xi4 whats new it

xi4 whats new it
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence
Versione del documento: 4.0 Support Package 12 – 2015-11-06
Novità
Contenuto
1
Informazioni su questo documento. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
2
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
2.1
Benvenuti alla piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5
2.2
Installazione e distribuzione delle applicazioni Web. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
2.3
Integrazione con le applicazioni SAP Solution Manager Diagnostics. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
2.4
Nuove applicazioni introdotte nella suite di prodotti SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
............................................................................ 7
Upgrade Management Tool. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Monitoraggio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Information Design Tool. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8
2.5
Funzionalità nuove e modificate nel prodotti della piattaforma SAP BusinessObjects Business
Intelligence attuali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
Amministrazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .12
Flessibilità per gli sviluppatori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
Esperienza dell'utente finale. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20
SAP Crystal Reports. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
3
Miglioramenti offerti da pacchetti di supporto e Feature Package. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50
4
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP1. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .51
4.1
Piattaforme supportate (4.0 SP1). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
4.2
Miglioramenti dell'applicazione (4.0 SP1). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51
5
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP2. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53
5.1
Piattaforme supportate (4.0 SP2). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53
5.2
Applicazioni aggiuntive della suite BI (4.0 SP2). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .53
Prerequisiti di installazione per Microsoft SharePoint . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
6
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
6.1
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 FP3. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
6.2
Nuovi prodotti e applicazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .58
Servizio Web RESTful della piattaforma Business Intelligence. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .58
API JavaScript per Crystal Reports. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .58
Servizi Web RESTful di Crystal Reports. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .58
SDK Java del livello semantico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
6.3
Prodotti e applicazioni esistenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
Analysis, versione per OLAP. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
Piattaforma Business Intelligence. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 60
2
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Contenuto
Spazi di lavoro BI. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66
Crystal Reports for Enterprise. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 68
Dashboards. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69
Accesso ai dati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70
Explorer. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .72
Information Design Tool. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73
Universe Design Tool. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75
Web Intelligence. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75
7
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP4. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
7.1
Piattaforme supportate (4.0 SP4). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
7.2
Miglioramenti dell'applicazione (4.0 SP4). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .81
8
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
8.1
Piattaforme supportate (4.0 SP5). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
8.2
Miglioramenti alla suite BI (4.0 SP5). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
8.3
Miglioramenti alla piattaforma BI (4.0 SP5). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84
8.4
Miglioramenti alle applicazioni BI (4.0 SP5). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 85
9
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP6. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 89
9.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP6. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 89
9.2
Miglioramenti alle applicazioni BI per 4.0 SP6. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 89
10
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP7. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
10.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP7. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
10.2
Miglioramenti della Suite BI per 4.0 SP7. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91
11
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP8. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 93
11.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP8. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 93
12
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
12.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
12.2
Miglioramenti della Suite BI per 4.0 SP9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94
13
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
13.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
13.2
Miglioramenti a Web Intelligence per 4.0 SP10. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
14
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP11. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96
14.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP11. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96
14.2
Accesso ai dati. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96
15
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP12. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 97
15.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP12. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .97
15.2
Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 97
Novità
Contenuto
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
3
1
Informazioni su questo documento
Il manuale Novità di SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 offre un elenco completo delle nuove
funzionalità e piattaforme per la suite SAP BusinessObjects Business Intelligence disponibili nell'ultima versione.
Sono disponibili informazioni su tutti i nuovi prodotti e su tutte le nuove funzionalità supportate in questa
versione.
4
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Informazioni su questo documento
2
Suite SAP BusinessObjects Business
Intelligence 4.0
2.1
Benvenuti alla piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence 4.0
SAP BusinessObjects Business Intelligence è la piattaforma di business intelligence che supporta l'intera gamma
di applicazioni di performance management, creazione di report, query e analisi. Fornisce inoltre un'architettura
collaudata e il supporto, a livello di piattaforma, per i livelli di semantica, l'integrazione dei dati e la protezione. La
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 consente l'amministrazione e la configurazione
dell'intero sistema completamente basate sul Web.
Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0:
Estende l'infrastruttura di informazioni fornita dalle versioni precedenti e si integra perfettamente con la linea
di prodotti esistente.
Supporta tutti i modelli di distribuzione e consente di ottimizzare l'amministrazione e la configurazione
dell'intero sistema.
Combina le funzionalità dell'intera linea della suite di prodotti SAP BusinessObjects Business Intelligence per
soddisfare le esigenze di creazione di report in continua evoluzione, dall'accesso al Web per Web Intelligence al
miglioramento dell'interattività e della personalizzazione di SAP Crystal Reports
Facilita la migrazione da SAP BusinessObjects Enterprise 5.x e 6.x alla piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence 4.0, sebbene sia comunque necessario eseguire prima la migrazione alla versione XI 2.0.
Introduce nuovi strumenti per migliorare la produttività dell'utente e la creazione autonoma di report.
Ottimizza la funzionalità di creazione di report riducendo il numero effettivo di report.
Include una serie di miglioramenti importanti apportati ai metodi di accesso ai dati, alle funzionalità
amministrative e alle opzioni di creazione dei report.
Semplifica il monitoraggio delle attività con la funzionalità del cruscotto e un'esperienza dell'utente migliore.
Fornisce la migliore soluzione autonoma di query e analisi per i clienti SAP.
Nel presente documento viene offerta una panoramica delle funzionalità e dei miglioramenti apportati alla suite di
prodotti SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 e viene consigliata la documentazione relativa al prodotto
disponibile per iniziare a utilizzare le nuove funzionalità.
Per un elenco dei server delle applicazioni, dei database e delle piattaforme supportate, consultare la
documentazione sulle piattaforme supportate dalla piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
disponibile nella sezione relativa al supporto della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence in SAP
Service Marketplace all'indirizzo: http://service.sap.com .
Per informazioni sulle funzionalità delle versioni precedenti, visitare il sito Web di supporto all'indirizzo http://
help.sap.com.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
5
2.2
Installazione e distribuzione delle applicazioni Web
I componenti seguenti sono ora integrati nel programma di installazione della piattaforma BI e non richiedono più
un'installazione separata:
● Soluzioni aggiuntive per i sistemi Enterprise Resource Planning
Nel programma di installazione sono ora inclusi il supporto dell'integrazione ERP (SAP Business Warehouse
(BW), Siebel Enterprise, PeopleSoft Enterprise, JD Edwards EnterpriseOne) e i portali (Microsoft SharePoint,
WebLogic Portal, WebSphere Portal, Oracle Portal Server).
Per ulteriori informazioni, vedere Soluzioni aggiuntive per i sistemi Enterprise Resource Planning [pagina
17]
● Gestione del ciclo di vita
Lifecycle Management Console è ora incluso nella piattaforma BI e consente di spostare risorse BI da un
sistema all'altro senza influenzare le dipendenze delle risorse. Consente inoltre di gestire versioni differenti
delle risorse BI, di gestire dipendenze di tali risorse e di eseguire il rollback di una risorsa promossa per
ripristinare lo stato precedente del sistema di destinazione.
Il programma di installazione consente di installare e configurare il sistema di controllo delle versioni
Subversion o di utilizzare un'installazione esistente di Subversion o ClearCase.
Lifecycle Management Console sostituisce Upgrade Management Tool per flussi di lavoro di promozione.
● Supporto SAP Solution Manager
Il programma di installazione consente ora di integrare la piattaforma BI nell'infrastruttura SAP Solution
Manager. Ciò consente di utilizzare l'inventario di sistema e strumenti di strumentazione delle prestazioni
come SAP System Landscape Directory (SLD),SAP Solution Manager Diagnostics (SMD), CA Wily Introscope
e IBM Tivoli.
● Data federation
Questa tecnologia consente universi con più origini grazie alla distribuzione di query in più origini dati e
consente di eseguire la federazione dei dati tramite una sola base dati.
● Supporto di Mobile Server
Il supporto server Mobile consente agli utenti di accedere in modalità remota ai report BI, alle metriche e ai
dati in tempo reale da un dispositivo wireless.
● Supporto server SAP BusinessObjects Dashboard Design (in precedenza Xcelsius)
SAP BusinessObjects Dashboard Design è uno strumento per la visualizzazione dei dati e la creazione di
cruscotti dinamici e interattivi.
● Supporto delle lingue
Le lingue supportate vengono ora installate dal programma di installazione.
Nota
valutare attentamente le lingue necessarie all'azienda prima di procedere alla relativa installazione. Per
aggiungere o rimuovere il supporto delle lingue in un secondo momento, è necessario rimuovere e
reinstallare la piattaforma BI.
● Server di pubblicazione SAP BW
Per la pubblicazione dei report in SAP BW non è più necessaria un'installazione separata.
Nota
Il programma di installazione della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence non include più i
componenti relativi agli strumenti client. Per installare gli strumenti client, utilizzare il programma di
installazione dedicato della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
6
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Sono stati apportati i seguenti miglioramenti alla distribuzione delle applicazioni Web a un server di applicazioni
Web:
● Interfaccia utente grafica di WDeploy
Lo strumento di distribuzione delle applicazioni Web WDeploy include ora una GUI per la distribuzione e la
rimozione di tutte le applicazioni Web in un server di applicazioni Web.
● Consolidamento delle applicazioni Web
Central Management Console (CMC), BI Launch Pad (in precedenza InfoView) e altre applicazioni Web
principali sono state consolidate in un singolo archivio.
2.3
Integrazione con le applicazioni SAP Solution Manager
Diagnostics
In questa versione sono stati introdotti i seguenti miglioramenti e nuove funzionalità:
● Meccanismo di analisi unificata per i componenti Java & C++.
● Analisi end-to-end con supporto SAP Passport.
● L'integrazione con CA Wily Introscope Enterprise Manager consente una misurazione delle prestazioni
migliorata attraverso la strumentazione di componenti C++.
● SAP BusinessObjects License Measurement Tool: uno strumento da riga di comando Java per la raccolta e la
memorizzazione dei dati sulle licenze della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
2.4
Nuove applicazioni introdotte nella suite di prodotti SAP
BusinessObjects Business Intelligence 4.0
2.4.1 Upgrade Management Tool
Upgrade Management Tool è un nuovo componente software che consente di aggiornare il contenuto del
repository BI da una versione precedente della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
È possibile eseguire un aggiornamento completo o incrementale. Un aggiornamento completo sostituisce la
funzionalità che esisteva in precedenza nel Central Configuration Manager (CCM). L'aggiornamento incrementale
sostituisce la funzionalità che precedentemente esisteva nell'Importazione guidata.
Per migrare il contenuto di un repository BI in un altro repository con la stessa versione, utilizzare Lifecycle
Management Console.
2.4.2 Monitoraggio
Monitoraggio è un nuovo strumento nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. Questa
applicazione fornisce la possibilità di acquisire le metriche cronologiche e di runtime dei server e delle applicazioni
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
7
della piattaformaSAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 per la creazione di report e la notifica. Gli
amministratori di sistema possono utilizzare lo strumento per stabilire se un'applicazione per la creazione di
report funziona normalmente e se i tempi di risposta sono quelli previsti.
Il monitoraggio presenta inoltre le nuove caratteristiche seguenti:
● Controllo delle prestazioni di ciascun server: una funzionalità denominata Controllo rappresenta lo stato di
ciascun server tramite semafori. L'amministratore di sistema può impostare delle soglie per i controlli e
ricevere avvisi nel caso in cui vengano violate. In questo modo si favorisce l'esecuzione di passaggi proattivi
per potenziali errori o malfunzionamenti.
● Visualizzazione dei KPI di sistema più importanti: i KPI per il monitoraggio delle attività e delle risorse vengono
visualizzati nella pagina del cruscotto dell'applicazione di monitoraggio.
● Test della disponibilità del sistema e del tempo di risposta con le probe: le probe consentono di simulare i
flussi di lavoro per verificare se i server e i servizi nella distribuzione della piattaforma funzionano come
previsto. Analizzando l'ora di andata e ritorno di queste probe a intervalli regolari, l'amministratore di sistema
può valutare i criteri di utilizzo del sistema.
● Analisi del carico massimo e il periodo di picco per il Central Management Server (CMS): questa funzionalità
consente all'amministratore di sistema di determinare se occorrono altre licenze o risorse di sistema.
● Integrazione con altre applicazioni aziendali: l'applicazione di monitoraggio della piattaforma BI può essere
integrata con altre applicazioni simili, ad esempio SAP Solution Manager e IBM Tivoli.
2.4.3 Information Design Tool
Information Design Tool è un ambiente di progettazione di SAP BusinessObjects per la creazione e la
pubblicazione di nuovi universi e connessioni SAP BusinessObjects. Information Design Tool consente di utilizzare
le nuove importanti funzionalità di progettazione degli universi riportate di seguito.
● Universi dimensionali che supportano dimensioni e gerarchie OLAP
● Universi con più origini che federano più origini dati relazionali
● Un ambiente di progettazione che facilita il lavoro in team dei progettisti e la condivisione delle risorse
dell'universo
● Un editor di protezione per dati e metadati dell'universo
● Gestione delle connessioni estesa
● Gestione facilitata delle risorse del repository
Queste funzionalità vengono illustrate più dettagliatamente nelle sezioni che seguono.
È possibile convertire gli universi esistenti creati con Universe Designer XI R2/XI 3 e iniziare a sfruttare le nuove
funzionalità dell'universo. Gli universi creati con Universe Design Tool nella piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence 4.0 possono anche essere convertiti e modificati in Information Design Tool.
Gli universi creati con Information Design Tool possono essere utilizzati dalle applicazioni di creazione di report e
analisi dei dati di SAP BusinessObjects seguenti:
● SAP BusinessObjects Web Intelligence 4.0
● SAP Crystal Reports for Enterprise 4.0
● SAP BusinessObjects Explorer 4.0
● SAP BusinessObjects Dashboard Design 4.0
8
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Universi dimensionali
Information Design Tool genera automaticamente universi OLAP per i cubi OLAP di Microsoft Analysis Services.
Gli universi ottenuti sono dimensionali e includono oggetti come:
● Dimensioni e dimensioni analisi (gruppi di dimensioni che condividono lo stesso asse di analisi)
● Gerarchie (elemento principale-elemento secondario nonché basate sul livello)
● Attributi dimensione
● Membri e indicatori calcolati
● Insiemi denominati di membri
● Filtri basati su oggetti aziendali dimensionali
● Elenco di valori sovrapposto e gerarchico
Il pannello delle query è stato migliorato per consentire la creazione query basate su gerarchie o membri di
gerarchie. Le nuove funzionalità più importanti del pannello delle query sono:
● Selettore membri consente di svolgere le operazioni seguenti:
○ Utilizzare la selezione in stile OLAP su, ad esempio, elementi secondari, discendenti o elementi principali
○ Selezionare livelli della gerarchia
○ Impostare insiemi denominati e membri calcolati
○ Creare insiemi denominati di membri durante la definizione dell'universo
○ Selezionare membri che verranno esclusi dalle query
● Un pannello Anteprima che consente di visualizzare in anteprima gli insiemi dei risultati
● La capacità di scegliere valori a più livelli in elenchi gerarchici di valori
Universi provenienti da più origini
Attraverso Information Design Tool è possibile creare una base dati su più origini dati relazionali per creare un
universo con più origini. Utilizzando questo universo, le applicazioni per la creazione di report e l'analisi dei dati di
SAP BusinessObjects possono eseguire query su più origini relazionali contemporaneamente. Per offrire questa
funzionalità, la tecnologia del motore delle query di SAP BusinessObjects Data Federator è stata migliorata e
integrata nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0.
Il motore delle query Data Federation integrato offre molte funzionalità, tra cui:
● La capacità di federare i dati da più database relazionali.
● Connessioni relazionali a SAP NetWeaver Business Warehouse. Queste connessioni consentono di generare
basi dati come schemi a stella basati sulle tabelle relazionali in oggetti InfoCube, MultiProvider, Virtual
Provider e DataStore. Gli oggetti possono essere definiti e manipolati nella base dati come per qualsiasi
connessione relazionale.
● Connessioni relazionali a SAS.
● Utilizzo della sintassi SQL 92 per definire join, tabelle derivate e oggetti aziendali. Il motore delle query
traduce le query per tutte le origini e le distribuisce.
● Utilizzo della sintassi specifica del database per definire espressioni per colonne calcolate e tabelle derivate
nella base dati. Queste espressioni native sfruttano le funzioni specifiche del database delle origini dati.
● Prestazioni migliorate e rilevazione per query ridotte (i dati provenienti da tabelle di grandi dimensioni
possono essere filtrati utilizzando dati di tabelle di piccole dimensioni). Questa tecnologia di semi-join è in
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
9
grado di selezionare la strategia ottimale per il recupero di dati dalle origini dati durante l'esecuzione, in base
al volume dei dati.
Ambiente di progettazione
Per creare un universo, vengono utilizzati gli editor di Information Design Tool per definire le risorse seguenti:
● Connessioni a origini dati OLAP o relazionali
● Basi dati fondate su connessioni per definire lo schema per un universo relazionale
● Livelli aziendali per definire gli oggetti aziendali basati su una base dati o una connessione OLAP
Viene quindi pubblicato il livello aziendale che esporta il livello aziendale e le risorse di riferimento per creare
l'universo.
Le risorse sono memorizzate nei progetti. È possibile condividere i progetti in un repository per rendere disponibili
le risorse ad altri progettisti. Diversi progettisti possono lavorare sullo stesso progetto contemporaneamente e
condividere e sincronizzare le risorse dell'universo di cui dispongono.
È possibile anche riutilizzare le risorse dell'universo, basando, ad esempio, diversi livelli aziendali su una singola
base dati. La modellazione dei dati nella base dati può essere quindi condivisa da più universi.
Durante la progettazione della base dati, sono disponibili le nuove funzionalità dell'universo seguenti:
● Universi con più origini basati su più connessioni relazionali.
● Colonne calcolate. Una colonna calcolata è una nuova colonna di una tabella generata da un calcolo basato su
una o più colonne della stessa tabella.
● Viste della base dati. Una vista è un insieme di tabelle e join presenti nella base dati che consente di
concentrare il lavoro del progettista su una parte specifica dello schema.
● Profilo dei dati memorizzato in una colonna. I grafici e le tabelle mostrano la ripartizione dei valori distinti della
colonna.
● Contesti migliorati per risolvere i loop dei percorsi di join.
● Famiglie di tabelle. Una famiglia è un insieme di parametri di visualizzazione che è possibile utilizzare per
raggruppare visivamente tabelle dello stesso tipo quando si lavora nell'editor.
● Un potente pannello di ricerca per filtrare visivamente le tabelle delle base dati basate su caratteristiche
specifiche, ad esempio connessioni, tipi di tabelle, contesti o famiglie.
● Parametri di prompt ed elenchi dei valori ereditati da qualsiasi livello aziendale creato sulla base dati.
Durante la progettazione del livello aziendale, sono disponibili le nuove funzionalità dell'universo seguenti:
● Oggetti dimensionali, come descritto nella sezione sugli universi dimensionali.
● La capacità di creare ed eseguire query di prova e memorizzarle nel livello aziendale.
● Viste del livello aziendale. Un livello aziendale consente di definire un sottoinsieme di un universo come punto
di partenza per la creazione di una query. Grazie alle viste, è possibile creare universi più grandi e fornire viste
più piccole specifiche per l'azienda, ad esempio una vista Risorse umane o Finanza.
● I parametri di prompt e gli elenchi dei valori sono oggetti indipendenti nell'universo che è possibile
condividere:
○ Un elenco dei valori può essere condiviso da più oggetti del livello aziendale.
○ Un elenco dei valori può essere condiviso da più parametri (prompt) o filtri.
○ Per gli elenchi dei valori a più colonne, è possibile scegliere le colonne da visualizzare e le colonne da
utilizzare per la query.
10
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Protezione dei dati e dei metadati dell'universo
Attraverso l'Editor di protezione disponibile in Information Design Tool è possibile definire la protezione
dell'universo per utenti e gruppi. Vengono innanzitutto definiti i profili per l'universo:
● I profili di protezione dati controllano l'accesso ai dati. I profili di protezione dati possono essere considerati
come l'equivalente delle restrizioni di accesso definite per gli universi mediante Universe Design Tool.
● I profili di protezione aziendali controllano l'accesso ai dati mediante viste e oggetti del livello aziendale
oppure attraverso la definizione di filtri su tali oggetti.
È possibile quindi assegnare profili a utenti e gruppi.
Nell'Editor di protezione è possibile cercare la protezione definita per utente o per universo. È possibile anche
visualizzare in anteprima il profilo di protezione di rete per un utente o un gruppo e visualizzare la protezione
ereditata da un utente.
Le restrizioni di accesso definite per gli universi in Universe Design Tool e le relative assegnazioni vengono
convertite nei Profili di protezione dati e aziendale quando si converte un universo protetto.
Dall'Editor di protezione è possibile eseguire una query su un universo in un repository. La query viene quindi
protetta dai Profili di protezione dati e Profili di protezione aziendale applicati all'utente utilizzato per accedere
all'Editor di protezione.
Gestione delle connessioni
Information Design Tool consente di creare connessioni locali sul file system o connessioni protette nel
repository. Dopo aver convalidato una connessione locale, è possibile pubblicarla nel repository per creare una
connessione protetta equivalente. Nel repository, le connessioni vengono memorizzate all'interno della relativa
cartella e cartelle secondarie.
Le stesse connessioni relazionali possono essere utilizzate dagli universi creati con Information Design Tool e
Universe Design Tool.
Le stesse connessioni OLAP possono essere utilizzate in Information Design Tool e con SAP BusinessObjects
Analysis, versione per OLAP.
Gestione del repository
La vista Risorse repository in Information Design Tool consente di esplorare diversi repository
contemporaneamente. È possibile creare e modificare connessioni protette, recuperare e convertire universi e
organizzare le risorse del repository nelle cartelle Connections e Universes e relative sottocartelle.
Le azioni che è possibile eseguire nella vista Risorse repository sono controllate dai diritti di protezione della
Central Management Console.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
11
2.5
Funzionalità nuove e modificate nel prodotti della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence
attuali
La piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 rappresenta l'integrazione completa dei prodotti
SAP BusinessObjects e Crystal Reports tradizionali, in quanto combina le funzionalità migliori di ciascuna linea di
prodotti. La piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 offre una vasta gamma di nuove
funzionalità sia per un sistema SAP BusinessObjects Enterprise che per un sistema Crystal Enterprise.
2.5.1 Amministrazione
2.5.1.1
Controllo
È stato introdotto un nuovo cruscotto di controllo che consente un'amministrazione centralizzata del controllo
con nuovi eventi coerenti e un nuovo schema del database di controllo che facilitano la creazione di report di
controllo. Il controllo azioni consente la correlazione di più eventi di controllo risultanti da una singola azione
dell'utente.
2.5.1.2
Accesso ai dati
Il livello Accesso ai dati offre le seguenti nuove funzionalità:
Supporto per sistemi operativi a 64 bit
Connection Server e i driver di accesso ai dati possono essere caricati ed eseguiti su tutti i sistemi operativi
supportati dalla versione della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence, come descritto di seguito:
● Microsoft Windows a 32 bit
● Le caratteristiche UNIX e Microsoft Windows a 64 bit (Linux, IBM AIX e Sun Solaris Sparc) quando
Connection Server è in-process o è utilizzato come server remoto.
Per le piattaforme Microsoft Windows a 64 bit, la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence rende
disponibile anche un Connection Server remoto a 32 bit per accedere alle origini dati per cui non è disponibile
middleware a 64 bit. Per ulteriori informazioni sul supporto a 64 bit, consultare il Manuale di accesso ai dati.
Nuovo server CORBA Java
Servizio di connessione adattivo è una nuova modalità di distribuzione a n livelli del livello Accesso ai dati
mediante il server CORBA Java. Consente alle applicazioni utente di accedere in remoto a qualsiasi origine dati
12
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
basata su Java. Per ulteriori informazioni consultare il Manuale della pianificazione della distribuzione della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0.
Nuove proprietà della console CMC
Nella pagina delle proprietà del server nella console CMC sono visualizzati nuovi parametri che consentono di
eseguire le operazioni seguenti:
● Abilitare processi e analisi middleware.
● Selezionare le origini dati per supportare l'utilizzo di Connection Server nell'accesso remoto.
Nuove connettività ODBC
Il livello Accesso ai dati offre le seguenti nuove connettività:
● IBM DB2 UDB for iSeries v6 tramite ODBC e DB2 CAE su tutte le piattaforme
● Database Ingres 9 su tutte le piattaforme
● SAP High-Performance Analytic Appliance (HANA) 1.0 su MS Windows
● Sybase SQL Anywhere 11 su tutte le piattaforme
● Teradata 13 su tutte le piattaforme
Nuove connettività JDBC
Il livello Accesso ai dati offre le seguenti nuove connettività:
● SAP High-Performance Analytic Appliance (HANA) 1.0 su tutte le piattaforme
● Sybase SQL Anywhere 11 su tutte le piattaforme
● Teradata 13 su tutte le piattaforme
Per informazioni sulla creazione di una connessione, consultare il Manuale di accesso ai dati
Connettività obsolete
Le connessioni esistenti alle origini dati riportate di seguito continueranno a funzionare, ma non sarà possibile
creare nuove connessioni.
● MS SQL Server 7.x
● MS SQL Server 2000
● MySQL 4
● Oracle 9
● Informix Dynamic Server 7.3
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
13
● Informix Dynamic Server 2000
● Sybase Adaptive Server 12
● Teradata V2 R6
● RedBrick Decision Server 6.x
● DB2 UDB per OS/390 v7
Supporto SAP MaxDB
Il livello Accesso ai dati offre una nuova connettività al database SAP MaxDB 7.7 mediante ODBC e JDBC su tutte
le piattaforme a 32 e a 64 bit supportate in questa versione.
Messaggio di avvertimento
questa connettività non supporta le stored procedure.
Supporto DataDirect 6.0 SP2
Il livello Accesso ai dati supporta i driver DataDirect ODBC 6.0 SP2 con marchio per i database MS SQL Server
2005 e 2008 su tutte le piattaforme UNIX.
Attività di Connection Server in workstation CA Wily Introscope
L'attività del flusso di lavoro che comporta l'utilizzo di Connection Server viene analizzata nella workstation CA
Wily Interscope. Le funzioni di Connection Server possono essere analizzate tramite le diverse viste proposte
dallo strumento indicate di seguito:
● Cruscotto e vista riepilogativa per le informazioni generali
● Vista di monitoraggio, in cui gli errori vengono evidenziati e descritti con messaggi
● Vista ad albero, in cui vengono visualizzate le successive chiamate di funzione di un flusso di lavoro specifico e
il tempo utilizzato da una funzione viene evidenziato in modo da individuare facilmente le attività che
richiedono più tempo
Per ulteriori informazioni consultare il Manuale dell'amministratore della piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence 4.0.
Configurazione delle connessioni con il parametro Extensions
Il livello Accesso ai dati offre un nuovo modo per configurare le connessioni JDBC e JavaBean. Invece di impostare
i dettagli del file JAR nel file di configurazione jdbc.sbo o javabean.sbo per archiviare i file JAR, è possibile
creare directory personalizzate in base ai valori del parametro Extensions. Per ulteriori informazioni sulla
configurazione di una connessione, consultare il Manuale dell'accesso ai dati.
14
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Verifica delle connessioni in fase di esecuzione
È possibile personalizzare il driver in modo che convalidi la connessione in fase di esecuzione. Questa funzionalità
è disponibile per le connessioni ODBC generica, OLE DB generica e JDBC generica. Per ulteriori informazioni su
come verificare una connessione, consultare il Manuale dell'accesso ai dati.
Tutte le altre connettività supportate gestiscono già questa verifica della connessione, quindi non è necessaria
alcuna personalizzazione.
Riorganizzazione delle directory del livello di accesso ai dati
I file DLL e JAR dei driver di accesso ai dati si trovano in una nuova cartella drivers. Le directory contenenti i file
di configurazione dei driver di accesso ai dati sono state riorganizzate. Per ulteriori informazioni, vedere la
directory di installazione della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence oppure consultare il
Manuale dell'accesso ai dati.
Documentazione del supporto Single Sign On (SSO)
Il Manuale dell'accesso ai dati contiene l'elenco dei database e dei livelli di rete che supportano l'autenticazione
SSO della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
Documentazione delle limitazioni per le stored procedure
Il livello Accesso ai dati non supporta tutte le stored procedure come origini dati. Nel Manuale dell'accesso ai dati
sono riportate alcune limitazioni al riguardo. Per ulteriori informazioni su come accedere alle stored procedure e
recuperare dati, consultare il Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Universe Design Tool.
Documentazione sui parametri delle funzionalità dei database
In questa versione nei file PRM di accesso ai dati vengono archiviati solo i parametri che consentono di
configurare le funzionalità dei database di destinazione. I parametri che gestiscono le funzionalità della
generazione SQL sono tutti archiviati in file PRM del parametro extension specifici dell'applicazione. Il Manuale di
accesso ai dati fornisce quindi solo informazioni sui parametri delle funzionalità dei database. Per informazioni sui
parametri della generazione SQL, consultare il Manuale di Designer.
Nuovi metodi del Driver Development Kit
Nell'API del DDK sono disponibili nuovi metodi per recuperare valori dei parametri PRM impostati nei file PRM dei
driver di accesso ai dati. È disponibile anche un nuovo metodo che consente l'accesso dell'ambiente alla
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
15
configurazione del driver. Viene inoltre fornita una nuova classe per la gestione delle eccezioni. Per ulteriori
informazioni, consultare il documento Data Access Driver Java SDK Developer Guide.
Nuova API SDK di connessione
La nuovissima API SDK di connessione viene fornita insieme alla piattaforma SAP BusinessObjects Business
Intelligence per aiutare gli utenti a sviluppare il proprio accesso alle connessioni archiviate nel server CMS. L'API
SDK di connessione consente agli sviluppatori di gestire la lettura e l'aggiornamento delle connessioni alle origini
dati. Per ulteriori informazioni, consultare il documento Data Access Connection Java SDK Developer Guide.
Supporto per origini dati
Per ulteriori informazioni sul supporto delle origini dati, consultare la Product Availability Matrix.
2.5.1.3
Protezione dei dati
Alla funzione di protezione de dati sono stati aggiunti i seguenti miglioramenti:
● Modalità di funzionamento compatibile con FIPS-140.
● Gruppo di responsabili crittografia specializzati per la gestione della crittografia.
● Sistema di crittografia a due chiavi per proteggere i dati riservati memorizzati nel CMS.
2.5.1.4
Strumento di amministrazione Data Federation
Lo strumento di amministrazione Data Federation è un'interfaccia rich client che offre strumenti e funzionalità
facili da usare per la gestione dei servizi Data Federation.
Tali servizi, incluso il motore delle query Data Federation, sono integrati nella piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence. Questa tecnologia consente universi con più origini grazie alla distribuzione di query in più
origini dati e consente di eseguire la federazione dei dati tramite una sola base dati.
Nota
La tecnologia di federazione dei dati nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 non
sostituisce Data Federator XI 3.0. Alcune funzionalità di federazione dei dati, come la mappatura e le tabelle di
destinazione, non sono disponibili nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. Per
utilizzare tali funzionalità, è possibile creare universi mediante Universe Design Tool, quindi aggiungere
connessioni a un'installazione di Data Federator XI 3.0.
Lo strumento di amministrazione di Data Federation consente di ottimizzare le query Data Federation e
ottimizzare il motore delle query Data Federation per ottenere le migliori prestazioni possibili.
16
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Lo strumento di amministrazione Data Federation può essere utilizzato per effettuare le seguenti operazioni.
● Verificare le query SQL.
● Visualizzare i piani di ottimizzazione che descrivono in dettaglio la distribuzione delle query federate in
ciascuna origine.
● Calcolare statistiche e impostare parametri di sistema.
● Gestire le proprietà per controllare in che modo le query vengono eseguite in ciascuna origine dati al livello del
connettore.
È ad esempio possibile utilizzare una proprietà come maxConnections per impostare il numero massimo di
connessioni dal motore delle query all'origine dati sottostante, aumentando o limitando il numero di
sottoquery che il motore può inviare simultaneamente all'origine dati specifica.
● Monitorare le query SQL in esecuzione.
● Sfogliare la cronologia delle query eseguite.
2.5.1.5
Soluzioni aggiuntive per i sistemi Enterprise
Resource Planning
Le soluzioni aggiuntive per l'integrazione con SAP, Oracle E-Business Suite, PeopleSoft, JD Edwards
EnterpriseOne e Siebel fanno ora parte del pacchetto standard della piattaforma BI.
2.5.1.6
Licenze
Nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence è stato introdotto un modello di gestione delle
licenze basato sui ruoli dell'utente.
● Analista BI: per i progettisti di contenuto
● Visualizzatore BI: per i consumatori di contenuto
Nota
sono tuttavia ancora supportati i modelli di gestione delle licenze precedenti basati sugli utenti designati e
sull'accesso simultaneo.
2.5.1.7
2.5.1.7.1
Lifecycle Management Console
Change and Transport System
Change and Transport System (CTS) è uno strumento che consente di organizzare i progetti di sviluppo nel
workbench ABAP. Può inoltre essere utilizzato per personalizzare e trasportare le modifiche tra i sistemi SAP e le
infrastrutture di sistema in uso.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
17
2.5.1.7.2
Opzione di input della riga di comando
L'opzione della riga di comando dello strumento Lifecycle Management Console consente di promuovere gli
oggetti mediante l'input della riga di comando da una piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence a
un'altra.
Lo strumento Lifecycle Management Console supporta le promozioni di processo seguenti mediante l'opzione
della riga di comando:
● Esportazione di un modello di processo di Lifecycle Management Console esistente
● Promozione con un modello di processo di Lifecycle Management Console esistente
● Promozione di un file LCMBIAR esistente
● Esportazione di query di piattaforma singole/multiple
● Promozione di query di piattaforma multiple
2.5.1.7.3
Override Settings
L'opzione Impostazioni di sostituzione consente di promuovere le sostituzioni un una promozione di processi
oppure in file BIAR.
2.5.1.7.4
Differenza visiva
La funzione di differenza visiva consente di visualizzare le differenze tra due versioni dello stesso file. Questa
funzionalità consente di sviluppare e gestire tipi di report diversi, ad esempio tra versioni di origine e di
destinazione di un report. Questa funzionalità fornisce uno stato del confronto tra le versioni di origine e quelle di
destinazione. Se ad esempio una versione precedente del report utente è più accurata rispetto alla versione
corrente, è possibile confrontare e analizzare il file per valutare l'entità esatta del problema.
2.5.1.8
Ricerca piattaforma
Ricerca piattaforma è stata completamente riprogettata con funzionalità di gestione avanzate come il
riconoscimento dei cluster, l'indicizzazione e la ricerca. Viene visualizzata utilizzando le API di OpenSearch, il
portale BI Launch Pad, Live Office, gli widget per la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence e gli
spazi di lavoro BI.
Offre anche tecniche diverse come:
● ricerca degli attributi
● ricerca racchiusa tra virgolette
● ricerca con caratteri jolly
Ricerca piattaforma presenta le seguenti opzioni di ricerca avanzate configurabili:
● Statistiche di ricerca: vengono presentate statistiche di ricerca come lo stato di indicizzazione, il numero di
documenti indicizzati e la data e l'ora dell'ultima indicizzazione.
18
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
● Avvia o Interrompi indicizzazione: consente di avviare o interrompere il processo di indicizzazione.
● Impostazioni internazionali indice: è possibile definire le impostazioni locali dell'indicizzazione in una delle
seguenti lingue: giapponese, italiano, coreano, norvegese (Bokmal), ceco, polacco, danese, francese, cinese,
olandese, spagnolo, finlandese, tailandese, tedesco, portoghese, russo, svedese, inglese e brasiliano. Quando
si cambiano le impostazioni locali dell'indice in quelle di un'altra lingua, Ricerca piattaforma reindicizza i
documenti nella lingua selezionata.
Nota
la scelta predefinita per questa opzione è l'inglese.
● Frequenza di ricerca per indicizzazione: è possibile eseguire una ricerca per indicizzazione continua o basata
su una pianificazione.
● Posizione indice: quando i documenti vengono indicizzati, vengono memorizzati in cartelle condivise nelle
posizioni di indice, ovvero nelle posizioni dell'indice principale, dei dati persistenti e dei dati non persistenti.
● Livello di indicizzazione: consente di personalizzare il contenuto della ricerca impostando il livello di
indicizzazione su una delle tre modalità disponibili, ovvero Metadati piattaforma, Metadati piattaforma e
documento e Contenuto completo.
● Tipi di contenuto: consente di selezionare gli estrattori desiderati per eseguire un'indicizzazione più
approfondita.
● Rigenera indice: questa opzione consente di eliminare tutti i contenuti indicizzati esistenti e di ripetere
l'indicizzazione dall'inizio.
● Documenti esclusi dall'indicizzazione: consente di immettere manualmente gli ID dei documenti degli
InfoObject per escluderli dall'indicizzazione.
● Elenco errori di indicizzazione: vengono elencati i documenti di cui non è riuscita l'indicizzazione.
2.5.1.9
Server management and configuration
In questa release sono stati introdotti i seguenti miglioramenti.
● Sono state introdotte nuove metriche del server per migliorare la trasparenza del sistema.
● Sono stati migliorati i flussi di lavoro di gestione dei nomi.
● È ora possibile eseguire il backup e il ripristino delle impostazioni di configurazione server dell'intero cluster
tramite il CCM.
● I server della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence generano ora file di registro che
descrivono le risorse di rete utilizzate allo scopo di semplificare la risoluzione dei problemi relativi alle
distribuzioni protette da firewall.
● Un maggior numero di tipi di processi viene ora elaborato in un solo Job Server adattivo potenziato.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
19
2.5.2 Flessibilità per gli sviluppatori
2.5.2.1
Funzionalità dell'SDK
Gli sviluppatori di applicazioni possono accedere a molte delle nuove funzionalità incluse in questa versione
utilizzando gli SDK forniti. Per ulteriori informazioni sul supporto SDK per le nuove funzionalità, consultare il
manuale dello sviluppatore corrispondente.
Per informazioni sulle novità dell'SDK Java della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence,
consultare il documento SAP BusinessObjects Business Intelligence platform Java SDK Developer Guide. L'SDK
include i miglioramenti seguenti:
● Supporto per gli avvisi
● Supporto per la sicurezza dei dati
● Modifiche al controllo
● Modifiche alle interfacce BIAR per consentire il trasferimento diretto degli oggetti tra due server CMS
● Modifiche all'utilizzo delle classi CeProgID e CeKind
Per informazioni sulle novità dell'SDK Java RAS (Report Application Server), consultare il manuale Report
Application Server Java SDK Developer Guide. L'SDK include i miglioramenti seguenti:
● Supporto dei generics Java
● Modifiche alle API di raggruppamento e ordinamento
● Supporto dei formati di esportazione di sola lettura Crystal Reports (RPTR) e solo dati Microsoft Excel 2007
(XLSX)
Per informazioni sulle novità dell'SDK .NET RAS (Report Application Server), consultare il documento Report
Application Server .NET SDK Developer Guide. Questo SDK include i miglioramenti seguenti:
● Un controllo del visualizzatore Crystal Report per applicazioni WPF (Windows Presentation Foundation)
● Supporto dei formati di esportazione di sola lettura Crystal Reports (RPTR) e solo dati Microsoft Excel 2007
(XLSX)
Per informazioni sulle novità dell'SDK Java dei visualizzatori, incluso il supporto per formati di esportazione di sola
lettura Crystal Reports (RPTR) e solo dati Microsoft Excel 2007 (XLSX), consultare il documento Java SDK
Developer Guide.
Per ulteriori informazioni sulle novità dell'SDK per i servizi Web, consultare il manuale SAP BusinessObjects
Business Intelligence platform Web Services Developer Guide.
2.5.3 Esperienza dell'utente finale
2.5.3.1
SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP
SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP successore di SAP BusinessObjects Voyager e alternativa
ottimale a SAP BEx Analyzer. Analysis offre nuove le seguenti nuove funzionalità e caratteristiche migliorate
mirate a ottimizzare la produttività e la profondità dell'analisi:
20
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Fogli dello spazio di lavoro
I fogli dello spazio di lavoro possono contenere un massimo di quattro tabelle a campi incrociati e grafici e
consentono il raggruppamento delle analisi correlate. I fogli vengono visualizzati nelle relative schede nella parte
inferiore della finestra di analisi.
Pannelli delle attività
I pannelli delle attività consentono l'esecuzione della maggior parte delle interazioni e delle attività di analisi
lasciando visibili i dati rilevanti nella finestra di analisi. I pannelli delle attività Dati, Proprietà e Struttura sono
sempre disponibili, mentre gli altri, ad esempio quelli relativi alle attività di filtraggio e di calcolo, sono disponibili
su richiesta.
● Nel pannello Dati vengono visualizzate le connessioni all'origine dati e le relative dimensioni e gerarchie.
● Nel pannello Proprietà vengono visualizzate le proprietà di un componente selezionato. È possibile modificare
proprietà comuni come Nome analisi e Descrizione, nonché le dimensioni dei grafici.
● Il pannello Struttura consente di visualizzare le relazioni esistenti tra le analisi e i componenti visivi in tutti i
fogli dello spazio di lavoro.
Pannello Layout
Il pannello Layout costituisce un'alternativa alla visualizzazione e alla disposizione dei componenti visivi. È
possibile aggiungere dimensioni o gerarchie e modificarne la disposizione trascinando e rilasciando tali elementi
nelle aree di rilascio Colonne, Righe e Sfondo. Tali elementi possono essere filtrati, ordinati o organizzati all'interno
del pannello.
Barra degli strumenti a schede
La barra degli strumenti a schede consente di eseguire la maggior parte delle attività di analisi dei dati. Per
semplificare il layout, funzionalità simili sono raggruppate in schede. Alcuni pulsanti della barra degli strumenti
sono associati a più funzioni, cui è possibile accedere facendo clic sulla freccia accanto al pulsante desiderato. Alla
maggior parte delle funzioni della barra degli strumenti è anche possibile accedere dai menu sensibili al contesto
(visualizzati facendo clic con il pulsante destro del mouse).
Dalla barra degli strumenti è possibile attivare l'aggiornamento automatico per eseguire diverse operazioni di
spostamento prima di aggiornare i componenti tabella a campi incrociati e grafico.
Pannelli delle attività di analisi
È possibile configurare le funzionalità di analisi con i pannelli delle attività di analisi, quali i pannelli Filtro, Calcolo
personalizzato e Formattazione condizionale. I pannelli delle attività di analisi vengono visualizzati al di sopra del
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
21
pannello Attività in modo da non nascondere la finestra di analisi. Il pannello di attività Formattazione condizionale
fornisce un'opzione Anteprima che visualizza gli effetti delle modifiche prima della relativa applicazione.
Presentazione di dati
Alla presentazione di dati sono stati aggiunti i seguenti miglioramenti:
● È ora possibile controllare il posizionamento dei membri sovraordinati e dei membri risultato.
● I calcoli di aggregazione, che riepilogano le selezioni dei membri, possono ora essere modificati in fase di
esecuzione. Ogni membro indicatore può presentare un'aggregazione specifica.
● È ora possibile espandere asimmetricamente le varie parti di una gerarchia quando più gerarchie sono
nidificate su un asse.
● È possibile scambiare gli assi di qualsiasi analisi secondaria indipendentemente dall'analisi principale.
● È possibile riordinare i membri per semplificare i confronti.
Ordinamento
È possibile eseguire l'ordinamento in base ai nomi e ai valori dei membri.
Cerca
SAP BusinessObjects Analysis offre una funzione di ricerca con nuove funzionalità, quali la classificazione dei
risultati in base alla rilevanza e gli operatori di ricerca booleani.
Formattazione condizionale
La formattazione condizionale consente di formattare le colonne, le righe o le celle selezionate per evidenziare i
risultati importanti. È inclusa una funzionalità di anteprima che consente di visualizzare gli effetti scelti prima di
aggiungerli all'analisi. È possibile assegnare i livelli di priorità alle regole di formattazione per determinare la
formattazione condizionale visualizzata. La formattazione può essere assegnata a una dimensione specifica tra le
dimensioni nidificate. Non esistono limiti per il numero di intervalli che è possibile selezionare per la
formattazione.
Calcoli
I calcoli vengono aggiunti come nuovi membri con gli stessi comportamenti di altri membri, quali il filtraggio o
l'applicazione della formattazione condizione (fatta eccezione per i calcoli dinamici). SAP BusinessObjects
Analysis fornisce i seguenti calcoli:
22
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
● I calcoli personalizzati consentono di creare calcoli personalizzati da qualsiasi combinazione di funzioni e
membri.
● I calcoli dinamici ricalcolano automaticamente i membri associati quando i dati cambiano.
● I calcoli semplici coinvolgono più membri e uno dei quattro operatori aritmetici di base: Addizione,
Sottrazione, Moltiplicazione e Divisione.
Nulli e zero
Il pulsante Nulli e zero consente di concentrare l'attenzione su valori significativi eliminando le righe o le colonne
con valori zero o nulli.
Query multiple
SAP BusinessObjects Analysis consente l'esecuzione di più query simultanee provenienti da diversi fornitori di
dati, fino a un massimo di quattro diverse origini dati per foglio.
Condivisione
Sono state migliorate le funzionalità di esportazione di SAP BusinessObjects Analysis in Microsoft Excel. È
possibile esportare grafici, analisi, fogli e spazi di lavoro, nonché conservare la formattazione dei numeri e la
formattazione condizionale.
I dati possono essere stampati su file PDF in due formati:
● Il formato foglio prevede la stampa del contenuto della schermata su una singola pagina.
● Il formato dati prevede la stampa dei dati filtrati del componente visivo.
Visualizzazioni analisi
Le visualizzazioni analisi consentono l'interoperabilità tra SAP BusinessObjects Analysis e altri prodotti SAP
BusinessObjects, quali Crystal Reports e Web Intelligence. Tali visualizzazioni, che sono stati di navigazione
specifici delle analisi, vengono salvate indipendentemente dagli spazi di lavoro e possono essere create in Analysis
e utilizzate in Analysis, Crystal Reports e Web Intelligence.
Manutenzione del server
Nel caso di un errore del server, tutte le sessioni vengono trasferite in un altro server attivo. In questo modo
verranno mantenuti tutti gli stati dell'utente e gli amministratori potranno eseguire la manutenzione con un
impatto minimo sull'utente.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
23
Controllo
La funzionalità di controllo, standardizzata con la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence, ora
registra tutte le azioni di visualizzazione, salvataggio ed esportazione e tutte le connessioni server e cubo.
Analisi
I registri di analisi sono ora accessibili da SAP Solution Manager Diagnostics e da PPMS (Product and Production
Management System). L'analisi unificata consente agli amministratori di esaminare un flusso di lavoro in più
componenti e server. Il codice server strumentato facilita la diagnostica delle prestazioni.
LifeCycle Management
Lifecycle Management Console consente agli amministratori di promuovere ad altre distribuzioni spazi di lavoro e
connessioni ai dati, inclusi query e cubi SAP BW con relative dipendenze.
2.5.3.2
BI Launch Pad
BI Launch Pad (in precedenza InfoView) offre un'interfaccia utente migliorata e nuove opzioni di
personalizzazione.
Schede
La nuova interfaccia utente contiene due schede di navigazione principali, la Scheda iniziale e la scheda
Documenti. Gli oggetti si aprono in nuove schede o finestre in base alle preferenze dell'utente. Inoltre, tutti i
documenti di accesso frequente possono essere aperti come schede e bloccati. All'accesso successivo a BI
Launch Pad, la scheda del documento bloccato viene aperta automaticamente ed è pronta per la visualizzazione.
Scheda iniziale
Il layout della Scheda iniziale predefinita contiene i seguenti moduli:
● Documenti visualizzati di recente
● Documenti eseguiti di recente
● Messaggi non letti nella Posta in arrivo
● Avvisi non letti
● Applicazioni personali
24
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
L'utente o l'amministratore può anche progettare un'area di lavoro BI personalizzata e impostarla come Scheda
iniziale predefinita per utenti e gruppi diversi.
Scheda Documenti
La scheda Documenti (in precedenza Elenco documenti) presenta un'interfaccia utente migliorata. I cassetti nel
pannello di Navigazione a sinistra consentono di passare con facilità da una vista all'altra del repository. Inoltre, il
pannello Dettagli consente di visualizzare i metadati del documento durante l'esplorazione.
Visualizzazione di documenti
Il meccanismo di visualizzazione dei documenti predefinito di BI Launch Pad è cambiato. La modalità di
visualizzazione di un oggetto può determinare gli elementi visualizzati:
● Se si visualizza un documento a contenuto dinamico (ad esempio un report Crystal o un documento Web
Intelligence), facendo doppio clic sull'oggetto nel pannello relativo agli elenchi, viene visualizzata l'ultima
istanza del documento. Se l'ultima istanza non è disponibile, viene visualizzato l'oggetto stesso.
● Se si visualizza un oggetto facendo clic su
● Se si fa clic su
Visualizza
Visualizza
Vista , viene aperto l'oggetto.
Visualizza ultima istanza , viene aperta l'ultima istanza dell'oggetto.
● Se si visualizza un oggetto programma o pubblicazione, BI Launch Pad ne visualizza le proprietà se l'ultima
istanza non è disponibile.
Ricerca piattaforma
Le funzionalità e le prestazioni di Ricerca piattaforma sono state migliorate nella versione corrente. Quando si
digita il testo che si desidera trovare nel campo di ricerca della tabella degli strumenti, la funzionalità di «ricerca
rapida» mostra i primi sei risultati ordinati per importanza mentre vengono digitati. La ricerca viene effettuata nei
metadati e nel contenuto dei documenti trovati nel repository e in Explorer. È possibile anche utilizzare una
sintassi avanzata, ad esempio valori booleani, frase o attributo nella ricerca.
Quando si esegue la ricerca, i risultati vengono elencati nel cassetto Ricerca e ordinati per facet. I facet
raggruppano i risultati da metadati InfoObject, metadati di documenti e contenuto di documenti.
Avvisi
Avvisi è una funzionalità disponibile in diverse applicazioni utilizzata per inviare notifica a utenti e amministratori
in caso di attivazione di eventi. Nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence gli utenti e gli
amministratori possono effettuare la sottoscrizione ad avvisi personalizzati per eventi o relativi al sistema o file. I
report creati in SAP Crystal Reports for Enterprise che contengono avvisi supportano anche la relativa
funzionalità. Quando vengono attivati gli avvisi di eventi o report, vengono inviate notifiche agli indirizzi di posta
elettronica dei sottoscrittori o a una destinazione del sistema BI (ad esempio un account BI Launch Pad).
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
25
Applicazioni Web di SAP Business Explorer
In questa versione è possibile integrare le applicazioni Web di Business Explorer con BI Launch Pad. Si tratta di
applicazioni basate sul Web di Business Explorer (BEx) in SAP NetWeaver Business Warehouse (BW) per l'analisi
dei dati, la creazione di report e le applicazioni analitiche sul Web. È possibile aprire le applicazioni Web BEx in BI
Launch Pad, spostarsi tra i dati e salvare le applicazioni Web BEx come segnalibri nei preferiti del browser.
Per ulteriori informazioni su BI Launch Pad, vedere la Guida in linea di BI Launch Pad o il Manuale dell'utente di BI
Launch Pad, disponibili in SAP Help Portal all'indirizzo http://help.sap.com.
2.5.3.3
Spazi di lavoro BI
Questa sezione offre una panoramica dettagliata dei componenti e delle funzionalità forniti dalla versione più
recente degli spazi di lavoro BI per la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. Il termine
Dashboard Builder è stato sostituito dall'espressione spazi di lavoro BI in questa versione. Le funzionalità fornite
sono le seguenti:
Flussi di lavoro semplificati per la creazione di spazi di lavoro BI
● È possibile creare, progettare e gestire gli spazi di lavoro BI in modo più semplice.
● I flussi di lavoro migliorati Salva, Salva con nome e Apri consentono di archiviare gli spazi di lavoro BI in
cartelle pubbliche o personali.
● Gli oggetti precedenti per la creazione di spazi di lavoro, come ad esempio InfoView personale, Cruscotto
personale e Cruscotti aziendali, sono stati migrati in un unico oggetto chiamato spazio di lavoro BI.
Interfaccia migliorata per lo spazio di lavoro BI
● Miglioramenti nella Libreria di moduli.
● Nuove opzioni di ricerca avanzate nella Libreria di moduli.
● Opzioni di aggancio per la Libreria di moduli.
● Barra superiore e barra degli strumenti dello spazio di lavoro BI migliorate.
Nota
La barra degli strumenti migliorata offre diverse opzioni per creare, modificare e salvare uno spazio di
lavoro BI attraverso la modifica di più schede e grazie a opzioni di salvataggio a livello di spazio di lavoro BI.
26
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Esperienza migliorata nell'utilizzo degli spazi di lavoro BI
● Il menu a discesa sulla barra degli strumenti consente di visualizzare e scorrere l'elenco completo di schede e
sottoschede.
● La modalità di layout colonna consente di ridimensionare le colonne.
Nota
Fino alla versione precedente la larghezza di colonna di uno spazio di lavoro BI veniva impostata
automaticamente. Adesso è possibile modificare le dimensioni di queste colonne.
● L'opzione relativa a elenchi di navigazione multipli consente di creare più di un elenco di navigazione per
pagina.
● Le opzioni Visualizza ultima istanza o Documenti visualizzati di recente consentono di accedere facilmente
agli ultimi documenti visualizzati.
● Il supporto multilingue consente di creare e gestire gli spazi di lavoro BI in più di una lingua.
● È possibile creare e gestire i moduli mediante flussi di lavoro separati.
● I collegamenti dell'URL di openDocument consentono di semplificare la navigazione.
Monitoraggio, gestione e distribuzione migliorati degli spazi di lavoro BI
● Stretta integrazione con la Central Management Console (CMC) della piattaforma SAP BusinessObjects
Intelligence per sfruttare le funzionalità di protezione.
● Funzionalità di protezione migliorate per la visualizzazione e la modifica degli spazi di lavoro BI tramite la
CMC.
● Controllo degli spazi di lavoro BI tramite la CMC.
● Migrazione automatica degli spazi di lavoro BI dalle versioni precedenti mediante Upgrade Management Tool.
● Più registri per tenere traccia degli accessi.
● Supportabilità per l'analisi end-to-end della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence e
prestazioni migliorate.
Connettività ininterrotta ai report tramite collegamento avanzato al contenuto
● Collegamento contenuto: la comunicazione tra portlet consente di eseguire il collegamento granulare visivo
avanzato di diversi tipi di dati di origine e di destinazione. È possibile abilitare il componente Dashboard
Design o Web Intelligence di origine all'utilizzo di prompt e filtri nei documenti Dashboard Design, Crystal
Reports o Web Intelligence in spazi di lavoro BI compositi.
● Mappatura granulare: è possibile visualizzare i dati utilizzati in Dashboard Design, Web Intelligence e altri tipi
di dati correlati sotto forma di rappresentazioni visive. I dati che possono essere collegati nei moduli di origine
e di destinazione vengono mappati e visualizzati automaticamente.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
27
Documentazione correlata
Per ulteriori informazioni relativamente agli spazi di lavoro BI per la piattaforma SAP BusinessObjects Business
Intelligence 4.0, consultare il manuale Introduzione alla creazione di spazi di lavoro BI o il manuale dell'utente
relativo agli spazi di lavoro della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
2.5.3.4
Dashboard Design
In SAP BusinessObjects Dashboard Design (precedentemente chiamato Xcelsius) sono state aggiunte nuove
funzionalità e sono stati apportati miglioramenti alla produttività e alla connettività diretta ai dati della
piattaforma. Tali funzionalità e miglioramenti includono supporto nuovo e aggiornato per le query universo di SAP
BusinessObjects e l'integrazione con la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
Server di elaborazione e server cache di Dashboard Design
È disponibile un nuovo livello di elaborazione dei dati per la connettività dei dati della piattaforma, progettato per
soddisfare i requisiti di scalabilità e prestazioni delle distribuzioni di cruscotti su larga scala. Sono inclusi due
nuovi server: un server cache di Dashboard Design e un server di elaborazione dei cruscotti. Il server cache di
Dashboard Design offre funzionalità di memorizzazione dei dati nella cache e di condivisione in modelli di dati
coerenti (query di universi relazionali) del livello semantico, mentre il server di elaborazione dei cruscotti gestisce
le richieste di elaborazione delle query. Entrambi i server sono integrati in servizi Piattaforma BI standard, inclusi il
controllo e il monitoraggio.
Pannello delle query
È disponibile un nuovo pannello delle query per la creazione di query basate sull'universo in Dashboard Design.
Per definire una query, è ora possibile trascinare dimensioni, indicatori e oggetti dell'universo relazionale dal
pannello delle query all'area di disegno. È inoltre possibile definire l'ordine di restituzione della query agli oggetti
risultato, l'ordine di disposizione dei dati, i filtri di query e i prompt a selezione singola o multipla. Nel pannello delle
query viene inoltre presentata un'anteprima dei dati della query.
Pannello Browser delle query
Nel nuovo pannello del browser delle query è presente una vista riepilogativa degli oggetti risultato, dei filtri e dei
prompt inclusi nel modello e viene offerta la possibilità di accedere rapidamente al pannello delle query per la
creazione e la modifica delle query. Nel browser delle query è inoltre possibile aggiornare le query per aggiornare i
dati di query associati ai componenti. Quando si trascina una query dal pannello del browser delle query all'area di
disegno, al modello viene aggiunto automaticamente un componente Selettore prompt.
28
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Associazione diretta dei dati
In Dashboard Design è ora possibile associare direttamente i dati degli oggetti risultato delle query a grafici e
selettori. Quando i dati vengono associati direttamente a grafici e selettori, il componente visualizza un'anteprima
dei dati delle query nell'area di disegno in fase di progettazione.
Componenti di Connettività universo
Il browser dei componenti include una nuova categoria Connettività universo dedicata alle connessioni dei dati di
query. All'interno della categoria Connettività sono presenti due nuovi componenti: Selettore prompt query e
Pulsante di aggiornamento query.
Il componente Query Prompt Selector gestisce automaticamente la selezione dei valori dei prompt in base ai
metadati del prompt della query. Il componente Query Prompt Selector è disponibile in tre stili:
● Valore singolo
● Selezione singola o multipla con Elenco dei valori
● Selezione singola o multipla con Elenco dei valori sovrapposto
Se il prompt include un elenco di valori, il componente Query Prompt Selector consente agli utenti di scorrere
l'elenco in fase di esecuzione e anche di scegliere se mostrare o nascondere i valori nel modello.
Il componente Pulsante di aggiornamento query consente agli utenti di richiedere un aggiornamento dei dati della
query dal modello in fase di esecuzione.
Formattazione internazionale dei dati mediante le impostazioni locali di
visualizzazione preferite
La formattazione dei dati consente di controllare il modo in cui vengono presentati agli utenti i dati, ad esempio
date, orari, valuta e valori numerici. Nelle versioni precedenti del prodotto il formato dei dati era determinato dalle
impostazioni locali specificate in fase di creazione del modello. Dashboard Design consente la formattazione dei
dati dei modelli mediante formati di dati internazionali dinamici; ciò significa che il formato può essere modificato
automaticamente per corrispondere alle impostazioni internazionali di visualizzazione preferite.
Non è necessario configurare la formattazione internazionale dei dati. Quando i modelli di Dashboard Design
vengono salvati nella piattaforma, le impostazioni di formattazione dei dati vengono automaticamente adeguate
alle impostazioni locali di visualizzazione preferite specificate in BI Launch Pad.
Traduzione del testo
In Dashboard Design, la maggior parte del testo incluso nei modelli pubblicati nella piattaforma può essere
tradotta in altre lingue mediante Translation Manager.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
29
Quando un modello viene salvato nella piattaforma, il flusso di lavoro di traduzione viene abilitato ed esperti in
traduzioni traducono il testo utilizzato nel modello. Le traduzioni del testo vengono quindi pubblicate nella
piattaforma e combinate con il modello per creare versioni localizzate del modello.
In fase di esecuzione gli utenti visualizzano la versione localizzata corrispondente alle impostazioni locali di
visualizzazione preferite.
Nei modelli di Dashboard Design può essere localizzato il testo seguente:
● La maggior parte del testo immesso dall'utente, tra cui titoli, sottotitoli, nomi di serie, nomi di categoria e così
via.
● I dati negli intervalli di Excel contrassegnati come traducibili dal progettista di modelli.
Oggetti di Dashboard Design
Dashboard Design introduce un nuovo tipo di oggetti nella piattaforma SAP BusinessObjects Business
Intelligence. Nelle versioni precedenti del software erano richiesti due oggetti: un oggetto Xcelsius per utilizzare il
modello in designer e un oggetto Flash per eseguire il modello. Il nuovo oggetto di Dashboard Design riunisce in un
unico oggetto il documento di progettazione (XLF) e il file Flash (SWF).
Se l'oggetto viene aperto in Dashboard Design e modificato mediante Translation Manager, il documento SWF
memorizzato nella cache nell'oggetto Dashboard Design viene automaticamente aggiornato in modo da riflettere
le modifiche. I progettisti di modelli non devono necessariamente riesportare l'oggetto Flash separatamente per
consentire agli utenti di ricevere le modifiche aggiornate.
Gli oggetti di Dashboard Design supportano la protezione a livello di oggetto. Gli amministratori di sistema
possono ad esempio impostare i diritti per bloccare determinati utenti o gruppi di utenti non consentendo loro di
modificare o persino visualizzare il cruscotto.
Per i modelli con connessioni a query universo, gli amministratori di sistema possono specificare gruppi di server
preferiti per l'elaborazione e la memorizzazione nella cache delle query. Le opzioni di memorizzazione nella cache
a livello di oggetto hanno la precedenza sulle impostazioni a livello di server, pertanto gli amministratori di sistema
possono allocare le risorse e regolare le impostazioni di elaborazione per soddisfare i requisiti dei singoli modelli.
Gestione del ciclo di vita degli oggetti di Dashboard Design
Per consentire l'integrazione con il supporto della gestione del ciclo di vita nella piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence 4.0, il nuovo oggetto di Dashboard Design conserva le informazioni di relazione e di
dipendenza, incluse quelle relative al modello:
● relazione con le query universo
● dipendenza dagli oggetti QaaWS e universo nelle connessioni QaaWS
● dipendenze dai report Crystal corrispondenti, dai documenti Web Intelligence e dagli oggetti universo
corrispondenti nelle connessioni Live Office
Grazie all'integrazione con gli strumenti di gestione del ciclo di vita, gli amministratori di sistema possono
verificare le informazioni sulla dipendenza per gli oggetti di Dashboard Design e assicurarsi che gli oggetti
dipendenti vengano promossi tutti insieme.
30
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
I modelli di Dashboard Design accedono ai dati della Piattaforma BI mediante una connessione ai servizi Web. Se il
modello viene migrato in una posizione diversa, ad esempio da un sistema di test a un ambiente di produzione,
l'URL dei servizi Web potrebbe cambiare. Per supportare questo scenario, i modelli di Dashboard Design
accettano gli URL dei servizi Web dinamici in fase di esecuzione. BI Launch Pad e CMC recuperano l'URL dei
servizi Web dall'oggetto applicazione dei servizi Web per la connessione ai servizi Web.
2.5.3.5
Explorer
SAP BusinessObjects Explorer è un'applicazione per l'individuazione dei dati che consente di recuperare
direttamente e rapidamente le risposte a domande aziendali dai dati aziendali.. È possibile utilizzare un potente
motore di ricerca per trovare i dati desiderati contenuti in un dataset coerente e significativo, conosciuto come
spazio informazioni.
Integrazione con BI Launch Pad
SAP BusinessObjects Explorer viene installato come un componente aggiuntivo alla piattaforma SAP
BusinessObjects Business Intelligence 4.0.
Utilizzando SAP BusinessObjects Explorer in BI Launch Pad, è possibile avviare Explorer come applicazione
oppure aprire ed esplorare lo spazio informazioni direttamente dall'elenco documenti di BI Launch Pad nella
scheda Documenti.
Integrazione server in CMS
I server di Explorer presentano un'integrazione completa con CMS della Piattaforma BI. È ora possibile gestire le
attività di amministrazione dei server di Explorer come controllo, monitoraggio e integrazione in Solution Manager
Diagnostics allo stesso modo di qualsiasi altro server di CMS. Vedere il manuale dell'amministratore della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence per ulteriori informazioni sulla gestione delle seguenti
metriche:
● Numero di utenti attualmente collegati
● Numero di indicizzazioni in corso
● Numero di repliche in corso
● Tempo di risposta dell'esplorazione
● Tempo di risposta della ricerca
● Tempo di risposta dell'apertura dello spazio informazioni
Supporto per origini dati
SAP BusinessObjects Explorer consente di accedere alle origini dati seguenti in questa versione:
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
31
● Universi nel formato .UNX (solo origini relazionali)
● File Excel (metodo di aggregazione medio aggiunto)
Accesso facilitato da tastiera
SAP BusinessObjects Explorer è ora facilmente accessibile agli utenti che utilizzano la tastiera per spostarsi
nell'applicazione. L'accesso alla tastiera è sempre disponibile per tutti gli utenti e non richiede installazioni o
impostazioni speciali.
Nota
In questa versione di Explorer è possibile utilizzare la tastiera per l'esplorazione ma non per la gestione dello
spazio informazioni.
2.5.3.6
2.5.3.6.1
Web Intelligence
SAP BusinessObjects Web Intelligence
SAP BusinessObjects Web Intelligence è uno strumento di query, creazione report e analisi utilizzato per creare
report da origini dati relazionali e OLAP e per analizzare dati attraverso funzionalità come filtri, formattazione
condizionale e rilevamento dati.
2.5.3.6.1.1 Dati gerarchici
È ora possibile creare query ed eseguire analisi sui dati organizzati gerarchicamente mediante i seguenti oggetti
report: dimensioni analisi, gerarchie, livelli, attributi, insiemi denominati e membri calcolati. Nelle query è possibile
selezionare membri di dati da una gerarchia esplicitamente o tramite funzioni.
È possibile esplorare dati gerarchici nei report espandendo e comprimendo membri della gerarchia e gli indicatori
vengono calcolati in base alla posizione che occupano nella gerarchia. Tutte le funzionalità esistenti (ad esempio
ordinamenti, sincronizzazione dei dati e interruzioni) funzionano con gli oggetti gerarchici.
2.5.3.6.1.2 Nuove origini dati
È ora possibile creare query sulle origini dati seguenti:
● Universi nel nuovo formato UNX.
Nota
Attraverso gli universi, è possibile accedere ai dati da origini dati relazionali e OLAP.
32
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
● SAP InfoCube mediante query BEx.
● Spazi di lavoro SAP BusinessObjects Analysis.
Universi UNX
Gli universi con la nuova estensione UNX sono creati attraverso l'Information Design Tool, una novità nella suite di
prodotti SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0. Vengono utilizzati per accedere ai dati dalle origini dati
relazionali e OLAP. L'accesso a dati relazionali e OLAP può avvenire anche attraverso universi UNV precedenti.
SAP Info Cube mediante query BEx
Quando si accede ai dati in SAP InfoCube tramite query BEx, SAP BusinessObjects Web Intelligence presenta i
dati come oggetti universo standard quali gerarchie, livelli e dimensioni nel pannello delle query. La creazione di
una query BEx è simile alla creazione di una query su un universo.
Spazi di lavoro SAP BusinessObjects Analysis
È possibile creare query sulle visualizzazioni delle analisi esportate da SAP BusinessObjects Analysis. Le
visualizzazioni delle analisi appaiono nel pannello delle query come oggetti universo standard.
2.5.3.6.1.3 Interfaccia ridisegnata
L'interfaccia SAP BusinessObjects Web Intelligence fornisce ora una maggiore coerenza dell'interfaccia utente tra
le interfacce Java e Web (in precedenza Panello report Java e Web Intelligence Interactive), e con altri strumenti
client BI come SAP Crystal Reports for Enterprise e SAP BusinessObjects Analysis.
2.5.3.6.1.4 Funzione avanzata di copia e incolla
È possibile copiare query, variabili, tabelle e grafici da un documento all'altro. Quando si copia un oggetto,
vengono copiati anche tutti i relativi oggetti dipendenti. Quando si copia una tabella, ad esempio, vengono copiate
anche tutte le query, gerarchie, dimensioni, indicatori e variabili che forniscono dati a una tabella.
Le tabelle e i grafici possono essere copiati con o senza formattazione o dati.
Una funzione avanzata di copia e incolla è disponibile nell'interfaccia Java e in Web Intelligence Desktop.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
33
2.5.3.6.1.5 Stile predefinito
Lo stile del report predefinito è stato migliorato e offre un ulteriore controllo sulla formattazione. Può definire la
maggior parte degli attributi di sezioni, tabelle, moduli, celle della tabella, celle della sezione, celle libere,
intestazioni e pié di pagina. I documenti esistenti possono essere aggiornati con il nuovo stile predefinito.
Lo stile predefinito è ora memorizzato in uno stile sovrapposto nella cartella <unità_installazione>
\Programmi\SAP BusinessObjects\SAP BusinessObjects Enterprise XI 4.0\images
\WebiDefaultStyleSheet.css sul server o nel computer locale nel caso di Web Intelligence Desktop.
2.5.3.6.1.6 Linguaggio delle formule
Il linguaggio delle formule contiene un insieme di nuove funzioni e operatori che agiscono sui dati gerarchici.
Alcune funzioni di aggregazione esistenti accettano anche insiemi di membri della gerarchia per fornire il contesto
del calcolo di un indicatore.
2.5.3.6.1.7 Nuove funzioni relative ai grafici
Di seguito sono riportate le nuove funzioni relative ai grafici introdotte in questa versione:
Nuovi tipi di grafico
Grafico a torta con profondità
Grafici a dispersione
Grafici a bolle
Grafico a scatola
Mappa termica
Diagramma ad albero
Supporto per la visualizzazione gerarchica
Grafici gerarchici dedicati (diagramma ad albero)
Visualizzazione delle gerarchie nelle etichette dell'asse
I livelli gerarchici sono supportati come feed
34
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Nuovi workflow per la creazione di grafici
Nessuna necessità di accedere alla modalità Struttura per il feed di un grafico
Grafici visualizzati in grigio quando il feed è incompleto
Visualizzazione flessibile
I grafici a barre e a linee possono condividere lo stesso asse dei valori
L'uso della dimensione dei nomi di indicatori consente nuove configurazioni, ad esempio Nomi indicatori come
asse delle categorie
La presentazione in pila di assi indipendenti consente la definizione di grafici a barre in pila e grafici a linee
Maggior controllo nel feed (ad esempio l'associazione di una regione a una forma regione nella dispersione)
Trasformazione del tipo di indicatore flessibile (Barre, linea, area)
Possibilità di indicatori di presentazione in pila
Interattività
Descrizioni dei comandi
Rotazione del grafico
Le aree del grafico sono selezionabili per la modifica
Formattazione
● Adattamento automatico delle proprietà del grafico alle dimensioni dell'oggetto
● Formattazione rapida della
● Finestra di dialogo per la formattazione avanzata nella barra degli strumenti (tavolozza e stile)
● Più scelte per la visualizzazione
Formule nei valori min/max delle proporzioni di titoli/assi
Maggiore controllo sui valori dati
Tipi di barre più interessanti, maggior controllo su linee e indicatori
Effetti luce e ombra
Trasparenza e gradienti
Le voci della legenda possono essere raggruppate per dimensione
Visualizzazione a griglia di gerarchie o dimensioni in pila
L'altezza e la larghezza delle aree dei grafici sono regolabili (come valore assoluto o relativo) e consente
una migliore gestione delle etichette degli assi
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
35
Altre opzioni di visualizzazione
Formule nei valori min/max delle proporzioni di titoli/assi
Maggiore controllo sui valori dati
Tipi di barre più interessanti, maggior controllo su linee e indicatori
Effetti luce e ombra
Trasparenza e gradienti
Le voci della legenda possono essere raggruppate per dimensione
Visualizzazione a griglia di gerarchie o dimensioni in pila
Altezza e larghezza regolabili delle aree del grafico (come valori assoluti o relativi) per consentire una migliore
gestione delle etichette degli assi lunghi
2.5.3.6.2
Web Intelligence Desktop
Web Intelligence Desktop (noto anche come Web Intelligence Rich Client) è l'interfaccia desktop per SAP
BusinessObjects Web Intelligence.
Modifica nel repository
Web Intelligence Desktop consente ora di modificare i documenti direttamente all'interno del repository.
2.5.3.6.3
Fornitore di dati personale
Fornitore di dati personale offre le seguenti nuove funzionalità:
Supporto Excel 2007 per il fornitore di dati personale
Web Intelligence Desktop supporta la creazione di documenti Web Intelligence utilizzando Excel 2007 come
origine dati.
Aggiornamento dei documenti Web Intelligence basati su origini dati PDP/CDP
È possibile aggiornare un documento Web Intelligence creato da fornitori di dati personali, quali file di testo ed
Excel, e da fornitori di dati personalizzati, come i servizi Web da BI Launch Pad su tutte le piattaforme UNIX. Nelle
versioni precedenti questa operazione era possibile solo dalla piattaforma Windows.
36
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Modifiche alla configurazione e alla distribuzione per i plug-in del framework
CDP
● Nella release precedente il file di configurazione webi_customds_extension.xml veniva utilizzato per il
caricamento e l'identificazione dei plug-in. In 4.0 il file di configurazione viene rimosso e il caricamento e la
ricerca dei plug-in vengono eseguiti mediante l'analisi del file di configurazione dei plug-in presente nella
directory delle risorse META-INF/services del relativo binario. Il nome del file di configurazione è dato dal
nome binario completo dell'implementazione del punto di ingresso del plug-in. La dipendenza della class-path
del plug-in viene caricata dall'attributo MODULE-PATH presente nel file META-INF/MANIFEST.MF del relativo
binario. Gli altri dettagli del plug-in vengono caricati dall'implementazione delle interfacce
CDSExtensionDescriptor e CDSExtensionBaseDescriptor.
● Nella release precedente era possibile distribuire i binari dei plug-in in qualsiasi posizione. In 4.0 è necessario
distribuirli nella cartella <DIR_INST_SAP_BOBJ>\SAP BusinessObjects Enterprise XI 4.0\java
\lib\PersonalDPPlugins.
● Nella release precedente non era necessaria l'implementazione del punto di ingresso dell'interfaccia utente.
Veniva infatti fornita l'implementazione dell'interfaccia utente predefinita se il file di configurazione del plug-in
conteneva voci per il punto di ingresso dell'origine del fornitore di dati. In 4.0 l'implementazione del punto di
ingresso dell'interfaccia utente è obbligatoria.
2.5.3.7
Live Office
Pannello Live Office per Microsoft Office
In Microsoft Outlook un nuovo pannello Live Office consente agli utenti di accedere al contenuto BI direttamente
dai messaggi di posta elettronica. All'interno del pannello gli utenti possono eseguire ricerche di contenuto,
associare file a thread di posta elettronica e aggiungere documenti a elenchi di preferiti. In base a queste
informazioni, il pannello Live Office suggerisce anche documenti che potrebbero essere rilevanti per il messaggio
di posta elettronica.
Il pannello Live Office supporta i seguenti tipi di documenti per le operazioni di ricercaassociazione, aggiunta a
preferiti, suggerimento e inserimento come oggetto Live Office:
● SAP Crystal Reports 2011
● SAP BusinessObjects Web Intelligence
● Query di universi
I seguenti tipi di documenti sono supportati per le operazioni di ricerca, associazione, aggiunta ai preferiti e
suggerimento, ma non possono essere inseriti come oggetti Live Office:
● Dashboard Design
● Microsoft Office (2003 e 2007)
● Adobe Acrobat (PDF) versione 8 e 9
● Spazi informazioni
● Spazi di lavoro BI
● Pacchetto di oggetti
● Flash
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
37
● TXT
● RTF
Miglioramento delle prestazioni in Microsoft Excel
Gli utenti possono inserire con facilità oggetti Live Office in documenti Microsoft Excel.
Eventi di controllo inclusi nella piattaforma SAP BusinessObjects Business
Intelligence
Gli eventi di selezione di prompt e aggiornamento di Live Office ora vengono registrati nel controllo della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence (ID del tipo di evento: 10700-10799). Gli eventi di
creazione, eliminazione, modifica, accesso e disconnessione di Live Office vengono registrati come eventi CMS
con lo stesso nome. Per ulteriori informazioni in merito al controllo nella piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence, vedere la sezione relativa al «monitoraggio» nel manuale dell'amministratore della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
Esplorazione dei dati Excel
In Microsoft Excel gli utenti possono caricare con facilità i dati nell'edizione Premium di SAP BusinessObjects
Explorer e utilizzare la funzionalità di visualizzazione e ricerca per esaminare i dati in aree selezionate o fogli di
lavoro Excel completi. I risultati (dati e visualizzazioni) possono essere quindi scaricati in altre applicazioni come
Word, Excel, PowerPoint e Outlook.
2.5.3.8
Translation management tool
Tipi di risorsa traducibili
È ora possibile tradurre le seguenti risorse:
Tabella 1:
Tipo di risorsa
Descrizione
Report di Web Intelligence
Memorizzato in locale nel repository CMS
Universi creati mediante Universe Design Tool
Memorizzato in locale nel repository CMS
Basi dati o livelli aziendali creati mediante Information Design
Tool
Memorizzati in locale o nella cartella dei progetti condivisi per
il repository CMS
Documenti Crystal Reports
Memorizzati nel repository CMS
38
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Tipo di risorsa
Descrizione
Cruscotti creati con i documenti Dashboard Design
Memorizzati nel repository CMS
Spazi di lavoro creati mediante gli spazi di lavoro BI e la mag­
gior parte degli InfoObject
Memorizzati nel repository CMS
Stato XLIFF
Lo strumento Translation Management Tool supporta gli stati XLIFF seguenti:
Tabella 2:
Categoria
Stato XLIFF
Descrizione
Da tradurre
NEW
Indica che il contenuto è nuovo. Ad esempio, il contenuto
(Questo conte­
che è stato aggiunto o modificato in un documento pre­
nuto non viene
cedentemente tradotto.
visualizzato al­
l'utente finale)
NEEDS_TRANSLATION
Indica che il contenuto deve essere tradotto.
NEEDS_ADAPTATION
Indica che devono essere adattate solo le informazioni
non di testo.
NEEDS_L10N
Indica che il testo deve essere tradotto e che le informa­
zioni non di testo devono essere adattate.
Traduzione visi­
bile
(Questo conte­
nuto può essere
NEEDS_REVIEW_ADAPTATION
una revisione.
NEEDS_REVIEW_ L10N
Indica che la traduzione e l'adattamento del contenuto
non di testo richiedono una revisione.
visualizzato al­
l'utente finale)
Indica che solo le informazioni non di testo richiedono
NEEDS_REVIEW_TRANSLATION
Indica che il contenuto tradotto richiede una revisione.
TRANSLATED
Indica che il contenuto è stato tradotto.
SIGNED_OFF
Indica che le modifiche sono state riviste e approvate.
FINAL
Indica lo stato di interruzione.
Traduzione in simultanea
Con la traduzione in simultanea è possibile gestire contemporaneamente la traduzione di un documento in lingue
diverse.
Per consentire a diversi traduttori di lavorare in parallelo sullo stesso documento ma su lingue diverse, è stata
migliorata la gestione della pubblicazione dell'impostazione locale.
Translation Management Tool esporta le impostazioni locali seguenti:
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
39
● Impostazioni locali aggiunte dai traduttori mediante Translation Management Tool (le impostazioni locali
vengono aggiunte alla risorsa).
● Impostazioni locali modificate dal traduttore mediante Translation Management Tool (le impostazioni locali
vengono aggiornate se non si verificano problemi di sincronizzazione)
Compatibilità del formato del file XLIFF
Translation Management Tool segue la specifica XLIFF versione 1.2.
Traduzione di risorse autonome
In modalità autonoma, è possibile lavorare senza connettersi al repository. Per farlo, il contenuto da tradurre deve
essere memorizzato localmente.
Traduzione di risorse memorizzate nel repository
È possibile tradurre gli oggetti memorizzati nel repository. Per farlo, è necessario disporre dei diritti per tradurre
gli oggetti ed è necessario autenticare con il CMS prima della traduzione.
Pubblicazione sicura
Lo strumento verifica il contenuto del documento modificato con la versione precedente e garantisce che il lavoro
non vada perso quando il documento viene pubblicato nella posizione originale.
Gestione di oggetti e versioni della traduzione
Lo strumento confronta il documento tradotto con il documento di origine originale per rilevare le modifiche che
potrebbero essere state apportate al documento di origine.
Quando Translation Management Tool recupera le proprietà traducibili da un'origine, l'origine non viene bloccata.
Se l'origine cambia durante la traduzione, quando lo strumento esporta la nuova traduzione nell'origine, vengono
eseguiti dei controlli per convalidare la sincronizzazione/coerenza tra il documento di origine e quello tradotto.
Se vengono rilevate incoerenze, lo strumento propone tre opzioni:
● Aggiornare il contenuto memorizzato in Translation Management Tool rispetto all'origine (opzione
consigliata).
● Annullare l'intera esportazione. In questo caso, non viene eseguita alcuna operazione. Non vengono apportate
modifiche ai metadati aperti in Translation Management Tool e nell'origine.
40
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
● Forzare l'esportazione delle stringhe tradotte.
Pubblicazione di una singola impostazione locale
È possibile pubblicare un'impostazione locale alla volta. Questo consente ai traduttori di inoltrare il proprio lavoro
in qualsiasi momento.
2.5.3.9
SAP BusinessObjects Mobile
SAP BusinessObjects Mobile 4.0 offre le seguenti nuove funzionalità:
Documenti per Mobile sulla home page
Quando si accede a un'applicazione per cellulari, SAP BusinessObjects Mobile visualizza la home page contenente
l'elenco di documenti che è possibile aprire dal dispositivo mobile. Questo riduce il numero di clic necessari ad
accedere ai documenti a ogni accesso.
Per ulteriori informazioni sulla categoria Cellulare mobile e la home page di SAP BusinessObjects Mobile ,
consultare la sezione Categoria Mobile e accesso al documento nel Manuale d'installazione e distribuzione di SAP
BusinessObjects Mobile.
Ricerche di documenti BI
SAP BusinessObjects Mobile consente di eseguire ricerche di documenti BI nel repository della piattaforma BI.
Fornisce un accesso facile e veloce ai documenti BI.
Per ulteriori informazioni sulla ricerca di documenti BI da un dispositivo mobile, consultare la sezione Ricerca di
documenti nel manuale Utilizzo di SAP BusinessObjects Mobile.
Strumento di configurazione di Mobile Server
Lo strumento di configurazione di Mobile Server è una procedura guidata che semplifica la configurazione del
server Mobile. Consente inoltre agli amministratori di modificare i parametri del server Mobile selezionati in
precedenza senza modificare manualmente alcun file di configurazione.
Per ulteriori informazioni sullo strumento di configurazione di Mobile Server, consultare il Manuale d'installazione
e distribuzione di SAP BusinessObjects Mobile.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
41
Pacchetto di installazione di SAP BusinessObjects Mobile
SAP BusinessObjects Mobile 4.0 viene fornito come parte del pacchetto di installazione della piattaforma SAP
BusinessObjects Business Intelligence per impostazione predefinita. Per ottimizzarne le prestazioni, è però
consigliabile installare SAP BusinessObjects Mobile su un server dedicato. Per installare SAP BusinessObjects
Mobile su un server dedicato, è necessario utilizzare l'opzione di installazione personalizzata.
Per istruzioni sull'installazione personalizzata, vedere la sezione relativa all'installazione del server di SAP
BusinessObjects Mobile nel manuale d'installazione e distribuzione di SAP BusinessObjects Mobile.
Invio di un collegamento al documento BI per posta elettronica
È possibile inviare l'URL del documento BI per posta elettronica e il destinatario può aprirlo tramite il browser del
proprio computer accedendo all'URL openDocument presente nel corpo del messaggio.
Per ulteriori informazioni sull'invio dell'URL del documento BI per posta elettronica, vedere il manuale per l'utente
di SAP BusinessObjects Mobile.
Diritti Mobile per utenti e gruppi
SAP BusinessObjects Mobile supporta i seguenti diritti applicazione per utenti e gruppi selezionati:
Diritto
Descrizione
Accedere all'applicazione SAP BusinessObjects Mobile
Concede di accedere alla piattaforma BI tramite
l'applicazione Mobile e visualizzare i documenti
Sottoscrivere gli avvisi del documento
Concede l'accesso per la sottoscrizione di avvisi su
documenti/ricorrenza
Salvare i documenti nella memoria locale di un dispositivo
Concede l'accesso per il salvataggio dei documenti sul
dispositivo mobile
Inviare i documenti dal dispositivo come posta elettronica
Concede l'accesso per l'invio di report tramite posta
elettronica
Per ulteriori informazioni sui diritti per dispositivi mobili, consultare il manuale di installazione e distribuzione di
SAP BusinessObjects Mobile.
Supporto CVOM
SAP BusinessObjects Mobile supporta la visualizzazione di grafici basati su CVOM.
42
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
Incorporamento di più azioni locali in una determinata cella del report
È possibile incorporare più azioni locali in una determinata cella del report, consentendo così agli utenti di
eseguire diverse azioni sul contenuto della cella. È possibile incorporare simultaneamente le azioni locali
"phoneto", "smsto" e "mailto" nel contenuto della cella e il client Mobile visualizzerà un menu contestuale con le
azioni locali di chiamata, sms e posta elettronica.
Per ulteriori informazioni, consultare il manuale Progettazione di documenti BI per utenti di dispositivi portatili.
Supporto con un solo clic per gli smartphone touch
Negli smartphone touchscreen, è possibile aprire il documento o la cartella o il report facendo clic sul titolo.
Nuove azioni locali: elookup e plookup
SAP BusinessObjects Mobile rende disponibili le seguenti nuove azioni locali:
Azione
Descrizione
elookup
Consente di recuperare un indirizzo di posta elettronica dalla
rubrica.
plookup
Consente di recuperare un numero di telefono dalla rubrica
del dispositivo.
Per ulteriori informazioni su comandi e sintassi, consultare il manuale Progettazione di documenti BI per utenti di
dispositivi portatili.
Gestione di server Mobile in Central Configuration Manager (CCM)
SAP BusinessObjects Mobile consente di avviare o arrestare server Mobile mediante CCM.
Supporto della preconfigurazione migliorato
È possibile configurare l'applicazione client Mobile con i dettagli delle impostazioni di connessione dettagliate (ad
esempio il server Mobile, il numero di porta VAS, il nome CMS e il tipo di autenticazione) prima della distribuzione
sul dispositivo. In questo modo non è più necessario definire manualmente le impostazioni di connessione.
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione relativa alla preconfigurazione di applicazioni client Mobile con i
dettagli delle impostazioni di connessione nel manuale d'installazione e distribuzione di SAP BusinessObjects
Mobile.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
43
Supporto per le piattaforme avanzato
SAP BusinessObjects Mobile supporta le seguenti piattaforme client:
● BlackBerry: BlackBerry OS 4.2.1, 4.3, 4.5, 4.6 e 4.7
● Symbian: S60 3rd Edition e 5th Edition
● Windows Mobile: Windows Mobile 6.0 e 6.1
Per ulteriori informazioni sulla piattaforma e i database supportati, vedere il report sulla disponibilità dei report
(Products Availability Report) disponibile all'indirizzo: http://service.sap.com/bosap-support
2.5.3.10 Widget per la piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence
Il componente Widgets per la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence fornisce i seguenti
miglioramenti e nuove funzionalità.
2.5.3.10.1 Widget con contenuto SAP BusinessObjects Web
Intelligence
Copia di contenuto da widget di Web Intelligence
Dopo aver creato un widget dal contenuto Web Intelligence, gli utenti possono ora copiare tabelle o grafici dal
widget e incollarli nelle applicazioni Microsoft Office (Excel, Word, PowerPoint, Outlook).
Modifica dei valori di prompt per widget di Web Intelligence
Per i widget creati dai dati Web Intelligence gli utenti possono visualizzare i valori di prompt correnti, modificarli e
utilizzarli per aggiornare il widget.
Attivazione dei collegamenti ipertestuali da widget di Web Intelligence
Se i widget basati su dati Web Intelligence contengono collegamenti ipertestuali, gli utenti possono ora fare clic su
di essi per accedere ai siti di destinazione in una nuova finestra del browser.
44
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
2.5.3.10.2 Widget con contenuto SAP Web Dynpro
Accesso alle applicazioni Web Dynpro
I widget per la piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence possono ora connettersi a server SAP
NetWeaver Application Server e recuperare le applicazioni create in Web Dynpro e registrate come widget. Tali
applicazioni possono ora essere aggiunte al desktop come widget.
Connessione alla piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence e a
server SAP NetWeaver Application Server
Oltre a connettersi ai repository della piattaforma BI, i widget possono ora connettersi ai server SAP NetWeaver
Application Server e creare widget desktop basati sui dati provenienti da entrambi i sistemi. I widget possono
connettersi contemporaneamente a entrambi i sistemi e anche stabilire più connessioni simultanee a ogni
sistema.
Esecuzione di transazioni aziendali SAP dai widget
I widget posso ora connettersi direttamente ai sistemi di transazioni SAP. Anziché limitarsi a esaminare i dati
analitici, gli utenti possono intraprendere azioni dirette dai widget, quale la creazione di richieste dai dati, ad
esempio per la selezione del personale.
Widget personalizzabili
Gli utenti possono personalizzare i widget in base alle proprie preferenze personali senza influenzare
l'applicazione di origine. Possono mostrare o nascondere tabelle, colonne o controlli Web Dynpro, nonché definire
una pianificazione per l'aggiornamento dei dati. Queste modifiche vengono mantenute anche se l'utente chiude il
widget.
Creazione di rappresentazioni grafiche dei dati
I widget consentono ora di creare facilmente rappresentazioni grafiche dei dati delle tabelle. Gli utenti selezionano
i dati che desiderano includere, scelgono un tipo di grafico e fanno clic su Visualizza per trasformare i dati
selezionati in un grafico.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
45
Visualizzazione dei dati nel portale
Gli utenti possono accedere facilmente al portale o all'applicazione Web Dynpro di origine nel browser per
sfruttare le funzionalità aggiuntive che è possibile utilizzare con i dati.
2.5.4 SAP Crystal Reports
2.5.4.1
SAP Crystal Reports for Enterprise
SAP Crystal Reports for Enterprise è la versione ridisegnata di Crystal Reports Designer. La soluzione SAP Crystal
Reports for Enterprise presenta le seguenti finalità: semplificare il processo di creazione di report, offrire un
supporto significativamente migliore per il livello semantico SAP BusinessObjects e sfruttare la connettività
migliorata a SAP BW. Inoltre, sono presenti nuovi funzionalità che i clienti possono utilizzare per sfruttare la
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
È importante comprendere che esistono alcune differenze significative tra la versione iniziale di SAP Crystal
Reports for Enterprise e SAP Crystal Reports 2008 o 2011. Tali differenze devono essere valutate attentamente
prima di decidere se utilizzare SAP Crystal Reports for Enterprise come soluzione per la creazione di report. Verrà
reso disponibile un altro documento che definisce con chiarezza queste differenze e che aiuta a scegliere la
versione più appropriata da utilizzare anche in futuro.
Nota
La nuova piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence sarà in grado di elaborare report sia SAP
Crystal Reports 2011 che SAP Crystal Reports for Enterprise.
Nuova interfaccia semplificata
SAP Crystal Reports for Enterprise offre un'interfaccia semplificata che consente di consegnare report agli utenti
in modo semplice e veloce.
● Gli utenti nuovi e quelli esistenti trarranno vantaggio dalla nuova organizzazione a schede delle funzionalità di
progettazione dei report. All'apertura di Designer, gli utenti visualizzeranno tre schede: Inserisci, Formato e
Dati. In ognuna di esse è presente una serie di pulsanti corrispondenti a funzionalità specifiche della scheda
selezionata.
● È possibile inserire e gestire componenti dei report, come totali, gruppi e ordinamenti con un numero ridotto
di clic.
● L'inserimento e la progettazione di grafici diventa estremamente semplice con la nuova interfaccia utente per
la progettazione di grafici costituita da un'unica finestra per la creazione di grafici che si sovrappone
all'anteprima del grafico. In questo modo sarà possibile vedere già durante la progettazione l'aspetto che avrà
il grafico.
● È possibile modificare facilmente il layout degli oggetti in un report utilizzando la nuova funzionalità delle linee
guida intelligenti che consente di modificare le dimensioni delle colonne di oggetti e di ordinarle in modo
semplice.
46
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
● La formattazione predefinita intelligente consente di creare e gestire i report in modo più semplice: quando
nel report viene inserito un nuovo oggetto, SAP Crystal Reports for Enterprise Designer rileva la
formattazione degli altri oggetti simili del report e applica la stessa formattazione all'oggetto appena inserito.
● Designer avvisa l'utente dei potenziali difetti di progettazione del report utilizzando le informazioni disponibili
nel livello semantico comune. Verrà ad esempio visualizzato un messaggio di avviso se si prova ad applicare
un'aggregazione non corretta a un oggetto indicatore nel report.
Nuovo livello semantico comune
È possibile creare report dall'aspetto gradevole e dalla grafica accattivante che utilizzano il nuovo livello
semantico comune di SAP BusinessObjects e la connettività migliorata a SAP BW.
● Utilizzando il nuovo pannello delle query, comune a più strumenti client di SAP BusinessObjects, è possibile
trascinare e rilasciare oggetti per creare una query che può essere utilizzata per generare i report.
● Il nuovo livello semantico comune si basa sulla gerarchia; ciò significa che è possibile continuare a generare
report con formattazioni complesse su origini gerarchiche.
● Un altro vantaggio del nuovo livello semantico comune è che si trova al di sopra di più origini di dati. Ciò
significa che è possibile continuare a generare report che combinano dati provenienti da più origini sfruttando
i vantaggi del livello semantico.
● Quando si apre un report esistente generato in una versione precedente a SAP Crystal Reports for Enterprise
4.0, viene resa disponibile una procedura guidata che guida l'utente nella procedura di connessione del report
esistente al nuovo livello semantico come origine dati.
● Utilizzando la nuova tecnologia disponibile nella piattaforma BI, è ora possibile consentire lo stesso tipo di
accesso della suite agli oggetti InfoQuery SAP. Da SAP Crystal Reports è possibile connettersi direttamente a
una query SAP BEx utilizzando la connettività BICS SAP. Questa connessione viene gestita dalla piattaforma.
Miglioramenti multipli alla piattaforma
I miglioramenti della piattaforma consentono di consegnare in modo efficace i report offrendo agli utenti il
vantaggio di ottenere le informazioni necessarie al momento giusto.
● È possibile eseguire l'analisi OLAP utilizzando il nuovo client di Analysis e quindi formattare l'analisi per la
distribuzione delle informazioni e l'utilizzo di massa. Una volta completata l'analisi in Analysis, è possibile
salvare il lavoro e creare un report Crystal dall'analisi.
● Sfruttando le funzionalità multilingue già offerte da Crystal Reports, è possibile tradurre anche tutti gli
elementi basati su testo, come prompt, descrizioni comandi, elementi di testo di qualsiasi tipo e così via. Tutte
le traduzioni possono inoltre essere gestite e pianificate a livello di piattaforma dallo strumento Translation
Management.
● È possibile distribuire le informazioni agli utenti solo quando ne hanno bisogno servendosi degli avvisi presenti
nella piattaforma BI. Gli utenti gestiranno personalmente le sottoscrizioni agli avvisi riducendo il sovraccarico
di gestione dei progettisti di report.
● La potenza dell'architettura a 64 bit rappresenta un grande vantaggio per la distribuzione di report aziendali.
La nuova piattaforma BI è nativa a 64 bit.
● Grazie a SAP BusinessObjects LifeCycle Manager è possibile trasferire il contenuto BI dallo sviluppo al
controllo di qualità e fino alla produzione, tutto da un unico strumento.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
47
2.5.4.2
SAP Crystal Reports 2011
Oltre ad avvalersi delle potenti funzionalità per la creazione di report e delle prestazioni ottimali garantite da
Crystal Reports 2008, SAP Crystal Reports 2011 offre nuove funzionalità di interesse per sviluppatori di
applicazioni e progettisti di report autonomi. Grazie alle funzionalità del nuovo formato report di sola lettura e di
esportazione in XSLX è possibile continuare a sfruttare le funzionalità di Crystal Reports 2008 con le quali si è
acquisito dimestichezza e nel contempo accedere ai report con le nuove modalità disponibili. L'integrazione con
Visual Studio 2010 consente agli sviluppatori di applicazioni di aggiornare le applicazioni alle nuove funzionalità da
Microsoft e continuare a offrire le funzionalità per la creazione di report flessibili e interattive fornite da Crystal
Reports.
Nuovo formato di sola lettura
È possibile sfruttare il nuovo formato di Crystal Reports di sola lettura per proteggere i propri investimenti e la
proprietà intellettuale nei report.
● Proteggere gli investimenti effettuati nella progettazione dei report utilizzando il nuovo formato report di sola
lettura. Questa funzionalità può risultare utile per gli sviluppatori di applicazioni e i progettisti di report
autonomi che desiderano distribuire i propri report senza preoccuparsi del fatto che possano essere
modificati dopo la distribuzione.
● Esportare i report nel formato report di sola lettura (RPTR) da SAP Crystal Reports 2011.
● I report non possono più essere aperti in Crystal Reports Designer e sono accessibili solo dal visualizzatore.
Esportazione dei report nella cartella di lavoro Excel 2007
È possibile esportare i report nel formato della cartella di lavoro Microsoft Excel 2007 dal designer o dal
visualizzatore.
● Esportare i report nel nuovo formato Microsoft Open XML Excel che consente di ottenere file Excel di
dimensioni ridotte grazie alla tecnologia di compressione di Office 2007.
● È possibile utilizzare il nuovo formato XSLX per esportare fino a 1 milione di righe da un report Crystal.
● È possibile eseguire l'esportazione in una cartella di lavoro Microsoft Excel 2007 (XLSX) da un report Crystal
tramite il designer o il visualizzatore.
È possibile creare applicazioni personalizzate utilizzando Crystal Reports per
Visual Studio
È possibile continuare a creare applicazioni personalizzate in cui sia incorporato contenuto Crystal Reports
utilizzando Crystal Reports per Visual Studio.
● L'integrazione di Crystal Reports con Visual Studio è diventata ora un prodotto distinto dal prodotto Crystal
Reports principale e, in quanto tale, è disponibile come download separato da installare su Visual Studio. Ciò
48
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
consente a SAP di soddisfare meglio le esigenze del mercato degli sviluppatori Visual Studio e gli garantisce
flessibilità nella distribuzione delle funzionalità di utilità per gli sviluppatori.
2.5.4.3
SAP Crystal Reports Viewer 2011
SAP Crystal Reports Viewer è stato aggiornato per garantire che sia dotato delle funzionalità necessarie a
visualizzare e utilizzare il contenuto creato da SAP Crystal Reports for Enterprise e SAP Crystal Reports 2011.
Nuove funzionalità chiave
● Finestra di stampa avanzata per i client Windows.
● Possibilità di aprire i report in SAP Crystal Reports for Enterprise o in SAP Crystal Reports 2011.
● Le barre di navigazione, ovvero il percorso di navigazione, si trovano ora nella parte superiore del report
anziché nella barra di stato.
● È possibile esportare i report nel formato della cartella di lavoro Microsoft Excel 2007 direttamente dal
visualizzatore.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
49
3
Miglioramenti offerti da pacchetti di
supporto e Feature Package
Il supporto esteso della piattaforma e i miglioramenti delle applicazioni inclusi nei pacchetti di supporto e nei
Feature Package per la suite di prodotti SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 sono illustrati di seguito.
50
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Miglioramenti offerti da pacchetti di supporto e Feature Package
4
Suite SAP BusinessObjects Business
Intelligence 4.0 SP1
4.1
Piattaforme supportate (4.0 SP1)
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
immettere la stringa seguente nel campo di ricerca per trovare il documento relativo alle piattaforme
supportate per la versione 4.0 SP1: piattaforma SBOP BI 4.0.
I documenti relativi alle piattaforme supportate per il portfolio SAP BusinessObjects sono disponibili anche
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html
4.2
Miglioramenti dell'applicazione (4.0 SP1)
Questo pacchetto di supporto offre alcuni miglioramenti alle applicazioni della suite di prodotti SAP
BusinessObjects Business Intelligence.
SAP BusinessObjects Advanced Analysis
Advanced Analysis, versione Web è stato ridenominato Analysis, versione per OLAP. L'applicazione ora supporta
SAP BusinessObjects Extended Analytics v7.5 e SAP BusinessObjects Extended Analytics v10.
SAP BusinessObjects Mobile
La capacità di utilizzare della funzionalità a sfioramento a livello di creazione report, per selezionare le celle ed
eseguire analisi dettagliate, migliora ulteriormente la facilità di utilizzo dei dispositivi touchscreen. Per ottenere i
dettagli, basta toccare la cella di interesse e tenerla premuta. Toccando la cella, questa viene selezionata o
evidenziata.
Ora è possibile visualizzare i documenti dimostrativi senza effettuare al connessione al repository della
piattaforma o a CMS. All'apertura dell'applicazione SAP BusinessObjects Mobile sul proprio dispositivo, viene
visualizzata la pagina di benvenuto che consente di effettuare le seguenti operazioni: visualizzare un documento
dimostrativo senza effettuare la connessione al repository della piattaforma oppure eseguire tale connessione per
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP1
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
51
visualizzare i documenti del server. Se non si desidera visualizzare questa pagina ad ogni avvio dell'applicazione, è
possibile selezionare l'opzione Non visualizzare più questa schermata; in questo modo gli utenti verranno
indirizzati alla pagina di accesso in cui inserire le proprie credenziali.
Nota
Questa funzionalità è disponibile solo sui dispositivi BlackBerry.
Vengono forniti documenti per Mobile di esempio che devono essere importati sul repository della piattaforma in
modo da potere essere visualizzati sui dispositivi locali. Il documento di esempio per Mobile è ora disponibile nel
file lcmbiar ubicato in <DIR_INST_SAP_BOBJ>/Mobile14/Sample folder. Il file lcmbiar contiene la cartella
dei report Mobile Sample con il report Mobile feature 480X360 (una visualizzazione ottimale è possibile
con dispositivi con risoluzione 480 X 360) e la categoria relativa ai dispositivi mobili. Per visualizzare questo
documento di esempio sul proprio dispositivo mobile, è necessario importare il file lcmbiar sul proprio
repository della piattaforma, connettersi ad esso dal proprio cellulare e utilizzare il collegamento Documenti per
Mobile presente sulla home page.
52
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP1
5
Suite SAP BusinessObjects Business
Intelligence 4.0 SP2
5.1
Piattaforme supportate (4.0 SP2)
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
Immettere la stringa seguente nel campo di ricerca per trovare il documento relativo alle piattaforme
supportate per la versione 4.0 SP2: SBOP BI Platform 4.0.
I documenti relativi alle piattaforme supportate per il portfolio SAP BusinessObjects sono disponibili anche
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html
5.2
Applicazioni aggiuntive della suite BI (4.0 SP2)
Questo pacchetto di supporto offre ulteriori applicazioni della suite SAP BusinessObjects BI .
Opzione di integrazione per Microsoft SharePoint
Nella suite di prodotti SAP BusinessObjects BI 4.0, Service Pack 2, l'Opzione di integrazione per il software
Microsoft SharePoint supporta sia Microsoft Office SharePoint Server 2007 che Microsoft Office SharePoint
Server 2010. L'architettura della piattaforma richiesta è a 64 bit e i servizi amministrativi di SharePoint
dovrebbero essere attivi.
Nota
Poiché SAP BusinessObjects Desktop Intelligence è stato eliminato nella suite SAP BusinessObjects BI 4.0, i
report Desktop Intelligence non sono più supportati dall'Opzione di integrazione per il software Microsoft
SharePoint 4.0, Service Pack 2.
Fra le nuove funzionalità vi sono:
● Un modello di sito predefinito pronto all'uso, denominato Definizione sito SAP BusinessObjects, fornisce sette
pagine Web e cinque web part essenziali ed è strutturato in modo tale da consentire l'esecuzione di tutte le
attività di base necessarie per visualizzare, gestire e interagire in modo ottimale con il contenuto della
piattaforma BI dall'ambiente SharePoint. Gli amministratori IT possono utilizzare prontamente il modello per
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP2
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
53
creare un sito BusinessObjects dedicato per l'utente senza dovere definire le impostazioni di configurazione
di base.
● Questo software fornisce una nuova funzionalità che consente la discussione di un report con altri utenti
aziendali. Gli utenti possono pubblicare opinioni e pensieri relativi a un report sulla pagina Web Azioni utente
del sito SAP BusinessObjects, a cui gli altri utenti potranno rispondere con i propri commenti, prendendo
parte a una vera e propria discussione.
● Le web part sono state rinominate in modo da includere il prefisso "IOMS-" in questa versione. Esplora
contenuto viene ad esempio ora denominato "IOMS-Esplora contenuto". Questo è pertanto il nome che verrà
visualizzato nella galleria di web part.
● InfoView non fa più parte della suite BI. La web part del cruscotto è stata rimossa.
● La web part relativa alla ricerca avanzata è stata sostituita con la web part IOMS-Ricerca. I campi relativi alla
ricerca avanzata di XI3.1, come la ricerca per titolo, la ricerca per parola chiave e simili, non sono più
disponibili. IOMS-Ricerca fornisce tutte le funzionalità di ricerca di base, includendone di nuove. Tra queste
nuove funzionalità sono incluse l'evidenziazione e l'impaginazione dei risultati della ricerca, i suggerimenti per
i termini delle query e così via.
● L'Opzione di integrazione per il software Microsoft SharePoint fornisce le seguenti nuove web part in 4.0,
SP02.
○ IOMS-Annuncio: questa web part visualizza la pubblicità del prodotto. Si tratta di un banner con del testo
sottostante che evidenzia le funzionalità generali del software.
○ Ricerche recenti IOMS: questa web part elenca le parole chiave immesse per le ricerche più recenti. Ogni
parola chiave rappresenta una ricerca e facendo clic su un elemento elencato in questa web part, si viene
instradati alla pagina dei risultati della ricerca che visualizza i risultati della ricerca che corrispondono alla
parola chiave.
○ Visualizzati di recente IOMS: questa web part elenca i report visualizzati di recente dall'utente.
Nota
Le due web part menzionate vengono definite come unità di utilità in quanto consentono all'utente di
recuperare rapidamente alcuni dei report visualizzati di recente o più di frequente, senza dovere
eseguire nuovamente la ricerca.
● Il software fornisce una nuova funzionalità denominata barra di navigazione che semplifica la navigazione nel
sito BusinessObjects. Viene visualizzata nella parte superiore di ogni pagina, ad eccezione delle pagine Guida
e Accesso. In qualsiasi momento, la barra di navigazione visualizza l'intero percorso di navigazione a partire
dal nome del sito, seguito dalla struttura di cartelle fino al nome della cartella o del file in uso. Su tutti gli
elementi visualizzati nella barra di navigazione è possibile fare clic per accedervi direttamente.
● La web part delle azioni dell'utente è stata rimossa dall'Opzione di integrazione per il software Microsoft
SharePoint. Tutte le azioni dell'utente vengono invece eseguite su una nuova pagina Web definita Azioni
utente. L'utente viene instradato a questa pagina ogni volta che esegue azioni come la pianificazione di un
oggetto, la visualizzazione della cronologia degli oggetti, l'impostazione delle proprietà degli oggetti,
l'assegnazione di una categoria a un oggetto, l'invio di un oggetto e così via.
● La web part IOMS-Esplora contenuto è stata aggiornata per consentire un allineamento migliore all'aspetto e
all'utilizzo di SharePoint. Pertanto, la struttura e la barra degli strumenti hanno subito le seguenti modifiche:
○ Nel corpo dell'explorer non sono presenti pannelli Struttura e Dettagli individuali. È presente un unico
pannello "Elenco" che visualizza gli oggetti in righe e le relative proprietà in colonne.
○ La maggior parte delle opzioni e delle schede della barra degli strumenti di Esplora contenuto è stata
modificata.
Le opzioni "Passa alla visualizzazione Cartelle" e "Passa alla visualizzazione Categorie" sono state
sostituite con un singolo menu a discesa di visualizzazione allineato all'estremità destra della barra
54
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP2
degli strumenti. Il menu a discesa presenta due opzioni ("Vista categorie" e "Vista cartella") che
possono essere selezionate in base alle esigenze.
L'opzione "Aggiorna" è stata rimossa poiché non è necessario aggiornare espressamente i dati del
report. Ogni volta che si fa clic su un report, vengono visualizzati automaticamente i dati più aggiornati
dall'universo della piattaforma BI.
Il pulsante "Aggiungi" è stato rimosso.
È stata aggiunta un'opzione "Carica" per consentire il caricamento dei documenti locali in qualsiasi
posizione all'interno della struttura di directory.
Le opzioni "Organizza" e "Invia a" sono state integrate nell'opzione "Azioni", che consente l'esecuzione
delle seguenti operazioni: "Taglia", "Copia", "Incolla" e "Invia".
Le azioni dell'utente come "Pianifica", "Proprietà", "Visualizza cronologia", "Discuti" e così via possono
ora essere eseguite attraverso il menu contestuale del file visualizzato accanto all'oggetto nel pannello
Elenco.
La barra degli strumenti ora non presenta alcuna opzione di ricerca.
○ Se la piattaforma in uso è SharePoint 2010, la web part IOMS-Esplora contenuto fornisce anche un menu
multifunzione che consente di eseguire diverse azioni sui file e sulle cartelle. Per eseguire le azioni
desiderate è possibile utilizzare il menu multifunzione visualizzato nella pagina superiore del sito, anziché
la barra degli strumenti.
● L'utente può personalizzare le web part IOMS-Esplora contenuto e IOMS-Ricerca impostando le relative
proprietà.
● Le opzioni relative alle preferenze dell'utente disponibili sulla relativa pagina hanno subito modifiche.○ Le Preferenze generali ora includono solo le seguenti impostazioni: Impostazioni internazionali prodotto,
Fuso orario corrente, Impostazioni internazionali di visualizzazione preferite e Password. Poiché InfoView
non è più disponibile, tutte le relative impostazioni sono state eliminate.
○ Le preferenze generali "Vista di spostamento documento", "Visualizzazione elenco documenti" e
"Imposta il numero massimo di oggetti per pagina", disponibili nella versione XI 3.1, sono state rimosse e
integrate fra le proprietà delle web part IOMS-Esplora contenuto e IOMS-Ricerca.
○ Relativamente alle preferenze utente di Web Intelligence, l'opzione "Selezionare un formato di
visualizzazione predefinito" non è più disponibile. Sarà disponibile solo uno strumento (Rich Internet
Application) per interagire con il documento.
○ Relativamente alle preferenze utente di Crystal Report, è stata aggiunta all'elenco una nuova casella di
controllo: "Mostra nome tecnico della variabile SAP (solo SAP Crystal Reports 2011)". È utile per eseguire
dei report con le origini dati di SAP. Se questa casella è stata selezionata, al posto della descrizione verrà
mostrato il nome tecnico per i valori selezionabili alla visualizzazione di prompt durante l'utilizzo
dell'applicazione.
● Non esistono due pagine di autenticazione distinte per l'accesso al sito SharePoint e la connessione al server
CMS (Central Management Server). Esiste infatti una sola pagina comune per l'autenticazione delle
credenziali utente.
● Pianificazione di Crystal Report
○ È stata aggiunta una nuova opzione di pianificazione per Crystal Reports denominata "Lingue". È possibile
pianificare un report in diverse lingue.
○ L'opzione di pianificazione "Parametri" è stata rinominata in "Prompt".
5.2.1 Prerequisiti di installazione per Microsoft SharePoint
In SAP BusinessObjects 4.0, Pacchetto di supporto 2, l'Opzione di integrazione per il software Microsoft
SharePoint supporta sia Microsoft Office SharePoint Server 2007 che Microsoft Office SharePoint Server 2010.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP2
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
55
L'architettura della piattaforma richiesta è a 64 bit e i servizi amministrativi di SharePoint dovrebbero essere
attivi.
Prima di installare l'Opzione di integrazione, è necessario che una delle seguenti applicazioni software sia
installata sul sistema:
● Microsoft SharePoint Server 2010
● Microsoft Office SharePoint Foundation 2010
● Microsoft Office SharePoint Server 2007
● Windows SharePoint Services 3.0
Aggiornamenti ai requisiti di sistema
Sistema operativo:
● SharePoint Server 2007: sistemi operativi a 64 bit supportati
● SharePoint Server 2010: Windows 2008 supportato
RAM:
● SharePoint Server 2007: 3 GB (minimi) o 4 GB (raccomandati)
● Per SharePoint Server 2010: 8 GB
Spazio minimo sul disco: 1,3 GB
Spazio libero necessario per l'installazione con tutti i Language Pack: 1,4 GB sia su SharePoint 2007 che
SharePoint 2010
56
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 SP2
6
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
Per informazioni sui miglioramenti forniti dalla suiteSAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 FP3,
consultare la sezione dedicata alle novità da esso introdotte.
6.1
Suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 FP3
La suite SAP BusinessObjects Business Intelligence è un insieme completo di strumenti che consentono di
trasformare i dati in informazioni utili e di distribuirle agli utenti interessati. La suite include strumenti per la
creazione di report di dati, la pianificazione e la distribuzione di documenti, l'analisi e l'esplorazione di dati, la
visualizzazione di informazioni, la gestione di tutte queste attività e la personalizzazione di soluzioni esclusive.
La suite SAP BusinessObjects Business Intelligence 4.0 FP3 comprende i miglioramenti seguenti:
● Nuovi strumenti per sviluppatori
Nella versione FP3 vengono introdotti i servizi Web RESTful per Crystal Reports e la piattaforma Business
Intelligence. Sono inoltre inclusi una nuova API JavaScript per la visualizzazione di report Crystal in
applicazioni Web incorporate e un nuovo SDK Java del livello semantico per lo sviluppo di applicazioni Java
che eseguono attività di amministrazione e protezione su universi e connessioni.
● Supporto per SAP HANA
Nella suite è stato introdotto il supporto per il database SAP HANA.
● Integrazione di SAP BW
L'integrazione di SAP BW con gli strumenti client della suite è stata migliorata, ivi compresi: nuove
funzionalità di visualizzazione delle tabelle a campi incrociati in SAP BusinessObjects Analysis, versione per
OLAP, supporto potenziato per le query SAP BW in Crystal Reports, documenti Web Intelligence e
Dashboards, gestione del ciclo di vita migliorata per la gestione dei sistemi BW nel proprio ambiente e altro
ancora.
● Copia di backup e di sistema per la piattaforma BI
Ora è possibile eseguire un backup a caldo dei dati della piattaforma BI mentre il sistema è ancora attivo,
nonché creare una copia completa di una distribuzione della piattaforma BI esistente.
● Abilitazione OEM
Ora è più semplice personalizzare l'interfaccia utente e i programmi d'installazione per Crystal Reports e per
la piattaforma Business Intelligence, nonché mantenere le proprie personalizzazioni in caso di aggiornamenti
del software.
● Ricerca piattaforma
Tra le funzionalità di ricerca nella piattaforma BI sono inclusi il supporto multilingua migliorato, le nuove
opzioni della sintassi di ricerca e così via.
● Monitoraggio
Per la funzionalità di monitoraggio della piattaforma BI sono stati introdotti miglioramenti significativi, quali
un nuovo cruscotto, gli avvisi di promemoria, nuove opzioni di ricerca e così via.
● Supporto per SAP StreamWork
SAP StreamWork è ora più ampiamente integrato nella suite, anche con l'integrazione di BI Launch Pad e
degli spazi di lavoro BI. Inoltre è ora possibile gestire le impostazioni di configurazione di SAP StreamWork
tramite la scheda Applicazioni della Central Management Console (CMC).
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
57
● E molto altro ancora
Consultare il presente manuale per i dettagli. Sono innanzitutto elencati i nuovi prodotti e le nuove
applicazioni, seguiti dall'elenco dei miglioramenti apportati ai prodotti e alle applicazioni esistenti (riportati in
ordine alfabetico).
Nota
● Per un elenco delle piattaforme supportate, dei database, dei server delle applicazioni Web, dei server Web
e degli altri sistemi supportati da questa versione, consultare il documento Product Availability Matrix
(piattaforme supportate/PAR), disponibile nella sezione SAP BusinessObjects di SAP Support Portal
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html .
● Per informazioni sulle funzionalità delle versioni precedenti, visitare SAP Help Portal all'indirizzo http://
help.sap.com/.
6.2
Nuovi prodotti e applicazioni
6.2.1 Servizio Web RESTful della piattaforma Business
Intelligence
Il servizio Web RESTful della piattaforma Business Intelligence consente di accedere alla piattaforma BI mediante
il protocollo HTTP. Questo servizio Web può essere utilizzato per accedere alla piattaforma BI, navigare nel
repository della piattaforma BI, accedere alle risorse ed eseguire operazioni basilari di pianificazione delle risorse.
È possibile accedere a questo servizio Web scrivendo applicazioni che utilizzino linguaggi di programmazione che
supportino il protocollo HTTP o utilizzando gli strumenti che supportano l'esecuzione di richieste HTTP.
Per ulteriori informazioni, consultare il manuale Business Intelligence Platform RESTful Web Service Developer
Guide.
6.2.2 API JavaScript per Crystal Reports
L'API JavaScript per SAP Crystal Reports consente di visualizzare il contenuto di report Crystal in un'applicazione
Web incorporata senza installare i componenti sul lato client. L'API JavaScript consente di personalizzare il
visualizzatore di report e aggiungere interattività al contenuto dei report Crystal. È possibile sviluppare
un'applicazione Web in qualsiasi linguaggio che utilizzi JavaScript, in quanto i report vengono generati in DHTML.
6.2.3 Servizi Web RESTful di Crystal Reports
I servizi Web RESTful di SAP Crystal Reports consentono di utilizzare i dati dei report gestiti in un repository della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence e di incorporarli in dispositivi mobili e nella tecnologia
abilitata al Web. È possibile recuperare il contenuto dei report in formato in XML o JSON, e manipolare i report
58
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
utilizzando l'API RESTful e i servizi OData. I servizi Web RESTful consentono di creare applicazioni utilizzando il
linguaggio di sviluppo desiderato.
6.2.4 SDK Java del livello semantico
L'SDK Java del livello semantico consente di sviluppare un'applicazione Java che esegue attività di
amministrazione e protezione su universi e connessioni. È ad esempio possibile implementare i servizi per la
pubblicazione di un universo in un repository oppure recuperare una connessione protetta dal repository nell'area
di lavoro. Questa applicazione può essere incorporata nelle soluzioni di Business Intelligence che si integrano nella
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence come OEM.
Nota
l'SDK Java del livello semantico viene fornito con la piattaforma BI 4.0 Feature Pack 3. Non è disponibile come
patch per versioni precedenti.
Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione seguente:
● Semantic Layer Java SDK Developer Guide
● Semantic Layer Java SDK HTML reference
6.3
Prodotti e applicazioni esistenti
6.3.1 Analysis, versione per OLAP
SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP è un potente strumento di analisi OLAP basato sul Web che
consente di avere una piena comprensione dei dati aziendali e di prendere le decisioni più vantaggiose ai fini delle
prestazioni aziendali.
Novità di Analysis, versione per OLAP:
● Nuove funzionalità di analisi
● Supporto per ulteriori origini dati
6.3.1.1
Nuove funzionalità
In SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP sono disponibili le nuove funzionalità seguenti:
● Analisi con stato attivo
Le analisi con stato attivo consentono di selezionare un sottoinsieme dei dati della tabella a campi incrociati
principale e visualizzare solo tale sottoinsieme in un campo incrociato o grafico di sottoanalisi. In questo
modo è possibile concentrarsi su dati prima nascosti da altri dati nel campo incrociato principale, senza dover
ridefinire la vista nel campo incrociato principale.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
59
Una sottoanalisi può essere considerata un segnalibro o un'istantanea che è possibile scollegare dall'analisi
principale e continuare ad analizzare successivamente.
● Pivot con
In caso di anomalie nei dati, è possibile utilizzare la funzionalità Pivot con per esplorare i dati e trovare la
causa dell'anomalia. La funzionalità Pivot con consente di bloccare o filtrare un membro del campo incrociato,
sostituendo simultaneamente la gerarchia di tale membro con un'altra gerarchia che si desidera analizzare.
● Supporto per attributi di visualizzazione (solo origini dati SAP BW e SAP HANA)
Gli attributi di visualizzazione sono metadati aggiuntivi associati a ogni gerarchia. È possibile includere nei
campi incrociati degli attributi di visualizzazione per migliorare l'analisi o per facilitare la selezione e il filtro dei
membri.
● Visualizzazione compatta degli assi (solo origini dati SAP BW)
In presenza di gerarchie nidificate su un asse, è possibile unire le gerarchie. Il compattamento di un asse
comprime le gerarchie in una struttura che occupa meno spazio sull'asse e consente di spostarsi più
facilmente tra i membri.
6.3.1.2
Nuove origini dati
SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP supporta ora le seguenti origini dati aggiuntive:
● SAP HANA (elaborazione in memoria)
● SAP BusinessObjects Planning and Consolidation per la piattaforma SAP NetWeaver 10
● SAP BusinessObjects Planning and Consolidation per la piattaforma Microsoft 10
● SAP BusinessObjects Profitability and Cost Management 10
6.3.2 Piattaforma Business Intelligence
La piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence supporta l'intera gamma di applicazioni per la gestione
delle prestazioni, la creazione di report, le query e l'analisi. Fornisce l'architettura e il supporto, a livello di
piattaforma, per i livelli di semantica, l'integrazione dei dati e la protezione. Consente inoltre l'amministrazione e la
configurazione dell'intero sistema completamente basate sul Web.
Questa sezione descrive le funzionalità nuove e migliorate per la versione corrente.
6.3.2.1
Installazione, aggiornamento e distribuzione
● Upgrade Management Tool
○ Durante un aggiornamento incrementale da un CMS a un altro o da un file .BIAR a un CMS, è possibile
escludere connessioni e universi dalle operazioni di sovrascrittura. Questa opzione può essere utilizzata
se dall'ultimo aggiornamento gli universi o le connessioni sono stati modificati e si desidera sovrascrivere
solo i documenti report lasciando inalterati gli universi o le connessioni da cui dipendono già presenti nel
CMS di destinazione.
60
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
○ Durante un aggiornamento incrementale è ora possibile selezionare o deselezionare in modo esplicito
cartelle di utenti. Questa opzione può essere utilizzata se si desidera importare gli utenti, ma non le
relative cartelle di utenti dipendenti.
Per ulteriori informazioni, consultare il capitolo «Aggiornamenti incrementali» del Manuale per
l'aggiornamento della piattaforma Business Intelligence.
● SQL Anywhere
○ La piattaforma BI ora supporta SQL Anywhere 12.
○ Per poter utilizzare SQL Anywhere come origine dati ODBC per le operazioni di gestione dei nodi, nelle
distribuzioni Unix è necessario creare un file odbc.ini e impostarlo come origine. Per ulteriori
informazioni, consultare il capitolo «Gestione dei nodi» del Manuale dell'amministratore della piattaforma
Business Intelligence.
6.3.2.2
Amministrazione del sistema
● Backup a caldo: è ora possibile eseguire un backup dei dati della piattaforma BI mentre il sistema è ancora
attivo. Per ulteriori dettagli, fare riferimento al capitolo «Backup e ripristino» del Manuale dell'amministratore
della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
● Copia del sistema: gli amministratori di sistema possono ora creare una copia completa di una distribuzione
della piattaforma BI esistente. Questa copia può quindi essere eseguita insieme a quella originale e utilizzata
per scopi di test o di backup. Consultare il capitolo «Copia delle distribuzioni» del Manuale dell'amministratore
della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
● Amministrazione delegata: un amministratore di sistema che desideri concentrarsi solo sulle attività di
massima priorità può creare amministratori delegati, cui assegnare sottoinsiemi di attività di gestione. Gli
amministratori delegati eseguono un insieme limitato di attività e dispongono di un numero più ridotto di
diritti sugli oggetti del sistema. Per migliorare il flusso di lavoro e l'esperienza dell'utente, un amministratore di
sistema può nascondere qualsiasi scheda CMC che non dovrà essere utilizzata da un amministratore
delegato o principale. Per ulteriori informazioni, consultare il capitolo «Gestione dell'accesso alle schede
CMC» del Manuale dell'amministratore della piattaforma Business Intelligence.
● Insight to Action: il framework Insight to Action offre un'interfaccia comune per SAP Crystal Reports e SAP
BusinessObjects Dashboards che utilizza le query SAP BW come origine dati per accedere all'interfaccia
report-report (RRI). È possibile configurare il servizio Insight to Action (un servizio di Adaptive Processing
Server) tramite la CMC. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione «Insight to Action framework» del
manuale SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite Master Guide.
● È stata aggiunta l'applicazione Configurazione integrazione SAP StreamWork all'area di gestione Applicazione
nella CMC. Questa applicazione viene utilizzata dagli amministratori di sistema per configurare i parametri di
protezione che consentono l'integrazione di SAP StreamWork con BI Launch Pad.
● È stata aggiunta l'area Gestione attributi utente alla CMC per consentire agli amministratori di sistema di
aggiungere o mappare ulteriori attributi per gli utenti della piattaforma BI. Gli attributi aggiunti possono
essere utilizzati per scopi di creazione report o dagli sviluppatori che utilizzano l'SDK.
6.3.2.3
BI Launch Pad
● Integrazione di SAP StreamWork: le funzionalità di collaborazione alle attività e social media di SAP
StreamWork sono integrate in BI Launch Pad. È possibile personalizzare la scheda iniziale con un feed di SAP
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
61
StreamWork, postare e tenere traccia dei commenti nei documenti pubblici e inviare o pianificare i documenti
per un'attività SAP StreamWork. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione «Utilizzo di SAP
StreamWork» del Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects BI Launch Pad.
● Segnaposto personalizzati per i documenti di origine della pubblicazione: è possibile personalizzare i nomi dei
documenti di origine in una pubblicazione in base ai parametri utilizzati per filtrare i documenti di determinati
destinatari. Per ulteriori informazioni, consultare «Segnaposto personalizzati per nomi di documenti di origine
di pubblicazione» nel Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects BI Launch Pad e nel Manuale dell'utente
della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
● Segnaposto personalizzati per le destinazioni della pubblicazione: è possibile personalizzare le opzioni di
destinazione della posta elettronica in base ai parametri utilizzati per filtrare i documenti per determinati
destinatari. Per ulteriori informazioni, consultare «Segnaposto personalizzati per i campi relativi alla posta
elettronica» nel Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects BI Launch Pad e nel Manuale dell'utente della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence.
● Campo Ccn: è possibile specificare i destinatari nascosti nel campo Ccn quando la posta elettronica viene
selezionata come destinazione per la pubblicazione, la pianificazione o l'invio di oggetti o istanze.
6.3.2.4
Gestione del ciclo di vita
Nella versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite, la gestione del ciclo di vita è suddivisa
in due applicazioni: Promotion Management e l'applicazione di gestione delle versioni. L'applicazione Promotion
Management di SAP BusinessObjects Enterprise 4.0 FP3 consente di spostare le risorse di Business Intelligence
(BI) da un repository a un altro, di gestire le dipendenze delle risorse, di eseguire il rollback delle risorse promosse
nel sistema di destinazione. L'applicazione di gestione delle versioni consente agli utenti di gestire diverse versioni
delle risorse BI.
La versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite introduce i seguenti miglioramenti.
● Miglioramenti a livello di utilizzabilità: contenuto integrato nella UI, promozione di nuovi oggetti (istanze
completate, posta in arrivo e contenuto dei preferiti), test dei filtri di promozione, importazione di un processo
senza sovrascrivere quello esistente, creazione di versioni di un processo LCM, aggiornamento dinamico dei
contenuti in un processo ricorrente, nuove opzioni di pianificazione, nuove opzioni per il test e l'eliminazione
nel sistema di gestione delle versioni e aggiornamento del contenuto di Subversion.
● Miglioramenti alla protezione: un nuovo insieme di diritti che fornisce agli utenti un controllo più preciso degli
elementi che è possibile promuovere e delle versioni.
● Impostazioni di configurazione: importazione di un file BIAR normale, esportazione o importazione di un file
LCMBIAR in un percorso FTP, versioni di universo e sovraccarichi, utilizzo della nuova opzione di impostazioni
CTS per aggiungere servizi Web e gestire i sistemi BW nell'ambiente di lavoro.
6.3.2.4.1
Miglioramenti all'utilizzabilità
● Integrazione di LCM nella CMC: LifeCycle Manager è ora integrato nella CMC come due schede separate
denominate Promotion Management e Gestione delle versioni.
● Supporto per la promozione del contenuto di Posta in arrivo e Preferiti: è ora possibile promuovere il
contenuto di Posta in arrivo e Preferiti.
● Promozione di istanze completate: è ora possibile promuovere le istanze completate di un processo, una volta
abilitata l'opzione.
62
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
● Filtri per la verifica della promozione: alla funzionalità di verifica della promozione sono stati aggiunti filtri
separati per operazione riuscita, operazione non riuscita, operazione riuscita parzialmente e avviso, per
facilitare l'accesso allo stato di verifica della promozione di un oggetto.
● Importazione con un nuovo CUID: è possibile importare un processo senza sovrascrivere un processo
esistente nel repository.
● Promozione dinamica di nuovi contenuti per i processi ricorrenti: se un processo è ricorrente e viene aggiunto
nuovo contenuto alla relativa posizione, il nuovo contenuto viene aggiunto dinamicamente al processo alla
successiva esecuzione.
● Opzione Esamina nelle Impostazioni di sostituzione: la nuova opzione Esamina nelle Impostazioni di
sostituzione consente di visualizzare l'elenco delle sostituzioni nel riepilogo dei processi, quando la
promozione delle sostituzioni ha esito negativo.
● Nuove opzioni di pianificazione: è ora possibile pianificare l'esportazione di un file LCMBIAR per la
promozione. Sono inoltre state introdotte nuove opzioni di pianificazione che supportano la maggior parte
delle opzioni fornite nella CMC.
● Nuova opzione Elimina nel sistema di gestione delle versioni: la nuova opzione Elimina nel sistema di gestione
delle versioni consente di eliminare tutto il contenuto con versione dal repository VMS.
● Opzione Verifica VMS nel sistema di gestione delle versioni: la nuova opzione Verifica VMS nel sistema di
gestione delle versioni consente di convalidare le impostazioni VMS prima di completarne la configurazione.
● Controllo delle versioni del processo LCM: il processo LCM è abilitato per il controllo delle versioni nella
gestione delle versioni.
● Integrazione della differenza visiva nella gestione delle versioni: è possibile visualizzare le differenze tra due
versioni di una risorsa BI con versione. È attualmente supportato il confronto di due versioni di un processo
LCM.
● Esecuzione delle azioni del sistema di gestione delle versioni dalle schede CMC e Promozione: è ora possibile
eseguire attività di gestione della versione quali l'aggiunta, l'archiviazione, l'acquisizione di una revisione e così
via dalle schede CMC e Promozione.
● Aggiornamento del contenuto del repository Subversion: è possibile aggiornare alla versione più recente il
contenuto di Subversion meno recente che è stato creato con una versione precedente della piattaforma
BusinessObjects.
6.3.2.4.2
Miglioramenti alla protezione
● Nuovi diritti per la gestione delle promozioni e delle versioni: è stato fornito un nuovo insieme di diritti che
offrono agli utenti un controllo più preciso degli elementi che è possibile promuovere e delle versioni.
6.3.2.4.3
Impostazioni di configurazione
● Importazione di un file BIAR normale: è ora possibile importare un file BIAR normale. Tutto il contenuto del file
BIAR viene aggiunto come oggetti primari al processo. Non è possibile identificare i dipendenti.
● Esportazione o importazione di un file LCMBIAR in un percorso FTP: è ora supportata l'esportazione o
importazione del contenuto da un percorso FTP nell'applicazione Promotion Management.
● Protocolli HTTP per Subversion: è ora possibile utilizzare il protocollo HTTP per accedere al repository
Subversion. È possibile passare dal protocollo HTTP al protocollo SVN.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
63
● Opzione Impostazioni CTS: l'opzione è disponibile nell'applicazione Promotion Management. Consente di
aggiungere servizi Web e di gestire sistemi BW nell'ambiente di lavoro.
● Versioni di universo e sovraccarichi: quando un universo dispone di versioni, anche i relativi sovraccarichi
dispongono di versioni. Per impostazione predefinita, tutte le operazioni del sistema di gestione delle versioni
eseguite sull'universo verranno eseguite anche sui relativi sovraccarichi.
6.3.2.5
Monitoraggio
L'applicazione di monitoraggio di SAP BusinessObjects Enterprise 4.0 FP3 consente di acquisire le metriche
cronologiche e di runtime dei server di Business Intelligence per la creazione di report e di notifiche.
La versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite introduce i seguenti miglioramenti al
componente di monitoraggio.
● Miglioramenti a livello di utilizzabilità: nuovo cruscotto con un modulo topologia, funzionalità avanzate per la
gestione dei controlli, istantanee dei grafici, avvisi di promemoria e possibilità di cercare i controlli facilmente.
● Miglioramenti alle funzioni: possibilità di creare e gestire probe, utilizzare il nuovo universo di monitoraggio
per generare report intuitivi, creare metriche derivate e così via.
6.3.2.5.1
Miglioramenti all'utilizzabilità
● Nuovo cruscotto: il nuovo cruscotto di monitoraggio contiene l'infrastruttura, lo stato generale, i KPI e gli
avvisi recenti della piattaforma SAP Business Intelligence.
● Modulo topologia sul cruscotto: sul cruscotto è possibile visualizzare la distribuzione BOE in base a gruppi
server, categorie di servizio e nodi Enterprise, sia in formato grafico, sia tabulare.
● Finestra Vista ridotta: la Vista ridotta nel cruscotto consente di selezionare un nodo peer o principale di un
oggetto e di visualizzarne i dettagli corrispondenti.
● Stato consolidato: il nuovo riquadro Stato generale indica lo stato generale dell'intera distribuzione della
piattaforma Business Intelligence. Da questa posizione è possibile eseguire il drill down direttamente allo
stato di ogni servizio.
● Avvisi recenti: lo stato dell'avviso è elencato nella scheda Avvisi recenti.
● Aggiunta di un controllo all'elenco KPI: è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse e aggiungere un
controllo all'elenco KPI. Questo controllo viene riportato nell'elenco Seleziona KPI.
● Pagina per la creazione di controlli da metriche: gli utenti possono selezionare più metriche e utilizzare
l'opzione Crea controllo per creare rapidamente un nuovo controllo.
● Eliminazione di più controlli: gli utenti possono selezionare più controlli ed eseguire le azioni seguenti:
○ aggiunta o rimozione dall'elenco KPI;
○ aggiunta o rimozione dai Preferiti;
○ disabilitazione/abilitazione di diversi controlli;
○ eliminazione simultanea di più controlli.
● Istantanee dei grafici e annotazioni: è possibile utilizzare le istantanee dei grafici di una metrica come
supporto durante la risoluzione dei problemi. È ad esempio possibile registrare un modello di grafico di
interesse con relativa causa e azione e recuperarlo in seguito se si presenta un modello simile. Ciò consente di
identificare facilmente la causa e l'azione del problema.
64
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
● Riquadro Stato KPI: Nel riquadro Stato KPI sono visualizzati i KPI che si è scelto di visualizzare. È possibile
personalizzare i KPI visualizzati e utilizzare le informazioni per eseguire un'analisi della causa principale.
● Avvisi: la funzionalità degli avvisi è stata migliorata per includere informazioni sulle metriche. È anche
possibile configurare notifiche tramite posta elettronica basate sugli avvisi.
● Avvisi di promemoria: vengono inviati quando un utente non risponde al primo avviso. Si supponga ad
esempio che sia stato inviato un avviso dopo il raggiungimento della soglia di un controllo. Se non si conferma
l'avviso alla ricezione, vengono inviati avvisi di promemoria. È possibile impostare la frequenza con cui inviare
gli avvisi di promemoria.
● Cerca: è possibile cercare un controllo esistente utilizzando il relativo nome o il nome di una metrica.
● Controllo: gli utenti possono ora visualizzare il grafico complessivo delle metriche correlate al controllo nella
pagina delle proprietà del controllo. La pagina Regola di controllo elenca i grafici correlati alle singole metriche
e la scheda Drill down in essa contenuta visualizza l'elenco dei processi eseguiti.
6.3.2.5.2
Miglioramenti alle funzioni di monitoraggio
● Possibilità di registrare nuove probe: gli amministratori possono ora creare script personalizzati, eseguirli
come probe e utilizzarli per creare metriche. Possono inoltre aggiungere probe di script e basate su Java. Le
probe di script possono anche essere aggiunte tramite l'interfaccia della riga di comando.
● Gestione di probe: gli utenti possono ora pianificare, modificare ed eliminare probe.
● Supporto per diversi database di tendenza: l'applicazione di monitoraggio supporta ora più database. Se per il
database desiderato viene impostato il controllo, per lo stesso database è possibile impostare anche la
tendenza. È ora possibile scegliere uno dei database supportati seguenti per memorizzare i dati di controllo:
○ DB2
○ MySQL
○ Sybase DB
○ MS SQL
○ Max DB
○ Oracle DB
○ SQL Anywhere DB
● Nuovo universo di monitoraggio: è possibile utilizzare l'universo di monitoraggio, che ora fa parte del
pacchetto, per creare report intuitivi e visualizzare informazioni sul monitoraggio come la segnalazione dei
dati di controllo, le tendenze dei controlli, il comportamento dei controlli riferito a un periodo di tempo, le
tendenze della probe, il drill-down del controllo rispetto alle relative metriche e così via.
● Metriche derivate: gli amministratori possono creare metriche derivate dalle metriche tra i server. Gli utenti
possono inoltre eliminare le metriche derivate nell'interfaccia utente.
● Metriche di monitoraggio: nell'elenco delle metriche vengono ora visualizzate le metriche di query CMS.
● Migrazione dei dati meno recenti: è possibile migrare informazioni cronologiche da scenari di distribuzione
precedenti utilizzando le nuove opzioni di esportazione dell'applicazione di monitoraggio.
6.3.2.6
Ricerca piattaforma
L'applicazione di ricerca piattaforma in SAP BusinessObjects Enterprise 4.0 FP3 consente agli utenti di cercare
contenuto nel repository di SAP BusinessObjects Enterprise.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
65
La versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite introduce i seguenti miglioramenti
all'applicazione di ricerca piattaforma:
● Miglioramenti alle funzioni: supporto multilingua, supporto di nuovi elementi, ricerca per nome oppure per
CUID o ID di posta elettronica, sintassi di ricerca avanzata e il nuovo strumento in linea Backup a caldo.
6.3.2.6.1
Miglioramenti alle funzioni
● Supporto di nuovi elementi: Ricerca piattaforma supporta ora la ricerca di nuovi elementi come contenuti BIW
e CR Next Gen.
● Opzioni di ricerca avanzata: gli utenti possono cercare un elemento utilizzando il CUID o l'ID del documento.
Gli utenti possono anche cercare il contenuto utilizzando gli attributi nome utente e ID di posta elettronica.
● Normalizzazione della valutazione dei risultati di ricerca: Ricerca piattaforma consente ora agli amministratori
di decidere le categorie preferite, in modo da generare risultati di valutazione superiori.
● Sintassi di ricerca avanzata: La nuova sintassi di ricerca avanzata fornisce risultati di ricerca più validi
mediante:
○ Il supporto degli operatori lessicali (come AND, OR e BRACKET, ovvero {}). Sono ora supportate più
parentesi. In questo modo gli utenti possono specificare diverse condizioni per una ricerca.
○ L'utilizzo di OR anzichè di AND come operatore predefinito. Vengono generati più risultati con
conseguente aumento della probabilità di trovare elementi esatti.
● Supporto multilingua: Ricerca piattaforma offre il supporto multilingua per l'indicizzazione del contenuto, il
recupero dei risultati di ricerca e la visualizzazione di suggerimenti nella lingua preferita. La ricerca è basata
sulle impostazioni internazionali prodotto del cliente e i risultati di ricerca recuperati danno maggiore
importanza al contenuto di tali impostazioni.
● Miglioramenti ai facet: nella categoria "Ora di aggiornamento" è stato aggiunto il nuovo facet "TUTTI". Questa
opzione visualizza tutti i documenti indipendentemente dall'ora di aggiornamento.
● Strumento in linea Backup a caldo: genera un backup dell'indice e dei file di dati associati in Ricerca
piattaforma. Consente agli utenti di tornare a un punto di ripristino specificato.
6.3.3 Spazi di lavoro BI
Gli spazi di lavoro BI rappresentano un'applicazione Web integrata nell'applicazione BI Launch Pad. Consente di
raccogliere e gestire le informazioni necessarie per monitorare e registrare le prestazioni e le attività aziendali.
La versione 4.0 FP3 degli spazi di lavoro BI include i miglioramenti seguenti.
● Miglioramento delle prestazioni:
miglioramenti mirati a semplificare la funzionalità degli spazi di lavoro BI
● Importanza dell'utilizzabilità:
modifiche all'interfaccia utente per migliorare l'accessibilità e la facilità di utilizzo
● Funzionalità ottimizzate:
aggiunta di nuove funzionalità a quelle esistenti
● Nuove funzionalità:
nuove funzionalità che ampliano l'ambito degli spazi di lavoro BI
66
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
Per ulteriori informazioni sugli spazi di lavoro BI, consultare il manuale Introduzione alla creazione di spazi di
lavoro BI o il Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects BI Workspace per la piattaforma SAP BusinessObjects
Business Intelligence.
6.3.3.1
Miglioramento delle prestazioni
● A partire da questa versione, dalla CMC sono stati rimossi i server dello spazio di lavoro BI, ovvero Dashboard
Server e Analytics Server. Questa funzionalità è stata sostituita dal bundle degli spazi di lavoro BI Java. I
risultati sono i seguenti:
○ Riduzione del costo totale di proprietà mediante la semplificazione dell'installazione grazie
all'eliminazione della configurazione dei server
○ Miglioramento delle prestazioni e della scalabilità, grazie alla rimozione del livello di comunicazione
● Gli utenti possono ora visualizzare i registri e le analisi dello spazio di lavoro BI in due elenchi separati
all'interno del visualizzatore di registri SAP.
● Gli spazi di lavoro BI vengono ora eseguiti in Mozilla Firefox 4 e in Microsoft Internet Explorer 9.
● Altri miglioramenti alle prestazioni, inclusa la migrazione degli editor di applet a HTML per la riduzione del
tempo di modifica.
6.3.3.2
Importanza dell'utilizzabilità
● È possibile modificare simultaneamente spazi di lavoro e moduli. Ciò consente a più utenti l'apertura e la
modifica dello stesso spazio di lavoro o modulo. Vengono inviate notifiche all'utente che tenta di salvare o
modificare un modulo, uno spazio di lavoro o una scheda dello spazio di lavoro già modificata da un altro
utente nella stessa sessione.
● Per la traduzione dei nomi di spazi di lavoro, schede e sottoschede è possibile utilizzare Translation
Management Tool. Se un utente seleziona le impostazioni locali di visualizzazione preferite di una lingua di
destinazione, i dati vengono visualizzati utilizzando tali impostazioni. Se un utente seleziona impostazioni
locali di visualizzazione preferite diverse da quelle della lingua di destinazione, i dati vengono visualizzati
automaticamente con le impostazioni locali predefinite.
● Sono stati gestiti i problemi di accessibilità seguenti:
○ JAWS annuncia i nomi dei moduli.
○ JAWS annuncia i nomi delle schede, anzichè considerarli come collegamenti. Ciò chiarisce la struttura
dello spazio di lavoro.
○ È stata migliorata la navigazione nello spazio di lavoro mediante i tasti Su, Giù, Sinistra, Destra e la barra
spaziatrice.
● È stata aggiunta la scheda Moduli privati alla libreria moduli.
● La finestra di dialogo Modifica contenuto per i moduli e i report esterni e il modulo Visualizzatore stesso
includono i seguenti miglioramenti:
○ L'opzione Elenco documenti visualizza una struttura della Cartella privata e della Cartella
pubblica per la selezione del report da visualizzare.
○ Sono state aggiornate le Opzioni specifiche del report per ogni tipo di report.
○ L'opzione Aggiorna aggiorna immediatamente il contenuto della struttura visualizzata.
● È ora possibile modificare un modulo di report direttamente dalla finestra di dialogo Modifica contenuto del
modulo Elenco navigazione.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
67
6.3.3.3
Funzionalità ottimizzate
● La funzione di collegamento dei contenuti negli spazi di lavoro BI consente ora di utilizzare sia i parametri per
la porta in entrata che quelli per la porta in uscita di un modulo della pagina Web. I parametri URL della pagina
vengono esposti come parametri IPC.
Viene inoltre utilizzata la mappatura granulare per mappare altri parametri per la porta in uscita del modulo a
quelli della porta in entrata della pagina Web. In questo modo è possibile connettere i report a siti esterni o a
sviluppi personalizzati.
● È possibile stampare lo spazio di lavoro visualizzato. Non è supportata la stampa di moduli autonomi.
6.3.3.4
Nuove funzionalità
● Gli spazi di lavoro BI supportano ora la personalizzazione di una home page di BI Launch Pad in base allo stile
definito. Per eseguire la personalizzazione è possibile modificare il file CSS di un modulo o di uno spazio di
lavoro BI in base al layout, ai colori e ai caratteri dei diversi temi di BI Launch Pad, con la possibilità di
aggiungere anche immagini. La personalizzazione viene implementata per distribuzione.
● È ora possibile integrare un modulo Feed SAP StreamWork in un modulo composito o spazio di lavoro BI, in
modo da creare una home page di BI Launch Pad alternativa. Il modulo StreamWork viene aggiunto allo
spazio di lavoro o al modulo dalla seconda scheda (Moduli BI Launch Pad) della libreria moduli.
6.3.4 Crystal Reports for Enterprise
In questa versione di SAP Crystal Reports for Enterprise sono presenti alcune nuove funzionalità.
● In Crystal Reports for Enterprise sono disponibili tre nuovi tipi di grafico:
○ Nuvola di tag: visualizza una nuvola di dimensioni
○ Diagramma ad albero: indica l'importanza in base alle dimensioni
○ Diagramma di casella: vengono rappresentate cinque dimensioni alla volta
● Quando si esegue il drill down dei dati di un report, il percorso di navigazione viene ora mostrato come
percorso di spostamento anzichè come una serie di schede. Viene salvata una cronologia delle operazioni di
drill down nel visualizzatore.
● Le connessioni relazionali nella piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence (piattaforma BI)
consentono di creare, distribuire e amministrare in modo semplificato i report. Dopo avere creato la
connessione, è possibile utilizzarla in più finestre di progettazione di Crystal Reports for Enterprise.
● Oltre a utilizzare le origini dati delle connessioni relazionali nella piattaforma BI, è possibile creare report che
ignorano la piattaforma BI connettendosi direttamente a una delle seguenti origini dati:
○ ODBC
○ JDBC
○ MySQL
○ OLEDB
○ DB2
○ Microsoft SQL Server
○ Microsoft Access
68
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
○ Microsoft Excel
○ Sybase
○ Teradata
● Un catalogo in linea fornisce diversi modelli di report che è possibile utilizzare come punto di partenza per la
creazione di grafici. Questo catalogo viene aggiornato regolarmente.
● Quando si passa da un'origine dati a un'altra, è possibile scegliere se mappare i campi alla nuova origine dati.
Il flusso di lavoro fornisce una funzionalità limitata di mappatura automatica per i campi che presentano una
corrispondenza definita nell'origine dati. Per gli altri campi è possibile eseguire la mappatura manuale o
utilizzare una formula segnaposto per mantenere la posizione dei report per i campi privi di una
corrispondenza valida.
● È ora possibile associare azioni agli oggetti di report e richiamare azioni dai report. Questa operazione è
supportata per i report basati su query BEx.
● Il contenuto non in linea di Crystal Reports è disponibile su iPad tramite SAP BusinessObjects Mobile. È
possibile visualizzare gli ultimi aggiornamenti o aggiornare il contenuto Crystal Reports come documenti PDF
in SAP BusinessObjects Mobile.
6.3.5 Dashboards
Dashboards è il software di visualizzazione dati che consente di creare ed esportare cruscotti interattivi da fogli di
lavoro Excel o altre origini dati esterne. Questi cruscotti contengono diversi componenti, quali grafici, indicatori e
quadranti, associati alle origini dati.
Nella versione 4.0 Feature Pack 3 della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence sono disponibili i
seguenti miglioramenti a Dashboards:
● Nuove connessioni esterne supportate, incluse origini OLAP di terze parti, connettività alla piattaforma BI
tramite query BEx e connettività ad applicazioni Web Dynpro utilizzando il proprio modello, ad esempio Flash
Island.
● Supporto di dati gerarchici: è ora possibile associare dati gerarchici ai componenti Tabella gerarchica e
Selettore prompt query.
● Miglioramento dei componenti grafico: è possibile abilitare avvisi visivi in un componente Grafico a
combinazione che visualizza dati di più serie; è stato aggiunto il componente Grafico a cascata.
● I componenti aggiuntivi possono ora essere sviluppati in Adobe Flex 4.
6.3.5.1
Connessioni esterne
● Sono ora disponibili connessioni a origini OLAP di terze parti. È possibile connettersi a universi (file UNX) della
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence tramite il pannello Query Builder di Dashboards.
● È ora disponibile la connessione a SAP NetWeaver Business Warehouse. È possibile connettersi a query BEx
di Business Warehouse tramite il pannello Query Builder di Dashboards. La connessione richiede la
piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence ma non un server BI NetWeaver Java.
● È ora disponibile la connessione a NetWeaver Flash Islands. È possibile incorporare un modello Dashboards
esportato (file SWF) in un'applicazione Web Dynpro come Flash Island.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
69
6.3.5.2
Supporto per i dati gerarchici
● È ora possibile selezionare oggetti risultato gerarchici da file di universo o query BEx utilizzando il pannello
Browser delle query di Dashboards. È possibile selezionare i membri singolarmente o in base al livello della
gerarchia, configurare prompt di query e impostare valori per le variabili BW definite nelle query BEx relative
agli oggetti risultato.
● È ora disponibile il componente Selettore prompt query, che consente di visualizzare i dati in una gerarchia e
di esplorarla, di espandere e comprimere i diversi livelli, nonché di scegliere i membri singolarmente o
selezionare interi insiemi di voci secondarie.
● È ora disponibile il componente Tabella gerarchica che consente agli utenti di visualizzare i dati delle query
gerarchici. Questo componente può essere configurato per inserire una o più voci selezionate dall'utente nel
foglio di calcolo incorporato o in un prompt di query.
● Se il modello utilizza un'origine dati di query BEx, un componente Tabella gerarchica può fungere anche da
mittente dell'interfaccia report-report. Da ogni riga della tabella gli utenti possono aprire un elenco delle
risorse esterne a passare a una di esse. L'interfaccia report-report può anche passare informazioni contestuali
dalla riga della tabella alla risorsa di destinazione, in modo che gli utenti possano visualizzare le informazioni
contestuali relative alla riga.
6.3.5.3
Miglioramento dei componenti grafico
● Nelle versioni precedenti di Dashboards gli avvisi visivi erano disponibili solo per i grafici con una sola serie di
dati. È ora possibile configurare gli avvisi per i componenti Grafico a combinazione con più serie di dati, per
consentire agli utenti di valutare diverse metriche con un singolo grafico.
● È ora disponibile il componente Grafico a cascata. Questo grafico consente di analizzare l'effetto cumulativo di
diverse modifiche a un valore di dati iniziale. I valori iniziali e finali vengono visualizzati come colonne
complete, mentre gli altri valori come colonne parziali contenenti la modifica positiva o negativa rispetto al
valore precedente.
6.3.5.4
Sviluppo di componenti aggiuntivi con Adobe Flex 4
● I componenti aggiuntivi creati per Dashboards possono ora essere sviluppati utilizzando Adobe Flex 4.
Nota
per funzionare con Dashboards 4.0 Feature Pack 3, i componenti aggiuntivi esistenti sviluppati in Adobe
Flex 2 devono essere aggiornati a Flex 4.
6.3.6 Accesso ai dati
Connection Server è il software di accesso ai dati che gestisce la connessione tra un'applicazione SAP
BusinessObjects e un'origine dati. Per ulteriori informazioni, consultare il Manuale dell'accesso ai dati.
70
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
6.3.6.1
Origini dati
● In questa versione sono supportate nuove origini dati. Per ulteriori informazioni, vedere Product Availability
Matrix.
● Sono disponibili nuovi driver di accesso ai dati per le connessioni seguenti:
○ Sistemi SAP ERP (SAP R/3 Release 4, mySAP ERP 2004 e SAP ERP 6) con API SAP JCo 3.x su tutte le
piattaforme
○ File CSV tramite BusinessObjects OpenConnectivity
● Connection Server supporta le stored procedure di Oracle dentro un pacchetto.
6.3.6.2
Single Sign On
La piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence consente ora l'autenticazione Single Sign-On (SSO)
per i tipi di connettività seguenti:
● Oracle EBS tramite OCI su tutte le piattaforme
● Sistemi SAP ERP tramite SAP Java Connectivity (JCo) 3.x in tutte le piattaforme
● Database SAP HANA 1.0 SP3 tramite JDBC sulle piattaforme MS Windows e Linux
6.3.6.3
Controllo delle prestazioni
L'analisi end-to-end con CA Wily Introscope viene fornita per le connessioni SAP HANA tramite ODBC e JDBC.
6.3.6.4
Servizi di connettività
● Connection Server implementa un meccanismo di bilanciamento del carico in modalità server.
● Il servizio di connettività nativo (a 64 bit) può utilizzare la funzionalità di allocazione della memoria HOARD in
MS Windows.
6.3.6.5
Tipi di dati
● I driver di accesso ai dati supportano numerosi tipi di dati a lunghezza variabile per i file binari e i caratteri
tramite i livelli di rete ODBC, JDBC, OCI, CTLib, DB2 CAE e OLE DB.
Nota
è stato introdotto il supporto per questi tipi di dati solo per le applicazioni Crystal Reports.
● I driver di accesso ai dati supportano tipi di dati MONEY e CURRENCY per la visualizzazione corretta di simboli
di valuta nei report.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
71
6.3.7 Explorer
SAP BusinessObjects Explorer è un'applicazione per l'individuazione dei dati che consente di recuperare
rapidamente le risposte a domande aziendali dai dati aziendali. È possibile utilizzare uno strumento di ricerca
intuitivo per trovare i dati desiderati in insiemi di dati coerenti e significativi, noti come spazi informazioni. È
possibile esplorare e visualizzare i dati con diagrammi, tabelle, grafici e altri strumenti visivi per ottimizzarne la
rappresentazione. Le esplorazioni negli spazi informazioni vengono salvate come viste di informazioni organizzate
in base al tema all'interno di cartelle definite insiemi di viste di informazioni. Gli spazi informazioni e gli insiemi di
viste sono facilmente accessibili e modificabili in base alle esigenze in termini di informazioni di sviluppo.
Nella versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite sono state introdotte le viste di
esplorazione che consentono di salvare e organizzare le esplorazioni negli spazi informazioni. Un'altra novità è
costituita da un tipo di analisi geografica che consente di visualizzare i dati direttamente in una mappa geografica
fisica. L'analisi dei dati è stata migliorata in modo da includere una seconda dimensione nell'analisi di determinati
grafici. Sono stati introdotti miglioramenti anche all'interfaccia utente e sono state ampliate le funzionalità di
ricerca.
I miglioramenti sono descritti nelle sezioni riportate di seguito. Per ulteriori informazioni, consultare la Guida in
linea di SAP BusinessObjects Explorer.
6.3.7.1
Viste di esplorazione
● Vista di esplorazione: è un'esplorazione salvata in uno spazio informazioni. È ora possibile creare una o più
viste di esplorazione per esporre, esplorare e salvare le analisi di destinazione e la visualizzazione dei dati. Una
vista di esplorazione è basata su una singola origine dati e viene salvata in un insieme di viste di esplorazione.
● Insieme di viste di esplorazione: le viste di esplorazione vengono salvate e organizzate in un insieme di viste di
esplorazione. È possibile creare un insieme di viste di esplorazione come contenitore per una serie
raggruppata per temi delle viste di esplorazione. Un insieme di viste di esplorazione può contenere viste di
esplorazione che accedono singolarmente alla stessa origine dati o a origini dati diverse. Agli insiemi di viste di
esplorazione è possibile accedere dalla home page di Explorer insieme agli spazi informazioni.
● Elemento vista: oggetto visivo che consente l'organizzazione dei dati in una vista di esplorazione. All'interno
delle viste di esplorazione, è possibile personalizzare tabelle e grafici e ottimizzare l'analisi visiva dei dati.
6.3.7.2
Rappresentazione dei dati con mappa geografica
● Tipo di analisi geografica: è stato aggiunto un nuovo tipo di analisi geografica per consentire la
rappresentazione dei dati direttamente su una mappa geografica corrispondente. È ora possibile ad esempio
visualizzare le differenze nelle vendite regionali per i paesi europei direttamente su una mappa geografica
dell'Europa. Questa funzionalità è disponibile per le dimensioni geografiche di un universo o di un'origine dati
Excel per cui è stato definito il tipo Geografia.
72
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
6.3.7.3
Miglioramenti della ricerca
● Risultati della ricerca: la classificazione dei risultati delle query di ricerca è stata migliorata.
● Nuova funzionalità "Si intendeva": vengono suggerite correzioni ortografiche per le query di ricerca. Explorer
suggerisce e, in alcuni casi, esegue automaticamente query alternative con correzioni ortografiche apportate
alla query originale per tutti i metadati e gli spazi informazioni basati sulle origini dati universo. Questa
funzionalità attualmente non supporta i dati HANA e Business Intelligence Accelerator (BIA).
6.3.7.4
Analisi di seconda dimensione
È ora possibile aggiungere una seconda dimensione ai seguenti tipi di grafici:
● Grafico a linee di trend
● Grafico a barre
L'aggiunta di una seconda dimensione a un grafico consente di visualizzare un secondo asse di analisi dei dati
nello stesso grafico. È possibile aggiungere e modificare gli indicatori come per una dimensione singola. Le
operazioni hanno effetto su entrambe le dimensioni.
6.3.7.5
Utilizzabilità ottimizzata
● Miglioramento della scheda iniziale: la scheda iniziale elenca ora gli spazi informazioni e i nuovi insiemi di viste
di esplorazione disponibili per l'esplorazione. Un nuovo riquadro delle proprietà consente una visualizzazione
più intuitiva delle proprietà relative a spazi informazioni, insiemi di viste, facet e indicatori.
● Miglioramento di Gestione spazi: alla scheda Oggetti è stato aggiunto un foglio delle proprietà che mostra i
dettagli relativi ai facet e agli indicatori selezionati.
● Tipi di analisi: è stato introdotto un nuovo tipo di analisi Geografia per la rappresentazione dei dati su mappa
geografica. Sono inoltre disponibili grafici a barre e a linee nuovi e migliorati.
6.3.8 Information Design Tool
Information Design Tool è un ambiente di progettazione di SAP BusinessObjects per la creazione e la
pubblicazione di nuovi universi e connessioni SAP BusinessObjects. Nella versione 4.0 FP3 di SAP
BusinessObjects Business Intelligence Suite è stato introdotto il supporto per nuove origini dati e miglioramenti a
Information Design Tool. I miglioramenti sono descritti nelle sezioni riportate di seguito. Per ulteriori informazioni,
consultare il Manuale dell'utente di Information Design Tool.
6.3.8.1
Nuove origini dati per gli universi
● Supporto di universi in connessioni relazionali SAP ERP: InfoSet, query SAP e funzioni ABAP nell'origine dati
vengono esposti come tabelle in Information Design Tool. Vengono create colonne di input per mappare i
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
73
parametri di input della funzione ABAP. È possibile creare una base dati abilitata per più origini per sfruttare il
supporto di join tra tabelle. È possibile creare una base dati con una singola origine per le applicazioni che
richiedono un universo pubblicato localmente.
● Supporto per le connessioni Essbase OLAP: gli oggetti del livello aziendale vengono generati
automaticamente da quelli del cubo Essbase. L'universo risultante include il supporto per attributi definiti
dall'utente, gerarchie, gerarchie di attributi, variabili di sostituzione e flessibilità nella definizione degli
indicatori.
● Supporto per universi relazionali con una singola origine nelle connessioni Apache Hadoop HIVE. È possibile
eseguire query su questi universi in SAP Crystal Reports for Enterprise, SAP BusinessObjects Explorer, SAP
BusinessObjects Dashboard Design e SAP BusinessObjects Web Intelligence.
6.3.8.2
Miglioramenti alle definizioni degli oggetti
● Attributi utente: grazie alla funzione @Variable è possibile includere gli attributi utente definiti nell'area
Gestione attributi utente della console CMC (Central Management Console) nelle definizioni seguenti:
○ Definizioni SQL o MDX per la base dati o gli oggetti del livello aziendale.
○ Definizioni di filtro nel Pannello delle query.
○ Definizioni di filtro nei profili di protezione dati e aziendali che abilitano condizioni di protezione dinamiche
e generiche.
● Filtri del Pannello delle query: è ora possibile utilizzare la funzione @Variable in una definizione di filtro.
● Modifica delle colonne di input: una colonna di input in una tabella di base dati viene mappata a un parametro
nell'origine dati per il quale è previsto un valore. Nella base dati è possibile modificare le colonne di input e
immettere valori o assegnare colonne a un parametro richiesto all'utente in fase di esecuzione delle query.
● Delimitazione dei nomi: quando viene inviata una query al database, a seconda dei requisiti dell'origine dati,
l'applicazione delimita i nomi delle tabelle, i nomi delle colonne, i qualificatori e i proprietari. I requisiti relativi
ai nomi delimitati vengono memorizzati con le proprietà della tabella di base dati e vengono visualizzati nella
base dati. Per le tabelle a singola origine è possibile sostituire la delimitazione predefinita.
6.3.8.3
Utilizzabilità ottimizzata
● Selezione dei membri: quando si creano query su un'origine OLAP, nel Pannello delle query è possibile
selezionare in modo implicito tutti i membri della gerarchia fino a un livello denominato o a un dato numero di
livelli rispetto al livello principale.
● Ricerca nella tabella di base dati: quando si esplora il pannello delle connessioni nella base dati, è possibile
cercare i nomi di tabella per creare un elenco filtrato di tabelle. Dall'elenco filtrato è possibile inserire le tabelle
nella base dati.
● Filtraggio delle connessioni per tipo di tabella: alcune connessioni presentano tipi di tabella differenti, ad
esempio in una connessione SAP HANA, è possibile avere diversi tipi di tabella, inclusa la Vista analitica e la
Vista calcolo. Quando si cerca una connessione nella base dati, è possibile selezionare i tipi di tabelle per
filtrare l'elenco di tabelle visualizzate.
● Schede di riferimento: se non si è esperti di Information Design Tool, è possibile utilizzare una scheda di
riferimento come supporto per la creazione di un universo relazionale. La scheda di riferimento descrive i
passaggi da seguire e fornisce collegamenti alle procedure guidate appropriate dell'applicazione e a ulteriori
argomenti della Guida.
74
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
● Esercitazioni in linea: un nuovo comando del menu ? consente di collegarsi alle esercitazioni ufficiali del
prodotto Information Design Tool in SAP Community Network.
6.3.8.4
Miglioramenti alla protezione
● Per preservare la riservatezza, alcuni parametri sensibili della connessione protetta, ad esempio il nome
utente e la password, restano memorizzati nei repository. Per impostazione predefinita, le query per le
connessioni protette vengono eseguite dal server utilizzando il relativo middleware. Una preferenza in
Information Design Tool consente di utilizzare il driver middleware locale se all'utente è stato concesso il
diritto di connessione appropriato nella Central Management Console.
6.3.9 Universe Design Tool
Business Objects Universe Design Tool è un software che consente di creare universi per utenti Web Intelligence.
Nella versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite vengono introdotti i miglioramenti
seguenti a Universe Design Tool.
● Protezione: gli oggetti connessione presentano un ulteriore diritto di protezione definito dall'amministratore,
denominato "Scarica connessione in locale". L'amministratore definisce la protezione associata alla
connessione, ad esempio è possibile definire l'utente che può eseguire il download locale delle informazioni di
connessione.
6.3.10 Web Intelligence
Web Intelligence è uno strumento per la creazione di report che utilizza query per generare e pubblicare report. È
possibile creare e modificare report in base ai dati da analizzare o aprire documenti esistenti. A seconda della
licenza e dei diritti di protezione di cui si dispone è quindi possibile analizzare i dati del report, ad esempio
eseguendo il drill down per rivelare maggiori dettagli, unendo i dati di diverse origini dati, visualizzando i dati in
grafici o aggiungendo formule.
È possibile utilizzare l'interfaccia Java o HTML di SAP BusinessObjects Web Intelligence per eseguire Interactive
Analysis da BI Launch Pad. L'interfaccia che viene avviata dipende dalle impostazioni delle preferenze definite in
BI Launch Pad.
È anche possibile utilizzare Web Intelligence Rich Client per eseguire Interactive Analysis. Web Intelligence Rich
Client consente di lavorare in locale, senza una connessione a un repository. Per ulteriori informazioni, consultare
il Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Web Intelligence Rich Client.
Nella versione 4.0 FP3 di SAP BusinessObjects Business Intelligence Suite vengono introdotti in Web Intelligence i
miglioramenti descritti nelle pagine seguenti.
Per ulteriori informazioni, consultare il Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Web Intelligence e il Manuale
dell'utente di SAP BusinessObjects Web Intelligence Rich Client.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
75
6.3.10.1 Protezione
Nuova impostazione di protezione per le connessioni locali
Gli oggetti connessione presentano un ulteriore diritto di protezione definito dall'amministratore, denominato
"Scarica connessione in locale". L'amministratore deve definire la protezione associata alla connessione, ad
esempio deve definire l'utente che può eseguire il download in locale delle informazioni di connessione riservate.
Quando si apre un documento .wid dalla piattaforma Business Intelligence 4.0.x, per attivare il nuovo formato
protetto è necessario aprire la connessione nella nuova piattaforma Business Intelligence 4.0 FP3 e salvarla.
Opzione di protezione "Aggiornamento all'apertura"
L'opzione "Aggiorna all'apertura" dipende da due impostazioni CMS (impostazioni di protezione relative ai
documenti e relative agli utenti): Selezionare il diritto di protezione "Disabilita l'aggiornamento automatico
all'apertura per tutti i documenti" nelle proprietà CMC/Application/WebI e "Disabilita aggiornamento automatico
all'apertura per tutti i documenti" nelle impostazioni di protezione CMC/Application/user.
6.3.10.2 Rich Client
Funzionalità di avvio veloce
Web Intelligence Rich Client contiene ora una funzionalità di avvio veloce che diventa disponibile la prima volta che
si apre e si chiude un documento .wid. Il pulsante Avvio veloce viene visualizzato nella parte inferiore destra del
riquadro principale.
Miglioramenti al pannello delle query
Il Pannello delle query e il Selettore membri sono stati migliorati per Web Intelligence Rich Client. Web Intelligence
Rich Client presenta ora le stesse funzionalità di Web Intelligence:
● Le informazioni relative al fattore di scala delle query BEx vengono visualizzate nei nomi degli indicatori e il
fattore di scala viene visualizzato come attributo indicatore.
● Il Pannello delle query indica la gerarchia attivata in una query BEx.
● Le condizioni di BEx non sono supportate.
● Nei report viene visualizzato il nome tecnico.
● Se è presente una gerarchia predefinita, le altre gerarchie non vengono visualizzate nel pannello delle query.
● Nel pannello delle query è disponibile l'opzione del prompt alla selezione dei membri.
● È possibile selezionare in modo implicito tutti i membri della gerarchia a una profondità specifica.
● È possibile selezionare i membri in base al livello.
76
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
6.3.10.3 Query
Nelle query è possibile definire i controlli di input da oggetti gerarchici con connessioni BICS o UNX.
È possibile definire i controlli di input da oggetti gerarchici
Nei report, i controlli di input possono gestire i dati provenienti da oggetti gerarchici.
I prompt possono essere utilizzati nelle query BW
Il "Panello delle query" può ora utilizzare query BW contenenti prompt.
Modifica dell'origine delle query da .unv in BICS
Quando l'origine di una query è un universo (file .unv), è possibile modificarla in BICS. Gli oggetti devono essere
rimappati al tipo di oggetto corrispondente nella nuova origine.
Limitazioni note
La selezione membri basata su livelli non è disponibile per le caratteristiche contenenti una variabile della
gerarchia.
I prompt della selezione membri non si comportano come una variabile del nodo della gararchia: se un utente
seleziona un nodo, i membri del nodo non verranno selezionati automaticamente.
Per ulteriori informazioni sulle limitazioni, consultare la documentazione utente.
6.3.10.4 Grafici
Coerenza dei termini relativi a grafici e immagini
Alcuni termini relativi a grafici e immagini sono stati resi coerenti con quelli dell'interfaccia utente di Crystal
Reports.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
77
Grafici a cascata
Per visualizzare le barre verticali è possibile utilizzare i grafici a cascata (noti anche come grafici bridge).
Navigazione gerarchica
Nei grafici è ora disponibile la navigazione gerarchica.
Sincronizzazione dei colori
La sincronizzazione dei colori, o assegnazione dei colori, è disponibile tramite la casella degli strumenti.
Formattazione delle aree del grafico (solo Java)
La formattazione delle aree del grafico può essere effettuata mediante la casella degli strumenti (solo Java).
Output di report (salvare come testo)
È possibile salvare i report in formato .txt.
Limitazioni note
Non sono disponibili tavolozze personalizzate, ma solo una tavolozza aziendale nel file di configurazione. Per
ulteriori informazioni consultare la documentazione utente.
Spostamento gerarchico: il layout automatico CVOM può nascondere le etichette degli assi per i livelli inferiori.
Vengono generate solo le barre dei dati.
È consentita solo una cifra chiave.
La localizzazione nei grafici non è supportata.
La trasparenza della serie non è esposta in Web Intelligence.
Nessuna condivisione tra oggetti grafico e copia formato.
Il feedback su un'istanza di grafico selezionata è disponibile solo in Web Intelligence Rich Client e Applet.
Rich Internet Application (DHTML): nessun feedback sulla selezione della serie. Formattazione delle aree del
grafico eseguita mediante la casella degli strumenti.
78
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
Limitazione output di report: alcune combinazioni di formati di carattere non sono supportate, ad esempio arabo
+ corsivo.
6.3.10.5 Report
Foglio di stile CSS per la formattazione dei report
Vengono forniti fogli di stile CSS per semplificare la formattazione dei report. Questi fogli di stile sono contenuti
nel file WebIDefaultStyleSheet.css, che si trova in C:\Programmi (x86)\SAP BusinessObjects\SAP
BusinessObjects Enterprise XI 4.0\images in un'installazione predefinita. Questo CSS sostituisce e
migliora il file defaultconfig.xml. I valori contenuti nel file .css vengono utilizzati per determinare i valori
predefiniti delle proprietà formato di tutti gli elementi di report, ad eccezione dei grafici.
Modificare lo stile predefinito del documento (CSS incorporato) con l'applet.
La risoluzione (dpi) può essere definita durante l'esportazione dei report
Quando si esporta un report, è possibile scegliere la risoluzione (DPI) in modo che le dimensioni del file generato
siano inferiori. Ciò risulta particolarmente utile quando un report contiene diversi grafici.
Controlli di input
I controlli di input possono essere utilizzati sugli oggetti gerarchici.
6.3.10.6 Collegamento ad altri documenti
È ora possibile creare collegamenti ai seguenti tipi di documenti: documenti di destinazione che fanno riferimento
a query BEx, universi .unx o universi .unv che contengono i prompt che utilizzano il riconoscimento indice. È
necessario impostare ulteriori parametri nella finestra di dialogo Crea collegamento ipertestuale. Per ulteriori
informazioni consultare la documentazione utente.
6.3.10.7 Nuove funzionalità della calcolatrice
È possibile l'unione in base a un attributo, consentendo la sincronizzazione tramite un attributo chiave.
È possibile scegliere di nascondere/mostrare le righe quando i valori dell'indicatore = 0 (equivalente
all'eliminazione di 0 BEx).
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
79
6.3.10.8 Server del fornitore di dati
Nuove funzionalità di SAP NetWeaver BI (BW):
Fattore di scala: il valore del fattore di scala viene visualizzato come attributo della cifra chiave.
La visualizzazione della gerarchia è disponibile nella struttura.
Presenza variabili di gerarchia: possibilità di rimuovere dal panello delle query le gerarchie diverse dalla gerarchia
predefinita.
Selezione membri disabilitata quando è presente la variabile del nodo della gerarchia per impedire incoerenze nei
dati.
Nuova icona della gerarchia attiva nella query BEx sottostante.
È possibile la selezione membri basata su livelli.
È possibile la selezione membri implicita da un nodo fino a una profondità specificata.
Sono possibili i prompt sulla selezione membri.
È possibile far precedere gli attributi Key e Name dal nome padre.
80
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP3
7
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP4
7.1
Piattaforme supportate (4.0 SP4)
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
Immettere la stringa seguente nel campo di ricerca per trovare il documento relativo alle piattaforme
supportate per la versione 4.0 SP4: piattaforma SBOP BI 4.0.
I documenti relativi alle piattaforme supportate per il portfolio SAP BusinessObjects sono disponibili anche
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html
7.2
Miglioramenti dell'applicazione (4.0 SP4)
Questo pacchetto di supporto offre alcuni miglioramenti funzionali alle applicazioni della suite di prodotti SAP
BusinessObjects Business Intelligence.
Query BEx in Crystal Reports, Dashboards e Web Intelligence
Prima dell'SP4, l'universo transitorio BI Consumer Services (BICS), utilizzato per connettersi alle query BEx in un
sistema BW, era stato creato per essere indipendente dagli aggiornamenti alle query BI. Di conseguenza, venivano
caricati tutti i metadati associati alla query BEx, anche se non necessari per l'aggiornamento del report. Ciò
rallentava le prestazioni ed era evidente soprattutto quando nella query BEx era incluso un gran numero di
caratteristiche, cifre chiave e gerarchie.
A partire da SAP BusinessObjects BI 4.0 SP4, la query BI viene analizzata per determinare esattamente quali
siano i metadati necessari per l'aggiornamento del report. Viene quindi eseguita una query del sistema BW solo
per i metadati necessari. In questo modo si verifica un aumento notevole del numero di chiamate RFC, delle
dimensioni dei metadati restituiti dal sistema BW e del tempo necessario per l'aggiornamento della query.
Questo concetto viene definito universo semplificato in quanto elimina gli oggetti in eccesso e ottimizza le query
per ottenere prestazioni migliori durante l'aggiornamento. Questo miglioramento non prevede modifiche
all'interfaccia utente e, di conseguenza, al workflow dell'utente finale. È importante osservare che tale modifica si
applica solo all'aggiornamento di documenti e non influisce sulle prestazioni durante il processo di creazione.
Nota
SAP consiglia di personalizzare le proprie query BEx in base alle esigenze di creazione dei report, ovvero di
creare query BEx che possano essere utilizzate da più report simili. Tuttavia non consigliabile creare query BEx
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP4
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
81
globali di grandi dimensioni che possono essere utilizzate per più requisiti di report in quanto ciò può
determinare un aumento del tempo di progettazione e aggiornamento.
Nota
Se si ha necessità di supporto nella progettazione delle query BEx per le esigenze di creazione di report o di
informazioni su come configurare le dimensioni di un ambiente della piattaforma BI, SAP consiglia di
coinvolgere un consulente. Per ulteriori dettagli, consultare la nota SAP 83020 .
Web Intelligence
● L'introduzione della funzionalità Elimina ultimi valori di prompt selezionati consente, quando viene aggiornata
una query contenente un prompt, l'eliminazione degli ultimi valori di prompt utilizzati in modo che l'utente
accetti il valore predefinito (se presente). Se non è selezionata, all'utente vengono proposti gli ultimi valori
utilizzati per il prompt, ma ha la possibilità di utilizzare gli altri valori consentiti (a seconda del diritto di cui
dispone).
● Il nuovo attributo proprietà del documento Merge/Unmerge prompts (BEx variables) rende possibile l'unione
o la separazione (se sono già unite) delle variabili BEx con lo stesso nome tecnico.
Analysis, versione per OLAP
● Sono ora supportati gerarchie e prompt per le origini dati SAP HANA.
● È possibile connettersi alle origini dati Microsoft SQL Server 2012 Analysis Services.
● Per migliorare le prestazioni, alcune operazioni che nelle versioni precedenti erano gestite da Analysis,
versione OLAP sono ora delegate al server OLAP. Tra queste:
○ Espansione e compressione dei membri principali
○ Filtraggio dei valori null e zero
Poiché queste operazioni vengono gestite nel server OLAP, Analysis può recuperare e visualizzare i dati in
blocchi più piccoli. In questo modo vengono migliorate le prestazioni, la rapidità di risposta e l'usabilità del
prodotto. Con l'introduzione di questa modifica, è possibile analizzare e filtrare alcune analisi per rimuovere
solo i valori null e non è possibile eseguire il drill asimmetrico nelle gerarchie nidificate.
Information Design Tool
● La nuova funzione <@Execute> offre ulteriori opzioni per la specifica di script di query SQL. La funzione
<@Execute> consente di definire una query preliminare che fornisce un elenco di valori in un predicato
SELECT da includere nella query principale.
● La nuova variabile di sistema <DOCID> recupera l'identificatore del documento mediante la funzione
<@Variable>.
82
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP4
8
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
8.1
Piattaforme supportate (4.0 SP5)
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
Immettere la stringa seguente nel campo di ricerca per trovare il documento relativo alle piattaforme
supportate per la versione 4.0 SP5: piattaforma SBOP BI 4.0.
I documenti relativi alle piattaforme supportate per il portfolio SAP BusinessObjects sono disponibili anche
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html
8.2
Miglioramenti alla suite BI (4.0 SP5)
In questa versione sono stati introdotti i miglioramenti seguenti alla suite Business Intelligence.
Nuova posizione del menu di scelta rapida di Windows
Il menu di scelta rapida di Windows in cui si trova il software SAP BusinessObjects Business Intelligence è
cambiato. I nuovi collegamenti si trovano al di sotto del nodo principale
Start
Tutti i programmi
SAP
Business Intelligence .
Aggiunta o rimozione di lingue durante la modifica di un'installazione
È ora possibile aggiungere o rimuovere una lingua modificando l'installazione del prodotto SAP BusinessObjects
BI in uso. Non è più necessario rimuovere e reinstallare il prodotto per selezionare nuove lingue. Questa modifica
si applica ai programmi di installazione di tutti i prodotti SAP BusinessObjects BI, inclusi i seguenti:
● Server della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence
● Strumenti client della piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence
● SAP BusinessObjects Dashboards
● SAP BusinessObjects Explorer
● Opzione di integrazione SAP BusinessObjects per il software Microsoft SharePoint
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
83
● SAP BusinessObjects Live Office
● SAP Crystal Reports for Enterprise
● SAP Crystal Reports 2011
● SAP Crystal Reports Viewer 2011
Per aggiungere o rimuovere una lingua:
● In una nuova versione di Windows (ad esempio Windows Server 2008), selezionare
Start
Pannello di
controllo Programmi e funzionalità , scegliere il prodotto e fare clic su Disinstalla/Cambia. Selezionare
l'opzione Modifica e aggiungere o rimuovere lingue dalla schermata Scegli pacchetti lingua.
● Nelle versioni precedenti di Windows (ad esempio Windows Server 2003), selezionare
Start
Pannello di
controllo Installazione applicazioni , scegliere il prodotto e fare clic su Cambia. Selezionare l'opzione
Modifica e aggiungere o rimuovere lingue dalla schermata Scegli pacchetti lingua.
● In UNIX (installazioni server della piattaforma BI), eseguire il programma modifyOrRemoveProducts.sh,
selezionare il prodotto, l'opzione Modifica, quindi aggiungere o rimuovere lingue dalla schermata Scegli
pacchetti lingua.
Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence, SAP Crystal Reports
2011 e strumento di personalizzazione dell'installazione
Il nuovo parametro baselinePath sostituisce il parametro baselinePackages per la personalizzazione dei
programmi di installazione di patch o pacchetti di supporto.
Per informazioni dettagliate sul nuovo comportamento e sui nuovi esempi, consultare la Guida alla
personalizzazione di SAP BusinessObjects OEM.
8.3
Miglioramenti alla piattaforma BI (4.0 SP5)
In questa versione sono stati introdotti i miglioramenti seguenti alla piattaforma Business Intelligence.
Information Design Tool
È stata migliorata la funzionalità di trasformazione in indicatore.
Nel livello aziendale il comando Trasforma in indicatore con la funzione di aggregazione consente anche di
impostare la funzione di proiezione appropriata.
Accesso ai dati
Sono disponibili i nuovi parametri seguenti:
84
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
Parametro
Descrizione
Nuovo parametro Temp Data Dir nel file cs.cfg.
Questo parametro viene utilizzato da CSV OpenDriver e dal
driver SAP ERP per specificare il percorso di directory dei
dati temporanei scritti sul disco.
Nuovo parametro String Max Length nel file jco.sbo. Questo parametro viene utilizzato dal driver SAP ERP.
Specifica la lunghezza massima della stringa per le colonne
della tabella mappate ai parametri della funzione ABAP la cui
lunghezza del valore è uguale a zero.
SDK del livello semantico
In SP5 sono stati introdotti i miglioramenti e le nuove funzionalità seguenti.
● Riprogettazione dell'API globale
● Nuova funzionalità principale: modifica delle basi dati e dei livelli aziendali
● Nuovi esempi
Per ulteriori informazioni, vedere Semantic Layer Java SDK Developer Guide.
SDK del servizio Web RESTful
● Il servizio Web RESTful della CMC del server del contenitore applicazioni Web (WACS) include ora il supporto
per Configurazione della condivisione di risorse con diverse origini. Una nuova impostazione Consenti origini
consente di elencare i domini cui è possibile accedere e i valori di timeout.
● I parametri della riga di comando includono ora il supporto per l'aggiunta di intestazioni e metodi accettabili.
● È stato ampliato il supporto del formato JSON.
● La documentazione del servizio Web RESTful include ora un elenco dei messaggi di errore della classe RWS.
.NET SDK della piattaforma BI
La nuova classe CrystalDecisions.Enterprise.SecurityInfo2 consente di assegnare a utenti e gruppi di
utenti ruoli, diritti e limiti relativi agli oggetti. Per informazioni dettagliate su questa nuova API .NET, consultare
Business Intelligence platform .NET API Reference.
8.4
Miglioramenti alle applicazioni BI (4.0 SP5)
Questo pacchetto di supporto offre alcuni miglioramenti funzionali alle applicazioni della suite di prodotti SAP
BusinessObjects Business Intelligence.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
85
SAP BusinessObjects Analysis, versione per OLAP
Supporto delle origini dati OLAP Teradata: grazie all'interfaccia XMLA di Teradata, Analysis supporta Teradata
Database 13.0, 13.10 e 14.0.
Immissione manuale per i prompt dei nodi delle gerarchie: nella finestra di dialogo "Prompt" relativa a un'origine
dati SAP BW è possibile immettere manualmente i valori per i prompt dei nodi delle gerarchie.
SAP BusinessObjects Dashboards
In questa versione sono stati introdotti i miglioramenti seguenti.
● Compatibilità mobile: i cruscotti possono ora essere visualizzati in dispositivi mobili come l'iPad. Date le
dimensioni ridotte dello schermo e l'assenza di funzionalità di passaggio del mouse, nei dispositivi mobili
alcuni componenti e funzionalità di cruscotto non sono supportate.
● Ricerca in "Browser degli oggetti": è possibile cercare i componenti per tipo o per nome nel "Browser degli
oggetti".
● Filtraggio nel browser "Componenti": il browser "Componenti" consente di filtrare il relativo elenco per
visualizzare solo i componenti supportati nei dispositivi mobili.
● Modalità di anteprima per i dispositivi mobili: la funzionalità Anteprima presenta ora due nuove opzioni che
consentono di visualizzare i cruscotti con l'aspetto con cui verrebbero visualizzati in un dispositivo mobile:
(Adatta allo schermo) e (Dimensione originale).
SAP BusinessObjects Explorer
In questa versione sono stati introdotti i miglioramenti seguenti.
● Modifica dell'origine dati: è possibile modificare l'origine dati per uno spazio informazioni. Ciò consente di
connettere uno spazio informazioni a un'altra origine dati se quella originale è stata spostata, modificata o
eliminata. Le origini dati che possono essere modificate sono BWA, Hana e gli universi (.UNX).
● Riquadro Nuove preferenze: un nuovo nodo delle preferenze in Gestione spazi apre un riquadro che consente
di specificare la modalità di visualizzazione dei facet in uno spazio informazioni. In questo riquadro è ora
possibile impostare l'ordine di visualizzazione dei facet ed è disponibile la nuova opzione Nascondi il pannello
facet all'apertura di questo spazio informazioni, che consente di visualizzare i facet quando sono richiesti per
un'esplorazione. Per ulteriori informazioni, vedere la descrizione fornita per l'elemento successivo di questo
elenco.
● Nuovo filtro dei facet: la nuova opzione di preferenza Nascondi il pannello facet all'apertura di questo spazio
informazioni consente a un utente di filtrare i facet disponibili per visualizzare solo quelli necessari per
un'esplorazione. Quando questa opzione è selezionata, il pannello facet non viene visualizzato se è aperto uno
spazio informazioni. Viene invece visualizzata una freccia che, se selezionata facendo clic, permette di
visualizzare un elenco di facet in cui l'utente può scegliere i facet necessari per l'esplorazione. Ciò ottimizza il
tempo di apertura di uno spazio informazioni quando questo contiene più facet.
● Documentazione di amministrazione aggiornata: nel manuale dell'amministratore di Explorer sono stati
apportati miglioramenti agli argomenti relativi alla configurazione di SSO, anche con l'introduzione di una
nuova sezione su SAP SSO. Questo manuale contiene inoltre informazioni sulla creazione di nuovi repository
86
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
geografici personalizzati, che consentono di aggiungere sia città che alias di città ai valori di località disponibili
per le dimensioni geografiche.
SAP BusinessObjects Web Intelligence
In questa versione di Web Intelligence e Web Intelligence Rich Client sono stati introdotti i miglioramenti alle
funzionalità seguenti:
● Supporto della versione della gerarchia BW: la versione della gerarchia utilizzata al momento della creazione
viene visualizzata nella gerarchia e nei report
● Extend to Level (l'amministratore imposta il livello in cui i dati vengono recuperati dalle query BEx)
● Ai livelli viene ora anteposto il livello relativo associato nella gerarchia (1, 2, 3...)
● Nel pannello delle proprietà è attivata per impostazione predefinita l'eliminazione delle query BEx
● La funzionalità per il testo a capo è ora disponibile per i grafici a torta
In Web Intelligence, quando vengono visualizzate le gerarchie SAP NetWeaver BW, viene anche visualizzata la
relativa versione (le versioni dei record BW delle gerarchie quando vengono modificate in BW).
SDK del servizio RESTful di Web Intelligence
L'SDK del servizio Web RESTful di Web Intelligence è un'API che consente la manipolazione degli elementi
seguenti:
● manipolazione di documenti e report di Web Intelligence
● recupero di dati da un fornitore di dati
● recupero di un elenco degli universi disponibili e dei dettagli degli universi
● pianificazione dei documenti
Nota
Non può essere utilizzato per modificare/creare documenti di SAP Web Intelligence.
L'SDK del servizio Web RESTful di Web Intelligence si basa sull'API dei servizi Web RESTful della piattaforma BI
per la gestione delle sessioni e l'accesso ai repository.
SAP Crystal Reports for Enterprise e SAP Crystal Reports 2011
Miglioramenti per SAP NetWeaver BW: sono stati introdotti diversi miglioramenti associati a BW per Crystal
Reports for Enterprise:
● Selezione dei livelli nel pannello delle query per gli ambienti multilingue
● Supporto migliorato per le versioni delle gerarchie
Disponibilità in Mobile: il contenuto interattivo di Crystal Reports è ora disponibile in SAP BusinessObjects Mobile
BI 4.4.0.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
87
Per informazioni sul contenuto interattivo di Crystal Reports in BI Mobile, consultare SAP BusinessObjects Mobile
for iOS 4.4.0 User Guide.
Miglioramenti all'amministrazione: l'impostazione Smart View della Central Management Console consente a un
amministratore di modificare il comportamento di visualizzazione dei report di BI Launch Pad, ovvero di passare
dalla visualizzazione dell'ultima istanza di un report all'aggiornamento del contenuto di quest'ultimo dall'origine
dati.
1. Nella Central Management Console fare clic su Applicazioni.
2. Nella pagina Applicazioni fare doppio clic su Configurazione di Crystal Reports.
3. Viene visualizzata la finestra di dialogo Proprietà: Configurazione di Crystal Reports.
4. In Proprietà selezionare BI Launch Pad.
5. In Smart View eseguire una delle azioni seguenti:
○ Per visualizzare l'ultima istanza riuscita quando si fa doppio clic su una pubblicazione in BI Launch Pad,
selezionare Visualizza ultima istanza. Se non sono presenti istanze riuscite, la pubblicazione viene
aggiornata rispetto alla relativa origine dati. Si tratta della visualizzazione predefinita.
○ Per aggiornare sempre una pubblicazione rispetto alla relativa origine dati (indipendentemente dalla
presenza di un'istanza) quando si fa doppio clic sulla pubblicazione in BI Launch Pad, selezionare
Visualizza oggetto.
6. Fare clic su Salva e chiudi.
SAP BusinessObjects Mobile
In SAP BusinessObjects Mobile 4.0 SP5 sono state introdotte le modifiche seguenti:
● I server Mobile ("MobileBIServers.war" e "MOBIServer.war") vengono distribuiti automaticamente nei sistemi
operativi Windows e Linux.
● Modifiche di implementazione:
○ Il server di autenticazione mobile (VAS) e il job server mobile (VMS) sono stati sostituiti dall'applicazione
Web BI Mobile (MobileBIService.war). Pertanto, tutte le richieste del server provenienti dai dispositivi
client mobili, inclusi i dispositivi Android (smartphone o tablet), iOS e BlackBerry ora sono gestiti da
questo server di applicazioni Web. Il risultato è il seguente:
○ I database di autenticazione e sincronizzazione che archiviavano i dati provenienti da VAS e VMS non
vengono più utilizzati. Questa funzionalità viene ora gestita dal file MobileBIService.war.
○ I file cluster.config e server.config necessari per configurare VAS e VMS non sono più richiesti. Il file
MobileBIService.war gestisce la configurazione del server Mobile. Per ulteriori informazioni,
vedere la sezione Upgrading the Application nella Server Installation and Deployment Guide: SAP
BusinessObjects Mobile 4.0 Service Pack 5, disponibile sul portale SAP Help all'indirizzo: http://
help.sap.com/bomobile40.
○ Nessun processo utilizza i numeri di porta 11011 (porta predefinita per VAS) o 11711 (porta predefinita
per VMS). Pertanto, qualsiasi modifica apportata al firewall per consentire la comunicazione fra
queste porte può essere annullata senza rischi.
○ I servizi XI3MobileAuthServer e XI3MobileJobServer Windows non sono più richiesti e non
vengono quindi creati dall'installazione della versione 4.1.
Per ulteriori informazioni, consultare il Manuale d'installazione e distribuzione di SAP BusinessObjects Mobile per
SAP BusinessObjects Mobile 4.0 pacchetto di supporto 5, disponibile nel portale SAP Help all'indirizzo: http://
help.sap.com/bomobile40
88
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP5
9
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP6
9.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP6
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e correlato software di terze parti, consultare Product
Availability Matrix di SAP all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
immettere la stringa seguente nel campo Search per trovare il documento relativo alle piattaforme supportate
per la versione 4.0 SP6: SBOP BI Platform 4.0.
I documenti relativi alle piattaforme supportate per il portfolio SAP BusinessObjects sono disponibili anche
all'indirizzo: https://support.sap.com/home.html
9.2
Miglioramenti alle applicazioni BI per 4.0 SP6
Accesso ai dati
Nuove origini dati - La piattaforma BI consente di creare connessioni a nuove origini dati. Per ulteriori informazioni
consultare Product Availability Matrix.
Connettività obsolete - Le connessioni esistenti alle origini dati riportate di seguito continuano a funzionare, ma
non è possibile creare nuove connessioni:
● DB2 per z/OS v8, DB2 UDB v8 e DB2 v9.1
● GreenPlum 3
● MS Access 2003, MS Excel 2003, MS SQL Server 2005
● Progress OpenEdge 10
● Sybase IQ 12.7 e Sybase SQL Anywhere 10
SDK del servizio Web RESTful di SAP Web Intelligence
Gestione del documento - Sono state aggiornate le seguenti funzioni relative al documento:
● Proprietà
● Stili
● Funzioni
● Operatori
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP6
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
89
● Variabili
● Segnalatori
● Rilevamento delle modifiche
● Allegati
● Collegamenti
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.2 del Manuale dell'utente.
Gestione del ciclo di vita del documento - Sono stati aggiunti nuovi metodi e opzioni relativi allo stato del
documento e alla creazione/gestione delle istantanee. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.3 del
Manuale dell'utente.
Gestione del report - Sono state aggiornate le seguenti funzioni relative al report:
● Esportazione
● Elenco
● Drill
● Struttura
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.4 del Manuale dell'utente.
Gestione dei fornitori di dati - Sono state aggiornate le seguenti funzioni relative al report:
● Dettagli del provider di dati
● Mappature
● Spostamento dei fornitori di dati
● Informazioni sul flusso
● Specifiche query
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.5 del Manuale dell'utente.
Pianificazione del documento - Sono stati aggiornati i seguenti metodi:
● Aggiungere una pianificazione
● Eliminare una pianificazione
● Annullare una pianificazione
● Ottenere l'elenco delle pianificazioni
● Ottenere i dettagli di una pianificazione
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.6 del Manuale dell'utente.
Aggiornamento dei documenti - Sono stati aggiornati i seguenti metodi:
● Ottenere i parametri di aggiornamento
● Aggiornare un documento
● Annullare l'aggiornamento di un documento
Per ulteriori informazioni, consultare la sezione 3.7 del Manuale dell'utente.
Gestione degli universi - È ora possibile ottenere le funzionalità delle query di un universo. Per ulteriori
informazioni, consultare la sezione 3.8 del Manuale dell'utente.
90
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 FP6
10 Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP7
10.1 Piattaforme supportate per 4.0 SP7
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e correlato software di terze parti, consultare Product
Availability Matrix di SAP all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Nota
Immettere la stringa seguente nel campo di ricerca Cerca per trovare il documento relativo alle piattaforme
supportate per la versione 4.0 SP7: SBOP BI Platform 4.0.
10.2 Miglioramenti della Suite BI per 4.0 SP7
Questa versione include nuove funzionalità.
Web Intelligence
Funzionalità relative alla creazione di grafici ottimizzate: è possibile ora regolare il colore, l'opacità del colore e la
posizione dell'etichetta dati di sezioni o punti in grafici a barre, a colonne, a linee, a torta, a dispersione, a bolle e a
punti.
Accesso ai dati
Nuove connettività: il livello di accesso ai dati supporta l'utilizzo di driver DataDirect ODBC 7.0 per database MS
SQL Server su tutte le piattaforme UNIX. Per ulteriori informazioni consultare Product Availability Matrix.
SDK dei servizi Web RESTful
Nuovo supporto per l'esportazione dei file: è possibile ora esportare un report in modalità impaginata in formato
HTML o una pagina di un report in formato HTML all'interno di un file compresso.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP7
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
91
Strumento di conversione dei report
Nuova capacità di convertire le istanze dei documenti: lo Strumento di conversione dei report consente ora di
convertire non solo i documenti Desktop Intelligence in documenti Web Intelligence, ma anche le istanze dei
documenti Desktop Intelligence in formato Web Intelligence. Per informazioni su come convertire le istanze dei
report Desktop Intelligence in istanze Web Intelligence, consultare il capitolo "Conversione delle istanze dei report
Desktop Intelligence in istanze di Web Intelligence" nel Manuale dello Strumento di conversione dei report per 4.0,
Support Package 7.
92
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP7
11
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP8
11.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP8
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP8
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
93
12
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP9
12.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP9
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
12.2 Miglioramenti della Suite BI per 4.0 SP9
SDK del servizio Web RESTful di Web Intelligence
● Per gli universi .unv, l'identificatore origine dati è ora collegato al provider di dati esposto tramite SDK. I
dettagli del provider di dati contengono il prefisso dell'origine dati per gli identificatori oggetto dell'origine dati.
● È ora possibile esportare un documento Web Intelligence come file HTML compresso.
● Quando si esporta un documento o un report come file HTML compresso, è ora possibile specificare il nome
del file zip nella chiamata HTTP.
94
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP9
13
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP10
13.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP10
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
13.2 Miglioramenti a Web Intelligence per 4.0 SP10
Questa sezione elenca le nuove funzionalità disponibili per Web Intelligence 4.0 SP10.
I seguenti manuali dell'utente contengono informazioni sulle configurazioni runtime per query BEx:
● Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Web Intelligence
● Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Web Intelligence Rich Client
● Creazione di query di SAP BusinessObjects Web Intelligence basate su query BEx
Nota
Queste informazioni sono disponibili solo per SP10 nelle versioni in inglese dei PDF. Le versioni tradotte
saranno disponibili nella guida in linea dell'applicazione e nei PDF di Web Intelligence a partire da SP11.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP10
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
95
14 Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP11
14.1 Piattaforme supportate per 4.0 SP11
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
14.2 Accesso ai dati
Di seguito sono riportati i database supportati in questa versione:
● HANA SPS 09
● Supporto di Teradata 15 Direct ODBC e JDBC
● Supporto per IBM DB2 per i7.2 ODBC
Per ulteriori informazioni, consultare Product Availability Matrix (PAM) http://service.sap.com/pam
96
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP11
15
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP12
15.1
Piattaforme supportate per 4.0 SP12
Per dettagli completi sulle versioni supportate di SAP e sul relativo software di terze parti, consultare SAP Product
Availability Matrix all'indirizzo: https://support.sap.com/release-upgrade-maintenance/pam.html
15.2 Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence
Server di applicazioni Web Tomcat 7 in bundle
Tomcat 7.0 è ora il server di applicazioni Web in bundle predefinito.
Se si aggiorna una configurazione esistente che utilizza il server di applicazioni Web Tomcat 6.0 in bundle alla
versione 4.0 SP12 con il programma di installazione degli aggiornamenti, il sistema viene aggiornato
automaticamente a Tomcat 7.0.
Upgrade Management Tool
È stata inclusa una nota nella sezione Prima di iniziale nella sezione Esecuzione degli aggiornamenti. Per
ulteriori informazioni, vedere la nota SAP 2203527 .
Novità
Suite SAP BusinessObjects BI 4.0 SP12
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
97
Importanti dichiarazioni di non responsabilità e
informazioni legali
Campioni di codice
Eventuali campioni di codice e/o righe o stringhe di codice (“Codice”) inclusi nella presente documentazione sono solamente esempi e non devono essere intesi come
utilizzabili in un ambiente produttivo. Il Codice è fornito esclusivamente a titolo esemplificativo al fine di mostrare le regole di sintassi e di formulazione di determinati
codici. SAP non fornisce alcuna garanzia circa l’accuratezza e la completezza del Codice ivi fornito e non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o danni
causati dall’utilizzo del Codice, ad eccezione del caso in cui tali danni siano stati causati da SAP volontariamente o per negligenza grave.
Accessibilità
Le informazioni contenute nella documentazione della Libreria SAP rappresentano la visione corrente dei criteri di accessibilità al momento della pubblicazione; in nessun
modo devono intendersi come linee guida vincolanti relative alle modalità per assicurare l’accessibilità dei prodotti software. SAP in particolare declina ogni responsabilità
in relazione al presente documento. Tuttavia, tale dichiarazione di non responsabilità non è applicabile ai casi di comportamenti dolosi o grave negligenza da parte di SAP.
Inoltre, dal presente documento non deriva alcun obbligo contrattuale diretto o indiretto di SAP.
Linguaggio neutro rispetto al genere
Per quanto possibile, la documentazione SAP non presenta distinzioni di genere. In base al contesto, ci si rivolge al lettore direttamente con il “tu” o utilizzando un
sostantivo di genere neutro (ad esempio “responsabile vendite” o “giorni lavorativi”). Tuttavia, in caso di riferimenti a membri di ambo i sessi, ove la terza persona
singolare non può essere evitata o non esiste un sostantivo di genere neutro, SAP si riserva il diritto di utilizzare la forma maschile del nome e del pronome, al fine di
garantire la comprensibilità della documentazione.
Collegamenti ipertestuali a Internet
La documentazione SAP può includere collegamenti ipertestuali a Internet. Tali collegamenti ipertestuali sono forniti al solo scopo di suggerimento per individuare ulteriore
documentazione. SAP non fornisce alcuna garanzia circa la disponibilità e la correttezza di tale ulteriore documentazione, né della relativa utilità per fini specifici. SAP non
si assume alcuna responsabilità per eventuali danni causati dall’utilizzo di tale documentazione, ad eccezione del caso in cui tali danni siano stati causati da dolo o colpa
grave da parte di SAP. Tutti i collegamenti sono categorizzati per fini di trasparenza (vedere: http://help.sap.com/disclaimer).
98
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Novità
Importanti dichiarazioni di non responsabilità e informazioni legali
Novità
Importanti dichiarazioni di non responsabilità e informazioni legali
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
99
www.sap.com/contactsap
© 2015 SAP SE o una sua affiliata SAP. Tutti i diritti riservati.
Non è ammessa la riproduzione o la trasmissione del presente
documento, né di alcuna delle sue parti, in qualsiasi formato o per
qualsiasi finalità senza l’esplicita autorizzazione di SAP SE o di una
sua affiliata SAP. Le informazioni qui contenute sono soggette a
modifica senza preavviso.
Alcuni prodotti software commercializzati da SAP SE e dai suoi
rivenditori contengono componenti software di proprietà di altri
produttori di software. Le specifiche nazionali dei prodotti possono
variare.
Tali informazioni sono fornite da SAP SE o dalle sue affiliate SAP
solo a scopo informativo, senza alcun fine rappresentativo o di
garanzia di qualsiasi natura; il Gruppo SAP non si assume alcuna
responsabilità per eventuali errori od omissioni presenti nelle
informazioni. Le uniche garanzie applicabili ai prodotti e ai servizi di
SAP SE o delle sue affiliate SAP sono quelle espressamente
menzionate in specifiche clausole contrattuali eventualmente
previste per i singoli prodotti o servizi. Nessuna parte del presente
documento è da interpretarsi come garanzia aggiuntiva.
SAP e gli altri prodotti e servizi SAP qui menzionati, e i rispettivi
loghi, sono segni o marchi registrati di SAP SE (ovvero di una sua
affiliata) in Germania e in altri Paesi. Tutti gli altri nomi di prodotti o
servizi menzionati sono marchi delle rispettive società.
Per ulteriori informazioni e comunicazioni sui marchi consultare
http://www.sap.com/corporate-en/legal/copyright/index.epx.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement