REX | RF290CS | User manual | Rex RF290CS User Manual

Rex RF290CS User Manual
FRIGORIFEROCONGELATORE
RF 290 CS
LIBRETTO ISTRUZIONI
2222 179-22
AVVERTENZE E CONSIGLI IMPORTANTI
I
È molto importante che questo libretto istruzioni sia conservato assieme all’apparecchiatura per qualsiasi
futura consultazione. Se l’apparecchiatura dovesse essere venduta o trasferita ad un’altra persona,
assicurarsi che il libretto venga fornito assieme, in modo che il nuovo utente possa essere messo al corrente
del funzionamento della macchina e delle avvertenze relative.
Queste avvertenze sono state redatte per la Vostra sicurezza e per quella degli altri. Vi preghiamo, dunque,
di volerle leggere attentamente prima d’installare e di utilizzare l’apparecchiatura.
Sicurezza generale
ª Qualora questa apparecchiatura, munita di chiusura
magnetica, venisse usata in sostituzione di una con
chiusura a scatto, consigliamo di rendere
quest’ultima inservibile, prima di mettere da parte
la vecchia apparecchiatura. Ciò eviterà che i
bambini, giocando, vi rimangano intrappolati, con
grave pericolo per la loro vita.
ª Togliere la spina dalla presa di corrente prima di
procedere a qualsiasi operazione di pulizia e
manutenzione (come nel caso di sostituzione della
lampadina, sulle apparecchiature che ne sono
provviste).
ª Quest’apparecchiatura è stata progettata per essere
utilizzata da persone adulte. Fare attenzione,
quindi, che i bambini non si avvicinino con
l’intento di giocarvi.
ª Assicurarsi, dopo aver installato l’apparecchiatura,
che essa non appoggi sul cavo di alimentazione.
ª È pericoloso modificare o tentare di modificare le
caratteristiche di quest’apparecchiatura.
Assistenza / Riparazioni
ª Ogni eventuale modifica che si rendesse necessaria
all’impianto elettrico domestico, per poter
installare l’apparecchiatura, dovrà essere eseguita
solo da personale abilitato.
ª Mai riparare l’apparecchiatura da soli. Le
riparazioni effettuate da persone non competenti
possono provocare dei danni. Contattare il Centro
di Assistenza più vicino ed esigere solo ricambi
originali.
Uso
ª I frigoriferi e/o congelatori domestici sono destinati
unicamente alla conservazione e/o congelazione
degli alimenti.
ª In tutte le apparecchiature di refrigerazione e
congelazione ci sono delle superfici che si coprono
di brina. A seconda del modello, tale brina può
essere eliminata automaticamente (sbrinamento
2
automatico) oppure manualmente.
Non tentare mai di togliere la brina con un oggetto
appuntito, si rischierebbe di danneggiare
irrimediabilmente l’evaporatore. Utilizzare a tale
scopo l’apposita paletta fornita con
l’apparecchiatura.
ª Non mettere mai nello scompartimento a bassa
temperatura (congelatore o conservatore) bibite
gassate: possono esplodere.
ª Non introdurre mai liquidi o alimenti caldi e non
riempire fino all’orlo i recipienti muniti di
coperchio.
Installazione
ª Durante il normale funzionamento il condensatore
ed il compressore, che sono posti sul retro
dell’apparecchiatura, si riscaldano sensibilmente.
Assicurarsi quindi che l’installazione venga
eseguita come da istruzioni riportate sul libretto.
Un’aerazione insufficiente comporterà
sicuramente un cattivo funzionamento e dei danni
all’apparecchiatura.
ª Se l’apparecchiatura viene trasportata in posizione
orizzontale è possibile che l’olio contenuto nel
compressore defluisca nel circuito refrigerante.
Lasciare l’apparecchiatura in posizione verticale
almeno 2 ore prima di metterla in funzione per dar
modo all’olio di refluire nel compressore.
Protezione dell’ambiente
ª Questa apparecchiatura non contiene, nel
circuito refrigerante e nell’isolamento, gas
refrigeranti nocivi per l’ozono.
L’apparecchiatura non deve essere smaltita con
rifiuti urbani e rottami. Deve essere evitato il
danneggiamento del circuito refrigerante,
soprattutto nella parte posteriore vicino allo
scambiatore. Informazioni sui centri di raccolta
vengono forniti dall’autorità comunale.
I materiali usati in questa apparecchiatura
contrassegnati dal simbolo
sono riciclabili.
INDICE
I
Installazione
4
Manutenzione
11
ª Posizionamento
4
ª Pulizia periodica
11
ª Distanziali posteriori
4
ª Periodi di inattività
11
ª Pulizia delle parti interne
5
ª Lampada di illuminazione
11
ª Reversibilità delle porte
6
ª Collegamento elettrico
6
Assistenza tecnica e ricambi
11
Caratteristiche tecniche
6
Uso e funzionamento
7
ª Pannello comandi
7
ª Funzionamento - regolazione
della temperatura
7
ª Ricircolo dell’aria
7
ª Refrigerazione dei cibi e delle bevande
7
ª Griglie mobili
8
ª Posizionamento delle mensole della controporta 8
ª Congelazione dei cibi freschi e conservazione
dei cibi surgelati
9
ª Cubetti di ghiaccio
9
ª Scongelazione
9
ª Sbrinamento
10
GENTILE CLIENTE
I
Ci congratuliamo con Lei per avere scelto un prodotto di qualità, concepito per rispondere alle
esigenze della vita moderna.
La Sua nuova apparecchiatura è coperta da garanzia.
Il relativo certificato di garanzia lo trova qui allegato. Se dovesse mancare lo richieda al Rivenditore.
02/97
2222 179-22
3
INSTALLAZIONE
I
A
B
10 mm
10 mm
Collocare l’apparecchiatura lontana da fonti di calore,
quali: termosifoni, stufe da riscaldamento,
esposizione diretta ai raggi solari ecc.
Le migliori prestazioni si hanno con temperature
dell’ambiente comprese tra:
+18°C e +43°C (Classe T);
+18°C e +38°C (Classe ST);
+16°C e +32°C (Classe N);
+10°C e +32°C (Classe SN).
La classe di appartenenza è riportata sulla
targhetta matricola.
Assicurarsi che nella parte posteriore, superiore ed
inferiore non ci siano ostacoli alla circolazione
dell’aria.
Per un miglior rendimento dell’apparecchiatura, la
distanza minima tra la parte superiore della stessa e
l’eventuale pensile sovrastante dovrebbe essere di
almeno 100 mm (esempio «A» in figura).
La soluzione da preferire sarebbe comunque quella
illustrata nell’esempio (B) in figura (senza pensile).
È consentito anche il posizionamento con i fianchi
aderenti a mobili adiacenti, purchè l’aria circoli
liberamente nella parte posteriore e superiore.
Uno o più piedini regolabili, posti alla base del
mobile, consentono un accurato livellamento.
100 mm
Posizionamento
NP002
Distanziali posteriori
Nel sacchetto della documentazione sono inseriti due
distanziali da applicare sugli angoli superiori.
Allentare le viti, inserire i distanziali sotto la testa
della vite e riavvitare.
D594
4
Importante
È indispensabile che l’apparecchiatura sia
collegata ad una efficiente presa di terra.
A tale scopo la spina del cavo di alimentazione è
dotata dell’apposito contatto.
Qualora la presa di corrente dell’impianto domestico
non sia collegata a terra, allacciare l’apparecchiatura
ad un impianto di terra a parte, conformemente alle
norme in vigore, consultando in proposito un tecnico
specializzato.
La Casa Costruttrice declina ogni responsabilità
qualora questa norma antinfortunistica non fosse
rispettata.
Questa apparecchiatura è conforme al D.M. 13/4/89 e
alla Direttiva Comunitaria CEE n. 87/308 del 2/6/87
relativa alla soppressione dei disturbi radio.
Questa apparecchiatura è conforme alle
seguenti Direttive Comunitarie:
- 73/23/CEE del 19/02/73 (Bassa Tensione) e
successive modificazioni;
- 89/336/CEE del 03/05/89 (Compatibilità
Elettromagnetica) e successive modificazioni.
Pulizia delle parti interne
Prima dell’uso e del collegamento elettrico pulire
tutte le parti interne con acqua tiepida e sapone neutro
allo scopo di togliere il caratteristico odore di nuovo,
indi asciugare accuratamente.
Non usare detersivi nè polveri abrasive che sono
dannose alle finiture.
5
Reversibilità delle porte
Prima di ogni operazione staccare la spina dalla presa di
corrente.
Per l’inversione operare come segue:
estrarre la griglia di aerazione (D) inserita a scatto;
smontare la cerniera inferiore (E) svitando le due viti che
la fissano;
togliere la porta inferiore sfilandola dalla cerniera
intermedia;
smontare la cerniera intermedia (H);
togliere la porta superiore sfilandola dal perno superiore
(A);
svitare il perno superiore (A) e la rondella (B) dalla
cerniera superiore (C) e rimontarli sul lato opposto;
togliere i due tappi (dove previsto), liberando così i fori
per i perni cerniera, e rimontarli sugli opposti lati;
rimontare la porta superiore;
rimontare la cerniera intermedia sul lato opposto;
rimontare la porta inferiore;
rimontare la cerniera inferiore (E) sul lato opposto
utilizzando le due viti tolte precedentemente;
sfilare il copri-foro (F) dalla griglia di aerazione (D)
spingendolo nel senso della freccia e rimontarlo sul lato
opposto;
rimontare la griglia di aerazione (D) inserendola a scatto.
Per l’allineamento delle porte si può operare sia sulla
cerniera intermedia che sulla cerniera superiore:
la cerniera intermedia (H) si regola in orizzontale, con
l’ausilio di un attrezzo, dopo aver allentato le due viti;
la cerniera superiore (C) si regola allentando il dado (A),
con una chiave da 10 mm, agendo come da figura.
Attenzione
Ultimata la reversibilità delle porte, accertarsi che
tutte le viti siano ben serrate e controllare che la
guarnizione magnetica sia aderente al mobile. Se la
temperatura ambiente è fredda (ad es. in inverno), può
succedere che la guarnizione non aderisca
perfettamente al mobile. In tal caso attendere il
naturale rinvenimento della guarnizione stessa oppure
accelerare tale processo riscaldando la parte
interessata con un normale asciugacapelli.
È ammessa una oscillazione di ±6% sulla tensione
nominale.
Per il funzionamento a tensioni diverse si dovrà
utilizzare un autotrasformatore di potenza adeguata.
F
E
F
F
D
F
D640
C
B
A
D427
D419
H
Collegamento elettrico
Assicurarsi, prima di inserire la spina nella presa
di corrente, che la tensione e la frequenza riportate
sulla targhetta matricola corrispondano a quelle
dell’impianto domestico.
D405
CARATTERISTICHE TECNICHE
I
I dati tecnici sono riportati sulla targhetta matricola posizionata sul lato sinistro interno dell’apparecchiatura.
6
USO E FUNZIONAMENTO
I
Pannello comandi
1
6
5
ACCESO
2
4
3
A
B
A - Manopola termostato per la regolazione della temperatura
B - Lampada spia di funzionamento
Funzionamento - regolazione della
temperatura
Per far funzionare l’apparecchiatura, ruotare in senso
orario la manopola del termostato (A) dalla posizione
di arresto «O» ad una posizione successiva (la
lampada spia «B» si accenderà) in funzione del
freddo desiderato:
numeri bassi = meno freddo
numeri alti
= più freddo
La temperatura all’interno dell’apparecchiatura si
regola automaticamente; generalmente la posizione
intermedia della manopola è la più indicata.
Con la manopola sui numeri più alti, a
temperatura ambiente elevata ed una notevole
quantità di alimenti, il funzionamento può essere
continuo con formazione di brina o ghiaccio sulle
superfici di raffreddamento.
In tal caso è necessario posizionare la manopola
sui numeri più bassi, in modo da consentire lo
sbrinamento automatico e, di conseguenza un
minor consumo di energia elettrica.
Ricircolo dell’aria
Alcuni modelli sono dotati di uno speciale dispositivo,
denominato “Dynamic Air Cooling” (D.A.C.), che
svolge l’importante funzione di uniformare la
temperatura all’interno del vano frigorifero, evitando
così le tradizionali stratificazioni del freddo, che creano
temperature meno fredde negli scomparti più alti
dell’apparecchiatura.
Ciò garantisce la corretta temperatura di
conservazione dei diversi alimenti, senza dover
prestare alcuna attenzione su quale ripiano porli.
La tecnologia “D.A.C.” garantisce quindi grande
efficienza prestazionale e massima libertà
nell’utilizzo dell’apparecchiatura.
Il dispositivo è assolutamente automatico e non
richede alcun intervento supplementare da parte
dell’utilizzatore, entrando in funzione al momento
dell’accensione dell’apparecchiatura.
Spegnendo l’apparecchiatura, operazione che avviene
portando la manopola del termostato sulla posizione
«O», viene disattivato anche il dispositivo del
ricircolo forzato dell’aria (D.A.C.).
D647
Refrigerazione dei cibi e delle
bevande
Per utilizzare nel modo migliore lo scomparto
refrigerante è necessario:
non introdurre nella cella vivande calde o liquidi in
evaporazione;
coprire o avvolgere gli alimenti (specie se contengono
aromi);
disporre gli alimenti in modo che l’aria possa
circolare liberamente attorno ad essi.
Carne (di tutti i tipi): va avvolta con del protettivo.
7
Tempo massimo di conservazione: 1-2 giorni.
Cibi cotti, piatti freddi, ecc. devono essere ben coperti e
si possono disporre su qualsiasi griglia.
Frutta e verdura ben pulite, vanno poste nel cassetto
previsto.
Banane, patate, cipolla ed aglio, se non sono
confezionati, non vanno messi in frigorifero.
Fig. 1
Griglie mobili
Sulle pareti della cella sono ricavate delle guide che
consentono un inserimento delle griglie in varie
posizioni (Fig. 1).
D040
Fig. 2
Posizionamento delle mensole
della controporta
Le mensole della controporta possono essere
cambiate di posizione.
L’operazione si effettua in questo modo:
forzare gradualmente la mensola nel senso indicato
dalle frecce fino ad ottenere lo sganciamento, indi
rimontarla nella posizione desiderata.
D064
Fig. 3
Per una pulizia più accurata la mensola superiore può
essere tolta agendo nel senso indicato dalle frecce e
quindi ricollocata nella sua posizione.
D066
8
Congelazione dei cibi freschi e
conservazione dei cibi surgelati
Lo scomparto
è adatto alla congelazione di
cibi freschi e alla conservazione a lungo termine di
cibi congelati e surgelati.
Congelazione dei cibi freschi
Per la congelazione non è necessario variare la
posizione della manopola del termostato da quella di
normale funzionamento. Tuttavia, volendo ottenere
una congelazione più rapida, ruotare la manopola del
termostato verso i numeri più alti. Con la manopola in
quest’ultima posizione, la temperatura nello
scomparto refrigerante potrebbe scendere al di sotto
di 0°C; se ciò si verificasse riportare la manopola del
termostato verso un numero più basso.
Per ottenere i massimi vantaggi dal processo di
congelazione diamo alcuni consigli importanti:
ª porre i cibi da congelare nel vano superiore dello
scomparto congelatore, in quanto questo è il punto
più freddo;
ª la quantità massima di alimenti che possono essere
congelati in 24 h è riportata sulla «targhetta
matricola».
ª congelare solo alimenti di ottima qualità, freschi e
ben puliti;
Conservazione dei cibi surgelati
ª Assicurarsi che i surgelati siano stati ben conservati
dal rivenditore;
ª che il trasporto, dall’acquisto alla sistemazione nel
congelatore, sia breve;
ª non superare il periodo di conservazione indicato
sulle confezioni;
ª non aprire troppo frequentemente la porta e non
lasciarla aperta più del necessario.
Dopo un periodo di inattività, introdurre gli
alimenti nell’apparecchiatura dopo averla fatta
funzionare per almeno due ore con la manopola
del termostato sul numero più alto; quindi,
ruotare la manopola sulla posizione intermedia.
Importante
In caso di scongelamento per cause accidentali, ad
esempio per mancanza di corrente, sarà necessario
consumare i cibi entro breve tempo o cucinarli subito
e ricongelarli. Se l’interruzione è breve (da 6 a 8 ore)
e il congelatore è carico, i cibi non subiranno alcuna
alterazione.
Cubetti di ghiaccio
ª dividere tutto in piccole parti, in modo da favorire
la rapidità della congelazione e consentire lo
scongelamento solo della quantità necessaria;
L’apparecchiatura è corredata con una o più vaschette
per la formazione dei cubetti di ghiaccio; queste
vanno riempite di acqua potabile e riposte
nell’apposito scomparto.
ª avvolgere gli alimenti con protettivo adatto (es.
fogli di alluminio), ben aderente ai cibi e ben
chiuso;
Si raccomanda di non usare utensili metallici per
staccare le vaschette.
ª è consigliabile indicare sulla confezione oppure
sulle apposite schede (se in dotazione) la data di
congelazione al fine di poter controllare il tempo di
conservazione;
ª sulla controporta oppure sulla scheda (se in
dotazione) sono schematizzati alcuni tipi di animali
e alimenti ed i mesi (numero) di conservazione dal
momento della congelazione;
ª evitare di mettere i prodotti da congelare a contatto
di quelli già congelati; ciò eviterà lo scongelamento
di questi ultimi.
Non mettere nello scomparto congelatore bevande
gassate in contenitori chiusi: potrebbero
scoppiare.
Non ingerire mai i ghiaccioli o i cubetti di ghiaccio
appena tolti dall’apparecchiatura perché potrebbero
provocare ustioni.
Scongelazione
Gli alimenti surgelati o congelati, prima di essere
usati, possono essere scongelati in un frigorifero o a
temperatura ambiente, a seconda del tempo
disponibile per l’operazione.
I pezzi piccoli possono essere cucinati direttamente
appena tolti dal congelatore; in questo caso, però, il
tempo di cottura sarà più lungo.
9
Sbrinamento
Sull’evaporatore dello scomparto refrigerante la brina
viene eliminata automaticamente ad ogni arresto del
compressore.
L’acqua derivante dallo sbrinamento, tramite un
apposito convogliatore, viene raccolta in una
bacinella posta nella parte posteriore sopra il
compressore dell’apparecchiatura, da dove evapora.
Si raccomanda di pulire periodicamente il foro di
scarico dell’acqua di sbrinamento, posto nella
parte centrale dell’apposito convogliatore dello
scomparto frigorifero, utilizzando l’apposito
«pulitore» che si trova nel foro.
Nello scomparto
la brina deve essere
eliminata ogniqualvolta si è formato uno spessore di
4 mm circa, utilizzando l’apposita paletta
raschiabrina fornita con l’apparecchiatura.
D037
Si raccomanda di non impiegare utensili metallici
per asportare la brina, al fine di evitare gravi
danni all’apparecchiatura.
Qualora si formasse uno spesso strato di ghiaccio,
sarà necessario effettuare un completo sbrinamento,
procedendo come segue:
ª staccare la spina dalla presa di corrente o porre la
manopola del termostato in posizione «O»;
ª avvolgere gli alimenti in parecchi fogli di giornale
e riporli in un luogo molto fresco;
ª lasciare la porta aperta e inserire nell’apposita sede
la paletta raschiabrina come grondaia di
prolungamento; porre al disotto, una bacinella per
la raccolta dell’acqua derivante dallo sbrinamento;
ª a sbrinamento avvenuto asciugare accuratamente lo
scomparto congelatore;
ª conservare la paletta raschiabrina per utilizzi
successivi;
ª reinserire la spina nella presa; posizionare la
manopola del termostato sul numero più alto. Dopo
due o tre ore di funzionamento riportare la
manopola sulla posizione intermedia.
Le aperture della porta possono favorire la
formazione di brina, più accentuata sulla parte
alta dell’apparecchiatura.
Per toglierla utilizzare l’apposita paletta
raschiabrina.
10
D068
MANUTENZIONE
Staccare la spina dalla presa di corrente prima di
eseguire qualsiasi operazione.
I
Lampada di illuminazione
In caso di difettosità la lampada di illuminazione è
facilmente sostituibile (vedi figura).
Pulizia periodica
Pulire l’interno con acqua tiepida e bicarbonato di
soda;
pulire il condensatore ed il motocompressore con una
spazzola o un aspirapolvere. Questa operazione
migliorerà il funzionamento con conseguente
risparmio di energia.
Sostituirla con una di pari potenza (la potenza
massima è riportata sul diffusore luce).
Periodi di inattività
Durante i periodi in cui l’apparecchiatura non è in
funzione osservare le seguenti precauzioni:
staccare la spina dalla presa di corrente;
togliere tutti gli alimenti;
sbrinare e pulire l’interno e tutti gli accessori;
lasciare le porte socchiuse per evitare la formazione di
odori sgradevoli.
D196
ASSISTENZA TECNICA E RICAMBI
Qualora l’apparecchiatura presentasse qualche
disfunzione, è bene controllare:
ª che la spina sia ben inserita nella presa di corrente;
ª che non manchi l’energia elettrica;
ª che la manopola del termostato si trovi in posizione
intermedia.
Inoltre:
ª se l’apparecchiatura è eccessivamente rumorosa
verificare che i fianchi non siano a contatto con
mobili o schienali che possono causare rumore o
vibrazioni;
ª se vi sono tracce di acqua sul fondo dello
scomparto, verificare che il foro di deflusso
dell’acqua derivante dallo sbrinamento non sia
ostruito.
Dopo le verifiche di cui sopra, se la disfunzione
dovesse permanere, è bene chiamare il Centro di
Assistenza Tecnica più vicino.
La Casa Costruttrice non risponde delle possibili inesattezze, imputabili a errori di
stampa o di trascrizione, contenute nel presente opuscolo. Si riserva di apportare
ai propri prodotti quelle modifiche che ritenesse necessarie o utili, anche
nell’interesse dell’utenza, senza pregiudicare le caratteristiche essenziali di
funzionalità e sicurezza.
I
Per un sollecito intervento è importante, all’atto
della chiamata, indicare il tipo di difetto, il modello
di apparecchiatura (Mod.), il numero di prodotto
(Prod. No.) e il numero di fabbricazione (Ser. No.),
rilevati dal certificato di garanzia o dalla targhetta
matricola posta all’interno dell’apparecchiatura.
Prod. No. . . . . . . . Ser. No. . . . .
Mod. . . . . .
D012
I ricambi originali, certificati dal costruttore del
prodotto, e contraddistinti dal seguente marchio
DISTRI
PARTS
si trovano solo presso i nostri Centri di Assistenza
Tecnica e Negozi di Ricambi Autorizzati.
11
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising