VAILLANT dati tecnici caldaie condensazione

VAILLANT dati tecnici caldaie condensazione
Specifiche tecniche Condensing
Condensing
Gamma e dati tecnici.
ecoBLOCK pro
ecoBLOCK plus
ecoBLOCK balkon
ecoBLOCK exclusiv
ecoINWALL
auroINWALL
ecoCOMPACT
auroCOMPACT
ecoVIT plus
ecoVIT exclusiv
Edizione Gennaio 2013
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Risparmio energetico e protezione dell’ambiente
In tutti i settori della tecnica, si stanno facendo i massimi
sforzi per ridurre sensibilmente le emissioni di sostanze
nocive.
Questo vale anche per il campo del riscaldamento di
edifici e della preparazione dell’acqua calda.
Le emissioni in questo campo sono soprattutto ossidi di
azoto NOx, monossido di carbonio CO ed anidride
carbonica CO2.
L’anidride carbonica é considerata uno dei responsabili
principali dell’effetto serra globale.
Ma anche gli ossidi di azoto esercitano un’influenza
dannosa sull’ambiente: essi contribuiscono per esempio
alla formazione dello smog, sono dannosi per le vie
respiratorie di uomini ed animali e sono tossici per molte
piante.
Il monossido di carbonio inodore é particolarmente
pericoloso essendo tossico già alle basse concentrazioni,
se, attraverso le vie respiratorie, arriva nel sistema di
circolazione del sangue.
Impiegando le tecnologie che consentono una riduzione
del consumo energetico, si ottiene automaticamente una
minore emissione di sostanze nocive.
Nel contesto di questo quadro generale la tecnica della
condensazione é diventata di crescente importanza
negli ultimi anni, permettendo la riduzione del consumo
energetico in media di circa il 15% rispetto ai moderni
generatori di calore a bassa temperatura, con simultanea
sensibile diminuzione delle emissioni di NOx.
Già molti Paesi hanno percepito l’utilità ed i vantaggi
della tecnica della condensazione ed hanno avviato
numerosi programmi di finanziamento a favore degli
utilizzatori.
Questi vantaggi compensano in breve tempo i costi
supplementari rispetto a generatori di calore tradizionali.
Con lo sviluppo della tecnica della condensazione si é
fatto un passo importante verso il massimo sfruttamento
del combustibile con emissione di sostanze nocive
minime.
2
La tecnica della condensazione
Nei generatori di calore tradizionali i fumi attraversano
uno scambiatore, cedendo calore all’acqua di
riscaldamento; i gas di scarico vengono pertanto
raffreddati fino ad un certa temperatura (per esempio
circa 120°C).
Il calore recuperato in questo modo, viene chiamato
anche calore sensibile.
I gas di scarico di un generatore di calore contengono
però oltre al calore sensibile anche il cosiddetto calore
latente (vale a dire calore nascosto).
Esso é legato al vapore acqueo che si genera nella
combustione.
Nei generatori di calore tradizionali, il calore contenuto
nel vapore acqueo dei gas di scarico non viene
recuperato.
Negli apparecchi a condensazione lo scambiatore di
calore primario ha superfici particolarmente elevate
oppure viene collegato in serie un secondo scambiatore/
recuperatore di calore.
Questo consente di recuperare il calore sensibile dai gas
di scarico con un ulteriore successivo raffreddamento
degli stessi.
In questo processo le temperature dei gas di scarico
scendono fino alla cosiddetta temperatura del punto di
rugiada, favorendo la condensazione del vapore acqueo.
L’energia termica recuperata viene ceduta all’acqua di
riscaldamento.
Con la tecnica della condensazione è diventato possibile
il massimo sfruttamento del calore prodotto da un
combustibile.
La maggiore tecnologia applicata agli scambiatori
primari (superfici, materiali, ..) permette il trasferimento
del calore sensibile all’acqua di riscaldamento,
consentendo il raggiungimento di rendimenti maggiori
rispetto ai generatori di calore tradizionali.
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Riduzione del CO2 con la tecnica della condensazione
L’esempio di calcolo qui di seguito illustra la possibile
riduzione dell’emissione del CO2 con l’impiego di un
apparecchio a condensazione rispetto ad un moderno
generatore di calore a bassa temperatura.
Per il gas metano: 1000 kWh/anno emettono 0,2
tonnellate/anno di CO2.
Esempio
Il fabbisogno di calore annuo per una media villetta
monofamiliare è di 17000 kWh/a.
Le emissioni di CO2 con l’impiego di una caldaia a bassa
temperatura corrispondono a:
CO2 = (17000 x 0,2)/1000
CO2 = 3,4 t/a
Installando una caldaia a condensazione le emissioni di
CO2 si riducono a:
CO2 = (17000 x 0,2)/1000 x 90%/108%
CO2 = 2,8 t/a
Vale a dire 600 kg/a di CO2 in meno grazie all’utilizzo
della tecnica della condensazione.
Rendimento stagionale della caldaia Vaillant ecoBLOCK con temperature del sistema di riscaldamento.
3
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Impianti di riscaldamento adatti per gli apparecchi
a condensazione
Gli apparecchi a condensazione possono essere impiegati
in linea di principio per qualsiasi impianto di
riscaldamento ad acqua calda.
Quale parte del funzionamento annuo globale di un
impianto di riscaldamento possa avvenire in regime di
condensazione, dipende essenzialmente dalle
temperature di mandata e di ritorno dell’impianto di
riscaldamento.
Quanto più basse sono queste temperature, tanto
maggiore è la percentuale del funzionamento annuo in
stato di condensazione, maggiore è il grado di
rendimento e quindi l’economicità di esercizio
dell’impianto.
Con il riscaldamento a pannelli dove le temperature di
ritorno si aggirano al di sotto dei 40°C, si ottiene il
maggiore grado di rendimento annuale, in quanto a
queste temperature il funzionamento del riscaldamento
consente per tutto l’anno lo sfruttamento della tecnica
della condensazione.
Anche negli impianti di riscaldamento progettati per
90/70°C, si può lavorare in regime di condensazione
per il 30% del tempo totale di funzionamento della
caldaia.
Gli impianti di riscaldamento di vecchia data a 90/70°C
presentano di norma superfici riscaldanti
sovradimensionate che funzionano, perfino nelle
giornate più fredde, con temperature di mandata <70°C.
In questi impianti le temperature di ritorno per buona
parte del periodo di riscaldamento, sono abbastanza
basse per permettere la condensazione dei fumi durante
la maggior parte del funzionamento del riscaldamento.
Nelle ristrutturazioni di vecchi edifici si applicano spesso
rivestimenti isolanti alle facciate esterne e le nuove
finestre sono a doppi vetri.
In questi casi necessitano temperature di mandata
inferiori a quelle originariamente calcolate, consentendo
l’impiego della tecnica della condensazione con successo.
Da quanto sopra esposto risulta evidente che per
ottenere il massimo dalla caldaia a condensazione
occorre abbinarle un termoregolatore a temperatura
scorrevole (vedi capitolo “Termoregolazione”), a scapito
assolutamente di un normale termostato ON/OFF
(a temperatura fissa).
La centralina con sonda esterna comanda infatti la
temperatura di mandata all’impianto più bassa possibile,
in funzione della temperatura esterna contingente (vedi
grafici delle pagine 4 e 5).
Anche la scelta di un termostato modulante (vedi
capitolo “Termoregolazione”) è da preferirsi comunque
al normale termostato ON/OFF, anche se in questo caso
occorre accertarsi che l’impianto di riscaldamento sia
effettivamente “sovradimensionato”.
Sfruttamento del calore di condensazione con sistema di riscaldamento a pannelli (40/30°C)
4
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Sfruttamento del calore di condensazione con vecchi sistemi di riscaldamento a radiatori (90/70°C)
Sfruttamento del calore di condensazione con moderni sistemi di riscaldamento a radiatori (75/60°C)
5
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Rendimenti superiori al 100% con la tecnica della
condensazione
Nei combustibili si distinguono il potere calorifico
superiore e il potere calorifico inferiore.
Il potere calorifico superiore comprende l’intera quantità
di calore che si sprigiona dalla combustione del
combustibile, inclusa la parte di calore contenuta nel
vapore acqueo dei gas di scarico.
Il potere calorifico inferiore invece indica solo la quantità
di calore utilizzabile senza la condensazione dei gas di
scarico.
I generatori di calore tradizionali consentono, per la
concezione costruttiva dei loro scambiatori di calore, solo
lo sfruttamento del potere calorifico inferiore.
Il p.c.i. serve quindi quale valore base per il calcolo del
rendimento del generatore.
Essendo tecnicamente impossibile trasferire il 100% del
potere calorifico inferiore all’acqua di riscaldamento (si
verificano sempre perdite di calore attraverso i gas di
scarico e per irraggiamento), il rendimento dei generatori
di calore tradizionali é obbligatoriamente sempre <100%.
Poiché il potere calorifico superiore é maggiore di quello
inferiore, nelle caldaie a condensazione viene quindi
trasferito più calore all’acqua di riscaldamento.
Metano
P.C.S. / p.c.i. = 1,11
6
Per poter fare un confronto con i generatori di calore
tradizionali, il rendimento degli apparecchi a
condensazione viene indicato sulla base del “potere
calorifico inferiore”.
Oltre al recupero del calore latente, i generatori a
condensazione assorbono meglio anche il calore
sensibile, permettendo di arrivare a rendimenti fino al
107%, mediamente superiori del 17% rispetto alle
moderne caldaie tradizionali a bassa temperatura, dove il
rendimento si aggira attorno al 90%.
La percentuale di rendimento dipende notevolmente
dalle temperature di esercizio dell’impianto di
riscaldamento: quanto minore é la temperatura del
sistema, tanto maggiore é il grado di rendimento.
La caldaie Vaillant delle serie eco hanno un rendimento
stagionale ηN = 109% con temperature impianto di
40/30°C e 107% con temperature di 75/60°C (norma DIN
4702, T.8).
Si noti come la tecnica della condensazione sia
conveniente anche per sistemi ad alta temperatura,
perché rispetto ad una moderna caldaia avente
rendimento pari al 90%, il vantaggio é comunque del
17%.
Questa percentuale corrisponde circa anche al risparmio
energetico equivalente.
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Rendimento stagionale della caldaia Vaillant ecoBLOCK con temperature del sistema di riscaldamento 75/60°C
Rendimento nominale di moderni generatori di calore con temperature del sistema di riscaldamento 75/60°C
7
Teoria condensing
Perché la condensazione?
I vantaggi del combustibile gassoso nello sfruttamento
del potere calorifico superiore
Come si può rilevare dalla tabella il rapporto tra il potere
calorifico superiore e quello inferiore é particolarmente
elevato nei gas.
Nel gas metano, per esempio, il rapporto é del 11%,
nell’olio combustibile solo del 6%.
Già per questo motivo lo sfruttamento del potere
calorifico superiore é particolarmente redditizio con
il gas metano perchè consente un elevato recupero di
calore.
Un altro vantaggio del gas metano rispetto all’olio
combustibile é il ridottissimo contenuto di zolfo.
Lo smaltimento dell’acqua di condensa risulta quindi
molto meno problematico rispetto a generatori a gasolio.
Il contenuto di zolfo nell’acqua di condensa costituisce un
maggiore rischio di corrosione delle tubazioni di scarico.
Inoltre le temperature del punto di rugiada del gas
metano sono maggiori di quelle dell’olio combustibile.
Ciò significa che nelle caldaie a gasolio, la condensazione
inizia con temperature di ritorno più basse.
Con l’olio combustibile la percentuale dell’attività di
riscaldamento ove si sfrutta la condensazione risulta
quindi sensibilmente inferiore.
Fattori che influenzano lo sfruttamento della tecnica
della condensazione
Un fattore di importanza essenziale per lo sfruttamento
del calore della condensazione per il sistema di
riscaldamento é il valore di temperatura dell’acqua di
ritorno alla caldaia.
Quanto più bassa é la temperatura dell’acqua di ritorno,
tanto più calore può essere trasferito dai gas di scarico
all’acqua stessa.
Solo scendendo al di sotto della temperatura di rugiada
si arriva alla condensazione dei gas di scarico e quindi
allo sfruttamento del calore latente contenuto nel vapore
acqueo dei fumi.
Quanto più vapore acqueo condensa, tanto maggiore
sarà il rendimento dell’apparecchio.
La figura qui sotto illustra il rendimento in funzione della
temperatura di ritorno dell’impianto.
Per ottenere rendimenti elevati, nella progettazione di
impianti nuovi si dovrebbero prevedere temperature di
sistema possibilmente basse, per esempio 40/30°C
(pannelli sotto pavimento).
In questo modo si garantisce la condensazione dei fumi
per l’intero periodo di funzionamento del generatore.
Tuttavia, anche con impianti di riscaldamento di vecchia
concezione, progettati per funzionare con temperature di
90/70°C, é conveniente installare, in caso di
ammodernamenti, apparecchi a condensazione, perché
anche in questi casi si lavora in regime di condensazione
per circa il 30% del tempo di funzionamento del
bruciatore.
Acqua di condensa/Rendimento % in funzione della temperatura di ritorno
8
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Importanza del valore di eccesso di aria
Un parametro importante nella combustione é il valore di
eccesso d’aria.
In linea di principio, quanto minore è l’eccesso d’aria,
tanto maggiore é la possibilità di sfruttare la
condensazione dei gas combusti.
Con basso eccesso d’aria la temperatura del punto di
rugiada sale; questo significa che la condensazione dei
gas di scarico inizia con temperature di ritorno più
alte.
Negli apparecchi a condensazione vengono utilizzati di
preferenza bruciatori ad aria soffiata a premiscelazione,
in quanto lavorano con un minore eccesso d’aria.
Nei bruciatori a gas esiste un rapporto diretto tra
l’eccesso d’aria e il contenuto di CO2 nei gas di scarico.
Quanto minore é l’eccesso d’aria, tanto maggiore il
contenuto di CO2.
Questo rapporto consente di determinare il grado di
sfruttamento della condensazione mediante la
misurazione del CO2.
Temperatura del punto di rugiada del vapore acqueo in funzione del valore di eccesso dell’aria
9
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Produzione di acqua di condensa
L’acqua di condensa prodotta dalle apparecchiature a gas
a condensazione é lievemente acida.
Nell’impiego pratico il valore del pH si aggira circa tra 3,5
e 5,5.
Con lo sfruttamento completo della condensazione la
quantità di acqua di condensa massima teorica può
essere calcolata con la seguente formula:
VK = VB x HS x 0,12
VK - quantità massima acqua di condensa (I/anno)
VB - consumo annuo di gas (m3/anno)
HS - potere calorifico superiore (kWh/m3)
0,12 - portata acqua di condensa (I/kWh)
Applicando questa equazione risulta, per esempio, per
una villetta monofamiliare con un consumo annuo di gas
metano di 1700 metri cubi una quantità teorica di acqua
di condensa VK = 1700 x 11,46 x 0,12 = 2337 l/a.
In realtà, a causa delle differenti condizioni di
funzionamento, risultano quantità di acqua di condensa
che si aggirano in media a circa 50-60% della quantità
massima.
Nel nostro caso risulterebbero quindi circa 1200 l/a.
Lo scarico dell’ acqua di condensa
Determinanti per l’immissione dell’acqua di condensa nel
sistema di scarico dei reflui domestici e di qui nella rete
fognaria canalizzata, sono le prescrizioni comunali sulle
acque reflue.
A livello nazionale, per quanto riguarda lo scarico delle
condense, la normativa di riferimento per impianti di
potenza minore di 35kW, è la UNI 11071 del 2003.
Temperatura del punto di rugiada del vapore acqueo e percentuale d’acqua nei gas di scarico di vari combustibili
10
Teoria condensing
Perché la condensazione?
APPENDICE B alla norma UNI 11071
Gestione delle condense
B.1 Trattamento delle condense
I reflui ottenuti dalla condensazione dei prodotti della
combustione delle caldaie a gas, hanno un determinato
grado di acidità (pH medio circa 4).
I reflui domestici, prodotti in grande quantità, hanno una
notevole basicità; essi inoltre hanno la capacità di
formare nelle condutture un deposito con proprietà
tampone rispetto agli acidi.
(…)
È possibile affermare come, mediamente, nelle acque
reflue di una abitazione privata siano contenute 100
volte più basi di quelle necessarie per la neutralizzazione
degli acidi presenti nella condensa dell’impianto di
riscaldamento.
Essendo l’alterazione di pH dovuta alla miscelazione del
refluo domestico con la condensa acida prodotta da
una caldaia a condensazione (di portata termica non
maggiore di 35 kW) praticamente trascurabile risulta
possibile scaricare direttamente la condensa nella
fognatura.
A titolo di esempio, si indicano i seguenti casi:
a) Installazione in locale ad uso abitativo:
per utilizzi civili non si rendono necessari particolari
accorgimenti essendo i condensati abbondantemente
neutralizzati dai prodotti del lavaggio e degli altri scarichi
domestici.
b) Installazione in ufficio:
nel caso in cui l ’ufficio, asservito ad un apparecchio
singolo, abbia un numero di utenti minore di 10, è
opportuna l’installazione di un neutralizzatore di
condense.
Nel caso in cui il numero di utenti sia maggiore di 10,
valgono le stesse considerazioni adottate per
l’installazione in appartamento ad uso abitativo.
Per impianti di portata termica maggiore di 35kW si
raccomanda l’installazione di un sistema di trattamento,
in particolare per abbattere l’acidità, salvo che il
progettista abbia la certezza che l’acidità dei reflui
ottenuti dalla condensazione dei prodotti della
combustione sia neutralizzata dalla basicità dei reflui
domestici.
Indicativamente, ai fini dell’installazione di un
neutralizzatore di condensa per un impianto a gas
asservito fino a 4 unità immobiliari ad uso abitativo, si
individuano i seguenti casi:
11
Teoria condensing
Perché la condensazione?
L’ evacuazione dei gas di scarico
Poiché per ragioni tecniche ed economiche non é
possibile costruire scambiatori di calore tanto grandi da
recuperare l’intero calore di condensazione dai gas di
scarico, nell’esercizio pratico arriva alla condensazione
in media solo il 50-60% del vapore acqueo.
Una certa quantità può essere condensata lungo il
percorso di evacuazione dei fumi stessi.
I gas di scarico raffreddati presentano, a causa della loro
bassa temperatura, una spinta statica ridotta e devono
quindi essere evacuati con l’aiuto di un ventilatore.
L’impiego di apparecchi a condensazione richiede
pertanto particolari accorgimenti nella scelta degli
impianti di evacuazione dei gas di scarico.
Vengono utilizzati sistemi di tubazioni resistenti alla
corrosione ed alla pressione.
La tenuta deve essere tale che non si possano verificare
perdite di gas di scarico o di acqua di condensa.
Confronto dei valori del pH di varie sostanze
12
Per la necessaria resistenza all’acidità dell’acqua di
condensa possono essere utilizzati solo determinati
materiali, quali per esempio acciaio inox, alluminio,
materiali ceramici o sintetici.
I condotti dei gas di scarico possono essere installati ad
esempio in camini esistenti.
Questo tipo di installazione é particolarmente
conveniente in caso di ristrutturazioni rispettando
distanze ed aerazioni così come da normativa vigente.
Intorno al condotto di scarico deve rimanere uno spazio
libero per la circolazione dell’aria.
Ad ogni condotto di scarico può essere collegato un
unico apparecchio a condensazione.
In certe situazioni si possono comunque installare più
condotti di evacuazione in un camino, per esempio
quando gli apparecchi sono installati nello stesso stabile.
Teoria condensing
Perché la condensazione?
Legislazione tedesca sui materiali adatti per gli scarichi
della condensa acida
Possibili configurazioni di scarico dei gas combusti con caldaie Vaillant ecoBLOCK
13
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
Sistemi aria/gas a confronto
Vaillant, per le sue caldaie murali e a basamento, ha
sviluppato tre differenti tecniche di gestione della
combustione:
- pneumatico per le serie pro, INWALL e COMPACT
- elettronico, con sensore di CO, per le serie exclusiv
- elettronico con sensore ELGA per la serie ecoBLOCK plus
Il sistema elettronico affianca al mantenimento del
rendimento su tutto il campo di modulazione e a un ben
più ampio campo di modulazione, anche il mantenimento
del rendimento al variare della lunghezza di scarico fumi
e della capacità calorifica del gas combustibile.
Sistema aria/gas pneumatico
Legenda:
1 Gas combusti
2 Motore del ventilatore
3 Valvola principale di regolazione gas
4 Curva caratteristica volume aria/volume gas
5 Curva caratteristica potenza/numero giri nominale del ventilatore
6 Valvole gas di sicurezza
7 Vite di regolazione: curva caratteristica volume aria/volume gas
14
Nel sistema pneumatico di gestione della combustione il valore di
modulazione della fiamma dipende:
- dallo scostamento in modulo fra il valore di temperatura reale
ed il valore nominale
- dalla velocità con la quale il valore reale di temperatura
si avvicina al valore nominale
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
In funzione della potenza richiesta il ventilatore riceve
dalla scheda elettronica, tramite un segnale di comando
in tensione modulante, il valore nominale del numero giri.
La modulazione della fiamma al bruciatore avviene
grazie alla variazione della portata d’aria aspirata dal
ventilatore.
Con il sistema aria/gas pneumatico la portata del gas
segue la portata dell’aria, in un rapporto prestabilito,
in quanto le due grandezze sono obbligatoriamente
interdipendenti.
È perciò possibile tenere l’eccesso d’aria quasi costante
sull’intero intervallo di modulazione.
Sistema elettronico aria/gas
Legenda:
1 Sensore di CO
2 Colletore gas combusti
3 Aria comburente
4 Motore del ventilatore
5 Motore passo passo
6 Valvola gas principale di sicurezza
7 Curva caratteristica: numero giri reale
(ventilatore)/numero passi (motore passo-passo)
8 Curva caratteristica: potenza (apparecchio)/
numero giri nominale (ventilatore)
Entrambi i sistemi si comportano allo stesso modo fino alla
trasmissione del valore nominale del numero di giri al ventilatore.
Nel nuovo sistema elettronico aria/gas viene però ora determinato,
tramite il rilevamento del numero di giri reale del ventilatore ed una
curva caratteristica, specifica dell’impianto aria/scarico fumi e già
memorizzata in elettronica, il numero di passi da comandare ad un
motore passo-passo inserito nella valvola di regolazione del gruppo
gas.
15
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
La curva memorizzata in elettronica lega il numero giri
reale del ventilatore al numero di passi del motore
passo-passo.
Il valore del numero di passi è una misura diretta della
corsa di apertura della valvola gas e quindi della
modulazione al bruciatore.
Nel sistema aria/gas elettronico il gruppo gas ed il
ventilatore ricevono quindi due differenti segnali
elettrici di comando.
La qualità della combustione deve essere sorvegliata
separatamente, in quanto la portata di gas e la portata
d’aria non sono interdipendenti.
La sorveglianza della combustione è operata da un
sensore di CO, posto nel collettore dei gas combusti.
La percentuale di monossido di carbonio misurata dal
sensore di CO è una misura della qualità della
combustione e viene utilizzata quale valore di correzione
per la regolazione aria/gas, così che la combustione
abbia luogo sempre al punto di funzionamento ottimale.
Il punto di funzionamento ottimale si trova in
corrispondenza del coefficiente lambda d’eccesso d’aria
tra 1,2 e 1,3.
In questo campo la combustione ha un elevato
rendimento ed è accompagnata da valori minimi di CO
e di NOx.
Valore CO, eccesso d’aria, grado di rendimento
Non guasta ricordare ancora una volta il legame fra
l’eccesso d’aria e la temperatura di rugiada dei fumi,
legame che spiega l’elevato rendimento ottenibile dalla
caldaia exclusiv.
16
Diagramma coeff. lambda – temperatura punto di rugiada
Il grafico sopra illustra la dipendenza del punto di rugiada
dal coefficiente d’eccesso d’aria, lambda.
Quanto minore è l’eccesso d’aria, tanto maggiore è il
punto di rugiada.
Un elevato punto di rugiada ha un effetto positivo sul
funzionamento della caldaia a condensazione, dato che
consente di avere temperature di ritorno dell’impianto
mediamente alte, per poter sfruttare il calore latente di
condensazione.
Con un eccesso d’aria di, per esempio 1,25, la
temperatura del punto di rugiada è pari a 55°C.
Ciò significa che già da temperature di ritorno inferiori ai
55°C si è nella possibilità di sfruttare il calore di
condensazione dei gas combusti.
Con eccessi d’aria superiori ad esempio a 2, la superficie
dello scambiatore di calore dovrebbe raffreddarsi fino al
di sotto dei 47°C per poter essere nelle condizioni
termiche di sfruttamento del calore di condensazione.
La percentuale di sfruttamento del calore di
condensazione dipende dal valore della differenza fra
la temperatura di rugiada e la temperatura di ritorno
dall’impianto.
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
Componenti del sistema aria/gas elettronico e
procedura di Test del valore limite
Blocco di regolazione del gas
Il blocco di regolazione gas dispone di due valvole, una di
sicurezza ed una di regolazione.
La valvola di sicurezza, che funge da vero e proprio
interruttore, apre alla richiesta di calore, il passaggio al
combustibile.
La valvola di regolazione è invece dotata di un motore
passo – passo.
Il motore viene comandato elettricamente con un
numero passi definito in funzione del valore reale del
numero giri del ventilatore.
Il numero passi è una misura diretta del grado di
modulazione.
Una volta aperto il gruppo gas, il combustibile fluisce
direttamente nel canale di aspirazione aria del
ventilatore.
Nel ventilatore si ottiene la miscela dell’aria comburente
con il gas combustibile, miscela che viene spinta dal
ventilatore stesso al bruciatore e ivi accesa.
Sensore di CO
Il sensore è costituito da uno strato di ossido di gallio
sensibile al monossido di carbonio e da una resistenza
PTC che funge da elemento riscaldante.
In presenza del CO, contenuto nei gas combusti, si riduce
la resistenza elettrica del sensore. Il circuito elettronico
inserito nel supporto del sensore, traduce questo valore
di resistenza in un valore di tensione.
Il valore di tensione è per l’elettronica una misura diretta
della concentrazione del monossido nei gas combusti.
Per rendere possibile la reazione del sensore al
monossido di carbonio, il sensore viene portato, dalla
resistenza PTC ad una temperatura d’esercizio di circa
700°C.
L’alimentazione dell’elemento riscaldante, per portarlo
alla temperatura d’esercizio, viene effettuata solo poco
dopo il rilevamento della fiamma, onde evitare una
reazione del sensore alle emissioni di avvio.
Blocco di regolazione gas
Sensore di CO
Legenda:
1 Valvola gas principale
2 Valvola di regolazione
(motore passo – passo)
Per aumentare la durata operativa del sensore ed evitare
una formazione di condensa durante i periodi di arresto
del bruciatore, il sensore di CO viene riscaldato con
bruciatore spento e caldaia inserita ad una temperatura
di mantenimento di circa 300°C.
I conduttori di collegamento del sensore sono in platino.
Il sensore di CO è installato nella parte superiore del
collettore fumi ed è protetto da una custodia aperta,
dato che i gas combusti, già relativamente freddi, lo
investono a bassa velocità.
Dopo ogni on/off della tensione e dopo ogni reset il
sensore di monossido viene sottoposto ad un test di
taratura; valori non plausibili portano ad un blocco
dell’apparecchio, con relativo codice d’errore F.55.
17
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
Sistema aria/gas elettronico con sensore ELGA
Nel nuovo sistema aria/gas elettronico per ecoBLOCK plus
la sorveglianza della combustione viene eseguita tramite
un sensore detto ELGA ogni 30 secondi.
Come nel sistema elettronico aria/gas in funzione della
potenza richiesta il ventilatore riceve dalla scheda
elettronica il valore nominale del numero di giri (grafico 5).
Sempre analogamente al sistema precedentemente
descritto tramite il rilevamento del numero di giri reale del
ventilatore e la curva caratteristica (grafico 6) viene
determinato il numero di passi di apertura della valvola
gas.
La qualità della combustione viene verificata
dall’elettronica tramite il sensore ELGA.
Il sistema grazie al controllo costante del sensore
garantisce che la miscela aria/gas sia sempre ottimale.
Il sensore è essenzialmente composto da una resistenza
elettrica che genera calore e due sensori di temperatura
che la monitorizzano.
Con una superfice di 1.7 mm² e uno spessore di 0.5 mm, il
sensore ELGA è in grado di captare le più piccole differenze
di pressione fra aria comburente e gas combustibile.
Sistema elettronico ELGA
18
Legenda:
1 Gas combusti
2Aria comburente
3Motore passo passo
4Valvola gas principale di sicurezza
5Curva caratteristica:
potenza apparecchio/numero giri del ventilatore
6Curva caratteristica:
numero giri reali ventilatore/
numero di passi valvola gas
7Motore del ventilatore
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
Quando il sistema è in funzione la resistenza elettrica
viene portata a 50°C; la nuvola di calore che si genera
viene spostata verso uno dei due sensori di temperatura
a seconda della differenza di pressione che si viene a
generare da una parte o dall’altra del canale dove è
posto il sensore ELGA (si genera un moto dei fluidi).
Se per esempio, vi è una pressione maggiore sul lato
gas, il sensore che si trova sul lato opposto, capterà una
temperatura maggiore rispetto all’altro.
Legenda:
1 Sensore ELGA
2Tubo Venturi - Lato ventilatore
3Tubo Venturi - Lato aspirazione
4Vite di regolazione della CO2
5Diaframma gas
6Connessione gas
7Canali di misurazione/regolazione
8Filtro
L’elettronica ristabilisce l’equilibrio tra le due pressioni
variando il numero di passi di apertura della valvola del
gas.
Il sistema aria/gas elettronico con sensore ELGA
consente di aumentare il campo di modulazione fino a 1:8
mantenendo rendimenti elevati ed emissioni basse a tutti
i livelli di potenza.
Legenda:
1 Sensore di temperatura
2 Elemento riscaldante
3 Sensore di temperatura
4 Nuvola di calore
19
Teoria condensing
La tecnica della condensazione
Circolatori ad alta efficienza e Direttive Europee
Dal primo Gennaio 2013 la Direttiva Europea “ErP”
2009/125/CE , regolamento legislativo relativo ai prodotti
che consumano energia (Energy related Products), entra
in vigore per i circolatori degli impianti di riscaldamento.
Anticipandone l’applicazione, che per i circolatori integrati
nelle caldaia murali entrerà in vigore a partire dal
1° Agosto 2015, sulla gamma ecoBLOCK plus è già
installata una pompa modulante ad alta efficienza.
Dal primo Gennaio 2013 la classificazione energetica verrà
espressa con il coefficiente EEi che sostituirà l’attuale
classificazione A – G.
I circolatori integrati nelle caldaie della gamma ecoBLOCK
plus hanno un EEi < 0.23 come previsto dalla direttiva.
Pompa ad alta efficienza caldaie ecoBLOCK plus
20
Serie eco pro
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo
C13, C33, C43, C53, C83, B23, B33;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Rendimento a potenza nominale (40/30°C): 106%;
Rendimento al 30%: 107%.
Caldaia murale a condensazione Vaillant ecoBLOCK pro
VMW, combinata per riscaldamento e produzione acqua
calda sanitaria.
Componenti:
valvola gas a gestione pneumatica;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione a due velocità con dispositivo
elettronico antibloccaggio;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale, con
termostato di sicurezza, vaso d’espansione da 10 litri;
valvola di sicurezza lato riscaldamento 3 bar;
sonde NTC per il controllo elettronico della modulazione
e delle funzioni di sicurezza;
sensore di pressione ad effetto hall per il monitoraggio
della pressione dell’impianto di riscaldamento;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore e
connessione per sistema di termoregolazione eBUS;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e
l’adattamento dell’apparecchio all’impianto di
riscaldamento;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi per massimo 2 apparecchi in
cascata (disponibile come accessorio);
mantello facilmente removibile con pannelli in acciaio
verniciati bianchi a fuoco ad elevata robustezza e
stabilità.
21
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK pro
ecoBLOCK pro
Unità
VMW 226/5-3
VMW 286/5-3
Potenza termica ridotta/nominale (80/60°C) (Pr/Pn)
(60/40°C) (Pr/Pn)
kW
5,2/18,5
6,2/24,0
kW
5,6/19,1
(50/30°C) (Pr/Pn)
6,7/24,7
kW
5,7/19,7
6,9/25,5
(40/30°C) (Pr/Pn)
kW
5,8/20,0
7,0/26,0
Potenza termica nominale in sanitario (Pn)
kW
23,0
28,0
Portata termica nominale in sanitario (Qn)
kW
23,5
28,6
Portata termica nominale in riscaldamento (Qn)
kW
18,9
24,5
Portata termica ridotta (Qr)
kW
7,1
9,2
Rendimento nominale (stazionario) (80/60°C)
%
98,0
98,0
(60/40°C)
%
101,0
101,0
(50/30°C)
%
104,0
104,0
(40/30°C)
%
106,0
106,0
Rendimento al 30%
%
108,0
108,0
HHHH
0,4
HHHH
0,3
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
-
Perdite di calore al mantello 1) (ΔT = 50 K)
%
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf (80/60°C )
%
1,5
1,5
Perdite al camino con bruciatore spento
%
< 0,1
< 0,1
Pressione gas in ingresso Metano G20
mbar
20
20
Propano G31
mbar
37
37
Consumo a potenza nominale Metano G20
m3/h
2,5
3,0
Propano G31
Kg/h
1,83
2,22
Temperatura scarico fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
°C
70
75
(40/30°C) (Pr)
°C
40
40
Portata massica fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
g/s
10,6
11
(40/30°C) (Pr)
g/s
2,5
3,0
Eccesso d’aria (Metano)
1,25
1,25
Tenore NOx (Metano)
mg/kWh
60
60
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
mg/kWh
15
15
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
%
9
9
Classe NOx
-
5
5
Quantità max di condensa (pH, ca. 3,5-4,0) (50/30°C)
I/h
1,9
2,5
Prevalenza residua per l’impianto 2)
mbar
250
250
Portata nominale in riscaldamento (ΔT=20K)
l/h
796
1032
Temperatura di regolazione andata 3)
°C
30/80
30/80
Contenuto d’acqua nel generatore
I
2
2,2
Capacità vaso di espansione
I
10
10
Massimo contenuto d’acqua in impianto 4)
I
180
180
Pressione di precarica vaso d’espansione
bar
0,75
0,75
Sovrappressione massima di esercizio
bar
3
3
Temperatura di regolazione sanitario
°C
35/65
35/65
Portata idrica minima
l/min
1,5
1,5
Produzione acqua calda sanitaria (ΔT = 30K)
l/min
11,0
13,4
Stelle di comfort acqua calda sanitaria (prEN 13203)
-
HH
HH
Sovrappressione massima lato sanitario
bar
10
10
Pressione idrica minima
bar
0,35
0,35
Alimentazione elettrica
V/Hz
230/50
230/50
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
W
80/55
90/55
Potenza elettrica in standby
W
<2
<2
Raccordi riscaldamento
Poll.
G 3/4"
G 3/4"
Raccordo gas
mm
15
15
Raccordo sanitario
Poll.
G 3/4"
G 3/4"
Altezza
mm
720
720
Profondità/Larghezza
mm
335/440
335/440
60/100
60/100
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 5)
Ø mm
Peso
kg
35
36
Grado di protezione
IP
IP X4D
IP X4D
Certificazione
CE
0085CM0321
0085CM0321
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d‘installazione
2)By-pass in caldaia regolabile fra 170mbar e 350mbar, di fabbrica tarato a 250mbar
3)Mediante diagnostica Tmax=85°C
4)Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
5)Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - coassiale 80/125 mm (con adattatore art.0020147469)
sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.0020147470) - sdoppiato B23 (con adattatore art.0020147470)
Cat. II 2H3P
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C 13, C 33, C43, C53 C83, C93
Camera aperta Munita di ventilatore Tipo B23, B 33, B53, B53P
22
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK pro
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Passante condotto aria/fumi
Supporto apparecchio
Mandata riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo acqua calda Ø 15mm
Raccordo gas Ø 15mm
Raccordo acqua fredda Ø 15 mm
Ritorno riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo scarico sifone R1”
Raccordo scarico fumi 60/100 mm
Raccordo scarico condensa Ø 19 mm
Sifone condensa
Dispositivo di riempimento
Raccordo scarico valvola di
sicurezza Ø 15 mm
Sistemi di scarico
A
(mm)
Terminale N. Art. 303933
Curva a 87° da
60/100 mm
175
Curva a 87° da
60/100 mm
223
Curva a 87° da
80/125 mm
241
Apertura di ispezione
(adattatore B33 – ripresa –
ripresa aria dal locale
d’installazione)
a 87° da 80/125 mm
258
Sdoppiatore 80/80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
220
Adattatore B23 80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
ripresa aria dal locale
d’installazione
241
Misure in mm.
23
Diagrammi pompe
Serie eco pro
24
Serie eco plus
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B33, B53;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D; marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classicazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Rendimento a potenza nominale (40/30°C): 106%;
Rendimento al 30%: 108%.
Caldaia murale a condensazione Vaillant ecoBLOCK plus,
disponibile nelle versioni:
- VMW combinata, per riscaldamento e produzione
d’acqua calda sanitaria
- VMW combinata con bollitore actoSTOR CL20S 20litri,
per riscaldamento e produzione d’acqua calda sanitaria
- VM solo riscaldamento, abbinabile ad un bollitore
sanitario ad accumulo esterno.
Componenti:
valvola gas a gestione elettronica dotata di sensore
ELGA per autoregolazione;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica modulante ad alta
ecienza con dispositivo elettronico antibloccaggio;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale,
con termostato di sicurezza, vaso d’espansione da 10 litri;
valvola di sicurezza lato riscaldamento 3 bar;
sonde NTC per il controllo elettronico della
modulazione e delle funzioni di sicurezza;
sensore di pressione ad eetto hall per il monitoraggio
della pressione dell’impianto di riscaldamento;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore e
connessione per sistema di termoregolazione eBUS;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e
l’adattamento dell’apparecchio all’impianto di
riscaldamento;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi per massimo 2 apparecchi in
cascata (disponibile come accessorio);
mantello facilmente removibile con pannelli in acciaio
verniciati bianchi a fuoco ad elevata robustezza e
stabilità.
25
Dati tecnici
VM ecoBLOCK plus
ecoBLOCK plus
Unità
VM 186/5-5
VM 256/5-5
VM 306/5-5
VM 346/3-5
Potenza termica ridotta/nominale (80/60°C) (Pr/Pn)
(60/40°C) (Pr/Pn)
(50/30°C) (Pr/Pn)
(40/30°C) (Pr/Pn)
Potenza termica nominale in sanitario (Pn)
Portata termica nominale in sanitario (Qn)
Portata termica nominale in riscaldamento (Qn)
Portata termica ridotta (Qr)
Rendimento nominale (stazionario) (80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
Perdite di calore al mantello 1) (ΔT = 50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf(80/60°C)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso Metano G20
Pressione gas di ingresso Propano G31
Consumo a potenza nominale Metano G20
Propano G31
Temperatura scarico fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
(40/30°C) (Pr)
Portata massica fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
(40/30°C) (Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
Prevalenza residua ventilatore (secondo norma DIN 4705)
Classe NOx
Quantita max di condensa (pH, ca. 3,5-4,0) 2)
Prevalenza residua per l'impianto 2)
Portata nominale in riscaldamento (ΔT=20K)
Temperatura di regolazione andata 3)
Contenuto d'acqua nel generatore
Capacita vaso di espansione
Massimo contenuto d'acqua in impianto 4)
Pressione di precarica vaso d'espansione
Sovrappressione massima di esercizio
Temperatura di regolazione bollitore 5)
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocita)
Potenza elettrica in standby
Raccordi riscaldamento
Raccordo gas
Raccordi bollitore
Altezza
Profondita/Larghezza
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 6)
Peso
Grado di protezione
Certificazione
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 5)
Peso
Grado di protezione
Certificazione
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
Kg/h
°C
°C
g/s
g/s
3,0/18,0
3,2/18,6
3,3/19,1
3,3/19,5
18,0
18,4
18,4
3,2
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,5
1,5
< 0,1
20
37
1,9
1,43
70
40
8,3
1,4
1,25
29,6
16,4
9
160
5
1,8
250
774
30/80
2
10
180
0,75
3
15/70
230/50
80/35
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
33,5
IP X4 D
0085CM0321
60/100
35
IP X4D
0085CM0321
3,0/25,0
3,2/25,8
3,3/26,5
3,3/27,0
25,0
25,5
25,5
4,0
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,4
1,5
< 0,1
20
37
2,7
1,98
70
40
11,4
1,4
1,25
37,7
23,3
9
160
5
2,6
250
1075
30/80
2,2
10
180
0,75
3
15/70
230/50
80/35
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
33,5
IP X4 D
0085CM0321
60/100
36
IP X4D
0085CM0321
4,9/30,0
5,3/30,9
5,4/31,8
5,5/32,4
30,0
30,6
30,6
5,2
98,0
101,0
104,0
106,0
107,0
HHHH
0,3
1,5
< 0,1
20
37
3,2
2,38
74
40
13,8
2,3
1,25
37,7
12,6
9
160
5
3,1
250
1290
30/80
2,4
10
180
0,75
3
15/70
230/50
80/35
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
35
IP X4 D
0085CM0321
60/100
35
IP X4D
0085CM0321
5,6/34,0
6,1/35,0
6,2/36,1
6,4/36,8
34,0
34,7
34,7
6,0
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,3
1,5
< 0,1
20
37
3,7
2,7
80
40
15,6
2,7
1,25
39,1
11,1
9
160
5
3,5
250
1462
30/80
2,4
10
180
0,75
3
15/70
230/50
80/45
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
372/440
60/100
42
IP X4 D
0085CM0321
60/100
36
IP X4D
0085CM0321
mg/kWh
mg/kWh
%
Pa
.
I/h
mbar
l/h
°C
I
I
I
bar
bar
°C
V/Hz
W
W
Poll.
mm
Poll.
mm
mm
Ø mm
kg
IP
CE
Ø mm
kg
IP
CE
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d‘installazione
2)By-pass in caldaia regolabile fra 170mbar e 350mbar, di fabbrica tarato a 250mbar
3)
Mediante diagnostica Tmax=85°C
4)Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
5)15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70°C
6)Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - coassiale 80/125 mm (con adattatore art.0020147469)
sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.0020147470) - sdoppiato B23 (con adattatore art.0020147470)
Cat. II 2H3P
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C13, C 33, C43, C53 C83, C93
Camera aperta Munita di ventilatore Tipo B23, B 33, B53, B53P
26
Dati tecnici
VM ecoBLOCK plus
440
A
3
7
5
14
15
1
55 55
13
624
720
80
12
11
180
125
B
2
10
125
3
5
7
188
100
100
160
20
9
8
Sistemi di scarico
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
Passante condotto aria/fumi
Supporto apparecchio
Mandata riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo acqua calda Ø 15mm
Raccordo gas Ø 15 mm
Raccordo acqua fredda Ø 15 mm
Ritorno riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo scarico sifone R1”
Raccordo scarico fumi
60/100 mm
Raccordo scarico condensa
Ø 19 mm
Sifone condensa
Mandata bollitore
Ritorno bollitore
Raccordo scarico valvola di
sicurezza Ø 15 mm
Dispositivo di riempimento
A (mm)
Terminale N. Art. 303933
Curva a 87° da 60/100 mm
175
Curva a 87° da 60/100 mm
223
Curva a 87° da 80/125 mm
241
Apertura di ispezione (adattatore B33 – ripresa – ripresa
aria dal locale d’installazione) a 87° da 80/125 mm
258
Sdoppiatore 80/80 mm + curva a 87° da 80 mm
220
Adattatore B23 80 mm + curva a 87° da 80 mm
ripresa aria dal locale d’installazione
241
Misure in mm.
27
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK plus
ecoBLOCK plus
Unità
VMW 256/5-5
VMW 306/5-5
VMW 346/5-5
Potenza termica ridotta/nominale (80/60°C) (Pr/Pn)
(60/40°C) (Pr/Pn)
(50/30°C) (Pr/Pn)
(40/30°C) (Pr/Pn)
Potenza termica nominale in sanitario (Pn)
Portata termica nominale in sanitario (Qn)
Portata termica nominale in riscaldamento (Qn)
Portata termica ridotta (Qr)
Rendimento nominale (stazionario) (80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir.92/42CEE)
Perdite di calore al mantello 1) (ΔT = 50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf(80/60°C)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso Metano G20
Propano G31
Consumo a potenza nominale Metano G20
Propano G31
Temperatura scarico fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
(40/30°C) (Pr)
Portata massica fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
(40/30°C) (Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
Prevalenza residua ventilatore (secondo norma DIN 4705)
Classe NOx
Quantità max di condensa (pH, ca. 3,5-4,0) (50/30°C)
Prevalenza residua per l’impianto 2)
Portata nominale in riscaldamento (ΔT=20K)
Temperatura di regolazione andata 3)
Contenuto d’acqua nel generatore
Capacità vaso di espansione
Massimo contenuto d’acqua in impianto 4)
Pressione di precarica vaso d’espansione
Sovrappressione massima di esercizio
Temperatura di regolazione sanitario
Portata idrica minima
Produzione acqua calda sanitaria 5) (ΔT = 30K)
Stelle di comfort acqua calda sanitaria (prEN 13203)
Sovrappressione massima lato sanitario
Pressione idrica minima
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
Potenza elettrica in standby
Raccordi riscaldamento
Raccordo gas
Raccordo sanitario
Altezza
Profondità/Larghezza
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 6)
Peso
Grado di protezione
Certificazione
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
Kg/h
°C
°C
g/s
g/s
3,0/25,0
3,2/25,8
3,3/26,5
3,3/27,0
25,0
25,5
25,5
3,2
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,4
1,5
< 0,1
20
37
2,7
1,98
70
40
11,4
1,4
1,25
37,7
23,3
9
160
5
2,6
250
1075
30/80
2
10
180
0,75
3
35/65
1,5
11,9
HHH
10
0,15
230/50
80/35
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
36
IP X4 D
0085CM0321
4,9/30,0
5,3/30,9
5,4/31,8
5,5/32,4
30,0
30,6
30,6
5,2
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,3
1,5
< 0,1
20
37
3,2
2,38
74
40
13,8
2,3
1,25
37,7
12,6
9
110
5
3,1
250
1290
30/80
2,2
10
180
0,75
3
35/65
1,5
14,3
HHH
10
0,15
230/50
80/35
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
37
IP X4 D
0085CM0321
5,6/34,0
6,1/35,0
6,2/36,1
6,4/36,8
34,0
34,0
37,0
6,0
98,0
101,0
104,0
106,0
108,0
HHHH
0,3
1,5
< 0,1
20
37
3,7
2,7
80
40
15,6
2,7
1,25
39,1
11,1
9
50
5
3,5
250
1462
30/80
2,4
10
180
0,75
3
35/65
1,5
16,2
HHH
10
0,15
230/50
80/45
<2
G 3/4"
15
G 3/4"
720
335/440
60/100
39,5
IP X4 D
0085CM0321
mg/kWh
mg/kWh
%
Pa
I/h
mbar
l/h
°C
I
I
I
bar
bar
°C
l/min
l/min
bar
bar
V/Hz
W
W
Poll.
mm
Poll.
mm
mm
Ø mm
kg
IP
CE
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d‘installazione
2)By-pass in caldaia regolabile fra 170mbar e 350mbar, di fabbrica tarato a 250mbar
3)
Mediante diagnostica Tmax=85°C
4)Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
5)15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70°C
6)Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - coassiale 80/125 mm (con adattatore art.0020147469)
sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.0020147470) - sdoppiato B23 (con adattatore art.0020147470)
Cat. II 2H3P
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C13, C 33, C43, C53 C83, C93
Camera aperta Munita di ventilatore Tipo B23, B 33, B53, B53P
28
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK plus
440
4
5
6
15
7
11
35
100
35
100
8
9
160
20
3
4
5
6
7
188
Sistemi di scarico
10
180
125
624
720
125
2
14
335 - 369(34kW)
A
3
1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
Passante condotto aria/fumi
Supporto apparecchio
Mandata riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo acqua calda Ø 15mm
Raccordo gas Ø 15 mm
Raccordo acqua fredda Ø 15 mm
Ritorno riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo scarico sifone R1”
Raccordo scarico fumi
60/100 mm
Raccordo scarico condensa
Ø 19 mm
Sifone condensa
Mandata bollitore
Ritorno bollitore
Raccordo scarico valvola di
sicurezza Ø 15 mm
Dispositivo di riempimento
A (mm)
Terminale N. Art. 303933
Curva a 87° da 60/100 mm
175
Curva a 87° da 60/100 mm
223
Curva a 87° da 80/125 mm
241
Apertura di ispezione (adattatore B33 – ripresa – ripresa
aria dal locale d’installazione) a 87° da 80/125 mm
258
Sdoppiatore 80/80 mm + curva a 87° da 80 mm
220
Adattatore B23 80 mm + curva a 87° da 80 mm
ripresa aria dal locale d’installazione
241
Misure in mm.
29
Diagrammi pompe
Serie eco plus
30
Serie eco balkon
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23, B33;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D; marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello da esterno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Campo di potenza termica (50/30°C): 5,6 kW - 27,3 kW;
Rendimento a potenza nominale (40/30 °C): 105,1%;
Rendimento al 30%: 106,3%.
Caldaia murale a condensazione da esterno Vaillant
ecoBLOCK balkon VMW 266/5-5 B, con produzione di
acqua calda istantanea.
Componenti:
valvola gas dotata di elettrovalvole di sicurezza e campo
di modulazione dal 20% al 100%;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica a tre velocità con
dispositivo elettronico antibloccaggio;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale
costituito da serpentine lisce in acciaio speciale e da una
piastra di isolamento;
vaso d’espansione da 10 litri;
valvola di sicurezza lato riscaldamento 3 bar;
1 sonda NTC di mandata per il controllo elettronico della
modulazione in riscaldamento e per la funzione antigelo;
1 sonda NTC sanitaria per il controllo della temperatura
dell’acqua calda sanitaria e per la funzione antigelo;
pressostato di sicurezza per il controllo della pressione in
impianto;
elettrovalvola di riempimento;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore;
crono-comando elettronico a distanza, con sonda
ambiente e con display digitale e comandi di regolazione
degli stati di funzionamento;
manometro;
flussostato di precedenza sanitaria con pressione di
accensione pari a 0,4 bar e con portata di accensione di
2,3 l/min;
scambiatore secondario acqua/acqua del tipo ad
accumulo (0,5 l) di acqua sanitaria con valvola di sfogo
aria e con serpentino interno in rame e resistenza
elettrica integrata per la protezione antigelo;
temostato e fusibile termico lato fumi;
sifone di scarico condensa;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione /scarico fumi sdoppiato DN 80/80.
31
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK balkon
ecoBLOCK balkon
Unità
VMW IT 266-5 B
Potenza termica ridotta/nominale (80/60°C) (Pr/Pn)
kW
5,2/25,2
(50/30°C) (Pr/Pn)
kW
5,6/27,3
Potenza termica nominale in sanitario (Pn)
kW
28,0
Portata termica nominale in sanitario (Qn)
kW
28,6
Portata termica nominale in riscaldamento (Qr/Qn)
kW
5,4/26,0
Portata termica ridotta (Qr)
kW
9,2
Rendimento nominale (stazionario) (80/60°C)
%
98,0
(50/30°C)
%
104,0
Rendimento al 30%
%
108,0
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
-
Perdite di calore al mantello 1) (ΔT = 50 K)
%
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf (80/60°C )
%
1,5
Perdite al camino con bruciatore spento
%
< 0,1
Pressione gas in ingresso Metano G20
mbar
20
Propano G31
mbar
37
Consumo a potenza nominale Metano G20
m3/h
3,0
Propano G31
Kg/h
2,22
Temperatura scarico fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
°C
75
(50/30°C) (Pr)
°C
40
Portata massica fumi (Metano) (80/60°C) (Pn)
g/s
11
(50/30°C) (Pr)
g/s
3,0
Eccesso d’aria (Metano)
-
1,25
Tenore NOx (Metano)
mg/kWh
60
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
mg/kWh
15
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
%
9
Classe NOx
-
Quantità max di condensa (pH, ca. 3,5-4,0) (50/30°C)
I/h
HHHH
0,3
5
2,5
Prevalenza residua per l’impianto
mbar
250
Portata nominale in riscaldamento (ΔT=20K)
l/h
1032
Temperatura di regolazione andata 2)
°C
30/80
Contenuto d’acqua nel generatore
I
Capacità vaso di espansione
I
10
Massimo contenuto d’acqua in impianto 3)
I
180
Pressione di precarica vaso d’espansione
bar
0,75
Sovrappressione massima di esercizio
bar
3
Temperatura di regolazione sanitario
°C
35/65
Portata idrica minima
l/min
1,5
Produzione acqua calda sanitaria 4) (ΔT = 30K)
l/min
13,4
Stelle di confort acqua calda sanitaria (prEN 13203)
-
**
Sovrappressione massima lato sanitario
bar
10
Pressione idrica minima
bar
Alimentazione elettrica
V/Hz
230/50
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
W
90/55
Potenza elettrica in standby
W
Raccordi riscaldamento
Poll.
Raccordo gas
mm
15
Raccordo sanitario
Poll.
G 3/4"
Altezza
mm
720
Profondità/Larghezza
mm
335/440
2,2
0,35
<2
G 3/4"
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 5)
Ø mm
Peso
kg
36
Grado di protezione
IP
IP X4D
Certificazione
CE
0694CM6053
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 5)
Ø mm
Peso
kg
35
Grado di protezione
IP
IP X4D
Certificazione
CE
0085CM0321
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d‘installazione
2)By-pass in caldaia regolabile fra 170mbar e 350mbar, di fabbrica tarato a 250mbar
3)Mediante diagnostica Tmax=85°C
4)Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
5)Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.0020035239) - sdoppiato B23 (con adattatore art.0020035238)
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C 13, C 33, C43, C53 C83, C93
Camera aperta Munita di ventilatore Tipo B23, B 33
32
60/100
60/100
Cat. II 2H3P
Dati tecnici
VMW ecoBLOCK balkon
527
415
367
35
58
Ø21
2
424
4
5
6
6060
100 100
7
10
14
01,5
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
Passante condotto aria/fumi
Supporto apparecchio
Mandata riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo acqua calda Ø 15mm
Raccordo gas Ø 15mm
Raccordo acqua fredda Ø 15 mm
Ritorno riscaldamento Ø 22 mm
Raccordo scarico sifone R1”
Raccordo scarico fumi 60/100 mm
Raccordo scarico condensa Ø 19 mm
Sifone condensa
Dispositivo di riempimento
Raccordo scarico valvola di
sicurezza Ø 15 mm
115
3
128
963
9
325,52
150 72 88 39 112
4 6 5
7 3
103
59,5
2
851
848
18
243,5
35
6
77
102
240
Sistemi di scarico
A
(mm)
Terminale N. Art. 303933
Curva a 87° da
60/100 mm
175
Curva a 87° da
60/100 mm
223
Curva a 87° da
80/125 mm
241
Apertura di ispezione
(adattatore B33 – ripresa –
ripresa aria dal locale
d’installazione)
a 87° da 80/125 mm
258
Sdoppiatore 80/80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
220
Adattatore B23 80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
ripresa aria dal locale
d’installazione
241
Misure in mm.
33
Diagrammi pompe
Serie eco balkon
34
Serie eco exclusiv
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23, B33;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE.
Caldaia murale a condensazione Vaillant ecoBLOCK plus
VM, solo riscaldamento abbinabile ad un boiler sanitario
ad accumulo esterno.
Componenti:
valvola gas dotata di modulatore pneumatico;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica con dispositivo
elettronico antibloccaggio;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale, con
termostato di sicurezza;
vaso d’espansione da 10 litri;
valvola di sicurezza lato riscaldamento 3 bar;
sonde NTC per il controllo elettronico della modulazione
e delle funzioni di sicurezza;
sensore di pressione ad effetto hall per il monitoraggio
della pressione dell’impianto di riscaldamento;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore e
connessione per sistema di termoregolazione eBUS;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e l’adattamento
dell’apparecchio all’impianto di riscaldamento;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
possibilità di gestione di max. 6 apparecchi in cascata
(tramite apposita termoregolazione accessoria);
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi per massimo 2 apparecchi in
cascata (disponibile come accessorio);
mantello facilmente removibile con pannelli in acciaio
verniciati bianchi a fuoco ad elevata robustezza e
stabilità.
35
Dati tecnici
VM ecoBLOCK exclusiv
ecoBLOCK
exclusiv
Dati
tecnici
eco
Unità
Potenza termica ridotta/ nominale
Metano
G20
Potenza termica ridotta/ nominale
Propano
G31
Potenza termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in riscaldamento
Portata termica ridotta
Portata termica ridotta
Rendimento nominale (stazionario)
(80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
(80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
Metano G20
Propano G31
(80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
Perdite di calore al mantello 1)
( T = 50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf(80/60°C)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf(40/30°C)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso
Metano
Pressione gas di ingresso
Propano
Consumo a potenza nominale (sanitario)
Metano
Propano
Temperatura scarico fumi (Metano)
(80/60°C)
(40/30°C)
Portata massica fumi (Metano)
(80/60°C)
(40/30°C)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
Classe NOx
Quantità max di condensa (pH, ca. 3,5-4,0) 2)
Prevalenza residua per l’impianto 3)
Portata nominale in riscaldamento ( T=20K)
Temperatura di regolazione andata 4)
Contenuto d’acqua nel generatore
Capacità vaso di espansione
Massimo contenuto d’acqua in impianto 5)
Pressione di precarica vaso d’espansione
Sovrappressione massima di esercizio
Temperatura di regolazione bollitore 6)
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
Raccordi riscaldamento
Raccordo gas
Altezza senza copertura inferiore/con copertura inferiore
Profondità / Larghezza
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 7)
Peso di montaggio
Grado di protezione
Certificazione
Camera stagna
Camera aperta
1)
2)
3)
4)
5)
6)
7)
Munita di ventilatore Tipo C13, C33, C43, C53
Munita di ventilatore Tipo B23 , B33
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pn)
(Qn)
(Qn)
(Qr)
(Qr)
G20
G31
G20
G31
(Pn)
(Pr)
(Pn)
(Pr)
(Pn/Pr)
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
3
m /h
Kg/h
°C
°C
g/s
g/s
mg/kWh
mg/kWh
Vol.-%
-
I/h
mbar
l/h
°C
I
I
I
bar
bar
°C
V/Hz
W
Poll.
Poll.
mm
mm
Ø mm
kg
IP
CE
VM IT
146/4-7
VM IT
206/4-7
VM IT
276/4-7
2,4 / 14,0
3,7 / 21,0
4,7 / 25,0
2,4 / 14,4
3,8 / 21,6
4,8 / 25,8
2,5 / 14,9
4,0 / 22,3
5,0 / 26,5
2,6 / 15,2
4,0 / 22,8
5,1 / 27,2
5,7 / 14,0
5,9 / 21,0
6,0 / 25,0
5,9 / 14,4
6,1 / 21,6
6,2 / 25,8
6,0 / 14,9
6,2 / 22,3
6,3 / 26,5
6,2 / 15,2
6,4 / 22,8
6,5 / 27,2
16,0
23,0
28,0
16,3
23,5
28,6
14,3
21,4
25,5
2,4
3,8
4,8
5,8
6,0
6,1
98
98
98
101
101
101
104
104
104
106,6
106,5
106,5
108
108
108
****
****
****
0,50
0,50
0,50
1,50
1,50
1,50
0,75
0,75
0,75
< 0,1
< 0,1
< 0,1
20
20
20
37
37
37
1,7
2,5
3,0
1,27
1,83
2,22
70
70
70
40
40
40
7,6
11,0
13,3
1,1
1,8
2,2
1,25
1,25
1,25
<50
<50
<50
11
25
33
9,0 - 9,15
9,0 - 9,15
9,0 - 9,15
5
5
5
1,6
2,3
2,8
250
250
250
600
900
1075
35/75
35/75
35/75
2
2
2,2
10
10
10
180
180
180
0,75
0,75
0,75
3,0
3,0
3,0
15/70
15/70
15/70
230/50
230/50
230/50
70/45
90/45
105/50
R 3/4
R 3/4
R 3/4
R 3/4
R 3/4
R 3/4
800/880
800/880
800/880
385 /480
385 /480
385 /480
60/100
60/100
60/100
35
35
36
IP X4 D
IP X4 D
IP X4 D
0085BR0447 0085BR0447 0085BR0447
Cat. II2H3P
Valore dipendente dalla temperatura del locale d'installazione
(40/30°C)
By-pass in caldaia tarato a 250 mbar
Mediante diagnostica Tmax=40-85°C
Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70°C
Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - coassiale 80/125 mm
(con adattatore art.303926) - sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.303939)- sdoppiato B23 (con adattatore art.303926) - sdoppiato B33 (con adattatore art. 303926 e art. 303217)
36
Dati tecniciDati tecnici
VM ecoBLOCK
VM ecoBLOCK
exclusivexclusiv
ecoBLOCK
Dati tecnici Dati
eco
tecniciexclusiv
eco
Unità
kW
Potenza termica
Potenza
ridotta/
termica
nominale
ridotta/
Metano
nominale (80/60°C)
Metano
(80/60°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
G20
(60/40°C)
G20
(60/40°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
(50/30°C)
(50/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
(40/30°C)
(40/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
Potenza termica
Potenza
ridotta/
termica
nominale
ridotta/
Propano
nominale (80/60°C)
Propano
(80/60°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
G31
(60/40°C)
G31
(60/40°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
(50/30°C)
(50/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW
(40/30°C)
(40/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
kW (Pn)
Potenza termica
Potenza
nominale
termica
in sanitario
nominale in sanitario
(Pn)
kW (Qn)
Portata termica
Portata
nominale
termica
in sanitario
nominale in sanitario
(Qn)
kW (Qn)
Portata termica
Portata
nominale
termica
in riscaldamento
nominale in riscaldamento
(Qn)
Portata termica
Portata
ridotta
termica ridotta Metano G20 Metano G20 (Qr)
(Qr) kW
Portata termica
Portata
ridotta
termica ridotta Propano G31 Propano G31 (Qr)
(Qr) kW
%
Rendimento nominale
Rendimento
(stazionario)
nominale (stazionario) (80/60°C)
(80/60°C)
%
(60/40°C)
(60/40°C)
%
(50/30°C)
(50/30°C)
%
(40/30°C)
(40/30°C)
%
Rendimento alRendimento
30%
al 30%
Stelle di rendimento
Stelle di(secondo
rendimento
Dir. 92/42CEE)
(secondo Dir. 92/42CEE)
1)
%
Perdite di calore
Perdite
al mantello
di calore
al mantello 1)
(ΔT = 50 K) (ΔT = 50 K)
%
Perdite al camino
Perdite
con al
bruciatore
camino con
funzionante-Pf(80/60°C)
bruciatore funzionante-Pf(80/60°C)
%
Perdite al camino
Perdite
camino con
conalbruciatore
spento
bruciatore spento
Pressione gasPressione
in ingressogas in ingresso
Metano
Metano
G20
G20mbar
Pressione gasPressione
di ingressogas di ingresso
Propano
Propano
G31
G31 mbar
Consumo a potenza
Consumo
nominale
a potenza
(sanitario)
nominale (sanitario)
Metano
Metano
G20
G20m3/h
Propano
Propano
G31
G31 Kg/h
Temperatura scarico
Temperatura
fumi (Metano)
scarico fumi (Metano) (80/60°C)
(80/60°C)
(Pn)
(Pn)°C
(40/30°C)
(40/30°C)
(Pr)
(Pr) °C
Portata massica
Portata
fumi (Metano)
massica fumi (Metano)
(80/60°C)
(80/60°C)
(Pn)
(Pn)g/s
(40/30°C)
(40/30°C)
(Pr)
(Pr) g/s
Eccesso d’ariaEccesso
(Metano)
d’aria (Metano)
(Pn/Pr)
(Pn/Pr)λ
Tenore NOx (Metano)
Tenore NOx (Metano)
mg/kWh
mg/kWh
Tenore CO (Metano)
Tenore CO(fumi
(Metano)
secchi) (fumi secchi)
Vol.-%
Tenore CO2 (Metano)
Tenore CO(fumi
secchi) (fumi secchi)
2 (Metano)
−
Classe NOx Classe NOx
2)
I/h
Quantità max di
Quantità
condensa
max
(pH,
di condensa
ca. 3,5-4,0)
(pH,
ca. 3,5-4,0) 2)
l/h
Portata nominale
Portata
in riscaldamento
nominale in riscaldamento
(ΔT=20K)
(ΔT=20K)
3)
°C
Temperatura di
Temperatura
regolazionediandata
regolazione
andata 3)
I
Contenuto d’acqua
Contenuto
nel generatore
d’acqua nel generatore
4)
I
Capacità vasoCapacità
di espansione
vaso di
espansione 4)
bar
Sovrappressione
Sovrappressione
massima di esercizio
massima di esercizio
5)
°C
Temperatura di
Temperatura
regolazionedibollitore
regolazione
bollitore 5)
V/Hz
AlimentazioneAlimentazione
elettrica
elettrica
W
Potenza elettrica
Potenza
totale/Potenza
elettrica totale/Potenza
elettrica pompa
elettrica
(max velocità)
pompa (max velocità)
Poll.
Raccordi riscaldamento
Raccordi riscaldamento
Poll.
Raccordo gas Raccordo gas
mm
Altezza senzaAltezza
copertura
senza
inferiore/con
copertura copertura
inferiore/con
inferiore
copertura inferiore
mm
Profondità / Larghezza
Profondità / Larghezza
Ø mm
Raccordo scarico
Raccordo
gas combusti/aspirazione
scarico gas combusti/aspirazione
aria comburente
aria6) comburente 6)
kg
Peso
Peso
IP
Grado di protezione
Grado di protezione
CE
CertificazioneCertificazione
Camera stagna
Camera
Munita
stagna
di ventilatore
Munita di Tipo
ventilatore
C 13 , C 33,Tipo
C43, CC1353, C 33, C43, C53
Camera aperta
Camera
Munita
aperta
di ventilatore
Munita di Tipo
ventilatore
B 23 , B 33Tipo
(no VMB
656-E)
23 , B 33 (no VM 656-E)
1)
2)
3)
4)
5)
6)
Unità
VM IT
356/4-7
VM
VMIT
IT
356/4-7
466/4-7
VM
VMIT
IT
466/4-7
656/4-7
VM IT
656/4-7
kW
5,7/34,1
5,7/34,1
7,3/44,1
7,3/44,1
13,7/63,7
13,7/63,7
kW
5,9/35,1
5,9/35,1
7,6/45,5
7,6/45,5
14,1/65,7
14,1/65,7
kW
6,0/36,2
6,0/36,2
7,8/46,8
14,6/67,6
7,8/46,8
14,6/67,6
kW
6,2/37,1
6,2/37,1
8,0/47,9
14,9/69,2
8,0/47,9
14,9/69,2
kW
8,8/34,1
8,8/34,1
8,8/44,1
-8,8/44,1
kW
9,1/35,1
9,1/35,1
9,1/45,5
9,1/45,5
kW
9,4/36,2
9,4/36,2
9,4/46,8
-9,4/46,8
kW
9,6/37,1
9,6/37,1
9,6/47,9
9,6/47,9
kW
37,1
37,1
47,9
47,9
69,2
69,2
kW
34,8
34,8
45,0
65,0
45,0
65,0
kW
34,8
34,8
45,0
65,0
45,0
65,0
kW
5,8
5,8
7,5
14
7,5
14
kW
9,0
9,0
9,0
-9,0
%
98
98
98
98
98
%
101
101
101
101
101
%
104
104
104
104
104
%
106,5
106,5
106,5
106,5
106,5
106,5
%
108
108
108
108
108
****
****
****
****
****
****
%
0,4
0,4
0,4
0,4
0,4
%
1,5
1,51,5
1,5
1,5
%
< 0,1
< 0,1
< 0,1
<< 0,1
0,1
< 0,1
mbar
20
20
20
20
20
mbar
37
3737
-37
3
m
3,7
/h
3,7
4,8
6,9
4,8
6,9
Kg/h
2,72
2,72
3,5
-3,5
°C
70
7070
70
70
°C
40
40
40
40
40
g/s
16,3
16,3
21,0
21,0
30,3
30,3
g/s
2,7
2,7
3,5
3,5
6,5
6,5
λ1,25
1,25
1,25
1,25
1,25
mg/kWh
<50
<50
<50
<50
<50
<50
mg/kWh
14,4
14,4
14,7
14,7
40
40
Vol.-%
9,0 - 9,15
9,0
9,0- -9,15
9,15
9,0
9,0--9,15
9,15
9,0 - 9,15
−5
55
55
5
I/h
3,5
3,5
4,5
4,5
6,5
6,5
l/h
1475
1475
1900
1900
2750
2750
°C
35/75
35/75
35/75
35/75
35/75
35/75
I2,4
2,4
2,4
2,4
4
4
I--bar
3,0
3,0
3,0
3,0
3,0
3,0
°C
15/70
15/70
15/70
15/70
15/70
15/70
V/Hz
230/50
230/50
230/50
230/50
230/50
230/50
W
165/150
165/150
180/150
260/150
180/150
260/150
Poll.
R1
RR
1 1
R1
R1
Poll.
R 3/4
RR
3/4
3/4
R 13/4
R1
mm
800/880
800/880
800/880
800/880
800/880
800/880
mm
450 /480
450
450
/480
/480
472
450/480
/480
472 /480
Ø80/125
mm
80/125
80/125
80/125
80/125
kg
54
5454
75
54
75
IP
IP X4 D
IPIP
X4X4
DD
IP X4 D
IP X4 D
0085BR0447
CE
0085BR0447
0085BR04470085BR0447
0085BR04470085BR0447
Cat. II2H3P (no VMCat.
II2H3P (no VM 656-E)
656-E)
Cat. I2H (solo VM 656-E)
Cat. I2H (solo VM 656-E)
Valore dipendente
1) Valore
dalla temperatura
dipendente dalla
del locale
temperatura
d'installazione
del locale d'installazione
(40/30°C)
2) (40/30°C)
Mediante diagnostica
3) Mediante
Tmax=40-85°C
diagnostica Tmax=40-85°C
Le VM 356 - 656/4-7
4) Le VM
non356
hanno
- 656/4-7
vaso d'espansione
non hanno vaso
interno.
d'espansione
Prevedereinterno.
un vasoPrevedere
di espansione
un vaso
esterno
di espansione
correttamente
esterno
dimensionato
correttamente dimensionato
15°C in arresto5)
antiorario
15°C in arresto
come protezione
antiorario antigelo,
come protezione
rimanente
antigelo,
campo rimanente
di regolazione
campo
40/70°C
di regolazione 40/70°C
(con adattatore
art.303939)
(con adattatore art.303939)
Possibili configurazioni
6) Possibili
di scarico
configurazioni
gas combusti/aspirazione
di scarico gas combusti/aspirazione
aria comburente: coassiale
aria comburente:
80/125 mm
coassiale
(con adattatore
80/125 mm
di serie)
(con adattatore
- sdoppiato
di 80/80
serie) -mm
sdoppiato
80/80 mm
(con adattatore
- sdoppiato
diBserie)
- sdoppiato
adattatoreBdi
(con adattatore
e art. 303217);
di serie
il tipo
e art.
B33303217);
non è valido
il tipoper
B33
VM
non
656-E.
è valido per VM 656-E.
- sdoppiato B23(con- adattatore
sdoppiato Bdi23serie)
33 (con
33 serie
37
Dati tecnici
VM 146/4-7 ecoBLOCK exclusiv
VM 206/4-7 ecoBLOCK exclusiv
VM 276/4-7 ecoBLOCK exclusiv
480
1
190
3
94
10
5
11
791
770
747
800
6
10
11
12
Andata riscaldamento
(raccordo a compressione R3/4”)
Raccordo gas a compressione
R3/4”
Ritorno riscaldamento
(raccordo a compressione
R3/4”)
Scarico valvola di sicurezza
Raccordo aria/fumi
Staffa di sostegno
Bordo superiore mantello
Nota:
La caldaia VM non è fornita di
rubinetto di carico
5
1
1
E
5
1
E
Ø 20
C
100
3
3
100
100
100
6
161
Sistemi di scarico
Modello
VM da 146/4-7 a 276 /4-7
B
60/100
C
385
D
E
50
Ø20
Terminale N.Art. 303933
con curva a 87° da
60/100 mm
Terminale N.Art. 303930
con curva a 87°da
60/100 mm
Curva a 87° da
60/100 mm
Curva a 87° da
60/1 25 mm
Aperturadi ispezione
(adattatore B 33 – ripresa
ripresaaria dal locale
d’installazione)
a 87° da 80/1 25 mm
Sdoppiatore 80/80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
Adattatore B 23 80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
-ripresaaria dal locale
d’installazione
Quota A asse staffa caldaia
asse curva 87°
Misure in mm.
38
A mm
187
235
235
253
270
234
253
Dati tecnici
VM 356/4-7 ecoBLOCK exclusiv
VM 466/4-7 ecoBLOCK exclusiv
480
450
Ø 80/125
190
94
A
1
800
2
3
Ø20
30
4
8
7
Rp 1
Rp 1
G 11/2
G 11/2
R 1/2
5
6
9
48
100
5, 8
R1
100
152
100
152
Dimensioni raccordi in mm
Legenda
1 Raccordo fumi Ø 80/125 mm
Misura A (supporto dell'apparecchio – centro tubo aria-fumi)
con raccordo a T a 87°: 270 mm
con curva a 87º: 253 mm
2 Supporto dell'apparecchio
3 Tubo del gas Ø 20 mm, allaciamento del gas R3/4”
4 Collegamento per scarico della condensa
5 Collegamento per vaso di espansione
6 Collegamento di ritorno riscaldamento
7 Collegamento di mandata riscaldamento
8 Raccordo valvola di sicurezza
9 Dispositivo di riempimento e svuotamento
Sistemi di scarico
Curva a 87° da
da 80 /125 mm
Apertura di ispezione
(adattatore B33 – ripresa
ripresa aria dal locale
d’installazione)
a 87° da 80 /125 mm
Sdoppiatore 80/80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
Adattatore B23 80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
-ripresa aria dal locale
d’installazione
A mm
253
270
234
253
Quota A asse staffa caldaia
asse curva 90°
39
Dati tecnici
VM 656/4-7 ecoBLOCK exclusiv
480
472
Ø 80/125
211
94
119
A
1
800
2
Ø 25, R1
7
Rp 1
6
G 1 1/2
R 3/4
Rp 1
G 1 1/2
172
224
172
R1
224
4
5
140
61
32
3
8
9
10
75
121
11
Dimensioni raccordi in mm
Legenda
1 Raccordo per il condotto aria-fumi Ø 80/125 mm
Dimensione A (supporto apparecchio – centro tubo aria-fumi)
- con curva da 87°: 297 mm
- con raccordo a T da 87°: 314 mm
2 Supporto dell'apparecchio
3 Tubo del gas Ø 25 mm, allacciamento del gas R1"
4 Collegamento opzionale vaso di espansione
5 Collegamento di ritorno riscaldamento
6 Collegamento di mandata riscaldamento
7 Collegamento opzionale valvola di sicurezza
8 Collegamento per scarico della condensa
9 Apertura di scarico mandata
10 Collegamento opzionale per riempimento (rubinetto KFE)
11 Cartuccia sifone
Sistemi di scarico
Curva a 87° da
da 80 /125 mm
Apertura di ispezione
(adattatore B33 – ripresa
ripresa aria dal locale
d’installazione)
a 87° da 80 /125 mm
Sdoppiatore 80/80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
Adattatore B23 80 mm
+ curva a 87° da 80 mm
-ripresa aria dal locale
d’installazione
Quota A asse staffa caldaia
asse curva 90°
40
A mm
253
270
234
253
Diagrammi pompe
Serie eco exclusiv
Prevalenza residua [mbar]
600
100%
90%
80%
70%
40%
500
400
300
200
100
0
0
200
400
600
800
1000
1200 1400
Portata [l/ora]
Linea caratteristica della pompa ecoBLOCK exclusiv
VM 146 e VM 206
Prevalenza residua [mbar]
600
100%
90%
80%
70%
40%
500
400
300
200
100
0
0
200
400
600
800
1000
1200 1400
Portata [l/ora]
Linea caratteristica della pompa ecoBLOCK exclusiv
VM 276
41
Diagrammi pompe
Serie eco exclusiv
Prevalenza residua [mbar]
60 0
500
senza accessori
400
con accessori
300
200
campo di funzionamento
100
0
200 400
600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600
Portata [l/ora]
Linea caratteristica della pompa ecoBLOCK exclusiv
VM 356/4-7
Prevalenza residua [mbar]
60 0
500
40 0
300
20 0
campo di funzionamento
100
0
2 00
40 0 6 00
800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 260 0
Portata [l/ora]
Prevalenza residua [mbar]
Linea caratteristica della pompa ecoBLOCK exclusiv
VM 466/4-7
600
500
400
300
200
100
campo
di funzionamento
0
200
400
600 800 1000 1200 1400 1600 1800 2000 2200 2400 2600 2800 3000
Portata [l/ora]
Linea caratteristica della pompa ecoBLOCK exclusiv
VM 656/4-7
42
Serie ecoINWALL
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Certificazione “tre stelle” per il comfort sanitario
secondo prEN 13203.
Caldaia murale a condensazione da incasso Vaillant
ecoINWALL, combinata per riscaldamento e produzione
d’acqua calda sanitaria
Componenti:
valvola gas dotata di elettrovalvole di sicurezza e campo
di modulazione dal 20% al 100%;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica a tre velocita’ con
dispositivo elettronico antibloccaggio;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a condensazione
integrale, a tenuta stagna totale costituito da serpentine
lisce in acciaio speciale e da una piastra di isolamento;
vaso d’espansione da 10 litri;
valvola di sicurezza lato riscaldamento 3 bar;
1 sonda NTC di mandata per il controllo elettronico della
modulazione in riscaldamento e per la funzione antigelo;
1 sonda NTC sanitaria per il controllo della temperatura
dell’acqua calda sanitaria e per la funzione antigelo;
pressostato di sicurezza per il controllo della pressione in
impianto; elettrovalvola di riempimento;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore;
crono-comando elettronico a distanza, con sonda ambiente
e con display digitale e comandi di regolazione degli stati
di funzionamento; manometro;
flussostato di precedenza sanitaria con pressione di
accensione pari a 0,4 bar e con portata di accensione di
2,3 l/min;
scambiatore secondario acqua/acqua del tipo ad
accumulo (0,5 l) di acqua sanitaria con valvola di
sfogo aria e con serpentino interno in rame e resistenza
elettrica integrata per la protezione antigelo;
temostato e fusibile termico lato fumi; sifone di scarico
condensa;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi combustione
e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi sdoppiato DN 80/80;
43
Dati tecnici
ecoINWALL
Dati
tecnici ecoINWALL
ecoINWALL
Potenza termica ridotta/ nominale
Potenza termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in riscaldamento
Portata termica ridotta
Rendimento nominale (stazionario)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
Perdite di calore al mantello1)
Perdite al camino con bruciatore funzionante
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso
Consumo a potenza nominale
Temperatura scarico fumi (Metano)
Portata massica fumi (Metano)
(80/60°C)
(50/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pn)
(Qn)
(Qn)
(Qr)
(80/60°C)
(50/30°C)
(80/60°C)
(50/30°C)
(80/60°C)
(80/60°C)
(80/60°C)
(Qn)
(Qr)
(Qn)
Metano
Propano
Metano
Propano
(80/60°C)
(40/30°C)
(80/60°C)
(80/60°C)
G20
G31
G20
G31
(Pn)
(Pr)
(Pn)
(Pr)
(Pn/Pr)
(Pn/Pr)
(Pn/Pr)
(Pn/Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
Classe NOx
Quantità max di condensa (pH, ca. 2)
(50/30°C)
Temperatura (min - max) in andata zona principale, con campo a temperatura normale/ bassa2)
Temperatura (min - max) in andata "zona secondaria"
Capacità vaso d’espansione
Contenuto d’acqua nell’impianto 3)
Pressione di precarica vaso d’espansione
Sovrappressione massima di esercizio
Campo di prelievo acqua sanitaria 4)
(ΔT=30°C)
Temperatura di regolazione acqua calda sanitaria
Minima pressione idrica
Massima pressione idrica lato sanitario
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
Potenza elettrica aggiuntiva resistenze antigelo
Raccordi riscaldamento
Raccordi acqua sanitaria
Raccordo gas alla caldaia
Raccordo gas al rubinetto (Kit raccordi standard) 5)
Dimensioni unità di incasso:
Altezza
Profondità
Larghezza
Raccordo scarico gas combusti 6)
Peso caldaia / unità da incasso
Grado di protezione
Certificazione
Unità
VMW IT
266 - 5 I
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
Kg/h
°C
°C
g/s
g/s
λ
mg/kWh
ppm
%
I/h
°C
°C
I
l
bar
bar
l/min.
°C
bar
bar
V/Hz
W
W
Poll.
Poll.
Poll.
Poll.
5,2/25,2
5,6/27,3
25,2
26,0
26,0
5,4
97,8
105,1
99,3
106,3
****
0,1
1,9
2,95
< 0,1
20
37
2,75
2,02
76,5
70,1
11,99
2,61
1,25
51,6
3,5/102
9,2
5
2,3
30-80/20-45
20 - 80
10
180
1
3
12,0
30 - 55
0,4
6
230/50
135/90
30
3/4
1/2
3/4
1/2
mm
mm
mm
Ø mm
kg
IP
CE
1200
250
650
60/100
42,5/20
X4D
0694BO3712
Camera aperta Munita di ventilatore Tipo B23
Cat. II2H3P
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C13, C33, C43, C53, C63, C83
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d’installazione
2) Campo a temperatura normale o a bassa temperatura impostabile mediante diagnostica.
3) Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
4) Portata minima per potenza nominale: 2,3 l/min; pressione minima a potenza nominale 0,4bar
5) Attacco gas non idoneo all’uso di canapa, nastro in teflon e simili. È OBBLIGATORIO interporre una guarnizione a battuta di misura e materiale adeguati
per collegare l’attacco gas della caldaia al raccordo d’alimentazione.
6) Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm (in verticale o con curva coassiale art. 0020035240
per scarico laterale) - sdoppiato 80/80 B23 (con sdoppiatore art. 0020035239) - sdoppiato 80/80 mm C53 e C83 (con adattatore sdoppiatore + 2 curve
a 90° + tratto lineare da 60 cm: art. 0020035238).
44
Dati tecnici
ecoINWALL
Legenda
F9
151
128
F4
F3
79
60
94
79
F2
151
128
650
60
79
250
F6
250
F7
F5
F1
Ingresso Acqua fredda
Uscita acqua calda sanitaria
Mandata impianto riscaldamento
Ritorno impianto riscaldamento
Scarico valvola sicurezza
Linea alimentazione elettrica
Linea Comando Remoto
(CRONOCOMANDO)
SC Uscita dal sifone di scarico condensa
F
C
M
R
SS
L
TA
*
128
151
F10
239
257
F8
119
1)
359
~100
1200
~100
1115_R00
~ 935
~ 935
*
~100
~100
56
G2
102.5
236
216
212
M
121
F
74
146
131
C
*
R
G3
SS
L
TA
65
186
337
427
65
50
82
125
SC
81
*
*
Vista dall’interno dell’unita da incasso
1) Raccordo per l’eventuale collegamento
G1 a cura dell’installatore
2) Attacco gas non idoneo all’uso di
canapa, nastro in teflon e simili.
È OBBLIGATORIO interporre una
guarnizione a battuta di misura e
materiale adeguati per collegare
l’attacco gas della caldaia al raccordo
d’alimentazione
G1
35
Possibili collegamenti gas 2)
Non utilizzati con caldaie
ecoINWALL
F2, F4, F7, F10 Scarico sistema separato
B23 3)
F5, F10
Aspirazione + scarico
sistema coassiale
F6
Aspirazione sistema
separato B23 3)
G1; G2; G3
F1, F3, F8, F9
~ 350
~ 350
239
257
3) Tramite accessorio sdoppiatore
art. 0020035239 oppure tramite kit B23
art.0020035238
86
45
Diagramma pompa
Serie ecoINWALL
7,5
7
6,5
6
6
5,5
5
5
4,5
4
4
3,5
*
3
2,5
2
3
1
2
1,5
1
0,5
0
0
200
1
2
3
4
5
6
400
600
800
1000
1200
1400
1600
Velocità I con by pass inserito
Velocità I con by pass escluso
Velocità II con by pass inserito
Velocità II con by pass escluso
Velocità III con by pass inserito
Velocità III con by pass escluso
Curve caratteristiche della pompa per ecoINWALL VMW 266 - 5I
87
46
Serie auroINWALL
Gruppo pompa solare:
gruppo idraulico di circolazione per sistemi solari, con
pompa e flussometro.
Pompa di circolazione a 3 velocità impostabili manualmente
(Pmax 82 W); 2 rubinetti a sfera con 2 valvole di non
ritorno integrate;
2 termometri;
1 manometro;
1 flussometro con limitatore volumetrico 0,5-6 lt/min
(taco setter);
valvola di sicurezza 6 bar;
tubo spiralato per il collegamento del vaso di espansione
solare a membrana con gancio a parete e raccordo;
piastra di supporto per il regolatore solare;
Isolamento completo;
fornito con raccordi da 22 mm e riduttori da 18 mm;
2 rubinetti di carico scarico circuito solare (KFE);
vaso d’espansione con vaso di protezione.
Sistema componibile ad incasso, per integrazione con
sistema solare a circolazione forzata e caldaia combinata
a condensazione.
Unità da incasso:
alloggio di tutti i componenti del sistema composto da
unità di incasso e coperchio;
l’unita’ pevede pretranci per l’evacuazione dei fumi lato
dx, lato sx e lato superiore.
Dimensioni:
- Larghezza: 950mm
- Altezza: 2200mm
- Profondità complessiva: 350mm
- Profondità incasso: 250mm
- Profondità coperchio: 100mm
Completo di staffa attacchi caldaia-circuito idraulico.
Bollitore solare:
bollitore verticale in acciaio inox AISI316L con 150litri di
capacità.
Accumulo sanitario a camicia semplice in acciaio inox
AISI316L, in esecuzione verticale; 1 scambiatore a tubi
lisci in acciaio inossidabile;
saldature al laser;
2 attacchi per pozzetti ad immersione per sonde;
apertura di pulizia;
volume 150 lt;
temperatura dell’acqua calda max. 95°C;
temperatura del serpentino max. 110 C;
pressione dell’acqua calda max. 6 bar;
pressione del serpentino max. 6 bar.
Bollitore completamente coimbentato con materiale ad
alto potere isolante.
Vaso d’espansione a membrana combinato
(espansione + protezione), per sistemi solari:
membrana resistente ai liquidi antigelo e alle alte
temperature;
colore bianco;
fissaggio a parete;
volume 25 l;
pressione di precarica 1,5 bar (regolabile da 0,5 a 4,5 bar);
pressione massima d’esercizio 10 bar; 10 litri di vaso di
protezione già incorporati;
altezza 526 mm, diametro 300 mm;
fissaggio a parete.
Kit solare:
Kit di preriscaldamento dell’acqua calda sanitaria dal
boiler solare alla caldaia combinata.
Componenti:
valvola deviatrice a comando 230VAC tramite termostato
regolabile manualmente e relativa sonda a capillare;
valvola manuale di miscelazione (30-55°C);
tubi premontati da 3/4”;
casing per il fissaggio nell’unità da incasso;
Kit tubi collegamenti e staffe:
Kit tubi, raccordi, guarnizioni, viti e staffe che permette
un semplice ed agevole connessioni dei vari componenti
del sistema auroINWALL
Allinterno del kit sono presenti il vaso espansione
sanitario da 8 l ed il separatore aria per il ciscuito solare,
tipo spirovent.
Termoregolatore solare differenziale auroMATIC VRS 560
47
Dati
Datitecnici
tecnici
auroINWALL
auroINWALL
auroINWALL
λ
Δ
48
Dati tecnici
auroINWALL
Dati tecnici
auroINWALL
Dati
tecnici auroINWALL
auroINWALL
Unità
auroINWALL
Dimensioni unità incasso H x L x P (coperchio)
mm
2200 x 950 x 250 (100)
Peso sola unità da incasso
Kg
45,5
Peso unità bollitore (vuoto / pieno)
Kg
24,5 / 168,5
Temperatura di funzionamento (min/max) (senza resistenza antigelo opzionale)
°C
0 / 50
Temperatura di funzionamento (min/max) (con resistenza antigelo opzionale)
°C
-15 / 50
Tensione/Frequenza (tensione nominale)
V / Hz
230 / 50
Potenza assorbita (senza caldaia e kit antigelo / con kit antigelo)
W
100 / 200
Capacità di prelievo acqua calda a 45°C (con carica solare dell’ accumulo a 70°C; acqua in ingresso 15°C)
l/10min
190
Capacità accumulo sanitario
l
150
Pressione max. sanitario
bar
6
Vaso espansione sanitario
l
8
Campo di selezione temperatura
°C
30 - 55
Regolazione di fabbrica valvola termostatica
°C
48
Temperatura max. acqua in ingresso alla valvola termostatica
°C
95
Vaso espansione solare
l
25
Vaso di protezione solare (integrato nel vaso espansione)
l
10
Capacità serpentino unità bollitore
l
3,8
Mandata/Ritorno impianto riscaldamento
Pollici
3/4"
Entrata/Uscita acqua sanitaria caldaia - impianto sanitario
Pollici
1/2"
Diametro Mandata/Ritorno fluido solare nella stazione solare
mm
22
Attacco Gas
Pollici
1/2"
Caratteristiche dimensionali
Caratteristiche elettriche
Dati sanitario
Dati solare
Collegamenti idraulici
49
Dati tecnici
Dati tecnici
auroINWALL
auroINWALL
F9
168
F3
100
250
335
950
250
100
122
F1
60
98
F1
98
55
122
F2
~ 510
~ 510
F2
~ 910
*
~100
*
~ 910
~100
~100
~ 1360
~ 1360
2200
~100
SC
~100
RS
C
F G1
SC
TA
L
105
SS
M
45 50
SS
R
38
~100
739
~ 1760
~100
~ 1760
1627_R00
~100
MS
59
132
25
50
70 90 80 60 77
532
532
420
SC
R
SS
25
L TA
M
C
70 90
F G1
142
*
122
59
50
SS
80 60 77
G2
Misure in mm.
Dimensioni unità da incasso
Legenda
R
Ritorno impianto riscaldamento
M
Mandata impianto riscaldamento
C
Uscita acqua calda sanitaria
F
Ingresso acqua fredda
SS
Scarico valvola di sicurezza
SC
Scarico condensa
L
Linea alimentazione elettrica
50
TA
G1; G2
MS
RS
F1; F9
F2; F3
*
Linea comando remoto (CRONOCOMANDO)
Possibili collegamenti gas
Mandata circuito solare
Ritorno circuito solare
Sistema aspirazione diretta (B23)
Sistema coassiale (C33)
Vista dall'interno dell'unità da incasso
DatiDati
tecnici
tecnici
auroINWALL
auroINWALL
Dati tecnici
82
1390_1_R01
auroINWALL
615 950
1390_1_R01
0
25
82
615 950
0
25
SC
SC
R
F
C
SC
TLA
L
TA
F
LC
F
R
R
70
C
RS
739
739
25
90
M
8
10
19
8
10
1
19
SS
69
70
SS
45
MS
RS
25
M
SC
SS
45
SS
R
M
SSC
S
SS
G
MS
59
38
F
G
C
M
191 59
38
70
50
80
77
2S5
TA C
113
90
60
25
113
50
80
191
77
TA
105 105
G
90 1
70 48
60
90 G
8
42 0 42 80
0
0
60
53
5360
1
1 7
77
7
1
48
L
P
2145 (2s1x4.)5 (sx.)
2140 (2d1x4.)0 (dx.)
2200 2200
2102 2102
P
69
1
Installazione dell'unità da incasso
Installazione dell'unità da incasso
Legenda:
G
Gas (1/2”)
F
Acqua Fredda (1/2")
Legenda:
C
Acqua
Calda (1/2”)
G
Gas (1/2”)
M Acqua
Mandata
Impianto
(3/4”)
F
Fredda
(1/2")
R
RitornoCalda
Impianto
C
Acqua
(1/2”)(3/4”)
SC Mandata
Scarico Condensa
M
Impianto (3/4”)
SS
Scarico
Sicurezza
R
Ritorno Valvola
Impiantodi(3/4”)
MS Mandata
Impianto Solare
SC
Scarico Condensa
SS Scarico Valvola di Sicurezza
MS Mandata Impianto Solare
RS Ritorno Impianto Solare
L
Linea Elettrica
TA Ritorno
Comando
a Distanza
RS
Impianto
Solare
L
Linea Elettrica
In
alla profondità
TAbase
Comando
a Distanza della parete ricavare una nicchia
o un’apertura delle dimensioni dell’unità da incasso e
In
base
alla sotto
profondità
della parete
ricavare
unaeseguire
nicchia
uno
spazio
ed a fianco
a questa
per poter
o
delle dimensioni dell’unità da incasso e
gliun’apertura
allacciamenti.
uno spazio sotto ed a fianco a questa per poter eseguire
gli allacciamenti.
51
Diagrammi pompe
auroINWALL
7,5
7
6,5
6
6
5,5
5
5
4,5
4
4
3,5
2
*
3
3
1
2,5
2
1,5
1
0,5
0
0
200
1
2
3
4
5
6
400
600
800
1000
1200
1400
1600
Velocità I con by pass inserito
Velocità I con by pass escluso
Velocità II con by pass inserito
Velocità II con by pass escluso
Velocità III con by pass inserito
Velocità III con by pass escluso
Curve caratteristiche della pompa per ecoINWALL VMW 266 - 5I
700
600
Livello 3
Prevalenza [mbar]
500
Livello 2
400
Livello 1
300
200
100
0
0
1
2
3
4
5
6
Portata in volume [l/min]
Curve caratteristiche della pompa solare.
52
7
8
9
10
Serie ecoCOMPACT
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23, B33;
categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IP20;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Certificazione “tre stelle” per il comfort sanitario
secondo prEN 13203.
Caldaia basamento a condensazione Vaillant
ecoCOMPACT, combinata con accumulo preriscaldabile
da 100 litri.
Componenti:
valvola gas dotata di elettrovalvole di sicurezza e campo
di modulazione dal 30% al 100%;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica con dispositivo elettronico
antibloccaggio e di programma automatico di sfiato;
by-pass regolabile; scambiatore primario gas
combusti/acqua a condensazione integrale, a tenuta
stagna totale con serpentine lisce a forma di anello;
vaso d’espansione da 10 litri; pompa di carico boiler;
sonde NTC per il controllo elettronico della modulazione
e delle funzioni di sicurezza;
scambiatore secondario acqua/acqua a piastre metalliche
in acciaio legato, stratificate e saldobrasate;
boiler a stratificazione in acciaio vetrificato, coibentazione
in polistirene e di capacità pari a 100 litri;
pressostato di sicurezza;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e l’adattamento
dell’apparecchio all’impianto di riscaldamento;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
flussometro con sensore ad effetto Hall per il riconoscimento
e la quantificazione del prelievo sanitario;
scambiatore secondario acqua/acqua a piastre metalli
che in acciaio saldobrasato;
1 sonda NTC per regolare la temperatura dell’acqua calda
sanitaria;
1 sonda NTC per il controllo del boiler;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi combustione
e possibilita’ di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi sdoppiato DN 80/80;
53
Dati tecnici
VSC ecoCOMPACT
Dati
tecnici ecoCOMPACT
ecoCOMPACT
Potenza termica ridotta/ nominale
(80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pr/Pn)
(Pn)
(Qn)
(Qn)
(Qr)
Potenza termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in sanitario
Portata termica nominale in riscaldamento
Portata termica ridotta
Rendimento nominale (stazionario)
(80/60°C)
(60/40°C)
(50/30°C)
(40/30°C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42CEE)
Perdite di calore al mantello1)
( T = 50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf(80/60°C) (Pn/Pr)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso
Metano
G20
Propano
G31
Consumo a potenza nominale
Metano
G20
Propano
G31
Temperatura scarico fumi (Metano)
(80/60°C)
(Pn)
(40/30°C)
(Pr)
Portata massica fumi (Metano)
(80/60°C)
(Pn)
(40/30°C)
(Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
(Pn/Pr)
Tenore NOx (Metano)
(Pn/Pr)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
(Pn/Pr)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
(Pn/Pr)
Classe NOx
Quantità max di condensa (pH, ca. 3.5-4.0) (40/30°C)
Prevalenza residua per l’impianto 2)
Portata nominale in riscaldamento ( T=20K)
Temperatura di regolazione andata 3)
Contenuto d’acqua nel generatore
Capacità vaso di espansione riscaldamento
Massimo contenuto d’acqua in impianto 4)
Pressione di precarica vaso d’espansione riscaldamento
Sovrappressione massima di esercizio
Temperatura di regolazione sanitario 5)
Prelievo continuo acqua calda miscelata
( T = 35K)
Massimo prelievo acqua calda miscelata nei primi 10 min ( T = 35K)
Stelle di comfort acqua calda sanitaria (pr EN13203)
Sovrappressione massima consentita nell'accumulo
Capacità boiler ad accumulo
Capacità vaso di espansione sanitario
Pressione di precarica vaso d'espansione sanitario
Dispersione termica accumulo
( T = 45K)
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
Raccordi riscaldamento (dado a risvolto)
Raccordo gas (dado a risvolto)
Raccordo sanitario (dado a risvolto)
Raccordo ricircolo
Altezza
Profondità / Larghezza
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 6)
Peso (a vuoto)
Grado di protezione
Certificazione
Camera stagna
Camera aperta
Munita di ventilatore Tipo C13, C33, C43, C53, C83
Munita di ventilatore Tipo B23 ,B33
Unità
VSC IT
196/2-C 150
VSC IT
246/2-C 170
VSC IT
306/2-C 200
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
Kg/h
°C
°C
g/s
g/s
6,7-19
6,9-19,6
7,1-20,2
7,2-20,6
23
23,5
19,4
6,8
98
101
104
106
107
****
0,75
1,5
< 0,1
20
37
2,5
1,83
75
40
11
3,2
1,25
37
< 20
9
5
1,9
250
600
35/75
2,5
10
180
0,75
3,0
15/70
570
210
***
10
100
4
0,75
2,3
230/50
100/90
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
1350
570/600
60/100
105
IP X4D
0085BR0331
8,7-25
9,0-25,8
9,3-26,5
9,4-27
28
28,6
25,5
8,9
98
101
104
106
107
****
0,75
1,5
< 0,1
20
37
3
2,22
80
40
13,3
4,2
1,25
56
< 20
9
5
2,6
250
1080
35/75
2,5
12
210
0,75
3,0
15/70
690
230
***
10
100
4
0,75
2,3
230/50
110/90
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
1350
570/600
60/100
105
IP X4D
0085BR0331
10,0-30
10,3-30,9
10,6-31,8
10,8-32,4
34
34,7
30,6
10,2
98
101
104
106
107
****
0,75
1,5
< 0,1
20
37
3,7
2,7
80
40
16,2
4,8
1,35
59
< 20
9
5
3,1
250
1300
35/75
2,5
12
210
0,75
3,0
15/70
830
240
***
10
100
4
0,75
2,3
230/50
120/100
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
1350
570/600
60/100
110
IP X4D
0085BR0331
mg/kW
mg/kW
%
I/h
mbar
l/h
°C
I
I
I
bar
bar
°C
l/h
l/10 min
bar
l
l
bar
kWh/24h
V/Hz
W
Poll.
Poll.
Poll.
Poll.
mm
mm
Ø mm
kg
IP
CE
Cat. II2H3P
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d’installazione
2) By-pass in caldaia tarato a 250 mbar
3) Mediante diagnostica Tmax=85°C
4) Per impianti con contenuti d'acqua maggiore, prevedere un vaso d'espansione supplementare
5) 15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70°C
6) Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - coassiale 80/125 mm
(con adattatore art.303926) - sdoppiato 80/80 mm (con adattatore art.303939 e 0020055825) - sdoppiato B23 (con adattatore art.303926) - sdoppiato B33
(con adattatore art.303926 e art. 303217)
54
Dati tecnici
VSC ecoCOMPACT
1)
min. 300
730
570
196
7
600
140 140
126
5
3)
2
3)
3
3)
1
1
3)
7
2
6
4
3)
3
70
100
170
700
680
30
8
2)
(vista frontale)
10-30
520
(vista laterale)
(vista posteriore)
1
3
160
4
6
1255
1305
2
600
(vista dall'alto)
Distanza minima richiesta
in abbinamento all'accessorio
Art. 0020040771 per collegamento
a squadra
120
1305
11
1255
1350
4
70
210
5
6
7
8
11
Ritorno
riscaldamento G3/4
Andata
riscaldamento G3/4
Raccordo acqua calda
sanitaria G3/4
Raccordo acqua fredda
sanitaria G3/4
Raccordo gas
G3/4
Raccordo ricircolo
G3/4
Raccordo scarico fumi
Scarico condensa
Apertura passaggio
cablaggio
1) Distanza minima
indispensabile
per l'utilizzo del kit di
collegamento
sopra intonaco 002040771
5
2) 20mm regolabili con i
piedini
3) È necessario il kit di
installazione a
squadra art. 002040771,
completo di:
saracinesche
riscaldamento, valvola di
sicurezza riscaldamento,
valvola di sicurezza
sanitario, tubi di
scarico per valvole di
sicurezza, sifone,
rubinetto gas e
rubinetto di carico
(a parete)
Quote per installazione sotto
intonaco a parete in abbinamento
all’accessorio Art. 0020040771 per
collegamento a squadra
Misure in mm.
55
Diagrammi pompe
Serie ecoCOMPACT
Prevalenza residua (mbar)
400
350
300
250
100 %
200
53 %
150
60 %
100
70 %
50
85 %
0
0
100
200
300
400
500
600
700
800
900
1000
1100 1200 1300 1400
Portata (l/h)
Prevalenza residua (mbar)
Linea caratteristica della pompa di circolazione (ecoCOMPACT VSC 196/2-C 150)
400
350
300
250
100 %
200
53 %
150
60 %
100
70 %
50
85 %
0
0
100 200
300 400
500
600
700
800
900
1000 1100 1200 1300 1400 1500
Portata (l/h)
Linea caratteristica della pompa di circolazione (ecoCOMPACT VSC 246/2-C 170 e
VSC 306/2-C 200)
56
Serie auroCOMPACT
Caldaia basamento a condensazione Vaillant
auroCOMPACT, combinata con accumulo preriscaldabile
da 150 litri abbinabile a collettori solari.
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IP20;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Certificazione “tre stelle” per il comfort sanitario
secondo prEN 13203.
Componenti:
valvola gas dotata di elettrovalvole di sicurezza e campo
di modulazione dal 30% al 100%;
bruciatore ecologico in acciaio speciale;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
pompa di circolazione elettronica con dispositivo elettronico
antibloccaggio e di programma automatico di sfiato;
by-pass regolabile;
scambiatore primario gas combusti/acqua a condensazione
integrale, a tenuta stagna totale con serpentine lisce a
forma di anello e con un ulteriore camera di protezione
in lamiera;
vaso d’espansione da 12 litri;
pompa di circolazione circuito collettori solari a tre
velocità completa di manometro e flussometro per il
controllo della portata nel circuito solare;
pompa di carico boiler;
sonde NTC per il controllo elettronico della modulazione
e delle funzioni di sicurezza;
scambiatore secondario acqua/acqua a piastre metalliche
in acciaio legato, stratificate e saldobrasate;
boiler a stratificazione in acciaio vetrificato,
coibentazione in polistirene, capacita’ pari a 150 litri
dotato di anodo di protezione al magnesio e di uno
scambiatore di calore solare a serpentino integrato;
miscelatore termostatico lato acqua calda sanitaria;
1 sonda NTC per regolare l’integrazione solare dell’acqua
calda sanitaria;
1 sonda NTC per il calcolo della resa solare;
pressostato di sicurezza;
valvola a tre vie di commutazione sanitario/riscaldamento
dotata di dispositivo elettronico antibloccaggio;
scheda elettronica dotata di microprocessore con
regolazione solare, calcolo della resa solare e della
pompa solare integrate;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e
l’adattamento dell’apparecchio all’impianto di riscaldamento;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
scambiatore secondario acqua/acqua a piastre metalli
che in acciaio saldobrasato;
1 sonda NTC per regolare la temperatura dell’acqua calda
sanitaria;
1 sonda NTC per il controllo del boiler;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi combustione
e possibilita’ di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi sdoppiato DN 80/80;
57
Dati tecnici
VSC S auroCOMPACT
Dati
tecnici auroCOMPACT
auroCOMPACT
Unità
VSC S IT
126/2-C 180
VSC S IT
196/2- C 200
Potenza termica ridotta/nominale
(80/60)
(Pr/Pn)
Potenza termica ridotta/nominale
(60/40)
(Pr/Pn)
Potenza termica ridotta/nominale
(50/30)
(Pr/Pn)
Potenza termica ridotta/nominale
(40/30)
(Pr/Pn)
Potenza termica nominale in sanitario
(Pn)
Portata termica nominale in sanitario
(p.c.i.)
(Qn)
Portata termica nominale in riscaldamento (p.c.i.)
(Qn)
Portata termica ridotta
Rendimento nominale (stazionario)
(80/60 °C)
(60/40 °C)
(40/30 °C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42/CEE)
Perdite di calore al mantello 1)
( T =50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf (80/60 °C) (Pn/Pr)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso
Metano
G20
Propano
G31
Consumo a potenza nominale
Metano
G20
Propano
G31
Temperatura scarico fumi (Metano)
(80/60 °C)
(Pn)
(40/30 °C)
(Pr)
Portata massica fumi
(Metano)
(80/60 °C)
(Pn)
(40/30 °C)
(Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO
(Metano)
(fumi secchi)
Tenore CO2
(Metano)
(fumi secchi)
Classe NOx
Quantità max di condensa (pH ca. 3,5-4,0)(40/30 °C)
Prevalenza residua per l’impianto 2)
Temperatura di regolazione mandata riscaldamento 3)
Massimo contenuto d’acqua in impianto 4)
Capacità vaso di espansione
Pressione di precarica del vaso di espansione
Sovrappressione massima di esercizio riscaldamento
Sovrappressione massima di esercizio sanitario
Temperatura di regolazione acqua calda bollitore 5)
Volume nominale boiler
Portata continua
Capacità di prelievo acqua calda
Sovrapressione d'ese cizio max.,acqua calda
Consumo energetico in stand-by 6)
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica totale/Potenza elettrica pompa (max velocità)
Raccordi mandata e ritorno riscaldamento (dado a risvolto)
Raccordi mandata e ritorno solare
Raccordi sanitari (dado a risvolto)
Raccordo gas (dado a risvolto)
Raccordo ricircolo
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 7)
Altezza
Profondità
Larghezza
Peso a vuoto
Contenuto d’acqua nel generatore
Peso totale
Grado di protezione
Certificazione
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
4,9-14
5,1-14,4
5,2-14,9
5,3-15,2
15
15,3
14,3
5
98
101
106
108
****
0,75
1,5
< 0,1
20
37
1,6
1,19
75
40
7,1
2,3
1,25
25
20
9
5
1,4
250
35/75
210
12
0,75
3,0
10,0
15/70
150
370 (15)
150
10
2,3
230/50
115/90
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
60/100
1672
570
600
150
2,2
300
X4D
0085BS0012
6,7-19
6,9-19,6
7,1-20,2
7,2-20,6
23
23,5
19,4
6,8
98
101
106
108
****
0,75
1,5
< 0,1
20
37
2,5
1,83
75
40
11
3,2
1,25
37
25
9
5
1,9
250
35/ 75
210
12
0,75
3,0
10,0
15/70
150
570 (23)
185
10
2,3
230/50
125/90
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
G 3/4
60/100
1672
570
600
150
2,5
300
X4D
0085BS0012
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
kg/h
°C
°C
g/s
g/s
mg/kWh
mg/kWh
%
l/h
mbar
°C
l/h
l
bar
bar
bar
°C
l
l/h (kW)
l/10 min
bar
kWh/24 h
V/Hz
W
Poll.
oll.
Poll.
Poll.
Poll.
Ø mm
mm
mm
mm
kg
l
kg
IP
CE
Camera stagna Munita di ventilatore Tipo C13, C33, C43, C53, C83
Camera aperta
Munita di ventilatore Tipo B23
1) Valore dipendente dalla temperatura del locale d’installazione
2) By-pass in caldaia tarato a 250 mbar
3) Mediante diagnostica Tmax=85°C
4) Per impianti con contenuti d’acqua maggiore, prevedere un vaso di espansione supplementare
Cat. II2H3P
5) 15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70°C
58
(con art. 303920)
6) Determinato secondo norma EN 625
7) Possibili configurazioni di scarico gas combusti/aspirazione aria comburente: coassiale 60/100 mm - misto 60/100 mmtatore 303939
- coassiale 80/125 mm e B23 (con adattatore art. 303926) - misto 80/125 mm (con art. 303250) - sdoppiato (con adat
e con copertura 0020055825)
Dati tecnici
VSC auroCOMPACT
3)
3)
3)
3)
3)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
(vista laterale)
(vista frontale)
(vista posteriore)
Uscita scarico acqua di condensa
Raccordo di ricircolo G3/4”
Raccordo gas G3/4”
Raccordo acqua fredda G3/4”
Raccordo acqua calda G3/4”
Raccordo andata riscaldamento
G3/4”
Raccordo ritorno riscaldamento
G3/4”
Raccordo ritorno solare G3/4”
Raccordo andata solare G3/4”
Raccordo aria/gas combusti
60/100
1) Distanza minima necessaria con
l'utilizzo dell'accessorio di
collegamento a squadra
0020040771.
2) Piedini regolabili in altezza di
20mm.
3) È necessario il kit idraulico di
installazione a squadra
art. 0020040771, completo di:
saracinesche riscaldamento,
valvola di sicurezza
riscaldamento, valvola di
sicurezza sanitario, tubi di scarico
per valvole di sicurezza, sifone,
rubinetto gas e rubinetto
di carico.
160
600
(vista dall'alto)
Distanza minima richiesta
in abbinamento all'accessorio
Art. 0020040771 per collegamento
a squadra
(a parete)
Quote per installazione sotto
intonaco a parete in abbinamento
all’accessorio Art. 0020040771
per il collegamento a squadra
Misure in mm.
59
Diagrammi pompe
Diagrammi
pompe
Serie
auroCOMPACT
Serie auroCOMPACT
H
H
[hPa]
[hPa]
400
400
350
350
300
300
250
100 %
100 %
250
200
200
150
150
100
100
50
50
0
0 0
0
53 %
53 %
60 %
60 %
70 %
70 %
85 %
85 %
100
200
300
400
500
600
700
800
900
1000 1100 1200
100
200
300
400
500
600
700
800
900
1000 1100 1200
Q [l/h]
Q [l/h]
Linea caratteristica della pompa di circolazione riscaldamento/sanitario
Linea
caratteristica della pompa di circolazione riscaldamento/sanitario
auroCOMPACT
auroCOMPACT
60
Serie ecoVIT plus
Caldaia basamento a condensazione solo riscaldamento
Vaillant ecoVIT plus, abbinabile ad un boiler sanitario ad
accumulo esterno, disponibile nelle versioni:
- VK, senza vaso d’espansione e senza pompe lato
riscaldamento
- VKS, con vaso d’espansione e pompa integrata lato
riscaldamento, con predisposizione per kit zone
aggiuntive integrabili
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23, B33;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IP X4D;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE;
Certificazione “tre stelle” per il comfort sanitario
secondo prEN 13203 in abbinamento ad un boiler
sanitario ad accumulo esterno.
Componenti:
valvola gas dotata di modulatore pneumatico;
bruciatore ecologico cilindrico a premiscelazione totale
in acciaio speciale;
accensione elettronica tramite elettrodo, avente anche
funzione di rilevatore fiamma a ionizzazione;
collettore di bilanciamento incorporato a bordo macchina;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
valvola di sfiato automatica;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale con
serpentine lisce a forma di anello;
pompa circolazione primario modulante;
sonde NTC per il controllo elettronico della modulazione
e delle funzioni di sicurezza;
sensore di pressione ad effetto Hall per il monitoraggio
della pressione dell’impianto di riscaldamento;
manometro;
scheda elettronica dotata di microprocessore e
connessione per sistema di termoregolazione eBUS;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e
l’adattamento dell’apparecchio all’impianto di
riscaldamento;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
sifone condensa incorporato;
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D60/100 con prese per analisi
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione /scarico fumi sdoppiato DN 80/80;
Componenti presenti solo nella versione VKS
pompa di circolazione lato riscaldamento a tre velocità
con dispositivo elettronico antibloccaggio;
vaso d’espansione da 12 litri;
Bollitore ad accumulo esterno
Bollitore sanitario uniSTOR VIH R abbinabile a caldaie
solo riscaldamento;
serbatoio in lamiera d’acciaio vetroporcellanato, con
serpentino in acciaio;
isolamento termico in poliuretano espanso;
anodo di protezione;
predisposizione per collegamento del ricircolo.
61
:Wj_j[Yd_Y_
LA [YeL?Jfbki
ecoVIT plus
:Wj_j[Yd_Y_
Fej[dpWj[hc_YWh_ZejjW%dec_dWb[
.&%,&–9
,&%*&–9
+&%)&–9
*&%)&–9
Fh%Fd
Fh%Fd
Fh%Fd
Fh%Fd
Fd
Gd
Gd
Gh
Fej[dpWj[hc_YWdec_dWb[_diWd_jWh_e
FehjWjWj[hc_YWdec_dWb[_diWd_jWh_e
FehjWjWj[hc_YWdec_dWb[_dh_iYWbZWc[dje
FehjWjWj[hc_YWh_ZejjW
H[dZ_c[djedec_dWb[ijWp_edWh_e
.&%,&–9
,&%*&–9
+&%)&–9
*&%)&–9
H[dZ_c[djeWb)&
Ij[bb[Z_h[dZ_c[djei[YedZe:_h$/(%*(9;;
F[hZ_j[Z_YWbeh[WbcWdj[bbe'
J3+&A
F[hZ_j[WbYWc_deYedXhkY_Wjeh[\kdp_edWdj[#F\.&%,&–9 Fd%Fh
F[hZ_j[WbYWc_deYedXhkY_Wjeh[if[dje
Fh[ii_ed[]Wi_d_d]h[iie
C[jWde
=(&
FhefWde
=)'
9edikceWfej[dpWdec_dWb[
C[jWde
=(&
FhefWde
=)'
J[cf[hWjkhWiYWh_Ye\kc_C[jWde
.&%,&–9
Fd
*&%)&–9
Fh
FehjWjWcWii_YW\kc_C[jWde
.&%,&–9
Fd
*&%)&–9
Fh
;YY[iieZÊWh_WC[jWde
Fd%Fh
J[deh[DEn C[jWde
Fd%Fh
J[deh[9EC[jWde\kc_i[YY^_
Fd%Fh
J[deh[9E( C[jWde\kc_i[YY^_
Fd%Fh
9bWii[DEn
GkWdj_j}cWnZ_YedZ[diWf>"YW$)$+#*$& *&%)&–9
FehjWjWdec_dWb[_dh_iYWbZWc[dje J3(&A
J[cf[hWjkhWZ_h[]ebWp_ed[WdZWjW (
9edj[dkjeZÊWYgkWd[b][d[hWjeh[
9WfWY_j}lWieZ_[ifWdi_ed[h_iYWbZWc[dje
CWii_ceYedj[dkjeZÊWYgkW_d_cf_Wdje
Fh[ii_ed[Z_fh[YWh_YWlWieZÊ[ifWdi_ed[h_iYWbZWc[dje
IelhWffh[ii_ed[cWii_cWZ_[i[hY_p_e
)
J[cf[hWjkhWZ_h[]ebWp_ed[iWd_jWh_e
7b_c[djWp_ed[[b[jjh_YW
Fej[dpW[b[jjh_YW jejWb[ Fej[dpW[b[jjh_YWfecfWXhkY_Wjeh[#Yebb[jeh[Z_X_bWdY_Wc[dje
HWYYehZ_h_iYWbZWc[dje\[cc_dW
HWYYehZe]WicWiY^_e
HWYYehZeiWd_jWh_e\[cc_dW
7bj[ppW
Fhe\edZ_j}%BWh]^[ppW
HWYYehZeiYWh_Ye]WiYecXkij_%Wif_hWp_ed[Wh_WYecXkh[dj[*
F[ieWlkeje
=hWZeZ_fhej[p_ed[
9[hj_\_YWp_ed[
9Wc[hWijW]dW
9Wc[hWWf[hjW
Ckd_jWZ_l[dj_bWjeh[ J_fe9')"9)) "9*)"9+)" 9.)
Ckd_jWZ_l[dj_bWjeh[ J_fe8()"8))
Kd_j}
LA?J(*,
LA?J)&,
LA?J)+,
aM
aM
aM
aM
aM
aM
aM
aM
#
cXWh
cXWh
c)%^
A]%^
–9
–9
]%i
]%i
."-#(+
/#(+".
/")#(,"+
/"*#((.
(.",
(+"+
."/
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
'&#)&
'&")#)&"/
'&",#)'".
'&".#)("*
)*
)*"-
)&",
'&"(
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
'(#)*"'
'(")#)+"'
'("-#),"(
'("/#),"/
)*"'
)*".
)*".
'("(
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
&"-+
'"+
2&"'
(&
))
("((
-+
*&
')")
*"(
'"(+
,&
'+
/
+
(",
'&.&
)+%-+
(
#
#
#
)"&
'+%-&
()&%+&
'&&
/(
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
,&%'&&
,&
?FN*:
&&.+8I&),'
&"-+
'"+
2&"'
(&
))"("-+
*&
'+".
*".
'"(+
,&
'+
/
+
)"'
')&&
)+%-+
(
#
#
#
)"&
'+%-&
()&%+&
'&&
/(
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
,&%'&&
,(
?FN*:
&&.+8I&),'
&"-+
'"+
2&"'
(&
))"("-+
*&
'+".
+"'"(+
,&
'+
/
+
*
'+&&
)+%-+
(
#
#
#
)"&
'+%-&
()&%+&
'&&
/(
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
.&%'(+
,*
?FN*:
&&.+8I&),'
c]%aM
c]%aM
#
?%^
b%^
–9
?
?
?
XWh
XWh
–9
L%>p
M
M
Febb$
Febb$
Febb$
cc
cc
¤cc
a]
?F
9;
9Wj$??(>)F
' LWbeh[Z_f[dZ[dj[ZWbbWj[cf[hWjkhWZ[bbeYWb[ZÊ_dijWbbWp_ed[
( C[Z_Wdj[Z_W]deij_YWJcWn3.+–9
) '+ –9 _d Whh[ije Wdj_ehWh_e Yec[ fhej[p _ed[ Wdj_][be "h_cWd[dj[ YW cfe Z_ h[]ebWp_ed[ *&%-&
*Feii_X_b_Yed\_]khWp_ed_Z_iYWh_Ye]WiYecXkij_%Wif_hWp_ed[Wh_WYecXkh[dj[0YeWii_Wb[,&%'&&ccDELA?J)+,#YeWii_Wb[.&%'(+cc
YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,#iZeff_Wje.&%.&ccYedWZWjjWjeh[Whj$)&)/)/#iZeff_Wje8()YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,#iZeff_Wjeh[8))
YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,[Whj$)&)('-
62
:Wj_j[Yd_Y_
LAI [YeL?Jfbki
ecoVIT plus
:Wj_j[Yd_Y_
Fej[dpWj[hc_YWh_ZejjW%dec_dWb[
.&%,&–9
,&%*&–9
+&%)&–9
*&%)&–9
Fh%Fd
Fh%Fd
Fh%Fd
Fh%Fd
Fd
Gd
Gd
Gh
Fej[dpWj[hc_YWdec_dWb[_diWd_jWh_e
FehjWjWj[hc_YWdec_dWb[_diWd_jWh_e
FehjWjWj[hc_YWdec_dWb[_dh_iYWbZWc[dje
FehjWjWj[hc_YWh_ZejjW
H[dZ_c[djedec_dWb[ijWp_edWh_e
.&%,&–9
,&%*&–9
+&%)&–9
*&%)&–9
H[dZ_c[djeWb)&
Ij[bb[Z_h[dZ_c[djei[YedZe:_h$/(%*(9;;
F[hZ_j[Z_YWbeh[WbcWdj[bbe'
J3+&A
F[hZ_j[WbYWc_deYedXhkY_Wjeh[\kdp_edWdj[#F\.&%,&–9 Fd%Fh
F[hZ_j[WbYWc_deYedXhkY_Wjeh[if[dje
Fh[ii_ed[]Wi_d_d]h[iie
C[jWde
=(&
FhefWde
=)'
9edikceWfej[dpWdec_dWb[
C[jWde
=(&
FhefWde
=)'
J[cf[hWjkhWiYWh_Ye\kc_C[jWde
.&%,&–9
Fd
*&%)&–9
Fh
FehjWjWcWii_YW\kc_C[jWde
.&%,&–9
Fd
*&%)&–9
Fh
;YY[iieZÊWh_WC[jWde
Fd%Fh
J[deh[DEn C[jWde
Fd%Fh
J[deh[9EC[jWde\kc_i[YY^_
Fd%Fh
J[deh[9E( C[jWde\kc_i[YY^_
Fd%Fh
9bWii[DEn
GkWdj_j}cWnZ_YedZ[diWf>"YW$)$+#*$& *&%)&–9
FehjWjWdec_dWb[_dh_iYWbZWc[dje J3(&A
J[cf[hWjkhWZ_h[]ebWp_ed[WdZWjW (
9edj[dkjeZÊWYgkWd[b][d[hWjeh[
9WfWY_j}lWieZ_[ifWdi_ed[h_iYWbZWc[dje
CWii_ceYedj[dkjeZÊWYgkW_d_cf_Wdje
Fh[ii_ed[Z_fh[YWh_YWlWieZÊ[ifWdi_ed[h_iYWbZWc[dje
IelhWffh[ii_ed[cWii_cWZ_[i[hY_p_e
)
J[cf[hWjkhWZ_h[]ebWp_ed[iWd_jWh_e
7b_c[djWp_ed[[b[jjh_YW
Fej[dpW[b[jjh_YW jejWb[ Fej[dpW[b[jjh_YWfecfWXhkY_Wjeh[#Yebb[jjeh[Z_X_bWdY_Wc[dje
Fej[dpW[b[jjh_YWfecfW_cf_Wdje
HWYYehZ_h_iYWbZWc[dje\[cc_dW
HWYYehZe]WicWiY^_e
HWYYehZeiWd_jWh_e\[cc_dW
7bj[ppW
Fhe\edZ_j}%BWh]^[ppW
HWYYehZeiYWh_Ye]WiYecXkij_%Wif_hWp_ed[Wh_WYecXkh[dj[*
F[ieWlkeje
=hWZeZ_fhej[p_ed[
9[hj_\_YWp_ed[
9Wc[hWijW]dW
9Wc[hWWf[hjW
Ckd_jWZ_l[dj_bWjeh[ J_fe9')"9)) "9*)"9+)" 9.)
Ckd_jWZ_l[dj_bWjeh[ J_fe8()"8))
Kd_j}
LAI?J(*,
LAI?J)&,
aM
aM
aM
aM
aM
aM
aM
aM
#
cXWh
cXWh
c)%^
A]%^
–9
–9
]%i
]%i
."-#(+
/#(+".
/")#(,"+
/"*#((.
(.",
(+"+
."/
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
'&#)&
'&")#)&"/
'&",#)'".
'&".#)("*
)*
)*")&",
'&"(
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
'(#)*"'
'(")#)+"'
'("-#),"(
'("/#),"/
)*"'
)*".
)*".
'("(
/.
'&'
'&*
'&,
'&.
&"-+
'"+
2&"'
(&
))
("((
-+
*&
')")
*"(
'"(+
,&
'+
/
+
(",
'&.&
)+%-+
(
'(
('&
&"-+
)"&
'+%-&
()&%+&
(&&
/(
/)
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
,&%'&&
,,
?FN*:
&&.+8I&),&
&"-+
'"+
2&"'
(&
))"("-+
*&
'+".
*".
'"(+
,&
'+
/
+
)"'
')&&
)+%-+
("(
'(
('&
&"-+
)"&
'+%-&
()&%+&
(&&
/(
/)
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
,&%'&&
,.
?FN*:
&&.+8I&),&
&"-+
'"+
2&"'
(&
))"("-+
*&
'+".
+"'"(+
,&
'+
/
+
*
'+&&
)+%-+
("*
'(
('&
&"-+
)"&
'+%-&
()&%+&
(&&
/(
/)
='
=)%*
='
.+&
+,(%+.+
.&%'(+
-&
?FN*:
&&.+8I&),&
c]%aM
c]%aM
#
?%^
b%^
–9
?
?
?
XWh
XWh
–9
L%>p
M
M
M
Febb$
Febb$
Febb$
cc
cc
¤cc
a]
?F
9;
LAI?J)+,
9Wj$??(>)F
' LWbeh[Z_f[dZ[dj[ZWbbWj[cf[hWjkhWZ[bbeYWb[ZÊ_dijWbbWp_ed[
( C[Z_Wdj[Z_W]deij_YWJcWn3.+–9
) '+ –9 _d Whh[ije Wdj_ehWh_e Yec[ fhej[p _ed[ Wdj_][be "h_cWd[dj[ YW cfe Z_ h[]ebWp_ed[ *&%-&
*Feii_X_b_Yed\_]khWp_ed_Z_iYWh_Ye]WiYecXkij_%Wif_hWp_ed[Wh_WYecXkh[dj[0YeWii_Wb[,&%'&&ccDELAI?J)+,#YeWii_Wb[.&%'(+cc
YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,#iZeff_Wje.&%.&ccYedWZWjjWjeh[Whj$)&)/)/#iZeff_Wje8()YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,#iZeff_Wjeh[8))
YedWZWjjWjeh[Whj$)&)/(,[Whj$)&)('-
63
:Wj_j[Yd_Y_
LA%LAI[YeL?Jfbki
:Wj_j[Yd_Y_
LA%LAI[YeL?Jfbki
+.+
'-+
+,'
+,'
B[][dZW0
'$ HWYYehZeZ_ifei_j_leZ_h_[cf_c[dje
B[][dZW0
($ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[b
'$ HWYYehZeZ_ifei_j_leZ_h_[cf_c[dje
h_iYWbZWc[dje"(±Y_hYk_jeZ_
($ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[b
h_iYWbZWc[djeiebeYedWYY[ iieh_e
h_iYWbZWc[dje"(±Y_hYk_jeZ_
)$ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[b
h_iYWbZWc[djeiebeYedWYY[ iieh_e
h_iYWbZWc[dje"'±Y_hYk_jeZ_
)$ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[b
h_iYWbZWc[djeLAI
h_iYWbZWc[dje"'±Y_hYk_jeZ_
*$ HWYYehZecWdZWjWZ[bh_iYWbZWc[dje
h_iYWbZWc[djeLAI
LA "LAI
*$ HWYYehZecWdZWjWZ[bh_iYWbZWc[dje
+$ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[bh_iYWbZWc[dje"
LA "LAI
)±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeWiY[bjWYed
+$ HWYYehZeZ[bbWcWdZWjWZ[bh_iYWbZWc[dje"
c_iY[bWjeh[iebeYedWYY[iieh_e
)±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeWiY[bjWYed
,$ 7bbWYY_Wc[djeZ[b]Wi)%*
c_iY[bWjeh[iebeYedWYY[iieh_e
-$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
,$ 7bbWYY_Wc[djeZ[b]Wi)%*
(±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeiebeYed
-$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
WYY[iieh_ e"jWffe\ehd_je
(±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeiebeYed
WYY[iieh_ e"jWffe\ehd_je
C_ikh[_dcc$
C_ikh[_dcc$
64
.& .&
.&.&
.& .&
'-+
(
'
)
(
'(
*
)
+
*
-(,
*)'
*)'
'(
'
)(.
.'&
'& .&
.&.&
.& .&
'-
''&
'-
.+& .+&
.,* .,*
.-& .-&
(&
)(.
-(,
+.+
***
,
+
,
.
-
'+&
***
,-
,)
,-
,)
.$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
'±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeLAI"d[bbWLA
.$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
YedjWffe
'±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeLAI"d[bbWLA
/$ HWYYehZeh_jehdeh_iYWbZWc[dje
YedjWffe
'&$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
/$ HWYYehZeh_jehdeh_iYWbZWc[dje
)±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeiebeYed
'&$ HWYYehZeZ[bh_jehdeZ[bh_iYWbZWc[dje"
WYY[iieh_e"jWffe\ehd_je
)±Y_hYk_jeZ_h_iYWbZWc[djeiebeYed
'' $ JkXeZ[bbWYedZ[diW
WYY[iieh_e"jWffe\ehd_je
'($ HWYYehZeiYWh_Ye\kc_,&%'&&
'' $ JkXeZ[bbWYedZ[diW
'($ HWYYehZeiYWh_Ye\kc_,&%'&&
d$X$0jkjj__hWYYehZ_Z[bbWYgkWYWbZWiede
Y^_ki_ ZWkdZWZef[hhWYYehZ_
d$X$0jkjj__hWYYehZ_Z[bbWYgkWYWbZWiede
ZW'
Y^_ki_ ZWkdZWZef[hhWYYehZ_
ZW'
'+&
(&
/
.
''
'&
/
''
'&
:_Wc[jheYebb[jjeh_ \kc_
[jheYebb[jjeh_ \kc_
:_Wc
CeZ[bbe
¤cc
CeZ[bbe
LA
(*,
LA
LA)&,
(*,
LA
LA)+,
)&,
LAI(*,
LA)+,
LAI)&,
LAI(*,
LAI)+,
LAI)&,
LAI)+,
¤cc
,&%'&&
,&%'&&
,&%'&&
.&%'(+
,&%'&&
,&%'&&
.&%'(+
,&%'&&
,&%'&&
.&%'(+
,&%'&&
.&%'(+
:_W]hWcc_fecf[
Prevalenza residua in m
I[h_[[YeL?Jfbki
Portata in m3/h
Linea caratteristica della pompa riscaldamento (solo VKS)
65
66
Serie ecoVIT exclusiv
Caldaia a basamento a condensazione Vaillant
ecoVIT exclusiv, solo riscaldamento, abbinabile ad un
boiler sanitario ad accumulo esterno.
Modalità di tiraggio e certificazioni:
modello a tiraggio forzato, tipo C13, C33, C43, C53, C83,
B23;
Categoria II2H3P (metano e propano);
grado di protezione IPX4D;
marcatura CE;
classe 5 (Low NOx);
modello solo da interno;
classificazione a quattro stelle di rendimento secondo
Dir. 92/42/CEE.
Componenti:
valvola gas dotata di modulatore elettronico motorizzato
(modulazione 20-100% del carico nominale);
sensore di monossido di carbonio per il controllo della
modulazione e delle funzioni di sicurezza/preventive;
bruciatore ecologico cilindrico a premiscelazione
totale in acciaio speciale;
accensione elettronica tramite elettrodo, avente anche
funzione di rilevatore fiamma a ionizzazione;
ventilatore centrifugo a giri variabili con sensore ad
effetto Hall;
scambiatore primario gas combusti/acqua a
condensazione integrale, a tenuta stagna totale, con
termostato di sicurezza;
corpo caldaia in acciaio ad alto contenuto d’acqua (100 l)
con doppio attacco di ritorno per una miglior
stratificazione termica;
sonda NTC per il controllo elettronico della
modulazione e delle funzioni di sicurezza;
sensore di pressione ad effetto Hall per il monitoraggio
della pressione dellimpianto di riscaldamento;
scheda elettronica dotata di microprocessore e
connessione per sistema di termoregolazione eBUS;
display digitale con testi e simboli in chiaro;
sistema DIA per la diagnostica dell’apparecchio e
l’adattamento dell’apparecchio allimpianto di
riscaldamento;
sistema elettronico per l’analisi preventiva delle
anomalie;
manometro;
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
regolatore della temperatura di mandata e della
temperatura dell’acqua sanitaria (in combinazione con
accumulo esterno accessorio);
predisposizione per montaggio centralina di
termoregolazione a bordo caldaia;
possibilità di gestione di max. 6 apparecchi in cascata
(tramite apposita termoregolazione accessoria);
raccordo integrato per sistema di aspirazione/scarico
fumi coassiale D80/125 con prese per analisi di
combustione e possibilità di collegamento a sistema di
aspirazione/scarico fumi per max. 4 apparecchi in
cascata
67
Dati tecnici
VKK ecoVIT exclusiv
Dati
tecnici
ecoVIT
exclusiv
Unità di
misura
VKK IT
226/4
VKK IT
286/4
Potenza termica ridotta/nominale
(80/60°C)
(Pr/Pn)
Potenza termica ridotta/nominale
(60/40°C)
(Pr/Pn)
Potenza termica ridotta/nominale
(40/30°C)
(Pr/Pn)
Potenza termica nominale in sanitario
(Pn)
Portata termica nominale in sanitario (p.c.i.)
(Qn)
Portata termica nominale in riscaldamento (p.c.i.)
(Qn)
Portata termica ridotta
Campo di modulazione
Rendimento nominale (stazionario) (80/60°C)
(60/40°C)
(40/30°C)
Rendimento al 30%
Stelle di rendimento (secondo Dir. 92/42/CEE)
Rendimento stagionale 1)
(75/60°C)
(40/30°C)
Perdite di calore al mantello 2)
( T = 50 K)
Perdite al camino con bruciatore funzionante-Pf (80/60°C)
Perdite al camino con bruciatore spento
Pressione gas in ingresso
Metano
G20
Pressione gas in ingresso
Propano
G31
Consumo a potenza nominale
Metano
G20
Consumo a potenza nominale
Propano
G31
Temperatura scarico fumi (Metano) (80/60°C)
(Pn)
(40/30°C)
(Pr)
Portata massima fumi (Metano)
(80/60°C)
(Pn)
(40/30°C)
(Pr)
Eccesso d’aria (Metano)
Tenore NOx (Metano)
Tenore CO (Metano) (fumi secchi)
Tenore CO2 (Metano) (fumi secchi)
Classe NOx
Quantità max di condensa 3)
(40/30°C)
Perdita di carico in caldaia lato acqua ( T = 20K)
( T = 10K)
Temperatura di regolazione andata 4)
Portata acqua in impianto
( T = 20° C)
Sovrappressione massima di esercizio
Temperatura di regolazione bollitore 5)
Alimentazione elettrica
Potenza elettrica assorbita totale
Raccordi mandata riscaldamento
Raccordo ritorno media/ bassa temperatura
Raccordo gas
Manicotto scarico della condensa
Rubinetto di scarico
Altezza
Profondità
Larghezza
Raccordo scarico gas combusti/aspirazione aria comburente 6)
Peso a vuoto
Contenuto d’acqua nel generatore
Peso totale
Grado di protezione
Certificazione
kW
kW
kW
kW
kW
kW
kW
%
%
%
%
%
%
%
%
%
%
mbar
mbar
m3/h
kg/h
°C
°C
g/s
g/s
6,3/21,3
6,6/22,4
7,0/23,5
22,0
22,0
22,0
6,5
29- 100
97
102
107
109
****
106
109
0,6
2,5
0,5
20
37
2,3
1,7
70
40
10
3,9
1,25
42
11
8,9 - 9,2
5
2,2
3,5
14,0
35/75
860
3,0
70
230/50
45
R1
R1
R 3/4
21
R 1/2
1257
691
570
80/125
100
100
200
20
7,7/26,2 10,0/33,8
10,5/35,5
8,1/27,5
8,5/28,9 11,0/37,2
34,8
27,0
34,8
27,0
27,0
34,8
7,9
10,3
29- 100
29- 100
97
97
102
102
107
107
109
109
****
****
106
106
109
109
0,5
0,4
2,5
2,5
0,4
0,3
20
20
37
37
2,9
3,7
2,1
2,7
75
75
42
42
12,2
15,8
4,2
5,3
1,25
1,25
34
51
8
5
8,9 - 9,2
8,9 - 9,2
5
5
3,0
3,5
6,0
10,0
24,0
40,0
35/75
35/75
1160
1505
3,0
3,0
70
70
230/50
230/50
45
45
R1
R1
R1
R1
R 3/4
R 3/4
21
21
R 1/2
R 1/2
1257
1257
691
691
570
570
80/125
80/125
100
110
100
89
200
199
20
20
0085BU0038
Camera stagna
Camera aperta
Munita di ventilatore
Munita di ventilatore
mg/kWh
mg/kWh
Vol %
l/h
mbar
mbar
°C
l/h
bar
°C
V/Hz
W
Poll.
Poll.
Poll.
mm
Poll.
mm
mm
mm
Ø mm
kg
l
kg
IP
CE
Tipo C12, C33, C43, C53, C83 , C93
Tipo B23, B23P, B33, B33P
VKK IT
366/4
Cat. II2H3P
1) Secondo norma DIN 4702, T.8
2) Valore dipendente dalla temperatura del locale di installazione
3) pH 3.4ca.
4) Mediante diagnostica Tmax=85°C
5) 15°C in arresto antiorario come protezione antigelo, rimanente campo di regolazione 40/70
6) Possibili configurazioni di scarico gas combusti/ aspirazione aria comburente: coassiale 80/125mm – sdoppiato B23
- per VKK IT 476/4 e 656/4 montare l'adattatore per l’analisi di combustione Art. 301369
68
VKK IT
476/4
VKK IT
656/2
12,8/43,6
13,5/46,0
14,1/48,2
45,0
45,0
45,0
13,2
29- 100
97
102
107
109
****
106
109
0,4
2,5
0,3
20
37
4,8
3,5
75
42
20,3
6,9
1,25
40
7
8,9 - 9,2
5
4,2
17,0
68,0
35/75
1935
3,0
70
230/50
90
R1
R1
R 3/4
21
R 1/2
1257
691
570
80/125
120
89
202
20
17,8/60,1
18,7/63,2
19,6/66,3
62,0
62,0
62,0
18,3
29-100
97
102
107
109
****
106
109
0,4
2,5
0,3
20
37
6,6
4,8
85
46
27,8
9,2
1,25
52
6
8,9 - 9,2
5
7,1
43,0
140
35/75
2650
3,0
70
230/50
110
R1
R1
R 3/4
21
R 1/2
1257
691
570
80/125
120
85
205
20
Dati tecnici
VKK ecoVIT exclusiv
9912)
691
5
3)
133
607,5
5
125
84
3)
570
5
3)
6
4
1257
1
993
1257
2
10-30 1)
(vista laterale)
(vista posteriore)
381
7
651
3
(vista frontale)
Misure in mm.
Raccordo andata riscaldamento R1”
Raccordo ritorno per bollitore R1"
Raccordo ritorno riscaldamento R1”
Raccordo gas R3/4”
Raccordo aria comburente/scarico fumi
Ø80/125
6 Apertura passaggio cablaggio
7 Scarico condensa Ø21mm 4)
1
2
3
4
5
1) Piedini regolati a 20mm d’altezza
2) Distanza necessaria dalla parete
300mm per l’allacciamento degli
accessori idraulici
3) Per VKK 476/4 e VKK 656/4
è necessario l’adattatore per l’analisi
di combustione (Art. 301369)
4) Per realizzare sistemi di scarico
condensa in assenza di scarico
naturale, è possibile utilizzare la pompa
di evacuazione art.301368 disponibile
come accessorio.
129
69
01/2013 - Specifiche tecniche condensing - MD-0008 - I dati contenuti in questo prospetto sono forniti a titolo indicativo. Con riserva di modifiche. Questo prospetto pertanto non può essere considerato come un contratto in confronto di terzi.
Vaillant Group Italia S.p.A. unipersonale
Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento della Vaillant GmbH
Via Benigno Crespi 70
20159 Milano
Tel. 02 / 69 71 21
Fax 02 / 69 71 25 00
Registro A.E.E. IT08020000003755
Registro Pile IT09060P00001133
www.vaillant.it
[email protected]
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement