Catalogo sui cuscinetti orientabili a rulli

Catalogo sui cuscinetti orientabili a rulli
Cuscinetti orientabili
a rulli SKF
Stabilire gli standard di prestazione e affidabilità
Indice
Il marchio SKF è più forte che mai,
a tutto vantaggio del cliente.
Pur mantenendo la propria leadership
mondiale nella produzione di cuscinetti,
i nuovi sviluppi tecnologici, l’assistenza
per i prodotti ed i servizi offerti hanno
trasformato la SKF in un fornitore orientato completamente a soluzioni di valore
aggiunto per i clienti.
Queste soluzioni consentono ai clienti di
aumentare la propria produttività, non
soltanto grazie a prodotti innovativi specifici per ogni applicazione, ma anche
a strumenti di simulazione avanzata per
il design, servizi globali di consulenza,
efficienti programmi di manutenzione
degli impianti e tecniche di gestione
magazzino d’avanguardia sul mercato.
Il marchio SKF significa ancora il meglio
dei cuscinetti volventi, ma oggi significa
anche molto di più.
SKF – the knowledge engineering
company
A Informazioni sul prodotto
3
3
4
6
Economia e robustezza
Perché i cuscinetti orientabili a rulli?
Perché i cuscinetti orientabili a rulli SKF?
Un assortimento completo
8
Cuscinetti orientabili a rulli SKF –
una produzione all’avanguardia
8 Cuscinetti standard: una eccezionale
combinazione di caratteristiche
9 Un nuovo standard: SKF Explorer
10 Cuscinetti orientabili a rulli SKF con
protezioni incorporate per ambienti
impegnativi
11 Cuscinetti orientabili a rulli SKF per
applicazioni vibranti
12 SKF Explorer – cuscinetti orientabili a
rulli con prestazioni di classe superiore
14 Efficienza in tutti settori industriali
14 Quando la manutenzione può diventare
un incubo
15 Downsizing – più che una semplice
riduzione delle dimensioni
16 Prestazioni per una collaborazione
duratura
B Suggerimenti
2
18
18
19
20
20
Scelta delle dimensioni del cuscinetto
Durata
Standard ed SKF Explorer a confronto
Carico minimo
Coefficiente di carico statico necessario
21
21
22
22
23
23
Applicazione dei cuscinetti
Il sistema autoallineante tradizionale
Il nuovo sistema autoallineante
Bloccaggio radiale dei cuscinett
Bloccaggio assiale dei cuscinetti
Progettazione dei particolari adiacenti
24
24
24
27
Lubrificazione e manutenzione
Lubrificazione a olio
Lubrificazione a grasso
Manutenzione
28
28
28
31
Montaggio e smontaggio
Conservazione dei cuscinetti
Montaggio
Smontaggio
C Dati sui prodotti
32 Dati generali sui cuscinetti
36 Suffissi nella denominazione
38 Tabelle dei prodotti
38 Cuscinetti orientabili a rulli
56 Cuscinetti orientabili a rulli con tenute
incorporate
60 Cuscinetti orientabili a rulli per
applicazioni vibranti
D Altre informazioni
64
64
65
66
66
67
Prodotti SKF correlati
Cuscinetti orientabili a rulli speciali
Accessori
Lubrificanti e strumenti di lubrificazione
Prodotti per montaggio e smontaggio
Strumenti per il Condition Monitoring
68 SKF – the knowledge engineering
company
Economia e robustezza
Perché i cuscinetti
orientabili a rulli?
I cuscinetti orientabili a rulli sono apprezzati
per la loro favorevole combinazione di caratteristiche, che li rende insostituibili in molte
applicazioni impegnative:
• Orientabilità
Ammettono il disallineamento fra albero e
alloggiamento senza dare luogo ad aumenti
di attrito o riduzioni di durata.
I cuscinetti orientabili a rulli con protezioni
incorporate dal canto loro presentano altri
vantaggi:
• Protezione contro la contaminazione
I cuscinetti orientabili a rulli con protezioni
incorporate sono la soluzione ideale special­
mente nei punti in cui, a causa dello spazio
limitato o per motivi di costo, non si possono
prevedere guarnizioni di tenuta esterne
efficaci.
A
• Ritenuta del grasso
Le guarnizioni striscianti ad ambo i lati dei
cuscinetti con protezioni incorporate trattengono il grasso, già immesso in officina,
proprio dove serve, cioè all’interno del
cuscinetto.
• Minime esigenze di manutenzione
In condizioni normali di lavoro i cuscinetti
orientabili SKF con protezioni incorporate
sono esenti da manutenzione e sono in
grado di mantenere i costi di esercizio e
il consumo di lubrificante a livelli ridotti.
• Capacità di carico molto elevata
Uno sfruttamento ottimale della sezione
trasversale consente di ottenere la massima
capacità di carico radio-assiale.
• Robustezza
Sono insensibili agli errori di allineamento
causati dall’inflessione di alberi o alloggiamenti provocata da carichi elevati.
• Possibilità di reggere carichi in
qualunque direzione
I cuscinetti, non scomponibili, sono pronti
per il montaggio e idonei per vari tipi di
sistemazione.
• Facilità di applicazione
Le particolari caratteristiche per quanto
riguarda forma costruttiva e facilità di montaggio favorevoli consentono la realizzazione
di macchine più compatte ed efficienti.
3
Perché i cuscinetti
orientabili a rulli SKF?
La filosofia della SKF è sempre stata quella di
soddisfare le esigenze dei clienti, ponendo la
qualità totale al primo posto. La cosa è confermata dal successo dei cuscinetti orientabili
a rulli. In esercizio ci sono il doppio di cuscinetti
SKF di questo tipo rispetto a quelli di qualsiasi
altro costruttore.
E tutto ciò non a caso: i cuscinetti SKF
orientabili a rulli hanno sempre dato buona
prova di sé e sono soggetti a continui perfezionamenti. L’ultimo esempio è l’introduzione
dei tipi SKF Explorer che hanno aperto nuovi
orizzonti applicativi, e dei tipi con protezioni
incorporate nelle versioni standard ed SKF
Explorer.
L’utilizzo dei cuscinetti SKF orientabili a rulli
comporta numerosi benefici:
Robusti
0,5°
Tollerano gli errori
di allineamento
180 °C
Resistenti alle alte
temperature
4
Vantaggi applicativi
Protezioni incorporate
I cuscinetti SKF orientabili a rulli hanno una
capacità di carico radio-assiale molto elevata
e consentono la realizzazione di applicazioni
molto economiche, grazie alla possibilità di
ottenere
In condizioni normali di lavoro i cuscinetti
SKF orientabili a rulli con protezioni incorporate
sono lubrificati a vita e non richiedono guarnizioni di tenuta esterne, con conseguenti ulteriori benefici
• lunghe durate di esercizio
• sistemazioni molto compatte.
• semplificazione dei sistemi
• assenza di rilubrificazione.
Riduzione dei costi di esercizio
Soluzioni standard
L’esecuzione interna, robusta e ottimizzata,
rende minimo l’attrito e lo sviluppo di calore e,
di conseguenza, il consumo di lubrificante.
In esercizio i costi si riducono grazie alla possibilità di avere
Molte applicazioni in precedenza munite di
costosi cuscinetti speciali possono ora essere
montate su tipi orientabili a rulli SKF. Grazie
alla loro disponibilità in ogni parte del mondo,
non si ha difficoltà a rintracciarne i ricambi.
• minori tempi di fermo macchina
• minori esigenze di manutenzione
• elevata affidabilità.
Soddisfazione del cliente
A
Gli utilizzatori finali saranno certamente sorpresi della riduzione dei costi e della grande
affidabilità ottenibili con l’impiego dei cuscinetti
orientabili a rulli SKF. Con le versioni con protezioni incorporate avranno inoltre l’opportunità di realizzare soluzioni più rispettose
dell’ambiente.
Cuscinetti orientabili a rulli SKF:
Sempre la scelta ideale, quando occorre
robustezza e affidabilità
5
238
248
239
249
230
Le varie serie di cuscinetti
Un assortimento completo
L’assortimento SKF dei cuscinetti orientabili
a rulli, con e senza protezioni incorporate,
si estende a tutte le serie più comunemente
richieste. Dal punto di vista della disponibilità
è l’assortimento più completo esistente sul
mercato.
I cuscinetti di tipo stretto e con sezione
ridotta in senso radiale sono particolarmente
idonei per raggiungere maggiori velocità di
rotazione e per ottenere ingombro e peso
minori, i tipi larghi e con sezione maggiore lo
sono per avere a disposizione capacità di carico
più elevate.
6
240
231
241
222
232
213
223
Cuscinetti orientabili a rulli SKF
di tipo aperto
Cuscinetti orientabili a rulli SKF
con protezioni incorporate
I cuscinetti di tipo aperto, ossia senza protezioni incorporate, sono disponibili per alberi
da 20 a 1 800 mm di diametro e hanno foro
cilindrico o conico per adattarsi a vari metodi
di montaggio. Per un’efficiente lubrificazione,
la maggior parte ha l’anello esterno munito
di una scanalatura circonferenziale e tre fori
di adduzione per il lubrificante.
Le serie disponibili sono state progettate
per consentire differenti possibilità di scelta,
considerando
L’assortimento di cuscinetti orientabili a rulli
con protezioni incorporate comprende tipi con
foro cilindrico per alberi da 25 a 220 mm di
diametro e tipi con foro conico per alberi da
40 a 100 mm di diametro. A richiesta si possono fornire cuscinetti di altre dimensioni.
Le guarnizioni di tenuta sono state appositamente studiate per contrastare l’ingresso
di sostanze contaminanti nel cuscinetto. Questo vale non solo in funzionamento, ma anche
durante l’installazione, a tutto vantaggio della
durata di esercizio.
A
• la capacità di carico
• la presenza di carichi radio-assiali
• la velocità di rotazione
• lo spazio disponibile.
7
Cuscinetti orientabili a rulli SKF
– una produzione all’avanguardia
Cuscinetti standard:
una eccezionale combina­
zione di caratteristiche
Tutti i cuscinetti orientabili a rulli SKF hanno
in comune caratteristiche che sono uniche sul
mercato
• rulli simmetrici
• profilo speciale dei rulli
• autoguida dei rulli, brevetto SKF
• anello di guida flottante fra le due corone
di rulli
• componenti dimensionalmente stabilizzati
per alte temperature
• gabbie metalliche.
Esecuzione E
Rulli simmetrici, due
gabbie di acciaio temprato del tipo a feritoie,
centrate sull’anello interno, anello interno senza
orletti e anello di guida
flottante interposto fra
le due corone di rulli.
Esecuzione CC
Rulli simmetrici, due
gabbie di acciaio del tipo
a feritoie, centrate sull’anello interno senza
orletti tramite l’anello di
guida flottante interposto
fra le due corone di rulli.
Esecuzione CA
Rulli simmetrici, gabbia
massiccia in ottone od
acciaio, a doppio pettine,
centrata sull’anello interno per mezzo di un anello
guida flottante interposto
tra le due corone di rulli.
Anello interno con orletti
di ritenuta.
Per facilitare la lubrificazione, l’anello esterno
è dotato di tre fori di adduzione, generalmente
in combinazione con una scanalatura circonferenziale. I cuscinetti orientabili a rulli standard
SKF sono essenzialmente prodotti secondo
tre esecuzioni, a seconda delle dimensioni
e della serie
• esecuzione E
• esecuzione CC
• esecuzione CA.
Esecuzione E
8
Esecuzione CC
Gabbie di grande
durata
Le gabbie di acciaio o di
ottone sono robuste e
resistono alle alte temperature e a tutti i lubrificanti. Nei cuscinetti
di dimensioni mediopiccole sono di acciaio
e del tipo a feritoie, nei
cuscinetti più grandi
sono massicce a doppio
pettine, di ottone o di
acciaio.
Un nuovo standard:
SKF Explorer
Capacità di carico
molto elevata
I rulli simmetrici si autoallineano e consentono
una distribuzione uniforme del carico lungo
l’intera loro lunghezza.
Ciò conferisce una
capacità di carico molto
elevata, atta a sopportare qualsiasi combinazione di carico esterno.
Assenza di sollecita­
zioni di estremità
Il profilo speciale dei rulli
rende minimo il rischio
di sollecitazioni di estre­mità.
Attrito ridotto e minimo
sviluppo di calore
Grazie all’autoguida dei
rulli (brevetto SKF) si ha
minore attrito e minimo
sviluppo di calore.
Prestazioni eccellenti
alle alte temperature
La resistenza elevata e
la stabilità dimensionale
degli anelli riducono
i rischi di fratture e
permettono eccellenti
prestazioni alle alte
temperature.
A
I cuscinetti orientabili a rulli SKF, nella loro
unicità, sono stati il punto di partenza per una
serie di sviluppi nel campo dei materiali e dei
processi produttivi. I cuscinetti Explorer sono
il risultato di un lungo e attento lavoro, che nel
suo complesso ha portato i cuscinetti orientabili a più elevati livelli di prestazioni.
• Acciaio
Un nuovo acciaio, eccezionalmente puro,
permette maggiori durate in presenza di
carichi elevati.
• Trattamento termico
Nuovi processi migliorano notevolmente
la resistenza all’usura.
• Processi di lavorazione
Processi di lavorazione perfezionati conferiscono maggiore scorrevolezza e una
migliore lubrificazione.
• Geometria interna
Un’accurata messa a punto della microgeometria dei contatti di rotolamento
consente una migliore distribuzione delle
sollecitazioni.
• Precisione di rotazione e tolleranze sulla
larghezza
La maggior parte dei cuscinetti orientabili
a rulli SKF Explorer sono realizzati di serie
secondo la classe di tolleranza P5 per garantire la precisione di rotazione. Ciò li rende
prodotti eccezionali sul mercato dei cuscinetti orientabili a rulli nonché in applicazioni
con altri tipi di cuscinetti. In determinate
applicazioni, la ristretta tolleranza sulla larg­hezza contribuisce a semplificare le procedure di montaggio.
A parità di dimensioni rispetto ai cuscinetti
tradizionali, i cuscinetti SKF Explorer assicurano
migliori prestazioni, come spiegato da
pagina 12 in poi.
Esecuzione CA
9
Cuscinetti orientabili
a rulli SKF con protezioni
incorporate per ambienti
impegnativi
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con protezioni
incorporate sono stati studiati per soddisfare
le esigenze più impegnative dal punto di vista
dell’efficienza delle tenute e del funzionamento
in ambienti difficili. Le guarnizioni di tenuta
sono state elaborate con simulazioni al computer, sfruttando la vasta esperienza del Gruppo
SKF. Esse sono state sottoposte a lunga sperimentazione sia in laboratorio sia sul campo
e hanno dato prova di affidabilità ed efficacia.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con protezioni incorporate prevedono guarnizioni di
tenuta, rinforzate con lamierino di acciaio,
a doppio labbro, e un riempimento di grasso
appropriato alle condizioni di lavoro.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con dispositivi di tenuta incorporati sono cuscinetti di lunga
durata, pronti per il montaggio, lubrificati a vita,
che normalmente presentano le stesse dimensioni d’ingombro dei tipi aperti. Essi offrono il
vantaggio di semplificare i sistemi e di permettere l’eventuale ”downsizing”. Dato che di solito
non occorre prevedere dispositivi di lubrificazione, consentono risparmi nell’acquisto, nell’applicazione e nella conservazione a magazzino
del grasso.
Limiti di temperatura
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con protezioni
incorporate possono di norma funzionare fino
a 110 °C di temperatura. A richiesta si possono
fornire cuscinetti idonei a funzionare a temperature maggiori; in tali casi bisogna scegliere un grasso e guarnizioni di tenuta adatti.
Per altre condizioni di lavoro, in cui ad esempio
entri in gioco la velocità, si prega di consultare
l’Ingegneria dell’Applicazione SKF.
Resistenza alla contaminazione
Grazie all’efficacia delle protezioni incorporate,
normalmente non sono necessarie altre
guarnizioni di tenuta esterne e quindi generalmente si può progettare una sistemazione
di ridotto ingombro. Se però le condizioni dell’ambiente sono severe, è bene prevedere
protezioni esterne († fig. 1).
Cuscinetto orientabile a rulli con protezioni
incorporate montato in un sopporto ritto
Ben lubrificati
I cuscinetti destinati
a funzionare a temperature e velocità normali
sono lubrificati con il
grasso SKF LGEP 2 al
litio avente eccelenti
proprietà antiruggine.
Ben protetti
I cuscinetti sono muniti
di tenute di gomma a
doppio labbro, rinforzate
con un lamierino di
acciaio. La gomma utilizzata può essere nitrilica
(NBR), nitrilica idrogenata (HBNR) oppure al
fluoro (FKM).
Una barriera alla
sporcizia
I cuscinetti orientabili a
rulli SKF con dispositivi di
tenuta incorporati garantiscono un’eccellente protezione contro gli agenti
contaminanti. Detti agenti
possono infatti provocare
impronte su piste e rulli,
le quali sono responsabili
di sfaldature e cedimenti
prematuri. I dispositivi di
tenuta proteggono inoltre
il cuscinetto da eventuali
contaminazioni durante
manipolazione e montag­gio.
Una barriera contro
l’umidità
Le protezioni trattengono all’esterno l’acqua,
che diversamente provocherebbe ruggine sulle
piste, la quale a sua volta
darebbe luogo a rumorosità e cedimenti prematuri. La loro efficacia
è resa ancora maggiore
dalle proprietà antiruggine del lubrificante.
10
Sempre affidabili
I cuscinetti sono riempiti
di grasso di alta qualità,
particolarmente idoneo
per questo tipo di cuscinetti SKF. Le protezioni
incorporate contribuiscono ad una eccellente
lubrificazione, trattenendo il lubrificante in
posizione all’interno del
cuscinetto.
Fig. 1
Una regola empirica
I cuscinetti con dispositivi di tenuta
incorporati non necessitano rilubrificazione se
• le temperature non superano
+70 °C (160 °F)
• a ruotare è l’anello interno
• le velocità non superano il 50% dei
valori di velocità limite elencati nelle
tabelle prodotti.
Ulteriori informazioni sono riportate nella
sezione ”Lubrificazione e manutenzione”
da pagina 24.
• prestazioni eccellenti con tutti i tipi di macchinari vibranti
• prestazioni SKF Explorer che rendono possibile la progettazione di disposizioni più
compatte († pagina 12)
• eccezionale resistenza all’usura, anche in
ambienti contaminati.
Cuscinetti rinforzati in grado di
sopportare condizioni di esercizio
estreme
I cuscinetti standard per applicazioni vibranti
presentano un gioco speciale e sono stati
modificati per sopportare le inflessioni dell’albero che si riscontrano nelle applicazioni
vibranti. Sono dotati di un anello guida temprato flottante solitamente centrato sull’anello
esterno, che guida le gabbie in acciaio, del
tipo a feritoie, con superficie temprata ed
altamente resistenti all’usura. Le gabbie, di
colore giallo-opaco, rendono possibile distinguere questi cuscinetti da quelli per le applicazioni standard († fig. 2).
Per evitare la corrosione da sfregamento
nella posizione non di vincolo del cuscinetto,
è disponibile una versione speciale con foro
cilindrico rivestito in PTFE.
Le applicazioni vibranti provocano accelerazioni dei rulli e delle gabbie nel cuscinetto,
sottoponendolo di conseguenza a sollecitazioni supplementari causando eventualmente
il guasto prematuro dei cuscinetti per applicazioni standard. I cusicnetti orientabili a rulli
SKF per applicazioni vibranti sono stati concepiti per sopportare queste accelerazioni indotte. L’accelerazione ammissibile dipende dal
lubrificante e dal tipo stesso di accelerazione,
linieare o rotatoria.
A
Il cuscinetto è sottoposto ad un carico rotante
sull’anello esterno e a un campo di accelerazione rotante, di conseguenza i rulli non caricati generano carichi ciclici sulle gabbie. Esempi
tipici sono i vagli vibranti e i riduttori epicicloidali. I cuscinetti nei rulli compressori sono
soggetti ad accelerazioni sia lineari sia rotanti
(† fig. 3a).
Accelerazione lineare
• prestazioni eccellenti con tutti i tipi di macchinari vibranti
• prestazioni SKF Explorer che rendono possibile la progettazione di disposizioni più
compatte
• eccezionale resistenza all’usura, anche in
ambienti contaminati
Esecuzioni
A seconda delle loro dimensioni, i cuscinetti
orientabili a rulli SKF per applicazioni vibranti
presentano uno dei seguenti design interni:
• E/VA405 con rulli simmetrici, due gabbie in
acciaio temprate, del tipo a feritoie, centrate
sull’anello interno ed un anello guida flottante esterno alle gabbie.
a
PL
L’accelerazione lineare avviene quando un
cuscinetto è sottoposto a carichi da urto, che
causano un martellamento nelle cavità della
gabbia da parte dei rulli non caricati. Un’accelerazione lineare tipica si genera quando le
ruote di un treno passano sulle connessioni
delle rotaie († fig. 3b). Un’applicazione analoga che utilizza cuscinetti per applicazioni
vibranti è il rullo compressore, il cui rullo vibra
su una superficie relativamente dura.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF per applicazioni vibranti offrono vantaggi eccezionali:
O
RE
R
SK
F
Per le macchine a movimento intrinseco
eccentrico come i vagli vibranti o i costipatori,
la SKF ha sviluppato una gamma di cuscinetti
orientabili a rulli standard per applicazioni
vibranti. Questi cuscinetti sono disponibili nella
serie 223 con foro cilindrico o conico per diametri albero da 40 a 240 mm. La classe standard di gioco radiale interno è C4.
I cuscinetti che presentano l’attuale design
base sono in uso da più di un decennio e sono
stati in grado di ridurre considerevolmente le
temperature di esercizio e aumentare la durata
operativa dei macchinari.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF per applicazioni vibranti offrono vantaggi eccezionali
Fig. 3
Accelerazione rotante
EX
Cuscinetti orientabili
a rulli SKF per applicazioni
vibranti
b
Esempio di un cuscinetto sottoposto ad
accelerazione rotatoria (a) e lineare (b)
• EJA/VA405 con rulli simmetrici, due gabbie
in acciaio temprate, del tipo a feritoie, centrate sulla pista dell’anello esterno per mezzo
di un anello guida flottante tra le due corone
di rulli.
• CCJA/W33VA405 con rulli simmetrici, due
gabbie in acciaio temprate, del tipo a feritoie, centrate sulla pista dell’anello esterno
per mezzo di un anello guida flottante tra
le due corone di rulli.
Design dei cuscinetti orientabili a rulli per applicazioni vibranti
Fig. 2
E/VA405
EJA/VA405
CCJA/W33VA05
11
SKF Explorer – cuscinetti orientabili
a rulli con prestazioni di classe
superiore
Dopo aver inventato il cuscinetto orientabile
a rulli circa ottant’anni fa, la SKF ne è sempre
stata il costruttore leader.
Gli specialisti SKF delle varie discipline hanno
messo insieme le loro esperienze e il loro knowhow per far fare un grande passo avanti nella
costruzione dei cuscinetti e sono orgogliosi di
essere riusciti a mettere a disposizione dei
clienti di oggi una tecnologia del futuro. La
serie Explorer rappresenta un significativo
progresso dal punto di vista delle prestazioni.
Studiando le relazioni tra i vari componenti di
questi cuscinetti, gli scienziati SKF sono stati
in grado di rendere massimi gli effetti della
lubrificazione e minimizzare quelli dell’attrito,
dell’usura e della contaminazione.
I cuscinetti della classe di prestazioni SKF
Explorer racchiudono in sè molti perfezionamenti, qui di seguito descritti.
Il nuovo materiale
Il nuovo acciaio dei cuscinetti SKF Explorer è
straordinariamente puro e omogeneo. La sua
struttura è tale da non ingenerare picchi di
sollecitazione sotto carico.
12
Il nuovo trattamento termico
Le nuove conoscenze
Oltre che essere frutto di un processo perfezionato di trattamento termico, il nuovo acciaio
conferisce ai cuscinetti anche una migliore
resistenza all’usura, senza che vengano meno
la buona resistenza alla temperatura e la
tenacità.
La SKF ha elaborato un sofisticato software
che consente ai suoi ingegneri di studiare
a fondo la dinamica interna dei cuscinetti in
modo non possibile finora. Esso ha indicato
la via da percorrere per ottenere perfezionamenti di progetto. Introdotti nei cuscinetti
Explorer, questi perfezionamenti hanno consentito di ottimizzare i contatti fra i rulli e
le piste.
I nuovi processi produttivi
Perfezionati processi produttivi permettono
di lavorare con tolleranze ristrette tutti i componenti essenziali dei cuscinetti. Per ottenere
buone prestazioni, le superfici di rotolamento
sono state affinate in modo da creare e mantenere un ottimo film lubrificante tra le parti
in contatto.
Il risultato: maggiori durate
Disponibilità
Denominazioni
Tutti i perfezionamenti conducono ad un
significativo aumento della durata e dell’affidabilità dei cuscinetti. La cosa si apprezza
meglio effettuando i calcoli con il Metodo SKF
della Durata. Le proprietà dei cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer vengono tenute in
conto
La maggior parte dei cuscinetti orientabili a
rulli è disponibile nella classe di performance
SKF Explorer.
Nella tabella dei prodotti, i cuscinetti SKF
Explorer sono indicati in azzurro.
I cuscinetti SKF Explorer mantengono la deno­
minazione dei precedenti cuscinetti standard,
ad es. 22218 E oppure BS2-2210-2CS.
Tuttavia su ciascun cuscinetto e sulla sua confezione compare la scritta SKF Explorer in
modo da evitare confusioni.
• aumentando i coefficienti di carico
• aumentando il fattore correttivo della durata
aSKF.
Macchine nuove di pari potenza
Passando ai cuscinetti SKF Explorer, si ottengono
• durate di esercizio molto più lunghe
• migliore utilizzo delle macchine
• un fattore di sicurezza più grande
• un’apprezzabile riduzione dei costi
globali delle macchine
• più compatte
• più veloci
• più scorrevoli e silenziose
• con minor consumo di lubrificante
• con minore attrito
e quindi valore aggiunto.
e quindi con valore aggiunto.
ER
EX
PL
OR
ER
EX
P
LO
R
Macchine esistenti
Passando ai cuscinetti SKF Explorer, si ottengono
SK
Macchine esistenti potenziate
I cuscinetti SKF Explorer di pari
dimensioni consentono aumenti
di potenza dal 15 al 25% con
F
R
RE
R
EK
14
22
RE
EX
PL
O
EX
P
LO
e quindi valore aggiunto.
2
• la stessa durata di esercizio
• gli stessi tempi di utilizzo della macchina
• la stessa configurazione della macchina
Macchine nuove con potenza pari
o maggiore
La maggiore capacità di carico dei
cuscinetti SKF Explorer permette l’impiego di tipi delle serie più leggere con
lo stesso diametro esterno e con un diametro interno maggiore, di modo che
• si può impiegare un albero più robusto oppure cavo
• la costruzione è più rigida, ma anche più economica
• la durata del sistema è maggiore, grazie alla maggiore
rigidezza
e quindi si riducono notevolmente i costi globali di esercizio della macchina.
13
A
Efficienza in tutti settori industriali
Settori industriali
• Siderurgia
• Miniere e costruzioni
• Carta
• Macchine a fluido
• Movimentazione materiali
• Riduttori industriali
• Macchine tessili
• Ferrovie
• Energia
Lunghe durate, elevata affidabilità, minime
esigenze di manutenzione e possibilità di
ridurre le dimensioni d’ingombro hanno reso
i cuscinetti orientabili a rulli SKF indispensabili
in molti settori industriali. Alle industrie sopra
elencate bisogna ancora aggiungere ponti,
paratoie, motori elettrici, generatori, calandre
per plastica, estrusori, macchine da stampa,
robot e molto altro. Dato che gli utilizzatori
sono ormai convinti che solo un’alta qualità
può garantire un eccellente utile sul capitale
investito, i cuscinetti orientabili a rulli SKF
stanno diventando la scelta ideale in molte
nuove applicazioni.
14
Esigenze
• Lunghe durate
• Capacità di carico elevata
• Sistemi compatti
• Tolleranza ai disallineamenti
• Manutenzione minima
• Costi operativi ridotti
• Frequenza ridotta delle fermate
non programmate
• Protezione dell’ambiente
• Pronta disponibilità
• Assistenza tecnicat
Quando la manutenzione
può diventare un incubo
Arrivare in cima è sempre una sfida, specie se
si tratta della cima del pilone di uno ski-lift in
pieno inverno, quando la temperatura è magari
di 30 gradi sotto zero e bisogna assolutamente
rilubrificare i cuscinetti, se si vuole che non
arrugginiscano a causa della condensa e
compromettano l’affidabilità dell’impianto. Per
motivi di sicurezza bisogna ispezionarli periodicamente, con un lavoro pericoloso, dato il
terreno accidentato e le condizioni del tempo
spesso avverse.
La soluzione
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con protezioni incorporate stanno però facendo la differenza. Con tali cuscinetti basta fare la manutenzione solo una volta all’inizio della stagione,
prima di far ripartire gli impianti. Le guarnzioni
di tenuta oltremodo efficienti trattengono
all’esterno la condensa e quindi la ruggine non
è più un problema. Essi semplificano il sistema,
facendo risparmiare spazio e costi e rendono
più semplice la manipolazione e l’installazione.
Downsizing – più che una
semplice riduzione delle
dimensioni
Gli argani di vari tipi di dispositivi di sollevamento sono normalmente montati su cuscinetti orientabili a rulli. Carichi, inflessioni e
deformazioni esigono infatti cuscinetti robusti
che funzionino correttamente anche in presenza di disallineamenti.
Finora i sistemi che utilizzavano cuscinetti
orientabili a rulli aperti hanno offerto sempre
un buon servizio, ma non soddisfavano i requisiti di compattezza e semplicità di design.
Sostituendo i cuscinetti di tipo aperto con
quelli SKF con protezioni incorporate si è
potuto fare a meno di coperchi e guarnizioni
di tenuta esterne, ottenendo ovviamente
risparmi di spazio e riuscendo a sistemare
i cuscinetti un
40% più vicino al tamburo, cosa che ha
consentito di ridurre le sollecitazioni sugli
alberi. Il diametro di questi ha potuto quindi
essere ridotto del 20% e si sono potuti impiegare cuscinetti più piccoli.
I sistemi più compatti richiedono molta
meno manutenzione, le macchine non perdono
in nessun modo la loro capacità di sollevamento e, ultima cosa, ma non meno importante, si ottiene un risparmio del 50% sui costi
globali rispetto alla soluzione originaria.
A
15
Prestazioni per una collaborazione
duratura
Piattaforma integrata per ottimizzare l’efficienza delle risorse
Sistema di Supporto Decisionale @ptitude SKF
Machine Suite o ProCon SKF software
per la gestione ed analisi dei dati
Strumenti
operatore
Monitor
a singolo
punto
Affidabilità gestita
dall’operatore
Analisi
vibrazioni
Monitoraggio
online
Manutenzione Affidabilità Proattiva
I Reliability Systems SKF comprendono sistemi
di acquisizione dati hardware. software di condition
monitoring, sistemi di supporto decisionale e prestazioni in ambito di logistica ed affidabilità.
16
Analisi
transitorie
Sistemi di
protezione
Allineamento
Lubrificazione
Bilanciamento
Manutenzione meccanica
Grazie ai suoi 100 anni di esperienza
nell’ambito delle attrezzature a movimento
rotatorio, la competenza SKF parte dal livello
del singolo componente per estendersi alla
profonda comprensione delle tecnologie ne­cessarie a migliorare i processi produttivi.
Utilizzando questo know-how, la SKF colla­
bora con voi per progettare macchine sempre
più efficienti e quindi proporre soluzioni di
manutenzione che garantiscono condizioni
operative ottimali delle macchine stesse.
Il risultato non può che essere una maggiore soddisfazione del cliente – e naturalmente una riduzione dei resi in garanzia.
A
Il concetto SKF di creazione
di valore aggiunto
ERP/CMMS
Controllo
processo
Prestazioni
di consulenza
Prestazioni
di affidabilità
Prestazioni di
manutenzione
Strumenti di
manutenzione
Cuscinetti
tecnologici
Tecnologie sempre
all’avanguardia
Prestazioni
in ambito
di installazione
e gestione
impianto
Con esperienze maturate in praticamente tutti
i settori industriali, la SKF può fornire soluzioni
che vanno oltre la semplice manutenzione per
migliorare le prestazioni e la produttività delle
macchine. Grazie al nostro concetto Total Shaft
Solutions, i clienti possono sfruttare appieno la
nostra profonda competenza nei seguenti settori e non solo
• manutenzione affidabilità proattiva
• affidabilità gestita dall’operatore
• Soluzioni di Manutenzione Integrata,
che includono programmi contrattuali
all-inclusive.
Per ulteriori informazioni circa le competenze
e prestazioni SKF, contattare il proprio rappresentante SKF locale.
• analisi della causa base di difetto
• valutazioni di manutenzione
• manutenzione predittiva e preventiva
• gestione lubrificazione e filtraggio
• manutenzione e monitoraggio attrezzature
– ventilatori, pompe, riduttori e mandrini
• bilanciamento di precisione
• allineamento di precisione
• formazione specifica per l’applicazione
• attualizzazione dei componenti e delle
tecnologie
• installazione e riparazione.
Un altro concetto SKF che abbraccia una più
ampia panoramica nell’ambito del miglioramento dell’affidabilità è il cosiddetto Asset
Efficicy Optimization (AEO). Come indica il
nome stesso, l’AEO riconosce l’importanza
di trattare macchinari ed attrezzature come
risorse dello stabilimento. I programmi SKF
che prevedono un approccio di tipo sistematico
per la gestione di queste risorse comprendono
La SKF utilizza i propri prodotti, prestazioni e know-how insieme ad altri provider, per implementare un programma di
affidabilità completo mirato agli obiettivi
aziendali specifici.
17
Scelta delle dimensioni
del cuscinetto
Durata
I miglioramenti in termini di durata propri dei
cuscinetti SKF orientabili a rulli Explorer possono essere meglio sfruttati con l’utilizzo della
formula della durata SKF, il quale costituisce
un’estensione della teoria della fatica di Lundberg e Palmgren ed è più adatto a prevedere
le durate dei cuscinetti. Il metodo è stato presentato per la prima volta nel 1989 nel Catalogo generale SKF 4000, con la Nuova Teoria
SKF della Durata. Per i cuscinetti a rulli si ha
Lnm = a1 aSKF L10
oppure
q Cw10/3
Lnm = a1 aSKF ––
< Pz
Se la velocità è costante, è spesso preferibile
calcolare la durata esprimendola in ore di
lavoro mediante la
1 000 000 qCw10/3
Lnmh = a1 aSKF ––––––––– ––
60 n <Pz
in cui
Lnm =durata SKF (affidabilità 100 – n1)%),
milioni di giri
Lnmh=durata SKF (affidabilità 100 – n1)%),
ore di funzionamento
L10 =durata di base (affidabilità 90%),
milioni di giri
a1 =fattore correttivo della durata relativo
all'affidabilità († tabella 1)
aSKF=fattore correttivo della durata SKF,
(† diagramma 1)
C =coefficiente di carico dinamico kN
P =carico dinamico equivalente sul
cuscinetto, kN
n =velocità di rotazione, giri/min.
1)
Il fattore n rappresenta la probabilità di rottura, ossia
la differenza tra l’affidabilità necessaria ed il 100%
18
Il fattore correttivo aSKF
Il fattore aSKF rappresenta una relazione molto complessa tra vari fattori: rapporto di carico
limite di fatica (Pu/P), contaminazione e lubrificazione. I valori del carico limite di fatica (Pu)
sono forniti nelle tabelle. Le condizioni di
lubrificazione sono espresse da:
k=n/n1
in cui
k =indice di viscosità
n =viscosità effettiva in funzione del
lubrificante, mm²/s
n1=viscosità valutata, in base al diametro
medio e alla velocità di rotazione, mm²/s
Carico dinamico equivalente
sul cuscinetto
Il carico dinamico equivalente sui cuscinetti
orientabili a rulli si ottiene con le formule
quando Fa/Fr ≤ e
P = Fr + Y1 Fa
P = 0,67 Fr + Y2 Fa quando Fa/Fr > e
in cui
P =carico dinamico equivalente, kN
Fr =carico radiale effettivo, kN
Fa =carico assiale effettivo, kN
Y1, Y2=fattori relativi al carico assiale
e
=fattore per il calcolo
I valori dei fattori e, Y1 e Y2 sono riportati nelle
tabelle dei prodotti.
I valori di aSKF si ricavano dal diagramma 1 in
funzione dei valori di hc (Pu/P) e k, dove hc =
fattore per il livello di contaminazione del lubrificante nel cuscinetto.
Per i cuscinetti standard orientabili a rulli si
devono usare i valori in nero dell’asse X, per
quelli SKF Explorer i valori in azzurro. In effetti,
per i cuscinetti SKF Explorer appare logico
moltiplicare hc (Pu/P) per un certo fattore di
moltiplicazione per tenere conto delle maggiori
durate ottenibili; i valori in azzurro corrispondono a un fattore 1,4.
Il diagramma 1 è stato redatto per il fattore
di sicurezza comunemente adottato nei calcoli
di fatica ed è valido per lubrificanti che non
contengono additivi EP. Nel caso i lubrificanti
contengano tali additivi si consulti il Catalogo
generale SKF oppure il Catalogo tecnico interattivo disponibile online nel sito www.skf.com.
Tabelle 1
Valori per fattore di correzione a1
Affidabilità
%
Probabilità
di errore n
%
Durata Fattore
di base a1
SKF
Lnm
90
95
96
97
98
99
10
L10m
5
L5m
4
L4m
3
L3m
2
L2m
1
L1m
1
0,62
0,53
0,44
0,33
0,21
A questo punto viene calcolata la singola
durata dei due cuscinetti.
L10m=aSKF (C/P)10/3 = 7,1 ¥ (325/28,2)10/3
L10m=24 500 milioni di giri
In questo caso il cuscinetto Explorer ha una
durata di 24 500/7 970 = 3,07 volte maggiore
cioè più che tripla.
Diagramma 1
Fattore aSKF per cuscinetti orienrabili a rulli
50
aSKF
20
10
Cuscinetto standard
5
4
Per hc (Pu/P) = 0,4 ¥ 39/28,2 = 0,55
utilizzando i valori in nero sull’asse x del
diagramma 1 e k = 2, si ha
3
aSKF=3,7
quindi la durata diventa
L10m=aSKF (C/P)10/3 = 3,7 ¥ (282/28,2)10/3
L10m=7 970 milioni di giri
2
1,5
1
0,6
• carico equivalente
P = 28,2 kN
• rapporto di viscosità k = 2
• fattore di contaminazione hc = 0,4.
B
quindi la durata diventa
0,5
Le condizioni di lavoro sono
aSKFª7,1
1
• cuscinetto 22218 E standard, avente
– un coefficiente di carico dinamico
C = 282 kN e
– un carico limite di fatica Pu = 39 kN, e de
• cuscinetto 22218 SKF Explorer, avente
– un coefficiente di carico dinamico
C = 325 kN e
– un carico limite di fatica
Pu = 39 kN
Per hc (Pu/P) = 0,4 ¥ 39/28,2 = 0,55 utiliz­zando
i valori in azzurro sull’asse X de diagramma 1
ek=2
0,8
I miglioramenti di prestazione ottenibili con i
nuovi cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer
si possono evidenziare confrontando la durata
di un cuscinetto 22218 E nella precedente
versione standard con quella nella versione
SKF Explorer.
Calcoliamo, a parità di condizioni di funzionamento la durata del
Cuscinetto SKF Explorer
k=
4
2
Standard ed SKF Explorer
a confronto
0,7
0,5
0,4
4
0,
3
0,
0,3
0,2
0,2
0,15
0,1
0,1
0,05
0,005 0,01 0,02
0,05 0,1
Cuscinetti standard
0,005 0,01 0,02
0,05 0,1
0,2
0,2
0,5
0,5
Cuscinetti SKF Explorer
1
2
1
Pu
hc ––
P
5
2
3
Pu
hc ––
P
Se k > 4 , utilizzare la curva per k = 4
Poiché il valore di hc (Pu/P) tende a zero, aSKF tende a 0,1 per tutti i valori di k
19
Carico minimo
Per garantire un funzionamento soddisfacente,
i cuscinetti orientabili a rulli come tutti i cuscinetti a sfere e a rulli devono sempre essere
sottoposti ad un determinato carico minimo,
in particolare se ruotano a velocità elevate
o sono soggetti a forti accelerazioni o a rapidi
cambi di direzione del carico. In tali condizioni,
le forze di inerzia di rulli e gabbia/e, nonché
l’attrito del lubrificante possono influire negativamente sulle condizioni di rotolamento
all’interno della disposizione di cusicnetti
e possono provocare strisciamenti dannosi
fra rulli e piste.
Il carico minimo necessario da applicare ai
cuscinetti orientabili a rulli Explorer può essere
valutato con la formula
Pm = 0,01 C0
in cui
Pm=carico statico equivalente minimo
sul cuscinetto, kN
C0 =coefficiente di carico statico, kN
(† tabelle prodotti)
In alcune applicazioni non è possibile raggiungere o superare il carico minimo necessario.
Tuttavia, se il cuscinetto è lubrificato con olio,
sono consentiti carichi minimi inferiori. Questi
carichi si possono calcolare se n/nr ≤ 0,3 con
la formula
In caso contrario, il cuscinetto orientabile
a rulli deve essere sotto­posto a un carico
radiale aggiuntivo.
I cuscinetti orientabili a rulli NoWear hanno
dimostrato un funzionamento affidabile con
carichi molto bassi. Possono resistere a periodi
prolungati di lubrificazione insufficiente,
repentine variazioni di carico e velocità.
Fate ancora questi calcoli a mano?
Nel Catalogo Tecnico Interattivo SKF,
(disponibile online nel sito www.skf.
com), sono riportate tutte le formule e
software di base necessari per realizzare
qualsiasi calcolo citato in questa pubblicazione. Per attivarli basta semplicemente cliccare con il mouse.
Coefficiente di carico
statico necessario
Il coefficiente di carico statico necessario C0
può essere determinato dalla
C0=s0 P0
in cui
C0=coefficiente di carico statico, kN
s0=fattore di sicurezza relativo al carico statico
P0=carico statico equivalente sul cuscinetto, kN
Nella tabella 2 sono riportati valori indicativi,
basati sull’esperienza, circa il fattore di sicurezza s0 per varie condizioni di lavoro e varie
esigenze in termini di scorrevolezza.
Per i cuscinetti orientabili a rulli il carico
statico equivalente si ottiene dalla
in cui
P0=carico statico equivalente
sul cuscinetto, kN
Fr=carico radiale effettivo
sul cuscinetto, kN
Fa=carico assiale effettivo
sul cuscinetto, kN
Y0=fattore per il carico assiale
I valori di Y0 per ciascun cuscinetto sono
riportati nelle tabelle dei prodotti.
P0=Fr + Y0 Fa
se n/nr ≤ 0,3 con la formula
Pm = 0,003 C0
e se 0,3 < n/nr ≤ 2 con la formula
n w
q
Pm = 0,003 C0 1 + 2 7–– – 0,3
< p nr
z
in cui
Pm=carico statico equivalente minimo
sul cuscinetto, kN
C0 =coefficiente di carico statico, kN
(† tabelle prodotti)
n =velocità di rotazione, giri/min.
nr =velocità di riferimento, giri/min.
(† tabelle prodotti)
In caso di avviamento a basse temperature
o di elevata viscosità del lubrificante, possono
essere necessari carichi minimi maggiori di
Pm = 0,01 C0. Il peso dei componenti sostenuti
dal cuscinetto, insieme alle forze esterne,
spesso supera il carico minimo necessario.
20
Tabelle 2
Valori indicativi per il fattore di sicurezza statico s0
Tipo di lavoro
Cuscinetti rotanti
Esigenze riguardanti la silenziosità
Non importanti Normali
Elevate
Cuscinetti
non rotanti
Dolce,
senza vibrazioni
1
1,5
3
0,8
Normale
1
1,5
3,5
1
Marcati
carichi d’urto
≥ 2,5
≥ 3
≥ 4
≥2
Applicazione dei cuscinetti
B
Il sistema autoallineante
tradizionale
In molte applicazioni il sistema autoallineante
tradizionale è costituito da due cuscinetti
orientabili a rulli († fig. 1), uno di vincolo,
ossia bloccato, e l’altro non di vincolo, ossia
libero. Si tratta di un sistema semplice e robusto, capace di reggere carichi radiali elevati
e anche carichi assiali e nello stesso tempo
di ammettere i disallineamenti.
Il cuscinetto libero deve poter scorrere in
senso assiale, di solito nell’alloggiamento, per
consentire la dilatazione o la contrazione dell’albero; per ottenere ciò, uno degli anelli, di
solito quello esterno, deve essere montato
con accoppiamento libero e deve avere ai lati
spazio sufficiente per spostarsi.
Tuttavia, in certe condizioni di carico, questo
sistema può non essere del tutto soddisfacente. L’anello montato con accoppiamento libero
può mettersi a ruotare, danneggiando l’alloggiamento, accelerandone l’usura e facendo
aumentare le vibrazioni, con conseguenti costi
per manutenzione supplementare e riparazioni. Inoltre l’albero si trova ad essere retto in
maniera meno rigida in senso radiale. In questi
casi la SKF consiglia un nuovo sistema
autoallineante.
Fig. 1
Sistema autoallineante tradizionale con
cuscinetto bloccato (a sinistra) e libero
(a destra)
21
Il nuovo sistema
autoallineante
Bloccaggio radiale
dei cuscinetti
Il nuovo sistema autoallineante prevede un
cuscinetto orientabile a rulli dal lato bloccato
e un cuscinetto toroidale a rulli CARB dal lato
opposto († fig. 2).
Questo sistema ammette i disallineamenti
e nello stesso tempo i movimenti assiali senza
dare luogo a sforzi assiali aggiuntivi, causati
dall’attrito fra l’anello esterno e l’alloggiamento.
Grazie all’ideale collaborazione fra i due cuscinetti la situazione reale è sempre coerente
con quella prevista.
In questo sistema si sfruttano appieno i
vantaggi di entrambi i tipi di cuscinetti e si riescono a ottenere le prestazioni e l’affidabilità
che i progettisti di oggi si aspettano.
Grazie alla configurazione più semplice e alla
maggiore produttività ottenibile, sia i costruttori sia gli utilizzatori delle macchine sono in
grado di ridurre i costi.
Ulteriori informazioni in proposito si possono
trovare nella pubblicazione SKF 6121 ”Sistemi
autoallineanti di cuscinetti”.
Per sfruttare in pieno la capacità di carico dei
cuscinetti, i rispettivi anelli devono essere
sostenuti in modo uniforme su tutta la loro
circonferenza e per l’intera larghezza della
pista. L’appoggio deve essere solido e uniforme
e può essere assicurato da una sede cilind­rica
o conica.
Un appoggio sufficiente e un buon bloccaggio
radiale generalmente esigono un accoppiamento con interferenza fra gli anelli e i componenti che li circondano. Se però si vogliono
montaggi e smontaggi agevoli oppure se un
anello deve poter scorrere sulla sede, l’interferenza non è possibile.
Ulteriori informazioni in merito alla scelta
degli accoppiamenti e sulla precisione necessaria per le sedi dei cuscinetti si trovano nel
Catalogo generale SKF e nel Catalogo tecnico
interattivo SKF su www.skf.com.
Fig. 2
Sistema autoallineante che impiega un cuscinetto
CARB nella posizione non di vincolo
22
Bloccaggio assiale
dei cuscinetti
Per il bloccaggio assiale di un anello dei cuscinetti orientabili a rulli di solito non è sufficiente
solo un accoppiamento con interferenza. Di
regola, quindi, è necessario un sistema adatto
per ancorarlo assialmente. Nei cuscinetti di
vincolo assiale occorre bloccarne entrambi gli
anelli da ambedue i lati. Nei cuscinetti non di
vincolo assiale è sufficiente invece ancorare
assialmente l’anello che ha l’accoppiamento più
stabile, generalmente quello interno, mentre
l’altro anello deve essere libero di spostarsi in
senso assiale rispetto alla propria sede
(† fig. 1 a pagina 21).
Gli anelli montati con interferenza vanno
generalmente fatti appoggiare da un lato contro
uno spalleggiamento dell’albero o dell’alloggiamento; dal lato opposto normalmente gli
anelli interni si bloccano con un anello di
ancoraggio, una ghiera o una piastra fissata
all’estremità dell’albero. Gli anelli esterni sono
di solito trattenuti dal coperchio dell’alloggiamento († fig. 1 a pagina 21).
Dispositivo di tenuta bloccato assialmente
sull’albero mediante una ghiera KMFE
Fig. 3
Le dimensioni degli spalleggiamenti sull’albero e nell’alloggiamento devono garantire
agli anelli dei cuscinetti una superficie di
appoggio sufficiente, senza però che ci sia
un contatto tra le parti rotanti del cuscinetto
e quelle adiacenti ferme. Le dimensioni app­
ropriate relative a ciascun cuscinetto sono
riportate nelle tabelle dei prodotti.
Quando si usa una ghiera per bloccare sull’albero un cuscinetto con protezioni, la SKF
consiglia di utilizzare una ghiera KMFE oppure
un anello intermedio posizionato tra il cuscinetto e la ghiera († fig. 3).
Cuscinetto orientabile a rulli di esecuzione CAK
su perno conico munito di condotti di adduzione
e scanalatura per l’olio
Fig. 4
Progettazione dei
particolari adiacenti
Per i sistemi con cuscinetti orientabili a rulli di
grandi dimensioni è spesso necessario adottare
accorgimenti che facilitino il montaggio e lo
smontaggio. Ad esempio, ricavando opportuni
intagli o fori filettati sugli spalleggiamenti dell’albero e dell’alloggiamento, è possibile in
seguito servirsi di estrattori o viti per lo
smontaggio.
Se si hanno sedi coniche e se per il montaggio e lo smontaggio occorre utilizzare il
metodo dell’iniezione d’olio († fig. 4) oppure
se si devono smontare i cuscinetti da sedi
cilindriche († fig. 5), è necessario realizzare
sull’albero condotti di adduzione dell’olio e
scanalature di distribuzione. Consigli in merito
sono riportati nel Catalogo generale SKF
oppure nel Catalogo Tecnico Interattivo SKF
nel sito www.skf.com.
Cuscinetto orientabile a rulli di esecuzione CA
su sede cilindrica munita di condotti di adduzione
e scanalatura per l’olio
Fig. 5
23
B
Lubrificazione e manutenzione
Fig. 1
Lubrificazione a olio
Per quanto riguarda la lubrificazione a olio i
cuscinetti orientabili a rulli si possono lubrificare a bagno o a circolazione.
Bagno d’olio
Cuscinetto orientabile a rulli lubrificato a bagno
d’olio
E’ il metodo più semplice († fig. 1). L’olio,
prelevato dai componenti rotanti del cuscinetto,
si distribuisce all’interno di quest’ultimo e poi
ritorna nel bagno.
Il livello dell’olio deve essere tale che, quando
il cuscinetto è fermo, raggiunga quasi il centro
del rullo posto più in basso. Le velocità di base
per la lubrificazione a olio riportate nelle tabelle
dei prodotti si riferiscono appunto a questo
tipo di lubrificazione. Anche se le condizioni di
lavoro sono ottimali, l’olio va sostituito almeno
una volta all’anno.
Circolazione d’olio
Cuscinetto orientabile a rulli lubrificato
a circolazione d’olio
Fig. 2
In un sistema a ricircolo, l’olio può essere
continua­mente filtrato e/o raffreddato
(† fig. 2). In tal modo aumenta in modo
significativo la sua durata di esercizio e si evitano frequenti sostituzioni.
La circolazione può essere effettuata tramite
una pompa. Per fare in modo che l’olio lasci
il sistema dopo aver attraversato i cuscinetti
bisogna prevedere condotti di uscita adeguatamente proporzionati.
Una forma intermedia di circolazione d’olio
è quella effettuata per sbattimento da parte di
altri componenti che pescano nel bagno, ad
esempio dagli ingranaggi di un riduttore.
Lubrificazione a grasso
I grassi odierni permettono la realizzazione di
un numero sempre crescente di applicazioni
esenti da manutenzione, lubrificare a vita. In
questi casi la scelta di cuscinetti SKF orientabili a rulli con protezioni incorporate è quella
ideale, dal punto di vista sia tecnico sia economico. Prima di lasciare la fabbrica, questi
cuscinetti sono riempiti di grasso SKF LGEP 2
24
al litio († tabella 1) e sono subito pronti per
il montaggio e il funzionamento.
Per i casi in cui le condizioni di lavoro siano
così gravose da richiedere una rilubrificazione
molto frequente oppure qualora non siano
disponibili i cuscinetti SKF orientabili a rulli
con protezioni incorporate, la SKF offre un
ampio assortimento di grassi e attrezzi idonei
per una efficace lubrificazione († sezione
”Lubrificanti e dispositivi per la lubrificazione”,
a pagina 66).
Rilubrificazione
Il tempo a cui è necessario operare una rilubrificazione si può determinare solo sulla base
di statistiche. La definizione utilizzata dalla
SKF in merito ai suggerimenti riguardanti gli
intervalli di rilubrificazione si riferisce al tempo
al termine del quale il 99% dei cuscinetti è
ancora lubrificato in maniera affidabile, ossia
essi corrispondono a una durata L1 del grasso,
che è l’intervallo di rilubrificazione tf. La durata L10 del grasso è circa due volte quella L1.
Tabella 1
Grasso SKF standard per cuscinetti
orientabili a rulli con tenute incorporate
Proprietà
Grassi SKF LGEP 2
Addensante Litio
Colore
Bruno chiaro
Olio base
Minerale
Classe di consistenza NLGI
2
Campo temperature
di lavoro, °C1) da –20 a +110
(da -4 a +230)
Punto di goccia secondo
ISO 2176, °C min. 180
Viscosità dell’olio base
a +40 °C (105 °F)
a +100 °C (210 °F)
1)
200
16
La temperatura di esercizio sicura del cuscinetto
in base al ”Concetto semaforo SKF”, cioè quella alla
quale il grasso opera in maniera affidabile, è compresa tra +40 e 110 °C (da 105 a 230 °F)
Se la durata L10 del grasso uguaglia o supera
la durata L10 del cuscinetto, quest’ultimo può
essere considerato lubrificato a vita e non
occorre intervenire.
I suggerimenti che seguono si basano su
prove di lunga durata in varie applicazioni.
Essi non valgono se c’è la possibilità che acqua
o particelle estranee penetrino del sistema. In
tali casi si consiglia di aggiungere o rinnovare
il grasso più frequentemente, al fine di rimuovere l’umidità o le sostanze contaminanti.
Diagramma 1
Intervalli di rilubrificazione a una temperatura di 70°C
tf, ore di lavoro
50 000
B
10 000
5 000
Intervalli di rilubrificazione
Gli intervalli di rilubrificazione tf per i cuscinetti con anello interno rotante su alberi orizzontali, in condizioni di esercizio normali e pulite,
si possono ottenere dal diagramma 1 in funzione
• del fattore di velocità A, moltiplicato per
il relativo fattore del cuscinetto bf in cui
A =n dm
n =velocità di rotazione, giri/min.
dm=diametro medio del cuscinetto
= 0,5 (d + D), mm
bf =fattore del cuscinetto dipendente dal
tipo di cuscinetto e dalle condizioni
di carico († tabella 2)
• il rapporto di carico C/P.
L’intervallo di rilubrificazione tf è un valore
stimato, valido per una temperatura di esercizio
di 70 °C, quando si utilizzano grassi di buona
qualità al litio e con olio base minerale. In
diverse condizioni di esercizio del cuscinetto,
è necessario adattare gli intervalli di lubrificazione ottenuti secondo il diagramma 1, in
base alle informazioni fornite in ”Adattamento
degli intervalli di lubrificazione in base alle
condizioni di esercizio e ai tipi di cuscinetto”
Se il fattore di velocità A supera un valore pari
al 70% del limite consigliato dalla († tabella 2),
o se la temperatura ambiente è elevata, si consiglia di servirsi dei calcoli presentati nella
sezione ”Velocità e vibrazioni”, per verificare la
temperatura di esercizio e il metodo più appropriato di lubrificazione.
Per ulteriori informazioni sulla lubrificazione a grasso, fare riferimento al Catalogo Generale SKF oppure al Catalogo
Tecnico Interattivo SKF disponibile online
nel sito www.skf.com.
1 000
C/P ≥ 15
500
C/P ≈ 8
C/P ≈ 4
100
0
200 000
400 000
600 000
800 000
A bf
Esempio
Un cuscinetto orientabile a rulli del tipo 22220 E ruota a 1 000 giri/min. La temperatura di esercizio
varia da 60 a 70 °C (140 e 160 °F). Il carico dinamico equivalente sul cuscinetto è P = 71 kN e Fa/Fr < e. Qual
è l’intervallo di rilubrificazione idoneo?
La tabella relativa al cuscinetto a pagina 40 riporta: d = 100 mm, D = 180 mm, C = 425 kN. Il diametro
medio del cuscinetto dm = (110 + 180)/2 = 140 mm. Il fattore cuscinetto bf è pari a 2. Il fattore di
velocità A è pari a 140 000 (cioè entro il limite consigliato). A bf è pari a 280 000. C/P = 425/71 = 6.
Seguiamo la linea nel diagramma 1, da 280 000 sull’asse A bf fino all’intersezione con C/P = 6
(estrapolato). Continuiamo orizzontalmente da questa intersezione fino all’asse tf, che mostra il
risultato finale – un intervallo di lubrificazione consigliato di circa 2 000 ore.
I grassi ad alte prestazioni possono avere
una maggiore durata e può essere ammesso
un più lungo intervallo di rilubrificazione. Per
ulteriori informazioni consultare l’Ingegneria
di Applicazione SKF.
Tabella 2
Fattore cuscinetto bf e limiti consigliati per il fattore di velocità A
Il rapporto di carico Fa/Fr
(Serie cuscinetto)
Fattore
Limiti consigliati per fattore
cuscinetto di velocità A per rapporti carico
bf
C/P ≥ 15 C/P ≈ 8
C/P ≈ 4
–
–
mm/min
Fa/Fr ≤ e e dm ≤ 800 mm
serie 213, 222, 238, 239 2
350 000 200 000
serie 223, 230, 231, 232, 240, 248, 249 2
250 000 150 000
serie 241 2
150 000 80 0001)
100 000
80 000
50 0001)
Fa/Fr ≤ e e dm > 800 mm
serie 238, 239 serie 230, 231, 240, 248, 249 serie 241 2
2
2
230 000
170 000
100 000
130 000
100 000
50 0001)
65 000
50 000
30 0001)
Fa/Fr > e
tutte le serie
6
150 000
50 0001)
30 0001)
1)
Per velocità maggiori, si consiglia la lubrificazione ad olio
25
Quantità di grasso da usare nella
rilubrificazione periodica
Come citato nell’introduzione della sezione
della lubrificazione a grasso, i cuscinetti devono
essere inizialmente riempiti completamente,
riempiendo solo parzialmente lo spazio libero
nel supporto. A seconda del metodo scelto per
il rabbocco, si consigliano le seguenti percentuali di riempimento dello spazio libero nel
supporto:
• Il 40% quando il rabbocco è fatto da un lato
del cuscinetto.
• Il 20% quando il rabbocco è fatto attraverso
la scanalatura circonferenziale e i fori di
lubrificazione presenti sull’anello esterno
o su quello interno del cuscinetto.
Le quantità idonee per il rabbocco laterale
si possono ricavare dalla formula
Durante la rilubrificazione bisogna far ruotare
i cuscinetti per assicurare un’appropriata
distribuzione del grasso.
Quantità di grasso da usare nella
rilubrificazione continua
La quantità di grasso da far arrivare in modo
continuo si può ricavare dalla formula seguente:
Gk=(0,3 ... 0,5) D B ¥ 10–4
in cui
Gk=quantità di grasso da fornire in modo
continuativo, g/h
D =diametro esterno del cuscinetto, mm
B =larghezza totale del cuscinetto, mm
Una rilubrificazione continua può essere realizzata in modo efficace mediante il lubrificatore
SKF SYSTEM 24.
Gp=0,005 D B
e per il rabbocco attraverso l’anello esterno
dalla formula
Gp=0,002 D B
e per cuscinetti a tenuta da
Gp=0,0015 D B
in cui
Gp=quantità di grasso da aggiungere nel rabbocco, g
D =diametro esterno del cuscinetto, mm
B =larghezza complessiva del cuscinetto, mm
Nell’anello esterno dei cuscinetti con protezioni
incorporate i fori di lubrificazione sono coperti
da una bandella di polimero sistemata nella
scanalatura circonferenziale
Fig. 3
26
Anello per l’ancoraggio delle guarnizioni di tenuta
sull’anello esterno
Fig. 4
Rilubrificazione dei cuscinetti
SKF orientabili a rulli con protezioni
incorporate
I cuscinetti orientabili a rulli con protezioni
incorporate presentati nelle tabelle dei prodotti
(da pagina 56 in pol) sono di regola muniti di
una scanalatura circonferenziale e di tre fori di
lubrificazione. Per evitare l’ingresso di umidità
e trattenere il grasso all’interno del cuscinetto,
è prevista una bandella di polimero, sistemata
nella scanalatura e che serve a coprire i fori
(† fig. 3).
Se si prevede che sia necessario rilubrificare
i cuscinetti in funzionamento, bisogna preventivamente togliere la bandella prima di montarli. Quando si rilubrifica, il grasso deve essere
applicato secondo la quantità consigliata in
questa pagina e mentre il cuscinetto ruota.
E’ bene non premere tanto per non danneggiare
le protezioni.
Per ulteriori informazioni, fare riferimento
al Catalogo Generale SKF oppure al Catalogo
Tecnico Interattivo SKF disponibile online nel
sito www.skf.com.
Manutenzione
Le guarnizioni di tenuta dei cuscinetti SKF
orientabili a rulli con protezioni incorporate
e con diametro ≥ 100mm sono trattenute
sull’anello esterno da appositi anelli di ancoraggio († fig. 4). E’ così possibile rimuoverle
dal cuscinetto per poterlo ispezionare, lavare
e ingrassare, e successivamente rimetterle al
loro posto. Per non danneggiarle, le guarnizioni devono essere manipolate con attenzione,
utilizzando attrezzi che non presentino spigoli
vivi.
1. Estrarre dalla scanalatura l’anello di
ancoraggio, inserendo un cacciavite sotto
l’estremità incassata († fig. 5).
2. Togliere allo stesso modo anche l’altro
anello.
3. Fare oscillare l’anello interno in modo che
i rulli espellano le guarnizioni.
4. Lavare cuscinetto, guarnizioni e anelli di
ancoraggio.
5. Ispezionare tutte le parti per accertarsi
della loro reimpiegabilità.
6. Re-ingrassare il cuscinetto mantenendo
l’anello interno disallineato
7. Allineare gli anelli e posare il cuscinetto
su una superficie pulita per rimontare le
guarnizioni.
8. Mentre con una mano si inserisce una
porzione di guarnizione nella scanalatura, con il pollice dell’altra introdurre gradualmente il resto († fig. 6).
Estrazione dell’anello di ancoraggio
9. Montare l’anello di ancoraggio inserendone
prima l’estremità rettangolare. Tenendo
abbassata questa parte, premere il resto
con un attrezzo fino a che l’intero anello
non sia bene a contatto con la guarnizione, come in fig. 4.
10. Montare il secondo anello di ancoraggio,
come nei punti 7–9.
11. Se non si utilizza subito il cuscinetto,
oliarne le superfici e tenerlo ben protetto
nella sua confezione.
B
Avvertenza
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con
dispositivi di tenuta incorporati possono
essere dotati di dispositivi di tenuta differenti. In caso di guarnizioni di tenuta per
temperature elevate, realizzate in gomma
al fluoro (suffisso 2CS2), sono necessarie
precauzioni speciali. La gomma al fluoro
(FKM) delle guarnizioni di tenuta SKF è
molto stabile e non dannosa a temperature di esercizio normali – fino a 200 °C.
Tuttavia, se esposta a temperature estreme oltre 300 °C, cioè in caso di incendio
o fiamme da una torcia di taglio, la gomma
al fluoro rilascia pericolosi vapori tossici.
Se surriscaldata la gomma al fluoro è
pericolosa da maneggiare anche a raffreddamento avvenuto.
Inserimento della guarnizione nell’anello esterno
Fig. 5
Fig. 6
27
Montaggio e smontaggio
Conservazione
dei cuscinetti
Montaggio
Prima di uscire dalla fabbrica, i cuscinetti SKF
orientabili a rulli sono trattati con un protettivo antiruggine e si possono conservare nella
confezione originale, purché intatta, fino a
cinque anni (tre anni i cuscinetti con protezioni
incorporate) e purché l’umidità relativa del
locale non superi il 60% († fig. 1).
Per evitare il rischio di contaminazione e
corrosione, le confezioni originali vanno aperte
solo appena prima di montare i cuscinetti.
Nel montare i cuscinetti occorre perizia e pulizia, per fare in modo che funzionino a dovere
e sfruttino tutte le loro potenzialità. Soprattutto bisogna scegliere il metodo e gli attrezzi
corretti, cosa particolarmente importante
quando si tratta dei tipi orientabili a rulli con
protezioni incorporate, dato che un disallineamento tra gli anelli oltre 0,5° può danneggiarne le guarnizioni di tenuta. Per consentire di
effettuare il montaggio e lo smontaggio a
regola d’arte, la SKF offre un assortimento
completo di attrezzature, ved. la sezione
”Prodotti SKF correlati”, a pagina 64.
Riscaldatore SKF a induzione
Conservazione corretta dei cuscinetti
Fig. 1
28
Cuscinetti con foro cilindrico
Fig. 2
Nel caso dei cuscinetti con foro cilindrico, normalmente si monta per primo l’anello che deve
essere maggiormente forzato.
Poiché lo sforzo per montare un cuscinetto
aumenta considerevolmente con le dimensioni
di questo, non è generalmente possibile montare a freddo grossi cuscinetti su una sede o
un alloggiamento cilindrici. In tali casi si deve
riscaldare preventivamente il cuscinetto o l’alloggiamento, a seconda di dove va realizzata
l’interferenza.
Per forzarlo sull’albero il cuscinetto va
riscaldato a circa 80–90 °C (da 140 a 160 °F)
oltre la temperatura dell’albero stesso. E’ bene
ricordare che
i cuscinetti con protezioni incorporate non
devono mai essere riscaldati oltre i
110 °C (230 °F).
E’ molto utile l’impiego dei riscaldatori SKF
a induzione († fig. 2). i quali riscaldano i
cuscinetti molto rapidamente; un termostato
incorporato serve per evitare dannosi surriscaldamenti. I componenti non metallici, quali
le guarnizioni, rimangono freddi, come del
resto lo stesso riscaldatore.
Per montare i cuscinetti non si consiglia
il raffreddamento dell’albero, dato che temperatura molto bassa occorrente provoca inevitabilmente condensa, che è causa di
corrosione.
Cuscinetti con foro conico
Fig. 3
Nel caso dei cuscinetti con foro conico l’anello
interno si monta sempre con interferenza, su
bussole di trazione o di pressione o direttamente sull’albero conico.
Per disegnare una sede conica si usa come
base di partenza la quota Ba († fig. 3), che è
la distanza tra il centro del cuscinetto, nella
sua posizione finale, e la facciata di riferimento
del perno. Una volta stabilita tale quota è consigliabile continuare il dimensionamento
seguendo le informazioni riportate nel catalogo
4003 ”Cuscinetti di grandi dimensioni”.
I cuscinetti orientabili a rulli con diametro
foro fino a 200 mm si possono fare avanzare
su sede conica o su bussola di pressione
mediante una ghiera e su bussola di trazione
impiegando la ghiera della bussola stessa e
una chiave a dente († fig. 4).
Per fare avanzare i grossi cuscinetti lo sforzo
è tale da richiedere l’impiego del metodo dell’iniezione d’olio († fig. 5); ciò richiede che
i perni siano preventivamente provvisti di
condotti per l’olio e la sede di scanalature di
distribuzione. Un’ulteriore riduzione dello
sforzo di montaggio si può ottenere combinando il metodo citato con l’impiego di una
ghiera idraulica SKF († fig. 8).
Per i cuscinetti da montare a caldo, la posizione finale sulla sede va predeterminata, ad
esempio tramite un distanziatore appositamente costruito († fig. 6); una volta raffreddato, il cuscinetto acquista il forzamento
desiderato.
Il grado interferenza si valuta sulla base
della riduzione del gioco radiale interno o dello
spostamento assiale dell’anello interno sulla
sede conica († fig. 7).
Distanziale su misura utilizzato per posizionare
il cuscinetto assialmente
Fig. 4
Ba
B
Determinazione della posizione del cuscinetto
su una sede conica
Montaggio di un cuscinetto di medie dimensioni
Fig. 5
Avanzamento di un cuscinetto di grandi
dimensioni con il metodo dell’iniezione d’olio
L’interferenza desiderata si ottiene misurando
la riduzione del gioco o l’avanzamento assiale
Fig. 6
Fig. 7
s
29
Per montare i cuscinetti con protezioni
incorporate su sede conica l’unico modo possibile è quello di valutare l’entità dell’avanzamento e a tale scopo si consiglia il metodo
”SKF drive-up”, che permette di determinare
in maniera semplice e precisa la posizione di
partenza del cuscinetto, applicando una pressione dell’olio ben definita ad una ghiera
idraulica. Il corretto accoppiamento si ottiene
controllando man mano l’avanzamento assiale
del cuscinetto dalla posizione iniziale. Il metodo
”SKF drive-up” prevede l’impiego di una ghiera idraulica di nuovo tipo, munita di un comparatore, e di un manometro speciale calibrato
montato sulla pompa prescelt († fig. 8).
Il secondo sistema di montaggio è quello
di utilizzare il metodo SensorMount. Questo
metodo, che applica l’elettronica alla gestione
dell’avanzamento dell’anello interno, è semplice da attuare, rapido affidabile e non richiede speciali competenze di montaggio.
Il sistema comprende un cuscinetto con un
sensore ed un indicatore manuale. L’indicatore
rileva un segnale dal sensore e visualizza un
valore che rappresenta la riduzione del gioco
interno († fig. 9).
Poichè l’indicatore visualizza cosa stia
effettivamente accadendo al cuscinetto, non
importa che tipo di materiale sia stato utilizzato per la sede o se l’albero sia pieno oppure
cavo. Non sono necessari ulteriori calcoli o
tabelle per ottenere la distanza di avanzamento idonea.
Il metodo SensorMount può essere applicato a cuscinetti di dimensioni medio-grandi.
Ulteriori informazioni circa il montaggio dei
cuscinetti orientabili a rulli, ed i metodi SKF
Drive-up o SensorMount sono riportate
Montaggio di un cuscinetto con il metodo
Drive-up
Montaggio di un cuscinetto con il metodo
SensorMount
• nel Catalogo Tecnico Interattivo disponibile
online nel sito www.skf.com
• online all’indirizzo www.skf.com/mount.
Fig. 8
Fig. 9
0,450
ON
0FF
CLR
MAX
TMEM 1500
SensoMount Indicator
30
Fig. 10
Fig. 11
B
Smontaggio di un cuscinetto da una sede conica
mediante il metodo dell’iniezione d’olio SKF
Smontaggio
Lo sforzo necessario per smontare un cuscinetto è generalmente più elevato di quello per
montarlo, specialmente se dopo un lungo
periodo di esercizio si è formata la ruggine di
contatto. Se si intende riutilizzarli dopo l’ispezione, i cuscinetti (come gli altri componenti)
devono essere smontati con la stessa attenzione con cui sono stati montati, facendo in
modo che lo sforzo di smontaggio non passi
assolutamente attraverso i rulli.
Cuscinetti con foro cilindrico
I piccoli cuscinetti orientabili a rulli si possono
togliere d’opera mediante un estrattore meccanico, che deve fare presa sul cuscinetto e contatto sulla facciata dell’anello con accoppiamento
con interferenza.
Smontaggio di un cuscinetto da un perno conico
mediante il metodo SKF dell’iniezione d’olio
Per i cuscinetti con diametro foro di 80 mm
e oltre, montati con interferenza sull’albero, lo
smontaggio è considerevolmente facilitato dal
metodo SKF dell’iniezione d’olio († fig. 10).
Cuscinetti con foro conico
Per smontare i cuscinetti orientabili a rulli dalle
sedi coniche è consigliabile il metodo dell’iniezione d’olio († fig. 11). Il film di olio in pressione introdotto fra le superfici in contatto
riduce l’attrito a livelli trascurabili e permette
al cuscinetto di sfilarsi facilmente.
I cuscinetti su bussola di trazione o di pressione si estraggono molto facilmente mediante
una ghiera idraulica († fig. 12). Impiegando
bussole munite di condotti di adduzione e
scanalature di distribuzione, il metodo dell’iniezione d’olio facilita considerevolmente
lo smontaggio dei grossi cuscinetti († fig. 13).
Avvertenza
Quando si smonta un cuscinetto da una
sede conica con il metodo dell’iniezione
d’olio, bisogna sempre fare in modo che il
cuscinetto stesso non cada improvvisamente fuori dall’albero e provochi danni
alle persone e alle cose. A tale scopo ci si
può servire ad esempio di una ghiera
avvitata all’estremità dell’albero e che
serva da arresto.
Ulteriori informazioni circa lo smontaggio
dei cuscinetti orientabili a rulli sono riportate
• nel Catalogo Tecnico Interattivo disponibile
online nel sito www.skf.com
• online all’indirizzo www.skf.com/mount.
Smontaggio di un cuscinetto di grandi dimensioni
provvisto di bussola di pressione dotata di
condotti e scanalatura per l’olio
Smontaggio con ghiera idraulica di cuscinetti
provvisti di bussola di trazione o di pressione
Fig. 12
Fig. 13
31
Dati generali sui cuscinetti
Esecuzioni
A seconda delle dimensioni e della serie, i cuscinetti SKF orientabili a rulli sono prodotti secondo le varie esecuzioni interne descritte qui di
seguito. Sono caratteristiche comuni i rulli simmetrici e l’anello di guida flottante, interposto
fra le corone di rulli. La disposizione dell’anello
di guida e il tipo di gabbia differiscono da esecuzione a esecuzione.
Esecuzione E (d ≤ 65 mm)
Anello di guida centrato sull’anello interno,
due gabbie di acciaio a feritoie.
Esecuzione E (d > 65 mm)
Anello di guida centrato sulle due gabbie di
acciaio a feritoie.
Esecuzione EJA
Anello guida centrato sulla pista dell’anello
esterno, due gabbie in acciaio del tipo a feritoie.
Esecuzione C, CC, EC e ECC
Anello di guida centrato sull’anello interno,
due gabbie di acciaio a feritoie.
Esecuzione CCJA
Anello guida centrato sulla pista dell’anello
esterno, due gabbie in acciaio del tipo a feritoie.
Esecuzione CA, CAF, ECA e ECAF
Anello di guida centrato sull’anello interno,
orletti di ritenuta sull’anello interno, gabbia
massiccia in un solo pezzo, di ottone o di
acciaio (suffisso F).
Esecuzione CAFA e CAMA
Anello di guida centrato sull’anello interno,
orletti di ritenuta sull’anello interno, gabbia
Esecuzione E
d ≤ 65 mm
32
Esecuzione E
d > 65 mm
massiccia in un solo pezzo di acciaio (CAFA) od
ottone (CAMA) centrata sulla pista dell’anello
esterno.
SKF Explorer
Nelle tabelle dei prodotti la denominazione dei
cuscinetti Explorer è rappresentata in azzurro.
Foro cilindrico o conico
I cuscinetti orientabili a rulli SKF sono disponibili con foro cilindrico o conico. Il foro conico
dei cuscinetti delle serie 240, 241, 248 e 249
ha una conicità 1:30, quello di tutti gli altri ha
una conicità 1:12.
Scanalatura e fori di lubrificazione
Per assicurare una lubrificazione efficace, i
cuscinetti SKF orientabili hanno l’anello esterno
munito di
• una scanalatura e tre fori di lubrificazione
(esecuzione E o suffisso W33) oppure di
• tre fori di lubrificazione, senza la scanalatura
(suffisso W20).
Dimensioni
Le dimensioni d’ingombro dei cuscinetti SKF
orientabili a rulli con e senza protezioni incorporate sono conformi alla ISO 15:1998, salvo
per quanto riguarda i tipi protetti della serie
BS2-22. Questi derivano dalle serie 222 E
oppure 222 CC, ma sono leggermente più
larghi per consentire l’inserimento delle guarnizioni di tenuta.
Esecuzione EJA
Esecuzione
C, CC, EC e ECC
Tolleranze
I cuscinetti orientabili a rulli SKF sono costruiti
di serie con tolleranza Normale.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer,
con diametro foro fino a 300 mm incluso,
sono tuttavia prodotti con una precisione
maggiore rispetto alla tolleranza ISO Normale.
Ad esempio
• la tolleranza della larghezza è molto
più rigida della tolleranza Normale ISO
(† tabella 1)
• la precisione di rotazione è di serie conforme alla classe di tolleranza P5.
Per le disposizioni di cuscinetti più grandi,
in cui la precisione di rotazione è un parametro
di funzionamento essenziale, sono anche
disponibili cuscinetti orientabili a rulli SKF con
Tabella 1
Tolleranza sulla larghezza dei cuscinetti
orientabili a rulli SKF Explorer con diametro
foro fino a 300 mm compreso
Diametro
foro
d
oltre fino a
Tolleranze sulla larghezza
secondo
Standard SKF Norme ISO
DBs
DBs
sup. inf.
sup. inf.
mm
μm
18
50
0
–60
0
50
80
0
–60
0
80
120 0
–80
0
120 180 0
–80
0
180 250 0
–80
0
250 300 0
–100
0
Esecuzione CCJA
–120
–150
–200
–250
–300
–350
Esecuzione CA, CAF,
ECA e ECAF
precisione di rotazione P5, designati con il
suffisso C08. Verificarne la disponibilità prima
di eseguire l’ordine.
La tolleranza del foro e del diametro esterno
dei cuscinetti orientabili a rulli SKF Explorer
per applicazioni vibranti è stata ridotta da
Normale rispettivamente a P5 e P6.
I valori delle tolleranze sono in conformità
con la norma ISO 492:2002 e sono indicati
nelle
Tabella 2
Gioco radiale interno dei cuscinetti orientabili a rulli con foro cilindrico
C
Gioco interno
I cuscinetti SKF orientabili a rulli sono di regola
costruiti con gioco interno radiale Normale.
Quasi tutti sono anche disponibili con gioco
maggiorato C3. Alcuni si possono fornire con
il gioco C4, ancora maggiore, e altri con il gioco
C2, che è inferiore al Normale. La disponibilità
dei cuscinetti con gioco diverso dal Normale va
sempre verificata prima dell’ordine. I vari giochi radiali sono conformi alla ISO 5753: 1991
e sono riportati nelle tabelle 2 e 3; quelli indicati
sono validi con carico di misura zero e prima
del montaggio.
Diametro foro
d
oltre fino a
Gioco radiale interno
C2
Normale
min max min max
mm
μm
18
24
30
24
30
40
10
15
15
20
25
30
20
25
30
40
50
65
50
65
80
20
20
30
35
40
50
80
100
120
100
120
140
35
40
50
140
160
180
160
180
200
200
225
250
C3
min
max
C4
min
max
C5
min
max
35
40
45
35
40
45
45
55
60
45
55
60
60
75
80
60
75
80
75
95
100
35
40
50
55
65
80
55
65
80
75
90
110
75
90
110
100
120
145
100
120
145
125
150
185
60
75
95
60
75
95
100
120
145
100
120
145
135
160
190
135
160
190
180
210
240
180
210
240
225
260
300
60
65
70
110
120
130
110
120
130
170
180
200
170
180
200
220
240
260
220
240
260
280
310
340
280
310
340
350
390
430
225
250
280
80
90
100
140
150
170
140
150
170
220
240
260
220
240
260
290
320
350
290
320
350
380
420
460
380
420
460
470
520
570
280
315
355
315
355
400
110
120
130
190
200
220
190
200
220
280
310
340
280
310
340
370
410
450
370
410
450
500
550
600
500
550
600
630
690
750
400
450
500
450
500
560
140
140
150
240
260
280
240
260
280
370
410
440
370
410
440
500
550
600
500
550
600
660
720
780
660
720
780
820
900
1 000
560
630
710
630
710
800
170
190
210
310
350
390
310
350
390
480
530
580
480
530
580
650
700
770
650
700
770
850
850 1 100
920
920 1 190
1 010 1 010 1 300
800 900
900 1 000
1 000 1 120
230
260
290
430
480
530
430
480
530
650
710
780
650
710
780
860
860
1 120 1 120 1 440
930
930
1 220 1 220 1 570
1 020 1 020 1 330 1 330 1 720
1 120 1 250
1 250 1 400
1 400 1 600
320
350
400
580
640
720
580
640
720
860
860
1 120 1 120 1 460 1 460 1 870
950
950
1 240 1 240 1 620 1 620 2 060
1 060 1 060 1 380 1 380 1 800 1 800 2 300
1 600 1 800
450
810
810
1 180 1 180 1 550 1 550 2 000 2 000 2 550
W20
Esecuzione
CAFA e CAMA
W33
33
Tabella 3
Gioco radiale interno dei cuscinetti orientabili a rulli con foro conico Diametro foro
d
oltre fino a
Gioco radiale interno
C2
Normale
min max min max
mm
μm
24
30
40
30
40
50
20
25
30
30
35
45
30
35
45
50
65
80
65
80
100
40
50
55
55
70
80
100
120
140
120
140
160
65
80
90
160
180
200
180
200
225
225
250
280
C3
min
max
C4
min
max
C5
min
max
40
50
60
40
50
60
55
65
80
55
65
80
75
85
100
–
85
100
–
105
130
55
70
80
75
95
110
75
95
110
95
120
140
95
120
140
120
150
180
120
150
180
160
200
230
100
120
130
100
120
130
135
160
180
135
160
180
170
200
230
170
200
230
220
260
300
220
260
300
280
330
380
100
110
120
140
160
180
140
160
180
200
220
250
200
220
250
260
290
320
260
290
320
340
370
410
340
370
410
430
470
520
250
280
315
140
150
170
200
220
240
200
220
240
270
300
330
270
300
330
350
390
430
350
390
430
450
490
540
450
490
540
570
620
680
315
355
400
355
400
450
190
210
230
270
300
330
270
300
330
360
400
440
360
400
440
470
520
570
470
520
570
590
650
720
590
650
720
740
820
910
450
500
560
500
560
630
260
290
320
370
410
460
370
410
460
490
540
600
490
540
600
630
680
760
630
680
760
790
870
980
790
870
980
1 000
1 100
1 230
630
710
800
710
800
900
350
390
440
510
570
640
510
570
640
670
750
840
670
750
840
850
850
1 090 1 090 1 360
960
960
1 220 1 220 1 500
1 070 1 070 1 370 1 370 1 690
900 1 000
1 000 1 120
1 120 1 250
490
530
570
710
770
830
710
770
830
930
930
1 190 1 190 1 520 1 520 1 860
1 030 1 030 1 300 1 300 1 670 1 670 2 050
1 120 1 120 1 420 1 420 1 830 1 830 2 250
1 250 1 400
1 400 1 600
1 600 1 800
620
680
750
910 910 1 230 1 230 1 560 1 560 2 000 2 000 2 450
1 000 1 000 1 350 1 350 1 720 1 720 2 200 2 200 2 700
1 110 1 110 1 500 1 500 1 920 1 920 2 400 2 400 2 950
34
Disallineamento
I cuscinetti orientabili a rulli hanno una forma
costruttiva tale che i disallineamenti angolari
fra l’anello esterno e quello interno non hanno
alcun effetto sulle prestazioni del cuscinetto.
In condizioni di carico ed esercizio normali
(C/P > 10) e quando il disallineamento mantiene una posizione costante rispetto all’anello
esterno, si possono applicare i valori indicativi
per il disallineamento ammissibile della
tabella 4. La possibilità o meno di sfruttare
completamente tali valori dipende dalla conformazione del sis­tema di cuscinetti, dal tipo
di tenute utilizzate ecc.
Se il disallineamento non mantiene una
posi­zione costante rispetto all’anello esterno
del cuscinetto, ad esempio in
• vagli vibranti con masse squilibrate rotanti,
in cui si ha una flessione rotante dell’albero
(† fig. 1)
• nei cilindri a bombé controllati delle macchine
da carta dove l’albero è flesso,
all’interno del cuscinetto si verifica un ulteriore slittamento durante il funzionamento. Di
conseguenza, in relazione all’attrito del cuscinetto e al conseguente sviluppo di calore, si
consiglia che il disallineamento tra l’anello
interno e quello esterno non superi i pochi
decimi di grado.
I cuscinetti con tenute incorporate sono in
grado di compensare disallineamenti angolari
dell’albero rispetto all’alloggiamento fino a circa
0,5°. A condizione che non si superi il valore
indicativo, l’efficienza delle tenute non viene
compromessa.
Influenza della temperatura
operativa sul materiale dei cuscinetti
Gli anelli e i rulli dei cuscinetti orientabili a rulli
SKF sono sottoposti a un trattamento termico
speciale che li rende atti a funzionare ad alte
temperature per lunghi periodi, senza che si
verifichino inammissibili variazioni dimensionali. Per esempio è ammessa una temperatura di +200 °C per 2 500 ore o, per brevi
periodi, sono consentite temperature anche
maggiori. Con piccole modifiche negli accoppiamenti con le sedi e nel gioco, si possono
accettare temperature ancora più elevate
oppure tempi di esposizione più lunghi.
I cuscinetti orientabili a rulli SKF con protezioni incorporate invece non si possono impie­
gare a temperature superiori a +110 °C, per
non compromettere l’efficienza delle guarnizioni e del grasso.
Capacità di carico assiale
Grazie alla speciale configurazione interna, i
cuscinetti orientabili a rulli SKF non solo presentano un attrito minore di quello degli altri
cuscinetti dello stesso tipo, ma possono anche
reggere carichi assiali più elevati. Tuttavia, se
Fa/Fr > e († tabelle dei cuscinetti), di solito si
consiglia una rilubrificazione più frequente.
Tabella 4
Disallineamento angolare consentito
Serie
cuscinetto
Misure1)
Disallineamento
angolare
consentito
–
gradi
Serie 213
2
Serie 222
Taglie < 52
Taglie ≥ 52
2
1,5
Serie 223
3
Serie 231
Taglie < 60
Taglie ≥ 60
2
3
Serie 232
Taglie < 52
Taglie ≥ 52
2,5
3,5
Serie 238
1,5
Serie 239
1,5
Serie 240
2
Serie 241
Taglie < 64
Taglie ≥ 64
2,5
3,5
Serie 248
1,5
Serie 249
2,5
C
Velocità di base
A causa dell’attrito generato dalle guarnizioni
striscianti, la velocità di base per un cuscinetto schermato è decisamente inferiore rispetto
a quella di un cuscinetto corrispondente
aperto († tabelle prodotti).
1)
Ultime due cifre della denominazione
Fig. 1
35
Suffissi nella
denominazione
I suffissi nella denominazione utilizzati per
identificare determinate caratteristiche dei
cuscinetti orientabili a rulli SKF sono i
seguenti.
C2
C3
C4
C5
C08
C083
C084
2CS
2CS2
2CS5
HA3
K
K30
P5
P6
P62
VA405
VA406
36
Gioco radiale interno inferiore
a Normale
Gioco radiale interno superiore
a Normale
Gioco radiale interno maggiore di
C3
Gioco radiale interno maggiore di
C4
Elevata precisione di rotazione,
secondo la classe di tolleranza
ISO 5
C08 + C3
C08 + C4
Tenuta strisciante in gomma nitrilica (NBR), rinforzata con lamierino
d’acciaio, su entrambi i lati del
cuscinetto. Scanalatura circonferenziale e tre fori di lubrificazione
sull’anello esterno coperti con una
fascetta polimerica. Lubrificazione
con grasso EP, come indicato nella
tabella 1 a pagina 698
Tenuta strisciante in gomma al
fluoro (FKM) rinforzata con lamierino d’acciaio, su entrambi i lati del
cuscinetto. Scanalatura circonferenziale e tre fori di lubrificazione
sull’anello esterno coperti con una
fascetta polimerica. Lubrificazione
con grasso per alte temperature
a base di poliurea
Tenuta strisciante in gomma nitrilica idrogenata (HNBR) rinforzata
con lamierino d’acciaio su entrambi
i lati del cuscinetto. Per il resto è
come la tenuta 2CS2
Anello interno in acciaio cementato
Foro conico, conicità 1:12
Foro conico, conicità 1:30
Precisione dimensionale e di rota­
zione secondo la classe ISO 5
Precisione dimensionale e di rota­
zione secondo la classe ISO 6
P6 + C2
Cuscinetti per applicazioni vibranti
con gabbie temprate in superficie
VA405 e foro rivestito in PTFE
VE552(E) Anello esterno con tre fori filettati
equidistanti su una facciata per
consentirne l’aggancio ad un
paranco; la lettera E indica che con
il cuscinetto sono forniti i golfari
adatti
VE553(E) Come VE552 ma con i fori filettati
su entrambe le facciate
VG114 Gabbia in lamiera stampata con
superficie temprata
VQ424 Precisione di rotazione migliore
della C08
VT143 Lubrificazione con grasso EP come
indicato nella tabella 1 a
pagina 698
W
Senza scanalatura circonferenziale
né fori di lubrificazione sull’anello
esterno
W20
Tre fori di lubrificazione sull’anello
esterno
W26
Sei fori di lubrificazione sull’anello
interno
W33
Scanalatura circonferenziale e tre
fori di lubrificazione sull’anello
esterno
W33X
Annular groove and six lubrication
holes in the outer ring
W64
Riempimento con Solid Oil
W77
Fori di lubrificazione W33 tappati
W513
W26 + W33
235220 Anello interno in acciaio cementato
con scanalatura elicoidale nel foro
C
37
Cuscinetti orientabili a rulli
d 20 – 80 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam. stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe-
limite
rimento
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
20
52
18
49
44
4,75
13 000
17 000
0,28
22205/20 E
–
25
52
62
18
17
49
41,4
44
41,5
4,75
4,55
13 000
8 500
17 000
12 000
0,26
0,28
22205 E
21305 CC
22205 EK
–
30
62
72
20
19
64
55,2
60
61
6,4
6,8
10 000
7 500
14 000
10 000
0,29
0,41
22206 E
21306 CC
22206 EK
21306 CCK
35
72
80
23
21
86,5
65,6
85
72
9,3
8,15
9 000
6 700
12 000
9 500
0,45
0,55
22207 E
21307 CC
22207 EK
21307 CCK
40
80
90
90
23
23
33
96,5
104
150
90
108
140
9,8
11,8
15
8 000
7 000
6 000
11 000
9 500
8 000
0,53
0,75
1,05
22208 E
21308 E
22308 E
22208 EK
21308 EK
22308 EK
45
85
100
100
23
25
36
102
125
183
98
127
183
10,8
13,7
19,6
7 500
6 300
5 300
10 000
8 500
7 000
0,58
0,99
1,40
22209 E
21309 E
22309 E
22209 EK
21309 EK
22309 EK
50
90
110
110
23
27
40
104
156
220
108
166
224
11,8
18,6
24
7 000
5 600
4 800
9 500
7 500
6 300
0,63
1,35
1,90
22210 E
21310 E
22310 E
22210 EK
21310 EK
22310 EK
55
100
120
120
25
29
43
125
156
270
127
166
280
13,7
18,6
30
6 300 5 600
4 300
8 500
7 500
5 600
0,84
1,70
2,45
22211 E
21311 E
22311 E
22211 EK
21311 EK
22311 EK
60
110
130
130
28
31
46
156
212
310
166
240
335
18,6
26,5
36,5
5 600
4 800
4 000
7 500
6 300
5 300
1,15
2,10
3,10
22212 E
21312 E
22312 E
22212 EK
21312 EK
22312 EK
65
100
120
140
140
35
31
33
48
132
193
236
340
173
216
270
360
20,4
24
29
38
4 300
5 000
4 300
3 800
6 300
7 000
6 000
5 000
0,95
1,55
2,55
3,75
24013 CC/W33
22213 E
21313 E
22313 E
24013 CCK30/W33
22213 EK
21313 EK
22313 EK
70
125
150
150
31
35
51
208
285
400
228
325
430
25,5
34,5
45
5 000
4 000
3 400
6 700
5 600
4 500
1,55
3,10
4,55
22214 E
21314 E
22314 E
22214 EK
21314 EK
22314 EK
75
115
130
160
160
40
31
37
55
173
212
285
440
232
240
325
475
28,5
26,5
34,5
48
3 800
4 800
4 000
3 200
5 300
6 300
5 600
4 300
1,55
1,70
3,75
5,55
24015 CC/W33
22215 E
21315 E
22315 E
24015 CCK30/W33
22215 EK
21315 EK
22315 EK
80
140
170
170
33
39
58
236
325
490
270
375
540
29
39
54
4 300
3 800
3 000
6 000
5 300
4 000
2,10
4,45
6,60
22216 E
21316 E
22316 E
22216 EK
21316 EK
22316 EK
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
38
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
20
31,2
44,2
3,7
2
1
25,6
46,4
1
0,35
1,9
2,9
25
31,2
44,2
3,7
2
1
30,6
46,4
1
0,35
1,9
2,9
35,7
50,7
–
–
1,1
32
55
1
0,30
2,3
3,4
30
37,5
53
3,7
2
1
35,6
56,4
1
0,31
2,2
3,3
43,3
58,8
–
–
1,1
37
65
1
0,27
2,5
3,7
35
44,5
61,8
3,7
2
1,1
42
65
1
0,31
2,2
3,3
47,2
65,6
–
–
1,5
44
71
1,5
0,28
2,4
3,6
40
49,1
69,4
5,5
3
1,1
47
73
1
0,28
2,4
3,6
59,9
79,8
5,5
3
1,5
49
81
1,5
0,24
2,8
4,2
49,7
74,3
5,5
3
1,5
49
81
1,5
0,37
1,8
2,7
45
54,4
74,4
5,5
3
1,1
52
78
1
0,26
2,6
3,9
65,3
88
5,5
3
1,5
54
91
1,5
0,24
2,8
4,2
56,4
83,4
5,5
3
1,5
54
91
1,5
0,37
1,8
2,7
50
59,9
79
5,5
3
1,1
57
83
1
0,24
2,8
4,2
71,6
96,8
5,5
3
2
61
99
2
0,24
2,8
4,2
62,1
91,9
5,5
3
2
61
99
2
0,37
1,8
2,7
55
65,3
88
5,5
3
1,5
64
91
1,5
0,24
2,8
4,2
71,6
96,2
5,5
3
2
66
109
2
0,24
2,8
4,2
70,1
102
5,5
3
2
66
109
2
0,35
1,9
2,9
60
71,6
96,5
5,5
3
1,5
69
101
1,5
0,24
2,8
4,2
87,8
115
5,5
3
2,1
72
118
2
0,22
3
4,6
77,9
110
8,3
4,5
2,1
72
118
2
0,35
1,9
2,9
65
73,8
87,3
3,7
2
1,1
71
94
1
0,27
2,5
3,7
77,6
106
5,5
3
1,5
74
111
1,5
0,24
2,8
4,2
94,7
124
5,5
3
2,1
77
128
2
0,22
3
4,6
81,6
118
8,3
4,5
2,1
77
128
2
0,35
1,9
2,9
70
83
111
5,5
3
1,5
79
116
1,5
0,23
2,9
4,4
101
133
5,5
3
2,1
82
138
2
0,22
3
4,6
90,3
128
8,3
4,5
2,1
82
138
2
0,33
2
3
1,8
75
84,1
100
5,5
3
1,1
81
109
1
0,28
2,4
3,6
87,8
115
5,5
3
1,5
84
121
1,5
0,22
3
4,6
101
133
5,5
3
2,1
87
148
2
0,22
3
4,6
92,8
135
8,3
4,5
2,1
87
148
2
0,35
1,9
2,9
80
94,7
124
5,5
3
2
91
129
2
0,22
3
4,6
106
141
5,5
3
2,1
92
158
2
0,24
2,8
4,2
98,3
143
8,3
4,5
2,1
92
158
2
0,35
1,9
2,9
2,5
2,8
2,8
1,8
1,8
2,2
2,2
2,5
2,2
2,5
2,5
2,8
1,8
2,5
2,8
1,8
2,8
2,8
1,8
2,8
2,8
1,8
2,8
2,8
1,8
2,5
2,8
2,8
1,8
2,8
2,8
2
2,8
2,8
1,8
39
Cuscinetti orientabili a rulli
d 85 – 130 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
d
d d2
D D1
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe-
limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
85
150
180
180
36
41
60
285
325
550
325
375
620
34,5
39
61
4 000
3 800
2 800
5 600
5 300
3 800
2,65
5,20
7,65
22217 E
21317 E
22317 E
22217 EK
21317 EK
22317 EK
90
160
160
190
190
40
52,4
43
64
325
355
380
610
375
440
450
695
39
48
46,5
67
3 800
2 800
3 600
2 600
5 300
3 800
4 800
3 600
3,40
4,65
6,10
9,05
22218 E
23218 CC/W33
21318 E
22318 E
22218 EK
23218 CCK/W33
21318 EK
22318 EK
95
170
200
200
43
45
67
380
425
670
450
490
765
46,5
49
73,5
3 600
3 400
2 600
4 800
4 500
3 400
4,15
7,05
10,5
22219 E
21319 E
22319 E
22219 EK
21319 EK
22319 EK
100
150
165
165
50
52
65
285
365
455
415
490
640
45,5
53
68
2 800
3 000
2 400
4 000
4 000
3 200
3,15
4,55
5,65
24020 CC/W33
23120 CC/W33
24120 CC/W33
24020 CCK30/W33
23120 CCK/W33
24120 CCK30/W33
180
180
215
215
46
60,3
47
73
425
475
425
815
490
600
490
950
49
63
49
88
3 400
2 400
3 400
2 400
4 500
3 400
4 500
3 000
4,90
6,85
8,60
13,5
22220 E
23220 CC/W33
21320 E
22320 E
22220 EK
23220 CCK/W33
21320 EK
22320 EK
110
170
170
180
180
45
60
56
69
310
415
430
520
440
620
585
750
46,5
67
61
78
3 400
2 400
2 800
2 200
4 300
3 600
3 600
3 000
3,80
5,00
5,75
7,10
23022 CC/W33
24022 CC/W33
23122 CC/W33
24122 CC/W33
23022 CCK/W33
24022 CCK30/W33
23122 CCK/W33
24122 CCK30/W33
200
200
240
53
69,8
80
560
600
950
640
765
1 120
63
76,5
100
3 000
2 200
2 000
4 000
3 200
2 800
7,00
9,85
18,4
22222 E
23222 CC/W33
22322 E
22222 EK
23222 CCK/W33
22322 EK
120
180
180
200
200
46
60
62
80
355
430
510
655
510
670
695
950
53
68
71
95
3 200
2 400
2 600
1 900
4 000
3 400
3 400
2 600
4,20
5,45
8,00
10,3
23024 CC/W33
24024 CC/W33
23124 CC/W33
24124 CC/W33
23024 CCK/W33
24024 CCK30/W33
23124 CCK/W33
24124 CCK30/W33
215
215
260
58
76
86
630
695
965
765
930
1 120
73,5
93
100
2 800
2 000
2 000
3 800
2 800
2 600
8,70
12,0
23,0
22224 E
23224 CC/W33
22324 CC/W33
22224 EK
23224 CCK/W33
22324 CCK/W33
130
200
200
210
210
52
69
64
80
430
540
560
680
610
815
780
1 000
62
81,5
78
100
2 800
2 000
2 400
1 800
3 600
3 000
3 200
2 400
6,00
8,05
8,80
11,0
23026 CC/W33
24026 CC/W33
23126 CC/W33
24126 CC/W33
23026 CCK/W33
24026 CCK30/W33
23126 CCK/W33
24126 CCK30/W33
230
230
280
64
80
93
735
780
1 120
930
1 060
1 320
88
104
114
2 600
1 900
1 800
3 600
2 600
2 400
11,0
14,5
29,0
22226 E
23226 CC/W33
22326 CC/W33
22226 EK
23226 CCK/W33
22326 CCK/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
40
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
85
101
133
5,5
3
2
96
139
2
0,22
3
4,6
106
141
5,5
3
3
99
166
2,5
0,24
2,8
4,2
108
154
8,3
4,5
3
99
166
2,5
0,33
2
3
90
106
141
5,5
3
2
101
149
2
0,24
2,8
4,2
106
137
5,5
3
2
101
149
2
0,31
2,2
3,3
112
150
8,3
4,5
3
104
176
2,5
0,24
2,8
4,2
113
161
11,1
6
3
104
176
2,5
0,33
2
3
95
112
150
8,3
4,5
2,1
107
158
2
0,24
2,8
4,2
118
159
8,3
4,5
3
109
186
2,5
0,24
2,8
4,2
118
168
11,1
6
3
109
186
2,5
0,33
2
3
2,8
2,8
2
100
111
132
5,5
3
1,5
107
143
1,5
0,28
2,4
3,6
115
144
5,5
3
2
111
154
2
0,30
2,3
3,4
113
141
3,7
2
2
111
154
2
0,37
1,8
2,7
118
159
8,3
4,5
2,1
112
168
2
0,24
2,8
4,2
117
153
8,3
4,5
2,1
112
168
2
0,33
2
3
118
159
8,3
4,5
3
114
201
2,5
0,24
2,8
4,2
130
184
11,1
6
3
114
201
2,5
0,33
2
3
110
125
151
5,5
3
2
119
161
2
0,23
2,9
4,4
122
149
5,5
3
2
119
161
2
0,33
2
3
126
157
8,3
4,5
2
121
169
2
0,30
2,3
3,4
123
153
5,5
3
2
121
169
2
0,37
1,8
2,7
130
178
8,3
4,5
2,1
122
188
2
0,25
2,7
4
130
169
8,3
4,5
2,1
122
188
2
0,33
2
3
143
204
13,9
7,5
3
124
226
2,5
0,33
2
3
2,5
2,2
1,8
120
135
132
139
135
163
159
174
168
5,5
5,5
8,3
5,5
3
3
4,5
3
2
2
2
2
129
129
131
131
171
171
189
189
2
2
2
2
0,22
0,30
0,28
0,37
3
2,3
2,4
1,8
4,6
3,4
3,6
2,7
2,8
2,2
2,5
1,8
141
141
152
189
182
216
11,1
8,3
13,9
6
4,5
7,5
2,1
2,1
3
132
132
134
203
203
246
2
2
2,5
0,26
0,35
0,35
2,6
1,9
1,9
3,9
2,9
2,9
2,5
1,8
1,8
130
148
145
148
146
180
175
184
180
8,3
5,5
8,3
5,5
4,5
3
4,5
3
2
2
2
2
139
139
141
141
191
191
199
199
2
2
2
2
0,23
0,31
0,28
0,35
2,9
2,2
2,4
1,9
4,4
3,3
3,6
2,9
2,8
2,2
2,5
1,8
152
151
164
201
196
233
11,1
8,3
16,7
6
4,5
9
3
3
4
144
144
147
216
216
263
2,5
2,5
3
0,27
0,33
0,35
2,5
2
1,9
3,7
3
2,9
2,5
2
1,8
2,8
2,2
2,8
2
2,8
2,8
2
2,8
2
2,8
2
2,8
2
2,2
1,8
2,5
2
2
41
Cuscinetti orientabili a rulli
d 140 – 180 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe-
limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
140
210
210
225
225
53
69
68
85
465
570
630
765
680
900
900
1 160
68
88
88
112
2 600
2 000
2 200
1 700
3 400
2 800
2 800
2 400
6,55
8,55
10,5
13,5
23028 CC/W33
24028 CC/W33
23128 CC/W33
24128 CC/W33
23028 CCK/W33
24028 CCK30/W33
23128 CCK/W33
24128 CCK30/W33
250
250
300
68
88
102
710
915
1 290
900
1 250
1 560
86,5
120
132
2 400
1 700
1 700
3 200
2 400
2 200
14,0
19,0
36,5
22228 CC/W33
23228 CC/W33
22328 CC/W33
22228 CCK/W33
23228 CCK/W33
22328 CCK/W33
150
225
225
250
250
56
75
80
100
510
655
830
1 020
750
1 040
1 200
1 530
73,5
100
114
146
2 400
1 800
2 000
1 500
3 200
2 600
2 600
2 200
7,95
10,5
16,0
20,0
23030 CC/W33
24030 CC/W33
23130 CC/W33
24130 CC/W33
23030 CCK/W33
24030 CCK30/W33
23130 CCK/W33
24130 CCK30/W33
270
270
320
73
96
108
850
1 080
1 460
1 080
1 460
1 760
102
137
146
2 200
1 600
1 600
3 000
2 200
2 000
18,0
24,5
43,5
22230 CC/W33
23230 CC/W33
22330 CC/W33
22230 CCK/W33
23230 CCK/W33
22330 CCK/W33
160
240
240
270
270
60
80
86
109
585
750
980
1 180
880
1 200
1 370
1 760
83
114
129
163
2 400
1 700
1 900
1 400
3 000
2 400
2 400
1 900
9,70
13,0
20,5
25,0
23032 CC/W33
24032 CC/W33
23132 CC/W33
24132 CC/W33
23032 CCK/W33
24032 CCK30/W33
23132 CCK/W33
24132 CCK30/W33
290
290
340
80
104
114
1 000
1 220
1 600
1 290
1 660
1 960
118
153
160
2 000
1 500
1 500
2 800
2 200
1 900
22,5
31,0
52,0
22232 CC/W33
23232 CC/W33
22332 CC/W33
22232 CCK/W33
23232 CCK/W33
22332 CCK/W33
170
260
260
280
280
67
90
88
109
710
930
1 040
1 220
1 060
1 460
1 500
1 860
100
137
137
170
2 200
1 600
1 800
1 300
2 800
2 400
2 400
1 900
13,0
17,5
22,0
27,5
23034 CC/W33
24034 CC/W33
23134 CC/W33
24134 CC/W33
23034 CCK/W33
24034 CCK30/W33
23134 CCK/W33
24134 CCK30/W33
310
310
360
86
110
120
1 120
1 400
1 760
1 460
1 930
2 160
132
173
176
1 900
1 400
1 400
2 600
2 000
1 800
28,5
37,5
61,0
22234 CC/W33
23234 CC/W33
22334 CC/W33
22234 CCK/W33
23234 CCK/W33
22334 CCK/W33
180
250
280
280
300
300
52
74
100
96
118
431
830
1 080
1 200
1 400
830
1 250
1 730
1 760
2 160
76,5
114
156
160
196
2 200
2 000
1 500
1 700
1 300
2 800
2 600
2 200
2 200
1 700
7,90
17,0
23,0
28,0
34,5
23936 CC/W33
23036 CC/W33
24036 CC/W33
23136 CC/W33
24136 CC/W33
23936 CCK/W33
23036 CCK/W33
24036 CCK30/W33
23136 CCK/W33
24136 CCK30/W33
320
320
380
86
112
126
1 180
1 500
2 000
1 560
2 120
2 450
140
186
193
1 800
1 300
1 300
2 600
1 900
1 700
29,5
39,5
71,5
22236 CC/W33
23236 CC/W33
22336 CC/W33
22236 CCK/W33
23236 CCK/W33
22336 CCK/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
42
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
–
140
158
155
159
156
190
185
197
193
8,3
5,5
8,3
8,3
4,5
3
4,5
4,5
2
2
2,1
2,1
149
149
152
152
201
201
213
213
2
2
2
2
0,22
0,30
0,28
0,35
166
165
175
216
212
247
11,1
11,1
16,7
6
6
9
3
3
4
154
154
157
236
236
283
2,5
2,5
3
150
169
165
172
169
203
197
216
211
8,3
5,5
11,1
8,3
4,5
3
6
4,5
2,1
2,1
2,1
2,1
161
161
162
162
214
214
238
238
178
175
188
234
228
266
13,9
11,1
16,7
7,5
6
9
3
3
4
164
164
167
160
180
176
184
181
217
211
234
228
11,1
8,3
13,9
8,3
6
4,5
7,5
4,5
2,1
2,1
2,1
2,1
191
188
200
250
244
282
13,9
13,9
16,7
7,5
7,5
9
170
191
188
195
190
232
226
244
237
11,1
8,3
13,9
8,3
203
200
213
267
261
300
180
199
204
201
207
203
213
211
224
Y2
Y0
3
2,3
2,4
1,9
4,6
3,4
3,6
2,9
2,8
2,2
2,5
1,8
0,26
0,33
0,35
2,6
2
1,9
3,9
3
2,9
2,5
2
1,8
2
2
2
2
0,22
0,30
0,30
0,37
3
2,3
2,3
1,8
4,6
3,4
3,4
2,7
2,8
2,2
2,2
1,8
256
256
303
2,5
2,5
3
0,26
0,35
0,35
2,6
1,9
1,9
3,9
2,9
2,9
2,5
1,8
1,8
171
171
172
172
229
229
258
258
2
2
2
2
0,22
0,30
0,30
0,40
3
2,3
2,3
1,7
4,6
3,4
3,4
2,5
2,8
2,2
2,2
1,6
3
3
4
174
174
177
276
276
323
2,5
2,5
3
0,26
0,35
0,35
2,6
1,9
1,9
3,9
2,9
2,9
2,5
1,8
1,8
6
4,5
7,5
4,5
2,1
2,1
2,1
2,1
181
181
182
182
249
249
268
268
2
2
2
2
0,23
0,33
0,30
0,37
2,9
2
2,3
1,8
4,4
3
3,4
2,7
2,8
2
2,2
1,8
16,7
13,9
16,7
9
7,5
9
4
4
4
187
187
187
293
293
343
3
3
3
0,27
0,35
0,33
2,5
1,9
2
3,7
2,9
3
2,5
1,8
2
231
249
243
259
253
5,5
13,9
8,3
13,9
11,1
3
7,5
4,5
7,5
6
2
2,1
2,1
3
3
189
191
191
194
194
241
269
269
286
286
2
2
2
2,5
2,5
0,18
0,24
0,33
0,30
0,37
3,8
2,8
2
2,3
1,8
5,6
4,2
3
3,4
2,7
3,6
2,8
2
2,2
1,8
278
271
317
16,7
13,9
22,3
9
7,5
12
4
4
4
197
197
197
303
303
363
3
3
3
0,26
0,35
0,35
2,6
1,9
1,9
3,9
2,9
2,9
2,5
1,8
1,8
43
Cuscinetti orientabili a rulli
d 190 – 260 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe-
limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
giri/min.
–
kN
kg
foro
conico
190
260
52
414
800
76,5
2 200
2 600
8,30
23938 CC/W33
290
75
865
1 340
122
1 900
2 400
18,0
23038 CC/W33
290
100
1 120
1 800
163
1 400
2 000
24,5
24038 CC/W33
320
104
1 370
2 080
183
1 500
2 000
35,0
23138 CC/W33
320
128
1 600
2 500
212
1 200
1 600
43,0
24138 CC/W33
340
92
1 270
1 700
150
1 700
2 400
36,5
22238 CC/W33
340
120
1 660
2 400
208
1 300
1 800
48,0
23238 CC/W33
400
132
2 120
2 650
208
1 200
1 600
82,5
22338 CC/W33
23938 CCK/W33
23038 CCK/W33
24038 CCK30/W33
23138 CCK/W33
24138 CCK30/W33
200
280
60
546
1 040
93
2 000
2 400
11,5
23940 CC/W33
310
82
1 000
1 530
137
1 800
2 200
23,3
23040 CC/W33
310
109
1 290
2 120
186
1 300
1 900
31,0
24040 CC/W33
340
112
1 600
2 360
204
1 500
1 900
43,0
23140 CC/W33
340
140
1 800
2 800
232
1 100
1 500
53,5
24140 CC/W33
360
98
1 460
1 930
166
1 600
2 200
43,5
22240 CC/W33
360
128
1 860
2 700
228
1 200
1 700
58,0
23240 CC/W33
420
138
2 320
2 900
224
1 200
1 500
95,0
22340 CC/W33
220
300
60
546
1 080
93
1 900
2 200
12,5
23944 CC/W33
340
90
1 220
1 860
163
1 600
2 000
30,5
23044 CC/W33
340
118
1 560
2 600
212
1 200
1 700
40,0
24044 CC/W33
370
120
1 800
2 750
232
1 300
1 700
53,5
23144 CC/W33
370
150
2 120
3 350
285
1 000
1 400
67,0
24144 CC/W33
400
108
1 760
2 360
196
1 500
2 000
60,5
22244 CC/W33
400
144
2 360
3 450
285
1 100
1 500
81,5
23244 CC/W33
460
145
2 700
3 450
260
1 000
1 400
120
22344 CC/W33
240
320
60
564
1 160
98
1 700
2 000
13,5
23948 CC/W33
360
92
1 290
2 080
176
1 500
1 900
33,5
23048 CC/W33
360
118
1 600
2 700
228
1 100
1 600
43,0
24048 CC/W33
400
128
2 080
3 200
255
1 200
1 600
66,5
23148 CC/W33
400
160
2 400
3 900
320
900
1 300
83,0
24148 CC/W33
440
120
2 200
3 000
245
1 300
1 800
83,0
22248 CC/W33
440
160
2 900
4 300
345
950
1 300
110
23248 CC/W33
500
155
3 100
4 000
290
950
1 300
155
22348 CC/W33
260
360
75
880
1 800
156
1 500
1 900
23,5
23952 CC/W33
400
104
1 600
2 550
212
1 300
1 700
48,5
23052 CC/W33
400
140
2 040
3 450
285
1 000
1 400
65,5
24052 CC/W33
440
144
2 550
3 900
290
1 100
1 400
90,5
23152 CC/W33
440
180
3 000
4 800
380
850
1 200
110
24152 CC/W33
480
130
2 650
3 550
285
1 200
1 600
110
22252 CC/W33
480
174
3 250
4 750
360
850
1 200
140
23252 CC/W33
540
165
3 550
4 550
325
850
1 100
190
22352 CC/W33
23940 CCK/W33
23040 CCK/W33
24040 CCK30/W33
23140 CCK/W33
24140 CCK30/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
44
22238 CCK/W33
23238 CCK/W33
22338 CCK/W33
22240 CCK/W33
23240 CCK/W33
22340 CCK/W33
23944 CCK/W33
23044 CCK/W33
24044 CCK30/W33
23144 CCK/W33
24144 CCK30/W33
22244 CCK/W33
23244 CCK/W33
22344 CCK/W33
23948 CCK/W33
23048 CCK/W33
24048 CCK30/W33
23148 CCK/W33
24148 CCK30/W33
22248 CCK/W33
23248 CCK/W33
22348 CCK/W33
23952 CCK/W33
23052 CCK/W33
24052 CCK30/W33
23152 CCK/W33
24152 CCK30/W33
22252 CCK/W33
23252 CCK/W33
22352 CCK/W33
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
–
190
209
216
210
220
215
240
261
253
275
268
5,5
13,9
8,3
13,9
11,1
3
7,5
4,5
7,5
6
2
2,1
2,1
3
3
199
201
201
204
204
251
279
279
306
306
2
2
2
2,5
2,5
0,16
0,23
0,31
0,31
0,40
225
222
236
294
287
333
16,7
16,7
22,3
9
9
12
4
4
5
207
207
210
323
323
380
3
3
4
0,26
0,35
0,35
Y2
Y0
4,2
2,9
2,2
2,2
1,7
6,3
4,4
3,3
3,3
2,5
4
2,8
2,2
2,2
1,6
2,6
1,9
1,9
3,9
2,9
2,9
2,5
1,8
1,8
200
222
258
8,3
4,5
2,1
211
269
2
0,19
3,6
5,3
228
278
13,9
7,5
2,1
211
299
2
0,24
2,8
4,2
223
268
11,1
6
2,1
211
299
2
0,33
2
3
231
293
16,7
9
3
214
326
2,5
0,31
2,2
3,3
226
284
11,1
6
3
214
326
2,5
0,40
1,7
2,5
238
313
16,7
9
4
217
343
3
0,26
2,6
3,9
235
304
16,7
9
4
217
343
3
0,35
1,9
2,9
248
351
22,3
12
5
220
400
4
0,33
2
3
220
241
278
8,3
4,5
2,1
231
289
2
0,16
4,2
6,3
250
306
13,9
7,5
3
233
327
2,5
0,24
2,8
4,2
244
295
11,1
6
3
233
327
2,5
0,33
2
3
255
320
16,7
9
4
237
353
3
0,30
2,3
3,4
248
310
11,1
6
4
237
353
3
0,40
1,7
2,5
263
346
16,7
9
4
237
383
3
0,27
2,5
3,7
259
338
16,7
9
4
237
383
3
0,35
1,9
2,9
279
389
22,3
12
5
240
440
4
0,31
2,2
3,3
240
261
298
8,3
4,5
2,1
251
309
2
0,15
4,5
6,7
271
326
13,9
7,5
3
253
347
2,5
0,23
2,9
4,4
265
316
11,1
6
3
253
347
2,5
0,30
2,3
3,4
277
348
16,7
9
4
257
383
3
0,30
2,3
3,4
271
336
11,1
6
4
257
383
3
0,40
1,7
2,5
290
383
22,3
12
4
257
423
3
0,27
2,5
3,7
286
374
22,3
12
4
257
423
3
0,35
1,9
2,9
303
423
22,3
12
5
260
480
4
0,31
2,2
3,3
260
287
331
8,3
4,5
2,1
271
349
2
0,18
3,8
5,6
295
360
16,7
9
4
275
385
3
0,23
2,9
4,4
289
347
11,1
6
4
275
385
3
0,33
2
3
301
380
16,7
9
4
277
423
3
0,31
2,2
3,3
293
368
13,9
7,5
4
277
423
3
0,40
1,7
2,5
311
421
22,3
12
5
280
460
4
0,27
2,5
3,7
312
408
22,3
12
5
280
460
4
0,35
1,9
2,9
328
458
22,3
12
6
286
514
5
0,31
2,2
3,3
3,6
2,8
2
2,2
1,6
2,5
1,8
2
4
2,8
2
2,2
1,6
2,5
1,8
2,2
4,5
2,8
2,2
2,2
1,6
2,5
1,8
2,2
3,6
2,8
2
2,2
1,6
2,5
1,8
2,2
45
Cuscinetti orientabili a rulli
d 280 – 360 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe-
limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
280
380
420
420
460
460
75
106
140
146
180
845
1 730
2 160
2 650
3 100
1 760
2 850
3 800
4 250
5 100
143
224
285
335
415
1 400
1 300
950
1 000
800
1 700
1 600
1 400
1 300
1 100
25,0
52,5
69,5
97,0
120
23956 CC/W33
23056 CC/W33
24056 CC/W33
23156 CC/W33
24156 CC/W33
23956 CCK/W33
23056 CCK/W33
24056 CCK30/W33
23156 CCK/W33
24156 CCK30/W33
500
500
580
130
176
175
2 700
3 250
4 000
3 750
4 900
5 200
300
365
365
1 100
800
800
1 500
1 100
1 100
115
150
235
22256 CC/W33
23256 CC/W33
22356 CC/W33
22256 CCK/W33
23256 CCK/W33
22356 CCK/W33
300
420
460
460
90
118
160
1 200
2 120
2 700
2 500
3 450
4 750
200
265
355
1 300
1 200
850
1 600
1 500
1 200
39,5
71,5
97,0
23960 CC/W33
23060 CC/W33
24060 CC/W33
23960 CCK/W33
23060 CCK/W33
24060 CCK30/W33
500
500
540
540
160
200
140
192
3 200
3 750
3 150
3 900
5 100
6 300
4 250
5 850
380
465
325
425
950
700
1 000
750
1 200
1 000
1 400
1 000
125
160
145
190
23160 CC/W33
24160 CC/W33
22260 CC/W33
23260 CC/W33
23160 CCK/W33
24160 CCK30/W33
22260 CCK/W33
23260 CCK/W33
320
440
480
480
90
121
160
1 430
2 240
2 850
2 700
3 800
5 100
212
285
400
1 400
1 100
800
1 500
1 400
1 200
42,0
78,0
100
23964 CC/W33
23064 CC/W33
24064 CC/W33
23964 CCK/W33
23064 CCK/W33
24064 CCK30/W33
540
540
580
580
176
218
150
208
3 750
4 250
3 600
4 400
6 000
7 100
4 900
6 700
440
510
375
480
850
670
950
700
1 100
900
1 300
950
165
210
175
240
23164 CC/W33
24164 CC/W33
22264 CC/W33
23264 CC/W33
23164 CCK/W33
24164 CCK30/W33
22264 CCK/W33
23264 CCK/W33
340
460
520
520
90
133
180
1 460
2 700
3 450
2 800
4 550
6 200
216
335
475
1 300
1 000
750
1 400
1 300
1 100
45,5
105
140
23968 CC/W33
23068 CC/W33
24068 CC/W33
23968 CCK/W33
23068 CCK/W33
24068 CCK30/W33
580
580
620
190
243
224
4 250
5 300
5 100
6 800
8 650
7 800
480
630
550
800
600
560
1 000
850
800
210
280
295
23168 CC/W33
24168 ECCJ/W33
23268 CA/W33
23168 CCK/W33
24168 ECCK30J/W33
23268 CAK/W33
360
480
540
540
90
134
180
1 400
2 750
3 550
2 750
4 800
6 550
220
345
490
1 200
950
700
1 300
1 200
1 000
46,0
110
145
23972 CC/W33
23072 CC/W33
24072 CC/W33
23972 CCK/W33
23072 CCK/W33
24072 CCK30/W33
600
600
650
650
192
243
170
232
4 300
5 600
4 300
5 400
6 950
9 300
6 200
8 300
490
670
440
570
750
560
630
530
1 000
800
850
750
220
280
255
335
23172 CC/W33
24172 ECCJ/W33
22272 CA/W33
23272 CA/W33
23172 CCK/W33
24172 ECCK30J/W33
22272 CAK/W33
23272 CAK/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
46
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
280
308
352
11,1
6
2,1
291
369
2
0,16
4,2
6,3
315
380
16,7
9
4
295
405
3
0,23
2,9
4,4
309
368
11,1
6
4
295
405
3
0,31
2,2
3,3
321
401
16,7
9
5
300
440
4
0,30
2,3
3,4
314
390
13,9
7,5
5
300
440
4
0,40
1,7
2,5
333
441
22,3
12
5
300
480
4
0,26
2,6
3,9
332
429
22,3
12
5
300
480
4
0,35
1,9
2,9
354
492
22,3
12
6
306
554
5
0,30
2,3
3,4
300
333
385
11,1
6
3
313
407
2,5
0,19
3,6
5,3
340
414
16,7
9
4
315
445
3
0,23
2,9
4,4
331
400
13,9
7,5
4
315
445
3
0,33
2
3
345
434
16,7
9
5
320
480
4
0,30
2,3
3,4
338
422
13,9
7,5
5
320
480
4
0,40
1,7
2,5
354
477
22,3
12
5
320
520
4
0,26
2,6
3,9
356
461
22,3
12
5
320
520
4
0,35
1,9
2,9
320
354
406
11,1
6
3
333
427
2,5
0,17
4
5,9
360
434
16,7
9
4
335
465
3
0,23
2,9
4,4
354
423
13,9
7,5
4
335
465
3
0,31
2,2
3,3
370
465
22,3
12
5
340
520
4
0,31
2,2
3,3
364
455
16,7
9
5
340
520
4
0,40
1,7
2,5
379
513
22,3
12
5
340
560
4
0,26
2,6
3,9
382
493
22,3
12
5
340
560
4
0,35
1,9
2,9
340
373
426
11,1
6
3
353
447
2,5
0,17
4
5,9
385
468
22,3
12
5
358
502
4
0,24
2,8
4,2
377
453
16,7
9
5
358
502
4
0,33
2
3
394
498
22,3
12
5
360
560
4
0,31
2,2
3,3
383
491
16,7
9
5
360
560
4
0,40
1,7
2,5
426
528
22,3
12
6
366
594
5
0,35
1,9
2,9
4
2,8
2,2
2,2
1,6
360
394
447
11,1
6
3
373
467
2,5
0,15
4,5
6,7
404
483
22,3
12
5
378
522
4
0,23
2,9
4,4
397
474
16,7
9
5
378
522
4
0,31
2,2
3,3
418
524
22,3
12
5
380
580
4
0,30
2,3
3,4
404
511
16,7
9
5
380
580
4
0,40
1,7
2,5
453
568
22,3
12
6
386
624
5
0,26
2,6
3,9
447
552
22,3
12
6
386
624
5
0,35
1,9
2,9
4,5
2,8
2,2
2,5
1,8
2,2
3,6
2,8
2
2,2
1,6
2,5
1,8
4
2,8
2,2
2,2
1,6
2,5
1,8
4
2,8
2
2,2
1,6
1,8
2,2
1,6
2,5
1,8
47
Cuscinetti orientabili a rulli
d 380 – 480 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico Velocità di base
Massa
limite Velocità di Velocità
di fatica
riferimento limite
Pu
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
380
520
560
560
106
135
180
1 960
2 900
3 600
3 800
5 000
6 800
285
360
480
1 100
900
670
1 200
1 200
950
69,0
115
150
23976 CC/W33
23076 CC/W33
24076 CC/W33
23976 CCK/W33
23076 CCK/W33
24076 CCK30/W33
620
620
680
194
243
240
4 400
5 700
5 850
7 100
9 800
9 150
500
710
620
560
480
500
1 000
850
750
230
300
375
23176 CA/W33
24176 ECA/W33
23276 CA/W33
23176 CAK/W33
24176 ECAK30/W33
23276 CAK/W33
400
540
600
600
106
148
200
2 000
3 250
4 300
3 900
5 700
8 000
290
400
560
1 100
850
630
1 200
1 100
900
71,0
150
205
23980 CC/W33
23080 CC/W33
24080 ECCJ/W33
23980 CCK/W33
23080 CCK/W33
24080 ECCK30J/W33
650
650
720
820
200
250
256
243
4 650
6 200
6 550
7 500
7 650
10 600
10 400
10 400
530
735
680
670
530
430
480
430
950
800
670
750
265
340
450
650
23180 CA/W33
24180 ECA/W33
23280 CA/W33
22380 CA/W33
23180 CAK/W33
24180 ECAK30/W33
23280 CAK/W33
22380 CAK/W33
420
560
620
620
106
150
200
2 040
3 400
4 400
4 150
6 000
8 300
300
415
585
1 000
600
530
1 100
1 100
900
74,5
155
210
23984 CC/W33
23084 CA/W33
24084 ECA/W33
23984 CCK/W33
23084 CAK/W33
24084 ECAK30/W33
700
700
760
224
280
272
5 600
7 350
7 350
9 300
12 600
11 600
620
850
765
480
400
450
900
700
630
350
445
535
23184 CJ/W33
24184 ECA/W33
23284 CA/W33
23184 CKJ/W33
24184 ECAK30/W33
23284 CAK/W33
440
600
650
650
118
157
212
2 450
3 650
4 800
4 900
6 550
9 150
345
450
630
950
560
500
1 000
1 000
850
99,5
180
245
23988 CC/W33
23088 CA/W33
24088 ECA/W33
23988 CCK/W33
23088 CAK/W33
24088 ECAK30/W33
720
720
790
226
280
280
6 000
7 500
7 800
10 000
13 200
12 500
670
900
800
450
400
430
850
700
600
360
460
590
23188 CA/W33
24188 ECA/W33
23288 CA/W33
23188 CAK/W33
24188 ECAK30/W33
23288 CAK/W33
460
580
620
680
680
118
118
163
218
1 790
2 500
3 900
5 200
4 900
5 000
6 950
10 000
345
355
465
670
560
600
560
480
1 100
1 000
950
800
75,5
105
205
275
24892 CAMA/W20
23992 CA/W33
23092 CA/W33
24092 ECA/W33
24892 CAK30MA/W20
23992 CAK/W33
23092 CAK/W33
24092 ECAK30/W33
760
760
830
240
300
296
6 400
8 300
8 500
10 800
14 600
13 700
680
1 000
880
430
360
400
800
670
560
440
560
695
23192 CA/W33
24192 ECA/W33
23292 CA/W33
23192 CAK/W33
24192 ECAK30/W33
23292 CAK/W33
480
650
700
700
128
165
218
2 900
3 900
5 300
5 700
6 800
10 400
405
450
695
560
530
450
1 000
950
750
125
215
285
23996 CA/W33
23096 CA/W33
24096 ECA/W33
23996 CAK/W33
23096 CAK/W33
24096 ECAK30/W33
790
790
870
248
308
310
6 950
9 000
9 300
12 000 15 600
15 000
780
1 040
950
400
340
380
750
630
530
485
605
800
23196 CA/W33
24196 ECA/W33
23296 CA/W33
23196 CAK/W33
24196 ECAK30/W33
23296 CAK/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
48
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
380
419
481
13,9
7,5
4
395
505
3
0,17
4
5,9
426
509
22,3
12
5
398
542
4
0,22
3
4,6
419
497
16,7
9
5
398
542
4
0,30
2,3
3,4
452
541
22,3
12
5
400
600
4
0,30
2,3
3,4
442
532
16,7
9
5
400
600
4
0,37
1,8
2,7
471
581
22,3
12
6
406
654
5
0,35
1,9
2,9
400
439
500
13,9
7,5
4
415
525
3
0,16
4,2
6,3
450
543
22,3
12
5
418
582
4
0,23
2,9
4,4
442
527
22,3
12
5
418
582
4
0,30
2,3
3,4
474
566
22,3
12
6
426
624
5
0,28
2,4
3,6
465
559
22,3
12
6
426
624
5
0,37
1,8
2,7
499
615
22,3
12
6
426
694
5
0,35
1,9
2,9
534
697
22,3
12
7,5
432
788
6
0,30
2,3
3,4
420
459
520
16,7
9
4
435
545
3
0,16
4,2
6,3
485
563
22,3
12
5
438
602
4
0,22
3
4,6
476
547
22,3
12
5
438
602
4
0,30
2,3
3,4
483
607
22,3
12
6
446
674
5
0,30
2,3
3,4
494
597
22,3
12
6
446
674
5
0,40
1,7
2,5
525
649
22,3
12
7,5
452
728
6
0,35
1,9
2,9
4
2,8
2,2
440
484
553
16,7
9
4
455
585
3
0,16
4,2
6,3
509
590
22,3
12
6
463
627
5
0,22
3
4,6
498
572
22,3
12
6
463
627
5
0,30
2,3
3,4
528
632
22,3
12
6
466
694
5
0,30
2,3
3,4
516
618
22,3
12
6
466
694
5
0,37
1,8
2,7
547
676
22,3
12
7,5
472
758
6
0,35
1,9
2,9
460
505
541
–
6
3
473
567
2,5
0,17
4
5,9
512
574
16,7
9
4
475
605
3
0,16
4,2
6,3
531
617
22,3
12
6
483
657
5
0,22
3
4,6
523
601
22,3
12
6
483
657
5
0,28
2,4
3,6
553
666
22,3
12
7,5
492
728
6
0,30
2,3
3,4
544
649
22,3
12
7,5
492
728
6
0,37
1,8
2,7
572
706
22,3
12
7,5
492
798
6
0,35
1,9
2,9
480
532
602
16,7
9
5
498
632
4
0,18
3,8
5,6
547
633
22,3
12
6
503
677
5
0,21
3,2
4,8
541
619
22,3
12
6
503
677
5
0,28
2,4
3,6
577
692
22,3
12
7,5
512
758
6
0,30
2,3
3,4
564
678
22,3
12
7,5
512
758
6
0,37
1,8
2,7
600
741
22,3
12
7,5
512
838
6
0,35
1,9
2,9
4
2,8
2,2
2,2
1,8
1,8
4
2,8
2,2
2,5
1,8
1,8
2,2
4
2,8
2,2
2,2
1,6
1,8
2,2
1,8
1,8
4
4
2,8
2,5
2,2
1,8
1,8
3,6
3,2
2,5
2,2
1,8
1,8
49
Cuscinetti orientabili a rulli
d 500 – 630 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
d d2
D D1
d
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe- limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
500
670
720
720
128
167
218
2 900
4 150
5 500
6 000
7 800
11 000
415
510
735
530
500
430
950
900
700
130
225
295
239/500 CA/W33
230/500 CA/W33
240/500 ECA/W33
239/500 CAK/W33
230/500 CAK/W33
240/500 ECAK30/W33
830
830
920
264
325
336
7 650
9 800
10 600
12 900
17 000
17 300
830
1 120
1 060
380
320
360
700
600
500
580
700
985
231/500 CA/W33
241/500 ECA/W33
232/500 CA/W33
231/500 CAK/W33
241/500 ECAK30/W33
232/500 CAK/W33
530
650
710
780
780
118
136
185
250
1 840
3 200
5 100
6 700
5 300
6 700
9 300
13 200
380
480
630
830
480
500
450
400
950
900
800
670
86,0
155
310
410
248/530 CAMA/W20
239/530 CA/W33
230/530 CA/W33
240/530 ECA/W33
248/530 CAK30MA/W20
239/530 CAK/W33
230/530 CAK/W33
240/530 ECAK30/W33
870
870
980
272
335
355
8 150
10 600
11 100
14 000
19 000
20 400
915
1 220
1 220
360
300
300
670
560
480
645
830
1 200
231/530 CA/W33
241/530 ECA/W33
232/530 CA/W33
231/530 CAK/W33
241/530 ECAK30/W33
232/530 CAK/W33
560
750
820
820
140
195
258
3 450
5 600
7 350
7 200
10 200
14 600
510
680
960
450
430
380
850
750
630
175
355
465
239/560 CA/W33
230/560 CA/W33
240/560 ECA/W33
239/560 CAK/W33
230/560 CAK/W33
240/560 ECAK30/W33
920
920
1 030
280
355
365
9 150
12 000
11 500
16 000
21 600
22 000
980
1 340
1 400
340
280
280
630
500
430
740
985
1 350
231/560 CA/W33
241/560 ECJ/W33
232/560 CA/W33
231/560 CAK/W33
241/560 ECK30J/W33
232/560 CAK/W33
600
800
870
870
150
200
272
3 900
6 000
8 150
8 300
11 400
17 000
585
750
1 100
430
400
340
750
700
560
220
405
520
239/600 CA/W33
230/600 CA/W33
240/600 ECA/W33
239/600 CAK/W33
230/600 CAK/W33
240/600 ECAK30/W33
980
980
1 090
300
375
388
10 200
11 500
13 100
18 000
23 600
25 500
1 100
1 460
1 560
320
240
260
560
480
400
895
1 200
1 600
231/600 CA/W33
241/600 ECA/W33
232/600 CA/W33
231/600 CAK/W33
241/600 ECAK30/W33
232/600 CAK/W33
630
780
850
920
920
112
165
212
290
2 190
4 650
6 700
8 800
6 100
9 800
12 500
18 000
415
640
800
1 140
400
400
380
320
750
700
670
530
120
280
485
645
238/630 CAMA/W20
239/630 CA/W33
230/630 CA/W33
240/630 ECJ/W33
238/630 CAKMA/W20
239/630 CAK/W33
230/630 CAK/W33
240/630 ECK30J/W33
1 030
1 030
315
400
10 500
12 700
20 800
27 000
1 220
1 630
260
220
530
450
1 050
1 400
231/630 CA/W33
241/630 ECA/W33
231/630 CAK/W33
241/630 ECAK30/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
50
foro
conico
ra
ra
Da da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
500
557
622
22,3
12
5
518
652
4
0,17
4
5,9
571
658
22,3
12
6
523
697
5
0,21
3,2
4,8
565
644
22,3
12
6
523
697
5
0,26
2,6
3,9
603
726
22,3
12
7,5
532
798
6
0,30
2,3
3,4
589
713
22,3
12
7,5
532
798
6
0,37
1,8
2,7
631
779
22,3
12
7,5
532
888
6
0,35
1,9
2,9
4
3,2
2,5
530
573
612
–
7,5
3
543
637
2,5
0,15
4,5
6,7
589
661
22,3
12
5
548
692
4
0,17
4
5,9
611
710
22,3
12
6
553
757
5
0,22
3
4,6
600
687
22,3
12
6
553
757
5
0,28
2,4
3,6
636
763
22,3
12
7,5
562
838
6
0,30
2,3
3,4
623
748
22,3
12
7,5
562
838
6
0,37
1,8
2,7
668
836
22,3
12
9,5
570
940
8
0,35
1,9
2,9
560
625
697
22,3
12
5
578
732
4
0,16
4,2
6,3
644
746
22,3
12
6
583
797
5
0,22
3
4,6
635
728
22,3
12
6
583
797
5
0,28
2,4
3,6
673
809
22,3
12
7,5
592
888
6
0,30
2,3
3,4
634
796
22,3
12
7,5
592
888
6
0,35
1,9
2,9
704
878
22,3
12
9,5
600
990
8
0,35
1,9
2,9
600
668
744
22,3
12
5
618
782
4
0,17
4
5,9
683
789
22,3
12
6
623
847
5
0,22
3
4,6
675
774
22,3
12
6
623
847
5
0,30
2,3
3,4
720
863
22,3
12
7,5
632
948
6
0,30
2,3
3,4
702
845
22,3
12
7,5
632
948
6
0,37
1,8
2,7
752
929
22,3
12
9,5
640
1 050
8
0,35
1,9
2,9
630
681
738
–
9
4
645
765
3
0,12
5,6
8,4
705
787
22,3
12
6
653
827
5
0,17
4
5,9
725
839
22,3
12
7,5
658
892
6
0,21
3,2
4,8
697
823
22,3
12
7,5
658
892
6
0,28
2,4
3,6
4,5
4
2,8
2,5
2,2
1,8
755
738
918
885
22,3
22,3
12
12
7,5
7,5
662
662
998
998
6
6
0,30
0,37
2,3
1,8
3,4
2,7
2,2
1,8
1,8
2,2
1,8
1,8
4
2,8
2,5
2,2
1,8
1,8
4
2,8
2,2
2,2
1,8
1,8
5,6
4
3,2
2,5
51
Cuscinetti orientabili a rulli
d 670 – 850 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
d d2
D D1
d
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe- limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
670
820
820
900
980
980
112
150
170
230
308
2 250
3 110
5 000
7 650
10 000
6 400
9 500
10 800
14 600
20 400
440
655
695
915
1 320
360
360
360
340
300
700
700
670
600
500
130
172
315
600
790
238/670 CAMA/W20
248/670 CAMA/W20
239/670 CA/W33
230/670 CA/W33
240/670 ECA/W33
238/670 CAKMA/W20
–
239/670 CAK/W33
230/670 CAK/W33
240/670 ECAK30/W33
1 090
1 090
1 220
336
412
438
10 900
13 800
15 400
22 400
29 000
30 500
1 370
1 760
1 700
240
200
220
500
400
360
1 250
1 600
2 270
231/670 CA/W33
241/670 ECA/W33
232/670 CA/W33
231/670 CAK/W33
241/670 ECAK30/W33
232/670 CAK/W33
710
870
950
950
1 030
1 030
118
180
243
236
315
2 580
5 600
6 800
8 300
10 400
7 500
12 000
15 600
16 300
22 000
500
765
930
1 000
1 370
340
340
300
320
280
670
600
500
560
450
153
365
495
670
895
238/710 CAMA/W20
239/710 CA/W33
249/710 CA/W33
230/710 CA/W33
240/710 ECA/W33
–
239/710 CAK/W33
249/710 CAK30/W33
230/710 CAK/W33
240/710 ECAK30/W33
1 150
1 150
1 280
345
438
450
12 200
15 200
17 600
26 000
32 500
34 500
1 530
1 900
2 000
240
190
200
450
380
320
1 450
1 900
2 610
231/710 CA/W33
241/710 ECA/W33
232/710 CA/W33
231/710 CAK/W33
241/710 ECAK30/W33
232/710 CAK/W33
750
920
1 000
1 000
1 090
1 090
128
185
250
250
335
2 930
6 000
7 650
9 650
11 400
8 500
13 200
18 000
18 600
24 000
550
815
1 100
1 100
1 400
320
320
280
300
260
600
560
480
530
430
180
420
560
795
1 065
238/750 CAMA/W20
239/750 CA/W33
249/750 CA/W33
230/750 CA/W33
240/750 ECA/W33
238/750 CAKMA/W20
239/750 CAK/W33
249/750 CAK30/W33
230/750 CAK/W33
240/750 ECAK30/W33
1 220
1 220
1 360
365
475
475
13 800
17 300
18 700
29 000
37 500
36 500
1 660
2 160
2 120
220
180
190
430
360
300
1 700
2 100
3 050
231/750 CA/W33
241/750 ECA/W33
232/750 CAF/W33
231/750 CAK/W33
241/750 ECAK30/W33
232/750 CAKF/W33
800
980
1 060
1 060
180
195
258
4 140
6 400
8 000
12 900
14 300
19 300
830
880
1 060
300
300
260
560
530
430
300
470
640
248/800 CAMA/W20
239/800 CA/W33
249/800 CA/W33
248/800 CAK30MA/W20
239/800 CAK/W33
249/800 CAK30/W33
1 150
1 150
1 280
1 280
258
345
375
475
10 000
12 500
14 800
18 400
20 000
27 500
31 500
40 500
1 160
1 730
1 800
2 320
280
240
200
170
480
400
400
320
895
1 200
1 920
2 300
230/800 CA/W33
240/800 ECA/W33
231/800 CA/W33
241/800 ECA/W33
230/800 CAK/W33
240/800 ECAK30/W33
231/800 CAK/W33
241/800 ECAK30/W33
850
1 030
1 120
1 120
136
200
272
3 340
6 950
9 300
10 000
15 600
22 800
640
930
1 370
260
280
240
530
480
400
240
560
740
238/850 CAMA/W20
239/850 CA/W33
249/850 CA/W33
238/850 CAKMA/W20
239/850 CAK/W33
249/850 CAK30/W33
1 220
1 220
1 360
1 360
272
365
400
500
9 370
12 700
16 100
20 200
21 600
31 500
34 500
45 000
1 270
1 900
2 000
2 550
240
200
180
150
450
360
360
300
1 050
1 410
2 200
2 710
230/850 CA/W33
240/850 ECA/W33
231/850 CA/W33
241/850 ECAF/W33
230/850 CAK/W33
240/850 ECAK30/W33
231/850 CAK/W33
241/850 ECAK30F/W33
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
52
foro
conico
ra
ra
Da da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
Y2
Y0
–
670
720
778
–
9
4
685
805
3
0,11
6,1
9,1
718
772
–
9
4
685
805
3
0,16
4,2
6,3
749
835
22,3
12
6
693
877
5
0,17
4
5,9
770
892
22,3
12
7,5
698
952
6
0,21
3,2
4,8
756
866
22,3
12
7,5
698
952
6
0,28
2,4
3,6
802
959
22,3
12
7,5
702
1 058
6
0,30
2,3
3,4
782
942
22,3
12
7,5
702
1 058
6
0,37
1,8
2,7
830
1 028
22,3
12
12
718
1 172
10
0,35
1,9
2,9
710
762
826
–
12
4
725
855
3
0,11
6,1
9,1
788
882
22,3
12
6
733
927
5
0,17
4
5,9
792
868
22,3
12
6
733
927
5
0,22
3
4,6
814
941
22,3
12
7,5
738
1 002
6
0,21
3,2
4,8
807
918
22,3
12
7,5
738
1 002
6
0,27
2,5
3,7
850
1 017
22,3
12
9,5
750
1 110
8
0,28
2,4
3,6
826
989
22,3
12
9,5
750
1 110
8
0,37
1,8
2,7
875
1 097
22,3
12
12
758
1 232
10
0,35
1,9
2,9
750
807
873
–
12
5
768
902
4
0,11
6,1
9,1
832
930
22,3
12
6
773
977
5
0,16
4,2
6,3
830
916
22,3
12
6
773
977
5
0,22
3
4,6
860
998
22,3
12
7,5
778
1 062
6
0,21
3,2
4,8
853
970
22,3
12
7,5
778
1 062
6
0,28
2,4
3,6
900
1 080
22,3
12
9,5
790
1 180
8
0,28
2,4
3,6
875
1 050
22,3
12
9,5
790
1 180
8
0,37
1,8
2,7
938
1 163
22,3
12
15
808
1 302
12
0,35
1,9
2,9
800
862
921
–
12
5
818
962
4
0,15
4,5
6,7
885
986
22,3
12
6
823
1 037
5
0,16
4,2
6,3
883
973
22,3
12
6
823
1 037
5
0,21
3,2
4,8
915
1 053
22,3
12
7,5
828
1 122
6
0,20
3,4
5
908
1 028
22,3
12
7,5
828
1 122
6
0,27
2,5
3,7
950
1 141
22,3
12
9,5
840
1 240
8
0,28
2,4
3,6
930
1 111
22,3
12
9,5
840
1 240
8
0,35
1,9
2,9
6,3
4
4
3,2
2,5
850
910
940
940
981
1 046
1 029
–
22,3
22,3
12
12
12
5
6
6
868
873
873 1 012
1 097
1 097
4
5
5
0,11
0,16
0,22
6,1
4,2
3
9,1
6,3
4,6
6,3
4
2,8
969
954
1 010
988
1 117
1 088
1 205
1 182
22,3
22,3
22,3
22,3
12
12
12
12
7,5
7,5
12
12
878
878
898
898
1 192
1 192
1 312
1 312
6
6
10
10
0,20
0,27
0,28
0,35
3,4
2,5
2,4
1,9
5
3,7
3,6
2,9
3,2
2,5
2,5
1,8
2,2
1,8
1,8
6,3
4
2,8
3,2
2,5
2,5
1,8
1,8
6,3
4
2,8
3,2
2,5
2,5
1,8
1,8
4,5
4
3,2
3,2
2,5
2,5
1,8
53
Cuscinetti orientabili a rulli
d 900 – 1 800 mm
b
B
r1
K
r2
r1
r2
d d2
D D1
d
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità
di refe- limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
900
1 090
1 180
1 280
1 280
1 420
190
206
280
375
515
4 660
7 500
10 100
13 600
21 400
15 300
17 000
23 200
34 500
49 000
950
1 020
1 340
2 040
2 700
240
260
220
190
140
480
450
400
340
280
370
605
1 200
1 570
3 350
248/900 CAMA/W20
239/900 CA/W33
230/900 CA/W33
240/900 ECA/W33
241/900 ECAF/W33
248/900 CAK30MA/W20
239/900 CAK/W33
230/900 CAK/W33
240/900 ECAK30/W33
241/900 ECAK30F/W33
950
1 250
1 250
1 360
1 360
1 500
224
300
300
412
545
7 250
9 200
12 000
14 800
23 900
19 600
26 000
28 500
39 000
55 000
1 120
1 500
1 600
2 320
3 000
220
180
200
170
130
430
340
380
300
260
755
1 015
1 450
1 990
3 535
239/950 CA/W33
249/950 CA/W33
230/950 CA/W33
240/950 CAF/W33
241/950 ECAF/W33
239/950 CAK/W33
249/950 CAK30/W33
230/950 CAK/W33
240/950 CAK30F/W33
241/950 ECAK30F/W33
1 000
1 220
1 320
1 420
1 420
165
315
308
412
4 660
10 400
12 700
15 400
14 300
29 000
30 500
40 500
865
1 500
1 700
2 240
220
170
180
160
400
320
360
280
410
1 200
1 600
2 140
238/1000 CAMA/W20
249/1000 CA/W33
230/1000 CAF/W33
240/1000 CAF/W33
238/1000 CAKMA/W20
249/1000 CAK30/W33
230/1000 CAKF/W33
240/1000 CAK30F/W33
1 580
1 580
462
580
21 400
26 700
48 000
62 000
2 550
3 350
140
120
280
240
3 500
4 300
231/1000 CAF/W33 231/1000 CAKF/W33
241/1000 ECAF/W33 241/1000 ECAK30F/W33
1 060
1 280
1 280
1 400
1 400
165
218
250
335
4 770
6 100
9 550
11 500
15 000
20 000
26 000
32 500
800
1 200
1 460
1 860
200
200
180
160
380
380
360
280
435
570
1 100
1 400
238/1060 CAMA/W20
248/1060 CAMA/W20
239/1060 CAF/W33
249/1060 CAF/W33
238/1060 CAKMA/W20
248/1060 CAK30MA/W20
239/1060 CAKF/W33
249/1060 CAK30F/W33
1 500
1 500
325
438
13 800
17 300
34 000
45 500
1 830
2 500
170
150
320
260
2 250
2 515
230/1060 CAF/W33
240/1060 CAF/W33
230/1060 CAKF/W33
240/1060 CAK30F/W33
1 120
1 360
1 460
1 580
243
335
462
7 250
11 700
18 700
24 000
34 500
50 000
1 400
1 830
2 850
180
140
130
340
260
240
735
1 500
2 925
248/1120 CAFA/W20 248/1120 CAK30FA/W20
249/1120 CAF/W33 249/1120 CAK30F/W33
240/1120 CAF/W33 240/1120 CAK30F/W33
1 180
1 420
1 420
1 540
1 540
180
243
272
355
5 870
7 710
11 100
13 600
18 600
27 000
31 000
40 500
1 080
1 560
1 660
2 160
170
170
150
130
320
320
300
240
575
770
1 400
1 800
238/1180 CAFA/W20
248/1180 CAFA/W20
239/1180 CAF/W33
249/1180 CAF/W33
238/1180 CAKFA/W20
248/1180 CAK30FA/W20
239/1180 CAKF/W33
249/1180 CAK30F/W33
1 250
1 750
375
17 900
45 000
2 400
130
240
2 840
230/1250 CAF/W33
230/1250 CAKF/W33
1 320
1 600
1 720
280
400
9 780
16 100
33 500
49 000
1 860
2 550
140
110
260
200
1 160
2 500
248/1320 CAFA/W20 248/1320 CAK30FA/W20
249/1320 CAF/W33 249/1320 CAK30F/W33
1 500
1 820
315
12 700
45 000
2 400
110
200
1 710
248/1500 CAFA/W20 248/1500 CAK30FA/W20
1 800
2 180
375
17 600
63 000
3 050
75
130
2 900
248/1800 CAFA/W20 248/1800 CAK30FA/W20
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
54
foro
conico
ra
ra
Da da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
min
max
max
mm
mm
–
900
918
923
928
928
948
0,14
0,15
0,20
0,26
0,35
Y2
Y0
7,2
6,7
5
3,9
2,9
4,5
4,5
3,2
2,5
1,8
950
1 049
1 164
22,3
12
7,5
978
1 222
6
0,15
4,5
6,7
1 051
1 150
22,3
12
7,5
978
1 222
6
0,21
3,2
4,8
1 083
1 246
22,3
12
7,5
978
1 332
6
0,20
3,4
5
1 074
1 214
22,3
12
7,5
978
1 332
6
0,27
2,5
3,7
1 102
1 305
22,3
12
12
998
1 452
10
0,35
1,9
2,9
1 000
1 077
1 161
–
12
6
1 023
1 197
5
0,12
5,6
8,4
1 106
1 212
22,3
12
7,5
1 028
1 292
6
0,21
3,2
4,8
1 139
1 305
22,3
12
7,5
1 028
1 392
6
0,19
3,6
5,3
1 133
1 278
22,3
12
7,5
1 028
1 392
6
0,26
2,6
3,9
4,5
3,2
3,2
2,5
1,8
1 182
1 159
1 403
1 373
22,3
22,3
12
12
12
12
1 048
1 048
1 532
1 532
10
10
0,28
0,35
2,4
1,9
3,6
2,9
2,5
1,8
1 060
1 135
1 135
1 171
1 165
1 219
1 210
1 305
1 286
–
–
22,3
22,3
12
12
12
12
6
6
7,5
7,5
1 083
1 083
1 088
1 088
1 257
1 257
1 372
1 372
5
5
6
6
0,11
0,14
0,16
0,21
6,1
4,8
4,2
3,2
9,1
7,2
6,3
4,8
6,3
4,5
4
3,2
1 202
1 196
1 378
1 349
22,3
22,3
12
12
9,5
9,5
1 094
1 094
1 466
1 466
8
8
0,19
0,26
3,6
2,6
5,3
3,9
3,6
2,5
1 120
1 202
1 230
1 266
1 282
1 350
1 423
–
22,3
22,3
12
12
12
6
7,5
9,5
1 143
1 148
1 154
1 337
1 432
1 546
5
6
8
0,15
0,20
0,26
4,5
3,4
2,6
6,7
5
3,9
4,5
3,2
2,5
1 180
1 261
1 355
–
12
6
1 203
1 397
5
0,11
6,1
9,1
1 268
1 344
–
12
6
1 203
1 397
5
0,14
4,8
7,2
1 298
1 439
22,3
12
7,5
1 208
1 512
6
0,16
4,2
6,3
1 303
1 422
22,3
12
7,5
1 208
1 512
6
0,20
3,4
5
1 250
1 411
1 611
22,3
12
9,5
1 284
1 716
8
0,19
3,6
5,3
1 320
1 417
1 511
–
12
6
1 343
1 577
5
0,15
4,5
6,7
1 445
1 589
22,3
12
7,5
1 348
1 692
6
0,21
3,2
4,8
1 500
1 612
1 719
–
12
7,5
1 528
1 792
6
0,15
4,5
6,7
1 800
1 932
2 060
–
12
9,5
1 834
2 146
8
0,15
4,5
6,7
6,3
4,5
4
3,2
966
989
1 023
1 012
1 043
1 029
1 101
1 176
1 149
1 235
–
22,3
22,3
22,3
22,3
12
12
12
12
12
5
6
7,5
7,5
12
1 072
1 157
1 252
1 252
1 372
4
5
6
6
10
4,8
4,5
3,4
2,6
1,9
5,6
3,2
3,6
2,5
3,6
4,5
3,2
4,5
4,5
55
Cuscinetti orientabili a rulli con tenute incorporate
d 25 – 120 mm
B
r1
b
K
r2
r1
r2
d
d d2
D D1
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico Velocità Massa
limite limite di fatica
Pu
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
25
52
23
49
44
4,75
3 600
0,31
BS2-2205-2CS
–
30
62
25
64
60
6,4
2 800
0,34
BS2-2206-2CS
–
35
72
28
86,5
85
9,3
2 400
0,52
BS2-2207-2CS
–
40
80
90
28
38
96,5
150
90
140
9,8
15
2 200
1 900
0,57
1,20
BS2-2208-2CS
BS2-2308-2CS
BS2-2208-2CSK
–
45
85
28
102
98
10,8
2 000
0,66
BS2-2209-2CS
BS2-2209-2CSK
50
90
28
104
108
11,8
1 900
0,70
BS2-2210-2CS
BS2-2210-2CSK
55
100
120
31
49
125
270
127
280
13,7
30
1 700
1 400
1,00
2,80
BS2-2211-2CS
BS2-2311-2CS
BS2-2211-2CSK
–
60
110
34
156
166
18,6
1 600
1,30
BS2-2212-2CS
BS2-2212-2CSK
65
100
120
35
38
132
193
173
216
20,4
24
1 000
1 500
0,95
1,60
24013-2CS5/VT143
BS2-2213-2CS
–
BS2-2213-2CSK
70
125
38
208
228
25,5
1 400
1,80
BS2-2214-2CS
BS2-2214-2CSK
75
115
130
160
40
38
64
173
212
440
232
240
475
28,5
26,5
48
950
1 300
950
1,55
2,10
6,50
24015-2CS2/VT143
BS2-2215-2CS
BS2-2315-2CS
–
BS2-2215-2CSK
–
80
140
40
236
270
29
1 200
2,40
BS2-2216-2CS
BS2-2216-2CSK
85
150
44
285
325
34,5
1 100
3,00
BS2-2217-2CS
BS2-2217-2CSK
90
160
48
325
375
39
1 000
3,70
BS2-2218-2CS
BS2-2218-2CSK
100
150
165
180
180
50
52
55
60,3
285
365
425
475
415
490
490
600
45,5
53
49
63
800
850
900
700
3,15
4,55
5,50
6,85
24020-2CS2/VT143
23120-2CS2/VT143
BS2-2220-2CS
23220-2CS
–
–
BS2-2220-2CSK
–
110
170
180
180
200
45
56
69
63
310
430
520
560
440
585
750
640
46,5
61
78
63
900
800
630
800
3,75
5,55
6,85
7,60
23022-2CS
23122-2CS2/VT143
24122-2CS2/VT143
BS2-2222-2CS5/VT143
–
–
–
–
120
180
180
200
215
46
60
80
69
355
430
655
630
510
670
950
765
52
68
95
73,5
850
670
560
750
4,20
5,45
10,5
9,75
23024-2CS2/VT143
24024-2CS2/VT143
24124-2CS2/VT143
BS2-2224-2CS
–
–
–
–
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
56
foro
conico
ra
ra
Da da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
da
Da
ra
e
Y1
Y2
min
max
max
max
mm
mm
–
25
30
0,35
30
44,6
3,7
2
1
30
46,4
1
1,9
2,9
Y0
1,8
30
36
55,7
3,7
2
1
35,6
36
56,4
1
0,31
2,2
3,3
2
35
43
63,7
3,7
2
1,1
42
43
65
1
0,31
2,2
3,3
2,2
40
47
73
5,5
3
1,1
47
47
73
1
0,28
2,4
3,6
2,5
47,5
81
5,5
3
1,5
47,5
47,5
81
1,5
0,37
1,8
2,7
1,8
45
53
77,1
5,5
3
1,1
52
53
78
1
0,26
2,6
3,9
2,5
50
58
82,1
5,5
3
1,1
57
58
83
1
0,24
2,8
4,2
2,8
55
64
91,9
5,5
3
1,5
64
64
91
1,5
0,24
2,8
4,2
2,8
67
109
5,5
3
2
66
67
109
2
0,35
1,9
2,9
1,8
60
69
102
5,5
3
1,5
69
69
101
1,5
0,24
2,8
4,2
2,8
65
71,5
92,8
3,7
2
1,1
71
71,5
94
1
0,27
2,5
3,7
2,5
76
111
5,5
3
1,5
74
76
111
1,5
0,24
2,8
4,2
2,8
70
80
115
5,5
3
1,5
79
80
116
1,5
0,23
2,9
4,4
2,8
75
81,5
105
5,5
3
1,1
81
81,5
109
1
0,28
2,4
3,6
2,5
84
119
5,5
3
1,5
84
84
121
1,5
0,22
3
4,6
2,8
88
144
8,3
4,5
2,1
87
88
148
2
0,35
1,9
2,9
1,8
80
91,5
128
5,5
3
2
91
91,5
129
2
0,22
3
4,6
2,8
85
98
138
5,5
3
2
96
98
139
2
0,22
3
4,6
2,8
90
102
148
5,5
3
2
101
102
149
2
0,24
2,8
4,2
2,8
100
108
139
5,5
3
1,5
107
108
143
1,5
0,28
2,4
3,6
2,5
112
152
5,5
3
2
111
112
154
2
0,27
2,5
3,7
2,5
114
162
8,3
4,5
2,1
112
114
168
2
0,24
2,8
4,2
2,8
114
161
8,3
4,5
2,1
112
114
168
2
0,30
2,3
3,4
2,2
110
122
122
121
126
157
166
163
182
8,3
8,3
5,5
8,3
4,5
4,5
3
4,5
2
2
2
2,1
119
121
121
122
122
122
121
126
161
169
169
188
2
2
2
2
0,23
0,27
0,35
0,25
2,9
2,5
1,9
2,7
4,4
3,7
2,9
4
2,8
2,5
1,8
2,5
120
132
172
5,5
3
2
129
132
171
2
0,20
3,4
5
130
166
5,5
3
2
129
130
171
2
0,28
2,4
3,6
132
179
5,5
3
2
131
132
189
2
0,37
1,8
2,7
136
193
11,1
6
2,1
132
136
203
2
0,26
2,6
3,9
3,2
2,5
1,8
2,5
57
Cuscinetti orientabili a rulli con tenute incorporate
d 130 – 220 mm
b
K
r2
r1
r1
r2
B
D D1
d d2
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite di fatica
Pu
Velocità limite
Massa
Denominazioni
mm
kN
kN
giri/min.
kg
–
130
200
200
210
52
69
80
430
540
680
610
815
1 000
62
81,5
100
800
600
530
6,00
8,05
11,0
23026-2CS2/VT143
24026-2CS2/VT143
24126-2CS2/VT143
140
210
225
250
69
85
88
570
765
915
900
1 160
1 250
88
112
120
560
450
530
8,55
13,5
19,5
24028-2CS2/VT143
24128-2CS2/VT143
23228-2CS5/VT143
150
225
250
75
100
655
1 020
1 040
1 530
100
146
530
400
10,5
20,0
24030-2CS2/VT143
24130-2CS2/VT143
160
240
270
80
86
750
980
1 200
1 370
114
129
450
530
13,0
20,5
24032-2CS2/VT143
23132-2CS2/VT143
170
260
280
90
109
930
1 220
1 460
1 860
137
170
400
360
17,5
27,5
24034-2CS2/VT143
24134-2CS2/VT143
180
280
100
1 080
1 730
156
380
23,0
24036-2CS2/VT143
190
320
128
1 600
2 500
212
340
43,0
24138-2CS2/VT143
200
340
360
140
128
1 800
1 860
2 800
2 700
232
228
320
430
53,5
58,0
24140-2CS
23240-2CS2/VT143
220
300
60
546
1 080
93
600
12,5
23944-2CS
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
58
ra
ra
Da da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
da
Da
ra
e
Y1
Y2
min
max
max
max
mm
mm
Y0
–
130
145
186
8,3
4,5
2
139
145
191
2
0,21
3,2
4,8
140
183
5,5
3
2
139
140
191
2
0,30
2,3
3,4
141
190
5,5
3
2
141
141
199
2
0,33
2
3
140
151
195
5,5
3
2
149
151
201
2
0,28
2,4
3,6
153
203
8,3
4,5
2,1
152
153
213
2
0,35
1,9
2,9
165
212
11,1
6
3
154
165
236
2,5
0,33
2
3
150
162
206
5,5
3
2,1
161
162
214
2
0,28
2,4
3,6
163
222
8,3
4,5
2,1
162
163
238
2
0,37
1,8
2,7
160
173
218
8,3
4,5
2,1
171
173
229
2
0,28
2,4
3,6
180
244
13,9
7,5
2,1
172
180
258
2
0,28
2,4
3,6
170
184
235
8,3
4,5
2,1
181
184
249
2
0,30
2,3
3,4
185
248
8,3
4,5
2,1
182
185
268
2
0,37
1,8
2,7
180
194
251
8,3
4,5
2,1
191
194
269
2
0,31
2,2
3,3
190
210
282
11,1
6
3
204
210
306
2,5
0,40
1,7
2,5
200
221
294
11,1
6
3
214
221
326
2,5
0,40
1,7
2,5
229
320
16,7
9
4
217
229
343
3
0,35
1,9
2,9
220
238
284
8,3
4,5
2,1
231
238
289
2
0,15
4,5
6,7
3,2
2,2
2
2,5
1,8
2
2,5
1,8
2,5
2,5
2,2
1,8
2,2
1,6
1,6
1,8
4,5
59
Cuscinetti orientabili a rulli per applicazioni vibranti
d 40 – 170 mm
B
r1
b
K
r2
r1
r2
d
d d2
D D1
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite
di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità di refe- limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
giri/min.
kg
–
40
90
33
150
140
15
6 000 8 000
45
100
36
183
183
19,6
5 300 7 000
1,10
22308 E/VA405
–
1,40
22309 E/VA405
–
50
110
40
220
224
24
4 800
6 300
1,90
22310 E/VA405
–
55
120
43
270
280
30
4 300
5 600
2,45
22311 E/VA405
22311 EK/VA405
60
130
46
310
335
36,5
4 000
5 300
3,10
22312 E/VA405
22312 EK/VA405
65
140
48
340
360
38
3 800
5 000
3,75
22313 E/VA405
22313 EK/VA405
70
150
51
400
430
45
3 400
4 500
4,55
22314 E/VA405
22314 EK/VA405
75
160
55
440
475
48
3 200
4 300
5,55
22315 EJA/VA405 22315 EKJA/VA405
80
170
58
490
540
54
3 000
4 000
6,60
22316 EJA/VA405
22316 EKJA/VA405
85
180
180
60
60
550
550
620
620
61
61
2 800
2 800
3 800
3 800
7,65
7,65
22317 EJA/VA405
22317 EJA/VA406
22317 EKJA/VA405
–
90
190
64
610
695
67
2 600
3 600
9,05
22318 EJA/VA405
22318 EKJA/VA405
95
200
67
670
765
73,5
2 600
3 400
10,5
22319 EJA/VA405
22319 EKJA/VA405
100
215
215
73
73
815
815
950
950
88
88
2 400
2 400
3 000
3 000
13,5
13,5
22320 EJA/VA405
22320 EJA/VA406
22320 EKJA/VA405
–
110
240
240
80
80
950
950
1 120
1 120
100
100
2 000
2 000
2 800
2 800
18,4
18,4
22322 EJA/VA405
22322 EJA/VA406
22322 EKJA/VA405
–
120
260
260
86
86
965
965
1 120
1 120
100
100
2 000
2 000
2 600
2 600
23,0
23,0
22324 CCJA/W33VA405
22324 CCJA/W33VA406
22324 CCKJA/W33VA405
–
130
280
280
93
93
1 120
1 120
1 320
1 320
114
114
1 800
1 800
2 400
2 400
29,0
29,0
22326 CCJA/W33VA405
22326 CCJA/W33VA406
22326 CCKJA/W33VA405
–
140
300
300
102
102
1 290
1 290
1 560
1 560
132
132
1 700
1 700
2 200
2 200
36,5
36,5
22328 CCJA/W33VA405
22328 CCJA/W33VA406
22328 CCKJA/W33VA405
–
150
320
320
108
108
1 460
1 460
1 760
1 760
146
146
1 600
1 600
2 000
2 000
43,5
43,5
22330 CCJA/W33VA405
22330 CCJA/W33VA406
22330 CCKJA/W33VA405
–
160
340
340
114
114
1 600
1 600
1 960
1 960
160
160
1 500
1 500
1 900
1 900
52,0
52,0
22332 CCJA/W33VA405
22332 CCJA/W33VA406
22332 CCKJA/W33VA405
–
170
360
360
120
120
1 760
1 760
2 160
2 160
176
176
1 400
1 400
1 800
1 800
61,0
61,0
22334 CCJA/W33VA405
22334 CCJA/W33VA406
22334 CCKJA/W33VA405
–
kN
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
60
foro
conico
ra
ra
Da
da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti
Fattori per il calcolo
che accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
Y2
Y0
min
max
max
Permissible
onsentite1)
per lubrificazione ad olio
rotatorie
lineari
mm
mm
m/s2
–
40
49,7 74,3 5,5
3
1,5
49
81
1,5
0,37
1,8
2,7
1,8
115 g
45
56,4 83,4 5,5
3
1,5
54
91
1,5
0,37
1,8
2,7
1,8
97 g
50
62,1 91,9 5,5
3
2
61
99
2
0,37
1,8
2,7
1,8
85 g
55
70,1 102
5,5
3
2
66
109
2
0,35
1,9
2,9
1,8
78 g
60
77,9 110
8,3
4,5
2,1
72
118
2
0,35
1,9
2,9
1,8
70 g
65
81,6 118
8,3
4,5
2,1
77
128
2
0,35
1,9
2,9
1,8
69 g
70
90,3 128
8,3
4,5
2,1
82
138
2
0,33
2
3
2
61 g
75
92,8 135
8,3
4,5
2,1
87
148
2
0,35
1,9
2,9
1,8
88 g
80
98,3 143
8,3
4,5
2,1
92
158
2
0,35
1,9
2,9
1,8
80 g
85
108 154
8,3
4,5
3
99
166
2,5
0,33
2
3
2
74 g
108 154
8,3
4,5
3
99
166
2,5
0,33
2
3
2
74 g
90
113 161
11,1 6
3
104
176
2,5
0,33
2
3
2
68 g
95
118 168
11,1 6
3
109
186
2,5
0,33
2
3
2
64 g
100
130 184
11,1 6
3
114
201
2,5
0,33
2
3
2
56 g
130 184
11,1 6
3
114
201
2,5
0,33
2
3
2
56 g
110
143 204
13,9 7,5
3
124
226
2,5
0,33
2
3
2
53 g
143 204
13,9 7,5
3
124
226
2,5
0,33
2
3
2
53 g
120
152 216
13,9 7,5
3
134
246
2,5
0,35
1,9
2,9
1,8
96 g
152 216
13,9 7,5
3
134
246
2,5
0,35
1,9
2,9
1,8
96 g
130
164 233
16,7 9
4
147
263
3
0,35
1,9
2,9
1,8
87 g
164 233
16,7 9
4
147
263
3
0,35
1,9
2,9
1,8
87 g
31 g
140
78 g
78 g
20 g
20 g
150
188 266
16,7 9
4
167
303
3
0,35
1,9
2,9
1,8
72 g
188 266
16,7 9
4
167
303
3
0,35
1,9
2,9
1,8
72 g
160
200 282
16,7 9
4
177
323
3
0,35
1,9
2,9
1,8
69 g
200 282
16,7 9
4
177
323
3
0,35
1,9
2,9
1,8
69 g
170
213 300
16,7 9
4
187
343
3
0,33
2
3
2
65 g
213 300
16,7 9
4
187
343
3
0,33
2
3
2
65 g
19 g
19 g
1)
175
175
247
247
16,7
16,7
9
9
4
4
157
157
283
283
3
3
0,35
0,35
1,9
1,9
2,9
2,9
1,8
1,8
29 g
28 g
26 g
25 g
24 g
23 g
23 g
22 g
21 g
21 g
21 g
20 g
20 g
20 g
19 g
19 g
21 g
21 g
20 g
20 g
18 g
18 g
18 g
18 g
Per dettagli sulle accelerazioni consentite † pagina 11
61
Cuscinetti orientabili a rulli per applicazioni vibranti
d 180 – 240 mm
B
r1
b
K
r2
r1
r2
D D1
d
d d2
Foro cilindrico
Foro conico
Dimensioni principali
Coeff. di carico
dinam.
stat.
d
D
B
C
C0
Carico limite
di fatica
Pu
Velocità di base
Massa
Velocità Velocità di refe- limite
renza
Denominazioni
Cuscinetti con
foro
cilindrico
mm
kN
giri/min.
–
kN
kg
foro
conico
180
380
126
2 000
2 450
193
1 300 1 700
71,5
22336 CCJA/W33VA405
380
126
2 000
2 450
193
1 300 1 700
71,5
22336 CCJA/W33VA406
190
400
132
2 120
2 650
208
1 200 1 600
82,5
22338 CCJA/W33VA405
400
132
2 120
2 650
208
1 200 1 600
82,5
22338 CCJA/W33VA406
200
420
138
2 320
2 900
224
1 200 1 500
95,0
22340 CCJA/W33VA405
420
138
2 320
2 900
224
1 200 1 500
95,0
22340 CCJA/W33VA406
22336 CCKJA/W33VA405
–
220
460
145
2 700
3 450
260
1 000
1 400
120
22344 CCJA/W33VA405
22344 CCKJA/W33VA405
240
500
155
3 100
4 000
290
950
1 300
155
22348 CCJA/W33VA405
22348 CCKJA/W33VA405
Le denominazioni dei cuscinetti SKF Explorer sono indicate in azzurro
62
22338 CCKJA/W33VA405
–
22340 CCKJA/W33VA405
–
ra
ra
da
Da
C
Dimensioni
d
d2
D1
b
K
r1,2
≈
≈
min
Dimensioni delle parti che Fattori per il calcolo
accolgono il cuscinetto
da
Da
ra
e
Y1
Y2
Y0
min
max
max
Accelerazioni
consentite1))
per lubrificazione ad olio
rotatorie
lineari
mm
mm
m/s2
–
180
224 317
22,3 12
4
197
363
3
0,35
1,9
2,9
1,8
59 g
224 317
22,3 12
4
197
363
3
0,35
1,9
2,9
1,8
59 g
190
236 333
22,3 12
5
210
380
4
0,35
1,9
2,9
1,8
57 g
236 333
22,3 12
5
210
380
4
0,35
1,9
2,9
1,8
57 g
200
248 351
22,3 12
5
220
400
4
0,33
2
3
2
55 g
248 351
22,3 12
5
220
400
4
0,33
2
3
2
55 g
17 g
17 g
220
240
1)
17 g
17 g
17 g
17 g
279
389
22,3
12
5
240
440
4
0,31
2,2
3,3
2,2
49 g
16 g
303
423
22,3
12
5
260
480
4
0,31
2,2
3,3
2,2
45 g
15 g
Per dettagli sulle accelerazioni consentite † pagina 11
63
Prodotti SKF correlati
Cuscinetti orientabili
a rulli speciali
Cuscinetti per laminatoi
La struttura robusta e l’elevata affidabilità
rendono i cuscinetti SKF orientabili a rulli
idonei per la maggioranza delle applicazioni.
Tuttavia, poiché ad esigenze eccezionali devono
corrispondere caratteristiche eccezionali, nell’assortimento SKF sono stati inclusi cuscinetti
speciali, che si adattano a specifiche applicazioni.
I cuscinetti dei laminatoi devono far fronte ad
esigenze di varia natura. Per esempio nei i
laminatoi a freddo a passo di pellegrino per
tubi, i cuscinetti devono resistere a forze di
accelerazione elevate, mentre nei laminatoi
finitori o per filo devono poter essere montati
e smontati con facilità. Per tutti questi compiti
la SKF prevede il cuscinetto orientabile a rulli
appropriato.
Cuscinetti con protezioni incorporate
Soluzioni per vagli vibratori
Si tratta di cuscinetti particolarmente idonei
a reggere i carichi e le temperature elevate
e le basse velocità tipiche delle vie a rulli delle
colate continue. Sono muniti di guarnizioni di
tenuta di gomma al fluoro e sono riempiti con
una grande quantità di grasso, appositamente
previsto per le alte temperature, molto stabile.
Essi permettono un funzionamento esente
da manutenzione anche in gravosi ambienti
di lavoro come questi.
In aggiunta ai cuscinetti semplici per vagli
vibratori, la SKF ha sviluppato il sistema di
cuscinetti con rilevamento dei difetti Copperhead
che riesce a migliorare le performance, a ridurre
la manutenzione e a monitorare le condizioni
del macchinario nei vagli vibratori.
64
Fare riferimento anche alle pubblicazioni
4954 ”Soluzione di sistema Copperhead
SKF per vagli vibranti” e 6103 ”Unità
con cuscinetto a rulli SKF ConCentra –
un fissaggio concentrico, per un montaggio rapido ed affidabile”.
Unità cuscinetto a rulli SKF ConCentra
Queste unità, costituite da un supporto ritto
munito di un cuscinetto della serie 222 SKF
Explorer, montato su una bussola speciale di
trazione, sono ingrassate, protette e pronte
per il montaggio. Grazie al profilo a dente di
sega del foro dell’anello interno del cuscinetto,
che si adatta alla bussola, queste unità si possono montare e smontare facilmente senza
l’uso di attrezzi speciali.
Accessori
La robustezza di un sistema è subordinata
a quella dei suoi componenti. La SKF non solo
dispone di un’eccellente gamma di cuscinetti
orientabili a rulli, ma anche di un appropriato
assortimento di accessori di qualità.
Supporti
La SKF offre un vasto assortimento di supporti
standard e speciali di alta qualità in grado
di soddisfare le esigenze di vario tipo imposte
ai cuscinetti che devono alloggiare, in termini
ad es. di carichi, precisione, tipo di lubrificazione
e di lubrificante, protezione, ecc.
Insieme ai cuscinetti orientabili a rulli SKF
appropriati, tali sopporti formano unità intercambiabili atte ad assicurare ottime prestazioni alle singole applicazioni.
Per informazioni dettagliate circa le
bussole e le ghiere per cuscinetti fare
riferimento rispettivamente al catalogo
SKF 6005 e 6006, nonché le pubblicazioni 6112 ”Supporti ritti SNL risolvono
i problemi di supporto”, 6101 ”Supporti
ritti SNL 30, SNL 31 e SNL 32 risolvono
i problemi di supporto” e 6111 ”Supporti
ritti SONL concepiti per la lubrificazione
ad olio”.
Bussole di trazione e di pressione
Le bussole di trazione e di pressione sono
utilizzate per fissare i cuscinetti con foro conico
su alberi con o senza risalti. Servono per facilitare il montaggio e lo smontaggio e in molti
casi semplificano la forma costruttiva del
sistema. L’assortimento SKF comprende
diverse serie di bussole di alta qualità.
Ghiere
Le ghiere SKF, che si utilizzano per bloccare
i cuscinetti sull’albero, sono disponibili in una
gamma di tipi molto varia. Quelle più comuni
appartengono alle serie KM, KML e HM e
hanno il diametro esterno munito di quattro
od otto intagli equidistanti. Vengono assicurate
all’albero con rosette di sicurezza o graffe di
fermo che si impegnano in una scanalatura
da praticare sull’albero stesso. Le dimensioni
delle ghiere sono conformi alla ISO 29822:1995, così come quelle delle rosette MB
e MBL.
Gli altri tipi di ghiere SKF appartengono alle
serie KMT, KMTA, KMK e KMFE e non richiedono
di praticare una scanalatura sull’albero.
Metodo Drive-up SKF
D
Ghiere di bloccaggio
65
Lubrificanti e dispositivi
per la lubrificazione
Prodotti per montaggio
e smontaggio
I cuscinetti orientabili a rulli operano in svariate condizioni di carico, velocità, temperatura e ambiente e richiedono quindi lubrificanti
di alta qualità, quali i grassi SKF.
I grassi SKF sono stati appositamente studiati per le tipiche applicazioni dei cuscinetti
volventi. L’assortimento SKF comprende quindici grassi e copre le esigenze di praticamente
tutte le applicazioni.
All’assortimento si affianca una scelta di
accessori per la lubrificazione, comprendente
Come tutti i cuscinetti volventi, i cuscinetti
orientabili a rulli esigono un elevato grado di
esperienza per montarli e smontarli, unitamente all’impiego di metodi e attrezzature
appropriate.
Il vasto assortimento SKF di attrezzature,
comprende tutto quanto serve e in particolare
• lubrificatori automatici
• iniettori di grasso
• dosatori di grasso
• un’ampia gamma di pompe manuali
e pneumatiche.
Ved. anche il catalogo SKF MP3000
”Prodotti SKF per la manutenzione
e la lubrificazione”.
Lubrificanti SKF:
sempre la scelta ideale per
qualsiasi applicazione di cuscinetti
66
• attrezzi meccanici
• riscaldatori
• attrezzature idrauliche
Kit per il montaggio per applicare il metodo
Drive-up SKF
Strumenti per il Condition
Monitoring
L’obiettivo del Condition Monitoring è quello di
massimizzare i tempi di funzionamento ottimale della macchina e minimizzare la frequenza
di guasto. In questo modo si riducono considerevolmente i costi di fermo macchina e di
manutenzione.
Per ottenere questo risultato, si consiglia
di monitorare i cuscinetti e la macchina periodicamente o costantemente. Il condition monitoring permette di di rilevare e valutare possibili
danni al cuscinetto nella loro fase iniziale, in
modo che la sostituzione dello stesso possa
essere programmata per un periodo in cui la
macchina è ferma e siano quindi evitate fermate
non pianificate. Se applicato a qualsiasi macchinario, (non solo a quelli sofisticati o problematici), il condition monitoring può migliorare
il funzionamento dello stesso fino a livelli ottimali, che spesso addirittura sono superiori alle
specifiche dell’attrezzatura originale.
La SKF offre una vasta gamma di strumenti
per il condition monitoring, adatti a rilevare
tutti i parametri importanti, tra cui
La gamma comprende dispositivi leggeri e
maneggevoli che possono essere utlizzati
manualmente oppure come complessi sistemi
di monitoraggio continuo per installazioni fisse, di supporto alla manutenzione preventiva.
Uno di questi dispositivi è lo strumento di
gestione dati denominato SKF MARLIN I-Pro,
un robusto dispositivo ad elevate prestazioni
per la raccolta dati, che permette agli operatori di raccogliere, memorizzare ed analizzare,
rapidamente e facilmente, i dati macchina
relativi a vibrazioni, processo ed ispezione.
Questo strumento permette di analizzare le
tendenze, realizzare paragoni con letture precedenti, allerta di allarme e molto altro ancora.
La funzione ”user notes” permette all’operatore di registrare immediatamente osservazioni dettagliate relative a condizioni macchina
anomale o misurazioni dubbie.
D
Registrazione di valori di vibrazione mediante
un dispositivo per la raccolta dati della seire
SKF Microlog
• temperatura
• velocità
• rumorosità
• condizioni dell’olio
• allineamento albero
• vibrazioni
• condizioni del cuscinetto.
Rilevamento della temperatura
Test di rumorosità
Dispositivo per la gestione dati SKF MARLIN I-Pro
67
SKF – the knowledge
engineering company
Dall’azienda che 100 anni fa inventò il cuscinetto orientabile a sfere, la SKF si è evoluta e
trasformata in una ”knowledge engineering
company” in grado di operare su cinque piattaforme tecnologiche per creare soluzioni uniche per i propri clienti. Queste piattaforme
comprendono naturalmente cuscinetti, sistemi di cuscinetti e dispositivi di tenuta, ma si
estendono anche ad altri settori: lubrificanti e
sistemi di lubrificazione, elementi critici che
influenzano la durata in molte applicazioni;
meccatronica, che combina il know-how meccanico a quello elettronico per realizzare sistemi di movimento lineare più efficienti e soluzioni dotate di sensori; ed un’ampia gamma di
servizi, dal supporto logistico e di progettazione all’ottimizzazione di sistemi di monitoraggio ed affidabilità.
Benché il settore sia stato ampliato, la SKF
mantiene la sua leadership mondiale nell’ambito della progettazione, produzione e commercializzazione dei cuscinetti a sfere, nonché
di prodotti complementari come le guarnizioni
radiali. Inoltre, il gruppo SKF occupa una posizione sempre più importante nell’ambito dei
prodotti per movimento lineare, cuscinetti
aerospaziali ad alta precisione, mandrini per
Tenute
Cuscinetti
e unità
Meccatronica
68
macchine utensili e servizi per la manutenzione di impianti.
Il gruppo SKF detiene sia la certificazione
ambientale per la gestione ambientale ISO
14001, sia quella per la salute e la sicurezza,
OHSAS 18001. Singole divisioni hanno ottenuto l’approvazione per la certificazione di
qualità secondo la ISO 9001 e altri requisiti
specifici dei clienti.
Gli oltre 100 stabilimenti produttivi nel
mondo e le società di vendita in 70 Paesi rendono la SKF un’azienda veramente multinazionale. Inoltre, i nostri distributori e concessionari dislocati in circa 15 000 sedi in tutto il
mondo, le relazioni commerciali basate sul
commercio online ed il sistema di distribuzione globale garantiscono sempre la vicinanza
della SKF ai propri clienti e quindi la capillare
fornitura sia di prodotti, sia di servizi. In pratica, le soluzioni della SKF sono disponibili proprio quando e dove lo richiedono i clienti. Il
marchio SKF e l’azienda sono più forti che
mai, ovunque. In qualità di ”knowledge engineering company” siamo in grado di offrire al
cliente competenze e risorse intellettuali di
conoscenza tecnica di livello mondiale, nonché
la prospettiva di supportare il cliente nel raggiungimento del suo successo.
Sistemi di
lubrificazione
Servizi
© Airbus – photo: exm company, H. Goussé
L’evoluzione della tecnologia by-wire
La SKF vanta esperienza e conoscenze esclusive nella tecnologia by-wire in rapida ascesa (fly-by-wire,
drive-by-wire e work-by-wire). La SKF è all’avanguardia nell’applicazione della tecnologia fly-by-wire
e lavora in stretta collaborazione con tutte le aziende
leader mondiali nel settore aerospaziale. Ad esempio,
quasi tutti gli aeromobili Airbus utilizzano i sistemi
SKF by-wire per il controllo di volo.
La SKF è leader anche nel drive-by-wire in ambito
automobilistico e ha collaborato con ingegneri del
settore allo sviluppo di due veicoli innovativi che utilizzano componenti meccatronici della SKF per sterzo
e frenata. Ulteriori sviluppi nella tecnologia by-wire
hanno portato la SKF a produrre un carrello elevatore completamente elettrico che utilizza la meccatronica anziché l’idraulica per tutti i comandi.
Sfruttare l’energia del vento
Il crescente settore dell’energia eolica rappresenta una fonte ecologica di elettricità. La SKF lavora a stretto contatto con i leader mondiali del settore per sviluppare turbine eoliche efficienti ed affidabili, fornendo un’ampia gamma di cuscinetti e
sistemi di monitoraggio delle condizioni altamente specifici, al fine di prolungare
la durata delle attrezzature riutilizzate in centrali eoliche situate in ambienti inospitali e spesso isolati.
Lavorare in ambienti con condizioni estreme
Durante l’inverno, soprattutto nei paesi nordici, temperature sotto lo zero possono provocare il grippaggio dei cuscinetti delle boccole nei veicoli ferrotranviari a
causa della scarsa lubrificazione. La SKF ha creato una nuova famiglia di lubrificanti sintetici formulati per mantenere la propria viscosità di lubrificazione anche
a temperature estreme. Il know-how della SKF permette a produttori e utenti
finali di risolvere le problematiche di prestazione causate dalle alte e basse temperature. I prodotti SKF, ad esempio, vengono utilizzati in vari ambienti come i
forni ed i dispositivi di raffreddamento rapido dell’industria alimentare.
D
Un aspirapolvere più pulito
Il motore elettrico ed i suoi cuscinetti sono il cuore di molti elettrodomestici. La
SKF lavora a stretto contatto con i produttori di elettrodomestici per aumentarne
le prestazioni e ridurne i costi, il peso, nonché il consumo di energia. Un recente
esempio di questa collaborazione è una nuova generazione di aspirapolveri considerevolmente più potenti. Il know-how SKF nel settore della tecnologia per piccoli cuscinetti è utile anche per i produttori di utensili elettrici ed attrezzature da
ufficio.
Un laboratorio di R&S da 350 km/h
Oltre ai noti laboratori di ricerca e sviluppo della SKF in Europa e Stati Uniti, la
Formula Uno rappresenta un ambiente unico per lo sviluppo delle tecnologie dei
cuscinetti. Da oltre 50 anni, i prodotti, la progettazione ed il know-how della SKF
aiutano la Scuderia Ferrari a rimanere al vertice della F1 (una vettura da corsa
Ferrari utilizza generalmente più di 150 componenti SKF). L’esperienza acquisita
in questo settore viene quindi applicata ai prodotti che forniamo alle case automobilistiche e al mercato dell’aftermarket in tutto il mondo.
Garantire l’ottimizzazione dell’efficienza delle risorse
Grazie ai Reliability Systems SKF (Sistemi di Affidabilità, la SKF offre una gamma
completa di prodotti e servizi per l’ottimizzazione dell’efficienza, da hardware e
software per il monitoraggio delle condizioni a strategie di manutenzione, assistenza tecnica e programmi di affidabilità per i macchinari. Per ottimizzare l’efficienza e aumentare la produttività, alcune aziende optano per la Soluzione di
Manutenzione Integrata, per la quale la SKF fornisce tutti i servizi in base ad un
contratto di prestazione a costo fisso.
Pianificazione per una crescita sostenibile
Per propria natura, i cuscinetti offrono un contributo positivo alla tutela dell’ambiente consentendo alle macchine di funzionare in modo più efficiente, con minore consumo energetico e con una minore lubrificazione. Migliorando costantemente le prestazioni dei propri prodotti, la SKF rende possibile lo sviluppo di una
nuova generazione di prodotti ed attrezzature ad elevata efficienza. Con un occhio
al futuro ed al mondo che lasceremo alle generazioni future, le politiche del Gruppo SKF per ambiente, salute e sicurezza, nonché le tecnologie di produzione sono
pianificate e implementate per contribuire alla protezione ed alla preservazione
delle limitate risorse naturali della Terra. Siamo sempre impegnati verso una crescita sostenibile e rispettosa dell’ambiente.
69
® SKF, @ptitude, CARB, MARLIN, Microlog, NoWear,
SensorMount e SYSTEM 24 sono marchi registrati
del Gruppo SKF.
™ SKF Explorer e Total Shaft Solutions sono marchi
del Gruppo SKF.
© Gruppo SKF 2008
La riproduzione, anche parziale, del contenuto di questa
pubblicazione è consentita soltanto con specifica auto­
rizzazione scritta della SKF Industrie S.p.A. Nella stesura
è stata dedicata la massima attenzione al fine di assicurare
l’accuratezza dei dati, tuttavia non si possono accettare
responsabilità per eventuali errori od omissioni, nonché per
danni o perdite diretti o indiretti derivanti dall’uso delle
informazioni qui contenute.
Pubblicazione 6100/! IT · Ottobre 2008
Questa pubblicazione sostituisce la 5100 I.
Stampata in Svezia su carta ecologica.
skf.com
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement