LiteFENCE completo
LITEFENCE
DISPOSITIVO DI SICUREZZA PER LA PROTEZIONE PERIMETRALE
MANUALE PER L'UTENTE
32 0. SI S. L F EN30 0F 01 1 S V E R S I O N E 1 A N E L L O
3 20 . SI S. LF EN3 00 F0 1 1T ( S O L O T R A S M E T T I TO R E )
1
LiteFence Figure di riferimento
2
LiteFence Principio di funzionamento
LiteFence rileva le distorsioni che il cavo LiteWire subisce a seguito di tentativi
di intrusione sia in termini di scavalcamento che di sollevamento della rete.
É assolutamente necessario assicurarsi che il cavo LiteWire sia posizionato e fissato
correttamente affinchè LiteFence possa rilevare le piegature indotte dalla rete in seguito
a tentativi di intrusione.
Le note di installazione presenti in questo manuale permettono di soddisfare le condizioni
sopracitate.
É essenziale quindi che questo manuale sia letto attentamente prima dell'installazione di
LiteFence,.dal momento che la maggior parte dei problemi che si verificano sul campo
sono originati da possibili errori di installazione.
Precauzioni generali
La fibra plastica è molto resistente e non si spezza, ma piegature e
angoli riducono anche notevolmente la portata massima del sistema
Non calpestare il cavo LiteWire
Non strattonare il cavo LiteWire
Utilizzare un raggio di curvatura minimo di
25mm
3
1-LiteFence Installazione su recinzioni morbide/semirigide
1-Fissare i bulloni ai pali:
1 bullone ogni 10m
(Ogni bullone introduce un'attenuazione
massimo 0,1/0,2dB pari a circa 1/2m)
di
2-Far passare la fibra nella rete
Utilizzando il power meter è
possibile tenere costantemente
monitorato l'agganciamento del
sistema e per individuare cosa causa
un' eventuale attenuazione sulla
fibra plastica.
3-Collegare il sistema e
metterlo in modalità Power
Meter per i dispositivi che
consentono questa funzione
(VEDI intestazione cavo LiteWire)
4-Fissare la fibra al palo col bullone 5-Fascettare la fibra a metà tra i pali
NO fascetta STRETTA
4
2-
LiteFence Installazione su filo spinato
1-Applicare la staffa alla recinzione.
2-Agganciare il filo spinato alla clip e
avvitare
3-Infilare la fibra nel foro della clip
4-Fascettare la fibra a 10cm circa dal tassello
e a metà fra le due staffe
NO fascetta STRETTA
Fibra plastica
5
3- LiteFence Installazione su rete rigida con sensore SV
1-Fissare il sensore SV alla cancellata da
2-Connettorizzare la fibra
proteggere con le apposite staffe in dotazione
CAVI E FIBRA ATTRAVERSO I
RELATIVI PASSACAVI PRIMA
DELLA CONNETTORIZZAZIONE
Collegare i sensori SV in cascata o ad anello
Per ogni LiteFence SV si possono utilizzare al max N°2 Sensori SV e 100m di fibra plastica LiteWire
Ogni sensore SV ha un'attenuazione di 9dB (pari a circa 90m di fibra plastica LiteWire)
6
Intestazione del cavo Litewire
Inserire i cavi nei pressacavi della scatola stagna e crimpare i connettori
Tutti gli strumenti sono contenuti nella valigetta del Kit di connettorizzazione Litewire.
1° Fase: Taglio della fibra
con un qualsiasi strumento da taglio.
2° Fase: Rimozione della guaina
Rimuovere circa 1 cm di guaina.
La guaina del cavo ottico ha un diametro di 2,2 mm.
La fibra ha un diametro di 1 mm.
ATTENZIONE
La rimozione della guaina può essere effettuata con una spelafili
standard che abbia una dimensione del foro superiore a 1,0 mm
in modo da non danneggiare la fibra.
3° Fase: Crimpatura del connettore
Inserire il boot posteriore di protezione.
Inserire il connettore FSMA sul cavo sino a che la guaina non va in
battuta; la fibra fuoriusce di circa 2mm.
Crimpare il connettore FSMA sulla guaina del cavo.
ATTENZIONE
Il connettore deve essere crimpato sulla guaina del cavo e non
può essere crimpato direttamente sulla fibra.
La crimpatrice per connettori FSMA deve avere un diametro di
crimpaggio esagonale di 3mm.
Nel caso si utilizzi la crimpatrice Luceat (SMAT.001.M22M),
adoperare il foro da 0.122”.
4° Fase: Lucidatura della fibra
Portare la fibra a filo del connettore passandola sulla carta
abrasiva con il disco metallico.
ATTENZIONE
Si consiglia di formare degli "8" sulla carta abrasiva con il
connettore.
7
Collegamento LiteFence
1-Collegare il cavo Litewire al
dispositivo
2-Collegare la zona di allarme
Collegare la zona di allarme (D) alla
centrale di allarme; in caso di disposizione
Inserire i cavi Litewire attraverso i
pressacavo della scatola stagna, crimpare dei sistemi "a catena", collegare solo
i connettori e collegarli al dispositivo (B). l'ultimo dispositivo alla fine della catena.
Il circuito è normalmente chiuso, quindi il contatto di uscita del relé è chiuso.
In caso di disconnessione, rottura della fibra, assenza di alimentazione o curvatura
della fibra il circuito si apre.
8
3- Collegare l'alimentazione (ad es. alla 4- Collegare i relè di allarme (da 10A a
batteria della centrale di allarme)
240VAC) alla centrale eventualmente
inserendo in serie la resistenza di
Collegare l'alimentazione (A)
“anti-manomissione”.
(vedi foto precedente).
Si accende il led giallo per qualche
secondo e poi il led verde.
Da questo momento la porta in
trasmissione (Tx) emette un segnale
codificato sotto forma di impulsi luminosi
che attraverso la fibra ottica plastica,
arrivano alla porta in ricezione (Rx). Il
dispositivo confronterà continuamente il
segnale ricevuto controllando il suo livello
di potenza.
Quando il dispositivo rileverà una
differenza di potenza, a causa di un taglio
o di una curva indotti sulla fibra, darà
l'allarme.
L'allarme è segnalato sul display e con il
led rosso
9
5-Selezionare la sensibilità
Il dispositivo ha quattro livelli di
sensibilità programmabili in base
all'applicazione, impostabili tramite il
selettore (F).
I livelli intermedi possono essere utilizzati
per diminuire la sensibilità del sistema, in
caso, ad esempio, di allarmi dovuti a
condizioni atmosferiche avverse oppure
per aumentare il livello di protezione.
Dopo aver variato la sensibilità, eseguire il reset con l'apposito pulsante (G).
6-a Installazione con bulloni e clip: Impostare i tempi di analisi
Menu→ Configurazione→Tempo di analisi
Permette di impostare il tempo di analisi dell'attenuazione del segnale luminoso.
I valori vanno da 1s a 60s.
Il dispositivo confronterà il valora attuale dell'attenuazione con il valore di 1/60
secondi prima dando l'allarme se tale valore sarà differente.
Tempo tipico: 20 secondi.
Impostare un tempo basso in caso di allarmi non desiderati.
6-b. Installazione con sensore SV: Impostare i tempi di analisi
Menu → Configurazione → Tempo di analisi
Permette di impostare il tempo di analisi dell'attenuazione del segnale luminoso.
I valori vanno da 0.1s a 10s.
Se la variazione del segnale luminoso permane per tale tempo di avrà un allarme
sul contatto NC.
Tempo tipico: 1 secondo.
Menu → Configurazione → Tipo di rete
1. Orsogrill – sensibilità inferiore: selezionare se la rete è di tipo Orsogrill, è
alta circa 2m o in generale se la rete propaga a lunga distanza l'oscillazione
provocata da uno scavalcamento
2. Standard – sensibilità superiore: selezionare se il tipo di rete è molto bassa,
molto rigida o in generale se la rete propaga molto male l'oscillazione
provocata da uno scavalcamento.
10
LiteFence
Schemi di collegamento
Perimetro di 200m
ANTI-SCAVALCAMENTO
Collegamento ad una fibra al
posto del tirante centrale che
viene tolto.
Vengono mantenuti solo i
tiranti superiore e inferiore.
Perimetro di 400m
ANTI-SCAVALCAMENTO
ANTI-SOLLEVAMENTO
Collegamento a 2 fibre.
Vengono mantenuti tirante
centrale, superiore e
inferiore.
Perimetro di 100m
ANTI-SCAVALCAMENTO
ANTI-SOLLEVAMENTO
ANTI-TAGLIO RETE
11
LiteFence
Specifiche tecniche
Versione 1 anello
Grado di protezione
IP55
Distanza di trasmissione
0-250m (max 30dB)
Power budget ottico
30dB
Contatto di allarme
5A/240 Vdc NC
Alimentazione
12V-24V±10%
Temperatura di funzionamento
-20°+70°C
Umidità
Consumo a 12VDC
da 5 a 90%
Potenza massima
2W
150mA
Peso con scatola IP55
1900g
Dimensione scatola IP55
220 x 255 x 90 mm
Connettore ottico di uscita
F-SMA
Immunità EMI/RFI
Totale
Solo trasmettitore
Grado di protezione
IP55
Distanza di trasmissione
0-250m (max 30dB)
Power budget ottico
30dB
Alimentazione
12V±10%
Temperatura di funzionamento
-20°+70°C
Umidità
Consumo a 12VDC
da 5 a 90%
50mA
Dimensione scatola IP55
115 x 160 x 60 mm
Connettore ottico di uscita
F-SMA
Immunità EMI/RFI
Totale
12
Analisi dei dati sulla variazione di potenza
Il dispositivo esegue registrazioni costanti dei valori di attenuazione in utilizzo e di
eventuali allarmi, che vengono salvati sulla scheda di memoria SD card (E). Data e
ora sono già impostati.
La scheda SD card può essere spedita a Luceat dopo un mese di funzionamento per
avere un supporto gratuito sul livello di sensibilità ottimale da impostare sul
dispositivo. Per questo è presente nella confezione una seconda SD card.
ATTENZIONE: I file di registrazione possono essere letti solo da un software
speciale di Luceat Spa. Non tentare di aprire la SD card con altri programmi,
poiché potrebbero essere persi tutti i dati.
AVVISO Distanza massima
Il dispositivo segnala il raggiungimento della distanza massima di funzionamento o
della massima attenuazione prevista con il seguente messaggio visualizzato sul
display.
ATTENZIONE
In questa condizione il sistema continua ad operare
correttamente, ma consigliamo di utilizzare una
SUP. DISTANZA MAX
sensibilità più bassa per evitare falsi allarmi.
La sensibilità può essere modificata mediante il selettore (F), come illustrato nella
pagina 9.
INTERFACCIA UTENTE Struttura dei menù
LiteFence è dotato di una interfaccia testuale, accessibile dall'utente utilizzando i
tasti posti a lato del display.
Le funzioni dei tasti sono:
•
Up - Scorrimento del menù verso l'alto
•
Down - Scorrimento del menù verso il basso
•
OK - Selezione dell'opzione
•
ESC - Uscita dal menù
La struttura ad albero dei menù viene riportata
nel dettaglio di seguito.
Le voci disponibili sono:
•
Firmware: Visualizza la versione corrente del firmware
•
Lingua: Permette di selezionare la lingua del menù
•
Orologio: Permette di Visualizzare/impostare l'ora e la data
•
Stato: Riporta informazioni statistiche sul funzionamento del dispositivo
•
Configurazione: Permette di impostare il tempo di analisi dell'attenuazione
del segnale luminoso. La variazione di questo parametro consente di rilevare
variazioni di attenuazione in differenti intervalli di tempo. I valori vanno da
1s a 60s .
13
INTERFACCIA UTENTE Struttura dei menù
I parametri visualizzati dal
menù di "Stato" sono:
• P1 e P2 :
Valori statistici del
funzionamento della scheda,
non modificabili
LiteFence
Luceat S.p.A
Versione FW 4.6
Firmware
Lingua
Orologio
Stato
<
Italiano
English
<
Imposta
Visualizza
<
•S1: Sensibilità impostata con
il selettore (F), (v. pag. 8)
S1 = Sensibilità alta
S2 = sensibilità medio-alta
S3 = sensibilità medio-bassa
S4 = sensibilità bassa
04/01/10
12:22.59
<
P1=127 S1 P2=087
S=00001 A=0054
Configurazione <
Tempo analisi
<
Secondi:
01
• S : Stato del sistema
S=1 Fibra non connessa
S=2 Fibra connessa analisi
attenuazione/inizializzazione
dispositivo
S=3 Sistema attivo
• A: Numero di allarmi registrati dal sistema
Questo contatore si azzera tenendo premuto il tasto UP all'accensione o al reset del
dispositivo.
ACCESSORI CORRELATI
Connettori a crimpare F-SMA metallici.
Kit di connettorizzazione Litewire
(Crimpatrice, pinza spelafili automatica, tronchese, 10
connettori, carta vetrata grana 1000, disco per lucidatura
connettori, 2 giunti)
Kit di connettorizzazione + Misuratore di tratta Litewire
Giunto metallico per giunzioni F-SMA.
Per una giunzione sono necessari 2 connettori metallici FSMA
Supporto tecnico
Siamo a disposizione per qualsiasi necessità e chiarimenti :
E-mail : [email protected]
Sito Internet : www.luceat.it
Tel. +39 030 9771 125
Fax +39 030 5533158
14
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'
No.: 002/2011
Luceat S.p.A.
Via A. Canossi, 18 25030 Torbole Casaglia (BS)
dichiara qui di seguito che i prodotti
320.SIS.LFEN300F011S
(LiteFence)
in base agli elementi in nostro possesso risultano in conformità a quanto previsto dalla seguente direttiva comunitaria:
Compatibilità Elettromagnetica
EMC 2004/108/CE
e che sono state applicate tutte le norme indicate sul retro.
(firma)
........................................................................................................................................................................................................
Norma
Titolo
Standard
Title
EN 61000-6-3:2007
Emissioni condotte
EN 61000-6-3:2007
Emissioni irradiate
EN 55016-2-3:2006
Armoniche di corrente
EN 50130-4: 1995 EN 50130-4/A1:1998 EN50130-4/A2:2003
Immunita' campo elettromagnetico fino a 1GHz
EN 50130-4: 1995 EN 50130-4/A1:1998 EN50130-4/A2:2003
Immunita' campo elettromagnetico sopra 1GHz
EN 50130-4: 1995 EN 50130-4/A1:1998 EN50130-4/A2:2003
Immunita' transitori veloci
EN 50130-4: 1995 EN 50130-4/A1:1998 EN50130-4/A2:2003
Immunita' transitori alta energia
EN 50130-4: 1995 EN 50130-4/A1:1998 EN50130-4/A2:2003
Immunita' condotta
15
Informazioni agli utenti
Informazione ai consumatori sul trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) ai
sensi dell'Art. 13 del Decreto Legislativo 25 Luglio 2005, n. 151 “Attuazione della Direttive 2002/95/CE,
2002/92/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature
elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti”
Il simbolo del cassonetto barrato riportato sull'apparecchiatura o sulla sua confezione indica che il prodotto alla fine
della propria vita utile deve essere raccolto separatamente dagli altri rifiuti.
L'utente dovrà, pertanto, conferire l'apparecchiatura giunta a fine vita agli idonei centri di raccolta differenziata dei
rifiuti elettronici ed elettrotecnici, oppure riconsegnarla al rivenditore al momento dell'acquisto di una nuova
apparecchiatura di tipo equivalente, in ragione di uno a uno.
L'adeguata raccolta differenziata per l'avvio successivo dell'apparecchiatura dismessa al riciclaggio, al trattamento e
allo smaltimento ambientalmente compatibile contribuisce ad evitare possibili effetti negativi sull'ambiente e sulla
salute, e favorisce il reimpiego e/o riciclo dei materiali di cui è composta l'apparecchiatura.
Lo smaltimento abusivo del prodotto da parte dell'utente comporta l'applicazione delle sanzioni amministrative
previste dalla normativa vigente.
Per adempiere correttamente alla normativa sui RAEE, i Produttori partecipano a Sistemi Collettivi che hanno il
compito di organizzare e gestire sistemi di raccolta dei RAEE provenienti dai nuclei domestici.
Luceat S.p.A. ha scelto di aderire a Consorzio Re.Media, un primario Sistema Collettivo che garantisce ai
consumatori il corretto trattamento e recupero dei RAEE e la promozione di politiche orientate alla tutela
ambientale.
!
ATTENZIONE!
Prima di procedere all'installazione e alla messa in funzione del dispositivo, è
indispensabile leggere attentamente le istruzioni del presente manuale e attenersi
scrupolosamente alle norme di sicurezza, alle avvertenze e alle precauzioni indicate.
CONSERVARE IL MANUALE PER POTERLO CONSULTARE IN SEGUITO
Con riserva di eventuali modifiche tecniche
Non gettare l'imballaggio prima di aver accuratamente controllato l'apparecchio ed essersi
accertati che funzioni correttamente.
Luceat SpA
Via Canossi 18
25030 Torbole Casaglia (BS) - Italy
email: [email protected]
www.luceat.it
16
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement