User Guide: NanoSpray Ion Source Operator Guide (IT)

User Guide: NanoSpray Ion Source Operator Guide (IT)
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Giugno 2014
Il presente documento è fornito ai clienti di AB SCIEX che hanno acquistato le apparecchiature
AB SCIEX come guida per l'uso e il funzionamento di queste ultime. Il presente documento è
protetto da copyright e la sua riproduzione, parziale o integrale, è severamente vietata, salvo
autorizzazione scritta da parte di AB SCIEX.
Il software menzionato nel presente documento viene fornito con un contratto di licenza. La
copia, le modifiche e la distribuzione del software attraverso qualsiasi mezzo sono vietate dalla
legge, salvo diversa indicazione presente nel contratto di licenza. Inoltre il contratto di licenza
può vietare che il software venga disassemblato, sottoposto a reverse engineering o decompilato
per qualsiasi fine. Le garanzie sono indicate nel presente documento.
Alcune parti di questo documento possono far riferimento a produttori terzi e/o ai loro prodotti,
che possono contenere parti i cui nomi siano registrati e/o siano usati come marchi registrati dai
rispettivi proprietari. Tale uso è inteso esclusivamente a designare quei produttori prodotti forniti
da AB SCIEX per l'installazione nelle proprie apparecchiature e non implica alcun diritto e/o
licenza d'uso né consente ad altri di utilizzare tali produttori e/o i loro nomi di prodotti come
marchi.
Le garanzie di AB SCIEX sono limitate alle garanzie espresse fornite al momento della vendita o
della licenza dei propri prodotti e costituiscono le uniche ed esclusive dichiarazioni, garanzie e
obblighi di AB SCIEX. AB SCIEX non concede altre garanzie di nessun tipo, né esplicite né
implicite, comprese, a titolo esemplificativo, garanzie di commerciabilità o di idoneità per uno
scopo particolare, derivanti da leggi o altri atti normativi o dovute a corsi ed usi commerciali, tutte
espressamente escluse, e non si assume alcuna responsabilità o passività potenziale, compresi
danni indiretti o conseguenti, per qualsiasi utilizzo da parte dell’acquirente o per eventuali
conseguenti circostanze avverse.
Solo per scopi di ricerca. Non usare nelle procedure diagnostiche.
I marchi registrati menzionati nel presente documento sono di proprietà di AB Sciex Pte. Ltd. o
dei rispettivi proprietari.
AB SCIEX™ è utilizzato su licenza.
© 2014 AB Sciex Pte. Ltd.
AB Sciex Pte. Ltd.
Blk 33, #04-06
Marsiling Ind Estate Road 3
Woodlands Central Indus. Estate
SINGAPORE 739256
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
2 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Contenuto
Informazioni sulla Sicurezza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
Requisiti Ambientali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5
Uso e Modifiche dell'Apparecchiatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5
Informazioni sulla Sicurezza del Laser . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5
Classificazione del Laser . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5
Manutenzione Programmata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .6
Specifiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .6
Etichette sulla Sorgente Di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .6
Capitolo 1 Presentazione della Sorgente Di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9
Telecamera e Illuminatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .11
Testina della sorgente di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .12
Unità di Posizionamento X-Y-Z . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .13
Binari di Posizionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .14
Componenti dell'Interfaccia NanoSpray . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .14
Requisiti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .15
Gas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .15
Solventi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .15
Capitolo 2 Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III . . . . . . . . . . 17
Montare la Testina NanoSpray III . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .18
Rimuovere la Testina NanoSpray III . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .20
Preparare l'Attacco del Nebulizzatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .22
Inserire la Punta di Emissione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .23
Installare la Testina NanoSpray III sulla Staffa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .24
Collegare la Linea Campione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .25
Regolare l'Illuminatore e la Telecamera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .28
Regolare l'illuminatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .28
Regolare e Mettere a Fuoco la Telecamera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .31
Verificare eventuali perdite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .33
Capitolo 3 Ottimizzazione dellaSorgente ionica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Introduzione del Campione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .35
Ottimizzare la Testina NanoSpray III . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .35
Capitolo 4 Manutenzione della Sorgente di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
Rimuovere la Sorgente di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .39
Installare la Sorgente Ionica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .39
Cambiare la sorgente ionica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .41
Cambiare con una Sorgente Di ionizzazione Differente . . . . . . . . . . . . . . . . .41
Cambiare con la Sorgente Di ionizzazione NanoSpray . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
Cambiare i Componenti Interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
Rimuovere i Componenti Interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .42
Installare i Componenti dell'Interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .43
Rimuovere il Monitor . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
Sistemi 4500, 5500, 6500 e TripleTOF® . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .44
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
3 di 82
Contenuto
Sistemi serie 3200 e 4000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .45
Installare il Monitor . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .46
Sistemi 4500, 5500, 6500 e TripleTOF . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .46
Sistemi serie 3200 e 4000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .47
Collegare i cavi del monitor . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .48
Cuocere l'interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .49
Pulire la Sorgente Ionica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .50
Capitolo 5 Risoluzione dei problemi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
Spettrometro di massa - Suggerimenti per la risoluzione dei problemi . . . . . . . .51
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi della siringa . . . . . . . . . . . . . . . . .52
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi della pompa esterna . . . . . . . . . . .52
Suggerimenti per la Risoluzione dei Problemi con la Testina NanoSpray III. . . .53
Risoluzione dei problemi della cresta di nebulizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . .57
Suggerimenti per la risoluzione problemi di monitor e telecamera . . . . . . . . . . .57
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi della punta di emissione . . . . . . . .58
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi di acquisizione . . . . . . . . . . . . . . .59
Appendice A Principi di Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .61
Ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .61
Appendice B Suggerimenti per Lavorare con la Sorgente
Di ionizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .63
Far aderire una Punta di Emissione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .63
Testina NanoSpray III . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .63
Composizione del Solvente del Campione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .63
Fattori che Influenzano l'Ottimizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .63
Appendice C Collegamento della siringa utilizzando il tubo in silice fusa
con rivestimento interno in PEEK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .67
Appendice D Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio . . . . . . . . . . . .71
Appendice E Parametri e Voltaggi della Sorgente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .75
Indice. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 77
Registro revisioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
4 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Informazioni sulla Sicurezza
Questa sezione contiene informazioni sulla sicurezza per la sorgente ionica NanoSpray® III. Per
ulteriori informazioni sulla sicurezza, fare riferimento alla Guida Utente di sistema o Guida sulla
Sicurezza dello spettrometro di massa.
Requisiti Ambientali
•
Temperatura ambiente da 15 °C a 30 °C ±2 °C (da 59 °F a 86 °F ±3,6 °F)
La velocità dei cambiamenti di temperatura non dovrebbe eccedere i 2 °C (3,6 °F)
l'ora. Le fluttuazioni della temperatura ambiente possono causare aberrazioni delle
masse negli spettri.
•
Umidità relativa dal 20% all'80%, non condensante
•
Altitudine inferiore o uguale a 2.000 m (6.561 piedi) sul livello del mare
Uso e Modifiche dell'Apparecchiatura
Usare l'apparecchiatura al coperto, in un laboratorio conforme alle condizioni ambientali
raccomandate nella Guida alla Pianificazione del Sito. Se il sistema viene utilizzato in un
ambiente o in un modo non conforme a quanto specificato da AB SCIEX, la protezione fornita
dall'apparecchiatura può essere compromessa.
Le modifiche o il funzionamento non autorizzato del sistema potrebbero causare infortuni e danni
alle apparecchiature, oltre che invalidare la garanzia. Possono essere generati dati non affidabili
se il sistema è usato in condizioni che eccedono i parametri delle condizioni ambientali
raccomandate o se vi sono state apportate modifiche non autorizzate. Contattare un
rappresentante di AB SCIEX per ulteriori informazioni sulle riparazioni al sistema.
Informazioni sulla Sicurezza del Laser
Questa sezione contiene informazioni sulla sicurezza del laser utilizzato nell'illuminatore per la
sorgente di ionizzazione NanoSpray III.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l’illuminatore, la videocamera e le coperture di sicurezza
installate correttamente.
Classificazione del Laser
L'illuminatore utilizzato nelle sorgente di ionizzazione è un laser classe 3(R).
AVVERTENZA! Pericolo per gli Occhi: non guardare l'uscita laser con uno
strumento ottico. I laser i classe 3(R) possono provocare seri danni agli occhi.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
5 di 82
Informazioni sulla Sicurezza
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: seguire tutti i codici locali, le normative, gli
standard e i requisiti interni applicabili alla sicurezza del laser.
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: l'utilizzo dello strumento e dei controlli o
l'esecuzione delle procedure secondo modalità diverse da quelle documentate in
questo manuale possono provocare il rischio di esposizione a radiazioni laser.
Manutenzione Programmata
L'illuminatore non richiede manutenzione. Ha una durata prevista di 3.000 ore (più di 3 anni).
Suggerimento! Il laser è concepito per un funzionamento continuo. Tuttavia, AB
SCIEX raccomanda di spegnere il laser quando non è in uso, per prolungarne la durata.
Specifiche
Specifica
Intervallo
Raggio laser
Distanza focale
Collimazione 37 mm ± 3 mm
Diametro del fascio
0,7 mm ± 0,1 mm x 2,5 mm ± 0,2 mm
Divergenza
< 0,7 mrad
Parametri di uscita
Lunghezza d'onda
655 nm, –10 nm, + 5 nm
Stabilità della lunghezza d'onda
0,25 nm/1 ºC (nominale)
Potenza di uscita
3,0 mW ± 0,15 mW
Stabilità della potenza di uscita (25ºC)
< 1% fluttuazione oltre 60 minuti
Etichette sulla Sorgente Di ionizzazione
In conformità con i requisiti normativi, tutte le etichette degli avvisi laser visualizzate sulla
sorgente di ionizzazione sono documentate in questa guida. Gli avvisi e le etichette sulla
sorgente di ionizzazione utilizzano simboli internazionali.
Etichette Esterne
Definizione
Posizione
ATTENZIONE: Radiazione laser
visibile e/o invisibile. Evitare
l'esposizione degli occhi o della
pelle a radiazione diretta o diffusa.
Esterna. Sul coperchio
superiore.
Conforme con le norme 21 CFR
Esterna. Sul coperchio
1040.10 e 1040.11 ad eccezione
superiore.
delle modifiche alla Laser Notice N.
50, del 24 giugno 2007
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
6 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Informazioni sulla Sicurezza
Etichette Esterne
LASER RADIATION
AVOID DIRECT EYE EXPOSURE
CLASS 3R LASER PRODUCT
MAX POWER: 5 MW
WAVELENGTH: 650 NM
IEC 60825-1
Definizione
Posizione
Apertura del Laser. Indica la
posizione dell'apertura attraverso
cui fuoriesce il fascio del laser.
Esterna. Sul coperchio
superiore.
Radiazione Laser: Evitare
Esterna. Sul coperchio
l'esposizione diretta verso gli occhi. superiore.
Prodotto laser di Classe 3R.
Massima potenza: 5 mW;
Lunghezza d'onda: 650 nm; IEC
60825-1
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
7 di 82
Informazioni sulla Sicurezza
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
8 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
1
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
La ionizzazione elettrospray (ESI) è una tecnica di ionizzazione morbida per la spettrometria di
massa. Il nano-flusso ESI è particolarmente utile nel caso in cui siano disponibili piccole quantità
di campione, o nel caso in cui sia necessaria una sensibilità elevata.
La sorgente di ionizzazione NanoSpray® è particolarmente adatta per l'analisi attraverso la
spettrometria di massa di composti polari, termicamente labili. È una sorgente di ionizzazione a
pressione atmosferica (API) che fornisce una elevata efficienza per il trasferimento degli analiti in
ioni in fase gassosa.
La sorgente di ionizzazione è utilizzata per il flusso continuo del campione. Solitamente utilizza
una nano pompa per cromatografia liquida (LC) esterna con una nano colonna LC per la
separazione, sebbene possa essere utilizzata anche l'infusione. I campioni passano attraverso la
nano colonna LC nella testina della sorgente di ionizzazione e attraverso una punta di emissione
ad estremità aperta. La sorgente di ionizzazione ha una unità di posizionamento X-Y-Z che può
essere utilizzata per posizionare la punta di emissione relativa al separatore di interfaccia. La
sorgente di ionizzazione ha anche una telecamera che invia un'immagine al monitor. L'immagine
aiuta a posizionare accuratamente la punta emittente e a osservare la nebulizzazione.
Fare riferimento a Principi di Funzionamento a pagina 61.
Figura 1-1
Componenti della sorgente ionica
11
1
2
10
9
3
8
4
5
6
7
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
9 di 82
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Elemento
Descrizione
1
Coperchio. Ci sono delle etichette di avvertenza laser (non mostrate)
sulla parte superiore di questo coperchio.
2
Interfaccia della sorgente di ionizzazione
3
Perno di rilascio
4
Fermo di rilascio
5
Telecamera. Fare riferimento a Regolare e Mettere a Fuoco la
Telecamera a pagina 31.
6
Unità di Posizionamento X-Y-Z
7
Binari di posizionamento
8
Cannula
9
manopole di regolazione X-Y-Z (micrometri)
10
Staffa. La testina della sorgente ionica è installata sulla staffa. Fare
riferimento alla Figura 2-1 a pagina 17.
11
Illuminatore. Fare riferimento a Regolare l'illuminatore a pagina 28.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
10 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Telecamera e Illuminatore
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l’illuminatore, la videocamera e le coperture di sicurezza
installate correttamente.
La telecamera è montata su una bacchetta collegata alla sorgente di ionizzazione. Utilizzarla per
mettere a fuoco l'immagine sul monitor e per riposizionare l'immagine della punta di emissione e
del separatore di interfaccia.
Un illuminatore fornisce la luce per osservare la fenditura del separatore di interfaccia e la punta
di emissione.
Figura 1-2
Telecamera e Illuminatore
1
2
Elemento
Descrizione
Elemento
Descrizione
1
Illuminatore
2
Telecamera
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
11 di 82
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Testina della sorgente di ionizzazione
La staffa sostiene la testina della sorgente di ionizzazione. La Figura 1-3 mostra la staffa
NanoSpray III, utilizzata con la testina NanoSpray III. La testina della sorgente di ionizzazione
sostiene il collegamento che unisce la colonna nano LC o di silice fusa alla punta di emissione.
Lo spettrometro di massa fornisce un'alimentazione ad alta tensione alla testina della sorgente di
ionizzazione e al supporto di collegamento.
Figura 1-3
Sorgente ionica e testina NanoSpray III
1
2
Elemento
1
Descrizione
Staffa NanoSpray III
Elemento
2
Descrizione
Testina NanoSpray III
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
12 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Unità di Posizionamento X-Y-Z
Dopo che l'unità di posizionamento X-Y-Z, mostrata nella Figura 1-4, è posizionata contro
l'interfaccia della sorgente ionica, è possibile regolare la posizione della punta di emissione
utilizzando le manopole di regolazione assi X-Y-Z. L'immagine visualizzata sul monitor facilita la
regolazione della posizione della punta di emissione.
Nota: Il movimento dell'unità di posizionamento X-Y-Z è limitato dal coperchio. Non
può essere spostata a posizione ai limiti dell'intervallo del micrometro.
Figura 1-4
Controlli sull'unità di posizionamento X-Y-Z
1
2
3
4
5
Elemento Descrizione
1
Manopola di regolazione fine sull'asse Z (movimento verso il separatore
di interfaccia))
2
Manopola di regolazione grossolana sull'asse Z (movimento verso il
separatore di interfaccia)
3
Manopola di regolazione asse Y (spostamento verticale)
4
Manopola di regolazione asse X (spostamento orizzontale)
5
Unità di Posizionamento X-Y-Z
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
13 di 82
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Binari di Posizionamento
La sorgente di ionizzazione ha due binari che supportano l'unità di posizionamento X-Y-Z. È
possibile spostare l'unità di posizionamento X-Y-Z lungo questi binari dentro e fuori dalla
posizione di funzionamento. Il movimento dell'unità di posizionamento X-Y-Z lontano
dall'interfaccia della sorgente ionica, scollega l'erogazione dell'alta tensione dalla testina della
sorgente ionica e consente la rimozione della testina della sorgente ionica. L'alimentatore di alta
tensione della testina della sorgente di ionizzazione viene scollegata finché l'unità di
posizionamento X-Y-Z non venga spinta interamente nella sua posizione di funzionamento.
Componenti dell'Interfaccia NanoSpray
Il corpo della sorgente ionica si connette ai componenti dell'interfaccia NanoSpray. Fare
riferimento alla Figura 1-5. I componenti dell'interfaccia consistono nella piastra dell’orifizio e nel
separatore di interfaccia.
Nota: I componenti dell'interfaccia NanoSpray dei diversi spettrometri di massa
possono essere fisicamente intercambiabili, ma hanno dimensioni di fenditura differenti.
Assicurarsi di installare la corretta interfaccia per lo spettrometro di massa.
Figura 1-5
Componenti dell'Interfaccia NanoSpray
1
2
Elemento Descrizione
1
Fenditura del separatore di interfaccia
2
Separatore di interfaccia
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
14 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Requisiti
Gas
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: non fornire gas azoto per Gas 1. Il gas azoto
aumenta il rischio di effetto corona, che può danneggiare anche la punta di emissione.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: non fornire aria ambiente per Gas 1.
La sorgente di ionizzazione utilizza gas di nebulizzazione, fornito attraverso la connessione allo
strumento di Gas 1. Assicurarsi che un erogatore di aria zero sia collegato all'ingresso Gas 1
sullo spettrometro di massa. (Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla Guida alla
Pianificazione del Sito per il sistema in uso.)
Suggerimento! Le specifiche tipiche aria zero sono: contenuto idrocarburi inferiori a
0,1 PPM e particelle inferiori a 0,01 micron.
Solventi
Per i migliori risultati , utilizzare solventi di elevata purezza per esperimenti nano flusso. Solventi
di bassa qualità producono un fondo elevato, picchi di contaminante o ostruzioni delle
componenti dei sistemi LC. I contaminanti sono difficili da eliminare dal sistema LC e possono
provocare un tempo di inattività o richiedere una chiamata di assistenza.
Si consigliano solventi a elevata purezza prefabbricati come quelli Burdick-Jackson (acqua per
HPLC con 0,1% di acido formico e acetonitrile e 0,1% di acido formico). È possibile ordinare
questi solventi da VWR (US PN BJLC452-2.5 - 0.1% Formic Acid#Water, US PN BJLC441-2.5 0.1% Formic Acid#Aceton).
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
15 di 82
Presentazione della Sorgente Di ionizzazione
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
16 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
2
Montaggio e Installazione della Testina
NanoSpray III
Questa sezione descrive come montare e installare la testina NanoSpray® III. Include le
procedure per preparare testina e punte di emissione.
Suggerimento!
training.
Figura 2-1
Per ulteriore materiale di addestramento, visitare www.absciex.com/
Componenti della testina NanoSpray III
2
3
1
4
5
6
7
Elemento
Descrizione
Per informazioni di montaggio, fare riferimento a...
1
Binario alta tensione
Rimuovere la Testina NanoSpray III a pagina 20, e
Installare la Testina NanoSpray III sulla Staffa a
pagina 24
2
Giunzione diritta e
supporto
—
3
Collegamento della
linea del campione
Preparare l'Attacco del Nebulizzatore a pagina 22
4
Tappo terminale
protettivo
—
5
Staffa NanoSpray III
—
6
Vite a testa piatta della
giunzione
—
7
Vite a testa piatta del
binario
—
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
17 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Nota: Numeri particolari per i ricambi elencati nella Figura 2-2 a pagina 19.
Montare la Testina NanoSpray III
È possibile utilizzare i seguenti tipi di punte di emissione con la testina NanoSpray III:
•
Punte New Objective pretagliate
•
Punte New Objective non tagliate
•
Punte colonna preconfezionate
Nota: Le punte di emissione sono anche chiamate capillari di silice fusa o aghi.
La Figura 2-2 mostra le componenti necessarie per assemblare e installare la testina NanoSpray
III. La chiave indica se le componenti sono disponibili nel Kit dei Ricambi, nel Kit di Installazione
Hardware, o in entrambi.
Nota: Componenti disponibili presso AB SCIEX. Per un elenco dei componenti, fare
riferimento a Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio a pagina 71.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
18 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-2
Componenti per la testina NanoSpray III
1
2
3
5
4
7
6
8
9
10
11
12
13
Elemento
Descrizione
Codice
Kit
1
Attacco nebulizzatore (dado e ghiera PTFE)
5031772
Entrambi
2
Cannula in FEP verde (1,58 mm diametro
esterno, 0,38 mm diametro interno)
1006547
Materiali di
consumo
3
Punta di emissione (pretagliata, 7 cm)
1035752
Entrambi
4
Dado esagonale in PEEK a chiusura manuale
5015860
Entrambi
5
Supporto della giunzione (comprende la
giunzione, PN 5015902)
5016361
Vedere
5015902
6
Giunzione diritta
5015902
Materiali di
consumo
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
19 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Elemento
Descrizione
Codice
Kit
7
Dado in PEEK a chiusura manuale
5017932
Entrambi
8
Cannula in PEEK marrone chiaro (1/32"
diametro esterno, 0,015" diametro interno)
5015909
Entrambi
9
Silice fusa (100 cm, 75 µm diametro interno,
360 µm diametro esterno)
1033299
Materiali di
consumo
10
Cannula in PEEK arancione (0,0625" diametro
esterno)
1003994
Materiali di
consumo
11
Giunzione siringa
5015886
Materiali di
consumo
12
Cannula in PEEK verde (1/16" diametro
esterno, 0,030" diametro interno)
1006549
Materiali di
consumo
13
Siringa 100 µL
1003988
Entrambi
Materiali richiesti
• cacciavite esagonale 2,5 mm (PN 1034765)
• taglierina tubi in PEEK (PN 011281)
• taglierina silice fusa (PN 1006143)
• Due chiavi da 1/4" (non fornite)
• IPA per HPLC o metanolo (non fornito)
Suggerimento! Per metodi che richiedono una siringa più resistente, è disponibile
una siringa alternativa, PN 81075, presso Hamilton Company.
Rimuovere la Testina NanoSpray III
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: scollegare l'alimentatore AC prima
di eseguire regolazioni, assistenza o manutenzione dello spettrometro di massa.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l'illuminatore, telecamera e coperchi installati correttamente e
non toccare il separatore di interfaccia o consentire il contatto tra la punta di
emissione e il separatore di interfaccia. È presente alta tensione sul separatore di
interfaccia quando è installata la sorgente ionica, anche se l'unità di
posizionamento X-Y-Z è spostata dall'interfaccia.
AVVERTENZA! Pericolo - Superfici Calde: attendere 30 minuti che si raffreddi il
binario dell'alta tensione, prima di rimuoverlo.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
20 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: una errata esecuzione di questa procedura può
provocare il rischio di esposizione a radiazioni laser.
1. Assicurarsi che l'illuminatore sia spento.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: spostare l'unità di
posizionamento X-Y-Z lontano dall'interfaccia della sorgente ionica
per disconnettere l'alimentazione dell'alta-tensione dalla testina di
nebulizzazione e dal binario dell'alta tensione.
2. Spingere l'unità di posizionamento X-Y-Z il più lontano possibile dall'interfaccia della
sorgente ionica, finché non viene arrestata dalla cannula, per disattivare l'erogazione
dell'alta tensione alla testina della sorgente ionica.
3. Allentare la vite a testa piatta sul binario e spingere indietro e in alto il binario dell'alta
tensione per rimuoverlo dalla staffa.
Nota: Prima di poter rimuovere il binario dalla staffa, potrebbe essere
necessario regolare i controlli X-Y-Z.
4. Porre la testina NanoSpray III su una superficie pulita e piana.
Figura 2-3
Testina NanoSpray III
1
2
3
6
5
4
Elemento Descrizione
1
Attacco nebulizzatore
2
Dado esagonale a chiusura manuale
3
Attacco piccolo della linea del campione
4
Vite a testa piatta della giunzione
5
Binario alta tensione
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
21 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Elemento Descrizione
6
Vite a testa piatta del binario
Nota: Numeri particolari per i ricambi elencati nella Figura 2-2 a pagina 19.
Preparare l'Attacco del Nebulizzatore
Prima di utilizzare la testina NanoSpray III per la prima volta, è necessario preparare l'attacco del
nebulizzatore.
Fare riferimento anche alla Guida Introduttiva al Montaggio delle Punte di Emissione e della
Testina NanoSpray® .
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: prestare attenzione nello smontaggio della
testina NanoSpray III perché contiene componenti piccole.
1. Rimuovere l'attacco del nebulizzatore dal blocco della testina NanoSpray.
2. Utilizzare una taglierina per tubi in PEEK per tagliare una parte di 2,5 cm della
cannula da 1/16" in FEP verde.
3. Inserire la cannula tramite il dado PEEK e l’estremità larga della ghiera, come
mostrato nella Figura 2-4, con l'estremità della cannula che fuoriesce di 2 mm dal
bordo della ghiera.
Figura 2-4
Preparare l'attacco del nebulizzatore
4. Inserire l'attacco montato e la cannula preparata nel retro della testina di
nebulizzazione e serrare leggermente.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
22 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-5
Attacco del nebulizzatore installato
Inserire la Punta di Emissione
AVVERTENZA! Pericolo di Perforazione: maneggiare con cura la punta di
emissione. La punta è estremamente affilata.
Nota: Per assicurarsi che vi sia uno spazio libero sufficiente tra l'unità di
posizionamento X-Y-Z e i coperchi, non utilizzare punte di emissione di lunghezza
maggiore di 15 cm.
1. Rimuovere una nuova punta di emissione dall'alloggiamento.
Nota: Le punte di emissione sono delicate. Se si tocca o si urta
inavvertitamente una punta di emissione prima dell'installazione nella
sorgente di ionizzazione, gettarla e prepararne una nuova.
2. Allentare l'attacco del nebulizzatore.
3. Inserire l'estremità smussata (cilindrica) della punta di emissione nell'estremità del
nebulizzatore della testina NanoSpray III, poi attraverso l'attacco del nebulizzatore e
la cannula in FEP verde, come mostrato nella Figura 2-6.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
23 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-6
Inserire la punta di emissione
4. Allentare la vite a testa piatta della giunzione.
5. Inserire l’estremità smussa della punta di emissione attraverso il dado esagonale
PEEK quindi usare il cutter in silice fuso per tagliare 1 cm dall’estremità smussa
della punta di emissione.
Nota: Posizionare la punta di emissione quindi tirare lateralmente la parte
tagliata insieme all’asse del tubo. Quando si usano punte di emissione non
tagliate, tagliarle a circa 7 cm.
6. Inserire l'estremità smussa della punta di emissione nella giunzione.
7. Stringere il dado esagonale PEEK senza forzare eccessivamente.
Suggerimento! Per eliminare eventuali volumi morti nella giunzione,
assicurarsi che la punta di emissione sia spinta fino in fondo alla giunzione
prima di serrare il dado.
8. Regolare la posizione della giunzione finché la punta di emissione non fuoriesce di
0,5 o 1 mm dalla testina di nebulizzazione.
9. Serrare l'attacco del nebulizzatore.
10. Serrare la vite a testa piatta della giunzione.
Installare la Testina NanoSpray III sulla Staffa
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: scollegare l'alimentatore AC prima
di eseguire regolazioni, assistenza o manutenzione dello spettrometro di massa.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
24 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l'illuminatore, telecamera e coperchi installati correttamente e
non toccare il separatore di interfaccia o consentire il contatto tra la punta di
emissione e il separatore di interfaccia. È presente alta tensione sul separatore di
interfaccia quando è installata la sorgente ionica, anche se l'unità di
posizionamento X-Y-Z è spostata dall'interfaccia.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: spostare l'unità di posizionamento
X-Y-Z lontano dall'interfaccia della sorgente ionica per disconnettere
l'alimentazione dell'alta tensione dalla testina di nebulizzazione e dal binario
dell'alta tensione.
1. Assicurarsi che l'unità di posizionamento X-Y-Z sia il più lontano possibile
dall'interfaccia della sorgente ionica, finché non viene arrestata dalla cannula, per
disattivare l'erogazione dell'alta tensione alla testina della sorgente ionica.
2. Assicurarsi che l'illuminatore sia spento. L'interruttore dovrebbe essere nella
posizione più lontana dal LED.
3. Ruotare la manopola di regolazione dell'asse Z in senso antiorario fino al massimo.
L'asse Z dovrebbe trovarsi in posizione 0.
4. Inserire il binario ad alta tensione nella staffa, quindi spingerlo in avanti finché si
arresta.
Figura 2-7
Punti di allineamento sulla staffa
mp
Nota: Si avvertirà una resistenza durante l'installazione del binario. La
resistenza è provocata da O-ring, che chiude la connessione Gas 1.
5. Serrare la vite a testa piatta del binario finché non sia a battuta. Non serrare con
eccessiva forza.
Collegare la Linea Campione
Questa procedura fornisce le istruzioni per utilizzare il tubo in silice fusa per la linea campione.
Per utilizzare tubi in silice fusi con rivestimento interno in PEEK, che non hanno bisogno di
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
25 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
cannule né di essere tagliati, fare riferimento a Collegamento della siringa utilizzando il tubo in
silice fusa con rivestimento interno in PEEK a pagina 67.
1. Tagliare una lunghezza di 3 cm della cannula in PEEK verde.
2. Inerire l'ago della siringa nella cannula in PEEK verde.
3. Rimuovere il dado di acciaio inossidabile e la ghiera da una estremità della
giunzione della siringa.
4. Inserire l'ago e la cannula nella ghiera e nel dado di acciaio inossidabile, spingendo
dentro la cannula finché va, quindi inserire l’ago della siringa.
5. Utilizzare due chiavi da 1/4" per serrare il dado.
6. Inserire una estremità del tubo di silice fusa nella cannula in PEEK arancione.
7. Tagliare l'estremità del tubo in silice fusa e pulirla con un panno inumidito in
metanolo o IPA.
8. Rimuovere la ghiera e il dado di acciaio inossidabile dall'altra estremità della
giunzione della siringa.
9. Inserire la cannula e il tubo nel dado in acciaio inossidabile e nella ghiera, finché
sporgano di circa 2 mm dall'estremità dell'attacco.
10. Inserire il tubo di silice fusa, la cannula, il dado e la ghiera nella giunzione della
siringa, spingendo dentro la cannula finché non va.
11. Utilizzare due chiavi da 1/4" per serrare il dado.
Suggerimento! Iniettare la soluzione e accertarsi che le gocce escano
dal tubo, per verificare i collegamenti.
Figura 2-8
Giunzione siringa
12. Rimuovere il raccordo dal lato a monte della giunzione diritta.
13. Inserire il tubo di silice fusa attraverso la cannula in PEEK marrone chiaro.
14. Tagliare l'estremità del tubo in silice fusa e pulirla con un panno inumidito in
metanolo o IPA.
15. Inserire la cannula e il tubo nell'attacco in PEEK rimosso nel passo 12, finché
sporgano di circa 2 mm dall'estremità dell'attacco.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
26 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-9
Collegare la linea del campione con la giunzione
16. Inserire la silice fusa, la cannula in PEEK e l'attacco nel lato della giunzione a monte,
assicurandosi che siano completamente sigillati nella giunzione.
17. Tenendo il tubo nella sede, serrare il raccordo.
18. Spostare lentamente l'unità di posizionamento X-Y-Z verso l'interfaccia della
sorgente di ionizzazione, finché si arresta, assicurandosi che la punta di emissione
non tocchi il separatore di interfaccia.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
27 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Regolare l'Illuminatore e la Telecamera
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l'illuminatore, telecamera e coperchi installati correttamente e
non toccare il separatore di interfaccia o consentire il contatto tra la punta di
emissione e il separatore di interfaccia. È presente alta tensione sul separatore di
interfaccia quando è installata la sorgente ionica, anche se l'unità di
posizionamento X-Y-Z è spostata dall'interfaccia.
Regolare la telecamera e l'illuminatore per ottenere un'immagine migliore sul monitor.
Regolare l'illuminatore
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: seguire tutti i codici locali, le normative, gli
standard e i requisiti interni applicabili alla sicurezza del laser.
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: una errata esecuzione di questa procedura può
provocare il rischio di esposizione a radiazioni laser.
1. Accendere l'illuminatore.
Il LED verde sulla scatola dell'interruttore si accende e appare un punto rosso sulla
superficie verso cui è diretto l'illuminatore.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non allentare o
rimuovere le viti a testa esagonale di controllo del movimento.
2. Utilizzando solo le dita, regolare la posizione dell'illuminatore finché il raggio laser
non raggiunge il centro della fenditura.
L'illuminatore dovrebbe essere diretto alla posizione ore 4:00.
Nota: Per vedere l'illuminatore, guardare attraverso le porte di
visualizzazione nel coperchio.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
28 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-10
Raggio nella fenditura
\\
Suggerimento! Una volta raggiunto l'illuminatore correttamente, il
riflesso o la diffusione del raggio sul separatore di interfaccia sono lievi o
assenti quando il binario è nella posizione di funzionamento.
3. Avviare il software Analyst® .
\\
Nota: I sistemi AB SCIEX TripleTOF® utilizzano il software Analyst TF. In
questa guida, si fa riferimento al software Analyst TF come software
Analyst.
4. Iniziare l'infusione del campione da analizzare tra 0,5 µL/min e 1,0 µL/min.
Attenzione: Rischio di contaminazione dello strumento: non inserire
l'estremità della punta di emissione nella fenditura del separatore di
interfaccia. Assicurarsi che la punta di emissione sia fuori dalla fenditura di
almeno 2 mm - 5 mm. Nebulizzare troppo vicino alla fenditura può provocare la
contaminazione dello spettrometro di massa. Fare riferimento alla Figura 2-11 a
pagina 30.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
29 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
5. Regolare l'unità di posizionamento X-Y-Z finché la punta di emissione sia visibile sul
monitor.
Figura 2-11
Posizione della punta di emissione
1
2
3
Elemento
Descrizione
1
Separatore di interfaccia
2
Separatore di vuoto
3
Punta di emissione
6. Impostare i parametri Ion Source Gas 1 (GS1) e Ion Source Gas 2 (GS2) a 0 e il
parametro IonSpray Voltage (IS) o IonSpray Voltage Floating (ISVF) a 100.
In pochi minuti comparirà una gocciolina sulla punta.
7. Aumentare il parametro IS o ISVF fino alla nebulizzazione delle gocce verso la
fenditura a piccole raffiche.
8. Incrementare il parametro GS1 fino a visualizzare la cresta.
La Figura 2-12 mostra l'immagine del monitor quando l'illuminatore è regolato
correttamente e il campione ha scorre liberamente. La posizione della punta di
emissione può variare in base all'applicazione.
Suggerimento! Se la cresta risulta staccata dalla punta di emissione,
regolare leggermente l'illuminatore.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
30 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-12
Immagine monitor con corretta regolazione dell'illuminatore
9. Regolare la luminosità e il colore sul monitor per una migliore qualità dell'immagine.
Nota: L'immagine è monocromatica.
10. Continuare con Verificare eventuali perdite a pagina 33.
Regolare e Mettere a Fuoco la Telecamera
1. Spostare l'unità di posizionamento X-Y-Z lungo i binari di posizionamento, lontano
dall'interfaccia della sorgente ionica, finché non viene arrestata dalla cannula. In
questo modo si scollega automaticamente l'erogazione dell'alta tensione alla testina
della sorgente di ionizzazione.
2. Accendere il monitor e regolare la telecamera finché la fenditura del separatore di
interfaccia sia visibile sul monitor.
Suggerimento! Se non compaiono immagini sul monitor, assicurarsi che
i cavi del monitor e della telecamera siano connessi e che l'illuminatore sia
acceso. Fare riferimento a Collegare i cavi del monitor a pagina 48.
Nota: Alcuni tipi di monitor sono sensibili alla carica elettrostatica e
potrebbero spegnersi inaspettatamente. Se il monitor si dovesse spegnere,
accenderlo nuovamente. Non c'è alcun impatto sulle prestazioni del sistema
o sull'accuratezza o la ripetibilità delle misure.
3. Allentare la vite a testa piatta della telecamera e regolare la telecamera finché la
visualizzazione del monitor non è simile a quella raccomandata illustrata nella
Figura 2-13. La telecamera sarà inclinata di approssimativamente 40 gradi sul piano
orizzontale.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la
sorgente ionica NanoSpray senza la telecamera installata
correttamente. Non rimuovere la telecamera.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
31 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Figura 2-13
Visualizzazione della fenditura (fuoco sulla regione di vuoto)
Figura 2-14
Movimento e orientamento della telecamera (coperchi non
illustrati)
1
2
3
4
AB_
006
41
5
Elemento
Descrizione
1
Fenditura del separatore di interfaccia
2
Spostamento orizzontale (pan)
3
Spostamento verso e dalla fenditura (fuoco)
4
Movimento verticale (tilt)
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
32 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Elemento
5
Descrizione
Scanalatura sul binario di posizionamento
4. Mettere a fuoco la punta di emissione spingendo indietro la lente della telecamera
nel relativo supporto, oppure mettere a fuoco il separatore di vuoto spingendo in
avanti la lente della telecamera.
Verificare eventuali perdite
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: una errata esecuzione di questa procedura può
provocare il rischio di esposizione a radiazioni laser.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: assicurarsi che il capillare di silice fusa non
contenga ostruzioni. Le ostruzioni potrebbero provocare la formazione di una
contropressione che può rompere il vetro della siringa.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: regolare l'arresto sulla pompa della siringa per
impedire che il pistone della siringa venga forzato nel blocco dell'ago e che rompa l'ago.
Verificare che le connessioni non abbiano perdite prima di iniziare l'analisi. Tecniche di
nebulizzazione ionica nano-flusso utilizzano una piccola quantità di volume, così potrebbe
accadere di non accorgersi di una perdita per molto tempo.
Quando Ion Source Gas 1 (GS1) e IonSpray Voltage (IS o ISVF) sono impostati a zero, si
dovrebbe notare la formazione di una gocciolina sulla punta di emissione. Se non ci sono
goccioline, potrebbe esserci una perdita o un'ostruzione. Eseguire una verifica di eventuali
perdite.
1. Utilizzare la siringa 100 µL per l'infusione di un flusso elevato (da 0,5 µL/min a
1,0 µL/min) di solvente attraverso la testina NanoSpray III per pochi minuti, quindi
ispezionare tutte le connessioni delle cannule per trovare eventuali perdite visibili.
Nota: Siringhe più piccole possono resistere a contropressioni più elevate.
2. Rimuovere l'attacco della linea del campione dal lato a monte della giunzione.
3. Esaminare la linea del campione per assicurarsi che ci sia un flusso di campione. Se
il campione fluisce, riconnettere la linea del campione e serrare il dado.
4. Se le goccioline non sono visibili alla punta di emissione, rimuovere la punta di
emissione e attendere alcuni minuti.
•
Se il liquido non fuoriesce dalla giunzione, essa è bloccata. Sostituirla.
•
Se il liquido scorre liberamente fuori dalla giunzione, collegare l’emettitore alla
giunzione. Se non si osservano goccioline alla punta di emissione,
probabilmente la punta è bloccata. Sostituirla.
Per ulteriori suggerimenti di risoluzione problemi, fare riferimento a Risoluzione dei
problemi a pagina 51.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
33 di 82
Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
34 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
3
Ottimizzazione della Sorgente ionica
Questa sezione descrive come ottimizzare le prestazioni della testina NanoSpray® III per uno
specifico composto.
Nota: Per i test di installazione della sorgente di ionizzazione NanoSpray, fare
riferimento a Test, specifiche e dati della sorgente di ionizzazione, disponibile
all'indirizzo www.absciex.com/userguides.
Introduzione del Campione
Composti diversi ottimizzano con valori differenti per IonSpray Voltage (IS) o IonSpray Voltage
Floating (ISVF) e Gas 1 (GS1). Si desidera raggiungere l'ottimizzazione con il campione o un
composto che abbia caratteristiche simili a quelle del campione analizzato.
AB SCIEX consiglia di ottimizzare utilizzando l'infusione, con una velocità di flusso di 0,5 µL/min.
Ottimizzare la Testina NanoSpray III
AVVERTENZA! Pericolo - Laser: una errata esecuzione di questa procedura può
provocare il rischio di esposizione a radiazioni laser.
AVVERTENZA! Pericolo - Superfici Calde: non toccare il binario ad alta tensione
o la punta di emissione.
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: non utilizzare la sorgente ionica
NanoSpray senza l'illuminatore, telecamera e coperchi installati correttamente e
non toccare il separatore di interfaccia o consentire il contatto tra la punta di
emissione e il separatore di interfaccia. È presente alta tensione sul separatore di
interfaccia quando è installata la sorgente ionica, anche se l'unità di
posizionamento X-Y-Z è spostata dall'interfaccia.
Questa procedura assume che le coordinate XYZ siano impostate ai valori ottimizzati registrati
durante il test (fare riferimento a Pulire la Sorgente Ionica a pagina 50). Se i valori XYZ fossero
cambiati (per esempio, durante la sostituzione della punta di emissione), impostarli ai valori
ottimizzati, stando attenti a non far sbattere la punta di emissione contro il separatore di
interfaccia.
1. Avviare il software Analyst®.
2. Nel software Analyst, in modalità Tune and Calibrate fare doppio clic su Manual
Tune e aprire il metodo ottimizzato in Pulire la Sorgente Ionica a pagina 50.
3. Impostare Interface Heater Temperature (IHT) a 75 °C.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
35 di 82
Ottimizzazione della Sorgente ionica
Nota: IHT ottimizza tra 50 °C e 100 °C. Mentre le temperature più elevate
producono uno spray leggermente migliore, esse diminuiscono la durata
della Punta di emissione.
4. Attendere finché l'interfaccia NanoSpray raggiunga la temperatura corretta (fino a 10
minuti).
5. Infusione o iniezione del composto.
6. Se si sta utilizzando un flusso di ricambio, impostarlo alla stessa velocità del flusso
del campione e ottimizzare se necessario.
Attenzione: Rischio di danni al sistema: non consentire il contatto tra la
punta di emissione e il separatore di interfaccia. Utilizzare la manopola di
regolazione fine asse Z per correggere la posizione del nebulizzatore, per
evitare di danneggiare la punta di emissione.
Attenzione: Rischio di contaminazione dello strumento: non inserire
l'estremità della punta di emissione nella fenditura del separatore di
interfaccia. Assicurarsi che la punta di emissione sia fuori dalla fenditura di
almeno 2 mm - 5 mm. Nebulizzare troppo vicino alla fenditura può provocare la
contaminazione dello spettrometro di massa. Fare riferimento alla Figura 2-11 a
pagina 30.
7. Se necessario, regolare la posizione della punta di emissione per migliorare la
trasmissione di ione nello spettrometro di massa e registrare quindi le impostazioni
XYZ ottimizzate, per usi futuri.
8. Nel campo Ionspray Voltage (IS) o IonSpray Voltage Floating (ISVF) , digitare
2100 per modalità ione positivo, o –1400 per modalità ione negativo.
9. Correggere Ionspray Voltage o IonSpray Voltage Floating con incrementi di 100
V, e utilizzare la manopola di regolazione fine asse-Z per regolare la posizione della
punta di emissione, fino a ottenere il miglior segnale e rapporto segnale/rumore.
Nota: Non impostare un valore troppo elevato di Ionspray Voltage or
IonSpray Voltage Floating. Iniziare da un valore basso e correggerlo
aumentandolo. Se la tensione è troppo elevata, si ottiene un effetto corona,
individuabile come un bagliore blu sul nebulizzatore. Questo può diminuire
la sensibilità e la stabilità del segnale e danneggiare la punta di emissione.
10. Impostare Ion Source Gas 1 (GS1) a 2.
11. Incrementare la velocità di flusso Ion Source Gas 1 (GS1) fino a che il segnale inizi
a diminuire, quindi ridurre GS1 fin quando il segnale raggiunga il valore massimo.
Nota: GS1 dovrebbe essere ottimizzato a zero.
12. Incrementare la velocità di flusso Curtain Gas™ (CUR) fino a quando il segnale inizi
a decrescere.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
36 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Ottimizzazione della Sorgente ionica
Nota: Usare il valore più alto possibile per il CUR in modo da impedire la
contaminazione senza che ne risenta la sensibilità. Non utilizzare valori più
bassi di 15.
13. Salvare il metodo di acquisizione ottimizzato.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
37 di 82
Ottimizzazione della Sorgente ionica
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
38 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
4
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Rimuovere la Sorgente di ionizzazione
AVVERTENZA! Pericolo - Superfici Calde: le superfici della sorgente di
ionizzazione raggiungono temperature considerevoli durante il funzionamento.
Lasciar raffreddare la sorgente di ionizzazione per almeno 30 minuti prima di
iniziare qualsiasi procedura di manutenzione.
Suggerimento! Prima di spostare la sorgente, notare il modo in cui sono instradati i
cavi, in modo da poterli instradare allo stesso modo all'installazione della sorgente.
La sorgente di ionizzazione può essere rimossa facilmente e rapidamente, senza l'uso di
attrezzi. Rimuovere sempre la sorgente di ionizzazione dallo spettrometro di massa prima di
svolgere qualsiasi attività di manutenzione sulla sorgente di ionizzazione.
1. Arrestare le scansioni in corso.
2. Arrestare il flusso del campione.
3. Spingere l'unità di posizionamento X-Y-Z il più lontano possibile dall'interfaccia della
sorgente ionica, finché non viene arrestata dalla cannula, per assicurarsi che sia
disattivata l'erogazione dell'alta tensione alla testina della sorgente ionica.
4. Disattivare il profilo hardware.
5. Chiudere il software Analyst® .
6. Arrestare AnalystService.
7. Lasciar raffreddare la sorgente di ionizzazione per almeno 30 minuti.
8. Spegnere l'illuminatore spostando l'interruttore nella posizione più lontana del LED.
9. Scollegare la spina di bloccaggio 2 pin dalla scatola dell'interruttore dell'illuminatore.
10. Scollegare il cavo della telecamera dal cavo video del monitor.
11. Scollegare il cavo di alimentazione della telecamera dall'alimentatore 12 VCC.
12. Scollegare il tubo del campione dalla sorgente di ionizzazione.
13. Sbloccare la sorgente di ionizzazione girando i due fermi di sicurezza.
14. Staccare delicatamente la sorgente di ionizzazione dall'interfaccia di vuoto.
15. Posizionare la sorgente di ionizzazione su una superficie pulita e stabile.
Installare la Sorgente Ionica
1. Allineare la sorgente ionica con lo spettrometro di massa. Assicurarsi che i fermi
sulla sorgente ionica siano in posizione sbloccata (posizione ore 12:00) e che siano
allineati con gli attacchi sullo spettrometro di massa.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
39 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
2. Spingere la sorgente ionica verso l'interfaccia di vuoto e girare i fermi sulla sorgente
ionica verso la posizione ore 6:00 fino all'arresto. Non forzare i fermi dopo averli
serrati. Assicurarsi che non sia visibile spazio tra corpo della sorgente ionica e
l'interfaccia della sorgente ionica.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: porre attenzione nel passaggio dei
cavi della telecamera e dell'illuminatore. Assicurarsi che non interferiscano
con il movimento dell'unità di posizionamento X-Y-Z.
3. Collegare il cavo della telecamera al cavo video del monitor. Fare riferimento a
Figura 4-1.
Figura 4-1
Cavi telecamera e illuminatore
3
4
2
1
11
5
10
6
7
8
9
Elemento
Descrizione
1
Telecamera
2
Cavo video verso la telecamera
3
Adattatore da RCA a BNC
4
Cavo video giallo verso il monitor LCD
5
Monitor
6
Cavo tripolare
7
Alimentatore 12 VCC per monitor, illuminatore, e telecamera
8
Cablaggio alimentazione e video
9
Scatola dell'interruttore dell'illuminatore
10
Illuminatore
11
Cavo alimentatore 12 VCC
4. Collegare la telecamera al cablaggio di alimentazione e video.
5. Collegare la spina di bloccaggio 2 pin al cablaggio di alimentazione e video nella
scatola dell'interruttore dell'illuminatore.
6. Collegare il cablaggio di alimentazione e video al cavo alimentatore 12 VCC.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
40 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
7. Collegare il cavo di rete sul cavo alimentatore 12 VCC alla ciabatta di alimentazione.
8. Collegare la ciabatta di alimentazione all'alimentazione di rete.
Nota: Per installazioni al di fuori del Nord America, seguire gli standard
locali. Se necessario, sostituire il cavo tripolare sulla ciabatta di
alimentazione con un cavo tripolare che rispetti le normative locali, o
chiedere a un elettricista qualificato di cambiare la presa sul cavo fornito.
Suggerimento! Utilizzare fascette per cavi per legare insieme tratti di
cavi inutilizzati in modo opportuno.
9. Accendere l'illuminatore.
Cambiare la sorgente ionica
Quando si passa dalla sorgente di ionizzazione NanoSpray® alla sorgente di ionizzazione Turbo
V™, IonDrive™ Turbo V, DuoSpray™ o PhotoSpray®, installare i componenti di interfaccia
standard. Quando si ritorna alla sorgente di ionizzazione NanoSpray®, installare i componenti
dell'interfaccia NanoSpray.
Cambiare con una Sorgente Di ionizzazione Differente
1. Rimuovere la Sorgente Di ionizzazione NanoSpray. Fare riferimento a Rimuovere la
Sorgente di ionizzazione a pagina 39.
2. Se la sorgente di ionizzazione necessita di una interfaccia standard, seguire questi
passi:
Suggerimento! È possibile rimuovere i componenti (il separatore di
interfaccia e il separatore di vuoto) separatamente e conservarli
disassemblati, così che sia più facile pulirli prima di installarli sullo
spettrometro di massa.
a. Rimuovere i componenti dell'interfaccia NanoSpray. Fare riferimento a
Rimuovere i Componenti Interfaccia a pagina 42.
b. Pulire i componenti interfaccia standard. Fare riferimento alla documentazione
dello spettrometro di massa.
c. Installare i componenti interfaccia standard. Fare riferimento a Installare i
Componenti dell'Interfaccia a pagina 43.
3. Installare la sorgente di ionizzazione. Fare riferimento alla Guida per l'Operatore
della sorgente ionica.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
41 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Cambiare con la Sorgente Di ionizzazione NanoSpray
1. Rimuovere la Sorgente Ionica installata. Fare riferimento alla Guida per l'Operatore
della sorgente ionica.
2. Rimuovere i componenti interfaccia standard. Fare riferimento a Rimuovere i
Componenti Interfaccia a pagina 42.
3. Pulire il separatore di vuoto e il separatore di interfaccia NanoSpray. Fare riferimento
alla documentazione dello spettrometro di massa.
Suggerimento! Il separatore di interfaccia è più semplice da rimuovere
dall'interfaccia quando è installata sullo strumento.
4. Installare i componenti dell'interfaccia NanoSpray. Fare riferimento a Installare i
Componenti dell'Interfaccia a pagina 43.
5. Installare la sorgente di ionizzazione. Fare riferimento a Installare la Sorgente Ionica
a pagina 39.
Cambiare i Componenti Interfaccia
Prima di utilizzare una sorgente di ionizzazione, assicurarsi che siano installati i componenti
corretti dell'interfaccia. La sorgente di ionizzazione NanoSpray necessita dell’interfaccia
NanoSpray installata.
Rimuovere i Componenti Interfaccia
Utilizzare questa procedura per rimuovere i componenti dell'interfaccia standard o NanoSpray
(separatore di interfaccia e separatore di vuoto) dallo spettrometro di massa.
Nota: Il montaggio è sistema-specifico. Utilizzare i componenti dell'interfaccia corretta
per lo spettrometro di massa.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: indossare guanti e prestare attenzione nel
maneggiare i componenti interfaccia standard e quelli dell'interfaccia NanoSpray. Gli
spinotti di connessione elettrica e la base di ceramica sono delicati.
1. Completare o arrestare tutte le scansioni in uscita.
Suggerimento! Per arrestare una scansione, nel software Analyst fare
clic su Acquire > Abort Sample.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: arrestare il flusso del campione
prima di spegnere lo spettrometro di massa.
2. Arrestare il flusso del campione verso lo spettrometro di massa.
3. Arrestare il profilo hardware nel software Analyst, qualora fosse attivo.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
42 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
4. Arrestare il sistema. Fare riferimento alla documentazione dello spettrometro di
massa.
AVVERTENZA! Pericolo - Superfici Calde: maneggiare con cura le
componenti dell'interfaccia. Potrebbero essere molto caldi.
5. Quando lo spettrometro di massa raggiunge la pressione atmosferica, rimuovere la
sorgente di ionizzazione installata sullo spettrometro di massa e porla da parte con
cura.
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: se l'interfaccia non si sblocca, non
cercare di far leva dalla paratia. Continuare a svuotare lo spettrometro di
massa fino a quando l'interfaccia non si sblocchi con facilità.
6. Mentre si tiene il separatore di interfaccia con una mano, utilizzare l'altro mano per
rilasciare i fermi della molla. Fare riferimento alla Figura 4-2.
Figura 4-2
Pulsanti di rilascio dei fermi dell'interfaccia
7. Rimuovere le componenti interfaccia standard e posizionarli su una superficie pulita
e piana.
Suggerimento! Utilizzare gli inserti di schiuma sagomata dall'imballaggio
per conservare le componenti interfaccia standard.
Installare i Componenti dell'Interfaccia
Utilizzare questa procedura per installare i componenti dell'interfaccia standard o NanoSpray
sullo spettrometro di massa.
1. Trovare i sei contatti degli spinotti sul separatore di vuoto e i corrispondenti attacchi
sullo spettrometro di massa.
Questi spinotti e attacchi agiscono come chiavi per impedire l'installazione del
separatore di vuoto nell'orientamento sbagliato.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
43 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
2. Direzionare il separatore di vuoto in modo che i sei contatti degli spinotti siano
allineati con gli attacchi quando si inseriscono i due fermi nei morsetti. Fare
riferimento alla Figura 4-3.
Figura 4-3
Fermi e spinotti dei contatti dell'interfaccia
1
2
Elemento
Descrizione
1
Fermi
2
Spinotti dei contatti
3. Tenere i componenti dell'interfaccia con entrambe le mani, inserire i fermi nei
morsetti e spingere saldamente il blocco in posizione. Quando i componenti
dell'interfaccia sono allineati correttamente, si avverte uno scatto quando i fermi
sono spinti in posizione.
Rimuovere il Monitor
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: utilizzare esclusivamente
alimentatori modello HES10-12010-0-7 con la sorgente di ionizzazione NanoSpray
III.
Sistemi 4500, 5500, 6500 e TripleTOF®
1. Spegnere il monitor.
2. Scollegare il cavo di alimentazione del monitor dalla ciabatta di alimentazione.
3. Scollegare i cavi di alimentazione e video dal monitor.
4. (Opzionale) Per rimuovere la staffa dallo spettrometro di massa, allentare le due viti
a testa esagonale da 5 mm che sostengono la staffa sullo spettrometro di massa e
spingere la staffa verso l'alto ed estrarla per rimuoverla.
5. Allentare la vite a testa piatta che sostiene il monitor sulla staffa e rimuovere il
monitor dalla staffa.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
44 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Figura 4-4
Montaggio della staffa
2
1
Elemento
Descrizione
1
Vite a testa piatta
2
Fori di installazione
Sistemi serie 3200 e 4000
1. Spegnere il monitor.
2. Scollegare il cavo di alimentazione del monitor dalla ciabatta di alimentazione.
3. Scollegare i cavi di alimentazione e video dal monitor.
4. Rimuovere il monitor dal ripiano.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
45 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Installare il Monitor
AVVERTENZA! Pericolo di Scosse Elettriche: utilizzare esclusivamente
alimentatori modello HES10-12010-0-7 con la sorgente ionica Nanospray III.
Sistemi 4500, 5500, 6500 e TripleTOF
Sui sistemi serie 4500, 5500 e 6500, il monitor è sorretto da una staffa che può essere installata
sul coperchio destro oppure su quello sinistro. Sui sistemi On TripleTOF, il monitor è supportato
su una staffa collegata al coperchio destro.
Figura 4-5
Spettrometro di massa e monitor: sistemi 4500/5500/6500 (a sinistra) e
TripleTOF (a destra)
1
1
3
3
2
Elemento Descrizione
1
Staffa
2
Monitor
2
Elemento
3
Descrizione
Manopola di fissaggio del monitor
1. Per installare la staffa del monitor sullo spettrometro di massa:
a. Per i sistemi 4500, 5500 e 6500 scegliere se installare il monitor sul lato destro
o sinistro dello spettrometro di massa.
Nota: Per i sistemi 4500, 5500 e 6500 la configurazione del sistema LC
indica dove è installato il monitor. Fare riferimento alla documentazione
fornita con il sistema LC.
b. Se necessario, inserire le due viti a testa esagonale da 5 mm nei fori di
installazione sul coperchio dello strumento e serrare delicatamente.
Assicurarsi che il filo sia ancora visibile.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
46 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
c. Allineare i fori di installazione nella staffa con i fori sul coperchio dello
strumento, installare la staffa e serrare le viti.
2. Collegare il monitor alla staffa con la vite a testa piatta. Fare riferimento alla
Figura 4-6.
\\
Figura 4-6
Montaggio della staffa per l'installazione sul lato destro o sul
lato sinistro
2
1
3
3
4
Elemento Descrizione
1
Orientamento della staffa nell'installazione sul lato sinistro (non
applicabile a sistemi TripleTOF)
2
Orientamento della staffa nell'installazione sul lato destro
3
Fori di installazione
4
Viti a testa piatta
3. Collegare i cavi del monitor. Fare riferimento a Collegare i cavi del monitor a
pagina 48.
Sistemi serie 3200 e 4000
Il monitor è fissato su un ripiano regolabile.
1. Installare il monitor sul ripiano. Il monitor non è fissato sul ripiano per permettere di
scegliere la migliore posizione di visualizzazione.
Suggerimento!
Fissare il monitor sul ripiano con Velcro.
2. Collegare i cavi del monitor. Fare riferimento a Collegare i cavi del monitor a
pagina 48.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
47 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Collegare i cavi del monitor
Attenzione: Rischio di Danni Al Sistema: porre attenzione nel passaggio dei cavi della
telecamera e dell'illuminatore. Assicurarsi che non interferiscano con il movimento
dell'unità di posizionamento X-Y-Z.
1. Collegare il cavo video al monitor:
•
Inserire l'estremità del cavo monitor gialla a 90 gradi nel jack VIDEO IN sul
retro del monitor. Fare riferimento alla Figura 4-7.
•
Collegare l'adattatore da RCA a BNC sul connettore giallo dell'altra estremità
del cavo video.
Suggerimento! I cavi forniti con il monitor includono i connettori bianco e
rosso che non utilizzati in questa applicazione. È possibile rimuovere questi
due fili per semplificare il montaggio.
Figura 4-7
Connessione del cavo video al Monitor
AB_00225
1
3
2
Elemento Descrizione
1
Cavo video verso la telecamera
2
Cavo video verso il monitor LCD
3
Adattatore da RCA a BNC
AVVERTENZA! Pericolo di scosse elettriche: non interrompere
intenzionalmente il messa a terra. Ogni interruzione del messa a terra
può rendere l'installazione pericolosa.
2. Collegare l'alimentazione adeguata al monitor:
•
Collegare il cavo di alimentazione nel jack DC 12V sul retro del monitor.
AVVERTENZA! Pericolo di scosse elettriche: utilizzare
esclusivamente alimentatori modello HES10-12010-0-7 con la sorgente
di ionizzazione NanoSpray III.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
48 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
•
Collegare il cavo di alimentazione di rete all'alimentatore del monitor.
Utilizzare il cavo di alimentazione appropriato, specificato nella Tabella D-2 a
pagina 72.
•
Inserire il cavo di alimentazione di rete nella ciabatta inclusa nel kit.
3. Inserire la ciabatta di alimentazione nell'alimentazione di rete.
Scaldare l'interfaccia
Scaldare l'interfaccia quando è contaminata.
Nota: Non è necessaria l'infusione del campione durante il riscaldamento
dell'interfaccia.
1. Spostare l'unità di posizionamento X-Y-Z lungo i binari di posizionamento, lontano
dall'interfaccia.
2. Avviare il software Analyst.
3. Nella Barra di Navigazione, fare clic su Configure.
4. Fare clic su Tools > Settings > Queue Options.
5. Nel campo Max. Tune Idle Time, digitare 720.
6. Nella Barra di Navigazione, alla voce Tune and Calibrate, fare doppio clic su
Manual Tuning.
Nota: È possibile eseguire questa procedura con qualsiasi tipo di
scansione.
7. In Tune Method Editor, fare clic sulla scheda Source/Gas.
8. Nell'angolo dello schermo in alto a sinistra, assicurarsi che Ion Source ID sia
NanoSpray.
9. Nel campo Interface Heater Temperature, digitare 225, poi premere Enter.
10. Attendere per 5 minuti che la sorgente di ionizzazione raggiunga la corretta
temperatura.
Per determinare se la temperatura sia stata raggiunta, monitorare lo stato dettagliato
dello spettrometro di massa, facendo doppio clic sull'icona dello spettrometro di
massa nella barra di stato. Quando viene raggiunta la temperatura corretta,
Interface Heater Status è Ready.
11. Lasciare che l'interfaccia rimanga ad elevata temperatura per almeno 12 ore, per
eliminare eventuali contaminanti chimici.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
49 di 82
Manutenzione della Sorgente di ionizzazione
Pulire la Sorgente Ionica
AVVERTENZA! Pericolo di scosse elettriche: scollegare la sorgente ionica dallo
spettrometro di massa prima di iniziare qualsiasi procedura di manutenzione.
Attenzione: Rischio di danni all'apparecchiatura: stare attenti a non danneggiare la punta
di emissione. È fragile.
Lavare le superfici della sorgente di ionizzazione dopo un eventuale fuoriuscita di liquido, o
quando divengono sporche.
Suggerimento! Quando si rimuove il binario dell'alta tensione per riassemblare la
testina della sorgente di ionizzazione, verificare eventuali residui sotto al binario.
Utilizzare un panno leggermente umido e che non lascia pelucchi per rimuovere
qualsiasi residuo da sotto al binario ed esternamente a O-ring. Ispezionare eventuali
danni su O-ring. Se danneggiato, sostituirlo con un O-ring di ricambio 1,5 mm per 1 mm
(fornito).
Procedure preliminari
• Rimuovere la Sorgente di ionizzazione a pagina 39
1. Rimuovere la sorgente di ionizzazione dallo strumento.
2. Pulire le superfici della sorgente di ionizzazione con un panno morbido e umido.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
50 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
5
Risoluzione dei problemi
Spettrometro di massa - Suggerimenti per la
risoluzione dei problemi
Problema
Probabile causa
Si verifica un errore di
sovrappressione Gas
2 e l’elettronica si
spegne
La porta di ingresso Gas 2 della
1. Allentare il tappo nella porta in
sorgente di ionizzazione è bloccata
modo che l’ingresso non sia
e Gas 2 sorgente di ionizzazione
sigillato. (Non rimuovere il
(GS2) è impostato a un valore
tappo). Fare riferimento alla
diverso da 0 nel metodo di
Figura 5-1.
acquisizione.
2. Impostare GS2 a 0 nel metodo
di acquisizione.
Figura 5-1
Azioni da intraprendere
Porta Gas 2
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
51 di 82
Risoluzione dei problemi
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi
della siringa
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Nessuna
nebulizzazione
La pressione di azionamento della
siringa non è stabile.
Attendere per almeno 5 minuti che
la pressione di azionamento della
siringa si stabilizzi. Linee con
diametro esterno più ampio
possono richiedere più tempo.
Troppa contropressione. Ciò può
1. Arrestare il flusso della siringa.
essere dovuto a bloccaggi nella
2. Sostituire la punta di
punta di emissione, nella linea di
emissione.
campionamento o nei collegamenti 3. Rimuovere ogni costrizione o
di giunzione.
blocco dal percorso del flusso.
Flusso inconsistente
La siringa ha una fuoriuscita
(verificare eventuali goccioline
lungo il corpo della siringa).
Sostituire la siringa.
Il diametro della siringa non è
corretto.
Utilizzare una siringa con il
diametro specificato.
La pompa di infusione è guasta.
Lubrificare con grasso l'asta della
pompa della siringa.
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi
della pompa esterna
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Variazioni improvvise
della pressione, che
provocano TIC basso
o non attendibile)
Bolle d'aria nel sistema LC o nel
campione.
Fare riferimento alla guida della
pompa esterna per trovare come
trattare bolle d'aria o ostruzioni.
Il sistema LC o la punta di
emissione contengono
un'ostruzione.
Arrestare il flusso e attendere che
la pressione raggiunga zero.
Il sistema LC o la giunzione hanno
una perdita.
Fare riferimento a Verificare
eventuali perdite a pagina 33.
Un attacco è lento.
Serrare tutti gli attacchi. (Non
serrare con troppa forza.)
L'azionamento della siringa è
instabile. (Si verifica a basse
velocità di flusso.)
Aumentare la velocità del flusso o
utilizzare una pompa LC.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
52 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Risoluzione dei problemi
Suggerimenti per la Risoluzione dei Problemi con
la Testina NanoSpray III
Suggerimento! Per risolvere i problemi con la testina NanoSpray® III, rimuovere la
sorgente di ionizzazione dallo spettrometro di massa e far fluire il campione.
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Bolle d'aria sulla punta Le bolle possono provenire da un Fare riferimento a Montare la
di emissione
normale degassamento dovuto a Testina NanoSpray III a pagina 18.
variazioni di gradiente in una
miscela di solvente 1:1. Possono
essere anche indicazione di:
• Una connessione lenta.
• Volume morto prodotto da una
punta di emissione non
correttamente installata.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
53 di 82
Risoluzione dei problemi
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Nessuna
nebulizzazione
Il campione non arriva alla testina Impostare GS1 e ISVF su 0. Se non
di nebulizzazione.
sono visibili goccioline sulla punta,
c'è una perdita o una ostruzione.
(Fare riferimento ai suggerimenti
che seguono in questa tabella.)
La punta di emissione è bloccata
o danneggiata.
Rompere la punta di emissione Se
appaiono della goccioline, la punta
di emissione è bloccata. Sostituire
la punta di emissione. Fare
riferimento a Montare la Testina
NanoSpray III a pagina 18.
Il diametro della linea campione
siringa è troppo piccolo.
Per la linea campione siringa,
utilizzare un tubo con diametro
interno maggiore. (75 µm o più).
(Un diametro ridotto, 25 µm, è
appropriato per la linea campione
LC.)
Una connessione ha una perdita.
Questo può essere dovuto a:
• Una connessione scadente o
eccessivamente serrata
• Una dimensione errata della
cannula
• Serrare tutte le connessioni fino a
vedere la formazione di una
gocciolina sulla punta di
emissione. Non serrare
eccessivamente: può provocare
la frantumazione della silice. Se
la silice è danneggiata, tagliarla e
lavarla con isopropanolo.
• Assicurarsi che la dimensione
della cannula corrisponda al
diametro esterno della silice fusa.
• Una dimensione errata della
ghiera nella giunzione
• Verificare che la ghiera utilizzata
nella giunzione sia una ghiera di
alta pressione.
La giunzione è bloccata.
• Assicurarsi che si stia utilizzando
la giunzione corretta.
• Sostituire la giunzione.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
54 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Risoluzione dei problemi
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Nessuna
nebulizzazione
(continua)
La linea del campione contiene
una ostruzione.
Tagliare nuovamente l'estremità
smussata della punta di emissione,
o tagliare nuovamente l'estremità
della linea del campione nel punto
in cui si connette alla giunzione.
Nota: Non tagliare il tubo in silice
fusa con rivestimento interno in
PEEK.
IonSpray Voltage (IS o ISVF)
troppo basso. (Quando GS1 è
impostato a 0 compaiono le
goccioline sulla punta di
emissione.)
Regolare in incrementi di 100 volt.
ISV ottimizza in un ampio intervallo
— da 2.200 V a 2.400 V per i
sistemi TripleTOF®, e da 1.800 V a
2.200 V per gli altri strumenti.
L'impostazione del gas di
nebulizzazione (GS1) non è
corretta. Se è troppo bassa, la
nebulizzazione si allontana dalla
fenditura del separatore di
interfaccia. Se è troppo elevata,
compaiono le goccioline. In
entrambi i casi, la sensibilità
diminuisce.
Aumentare o diminuire GS1 in
passi di 5 psi. In generale, per
modalità negativa o composizione
del solvente altamente acquosa,
impostare GS1 a 25 psi.
Il flusso Curtain Gas™ (CUR) è
Diminuire le impostazioni CUR.
troppo elevato. La nebulizzazione
Nota: Non impostare CUR a meno
si allontana dalla fenditura del
di 15.
separatore di interfaccia.
Il binario non è completamente
inserito nella staffa.
Accertarsi che il binario sia spinto in
avanti finché possibile.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
55 di 82
Risoluzione dei problemi
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Nebulizzazione
instabile
La sporgenza della punta di
emissione non è corretta.
Allentare la vite a testa piatta della
giunzione e spostare la giunzione
finché la silice non fuoriesca di 0,5
mm - 1,0 mm dal dado.
Il valore di IonSpray Voltage (IS o Regolare in incrementi di 100 volt.
ISVF) non è corretto.
ISV ottimizza in un ampio intervallo
— da 2.200 V a 2.400 V per i
sistemi TripleTOF®, e da 1.800 V a
2.200 V per gli altri strumenti.
Il valore di Ion Source Gas 1
(GS1) è troppo basso o troppo
alto.
Regolare il valore in passaggi di 5
psi mentre si monitorizza la
sensibilità. In generale, per
modalità negativa o composizione
del solvente altamente acquosa,
impostare GS1 a 25 psi.
La punta di emissione è guasta,
sporca o tagliata male.
Sostituire la punta di emissione.
Fare riferimento a Montare la
Testina NanoSpray III a pagina 18.
Se la nebulizzazione è ancora
instabile, impostare GS1 a 0. Se c'è
nebulizzazione, ma punteggiata da
bolle d'aria, il problema
probabilmente è dovuto a un taglio
scadente sulla punta di emissione.
Nebulizzazione
instabile (Continua)
Il parametro Heater Temperature In generale, per i peptidi, utilizzare
(IHT) non è corretto.
temperature di 50 °C - 100 °C.
C'è una perdita nei tubi o nelle
connessioni.
Verificare eventuali perdite. Fare
riferimento a Verificare eventuali
perdite a pagina 33.
La connessione Gas 1 è allentata. Verificare le connessioni del gas
sull'interfaccia della sorgente
ionica.
Il binario dell'alta tensione non è in Assicurarsi che il binario sia in sede
posizione oppure è allentato.
e che le viti a testa piatta siano
serrate senza forzare
eccessivamente.
Saldatura ad arco
La punta è troppo vicina al
(può fondere la punta separatore di interfaccia.
di emissione e
danneggiare la scheda La punta è troppo esposta.
per il controllo della
temperatura)
È fornito il gas errato per Gas 1.
Utilizzare le manopole di
regolazione X-Y-Z per correggere la
posizione della punta di emissione.
Rimontare la punta di emissione.
Fare riferimento a Montare la
Testina NanoSpray III a pagina 18.
Fornire zero aria per Gas 1.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
56 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Risoluzione dei problemi
Risoluzione dei problemi della cresta di
nebulizzazione
Prima di risolvere i problemi relativi alla cresta di nebulizzazione, verificare che il liquido stia
arrivando alla testina di nebulizzazione.
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Impossibile
visualizzare la cresta
di nebulizzazione sul
monitor
• Le impostazioni X-Y-Z sono
errate.
• Utilizzare le manopole di
regolazione X-Y-Z per spostare il
nebulizzatore in posizione
corretta.
• L'illuminatore è spento o
guasto.
• Accendere l'illuminatore e
verificare che funzioni.
• La punta di emissione è ostruita • Verificare la pressione LC. Se
o danneggiata.
troppo elevata, sostituire la punta
di emissione.
Cresta di
C'è dello sporco sulla punta di
nebulizzazione
emissione.
deforme o con angolo
errato
Nessuna cresta di
nebulizzazione
Sostituire la punta di emissione.
Le impostazioni dei parametri
Regolare i parametri di Source/Gas.
Source/Gas (GS1, IS o ISVF) non
sono corrette.
Suggerimenti per la risoluzione problemi di
monitor e telecamera
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Qualità dell'immagine
scarsa sul monitor
Regolazione errata della
telecamera o dell'illuminatore
Fare riferimento a Regolare e
Mettere a Fuoco la Telecamera a
pagina 31 o a Regolare
l'illuminatore a pagina 28.
Immagini monitor
capovolte
Telecamera regolata in modo
errato
Ruotare la telecamera nel supporto.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
57 di 82
Risoluzione dei problemi
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi
della punta di emissione
Problema
Probabile causa
Intasamento frequente È fornito il gas errato per Gas 1.
o degradazione della Scarsa qualità del solvente.
nebulizzazione con
nuove punte
Azioni da intraprendere
Fornire zero aria per Gas 1.
Utilizzare un solvente di grado MS.
Fare riferimento a Solventi a
pagina 15.
La punta di emissione e la linea di Lavare accuratamente prima e
infusione non sono state lavate
dopo l'utilizzo di [Glu1]prima e dopo un'infusione di
Fibrinopeptide B.
[Glu1]-Fibrinopeptide B.
La punta di emissione è tagliata
male.
• Esaminare la punta di emissione
con un microscopio.
• Tagliare nuovamente la punta di
emissione. Per ulteriori
informazioni, fare riferimento a
Far aderire una Punta di
Emissione a pagina 63.
Il flusso del campione è stato
interrotto per diversi minuti con il
riscaldatore dell'interfaccia
acceso, producendo fusione o
deformazione della punta di
emissione.
Assicurarsi che il flusso del
campione non si arresti per più di
tre minuti con la punta in posizione
di nebulizzazione e riscaldatore di
interfaccia acceso (da 50 °C a 100
°C).
Quando si arresta il flusso del
campione, spostare l'unità di
posizionamento X-Y-Z lontano
dall'interfaccia della sorgente di
ionizzazione, o impostare IHT a 0
°C.
IHT è troppo elevato.
Ridurre IHT a 50 °C - 100 °C.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
58 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Risoluzione dei problemi
Suggerimenti per la risoluzione dei problemi di
acquisizione
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Nessun segnale
Non viene prodotta alcuna
nebulizzazione.
Fare riferimento a Risoluzione dei
problemi della cresta di
nebulizzazione a pagina 57 per
risolvere i problemi di
nebulizzazione.
La posizione della testina della
sorgente di ionizzazione non è
corretta.
Utilizzare le manopole di
regolazione X-Y-Z per correggere la
posizione della punta di emissione.
Picchi LC
La giunzione ha un volume morto. • Assicurarsi che tutti i tubi postinaspettatamente ampi
colonna abbiano un diametro
o scodamento
interno inferiore o uguale a 25
micron.
• Controllare tutte le connessioni
per assicurarsi che siano
adeguatamente sigillate.
• Lavare tutti i tagli.
• Sostituire la punta di emissione.
Fare riferimento a Montare la
Testina NanoSpray III a
pagina 18.
Bassa intensità picco
La posizione della sorgente, la
Ottimizzare la sorgente. Fare
sporgenza della punta o i valori
riferimento a Ottimizzazione della
dei parametri della sorgente sono Sorgente ionica a pagina 35.
errati.
La siringa o la linea del campione Verificare eventuali perdite. Fare
hanno una fuoriuscita.
riferimento a Verificare eventuali
perdite a pagina 33.
Q1 non calibrato.
Utilizzare la procedura guidata
Instrument Optimization per
calibrare Q1.
Il campione si è degradato oppure Verificare la concentrazione del
ha una concentrazione bassa.
campione. Utilizzare campione
nuovo o un campione che sia stato
congelato. Utilizzare un campione
alternativo, come 5600 Tuning
Solution, Renin o Reserpina, per
determinare se il campione sta
generando un problema.
C'è un problema con
l’autocampionatore o con le
pompe LC.
Risolvere il problema
dell’autocampionatore o delle
pompe LC.
Scarsa risoluzione MS • Lo strumento non è ottimizzato. • Ottimizzare lo Strumento.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
59 di 82
Risoluzione dei problemi
Problema
Probabile causa
Azioni da intraprendere
Basso rapporto
segnale/rumore
La temperatura del riscaldatore è
troppo elevata.
Ridurre il parametro IHT.
La posizione della sorgente, la
Ottimizzare la sorgente. Fare
sporgenza della punta o i valori
riferimento a Ottimizzazione della
dei parametri della sorgente sono Sorgente ionica a pagina 35.
errati.
La siringa o la linea del campione Verificare eventuali perdite. Fare
hanno una fuoriuscita.
riferimento a Verificare eventuali
perdite a pagina 33.
Fondo elevato
Il diluente è contaminato.
Utilizzare diluente appena
preparato con reagenti di grado MS
(0,1% acido formico, 10%
acetonitrile).
La siringa o la linea del campione Pulire o sostituire la siringa o la
sono sporchi.
linea del campione.
• C'è del residuo sull'interfaccia.
• La punta di emissione è troppo
vicina alla fenditura del
separatore di interfaccia e
questo può produrre frequenti
contaminazioni.
Pulire il separatore di interfaccia e il
separatore di vuoto (fare riferimento
alla Guida per l'addetto alla
Manutenzione Qualificato per lo
spettrometro di massa). Se
necessario, cuocere l'interfaccia.
(Fare riferimento a Scaldare
l'interfaccia a pagina 49.) Qualora il
problema non fosse risolto, pulire
Q0 o la guida di ionizzazione
QJet®, secondo le procedure
descritte nella documentazione
hardware dello spettrometro di
massa.
Temperatura non
raggiunta
Il riscaldatore dell'interfaccia è
guasto.
Aprire la finestra di dialogo Mass
Spectrometer Detailed Status . Il
campo Source Temperature
dovrebbe contenere la temperatura
impostata e Interface Heater
Status dovrebbe essere Ready. In
caso contrario, contattare un
Responsabile dell'Assistenza
Tecnica (FSE) per sostituire il
riscaldatore dell'interfaccia.
Temperatura troppo
alta o instabile
Il riscaldatore dell'interfaccia è
guasto.
Aprire la finestra di dialogo Mass
Spectrometer Detailed Status . Il
campo Source Temperature
dovrebbe contenere la temperatura
impostata e Interface Heater
Status dovrebbe essere Ready. In
caso contrario, contattare un
Responsabile dell'Assistenza
Tecnica (FSE) per sostituire il
riscaldatore dell'interfaccia.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
60 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
A
Principi di Funzionamento
La nebulizzazione di ionizzazione nano-flusso è una tecnica di ionizzazione morbida
particolarmente utile nell'analisi di campioni biologici quali proteine e peptidi. Utilizza volumi
molto piccoli di campione e sfrutta al meglio i benefici della cromatografia capillare. Preserva
anche l'integrità del campione e riduce la frammentazione.
Il flusso Curtain Gas™ migliora il flusso laminare degli ioni verso la fenditura del separatore di
vuoto, creando goccioline più piccole che ionizzano con maggiore efficienza e producono una
resa superiore di ioni utili. L'interfaccia rimuove la particelle più grandi dalla corrente di
ionizzazione prima che accedano alla fenditura.
Ionizzazione
Nella sorgente di ionizzazione NanoSpray® III, il campione riceve una carica elettrica al
passaggio attraverso una linea di trasferimento a una giunzione di acciaio inossidabile
mantenuta ad alta tensione. Il liquido caricato viene nebulizzato attraverso un capillare di silice
fusa a formare un getto di goccioline fortemente caricate. Le goccioline vengono nebulizzate
nell'interfaccia NanoSpray® in cui gli analiti vengono ionizzati per evaporazione di ionizzazione.
Gli ioni risultanti entrano nello spettrometro di massa per filtraggio e rilevamento. Fare riferimento
alla Figura A-1.
Figura A-1
Evaporazione ioni
1
2
Elemento
3
4
Descrizione
1
Le goccioline contengono ioni di ambo le polarità con una polarità
predominante.
2
Quando il solvente evapora, il campo elettrico aumenta e gli ioni si
muovono verso la superficie.
3
Una volta raggiunto un determinato valore critico del campo, gli ioni sono
emessi dalle goccioline.
4
I residui non volatili restano come particella secca.
Ogni gocciolina carica contiene solvente, ioni positivi e ioni negativi, ma con una polarità
predominante. La superficie di ogni gocciolina contiene un eccesso di cariche. Quando le
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
61 di 82
Principi di Funzionamento
goccioline evaporano, il raggio delle goccioline si restringe e aumenta il campo elettrico sulla
superficie.
Se la gocciolina contiene ioni in eccesso ed evapora una quantità sufficiente di solvente dalla
sua superficie, si raggiunge un punto critico nel quale gli ioni vengono espulsi nella fase gassosa
con un processo a energia molto bassa che non provoca frammentazione. Dopo che il solvente
evapora, lascia una particella secca che consiste nei componenti non volatili del campione.
L'analisi dei campioni con l'interfaccia NanoSpray accelera questo processo utilizzando due
diversi stadi di desolvatazione. Le goccioline cariche passano prima attraverso un flusso di gas in
contro corrente che fornisce la desolvatazione primaria e discrimina le particelle neutre e quelle
troppo grandi. Le goccioline cariche finemente disperse arrivano quindi in una camera riscaldata
di flusso laminare in cui subiscono una evaporazione rapida con una decomposizione termica
ridotta. Questa delicata evaporazione preserva l'identità molecolare del campione.
Il flusso laminare del gas e il campo elettrico tra la camera riscaldata e la fenditura del separatore
di vuoto trasportano gli ioni nel sistema di vuoto dello spettrometro di massa. L'interfaccia
riscaldata rimuove le più grandi particelle cariche residue.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
62 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Suggerimenti per Lavorare con la Sorgente Di
ionizzazione
B
Far aderire una Punta di Emissione
Una buona cromatografia su capillari aperti si basa su connessioni capillari ben realizzate. Le
giunzioni tra i capillari di silice fusa devono essere pulite e tagliate perpendicolarmente, altrimenti
non sarebbero adeguatamente sigillate. I capillari sono rivestiti da una plastica protettiva che può
essere strappata da dispositivi ordinari di rigatura, incluse matite con punta di diamante. Questo
lascia un bordo frastagliato che impedisce alle connessioni di sigillare correttamente e può
assorbire componenti del campione.
Per istruzioni dettagliate su come far aderire le punte di emissione, fare riferimento alla
documentazione per la taglierina della silice fusa, nel Kit di Installazione Hardware.
Testina NanoSpray III
La testina NanoSpray® III consiste di una giunzione microvolumetrica di acciaio inossidabile,
mantenuta a tensioni tra -2800 V e +3000 V, di un binario ad alta tensione e di una connessione
di gas di nebulizzazione.
L'alta tensione carica la soluzione da nebulizzare, che fa sì che il processo avvenga senza punte
di metallo rivestite. La soluzione caricata viene nebulizzata attraverso un corto capillare di silice
fusa o una punta di emissione.
La testina NanoSpray III aumenta l'efficienza di ionizzazione poiché permette di utilizzare
velocità di flusso da 50 nL/min a 2000 nL/min con composizioni di solvente da 100% acquose a
100% organiche (come l'acetonitrile). In questo modo si elimina la necessità di dividere il flusso
dal sistema nano LC.
Composizione del Solvente del Campione
I solventi, miscele di acqua e modificatori organici, offrono una sensibilità maggiore rispetto
all'acqua pura o ai solventi organici puri presi singolarmente. Il solvente ideale è una miscela
20:1 di acqua e solvente organico, insieme con una piccola quantità di acido o base che agisce
come modificatore. Tra i solventi di uso comune ci sono l'acetonitrile, il metanolo, il propanolo e
tra i modificatori comuni l'acido acetico, l'acido formico, il formiato di ammonio, l'acetato di
ammonio e l'idrossido di ammonio.
Nota: Modificatori come TEA (trietilammina), sodio fosfato, TFA (acido trifluoroacetico)
e SDS (sodio dodecil solfato) non sono comunemente utilizzati poiché le loro miscele e
raggruppamenti complicano lo spettro. Possono anche diminuire l'intensità del segnale
dallo ione bersaglio.
Fattori che Influenzano l'Ottimizzazione
I seguenti fattori hanno effetto sulle prestazioni della testina NanoSpray III:
•
Posizione della testina
•
Tensione NanoSpray III
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
63 di 82
Suggerimenti per Lavorare con la Sorgente Di ionizzazione
•
Flusso del gas di nebulizzazione
•
Flusso Curtain Gas™
•
Composizione del solvente del campione
•
Scarico della sorgente
•
Temperatura del riscaldatore
Posizione della Testina NanoSpray III
Attenzione: Rischio di danni al sistema: utilizzare il controllo di regolazione fine asse Z
per correggere la posizione della testina, per evitare di danneggiare la punta di emissione.
La testina ottimizza fuori asse con la fenditura del separatore di interfaccia. Per analisi in
modalità ione positivo a velocità di flusso tipiche da 200 nL/min a 300 nL/min, la testina può
funzionare ovunque in una distanza da 0 mm a 4,5 mm dal separatore di interfaccia. La distanza
varia secondo la soluzione da analizzare e la velocità di flusso. Il funzionamento più vicino al
separatore è possibile se si diminuisce la tensione NanoSpray III e si sposta la testina più vicino
al separatore.
In generale, per campioni in una soluzione altamente acquosa, allontanare la testina dalla
fenditura. Per campioni in soluzioni poco acquose, spostare la testina verso la fenditura.
Ottenere risultati con la testina centrata nella fenditura e a 4,5 mm dal separatore di interfaccia.
Dopo aver determinato un segnale, regolare la distanza dal separatore di interfaccia e la
posizione verticale fino a ottimizzare il segnale. Non cambiare la posizione della testina dopo che
il segnale sia stato ottimizzato.
Nota: Monitorare sempre il segnale e i livelli di fondo durante la regolazione della
posizione del nebulizzatore.
Tensione della Testina NanoSpray III
Le analisi in modalità positiva richiedono sempre una tensione tra 1.500 V e 3.000 V. Le analisi in
modalità negativa richiedono sempre una tensione lievemente inferiore per prevenire l'effetto
corona. I valori tipici sono tra –1.000 V e –2.800 V. Questi valori sono suggeriti; le tensioni
dipendono dal tipo di soluzione analizzata e dalla velocità del flusso.
Se la tensione NanoSpray III è troppo elevata, compare un bagliore blu sulla punta del dado
regolabile della testina NanoSpray III, indicazione dell'effetto corona. Questo diminuisce la
sensibilità e la stabilità del segnale dello ione.
Flusso del Gas di Nebulizzazione
Il flusso del gas di nebulizzazione (Gas 1) dovrebbe essere ottimizzato per la sensibilità e la
stabilità del segnale. Il flusso del gas solitamente ottimizza a valori molto bassi o anche a zero.
Valori più elevati vengono spesso utilizzati per stabilizzare la nebulizzazione nelle applicazioni di
inversione di polarità e ioni negativi. Per maggiori informazioni sui parametri del gas di
nebulizzazione, fare riferimento a Parametri e Voltaggi della Sorgente a pagina 75.
Flusso Curtain Gas
Il flusso del Curtain gas dovrebbe essere ottimizzato per la sensibilità e la stabilità del segnale.
Iniziare da un valore basso e aumentare la velocità del flusso fino a quando il segnale inizia a
diminuire. Ridurre il flusso del gas fino a ottenere il massimo valore del segnale. Per maggiori
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
64 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Suggerimenti per Lavorare con la Sorgente Di ionizzazione
informazioni sui parametri del Curtain gas, fare riferimento a Parametri e Voltaggi della Sorgente
a pagina 75.
Temperatura del Riscaldatore
La selezione della temperatura del riscaldatore dipende dal tipo di campione analizzato e dal
solvente utilizzato. Se la temperatura del riscaldatore è troppo alta, il segnale degrada. La
temperatura massima che si possa impostare per il riscaldatore è di 250 °C, troppo alta nella
maggior parte delle applicazioni. Per campioni proteomici, per esempio, si consiglia una
temperatura di 50 °C - 100 °C.
L'interfaccia NanoSpray richiede circa 10 minuti per raggiungere la temperatura di
funzionamento dopo che il sistema abbia raggiunto uno stato pronto di vuoto. Per maggiori
informazioni sui parametri della temperatura del riscaldatore, fare riferimento a Parametri e
Voltaggi della Sorgente a pagina 75.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
65 di 82
Suggerimenti per Lavorare con la Sorgente Di ionizzazione
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
66 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Collegamento della siringa utilizzando il tubo in
silice fusa con rivestimento interno in PEEK
C
La Figura C-1 mostra le componenti necessarie per assemblare e installare la testina NanoSpray
III da usare con il tubo in silice fusa con rivestimento interno in PEEK. La chiave indica se le
componenti sono disponibili nel Kit dei Ricambi, nel Kit di Installazione Hardware, o in entrambi.
Quando si usa il tubo in silice fusa con rivestimento interno in PEEK, seguire le procedure
riportate in Montaggio e Installazione della Testina NanoSpray III a pagina 17 fino a Installare la
Testina NanoSpray III sulla Staffa a pagina 24 compresa. Quindi continuare con la procedura di
questa sezione.
Figura C-1
Componenti per la testina NanoSpray III
1
2
3
5
4
7
6
8
9
10
11
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
67 di 82
Collegamento della siringa utilizzando il tubo in silice fusa con rivestimento interno in PEEK
Elemento
Descrizione
Codice
Kit
1
Attacco nebulizzatore (dado e ghiera PTFE)
5031772
Entrambi
2
Cannula in FEP verde (1,58 mm diametro
esterno, 0,38 mm diametro interno)
1006547
Entrambi
3
Punta di emissione (pretagliata, 7 cm)
1035752
Entrambi
4
Dado esagonale in PEEK a chiusura manuale
5015860
Entrambi
5
Supporto della giunzione (comprende la
giunzione, PN 5015902)
5016361
Vedere 5015902
6
Giunzione diritta
5015902
Materiali di
consumo
7
Dado in PEEK a chiusura manuale
5017932
Entrambi
8
Tubo in PEEKsil rosso, 1/32". d.e., 100 µm d.i.
5017973
Entrambi
9
Giunzione della siringa per l'utilizzo con tubo
PEEKsil rosso
5017900
Materiali di
consumo
10
Cannula in PEEK verde (1/16" diametro esterno, 1006549
0,030" diametro interno)
Materiali di
consumo
11
Siringa 100 µL
Entrambi
1003988
Nota: Componenti disponibili presso AB SCIEX. Per un elenco dei componenti, fare
riferimento a Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio a pagina 71.
Materiali richiesti
• cacciavite esagonale 2,5 mm (PN 1034765)
• taglierina tubi in PEEK (PN 011281)
• taglierina silice fusa (PN 1006143)
• chiave da 1/4" e 3/16" (non fornita)
• IPA per HPLC o metanolo (non fornito)
Collegare la Linea Campione
Questa procedura fornisce le istruzioni per l'utilizzo dell'infusione. Se si utilizza un sistema LC,
fare riferimento alla documentazione per il sistema LC.
Attenzione: Potenziale danno al sistema: non tagliare il tubo in silice fusa con
rivestimento interno in PEEK.
1. Rimuovere il raccordo dal lato a monte della giunzione.
2. Inserire il tubo in PEEKsil rosso nel raccordo finché fuoriesca di circa 2 mm
dall'estremità dell'attacco. Controllare l'estremità per assicurarsi che sia pulita e, se
necessario, pulirla con IPA o metanolo.
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
68 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Collegamento della siringa utilizzando il tubo in silice fusa con rivestimento interno in PEEK
Figura C-2
Collegare la linea del campione con la giunzione
3. Inserire il raccordo nel lato a monte della giunzione, spingendo il tubo nel raccordo
finché va.
4. Tenendo il tubo nella sede, serrare lievemente il raccordo.
5. Inserire l'altra estremità del tubo rosso in PEEKsil attraverso la ghiera e il dado di
acciaio inossidabile, assicurandosi che fuoriesca di circa 2 mm.
6. Inserire il cavo in PEEKsil, con il dado e la ghiera, nella giunzione della siringa,
spingendo dentro il tubo finché non va, utilizzare quindi una chiave da 1/4" e una da
3/16" per serrare il dado.
Figura C-3
Giunzione della siringa, lato della sorgente ionica
7. Tagliare una lunghezza di 3 cm della cannula in PEEK verde.
8. Inerire l'ago della siringa nella cannula in PEEK verde.
9. Rimuovere la ghiera e il dado di acciaio inossidabile dall'altra estremità della
giunzione della siringa.
10. Inserire l'ago e la cannula nella ghiera e nel dado di acciaio inossidabile, spingendo
dentro la cannula finché non va.
11. Inserire l'ago della siringa, la cannula, il dado e la ghiera nella giunzione della
siringa, spingendo dentro la cannula finché non va.
12. Utilizzare due chiavi da 1/4" per serrare il dado.
13. Spostare lentamente l'unità di posizionamento X-Y-Z verso l'interfaccia della
sorgente di ionizzazione, finché si arresta, assicurandosi che la punta di emissione
non tocchi il separatore di interfaccia.
Continuare con Regolare l'illuminatore a pagina 28.
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
69 di 82
Collegamento della siringa utilizzando il tubo in silice fusa con rivestimento interno in PEEK
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
70 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
D
Elenco Materiali di Consumo e Parti di
Ricambio
Tabella D-1
Kit Materiali di Consumo NanoSpray III (PN 5015693)
Numero Descrizione
Particolare
(PN)
Q.tà Dettagli
016325
FITTING* PEEK 10 32 X 1 16 INCH
4,0
018801
TOOL* HEX KEY 1.5MM BALL END
1,0
1003988
SYRINGE* GASTIGHT 100uL
1,0
1003994
SLEEVE* PEEK .0625 OD ORA
10,0 Cannula in PEEK arancione, 1/16"
diametro esterno, 405 µm [0,016"]
diametro interno, per l'utilizzo con
punte di emissione di minore
diametro.
1006547
SLEEVE* FEP 1.58MM OD .38MM ID
1,0
cannula verde in FEP, 395 µm
(0,0155 ") diametro interno,
1/16" diametro esterno, 1.6 "
lunghezza, per l'utilizzo con
l'attacco del nebulizzatore.
1006549
TUBE* PEEK 0.0625 IN OD X 0.030
ID
1,0
Cannula verde in PEEK utilizzata
per connettere la siringa alla
giunzione della siringa.
1033299
TUBE* FUSED SILICA 0.075ID
1,0
Silice fusa per infusione: per
l'utilizzo con il raccordo a T o come
alternativa ai tubi in silice fusi con
rivestimento interno in PEEK per
giunzione diritta; lunghezza 200 cm
1034697
FITTING* ULTRA HIGH PRESSURE
MICROTEE FOR .03125 TUBING
1,0
Attacco a T opzionale con ricambio
di flusso.
1035752
TUBE* FUSED SILICA EMITTER
1,0
Punte di emissione pretagliate (7
cm) non rivestite con diametro
interno 20 µm, 10 µm alla punta
1035770
ORING* 1.5X1 VTON 75
1,0
Fare riferimento a Pulire la
Sorgente Ionica a pagina 50.
1036842
TUBE* FLEXIBLE FUSED SILICA
CAPILLARY
5015853
FITTING* FOR SYRINGE NEEDLE
22 GA
Attacco in PEEK per il gas
nebulizzatore (GS1) a chiusura
manuale.
Siringa per il test di infusione
200,0 Silice fusa da utilizzare con un
sistema LC; 25 µm diametro
interno, 360 µm diametro esterno,
200 cm lunghezza
1,0
Attacco in PEEK di connessione tra
l'ago della siringa e la giunzione
della siringa
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
71 di 82
Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio
Tabella D-1
Kit Materiali di Consumo NanoSpray III (PN 5015693) (continua)
Numero Descrizione
Particolare
(PN)
Q.tà Dettagli
5015860
FITTING* FOR FUSED SILICA
360UM OD TUBING
5,0
Dado esagonale in PEEK a
chiusura manuale per il lato
nebulizzatore della giunzione
diritta.
5015886
FITTING* UNION FOR 1/16" OD
TUBING 0.25MM BORE
1,0
Giunzione della siringa per l'utilizzo
con silice fusa
5015900
UNION* REDUCING 1/16 IN TO 1/32
IN
1,0
Giunzione della siringa per l'utilizzo
con tubo PEEKsil rosso
5015902
UNION* REDUCING 1/32 IN TO
360UM
1,0
Giunzione diritta
5015909
TUBE* PEEK SLEEVE 1/32 IN OD X
0.015 ID X 1.6 LG NATURAL
1,0
Cannula marrone chiaro in PEEK
1/32" diametro esterno, 0,015"
diametro interno, utilizzata per
connettere la linea del campione
alla giunzione sul binario quando si
utilizza silice fusa.
5015912
TUBE* PEEK SLEEVE 1/32 IN OD X
0.013 ID X 1.6 LG BLACK
1,0
Cannula in PEEK nera, 1/32"
diametro esterno, 0,013" diametro
interno, utilizzata per silice fusa
con diametro esterno differente da
360 µm.
FITTING* PEEK FINGERTIGHT 1/32
IN X 0.42 IN LG SNAP
4,0
Attacco in PEEK per connettere la
linea del campione (silice fusa o
silice fusa con rivestimento interno
in PEEK) alla giunzione sul binario.
5017973
TUBE* PEEKSIL 1/32" OD 100UM ID
500 mm
1,0
Tubo in PEEKsil rosso, 1/32"
diametro esterno e 100 µm
diametro interno; 50 cm lunghezza
5031772
ATTACCO* SERRATO 2 PEZZI 10-32
DADO 1/16 TUBO PEEK
1,0
Attacco nebulizzatore
5017932
Tabella D-2
Cavi di alimentazione di rete per paese
Paese
Numero
Particolare
(NP)
Descrizione
Australia
5028431
CAVO * DI ALIMENTAZIONE AUSTRALIANO C13 10A/250V
Cina
5029431
CAVO* DI ALIMENTAZIONE CINESE C13 10A/250V
Europa
5027841
CAVO* DI ALIMENTAZIONE EUROPEO 10A/250V
Italia
5027961
CAVO* DI ALIMENTAZIONE ITALIANO 10A/250V
Giappone
5029429
CAVO* DI ALIMENTAZIONE GIAPPONESE 15A/250V
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
72 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio
Tabella D-2
Cavi di alimentazione di rete per paese (continua)
Paese
Numero
Particolare
(NP)
Descrizione
Corea del sud 5028400
CAVO* DI ALIMENTAZIONE COREANO DEL SUD ANGOLO
RETTO C13 10A/250V
Svizzera
5027461
CAVO* DI ALIMENTAZIONE SVIZZERO 10A/250V
Regno Unito
5027349
CAVO* DI ALIMENTAZIONE BRITANNICO 10A/250V CON
FUSIBILE
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
73 di 82
Elenco Materiali di Consumo e Parti di Ricambio
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
74 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
E
Parametri e Voltaggi della Sorgente
Tabella E-1 e Tabella E-2 contengono parametri standard per l'utilizzo della testina NanoSpray®
III con l'interfaccia NanoSpray.
Tabella E-1
Testina NanoSpray III —Modalità Positiva
Parametro
Velocità di Flusso
Distanza di nebulizzazione dal separatore
di interfaccia
Ionspray™ Voltage (IS) o
Ionspray™ Voltage Floating (ISVF)
Gas di nebulizzazione (GS1)
Curtain Gas™ flow (CUR)
Valore tipico
Intervallo
500 nL/min
Da 50 nL/min a
2000 nL/min
5 mm
Da 2 mm a 5 mm
2300 V
da 1000 V a 3000 V
6
da 1 a 20
20 (Sistemi triplo
quadrupolo e QTRAP®)
Da 15 a 30
25 (sistemi TripleTOF®)
Interface heater temperature (IHT)
Tabella E-2
75 °C
da 50 °C a 100 °C
Testina NanoSpray III —Modalità Negativa
Parametro
Velocità di Flusso
Distanza di nebulizzazione dal separatore
di interfaccia
Ionspray Voltage (IS) o
Ionspray Voltage Floating (ISVF)
Gas di nebulizzazione (GS1)
Flusso Curtain Gas (CUR)
Valore tipico
Intervallo
500 nL/min
Da 50 nL/min a
2000 nL/min
5 mm
Da 2 mm a 5 mm
-1900 V
da -1000 V a -2800 V
20
da 1 a 50
20 (Sistemi triplo
quadrupolo e QTRAP®)
Da 15 a 30
25 (sistemi TripleTOF®)
Interface heater temperature (IHT)
75 °C
da 50 °C a 100 °C
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
75 di 82
Parametri e Voltaggi della Sorgente
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
76 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Indice
A
aghi. Vedere punte di emissione
alimentatore
alta tensione 14
alimentatore alta tensione
problemi, risoluzione problemi 57, 58
alimentatore di alta tensione
panoramica 14
alimentazione
problemi, risoluzione problemi 57, 58
ampi picchi LC, risoluzione problemi 59
API 9
attacchi, preparazione 22
attacco del nebulizzatore, preparazione 22
B
binari di posizionamento 14
binari di posizionamento, illustrazione 10
binario ad alta tensione
illustrazione 17
rimozione 20
binario alta tensione
installazione 25
binario, alta tensione. Vedere binario alta tensione
bolle d'aria, risoluzione problemi 53
C
cambiare sorgente ionica 41
cannula, illustrazione 10
capillari di silice fusa. Vedere punte di emissione
cavo del monitor, collegamento 48
cavo illuminatore, connessione 40
cavo monitor, connessione 40
cavo telecamera, connessione 40
collegamento
cavo del monitor 48
colonna LC 9
colonna nano LC 9
componenti interfaccia
installazione 43
rimozione 42
composizione del solvente 63
connessione
cavo illuminatore 40
cavo monitor 40
cavo telecamera 40
linea del campione sulla giunzione diritta
68
connessione linea campione 26
controllo
perdite 33
coperchio 10
cresta di nebulizzazione, risoluzione problemi
57
cresta, risoluzione problemi nella forma scadente 57
cuocere l'interfaccia 49
CUR 75
F
fenditura 14
fenditura del separatore di interfaccia 14
fermo di rilascio 10
Flusso Curtain Gas™
ottimizzazione 64
flusso Curtain Gas™ (CUR)
parametri standard 75
G
gas di nebulizzazione
flusso, ottimizzazione 64
parametri standard 75
giunzione diritta
connessione linea del campione 68
illustrazione 17
Gruppo interfaccia NanoSpray 14
GS1 75
I
illuminatore
illustrazione 11
panoramica 11
regolazione 28
inserimento, punta di emissione nella testina
24
installazione
componenti interfaccia 43
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
77 di 82
Indice
monitor 46
sorgente ionica 39
staffa del monitor 46
interfaccia
cuocere 49
interfaccia della sorgente di ionizzazione 10
interfaccia NanoSpray
cuocere 49
introdurre il campione 35
introduzione del campione 35
ionizzazione 61
ionizzazione a pressione atmosferica 9
ionizzazione nebulizzazione di ionizzazione
nano-flusso 9, 61
O
ottimizzazione della testina 35
ottimizzazione, fattori che influenzano 63
P
linea campione
connessione 26
linea del campione
collegamento, illustrazione 17
connessione sulla giunzione diritta 68
parametri modalità negativa 75
parametri modalità positiva 75
parametri, standard 75
perno di rilascio 10
separatore di interfaccia 14, 36
picchi LC, risoluzione problemi ampi 59
picchi, risoluzione problemi ampi LC 59
Pompa LC 9
pompa per cromatografia liquida 9
preparazione attacco nebulizzatore 22
pulizia
sorgente ionica 50
superfici dello strumento 50
punte di emissione
e sorgente di ionizzazione 9
illustrazione 18
inserimento nella testina 24
punte. Vedere punte di emissione
M
R
Manopola di regolazione asse X 13
Manopola di regolazione asse Y 13
manopola di regolazione asse Z
fine 13
grossolana 13
manopola di regolazione fine asse Z 13
manopola di regolazione grossolana asse Z 13
manopole di regolazione X-Y-Z 10
messa a fuoco 31
messa a fuoco telecamera 31
monitor
installazione 46
rimozione 44
montaggio testina NanoSpray III 18
regolazione
illuminatore 28
telecamera 31
requisiti ambientali 5
requisiti sicurezza laser 5
rimozione
binario alta tensione 20
componenti interfaccia 42
monitor 44
sorgente di ionizzazione 39
rimozione della sorgente di ionizzazione 39
riscaldatore di interfaccia 75
risoluzione dei problemi 51
K
Kit materiali di consumo 71
L
N
nebulizzazione instabile, risoluzione problemi
56
nebulizzazione, risoluzione problemi 56
nessun segnale, risoluzione problemi
segnale, risoluzione problemi 59
nessuna nebulizzazione, risoluzione 52
S
sistemi 4600
installazione del monitor 46
sistemi 5600/5600+
installazione del monitor 46
installazione del monitor su 46
sistemi 4600
installazione del monitor su 46
sistemi serie 3200
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
78 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Indice
installazione del monitor su 47
sistemi serie 4000
installazione del monitor su 47
sistemi serie 4500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 5500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 6500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 5500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 4000
installazione del monitor su 47
sistemi serie 4500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 6500
installazione del monitor su 46
sistemi serie 3200
installazione del monitor su 47
Sistemi TripleTOF 4600 e 5600/5600+
installazione del monitor 46
sorgente di ionizzazione
manutenzione 39
rimozione 39
sorgente ionica
cambiare 41
installazione 39
pulizia 50
staffa 10
staffa del monitor, installazione 46
Staffa NanoSpray III
illustrazione 12, 17
staffa NanoSpray III
panoramica 12
staffa, installazione binario alta tensione su
binario alta tensione 25
superfici dello strumento, pulizia 50
T
tappo terminale protettivo, illustrato 17
telecamera 31
illustrazione 10, 11
panoramica 11
regolazione 31
temperatura del riscaldatore, ottimizzazione 65
tensione 75
testina della sorgente di ionizzazione 12
Testina NanoSpray III
controllo di perdite 33
montaggio 17
posizione, ottimizzazione 64
tensione, ottimizzazione 64
testina NanoSpray III
montaggio 18
ottimizzazione 35
panoramica 35
parametri 75
U
unità di posizionamento X-Y-Z
binari di posizionamento e 14
illustrazione 10
panoramica 9, 13
V
variazioni di pressione, risoluzione problemi 52
velocità di flusso 75
verifica
di perdite 33
verifica di perdite 33
vite a testa piatta del binario 17
Vite a testa piatta della giunzione 17
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
79 di 82
Indice
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
80 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Registro revisioni
Revisione
A
Motivazione della modifica
Prima versione del documento.
Data
Giugno 2014
Guida per l'Operatore
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
RUO-IDV-05-0811-IT-A
81 di 82
Registro revisioni
Sorgente Di ionizzazione NanoSpray® III
Guida per l'Operatore
82 di 82
RUO-IDV-05-0811-IT-A
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement