GOLDSKE117
IT.GOLDSKE.150820
ISTRUZIONI PER L’USO E LA MANUTENZIONE
DI GOLD RX/PX/CX/SD, GENERAZIONE E
Applicabile alla versione di programma 1.17 e successive
GOLD PX
GOLD RX
GOLD CX
GOLD SD
Il documento originale è stato scritto in svedese.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
1
IT.GOLDSKE.150820
Indice
1. Istruzioni di sicurezza............... 3
6. Installation............................... 31
1.1 Interruttore di sicurezza/
Interruttore principale.....................................3
1.2 Rischi .......................................................3
1.3 Protezioni di sicurezza...............................3
1.4 Glicole......................................................3
6.1 Gestione immagini..................................31
6.2 Configurazione principale.......................32
6.3 Taratura filtri...........................................32
6.4 Funzioni..................................................33
2. Generalità.................................. 4
2.1 Campo di applicazione..............................4
2.2 Design meccanico.....................................4
2.3 Sistema di comando..................................4
2.4 Documentazione Documentazione............4
2.5 Tipi di recuperatore di calore.....................4
2.6 Componenti delle unità di
trattamento aria..............................................5
2.6.1 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD
RX con recuperatore di calore rotativo....................5
2.6.2 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD
PX con recuperatore di calore a flussi incrociati.......6
2.6.3 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD
CX con recuperatori di calore a batteria..................7
2.6.4 Unità di trattamento aria di mandata e
di ripresa separate GOLD SD, taglie 04-08..............8
2.6.5 Unità di trattamento aria di mandata e
di ripresa separate GOLD SD, taglia 11/12..............9
2.6.6 Unità di trattamento aria di mandata e di
ripresa separate GOLD SD, taglie 14-120, con
recuperatori di calore a batteria............................10
3. Taratura................................... 11
3.1 Generalità...............................................11
3.2 Regolazione di sistema di canali e terminali
dell’aria.........................................................12
3.2.1 Sequenza di regolazione..............................12
3.2.2 Procedura di regolazione.............................12
3.3 Per regolare il bilanciamento della
pressione .....................................................13
3.3.1 Generalità...................................................13
3.3.2 Garantire la corretta direzione delle perdite
d’aria...................................................................14
4. Terminale manuale IQnavigator
e gestione immagini................... 15
4.1 Terminale manuale IQnavigator...............15
4.1.1 Generalità...................................................15
4.1.2 Modalità di utilizzo del micro terminale .......16
4.1.3 Pulsanti.......................................................17
4.1.4 Simboli indicatori........................................17
4.1.5 Tastiera.......................................................18
4.2 Gestione immagini..................................19
4.2.1 Selezione della lingua..................................20
4.2.2 Quadro strumenti........................................20
4.2.2.1 Generalità.............................................20
4.2.2.2 Per cambiare il modo operativo.............20
4.2.2.3 Registro allarmi.....................................20
4.2.2.4 Diagramma registro...............................21
4.2.2.5 Diagramma di flusso..............................21
5. Utente (local)........................... 22
5.1 Gestione immagini..................................22
5.2 Taratura filtri...........................................23
5.3 Funzioni .................................................24
5.3.1 Portata d'aria..............................................24
5.3.1.1 Stato.....................................................24
5.3.1.2 Livello operativo....................................24
5.3.1.3 Regolazione aria....................................24
5.3.2 Temperatura................................................25
5.3.2.1 Stato.....................................................25
5.3.2.2 Impostazioni.........................................25
5.3.3 Ora e pianificazione.....................................27
5.3.3.1 Ora e data.............................................27
5.3.3.2 Impostazioni di pianificazione................27
5.3.3.3 Pianificazione giornaliera.......................28
5.3.3.4 Pianificazione eccezioni.........................28
5.3.3.5 Calendario 1 e 2....................................29
5.3.3.6 Funzionamento prolungato...................29
5.3.4 Controllo energia........................................30
5.3.5 Filtri............................................................30
5.3.6 Software.....................................................30
5.3.7 Lingua........................................................30
2
www.swegon.com
6.4.1 Portata d'aria..............................................33
6.4.1.1 Stato.....................................................33
6.4.1.2 Livello operativo....................................33
6.4.1.3 Modo regolazione.................................34
6.4.1.4 Optimize...............................................35
6.4.1.5 Offset setpoint......................................35
6.4.1.6 Unità.....................................................35
6.4.1.7 Regolazione aria....................................35
6.4.1.8 Compensazione aria esterna..................36
6.4.1.9 Diffusori booster...................................37
6.4.1.10 Funzionamento automatico....................37
6.4.2 Temperatura................................................38
6.4.2.1 Stato.....................................................38
6.4.2.2 Impostazioni.........................................38
6.4.2.3 Modo regolazione.................................41
6.4.2.4 Offset setpoint......................................41
6.4.2.5 Zona neutra..........................................41
6.4.2.6 Sensori della temperatura esterni...........42
6.4.2.7 Sequenza di regolazione........................43
6.4.2.8 Aria di espulsione min...........................44
6.4.2.9 Morning Boost......................................45
6.4.2.10 Heating Boost.....................................45
6.4.2.11 Cooling Boost.....................................46
6.4.2.12 Riscaldamento notte intermittente.......47
6.4.2.13 Raffreddamento notte estate...............48
6.4.2.14 Abbassamento
(portata d’aria/pressione)...................................49
6.4.3 Ora e pianificazione.....................................50
6.4.3.1 Ora e data.............................................50
6.4.3.2 Impostazioni di pianificazione................50
6.4.3.3 Pianificazione giornaliera.......................51
6.4.3.4 Pianificazione eccezioni.........................51
6.4.3.5 Calendario 1 e 2....................................52
6.4.3.6 Funzionamento prolungato...................52
6.4.4 Controllo energia........................................53
6.4.5 Filtri............................................................53
6.4.6 Software.....................................................53
6.4.7 Lingua........................................................53
6.4.8 Priorità degli allarmi.....................................54
6.4.8.1 Allarmi incendio....................................54
6.4.8.2 Allarmi esterni.......................................55
6.4.8.3 Protezione temperatura.........................55
6.4.8.4 Limiti allarme temperatura.....................56
6.4.8.5 Intervallo di manutenzione....................56
6.4.8.5 Priorità allarme......................................56
6.4.9 Registro......................................................57
6.4.9.1 Registro continuo..................................57
6.4.9.2 Invio registro.........................................57
6.4.10 Unità di trattamento dell'aria ....................58
6.4.10.1 Impostazioni.......................................58
6.4.10.2 Stato ventilatore..................................59
6.4.10.3 Tempo funzionamento........................59
6.4.10.4 Sensore VOC/CO2................................59
6.4.10.5 Funzioni automatiche..........................59
6.4.11 Riscaldamento...........................................60
6.4.11.1 Stato ..................................................60
6.4.11.2 Pre-riscaldamento...............................60
6.4.11.3 Sequenza di regolazione extra 1 e 2.....61
6.4.11.4 Postriscaldamento...............................62
6.4.11.5 Xzone.................................................62
6.4.11.6 Batteria di riscaldamento elettrica........63
6.4.11.7 Season Heat........................................63
6.4.11.8 Funzioni automatiche.............................63
6.4.12 Raffreddamento........................................64
6.4.12.1 Stato ..................................................64
6.4.12.2 Sequenza di regolazione extra 1 e 2.....64
6.4.12.3 Raffreddamento..................................65
6.4.12.4 Xzone.................................................66
6.4.12.5 COOL DX............................................66
6.4.12.6 Ritardo................................................67
6.4.12.7 Limiti aria esterna................................67
6.4.12.8 Limiti portata d'aria.............................67
6.4.13 Recupero dell'energia di riscaldamento/
raffreddamento....................................................68
6.4.13.1 Stato...................................................68
6.4.13.2 Carry over control...............................68
6.4.13.3 Sbrinatura...........................................69
6.4.13.4 Taratura/Ottimizzazione (GOLD PX)......70
6.4.13.5 Funzioni automatiche..........................70
6.4.14 SMART Link..............................................71
6.4.15 Umidità.....................................................72
6.4.15.1 Stato...................................................72
6.4.15.2 Umidificazione....................................72
6.4.15.3 Deumidificazione................................73
6.4.15.4 Allarme umidificatore..........................73
6.4.16 ReCO2.......................................................74
6.4.17 All Year Comfort.......................................75
6.4.18 Controllo MIRU ........................................76
6.4.19 Ingressi/Uscite...........................................77
6.4.20 Comunicazione.........................................78
6.4.20.1 Porta esterna B....................................78
6.4.20.2 LAN wireless........................................78
6.4.20.3 E-mail.................................................79
6.4.20.4 EIA-485...............................................79
6.4.20.5 ModBus TCP.......................................79
6.4.20.6 IP BACnet ...........................................79
6.4.20.7 TCP EXOline .......................................80
6.4.20.8 Comunicazione su livello operativo......80
6.4.21 Impostazione base....................................81
6.4.22. Utenti......................................................81
6.4.23 Test manuale.............................................82
6.4.24 IQnavigator (terminale manuale)................83
6.4.24.1 Collegarsi a IQlogic..............................83
6.4.24.2 Retroilluminazione..............................83
6.4.24.3 Acustica..............................................83
7. Manutenzione......................... 84
7.1 Sostituzione del filtro..............................84
7.1.1 Rimozione dei filtri......................................84
7.1.2 Montaggio di nuovi filtri..............................84
7.2 Pulizia e ispezione...................................85
7.2.1 Generalità...................................................85
7.2.2 Vani per i filtri..............................................85
7.2.3 Recuperatore di calore.................................85
7.2.4 Ventilatori e vani ventilatori.........................85
7.3 Controlli della prestazione.......................85
8. Allarmi e risoluzione
di problemi.................................. 86
8.1 Generalità...............................................86
8.1.1 Allarmi A e B...............................................86
8.1.2 Ripristino dell’allarme..................................86
8.1.3 Modifica delle impostazioni allarmi..............86
8.2 Descrizioni allarmi con le impostazioni di
fabbrica........................................................87
9. Messaggi informativi............ 101
10. Dati tecnici........................... 103
10.1 Dimensioni, unità di trattamento aria
monoblocco GOLD RX con recuperatore di
calore rotativo.............................................103
10.2 Dimensioni, unità di trattamento aria
monoblocco GOLD PX con recuperatore di
calore a flussi incrociati................................106
10.3 Dimensioni, GOLD CX unità monoblocco
con recuperatore di calore a batteria...........107
10.4 Dimensioni, unità di trattamento aria con
mandata e ripresa separate GOLD SD..........109
10.5 Collegamento ai morsetti....................112
10.6 Dati elettrici........................................113
10.6.1 Unità di trattamento dell'aria...................113
10.6.2 Ventilatori...............................................114
10.6.3 Scatola elettrica.......................................115
10.6.4 Motore in recuperatore di calore rotativo.116
10.6.4.2 Rotore Recosorptic............................116
10.6.5 Precisione di controllo.............................116
10.7 Volume di glicole/acqua di
recuperatori di calore a batteria CX/SD .......116
11. Allegati................................ 117
11.1 Dichiarazione di conformità.................117
11.1.1 GOLD RX................................................117
11.1.2 GOLD PX.................................................118
11.1.3 GOLD CX................................................119
11.1.4 GOLD SD................................................120
11.2 Rapporto di messa in servizio...............121
11.3 Dati di progettazione ecocompatibile..166
11.4 Dichiarazione relativa ai materiali di
costruzione.................................................167
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
1. Istruzioni di sicurezza
Tutto il personale interessato deve acquisire familiarità con
queste istruzioni prima di effettuare qualsiasi intervento sull'unità. Qualsiasi danno all'unità o a parti di essa dovuto a un uso
o a un trattamento non corretto da parte dell'acquirente o
dell'installatore non può essere considerato soggetto a garanzia,
nel caso in cui queste istruzioni non siano state seguite correttamente.
Avvertenza
Solo un elettricista qualificato o un addetto alla manutenzione addestrato da Swegon può modificare l'unità di
trattamento aria intervenendo sulle installazioni elettriche
o sui collegamenti delle funzioni esterne.
1.1 Interruttore di sicurezza/
Interruttore principale
Sulle unità di trattamento aria monoblocco GOLD taglie 04/05,
07/08, 11/12, 14/20 e 25/30 con recuperatore di calore rotativo
(RX) o recuperatore di calore a flussi incrociati (PX), l'interruttore
di sicurezza è posizionato esternamente sul cofano della morsettiera.
Sulle unità di trattamento aria monoblocco GOLD taglie 35/40,
50/60, 70/80 e 100/120 con recuperatore di calore rotativo (RX),
l'interruttore di sicurezza è ubicato esternamente nella sezione
centrale dell'unità.
Sulle unità di trattamento aria GOLD monoblocco di taglia
35/40 con recuperatori di calore a batteria (CX), l'interruttore di
sicurezza è ubicato sul lato sinistro della scatola elettrica nella
sezione centrale dell'unità. Sull'unità di trattamento aria di taglia
50/60, 70/80 e 100/120, l'interruttore di sicurezza è ubicato in
un involucro di plastica nella sezione centrale dell'unità.
Sulle unità di trattamento aria GOLD SD con mandata e ripresa
separate di taglia 04-80, l'interruttore di sicurezza è ubicato sul
lato di ispezione accanto allo sportello di ispezione della sezione
ventilatori. Sulle unità di trattamento aria di taglia 100/120,
l'interruttore di sicurezza è ubicato in un involucro di plastica sul
lato di ispezione dell’unità di trattamento aria.
Avvertenza
Gli sportelli di ispezione sulle sezioni filtro/ventilatore non
devono essere aperti mentre l’unità di trattamento aria è
in funzione.
Arrestare l’unità quando è in funzione normale tramite il
terminale manuale.
Attendere che i ventilatori abbiano smesso di ruotare
prima di aprire lo sportello di ispezione.
La pressione dell'aria all'interno della sezione filtro/ventilatore è positiva, il che significa che all'apertura lo sportello può essere spinto in fuori dall'aria.
Tenere la chiave in un posto sicuro, separata dall'unità di
trattamento aria.
1.3 Protezioni di sicurezza
Il coperchio della scatola elettrica e l’eventuale coperchio della
morsettiera fungono da protezione dal contatto accidentale
per le unità monoblocco 04/05 e 08 con recuperatore di calore
rotativo (RX) e per tutte le altre varianti (PX/CX/SD). Per le unità
di trattamento aria monoblocco 12, 14/20, 25/30, 35/40, 50/60,
70/80 e 100/120 con recuperatore di calore rotativo (RX), la
protezione dal contatto accidentale è garantita dallo sportello
bloccabile sulla scatola elettrica e dall’eventuale coperchio della
morsettiera.
Solo un elettricista qualificato o un tecnico della manutenzione
addestrato può rimuovere le protezioni di sicurezza.
Avvertenza
L'alimentazione elettrica all'unità deve essere isolata
spegnendo l'interruttore di sicurezza prima di rimuovere
la protezione di sicurezza.
Durante il funzionamento dell’unità di trattamento aria,
le protezioni dal contatto accidentale devono essere
sempre montate, tutti gli sportelli di ispezione devono
essere chiusi e deve essere installato il coperchio della
morsettiera sopra all’unità.
1.4 Glicole
Generalmente, l’unità di trattamento aria deve essere avviata
e fermata con il terminale manuale, non con l’interruttore di
sicurezza.
Il glicole è presente nelle unità di trattamento aria GOLD
con recuperatori di calore a batteria.
Tranne indicazioni contrarie contenute nelle istruzioni pertinenti,
spegnere sempre l'interruttore di sicurezza prima di effettuare
interventi di manutenzione sull'unità.
Avvertenza
1.2 Rischi
Avvertenza
Prima di eseguire qualsiasi intervento, accertarsi che
l'alimentazione elettrica all'unità di trattamento dell'aria
sia stata disattivata.
Non scaricare mai il glicole nelle fognature. Consegnarlo
sempre a un centro di raccolta, a una stazione di rifornimento, ecc. Il glicole è pericoloso in caso di ingestione e
può causare danni ai reni o intossicazioni letali. Consultare un medico. Non inalare inoltre i vapori di glicole in
ambienti chiusi. In caso di contatto con gli occhi, lavare
abbondantemente con acqua (circa 5 minuti). In caso di
contatto con la pelle, lavare con acqua e sapone.
Aree di rischio con parti mobili
Le parti in movimento sono rappresentate da giranti della ventola, puleggia di trasmissione per l’eventuale recuperatore di
calore rotativo e serrande di bypass/intercettazione dell’eventuale
recuperatore di calore a flussi incrociati.
Gli sportelli di ispezione bloccabili proteggono dalle ventole e dal
recuperatore di calore. Se i canali non sono saldamente collegati
alle uscite dei ventilatori, le uscite devono essere provviste di una
solida protezione di sicurezza (griglia in rete).
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
3
IT.GOLDSKE.150820
2. Generalità
2.1 Campo di applicazione
Le unità GOLD sono progettate per le applicazioni di ventilazione
confortevole. A seconda della variante selezionata, le unità
GOLD possono trovare impiego in edifici come uffici, scuole, asili,
edifici pubblici, negozi, edifici residenziali, ecc.
Le unità GOLD provviste di recuperatori di calore a flussi incrociati/batteria (PX/CX) e le unità di trattamento aria con mandata
e ripresa separate (SD) possono essere utilizzate anche per la ventilazione di edifici moderatamente umidi, ma non dove l'umidità
è costantemente elevata, come nelle piscine coperte.
Le unità di trattamento aria GOLD con mandata e ripresa dell'aria separate (SD) sono progettate per le applicazioni in cui i flussi
d'aria di mandata e di ripresa devono essere completamente
separati l'uno dall'altro oppure nelle quali, a causa degli spazi
limitati, sono necessarie unità separate rispettivamente per l'aria
di mandata e quella di ripresa. Se è richiesta soltanto una delle
varianti, esse possono inoltre essere utilizzate anche singolarmente.
Per sfruttare al meglio i vantaggi offerti dall’impianto GOLD è
importante tenere conto delle peculiarità delle unità di trattamento aria in fase di progettazione, installazione, taratura ed
esercizio.
L'unità di trattamento aria, nella sua versione base, deve essere
installata internamente. L'accessorio TBTA/TBTB deve essere
utilizzato se le unità di trattamento dell'aria vengono installate
esternamente. Se gli accessori per canali vengono installati esternamente, devono essere collocati in un alloggiamento isolato
(tipo TCxx).
Importante!
Leggere sempre le istruzioni di sicurezza riportate nella
Sezione 1 che spiegano i rischi insiti nell'utilizzo dell'unità
e che indicano chi può azionarla ed eseguirne la manutenzione. Rispettare inoltre scrupolosamente le istruzioni
di installazione riportate in ogni paragrafo.
Le targhette dati del prodotto sono situate sul lato di ispezione
dell'unità di trattamento dell'aria e su una parete interna della
sezione del ventilatore. Fare riferimento ai dettagli riportati sulla
targhetta dati del prodotto quando si contatta Swegon.
2.2 Design meccanico
GOLD è disponibile in 9 taglie fisiche e 18 portate d'aria.
I recuperatori di calore a batteria delle unità di trattamento aria
monoblocco GOLD CX taglia 35-80 sono forniti completamente
montati dalla fabbrica, compreso il sistema idraulico di tubazioni
montato con tutti i componenti necessari. Prima della consegna,
il sistema viene di norma riempito con un liquido, sfiatato, tarato
e sottoposto a una prova delle prestazioni, ma è possibile ordinarlo anche vuoto, ad esempio per progetti di riqualificazione
edilizia o nei casi in cui l'applicazione richieda il riempimento con
una miscela diversa da quella di glicole al 30%. I sistemi idraulici
di tubazioni sono disponibili smontati per le unità monoblocco
GOLD CX di taglia 100/120 e per le unità di trattamento aria
GOLD SD di taglia 12-120, con aria di mandata e di ripresa
separate.
I ventilatori dell'aria di mandata e di ripresa sono di tipo GOLD
Wing+, un ventilatore assiale centrifugo con pale curve rovesciate. I ventilatori sono a trasmissione diretta e presentano un
controller motore per la velocità variabile.
2.3 Sistema di comando
Il sistema di comando IQlogic è basato su microprocessore e
integrato nell’unità di trattamento aria. Controlla e regola i ventilatori, il recuperatore di calore, le temperature, le portate d'aria,
i tempi operativi e numerose funzioni interne ed esterne, nonché
gli allarmi.
2.4 Documentazione Documentazione
Per una dichiarazione relativa ai materiali di costruzione completa, visitare la nostra home page all’indirizzo www.swegon.
com (applicabile solo per Swegon).
L'unità di trattamento aria è progettata in modo tale per cui può
essere smontata nelle sue parti naturali per la rottamazione. Al
termine della vita utile del prodotto, contattare una società di
riciclaggio accreditata per lo smaltimento.
Il peso riciclabile di GOLD è circa il 94% del suo peso iniziale.
Swegon AB è associata a REPA Register, N. 5560778465.
Contatto Swegon AB, telefono: +46 (0)512-322 00, per
domande inerenti le istruzioni di smontaggio o l'impatto ambientale dell'unità di trattamento aria.
La lamiera esterna è beige. NCS S2005-Y30R. Le maniglie, le
strisce decorative e la parte superiore del coperchio della morsettiera sono verniciate in grigio scuro, NCS S 8502-B. La parte
inferiore del coperchio della morsettiera è verniciata in nero, NCS
S 9000-N. Il materiale dello strato interno è di lamiera rivestita di
alluminio-zinco. Classe ambientale C4. Spessore del pannello di
52 mm con isolante intermedio di lana di roccia.
2.5 Tipi di recuperatore di calore
Le unità GOLD della taglia 11-30 con recuperatore di calore
a flussi incrociati (PX) o rotativo (RX) e presa d'aria dall'alto e
le unità di trattamento aria con mandata e ripresa separate
(SD) della taglia 04-08, come GOLD RX Top, sono provviste di
filtri pieghettati, classe F7. Le unità in altre varianti/taglie presentano filtri per l'aria di mandata e di ripresa di classe F7 in fibra di
vetro.
Se qualche sezione, funzione, ecc. gestisce un solo tipo di recuperatore di calore, è contrassegnata con un simbolo appropriato
come indicato sotto:
Il tipo RECOnomic di recuperatore di calore rotativo è provvisto
di controllo della velocità variabile e ha un'efficienza termica fino
all'85%.
I recuperatori di calore a flussi incrociati sono dotati si serie di
serrande di by-pass e di arresto per il controllo variabile e automatico dell'efficienza durante il recupero termico.
4
www.swegon.com
L’unità di trattamento aria GOLD monoblocco è dotata di recuperatore di calore rotativo (RX), a flussi incrociati (PX) o batteria
(CX). Un recuperatore di calore a batteria opzionale è disponibile
per le unità di trattamento aria con mandata e ripresa separate
(SD).
Recuperatore di calore
rotativo (RX)
Recuperatori di calore a
batteria (CX, eventualmente SD)
Recuperatore di calore a flussi incrociati
(PX)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
2.6 Componenti delle unità di trattamento aria
2.6.1 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD RX
con recuperatore di calore rotativo
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una
descrizione schematica semplificata.
8
9
3
4
5
6
7
10
2
11
1
12
13
Versione destra
Fig. 1a
Aria esterna
Aria di mandata
14
Aria di ripresa
15
16
17
18
19 20
21
22
23
Aria di espulsione
Fig. 1b
Versione sinistra
GOLD 04-120: Le unità di trattamento aria possono essere ordinate nella versione destra (fig. 1a) o sinistra (fig. 1b).
GOLD 12-120: La fig. 1a mostra l’unità di trattamento aria con
disposizione dei ventilatori 1. L’unità può anche essere disposta
in base alla disposizione dei ventilatori 2. I ventilatori e i filtri
vengono poi invertiti specularmente in senso verticale.
Nella versione sinistra (Fig. 1b), i componenti contrassegnati con
un asterisco cambiano funzione e denominazione (i nomi dei
componenti dipendono dal fatto che la loro funzione sia relativa
ad aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA ESTERNA* (nella versione sinistra: aria di ripresa)
2 ARIA DI ESPULSIONE* (nella versione sinistra: aria di mandata)
3 Ventilatore dell'aria di ripresa* con motore e controller
motore
4 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa* (Posizione sul selettore di funzione = 1)
5 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata* (Posizione
sul selettore di funzione = 3)
6 Scatola elettrica con centralina
7 Sensore di pressione, recuperatore di calore
(Posizione sul selettore di funzione = B)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
8 Terminale manuale IQnavigator
9 Filtro dell’aria di ripresa*
10 Piastra di taratura (versione sinistra dell’unità, mediante
sezione sinistra del filtro)
11 Sensore di temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell’aria di mandata)
12 ARIA DI RIPRESA* (nella versione sinistra: aria esterna)
13 ARIA DI MANDATA* (nella versione sinistra: aria di espulsione)
14 Filtro dell’aria di mandata*
15 Sensore di temperatura, aria esterna*
16 Recuperatore di calore
17 Motore, recuperatore di calore
18 Sensore di monitoraggio rotazione
19 Centralina recuperatore di calore
20 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
21 Sensore di pressione, filtro dell'aria di ripresa* (Posizione sul
selettore di funzione = 4)
22 Sensore di temperatura, aria di ripresa*
23 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore
www.swegon.com
5
IT.GOLDSKE.150820
2.6.2 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD PX
con recuperatore di calore a flussi incrociati
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una descrizione schematica semplificata.
8
3
4
5
6
7
9
10
2
12
21
11
1
13
Versione destra
Fig. 2a
Aria esterna
Aria di mandata
14 15 16
Aria di ripresa
17
23
22
L’unità di trattamento aria viene fornita nella versione destra
o sinistra (fig. 2a e 2b). Nella versione sinistra (Fig. 2b), i componenti contrassegnati con un asterisco cambiano funzione e
denominazione (i nomi dei componenti dipendono dal fatto che
la loro funzione sia relativa ad aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA DI ESPULSIONE* (nella versione sinistra: aria di mandata)
2 ARIA ESTERNA* (nella versione sinistra: aria di ripresa)
3 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata* (Posizione
sul selettore di funzione = 3)
4 Filtro dell’aria in mandata*
5 Sensore di temperatura, aria esterna*
6 Scatola elettrica con centralina
7 Attuatori della valvola, serrande di intercettazione e bypass
8 Terminale manuale
9 Sensore di temperatura/umidità relativa, aria di ripresa* (si applica solo a RECOfrost)
10 Filtro dell’aria di ripresa*
11 Sensore di temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell’aria di mandata)
12 ARIA DI RIPRESA* (nella versione sinistra: aria esterna)
www.swegon.com
19
20
Aria di espulsione
Fig. 2b
6
18
Versione sinistra
13 ARIA DI MANDATA* (nella versione sinistra: aria di espulsione)
14 Ventilatore dell'aria di ripresa* con motore e controller
motore
15 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa* (Posizione sul selettore di funzione = 1)
16 Sensore della pressione dell’aria di ripresa/aria di espulsione
17 Recuperatore di calore a flussi incrociati con serranda di
bypass e intercettazione
18 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
19 Sensore di pressione, filtro dell'aria di ripresa* (Posizione sul
selettore di funzione = 4)
20 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore
21 Prese per la misurazione della caduta di pressione sul recuperatore di calore.
22 Sensore di temperatura/densità dell’aria, aria di mandata.
23 Sensore di temperatura/densità dell’aria, aria di ripresa.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
2.6.3 Unità di trattamento aria monoblocco GOLD CX con recuperatori di
calore a batteria
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una descrizione schematica semplificata.
7
5
3
4
25
6
8
2
11
23
1
10
13
Versione destra, disposizione dei ventilatori 1
Fig. 3a
14
Aria esterna
Aria di mandata
12
Aria di ripresa
15 16 17 18
19 24 20 21
22
Aria di espulsione
Le unità di trattamento aria possono essere ordinate nella versione destra (fig. 3a) o sinistra (fig. 3b).
La fig. 3a mostra l’unità di trattamento aria con disposizione dei
ventilatori 1. L’unità può anche essere disposta in base alla disposizione dei ventilatori 2. I ventilatori e i filtri vengono poi invertiti
specularmente in senso verticale.
Nella versione sinistra (Fig. 3b), i componenti contrassegnati con
un asterisco cambiano funzione e denominazione (i nomi dei
componenti dipendono dal fatto che la loro funzione sia relativa
ad aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA ESTERNA* (nella versione sinistra: aria di ripresa)
2 ARIA DI ESPULSIONE* (nella versione sinistra: aria di mandata)
3 Ventilatore dell'aria di ripresa* con motore e controller
motore
4 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa* (Posizione sul selettore di funzione = 1)
5 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata* (Posizione
sul selettore di funzione = 3)
6 Scatola elettrica con centralina
7 Terminale manuale
8 Filtro dell’aria di ripresa*
10 Sensore di temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell’aria di mandata)
Fig. 3b
Versione sinistra, disposizione
dei ventilatori 1
11 ARIA DI RIPRESA* (nella versione sinistra: aria esterna)
12 ARIA DI MANDATA* (nella versione sinistra: aria di espulsione)
13 Filtro dell’aria di mandata*
14 Sensore di temperatura, aria esterna*
15 Recuperatore di calore a batteria con sistema idraulico di
tubazioni
16 Attuatore della valvola
17 Sensore di temperatura della protezione antigelo
18 Pompa di ricircolo
19 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
20 Sensore di pressione, filtro dell'aria di ripresa* (Posizione sul
selettore di funzione = 4)
21 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore
22 Sensore di temperatura/umidità relativa, aria di ripresa*
23 Prese per la misurazione della caduta di pressione sul recuperatore di calore.
24 Sensore di temperatura/densità dell’aria, aria di mandata.
25 Sensore di temperatura/densità dell’aria, aria di ripresa.
GOLD CX, taglie 100/120: Il sistema idraulico di tubazioni e la centralina vengono forniti smontati per installazione a pavimento o a muro (accessori).
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
7
IT.GOLDSKE.150820
2.6.4 Unità di trattamento aria di mandata e
di ripresa separate GOLD SD, taglie 04-08
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una descrizione schematica semplificata.
5
2
3
4
6
1
7
Fig. 4a
10
Aria esterna
9
8
Aria di mandata
L'unità di trattamento aria viene fornita nella variante illustrata
in Fig. 4a. Tale variante può essere posizionata in svariati modi
diversi, come mostrato in Fig. 4b.
Fig. 4b
L'unità di trattamento aria qui illustrata è destinata all’unità di
trattamento aria di mandata. Se l'unità viene utilizzata come
unità di trattamento per l'aria di ripresa, i componenti contrassegnati con un asterisco cambiano funzione e denominazione (i
nomi dei componenti dipendono dal fatto che la loro funzione
sia relativa all'aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA ESTERNA*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: aria di ripresa)
2 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata*, se applicabile (Posizione sul selettore di funzione = 3) (Nelle unità di
trattamento aria di ripresa: sensore di pressione, filtro dell'aria di ripresa)
3 Sensore di temperatura, sensore dell’aria esterna/densità
dell’aria, aria di mandata*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di temperatura, sensore dell’aria di ripresa/densità dell’aria, aria di
espulsione)
4 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa)
8
www.swegon.com
5 Terminale manuale
6 Sensore della temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell'aria di mandata)
(Non utilizzato nelle unità di trattamento aria di ripresa)
7 ARIA DI MANDATA*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: aria di espulsione)
8 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore (Nelle unità di trattamento aria di ripresa: ventilatore
dell'aria di ripresa con motore e controller motore)
9 Scatola elettrica con centralina
10 Filtro dell'aria di mandata*, se applicabile
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: filtro dell'aria di
ripresa)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
2.6.5 Unità di trattamento aria di mandata e
di ripresa separate GOLD SD, taglia 11/12
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una descrizione schematica semplificata.
3
2
4
1
5
Fig. 5a
12
Aria esterna
11
10
9
8
7
6
Aria di mandata
Le unità di trattamento aria possono essere ordinate nella versione destra (Fig. 5a) o sinistra (Fig. 5b). Le unità di trattamento
aria possono essere inoltre composte da filtro e ventilatore o solo
dal ventilatore.
L'unità di trattamento aria qui illustrata è destinata all’unità di
trattamento aria di mandata. Se l'unità viene utilizzata come
unità di trattamento per l'aria di ripresa, i componenti contrassegnati con un asterisco cambiano funzione e denominazione (i
nomi dei componenti dipendono dal fatto che la loro funzione
sia relativa all'aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA ESTERNA*
(Nelle unità dell'aria di ripresa: aria di ripresa)
2 Sensore di temperatura, sensore dell’aria esterna/densità
dell’aria, aria di mandata*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di temperatura, sensore dell’aria di ripresa/densità dell’aria, aria di
espulsione)
3 Terminale manuale
4 Sensore della temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell'aria di mandata)
(Non utilizzato nelle unità di trattamento aria di ripresa)
5 ARIA DI MANDATA*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: aria di espulsione)
6 Recuperatore di calore a batteria, aria di mandata*, se applicabile
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Fig. 5b
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: recuperatore di
calore a batteria, aria di ripresa)
7 Sensore della temperatura, aria esterna*
(Solo per le unità di trattamento aria dotate di recuperatore
di calore a batteria)
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: Sensore di temperatura/umidità relativa, aria di ripresa)
8 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: ventilatore dell'aria
di ripresa con motore e controller motore)
9 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa)
10 Scatola elettrica con centralina
11 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata*, se applicabile (Posizione sul selettore di funzione = 3) (Nelle unità
di trattamento aria di ripresa: Sensore di pressione, filtro
dell'aria di ripresa)
12 Filtro dell'aria di mandata*, se applicabile
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: filtro dell'aria di
ripresa)
www.swegon.com
9
IT.GOLDSKE.150820
2.6.6 Unità di trattamento aria di mandata e di ripresa separate GOLD SD,
taglie 14-120, con recuperatori di calore a batteria
I singoli componenti sono precisati di seguito individualmente in una descrizione schematica semplificata.
3
2
4
1
5
Fig. 6a
12
Aria esterna
11 10
9
7
6
Aria di mandata
Le unità di trattamento aria possono essere ordinate nella versione destra (Fig. 6a) o sinistra (Fig. 6b). Le unità di trattamento
aria possono essere inoltre composte da filtro e ventilatore o solo
dal ventilatore.
L'unità di trattamento aria qui illustrata è destinata all’unità di
trattamento aria di mandata. Se l'unità viene utilizzata come
unità di trattamento per l'aria di ripresa, i componenti contrassegnati con un asterisco cambiano funzione e denominazione (i
nomi dei componenti dipendono dal fatto che la loro funzione
sia relativa all'aria di mandata o di ripresa).
Disposizione e denominazione dei componenti
1 ARIA ESTERNA*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: aria di ripresa)
2 Sensore di temperatura, sensore dell’aria esterna/densità
dell’aria, aria di mandata*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di temperatura, sensore dell’aria di ripresa/densità dell’aria, aria di
espulsione)
3 Terminale manuale
4 Sensore della temperatura, aria di mandata (da montare nel
canale dell'aria di mandata)
(Non utilizzato nelle unità di trattamento aria di ripresa)
5 ARIA DI MANDATA*
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: aria di espulsione)
6 Ventilatore dell'aria di mandata* con motore e controller del
motore
10
8
www.swegon.com
Fig. 6b
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: ventilatore dell'aria
di ripresa con motore e controller motore)
7 Sensore di pressione, ventilatore dell'aria di mandata* (Posizione sul selettore di funzione = 2)
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di pressione, ventilatore dell'aria di ripresa)
8 Scatola elettrica con centralina
9 Recuperatore di calore a batteria, aria di mandata*, se applicabile
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: recuperatore di
calore a batteria, aria di ripresa)
10 Sensore della temperatura, aria esterna*
(Solo per le unità dotate di recuperatore di calore a batteria)
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: sensore di temperatura/umidità relativa, aria di ripresa)
11 Sensore di pressione, filtro dell'aria di mandata* (Posizione
sul selettore di funzione = 3)
(Nelle unità dell'aria di ripresa: sensore di pressione, filtro
dell'aria di ripresa)
12 Filtro dell'aria di mandata*, se applicabile
(Nelle unità di trattamento aria di ripresa: filtro dell'aria di
ripresa)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
3. Taratura
3.1 Generalità
Sequenza di taratura:
1. Rimuovere l’involucro protettivo in plastica dell’unità di trattamento aria.
2. Controllare che unità, sistema di canali o sezioni funzionali
siano privi di corpi estranei.
3. Controllare che il rotore del recuperatore di calore rotativo
(solo GOLD RX) ruoti facilmente. Per le taglie 50-120, il recuperatore di calore rotativo deve essere leggermente angolato
verso il filtro, vedere lo schema seguente.
Se occorre regolare l'inclinazione, fare riferimento alle istruzioni specifiche sulla regolazione dell'inclinazione del recuperatore di calore rotativo (04-80) o alle istruzioni di installazione per GOLD (120).
L
≈ 0,5xL
6. L’unità di trattamento aria presenta un’impostazione di fabbrica che la rende pronta all’uso. Vedere la sezione 11.2
Rapporto di messa in servizio.
Tuttavia, spesso è necessario modificare queste impostazioni
in base alle condizioni specifiche.
Se necessario, inserire l’impostazione della posizione ventilatore (lato di ispezione), vedere la Sezione 6.4.10.
Programmare timer (orologio), modo operativo, temperature,
portate d’aria e funzioni come descritto nelle procedure delle
sezioni 4-15.
Selezionare se l’unità di misura della portata d’aria sarà l/s,
m3/s, m3/h o cfm.
Compilare il Rapporto di messa in servizio e conservarlo nella
tasca porta-documenti dell’unità di trattamento aria.
In alcuni casi potrebbe essere necessario correggere la banda
P e il tempo I, se il sistema di regolazione del riscaldamento
oscilla o funziona lentamente. Ciò richiede l’inserimento di un
codice speciale. Contattare il rappresentante Swegon.
7. All’occorrenza, attivare il modo manuale o automatico
(Quadro strumenti) oppure bloccare la velocità dei ventilatori
(immagine REGOLAZIONE PORTATA D’ARIA). Regolare la
portata d’aria nel sistema di canali e i terminali dell’aria come
descritto nella sezione 3.2.
8. Controllare e regolare all’occorrenza il bilanciamento pressione
dell’unità di trattamento aria come descritto nella sezione 3.3.
≈ 0,5xL
L
9. Terminare effettuando la taratura dei filtri come descritto nella
sezione 6.3.
GOLD RX, taglie 50-120: La figura mostra l'inclinazione del rotore preimpostata di fabbrica per la disposizione dei ventilatori 1. L'inclinazione deve sempre essere verso il filtro, il che significa che l'inclinazione per la disposizione dei
ventilatori 2 è nell'altra direzione.
4. Portare l’interruttore di sicurezza in posizione ON (I).
5. Selezionare la lingua appropriata, se non è già stata selezionata. Vedere le sezioni 5.3.7 o 6.4.7.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
11
IT.GOLDSKE.150820
3.2 Regolazione di sistema di
canali e terminali dell’aria
Per eliminare i consumi energetici inutili dei ventilatori, è importante ridurre al minimo la caduta di pressione nel sistema. Inoltre,
è importante che il sistema di canali e i terminali dell’aria siano
tarati correttamente dal punto di vista del comfort.
In sede di taratura di terminali e sistema di canali di GOLD, si
raccomanda di applicare il principio della proporzionalità.
In tal modo, il rapporto fra le portate d’aria nei canali di derivazione rimane costante anche se si modifica la portata d’aria nei
canali principali. Lo stesso vale per i terminali dell’aria dell’impianto.
Per la taratura del sistema di canali, è possibile bloccare la velocità delle ventole dell’unità di trattamento aria su una determinata portata impostata, vedere la sezione 5.3.1.3.
3.2.1 Sequenza di regolazione
Per la regolazione del sistema, procedere nel seguente ordine:
1. Regolare i terminali dell’aria di ogni canale di derivazione.
2. Regolare i canali di derivazione.
3. Regolare i canali principali.
3.2.2 Procedura di regolazione
1. Impostare tutti i terminali e le bocchette in modo che siano
completamente aperti.
2. Calcolare il quoziente fra la lettura della portata d’aria e la
portata d’aria nominale per tutti i terminali, canali di derivazione e canali principali. Il terminale dell’aria che presenta il
quoziente più basso in ogni canale di derivazione deve essere
completamente aperto. Utilizzare questo terminale dell’aria
come TERMINALE DELL’ARIA INDICE. Lo stesso principio vale
per le bocchette di derivazione e le bocchette principali.
Di conseguenza, al termine della taratura, devono essere
completamente aperti un terminale per ogni canale di derivazione, una bocchetta di derivazione e una bocchetta principale.
3. Iniziare a regolare il canale principale che presenta il quoziente
più alto e, all’interno del canale principale, il canale di derivazione che presenta il quoziente più alto. In tal modo, si inizia
poi a “incanalare” l’aria verso le sezioni del sistema che ne
presentano meno.
4. Regolare l’ultimo terminale dell’aria del canale di derivazione
in modo che abbia lo stesso quoziente del terminale indice.
Questo terminale dell’aria diventa il TERMINALE DELL’ARIA DI
RIFERIMENTO. Spesso l’ultimo attuatore dell’aria del canale
di derivazione è quello che presenta il quoziente più basso
e deve rimanere aperto. In questo caso, il terminale dell’aria
indice coinciderà con il terminale dell’aria di riferimento.
5. Limitare l’apertura degli altri terminali dell’aria nel canale di
derivazione in modo da ottenere lo stesso quoziente dell’attuatore di riferimento.
N.B.! Il quoziente del terminale di riferimento si modifica
per ogni dispositivo terminale dell’aria con apertura limitata
quindi, in pratica, si può impostare il quoziente del dispositivo
terminale dell’aria di riferimento su un valore leggermente più
alto. Il dispositivo di riferimento deve essere misurato dopo
ogni limitazione dell’apertura del dispositivo terminale dell’aria.
6. Passare al canale di derivazione che presenta il secondo quoziente più alto e regolare lì i relativi dispositivi terminali dell’aria, ecc.
N.B.! Tutte le bocchette di derivazione devono rimanere
completamente aperte finché non sono stati regolati tutti i
dispositivi terminali dell’aria.
7. Limitare l’apertura della bocchetta di derivazione che presenta
il quoziente più alto in modo da ottenere lo stesso valore della
bocchetta di derivazione che presenta il quoziente più basso.
N.B.! Ricordare che la bocchetta indice cambia il proprio quoziente; procedere come indicato nel punto 5.
8. Dopo aver tarato tutte le bocchette di derivazione, limitare le
aperture delle bocchette principali allo stesso modo.
Vedere anche l’esempio di regolazione sotto.
Esempio della modalità di regolazione
– Iniziare regolando il canale di derivazione B, che presenta il
quoziente più alto.
– L’ultimo attuatore, B3, presenta il quoziente più basso e
deve rimanere completamente aperto.
Regolare gli altri attuatori dell’aria, B1 e B2, in modo da
ottenere lo stesso quoziente dell’attuatore B3 (vedere punto
5 sopra).
– A questo punto, regolare gli attuatori dell’aria nel canale
di derivazione C. L’attuatore C4 deve rimanere completamente aperto e le aperture degli altri devono essere limitate
in modo da ottenere lo stesso quoziente.
– Regolare gli attuatori dell’aria nel canale di derivazione
A. L’attuatore A3 funge da attuatore indice, quindi occorre
limitare dapprima l’apertura dell’att uatori dell’aria in modo
da ottenere lo stesso quoziente di A4.
– Limitare l’apertura della bocchetta di derivazione B in
modo da ottenere lo stesso quoziente della bocchetta di
derivazione A. Procedere allo stesso modo per la bocchetta
di derivazione C.
Controllare che tutte le bocchette presentino lo stesso
quoziente.
Al termine della taratura, per avere la pressione minima nel
sistema, devono rimanere completamente aperti 3 attuatori
dell’aria e una bocchetta di derivazione.
12
www.swegon.com
qp = portata d’aria nominale (l/s)
qm = lettura della portata (l/s)
qm
K (quoziente) =
qp
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
3.3 Per regolare il bilanciamento
della pressione
Applicabili soltanto per le unità di trattamento aria con
recuperatore di calore rotativo.
3.3.1 Generalità
Deve essere presente un certo grado di pressione negativa nella
sezione dell’aria di ripresa, in modo che la direzione della perdita
d’aria attraverso il recuperatore di calore e il funzionamento del
settore di spurgo siano corretti. In tal modo si evita che l’aria di
ripresa venga trasferita nell’aria di mandata.
La regolazione del bilanciamento pressione nell’unità deve
essere effettuata dopo il montaggio dell’impianto completo, lo
scarico delle portate d’aria da tutti i diffusori dell’aria e la regolazione delle valvole di regolazione, quando le portate dell’aria di
mandata e di ripresa corrispondono al normale funzionamento
dell’unità di trattamento aria.
Piastre di taratura
GOLD RX
Presa d'aria vista lateralmente
Taglie 04 – 12,
Taglie 14 – 120,
1 – 2 piastre
1 – 5 piastre
Presa d'aria vista dall'alto
Taglie 14 – 30, 2 piastre
Fissare le piastre di taratura
al soffitto con viti autofilettanti dall'interno dell'AHU.
CHIUSA
APERTA
Regolare il bilanciamento
della pressione ostruendo i
fori nella piastra di taratura
utilizzando i tappi in plastica in dotazione (raggiungere il foro rettangolare
nella piastra di taratura e
inserirvi attraverso il tappo
in plastica).
CHIUSA
(Inserire una o più piastre di
taratura)
APERTA
(Rimuovere le piastre di taratura)
GOLD RX Top
Versione sinistra
Taglie 04-12, 1 piastra
Versione destra
Taglie 04-08, 1 piastra
Taglia 11/12, 1 piastra
ARIA DI
RIPRESA
ARIA DI
RIPRESA
ARIA DI
RIPRESA
Lato di ispezione
Vite/viti di fissaggio
Piastra di regolazione
Per maggiore chiarezza,
l’immagine illustra l’unità
di trattamento aria senza
pannello terminale. Tutto il
lavoro deve tuttavia essere
svolto dal lato di ispezione.
Vite di fissaggio
Vite/viti di fissaggio
Piastra di taratura
Agganciare la piastra di taratura sul bordo posteriore dell'unità per fissarla in posizione. Aprire la piastra di taratura sul bordo anteriore e bloccarla in posizione con la vite
di fissaggio.
Piastra di regolazione
Due piastre di taratura sono in dotazione con GOLD RX Top.
Quale piastra di taratura è necessario montare varia a seconda che la versione dell’unità di trattamento aria sia destra o sinistra. Installare la piastra di taratura
corretta nel punto apposito all’interno dell’unità; scartare l’altra piastra. Vedere la figura sopra.
Rimuovere la vite/le viti di montaggio e inserire la piastra di taratura nelle scanalature apposite. Rimettere la vite/le viti di montaggio e serrarla/serrarle. Vedere la
figura sopra.
Regolare il bilanciamento della pressione ostruendo i fori nella piastra di taratura utilizzando i tappi in plastica in dotazione.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
13
IT.GOLDSKE.150820
3.3.2 Garantire la corretta direzione
delle perdite d’aria
Il bilanciamento della pressione nell’unità si regola con l’ausilio delle piastre di montaggio installate all’ingresso dell’aria
in ripresa. Le piastre di montaggio vengono fornite a parte e
devono essere montate dall’installatore dopo il collegamento del
canale dell’aria in ripresa all’unità di trattamento aria. Vedere le
figure riportate nelle pagine successive.
Collegare un manometro alle prese di misurazione della pressione dell’unità di trattamento aria. L’unità dispone di quattro
prese di misurazione della pressione. Occorre utilizzare le due
prese più vicine al canale dell’aria in ripresa. La presa blu di
misurazione della pressione consente di misurare la pressione
negativa nella sezione dell’aria di ripresa, mentre la presa bianca
di misurazione della pressione consente di misurare la pressione
negativa nella sezione dell’aria di mandata.
Le prese di misurazione della pressione si trovano presso la
scatola elettrica/il quadro elettrico per la taglia 04-08 e nella
sezione centrale dell’unità per la taglia 11-120. Quando si combina GOLD RX Top 04-12 con COOL DX Top, notare che le prese
di misurazione della pressione si trovano all'interno della sezione
centrale dell'unità di trattamento dell'aria. Vedere la figura a
destra.
Prese di misurazione della pressione,
direzione della perdita d’aria
(Unità di trattamento aria destra)
GOLD 04-08
– (blu)
+ (bianco)
ARIA DI
RIPRESA
GOLD 11-80
Notare come entrambe le prese di misurazione della pressione
vengano utilizzate per misurare la pressione negativa.
VALORI MISURATI
– (blu)
La pressione negativa della sezione dell’aria di ripresa deve essere
superiore o uguale alla pressione negativa della sezione dell’aria
di mandata.
+ (bianco)
ARIA DI
RIPRESA
Se la pressione negativa della sezione dell’aria di ripresa è uguale
o superiore per un massimo di 20 Pa alla pressione negativa della
sezione dell’aria di mandata, la regolazione può considerarsi
conclusa.
Scostamenti
Se la pressione negativa della sezione dell’aria di ripresa è inferiore a quella della sezione dell’aria di mandata, l’impostazione
della serranda deve essere regolata in base alla seguente procedura:
1. Arrestare l’unità di trattamento aria, aprire lo sportello di ispezione per accedere al filtro dell'aria di ripresa.
GOLD RX Top/GOLD RX con presa d’aria dall’alto: Ostruire un
numero appropriato di fori nella piastra di taratura utilizzando
i tappi in plastica in dotazione.
GOLD RX con presa d’aria laterale: Spingere leggermente in
avanti le piastre di taratura (chiuderle) nella presa dell’aria di
ripresa.
Per un collegamento full face (accessorio per canali in un
alloggiamento isolato): Se la piastra o le piastre di taratura
sono completamente chiuse e la pressione subatmosferica
nella sezione dell'aria di ripresa è ancora inferiore a quella
della sezione di mandata, ostruire un numero appropriato
di fori nella piastra di taratura con i tappi in plastica in dotazione.
GOLD 100/120
ARIA DI
RIPRESA
– (blu)
+ (bianco)
3. Chiudere lo sportello di ispezione e riavviare l’unità.
4. Misurare le pressioni.
14
Ripetere questa procedura fino a quando la pressione negativa della sezione dell’aria di ripresa non raggiunge un livello
uguale o superiore per un massimo di 20 Pa alla pressione
negativa della sezione dell’aria di mandata (0–20 Pa).
www.swegon.com
5. Se la pressione negativa nella sezione dell’aria di ripresa
supera di oltre 20 Pa quella nella sezione dell’aria di mandata,
anche se le piastre di taratura sono completamente aperte,
la portata d’aria per perdite e spurgo sarà superiore al necessario e ciò comporterà un maggiore consumo di elettricità da
parte del ventilatore dell’aria di ripresa.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
4. Terminale manuale IQnavigator e gestione immagini
4.1 Terminale manuale IQnavigator
4.1.1 Generalità
Il terminale manuale è costituito da un touch screen capacitivo
da 7” con cavo da 3 m per il collegamento alla scheda dei circuiti
di controllo dell’unità di trattamento aria mediante un connettore rapido.
Dati:
Temperatura di esercizio:
-20 - + 50C
Altezza da cui può cadere senza danneggiarsi: 1 metro
Il terminale manuale viene acceso e spento con un pulsante On/
Off posto sulla parte superiore del terminale. Se il terminale
manuale non viene utilizzato per 45 minuti, passa al modo
sospensione.
Vedere le figure sotto per i particolari di collegamenti, pulsanti e
LED.
IQnavigator può essere utilizzato all’esterno, ma deve essere
tenuto in un luogo resistente agli agenti atmosferici.
Pulsante On/Off:
LED indicante l’allarme
La luce rossa lampeggia in
caso di allarme
Sensore luminoso
LED indicante il funzionamento
Luce verde fissa mentre l’unità è in funzione
Quando il touch screen è sospeso o spento:
Breve pressione del pulsante On/Off = il touch screen riprende o avvia la sessione
Quando il touch screen è acceso:
Breve pressione del pulsante On/Off = il touch screen viene sospeso
Pressione prolungata del pulsante On/Off = viene visualizzata la domanda “Si desidera spegnere IQnavigator?”, premere OK, il touch screen si spegne
Scheda
SD per
funzione
futura
N.B.! Durante la disconnessione del cavo da
IQnavigator, schiacciare il connettore in modo
da premere il fermo all’interno del connettore (nascosto sotto alla copertura in gomma
protettiva).
Contatto RJ12
per funzione
futura
Collegamento
USB per funzione futura
Collegamento RJ45 per cavo di alimentazione e
comunicazione per IQnavigator (PoE) o collegamento alla rete (richiede un adattatore di rete
TBLZ-1-70 accessorio)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Collegamento
dell’auricolare
per funzione
futura
Collegamento per
alimentazione elettrica
esterna (accessorio)
www.swegon.com
15
IT.GOLDSKE.150820
4.1.2 Modalità di utilizzo
del micro terminale
Quando viene visualizzata una superficie grigio chiaro a destra
e/o a sinistra sul touch screen e sul bordo inferiore viene visualizzata un’indicazione dell’immagine, ciò significa che è possibile
navigare su uno o entrambi i lati.
Quadro strumenti
Timer, bassa velocità
Arresto
Registro allarmi
Diagramma di flusso
Superficie grigio
chiaro
Quando viene visualizzata una barra di scorrimento sul touch
screen, è possibile far scorrere verso l’alto o verso il basso il contenuto della schermata.
Indicazione dell’immagine
(In questo caso lo schermo indica che è possibile
navigare su entrambi i lati)
Portata d'aria
Stato
Stato
Livello operativo
Aria di mandata
Modo regolazione
Boost
Aria di ripresa
Canale dell'aria di mandata
Unità
Regolazione aria
Compensazione
aria esterna
Diffusori booster
Premere l’oggetto che si desidera aprire o evidenziare.
Canale dell'aria di mandata, setpoint
Canale dell'aria di ripresa
Canale dell'aria di ripresa, setpoint
Barra di scorrimento
Portata d'aria
VENTILAZIONE FORZATA
Stato
Livello operativo
Aria di mandata
Modo regolazione
Aria di ripresa
Boost
Unità
UNITÀ
Unità
Regolazioni aria
REGOLAZIONI DELLE PORTATE D’ARIA
Compensazione
aria esterna
Tempo necessario
h
Diffusori booster
Tempo rimanente
Quando sul touch screen è visualizzato il pulsante On/Off, trascinarlo o indicarlo in modo che visualizzi la posizione richiesta.
min.
Portata d'aria
VENTILAZIONE FORZATA
Stato
Livello operativo
Aria di mandata
Modo regolazione
Aria di ripresa
Boost
Unità
Regolazioni aria
UNITÀ
Unità
REGOLAZIONI DELLE PORTATE D’ARIA
Compensazione
aria esterna
Diffusori booster
Tempo necessario
Tempo rimanente
16
www.swegon.com
h
min.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
4.1.3 Pulsanti
I pulsanti lungo il bordo superiore del touch screen hanno le
seguenti funzioni:
Quadro strumenti
Timer, bassa velocità
Premere questo pulsante per uscire.
Arresto
Premere questo pulsante per salire di un punto
nella struttura dell’immagine.
Registro allarmi
Premere questo pulsante per chiudere una finestra
e tornare all’oggetto visualizzato precedentemente.
Grafico registro
Diagramma di flusso
Premere questo pulsante per tornare al quadro
strumenti.
Testi di aiuto per la visualizzazione attuale.
4.1.4 Simboli indicatori
Terminale manuale collegato.
Quadro strumenti
Timer, bassa velocità
Arresto
Il terminale manuale non ha collegamento.
Logon non effettuato
Logon utente (locale)
Registro allarmi
Grafico registro
Diagramma di flusso
Logon installazione
Indica che la pagina Web è attiva
Indica che è attivato un protocollo di comunicazione
La data/ora attuale, il tipo di unità di trattamento aria
e il nome dell’impianto vengono visualizzati lungo il
bordo superiore del touch screen. Vedere anche la
sezione 6.4.10.1.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
17
IT.GOLDSKE.150820
4.1.5 Tastiera
Il valore che può essere modificato è evidenziato in grigio.
Quando viene effettuato il logon e vengono inserite le impostazioni, viene visualizzata una tastiera sul bordo inferiore del touch
screen.
Selezione utente
È possibile evidenziare il valore che si desidera modificare premendolo sul touch screen.
Poi inserire il valore richiesto e salvarlo premendo sul pulsante
Fatto.
Funzione dei pulsanti:
Punto decimale
Annulla
Fatto
Cancella il carattere precedente
Diminuisce il valore evidenziato
Aumenta il valore evidenziato
Segno meno.
Utilizzato per scrivere valori negativi.
Valore non specificato.
Utilizzato per la funzione Ora e pianificazione.
18
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
4.2 Gestione immagini
Selezionare la lingua richiesta (visualizzata al primo
avvio). Vedere la sezione 4.2.1.
Immagine di avvio
Selezionare il livello di autorizzazione richiesto.
Selezione profilo
local (utente). Vedere la sezione 5.
Non è necessario alcun codice di accesso.
installation. Vedere la sezione 6.
Per l’accesso a questo gruppo di immagini è necessario il codice (=1111)
service.
Per l’accesso a questo gruppo di immagini sono necessari un codice e
formazione speciale.
Quadro strumenti. Vedere la sezione 4.2.2.
Quadro strumenti
N.B.! L’aspetto dell’immagine varia a seconda
del tipo di unità di trattamento aria e delle
funzioni selezionate.
Timer, bassa velocità
Arresto
Registro allarmi
Grafico registro
Diagramma di flusso
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
19
IT.GOLDSKE.150820
4.2.1 Selezione della lingua
Al primo avviamento dell’unità di trattamento aria viene visualizzata l’immagine di selezione della lingua. Selezionare la lingua
richiesta e premere OK.
Per modificare successivamente a una lingua diversa o se si è
selezionata una lingua errata, è possibile modificare la lingua alla
voce Funzioni nel terminale manuale. Vedere la sezione 5.3.7.
4.2.2 Quadro strumenti
Quadro strumenti
4.2.2.1 Generalità
Il quadro strumenti è visualizzato di default se non è stata selezionata un’altra immagine.
Lo schermo touch screen passa al modo sospensione dopo 45
minuti. Per uscire dal modo sospensione, premere il pulsante On/
Off sul touch screen.
Il contenuto nel diagramma di flusso cambia a seconda del tipo
selezionato di unità di trattamento aria e altre funzioni che influiscono sulle relative condizioni di funzionamento.
Timer, bassa velocità
Arresto
Registro allarmi
Grafico registro
Diagramma di flusso
4.2.2.2 Per cambiare il modo operativo
Dal quadro strumenti è possibile avviare e arrestare l’unità di
trattamento aria nonché commutare fra le modalità di funzionamento manuale e automatica.
Generalmente, l’unità di trattamento aria deve essere
avviata e fermata con il terminale manuale, non con
l’interruttore di sicurezza.
Visualizza lo stato
di funzionamento
corrente
Visualizza il numero di
allarmi correnti
4.2.2.3 Registro allarmi
Gli allarmi attivi, gli allarmi in sospeso e lo storico allarmi (ultimi
50) possono essere visualizzati alla voce Registro allarmi. Vedere
anche la sezione 8.
20
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
4.2.2.4 Diagramma registro
Per abilitare questa funzione, la scheda SD deve essere inserita
nella scheda del circuito di comando dell'unità di trattamento
aria (installata in fabbrica). Non vale nel caso del registro in
tempo reale.
Sotto "Diagramma registro", è possibile leggere svariati segnali
in forma di diagramma. Si possono selezionare fino a quattro
segnali dell'elenco sotto il pulsante "Segnali". L'intervallo di tempo del diagramma registro può essere selezionato come segue: 4
ore, giorno, settimana, mese o anno.
Grafico registro
Segnali
Posizione
4 ore
Giorno
Settim.
Mese
Anno
Somma, regolazione dell'aria
esterna
Aria esterna
Aggiungi segnale
Nell'elenco sotto il pulsante "Segnali", si può inoltre scegliere di
contrassegnare uno dei segnali in modo da visualizzarlo con una
linea più spessa sul digramma registro. Per farlo, occorre toccare
il quadrato colorato che si desidera evidenziare.
Il programma regola automaticamente la risoluzione dei segnali.
Ciò significa che il programma adatta l'ampiezza del segnale
all'altezza del diagramma all'interno dell'intervallo di tempo
selezionato.
Il Diagramma registro può essere selezionato tra due tipologie:
Cronologia o Tempo reale, sotto il pulsante "Modo".
Pulsante modo
Pulsante segnali
Cursore
Intervalli di tempo
Esempio di quadrato colorato
Il cursore del diagramma è fisso e il quadro temporale può essere
spostato scorrendo a destra o a sinistra.
4.2.2.5 Diagramma di flusso
Il diagramma di flusso può essere visualizzato a schermo intero
toccando l'intestazione Diagramma di flusso.
Impostando il pulsante Edit su ON, il diagramma di flusso diventa
editabile.
Diagramma di flusso
Modifica
Le posizioni di tutti i componenti contrassegnati con cornice
verde sono intercambiabili, ad esempio l'ordine della batteria di
riscaldamento e della batteria di raffreddamento. Posizionare
il dito sul componente desiderato, trascinarlo nella posizione
desiderata e sollevare il dito. È possibile nascondere la pompa di
ricircolo della batteria di riscaldamento facendo clic sul simbolo
della batteria di riscaldamento.
I componenti contrassegnati in grigio con cornice verde sono
disattivati. Possono essere attivate toccando il componente
desiderato.
Pulsante Edit
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Componente con cornice verde
www.swegon.com
21
IT.GOLDSKE.150820
5. Utente (local)
5.1 Gestione immagini
Se il touch screen è in fase si sospensione, premere il pulsante
On/Off del terminale manuale.
Selezione profilo. Premere local
(utente). Non richiede l’inserimento
di un codice
Selezione profilo
Guide
Funzioni
Quadro strumenti
Timer, bassa velocità
Arresto
Filtro
Portata d'aria
Temperatura
Ora e pianifi-
Controllo
cazione
energia
Filtri
Software
Lingua
Registro allarmi
taratura
Grafico registro
Taratura filtri.
Vedere sezione 5.2
22
www.swegon.com
Diagramma di flusso
Quadro strumenti.
Vedere sezione 4.2.2
Funzioni.
Vedere sezione 5.3
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
5.2 Taratura filtri
Tutti i filtri devono essere tarati al primo avvio dei ventilatori e
una volta che il sistema di canali, i terminali dell’aria e le piastre
di montaggio, se richiesti, sono stati installati e tarati.
Successivamente, la taratura è necessaria ogni volta che i filtri
vengono sostituiti. La taratura deve essere attivata per il filtro o i
filtri nuovi. I filtri pertinenti sono il pre-filtro dell’aria di mandata,
il pre-filtro dell’aria di ripresa, il filtro AHU dell’aria di mandata,
il filtro AHU dell’aria di ripresa, il filtro AHU AM e AR e il filtro
terminale dell’aria di mandata.
Quando è attivata la taratura, i ventilatori AHU funzionano alla
velocità max. preimpostata (a seconda della funzionalità selezionata) per circa 3 minuti.
Al termine della taratura dei filtri, è consentito un aumento di
pressione (intasamento dei filtri) di 100 Pa, oltre il quale viene
generato l’allarme filtro sporco. Il limite allarme può essere modificato in Installazione, Funzioni, Filtri.
Per ottenere la taratura del filtro e le funzioni di allarme del filtro
finale e del pre-filtro sulle unità di trattamento aria di mandata e
ripresa GOLD SD, è necessario che la funzione filtro sia attivata
(vedere la sezione 6.4.5).
Taratura filtri
Taratura filtri
MODO TARATURA
Pre-filtro aria di
Filtro AHU aria di mandata
mandata
Pre-filtro aria di ripresa
Filtro AHU aria di ripresa
Pre-filtro AM e AR
Filtro AHU AM e AR
Filtro terminale aria di mandata
Avanzamento
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Avvio
www.swegon.com
23
IT.GOLDSKE.150820
5.3 Funzioni
5.3.1 Portata d'aria
Vedere anche la sezione 6.4.1, che descrive dettagliatamente le
funzioni relative alla portata d’aria.
Portata d'aria
5.3.1.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Stato
5.3.1.2 Livello operativo
I valori da impostare dipendono dalle funzioni selezionate (alla
voce Installazione) e dalle portate d’aria min e max di ciascuna
AHU (vedere la seguente tabella).
Livello operativo
A seconda della funzione selezionata, è possibile impostare la
portata d’aria (l/s, m3/s, m3/h, cfm), la pressione (Pa) o il valore del
segnale in ingresso (%).
Bassa velocità
Deve sempre essere impostata. Il valore della bassa velocità non
può essere superiore al valore dell’alta velocità. Impostando la
bassa velocità su 0, l’AHU è inattiva.
Alta velocità
Deve sempre essere impostata. Il valore dell’alta velocità o la
relativa pressione non può essere inferiore al valore della bassa
velocità.
Velocità max
Deve sempre essere impostata. Utilizzato principalmente per
la taratura dei filtri. Mentre la taratura dei filtri è in funzione,
l’impostazione della velocità max. deve essere alta quanto permesso dal sistema di ventilazione senza che ciò provochi danni.
Utilizzato anche per le funzioni di regolazione della pressione,
ventilazione forzata, boosting, Heating Boost e Cooling Boost.
Il valore della velocità max non può essere inferiore al valore
dell’alta velocità.
Regolazione aria
Velocità max/min.
Utilizzato per la funzione di controllo su richiesta (la sezione
precedente si applica anche alla velocità max.). Preimpostare le
portate minima e massima per ciascun ventilatore. In tal modo, i
ventilatori non funzionano al di fuori dei rispettivi valori limite a
prescindere dal fabbisogno.
5.3.1.3 Regolazione aria
È possibile bloccare la velocità dei ventilatori per un massimo di
72 ore. Quando la funzione è attivata, la velocità è bloccata alla
velocità operativa corrente. Questa funzione è particolarmente
utile in sede di regolazione della portata d’aria del sistema di
canali e dei terminali dell’aria. Il periodo desiderato è preimpostato, ma può essere interrotto anticipatamente selezionando la
voce Stop o cambiando in 0 il valore impostato per il tempo.
Portate min./max.
PORTATA
D'ARIA
PORTATA
MIN. PER REG.
PORTATA
D'ARIA, TUTTE LE
VARIANTI2
PORTATA MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE
ROTATIVO (RX)
PORTATA
MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE
A FLUSSI
INCROCIATI (PX)
TAGLIA
m3/h 1
m3/s
m3/h
m3/s
m3/h
m3/s
GOLD 04
288
0,08
1620
0,45
1620
GOLD 05
288
0,08
2340
0,65
2340
GOLD 07
288
0,08
2700
0,75
GOLD 08
720
0,20
3600
GOLD 11
720
0,20
GOLD 12
720
GOLD 14
PORTATA MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE A
BATTERIA (CX)
m3/h
m3/s
PORTATA MAX., AHU
AM E AR (SD)
STEP
MINIMO
m3/h
m3/s
m3/h
m3/s
0,45
2160
0,6
25
0,01
0,65
2880
0,8
25
0,01
2700
0,75
2880
0,8
25
0,01
1,00
3600
1,00
4320
1,2
25
0,01
3960
1,10
3960
1,10
4320
1,2
25
0,01
0,20
5040
1,40
5040
1,40
6480
1,8
25
0,01
720
0,20
5940
1,65
5940
1,65
6480
1,8
25
0,01
GOLD 20
1080
0,30
7560
2,10
7560
2,10
10080
2,8
25
0,01
GOLD 25
1080
0,30
9000
2,50
9000
2,50
10080
2,8
25
0,01
GOLD 30
1800
0,50
11520
3,20
11520
3,20
14400
4,0
25
0,01
GOLD 35
1800
0,50
14040
3,90
14040
3,90
14400
4,0
100
0,05
GOLD 40
2700
0,75
14040/180003
3,90/5,003
14040/180003
3,90/5,003
18000/216003
5,0/6,03
100
0,05
GOLD 50
2160
0,6
18000
5,00
18000
5,00
20160
5,6
100
0,05
GOLD 60
3600
1,00
23400
6,50
23400
6,50
28800
8,0
100
0,05
GOLD 70
3600
1,00
27000
7,50
27000
7,50
28800
8,0
100
0,05
GOLD 80
5400
1,50
34200
9,50
34200
9,50
43200
12,0
100
0,05
GOLD 100
5400
1,50
39600
11,0
39600
11,0
43200
12,0
100
0,05
GOLD 120
9000
2,50
50400
14,0
50400
14,0
64800
18,0
100
0,05
1) Durante la regolazione della portata, arrotondare il valore allo step impostabile più vicino.
2) Se si adotta la regolazione della pressione, è possibile regolare su zero la portata d'aria, ma ciò presuppone una certa caduta di pressione statica nel canale (circa 50 Pa).
3) Variante di pot. 1/variante di pot. 2
24
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
5.3.2 Temperatura
Le funzioni di base si impostano in Installazione, mentre i
valori si leggono e si impostano in Utente (locale).
Vedere dunque anche la sezione 6.4.2, che descrive dettagliatamente le funzioni relative alla temperatura.
Temperatura
N.B.! Se l’inserimento delle impostazioni della nuova temperatura prevede grossi cambiamenti, è necessario arrestare l’AHU
prima di inserire le nuove impostazioni.
È necessario inserire le temperature specifiche, come i setpoint,
in °C, mentre offset, scostamenti e differenziali devono essere
inseriti in K (Kelvin).
Se sono installate solo unità di trattamento dell’aria di mandata
GOLD SD, esse richiedono un sensore esterno di ambiente per la
regolazione di ERS, ORE e aria di ripresa.
5.3.2.1 Stato
Stato
Impostazioni
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
5.3.2.2 Impostazioni
Regolazione ERS 1, esempio
Una curva predefinita in fabbrica della centralina regola il rapporto fra le temperature dell’aria di mandata e di ripresa.
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Valore
Campo
di impostazione
Impostazione di
fabbrica
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 step
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 diff
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 breakpoint
(fa riferimento alla temperatura dell’aria di
ripresa)
1-4
2
1-7 K
3K
12-26 °C
22˚C
Breakpoint
15
1
Step 3
.E
iff
D
12
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria di mandata e di ripresa. La curva presenta quattro breakpoint regolabili.
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Step 4
15
20
25
Temperatura dell'aria di ripresa °C
Regolazione ERS 2, esempio
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 X1
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 X2
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 X3
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 X4
10-40 °C
15˚C
10-40 °C
20˚C
10-40 °C
22˚C
10-40 °C
22˚C
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 Y1
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 Y2
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 Y3
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-2 Y4
10-40 °C
20˚C
10-40 °C
18 °C
10-40 °C
14 °C
10-40 °C
12 °C
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
22
20
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di mandata °C
Campo di Impostaimposta- zione di
zione
fabbrica
Temperatura aria di ripresa
Setpoint della temperatura dell'aria di
mandata
RS
Step 2
10
Regolazione ERS 2
Valore
p1
Ste
20
Setpoint della temperatura
dell'aria di mandata °C
Regolazione ERS 1
1
2
15
3
4
10
9
12
15
20
25
27
X = Temperatura dell'aria di ripresa °C
www.swegon.com
25
IT.GOLDSKE.150820
Regolazione aria di mandata
Applicando la regolazione di mandata si ottiene una temperatura
costante dell’aria di mandata a prescindere dal carico nei locali.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di mandata (setpoint temp.)
0-40 °C
21 °C
Regolazione aria di ripresa
La regolazione dell’aria di ripresa comporta il mantenimento
di una temperatura costante all’interno del canale dell’aria di
ripresa (nei locali) mediante la regolazione della temperatura
dell’aria di mandata.
Impostazioni:
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di ripresa (setpoint temp.)
0-40 °C
21 °C
Aria di mandata, min.
0-20 °C
15˚C
Aria di mandata, max.
16-50 °C
28 °C
Regolazione ORS
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria esterna e di mandata. La curva presenta quattro breakpoint regolabili.
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-20 °C
-10 °C
10 °C
20˚C
Temperatura aria esterna
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X1
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X2
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X3
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X4
Setpoint della temperatura dell'aria di
mandata
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y1
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y2
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y3
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y4
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
Regolazione ORS, esempio
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di mandata °C
Valore
25
2
20
3
4
1
15
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
-30
-20
-10
0
+10
+20
+30
X = Temperatura dell'aria esterna °C
Regolazione ORE
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
Aria di mandata, min.
Aria di mandata, max.
0 – 20 °C
16 – 50 °C
16 °C
28 °C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X1
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X2
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X3
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X4
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-20 °C
-10 °C
10 °C
20˚C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y1
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y2
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y3
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y4
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
Temperatura aria esterna
Setpoint della temperatura dell'aria di
ripresa
26
www.swegon.com
Regolazione ORE, esempio
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di ripresa °C
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria esterna e di ripresa. La curva presenta quattro breakpoint regolabili.
25
2
20
3
4
1
15
-30
-20
-10
0
+10
+20
+30
X = Temperatura dell'aria esterna °C
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
5.3.3 Ora e pianificazione
Il timer integrato consente il controllo del modo/tempo operativo
dell’AHU. Altre funzioni prioritarie, come timer esterno, comunicazione, ecc., influiscono sui modi operativi preimpostati.
Sono presenti cinque diversi modi operativi:
Arresto totale = L’AHU è completamente arrestata, nessuna funzione automatica interna o nessun comando di controllo esterno
possono avviare l’AHU. Anche l’arresto totale prevale sul funzionamento manuale mediante il terminale manuale.
Ora e
pianificazione
Bassa velocità = l’AHU è in funzione alla bassa velocità preimpostata.
Alta velocità = l’AHU è in funzione all’alta velocità preimpostata.
Arresto normale = l’AHU è arrestata, tuttavia tutte le funzioni
automatiche interne ed esterne prevalgono sull’arresto.
Arresto normale esteso = l’AHU si è arrestata, tuttavia tutte le
funzioni automatiche interne ed esterne, ad eccezione di Raffreddamento notte estate, prevalgono sull’arresto.
5.3.3.1 Ora e data
Se necessario, è possibile impostare e regolare la data e l'ora
correnti. Il timer tiene conto automaticamente degli anni bisestili.
Ora e data
È preimpostata la commutazione automatica fra orario estivo e
invernale ai sensi delle norme UE (viene visualizzato un indicatore
nell’orario estivo). È possibile bloccare questa funzione di commutazione.
È possibile impostare il fuso orario rilevante.
La fonte ora può essere impostata su manuale o tramite SNTP
(richiede la connessione alla rete) e BACnet.
5.3.3.2 Impostazioni di pianificazione
Impostazioni pianificazione
Il modo operativo in questione può essere letto alla voce Impostazioni di pianificazione. Qui è anche possibile impostare un
modo operativo preimpostato in cui l’unità di trattamento aria
funziona sempre durante gli orari non programmati, nella Pianificazione giornaliera e nella Pianificazione eccezioni. Questa
impostazione (data di avvio e arresto non attivate) viene utilizzata
con maggiore frequenza e copre la maggior parte delle esigenze.
Quando la data di avvio e arresto sono attivate significa che durante il periodo preimpostato (data) si applica l’ora preimpostata
durante la Pianificazione giornaliera e la Pianificazione eccezioni
e in tutti gli altri orari l’AHU funziona nel modo operativo preimpostato.
Impostazioni:
Valore
Modo operativo
preimpostato
Data di avvio
Data di avvio
Data di arresto
Data di arresto
Campo di
impostazione
Arresto totale/
Bassa velocità/Alta
velocità/Arresto
normale/Arresto
normale esteso
Attivo/Inattivo
Anno/Mese/Giorno
Attivo/Inattivo
Anno/Mese/Giorno
Impostazioni
di fabbrica
Bassa velocità
Inattivo
Inattivo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
27
IT.GOLDSKE.150820
5.3.3.3 Pianificazione giornaliera
Occorre impostare gli orari e i giorni in cui l’unità di trattamento
aria deve funzionare ad alta velocità, bassa velocità o non deve
funzionare.
Pianificazione
giornaliera
Per ogni giorno (lunedì - sabato), è possibile impostare sei
diversi eventi che avranno luogo in un momento specifico.
Qui è anche possibile impostare sei diversi eventi per due
eccezioni in Ecc1 e Ecc2. Le disposizioni per tali eccezioni
possono essere quindi impostate alla voce Pianificazione
eccezioni, Calendario 1 e Calendario 2.
Notare che l’evento preimpostato non verrà riportato nel
successivo periodo di 24 ore. Se non è impostato alcun
evento dalle ore 00.00 del successivo periodo di 24 ore,
l’AHU funzionerà nel modo operativo preimpostato alla
voce Impostazioni pianificazione.
Impostazioni:
Valore
Giorno
Ora
Azione
Campo di
impostazione
Lun/Mar/Mer/Gio/Ven/Sab/Dom/
Ecc1/Ecc2
00:00-23:59
Inattivo/Arresto totale/Bassa
velocità/Alta velocità/Arresto
normale/Arresto normale esteso/
Ignora
Impostazione
di fabbrica
00:00
Inattivo
5.3.3.4 Pianificazione eccezioni
È possibile impostare nella pianificazione eccezioni le possibili
eccezioni (Ecc1 e Ecc2) precedentemente preimpostate nella pianificazione giornaliera. Qui è possibile determinare in quale data
o giorno della settimana si applica l’eccezione in questione. Se si
seleziona Calendario 1 o Calendario 2, il caso che si verifica con
maggiore frequenza, questi potranno essere impostati in base ai
particolari della sezione successiva.
Pianificazione
eccezioni
Impostazioni:
Valore
Pianificazione
eccezioni 1/2
Metodo eccezioni
Data
Data di avvio
Giorno di avvio
Intervallo di date
Data di avvio
Giorno di avvio
Data di arresto
Giorno di arresto
28
www.swegon.com
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Giorno
Data di avvio
Inattivo/Data/
Intervallo di
date/Giorno
della settimana/
Calendario 1/
Calendario 2
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Calendario 1/2
Giorno di avvio
Ogni giorno
Calendario 1
Calendario 2
Mese 1-12/Dispari/
Pari/Ogni
Giorno 1-7/8-14/1521/22-28/29-31/
Ultimi 7 giorni/Ogni
giorno
Ogni giorno/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Vedere la sezione
successiva
Vedere la sezione
successiva
Ogni giorno
Ogni giorno
Ogni giorno
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
5.3.3.5 Calendario 1 e 2
I giorni specifici in cui si applica la pianificazione eccezioni
1 o 2 possono essere impostati nei calendari 1 e 2. A condizione che siano selezionati Calendario 1 o 2, vedere la
sezione precedente. In caso contrario, queste impostazioni
non avranno effetto.
Esiste un totale di dieci possibili impostazioni per ogni
calendario ed è possibile selezionare varie funzioni per
ciascuno.
Impostazioni (per Calendario 1 e Calendario 2, rispettivamente):
Valore
Funzione 1-10
Data
Data di avvio
Giorno di avvio
Intervallo di date
Data di avvio
Data di arresto
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
Campo di
impostazione
Inattivo/Data/Intervallo
di date/Giorno della
settimana
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Calendario 1
Calendario 2
Impostazione
di fabbrica
Inattivo
Ogni giorno
Anno/Mese/Giorno
Anno/Mese/Giorno
Mese 1-12/Dispari/Pari/Ogni
Giorno 1-7/8-14/15-21/2228/29-31/Ultimi 7 giorni/Ogni
giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Ogni giorno
5.3.3.6 Funzionamento prolungato
Gli ingressi della centralina per le funzioni esterne Bassa velocità
(morsetti 14-15) e, rispettivamente, Alta velocità (morsetti 16-17)
possono essere integrati con un funzionamento prolungato. Possono essere utilizzati ad es. per prolungare il normale esercizio
premendo un pulsante.
Funzionamento
prolungato
Il tempo desiderato in ore e minuti può essere impostato nel
modo seguente.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Bassa velocità est.
Alta velocità est.
0:00 - 23:59
0:00 - 23:59
(h.:min.)
0:00
0:00
(h.:min.)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
29
IT.GOLDSKE.150820
5.3.4 Controllo energia
Lo stato dell’energia consumata dai ventilatori e altri componenti
dell’AHU può essere visualizzato qui. È anche possibile visualizzare lo stato SFP per i ventilatori dell’AHU e l’efficienza su trasferimento termico del recuperatore di calore rotativo.
Controllo
energia
5.3.5 Filtri
Le funzioni di base si impostano in Installazione, mentre i valori si
leggono e si impostano in Utente (locale).
Lo stato del filtro e del limite di allarme corrente per i filtri con
monitoraggio attivato può essere visualizzato qui. I filtri pertinenti sono il pre-filtro dell’aria di mandata, il pre-filtro dell’aria
di ripresa, il filtro AHU dell’aria di mandata, il filtro AHU dell’aria
di ripresa, il filtro AHU AM e AR e il filtro terminale dell’aria di
mandata.
Filtri
La taratura dei filtri può essere attivata manualmente per ciascun
filtro. Per informazioni più dettagliate, vedere sezione 5.2.
5.3.6 Software
È possibile visualizzare e aggiornare dalla scheda dei circuiti SD
inserita nella centralina IQlogic le versioni pertinenti del programma per la centralina IQlogic, il terminale manuale IQnavigator e le unità in ingresso sul bus di comunicazione (questa operazione può richiedere qualche minuto).
Software
5.3.7 Lingua
È possibile impostare la lingua desiderata. La lingua in questione
viene normalmente selezionata al primo avvio dell’AHU. Tuttavia,
questo parametro può essere modificato in qualsiasi momento.
Impostazioni:
Lingua
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Lingua
Le lingue disponibili
vengono visualizzate
English
30
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6. Installation
6.1 Gestione immagini
Se il touch screen è in fase si sospensione, premere il pulsante
On/Off del terminale manuale.
Selezione profilo
Guide
Selezione profilo.
Premere installation.
Cod=1111.
Quadro strumenti
Funzioni
Timer, bassa velocità
Config.
princip.
Filtro
taratura
Arresto
Portata d'aria
Temperatura
Ora e
pianificazione
Controllo
energia
Filtri
Software
Registro allarmi
Lingua
Priorità
allarmi
Registro
Unità di trattamento aria
Riscaldamento
Raffreddamento
Rec. riscaldam./
raffreddam.
SMART Link
Umidità
dell'aria
ReCO2
All Year
Comfort
MIRU Control
Grafico registro
Configurazione
principale.
Vedere sezione 6.2.
Taratura filtri.
Vedere sezione 6.3.
Diagramma di flusso
Quadro strumenti.
Vedere sezione 4.2.2
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Funzioni.
Vedere sezione 6.4
www.swegon.com
31
IT.GOLDSKE.150820
6.2 Configurazione principale
La configurazione principale può essere selezionata durante l’installazione dell’AHU e costituisce un aiuto per la configurazione
e l’avvio dell’AHU.
Qui possono essere inseriti ora e data, unità della portata d’aria,
modo regolazione della portata d’aria, livello di funzionamento
della portata d’aria, regolazione della temperatura, impostazioni
di temperatura e della posizione dei ventilatori.
Configurazione
principale
Per informazioni più dettagliate, vedere la relativa funzione sotto.
Configurazione principale
Vedere la sezione 6.4.3.1
Vedere la sezione 6.4.1.5
Vedere la sezione 6.4.1.3
Vedere la sezione 6.4.1.2
Vedere la sezione 6.4.2.3
Vedere la sezione 6.4.2.2
Vedere la sezione 6.4.10.1
1 Ora e data
ORA E DATA
2 Unità della portata
d'aria
3 Modo regolazione
portata d'aria
4 Livello operativo
portata d'aria
5 Regolazione
temperatura
Ora
Data
Giorno
Mercoledì
Funzione Ora legale automatica
6 Impostazioni
temperatura
Ora legale
7 Posizione ventilatore
Fuso orario
8 Fine
6.3 Taratura filtri
Tutti i filtri devono essere tarati al primo avvio dei ventilatori e
una volta che il sistema di canali, i terminali dell’aria e le piastre
di montaggio, se richiesti, sono stati installati e tarati.
Successivamente, la taratura è necessaria ogni volta che i filtri
vengono sostituiti. La taratura deve essere attivata per il filtro o i
filtri nuovi. I filtri pertinenti sono il pre-filtro dell’aria di mandata,
il pre-filtro dell’aria di ripresa, il filtro AHU dell’aria di mandata,
il filtro AHU dell’aria di ripresa, il filtro AHU AM e AR e il filtro
terminale dell’aria di mandata.
Quando è attivata la taratura, l’unità di trattamento aria funziona alla velocità max. preimpostata (a seconda della funzionalità selezionata) per circa 70 secondi.
Al termine della taratura dei filtri, è consentito un aumento di
pressione (intasamento dei filtri) di 100 Pa, oltre il quale viene
generato l’allarme filtro sporco. Il limite allarme può essere modificato in Installazione, Funzioni, Filtri.
Per ottenere la taratura del filtro e le funzioni di allarme del filtro
finale e del pre-filtro sulle unità di trattamento aria di mandata e
ripresa GOLD SD, è necessario che la funzione filtro sia attivata
(vedere la sezione 6.4.5).
Taratura filtri
Taratura filtri
MODO TARATURA
Pre-filtro aria di mandata
Filtro AHU aria di mandata
Pre-filtro aria di ripresa
Filtro AHU aria di ripresa
Pre-filtro AM e AR
Filtro AHU AM e AR
Filtro terminale aria di mandata
Avanzamento
32
www.swegon.com
Avvio
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4 Funzioni
6.4.1 Portata d'aria
6.4.1.1 Stato
Portata d'aria
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Stato
6.4.1.2 Livello operativo
I valori da impostare dipendono dalle funzioni selezionate e dalle
portate d’aria min e max di ciascuna AHU (vedere la seguente
tabella).
Livello operativo
A seconda della funzione selezionata, è possibile impostare come
segue le portate (l/s, m3/s, m3/h, cfm), la pressione (Pa) o il valore
del segnale in ingresso (%).
Bassa velocità
Deve sempre essere impostata. Il valore della bassa velocità non
può essere superiore al valore dell’alta velocità. Impostando la
bassa velocità su 0, l’AHU è inattiva.
Alta velocità
Deve sempre essere impostata. Il valore dell’alta velocità o la
relativa pressione non può essere inferiore al valore della bassa
velocità.
Velocità max
Deve sempre essere impostata. Utilizzato principalmente per
la taratura dei filtri. Mentre la taratura dei filtri è in funzione,
l’impostazione della velocità max. deve essere alta quanto permesso dal sistema di ventilazione senza che ciò provochi danni.
Utilizzato anche per le funzioni di regolazione della pressione,
boosting, Heating Boost e Cooling Boost. Il valore della velocità
max non può essere inferiore al valore dell’alta velocità.
Velocità max/min.
Utilizzato per la funzione di controllo su richiesta (la sezione
precedente si applica anche alla velocità max.). Preimpostare le
portate minima e massima per ciascun ventilatore. In tal modo, i
ventilatori non funzionano al di fuori dei rispettivi valori limite a
prescindere dal fabbisogno.
Portate min./max.
PORTATA
D'ARIA
PORTATA
MIN. PER REG.
PORTATA
D'ARIA, TUTTE LE
VARIANTI2
PORTATA MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE
ROTATIVO (RX)
PORTATA
MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE
A FLUSSI
INCROCIATI (PX)
TAGLIA
m3/h 1
m3/s
m3/h
m3/s
m3/h
m3/s
GOLD 04
288
0,08
1620
0,45
1620
GOLD 05
288
0,08
2340
0,65
2340
GOLD 07
288
0,08
2700
0,75
GOLD 08
720
0,20
3600
GOLD 11
720
0,20
GOLD 12
720
GOLD 14
PORTATA MAX., AHU
MONOBLOCCO
RECUP. CALORE A
BATTERIA (CX)
m3/h
m3/s
PORTATA MAX., AHU
AM E AR
(SD)
STEP
MINIMO
m3/h
m3/s
m3/h
m3/s
0,45
2160
0,6
25
0,01
0,65
2880
0,8
25
0,01
2700
0,75
2880
0,8
25
0,01
1,00
3600
1,00
4320
1,2
25
0,01
3960
1,10
3960
1,10
4320
1,2
25
0,01
0,20
5040
1,40
5040
1,40
6480
1,8
25
0,01
720
0,20
5940
1,65
5940
1,65
6480
1,8
25
0,01
GOLD 20
1080
0,30
7560
2,10
7560
2,10
10080
2,8
25
0,01
GOLD 25
1080
0,30
9000
2,50
9000
2,50
10080
2,8
25
0,01
GOLD 30
1800
0,50
11520
3,20
11520
3,20
14400
4,0
25
0,01
GOLD 35
1800
0,50
14040
3,90
14040
3,90
14400
4,0
100
0,05
GOLD 40
2700
0,75
14040/180003
3,90/5,003
14040/180003
3,90/5,003
18000/216003
5,0/6,03
100
0,05
GOLD 50
2160
0,6
18000
5,00
18000
5,00
20160
5,6
100
0,05
GOLD 60
3600
1,00
23400
6,50
23400
6,50
28800
8,0
100
0,05
GOLD 70
3600
1,00
27000
7,50
27000
7,50
28800
8,0
100
0,05
GOLD 80
5400
1,50
34200
9,50
34200
9,50
43200
12,0
100
0,05
GOLD 100
5400
1,50
39600
11,0
39600
11,0
43200
12,0
100
0,05
GOLD 120
9000
2,50
50400
14,0
50400
14,0
64800
18,0
100
0,05
1) Durante la regolazione della portata, arrotondare il valore allo step impostabile più vicino.
2) Se si adotta la regolazione della pressione, è possibile regolare su zero la portata d'aria, ma ciò presuppone una certa caduta di pressione
statica nel canale (circa 50 Pa).
3) Variante di pot. 1/variante di pot. 2
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
33
IT.GOLDSKE.150820
6.4.1.3 Modo regolazione
È possibile selezionare individualmente il modo regolazione utilizzato rispettivamente per l'aria di mandata e di ripresa.
Modo regolazione
Portata d'aria
Attraverso la regolazione della portata, l’unità di trattamento aria
mantiene costante la portata d’aria impostata. La velocità dei
ventilatori viene regolata automaticamente per fornire la portata
d'aria corretta anche se i filtri iniziano a intasarsi, i diffusori d'aria
si bloccano e così via.
Una portata d'aria costante è vantaggiosa, in quanto rimane
sempre al livello preimpostato inizialmente.
Notare tuttavia che qualsiasi aumento della caduta di pressione
nell’impianto di ventilazione, dovuto ad es. ad attuatori bloccati e filtri sporchi, comporta automaticamente un aumento di
regime dei ventilatori. Questa situazione comporta un maggiore
consumo energetico e può provocare anche problemi di comfort
agli occupanti, come un livello acustico eccessivo.
Pressione canale
La portata d’aria viene variata automaticamente in modo da
mantenere costante la pressione nei canali. Pertanto, questo
tipo di regolazione è detto anche regolazione VAV (Variable Air
Volume).
La regolazione della pressione si utilizza ad es. quando le funzioni
delle serrande aumentano la quantità di aria in alcune sezioni
dell’impianto di ventilazione.
La pressione nei canali viene misurata da un sensore di pressione
esterno collocato nel canale e collegato alla comunicazione BUS
della centralina. Il setpoint richiesto (distinto per bassa e alta
velocità) viene impostato in Pa.
La funzione può essere limitata in modo da fare sì che la velocità
non superi i valori massimi preimpostati.
Fabbisogno
Il comando in base al fabbisogno si regola attraverso un segnale
in ingresso da 0-10 V proveniente dal sensore esterno, ad es. il
sensore di anidride carbonica, collegato ai morsetti 18-19 della
centralina. Il setpoint desiderato si imposta come percentuale del
segnale di ingresso o in ppm.
La funzione può essere limitata in modo che la portata non sia
mai superiore al massimo preimpostato o, rispettivamente, inferiore al minimo preimpostato.
Slave
La portata viene regolata costantemente su un valore uguale a
quello dell’altro ventilatore. Se un ventilatore funziona nel modo
di controllo della pressione o su richiesta, è possibile controllare
l'altro come slave, in modo da generare la stessa portata.
Le prestazioni del ventilatore slave possono essere limitate se la
sua portata massima è impostata su un valore inferiore.
Non è possibile controllare entrambi i ventilatori come slave. Se
si seleziona un ventilatore come slave, l’opzione per selezionare
l’altro ventilatore come slave viene persa.
Impostazioni:
Valore
Impostazioni
Aria di mandata
Portata d'aria
Pressione canale
Fabbisogno
Slave
Portata d'aria
Pressione canale
Fabbisogno
Slave
Aria di ripresa
34
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.1.4 Optimize
La funzione Optimize ottimizza la portata d'aria dell'unità di
trattamento aria per il sistema WISE collegato; vedere la documentazione separata per WISE.
Optimize
La funzione richiede che l'impostazione della pressione del canale coincida con il tipo di regolazione preimpostato.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Optimize
On/Off
Off
6.4.1.5 Offset setpoint
La portata d’aria viene regolata fra due portate su un segnale in
ingresso da 0-10 V CC proveniente da un segnale esterno, ad
es. un potenziometro. È necessario il modulo accessorio IQlogic+
TBIQ-3-2.
Offset setpoint
Offset setpoint può essere utilizzato, ad esempio, nelle sale per
riunioni, dove in condizioni di pieno carico è necessario un ricambio dell’aria più rapido.
La funzione si attiva solo quando i ventilatori dell’AHU funzionano ad alta velocità.
Il segnale da 0-10 V CC comporta un graduale aumento dall’impostazione per alta velocità dell’AHU all’impostazione per velocità max. In caso di segnale in ingresso max da 10 V CC, i ventilatori dell’AHU funzionano alla velocità max.
La funzione si attiva in modo indipendente per il ventilatore
dell’aria di mandata e di ripresa.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di mandata
Aria di ripresa
On/Off
On/Off
Off
Off
6.4.1.6 Unità
È possibile impostare l’unità della portata d’aria richiesta.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Unità
l/s
m3/s
m3/h
cfm
m3/s
Unità
6.4.1.7 Regolazione aria
È possibile bloccare la velocità dei ventilatori per un massimo di
72 ore. Quando la funzione è attivata, la velocità è bloccata alla
velocità operativa corrente. Questa funzione è particolarmente
utile in sede di regolazione della portata d’aria del sistema di
canali e dei terminali dell’aria. Il periodo desiderato è preimpostato, ma può essere interrotto anticipatamente selezionando la
voce Stop o cambiando in 0 il valore impostato per il tempo.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Regolazione aria
www.swegon.com
35
IT.GOLDSKE.150820
6.4.1.8 Compensazione aria esterna
Compensazione
aria esterna
Se la funzione è selezionata solamente per il funzionamento
a bassa o alta velocità, la curva regolerà solo uno di questi. La
portata d’aria per il caso operativo non selezionato sarà quindi
regolata in base al setpoint preimpostato per la portata d’aria/
pressione nei canali.
Applicando la regolazione flusso, si modifica il setpoint corrente
per la portata d’aria. Applicando la regolazione della pressione, si
modifica il setpoint corrente per la pressione. La funzione non ha
alcun effetto se la portata d’aria è regolata in base alla richiesta.
La modifica della portata d’aria è espressa nell’unità della portata
d’aria preimpostata e nella pressione in Pa.
Y = Setpoint della portata
d’aria, m3/s
La compensazione dell’aria esterna della portata d’aria può
essere attivata se si desidera modificare la portata d’aria per temperature specifiche dell’aria esterna. Una curva personalizzata
regola il rapporto fra la portata d’aria e la temperatura dell’aria
esterna. La curva presenta quattro breakpoint regolabili..
3,0
2,0
Modo compensazione aria esterna
Inattivo/Bassa
velocità/Alta
velocità/Bassa e
alta velocità
Inattivo
X1, breakpoint, temp. aria esterna
X2, breakpoint, temp. aria esterna
X3, breakpoint, temp. aria esterna
X4, breakpoint, temp. aria esterna
Aria di mandata, portata
Y1, breakpoint, aria di mandata
-50 – +50 °C
-50 – +50 °C
-50 – +50 °C
-50 – +50 °C
-20 °C
-10 °C
+10 °C
+20 °C
1)
Y2, breakpoint, aria di mandata
1)
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
Y3, breakpoint, aria di mandata
1)
Y4, breakpoint, aria di mandata
1)
Aria di ripresa, portata
Y1, breakpoint, aria di ripresa
1)
Y2, breakpoint, aria di ripresa
1)
Y3, breakpoint, aria di ripresa
1)
Y4, breakpoint, aria di ripresa
1)
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
25% di portata
d’aria max. per
unità di trattamento aria
www.swegon.com
3
0,5
-20
-10
0
+10
+20
X = Temperatura dell'aria esterna, °C
Esempio:
Unità di trattamento aria con portata regolata. Lo stesso principio si applica a
un’AHU con pressione regolata, tuttavia ciò comporterà una riduzione della
pressione in Pa.
Se la temperatura dell’aria esterna è inferiore a -20 °C (X1), il setpoint della
portata sarà costante a 2,0m3/s (Y1).
Se la temperatura dell’aria esterna è compresa tra -20 °C (X1) e -10 °C (X2), la
portata d’aria diminuirà da 2,0 m3/s (Y1) a 1,0 m3/s (Y2) come illustrato nella
curva.
Se la temperatura dell’aria esterna è compresa tra -10 °C (X2) e 10 °C (X3), il
setpoint della portata sarà costante a 1,0m3/s (Y2 e Y3).
Se la temperatura dell’aria esterna è compresa tra 10 °C (X3) e 20 °C (X4), la
portata d’aria aumenterà da 1,0 m3/s (Y3) a 2,5 m3/s (Y4) come illustrato nella
curva.
Se la temperatura dell’aria esterna è superiore a 20 °C (X4), il setpoint della
portata sarà costante a 2,5m3/s.
Aria mandata, pressione
Y1, breakpoint, aria di mandata
20-750 Pa
100 Pa
Y2, breakpoint, aria di mandata
20-750 Pa
100 Pa
Y3, breakpoint, aria di mandata
Y4, breakpoint, aria di mandata
Aria di ripresa, pressione
Y1, breakpoint, aria di ripresa
Y2, breakpoint, aria di ripresa
Y3, breakpoint, aria di ripresa
Y4, breakpoint, aria di ripresa
20-750 Pa
20-750 Pa
100 Pa
100 Pa
20-750 Pa
20-750 Pa
20-750 Pa
20-750 Pa
100 Pa
100 Pa
100 Pa
100 Pa
1)
36
2
1,0
-30
Campo di
Impostazione
impostazione di fabbrica
1
1,5
Impostazioni:
Valore
4
2,5
Vedere tabella per portate min./max. nella sezione 6.4.1.2
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.1.9 Diffusori booster
La funzione per Diffusori booster viene utilizzata per il controllo
della serranda dell’aria all’interno del terminale dell’aria e può
essere attivata per il riscaldamento o il raffreddamento. Il riscaldamento o il raffreddamento sono modulati a seconda che l’aria
di mandata sia più calda o più fredda dell’aria dell’ambiente/di
ripresa. Se il riscaldamento o il raffreddamento è attivo, viene
visualizzato un indicatore.
Diffusori booster
È necessario il modulo accessorio IQlogic+, TBIQ-3-2.
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Diffusori booster
On/Off
Off
6.4.1.10 Funzionamento automatico
Regolazione della portata d'aria in base alla densità
La densità dell'aria è diversa a seconda della temperatura. Ciò
significa che il volume dell’aria cambia al variare della densità.
L’AHU corregge automaticamente tale fenomeno, consentendo
di ottenere sempre la quantità di aria corretta.
Il sistema di comando mostra sempre la portata d’aria corretta.
Portata d’aria di ripresa corretta mediante
bilanciamento della pressione
La portata d’aria di ripresa viene corretta continuamente misurando il bilanciamento della pressione nel recuperatore di calore
rotativo. La portata d’aria di ripresa è garantita tenendo in considerazione la portata d’aria per spurgo e perdite.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
37
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2 Temperatura
N.B.! Se l’inserimento delle impostazioni della nuova temperatura prevede grossi cambiamenti, è necessario arrestare l’AHU
prima di inserire le nuove impostazioni.
È necessario inserire le temperature specifiche, come i setpoint,
in °C, mentre offset, scostamenti e differenziali devono essere
inseriti in K (Kelvin).
Temperatura
Se sono installate solo unità di trattamento dell’aria di mandata
GOLD SD, esse richiedono un sensore esterno di ambiente per la
regolazione di ERS, ORE e aria di ripresa.
Stato
6.4.2.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Impostazioni
6.4.2.2 Impostazioni
Regolazione ERS 1
In circostanze normali, la temperatura dell'aria di mandata viene
regolata in modo da risultare inferiore di qualche grado rispetto
a quella dell'aria di ripresa. Ciò consente al recuperatore di calore
di fornire prestazioni ottimali, che si traducono in un'eccellente
economia di esercizio. Il controllo ERS è adatto per i casi in cui
nei locali viene prodotto calore in eccesso, ad esempio per la
presenza di macchinari, sistemi di illuminazione o persone, e
nei medesimi vi sono diffusori dell’aria di mandata in grado di
erogare aria a una temperatura inferiore a quella ambiente.
Regolazione ERS 1
Una curva predefinita in fabbrica della centralina regola il rapporto fra le temperature dell’aria di mandata e di ripresa.
Vedere lo schema sulla destra.
Step della curva, breakpoint e differenziale possono essere
modificati.
Impostazioni:
Valore
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 step
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 diff
Aria di mandata in relazione all'aria di
ripresa-1 breakpoint
(fa riferimento alla temperatura dell’aria
di ripresa)
Regolazione ERS 1
Setpoint della temperatura dell'aria di
mandata °C
Per regolazione ERS si intende la regolazione della temperatura
dell’aria di mandata correlata alla temperatura dell’aria di ripresa.
La regolazione della temperatura dell'aria di mandata avviene
quindi in funzione della temperatura di quella di ripresa.
p1
20
Breakpoint
15
RS
Ste
Step 2
1
Step 3
.E
iff
D
Step 4
10
12
15
20
25
Temperatura dell'aria di ripresa °C
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
1-4
2
1-7 K
3K
12-26 °C
22˚C
Impostazione di fabbrica significa:
Se la temperatura dell'aria di ripresa è inferiore a 22 °C (breakpoint), il
setpoint della temperatura di quella di mandata viene regolato automaticamente su un valore inferiore di 3 K (diff.).
Se la temperatura dell'aria di ripresa è superiore a 22 °C, il setpoint della temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 19 °C (step 2).
Il campo di impostazione di Breakpoint e Scostamento è limitato
dalle impostazioni min e max.
38
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Questo controllo viene utilizzato se la curva di prestazioni
preimpostata di fabbrica per la funzione di controllo ERS 1 non
fornisce i risultati desiderati per soddisfare esigenze e condizioni
particolari. A seconda di quale impostazione è stata inserita, può
essere necessaria l’installazione di una batteria di riscaldamento
per il postriscaldamento.
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria di mandata e di ripresa. La curva presenta quattro breakpoint regolabili..
Vedere lo schema sulla destra.
Impostazioni:
Valore
Campo
di impostazione
Impostazione di
fabbrica
10-40 °C
10-40 °C
10-40 °C
10-40 °C
15˚C
20˚C
22˚C
22˚C
Temperatura aria di ripresa
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 X1
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 X2
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 X3
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 X4
Setpoint della temperatura dell'aria di
mandata
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 Y1
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 Y2
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 Y3
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-2 Y4
Regolazione ERS 2
22
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di mandata °C
Regolazione ERS 2
20
1
2
15
3
4
10
9
12
15
20
25
27
X = Temperatura dell'aria di ripresa °C
10-40 °C
10-40 °C
10-40 °C
10-40 °C
20˚C
18 °C
14 °C
12 °C
Le funzioni Offset setpoint e Raffreddamento notte estate possono anche influenzare le temperature impostate.
Regolazione aria di mandata
Applicando la regolazione di mandata si ottiene una temperatura
costante dell’aria di mandata a prescindere dal carico nei locali.
Questa regolazione può essere utilizzata se il carico e le temperature nei locali sono prevedibili. In molti casi la funzione richiede
l'installazione di una batteria di riscaldamento per il postriscaldamento ed eventualmente anche una di raffreddamento.
I breakpoint in base alle impostazioni di fabbrica riguardano quanto segue:
Se la temperatura dell'aria di ripresa è inferiore a 15 °C (X1), il setpoint della
temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 20 °C (Y1).
Se la temperatura dell'aria di ripresa è compresa tra 15 °C (X1) e 20 °C (X2),
il setpoint della temperatura di quella di mandata è regolato da 20 °C (Y1) in
giù fino a 18 °C (Y2), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria di ripresa è compresa tra 20 °C (X2) e 22 °C (X3),
il setpoint della temperatura di quella di mandata è regolato da 18 °C (Y2) in
giù fino a 14 °C (Y3), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria di ripresa è pari a 22 °C (X4), il setpoint della
temperatura di quella di mandata è regolato da 14 °C (Y3) in giù fino a 12 °C
(Y4).
Se la temperatura dell'aria di ripresa è superiore a 22 °C (X4), il setpoint della
temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 12 °C (Y4).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di mandata (setpoint temp.)
0-40 °C
21 °C
Regolazione aria di ripresa
Il controllo dell'aria di ripresa comporta il mantenimento di una
temperatura costante all'interno del canale dell'aria di ripresa
(nei locali) mediante la regolazione della temperatura dell'aria di
mandata.
Per ottenere una temperatura uniforme nei locali a prescindere
da carico e tipo di regolazione è necessario installare una batteria di riscaldamento per il postriscaldamento ed eventualmente
anche una batteria di raffreddamento.
La temperatura dell'aria di ripresa viene misurata dal sensore
della temperatura presente all'interno dell'unità di trattamento
aria. Se questo sensore non dà una lettura rappresentativa adeguata della temperatura dell’aria di ripresa, è possibile installare
un sensore della temperatura ambiente esterno e collegarlo al
BUS della centralina (COM1-3 opzionale).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di ripresa (setpoint temp.)
0-40 °C
21 °C
Aria di mandata, min.
0-20 °C
16 °C
Aria di mandata, max.
16-50 °C
28 °C
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
39
IT.GOLDSKE.150820
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria di mandata ed esterna. La curva presenta quattro breakpoint regolabili.
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Valore
Campo
Impostadi imposta- zione di
zione
fabbrica
Temperatura aria esterna
Aria di mandata in rel. all'aria esterna X1
Aria di mandata in rel. all'aria esterna X2
Aria di mandata in rel. all'aria esterna X3
Aria di mandata in rel. all'aria esterna X4
Setpoint della temperatura dell'aria
di mandata
Aria di mandata in rel. all'aria esterna Y1
Aria di mandata in rel. all'aria esterna Y2
Aria di mandata in rel. all'aria esterna Y3
Aria di mandata in rel. all'aria esterna Y4
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
-20 °C
-10 °C
10 °C
20˚C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
Regolazione ORE
Per regolazione ORE si intende la regolazione della temperatura
dell’aria di ripresa correlata alla temperatura dell’aria esterna. La
regolazione della temperatura dell'aria di ripresa avviene quindi
in funzione della temperatura di quella esterna.
Una curva personalizzata regola il rapporto fra le temperature
dell’aria di ripresa ed esterna. La curva presenta quattro breakpoint regolabili.
Impostazioni (vedere anche lo schema a destra):
Valore
Campo
di impostazione
Impostazione di
fabbrica
Aria di mandata, min.
0 – 20 °C
16 °C
Aria di mandata, max.
16 – 50 °C
28 °C
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna X1
-50 - +50 °C
-20 °C
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna X2
-50 - +50 °C
-10 °C
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna X3
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna X4
-50 - +50 °C
-50 - +50 °C
10 °C
20˚C
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna Y1
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna Y2
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna Y3
Aria di ripresa in rel. all'aria esterna Y4
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
10 – 40 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
21,5 °C
Temperatura aria esterna
Setpoint della temperatura dell'aria
di ripresa
40
www.swegon.com
Regolazione ORS
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di mandata °C
Per regolazione ORE si intende la regolazione della temperatura
dell’aria di mandata correlata alla temperatura dell’aria esterna.
La regolazione della temperatura dell'aria di mandata avviene
quindi in funzione della temperatura di quella esterna.
25
2
20
3
4
1
15
-30
-20
-10
0
+10
+20
+30
X = Temperatura dell'aria esterna °C
Esempio:
Se la temperatura dell'aria esterna è inferiore a -30 °C (X1), il setpoint della
temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 18 °C (Y1).
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra -30 °C (X1) e -10 °C (X2), il
setpoint della temperatura di quella di mandata è regolato da 18 °C (Y1) in su
fino a 20 °C (Y2), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra -10 °C (X2) e +10 °C (X3),
il setpoint della temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 20
°C (Y3).
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra +10 °C (X3) e +30 °C (X4),
il setpoint della temperatura di quella di mandata è regolato da 20 °C (Y3) in
giù fino a 18 °C (Y4), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria esterna è superiore a 30 °C (X4), il setpoint della
temperatura di quella di mandata è costantemente pari a 18 °C (Y4).
Regolazione ORE
Y = Setpoint della temperatura
dell'aria di ripresa °C
Regolazione ORS
25
2
20
3
4
1
15
-30
-20
-10
0
+10
+20
+30
X = Temperatura dell'aria esterna °C
Esempio:
Se la temperatura dell'aria esterna è inferiore a -30 °C (X1), il setpoint della
temperatura di quella di ripresa è costantemente pari a 18 °C (Y1).
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra -30 °C (X1) e -10 °C (X2),
il setpoint della temperatura di quella di ripresa è regolato da 18 °C (Y1) in su
fino a 20 °C (Y2), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra -10 °C (X2) e +10 °C (X3),
il setpoint della temperatura di quella di ripresa è costantemente pari a 20 °C
(Y3).
Se la temperatura dell'aria esterna è compresa tra +10 °C (X3) e +30 °C (X4),
il setpoint della temperatura di quella di ripresa è regolato da 20 °C (Y3) in giù
fino a 18 °C (Y4), come illustrato nella curva.
Se la temperatura dell'aria esterna è superiore a 30 °C (X4), il setpoint della
temperatura di quella di ripresa è costantemente pari a 18 °C (Y4).
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.3 Modo regolazione
Selezionare ERS 1, ERS 2, aria di mandata, aria di ripresa, Regolazione ORS o ORE
Modo regolazione
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Modo regolazione
della temperatura
ERS 1/ERS 2/Aria di mandata/
Aria di ripresa/ORS/ORE
Aria di mandata
6.4.2.4 Offset setpoint
Si utilizza per modificare il setpoint delle temperature dell’aria
di mandata e di ripresa attraverso un segnale esterno da 0-10 V
CC. È possibile innalzare o abbassare tale temperatura in determinate ore del giorno, ad esempio, mediante un timer o un
potenziometro esterni.
Offset setpoint
È necessario il modulo accessorio IQlogic+, TBIQ-3-2.
Applicando la regolazione aria di mandata o il modo regolazione
ORS si modifica il setpoint della temperatura dell’aria di mandata
mentre applicando la regolazione aria di ripresa o modo regolazione ORE si modifica il setpoint della temperatura dell’aria di
ripresa.
Applicando il modo regolazione ERS 1, si modifica la differenza
fra aria di ripresa e aria di mandata. La differenza non può
essere inferiore a 0°C. La differenza diminuisce all’aumentare del
segnale in ingresso.
Applicando il modo regolazione ERS 2, si modifica il setpoint
dell’aria di mandata.
All’attivazione della funzione, si modifica l’offset del setpoint
come tracciato nello schema a destra.
L’offset setpoint non influirà su eventuali zone di temperatura
supplementare (Xzone) regolate in base al setpoint originario nel
caso in cui l’offset setpoint sia attivo.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Offset setpoint
On/Off
Off
6.4.2.5 Zona neutra
La zona neutra previene il funzionamento contrastante degli
impianti di raffreddamento e riscaldamento.
Offset setpoint °C
Il setpoint può essere spostato di ±5 °C.
+5
+4
+3
+2
+1
0
-1
-2
-3
-4
-5
0
5
Segnale di controllo V CC
10
L’offset setpoint riguarda quanto segue:
Segnale di controllo 0 V CC: Il setpoint è diminuito di 5 °C.
Segnale di controllo 5 V CC: Nessun cambiamento del setpoint.
Segnale di controllo 10 V CC: Il setpoint aumenta di 5 °C.
Zona neutra
Aggiungendo la zona neutra impostata al setpoint del riscaldamento si ottiene il setpoint del raffreddamento.
Quando la regolazione dell’aria di ripresa è attiva, il setpoint
dell’aria di mandata non subisce variazioni. Applicando il modo
regolazione ERS, la zona neutra non ha alcun effetto.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di mandata, controllo
della temperatura
Aria di ripresa, controllo della
temperatura
0,0 - 10 K
0,5 K
0,0 - 10 K
0,5 K
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
41
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.6 Sensori della temperatura esterni
Un sensore della temperatura del canale dell’aria di ripresa, TBLZ1-76, può essere collegato alla scheda dei circuiti di controllo
dell’unità di trattamento aria. Vedere le istruzioni a parte per
l’installazione.
Sensori della tem­
peratura esterna
Alla scheda del circuito di controllo dell'unità di trattamento
aria possono essere collegati fino a quattro sensori esterni della
temperatura ambiente e/o sensori della temperatura esterna. È
opportuno utilizzare il sensore di temperatura ambiente TBLZ-124-2 o il sensore di temperatura esterna TBLZ-1-24-3 accessori.
Vedere le istruzioni per l’installazione separate.
È possibile selezionare il controllo solo del riscaldamento notte
intermittente da parte del sensore (l’AHU viene quindi controllata durante il giorno in risposta ai segnali dal sensore interno
dell’AHU).
Collocare i sensori della temperatura in posizioni idonee a rilevare letture rappresentative.
Il controllo dell'unità di trattamento aria avviene sulla base del
valore medio calcolato delle letture dei sensori di temperatura
o, in alternativa, sulla base dei segnali provenienti dal sensore di
temperatura che misura il valore più basso o più alto.
In alternativa, la lettura della temperatura può essere trasmessa
all'unità di trattamento aria da un sistema principale, ad esempio.
La stessa disposizione è disponibile per i sensori ambiente per la
funzione Xzone.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Canale dell'aria di ripresa,
sensore di temperatura
Sensore di ambiente 1
Sensore di ambiente 2
Sensore di ambiente 3
Sensore di ambiente 4
Funzione del sensore ambiente
Temperatura ambiente da
comunicazione
Temperatura ambiente, solo
per riscaldamento notte
intermittente
Sensore 1 aria esterna
Sensore 2 aria esterna
Sensore 3 aria esterna
Sensore 4 aria esterna
Funzione del sensore dell’aria
esterna
Temperatura esterna da
comunicazione
On/Off
Off
On/Off
On/Off
On/Off
On/Off
Media/Min./Max.
On/Off
Off
Off
Off
Off
Media
Off
On/Off
Off
On/Off
On/Off
On/Off
On/Off
Media/Min./Max.
Off
Off
Off
Off
Media
On/Off
Off
42
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.7 Sequenza di regolazione
Modo riscaldamento
L’ordine reciproco per la sequenza di regolazione modo riscaldamento può essere selezionato nel modo descritto sotto.
Sequenza di regolazione
Le funzioni non selezionate non hanno alcun effetto sulla
sequenza di regolazione in questione.
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Modo riscaldamento
1/2/3/4/5/6*
1
* 1 = Sc - Sequenza di regolazione extra - ReCO2 - Postriscaldamento - Abbassamento del ventilatore
2 = Sc - Sequenza di regolazione extra - Postriscaldamento - ReCO2 - Abbassamento del ventilatore
3 = Sc - Postriscaldamento - ReCO2 - Sequenza di regolazione extra - Abbassamento del ventilatore
4 = Sc - Postriscaldamento - Sequenza di regolazione extra - ReCO2 - Abbassamento del ventilatore
5 = Sc - ReCO2 - Postriscaldamento - Sequenza di regolazione extra - Abbassamento del ventilatore
6 = Sc - ReCO2 - Sequenza di regolazione extra - Postriscaldamento - Abbassamento del ventilatore
Sc (recuperatore di calore):
il grado di rendimento dello scambiatore di calore dell’unità di
trattamento aria viene portato al recupero del calore max.
Sequenza di regolazione extra:
Utilizzata nel modo riscaldamento per la batteria di riscaldamento (se richiesta), la serranda di ricircolo, ecc.
ReCO2:
l’aria di ricircolo è mescolata in misura variabile fino al grado
inferiore ammissibile alla portata d’aria di mandata. Prevede l’inclusione dell’accessorio della sezione di ricircolo dell’aria TCBR.
Postriscaldamento:
la batteria di riscaldamento per il postriscaldamento fornisce
potenza termica.
Abbassamento del ventilatore:
abbassamento selezionabile solo per l’aria di mandata o per l’aria
di mandata e di ripresa.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
43
IT.GOLDSKE.150820
Modo raffreddamento
L’ordine reciproco per la sequenza di regolazione modo raffreddamento può essere selezionato nel modo descritto sotto.
Le funzioni non selezionate non hanno alcun effetto sulla
sequenza di regolazione in questione.
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Modo raffreddamento
1/2/3/4/5/6*
1
* 1 = Sc - Cooling Boost - Sequenza di regolazione extra - ReCO2 Raffreddamento
2 = Sc - Cooling Boost - Sequenza di regolazione extra - Raffreddamento - ReCO2
3 = Sc - Cooling Boost - Raffreddamento - ReCO2 - Sequenza di regolazione extra
4 = Sc - Cooling Boost - Raffreddamento - Sequenza di regolazione extra - ReCO2
5 = Sc - ReCO2 - Cooling Boost - Raffreddamento - Sequenza di regolazione extra
6 = Sc - ReCO2 - Cooling Boost - Sequenza di regolazione extra - Raffreddamento
Sc (recuperatore di calore):
il grado di rendimento della temperatura del recuperatore di
calore del condizionatore viene portato al recupero del raffreddamento max.
Cooling Boost (Economia):
indica l'aumento delle portate d'aria di mandata e di ripresa al
fine di convogliare nei locali una maggiore energia di raffreddamento. L’aumento della portata avviene tra la portata effettiva e
la portata max impostata.
Sequenza di regolazione extra:
utilizzata nel modo raffreddamento per la batteria di raffreddamento (se richiesta), ecc.
ReCO2:
l’aria di ricircolo è mescolata in misura variabile fino al grado
inferiore ammissibile alla portata d’aria di mandata. Prevede l’inclusione dell’accessorio della sezione di ricircolo dell’aria TCBR.
Raffreddamento:
la batteria di raffreddamento fornisce potenza frigorifera.
6.4.2.8 Aria di espulsione min.
La funzione dell'aria di espulsione min. può essere utilizzata ogni volta che la temperatura dell'aria di espulsione
non deve scendere al di sotto di un valore predeterminato.
Aria di espulsione min.
Questa funzione controlla la velocità del rotore (efficienza) del
recuperatore di calore per limitare la temperatura dell'aria di
espulsione al valore richiesto. La funzione riduce la velocità del
rotore del recuperatore di calore rispetto al valore corrente, fino
a quando la temperatura dell'aria di espulsione non raggiunge il
valore minimo ammissibile preimpostato.
La regolazione dell'aria di espulsione richiede un sensore della
temperatura separato TBLZ-1-58-aa (accessorio) montato nel
percorso dell'aria di espulsione dell’AHU.
Vedere le istruzioni per l’installazione separate per il sensore di
temperatura interna TBLZ-1-58-aa.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Aria di espulsione min.
Temperatura minima dell'aria di
espulsione
On/Off
-40 – + 20,0 °C
Off
5,0 °C
44
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.9 Morning Boost
L'unità viene utilizzata per riscaldare i locali per un periodo di
tempo preimpostato che precede l'ora di attivazione impostata
sul timer.
Morning Boost
La funzione serve se è presente una sezione di ricircolo dell'aria.
L’AHU si avvia prematuramente e utilizza le stesse impostazioni
di regolazione della temperatura. La portata d’aria/pressione
dell’aria è regolabile.
Quando la funzione si avvia, la serranda di ricircolo si apre e il
ventilatore dell’aria di mandata si avvia. Il ventilatore dell’aria di
ripresa e la serranda dell’aria esterna rimangono chiusi.
Impostazioni:
Valore
Campo di
Impostazione
impostazione di fabbrica
Morning Boost
Ora di avvio (prima del
normale orario di avvio in base
al timer)
Aria di mandata, setpoint
On/Off
ora:min.
Off
00:00
1)
50% di aria di
mandata max. per
alt. AHU 100 Pa
Il campo di impostazione coincide con l’impostazione min./max. dell’AHU
per la regolazione della portata e con 10-750 Pa per la regolazione della
pressione
1)
6.4.2.10 Heating Boost
Il termine Heating Boost (riscaldamento forzato) indica il fatto
che l'unità di trattamento aria, durante il funzionamento nel
modo regolazione normale della portata, è in grado di aumentare la portata del flusso d'aria sia di mandata, sia di ripresa, per
immettere nei locali una maggiore quantità di calore.
Heating Boost
Ai ventilatori viene consentito di funzionare nell'intervallo compreso fra i modi di portata correnti (a bassa e ad alta velocità)
e quello corrispondente alla massima velocità preimpostata.
Vedere la sezione 6.4.1.2.
La funzione è disponibile soltanto se l’AHU è attiva nel modo
regolazione dell'aria di ripresa e regolazione ORE. Se si selezionano le funzioni di controllo su richiesta o di boost abbinate a
quella di Heating Boost, la portata è controllata dalla funzione
che trasmette ai ventilatori il segnale di portata più elevato.
Una funzione di rampa regolata si attiva e aumenta gradualmente la portata d’aria in caso di carico di riscaldamento e la
temperatura dell'aria di mandata è inferiore di 3 K (preimpostato
in fabbrica) rispetto alla temperatura dell'aria di mandata max.
predefinita.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Heating Boost
Limite avvio
On/Off
2-10 K
Off
3K
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
45
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.11 Cooling Boost
Il termine Cooling Boost (raffreddamento forzato) indica l'aumento delle portate d'aria di mandata e di ripresa al fine di
convogliare nei locali una maggiore energia di raffreddamento.
Cooling Boost
Ai ventilatori viene consentito di funzionare nell'intervallo compreso fra i modi di portata correnti (a bassa e ad alta velocità)
e quello corrispondente alla massima velocità preimpostata.
Vedere la sezione 6.4.1.2.
Per la funzione è possibile selezionare le seguenti cinque varianti:
Comfort
Il modo raffreddamento non può essere combinato alla regolazione pressione.
Una funzione di rampa regolata si attiva e aumenta gradualmente la portata d’aria in caso di carico di raffreddamento e la
temperatura dell'aria di mandata è superiore di 3 K (preimpostato in fabbrica) rispetto alla temperatura dell'aria di mandata
max. predefinita.
Economia
La variante Economia della funzione Cooling Boost utilizza
inizialmente una portata d'aria superiore per raffreddare i locali,
quindi invia un segnale di avvio ai chiller.
Essa può inoltre operare anche senza che la funzione di raffreddamento sia attiva.
In presenza di un carico di raffreddamento, i valori della portata
d’aria vengono lentamente aumentati fino al massimo preimpostato. Se resta un fabbisogno di raffreddamento, nonostante
il flusso abbia raggiunto il massimo, si attivano le uscite per il
raffreddamento.
La funzione richiede che la temperatura esterna sia inferiore di
almeno 2 K rispetto alla temperatura dell’aria di ripresa per la sua
attivazione. La funzione normale di raffreddamento si attiva se la
differenza di temperatura è troppo piccola.
Sequenza
La variante Sequenza della funzione Cooling Boost viene utilizzata quando un chiller è dimensionato per una portata di raffreddamento superiore a quella normale.
In presenza di un carico di raffreddamento, la portata viene
incrementata fino al valore massimo preimpostato e la funzione
di raffreddamento viene attivata successivamente.
Se non è stata selezionata alcuna funzione di raffreddamento, la
variante Sequenza della funzione Cooling Boost è bloccata.
Comfort + Economia
Le varianti Comfort ed Economia possono essere abbinate l'una
all'altra. Quando è disponibile il free cooling, la funzione Economia è attiva; se il free cooling non è disponibile, la funzione
Comfort è attiva.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Cooling Boost
Inattivo
Comfort
Economia
Sequenza
Comfort + Economia
Economia +
Sequenza
2-10 K
Inattivo
Economia + Sequenza
Le varianti economia e sequenza possono essere abbinate
l'una all'altra. Quando è disponibile il free cooling, la funzione
Economia è attiva. Quando il free cooling non è disponibile, la
funzione Sequenza è attiva.
46
www.swegon.com
Limite avvio (Comfort)
3K
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.12 Riscaldamento notte intermittente
L’AHU viene utilizzata per riscaldare i locali durante il periodo in
cui normalmente viene arrestata dal timer.
Risc. notte intermittente
La funzione richiede che sia collegato un sensore esterno di ambiente al BUS di comunicazione (accessorio COM 1-3) della centralina e che l’AHU sia provvista di una batteria di riscaldamento
per il postriscaldamento dell’aria. La funzione offre risultati ottimali se l’unità GOLD è dotata di una sezione di ricircolo dell’aria
e di serrande di arresto per l’aria esterna e quella di espulsione.
Quando la funzione è attiva, l’unità di trattamento aria rileva
se la temperatura ambiente scende al di sotto di quella di avvio
preimpostata. In tal caso l’unità si avvia con i valori di portata e il
setpoint della temperatura dell’aria di mandata preimpostati.
Il flusso dell’aria di ripresa può essere impostato su 0 se si desidera escludere il funzionamento della ventola dell’aria di ripresa.
L’uscita della serranda può essere impostata su 0. In tal modo, le
serrande collegate (ad es. le serrande di arresto per l’aria esterna
e l’aria di espulsione) non si attivano. Normalmente, queste
serrande sono chiuse quando l’AHU è ferma e di conseguenza
rimangono chiuse. Al tempo stesso la serranda della sezione di
ricircolo dell’aria si apre, se installata.
Il riscaldamento notturno intermittente non influisce su eventuali
zone di temperatura supplementare (Xzone) regolate in base
al setpoint originario nel caso in cui il riscaldamento notturno
intermittente sia attivo.
Condizioni per l’avvio del riscaldamento notte intermittente:
ARIA DI
RIPRESA
• L’AHU deve essere impostata sull’arresto normale o arresto
normale
esteso.
• La temperatura ambiente deve essere minore della temperatura di avvio preimpostata.
Condizioni per l’arresto del riscaldamento notte intermittente:
• L’unità di trattamento aria funziona a velocità normale bassa/
alta o è stato attivato l’arresto esterno/manuale.
• La temperatura ambiente supera la temperatura di arresto
preimpostata.
• Interviene l’allarme con la priorità di arresto preimpostata.
(Tuttavia, all’occorrenza l’unità di trattamento aria rimane
in funzione per consentire il raffreddamento della batteria
elettrica anche se sono soddisfatte le altre condizioni per
l’arresto).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Risc. notte intermittente
On/Off
Off
Ricircolo dell'aria
On/Off
On
Temperatura ambiente, avvio
5 - 25 °C
16 °C
Temperatura ambiente, arresto
5 - 25 °C
18 °C
Temperatura dell'aria di mandata,
setpoint
Portata d’aria di mandata,
setpoint
5 - 50 °C
28 °C
1)
50% di aria di
mandata max.
per alt. AHU
100 Pa
50% di aria di
mandata max.
per alt. AHU
100 Pa
Aria di ripresa, portata, setpoint
1)
ARIA DI
MANDATA
Riscaldamento notte intermittente con sezione di ricircolo dell’aria:’
Se il flusso dell’aria di ripresa è impostato su 0 e l’uscita della
serranda è disattivata avviene quanto segue:
Quando le condizioni per l’avvio sono soddisfatte, restano chiuse le serrande
di arresto per l’aria esterna e l’aria di espulsione. La serranda della sezione di
ricircolo dell'aria si apre e il ventilatore dell'aria di ripresa è inattivo.
Il ventilatore dell'aria di mandata funziona con la portata d'aria di mandata
preimpostata e la batteria di riscaldamento per il postriscaldamento funziona
con il setpoint di temperatura dell'aria di mandata preimpostato, fino a quando vengono raggiunte le condizioni di arresto.
Il campo di impostazione coincide con l’impostazione min./max. dell’AHU
per la regolazione della portata e con 10-750 Pa per la regolazione della
pressione
1)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
47
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.13 Raffreddamento notte estate
La temperatura inferiore disponibile di notte viene utilizzata per
raffreddare la struttura dell'edificio, riducendo in tal modo il
carico di raffreddamento durante le prime ore della giornata. Se
è presente un chiller, non sarà necessario metterlo in funzione,
consentendo quindi dei risparmi. Se non è presente un chiller, si
ottiene comunque un certo effetto refrigerante.
Raffr. notte est.
Quando è attivata la funzione, l’AHU funziona ad alta velocità,
con un setpoint dell’aria in mandata di 10°C (impostazione di
fabbrica) dall’ora preimpostata a quando sono soddisfatte le
condizioni per l’arresto.
Una zona di temperatura supplementare (Xzone), se richiesta,
ottiene lo stesso setpoint dell’aria di mandata della funzione
Raffreddamento notte estate quando è attiva.
Condizioni per l’avvio all’ora impostata del Raffreddamento
notte estate:
• L’orario è compreso tra l’orario di avvio e quello di arresto
preimpostati.
• La temperatura dell’aria esterna è superiore al valore impostato.
• La temperatura dell’aria di ripresa è superiore al valore impostato.
• La temperatura dell’aria di ripresa supera quella dell’aria
esterna di almeno 2 °C.
• Non vi è stato fabbisogno di riscaldamento fra le 12.00 e le
23.59.
• L’unità di trattamento aria deve funzionare a bassa velocità o
in modo operativo di arresto normale.
• Il riscaldamento notte intermittente non è stato attivo durante
la giornata.
Condizioni per l’arresto del Raffreddamento notte estate:
• L’orario non è compreso tra l’orario di avvio e quello di arresto
preimpostati.
• La temperatura dell’aria di ripresa scende al di sotto del valore
impostato.
• La temperatura dell’aria esterna scende al di sotto del valore
impostato.
• La temperatura dell’aria di ripresa supera quella dell’aria
esterna di meno di 1 °C.
• L’unità di trattamento aria funziona a velocità normale alta o
è stato attivato l’arresto esterno/manuale.
La funzione si avvia una volta per ogni periodo di tempo preimpostato.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Raffr. notte est.
On/Off
Off
Ora di avvio
00:00-00:00
23:00
Ora di arresto
00:00-00:00
06:00
Aria esterna, avvio
-5 - +15 °C
10 °C
Aria di ripresa, avvio
17 – 27 °C
22˚C
Aria di ripresa, arresto
12 – 22 °C
16 °C
Aria di mandata, setpoint
0 - 20 °C
10 °C
48
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.2.14 Abbassamento
(portata d’aria/pressione)
L’abbassamento della portata dell’aria di mandata è l’ultimo step
della sequenza di regolazione per il riscaldamento. È possibile
selezionare solo il ventilatore dell'aria di mandata o entrambi i
ventilatori dell’aria di mandata e di ripresa. Non è possibile selezionare solo il ventilatore dell'aria di ripresa.
Abbassamento
Vedere anche la sezione 6.4.2.7.
L’abbassamento può avere luogo a un max. del 50% del valore
preimpostato, tuttavia non inferiore alla portata min. o 20 Pa.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Abbassamento
Inattivo/Aria di
mandata/Aria di
mandata e di ripresa
Aria di mandata
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
49
IT.GOLDSKE.150820
6.4.3 Ora e pianificazione
Il timer integrato consente il controllo del modo/tempo operativo
dell’AHU. Altre funzioni prioritarie, come timer esterno, comunicazione, ecc., influiscono sui modi operativi preimpostati.
Esistono cinque diversi modi operativi:
Arresto totale = l’AHU è completamente arrestata, nessuna
funzione automatica interna o comando di controllo esterno può
avviare l’AHU.
Arresto normale = l’AHU è arrestata, tuttavia tutte le funzioni
automatiche interne ed esterne prevalgono sull’arresto.
Arresto normale esteso = l’AHU si è arrestata, tuttavia tutte le
funzioni automatiche interne ed esterne, ad eccezione di Raffreddamento notte estate, prevalgono sull’arresto.
Bassa velocità = l’AHU è in funzione alla bassa velocità preimpostata.
Alta velocità = l’AHU è in funzione all’alta velocità preimpostata.
Ora e
pianificazione
6.4.3.1 Ora e data
Se necessario, è possibile impostare e regolare la data e l'ora
correnti. Il timer tiene conto automaticamente degli anni bisestili.
Ora e data
È preimpostata la commutazione automatica fra orario estivo e
invernale ai sensi delle norme UE (viene visualizzato un indicatore
nell’orario estivo). È possibile bloccare questa funzione di commutazione.
È possibile impostare il fuso orario rilevante.
La fonte ora può essere impostata su manuale o tramite SNTP
(richiede la connessione alla rete) e BACnet.
6.4.3.2 Impostazioni di pianificazione
Il modo operativo in questione può essere letto alla voce Impostazioni di pianificazione. Qui è anche possibile impostare un
modo operativo preimpostato in cui l’unità di trattamento aria
funziona sempre durante gli orari non programmati, nella Pianificazione giornaliera e nella Pianificazione eccezioni. Questa
impostazione (data di avvio e arresto non attivate) viene utilizzata
con maggiore frequenza e copre la maggior parte delle esigenze.
Impostazioni
pianificazione
Quando la data di avvio e arresto sono attivate significa che durante il periodo preimpostato (data) si applica l’ora preimpostata
durante la Pianificazione giornaliera e la Pianificazione eccezioni
e in tutti gli altri orari l’AHU funziona nel modo operativo preimpostato.
Impostazioni:
Valore
Modo operativo
preimpostato
Data di avvio
Data di avvio
Data di arresto
Data di arresto
50
www.swegon.com
Campo di
impostazione
Arresto totale/
Bassa velocità/Alta
velocità/Arresto
normale/Arresto
normale esteso
Attivo/Inattivo
Anno/Mese/Giorno
Attivo/Inattivo
Anno/Mese/Giorno
Impostazioni
di fabbrica
Bassa velocità
Inattivo
Inattivo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.3.3 Pianificazione giornaliera
Occorre impostare gli orari e i giorni in cui l’unità di trattamento
aria deve funzionare ad alta velocità, bassa velocità o non deve
funzionare.
Pianificazione
giornaliera
Per ogni giorno (lunedì - sabato), è possibile impostare sei
diversi eventi che avranno luogo in un momento specifico.
Qui è anche possibile impostare sei diversi eventi per due
eccezioni in Ecc1 e Ecc2. Le disposizioni per tali eccezioni
possono essere quindi impostate alla voce Pianificazione
eccezioni, Calendario 1 e Calendario 2.
Notare che l’evento preimpostato non verrà riportato nel
successivo periodo di 24 ore. Se non è impostato alcun
evento dalle ore 00.00 del successivo periodo di 24 ore,
l’AHU funzionerà nel modo operativo preimpostato alla
voce Impostazioni pianificazione.
Impostazioni:
Valore
Giorno
Ora
Azione
Campo di
impostazione
Lun/Mar/Mer/Gio/Ven/Sab/Dom/Ecc1/
Ecc2
Impostazione
di fabbrica
Inattivo/Arresto totale/Bassa velocità/
Alta velocità/Arresto normale/Arresto
normale esteso/Ignora
Inattivo
00:00-23:59
00:00
6.4.3.4 Pianificazione eccezioni
È possibile impostare nella pianificazione eccezioni le possibili
eccezioni (Ecc1 ed Ecc2) precedentemente preimpostate nella
pianificazione giornaliera. Qui è possibile determinare in quale
data o giorno della settimana si applica l’eccezione in questione.
Se si seleziona Calendario 1 o Calendario 2, il caso che si verifica
con maggiore frequenza, questi potranno essere impostati in
base ai particolari della sezione successiva.
Pianificazione
eccezioni
Impostazioni:
Valore
Pianificazione
eccezioni 1/2
Metodo
eccezioni
Data
Data di avvio
Giorno di avvio
Intervallo di date
Data di avvio
Giorno di avvio
Data di arresto
Giorno di arresto
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
Calendario 1
Calendario 2
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Inattivo/Data/Intervallo
di date/Giorno della
settimana/Calendario 1/
Calendario 2
Calendario 1/2
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Mese 1-12/Dispari/Pari/Ogni
Giorno 1-7/8-14/15-21/2228/29-31/Ultimi 7 giorni/
Ogni giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Vedere la sezione successiva
Vedere la sezione successiva
Ogni giorno
Ogni giorno
Ogni giorno
Ogni giorno
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
51
IT.GOLDSKE.150820
6.4.3.5 Calendario 1 e 2
I giorni specifici in cui si applica la pianificazione eccezioni
1 o 2 possono essere impostati nei calendari 1 e 2. A condizione che siano selezionati Calendario 1 o 2, vedere la
sezione precedente. In caso contrario, queste impostazioni
non avranno effetto.
Esiste un totale di dieci possibili impostazioni per ogni
calendario ed è possibile selezionare varie funzioni per
ciascuno.
Impostazioni (per Calendario 1 e Calendario 2, rispettivamente):
Valore
Funzione 1-10
Data
Data di avvio
Giorno di avvio
Intervallo di date
Data di avvio
Data di arresto
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
Calendario 1
Calendario 2
Campo di
Impostazione
impostazione
di fabbrica
Inattivo/Data/Intervallo di
Inattivo
date/Giorno della settimana
Anno/Mese/Giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Ogni giorno
Anno/Mese/Giorno
Anno/Mese/Giorno
Mese 1-12/Dispari/Pari/Ogni
Giorno 1-7/8-14/15-21/2228/29-31/Ultimi 7 giorni/Ogni
giorno
Ogni giorno/Lunedì/Martedì/
Mercoledì/Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Ogni giorno
6.4.3.6 Funzionamento prolungato
Gli ingressi della centralina per le funzioni esterne bassa velocità
(morsetti 14-15) e, rispettivamente, alta velocità (morsetti 16-17)
possono essere integrati con un funzionamento prolungato. Possono essere utilizzati ad es. per prolungare il normale esercizio
premendo un pulsante.
Funzionamento
prolungato
Il tempo desiderato in ore e minuti può essere impostato nel
modo seguente.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Bassa velocità est.
Alta velocità est.
0:00 - 23:59
0:00 - 23:59
(h.:min.)
00:00
00:00
(h.:min.)
52
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.4 Controllo energia
Le letture dell’energia consumata dai ventilatori e altri componenti dell’AHU può essere visualizzato qui. È anche possibile
visualizzare le letture SFP per i ventilatori dell’AHU e l’efficienza
su trasferimento termico del recuperatore di calore rotativo.
Controllo
energia
6.4.5 Filtri
Stato
Lo stato corrente del filtro e del limite di allarme corrente possono essere visualizzati qui. Si utilizza per i controlli funzionali.
Taratura
Filtri
I filtri devono essere tarati al primo avvio dei ventilatori e una
volta che il sistema di canali, i terminali dell’aria e le piastre di
taratura, se richiesti, sono stati installati e tarati. Successivamente, la taratura è necessaria ogni volta che i filtri vengono
sostituiti. Vedere anche la sezione 6.3.
Pre-filtro/filtro AHU (GOLD SD)/filtro finale
La funzione di monitoraggio del filtro deve essere attivata per il
filtro (oltre al filtro interno di GOLD RX/PX/CX) da controllare.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Pre-filtro
Inattivo/Aria di mandata/Aria di
ripresa/Aria di mandata e di ripresa
Inattivo/Aria di mandata/Aria di
ripresa/Aria di mandata e di ripresa
On/Off
Inattivo
Filtri AHU
Filtro terminale
Inattivo
Off
Limiti di allarme
È possibile modificare il limite allarme per i filtri installati.
Impostazione:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Filtri installati
0-500 Pa
100 Pa
6.4.6 Software
È possibile visualizzare e aggiornare dalla scheda dei circuiti SD le versioni correnti del programma per la centralina
IQlogic, il terminale manuale IQnavigator e le unità dei
componenti sul bus di comunicazione.
Software
6.4.7 Lingua
È possibile impostare la lingua desiderata. La lingua in questione
viene normalmente selezionata al primo avvio dell’AHU. Tuttavia,
questo parametro può essere modificato in qualsiasi momento.
Lingua
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Lingua
Le lingue disponibili vengono
visualizzate
English
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
53
IT.GOLDSKE.150820
6.4.8 Priorità degli allarmi
6.4.8.1 Allarmi incendio
Allarme incendio interno
I sensori della temperatura interna dell'unità di trattamento aria
fungono da termostati di protezione antincendio. Se il sensore
della temperatura dell'aria di mandata registra un valore superiore a 70 °C, o se quello della temperatura dell'aria di ripresa
registra un valore superiore a 50 °C, viene generato un allarme.
Se un sensore esterno della temperatura dell'aria di ripresa/temperatura ambiente è collegato e attivato, funziona in parallelo
con il sensore della temperatura dell'aria di ripresa dell’AHU.
Impostazioni
allarmi
Allarmi incendio
Allarme incendio esterno 1 e 2
Allarme incendio esterno 1 (Morsetti 6-7) e allarme incendio
esterno 2 (Morsetti 8-9) vengono utilizzate per le attrezzature
antincendio esterne.
Ripristino allarme
Il reset degli allarmi incendio interni e degli allarmi incendio
esterni 1 e 2 può essere selezionato individualmente su manuale
o automatico.
Postraffreddamento
Il reset degli allarmi incendio interni e degli allarmi incendio
esterni 1 e 2 può essere selezionato individualmente su manuale
o automatico.
Funzionamento ventilatore in caso di allarme incendio
I ventilatori presenti nell'unità di trattamento aria possono essere
utilizzati per evacuare fumo, ecc. È possibile selezionare individualmente il tipo di funzionamento del ventilatore per ciascun
singolo allarme incendio.
Se l’AHU è inattiva, i ventilatori selezionati si avviano (10-100%),
indipendentemente dal fatto che l’arresto (ogni tipo) sia attivato.
Il relè serranda dell’AHU riceve tensione e il relè funzionamento
dell’AHU non riceve corrente. La serranda che deve essere aperta
in caso di incendio deve essere collegata al relè serranda (morsetti 28-30 della centralina). La serranda che deve essere chiusa
in caso di incendio deve essere collegata al relè funzionamento
(morsetti 26-27 della centralina, contatto non sotto tensione).
Priorità
È possibile impostare la reciproca priorità degli allarmi incendio
interni ed esterni. Se si seleziona automatico, significa che il
primo ingresso ad essere attivato avrà la priorità.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Allarme incendio interno
Ripristino allarme incendio
interno
Allarme incendio interno dopo
raffreddamento
Allarme incendio esterno 1/2,
reset
Allarme incendio esterno 1/2,
dopo raffreddamento
Funzionamento ventilatore su
allarme incendio interno
On/Off
Manuale/Automatico
Off
Manuale
Attivo/Inattivo
Inattivo
Manuale/Automatico
Manuale
Attivo/Inattivo
Inattivo
Inattivo/Aria di
mandata/Aria di
ripresa/Aria di
mandata e di ripresa
10-100%
Inattivo
10-100%
100%
Inattivo/Aria di
mandata/Aria di
ripresa/Aria di
mandata e di ripresa
10-100%
Inattivo
10-100%
100%
Allarme incendio
esterno 1/Allarme
incendio esterno 2/
Allarme incendio
interno/Automatico
Allarme
incendio
esterno 1
Ventilatore aria di mandata su
allarme incendio interno
Ventilatore aria di ripresa su
allarme incendio interno
Funzionamento ventilatore su
allarme incendio esterno 1/2
Ventilatore aria di mandata su
allarme incendio esterno 1/2
Ventilatore aria di ripresa su
allarme incendio esterno 1/2
Ordine di priorità
54
www.swegon.com
100%
100%
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.8.2 Allarmi esterni
Gli allarmi esterni possono essere utilizzati per le funzioni esterne
(morsetti 10-11 e 12-13 della centralina).
Allarmi esterni
Utilizzi tipici:
– Protezione motore per la pompa di ricircolo nel circuito di
riscaldamento o di raffreddamento.
– Allarme di assistenza azionato dai rilevatori di fumo.
Impostare quanto segue: Ripristino allarme manuale o automatico, postraffreddamento per la batteria di riscaldamento elettrica e se l’allarme deve essere attivato a circuito chiuso o aperto.
L'allarme può essere ritardato.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Ripristino allarme esterno 1
Allarme esterno 1 dopo
raffreddamento
Ingresso allarme esterno 1
Manuale/Automatico
Inattivo/Attivo
Manuale
Attivo
Circuito chiuso/
Circuito aperto
0-600 sec.
Circuito chiuso
10 sec.
Manuale/Automatico
Inattivo/Attivo
Manuale
Attivo
Circuito chiuso/
Circuito aperto
0-600 sec.
Circuito chiuso
Allarme esterno 1
tempo di ritardo
Ripristino allarme esterno 2
Allarme esterno 2 dopo
raffreddamento
Ingresso allarme esterno 2
Allarme esterno 2
tempo di ritardo
10 sec.
6.4.8.3 Protezione temperatura
Nelle unità GOLD PX e CX il sensore nell’ingresso del ventilatore
dell’aria di mandata può essere utilizzato come protezione della
temperatura. È possibile impostare in Impostazione allarme la
priorità dell’allarme e se l’AHU deve arrestarsi o meno in caso di
allarme, vedere la sezione 6.4.8.6.
Protezione
temperatura
Nelle unità GOLD RX può essere utilizzato un sensore separato. Il
sensore deve essere collegato alla centralina. Selezionare l’ingresso del sensore 4 per l’aria di mandata = destra e selezionare
l’ingresso del sensore 3 per l’aria di mandata = sinistra.
Il limite allarme e il ritardo allarme possono essere impostati per il
sensore.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Protezione temperatura
Ritardo allarme
Limite allarme
On/Off
1-900 sec.
3 – +20°C
Off
30 sec.
7 °C
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
55
IT.GOLDSKE.150820
6.4.8.4 Limiti allarme temperatura
I limiti degli allarmi preimpostati devono essere modificati
solo se esistono delle ragioni speciali per farlo ed essendo
pienamente consapevoli delle conseguenze.
Limiti allarme temperatura
Pre-riscaldamento sotto setpoint
È possibile preimpostare in che misura la temperatura a valle
della batteria di preriscaldamento può scendere al di sotto del
setpoint di temperatura prima che si inneschi un allarme.
Aria di mandata sotto/sopra setpoint
È possibile preimpostare in che misura la temperatura dell'aria di
mandata può scendere al di sotto o salire al di sopra del setpoint
di temperatura dell'aria di mandata prima che si inneschi un
allarme. L’allarme per l’aria di mandata al di sopra del setpoint
è normalmente bloccato. Utilizzato nei casi in cui è installato il
raffreddamento.
Aria di ripresa al di sotto del limite allarme
È possibile preimpostare in che misura la temperatura dell'aria
di ripresa può scendere al di sotto del setpoint di temperatura
dell'aria di ripresa prima che si inneschi un allarme.
Temperatura esterna, arresto limite
Per gli allarmi del recuperatore di calore intervenuti, con numeri
di allarme: 15:1-15:4, 16;1-16:4, 17:1, 17:4-17:9 (vedere
Sezione 8.2), si applica quanto segue: se la temperatura dell’aria
esterna è al di sopra di questo limite arresto, sarà innescato solo
un allarme, mentre se si trova al di sotto del limite arresto l’AHU
si arresterà e si innescherà un allarme.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Pre-riscaldamento sotto setpoint
Aria di mandata sotto setpoint
Aria di mandata sopra setpoint
Aria di ripresa sotto limite di allarme
Arresto limite temperatura esterna
2 - 15 K
2 - 15 K
2 - 15 K
-10 - +20 °C
-40 – +50 °C
5,0 K
5,0 K
7,0 K
12,0 °C
5,0 °C
6.4.8.5 Intervallo di manutenzione
Qui è possibile impostare l'intervallo di manutenzione dell'unità
di trattamento dell'aria. È possibile leggere il tempo rimanente
prima che scatti l'allarme. L'allarme scatta dopo la scadenza
dell'intervallo impostato. Se l'allarme viene reimpostato nel relativo registro, l'allarme scatterà nuovamente dopo 7 giorni. Dopo
aver completato la manutenzione, l'allarme deve essere sempre
reimpostato in questo menu: così partirà un nuovo intervallo di
manutenzione.
Periodo di assistenza
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Periodo di assistenza
0 – 99 mesi
12 mesi
6.4.8.5 Priorità allarme
La priorità allarme deve essere modificata solo se esistono
delle ragioni speciali per farlo ed essendo pienamente
consapevoli delle conseguenze. La priorità di certi allarmi
non può essere modificata.
Impostazioni:
Valore
Campo di impostazione
Numero di allarme
Attivo
Priorità
Arresto dell'unità di trattamento aria
1:1 - 60:10
On/Off
Info*/A/B
On/Off
Priorità allarme
* Gli allarmi sono indicati con un LED rosso lampeggiante sul terminale manuale, nessun allarme di gruppo viene inoltrato.
56
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.9 Registro
Per abilitare la funzione registro, la scheda SD deve essere inserita nella scheda del circuito di comando dell'AHU (di fabbrica
sono installate schede SD da 2 GB, è possibile ordinare schede
SD da 8 GB come accessori)..
Registro
6.4.9.1 Registro continuo
Qui è possibile attivare il registro continuo. L’intervallo di login
è di un minuto (1440 login per un periodo di 24 ore). Per ogni
periodo di 24 ore viene creato un file di login.
Registro continuo
Impostazioni:
Valore
Campo di impostazione
Impostazioni di
fabbrica
Periodo file registro
On/Off
On
6.4.9.2 Invio registro
La funzione di registro ha una funzione di invio che può spedire
via e-mail il registro a un indirizzo e-mail e/o a un indirizzo FTP.
Invio registro
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Invio registro attivo
Modo In diretta
On/Off
E-mail/FTP/E-mail e
FTP
Off
E-mail
Altre impostazioni possono essere inserite nella pagina web
dell’AHU.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
57
IT.GOLDSKE.150820
6.4.10 Unità di trattamento dell'aria
6.4.10.1 Impostazioni
Impostare il tipo di unità di trattamento dell’aria qui. Il
tipo di unità di trattamento dell’aria viene normalmente
preimpostato per l’unità fornita, ad eccezione dell’unità
di trattamento dell’aria di ripresa GOLD SD che deve
essere impostata qui.
N.B.! Non cambiare l’impostazione dell’unità di trattamento dell’aria con un tipo diverso da quello fornito. In
tal caso l’unità di trattamento dell’aria non funzionerà in
modo soddisfacente.
Unità tratt. aria
Impostazioni
All’'unità di trattamento aria può essere attribuito un nome
specifico (ad es. il numero di serie dell’unità). L’inserimento di
un nome nel terminale manuale può essere effettuato solo con
cifre, tuttavia sulla pagina Web è possibile inserire nomi con
caratteri alfabetici. Il nome dato viene poi visualizzato in tutte le
immagini sul terminale manuale e sulla pagina Web.
È possibile visualizzare il tipo di AHU e la taglia del ventilatore
dell’aria di mandata e ripresa.
GOLD RX 04-40
GOLD RX/PX/CX
La posizione ventilatore 1 (ventilatore sinistro visto dal lato di
ispezione, vedere le illustrazioni) può essere letta e preimpostata.
N.B.! Questo modifica la funzione dei ventilatori da aria
di mandata a aria di ripresa e viceversa. Taglia GOLD RX
La taglia 04-120/GOLD RX Top può essere cambiata sul
sito. Le altre varianti non devono essere modificate dalle
impostazioni di fabbrica.
È possibile leggere la posizione ventilatore nel diagramma di
flusso e questa deve essere impostata in base alla configurazione
effettiva dell’AHU.
GOLD SD
È possibile leggere la posizione del ventilatore, livello superiore/
inferiore, e questa deve essere impostata in base alla configurazione effettiva dell’AHU.
Disposizione dei ventilatori 1
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di ripresa (lato di ispezione destro)
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di mandata (lato di ispezione sinistro)
Disposizione dei ventilatori 2
Impostazioni:
valore
Campo di
Impostazione
impostazione di fabbrica
Tipo di unità di trattamento
dell'aria
Aria di mandata GOLD RX/
GOLD PX/GOLD
CX/GOLD SD/
Aria di ripresa
GOLD SD/Aria
di mandata+CX
GOLD SD/Aria di
mandata+Aria
di ripresa GOLD
SD/Aria di
mandata+Aria
di ripresa+CX
GOLD SD
GOLD RX/PX/CX
Nome
Posizione ventilatore 1
Diagramma di flusso, posizione
ventilatore aria di mandata
GOLD SD
Nome
Diagramma posizione ventilatore
58
www.swegon.com
Opzionale
Aria di ripresa
Aria di mandata
Livello superiore/
Livello inferiore
Opzionale
Livello superiore/
Livello inferiore
Il tipo di unità
di trattamento
dell’aria fornita, ad
eccezione dell’unità di trattamento
dell’aria di ripresa
GOLD SD
Aria di ripresa
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di ripresa (lato di ispezione destro)
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di mandata (lato di ispezione sinistro)
GOLD RX Top
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di mandata (lato di ispezione sinistro)
Pos. ventilatore 1 impostata come aria
di ripresa (lato di ispezione destro)
Livello inferiore
Aria esterna
Aria di mandata
Aria di ripresa
Aria di espulsione
Livello inferiore
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.10.2 Stato ventilatore
L’impostazione della velocità di controllo dei ventilatori può
essere visualizzata sotto forma di percentuale della velocità
max. qui.
6.4.10.3 Tempo funzionamento
Negli orari operativi (in giorni), se applicabile, può essere
visualizzato per controlli del ventilatore, recuperatore di calore/recupero di raffreddamento, pre-riscaldamento, sequenza
di regolazione extra di riscaldamento, riscaldamento Xzone,
postriscaldamento AHU, riscaldamento ReCO2, sequenza di
regolazione extra di raffreddamento, raffreddamento Xzone,
raffreddamento AHU, raffreddamento ReCO2, acqua di riscaldamento AYC e acqua di raffreddamento AYC.
6.4.10.4 Sensore VOC/CO2
Qui è possibile selezionare il modo operativo per il sensore VOC
e l’unità per CO2. È possibile visualizzare il valore del livello VOC.
Stato ventilatore
Tempo funzionamento
Sensore VOC/CO2
Impostazioni:
valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Sensore VOC, modo operativo
Disattivato/Solo monitoraggio/Monitoraggio e regolazione.
%/ppm
Disattivato
Unità CO2
%
6.4.10.5 Funzioni automatiche
Sequenza di avvio
L’unità di trattamento aria è dotata di una sequenza di avvio con
i seguenti ritardi preimpostati di fabbrica fra ciascun passo, come
segue:
1. L'apposito relè riceve tensione e apre la serranda di arresto (se
presente). Il recuperatore di calore è controllato al recupero
termico max. (non l’unità GOLD SD senza recuperatore di
calore). La valvola per il postriscaldamento si apre al 40% (se
installata)
Ritardo: 30 secondi.
2. Il ventilatore dell’aria di ripresa si avvia nel modo operativo
corrente (non per i sistemi di ventilazione con la sola unità di
trattamento aria di mandata GOLD SD)
La sequenza di avvio impedisce l'avvio del ventilatore dell'aria
di ripresa se la serranda di arresto è chiusa. Poiché il ventilatore
dell’aria di ripresa è il primo ad avviarsi, seguito dal recuperatore
di calore, si evita il raffreddamento dell’aria di mandata all’avvio
anche in climi freddi.
Taratura del punto zero
Il sensore di pressione dell’AHU è automaticamente tarato. Il
processo di taratura richiede circa 70 secondi dopo l’arresto
dell’AHU (viene visualizzata una notifica se l’AHU non si è arrestata). Il testo di taratura del punto zero viene visualizzato nel
terminale manuale. I ventilatori non possono avviarsi mentre la
taratura è in corso.
Ritardo: 60 secondi.
3. Il ventilatore dell’aria di mandata si avvia (non per i sistemi
di ventilazione con la sola unità di trattamento aria di ripresa
GOLD SD)
Ritardo: 30 secondi.
4. La funzione di postriscaldamento aumenta o diminuisce la
velocità a seconda del carico di riscaldamento. Tempo di
rampa: 180 secondi. Successivamente il recuperatore di calore
aumenta o diminuisce la velocità a seconda del carico di
riscaldamento. Tempo di rampa: 180 secondi.
È possibile seguire l’intera sequenza di avvio nell’immagine del
quadro strumenti.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
59
IT.GOLDSKE.150820
6.4.11 Riscaldamento
6.4.11.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Riscaldam.
6.4.11.2 Pre-riscaldamento
Preriscaldando l'aria esterna, è possibile evitare la precipitazione
di umidità nel filtro dell'aria esterna dell’AHU, per ridurre il
rischio di congelamento nel recuperatore di calore ed eliminare
il rischio che i sensori di pressione e i sistemi di controllo del
motore funzioni a una temperatura ambiente troppo bassa.
Stato
Per informazioni più dettagliate, vedere anche la guida alle funzioni di pre-riscaldamento.
Pre-riscaldamento
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Pre-riscaldamento
Setpoint pre-riscaldamento
Mantenimento della pompa
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Ingresso allarme, funzione
On/Off
-40 – +40°C
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme
su contatto
aperto/Allarme
su contatto
chiuso/Funzione
contattore
Off
5 °C
On
On
24 ore
3 min.
Inattivo
60
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.11.3 Sequenza di regolazione extra 1 e 2
Si utilizza per le funzioni di regolazione supplementari comandate da un segnale da 0–10 V (10-0), insieme alla normale
sequenza di regolazione della temperatura.
Sequenza di regol. extra 1/2
Questa funzione può essere utilizzata per sfruttare il caldo o il
freddo esistente, proveniente ad es. da un chiller. Tale funzione
può inoltre essere impiegata per una batteria di raffreddamento
o di riscaldamento supplementare.
Il modulo può inoltre essere utilizzato per la supervisione delle
serrande per il ricircolo, se richiesto. In questi casi, viene utilizzata
un’uscita invertita 10-0 V.
Il controllo del ricircolo è utilizzato per la sezione di miscelazione
TBBD (solo GOLD SD) L’uscita invertita 10-0 V deve essere nella
posizione On.
È possibile limitare il segnale massimo in uscita dal 100% al 0%.
Il segnale massimo in uscita della sequenza di regolazione extra è
controllato dall’accessorio del modulo IQlogic+ TBIQ-3-2, vedere
le istruzioni di installazione separate.
Selezionando la funzione SMART Link DX, la sequenza di regolazione extra si attiva automaticamente. La sequenza di regolazione extra non può quindi essere utilizzata per nessuna altra
funzione. Non è necessario un modulo IQlogic+ (l’allarme che
indica il modulo mancante è bloccato).
La sequenza di regolazione supplementare consente di controllare contemporaneamente due batterie di riscaldamento nelle
combinazioni seguenti: acqua - elettricità, acqua - acqua, elettricità - elettricità (Season Heat, vedere anche la sezione 6.4.11.7).
La batteria di riscaldamento per acqua calda è disponibile con o
senza funzione di protezione antigelo.
Quando l’uscita della prima batteria di riscaldamento non è
sufficiente, la seconda viene automaticamente portata all’interno
della sequenza.
Sono disponibili sequenza di avvio, funzione di protezione antigelo, funzione di controllo pompa, postraffreddamento per la
batteria di riscaldamento elettrica e altre funzionalità.
Per la sequenza di avvio, la funzione di protezione antigelo, il
mantenimento e il postraffreddamento, vengono utilizzate le
stesse impostazioni del normale postriscaldamento.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Sequenza di regol. extra 1/2
Inattivo/
Riscaldamento/
Raffreddamento/
Riscaldamento e
raffreddamento
On/Off
On/Off
0-100%
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su
contatto aperto/
Allarme su contatto
chiuso/Funzione
contattore
Inattivo
Uscita invertita 10-0 V
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
Mantenimento della pompa
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Allarme pompa
Off
Off
100%
On
On
24 ore
3 min.
Inattivo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
61
IT.GOLDSKE.150820
6.4.11.4 Postriscaldamento
La batteria di riscaldamento è dotata di un connettore rapido per
il collegamento alla centralina dell’AHU che rileva automaticamente il tipo di batteria di riscaldamento in uso.
Postriscaldamento
Batteria di riscaldamento per acqua calda
In caso di carico di postriscaldamento ed è stata selezionata la
funzione mantenimento della pompa o pompa + valvola, l’uscita
del relè (morsetti 20-21 della centralina) si attiva e ciò attiva la
pompa di ricircolo della batteria di riscaldamento.
A basse temperature esterne (inferiori a +12°C), l’uscita della
pompa è sempre attivata. Per il tempo rimanente, l’uscita della
pompa si attiva 3 minuti/giorno (impostazione di fabbrica) per il
mantenimento della pompa di ricircolo.
Impostazioni:
Valore
Batteria di riscaldamento per
acqua calda
Mantenimento della pompa
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
On
On
24 ore
3 min.
Batteria di riscaldamento elettrica
In caso di carico di postriscaldamento, l’uscita del relè (morsetti
20-21 della centralina) si attiva.
L’uscita del relè può essere utilizzata per l’indicazione o il bloccaggio della funzione esterna.
6.4.11.5 Xzone
La funzione di controllo della temperatura Xzone prevede il
controllo di una zona di temperatura supplementare attraverso il
sistema di ventilazione.
Xzone
Xzone può essere utilizzato per tutti i tipi di unità di trattamento
aria e nella zona supplementare è possibile controllare sia il
postriscaldamento che il raffreddamento.
Per informazioni più dettagliate, vedere anche la guida alle
funzioni Xzone.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Xzone
Batteria di riscaldamento per
acqua calda
Mantenimento della pompa
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Ingresso allarme, funzione
On/Off
Off
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su contatto
aperto/Allarme su
contatto chiuso/
Funzione contattore
On
On
24 ore
3 min.
Inattivo
62
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.11.6 Batteria di riscaldamento elettrica
Batteria di
riscaldamento elettrica
Se la batteria di riscaldamento elettrica è stata in funzione, la
batteria di riscaldamento viene postraffreddata per circa 3 minuti
(impostazione di fabbrica) quando l’arresto è stato attivato.
Il testo “Postraffreddamento” viene visualizzato sul terminale
manuale.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Postraffreddamento
1 - 25 min
3 min.
6.4.11.7 Season Heat
Season Heat
La funzione Season Heat prevede che le funzioni sequenza di
regolazione supplementare 1 siano attivate. Vedere la sezione
6.4.11.3.
Quando sono attivate sia la funzione standard per il postriscaldamento sia la sequenza di riscaldamento supplementare, è
possibile alternare tra queste tramite ingresso digitale o comunicazione.
Esempio: L'acqua calda è disponibile solo durante la stagione
invernale. In estate l’eventuale carico di postriscaldamento è
supportato da una batteria di riscaldamento elettrica. La commutazione può avvenire manualmente o tramite un termostato
esterno, una funzione timer esterno o qualcosa di simile.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Season Heat
Inattivo/Seq. reg. extra
1, contatto chiuso/Seq.
reg. extra 1, contatto
aperto/Seq. reg. extra 1
Manuale 1)
On/Off 2)
Inattivo
Seq. reg. extra attivata
(solo manuale)
Off
Sequenza di regolazione extra 1, contatto chiuso = Quando il contatto
è chiuso, solo la funzione di postriscaldamento standard è attiva. Quando
il contatto è aperto, si verifica una commutazione alla sequenza di regolazione extra di riscaldamento.
Sequenza di regolazione extra 1, contatto aperto = Quando il contatto è
aperto, solo la funzione di postriscaldamento standard è attiva. Quando il
contatto è chiuso, si verifica una commutazione alla sequenza di regolazione extra di riscaldamento.
1)
Sequenza di regolazione extra 1, manuale = La commutazione avviene nel
terminale manuale o sulla pagina Web dell’AHU.
2)
La sequenza di regolazione extra in posizione Off prevede che la funzione
standard per il postriscaldamento sia attiva e nella posizione On si verifica una
commutazione alla sequenza di regolazione extra.
6.4.11.8 Funzioni automatiche
Funzione di protezione antigelo, batteria di riscaldamento per l’acqua
La funzione di protezione antigelo è sempre attiva se si utilizza
una batteria di riscaldamento ad acqua fornita dalla Swegon.
La funzione attiva un dispositivo di riscaldamento che mantiene
la temperatura della batteria su 13°C (unità di trattamento aria
in funzione) o 25°C (unità di trattamento aria ferma). Se il sensore di temperatura rileva una temperatura inferiore a 7°C, viene
generato un allarme e l’AHU si arresta.
Riduzione della potenza della batteria di riscaldamento elettrica
Solo in combinazione con la batteria di riscaldamento elettrica di
Swegon.
Per evitare che gli elementi di riscaldamento elettrici si surriscaldino quando generano la massima potenza termica, è richiesta
una velocità dell'aria pari o superiore a 2,0 m/s.
Se la portata della portata d'aria di mandata dell'unità di trattamento aria scende al di sotto del valore corrispondente a
una velocità di 2,0 m/s nel recuperatore di calore, la potenza
di riscaldamento della batteria di riscaldamento viene ridotta
automaticamente.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
63
IT.GOLDSKE.150820
6.4.12 Raffreddamento
6.4.12.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
6.4.12.2 Sequenza di regolazione extra 1 e 2
Si utilizza per le funzioni di regolazione supplementari comandate da un segnale da 0–10 V (10-0), insieme alla normale
sequenza di regolazione della temperatura.
Questa funzione può essere utilizzata per sfruttare il caldo o il
freddo esistente, proveniente ad es. da un chiller. Tale funzione
può inoltre essere impiegata per una batteria di raffreddamento
o di riscaldamento supplementare.
Raffreddam.
Stato
Sequenza di regol. extra 1/2
Il modulo può inoltre essere utilizzato per la supervisione delle
serrande per il ricircolo, se richiesto. In questi casi, viene utilizzata
un’uscita invertita 10-0 V.
Il controllo del ricircolo è utilizzato per la sezione di miscelazione
TBBD (solo GOLD SD) L’uscita invertita 10-0 V deve essere nella
posizione On.
È possibile limitare il segnale massimo in uscita dal 100% al 0%.
Il segnale massimo in uscita della sequenza di regolazione extra è
controllato dall’accessorio del modulo IQlogic+ TBIQ-3-2, vedere
le istruzioni di installazione separate.
Selezionando la funzione SMART Link DX, la sequenza di regolazione extra si attiva automaticamente. La sequenza di regolazione extra non può quindi essere utilizzata per nessuna altra
funzione. Non è necessario un modulo IQlogic+ (l’allarme che
indica il modulo mancante è bloccato).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Sequenza di regol. extra 1/2
Inattivo/
Riscaldamento/
Raffreddamento/
Riscaldamento e
raffreddamento
On/Off
On/Off
0-100%
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su
contatto aperto/
Allarme su contatto
chiuso/Funzione
contattore
Inattivo
Inversione uscita 10-0V
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
Mantenimento della pompa
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Allarme pompa
64
www.swegon.com
Off
Off
100%
On
On
24 ore
3 min.
Inattivo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.12.3 Raffreddamento
L’attuatore della valvola della batteria di riscaldamento ad acqua
è dotata di un connettore rapido per il collegamento alla centralina dell’AHU che attiva automaticamente la funzione di raffreddamento.
Raffreddam.
1 step
Utilizzato se è collegato il raffreddamento in 1 step. Il controller
del raffreddamento dell’AHU regola la potenza di raffreddamento in base al carico di raffreddamento, 0-100%. Il relè di
raffreddamento viene eccitato quando il carico di raffreddamento è superiore al 5% e viene diseccitato quando il carico di
raffreddamento è inferiore al 2%.
2 step
Utilizzato se è collegato il raffreddamento in 2 step. Il controller
del raffreddamento dell’AHU regola la potenza di raffreddamento in base al carico di raffreddamento, 0-100%.
Il relè di raffreddamento 1 viene eccitato quando il carico di raffreddamento supera il 5% e viene diseccitato quando è inferiore
al 2%. Il relè di raffreddamento 2 viene eccitato quando il carico
di raffreddamento supera il 55% e viene diseccitato quando è
inferiore al 50%.
3 step, binario
Utilizzato in caso di collegamento del raffreddamento con due
ingressi controllati con tre step binari. Il controller del raffreddamento dell’AHU regola la potenza di raffreddamento in base al
carico di raffreddamento, 0-100%.
Con un maggiore carico di raffreddamento:
Il relè di raffreddamento 1 viene eccitato quando il carico di
raffreddamento è superiore al 5% e viene diseccitato quando
il carico di raffreddamento è tra il 40 e il 70%. Il relè di raffreddamento 2 viene eccitato quando il carico di raffreddamento è
superiore al 40%. Il relè di raffreddamento 1 viene nuovamente
eccitato (assieme al relè di raffreddamento 2) quando il carico di
raffreddamento è superiore al 70%.
Con un minore carico di raffreddamento:
Il relè di raffreddamento 1 viene diseccitato quando il carico di
raffreddamento è inferiore al 60%, viene nuovamente eccitato
quando il carico è inferiore al 30% e di nuovo viene diseccitato
quando il carico di raffreddamento è inferiore al 2%. Il relè di
raffreddamento 2 viene diseccitato quando il carico di raffreddamento è inferiore al 30%.
Impostazioni:
Valore
Batteria di raffreddamento DX
Raffreddamento
Batteria di raffreddamento per
l’acqua
Mantenimento della pompa 1
Mantenimento della pompa 2
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Inattivo/1 step/2
step/3 step,
binario
Inattivo
On/Off
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
On
On
On
24 ore
3 min.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
65
IT.GOLDSKE.150820
6.4.12.4 Xzone
La funzione di controllo della temperatura Xzone prevede il
controllo di una zona di temperatura supplementare attraverso il
sistema di ventilazione.
Xzone
Xzone può essere utilizzato per tutti i tipi di unità di trattamento
aria e nella zona supplementare è possibile controllare sia il
postriscaldamento che il raffreddamento.
Per informazioni più dettagliate, vedere anche la guida alle
funzioni Xzone.
Impostazioni:
Valore
Batteria di raffreddamento DX
Raffreddamento
Batteria di raffreddamento per
l’acqua
Mantenimento della pompa 1
Mantenimento della pompa 2
Mantenimento della valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Ingresso allarme 1, funzione
Ingresso allarme 2, funzione
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Inattivo/1 step/2
step/3 step,
binario
Inattivo
On/Off
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su
contatto aperto/
Allarme su contatto chiuso/Funzione
contattore
Inattivo/Allarme su
contatto aperto/
Allarme su contatto chiuso/Funzione
contattore
On
On
On
24 ore
3 min.
Inattivo
Inattivo
COOL DX
6.4.12.5 COOL DX
COOL DX - Economia (senza recuperatore di calore)
Utilizzato quando il chiller COOL DX chiller è collegato. Entrambi
i relè di raffreddamento dell’unità di trattamento aria funzionano
parallelamente ai rispettivi relè del modulo IQlogic+ nel chiller
COOL DX.
COOL DX - Comfort
Utilizzato quando il chiller COOL DX chiller è collegato. Il recuperatore di calore nell’AHU opera in sequenza con la batteria di raffreddamento per uniformare la temperatura dell'aria di mandata.
COOL DX Top
Utilizzato quando il chiller COOL DX Top chiller è collegato.
Entrambi i relè di raffreddamento dell’unità di trattamento aria
funzionano parallelamente ai rispettivi relè del modulo IQlogic+
nel chiller COOL DX.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
COOL DX
Inattivo/Economia/
Comfort/COOL DX Top
Inattivo
66
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.12.6 Ritardo
Il tempo di riavvio viene calcolato da quando il compressore si
avvia a quando è possibile avviarlo nuovamente.
Ritardo
L’ora di commutazione step è il ritardo tra due step.
Il tempo di avvio/arresto viene calcolato da quando il compressore si arresta a quando è possibile avviarlo nuovamente.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Ora riavvio
Ora commutazione step
Ora di arresto/avvio
0-20 min.
0-15 min.
0-15 min.
5 min.
5 min.
5 min.
6.4.12.7 Limiti aria esterna
È possibile impostare una funzione di bloccaggio in 3 step dipendente dalla temperatura esterna. Se la temperatura esterna è
inferiore al limite per lo step, i relè di raffreddamento si bloccano.
La funzione viene utilizzata per impedire che i relativi compressori
vengano accesi e spenti troppe volte.
Limiti aria esterna
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Step 1
Step 2
Step 3
0 - 30°C
0 - 30°C
0 - 30°C
15˚C
18 °C
20˚C
6.4.12.8 Limiti portata d'aria
Raffreddamento, 0 - 10 V:
La funzione di raffreddamento è bloccata se le portate d’aria di
mandata o di ripresa sono inferiori al limite preimpostato.
Limiti portata d'aria
Se la funzione di limite della portata d’aria non è di interesse
immediato, entrambi i limiti della portata sono impostati su 0.
Raffreddamento, On/Off:
La portata d’aria corrente deve superare la portata d’aria preimpostata perché sia possibile mettere in esercizio la rispettiva fase
di raffreddamento.
Impostazioni:
Valore
Campo di
Impostazione
impostazione di fabbrica
Raffreddamento, 0 - 10 V
Aria di mandata, 0 - 10 V
Portata 0 - Max.
Aria di ripresa, 0 - 10 V
Portata 0 - Max.
Raffreddamento, On/Off
Aria di mandata, On/Off,
fase 1
Aria di ripresa, On/Off,
fase 1
Aria di mandata, On/Off,
fase 2
Aria di ripresa, On/Off,
fase 2
Aria di mandata, On/Off,
fase 3
Aria di ripresa, On/Off,
fase 3
Portata 0 - Max.
Portata 0 - Max.
Portata 0 - Max.
Portata 0 - Max.
Portata 0 - Max.
Portata 0 - Max.
25% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
25% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
25% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
25% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
50% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
50% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
75% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
75% di portata d’aria max.
per unità di trattamento aria
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
67
IT.GOLDSKE.150820
6.4.13 Recupero dell'energia di riscaldamento/raffreddamento
6.4.13.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Rec. riscaldam./
raffreddam.
Stato
6.4.13.2 Carry over control
Se i ventilatori generano valori ridotti della portata d'aria,
la velocità del recuperatore di calore rotativo viene abbassata a una velocità appropriata per ottenere una portata
di spurgo corretta attraverso il recuperatore di calore.
Carry over control
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Carry over control
On/Off
Off
68
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.13.3 Sbrinatura
Negli ambienti in cui l'aria di ripresa può a volte essere
umida, è possibile attivare la funzione di sbrinatura per
proteggere dal gelo il recuperatore di calore. Tale funzione effettua un monitoraggio continuo delle condizioni
del rotore del recuperatore di calore, in modo da prevenire che si intasi a causa del congelamento della condensa nei suoi passaggi.
Sbrinatura
La funzione richiede il collegamento di un sensore di pressione
separato (impostato per la sbrinatura del recuperatore di calore)
agli ingressi della centralina per la comunicazione BUS esterna
e agli ugelli di misurazione della pressione dell’AHU. Vedere le
istruzioni per l’installazione separate del sensore di pressione
TBLZ-1-23-aa.
Per ottenere una caduta di pressione di riferimento per il monitoraggio occorre tarare la caduta di pressione sul rotore. La taratura
avviene impostando Taratura sulla posizione On.
Quando la funzione di sbrinatura è attivata, la caduta di pressione sul recuperatore viene misurata continuamente e la lettura viene confrontata con quella di taratura. Se la caduta di
pressione supera il limite preimpostato, entra in funzione una
sequenza di sbrinatura in cui la velocità del rotore viene gradualmente ridotta (tempo di rampa max. 4 minuti) alla velocità a
cui la caduta di pressione nel recuperatore di calore scende alla
metà del limite preimpostato. La velocità minima ammissibile
del rotore è 0,5 giri/min. Durante l'operazione di sbrinatura,
l'aria di ripresa calda sgela qualsiasi eventuale patina di ghiaccio
formatasi sulle superfici. Un tempo di ritardo di 4 minuti dà al
recuperatore di calore il tempo di asciugarsi, prima che il rotore
ricominci ad aumentare la sua velocità (tempo di rampa max. 4
minuti) per arrivare a regime.
La sbrinatura dura al massimo 30 minuti. Se la caduta di pressione non scende entro il tempo max per 6 volte in un giorno
viene generato l’allarme.
Aria di ripresa
Principio di collegamento per la funzione di sbrinatura con sensore di
pressione separato.
Si noti che durante le operazioni di sbrinatura l'efficienza del
recuperatore di calore diminuisce, mentre la temperatura dell'aria di mandata a valle del medesimo aumenta.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Sbrinatura
Valore limite di sbrinatura
Taratura
On/Off
30 – 100 Pa
On/Off
Off
50 Pa
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
69
IT.GOLDSKE.150820
6.4.13.4 Taratura/Ottimizzazione (GOLD PX)
Sbrinatura, standard
All'avvio dell'unità di trattamento aria o se necessario,
occorre effettuare una taratura. Quando la taratura è in
corso, vengono calcolati i valori limite dell'unità di trattamento aria per allarmi e sbrinatura.
Taratura/Ottimizzazione
Sbrinatura, RECOfrost
All'avvio dell'unità di trattamento aria o se necessario, occorre
effettuare una taratura. Quando la taratura è in corso, vengono
calcolati i valori limite dell'unità di trattamento aria per allarmi e
sbrinatura.
All'avvio dell'unità di trattamento aria o se necessario, occorre
effettuare l'ottimizzazione bypass. Quando l'ottimizzazione
bypass è in corso, vengono ottimizzate le posizioni delle serrande
della sezione di bypass.
Taratura e ottimizzazione bypass possono essere attivate perché
avvengano contemporaneamente o singolarmente. Se vengono
attivate singolarmente, non importa quale venga attivata per
prima.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Taratura
Ottimizzazione bypass
(solo RECOfrost)
On/Off
On/Off
Off
Off
GOLD CX/SD (recuperatore di calore a batteria)
Controllo pompa, recuperatore di calore a batteria
La pompa del sistema idraulico di tubazioni si avvia se si rende
necessario il recupero termico. La pompa viene attivata una volta
al giorno anche se non occorre recuperare calore per oltre 24
ore.
6.4.13.5 Funzioni automatiche
GOLD RX (recuperatore di calore rotativo)
Funzione di spurgo
La funzione automatica di spurgo impedisce che il recuperatore
di calore rotativo rimanga fermo a lungo nella stessa posizione
quando non sussiste il fabbisogno di riscaldamento.
L’operazione di spurgo si attiva quando l’AHU è in funzione ma
il rotore del recuperatore di calore non gira. Il rotore viene quindi
azionato per 10 secondi ogni 10 minuti per pulire le sue superfici
dalle impurità.
Calcolo dell’efficienza
L'efficienza viene calcolata e visualizzata (0 - 100%).
Recupero raffreddamento
Il recupero raffreddamento è una funzione automatica che aiuta
l’unità di trattamento aria in presenza di un carico di raffreddamento e temperatura elevata dell’aria esterna a utilizzare la
relativa “energia di raffreddamento” presente all’interno. Il recuperatore di calore funziona al regime max e recupera in questo
modo il freddo relativo o l’aria raffreddata presente all’interno
dell’aria di ripresa.
Le condizioni per l’attivazione della funzione sono il fabbisogno
di raffreddamento e una temperatura esterna superiore di 1°C
all’aria di ripresa. La funzione si arresta quando cessa il carico di
raffreddamento o la temperatura esterna raggiunge la temperatura dell’aria di ripresa.
Funzionamento prolungato del recuperatore di calore
Se l’AHU si arresta, il recuperare di calore continua automaticamente a recuperare calore per circa 1 minuto.
Le ventole si fermano completamente con un certo ritardo dopo
il comando di arresto e ciò impedisce che l’aria di mandata
raffreddi i locali.
70
www.swegon.com
Protezione antigelo
In condizioni climatiche fredde, se l'aria di ripresa è umida il
recuperatore di calore a batteria è soggetto al rischio di congelamento. I modelli GOLD CX/SD sono dotati di protezione antigelo.
Vengono misurate la temperatura del liquido che circola nella
batteria dell'aria di ripresa e il tenore di umidità di quest'ultima.
Il sistema di comando calcola la temperatura del liquido minima
consentita in relazione al tenore di umidità per evitare il rischio
di congelamento. La valvola del sistema idraulico di tubazioni
viene quindi regolata in modo da impedire che il liquido in circolo
scenda al di sotto di tale limite di temperatura.
GOLD PX (recuperatore di calore a flussi incrociati)
In condizioni climatiche fredde, quando l’aria di ripresa è umida,
il recuperatore di calore a flussi incrociati è soggetto al rischio di
congelamento. L’unità GOLD PX è pertanto dotata di una protezione antigelo.
Protezione antigelo, standard
Vengono misurate la caduta di pressione nell’intero recuperatore
di calore e la temperatura dell’aria esterna.
Tenendo in considerazione la caduta di pressione nell’intero recuperatore di calore e la temperatura dell’aria esterna, il sistema
di controllo regola le serrande per il bypass e il recuperatore di
calore (interconnesse) per evitare la formazione di ghiaccio.
Protezione antigelo RECOfrost
Vengono misurati la caduta di pressione nell’intero recuperatore
di calore, la temperatura dell’aria di ripresa, il contenuto di umidità nell’aria di ripresa e la temperatura dell’aria esterna.
Tenendo in considerazione la caduta di pressione nell’intero recuperatore di calore, la temperatura dell’aria di ripresa, il contenuto
di umidità nell’aria di ripresa e la temperatura dell’aria esterna,
il sistema di controllo regola individualmente le serrande per il
bypass e il recuperatore di calore per la sbrinatura sezione per
sezione senza la formazione di ghiaccio.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.14 SMART Link
La funzione SMART Link è destinata all’uso per un controllo
ottimale della temperatura e del funzionamento, oltre alla lettura
di allarmi e valori per un chiller/pompa di calore Swegon.
Per maggiori informazioni relativamente ai chiller/pompe di calore ad acqua, fare riferimento alla Guida sulla funzione SMART
Link/AQUA Link.
SMART Link
Per maggiori informazioni relativamente ai chiller/pompe di calore DX(Celest+ LE), fare riferimento alla Guida alle funzioni SMART
Link DX (solo GOLD RX).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Tipo di unità
Disattivato/
Acqua, pompa di
calore/
Acqua, chiller/
Acqua, reversibile/
DX, pompa di
calore/
DX, chiller/
DX, reversibile
Inattivo
10 – 80 °C 1)
1 - 10 K
0 – 20 °C 1)
1 - 10 K
-50 – +50 °C
40 °C
3K
12 °C
2K
-30 °C
On/Off
0,01 – 6,00 K/min
Off
0,3 K/min
0,01 – 6,00 K/min
0,3 K/min
5 - 90%
70 - 100%
30 - 3200
On/Off
Inattivo/Allarme su
contatto chiuso/
Allarme su contatto
aperto/Funzione
contattore
75
95
60
Off
Inattivo
1-4
1
0 - 180 min
-50 – +50 °C
30 min
-30 °C
5 - 900 s
0,0 - 5,0K
180 s
1,0K
60 - 600 s
240 s
Acqua
Acqua riscaldata (Setpoint)
Diff. acqua riscaldata
Acqua fredda (Setpoint)
Diff. acqua fredda
Limite aria esterna
(non applicabile al chiller)
Optimize
Ottimizzazione del raffreddamento
velocità regolazione
Ottimizzazione del riscaldamento
velocità regolazione
Limite valvola, inferiore
Limite valvola, superiore
Ritardo
AQUA Link
Allarme pompa
DX
Numero di unità collegate
(Celest+)
Modo Comfort, durata
Limite aria esterna
(non applicabile al chiller)
Ritardo sbrinatura
Dead band, temp. aria di
mandata
Tempo di stabilizzazione
I valori min. e max. sono limitati dai valori preimpostati nel chiller/
pompa di calore
1)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
71
IT.GOLDSKE.150820
6.4.15 Umidità
Se le funzioni di regolazione deumidificazione e umidificazione
vengono attivate contemporaneamente, la regolazione deumidificazione ha la priorità e le impostazioni possibili per l'umidificazione possono solo essere di valore identico o inferiore a quelle di
regolazione deumidificazione. Si verifica un ritardo di 5 minuti tra
l’arresto della regolazione deumidificazione e l’avvio della regolazione umidificazione (e viceversa).
Umidità
6.4.15.1 Stato
Visualizza tutti i valori pertinenti. Si utilizza per i controlli funzionali.
Stato
6.4.15.2 Umidificazione
Umidificazione ad evaporazione (On/Off)
La funzione è adatta all’utilizzo insieme a un umidificatore ad
evaporazione (non Swegon).
Umidificazione
La funzione richiede l'accessorio modulo TBIQ-3-1 IQnomic+ e il
sensore di umidità TBLZ-31-2. Vedere le istruzioni per l’installazione separate. Installare il sensore di umidità nel canale dell’aria
di ripresa (o nei locali), vedere lo schema.
L'umidità nel canale dell'aria di ripresa (dai locali) è regolata tra i
limiti impostabili di avvio e di arresto.
Umidificazione a vapore (0 - 10 V)
La funzione è appropriata per essere usata assieme a un umidificatore a vapore (non fornito da Swegon) ed è un sistema a
controllo variabile tramite un segnale di controllo 0-10 V, come
pure una funzione di contatto che interblocca l’umidificatore se
l’unità di trattamento aria si arresta, se viene utilizzato il Raffreddamento notturno estivo o se l’umidità nell’aria di mandata
supera il setpoint di oltre il 10%.
La funzione richiede il modulo accessorio TBIQ-3-1 IQlogic Plus
e un sensore di umidità TBLZ-31-1 accessorio (per la regolazione
dell’aria di mandata) oppure due sensori di umidità TBLZ-31-1/2
accessori (per la regolazione dell’aria di ripresa); fare riferimento
alle istruzioni di istallazione fornite a parte. Installare i sensori di
umidità rispettivamente nel canale dell’aria di ripresa e nel canale
dell’aria di mandata. Vedere lo schema!
Esempio,
umidificazione a vapore
TBLZ-1-31-2
Sensore di umidità, aria di ripresa
La funzione mantiene costante il livello di umidità nel canale
dell'aria di ripresa (dai locali) regolando l'umidità nell'aria di
mandata. Per evitare che l'umidità nell'aria di mandata divenga
eccessiva, viene limitata a un limite massimo.
In alternativa, l’umidità nel canale dell’aria di mandata può
essere mantenuta costante selezionando un sensore di regolazione dell’umidità nell’aria di mandata.
Il setpoint non può essere impostato a un valore più alto del
limite massimo. Se la funzione di deumidificazione è attivata,
il limite max non può essere impostato a un valore più alto del
setpoint per la deumidificazione.
TBLZ-1-31-1
Sensore di umidità,
aria di mandata
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Umidificazione
Inattivo/On/Off/
0-10V
Aria di mandata/
ripresa
Inattivo
Sensore di regolazione
A evaporazione
Avvio
Arresto
Vapore
Setpoint
Aria di mandata max
72
www.swegon.com
Aria di mandata
10 - 95%RH
10 - 95%RH
40%RH
45%RH
10 - 95%RH
10 - 95%RH
30%RH
80%RH
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.15.3 Deumidificazione
La funzione è destinata alla deumidificazione dell’aria di mandata allo scopo di prevenire la condensa nel canale dell’aria di
mandata o nei prodotti di aria condizionata collegati.
Deumidificazione
La funzione di controllo della deumidificazione regola l’umidità
presente nel canale dell’aria di mandata o dell’aria di ripresa
mediante una batteria di raffreddamento e una di riscaldamento
per il postriscaldamento.
La funzione richiede l’installazione di una batteria di raffreddamento nel canale dell’aria di mandata, a monte di una di riscaldamento. Vedere l’esempio sulla destra.
Esempio: Deumidificazione Ventilatore
Se è necessario il controllo dell’umidità nel canale dell’aria di
mandata, installare un sensore di umidità TBLZ-1-31-1 nel canale
dell’aria di mandata. Se è necessario il controllo dell’umidità nel
canale dell’aria di ripresa, installare un sensore di umidità TBLZ1-31-2 nel canale dell’aria di ripresa e un sensore di umidità
TBLZ-1-31-1 nel canale dell’aria di mandata. Collegare il sensore
all’AHU. Vedere le istruzioni per l’installazione separate.
TBLZ-1-31-2 Sensore di umidità
Sensore di temperatura,
aria di mandata
Viene comandato il raffreddamento per la condensazione dell’umidità nella portata d’aria di mandata, che viene quindi riscaldata alla temperatura dell’aria di mandata desiderata. In questo
modo si ottiene una riduzione del tenore di umidità dell’aria di
mandata.
TBLZ-1-31-1 Sensore di umidità
L’impianto di raffreddamento deve essere dimensionato in modo
che la temperatura dell’aria in mandata sia inferiore al punto
di rugiada, altrimenti non si ha condensazione e, senza di essa,
nemmeno deumidificazione.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Deumidificazione
Inattivo/Aria di
mandata/Aria di
ripresa
10-90% UR
10-90% UR
Inattivo
Aria di mandata - umidità relativa
Aria di ripresa - umidità relativa
50% UR
50% UR
6.4.15.4 Allarme umidificatore
È possibile selezionare la funzione circuito chiuso, circuito aperto
o contattore per l’ingresso allarme.
Allarme umidificatore
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Ingresso allarme
Inattivo/Circuito chiuso/Circuito
aperto/Funzione contattore 1)
Inattivo
Il circuito chiuso prevede la chiusura del circuito per attivare un allarme.
Il circuito aperto prevede l’apertura del circuito per attivare un allarme.
La funzione contattore prevede l’uso di un contatto ausiliario da un
contattore che controlla l’umidificatore. Il contatto ausiliario è collegato
all’ingresso allarme.
1)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
73
IT.GOLDSKE.150820
6.4.16 ReCO2
La funzione ReCO2 è progettata per garantire la corretta
qualità o temperatura dell’aria, mediante il ricircolo
dell’aria di ripresa e la riduzione al minimo della portata
in ingresso dell’aria esterna.
La funzione può essere utilizzata nei sistemi di ventilazione in cui
è accettabile una miscelazione dell’aria di ricircolo.
ReCO2
La funzione presuppone che la serranda dell’aria esterna e la serranda nella sezione di ricircolo dell’aria siano dotate di attuatori
delle serrande di modulazione.
Le portate inferiori dell’aria esterna e di espulsione, oltre alla
minore velocità dei ventilatori dell’aria di ripresa, consentono
all’unità di consumare meno energia. Un sensore della qualità
dell’aria separato misura continuamente la qualità dell’aria del
sistema di ventilazione.
Per ottenere una caduta di pressione di riferimento per la funzione occorre tarare la caduta di pressione sul rotore. La taratura
avviene impostando Taratura sulla posizione On.
Per maggiori informazioni, fare riferimento alla Guida sulla
funzione ReCO2.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Disattivato/
CO2 / VOC /
Aumento CO2 / VOC e
portata d'aria
Disattivato
Modo temperatura
CO2/VOC
Setpoint
CO2, setpoint
VOC, setpoint
Aria esterna min.
Aria di
ripresa
Aria
esterna
Aria di
mandata
Sensore di pressione per la
misurazione dell'aria esterna
Portata d’aria esterna mantenuta costante dal sensore di pressione
Modo regolazione
CO2/VOC, modo
operativo
Aria di
espulsione
Inattivo/Sequenza
riscaldamento/
Sequenza raffreddamento/Sequenza
riscaldamento e
raffreddamento
Inattivo
0 - 100%
0 - 10000 ppm
0 - 10000 ppm
50%
1000 ppm
1500 ppm
25% di portata
d’aria max.
per unità di
trattamento aria
25% di portata
d’aria max.
per unità di
trattamento aria
Off
1)
Aria di espulsione min.
1)
Taratura
Temperatura
Aria esterna min.
On/Off
Aria di espulsione min.
1)
Taratura
On/Off
1)
Quando la serranda di ricircolo si apre, la velocità del ventilatore dell’aria di
ripresa diminuisce e viceversa.
25% di portata
d’aria max.
per unità di
trattamento aria
25% di portata
d’aria max.
per unità di
trattamento aria
Off
La gamma di impostazioni coincide con le impostazioni min. e max.
dell’AHU.
1)
74
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.17 All Year Comfort
La funzione All Year Comfort comanda la temperatura della portata di mandata fornita ai comfort module, alle travi di raffreddamento, alle unità delle pareti perimetrali, ecc., mediante valvole
di controllo. La temperatura dell'acqua viene misurata mediante
due sensori termici a contatto montati sul tubo dell'acqua di
ciascun circuito.
All Year Comfort è dotato di funzioni per la compensazione
esterna, la compensazione interna, la compensazione notturna,
la compensazione del punto di rugiada e il controllo e il funzionamento di pompa e valvole.
Per ulteriori informazioni, consultare la guida alla funzione All
Year Comfort.
All Year
Comfort
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Funzione
Inattivo/Acqua di
raffreddamento/
Acqua di
riscaldamento/
Acqua di
raffreddamento
e acqua di
riscaldamento
Inattivo
Acqua fredda
Acqua fredda1)
Compensazione temp. esterna
Temp. esterna X1
Temp. esterna X2
Temp. esterna X3
Temp. esterna X4
Temp. acqua fredda Y1
Temp. acqua fredda Y2
Temp. acqua fredda Y3
Temp. acqua fredda Y4
Temp. esterna per avvio pompa
Temp. esterna per arresto pompa
Compensazione temp. ambiente
Setpoint temp. ambiente
Temp. ambiente Banda P
Blocco notte comp. ambiente
Compensazione notturna
Riduzione notturna
Canale tempo 1/2 inizio notte
Canale tempo 1/2 fine notte
Canale tempo 1/2 periodo
Compensazione punto di rugiada
Compensazione portata dell'aria
Mantenimento pompa
Mantenimento attivazione valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Allarme pompa
Allarme valvola
5 - 30°C
14 °C
On/Off
Off
-40 – +40°C
10 °C
-40 – +40°C
20˚C
-40 – +40°C
25 °C
-40 – +40°C
30 °C
5 – 30°C
22˚C
5 – 30°C
18 °C
5 – 30°C
14 °C
5 – 30°C
12 °C
-40 – +40°C
10 °C
-40 – +40°C 7 °C
On/Off
Off
0 - 40°C
21 °C
1 - 10 K
5K
On/Off
Off
On/Off
0 - 10 K
00:00 - 23:59
00:00 - 23:59
Inattivo/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Lun - Ven/Lun Dom/
Sab - Dom
Off
2K
00:00
00:00
Inattivo
On/Off
On/Off
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su
contatto chiuso/
Allarme su contatto aperto/Funzione
contattore
On/Off
Off
Off
On
Off
24 ore
3 min.
Inattivo
Acqua riscaldata
Acqua riscaldata1)
Compensazione temp. esterna
Temp. esterna X1
Temp. esterna X2
Temp. esterna X3
Temp. esterna X4
Temp. acqua riscaldata Y1
Temp. acqua riscaldata Y2
Temperatura acqua riscaldata Y3
Temp. acqua riscaldata Y4
Temp. esterna per avvio pompa
Temp. esterna per arresto pompa
Compensazione temp. ambiente
Setpoint temp. ambiente
Temp. ambiente Banda P
Blocco notte comp. ambiente
Compensazione notturna
Riduzione notturna
Canale tempo 1/2 inizio notte
Canale tempo 1/2 fine notte
Canale tempo 1/2 periodo
Compensazione portata dell'aria
Mantenimento pompa
Mantenimento attivazione valvola
Intervallo di mantenimento
Periodo di mantenimento
Allarme pompa
Allarme valvola
10 – 80 °C
On/Off
-40 – +40°C
-40 – +40°C
-40 – +40°C
-40 – +40°C
10 – 80°C
10 – 80°C
10 – 80°C
10 – 80°C
-40 – +40°C
-40 – +40°C
On/Off
0 - 40°C
1 - 10 K
On/Off
On/Off
0 – -10 K
00:00 - 23:59
00:00 - 23:59
Inattivo/Lunedì/
Martedì/Mercoledì/
Giovedì/Venerdì/
Sabato/Domenica
Lun - Ven/Lun Dom/
Sab - Dom
On/Off
On/Off
On/Off
0-168 ore
0-60 min.
Inattivo/Allarme su
contatto chiuso/
Allarme su contatto aperto/Funzione
contattore
On/Off
30 °C
Off
-20 °C
0 °C
5 °C
15˚C
40 °C
30 °C
20˚C
15˚C
15˚C
18 °C
Off
21 °C
5K
Off
Off
-2 K
00:00
00:00
Inattivo
Off
On
Off
24 ore
3 min.
Inattivo
Off
Omesso se è selezionata la compensazione della temperatura
esterna.
1)
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
75
IT.GOLDSKE.150820
6.4.18 Controllo MIRU
È possibile collegare fino a dieci ventilatori a soffitto elettrici
dotati di MIRU Control a una unità di trattamento aria GOLD
tramite comunicazione bus.
Se uno o più ventilatori a soffitto elettrici vengono arrestati
tramite il pannello di controllo del relativo controllo MIRU, non è
possibile riavviarli tramite il terminale manuale dell'unità GOLD.
MIRU Control
Le impostazioni del microterminale manuale dell'unità GOLD
escludono le impostazioni del pannello di controllo del controllo
MIRU.
Nel microterminale manuale è possibile selezionare se il ventilatore a soffitto elettrico deve essere controllato in parallelo
tramite l'unità GOLD e se deve seguire le modalità operative a
bassa/alta velocità dell'unità di trattamento aria.
Se i ventilatori a soffitto elettrici vengono impiegati per portate
variabili, è possibile utilizzare la funzione di ventilazione bilanciata. È quindi possibile selezionare i ventilatori a soffitto elettrici
da inserire nella funzione.
Nel caso dell'aria di ripresa bilanciata, tutte le portate d'aria dei
ventilatori a soffitto elettrici attivati vengono aggiunte collettivamente. Nell'unità GOLD la portata d'aria di ripresa viene diminuita del volume corrispondente. In tal modo, la portata d'aria di
mandata risulta essere uguale alla portata d'aria di ripresa totale
e nell'edificio viene ottenuta una ventilazione bilanciata.
Nel caso dell'aria di mandata bilanciata, tutte le portate d'aria
dei ventilatori a soffitto elettrici attivati vengono aggiunte collettivamente. Nell'unità GOLD la portata d'aria di mandata viene
aumentata del volume corrispondente. In tal modo, la portata
d'aria di mandata risulta essere uguale alla portata d'aria di
ripresa totale e nell'edificio viene ottenuta una ventilazione
bilanciata.
Questa funzione presuppone che i sensori di pressione per la
misurazione della portata e per l'eventuale regolazione della
pressione siano collegati a MIRU Control.
Tutti i canali tempo disponibili in MIRU Control possono essere
impostati separatamente per ciascun ventilatore a soffitto
elettrico collegato tramite il microterminale manuale dell'unità
GOLD. Per una descrizione della funzione, vedere la Guida a
parte relativa alle Funzioni di controllo MIRU.
In base alla funzione selezionata in MIRU Control, è possibile
impostare il setpoint desiderato relativo a pressione o portata,
bassa velocità o alta velocità nel microterminale manuale dell'unità GOLD. Per una descrizione della funzione, vedere la Guida
a parte relativa alle Funzioni di controllo MIRU.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Numeri ventilatore
1 – 10, funzione
Inattivo/Avvio parallelo/
Inattivo
Velocità bassa/velocità alta
parallele/Avvio parallelo e
bassa velocità/alta velocità
Inattivo/Aria di mandata/ Inattivo
Aria di ripresa
Numeri ventilatore
1 – 10, funzione di
bilanciamento
Bassa velocità ventilatore 1 – 10
Bassa velocità ventilatore 1 – 10
Alta velocità ventilatore
1 – 10
Alta velocità ventilatore
1 – 10
Ventilatori 1 – 10, azione canale 1 – 4
0 – 750 Pa
1)
m3/s
0 – 750 Pa
1)
m3/s
Impostazioni
di fabbrica
100
0
200
0
Inattivo
Inattivo
Bassa velocità, Lun., Bassa
velocità
Mar., bassa velocità Mer.,
ecc.
Bassa velocità, Lun. – Ven.
Bassa velocità, Sab. –
Dom.
Bassa velocità, Lun. –
Dom.
Alta vel. Lun., Alta vel.
Mar., Alta vel. Mer., ecc.
Alta velocità, Lun. – Ven.
Alta velocità, Sab. – Dom.
Alta velocità, Lun. – Dom.
76
www.swegon.com
Ora di avvio
00:00-00:00
00:00
Ora di arresto
00:00-00:00
00:00
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.19 Ingressi/Uscite
Ad esempio, può essere utilizzato se l'unità di trattamento aria
verrà controllata/supervisionata mediante una stazione secondaria con microprocessore o un sistema PLC.
Il funzionamento esterno richiede l’accessorio modulo TBIQ-3-2
IQlogic +. Vedere le istruzioni per l’installazione separate.
Impostazioni:
Valore
Funzionamento
esterno, modulo 3/6
Uscita digitale modo
1/2
Ingresso digitale 1/2
Uscita analogico 1
Uscita analogico 2
Ingresso analogico
1/2
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Inattivo/Unità di trattamento aria in funzione/
Unità di trattamento aria in
funzionamento automatico/
Unità di trattamento aria in
funzionamento manuale/
Unità di trattamento aria in
funzione a bassa velocità/
Unità di trattamento aria in
funzione ad alta velocità/
Allarme A/Allarme B/Relè
serranda/Recuperatore di
calore/Sbrinatura recuperatore di calore/Postriscaldamento/Riduzione potenza di
postriscaldamento/Heating
Boost/Morning Boost/Riscaldamento notturno intermittente/Abbassamento portata
d’aria/Sequenza reg. extra
1/2 riscaldamento/Sequenza
reg. extra 1/2 raffreddamento/Raffreddamento/
Cooling Boost/Raffreddamento notte estate/ Ventilatore dell’aria di mandata in
funzione/Ventilatore dell’aria
di ripresa in funzione/Allarme
incendio interno intervenuto/
Allarme incendio esterno 1/
Allarme incendio esterno 2/
Allarme incendio esterno 1 o
2/Qualsiasi allarme incendio
Inattivo/Ripristino allarme/
Arresto acqua calda AYC/
Arresto acqua fredda AYC
Indica la portata dell'aria di
mandata presente, da 0 alla
velocità massima dell'unità di
trattamento aria (%)
Indica la portata dell'aria di
ripresa presente, da 0 alla
velocità massima dell'unità di
trattamento aria (%)
Inattivo/Offset setpoint/Offset setpoint, aria di mandata/Offset setpoint, aria di
ripresa
Inattivo
Inattivo
Inattivo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
77
IT.GOLDSKE.150820
6.4.20 Comunicazione
Nelle unità GOLD sono integrati di serie dispositivi di
comunicazione e monitoraggio. L’AHU è pronta per il
collegamento via EIA-485. Per il collegamento e il cablaggio dell’AHU, vedere la sezione 10.5 Collegamento ai
morsetti.
Comunicazione
Le comunicazioni possono inoltre avvenire tramite Ethernet senza alcun software oltre a un normale browser
Web, come Internet Explorer.
Ulteriori informazioni sulle interfacce, i protocolli e la
configurazione sono disponibili nel sito www.swegon.se
(com).
6.4.20.1 Porta esterna B
Per le comunicazioni con la rete. Specificare protocollo e impostazioni per Ethernet.
Porta esterna B
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
DHCP
Indirizzo IP
(statico o dinamico)
Netmask
GATEWAY predefinito
Primary DNS
Secondary DNS
On/Off
Off
10.200.1.1
255.255.255.0
0.0.0.0
0.0.0.0
0.0.0.0
Indirizzo MAC
Non regolabile
6.4.20.2 LAN wireless
La centralina dell’AHU è dotata, di serie, di funzione Wi-Fi e può
essere collegata ad es. a un terminale manuale wireless (accessorio), un computer portatile o uno smartphone.
LAN wireless
È possibile modificare la password mediante il terminale manuale
con una combinazione opzionale di cifre. La password e SSID
possono anche essere inseriti in forma alfabetica sulla pagina
Web dell’AHU.
Per collegare un computer portatile o uno smartphone, annotare
le impostazioni di SSID, password e indirizzo IP. Attivare il Wi-Fi
sul computer portatile o lo smartphone e cercare la rete wireless
(con lo stesso nome del SSID). Collegarsi inserendo la password.
Aprire il browser Web e aggiornare la pagina. Il browser Web si
connetterà automaticamente alla scheda dei circuiti di controllo.
Per effettuare il login, scrivere il proprio nome utente (locale o
dell’impianto) e inserire la password (locale = 0000, impianti =
1111, impostazione di fabbrica).
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
LAN wireless
SSID
Password (WPA2-PSK)
Indirizzo IP
Netmask
Indirizzo MAC
Canale (banda di
frequenza)
On/Off
Opzionale
Off
GOLD
123456789
192.168.234.1
255.255.255.0
Non regolabile
5
1)
1)
Non regolabile
Non regolabile
Non regolabile
5 - 11
Alcuni smartphone richiedono almeno sei caratteri.
78
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.20.3 E-mail
È possibile selezionare se l’AHU deve gestire qui le e-mail in
uscita.
E-mail
Le impostazioni possono essere inserite nella pagina Web
dell’AHU. Vedere le istruzioni a parte.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Server SMTP
Esterno/Interno
Server SMTP
Indirizzo opzionale
Numero di porta SMTP
Nome utente SMTP
Opzionale, da inserire sulla
pagina Web
Password SMTP
Opzionale, da inserire sulla
pagina Web
Cifratura
On/Off
Mittente e-mail
Opzionale, da inserire sulla
pagina Web
Percorso risposta
Opzionale, da inserire sulla
e-mail
pagina Web
Impostazione
di fabbrica
Esterno
25
Off
6.4.20.4 EIA-485
Specificare protocollo e impostazioni per EIA-485.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
Protocollo
Inattivo/Modbus/EXOline/
Metasys N2 Open/LON
4800/9600/19200/38400
Nessuno/Pari/Dispari
1/2
1 - 247
Modbus
1 - 255
0 - 100 ms
1
0 ms
Baud rate
Parità
Bit di stop
ID Modbus/ID
Metasys/PLA
ELA
Minimo ritardo di
feedback
EIA-485
9600
Nessuna
2
1
6.4.20.5 ModBus TCP
Modbus TCP
Specificare le impostazioni per il Modbus TCP.
Impostazioni:
Valore
Impostazione di
fabbrica
Numero di porta
Indirizzo IP client approvato
Netmask client approvata
502
0.0.0.0
0.0.0.0
6.4.20.6 IP BACnet
BACnet IP
Inserire le impostazioni IP BACnet.
Impostazioni:
Valore
Impostazioni di
fabbrica
Numero di rete est. B
Rete interna numero A
ID dispositivo
Numero di porta
0
0
0
47808
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
79
IT.GOLDSKE.150820
6.4.20.7 TCP EXOline
EXOline può essere attivato ed è possibile inserire il numero di
porta.
EXOline TCP
Impostazioni:
Valore
Numero di porta
PLA
ELA
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
1 - 247
1-255
26486
1
1
6.4.20.8 Comunicazione su livello operativo
È possibile cambiare qui la comunicazione su livello operativo.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazione di
fabbrica
Comunicazioni su
livello operativo
Inattivo/Arresto totale/
Bassa velocità/Alta velocità/
Arresto normale/Arresto
normale esteso
Inattivo
80
www.swegon.com
Comunicazione su
livello operativo
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.21 Impostazione base
Si utilizza per salvare, caricare e ripristinare le impostazioni.
È possibile visualizzare la data e l’ora dell’ultima copia di backup
salvata.
Le impostazioni dell’AHU/di comunicazione sono salvate/caricate
in/dalla memoria interna della centralina o dalla scheda dei circuiti SD esterna che può essere inserita nella centralina.
Impostazione
base
Le impostazioni dell’AHU riguardano tutte le impostazioni ad
eccezione di quelle di comunicazione.
Le impostazioni di comunicazione riguardano tutte le impostazioni (ad eccezione di quelle dell’AHU).
Il ripristino di fabbrica e il reset delle impostazioni dell’unità di
trattamento aria implicano che tutte le impostazioni, ad eccezione di quelle di comunicazione e i valori tarati, vengono ripristinate.
Il ripristino di fabbrica e il reset delle impostazioni dell’unità di
trattamento aria e delle comunicazioni implicano che tutte le
impostazioni, ad eccezione dei valori tarati, vengono ripristinate.
Il ripristino totale di fabbrica implica che tutte le impostazioni vengono ripristinate. Si noti che anche i valori
calibrati sul sensore di pressione, ecc. saranno ripristinati.
Impostazioni:
Valore
Alternativa
Impostaz. trattam. aria
Esporta impostaz. trattamento aria
Importa impost. tratt. aria
Impostazioni
comunicazione
Esporta impostaz. comunicazione
Importa impost. comunicaz.
Ripristino default
Esporta in backup locale/Esporta in
scheda SD
Importa da backup locale/Importa
da scheda SD
Esporta in backup locale/Esporta in
scheda SD
Importa da backup locale/Importa
da scheda SD
Ripristina impostazioni trattamento aria/Ripristina impostazioni
trattamento aria e comunicazione/
Ripristino totale di fabbrica
6.4.22. Utenti
I requisiti per la password possono essere attivati qui, sotto Livello utente (locale). La password è sempre 0000.
Impostazioni:
Valore
Campo di
impostazione
Impostazioni
di fabbrica
Requisiti per la password utente
On/Off
Off
Utenti
Utente IQnavigator
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
81
IT.GOLDSKE.150820
6.4.23 Test manuale
NB! L’esecuzione del test manuale può essere poco pratica. Inoltre, comporta il rischio di sovraccarico. Gli operatori che attivano la funzione rispondono di eventuali
inconvenienti e sovraccarichi.
Test manuale
Una volta entrati in modo test manuale, è necessario selezionare
un modo sicurezza o in tempo reale. Il modo sicurezza prevede
l’arresto dell’AHU e la possibilità di utilizzare ogni funzione installata separatamente o insieme. In modo sicurezza il recuperatore
di calore non ha la priorità in relazione alla velocità del ventilatore. Il modo in tempo reale permette all’AHU di continuare a
funzionare in modo operativo normale e le funzioni installate si
modificano manualmente. In questo modo in tempo reale il recuperatore di calore conserva la priorità in relazione alla velocità del
ventilatore.
È possibile eseguire il test manuale per verificare gli ingressi e le
uscite, i ventilatori e il recuperatore di calore, e così via.
Utilizzato per l’installazione o la risoluzione di problemi per
testare che i collegamenti cablati e le funzioni lavorino in modo
corretto.
Durante l'esecuzione del test manuale, alcuni allarmi, funzioni e
modi di controllo normali vengono bloccati.
Passando ad altri gruppi di immagini, il controller ritorna al
normale funzionamento e tutte le impostazioni del test manuale
si disattivano.
Le funzioni controllabili sono riportate nelle rispettive immagini.
82
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
6.4.24 IQnavigator
(terminale manuale)
6.4.24.1 Collegarsi a IQlogic
È possibile selezionare qui il metodo di collegamento tra IQnavigator e IQlogic.
Può essere selezionato come diretto (cavo standard), DHCP o IP
statico (richiede la connessione alla rete) e diretto/wireless (richiede il terminale manuale IQnavigator con l'accessorio WLAN
TBLZ-1-71-2. Vedere le istruzioni a parte).
IQnavigator
Collegarsi a IQlogic
Impostazioni:
Valore
Collegarsi a IQlogic
Indirizzo IP IQnavigator
IQnavigator Netmask
Gateway IQnavigator
preselezionato
Indirizzo IP IQlogic
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Diretto/DHCP/IP statico/
Diretto/Wireless
Opzionale
Opzionale
Opzionale
Diretto
Opzionale
6.4.24.2 Retroilluminazione
Il terminale manuale può essere impostato su quattro diverse
impostazioni di retroilluminazione.
Modo Luminosità
Impostazioni:
Valore
Modo Luminosità
Campo di
impostazione
Impostazione
di fabbrica
Regolazione automatica/
Bassa/Media/Alta
Regolazione
automatica
6.4.24.3 Acustica
È possibile attivare l'effetto sonoro dei pulsanti sul terminale
manuale e impostare il volume in cinque passaggi.
Acustica
Impostazioni:
Valore
Campo
di impostazione
Effetti sonori dei pulsanti On/Off
Volume
1-5
Impostazioni di
fabbrica
Off
3
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
83
IT.GOLDSKE.150820
7. Manutenzione
Avvertenza
Prima di eseguire qualsiasi intervento, accertarsi che
l'alimentazione elettrica all'unità di trattamento dell'aria
sia stata disattivata.
7.1 Sostituzione del filtro
Procedere alla sostituzione dei filtri in fibra di vetro; il pre-filtro
in maglia di alluminio, se presente, deve essere lavato quando si
attiva il relativo allarme.
Ordinare nuovi filtri da Swegon o dal rappresentante Swegon
più vicino. Specificare la taglia dell'unità GOLD, sia nel caso in cui
la sostituzione riguardi uno o due direzioni della portata d’aria,
sia in caso di sostituzione di filtri standard e/o eventualmente un
pre-filtro.
7.1.1 Rimozione dei filtri
A
Quando si rimuovono i filtri, è consigliabile pulire il vano in cui
sono alloggiati.
Filtri standard:
Estrarre le maniglie (A) per sbloccare i filtri dai relativi supporti.
Estrarre i filtri.
Pre-filtri, se richiesto, nell’AHU:
Estrarre i filtri.
7.1.2 Montaggio di nuovi filtri
Filtro standard:
Inserire i filtri nei relativi supporti. Contemporaneamente, tendere i sacchi dei filtri per evitare che si impiglino, subiscano danni
o si pieghino.
A
Inserire i filtri a fondo nell'unità e premerli leggermente contro i
telai dei filtri in modo che facciano tenuta.
Premere le maniglie (A) in modo da fissare i filtri nei relativi
supporti.
Chiudere gli sportelli di ispezione.
Tarare i filtri come descritto nella sezione 6.3.
Possibili pre-filtri nell’AHU:
Inserire i filtri a fondo nell'unità e premerli leggermente contro i
telai dei filtri in modo che facciano tenuta.
Tarare i filtri come descritto nella sezione 6.3.
84
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
7.2 Pulizia e ispezione
7.2.1 Generalità
Pulire l'interno dell'unità di trattamento aria se necessario. Eseguire l'ispezione dell'unità di trattamento aria in occasione della
sostituzione dei filtri o almeno due volte all'anno.
7.2.2 Vani per i filtri
Il momento più opportuno per pulire l'unità è quando si sostituiscono i filtri.
7.2.3 Recuperatore di calore
Controllare almeno due volte all'anno se sono necessari interventi di pulizia. La pulizia può essere effettuata dal vano filtri.
Recuperatore di calore rotativo
La pulizia del recuperatore di calore deve essere effettuata principalmente con un aspiratore dotato di un ugello morbido, che
non danneggi i passaggi di aria nel rotore.
Recuperatori di calore a batteria
Controllare che la batteria sia sfiatata. Smontare l’eventuale
separatore di condensa e lavarlo con acqua.
Per la pulizia, agire sempre in senso opposto alla normale direzione dell’aria.
La pulizia deve essere effettuata esclusivamente con aria compressa, aspirapolvere con bocchetta morbida oppure con acqua
e/o solvente. Prima di iniziare la pulizia, proteggere sempre i
componenti adiacenti.
Se si usa solvente, evitare un prodotto che corroda alluminio o
rame. Si consiglia l'uso di un prodotto di pulizia Swegon. Il prodotto di pulizia è venduto dall'Assistenza Swegon.
All’occorrenza, in occasione della pulizia, controllare l’eventuale
necessità di sfiato, la concentrazione di glicole e la tenuta. Controllare anche che lo scarico non sia intasato.
7.2.4 Ventilatori e vani ventilatori
Ruotare manualmente il rotore per raggiungere tutte le superfici.
Se il recuperatore di calore è molto sporco, è possibile pulirne la
superficie con aria compressa.
Eseguire l'ispezione delle giranti dei ventilatori e, all'occorrenza,
pulirle per rimuovere i depositi di sporcizia.
Se necessario, si può estrarre il recuperatore di calore dall'alloggiamento dell'unità e lavarlo con solvente sgrassante. Operazioni
di lavaggio di questo tipo sono consentite solo a personale
addestrato da Swegon.
Pulire con aspirazione o spazzolare il motore del ventilatore. La
pulizia può anche essere effettuata utilizzando con cautela un
panno umido e detergente per stoviglie.
Tenuta a nastro rivestita in vinile
Controllare che la girante non sia sbilanciata.
Pulire il vano del ventilatore se necessario.
Sollevare la guarnizione in tessuto e ispezionarne il lato inferiore.
All'occorrenza, pulire con una spazzola o un aspiratore.
7.3 Controlli della prestazione
Se la guarnizione in tessuto è usurata o molto sporca occorre
sostituirla. Non lubrificarla!
I controlli generali della prestazione devono essere effettuati in
concomitanza con la sostituzione del filtro o almeno una volta
all'anno.
Tensione della cinghia di trasmissione
Sostituire la cinghia di trasmissione se è lenta o usurata e se
scivola leggermente quando incontra resistenza. Contattare
personale di assistenza addestrato da Swegon.
In seguito, è opportuno confrontare i valori correnti delle prestazioni dell'unità con quelli registrati nel Rapporto di messa in
servizio. Eventuali scostamenti devono essere corretti adottando
misure appropriate.
Recuperatore di calore a flussi incrociati
Per la pulizia, agire sempre in senso opposto alla normale direzione dell’aria.
La pulizia deve essere effettuata esclusivamente con aria compressa, aspirapolvere con bocchetta morbida oppure con acqua
e/o solvente. Prima di iniziare la pulizia, proteggere sempre i
componenti adiacenti.
Se si usa solvente, evitare un prodotto che corroda alluminio o
rame. Si consiglia l'uso di un prodotto di pulizia Swegon. Il prodotto di pulizia è venduto dall'Assistenza Swegon.
Controllare che lo scarico non sia intasato. Le serrande di bypass
e intercettazione non richiedono manutenzione.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
85
IT.GOLDSKE.150820
8. Allarmi e risoluzione
di problemi
8.1 Generalità
Gli allarmi sono visualizzati con un LED rosso lampeggiante sul
terminale manuale.
Quando il LED lampeggia, andare al registro allarmi nel quadro
strumenti. Vedere la sezione 4.2.2.3.
Gli allarmi attivi, gli allarmi in sospeso e lo storico allarmi (ultimi
50) possono essere visualizzati alla voce Registro allarmi.
Per il reset degli allarmi è possibile selezionare allarmi singoli o
tutti gli allarmi.
Il tempo di reset può essere visualizzato anche nello storico.
La ricerca dei guasti deve essere effettuata per la funzione o il
componente funzionale indicati nel testo di allarme.
Se non è possibile rimediare immediatamente al
guasto:
Controllare se è possibile continuare a utilizzare l’unità di trattamento aria finché non si può eliminare il difetto. Selezionare il
blocco dell’allarme e/o modificarlo da Arresto a Funzionamento.
Vedere la sezione 6.4.8.6.
8.1.1 Allarmi A e B
Gli allarmi A inviano un’indicazione all’uscita per il relè dell’allarme A (modulo IQlogic +).
Gli allarmi B inviano un’indicazione all’uscita per il relè dell’allarme B (modulo IQlogic +).
Attraverso questi relè, gli allarmi possono essere inoltrati con
diverse priorità.
8.1.2 Ripristino dell’allarme
Il reset degli allarmi che richiedono un ripristino manuale può
essere eseguito dal terminale manuale. Selezionare Reset nel
registro allarmi.
Il reset degli allarmi che si ripristinano automaticamente avviene
non appena eliminato il guasto.
Il ripristino degli allarmi può avvenire anche tramite una rete per
comunicazioni (non applicabile all'allarme protezione antigelo).
8.1.3 Modifica delle impostazioni
allarmi
Vedere la sezione 6.4.8.6
86
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
N. allarme
8.2 Descrizioni allarmi con le impostazioni di fabbrica
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 1 Allarme incendio
1:1
ALLARME INCENDIO ESTERNO N. 1 INTERVENUTO
Per la funzione antincendio collegata ai morsetti 6-7.
A1)
1
3s
0
1:2
ALLARME INCENDIO ESTERNO N. 2 INTERVENUTO
Per la funzione antincendio collegata ai morsetti 8-9.
A1)
1
3s
0
1:3
ALLARME INCENDIO INTERNO INTERVUTO
Il sensore dell’aria di mandata dell’unità di trattamento aria rileva più di 70°C e/o
quello dell’aria di ripresa rileva più di 50°C.
La funzione deve essere attivata manualmente.
A1)
1
3s
0
Allarme gruppo 2: Allarme esterno
2:1
ALLARME ESTERNO N. 1 INTERVENUTO
L’allarme esterno collegato ai morsetti 10-11 della centralina è intervenuto.
A
13)
1 s2)
0
2:2
ALLARME ESTERNO N. 2 INTERVENUTO
L’allarme esterno collegato ai morsetti 12-13 della centralina è intervenuto.
B
03)
1 s2)
0
Allarme gruppo 3: Pre-riscaldamento
3:1
PRE-RISCALDAMENTO, MODULO I/O N. 9 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 9 per il pre-riscaldamento.
A
03)
10 s
1
3:2
PRE-RISCALDAMENTO, PROTEZIONE DAL SURRISCALDAMENTO PER LA BATTERIA DI
RISCALDAMENTO ELETTRICA INTERVENUTA
La protezione dal surriscaldamento, batteria di riscaldamento elettrica, è intervenuta.
A1)
03)
10 s
0
3:3
PRE-RISCALDAMENTO, PROTEZIONE ANTIGELO INTERVENUTA
Il sensore di temperatura della protezione antigelo misura una temperatura inferiore
al limite allarme preimpostato.
Impostazione di fabbrica: 7 °C.
A1)
1
5s
0
3:4
PRE-RISCALDAMENTO, SENSORE TEMPERATURA PROTEZIONE ANTIGELO DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo è difettoso o non collegato.
A1)
1
3s
1
3:5
PRE-RISCALDAMENTO, SENSORE TEMPERATURA DIFETTOSO
Il sensore è difettoso o non collegato.
A
03)
3s
1
3:6
PRE-RISCALDAMENTO, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di riscaldamento per l’acqua, è difettoso.
A
03)
10 m
0
3:7
PRE-RISCALDAMENTO, TEMPERATURA SOTTO LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura è al di sotto del setpoint preimpostato per più di 20 minuti.
A
03)
20 m
0
3:8
PRERISCALDAMENTO, INGRESSO ALLARME INTERVENUTO
È intervenuto il preriscaldamento ingresso allarme.
A
0
20 s
0
Allarme gruppo 4: Sequenza di regol. extra
4:1
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, ERRORE DI COMUNICAZIONE
MODULO I/O N. E
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. E per la sequenza di regolazione extra.
A
03)
10 s
1
4:2
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, PROTEZIONE DAL SURRISCALDAMENTO PER
LA BATTERIA DI RISCALDAMENTO ELETTRICA INTERVENUTA
La protezione dal surriscaldamento, batteria di riscaldamento elettrica, è intervenuta.
A1)
03)
10 s
0
4:3
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, PROTEZIONE ANTIGELO INTERVENUTA
Il sensore di temperatura della protezione antigelo misura una temperatura inferiore
al limite allarme preimpostato.
Impostazione di fabbrica: 7 °C.
A1)
1
5s
0
4:4
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, SENSORE TEMPERATURA PROTEZIONE
ANTIGELO DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo è difettoso o non collegato.
A1)
1
3s
1
4:5
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di riscaldamento per l’acqua, è difettoso.
B
03)
10 m
0
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
87
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
4:6
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, INGRESSO ALLARME INTERVENUTO
È intervenuta la sequenza di regolazione extra ingresso allarme.
A
0
20 s
0
4:7
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, PROTEZIONE TEMPERATURA TRAMITE
COMUNICAZIONE, ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’unità di trattamento aria non riceve letture della temperatura
tramite l’interfaccia di comunicazione esterna all’interno del limite di tempo preimpostato.
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, ERRORE DI COMUNICAZIONE
MODULO I/O N. F
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. E per la sequenza di regolazione extra.
B
0
5m
1
A
03)
10 s
1
4:9
4:10
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, PROTEZIONE DAL SURRISCALDAMENTO PER
LA BATTERIA DI RISCALDAMENTO ELETTRICA INTERVENUTA
La protezione dal surriscaldamento, batteria di riscaldamento elettrica, è intervenuta.
A1)
03)
10 s
0
4:11
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, PROTEZIONE ANTIGELO INTERVENUTA
Il sensore di temperatura della protezione antigelo misura una temperatura inferiore
al limite allarme preimpostato.
Impostazione di fabbrica: 7 °C.
A1)
1
5s
0
4:12
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, SENSORE TEMPERATURA PROTEZIONE
ANTIGELO DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo è difettoso o non collegato.
A1)
1
3s
1
4:13
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di riscaldamento per l’acqua, è difettoso.
B
03)
10 m
0
4:14
SEQUENZA DI REGOLAZIONE EXTRA 1, INGRESSO ALLARME INTERVENUTO
È intervenuta la sequenza di regolazione extra ingresso allarme.
A
0
20 s
0
Allarme gruppo 5: Postriscaldamento
5:1
POSTRISCALDAMENTO, PROTEZIONE DAL SURRISCALDAMENTO PER LA BATTERIA
DI RISCALDAMENTO ELETTRICA INTERVENUTA
La protezione dal surriscaldamento, batteria di riscaldamento elettrica, è intervenuta.
A1)
03)
10 s
0
5:2
POSTRISCALDAMENTO, PROTEZIONE ANTIGELO INTERVENUTA
Il sensore di temperatura della protezione antigelo misura una temperatura inferiore
al limite allarme preimpostato.
Impostazione di fabbrica: 7 °C.
A1)
1
5s
0
5:3
POSTRISCALDAMENTO, SENSORE TEMPERATURA PROTEZIONE ANTIGELO DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo è difettoso o non collegato.
A1)
1
3s
1
5:4
POSTRISCALDAMENTO, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di riscaldamento per l’acqua, è difettoso.
B
03)
10 m
0
Allarme gruppo 6: Modulo I/O Xzone n. A
88
6:1
Xzone, MODULO I/O N. A ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. A per Xzone.
A
03)
10 s
1
6:2
Xzone, PROTEZIONE DAL SURRISCALDAMENTO PER LA BATTERIA DI RISCALDAMENTO ELETTRICA INTERVENUTA
La protezione dal surriscaldamento, batteria di riscaldamento elettrica, è intervenuta.
A1)
03)
10 s
0
6:3
Xzone, PROTEZIONE ANTIGELO INTERVENUTA
Il sensore di temperatura della protezione antigelo misura una temperatura inferiore
al limite allarme preimpostato.
Impostazione di fabbrica: 7 °C.
A1)
1
5s
0
6:4
Xzone, SENSORE TEMPERATURA PROTEZIONE ANTIGELO DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo è difettoso o non collegato.
A1)
1
3s
1
6:5
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA DIFETTOSO
Il sensore dell’aria di mandata è difettoso o non collegato.
A
13)
3s
1
6:6
Xzone, MONITORAGGIO VALVOLA RISCALDAMENTO INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di riscaldamento per l’acqua, è difettoso.
B
03)
10 m
0
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
6:7
Xzone, TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA SOTTO LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura dell’aria di mandata è inferiore al setpoint impostato (regolazioni ERS
e dell’aria di mandata) o alla temp. min AM (regolazione dell’aria di ripresa) da più di
20 minuti.
A
03)
20 m
0
6:8
Xzone, TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA SOPRA LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura dell’aria di mandata è superiore al setpoint impostato (regolazioni
ERS e dell’aria di mandata) o alla temp. max. AM (regolazione dell’aria di ripresa) da
più di 20 minuti.
0
03)
20 m
0
6:9
Xzone, RISCALDAMENTO, INGRESSO ALLARME INTERVENUTO
È intervenuto il riscaldamento Xzone ingresso allarme.
B
0
20 s
0
Allarme gruppo 7: Modulo I/O Xzone n. B
7:1
Xzone, MODULO I/O N. B ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. B per Xzone.
A
03)
10 s
1
7:2
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI RIPRESA DIFETTOSO
Il sensore dell’aria di ripresa è difettoso o non collegato.
A
13)
3s
1
7:3
Xzone, MONITORAGGIO VALVOLA RAFFREDDAMENTO INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di raffreddamento per l’acqua, è difettoso.
B
03)
10 m
0
7:4
Xzone, SENSORE DI TEMPERATURA DELL'ARIA DI RIPRESA SOTTO LIMITE SETPOINT
ALLARME
La temperatura dell’aria di ripresa è inferiore al limite allarme impostato da più di 20
minuti.
A
03)
20 m
0
7:5
Xzone, RAFFREDDAMENTO, INGRESSO ALLARME 1 INTERVENUTO
È intervenuto il raffreddamento Xzone ingresso allarme 1
A
0
20 s
0
7:6
Xzone, RAFFREDDAMENTO, INGRESSO ALLARME 2 INTERVENUTO
È intervenuto il raffreddamento Xzone ingresso allarme 2
A
0
20 s
0
B
03)
10 s
0
Allarme gruppo 8: Raffreddamento
8:5
RAFFREDDAMENTO, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore della valvola, batteria di raffreddamento, è difettoso.
Allarme gruppo 9: Di riserva
Allarme gruppo 10: AHU, sensore di temperatura interna
10:1
SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA DIFETTOSO
Il sensore dell’aria di mandata è difettoso o non collegato.
A
13)
3s
1
10:2
SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA PER COMPENSAZIONE
DELLA DENSITÀ DIFETTOSO
Il sensore dell’aria di mandata nell’ingresso del ventilatore dell’aria di mandata non
comunica correttamente o visualizza un valore non corretto.
B
03)
3s
1
10:3
SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI RIPRESA DIFETTOSO
Il sensore dell’aria di ripresa è difettoso o non collegato.
A
13)
3s
1
10:4
SENSORE DI TEMPERATURA DELL’ARIA DI RIPRESA PER COMPENSAZIONE DENSITÀ
DIFETTOSO (GOLD RX/PX/CX)
Il sensore di temperatura nell’ingresso del ventilatore dell’aria di ripresa non comunica correttamente o visualizza un valore non corretto.
GOLD RX
È stata selezionata la regolazione dell'aria di espulsione, ma il sensore della temperatura dell'aria di espulsione è difettoso o non è collegato.
B
03)
3s
1
10:5
SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA DI RIPRESA PER SBRINATURA RECUPERATORE DI CALORE DIFETTOSO
Il sensore della temperatura per la sbrinatura del recuperatore di calore è difettoso.
SENSORE DI TEMPERATURA DELL’ARIA DI RIPRESA PER COMPENSAZIONE DENSITÀ
IN AHU SD DIFETTOSO
Il sensore di temperatura nell’ingresso del ventilatore dell’aria di ripresa non comunica correttamente o visualizza un valore non corretto.
A
13)
10 s
1
A
13)
10 s
1
10:6
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
89
IT.GOLDSKE.150820
N. allarme
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
10:7 SENSORE DI TEMPERATURA DEL CANALE DELL'ARIA DI RIPRESA DIFETTOSO
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
A
13)
10 s
1
B
03)
3s
1
Il sensore di temperatura nel canale dell'aria di ripresa è difettoso o non è
collegato.
10:10
SENSORE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA ESTERNA DIFETTOSO (GOLD SD)
Il sensore della temperatura esterna è difettoso o non collegato.
Allarme gruppo 11: Sensori della tem­peratura esterna
11:1
SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 1 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente 1 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:2
SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 2 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente 2 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:3
SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 3 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente 3 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:4
SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 4 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente 4 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:5
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 5 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente Xzone 5 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:6
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 6 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente Xzone 6 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:7
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 7 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente Xzone 7 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:8
Xzone, SENSORE DELLA TEMPERATURA AMBIENTE N. 8 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura ambiente Xzone 8 è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:9
SENSORE DELLA TEMPERATURA ESTERNA N. A DIFETTOSO
Il sensore della temperatura esterna A è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:10
SENSORE DELLA TEMPERATURA ESTERNA N. B DIFETTOSO
Il sensore della temperatura esterna B è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:11
SENSORE DELLA TEMPERATURA ESTERNA N. C DIFETTOSO
Il sensore della temperatura esterna C è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:12
SENSORE DELLA TEMPERATURA ESTERNA N. D DIFETTOSO
Il sensore della temperatura esterna D è difettoso o non collegato.
B
03)
10 s
1
11:13
TEMPERATURA AMBIENTE MEDIANTE COMUNICAZIONE, ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’unità di trattamento aria non riceve letture della temperatura
tramite l’interfaccia di comunicazione esterna all’interno del limite di tempo preimpostato.
B
03)
5 m2)
1
11:14
Xzone, TEMPERATURA AMBIENTE MEDIANTE COMUNICAZIONE, ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’unità di trattamento aria non riceve letture della temperatura
tramite l’interfaccia di comunicazione esterna all’interno del limite di tempo preimpostato.
B
03)
5 m2)
1
11:15
TEMPERATURA ESTERNA MEDIANTE COMUNICAZIONE, ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’unità di trattamento aria non riceve letture della temperatura
tramite l’interfaccia di comunicazione esterna all’interno del limite di tempo preimpostato.
B
03)
5 m2)
1
90
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 12: AHU, diff. temperatura
12:1
TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA SOTTO LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura dell’aria di mandata è inferiore al setpoint predefinito (regolazione
AMR, ORS, ORE e aria di mandata) o si è discostata dal setpoint attuale del regolatore dell’aria di mandata (regolazione aria di ripresa) per oltre 20 minuti.
A
13)
20 m
0
12:2
TEMPERATURA DELL'ARIA DI MANDATA SOPRA LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura dell’aria di mandata è superiore al setpoint predefinito (regolazione
AMR, ORS, ORE e aria di mandata) o si è discostata dal setpoint attuale del regolatore dell’aria di mandata (regolazione aria di ripresa) per oltre 20 minuti.
TEMPERATURA DELL'ARIA DI RIPRESA AL DI SOTTO DEL LIMITE DI ALLARME
La temperatura dell’aria di ripresa è inferiore al limite allarme impostato da più di 20
minuti.
B
03)
20 m
0
A
13)
20 m
0
A
13)
30 s2)
0
12:6
12:11
MONITORAGGIO DELLA TEMPERATURA AL DI SOTTO DEL LIMITE DI ALLARME
La lettura del monitoraggio della temperatura è al di sotto del limite di allarme
impostato.
Allarme gruppo 13: Umidità/VOC
13:1
UMIDIFICAZIONE, MODULO I/O N. 4 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 4 per l’umidità.
B
03)
10 s
1
13:2
SENSORE DI UMIDITÀ ARIA DI MANDATA DIFETTOSO
Il sensore di umidità nel canale dell’aria di mandata è difettoso o non collegato.
A
03)
10 s
1
13:3
SENSORE DI UMIDITÀ ARIA DI RIPRESA DIFETTOSO
Il sensore di umidità nel canale dell’aria di ripresa è difettoso o non collegato.
A
03)
10 s
1
13:9
UMIDIFICATORE, USCITA ALLARME INTERVENUTA
L’umidificatore ha attivato l’uscita allarme.
A
03)
10 s
0
13:11
ERRORE DI COMUNICAZIONE SENSORE VOC
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
sensore VOC.
B
03)
20 m
1
13:12 SENSORE VOC, ERRORE DI COMUNICAZIONE INTERNA
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
sensore VOC.
B
03)
60 s
1
13:13 SENSORE VOC, ERRORE INTERNO
Sensore VOC difettoso.
B
03)
60 s
1
13:14 SENSORE VOC, LIVELLO INFERIORE/SUPERIORE AL LIMITE SETPOINT ALLARME
Il sensore VOC ha letto un livello inferiore o superiore al limite del setpoint di allarme
per oltre 60 secondi.
B
03)
60 s
1
Allarme gruppo 14: Di riserva
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
91
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 15: Recuperatore di calore a flussi incrociati
15:1
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MODULO I/O N. 2 ERRORE DI
COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 2 per il recuperatore di calore a flussi incrociati.
A
13)4)
10 s
1
15:2
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, SENSORE DELLA TEMPERATURA
N. 1 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura 1 per la protezione antigelo nella scatola del recuperatore di calore è difettoso o non collegato.
A
13)4)
3s
1
15:3
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, SENSORE DELLA TEMPERATURA
N. 2 DIFETTOSO
Il sensore della temperatura 2 per la protezione antigelo nella scatola del recuperatore di calore è difettoso o non collegato.
A
13)4)
3s
1
15:4
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MONITORAGGIO SERRANDA
INTERVENUTO
L’attuatore della serranda per il recuperatore di calore a flussi incrociati è difettoso.
A
03)4)
10 m
0
15:7
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MODULO I/O N. 3 ERRORE DI
COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
modulo I/O n. 3 per il recuperatore di calore a flussi incrociati.
A
13)4)
10 s
1
15:8
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MONITORAGGIO SERRANDA
BYPASS INTERVENUTO
La funzione di monitoraggio della serranda di bypass del recuperatore di calore a
flussi incrociati è intervenuta.
A
03)4)
10 m
0
15:9
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, SERRANDA N. 1 MONITORAGGIO INTERVENUTO
La funzione di monitoraggio della serranda della sezione 1 del recuperatore di calore
a flussi incrociati è intervenuta.
A
03)4)
10 m
0
15:10 RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, SERRANDA N. 2 MONITORAGGIO INTERVENUTO
La funzione di monitoraggio della serranda della sezione 2 del recuperatore di calore
a flussi incrociati è intervenuta.
A
03)4)
10 m
0
15:11 RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MODULO I/O N. 3 ERRORE DI
COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
modulo I/O n. 3 per il recuperatore di calore a flussi incrociati.
A
13)4)
10 s
1
15:12 RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, MONITORAGGIO SERRANDA
BYPASS INTERVENUTO
La funzione di monitoraggio della serranda di bypass del recuperatore di calore a
flussi incrociati è intervenuta.
A
03)4)
10 m
0
15:14 RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, SENSORE SBRINATURA N. C
ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di sbrinatura C per il recuperatore di calore.
B
0
10 m
1
15:15 RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, PRESSIONE DI SBRINATURA
SOPRA LIMITE DI ALLARME
Il fabbisogno di sbrinatura è risultato continuamente oltre il 95% per 144 minuti.
B
1
2,4 h
0
92
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 16: Recuperatori di calore a batteria
16:1
RECUPERATORE DI CALORE A BATTERIA, MODULO I/O N. 1 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 1 per recuperatore di calore a batteria.
A
13)4)
10 s
1
16:2
RECUPERATORE DI CALORE A BATTERIA, SENSORE TEMPERATURA DIFETTOSO
Il sensore di temperatura della protezione antigelo nel sistema idraulico di tubazioni
del recuperatore di calore a batteria è difettoso o non collegato.
A
13)4)
3s
1
16:3
RECUPERATORE DI CALORE A BATTERIA, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
L’attuatore per valvola del recuperatore di calore a batteria è difettoso.
A
03)4)
10 m
0
16:4
RECUPERATORE DI CALORE A BATTERIA, MONITORAGGIO POMPA INTERVENUTO
La pompa del recuperatore di calore a batteria non va nella posizione corretta. Il
segnale di posizione in uscita dalla pompa non coincide con il segnale di comando in
ingresso.
A
13)4)
20 s
0
Allarme gruppo 17: Recuperatore di calore rotativo
17:1
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, ERRORE DI COMUNICAZIONE CONTROLLER
MOTORE
La centralina dell’unità di trattamento aria non comunica correttamente con il controller del motore del recuperatore di calore.
A
13)4)
10 s
1
17:2
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, SENSORE DELLA PRESSIONE DI SBRINATURA
N. 7 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
sensore di pressione n. 7 del recuperatore di calore. Vale solo se è attiva la funzione
di sbrinatura.
B
03)
10 s
1
17:3
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, PRESSIONE DI SBRINATURA SOPRA LIMITE DI
ALLARME
Il fabbisogno di sbrinatura è risultato continuamente oltre il 95% per 144 minuti.
B
13)4)
2,4 h
0
17:4
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, SPIA DI ROTAZIONE INTERVENUTA
Cessano gli impulsi dalla spia di rotazione al recuperatore di calore.
A1)
13)4)
3s
0
17:5
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, SOVRACORRENTE CONTROLLER MOTORE
Il controller del motore del recuperatore di calore ha registrato una fornitura eccessivamente alta di corrente al motore.
A1)
13)4)
3s
0
17:6
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, SOTTOCORRENTE CONTROLLER MOTORE
Bassa tensione di alimentazione fornita al controller del motore del recuperatore di
calore rotativo.
A1)
13)4)
3s
0
17:7
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, SOVRACORRENTE CONTROLLER MOTORE
Alta tensione di alimentazione fornita al controller del motore del recuperatore di
calore rotativo.
A1)
13)4)
3s
0
17:8
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, TEMPERATURA ECCESSIVA CONTROLLER
MOTORE
Temperatura elevata (90°C) all’interno del controller del motore del recuperatore di
calore.
A1)
13)4)
3s
0
17:9
RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO, ERRORE DI AVVIO DEL CONTROLLER MOTORE
Il motore non ruota durante l'avvio.
A1)
13)4)
3s
0
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
93
IT.GOLDSKE.150820
N. allarme
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 18: AYC
18:1
AYC, MODULO I/O N. 7 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 7 per AYC.
A
03)
10 s
1
18:2
RISCALDAMENTO AYC, SENSORE TEMPERATURA DIFETTOSO
Il sensore della temperatura di riscaldamento è difettoso o non collegato.
A
03)
3s
1
18:3
RISCALDAMENTO AYC, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
B
03)
10 m
0
A
03)
20 s
0
L’attuatore della valvola dell’acqua calda è difettoso.
RISCALDAMENTO AYC, MONITORAGGIO POMPA INTERVENUTO
18:4
La pompa dell’acqua calda è difettosa.
18:5
RISCALDAMENTO AYC, TEMPERATURA SOTTO LIMITE SETPOINT
La temperatura dell’acqua di riscaldamento è al di sotto del setpoint preimpostato
per più di 30 minuti.
A
03)
30 m
0
18:6
RISCALDAMENTO AYC, TEMPERATURA SOPRA LIMITE SETPOINT ALLARME 5)
La temperatura dell’acqua di riscaldamento supera il setpoint preimpostato per più
di 30 minuti.
B
03)
30 m
0
18:9
RAFFREDDAMENTO AYC, SENSORE TEMPERATURA DIFETTOSO
Il sensore della temperatura per la funzione di raffreddamento AYC (All Year
Comfort) è difettoso o non collegato.
A
03)
3s
1
18:10
RAFFREDDAMENTO AYC, MONITORAGGIO VALVOLA INTERVENUTO
B
03)
10 m
0
A
03)
20 s
0
L’attuatore della valvola dell’acqua fredda è difettoso.
18:11
RAFFREDDAMENTO AYC, MONITORAGGIO POMPA INTERVENUTO
La pompa dell’acqua fredda è difettosa.
18:12
RAFFREDDAMENTO AYC, TEMPERATURA SOTTO LIMITE SETPOINT ALLARME
La temperatura dell’acqua di riscaldamento è al di sotto del setpoint preimpostato
per più di 5 minuti.
A
03)
30 m
0
18:13
RAFFREDDAMENTO AYC, TEMPERATURA SOPRA LIMITE SETPOINT ALLARME 5)
La temperatura dell’acqua di raffreddamento supera il setpoint preimpostato per più
di 30 minuti.
B
03)
30 m
0
Allarme gruppo 19-20: Di riserva
Allarme gruppo 21: COOL DX
21:1
COOL DX, MODULO I/O N. 2 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell’AHU non riesce a stabilire comunicazioni corrette con il modulo I/O
n. 2 per COOL DX.
B
03)
10 s
1
21:2
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 SENSORE BASSA PRESSIONE DIFETTOSO
Il sensore di bassa pressione è difettoso o non collegato.
A1)
03)
5s
1
21:3
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 PRESSIONE BASSA AL DI SOTTO DEL LIMITE ALLARME
Il sensore di bassa pressione misura una pressione inferiore a quella del limite di
allarme preimpostato.
A1)
03)
5s
0
21:4
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 SENSORE ALTA PRESSIONE DIFETTOSO
Il sensore di alta pressione è difettoso o non collegato.
A1)
03)
5s
1
21:5
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 PRESSIONE ALTA AL DI SOPRA DEL LIMITE ALLARMEw
Il sensore di alta pressione misura una pressione superiore a quella del limite di
allarme preimpostato.
A1)
03)
3s
0
21:6
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 MONITORAGGIO INTERVENUTO
Il monitoraggio del compressore è difettoso.
A
03)
20 s
0
21:7
COOL DX, COMPRESSORE N. 1 ERRORE RIAVVIO
Il compressore non si riavvia.
A
03)
10 s
0
94
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
21:8
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 SENSORE BASSA PRESSIONE DIFETTOSO
Il sensore di bassa pressione è difettoso o non collegato.
A1)
03)
5s
1
21:9
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 PRESSIONE BASSA AL DI SOTTO DEL LIMITE ALLARME
Il sensore di bassa pressione misura una pressione inferiore a quella del limite di
allarme preimpostato.
A1)
03)
5s
0
21:10
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 SENSORE ALTA PRESSIONE DIFETTOSO
Il sensore di alta pressione è difettoso o non collegato.
A1)
03)
5s
1
21:11
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 PRESSIONE ALTA AL DI SOPRA DEL LIMITE ALLARME
Il sensore di alta pressione misura una pressione superiore a quella del limite di
allarme preimpostato.
A1)
03)
3s
0
21:12
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 MONITORAGGIO INTERVENUTO
Il monitoraggio del compressore è difettoso.
A
03)
20 s
0
21:13
COOL DX, COMPRESSORE N. 2 ERRORE RIAVVIO
Il compressore non si riavvia.
A
03)
10 s
0
21:14
COOL DX, SENSORE TEMPERATURA DELL’ARIA ESTERNA DIFETTOSO
Il sensore della temperatura dell’aria esterna è difettoso o non collegato.
B
03)
3s
1
21:15
COOL DX, ERRORE MONITORAGGIO SEQUENZA DI FASE
La protezione della sequenza di fase per la tensione di alimentazione per COOL DX è
intervenuta.
A
03)
5s
0
Allarme gruppo 22: Di riserva
Allarme gruppo 23: SMART Link
23:1
SMART Link, ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non può stabilire una comunicazione
corretta con il chiller/pompa di calore.
A
03)
30 s
1
23:2
SMART Link, LIVELLO 1 ALLARME INTERVENUTO
Chiller/pompa di calore intervenuto/a, allarme di gruppo livello 1.
B
03)
30 s
0
23:3
SMART Link, LIVELLO 2 ALLARME INTERVENUTO
Chiller/pompa di calore intervenuto/a, allarme di gruppo livello 2.
B
03)
30 s
0
23:4
SMART Link, LIVELLO 3 ALLARME INTERVENUTO
Chiller/pompa di calore intervenuto/a, allarme di gruppo livello 3.
B
03)
30 s
0
23:10
AQUA Link, Modulo I/O N. 5 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 5, AQUA Link
B
03)
10 s
1
23:11
AQUA Link, MONITORAGGIO POMPA INTERVENUTO
Il collegamento dalla pompa ad AQUA Link è difettoso.
B
03)
10 s
0
Allarme gruppo 24: SMART Link DX
24:1
SMART Link, errore di comunicazione n. 1
La centralina dell'unità di trattamento aria non può stabilire una comunicazione
corretta con il chiller/pompa di calore 1.
A
03)
30 s
1
24:2
SMART Link, allarme n. 1 intervenuto
Chiller 1 difettoso.
A
03)
30 s
1
24:4
SMART Link, errore di comunicazione n. 2
La centralina dell'unità di trattamento aria non può stabilire una comunicazione
corretta con il chiller/pompa di calore 2.
A
03)
30 s
1
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
95
IT.GOLDSKE.150820
N. allarme
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
24:5
SMART Link, allarme n. 2 intervenuto
Chiller 2 difettoso.
A
03)
30 s
1
24:7
SMART Link, errore di comunicazione n. 3
La centralina dell'unità di trattamento aria non può stabilire una comunicazione
corretta con il chiller/pompa di calore 3.
A
03)
30 s
1
24:8
SMART Link, allarme n. 3 intervenuto
Chiller 3 difettoso.
A
03)
30 s
1
24:10
SMART Link, errore di comunicazione n. 4
La centralina dell'unità di trattamento aria non può stabilire una comunicazione
corretta con il chiller/pompa di calore 4.
A
03)
30 s
1
24:11
SMART Link, allarme n. 4 intervenuto
Chiller 4 difettoso.
A
03)
30 s
1
Allarme gruppo 24-25: Di riserva
Allarme gruppo 26: Pre-filtro
26:1
PRE-FILTRO, SENSORE PRESSIONE ARIA DI MANDATA N. 8 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del pre-filtro dell’aria di mandata.
B
03)
10 s
1
26:2
PRE-FILTRO, ARIA DI MANDATA, SPORCO
La pressione sul pre-filtro dell’aria di mandata supera per oltre 10 minuti il limite di
allarme impostato.
B
03)
10 m
0
26:7
PRE-FILTRO, SENSORE PRESSIONE ARIA DI RIPRESA N. 9 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del pre-filtro dell’aria di ripresa.
B
03)
10 s
1
26:8
PRE-FILTRO, ARIA DI RIPRESA, SPORCO
La pressione sul pre-filtro dell’aria di ripresa supera per oltre 10 minuti il limite di
allarme impostato.
B
03)
10 m
0
Allarme gruppo 27: AHU, filtri interni
27:1
FILTRO AHU, SENSORE PRESSIONE ARIA DI MANDATA N. 3/4 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del filtro dell’aria di mandata dell’AHU.
B
03)
10 s
1
27:2
FILTRO AHU, ARIA DI MANDATA, SPORCO
La pressione sul filtro dell’aria di mandata dell’AHU supera per oltre 10 minuti il
limite di allarme impostato.
B
03)
10 m
0
27:7
FILTRO AHU, SENSORE PRESSIONE ARIA DI RIPRESA N. 3/4 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del filtro dell’aria di ripresa dell’AHU.
B
03)
10 s
1
27:8
FILTRO AHU, ARIA DI RIPRESA, SPORCO
La pressione sul filtro dell’aria di ripresa dell’AHU supera per oltre 10 minuti il limite
di allarme impostato.
B
03)
10 m
0
96
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 28: Filtro finale
28:1
FILTRO FINALE, SENSORE PRESSIONE ARIA DI MANDATA N. A ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del filtro finale dell’aria di mandata.
B
03)
10 s
1
28:2
FILTRO FINALE, ARIA DI MANDATA, SPORCO
La pressione sul filtro finale dell’aria di mandata supera per oltre 10 minuti il limite di
allarme impostato.
B
03)
10 m
0
Allarme gruppo 29: Di riserva
Allarme gruppo 30: Misurazione della portata
30:1
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, SENSORE PRESSIONE ARIA DI MANDATA N. 1/2
ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di pressione della portata nell’aria di mandata.
A
13)
10 s
1
30:2
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, PORTATA DELL'ARIA DI MANDATA SOTTO LIMITE
SETPOINT ALLARME
La portata dell’aria di mandata è scesa al di sotto del relativo setpoint di oltre il 10%
per un periodo superiore a 20 minuti.
B
03)
20 m
0
30:3
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, PORTATA DELL'ARIA DI MANDATA SOPRA LIMITE
SETPOINT ALLARME
La portata dell’aria di mandata ha superato il relativo setpoint di oltre il 10% per un
periodo superiore a 20 minuti.
B
03)
20 m
0
30:6
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, SENSORE PRESSIONE ARIA DI RIPRESA N. 1/2
ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di pressione della portata nell’aria di ripresa.
A
13)
10 s
1
30:7
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, PORTATA DELL'ARIA DI RIPRESA SOTTO LIMITE
SETPOINT ALLARME
La portata dell’aria di ripresa è scesa al di sotto del relativo setpoint di oltre il 10%
per un periodo superiore a 20 minuti.
B
03)
20 m
0
30:8
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, PORTATA DELL'ARIA DI RIPRESA SOPRA LIMITE
SETPOINT ALLARME
La portata dell’aria di ripresa ha superato il relativo setpoint di oltre il 10% per un
periodo superiore a 20 minuti.
B
03)
20 m
0
30:11
MISURAZIONE PORTATA D’ARIA, SENSORE PRESSIONE SPURGO N. B ERRORE DI
COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore del settore di spurgo del recuperatore di calore rotativo.
B
03)
10 s
1
Allarme gruppo 31: Regolazione pressione
31:1
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, SENSORE PRESSIONE ARIA DI MANDATA N. 5
ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di pressione del canale nell’aria di mandata. Applicabile solo alla regolazione della
pressione dell'aria di mandata.
A
13)
10 s
1
31:2
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, PRESSIONE ARIA DI MANDATA SOTTO LIMITE
SETPOINT ALLARME
La pressione dei canali è scesa al di sotto del relativo setpoint di oltre il 10% per un
periodo superiore a 20 minuti (se i sensori di pressione sono collegati).
B
03)
20 m
0
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
97
IT.GOLDSKE.150820
N. allarme
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
31:3
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, PRESSIONE ARIA DI MANDATA SOPRA LIMITE
SETPOINT ALLARME
La pressione dei canali dell’aria di mandata ha superato il relativo setpoint di oltre il
10% per un periodo superiore a 20 minuti (se i sensori di pressione sono collegati).
B
03)
20 m
0
31:6
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, SENSORE PRESSIONE ARIA DI RIPRESA N. 6 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di pressione del canale nell’aria di ripresa. Applicabile solo alla regolazione della
pressione dell'aria di ripresa.
A
13)
10 s
1
31:7
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, PRESSIONE ARIA DI RIPRESA SOTTO LIMITE
SETPOINT ALLARME
La pressione dei canali dell’aria di ripresa è scesa al di sotto del relativo setpoint di
oltre il 10% per un periodo superiore a 20 minuti (se i sensori di pressione sono
collegati).
B
03)
20 m
0
31:8
REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE, PRESSIONE ARIA DI RIPRESA SOPRA LIMITE
SETPOINT ALLARME
La pressione dei canali dell’aria di ripresa ha superato il relativo setpoint di oltre il
10% per un periodo superiore a 20 minuti (se i sensori di pressione sono collegati).
B
03)
20 m
0
Allarme gruppo 32: ReCO2/Riscaldamento notturno intermittente
32:1
RECO2, MODULO I/O N. 0 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il
modulo I/O n. 0.
A
03)
10 s
1
32:2
RECO2, SENSORE PRESSIONE N. 0 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il sensore di pressione.
A
03)
10 s
1
32:3
ReCO2/RISCALDAMENTO NOTTURNO INTERMITTENTE, MONITORAGGIO SERRANDA DELL’ARIA DI RICIRCOLO INTERVENUTO
L’attuatore della serranda non raggiunge la posizione corretta. Il segnale di
posizione in uscita dalla serranda non coincide con il segnale di comando in
ingresso.
B
03)
10 m
0
32:4
ReCO2, MONITORAGGIO SERRANDA DELL'ARIA ESTERNA INTERVENUTO
L’attuatore della serranda non raggiunge la posizione corretta. Il segnale di posizione
in uscita dalla serranda non coincide con il segnale di comando in ingresso.
B
03)
10 m
0
B
03)
5 s2)
0
–
–
–
06)
Allarme gruppo 33: Assistenza
33:1 INTERVALLO DI ASSISTENZA SUPERIORE AL LIMITE
Il tempo impostato per l’intervallo di assistenza è trascorso.
In caso di ripristino con la funzione RESET del terminale manuale, ricompare
dopo 7 giorni.
L’impostazione e il reset di un nuovo intervallo di manutenzione si effettua in
IMPOSTAZIONI ALLARMI.
33:15
FUNZIONE BLOCCO INTERVENUTA
Contattare Swegon o i suoi rappresentanti.
Allarme gruppo 34: Controlli esterni
34:1
CONTROLLO ESTERNO, MODULO I/O N. 3 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 3 per controllo esterno.
B
03)
10 s
1
34:2
CONTROLLO ESTERNO, MODULO I/O N. 6 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 6 per controllo esterno.
B
03)
10 s
1
B
03)
10 s
1
Allarme gruppo 35: Diffusori booster
35:1
98
TERMINALI ARIA BOOSTER, MODULO I/O N. 8 ERRORE DI COMUNICAZIONE
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il modulo I/O n. 8 per diffusori booster.
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
Allarme gruppo 36-37: Di riserva
Allarme gruppo 38-47: MIRU Control 1-10 7)
38-47:1 MIRU Control N. 1-10 ERRORE DI COMUNICAZIONE
A
03)
10 s
1
A
03)
5s
1
A
03)
5s
1
A
03)
5s
1
A
03)
5s
1
B
03)
5s
1
B
03)
5s
1
A
13)
10 s
1
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
1
A1)
13)
3s
1
A1)
13)
3s
0
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il MIRU
Control.
38-47:2 MIRU Control N. 1-10 ALLARME CONTROLLO MOTORE INTERVENUTO
Il controller del motore del MIRU Control è intervenuto.
38-47:3 MIRU Control N. 1-10 ERRORE DI COMUNICAZIONE CONTROLLO MOTORE
L’unità MIRU Control non comunica correttamente con il controller del motore del
ventilatore a soffitto elettrico.
38-47:4 MIRU Control N. 1-10 SENSORE DI PRESSIONE MISURAZIONE PORTATA N. 0 ERRORE
DI COMUNICAZIONE
L’unità MIRU Control non comunica correttamente con il sensore di pressione di
misurazione della portata del ventilatore a soffitto elettrico.
38-47:5 MIRU Control N. 1-10 SENSORE DI REGOLAZIONE PRESSIONE N. 1 ERRORE DI
COMUNICAZIONE
L’unità MIRU Control non comunica correttamente con il sensore di pressione dei
canali del ventilatore a soffitto elettrico.
38-47:6 MIRU Control N. 1-10 SENSORE TEMPERATURA DIFETTOSO
Il sensore della temperatura del MIRU Control è difettoso o non collegato.
38-47:7 MIRU Control N. 1-10 SCOSTAMENTO PORTATA/PRESSIONE DAL LIMITE ALLARME
SETPOINT
La portata d’aria/pressione è stata superiore o inferiore in modo continuativo al
relativo setpoint di oltre il 20%.
Allarme gruppo 49-54: Ventilatore aria di mandata n. 1A-3B 8)
49-54:1 ERRORE DI COMUNICAZIONE VENTILATORE ARIA DI MANDATA 1-3/A-B
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il controller del motore del ventilatore dell’aria di mandata.
49-54:2 SOVRACORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA
1-3/A-B
Alta corrente fornita al motore
49-54:3 SOTTOCORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA
1-3/A-B
La tensione fornita è inferiore al livello normale.
49-54:4 SOVRACORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA
1-3/A-B
La tensione fornita è eccessivamente alta.
49-54:5 ECCESSIVA TEMPERATURA DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MAN-
DATA 1-3/A-B
Alta temperatura interna.
49-54:6 ERRORE AVVIO DEL CONTROLLO MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA 1-3/A-
B
Il ventilatore dell’aria di mandata non ruota durante l'avvio.
49-54:7 TENSIONE DI FASE IRREGOLARE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI
MANDATA 1-3/A-B
La differenza di alta tensione tra le fasi (trifase, 400 V), causa ondulazione.
49-54:8 FASE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA 1-3/A-B NON
RIUSCITA
Fase non riuscita nel controller del motore.
49-54:9 ERRORE DI MEMORIA DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI MANDATA
1-3/A-B
Errore di memoria interna nel controller del motore.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
99
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
Testo allarme
Funzione
Priorità
Arresto
0 = bloccato
0 = in marcia
A = allarme A
1 = arresto
B = allarme B
49-54:10 LIMITAZIONE DI CORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI
Ritardo
s = secondi
Ripristino
0 = manuale
m = minuti 1 = automatico
h=ora
B
03)
60 s
1
A
13)
10 s
1
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
0
A1)
13)
3s
1
A1)
13)
3s
1
A1)
13)
3s
0
B
03)
60 s
1
MANDATA 1-3/A-B
Limitazione di corrente nel controller del motore.
Allarme gruppo 55-60: Ventilatore aria di ripresa n. 1A-3B 9)
55-60:1 ERRORE DI COMUNICAZIONE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA 1-3/A-B
La centralina dell'unità di trattamento aria non comunica correttamente con il controller del motore del ventilatore dell’aria di ripresa.
55-60:2 SOVRACORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA
1-3/A-B
Alta corrente fornita al motore
55-60:3 SOTTOCORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA
1-3/A-B
La tensione fornita è inferiore al livello normale.
55-60:4 SOVRACORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA
1-3/A-B
La tensione fornita è eccessivamente alta.
55-60:5 ECCESSIVA TEMPERATURA DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI
RIPRESA 1-3/A-B
Alta temperatura interna.
55-60:6 ERRORE AVVIO DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA 1-3/A-B
Il ventilatore dell’aria di ripresa non ruota durante l'avvio.
55-60:7 TENSIONE DI FASE IRREGOLARE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI
RIPRESA 1-3/A-B
La differenza di alta tensione tra le fasi (trifase, 400 V), causa ondulazione.
55-60:8 FASE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA 1-3/A-B NON
RIUSCITA
Fase non riuscita nel controller del motore.
55-60:9 ERRORE DI MEMORIA DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI RIPRESA
1-3/A-B
Errore di memoria interna nel controller del motore.
55-60:10 LIMITAZIONE DI CORRENTE DEL CONTROLLER MOTORE VENTILATORE ARIA DI
RIPRESA 1-3/A-B
Limitazione di corrente nel controller del motore.
Non può essere bloccato.
Il ritardo è regolabile.
3)
Regolabile.
4)
Arresta l’AHU se la temperatura è inferiore al limite regolabile.
5)
Inattivo come impostazione di fabbrica.
6)
Contattare Swegon o i suoi rappresentanti.
7)
Allarme gruppo 38 = MIRU Control 1. Allarme gruppo 39 = MIRU Control 2. Allarme gruppo 40 = MIRU Control 3. Allarme gruppo 41 = MIRU Control 4. Allarme gruppo 42 = MIRU Control 5. Allarme gruppo 43 = MIRU Control 6. Allarme gruppo 44 = MIRU Control 7. Allarme gruppo 45 = MIRU Control 8. Allarme
gruppo 46 = MIRU Control 9. Allarme gruppo 47 = MIRU Control 10.
8)
Allarme gruppo 49 = Ventilatore aria di mandata 1A. Allarme gruppo 50 = Ventilatore aria di mandata 2A. Allarme gruppo 51 = Ventilatore aria di mandata
3A. Allarme gruppo 52 = Ventilatore aria di mandata 1B. Allarme gruppo 53 = Ventilatore aria di mandata 2B. Allarme gruppo 54 = Ventilatore aria di mandata
3B.
9)
Allarme gruppo 55 = Ventilatore aria di ripresa 1A. Allarme gruppo 56 = Ventilatore aria di ripresa 2A. Allarme gruppo 57 = Ventilatore aria di ripresa 3A.
Allarme gruppo 58 = Ventilatore aria di ripresa 1B. Allarme gruppo 59 = Ventilatore aria di ripresa 2B. Allarme gruppo 60 = Ventilatore aria di ripresa 3B.
1)
2)
100
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
9. Messaggi informativi
I messaggi informativi vengono visualizzati nel terminale
manuale. I messaggi informativi vengono visualizzati solo
quando il terminale è su Immagine quadro strumenti.
Messaggio n.
I messaggi informativi forniscono informazioni ad es. riguardo
alle impostazioni necessarie che non sono state inserite o condizioni operative sfavorevoli.
Testo messaggio
97:12
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, OTTIMIZZAZIONE BYPASS NON ESEGUITA
Non è possibile effettuare l'ottimizzazione bypass del recuperatore di calore a flussi incrociati.
97:13
RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI, OTTIMIZZAZIONE BYPASS NON RIUSCITA
L'ottimizzazione bypass del recuperatore di calore a flussi incrociati è stata effettuata ma i valori non sono soddisfacenti.
97:14
TARATURA SBRINATURA RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI NON ESEGUITA
Impossibile eseguire la taratura della sbrinatura del recuperatore di calore a flussi incrociati.
97:15
TARATURA SBRINATURA RECUPERATORE DI CALORE A FLUSSI INCROCIATI NON RIUSCITA
La taratura della sbrinatura del recuperatore di calore a flussi incrociati è stata effettuata ma i valori non sono
soddisfacenti.
98:1
TARATURA PRE-FILTRO ARIA DI MANDATA NON ESEGUITA
Taratura pre-filtro, aria di mandata, non eseguita dopo il primo avvio. Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del filtro.
98:2
TARATURA PRE-FILTRO ARIA DI MANDATA NON RIUSCITA
Taratura pre-filtro non riuscita, aria di mandata. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:3
TARATURA PRE-FILTRO ARIA DI RIPRESA NON ESEGUITA
Taratura pre-filtro, aria di ripresa, non eseguita dopo il primo avvio. Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del filtro.
98:4
TARATURA PRE-FILTRO ARIA DI RIPRESA NON RIUSCITA
Taratura pre-filtro non riuscita, aria di ripresa. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:5
TARATURA FILTRO AHU ARIA DI MANDATA NON ESEGUITA
Taratura filtro AHU aria di mandata, aria di mandata, non eseguita dopo il primo avvio. Ricorrente a intervalli di
30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del filtro.
98:6
TARATURA FILTRO AHU ARIA DI MANDATA NON RIUSCITA
Taratura filtro AHU non riuscita, aria di mandata. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:7
TARATURA FILTRO AHU ARIA DI RIPRESA NON ESEGUITA
Taratura filtro AHU, aria di ripresa, non eseguita dopo il primo avvio. Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del filtro.
98:8
TARATURA FILTRO AHU ARIA DI RIPRESA NON RIUSCITA
Taratura filtro AHU non riuscita, aria di ripresa. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:9
TARATURA FILTRO FINALE ARIA DI MANDATA NON ESEGUITA
Taratura filtro finale, aria di mandata, non eseguita dopo il primo avvio. Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il
messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del filtro.
98:10
TARATURA FILTRO FINALE ARIA DI MANDATA NON RIUSCITA
Taratura filtro finale non riuscita, aria di mandata. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:11
TARATURA SBRINATURA RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO NON ESEGUITA
Taratura sbrinatura, recuperatore di calore rotativo, non eseguita dopo la prima attivazione della funzione.
Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura del
recuperatore di calore.
98:12
TARATURA SBRINATURA RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO NON RIUSCITA
Taratura sbrinatura non riuscita, recuperatore di calore rotativo. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:13
TARATURA ReCO2 NON ESEGUITA
Taratura ReCO2 non eseguita dopo la prima attivazione della funzione. Ricorrente a intervalli di 30 minuti. Il messaggio non viene ricevuto dopo il completamento della taratura di ReCO2.
98:14
TARATURA ReCO2 NON RIUSCITA
Taratura ReCO2 non riuscita. Ricorrente a intervalli di 5 secondi.
98:15
IMPOSTAZIONE ReCO2 ERRATA
È stata selezionata una regolazione della pressione, un controllo slave o un tipo di AHU errato. Ricorrente a
intervalli di 5 secondi.
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
101
N. allarme
IT.GOLDSKE.150820
102
Testo allarme
Funzione
99:1
ERRORE E-MAIL
Errore durante l’invio dell’e-mail. Il messaggio viene ricevuto dopo dieci tentativi.
99:7
MEMORIA SCHEDA SD QUASI PIENA
La memoria della scheda SD è quasi piena. I dati più vecchi presenti nel registro verranno presto eliminati.
99:8
MEMORIA SCHEDA SD PIENA
La memoria della scheda SD è piena. I dati più vecchi presenti nel registro vengono eliminati.
99:14
ERRORE MEMORIA INTERNA DI SERIE CPEcc1
Errore memoria interna di serie CPEcc1
99:15
CIRCUITO OROLOGIO DIFETTOSO
Il circuito per l'orologio è difettoso
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
10. Dati tecnici
10.1 Dimensioni, unità di trattamento aria monoblocco GOLD RX
con recuperatore di calore rotativo
GOLD 04/05, 07/08
403
91
91
GOLD
GOLD
52
52
50
J
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello
di connessione terminale se verrà collegato un accessorio
per canali collocato in un alloggiamento isolato.
I travetti di sostegno sono opzionali.
50
GOLD 11/12
K
403
16
K
91
91
GOLD
J
50
52
50
* L'unità di trattamento aria viene
fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un
accessorio per canali collocato in un
alloggiamento isolato.
GOLD
52
50
GOLD Top 11/12
GOLD RX Top 04/05, 07/08
403
16
403
91
GOLD
J
50
GOLD
16
91
GOLD
GOLD
52
52
52
50
J
52
J
50
50
50
I travetti di sostegno sono
opzionali.
C
K
C
Taglia
A
B
C
D
F
G
H
J
K
L
Ø
Peso, kg
04/05
750
825
240
345
230
460
920
561
–
1500
315
214-243
Top 04/05
750
825
233,5
1033
237,5
350
920
561
–
1500
315
247
07
800
995
277,5
440
271
543
1085
730
–
1600
400
262-301
Top 07
800
995
276
1048
280
435
1085
730
–
1600
400
306
08
800
995
277,5
440
271
543
1085
730
–
1600
400
270-309
Top 08
800
995
276
1048
280
435
1085
730
–
1600
400
310
11
655
1199
324
550
324
647
1295
935
551
1860
500
444-496
Top 11
655
1199
332
550
333
533
1295
935
1196
1860
500
488
12
655
1199
324
550
324
647
1295
935
551
1860
500
466-518
Top 12
655
1199
332
550
333
533
1295
935
1196
1860
500
504
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
103
IT.GOLDSKE.150820
GOLD 14/20, 25/30
403
E
91
91
M
GOLD
GOLD
M
50
52
50
52
50
50
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Lo schema dimensionale mostra la configurazione dell'attacco per la disposizione dei ventilatori 1.
Per la disposizione dei ventilatori 2, i collegamenti sono invertiti specularmente.
GOLD 35/40
34
M
GOLD
GOLD
M
50
52
50
52
50
50
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Lo schema dimensionale mostra la configurazione dell'attacco per la disposizione dei ventilatori 1. Per la disposizione dei ventilatori 2, i collegamenti sono invertiti specularmente.
GOLD 50/60
GOLD 70/80
34
52*
28*
137
GOLD
GOLD
GOLD
GOLD
52
28
76
76
76
76
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se
verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Taglia
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
Peso, kg
14
765
1400
1136
550
208
400
1000
1395
298
109
200
2080
188
521-589
20
765
1400
1136
550
208
400
1000
1395
298
109
200
2080
188
557-625
25
835
1600
1336
550
193
500
1200
1595
298
94
200
2220
203
666-746
30
835
1600
1336
550
193
500
1200
1595
298
94
200
2220
203
708-786
35
948
1990
1726
550
200
600
1400
1985
392
153
295
2446
240
956-1070
40
948
1990
1726
550
200
600
1400
1985
392
153
295
2446
240
1006-1120
50
1050
2318
–
570
150
800
1600
2253
423
115
360
2670
–
1294-1418
60
1050
2318
–
570
150
800
1600
2253
423
115
360
2670
–
1374-1498
70
1275
2637
–
570
164
1000
1800
2640
319
161
419
3120
–
2059-2211
80
1275
2637
–
570
164
1000
1800
2640
319
161
419
3120
–
2159-2435
104
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
GOLD 100/120
137
M
56*
N
N
O
P
GOLD
GOLD
P
GOLD
45
56
1048
122
1000
77
1048
77
3186
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Taglia
A
B
D
E
F
G
H
100
1126
3340
1070
191
1200
2400
3440
120
1126
3340
1070
191
1200
2400
3440
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
I
J
K
L
M
N
O
P
Peso, kg
520 210 470
3322
800
170
2500
1720
3540-3900
520 210 470
3322
800
170
2500
1720
3746-4168
www.swegon.com
105
IT.GOLDSKE.150820
10.2 Dimensioni, unità di trattamento aria monoblocco
GOLD PX con recuperatore di calore a flussi incrociati
GOLD 04/05, 07/08
403
16
91
52*
GOLD
91
GOLD
180
52
52
32
32
50
50
80
80
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
GOLD 11/12
K
403
16
K
52*
91
91
GOLD
GOLD
GOLD
J
50
50
E
52
E
52
50
J
50
80
D
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
GOLD 14/20, 25/30
403
M
M
91
N
GOLD
GOLD
E
52
E
50
50
52
80
D
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Taglia
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
Ø
Peso, kg
04/05
800
825
240
345
–
230
460
920
–
–
–
2000
–
–
315
291-337
07
915
995
277,5
440
–
271
543
1085
–
–
–
2230
–
–
400
360-419
08
915
995
277,5
440
–
271
543
1085
–
–
–
2230
–
–
400
369-428
11
655
1199
324
1200
397
324
647
1295
–
935
551
2510
–
–
500
552-646
12
655
1199
324
1200
397
324
647
1295
–
935
551
2510
–
–
500
574-668
14
765
1400
1136
1300
450
400
1000
1395
298
188
200
2830
208
109
–
667-773
20
765
1400
1136
1300
450
400
1000
1395
298
188
200
2830
208
109
–
703-809
25
835
1600
1336
1550
575
500
1200
1595
298
203
200
3220
193
94
–
905-1058
30
835
1600
1336
1550
575
500
1200
1595
298
203
200
3220
193
94
–
945-1098
106
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
10.3 Dimensioni, GOLD CX unità monoblocco
con recuperatore di calore a batteria
GOLD 35/40
N
GOLD
GOLD
N
250
50
50
52
52
50
50
250
M
M
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Lo schema dimensionale mostra la configurazione dell'attacco per la disposizione dei ventilatori 1.
Per la disposizione dei ventilatori 2, i collegamenti sono invertiti specularmente.
GOLD 50/60
28*
GOLD
GOLD
28
76
76
254
M
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
GOLD 70/80
27
52*
GOLD
GOLD
52
76
254
76
M
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Taglia
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
Peso, kg
35
948
1990
1726
680
200
600
1400
1985
392
153
295
2575
650
240
1191-1305
40
948
1990
1726
680
200
600
1400
1985
392
153
295
2575
650
240
1241-1355
50
1050
2318
–
760
150
800
1600
2253
423
115
360
2860
700
–
1841-1965
60
1050
2318
–
760
150
800
1600
2253
423
115
360
2860
700
–
1921-2045
70
1275
2637
–
760
164
1000
1800
2640
319
161
419
3310
850
–
2794-2946
80
1275
2637
–
760
164
1000
1800
2640
319
161
419
3310
850
–
2894-3170
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
107
IT.GOLDSKE.150820
GOLD 100/120
137
M
56*
N
N
O
P
GOLD
GOLD
P
45
56
1048
122
1000
77
1048
3186
77
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
Taglia
A
B
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Peso, kg
100
1126
3340
1070
191
1200
2400
3440
520
210
470
3322
800
170
2500
1720
4126-4486
120
1126
3340
1070
191
1200
2400
3440
520
210
470
3322
800
170
2500
1720
4332-4754
108
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
10.4 Dimensioni, unità di trattamento aria
con mandata e ripresa separate GOLD SD
GOLD 04/05, 07/08
L
B
E
12
16
A
D
H
E
16
C
12
* Se verrà collegato un accessorio per canali collocato in
un alloggiamento isolato, l'unità di trattamento aria verrà
dotata di un apposito pannello di connessione terminale.
D
GOLD
Ø
Ø
I travetti di sostegno sono opzionali.
100
52*
F
F
50
G
50
Taglia
L
B
H
A
C
D
E
F
G
Ø
Peso, kg
04/05
1099
825
490
937
162
245
412,5
102
561
315
105-119
07
1174
995
575
1012
162
287,5
497,5
73
730
400
113-133
08
1174
995
575
1012
162
287,5
497,5
73
730
400
117-137
GOLD 11/12
L1
I
16
L2
F
G
162
16
E
D
J
GOLD
GOLD
52*
112
100
52
50
52*
52
Ventilatore
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello
di connessione terminale se verrà collegato un accessorio
per canali collocato
in un alloggiamento isolato.
L2
Ventilatore + recuperatore di calore a batteria
B
L1
I
12
16
G
16
162
J
Ø
H
F
GOLD
E
Taglia
Peso, kg
GOLD
ventilatore + filtro
Peso, kg
ventilatore + filtro + batteria
11
150-176
269-295
161-187
112
280-306
100
50
A
50
52
D
52*
12
52
52*
Taglia
L1
L2
B
H
A
D
E
F
G
I
J
Ø
11/12
1404
1961
1199
648
935
609
1352
540
650
599,5
324
500
GOLD 14/20
L1
12
21
21
L2
F
208
21
E
C
L3
D
E
C
21
J
F H
GOLD
GOLD
GOLD
J
100
50
52
52*
Ventilatore
B
G
I
Ventilatore + filtro + recuperatore di calore a batteria
Ventilatore + filtro
L1
12
21
21
F
L2 per canali collocato in un alloggiamento isolato,
L3
* Se verrà collegato un accessorio
l'unità di trattamento aria
208 21
E
D
C
verrà
dotata di un apposito
pannello di Cconnessione terminale.E
21
J
Taglia
F H
J
100
A
50
50
Peso, kg
ventilatore
Peso, kg
ventilatore + filtro
Peso, kg
ventilatore + filtro + batteria
14
169-188
254-292
417-455
20
187-206
272-310
435-473
GOLD
52
52*
GOLD
GOLD
Taglia
L1
L2
L3
B
H
A
C
D
E
F
G
I
J
14/20
1040
1875
2471
1400
806
1136
988
596
887
400
1000
200
203
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
109
IT.GOLDSKE.150820
GOLD 25/30, 35/40
L1
12
21
L3
L2
F
208 21
E
E
C
D
C
21
J
F
21
GOLD
GOLD
GOLD
H
J
50
100
52
52*
Ventilatore
Ventilatore + filtro
B
G
I
L1
L3
L2
* Se verrà
collegato un accessorio per canali collocato
in un alloggiamento isolato, l'unità di trattamento
aria
208 21
E
D
C
E
C
F
verrà dotata di un apposito pannello di connessione terminale.
12
21
21
J
F
Ventilatore + filtro + recuperatore di calore a batteria
21
GOLD
Taglia
Peso, kg
ventilatore
25
241-267
330-382
539-591
30
261-287
350-402
559-611
52*
35
316-350
418-486
689-757
40
341-375
443-511
714-782
H
J
A
50
50
100
52
Peso, kg
Peso, kg
ventilatore + filtro ventilatore + filtro + batteria
GOLD
GOLD
Taglia
L1
L2
L3
B
H
A
C
D
E
F
G
I
J
25/30
1145
1980
2576
1600
1026
1336
1093
596
887
500
1200
200
263
35/40
1145
1980
2576
1990
1126
1726
1093
596
887
600
1400
295
263
GOLD 50/60
21
L3
L2
L1
F
E
100
21
21
GOLD
28
E
C
C
D
GOLD
GOLD
28*
100
Ventilatore + filtro
Ventilatore
B
G
I
Ventilatore + filtro + recuperatore di calore a batteria
Fornita su piedi di sostegno
alti 100 mm. Al momento dell'installazione
finale dell'unità, questi possono
L2
L1
E
E
essere rimossi o lasciati
L'unità è predisposta
per ilC montaggio di piedi di sostegno
100
F dove si trovano.
21
regolabili.21
12
21
J
21
* Se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento
isolato, l'unità di trattamento aria verrà dotata di un apposito pannello di
connessione terminale.
GOLD
F H
J
100
45
A
Taglia
28
GOLD
Peso, kg
Peso, kg
ventilatore28* ventilatore + filtro
Peso, kg
ventilatore + filtro + batteria
50
379-410
558-620
978-1040
60
419-450
589-660
1018-1080
Taglia
L1
L2
L3
A
B
H
C
D
E
F
G
I
J
50/60
1078
1947
2543
2166
2318
1320
1050
618
919
800
1600
359
260
110
www.swegon.com
L3
D
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
C
GOLD
IT.GOLDSKE.150820
GOLD 70/80
21
21
J
L3
L2
L1
F
12
164
21
E
21
GOLD
D
E
C
C
GOLD
GOLD
F H
J
100
52
52*
100
Ventilatore
Ventilatore + filtro
B
G
I
Ventilatore + filtro + recuperatore di calore a batteria
L2
L1
12
Fornita su piedi di sostegno alti 100 mm. Al momento dell'installazione finale dell'unità,
questi
E
164
E
F
C
possono essere rimossi
21 o lasciati dove si trovano. L'unità è predisposta per il montaggio di piedi di
sostegno regolabili.
21
21
J
21
GOLD
GOLD
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione
terminale se verrà collegato un accessorio per canali collocato in un alloggiamento isolato.
F H
J
Taglia
100
45
L3
D
A
52
Peso, kg
ventilatore
52*
Peso, kg
ventilatore + filtro
Peso, kg
ventilatore + filtro + batteria
70
552-590
783-859
1546-1622
80
602-640
833-909
1596-1672
Taglia
L1
L2
L3
A
B
H
C
D
E
F
G
I
J
70/80
1327
2550
3310
2485
2637
1320
1275
760
1275
1000
1800
419
160
GOLD 100/120
L2
K
L1
I
N
137
21
J
K
56
21
C
M
E
191
C
21
GOLD
L3
D
E
C
GOLD
GOLD
F H
J
100
77
56*
Sezione per collegamento dell'alimentazione elettrica + ventilatore
N
I
N
137
21
J
56
21
122
77
1048
C
M
E
191
C
E
GOLD
GOLD
Taglia
Peso, kg
sezione per colleg.
alimentazione elettrica +
ventilatore
Peso, kg
filtro + sezione per colleg.
alimentazione elettrica +
ventilatore
Peso, kg
filtro +
batteria +
ventilatore
100
899-1079
1428-1608
2063-2243
120
1002-1213
1531-1742
2166-2377
J
100
1000
3186
K
* L'unità di trattamento aria viene fornita senza pannello di connessione terminale se
21
verrà collegato un accessorio per canali
collocato in un alloggiamento isolato.
F H
45
L2
K
L1
B
G
O
I
Filtro + recuperatore di calore a batteria + ventilatore
Filtro + sezione per collegamento dell'alimentazione elettrica + ventilatore
56*
1048
77
Taglia
L1
L2
L3
B
H
C
D
E
F
G
I
J
K
M
N
O
100/120
1682
2752
3322
3340
1620
1126
1070
1126
1200
2400
470
210
500
800
170
2500
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
111
IT.GOLDSKE.150820
10.5 Collegamento ai morsetti
1
A
2 3
4 5
6 7 8 9
10 11 12 13
14 15 16 17
B GND +
+
+
+
+
+
- +
Com 1 Com 2 Com 3 Com 4 Com 5 SA Temp
Heat
18 19
+
Cool
Il carico massimo ammesso sul collegamento corrispondente è 16 VA.
20 21
C NO
22 23
C NO
24 25
C NO
26 27
C NO
28 29 30
31 32
P G G0
G G0
24V AC
SD
WLAN
CPU 2
CPU 1
Fusibile in vetro,
3.15A
Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 Sensor 4
Com 6
Com 7
+
33 34
Com 8 Com 9 Com 10 Com 11
G G0 Y U 24V AC In 18V AC In
35 36 37 38
39 40 41 42
230V AC Out 230V AC In
43 44
45 46 47
Gli ingressi digitali, morsetti 4-17, sono di tipo a bassissima tensione. Gli ingressi analogici, morsetti 18-19, hanno un'impedenza di ingresso di 66 kΩ.
Tensione di controllo di 230 V CA sui morsetti esterni 101 (L) e 102 (N).
Morsetto
Funzione
Note
1,2,3
Connessioni per EIA -485
1= connessione di comunicazione A/RT+, 2= connessione di comunicazione B/RT–, 3= GND/COM.
4,5
Arresto esterno
Arresta l'unità di trattamento aria aprendo il circuito. Alla consegna, la funzione è provvista di ponticello. Se il collegamento viene interrotto, l’unità di trattamento dell’aria si arresta.
6,7
Funzione fumo/incendio esterno 1
Funzione esterna incendio e fumo. Alla consegna, la funzione è provvista di ponticello. Se il collegamento viene interrotto, la funzione attiva un allarme.
8,9
Funzione fumo/incendio esterno 2
Funzione esterna incendio e fumo. Alla consegna, la funzione è provvista di ponticello. Se il collegamento viene interrotto, la funzione attiva un allarme.
10,11
Allarme esterno 1
Funzione di contatto esterno. Opzionale: normalmente aperto/normalmente chiuso.
12,13
Allarme esterno 2
Funzione di contatto esterno. Opzionale: normalmente aperto/normalmente chiuso.
14,15
Bassa vel. esterna
Funzione di contatto esterno. Ha priorità sul timer dall’arresto al funzionamento a bassa velocità.
16,17
Alta velocità esterna
Funzione di contatto esterno. Ha priorità sul timer dall'arresto o dal funzionamento da bassa ad alta
velocità.
18,19
Controllo su richiesta
Ingresso per 0-10 V CC. Il segnale d’ingresso influisce sul setpoint dell’aria di mandata/ripresa se l’unità
è in funzione in modo controllo su richiesta. Per il collegamento di un sensore, ad esempio CO2, CO e
VOC
20,21
Pompa di ricircolo, circuito di
riscaldamento
Contatto indipendente, max. 5 A/AC1, 2 A/AC3, 250 V CA. Si chiude in caso di carico di riscaldamento.
22,23
Pompa di ricircolo, circuito di rafContatto indipendente, max. 5 A/AC1, 2 A/AC3, 250 V CA. Si chiude in caso di carico di raffreddamenfreddamento o raffreddamento on/ to.
off, funzionamento a 1 fase
24,25
Raffreddamento, on/off, funzionamento a 2 fasi
Contatto indipendente, max. 5 A/AC1, 2 A/AC3, 250 V CA. Si chiude in caso di carico di raffreddamento.
26,27
Indicazione dello stato operativo
Contatto indipendente, max. 5 A/AC1, 2 A/AC3, 250 V CA. Si chiude in caso di unità in funzione.
28,29,30
Controllo delle serrande
24 V CA. 28= controllato 24 V CA (G), 29= 24 V CA (G), 30= 24 V CA (G0).
31,32
Tensione di controllo 1)
Tensione di controllo 24 V CA. I morsetti 31-32 sono caricati con un totale di 16 VA. Apertura mediante
l'interruttore di sicurezza.
33,34
Tensione di riferimento
Uscita per 10 V CC costanti. Carico massimo consentito: 8 mA.
35,36,37,38 Controllo, serranda di ricircolo
La serranda di ricircolo può essere caricata con max. 2 mA a 10 V CC. 35= 24 V CA (G), 36= 24 V CA
(G0), 37= 0-10 V CC segnale di controllo, 38= 0-10 V CC.
Il carico comune max. ammissibile sui morsetti 31-32, uscite per Riscaldamento/Raffreddamento e uscita serranda (morsetti 28-30) è pari a 50 VA.
1)
GOLD 100/120: Qualora sia necessario un carico superiore a 16 VA, utilizzare i morsetti 201 (G) e 202 (G0). I morsetti 201-202 possono sopportare un carico totale massimo pari a 48 VA.
112
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
10.6 Dati elettrici
10.6.1 Unità di trattamento dell'aria
MIN. ALIMENTAZIONE ELETTRICA, UNITA' GOLD MONOBLOCCO
CON RECUPERATORE DI CALORE ROTATIVO (RX), A FLUSSI
INCROCIATI (PX) O A BATTERIA (CX).
GOLD 04:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 05, variante di potenza 1:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 05, variante di potenza 2:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 07, variante di potenza 1:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 07, variante di potenza 2:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 08, variante di potenza 1:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 08, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 11, variante di potenza 1:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT o
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 11, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 12, variante di potenza 1 e 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 14, variante di potenza 1 e 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 20, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 20, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 25, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 25, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 30, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
20 AT (RX), 16 AT (PX)
GOLD 30, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 20 AT
GOLD 35, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 20 AT
GOLD 35, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
20 AT (RX), 25 AT (CX)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
GOLD 40, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 20 AT
GOLD 40, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
25 AT (RX), 32 AT (CX)
GOLD 50, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
20 AT (RX), 25 AT (CX)
GOLD 50, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 32 AT
GOLD 60, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
32 AT (RX), 40 AT (CX)
GOLD 60, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 50 AT
GOLD 70, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
32 AT (RX), 40 AT (CX)
GOLD 70, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
50 AT (RX), 63 AT (CX)
GOLD 80, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
50 AT (RX), 63 AT (CX)
GOLD 80, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 80 AT
GOLD 100, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz,
50 AT (RX), 63 AT (CX)
GOLD 100, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 80 AT
GOLD 120, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 80 AT
GOLD 120, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 125 AT
www.swegon.com
113
IT.GOLDSKE.150820
10.6.2 Ventilatori
MIN. ALIMENTAZIONE ELETTRICA, UNITA' DI TRATTAMENTO
ARIA CON MANDATA E RIPRESA SEPARATE, GOLD (SD)
GOLD 04:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 05, variante di potenza 1:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 05, variante di potenza 2:
monofase, a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 07, variante di potenza 1:
monofase, cavo a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 07, variante di potenza 2:
monofase, cavo a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 08, variante di potenza 1:
monofase, cavo a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 08, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 11, variante di potenza 1:
monofase, cavo a 3 fili, 230 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 11, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 12-35:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 40, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 40, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 50, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 10 AT
GOLD 50, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 60, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 60, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 25 AT
GOLD 70, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 16 AT
GOLD 70, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 25 AT
GOLD 80, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 25 AT
GOLD 80, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 40 AT
GOLD 100, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 25 AT
GOLD 100, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 40 AT
GOLD 120, variante di potenza 1:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 40 AT
GOLD 120, variante di potenza 2:
trifase, a 5 fili, 400 V -10/+15%, 50 Hz, 63 AT
114
www.swegon.com
DATI NOMINALI PER VENTILATORE
GOLD 04: Potenza albero motore: 0,8 kW (0,41 kW)*, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
GOLD 05: alt.
Potenza albero motore: 0,8 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 1,15 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
GOLD 07: alt.
Potenza albero motore: 0,8 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 1,15 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
GOLD 08: alt.
Potenza albero motore: 1,15 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 1,6 kW, 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 11: alt.
Potenza albero motore: 1,15 kW, controller del motore: 1 x 230 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 1,6 kW, 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 12: alt.
Potenza albero motore: 1,6 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 14: alt.
Potenza albero motore: 1,6 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 20: alt.
Potenza albero motore: 2,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 3,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 25: alt.
Potenza albero motore: 2,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 3,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 30: alt.
Potenza albero motore: 4,0 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 5,0 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 35: alt.
Potenza albero motore: 4,0 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 5,0 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 40: alt.
Potenza albero motore: 5,0 kW (3,9 kW)*,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 50: alt.
Potenza albero motore: 2 x 2,4 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 3,4 kW, controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 60: alt.
Potenza albero motore: 2 x 4,0 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2 x 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 70: alt.
Potenza albero motore: 2 x 4,0 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2 x 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
FUSIBILI NELLA SCATOLA ELETTRICA
GOLD 80: alt.
Potenza albero motore: 2 x 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2 x 10 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 100: alt.
Potenza albero motore: 2 x 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 2 x 10 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
GOLD 120: alt.
Potenza albero motore: 3 x 6,5 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
Potenza albero motore: 3 x 10 kW,
controller del motore: 3 x 400 V, 50 Hz
*) Il controller del motore limita la potenza erogata al valore
specificato.
Corrente di manovra 230 V
Tutte le taglie/varianti:
Un interruttore automatico bipolare 6 A
Ventilatori
GOLD 04-07, GOLD 08, variante di potenza 1,
GOLD 11 variante di potenza 1
RX/PX
Due interruttori automatici bipolari 10 A
SD
Un interruttore automatico bipolare 10 A
GOLD 08, variante di potenza 2, GOLD 11, variante di potenza 2,
GOLD 12-14, GOLD 20, variante di potenza 1, GOLD 25, variante di
potenza 1:
RX/PX
Due interruttori di protezione motore da 6,3 A
SD
Un interruttore di protezione motore da 6,3 A
GOLD 20, variante di potenza 2, GOLD 25 variante di potenza 2:
RX/PX
Due interruttori di protezione motore da 7,0 A
SD
Un interruttore di protezione motore da 7,0 A
GOLD 30, variante di potenza 1, GOLD 35 variante di potenza 1:
RX/PX
SD
Due interruttori di protezione motore da 8,4 A
Un interruttore di protezione motore da 8,4 A
GOLD 30, variante di potenza 2, GOLD 35 variante di potenza 2:
RX/CX
SD
Due interruttori di protezione motore da 10,6 A
Un interruttore di protezione motore da 10,6 A
GOLD 40, variante di potenza 1:
RX/CX
Due interruttori di protezione motore da 10,0 A
SD
Un interruttore di protezione motore da 10,0 A
10.6.3 Scatola elettrica
La protezione fusibili per l'unità di trattamento aria non deve
superare il valore indicato nella sezione 10.6.1.
INTERRUTTORE DI SICUREZZA
Variante di potenza 1
GOLD RX/PX/SD 04-11: 20 A
GOLD RX/PX/CX 12-35 e GOLD SD 12-100: 25 A
GOLD CX 40:32 A
GOLD RX 40-100, GOLD CX 50-100 e GOLD SD 120: 63 A
GOLD RX/CX 120: 80 A
Variante di potenza 2
GOLD RX/PX/SD 05-07:
20 A
GOLD RX/PX 08-35 e GOLD SD 08-70: 25 A
GOLD CX 35-40:32 A
GOLD SD 80-100:40 A
GOLD RX 40-70, GOLD CX 50-70 e GOLD SD 120: 63 A
GOLD RX/CX 80-100: 80 A
GOLD RX/CX 120160 A
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
GOLD 40, variante di potenza 2:
RX/CX
SD
Due interruttori di protezione motore da 13,2 A
Un interruttore di protezione motore da 13,2 A
GOLD 50, variante di potenza 1, GOLD 70 variante di potenza 1:
RX/CX
Quattro interruttori di protezione motore da 10 A
SD
Due interruttori di protezione motore da 10 A
GOLD 60, variante di potenza 2, GOLD 70, variante di potenza 2,
GOLD 80, variante di potenza 1, GOLD 100, variante di potenza 1:
RX/CX
Quattro interruttori di protezione motore da 13,2 A
SD
Due interruttori di protezione motore da 13,2 A
GOLD 80, variante di potenza 2, GOLD 100 variante di potenza 2:
RX/CX
Quattro interruttori di protezione motore da 13,2 A +
Quattro interruttori di protezione motore da 13,2 A
SD
Due interruttori di protezione motore da 13,2 A +
Due interruttori di protezione motore da 13,2 A
GOLD 120, variante di potenza 1:
RX/CX
Sei interruttori di protezione motore da 13,2 A
SD
Tre interruttori di protezione motore da 13,2 A
GOLD 120, variante di potenza 2:
RX/CX
Sei interruttori di protezione motore da 13,2 A +
Sei interruttori di protezione motore da 13,2 A
SD
Tre interruttori di protezione motore da 13,2 A +
Tre interruttori di protezione motore da 13,2 A
www.swegon.com
115
IT.GOLDSKE.150820
Pompa di ricircolo
GOLD CX 35-60:
1 pz. 1,8 A
GOLD CX 70-120:
1 pz. 2,35 A
Motore e controller del motore del recuperatore di calore
rotativo
GOLD RX, rotore standard, taglie 100-120 e
GOLD RX, rotore Recosorptic, taglie 50-120:
1 pezzo. Interruttore automatico bipolare 6 A
FUSIBILI NELLA CENTRALINA
3,15 AT, 230 V ingresso. Per il montaggio, vedere la sezione
10.5. Per la sostituzione, smontare l’involucro di plastica della
centralina.
10.7 Volume di glicole/acqua di
recuperatori di calore a batteria
CX/SD
Volume totale (incl. schema idraulico e tubazioni installati in
fabbrica):
CX, taglia 35/40
132 litri
CX, taglia 50/60
176 litri
CX, taglia 70/80
231 litri
Volume totale delle batterie (escl. schema idraulico e tubazioni):
SD, taglia 11/12
40 litri
SD, taglia 14/20
64 litri
SD, taglia 25/30
98 litri
SD, taglia 35/40
134 litri
SD, taglia 50/60
192 litri
SD, taglia 70/80
216 litri
CX/SD, taglia 100/120
354 litri
10.6.4 Motore in
recuperatore di calore rotativo
10.6.4.1 Rotore standard
GOLD RX 04-30: Step motore, 2 Nm
All'avvio max. 6,0 A/77 W. Durante il funzionamento max. 5
A/69 W.
GOLD RX 35-40: Step motore, 4 Nm
All'avvio max. 9,6 A/146 W. Durante il funzionamento max. 8
A/130 W.
GOLD RX 50-80: Step motore, 6 Nm
All'avvio max. 12 A/220 W. Durante il funzionamento max. 10
A/195 W.
GOLD RX 100-120: Motore passo-passo trifase.
Max 4,5 A/380 W.
10.6.4.2 Rotore Recosorptic
GOLD RX 04-08: Step motore, 2 Nm
All’avvio: max 6,0 A/77 W. Durante il funzionamento: max 5
A/69 W.
GOLD RX 11-40: Step motore, 4 Nm
All’avvio: max 9,6 A/146 W. Durante il funzionamento: max 8
A/130 W.
GOLD RX 50-120: Motore passo-passo trifase.
Max 4,5 A/380 W.
10.6.5 Precisione di controllo
Temperatura ± 1oC.
Portata d'aria ± 5%.
116
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
11. Allegati
11.1 Dichiarazione di conformità
11.1.1 GOLD RX
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER LE
MACCHINE
Originale
Direttiva 2006/42/CE, Allegato II 1A
Il produttore (e, dove applicabile, il suo rappresentante autorizzato):
Azienda:
Swegon AB
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Dichiara che:
Tipo di unità:
Unità di trattamento aria
N. di macchinari:
GOLD 04/05, 07/08, 11/12, 14/20, 25/30, 35/40, 50/60, 70/80, 100/120 E RX insieme alle
relative parti accessorie a cui sono applicabili queste direttive
Sono conformi ai requisiti della Direttiva Macchine 2006/42/CE.
Sono inoltre conformi ai requisiti applicabili delle seguenti direttive CE:
2004/108/CE, EMC
2009/125/CE, Progettazione ecocompatibile (Regolamento (UE) n. 327/2011)
1999/5/CE RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione)
Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e
riduzione del rischio
EN 60204-1:2006 Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico - Parte 1: Requisiti generali
EN ISO 13857:2008 Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento delle zone
pericolose con gli arti superiori e inferiori
EN 61000-6-2:2005 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-2: Norme generiche - Immunità per gli
ambienti industriali EN 61000-6-3:2007+A1 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-3: Norme
generiche - Emissione per gli ambienti residenziali, commerciali e dell'industria leggera
EN 60730-1 Dispositivi elettrici automatici di comando per uso domestico e similare - Parte 1: Requisiti generali
Sono inoltre state applicate le norme e specifiche seguenti:
EN 1886:2007 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Prestazione meccanica
EN 13053:2006+A1:2011 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Classificazione e prestazioni per
le unità, i componenti e le sezioni
La persona autorizzata a costituire il fascicolo tecnico:
Nome:
Dan Örtengren
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Firma:
Luogo e data:
Kvänum / 05/02/2014
Kvänum / 05/02/2014
Firma:
Nome:
Magnus Ahl
Posizione:
Manager R&D, Kvänum
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Niklas Tjäder
Manager dell'impianto, Kvänum
www.swegon.com
117
IT.GOLDSKE.150820
11.1.2 GOLD PX
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER LE
MACCHINE
Originale
Direttiva 2006/42/CE, Allegato II 1A
Il produttore (e, dove applicabile, il suo rappresentante autorizzato):
Azienda:
Swegon AB
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Dichiara che:
Tipo di unità:
Unità di trattamento aria
N. di macchinari:
GOLD 04/05, 07/08, 11/12, 14/20, 25/30 E PX insieme alle relative parti accessorie a cui
sono applicabili queste direttive
Sono conformi ai requisiti della Direttiva Macchine 2006/42/CE.
Sono inoltre conformi ai requisiti applicabili delle seguenti direttive CE:
2004/108/CE, EMC
2009/125/CE, Progettazione ecocompatibile (Regolamento (UE) n. 327/2011)
1999/5/CE RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione)
Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e
riduzione del rischio
EN 60204-1:2006 Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico - Parte 1: Requisiti generali
EN ISO 13857:2008 Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento delle zone
pericolose con gli arti superiori e inferiori
EN 61000-6-2:2005 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-2: Norme generiche - Immunità per gli
ambienti industriali EN 61000-6-3:2007+A1 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-3: Norme
generiche - Emissione per gli ambienti residenziali, commerciali e dell'industria leggera
EN 60730-1 Dispositivi elettrici automatici di comando per uso domestico e similare - Parte 1: Requisiti generali
Sono inoltre state applicate le norme e specifiche seguenti:
EN 1886:2007 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Prestazione meccanica
EN 13053:2006+A1:2011 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Classificazione e prestazioni per
le unità, i componenti e le sezioni
La persona autorizzata a costituire il fascicolo tecnico:
Nome:
Dan Örtengren
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Firma:
Luogo e data:
Kvänum / 05/02/2014
Kvänum / 05/02/2014
Firma:
Nome:
Magnus Ahl
Niklas Tjäder
Posizione:
Manager R&D, Kvänum
Manager dell'impianto, Kvänum
118
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
11.1.3 GOLD CX
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER LE
MACCHINE
Originale
Direttiva 2006/42/CE, Allegato II 1A
Il produttore (e, dove applicabile, il suo rappresentante autorizzato):
Azienda:
Swegon AB
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Dichiara che:
Tipo di unità:
Unità di trattamento aria
N. di macchinari:
GOLD 35/40, 50/60, 70/80, 100/120 E CX insieme alle relative parti accessorie a cui sono
applicabili queste direttive
Sono conformi ai requisiti della Direttiva Macchine 2006/42/CE.
Sono inoltre conformi ai requisiti applicabili delle seguenti direttive CE:
2004/108/CE, EMC
2009/125/CE, Progettazione ecocompatibile (Regolamento (UE) n. 327/2011)
1999/5/CE RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione)
Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e
riduzione del rischio
EN 60204-1:2006 Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico - Parte 1: Requisiti generali
EN ISO 13857:2008 Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento delle zone
pericolose con gli arti superiori e inferiori
EN 61000-6-2:2005 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-2: Norme generiche - Immunità per gli
ambienti industriali EN 61000-6-3:2007+A1 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-3: Norme
generiche - Emissione per gli ambienti residenziali, commerciali e dell'industria leggera
EN 60730-1 Dispositivi elettrici automatici di comando per uso domestico e similare - Parte 1: Requisiti generali
Sono inoltre state applicate le norme e specifiche seguenti:
EN 1886:2007 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Prestazione meccanica
EN 13053:2006+A1:2011 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Classificazione e prestazioni per
le unità, i componenti e le sezioni
La persona autorizzata a costituire il fascicolo tecnico:
Nome:
Dan Örtengren
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Firma:
Luogo e data:
Kvänum / 05/02/2014
Kvänum / 05/02/2014
Firma:
Nome:
Magnus Ahl
Niklas Tjäder
Posizione:
Manager R&D, Kvänum
Manager dell'impianto, Kvänum
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
119
IT.GOLDSKE.150820
11.1.4 GOLD SD
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ PER LE
MACCHINE
Originale
Direttiva 2006/42/CE, Allegato II 1A
Il produttore (e, dove applicabile, il suo rappresentante autorizzato):
Azienda:
Swegon AB
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Dichiara che:
Tipo di unità:
Unità di trattamento aria
N. di macchinari:
GOLD 04/05, 07/08, 11/12, 14/20, 25/30, 35/40, 50/60, 70/80, 100/120 E SD insieme alle
relative parti accessorie a cui sono applicabili queste direttive
Sono conformi ai requisiti della Direttiva Macchine 2006/42/CE.
Sono inoltre conformi ai requisiti applicabili delle seguenti direttive CE:
2004/108/CE, EMC
2009/125/CE, Progettazione ecocompatibile (Regolamento (UE) n. 327/2011)
1999/5/CE RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione)
Sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e
riduzione del rischio
EN 60204-1:2006 Sicurezza del macchinario - Equipaggiamento elettrico - Parte 1: Requisiti generali
EN ISO 13857:2008 Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento delle zone
pericolose con gli arti superiori e inferiori
EN 61000-6-2:2005 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-2: Norme generiche - Immunità per gli
ambienti industriali EN 61000-6-3:2007+A1 Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 6-3: Norme
generiche - Emissione per gli ambienti residenziali, commerciali e dell'industria leggera
EN 60730-1 Dispositivi elettrici automatici di comando per uso domestico e similare - Parte 1: Requisiti generali
Sono inoltre state applicate le norme e specifiche seguenti:
EN 1886:2007 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Prestazione meccanica
EN 13053:2006+A1:2011 Ventilazione degli edifici, unità di trattamento dell'aria - Classificazione e prestazioni per
le unità, i componenti e le sezioni
La persona autorizzata a costituire il fascicolo tecnico:
Nome:
Dan Örtengren
Indirizzo:
Box 300, SE-53523 Kvänum
Firma:
Luogo e data:
Kvänum / 05/02/2014
Kvänum / 05/02/2014
Firma:
Nome:
Magnus Ahl
Niklas Tjäder
Posizione:
Manager R&D, Kvänum
Manager dell'impianto, Kvänum
120
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
11.2 Rapporto di messa in servizio
È inoltre disponibile in formato digitale sul sito www.swegon.com
Società
Nostro riferimento
Cliente
Data
N. SO
Impianto
Progetto/Unità di trattamento aria
N. serie:
Indirizzo impianto
Tipo/taglia
Versione programma:
Taratura filtri eseguita
Timer, orario attuale impostato
Altri controlli
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
121
IT.GOLDSKE.150820
Portata d'aria
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Portata d'aria
Modo regolazione
Aria di mandata
X
Portata d'aria
Press. canali
Fabb.
Slave
Portata d'aria
Press. canali
Fabb.
Slave
Aria di ripresa
X
Portata d'aria
Press. canali
Fabb.
Slave
Portata d'aria
Press. canali
Fabb.
Slave
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
l/s
m3/s
m3/h
cfm
Inattivo
Bassa velocità
Alta velocità
Livello operativo
Flusso, bassa velocità
Flusso, alta velocità
AM
1)
1)
AR
1)
1)
AM
1)
1)
AR
1)
Flusso, velocità max
AM
1)
1)
1)
AR
1)
1)
1)
Flusso, velocità min.
AM
1)
AR
1)
Pressione, bassa velocità
Pressione, alta velocità
Regime max. ventilatore
Pressione, velocità max
Fabbisogno, bassa velocità
Fabbisogno, alta velocità
1)
AM (Pa)
100
AR (Pa)
100
AM (Pa)
200
AR (Pa)
200
AM (%)
100%
AR (%)
100%
AM (Pa)
200
AR (Pa)
200
AM (%)
25
AR (%)
25
AM (%)
50
AR (%)
50
Optimize
On
X
Aria di mandata
On
Aria di ripresa
On
X
X
l/s
X
Optimize
Offset setpoint
Unità
Unità
m3/s
m3/h
cfm
Bassa velocità
Alta velocità
Comp. aria esterna
X
Comp. aria esterna
Inattivo
X1, breakp., temp. est.
°C
Bassa e alta velocità
-20 °C
X2, breakp., temp. est.
°C
-10 °C
X3, breakp., temp. est.
°C
+10 °C
X4, breakp., temp. est.
°C
+20 °C
Bassa e alta velocità
Aria di mandata, portata
Y1, breakp., aria di mandata
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y2, breakp., aria di mandata
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y3, breakp., aria di mandata
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y4, breakp., aria di mandata
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di ripresa, portata
Y1, breakp., aria di ripresa
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y2, breakp., aria di ripresa
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y3, breakp., aria di ripresa
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Y4, breakp., aria di ripresa
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
1) Bassa velocità = 25%, alta velocità = 50% e velocità max = 75% del flusso max, vedere la sezione 5.3.1.2
122
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Aria mandata, pressione
Y1, breakp., aria di mandata
Pa
100
Y2, breakp., aria di mandata
Pa
100
Y3, breakp., aria di mandata
Pa
100
Y4, breakp., aria di mandata
Pa
100
Y1, breakp., aria di ripresa
Pa
100
Y2, breakp., aria di ripresa
Pa
100
Y3, breakp., aria di ripresa
Pa
100
Y4, breakp., aria di ripresa
Pa
100
Aria di ripresa, pressione
Diffusori booster
Diffusori booster
On
X
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
On
Off
www.swegon.com
123
IT.GOLDSKE.150820
Temperatura
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Temperatura
Modo regolazione
Posizione
Modo Xzone
AMR 1
AMR 2
Aria di ripresa
ORS
AMR 1
AMR 2
Aria di ripresa
ORS
X
X
Aria di mandata
AMR 1
AMR 2
Aria di mandata
ORE
Aria di ripresa
ORS
ORE
Aria di mandata
AMR 1
AMR 2
Aria di mandata
ORE
Aria di ripresa
ORS
ORE
Impostazioni
AMR 1
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-1 step
2
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-1 diff
K
3
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa-1 breakpoint
°C
22
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 1 fase
2
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 1 diff.
K
3
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 1 breakpoint
°C
22
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 X1
°C
15
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 X2
°C
20
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 X3
°C
22
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 X4
°C
22
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 X1
°C
15
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 X2
°C
20
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 X3
°C
22
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 X4
°C
22
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 Y1
°C
20
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 Y2
°C
18
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 Y3
°C
14
Aria di mandata in relazione all'aria di ripresa-2 Y4
°C
12
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 Y1
°C
20
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 Y2
°C
18
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 Y3
°C
14
Aria di mandata in rel. all'aria di ripresa, Xzone - 2 Y4
°C
12
Aria di mandata (setpoint temp.)
°C
21
Aria di mandata, Xzone (setpoint temp.)
°C
21
Aria di ripresa (setpoint temp.)
°C
21
Aria di mandata, min.
°C
16
Aria di mandata, max.
°C
28
Aria di ripresa, Xzone (setpoint temp.)
°C
21
Aria di mandata, Xzone, min.
°C
16
Aria di mandata, Xzone, max.
°C
28
AMR 2
Temperatura aria di ripresa
Setpoint della temperatura dell'aria di mandata
Regolazione aria di mandata
Regolazione aria di ripresa
124
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Regolazione ORS
Temperatura aria esterna
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X1
°C
-20 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X2
°C
-10 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X3
°C
10 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna X4
°C
20˚C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, X1
°C
-20 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, X2
°C
-10 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, X3
°C
10 °C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, X4
°C
20˚C
Setpoint della temperatura dell'aria di mandata
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y1
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y2
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y3
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna Y4
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, Y1
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, Y2
°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, Y3
°C
21,5°C
21,5°C
Aria di mandata in relazione all'aria esterna, Xzone, Y4
°C
Regolazione ORE
°C
Aria di mandata, min.
°C
Aria di mandata, max.
16 °C
28 °C
Temperatura aria esterna
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X1
°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X2
°C
-20 °C
-10 °C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X3
°C
10 °C
20˚C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna X4
°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, X1
°C
-20 °C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, X2
°C
-10 °C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, X3
°C
10 °C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, X4
°C
20˚C
Setpoint della temperatura dell'aria di ripresa
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y1
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y2
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y3
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna Y4
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, Y1
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, Y2
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, Y3
°C
21,5°C
Aria di ripresa in relazione all'aria esterna, Xzone, Y4
°C
21,5°C
Offset setpoint
Offset setpoint
On
X
On
Off
Off
Zona neutra
Aria di mandata, controllo della temperatura
K
0.5
Aria di ripresa, controllo della temperatura
K
0.5
Aria di mandata Xzone zona neutra
K
0.5
Aria di ripresa Xzone zona neutra
K
0.5
Sensori della temperatura esterna
Canale dell’aria di ripresa, sensore di temperatura
On
Sensore di ambiente 1
On
Sensore di ambiente 2
On
Sensore di ambiente 3
On
Sensore di ambiente 4
On
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
X
X
X
X
X
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
www.swegon.com
125
IT.GOLDSKE.150820
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Sensori della temperatura esterna
X
Modo sensore di ambiente
On
Temperatura ambiente, solo per riscaldamento notte intermittente
Sensore 1 aria esterna
On
Sensore 2 aria esterna
On
Sensore 3 aria esterna
On
On
Sensore 4 aria esterna
On
X
Modo sensore dell’aria esterna
On
Sensore di ambiente 1 Xzone
On
Sensore di ambiente 2 Xzone
On
Sensore di ambiente 3 Xzone
On
Sensore di ambiente 4 Xzone
On
X
Temp. ambiente da comunicazioni, Xzone
X
X
X
X
X
X
Media
Min.
Off
Max.
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
Media
Min.
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Media
Min.
Off
Min.
Media
Temp. esterna da comunicazioni
Funzione sensore di ambiente, Xzone
Min.
Media
Temp. ambiente da comunicazioni
X
X
X
X
X
Max.
Min.
Media
Max.
On
X
Off
On
Off
Max.
Max.
Max.
Sequenza di regolazione
Modo riscaldamento
1
Modo raffreddamento
1
Aria di espulsione min.
On
X
Off
On
Off
°C
5.0
On
00:00
X
Off
On
Off
ora:min.
On
Off
Inattivo
Comfort
Sequenza
Comfort ed Economia
Aria di espulsione min.
Temperatura minima dell'aria di espulsione
Morning Boost
Morning Boost
Ora di avvio
Aria di mandata, setpoint
50% di aria di mandata max. per alt. AHU 100 Pa
Heating boost
Heating boost
Limite avvio
On
K
X
Off
3
Cooling boost
X
Cooling boost
Inattivo
Comfort
Sequenza
Comfort ed Economia
Economia
Economia e Sequenza
Limite avvio (Comfort)
K
Economia
Economia e Sequenza
3
Risc. notte intermittente
Risc. notte intermittente
On
X
Ricircolo dell’aria
Temperatura ambiente, avvio
°C
16
Temperatura ambiente, arresto
°C
18
Temperatura dell'aria di mandata, setpoint
°C
X
On
Off
On
Off
Off
On
Off
28
Portata d’aria di mandata, setpoint
50% di aria di mandata max. per alt. AHU 100 Pa
Aria di ripresa, portata, setpoint
50% di aria di mandata max. per alt. AHU 100 Pa
Raffreddamento notturno estivo
Raffreddamento notturno estivo
Ora di avvio
ora:min.
On
23:00
Ora di arresto
ora:min.
06:00
Avvio aria esterna
°C
10
Avvio aria di ripresa
°C
22
Arresto aria di ripresa
°C
16
Aria di mandata, setpoint
°C
10
X
Off
On
Off
X
Aria di mandata
Inattivo
Aria di mandata
Abbassamento (portata d'aria/pressione)
Abbassamento
Inattivo
Aria mandata­e ripresa
126
www.swegon.com
Aria mandata­e ripresa
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Ora e
pianificazione
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Ora e pianificazione
Impostazioni pianificazione
Modo operativo preimpostato
Arresto totale
Arresto normale
X
Periodo effettivo
Data di avvio
Data di avvio
X
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale esteso
Arresto totale
Bassa velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Off
On
Off
Attivato
X
Inattivo
Attivato
Inattivo
Attivato
X
Inattivo
Attivato
Inattivo
On
Alta velocità
A/M/G
Data di arresto
Data di arresto
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Pianificazione giornaliera
Lunedì
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
Evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
127
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Martedì
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Evento 6
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Mercoledì
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
Evento 6
128
www.swegon.com
00:00
X
Evento 1
ora:min
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Giovedì
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Evento 6
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Venerdì
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
Evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
129
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Sabato
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Evento 6
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Domenica
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
Evento 6
130
www.swegon.com
00:00
X
Evento 1
ora:min
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Ecc1
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Evento 6
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Ecc2
Ora, evento 1
ora:min
Ora, evento 2
ora:min
Evento 2
Ora, evento 3
ora:min
Evento 3
Ora, evento 4
ora:min
Evento 4
Ora, evento 5
ora:min
Evento 5
Ora, evento 6
Evento 6
00:00
X
Evento 1
ora:min
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
00:00
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
131
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Pianificazione eccezioni
Eccezione 1 (Ecc1)
Metodo di eccezione
Inattivo
Data
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Intervallo di date
Giorno
X
Calendario 1
Calendario 2
Calendario 1
Calendario 2
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Data
Data di avvio
A/M/G
Giorno di avvio
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Data di arresto
Giorno di arresto
A/M/G
X
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
132
www.swegon.com
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Eccezione 2 (Ecc2)
Metodo di eccezione
Inattivo
Data
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Intervallo di date
Giorno
Calendario 2
Calendario 1
Calendario 2
Calendario 1
X
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Data di arresto
A/M/G
X
Giorno di arresto
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Calendario 1
X
Funzione 1
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
133
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 2
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 3
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
134
www.swegon.com
X
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 4
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 5
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
135
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 6
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 7
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
136
www.swegon.com
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 8
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 9
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
X
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
137
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 10
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Calendario 2
X
Funzione 1
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
138
www.swegon.com
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 2
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 3
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
139
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 4
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 5
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
140
www.swegon.com
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 6
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 7
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
141
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 8
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
X
Funzione 9
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
15-21
22-28
29-31
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
Giorno di avvio
142
www.swegon.com
X
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
X
Funzione 10
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Valore corretto
X
Inattivo
Data
Intervallo di date
Giorno
Data
Data di avvio
A/M/G
X
Giorno di avvio
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Mese 1-12
Dispari
Pari
Ogni
Giorno 1-7
8-14
Intervallo di date
Data di avvio
A/M/G
Data di arresto
A/M/G
Giorno
Data di avvio
X
Giorno di avvio
15-21
22-28
29-31
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Ogni giorno
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Funzionamento prolungato
Bassa velocità est.
ora:min.
00:00
Alta velocità est.
ora:min.
00:00
Filtri
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Filtri
Pre-filtro
X
Filtro AHU (GOLD SD)
X
Aria di mandata
Inattivo
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
Aria di mandata
Inattivo
Aria mandata e ripresa
Filtro terminale
On
X
Off
Inattivo
Aria di mandata
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
Aria di ripresa
Inattivo
Aria di mandata
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
On
Off
Limiti di allarme
Pre-filtro aria di mandata
Pa
100
Pre-filtro aria di ripresa
Pa
100
Filtro AHU aria di mandata
Pa
100
Filtro AHU aria di ripresa
Pa
100
Filtro terminale aria di mandata
Pa
100
Lingua
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Lingua
Lingua
English
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
143
IT.GOLDSKE.150820
Impostazioni
allarmi
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Priorità allarmi
Allarmi incendio
Allarme incendio interno
On
X
Ripristino allarme incendio interno
Allarme incendio interno dopo raffreddamento
Off
On
Off
Automatico
Manuale
Automatico
Inattivo
Attivo
Inattivo
Automatico
Manuale
Automatico
Inattivo
Attivo
Inattivo
Automatico
Manuale
Automatico
Inattivo
Attivo
Inattivo
Aria di mandata
Inattivo
Aria di mandata
Aria mandata e ripresa
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
Aria di mandata
Inattivo
Aria di mandata
Aria mandata e ripresa
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
Aria di mandata
Inattivo
Aria di mandata
Aria mandata e ripresa
Aria di ripresa
Aria mandata e ripresa
Allarme incendio est. 1
Allarme incendio esterno 2
Allarme incendio est. 1
Allarme incendio esterno 2
Allarme incendio int.
Automatico
Allarme incendio int.
Automatico
Attivo
X
Ripristino allarme incendio esterno 1
Allarme incendio esterno 1 dopo raffreddamento
X
Allarme incendio esterno 2 dopo raffreddamento
X
%
Aria di ripresa
100
Vent. aria di ripresa su allarme incendio interno
%
100
X
Inattivo
Vent. aria di mandata su allarme incendio est. 1
%
Aria di ripresa
100
Vent. aria di ripresa su allarme incendio esterno 1
%
100
X
Funzionamento ventilatore su allarme incendio
esterno 2
Inattivo
Vent. aria di mandata su allarme incendio est. 2
%
Aria di ripresa
100
Vent. aria di ripresa su allarme incendio esterno 2
%
100
X
Ordine di priorità
X
Inattivo
Vent. aria di mandata su allarme incendio interno
Funzionamento ventilatore su allarme incendio
esterno 1
X
Manuale
Attivo
Funzionamento ventilatore su allarme incendio
interno
X
Manuale
Attivo
Ripristino allarme incendio esterno 2
X
Manuale
Allarmi esterni
Ripristino allarme esterno 1
Allarme esterno 1 dopo raffreddamento
X
Ingresso allarme esterno 1
Tempo di ritardo allarme esterno 1
s
Manuale
X
Automatico
Manuale
Automatico
Attivo
X
Inattivo
Attivo
Inattivo
Circuito aperto
Circuito chiuso
Circuito aperto
Automatico
Manuale
Automatico
Inattivo
Attivo
Inattivo
Circuito aperto
Circuito chiuso
Circuito aperto
Off
On
Off
Circuito chiuso
10
Ripristino allarme esterno 2
Manuale
Allarme esterno 2 dopo raffreddamento
Attivo
X
Ingresso allarme esterno 2
Ritardo, allarme esterno 2
X
X
Circuito chiuso
s
10
Ritardo allarme
s
30
Limite allarme
°C
7
Pre-riscaldamento sotto setpoint
K
5.0
Aria di mandata sotto setpoint
K
5.0
Aria di mandata sopra setpoint
K
7.0
Aria di ripresa sotto limite di allarme
°C
12.0
Arresti limite della temperatura esterna
°C
5.0
Lun.
12
Protezione della temperatura
Protezione della temperatura
On
X
Limiti di allarme della temperatura
Periodo di assistenza
Periodo di assistenza
Priorità allarmi
Vedere l'elenco degli allarmi
144
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Registro
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Registro
X
Periodo file registro
Invio registro attivo
On
X
On
X
Modo In diretta
E-mail
Off
On
Off
Off
On
Off
FTP
E-mail
FTP
E-mail e FTP
E-mail e FTP
Unità di
trattamento aria
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Unità di trattamento aria
Tipo di unità di trattamento dell'aria
Il tipo di unità di trattamento dell’aria fornita, ad
eccezione dell’unità di trattamento dell’aria di ripresa
GOLD SD
GOLD RX
GOLD PX
GOLD CX
GOLD SD Aria di mandata
GOLD SD Aria di ripresa
GOLD SD Aria di mandata+CX
GOLD SD Aria di
mandata+Aria di ripresa
GOLD SD Aria di mandata+
Aria di ripresa+CX
GOLD RX/PX/CX
Nome
Posizione ventilatore 1
X
Diagramma di flusso, posizione ventilatore aria
di mandata
Aria di mandata
Aria di ripresa
Aria di mandata
Livello superiore
X
In basso
Livello superiore
In basso
Livello superiore
X
In basso
Livello superiore
In basso
Solo monitoraggio
Disattivato
Solo monitoraggio
Aria di ripresa
GOLD SD
Nome
Diagramma di flusso, posizione ventilatore
Sensore VOC/CO2
Sensore VOC, modo operativo
X
Disattivato
Monitoraggio e regolazione
Unità CO2
X
%
ppm
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Monitoraggio e regolazione
%
ppm
www.swegon.com
145
IT.GOLDSKE.150820
Riscaldam.
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Riscaldam.
Pre-riscaldamento
Pre-riscaldamento
Setpoint pre-riscaldamento
On
°C
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Ingresso allarme
X
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
Riscaldam.
Inattivo
Riscaldam.
Raffreddam.
Riscaldam. e raffreddam.
Raffreddam.
Riscaldam. e raffreddam.
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
Riscaldam.
Inattivo
Riscaldam.
Raffreddam.
Riscaldam. e raffreddam.
Raffreddam.
Riscaldam. e raffreddam.
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
5
Sequenza reg. extra
Modo Sequenza di regolazione extra 1
X
Inversione uscita 10 - 0 V
On
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
%
On
100
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Allarme pompa
Modo Sequenza di regolazione extra 2
X
Inversione uscita 10 - 0 V
On
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
%
On
100
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Allarme pompa
X
X
X
X
Postriscaldamento
Batteria di riscaldamento per acqua calda
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
Xzone
Xzone
On
X
Batteria di riscaldamento per acqua calda
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Ingresso allarme
Batteria di riscaldamento elettrica
Postraffreddamento
min.
3
Season Heat
Season Heat
X
Inattivo
Sequenza reg. extra 1,
cont. chiuso
Sequenza reg. extra
146
www.swegon.com
On
Sequenza reg. extra 1
cont. chiuso
Sequenza reg. extra 1
manuale
X
Off
Inattivo
Sequenza reg. extra 1,
cont. chiuso
On
Sequenza reg. extra 1
cont. chiuso
Sequenza reg. extra 1
manuale
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Raffreddam.
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Raffreddam.
Sequenza di regol. extra
X
Sequenza di regol. extra 1
Riscaldamento
Inattivo
Raffredd.
Riscaldamento e raffreddamento
Inversione uscita 10 - 0 V
On
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
%
On
100
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Allarme pompa
X
Sequenza di regol. extra 2
X
X
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
Riscaldamento
Inattivo
Riscaldamento
On
Controllo ricircolo
Segnale di uscita max.
%
On
100
X
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Allarme pompa
Riscaldamento
X
X
Raffredd.
Riscaldamento e raffreddamento
Raffredd.
Riscaldamento e raffreddamento
Inversione uscita 10 - 0 V
Inattivo
Raffredd.
Riscaldamento e raffreddamento
Off
On
Off
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
1 step
Inattivo
1 step
Raffreddam.
Batteria di raffreddamento DX
X
Raffreddamento
2 step
3 step, binario
2 step
3 step, binario
Batteria di raffreddamento per l’acqua
X
X
X
Mantenimento pompa 1
Mantenimento pompa 2
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Xzone
Batteria di raffreddamento DX
X
Raffreddamento
Inattivo
1 step
2 step
3 step, binario
Inattivo
1 step
2 step
3 step, binario
Batteria di raffreddamento per l’acqua
X
X
X
Mantenimento pompa 1
Mantenimento pompa 2
Mantenimento valvola
Intervallo di mantenimento
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
X
Ingresso allarme 1
X
Ingresso allarme 2
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
On
Off
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Inattivo
Allarme a cont. aperto.
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Allarme a cont. chiuso.
Funzione contattore
Inattivo
Economia
Inattivo
Economia
COOL DX
X
COOL DX
COOL DX Top
Comfort
Comfort
COOL DX Top
Ritardo
Ora riavvio
min.
5
Ora commutazione step
min.
5
Ora di arresto/avvio
min.
5
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
147
IT.GOLDSKE.150820
Limiti aria esterna
Step 1
°C
15
Step 2
°C
18
Step 3
°C
20
Limiti portata d'aria
Raffreddamento, 0 - 10 V
Aria di mandata, 0 - 10 V
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di ripresa, 0 - 10 V
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Raffreddamento, On/Off
Aria di mandata, On/Off, fase 1
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di ripresa, On/Off, fase 1
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di mandata, On/Off, fase 2
50% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di ripresa, On/Off, fase 2
50% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di mandata, On/Off, fase 3
75% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di ripresa, On/Off, fase 3
75% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Rec. riscaldam./
raffreddam.
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Recupero dell’energia di riscaldamento/raffreddamento
Carry over control
On
X
Off
On
Off
On
X
Off
On
Off
Taratura
On
X
Off
On
Off
Taratura/Ottimizzazione (PX)
Taratura
Ottimizzazione bypass
On
X
X
Off
On
Off
Off
On
Off
Carry over control
Sbrinatura
Sbrinatura
Valore limite di sbrinatura
148
www.swegon.com
Pa
50
On
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
SMART Link
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
SMART Link
X
Tipo di unità
Inattivo
Acqua, pompa di calore
Inattivo
Acqua, pompa di calore
Acqua, chiller
Acqua, invertibile
Acqua, chiller
Acqua, invertibile
DX, pompa di calore
DX, chiller
DX, pompa di calore
DX, chiller
DX, invertibile
DX, invertibile
Acqua
Acqua riscaldata (setpoint)
°C
40
Diff. acqua riscaldata
K
3
Acqua fredda (setpoint)
°C
12
Diff. acqua fredda
K
2
Limite aria esterna
(non applicabile al chiller)
Optimize
°C
-30
Ottim. raffredd., velocità reg.
K/min.
0.3
Ottim. riscald., vel. reg.
K/min.
0.3
Limite valvola, inferiore
%
75
Limite valvola, superiore
%
95
Ritardo
s
60
AQUA Link
X
Allarme pompa
On
X
On
X
Off
On
Off
Off
On
Off
Inattivo
All. a contatto chiuso
Inattivo
All. a contatto chiuso
All. a contatto aperto
Funzione contattore
All. a contatto aperto
Funzione contattore
DX (Celest+)
Numero di unità
1
Modo Comfort, durata
min.
30
Limite aria esterna
(non applicabile al chiller)
Ritardo sbrinatura
°C
-30
s
180
Dead band, temp. aria di mandata K
1,0
Tempo di stabilizzazione
240
s
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
149
IT.GOLDSKE.150820
Umidità
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Umidità
Umidificazione
X
Umidificazione
On/Off
Inattivo
Inattivo
0 - 10 V
X
Posizione, regolazione sensore
di umidità
On/Off
0 - 10 V
Aria di mandata
Aria di ripresa
Aria di mandata
Aria di ripresa
Inattivo
Aria di mandata
Inattivo
Aria di mandata
A evaporazione
Limite avvio
%RH
40
Limite arresto
%RH
45
Vapore
Setpoint
%RH
30
Aria di mandata max
%RH
80
Deumidificazione
X
Deumidificazione
Aria di ripresa
Aria di mandata, umidità rel.
%RH
50
Aria di ripresa, umidità rel.
%RH
50
Aria di ripresa
Allarme umidificatore
X
Ingresso allarme
Inattivo
Circuito chiuso
Inattivo
Circuito chiuso
Circuito aperto
Funzione contattore
Circuito aperto
Funzione contattore
ReCO2
Funzione
Valore impostato di fabbrica
ReCO2
CO2/VOC, modo operativo
X
Valore corretto
CO2/VOC
Inattivo
Inattivo
Aumento CO2 e portata d’aria
X
Modo temperatura
CO2/VOC
Aumento CO2 e portata d’aria
Inattivo
Sequenza riscaldamento
Inattivo
Sequenza riscaldamento
Sequenza raffreddamento
Sequenza riscald. e raffred.
Sequenza raffreddamento
Sequenza riscald. e raffred.
On
Off
On
Off
CO2/VOC
Setpoint
%
50
CO2, setpoint
ppm
1000
VOC, setpoint
ppm
1500
Aria esterna min.
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di espulsione min.
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Taratura
On
X
Off
Temperatura
Aria esterna min.
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Aria di espulsione min.
25% di portata d’aria max. per unità di trattamento aria
Taratura
150
www.swegon.com
On
X
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
All Year
Comfort
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
All Year Comfort
X
Funzione
Inattivo
Acqua fredda
Inattivo
Acqua fredda
Acqua riscaldata
Acqua fredda e riscaldata
Acqua riscaldata
Acqua fredda e riscaldata
Acqua fredda
Acqua fredda
°C
14
Temp. esterna X1
°C
10
Temp. esterna X2
°C
20
Temp. esterna X3
°C
25
Temp. esterna X4
°C
30
Temp. acqua fredda Y1
°C
22
Temp. acqua fredda Y2
°C
18
Temp. acqua fredda Y3
°C
14
Temp. acqua fredda Y4
°C
12
Temp. esterna per avvio pompa
°C
10
Temp. esterna per arresto pompa
°C
7
Setpoint temp. ambiente
°C
21
Temp. ambiente Banda P
K
5
On
X
Off
On
Off
On
X
Off
On
Off
Blocco notte comp. ambiente
On
On
Off
On
X
X
Off
Compensazione notturna
Off
On
Off
Inattivo
Lunedì
Inattivo
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Lun-Ven
Lun-Dom
Lun-Ven
Lun-Dom
Compens. temp. esterna
Compensazione temp. ambiente
Riduzione notturna
K
2
Canale tempo 1, inizio notte
h:min.
00:00
Canale tempo 1 fine notte
h:min.
00:00
X
Canale tempo 1, periodo
Sab-Dom
Compensazione punto di rugiada
On
Compensazione portata dell'aria
On
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
h
24
Periodo di mantenimento
min.
3
Allarme pompa
Allarme valvola
X
X
X
On
On
Intervallo di mantenimento
Sab-Dom
X
Inattivo
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Allarme a contatto chiuso
Inattivo
Allarme a contatto chiuso
Allarme a contatto aperto
Allarme a contatto aperto
Funzione contattore
Funzione contattore
On
X
Off
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
On
Off
www.swegon.com
151
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Acqua riscaldata
Acqua riscaldata
°C
30
Temperatura esterna X1
°C
-20
Temperatura esterna X2
°C
0
Temperatura esterna X3
°C
5
Temperatura esterna X4
°C
15
Temp. acqua riscaldata Y1
°C
40
Temp. acqua riscaldata Y2
°C
30
Temp. acqua riscaldata Y3
°C
20
Temp. acqua riscaldata Y4
°C
15
Temp. esterna per avvio pompa
°C
15
Temp. esterna per arresto pompa
°C
18
Setpoint temp. ambiente
°C
21
Temp. ambiente Banda P
K
5
X
Off
On
Off
On
X
Off
On
Off
Blocco notte comp. ambiente
On
On
Off
On
X
X
Off
Compensazione notturna
Off
On
Off
Inattivo
Lunedì
Inattivo
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Sabato
Domenica
Lun-Ven
Lun-Dom
Lun-Ven
Lun-Dom
Compens. temp. esterna
On
Compensazione temp. ambiente
Riduzione notturna
K
-2
Canale tempo 2, inizio notte
h:min.
00:00
Canale tempo 2, fine notte
h:min.
00:00
X
Canale tempo 2, periodo
Sab-Dom
Compensazione portata dell'aria
On
X
Mantenimento pompa
Mantenimento valvola
h
24
Periodo di mantenimento
min
3
Allarme pompa
Allarme valvola
On
On
Intervallo di mantenimento
X
Sab-Dom
X
X
Inattivo
Off
On
Off
Off
On
Off
Off
On
Off
Allarme a contatto chiuso
Inattivo
Allarme a contatto chiuso
Allarme a contatto aperto
Allarme a contatto aperto
Funzione contattore
Funzione contattore
On
X
Off
On
Off
MIRU Control
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
MIRU Control
Vedere il rapporto di messa in servizio relativo al controllo MIRU
152
www.swegon.com
Valore corretto
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Ingressi/Uscite
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Ingressi/Uscite
Funzionamento esterno, modulo 3
Digitale
Inattivo
Inattivo
AHU in funz.
uscita 1,
AHU in funz. automatico
AHU in funz. manuale
modo operativo
AHU in funz. bassa velocità
AHU in funz. alta velocità
Allarme A
Allarme B
Relè serranda
Scambiatore di calore
Recup. calore, sbrinatura
Postriscaldamento
Postriscaldamento, riduz. pot.
Heating Boost
Morning Boost
Risc. notte intermittente
Portata d’aria, abbassamento
Seq. reg. extra 1, riscaldamento
Seq. reg. extra 2, riscaldamento
Seq. reg. extra 1, raffreddamento
Seq. reg. extra 2, raffreddamento
Raffreddamento
Cooling Boost
Raffr. notte est.
Vent. aria di mandata in funzione
Vent. aria di ripresa in funzione
All. incendio int. intervenuto
All. incendio est. 1
All. incendio est. 2
All. incendio est. 1 e 2
Qualsiasi allarme incendio
Digitale
Inattivo
Inattivo
AHU in funz.
uscita 2,
AHU in funz. automatico
AHU in funz. manuale
modo operativo
AHU in funz. bassa velocità
AHU in funz. alta velocità
Allarme A
Allarme B
Relè serranda
Scambiatore di calore
Recup. calore, sbrinatura
Postriscaldamento
Postriscaldamento, riduz. pot.
Heating Boost
Morning Boost
Risc. notte intermittente
Portata d’aria, abbassamento
Seq. reg. extra 1, riscaldamento
Seq. reg. extra 2, riscaldamento
Seq. reg. extra 1, raffreddamento
Seq. reg. extra 2, raffreddamento
Raffreddamento
Cooling Boost
Raffr. notte est.
Vent. aria di mandata in funzione
Vent. aria di ripresa in funzione
All. incendio int. intervenuto
All. incendio est. 1
All. incendio est. 2
All. incendio est. 1 e 2
Qualsiasi allarme incendio
Digitale
X
Ingresso 1
Digitale
Ingresso 2
Analogico
X
Inattivo
Ripristino allarme
Inattivo
Ripristino allarme
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Inattivo
Ripristino allarme
Inattivo
Ripristino allarme
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Inattivo
Offset setpoint
Offset setpoint, aria di mandata
Offset setpoint, aria di ripresa
Inattivo
Offset setpoint
Offset setpoint, aria di mandata
Offset setpoint, aria di ripresa
Vedere la sezione 6.4.19
Ingresso 1
Analogico
Vedere la sezione 6.4.19
Ingresso 2
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
153
IT.GOLDSKE.150820
Funzione
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Ingressi/Uscite
Funzionamento esterno, modulo 6
Digitale
Inattivo
Inattivo
AHU in funz.
uscita 1,
AHU in funz. automatico
AHU in funz. manuale
modo operativo
AHU in funz. bassa velocità
AHU in funz. alta velocità
Allarme A
Allarme B
Relè serranda
Scambiatore di calore
Recup. calore, sbrinatura
Postriscaldamento
Postriscaldamento, riduz. pot.
Heating Boost
Morning Boost
Risc. notte intermittente
Portata d’aria, abbassamento
Seq. reg. extra 1, riscaldamento
Seq. reg. extra 2, riscaldamento
Seq. reg. extra 1, raffreddamento
Seq. reg. extra 2, raffreddamento
Raffreddamento
Cooling Boost
Raffr. notte est.
Vent. aria di mandata in funzione
Vent. aria di ripresa in funzione
All. incendio int. intervenuto
All. incendio est. 1
All. incendio est. 2
All. incendio est. 1 e 2
Qualsiasi allarme incendio
Digitale
Inattivo
Inattivo
AHU in funz.
uscita 2,
AHU in funz. automatico
AHU in funz. manuale
modo operativo
AHU in funz. bassa velocità
AHU in funz. alta velocità
Allarme A
Allarme B
Relè serranda
Scambiatore di calore
Recup. calore, sbrinatura
Postriscaldamento
Postriscaldamento, riduz. pot.
Heating Boost
Morning Boost
Risc. notte intermittente
Portata d’aria, abbassamento
Seq. reg. extra 1, riscaldamento
Seq. reg. extra 2, riscaldamento
Seq. reg. extra 1, raffreddamento
Seq. reg. extra 2, raffreddamento
Raffreddamento
Cooling Boost
Raffr. notte est.
Vent. aria di mandata in funzione
Vent. aria di ripresa in funzione
All. incendio int. intervenuto
All. incendio est. 1
All. incendio est. 2
All. incendio est. 1 e 2
Qualsiasi allarme incendio
Digitale
X
Ingresso 1
Digitale
Ingresso 2
Analogico
X
Inattivo
Ripristino allarme
Inattivo
Ripristino allarme
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Inattivo
Ripristino allarme
Inattivo
Ripristino allarme
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Arresto acqua riscaldata AYC
Arresto acqua fredda AYC
Inattivo
Offset setpoint
Offset setpoint, aria di mandata
Offset setpoint, aria di ripresa
Inattivo
Offset setpoint
Offset setpoint, aria di mandata
Offset setpoint, aria di ripresa
Vedere la sezione 6.4.19
Ingresso 1
Analogico
Vedere la sezione 6.4.19
Ingresso 2
154
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Comunicazione
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Comunicazione
Porta esterna B
DHCP
Indirizzo IP
On
10.200.1.1
Netmask
255.255.255.0
GATEWAY valore standard
0.0.0.0
Primary DNS
0.0.0.0
Secondary DNS
0.0.0.0
X
Off
On
Off
X
Off
On
Off
Interno
Esterno
Interno
LAN wireless
LAN wireless
SSID
On
GOLD
Password
123456789
Indirizzo IP
192.168.234.1
Netmask
255.255.255.0
Canale, banda di frequenza
5
E-mail
X
Server SMTP
Esterno
Indirizzo server SMTP
Numero di porta SMTP
25
Nome utente SMTP
Password SMTP
Cifratura
On
X
Off
On
Off
Inattivo
X
Modbus
Inattivo
Modbus
Metasys N2 Open
EXOline
Metasys N2 Open
Utente e-mail
Percorso risposta e-mail
EIA-485
Protocollo
EXOline
LON
Baudrate
4800
Parità
X
Bit di stop
2
ID Modbus/ID Metasys/PLA
1
ELA
Minimo ritardo di feedback
LON
X
9600
4800
9600
19200
38400
19200
38400
Nessuna
Pari
Nessuna
Pari
dispari
dispari
1
ms
0
Modbus TCP
Numero di porta
502
Indirizzo IP client approvato
0.0.0.0
Netmask client approvata
0.0.0.0
BACnet IP
Numero di rete est. B
0
Rete interna numero A
0
ID dispositivo
0
Numero di porta
47808
EXOline TCP
Numero di porta
26486
ELA
1
PLA
1
Comunic. su livello operativo
Livello operativo
X
Inattivo
Arresto totale
Inattivo
Arresto totale
Bassa velocità
Alta velocità
Bassa velocità
Alta velocità
Arresto normale
Arresto normale esteso
Arresto normale
Arresto normale esteso
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
155
IT.GOLDSKE.150820
Utenti
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
Utenti
Requisiti per la password utente
X
On
On
Off
Off
IQnavigator
Funzionamento
Valore impostato di fabbrica
Valore corretto
IQnavigator
Collegarsi a IQlogic
X
Diretto
DHCP
Diretto
DHCP
IP statico
Wireless
IP statico
Wireless
Regolazione automatica
Bassa
Regolazione automatica
Bassa
Alta
Media
Alta
Off
On
Off
Indirizzo IP IQnavigator
IQnavigator Netmask
Gateway IQnavigator preselezionato
Indirizzo IP IQlogic
Modo Luminosità
X
Media
Effetti sonori dei pulsanti
Volume
156
www.swegon.com
On
X
3
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
Effetto
1 = arresto
B = allarme B
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
1:1
Allarme incendio est. n. 1 interv.
A1)
1
1:2
Allarme incendio est. n. 2 interv.
A1)
1
1:3
Allarme incendio int. interv.
A1)
1
2:1
Allarme esterno n. 1 interv. 2)
A
13)
2:2
Allarme esterno n. 2 interv. 2)
B
03)
3:1
Pre-riscaldamento, errore di comunicazione modulo I/O n. 9
A
03)
3:2
Pre-riscaldamento, protezione dal surriscaldamento per la batteria di riscaldamento
elettrica intervenuta
A1)
03)
3:3
Pre-riscaldamento, protezione antigelo intervenuta
A1)
1
3:4
Pre-riscaldamento, sensore temperatura protezione antigelo difettoso
A1)
1
3:5
Pre-riscaldamento, sensore temperatura difettoso
A
03)
3:6
Pre-riscaldamento, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
3:7
Pre-riscaldamento, temperatura sotto limite setpoint allarme
A
03)
3:8
Pre-riscaldamento, ingresso allarme intervenuto
A
0
4:1
Sequenza di regolazione extra 1, errore di comunicazione I/O modulo n. E
A
03)
4:2
Sequenza di regolazione extra 1, protezione dal surriscaldamento per la batteria
di riscaldamento elettrica intervenuta
A1)
03)
4:3
Sequenza di regolazione extra 1, protezione antigelo intervenuta
A1)
1
4:4
Sequenza di regolazione extra 1, sensore temperatura protezione antigelo difettoso
A1)
1
4:5
Sequenza di regolazione extra 1, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
4:6
Sequenza di regolazione extra 1, ingresso allarme intervenuto
A
0
4:7
Sequenza di regolazione extra 1, protezione temperatura tramite communicazione,
errore di communicazione
B
0
4:9
Sequenza di regolazione extra 2, errore di comunicazione I/O modulo n. F
A
03)
4:10
Sequenza di regolazione extra 2, protezione dal surriscaldamento per la batteria
di riscaldamento elettrica intervenuta
A
03)
4:11
Sequenza di regolazione extra 2, protezione antigelo intervenuta
A1)
1
4:12
Sequenza di regolazione extra 2, sensore temperatura protezione antigelo difettoso
A1)
1
4:13
Sequenza di regolazione extra 2, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
4:14
Sequenza di regolazione extra 2, ingresso allarme intervenuto
A
0
5:1
Postriscaldamento, protezione dal surriscaldamento per la batteria di riscaldamento
elettrica intervenuta
A1)
03)
5:2
Postriscaldamento, protezione antigelo intervenuta
A1)
1
5:3
Postriscaldamento, sensore temperatura protezione antigelo difettoso
A1)
1
5:4
Postriscaldamento, monitoraggio valvola riscaldamento intervenuto
B
03)
6:1
Xzone, errore di comunicazione modulo I/O n. A
A
03)
6:2
Xzone, protezione dal surriscaldamento per la batteria di riscaldamento elettrica
intervenuta
A1)
03)
6:3
Xzone, protezione antigelo intervenuta
A1)
1
6:4
Xzone, sensore temperatura protezione antigelo difettoso
A1)
1
6:5
Xzone, sensore della temperatura dell'aria di mandata difettoso
A
13)
6:6
Xzone, monitoraggio valvola riscaldamento intervenuto
B
03)
6:7
Xzone, temperatura dell'aria di mandata sotto limite setpoint allarme
A
03)
6:8
Xzone, temperatura dell'aria di mandata sopra limite setpoint allarme
B
03)
6:9
Xzone, riscaldamento, ingresso allarme intervenuto
A
0
7:1
Xzone, errore di comunicazione modulo I/O n. B
A
03)
7:2
Xzone, sensore della temperatura dell'aria di ripresa difettoso
A
13)
7:3
Xzone, monitoraggio valvola raffreddamento intervenuto
B
03)
7:4
Xzone, temperatura dell'aria di ripresa sotto limite setpoint allarme
A
03)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
A = allarme A
1)
Valore corretto
www.swegon.com
157
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
Effetto
1 = arresto
B = allarme B
Xzone, raffredamento, ingresso allarme 1 intervenuto
A
0
7:6
Xzone, raffredamento, ingresso allarme 2 intervenuto
A
0
8:5
Raffreddamento, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
10:1
Sensore della temperatura dell'aria di mandata difettoso
A
13)
10:2
Sensore della temperatura dell'aria di mandata per compensazione della densità
difettoso
B
03)
10:3
Sensore della temperatura dell'aria di ripresa difettoso
A
13)
10:4
Sensore della temperatura dell'aria di ripresa per compensazione della densità difettoso
(RX/PX/CX)
B
03)
10:5
Sensore della temperatura dell'aria di ripresa per sbrinatura recuperatore di calore
difettoso
A
13)
10:6
Sensore della temperatura dell'aria di ripresa per compensazione della densità in SD
AHU difettoso
A
13)
10:10
Sensore della temperatura dell'aria esterna difettoso (GOLD SD)
B
03)
11:1
Sensore della temperatura ambiente n. 1 difettoso
B
03)
11:2
Sensore della temperatura ambiente n. 2 difettoso
B
03)
11:3
Sensore della temperatura ambiente n. 3 difettoso
B
03)
11:4
Sensore della temperatura ambiente n. 4 difettoso
B
03)
11:5
Xzone, sensore della temperatura ambiente n. 5 difettoso
B
03)
11:6
Xzone, sensore della temperatura ambiente n. 6 difettoso
B
03)
11:7
Xzone, sensore della temperatura ambiente n. 7 difettoso
B
03)
11:8
Xzone, sensore della temperatura ambiente n. 8 difettoso
B
03)
11:9
Sensore della temperatura esterna n. A difettoso
B
03)
11:10
Sensore della temperatura esterna n. B difettoso
B
03)
11:11
Sensore della temperatura esterna n. C difettoso
B
03)
11:12
Sensore della temperatura esterna n. D difettoso
B
03)
11:13
Temperatura ambiente mediante comunicazione, errore di comunicazione 2)
B
03)
11:14
Xzone, temperatura ambiente mediante comunicazione, errore di comunicazione 2)
B
03)
11:15
Temperatura esterna mediante comunicazione, errore di comunicazione 2)
B
03)
12:1
Temperatura dell'aria di mandata sotto limite setpoint allarme
A
13)
12:2
Temperatura dell'aria di mandata sopra limite setpoint allarme
0
03)
12:6
Temperatura dell'aria di ripresa al di sotto del limite di allarme
B
13)
12:11
Protezione della temperatura al di sotto del limite di allarme
A
13)
13:1
Umidificazione, errore di comunicazione modulo I/O n. 4
B
03)
13:2
Sensore di umidità aria di mandata difettoso
A
03)
13:3
Sensore di umidità aria di ripresa difettoso
A
03)
13:9
Umidificatore, uscita allarme intervenuta
A
03)
13:11
Errore di comunicazione sensore VOC
B
03)
13:12
Sensore VOC, errore di communicazione interna
B
03)
13:13
Sensore VOC, errore interno
B
03)
13:14
Sensore VOC, livello inferiore/superiore al limite setpoint allarme
B
03)
15:1
Recuperatore di calore a flussi incrociati, errore di comunicazione modulo I/O n. 2
A
13)4)
15:2
Recuperatore di calore a flussi incrociati, sensore della temperatura n. 1 difettoso
A
13)4)
15:3
Recuperatore di calore a flussi incrociati, sensore della temperatura n. 2 difettoso
A
13)4)
Recuperatore di calore a flussi incrociati, monitoraggio serranda intervenuto
A
Recuperatore di calore a flussi incrociati, errore di comunicazione modulo I/O n. 3
A
1
15:8
Recuperatore di calore a flussi incrociati, monitoraggio serranda di bypass intervenuto
A
0
15:9
Recuperatore di calore a flussi incrociati, monitoraggio serranda n. 1 intervenuto
A
0
15:10
Recuperatore di calore a flussi incrociati, monitoraggio serranda n. 2 intervenuto
A
0
15:11
Recuperatore di calore a flussi incrociati, errore di comunicazione modulo I/O n. 3
A
1
15:12
Recuperatore di calore a flussi incrociati, monitoraggio serranda di bypass intervenuto
A
0
www.swegon.com
1 = arresto
03)4)
15:7
158
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
B = allarme B
7:5
15:4
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
A = allarme A
2)
Valore corretto
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
Recuperatore di calore a flussi incrociati, errore di comunicazione sensore sbrinatura n. C
B
15:15
Recuperatore di calore a flussi incrociati, pressione di sbrinatura sopra limite di allarme
B
1 = arresto
1 = arresto
0
1
Recuperatore di calore a batteria, errore di comunicazione modulo I/O n. 1
A
13)4)
16:2
Scambiatore di calore a batteria, sensore temperatura difettoso
A
13)4)
16:3
Recuperatore di calore a batteria, monitoraggio valvola intervenuto
A
03)4)
16:4
Recuperatore di calore a batteria, monitoraggio pompa intervenuto
A
13)4)
17:1
Recuperatore di calore rotativo, errore di comunicazione controller motore
A
13)
17:2
Recuperatore di calore rotativo, errore di comunicazione sensore della pressione di
sbrinatura n. 7
B
03)
17:3
Recuperatore di calore rotativo, pressione di sbrinatura sopra limite di allarme
B
17:4
17:5
13)4)
Recuperatore di calore rotativo, spia di rotazione intervenuta
1)
A
13)4)
Recuperatore di calore rotativo, sovracorrente controller motore
A1)
13)4)
17:6
Recuperatore di calore rotativo, sottocorrente controller motore
A1)
13)4)
17:7
Recuperatore di calore rotativo, sovracorrente controller motore
A1)
13)4)
17:8
Recuperatore di calore rotativo, temperatura eccessiva controller motore
1)
A
13)4)
17:9
Recuperatore di calore rotativo, errore di avvio del controller motore
A1)
13)4)
18:1
AYC, errore di comunicazione modulo I/O n. 7
A
03)
18:2
Riscaldamento AYC, sensore temperatura difettoso
A
03)
18:3
Riscaldamento AYC, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
18:4
Riscaldamento AYC, monitoraggio pompa intervenuto
A
03)
18:5
Riscaldamento AYC, temperatura sotto limite setpoint allarme
A
03)
18:6
Riscaldamento AYC, temperatura sopra limite setpoint allarme
B
03)
18:9
Raffreddamento AYC, sensore temperatura difettoso
A
03)
18:10
Raffreddamento AYC, monitoraggio valvola intervenuto
B
03)
18:11
Raffreddamento AYC, monitoraggio pompa intervenuto
A
03)
18:12
Raffreddamento AYC, temperatura sotto limite setpoint allarme
A
03)
18:13
Raffreddamento AYC, temperatura sopra limite setpoint allarme5)
B
03)
21:1
COOL DX, errore di comunicazione modulo I/O n. 2
B
21:2
21:3
03)
COOL DX, sensore pressione bassa compressore n. 1 difettoso
1)
A
03)
COOL DX, pressione bassa compressore n. 1 sotto limite allarme
A1)
03)
21:4
COOL DX, sensore pressione alta compressore n. 1 difettoso
A1)
03)
21:5
COOL DX, pressione alta compressore n. 1 sopra limite allarme
A1)
03)
21:6
COOL DX, monitoraggio compressore n. 1 intervenuto
A
03)
21:7
COOL DX, errore riavvio compressore n. 1
A
03)
21:8
COOL DX, sensore pressione bassa compressore n. 2 difettoso
A1)
03)
21:9
COOL DX, pressione bassa compressore n. 2 sotto limite allarme
A1)
03)
21:10
COOL DX, sensore pressione alta compressore n. 2 difettoso
1)
A
03)
21:11
COOL DX, pressione alta compressore n. 2 sopra limite allarme
A1)
03)
21:12
COOL DX, monitoraggio compressore n. 2 intervenuto
A
03)
21:13
COOL DX, errore riavvio compressore n. 2
A
03)
21:14
COOL DX, sensore della temperatura dell'aria esterna difettoso
B
03)
21:15
COOL DX, errore monitoraggio di fase
A
03)
23:1
SMART Link, errore di comunicazione
A
03)
23:2
SMART Link, livello 1 allarme intervenuto
B
03)
23:3
SMART Link, livello 2 allarme intervenuto
B
03)
23:4
SMART Link, livello 3 allarme intervenuto
B
03)
23:10
AQUA Link, modulo I/O n. 5 intervenuto
B
03)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
B = allarme B
16:1
5)
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
B = allarme B
15:14
Valore corretto
www.swegon.com
159
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
Effetto
A = allarme A
1 = arresto
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
23:11
AQUA Link, monitoraggio pompa intervenuto
B
03)
24:1
SMART Link, errore di comunicazione n. 1
A
03)
24:2
SMART Link, allarme n. 1 intervenuto
A
03)
24:4
SMART Link, errore di comunicazione n. 2
A
03)
24:5
SMART Link, allarme n. 2 intervenuto
A
03)
24:7
SMART Link, errore di comunicazione n. 3
A
03)
24:8
SMART Link, allarme n. 3 intervenuto
A
03)
24:10
SMART Link, errore di comunicazione n. 4
A
03)
24:11
SMART Link, allarme n. 4 intervenuto
A
03)
26:1
Pre-filtro, errore di comunicazione sensore pressione aria di mandata n. 8
B
03)
26:2
pre-filtro, aria di mandata, sporco
B
03)
26:7
Pre-filtro, errore di comunicazione sensore pressione aria di ripresa n. 9
B
03)
26:8
Pre-filtro, aria di ripresa, sporco
B
03)
27:1
Filtro AHU, errore di comunicazione sensore pressione aria di mandata n. 3/4
B
03)
27:2
Filtro AHU, aria di mandata, sporco
B
03)
27:7
Filtro AHU, errore di comunicazione sensore pressione aria di ripresa n. 3/4
B
03)
27:8
Filtro AHU, aria di ripresa, sporco
B
03)
28:1
Filtro finale, errore di comunicazione sensore pressione aria di mandata n. A
B
03)
28:2
Filtro finale, aria mandata, sporco
B
03)
30:1
Misurazione portata, errore di comunicazione sensore pressione aria di mandata n. 1/2
A
13)
30:2
Misurazione portata, portata dell'aria di mandata sotto limite setpoint allarme
B
03)
30:3
Misurazione portata, portata dell'aria di mandata sopra limite setpoint allarme
B
03)
30:6
Misurazione portata, errore di comunicazione sensore pressione aria di ripresa n. 1/2
A
13)
30:7
Misurazione portata, portata dell'aria di ripresa sotto limite setpoint allarme
B
03)
30:8
Misurazione portata, portata dell'aria di ripresa sotto limite setpoint allarme
B
03)
30:11
Misurazione portata, errore di comunicazione sensore pressione spurgo n. B
B
03)
31:1
Regolazione della pressione, errore di comunicazione sensore pressione aria di mandata A
n. 5
13)
31:2
Regolazione della pressione, pressione aria di mandata sotto limite setpoint allarme
B
03)
31:3
Regolazione della pressione, pressione aria di mandata sopra limite setpoint allarme
B
03)
31:6
Regolazione della pressione, errore di comunicazione sensore pressione aria di ripresa
n. 6
A
13)
31:7
Regolazione della pressione, pressione aria di ripresa sotto limite setpoint allarme
B
03)
31:8
Regolazione della pressione, pressione aria di ripresa sopra limite setpoint allarme
B
03)
32:1
RECO2, errore di comunicazione modulo I/O n. 0
A
03)
32:2
RECO2, errore di comunicazione sensore pressione n. 0
A
03)
32:3
RECO2/Riscaldamento notturno intermittente, monitoraggio serranda dell’aria di
ricircolo intervenuto
B
03)
32:4
RECO2, monitoraggio serranda dell'aria esterna intervenuto
B
03)
33:1
Intervallo di manutenzione superiore al limite 2)
B
03)
33:15
Funzione di blocco intervenuta
A
1
34:1
Controllo esterno, errore di comunicazione modulo I/O n. 3
B
03)
34:2
Controllo esterno, errore di comunicazione modulo I/O n. 6
B
03)
35:1
Terminale dell’aria Booster, errore di comunicazione modulo I/O n. 8
B
0
38:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 1
A
03)
38:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 1 intervenuto
A
03)
38:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 1
A
03)
www.swegon.com
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
B = allarme B
160
Valore corretto
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
N. allarme
Priorità
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
1 = arresto
B = allarme B
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
38:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 1
A
03)
38:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 1
A
03)
38:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 1 difettoso
B
03)
38:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 1 dal limite allarme setpoint
B
03)
39:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 2
A
03)
39:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 2 intervenuto
A
03)
39:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 2
A
03)
39:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 2
A
03)
39:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 2
A
03)
39:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 2 difettoso
B
03)
39:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 2 dal limite allarme setpoint
B
03)
40:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 3
A
03)
40:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 3 intervenuto
A
03)
40:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 3
A
03)
40:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 3
A
03)
40:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 3
A
03)
40:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 3 difettoso
B
03)
40:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 3 dal limite allarme setpoint
B
03)
41:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 4
A
03)
41:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 4 intervenuto
A
03)
41:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 4
A
03)
41:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 4
A
03)
41:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 4
A
03)
41:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 4 difettoso
B
03)
41:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 4 dal limite allarme setpoint
B
03)
42:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 5
A
03)
42:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 5 intervenuto
A
03)
42:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 5
A
03)
42:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 5
A
03)
42:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 5
A
03)
42:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 5 difettoso
B
03)
42:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 5 dal limite allarme setpoint
B
03)
43:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 6
A
03)
43:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 6 intervenuto
A
03)
43:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 6
A
03)
43:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 6
A
03)
43:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 6
A
03)
43:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 6 difettoso
B
03)
43:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 6 dal limite allarme setpoint
B
03)
44:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 7
A
03)
44:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 7 intervenuto
A
03)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Valore corretto
www.swegon.com
161
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
1 = arresto
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 7
A
03)
44:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 7
A
03)
44:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 7
A
03)
44:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 7 difettoso
B
03)
44:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 7 dal limite allarme setpoint
B
03)
45:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 8
A
03)
45:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 8 intervenuto
A
03)
45:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 8
A
03)
45:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 8
A
03)
45:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 8
A
03)
45:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 8 difettoso
B
03)
45:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 8 dal limite allarme setpoint
B
03)
46:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 9
A
03)
46:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 9 intervenuto
A
03)
46:3
Errore di comunicazione controller motore MIRU Control n. 9
A
03)
46:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 9
A
03)
46:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 9
A
03)
46:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 9 difettoso
B
03)
46:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 9 dal limite allarme setpoint
B
03)
47:1
Errore di comunicazione MIRU Control n. 10
A
03)
47:2
Allarme controller motore MIRU Control n. 10 intervenuto
A
03)
47:3
Allarme controller motore MIRU Control n. 10 intervenuto
A
03)
47:4
Errore di comunicazione sensore di pressione misurazione portata n. 0 MIRU Control
n. 10
A
03)
47:5
Errore di comunicazione sensore di regolazione della pressione n. 1 MIRU Control n. 10
A
03)
47:6
Sensore della temperatura MIRU Control n. 10 difettoso
B
03)
47:7
Scostamento portata/pressione MIRU Control n. 10 dal limite allarme setpoint
B
03)
49:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A
13)
49:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
1)
A
13)
49:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
1)
A
13)
49:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
A1)
13)
49:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1A
B
03)
50:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A
13)
50:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
1)
A
13)
50:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A
13)
www.swegon.com
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
44:3
162
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
B = allarme B
1)
Valore corretto
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
N. allarme
Priorità
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
1 = arresto
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
A1)
13)
50:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2A
B
03)
51:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A
13)
51:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A1)
13)
51:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A1)
13)
51:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
1)
A
13)
51:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A1)
13)
51:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A1)
13)
51:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A
13)
51:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
1)
A
13)
51:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
A1)
13)
51:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3A
B
03)
52:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A
13)
52:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
1)
A
13)
52:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A1)
13)
52:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
A
13)
52:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 1B
B
03)
53:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A
13)
53:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
1)
A
13)
53:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
1)
A
13)
53:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
A1)
13)
53:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 2B
B
03)
54:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A
13)
54:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
1)
A
13)
54:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
1)
A
13)
54:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
A1)
13)
54:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di mandata n. 3B
B
03)
55:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A
13)
55:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A1)
13)
55:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A1)
13)
55:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A
13)
55:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A
13)
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
1)
1)
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
50:9
1)
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
B = allarme B
1)
Valore corretto
www.swegon.com
163
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
1 = arresto
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A1)
13)
55:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
1)
A
13)
55:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A1)
13)
55:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
A1)
13)
55:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1A
B
03)
56:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A
13)
56:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A1)
13)
56:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A1)
13)
56:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A
13)
56:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
1)
A
13)
56:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A1)
13)
56:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A1)
13)
56:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
1)
A
13)
56:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
A1)
13)
56:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2A
B
03)
57:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A
13)
57:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
1)
A
13)
57:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A1)
13)
57:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A1)
13)
57:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A1)
13)
57:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
1)
A
13)
57:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A1)
13)
57:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A1)
13)
57:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
A
13)
57:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3A
B
03)
58:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A
13)
58:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
1)
A
13)
58:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
A1)
13)
58:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 1B
B
03)
59:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A
13)
59:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
1)
A
13)
59:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
1)
A
13)
59:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
A1)
13)
59:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 2B
B
03)
60:1
Errore di comunicazione ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A
13)
60:2
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
1)
A
13)
60:3
Sottocorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A1)
13)
60:4
Sovracorrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A1)
13)
60:5
Temperatura eccessiva del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A
13)
164
www.swegon.com
1)
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
55:6
1)
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
B = allarme B
1)
Valore corretto
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
Valore preimpostato in fabbrica
Priorità
N. allarme
Funzione
0 = bloccato
A = allarme A
Effetto
Valore corretto
Priorità
0 = in funzione 0 = bloccato
1 = arresto
B = allarme B
A = allarme A
Effetto
0 = in funzione
1 = arresto
B = allarme B
60:6
Errore avvio del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A1)
13)
60:7
Tensione di fase irregolare del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
1)
A
13)
60:8
Errore di fase del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A1)
13)
60:9
Errore di memoria interna del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
A1)
13)
60:10
Limitazione di corrente del controller motore ventilatore per l'aria di ripresa n. 3B
B
03)
Non può essere bloccato.
Il ritardo è regolabile.
3)
Regolabile.
4)
Arresta l’AHU se la temperatura è inferiore al limite regolabile.
5)
Inattivo come impostazione di fabbrica.
1)
2)
Taratura effettuata da:
Data
Società
Nome
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
165
166
www.swegon.com
GOLD/
SILVER C
Version E
RX
PX
CX
SD
GOLD
LP
COMPACT
Type
Impeller
type
ebm-papst
ebm-papst
Stål
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
Aluminium
02
03
05
08
04
05
07
08
11
12
04
05 (Eff.var 1)
05 (Eff.var 2)
07 (Eff.var 1)
07 (Eff.var 2)
08 (Eff.var 1)
08 (Eff.var 2)
11 (Eff.var 1)
11 (Eff.var 2)
12 (Eff.var 1)
12 (Eff.var 2)
14 (Eff.var 1)
14 (Eff.var 2)
20 (Eff.var 1)
20 (Eff.var 2)
25 (Eff.var 1)
25 (Eff.var 2)
50 (Eff.var 1)
50 (Eff.var 2)
30 (Eff.var 1)
35 (Eff.var 1)
60 (Eff.var 1)
70 (Eff.var 1)
30 (Eff.var 2)
35 (Eff.var 2)
60 (Eff.var 2)
70 (Eff.var 2)
40-1
40-2
80 (Eff.var 1)
100 (Eff.var 1)
120 (Eff.var 1)
80 (Eff.var 2)
100 (Eff.var 2)
120 (Eff.var 2)
2013-09-19
Size
AHU data
Fan data
Impeller
Motor
diameter
manufacture
mm
250
ebm-papst
250
ebm-papst
250
ebm-papst
288
ebm-papst
288
Domel
288
Domel
288
Domel
348
Domel
348
Domel
422
Domel
288
Domel
288
Domel
288
Domel
288
Domel
288
Domel
348
Domel
348
Domel
348
Domel
348
Domel
422
Domel
422
Domel
422
Domel
422
Domel
510
Domel
510
Domel
510
Domel
510
Domel
510
Domel
510
Domel
616
Domel
616
Domel
Domel
616
616
Domel
616
Domel
616
Domel
616
Domel
616
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
744
Domel
0,38
0,68
0,9
0,41
0,8
0,8
1,15
1,15
1,6
0,41
0,8
1,15
0,8
1,15
1,15
1,6
1,15
1,6
1,6
2,4
1,6
2,4
2,4
3,4
2,4
3,4
2,4
3,4
4,0
4,0
4,0
4,0
5,0
5,0
6,5
6,5
3,9
6,5
6,5
6,5
6,5
10
10
10
kW
Motor power
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
A
Installation
category
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Static
Efficiency
category
Vaiable
speed
drive
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
Yes
1,00
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
1,01
Specific
ratio
Actual
49,9
51,0
59,3
65,8
64,8
65,5
63,8
65,4
65,4
66,8
64,8
65,5
63,5
65,5
63,5
65,4
67,4
65,4
67,4
66,8
66,0
66,8
66,0
66,7
65,7
66,7
65,7
66,7
65,7
65,2
65,2
65,2
65,2
67,2
67,2
67,4
67,4
70,5
69,2
69,2
69,2
69,2
68,5
68,5
68,5
Req 2013
41,5
42,9
45,7
47,0
44,1
47,1
47,1
48,6
48,6
49,8
44,1
47,1
48,1
47,1
48,1
48,6
49,7
48,6
49,7
49,8
51,3
49,8
51,3
51,9
53,1
51,9
53,1
51,9
53,1
54,5
54,5
54,5
54,5
55,0
55,0
56,2
56,2
54,0
56,2
56,2
56,2
56,2
58,0
58,0
58,0
Req 2015
45,5
46,9
49,7
51,0
48,1
51,1
51,1
52,6
52,6
53,8
48,1
51,1
52,1
51,1
52,1
52,6
53,7
52,6
53,7
53,8
55,3
53,8
55,3
55,9
57,1
55,9
57,1
55,9
57,1
58,5
58,5
58,5
58,5
59,0
59,0
60,2
60,2
58,0
60,2
60,2
60,2
60,2
62,0
62,0
62,0
Overall efficiency ηe(s)
Actual
66,5
66,2
71,6
76,8
78,7
76,4
74,7
74,8
74,8
75,0
78,7
76,4
73,4
76,4
73,4
74,8
75,7
74,8
75,7
75,0
72,7
75,0
72,7
72,8
70,5
72,8
70,5
72,8
70,5
68,8
68,8
68,8
68,8
70,2
70,2
69,2
69,2
74,5
70,9
70,9
70,9
70,9
68,5
68,5
68,5
Req 2013
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
58
Efficiency grade N
Req 2015
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
62
Data according to ErP directive in technical documentation and free access webpage
Air Handling Units (including GOLD-E), EU regulation 327/2011 fan data, Technical documentation data
Datum:
Power
input Ped
kW
0,268
0,361
0,670
0,901
0,476
0,909
0,920
1,27
1,27
1,66
0,476
0,909
1,150
0,909
1,15
1,27
1,62
1,27
1,62
1,66
2,30
1,66
2,30
2,62
3,44
2,62
3,44
2,62
3,44
4,62
4,62
4,62
4,62
5,19
5,19
6,77
6,77
4,200
6,76
6,76
6,76
6,76
10,70
10,70
10,70
Air Flow
qv
m³/s
0,290
0,323
0,435
0,577
0,519
0,649
0,649
0,923
0,923
1,26
0,519
0,649
0,734
0,649
0,734
0,923
1,00
0,923
1,00
1,26
1,48
1,26
1,48
2,18
2,44
2,18
2,44
2,18
2,44
2,93
2,93
2,93
2,93
3,26
3,26
3,56
3,56
4,240
4,95
4,95
4,95
4,95
5,18
5,18
5,18
Pressure
increase pfs
Pa
410
510
830
941
536
840
829
835
835
821
536
840
924
840
924
835
1009
835
1009
821
965
821
965
759
890
759
890
759
890
988
988
988
988
1023
1023
1228
1228
668
911
911
911
911
1358
1358
1358
minˉ¹
2690
3000
3845
3415
2700
3380
3380
2780
2780
2250
2700
3380
3700
3380
3700
2780
3050
2780
3050
2250
2500
2250
2500
1890
2100
1890
2100
1890
2100
1635
1635
1635
1635
1740
1740
1900
1900
1180
1380
1380
1380
1380
1590
1590
1590
Speed n
IT.GOLDSKE.150820
11.3 Dati di progettazione ecocompatibile
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
IT.GOLDSKE.150820
11.4 Dichiarazione relativa ai
materiali di costruzione
Per una dichiarazione relativa ai materiali di costruzione completa, visitare la nostra home page all’indirizzo www.swegon.
com alla voce Prodotti e servizi.
Licenza 11.5
Copyright 2013-2014 Swegon AB
All right reserved.
Parts of this work is subject to GNU General Public License v2.0
and other Free/Libre Open Source Software licenses.
This program is free software: you can redistribute it and/or
modify it under the terms of the GNU General Public License as
published by the Free Software Foundation, either version 3 of
the License, or (at your option) any later version.
This program is distributed in the hope that it will be useful, but
WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty
of MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE.
See the GNU General Public License for more details.
You should have received a copy of the GNU General Public
License along with this program. If not, see <http://www.gnu.
org/licenses/>.
For full licensing conditions and the Free/Libre Open Source
Software components, please visit:
http://ftp.swegon.se/opensource/opensource/
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
www.swegon.com
167
IT.GOLDSKE.150820
Tutta la documentazione è disponibile in formato digitale e può
essere scaricata all'indirizzo www.swegon.com
168
www.swegon.com
Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche senza preavviso.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement