Whirlpool | KRWS 9010/1 | Instruction for Use | Whirlpool KRWS 9010/1 Instruction for Use

Whirlpool KRWS 9010/1 Instruction for Use
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 1
KRWS 9010
Istruzioni per l’uso
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 2
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 3
Introduzione sul vino
4
Precauzioni e suggerimenti generali
5
Prima di usare il cassetto cantinetta
6
Consigli per la salvaguardia dell'ambiente
7
Descrizione del cassetto cantinetta
8
Istruzioni per la pulizia del cassetto cantinetta e degli accessori
9
Guida ricerca guasti
10
Servizio assistenza tecnica
10
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 4
Introduzione sul vino
La conservazione dei vini
Come è noto, il vino può essere conservato nel tempo: se mantenuti in un
luogo adatto i vini bianchi possono essere conservati per circa due anni
dalla data di vendemmia, ma e’ comunque preferibile consumarli entro un
anno. I vini rossi leggeri possono essere invece conservati fino a due anni,
mentre alcuni dei vini rossi corposi possono resistere per dieci anni e i
passiti addirittura anche venti anni. Quando acquistate una bottiglia di vino
mettetela immediatamente in cantina o in altro luogo adatto. Nel processo
che va dalla coltivazione del vino fino alla maturazione e al momento della
vendemmia e della vinificazione sono determinanti tre fattori: la luce,
l’umidità dell’aria e la temperatura ambiente. Per fare in modo che il gusto
del vino giunga a piena maturazione e per mantenere il buon aroma del
vino, è necessario una sua perfetta conservazione tramite l’interazione di questi tre fattori.
Luogo di conservazione
Non tutti dispongono di un locale sotterraneo da adibire a
cantina. Solo recentemente la tecnologia è riuscita a fornire un
valido sostituto alla classica cantina. Il cassetto cantinetta che
avete acquistato è un speciale apparecchio studiato per
contenere e conservare in modo corretto i vini. Al suo interno,
infatti, non vengono conservate frutta, verdura e lattine ma
soltanto le vostre bottiglie di vino preferite. Così, anche senza
disporre di uno spazio cantina, é possibile far maturare,
conservare adeguatamente e degustare ogni tipo di vino.
Modalità di conservazione
Regola imprescindibile per conservare le vostre bottiglie preferite è quella di coricarle su un lato o di
tenerle inclinate in modo che il vino bagni il tappo. Molti pensano che questo provochi il classico odore di
“tappo”. In realtà il contatto del vino con il tappo favorisce l’elasticità del tappo garantendone la
funzionalità. Un altro elemento molto importante nella conservazone dei vini é l’ordine nel posizionamento
delle bottiglie: i vini vanno sistemati a piacere ma con ordine secondo il luogo di provenienza, per tipologia
di vino, zona di produzione, produttore, annata. Un facile prelievo delle bottiglie per la loro utilizzazione
evita infatti accidentali scuotimenti che, come le vibrazioni, possono rimettere in sospensione i sedimenti
alterando, più o meno a lungo, l’aspetto estetico del vino. Muovete quindi le vostre bottiglie il meno
possibile e lasciate riposare il vino. E’ inoltre fondamentale, mantenere le bottiglie di vino lontano da
sostanze o luoghi caratterizzati da forti odori in quanto questi possono essere facilmente trasmessi al vino.
La temperatura e l’umidità
La temperatura rappresenta un fattore critico e importante per tutto il ciclo di vita del vino e determina il
suo buono sviluppo quando rimane in bottiglia ad affinarsi. Per un ottimale conservazione, la temperatura
deve essere mantenuta costante in un intervallo fra gli 8 e 12°C. E’ fondamentale evitare rapide ed ampie
escursioni termiche: una temperatura troppo elevata dilata i liquidi e provoca un’accelerazione della
maturazione del vino, mentre una temperatura eccessivamente bassa (al di sotto dei 4 - 5°C) può
provocare delle precipitazioni di tartrati difetto che pregiudica la gradevolezza estetica del vino. Nel caso
estremo in cui la temperatura scenda sotto i 0°C, il vino congelando può provocare l’esplosione del tappo.
Anche l’umidità è cruciale ai fini della buona conservazione: un ambiente troppo secco favorisce il
restringimento del sughero, mentre un ambiente troppo umido favorirà lo svilupparsi di muffe e
microrganismi nocivi. Il livello necessario di umidità relativa é compreso tra il 50% - 70%.
Il tappo
Il tappo rappresenta una componente fondamentale della bottiglia: la sua qualità, scelta dal produttore del
vino, è molto importante per una corretta maturazione del vino stesso. Le perfette condizioni del tappo,
anche sulla bottiglia che acquistiamo, dipendono esclusivamente dagli standard di uso e stoccaggio utilizzati
dal produttore o imbottigliatore.
4
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 5
Precauzioni e suggerimenti generali
• Non manomettere i comandi.
• Non fare un uso improprio del cassetto
cantinetta, non sedersi, utilizzarlo come scala,
sostegno oppure appoggiarsi sul cassetto.
• Usare il cassetto cantinetta solo per la
conservazione di bottiglie di vino sigillate e non
introdurre al suo interno nessun tipo di cibo.
• Dopo l’installazione, accertarsi che il mobile non
schiacci il cavo di alimentazione.
• Prima di qualsiasi operazione di manutenzione o
pulizia, disinserire la spina dalla presa di
corrente o scollegare l’alimentazione elettrica.
• Accertarsi che il cassetto cantinetta non sia
vicino a una fonte di calore.
• Non conservare o usare benzina o altri gas e
liquidi infiammabili nelle vicinanze del cassetto
cantinetta o di altri elettrodomestici. I vapori
che si sprigionano possono infatti causare
incendi o esplosioni.
• Mantenere libere da ostruzioni le aperture di
ventilazione nel contenitore del cassetto
cantinetta o nella struttura da incasso.
• Installare e livellare il cassetto cantinetta su un
pavimento in grado di sostenere il peso e in un
ambiente adatto alle sue dimensioni e al suo
utilizzo.
• I supporti in legno permettono una
conservazione ordinata delle bottiglie. Alloggiare
le bottiglie singolarmente nell’apposito supporto
non superando un totale di 16 bottiglie da 3/4 di
litro (Bordolese). Nel chiudere il cassetto fare
attenzione che le bottiglie non tocchino la parte
in vetro. Non conservare sostanze esplosive
all’interno del cassetto. Conservare le bottiglie
solo ed esclusivamente nell’apposito supporto di
legno; non rimuoverlo per inserire bottiglie
imballate in cartone o casse di vino.
• Collocare il cassetto cantinetta in un ambiente
secco e ben ventilato. Il cassetto cantinetta é
predisposto per il funzionamento in ambienti in
cui la temperatura sia compresa tra +16°C e
+32°C. Il cassetto cantinetta potrebbe non
funzionare correttamente se lasciato per un
lungo periodo a una temperatura superiore o
inferiore a quella prevista.
• Fare attenzione durante gli spostamenti del
mobile contenente il cassetto, in modo da non
danneggiare i pavimenti (es. parquet).
• Non danneggiare il circuito del fluido frigorifero.
• Il cassetto cantinetta non è inteso ad uso dei
bambini in giovane età o delle persone inferme
senza controllo.
• Per evitare il rischio di intrappolamento e
soffocamento dei bambini all’interno del
cassetto cantinetta, non permettere loro di
giocarci o nascondersi all’interno.
• Non riparare o sostituire componenti del
cassetto cantinetta; raccomandiamo di rivolgersi
ad un tecnico autorizzato per la manutenzione.
• Il cavo di alimentazione può essere sostituito
soltanto da un tecnico autorizzato.
• Non usare prolunghe o adattatori multipli.
• La disconnessione dell’alimentazione elettrica
deve essere possibile o disinserendo la spina o
tramite un interruttore bipolare di rete posto a
monte della presa.
• Controllare che il voltaggio sulla targhetta
matricola corrisponda alla tensione della vostra
abitazione.
• ATTENZIONE: conservare l’alcool ad alta
gradazione solo ermeticamente chiuso ed in
posizione verticale.
• Per una corretta conservazione dei vini si
consiglia di non metterli nel cassetto ad una
temperatura inferiore ai +6°C.
5
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 6
Prima di usare il cassetto cantinetta
• Il prodotto che avete acquistato è un cassetto cantinetta, prodotto adibito esclusivamente alla
conservazione dei vini.
Per utilizzare al meglio il vostro cassetto cantinetta, vi invitiamo a leggere attentamente le
istruzioni per l’uso in cui troverete la descrizione del prodotto e consigli per la conservazione
dei vini.
Conservare questo libretto per successive consultazioni.
1. Accertarsi che l’installazione ed il collegamento elettrico siano effettuati da un tecnico autorizzato
secondo le istruzioni del fabbricante e in conformità alle norme locali sulla sicurezza.
2. Ad installazione effettuata da parte del tecnico autorizzato, assicurarsi che non sia danneggiato e che il
cassetto chiuda perfettamente. Eventuali danni devono essere comunicati al rivenditore entro 24 ore
dalla consegna del cassetto cantinetta.
3. Consigliamo di attendere almeno due ore prima di mettere in funzione il cassetto cantinetta, per dar
modo al circuito refrigerante di essere perfettamente efficiente.
4. Pulire l’interno del cassetto cantinetta prima di utilizzarlo.
6
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 7
Consigli per la salvaguardia dell'ambiente
1. Imballo
Il materiale di imballo è riciclabile al 100% ed è contrassegnato dal simbolo del riciclaggio. Per lo
smaltimento seguire le normative locali. Il materiale di imballaggio (sacchetti di plastica, parti in polistirolo,
ecc…) deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini in quanto potenziale fonte di pericolo.
2.Rottamazione
Il prodotto è stato realizzato con materiale riciclabile.
Questo apparecchio è contrassegnato in conformità alla Direttiva Europea 2002/96/EC, Waste Electrical
and Electronic Equipment (WEEE).
Assicurandosi che questo prodotto sia smaltito in modo corretto, l’utente contribuisce a prevenire le
potenziali conseguenze negative per l’ambiente e la salute.
Il simbolo
sul prodotto, o sulla documentazione di accompagnamento, indica che questo prodotto
non deve essere trattato come rifiuto domestico ma deve essere consegnato presso l’idoneo punto di
raccolta per il riciclaggio di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Al momento della rottamazione, rendere Il cassetto cantinetta inservibile tagliando il cavo di alimentazione
rimuovendo la porta/cassetto in modo che i bambini non possano accedere facilmente all’interno del
prodotto.
Rottamarlo seguendo le norme locali per lo smaltimento dei rifiuti e consegnarlo negli appositi centri di
smaltimento, non lasciandolo incustodito neanche per pochi giorni essendo una fonte di pericolo per un
bambino. Per ulteriori informazioni sul trattamento, recupero e riciclaggio di questo
prodotto, contattare l’idoneo ufficio locale, il servizio di raccolta dei rifiuti domestici o il negozio presso il
quale il prodotto è stato acquistato.
Informazione:
Questo apparecchio é privo di CFC. Il circuito refrigerante contiene R134a (HFC) o R600a (HC), vedere
targhetta matricola posta all’interno dell’apparecchio.
Per gli apparecchi con Isobutano (R600a): l’isobutano é un gas naturale senza effetti sull’ambiente ma
infiammabile. È quindi indispensabile accertarsi che i tubi del circuito refrigerante non siano danneggiati.
Dichiarazione di conformità
• Questo apparecchio è destinato alla conservazione vini ed è fabbricato in conformità alle Direttive
Europee 90/128/CEE, 02/72/CEE e EC No. 1935/2004.
• Questo apparecchio è stato concepito, costruito e commercializzato in conformità a:
- gli obiettivi di sicurezza della Direttiva Bassa Tensione 2006/95/CE (che sostituisce la Direttiva
73/23/CEE e successivi emendamenti);
- i requisiti di protezione della Direttiva “EMC” 89/336/CEE, modificate dalla Direttiva 93/68/CEE.
• La sicurezza elettrica del cassetto cantinetta é assicurata soltanto quando é correttamente collegato ad
un efficiente impianto di messa a terra a norma di legge.
7
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 8
Descrizione del cassetto cantinetta
1. Interruttore On/Off
2. Indicatore di cassetto cantinetta in funzione
3. Termostato
Nota: prestare particolare attenzione a non danneggiare il pannello comandi durante l’apertura/chiusura
del cassetto carico di bottiglie di vino.
Questo cassetto cantinetta utilizza un sistema “No-Frost”, quindi non necessita di
un’operazione manuale di sbrinamento. Inoltre il cassetto cantinetta è dotato di un sistema di
distribuzione dell’aria all’interno del cassetto, grazie al quale la temperatura all’interno è
pressoché omogenea.
Le bottiglie devono essere disposti all’interno del cassetto negli appositi alloggiamenti.
Le prestazioni ottimali si ottengono a temperature comprese tra +16°C e +32°C.
1.
•
•
•
Accensione
Collegare il cassetto cantinetta alla rete elettrica.
Aprire il cassetto e premere il pulsante di accensione (1) del cassetto cantinetta.
Regolare la temperatura attraverso la manopola (3) dalla posizione 1 (meno freddo) a 4, 5 (più freddo).
2. Utilizzo
• Regolazione della temperatura. Per garantire un funzionamento corretto ed ottimizzare la
conservazione dei vini, regolare la temperatura tramite la manopola del termostato (3).
• In seguito all’accensione il cassetto cantinetta impiega alcune ore per raggiungere la temperatura
richiesta per la conservazione dei vini.
Note:
• La distanza tra la parete posteriore del cassetto e il fondo del cassetto cantinetta non deve essere
ostruita per garantire la libera circolazione dell’aria.
• Conservare i vini in contenitori chiusi.
• La eventuale formazione di condensa non compromette il corretto funzionamento del cassetto
cantinetta.
• Lo sbrinamento è completamente automatico.
8
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 9
Istruzioni per la pulizia del cassetto cantinetta e degli accessori
• La forma e il numero degli accessori può variare a seconda del modello.
• Gli accessori non vanno lavati in lavastoviglie.
• Mantenere la zona attorno e sotto il cassetto cantinetta libera da accumulo di materiali combustibili, per
es. lanugine, carta, stracci e sostanze chimiche.
• Prima di effettuare la pulizia del cassetto cantinetta spegnere il cassetto cantinetta tramite l’apposito
interruttore (1), e successivamente togliere la spina dalla presa di corrente o scollegare l’apparecchio
dalla rete elettrica, indossare guanti protettivi e procedere come segue:
1. Aprire completamente il cassetto.
2. Svuotare il cassetto: rimuovere bottiglie e supporto in legno.
3. Pulire l’interno del cassetto non utilizzando prodotti abrasivi o corrosivi, prodotti a base di cloro o
pagliette. Non utilizzare prodotti infiammabili. Evitare di mettere il cassetto a contatto con sostanze
acide o alcaline come aceto, mostarda, sale, zucchero o succo di limone.
4. Lavare con acqua tiepida e detergente neutro, risciacquare e asciugare accuratamente con uno
straccio morbido o con un panno in pelle. Effettuare la pulizia del vetro esterno con detersivo
specifico e la parte interna esclusivamente con un panno umido evitando di utilizzare qualsiasi tipo di
detersivo che potrebbe modificare la corretta conservazione del vino. Effettuare la pulizia del
supporto in legno con un panno umido senza utilizzo di detersivi.
• A pulizia effettuata procedere all’inverso e riaccendere il cassetto cantinetta tramite l’apposito
interruttore (1).
9
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 10
Guida ricerca guasti
1. L’apparecchio non funziona.
• C’è un’interruzione di corrente?
• La spina è ben inserita nella presa di corrente?
• L’interruttore bipolare di rete è inserito?
• Le protezioni dell’impianto elettrico
dell’abitazione sono correttamente funzionanti?
• Il cavo di alimentazione è rotto?
• La circolazione dell’aria attraverso le aperture di
ventilazione è ostruita?
3. La temperatura all’interno del cassetto
cantinetta è troppo fredda.
• Il termostato è sulla posizione corretta?
4. L’apparecchio è eccessivamente rumoroso.
• L’installazione dell’apparecchio è stata effettuata
correttamente?
2. La temperatura all’interno del cassetto
cantinetta non è sufficientemente fredda.
• La porta è stata chiusa correttamente?
• Le bottiglie impediscono la chiusura della porta?
• L’apparecchio è installato vicino ad una sorgente
di calore?
• Il termostato è sulla posizione corretta?
Note:
Rumori di gorgoglio e soffi di espansioni, derivanti
dal circuito refrigerante, sono da considerarsi
normali.
Servizio assistenza tecnica
Prima di contattare il Servizio Assistenza:
1. Verificare se non è possibile eliminare da soli i
guasti (vedere “Guida ricerca guasti”).
2. Riavviare l’apparecchio per accertarsi che
l’inconveniente sia stato ovviato. Se il risultato è
negativo, disinserire nuovamente l’apparecchio
e ripetere l’operazione dopo un’ora.
3. Se il risultato è ancora negativo, contattare il
Servizio Assistenza.
Comunicare:
• il tipo di guasto,
• il modello,
• il numero Service (la cifra che si trova dopo la
parola SERVICE, sulla targhetta matricola posta
all’interno dell’apparecchio),
• il Vostro indirizzo completo,
• il Vostro numero e prefisso telefonico.
Per una lista dei Centri Assistenza autorizzati,
si può chiamare gratuitamente il nostro call
centre al numero: 00800-3810-4026.
10
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
10:32
Pagina 11
501971102017_IFU_ITA
6-11-2007
Printed in Italy
11/07
5019 711 02017
10:32
Pagina 12
n
I
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising