manuale pdf
Videoregistratore Digitale art. 49807
AVVERTENZE E PRECAUZIONI
AVVERTENZE
AL FINE DI RIDURRE IL RISCHIO DI INCENDIO O DI SCOSSA ELETTRICA, NON ESPORRE
QUESTO APPARECCHIO ALLA PIOGGIA NÉ ALL’UMIDITÀ. NON INSERIRE OGGETTI METALLICI
ATTRAVERSO LE GRIGLIE DI VENTILAZIONE O ALTRE APERTURE DELL’APPARECCHIO.
PRECAUZIONI
ATTENZIONE
PERICOLO DI SCOSSA
ELETTRICA, NON APRIRE
ATTENZIONE: PER LIMITARE IL RISCHIO DI SCOSSE
ELETTRICHE, NON RIMUOVERE LA COPERTURA
(FRONTALE O POSTERIORE).
QUESTO DISPOSITIVO NON CONTIENE PARTI
RIPARABILI DALL’UTENTE.
PER LE RIPARAZIONI, RIVOLGERSI A UN TECNICO DI
ASSISTENZA QUALIFICATO.
Descrizione dei simboli grafici
Il simbolo del fulmine con la punta a forma di freccia, contenuto in un triangolo
equilatero, serve per avvisare l’utente della presenza di “tensioni pericolose”
non isolate all’interno del prodotto, di intensità sufficiente per costituire un
pericolo di scossa elettrica.
Il punto esclamativo all’interno di un triangolo equilatero avverte l’utente della
presenza di istruzioni importanti sull’uso e sulla manutenzione (riparazioni)
nella documentazione allegata al prodotto.
L’utente è tenuto a informarsi e a rispettare le norme nazionali e locali riguardanti il monitoraggio e la registrazione
audio e video. Nessun altro potrà pertanto essere ritenuto responsabile di un uso improprio del sistema che
violi le leggi in vigore.
i
Manuale Utente
DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ FCC
INFORMAZIONI SULLA CONFORMITÀ FCC: QUESTO APPARECCHIO È
STATO COLLAUDATO ED È RISULTATO CONFORME AI LIMITI STABILITI PER
I DISPOSITIVI DIGITALI DI CLASSE A, AI SENSI DELL’ARTICOLO 15 DELLE
NORME FCC. TALI LIMITI SONO STATI STABILITI AL FINE DI FORNIRE
UNA PROTEZIONE ADEGUATA CONTRO LE INTERFERENZE DANNOSE IN
UN’INSTALLAZIONE DI TIPO RESIDENZIALE. QUESTO APPARECCHIO
GENERA, UTILIZZA E PUÒ EMETTERE ENERGIA A RADIOFREQUENZA E, SE
NON VIENE INSTALLATO IN CONFORMITÀ ALLE ISTRUZIONI, PUÒ PRODURRE
INTERFERENZE DANNOSE CHE DISTURBANO LE COMUNICAZIONI RADIO.
NON VI SONO TUTTAVIA GARANZIE CHE IN ALCUNI CASI NON POSSANO
VERIFICARSI INTEFRFERENZE. QUALORA QUESTO APPARECCHIO
PROVOCHI INTERFERENZE DANNOSE CHE DISTURBANO LA RICEZIONE
RADIOTELEVISIVA, L’UTENTE È TENUTO A RISOLVERE IL PROBLEMA A
PROPRIE SPESE.
ATTENZIONE: EVENTUALI CAMBIAMENTI O MODIFICHE APPORTATI A
QUESTO APPARECCHIO CHE NON SIANO STATI ESPRESSAMENTE APPROVATI
DALLA PARTE RESPONSABILE DELLA CONFORMITÀ POTREBBERO RENDERE
NULLA L’AUTORITÀ DELL’UTENTE A UTILIZZARE QUESTO APPARECCHIO.
QUESTO DISPOSITIVO DIGITALE DI CLASSE A È CONFORME ALLE NORME
CANADESI.
DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ CE
ATTENZIONE:
QUESTO È UN DISPOSITIVO DIGITALE DI CLASSE A. IL SUO UTILIZZO IN
ZONE RESIDENZIALI PUÒ CAUSARE INTERFERENZE ALLE COMUNICAZIONI
RADIO, NEL QUAL CASO L’UTENTE PUÒ ESSERE TENUTO AD ADOTTARE
MISURE ADEGUATE.
ii
Videoregistratore Digitale art. 49807
AVVERTENZE IMPORTANTI
1. Leggere le istruzioni
Tutte le istruzioni di sicurezza e di funzionamento dovrebbero essere lette
prima di utilizzare l’apparecchio.
2. Conservare le istruzioni
Le istruzioni di sicurezza e di funzionamento dovrebbero essere conservate
per futuro riferimento.
3. Pulizia
Prima di procedere alla pulizia, scollegare questo apparecchio dalla presa di
corrente. Non utilizzare detergenti liquidi o spray. Usare un panno morbido
e inumidito.
4. Attacchi elettrici
Non utilizzare attacchi e/o attrezzature elettriche che non siano stati approvati
dal produttore del dispositivo, dato che tali integrazioni potrebbero causare
incendio, scossa elettrica o lesioni.
5. Acqua e/o umidità
Non utilizzare l’apparecchio in prossimità o a contatto con l’acqua.
6. Collocazione eaccessori
Collocare questo apparecchio esclusivamente in posizione eretta. Questo
apparecchio è dotato di un alimentatore SMPS (Switching Mode Power
Supply) di tipo open frame che potrebbe causare incendio o scossa elettrica
se viene inserito un qualunque oggetto nell’unità attraverso le aperture
di ventilazione laterali.
Non collocare questo apparecchio su un carrello, un supporto o un tavolo
instabili. L’apparecchio potrebbe cadere causando gravi lesioni a un bambino
o a un adulto e seri danni all’unità.
13. Danni che necessitano di assistenza
Scollegare l’apparecchio dalla presa di corrente e richiedere l’intervento
di personale di assistenza qualificato nei seguenti casi:
A. Se il cavo di alimentazione o la spina sono stati danneggiati.
B. Se nell’apparecchio è stato versato del liquido o sono caduti oggetti.
C. Se l’apparecchio è rimasto esposto alla pioggia o all’acqua.
D. Se l’apparecchio non funziona normalmente pur avendo seguito le
istruzioni operative, regolare solo quei comandi che sono indicati nelle
istruzioni operative poiché una regolazione impropria di altri comandi
potrebbe danneggiare l’apparecchio e spesso richiedere un intervento
maggiore da parte di un tecnico qualificato prima che si possa ripristinare il
funzionamento normale dell’apparecchio.
E. Se l’apparecchio è caduto o se l’involucro si è danneggiato.
F. Se l’apparecchio mostra un netto cambiamento nelle prestazioni —
in questo caso contattare l’assistenza.
14. Parti di ricambio
Quando si rende necessaria la sostituzione di alcuni pezzi, assicurarsi
che il tecnico dell’assistenza utilizzi le parti di ricambio specificate dal
produttore o altre che abbiano le stesse caratteristiche delle parti originali.
La sostituzione di parti di ricambio non autorizzate può provocare incendio,
scossa elettrica o altri pericoli.
15. Verifica di sicurezza
Al termine di qualsiasi intervento o riparazione dell’apparecchio, richiedere
al tecnico specializzato di effettuare le verifiche di sicurezza per assicurarsi
che il prodotto sia nelle condizioni di funzionare correttamente.
16. Installazione in loco
Questo tipo di installazione dovrebbe essere eseguita da un tecnico qualificato
ed essere conforme alle norme locali.
17. Batterie appropriate
Avvertenza: rischio di esplosione in caso di sostituzione della batteria con
una di tipo errato. Smaltire le batterie scariche secondo le istruzioni.
Spostare con estrema attenzione questo apparecchio quando viene trasportato
su un supporto. Arresti bruschi, l’applicazione di una forza eccessiva e
la presenza di superfici irregolari possono causare la caduta dell’apparecchio
posizionato sul carrello.
7. Alimentazione
Questo apparecchio dovrebbe essere utilizzato unicamente con il tipo di
alimentazione indicato sulla targhetta. In caso di dubbi sul tipo di
alimentazione, consultare il proprio rivenditore o il locale fornitore di
energia elettrica.
8. Cavi di alimentazione
L’operatore o l’installatore devono maneggiare l’apparecchio dopo aver
scollegato l’alimentazione e rimosso i collegamenti TNT.
9. Fulmini
Per una maggior protezione di questo apparecchio durante i temporali o
un lungo periodo di inutilizzo, disinserire la spina dalla presa di corrente e
scollegarne l’antenna o il sistema di cavi. In questo modo di impedisce
che l’apparecchio venga danneggiato da lampi o picchi di corrente.
10. Sovraccarico
Non sovraccaricare le prese di corrente e le prolunghe elettriche per evitare
il rischio di incendio o di scossa elettrica.
11. Oggetti e liquidi
Non inserire mai oggetti di alcun tipo nelle aperture di questo apparecchio
poiché potrebbero toccare punti ad alto voltaggio o creare cortocircuiti
causando incendio o scossa elettrica. Non versare mai alcun tipo di liquido
sull’apparecchio.
18. Temperatura ambientale massima consigliata (TMRA)
La temperatura ambientale massima consigliata (TMRA) dal produttore
per questo apparecchio deve essere specificata in modo che il cliente e
l’installatore possano determinare un limite massimo appropriato per
l’ambiente operativo di questo dispositivo.
19. Incremento della temperatura operativa
Se l’apparecchio è installato all’interno di una struttura chiusa o a rack,
la temperatura dell’ambiente operativo all’interno del rack può essere
superiore alla temperatura della stanza. Di conseguenza, occorre tenere
conto di questo fattore quando si installa l’apparecchio in un ambiente
compatibile con la temperatura ambientale massima consigliata dal
produttore (TMRA).
20. Ventilazione ridotta
Il montaggio a rack dell’apparecchio dovrebbe essere eseguito in modo
da fornire la ventilazione necessaria per garantire un funzionamento sicuro.
21. Carico meccanico
Il montaggio a rack dell’apparecchio dovrebbe essere eseguito in modo da
non produrre condizioni pericolose dovute a un carico meccanico sbilanciato.
22. Sovraccarico del circuito
È necessario valutare, al momento di eseguire i collegamenti elettrici, quali
effetti potrebbe produrre un sovraccarico dei circuiti sulla protezione da
sovracorrente e i cavi di alimentazione. Nella valutazione di ciò è necessario
tenere presente i voltaggi indicati sulla targhetta dell’apparecchio.
23. Messa a terra affidabile
Mantenere un’affidabile messa a terra dell’apparecchio con montaggio
a rack. Prestare particolare attenzione ai collegamenti di rete piuttosto
che ai collegamenti diretti al circuito (per esempio, utilizzo di ciabatte).
12. Riparazione
Non cercare di riparare personalmente l’apparecchio. Per tutti gli interventi
di riparazione, contattare personale qualificato.
iii
Manuale Utente
iv
Videoregistratore Digitale art. 49807
Indice
Capitolo 1 — Introduzione .........................................................................................1
Caratteristiche Principali .......................................................................................1
Contenuto Della Confezione .................................................................................1
Connettori Del Pannello Posteriore.......................................................................1
Ripristino Delle Impostazione Di Fabbrica ............................................................3
Controlli Sul Pannello Frontale..............................................................................3
Capitolo 2 — Funzionamento ....................................................................................5
Accensione............................................................................................................5
Monitoraggio Dal Vivo ...........................................................................................6
Registrazione ........................................................................................................6
Riproduzione .........................................................................................................7
Ricerca ..................................................................................................................7
Controllo PTZ ......................................................................................................10
Capitolo 3 — Configurazione...................................................................................13
Panoramica .........................................................................................................13
Menu Principale...................................................................................................14
Appendice................................................................................................................22
WebGuard ...........................................................................................................22
DVR Name Service (DVRNS) .............................................................................26
Riproduzione Del Filmati (Clip Player) ................................................................27
Sovrapposizione Oraria.......................................................................................28
Registro Di Sistema.............................................................................................29
Descrizione Del Codici Di Errore.........................................................................29
Risoluzione Del Problemi ....................................................................................30
Piedinatura Del Connettori ..................................................................................30
Mappa Delle Schermate......................................................................................31
Specifiche Tecniche ............................................................................................32
v
Manuale Utente
vi
Videoregistratore Digitale art. 49807
Capitolo 1 — Introduzione
CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Questo videoregistratore digitale (DVR) a colori consente di registrare le immagini provenienti da 4 ingressi
video, inoltre fornisce un’eccezionale qualità delle immagini sia durante la modalità dal vivo che durante
la riproduzione ed è dotato delle seguenti caratteristiche:
4 connettori ingresso video composito
Compatibilità con sorgenti video sia a colori (NTSC o PAL) che in bianco e nero (CCIR e EIA-170)
Rilevazione automatica formato NTSC e PAL
Rilevazione automatica monitor VGA
Doppio Codec (MPEG-4 e H.264)
Registrazione fino a 120 Immagini NTSC Per Secondo o 100 Immagini PAL Per Secondo
Registrazione continua con la modalità di sovrascrittura del disco rigido
Registrazione abilitata anche durante la riproduzione e la trasmissione a postazione remota
Sistema di menu con interfaccia grafica utente (GUI) di facile utilizzo
Modalità di registrazione: Time-Lapse e Evento
Motori di ricerca multipli (Data/Ora, Calendario, Evento)
Connettori di allarme: ingresso, uscita e ingresso reset
Suoneria di allarme incorporata
Accesso alle immagini dal vivo o registrate tramite Ethernet
Autodiagnostica con notifica automatica comprendente protocollo S.M.A.R.T. unità disco rigido
CONTENUTO DELLA CONFEZIONE
La confezione contiene i seguenti elementi:
Videoregistratore digitale
Cavo di alimentazione
Manuale dell’utente (il presente documento)
CD con il software RAS e i manuali utente
AVVERTENZA: FAR PASSARE I CAVI IN MODO DA NON PRODURRE UN RISCHIO DI
INCIAMPAMENTO. ACCERTARSI CHE IL CAVO DI ALIMENTAZIONE NON VENGA PIEGATO O
DANNEGGIATO DAL MOBILIO. NON FAR PASSARE I CAVI DI ALIMENTAZIONE SOTTO TAPPETI
O MOQUETTE. IL CAVO DI ALIMENTAZIONE È DOTATO DI UN PIEDINO DI TERRA. NON
MODIFICARE LA SPINA QUALORA LA PRESA DI ALIMENTAZIONE NON SIA PREDISPOSTA PER
IL PIEDINO DI TERRA. NON SOVRACCARICARE IL CIRCUITO COLLEGANDO TROPPI DISPOSITIVI
AL SINGOLO CIRCUITO.
CONNETTORI DEL PANNELLO POSTERIORE
Non sono necessari particolari strumenti per l’installazione del DVR. Per quanto riguarda gli altri dispositivi,
consultare i manuali di installazione di ogni dispositivo che compone il sistema. Installare completamente
il DVR prima di procedere.
1
Manuale Utente
①
②
③
④
⑤
⑥
⑦
⑧
⑨
⑩
⑪
Video In: collegare i cavi coassiali provenienti dalle sorgenti video.
Video Out: collegare il cavo coassiale del monitor principale.
VGA: collegare un monitor VGA. Il monitor VGA viene rilevato automaticamente al collegamento.
Alarm In: collegare i dispositivi di allarme. E’ possibile utilizzare dispositivi esterni per segnalare al
DVR di reagire all’evento. E’ possibile collegare tra i morsetti AI (ingresso di allarme) e G (massa) sia
dispositivi meccanici che elettrici. Il range di tensione da applicare è da 0V a 3.3V. Se si connette un
dispositivo elettrico, la soglia di tensione del contatto NC (Normalmente Chiuso) è sopra i 2.4V e per
NO (Normalmente Aperto) è sotto i 0.3V e deve rimanere stabile per almeno 0.5 secondi.
G (GND - massa): collegare la massa dell’ingresso di allarme al connettore G.
ARI: collegare un segnale esterno per resettare sia il segnale di allarme in uscita che la suoneria interna
del videoregistratore digitale. Possono essere collegati ai connettori degli ingressi reset di allarme (ARI)
e massa (G) commutatori meccanici o elettrici. La tensione di soglia è sotto gli 0.3V e per essere rilevata
deve rimanere stabile per almeno 0.5 secondi.
Alarm Out: collegare un dispositivo di uscita allarme tra i connettori NC (normalmente chiuso) e C
(comune) oppure tra i connettori NO (normalmente aperto) e C (comune). È consentita una corrente
massima di 2 A per 125 V ca e di 1 A per 30 V cc.
Porta RS-485: collegare una telecamera PTZ. Per i dettagli consultare l’Appendice – Piedinatura dei
connettori.
Interruttore ripristino impostazioni di fabbrica: utilizzare questo interruttore nei rari casi in cui si
desideri ripristinare tutte le impostazioni sui valori di fabbrica originali. Per i dettagli consultare la sezione
Ripristino delle impostazioni di fabbrica.
Network: Collegare un cavo Cat5 dotato di connettore RJ-45. Il DVR può essere collegato in rete con
un computer per la connessione da remoto.
Cavo di alimentazione: Collegare il cavo di alimentazione al DVR e quindi alla presa elettrica.
NOTE:
Il DVR non supporta il funzionamento simultaneo del monitor principale e del monitor VGA.
È possibile che il DVR non rilevi automaticamente un monitor VGA se il monitor VGA collegato non supporta la funzione
di autorilevazione. In questo caso, premere e tenere premuto il tasto DISPLAY sul pannello anteriore per più di 5
secondi per commutare l’uscita video su VGA. Premendo e tenendo premuto nuovamente il tasto per oltre 5 secondi
si ripristina la modalità di uscita video precedente.
Per effettuare collegamenti ai connettori di allarme, premere e tenere premuto il tasto del connettore e inserire il cavo
nel foro posto sotto di esso. Dopo aver rilasciato il tasto, tirare delicatamente il cavo per accertarsi che sia collegato.
Per scollegare un cavo, premere e tenere premuto il tasto sopra di esso e tirare il cavo.
2
Videoregistratore Digitale art. 49807
NOTE:
Tutti i connettori contrassegnati con G (massa) sono comuni.
Il collegamento alla porta Network (Rete) deve essere effettuato con un cavo apposito.
RIPRISTINO DELLE IMPOSTAZIONE DI FABBRICA
Per ripristinare le impostazioni di fabbrica, occorre utilizzare un graffetta raddrizzata:
Spegnere il DVR Inserire la graffetta raddrizzata nel foro senza nome a destra del connettore Alarm
Output e riaccendere il DVR Tenere premuto lo switch fino a quando il DVR non si accende e appare
la schermata di monitoraggio Rilasciare l’interruttore di reset. Tutte le impostazioni del DVR sono
ora riportate sui valori originali impostati in fabbrica.
ATTENZIONE: utilizzando il pulsante di Reset si perdono tutte le impostazioni
personalizzate dell’utente.
CONTROLLI SUL PANNELLO FRONTALE
① Led HDD: il led lampeggia durante la registrazione o la ricerca dei video sull’unità disco rigido.
② Led ALARM: il led si illumina quando viene attivata l’uscita di allarme o la suoneria interna.
③ Tasti telecamera (1 – 4): premere un tasto per visualizzare a pieno schermo le immagini della telecamera
selezionata. Durante la modalità PTZ, premere il tasto 1 o 2 per ingrandire/ridurre le immagini tramite
lo zoom e il tasto 3 o 4 per la messa a fuoco a lunga distanza o ravvicinata.
④ Tasti direzionali: premere i tasti per controllare la riproduzione di video registrati durante la modalità
di riproduzione o di ricerca. Premere i tasti per passare a un’altra voce o modificare un valore selezionato
nel menu principale. Premere i tasti per controllare il brandeggio verticale ed orizzontale di una telecamera
PTZ durante la modalità PTZ.
⑤ Tasto Riproduzione/Pausa ( ):durante la modalità di monitoraggio dal vivo, premere il tasto per effettuare
il fermo immagine del fotogramma visualizzato. Durante la modalità di riproduzione o di ricerca, premere
il tasto per riprodurre le immagini a velocità regolare o mettere in pausa. Nel menu principale, premere
il tasto per selezionare una voce o completare l’introduzione effettuata. Il led blu intorno al tasto si
illumina quando l’unità è accesa.
⑥ Porta USB: collegare un dispositivo USB per consentire l’aggiornamento del software, la copia di filmati
e l’importazione o l’esportazione delle impostazioni del DVR.
3
Manuale Utente
⑦ Tasto PLAYBACK: premere il tasto durante la modalità di monitoraggio dal vivo per attivare la modalità
di riproduzione; premere nuovamente il tasto per uscire dalla modalità. Questo tasto consente inoltre
di caricare i preset per il brandeggio/zoom (PTZ preset) durante la modalità PTZ. Durante la modalità
di riproduzione, premere e tenere premuto il tasto per almeno due secondi per avviare la copia di filmati.
Capitolo 2 – Funzionamento Ricerca, Copia filmati per informazioni.
⑧ Tasto DISPLAY: premere il tasto per alternare la modalità di visualizzazione tra quad e telecamere in
sequenza. Quando il DVR non rileva automaticamente un monitor VGA, premere e tenere premuto il
tasto per almeno 5 secondi per alternare l’uscita video tra Video Out e VGA out. Durante la copia di
filmati, non è possibile commutare la modalità di uscita video.
⑨ Tasto PTZ/ZOOM: premere il tasto per alternare tra la modalità PTZ e la modalità zoom. Durante la
modalità di monitoraggio dal vivo, premere il tasto per attivare la modalità PTZ. Durante la modalità
PTZ, premere il tasto per attivare la modalità zoom. Premere nuovamente il tasto per uscire dalla modalità
zoom.
⑩ Tasto MENU: premere il tasto per aprire o chiudere il menu principale durante la modalità di monitoraggio
dal vivo o di registrazione, il menu Ricerca durante la modalità di riproduzione o di ricerca o il menu
PTZ durante la modalità PTZ.
4
Videoregistratore Digitale art. 49807
Capitolo 2 — Funzionamento
ACCENSIONE
Collegare il cavo di alimentazione al DVR per accendere l’unità. L’accensione richiederà circa 30 secondi.
Il DVR dispone di cinque modalità operative: monitoraggio dal vivo, registrazione, riproduzione, ricerca
e PTZ. Quando si accende il DVR per la prima volta, viene visualizzata la schermata quad e viene avviata
la registrazione.
Di seguito viene fornita la descrizione delle icone che compaiono nella schermata:
%
Nome della telecamera
Modalità PTZ
Modalità zoom
Rete collegata
Modalità fermo immagine (freeze)
Modalità sequenza ciclica
Modalità sovrascrittura del disco rigido
Spazio libero rimanente sul disco rigido
Registrazione programmata disattivata
Copia filmato in corso
Modalità di registrazione ( : Time-lapse,
Modalità di riproduzione
: Evento,
: Time-lapse & Evento)
Come modificare la password …
Non esiste una password predefinita ed è possibile assegnare una password di proprio gradimento. La
password è necessaria per accedere al Menu Principale. Consultare il Capitolo 3 – Configurazione Menu principale, Sistema per modificare la password.
Come modificare l’ora e la data del sistema …
È possibile modificare l’ora e la data del sistema. Consultare il Capitolo 3 – Configurazione Menu
principale, Sistema per modificare la data e l’ora.
5
Manuale Utente
MONITORAGGIO DAL VIVO
Per cambiare la modalità di visualizzazione della schermata
Visualizzazione a pieno schermo
Premere un tasto telecamera durante la
modalità schermata quad per visualizzare
la relativa telecamera a schermo pieno.
Schermata quad
Premere il tasto DISPLAY durante la
modalità a pieno schermo per visualizzare
quattro telecamere contemporaneamente.
Schermata in sequenza
Premere il tasto DISPLAY durante la
modalità quad per visualizzare le quattro
telecamere in sequenza. Premere
nuovamente il tasto DISPLAY durante la
modalità schermata in sequenza per tornare
alla modalità schermata quad.
Schermata fermo immagine (freeze)
Premere il tasto (Play/Pausa) per
effettuare il fermo immagine del
fotogramma visualizzato nella schermata
corrente. Premere nuovamente il tasto per
uscire dalla modalità fermo immagine.
REGISTRAZIONE
Quando si accende il DVR, viene avviata la registrazione secondo il programma di registrazione predefinito.
Quando nel videoregistratore è attiva la modalità di registrazione Time-lapse, la registrazione delle immagini
prosegue per il tempo programmato. Quando nel videoregistratore è attiva la modalità di registrazione Evento,
la registrazione delle immagini si attiva quando si produce un evento nell’arco di tempo programmato.
Consultare il Capitolo 3 – Configurazione Menu principale, Registrazione per ulteriori informazioni.
6
Videoregistratore Digitale art. 49807
Per attivare la modalità di registrazione
Registrazione Time-Lapse
Menu principale REGISTRAZIONE
− Selezionare o
durante la modalità di registrazione.
− Configurare la velocità di registrazione e la qualità per la registrazione time-lapse.
− Configurare il programma di registrazione.
Registrazione su Evento
Menu principale REGISTRAZIONE
− Selezionare o
durante la modalità di registrazione.
− Configurare la velocità di registrazione e la qualità per la registrazione time-lapse.
− Configurare il programma di registrazione.
Menu principale EVENTO
− Configurare gli eventi di movimento o di ingresso allarme.
RIPRODUZIONE
Una volta registrato, il video può essere visualizzato. Quando si riproduce un video per la prima volta, il
DVR visualizza le immagini più recenti, mentre avvia la riproduzione dalle ultime immagini richiamate
tutte le volte successive.
NOTA: durante la registrazione, la velocità di riproduzione dei video può diminuire.
Per attivare la modalità di riproduzione
Premere il tasto PLAYBACK durante la
modalità di monitoraggio dal vivo per attivare
la modalità di riproduzione e riprodurre il
video registrato.
I pulsanti di riproduzione del pannello anteriore eseguono le seguenti funzioni:
Vai alla prossima immagine
Avvia riproduzione veloce avanti (alterna la velocità di riproduzione tra
,
Vai all’immagine precedente
Avvia riproduzione veloce indietro (alterna la velocità di riproduzione tra ,
Riproduzione (Play)/Pausa
e
e
)
)
RICERCA
Il videoregistratore fornisce vari motori di ricerca: data/ora, calendario e evento, inoltre supporta la copia
di segmenti di video.
7
Manuale Utente
Per attivare la modalità di ricerca delle registrazioni
Premere il tasto MENU durante la modalità
di riproduzione per attivare la modalità di
ricerca e visualizzare il relativo menu.
Selezionare Esci da ricerca per uscire dalla
modalità di ricerca. Selezionare la modalità
di ricerca desiderata nel menu ricerca.
Vai alla prima: selezionare per andare alla prima immagine registrata.
Vai all’ultima: selezionare per andare all’ultima immagine registrata.
Riproduzione lenta: selezionare per riprodurre il video a bassa velocità (x1/2, x1/3, x1/4, x1/6 e x1/8).
Vai a data/ora
Modificare la data e l’ora da ricercare e fare clic sul pulsante Vai per visualizzare
l’immagine registrata in tale data e ora. Premere il tasto (Play/Pausa) per
riprodurre il video registrato.
Ricerca Calendario
Verranno evidenziati i giorni, nel calendario, e le ore, nell’orario, in
cui il video è stato registrato. Selezionare la data o l’ora desiderate
e fare clic sul pulsante Vai per visualizzare le immagini registrate
in tale data o ora. Premere il tasto per riprodurre le immagini
registrate.
Se la data e l’ora del DVR sono state resettate su una data anteriore
a quella di alcuni video registrati, è possibile che nel DVR si produca
una sovrapposizione di flusso video nella stessa fascia oraria. In
questo caso, selezionare il flusso video in cui eseguire la ricerca
con l’opzione Selezionare un segmento. Consultare l’Appendice
– sovrapposizione oraria per ulteriori informazioni sulla ricerca
in flussi video con orari sovrapposti.
Ricerca Log Evento
Selezionare il registro degli eventi in cui eseguire la ricerca per
visualizzare le immagini registrate dell’evento desiderato. Premere
il tasto per riprodurre le immagini registrate. Consultare il
Capitolo 3 – Configurazione Menu principale, Registrazioni
per ulteriori informazioni sull’impostazione della registrazione
degli eventi. Selezionare Opzione… per specificare le condizioni
di ricerca dell’evento.
8
Videoregistratore Digitale art. 49807
– Da/A: Indicare il periodo del video in cui eseguire la ricerca.
Selezionare Verifica sovrapposizione oraria quindi selezionare
uno dei parametri orari di inizio e fine sovrapposti se la data e
l’ora del DVR sono state resettate e sul DVR sono presenti più
orari di inizio e fine sovrapposti. Selezionare Primo o Ultimo per
cercare i video dalla prima o fino all’ultima immagine registrata.
Canali di registrazione: selezionare gli ingressi o includere tutti gli eventi registrati indipendentemente
dal tipo di evento nelle condizioni di ricerca.
– Disco quasi pieno, Disco non ottimale, Temperatura disco o Disco S.M.A.R.T.: selezionare
per includere eventi di autodiagnosi nelle condizioni di ricerca.
–
Copia clip
Consente di copiare filmati registrati su dispositivi di memorizzazione
esterni. I filmati copiati possono essere visualizzati su un computer.
Consultare l’Appendice – Riproduzione dei filmati.
– Da/A: indicare il periodo del video da copiare. È possibile impostare
il periodo del video da copiare utilizzando semplicemente il tasto
PLAYBACK del pannello anteriore durante la modalità di riproduzione.
Premere e tenere premuto il tasto PLAYBACK per almeno due secondi
per impostare il punto iniziale. Premere e tenere premuto il tasto
PLAYBACK per almeno due secondi per impostare il punto finale.
Selezionare Primo o Ultimo per copiare il video dalla prima o fino
all’ultima immagine registrata.
– Canali: scegliere questa opzione per selezionare una telecamera del video da copiare.
– Password: scegliere questa opzione per assegnare una password da utilizzare per la riproduzione dei
filmati copiati.
– Dest.: scegliere questa opzione per selezionare un dispositivo di memorizzazione per il filmato copiato.
– Nome file: il DVR assegna automaticamente un nome al filmato, è tuttavia possibile assegnare un nome
di preferenza.
NOTE:
La barra oraria del calendario visualizzata per la ricerca calendario è formata da segmenti di un’ora
ciascuno. Un segmento evidenziato indica la presenza di registrazioni video durante quell’ora.
L’evidenziazione NON indica tuttavia che siano presenti registrazioni eseguite per l’intera ora.
Il segmento contrassegnato dal numero minore durante la ricerca calendario corrisponde alla registrazione
video più recente.
È possibile che non venga visualizzata alcuna immagine registrata nella schermata corrente. Premere il
tasto DISPLAY e commutare la visualizzazione al formato 2x2 che consentirà di visualizzare facilmente
per quale telecamera sono state registrate delle immagini durante l’arco temporale richiesto.
Il dispositivo USB per la copia di filmati deve essere nel formato FAT16 o FAT32.
Nell’attribuzione del nome file ai filmati da copiare, non è possibile utilizzare i seguenti caratteri: \, /, :,
*, ?, “, <, >, |. Il DVR aggiungerà automaticamente la data e l’estensione “.exe” al nome file.
La dimensione file massima di un filmato è 2GB.
Durante la copia di filmati, non è possibile spegnere il sistema o cancellare immagini dal dispositivo di
memorizzazione. Consultare il Capitolo 3 – Configurazione Menu principale, Archiviazione per
cancellare immagini dal dispositivo di memorizzazione.
9
Manuale Utente
NOTA: NON scollegare il cavo USB o spegnere l’alimentazione dell’unità esterna durante la copia di filmati.
Spegnendo l’unità esterna o scollegando il cavo USB mentre è il corso la copia di filmati, IL SISTEMA
DEL DVR POTREBBE NON OPERARE NORMALMENTE O L’UNITÀ ESTERNA POTREBBE VENIR
DANNEGGIATA. In caso di danno, verrà visualizzato un messaggio di errore la prossima volta che si tenta
di copiare un filmato. Per rimuovere il messaggio di errore sarà necessario spegnere e riaccendere il DVR.
Quando viene corrotto il sistema di archivio dell’unità disco USB-IDE, questo messaggio non potrà essere
ignorato nemmeno spegnendo e riaccendendo il videoregistratore. In tal caso sarà necessario recuperare
il sistema di archivio utilizzando il programma per il recupero dei dati o formattare nuovamente l’unità
disco rigido.
CONTROLLO PTZ
Il controllo PTZ è disponibile solo per le telecamere PTZ che consentono di effettuare brandeggio in senso
orizzontale e verticale, zoom, messa a fuoco o preposizionamento e così via.
Per accedere alla modalità PTZ
① Collegare un dispositivo PTZ al
DVR e configurare il dispositivo
PTZ. Consultare il Capitolo 3 –
Configurazione Menu
principale, Videocamera per
ulteriori informazioni.Una volta
che il dispositivo PTZ è
configurato, sullo schermo viene
visualizzata l’icona PTZ.
② Premendo il tasto PTZ/ZOOM in
modalità di monitoraggio dal vivo e
selezionando una telecamera PTZ è
possibile accedere alla modalità PTZ. In
modalità PTZ, l’icona PTZ lampeggia.
Per controllare le telecamere PTZ
Brandeggio in senso orizzontale e
verticale
Premendo i tasti direzionali è possibile
impostare la telecamera selezionata nella
modalità brandeggio in senso orizzontale
o verticale.
10
Videoregistratore Digitale art. 49807
Zoom
Premendo il tasto telecamera 1 viene
effettuato lo zoom in avanti e premendo il
tasto telecamera 2 viene effettuato lo zoom
all’indietro.
Messa a Fuoco
Premendo il tasto telecamera 3 viene
effettuata la messa a fuoco vicina e
premendo il tasto telecamera 4 viene
effettuata la messa a fuoco lontana.
Per eseguire il preposizionamento (preset)
① Premendo il tasto MENUin modalità PTZ
è possibile visualizzare il menu PTZ.
② Spostarsi sulla voce Imposta preimpostazione del menu PTZ e
selezionarla premendo il tasto (Play/Pausa). Premendo il tasto
viene visualizzata la schermata Imposta preimpostazione.
③ Premendo nuovamente il tasto viene visualizzata una tastiera virtuale.
Immettere il nome del preposizionamento premendo i tasti freccia e
il tasto , quindi premere il tasto OK.
④ Spostarsi sulla voce Sposta in preimpostazione del menu PTZ e
selezionarla premendo il tasto . Premendo il tasto
viene
visualizzata la schermata Sposta in preimpostazione. Premendo il
tasto PLAYBACK in modalità PTZ è possibile spostarsi direttamente
sulla schermata Sposta in preimpostazione.
11
Manuale Utente
⑤ Selezionando il nome della
preimpostazione desiderata, tramite la
pressione del tasto è possibile spostarsi
sulla vista relativa al numero di
preimpostazione selezionata.
NOTA: in funzione delle specifiche della telecamera, alcune funzioni del menu PTZ potrebbero non essere
supportate. Consultare le istruzioni fornite dal produttore della telecamera per informazioni sulle impostazioni
corrette.
12
Videoregistratore Digitale art. 49807
Capitolo 3 — Configurazione
PANORAMICA
Come accedere al menu principale
① Premendo il tasto MENU in modalità di
monitoraggio dal vivo è possibile accedere
al menu principale. L’accesso al menu
principale è protetto da password.
② Immettere la password premendo i tasti
della telecamera o della tastiera virtuale
(da 1 a 9). Viene visualizzata la schermata
principale. Non è presente alcuna
password predefinita.
Come selezionare le voci
Spostarsi sulla voce desiderata premendo i tasti
, e ). Premendo il tasto
direzionali ( ,
(Play/Pausa) la voce viene selezionata.
Come modificare i valori
Selezionare la voce desiderata e premere i
tasti freccia ( e ) per aumentare o
diminuire il valore. Premendo il tasto
viene completata l’immissione.
13
Manuale Utente
Come immettere i caratteri
① Selezionare la voce desiderata e premere
il tasto . Viene visualizzata la tastiera
virtuale.
② Spostarsi sul carattere desiderato
premendo i tasti direzionali, quindi
immettere il carattere desiderato
premendo il tasto e utilizzando
spazio, (maiuscole o minuscole),
(backspace) o (elimina). Premendo il
tasto OK vengono salvati i caratteri
immessi.
MENU PRINCIPALE
Il DVR può essere configurato utilizzando diverse schermate e finestre di dialogo.
SISTEMA: selezionare per modificare la lingua, le opzioni di visualizzazione OSD, la password, la
data e l’ora del sistema, per visualizzare la versione e il registro di sistema, per aggiornare il software,
per salvare le impostazioni del DVR oppure per spegnere il sistema.
REGISTRAZIONE: selezionare per impostare qualità, modalità e programmazione relative alla
registrazione.
EVENTO: selezionare per impostare il rilevamento dell’evento.
RETE: selezionare per configurare le impostazioni di rete.
VIDEOCAMERA: selezionare per configurare le impostazioni delle telecamere.
ARCHIVIAZIONE: selezionare per verificare lo stato della memoria.
14
Videoregistratore Digitale art. 49807
NOTE:
Se il disco rigido installato non è formattato, viene visualizzata una finestra con un messaggio che richiede
di formattare il disco rigido. Se si desidera registrare un video, è necessario formattare il disco rigido.
Selezionare il pulsante per ripristinare le impostazioni predefinite di una schermata.
SISTEMA
Lingua: selezionare la lingua desiderata.
Versione: visualizza la versione software del DVR. Per aggiornare
il software, collegare il dispositivo USB contenente il file del
pacchetto di aggiornamento (.rui) alla porta USB presente sul
pannello anteriore e selezionare il pulsante Aggiornamento. Quando
viene visualizzata la schermata per l’aggiornamento, scegliere il
file desiderato. Il sistema viene riavviato automaticamente dopo
il completamento dell’aggiornamento.
Impostazione: selezionare per importare o esportare le impostazioni correnti del DVR.
– Importa: per importare le impostazioni del DVR salvate, collegare il dispositivo USB contenente il
file di configurazione alla porta USB presente sul pannello anteriore e selezionare il file di configurazione
desiderato. Selezionando Includi impostazioni di rete vengono modificate le impostazioni di rete.
– Esporta: per salvare le impostazioni correnti del DVR nel formato .dat, collegare il dispositivo USB
alla porta USB presente sul pannello anteriore e assegnare un nome alle impostazioni.
Mostra log sistema: selezionare per visualizzare i registri di sistema (fino a 5.000 dal più recente).
L’icona viene visualizzata nell’ultima colonna per le attività di sistema del sito remoto. Consultare
Appendice – Registro di sistema per dettagli sulle informazioni relative al registro di sistema.
Cambia password: selezionare per modificare la password.
Arresta sistema: selezionare per spegnere il DVR.
NOTA: anche dopo la modifica delle impostazioni del DVR tramite importazione delle impostazioni salvate,
le impostazioni relative al tempo (data/ora, fuso orario e ora legale) NON verranno modificate.
ATTENZIONE: il dispositivo USB deve essere formattato in FAT16 o FAT32.
Data: selezionare per impostare la data del sistema.Selezionare
il pulsante Formato per modificare il formato della data.
Ora: selezionare per impostare l’ora del sistema.Selezionare il
pulsante Formato per modificare il formato dell’ora.
Fuso orario: selezionare il fuso orario. Selezionare Usa ora legale
estiva per applicare l’ora legale.
NOTA: l’orologio non verrà attivato finché non verrà selezionato il
pulsante Salva.
15
Manuale Utente
Abilita potenziamento VGA: selezionare per abilitare il
potenziamento VGA. Quando la funzione è abilitata, il DVR
“pulisce” l’immagine dal vivo riducendo i difetti visivi chiamati
difetti di interlacciamento.
OSD: selezionare per abilitare o disabilitare l’ OSD (On Screen Display).
– Nessuna: selezionare per non visualizzare le informazioni OSD.
– Videocamera: selezionare per visualizzare il nome della telecamera, lo stato della registrazione e le
icone PTZ su ogni schermata delle telecamere.
– Stato: selezionare per visualizzare le icone relative a zoom, rete, fermo immagine, sequenza e
sovrascrittura, la data e l’ora sullo schermo in basso.
– Tutti: selezionare per visualizzare sia le informazioni delle telecamere che quelle relative allo stato.
NOTA: abilitando la funzione di potenziamento VGA, la velocità di registrazione diminuisce della metà.
REGISTRAZIONE
Recupera spazio: selezionare per sovrascrivere i dati video più
vecchi una volta che tutto lo spazio di memorizzazione disponibile
è stato utilizzato. Se l’opzione non viene selezionata, il DVR arresta
la registrazione una volta che tutta la memoria disponibile è stata
utilizzata.
Codec: selezionare il codec tra MPEG-4 e H264. Cambiando
il codec viene visualizzato un messaggio di richiesta di conferma
per il riavvio del DVR in quanto per utilizzare il nuovo codec è
necessario il riavvio con la perdita dei video già registrati.
Risoluzione: selezionare per impostare la risoluzione della registrazione.
T. pausa registraz. evento: selezionare per impostare il tempo di registrazione per l’evento
associato. Consultare Evento in questo capitolo per informazioni relative alla registrazione degli eventi.
Tipo programmazione – Nessuna: selezionare per non effettuare alcuna registrazione.
Tipo programmazione – Base: selezionare per configurare le impostazioni di registrazione per tutti i
canali della telecamera in una volta.
– ips/Qualità regis. ora: selezionare per impostare la velocità/qualità per la registrazione Time-lapse.
– ips/Qualità regis. evento: selezionare per impostare la velocità/qualità per la registrazione Eventi.
– Mod. registr.: selezionare per impostare la modalità di registrazione. ( : registrazione Time-lapse,
: registrazione Eventi,
: registrazione Time-lapse & Eventi)
– Pianificazione oraria: selezionare per impostare la programmazione della registrazione per la registrazione
time-lapse ed eventi.
Tipo programmazione – Avanzata: selezionare per configurare le impostazioni di registrazione per
ciascun canale della telecamera.
– Cancellazione automatica: regolare l’intervallo di tempo durante il quale i dati registrati verranno
mantenuti utilizzando la barra. Selezionando Mai la funzione viene disattivata. È possibile impostare
il DVR in modo che elimini automaticamente i video registrati prima del periodo definito dall’utente
al verificarsi di tre condizioni: a mezzanotte, quando il sistema viene riavviato o quando l’utente modifica
le impostazioni di eliminazione automatica.
16
Videoregistratore Digitale art. 49807
N.: indica il numero di programmazione. Più alto sarà il numero, più elevata sarà la priorità associata.
Giorno: scegliere i giorni in cui la registrazione verrà effettuata.
Periodo: impostare l’intervallo di tempo durante il quale la registrazione verrà effettuata.
Modalità: scegliere la modalità di registrazione. ( : Time-lapse, : Eventi,
: Time-lapse & Eventi)
Canali: scegliere per quali telecamere verrà effettuata la registrazione.
Impostazioni: definire la velocità di registrazione (ips: immagini per secondo) e la qualità per la
registrazione Time-lapse ed Eventi singolarmente.
– : selezionare per eliminare le impostazioni di registrazione.
– Aggiungi programmazione – selezionare per aggiungere una programmazione. È possibile registrare
fino a 20 programmazioni.
–
–
–
–
–
–
ATTENZIONE: quando si cambia il codec tutte le registrazioni sono cancellate prima di
applicare il nuovo codec. Se non si desidera cancellare i dati registrati, salvarli utilizzando
la funzione copia clip.
NOTA: quando si utilizza il codec H264, il DVR può registrare più immagini comprimendole in modo più
efficiente rispetto al codec MPEG4. Comunque, la velocità di registrazione può diminuire in funzione delle
opzioni di visualizzazione e della modalità operativa del DVR.
Selezionando il codec H264 ed abilitando la funzione PotenziamentoVGA la velocità di registrazione
può diminuire della metà. Fare riferimento al paragrafo Sistema in questo capitolo per impostare la
funzione Potenziamento VGA.
La velocità massima di registrazione e riproduzione utilizzando il codec H264 è la seguente:
DVR in modalità di sola registrazione
Potenziamento VGA disabilitato
Potenziamento VGA abilitato
120 ips (100 ips PAL)
60 ips (50 ips PAL)
DVR in modalità di registrazione e riproduzione contemporanee
Velocità di registrazione
Velocità di riproduzione
60 ips (50 ips PAL)
120 ips (100 ips PAL)
EVENTO
N.: selezionare per impostare il rilevamento del movimento video
per tutte le telecamere (N.) o per una singola telecamera.
Sensibilità: regolare la sensibilità del DVR al movimento per il
giorno e la notte singolarmente. I numeri più bassi corrispondono
ad una sensibilità inferiore (1: sensibilità minore, 5: sensibilità
maggiore).
Zona: definire l’area dell’immagine in cui si desidera rilevare il movimento, ad esempio un’entrata. La
schermata di rilevamento del movimento viene sovraimpressa sul video per la telecamera selezionata.
È possibile impostare le zone di rilevamento del movimento selezionando o deselezionando i blocchi.
È possibile selezionare o deselezionare quattro singoli blocchi in gruppo in una volta. I singoli blocchi
all’interno del gruppo vengono selezionati o deselezionati utilizzando i tasti della telecamera. Premendo
il tasto
(Play/Pausa) viene visualizzata la schermata del menu. Funzioni del menu:
– Seleziona/Seleziona tutto: selezionare per attivare i blocchi evidenziati/tutti i blocchi per rilevare
il movimento.
17
Manuale Utente
Cancella/Cancella tutto: selezionare per disattivare i blocchi evidenziati/tutti i blocchi in modo che
non rilevino il movimento.
– Inverti/Inverti tutto: selezionare per attivare i blocchi evidenziati inattivi/tutti i blocchi inattivi e disattivare
i blocchi evidenziati attivi/tutti i blocchi attivi.
– OK/Annulla: selezionare per accettare le modifiche e chiudere l’impostazione della zona/uscire
dall’impostazione della zona senza salvare le modifiche.
Blocchi min.: regolare il numero minimo di blocchi di rilevamento da attivare per azionare un allarme di
movimento. Regolare il numero minimo di blocchi di rilevamento per il giorno e la notte.
Azioni: selezionare per associare il movimento rilevato nella telecamera ai segnali dell’uscita allarme.
Se rileva un movimento, il DVR può attivare un allarme esterno/interno o inviare una e-mail.
– Uscita allarme: selezionare per associare il movimento rilevato all’attivazione dell’uscita di allarme.
– Notifica: selezionare per procedere all’invio di un’e-mail all’indirizzo impostato durante la configurazione
RETE – Mail.
Intervallo tra il movimento: regolare l’intervallo di tempo durante il quale il movimento verrà ignorato.
È possibile controllare la registrazione e la notifica eccessiva di eventi regolando gli intervalli durante i
quali il movimento verrà ignorato. Il DVR non registrerà né notificherà gli eventi di movimento avvenuti
durante l’intervallo preimpostato. La registrazione degli eventi di movimento non verrà influenzata dalla
funzione relativa all’intervallo durante il quale il movimento verrà ignorato.
Impostazione ora: impostare l’intervallo corrispondente al giorno. Il DVR considererà l’intervallo di
tempo rimanente come notte.
–
N.: selezionare per impostare il rilevamento dell’ingresso allarme
per tutti i dispositivi (N.) oppure per un singolo dispositivo.
Titolo: selezionare per cambiare il nome a tutti i dispositivi oppure
per un singolo dispositivo.
Tipo: impostare ciascun ingresso come NO (Normalmente aperto)
o NC (Normalmente chiuso).
Azioni: selezionare per associare l’ingresso rilevato nei connettori
di ingresso allarme ai segnali di uscita allarme. Se rileva un evento
di ingresso allarme, il DVR ne comunica il manifestarsi attivando
un allarme esterno o un segnale acustico interno o inviando una
e-mail.
– Uscita allarme: selezionare per associare l’ingresso rilevato
nel connettore ingresso allarmi al segnale di uscita di allarme.
– Notifica: selezionare per procedere all’invio di un’e-mail
all’indirizzo impostato durante la configurazione RETE – Mail.
RETE
Watch remoto: impostare la velocità di trasferimento e la qualità
dell’immagine trsferita.
– bps/ips: impostare la velocità di trsferimento e scegliere l’unità
di misura per tale velocità tra: bps (byte per secondo) e ips
(immagini per secondo).
– Qualità: scegliere la qualità per l’immagine trasferita.
Lim. Largh. Banda di rete: impostare la massima larghezza di
banda desiderata. Se si limita la larghezza di banda, il frame rate
potrebbe risultare più basso di quello stabilito nella schermata di
impostazione della REGISTRAZIONE.
18
Videoregistratore Digitale art. 49807
Utilizza il servizio di Protezione Web: selezionare per utilizzare il servizio di Protezione Web. Per
informazioni consultare l’ Appendice – WebGuard.
Porta: impostare il numero di porta per l’accesso al programma WebGuard.
Usare SSL per il trasferimento dati: selezionare per utilizzare la funzione SSL (Secure Socket Layer).
E’ possibile aumentare la sicurezza dei dati trasmessi, tranne i video, al PC utilizzato per il controllo da
remoto utilizzando il protocollo SSL. Utilizzando la funzione SSL, il DVR non può essere collegato ad
un programma per la gestione da remoto o ad una tastiera di rete che non supportano il protocollo SSL.
NOTE:
Più alta è l’ impostazione della Qualità, più alta è la Velocità di trasferimento richiesta. La velocità di
trsferimento che si imposta è la massima ammessa.In funzione dell’ambiente di rete, questa velocità
potrebbe non essere raggiunta.
La velocità di registrazione è influenzata dalle varie condizioni della larghezza di banda della rete locale
(Velocità di trasferimento).
La connessione da remoto potrebbe interrompersi momentaneamente quando si cambiano le impostazioni
SSL.
Questo prodotto include software sviluppati da OpenSSL Project per utilizzare i Toolkit OpenSSL
(http://www.openssl.org/)
Tipo: scegliere il tipo di configurazione di rete tra Manuale, DHCP
e ADSL (con PPPoE).
– Manuale: selezionare se si utilizza un indirizzo IP statico per la
connessione di rete e impostare i parametri LAN manualmente.
Impostare i parametri relativi a Indirizzo IP, Gateway e Subnet
Mask.
– DHCP: selezionare se il DVR è connesso in rete tramite DHCP
(Dynamic Host Configuration Protocol). Il DVR legge l’indirizzo
IP dalla rete DHCP quando viene selezionato il pulsante Salva.
– ADSL: selezionare se il DVR è connesso in rete tramite ADSL.
Immettere ID e password per la connessione ADSL. Il DVR
riceve l’indirizzo IP quando viene selezionato il pulsante Salva.
Server DNS: impostare l’indirizzo IP del server DNS. Se viene configurato il server DNS, è possibile
utilizzare il nome di dominio del server DVRNS o SMTP invece dell’indirizzo IP durante la configurazione
del server DVRNS o SMTP.
Impostazioni numero porta: selezionare per impostare i numeri delle porte.
NOTE:
Contattare il fornitore di servizi di rete per conoscere il tipo di connessione di rete e ottenere ulteriori
informazioni sulla connessione.
Se il DVR è configurato per una rete DHCP o ADSL, l’indirizzo IP del DVR potrebbe cambiare quando
l’unità viene accesa. Se si desidera utilizzare la funzione DVRNS, sarà necessario richiedere l’indirizzo
IP del server DNS all’ISP (Internet Service Provider).
NON utilizzare lo stesso numero di porta per due programmi diversi; in caso contrario, non sarà possibile
collegare il DVR al PC che esegue il programma software remoto.
Se vengono modificate le impostazioni delle porte, è necessario modificare tali impostazioni anche sul
PC che esegue il programma software remoto.
19
Manuale Utente
Utilizzare il servizio nomi DVR: selezionare per utilizzare la
funzione DVRNS.
Server DVRNS: immettere l’indirizzo IP o il nome di dominio
del server DVRNS.
Porta: impostare il numero di porta del server DVRNS.
Usa NAT: selezionare per utilizzare il metodo NAT (Network
Address Translation).
Nome DVR: immettere il nome del DVR da registrare sul server
DVRNS. Verificare che il nome sia disponibile selezionando il
pulsante Controllo.
Assistenza tecnica: selezionando il pulsante Salva è possibile
registrare il DVR sul server DVRNS. Le impostazioni DVRNS
corrette consentiranno di visualizzare le informazioni help desk
del server DVRNS.
NOTE:
La funzione DVRNS (DVR Name Service) consente di collegarsi al DVR con gli indirizzi IP dinamici o
il nome di dominio della connessione remota. Se viene utilizzata questa funzione, è possibile accedere
al DVR da remoto utilizzando il nome del DVR invece dell’indirizzo IP. Per utilizzare la funzione DVRNS,
il DVR deve essere registrato sul server DVRNS e le impostazioni del server DVRNS sul DVR devono
corrispondere alle impostazioni presenti sul server DVRNS registrato. Qualsiasi modifica apportata al
server DVRNS potrebbe causare un funzionamento anomalo.
Sarà necessario richiedere l’indirizzo IP o il nome di dominio del server DVRNS all’amministratore di
rete. Se viene utilizzato il dispositivo NAT, consultare le istruzioni fornite dal produttore NAT per le
impostazioni di rete corrette per l’uso del metodo NAT.
Il nome del DVR immesso deve essere verificato selezionando il pulsante Controllo, in caso contrario,
le modifiche DVRNS non verranno salvate. Se non viene immesso alcun nome o viene immesso un
nome già registrato sul server DVRNS, viene visualizzato un messaggio di errore.
Abilita: selezionare per impostare il DVR per l’invio di e-mail.
Server SMTP: impostare l’indirizzo IP o il dominio del server
SMTP ottenuto dall’amministratore di sistema.
Porta: impostare il numero di porta del server SMTP ottenuto
dall’amministratore di sistema.
Utilizza SSL/TLS: selezionare per inviare un’e-mail tramite un
server SMTP che richiede l’autenticazione SSL (Secure Sockets
Layer).
Autenticazione: scegliere se il server SMTP necessita di
autenticazione e selezionare Usa nella finestra Autenticazione
per immettere Utente e Password.
Mittente/Destinatario: selezionare per immettere l’indirizzo e-mail
di mittente/destinatario. L’indirizzo e-mail deve includere il carattere
“@” per essere un indirizzo valido.
20
Videoregistratore Digitale art. 49807
VIDEOCAMERA
N.: selezionare per abilitare la telecamera.
Titolo: selezionare per assegnare un nome alle telecamere.
PTZ: selezionare per scegliere il modello del dispositivo PTZ.
ID: selezionare per assegnare un ID a ciascun dispositivo PTZ.
Porta: selezionare per scegliere la porta di comunicazione. Se la
porta PTZ non viene configurata, non sarà possibile
configurare i dispositivi PTZ.
Impostazione: selezionare per impostare velocità, data bit, stop
bit e parità della porta del dispositivo collegato. Consultare le
istruzioni fornite dal produttore del dispositivo PTZ per le
impostazioni corrette.
ARCHIVIAZIONE
Capacità: visualizza la capacità del disco rigido.
Disco non ottimale: visualizza l’eventuale stato di guasto del
disco rigido.
– Non Formattato: il disco rigido non è formattato.
– Ottimale: il disco rigido funziona correttamente anche se una
parte (%) della memoria è danneggiata.
– Guasto: più del 90% della memoria presenta danni.
Temperatura: visualizza la temperatura del disco rigido.
– N/A: il DVR non è in grado di leggere la temperatura.
– Ottimale: la temperatura è normale.
o
o
– Guasto: la temperatura è pari a 70 C (158 F) o superiore.
S.M.A.R.T.: visualizza le informazioni S.M.A.R.T. relative alla memoria.
– Ottimale: le condizioni della memoria sono normali.
– Guasto: non è possibile effettuare la lettura o la scrittura dei dati sul disco rigido.
– N/A: : il monitoraggio S.M.A.R.T. non funziona o non è supportato.
Dati registrati: visualizza le informazioni temporali relative ai dati registrati del dispositivo. Selezionando
Cancella tutti i dati verranno cancellati tutti i dati video eccetto il registro di log. Se il disco rigido non
è stato formattato, il pulsante Cancella tutti i dati viene modificato nel pulsante Formatta per formattare
il disco rigido.
NOTA: se alla voce S.M.A.R.T. viene visualizzato Guasto, appare una finestra contenente un messaggio.
Quando appare la finestra, si consiglia di sostituire il disco rigido, solitamente entro 24 ore.
21
Manuale Utente
Appendice
WEBGUARD
WebGuard consente di accedere da remoto al DVR, monitorare le immagini dal vivo e ricercare i video
registrati utilizzando il browser Web Internet Explorer in qualsiasi momento e, virtualmente, ovunque.
Vengono indicati di seguito i requisiti di sistema per l’uso del programma WebGuard:
Sistema operativo: Microsoft Windows® 2000, Microsoft Windows® XP o Microsoft Windows® Vista
CPU: Intel Pentium III (Celeron) 600MHz o superiore
RAM: 128MB o superiore
VGA: 8MB o superiore (1024x768, 24bpp o superiore)
Internet Explorer: versione 6.0 o superiore
Avviare Internet Explorer sul PC locale. È possibile eseguire il programma WebGuard immettendo le seguenti
informazioni nella barra degli indirizzi:
– “http://indirizzo IP:numero porta” indirizzo IP del DVR e numero porta Protezione Web (valore predefinito: 12088)
impostati nella schermata di configurazione della rete (scheda Rete); oppure
– “http://indirizzo server DVRNS/nome DVR” (indirizzo server DVRNS e nome DVR registrati sul server DVRNS);
oppure
– “http://www.dvronline.net” (all’accesso è richiesta l’immissione dell’indirizzo IP o del nome del DVR)
Scegliere tra la modalità WEBWATCH (monitoraggio dal vivo)
e WEBSEARCH (ricerca) e immettere il numero di porta
appropriato del programma. Immettendo ID e PASSWORD e
facendo clic sul pulsante [LOGIN] viene effettuato l’accesso
utilizzando la modalità selezionata. Selezionando Save ID viene
salvato l’ID immesso.
È necessario immettere l’indirizzo IP del DVR nel campo DVR ADDRESS quando viene eseguito il
programma WebGuard effettuando l’accesso a http://www.dvronline.net. Selezionando l’opzione Use
DVRNS è possibile immettere il nome del DVR registrato sul server DVRNS invece dell’indirizzo IP. È
obbligatorio immettere l’indirizzo e il numero di porta del server DVRNS durante l’impostazione SETUP
quando si seleziona l’opzione Use DVRNS.
NOTE:
È necessario richiedere all’amministratore di rete l’indirizzo IP appropriato per il DVR a cui effettuare
la connessione e il numero di porta WebGuard.
WebGuard funziona solo con Microsoft Internet Explorer e NON funziona con altri browser.
I numeri di porta per WEBWATCH e WEBSEARCH devono corrispondere ai numeri di porta per Watch
Remoto e Search Remoto impostati durante la configurazione di rete (Menu principale – RETE – scheda
LAN).
Alla prima esecuzione di WebGuard aggiornato, Internet Explorer potrebbe occasionalmente caricare le
informazioni della versione precedente. In questo caso, eliminare i file temporanei di Internet selezionando
Strumenti Opzioni Internet scheda Generale, quindi eseguire di nuovo WebGuard.
Con Microsoft Internet Explorer 7.0 potrebbero esserci problemi di visualizzazione in basso sulla schermata
di WebGuard causati dalla barra di stato o da quella degli indirizzi. In questo caso, è consigliabile cambiare
le impostazioni di Internet in modo da escluderle.
22
Videoregistratore Digitale art. 49807
NOTE:
Se si esegue WebGuard su sistema operativo Microsoft Windows Vista, si consiglia di avviare Internet
Explorer con permessi di amministratore elevati. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona
di Internet Explorer e selezionare l’opzione Esegui come amministratore dal menu contestuale. In caso
contrario, alcune funzioni di WebGuard potrebbero subire limitazioni.
Quando viene utilizzato il sistema operativo Microsoft Windows Vista, potrebbe presentarsi un problema
di visualizzazione delle schermate o aggiornamento delle schermate dovuto alla bassa velocità di
trasmissione delle immagini. In questo caso, si consiglia di disattivare la funzione AutoTuning del computer.
Eseguire il Prompt dei comandi con permessi di amministratore elevati. Passare al menu Start Accessori Prompt dei comandi Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare l’opzione
Esegui come amministratore. Quindi immettere “netsh int tcp set global autotuninglevel=disable” e
premere Invio. Riavviare il computer per applicare le modifiche. Per attivare nuovamente la funzione
AutoTuning, immettere “netsh int tcp set global autotuninglevel=normal” dopo aver eseguito il Prompt
dei comandi con permessi di amministratore elevati. Riavviare il computer per applicare le modifiche.
Modalità di monitoraggio da Web
WebWatch è un programma di monitoraggio Web da remoto che consente di monitorare i video dal vivo
trasmessi in tempo reale dal DVR remoto.
① Uscita: cliccare
②
③
④
⑤
⑥
⑦
per uscire dal programma WebGuard.
WebSearch: cliccare per accedere alla modalità di ricerca da Web.
Logo WebWatch: posizionare il puntatore del mouse sul logo per visualizzare la versione del
programma WebGuard.
Informazioni DVR: la finestra visualizza le informazioni di accesso a WebGuard.
Modalità di visualizzazione: selezionare la modalità di visualizzazione desiderata. Se viene
modificato il formato dello schermo, la telecamera selezionata sullo schermo corrente verrà
posizionata nella prima cella del nuovo layout.
Pulsanti videocamere: selezionare la telecamera da visualizzare.
Regolazioni immagine: cliccare per regolare luminosità, contrasto, saturazione e colore
dell’immagine monitorata.
23
Manuale Utente
⑧ Controlli PTZ: cliccare
per effettuare brandeggio in senso orizzontale e verticale e zoom della
telecamera da un sito remoto.
⑨ Cliccare
per controllare un dispositivo di uscita allarme presso il sito remoto.
⑩ Salvataggio immagine: cliccare
per salvare l’immagine corrente nel formato di file bitmap o JPEG.
⑪ Impostazione: cliccare per impostare la modalità di rappresentazione dell’immagine e la visualizzazione
degli OSD. È possibile regolare la velocità di visualizzazione modificando la modalità di rappresentazione
dell’immagine e selezionare le informazioni OSD da visualizzare sullo schermo.
⑫ Finestra dello stato degli eventi: la finestra dello stato degli eventi presente nella parte inferiore mostra
un elenco di eventi rilevati dal sito remoto.
Evento normale
Allarme di ingresso attivato
Rilevamento movimento
Perdita video
⑬ Cambia titolo telecamera, Proporzioni e Schermata Anti-Aliasing: selezionando
una telecamera sullo schermo e facendo clic con il pulsante destro del mouse è
possibile modificare il nome della telecamera e il rapporto d’aspetto dell’immagine
visualizzata su ciascuna schermata della telecamera, nonché potenziare la qualità
di visualizzazione dell’immagine eliminando gli effetti di scalettamento (aliasing)
sull’immagine ingrandita.
Modalità di ricerca Web
WebSearch è un programma che consente di ricercare i video registrati sul DVR remoto.
① Uscita: cliccare
per uscire dal programma WebGuard.
per accedere alla modalità di visione dal vivo da Web.
③ Logo WebSearch: posizionare il puntatore del mouse sul logo per visualizzare la versione del programma
WebGuard.
② WebWatch: cliccare
24
Videoregistratore Digitale art. 49807
④ Informazioni DVR: la finestra visualizza gli orari delle registrazioni e le informazioni di accesso a
WebGuard.
⑤ Zoom/regolazione luminosità/Elaborazione immagine: cliccare
per effettuare
lo zoom all’indietro o in avanti sull’immagine registrata. Cliccare
per regolare
la luminosità delle immagini registrate. Cliccare
per sfuocare (blur), rendere nitida
(sharpen), equalizzare (equalize) e interpolare (interpolation) l’immagine riprodotta.
⑥ Pulsanti delle funzioni di riproduzione: i pulsanti delle funzioni di riproduzione includono arretramento
veloce all’indietro, pausa, riproduzione, avanzamento veloce in avanti, passaggio alla prima immagine,
passaggio all’immagine precedente, passaggio all’immagine successiva e passaggio all’ultima immagine.
⑦ Modalità di visualizzazione: selezionare la modalità di visualizzazione desiderata.
⑧ Ricerca Time-lapse: cliccare
per accedere alla modalità di ricerca time-lapse che
consente di ricercare i dati registrati in base all’ora, quindi riprodurre le immagini trovate
all’interno dei parametri temporali. La finestra dell’orario situata nella parte inferiore
visualizza le informazioni temporali per l’immagine relativa alla data selezionata sul
calendario. Facendo clic su un’ora specifica è possibile visualizzare l’immagine registrata
a quell’ora sullo schermo. Selezionando è possibile visualizzare un’immagine relativa
a un’ora specifica.
⑨ Ricerca Eventi: cliccare
per accedere alla modalità di ricerca eventi che consente di ricercare voci
del registro eventi utilizzando condizioni specifiche e riprodurre le immagini associate a tali voci del
registro eventi. La finestra dello stato degli eventi presente nella parte inferiore mostra un elenco dei
tipi di evento delle immagini riprodotte.
Normale
Ingresso di allarme non attivo
Registratore guasto
Disco quasi pieno
Emergenza
Rilevamento movimento
Disco S.M.A.R.T.
Temperatura disco
Ingresso di allarme attivo
Perdita video
Disco guasto
⑩ Salva/Stampa: cliccare
⑪
⑫
⑬
⑭
per salvare i filmati registrati come file eseguibili oppure cliccare per
salvare l’immagine corrente nel formato di file bitmap o JPEG. Cliccare per stampare l’immagine
corrente utilizzando una stampante collegata al computer.
Impostazioni: cliccare per impostare la modalità di rappresentazione dell’immagine e la visualizzazione
degli OSD. È possibile regolare la velocità di visualizzazione modificando la modalità di rappresentazione
dell’immagine e selezionare le informazioni OSD da visualizzare sullo schermo.
Ricarica: cliccare per ricaricare i dati registrati.
Orario: consente di visualizzare i dati registrati della telecamera selezionata in base all’ora (in segmenti
suddivisi per ore).
Cambia titolo telecamera, Proporzioni e Schermata Anti-Aliasing: selezionando
una telecamera sullo schermo e facendo clic con il pulsante destro del mouse è
possibile modificare il nome della telecamera e il rapporto d’aspetto dell’immagine
visualizzata su ciascuna schermata della telecamera, nonché potenziare la qualità
di visualizzazione dell’immagine eliminando gli effetti di scalettamento (aliasing)
sull’immagine ingrandita.
25
Manuale Utente
NOTE:
La connessione al sito remoto in modalità WebSearch viene annullata automaticamente se non viene
rilevata alcuna attività per 30 minuti.
L’elaborazione delle immagini funziona solo in modalità di pausa.
La modifica del nome di una telecamera in modalità monitoraggio Web e ricerca Web non influenza il
nome della telecamera impostato sul sito remoto. Se il nome della telecamera non viene inserito,
viene visualizzato il nome della telecamera impostato sul sito remoto.
DVR NAME SERVICE (DVRNS)
Panoramica
L’uso di indirizzi IP statici nelle reti LAN/WAN richiede spese di gestione elevate e aumenta i costi per
gli utenti. Pertanto, è essenziale che i DVR supportino gli indirizzi IP dinamici nelle reti ADSL/VDSL
che utilizzano il protocollo DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol). Ciò riduce i costi e aumenta
la convenienza per gli utenti del sistema. Utilizzare i seguenti passaggi per configurare un sistema
utilizzando il metodo DVRNS.
Configurazione del sistema
STEP 1 (DVR Server DVRNS): registrare il
nome e l’indirizzo IP del DVR durante la
configurazione RETE – DVRNS. Il nome e
l’indirizzo IP verranno registrati sul server DVRNS.
STEP 2 (WebGuard Server DVRNS):
richiedere l’indirizzo IP del DVR a cui effettuare la
connessione utilizzandone il nome registrato.
STEP 3 (Server DVRNS WebGuard): il server
DVRNS notifica a WebGuard l’indirizzo IP richiesto
STEP 4 (WebGuard DVR): effettuare la connessione al DVR di destinazione utilizzando
l’indirizzo IP restituito dal server DVRNS.
NOTA: è necessario seguire i passaggi da 2 a 4 per qualsiasi connessione al DVR poiché il nome del
DVR e l’indirizzo IP cambiano ogni volta.
26
Videoregistratore Digitale art. 49807
RIPRODUZIONE DEL FILMATI (CLIP PLAYER)
Scollegare il dispositivo USB dal DVR e collegarlo al PC.
Non è necessario installare un software specifico sul PC per
visualizzare i video. Il filmato copiato contiene il programma
Player e può essere visualizzato su computers con Microsoft
Windows 2000, XP o Vista. Fare doppio clic sul filmato
desiderato per avviare il programma Player.
La schermata del lettore di filmati ClipPlayer visualizza le
immagini del filmato.
Pulsanti di riproduzione e visualizzazione:
: selezionare per passare all’inizio del
filmato.
: selezionare per riprodurre il filmato con
arretramento veloce all’indietro.
: selezionare per tornare indietro di un
fotogramma.
: selezionare per cambiare il layout in 2x2.
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
: selezionare per riprodurre il filmato con
avanzamento veloce in avanti.
: selezionare per passare alla fine del filmato.
: selezionare per riprodurre il filmato.
: selezionare per avanzare di un fotogramma.
: selezionare per impostare le proprietà del Clip Player.
Stampa: stampa l’immagine corrente.
Informazioni: visualizza canale, nome, ora, tipo, dimensione e risoluzione.
Elaborazione immagine: controlla luminosità, sfocatura e messa a fuoco delle immagini riprodotte
(solo con visualizzazione a pieno schermo e in modalità di Pausa).
Controllo velocità Play: cambia la velocità di riproduzione (Play) o la velocità della riproduzione veloce
in avanti/indietro (FF/RW).
Modalità di disegno: selezionare il livello della modalità di visualizzazione. Se non si è sicuri del
livello migliore per il sistema in uso, provare tutti i livelli fino ad ottenere la migliore visione.
Dimensioni schermo: cambia le dimensioni dello schermo per la riproduzione.
Impostazioni OSD: selezionare le opzioni da visualizzare sullo schermo.
Abilita Audio: riproduce l’audio dei filmati registrati con l’audio (solo in modalità pieno schermo).
Anti-Aliasing Screen: potenzia la qualità di visualizzazione dell’immagine eliminando gli effetti di
scalettamento (aliasing) sull’immagine ingrandita. Se il video viene riprodotto lentamente a causa del
processore lento del computer, escludere questa opzione per aumentare la velocità di riproduzione.
Mostra inserimento testo: mostra il testo dei filmati registrati con il testo (solo in modalità pieno
schermo).
: selezionare per salvare i filmati.
Salva come immagine: salva l’immagine corrente come file bitmap o JPEG.
Salva come immagine (dimensioni reali): salva l’immagine corrente come file bitmap o JPEG nelle
dimensioni reali (solo in modalità pieno schermo).
– Salva come Clip-Copy: salva il video come file eseguibile.
– Salva come video: salva il video come file AVI.
– Log Copia Clip: salva le informazioni del log Copia Clip come file di testo. Le informazioni utente
riguardanti il Salva Clip Copy sono memorizzate come “Copia interna”.
–
–
27
Manuale Utente
: selezionare per ingrandire l’immagine corrente. E’ possibile muovere l’immagine ingrandita cliccando
con il tasto sinistro del muose e trascinando il puntatore.
: selezionare per visualizzare l’immagine a pieno schermo.
: indica che il file del filmato non è stato alterato.
: indica che il sistema ha rilevato un’alterazione quindi la riproduzione si blocca.
Barra di scorrimento: selezionare per cambiare la posizione di riproduzione.
Pieno schermo: posizionare il cursore del mouse su un’immagine e fare clic per visualizzare l’immagine
a pieno schermo.
NOTE:
È preferibile che il computer utilizzato per il programma Player disponga di processore Pentium III 800 MHz
o superiore. Se la CPU è più lenta, i filmati registrati a velocità massima con qualità dell’immagine molto
alta verranno riprodotti lentamente. È inoltre richiesta l’installazione di DirectX 9.0 o superiore ed è
consigliabile disporre di una scheda VGA con 16 MB o superiore di RAM video per il funzionamento
corretto.
La visualizzazione corretta dell’immagine dipende dalle impostazioni di visualizzazione del PC. Se si
verificano problemi di visualizzazione, fare clic con il pulsante destro del mouse sullo sfondo del desktop,
selezionare Proprietà Impostazioni e impostare Colori su “32 bit”. Quindi selezionare Avanzate Risoluzione problemi e impostare Accelerazione hardware su “Max”. Accertarsi di aver installato DirectX
versione 9.0 o superiore se i problemi di visualizzazione persistono. Per verificare la versione di DirectX,
fare clic su Start Esegui, digitare “dxdiag” e premere Invio per visualizzare la finestra di dialogo
DirectX Diagnostic Tool (Strumento di diagnostica DirectX). Quindi spostarsi sulla scheda Display
(Visualizzazione) e accertarsi che l’opzione DirectDraw Acceleration (Accelerazione DirectDraw) sia
impostata su “Enabled” (Attivata). Effettuare un test di DirectDraw selezionando il pulsante DirectDraw
Test (Test DirectDraw). Dopo aver modificato le impostazioni, aggiornare la versione del driver della
scheda VGA. Se i problemi di visualizzazione persistono dopo la modifica di tutte le impostazioni di
visualizzazione descritte in alto, provare a sostituire la scheda video. Si consiglia di utilizzare schede
video con chipset ATI.
Se la scheda VGA o il monitor non supporta la risoluzione video 800x600, la visualizzazione a pieno
schermo potrebbe non funzionare correttamente. In questo caso, premere il tasto ESC sulla tastiera
del PC per tornare alla modalità di visualizzazione normale.
SOVRAPPOSIZIONE ORARIA
Se l’ora e la data del DVR sono state reimpostate su valori precedenti a quelli dei video registrati
esistenti, è possibile che il DVR abbia più di un flusso video nello stesso intervallo di tempo. In questo caso è
possibile ricercare i flussi video sovrapposti singolarmente selezionando un segmento specifico.
Ad esempio, se il DVR ha registrato video dall’una alle cinque
e l’utente modifica l’ora spostandola all’indietro dalle cinque
alle tre, quindi continua la registrazione fino alle sei, saranno
presenti due flussi video e due segmenti dalle tre alle cinque.
È possibile ricercare i flussi video sovrapposti selezionando un’ora specifica o un intervallo di tempo specifico.
Se si desidera ricercare il video registrato alle quattro durante l’intervallo di tempo
sovrapposto utilizzando un menu di ricerca quale Vai a Data/Ora, selezionare il segmento
da ricercare.
28
Videoregistratore Digitale art. 49807
Se si desidera ricercare il video registrato dalle quattro alle cinque durante l’intervallo di
tempo sovrapposto utilizzando un menu di ricerca quale Ricerca log evento, è possibile
che il DVR presenti due orari di avvio e arresto sovrapposti. Verrà richiesto di selezionare
uno degli orari di avvio e arresto sovrapposti dagli intervalli di tempo di ricerca come segue:
Dalle quattro del primo segmento alle cinque del primo segmento
Dalle quattro del primo segmento alle cinque del secondo segmento
Dalle quattro del secondo segmento alle cinque del secondo segmento
REGISTRO DI SISTEMA
MESSAGGIO DI SISTEMA
MESSAGGIO DI SISTEMA
Avvio
Aggiornamento (Locale)
Aggiornamento fallito (Locale)
Inizio impostazioni
Fine impostazioni
Impostazioni importate
Errore importazione impostazioni
Impostazioni esportate
Errore esportazione impostazioni
Esportazione impostazioni cancellata
Programmazione attiva
Programmazione disattivata
Cancella tutti i dati (Locale)
Formatta disco
Cancellazione automatica
Inizio ricerca (Locale/Remoto)
Fine ricerca (Locale/Remoto)
Inizio Copia clip (Locale/Remoto)
Fine Copia clip (Locale/Remoto)
Copia clip annullata (Locale/Remoto)
Errore Copia clip (Locale/Remoto)
Modifica orario (Locale)
Modifica fuso orario (Locale)
Disco pieno
Spegnimento
Riavvio
Disco # guasto
DESCRIZIONE DEL CODICI DI ERRORE
RELATIVI ALL’AGGIORNAMENTO DEL
SISTEMA
RELATIVI ALLA COPIA CLIP
N.
Descrizione
N.
0
1
2
3
4
100
101
102
103
104
105
300
301
302
Errore sconosciuto.
Errore versione file.
Errore versione sistema operativo.
Errore versione software.
Errore versione Kernel.
Montaggio dispositivo aggiornamento non riuscito.
Pacchetto dati non trovato.
Estrazione pacchetto dati fallita.
LILO fallito.
Riavvio fallito.
Pacchetto dati non valido.
Connessione remota fallita.
Errore rete remota.
Aggiornamento remoto non autorizzato.
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Descrizione
Errore sconosciuto.
Errore dispositivo.
Montaggio fallito.
Nessun supporto.
Supporto non valido.
File già esistente.
Spazio insufficiente.
Creazione file temporaneo fallita.
Apertura disco fallita.
Formattazione disco fallita.
Database modificato.
Aggiunta fallita.
Settore guasto.
Nessun file eseguibile.
29
Manuale Utente
303
304
400
401
402
500
Salvataggio pacchetto dati remoto fallito.
Aggiornamento remoto annullato dall’utente.
Montaggio dispositivo USB fallito.
Lettura aggiornamento sul dispositivo USB fallita.
Copia aggiornamento sul dispositivo USB fallita.
Sistema occupato nella copia di filmati.
14
15
16
17
18
Apertura file eseguibile fallita.
Scrittura file eseguibile fallita.
Creazione immagine fallita.
Masterizzazione fallita.
Time-out masterizzazione.
RISOLUZIONE DEL PROBLEMI
PROBLEMA
POSSIBILE SOLUZIONE
Alimentazione assente
Verificare il collegamento del cavo di alimentazione.
Verificare che l’alimentazione sia presente sulla presa di rete.
Nessuna immagine dal vivo
Nessun immagine dal vivo sul
monitor VGA
Se il DVR non rileva il monitor VGA automaticamente, premere e tenere premuto
il tasto DISPLAY sul pannello anteriore per almeno 5 secondi per modificare
l’uscita video da Video a VGA.
Il DVR ha fermato la
registrazione
Se il disco rigido è pieno, è necessario eliminare video o impostare il DVR sulla
modalità di sovrascrittura.
Il DVR visualizza un messaggio
di errore che indica che la data
e l’ora dell’ultima immagine
registrata sono successive
all’impostazione corrente di data
e ora del DVR.
Il DVR reimposta automaticamente la data e l’ora dell’unità in base alla data e
all’ora dell’ultima immagine registrata. Se la data e l’ora non sono corrette,
reimpostarle manualmente. Se la data e l’ora corrette sono precedenti a quelle
dell’immagine registrata, i video con data e ora successive verranno persi durante
la reimpostazione di data e ora corrette.
Verificare i collegamenti e il cavo video della telecamera.
Verificare i collegamenti e il cavo video del monitor.
Verificare che la telecamera sia alimentata.
Verificare le impostazioni dell’obiettivo della telecamera.
PIEDINATURA DEL CONNETTORI
Connettore Ingressi/Uscite
Uscita
Ingressi
30
AI (1 to 4)
G
ARI
NC
C
NO
Ingressi di allarme da 1 a 4
GND (messa a terra del telaio)
Ingresso reset allarmi
Uscita di allarme (Normalmente Chiusa)
Comune
Uscita di allarme (Normalmente Aperta)
Videoregistratore Digitale art. 49807
Connettore RS485
Unità Master
− →
+ →
− →
+ →
a
a
a
a
Unità Slave
→ TX−
→ TX+
→ RX−
→ RX+
MAPPA DELLE SCHERMATE
31
Manuale Utente
SPECIFICHE TECNICHE
Formato segnale
Ingressi video
Uscite monitor
Risoluzione video
Velocità di riproduzione/
registrazione
Ingressi di allarme
Uscita allarme
Ingresso reset allarme
Suoneria interna
Connettività di rete
Ingressi video
Uscita monitor
Allarmi
Porta Ethernet
Porta seriale RS-485
Porta USB
Memoria primaria
Memoria secondaria
Dimensioni (L x H x P)
Dimensioni imballi
(L x H x P)
Peso dell’unità
Peso con l’imballo
Temperatura di esercizio
Umidità di esercizio
Alimentazione
Consumo
Marchi
VIDEO
NTSC o PAL (rilevamento automatico)
Composito: 4 ingressi, 1 Vp-p, terminazione automatica,75 Ohm
Composita: una (BNC), 1 Vp-p, 75 Ohm
VGA: una (rilevamento automatico)
Composito: 720x480 (NTSC), 720x576 (PAL)
VGA: 720x480 a 60 Hz (NTSC), 720x576 a 50 Hz (PAL)
120/120ips (NTSC), 100/100ips (PAL)
INGRESSI/USCITE
4 TTL, NC/NO programmabili, soglia: >= 2.4Vcc per NC e <= 0.3Vcc
per NO, 0~3.3Vcc
1 relè, programmabile come NC o NO, 2A@125Vca, 1A@30Vcc
1 TTL
80dB a 10cm
10/100 Base Ethernet
CONNETTORI
Composito: 4 BNC
Composito: 1 BNC
VGA: 1 DB15
Morsettiera
RJ-45
Morsettiera, controllo telemetria
1 sul panello anteriore (2.0)
ARCHIVIAZIONE
Disco rigido SATA
Disco rigido USB o unità flash (NON forniti)
GENERALI
13.38 x 1.83 x 12.20 - 340.0mm x 46.5mm x 310.0mm
18.11 x 5.63 x 16.14 - 460mm x 143mm x 410mm
6.67 lbs. (3kg)
9.88 lbs. (4.5kg)
Da 41°F a 104°F (da 5°C a 40°C)
Da 0% a 90% NON condensante
100-240 Vca, 0.8-0.4A, 60/50Hz
20W max
FCC, CE, CB, UL*
* CAUTION: Risk of Explosion if Battery is replaced by an Incorrect Type. Dispose of Used Batteries According to the Instructions. This
equipment is indoor use and all the communication wiring are limited to inside of the building.
* ATTENZIONE: rischio di esplosione se la batteria è rimpiazzata con un modello non corretto. Disporre delle batterie usate seguendo le
istruzioni. Questo apparecchio e tutti i cavi di collegamento sono studiati per funzionare in ambiente interno.
Le specifiche del prodotto sono soggette a modifiche senza preavviso.
32
V1.5
WEEE (Waste Electrical & Electronic Equipment)
Smaltimento corretto di questo prodotto
(applicabile nell’Unione Europea e in altri paesi europei con sistemi di raccolta separati)
Questo simbolo mostrato sul prodotto o nella documentazione indica che il prodotto non deve
essere smaltito con altri rifiuti domestici al termine della vita utile. Per evitare eventuali danni
all’ambiente o alla salute derivati dallo smaltimento di rifiuti non controllato, separare questo
prodotto da altri tipi di rifiuti e riciclarlo in modo responsabile per promuovere il riutilizzo sostenibile
delle risorse materiali.
Gli utenti domestici devono contattare il rivenditore presso cui hanno acquistato il prodotto o l’ente
locale per informazioni sul luogo e le modalità di riciclaggio di questa unità nel rispetto dell’ambiente.
Gli utenti aziendali devono contattare il fornitore e verificare i termini e le condizioni del contratto
di acquisto. Questo prodotto non deve essere unito ad altri rifiuti commerciali per lo smaltimento.
Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta S. Lorenzo (Bergamo)
http://www.comelit.eu – E mail: commerciale.italia@comelit.it
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising