Ariston | 7 Cuochi | Instruction for Use | Ariston 7 Cuochi Owner`s manual

Cucina
Installazione e uso
Cooker
Installation and use
K6T72S/I
Cucina con forno "Nuovo 7 Cuochi"
Istruzioni per l'installazione e l'uso
Cooker with new "7 cuochi" oven
Instructions for installation and use
3
16
Avvertenze
Per garantire l’efficienza e la sicurezza di questo elettrodomestico:
• rivolgetevi esclusivamente a centri di assistenza tecnica autorizzati
• richiedete sempre l’utilizzo di parti di ricambio originali
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
tro di assistenza tecnica autorizzato dal costruttore.
15 Questo apparecchio dovrà essere destinato solo all’uso per il
quale è stato espressamente concepito. Ogni altro uso (ad
esempio: riscaldamento di ambienti) è da considerarsi improprio e quindi pericoloso. Il costruttore non può essere considerato responsabile per eventuali danni derivanti da usi impropri, erronei ed irragionevoli.
16 L’uso di un qualsiasi apparecchio elettrico comporta l’osservanza di alcune regole fondamentali. In particolare:
• non toccare l’apparecchio con mani o piedi bagnati o umidi
• non usare l’apparecchio a piedi nudi
• non usare, se non con particolare cautela, prolunghe
• non tirare il cavo di alimentazione, o l’apparecchio stesso,
per staccare la spina dalla presa di corrente.
• non lasciare esposto l’apparecchio ad agenti atmosferici
(pioggia, sole, ecc.)
• non permettere che l’apparecchio sia usato dai bambini o
da incapaci, senza sorveglianza
17 Prima di effettuare qualsiasi operazione di pulizia o di manutenzione, disinserire l’apparecchio dalla rete di alimentazione
elettrica, o staccando la spina, o spegnendo l’interruttore dell’impianto.
18 In caso di guasto e/o di cattivo funzionamento dell’apparecchio, spegnerlo, chiudere il rubinetto del gas e non manometterlo. Per l’eventuale riparazione rivolgersi solamente ad un
centro di assistenza tecnica autorizzato e richiedere l’utilizzo
di ricambi originali. Il mancato rispetto di quanto sopra può
compromettere la sicurezza dell’apparecchio.
19 Allorché si decida di non utilizzare più l’apparecchio, si raccomanda di renderlo inoperante tagliandone il cavo di alimentazione, dopo aver staccato la spina dalla presa di corrente. Si
raccomanda inoltre di rendere innocue quelle parti dell’apparecchio suscettibili di costituire un pericolo, specialmente per
i bambini che potrebbero servirsi dell’apparecchio fuori uso
per i propri giochi.
20 Sui bruciatori non debbono essere poste pentole instabili o
deformate onde evitare incidenti per rovesciamento. Posizionatele sul piano di cottura in modo che i manici siano rivolti
verso l’interno, per evitare urti accidentali.
21 Alcune parti dell’apparecchio rimangono calde per lungo tempo
dopo l’uso. Fate attenzione a non toccarle.
22 Non utilizzate liquidi infiammabili (alcool, benzina...) in vicinanza all’apparecchio mentre questo è in uso.
23 Usando piccoli elettrodomestici nelle vicinanze del piano fate
attenzione che il cavo di alimentazione non finisca su parti
calde.
24 Controllare sempre che le manopole siano nella posizione “•”/
”¡” quando l’apparecchio non è utilizzato.
25 Durante l'uso dell'apparecchio gli elementi riscaldanti e
alcune parti della porta forno diventano molto calde. Fare
attenzione a non toccarle e tenere i bambimi a distanza.
26 Gli apparecchi gas necessitano, per un corretto funzionamento, di un regolare ricambio d’aria. Accertarsi che nella loro installazione siano rispettati i requisiti richiesti nel
paragrafo relativo al “Posizionamento”.
27 Il coperchio vetro (presente solo su alcuni modelli) può frantumarsi nel caso si surriscaldi, quindi è necessario che tutti i
bruciatori o le eventuali piastre elettriche risultino spente prima di chiudere il coperchio.
28 Se la cucina viene posta su di un piedistallo, prendere adeguati accorgimenti affinchè l'apparecchio non scivoli dal piedistallo stesso.
Questo apparecchio è stato concepito per un uso di tipo non
professionale all’interno di abitazione.
Queste istruzioni sono valide solo per i paesi di destinazione
i cui simboli figurano sul libretto e sulla targa matricola dell’apparecchio.
Questo apparecchio riguarda un apparecchio di classe 1
(isolato) o classe 2 - sottoclasse 1 (incassato tra 2 mobili).
Prima di utilizzare l’apparecchio leggere attentamente le avvertenze contenute nel presente libretto in quanto forniscono
importanti indicazioni riguardanti la sicurezza di installazione,
d’uso e di manutenzione. Conservare con cura questo libretto
per ogni ulteriore consultazione.
Dopo aver tolto l’imballaggio assicurarsi dell’integrità dell’apparecchio. In caso di dubbio non utilizzare l’apparecchio e rivolgersi a personale professionalmente qualificato. Gli elementi
dell’imballaggio (sacchetti in plastica, polistirolo espanso, chiodi, ecc.) non devono essere lasciati alla portata dei bambini in
quanto potenziali fonti di pericolo.
L’installazione deve essere effettuata secondo le istruzioni del
costruttore da personale professionalmente qualificato. Una
errata installazione può causare danni a persone, animali o
cose, nei confronti dei quali il costruttore non può essere considerato responsabile.
La sicurezza elettrica di questo apparecchio è assicurata soltanto quando lo stesso è correttamente collegato ad un efficiente impianto di messa a terra come previsto dalle vigenti
norme di sicurezza elettrica. E’ necessario verificare questo
fondamentale requisito di sicurezza e, in caso di dubbio, richiedere un controllo accurato dell’impianto da parte di personale professionalmente qualificato. Il costruttore non può
essere considerato responsabile per eventuali danni causati
dalla mancanza di messa a terra dell’impianto.
Prima di collegare l’apparecchio accertarsi che i dati di targa
(posti sull’apparecchio e/o sull’imballo) siano rispondenti a
quelli della rete di distribuzione elettrica e gas.
Verificare che la portata elettrica dell’impianto e delle prese di
corrente siano adeguate alla potenza massima dell’apparecchio indicata in targa. In caso di dubbio rivolgersi ad una persona professionalmente qualificata.
All’installazione occorre prevedere un interruttore omnipolare
con distanza di apertura dei contatti uguale o superiore a 3
mm.
In caso di incompatibilità tra la presa e la spina dell’apparecchio fare sostituire la presa con altra di tipo adatto da personale professionalmente qualificato. Quest’ultimo, in particolare, dovrà anche accertare che la sezione dei cavi della presa
sia idonea alla potenza assorbita dall’apparecchio. In generale è sconsigliabile l’uso di adattatori, prese multiple e/o prolunghe. Qualora il loro uso si rendesse indispensabile è necessario utilizzare solamente adattatori semplici o multipli e
prolunghe conformi alle vigenti norme di sicurezza, facendo
però attenzione a non superare il limite di portata in valore di
corrente, marcato sull’adattatore semplice e sulle prolunghe,
e quello di massima potenza marcato sull’adattatore multiplo.
Non lasciare l’apparecchio inutilmente inserito. Spegnere l’interruttore generale dell’apparecchio quando lo stesso non è
utilizzato, e chiudere il rubinetto del gas.
Non ostruire le aperture o fessure di ventilazione o di
smaltimento calore.
Il cavo di alimentazione di questo apparecchio non deve essere sostituito dall’utente. In caso di danneggiamento del cavo,
o per la sua sostituzione, rivolgersi esclusivamente ad un cen-
3
Istruzioni per l’installazione
c) Un utilizzo intensivo e prolungato dell’apparecchio può
necessitare di una aerazione supplementare per esempio l’apertura di una finestra o una aerazione più efficace aumentando la potenza di spirazione meccanica
se essa esiste.
d) I gas di petrolio liquefatti, più pesanti dell’aria, ristagnano verso il basso. Quindi i locali contenenti bidoni
di GPL debbono prevedere delle aperture verso l’esterno così da permettere l’evacuazione dal basso delle
eventuali fughe di gas. Pertanto i bidoni di GPL, siano
essi vuoti o parzialmente pieni, non debbono essere
installati o depositati in locali o vani a livello più basso
del suolo (cantinati, ecc.). É opportuno tenere nel locale solo il bidone in utilizzo, collocato in modo da non
essere soggetto all’azione diretta di sorgenti di calore
(forni, camini, stufe, ecc.) capaci di portarlo a temperature superiori ai 50°C.
Le istruzioni che seguono sono rivolte all’installatore qualificato affinchè compia le operazioni di installazione
regolazione e manutenzione tecnica nel modo più corretto e secondo le norme in vigore.
Importante: qualsiasi intervento di regolazione, manutenzione etc. deve essere eseguito con la cucina
elettricamente disinserita.
Posizionamento
Importante: questo apparecchio può essere installato e
funzionare solo in locali permanentemente ventilati secondo le prescrizioni delle Norme UNI-CIG 7129 e 7131
in vigore. Debbono essere osservati i seguenti requisiti:
a) Il locale deve prevedere un sistema di scarico all’esterno dei fumi della combustione, realizzato tramite una
cappa o tramite un elettroventilatore che entri automaticamente in funzione ogni volta che si accende l’apparecchio.
Livellamento (presente solo su alcuni modelli)
Nella parte inferiore dell’apparecchio si trovano 4 piedini
di sostegno regolabili con viti che permettono di migliorare il livellamento dell’apparecchio, se necessario. E’ indispensabile che l’apparecchio sia posizionato in modo
uniforme.
In camino o in canna fumaria ramificata
Direttamente all’esterno
(riservata agli apparecchi di cottura)
b) Il locale deve prevedere un sistema che consenta l’afflusso dell’aria necessaria alla regolare combustione. La
portata di aria necessaria alla combustione non deve
essere inferiore a 2 m3/h per kW di potenza installata. Il
sistema può essere realizzato prelevando direttamente
l’aria dall’esterno dell’edificio tramite un condotto di almeno 100 cm2 di sezione utile e tale che non possa essere accidentalmente ostruito. Per gli apparecchi privi sul
piano di lavoro, del dispositivo di sicurezza per assenza
di fiamma, le aperture di ventilazione debbono essere
maggiorate nella misura del 100%, con un minimo di
200cm2 (Fig. A). Ovvero, in maniera indiretta da locali
adiacenti, dotati di un condotto di ventilazione con l’esterno come sopra descritto, e che non siano parti comuni
dell’immobile, o ambienti con pericolo di incendio, o camere da letto (Fig. B).
Particolare A
Locale
adiacente
Montaggio gambe (presente solo su alcuni modelli)
Vengono fornite delle gambe da montare ad incastro sotto la base della cucina.
Locale da
ventilare
Installazione della cucina
E' possibile l’installazione a fianco di mobili la cui altezza
non superi quella del piano di lavoro. La parete a contatto
con la parete posteriore della cucina deve essere in materiale ininfiammabile. Durante il funzionamento la parete posteriore della cucina può raggiungere una temperatura di
50°C superiore a quella ambiente. Per una corretta installazione della cucina vanno osservate le seguenti precauzioni:
a) I mobili situati a fianco, la cui altezza superi quella del
piano di lavoro, debbono essere situati ad almeno 600
mm dal bordo del piano stesso.
b) Le cappe debbono essere installate secondo i requisiti
richiesti nei libretti istruzioni delle cappe stesse e comunque ad una distanza minima di 650 mm.
A
Esempi di aperture di ventilazione
per l’aria comburente
Maggiorazione della fessura fra
porta e pavimento
Fig. A
Fig. B
4
c) Allorchè la cucina venga installata sotto un pensile, quest’ultimo dovrà mantenere una distanza minima dal piano di 700 mm (millimetri). I mobili adiacenti alla cappa
dovranno mantenere una distanza minima dal piano di
420 mm. come da Fig. C e D.
420 mm.
Min.
min. 650 mm. with hood
min. 700 mm. without hood
900 mm.
420 mm.
Min.
Min.
420 mm.
Min.
420 mm.
Min.
min. 650 mm. with hood
min. 700 mm. without hood
600 mm.
Fig. C
Allaccio con tubo flessibile in acciaio inossidabile a
parete continua con attacchi filettati
Eliminare il portagomma già presente sull’apparecchio. Il raccordo di entrata del gas all’apparecchio è filettato 1/2 gas
maschio cilindrico. Utilizzare esclusivamente tubi conformi
alla Norma UNI-CIG 9891 e guarnizioni di tenuta conformi
alla UNI-CIG 9264. La messa in opera di tali tubi deve essere effettuata in modo che la loro lunghezza, in condizioni di
massima estensione, non sia maggiore di 2000 mm. Ad allacciamento avvenuto assicurarsi che il tubo metallico flessibile non venga a contatto con parti mobili o schiacciato.
HOOD
HOOD
Min.
Allorchè la cucina venga installata secondo le condizioni
della classe 2 sottoclasse 1 è opportuno collegarsi alla
rete gas solamente tramite tubo metallico flessibile conforme alla UNI-CIG 9891.
Fig. D
Controllo tenuta
Importante: ad installazione ultimata controllare la perfetta tenuta di tutti i raccordi utilizzando una soluzione
saponosa e mai una fiamma.
Collegamento gas
Il collegamento dell’apparecchio alla tubazione o alla bombola
del gas dovrà essere effettuato come prescritto dalle Norme
UNI-CIG 7129 e 7131, solo dopo essersi accertati che esso è
regolato per il tipo di gas con cui sarà alimentato. In caso contrario eseguire le operazioni indicate al paragrafo “Adattamento
ai diversi tipi di gas”. Su alcuni modelli l’alimentazione del gas
può avvenire indifferentemente da destra o da sinistra a seconda dei casi; per cambiare il collegamento è necessario invertire
il portagomma con il tappo di chiusura e sostituire la guarnizione di tenuta (in dotazione con l’apparecchio). Nel caso di alimentazione con gas liquido, da bombola, utilizzare regolatori di
pressione conformi alle Norme UNI-CIG 7432.
Importante: per un sicuro funzionamento, per un adeguato uso
dell’energia e maggiore durata dell’apparecchiatura, assicurarsi che la pressione di alimentazione rispetti i valori indicati nella
tabella 1 “Caratteristiche dei bruciatori ed ugelli”.
Allacciamento del cavo di alimentazione alla rete
Montare sul cavo una spina normalizzata per il carico indicato sulla targhetta caratteristiche, nel caso di collegamento diretto alla rete è necessario interporre tra l’apparecchio e la rete un interruttore omnipolare con apertura
minima fra i contatti di 3 mm. dimensionato al carico e
rispondente alle norme in vigore (il filo di terra non deve
essere interrotto dall’interruttore). Il cavo di alimentazione deve essere posizionato in modo che non raggiunga
in nessun punto una temperatura superiore di 50°C a
quella ambiente. Prima di effettuare l’allacciamento accertarsi che:
• la valvola limitatrice e l’impianto domestico possano
sopportare il carico dell’apparecchiatura (vedi targhetta
caratteristiche);
• l’impianto di alimentazone sia munito di efficace collegamento a terra secondo le norme e le disposizioni di
legge;
• la presa o l’interruttore omnipolare siano facilmente
raggiungibili con il piano installato.
N.B: non utilizzare riduzioni, adattatori o derivatori in quanto essi potrebbero provocare riscaldamenti o bruciature.
Allaccio con tubo flessibile
Eseguire il collegamento per mezzo di un tubo flessibile
per gas rispondente alle caratteristiche indicate nelle norme UNI-CIG 7140. Il diametro interno del tubo da utilizzare deve essere:
- 8mm per alimentazione con gas liquido;
- 13mm per alimentazione con gas metano.
In particolare, per la messa in opera di tali tubi flessibili,
debbono essere rispettate le seguenti prescrizioni:
• Non deve essere in nessun punto del suo percorso a
contatto con parti che siano a temperature maggiori di
50°C;
• Abbia una lunghezza inferiore a 1500 mm;
• Non sia soggetto ad alcun sforzo di trazione e di torsione, inoltre non deve presentare curve eccessivamente strette o strozzature;
• Non venga a contatto con corpi taglienti, spigoli vivi e
con parti mobili o schiacciato;
• Deve essere facilmente ispezionabile lungo tutto il percorso allo scopo di poter controllare il suo stato di conservazione;
Assicurarsi che il tubo sia ben calzato alle sue due estremità e fissarlo per mezzo di fascette di serraggio conformi alla UNI-CIG 7141. Qualora una o più di queste condizioni non possa essere rispettata, bisognerà ricorrere ai
tubi metallici flessibili, conformi alla norma UNI-CIG 9891.
Adattamento del piano ai diversi tipi di gas
Per adattare la cucina ad un tipo di gas diverso da quello
per il quale essa è predisposta (indicato sulla etichetta
fissata al coperchio), occorre effettuare le seguenti operazioni:
a) Sostituire il portagomma già montato con quello contenuto nella confezione “accessori della cucina”.
Attenzione: Il portagomma per gas liquido porta
stampigliato il numero 8, quello per gas metano il numero
13. Avvalersi comunque di una guarnizione di tenuta nuova.
b) Sostituzione degli ugelli dei bruciatori del piano:
• togliere le griglie e sfilare i bruciatori dalle loro sedi;
• svitare gli ugelli, servendosi di una chiave a tubo da 7
mm, e sostituirli con quelli adatti al nuovo tipo di gas
(vedi tabella 1 “Caratteristiche dei bruciatori ed ugelli”).
5
•
Regolazione aria primaria dei bruciatori
I bruciatori non necessitano di nessuna regolazione dell’aria primaria.
c) Regolazione minimi dei bruciatori del piano:
• portare il rubinetto sulla posizione di minimo;
• togliere la manopola ed agire sulla vite di regolazione
posta all’interno o di fianco all’astina del rubinetto fino
ad ottenere una piccola fiamma regolare.
N.B.: nel caso dei gas liquidi, la vite di regolazione
dovrà essere avvitata a fondo.
• verificare poi che ruotando rapidamente il rubinetto
dalla posizione di massimo a quella di minimo, non si
abbiano spegnimenti del bruciatore.
d) Regolazione aria primaria dei bruciatori del piano:
I bruciatori non necessitano di alcuna regolazione dell’aria primaria.
Attenzione
Al termine dell’operazione sostituire la vecchia etichetta
di taratura con quella corrispondente al nuovo gas di utilizzo, reperibile presso i nostri Centri Assistenza Tecnica.
Nota
Qualora la pressione del gas utilizzato sia diversa (o variabile) da quella prevista, è necessario installare, sulla
tubazione d’ingresso un appropriato regolatore di pressione (secondo UNI-CIG 7430 “regolatori per gas
canalizzati”).
rimettere in posizione tutti i componenti seguendo le
operazioni inverse rispetto alla sequenza di cui sopra.
6
Caratteristiche dei bruciatori ed ugelli
Tabella 1
Gas liquido
Bruciatore
Diametro
(mm)
Potenza termica
kW (p.c.s.*)
By-pass
1/100
Ugello
1/100
Gas naturale
Portata *
g/h
Ugello
1/100
Nomin.
Ridot.
(mm)
(mm)
***
**
(mm)
Portata *
l/h
Rapido
(Grande) (R)
100
3,00
0,7
41
86
218
214
116
286
Semi Rapido
(Medio) (S)
75
1,90
0,4
30
70
138
136
106
181
Ausiliario
(Piccolo) (A)
55
1,00
0,4
30
50
73
71
79
95
Tripla Corona
(TC)
130
3,25
1,5
63
91
236
232
133
309
28-30
20
35
37
25
45
Nominale (mbar)
Minima (mbar)
Massima (mbar)
Pressioni di
alimentazione
*
**
***
At 15°C and 1013 mbar- dry gas
Propano
P.C.S. = 50,37 MJ/Kg
Butano
P.C.S. = 49,47 MJ/Kg
Naturale
P.C.S. = 37,78 MJ/m3
S
R
TC
A
K6T72S/I
7
20
17
25
Caratteristiche tecniche
Dimensioni utili del forno:
larghezza cm. 43,5
profondità cm. 40
altezza cm. 32
Questa apparecchiatura è conforme alle seguenti
Direttive Comunitarie:
Volume utile del forno:
litri 56
Dimensioni utili del cassetto scaldavivande:
larghezza cm. 46
profondità cm. 42
altezza cm. 8,5
-
ENERGY LABEL
Direttiva 2002/40/CE sull’etichetta dei forni elettrici
Norma EN 50304
Consumo energia convezione Naturale
Tradizionale
funzione di riscaldamento:
Consumo energia dichiarazione Classe convezione Forzata
funzione di riscaldamento:
Pasticceria
Tensioni e frequenza di alimentazione:
vedi targhetta caratteristiche
Bruciatori:
adattabili a tutti i tipi di gas indicati nella terghetta
caratteristiche
8
73/23/CEE del 19/02/73 (Bassa Tensione) e successive modificazioni;
89/336/CEE del 03/05/89 (Compatibilità Elettromagnetica) e successive modificazioni;
90/396/CEE del 29/06/90 (Gas) e successive
modificazioni;
93/68/CEE del 22/07/93 e successive modificazioni.
La cucina con forno Nuovo “7 Cuochi”
H
A
B
C
E
D
K
S
P
G
L
M
Q
N
F
A
B
C
D
E
F
G
H
Piano di contenimento eventuali trabocchi
Bruciatore a gas
Dispositivo di accensione istantanea elettronica
Griglia del piano di lavoro
Cruscotto
Piedini o gambe regolabili
Leccarda o piatto di cottura
Dispositivo di sicurezza dei bruciatori del piano
K
L
M
N
Griglia ripiano del forno
Manopola di selezione
Manopola del termostato
Manopole di comando dei bruciatori a gas del piano
di cottura
P La spia termostato
Q La manopola del contaminuti fine cottura
S La spia verde
Istruzioni per l’uso
La selezione delle varie funzioni presenti nella cucina avviene agendo sui dispositivi ed organi di comando posti
sul cruscotto della stessa.
Accensione elettronica dei bruciatori del piano
Per accendere il bruciatore prescelto è sufficiente premere a fondo la manopola corrispondente e ruotarla in sen-
Le manopole di comando dei bruciatori a gas del
piano di cottura (N)
In corrispondenza di ciascuna delle manopole è indicata,
tenendoso antiorario fino alla posizione di massimo
la premuta fino alla avvenuta accensione.
Avvertenza: nel caso di una estinzione accidentale delle fiamme del bruciatore, chiudere la manopola di comando e non ritentare l’accensione se non dopo almeno 1 minuto.
con un cerchietto pieno •, la posizione del bruciatore a
gas da essa comandato. Per accendere uno dei bruciatori, avvicinare allo stesso una fiamma o un accenditore,
premere a fondo e ruotare la manopola corrispondente in
Modelli con dispositivo di sicurezza contro fughe di
gas per i bruciatori del piano
Potete identificare questi modelli per la presenza del dispositivo (Vedi dettaglio H).
Importante: dato che i bruciatori del piano sono dotati di
dispositivo di sicurezza, dopo l’accensione del bruciatore,è
necessario mantenere premuta la manopola per circa 3 secondi in modo da consentire il passaggio del gas
finchè non si scalda la termocoppia di sicurezza.
senso antiorario fino alla posizione di massimo . Ciascun bruciatore può funzionare al massimo della sua potenza, al minimo, o con potenze intermedie. In relazione a
queste diverse prestazioni, sulla manopola, oltre alla posizione di spento, individuata dal simbolo • quando questo è posto in corrispondenza della tacca di riferimento,
sono indicate le posizioni di massimo
e di minimo .
Esse si ottengono facendo ruotare la manopola im senso
antiorario dalla posizione di spento. Per spegnere il bruciatore occorre invece ruotare la manopola in senso ora-
Il 7 Cuochi riunisce in un unico apparecchio i pregi dei
tradizionali forni a convezione naturale: “statici” a quelli
dei moderni forni a convezione forzata: “ventilati”.
E’ un apparecchio estremamente versatile che permette
di scegliere in modo facile e sicuro fra 7 diversi metodi di
rio fino all’arresto (corrispondente di nuovo al simbolo •).
9
cottura. La selezione delle diverse funzioni offerte si ottiene agendo sulle manopole di selezione “L” e del termostato “M” presenti sul cruscotto.
Forno Pasticceria
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e Max.
Si attiva l’elemento riscaldante posteriore ed entra in funzione la ventola garantendo un calore delicato ed uniforme all’interno del forno. L’assorbimento elettrico di questa funzione è di soli 1600 W.
Questa funzione è indicata per la cottura dei cibi delicati, in
particolare i dolci che necessitano di levitazione ed alcune
preparazioni “mignon” su 3 ripiani contemporaneamente.
Alcuni esempi: bignè, biscotti dolci e salati, salatini in sfoglia,
biscotto arrotolato e piccoli tranci di verdure gratinate, ecc....
Attenzione: Alla prima accensione consigliamo di far funzionare il forno a vuoto per circa mezz’ora con il termostato
al massimo e a porta chiusa. Quindi trascorso tale tempo
spegnerlo, aprite la porta ed areare il locale. L’odore che
talvolta si avverte durante questa operazione è dovuto all’evaporazione delle sostanze usate per proteggere il forno
durante l’intervallo di tempo che intercorre tra la produzione
e l’installazione del prodotto.
Forno “Fast cooking”
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e Max.
Si attivano gli elementi riscaldanti ed entra in funzione la
ventola garantendo un calore costante ed uniforme all’interno del forno.
Questa funzione è particolarmente indicata per cotture veloci (non necessita di preriscaldamento) di cibi
preconfezionati (esempio: surgelati o precotti) e per alcune
“preparazioni casalinghe”.
Nella cottura “Fast cooking” i risultati migliori si ottengono
utilizzando un solo ripiano (il 2° partendo dal basso), vedi
tabella “Consigli pratici per la cottura”.
Attenzione: Utilizzare il primo ripiano dal basso, posizionandoci la leccarda in dotazione per raccogliere sughi e/o
grassi, solamente nel caso di cotture al grill o con girarrosto
(presente solo su alcuni modelli). Per le altre cotture non
utilizzate mai il primo ripiano dal basso e non appoggiate
mai oggetti sul fondo del forno mentre state cuocendo perchè
potreste causare danni allo smalto. Ponete sempre i Vostri
recipienti di cottura (pirofile, pellicole di alluminio, ecc. ecc.)
sulla griglia in dotazione con l’apparecchio, appositamente
inserita nelle guide del forno.
Attenzione: per utilizzare il forno in funzionamento manuale, escludendo cioè il programmatore di fine cottura,
occorre far coincidere con il riferimento fisso del frontalino
il simbolo
Forno Multicottura
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e Max.
Si attivano gli elementi riscaldanti ed entra in funzione la
ventola. Poichè il calore è costante ed uniforme in tutto il
forno, l’aria cuoce e rosola il cibo in modo uniforme in tutti i
punti. Potete cuocere contemporaneamente anche pietanze diverse tra loro, purchè le temperature di cottura siano
simili. E’ possibile utilizzare fino ad un massimo di 2 ripiani
contemporaneamente seguendo le avvertenze riportate nel
paragrafo “Cottura contemporanea su più ripiani”.
Questa funzione è particolarmente indicata per piatti che
necessitano di gratinatura o per piatti che necessitano di
cottura abbastanza lunga ad esempio: lasagne, maccheroni
pasticciati, pollo e patate arrosto etc... Notevoli vantaggi si
ottengono nella cottura degli arrosti di carne in quanto la
migliore distribuzione della temperatura consente di utilizzare
temperature più basse che riducono la dispersione degli
umori mantenendo la carne più morbida con minor calo di
peso. Il Multicottura è particolarmente apprezzato per la
cottura dei pesci che possono essere cucinati con pochissima
aggiunta di condimenti mantenendo così inalterato l’aspetto
e il sapore. Per i contorni, eccellenti risultati si ottengono
nelle cotture di verdure brasate quali zucchine, melanzane,
peperoni, pomodori ecc..
Dessert: risultati sicuri si ottengono cuocendo torte lievitate.
La funzione “Multicottura” può anche essere usata per uno
scongelamento rapido carne bianca o rossa, pane, impostando una temperatura di 80 °C. Per scongelare cibi più
delicati potete impostare 60°C o usare la sola circolazione
di aria fredda impostando la manopola termostato a 0°C.
.
La luce forno
Si accende ruotando la manopola “L” sul simbolo . Illumina
il forno e resta accesa quando sia messo in funzione un
qualsivoglia elemento elettrico riscaldante del forno.
Forno Tradizionale
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e Max.
In questa posizione si accendono i due elementi riscaldanti
inferiore e superiore. E’ il classico forno della nonna che è
stato però portato ad un eccezionale livello di distribuzione
della temperatura e di contenimento dei consumi. Il forno
tradizionale resta insuperato nei casi in cui si debbano
cucinare piatti i cui ingredienti risultano composti da due o
più elementi che concorrono a formare un piatto unico come
ad esempio: cavoli con costine di maiale, baccalà alla
spagnola, stoccafisso all’anconetana, teneroni di vitello con
riso etc... Ottimi risultati si ottengono nella preparazione di
piatti a base di carni di manzo o vitello quali: brasati,
spezzatini, gulasch, carni di selvaggina, cosciotto e lombo
di maiale etc... che necessitano di cottura lenta con costante
aggiunta di liquidi. Resta comunque il miglior sistema di
cottura per i dolci, per la frutta e per le cotture con recipienti
coperti specifici per le cotture al forno. Nella cottura al forno
tradizionale utilizzate un solo ripiano, in quanto su più ripiani
si avrebbe una cattiva distribuzione della temperatura.
Usando i diversi ripiani a disposizione potrete bilanciare la
quantità di calore tra la parte superiore ed inferiore. Se la
cottura necessita di maggior calore dal basso o dall’alto,
utilizzate rispettivamente i ripiani inferiori o superiori.
10
La spia verde (S)
Risulta accesa quando sia messo in funzione un
qualsivoglia elemento elettrico riscaldante del forno.
Forno Pizza
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e Max.
Si attivano gli elementi riscaldanti inferiore e circolare ed entra
in funzione la ventola. Questa combinazione consente un
rapido riscaldamento del forno grazie alla notevole potenza
erogata (2800 W), con un forte apporto di calore in prevalenza dal basso.
La funzione forno pizza è particolarmente indicata per cibi
che richiedono una elevata quantità di calore, ad esempio:
la pizza e gli arrosti di grandi dimensioni. Utilizzate una sola
leccarda o griglia alla volta, nel caso queste siano più di una
è necessario scambiarle tra loro a metà cottura.
La manopola del contaminuti di fine cottura (Q)
Alcuni modelli sono dotati di programmatore di fine cottura. Per utilizzarlo occorre caricare la suoneria ruotando la
manopola "Q" di un giro quasi completo in senso antiorario
; quindi, tornando indietro , impostare il tempo desiderato facendo coincidere con il riferimento fisso del
frontalino il numero corrispondente ai minuti prefissati, al
termine del tempo impostato oltre all’intervento della suoneria si ha lo spegnimento automatico del forno.
Attenzione: per utilizzare il forno in funzionamento manuale, escludendo cioè il programmatore di fine cottura,
occorre far coincidere con il riferimento fisso del frontalino
Grill
Posizione manopola termostato “M”: Max.
Si accende l’elemento riscaldante superiore centrale.
La temperatura assai elevata e diretta del grill consente la
immediata rosolatura superficiale dei cibi che, ostacolando
la fuoriuscita dei liquidi, li mantiene più teneri internamente.
La cottura al grill è particolarmente consigliata per quei piatti
che necessitano di elevata temperatura superficiale:
bistecche di vitello e manzo, entrecôte, filetto, hamburger
etc...
Alcuni esempi di utilizzo sono riportati al paragrafo “Consigli
pratici per la cottura”.
il simbolo
.
Quando il forno è spento il programmatore di fine cottura
può essere usato come un normale contaminuti.
Consigli pratici per l’uso dei bruciatori
Al fine di ottenere il massimo rendimento è utile ricordare
quanto segue:
• utilizzare recipienti adeguati a ciascun bruciatore (vedere tabella) alfine di evitare che le fiamme fuoriescano
dal fondo dei recipienti.
• utilizzare solamente recipienti a fondo piatto.
• al momento dell’ebollizione ruotare la manopola fino
alla posizione di minimo.
• utilizzare sempre recipienti con coperchio.
Gratin
Posizione manopola termostato “M”: Tra 60°C e 200°C.
Si accende l’elemento riscaldante superiore centrale e si
mette in funzione la ventola.
Unisce all’irradiazione termica unidirezionale la circolazione
forzata dell’aria all’interno del forno. Ciò impedisce la bruciatura superficiale degli alimenti aumentando il potere di
penetrazione del calore. Risultati eccellenti si ottengono utilizzando il grill ventilato per spiedini misti di carne e verdura,
salsicce, costine di maiale, costolette di agnello, pollo alla
diavola, quaglie alla salvia, filetto di maiale etc...
Il “gratin” è insuperabile nella cottura di tranci di cernia, di
tonno, di pesce spada, seppioline ripiene etc...
Bruciatore
ø Diametro Recipienti (cm)
Rapido (R)
24 - 26
Semi Rapido (S)
16 - 20
Ausiliario (A)
10 - 14
Tripla Corona (TC)
24 - 26
N.B. Sui modelli dotati di griglietta di riduzione, quest’ultima dovrà essere utilizzata solo per il bruciatore ausiliario,
quando si utilizzano dei recipienti di diametro inferiore a
12 cm.
Spia termostato (P)
Indica la fase di riscaldamento dello stesso, il suo spegnimento segnala il raggiungimento all’interno del forno della temperatura impostata con la manopola. A questo punto l’alternativo accendersi e spegnersi di questa spia indica che il termostato sta lavorando correttamente per mantenere costante la temperatura del forno.
11
Consigli pratici per la cottura
Il forno mette a vostra disposizione una vasta gamma di
possibilità che consentono di cuocere ogni cibo nella maniera migliore. Con il tempo potrete sfruttare al meglio questo versatile apparecchio di cottura, pertanto le note riportate di seguito sono solamente delle indicazioni di massima che potrete ampliare con la vostra esperienza personale.
Quando si utilizza tale funzione, si raccomanda di
impostare il termostato al massimo. Si possono anche
impostare temperature inferiori semplicemente regolando la manopola del termostato su quella desiderata.
“Gratin”, esclusivamente con porta forLa funzione
no chiusa, è utilissima per grigliature veloci, si distribuisce il calore emesso dal grill consentendo contemporaneamente alla doratura superficiale anche una cottura nella parte inferiore.
Potete anche usarla nella parte finale della cottura dei
cibi che abbiano bisogno di doratura superficiale, ad esempio è l’ideale per dorare la pasta al forno a fine cottura.
Nell’utilizzo di tale funzione disponete la griglia sul 2° o 3°
ripiano partendo dal basso (vedi tabella cottura)
dopodiché, per raccogliere i grassi ed evitare la formazione
di fumo, disponete una leccarda nel 1° ripiano dal basso.
Importante: effettuare la cottura al “Gratin” con porta
del forno chiusa, ciò per ottenere migliori risultati ed un
sensibile risparmio di energia (10% circa).
Quando si utilizza tale funzione, si raccomanda di
impostare il termostato a 200 °C, perchè questa è la
condizione di rendimento ottimale, che si basa
sull’irraggiamento ai raggi infrarossi. Questo, però, non
significa che non si possano utilizzare temperature
inferiori, semplicemente regolando la manopola del
termostato sulla temperatura desiderata.
Pertanto i migliori risultati nell’utilizzo delle funzioni
grill si ottengono disponendo la griglia sugli ultimi
ripiani partendo dal basso (vedi tabella cottura)
dopodiché, per raccogliere i grassi ed evitare la formazione di fumo, disponete la leccarda in dotazione
nel primo ripiano dal basso.
Preriscaldamento
Nel caso in cui sia necessario preriscaldare il forno, in
linea di massima tutte le volte in cui si cuocciano cibi lie“forno pizza”
vitati, è possibile utilizzare la funzione
che consente di raggiungere la temperatura desiderata in
breve tempo e con consumi ridotti.
Una volta infornato si può passare alla funzione di cottura
più indicata.
Cottura contemporanea su più ripiani
Se dovete cuocere su più ripiani potete utilizzare o la funo la funzione
“Multicottura”,
zione “pasticceria”
le uniche che consentono tale possibilità.
Per la cottura di cibi delicati su più ripiani, utilizzare la
che consente di cuocere confunzione “pasticceria”
temporaneamente 3 ripiani (1°, 3° e 5°). Alcuni esempi
sono riportati nella tabella “Consigli pratici per la cottura”.
Per le altra cottura su più ripiani utilizzate la funzione
“Multicottura” tenendo conto dei seguenti suggerimenti:
• Il forno è dotato di 5 ripiani. Nella cottura ventilata utilizzate due dei tre ripiani centrali, il primo in basso e
l’ultimo in alto sono investiti direttamente dall’aria calda che potrebbe provocare delle bruciature sui cibi delicati;
• Normalmente utilizzate il 2° ed il 4° ripiano dal basso,
inserendo nel 2° ripiano i cibi che richiedono maggior
calore. Ad esempio nel caso della cottura di arrosti di
carne contemporaneamente ad altri cibi, inserite l’arrosto al 2° ripiano, lasciando il 4° a cibi più delicati;
• Nella cottura contemporanea di cibi che hanno tempi
e temperature di cottura diversi impostate una temperatura intermedia tra le due, infornate il cibo più delicato al 4° ripiano ed estraete dal forno prima l’alimento
con tempo di cottura più breve;
• Utilizzate la leccarda al ripiano inferiore e la griglia a
quello superiore;
Cottura dei dolci
Nella cottura dei dolci infornate sempre a forno caldo, attendete la fine di preriscaldamento, indicata dallo spegnimento della spia rossa “P”. Non aprite la porta durante la
cottura, per evitare un abbassamento del dolce. In generale:
Buona cottura esterna, ma interno colloso
Usate meno liquido, riducete la temperatura,
aumentate il tempo di cottura.
Dolce non si stacca dallo stampo
Utilizzo della funzione “Fast cooking”
Funzionale, veloce e pratica per coloro che utilizzano prodotti “preconfezionati” (esempio: surgelati o precotti) e non
solo, comunque utili suggerimenti sono riportati nella tabella “Consigli pratici per la cottura”.
Ungete bene lo stampo e cospargetelo anche con un
pò di farina oppure utilizzate carta forno.
Dolce troppo secco
Utilizzo del grill
Il forno “7 Cuochi” mette a vostra disposizione diverse possibilità di grigliare.
La prossima volta impostate una temperatura di10°C
superiore e riducete il tempo di cottura.
“grill”, a porta semiaperta,
Utilizzate la funzione
posizionando il cibo al centro della griglia (posta al 3° o 4°
ripiano partendo dal basso), dato che risulta accesa solamente la parte centrale della resistenza superiore.
Per raccogliere sughi e/o grassi, posizionare la leccarda
in dotazione al 1°ripiano.
Dolce si abbassa
Usate meno liquido o abbassate la temperatura di
10°C.
12
Cottura del pesce e della carne
Per le carni bianche, i volatili ed il pesce utilizzate temperature da 180 °C a 200 °C.
Per le carni rosse che si vuole siano ben cotte all’esterno
conservando all’interno il sugo, è bene utilizzare una temperatura iniziale alta (200°C-220°C) per breve tempo, per
poi diminuirla successivamente.
In generale, più grosso è l’arrosto, più bassa dovrà essere la temperatura e più lungo il tempo di cottura. Ponete la
carne da cuocere al centro della griglia ed inserite sotto
la griglia la leccarda per raccogliere i grassi.
Inserite la griglia in modo che il cibo si trovi al centro del
forno. Se volete più calore da sotto, utilizzate i ripiani più
bassi. Per ottenere arrosti saporiti (in particolare anatra e
selvaggina) bardate la carne con lardo o pancetta e posizionatela in modo che sia nella parte superiore.
Dolce scuro superiormente
Inseritelo ad altezza inferiore, impostate una
temperatura più bassa e prolungate la cottura.
Ho cotto su più ripiani (nella funzione "ventilato")
e non tutti sono allo stesso avanzamento di
cottura
Impostate una temperatura inferiore.
Non necessariamente ripiani inseriti
contemporaneamente debbono essere tolti insieme.
Cottura della pizza
Per una buona cottura della pizza utilizzate la funzione
“forno pizza”:
• Preriscaldare bene il forno per almeno 10 minuti
• Utilizzare una teglia in alluminio leggero appoggiandola sulla griglia in dotazione. Utilizzando la leccarda
si allungano i tempi di cottura e difficilmente si ottiene
una pizza croccante
• Non aprite frequentemente il forno durante la cottura
• Nel caso di pizze molto farcite (capricciosa, quattro
stagioni) è consigliabile inserire la mozzarella a metà
cottura.
• Nel caso di cottura contemporanea su più ripiani (fino
a 2) è preferibile utilizzare la funzione forno Multicottura
in quanto la funzione forno pizza
di più il 1° ripiano in basso.
cuocerebbe
13
1 Im p o s ta z io n e
s e le z io n a ta
T ip o d i c ib o
Peso
(K g )
P o siz io n e
d e lla g rig lia
ris p e tto a l
fo n d o d e l
fo rn o
1 Tra d izio n a le
A n a tra
A rro s to d i vite llo o m a n zo
A rro s to d i m a ia le
B isc o tti (d i fro lla )
C ros tate
1
1
1
1
3
3
3
3
3
15
15
15
15
15
200
200
200
180
180
6 5 -7 5
7 0 -7 5
7 0 -8 0
1 5 -2 0
3 0 -3 5
2 P a s tic c e ria
C ros tate
T o rta d i fru tta
P lum -ca k e
P a n d i s pa g n a
C rep s fa rcite (s u 2 rip ia n i)
C a ke pic c o li (s u 2 rip ia n i)
S a la tin i d i sfo g lia a l
form a g gio (su 2 rip ia ni)
B ign è (s u 3 rip ia n i)
B isc o tti (s u 3 rip ia n i)
M e rin g h e (s u 3 rip ia n i)
0 .5
1
0 .7
0 .5
1 .2
0 .6
3
2 /3
3
3
2 -4
2 -4
15
15
15
15
15
15
180
180
180
160
200
190
2 0 -3 0
4 0 -4 5
4 0 -5 0
2 5 -3 0
3 0 -3 5
2 0 -2 5
0 .4
0 .7
0 .7
0 .5
2 -4
1 -3 -5
1 -3 -5
1 -3 -5
15
15
15
15
210
180
180
90
1 5 -2 0
2 0 -2 5
2 0 -2 5
180
0 .3
2
-
M ax
12
0 .4
0 .5
0 .3
0 .5
0 .4
0 .4
2
2
2
2
2
2
-
200
220
200
200
180
220
20
3 0 -3 5
25
35
2 5 -3 0
1 5 -2 0
0 .4
2
-
200
2 0 -2 5
0 .3
0 .6
2
2
-
200
180
1 5 -1 8
45
0 .2
2
-
210
1 0 -1 2
P izz a (su 2 rip ia ni)
L a sa g n e
A g n e llo
P o llo a rro s to + p a tate
S g o m b ro
P lum -ca k e
B ign è (su 2 rip ia ni)
B isc o tti (su 2 rip ia ni )
P a n d i s pa g n a (su 1
ripian o )
P a n d i s pa g n a (su 2 rip ia ni)
T o rte sa la te
1
1
1
1+1
1
1
0 .5
0 .5
2 -4
3
2
2 -4
2
2
2 -4
2 -4
15
10
10
15
10
10
10
10
230
180
180
200
180
170
190
180
1 5 -2 0
3 0 -3 5
4 0 -4 5
6 0 -7 0
3 0 -3 5
4 0 -5 0
2 0 -2 5
1 0 -1 5
0 .5
1 .0
1 .5
2
2 -4
3
10
10
15
170
170
200
1 5 -2 0
2 0 -2 5
2 5 -3 0
5 P iz z a
P izz a
A rro s to d i vite llo o m a n zo
P o llo
0 .5
1
1
3
2
2 /3
15
10
10
220
220
180
1 5 -2 0
2 5 -3 0
6 0 -7 0
6 G rill
S o g lio le e s ep p ie
S p ie d in i d i c a lam a ri e
g a m b e ri
F ile tto di m e rlu z zo
V e rd u re a lla g rig lia
B iste cc a d i v ite llo
C o to le tte
H a m b u rg er
S g o m b ri
Toast
1
4
5
M ax
8 -1 0
1
1
1
1
1
1
1
n .° 4
4
4
3 /4
4
4
4
4
4
5
5
5
5
5
5
5
5
M ax
M ax
M ax
M ax
M ax
M ax
M ax
M ax
6 -8
10
1 0 -1 5
1 5 -2 0
1 5 -2 0
7 -1 0
1 5 -2 0
2 -3
1 .5
1 .5
3
3
5
5
200
200
5 5 -6 0
3 0 -3 5
3 Fast
c o o k in g
S u rg e la ti
P izz a
M isto z u cc h in e e g a m b e ri
in p a s te lla
T o rta rus tica di s pina c i
P a n z e rotti
L a sa g n e
P a n e tti d ora ti
B o c c on c in i d i p o llo
P rec o tti
A li d i p o llo do ra te
C ib i F re sc h i
B isc o tti (d i fro lla )
P lum -ca k e
S a la tin i d i sfo g lia a l
form a g gio
4 M u ltic o ttu ra
7 G ratin
P o llo a lla g rig lia
S e p p ie
Te m p o d i
Im p o sta z io n e
p re ris c ald a m e n to
te rm o s ta to
(m in .)
D u ra ta
d e lla
c o ttu ra
(m in .)
N B : i te m p i d i c o ttu ra s o no in d ica tivi e p o s so n o e s se re m o d ific a ti in b a s e a i p ro p ri g u s ti pe rs o n ali. N e lle c otture al
G rill o G ra tin , la le cc a rda va po s ta se m p re a l 1 ° rip ia n o a p a rtire d a l b a ss o .
14
Manutenzione ordinaria e pulizia della cucina
Prima di ogni operazione disinserire elettricamente
la cucina. Per una lunga durata della cucina è indispensabile eseguire frequentemente una accurata pulizia generale, tenendo presente che:
· per la pulizia non utilizzare apparecchi a vapore
• le parti smaltate e i pannelli autopulenti, se presenti,
vanno lavate con acqua tiepida senza usare polveri
abrasive e sostanze corrosive che potrebbero rovinarle;
• l’interno del forno va pulito, con una certa frequenza,
quando è ancora tiepido usando acqua calda e detersivo, risciacquando ed asciugando poi accuratamente;
• gli spartifiamma vanno lavati frequentemente con acqua calda e detersivo avendo cura di eliminare le
incrostazioni;
• Nelle cucine dotate di accensione automatica occorre
procedere frequentemente ad una accurata pulizia
della parte terminale dei dispositivi di accensione istantanea elettronica e verificare che i fori di uscita del gas
degli spartifiamma non siano ostruiti;
• l’acciaio inox può rimanere macchiato se rimane a contatto per lungo tempo con acqua fortemente calcarea
o con detergenti aggressivi (contenenti fosforo). Si consiglia di sciacquare abbondantemente ed asciugare
dopo la pulizia. E’ inoltre opportuno asciugare eventuali trabocchi d’acqua.
• nei modelli dotati di coperchio in cristallo la pulizia si
effettua con acqua calda evitando l’impiego di panni
ruvidi o sostanze abrasive.
N.B.: evitare di chiudere il coperchio fino a che i
bruciatori gas sono ancora caldi. Eliminare eventuali liquidi presenti sul coperchio prima di aprirlo.
Importante: controllare periodicamente lo stato di conservazione del tubo flessibile di collegamento gas e sostituirlo non appena presenta qualche anomalia; è
consigliabile la sostituzione annuale.
Sostituzione della lampada nel vano forno
• Togliere l’alimentazione al forno tramite l’interruttore
omnipolare utilizzato per il collegamento del forno all’impianto elettrico, o scollegare la spina, se accessibile;
• Svitare il coperchio in vetro del portalampada;
• Svitare la lampada e sostituirla con una resistente ad
alta temperatura (300°C) con queste caratteristiche:
- Tensione 230V
- Potenza 25W
- Attacco E14
• Rimontare il coperchio in vetro e ridate alimentazione
al forno.
Manutenzione rubinetti gas
Con il tempo può verificarsi il caso di un rubinetto che si
blocchi o presenti difficoltà nella rotazione, pertanto sarà
necessario provvedere alla sostituzione del rubinetto stesso.
N.B.: Questa operazione deve essere effettuata da un
tecnico autorizzato dal costruttore.
15
Important
To maintain the EFFICIENCY and SAFETY of this appliance, we recommend:
• call only the Service Centers authorized by the manufacturer
• always use original Spare Parts
15 This appliance must be used for the purpose for which it
was expressly designed. Any other use (e.g. heating rooms)
is considered to be improper and consequently dangerous.
The manufacturer declines all liability for damage resulting
from improper and irresponsible use.
16 A number of fundamental rules must be followed when using electrical appliances. The following are of particular importance:
• Do not touch the appliance when your hands or feet are
wet.
• Do not use the appliance barefooted.
• Do not use extensions, but if they are necessary, caution must be exercised.
• Never pull the power supply cable or the appliance to
unplug the appliance plug from the mains.
• Never leave the appliance exposed to atmospheric
agents (rain, sun etc.)
• Do not allow children or persons who are not familiar
with the appliance to use it, without supervision.
17 Always unplug the appliance from the mains or switch off
the main switch before cleaning or carrying out maintenance.
18 In the case of problems and/or faulty operation, switch off
the appliance, close the gas cock and do not tamper with
the appliance. For repairs, contact only authorised aftersales service centres and request the use of original spare
parts only. Failure to comply with the above may compromise the safety of the appliance.
19 If you are no longer using an appliance of this type, remember to make it unserviceable by unplugging the appliance
from the mains and cutting the supply cable. Also make all
potentially dangerous parts of the appliance safe, above all
for children who could play with the appliance.
20 To avoid accidental spillage do not use cookware with uneven or deformed bottoms on the burners or on the electric
plates. Turn the handles of pots and pans inwards to avoid
knocking them over accidentally.
21 Some parts of the appliance, in particular the hot plates,
remain heated for a long time after use. Make sure not to
touch them.
22 Never use flammable liquids such as alcohol or gasoline,
etc. near the appliance when it is in use.
23 When using small electric appliances near the hob, keep
the supply cord away from the hot parts.
24 Make sure the knobs are in the “•”/”¡” position when the
appliance is not in use.
25 When the appliance is in use, the heating elements and
some parts of the oven door become extremely hot.
Make sure you don't touch them and keep children well
away.
26 Gas appliances require regular air exchange to ensure
trouble-free performance. When installing the cooker,
follow the instructions provided in the paragraph on
“Positioning” the appliance.
27 The glass top (only on certain models) can shatter if it is
overheated. Therefore, all of the burners or hot plates must
be turned off before the top is closed.
28 If the cooker is placed on a pedestal, take the necessary
precautions to prevent the same from sliding off the pedestal
itself.
1 This appliance is intended for non-professional use within
the home.
2 These instructions are only for those countries whose symbols appear in the booklet and on the serial no. plate of the
appliance.
3 This owner’s manual is for a class 1 appliance (insulated) or class 2, subclass 1 appliances (installed between two cabinets.
4 Before using your appliance, read the instructions in this
owner’s manual carefully since it provides all the information you need to ensure safe installation, use and maintenance. Always keep this owner’s manual close to hand since
you may need to refer to it in the future.
5 When you have removed the packing, check that the appliance is not damaged. If you have any doubts, do not use
the appliance and contact your nearest Ariston Service
Centre. Never leave the packing components (plastic bags,
polystyrene foam, nails, etc.) within the reach of children
since they are a source of potential danger.
6 The appliance must be installed only by a qualified technician in compliance with the instructions provided. The manufacturer declines all liability for improper installation, which
may result in personal injury and damage to property.
7 The electrical safety of this appliance can only be guaranteed if it is correctly and efficiently earthed, in compliance
with regulations on electrical safety. Always ensure that the
earthing is efficient. If you have any doubts, contact a qualified technician to check the system. The manufacturer declines all liability for damage resulting from a system which
has not been earthed.
8 Before plugging the appliance into the mains, check that
the specifications indicated on the date plate (on the appliance and/or packaging) correspond with those of the electrical and gas systems in your home.
9 Check that the electrical capacity of the system and sockets will support the maximum power of the appliance, as
indicated on the data plate. If you have any doubts, contact
a qualified technician.
10 An omnipolar switch with a contact opening of at least 3
mm or more is required for installation.
11 If the socket and appliance plug are not compatible, have
the socket replaced with a suitable model by a qualified
technician, who should also check that the cross-section of
the socket cable is sufficient for the power absorbed by the
appliance. The use of adaptors, multiple sockets and/or extensions, is not recommended. If their use cannot be
avoided, remember to use only single or multiple adapters
and extensions which comply with current safety regulations. In these cases, never exceed the maximum current
capacity indicated on the individual adaptor or extension
and the maximum power indicated on the multiple adapter.
12 Do not leave the appliance plugged in if it is not in use.
Switch off the main switch and gas supply when you are
not using the appliance.
13 The openings and slots used for ventilation and heat dispersion must never be covered.
14 The user must not replace the supply cable of this appliance. Always contact an after-sales service centre which
has been authorised by the manufacturer if the cable has
been damaged or needs replacement.
16
Installation
d) Liquified petroleum gas is heavier than the air and,
therefore, settles downwards. Thus, rooms containing
LPG cylinders must also be equipped with apertures
to the outside for ventilation of gas in the case of leaks.
LPG cylinders must not, therefore, be installed or stored
in rooms or storage areas that are below ground level
(cellars, etc.) whether they are partially or completely
full. It is a good idea to keep only the cylinder being
used in the room, positioned so that it is not subject to
heat produced by external sources (ovens, fireplaces,
stoves, etc. ) which are able to increase the temperature of the cylinder above 50°C.
The following instructions should be read by a qualified
technician to ensure that the appliance is installed, regulated and technically serviced correctly in compliance with
current regulations.
Important: Disconnect the appliance from the electrical supply before performing any maintenance or
regulating the appliance.
Positioning
Important: This unit may be installed and used only in
permanently ventilated rooms in accordance with current
National Regulations. The following requirements must be
observed:
a) The room must be equipped with an exhaust system
that vents the combustion fumes to the outside. It may
consist of a hood or an electric fan that automatically
starts each time the appliance is turned on.
A Flue or Branched Flue System
Levelling Your Appliance (only on certain models)
4 support feet which are adjusted using screws are located
in the lower part of the cooker. These level off the oven
when necessary. It is essential that the cooker be standing
level.
Directly to the outside
Mounting the legs (only on certain models)
Press-fit legs are supplied which fit under the base of your
cooker.
(only for cooking appliances)
b) The room must also have a system to permit proper air
circulation, needed for combustion to occur normally. The
flow of air needed for combustion must not be less than
2 m3/h per kW of installed power. The air circulation system may take air directly from the outside by means of a
pipe with an inner cross section of at least 100 cm2; the
opening must not be able to be accidentally blocked. For
those appliances not equipped with a safety device for
accidental flame loss, the ventilation apertures must be
increased by 100%, with the minimum being 200cm2
(Fig. A). The system can also provide the air needed for
combustion by indirect means, i.e. from adjacent rooms
fitted with air circulation tubes as described above. However, these rooms must not be common rooms or bedrooms. (Fig. B).
Detail A
Adjacent
Room
Installation of the cooker
The appliance can be installed next to cabinets, provided
they are not taller than the hob. If the cooker is placed in
contact with walls or the sides of adjacent cabinets, they
must be capable of withstanding a rise in temperature of
50°C above room temperature. For proper installation of
the cooker, the following precautions must be taken:
a) Kitchen cabinets installed next to the cooker that are
higher than the top of the hob, must be at least 600
mm from the edge of the hob itself.
b) Hoods must be installed according to the requirements
in the installation manual for the hood and, in any case,
at a minimum height of 650 mm.
c) If the hood is installed below a wall cabinet, the latter
must be at least 700 mm (millimetres) above the surface of the hob. Cabinets installed adjacent to the hood
must be at least 420 mm above the hob, as shown in
Figures C and D.
Room to be
Ventilated
A
Examples of Ventilation
Openings Comburent Air
Increased Opening Between
Door and Floor
Fig. A
Fig. B
c) Intensive and prolonged use of the appliance may result in the need for supplemental air circulation, e.g.
opening windows or increasing mechanical venting (if
present).
17
not touch any moving parts and is not crushed.
HOOD
420 mm.
Min.
Checking that the Connection is Tight
Important: When installation has been completed, check
the pipe fittings for leaks using a soapy solution. Never
use a flame.
min. 650 mm. with hood
min. 700 mm. without hood
900 mm.
420 mm.
420 mm.
Min.
Fig. C
Min.
Min.
420 mm.
600 mm.
Min.
Min.
min. 650 mm. with hood
min. 700 mm. without hood
HOOD
Connecting the Power Supply Cord to the Mains
Install a normalised plug corresponding to the load indicated on the data plate. When connecting the cable directly to the mains, install an omnipolar circuit-breaker with
a minimum contact opening of 3 mm between the appliance and the mains. The omnipolar circuit breaker should
be sized according to the load and should comply with
current regulations (the earth wire should not be interrupted by the circuit breaker). The supply cable should be
positioned so that it does not reach a temperature of more
than 50°C with respect to the room temperature, along its
length. Before making the connection, check that:
• The limiter valve and the home system can support
the appliance load (see data plate);
• The mains are properly earthed in compliance with current standards and regulations;
• There is easy access to the socket and omnipolar circuit breaker, once the hob has been installed.
N.B.: never use reducers, adaptors or shunts since they
can cause heating or burning.
Fig. D
Connecting the Gas
The appliance should be connected to the mains or to a
gas cylinder in compliance with current National Regulations. Before making the connection, check that the cooker
is regulated for the gas supply you are using. If not, follow
the instructions indicated in the paragraph “Adapting to
different types of gas." On some models the gas supply
can be connected on the left or on the right, as necessary; to change the connection, reverse the position of
the hose holder with that of the cap and replace the gasket (supplied with the appliance). When using liquid gas
from a cylinder, install a pressure regulator which complies with the current National Regulations.
Important: Check that the supply pressure complies with
the values indicated in table 1 “Burner and Nozzle Characteristics” since this will ensure safe operation, correct
consumption and ensure a longer life for your appliance.
Converting the Cooker for Use with Different Types
of Gas
In order to convert the cooker to a different type of gas
with respect to the gas for which it was manufactured (indicated on the label attached to the lid), follow these steps:
a) Replace the burner nozzles on the hob:
• Remove the grids and slide the burners from their
housings;
• Unscrew the nozzles using a 7 mm socket spanner,
and replace them with nozzles for the new type of gas
(see table 1 “Burner and nozzle characteristics”).
Connection with a Hose
Make the connection using a gas hose that complies with
requirements set forth by the current National Regulations.
When installing the hose, remember to take the following
precautions:
• No part of the hose should touch parts whose temperature exceeds 50°C;
• The length of the hose should be less than 1500 mm;
• The hose should not be subject to twisting or pulling,
and should not have bends or kinks.
• The hose should not touch objects with sharp edges,
moving parts, and it should not be crushed;
• The full length of the hose should be easy to inspect in
order to check its condition.
Check that the hose fits firmly into place at the two ends
and fix it with clamps complying with current National
Regulations. If any of the above recommendations can
not be followed, flexible metal pipes should be used. If the
cooker is installed in compliance with the requirements
for class 2, subclass 1, it is highly recommended that the
gas connection be made with a flexible metal pipe in compliance with current safety standards.
•
Replace all the components by repeating the steps in
reverse order.
Regulation of Air Supply to the Burner
The burners do not need a primary air regulator.
b) Minimum regulation of the hob burners:
• Turn the tap to minimum;
• Remove the knob and adjust the regulation screw,
which is positioned in or next to the tap pin, until the
flame is small but steady.
N.B.: In the case of liquid gas, the regulation screw
must be screwed in all the way.
• Check that the flame does not go out when you turn
the tap quickly from high to low.
Connecting a Flexible, Jointless, Stainless Steel
Pipe to a Threaded Attachment
The hose holder fitted on the appliance. The gas supply
pipe fitting is a threaded 1/2 gas conic male attachment.
Only use pipes and gaskets complying with current National Regulations. The full length of the pipe must not
exceed 2000 mm. Once the connection has been made,
ensure that the flexible metal pipe does not touch any
moving parts and is not crushed. Once the connection
has been made, ensure that the flexible metal pipe does
18
c) Regulating the primary air of the burners: the primary
air of the burners does not need to be regulated.
Important
On completion of this operation, replace the old rating
sticker with one indicating the new type of gas used. This
sticker is available from our Service Centres.
Note
Should the pressure of the gas used be different (or vary)
from the recommended pressure, it is necessary to fit a
suitable pressure regulator onto the inlet pipe in compliance with current standards regarding “regulators for channelled gas.”
Burner and Nozzle Specifications
Table 1
Liquid Gas
Burner
Diameter
(mm)
Thermal Power
kW (p.c.s.*)
By-Pass
1/100
Nozzle
1/100
Natural Gas
Flow*
g/h
Nozzle
1/100
Nominal
Reduced
(mm)
(mm)
***
**
(mm)
Flow*
l/h
Fast
(Large)(R)
100
3,00
0,7
41
86
218
214
116
286
Semi Fast
(Medium)(S)
75
1,90
0,4
30
70
138
136
106
181
Auxiliary
(Small)(A)
55
1,00
0,4
30
50
73
71
79
95
Triple Ring
(TC)
130
3.25
1.5
63
91
236
232
133
309
28-30
20
35
37
25
45
Nominal (mbar)
Minimum (mbar)
Maximum (mbar)
Supply
Pressures
*
**
***
At 15°C and 1013 mbar- dry gas
Propane
P.C.S. = 50,37 MJ/Kg
Butane
P.C.S. = 49,47 MJ/Kg
Natural
P.C.S. = 37,78 MJ/m3
S
R
TC
A
K6T72S/I
19
20
17
25
Technical Specifications
Inner Dimensions of the Oven:
Width: 43.5 cm
Depth: 40 cm
Height: 32 cm
This appliance conforms with the following European
Economic Community directives:
Inner Volume of the Oven:
56 Liters
Inner Dimensions of the Food Warmer:
Width: 46 cm
Depth: 42 cm
Height: 8.5 cm
ENERGY LABEL
Directive 2002/40/EC on the label of electric ovens
Norm EN 50304
Energy consumption for Natural convection
Traditional
heating mode:
Declared energy consumption for Forced convection Class
heating mode:
Baking
Voltage and Frequency of Power Supply:
see data plate
Burners:
adaptable for use with all the types of gas indicated on
the data plate.
20
-
73/23/EEC of 19/02/73 (Low Voltage) and subsequent
modifications;
-
89/336/EEC of 03/05/89 (Electromagnetic
Compatibility) and subsequent modifications;
-
90/396/EEC of 29/06/90 (Gas) and subsequent
modifications (only for models which use gas);
-
93/68/EEC of 22/07/93 and subsequent modifications.
Cooker with the New "7 cuochi" Oven
H
A
B
C
E
D
K
S
P
G
L
M
Q
N
F
A
B
C
D
E
F
G
H
Tray for Catching Overflows
Gas Burners
Electronic Lighting Device
Top Grate
Control Panel
Adjustable Feet or Legs
Dripping Pan or Baking Sheet
Flame Failure Device for Cooktop Burners
K
L
M
N
P
Q
S
21
Oven Racks
Selector Knob
Thermostat Knob
Control Knobs for Gas Burners on Hob
Thermostat Light
Cooking Control Timer Knob
Green Light
How To Use Your Appliance
the oven when it is in operation because this could damage the enamel. Always place your cookware (dishes, aluminium foil, etc. etc.) on the grid provided with the appliance inserted especially along the oven guides.
The various features of cooker are controlled through the
knobs and buttons located on the control panel
Control Knobs for the Gas Burners on the Hob (N)
The position of the gas burner controlled by each one of the
knobs is shown by a solid ring •. To light one of the burners,
hold a lighted match or lighter near the burner and, at the
same time, press down and turn the corresponding knob
Attention: to use the oven in manual mode without the
cooking control timer, match the indicator on the control
panel with the
counter clockwise to the maximum
setting. Each burner
can be operated at its maximum, minimum or intermediate
symbol on the timer knob.
The oven light
power. Shown on the knob are the different symbols for off •
(the knob is on this setting when the symbol corresponds
with the reference mark on the control panel), for maximum
symbol to turn it on. It lights the
Set knob “L” to the
oven and stays on when any of the electrical heating elements in the oven come on.
and minimum .
To obtain these settings, turn the knob counter clockwise
with respect to the off position. To turn off the burner, turn the
knob clockwise until it stops (corresponding again with the
Traditional
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and Max.
On this setting, the top and bottom heating elements come
on. This is the classic, traditional type of oven which has
been perfected, with exceptional heat distribution and reduced energy consumption. The convection oven is still
unequalled when it comes to cooking dishes made up of
several ingredients, e.g. cabbage with ribs, Spanish style
cod, Ancona style stockfish, tender veal strips with rice,
etc. Excellent results are achieved when preparing veal
or beef-based dishes as well (braised meats, stew, goulash, wild game, ham etc.) which need to cook slowly and
require basting or the addition of liquid. It nonetheless remains the best system for baking cakes as well as fruit
and cooking using covered casserole dishes for oven baking. When cooking in Traditional, only use one dripping
pan or cooking rack at a time, otherwise the heat distribution will be uneven. Using the different rack heights available, you can balance the amount of heat between the
top and the bottom of the oven. Select from among the
various rack heights based on whether the dish needs
more or less heat from the top.
•symbol).
Electronic Ignition for the Gas Hob
To light a specific burner push the corresponding knob all
the way in and turn it counter-clockwise to maximum
keeping it pressed down until the burner lights.
Important: Should the burner flames accidentally go
out, turn off the control knob and wait at least 1 minute
before trying to relight.
Models with Flame Failure Device
These models are identified by the presence of a flame detection device (see detail H).
Important: Since the top burners are equipped with a safety
device, after lighting the burner keep the knob pressed in
for about 3 seconds to allow the gas to pass until the safety
thermocouple is heated.
The 7 Cuochi oven combines the advantages of traditional
convection ovens with those of the more modern fan
assisted models in a single appliance.
It is an extremely versatile appliance that allows you to
choose easily and safely between 7 different cooking
modes. The various features offered by the oven are
selected by means of selector knob “L” and thermostat
“M” situated on the control panel.
Baking
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and Max.
The rear heating element and the fan come on,
guaranteeing delicate heat distributed uniformly throughout
the oven.
This mode is ideal for baking and cooking delicate foods especially cakes that need to rise - and for the preparation
of certain tartlets on 3 shelves at the same time. Here are
a few examples: cream puffs, sweet and savoury biscuits,
savoury puffs, Swiss rolls and small portions of vegetables
au gratin, etc…..
Notice: The first time you use your appliance, we recommend that you set the thermostat to the highest setting
and leave the oven on for about half an hour with nothing
in it, with the oven door shut. Then, open the oven door
and let the room air. The odour that is often detected during this initial use is due to the evaporation of substances
used to protect the oven during storage and until it is installed.
“Fast cooking” Mode
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and Max.
The heating elements and the fan come on, guaranteeing
constant heat distributed uniformly throughout the oven.
This mode is especially recommended for cooking prepacked food quickly (as pre-heating is not necessary),
such as for example: frozen or pre-cooked food) as well
as for a few “home-made” dishes.
The best results when cooking using the “Fast cooking”
mode are obtained if you use one cooking rack only (the
second from the bottom), please see the table entitled
“Practical Cooking Advice”.
Notice: Place the dripping pan provided on the bottom
shelf of the oven to prevent any sauce and/or grease from
dripping onto the bottom of the oven only when grilling
food or when using the rotisserie (only available on certain models). For all other types of cooking, never use the
bottom shelf and never place anything on the bottom of
22
ments through forced circulation of the air throughout the
oven. This helps prevent food from burning on the surface, allowing the heat to penetrate right into the food.
Excellent results are achieved with kebabs made with
meats and vegetables, sausages, ribs, lamb chops,
chicken in a spicy sauce, quail, pork chops, etc.
All cooking using the “Gratin” must be done with the
oven door shut.
This mode is also ideal for cooking fish steaks, like swordfish, tuna, grouper, stuffed cuttlefish etc.
Multi-cooking Mode
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and Max.
The heating elements, as well as the fan, will come on.
Since the heat remains constant and uniform throughout
the oven, the air cooks and browns food uniformly over its
entire surface. With this mode, you can also cook various
dishes at the same time, as long as their respective cooking temperatures are the same. A maximum of 2 racks
can be used at the same time, following the instructions in
the section entitled: “Cooking On More Than One Rack”.
This Multi-cooking mode is particularly recommended for
dishes requiring a gratin finish or for those requiring considerably prolonged cooking times, such as for example:
lasagne, pasta bakes, roast chicken and potatoes, etc…
Moreover, the excellent heat distribution makes it possible to use lower temperatures when cooking roasts. This
results in less loss of juices, meat which is more tender
and a decrease in the loss of weight for the roast. The
Multi-cooking mode is especially suited for cooking fish,
which can be prepared with the addition of a limited amount
of condiments, thus maintaining their flavour and appearance.
Desserts: the Multi-cooking mode is also perfect for baking leavened cakes.
Moreover, this mode can also be used to thaw quickly
white or red meat and bread by setting the temperature to
80 °C. To thaw more delicate foods, set the thermostat to
60°C or use only the cold air circulation feature by setting
the thermostat to 0°C.
Thermostat Light (P)
This light indicates that the oven is heating. When it turns off,
the temperature inside the oven has reached the setting made
with the thermostat knob. At this point, the light will turn on
and off as the oven maintains the temperature at a constant
level.
Green Light (S)
This light comes on when any of the electrical heating elements in the oven have been turned on.
Cooking Control Timer Knob (Q)
Some models are equipped with a timer program to control
when the oven shuts off during cooking. To use this feature,
you must wind the "Q" knob one full turn in the counterclockwise direction
; Then, turn the knob in the clockwise
direction , to set the time by matching up the indicator
on the control panel with the number of minutes on the
knob.
At the end of the programmed length of time, the timer will
sound and automatically turn off the oven.
Attention: to use the oven in manual mode without the
cooking control timer, match the indicator on the control
Pizza Mode
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and Max.
The bottom and circular heating elements, as well as the
fan, will come on. This combination rapidly heats the oven
due to the large amounts of power used by the appliance,
which results in the production of considerable heat coming
prevalently from the bottom.
The pizza mode is ideal for foods requiring high
temperatures to cook, like pizzas and large roasts. Only
use one dripping pan or rack at a time. However, if more
than one is used, these must be switched halfway through
the cooking process.
symbol on the timer knob.
panel with the
When the oven is not in use, the cooking control timer can
be used like a normal timer.
Practical Advice on Using the Burners
In order to obtain the best performance, keep in mind the
following:
• Use the appropriate cookware for each burner (see table) so that the flames do not extend beyond the bottom
of the cookware;
• Only flat bottom cookware should be used;
• At the boiling point, turn the knob to minimum;
• Always use a lid with the cookware.
Grill
Position of thermostat knob “M”: Max.
The top central heating element come on.
The extremely high and direct temperature of the grill
makes it possible to brown the surface of meats and roasts
while locking in the juices to keep them tender. The grill is
also highly recommended for dishes that require a high
temperature on the surface: beef steaks, veal, rib steak,
filets, hamburgers etc...
Always leave the oven door ajar during cooking.
Some grilling examples are included in the “Practical Cooking Advice” paragraph.
Burner
ø Cookware Diameter (cm)
Fast (R)
24 - 26
Semi Fast (S)
16 - 20
Auxiliary (A)
10 - 14
Triple Crown (TC)
24 - 26
N.B. On the models supplied with a reducer shelf, remember that this should be used only for the auxiliary burner
when you use casserole dishes with a diameter under 12
cm.
Gratin
Position of thermostat knob “M”: between 60°C and 200°C.
The top central heating element and the fan come on.
This combination of features increases the effectiveness
of the unidirectional thermal radiation of the heating ele-
23
Practical Cooking Advice
The oven offers a wide range of alternatives which allow
you to cook any type of food in the best possible way. With
time you will learn to make the best use of this versatile
cooking appliance and the following directions are only a
guideline which may be varied according to your own personal experience.
When using this mode, we recommend you set the thermostat to the highest setting. Lower temperatures can also
be set, simply by setting the thermostat knob to the temperature required.
“Gratin”, only with the oven door shut, is
Setting
extremely useful for grilling foods rapidly, as the distribution of heat makes it possible not only to brown the surface, but also to cook the bottom part.
Moreover, it can also be used for browning foods at the
end of the cooking process, such as adding that gratin
finish to pasta bakes, for example.
When using this mode, place the grid on the 2nd or 3rd
oven rack from the bottom (see cooking table) then, to
prevent fat and grease from dripping onto the bottom of
the oven and thus smoke from forming, place a drippingpan on the 1st rack from the bottom.
Important: always cook in “Gratin” mode with the oven
door shut. This will allow you both to obtain excellent results and to save on energy (approximately 10%).
When using this mode, we advise you to set the thermostat to 200°C, as it is the most efficient way to use the
grill, which is based on the use of infrared rays. However,
this does not mean you cannot use lower temperatures,
simply by adjusting the thermostat knob to the desired
temperature.
Therefore the best results when using the grill modes
are obtained by placing the grid on the lower racks
(see cooking table) then, to prevent fat and grease
from dripping onto the bottom of the oven and smoke
from forming, place a dripping-pan on the 1st oven
rack from the bottom.
Preheating
If the oven must be preheated (this is generally the case
when cooking leavened foods), the “ Pizza Mode”
can be used to reach the desired temperature as quickly
as possible in order to save on energy.
Once the food has been placed in the oven, the most
appropriate cooking mode can then be selected.
Cooking on More Than One Rack
If you have to cook food using several racks, use either
or the
“Multi-cooking” mode,
the “baking” mode
as these are the only modes that allow you to do so.
When cooking delicate food on more than one rack, use
which allows you to cook on 3
the “baking” mode,
racks at the same time (the 1st, 3rd and 5th from the bottom). Some examples are included in the “Practical Cooking Advice” table.
When cooking other food on several racks, use the “Multicooking” mode
keeping the following suggestions in
mind:
• The oven is fitted with 5 racks. During fan assisted
cooking, use two of the three central racks; the lowest
and highest racks receive the hot air directly and therefore delicate foodstuffs could be burnt on these racks.
• As a general rule, use the 2nd and 4th rack from the
bottom, placing the foodstuffs that require greater heat
on the 2nd rack from the bottom. For example, when
cooking meat roasts together with other food, place
the roast on the 2nd rack from the bottom and the more
delicate food on the 4th rack from the bottom.
• When cooking foodstuffs that require differing times
and temperatures, set a temperature that is somewhere
between the two temperatures required, place the more
delicate food on the 4th rack from the bottom and take
the food requiring less time out of the oven first.
• Use the dripping pan on the lower rack and the grid on
the upper;
Baking Cakes
When baking cakes, always place them in a preheated
oven. Make sure you wait until the oven has been
preheated thoroughly (the red light “P” will turn off). Do
not open the oven door during baking to prevent the cake
from dropping. In general:
Cooked well on the inside but sticky on the
outside
Use less liquid, lower the temperature, and increase
the cooking time.
The pastry sticks to the pan
Using the “Fast Cooking” Mode
Functional, fast and practical for those of you who use
pre-packed products (such as for example: frozen or precooked food) along with other food items. You will find useful
suggestions in the “Practical Cooking Advice” table.
Grease the pan well and sprinkle it with a dusting of
flour or use greaseproof paper.
Pastry is too dry
Using the Grill
The “7 Cuochi” oven offers you several different grilling
modes.
Increase the temperature by 10°C and reduce the
cooking time.
“grill” mode, with the oven door ajar,
Use the
placing the food under the centre of the grill (situated on
the 3rd or 4th rack from the bottom) because only the
central part of the top heating element is turned on.
To catch any fat and/or grease that may drip from the rack,
place the dripping pan provided on the first rack from the
bottom.
Pastry dropped
Use less liquid or lower the temperature by 10°C.
24
Cooking Fish and Meat
When cooking white meat, fowl and fish, use temperature
settings from 180 °C to 200 °C.
For red meat that should be well done on the outside while
tender and juicy in the inside, it is a good idea to start with
a high temperature setting (200°C-220°C) for a short time,
then turn the oven down afterwards.
In general, the larger the roast, the lower the temperature
setting. Place the meat on the centre of the grid and place
the dripping pan beneath it to catch the fat.
Make sure that the grid is inserted so that it is in the centre
of the oven. If you would like to increase the amount of
heat from below, use the low rack heights. For savoury
roasts (especially duck and wild game), dress the meat
with lard or bacon on the top.
Pastry is too dark on top
Place it on a lower rack, lower the temperature, and
increase the cooking time.
I used more than one level (in the function
"ventilated oven") and they are not all at the same
cooking point
Use a lower temperature setting. It is not necessary to
remove the food from all the racks at the same time.
Cooking Pizza
For best results when cooking pizza, use setting
for
“ Pizza Mode”:
• Preheat the oven for at least 10 minutes
• Use a light aluminium pizza pan, placing it on the rack
supplied with the oven. If the dripping pan is used, this
will extend the cooking time, making it difficult to get a
crispy crust;
• Do not open the oven door frequently while the pizza
is cooking;
• If the pizza has a lot of toppings (three or four), we
recommend you add the mozzarella cheese on top
halfway through the cooking process.
• If cooking on more than one rack (up to 2), we advise
you to use the Multi-cooking Mode
as the Pizza
Mode
would heat the bottom rack more than the
others.
25
Setting made
Type of food
Weight (in
kg)
Position of
the rack from
the oven
bottom
Preheating
time (min.)
Thermostat
setting
Cooking
time
(min.)
1
1
1
1
3
3
3
3
3
15
15
15
15
15
200
200
200
180
180
65-75
70-75
70-80
15-20
30-35
1 Traditional
Duck
Roast veal or beef
Pork roast
Biscuits (short pastry)
Tarts
2 Baking
Tarts
Fruit cakes
Plum cake
Sponge cake
Stuffed pancakes (on 2 racks)
Small cakes (on 2 racks)
Cheese puffs (on 2 racks)
Cream puffs (on 3 racks)
Biscuits (on 3 racks)
Meringues (on 3 racks)
0.5
1
0.7
0.5
1.2
0.6
0.4
0.7
0.7
0.5
3
2/3
3
3
2-4
2-4
2-4
1-3-5
1-3-5
1-3-5
15
15
15
15
15
15
15
15
15
15
180
180
180
160
200
190
210
180
180
90
20-30
40-45
40-50
25-30
30-35
20-25
15-20
20-25
20-25
180
3 Fast
cooking
Frozen food
Pizza
Courgette and prawn pie
Country style spinach pie
Turnovers
Lasagne
Golden Rolls
Chicken morsels
0.3
0.4
0.5
0.3
0.5
0.4
0.4
2
2
2
2
2
2
2
-
Max
200
220
200
200
180
220
12
20
30-35
25
35
25-30
15-20
Pre-cooked food
Golden chicken wings
0.4
2
-
200
20-25
Fresh Food
Biscuits (short pastry)
Plum cake
Cheese puffs
0.3
0.6
0.2
2
2
2
-
200
180
210
15-18
45
10-12
4 Multicooking
Pizza (on 2 racks)
Lasagne
Lamb
Roast chicken + potatoes
Mackerel
Plum cake
Cream puffs (on 2 racks)
Biscuits (on 2 racks)
Sponge cake (on 1 rack)
Sponge cake (on 2 racks)
Savoury pies
1
1
1
1+1
1
1
0.5
0.5
0.5
1.0
1.5
2-4
3
2
2-4
2
2
2-4
2-4
2
2-4
3
15
10
10
15
10
10
10
10
10
10
15
230
180
180
200
180
170
190
180
170
170
200
15-20
30-35
40-45
60-70
30-35
40-50
20-25
10-15
15-20
20-25
25-30
5 Pizza
Pizza
Roast veal or beef
Chicken
0.5
1
1
3
2
2/3
15
10
10
220
220
180
15-20
25-30
60-70
6 Grill
Soles and cuttlefish
Squid and prawn kebabs
Cod filet
Grilled vegetables
Veal steak
Cutlets
Hamburgers
Mackerels
Toasted sandwiches
1
1
1
1
1
1
1
1
n.° 4
4
4
4
3/4
4
4
4
4
4
5
5
5
5
5
5
5
5
5
Max
Max
Max
Max
Max
Max
Max
Max
Max
8-10
6-8
10
10-15
15-20
15-20
7-10
15-20
2-3
7 Gratin
Grilled chicken
Cuttlefish
1.5
1.5
3
3
5
5
200
200
55-60
30-35
N.B.: cooking times are approximate and may vary according to personal taste. When cooking using the grill or
gratin, the dripping pan must always be placed on the 1st oven rack from the bottom.
26
Routine Maintenance and Cleaning
Before each operation, disconnect the cooker from
the electrical supply. To ensure that the appliance lasts
a long time, it must be thoroughly cleaned frequently, keeping in mind that:
· Do not use steam equipment to clean the appliance.
• The enamelled parts and the self-cleaning panels are
washed with warm water without using any abrasive
powders or corrosive substances which could ruin
them;
• The inside of the oven should be cleaned fairly often
while it is still warm, using warm water and detergent
followed by careful rinsing and drying;
• The flame spreaders should be washed frequently with
hot water and detergent, taking care to eliminate any
scale;
• In cookers equipped with automatic lighting, the terminal part of the electronic instant lighting devices should
be cleaned frequently and the gas outlet holes on the
flame spreaders should be checked to make sure they
are free of any obstructions;
• Stainless steel may become marked if it comes into
contact with very hard water or harsh detergents (containing phosphorous) for long periods of time. After
cleaning, it is advisable to rinse thoroughly and dry. It
is also recommended that drops of water be dried;
• On models with glass covers, the covers should be
cleaned with hot water; the use of rough cloths or
abrasives is to be avoided.
N.B.: Avoid closing the cover while the gas burners are still warm. Remove any liquid from the lid
before opening it.
Important: periodically check the wear of the gas hose
and substitute it if there are any defects; we recommended
changing it every year.
Replacing the Oven Lamp
• Disconnect the oven from the power supply by means
of the omnipolar switch used to connect the appliance
to the electrical mains; or disconnect the plug if it is
accessible;
• Remove the glass cover of the lamp-holder;
• Remove the lamp and replace with a lamp resistant to
high temperatures (300°C) with the following characteristics:
- Voltage 230V
- Wattage 25W
- Type E14
• Replace the glass cover and connect the oven to the
mains.
Gas tap maintenance
The taps may jam in time or they may become difficult to
turn. If so, the tap itself must be replaced.
N.B.: This operation must be performed by a technician
authorised by the manufacturer.
27
Merloni Elettrodomestici
Cucina con forno nuovo "7 cuochi"
05/04 - 195044868.00
Viale Aristide Merloni 47
60044 Fabriano
Italy
Tel +39 0732 6611
Fax +39 0732 662501
www.merloni.com
Download PDF

advertising