/
I
Edizione Italiana
Istruzioni
Complimenti per aver scelto un prodotto Canon.
La EOS 3000N / 3000N Date / 66 / 66 Date è una fotocamera reflex monobiettivo con
autofocus, molto compatta. Grazie alle modalità di scatto completamente
automatiche o controllate dall’utente, può essere utilizzata per un’ampia gamma di
soggetti e situazioni.
Prima dell’utilizzo, leggere attentamente il presente libretto ed acquisire familiarità
con la fotocamera.
Simboli
Il simbolo Avvertenza indica le azioni da seguire per prevenire problemi di
funzionamento.
Il simbolo Note fornisce informazioni aggiuntive sul funzionamento di base
della fotocamera.
Il simbolo Lampadina riporta suggerimenti utili per l’utilizzo ottimizzato della
fotocamera.
Per prevenire danni o problemi di funzionamento della fotocamera, leggere anche la
sezione “Precauzioni per l’utilizzo” a pagina 6.
Conservare il Libretto di istruzioni a portata di mano per eventuali
consultazioni.
Precauzioni
• Prima di riprendere un evento importante, effettuare alcuni scatti di prova per
verificare il corretto funzionamento della fotocamera.
• Le fotocamere EOS montano un attacco dedicato (autofocus, controllo
esposizione, ecc.) per obiettivi Canon EF. L’utilizzo di obiettivi EF di marca
diversa con le fotocamere EOS potrebbe causare disfunzioni della fotocamera o
dell’obiettivo.
Si prega di notare che la garanzia non copre disfunzioni o danni alla fotocamera
dovuti all’utilizzo di accessori non Canon.
2
Convenzioni tipografiche utilizzate nel presente Libretto
• L’icona <
> indica la Ghiera principale.
• Tutte le procedure operative qui descritte
presuppongono che la Ghiera di comando sia
impostata su un modo diverso da <
>. Prima di
qualsiasi operazione, assicurarsi che la Ghiera di
comando sia posizionata su una modalità di scatto.
• I numeri di pagina tra parentesi (→pagina ■) indicano dove reperire
informazioni più dettagliate sull’argomento.
• Le icone dei comandi e i riferimenti riportati in questo libretto corrispondono alle
icone e ai riferimenti della fotocamera. Vedere “Nomenclatura” a pagina 10.
• Le icone (
), (
)e(
) indicano che la relativa funzione rimane attiva
per 4, 6 e 16 secondi, rispettivamente, dal rilascio del pulsante.
3
Indice
Convenzioni tipografiche utilizzate nel presente Libretto........................3
Precauzioni per l’utilizzo .........................................................................6
Guida rapida ...........................................................................................8
Nomenclatura .......................................................................................10
1 Operazioni preliminari.....................................................15
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica ....................16
Montaggio e smontaggio dell’obiettivo..................................................18
Funzioni del pulsante di scatto .............................................................19
Caricamento e rimozione della pellicola..........................................20
Riavvolgimento della pellicola prima della fine ......................21
Come impugnare la fotocamera ...........................................................22
2 Scatto automatico............................................................23
Modalità Full Auto...........................................................................24
Flash incorporato............................................................................26
Luce AF ausiliaria ...........................................................................26
Modalità singola e scatto continuo .................................................26
Riduzione dell’effetto occhi rossi ..............................................27
Modalità Ritratto (Portrait) ..............................................................28
Modalità Paesaggio (Landscape) ...................................................29
Modalità Macro ...............................................................................30
Modalità Sport ................................................................................31
Modalità Ritratto in Scena Notturna................................................32
Autoscatto.......................................................................................33
Utilizzo dell’antina dell’oculare........................................................34
Stampa di data e ora (solo per il modello Date) ...................................35
3 Scatto con controllo dell’utente .....................................37
Selezione di un’inquadratura AF ....................................................38
Messa a fuoco di soggetti decentrati ....................................................39
Quando l’autofocus non funziona .........................................................40
Messa a fuoco manuale........................................................................40
Modalità di misurazione ........................................................................41
4
Indice
AE Programma ................................................................................42
AE a priorità dei tempi ....................................................................44
AE a priorità dei diaframmi .............................................................46
Esposizione manuale.......................................................................48
AE a priorità della profondità di campo.......................................50
Blocco AE ........................................................................................51
Compensazione dell’esposizione .........................................................52
Bracketing Automatico dell’Esposizione (AEB)..............................53
Esposizioni posa (Bulb) ........................................................................55
Esposizioni multiple ........................................................................56
Disattivazione del segnale acustico................................................57
Impostazione della sensibilità ISO della pellicola .........................58
Utilizzo del comando a distanza ...........................................................58
1
2
4 Fotografare con il flash ...................................................59
Utilizzo del flash incorporato.................................................................60
Fotografare con il flash con uno Speedlite della serie EX ....................62
Sincronizzazione ad alta velocità (Flash FP) ...........................64
Blocco FE ..................................................................................65
3
Informazioni di riferimento .............................................67
Terminologia di base della fotografia....................................................67
Indicazioni di avvertimento esposizione ...............................................69
Tabella delle funzioni disponibili ...........................................................70
Guida alla ricerca guasti .......................................................................72
Principali accessori ...............................................................................73
Specifiche tecniche...............................................................................75
Indice analitico ......................................................................................78
4
Informazioni di
riferimento
5
Precauzioni per l’utilizzo
Manutenzione e conservazione della fotocamera
(1)
La fotocamera è uno strumento di precisione. Fare attenzione agli urti e a non
lasciarla cadere.
(2) Questa fotocamera non è impermeabile e, dunque, non può essere utilizzata
sott’acqua. Se la fotocamera dovesse accidentalmente bagnarsi, rivolgersi al
più vicino centro di assistenza Canon. Asciugare le gocce d’acqua con un
panno asciutto. In caso di esposizione della fotocamera ad aria salmastra,
ripulirla con un panno inumidito e ben strizzato.
(3) Non lasciare la fotocamera in luoghi esposti ad eccessivo calore, ad esempio in
auto esposta al sole. L’esposizione a calore eccessivo può causare disfunzioni
della fotocamera.
(4) La fotocamera contiene un circuito elettronico di precisione. Non tentare di
disassemblare la fotocamera.
(5) Per eliminare la polvere dall’obiettivo, dallo schermo di messa a fuoco e dal
vano pellicola utilizzare unicamente spazzole a soffietto. Non utilizzare
detergenti contenenti solventi organici per pulire il corpo della fotocamera o
l’obiettivo. Per una pulizia più accurata, rivolgersi al più vicino centro di
assistenza Canon.
(6) Le tendine dell’otturatore sono molto sottili. Pulirle soltanto con getto d’aria,
facendo attenzione che il getto sulle tendine non sia troppo forte per evitare di
danneggiarle o deformarle. Fare anche attenzione a non toccare le tendine
dell’otturatore quando si carica o si toglie la pellicola.
(7) Non toccare i contatti elettrici con le mani, ne potrebbe conseguire corrosione
sui contatti con conseguente alterazione del funzionamento della fotocamera.
(8) Se non si utilizza la fotocamera per un periodo di tempo prolungato, togliere le
batterie. Conservare la fotocamera in un luogo fresco, asciutto e ben aerato.
Durante il periodo di inutilizzo, far qualche scatto dell’otturatore, di tanto in tanto.
(9) Non conservare la fotocamera in laboratori o altri luoghi in cui sono presenti
prodotti chimici corrosivi.
(10) Prima di utilizzare la fotocamera dopo un lungo periodo di inattività oppure
quando la si deve utilizzare per un evento importante, controllare che tutto
funzioni correttamente o portare la macchina presso un centro di assistenza
Canon per una revisione.
>, il display LCD
(11) Anche quando l’Interruttore principale è impostato su <
della fotocamera è comunque alimentato.Ciò comunque non influisce sulla
quantità di rullini utilizzabili con la batteria.
6
Precauzioni per l’utilizzo
Display a cristalli liquidi (LCD)
Con il tempo, il display LCD della fotocamera e quello del mirino possono sbiadire e
diventare illeggibili.In tal caso, farli sostituire (servizio a pagamento) presso un centro
di assistenza Canon.
Alle basse temperature, i tempi di risposta del display LCD possono rallentare,
mentre a 60°C e superiore potrebbero annerirsi. In entrambi i casi, il display ritornerà
normale a temperatura ambiente.
Batterie al litio
(1) La fotocamera è alimentata da due batterie al litio CR123A (o DL123A).
Controllare il livello di carica delle batterie nei seguenti casi (→pagina 16):
• Dopo la sostituzione delle batterie.
• Dopo un prolungato periodo di inattività della macchina.
• Quando l’otturatore non scatta.
• Quando la fotocamera è utilizzata a temperature particolarmente basse.
• Quando si deve riprendere un evento importante.
(2) Prima di installare le batterie, pulire i contatti e rimuovere impronte delle dite o
incrostazioni, per evitare problemi di contatti difettosi o di corrosione.
(3) Non disassemblare né ricaricare le batterie. Non conservare le batterie in luoghi
soggetti ad alte temperature, non cortocircuitare i contatti della batteria e non
gettare le batterie sul fuoco.
(4) Sebbene le batterie funzionino egregiamente anche alle basse temperature, le
prestazioni possono diminuire sensibilmente a temperature di congelamento. In
questo caso, tenere in tasca un secondo set di batterie di scorta, quindi utilizzare
e riscaldare i due set alternatamente.
Batterie scariche e funzionamento della fotocamera
Quando sul display LCD l’icona <
> lampeggia o non appare, è ancora possibile
ottenere una corretta esposizione fintanto che l’otturatore scatta.Quando la batteria è
quasi scarica l’avanzamento e il riavvolgimento automatici della pellicola potrebbero
interrompersi o non funzionare e sul display LCD potrebbe lampeggiare l’icona <
>.
Sostituendo le batterie, riprende immediatamente l’avanzamento della pellicola mentre il
riavvolgimento proseguirà tenendo premuto il pulsante <
> per almeno 1 secondo.
Contatti elettrici dell’obiettivo
Contatti
Dopo aver staccato l’obiettivo dalla fotocamera, chiuderlo
con gli appositi coperchi o appoggiarlo con la parte
posteriore verso l’alto per evitare di graffiare la superficie
della lente e i contatti elettrici.
7
Guida rapida
–
+
8
1
Installare le batterie.
5
Caricare la pellicola.
Inserire due batterie al litio
CR123A (o DL123A)
orientandole come indicato
sul coperchio del vano
batterie. (→pagina 16)
Allineare il bordo iniziale della
pellicola al contrassegno
arancione sulla fotocamera,
quindi richiudere la fotocamera
fino a sentire lo scatto.
(→pagina 20)
• La pellicola avanzerà
automaticamente fino al
primo fotogramma.
2
Montare l’obiettivo.
6
Mettere a fuoco il
soggetto.
Allineare i punti rossi
dell’obiettivo e della
fotocamera, quindi ruotare
l’obiettivo nella direzione
indicata dalla freccia fino a
farlo scattare in posizione.
(→pagina 18)
Puntare il soggetto con
l’inquadratura AF, quindi
premere il pulsante di scatto
a metà corsa per l’autofocus.
(→pagina 19)
• Se lampeggia l’icona < >,
estrarre il flash incorporato.
(→pagina 60)
Guida rapida
3
Impostare il selettore di
messa a fuoco su <AF>.
7
Scattare la foto.
(→pagina 18)
Premere completamente il
pusante di scatto per scattare
la fotografia. (→pagina 19)
4
Ruotare la ghiera di
selezione su < >
(Full Auto).
8
Rimuovere la pellicola.
(→pagina 24)
Alla fine del rullino, la
pellicola si riavvolge
automaticamente. Aprire lil
dorso della fotocamera e
rimuovere la cartuccia della
pellicola. (→pagina 21)
9
Nomenclatura
• Le pagine di riferimento sono riportate tra parentesi.
• I comandi della fotocamera sono riportati come icone tra i segni < >.
Pulsante di riavvolgimento pellicola
prima della fine (→pagina 21/33)
Indicatore autoscatto (→pagina 27/33)
<
> Pulsante Funzione
(→pagina 27, 53, 56, 57)
<
> Selettore inquadratura AF (→pagina 38)
Emettitore luce ausiliaria AF
(→pagina 26)
Indicatore riduzione effetto
occhi rossi / Indicatore
autoscatto (→pagina 27, 33)
Display LCD (→pagina 12)
Flash incorporato (retratto) (→pagina 60)
Contatto
sincronizzazione X
Manopola di estrazione del
flash incorporato
(→pagina 23)
Attacco flash (→pagina 62,
73)
Contrassegno
pellicola
<
> Ghiera
principale (→pagina 3)
Ghiera di
comando
(→pagina 14)
Pulsante di
scatto
(→pagina 19)
Passante
cinghia
(→pagina 15)
Leva di
apertura dorso
macchina (→pagina 20)
Pulsante di sblocco
obiettivo (→pagina 18)
Selettore di messa a fuoco
(→pagina 18)
Ghiera zoom
Impugnatura / Vano
batteria (→pagina 16)
10
Ghiera di messa a fuoco manuale
(→pagina 40)
Nomenclatura
Paraocchi
(→pagina 34)
Oculare mirino
*Display data
(→pagina 35)
Finestra
pellicola
Dorso della
fotocamera
< > Blocco
AE Pulsante blocco
FE / (lettura parziale)
(→pagina 51 / 65)
<
> Pulsante
di compensazione
dell’esposizione/
diaframma
(→pagina 52 / 48)
Attacco
comando
a distanza
(→pagina 58)
*Pulsante < MODE>
(→pagina 35)
*Pulsante < SELECT>
(→pagina 36)
*Pulsante < SET> (→pagina 36)
* Solo sul modello Date
Copertura vano
batterie
Foro di guida
Leva
copertura vano
batterie (→pagina 16)
Attacco
cavalletto
11
Nomenclatura
Display LCD
Tempi di scatto (
,
Blocco FE (
)
Sensibilità della pellicola ISO ( <
> Indicatore
ISO
Livello batteria
)
<
)
<
> Autoscatto
> Messa a fuoco manuale
Valore diaframma (
)
Impostazione riduzione effetto occhi rossi
( , )
Impostazione del segnalatore acustico ( , )
Indicazione AEB (
)
< > Freccia di impostazione
funzione
Indicatore
inquadratura AF
<
12
> Riduzione
effetto
occhi rossi
<
> Segnalatore
acustico
<
> Esposizioni
multiple
<
> Bracketing
automatico
dell’esposizi
one
Contatore fotogrammi ( )
Impostazione esposizioni
multiple
( - )
Conto alla rovescia autoscatto
( - )
> Indicatore rullino
• La freccia <
<
Scala esposizioni
(±2 stop con incrementi di 1/2 stop)
Indicatore compensazione dell’esposizione
Indicazione AEB
Indicatore attivazione luce riduzione
effetto occhi rossi
> viene visualizzata vicino alla funzione da impostare.
Nomenclatura
Informazioni sul mirino
Schermo di messa a fuoco
smerigliato al laser
Area di lettura parziale
Inquadratura AF
<
<
> Blocco AE/Blocco
FE
< > Flash pronto
Indicatore richiesta uso flash
Indicatore sottoesposizione blocco FE
Scala esposizioni
(±2 stop ad incrementi di 1/2 stop)
Indicazione compensazione
dell’esposizione
Indicazione AEB
Indicatore attivazione luce
riduzione effetto occhi rossi
< > Indicatore sincronizzazione
ad alta velocità (Flash FP)
Tempi di scatto (
Blocco FE (
)
-
,
> Indicatore soggetto a fuoco
)
Indicatore inquadratura AF
Diaframma (
-
)
• Le pagine 12 e 13 riportano tutte le informazioni visualizzabili per spiegarne il significato.
Le informazioni effettivamente visualizzate dipendono però dal tipo di impostazione e di
utilizzo della fotocamera.
13
Nomenclatura
Ghiera di comando
La ghiera è divisa in quattro aree.
Area creativa
Area funzioni
OFF
(Spegne la fotocamera)
Full Auto
Area di controllo
programmazione immagine
Area di base
1 Area di base
2 Area creativa
Modalità di scatto completamente
controllata dalla fotocamera.
Modalità semi-automatiche e manuali
che consentono di controllare la fotocamera per ottenere il risultato desiderato.
: AE Programma (→pagina 42)
:AE a priorità dei tempi
(→pagina 44)
: AE a priorità dei diaframmi
(→pagina 46)
: Esposizione manuale
(→pagina 48)
: AE a priorità della profondità
di campo (→pagina 50)
: Full Auto (→pagina 24)
Basta semplicemente inquadrare e
premere il pulsante di scatto.
Area di controllo programmazione
immagine
Modalità di scatto completamente
automatiche in funzione del soggetto.
: Ritratto (→pagina 28)
: Paesaggio (→pagina 29)
: Macro (→pagina 30)
3 Area funzioni
: Impostazione manuale della
sensibilità ISO della pellicola
(→pagina 58)
: Riavvolgimento della pellicola
prima della fine (→pagina 21)
: Sport (→pagina 31)
: Scena notturna (→pagina 32)
14
4
: Off
Questo capitolo spiega tutto quello che
occorre conoscere e fare quando si utilizza la
fotocamera per la prima volta.
1
Operazioni preliminari
Aggancio della cinghia
2
Far passare l’estremità della cinghia
attraverso l’apposito passante della
fotocamera, partendo dal basso, quindi
inserirla nella fibbia, come indicato in
figura. Tirare bene la cinghia in modo che
non scivoli dalla fibbia.
• Anche il coperchio dell’oculare è
agganciato alla cinghia. (→pagina 34)
1
3
4
15
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica
Installazione delle batterie
La fotocamera utilizza due batterie al litio CR123A (o DL123A).
2
1
Aprire il coperchio del vano batterie.
2
Inserire le batterie.
3
Chiudere il coperchio del vano
batterie.
• Scorrere la leva di rilascio nella direzione
indicata dalla freccia e aprire il coperchio
del vano batterie.
1
–
• Controllare che i contatti della batteria
(+ e –) siano orientati come indicato sul
coperchio.
• Non utilizzare contemporaneamente
batterie nuove e usate.
+
• Premerlo fino ad avvertire uno scatto.
Portare con sé delle batterie di ricambio quando ci si reca in luoghi dove non è facile
reperire delle batterie CR123A o quando si devono scattare molte foto.
16
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica
Controllo del livello di carica delle batterie
Controllare ii livello di carica delle batterie dopo la sostituzione e prima di utilizzare la
fotocamera.
Ruotare la ghiera di comando su
una modalità di scatto.
• La fotocamera si accende e il display LCD
visualizza una delle seguenti icone
indicanti il livello di carica delle batterie:
: Batterie cariche.
: Il livello di carica delle batterie è
basso.Tenere a portata di mano
delle batterie di ricambio.
: La carica delle batterie è quasi
esaurita.
: Sostituire le batterie. (→pagina 7)
Durata delle batterie
(Con rullini da 24 esposizioni)
Temperatura
Uso del flash 0%
Uso del flash 50%
A 20°C
85 rullini
35 rullini
Uso del flash 100%
17 rullini
A –10°C
60 rullini
25 rullini
12 rullini
• I dati di durata batteria riportati in tabella si basano su test effettuati da Canon
utilizzando un obiettivo EF 50mm f/1.4 USM con batterie nuove.
• Se sul display LCD non compare nulla, è probabile che le batterie non siano
installate correttamente. Reinstallarle correttamente. (→pagina 16)
• La pressione a metà corsa del pulsante di scatto per un periodo prolungato o l’utilizzo
dell’autofocus senza scattare foto comportano comunque un consumo di energia, il che
riduce il livello di carica delle batterie e di conseguenza il numero di rullini utilizzabili.
Quando la fotocamera non viene usata, posizionare la ghiera di comando su <
>.
17
Montaggio e smontaggio dell’obiettivo
Montaggio dell’obiettivo
1
2
Togliere i coperchi.
3
Posizionare il selettore della
modalità di messa a fuoco
dell’obiettivo su <AF>.
• Rimuovere il coperchio posteriore dell’obiettivo e il coperchio sul corpo della macchina.
Montare l’obiettivo.
• Allineare i punti rossi dell’obiettivo e della
fotocamera, quindi ruotare l’obiettivo nella
direzione indicata dalla freccia fino a che
scatta in posizione.
Punti rossi
1
2
• Se il selettore di messa a fuoco è posizionato su <MF> (o su <M> sugli obiettivi più
vecchi), non sarà possibile utilizzare
l’autofocus e sul display LCD verrà
>.
visualizzato <
1
4
Rimuovere il coperchio anteriore
dell’obiettivo.
Smontaggio dell’obiettivo
Tenendo premuto il pulsante di
sblocco, ruotare l’obiettivo in
direzione della freccia.
2
1
• Quando il punto rosso sull’obiettivo è in
alto, staccare l’obiettivo.
• Riporre i coperchi rimossi in un luogo dove non vadano persi.
• “AF” è l’abbreviazione di Autofocus.
• “MF” (o “M”) è l’abbreviazione di Messa a fuoco manuale.
18
Funzioni del pulsante di scatto
Il pulsante di scatto delle fotocamere EOS può essere premuto a metà corsa o
completamente. La pressione del pulsante a metà corsa viene segnalato da un clic.
Pressione completa o a metà corsa del pulsante di scatto
Il pulsante di scatto funziona come descritto di seguito.
Pressione a metà corsa:
• Si attiva l’autofocus e, una volta che il
soggetto è a fuoco, viene generato un
segnale acustico e si accende l’indicatore
di soggetto a fuoco < > in basso a
destra sul mirino.
• Sul display LCD e sul mirino vengono
visualizzati anche i tempi di scatto e i
valori del diaframma.
Pressione completa:
• L’otturatore viene rilasciato per scattare la
foto e la pellicola avanza di un
fotogramma.
Se si utilizza un Duplicatore bifocale e l’apertura massima dell’obiettivo e del duplicatore montato diventa inferiore a f/5.6 (numero f superiore), l’autofocus non funzionerà.
Le vibrazioni o movimenti della fotocamera al momento dell’esposizione possono
generare immagini mosse. Per evitare questo inconveniente:
· Tenere saldamente ferma la fotocamera (→pagina 22).
· Sfiorare il pulsante di scatto con la punta delle dita, reggere la fotocamera con la
mano destra e, infine, premere delicatamente il pulsante di scatto.
19
Caricamento e rimozione della pellicola
Caricamento della pellicola
Dopo aver caricato la pellicola, la fotocamera inizia ad avvolgere il rullino sulla bobina
di avvolgimento. Con le pellicole a codifica DX, la fotocamera imposta
automaticamente la sensibilità ISO. Ad ogni scatto, viene riavvolto un fotogramma di
pellicola sul rullino.
Corretto
1
2
3
4
Ruotare la ghiera di comando in
>.
qualsiasi posizione eccetto <
Aprire il dorso della macchina.
• Spostare la leva di rilascio del dorso della macchina verso l’alto, come indicato dalla freccia.
Inserire il rullino inclinandolo come
mostrato in figura.
Tirare l’estremità della linguetta
della pellicola verso il contrassegno
arancione sulla fotocamera.
• Tenere premuto il rullino mentre si tira
l’estremità della linguetta.
• Se la linguetta oltrepassa la tacca
arancione, riavvolgere parte della pellicola
sul rullino.
Contrassegno arancione
Errato
20
5
Chiudere il dorso della macchina.
• Controllare che l’estremità della linguetta
iniziale della pellicola sia correttamente
allineata al contrassegno arancione e
richiudere il dorso della macchina.
Dopo la chiusura del dorso della
macchina, la pellicola viene avvolta sulla
bobina di avvolgimento e inizia il
conteggio dei fotogrammi. La fotocamera
genera un segnale acustico indicante lo
sblocco dell’otturatore mentre sul display
vengono visualizzati l’icona < > e il
numero di fotogrammi.
Durante il preavvolgimento della pellicola,
il display LCD visualizza la sensibilità ISO.
Caricamento e rimozione della pellicola
• In ambiente caldi e umidi, non togliere il rullino dalla confezione fino a che non si è
pronti a caricarlo.
• La fabbricazione delle tendine dell’otturatoe è una lavorazione di alta precisione.Non
toccarle mai con le mani.Quando si carica il rullino, non toccarle o danneggiarle con
le mani o con la pellicola.
• Se il rullino non è caricato correttamente, sul display LCD lampeggia l’icona <
e l’otturatore non funziona. Ricaricare correttamente il rullino. (→pagina 20)
• Se la pellicola non è a codifica DX, impostare manualmente la sensibilità ISO.
(→pagina 58)
• Con questa fotocamera non si possono utilizzare pellicole per infrarossi.
>
Rimozione della pellicola
Dopo lo scatto dell’ultimo fotogramma, la fotocamera riavvolge automaticamente la pellicola.
Dopo lo scatto dell’ultimo fotogramma, la
fotocamera riavvolge automaticamente la
pellicola. Al termine del riavvolgimento,
viene generato un segnale acustico
indicante lo sblocco dell’otturatore e sul
display LCD rimane visualizzata solo l’icona
< >. Accertarsi che sia visualizzata
quest’icona, quindi aprire il dorso della
macchina e rimuovere il rullino.
Riavvolgimento della pellicola prima della fine
Per riavvolgere la pellicola prima che finisca, attenersi alla seguente procedura.
1
2
Posizionare la ghiera di comando su
<
>.
3
Aprire il dorso della macchina e
rimuovere il rullino.
Tenere premuto il pulsante <
per almeno 1 secondo.
/
>
La pellicola inizierà a riavvolgersi. Al termine
del riavvolgimento viene generato un segnale
acustico indicante lo sblocco dell’otturatore.
21
Caricamento e rimozione della pellicola / Come impugnare la fotocamera
Se si rimuove il rullino prima della fine della pellicola senza riavvolgerla e quindi si
carica un nuovo rullino, la linguetta iniziale del nuovo rullino verrà riavvolta solo sul
rullino. Per evitare che ciò accada, chiudere il dorso della fotocamera e premere a
fondo il pulsante di scatto prima di caricare un nuovo rullino.
Come impugnare la fotocamera
Per evitare fotografie mosse, impugnare la fotocamera correttamente come descritto
di seguito.
Scatto orizzontale
Scatto verticale
• Impugnare il lato destra della fotocamera e reggerla saldamente, tenendo il gomito
aderente al corpo.
• Con la mano sinistra, impugnare la parte inferiore dell’obiettivo.
• Appoggiare la fotocamera alla fronte e guardare nel mirino.
• Per una maggiore stabilità, tenere un piede leggermente in avanti rispetto all’altro.
22
Area di base
Per facili e rapide riprese, questa sezione
descrive le modalità di scatto dell’area di base
>, < >,
della ghiera di comando: <
< >, < >, < > e < >. Tutte queste
modalità prevedono l’impostazione automatica
della fotocamera. Al fotografo non resta che
inquadrare il soggetto e premere il pulsante di
scatto.
Inoltre, l’attivazione di queste modalità
disabilita la ghiera principale <
>ei
>,
pulsanti della fotocamera, (eccetto <
< >e< /
>), per evitare che la
pressione accidentale di questi pulsanti di
controllo possa rovinare le fotografie.
2
Scatto
automatico
• Se, mentre si utilizza una delle
modalità dell’area di base,
lampeggia l’icona < >, estrarre
con le dita il flash incorporato*. Se il
flash era già stato estratto, scatterà
automaticamente in condizioni di
scarsa illuminazione o di
controluce*.
• I parametri impostati automaticamente dalle modalità dell’area di
base sono riportati a pagina 70 in
“Tabella delle funzioni disponibili”.
* Il flash incorporato non scatta nelle
modalità <
>e<
>.
23
Modalità Full Auto
In questa modalità, tutto ciò che è richiesto al fotografo è puntare la fotocamera e
scattare. Tutto è automatico e quindi è facile fotografare qualsiasi soggetto. Con tre
punti di messa a fuoco del soggetto, chiunque può inquadrare e scattare.
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Puntare uno dei punti di messa a
fuoco sul soggetto.
3
Premere il pulsante di scatto a metà
corsa per mettere a fuoco.
Il soggetto principale, determinato dalla
fotocamera, verrà messo a fuoco da uno
di questi punti.
• Per mettere a fuoco un soggetto non
coperto da uno di questi punti, vedere a
pagina 39 “Messa a fuoco di soggetti
decentrati”.
Inquadratura AF
24
Una volta raggiunta la messa a fuoco,
viene generato un segnale acustico e si
accende l’indicatore di soggetto a fuoco
< > in basso a destra sul mirino.
Sulla parte inferiore dell’LCD del mirino si
accende anche il punto di messa a fuoco.
Modalità Full Auto
4
Controllare l’impostazione
dell’esposizione.
5
Scattare la foto.
Il tempo di scatto e il valore del diaframma
verranno automaticamente impostati e
visualizzati sul display LCD e nel mirino.
• Se in condizioni di scarsa illuminazione o
di controluce lampeggia l’icona < > nel
mirino, estrarre il flash incorporato.
(→pagina 60)
• Comporre l’inquadratura e premere a
fondo il pulsante di scatto.
• Una volta messo a fuoco il soggetto, verranno bloccate anche le impostazioni di
autofocus e di esposizione automatica.
• Se l’indicatore di soggetto a fuoco < > lampeggia, non è possibile scattare la foto.
(→pagina 40)
• Al di fuori dei tre punti di messa a fuoco, per ottenere la messa a fuoco viene
automaticamente selezionato il punto che copre il soggetto più vicino.
• E’ possibile che si accendano contemporaneamente più punti di messa a fuoco.
Ciò significa che tutti quei punti hanno ottenuto la messa a fuoco.
Se il flash è stato estratto in precedenza (→pagina 60), si accenderà
automaticamente in condizioni di scarsa illuminazione o di controluce.
25
Modalità Full Auto
Flash incorporato
Nelle modalità dell’area di base, il flash, se estratto in precedenza, si accenderà
automaticamente in condizioni di scarsa illuminazione o di controluce. Nelle modalità
dell’area creativa, è possibile estrarre ed utilizzare il flash in qualunque momento,
indipendentemente dal livello di luminosità dell’ambiente. Per ritrarre il flash,
abbassarlo con la mano.
Per ulteriori dettagli, vedere “Utilizzo del flash incorporato” a pagina 60.
Nelle modalità <
>e<
>, il flash incorporato non si accenderà.
Luce AF ausiliaria
In caso di messa a fuoco difficoltosa, la luce AF ausiliaria illumina il soggetto per
aiutarne la messa a fuoco. La luce AF ausiliaria interviene sia nelle modalità dell’area
di base che in quelle dell’area creativa.
• La luce AF ausiliaria è efficace fino a una distanza di 4 metri circa.
• Se alla fotocamera è collegato uno Speedlite esterno, dedicato EOS, (venduto
separatamente) si accenderà la luce AF ausiliaria incorporata dello Speedlite.
• La luce AF ausiliaria interviene sia nelle modalità dell’area di base che in quelle
dell’area creativa.
• In condizioni di messa a fuoco difficoltose, verrà emessa la luce AF ausiliaria dalla
fotocamera o dallo Speedlite esterno, dedicato EOS, se collegato.
Modalità singola e scatto continuo
Il modo di avanzamento della pellicola (singolo o continuo), quando viene premuto il
pulsante di scatto, è automaticamente determinato dalla modalità di scatto impostata.
Le modalità di avanzamento della pellicola per i rispettivi modi sono descritte in
“Tabella delle funzioni disponibili” a pagina 70.
26
Modalità Full Auto
Riduzione dell’effetto occhi rossi
Quando si utilizza il flash in un ambiente scarsamente illuminato, gli occhi del soggetto
potrebbero apparire rossi sulla foto. L’effetto “occhi rossi” si verifica quando la luce del
flash viene riflessa dalle retina.
La funzione di riduzione dell’effetto occhi rossi della fotocamera proietta un leggero
raggio di luce negli occhi del soggetto, in modo da restringere il diametro della pupilla o
l’iride.Una pupilla più piccola riduce l’eventualità che si verifichi l’effetto occhi rossi. Questa funzione può essere attivata in qualsiasi modalità di scatto, eccetto <
> e < >.
1
2
Indicatore luce di riduzione
effetto occhi rossi accesa
Spostare la freccia < > sull’icona
< > del display LCD.
• Sul display LCD, premere il pulsante
<
> per spostare la freccia. (
)
Ruotare la ghiera principale <
>
per impostare “ ” sul pannello LCD.
• Premere il pulsante di scatto a metà corsa
per ritornare al normale funzionamento.
• Quando è attivata la riduzione effetto
occhi rossi, premendo a metà corsa il
pulsante di scatto, nel mirino e sul display
LCD viene visualizzato l’indicatore luce di
riduzione effetto occhi rossi e si accende
la luce.
• Per annullare la riduzione effetto occhi
rossi, impostare “ ” sul display LCD.
• La riduzione effetto occhi rossi è efficace solo se il soggetto guarda il raggio di luce di
riduzione occhi rossi. Invitare pertanto il soggetto a fissare lo sguardo sul raggio.
• Per assicurare la massima efficienza, si consiglia di scattare la foto dopo lo spegnimento
della luce di riduzione effetto occhi rossi (dopo 1.5 sec.).
• La foto può essere scattata anche mentre è accesa la luce di riduzione dell’effetto occhi
rossi.
• L’efficacia di questa funzione può variare in base al soggetto.
Per aumentare l’efficacia di questa funzione, illuminare di più l’ambiente o avvicinarsi al
soggetto.
27
Modalità Ritratto (Portrait)
Questa modalità sfuoca lo sfondo per far
risaltare il soggetto in primo piano.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
procedura descritta per la modalità <
>
Full Auto a pagina 24.
• Tenendo premuto il pulsante di scatto, si
attiva la modalità scatto continuo.
• Si ottiene una maggiore sfocatura dello sfondo, inquadrando il soggetto dalla vita in
su. Inoltre, quanto più è lontano il soggetto dallo sfondo, tanto più sfuocato risulterà
quest’ultimo.
• L’uso di un teleobiettivo aumenta la sfocatura dello sfondo. Se si dispone di un
obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza focale massima. (Ad esempio, 80 mm per un
obiettivo zoom da 28-80 mm).
• Se il flash incorporato è stata estratto in precedenza (→pagina 26, 60), si attiverà
aumaticamente in condizioni di scarsa illuminazione o di controluce.
28
Modalità Paesaggio (Landscape)
Questa modalità è ideale per scenari
ampi, scene notturne, ecc.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
procedura descritta per la modalità <
>
Full Auto a pagina 24.
Se l’indicatore del tempo di scatto lampeggia, è possibile che la velocità di scatto sia
troppo lenta e si potrebbero ottenere fotografie mosse. Si consiglia l’utilizzo di un
cavalletto. (L’indicatore del tempo di scatto potrebbe lampeggiare anche quando si
utilizza il cavalletto).
Il flash incorporato, anche se estratto, non si attiverà.
L’impiego di un obiettivo grandangolare aumenterà ulteriormente la profondità e
l’ampiezza dell’immagine. Se si dispone di un obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza
focale minima. (Ad esempio, 28 mm per un obiettivo zoom da 28-80 mm).
29
Modalità Macro
Utilizzare questa modalità per fotografie di
soggetti ravvicinati, quali fiori, insetti, ecc.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
procedura descritta per la modalità <
>
Full Auto a pagina 24.
• Mettere a fuoco il soggetto alla distanza focale minima dell’obiettivo.
• Se si dispone di un obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza focale massima per
ingrandire l’immagine.
• Per ottenere risultati ottimali, si consiglia l’uso di un obiettivo macro, dedicato EOS, e
dell’accessorio Macro Ring Lite (entrambi opzionali).
• Se il flash incorporato è estratto (→pagina 26, 60), si attiverà automaticamente in
condizioni di scarsa illuminazione o di controluce.
30
Modalità Sport
Modalità da utilizzare per gare sportive e
soggetti in movimento, quando si vuole
fissare l’azione sulla pellicola.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
procedura descritta per la modalità <
>
Full Auto a pagina 24.
• Tenendo premuto il pulsante di scatto, si
attivano le modalità di messa a fuoco e
scatto continuo.
Se l’indicatore del tempo di scatto lampeggia, è possibile che la velocità di scatto sia
troppo lenta e si potrebbero ottenere fotografie mosse. Si consiglia l’utilizzo di un
cavalletto. (L’indicatore del tempo di scatto potrebbe lampeggiare anche quando si
utilizza il cavalletto).
Il flash incorporato, anche se estratto, non si attiverà.
• Si consiglia l’uso di pellicole con sensibilità ISO 400 o superiore.
• Per fotografie di sport, si consiglia un obiettivo con una lunghezza focale di 200 o
300 mm.
31
Modalità Ritratto in Scena notturna
Questa modalità è adatta per scattare foto
di soggetti di sera o di notte.
Il flash illumina il soggetto mentre una
velocità di sincronizzazione lenta consente
di ottenere un’esposizione ad effetto
naturale dello sfondo.
1
2
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Estrarre il flash incorporato.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
>
procedura descritta per la modalità <
Full Auto a pagina 24.
Per evitare movimenti della fotocamera, si consiglia di utilizzare un cavalletto.
• Per fotografare una scena notturna (senza soggetti), utilizzare invece la modalità
<
>.
• Spiegare al soggetto di rimanere fermo anche dopo lo scatto del flash.
• Se si utilizza l’autoscatto con questa modalità, si accenderà il raggio di riduzione
dell’effetto occhi rossi una volta completata l’esposizione.
> anche quando alla fotocamera è collegato uno
• Si può utilizzare ila modalità <
Speedlite, dedicato EOS.
> è impostata su giorno, funzionerà nello stesso modo della
• Se la modalità <
modalità <
>.
Si consiglia di utilizzare pellicole a sensibilità ISO 400 o superiore.
32
Autoscatto
Utilizzare l’autoscatto quando si desidera fotografare anche se stessi. L’autoscatto
può essere utilizzato in qualsiasi modalità di scatto, sia di base che creativa.
Utilizzare il cavalletto.
1
Premere il pulsante di autoscatto
< /
>.
• Il display LCD visualizzerà l’icona < >.
• Per disattivare l’autoscatto, premere di
nuovo il relativo pulsante < /
>
oppure posizionare la ghiera di comando
su <
>.
2
Scattare la foto.
• Per scattare la foto, attenersi alla stessa
procedura descritta per la modalità <
>
Full Auto a pagina 24.
• Guardare nel mirino e premere a fondo il
pulsante di scatto per attivare l’autoscatto.
10 secondi più tardi verrà generato un
segnale acustico e la foto verrà scattata.
Durante i primi 8 secondi, la frequenza del
segnale acustico è più lenta
mentre diventa più veloce negli ultimi
2 secondi, quando si accende anche
l’indicatore di autoscatto.
Inoltre, sull’indicatore autoscatto del
display LCD viene visualizzato il conto alla
rovescia.
Non sostare davanti alla fotocamera quando si attiva l’autoscatto per evitare di
compromettere la messa a fuoco.
• Per disattivare l’autoscatto dopo che è iniziato, premere di nuovo il pulsante < /
>.
• Quando si utilizza l’autoscatto solo per fotografare se stessi, bloccare prima il fuoco
(→pagina 39) su un oggetto posto alla stessa distanza alla quale verrà scattata la
fotografia.
33
Autoscatto
Utilizzo dell’antina dell’oculare
Se si utilizza l’autoscatto o il Comando a distanza (opzionale) e si scatta una foto
senza guardare nel mirino, la luce che entra nell’oculare potrebbe alterare
l’esposizione. Per prevenire questo inconveniente, coprire l’oculare con l’apposita
antina, prima di scattare la foto.
34
1
Togliere l’antina dall’imbottitura
della tracolla della fotocamera.
2
3
Rimuovere il paraocchi dall’oculare.
• L’antina è fissata alla tracolla nella parte
più ampia in corrispondenza
dell’imbottitura.
Inserire l’antina sull’oculare.
Stampa di data e ora (solo per il modello Date)
La versione Date di questa fotocamera è
dotata di una funzione di datazione
automatica al quarzo attiva fino all’anno
2019. Come si può vedere in figura, è
possibile stampare data e ora sulle
fotografie. Se lo si desidera, la stampa
può essere disattivata.
Data e ora possono essere stampare in
qualsiasi modalità di scatto.
La data e l’ora vengono stampate sulla
foto nell’angolo in basso a destra.
Premere il pulsante < MODE >.
Ad ogni pressione del tasto, il formato di
stampa visualizzato sul Display Data
cambia secondo la seguente sequenza:
Anno, mese, giorno
↓
Giorno, ora, minuti
↓
Trattini
↓
Mese, giorno, anno
↓
Giorno, mese, anno
(2001 Dic. 24)
(24 16:45)
(Nessuna informazione)
(Dic. 24, 2001)
(24 Dic. 2001)
• Sopra il mese viene visualizzata una <
>.
• La barra <
> sopra le ultime due cifre indica che è attivata la funzione di
stampa e lampeggia quando si scatta una foto per indicare che verranno stampate
la data e l’ora.
35
Stampa di data e ora (solo sul modello Date)
Impostazione di data e ora
Attenersi alla seguente procedura per impostare la data e l’ora.
1
2
3
4
Selezionare il display data oppure
ora.
• Premere il pulsante < MODE >.
Selezionare la cifra da impostare.
• Premere il pulsante <SELECT > fino a che
la cifra lampeggia.
Impostare il numero corretto.
• Tenere premuto il pulsante < SET > fino a
visualizzare il numero corretto.
Confermare l’impostazione.
• Tenere premuto il pulsante <SELECT> fino
a quando tutte le cifre smettono di
lampeggiare.
Sostituzione della batteria di backup data
Quando la data e l’ora stampate sulle foto appaiono sbiadite, sostituire la batteria al litio
CR2025, attenendosi alla seguente procedura. Questa batteria ha una durata di 3 anni.
36
1
2
3
4
Rimuovere il coperchio del vano batteria.
• Aprire il dorso della fotocamera e allentare
la vite come indicato in figura.
Togliere la batteria.
Inserire la nuova batteria.
• Il contatto positivo (+) della batteria deve
essere rivolto verso l’alto.
Rimontare il coperchio del vano batteria.
• Impostare la data e l’ora esatte.
Area creativa
Le modalità dell’area creativa consentono al
fotografo di controllare la fotocamera per
ottenere l’effetto desiderato. Sono disponibili
la priorità dei tempi di scatto, la priorità dei
diaframmi e altre modalità controllabili
dall’utente. In questa sezione vengono
trattate le modalità dell’area creative
(< >, <
>, <
>, < > e <
>)
unitamente ad altre funzioni avanzate.
3
Scatto con
controllo dell’utente
• Nel testo, l’icona <
> indica la ghiera principale.
• Dopo la pressione a metà corsa del pulsante di scatto e il relativo
rilascio, il tempo di scatto e il valore del diaframma rimarranno
)
visualizzati sul display LCD e nel mirino per 4 secondi circa. (
• Nelle modalità della zona creativa sono disponibili le seguenti funzioni :
blocco AE, compensazione dell’esposizione, AEB ed esposizioni
multiple.
• Le impostazioni automaticamente impostate dalla relativa modalità
dell’area creativa sono elencate in “Tabella delle funzioni disponibili” a
pagina 70.
37
Selezione di un’inquadratura AF
L’inquadratura AF viene utilizzata per la messa a fuoco.L’inquadratura AF può essere
selezionata automaticamente dalla fotocamera o manualmente dall’utente.Nelle
modalità dell’area di base e in quella <
>, la selezione dell’inquadratura AF è
solo automatica. Nelle modalità < >, <
>, <
> e < >, l’inquadratura AF è
selezionabile sia manualmente che automaticamente.
Selezione automatica dell’inquadratura AF
La fotocamera seleziona automaticamente l’inquadratura AF. Modalità adatta per
istantanee.
Selezione manuale dell’inquadratura AF
Per la messa a fuoco, si può selezionare una qualunque delle tre inquadrature AF.
Modalità comoda quando si vuole essere certi che il soggetto sia a fuoco o per
mantenere l’inquadratura decentrata del soggetto.
1
Premere il pulsante <
2
Ruotare la ghiera <
> per
selezionare l’inquadratura AF
desiderata. Ruotando questa ghiera,
la selezione dell’inquadratura AF
passa alla sequenza indicata di
seguito:
>. (
)
• Viene visualizzata l’inquadratura AF
selezionata.
Selezione
automatica dell’
inquadratura AF
Selezione
manuale dell’
inquadratura AF
• Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco l’inquadratura
AF selezionata.
38
Messa a fuoco di soggetti decentrati
Se si desidera mettere a fuoco un soggetto decentrato non coperto da nessuna delle tre inquadrature AF, attenersi alla procedura di blocco della messa a fuoco, di seguito descritta.
1
2
Selezionare l’inquadratura AF
desiderata.
3
Tenere premuto a metà corsa il
pulsante di scatto e comporre
l’immagine come desiderato.
4
Scattare la foto.
(→pagina 38)
Mettere a fuoco il soggetto.
• Puntare l’inquadratura AF sul soggetto,
quindi premere a metà corsa il pulsante di
scatto.
Il blocco di messa a fuoco è attivo anche nelle modalità dell’area di base (eccetto
<
>). Partire però dal punto 2.
39
Quando l’autofocus non funziona
La fotocamera dispone di un sistema AF ad alta precisione che può mettere a fuoco
quasi tutti i soggetti. Può comunque mancare la messa a fuoco (l’indicatore di
soggetto a fuoco < > lampeggia) dei soggetti elencati di seguito.
Soggetti difficili per l’autofocus
• Soggetti poco contrastati. Esempio: Cielo, superfici piane con colori forti.
• Soggetti scarsamente illuminati.
• Soggetti in forte controluce o riflettenti. Esempio: automobili con verniciatura molto
riflettente.
• Soggetti vicini e lontani sovrapposti. Esempio: Animali dietro le sbarre di una
gabbia.
In questi casi, per la messa a fuoco, utilizzare una delle seguenti modalità:
(1) Bloccare il fuoco su di un oggetto alla stessa distanza del soggetto e ricomporre.
(2) Impostare il selettore della modalità di messa a fuoco dell’obiettivo su <MF> o
<M> e mettere a fuoco manualmente, operando come segue.
Se non si riesce a mettere a fuoco anche con la luce AF ausiliaria dello Speedlite,
dedicato EOS, selezionare il punto di messa a fuoco centrale anziché il punto di
messa a fuoco decentrato.
Messa a fuoco manuale
1
Impostare il selettore della modalità
di messa a fuoco dell’obiettivo su
<MF> (o <M> sugli obiettivi
precedenti).
Sul display LCD verrà visualizzata l’icona
<
>.
2
Mettere a fuoco il soggetto.
• Ruotare la ghiera di messa a fuoco
manuale dell’obiettivo fino a che il
soggetto sarà a fuoco nel mirino.
Se la messa a fuoco manuale viene eseguita tenendo premuto a metà corsa il
pulsante di scatto, le inquadrature AF per la messa a fuoco del mirino lampeggiano e
si accenderà l’indicatore di soggetto a fuoco < >.
40
Modalità di misurazione
La fotocamera dispone di tre sistemi di misurazione: valutativa, parziale e
misurazione della media pesata al centro. La misurazione valutativa è la modalità
standard. La misurazione parziale viene impostata automaticamente quando si
utilizza il blocco AE (→pagina 51), mentre la misurazione della media pesata al
centro viene impostata automaticamente nella modalità < > (→pagina 48).
Lettura valutativa
Indicata per la maggior parte delle
istantanee, comprese quelle in controluce.
Per ottenere un’esposizione idonea viene
tenuto conto della posizione e della
luminosità del soggetto, dello sfondo, della
luce reale, delle condizioni di controluce e
delle inquadrature AF attive.
Lettura parziale
L’impostazione dell’esposizione si basa
sulla luminosità di un’area del 9,5% al
centro del mirino. E’ efficiente per soggetti
in controluce.
• L’area di lettura parziale (ombreggiata)
approssimatamente è quella della figura a
sinistra.
Lettura della media pesata al centro
La misurazione viene pesata al centro,
quindi mediata per l’intera inquadratura.
Nelle modalità One-Shot AF e AF AI Focus (eccetto AF AI Servo) (→pagina 70),
quando si preme a metà corsa il pulsante di scatto e si ottiene la messa a fuoco,
contemporaneamente viene bloccata l’esposizione.
41
AE Programma
Come la modalità <
> (Full Auto), anche
questa funzione è adatta per scattare
facilmente qualsiasi tipo di fotografia. I tempi
di scatto e i valori di diaframma vengono
impostati automaticamente in funzione della
luminosità del soggetto.
∗ “P” sta per Programma.
∗ “AE” è l’abbreviazione di esposizione
automatica.
42
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco.
3
Controllare il display.
Il tempo di scatto e il valore del diaframma
vengono atomaticamente impostati e
visualizzati nel mirino e sul display LCD.
• Se tempo di scatto e valore del diaframma
non lampeggiano, significa che si otterrà
l’esposizione corretta.
• Se, al contrario, lampeggiano, vedere
“Elenco delle avvertenze di esposizione” a
pagina 69.
AE Programma
4
Differenza tra <
>e<
Scattare la foto.
• Comporre l’inquadratura e premere a
fondo il pulsante di scatto.
>
• Entrambe le modalità < > e <
> impostano automaticamente il tempo di scatto
e il valore del diaframma prima di scattare la fotografia.
• Le funzioni sotto elencate sono disponibili con < >, ma non con <
>:
· Scatto continuo
· Selezione del punto di messa a
fuoco manuale
· Program shift
· Blocco AE con il pulsante < >
· Compensazione dell’esposizione
· AEB
· Esposizioni multiple
· ON/OFF del flash incorporato
· Funzioni speciali con gli Speedlite della
serie EX:
- Sincronizzazione ad alta velocità
- Blocco FE
Funzione Program Shift
Il Programma AE consente di variare liberamente la combinazione tempo/diaframma
(programma) impostata dalla fotocamera, mantenendo inalterata l’esposizione.
Questa operazione è chiamata “program shift”, ossia modifica del programma.
Per modificare il programma, premere a metà corsa il pulsante di scatto, quindi
ruotare la ghiera <
> fino a visualizzare il tempo di scatto o il valore del
diaframma desiderati.
• Dopo aver scattato la foto con le nuove impostazioni, le modifiche vengono
annullate automaticamente e viene ripristinato il programma predefinito.
• Non è possibile modificare il programma quando si utilizza il flash incorporato
oppure un flash esterno.
43
AE a priorità dei tempi
In questa modalità, il fotografo definisce il tempo di scatto e la fotocamera imposta
automaticamente il valore del diaframma in funzione della luminosità della scena.
Un tempo di scatto breve consente di congelare l’azione di un soggetto in rapido
movimento. Un tempo di scatto lungo consente invece di sfuocare il soggetto per
dare l’impressione del movimento.
∗ “Tv” è l’acronomo di valore di tempo che esprime appunto il tempo di scatto.
Foto realizzata con un tempo di scatto breve.
Foto realizzata con un tempo di scatto lungo.
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Selezionare il tempo di scatto
desiderato.
3
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
• Osservando il display LCD, ruotare la
ghiera <
> per impostare il tempo di
scatto desiderato.
Il valore del diaframma viene impostato
automaticamente.
44
AE a priorità dei tempi
4
Controllare nel mirino e scattare la
foto.
• Se il display del valore del diaframma non
lampeggia, significa che si otterrà
l’esposizione corretta.
• Se lampeggia il valore di apertura massima
(numero f più piccolo), significa che
l’immagine è sottoesposta. In tal caso,
> e impostare un
ruotare la ghiera <
valore di scatto più lungo; proseguire fino a
quando il lampeggiare cessa.
• Se lampeggia il valore di apertura minima
(numero f più grande), significa che
l’immagine è sovraesposta. In questo caso,
> e impostare un
ruotare la ghiera <
valore di scatto più breve; proseguire fino a
quando il lampeggiare cessa.
Visualizzazione del tempo di scatto
Il tempo di scatto può essere impostato e visualizzato come stop intero o mezzo stop.
Tempi di scatto da “ ” a “
” indicano il denominatore della frazione corrispondente
al tempo di scatto. Ad esempio, “
” corrisponde a 1/125 di secondo. Per tempi di
scatto più lunghi, il valore numerico è seguito dal simbolo dei secondi (“ ”). Ad
esempio, “
” corrisponde a 0.7 secondi mentre “
” corrisponde a 15 secondi.
Per fotografare una scena sullo schermo TV, fissare la fotocamera sul cavalletto e utilizzare un tempo
di scatto di 1/15 sec. per il sistema NTSC e di 1/10 sec. per il sistema PAL. (Non usare il flash).
45
AE a priorità dei diaframmi
In questa modalità, il fotografo imposta il valore del diaframma e la fotocamera regola
automaticamente il tempo di scatto, in funzione della luminosità del soggetto.
Un valore di apertura elevato (numero f piccolo) sfuocherà lo sfondo, facendo
risaltare il soggetto. Quanto più è alto il valore di apertura tanto più lo sfondo risulterà
sfuocato.
Al contrario, un valore di apertura piccolo (numero f grande) aumenterà la profondità
di campo, rendendo più nitidi sia lo sfondo che il soggetto in primo piano. Quanto più
è piccolo il valore di apertura, tanto più lo sfondo risulterà nitido.
∗ “Av” è l’abbreviazione di valore di apertura.
Foto realizzata con grande apertura.
46
Foto realizzata con piccola apertura.
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Selezionare il valore di apertura
desiderato.
• Osservando il display LCD, ruotare la
ghiera <
> e selezionare il valore di
apertura desiderato.
AE a priorità dei diaframmi
3
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
Il tempo di scatto viene impostato
automaticamente.
4
Controllare nel mirino e scattare la
foto.
• Se il display del tempo di scatto non
lampeggia, si otterrà la corretta
esposizione.
• Se lampeggia il tempo di scatto minimo,
significa che la scena è sottoesposta. In tal
> per
caso, ruotare la ghiera <
selezionare un valore di apertura più grande
(numero f più piccolo); proseguire fino a
quando il valore cessa di lampeggiare.
• Se invece lampeggia il tempo di scatto
massimo, significa che la scena è sovraesposta. In questo caso, ruotare la ghiera
<
> per selezionare un valore di apertura
più piccolo (numero f più grande); proseguire
fino a quando il valore cessa di lampeggiare.
Display del valore di apertura del diaframma
Il valore di apertura del diaframma può essere impostato e visualizzato come stop
intero o mezzo stop. Quanto più è alto il numero, tanto più piccola sarà l’apertura del
diaframma. La gamma dei valori visualizzabili sul display varia in funzione del tipo di
obiettivo montato.
Se sulla fotocamera non è montato un obiettivo, come valore di apertura del
diaframma verrà visualizzato “
”.
47
Esposizione manuale
In questa modalità, il fotografo definisce
sia il tempo di scatto che il valore del
diaframma per un controllo completo
dell’esposizione. Il livello di esposizione
impostato per il tempo di scatto e il valore
del diaframma definiti è visualizzato sulla
scala di esposizione. E’ quindi possibile
verificare l’idoneità dell’esposizione.
∗ “M” sta per Manuale.
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Selezionare il tempo di scatto con la
>.
ghiera <
• Ruotare la ghiera <
> fino a
visualizzare il tempo di scatto desiderato.
3
Selezionare il valore del diaframma
desiderato tenendo premuto il
pulsante < > e ruotando la ghiera
<
>.
• Ruotare la ghiera <
> fino a
visualizzare l’apertura desiderata.
48
Esposizione manuale
4
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
Il livello di esposizione è visualizzato sul
mirino.
• L’indicatore del livello di esposizione < >
indica quanto il livello di esposizione si
avvicini al valore corretto.
5
Regolare l’esposizione.
• Guardare l’indicatore del livello di
esposizione e impostare il tempo di scatto
e il valore del diaframma come desiderato.
Esposizione corretta
: E’ il livello standard per una corretta
esposizione.
Sottoesposizione
: Per ottenere una corretta esposizione, ridurre il
tempo di scatto o aumentare l’apertura.
Sovraesposizione
: Per ottenere una corretta esposizione, aumentare il tempo di scatto o ridurre l’apertura.
• Se l’indicatore del livello di esposizione
< > lampeggia su < > o < >,
significa che l’esposizione è,
rispettivamente, sovraesposta o
sottoesposta di 2 stop o più.
6
Scattare la foto.
49
AE a priorità della profondità di campo
Questa modalità consente di ottenere automaticamente un’ampia profondità di campo
tra un soggetto vicino ed uno lontano.E’ efficiente per foto di gruppo e paesaggi.
La fotocamera utilizza le 3 inquadrature AF per individuare il soggetto più vicino e
quello più lontano da mettere a fuoco.
∗ “A-DEP” è l’abbreviazione che indica la profondità di campo automatica.
1
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
2
Puntare le inquadrature AF sui
soggetti, quindi premere a metà
corsa il pulsante di scatto per
metterli a fuoco.
• Sul display si accenderanno i punti di
autofocus che hanno raggiunto la messa a
fuoco. La messa a fuoco più nitida sarà
ottenuta per i soggetti più vicini e più
lontani coperti dalle inquadrature AF.
3
Controllare le informazioni nel
mirino e scattare la foto.
• Sulla foto dell’esempio, il fuoco risulterà
nitido dal ragazzo a sinistra sullo sfondo a
quello di destra in primo piano.
Non è possibile utilizzare la modalità <
> se il selettore della modalità di messa
a fuoco dell’obiettivo è impostato su <MF> (o <M> sugli obiettivi più vecchi).
• Se l’apertura lampeggia, significa che il livello di esposizione è corretto ma non è
possibile ottenere la profondità di campo desiderata. Utilizzare un grandangolo
oppure allontanarsi dai soggetti.
• Con questa modalità di scatto, non è possibile modificare liberamente il tempo di
scatto e il valore del diaframma. Se la fotocamera imposta un tempo di scatto più
lungo, tenere ben ferma la macchina oppure utilizzare un cavalletto.
• Se si utilizza il flash si otterranno gli stessi risultati della modalità < >.
50
Blocco AE
Con la stessa inquadratura AF, si può ottenere e bloccare l’impostazione
dell’esposizione automatica su una parte dell’immagine e ricomporre quindi la messa
a fuoco su un’altra zona dell’immagine. Il blocco AE consente di mantenere la stessa
impostazione dell’esposizione anche dopo la ricomposizione. E’ particolarmente
efficiente per soggetti in controluce.
1
Mettere a fuoco il soggetto su cui
bloccare l’esposizione.
2
Premere il pulsante <
3
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per mettere a fuoco. (
)
Il livello di esposizione verrà visualizzato
nel mirino.
>. (
)
• Sovrapporre il cerchio per la lettura
parziale sull’area in cui si desidera
bloccare l’esposizione corretta.
Nel mirino, si illumina l’indicatore < > ad
indicare che il livello di esposizione è
bloccato (blocco AE).
• Ogni volta che si preme il pulsante < >,
viene bloccata l’esposizione automatica
sull’area coperta dall’inquadratura AF
selezionata.
Comporre l’inquadratura e scattare
la foto.
• Per mantenere il blocco AE per più
fotografie, tenere premuto il pulsante
< > quindi premere il pulsante di scatto
per scattare un’altra foto
Durante il blocco AE, viene automaticamente utilizzata la lettura parziale (→pagina 41).
51
Compensazione dell’esposizione
Per compensazione dell’esposizione si intende la modifica del livello di esposizione
impostato dalla fotocamera. Si può utilizzare la compensazione dell’esposizione per
scurire o schiarire intenzionalmente una fotografia. La compensazione può essere
effettuata entro la gamma di ±2 stop, ad incrementi di mezzo stop.
1
2
3
Ruotare la ghiera di comando su una
modalità dell’area creativa eccetto < >.
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto e controllare il display
dell’esposizione.
Tenere premuto il pulsante <
ruotare la ghiera <
> fino
ad impostare il valore di
compensazione desiderato. (
• Il lato < > della scala indica un
>e
)
aumento dell’esposizione mentre il lato
< > indica una diminuizione
dell’esposizione.
Valore di aumento dell’esposizione
Valore di
riduzione
dell’esposizione
Valore di
aumento
dell’esposizione
• L’impostazione della compensazione
dell’esposizione viene mantenuta anche
quando la ghiera di comando viene
posizionata su <
>.
• Per annullare la compensazione
dell’esposizione, impostare l’indicatore del
livello di esposizione su < >.
Valore di riduzione dell’esposizione
4
Scattare la foto.
• L’impostazione della compensazione dell’esposizione si annulla automaticamente
ruotando la ghiera di comando su una modalità dell’area di base.
• Assumendo che un tempo di scatto di 1/125 sec. e un’apertura di f/5.6 diano
un’esposizione corretta, impostando il livello di compensazione dell’esposizione su
+ o - 1 stop, il tempo di scatto e l’apertura cambieranno come segue:
Tempo di scatto
Diaframma
52
–1 stop
250
8.0
←
←
←
0
125
5.6
→
→
→
+1 stop
60
4.0
Bracketing Automatico dell’Esposizione (AEB)
Con la funzione AEB, la fotocamera modifica automaticamente l’esposizione di tre
fotogrammi consecutivi entro la gamma definita (fino a ±2 stop con incrementi di
1/2 stop). Il livello di esposizione dei tre fotogrammi sottoposti a bracketing cambia
secondo una sequenza predefinita (→pagina 71): esposizione corretta,
sottoesposizione e sovraesposizione.
Esposizione corretta (0)
Sottoesposizione (–0.5 stop)
Sovraesposizione (+0.5 stop)
1
Spostare la freccia <
< >.
2
Impostare il livello di bracketing
desiderato.
• Ruotare la ghiera <
>.
> sull’icona
• Osservando il display LCD, premere il
pulsante <
>. (
)
Sul display LCD vengono visualizzati il
livello e la gamma AEB < >.
• La figura sottostante mostra un bracketing
di 1 stop rispetto al livello corretto di
esposizione.
Valore AEB
Gamma AEB
53
Bracketing Automatico dell’Esposizione (AEB)
Esposizione
corretta
Sottoesposizione
3
Sovraesposizione
Scattare la foto.
Per ogni fotogramma sottoposto a
bracketing, viene visualizzato il
corrispondente livello AEB sul display
LCD e nel mirino.
• La funzione AEB non viene annullata
automaticamente dopo lo scatto dei tre
fotogrammi sottosposti a bracketing. Per
annullarla, riazzerare “
”.
Non è possibile utilizzare la funzione AEB con il flash o con l’esposizione posa.
• Quando è attiva la funzione AEB, l’icona < > lampeggia vicino all’icona <
>.
• In modalità scatto continuo, tenendo premuto il pulsante di scatto, verranno scattati
tre fotogrammi continui sottoposti a bracketing. Nel mirino non verranno però
visualizzate le relative informazioni AEB.
• Se si utilizza l’autoscatto o il comando a distanza con il pulsante di rilascio bloccato,
verranno automaticamente scattati tre fotogrammi AEB in successione continua.
• La funzione AEB può essere abbinata all’opzione di compensazione
dell’esposizione. Se la gamma AEB + compensazione dell’esposizione impostata
eccede la gamma visualizzabile, verrà visualizzata come sotto indicato.
>, <
>e<
>:
Nelle modalità < >, <
: AEB di ±1 stop.
: AEB di ±1 stop con compensazione dell’esposizione di –1 stop.
: AEB di ±1 stop con compensazione dell’esposizione di –1.5 stop.
: AEB di ±1 stop con compensazione dell’esposizione di –2 stop.
In modalità <
>:
: AEB di ±1 stop con compensazione dell’esposizione di –2 stop.
: AEB di ±1 stop con compensazione dell’esposizione di oltre
-2 stop.
54
Esposizioni posa (Bulb)
Un’esposizione posa inizia quando viene premuto il pulsante di scatto e termina
quando viene rilasciato. L’esposizione posa è ideale per scene notturne, fuochi
d’artificio, fotografie astronomiche e altre situazioni che richiedono esposizioni
lunghe.
1
2
3
4
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Impostare il tempo di scatto su
“
”.
• Ruotare la ghiera <
> fino a quando
”.
sul display LCD compare “
• “
” è il valore successivo a “
”.
Tenere premuto il pulsante < > e
> per
ruotare la ghiera <
impostare l’apertura desiderata.
Iniziare l’esposizione posa.
• Tenere premuto il pulsante di scatto.
Durante l’esposizione posa, sul display
LCD lampeggia “
”.
• L’esposizione posa prosegue fintanto che
si tiene premuto il pulsante di scatto.
• Per le esposizioni posa si consiglia l’uso del comando a distanza RS-60E3
(opzionale).
• Con un set nuovo di batterie, il tempo massimo di esposizione posa (a 20°C) sarà di
6 ore circa.
55
Esposizioni multiple
Se non si fa avanzare la pellicola dopo aver scattato la foto, un singolo fotogramma
può essere esposto più volte. Su un singolo fotogramma si possono impostare fino a
9 esposizioni multiple.
1
Spostare la freccia <
< >.
2
Impostare il numero desiderato di
esposizioni.
• Ruotare la ghiera <
>.
3
Selezionare la modalità di scatto e
procedere con la serie di
esposizioni.
> sull’icona
• Guardando il display LCD, premere il
pulsante <
>. (
)
Il contatore fotogrammi visualizzerà “ ”.
In questo esempio sono state
definite tre esposizioni.
Terminata la serie di esposizioni, la
pellicola avanza sul fotogramma
successivo e l’impostazione esposizione
multipla viene annullata.
56
Esposizioni multiple /
Disattivazione del segnale acustico
Se si eseguono esposizioni multiple su alcuni dei primi o degli ultimi fotogrammi del
rullino, per le caratteristiche del meccanismo di avanzamento della pellicola, è
possibile che le esposizioni multiple non siano perfettamente allineate.
• Mentre si eseguono scatti con esposizioni multiple, sul display LCD lampeggia la
>.
freccia < > vicino all’icona <
• Per annullare le esposizioni multiple prima di scattare, impostare su 1 il numero di
esposizioni multiple.
Prima di eseguire una sequenza di esposizioni multiple sullo stesso fotogramma,
occorre previamente impostare la compensazione dell’esposizione negativa
(→pagina 52) per evitare sovraesposizioni.
Guida generale per la compensazione dell’esposizione
Esposizioni multiple
2 esposizioni
Valore di compensazione dell’esposizione–1.0 stop
3 esposizioni
–1.5 stop
4 esposizioni
–2.0 stop
I valori sopra elencati vanno intesi come semplici suggerimenti; il valore ottimale
dipende infatti dal tipo di scena. Si consiglia pertanto di fare delle prove per individuare
la compensazione ottimale.
Disattivazione del segnale acustico
Il segnale acustico può essere escluso in tutte le modalità di scatto.
1
Spostare la freccia <
< >.
• Premere il pulsante <
2
Impostare il valore su “ ”.
• Ruotare la ghiera <
>.
> sull’icona
>. (
)
• Per riattivare il segnale acustico,
impostare su “ ”.
• Per ripristinare la normale operatività della
fotocamera, premere a metà corsa il
pulsante di scatto.
57
Impostazione della
sensibilità ISO della pellicola
Se la pellicola non è a codifica DX o se si desidera impostare una diversa sensibilità,
si può definire manualmente la sensibilità dopo il caricamento del rullino.La gamma
della sensibilità ISO della pellicola è compreso tra 6 e 6400.
1
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
2
3
Ruotare la ghiera <
> fino a
visualizzare la sensibilità ISO
desiderata.
• Sul display LCD vengono visualizzate
l’icona <
> e l’impostazione attuale
della sensibilità della pellicola.
Ruotare la ghiera di comando sulla
modalità desiderata.
L’impostazione sensibilità pellicola definita manualmente viene annullata quando si
rimuove la pellicola e se ne carica una con codifica DX.
Utilizzo del comando a distanza
Il comando a distanza RS-60E3 (opzionale) è utilizzabile in tutte le modalità.
Collegare la presa del comando a distanza
RS-60E (opzionale) all’apposito connettore
della fotocamera. Premere quindi il pulsante
di scatto per scattare la foto.
58
Quando il flash incorporato è estratto,
scattare una foto con il flash è davvero molto
semplice.
• Quando si utilizza una modalità dell’area di
base, estrarre il flash quando lampeggia
l’icona < >.Se il flash incorporato è già
estratto, interverrà automaticamente*,
quando necessario, in condizioni di scarsa
illuminazione o di controluce.
• Quando si utilizza una modalità dell’area
creativa, si può utilizzare il flash in qualsiasi
momento semplicemente estraendo il flash
incorporato.
E’ anche possibile impostare la velocità di
sincronizzazione del flash (1/90 sec. o
inferiore) e il valore del diaframma per il
controllo automatico del flash.
4
Fotografare
con il flash
Utilizzo di un flash esterno Speedlite, dedicato EOS
Scattare delle foto con il flash utilizzando uno Speedlite esterno della serie
EX, dedicato EOS, è altrettanto facile quanto con il flash incorporato. E’
anche disponibile l’autoflash E-TTL collegato all’inquadratura AF. Lo
Speedlite esterno è particolarmente consigliabile per le foto di grandi
gruppi che richiedono una superiore potenza del flash o per ritratti con
interessanti effetti di luce. E’ possibile utilizzare la sincronizzazione ad alta
velocità (flash FP), sincronizzabile con tutti i tempi di scatto, e il blocco FE
(blocco esposizione flash).
Per maggiori dettagli, leggere la sezione relativa alle fotocamere di Tipo A
del manuale fornito con lo Speedlite.
* Nelle modalità <
>e<
>, il flash incorporato non si attiverà.
59
Utilizzo del flash incorporato
In una modalità dell’area di base
Se l’icona < > lampeggia, estrarre il flash incorporato. Il flash si attiverà
automaticamente* in condizioni di controluce o scarsa illuminazione.
In una modalità dell’area creativa
Con le modalità dell’area creativa, si può utilizzare il flash incorporato in qualunque
momento, indipendentemente dal livello di luce reale. Basta semplicemente estrarre
il flash prima di scattare la foto.
: Utilizzare questa modalità per la fotografia automatica con il flash. La velocità
di sincronizzazione del flash e l’apertura vengono impostati automaticamente
come nella modalità <
> (Full Auto).
: Utilizzare questa modalità se si desidera impostare una velocità di
sincronizzazione del flash inferiore a 1/90 sec. La fotocamera imposterà
automaticamente l’apertura adatta per ottenere la corretta esposizione flash.
: Utilizzare questa modalità per impostare manualmente l’apertura.Con questa
modalità, è possibile ottenere un’esposizione bilanciata tra il soggetto e uno
sfondo scuro (scena notturna, ecc.) con una velocità inferiore di
sincronizzazione, automaticamente impostata dalla fotocamera. Il flash illumina
il soggetto mentre lo sfondo viene esposto con un tempo di scatto lungo.
• Quando si imposta una velocità di sincronizzazione bassa, utilizzare il
cavalletto.
: Questa modalità consente di impostare sia la velocità di sincronizzazione
flash che l’apertura. Il soggetto viene correttamente esposto con il flash
mentre lo sfondo viene esposto con la velocità di sincronizzazione flash e
l’apertura impostate.
: Si ottengono gli stessi risultati della modalità < >.
Raggio d’azione del flash incorporato (Con obiettivo EF 28-80mm f/3.5-5.6)
28mm
ISO
100
200
400
Diapositive
Negativi
m
1 - 4.8
1 - 3.4
1 - 3.0
1 - 2.1
ft
3.3 - 15.7
3.3 - 11.1
3.3 - 9.8
3.3 - 6.9
Diapositive
m
1 - 6.8
1 - 4.8
1 - 4.3
1 - 3.0
ft
3.3 - 22.3
3.3 - 15.7
3.3 - 14.1
3.3 - 9.8
m
1 - 9.7
1.2 - 6.8
1 - 6.0
1 - 4.3
ft
3.3 - 31.8
3.9 - 22.3
3.3 - 19.7
3.3 - 14.1
* Nelle modalità <
60
80mm
Negativi
>e<
>, il flash incorporato non si attiverà.
Utilizzo del flash incorporato
Velocità di sincronizzazione flash e apertura
Modalità
Velocità di sincronizzazione
La velocità di sincronizzazione viene
automaticamente impostata a 1/90
sec.
Apertura
L’apertura flash viene
automaticamente impostata in base
al programma TTL.
E’ possibile impostare manualmente L’apertura flash viene automaticala velocità di sincronizzazione, a 1/90 mente impostata perché si adegui alla
velocità di sincronizzazione definita.
sec. o inferiore.*
La velocità di sincronizzazione viene
automaticamente impostata entro
una gamma di 30” - 1/90 sec. in
funzione dell’apertura definita.
Apertura flash impostata
manualmente.
La sincronizzazione di 1/90 sec. o
inferiore è impostabile
manualmente.*
* Se la velocità di sincronizzazione è superiore a 1/90 sec, verrà automaticamente
resettata a 1/90 sec.
• Quando si utilizza il flash incorporato, mantenere una distanza di almeno 1 metro dal
soggetto Diversamente, parte della foto risulterà scura.
• Quando si utilizza il flash incorporato, rimuovere qualsiasi paraluce montato
sull’obiettivo che potrebbe ostruire parzialmente la copertura del flash.
• Se sulla fotocamera è montato uno degli obiettivi sotto elencati, la copertura del flash
incorporato potrebbe essere ostruita. Con questi tipi di obiettivi, utilizzare un flash
esterno Speedlite, dedicato EOS.
Obiettivi veloce tipo l’ EF 17-35mm f/2.8L USM e l’ EF 28-70mm f/2.8L USM.
Super teleobiettivi, quali l’ EF 300mm f/2.8L IS USM e l’ EF 600mm f/4L IS USM.
• La copertura del flash incorporato è efficiente per obiettivi con lunghezza focale di
28 mm o superiore. Con lunghezze focali inferiori ai 28 mm, i contorni della fotografia
risulteranno scuri.
• Prima di montare uno Speedlite dedicato EOS sulla fotocamera, ritrarre il flash
incorporato, se estratto.
• Per ritrarre il flash incorporato, basta abbassarlo.
• In caso di messa a fuoco difficoltosa, interviene automaticamente la luce ausiliaria
AF. (→pagina 26)
• Non è possibile utilizzare contemporaneamente il flash incorporato e lo Speedlite
esterno, dedicato EOS, montato sulla fotocamera.
61
Fotografare con il flash con uno
Speedlite della serie EX
Utilizzare gli Speedlite Canon della serie EX è facile quanto utilizzare il flash
incorporato. Con il flash esterno si possono utilizzare le avanzate funzioni di seguito
descritte.
• Le descrizioni di questa sezione si riferiscono a uno Speedlite 220X montato sulla
fotocamera.
• Flash automatico E-TTL
Con il flash automatico E-TTL (lettura
valutativa preflash), è possibile ottenere
un’esposizione flash ottimale per il soggetto a
fuoco. Nella modalità AE a priorità dei
diaframmi, in condizioni di scarsa illuminazione
viene automaticamente impostata una velocità
bassa di sincronizzazione in modo da ottenere
un’esposizione bilanciata tra il soggetto e lo
sfondo e ottenere un effetto naturale.
• Sincronizzazione ad alta velocità (Flash FP)
La sincronizzazione ad alta velocità (flash FP o piano focale) consente la
sincronizzazione flash con tutti i tempi di scatto della fotocamera da 30 sec. a
1/2000 sec.
• Blocco FE (Esposizione flash)
Con il blocco FE, la corretta esposizione flash ottenuta per tutte le zone del
soggetto viene memorizzata. E’ l’equivalente flash del blocco AE.
• E-TTL è l’acronimo di” Evaluative-Through-The-Lens”.
• Con l’autofocus, l’esposizione flash è sempre basata sul valore del diaframma
mentre la misurazione del flash automatico E-TTL viene pesata sull’inquadratura
attiva che si assume coprire il soggetto principale.
• Quando l’autofocus è difficoltoso, interviene automaticamente la luce ausiliaria AF
dello Speedlite.
• Utilizzando con la fotocamera uno Speedlite esterno, dedicato EOS, non della serie
EX, fotografare con il flash è semplice quanto utilizzare il flash automatico
A-TTL/TTL del flash incorporato.
62
Fotografare con il flash con uno Speedlite della serie EX
Flash Full Auto
Questa sezione descrive la funzione flash automatico E-TTL Full Auto utilizzata con
la modalità AE Programma < >. Per maggiori dettagli sull’utilizzo dello Speedlite
220EX, consultare il relativo manuale.
1
2
3
4
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Controllare che sia accesa la spia
del flash esterno 220EX.
Mettere a fuoco il soggetto.
Scattare la foto.
• Assicurarsi che l’indicatore flash pronto
< > sia acceso e, prima di scattare la
foto, controllare il tempo di scatto e il
valore del diaframma.
Flash automatico E-TTL con altre modalità
Anche nelle modalità <
>, <
> e < >, scattare delle foto con il flash
automatico E-TTL è facile quanto scattare delle normali foto senza flash.
(1) Quando viene premuto il pulsante di scatto a metà percorso, la fotocamera
imposta il tempo di scatto e il valore del diaframma.
Modalità
(AE a priorità dei tempi)
(AE a priorità dei diaframmi)
(Esposizione manuale)
Impostazione del
tempo di scatto
Manuale (30 sec. - 1/90 sec.)
Automatica (30 sec. - 1/90 sec.)
Manuale (30 sec. - 1/90 sec.)
Impostazione del
valore del diaframma
Automatica
Manuale
Manuale
(2) Quando viene premuto completamente il pulsante di scatto, viene utilizzata la
lettura valutativa preflash sul valore del diaframma impostato in (1) per
l’esposizione del flash automatico E-TTL.
(3) L’esposizione dello sfondo viene definita dalla combinazione tempo di
scatto/valore del diaframma.
63
Fotografare con il flash con uno Speedlite della serie EX
• Con le modalità dell’area di base, fotografare con il flash esterno è facile quanto
utilizzare il flash incorporato.
> con flash si ottengono gli stessi risultati della
• Utilizzando la modalità <
modalità < >.
Sincronizzazione ad alta velocità (Flash FP)
Premendo il pulsante di sincronizzazione ad alta velocità dello Speedlite 220EX
< > e attivando la lampada, la sincronizzazione ad alta velocità (flash FP)
consente allo Speedlite di sincronizzarsi con tutti i tempi di scatto, anche con quelli
superiori a 1/90 sec. Quando è attivata la funzione di sincronizzazione ad alta
velocità, nel mirino viene visualizzata l’icona <
>.
La sincronizzazione ad alta velocità è utile nei casi sotto descritti.
• La sincronizzazione ad alta velocità funziona nelle modalità dell’area creativa.
(1) Quando si utilizza il flash per un ritratto e si desidera mantenere sfuocato lo
sfondo con una grande apertura.
(2) Quando si vogliono creare riflessi di luce negli occhi del soggetto.
(3) Quando si vuole utilizzare il flash per eliminare le ombre.
Con flash convenzionale.
64
Con flash FP.
Fotografare con il flash con uno Speedlite della serie
Blocco FE
Il blocco FE (esposizione flash) raggiunge e memorizza la lettura dell’esposizione
flash corretta per ogni parte della scena.
• Il blocco FE funziona nelle modalità dell’area creativa.
1
2
1
Accertarsi che sia accesa la spia
dello Speedlite 220EX.
2
3
Mettere a fuoco il soggetto
• La modalità flash può essere normale o
con sincronizzazione ad alta velocità. Il
blocco FE opera con entrambe le
modalità.
• Mettere a fuoco il punto in cui si desidera
bloccare l’esposizione flash.
Puntare il centro dell’inquadratura
AF dove si vuole bloccare
l’esposizione flash, quindi premere
)
il pulsante < >. (
Nel mirino si illumina l’icona < >.
Lo Speedlite spara un preflash, quindi
blocca e memorizza la lettura
dell’esposizione flash.
Sotto il mirino, compare per 0,5 secondi il
display indicato in 1 seguito dal display
indicato in 2.
• Ogni volta che si preme il pulsante < >,
viene sparato un preflash e viene bloccata
la lettura dell’esposizione flash.
65
Fotografare con il flash con uno Speedlite della serie EX
4
Scattare la foto.
• Inquadrare e scattare la foto.
Per questa foto, l’esposizione flash era
stata bloccata sul volto e successivamente è stata ricomposta l’inquadratura. Il soggetto è stato esposto
correttamente senza che venisse
influenzato dai riflessi dello sfondo.
Se il soggetto è troppo lontano per ottenere una corretta esposizione flash, lampeggia
l’icona < >. Avvicinarsi al soggetto e ripetere i punti da 2 a 3.
66
Informazioni di riferimento
Terminologia di base della fotografia
Esposizione
L’esposizione avviene quando la pellicola viene esposta alla luce. La corretta
esposizione si ottiene quando la pellicola viene esposta ad una quantità di luce
adatta alla sua sensibilità alla luce. L’esposizione può essere corretta regolando il
tempo di scatto e l’apertura del diaframma.
Tempo di scatto
Per tempo di scatto si intende l’intervallo di tempo in cui l’otturatore della fotocamera
rimane aperto per esporre la pellicola alla luce che filtra attraverso l’obiettivo. Il tempo
di scatto, che viene visualizzato sul display LCD e nel mirino, può variare da 30 sec.
a 1/2000 sec. e posa (Bulb).
Diaframma
Con l’impostazione del diaframma (numero f)
si indica la dimensione dell’apertura
dell’obiettivo. Questo parametro viene
utilizzato per regolare la quantità di luce che
colpisce la pellicola. Il valore del diaframma
viene visualizzato sul display LCD e nel mirino
e può variare da 1.0 a 32, in funzione del tipo
di obiettivo montato sulla fotocamera.
Sensibilità ISO della pellicola
La sensibilità ISO della pellicola esprime la sensibilità della pellicola alla luce. Più è
elevata la sensibilità della pellicola tanto più è sensibile la pellicola. Le pellicole con
sensibilità ISO 400 e superiore sono quindi più adatte per condizioni di scarsa
illuminazione.La sensibilità ISO delle pellicole viene definita conformemente agli
standard stabiliti dall’International Standardization Organization (ISO).
Su questa fotocamera si può impostare una sensibilità pellicola compresa tra 6 e
6400. Le sensibilità pellicola impostata viene visualizzata sul display LCD e nel
mirino.
67
Informazioni di riferimento
Profondità di campo
E’ la gamma entro la quale si riesce ad ottenere una messa a fuoco accettabile
davanti e dietro il punto di messa a fuoco ottimale. Quanto più è piccola l’apertura del
diaframma (numero f più elevato), tanto maggiore sarà la profondità di campo, al
contrario, quanto più è grande l’apertura del diaframma (numero f più piccolo), tanto
minore sarà la profondità di campo.
La profondità di campo varia come si indica di seguito:
(1) Un’apertura più piccola del diaframma (numero f più elevato) aumenta la
profondità di campo.
(2) Una maggiore distanza tra la fotocamera e il soggetto aumenta la profondità di
campo.
(3) Quando la distanza soggetto rimane invariata, un obiettivo con lunghezza focale
minore aumenta la profondità di campo.
(4) La profondità di campo dietro il punto di messa a fuoco ottimale è superiore a
quella davanti a tale punto.
Profondità di
campo
Punto di messa a fuoco ottimale
1
Diaframma impostato su f/2.
68
2
Diaframma impostato su f/22.
Informazioni di riferimento
Indicazioni di avvertimento esposizione
Modo
Indicazione lampeggiante
Descrizione
Contromisure
Il soggetto è troppo
scuro.
Utilizzare il flash.
Il soggetto è troppo
chiaro.
Montare sull’obiettivo un
filtro a densità neutra.
L’immagine è
sottoesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per impostare un tempo
di scatto più breve.
L’immagine è
sovraesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per selezionare un tempo
di scatto più lungo.
L’immagine è
sottoesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per selezionare una maggiore apertura del diaframma (numero f più piccolo).
L’immagine è
sovraesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per selezionare una minore
apertura diaframma
(numero f più alto).
Non è possibile
ottenere la prodondità
di campo richiesta.
1) Allontanare il soggetto
e riprovare.
2) Se si utilizza un
obiettivo zoom,
utilizzare la lunghezza
focale minore.
Il soggetto è troppo
scuro.
Utilizzare il flash. Si
otterrà lo stesso risultato
della modalità < >.
Il soggetto è troppo
chiaro.
Montare sull’obiettivo un
filtro a densità neutra
(ND).
I valori campione utilizzati nel precedente elenco delle avvertenze sono applicabili
quando si utilizza un obiettivo con un’apertura diaframma massima e minima di f/3.5 e
F22, rispettivamente. I valori visualizzati variano in funzione del tipo di obiettivo
montato sulla fotocamera.
69
Informazioni di riferimento
Tabella delle funzioni disponibili
Avanzamento
pellicola
Autofocus
Modalità
della ghiera
di comando
OneShot
AI
Focus
Selezione
dell’inquadratura AF
Auto- Manuale
matica
: Impostato automaticamente. (
AFAssist
Modalità di lettura
Media
Singolo Continuo Valutativa Parziale pesata Standard
al centro
(
)
(
)
(
)
(
)
(
)
): Impostato automaticamente durante il blocco AE.
Modo AF
AF One-Shot
L’impostazione dell’esposizione (tempo di scatto e valore del diaframma) viene
eseguita una volta ottenuta la messa a fuoco. La foto viene scattata solo se il
soggetto è a fuoco.
AF AI Focus
La modalità AF viene automaticamente adattata al movimento del soggetto quando si
preme il pulsante di scatto.
Se il soggetto è fermo, una volta a fuoco, viene bloccata la messa a fuoco (AF OneShot). Se il soggetto è in movimento, la messa a fuoco è continua e viene utilizzata la
previsione AF per assicurare la messa a fuoco del soggetto al momento
dell’esposizione.
70
Sport
Informazioni di riferimento
AE Programma
Ritratto
Macro
Paesaggio
Flash incorporato CompenFunzioni
sazione Blocco Blocco Riduzione
Flash
EsposiFlash
Segnale
esposiAE
FE
P. Shift autozioni
effetto
manuale zione
acustico
matico
multiple
occhi rossi
AEB
Autoscatto
: Definibile/impostabile dall’utente.
Modalità AF e avanzamento pellicola
Modalità di
avanzamento pellicola
AF One-Shot
Singolo
La foto può essere scattata solo se
l’immagine è a fuoco Una volta a
fuoco il soggetto, vengono
memorizzati i parametri di messa a
fuoco e la lettura valutativa
dell’esposizione. (I parametri di
esposizione vengono memorizzati
prima di scattare la fotografia).
Autofocus continuo adattato al
movimento del soggetto.
L’impostazione dell’esposizione
viene determinata al momento
dell’esposizione.
Continuo
Le precedenti condizioni si
applicano anche durante lo scatto
continuo (1 fotogramma circa al
secondo).
Le precedenti condizioni si
applicano anche durante lo scatto
continuo. Autofocus continuo
durante lo scatto continuo
(1 fotogramma circa al secondo).
AF AI Servo
71
Informazioni di riferimento
Guida alla ricerca guasti
In caso di inconvenienti con la fotocamera, attenersi alla seguente guida per
risolverli.Se il problema permane, rivolgersi al Centro di assistenza Canon più vicino.
Sul display LCD
non viene
visualizzato nulla.
Le batterie sono scariche.
Sostituire le batterie. (→pagina 16)
L’immagine è
mossa.
La modalità di messa a fuoco è impostata su <MF> (o <M>).
Impostare la modalità di messa a fuoco su <AF>. (→pagina 18)
Le batterie non sono installate correttamente.
Installare correttamente le batterie. (→pagina 16)
Al momento dello scatto è stata mossa la fotocamera.
Tenere saldamente ferma la fotocamera oppure utilizzare un
tempo di scatto più breve. (→pagina 19)
L’otturatore non
scatta.
Sul display LCD non è visualizzato il numero del fotogramma.
Togliere il rullino e ricaricarlo correttamente. (→pagina 20)
Sul display LCD lampeggia l’icona <
Sostituire le batterie. (→pagina 16)
>.
> per indicare la presenza di una pellicola
Lampeggia l’icona <
riavvolta nella fotocamera.
Inserire una pellicola nuova. (→pagina 20)
Nel mirino lampeggia l’indicatore di soggetto a fuoco < > e non
si è ottenuta la messa a fuoco.
Selezionare un’altra inquadratura AF. (→pagina 38) Se non si
riuscisse a ottenere la messa a fuoco, provare a mettere a fuoco
il soggetto manualmente. (→pagina 40)
Sul display LCD
lampeggia l’icona
<
>.
Il livello di carica delle batterie è molto basso.
Sostituire le batterie. (→pagina 16)
La fotocamera non funziona correttamente.
Premere a metà corsa il pulsante di scatto. (→pagina 19)
Rimuovere e ricaricare le batterie. (→pagina 16)
Se l’icona <
> non lampeggia più, è possibile scattare la
foto.
Se lampeggia ancora, rivolgersi al Centro di assistenza Canon
più vicino.
72
Informazioni di riferimento
Principali accessori
• Gruppo batterie BP-8
Portabatterie esterno per comuni batterie di
formato A4, che si possono utilizzare per
alimentare la fotocamera al posto delle
batterie al litio CR123 (o DL123A). Utile
quando non si dispone delle batterie al litio.
• Impugnatura GR-80TP
Con l’impugnatura GR-80TP è più facile
maneggiare la fotocamera.Aperta, si
trasforma in un mini-cavalletto per
l’autoscatto o le inquadrature più angolate.
• Speedlite della serie EX
Speedlite, dedicati EOS, con autoflash
E-TTL da montare sull’attacco flash della
fotocamera.
• Controllo a distanza RS-60E3
Comando a distanza dedicato per
fotocamere montate su cavalletto.Ideale per
le modalità macro ed esposizioni posa
(bulb). Si collega all’apposito connettore
della fotocamera.
73
Informazioni di riferimento
• Oculare ausiliario EP-EX15
Montato sulla fotocamera, allunga di 15 mm
il paraocchi della fotocamera EOS. Il
rapporto di ingrandimento del mirino diventa
0.5×.
• Lente di correzione diottrica E
La lente dell’oculare della fotocamera ha una
correzione diottrica di -1 diottria. Il montaggio
di una lente di correzione diottrica E
sull’oculare consente agli utenti presbiti o
miopi di vedere chiaramente nel mirino
anche senza occhiali. Sono disponibili dieci
lenti di correzione diottrica. Prima di
acquistare una lente diottrica, montarla
sull’oculare ed accertarsi che sia adatta alle
specifiche esigenze.
• Il numero riportato sulle lenti diottriche
indica le diottrie quando la lente è montata
sull’oculare della fotocamera e non le
diottrie della lente.
• Custodia EH8N-L ed EH8N-LL
Custodia dedicata che può alloggiare la
fotocamera con obiettivo montato.
Se si desidera utilizzare un gruppo flash esterno, si consiglia l’uso di uno Speedlite,
dedicato EOS.L’impiego di un gruppo flash (con contatti elettrici sulla base di attacco),
di un gruppo flash ad alta tensione o di accessori flash dedicati di altre marche
potrebbero causare problemi di funzionamento della fotocamera.
74
Informazioni di riferimento
Specifiche tecniche
• Tipo
Tipo ....................................Fotocamera reflex monobiettivo AF/AE 35mm con otturatore a
scorrimento verticale sul piano focale, mirino e flash incorporati.
Supporto di riproduzione ....Pellicola da 35mm
Formato immagini ..............24 x 36mm
Obiettivi compatibili ............Obiettivi Canon EF
Attacco obiettivo.................Attacco Canon EF (con controllo completamente elettronico)
• Mirino
Tipo ....................................Pentaprisma fisso a livello dell’occhio
Copertura ...........................90% in direzione verticale e orizzontale
Ingrandimento ....................0.7x (–1 diottria con obiettivo 50 mm impostato su infinito)
Punto occhio ......................18.5mm
Diottria standard.................–1 diottria
Schermo di messa a fuoco...Fisso (Schermo smerigliato al laser)
Specchio ............................Semi specchio a ritorno rapido
Informazioni nel mirino .......AF (Inquadratura AF, indicatore di soggetto a fuoco); Esposizione
(tempo di scatto, valore del diaframma, esposizione manuale,
gamma di misurazione, livello di esposizione, allarme
esposizione); Flash (flash pronto, sincronizzazione ad alta
velocità, blocco FE, riduzione effetto occhi rossi)
• Autofocus
Tipo ....................................TTL-SIR con BASIS multiplo
Punti di messa a fuoco.......3 punti di messa a fuoco
Gamma operativa AF .........EV 2 - 18 (ISO 100)
Modalità di messa a fuoco....AF One-Shot/AF AI Focus/Manuale
Selezione dell’inquadratura AF ...Automatica/manuale
Visualizzazione dell’inquadratura
AF selezionata......................Inquadratura AF indicata nel mirino e visualizzata anche sul
display LCD.
Luce ausiliaria AF...............Lampada
Distanza operativa: circa 4m al centro, circa 2.5m in periferia
• Controllo dell’esposizione
Sistema di misurazione .........Lettura TTL a piena apertura con SPC (fotocellula al silicio) a
della luce
6 zone.
1. Lettura valutativa (collegabile a qualsiasi inquadratura AF)
2. Lettura parziale (impostata automaticamente con il blocco
AE, con una copertura del 9.5% circa del mirino al centro)
75
Informazioni di riferimento
3. Lettura della media pesata al centro (impostata
automaticamente in modalità di esposizione manuale)
Gamma di misurazione ......EV 2 - 20 (a temperatura normale, 50mm f/1.4, ISO 100)
Modalità di esposizione......AF Programma (modificabile), AE a priorità dei tempi, AE a
priorità dei diaframmi, AE a priorità della profondità di campo
automatica, full auto, cinque modalità con controllo
programmato dell’immagine (ritratto, paesaggio, macro, sport,
ritratto in scena notturna), AE con il flash E-TTL/A-TTL/TTL,
esposizione manuale
Sensibilità pellicola.............ISO 6 - 6400 (impostata automaticamente per pellicole con
codifica DX entro la gamma ISO 25 - 5000 ad incrementi di 1/3stop).
Compensazione .................Compensazione manuale dell’esposizione: +/– 2 stop con
dell’esposizione
incrementi di 1/2-stop (abbinabile alla funzione AEB).
Bracketing automatico dell’esposizione (AEB): +/– 2 stop con
incrementi di 1/2-stop.
Blocco AE...........................Blocco AE automatico: si attiva nella modalità AF One-shot con
lettura valutativa quando il soggetto è a fuoco.
Blocco AE manuale: attivabile con il pulsante blocco AE nella
modalità a lettura parziale.
Esposizioni multiple............Fino a 9 esposizioni
• Otturatore
Tipo ....................................Otturatore a scorrimento verticale sul piano focale con tempi di
scatto controllati elettronicamente
Tempi di scatto...................1/2000 - 30sec. con incrementi di 1/2-stop, X sync a 1/90sec.
Rilascio otturatore ..............Rilascio elettromagnetico a sfioramento
Autoscatto ..........................Controllato elettronicamente con ritardo di 10 secondi
• Flash
Flash incorporato ...............Flash automatico a 3 zone, collegato all’inquadratura AF
Nr. guida 12 (ISO 100 in metri), 39 (ISO 100 in piedi)
Ciclo operativo: Circa 2sec.
Copertura flash: Obiettivo 28mm
Riduzione effetto occhi rossi: Lampada
Flash esterno dedicato EOS .....Flash automatico E-TTL/A-TTL/TTL
• Trascinamento della pellicola
Caricamento della pellicola...Automatico con pre-avvolgimento
Avanzamento della pellicola ..A singolo fotogramma/continuo
76
Informazioni di riferimento
Velocità scatto continuo............Circa 1fps.
Conteggio fotogrammi........Conto alla rovescia
Riavvolgimento
della pellicola......................Automatico. Riavvolgimento della pellicola prima che sia finita
Rumore durante
il riavvolgimento .................Circa 56dB
• Stampa della data (solo sul modello Datel)
Datazione automatica ........Datazione automatica fino all’anno 2019
Alimentazione.....................Una batteria al litio CR2025
• Altre specifiche
Alimentazione.....................Due batterie al litio CR123A (o DL123A)
Durata delle batterie...........
Pellicola da 24 pose (Nr. approssimativo di rullini)
Condizioni
Temperatura normale
(20° C)
Temperatura bassa
(–10° C)
Flash non usato
85
60
Uso del flash al 50%
35
25
Uso del flash al 100%
17
12
Controllo batterie................Automatico
Attacco cavalletto ...............CU 1/4
Dimensioni (L x A x P)........145.0 x 92.0 x 61.9mm
Peso ...................................EOS66/3000N : 350g
(solo corpo, senza batterie)..EOS66 Date/3000N Date : 365g
• Tutte le specifiche sono basate sugli standard di prova e misurazione Canon.
• Le specifiche e l’aspetto fisico dei prodotti sono soggetti a modifiche senza preavviso.
77
Indice analitico
A
Accessori .......................................................73
< > AEB ......................................................53
< > Blocco AE..............................................51
AF
- selezione dell’inquadratura.......................38
- quando non è possibile la messa a fuoco
automatica ................................................40
selezione automatica dell’inquadratura AF.38
selezione manuale dell’inquadratura AF.....38
Modalità AF
- e modalità di avanzamento pellicola.........71
AF AI Focus ...............................................70
AF AI Servo ...............................................71
diaframma......................................................67
< > AE a priorità dei diaframmi ..................46
<
> AE a priorità della profondità di campo ...50
selezione automatica dell’inquadratura AF....38
B
Area di base...................................................14
batterie
- installazione..............................................16
- controllo del livello di carica......................17
sostituzione della batteria di backup data
al quarzo .....................................................36
flash incorporato ............................................26
- gamma effettiva ........................................60
- luce AF ausiliaria .....................................26
- utilizzo.......................................................60
esposizione posa (bulb).................................55
C
Lettura della media pesata al centro..............41
< > Modo Macro .........................................30
Ghiera di comando ........................................14
scatto continuo.........................................26, 71
convenzioni tipografiche utilizzate nel
presente Libretto..............................................3
Area creativa..................................................14
78
D
data e ora
- stampa......................................................35
- impostazione ............................................36
profondità di campo .......................................68
E
Flash automatico E-TTL ................................62
Lettura valutativa ...........................................41
esposizione....................................................67
- avvertimenti ..............................................69
< > blocco AE...........................................51
< > bracketing automatico dell’esposizione...53
< > esposizione manuale .........................48
< > esposizioni multiple ..........................56
compensazione dell’esposizione ................52
oculare ...........................................................34
antina dell’oculare..........................................34
F
Tabella delle funzioni disponibili ....................70
< > blocco FE .............................................65
pellicola
- sensibilità ISO della pellicola ....................67
- caricamento ..............................................20
-<
> Riavvolgimento della pellicola
prima che sia finita........................21
-<
> impostazione della sensibilità ISO
della pellicola .................................58
- rimozione ..................................................21
durata delle batterie ....................................17
flash
- velocità di sincronizzazione e aperture.....61
- utilizzo del flash ........................................60
flash e modalità Full Auto .............................63
flash e altre modalità di scatto .......................63
messa a fuoco
<
> AE a priorità della profondità di
campo ............................................50
<
> Messa a fuoco manuale ..................40
soggetti decentrati ......................................39
Indice analitico
FP flash..........................................................64
< > Modalità Full Auto.................................24
H
> Sincronizzazione ad alta velocità
(flash FP)..............................................64
Come impugnare la fotocamera ....................22
< > AE Programma......................................42
Differenze tra < > e < > (Full Auto)...........43
program shift..................................................43
Area di controllo programmazione immagine ....14
<
R
< > Riduzione dell’effetto occhi rossi .........27
Comando a distanza......................................58
I
S
<
> impostazione della sensibilità ISO
della pellicola ......................................58
L
< > Modalità Paesaggio .............................29
Display LCD...................................................12
obiettivo
- smontaggio ...............................................18
- montaggio.................................................18
M
< > Esposizione manuale ............................48
<
> Messa a fuoco manuale......................40
selezione manuale dell’inquadratura AF........38
modalità di lettura
Media pesata al centro ...............................41
Valutativa ....................................................41
Parziale.......................................................41
< > Esposizioni multiple .............................56
< > Autoscatto .............................................33
pulsante di scatto...........................................19
- pressione completa ..................................19
- pressione a metà corsa ............................19
tempo di scatto ..............................................67
- < > AE a priorità dei tempi di scatto .....44
< > disattivazione del segnale acustico ......57
scatto singolo...........................................26, 71
specifiche.......................................................75
< > Modalità Sport .....................................31
cinghia, montaggio.........................................15
T
<
> AE a priorità dei tempi di scatto...........44
V
informazioni nel mirino...................................13
N
< > Modalità Ritratto in Scena notturna ......32
Nomenclatura ................................................10
O
AF One-Shot..................................................70
P
Lettura parziale ..............................................41
< > Modalità Ritratto ...................................28
79
Questa apparecchiatura è conforme alla Sezione 15 delle Norme FCC. Il
funzionamento è subordinato alle due seguenti condizioni: (1)
l’apparecchiatura non deve causare interferenze dannose e (2)
l’apparecchiatura deve tollerare ogni eventuale interferenza, comprese
quelle che potrebbero causare disfunzioni.
Non apportare modifiche o cambiamenti all’apparecchiatura, se non diversamente specificato nelle istruzioni.In caso di manipolazioni dell’apparecchiatura, potrebbe venire richiesta all’utente l’immediata sospensione dell’utilizzo.
Questa apparecchiatura è stata sottoposta a prove e dichiarata conforme ai
limiti per dispositivi digitali di Classe B, riportati nella Sezione 15 delle
Norme FCC. Questi limiti hanno lo scopo di garantire un’adeguata
protezione contro le interferenze dannose nei centri abitati. Questa
apparecchiatura genera, utilizza ed irraggia energia sotto forma di
radiofrequenze e, se non installata ed utilizzata conformemente alle
istruzioni, può causare interferenze con le comunicazioni radio.
Non è comunque garantita l’assenza di interferenze in ambienti
particolari.Se l’apparecchio dovesse causare interferenze alla ricezione
radio o televisiva, il che si verifica principalmente all’accensione e allo
spegnimento dell’apparecchiatura, l’utente è tenuto a correggere
l’interferenza adottando una delle seguenti contromisure:
• Orientando e posizionando diversamente l’antenna ricevente.
• Aumentando la distanza tra l’apparecchiatura e il dispositivo ricevente.
• Consultando il rivenditore o un tecnico radio/TV qualificato per ottenere aiuto.
Questa apparecchiatura digitale non supera i limiti della Classe B per
quanto attiene l’emissione di disturbi radio, come disposto nella
normativa canadese per l’industria sulle interferenze causate da
apparecchiature standard, denominata “Digital Apparatus”, ICES-003.
Il marchio CE è un marchio di conformità alle direttive
della Comunità Europea (EC)
80
Memo
81
Memo
82
Memo
83
CANON INC. 30-2, Shimomaruko 3-chome, Ohta-ku, Tokyo 146-8501, Japan
U.S.A.
CANON U.S.A., INC.
For all inquiries concerning this camera, call toll free in the U.S. 1-800-828-4040
or write to: Customer Relations, Canon U.S.A., Inc.
One Canon Plaza, Lake Success, N.Y. 11042-1198
CANADA
CANON CANADA INC. HEADQUARTERS
6390 Dixie Road, Mississauga, Ontario L5T 1P7, Canada
CANON CANADA INC. MONTREAL BRANCH
5990, Côte-de-Liesse, Montréal Québec H4T 1V7, Canada
CANON CANADA INC. CALGARY OFFICE
2828, 16th Street, N.E. Calgary, Alberta T2E 7K7, Canada
For all inquiries concerning this camera, call toll free in Canada 1-800-828-4040
EUROPE, AFRICA
& MIDDLE EAST
CANON EUROPA N.V.
Bovenkerkerweg 59-61, P.O. Box 2262, 1180 EG Amstelveen, The Netherlands
CANON PHOTO VIDEO FRANCE S.A. Service Center
102, Avenue du Général de Gaulle 92257 La Garenne-Colombes Cedex, France
CANON UK LTD.
Woodhatch Reigate Surrey RH2 8BF United Kingdom
CANON EURO-PHOTO G.m.b.H.
Siemensring 90-92, D-47877 Willich, Germany
CANON ITALIA S.p.A.
Palazzo L, Strada 6, 20089 Rozzano, Milanofiori, Milano, Italy
CANON Nederland N.V.
Neptunusstraat 1, 2132 JA Hoofddorp, The Netherlands
CANON Belgium N.V./S.A.
Bessenveldstraat 7, 1831 Diegem, Belgium
CANON Schweiz AG
Geschäftsbereich Wiederverkauf, Industriestrasse 12, CH-8305 Dietlikon, Switzerland
CANON G.m.b.H.
Oberlaaerstrasse 233, 4th floor, 1100 Wien, Austria
CANON España, S.A.
C/Joaquín Costa, 41, 28002 Madrid, Spain
SEQUE Soc. Nac. de Equip., Lda.,
Praça da Alegria, 58, 2°, 1269-149 Lisboa, Portugal
CENTRAL &
SOUTH AMERICA
CANON LATIN AMERICA, INC. DEPTO DE VENTAS
6505 Blue Lagoon Drive, Suite 325, Miami, FL33126 U.S.A.
CANON LATIN AMERICA, INC. CENTRO DE SERVICIO Y REPARACION
Apartado 2019, Zona Libre de Colón, República de Panamá
ASIA
CANON HONGKONG CO., LTD.
9/F, The Hong Kong Club Building, 3A Chater Road, Central, Hong Kong
OCEANIA
CANON AUSTRALIA PTY. LTD.
1 Thomas Holt Drive, North Ryde, N.S.W. 2113, Australia
CANON NEW ZEALAND LTD.
Fred Thomas Drive, P.O. Box 33-336, Takapuna, Auckland, New Zealand
JAPAN
CANON SALES CO., INC.
12-15, Mita, 3-Chome, Minato-ku, Tokyo 108-8011, Japan
Questo Libretto di istruzioni è datato Settembre 2001. Per informazioni sulla
compatibilità della fotocamera con accessori introdotti sul mercato successivamente a
questa data, rivolgersi al più vicino centro di assistenza Canon.
0010X327
© CANON INC. 2001
STAMPATO IN OLANDA.