REX | RLB64GS | User manual | Rex RLB64GS Manuale utente

Rex RLB64GS Manuale utente
TEMPERATURE
6 5 0
G I R I
ELECTRONIC CONTROL
COTONE - LINO BIANCHI
60º- 90º B
COTONE - LINO COLORATI 40º- 60º
COTONE CICLO BREVE
SINTETICI - MISTI
SETA - ACRILICI
LANA
B
30º- 40º C
COTONE BIANCHI CON PRELAV. 60º- 90º
SINTETICI CON PRELAV.
CENTRIFUGA LUNGA
CENTRIFUGA BREVE
30º- 40º K
RISCIACQUI
L
124973270
CENTRIFUGA
ESCLUSA
MEZZO
CARICO
PROGRAMMI
ANTIPIEGA
A
40º- 60º G
RISCIACQUI CON CENTRIFUGA
40º- 60º H
30º- 40º J
RIDUZIONE AUTOMATICA CONSUMI
SCARICO
D
F
M
N
R LB
6 4 G S
ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE E L’USO
Questolibrettoèstampato su carta riciclata a salvaguardia dell’ambiente
L AVATRICE
RLB 64 BS
RLB 64 GS
RLB 64 XS
I
La Sua nuova macchina
Questa nuova macchina risponde a tutte le esigenze del lavaggio moderno della biancheria in quanto
permette economie di acqua, energia e detersivo.
• Il selettore di temperatura (termostato) permette di scegliere personalmente la temperatura più adatta alla
biancheria.
• Il raffreddamento automatico dell’acqua di lavaggio, prima dello scarico, impedisce che le condutture in
plastica dell’ impianto domestico si deformino a causa della temperatura elevata dell’acqua e limita la
formazione di pieghe nei tessuti.
• La sicurezza antisbilanciamento garantisce una buona stabilità alla macchina durante le centrifughe.
Se il carico di biancheria è mal distribuito (nei rari casi dovuti a piccoli carichi o biancheria annodata), la
centrifuga, dopo diversi tentativi di srotolamento della biancheria, non viene più eseguita (vedi descrizione più
dettagliata a pag.19).
Protezione dell’ambiente
Consigli ecologici
• I materiali recanti il simbolo
sono riciclabili.
Perchè possano essere recuperati devono essere
deposti negli appositi spazi (o contenitori).
Informarsi presso l’ente competente.
Per ottenere delle economie di acqua e di energia
elettrica e per salvaguardare l’ambiente consigliamo
di attenersi a quanto segue:
• Utilizzare il cesto a pieno carico per un lavaggio
più economico e meno nocivo per l’ambiente,
evitando però di sovraccaricarlo.
>PE<= polietilene
>PS<= polistirolo
• Utilizzare il programma con prelavaggio solamente
per biancheria molto sporca.
>PP<= polipropilene
• Quando la macchina dovrà essere rottamata,
tagliare il cavo di alimentazione e rendere la
chiusura oblò inservibile, in modo che i bambini
non possano rinchiudersi nella macchina.
• Adattare la dose di detersivo, secondo le
indicazioni del produttore, alla durezza dell’acqua
della rete idrica, alla quantità di biancheria e al
grado di sporco della stessa.
Per un corretto smaltimento della macchina
rivolgersi all’Azienda Municipalizzata che provvede
alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.
Durante
le centrifughe la macchina fa un
rumore diverso! Questo perchè è munita di un
motore a collettore che consente migliori
prestazioni funzionali.
Non si vede
l'acqua nel cesto ! Questo perchè le nuove
macchine usano poca acqua, ottenendo gli
stessi risultati di lavaggio e risciacquo.
P1035
P1034
2
Indice
Avvertenze
4
Programmi di lavaggio
12-13
Sequenza delle operazioni
14
Caricare la biancheria
14
Dosare il detersivo
14
Dosare gli additivi
14
Scegliere l’opzione desiderata
14
Scegliere la temperatura
14
6
Scegliere il programma e avviarlo
14
Dispositivi di sicurezza per il trasporto
6
Fine del programma
15
Posizionamento
6
Alimentazione dell’acqua
6
Scarico
7
Mobile
16
Collegamento elettrico
7
Cassetto detersivo
16
Filtro di scarico dell’acqua
16
8
Filtrino del tubo di alimentazione
17
Pannello comandi
8
Scarico di emergenza dell’acqua
17
Descrizione dei comandi
8
Precauzioni contro il gelo
17
Consigli per il lavaggio
9
Cernita
9
Temperature
9
Carichi massimi di biancheria
9
Prima di caricare la biancheria
9
Eliminazione delle macchie
9
Descrizione della macchina
5
Caratteristiche tecniche
5
Installazione
Uso
Detersivi e additivi
10
Simboli internazionali per il trattamento dei
tessuti
11
Manutenzione
Anomalie di funzionamento
16
18-19
Assistenza e ricambi
Guida all’uso del libretto istruzioni
I seguenti simboli La guideranno nella lettura del libretto:
Informazioni legate alla sicurezza nell’uso della macchina.
Consigli e raccomandazioni per l’uso corretto della macchina e per ottenerne le migliori prestazioni.
Informazioni legate alla protezione dell’ambiente.
3
19
Avvertenze
È importante conservare questo manuale d’uso con la macchina per qualsiasi futura necessità. Se si deve
vendere la macchina o darla a qualche altra persona, verificare che il manuale accompagni la macchina per
permettere al nuovo utilizzatore di essere informato sul relativo funzionamento e le avvertenze.
Queste avvertenze sono state previste per la vostra sicurezza e quella degli altri. Vi preghiamo quindi di
leggerle attentamente prima di installare ed utilizzare la macchina.
Avvertenze generali
Uso
• Controllare, all’atto del disimballo, che la macchina
non sia danneggiata. In caso di dubbio, non
metterla in funzione, ma rivolgersi all’assistenza
tecnica.
• Questa macchina è destinata ad un uso
domestico. Non utilizzarla per scopi diversi da
quelli per i quali è stata stata progettata.
• Lavare solo articoli previsti per il lavaggio in
macchina. Seguire le istruzioni riportate
sull’etichetta di ogni capo.
• Questa macchina è stata progettata per essere
utilizzata da persone adulte. Verificare quindi che i
bambini non la tocchino e non la utilizzino come un
giocattolo.
• Non sovraccaricare la macchina. Seguire le
istruzioni fornite nel manuale.
• Durante il lavaggio ad alte temperature il vetro
dell’oblò può diventare molto caldo. Non toccarlo.
• Le monete, gli spilli di sicurezza, gli spilli, le viti,
ecc. rimasti nella biancheria possono provocare
grossi danni.
• I piccoli animali domestici potrebbero introdursi nel
cesto della macchina. Controllare quindi il cesto
prima di metterla in moto.
• Non si devono mettere in macchina capi
smacchiati con benzina, alcool, trielina, ecc. Se si
utilizzano tali prodotti prima del lavaggio, bisogna
aspettare che il prodotto sia evaporato prima di
introdurre i capi nella macchina.
Installazione
• Si deve togliere l’imballo interno della macchina
prima di utilizzarla. Se non si eliminano i dispositivi
di protezione utilizzati per il trasporto, o se si
eliminano in maniera incompleta, ne possono
derivare danni alla macchina o ai mobili.
Consultare il relativo paragrafo nel manuale d’uso.
• Raggruppare i capi di piccole dimensioni, quali
calzini, cinture, ecc., in una piccola borsa di tela o
in una federa. Questo per evitare che questi pezzi
vadano a finire tra il cesto e la vasca.
• Utilizzare solo la quantità di ammorbidente indicata
dal produttore. Una quantità eccessiva di prodotto
potrebbe rovinare la biancheria.
• Se si dovesse verificare la necessità di
un’eventuale modifica dell’impianto elettrico
domestico per poter installare la macchina, questo
lavoro dovrà essere effettuato solo da personale
qualificato.
• Lasciare l’oblò semi-aperto quando non si utilizza
la macchina. Questo permette una migliore
conservazione della guarnizione dell’oblò e
previene gli odori di muffa.
• Qualsiasi intervento idraulico richiesto per
l’installazione della macchina dovrà essere
effettuato solo da un idraulico qualificato.
• Prima di aprire l’oblò, controllare sempre che
l’acqua sia stata scaricata. In caso contrario,
scaricarla seguendo le istruzioni fornite nel
manuale d’uso.
• Dopo aver installato la macchina verificare che non
sia appoggiata sul cavo di alimentazione.
• Si consiglia di staccare sempre la spina dalla presa
di corrente e di chiudere il rubinetto dell’acqua
dopo l’uso.
• Se la macchina è posta su pavimento di moquette
assicurarsi che tra i piedini di appoggio e il
pavimento ci sia circolazione d'aria.
Assistenza tecnica/riparazioni
• In caso di guasto, non cercare di riparare la
macchina da soli. Le riparazioni eseguite da
personale non qualificato possono provocare
danni.
• Per eventuali riparazioni, rivolgersi a un centro di
assistenza autorizzato e richiedere pezzi di
ricambio originali.
4
Descrizione della macchina
1
1 Cassetto detersivo
3
2 Guida programmi di lavaggio
3 Pannello comandi
4 Maniglia oblò
PROGRAMMI
TEMPERATURE
6 5 0
G I R I
ELECTRONIC CONTROL
COTONE - LINO BIANCHI
60º- 90º B
COTONE - LINO COLORATI 40º- 60º
COTONE CICLO BREVE
5 Filtro
B
30º- 40º C
COTONE BIANCHI CON PRELAV. 60º- 90º
SINTETICI CON PRELAV.
40º- 60º H
CENTRIFUGA LUNGA
30º- 40º J
CENTRIFUGA BREVE
30º- 40º K
RISCIACQUI
LANA
L
CENTRIFUGA
ESCLUSA
MEZZO
CARICO
ANTIPIEGA
A
40º- 60º G
RISCIACQUI CON CENTRIFUGA
SINTETICI - MISTI
SETA - ACRILICI
SCARICO
D
F
M
N
RIDUZIONE AUTOMATICA CONSUMI
6 Piedini regolabili
R L B
6 4 G S
2
4
5
6
Cassetto detersivo
Prelavaggio
Lavaggio
Ammorbidenti (non superare il piano del
cassetto con riferimento «MAX»)
Cl
Candeggina (non superare il piano del
cassetto con riferimento «MAX»)
P0446
Caratteristiche tecniche
DIMENSIONI
Altezza
Larghezza
Profondità
85 cm
60 cm
54 cm
TENSIONE/FREQUENZA
POTENZA MASSIMA ASSORBITA
CORRENTE MINIMA DEL FUSIBILE
220-230V/50 Hz
2200 W
10 A
PRESSIONE DELL'ACQUA
min.
max.
5 N/cm2
80 N/cm2
CARICO MASSIMO
Cotone
Sintetici, delicati
Lana
4,5 kg
2 kg
1 kg
VELOCITÀ CENTRIFUGA
650 giri/min.
Questa macchina è conforme alle seguenti direttive CEE:
73/23/CEE del 19/02/73 relativa alla bassa tensione
89/336/CEE del 03/05/89 relativa alla compatibilità elettromagnetica.
5
Installazione
Dispositivi di sicurezza per il
trasporto
7. Tappare i fori rimasti aperti con i tappi che si
trovano sullo schienale della macchina.
Prima di mettere in funzione la macchina,
accertarsi che siano stati tolti tutti i dispositivi
di sicurezza previsti per il trasporto.
Si consiglia di conservare tutti i pezzi per tornare a
montarli, qualora la macchina dovesse essere
spostata di nuovo in futuro.
1. Svitare e togliere (con una chiave) la vite
posteriore destra.
Posizionamento
Installare la macchina su un pavimento piatto e duro.
Fare attenzione che la circolazione dell'aria attorno
alla macchina non venga impedita da tappeti,
moquette, ecc. Controllare che la macchina non
tocchi il muro o altri mobili della cucina.
Livellare accuratamente la macchina svitando o
avvitando i piedini regolabili. Non mettere mai sotto
la macchina cartone, legno o materiali simili per
compensare eventuali disuguaglianze del pavimento.
P0255
2. Adagiare la macchina sullo schienale, facendo
attenzione a non schiacciare i tubi. A tale scopo
interporre tra la macchina ed il pavimento un
angolare dell’imballo.
P1051
Alimentazione dell’acqua
3. Togliere il tassello centrale di polistirolo dal fondo
della macchina e liberare i due sacchetti in
politene togliendo l’adesivo.
4. Sfilare con molta cura, prima il sacchetto destro
(1) e successivamente quello sinistro (2), tirandoli
2
P0234
Collegare il tubo di alimentazione a un rubinetto
filettato da 3/4", dopo aver interposto il filtrino “A”
fornito con la macchina.
L’altra estremità del tubo di carico, dal lato della
macchina, può essere orientata in qualsiasi
direzione. Svitare leggermente la ghiera di fissaggio,
girare l’estremità del tubo e riavvitare la ghiera,
controllando che non ci siano perdite d'acqua.
1
P0233
A
verso il centro della macchina.
5. Rimettere la macchina in piedi e svitare le altre 2 viti
sul retro.
6. Estrarre i tre perni di plastica dai fori in cui
alloggiavano le viti.
P0256
P0003
P0021
Non si può allungare il tubo di alimentazione. Se il
tubo è troppo corto e non si desidera spostare il
rubinetto, bisogna comperare un tubo completo più
lungo, che sia previsto per questo tipo di utilizzo.
P0020
6
Scarico
Collegamento elettrico
Si può installare la curva del tubo di scarico in tre
modi diversi:
Sul bordo di un lavandino utilizzando il gomito in
plastica fornito con la macchina. In questo caso,
bisogna accertarsi che la curva non rischi di
staccarsi dal bordo quando la macchina scarica. La
si può fissare, ad esempio, con uno spago al
rubinetto o al muro.
La macchina è prevista per funzionare a 220-230 V
monofase, 50 Hz.
Controllare che l’impianto domestico sia in grado di
sopportare il carico massimo richiesto (2,2 kW),
tenuto conto anche degli altri apparecchi in uso.
Collegare la macchina ad una presa di corrente
con messa a terra.
Il costruttore declina qualsiasi responsabilltà
per i danni o le lesioni causate dal non-rispetto
della summenzionata norma di sicurezza.
In caso di sostituzione del cavo di
alimentazione rivolgersi al Centro di
Assistenza Tecnica più vicino.
P0022
In una derivazione dello scarico del lavandino.
Questa derivazione deve trovarsi sopra il sifone, in
modo tale che la curva del tubo sia a 60 cm dal
suolo, come minimo.
In una conduttura di scarico situata ad un’altezza
non inferiore a 60 cm e non superiore a 90 cm.
L’estremità del tubo di scarico deve sempre essere
ventilata, cioè il diametro interno del condotto di
scarico deve essere più largo del diametro esterno
del tubo di scarico.
Il tubo di scarico non deve presentare strozzature.
Farlo correre sul pavimento e farlo salire solo vicino
allo scarico.
P0023
7
Uso
Pannello comandi
PROGRAMMI
TEMPERATURE
6 5 0
G I R I
ELECTRONIC CONTROL
COTONE - LINO BIANCHI
60º- 90º B
COTONE - LINO COLORATI 40º- 60º
COTONE BIANCHI CON PRELAV. 60º- 90º
B
SINTETICI CON PRELAV.
COTONE CICLO BREVE
30º- 40º C
RISCIACQUI CON CENTRIFUGA
SINTETICI - MISTI
40º- 60º H
CENTRIFUGA LUNGA
SETA - ACRILICI
30º- 40º J
CENTRIFUGA BREVE
LANA
30º- 40º K
RISCIACQUI
L
CENTRIFUGA
ESCLUSA
MEZZO
CARICO
ANTIPIEGA
A
40º- 60º G
SCARICO
D
F
M
N
RIDUZIONE AUTOMATICA CONSUMI
1
RL B
2 3 4 5
6
7
64 GS
8
1 Cassetto detersivo
5 Tasto «avvio/arresto»
2 Tasto «centrifuga esclusa»
Premere questo tasto per avviare la macchina;
rilasciarlo per interrompere un programma o per
spegnere la macchina.
Premere questo tasto per escludere tutte le fasi di
centrifuga. Usare questa opzione per tessuti
particolarmente delicati che tendono a sgualcirsi.
Prima di impostare un programma o di cambiare
un programma in corso, la macchina deve essere
disinserita rilasciando il tasto di avvio/ arresto.
3 Tasto «mezzo carico»
6 Selettore temperatura
Da utilizzarsi nel caso di lavaggio di mezzo carico di
biancheria di cotone o lino per ridurre il consumo
d’acqua nei risciacqui.
La manopola può essere ruotata verso sinistra o
destra per scegliere la temperatura di lavaggio.
4 Tasto «antipiega»
7 Lampada spia di funzionamento
Premere questo tasto nei programmi per tessuti
sintetici o delicati per bloccare lo scarico dell'acqua
dell'ultimo risciacquo. Questo evita la formazione di
pieghe nel caso la biancheria venga lasciata in
macchina alla fine del lavaggio. Per scaricare l'acqua
e centrifugare, ripremere il medesimo tasto oppure
selezionare il programma «N» (scarico).
Si accende quando si preme il tasto avvio/arresto e
si spegne a fine programma.
Posizione
: lavaggio a freddo.
8 Selettore programmi
Girare la manopola verso destra fino a far
coincidere esattamente il programma desiderato con
l'indice di riferimento posto sul pannello comandi.
8
Sintetici: non più di metà del cesto.
Consigli per il lavaggio
Tessuti delicati e lana: non più di un terzo del
cesto.
Cernita
Con un carico massimo si ottiene ogni volta un
utilizzo ottimale di acqua ed energia.
Attenersi ai simboli per il trattamento dei tessuti sulle
etichette dei singoli capi e seguire le istruzioni per il
lavaggio del produttore.
Suddividere la biancheria come segue: capi bianchi,
colorati, sintetici, delicati, lana.
In caso di biancheria molto sporca, ridurre le
quantità.
Pesi della biancheria asciutta
I capi bianchi e colorati non devono essere lavati
assieme. I capi bianchi possono perdere il candore
con il lavaggio.
I pesi di seguito elencati hanno un valore indicativo:
accappatoi
tovaglioli
copri piumino
lenzuola
federe
tovaglie
asciugamani in spugna
strofinacci
camicie da notte
slip da donna
camici da lavoro da uomo
camicie da uomo
pigiami da uomo
camicette
slip da uomo
La biancheria colorata nuova può stingere al primo
lavaggio; è consigliabile quindi lavarla a parte, la
prima volta.
Accertarsi che nella biancheria non rimangano
oggetti di metallo (es. fermagli, spille di
sicurezza, spilli).
Abbottonare le federe, chiudere le cerniere, i ganci e
le asole. Legare eventuali cinture e nastri lunghi.
Eliminare le macchie persistenti prima del lavaggio.
Eventualmente strofinare i punti particolarmente
sporchi con un detersivo speciale o con una pasta
detergente.
Trattare le tende con particolare cura. Togliere i
ganci dalle tende o legarli in una retina o in un
sacchetto.
Eliminazione delle macchie
È possibile che macchie particolari non si eliminino
solo con acqua e detersivo. È consigliabile, quindi,
trattarle prima del lavaggio.
Temperature
90°-95°
60°
freddo
30°-40°
1200 g
100 g
700 g
500 g
200 g
250 g
200 g
100 g
200 g
100 g
600 g
200 g
500 g
100 g
100 g
per capi bianchi di lino o cotone molto
sporchi (es. strofinacci, asciugamani,
biancheria da tavola, lenzuola, ecc.)
Sangue: le macchie ancora fresche devono essere
trattate con acqua fredda. In caso di macchie già
asciutte, lasciare a mollo la biancheria per una notte
con un detersivo speciale e poi strofinarla nell’acqua
e sapone.
per capi bianchi di cotone normalmente
sporchi (es. biancheria intima) e per
capi colorati che non stingono,
normalmente sporchi (es. camicie da
notte, pigiami, ecc..) di cotone , lino o
fibre sintetiche.
per biancheria delicata (es. tende), o
con colori delicati, biancheria mista con
aggiunta di fibre sintetiche e lana con
l’indicazione sull’etichetta: «pura lana
vergine, lavabile, irrestringibile».
Colore ad olio: inumidire con benzina detergente,
tamponare le macchie dopo aver sistemato il capo
su un panno morbido, trattarle più volte con il
detergente.
Macchie asciutte di grasso: inumidire con
trementina, tamponare le macchie con la punta delle
dita e un panno di cotone, dopo aver appoggiato il
capo su un ripiano morbido.
Ruggine: sale ossalico (reperibile in drogheria)
sciolto a caldo, o un prodotto antiruggine a freddo.
Prestare attenzione alle macchie di ruggine non
recenti, poiché la struttura di cellulosa è già stata
intaccata e il tessuto tende a bucarsi.
Carichi massimi di biancheria
Le indicazioni sui carichi di biancheria si trovano
nelle tabelle dei programmi.
Regole generali:
Macchie di muffa: trattarle con candeggina,
sciacquare bene (solo capi bianchi e colorati
resistenti al cloro).
Cotone, lino: riempire il cesto, ma non
sovraccaricarlo.
9
Erba: insaponare leggermente e trattare con
candeggina diluita (capi bianchi, resistenti al cloro).
Eventuali additivi liquidi per ammorbidire o inamidare
la biancheria devono essere versati nella vaschetta
con il simbolo
prima che cominci il programma di
lavaggio.
Penna a biro e colla: inumidire con acetone (*),
tamponare le macchie dopo aver appoggiato il capo
su un panno morbido.
La candeggina liquida va usata solamente per tessuti
di lino e cotone bianchi o con colori resistenti. Versarla
nello scomparto contrassegnato dal simbolo
.
Rossetto: inumidire con acetone come sopra
indicato, poi trattare le macchie con alcool. Eliminare
i residui sui tessuti bianchi con candeggina.
Per il dosaggio degli additivi e della candeggina seguire
le indicazioni dei produttori e comunque non superare
il piano del cassetto con riferimento «MAX».
Vino rosso: lasciare a mollo con del detersivo,
risciacquare e trattare con acido acetico o acido
citrico, poi risciacquare. Trattare eventuali residui
con candeggina.
Quantità di detersivo da utilizzare
Inchiostro: a seconda della composizione dell’
inchiostro, inumidire il tessuto prima con acetone (*),
poi con acido acetico; trattare eventuali residui sui
tessuti bianchi con candeggina e poi risciacquare
bene.
Il tipo e la quantità di detersivo dipendono dal tipo di
tessuto, dal carico, dal grado di sporco e dalla
durezza dell’acqua utilizzata.
La durezza dell’acqua è classificata in cosiddetti
livelli di durezza. Informazioni su tali livelli si possono
ottenere dall’ente erogatore competente o
dall’amministrazione comunale.
Macchie di catrame: trattare prima con
smacchiatore, alcool o benzina, alla fine strofinare
con pasta detergente.
Seguire le istruzioni per il dosaggio indicate dal
produttore.
(*) non usare l’acetone sulla seta artificiale.
Utilizzare una quantità minore di detersivo se:
Detersivi e additivi
– si lava poca biancheria,
Un buon risultato di lavaggio dipende dalla scelta del
detersivo e dal suo corretto dosaggio. Dosare bene
significa evitare sprechi e proteggere l’ambiente.
Nonostante siano biodegradabili, i detersivi
contengono elementi che danneggiano il delicato
equilibrio ecologico della natura.
– la biancheria è poco sporca,
– si forma molta schiuma durante il lavaggio,
– l’acqua è poco dura (fino al livello dolce).
Gradi di durezza dell’acqua
La scelta del detersivo dipende dal tipo di tessuto
(delicati, lana, cotone ecc.), dal colore, dalla
temperatura di lavaggio e dal grado di sporco.
Gradi
In questa lavatrice si possono usare tutti i detersivi
per lavatrici normalmente reperibili in commercio:
Livello
Caratteristica
– detersivi in polvere per tutti i tipi di tessuto,
– detersivi in polvere per tessuti delicati (massimo
60°C) e lana,
– detersivi liquidi, preferibilmente per programmi di
lavaggio a bassa temperatura (massimo 60°C) per
tutti i tipi di tessuto, o speciali solo per lana.
Il detersivo e l’eventuale additivo devono essere
versati prima dell’inizio del programma di lavaggio
nelle apposite vaschette.
Se si utilizzano detersivi concentrati in polvere o
liquidi, deve essere selezionato un programma
senza prelavaggio.
La macchina è dotata di un sistema di ricircolo che
permette l’utilizzo ottimale del detersivo concentrato.
Versare il detersivo liquido immediatamente prima
dell’inizio del programma nello scomparto
del
cassetto detersivo.
10
tedeschi
°dH
francesi
°T.H.
1
dolce
0- 7
0-15
2
media
8-14
16-25
3
dura
15-21
26-37
4
molto dura
più di 21
più di 37
Simboli internazionali per il trattamento dei tessuti
Le etichette con i simboli che trovate applicate sui tessuti sono un valido aiuto per il trattamento e la cura della
biancheria.
AZIONE FORTE
95
60
40
30
Lavaggio
a
95°C
Lavaggio
a
60°C
Lavaggio
a
40°C
Lavaggio
a
30°C
AZIONE
DELICATA
60
CANDEGGIO
Si può candeggiare in acqua fredda
STIRATURA
PULITURA
A SECCO
40
40
Lavaggio
delicato
a mano
30
Non
lavare
Non candeggiare
Stiratura forte
max 200°C
Stiratura media
max 150°C
Stiratura leggera
max 110°C
A
P
F
Pulitura a secco
con tutti i solventi
Pulitura a secco
con percloro,
benzina avio,
alcool puro
R111 e R113
Pulitura a secco
con benzina avio,
alcool puro e R113
Non stirare
Non pulire
a secco
Temperatura
normale
Temperatura
ridotta
ASCIUGATURA
Asciugare
disteso
Asciugare
appeso
Asciugare
su appendiabiti
11
Asciugabile
in macchine
asciugabiancheria
Non asciugare
in macchine
asciugabiancheria
Programmi «energici» per cotone e lino
Carico massimo: 4,5 kg
Tipo
di biancheria
Descrizione
del ciclo
Opzione
possibile
Progr.
Temp.
A
60°-90°
Bianchi con prelavaggio
molto sporchi
Prelavaggio
Lavaggio a 60°-90°C
Risciacqui
Centrifuga lunga
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«MEZZO CARICO»
B
60°-90°
Bianchi senza prelavaggio
normalmente sporchi
Lavaggio a 60°-90°C
Risciacqui
Centrifuga lunga
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«MEZZO CARICO»
B
40°-60°
Colorati senza prelavaggio
normalmente sporchi
Lavaggio a 40°-60°C
Risciacqui
Centrifuga lunga
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«MEZZO CARICO»
C
30°-40°
Ciclo breve
biancheria poco sporca
Lavaggio a 30°-40°C
Risciacqui
Centrifuga lunga
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«MEZZO CARICO»
D
Risciacqui con centrifuga
Risciacqui con additivi
Centrifuga lunga
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«MEZZO CARICO»
F
Centrifuga lunga
Scarico dell’acqua e
centrifuga lunga
Le temperature indicate sono quelle ottimali per ciascun programma e dipendono dal tipo di biancheria e dal
grado di sporco.
Il programma «B» a 60°C è il programma di riferimento per i dati contenuti nell’etichetta energia, secondo
normativa CEE 92/75:
energia
1,15 kWh
acqua
59
durata
130 minuti
litri
12
Programmi «delicati» per sintetici, misti, delicati, lana
Carico massimo: 2 kg, lana 1 kg
Tipo
di biancheria
Descrizione
del ciclo
Opzione
possibile
Progr.
Temp.
G
40°-60°
Sintetici con prelavaggio
molto sporchi
Prelavaggio
Lavaggio a 40°-60°C
Risciacqui
Centrifuga breve
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«ANTIPIEGA»
H
40°-60°
Sintetici - Misti senza
prelavaggio
normalmente/poco sporchi
Lavaggio a 40°-60°C
Risciacqui
Centrifuga breve
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«ANTIPIEGA»
J
30°-40°
Seta - Acrilici
Lavaggio a 30°-40°C
Risciacqui
Centrifuga breve
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«ANTIPIEGA»
K
30°-40°
Lana
Lavaggio a 30°-40°C
Risciacqui
Centrifuga breve
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«ANTIPIEGA»
L
Risciacqui
Risciacqui con
ammorbidente
Centrifuga breve
«CENTRIFUGA ESCLUSA»
«ANTIPIEGA»
M
Centrifuga breve
Scarico dell’acqua e
centrifuga breve
N
Scarico
Scarico dell’acqua
Le temperature indicate sono quelle ottimali per ciascun programma e dipendono dal tipo di biancheria e dal
grado di sporco.
13
4. Scegliere l’opzione desiderata
Sequenza delle operazioni
Premere il tasto CENTRIFUGA ESCLUSA e/o
MEZZO CARICO o ANTIPIEGA.
Prima di effettuare il primo lavaggio consigliamo di
eseguire un ciclo cotone a 60°C, senza biancheria,
per togliere eventuali residui di lavorazione dalla
vasca e dal cesto.
Versare 1/2 misurino di detersivo nella vaschetta del
lavaggio e mettere in funzione la macchina.
CENTRIFUGA
ESCLUSA
MEZZO
CARICO
ANTIPIEGA
1. Caricare la biancheria
Aprire l'oblò.
Introdurre la biancheria nel cesto, un capo alla volta.
Distendere la biancheria il più possibile. Chiudere l'oblò.
5. Scegliere la temperatura
Ruotare la manopola «temperature» sui gradi
desiderati.
2. Dosare il detersivo
Estrarre il cassetto fino all'arresto.
Versare, tramite un dosatore, la quantità di detersivo
consigliata dal fabbricante nella vaschetta
corrispondente al lavaggio
.
Se si desidera effettuare un prelavaggio seguito dal
lavaggio, versare il detersivo anche nella relativa
vaschetta
.
90
P0345
6. Scegliere il programma e
avviarlo
Ruotare la manopola «programmi» verso destra sul
programma di lavaggio prescelto e premere il tasto
avvio/arresto : la spia di funzionamento si accende
e la macchina inizia a funzionare.
P0444
3. Dosare gli additivi
Versare, se desiderato, l'ammorbidente nello
scomparto
e la candeggina nello scomparto
(la dose non deve superare il piano del cassetto
con riferimento «MAX»).
A
M0002
P0445
14
P0471
7. Fine del programma
La macchina si ferma automaticamente, la lampada
spia di funzionamento si spegne.
Se è stato scelto un programma «delicato» con
l’opzione «antipiega», scaricare l’acqua e
centrifugare rilasciando il medesimo tasto o
selezionare il programma «N» (scarico), prima di
aprire l’oblò.
Ripremere il tasto avvio/arresto
macchina.
per spegnere la
È normale aspettare circa 2 minuti prima di poter
aprire l’oblò, per dare tempo al dispositivo di
sicurezza di sbloccarsi.
Togliere la biancheria.
Controllare che il cesto sia completamente vuoto
facendolo ruotare con le mani. Ciò per evitare che gli
indumenti eventualmente dimenticati vengano
danneggiati in un lavaggio successivo (ad es.
restringendosi) oppure che colorino un altro carico di
biancheria.
Rilasciare il tasto o i tasti eventualmente premuti.
Si consiglia di chiudere il rubinetto dell'acqua ed
estrarre la spina dalla presa di corrente.
Lasciare l'oblò socchiuso per aerare la macchina.
15
Manutenzione
1. Mobile
3. Filtro di scarico dell’acqua
Pulire il mobile della macchina con acqua tiepida e
un detersivo neutro non abrasivo. Sciacquare con
acqua pulita e asciugare con uno strofinaccio
morbido.
Il ruolo del filtro consiste nella raccolta di filacci e di
piccoli oggetti lasciati inavvertitamente nella
biancheria. Controllare periodicamente che il filtro sia
pulito.
Importante: non usare alcool, solventi o prodotti
similari per la pulizia del mobile.
Aprire lo sportellino.
2. Cassetto detersivo
I detersivi e gli additivi formano, a lungo andare,
delle incrostazioni.
Pulire il cassetto detersivo di tanto in tanto,
passandolo sotto il rubinetto dell’acqua. Per estrarre
completamente il cassetto dalla macchina, premere
sul tasto in fondo a sinistra.
P0011
Mettere un recipiente sotto il filtro e svitarlo; è
normale che fuoriesca una piccola quantità d’acqua.
Per poter pulire più facilmente il cassetto, è possibile
togliere la parte alta delle vaschette riservate agli
additivi.
P0132
P0442
Estrarre il filtro.
P0443
A lungo andare, il detersivo può formare
incrostazioni nella sede del cassetto: pulire con un
vecchio spazzolino da denti. Rimettere il cassetto al
suo posto.
P0133
Pulirlo sotto il rubinetto e rimetterlo al suo posto
riavvitandolo a fondo.
P0038
P0040
16
4. Filtrino del tubo di
alimentazione
6. Precauzioni contro il gelo
Se la macchina è installata in un locale dove la
temperatura potrebbe scendere al disotto di 0°C
procedere come segue:
Se ci si accorge che la macchina richiede più tempo
per riempirsi, bisogna verificare che il filtrino del tubo
di alimentazione non sia ostruito.
• Chiudere il rubinetto dell’acqua e svitare il tubo di
alimentazione dal rubinetto.
Chiudere il rubinetto delI’acqua.
• Porre l’estremità del tubo di scarico e del tubo di
alimentazione in una bacinella posta sul
pavimento.
Svitare il tubo dal rubinetto e togliere il filtrino.
Pulirlo con uno spazzolino.
Rimetterlo al suo posto e riavvitare il tubo.
• Selezionare il programma di scarico e farlo
funzionare finchè il selettore programmi è in
posizione «Stop».
• Staccare la spina dalla presa.
• Riavvitare il tubo di alimentazione acqua e
rimettere al suo posto il tubo di scarico.
Eseguendo queste operazioni l’acqua rimasta nella
macchina verrà evacuata, evitando la formazione di
ghiaccio e di conseguenza la rottura delle parti
interessate.
P0041
Quando farete funzionare nuovamente la macchina
assicuratevi che la temperatura dell’ambiente sia
superiore a 0°C.
5. Scarico di emergenza dell’acqua
Se la macchina non scarica, procedere come segue
per togliere l’acqua dalla vasca:
• togliere la spina dalla presa di corrente;
• chiudere il rubinetto dell’acqua;
• aspettare che l’acqua si raffreddi (nel caso fosse in
corso un programma con temperatura di 60°C o
superiore);
• prendere un recipiente di capienza adatta (circa
15-20 litri), porlo sul pavimento, inserire all’interno
l’estremità del tubo di scarico e lasciare scaricare
tutta l’acqua dalla macchina;
• procedere quindi alla rimozione del guasto e
rimettere a posto la macchina.
Qualora l’acqua non fuoriesca, perchè il tubo di
scarico è intasato, o non fosse possibile accedere al
tubo di scarico, procedere come segue:
• aprire lo sportello del filtro e porre sotto lo stesso
un recipiente con bordi diritti (vedi punto 3) e di
capienza adatta;
• svitare il filtro in senso antiorario quanto basta
per fare fuoriuscire lentamente tutta l’acqua dalla
macchina.
17
Anomalie di funzionamento
Difetti che potete risolvere da soli.
Anomalie
• La macchina non si mette in
moto:
Cause possibili
• Controllare che l’oblò sia ben chiuso.
• Controllare se la macchina riceve corrente.
• Controllare se il fusibile dell’impianto domestico è
intatto.
• Controllare che la manopola selettore programmi
sia posizionata correttamente e che il tasto
avvio/arresto sia premuto.
• La macchina non carica acqua:
• Verificare se il rubinetto dell’acqua è aperto.
• Controllare se l’acqua esce dal rubinetto.
• Verificare che il tubo di alimentazione non sia
incastrato o piegato.
• Controllare che il filtrino del tubo di alimentazione
non sia ostruito.
• Verificare che l'oblò sia chiuso.
• La macchina carica acqua e la
scarica immediatamente:
• L’estremità del tubo di scarico si trova troppo in
basso rispetto alla macchina. Vedere il relativo
paragrafo nel capitolo «scarico».
• La macchina non scarica e/o non
centrifuga:
• Verificare che il tubo di scarico non sia incastrato o
piegato.
• Verificare che il filtro e il tubo di scarico non siano
intasati.
• È stata scelta l’opzione «antipiega» o l’opzione
«centrifuga esclusa».
• C’è troppo detersivo o è stato usato un detersivo
non adatto (fa troppa schiuma).
• C’è acqua per terra:
• Verificare se ci sono perdite da una delle ghiere
del tubo di alimentazione. È difficile vedere l’acqua
correre lungo il tubo, controllare se è umido.
• Controllare che il tubo di scarico sia integro.
• Il risultato del lavaggio non è
soddisfacente:
• È stato usato poco detersivo o un detersivo non
adatto.
• Le macchie “difficili” non sono state sottoposte ad
un trattamento preliminare.
• Non è stata scelta la temperatura giusta, abbinata
al programma corretto.
• La macchina vibra o fa rumore:
• Verificare se sono state tolte tutte le protezioni che
servivano per il trasporto.
• Controllare che la macchina non sia appoggiata
contro qualche cosa.
• Verificare se i piedini di sostegno appoggiano bene
al suolo.
• Controllare che il carico di biancheria sia ben
distribuito nel cesto.
• Forse c’è poca biancheria nel cesto.
18
Anomalie
• L’oblò non si apre:
Cause possibili
• Il programma è ancora in corso.
• L’oblò non si è ancora sbloccato.
• Scaricare l’acqua in quanto è stata scelta l’opzione
“antipiega”.
• La centrifuga inizia in ritardo o
non viene effettuata:
• È intervenuta “la sicurezza antisbilanciamento" che
previene vibrazioni eccessive in centrifuga ed
assicura stabilità: se all'inizio della fase di
centrifuga la biancheria non è uniformemente
distribuita all'interno del cesto, la macchina lo
riconosce e cerca di ridistribuire il bucato in
maniera omogenea, attraverso alcune rotazioni del
cesto. Solo quando il bucato si è distribuito in
maniera uniforme, viene eseguita la fase di
centrifuga.
Se dopo alcuni tentativi la biancheria continua a
rimanere appallottolata, la macchina salta la fase
di centrifuga.Quindi, qualora a fine ciclo la
biancheria rimanga bagnata, consigliamo di
ridistribuirla manualmente all'interno del cesto e di
selezionare nuovamente il programma di
centrifuga.
Assistenza e ricambi
Mod.
..........
Ser.
In caso di guasto, consultare il capitolo “Anomalie di
funzionamento” per verificare se il guasto può essere
eliminato autonomamente.
Se non si riesce a rimediare all’inconveniente o a
localizzarlo, rivolgersi al centro di assistenza.
Il servizio di assistenza ed i pezzi di ricambio sono
disponibili presso i centri di assistenza o i rivenditori
autorizzati (vedere Pagine Gialle alla voce
“Elettrodomestici”).
In sede di richiesta di assistenza od ordinazione dei
ricambi è importante indicare il codice del prodotto, il
numero di serie ed il modello della macchina,
riportati sulla targhetta matricola.
Mod. ..........
Prod. No. ...........
P0042
Modello: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Numero di serie: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Codice del prodotto: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Data di acquisto: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
La data di acquisto è riportata sulla ricevuta rilasciata
dal negoziante.
Conservare tale ricevuta.
19
Ser. No. .........
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising