Asus | P4B | Guida per l`utente

Guida per l`utente
P4B
Guida per l’utente
Motherboard
®
Checklist
I838
Revisione 1.03 (Agosto 2001)
Copyright © 2001 ASUSTeK COMPUTER INC. Tutti i diritti riservati
Nessuna parte di questo manuale, inclusi i prodotti ed il software in esso descritti, può essere
riprodotta, trasmessa, trascritta o conservata in sistemi di memorizzazione, oppure tradotta in
qualunque lingua, in qualunque modo e con qualunque mezzo senza l’esplicito permesso scritto
della ASUSTeK COMPUTER INC. (“ASUS”), ad eccezione della documentazione conservata dagli
acquirenti come copia di sicurezza.
La garanzia sul prodotto ed i servizi non potranno essere estesi nel caso che : (1) il prodotto è
stato riparato, modificato o alterato, a meno che tale riparazione, modifica o alterazione, non sia
stata autorizzata per iscritto da ASUS (2) se il numero di serie del prodotto è cancellato o
mancante.
ASUS FORNISCE QUESTO MANUALE “COSÌ COMÉ” SENZAALCUNA GARANZIA, IMPLICITA
OD ESPLICITA, DI ALCUN TIPO,INCLUDENDO ,NON LIMITANDOSI ALLE AUTORIZZAZIONI
IMPLICITE O ALLE CONDIZIONI DI COMMERCIABILITÀ O IDONEITÀ PER UN PARTICOLARE
SCOPO. IN NESSUN CASO L’ASUS, I SUOI DIRETTORI, DIRIGENTI, IMPIEGATI O AGENTI
POTRANNO ESSERE RITENUTI RESPONSABILI DI QUALSIASI DANNO INDIRETTO,
PARTICOLARE, CASUALE O CONSEGUENTE ( COMPRESI I DANNI DI PERDITE DI PROFITTI,
PERDITE DI AFFARI, PERDITE DI UTILIZZO O DI DATI, INTERRUZIONE DI AFFARI E SIMILI)
ANCHE NEL CASO IN CUI LA ASUS AVESSE SEGNALATO LA POSSIBILITÀ DI TALI DANNI
,DOVUTI A DIFETTI O ERRORI IN QUESTO MANUALE O IN QUESTO PRODOTTO.
LE DESCRIZIONI E LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO MANUALE SONO FORNITE
SOLO A SCOPO INFORMATIVO E SONO SOGGETTE A CAMBIAMENTI IN QUALSIASI
MOMENTO SENZA PREAVVISO, E NON DEVONO PERTANTO COSTITUIRE UN IMPEGNO DA
PARTE DELLAASUS. L’ASUS NON SI ASSUME LA RESPONSABILITÀ PER QUALUNQUE
ERRORE O IMPRECISIONE CONTENUTA IN QUESTO MANUALE, INCLUSI I PRODOTTI E IL
SOFTWARE IN ESSO DESCRITTI.
I prodotti e le ragioni sociali che compaiono in questo manuale potrebbero essere marchi di fabbrica
depositati o Copyright delle rispettive compagnie, e sono usati solo a scopo esplicativo e le software
house che vogliono adattare i loro programmi alle esigenze di un mercato estero di identificazione,
ed a vantaggio degli acquirenti, senza alcun intento di violazione.
ii
Contenuti
Features
Dichiarazioni FCC/CDC .................................................................. vi
Informazioni sulla sicurezza ......................................................... vii
A proposito di questa guida ....................................................... viii
Come e strutturata questa guida ........................................ viii
Segni convenzionali usati in questa guida .......................... ix
Dove trovare ulteriori informazioni ....................................... ix
Informazioni per contattare i centri ASUS ..................................... x
Capitolo 1: Introduzione al prodotto ................................... 1-1
1.1 Benvenuti! .......................................................................... 1-1
1.2 Contenuto della confezione ............................................... 1-1
1.3 Funzioni .............................................................................. 1-2
1.3.1 Identificare le componenti della scheda madre .... 1-2
1.3.2 Accessori pre installati ........................................... 1-5
1.3.3 Descrizioni e funzioni speciali ............................... 1-6
1.3.4 Compatibilita ......................................................... 1-7
Capitolo 2: Informazioni Hardware ................................... 2-1
2.1.1 Istruzioni per il posizionamento ............................. 2-1
2.1.2 Fori delle viti ......................................................... 2-1
2.2 Unita Centrale di Elaborazione (CPU) .............................. 2-2
2.2.1 Presentazione generale ......................................... 2-2
2.2.2 Installare la CPU .................................................... 2-3
2.2.3 Installare il dissipatore e la ventola ..................... 2-5
2.2.4 Collegare il cavo della ventola della CPU ............ 2-7
2.3 Memoria di sistema ............................................................ 2-8
2.3.1 Presentazione generale ......................................... 2-8
2.3.2 Configurazioni della memoria ............................... 2-8
2.3.3 Installare un DIMM ................................................ 2-9
2.3.4 Rimuovere un DIMM .......................................... 2-10
2.4 Slot di espansione ............................................................. 2-11
2.4.1 Installare una scheda di espansione ..................... 2-11
2.4.2 Configurare una scheda di espansione ................. 2-11
2.4.3 SlotPCI ................................................................. 2-12
2.4.4 Slot AGP .............................................................. 2-12
2.4.5 Slot CNR .............................................................. 2-13
iii
Contenuti
Safeguards
2.5
2.6
2.7
2.8
Struttura della scheda madre ........................................... 2-15
Cambiare le impostazioni della scheda madre ................ 2-16
Interruttori e jumper ........................................................ 2-17
Connettori ......................................................................... 2-23
Capitolo 3: Accensione ...................................................... 3-1
3.1 Avviare per la prima volta ................................................... 3-1
3.2 Spegnere il computer ......................................................... 3-2
Capitolo 4: Setup del BIOS ................................................. 4-1
4.1 Gestire e aggiornare il vostro BIOS .................................... 4-1
4.1.1 Utilizzare il sistema del computer per la prima volta4-1
4.1.2 Aggiornare il procedimento del BIOS .................. 4-3
4.2 Programmazione del setup del BIOS ................................ 4-5
4.2.1 Barra del menu del BIOS ....................................... 4-6
4.2.2 Legenda della barra ............................................. 4-6
4.3 Menu principale ................................................................. 4-8
4.3.1 Master/Slave primario e secondario .................... 4-9
4.3.2 Funzioni della tastiera ......................................... 4-13
4.4 Menu avanzato ................................................................. 4-15
4.4.1 Configurazione dei Chip ..................................... 4-17
4.4.2 Configurazione dei dispositivi I/O ...................... 4-19
4.4.3 Configurazione del PCI ........................................ 4-21
4.5 Menu di alimentazione .................................................... 4-23
4.5.1 Controllo dell'accensione .................................... 4-25
4.5.2 Monitor Hardware .................................................. 4-27
4.6 Menu di boot .................................................................... 4-28
4.7 Menu di uscita .................................................................. 4-30
iv
Contenuti
Chapter 5: Software support ................................................. 5-1
5.1
5.2
5.3
Install an operating system .................................................. 5-1
5.1.1 Windows 98 first time installation ............................ 5-1
Support CD information ....................................................... 5-1
5.2.1 Running the support CD ......................................... 5-1
5.2.2 Main menu ............................................................. 5-2
5.2.3 Software menu ....................................................... 5-3
5.2.4 Drivers menu .......................................................... 5-5
5.2.5 DOS Utilities menu ................................................. 5-6
5.2.6 ASUS Contact Information ...................................... 5-6
5.2.7 Other information .................................................... 5-7
Software information ........................................................... 5-9
5.3.1 ASUS Update ......................................................... 5-9
5.3.2 ASUS MyLogo™ .................................................. 5-10
5.3.3 Personalized Boot Logo ........................................ 5-12
5.3.4 Winbond Voice Editor ........................................... 5-13
Glossary ................................................................................ G-1
v
Dichiarazioni FCC/CDC
Dichiarazioni della Commissione Federale per le
Comunicazioni
Questo dispositivo rispetta le richieste del regolamento FCC paragrafo 15.
La sua operatività è soggetta alle due seguenti condizioni :
• Questo dispositivo non dovrebbe causare interferenze dannose e
• Questo dispositivo deve ricevere qualsiasi interferenza, incluse
interferenze che potrebbero causare operazioni non desiderate.
Questa attrezzatura è stata sottoposta a dei test ed e stata giudicata
compatibile con i parametri per i dispositivi digitali Classe B, ai sensi del
Paragrafo 15 del Regolamento FCC. Questi parametri sono stati stabiliti
per assicurare una sufficiente protezione contro le interferenze dannose
nell'ambito in una dimora privata. Questa attrezzatura genera, si serve e
può emettere frequenze energetiche radio e, se non installata ed
utilizzata in accordo alle direttive del fabbricante, potrebbe causare
interferenze dannose per le comunicazioni radio. Tuttavia, non è
garantito che le interferenze non si possano presentare in una particolare
installazione. Se questa attrezzatura dovesse causare gravi interferenze
alle ricezione radio o televisiva, fatto che può essere determinato
dall’accensione e dallo spegnimento dell’attrezzatura, l’utente è invitato
a tentare di eliminare il problema adottando uno o più dei seguenti
accorgimenti:
• Orientare diversamente o spostare l’antenna di ricezione.
• Aumentare la distanza tra l’attrezzatura e i dispositivi di ricezione.
• Collegare l’attrezzatura a una presa di un circuito differente da quello
a cui è collegato il dispositivo di ricezione
• Consultare il rivenditore o un esperto tecnico radio/TV per assistenza.
L uso di cavi schermati per il collegamento del monitor o delle schede
grafiche e richiesto per il rispetto del regolamento FCC . Cambiamenti
o modifiche a questa unità che non sia state esplicitamente approvate
dalla commissione responsabile potrebbero annullare il diritto
dell’utente di utilizzare questa attrezzatura .
Dichiarazione del Dipartimento del Canada per le
Comunicazioni
Questo impianto digitale non supera i limiti della Classe B per le
emissioni radio da impianti digitali stabiliti nel Regolamento per le
Interferenze Radio del Dipartimento per le Comunicazioni del Canada .
Questo impianto digitale classe B rispetta i parametri degli ICES-003
del Canada.
vi
Informazioni per la sicurezza
Sicurezza per i dispositivi elettrici
• Per evitare il rischio di shock da elettricità, scollegate il cavo di
alimentazione dalla presa elettrica prima di spostare il sistema.
• Quando installate o rimuovete periferiche al sistema, assicuratevi che
i cavi di alimentazione siano stati staccati prima del collegamento dei
cavi di segnalazione. Se possibile, scollegate tutti i cavi di
alimentazione dal sistema prima di aggiungere una qualsiasi
periferica.
• Prima di collegare o rimuovere cavi di trasmissione dalla scheda
madre, assicuratevi che i cavi di alimentazione siano staccati.
• Prima di utilizzare adattatori o schede di espansione, cercate
l'assistenza di professionisti. Questi dispositivi potrebbero rendere
inefficace la messa a terra.
• Accertatevi che il vostro alimentatore sia regolato sul voltaggio
giusto del paese in cui vi trovate. Se non siete sicuri del voltaggio
della rete elettrica che state utilizzando, contattate la compagnia
per l’energia elettrica locale.
• Se l'alimentatore è guasto, non riparatelo da soli. Contattate un
tecnico qualificato o il vostro rivenditore.
Sicurezza nelle operazioni
• Prima di installare la scheda madre e aggiungere delle periferiche
su di essa , leggete attentamente tutti i manuali forniti nella
confezione.
• Prima di utilizzare il prodotto, assicuratevi che tutti i cavi siano
collegati correttamente e che i cavi di alimentazione non siano
danneggiati. Se vi accorgete di un qualsiasi danno, contattate
immediatamente il vostro rivenditore.
• Per evitare cortocircuiti , tenete lontani pezzi di carta, viti e fibre
dai connettori, dagli slot , dai socket e dai circuiti.
• Evitate di esporre il computer alla polvere, l’umidità e gli sbalzi
di temperatura. Non mettete il prodotto in stanze umide.
• Posizionare il prodotto su una superficie stabile.
• Se si verificano dei problemi tecnici con il prodotto, fate riferimento
ad un tecnico esperto e referenziato oppure al vostro rivenditore.
vii
Informazioni su questa guida
Questa guida per l’utente contiente tutte le informazioni necessarie per
l’installazione della scheda madre ASUS P4B
Come è strutturata questa guida
Questo manuale é composto dalle seguenti parti:
• Capitolo 1: Introduzione al prodotto
Questo capitolo descrive le caratteristiche della scheda madre P4B.
Esso comprende brevi descrizioni delle speciali caratteristiche della
scheda madre e delle nuove tecnologie che esa supporta.
• Capitolo 2: Informazioni Hardware i
Questo capitolo elenca le procedure di impostazione del hardware che
dovete eseguire per installare le periferiche del sistema. Esso include
la descrizione degli interuttori dei jumper e dei connettori sulla
scheda madre.
• Capitolo 3: Accensione
Questo capitolo descrive la sequenza di accensione e da informazioni
sui codici dei bip del BIOS
• Capitolo 4: Setup del BIOS
Questo capitolo vi spiega come cambiare le impostazioni del sistema
attraverso i menu di Setup del BIOS. Sono fornite anche delle
descrizioni dei parametri del BIOS.
• Capitolo 5: Supporto del Software
Questo capitolo descrive il contenuto del CD di supporto fornito con
la confezione della scheda madre.
• Glossario
Questa parte elenca i termini tecnici che potreste incontrare durante la
lettura della guida per l utente.
• Indice
Questa parte contiene un elenco in ordine alfabetico degli argomenti
presenti in questo documento.
viii
Segni convenzionali usati in questo manuale
Per assicuravi di stare eseguendo in modo corretto determinate
operazioni, fate attenzione ai seguenti simboli utilizzati in questo
manuale.
ALLARME: Informazione per evitare di ferirvi mentre cercate di
portare a termine un operazione.
ATTENZIONE: Informazione per evitare di danneggiare le
componenti mentre cercate di portare a termine un operazione.
IMPORTANTE: Informazione che DOVETE seguire per completare
un operazione.
NOTA Suggerimenti e informazioni addizionali di supporto per
completare un operazione
Dove trovare ulteriori informazioni
Fate riferimento alle seguenti fonti per informazioni addizionali e per gli
aggiornamenti del prodotto e del software.
1. Siti Web ASUS
I siti Web ASUS forniscono in tutto il mondo informazioni aggiornate
sul hardware ASUS e i prodotti software. I siti Web ASUS sono elencati
nella paragrafo “Informazioni per contattare i centri ASUS” a pag. x.
2. Documentazione opzionale
È possibile che nella confezione del vostro prodotto sia inclusa della
documentazione opzionale, come brochure di garanzia, aggiunta dal
vostro rivenditore. Questi documenti non fanno parte della confezione
standard.
ix
Informazioni su come contattare i centri ASUS
ASUSTeK COMPUTER INC. (Asia-Pacifico)
Vendita
Indirizzo:
Telefono:
Fax:
Email:
150 Li-Te Road, Peitou, Taipei, Taiwan 112
+886-2-2894-3447
+886-2-2894-3449
info@asus.com.tw
Assistenza tecnica
Tel (Inglese):
Tel (Cinese):
Fax:
Email:
Newsgroup:
WWW:
FTP:
+886-2-2890-7123
+886-2-2890-7113
+886-2-2890-7698
tsd@asus.com.tw
csnews.asus.com.tw
www.asus.com.tw
ftp.asus.com.tw/pub/ASUS
ASUS COMPUTER INTERNATIONAL (America)
Vendita
Indirizzo:
Fax:
Email:
6737 Mowry Avenue, Mowry Business Center, Building 2
Newark, CA 94560, USA
+1-510-608-4555
info-usa@asus.com.tw
Assistenza tecnica
Fax:
BBS:
Email:
WWW:
FTP:
+1-510-608-4555
+1-510-739-3774
tsd@asus.com
www.asus.com
ftp.asus.com/pub/ASUS
ASUS COMPUTER GmbH (Europa)
Vendita
Indirizzo:
Fax:
Email:
Harkortstr. 25, 40880 Ratingen, BRD, Germany
+49-2102-442066
sales@asuscom.de (solo per le vendite)
Assistenza tecnica
Numero verde:
MB/Altro: +49-2102-9599-0
Notebook: +49-2102-9599-10
Fax:
+49-2102-9599-11
Assistenza (Email): www.asuscom.de/de/support ( per assistenza online)
WWW:
www.asuscom.de
FTP:
ftp.asuscom.de/pub/ASUSCOM
x
Capitolo 1
Questo capitolo descrive le caratteristiche
della scheda madre P4B e contiene alcune
brevi spiegazioni delle sue peculiarità e
delle nuove tecnologie supportate.
Introduzione al prodotto
ASUS P4B motherboard
1.1
Benvenuti!
Grazie per aver acquistato la scheda madre ASUS® P4B!
La scheda madre ASUS® P4B offre un gran numero di nuove caratteristiche insieme
alle piu’recenti tecnologie, che ne fanno un prodotto di spicco nella lunga serie di
schede madri Asus!
La scheda P4B comprende il processore Intel® Pentium® 4 formato
478-contatti package/Northwood Processor in combinazione con il chipset
Intel® 845 (Brookdale) , proponendo così nuovi parametri per un efficace soluzione
per la piattaforma del desktop.
Potendo supportare fino a 3GB di memoria di sistema e una unbuffer SDRAM
PC100/133, grafica ad alta risoluzione grazie a uno slot AGP 4X, di possibilità di
comunicazione e di rete tramite uno slot CNR, trasferimento dati ad alta velocità
utilizzando il protocollo ATA100 e caratteristiche audio compatibili con lo standard AC
7, la scheda madre P4B è il vostro mezzo ideale per essere all’avanguardia nel
mondo dei personal computer ad alte prestazioni!
Prima di iniziare l’installazione della scheda madre e delle periferiche hardware su di
essa, controllate gli articoli presenti nella confezione elencati nella lista seguente.
1.2
Contenuto della confezione
Controllate che nella vostra confezione della P4B siano presenti i seguenti
articoli.
Scheda madre ASUS P4B
( formato ATX : 30.4 cm (12 in) x 21.8 cm (8.6In))
CD di supporto ASUS P4B
Modulo a 2 porte USB ASUS
Modulo SPDIF ASUS
Piattina ATA 66/100(80 poli)contatti per drive IDE UltraDMA/33/66/100
Cavo IDE a 40 contatti
Piattina Floppy per lettori floppy da 3.5 pollici
Confezione di attacchi a morsetto extra
Guida per l’utente e scheda di riferimento
Guida all’installazione Rapida
Se uno degli articoli sopra elencati dovesse mancare o essere
danneggiato , contattate il vostro rivenditore.
Scheda madre ASUS P4B: Manuale Per l’utente
1-1
1.3
Introduzione Generalei
Prima di installare la scheda madre P4B, prendetevi un pò di tempo per acquistare
dimestichezza con la sua configurazione manuale e le funzioni disponibili. Questo
renderà più facile l’installazione della scheda madre e gli aggiornamenti futuri.Una
conoscenza sufficiente delle caratteristiche tecniche della scheda madre vi aiuterà
inoltre a evitare di commettere errori che potrebbero danneggiare la scheda e le
sue componenti.
Questa sezione presenta le componenti della scheda madre e indica la loro esatta
posizione. Segue una breve descrizione di ciascuna componente. Fate riferimento
al Secondo Capitolo 2 per informazioni dettagliate su queste componenti.
1.3.1
Indentificare i componenti della scheda madre
5
4
6
3
7
2
8
1
9
10
11
28
27
12
13
26
25
24
23
22
21
20
19
14
15
18
17
16
Figure 1-1
Componenti della Scheda Madre
Si vedano le pagine seguenti per una breve descrizione di ciascuna componente.
1-2
Capitolo 1: Introduzione al prodotto
1
Socket CPU. Socket A a 478 contatti surface mount e Zero Insertion
Force(ZIF) . Questo socket é adatto il processore Intel® Pentium® 4 478/
Northwood al bus di sistema 400MHz.
2
Controller North bridge. Questo controller, denominato Intel Memory
Controller Hub (MCH) è una delle due principali componenti del chipset
Intel 845 (Brookdale). Il MCH e controller south bridge Intel I/O ICH2 () sono
collegati tra loro tramite interfaccia Hub proprietaria Intel. Il MCH supporta
l’interfaccia del processore, l’interfaccia per la memoria di sistema,
l’interfaccia AGP e l’interfaccia HUB.
3
Socket DIMM SDRAM. Questi tre socket SDRAM a 168 contatti supportano
sino a 3GB di memorie DIMM unbuffered SDR PC100/133.
4
Presa ATX. Questo connettore a 20-contatti è collegato a un alimentatore
ATX a 12V. L’alimentatore deve avere un minimo di 1A su standby lead +5V
(+5VSB).
5
Porta per il drive floppy. Questa porta permette il collegamento alla
piattina per il drive floppy disk. Un lato della porta presenta delle
scanalature per evitare l’inserimento errato della piattina.
6
Spina d’alimentazione ausiliaria a +12V ASUS EZ. Questa spina ausiliaria
brevettata dalla ASUS viene utilizzata se non siete in possesso di un
alimentatore di energia ATX 12V. Inserite un connettore a 4-contatti
collegato ad un alimentatore standard per assicurare energia sufficiente alla
CPU.
7
Connettori IDE. Questi connettori a due canali bus master IDE supportano
fino a quattro periferiche Ultra DMA/100/66, PIO Modalità IDE 3 & 4. Sia il
connettore primario ( blu) che quello secondario ( nero) presentano delle
scanalature per prevenire l’inserimento errato del cavo a nastro IDE.
8
Chipset South bridge. Denominato Chipset Intel I/O (Intel I/O Controller
Hub 2 ICH2) del chipset Intel 845, questo controller gestisce il subsystem d’I/
O che permette l’accesso al resto del sistema. ICH2 intergra al suo interno
funzioni d’I/O quali l’interfaccia dei bus di sistema, Ultra ATA/100,
l’interfaccia Low Pin Count LPC, l’interfaccia Universal Serial Bus USB 1.1,
l’interfaccia PCI e l’interfaccia CNR.
9
Interruttori DIP. Questo set di 10 interruttori a doppio allineamento (Dual
Inline Package DIP) permette di regolare la frequenza esterna della CPU.
Scheda madre ASUS P4B: Manuale Per l’utente
1-3
1-4
10
Controller Volcale. Questo controller vocale Winbond supporta
l’applicazione ASUS POST Reporter per la personalizzazione dei messaggi
vocali POST.
11
EEPROM flash. Questo firmware 2Mb contiene il BIOS programmabile della
scheda madre.
12
Super Chipset I/O. Questa interfaccia Low Pin Count (LPC) regola la
funzionalità Super I/O comunemente utilizzata. Il chipset supporta il
controller dedicato ai drive floppy ad alte prestazioni 360K/720K/1.44M/
2.88M, una porta parallela multimodalità, due UART standard compatibili,
una porta standard a infrarossi (Standard Infrared SIR), una porta giochi/
MIDI compatibile con il MPU-401 UART ed un’interfaccia Flash ROM.
13
ASUS ASIC. Questo chip controlla diverse funzioni del sistema che
comprendono il monitoraggio hardware e del voltaggio di sistema e
l’assegnazione degli IRQ.
14
Slot CNR. Questa slot è stato progettato appositamente per la scheda
Communications and Networking Riser (CNR). La scheda CNR è dotata di un
modem analogico V.90, sei canali audio, il HPNA, un hub USB e la presa di
rete Ethernet 10BASE-T /100BASE-TX.
15
LED integrato. Questa LED si illumina se il sistema si trova nella modalità
Standby. Questa LED vi ricorda di spegnere il sistema prima del
collegamento o lo scollegamento di periferiche.
16
Slot PCI. Questi sei slot PCI 2.2 a 32-bit supportano schede con bus master
PCI come le schede SCSI o LAN con un trasferimento dati massimo di
133MB/s.
17
CODEC Audio/Modem. Questo CODEC audio, compatibile con lo standard
AC 7, supporta la funzione SPDIF Out.
18
Slot AGP. Questo slot Accelerated Graphics Port (AGP) permette il
collegamento di schede grafiche che supportino lo standard AGP4X 1.5V
per l’utilizzo di applicazioni destinate alla grafica 3D.
19
Spina Alimentazione ATX 12V. Questa spina di alimentazione permette il
collegamento del connettore a 4-contatti dell’alimentatore ATX a 12V.
20
Jack per microfono. A questo jack Mic (rosa) può essere collegato un
microfono.
21
Jack Line In. A questo jack Line In (azzurro) può essere collegato un
registratore o altre sorgenti sonore.
22
Jack Line Out. A questo jack Line Out (giallo) possono essere collegate
delle cuffie o delle casse acustiche.
Capitolo 1: Introduzione al prodotto
23
Porta Giochi/MIDI. Questa porta supporta il collegamento di un joystick o un
gamepad per videogiochi oppure di dispositivi MIDI per la riproduzione o la
modifica di file audio.
24
Porte seriali. Queste due porte COM1/COM2 a 9 contatti sono utilizzati per
il collegamento di dispositivi di puntamento o di altre periferiche seriali.
25
Porta parallela. A questa porta a 25 fori possono essere collegati una
stampante parallela, uno scanner ed altri dispositivi.
26
Porte USB. Queste due porte Universal Serial Bus USB a 4 contatti sono
disponibili per il collegamento di dispositivi USB come un mouse e i PDA.
27
Porta per tastiere PS/2. Questo connettore viola a 6 fori è dedicato alle
tastiere PS/2.
28
Porta PS/2 per mouse. Questo connettore verde a 6-contatti è dedicato ai
mouse PS/2.
1.3.2
Accessori pre-installati
Questa scheda madre è commercializzata con la base per il dissipatore
già installata. Questo modulo dovrebbe adattarsi al dissipatore solidale
delle CPU dette “Boxed”.
Non rimuovete la base per il dissipatore mentre installate la CPU o altre
componenti della scheda madre.
Base per il dissipatore
Figura 1-2
Base pre-installata per il dissipatore
Scheda madre ASUS P4B: Manuale Per l’utente
1-5
1.4
Funzioni Speciali
1.4.1
Caratteristiche principali del Prodotto
La piú avanzata tecnologia del processore
La scheda madre P4B supporta l’ultimo modello del processore Intel Pentium 4
478/Northwood, conosciuto anche come P4, tramite un socket ZIF a 478 pin. Il
processore Pentium 4, la cui frequenza interna é di 1.8GHz, presenta un core
avvanzato a 0.18 micron nel package FC-PGA2 for , mentre il processore Northwood
presenta un core a 0.13 con 512KB di cache L2 per una velocità pari a 2.4GHz. Il
funzionamento del P4 é ottimizzato per la riproduzione audio, video ed
applicazioni Internet.
ASUS POST Reporter™
P4B vi offre una nuva eccitante funzione denominata ASUS POST Reporter che
premette la riproduzioni di messaggi vocali ed avvertimenti durante i test ”Power-On
Self-Tests (POST)”. Tramite l’altoparlante interno oppure attraverso un altoparlante
esterno, potrete sentire alcumi messaggi vocali che vi informano sullo stato del boot
di sistema, sulla causa di eventuali errori di sistema. Il software incluso nella
confezione, Winbond Voice Editor, vi permette di personalizzare i vari messaggi, giá
presenti in varie lingue.
ASUS EZ Plug™
Questa tecnologia brevettata dall’ASUS vi permette di utilizzare l’alimentatore già
in vostro possesson invece di dover comprare un nuovo alimentatore ATX a 12V. La
presa EZ ASUS della scheda madre é un connettore ausiliario a 4 contatti, a +12V,
che permette il collegamento con i normali alimentatori. Questo conettore é
necessario per fornire l’alimentazione addizionale richiesta dalla CPU P4.
ASUSMyLogo™
Questa nuova caratteristica della nuova scheda madre P4B vi permette di
personalizzare ed aggiungere un certo stile al vostro sistema cambiando il logo che
viene utilizzato all’avvio di sistema.
Interfacci audio digitale
Nei modelli dotati di scheda audio interna, é presente un connettore audio digitale
per collegare l’interfaccia digitale “Sony-Philips Digital Interface (SPDIF) Out”, che
supporta il collegamento di interfaccie ottiche e coassiali. Provate l’esperienza di un
sonoro surrond a 5.1 canali e l’audio 3D ad alta qualità per i vostri DVD e giochi
preferiti.
1-6
Capitolo 1: Introduzione al prodotto
1.4.2
Funzioni Aggiuntive
Overclocking
L’overclocking del P4B presenta le seguenti caratteristiche:
• supporto di frequenze multiple della CPU programmabili nel BIOS tramite
l’applicazione ASUS JumperFree™
• rapporto frequenze FSB/MEM/PCI regolabile
• Selezione Frequenza Stepless (SFS) per la regolazione accurata della regolazione
della frequenza del bus di sistema dai 100 MHz fino ai 200MHz con icrementri di
un 1MHz
• prestazioni di sistema regolabile tramite la funzione interna “Turbo Mode” del
BIOS
• Vcore e VIO regolabile
Supporto per l’ASUS iPanel
La scheda madre supporta l’applicazione ASUS iPanel per semplificarei la
procedura di connessioni di sistema, La regolazione “one-touch” di diverse
regolazioni e per un controllo dello stato di sistema piú conveniente.
Speciale supporto per Lettore di Card
La P4B é dotata di alcuni connettori speciali dedicate ad un lettore opzionale per
Smart Card, Secure Digital (SD) memory Card e Memory Stick (MS). Il lettore di
Smart Card vi permette di usufruire delle ultime tecnologie per aumentare la
sicurezza nell’autenticazione delle transazioni online, la modifica di informazioni
collegate all’IC e molto altro. Il lettore SD/MS vi permette di usufruire di supporti di
grande capacità tramite le periferiche SD e MS piú sofisticate.
Guida multilingue per l’installazione rapida
La confezione dalla scheda madre include una guida all’Installazione Rapida
multilingua per facilitare al massimo la configurazione del sistema.
Prospetto adesivo dei Jumper e connettori
Questo prospetto plastica vi indica la esatta posizione dei jumper e dei connettori
della scheda madre in modo da facilitare la configurazione del sistema. Attaccate
questo adesivo sul cabinet del computer o in qualsiasi altro posto piú pratico per
voi.
Scheda madre ASUS P4B: Manuale Per l’utente
1-7
1-8
Capitolo 1: Introduzione al prodotto
Capitolo 2
Questo capitolo descrive le procedure da
seguire per lmpostazione del hardware
quando dovete installare le componenti del
sistema e include dettagli sugli interruttori,
i jumper e i connettori presenti sulla
scheda madre.
Informazioni Hardware
ASUS P4B motherboard
2.1
Installazione della scheda madre
Prima di installare la scheda madre, verificate la configurazione del vostro cabinet
per accertarvi che la scheda madre vi si adatti bene. La P4B usa il formato ATX di
30.4 x 21,8 centimetri (12 x 8.6 pollici), un formato standard adatto alla maggior
parte dei cabinet.
Assicuratevi di avere scollegato l’alimentazione prima di installare o rimuovere la
scheda madre! La mancata esecuzione di questo consiglio potrebbe procurarvi
delle ferite e danneggiare i componenti della scheda madre.
2.1.1
Indicazioni per il posizionamento
Assicuratevi di aver posizionato correttamente la scheda madre nel cabinet. Il lato
con le porte esterne va orientato verso la parte posteriore del cabinet. Fate
riferimento alla figura in basso.
2.1.2
Fori per le viti
Inserite sei (6) viti nei fori indicati con dei cerchi per assicurare la scheda madre al
cabinet.
Non stringete troppo le viti! In questo modo potreste danneggiare la scheda
madre.
Posizionare questo lato
verso il retro del
cabinet
Figura 2-1
Posizione della scheda madre e dei fori per le viti
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
2-1
2.2
Struttura della scheda madre
22cm (8.7in)
PS/2KBMS
PWR_FAN
T: Mouse
B: Keyboard
CPU_FAN
SDRVOL
Socket 478
ATX12V
®
Accelerated Graphics Port
(AGP+1.5V)
MICF
SPEAKER
AAPANEL
FLOPPY
4 5
AUX+12V
2 3
ATX Power Connector
0 1
Mic
In
P4B
PCI1
AUX
PCI2
TRPWR
MS
Intel I/O
Controller
Hub
(ICH2)
SD
CLRCMOS
SWITCH
CD1
Audio
Codec
PCI3
MODEM
PCI4
LED1
SPDIFOUT
30.5cm (12.0in)
Line
In
PRIMARY IDE
Intel 845
Memory
Controller
Hub (MCH)
Line
Out
SECONDARY IDE
GAME_AUDIO
COM2
DIMM Socket 3 (64/72-bit, 168-pin module)
PARALLEL PORT
COM1
DIMM Socket 2 (64/72-bit, 168-pin module)
USBPWR1
DIMM Socket 1 (64/72-bit, 168-pin module)
USB1
USB2
CR2032 3V
Lithium Cell
CMOS Power
SMART
JEN
2Mbit
Firmware
Hub
Super
I/O
SPEECH
CHASSIS
PCI5
SMB
USB2
SMARTCON
PCI6
FUSB
AUD_EN1
Figura 2-2
ASUS
ASIC
with
Hardware
Monitor
CNR
CHA_FAN
AFPANEL
KBPWR
HDLED
PANEL
Struttura della scheda madre
Il CODEC audio, la porte esterne GAME/AUDIO, le porte interne audio
sono componenti opzionali presenti solo nei modelli con audio integrato.
Nello schema qui sopra il componenti indicati solo colorati in grigio.
Per i sistemisti:
I conettori SD e MS posso o non essere presenti a seconda delle richieste di
sistema
2-2
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
2.3
Prima di procedere
Fate attenzione a questi consigli prima di installare un nuovo componente o
modificare le impostazioni della scheda madre
Prima di cambiare una qualsiasi impostazione della scheda madre:
1. Staccate il cavo di alimentazione dalla presa a muro mentre
lavorate sulle componenti interne.
2. Usate un cinturino da polso provvisto di messa a terra o toccate
un oggetto fornito di una sicura messa a terra o un oggetto
metallico come la cassetta dell’alimentatore prima di maneggiare
le componenti del computer.
3. Prendete le schede per i bordi e non toccate i IC in loro contenuti.
4. Ogni volta che rimuovete una qualsiasi scheda, appoggiatela su
un tappetino antistatico o nella borsa fornita con le componenti
stesse.
5. Prima di installare o rimuovere una qualsiasi componente,
assicuratevi che l’ alimentatore ATX sia spento o che il cavo
di alimentazione sia staccato dall’alimentatore. Non farlo
potrebbe danneggiare gravemente la scheda madre, le periferiche
e / o altre componenti interne.
Quando é acceso il led interno indica che il sistema é attivo, nella modalità
sleep o soft-off mode, not powered OFF. See the illustration below.
LED1
®
P4B
ON
Standby
Power
OFF
Powered
Off
P4B Onboard LED
Figura 2-3
LED integrato
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
2-3
2.4
Unità centrale di elaborazione (CPU)
2.4.1 Presentazione generale
La scheda madre è dotata di uno zoccolo Zero Insertion Force (ZIF) a 478
contatti. Questo socket è stato progettato appositamente per il processore Intel®
Pentium® 4 478/Northwood
Il processore Intel Pentium 4 nella versione a 478 contatti si serve della tecnologia
Flip-Chip Pin Grid Array 2 (FC-PGA2), e comprende le
micro-architetture Intel® NetBurst™. Le micro-architetture Intel NetBurst sfruttano la
tecnologia hyper pipeline, motore ad esecuzione rapida, bus
di sistema a 400MHz, e cache execution trace. Tutte assieme, queste
caratteristiche migliorano la resa del sistema permettendo le più alte
frequenze del processore, una più rapida esecuzione delle istruzioni
integrate ed una velocità di trasferimento dati di 3.2GB/s.
Figura 2-4
Processore Intel Pentium 4 478/Northwood
Osservate che nell’illustrazione la CPU ha un contrassegno triangolare dorato in un
angolo. Questo contrassegno indica il Pin 1 corrispondente ad un angolo specifico
del socket.
Un’errata installazione della CPU nel socket potrebbe deformare la
piedinatura e danneggiare seriamente la CPU.
2-4
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
2.4.2
Installare la CPU
Seguite le seguenti istruzioni per installare la CPU.
1. Individuare il socket ZIF a 478 contatti sulla scheda madre.
Figura 2-5
Socket ZIF Intel a 478 contatti
2. Sbloccate il socket premendo la leva sul lato e sollevandola poi
formando un angolo di 90°-100° gradi.
Leva del socket
90 - 100
Figura 2-6
CPU Leva del socket a 90 ° - 100°
Assicuratevi che la leva del socket sia sollevata formando un angolo di
90°-100° gradi, altrimenti la CPU non vi si adattaterà correttamente.
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
2-5
3. Posizionare la CPU sopra il socket facendo in modo che l’angolo con il
contrassegno corrisponda alla base della leva del socket.
4. Inserire con attenzione la CPU nel socket fino a quando vi si assesta.
La CPU può posizionarsi correttamente solo in un senso. NON forzate
l’inserimento della CPU dentro il socket per evitare di piegare i pin e
danneggiare la CPU!
Contrassegno Dorato
Figura 2-7
Installare la CPU
5. Quando la CPU è in posizione, tenetela premuta con fermezza sul
socket mentre spingete giù la leva laterale in modo da fissare la CPU.
Quando la leva scatta sulla linguetta laterale indica che è bloccata.
Figura 2-8
2-6
CPU installata
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
2.4.3
Installare il dissipatore e il Ventola
Il processore Intel® Pentium® 4 478/Northwood richiede un dissipatore
appositamente progettato e il montaggio di una ventola per assicurare uno
stato termico e una resa ottimale.
Quando acquistate un processore boxed Intel Pentium 4 478/Northwood
, la confezione comprende il dissipatore, il Ventola e il meccanismo di
ritenzione.
Nel caso acquistiate separatamente una CPU, accertatevi di usare
soltanto dissipatori e ventilatori certificati Intel.
Seguite questi passi per installare il dissipatore e la ventola della CPU.
1. Posizionate il dissipatore sulla lato superiore della CPU installata,
assicurandovi che il dissipatore si adatti adeguatamente alla base del
modulo di ritenzione.
La base del modulo di ritenzione è già installata sulla scheda madre
Dissipatore della CPU
Base del modulo di ritenzione
Figura 2-9
Installare il dissipatore della CPU
Il vostro set Intel Pentium 4 478/Northwood “boxed”dovrebbe essere
fornito di istruzioni per l’istallazione della CPU, del dissipatore e del
meccanismo di ritenzione. Se le istruzioni di questa sezione non
corrispondono alla documentazione della CPU, seguite le seguenti.
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
2-7
2. Position the fan with the retention mechanism on top of the heatsink.
Align and snap the four hooks of the retention mechanism to the holes
on each corner of the module base.
Accertatevi che la ventola e il meccanismo di ritenzione si adattino
perfettamente al dissipatore ed alla base del modulo, in caso contrario
non potrete fare scattare i gancetti nei fori.
Fori per il ritenzione
Gancetti di ritenzione
Gancetto agganciato
al foro di ritenzione
Figura 2-10
Installare la ventola e il meccanismo di ritenzione
Tenere le serrature della ritenzione alzate mentre sistemate il ritenzione
nella base del modulo .
2-8
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
3. Spingete verso il basso le serrature del meccanismo di ritenzione per
fissare il dissipatore e la Ventola sulla base del modulo.
Una volta fissate, le serrature dovrebbero essere rivolte verso direzioni
opposte.
Figura 2-11
2.4.4
Ventola e meccanismo di ritenzione installati e bloccati
Collegare il cavo della Ventola della CPU
Una volta che ventola, dissipatore e meccanismo di ritenzione sono stati
montati, collegate il cavo di alimentazione della ventola della CPU al
connettore sulla scheda madre contrassegnato come CPU_FAN.
CPU Connettore della
Ventola (CPU_FAN)
Figura 2-12
Connettore della Ventola della CPU
Non dimenticate di collegare la ventola della CPU! Si potrebbero verificare dei
problemi nel controllo del Hardware se non eseguite questa operazione.
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
2-9
2.5
Memoria di sistema
2.5.1
Presentazione generale
La scheda madre è dotata di tre slot Single Data Rate (SDR) per banchi di
Memoria DIMM (Dual Inline Memory Module). Questi slot supportano fino a
3GB di memoria di sistema con DIMM unbuffer ECC o non-ECC PC100/133.
88 Pins
®
P4B
60 Pins
20 Pins
P4B 168-Pin DIMM Sockets
Figura 2-13
Posizione degli slot DIMM e dei DIMM SDR
I DIMM sono marcati con delle tacche per indicare l’unico verso corretto
d’inserimento. NON forzate il montaggio di un DIMM dentro uno slot per
evitare di danneggiarlo.
2.5.2
Configurazioni di memoria
È possibile installare i banchi DIMM secondo una delle seguenti
combinazioni.
Posizione DIMM
DIMM (SDR) a168 contatti
Slot 1 (Rows 0&1)
64MB, 128MB, 256MB, 512MB, 1GB x1
Slot 2 (Rows 2&3)
64MB, 128MB, 256MB, 512MB, 1GB x1
Slot 3 (Rows 4&5)
64MB, 128MB, 256MB, 512MB, 1GB x1
Totale di memoria di sistema (Max. 3GB)
2-10
Memoria totale
=
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
2.5.3
Installare un DIMM
Accertatevi di aver staccato l’alimentatore prima di inserire o rimuovere
i DIMM o altre periferiche di sistema. Il non farlo potrebbe danneggiare
gravemente sia la scheda madre che le periferiche.
Seguire questi passi per installare una DIMM.
1. Sbloccate uno slot DIMM premendo le levette di ritenzione verso
l’esterno.
2. Allineate un DIMM sullo slot in modo che le tacche sul DIMM
corrispondano agli incavi sullo slot.
3. Inserire con fermezza il DIMM nello slot fino a quando le levette di
ritenzione scattano tornando al loro posto ed il DIMM è correttamente
posizionato.
Figura 2-14
Installare un DIMM
Figura 2-15
DIMM installato
Scheda madre ASUS P4B: manule per l’utente
levetta di ritenuta sbloccata
Levetta di ritenuta bloccata
2-11
2.5.4
Rimuovere un DIMM
Seguite questi passi per rimuovere un DIMM.
1. Premere simultaneamente le levette di ritenzione verso l’esterno per
sbloccare il DIMM.
Sostenete con delicatezza il DIMM con le dita mentre premete le levette
di ritenzione. Il DIMM potrebbe danneggiarsi se fatto uscire con forza
eccessiva.
2. Rimuovere il DIMM dallo slot.
Figura 2-16
2-12
Rimuovere un DIMM
Capitolo 2: Informazioni sull’Hardware
2.6
Slot di espansione
In futuro potreste avere bisogno di installare delle schede di espansione. La scheda
madre è dotata di sei slot PCI, uno slot AGP
(Accelerated Graphics Port) ed uno slot Communications and Networking
Riser (CNR). I seguenti paragrafi descrivono gli slot e le schede supportate.
Assicuratevi di aver staccato il cavo dell’alimentazione prima di inserire
o rimuovere le schede di espansione. Il non farlo potrebbe ferirvi e
danneggiare le varie componenti della scheda madre.
2.6.1
Installare una scheda di espansione
Seguite i passi seguenti per installare una scheda di espansione.
1. Prima di installare la scheda di espansione, leggete la documentazione che
l’accompagna ed modificate opportunamente le impostazioni hardware.
2. Rimuovete una parete del cabinet (se la vostra scheda madre è già stata
installata).
3. Rimuovete il pannello removibile posizionato di fronte allo slot che volete
utilizzare. Conservate la vite in modo da poterla utilizzare in seguito.
4. Align the card connector with the slot and press firmly until the card is completely
seated on the slot.
5. Allineate il connettore della scheda con lo slot e premetela con fermezza fino a
quando essa è completamente inserita nello slot.
6. Rimettete a posto la parete del cabinet.
Scheda madre ASUS P4B: manuale dell’utente
2-13
2.6.2
Configurare una scheda di espansione
Dopo aver materialmente installato la scheda di espansione, dovete configurate la
scheda regolando le impostazioni software.
1. Avviate il sistema e modificate eventualmente le impostazioni del BIOS. Fate
riferimento al capitolo 4 per le informazioni sul setup del BIOS.
2. Assegnate un IRQ facendo riferimento allo scheda sottostante.
3. Installate i driver ed i software della scheda.
Assegnazione predefinita degli Interrupt
IRQ
Priorità
0
1
2
3*
4*
5*
6
7*
8
9*
10*
11*
12*
13
14*
15*
1
2
N/A
11
12
13
14
15
3
4
5
6
7
8
9
10
FunzionePredefinita
Timer di sistem
Controller della tastiera
InterruptProgrammabile
PortadiCommunicazione(COM2)
PortadiCommunicazione(COM1)
SchedaSonora(avolteLPT2)
ControllerFloppyDisk
PortaStampante(LPT1)
CMOS di Sistema / Real Time Clock
ModalitàACPI quandoattiva
IRQ Holder for PCI Steering
IRQ Holder for PCI Steering
PortamousecompatibilePS/2
NumericDataProcessor
CanaleIDEPrincipale
CanaleIDESecondario
*Questi IRQs sono di solito riservati alle periferiche ISA o PCI.
Assegnazione IRQ per questa scheda madre
PCI slot 1
PCI slot 2
PCI slot 3
PCI slot 4
PCI slot 5
PCI slot 6
OnboardUSBcontrollerHC0
OnboardUSBcontrollerHC1
AGP
CNRLAN
CNRAudio/Modem
OnboardAudio
A
B
C
D
E
F
G
H
—
—
—
—
— Condiviso —
—
—
—
—
—
—
— Utilizzato —
—
—
—
—
—
—
— Condiviso
—
—
—
— Condiviso —
—
—
—
—
—
—
— Condiviso —
—
—
— Utilizzato —
—
—
—
—
—
—
— Utilizzato —
—
—
—
—
—
—
—
—
—
— Condiviso
Utilizzato —
—
—
—
—
—
—
—
—
—
— Condiviso —
—
—
— Utilizzato —
—
—
—
—
—
—
—
—
—
— Condiviso —
—
Quando viene installata una scheda PCI su uno slot condiviso, dovete
assicurarvi che i driver supporti la funzione “Share IRQ” o che la scheda non
abbia bisogno dell’assegnazione di un IRQ. In caso contrario, potrebbero
verificarsi dei conflitti tra i due gruppi PCI, rendendo il sistema instabile e la
scheda non funzionante.
2-14
Capito 2: Informazioni sul Hardware
2.6.3
Slot PCI
In questa scheda madre sono disponibili sei slot PCI a 32 bit. Gli slot permettono il
collegamento di schede PCI come una scheda di rete LAN, una scheda SCSI, una
scheda USB, e altre compatibili con lo standard PCI.
La figura seguente mostra una scheda LAN installata su uno slot PCI.
Figura 2-18
2.6.4
Scheda PCI Installata
Slot AGP
Questa scheda madre possiede uno slot Accelerated Graphics Port (AGP) per il
supporto di periferiche AGP +1.5V. Al momento dell’acquisto di una scheda AGP,
assicuratevi che possieda la caratteristica +1.5V.
Fate attenzione alle tacche sull’interfaccia dorata AGP delle schede per accertarvi
che si adattino allo slot AGP. Qui sotto è presente un esempio di scheda AGP
+1.5V.
®
P4B
Marchio per 1.5V
P4B Accelerated Graphics Port (AGP) Slot
Figura 2-19
Posizione dello slot Grafico AGP
Scheda madre ASUS P4B: manuale dell’utente
2-15
2.6.5
Slot CNR
Gli slot Communications and Networking Riser (CNR) supportano le schede che
combinano funzionalità audio, modem e di rete. L’utilizzo di una interfaccia di
questo tipo, viene reso inutile il collegamento delle Le schede CNR supportano
standard quali:
The CNR specification supports interfaces including:
• Codec Audio 7 (AC 7) – per funzioni audio e/o modem
• Rete locale (LAN) - per funzioni di rete
• Universal Serial Bus (USB) - per funzioni implementate nell’interfaccia USB e
tecnologie quali la trasmissioni a band larga, le DSL, e quella senza fili
• System Management Bus (SMB) - per il supporto dello standard
Plug-n-Play
• Alimentazione– per assicurare i segnali richiesti per il Risparmio Energia e
l’alimentazione principale per l’attività del circuito CNR
Il CNR è indicato come possibile successore dello standard Riser Audio Modem
(AMR) grazie alla sua flessibilità e le sue caratteristiche aggiuntive. Inoltre lo slot
CNR non occupa lo spazio di un PCI, dato che si tratta di uno slot condiviso;
fornendo così una maggiore varietà d’opzioni.
®
P4B
P4B Communication & Networking
Riser Slot
Figura 2-20
2-16
Posizione dello slot Communications and
Networking Riser (CNR)
Capito 2: Informazioni sul Hardware
2.7
Interruttori e jumper
La frequenza della scheda madre è regolata per mezzo degli interruttori DIP.
Il blocchetto bianco indica la posizione dell'interrutore. L'illustrazione in basso
mostra tutti gli interruttori nella posizione OFF.
SWITCH
Figura 2-21
ON
P4B DIP Switches
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
®
P4B
OFF ON
1. Frequency Multiple
2. Frequency Multiple
3. Frequency Multiple
4. Frequency Multiple
5. Frequency Selection
6. Frequency Selection
7. Frequency Selection
8. Frequency Selection
9. Frequency Selection
10. Reserved
Interruttori DIP
Il jumper JEN deve essere impostato sui pin 1-2 (modalità jumper) se desiderate
utilizzare gli interruttori DIP. In caso contrario le impostazioni apportate tramite gli
interruttori non avranno alcun effetto.
1. Modalità JumperFree™ (JEN)
Questo jumper vi permette di attivare o disattivare la modalità Jumper
Free™. La modalità JumperFree permette di impostare il processore
tramite il setup del BIOS
La modalità JumperFree permette di cambiare le impostazioni della CPU
utilizzando il setup del BIOS al posto degli interruttori DIP.
OFF
JEN
3
2
2
1
P4B JumperFree™ Mode Setting
Figura 2-22
Jumper Mode
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
®
P4B
SWITCH
Jumper Free
(Default)
Impostazione della modalità JumperFree .
Il Jumper JEN è disposto in combinazione con gli interruttori DIP. Nella
modalità JumperFree spegnete tutti gli interruttori DIP.
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-17
2. Core della CPU: Multiplicatore della frequeza (SWITCH Interruttori 1-4)
Questa opzione regola il moltiplicatore di frequenza tra le frequenze
interne ed esterne della CPU. Esso deve essere regolato considerando
anche la frequenza del Bus della CPU.
ON
11.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
10.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
8.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
SWITCH
12.0x
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
®
P4B
ON
20.0x
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
23.0x
16.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
19.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
22.0x
15.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
Figura 2-23
18.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
21.0x
ON
17.0x
14.0x
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
P4B CPU Frequency
Multiple Selection
13.0x
24.0x
Core della CPU: moltiplicatore della frequenza del Bus
Assicuratevi che il jumper JEN si impostato nella modalità jumper prima di
attivare gli interruttori presenti qui sopra.
L’opzione di relativa al core della CPU, la possibilità di impostare frequenze del
bus multiple, è disponibile solo sulle CPU non bloccate. Se state utilizzando una
CPU bloccata, le impostazioni non avranno alcun effetto.
2-18
Capitolo 2 :Informazioni sul Hardware
3. Selezione della frequenza della CPU (SWITCH Interruttori 5-9)
Questa opzione indica al clock quale frequenza inviare alla CPU. Ciò
permette la selezione della frequenza esterna della CPU (o BUS Clock). Il
BUS Clock moltiplicato per il moltiplicatore di frequenza equivale alla
frequenza interna della CPU (la velocità della CPU indicata nelle
specifiche).
Prima di selezionare la frequenza esterna della CPU utilizzando gli
interruttori DIP, assicuratevi che il jumper JEN sia impostato nella modalità
jumper.
ON
111MHz
74MHz
37MHz
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
105MHz
70MHz
35MHz
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
CPU 100MHz
AGP 67MHz
PCI 33MHz
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
SWITCH
120MHz
80MHz
40MHz
®
ON
125MHz
62MHz
31MHz
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
ON
CPU 120MHz
AGP 60MHz
PCI 30MHz
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Figura 2-24
ON
P4B CPU
External Frequency Selection
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
P4B
133MHz
66MHz
33MHz
Impostazioni relative alla frequenza della CPU
Regolate la frequenza della CPU soltanto sulle impostazioni consigliate.
Non è garantita la stabilità del sistema se vengono utilizzate frequenze
diverse da quelle consigliate.
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-19
4. Controller Audio (AUD_EN1) (presente solo su modelli con audio integrato)
Questo jumper vi permette di attivare o disattivare il CODEC audio
presente sulla scheda madre. Se desiderate installare una scheda audio
in uno degli slot PCI o nello slot CNR , disattivate il CODEC audio.
L'impostazione predefinita è Enabled (attivo).
AUD_EN1
®
P4B
1 2
2 3
Enable
(Default)
Disable
P4B Audio Codec Setting
Figura 2-25
Impostazioni del CODEC audio
5. Wake up da tastiera (KBPWR)
Questo jumper vi permette di attivare o disattivare la funzione wake-up
via tastiera. inpostate questo jumper sui contatti 1-2 (+5VSB) se
desiderate attivare (wake up) il computer spento quando premete un
tasto sulla tastiera (il predefinito è <Spazio>). Questa funzione
richiede un alimentatore ATX che possa fornire almeno 1A sul lead
+5VSB, é un’impostazione analoga sul BIOS (vedi sezione 4.5.1.
Controllo dell’accensione).
Al momento dell’acquisto questo jumper è regolato sui contatti 1-2
(+5VSB).
®
KBPWR
P4B
1 2
+5VSB
P4B Keyboard Power Setting
Figura 2-26
2-20
2 3
+5V
(Default)
Impostazioni per il controllo alimentazione tramite tastiera
Capitolo 2 :Informazioni sul Hardware
6. Wake up da Dispositivo USB(USBPWR, FUSBPWR)
Regolate questi jumpers su +5V per avviare il computer dalla modalità
S1 sleep (CPU ferma, DRAM riavviata, sistema in modalità low power)
attraverso i dispositivi USB collegati. Impostateli su +5VSB per riavviare
il sistema dalla modalità S3 sleep (CPU non alimentata, aggiornamento
rallentato della DRAM, alimentazione in modalità reduced power).
Al momento dell’acquisto entrambi i jumpers sono regolati sui contatti 2-3
(+5V) dato che non tutti i computer dispongono del alimentatore adatto al
supporto di questa funzione.
Il jumper USBPWR è dedicato alle porte posteriori USB. Il jumper
FUSBPWR é per l’header internp USB collegabile tramite le porte anteriori
degli USB.
1. Questa funzione richiede un alimentatore che possa assicurare un
minimo di 1A sul lead +5vsb. In caso contrario il sistema non si
accende.
2. La corrente totale utilizzata NON deve superare la capacita dell
alimentatore (+5VSB) sia in condizioni normali che in modalità sleep.
USBPWR
1 2
2 3
+5VSB
+5V
(Default)
®
P4B
FUSB
1 2
P4B USB Device Wake Up
Figura 2-27
+5VSB
2 3
+5V
(Default)
Impostazioni per il Wake-up da dispositivo USB
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-21
7. Voltaggio SDRAM (SDRVOL)
Questo jumper vi permette di selezionare il voltaggio fornito alla
memoria di sistema. La disposizione del default e sui contatti 1-2
(3.4V).
SDRVOL
3 4
2 3
1 2
®
P4B
3.4 V
(Default)
3.5 V
3.6 V
P4B SDR Voltage Setting
Figura 2-28
Impostazioni del voltaggio SDRAM
8. Speaker selector (Solo nei modelli dotati di scheda audio integrata)
Questo jumper vi permette di selezionare l’altoparlante che deve essere
utilizzato dalla funzione ASUS POST Reporter. Impostate il pin 1-2 per
utilizzare l’altoparlante interno (solitamente incluso nel cabinet). Impostate i pin
2-3 se desiderate collegarvi ad un altoparlante esterno tramite il jack Line Out
(color marrone) presente nel pannello posteriore.
SPEECH
®
P4B
3
2
2
1
BUZZER
LINEOUT
(Default)
P4B Speaker Selector
Figura 2-29
2-22
Impostazioni di Selezionare dell’Altoparlante
Capitolo 2 :Informazioni sul Hardware
9. ClearRTCRAM(CLRCMOS)
Questo jumper vi permette di azzerare le impostazioni relative al Real Time
Clock (RTC) RAM presenti nel CMOS. Potete azzerare la memorizzazione nel
CMOS della data, ora e parametri del sistema cancellando i dati contenuti nella
RAM RTC CMOS. La Ram del CMOS, che conserva informazioni relative al
setup come le password di sistema, viene alimentata dalla batteria interna.
Come cancellare la RAM RTC:
1. Spegnete il computer e scollegatelo dalla rete elettrica.
2. Rimuovete la batteria.
3. Posizionate per alcuni secondi un ponticello sui contati per azzerare il
jumper. Rimuovete il ponticello.
4. Reinstallate la batteria.
5. Dopo averlo collegato alla rete elettrica, accedente il computer.
6. Tenete premuto il tasto <Canc> durante il boot del sistema per accedere al
setup del BIOS in modo da poter reinserire i dati necessari.
®
P4B
Intel I/O
Controller
Hub
(ICH2)
CLRCMOS
Short jumper
to clear CMOS
P4B Clear RTC RAM
Figura 2-30
Cancellare la RAM RTC
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-23
2.8
Connettori
In questa sezione vengono descritti e illustrati i connettori interni presenti
sulla scheda madre.
Alcuni contatti sono usati come connettori o fonti di energia. Questi
sono completamente diversi dai jumper presenti nella struttura della
scheda madre. Il collegamento di ponticelli dei jumper sui questi
contatti potrebbe danneggiare la vostra scheda madre.
Collegate sempre le piattine contrassegnate con una banda rossa al
Contatto 1 presente sui connettori. Il contatto 1 e solitamente
posizionato sul lato più vicino alla presa di alimentazione sui drive
dell’hard disk e sui drive di CD-ROM, ma a volte potrebbe essere
posizionato sul lato opposto.
1. LED Attività del disco rigido ( HDLED a 2 contatti)
Questo connettore alimenta il LED Attività presente sul disco rigido.
Ogni attività di lettura e scrittura di qualunque periferica collegata ai
connettori IDE primari o secondari provoca l`accensione del LED.
®
P4B
TIP: If the case-mounted LED does not
light, try reversing the 2-pin plug.
HDLED
P4B HD Activity LED
FigurA 2-31
2-24
Connettore del LED del disco rigido
Capitolo 2 :Informazioni sul Hardware
2. Connettore IDE primario e secondario ( IDE1/IDE2 a 40-1 contatti)
Questo connettore supporta la piattina del disco rigido UltraDMA/100/
66 IDE fornita con la confezione. Collegate la piattina blu al
connettore IDE primario (consigliato) o secondario e successivamente
collegate il connettore grigio al dispositivo slave (hard disk drive)
UltraDMA/100/66 ed il connettore nero al dispositivo master
UltraDMA/100/66 . Vi consigliamo di collegare dispositivi
non-UltraDMA/100/66 all'IDE secondario. Se installate due dischi
rigidi, dovete configurare il secondo drive come un dispositivo slave,
impostando adeguatamente il suo jumper. Fate riferimento alla
documentazione del disco rigido per le impostazioni dei jumper.
Il BIOS permette di specificare il dispositivo di bootup. Se disponete
di più di due dispositivi UltraDMA/100/66 , acquistate un altro cavo
UltraDMA/100/66 . Potrete configurare i due hard disk come dispositivi
master grazie all’utilizzo di due piattine, una per il connettore IDE
primario e una per il connettore IDE secondario.
1. Il contatto 20 presente su ciascun connettore IDE è stato
rimosso per poter combaciare con il foro coperto sul connettore
del cavo UltraDMA . Ciò impedisce di invertire l’orientamento dei
cavi.
P4B IDE Connectors
Figurea2-32
Primary IDE Connector
®
P4B
Secondary IDE Connector
2. Il foro accanto al connettore blu sul cavo UltraDMA/100/66 è
fatto di proposito.
NOTE: Orient the red markings
(usually zigzag) on the IDE
ribbon cable to PIN 1.
PIN 1
Connettori IDE
Per le periferiche IDE UltraDMA/100/66, è necessario utilizzare un cavo IDE a 80
contatti. Il cavo UltraDMA/66 incluso nella scatola supporta anche lo standard
UltraDMA/100.
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-25
3. Porta per il drive del Floppy (FLOPPY a 34-1 contatti)
Questa porta permette il collegamento della piattina del drive del
floppy in dotazione. Dopo averne collegato un’estremità alla scheda
madre, collegatene l`altra al drive del floppy. Il contatto 5 è stato
rimosso per prevenire l’errato inserimento nel caso vengano utilizzate
piattine a 5 contatti.
FLOPPY
PIN 1
NOTE: Orient the red markings on
the floppy ribbon cable to PIN 1.
®
P4B
P4B Floppy Disk Drive Connector
Figura 2-33
Connettore del drive Floppy
4. Circuito open alarm del cabinet (CABINET a 4-1-contatti )
Questo circuito è stato progettato per i cabinet dotati della funzione
di rilevamento delle intrusioni. È quindi necessario l’utilizzo di un
meccanismo esterno di rilevamento come un sensore di intrusione del
cabinet o un microswitch. Quando viene rimossa una qualunque
componente del cabinet, il sensore si attiva e invia segnali ad alto
livello a questo circuito per segnalare un caso di intrusione nel
cabinet.
Se non volete usare il circuito di intrusione del cabinet, inserite un
ponticello sui jumper sui contatti contrassegnati come “Chassis
Signal” in modo da chiudere il circuito.
Chassis Signal
GND
®
P4B
+5VSB_MB
CHASSIS
1
P4B Chassis Alarm Lead
Figura 2-34
2-26
Circuito di Allarme del Cabinet
Capitolo 2 Informazioni sul Hardware
5. Connettori della CPU, del Cabinet e della Ventola
( CPU_FAN, CHA_FAN, PWR_FAN a 3 contatti)
Questi tre connettori supportano ventole di raffreddamento di 350mA
(4.2 vatt) o un totale di 1A (12V) a +12V. Posizionate le ventole in
modo tale che le alette del dissipatore permettano al flusso di aria di
attraversare i dissipatori presenti sulla scheda madre e non gli slot di
espansione. L'impianto e l'inserimento della ventola possono variare
a seconda della fabbricazione. Collegate il cavo della ventola al
connettore, facendo corrispondere il filo nero al contatto a terra.
®
P4B
CPU_FAN
Rotation
+12V
GND
PWR_FAN
Rotation
+12V
GND
Non dimenticate di collegare i cavi della ventola ai connettori.
La mancanza di un sufficiente flusso d aria all'interno del sistema
potrebbe danneggiare le componenti della scheda madre. Questi non
sono jumper! NON posizionate i ponticelli dei jumper sui connettori
della ventola!
Rotation
+12V
GND
CHA_FAN
P4B 12-Volt Fan Connectors
Figura 2-35
CPU, Cabinet e Connettori della Ventola
6. Header USB (USB2 a 10-1 contatti)
Se i connettori USB sul pannello posteriorie non sono sufficienti, è
disponibile un header USB per l’aggiunta di due porte USB addizionali.
Collegate un set a 2 porte USB ad uno degli header USB e montare il
pannello USB su uno slot vuoto del cabinet.
USB2
®
10
6
5
1
P4B
1: USB Power
2: USBP2–
3: USBP2+
4: GND
5: NC
6: USB Power
7: USBP3–
8: USBP3+
9: GND
P4B USB Header
Figura 2-36
Header USB
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-27
7. Connettori di Alimentazione
(ATXPWRa 20-contatti, ATX+12Va a 4 contatti, AUX+12V a 4 contatti )
Questi connettori permettono il collegamento ad un alimentatore ATX
12V . Gli attacchi che partono dall`alimentatore sono progettati in
modo da potersi collegare in un unico senso alla scheda. Trovate il
senso corretto e premete con fermezza verso il basso fino a quando i
connettori si assestano completamente.
In aggiunta al connettore a 20-pin ATXPWR , questa scheda madre
richiede il collegamento di un cavo ATX +12V a 4 contatti per
assicurare l’alimentazione sufficiente alla CPU.
Se utilizzate un alimentatore ATX standard non provvisto di attacco
ATX +12V , collegate una presa a 4 contatti al connettore AUX +12V
.
Assicuratevi che il vostro alimentatore ATX 12V possa assicurare
20A alla presa +5V ed almeno 8A sul lead standby (+5VSB) a +12 volt.
La potenza minima richiesta è 230W, o 300W per un sistema
configurato in modo completo. Se l`alimentazione non è sufficiente il
sistema può diventare instabile potrebbero presentarsi delle difficoltà
nell’accensione.
ATXPWR
®
P4B
+3.3VDC
-12.0VDC
COM
PS_ON#
COM
COM
COM
-5.0VDC
+5.0VDC
+5.0VDC
ATX12V
P4B ATX & Auxiliary Power Connectors
Figura 2-37
2-28
+3.3VDC
+3.3VDC
COM
+5.0VDC
COM
+5.0VDC
COM
+5V
PWR_OK
GND
+5VSB
GND
+12.0VDC +12V
AUX+12V
+12V DC COM
+12V DC COM
Connettori di Alimentazione
Capitolo 2 Informazioni sul Hardware
8. Connettore SMBus (6-1 pin SMB)
Questo connettore vi permette di collegare periferiche che supportino
lo standard SMBus (System Management Bus) . Questi dispositivi
comunicano con uno host Bus SM e / o altri dispositivi SMBus, tramite
l'interfaccia SMBus . Il Bus SM è un particolare perfezionamento del
bus I2C bus, un bus multi periferica che permette a più chip di
collegarsi allo stesso bus e permette a ciascuno di essi di comportarsi
come un master mediante l`avvio del trasferimento dati.
®
SMB
P4B
Figura 2-38
Ground
SMBDATA
+3V
P4B SMBus Connector
FLOATING
SMBCLK
1
Connettore SMBus
9. Connettori audio interni ( CD, AUX, MODEM a 4 contatti) (opzionali)
Questi connettori vi permettono di ricevere segnali audio stereo da
fonti sonore quali CD-ROM, sintonizzatori TV o schede MPEG .
Il connettore MODEM permette alla scheda audio interna di integrarsi
con una scheda modem vocale dotata di un connettore compatibile.
Esso permette inoltre la condivisione di un mono_in (come per
esempio un telefono) e un mono_out (come per esempio un
altoparlante) tra la scheda modem vocale ed una audio.
CD1 (Black)
®
P4B
P4B Internal Audio Connectors
Figura 2-39
Modem-Out
Ground
Ground
Modem-In
MODEM
Right Audio Channel
Ground
Ground
Left Audio Channel
AUX (White)
Connettori Audio Interni
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-29
10. Connettori audio del pannello frontale (MICF a 3 contatti,
altoparlanti a 3 contatti) (opzionale)
Questi connettori vi permetto di collegare un pannello frontale
opzionale utilizzando due cavi audio a 3 contatti. Se il vostro cabinet
è dotato di questo modulo audio. è possibile collegare un microfono
ed un altoparlante o una cuffia al pannello frontale.
MIC Power
MIC Input
Ground
Il microfono e l’altoparlante collegati al pannello frontale potrebbero
non funzionare correttamente è presente un microfono esterno
collegato al jack Microfono (rosa) o al jack Line Out del pannello
posteriore. È possibile utilizzare soltanto un microfono una copia di
altoparlanti alla volta.
MICF
SPEAKER
1
P4B
Right SPKR_OUT
Ground
Left SPKR_OUT
1
®
P4B Front Panel Audio Connectors
Figura 2-40
Connettori per il pannello frontale
11. Connettore audio delASUS iPanel (10-1 pinAAPANEL) (Opzionale)
Questo connettore è dedicato al cavo audio del pannello opzionale ASUS
iPanel. I connettori audio del iPanel facilitano il controllo dell’audio dal
pannello frontale.
Line in_R
AGND2
Line in_L
AGND
MIC2
AAPANEL
®
MICPWR
Line out_R
AGND3
Line out_L
P4B
P4B Audio Panel Connector
Figura 2-41
2-30
ConnettoreAudio ASUS iPanel
Capitolo 2 Informazioni sul Hardware
12. Connettore ASUS iPanel ( AFPANEL a 24-1 contatti)
Questo connettore vi permette di collegare un iPanel ASUS opzionale
(un alloggiamento dotato di LED di stato e porte I/O frontali, molto
semplice da utilizzare) . Se non utilizzare un iPanel ASUS, potete
collegare un modulo opzionale per la trasmissione/ricezione ad
infrarossi senza fili al connettore SIR .
IRRX
GND
IRTX
SMBDATA
+3VSB
SMBCLK
NC
NC
NC
NC
IRRX
GND
IRTX
+5 V
NC
GND
NC
CIRRX
+5VSB
CHASSIS#
EXTSMI#
+5V
MLEDPCIRST#
BATT
NC
+5 V
AFPANEL
®
SIR
CIR
NC
GND
NC
CIRRX
+5VSB
P4B
Standard Infrared (SIR)
Front View
Back View
IR_CON
P4B iPanel Connector
+5V
(NC)
IRTX
GND
IRRX
Figura 2-42
Connettore iPanel ASUS
13. Connettore audio digitale (SPDIFOUTa 4-1 contatti ) (opzionale)
È possibile collegare a questo connettore il cavo audio di un modulo
SPDIF che permette la produzione di suoni digitali e non analogici.
Collegate una estremità al connettore SPDIOUT della scheda madre e
l’altra estremità al modulo SPDIF.
®
P4B
SPDIFOUT
GND
SPDIFOUT
+5V
P4B Digital Audio Connector
Figura 2-43
Connettore Audio Digitale
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-31
14. Connettore per il lettore di Smart Card
(a 14-1 contatti SMARTCON) (opzionale)
Questo connettore supporta il collegamento di un lettore di Smart
Card Reader che vi permette di effettuare con comodità transazioni
finanziarie, gestione dei pratiche sanitarie, telefonia o servizi per i
viaggi tramite un software per la gestione delle Smart Card.
®
P4B
NC2
GND
RFU1
SCRCLK
SCRFET#
NC
VCC
SMARTCON
SCRRES#
SCRUI
RFU2
SCRREST
NC
LED
1
P4B Smartcard
Figure 2-44
Connettore per il lettore di Smart Card
15. Connettori SD e MS ( SD, MS a 10 contatti )
Questi connettori permetto il collegamento di sofisticate periferiche di
memoria denominati Secure Digital (SD) Memory card e Memory Stick
(MS). Questi dispositivi facilitano un rapido e sicuro download di tutti i
tipi di file digitali: fotografie, musica , notiziari e film. Potete anche
usare SD e MS per registrare direttamente file audio, video e persino
foto. SF e MS sono dispositivi di memoria “non volatile”, perciò non
richiedono alcuna alimentazione per conservare le informazioni
memorizzate.
* I connettori SD e MS potrebber non essere montati in base ai requisiti SI.
Per utilizzare le periferiche SD o MS , avrete bisogno di un apposito
lettore. I lettori SD, MS e SD/MS sono parti opzionali che possono
essere acquistate separatamente.
SD
®
P4B
MS
GND
SDB1
+3V
SDB2
SDB3
SDB4
SDB5
SDBCLK
SDBPWCTL#
SDBLED
GND
MSDA1
+3V
MSDA2
SDA3
SDA4
SDA5
SDACLK
SDAPWCTL#
SDALED
1
1
P4B SD MS Connectors
Figura 2-45
2-32
Connettori per la Scheda di memoria Secure Digital (SD)
e la Memory Stick (MS)
Capitolo 2 Informazioni sul Hardware
16. Connettore per il sensore della temperatura dell’alimentatore (2 pin TRPWR)
Se l’alimentatore é dotato di una funzione di regolazione della temperatura,
questo é il connettore dove collegare il cavo sensore.
TRPWR
®
Ground
TRPWR
P4B
P4B Power Supply Thermal Connector
Figura 2-45
Connettore per il sensore della temperatura dell’alimentatore
17. Connettore per il pannello di sistema ( PANELa 20-contatti )
Questo connettore fornisce varie funzioni del pannello frontale
di sistema.
®
P4B
Message LED
SMI Lead
P4B System Panel Connectors
Figura 2-46
+5V
Ground
Ground
Speaker
+5 V
MLED
ExtSMI#
Ground
PWR
Ground
+5 V
PLED
Keylock
Ground
Power LED
Speaker
Connector
Reset
Ground
Keyboard Lock
Reset SW
ATX Power
Switch*
* Requires an ATX power supply.
Connettore del Pannello di Sistema
— Circuito LED dell`alimentazione di sistema (PWR.LED a 3-1 contatti)
Questo connettore a 3-1 contatti è connesso al LED dell’alimentazione di
sistema. Il LED si illumina quando il sistema viene acceso e lampeggia
quando il sistema si trova nella modalità sleep.
— Circuito di blocco della tastiera (KEYLOCK a 2 contatti)
Questo connettore a 2 contatti è collegato ad un interruttore montato sul
cabinet per permettere il blocco della tastiera.
Scheda madre ASUS P4B: guida per l’utente
2-33
— Circuito dello speaker di sistema (SPEAKER a 4 contatti)
Questo connettore a 4 contatti è collegato a un altoparlante fissato su una
cassa e permette di sentire gli allarmi ed i suoni di sistema.
— Circuito LED dei messaggi di sistema (MSG.LED a 2 contatti)
Questo connettore a 2 contatti è necessario per il LED dedicato ai
messaggi di sistema: indica la ricezione di messaggi da un fax e/o da un
modem. Normalmente questo LED rimane sempre acceso se non vi sono
segnali in arrivo. Il LED lampeggia quando i dati sono stati ricevuti. La
funzione LED di messaggi di sistema richiede un OS ACPI ed un driver
software.
— Circuito di Interruzione della Gestione del Sistema (SMI a 2 contatti )
Questo connettore a 2 contatti vi permette di portare manualmente il
sistema nella modalità Sospeso o in modalità Green: l`attività del sistema
viene ridotta drasticamente per ridurre il consumo di energia e prolungare
la durata della vita di alcune componenti del sistema. Collegate
l'interruttore di sospensione montato sulla cassa a questo connettore a 2
contatti.
— Circuito dell’Interruttore Accensione/Soft Off ATX ( PWR.SW a 2 contatti)
Questo connettore è collegato ad un interruttore che controlla
l’alimentazione del sistema. Premendo l'interruttore passa dalla modalità
ACCESO a SLEEP o tra ACCESSO e SOFT OFF, a seconda delle
impostazioni del BIOS o dell’OS. Tenendo premuto l'interruttore per più di
4 secondi nella modalità ACCESO, il computer verrà spento.
— Circuito per l’interruttore Reset (RESET a 2 contatti)
Questo connettore a 2 contatti è collegato all'interruttore RESET montato
sul case per il reboot del sistema, senza bisogno di spegnere
l’alimentazione del sistema.
2-34
Capitolo 2 Informazioni sul Hardware
Capitolo 3
Questo capitolo descrive la
procedura di accensione e
descrive il significato dei bip
emessi dal computer.
Accensione
ASUS P4B motherboard
3.1
Avviare per la prima volta
1. Dopo aver fatto tutti i collegamenti, rimettete a posto la parete del
cabinet.
2. Assicuratevi che gli interruttori siano in posizione off.
3. Collegate il cavo di alimentazione al connettore di alimentazione sul
retro del cabinet .
4. Collegate il cavo di alimentazione ad una presa di corrente provvista
di un dispositivo di protezione .
5. Accendete le periferiche nell’ordine seguente :
a. Monitor
b. Dispositivi esterni SCSI (iniziando dall’ultimo dispositivo della
serie)
c. Alimentatore del sistema (se state utilizzando un alimentatore
ATX, dovete accendere l’alimentazione e di premere l’interruttore
x alimentazione posto sulla parte anteriore del cabinet).
6. Dopo aver acceso l’alimentatore, il LED Alimentazione presente sul
pannello anteriore si illumina. Nei computer con alimentatori ATX il
LED di sistema si illumina quando premete l’interruttore di
alimentazione ATX. Se il vostro monitor è compatibile con gli
standard green o se dispone di una funzione standby, il LED del
monitor può illuminarsi o lampeggiare alternativamente con luci
arancione e verde, una volta acceso il LED di sistema. Il computer,
una volta acceso, da il via ai test di controllo interni definiti ”test poweron”. Mentre i test sono in corso, il computer potrebbe emette dei bip
oppure possono apparire dei messaggi addizionali sullo schermo. Se
non compare nulla entro 30 secondi dall’accensione del computer, è
possibile che il sistema non abbia superato uno dei test power-on.
Controllate le impostazioni ed i collegamenti dei jumper o chiamate
il vostro rivenditore per l’assistenza.
Codici dei bip di sistema del BIOS Award
Bip
Significato
Un suono breve durante la
visualizzazione del logo
Nessun errore durante i test POST
una sequenza infinita di
suoni prolungati
Nessuna DRAM installata o rilevata
Suono prolungato seguito
da tre brevi
Scheda video non rilevata o memoria della
scheda video non funzionante
Suono ad alta frequenza quando
il sistema sta lavorando
CPU surriscaldata ; Sistema in funzione
con frequenze più basse
7. Durante l’avvio del computer, premete il tasto <Canc> per avviare il
Setup del BIOS. Seguite le istruzioni nel capitolo 4.
Scheda madre ASUS P4B: manuale per l’utente
3-1
3.2
Messaggi Vocali POST
Questa scheda madre è dotata del controller vocale Winbond per il supporto della
funzione speciale ASUS POST Reporter™. Questa funzione fornisce all’utente di
senti alcuni messaggi vocali POST ed allarmi sonori che vi informano sullo stato e
gli eventi del sistema e del boot. Nel caso si verifichi un errore nel processo di boot,
potrete vi verrà spiegata quale è la causa del problema.
È possibile personalizzare questi messaggi POST utilizzando Winbond Voice Editor
fornitovi nella confezione. Potete registrare i vostri messaggi e sostituirli con quelli
predefiniti.
Di seguito è presente un elenco dei messaggi POST e delle eventuali azioni da
intraprendere.
Messaggio POST
Azione
Il processore non e' installato
• Installate un Processore Intel Pentium 4
478/Northwood nel socket della CPU.
Il sistema ha fallito nel testare il processore
• Controllate che la CPU sia
installata correttamente.
• Chiamate il supporto tecnico ASUS per
l’assistenza. Fate riferimento alla ezione
“Informazioni su come contattare
l’ASUS” a pagina x.
Il sistema ha fallito nel testare la memoria
• Installate banchi DIMM unbuffered a 168
contatti PC133 nei socket DIMM
• Controllate se i banchi DIMM sono
correttamente installati nei socket DIMM.
• Assicuratevi che i banchi DIMM
non sia difettosi.
• Fate riferimento alla sezione “2.3
Memoria di Sistema” per le istruzioni su
come installare un banco DIMM.
TIl sistema ha fallito nel testare la VGA
• Installate un scheda VGA PCI in uno
degli slot PCI, o una scheda AGP 1.5V
nello slot AGP.
• Assicuratevi che la vostra scheda VGA/
AGP non sia difettosa.
3-2
Capitolor 3: Accensione
POST Message
Action
System failed due to CPU over-clocking
• Nella modalità JumperFree, controllate
che le impostazioni di over-clocking della
CPU presenti nel BIOS siano impostate
correttamente impostato correttamente
le varie opzioni. Fate riferimento alla
sezione “4.4 Menu Advanced.”
• Nella modalità jumper, fate riferimento
alla sezione “2.7 Interruttori e jumper.”
Tastiera non rivelata
• Controllate che la tastiera sia collegata
correttamente al connettore PS/2 color
porpora presente nel pannello posteriore.
Fate riferimento alla sezione “1.3.1
Identificare i componenti della scheda
madre” per verificare la posizione dei
connettori.
Nessun floppy disk rilevato
• Assicuratevi di aver collegato un
lettore di dischetti al connettore floppy
disk presente sulla scheda madre. Fate
riferimento alla sezione “2.8 Connettori.”
Nessun Hard disk IDE rilevato
• Assicuratevi di aver collegato un
disco rigido IDE ad uno dei connettori
IDE presenti sulla scheda madre. Fate
riferimento alla sezione “2.8 Connettori.”
La temperatura del processore e' troppo alta
• Controllate che la ventola della CPU
funzioni correttamente.
Il voltaggio del processore fuori dalla norma
• Controllate la ventola della CPU ed
assicuratevi che si accenda quanto viene
avviato il sistema.
La ventola del processore ha fallito
• Controllate l’alimentatore ed assicuratevi
che non sia difettoso. Chiamate il supporto
tecnico ASUS per l’assistenza. Fate
riferimento alla sezione “Informazioni su
come contattare l’ASUS” a pagina x.
Il sistema ha completato il test automatico Power-on • Nessuna azione richiesta
Il computer adesso si avviera' dal sistema operativo • Nessuna azione richiesta
operativo
È possibile disattivare l’ASUS POST Reporter nel setup del BIOS. Fate
riferimento alla sezione “4.4.2 Configurazione delle periferiche I/O”.
Scheda madre ASUS P4B: manuale per l’utente
3-3
3.3
Spegnere il computer
Prima di spegnere il computer è necessario arrestare il sistema operativo.
Per gli alimentatori ATX, potete premere l interruttore di alimentazione
ATX dopo essere usciti o aver arrestato il sistema operativo. Nel caso
stiate utilizzando Windows 95/98/2000/XP, fate clic sul pulsante Avvio,
selezionate Chiudi Sessione, Arresta il sistema e poi fate clic sul pulsante
OK per spegnere il computer. L’alimentatore automaticamente dovrebbe
spegnersi dopo l’arresto di Windows.
La schermata contenente iI messaggio <è ora possibile spegnere
il computer> non viene visualizzata se il computer è dotato di un
alimentatore ATX.
3-4
Capitolor 3: Accensione
Capitolo 4
Questo capitolo vi spiega come modificare le
impostazioni del sistema tramite i menu del Setup
del BIOS. È inoltre presente una descrizione
dettagliata dei parametri del BIOS.
Setup del BIOS
ASUS P4B motherboard
4.1
Come gestire ed aggiornare il BIOS
4.1.1 Utilizzare il computer per la prima volta
Vi raccomandiamo di salvare una copia del BIOS originale della scheda
madre in un disco di avvio utilizzando l’applicazione di scrittura nelle
Flash Memory (AFLASH.EXE) nel caso sia necessario reinstallarlo in
seguito. AFLASH.EXE è una applicazione per la scrittura nelle Flash
Memory per l’aggiornamento del BIOS nelle memorie ROM
programmabili della scheda madre. Questa applicazione funziona solo
nella modalità DOS. Per determinare la versione del BIOS installato
nella scheda madre, leggete gli ultimi quattro numeri del codice che
viene visualizzato nell’angolo superiore sinistro del vostro schermo al
momento del bootup. Più alto sarà il numero. più recente sarà la
versione del BIOS.
AFLASH funziona solo nella modalità DOS. Non è attivabile in una
finestra DOS di Windows e non funziona in presenza di alcuni driver
che possono essere caricati al momento del boot da disco rigido. Vi
raccomandiamo di riavviare il computer utilizzando un dischetto.
3. Riavviate il computer da dischetto.
Nel setup del BIOS deve essere specificato “Floppy” come prima
periferica nella sequenza di boot.
4. Nella modalità DOS, digitate A:\AFLASH <Invio> per avviare AFLASH.
Quando dopo la scritta Flash Memory appare “unknown”, il Chip di
memoria potrebbe o non essere stato programmato o non è supportato
dal ACPI BIOS e quindi non può essere programmato tramite il Flash
Memory Writer.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-1
5. Dal Main menu selezionate 1. Save Current BIOS to File e premete
<Invio>. Verrà visualizzato il messaggio Save Current BIOS To File.
6. Inserite il nome ed il percorso del file: ad esempio, A:\XXX-XX.XXX,
quindi premete <Invio>.
4-2
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.1.2 Procedure di aggiornamento del BIOS
Aggiornate il BIOS solo nel caso il computer abbia dei problemi e
siate sicuri che la nuova versione vi permetterà di risolverli. Un
aggiornamento fatto senza pensare potrebbe provocare ulteriori
danni alla scheda madre!
1. Scaricare l’aggiornamento del BIOS ASUS dal sito web (WWW or FTP)
(fate riferimento a ASUS CONTACT INFORMATION alla pagina x per
maggiori dettagli) e salvatelo nel disco di avvio precedentemente
creato.
2. Avviate da dischetto.
3. Quando appare il prompt “A:\” , digitate AFLASH e quindi premete
<Invio>.
4. Nel Main Menu, digitate 2, premete <Invio>. Verrà visualizzata la
scritta Update BIOs Including Boot Block and ESCD.
5. Digitate il nome ed il percorso della nuova versione del BIOS: ad
esempio, A:\XXX-XX.XXX, e poi premete <Invio>.
Per annullare questa operazione, premete <Invio>.
6. Alla richiesta di conferma di aggiornamento del BIOS, premete Y per
avviare l’operazione.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-3
7. L’applicazione inizierà a programmare il nuovo BIOS nella Flash
ROM. La boot block verrà aggiornata automaticamente solo se
necessaria. In questo modo viene ridotta la possibilità di problemi
nell’avvio nel caso non l’aggiornamento non avvenga con successo.
Al termine della programmazione verrà visualizzato il messaggio
“Flashed Successfully”.
8. Seguite le istruzioni che verranno visualizza per continuare.
Se durante l’aggiornamento del nuovo BIOS si verificano dei problemi,
NON spegnete il sistema dato che potreste causare dei problemi nella
procedura di avvio. Ripete invece l’aggiornamento, e se il problema
persiste, caricate il BIOS originale che avete salvato nel dischetto.
Se l’applicazione di scrittura non riesce ad aggiornare con successo
un intero BIOS, il sistema potrebbe non riavviarsi più. Nel caso ciò
accadesse, chiamate il centro di assistenza ASUS per usufruire del
supporto tecnico.
4-4
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.2
Setup del BIOS
Questa scheda madre è dotata di una EEPROM programmabile che può
essere aggiornata tramite l’apposita applicazione descritta nel paragrafo
“4.1 Come Gestire ed aggiornare il BIOS.”
È possibile utilizzare il Setup del BIOS nell’installazione della scheda
madre, nel riconfigurare il sistema o tramite il comando “Run Setup”.
Questo capitoletto vi spiegherà come configurare il vostro sistema
utilizzando questa utilità.
Anche se ora non siete desiderosi di utilizzare il Setup, potrebbe darsi
che in futuro dobbiate modificare la configurazione del PC. Per esempio,
potreste decidere di attivare la funzione Security Password o modificare
le impostazioni per il risparmio energetico. Sarà quindi necessario
riconfigurare il sistema utilizzando il Setup del BIOS per poter effettuare
e poi salvare questi cambiamenti nella CMOS RAM della EEPROM.
L’EEPROM della scheda madre contiene la applicazione Setup. All’avvio
del computer, il sistema vi offrirà l’opportunità di accedere a questo
programma. Premete <Canc> durante i test Power-On Self Test (POST)
per aprire il Setup, diversamente, POST procederà con i test di routine.
Se desiderate accedere al Setup dopo i test POST, riavviate il sistema
premendo <Ctrl> + <Alt> + <Canc>, oppure premendo il tasto reset
presente nel case del computer. È possibile riavviare il computer
spegnere e riaccendere il sistema. Seguite questa procedura solo se
falliscono le due precedenti.
Il Programma Setup è stato progettato per essere il più semplice possibile
da utilizzare. È un programma strutturato in menu: ciò significa che
potete accedere ai vari menu secondari per regolare le impostazioni
presenti in base ai loro valori preimpostati.
NOTA: Dato che il software BIOS viene aggiornato continuamente, le
seguenti schermate e descrizioni potrebbero non riflettere esattamente
la versione del BIOS presente nel vostro computer. Vi suggeriamo di
considerarle solo come materiale di riferimento.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-5
4.2.1 Barra del menu del BIOS
Nella parte superiore dello schermo è presente un meno contenete le
seguenti opzioni:
MAIN
Contiene le opzioni per la configurazione di base
del sistema.
ADVANCED
Permette di attivare o di modificare le impostazioni
delle funzioni avanzate del computer
POWER
Contiene le impostazioni necessarie a configurare ed
attivare le funzioni del Risparmio Energia.
BOOT
Permette di configurare la periferica che verrà utilizzata
all’accensione del computer per la ricerca ed il
carica-mento del Sistema Operativo.
EXIT
Tramite questo menu è possibile indicare la modalità
utilizzata per uscire dal Setup.
Per accedere alle voci del barra dei menu, utilizzate i tasti freccia Destro
e Sinistro per evidenziare la voce desiderata.
4.2.2 Barra della legenda
Nella zona inferiore della schermata del Setup è presente una barra
contenente un didascalia. I tasti indicati vi permetto di navigare tra le
varie voci dei menu. La tabella seguente elenca i tasti presenti, la loro
funzione e l’eventuale alternativa.
Tasti per la Navigazione
<F1> o <Alt H>
<Esc>
Tasti Freccia Sinistro
e Destro
Tasti Freccia Su e Giù
- (Meno)
+ (Più) o spazio
<Invio>
<Home> or <PgUp>
<Fine> o <PgDn>
<F5>
<F10>
4-6
Descrizione della funzione
Visualizza la Guida generale indipendente
mente dal punto del BIOS in cui vi trovate
Apre direttamente il menu Exit o permette di
tornare al menu principale da un qualsiasi dei
menu secondario
Selezionano la voce a sinistra o destra
dell’attuale
Selezionano la voce precedente o
seguente nel menu
Visualizza il valore minore rispetto a quello
attuale presente nel campo evidenziato
Visualizza il valore maggiore rispetto a quello
attuale presente nel campo evidenziato
Apre il menu associato al campo evidenziato
Seleziona il primo campo della pagina
Seleziona l’ultimo campo della pagina
Ripristina i valori predefiniti per questa
schermata
Salva i cambiamenti e chiude il Setup
Capitolo 4: Setup del BIOS
Guida generale
In aggiunta alle guide specifiche, dedicate alle varie voci dei menu,
tramite il Setup del BIOS potrete accedere ad una Guida Generale.
Questa può essere richiamata da qualsiasi menu premendo
semplicemente [F1] oppure la combinazione [Alt] + [H]. La Guida
Generale contiene l’elenco dei tasti utilizzabili, la loro funzione e la
corrispondente alternativa.
Salve i cambiamenti ed uscire dal programma Setup
Fate riferimento alla sezione “4.7 Exit Menu” per ottenere informazioni
più dettagliate su come salvare i cambiamenti ed uscire dal Setup.
Barre di Scorrimento
Quando la finestra non riesce a contenere tutte le informazioni
riguardanti un dato argomento viene visualizzata una barra di
scorrimento sulla parte destra della finestra della guida. Utilizzate
[PgUp] e [PgDn] o i tasti freccia Su e Giù per scorrerne tutto il contenuto.
Premete [Home] per tornare alla prima pagina, premete [Fine] per andare
all’ultima pagina. Per uscire premete [Invio] o [Esc].
Menu Secondario
È possibile che sul lato sinistro di alcuni menu sia
presente una piccola icona (simile a quella
rappresentata a sinistra). Questa icona indica che è
disponibile un menu secondario. Questo contiene
una serie di opzioni addizionali per la gestione del
campo. Per accedere al menu secondario,
evidenziate il campo e premete [Invio]. Il menu
secondario apparirà immediatamente. Utilizzare i
tasti elencati nella didascalia per inserire i valori e
spostarvi tra le voci contenute nei menu secondario
come se foste all’interno di un menu. Premete il tasto [Esc] per tornare al
Main menu.
Prendetevi un po’ di tempo per familiarizzare con i tasti contenuti nella
guida. Abituatevi alla navigazione tra i menu ed i menu secondari.
Mentre navigate nel Setup, fate attenzione alle spiegazioni che
appaiono nella Finestra Guida Specifica dell’oggetto presente al destra
di ogni menu. Questa Finestra contiene informazioni relative al campo
selezionato.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-7
4.3
Main menu
Quando viene aperto il Setup, accederete ad un menu principale
simile a quello rappresentato qui sotto.
System Time [XX:XX:XX]
Imposta l’ora del sistema sui valori inseriti (solitamente l’ora attuale). Il
formato utilizzato è Ora, Minuti, Secondi. I valori validi inseribili sono:
Ora: (00 a 23), Minuti: (00 a 59), Secondi: (00 a 59). Utilizzate i tasti
[Tab] o [Shift Tab] per spostarvi tra i campi Mese, Giorno, Anno.
System Date [XX/XX/XXXX]
Imposta la data del sistema sui valori inseriti (solitamente la data
attuale). Il formato utilizzato è Mese, Giorno, Anno. I valori validi
inseribili sono: Mesi: (1 to 12), Giorni: (1 a 31), Anno: (fino al 2084).
Utilizzate i tasti [Tab] o [Shift Tab] per spostarvi tra i campi Ora,
Minuti e secondi.
Legacy Diskette A [1.44M, 3.5 in.]
Impostate il tipo di lettore floppy installato. Le opzioni disponibili sono:
[None] [360K, 5.25 in.] [1.2M , 5.25 in.] [720K , 3.5 in.] [1.44M, 3.5 in.]
[2.88M, 3.5 in.]
Floppy 3 Mode Support [Disabled]
Questa opzione è richiesta nel supporto dei vecchi lettori di dischetti
giapponese. La modalità Floppy 3 vi permette di legge e scrivere un
1.2MB (al posto di un 1.44MB) nei dischetti da 3.5 pollici.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
4-8
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.3.1 Primary & Secondary Master/Slave
Type [Auto]
Selezionate Auto per rilevare automaticamente un drive IDE.
Se il rilevamento automatico avviene con successo, i rimanenti
campi di questo menu conterranno il valore corretto. Un errore
nella rilevazione del sistema potrebbe essere dovuto al fatto che il
disco rigido o è troppo vecchio o è troppo recente. Se il disco
rigido è già stato formattato in un sistema meno recente, la
rilevazione dei parametri potrebbe essere inesatta. In questi casi
selezionate [User Type HDD] per inserire manualmente i parametri
del disco rigido IDE. Fate riferimento alla sezione seguente per
maggiori dettagli.
Prima di tentare di configurare un disco rigido, assicuratevi di avere
a disposizione le informazioni necessarie fornite dal costruttore del
drive. L’inserimento di impostazioni incorrete potrebbe impedire il
riconoscimento del disco rigido installato.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-9
[User Type HDD]
Inserite manualmente il numero dei cilindri, testine e settori per track del
drive. Fate riferimento alla documentazione o all’adesivo presente sul
disco rigido per maggiori informazioni
Dopo aver inserito le informazioni relative al disco rigido IDE nel
BIOS, utilizzate un’applicazione, come ad esempio FDISK, per
partizionare e formattare i dischi rigidi IDE appena installati. Questa
operazione è necessaria per poter scrivere o leggere dati dal disco
rigido. Assicuratevi di aver impostato la Partizione Primaria del disco
rigido IDE attiva.
Se non vi è alcun disco rigido installato o lo state rimuovendo senza però
volerlo sostituire, selezionate [None].
Le altre opzioni disponibili per il campo Type sono:
[CD-ROM] -per i drive CD-ROM IDE
[LS-120] - per i lettori di floppy compatibili LS-120
[ZIP] - per dischi compatibili ZIP
[MO] - per dischi magnetottici IDE
[Other ATAPI Device] - per le periferiche IDE non incluse nell’elenco
Dopo aver selezionato la periferica adatta nel menu secondario,
premete il tasto <Esc> per ritornare al Main menu. Una volta tornati in
questo menu potrete visualizzare la dimensione del disco rigido appena
configurato.
4-10
Capitolo 4: Setup del BIOS
Translation Method [LBA]
Selezionate il tipo di disco rigido installato. Se viene attivato il Logical
Block Addressing (LBA), viene utilizzato l’indirizzamento a 28 bit per il
disco rigido indipendentemente da cilindri, testine, o settori. Tenete
presente che la modalità LBA è necessaria per l’installazione di dischi
con capacità superiore ai 504MB. Le opzioni disponibili: [LBA] [LARGE]
[Normal] [Match Partition Table] [Manual].
Cilindri
In questo campo è possibile configurare il numero di cilindri. Fate
riferimento alla documentazione del disco per determinare il valore
corretto da inserire in questo campo. Per modificare il valore di questo
campo, il campo Type deve essere impostato su [User Type HDD] mentre
Translation Method su [Manual].
Testine
In questo campo è possibile configurare il numero di testine lettura/scrittura.
Fate riferimento alla documentazione del disco per determinare il valore
corretto da inserire in questo campo. Per modificare il valore di questo
campo, il campo Type deve essere impostato su [User Type HDD] mentre
Translation Method su [Manual].
Settori
In questo campo è possibile configurare il numero di settori per track.
Fate riferimento alla documentazione del disco per determinare il valore
corretto da inserire in questo campo. Per modificare il valore di questo
campo, il campo Type deve essere impostato su [User Type HDD] mentre
Translation Method su [Manual].
CHS Capacity
Questo campo visualizza la capacità CHS del drive calcolata
automaticamente dal BIOS in base alle informazioni inserite dall’utente.
Maximum LBA Capacity
Questo campo visualizza la capacità massima del drive calcolata
automaticamente dal BIOS in base alle informazioni inserite dall’utente.
Multi-Sector Transfers [Maximum]
Questa opzione imposta automaticamente il numero di settori per block
sul valore massimo supportato dal drive. È comunque possibile
configurare manualmente questo campo. Questo valore viene configurato
automaticamente e non è detto che contenga l’impostazioni più rapida
per il drive. Fate riferimento alla documentazione che accompagna il
disco rigido per determinare il valore ottimale da inserire manualmente.
Per modificare il valore di questo campo, il campo Type deve essere
impostato su [User Type HDD]. Le opzioni disponibili sono: [Disable]
[2 Settori] [4 Settori] [8 Settori] [16 Settori] [32 Settori] [Maximum].
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-11
SMART Monitoring [Disabled]
Qui è possibile attivare o disattivare il sistema di monitoraggio del disco
rigido chiamato S.M.A.R.T. (Self-Monitoring, Analysis and Reporting
Technology) . Questa funzione solitamente è disattivata perché la
percentuale di risorse utilizzata da SMART potrebbe diminuire le
prestazioni del sistema. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
PIO Mode [4]
Se attiva, questa opzione velocizza la comunicazione tra il sistema ed il
controller IDE grazie all’utilizzo di modalità di trasferimento I/O avanzate
(Modalità PIO). Le opzioni disponibili sono: [0] [1] [2] [3] [4]
Ultra DMA Mode [Disabled]
Questo campo determina automaticamente il supporto dello standard
Ultra DMA (per il miglioramento della velocità di trasferimento e
l’integrità dei dati) delle periferiche IDE compatibili. Selezionato Disable
verrà disattivato il supporto della capacità Ultra DMA. Per modificare il
valore di questo campo, il campo Type deve essere impostato su
[User Type HDD]. Le opzioni disponibili sono: [0] [1] [2] [3] [4] [5]
[Disabled]
4-12
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.3.2 Caratteristiche della Tastiera
Boot Up NumLock Status [On]
Questo campo vi permette di attivare il tasto Number Lock all’avvio del
sistema. Le opzioni disponibili: [Off] [On]
Keyboard Auto-Repeat Rate [6/Sec]
Tramite questa opzione è possibile controllare la velocità con cui in
sistema registra la ripetizione del segnale proveniente da un tasto.
L’intervallo disponibile varia da 6 a 30 caratteri al secondo. Le opzioni
disponibili: [6/Sec] [8/Sec] [10/Sec] [12/Sec] [15/Sec] [20/Sec] [24/Sec]
[30/Sec]
Keyboard Auto-Repeat Delay [1/4 Sec]
Tramite questa opzione è possibile impostare il ritardo con cui viene
visualizzato un carattere. Le opzioni disponibili: [1/4 Sec] [1/2 Sec]
[3/4 Sec] [1 Sec]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-13
Voci del Main menu continua.
Language [English]
Questo campo indica la lingua del BIOS.
Supervisor Password [Disabled] / User Password [Disabled]
Questi campi vi permettono di impostare le rispettive password. Per
impostare una password selezionate il campo appropiato e premete
<Invio>. Inserite la password e poi premete <Invio>. É possibile digitare
sino ad otto caratteri alfanumerici. I simboli ed altri caratteri verranno
ignorati. Per confermare la password, digitare nuovamente la password
e premete <Invio>. La password é ora impostata su [Enabled]. Questa
password vi permette di accedere a tutti i menu del Setup del BIOS. Per
eliminare la password, selezionate questo campo e premete <Invio>.
Accederete alla stessa finestra di dialogo di prima. Premete <Invio>.
La password é ora impostata su [Disabled].
Un appunto riguardo le password
Il Setup del BIOS vi permette di specificare le password nel menu
Principale. Tramite queste è possibile controllare l’accesso al BIOS al
momento dell’avvio di sistema. Password non fanno differenza tra le
lettere scritte in maiuscolo ed in minuscolo. Il Setup del BIOS vi
permette di inserire due Password distinte: a Supervisor password and a
User password. Se non impostate la Supervisor password chiunque potrà
accedere al Setup del BIOS. In caso contrario la Supervisor password
viene richiesti per accedere al Setup del BIOS ed a tutti i campi di
configurazione.
Halt On [All Errors]
Questo campo permette di specificare tutti i tipi di errore che causeranno
l’alt del sistema. Le opzioni disponibili: [All Errors] [No Error]
[All but Keyboard] [All but Disk] [All but Disk/Keyboard]
Installed Memory [XXX MB]
Questo campo visualizza automaticamente l’ammontare della memoria
convenzionale rilevato dal sistema al momento dell’avvio.
4-14
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.4
Advanced Menu
CPU Speed [Manual]
Se la scheda madre viene impostata nella modalità JumperFree™, tramite
questo campo è possibile selezionare la frequenza interna della CPU.
Selezionate [Manual] se desiderate modificar i due campi seguenti. Tenete
a mente che selezionando una frequenza superiore rispetto a quella
raccomandata dal costruttore della CPU potrebbe causare arresti
o crash di sistema.
CPU Frequency Multiple
(se CPU Speed è impostato su [Manual])
Questa opzione è dedicata ai processori “sbloccati”. Se la frequenza
del vostro processore è bloccata non potrete utilizzare questa funzione.
Tramite questo campo è possibile impostare il moltiplicatore tra la
frequenza interna della CPU (velocità della CPU speed) e quella
esterna. Impostate questo campo in base alla regolazione della funzione
CPU Frequency (MHz) per eguagliare la velocità della CPU.
CPU Frequency (MHz)
(se CPU Speed è impostato su [Manual])
Questa funzione indica al clock interno che frequenza deve essere
utilizzata dal bus di sistema e dal bus PCI. La frequenza del bus
(frequenza esterna) moltiplicata per il moltiplicatore deve equivalere
alla velocità della CPU.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-15
CPU VCore Setting [Auto]
L'impostazione [Manual] vi permette di selezionare manualmente il voltaggio
fornito al core della CPU (fate riferimento alla voce seguente). In ogni caso vi
raccomandiamo di non modificare l'impostazione predefinita [Auto] in modo che il
sistema determini automaticamente il voltaggio appropriato.
Le impostazioni disponibili sono: [Auto] [Manual]
CPU VCore [1.750V]
Se l'impostazione CPU VCore Setting viene impostata su [Manual], tramite questa
voce è possibile selezionare uno voltaggio specifico per la CPU. Questo campo non
è disponibile se CPU VCore Setting è impostata su [Auto]. Le impostazioni
disponibili sono: [1.750V] [1.775V] [1.800V] [1.825V] [[1.850V]
Fate riferimento alla documentazione della CPU prima di configurare
questa opzione. Un voltaggio troppo elevato potrebbe danneggiare
seriamente la CPU.
CPU Level 1 Cache, CPU Level 2 Cache [Enabled]
Questi campi permetto di scegliere se attivare (predefinito) o disattivare
la cache interna di Livello 1 e Livello 2.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
BIOS Update [Enabled]
Questo campo ha un funzionamento simile a quello di un programma
d’aggiornamento integrato nel BIOS per fornire al processore i dati
richiesti. Se Attivata [Enabled], il BIOS carica l’aggiornamento su
tutti i processori al momento del riavvio.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
PS/2 Mouse Function Control [Auto]
L’impostazione predefinita [Auto] permette al sistema di rilevare
automaticamente un mouse PS/2 al momento del riavvio. Se viene
rilevato un mouse, il BIOS assegna l’IRQ12 alla porta mouse PS/2.
In caso contrario, l’IRQ12 può essere utilizzato per una scheda di
espansione. Se questa opzione viene impostata su [Enabled],
BIOS riserva in ogni caso l’IRQ12, indipendentemente dal fatto che sia
presente un mouse PS/2 all’avvio.
Le opzioni disponibili: [Enabled] [Auto]
4-16
Capitolo 4: Setup del BIOS
USB Legacy Support [Auto]
Questa scheda madre supporta lo standard Universal Serial Bus (USB).
L’opzione predefinitita [Auto] permette al sistema di rilevare
automaticamente una periferica USB all’avvio. In caso positivo la
modalità USB controller legacy viene attivata. In caso contrario, no.
Se l’utente impostata questa funzione su [Disabled], la modalità USB
controller legacy non viene attivata indipendentemente dal fatto che
venga rilevata una periferica USB o meno.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled] [Auto]
OS/2 Onboard Memory > 64M [Disabled]
Nel caso stiate utilizzando un sistema operativo OS/2 e nel sistema sono
presenti più di 64MB di DRAM, é necessario impostar questa opzione su
[Enabled]. In caso contrario, non modificare l’impostazione predefinita
[Disabled].
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
4.4.1
Configurazione dei Chip
SDRAM Configuration [By SPD]
Questo campo permette di regolare la frequenza ottimale per gli oggetti
2–5, in base ai banchi di memoria che vengono utilizzati. L’impostazione
predefinita è [By SPD], che permette di configurare le voci 2–5 in base
alla lettura del contenuto della periferica SPD (Serial Presence Detect).
L’EEPROM é il banco di memoria in cui vengono immagazzinate
informazioni critiche come il tipo di memoria, la dimensione, la velocità,
il voltaggio ed i banchi presenti.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-17
Le opzioni disponibili: [User Defined] [By SPD]
SDRAM CAS Latency [3T]
Tramite questa opzione è possibile controllare la latenza tra il comando
di lettura della SDRAM ed il momento in cui i dati diventano disponibili.
NOTA: Il parametro SDRAM CAS Latency é disponibile solo nel caso la voce
SDRAM Configuration sia impostata su [User Defined].
SDRAM RAS to CAS Delay [3T]
Questo campo controlla la latenza tra il comando di attivazione della
memoria SDRAM ed il comando di lettura/scrittura.
NOTA: Il parametro SDRAM to CAS Delay é disponibile solo nel caso la voce
SDRAM Configuration sia impostata su [User Defined].
SDRAM RAS Precharge Delay [3T]
Questo campo controlla il valore di clock utilizzato per i parametri
SDRAM.
NOTA: Il parametro SDRAM RAS Precharge Delay [3T] é disponibile solo nel
caso la voce SDRAM Configuration sia impostata su [User Defined].
SDRAM Active Precharge Delay [6T]
Per poter apportare delle modifiche a questo campo impostate il campo
SDRAM Configuration su [User Defined].
The SDRAM Active Precharge Delay parameter appears only when you set the
SDRAM Configuration to [User Defined].
SDRAM Idle Timer [Infinite]
Le opzioni disponibili: [Infinite] [0T] [8T] [16T] [64T]
Optimization Mode [Normal]
Questo parametro vi permette di migliorare le prestazioni di sistema
quando viene impostato sui valori [Turbo 1] o [Turbo 2]. Se si verificano
dei problemi durante l’utilizzo dei parametri Turbo, tornate i valori
predefiniti: [Normal] Le opzioni di configurazione sono: [Normal] [Turbo
1] [Turbo 2]
4-18
Capitolo 4: Setup del BIOS
Graphics Aperture Size [64MB]
Questa funzione vi permette di selezionare la dimensione della mappatura
della memoria per i dati AGP. Le opzioni disponibili: [4MB] [8MB] [16MB]
[32MB] [64MB] [128MB] [256MB]
AGP Capability [4X Mode]
Questa scheda madre supporta l’interfaccia AGP 4X che offre un trasferimento dati
video pari a 1066MB/s. Lo standard AGP 4X é compatibile verso il basso,
permettendovi di utilizzare la modalità predefinita anche se é presente una scheda
grafica AGP 1X. Se l’interfaccia AGP viene impostata su [1X Mode], la velocità
massima sarà pari a 266MB/s anche in presenza di una scheda grafica AGP 4x.
Le opzioni disponibili: [1X Mode] [2X Mode] [4X Mode]
Video Memory Cache Mode [UC]
L’USWC (uncacheable, speculative write combining) é una tecnologia
molto recente riguardante la cache della memoria video dei processore.
Essa può migliorare drasticamente la visualizzazione precaricando i dati
della scheda grafica. Nel caso la vostra scheda video non supporti questa
funzione é necessario impostarla su UC (uncacheable), dato che in caso
contrario il sistema potrebbe non avviarsi.
Le opzioni disponibili: [UC] [USWC]
Memory Hole At 15M-16M [Disabled]
Questo campo vi permette di riservar un indirizzo per una scheda di
espansione ISA. Impostando un particolare indirizzo verrà riservata una
parte della memoria e non potrà essere utilizzata da nessun’altra
periferica. La memoria che può essere utilizzata dalle schede di
espansione non può essere superiore ai 16MB.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Delayed Transaction [Disabled]
Questa funzione viene impostata su [Enabled], il bus PCI viene liberato
in caso di accesso alle schede ISA ad 8 bit da parte della CPU. Questo
processo solitamente richiede circa 50-60 PCI Clock senza il ritardo nella
transizione PCI. Impostate questo campo su [Disabled] nel caso utilizziate
schede ISA non compatibili con lo stardard PCI 2.1. Le opzioni
disponibili: [Enabled] [Disabled]
Onboard PCI IDE [Both]
Questo campo vi permette di attivare il canale primario o secondario IDE
oppure entrambi. È inoltre possibile disattivare entrambi i canali.
Le opzioni disponibili: [Both] [Primary] [Secondary] [Disabled]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-19
4.4.2 Configurazione delle periferiche I/O
Floppy Disk Access Control [R/W]
Impostando questo parametro su [Read Only], verrà permessa la sola
lettura dei dati da dischetto: i dati presenti nel disco rigido saranno
quindi protetti dalla copia su floppy. L’impostazione predefinita é [R/W]
che permette sia la lettura che la scrittura. Le opzioni disponibili: [R/W]
[Read Only]
Onboard Serial Port 1 [3F8H/IRQ4]
Onboard Serial Port 2 [2F8H/IRQ3]
Questi campi permettono la regolazione dei indirizzi dei Connettori
seriali interni. Serial Port 1 e Serial Port 2 devono avere indirizzi
differenti. Le opzioni disponibili: [3F8H/IRQ4] [2F8H/IRQ3] [3E8H/IRQ4]
[2E8H/IRQ10] [Disabled]
UART2 Use As [Com Port]
Questo campo vi permette di selezionare le periferica a cui assegnare
l’UART2. Le opzioni disponibili: [COM Port] [IR] [Smart Card Reader]
Onboard Parallel Port [378H/IRQ7]
Questo campo regola la configurazione della porta parallela del
computer. Se questa opzione viene disattivata non saranno rese
disponibili la modalità porta parallela Parallel Port Mode ed ECP DMA.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [378H/IRQ7] [278H/IRQ5]
4-20
Capitolo 4: Setup del BIOS
Parallel Port Mode [ECP+EPP]
Questo campo vi permette la modalità di funzionamento della porta
parallela. [Normal] permette una velocità di trasmissione standard ma
sono in un direzione; [EPP] permette l’esecuzione di operazioni
bidirezionali; [ECP] attiva il supporto della modalità DMA bidirezionare;
[ECP+EPP] permette la normale esecuzione delle operazioni in entrambe
le direzioni. Le opzioni disponibili: [Normal] [EPP] [ECP] [ECP+EPP]
ECP DMA Selezionate [3]
Questo campo vi permette di configurare il canale DMA della porta
parallela per la modalità ECP selezionata. Questa selezione é
disponibile solo se viene impostata l’opzione [ECP] o [ECP+EPP]
nel campo precedente. Le opzioni disponibili: [1] [3]
Onboard Game Port [200H-207H]
Questo campo vi permette di impostare l’indirizzo di I/O della porta
giochi. Le opzioni disponibili: [Disabled] [200H-207H] [208H-20FH]
Onboard MIDI I/O [Disabled]
Questo campo vi permette di selezionare l’indirizzo I/O per la porta
giochi. Le opzioni disponibili: [Disabled] [330H-331H] [300H-301H]
Onboard Card Reader Type [Disabled]
Questo campo vi permette di selezionare il tipo di lettore di card che é
stato installato nel computer. Mantenete l’opzione predefinita [Disable]
nel caso non sia stato installato alcun lettore. Le opzioni disponibili:
[Disabled] [Memory Stick] [Secure Digital]
Onboard AC97 Audio Controller [Auto]
Onboard AC97 Modem Controller [Auto]
L’opzione [Auto] permette al BIOS di rilevare se é in uso una periferica
modem/audio. In caso affermativo il controller modem/audio verrà
attivato; in caso contrario no. Se vi sono dei conflitti tra i controller
modem/audio interno, impostate il campo appropiato su [Disabled].
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Auto]
Speec Post Reporter [Enabled]
Questo campo vi permette di attivare o disattivare la funzione ASUS
POST Reporter. Fate riferimento alle sezioni “1.4 Funzioni Speciali” e
“3.2 Messaggi Vocal POST” per maggiori informazioni. Le opzioni
disponibili: [Disabled] [Enabled]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-21
4.4.3 Configurazione PCI
Slot 1/5, Slot 2, Slot 3, Slot 4, Slot 6 IRQ [Auto]
Questi campi assegnano automaticamente un IRQ ad ogni slot PCI.
L’impostazione predefinita per ogni campo é [Auto], che permette di
assegnare automaticamente l’ IRQ. Le opzioni disponibili: [Auto] [NA] [3]
[4] [5] [7] [9] [10] [11] [12] [14] [15]
PCI/VGA Palette Snoop [Disabled]
Alcune schede VGA non comuni, come le schede grafiche acceleratrici o
le schede video MPEG, potrebbero non visualizzare correttamente i
colori. Impostate questo campo su [Enabled] per correggere il problema.
Se state utilizzando una comune scheda VGA , non cambiate
l’impostazione predefinita [Disabled]. Le opzioni disponibili: [Disabled]
[Enabled]
PCI Latency Timer [32]
Non modificate l’impostazione predefinita [32] per ottenere prestazioni e
stabilità ottimali.
SYMBIOS SCSI BIOS [Auto]
L’opzione [Auto] permette al BIOS di rilevare la presenza di una scheda
SYMBIOS SCSI. In caso affermativo viene attivato il supporto per lo SCSI
BIOS. In caso contrario lo SCSI BIOS viene disattivato.
L’impostazione [Disabled] disabilita il supporto interno allo SYMBIOS
SCSI BIOS in questo modo verrà utilizzato il BIOS presente sulla scheda
SYMBIOS SCSI. Se la scheda SYMBIOS SCSI non é dotata di un BIOS,
non potrà funzionare SYMBIOS SCSI. Le opzioni disponibili: [Auto]
[Disabled]
4-22
Capitolo 4: Setup del BIOS
USB Function [Both]
Questa scheda madre supporta lo standard Universal Serial Bus (USB).
Impostate questo campo su [Primary] o [Both] se desiderate connettere
delle periferiche USB. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Primary] [Both]]
Primary VGA BIOS [PCI VGA Card]
Questo campo vi permette di selezionare la scheda grafica principale.
Le opzioni disponibili: [PCI VGA Card] [AGP VGA Card]
4.4.3.1 PCI IRQ Resource Exclusion
IRQ XX Riservato [No/ICU]
Questi campi indicano se l’IRQ visualizzato é stato assegnato ad una
scheda ISA non-PnP. L’impostazione [No/ICU] in un campo IRQ indica
che é in uso l’applicazione di configurazione “ISA Configuration Utility”
(ICU) e che questo particolare IRQ NON é richiesto da nessuna scheda.
Impostante il campo IRQ su [Yes] se desiderate installare una scheda non
PNP che richiede un unico IRQ e non state utilizzando ICU.
Le opzioni disponibili: [No/ICU] [Yes]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-23
4.5
Power Menu
Le funzioni contenute in questo menu vi permettono di ridurre il consumo
energetico. Questa funzione provoca lo spegnimento del video e l’arresto
del disco rigido dopo un certo perido di inattività.
Power Management [User Defined]
Questa opzione vi permette di attivare o disattivare le impostazioni
automatiche di risparmio energetico. Se questa voce è impostata su
[Disabled], le funzioni di risparmio energetico non saranno attive
indipendentemente dalle opzioni presenti in questo menu. Il valore
[User Defined] vi permette di impostare come preferite le funzioni
presenti nel menu Power.
Se viene impostata su [Max Saving], il consumo energetico sarà ridotto
al minimo. Dopo un breve periodo di inattività il sistema entrerà
automaticamente nella modalità Sospeso. Quando questo campo viene
impostato su [Min Saving], il risparmio energetico é ridotto dato che
il sistema entra in pausa solo dopo un lungo periodo di inattività. Le
opzioni disponibili: [User Defined] [Disabled] [Min Saving] [Max Saving]
È consigliabile installare l’applicazione Advanced Power Management
(APM) per mantenere l’orologio di sistema aggiornato anche quando il
computer entra nella modalità Sospeso. In Windows 3.x e Windows 95,
é necessario installar una versione di Windows che supporto questa
funzione APM. In Windows 98 o successivo, APM viene
automaticamente installato. La sua presenza é segnalata dalla
presenza di una batteria ed un cavo di alimentazione denominati
“Risparmio: Energia” nel Pannello di Controllo. Selezionate la voce
“Advanced” nella finestra di dialogo Risparmio Energia.
4-24
Capitolo 4: Setup del BIOS
Video Off Option [Suspend -> Off ]
Questo campo vi permette di attivare lo spegnimento automatico del
monitor. Le opzioni disponibili: [Always On] [Suspend -> Off]
Video Off Method [DPMS OFF]
Questo campo definisce la funzione di spegnimento. La funzione “Display
Power Management System” (DPMS) permette al BIOS di controllare se
la scheda grafica supporta la modalità DPMS. [Blank Screen] oscura
semplicemente lo schermo. Utilizzate questa opzione per i monitor non
dotati delle funzione di controllo energetico.
Anche se é stato installato, non verrà potrete vedere il vostro
salvaschermo se attivate l’opzione [Blank Screen].
L’opzione [V/H SYNC+Blank] oscura lo schermo e spegne lo scanning verticale ed
orizzontale.
Le opzioni disponibili: [Blank Screen] [V/H SYNC+Blank] [DPMS Standby] [DPMS
Suspend] [DPMS OFF] [DPMS Reduce ON]
HDD Power Down [Disabled]
Spegne tutti i dischi rigidi IDE collegati al sistema dopo il periodo di inattività
impostato dall’utente. Questa funzione non interessa gli hard disk SCSI.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [1 Min] [2 Min] [3 Min]..[15 Min]
ACPI Suspend To RAM [Disabled]
Questo campo vi permette di attivare la funzione ACPI Suspend-to-RAM. Per
poter supportare questa funzione il connettore +5VSB dell’alimentatore dovrebbe
avere la capacità di erogare più di 720mA.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
APIC Mode [Disabled]
Questo campo vi permette di attivare o disattivare la modalità APIC per
il supporto del MP OS. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Suspend Mode [Disabled]
Imposta l’intervallo di tempo che deve trascorrere prima che il sistema entri nella
modalità Sospeso. Le opzioni disponibili: [Disabled] [1~2 Min] [2~3 Min] [4~5 min]
[8~9 Min] [20 Min] [30 Min]
PWR Button < 4 Secs [Soft Off]
Quando questa funzione viene impostata su [Soft off], l’interruttore ATX, se
tenuto premuto per meno di 4 secondi, puó essere utilizzato come un normale
interruttore dell’alimentazione, se tenuto premuto per meno di 4 secondi. L’opzione
[Suspend] permette di assegnare al tasto una seconda funzione: quando viene
premuto per meno di 4 secondi attiva la modalità Sleep. Indipendentemente
dall’impostazione assegnata, tenendo premuto questo interruttore per più di 4
secondi si spegnerà il computer. Le opzioni disponibili: [Soft off] [Suspend]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-25
4.5.1 Controllo Accensione
AC PWR Loss Restart [Disabled]
Vi permette di attivare il riavvio del sistema dopo un’interruzione
dell’alimentazione. Impostando [Disabled] il computer rimarrà spento,
mentre l’opzione [Enabled] permette il riavvio del sistema.
[Previous State] riporta il computer nelle condizioni in cui si ritrovava
prima dell’interruzione di corrente.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled] [Previous State]
Wake/Power Up On Ext. Modem [Disabled]
Questo campo permette di decidere se il sistema deve uscire dalla
modalità Soft-off quando il modem esterno riceve una chiamata.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Il computer non è in grado di ricevere o trasmettere dati fino a che il
sistema non è completamente attivo. Nonostante questo è possibile
stabilire una connessione al primo tentativo. Spegnere e riaccedere un
modem esterno mentre il sistema è spendo attiva la trasmissione
della stringa di inizializzazione che provoca l’accensione del computer.
Power Up On PCI Card [Disabled]
Quando questa funzione viene impostata su [Enabled], questo campo vi
permette di avviare i computer tramite un modem PCI. Questa funzione
necessita di un alimentatore ATX che possa erogare almeno 1A sul cavo
+5VSB. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
4-26
Capitolo 4: Setup del BIOS
Power Up On USB [Disabled]
Quando questa funzione viene impostata su [Enabled], Questo campo vi
permette avviare il sistema in seguito ad un segnale proveniente da una
periferica USB. Questa funzione necessita di un alimentatore ATX che
possa erogare almeno 1A sul cavo +5VSB.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Power On By PS/2 Keyboard [Space Bar]
Questo campo vi permette di specificare i tasti della tastiera che
permetto di avviare il computer. Questa funzione necessita di un
alimentatore ATX che possa erogare almeno 1A sul cavo +5VSB.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Space Bar] [Ctrl-Esc] [Power Key]
Power On By PS/2 Mouse [Disabled]
Quando questa funzione viene impostata su [Enabled], questo campo vi
permette di avviare il sistema tramite l’utilizzo di un mouse PS/2. Questa
funzione necessita di un alimentatore ATX che possa erogare almeno 1A
sul cavo +5VSB. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Automatic Power Up [Disabled]
Tramite questa funzione è possibile avviare automaticamente il sistema.
È possibile configurare il computer perché si accenda automaticamente
ad un’ora particolare del giorno selezionando [Everyday] oppure in un
preciso momento impostando sia l’ora sia il giorno selezionando
[By Date]. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Everyday] [By Date]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-27
4.5.2 Monitor Hardware
MB Temperature [xxxC/xxxF]
CPU Temperature [xxxC/xxxF]
Il chip di controllo rileva automaticamente le temperature della MB
(scheda madre) e della CPU.
CPU Fan Speed [xxxxRPM]
Power Fan Speed
Chassis Fan Speed [N/A]
Il chip di controllo rileva automaticamente la velocità di rotazione
(rotazioni al minuto, RPM) della CPU e del cabinet.
VCORE Voltage, +3.3V Voltage, +5V Voltage, +12V Voltage
Il sistema rileva automaticamente il voltaggio in uscita degli
alimentatori.
Se il valore di uno qualsiasi degli oggetti sotto controllo supera
i parametri impostati verrà visualizzato il seguente messaggio:
“Hardware Monitor found an error. Enter Power setup menu for
details”( il sistema di controllo interno ha rilevato un errore aprite il
Menu di impostazione dell’alimentazione per maggiori dettagli). Quindi
verrà visualizzato questo messaggio “Press F1 to continue or DEL to
enter SETUP” (Premete F1 per continuare o canc per aprire il SETUP).
4-28
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.6
Boot Menu
Boot Sequence
Il Boot menu vi permette di selezionate una periferica presenta
nell’elenco utilizzando i tasti freccia Su e giù. Tramite i tasti <+> o
<Spazio>, potrete farla avanzare nella sequenza mentre utilizzando il
tasto <-> potete farla retrocedere. L’avanzamento o la retrocessione di
una periferica nell’elenco influenza la priorità con cui verrà selezionata
dal sistema per il boot all’accensione del Computer. Le voci presenti
nell’elenco sono: Removable Device, IDE Hard Drive, ATAPI CD-ROM
ed Other Boot Device.
Removable Device [Legacy Floppy]
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Legacy Floppy] [LS-120] [ZIP]
[ATAPI MO]
IDE Hard Drive
Questo campo vi permette di selezionare un disco rigido IDE. Premendo
[Invio] potrete accedere all’elenco contenete tutti i dischi fissi IDE
connessi.
ATAPI CD-ROM
Questo campo vi permette di selezionare quale lettore CD-ROM ATAPI
utilizzare nella sequenza di avvio. Premendo [Invio] potrete accedere
all’elenco contenete tutti i lettori CD-ROM ATAPI.
Other Boot Device [INT18 Device (Network)]
Le opzioni disponibili: [Disabled] [SCSI Boot Device] [INT18 Device
(Network)]
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-29
Plug & Play O/S [No]
Questo campo vi permette di utilizzare un sistema operativo
Plug-and-Play (PnP) per configurare gli slot del bus PCI piuttosto che il
BIOS. Quando viene selezionata [Yes], gli interrupt di sistema possono
essere assegnati dall’OS. Se é installato un OS che non supporta lo
standard PnP OS oppure volete evitare la riassegnazione degli interrupt
di sistema, non modificate l’impostazione predefinita [No].
Le opzioni disponibili: [No] [Yes]
Reset Configuration Data [No]
L’Extended System Configuration Data (ESCD) contiene informazioni
riguardanti le periferiche PnP. Contiene inoltre i dati riguardanti la
configurazione di sistema utilizzata all’ultimo riavvio di sistema.
Selezionate [Yes] se volete cancellare questi dati al durante i
Power-On-Self-Test (POST). Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Boot Virus Detection [Enabled]
Questo campo vi permette di attivare il sistema di rilevazione dei virus,
assicurando che i settori di boot non possano essere infettati. Se viene
rilevata la presenza di un possibile virus, il sistema si blocca e visualizza
un messaggio di avvertimento. Se questo si verifica é possibile
permettere al sistema di continuare oppure riavviare il sistema tramite un
dischetto di riavvio non infetto per poter eseguire i controlli necessari.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Quick Power On Self Test [Enabled]
Questo campo riduce la durata dei Power-On-Self Test (POST) evitando
che i tasti vengano ripetuti più di una volta. Le opzioni disponibili:
[Disabled] [Enabled]
Boot Up Floppy Seek [Enabled]
Se viene attivata questa funzione, il BIOS procede al rilevamento del
lettore controllando se il lettore supporta la lettura di 40 o 80 tracce.
Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Full Screen Logo [Enabled]
Permette di attivare/disattivare la visualizzazione del logo iniziale a
pieno schermo. Le opzioni disponibili: [Disabled] [Enabled]
Assicuratevi che l’opzione precedente sia impostata su [Enabled] se desiderate
utilizzare la funzione ASUS MyLogo™.
Interrupt Mode [APIC]
L'impostazione Advanced Programmable Interrupt Controller (APIC) vi permette di
distribuire maggiori IRQ rispetto ai 16 normalmente utilizzati. L'impostazione
Programmable Interrupt Controller (PIC) vi mette a disposizione solo 16 IRQ. Le
impostazioni di configurazione sono: [PIC] [APIC]
4-30
Capitolo 4: Setup del BIOS
4.7
Exit Menu
Una volta terminata la configurazione di sistema tramite i vari menu
del programma Setup, salvate i cambiamenti ed uscite dal Setup.
Selezionate Exit dalla barra dei menu per accedere al seguente menu.
Premendo <Esc> non uscirete immediatamente da questo menu.
Selezionate una delle opzioni presenti in questo menu o <F10> dalla
barra leggenda per uscire.
Exit Saving Changes
Una volte terminata la fase di impostazione, selezionare questa opzione
nel menu Exit per assicurarvi che i valori che avete selezionato siano
stati salvati nella CMOS RAM. La CMOS RAM viene alimentata da una
batteria di backup presente sulla scheda madre e rimane in funzione
anche se il PC viene spento. Dopo aver selezionato questa opzione verrà
aperta un finestra di conferma. Selezionate [Yes] per salvare i
cambiamenti ed uscire.
Se tentate di uscire dal Setup senza salvare i cambiamenti eseguiti,
verrà visualizzato un messaggio dove vi verrà richiesto se desiderate
salvare i cambiamenti effettuati prima di uscire. Premendo <Invio>
salverete le nuove impostazione prima di uscire.
Exit Discarding Changes
Selezionate solo se non desiderate salvare i cambiamenti che avete
effettuato tramite il Setup. Se avete modificato campi diversi da date,
system time e password, vi verrà richiesta conferma prima di uscire.
Scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
4-31
Load Setup Defaults
Questa opzione permette di caricare i valori predefiniti di ogni parametro
contenuto nei vari menu del Setup. Quando viene selezionata questa
opzione o viene premuto il tasto [F5] viene visualizzato un messaggio di
conferma. Potete ora selezionare Exit Saving Changes oppure effettuare
degli ulteriori cambiamenti prima di salvare i cambiamenti nella
memoria ROM.
Discard Changes
Questa opzione permette di annullare i cambiamenti eseguiti e di
ripristinare quelli precedentemente salvati. Dopo aver selezionato questa
opzione, verranno aggiornate tutti i cambiamenti e verrà visualizzato un
messaggio di conferma. Selezionate [Yes] per annullare ogni
cambiamento e caricare i valori precedentemente salvati
Save Changes
Questa opzione permette di salvare i cambiamenti eseguiti senza dover
uscire dal Setup. Potete quindi ritornare agli menu ed effettuare ulteriori
modifiche. Dopo aver selezionato questa opzione, verrà visualizzato un
messaggio di conferma. Selezionate [Yes] per salvare le nuove
impostazioni nella EEPROM. .
4-32
Capitolo 4: Setup del BIOS
Capitolo 5
Questo capitolo descrive i contenuto del CD di
supporto che accompagna la scheda madre.
Software
ASUS P4B motherboard
5.1
Come Installare un sistema operativo
Questa scheda madre supporta i sistemi operativi Windows 98/ME/NT/2000/XP e
OS/2 (OS). Installate sempre l’ultima versione del SO e gli aggiornamenti
corrispondenti in modo da poter usufruire appieno delle funzioni del vostro
hardware.
Per Windows 95: dovete utilizzare la versione OSR 2.0 o seguente. In Windows
NT 4.0 è necessario installare il Service Pack 3.0 o seguente. È possibile
utilizzare qualsiasi versione di Windows 98/ME/2000.
5.1.1
Prima installazione di Windows 98
Quando viene installato per la prima volta nel computer il sistema operativo
Windows , vengono rilevate automaticamente tutte le periferiche Plug-n-Play
presenti. Seguite l’installazione guidata Nuovo Hardware per installare tutti i driver
richiesti per il funzionamento della periferica. Quando vi viene richiesto di riavviare
il sistema, premete No. Fate riferimento ai paragrafi seguenti di questo capitolo per
installare i driver ed il software contenuto nel CD di supporto.
Dato che le impostazioni della scheda madre e del hardware possono variare,
utilizzate la procedura d’installazione presente in questo capitolo solo come un
riferimento generale. Fate riferimento alla documentazione del sistema operativo
per ottenere maggiori informazioni.
5.2
Informazioni sul CD di Supporto
Il CD di supporto fornitovi con la scheda madre contiene delle applicazioni e driver
che permettono di sfruttare al meglio le caratteristiche della scheda madre.
Il contenuto del CD di supporto è soggetto a variazioni senza alcun preavviso.
Visitate il sito web ASUS per gli aggiornamenti.
5.2.1
Avviare il CD di supporto
Per iniziare ad utilizzare il CD di supporto è sufficiente inserire il CD nel vostro
lettore CD-ROM. Se la opzione Autorun è attiva, verrà aperta automaticamente la
schermata di benvenuto e potrete accedere alle varie finestre per l’installazione.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-1
Se non viene visualizzata automaticamente la schermata di Benvenuto, trovate e
selezionate il file ASSETUP.EXE presente nella cartella BIN del CD di supporto per
aprire i menu.
5.2.2
Menu Principale
Dalla schermata di benvenuto potrete accedere direttamente al menu principale. Il
menu principale contenente un’immagine della scheda madre, i pulsanti e le icone
che vi permettono di accedere alle varie applicazioni, driver ed utilità ed alla
documentazione contenuta nel CD di supporto.
Posizionate il cursore su
un’icona specifica e fate clic
per aprire l’oggetto
selezionato
5-2
Premete un tasto per
accedere alle opzioni
disponibili
Capitolo 5: Software
5.2.3
Menu Software
Il menu software contiene le varie applicazioni di supporto alla scheda madre. Le
voci evidenziate indicano che essi sono disponibili per la vostra scheda madre. Fate
clic su una voce per avviare l’installazione guidata del programma ad essa
collegata.
Il menu software è composto da due schermate. Fate clic sul pulsante Avanti
presente nell’angolo inferiore destro della prima schermata per aprire la seconda
schermata. Per ritornare alla prima schermata, fate clic sul pulsante Indietro
presente nell’angolo inferiore destro della seconda schermata.
ASUS Update
Questo programma vi permette di scaricare dal sito web ASUS le versioni più recenti
del BIOS.
Prima di avviare ASUS Update, assicuratevi di essere collegati ad Internet per
poter accedere al sito web ASUS.
L’applicazione ASUS Update è dotata di una nuova funzione denominata ASUS
MyLogo™. Questa vi permette di sostituire le vecchie schermate iniziali con un
logo di vostra scelta. Fate riferimento al paragrafo “5.3 Informazioni sul Software” per
le istruzioni relative all’installazione.
Intel® LDCM Administrator Setup
Questo programma viene utilizzato per il controllo dei sistemi PC collegati in una
rete in cui è installata la versione Client dello stesso programma.
L’amministratore dovrebbe installare entrambe le versioni del programma:
Administrator e Client .
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-3
Intel® LDCM Client Setup
Questo programma viene utilizzato per monitorare il sistema Client. Installate il
LANDesk Client Manager per utilizzare le funzioni di gestione del hardware.
ASUS BIOS Flash Utility
Questa applicazione vi permette di aggiornare il BIOS del PC Client da un
computer remoto utilizzando il programma Intel LDCM Administrator.
ASUS PC Probe
Questa utilità intelligente controlla la velocità della ventola, la temperatura della
CPU, il voltaggio del sistema e vi avverte nel caso si verifichino dei problemi.
Questa utilità vi aiuta a mantenere il computer in condizioni di funzionamento
ottimali.
Winbond Voice Editor
Questo programma è dedicato alla registrazione e personalizzazione dei file wav
utilizzati da ASUS POST Reporter™. Utilizzate questo programma se desiderate
modificare i messaggi vocali predefiniti che vengono utilizzati durante i test POST.
Fate riferimento al paragrafo “3.2 messaggi Vocali POST” per ottenere l’elenco dei
messaggi predefiniti.
Cyberlink Video ed Applicazioni Audio
Questa voce permette di installare Cyberlink PowerPlayer SE 5.0, Cyberlink
PowerDVD Trial 3.0 e Cyberlink VideoLive Mail 4.0.
Direct X
Questa voce permette di installare i driver Microsoft Direct X V8.0a.
PC-cillin
Questa voce permette di installare l’antivirus PC-cillin 2000 V7.0. Per ottenere
informazioni più dettagliate fate riferimento alla guida in linea di PC-cillin.
Acrobat Reader
Questa voce permette di installare la versione 5.0 dell’Adobe Acrobat Reader.
L’Acrobat Reader è viene utilizzato per visualizzare i documenti salvati nel formato
Portable Document Format (PDF).
E-Color 3Deep
Questa voce permette di installare il programma 3Deep. 3Deep è la prima
applicazione che fornisce ai giocatori online un vantaggio significativo nelle partite
multiutente. Questa applicazione “pulisce” la grafica rendendo i colori più intensi e
vibranti.
ASUS Screen Saver
Questa voce permette di installare l’ASUS screen saver.
5-4
Capitolo 5: Software
5.2.4
Menu Drivers
Il menu drivers contiene l’elenco dei driver delle periferiche rilevate dal sistema.
Installate i driver necessari per attivare le varie periferiche.
Il menu driver è composto da due schermate. Fate clic sul pulsante Avanti presente
nell’angolo inferiore destro della prima schermata per accedere alla seconda. Per
tornare alla prima schermata del menu, fate clic sul pulsante Indietro presente
nell’angolo inferiore destro dello schermo della seconda schermata.
INF Driver
Questa voce permette di installare l’utilità “Intel® Chipset Software Installation Utility”
in modo da attivare il supporto INF Plug-n-Play per i componenti del chipset Intel.
Questa utilità installa i file INF di Windows nella cartella del sistema operativo
indicandogli, in questo modo, come devono essere configurati i componenti del
chipset.
È possibile installare questa utilità seguendo tre procedure diverse: interactive,
silent ed unattended preload. La modalità interactive richiede l’intervento
dell’utente durante l’installazione. Ciò non viene richiesto durante le modalità silent
e unattended preload.
Fate riferimento alla guida in linea o al file readme che accompagnano l’utilità.
Installate INF Driver prima di Intel Application Accelerator.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-5
Winbond Memory Stick Storage Device Driver
Questa voce permette di installare il driver per la periferica Memory Stick (MS). Il
driver della periferica vi permette di utilizzare le MS per rendere piú sicuro lo
scaricamento e l’immagazzinamento di file digitali ed altri dati.
Winbond Secure Digital Storage (SD/MMC) Device Driver
Questa voce permette di installare il driver per la periferica Secure Digital (SD). Il
driver vi permette di utilizzare le SD per rendere piú sicuro lo scaricamento e
l’immagazzinamento di file digitali ed altri dati.
5.2.5
DOS Utilities menu
Questo menu contiene l’elenco dei programmi attivabili sotto DOS. Questi oggetti
sono inoltre presenti nel menu software.
5.2.6
ASUS Contact Information
Premendo il tasto ASUS Contact Information potrete ottenere tutte le informazioni
necessarie per contattare l’ASUS. È inoltre possibile reperire queste informazioni
nella pagina X di questo manuale.
5-6
Capitolo 5: Software
5.2.7
Altre informazioni
Le icone presenti sul lato sinistro dello schermo forniscono ulteriori informazioni
sulla scheda madre e sul contenuto nel CD di supporto. Questo paragrafo illustra
come appariranno le varie finestre di dialogo quando vengono selezionate le icone.
Informazioni sulla Scheda Madre
Questa finestra mostra le specifiche generali della scheda madre P4B.
Sfoglia questo CD
Questa finestra vi permette di visualizzare il contenuto del CD di supporto suddiviso
nelle normali finestre di Windows.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-7
Modulo di Richiesta di Supporto Tecnico
La finestra contiene il modulo per la richiesta del Supporto Tecnico ASUS che
dovete compilare quando volete richiedere il supporto tecnico.
Readme
La finestra contiene un documento che descrive il contenuto del CD di supporto
accompagnandolo da una breve descrizione in formato testuale.
5-8
Capitolo 5: Software
5.3
Informazioni sul Software
Molte delle applicazioni presenti nel CD di supporto sono provviste di una
installazione guidata che facilità il processo d’installazione. Potete aprire la guida
in linea o i file readme per ottenere informazioni più specifiche su ogni programma.
Questa sezione contiene maggiori informazioni riguardanti i nuovi applicativi
specifici per questa scheda madre.
5.3.1
ASUS Update
Questa utilità di sistema vi permette di aggiornare il BIOS ed i driver della scheda
madre. Viene richiesta una connessione da internet (attraverso una connessione di
rete o tramite un Internet Service Provider [ISP]).
Seguite queste istruzioni per utilizzare correttamente ASUS Update.
1. Lanciate l’utilità tramite il Menu d’Avvio di
Windows:
Programmi/AsusUpdate Vx.xx.xx/
AsusUpdate
Verrà aperto la schermata iniziale di
ASUS Update.
2. Selezionate la modalità di
aggiornamento che preferite; premete
poi Avanti.
3. Se avete selezionato la modalità di
Aggiornamento/scaricamento dei driver
da Internet, scegliete il sito FTP ASUS
più vicino a dove vi trovate per
velocizzare il trasferimento dati, oppure
selezionate Auto Select. Premete Avanti.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-9
4. Nel sito FTP selezionate la versione
del BIOS che desiderate scaricare.
Premete Avanti.
5. Seguite le istruzioni che appariranno
nelle schermate seguenti per
completare l’aggiornamento.
Se selezionate di aggiornare il BIOS da un
file contenuto in un dischetto verrà aperta
un finestra dove dovrete inserire la
posizione del file. Selezionate il file,
premete Save e seguite le informazioni
che verranno visualizzate sullo schermo per
completare l’aggiornamento.
5.3.2
ASUS MyLogo™
L’applicazione ASUS MyLogo viene installata automaticamente quando viene
installata l’applicazione ASUS Update presente nel menu software. Fate riferimento
alla sezione “5.2.3 menu Software”.
Prima di utilizzare l'applicazione ASUS MyLogo, utilizzate l'utilità AFLASH per
creare una copia del BIOS originale oppure scaricatene la versione più recente
dal sito web ASUS.
Seguite queste istruzioni per utilizzare ASUS MyLogo.
1. Lanciate l'applicazione ASUS Update.
Fate riferimento alla sezione "5.3.1
ASUS Update."
2. Quando vi viene richiesto il metodo di
aggiornamento del BIOS, selezionate
l'opzione "Update BIOS from a file."
3. Specificate la posizione del file
contenente il BIOS, (ad esempio un
dischetto). Premete Avanti.
5-10
Capitolo 5: Software
4. Verrà visualizzata una schermata
dove potrete scegliere un logo
iniziale. Una volta scelto, premete
Avanti.
NOTA: È possibile personalizzare il
Iogo iniziale creando un’immagine
nel formato GIF, JPG o BMP.
5. Quando selezionate un’anteprima,
l’immagine verrà ingrandita nella
finestra MyLogo.
6. Nella schermata seguente vi verrà
richiesto di aggiornare il BIOS
originale per poter installare il nuovo
logo iniziale. Selezionate “Flash to
update the BIOS”.
7. Una volta terminato il processo di
installazione, premete Fine e
riavviate il computer.
Il sistema visualizzerà ora il nuovo
logo d’avvio.
Per cambiare il logo di boot del BIOS, aprite ASUS MyLogo direttamente dal
menu di Avvio di Windows al posto di avviare ASUS Update. Dopo aver
modificato il file del BIOS installando il nuovo logo, utilizzate l'utilità ASUS
Update per salvare il nuovo BIOS nella EEPROM.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-11
5.3.3
Logo Iniziale Personalizzato
Nel CD di supporto è presente una versione DOS dell’applicazione ASUS MyLogo.
Trovate il file denominato LOGO.EXE ed una libreria contenente i Logo in formato
(BMP) per installare questo programma.
Copiate il BIOS di sistema in un dischetto d’avvio prima di utilizzare LOGO.EXE
per modificare l’immagine iniziale. Fate riferimento alla sezione “4.1 Come
Gestire ed aggiornare il BIOS”.
Assicuratevi che l’opzione Full Screen Logo del BIOS sia impostata su
[Enabled].
1. Per impostare un nuovo Logo iniziale personalizzato, sfogliate il CD di Supporto
e copiate questi tre componenti nella cartella di Windows: LOGO.EXE;
AFLASH.EXE; una o più immagini BMP nel formato 640 x 480 pixel, 16 colori.
2. Aprite il menu Chiudi Sessione... e selezionate: “Riavvia il sistema in modalità
DOS.”
Una volta apparso il prompt del DOS, avviate AFLASH:
C:\WINDOWS>AFLASH
3. Un volta aperto AFLASH, selezionate [1] e salvate il BIOS di sistema esistente
con un nuovo nome come ad esempio: CSCB1016.AWD. Tornate al DOS.
4. Per impostare un nuovo logo iniziale, avviate LOGO da DOS. Sia il nome del
file contenente il BIOS sia l’immagine BMP devono essere presenti nella linea
di comando:
C:\WINDOWS>LOGO CSCB1016.AWD SEA2.BMP
5. Premete <Invio> per salvare l’immagine nel file BIOS.
6. Avviate nuovamente AFLASH. Selezionate [2] ed installare il nuovo BIOS nella
Rom, (nell’esempio denominato CSCB1016.AWD.
7. Riavviate il computer premendo <Ctl><Alt><Canc>. Al riavvio del computer verrà
visualizzato il logo selezionato dall’utente.
Se desiderate selezionare una nuova immagine ripete la procedura dal Passo 4.
È possibile creare una Logo personalizzato. Utilizzando il vostro editor d’immagine
preferito create un’immagine che presenti le seguenti caratteristiche: formato BMP a
640 x 480 pixel a 16 colori. Scegliete un nome dell’immagine composto da otto
cifre in modo che possa essere riconosciuto nell’ambiente DOS.
Assicuratevi che i file BMP si trovino nella stessa cartella contenente i file BIOS
eLOGO.EXE.
5-12
Capitolo 5: Software
5.3.4
Winbond Voice Editor
Il programma Winbond Voice Editor vi permette di personalizzare i messaggi vocali
POST. Installate il programma tramite l’icona presente nel menu software del CD di
Supporto. Fate riferimento alla sezione “5.2.3 menu Software”.
Seguite queste istruzioni per utilizzare correttamente Winbond Voice Editor.
Per evitare conflitti, non avviate Winbond Voice Editor mentre é in esecuzione
ASUS PC Probe.
Come lanciare il programma
Lanciate il programma tramite l’icona Winbond Voice Editor presente nel desktop
oppure tramite il Menu d’Avvio: Programmi/Winbond Voice Editor/Voice Editor.
Verrà quindi aperta la schermata Winbond Voice Editor.
Messaggi
Predefiniti
Eventi POST
Ascoltare i file wave predefiniti
Fate clic su un evento POST presente nella parte sinistra dello schermo, quindi
premete il pulsante Play.
L’impostazione predefinita della funzione Lingua è English.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-13
Come modificare la lingua predefinita
1. Premete il pulsante Load per accedere
ad una finestra contenente tutte le
lingue disponibili.
A causa di problemi relativi alla dimensione del file per alcune lingue non sono
presenti tutti i messaggi per gli eventi.
3. Fate Clic sul pulsante Write per
aggiornare la EEPROM.
4. Premete Sì per confermare l’azione
selezionata.
La prossima volta che verrà riavviato il computer tutti i messaggi POST verranno
pronunciati nella lingua selezionata.
5-14
Capitolo 5: Software
Come personalizzare i messaggi POST
Se la vostra lingua non è compresa nell’elenco o non siete soddisfatti dei messaggi
presenti, potete facilmente personalizzare i messaggi POST seguendo questa
procedura.
Seguite queste istruzioni per personalizzare i messaggi POST.
1. Lanciare il Voice Editor e fate attenzione all’elenco dei messaggi POST
presenti nella colonna all’estrema sinistra dello schermo.
2. Registrate un messaggio per ogni evento che desiderate personalizzare.
La dimensione complessiva del file compresso che contiene tutti i messaggi non
deve superare un Mbit: per questo motivo create i messaggi molto brevi.
3. Utilizzate un programma per la registrazione di suoni, come ad esempio il
Registratore di Suoni di Windows, per salvare i vostri messaggi.
4. Salvate i messaggi nel formato (.WAV). Per poter limitare la dimensione dei file
utilizzate la minor qualità di registrazione possibile. Ad esempio utilizzare i
seguenti parametri: 8bit, mono, frequenza di campionamento: 22Khz.
Per rendere più facile la catalogazione dei vari file sonori è consigliabile
conservarli tutti nella stessa cartella.
5. Nella schermata Voice Editor, fate clic
sul pulsante Add per visualizzare la
finestra Add Wave File.
6. Copiate nel database i file sonori che
avete registrato. Una volta terminata
questa operazione chiudete la finestra.
Scheda Madre ASUS P4B: mauale dell’utente
5-15
7. Selezionate un evento POST
presente nella finestra Voice Editor,
quindi premete il pulsante Edit per
aprire la finestra Event Sound Editor.
8. Trovate e selezionate il file sonoro
che avete deciso di utilizzare per
questo evento; fatto ciò premete le
due frecce opposte a Voice1. Il file
selezionato apparirà nello spazio
vicino ad esso.
9. Premete OK per tornare alla
schermata Voice Editor.
10. Ripete i passaggi dal 7 a 9 per tutti gli
altri eventi.
11. Una volta termina questa operazione,
premete il pulsante Save. Prima di
procedere il sistema vi richiederà di
confermare questa operazione.
12. Digitate un nome file con estensione
.flh, quindi premete Save.
13. Fate Clic sul pulsante Write per
comprimere il file e copiarlo nella
EEPROM.
14. Premete Sì per confermare.
Se viene visualizzato un messaggio di errore avvertendovi che le dimensioni del file
superano lo spazio disponibile, provate a risolvere il problema seguendo uno o più
dei consiglio seguenti.
• Provate ad accorciare i messaggi registrati per cercare di ridurne le dimensioni
• Salvate i file sonori con una qualità di registrazione minore
• Eliminate i messaggi relativi agli eventi più rari come FDD Detection, IDE HDD
Detection, ecc.
5-16
Capitolo 5: Software
Glossario
Questa sezione elenca i termini tecnici che
potreste incontrare durante la lettura di
questo documento.
ASUS P4B motherboard
Questo glossario include dei termini che non sono presenti in questo
documento ma che potrebbero essere di aiuto per capire come
utilizzare, aggiornare e riconfigurare il vostro computer.
AC’97 (Audio Codec '97). AC '97 rappresenta il passo successivo nel rendere
l’audio del PC sempre più simile a quello delle apparecchiature domestiche. Le
specifiche definiscono nuove opzioni a costi contenuti per facilitare l’integrazione dei
componenti necessari per supportare la nuova generazione di applicazioni per PC
come il DVD, i giochi multi utente 3D e la musica interattiva. Le specifiche
definiscono inoltre le estensioni per il supporto del modem e del docking per
spingere i costruttori di computer desktop e portatili ad adottare più velocemente
queste tecnologie mantenendo contenuti i costi. Questa serie di specifiche utilizza
l’emulazione software per competere con la qualità delle specifiche SoundBlaster
PCI.
ACPI (Advanced Configuration and Power Interface). Le specifiche ACPI
definiscono un’interfaccia multipiattaforma supportata da molti sistemi operativi.
L’ACPI definisce una interfaccia hardware flessibile ed astratta che fornisce un
sistema standard per integrare le funzioni di risparmio energetico in un sistema PC.
Includendo hardware, sistema operativo ed applicativi software. Questo permette al
sistema di accendere e spegnere automaticamente periferiche come i lettori di CDROM, schede di rete, dischi rigidi e stampanti oppure di comandare apparecchiature
connesse al PC come un videoregistratore, TV, telefoni ed impianti stereo. Con
questa tecnologia è possibile attivare il sistema tramite una periferica qualsiasi. Per
esempio, inserendo una cassetta nel video registratore è possibile accendere il
computer, il quale potrebbe accedere un TV a con schermo gigante ed un impianto
stereo ad alta qualità.
AGP (Accelerated Graphics Port). Questa sigla identifica una interfaccia per la
grafica 3D di alta qualità per PC mainstream. L’AGP è stata progettata per offrire la
bandwidth e la latenza necessarie per l’esecuzione del texture mapping
direttamente nella memoria di sistema.
Bus
Frequenza di Bus
Bandwidth
Data Transfer Rate
PCI
AGP 1X
AGP 2X
AGP 4X
33MHz
66MHz
66MHz
66MHz
33MHz
66MHz
133MHz
266MHz
133MByte/sec
266MByte/sec
512MByte/sec
1024MByte/sec
Backup. Copia di un file, cartella, volume in una periferica di memoriazzazione
diversa da quella sorgente. Questa azione viene compiuta con lo scopo di avere una
copia di sicurezza dei dati nel caso gli originali vengano cancellati, danneggiati o
distrutti.
scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
G-1
BIOS (Basic Input/Output System). Il BIOS è un set di routine che controlla come vengono
trasmessi i dati da una periferica all’altra del computer (ad esempio la memoria, i dischi e/o la
scheda grafica). Le istruzioni contenute nel BIOS sono registrate nella memoria di sola lettura
del computer. I parametri del BIOS sono configurabili tramite il Setup del BIOS. È possibile
aggiornare il BIOS utilizzando l’applicazione AFLASH copia la versione aggiornata direttamente
nelle EEPROM.
Bit (Binary Digit). Rappresenta la più piccola unità di dati utilizzata dai computer. Un bit può
assumere solo uno di questi due valori : 0 o 1.
Boot. Boot indica la procedura per avviare il computer caricando il sistema operativo nella
memoria di sistema. Quando nel manuale vi viene richiesto di fare il “Boot” del sistema (o del
computer), significa che dovete accendere il computer. “Reboot” significa invece riavviare il
computer. Se utilizzate Windows 95 o successivo, selezionando “Riavvia il Sistema” dal menu
“Chiudi Sessione...” si riavvierà il computer.
Bus Master IDE. Mentre lo standard IDE PIO (I/O Programmabile) richiede che la CPU si
coinvolta nell’accesso all’IDE ed attenda un evento meccanico, il Bus master IDE trasferisce
dati da/alla memoria senza interrogare la CPU. I Bus e dischi rigidi compatibili Bus master IDE
sono richiesti per il supporto della modalità IDE bus master mode.
Byte (Binary Term). Un byte è composto da un gruppo di otto bit contigui. Un byte viene
utilizzato per rappresentare un singolo carattere alfanumerico, un segno di punteggiatura o un
altro simbolo.
Cache Memory. È un tipo di memoria RAM che permette di velocizzare il trasferimento di dati
dalla CPU. La memoria cache permette di eliminare i wait state della CPU. Quando la CPU
legge i dati dalla memoria principale, un copia di questi dati viene memorizzata nella memoria
cache. La volta seguente che viene interrogato lo stesso indirizzo, i dati vengono trasferiti
dalla cache memory invece che dalla memoria principale.
CODEC (Compressore/Decompressore). Software che trasforma il segnale video o audio
tra il formato decompresso e compresso con cui viene immagazzinato.
Porta COM. Connettore, ed il relativo circuito, che permette il collegamento di periferiche
seriali come stampanti, mouse, modem o moduli da infrarossi. Ogni porta COM viene
configurata per utilizzare un diverso indirizzo e IRQ. Porta COM è l’abbreviazione di porta di
comunicazione, chiamata inoltre porta seriale.
CPU (Central Processing Unit). La CPU, chiamata anche “Processore”, rappresenta il
“cervello” del computer. Essa interpreta ed esegue i comandi dei programmi e processa i dati
memorizzati nella memoria di sistema.
Device Driver. Routine software che permette l’utilizzo di una periferica da parte del sistema
centrale. Il driver si occupa di interpretare i comandi impartiti dal sistema alla periferica. Ogni
periferica possiede il proprio set di comandi speciali interpretabili solo dal suo driver, le comuni
applicazioni utilizzando solo comandi generici ad alto livello. Il driver traduce questi comandi nel
formato richiesto dalle periferiche.
G-2
Appendix C: Glossary
DOS (Disk Operating System). Software che dirige la lettura e scrittura di un computer, le
comunicazioni con i dischi e le varie periferiche di input/output (come tastiera, schermo, porte
parallela e seriale, stampanti, modeme, ecc.) ad esso collegate. Il DOS era il sistema
operativo per PC più popolare sino all’introduzione di Windows.
DRAM (Dynamic Random Access Memory). È un tipo di RAM che richiede cicli di
aggiornamento continui per prevenire la perdita dei dati memorizzati. Vedi anche RAM e
SDRAM.
Scheda di Espansione. Un circuito stampato, come ad esempio una scheda audio, una
scheda video o una scheda LAN, che può essere inserito in uno slot d’espansione della
scheda madre. Un scheda d’espansione fornisce funzioni aggiuntive che non sono presenti
nella scheda madre.
Flash ROM. Periferica di memorizzazione non-volatile che conserva i dati anche in mancanza
di l’alimentazione. Questa periferica è simile alle EPROM, ma a differenza di queste che posso
essere riprogrammate solo utilizzando la luce ultravioletta, la flash ROM può essere cancellata
tramite impulsi elettrici. La Flash ROM viene normalmente utilizzata per conservare il BIOS di
sistema, necessario per inizializzare le periferiche hardware e impostare i parametri necessari
per il OS. Dato che il contenuto delle flash ROM può essere modificato .è possibile eseguire
da soli l’aggiornamento del BIOS.
IDE (Integrated Drive Electronics). Le periferiche IDE integrano il circuito di controllo del
drive direttamente nella periferica stessa, eliminando così il bisogno di una scheda di controllo
separata (come nel caso di periferiche SCSI). Le periferiche IDE UltraDMA/100/6633 possono
supportare una velocità massima pari a 100MB/sec.
Internet. Rappresenta la rete di computer globale composta da reti WAN e LAN che,
utilizzando il protocollo TCP/IP, per forniscono una comunicazione a livello globale a case,
scuole, aziende ed enti governativi.
I/O (Input/Output). I dati vengono inseriti tramite periferiche d’input come una tastiera,
mouse o scanner a periferiche d’output come una stampante o lo schermo del monitor.
Indirizzo I/O. Rappresenta la posizione in memoria di una periferica. Due periferiche non
possono condividere lo stesso indirizzo.
IrDA (Infrared Data Association). Organizzazione internazionale che ha prodotto e promosso
uno standard economico e multipiattaforma per la comunicazione ad infrarossi che supporti un
modello del tipo “point-to-point”. Il protocollo IrDA è stato progettato per supportate la
trasmissione di dati tra due periferiche vicine e posta di fronte l’una all‘altra e visibili ad un
velocità compresa tra i 9.6Kbp ed i 4Mbp.
ISP (Internet Service Provider). Indica una azienda che fornisce agli utente l’accesso ad
internet ed al World Wide Web dietro pagamento di una quota. L’ISP fornisce inoltre servizi
aggiuntivi quali e-mail, newsgroup, previsioni del tempo e molto altri. L’utente può collegarsi
all’ISP utilizzando un modem collegato al computer ed a una linea telefonica.
LAN (Local Area Network). Tipo di rete progettata per collegare computer poco distanti tra
loro. Il gruppo locale di lavoro è normalmente connesso ad un singolo server. Vedi anche WAN
(Wide Area Network)
scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
G-3
Modem. Periferica che permette ad un computer di dialogare con un altro computer tramite
una linea telefonica.
Network o Rete. Indica un gruppo di computer collegati tramite cavi telefonici o altro.
OS (Operating System). È il software che controlla le operazioni principali di un computer. Le
operazioni di un OS comprendono l’allocazione della memoria, la gestione dell’input/output,
l’elaborazione degli interrupt, la programmazione delle operazioni e varie altre operazioni.
PC100/PC133. È uno standard industriale progettato per la capacità di memorizzazione come
velocità del bus di memoria. Le nuove piattaforme richiedono che la memoria RAM non diventi
il collo di bottiglia delle prestazioni del sistema.
Bus PCI (Peripheral Component Interconnect Local Bus). È uno standard che definisce le
specifiche di un bus dati a 32 bit. Questo standard viene largamente utilizzato dai produttori di
schede d’espansione.
Bus Master PCI . Questo Bus può eseguire il trasferimento dati senza l’intervento della CPU
locale La CPU inoltre può essere considerata come un Bus Masters. Lo standard PCI 2.1
supporta lo svolgimento di operazioni PCI simultanee permettendo il funzionamento
contemporaneo della CPU locale e del bus master.
POST (Power On Self Test). Quando viene acceso il computer, vengono automaticamente
avviati i test POST: essi sono una serie di test diagnostici controllati via software. Vengono
controllati la memoria di sistema, i circuiti della scheda madre, lo schermo, la tastiera, il lettore
di dischetti e le altre periferiche di I/O.
PS/2 Port. La struttura delle porte PS/2 è basata sull’architettura IBM Micro Channel. Questo
tipo di architettura permette il trasferimento di dati tramite un bus a 16 bit o 32 bit. Un mouse
e/o tastiera PS/2 possono essere utilizzati con schede madri ATX.
RAM (Random Access Memory). È la principale area di memoriazzazione utilizzata per la
scrittura, immagazzinamento e lettura delle informazioni e delle istruzioni dei programmi che
devono essere mandate alla CPU per l’elaborazione. Le informazioni presenti nella RAM
devono essere continuamente riscritte con nuovi dati. Se comparato con gli altri tipi di supporti
tipo i nastri magnetici, i dischetti o i dischi rigidi è possibile notate l’altissima velocità di
accesso ai dati. La RAM, comunque, è un supporto “volatile”, che necessità di essere
continuamente alimentato per evitare la perdita dei dati memorizzati. Vedi anche DRAM e
SDRAM.
ROM (Read Only Memory). Chip composto da un circuito integrato che contiene programmi
ed informazioni che possono essere lette ma non modificate.
SCSI (Small Computer System Interface). Interfaccia I/O multi funzione ad alta velocità
destinata al collegamento di più periferiche. Le sue specifiche sono indicate nel regolamento
X3T9.2 dell’American National Standards Institute (ANSI) . Il modello standard ha un data rate
compreso tra i 10MByte/sec ed i 160MBytes/sec.
G-4
Appendix C: Glossary
SDRAM (Synchronous DRAM). Tipo di DRAM con segnali di accesso sincronizzato con il
clock interno della CPU, eliminando così i ritardi dovuti al tradizionale metodi di trasferimento
dati tra la CPU e la memoria. La SDRAM toglie il controllo dell’accesso alla CPU: registri
interni della memoria accettano la richiesta e permettono alla CPU di occuparsi di altro mentre
i dati richiesti vengono resti disponibili per quando la CPU lì richiederà nuovamente alla
memoria.
SIR (Serial IrDA). La specificazione SIR definisce una modalità di trasmissione seriale
asincrona a corto raggio tramite infrarossi. Il segnale è composta da un bit iniziale, otto bit di
dati e un bit finale. Il massimo data rate è pari a 115.2Kbp.
Modulo SPD per SDRAM. Il modulo Serial Presence Detect (SPD) è paragonabile ad un
rilevatore di ID per i banchi SDRAM: esso è composto da un componente EEPROM montato
su una DIMM per la memorizzazione delle informazioni sulla configurazione. La funzione Serial
Presence Detect è implementata utilizzando una EEPROM a 2048 bit. Questa periferica di
memoria non volatile contiene dati programmati dai produttori della DIMM che permettono
l’identificazione del tipo di modulo, l’organizzazione della SDRAM ed i parametri di
sincronizzazione.
Disco di Sistema. Un disco di sistema contiene i file principali di un sistema operativo. Viene
utilizzato per l’avvio del sistema nel caso di particolari esigenze.
TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol). Protocollo di comunicazione
utilizzato dai sistemi UNIX e dalla rete. TCP rileva l’eventuale perdita pacchetti persi, ordina
correttamente i dati provenienti da più pacchetti, e richiede che i pacchetti mancanti o
danneggiati vengano ritrasmessi.
USB (Universal Serial Bus). Indica un cavo seriale a quattro contatti che permette il
collegamento simultaneo di un massimo di 127 periferiche Plug-n-Play (come
tastiera, mouse, joystick, scanner, stampante, modem e monitor) condividendo la
stessa bandwidth tramite un protocollo del tipo ”host scheduled token-based”. Questo permette
il collegamento e lo scollegamento di periferiche mentre l’host e le altre periferiche sono in
funzione. Questo standard supporta il trasferimento sincrono ed asincrono sullo stesso tipo di
caso fino ad una velocità massima di 12Mbit/sec. Il nuovo protocollo USB 2.0 fornisce un
trasfer rate 40 volte superiore al precedente e può competere con lo standard 1394.
WAN (Wide Area Network). Indica una rete informatica dispersa su un territorio composta da
una serie di computer o reti LAN (Local Area Networks) collegate assieme. Le WAN
solitamente sono composte da linee prese in affitto per collegare dei sistemi dislocati in
diversi paesi, città o regioni del mondo.
scheda madre ASUS P4B: Guida per l’utente
G-5
G-6
Appendix C: Glossary
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising