Casio | XW-G1 | Manuale | Casio XW-G1 Manuale

I
XW-G1
GUIDA DELL’UTILIZZATORE
Conservare tutto il materiale informativo per riferimenti futuri.
Avvertenze sulla sicurezza
Prima di provare ad usare lo strumento, accertarsi di
leggere le “Precauzioni riguardanti la sicurezza” a parte.
XWG1-I-1B
Importante!
Tenere presenti le seguenti importanti informazioni prima di usare questo prodotto.
• Prima di usare il trasformatore CA opzionale per alimentare l’unità, accertarsi innanzitutto di controllare che il trasformatore CA
non sia danneggiato. Controllare attentamente che il cavo di alimentazione non sia rotto, tagliato, non abbia i conduttori esposti
e non presenti altri seri danni. Non lasciare mai che i bambini usino un trasformatore CA seriamente danneggiato.
• Non tentare mai di ricaricare le pile.
• Non usare pile ricaricabili.
• Non usare mai pile vecchie e pile nuove insieme.
• Usare le pile raccomandate o di tipo equivalente.
• Accertarsi sempre che i poli positivo (+) e negativo (–) delle pile siano orientati correttamente come indicato all’interno dello
scomparto pile.
• Sostituire le pile il più presto possibile ai primi segni di scaricamento.
• Non cortocircuitare i terminali delle pile.
• Il prodotto non è idoneo all’uso da parte dei bambini di età inferiore ai 3 anni.
• Usare solo un trasformatore AD-E95100L CASIO.
• Il trasformatore CA non è un giocattolo.
• Accertarsi di scollegare il trasformatore CA prima di pulire il prodotto.
Questo marchio vale soltanto nei paesi dell’UE.
Manufacturer:
CASIO COMPUTER CO., LTD.
6-2, Hon-machi 1-chome, Shibuya-ku, Tokyo 151-8543, Japan
Responsible within the European Union:
CASIO EUROPE GmbH
Casio-Platz 1, 22848 Norderstedt, Germany
● È vietata qualsiasi riproduzione parziale o totale del contenuto di questo manuale. Eccetto che per il proprio uso personale,
qualsiasi altro uso del contenuto di questo manuale senza il consenso della CASIO è proibito dalle leggi sul copyright.
● IN NESSUN CASO LA CASIO SI RITERRÀ RESPONSABILE PER QUALUNQUE DANNO (INCLUDENDO, SENZA
LIMITAZIONE, DANNI PER PERDITE DI PROFITTI, INTERRUZIONE DI LAVORO, PERDITA DI INFORMAZIONI)
DERIVANTE DALL’USO O INABILITÀ D’USO DI QUESTO MANUALE O PRODOTTO, ANCHE SE LA CASIO HA
RICEVUTO AVVISO DELLA POSSIBILITÀ DI TALI DANNI.
● Il contenuto di questo manuale è soggetto a modifiche senza preavviso.
● L’aspetto reale del prodotto potrebbe essere differente da quello mostrato nelle illustrazioni riportate in questa Guida
dell’utilizzatore.
● I nomi di società e di prodotti citati in questo manuale potrebbero essere marchi di fabbrica depositati di altri.
I-1
Indice
Guida generale..............................I-5
Parametri modificabili per timbro
PCM di batteria .......................................................I-31
Parametri modificabili per il timbro di
onda dell’utente ......................................................I-32
Preparativi per iniziare a
suonare..........................................I-8
Controllo dei suoni.....................................I-34
Collegamenti ............................................... I-8
Uso di un pedale .....................................................I-34
Alimentazione.............................................. I-9
Uso di una presa di corrente domestica................... I-9
Uso delle pile.......................................................... I-10
Spegnimento automatico ....................................... I-10
Accessori in dotazione e
accessori opzionali.................................... I-10
Uso delle rotelle (Bender, Modulation) ...................I-34
Uso delle manopole assegnabili .............................I-34
Uso dei cursori ........................................................I-34
Uso del pulsante HOLD ..........................................I-36
Cambio del pitch delle note in passi di semitoni
(Trasposizione) o in passi di ottave
(Spostamento di ottava)..........................................I-36
Applicazione di effetti alle note ..................I-36
Imparare ad eseguire suonando
(Per i principianti del
sintetizzatore) .............................I-11
Esecuzione con i timbri incorporati ........... I-11
Creazione di timbri .................................... I-12
Per configurare le impostazioni degli effetti ............I-37
Salvataggio di un DSP modificato ..........................I-39
Esecuzione automatica
di arpeggi.................................... I-40
Per usare la funzione Arpeggio .................I-40
Uso del sequenziatore di passo e
sequenziatore frasi.................................... I-13
Modifica di un arpeggio .............................I-41
Funzione di arpeggio.............................................. I-13
Cancellazione dei dati di arpeggio ............I-44
Sequenziatore frase ............................................... I-14
Sequenziatore di passo.......................................... I-14
Registrazione e riproduzione
continua di un campione ........................... I-15
Uso della funzione Performance ............... I-16
Esecuzione di un brano dimostrativo
incorporato ................................................ I-17
Conclusione .............................................. I-17
Registrazione e riproduzione
di frasi ......................................... I-45
Per riprodurre una preselezione ................I-45
Per cambiare l’impostazione del tempo ..................I-46
È possibile utilizzare la schermata per la
selezione della frase, per selezionare il
timbro raccomandato per la frase attualmente
selezionata, come vostro timbro per
Parte zona 1. ..........................................................I-46
Selezione e creazione
di timbri .......................................I-18
Per avviare la riproduzione della frase
premendo un tasto della tastiera
(Riproduzione con tasto) ...........................I-46
Descrizione generale ................................ I-18
Registrazione di una nuova frase ..............I-47
Per selezionare un timbro ......................... I-19
Impostazioni dei dati di frase ..................................I-48
Per modificare e salvare un timbro
come timbro dell’utente ............................. I-20
Registrazione su un’altra frase
(Sovraregistrazione) ..................................I-48
Parametri modificabili per il timbro di
Solo Synthesizer .................................................... I-21
Indicatori accanto ai numeri di frase..........I-49
Parametri modificabili per timbri
PCM di melodia (timbri PCM non di batteria) ......... I-30
I-2
Per salvare una frase ................................I-49
Indice
Uso del sequenziatore
di passo .......................................I-50
Come è organizzato il sequenziatore
di passo..................................................... I-50
Riproduzione di una sequenza di passo ... I-52
Modifica di una sequenza
-Modifica semplice .................................... I-52
Per registrare con il sample looper............I-64
Per usare il sequenziatore di passo per
registrare un campione..............................I-69
Per riprodure un campione ........................I-69
Indicatori accanto ai numeri del
campione ...................................................I-70
Per salvare un campione...........................I-70
Per attivare o disattivare uno step.......................... I-53
Per configurare le impostazioni
delle note legate ..................................................... I-53
Uso dei cursori per cambiare le
impostazioni di nota e velocità ............................... I-53
Uso del cursore Master per cambiare
le impostazioni di nota e velocità ........................... I-54
Cambio di assegnazioni ai cursori ......................... I-54
Cambio della funzione assegnata al
cursore Master ....................................................... I-54
Introduzione dei dati di step suonando
sulla tastiera, ecc. .................................................. I-55
Uso del modo Performance ...... I-71
Panoramica ...............................................I-71
Registrazione e richiamo di
performance ..............................................I-71
Per registrare una performance ..............................I-71
Per richiamare una performance ............................I-72
Lista dei parametri modificabili di
performance ..............................................I-73
Cambio del canale Solo1 ....................................... I-55
Altre funzioni utili....................... I-78
Cambio della sincronizzazione di
commutazione pattern............................................ I-56
Uso del mixer ............................................I-78
Sincronizzazione della riproduzione del
sequenziatore di passo con un arpeggio ............... I-56
Cambio del timbro del sequenziatore
di passo..................................................... I-56
Per suonare una parte singola
(modo di assolo)........................................ I-56
Modifica di una sequenza - Avanzato ....... I-56
Per eseguire la modifica avanzata
dei parametri .......................................................... I-56
Cambio delle impostazioni dei cursori....... I-60
Per copiare le impostazioni da un altro cursore ..... I-60
Regolazione istantanea di impostazioni
usando i cursori e pulsanti di step ..........................I-79
Impostazioni del mixer ............................................I-80
Impostazioni globali del sintetizzatore .......I-81
Intonazione
(Intonazione fine del pitch delle note) .....................I-81
Controllo locale .......................................................I-81
Intonazione approssimativa master
(Intonazione del pitch delle note in
passi di semitoni) ....................................................I-81
Modo iniziale di accensione ....................................I-81
Contrasto del display ..............................................I-81
Per salvare una sequenza modificata ....... I-61
Attivazione/disattivazione dello spegnimento
automatico ..............................................................I-81
Concatenamento....................................... I-61
Uso di MIDI................................................I-82
Per creare un concatenamento .............................. I-61
Che cos’è il MIDI?...................................................I-82
Per riprodure un concatenamento.......................... I-62
Impostazioni MIDI ...................................................I-82
Per inizializzare le impostazioni di
concatenamento..................................................... I-62
Cancellazione dei dati salvati sul
sintetizzatore .............................................I-83
Per salvare un concatenamento in
formato SMF ad una scheda di memoria ............... I-63
Registrazione e riproduzione
con il Sample looper ..................I-64
Inizializzazione delle impostazioni
globali e dei dati del sintetizzatore ............I-84
Riproduzione di un brano dimostrativo
o un file da una scheda di memoria ..........I-84
Registrazione del campione...................... I-64
I-3
Indice
Uso di una scheda di
memoria.......................................I-86
Riferimento ................................. I-94
Tipi di dati supportati .............................................. I-86
Risoluzione dei problemi ...........................I-95
Precauzioni per la scheda e lo slot
per la scheda.......................................................... I-87
Caricamento e rimozione di una
scheda di memoria.................................... I-87
Caratteristiche tecniche .............................I-97
Avvertenze per l’uso ..................................I-98
Lista degli effetti DSP ................................I-99
Formattazione di una scheda
di memoria ................................................ I-88
Lista dei tipi di DSP.................................................I-99
Salvataggio dei dati del sintetizzatore
su una scheda di memoria ........................ I-88
Caratteri di introduzione supportati .........I-103
Per salvare i dati del sintetizzatore su una
scheda di memoria ................................................. I-88
Per salvare in blocco tutti i dati del
sintetizzatore ad una scheda di memoria............... I-89
Caricamento dei dati da una scheda di
memoria .................................................... I-90
Per caricare i dati alla memoria del
sintetizzatore da una scheda di memoria............... I-90
Per caricare in blocco tutti i dati della memoria
del sintetizzatore da una scheda di memoria ......... I-90
Per cancellare un file su una scheda
di memoria ................................................ I-90
Per rinominare un file su una scheda
di memoria ................................................ I-91
Riproduzione di un file musicale da
una scheda di memoria............................. I-91
Collegamento ad un
computer .....................................I-92
Requisiti minimi di sistema del
computer ................................................... I-92
Collegamento del sintetizzatore al computer ......... I-92
Salvataggio e caricamento dei dati del
sintetizzatore ad un computer e
modifica dei dati del sintetizzatore
su un computer ......................................... I-93
I-4
Messaggi di errore.....................................I-94
Lista dei parametri DSP ........................................I-100
MIDI Implementation Chart
Guida generale
• Nel presente manuale, i pulsanti, le manopole, i terminali, e le altre parti sono riferiti all’uso di una combinazione di
numeri di gruppo ( ,
, ecc.) e nomi delle parti.
12
Dietro
Sinistra
Centro
Destra
Ripiano
• Il ripiano è leggermente
inclinato. Prestare
attenzione in modo che gli
oggetti appoggiati su di
esso non scivolino via.
• Non appoggiare tazze o
qualsiasi altro contenitore
di liquidi sul ripiano.
In basso a
sinistra
Sinistra
3
1
4
2
5
(Cursori)
1 a 5 sono disposti per facilitare la regolazione di un suono quando lo si ascolta.
1 Usare questi pulsanti per selezionare le funzioni assegnate ai cursori (5) e pulsanti 2. ☞ Pagina I-34
2 Usare questi pulsanti quando si modificano timbri di Solo Synthesizer e per cambiare le parti assegnate ai cursori (5).
I gruppi da
3
4
5
☞ Pagina I-23
Usare queste manopole per regolare l’attacco, il decadimento e altri parametri del suono. ☞ Pagina I-34
Usare questi pulsanti con il sequenziatore di passo per attivare o disattivare ciascuno step o parte. ☞ Pagina I-53
Usare questi cursori per regolare i parametri. Essi vengono inoltre utilizzati per la modifica con il sequenziatore di passo e
il mixer. ☞ Pagine I-34, I-53, I-78
I-5
Guida generale
Centro
6
9
7
bk
8 bm
LCD
Indica il nome di funzione quando il
pulsante viene mantenuto premuto.
bn
bo
bp
(Selettore)
bl
6 Usare il pulsante [POWER] per accendere o spegnere l’alimentazione, e la manopola [VOLUME] per regolare il livello di
volume. ☞ Pagina I-9
7 Usare i tre pulsanti in alto per selezionare il modo del sintetizzatore. Usare i tre pulsanti in basso per modificare e salvare
8
9
il timbro e altri dati, e per configurare le impostazioni generali riguardo il sistema. ☞ Pagine I-11, I-12, I-81
Usare questi pulsanti per regolare il tempo di riproduzione del sequenziatore di passo, frase, ed altro. ☞ Pagina I-46
Usare questi pulsanti per selezionare una parte per la modifica con il sequenziatore di passo o il mixer. ☞
Pagine I-52, I-78
bk Usare questi pulsanti per selezionare uno step per la riproduzione o la modifica con il sequenziatore di passo.
☞ Pagina I-52
bl Usare questi pulsanti per selezionare un pattern del sequenziatore di passo. ☞ Pagine I-11, I-52
bm Usare questi pulsanti per la registrazione e riproduzione del sample looper. ☞ Pagina I-64
bn Usare questi pulsanti per attivare o disattivare le funzioni di arpeggio e hold, e per cambiare le impostazioni di mixer o
effetto. ☞ Pagine I-37, I-40, I-78
bo Usare questi pulsanti per eseguire la registrazione e la riproduzione del sequenziatore frase. ☞ Pagina I-45
bp Usare il selettore per il cambio rapido dei numeri e valori che appaiono sul display. ☞ Pagina I-11
I-6
Guida generale
Destra
bq
br
bs
bq Usare questi pulsanti per selezionare un numero di timbro, numero di performance, ecc. ☞ Pagina I-19
br Usare i sei pulsanti sulla destra per spostare il cursore sullo schermo, e i pulsanti meno (–) e più (+) per cambiare un
valore visualizzato. Premere il pulsante [MENU] per visualizzare un menu di opzioni per l’operazione che si sta eseguendo
attualmente. ☞ Pagina I-20
bs Usare questi tasti per l’alterazione ad un tocco del pitch di un suono. ☞ Pagina I-36
In basso a
sinistra
bt
bt Usare [BENDER] per glissare le note e [MODULATION] per aggiungere il vibrato alle note. ☞ Pagina I-34
Dietro
Vedere la pagina successiva.
I-7
Preparativi per iniziare a suonare
Collegamenti
• Ogni volta che si collega un qualsiasi dispositivo al sintetizzatore, assicurarsi di leggere la documentazione per l’utente fornita
con il dispositivo.
• Questo sintetizzatore non dispone di altoparlanti incorporati. Non verrà riprodotto nessun suono se non si collega qualche
dispositivo per l’uscita audio.
ck Dietro a sinistra
Scheda di memoria (pagina I-86)
Computer (pagina I-92)
Altro strumento musicale elettronico
(pagina I-82)
cl Dietro a destra
(1)
(2)
(3)
(4)
(5)
(6)
(7)
Configurazione e
tipo dipendono
dalla vostra area
geografica.
*1
Pedale
Altro strumento musicale
elettronico
*3
*1
Microfono
Lettore CD, riproduttore
audio, ecc.
I-8
*1
Dispositivo audio,
amplificatore, ecc.
*1
*2
Cuffie
Presa di corrente
domestica
*1 Spina standard (monofonica)
*2 Spina stereo standard
*3 Spina mini stereo
Preparativi per iniziare a suonare
Per fare ciò:
Fare questo:
(1)
Usare un pedale
Collegare un pedale di sustain disponibile opzionalmente. Per informazioni sul
tipo di effetto applicato quando viene premuto il pedale, vedere a pagina I-74.
(2)
Immettere il suono da un altro
strumento musicale elettronico
Usare un cavo di connessione disponibile in commercio per collegare il
terminale di uscita (monofonica) dell’altro strumento musicale al sintetizzatore.*4
• È possibile inoltre applicare effetti ai suoni in ingresso (pagina I-36) e usare i
suoni in ingresso quando si creano nuovi timbri come parte dei timbri del
sintetizzatore (pagina I-21).
(3)
Immettere il suono da un dispositivo
esterno
Usare un cavo di connessione disponibile in commercio per collegare il
terminale di uscita (stereo) di un lettore CD o riproduttore audio portatile al
sintetizzatore.*4
(4)
Immettere il suono esterno usando un
microfono
Collegare un microfono dinamico disponibile in commercio al sintetizzatore.*4
È possibile usare
MIC VOLUME per regolare l’ingresso audio con il
microfono, indipendentemente dall’altro suono.
• Per informazioni sull’applicazione di effetti all’ingresso audio con un
microfono, vedere a pagina I-78. Per informazioni sull’uso di suoni in ingresso
per la creazione di timbri, vedere a pagina I-21.
(5)
Mettere in uscita il suono del
sintetizzatore usando
un’apparecchiatura audio o un
amplificatore
Usare un cavo di connessione disponibile in commercio per collegare il
terminale di ingresso (AUX IN, ecc.) dell’apparecchiatura audio o amplificatore al
sintetizzatore.*4
• Per l’uscita monofonica con un singolo cavo di connessione, collegare il cavo
al terminale L/MONO del sintetizzatore.
(6)
Usare le cuffie
Collegare le cuffie opzionali o disponibili in commercio al sintetizzatore.*4
• Non ascoltare la musica ad un volume troppo elevato per lunghi periodi di
tempo. In tal modo si crea il rischio di arrecare danni all’udito.
(7)
Fornire l’alimentazione al
sintetizzatore
Vedere “Alimentazione” riportato sotto.
cl
*4 Prima di eseguire il collegamento, assicurarsi di spegnere l’alimentazione al sintetizzatore e al dispositivo collegato, e quindi
VOLUME ad un livello ridotto.
abbassare
6
Alimentazione
Predisporre una presa di corrente domestica o pile.
1. Usare il trasformatore CA specificato per
questo sintetizzatore, per collegarlo ad una
presa di corrente domestica.
Presa di corrente domestica
• Assicurarsi di attenersi alle “Precauzioni riguardanti la
sicurezza” fornite separatamente. L’uso non corretto di
questo prodotto comporta il rischio di scossa elettrica
e incendio.
• Assicurarsi sempre di spegnere il prodotto prima di
collegare o scollegare il trasformatore CA, o prima di
inserire o rimuovere le pile.
Uso di una presa di corrente domestica
Assicurarsi di utilizzare solo il trasformatore CA (standard
JEITA, con spina a polarità unificate) specificato per questo
prodotto. L’uso di un tipo differente di trasformatore CA può
causare un malfunzionamento.
Trasformatore CA
• Configurazione e tipo
dipendono dalla vostra
area geografica.
DC 9.5V
2. Premere 6 POWER per accendere
l’alimentazione.
• Per spegnere l’alimentazione, premere di nuovo
POWER.
6
6
Trasformatore CA specificato: AD-E95100L
I-9
Preparativi per iniziare a suonare
4. Premere 6 POWER per accendere
6
• Se si preme
POWER solo leggermente, il display si
illuminerà momentaneamente ma l’alimentazione non
si accenderà. Questo non è indice di
malfunzionamento. Premere
POWER fermamente e
completamente per accendere l’alimentazione.
• Il trasformatore CA diverrà caldo al tocco dopo un uso
molto prolungato. Questo è normale e non è indice di
malfunzionamento.
• Per prevenire la rottura del cavo, prestare attenzione ad
evitare di porre qualsiasi tipo di peso sul cavo di
alimentazione.
6
Non piegare!
Non attorcigliare!
• Non inserire mai oggetti metallici, matite o qualsiasi
altro oggetto nel terminale 9,5 V CC del prodotto. In tal
modo si crea il rischio di incidente.
Uso delle pile
■ Indicazione di pila debole
Di seguito viene mostrata la durata approssimativa delle pile.
Circa 35 ore* (pile alcaline, usando le cuffie CASIO CP-16
opzionali)
* Utilizzando un’impostazione di volume elevato, suonando
con temperature molto basse, e determinate altre
condizioni di esecuzione possono abbreviare la durata
delle pile.
Il livello basso delle pile viene indicato quando appare il
messaggio “Battery Low” e gli indicatori mostrati sotto
lampeggiano sul display. Sostituire le pile con quelle nuove.
Indicatore di pile deboli (lampeggiante)
Spegnimento automatico
È possibile utilizzare sei pile di formato D per alimentare
il prodotto.
• Utilizzare pile alcaline o allo zinco-carbone.
Non utilizzare mai pile Oxyride o qualsiasi altro tipo di pile a
base di nichel.
1. Aprire il coperchio dello scomparto pile che si
trova sulla parte inferiore del sintetizzatore.
2. Inserire sei pile di formato D nello scomparto
pile.
• Assicurarsi che i terminali positivo + e negativo - delle
pile siano rivolti come mostrato nell’illustrazione.
3. Inserire le linguette del coperchio nei fori
posizionati al lato dello scomparto pile, e
chiudere il coperchio.
Linguette
I-10
l’alimentazione.
Il sintetizzatore si spegne automaticamente per evitare lo
spreco di energia se non viene eseguita nessuna operazione
per un tempo prestabilito. Il tempo di attivazione dello
spegnimento automatico è di sei minuti con l’alimentazione
delle pile, e di quattro ore con l’alimentazione del
trasformatore CA.
• È possibile disabilitare lo Spegnimento automatico
disattivando l’impostazione “Spegnimento automatico”
descritto nella sezione “Impostazioni globali del
sintetizzatore” (pagina I-81).
Accessori in dotazione e
accessori opzionali
L’uso di accessori non autorizzati comporta il rischio di
incendio, scossa elettrica e lesioni fisiche.
• È possibile avere informazioni sugli accessori che sono
venduti separatamente per questo prodotto, dal catalogo
CASIO disponibile dal vostro rivenditore, e dal sito web
CASIO al seguente URL.
http://world.casio.com/
Imparare ad eseguire suonando
(Per i principianti del sintetizzatore)
Questo capitolo vi permette di iniziare con le operazioni di
base ad usare realmente il sintetizzatore, evitando di
impantanarsi troppo in dettagli teorici e tecnici. Questo è il
modo ottimale di iniziare per quelli che usano per la prima
volta un sintetizzatore.
■ Tre modi del sintetizzatore
Modo Performance
Usare questo modo per la
riproduzione e l’esecuzione. Esso
abilita la prestazione ad alto livello
con categorie di timbri, un
sequenziatore di passo, ed altro
ancora.
Modo Timbro
Usare questo modo per la
creazione di timbri. È possibile
selezionare un singolo timbro e
modificarlo nella maniera
desiderata.
Modo Sequenziatore di
passo
Questo modo è per la creazione di
dati del sequenziatore di passo
(serie).
Allora, andiamo ad iniziare!
Esecuzione con i timbri
incorporati
Premere 6 POWER per accendere l’alimentazione.
Il sintetizzatore introduce inizialmente il suo modo
Performance.
6
Qui, andiamo a selezionare un timbro per ascoltare come
esso suona.
I timbri sono suddivisi in quattro categorie. Ruotare il
selettore
per selezionare il numero di timbro che si
desidera. In alternativa, è anche possibile usare i pulsanti
spazio per introdurre i numeri di timbri specifici (pagina I-19).
bp
Categoria
Modo Performance
Numero
Il modo Performance è eccellente per il tocco a piena potenza
del sintetizzatore durante le esecuzioni, ma esso è un po’
troppo avanzato per la nostra spiegazione di base presentata
qui. Per adesso, iniziamo con alcune operazioni di base nel
modo Timbro.
Premere
7 TONE per introdurre il modo Timbro.
7
Modo Timbro
Modo Performance
bq
Modo Sequenziatore di passo
Nome
Panoramica
Da P000 a
P099
Solo Synthesizer
Timbri tradizionali di
sintetizzatore analogico
Da P100 a
P399
Timbro PCM di
melodia
Timbro PCM di
batteria
Questi timbri vi
consentono di usare i
suoni campionati per
riprodurre suoni da una
varietà di strumenti
differenti.
–
Timbro di onda
dell’utente
Salvataggio di timbri
registrati con il sample
looper.
• Per maggiori informazioni, vedere a pagina I-19.
Come prima cosa, andiamo a vedere come suona un timbro
di Solo Synthesizer. Ruotare il selettore
per selezionare
un numero di timbro.
bp
Illuminato
Modo Timbro
I-11
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
Eseguire qualche brano sulla tastiera per ascoltare come
suona il timbro. Usare
VOLUME per regolare il volume.
• Notare che i timbri di Solo Synthesizer sono monofonici. Se
si premono più tasti, suonerà solo la nota dell’ultimo tasto
premuto.
6
Creazione di timbri
La creazione di timbri costituisce realmente la principale utilità
circa l’uso di un sintetizzatore. Iniziando da un timbro
preimpostato, è possibile cambiare vari parametri per creare
un timbro che rappresenta il vostro proprio suono originale.
7
Con questa impostazione, premendo il pulsante
EDIT
sono disponibili una serie di straordinarie possibilità di
modifica (pagina I-20). Inoltre, è possibile anche usare i
cursori
per alterare facilmente i timbri senza usare il
pulsante
EDIT. Qui prenderemo una visione semplificata
della modifica di un timbro di Solo Synthesizer. Questa
procedura viene spiegata con maggiori dettagli più avanti in
questo manuale.
5
7
Solo Synthesizer è realmente una categoria che contiene 100
timbri incorporati (preimpostazione*). Quello che viene
riprodotto qui è solo uno di essi. Ora andiamo ad eseguire
alcuni altri timbri preimpostati in questa categoria.
* Sono disponibili anche “timbri dell’utente”, che sono quelli
che voi create e memorizzate per un richiamo successivo.
I termini “preimpostazione” e “utente” vengono anche
utilizzati per altri tipi di dati, come ad esempio i dati del
sequenziatore di passo, dati di performance, ecc.
7
Premere
TONE e quindi ruotare il selettore
selezionare un numero di timbro.
bp per
br
Premere il pulsante
più (+). Ogni pressione aumenta il
numero di timbro preimpostato e cambia l’impostazione del
timbro.
br
Dietro
Suonare alcune note sulla tastiera. Allo stesso tempo, ruotare
le manopole
ASSIGNABLE KNOBS. Questa operazione
cambierà le caratteristiche del timbro con cui si sta suonando.
Eseguire le regolazioni finché il timbro suona nella maniera da
voi desiderata.
3
Avanti
Numero di timbro
Esempio: Ruotando K1 mentre è selezionato P:000 come
timbro
Nome del timbro
• Ruotare a destra per rendere il timbro più
brillante.
• Ruotare a sinistra per rendere il timbro più
cupo.
P: Preimpostazione
U: Utente
È possibile utilizzare le stesse operazioni per selezionare i
timbri nelle altre categorie oltre a Solo Synthesizer, in modo
da sperimentare personalmente per ricercare quali timbri
sono disponibili.
Dopo aver terminato, è possibile salvare il risultato come un
timbro dell’utente.
7
Premere
WRITE per introdurre la modalità di salvataggio.
La destinazione del salvataggio apparirà sulla schermata del
display.
Destinazione del salvataggio
U: Numero utente
000: Numero di timbro 000
bp
br
Usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e più (+) per
specificare il numero di timbro dove si desidera salvare il
vostro timbro dell’utente.
I-12
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
br
Successivamente, premere il pulsante
in basso (w) per
cambiare alla schermata di introduzione del nome di timbro.
Esempio:
Per richiamare un timbro dell’utente memorizzato, usare la
stessa procedura come quella per il richiamo dei timbri
preimpostati. Proviamo a richiamare il timbro da noi appena
salvato.
• Prima di specificare il numero di timbro, premere
PRESET/USER per introdurre la modalità di selezione di
timbro dell’utente.
bq
bq
Illuminato (Indica il timbro dell’utente selezionato.)
Cursore: posizione di introduzione
br
sinistra (U) e destra (I) per spostare il
Usare i pulsanti
cursore tra le posizioni di introduzione, e i pulsanti di
numero di timbro
per immettere caratteri.
• L’illustrazione riportata sotto mostra le lettere che ciascuno
dei pulsanti di numero di timbro
introduce. Ogni
pressione di un pulsante cambia ciclicamente le lettere o
commuta le impostazioni assegnate ad esso. Per
informazioni su quali tipi di caratteri sono supportati, vedere
a pagina I-103.
Timbro dell’utente
bq
bq
A questo punto avete preso padronanza con i passi più
semplici che si richiedono per modificare e salvare i timbri. Ma
non ci si deve fermare qui. Il vostro sintetizzatore dispone di
una straordinaria dotazione di altre caratteristiche, funzioni e
strumenti per la modifica dei timbri. Dedicare del tempo per il
loro apprendimento e si acquisirà la capacità di modificare i
timbri ad alto livello. Ricercare anche in “Selezione e
creazione di timbri” a pagina I-18.
Simboli (Parte 1)
Numeri
MNO
ABC
DEF
GHI
PQRS
TUV
WXYZ
(Commutazione carattere
maiuscolo/minuscolo)
JKL
Simboli (Parte 2)
br
• Inoltre è possibile usare i pulsanti
meno (–) e più (+) o
il selettore
per scorrere tra i caratteri.
bp
br
Dopo che il nome di timbro è come si desidera, premere
ENTER. Questa operazione farà apparire “Replace?” (Vuoi
sostituire il timbro attuale?) sul display.*1
Premere
YES per salvare il timbro dell’utente.*2
*1 Il salvataggio dei dati ad un numero di timbro, cancella
qualsiasi dato che è stato precedentemente assegnato a
quel numero.
*2 Se non si desidera salvare i dati, premere
NO invece
di YES.
br
br
• Si raccomanda di eseguire il backup di tutti i dati salvati
nella memoria del sintetizzatore, ad una scheda di memoria
o un disco rigido del computer. Per salvare i dati ad una
scheda di memoria, vedere “Uso di una scheda di
memoria” (pagina I-86). Per salvare i dati ad un computer,
vedere “Collegamento ad un computer” (pagina I-92).
Uso del sequenziatore di passo e
sequenziatore frasi
Il vostro sintetizzatore esegue molto di più che creare timbri.
Esso è anche dotato di una serie di funzioni che supportano
straordinariamente ritmi e frasi espressive che abbelliscono le
vostre esecuzioni. Questa sezione fornisce una semplice
introduzione ad alcune di queste funzioni.
Funzione di arpeggio
Premere
bn
bn ARPEGGIO in modo che il pulsante si illumini.
Illuminato
Premere qualsiasi tasto sulla tastiera. La funzione di arpeggio
farà suonare la nota assegnata al tasto in un ciclo continuo.
Il loop si interromperà quando si rilascia il tasto della tastiera.
Premendo due o tre tasti della tastiera, verranno riprodotte a
ciclo continuo le note dei tasti da voi premuti. Premendo tre o
più tasti, verrà riprodotto un arpeggio (talvoltavolta riferito
come un “accordo arpeggiato”).
I-13
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
Sono disponibili una varietà di differenti tipi di arpeggio
incorporati. È possibile selezionarne uno alla stessa maniera
come per la selezione di un timbro preimpostato, modificarlo,
e quindi salvarlo come un tipo di arpeggio dell’utente.
Passiamo alla procedura per la selezione di un tipo di
arpeggio preimpostato.
• Gli arpeggi di questo sintetizzatore sono suddivisi in gruppi
di 10 tipi denominati “banchi”. Sono disponibili un totale di
10 banchi di arpeggi numerati da 0 a 9, con 10 arpeggi in
ciascun banco, per un totale di 100 arpeggi.
bn
Mantenere premuto
ARPEGGIO finché non appare sul
display la schermata mostrata sotto.
Titolo schermata (tipo arpeggio)
Numero di banco-tipo
Preimpostazione
Per prima cosa, premere
pulsante si illumini.
bo
bo KEY PLAY in modo che il
Illuminato
Questo è il modo di riproduzione con tasto. Premendo un
tasto della tastiera durante il modo di riproduzione con tasto,
si avvierà automaticamente la riproduzione di una frase.
Premendo un altro tasto, si eseguirà la frase usando un pitch
differente. Nel modo di riproduzione con tasto, la tastiera può
essere utilizzata per eseguire sequenzialmente una frase con
pitch differenti per creare un effetto interessante.
Il capitolo principale del sequenziatore frase tratta
informazioni su come è possibile registrare le vostre frasi e
riprodurle quando lo si desidera. Per maggiori informazioni,
vedere “Registrazione di una nuova frase” a pagina I-47.
bp
Ora ruotare il selettore
e selezionare un tipo di frase
preimpostata, alla stessa maniera con cui si seleziona un
timbro (pagina I-11).
Per maggiori dettagli sugli arpeggi, vedere “Esecuzione
automatica di arpeggi” a pagina I-40.
Sequenziatore frase
Sequenziatore di passo
Iniziamo la nostra spiegazione del sequenziatore di passo
ascoltando alcuni dati di sequenze preimpostate.
Premere
di passo.
7 STEP SEQ per introdurre il modo Sequenziatore
7
Per dare un’idea su cosa è una frase musicale, andiamo ad
ascoltare una frase preimpostata.
Illuminato
bo
Mantenere premuto
KEY PLAY finché non appare sul
display la schermata mostrata sotto.
Modo Sequenziatore di passo
Modo Sequenziatore frase
Numero di banco-frase
Preimpostazione
Preimpostazione
Nome sequenza
Nome frase
bo
Premere
PLAY/STOP. Questa operazione avvierà la
riproduzione di una delle frasi preimpostate incorporate del
sintetizzatore. Successivamente, provare a ruotare il
selettore
e selezionare altre frasi preimpostate.
bp
bo
PLAY/STOP, è anche possibile avviare la
Invece di usare
riproduzione di una frase premendo un tasto sulla tastiera.
Vediamo come questo opera.
I-14
Numero di banco-sequenza
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
Alla stessa maniera di quando si seleziona un timbro, è
possibile usare il selettore
per selezionare la sequenza
che si desidera. Per adesso, procediamo a selezionare la
sequenza preimpostata 2-3, e quindi premere
START/
STOP. In questo modo si avvierà la riproduzione della
sequenza da voi selezionata.
bp
bk
Registrazione e riproduzione
continua di un campione
Di seguito viene mostrato un semplice esempio di come usare
il sample looper per campionare un suono e creare un loop.
Collegare l’altro strumento musicale elettronico da cui si
desidera registrare il campione o un microfono al
sintetizzatore. (Vedere a pagina I-8.)
bk
bm
Premere
REC per visualizzare la schermata LOOPER
REC (impostazione di registrazione sample looper).
• Usare i pulsanti
cursore (q, w) e i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare l’impostazione “Rec
Mode” a “NORM-AT” e l’impostazione “Length” a “04bt”.
br
Ogni sequenza dispone di otto variazioni (pattern), che è
possibile selezionare usando i pulsanti
PATTERN da 1 a
8. Sperimentare con la selezione dei vari pattern per avere
un’idea di quello che è disponibile.
br
Schermata di impostazione del modo di registrazione
bl
Esempio: Per selezionare Pattern 3
bl
Illuminato: Pattern selezionato
Modo di registrazione automatica
bm
Premere di nuovo
REC.
Il pulsante
REC lampeggerà. Questa operazione
introdurrà il modo di avvio registrazione automatica.
bm
Il sequenziatore di passo utilizza nove (da 8 a 16) delle
16 parti della sorgente sonora del sintetizzatore, che fornisce
ogni completo supporto per ritmi molto complessi. È possibile
ricercare in qualsiasi momento quali parti stiano mettendo in
uscita il suono, controllando il misuratore di livello sul display
del sintetizzatore.
bm
Lampeggiante
Parti 11 e 14 non utilizzate
Mettere in uscita il suono sull’altro strumento musicale
elettronico o microfono, oppure suonare qualche brano sul
sintetizzatore. Il sintetizzatore rileverà il suono e avvierà la
registrazione.
• Il pulsante
REC si illumina quando inizia la
registrazione.
bm
Parte selezionata per la modifica (e)
4
Quando viene riprodotta la sequenza, i pulsanti
(da 1 a
16) si attivano e disattivano continuamente, indicando il
movimento delle note della parte che è in fase di modifica (la
parte indicata dal puntatore (e) nell’illustrazione riportata
sopra. Questa è la maniera in cui il sequenziatore di passo
produce ripetutamente i 16 step.
È possibile selezionare una parte per la modifica usando i
pulsanti
PART meno (–) e più (+). Usare il cursore
per modificare singoli step. Per maggiori informazioni, vedere
a pagina I-50.
9
5
Dopo che la registrazione di quattro battute è completata, si
avvia automaticamente la riproduzione di un loop di quello
che è stato registrato.
• Il pulsante
REC inizia a lampeggiare ad alta velocità e
la sovraregistrazione è in pausa. Qualsiasi cosa che si
esegue in questo momento non viene sovraregistrato nel
campione, in modo da rendere possibile eseguire un duetto
con ciò che avete registrato precedentemente, oppure
esercitarsi per una futura sovraregistrazione.
bm
Quello che abbiamo visto qui è appena una piccola parte dei
numerosi e variati ritmi che possono essere riprodotti dal
vostro sintetizzatore. Assicurarsi di dare un’occhiata alla
procedura riportata in “Uso del sequenziatore di passo” a
pagina I-50 per ricercare come è possibile creare le vostre
proprie sequenze originali.
I-15
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
Quando si è pronti per iniziare la sovraregistrazione, premere
di nuovo
REC, in modo che il pulsante
REC
interrompa di lampeggiare e rimanga illuminato fisso.
• Qualunque cosa che si esegue in questo momento viene
sovraregistrata su ciò che è stato precedentemente
registrato.
• Ogni pressione di
REC commuta tra la riproduzione
loop e la sovraregistrazione.
bm
bm
7
Configurare prima sempre la Parte zona 1. Premere
PERFORM e
TONE contemporaneamente per introdurre
il modo Quick Tone (timbro rapido), che è possibile utilizzare
per la modifica semplice di una Performance.
7
7
bm
Per arrestare la registrazione, premere
bm PLAY/STOP.
Modo Quick Tone
Per i dettagli, vedere “Registrazione e riproduzione con il
Sample looper” (pagina I-64).
Timbro della parte zona in modifica
Uso della funzione Performance
Se avete letto tutte le informazioni riportate in questa parte
introduttiva del manuale, siete pronti finalmente per iniziare ad
utilizzare la funzione Performance. Nel modo Timbro, avete
compreso come sia possibile selezionare un timbro singolo e
suonarlo sulla tastiera. Nel modo Performance, è possibile
eseguire simultaneamente fino ad un massimo di quattro
timbri. È inoltre possibile usare il modo Performance per
registrare il timbro, il sequenziatore di passo, e altre
impostazioni, come preimpostazioni denominate
“Performance”. Una Performance può essere richiamata in
qualsiasi momento, anche mentre si sta suonando, per
cambiare istantaneamente la preimpostazione del
sequenziatore.
Premere
7 PERFORM per introdurre il modo Performance.
7
Parte zona in modifica
Se il puntatore (e) sul display non è sotto 1, usare i pulsanti
9 PART meno (–) e più (+) per spostarlo a 1.
Dopo essersi assicurati che il puntatore (e) è posizionato a 1,
usare
per selezionare il timbro per la Parte
zona 1.
bl bp bq br
9
PART meno (–) e più
Successivamente, usare i pulsanti
(+) per spostare il puntatore sul display (e) a 2, e quindi
utilizzare la stessa procedura come descritto sopra per
selezionare un timbro per la Parte zona 2. Ripetere il passo
riportato sopra per le Parti zona 3 e 4.
Dopo aver selezionato i timbri per ciascuna delle parti di zona,
premere
EXIT per ritornare alla schermata di modo
Performance. Successivamente, eseguire qualche brano
sulla tastiera per valutarne il suono. Tutti e quattro i timbri da
voi selezionati sopra vengono riprodotti.
br
Illuminato
Modo Performance
Numero di banco-performance
Indicatore di modifiche in corso
Preimpostazione
Nome Performance
La tastiera nel modo Performance utilizza i quattro timbri
selezionati come Parte zona da 1 a 4. Per maggiori
informazioni sulle parti di zona e loro timbri, vedere
“Selezione e creazione di timbri” a pagina I-18.
• I timbri di Solo Synthesizer possono essere assegnati solo
alla Parte zona 1.
I-16
L’indicatore di punto esclamativo ( ! ) sul display indica che ci
sono modifiche in corso che non sono state ancora salvate.
Premere
WRITE per introdurre la modalità di salvataggio.
Successivamente, eseguire la stessa procedura che si utilizza
quando si salva un timbro dell’utente, per salvare i vostri dati
di Performance dell’utente.
7
Imparare ad eseguire suonando (Per i principianti del sintetizzatore)
Esempio: Per salvare la performance al Banco 2
dell’utente, Performance 1
Indicatore di modifiche salvate
Esecuzione di un brano
dimostrativo incorporato
Usare la procedura riportata sotto per eseguire un brano
dimostrativo incorporato che mostra la piena versatilità del
sintetizzatore.
Premere
Nome indicante i dati di performance “Aura Lee”
• L’indicatore di modifiche in corso ( ! ) e l’indicatore di
modifiche salvate ( * ) sono anche utilizzati in altri modi
dove i dati vengono modificati e salvati (timbri,
sequenziatore di passo, ecc.)
Quando si desidera eseguire il brano “Aura Lee”, richiamare
semplicemente Performance dell’utente 2-1 per configurare
istantaneamente il sintetizzatore con i quattro timbri da voi
registrati sopra. Provare a richiamare un numero di
Performance differente, e quindi richiamare la Performance
dell’utente 2-1.
In aggiunta ai timbri della tastiera, è anche possibile registrare
una varietà di altre impostazioni come dati di Performance.
Una maniera efficace per usare i banchi dovrebbe essere
quella per il richiamo come banchi di brani specifici. Ad
esempio, Banco 2 per “Aura Lee”, Banco 3 per un altro brano,
ecc. Per maggiori informazioni, vedere “Uso del modo
Performance” a pagina I-71.
7 SETTING e 7 WRITE contemporaneamente.
7
br
ENTER. Questa operazione
Successivamente, premere
avvierà la riproduzione dei brani dimostrativi.
• Usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per selezionare un
brano differente, e
START/STOP per arrestare la
riproduzione del brano dimostrativo. Per maggiori
informazioni, vedere a pagina I-84.
br
bk
Conclusione
Il numero di timbro e altre impostazioni da voi configurate sul
sintetizzatore vengono mantenute in memoria anche quando
si spegne l’alimentazione. Per informazioni sul ripristino delle
impostazioni ai loro valori iniziali di default, vedere
“Inizializzazione delle impostazioni globali e dei dati del
sintetizzatore” a I-84.
Questo completa la sezione per i principianti del
sintetizzatore. Vedere le altre sezioni di questo manuale per
informazioni dettagliate sugli argomenti spiegati brevemente
in questa sezione. Dedicare del tempo e non affrettarsi,
assicurandosi che si sia compreso completamente
l’argomento quando si procede personalmente. Se si hanno
dei problemi con qualsiasi termine usato in questo manuale, è
possibile ricercare maggiori informazioni sul sito web o
consultando un libro di riferimento sui sintetizzatori o sulla
musica elettronica.
In breve tempo sarete in grado di apprezzare
la piena potenzialità della creazione di suoni!
I-17
Selezione e creazione di timbri
7
3
bn bo bp
bq
br
bs
5
9
bl
Descrizione generale
I timbri di questo sintetizzatore sono realizzati dalle 16 parti mostrate sotto, più le parti introdotte esternamente. Questo capitolo
spiega come selezionare, modificare, e salvare i timbri usando Parte zona 1 * nel modo Timbro (pagina I-11).
Esso inoltre spiega la funzione Effetto che può essere utilizzata per accrescere i timbri ed i controlli che possono essere usati per
eseguire vari cambiamenti in un timbro quando lo si esegue.
Numero di
parte
Nome di parte
Caratteristiche
Parte zona 1*
Questa è la parte principale del sintetizzatore. Questa parte viene riprodotta
ogniqualvolta si suona sulla tastiera. È possibile sia selezionare il timbro da
assegnare alla Parte zona 1 che modificare il timbro attualmente assegnato.
Da 2 a 4
Parti zona da 2 a 4*
Queste parti possono essere eseguite solo nel modo Performance. Paragonate con
Parte zona 1, sono limitate le vostre possibilità di assegnare e modificare i timbri
assegnati a queste parti (pagina I-71).
Da 5 a 6
Tasto multifunzione
Queste parti vengono utilizzate da Frase 1 (numero Parte 5) e Frase 2 (numero
Parte 6), che sono assegnate dalla funzione del tasto multifunzione (pagina I-73).
7
Guida, Preconteggio
Utilizzate dalla guida e/o preconteggio quando si registra una frase (pagina I-47).
Da Batteria 1 a Accordo
Parti di note del sequenziatore di passo (pagina I-40).
Ingresso esterno
Ci sono timbri che vengono immessi tramite le prese jack
(pagina I-78).
1
Da 8 a 16
–
cl MIC IN, INST IN
* Informazioni sulle zone e parti di zona
Le operazioni con la tastiera, pedale, pulsante ed altro, non solo influenzano i timbri preimpostati del sintetizzatore, ma esse
sono anche inviate come dati MIDI e influiscono su qualsiasi dispositivo esterno (strumento musicale elettronico o computer)
collegato al sintetizzatore.
Le impostazioni che si applicano ad entrambe le parti interna ed esterna, sono collettivamente riferite come una “zona”, mentre
le parti della sorgente sonora incorporata del sintetizzatore che corrispondono ad una zona vengono chiamate “parti di zona”. Ad
esempio, se si seleziona un timbro con Zona 2 del sintetizzatore, quel timbro può essere la parte che corrisponde alla Parte
zona 2 della sorgente sonora interna oppure al Canale MIDI 2 di un dispositivo esterno.
• È possibile cambiare le relazioni tra le zone ed i canali MIDI (pagina I-73).
I-18
Selezione e creazione di timbri
Sorgente sonora
incorporata
Parte zona 1
Impostazioni di
Zona 1
Parte zona 2
Impostazioni di
Zona 2
Parte zona 3
Impostazioni di
Zona 3
Parte zona 4
Impostazioni di
Zona 4
Dispositivo
esterno
(Canale MIDI 1)
(Canale MIDI 2)
(Canale MIDI 3)
(Canale MIDI 4)
Per selezionare un timbro
1. Premere 7 TONE.
Il pulsante si illuminerà e il sintetizzatore introdurrà il modo Timbro.
2. Premere bq PRESET/USER per selezionare i timbri preimpostati o timbri dell’utente.
• I timbri preimpostati vengono selezionati quando il pulsante non è illuminato, mentre i timbri dell’utente vengono selezionati
quando il pulsante è illuminato.
3. Usare i tasti numerici (da 0 a 9) bq per immettere un numero di timbro.
bp
br
• È anche possibile selezionare un numero di timbro ruotando il selettore
.
• Un’altra maniera per cambiare il numero di timbro è di utilizzare i pulsanti
meno (–) e più (+) per diminuire o aumentare
il numero visualizzato. Premendo i pulsanti
meno (–) e più (+) contemporaneamente, si salterà al primo timbro nella
categoria attualmente selezionata (vedere la sezione successiva).
br
■ Panoramica sulle categorie di timbro
Categoria
Numero di timbri
Numero
Preimpostazioni
Utente
Nome
P000-P099 U000-U099
Solo Synthesizer
P100-P399 U100-U199
Timbro PCM di
melodia
P400-P419 U300-U309
Timbro PCM di
batteria
–
U200-U210
Timbro di onda
dell’utente
Descrizione
Questa categoria contiene timbri tradizionali di
sintetizzatore analogico. È possibile selezionare una
forma d’onda come base, e quindi modificare i tre
elementi di un suono (pitch, timbro, volume) per
creare esattamente il suono che si desidera.
Monofonico.
I timbri in questa categoria vi consentono di utilizzare
suoni campionati per riprodurre i suoni da una varietà
di strumenti differenti.
Modifica la forma d’onda di un suono registrato con il
sample looper (pagina I-64). La forma d’onda di un
suono può essere modificata e salvata come un
timbro di onda dell’utente.
• Il timbro di onda dell’utente U210 è un timbro che
viene cambiato in tempo reale dalla registrazione
del sample looper.
Preimpostazioni
Utente
100
100
300
100
20
10
–
11
• Per una lista completa dei timbri, vedere la sezione “Appendice” separata.
I-19
Selezione e creazione di timbri
Introduce un gruppo.
Per modificare e salvare un
timbro come timbro dell’utente
1. Selezionare il timbro che si desidera
Chiude un gruppo.
bp
Selezionano
la voce.
br
modificare.
• È possibile selezionare un timbro preimpostato o un
timbro dell’utente esistente per la modifica.
2. Premere 7 EDIT.
Questa operazione visualizzerà la schermata iniziale della
lista per la modifica del timbro.
Esempio: Prima pagina della lista per la modifica del
timbro di Solo Synthesizer
Cambiano l’impostazione.
Scorrono le pagine.
4. Dopo aver concluso le modifiche, premere 7
EDIT.
Titolo della lista
In questo modo si esce dalla lista per la modifica del
timbro.
• L’indicatore di modifiche in corso ( ! ) sul display indica
che ci sono modifiche in corso che non sono state
ancora salvate. Le vostre modifiche andranno perse se
si cambia ad un’altra operazione senza salvarle. Se si
desidera salvare le vostre modifiche, avanzare al punto
5 riportato sotto.
Indicatore di modifiche in corso
Lista
3. Usare br per selezionare la voce che si
desidera e cambiare l’impostazione selezionata.
• È anche possibile cambiare l’impostazione ruotando il
selettore
.
• Per maggiori dettagli sul contenuto visualizzato, vedere
le informazioni presentate per ciascuna categoria di
timbro nelle sezioni di questo manuale, da “Parametri
modificabili per il timbro di Solo Synthesizer” (pagina
I-21) a “Parametri modificabili per il timbro di onda
dell’utente” (pagina I-32).
bp
Esempio: Per selezionare la voce “Volume” (Volume)
sulla schermata iniziale e cambiare la sua
impostazione a 055
Le opzioni su questa schermata sono gruppi, costituiti
di voci multiple. Selezionando un gruppo e premendo
ENTER si introdurrà il gruppo.
br
Pagina
5. Premere 7 WRITE e quindi salvare il vostro
timbro modificato come un timbro dell’utente.
• Per informazioni su come salvare i dati dell’utente,
vedere la procedura per il salvataggio dei dati di timbro
dell’utente (pagina I-12).
• Per informazioni su come cancellare i timbri dell’utente,
vedere a pagina I-83.
• Le impostazioni di alcune delle voci sulla lista per la
modifica del timbro possono essere cambiate usando i
cursori del sintetizzatore, senza passare attraverso la lista
per la modifica del timbro. Vedere “Controllo dei suoni”
nella sezione seguente.
■ Salvataggio di timbri dell’utente ad un
dispositivo esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
Indicatore per la selezione della voce
I-20
Impostazione
Selezione e creazione di timbri
Parametri modificabili per il timbro di Solo Synthesizer
I timbri di Solo Synthesizer sono sintetizzati combinando i timbri dei sei blocchi, da numero (1) a (6), nell’illustrazione riportata
sotto. Prima di eseguire realmente la modifica di un timbro, si deve dedicare del tempo per familiarizzare con la struttura e i dettagli
di ciascun blocco.
■ Diagramma di configurazione del timbro di Solo Synthesizer
(2) Blocco Synth OSC2
(9) Blocco LFO2
(8) Blocco LFO1
(1) Blocco Synth OSC1
EG*
EG*
EG*
EG*
OSC Synth
Filtro
Amplificatore
LFO
Ai blocchi da (1) a (7)
(4) Blocco PCM OSC2
(3) Blocco PCM OSC1
EG*
EG*
EG*
(7) Blocco totale
EG*
OSC PCM
Filtro
Amplificatore
Uscita
Filtro
DSP Solo
Synthesizer
(5) Blocco suono ingresso esterno
EG*
EG*
EG*
Ai blocchi da (1) a (9)
MIC IN
Traspositore
pitch
Filtro
Amplificatore
(10) Controller
•
•
•
•
•
•
INST IN
(6) Blocco Noise
Generatore
Noise
EG*
EG*
Filtro
Amplificatore
Tastiera
Pedale
HOLD
Bender
Modulazione
Ricezione messaggi MIDI
bn
(Controller virtuali)
* Envelope Generator (Generatore di inviluppo)
I-21
Selezione e creazione di timbri
Descrizione
(1) Blocco sintetizzatore OSC1
“OSC” è un’abbreviazione di “oscillator” (oscillatore), dove viene prodotto realmente un suono.
Questi due blocchi sintetizzatore OSC creano il suono utilizzando un’onda sinusoidale, onda a
denti di sega, o altra forma d’onda di base, proprio come un sintetizzatore analogico.
• Synth OSC: Genera il suono di base e determina il pitch.
• Filtro: Taglia alcune delle frequenze per regolare il timbro.
• Amplificatore: Regola il volume.
• Tre EG (generatori di inviluppo):
Controllano i cambiamenti nel pitch, timbro, volume ed altri parametri, in base al tempo.
L’illustrazione a fianco mostra un esempio di un inviluppo di volume.
Volume
(2) Blocco sintetizzatore OSC2
Tempo
Attack
Sustain
Decay
(3) Blocco PCM OSC1
(4) Blocco PCM OSC2
Release 2
Release 1
Questo blocco crea il suono in base ai suoni PCM (stessa qualità sonora come i suoni nella
categoria timbri PCM). Per informazioni su come i parametri modificabili di questo blocco
differiscono da quelli per i blocchi OSC riportati sopra, vedere “Parametri modificabili dei
blocchi da (1) a (6)” (pagina I-23).
(5) Blocco suono ingresso
esterno
Invece di un oscillatore, questo blocco crea il suono in base ai suoni in ingresso tramite le
prese jack
MIC IN e INST IN del sintetizzatore. La gamma di cambiamento del pitch del
suono prodotto da questo blocco è limitata.
(6) Blocco Noise
Al posto di un oscillatore, questo blocco crea il suono in base al noise generato da uno speciale
generatore di noise. Il pitch del suono prodotto da questo blocco non può essere modificato.
(7) Blocco totale
Questo blocco combina i segnali da (1) a (6) ed invia il timbro completato ai filtri e DSP (un tipo
di effetto).
(8) Blocco LFO1
(9) Blocco LFO2
(10) Controller
I-22
cl
“LFO” è un’abbreviazione di “low-frequency oscillator” (oscillatore a bassa frequenza). Gli LFO
inviano informazioni sulla forma d’onda a ciascun blocco che viene utilizzato come base per la
modulazione, tremolo e altri effetti di reverbero.
I controller includono la tastiera, bender, ed altri controller, come anche i messaggi MIDI.
Messaggi di controllo vengono inviati ai blocchi da (1) a (9) per controllare i timbri.
Una funzione di controller virtuale può essere utilizzata per configurare liberamente le
combinazioni di tipi di controller (sorgenti) ed i parametri controllati (destinazioni) per eseguire
tali azioni come “cambiamento del volume quando viene premuto il pedale”.
Selezione e creazione di timbri
■ Parametri modificabili dei blocchi da (1) a (6)
5
3) possono essere utilizzati per una regolazione facile e veloce di alcuni parametri
• I nove cursori ( ) e quattro manopole (
riportati nella lista sotto (pagina I-34).
Preparativi
Eseguire i seguenti passi dalla schermata nel punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro
dell’utente” a pagina I-20.
1. Selezionare “OSC Block >Ent” e quindi premere br ENTER per introdurre il gruppo.
2. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per selezionare il blocco che si desidera modificare.
Blocco
Syn1: Sintetizzatore OSC1
Syn2: Sintetizzatore OSC2
PCM1: PCM OSC1
PCM2: PCM OSC2
Ext: Ingresso esterno
Noise: Noise
Lista dei parametri modificabili
• Le celle ombreggiate indicano un gruppo costituito da voci multiple. Premere
ENTER per visualizzare le voci che
costituiscono un gruppo.
• (V) alla fine di una voce sul display, indica una voce che può essere selezionata come una destinazione del controller virtuale
Blocco (10) (pagina I-29).
br
Testo visualizzato
Descrizione
Impostazioni
OSC On Off
Attivazione/disattivazione OSC (OSC On/Off). Selezionando “off” si disattiva l’intero
blocco.
Oscillator >Ent
(solo Blocco da (1) a (5))
Oscillatore (oscillator). Gruppo di parametri modificabili associati con il pitch del
sintetizzatore OSC, PCM OSC, e con la trasposizione del pitch.
• Questo gruppo può essere introdotto eseguendo il punto 1 riportato in “Per
modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” (pagina I-20) e quindi
EDIT.
tenendo premuto
Off, On
7
Synth Wave
(solo Blocchi (1) e (2))
PCM Wave
(solo Blocchi (3) e (4))
Onda sintetizzatore (SYNTH WAVE), onda PCM (PCM WAVE). Seleziona l’onda di
base per un suono generato dal sintetizzatore OSC o PCM OSC.
• Un’onda di cui viene visualizzato il nome con “L” o “B” accanto ad essa, suonerà
con un’intonazione di un’ottava inferiore rispetto a quella reale. Nel caso di un’onda
“B”, non verrà emesso nessun suono quando si preme un tasto della tastiera
superiore a C5.
• Per maggiori dettagli sui tipi d’onda, vedere la sezione “Appendice” separata.
Vedere l’“Appendice”
• Questa voce non è presente in Blocco (5).
separata.
• Le suddivisioni (split) di un timbro di onda dell’utente (User Wave) possono essere
assegnate come onde PCM. I nomi di onda dell’utente consistono nel testo
“UserWave”, seguito da due numeri separati da un trattino (come ad esempio:
UserWave 1-2). Il numero alla sinistra del trattino (1 nell’esempio), è un numero
dell’utente da 1 a 10 oppure la lettera R (dati registrati del sample looper). Il numero alla
destra del trattino (2 nell’esempio), è un numero di split da 1 a 5. Se i dati includono
un’onda, viene aggiunto un asterisco (*) all’inizio del nome di onda dell’utente.
Pitch (V)
Pitch (pitch). Regola i valori massimo e minimo del pitch entro una gamma di ±2
ottave. Un’impostazione di –256 abbassa il pitch di due ottave, mentre
un’impostazione di 255 aumenta il pitch di due ottave.
Da –256 a 0, a +255
Detune (detune). Regolazione fine dell’accordatura.
Da –256 a 0, a +255
Detune (V)
Key follow (key follow). Regola l’ammontare del cambiamento del pitch tra i tasti
adiacenti della tastiera. Un valore più alto rappresenta un cambiamento maggiore.
Esempio: Quando Key Follow Base è il tasto C4 della tastiera
Key Follow = 127
Key Follow = 64
KeyFollow (V)
Da –128 a 0, a +127
D4
C#4
C4
Bb4
C4
C#4
Key Follow = 0
Key Follow
Key Follow = -127
Key Follow Base
I-23
Selezione e creazione di timbri
Testo visualizzato
Descrizione
Impostazioni
KeyFolBase (V)
Base di Key follow (key follow base). Tasto della tastiera che è il centro di key follow.
Da C- a G9*
• Il valore di impostazione può essere specificato utilizzando i tasti della tastiera.
Env.Depth (V)
Profondità di inviluppo (envelope depth). Specifica come viene applicato l’inviluppo
mostrato sotto.
Da –64 a 0, a +63
Inviluppo del pitch (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo
(Envelope Generator) applicati al sintetizzatore OSC, PCM OSC, e al traspositore di
pitch.
• La figura riportata sotto si applica anche al filtro, amplificatore, ed altri inviluppi. Con
l’inviluppo del pitch, l’intonazione del suono corrisponde all’asse verticale (Level).
Level
AL
RL1
SL
Envelope >Ent
IL
RL2
AT
IL :
AT :
AL :
DT :
SL :
DT
Livello iniziale
Tempo di attacco
Livello di attacco
Tempo di decadimento
Livello di sustain
RT1
RT1 :
RL1 :
RT2 :
RL2 :
RT2
Time
Tempo di rilascio1
Livello di rilascio1
Tempo di rilascio2
Livello di rilascio2
Init.Level (V)
Livello iniziale (initial level). Pitch del suono all’attivazione della nota iniziale.
Da –64 a 0, a +63
Atk.Time (V)
Tempo di attacco (attack time). Tempo che si richede finché dal livello iniziale viene
raggiunto il livello di attacco.
Da 0 a 127
Atk.Level (V)
Livello di attacco (attack level). Livello obiettivo raggiunto immeditamente dopo
l’attivazione della nota.
Da –64 a 0, a +63
Dcy.Time (V)
Tempo di decadimento (decay time). Tempo che si richiede per il suono a
raggiungere il livello di sustain dal livello di attacco.
Da 0 a 127
Sus.Level (V)
Livello di sustain (sustain level). Il livello del suono è sostenuto per tutto il tempo in
cui rimane premuto un tasto o il pedale.
Da –64 a 0, a +63
Rel.Time1 (V)
Tempo di rilascio 1 (release time 1). Tempo che si richede per raggiungere il Livello
di rilascio 1 dopo che viene rilasciato un tasto.
Da 0 a 127
Rel.Level1 (V)
Livello di rilascio 1 (release level 1). Livello obiettivo raggiunto immediatamente dopo
Da –64 a 0, a +63
che viene rilasciato un tasto.
Rel.Time2 (V)
Tempo di rilascio 2 (release time 2). Tempo che si richede per raggiungere Livello di
Da 0 a 127
rilascio 2 da Livello di rilascio 1.
Rel.Level2 (V)
Livello di rilascio 2 (release level 2). Secondo livello obiettivo raggiunto dopo che
viene rilasciato un tasto.
Clk.Trig
Off, 1/4, 1/3, 1/2, 2/3,
Clock trigger (clock trigger). Specifica il numero di battute per reimpostare l’inviluppo.
1, 3/2, 2, 3, 4, 1/4U,
Selezionando un’impostazione da 1/4U a 4U si reimposta alla sincronizzazione in
1/3U, 1/2U, 2/3U, 1U,
levare.
3/2U, 2U, 3U, 4U
Da –64 a 0, a +63
Ext.Trig
Trigger esterno (external trigger). Quando è attivato, l’inviluppo viene reimpostato da
Off, On
(solo Blocco (5)) un trigger esterno.
LFO1 Depth (V)
Profondità LFO1 (LFO1 depth). Specifica come viene applicato LFO1 da Blocco (8).
Da –64 a 0, a +63
LFO2 Depth (V)
Profondità LFO2 (LFO2 depth). Specifica come viene applicato LFO2 da Blocco (9).
Da –64 a 0, a +63
PulseWidth
(solo Blocchi (1) e (2)) (V)
Ampiezza impulso (pulse width). Regola l’ampiezza dell’onda quadra quando l’onda
del sintetizzatore è un’onda quadra.
Da 0 a 127
Profondità PWM LFO1 (PWM LFO1 depth). Regola la profondità della modulazione
di ampiezza impulso tramite LFO1.
PWM
PWM LFO1 Dep
(solo Blocchi (1) e (2)) (V)
I-24
Da –64 a 0, a +63
Selezione e creazione di timbri
Testo visualizzato
Descrizione
Impostazioni
PWM LFO2 Dep
(solo Blocchi (1) e (2)) (V)
Profondità PWM LFO2 (PWM LFO2 depth). Regola la profondità della modulazione
di ampiezza impulso tramite LFO2.
Da –64 a 0, a +63
Sync OSC
(solo Blocco (2))
Sincronizzazione oscillatore (Sync OSC). Attivando questa voce si reimposta l’onda
del suono del Blocco (2) concordemente con il periodo dell’onda del suono del
Blocco (1), determinando la loro sincronizzazione.
Off, On
OriginalKey
(solo Blocco (5)) (V)
Tasto originale (original key). Seleziona i tasti della tastiera dove il suono di ingresso
esterno al Blocco (5) viene riprodotto inalterato con il suo pitch originale.
Da C- a G9*
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
MicInstLvl
(solo Blocco (5)) (V)
Livello microfono/strumento (Mic/inst level). Livello del suono di ingresso esterno al
Blocco (5).
Da 0 a 127
TrigThresh
(solo Blocco (5)) (V)
Soglia trigger (trigger threshold). Specifica il valore di soglia del livello di ingresso
esterno che determina se viene applicato oppure no un trigger di ingresso esterno
(pagina I-24).
Da 0 a 127
TrigRelease
(solo Blocco (5)) (V)
Tempo di rilascio del trigger (trigger release time). Regola il tempo seguente
l’azionamento del trigger (pagina I-24) di ingresso esterno affinché la successiva
operazione di trigger sia bloccata.
Da 0 a 127
P.ShiftMode
(solo Blocco (5))
Modo traspositore di pitch (pitch shifter mode). Un valore di impostazione maggiore
allunga il tempo fino all’inizio della nota, ma accresce la qualità del timbro. Quando
questa impostazione è disattivata, suona lo stesso pitch indifferentemente da quale
tasto della tastiera viene premuto.
Off, 1, 2, 3
P.ShiftMix
(solo Blocco (5))
Miscelazione traspositore di pitch (pitch shifter mix). Specifica il rapporto di volume
tra il suono con pitch variato (suono shift) e il suono non variato.
0: Solo suono con pitch variato
7: Entrambi i suoni allo stesso volume
15: Solo il suono originale
Da 0 a 15
Noise Type (solo Blocco (6))
Tipo di noise (noise type). Seleziona il tipo di noise generato da Blocco (6). Rumore
bianco (rumore uguale per tutte le frequenze), rumore rosa (noise inversamente
proporzionale alla frequenza) e altri tipi di noise sono disponibili.
• Per una lista completa dei tipi di noise, vedere la sezione “Appendice” separata.
Vedere l’“Appendice”
separata.
Filter >Ent
Filtro (filter). Gruppo di parametri modificabili associati con i filtri (timbri) in ciascun
blocco.
Guadagno (gain). Specifica come viene attenuato il volume delle componenti di
frequenza che sono più alte rispetto al valore di impostazione della frequenza di
taglio descritto sotto. Non c’è nessun taglio quando qui viene specificato “Flat”.
–18 dB, –12 dB,
–6 dB, –3 dB, Flat
Cutoff (V)
Frequenza di taglio (cutoff frequency). Specifica la frequenza di taglio del filtro.
Da 0 a 15
TouchSense (V)
Sensibilità al tocco (touch sense). Specifica il grado di cambiamento nel filtro
concordemente con il cambiamento del tocco con cui si suona la tastiera.
Da –64 a 0, a +63
KeyFollow (V)
Key follow (key follow). Regola l’ammontare di cambiamento del filtro tra i tasti
adiacenti della tastiera. Un valore più alto rappresenta un cambiamento maggiore.
Da –128 a 0, a +127
KeyFolBase (V)
Base di key follow (key follow base). Tasto della tastiera che è il centro di key follow.
Da C- a G9*
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Env.Depth (V)
Profondità di inviluppo (envelope depth). Specifica come viene applicato l’inviluppo
mostrato sotto.
Da –64 a 0, a +63
Envelope >Ent
Inviluppo del filtro (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo
(Envelope Generator) applicati ai filtri.
• Per i dettagli sulle voci di gruppo e gamme di impostazione, vedere “Inviluppo del
pitch”. Con questo gruppo, l’asse verticale (Level) nel diagramma di inviluppo del
pitch corrisponde a come viene applicato il filtro.
Da 0 a 127 (da livello
iniziale a livello di
rilascio 2)
• Le gamme di
impostazione per
Clock Trigger e
Trigger di ingresso
esterno sono le
stesse come quelle
per Inviluppo del
pitch.
LFO1 Depth (V)
Profondità LFO1 (LFO1 depth). Specifica come viene applicato LFO1 da Blocco (8).
Da –64 a 0, a +63
LFO2 Depth (V)
Profondità LFO2 (LFO2 depth). Specifica come viene applicato LFO2 da Blocco (9).
Da –64 a 0, a +63
Gain
Amp >Ent
Amplificatore (Amp). Gruppo di parametri modificabili associati con l’amplificatore
(volume) in ciascun blocco.
Volume (V)
Volume (volume). Specifica il volume dell’amplificatore.
Da 0 a 127
TouchSense (V)
Sensibilità al tocco (touch sense). Specifica il grado di cambiamento in volume
concordemente con il cambiamento del tocco con cui si suona la tastiera.
Da –64 a 0, a +63
KeyFollow (V)
Key follow (key follow). Regola l’ammontare di cambiamento del volume tra i tasti
adiacenti della tastiera. Un valore più alto rappresenta un cambiamento maggiore.
Da –128 a 0, a +127
I-25
Selezione e creazione di timbri
Testo visualizzato
KeyFolBase (V)
Descrizione
Impostazioni
Base di key follow (key follow base). Tasto della tastiera che è il centro di key follow.
Da C- a G9*
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Envelope >Ent
Inviluppo amplificatore (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo
(Envelope Generator) applicati all’amplificatore.
• Per i dettagli sulle voci di gruppo, vedere “Inviluppo del pitch”. Nel caso di questo
gruppo, l’asse verticale (Level) nel diagramma di inviluppo del pitch corrisponde al
volume. Tutavia, la gamma di impostazione per le nove voci da Livello iniziale a
Livello di rilascio 2 è da 0 a 127, che è differente dalle voci di inviluppo del pitch.
Da 0 a 127 (da livello
iniziale a livello di
rilascio 2)
• Le gamme di
impostazione per
Clock Trigger e
Trigger di ingresso
esterno sono le
stesse come quelle
per Inviluppo del
pitch.
LFO1 Depth (V)
Profondità LFO1 (LFO1 depth). Specifica come viene applicato LFO1 da Blocco (8).
Da –64 a 0, a +63
LFO2 Depth (V)
Profondità LFO2 (LFO2 depth). Specifica come viene applicato LFO2 da Blocco (9).
Da –64 a 0, a +63
Legato
Legato (Legato). Attivando questa impostazione, le note successive verranno
suonate uniformemente e unite.
Off, On
Portamento
Portamento (Portamento). Attivando questa impostazione, si applica un effetto di
portamento.
• Questa voce non è presente in Blocco (6).
Off, On
PortaTime (V)
Tempo di portamento (Portamento Time). Specifica il tempo fino al raggiungimento
della nota successiva tramite il Portamento.
• Questa voce non è presente in Blocco (6).
Da 0 a 127
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
I-26
Selezione e creazione di timbri
■ Blocco (7): Parametri modificabili del filtro di Blocco totale
Preparativi
Sulla schermata che appare nel punto 2 riportato in “Per modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” (pagina I-20),
selezionare “Total Filter >Ent” e quindi premere
ENTER per introdurre il gruppo.
br
Lista dei parametri modificabili
• Le celle ombreggiate indicano un gruppo costituito da voci multiple. Premere
ENTER per visualizzare le voci che
costituiscono un gruppo.
• (V) alla fine di una voce sul display, indica una voce che può essere selezionata come una destinazione del controller virtuale
Blocco (10) (pagina I-29).
br
Testo
visualizzato
Descrizione
Impostazioni
FilterType
Tipo di filtro (filter type). Seleziona il tipo di filtro.
LPF: Filtro passa basso. Taglia le componenti di gamma alta sopra la frequenza di taglio.
BPF: Filtro passa banda. Taglia le componenti di gamma bassa e gamma alta esterne ad una
gamma centrata sulla frequenza di taglio.
HPF: Filtro passa alto. Taglia le componenti di gamma bassa sotto la frequenza di taglio.
Fare riferimento alla cella
a sinistra.
Cutoff (V)
Frequenza di taglio (cutoff frequency). Specifica la frequenza di taglio di tutti i timbri di Solo
Synthesizer.
Da 0 a 127
Resonance (V)
Risonanza (resonance). Accentua le note in vicinanza della frequenza di taglio per alterare il timbro. Da 0 a 127
TouchSense (V)
Sensibilità al tocco (touch sense). Specifica il grado di cambiamento nel filtro concordemente con il
cambiamento del tocco con cui si suona la tastiera.
Da –64 a 0, a +63
KeyFollow (V)
Key follow (key follow). Regola l’ammontare di cambiamento del filtro tra i tasti adiacenti della
tastiera. Un valore più alto rappresenta un cambiamento maggiore.
Da –128 a 0, a +127
KeyFolBase (V)
Base di key follow (key follow base). Tasto della tastiera che è il centro di key follow.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Da C- a G9*
Env.Retrig
Retrigger del generatore di inviluppo (envelope generator retrigger). Attivando questa impostazione
si ripristina il filtro ogni volta che si preme un tasto della tastiera.
Off, On
Env.Depth (V)
Profondità di inviluppo (envelope depth). Specifica come viene applicato l’inviluppo mostrato sotto.
Da –64 a 0, a +63
Envelope >Ent
Inviluppo del filtro totale (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo (Envelope
Generator) applicati ai filtri di Blocco totale.
• Per i dettagli sulle voci di gruppo, vedere “Inviluppo del pitch”. Con questo gruppo, l’asse verticale
(Level) nel diagramma di inviluppo del pitch corrisponde a come viene applicato il filtro.
Da 0 a 127 (da livello
iniziale a livello di
rilascio 2)
• Le gamme di
impostazione per Clock
Trigger e Trigger di
ingresso esterno sono
le stesse come quelle
per Inviluppo del pitch.
LFO1 Depth (V)
Profondità LFO1 (LFO1 depth). Specifica come viene applicato LFO1 da Blocco (8).
Da –64 a 0, a +63
LFO2 Depth (V)
Profondità LFO2 (LFO2 depth). Specifica come viene applicato LFO2 da Blocco (9).
Da –64 a 0, a +63
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
I-27
Selezione e creazione di timbri
■ Blocco (8): LFO1 e Blocco (9): Parametri modificabili di LFO2
Preparativi
Eseguire i seguenti passi dalla schermata nel punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro
dell’utente” a pagina I-20.
1. Selezionare “LFO >Ent” e quindi premere br ENTER per introdurre il gruppo.
2. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per selezionare il blocco che si desidera modificare.
Lista dei parametri modificabili
• (V) alla fine di una voce sul display, indica una voce che può essere selezionata come una destinazione del controller virtuale
Blocco (10) (pagina I-29).
Testo
visualizzato
Descrizione
Impostazioni
Tipo di onda (wave type). Specifica uno dei seguenti tipi d’onda da utilizzare per LFO.
Sin
(Onda sinusoidale)
Puls 1:3
(Onda quadra 1:3)
Tri
(Onda triangolare)
Puls 2:2
(Onda quadra 2:2)
Saw up
(Onda a dente di
sega verso l’alto)
Puls 3:1
(Onda quadra 3:1)
Saw down
(Onda a dente di
sega verso il basso)
Random
(Random)
WaveType
Fare riferimento alla cella
a sinistra.
Sync
Sincronizzazione (sync). Specifica con quale LFO viene sincronizzato.
Off: Nessuna sincronizzazione
Tempo: Sincronizzato con la battuta specificata dalla sincronizzazione clock (vedere sotto).
LFO1 (Può essere selezionato solo con LFO2.): Sincronizzato con LFO1.
Fare riferimento alla cella
a sinistra.
Rate (V)
Rate (rate). Specifica la velocità di LFO (frequenza). Questa impostazione è abilitata quando
l’impostazione di sincronizzazione (sync) riportata sopra viene disabilitata.
Da 0 a 127
Clk.Sync
Sincronizzazione clock (clock sync). Specifica il numero di battute sincronizzate con la frequenza di
LFO. Selezionando un’impostazione da 1/4U a 4U si fa corrispondere con la sincronizzazione del
levare.
• Questa impostazione è valida solo quando l’impostazione di sincronizzazione è “Tempo”.
1/4, 1/3, 1/2, 2/3, 1, 3/2,
2, 3, 4, 1/4U, 1/3U, 1/2U,
2/3U, 1U, 3/2U, 2U, 3U,
4U
Depth (V)
Profondità (depth). Specifica come viene applicato LFO.
Da 0 a 127
Delay (V)
Ritardo (delay). Specifica il grado di ritardo nella sincronizzazione per l’applicazione di LFO.
Da 0 a 127
Rise (V)
Aumento (rise). Specifica il tempo che si richiede dall’inizio di applicazione dell’LFO fino a quando
l’effetto raggiunge il livello specificato dal parametro Depth riportato sopra.
Da 0 a 127
Mod.Depth (V)
Profondità di modulazione (modulation depth). Specifica come viene applicata la modulazione
all’LFO.
Da 0 a 127
I-28
Selezione e creazione di timbri
■ Blocco (10): Parametri modificabili dei controller per il Controller virtuale
Questi controller sono dei controller virtuali per la regolazione di qualsiasi parametro modificabile (destinazioni) con qualsiasi
metodo di ingresso (sorgente).
Preparativi
Eseguire i seguenti passi dalla schermata nel punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro
dell’utente” a pagina I-20.
1. Selezionare “VirtualCtrl >Ent” e quindi premere br ENTER per introdurre il gruppo.
• I controller sono numerati da 1 a 8, e sono assegnati ai cursori
5 (da 1/9 a 8/16).
2. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per selezionare il numero del controller che si desidera
modificare.
Lista dei parametri modificabili
Testo
visualizzato
Source
Descrizione
Impostazioni
Sorgente (source). Specifica il metodo di introduzione.
Off: Nessuno
Da CC00 a CC97: Cambio controllo MIDI*
NoteOnKeyNum: Numero di tasto del messaggio MIDI note on
NoteOnVel: Valore di velocità del messaggio MIDI note on
Ch.Pressure: Aftertouch del canale MIDI
BENDER dal centro verso l’alto
Bend Up: Operazione di
Bend Down: Operazione di
BENDER dal centro verso il basso
MODULATION
Modulation: Operazione
LFO1: LFO1 (Blocco (8))
LFO2: LFO2 (Blocco (9))
Fare riferimento alla cella
a sinistra.
bt
bt
bt
* Per maggiori dettagli su ciascuna impostazione, fare riferimento alla documentazione di
Implementazione MIDI (http://world.casio.com/) e ad altra documentazione MIDI.
Depth
Dest
Profondità (depth). Specifica come viene applicato il controller virtuale.
Da –128 a 0, a +127
Destinazione (destination). Specifica il parametro di destinazione per un’operazione di controller
virtuale.
• Off
• Parametri di Blocco da
(1) a (9) (pagine da I-23
a I-28) le cui voci
“Testo visualizzato”
hanno “(V)” riportato.
• Parametri DSP (pagina
I-100)
■ Altre voci modificabili
Questa sezione spiega i parametri che non sono parte dei blocchi descritti fino a questo punto. Queste impostazioni non solo si
applicano a Solo Synthesizer, ma anche ai timbri di altre categorie.
Preparativi
Visualizzare la schermata del punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” a
pagina I-20.
Lista dei parametri modificabili
• Le celle ombreggiate indicano un gruppo costituito da voci multiple. Premere
costituiscono un gruppo.
Testo
visualizzato
br ENTER per visualizzare le voci che
Descrizione
Impostazioni
DSP On/Off
(Soltanto timbri
non di Solo
Synthesizer)
Attivazione/disattivazione DSP (DSP on/off). Specifica se il DSP deve o no essere applicato ai
timbri.
ENTER si introduce la schermata per la
• Quando questa impostazione è attivata, premendo
modifica di DSP (pagina I-39).
• Questa voce non viene visualizzata sulla lista per la modifica del timbro di Solo Synthesizer.
DSP Edit >Ent
Modifica DSP (DSP Edit). Gruppo delle funzioni modificabili degli effetti DSP (pagina I-36). Premere
ENTER per avanzare alla schermata per la modifica di DSP.
Disabilitata quando l’impostazione di attivazione/disattivazione DSP riportata sopra è disattivata.
Volume
Volume (volume). Specifica il volume principale.
Da 0 a 127
Rev.Send
Invio reverbero. Specifica come viene applicato il reverbero (pagina I-36) ad un timbro.
Da 0 a 127
Cho.Send
(Solo timbri non
di Solo
Synthesizer)
Invio chorus. Specifica come viene applicato il chorus (pagina I-36) ad un timbro.
• Questa voce non viene visualizzata sulla lista per la modifica del timbro di Solo Synthesizer.
Da 0 a 127
br
Off, On
br
I-29
Selezione e creazione di timbri
Parametri modificabili per timbri PCM di melodia (timbri PCM non di batteria)
Sono presenti due tipi di parametri: parametri modificabili specifici dei timbri PCM di melodia, e gli stessi parametri che si applicano
alle altre categorie di timbri.
I set batteria nei timbri PCM hanno parametri editabili differenti. Per maggiori informazioni su di essi, vedere “Parametri modificabili
per timbro PCM di batteria”.
■ Parametri modificabili per timbro PCM non di set batteria
Preparativi
Visualizzare la schermata del punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” a
pagina I-20.
Lista dei parametri modificabili
Testo
visualizzato
Descrizione
Impostazioni
Atk.Time
Tempo di attacco (attack time). Specifica il tempo che si richiede per raggiungere il valore di picco
dall’esecuzione della nota.
Da –64 a 0, a +63
Rel.Time
Tempo di rilascio (release time). Specifica il tempo che si richiede per un suono sostenuto a
decadere dopo che un tasto viene rilasciato.
Da –64 a 0, a +63
Cutoff
Frequenza di taglio (cutoff frequency). Specifica la frequenza di taglio del timbro.
Da –64 a 0, a +63
Vib.Type
Tipo di vibrato (vibrato type). Specifica uno dei seguenti tipi d’onda da utilizzare per il vibrato.
Sin (onda sinusoidale), Tri (onda triangolare), Saw (onda a dente di sega), Sqr (onda quadra)
Sin, Tri, Saw, Sqr
Vib.Depth
Profondità vibrato (vibrato depth). Specifica come viene applicato il vibrato.
Da –64 a 0, a +63
Vib.Rate
Velocità vibrato (vibrato rate). Specifica la velocità del vibrato (frequenza).
Da –64 a 0, a +63
Vib.Delay
Ritardo vibrato (vibrato delay). Specifica il ritardo nella sincronizzazione per l’applicazione del
vibrato.
Da –64 a 0, a +63
Oct.Shift
Spostamento di ottava (octave shift). Cambia l’intonazione delle note in unità di ottave.
Da –2 a 0, a +2
TouchSense
Sensibilità al tocco (touch sense). Specifica il grado di cambiamento in volume concordemente con il
cambiamento del tocco con cui si suona la tastiera.
Da –64 a 0, a +63
■ Parametri modificabili comuni alle altre categorie di timbri
Vedere “Altre voci modificabili” a pagina I-29.
I-30
Selezione e creazione di timbri
Parametri modificabili per timbro PCM di batteria
I parametri modificabili qui descritti sono per i timbri di set batteria. Sono presenti due tipi di parametri: parametri modificabili
specifici dei timbri PCM di batteria, e gli stessi parametri che si applicano alle altre categorie di timbri.
■ Parametri modificabili per timbro PCM di set batteria
Preparativi
Visualizzare la schermata del punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” a
pagina I-20.
Lista dei parametri modificabili
• Le celle ombreggiate indicano un gruppo costituito da voci multiple. Premere
Testo visualizzato
br ENTER per visualizzare le voci che costituiscono un gruppo.
Descrizione
Impostazioni
Modifica strumento (instrument edit). Gruppo di parametri modificabili per
timbro di batteria per ciascuna tastiera.
• Premere un tasto della tastiera per specificare la tastiera da modificare.
• Questo gruppo può essere introdotto eseguendo il punto 1 riportato in “Per
modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” (pagina I-20) e quindi
EDIT.
tenendo premuto
Inst Edit >Ent
(Da C- a G9*)
7
Selezione strumento (instrument select). Gruppo di parametri modificabili per
timbro. La pressione dei tasti della tastiera (Velocità) viene divisa in quattro
gamme di velocità. Ciascuna gamma può essere configurata per eseguire un
timbro differente (Inst Number).
PART meno (–) e più (+) per selezionare la gamma che
• Usare i pulsanti
si desidera modificare.
9
Inst Number
Inst Select >Ent
[1]
[2]
[3]
[4]
Non può
essere
specificata.
gamma 1 gamma 2 gamma 3 gamma 4
0
[1]
[2]
[3]
[4]
127 Velocity
Velocity Range Hi
Inst Number
Numero strumento (instrument number). Seleziona l’onda del timbro di batteria
assegnata a ciascuna gamma di velocità.
• Per maggiori dettagli sui tipi d’onda, vedere la sezione “Appendice” separata.
• Le suddivisioni (split) di un timbro di onda dell’utente (User Wave) possono
essere assegnate come numeri di strumento. I nomi di onda dell’utente
Vedere l’“Appendice”
consistono nel testo “UserWave”, seguito da due numeri separati da un
separata.
trattino (come ad esempio: UserWave 1-2). Il numero alla sinistra del trattino
(1 nell’esempio), è un numero dell’utente da 1 a 10 oppure la lettera R (dati
registrati del sample looper). Il numero alla destra del trattino (2 nell’esempio),
è un numero di split da 1 a 5. Se i dati includono un’onda, viene aggiunto un
asterisco (*) all’inizio del nome di onda dell’utente.
VelRangeHi
Velocità superiore della gamma (velocity range high). Determina il limite
superiore di ciascuna gamma di velocità.
Da 0 a 127
Volume
Volume (volume). Specifica il volume del suono di batteria.
Da –128 a 0, a +127
Pan
Pan (pan). Specifica la posizione stereo del suono di batteria.
Da –64 a 0, a +63
Rev.Send
Invio reverbero. Specifica come viene applicato il reverbero ad un timbro di
batteria.
Da 0 a 127
NoteOffMode
Modo note off (note off mode). Attivando questa impostazione, la funzione note
off viene eseguita quando si rilascia un tasto.
Off, On
Assign Grp
Gruppo di assegnazione (assign group). Specifica un valore da 1 a 15 il cui
gruppo deve essere assegnato alla tastiera attualmente selezionata. Solo una
tastiera in un gruppo suona in qualsiasi momento (non polifonico).
Off, da 1 a 15
Pitch LFO >Ent
Pitch LFO (pitch LFO). Gruppo di LFO modificabili applicati al pitch.
WaveType
Tipo di onda (wave type). Specifica un tipo di onda da utilizzare per LFO.
I dettagli delle onde selezionabili sono gli stessi come quelli per “WaveType” in
“Blocco (8): LFO1 e Blocco (9): Parametri modificabili di LFO2” (pagina I-28).
Sin, Tri, SawUp,
SawDown, Puls1:3,
Puls2:2, Puls3:1
Rate
Rate (rate). Specifica la velocità di LFO (frequenza).
Da 0 a 127
Depth
Profondità (depth). Specifica come viene applicato LFO.
Da –128 a 0, a +127
Delay
Ritardo (delay). Specifica il grado di ritardo nella sincronizzazione per
l’applicazione di LFO.
Da 0 a 127
I-31
Selezione e creazione di timbri
Testo visualizzato
Descrizione
Impostazioni
Rise
Aumento (rise). Specifica il tempo che si richiede dall’inizio di applicazione
dell’LFO fino a quando l’effetto raggiunge il livello specificato dal parametro
Depth riportato sopra.
Da 0 a 127
Mod.Depth
Profondità di modulazione (modulation depth). Specifica come viene applicata
la modulazione all’LFO.
Da 0 a 127
After Depth
After depth (after depth). Specifica il cambiamento di LFO quando viene
ricevuto l’aftertouch del canale MIDI.
Da 0 a 127
Amplificatore LFO (amp LFO). Gruppo di LFO modificabili applicati al volume.
Le voci all’interno di un gruppo e le gamme di impostazione sono le stesse
come quelle per “LFO (Pitch LFO)”, riportato sopra.
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
Amp LFO >Ent
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
■ Parametri modificabili comuni alle altre categorie di timbri
Per informazioni sui timbri di Solo Synthesizer, vedere “Altre voci modificabili” a pagina I-29.
Parametri modificabili per il timbro di onda dell’utente
Sono presenti due tipi di parametri modificabili per il timbro di onda dell’utente: parametri modificabili che sono specifici per la
categoria dei timbri di onda dell’utente e i parametri che si applicano anche alle altre categorie di timbri.
■ Paramentri di timbro specifici per la categoria dei timbri di onda dell’utente
Preparativi
Visualizzare la schermata nel punto 2 della procedura riportata in “Per modificare e salvare un timbro come timbro dell’utente” a
pagina I-20.
Lista dei parametri modificabili
• Le celle ombreggiate indicano un gruppo costituito da voci multiple. Premere br ENTER per visualizzare le voci che costituiscono un gruppo.
Testo visualizzato
Split Edit >Ent
Parametro
9
Volume
I-32
Descrizione
Modifica split (split edit). Gruppo di parametri modificabili per split registrati con il sample
looper.
PART meno (–) e più (+) per commutare gli split.
• Usare i pulsanti
Volume (volume). Specifica il volume.
Da 0 a 127
Pan
Pan (pan). Specifica la posizione stereo del suono.
Da –64 a 0, a 63
CoarseTune
Intonazione approssimativa (coarse tune). Cambia l’intonazione delle note in unità di
semitoni.
Da –24 a 0, a 24
Fine Tune
Intonazione fine (fine tune). Esegue l’intonazione fine del pitch del suono. Abbassa il valore
fino a –256, oppure aumenta il valore fino a +255 in passi di semitoni.
Da –256 a 0, a 255
CutOff
Frequenza di taglio (cutoff frequency). Specifica la frequenza di taglio di un timbro di onda
dell’utente.
Da 0 a 127
TouchSense
Sensibilità al tocco (touch sense). Specifica il grado di cambiamento in volume
concordemente con il cambiamento del tocco con cui si suona la tastiera.
Da –64 a 0, a 63
KeyFollow
Key follow (key follow). Regola l’ammontare del cambiamento del pitch tra i tasti adiacenti
della tastiera. Un valore più alto rappresenta un cambiamento maggiore.
Da –128 a 0, a 127
KeyFolBase
Base di key follow (key follow base). Tasto della tastiera che è il centro di key follow.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Da C- a G9*
P.Env.Depth
Profondità inviluppo del pitch (pitch envelope depth). Specifica come gli inviluppi vengono
applicati al pitch.
Da –64 a 0, a 63
Pitch Env >Ent
Inviluppo del pitch (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo (Envelope
Generator) applicati al pitch.
Init.Level
Livello iniziale (initial level). Pitch del suono all’attivazione della nota iniziale.
Da –64 a 0, a 63
Atk.Time
Tempo di attacco (attack time). Tempo che si richede finché viene raggiunto Livello 0 dal
livello iniziale.
Da 0 a 127
Rel.Time
Tempo di rilascio (release time). Tempo che si richede per raggiungere il Livello di rilascio
dopo che viene rilasciato un tasto.
Da 0 a 127
Rel.Level
Livello di rilascio (release level). Livello obiettivo raggiunto immediatamente dopo che
viene rilasciato un tasto.
Da –64 a 0, a 63
Selezione e creazione di timbri
Testo visualizzato
Descrizione
Parametro
Amp Env >Ent
Inviluppo amplificatore (envelope). Gruppo di parametri modificabili per inviluppo
(Envelope Generator) applicati all’amplificatore.
• Per dettagli sulle voci di gruppo, vedere “Inviluppo del pitch” (pagina I-24). Nel caso di
questo gruppo, l’asse verticale (Level) nel diagramma di inviluppo del pitch corrisponde
al volume. Tutavia, la gamma di impostazione per le nove voci da Livello iniziale a Livello
di rilascio 2 è da 0 a 127, che è differente dalle voci di inviluppo del pitch. Notare, tuttavia,
che non c’è nessuna voce di Clock Trigger sul menu “Amp Env >Ent” del timbro
dell’utente.
Da 0 a 127 (da livello
iniziale a livello di
rilascio 2)
• La gamma del
Trigger di ingresso
esterno è uguale a
quella per “Inviluppo
del pitch”.
KeyRangeLow
Tasto inferiore della gamma (key range low). Imposta la gamma inferiore della tastiera
effettiva per la riproduzione suddivisa.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Da C- a G9*
KeyRangeHi
Tasto superiore della gamma (key range high). Imposta la gamma superiore della tastiera
effettiva per la riproduzione suddivisa.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Da C- a G9*
OriginalKey
Tasto originale (original key). Specifica la tastiera dove la suddivisione suona inalterata.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Da C- a G9*
Points >Ent
Punto (points). Cambia le posizioni del punto iniziale, punto loop, e punto finale della
suddivisione.
Punto iniziale (start point). La lunghezza globale di una suddivisione viene registrata come
valori mostrati nell’illustrazione riportata sotto. È possibile cambiare il punto iniziale di una
suddivisione cambiando il suo primo numero.
• È possibile introdurre il valore del punto iniziale di suddivisione utilizzando i tasti
.
numerici (da 0 a 9)
• È anche possibile usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare le tre cifre
all’estrema sinistra del valore.
bq
Start
br
Esempio: Cambiando il numero della prima posizione, da 100000 a 125000, il punto
iniziale si sposterà ad una posizione più avanzata nel loop.
Punto iniziale
Punto loop
Punto finale
150000
200000
100000
Da 0 a 205000
(registrazione stereo),
Da 0 a 410000
(registrazione
monofonica)
125000
Loop
Punto loop (loop point). Come con il punto iniziale, è possibile cambiare la posizione del
punto loop.
.
• È possibile introdurre il valore del punto loop utilizzando i tasti numerici (da 0 a 9)
• È anche possibile usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare le tre cifre
all’estrema sinistra del valore.
bq
Da 0 a 205000
(registrazione stereo),
Da 0 a 410000
(registrazione
monofonica)
End
Punto finale (end point). Come con il punto iniziale, è possibile cambiare la posizione del
punto finale.
• È possibile introdurre il valore del punto finale della suddivisione utilizzando i tasti
.
numerici (da 0 a 9)
meno (–) e più (+) per cambiare le tre cifre
• È anche possibile usare i pulsanti
all’estrema sinistra del valore.
Da 0 a 205000
(registrazione stereo),
Da 0 a 410000
(registrazione
monofonica)
Pitch LFO >Ent
Pitch LFO (pitch LFO). Questo è un gruppo di parametri modificabili per LFO applicati al
pitch. Le gamme delle impostazioni dei parametri in questo gruppo sono le stesse come
quelle per Pitch LFO riportate nella sezione “Parametri modificabili per timbro PCM di set
batteria” (pagina I-31).
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
Amp LFO >Ent
Amplificatore LFO (amp LFO). Questo è un gruppo di parametri modificabili per LFO
applicati al volume. Le gamme di impostazioni dei parametri in questo gruppo sono le
stesse come quelle per Amplificatore LFO riportate nella sezione “Parametri modificabili
per timbro PCM di set batteria” (pagina I-31).
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
br
bq
br
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
■ Parametri modificabili comuni alle altre categorie di timbri
Per informazioni sui timbri di Solo Synthesizer, vedere “Altre voci modificabili” a pagina I-29.
I-33
Selezione e creazione di timbri
Controllo dei suoni
È possibile usare un pedale, il bender o altri dispositivi, per
cambiare istantaneamente l’intonazione e il volume delle
note, inviluppo, e altri parametri durante l’esecuzione.
Uso di un pedale
Un’operazione con il pedale può essere utilizzata per
sostenere le note, gli arpeggi (pagina I-40), o le frasi (pagina
I-45), oppure per applicare un effetto di sordina.
• Per informazioni sul collegamento di un pedale, vedere a
pagina I-8.
• È possibile specificare l’effetto da applicare tramite
un’operazione di pedale, eseguendo la seguente
operazione sulla lista di modifica di performance:
Controller >Ent 3 Pedal. Per maggiori informazioni,
vedere a pagina I-74.
Uso delle rotelle (Bender, Modulation)
bt
La rotella
BENDER può essere utilizzata per aumentare o
abbassare in modo continuo il pitch di un suono, mentre la
rotella
MODULATION aggiunge vibrato (effetto di
modulazione) al suono.
Timbri PCM di melodia (pagina I-30)
K1 : Frequenza di taglio
K2 : Tempo di attacco
K3 : Tempo di rilascio
K4 : Invio reverbero (Uguale come per le altre categorie di
timbri.)
Timbri PCM di batteria (pagina I-31)
K1 : Volume (Drum Inst >)
K2 : Pan (Drum Inst >)
K3 : Invio reverbero (Drum Inst >)
K4 : Invio reverbero (Uguale come per le altre categorie di
timbri.)
Timbri di onda dell’utente (pagina I-32)
K1 : Frequenza di taglio
K2 : Tempo di attacco (Amp Envelope >)
K3 : Tempo di rilascio (Amp Envelope >)
K4 : Invio reverbero (Uguale come per le altre categorie di
timbri.)
Le funzioni riportate sopra mostrano i nomi abbreviati riportati
sulla schermata del modo Timbro.
bt
bt
Aumenta e abbassa
il pitch.
(Rilasciando la
rotella ritorna il pitch
originale.)
Applica la
modulazione.
(Ruotando in avanti
la rotella si applica la
modulazione.)
• Non lasciare una rotella ruotata quando si accende
l’alimentazione del sintetizzatore.
• È possibile controllare la gamma di variazione del pitch
della rotella
BENDER configurando le seguenti
impostazioni sulla lista di modifica di performance:
BendRngDwn, BendRngUp (pagina I-74).
bt
Uso delle manopole assegnabili
3
Alle quattro manopole
ASSIGNABLE KNOBS possono
essere assegnate funzioni che abilitano la regolazione
istantanea di un tempo di attacco del suono e altri parametri di
inviluppo (pagina I-21), volume, ed altro ancora.
3
• Nel modo performance, è possibile cambiare le operazioni
assegnate attualmente alle manopole assegnabili,
effettuando la seguente operazione sulla lista di modifica di
performance (pagina I-74):
Controller >Ent 3 da K1 a K4.
Uso dei cursori
5
È possibile usare i nove cursori ( ) per eseguire semplici
regolazioni ai parametri di oscillatore, inviluppo, e filtro totale/
LFO di Solo Synthesizer.
1. Selezionare un timbro di Solo Synthesizer.
2. Usare i pulsanti 1 per assegnare ai cursori i
parametri dell’oscillatore (OSC BLOCK),
inviluppo (ENV GENERATOR) o filtro totale/LFO
(TOTAL FILTER/LFO).
3. Usare i tre pulsanti 2 per eseguire una delle
operazioni descritte di seguito.
Y Se si è selezionato OSC BLOCK (oscillatore) nel punto 2
Premere
SELECT OSC per scorrere ciclicamente i
blocchi OSC (da 1 a 6) e “ALL” (tutti i blocchi OSC), e
selezionare quello che si desidera.
Y Se si è selezionato ENV GENERATOR (inviluppo) nel
punto 2
• Premere
SELECT OSC per scorrere
ciclicamente i blocchi OSC (da 1 a 6) e “ALL” (tutti i
blocchi OSC), e selezionare quello che si desidera.
• Premere
SELECT EG per scorrere ciclicamente i
blocchi EG (OSC, Filtro, Amplificatore, “ALL” (tutti i
blocchi EG)), e selezionare quello che si desidera.
Y Se si è selezionato TOTAL FILTER/LFO (filtro totale/
LFO) nel punto 2
Premere
SELECT LFO per commutare tra LFO1,
LFO2, e “ALL” (LFO1 e LFO2).
2
2
• Di seguito vengono mostrate le funzioni delle manopole per
ciascuna categoria di timbri della Parte zona 1.
Timbri di Solo Synthesizer (pagina I-23)
K1 : Controller virtuale 1 (pagina I-29)
K2 : Controller virtuale 2 (pagina I-29)
K3 : Controller virtuale 3 (pagina I-29)
K4 : Controller virtuale 4 (pagina I-29)
I-34
2
2
Selezione e creazione di timbri
4. Spostare i cursori (5) per regolare i parametri attualmente assegnati a loro.
• Per informazioni sui parametri assegnati ai cursori, fare riferimento alla tabella riportata sotto. Per informazioni dettagliate su
ciascun parametro, vedere le pagine di riferimento incluse nella tabella.
Pulsante
1 5 (Cursore)
Testo visualizzato
Parametro
Vedere
pagina:
OSC BLOCK
1/9
OSC ON/OFF
OSC Block > OSC On/Off
I-23
2/10
WAVE
OSC Block > Oscillator > Wave (Disabilitato per Ext OSC.)
• Vedere la sezione “Appendice” separata per i tipi di onde che possono
essere selezionate utilizzando i cursori.
I-23
3/11
PITCH
OSC Block > Oscillator > Pitch (Disabilitato per Noise OSC.)
I-23
4/12
DETUNE
OSC Block > Oscillator > Detune (Disabilitato per Noise OSC.)
I-23
5/13
PORTA TIME
OSC Block > PortaTime
I-26
6/14
P.ENV DEPTH
OSC Block > Oscillator > Env.Depth (Disabilitato per Noise OSC.)
I-24
7/15
CUTOFF
OSC Block > Filter > CutOff
I-25
8/16
F.ENV DEPTH
OSC Block > Filter > Env.Depth
I-25
MASTER
VOLUME
OSC Block > Amp > Volume
I-25
1/9
INIT LEVEL
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Init.Level
• TotalFilter > Envelope > Init.Level
I-24
2/10
ATK TIME
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Atk.Time
• TotalFilter > Envelope > Atk.Time
I-24
3/11
ATK LEVEL
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Atk.Level
• TotalFilter > Envelope > Atk.Level
I-24
4/12
DCY TIME
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Dcy.Time
• TotalFilter > Envelope > Dcy.Time
I-24
5/13
SUS LEVEL
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Sus.Level
• TotalFilter > Envelope > Sus.Level
I-24
6/14
REL TIME1
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Rel.Time1
• TotalFilter > Envelope > Rel.Time1
I-24
7/15
REL LEVEL1
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Rel.Level1
• TotalFilter > Envelope > Rel.Level1
I-24
8/16
REL TIME2
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Rel.Time2
• TotalFilter > Envelope > Rel.Time2
I-24
MASTER
REL LEVEL2
• OSC Block > Oscillator/Filter/Amp > Envelope > Rel.Level2
• TotalFilter > Envelope > Rel.Level2
I-24
1/9
TOTAL FILTER TYPE
TotalFilter > FilterType
I-27
2/10
TOTAL FILTER CUTOFF
TotalFilter > CutOff
I-27
3/11
TOTAL FILTER RESONANCE
TotalFilter > Resonance
I-27
4/12
TOTAL FILTER ENV.DEPTH
TotalFilter > Env.Depth
I-27
5/13
LFO WAVE
LFO > WaveType
I-28
6/14
LFO RATE
LFO > Rate (Abilitato solo per Sync Off.)
I-28
7/15
LFO DEPTH
LFO > Depth
I-28
8/16
LFO DELAY
LFO > Delay
I-28
MASTER
LFO RISE
LFO > Rise
I-28
ENV GENERATOR
TOTAL FILTER/LFO
1
• Nel modo Performance o nel modo Sequenziatore di passo, è possibile usare i pulsanti
per modificare i timbri con i cursori
senza cambiare ad un altro modo.
• I timbri PCM e i timbri di onda dell’utente non possono essere regolati utilizzando i cursori.
• Per maggiori informazioni sulle funzioni dei cursori, vedere a pagina I-52 per il modo Sequenziatore di passo, e a pagina I-78 per
il modo Mixer.
I-35
Selezione e creazione di timbri
Uso del pulsante HOLD
2. Per cambiare il pitch in passi di ottava, usare i
bs
pulsanti
OCTAVE meno (–) e più (+) (senza
mantenere premuto
TRANSPOSE).
bn
Quando il pulsante
HOLD si illumina (premendolo),
l’esecuzione attuale di nota o apeggio (pagina I-40) verrà
sostenuta.
bn
Si illumina quando HOLD è attivato.
bs
• La gamma di impostazione per questa operazione è di
tre ottave in alto e in basso (da –3 ottave a +3 ottave).
bs
bn
• Premendo di nuovo
HOLD esso si spegnerà, indicando
che la funzione è disattivata.
Cambio del pitch delle note in passi di
semitoni (Trasposizione) o in passi di ottave
(Spostamento di ottava)
bs
È possibile usare i pulsanti
TRANSPOSE e OCTAVE
(–, +) per cambiare il pitch delle note della tastiera in passi di
semitoni o di ottave.
• Per informazioni sull’intonazione fine del pitch in passi di
hertz (Intonazione), vedere a pagina I-81.
1. Per cambiare il pitch in passi di semitoni,
bs
bs
mantenere premuto
TRANSPOSE mentre si
preme il pulsante
OCTAVE meno (–) o più
(+).
• La gamma di impostazione per questa operazione è di
un’ottava in alto e in basso (da –12 semitoni a +12
semitoni).
bs
• Mentre è visualizzata la schermata di impostazione
mostrata sopra, è possibile usare il selettore
oi
pulsanti
meno (–) o più (+) per cambiare
l’impostazione. Se non si esegue nessuna operazione
entro un determinato periodo di tempo, la schermata di
impostazione si chiuderà automaticamente.
bp
br
Applicazione di effetti alle note
È possibile applicare alle note il reverbero, vibrato ed altri
effetti, per enfatizzare il loro suono.
■ Diagramma a blocchi degli effetti
Sorgente
sonora
(5) Equalizzatore master
(1) Reverbero
Uscita
(2) Chorus
(3) DSP normale
(4) DSP Solo
Synthesizer
I-36
Passa attraverso (2),
(3), o (4). Riferirsi
anche a “Restrizioni
d’uso di Chorus e
DSP” riportato sotto.
Selezione e creazione di timbri
(1) Reverbero
Aggiunge il reverbero per rendere il suono simile a quello che si produce suonando in un salone o in
un auditorium.
(2) Chorus
Unisce layer multipli della stessa nota per creare un suono con più profondità.
(3) DSP normale
Una raccolta di effetti versatili di DSP normale che aiuta ad enfatizzare il suono dei timbri. Ad
esempio, ad un suono di chitarra elettrica può essere applicata la distorsione per rendere il suono
più vigoroso. Sono disponibili 46 tipi differenti di DSP normale, e viene applicato automaticamente
quello più appropriato per il timbro selezionato.* Un DSP può essere modificato e salvato come un
DSP dell’utente.
(4) DSP Solo Synthesizer
Uno degli elementi che costituiscono i timbri di Solo Synthesizer. Vedere “(7) Blocco totale” nella
sezione “Parametri modificabili per il timbro di Solo Synthesizer” a pagina I-21. Sono disponibili sei
tipi di DSP per Solo Synthesizer. Quando si modifica un DSP Solo Synthesizer, esso viene salvato
come parte di un timbro dell’utente di Solo Synthesizer. Non è possibile salvarlo come un DSP
dell’utente.
(5) Equalizzatore master
Regola le caratteristiche di frequenza delle note del sintetizzatore. L’equalizzatore master può
essere usato per regolare la frequenza e il guadagno delle quattro bande di frequenza: bassa,
media1, media2, e alta.
* Quando viene selezionato un timbro con DSP (timbro che usa un particolare DSP) che non è un timbro di Solo Synthesizer. Un
timbro con DSP avrà “DSP” accanto al suo nome visualizzato sulla schermata del mixer (pagina I-78) o sulla schermata per la
modifica di performance (pagina I-73).
■ Restrizioni d’uso di Chorus e DSP
Solo uno dei tre tipi di effetti (Chorus, DSP normale, DSP Solo Synthesizer) può essere abilitato in qualsiasi momento.
Sotto questa condizione:
Questo tipo di effetto è
valido:
E gli effetti vengono applicati ad
ogni parte come questa:
(2) Chorus
Modo Chorus
• Un timbro eccetto Song Sequencer viene selezionato da
Parte zona 1, e il Chorus viene selezionato da
“Selezione Chorus/DSP” (pagina I-38).
Dipende dal valore di invio chorus del
mixer (pagina I-80) e dal valore di invio
chorus del timbro selezionato (pagina
I-29).
Modo DSP normale
(3) DSP normale
• Un timbro eccetto Song Sequencer viene selezionato da
Parte zona 1, e il DSP viene selezionato da “Selezione
Chorus/DSP” (pagina I-38).
(3) viene applicato solo alle parti la cui
linea mixer DSP (pagina I-80) è
attivata.
Modo di timbro di Solo Synthesizer
(4) DSP Solo Synthesizer
• Timbro di Solo Synthesizer selezionato da Parte zona 1.
(4) viene applicato solo alla Parte
zona 1 e alle parti la cui linea mixer
DSP è attivata.
Per configurare le impostazioni degli effetti
1. Mantenere premuto bn EFFECT finché non appare la schermata iniziale per la lista degli effetti mostrata
sotto.
bn
I-37
Selezione e creazione di timbri
2. Successivamente, riferirsi alla lista seguente quando si eseguono le operazioni con i controlli br per
selezionare le voci e cambiare le impostazioni.
■ Impostazioni degli effetti
Display
Descrizione
Impostazioni
Rev Type
Tipo di reverbero (reverb type). Tipo di effetto reverbero.
Rev Level
Livello di reverbero (reverb level). Livello di effetto reverbero.
Da 0 a 127
Rev Time
Tempo di reverbero (release time). Tempo di sustain reverbero.
Da 0 a 127
Cho Level
Livello chorus (chorus level). Livello di effetto chorus.
Da 0 a 127
Cho Rate
Velocità chorus (chorus rate). Velocità di ondulazione dell’effetto chorus.
Da 0 a 127
ChoSendRev
Livello di invio chorus al reverbero (chorus send level to reverb). Specifica come viene
applicato il reverbero all’intero suono al quale è in fase di applicazione l’effetto di chorus.
Da 0 a 127
Cho/DSP
Selezione Chorus/DSP (Chorus/DSP). Seleziona l’uso di Chorus o DSP normale
(“Restrizioni d’uso di Chorus e DSP”, pagina I-37).
Cho, DSP
DSP Select >Ent
Visualizza la schermata principale per la selezione di DSP normale.
• Non sarà possibile avanzare ulteriormente se è selezionato un timbro di Solo
Synthesizer per Parte zona 1.
(Schermata per
la selezione di
DSP normale)
Master EQ >Ent
EQ Enable
I-38
È possibile selezionare tra i timbri preimpostati e quelli dell’utente per il DSP normale,
utilizzando le stesse procedure come quelle per la selezione del timbro.
• Per una lista dei DSP normali preimpostati, vedere la sezione “Appendice” separata.
Selezionando “ton” si applica il DSP preimpostato iniziale di ciascun timbro.
EDIT mentre è visualizzata questa schermata, si cambierà alla schermata
• Premendo
per la modifica DSP (pagina I-39).
7
Type1, Type2
ton
Preset: Da 0-0 a 9-9
User: Da 0-0 a 9-9
Gruppo di impostazione dell’equalizzatore master (voce (5) di “Diagramma a blocchi degli
effetti” a pagina I-36)
Disattivando questa impostazione si disabilita l’impostazione di Master EQ.
Off, On
Low Freq
Banda di bassa frequenza (low frequency band). Regola la banda di bassa frequenza.
200 Hz, 400 Hz,
800 Hz
Low Gain
Guadagno basso (low gain). Regola il guadagno basso.
Da –12 a 0*, a +12
Mid1 Freq
Banda di frequenza media 1 (mid 1 frequency band). Regola la banda della frequenza
media 1.
Da 1,0 kHz a 5,0 kHz
Mid1 Gain
Guadagno medio 1 (mid1 gain). Regola il guadagno medio 1.
Da –12 a 0*, a +12
Mid2 Freq
Banda di frequenza media 2 (mid 2 frequency band). Regola la banda della frequenza
media 2.
Da 1,0 kHz a 5,0 kHz
Mid2 Gain
Guadagno medio 2 (mid2 gain). Regola il guadagno medio 2.
Da –12 a 0*, a +12
High Freq
Banda di alta frequenza (high frequency band). Regola la banda di alta frequenza.
6,0 kHz, 8,0 kHz,
10,0 kHz
High Gain
Guadagno alto. Regola il guadagno alto.
Da –12 a 0*, a +12
Selezione e creazione di timbri
Salvataggio di un DSP modificato
I DSP sono suddivisi in 53 tipi di DSP concordemente con gli
effetti. I DSP normali preimpostati 0-0 e 0-1 sono dei DSP del
tipo compressore. Sono disponibili due tipi di DSP: un tipo
specifico di DSP normale ed un tipo specifico di DSP Solo
Synthesizer.
Quando si modifica e si salva un DSP, si deve prima
specificare il suo tipo e quindi modificarlo concordemente con
il suo tipo.
• Per una lista dei tipi di DSP, vedere “Lista dei tipi di DSP” a
pagina I-99.
■ Salvataggio di un DSP dell’utente ad un
dispositivo esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
1. Selezionare il timbro al quale si desidera
applicare il DSP. Successivamente, sulla
schermata per la modifica del timbro,
selezionare DSP Edit >Ent (pagina I-29) e quindi
premere
ENTER per visualizzare la
schermata per la modifica DSP mostrata sotto.
br
• Quando si modifica un DSP normale, è possibile
visualizzare la schermata per la modifica DSP dalla
schermata per la selezione di DSP normale (pagina
I-38) premendo
EDIT.
7
Numero di tipo DSP: nome di tipo
Parametri DSP
2. Usare il selettore bp per selezionare il numero
di tipo di DSP.
3. Usare la stessa operazione come quella per la
modifica del timbro (pagina I-20) per
selezionare e configurare i parametri DSP sulla
schermata.
• I parametri DSP dipendono dal tipo di DSP. Per i
dettagli, vedere la “Lista dei parametri DSP” (pagina
I-100).
4. Dopo aver concluso la modifica di un DSP,
salvarlo come viene descritto sotto.
7
Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di un timbro dell’utente. Salvare i dati come
un timbro dell’utente (pagina I-12).
• Se si è visualizzata la schermata per la modifica di
DSP dalla schermata per la selezione di DSP
normale (pagina I-38) nel punto 1
Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di un DSP. Salvare il DSP modificato come
un DSP dell’utente, utilizzando la stessa operazione
come quella per un timbro dell’utente.
7
I-39
Esecuzione automatica di arpeggi
bn
7
bp
bq
br
4
2
5
bk
Con la funzione Arpeggio, è possibile eseguire
automaticamente vari arpeggi premendo semplicemente i tasti
sulla tastiera. È possibile selezionare tra numerosi tipi differenti
di arpeggi per la riproduzione, inclusi gli arpeggi che utilizzano
le note che costituiscono un accordo da voi eseguito sulla
tastiera, gli arpeggi che includono anche le note che vengono
inserite automaticamente oltre a quelle che costituiscono un
accordo da voi eseguito sulla tastiera, ed altro ancora.
• La funzione Arpeggio dispone di 100 preselezioni di tipi di
arpeggio. Una preselezione può essere modificata e
salvata come un tipo di arpeggio dell’utente. È disponibile
memoria per salvare fino a 100 tipi di arpeggio dell’utente.
• Le funzioni seguenti sono anche disponibili per la selezione
di un tipo di arpeggio.
Hold (HOLD) : L’arpeggio continua a suonare dopo che
vengono rilasciati i tasti della tastiera.
Questa funzione è utile, ad esempio,
quando si utilizza la funzione Split per
inserire un arpeggio su una parte della
tastiera.
Sincronizzazione : Il sequenziatore di passo esegue e si
(SYNC)
arresta automaticamente in
sincronizzazione con la funzione
Arpeggio quando vengono premuti i tasti
della tastiera.
2. Premere bq PRESET/USER per selezionare
arpeggi preimpostati o arpeggi dell’utente.
• Gli arpeggi preimpostati vengono selezionati quando il
pulsante non è illuminato, mentre gli arpeggi dell’utente
vengono selezionati quando il pulsante è illuminato.
3. Premere il pulsante bq NUM/BANK in modo che
sia lampeggiante.
bq
• Mentre
NUM/BANK è lampeggiante, possono
essere utilizzati i pulsanti (da 0 a 9)
per immettere
un numero di banco.
bq
4. Usare i pulsanti (da 0 a 9) bq per selezionare un
numero di banco.
bq
• Selezionando un numero di banco,
NUM/BANK
interromperà a lampeggiare e diverrà spento. Mentre
NUM/BANK è spento, possono essere utilizzati i
pulsanti (da 0 a 9)
per immettere un numero di
arpeggio.
bq
bq
5. Usare i pulsanti (da 0 a 9) bq per immettere un
numero di arpeggio.
• È anche possibile selezionare un numero di arpeggio
ruotando il selettore
.
• Un’altra maniera per cambiare il numero di arpeggio è
quella di utilizzare i pulsanti
meno (–) e più (+) per
diminuire o aumentare il numero di arpeggio
visualizzato. Premendo i pulsanti
meno (–) e più
(+) contemporaneamente, si salterà al primo numero di
arpeggio nella categoria attualmente selezionata
(vedere la sezione successiva).
bp
Per usare la funzione Arpeggio
1. Mantenere premuto bn ARPEGGIO finché sul
display non appare la schermata per la
selezione del tipo di arpeggio mostrata sotto.
Banco e numero di arpeggio
Nome di arpeggio
Impostazione hold
I-40
Impostazione di sincronizzazione
br
br
Esecuzione automatica di arpeggi
6. Selezionare l’attivazione/disattivazione di hold
o sincronizzazione arpeggio.
• Se si desidera attivare la funzione hold (HOLD),
premere
STEP +. Ogni pressione commuta
ciclicamente l’attivazione e la disattivazione di HOLD.
OFF : L’arpeggio verrà eseguito mentre vengono
mantenuti premuti i tasti della tastiera.
ON : L’arpeggio continuerà ad essere riprodotto
anche dopo che vengono rilasciati i tasti della
tastiera.
• Se si desidera attivare la funzione di sincronizzazione
(SYNC), usare
STEP – per scorrere ciclicamente le
impostazioni di sincronizzazione disponibili descritte
sotto.
OFF : L’impostazione di sincronizzazione è disattivata.
ON : La riproduzione dell’arpeggio viene sincronizzata
solo con l’operazione di riproduzione del
sequenziatore di passo.
S/S : La riproduzione dell’arpeggio viene sincronizzata
con entrambe le operazioni di esecuzione e
arresto del sequenziatore di passo.
• Le impostazioni HOLD e SYNC sono dei parametri di
performance.
bk
bk
7. Premere alcuni tasti e l’arpeggio inizierà ad
essere eseguito automaticamente.
• Per disattivare la funzione Arpeggio, premere di nuovo
ARPEGGIO.
• Per arrestare la riproduzione HOLD dell’arpeggio,
premere
ARPEGGIO o cambiare ad OFF la
funzione HOLD nel punto 2 della procedura riportata
sopra.
bn
bn
■ È possibile utilizzare la schermata per la
selezione del tipo di arpeggio, per selezionare il
timbro raccomandato per il tipo di arpeggio
attualmente selezionato come il vostro timbro di
Parte zona 1.
Modifica di un arpeggio
Sono disponibili due tipi di arpeggio: tipo step e tipo
variazione.
• Con un arpeggio di tipo step, è possibile modificare i suoi
passi ed i suoi parametri. Un arpeggio di tipo step può
contenere fino a 16 passi. È possibile cambiare i valori
seguenti per ciascuno step.
TYPE : Specifica la posizione relativa nel pattern di
arpeggio dove ciascuna delle note della tastiera
verrà eseguita. È possibile specificare le posizioni
iniziando dalla nota più bassa eseguita (L1) o dalla
nota più alta eseguita (U1). È possibile inoltre
specificare l’esecuzione simultanea fino ad un
massimo di cinque note (da P2 a P5).
NOTE: Specifica uno spostamento relativo, in passi di
semitoni, dalla nota eseguita sulla tastiera.
VELO : Specifica il volume della nota.
• Con un arpeggio di tipo variazione, è possibile modificare
solo i suoi parametri.
1. Mantenere premuto bn ARPEGGIO finché sul
display non appare la schermata per la
selezione del tipo di arpeggio mostrata sotto.
2. Tra i tipi di arpeggio preimpostati o dell’utente,
selezionare il tipo di arpeggio che si desidera
modificare.
• Per informazioni su come selezionare un tipo di
arpeggio, vedere i punti da 2 a 5 riportati in “Per usare
la funzione Arpeggio” (pagina I-40).
3. Premere 7 EDIT.
1. Mantenere premuto bn ARPEGGIO finché sul
display non appare la schermata per la
selezione del tipo di arpeggio.
2. Mantenere premuto 7 EDIT finché bn
ARPEGGIO non inizia a lampeggiare e quindi
interrompe di lampeggiare e rimane illuminato
fisso.
• Nel caso di un arpeggio dell’utente, il timbro che era
selezionato come timbro della Parte zona 1 quando i
dati dell’utente sono stati salvati, è il timbro
raccomandato.
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore (0) per la selezione della
voce a “Step Edit”, e quindi premere
ENTER.
br
• L’opzione “Step Edit” non verrà visualizzata se si è
selezionato un arpeggio di tipo variazione nel punto 2
riportato sopra.
Tipo step
Numero di step
I-41
Esecuzione automatica di arpeggi
5. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e più (+) per cambiare le impostazioni TYPE, NOTE, e
VELO.
4
br
• È possibile inoltre utilizzare i pulsanti da 1 a 16
per commutare attivato o disattivato ciascuno step.
• Mentre è selezionato TYPE, usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per attivare o disattivare l’impostazione TYPE.
• È possibile usare
(otto cursori escluso “MASTER”) per cambiare direttamente i valori dello step applicabile. Quando si
utilizzano i cursori, premere
1-8/9-16 per commutare gli step da 1 a 8 (pulsante non illuminato) e gli step da 9 a 16
(pulsante illuminato). Notare, tuttavia, che non sarà possibile usare i cursori quando TYPE è impostato a TIE e OFF.
• È possibile specificare l’impostazione di legatura. Per maggiori dettagli su come fare, vedere “Per configurare le
impostazioni delle note legate” a pagina I-53.
• La tabella riportata sotto mostra il contenuto del menu per la modifica dello step dell’arpeggio.
5
2
Menu Layer
Descrizione
1
Impostazioni
2
Step Edit >Ent
TYPE
Specifica la posizione relativa nel pattern di arpeggio dove le note della tastiera verranno eseguite
iniziando dalla nota più bassa (che è L1).
• Se il numero di tasti premuti è inferiore al numero di impostazioni configurate di tipo (L) (cioé se
si premono solo tre tasti della tastiera per un pattern di arpeggio che include impostazioni per
L1 - L6), il pattern di arpeggio si ripeterà, riproducendo le note dei tasti della tastiera un’ottava
più alta.
• Quando tale situazione determina il superamento della gamma di un’ottava più alta,
l’esecuzione dell’arpeggio ritornerà automaticamente alla nota L1.
Da L1 a L8
Specifica la posizione relativa nel pattern di arpeggio dove le note della tastiera verranno eseguite
iniziando dalla nota più alta (che è U1).
• Se il numero dei tasti premuti è inferiore al numero di impostazioni configurate di tipo (U) (cioé
se si premono solo tre tasti della tastiera per un pattern di arpeggio che include impostazioni per
U1 - U6), il pattern di arpeggio si ripeterà, riproducendo le note dei tasti della tastiera un’ottava
più bassa.
• Quando tale situazione determina il superamento della gamma di un’ottava più bassa,
l’esecuzione dell’arpeggio ritornerà automaticamente alla nota U1.
Da U1 a U8
Specifica quante delle note eseguite sulla tastiera, iniziando dalla nota più alta, devono essere
riprodotte simultaneamente.
• Quando il numero di tasti premuti è inferiore al valore di polifonia (P) qui specificato, vengono
eseguite solo le note dei tasti premuti.
Da P2 a P5
NOTE
Sposta le note prodotte premendo i tasti, in passi di semitoni.
Da –24 a +24
VELO
Cambia la velocità dei tasti premuti.
Da –64 a +63
6. Dopo che le impostazioni TYPE, NOTE, e VELO sono nella maniera desiderata, premere br EXIT per
ritornare alla schermata del menu di arpeggio.
7. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per spostare l’indicatore (0) per la selezione della voce a
“Parameter”, e quindi premere
I-42
br ENTER.
Esecuzione automatica di arpeggi
8. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e più (+) per cambiare le impostazioni dei parametri.
• La tabella riportata sotto mostra il contenuto del menu per la modifica dei parametri.
Menu Layer
Descrizione
1
Impostazioni
2
Parameter >Ent
Max Step
Step massimo. Può essere modificato solo da tipo step.
Step Size
Dimensione step. Specifica la lunghezza delle note tra gli step. 2, 6,
Da 1 a 16
NoteLngth
Lunghezza nota. Specifica la lunghezza della nota che viene
suonata, come una percentuale della dimensione di step.
(100% per la stessa lunghezza come l’originale, 50% per la
metà dell’originale.)
Da 1 a 100%
Groove
Groove. Specifica la sincronizzazione dello step in levare.
(50% per pari. Valori più ampi incrementano la lunghezza
della prima metà della nota.)
Da 10 a 90%
Grv.Type
Tipo di groove. Specifica la lunghezza della nota quando
l’impostazione Groove è diversa dal 50%.
Norml: Riproduce alla percentuale reale della
lunghezza di step.
Short: Regola ad uno step più breve, concordemente
con lo step.
Velocity
Velocità. Specifica la velocità di un arpeggio da introdurre.
Specificando KeyOn si introduce un valore di velocità
concordemente con il grado di pressione applicata ai tasti.
KeyOn, da 1 a 127
Hold Pedal
Pedale hold. Specifica la commutazione attivata/disattivata
per hold, utilizzando un pedale.
On, Off
, 7,
,8
9. Dopo aver concluso la modifica dei parametri di arpeggio, salvarla come viene descritto sotto.
7
• Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il salvataggio dei dati dell’arpeggio. Salvare l’arpeggio eseguendo la
stessa operazione come quella per il salvataggio di un timbro dell’utente (pagina I-12).
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati da voi salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio dei dati di arpeggio su un dispositivo esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
I-43
Esecuzione automatica di arpeggi
Cancellazione dei dati di arpeggio
Usare la procedura riportata sotto per annullare i dati di step
preimpostati o i dati di step che sono stati modificati usando
Step Edit (pagina I-42) e creare da zero i nuovi dati di step.
• Notare che i dati del tipo variazione non possono essere
cancellati.
1. Mantenere premuto bn ARPEGGIO finché sul
display non appare la schermata per la
selezione del tipo mostrata sotto.
2. Tra i tipi di arpeggio preimpostati o dell’utente,
selezionare il tipo di arpeggio che si desidera
cancellare.
• La procedura per la selezione di un tipo di arpeggio è la
stessa come quella per la selezione di un timbro
(pagina I-19).
3. Premere 7 EDIT.
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore (0) per la selezione della
voce a “Clear Step”, e quindi premere
ENTER.
br
5. Premere di nuovo br ENTER.
Questa operazione fa apparire “Clear?” sul display.
6. Premere br YES.
Il messaggio “Complete!” apparirà sul display quando i
dati sono stati cancellati.
I-44
Registrazione e riproduzione di frasi
7
bo
bq
br
bk
Il sequenziatore frase è una maniera eccellente per registrare
le frasi musicali che vengono in mente improvvisamente, per
riprodurle in un secondo momento.
• Il sequenziatore dispone di 100 frasi preselezionate.
• È possibile registrare una frase nuova o sovrascrivere una
frase esistente per creare una frase dell’utente. È
disponibile una memoria per salvare fino a 100 frasi
dell’utente, per il richiamo in un secondo momento quando
se ne ha bisogno.
• In aggiunta a quello che si esegue sulla tastiera, vengono
anche registrate come parte della frase le operazioni con il
pedale, le rotelle Bender e Modulation, e le manopole.
• È possibile scegliere una delle due differenti opzioni di
riproduzione: riproduzione singola (loop disattivato) o
riproduzione con ripetizione (loop attivato).
• È supportata la sovraregistrazione durante la riproduzione
con ripetizione. È anche possibile annullare
temporaneamente la sovraregistrazione ed eseguire solo la
riproduzione continua.
• Premendo un tasto della tastiera si avvierà la riproduzione
della frase dall’intonazione corrispondente (Riproduzione
con tasto).
2. Selezionare il numero della frase che si
desidera eseguire.
• Per selezionare un numero di frase, eseguire i punti da
2 a 5 riportati in “Per usare la funzione Arpeggio”
(pagina I-40).
3. Premere bk STEP + per commutare attivata e
disattivata la riproduzione continua.
OFF : Riproduzione singola
ON : Riproduzione continua
4. Premere bk STEP – per commutare attivato e
disattivato hold.
bo
PLAY/
OFF : La frase viene riprodotta solo mentre
STOP viene mantenuto premuto, e si arresta
quando il pulsante viene rilasciato.
ON : La riproduzione della frase inizia quando
PLAY/
STOP viene premuto, e si arresta quando
PLAY/STOP viene di nuovo premuto.
bo
bo
5. Premere bo PLAY/STOP per avviare la
riproduzione della frase.
Per riprodurre una preselezione
1. Mantenere premuto bo KEY PLAY finché sul
display non appare la schermata per la
selezione della frase preselezionata mostrata
sotto.
Nome frase
Impostazione loop
• Se la frase viene riprodotta a ciclo continuo,
l’indicazione
PLAY/STOP si spegnerà
momentaneamente per indicare quando la riproduzione
ritorna all’inizio della frase.
• Inoltre è possibile usare la procedura riportata sopra
per riprodurre anche le frasi dell’utente.
• Le impostazioni di loop e hold della frase vengono
salvate come parametri per ciascuna frase.
bo
Numero di frase
Impostazione hold
I-45
Registrazione e riproduzione di frasi
Per cambiare l’impostazione del tempo
Sono disponibili due metodi differenti che è possibile utilizzare
per cambiare l’impostazione del tempo: usando i pulsanti
TEMPO o battendo ripetutamente con un pulsante.
• È possibile utilizzare questa procedura per regolare il
tempo non solo per le frasi, ma anche per le altre funzioni.
■ Per cambiare il tempo usando i pulsanti TEMPO
1. Premere il pulsante 8 TEMPO – (più lento) o
8 TEMPO + (più veloce).
• Questa operazione visualizza la schermata per il tempo
mostrata sotto.
2. Dopo aver impostato il tempo battendolo, è
quindi possibile usare la procedura riportata
nella sezione “Per cambiare il tempo usando i
pulsanti TEMPO” (pagina I-46) per eseguire le
regolazioni fini.
È possibile utilizzare la schermata per la
selezione della frase, per selezionare il
timbro raccomandato per la frase
attualmente selezionata, come vostro timbro
per Parte zona 1.
1. Mantenere premuto bo KEY PLAY finché sul
display non appare la schermata per la
selezione della frase.
2. Mantenere premuto 7 EDIT finché bo KEY
PLAY non inizia a lampeggiare.
• Se non si esegue nessuna operazione entro pochi
secondi, il display ritornerà automaticamente alla
schermata precedente.
2. Usare i pulsanti 8 TEMPO –, + per cambiare il
tempo (battiti per minuto).
• Mantenendo premuto uno dei pulsanti o ruotando il
selettore, si scorreranno i valori di tempo ad alta
velocità.
• È possibile specificare un valore di tempo nella gamma
da 30 a 255.
3. Premere il pulsante br EXIT.
• Con questa operazione si esce dalla schermata per il
tempo.
■ Per regolare il tempo battendo ripetutamente
1. Dare un colpetto sul pulsante 8 TAP quattro
volte alla velocità (tempo) che si desidera
impostare.
• Nel caso di una frase dell’utente, il timbro che era
selezionato come timbro della Parte zona 1 quando i
dati dell’utente sono stati salvati, è il timbro
raccomandato.
Per avviare la riproduzione della
frase premendo un tasto della
tastiera (Riproduzione con tasto)
1. Premere bo KEY PLAY in modo che il pulsante
si illumini.
2. Premere un tasto della tastiera per avviare la
riproduzione della frase.
• Se il tasto che si preme per avviare la riproduzione
della frase, è più alto o più basso rispetto
all’intonazione originale della frase, quest’ultima verrà
eseguita con l’intonazione del tasto premuto.
• Quando l’impostazione hold è disattivata, la frase viene
eseguita solo mentre viene mantenuto premuto il tasto
della tastiera, e si arresta quando il tasto viene
rilasciato. Quando l’impostazione hold è attivata, la
riproduzione della frase si avvia quando si preme il
tasto della tastiera, e non si arresta finché non viene
premuto il tasto
PLAY/STOP.
• È possibile usare le impostazioni “PhrKeyRgLo” e
“PhrKeyRgHi” per specificare il punto in alto e il punto
in basso della tastiera dove può essere eseguita la
funzione Riproduzione con tasto (pagina I-75).
bo
• L’impostazione del tempo cambierà concordemente
con la vostra velocità di battuta non appena battete per
la quarta volta.
I-46
Registrazione e riproduzione di frasi
Registrazione di una nuova frase
Oltre a quello che si esegue sulla tastiera, nelle frasi vengono
anche registrate le operazioni con il pedale, le manopole e le
rotelle Bender e Modulation.
• È possibile registrare fino a circa 1.600 note per una singola
frase. Inoltre, le operazioni registrate con le rotelle Bender e
Modulation, e le manopole, riducono significativamente il
numero di note rimanenti disponibili per la registrazione.
1. Premere bo REC.
br
MENU si visualizzerà un menu delle
• Premendo
impostazioni dettagliate mostrato sotto. Usare i
pulsanti
su (q) e giù (w) per selezionare un
parametro, e quindi usare i pulsanti
meno (–) e
più (+) per cambiare la sua impostazione.
br
br
bo
Questa operazione farà lampeggiare
REC.
• Se viene visualizzato OVDB (overdubbing) come
impostazione di “Rec Mode”, usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiarla a NEW (nuova frase).
Con questa operazione si introduce il modo di attesa di
registrazione della nuova frase.
br
Menu
Guide
• Le impostazioni End quantize e Note quantize possono
essere configurate come si richiede.
■ Quantizzazione finale (End Qntz)
Quando si esegue un’operazione con i pulsanti per
concludere la registrazione di una nuova frase, c’è la
possibilità che la vostra operazione sia fuori sincronizzazione.
Le impostazioni di quantizzazione finale descritte sotto
possono essere utilizzate per correggere automaticamente la
sincronizzazione del punto finale e rendere il suo
posizionamento più naturale.
Off : Sincronizzazione del punto finale della frase non
regolata.
1M : Il punto finale della frase viene regolato alle posizioni
dell’unità di misura.
2 : Il punto finale della frase viene regolato alle posizioni
delle note di semiminina.
6 : Il punto finale della frase viene regolato alle posizioni
delle note di croma.
■ Quantizzazione nota (Note Qntz)
Quando si registra l’esecuzione con la tastiera, potrebbero
esserci dei casi in cui la vostra sincronizzazione si discosta
leggermente. Le impostazioni di quantizzazione nota descritte
sotto possono essere utilizzate per correggere
automaticamente la sincronizzazione dell’esecuzione della
tastiera e per correggere la sincronizzazione delle note da voi
suonate sulla tastiera. (Notare che viene corretta solo la
sincronizzazione della pressione dei tasti. La sincronizzazione
di altre operazioni, come ad esempio il rilascio dei tasti, e le
operazioni con le rotelle Bender e Modulation, pedale e
manopole, non vengono corrette.)
Off
: Sincronizzazione non regolata. (Le note
sono registrate come vengono eseguite.)
6,
, 7,
: La sincronizzazione dell’esecuzione
reale della tastiera viene corretta alla
nota più vicina, concordemente con
l’unità della nota specificata.
Gamma di
impostazione
Descrizione
Tono guida. Specifica se un tono
di conteggio debba suonare o no
Off, On
durante la registrazione di frase
e/o in attesa di registrazione.
Preconteggio. Specifica il
numero di misure di conteggio da Off,
1:1 misura,
Precount inserire prima dell’avvio di
registrazione frase, eseguito con 2:2 misure
l’operazione di pulsante.
Beat
Battuta. Specifica la battuta
Da 2/4 a 8/4,
quando è in uso Guide, Precount
da 2/8 a 16/8
o End Quantize 1M.
2. La registrazione si avvierà quando si preme bo
REC, o quando si avvia l’esecuzione tramite
l’operazione di un pedale, manopola o rotella,
oppure suonando qualche brano sulla tastiera.
bo REC si illuminerà quando si avvia la registrazione.
3. Quando la registrazione raggiunge il punto
dove si desidera interrompere, premere
PLAY/STOP.
bo
bo REC si spegnerà e “!TEMP” (temporaneamente)
apparirà per il numero di frase.
• Premendo
REC al posto di
PLAY/STOP nel
punto 3 riportato sopra, si interromperà la registrazione,
si cambierà temporaneamente al modo di attesa di
sovraregistrazione, e si avvierà la riproduzione
continua della frase che si è registrata. Per i dettagli
sulla sovraregistrazione, vedere la sezione
“Registrazione su un’altra frase (Sovraregistrazione)”
(pagina I-48).
bo
bo
4. Dopo aver concluso la registrazione, salvare i
dati come viene descritto di seguito.
7
• Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di una frase (pagina I-49).
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati
da voi salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di una frase ad un dispositivo
esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
I-47
Registrazione e riproduzione di frasi
5. Dopo aver concluso la configurazione delle
Impostazioni dei dati di frase
Quando si suona sulla tastiera per avviare la riproduzione
della frase (pagina I-46), i dati della frase verranno riprodotti
con i tasti con cui sono stati registrati originariamente (Tasto
originale) se si preme il tasto per la prima nota registrata nella
frase.
Le impostazioni dei dati di frase possono essere utilizzate per
specificare che la riproduzione deve essere eseguita con le
note registrate originariamente, anche quando vengono
premuti i tasti della tastiera per le note all’infuori di quelle dei
dati originali della frase. Ciascuna frase ha un’impostazione di
spostamento tasto che si può usare per cambiare il pitch del
tasto originale in passi di semitoni.
1. Mantenere premuto bo KEY PLAY finché sul
display non appare la schermata per la
selezione della frase.
impostazioni, salvarle come viene descritto di
seguito.
7
• Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di una frase (pagina I-49).
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati
da voi salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di una frase ad un dispositivo
esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
Registrazione su un’altra frase
(Sovraregistrazione)
1. Selezionare la frase che si desidera
2. Selezionare il numero della frase di cui si
desidera configurare le impostazioni.
sovraregistrare.
• Per selezionare un numero di frase, eseguire i punti da
2 a 5 riportati in “Per usare la funzione Arpeggio”
(pagina I-40).
• Per selezionare un numero di frase, eseguire i punti da
2 a 5 riportati in “Per usare la funzione Arpeggio”
(pagina I-40).
3. Premere 7 EDIT.
2. Premere bo REC.
bo
Questa operazione farà lampeggiare
REC.
• Se viene visualizzato NEW (nuovo) come l’impostazione
di “Rec Mode”, usare i pulsanti
meno (–) e più (+)
per cambiarla a OVDB (sovraregistrazione). Con
questa operazione si entrerà nel modo di attesa
sovraregistrazione. Un numero e nome di frase
verranno mostrati sul display, ma non sarà possibile
selezionare una frase in questo momento.
br
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
bq
selezionare un parametro, e quindi usare
oi
pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare la
sua impostazione.
br
Menu
Descrizione
Gamma di
impostazione
Tasto originale. Specifica il
tasto della tastiera che
corrisponde alla prima nota
della frase riprodotta con la
Riproduzione con tasto. (Le
impostazioni iniziali di default
OriginalKey
Da C- a G9*
del Tasto originale contengono
la nota suonata quando la frase
è stata registrata.)
• L’impostazione può essere
specificata usando i tasti
della tastiera.
Key Shift
Spostamento di tasto. Specifica
lo spostamento di tasto, in passi
di semitoni, di una frase quando
viene premuto il tasto della
Da –127 a
tastiera corrispondente
000 , a +127
all’originale, o il tasto PLAY/
STOP. (Per disabilitare lo
spostamento di tasto,
specificare 000.)
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
I-48
• Se si desidera, configurare l’impostazione di
quantizzazione nota (Note Qntz) (pagina I-47) in questo
momento.
3. Premere bo REC o avviare la riproduzione con
un’operazione di pedale, manopola, o rotella,
oppure eseguendo qualche brano sulla tastiera.
Una qualsiasi di queste operazioni avvierà la
sovraregistrazione.
bo
bo
Questa operazione farà illuminare
REC e
PLAY/
STOP (senza lampeggiamento).
• La frase originale verrà riprodotta a ciclo continuo.
Qualsiasi brano che si suona sulla tastiera e qualsiasi
operazione che si esegue durante la riproduzione
continua, verrà sovraregistrato sulla frase originale.
Registrazione e riproduzione di frasi
4. Quando la registrazione raggiunge il punto
dove si desidera interrompere, premere
PLAY/STOP.
bo
bo REC e bo PLAY/STOP diverranno spenti ed un
punto esclamativo ( ! ) apparirà in prossimità del numero
di frase.
■ Per mettere in pausa la sovraregistrazione
durante la riproduzione continua
bo
Indicatori accanto ai numeri di
frase
Il significato degli indicatori che sono aggiunti al numero di
frase sul display, viene descritto di seguito.
!
: Frase non salvata
*
: Frase dell’utente salvata
!TEMP: Frase nuovamente registrata che non è stata salvata
Nel punto 4 della procedura riportata sopra, premere
REC
invece di
PLAY/STOP.
• Con questa operazione
REC inizia a lampeggiare.
• Sebbene ciò che è stato registrato fino a quel punto
continua ad essere riprodotto a ciclo continuo, non sarà
possibile eseguire un’ulteriore registrazione mentre la
sovraregistrazione è messa in pausa.
• Premere di nuovo
REC per riprendere la
sovraregistrazione.
• Se si cambia la selezione del numero di frase nel punto 2
della procedura riportata in “Per riprodurre una
preselezione” (pagina I-45) mentre un punto esclamativo
( ! ) è aggiunto al numero di frase attualmente selezionato
(indicante che essa è una frase dell’utente non salvata), la
frase dell’utente non salvata verrà eliminata. Per salvare
una frase dell’utente non salvata, utilizzare la procedura in
“Per salvare una frase”, riportata di seguito.
■ Per cancellare gli ultimi dati registrati (undo)
Per salvare una frase
Premere 7 WRITE per visualizzare la schermata per il
bo
bo
bo
Mentre la riproduzione della frase è in corso o interrotta, o
mentre la sovraregistrazione è in corso o in pausa, mantenere
premuto
REC finché non appare la schemata di
annullamento.
bo
• Il messaggio “Can’t UNDO” apparirà sul display se si tenta
di eseguire di nuovo un’operazione di annullamento dopo
aver già annullato l’ultima registrazione.
• Una frase che è stata salvata come frase dell’utente non
può essere annullata.
salvataggio di una frase. Salvare la frase eseguendo la stessa
operazione come quella per il salvataggio di un timbro
dell’utente (pagina I-12).
• Se non c’è sufficiente spazio di memoria del sintetizzatore
disponibile per salvare i dati della frase, apparirà il
messaggio “not enough space” sul display invece di “Press
Enter”, e non sarà possibile salvare i dati della frase. Se si
verifica ciò, cancellare alcuni dei dati dell’utente nella
memoria del sintetizzatore per liberare spazio di memoria.
• Il sintetizzatore può memorizzare fino a 100 frasi dell’utente
con un totale combinato fino a 128 KB.
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati delle
frasi da voi salvate, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di una frase ad un dispositivo
esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
I-49
Uso del sequenziatore di passo
7
1
2
bn
bp
bq
br
4
5
9
bk
bl
Il sequenziatore di passo consente fino a 16 step. I cursori del sintetizzatore possono essere utilizzati per controllare in tempo
reale le note e la velocità degli step. Il sequenziatore di passo non è solamente una macchina per il ritmo, esso rende possibile
comporre la musica mentre si suona sulla tastiera.
È possibile modificare ogni step di una sequenza preimpostata per creare il proprio pattern di ritmo e salvare il risultato come una
sequenza dell’utente.
• Il sequenziatore di passo dispone di 100 sequenze preimpostate. Inoltre è possibile conservare fino a 100 delle vostre proprie
sequenze dell’utente.
• Sono disponibili due maniere per modificare uno step: con la modifica semplice senza usare la schermata di modifica; oppure
tramite la schermata di modifica che consente una modifica più dettagliata di uno step.
• Le operazioni con le rotelle (bender, modulazione) e le manopole, possono essere anch’esse registrate come parte di una
sequenza.
• Fino a 99 pattern differenti possono essere concatenati insieme con il sequenziatore di passo, e riprodotti come un loop.
È possibile memorizzare fino a 100 sequenze concatenate.
• La riproduzione con il sequenziatore frase può essere avviata dal sequenziatore di passo.
Come è organizzato il sequenziatore di passo
Il seguito descrive la configurazione di una singola sequenza.
• Una parte (PART) consite di nove parti di note (Batteria da 1 a 5, Basso, Solo 1 e 2, Accordo) e quattro parti di controllo.
• Le parti di controllo possono essere configurate con cambiamenti di pitch bend/controllo e con i trigger (che avviano e arrestano
la riproduzione) di esecuzione del sequenziatore frase.
• Per maggiori dettagli sulle impostazioni e altre informazioni su ciascuna parte, vedere “Modifica di una sequenza - Avanzato” a
pagina I-56.
• Ciascuna sequenza dispone di otto pattern differenti. È possibile configurare la battuta separata (Beat Info) per ciascuno degli
otto pattern.
• Una traccia consiste di 16 step di dati insieme con i loro parametri di traccia.
• È possibile usare la funzione di mixer del sintetizzatore per cambiare i timbri del sequenziatore di passo. Per maggiori dettagli,
vedere “Uso del mixer” a pagina I-78.
I-50
Uso del sequenziatore di passo
Parti di sequenza
Pattern da 1 a 8
(pagina I-50)
Parte
(pagina I-50)
Parte di note
Parte di
controllo
Cursori
(pagina I-53)
Battuta
Batteria 1
Traccia
Batteria 2
Traccia
Batteria 3
Traccia
Batteria 4
Traccia
Batteria 5
Traccia
Basso
Traccia
Solo 1
Traccia
Solo 2
Traccia
Accordi
Traccia
Controllo 1
Traccia
Controllo 2
Traccia
Controllo 3
Traccia
Controllo 4
Traccia
A
A
A
A
A
A
A
A
A
Cursore Master
(pagina I-54)
B
B
B
B
B
B
B
B
B
Mixer
(pagina I-78)
8ch
9ch
10ch
11ch
12ch
13ch
14ch
15ch
16ch
Traccia
Dati di step
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
Parametri di traccia
• Step massimo
• Dimensione step
• Altro
Tipo di controllo
• Solo traccia di controllo
Parte di note
Off, On, Legatura
*Nota 2
Nota 1
*Nota 3
Velocità
* Solo traccia di controllo
Parte di controllo
Valore
Spostamento di tasto
• Solo frase
I-51
Uso del sequenziatore di passo
Riproduzione di una sequenza di
passo
Una sequenza di passo può essere riprodotta dal modo
Performance, Timbro e Sequenziatore di passo.
La sequenza di passo può essere cambiata commutando ad
un pattern differente, selezionando un banco e numero di
sequenza differente, e spostando il tasto (Spostamento di
tasto).
bk
• Se il pulsante
CHAIN è illuminato (indicante il modo
di concatenamento), premere
CHAIN per spegnerlo
prima di iniziare la procedura riportata sotto.
bk
1. Premere bk START/STOP.
bk
Il pulsante
START/STOP lampeggerà e si avvierà la
riproduzione della sequenza.
Nome sequenza
Banco, numero di sequenza
3. Se si desidera cambiare ad una sequenza
differente, introdurre il modo Sequenziatore di
passo e cambiare il banco e/o il numero di
sequenza.
• Per selezionare una sequenza, eseguire i punti da 2 a 5
riportati in “Per usare la funzione Arpeggio” (pagina I-40).
4. Se si desidera spostare il tasto, premere 1
STEP SEQUENCER e quindi premere
SHIFT.
2 KEY
• Quando il tasto originale è C2, è possibile spostare il
tasto premendo un tasto della tastiera entro la gamma
da D2 a B2.
• È possibile specificare se spostare oppure no il tasto di
ciascuna singola parte. Per i dettagli, vedere la sezione
di questo manuale da “Modifica di una sequenza Avanzato” a pagina I-56.
• L’impostazione di attivazione/disattivazione dello
spostamento di tasto viene salvata come parametro di
Performance.
Modifica di una sequenza
-Modifica semplice
La modifica semplice di una sequenza può essere eseguita
dal modo Performance, Timbro, o Sequenziatore di passo.
Tempo
Misura
Battuta
bk
START/STOP mentre la riproduzione è
• Premendo
in corso, si interromperà la sequenza e l’illuminazione
del pulsante
START/STOP si spegnerà.
• La riproduzione del sequenziatore di passo può essere
eseguita automaticamente, senza premere
START/
STOP, usando la funzione di Arpeggio per specificare i
trigger per la riproduzione del sequenziatore di passo.
Per i dettagli, vedere la sezione di questo manuale da
“Per usare la funzione Arpeggio” a pagina I-40.
• Per informazioni sul cambio del tempo di riproduzione,
vedere “Per cambiare l’impostazione del tempo”
(pagina I-46).
bk
bk
2. Per cambiare ad un pattern differente,
introdurre il modo Sequenziatore di passo e
premere uno dei pulsanti
PATTERN da 1 a 8.
bl
L’illuminazione del pulsante del pattern selezionato si
spegnerà.
• Quando si cambia ad una misura differente, il pulsante
del pattern attualmente selezionato lampeggerà finché
non viene raggiunto un punto dove può essere
effettuato il cambiamento.
• Premendo il pulsante del pattern attualmente
selezionato, esso lampeggerà, indicando che la
riproduzione è in attesa di essere arrestata.
Successivamente, premendo
START/STOP la
riproduzione si arresterà quando raggiunge la fine della
misura attualmente in riproduzione. Per annullare
l’operazione di attesa di arresto descritta sopra,
premere di nuovo il pulsante lampeggiante.
bk
I-52
bk
• Se il pulsante
CHAIN è illuminato (indicante il modo
di concatenamento), premere
CHAIN per spegnerlo
prima di iniziare la procedura riportata sotto.
bk
1. Se il sintetizzatore è nel modo Performance o
modo Timbro, premere
1 STEP SEQUENCER.
Con questa operazione si introduce il modo
Sequenziatore di passo, che fa illuminare il pulsante
STEP SEQUENCER.
1
2. Eseguire i passi da 1 a 3 della procedura
riportata in “Riproduzione di una sequenza di
passo” a pagina I-52 per selezionare la sequenza
e il pattern che si desidera modificare.
3. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per
selezionare la parte che si desidera modificare.
Un puntatore (e) apparirà sul display sotto il numero
della parte attualmente visualizzata.
Nome della parte
selezionata
Numero della parte
selezionata
• Il puntatore (e) non appare sul display se si seleziona
una parte di tipo controllo.
4. Modificare ciascuna parte usando le procedure
riportate nelle sezioni seguenti.
Uso del sequenziatore di passo
Per attivare o disattivare uno step
■ Attivazione (Che suona)
4
Premere il pulsante
da 1 a 16 del numero di step che si
desidera attivare.
Quando uno step è attivato, il suo pulsante
da 1 a 16 si
illumina e NOTE viene visualizzato accanto al suo numero di
step.
2. Successivamente, mantenendo premuto 1
4 da
STEP SEQUENCER, premere il pulsante
1 a 16 che corrisponde al numero di step
dell’ultima nota del gruppo legato.
4
Numero dell’ultimo step
■ Disattivazione (Che non suona)
4
Premere il pulsante
da 1 a 16 del numero di step che si
desidera disattivare.
Quando un passo viene disattivato, l’illuminazione del suo
pulsante
da 1 a 16 si spegne e OFF viene visualizzato
accanto al suo numero di step.
4
• Questa operazione attiva il passo da voi specificato
come l’inizio del gruppo legato. Esso inoltre lega
insieme tutte le note dal primo step fino all’ultimo step.
• I pulsanti
da 1 a 16 che corrispondono ai numeri di
step inclusi nel gruppo legato lampeggeranno tutti.
Rilasciare
STEP SEQUENCER e le luci dei pulsanti
si spegneranno. (Anche se le luci dei pulsanti si
spengono, le note nel gruppo rimangono legate.)
• Per controllare quali step sono legati, mantenere
premuto
STEP SEQUENCER e quindi premere uno
qualsiasi dei pulsanti
da 1 a 16. Questa
operazione farà lampeggiare i pulsanti
da 1 a 16
degli step inclusi nel gruppo legato.
• Una parte di controllo non dispone di un’impostazione
di legatura.
4
1
1
• Per una parte di controllo non è presente nessuna
impostazione di attivazione/disattivazione step.
Per configurare le impostazioni delle note
legate
4
4
Uso dei cursori per cambiare le impostazioni
di nota e velocità
1. Mantenendo premuto 1 STEP SEQUENCER,
premere il pulsante
da 1 a 16 che
corrisponde al numero di step della prima nota
del gruppo legato.
4
1
• Se il pulsante
STEP SEQUENCER non è illuminato,
premere
STEP SEQUENCER per farlo illuminare
prima di iniziare la procedura riportata sotto.
1
■ Operazioni con i cursori
5
Numero del primo step
Usare
da 1/9 a 8/16 per cambiare le impostazioni di nota
e velocità (parte di nota) delle note degli step da 1 a 16.
• Nel caso di una parte di controllo, i cursori possono essere
utilizzati per cambiare l’effetto di controllo. Per maggiori
dettagli, vedere “Modifica di una sequenza - Avanzato” a
pagina I-56.
• Premere
1-8/9-16 per commutare le operazioni di
cursore tra gli step da 1 a 8 e gli step da 9 a 16.
• L’operazione con gli step da 1 a 8 è selezionata quando il
pulsante
1-8/9-16 è spento. L’operazione con gli step
da 9 a 16 è selezionata quando il pulsante
1-8/9-16 è
illuminato.
2
2
2
Step da 1 a 8, o step da 9 a 16 (selezionabile)
I-53
Uso del sequenziatore di passo
■ Selezione di una funzione del cursore
2
Premendo
SLIDER A/B si commutano le due funzioni dei
cursori.
Esempio: Sequenza preimpostata
SLIDER A/B spento: L (NOTA)
SLIDER A/B Illuminato: M (VELOCITÀ)
2
2
3. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per
selezionare la parte di cui si desidera cambiare
le assegnazioni dei cursori.
4. Premere 2 SLIDER A/B per selezionare la
serie di cursori (A o B) di cui si desidera
cambiare le assegnazioni.
5. Spostare il cursore visualizzato a “TYPE” e
br
quindi usare i pulsanti
NO e YES per
assegnare una delle seguenti funzioni ai cursori
selezionati.
Indica la funzione selezionata come L o M.
5
da 1/9 a 8/16 si attiverà lo
• Spostando un cursore
step corrispondente, anche se esso è attualmente
disattivato.
• La commutazione di funzione dei cursori non può
essere eseguita per una parte di controllo.
Uso del cursore Master per cambiare le
impostazioni di nota e velocità
5
MASTER per cambiare in
È possibile usare il cursore
gruppo le impostazioni (nota, velocità, staccato/tenuto,
velocità di riproduzione, groove) di tutte le parti.
• Le impostazioni che possono essere cambiate usando il
cursore master dipendono dal tipo di parte.
• Per alcune parti, il cursore master non può essere utilizzato
per cambiare le impostazioni.
• È possibile assegnare altre impostazioni al cursore master,
se lo si desidera. Per maggiori informazioni, vedere
“Cambio della funzione assegnata al cursore Master” a
pagina I-54 e “Cambio delle impostazioni dei cursori” a
pagina I-60.
Cambio di assegnazioni ai cursori
Con le impostazioni di default, i cursori A hanno assegnate le
impostazioni di nota, mentre i cursori B hanno assegnate le
impostazioni di velocità. È possibile usare la procedura
riportata sotto per assegnare ai cursori le impostazioni di
nota, impostazioni di velocità, o entrambe le impostazioni di
nota e velocità.
È anche possibile specificare l’impostazione di nota o di
velocità che è selezionata a ciascuna delle otto posizioni dei
cursori.
1. Premere 1 STEP SEQUENCER.
2. Mantenere premuto 2 SLIDER A/B finché sul
display non appare la schermata SLIDER
mostrata sotto.
NOTE
: Nota
VELO
: Velocità
NOTE & VELO : Entrambe nota e velocità
6. Usare il selettore bp, i pulsanti br su (q) e giù
bl
(w), o i pulsanti
PATTERN (da 1 a 8) per
spostare l’indicatore visualizzato alla posizione
del cursore (da 1 a 8) di cui si desidera
cambiare l’impostazione.
• I numeri da 1 a 8 indicano le otto posizioni dei cursori,
da sopra (8) a sotto (1).
7. Usare i pulsanti br NO e YES per cambiare il
valore di nota e di velocità alla posizione del
cursore attualmente selezionato.
• È possibile anche premere il tasto della tastiera che
corrisponde alla nota che si desidera introdurre per
specificare la nota e la velocità per la posizione del
cursore attualmente selezionato.
• Per una parte di accordi, è possibile specificare fino a
tre valori.
• Per modificare le funzioni dei cursori, usare la modifica
avanzata dei parametri. Per i dettagli, vedere “Modifica
di una sequenza - Avanzato” (pagina I-56).
Cambio della funzione assegnata al cursore
Master
1. Premere 1 STEP SEQUENCER.
2. Mantenere premuto 2 SLIDER A/B finché non
appare la schermata SLIDER.
3. Premere br MENU e quindi premere il pulsante
br
destra (I) per spostare l’indicatore per la
selezione della voce (0) a “M.Slider”.
I-54
Uso del sequenziatore di passo
4. Premere br ENTER.
Questa operazione visualizzerà la schermata per
l’impostazione del cursore master.
Introduzione dei dati di step suonando sulla
tastiera, ecc.
È possibile introdurre nota, velocità, ed altri dati di step,
eseguendo operazioni di tastiera, pitch bend e di manopola
mentre si suona.
• Quando si introduce un’operazione di pitch bend o di
manopola, innanzitutto è necessario usare la traccia di
controllo per selezionare il pitch bender o manopola e
quindi introdurre l’esecuzione.
1. Premere 7 EDIT.
5. Usare i pulsanti br meno (–) e più (+), ed i
9
pulsanti
PART meno (–) e più (+) per
visualizzare il nome della parte che si desideta
cambiare all’interno delle parentesi %
accanto a Part.
6. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’impostazione “Assign”, e quindi
usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e
più (+) per cambiare ad una delle impostazioni
descritte sotto.
bp
Assegnazione
br
Descrizione
2. Usare il pulsante br giù (w) per spostare
l’indicatore per la selezione della voce (0) a
“Step Edit”, e quindi premere
ENTER.
br
3. Introdurre i dati come viene descritto sotto.
■ Mentre la riproduzione della sequenza è in corso
Premere i tasti della tastiera ed eseguire le altre operazioni
come si richiede, in sincronismo con la riproduzione.
■ Mentre la riproduzione della sequenza è arrestata
Eseguire l’introduzione nello step attualmente visualizzato.
Cambio del canale Solo1
Nop
Nessuna operazione. L’operazione con il
cursore Master è disabilitata.
Solo1 è normalmente assegnato al canale 14.
È possibile usare la procedura riportata sotto per cambiare
l’assegnazione al canale 1 quando si desidera usare Solo
Synth o altri timbri speciali come timbro di assolo.
S. Data
Dati di step. Cambia i dati di tutti gli step (da 1
a 16) che sono attualmente attivati.
1. Premere 1 STEP SEQUENCER.
S. Size
Dimensione step
NoteLn
Lunghezza nota
Groove
Groove
Octave
Quando sono presenti note assegnate ai
cursori da 1 a 8, spostando il cursore master
quando questa impostazione è valida,
cambieranno le ottave delle note (Gamma: Da
–1 a 0, a 1).
• Per maggiori dettagli sulle assegnazioni di dimensione
step, lunghezza nota, e groove, vedere “Parametri del
sequenziatore di passo” a pagina I-57.
• Le funzioni dei cursori possono anche essere modificate
come viene descritto sotto. Per informazioni
sull’esecuzione di questi cambiamenti, vedere “Cambio
delle impostazioni dei cursori” a pagina I-60.
– Copia di impostazioni da un altro cursore
– Preimpostazioni dei cursori di scala, batteria, velocità
– Spostamento di nota
2. Premere br MENU e quindi premere il pulsante
br destra (I).
3. Dopo aver confermato che l’indicatore per la
selezione della voce (0) sia accanto a
“Setting”, premere
ENTER.
br
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Solo1 Ch”.
5. Usare i pulsanti br meno (–) e più (+) per
cambiare l’impostazione di canale Solo1.
1 : Canale 1
14 : Canale 14
• L’impostazione del canale Solo1 viene salvata come
parametro di Performance.
I-55
Uso del sequenziatore di passo
Cambio della sincronizzazione di
commutazione pattern
1. Eseguire i punti da 1 a 3 della procedura
riportata in “Cambio del canale Solo1” a pagina
I-55.
2. Usare br su (q) e giù (w) per spostare
l’indicatore per la selezione della voce (0) a
“Pattern Change Timing”.
Per suonare una parte singola
(modo di assolo)
1. Premere 1 STEP SEQUENCER e quindi
premere
7 EDIT.
7
• Questo passo non è necessario se si è già premuto
EDIT e una sequenza di passo è in fase di modifica.
2. Premere bn MIXER.
3. Mantenere premuto il pulsante (pulsanti 4
della parte di nota da 9 a 16) che corrisponde
alla parte in cui si desidera eseguire l’assolo)
• Per annullare l’impostazione di assolo, uscire dal modo
Sequenziatore di passo o visualizzare la schermata
Track On/Off (pagina I-57).
• Per i dettagli sulle operazioni del mixer, vedere “Uso
del mixer” a pagina I-78.
3. Usare i pulsanti br meno (–) e più (+) per
selezionare una delle sincronizzazioni di
commutazione pattern descritte sotto.
Wait : Attendere finché non inizia la misura successiva.
Real : Commutare immediatamente, anche se è in fase di
esecuzione una misura.
Beat : Commutare all’inizio della battuta.
• L’impostazione di sincronizzazione per la
commutazione pattern viene salvata come parametro di
Performance.
Sincronizzazione della riproduzione del
sequenziatore di passo con un arpeggio
Vedere “Per usare la funzione Arpeggio” a pagina I-40.
Modifica di una sequenza Avanzato
È possibile usare le procedure riportate in questa sezione per
la modifica avanzata e dettagliata dei parametri della
sequenza.
Per eseguire la modifica avanzata dei
parametri
1. Premere 7 STEP SEQ.
2. Premere 7 EDIT.
Schermata del mixer
Cambio del timbro del
sequenziatore di passo
È possibile usare la funzione di mixer del sintetizzatore per
cambiare il timbro del sequenziatore di passo.
• I dati assegnati dal mixer ai canali da 8 a 16 vengono
salvati come dati del sequenziatore di passo.
• I parametri del mixer vengono applicati a tutti i parametri del
pattern.
• Per maggiori dettagli, vedere “Uso del mixer” a pagina I-78.
I-56
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) alla voce di menu per la modifica che si
desidera eseguire.
Uso del sequenziatore di passo
■ Parametri del sequenziatore di passo
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Trk On/Off >Ent
Gamma di impostazione e
contenuto della schermata
Descrizione
Modifica traccia (track on/off).
EDIT nel modo Sequenziatore di passo, si
• Premendo
visualizzerà la stessa schermata come Trk On/Off >Ent.
7
Pattern
Numero di pattern
Da 1 a 8
Part
Nome di parte.
Da Drm1 a Drm5, Bass, da Sol1 a Sol2,
Chrd, da Ctl1 a Ctl4
Track
da 1 a 16 per
Attivazione/disattivazione traccia. Usare
commutare.
da 1 a 4 corrispondono rispettivamente alle parti di
•
controllo da 1 a 4. Alla stessa maniera,
da 8 a 16
corrispondono alle parti di nota (pagina I-51).
4
4
Step Edit >Ent
Da Drm1 a
Drm5, Bass,
Sol1 e Sol2
Off, On
4
Modifica step. Gruppo di modifica per specifico step.
NOTE, VELO Seleziona disattivazione (OFF), attivazione (NOTE), o legatura Off, (Quando attivato) NOTE: Da C- a
(TIE) per uno step. Quando è selezionato attivazione, vengono G9*, (Quando attivato) VELO: Da 1 a
configurate le impostazioni dei parametri di nota (NOTE) e
127, Tie
velocità (VELOCITY). L’impostazione di legatura non può
essere selezionata per Step 1.
Nota
Chrd
Velocità
NOTE, VELO Seleziona disattivazione (OFF), attivazione (NOTE), o legatura Off, (Quando attivato) NOTE: Off o da
(TIE) per uno step. Quando è selezionato attivazione, vengono C- a G9*, (Quando attivato) VELO: Da
configurate le impostazioni dei parametri di nota (NOTE) e
1 a 127, Tie
velocità (VELOCITY). L’impostazione di legatura non può
essere selezionata per Step 1.
Note di accordo
Da Ctl1 a Ctl4
Effetti della parte di controllo (Ctl). Dati di ciascuna parte.
Velocità
NOP: Nessuna operazione. Le gamme
delle altre impostazioni sono mostrate
sotto.
La schermata di esempio riportata sotto
mostra la schermata PHRASE.
Menu
Valore
BEND
Variazione del pitch
Da –128 a +127
Da CC1 a
CC97
Cambio controllo MIDI.
Da 0 a 127, Pan solo da –64 a +63
Da K1 a K4
Operazioni di manopola specificate da una Performance, ecc.
Da 0 a 127
TEMPO
Tempo
Da 30 a 255
PHRASE
Specifica i trigger per l’avvio e l’arresto della riproduzione del
sequenziatore frase. Visualizzazione solo per Controllo 4
(Ctl4).
Nop: Disabilitato, Stop: Arresto
riproduzione, Start: Avvio riproduzione,
Da –24 a +24: Spostamento dal tasto
originale (Quando è selezionato Start)
I-57
Uso del sequenziatore di passo
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Track Param >Ent
Beat Info
I-58
Descrizione
Gamma di impostazione e
contenuto della schermata
Parametro traccia
Max Step
Step massimo. Specifica il numero di step riprodotti da una
Da 1 a 16
parte. Se il numero massimo specificato di step viene superato
durante la riproduzione, quest’ultima ritorna al primo step.
Step Size
Dimensione step. Specifica la lunghezza delle note tra gli step. 2, 6,
NoteLngth
Lunghezza nota. Lunghezza della nota attivata specificata
come una percentuale della dimensione di step. 100%
specifica la stessa dimensione dell’originale, mentre 50%
specifica una lunghezza di nota metà dell’originale.
Groove
Groove. Specifica la sincronizzazione della nota attivata dello Da 10 a 90%
step in levare. La lunghezza delle note dello step cambia
alternativamente con la riproduzione step. 50% specifica pari,
mentre un valore maggiore incrementa la lunghezza della nota
della prima metà.
Grv.Type
Tipo di groove. Specifica il tipo di lunghezza della nota attivata Norml: Riproduzione normale eseguita
quando qualsiasi valore diverso da 50% è specificato per
con lunghezza basata sulla percentuale
Groove.
attuale.
Short: Quando la lunghezza dello step
viene cambiata da Groove, regola alla
lunghezza più corta.
Ctrl.Ch
(Solo parte di controllo)
Canale di controllo. Specifica il canale che applica l’effetto
della traccia di controllo.
Canale 1, da 8 a 16
Smooth
(Solo parte di controllo)
Smooth. Controlla la riproduzione della traccia di controllo.
Quando è attivata, i dati di controllo vengono interpolati e
riprodotti.
On, Off
Phrase No.
(Solo parte di Controllo 4)
Numero di Sequenziatore frase. Specifica il numero di
sequenziatore frase da controllare.
Da P00 a P99, da U00 a U99
Key Shift >Ent
Gruppo di modifica per lo spostamento tasto. Questa
impostazione non può essere configurata per Controllo da 1 a
3. L’impostazione in tempo reale non è supportata quando
Controllo 4 è configurato per eseguire lo spostamento di tasto
del sequenziatore frase.
, 7,
,8
Da 1 a 100%
Enable
Attivazione/disattivazione spostamento di tasto
Off, On
BreakPoint
Punto tra C e B dove lo spostamento di tasto abbassa l’ottava
quando viene superato quel tasto.
Da C a B
Realtime
Tempo reale. Specifica la sincronizzazione di breakpoint.
On: Cambia immediatamente
Off: Cambia alla nota successiva
Impostazione della battuta
Da 2/4 a 8/4, da 2/8 a 16/8
Uso del sequenziatore di passo
Livello 1
Livello 2
Livello 3
Copy >Ent
Descrizione
Gamma di impostazione e
contenuto della schermata
Copiatura dati
Track
Copia i dati da un’altra traccia. Copia i dati di step e i dati dei
parametri di parte.
• I dati in fase di modifica (TMP) possono anche essere
copiati.
• Le seguenti sono le parti che possono essere copiate.
Da
Da Dr1 a S2
Accordo
Da Ctrl1 a Ctrl3
Ctrl4
A
3 Da Dr1 a S2
3
Accordo
3 Da Ctrl1 a Ctrl3
3
Ctrl4
Nome della parte della sorgente di copia
Numero di pattern della
sorgente di copia
Sequenza della sorgente
di copia (banco, numero)
Numero di pattern della
destinazione di copia
Nome della parte della
destinazione di copia
Pattern
Copia i dati da un altro pattern.
• I dati in fase di modifica (TMP) possono anche essere
copiati.
Numero di pattern della sorgente di copia
Sequenza della sorgente
di copia (banco, numero)
Numero di pattern della
destinazione di copia
Note Shift >Ent
Gruppo di modifica per lo spostamento di nota
Shift
Specifica quanto spostare in passi di semitoni.
Ptn
Specifica un pattern da spostare.
Da 01 a 08
Part
Specifica una parte da spostare.
Da Dr1 a Dr5, Bas, Sl1 e Sl2, Chd
Clear >Ent
Da –24 a +24
Cancellazione dei dati di traccia
Track
Pattern, Part
Seleziona un pattern e/o una parte all’interno di una traccia.
Pattern
Cancella tutti i pattern.
Set
Cancella tutti i dati della traccia (set).
Slider Edit >Ent
Pattern: Da 01 a 16
Part: Da Drm1 a Drm5, Bass,
da Sol1 e Sol2, Chrd, da Ctl1 a Ctl4
Impostazioni dei cursori nel modo Sequenziatore di passo.
• Quando il pulsante
STEP SEQUENCER è illuminato, è
possibile anche mantenere premuto
SLIDER A/B finché
non appare la schermata “TYPE”, e quindi eseguire le
operazioni descritte di seguito.
1
TYPE
• Mentre è visualizzata la
schermata “TYPE”,
premere
MENU per
introdurre il Livello 3.
2
Cambia la funzione assegnata al cursore.
Per maggiori dettagli sulla procedura
operativa e impostazioni, vedere la
procedura che inizia dal punto 3
riportato in “Cambio di assegnazioni ai
cursori” (pagina I-54).
Copy >Ent
Copia le impostazioni da un altro cursore.
Preset >Ent
Preimpostazioni dei cursori di scala, batteria, velocità.
Note Shift
>Ent
Spostamento di nota.
Per maggiori dettagli sulla procedura
operativa e impostazioni, vedere la
procedura che inizia dal punto 4
riportato in “Cambio delle impostazioni
dei cursori” (pagina I-60).
br
M.Slider >Ent Cambia la funzione del cursore master.
Per maggiori dettagli sulla procedura
operativa e impostazioni, vedere la
procedura che inizia dal punto 5
riportato in “Cambio della funzione
assegnata al cursore Master” (pagina
I-54).
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
I-59
Uso del sequenziatore di passo
4. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
3. Premere br MENU.
spostare le parentesi % o il cursore alla voce
di cui si desidera cambiare l’impostazione, e
quindi usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per
cambiare l’impostazione selezionata.
br
bl
• Usare
PATTERN per cambiare il numero di pattern.
• Usare i pulsanti
PART meno (–) e più (+) per
cambiare il nome della parte.
• Usare i pulsanti
STEP meno (–) e più (+) per
cambiare il numero di step.
• Per ritornare al livello di menu precedente, premere
EXIT.
• La schermata del mixer mostra le impostazioni attuali.
• Mentre è visualizzata la schermata Step Edit, la tastiera
riprodurrà il timbro della parte attualmente selezionata.
La schermata del mixer mostra le impostazioni di
ciascuno step (la voce di nota, velocità o valore che è
attualmente in fase di modifica).
Sulla schermata del mixer, le note vengono mostrate in
una posizione specifica sulla schermata come da C a
B, indifferentemente dall’ottava reale.
9
bk
br
4. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) alla voce che si desidera, e quindi premere
ENTER. Le voci disponibili sulla schermata
sono descritte sotto.
br
■ Copy: Copia le impostazioni da un altro cursore.
br
Usare i pulsanti
cursore (U, q, w, I) per spostare le
parentesi % ad una voce, e quindi usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare l’impostazione della voce.
br
Numero di sequenza
della fonte di copia
Impostazione di pulsante
SLIDER A/B
Pattern
Cambio delle impostazioni dei
cursori
In aggiunta ai cambiamenti che possono essere effettuati
utilizzando le procedure di modifica semplice (pagina I-52), è
possibile anche eseguire quanto segue.
• Copiare le impostazioni da un altro cursore
• Preimpostazioni dei cursori di scala, batteria, velocità
• Spostamento di nota
Per copiare le impostazioni da un altro
cursore
1. Premere 1 STEP SEQUENCER.
2. Mantenere premuto 2 SLIDER A/B finché non
appare sul display una schermata simile a
quella mostrata sotto.
I-60
Nome del pattern della destinazione di copia
Impostazione di pulsante SLIDER A/B
• Le parti di accordi possono essere copiate solo tra le parti
di accordi.
• I dati in fase di modifica (!TEMP) possono essere specificati
come una sorgente di copia.
Uso del sequenziatore di passo
■ Preset: Preimpostazioni dei cursori di scala,
batteria, velocità
br
Usare i pulsanti
cursore (U, q, w, I) per spostare le
parentesi [ ] ad una voce, e quindi usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare l’impostazione della voce.
Immettendo un numero di cursore preimpostato, viene
visualizzato automaticamente il nome del cursore
preimpostato.
br
Numero del cursore
preimpostato
Nome del cursore
preimpostato
Per salvare una sequenza
modificata
Premere 7 WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di una sequenza. Salvare la sequenza
eseguendo la stessa operazione come quella per il
salvataggio di un timbro dell’utente (pagina I-12).
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati da voi
salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di sequenze ad un dispositivo
esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
Concatenamento
Per creare un concatenamento
Nome di pattern
Impostazione di pulsante
SLIDER A/B
• Quanto segue mostra i numeri dei cursori preimpostati e i
loro relativi nomi corrispondenti.
1 Major, 2 Minor, 3 Dorian, 4 Lydian, 5 Mixolydn (Misolidia),
6 Phrygian, 7 Locrian, 8 M.Minor (Minore melodica),
9 H.Minor (Minore armonica),
10 H.M. 5th (Minore armonica 5th), 11 Altered (Alterata),
12 WholeTon (Scala esatonale), 13 Diminish (Diminuita),
14 Pentaton (Pentatonica),
15 M.Penta (Pentatonica minore), 16 Blues,
17 Kick (Batteria Basso), 18 Snare, 19 Hi-hat, 20 Toms,
21 Cymbal, 22 Velocity
• I seguenti sono i numeri dei cursori preimpostati destinati
solo alla parte di accordi, e loro nomi relativi.
1 Diatonic, 2 Minor, 3 H.Minor (Minore armonica),
4 Velocity
1. Nel modo Sequenziatore di passo, premere bk
CHAIN.
2. Premere 7 EDIT.
■ Note Shift: Sposta le note.
br
Usare i pulsanti
cursore (U, q, w, I) per spostare le
parentesi [ ] ad una voce, e quindi usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare l’impostazione del valore di
spostamento della voce.
br
Valore spostamento (da –24 a +24)
Nome di pattern
Impostazione di pulsante
SLIDER A/B
I-61
Uso del sequenziatore di passo
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
spostare il cursore ad una voce, e quindi
immettere l’impostazione che si desidera.
Numero di concatenamento
Per riprodure un concatenamento
1. Mantenere premuto bk CHAIN finché non
appare la schermata CHAIN.
Misura
2. Usare il selettore bp, i pulsanti bq, o i pulsanti
Numero di sequenza
br
meno (–) e più (+) per visualizzare il
concatenamento che si desidera riprodurre.
Tipo di concatenamento
Spostamento di
tasto
Numero di pattern
• Le operazioni con i pulsanti per cambiare
un’impostazione dipendono dalla voce selezionata.
Numero di sequenza : Per selezionare una sequenza,
eseguire i punti da 2 a 5 riportati
in “Per usare la funzione
Arpeggio” (pagina I-40).
Numero di pattern
:
(–, +) o
PATTERN
(–, +)
Misura
:
(–, +) o tasto della tastiera
Spostamento di tasto :
(tasti di estrema sinistra,
un’ottava da C a B)
Tipo di concatenamento :
(–, +)
• Per il tipo di concatenamento, è possibile specificare
LOOP, che ripete a ciclo continuo la riproduzione, o
END per terminare la riproduzione concatenata.
• È possibile usare
DELETE per cancellare parte di
un concatenamento.
• Inoltre è possibile inserire parte di un concatenamento
premendo
INSERT.
• Per controllare il pattern attualmente selezionato,
premere
CHAIN e quindi premere
START/
STOP per eseguire il pattern. È possibile modificare un
pattern durante la sua esecuzione.
br
br
br
bl
br
bk
bk
bk
bk
3. Premere bk START/STOP.
bk
• Per arrestare la riproduzione, premere di nuovo
START/STOP.
• È possibile arrangiare di nuovo un concatenamento in
un secondo tempo, se lo si desidera. Per maggiori
dettagli sull’operazione, vedere “Per creare un
concatenamento” a pagina I-61.
Per inizializzare le impostazioni di
concatenamento
1. Mantenere premuto bk CHAIN finché non
appare la schermata CHAIN.
2. Premere br MENU.
3. Usare il selettore bp, o i pulsanti br cursore
(U, q, w, I) per spostare l’indicatore per la
selezione della voce (0) a “Initialize” e quindi
premere
ENTER.
br
4. Premere 7 WRITE per visualizzare la
schermata per il salvataggio di un
concatenamento. Salvare il concatenamento
eseguendo la stessa operazione come quella
per il salvataggio di un timbro dell’utente
(pagina I-12).
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati
da voi salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di un concatenamento ad un
dispositivo esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
I-62
4. Premere di nuovo br ENTER.
Questa operazione fa apparire “Sure?” sul display.
5. Premere br YES.
Il messaggio “Complete!” apparirà sul display quando
l’inizializzazione è completata.
Uso del sequenziatore di passo
Per salvare un concatenamento in formato
SMF ad una scheda di memoria
• Prima di eseguire la procedura seguente, inserire una
scheda di memoria nel sintetizzatore.
1. Mantenere premuto bk CHAIN finché non
appare la schermata CHAIN.
2. Usare il selettore bp, i pulsanti bq, o i pulsanti
br
meno (–) e più (+) per visualizzare il
concatenamento che si desidera salvare.
3. Premere br MENU.
4. Usare il selettore bp, o i pulsanti br cursore
(U, q, w, I) per spostare l’indicatore per la
selezione della voce (0) a “SMF Save” e quindi
premere
ENTER.
br
• Per la procedura rimanente, eseguire i passi iniziando
dal punto 4 riportato in “Salvataggio dei dati del
sintetizzatore su una scheda di memoria” (pagina I-88).
• Per salvare i dati ad una scheda di memoria, vedere “Uso
di una scheda di memoria” a pagina I-86.
I-63
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
7 8 bm
bp
br
bk
È possibile utilizzare il sample looper per registrare ed
eseguire il loop fino a 19 secondi di introduzione
dall’esecuzione del sintetizzatore, microfono, o linea, e per
sovraregistrare un loop precedentemente registrato.
Si possono memorizzare fino a 10 campioni di dati registrati
nella memoria del sintetizzatore.
• L’ingresso esterno ai terminali
INST IN e
MIC IN
può essere registrato come un campione. Notare che
l’ingresso tramite
AUDIO IN non può essere registrato
come un campione.
• Per importare un campione al sintetizzatore, la cui qualità è
superiore rispetto all’ingresso esterno, utilizzare
l’applicazione software Data Editor (pagina I-93) per
trasferire i dati della forma d’onda da un computer.
cl
cl
cl
Registrazione del campione
• La registrazione del campione può essere eseguita
utilizzando uno dei cinque modi di registrazione, che
presentano combinazioni differenti di metodi di avvio e tipi
di registrazione. Per i dettagli, vedere “Per registrare con il
sample looper” (pagina I-64).
• La modifica di onda dell’utente può essere utilizzata per
modificare i parametri di un campione salvato. Per maggiori
informazioni, vedere la sezione “Parametri modificabili per il
timbro di onda dell’utente” (pagina I-32).
• Un campione può essere riprodotto sulla tastiera come dati
di sample looper, o come un timbro di onda dell’utente.
• Le impostazioni di LOOP e HOLD possono essere attivate
e disattivate per la riproduzione di campioni, allo stesso
modo come per le frasi (pagina I-45).
Per registrare con il sample looper
• Se si desidera immettere un suono da una sorgente
esterna, collegare la sorgente esterna al sintetizzatore
come mostrato a pagina I-8.
• È possibile usare il pedale del sintetizzatore per eseguire le
operazioni di registrazione e riproduzione del campione.
Per maggiori dettagli sulle impostazioni di configurazione
del pedale, vedere il paragrafo “Pedal” riportato in “Lista dei
parametri modificabili di performance” (pagina I-73).
1. Premere bm REC.
Questa operazione visualizza la schermata per
l’impostazione di LOOPER REC (registrazione di sample
looper). Per maggiori dettagli sul modo di registrazione,
vedere il punto 2 di questa procedura.
■ Impostazioni del menu di registrazione
Mentre è visualizzata la schermata LOOPER REC,
premere
MENU per introdurre il menu di
registrazione.
br
br
cursore (U, q, w, I) per
• Usare i pulsanti
selezionare una voce di menu, e quindi usare il
selettore
o i pulsanti
meno (–) e più (+) per
cambiare l’impostazione della voce.
bp
I-64
br
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
Menu
Descrizione
Impostazioni
Precount
Preconteggio (precount). Specifica il preconteggio inserito prima dell’avvio della
registrazione, quando il metodo di avvio registrazione è nel modo manuale (ML).
Off, da 2 a 8
Threshold
Livello di soglia (Threshold). Specifica il livello di soglia che deve essere superato dal
suono in ingresso per avviare la registrazione, quando il metodo di avvio registrazione è
nel modo automatico (AT).
• Impostando un valore alto, si richiederà un livello del suono elevato per avviare la
registrazione.
Da 0 a 127
Reverse
Modo reverse (Reverse). Per una nuova registrazione, si riproduce solo la parte registrata
prima, in ordine inverso.
Off, On
Channel
Canale di campionamento (Channel). Per una nuova registrazione, specifica la
registrazione stereo o la registrazione monofonica.
Stereo: Registrazione stereo
Mono: Registrazione monofonica
Smpl Rate
Rapporto di campionamento della nuova registrazione (sampling rate). Frequenza di
campionamento.
42 kHz, 21 kHz
Auto OVDB
Specifica l’operazione dopo che viene impostato il punto finale di un campione durante
una nuova registrazione. Le opzioni sono l’avvio automatico della riproduzione loop (Off) o
la sovraregistrazione (On).
Off, On
• Le impostazioni di modo reverse, canale di campionamento, e rapporto di campionamento vengono applicate solo ad una
nuova registrazione. Esse non vengono applicate durate la sovraregistrazione.
• Più alto è il rapporto di campionamento, e più il campione si avvicina al suono originale. Il tempo di registrazione consentito
dipende dalle impostazioni della frequenza e canale di campionamento.
Battute massime registrabili per ciascun tempo
Tempo di registrazione
massimo approssimativo
Tempo 30
Tempo 101
Tempo 120
Tempo 126
Tempo 132
Tempo 255
Stereo/42 kHz
4 secondi
2
8
9
10
10
20
Stereo/21 kHz
Mono/42 kHz
9 secondi
4
16
19
20
21
–
Mono/21 kHz
19 secondi
9
32
–
–
–
–
Canale/Frequenza
• Quando si configura l’impostazione di soglia, è possibile controllare sullo schermo il livello di soglia e il livello del suono
attuali in ingresso.
Livello soglia
Livello ingresso
■ Regolazione del tempo
8
Usare i pulsanti
TEMPO meno (–) e più (+) per regolare il tempo.
• Per informazioni sul metodo di regolazione del tempo, vedere “Per cambiare l’impostazione del tempo” (pagina I-46).
2. Usare il selettore bp e i pulsanti br meno (–) e più (+) per selezionare uno dei cinque modi di
registrazione descritti sotto.
• Le due lettere alla fine del nome del modo indicano il metodo utilizzato per avviare la registrazione.
AT : Automatico (Auto). Il sintetizzatore entra in attesa di registrazione ed avvia automaticamente la registrazione quando il
suono viene messo in ingresso suonando sulla tastiera, con il microfono, ecc.
ML : Manuale (Manual). La registrazione deve essere avviata manualmente.
br
• Per configurare le impostazioni (Length, Beats, Splits) in ciascun modo di registrazione, usare i pulsanti
su (q) e giù
(w) per selezionare una voce, e quindi usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare
l’impostazione.
bp
br
I-65
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
(1) NORM-AT:
Registra un nuovo campionamento con avvio automatico.
• Impostazione Length (tempo di registrazione)
Free
: La fine del campione è il punto dove viene
premuto
REC o
PLAY/STOP per
arrestare la registrazione. Se la
registrazione raggiunge il tempo massimo
di registrazione consentito prima che venga
premuto un pulsante per arrestarla, quel
punto diviene la fine del campione.
01 - 32bt : Specifica il tempo di registrazione come un
numero di battute.
bm
bm
(4) SPLT-AT:
Crea un campione collegando insieme registrazioni di un
numero specificato di campioni, ciascuno dei quali ha una
lunghezza specificata. Per questo modo è disponibile solo
la registrazione automatica.
• Impostazione Length (lunghezza split)
Free : La fine del campione è quando c’è silenzio.
1 - 6bt : Specifica il numero di battute da scorrere
prima del silenzio, nel cui momento si avvia la
registrazione dello split successivo. Se c’è
silenzio prima che viene raggiunto il numero
specificato di battute, la registrazione continua
finché non viene completato il numero di
battute specificato.
• Impostazione del numero di split (suddivisioni)
2, 3, 4, 5: Specifica il numero di split.
(2) NORM-ML:
Registra un nuovo campione con avvio manuale.
• Le impostazioni per questo modo sono le stesse come
quelle per NORM-AT.
■ Selezione di uno split registrato con SPLT-AT
come un timbro di onda dell’utente
• Per selezionare lo split come un timbro di Solo
Synthesizer:
Vedere “PCM Wave” (pagina I-23).
• Per selezionare lo split come un timbro PCM di batteria:
Vedere “Inst Number” (pagina I-31).
(3) BEAT-AT:
Crea un campione registrando una battuta e ripetendola
un numero specificato di volte. Per questo modo è
disponibile solo la registrazione automatica.
• Impostazione Beats (numero di battute)
02 - 32 : Specifica il numero di volte che viene ripetuta
una registrazione di una battuta.
I-66
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
(5) OVDB-ML:
Abilita la sovraregistrazione di un campione esistente
dall’inizio. Per questo modo è disponibile solo la
registrazione manuale. Quando si utillizza questo modo di
registrazione, è necessario selezionare il campione
esistente che si desidera sovraregistrare, prima di
eseguire il punto 1 di questa procedura.
Il sintetizzatore introdurrà automaticamente il modo di
registrazione OVDB-ML immediatamente dopo la
registrazione di un campione (se il campione non è stato
già memorizzato). Se in questo caso si desidera
registrare ancora una volta i nuovi dati, selezionare un
altro modo di registrazione diverso da OVDB-ML.
Numero e nome del campione esistente
4. A seconda del modo di registrazione da voi
selezionato, eseguire una delle procedure
descritte di seguito per avviare la registrazione.
■ NORM-AT
Suonare qualche brano sulla tastiera, immettere
il suono dal microfono o strumento musicale
elettronico collegato, o premere
REC per
avviare la registrazione.
bm
bm
• Quando si avvia la registrazione, il pulsante
REC
interromperà di lampeggiare e rimarrà illuminato fisso.
• Mentre la registrazione è in corso, è possibile avere
un’idea sommaria di quanta memoria disponibile è
stata utilizzata, controllando l’indicatore d’uso della
memoria sul display del sintetizzatore.
Indicatore d’uso della memoria
Canale e frequenza di campionamento
• Specificando una lunghezza che eccede il tempo
massimo di registrazione consentito, lampeggerà “ ! ”
sul display. Se ciò accade, regolare la lunghezza,
canale di campionamento, frequenza di
campionamento, tempo, e altre impostazioni,
concordemente con l’indicazione di canale/frequenza
descritta a pagina I-65.
• Eseguendo l’operazione riportata nel punto 3 mentre
un punto esclamativo ( ! ) è lampeggiante sul display,
apparirà il messaggio “LOOPER: Can’t REC”, indicante
che non è possibile avviare la registrazione.
3. Premere il pulsante bm REC in modo che esso
inizi a lampeggiare, indicando l’attesa di
registrazione.
• Se si è specificato un numero di battute per
l’impostazione di “Length”, il pulsante
REC inizierà
a lampeggiare dopo che è stato registrato il numero
specificato di battute. Questo indica che la
registrazione è in attesa di sovraregistrazione.
• Se si è specificato “Free” per l’impostazione di
“Length”, premendo
REC durante la registrazione,
alla fine del loop il pulsante
REC inizierà a
lampeggiare. Questo indica che la registrazione è in
attesa di sovraregistrazione.
• Se durante la registrazione viene raggiunto il tempo
massimo consentito, la registrazione commuterà
automaticamente all’attesa di sovraregistrazione.
• Non appena la registrazione entra in attesa di
sovraregistrazione, il sintetizzatore avvia la
riproduzione continua del campione registrato fino a
quel punto. Durante questa riproduzione è possibile
eseguire delle prove della parte successiva che si
desidera sovraregistrare, eseguire un duetto con il
loop, ecc.
• Se è attivato “Auto OVDB”, la sovraregistrazione si
avvierà automaticamente senza entrare in attesa di
sovraregistrazione.
bm
bm
bm
■ NORM-ML
Quando si desidera avviare la registrazione,
premere
REC.
bm
• Una volta che si avvia la registrazione, le procedure
sono le stesse come quelle per NORM-AT.
I-67
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
bm
■ BEAT-AT
Eseguire qualche brano sulla tastiera,
immettere il suono dal microfono o strumento
musicale elettronico collegato, oppure premere
REC per avviare la registrazione della
Battuta 1.
bm
bm
• Quando si avvia la registrazione, il pulsante
REC
interromperà di lampeggiare e rimarrà illuminato fisso.
• Dopo che la registrazione di Battuta 1 è completata, il
resto del campione, da Battuta 2 fino al numero di
battute specificato dall’impostazione “Beats” verrà
creato automaticamente. Dopodiché, la registrazione
entrerà in attesa di sovraregistrazione.
■ SPLT-AT
Eseguire qualche brano sulla tastiera, o
immettere il suono dal microfono o strumento
musicale elettronico collegato, e quindi la
registrazione si avvierà automaticamente.
• Se si preme
REC per arrestare la registrazione
prima del numero di split specificato dall’impostazione
“Splits”, verrà salvato solo il numero di split da voi
registrato fino a quel punto. Ad esempio, arrestando la
registrazione dopo tre split, quando è stato specificato
5 per l’impostazione “Splits”, sarà creato un loop di tre
split.
■ OVDB-ML
Quando si usa il modo di registrazione OVDB-ML, è
necessario selezionare il campione esistente che si
desidera sovraregistrare, prima di eseguire il punto 1 di
questa procedura.
Premere
bm REC.
bm
• Questa operazione fa illuminare
REC e avvia la
sovraregistrazione del campione da voi selezionato.
• Durante la sovraregistrazione, il display del
sintetizzatore mostra la posizione attuale della
sovraregistrazione.
Posizione attuale della sovraregistrazione
bm
• Il pulsante
REC interromperà di lampeggiare e
rimarrà illuminato fisso quando si avvia la registrazione.
• Se si è specificata qualche opzione diversa da “Free”
per l’impostazione di “Length”, la registrazione si
arresterà dopo il numero di battute specificato. Quando
il suono in ingresso diviene silenzioso, la registrazione
entrerà in attesa per l’immissione del suono
successivo. La registrazione si avvierà di nuovo
automaticamente quando viene rilevato un suono in
ingresso.
• Se si è specificato “Free” per l’impostazione di
“Length”, quando il suono in ingresso diviene
silenzioso, la registrazione verrà messa in pausa e in
attesa per un ulteriore immissione del suono. La
registrazione si avvierà di nuovo automaticamente
quando viene rilevato un suono in ingresso.
• Il livello d’ingresso che il sintetizzatore usa per la
valutazione automatica di silenzio è di un periodo di
circa 0,5 secondi di ingresso continuo ad un livello di
segnale che è la metà o inferiore rispetto al livello
specificato dall’impostazione di soglia (pagina I-65).
Ad esempio, se il livello di soglia è impostato a 80,
viene giudicato come silenzio un periodo di circa
0,5 secondi di ingresso continuo al livello 40 o inferiore.
• La registrazione entra in attesa di sovraregistrazione
dopo che viene completato il numero di registrazioni
specificato dall’impostazione “Splits”.
Indicatore d’uso della memoria
bm
• Il pulsante
REC si spegnerà momentaneamente
per indicare quando la riproduzione è all’inizio del
campione.
• Non è possibile annullare la sovraregistrazione con il
sample looper.
5. Per riavviare la sovraregistrazione dallo stato di
attesa sovraregistrazione, premere
bm
bm REC.
Il pulsante
REC interromperà di lampeggiare e
rimarrà illuminato fisso quando si avvia la
sovraregistrazione.
• Per mettere in pausa la sovraregistrazione, premere
REC.
• Sebbene il campione che è stato registrato fino a quel
punto continua la riproduzione come un loop, non viene
registrata nessuna vostra esecuzione mentre la
sovraregistrazione è messa in pausa.
• Premere di nuovo
REC per riprendere la
sovraregistrazione.
bm
bm
6. Per arrestare la registrazione, premere bm
PLAY/STOP.
bm
Questa operazione fa spegnere il pulsante
REC, e fa
apparire “!TEMP” (temporaneamente) sul display per il
numero di campione.
• Anche se si arresta la registrazione di un campione che
contiene solo silenzio, esso viene ancora trattato come
un campione.
7. Dopo aver concluso la registrazione, salvare i
Indica il numero di split in fase di registrazione.
dati come viene descritto di seguito.
7
• Premere
WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di un campione.
I-68
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
Per usare il sequenziatore di
passo per registrare un campione.
1. Selezionare il sequenziatore di passo che si
desidera utilizzare per la registrazione con il
sample looper.
• Per informazioni sulle operazioni del sequenziatore di
passo, vedere “Riproduzione di una sequenza di
passo” (pagina I-52).
Per riprodure un campione
1. Mantenere premuto bm REC finché sul display
non appare la schermata per la selezione del
campione mostrata sotto.
Nome campione
Numero di campione
2. Premere bm REC.
Questo visualizza la schermata del modo di registrazione.
• Usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per cambiare il
modo di registrazione a NORM-AT.
• Configurare l’impostazione “Length” per specificare la
lunghezza della vostra registrazione. Ad esempio, per
specificare la registrazione di due misure nel tempo di
4/4, specificare 8 per l’impostazione “Length”.
br
3. Premere di nuovo bm REC.
Impostazione loop
In questo modo si entrerà in attesa di registrazione.
4. Premere bk START/STOP.
La riproduzione del sequenziatore di passo e la
registrazione del campione si avviano
contemporaneamente.
• Il pulsante
REC interromperà di lampeggiare e
rimarrà illuminato fisso.
• Dopo che viene completata la registrazione della
lunghezza che corrisponde all’impostazione “Length”
da voi specificata nel punto 2, la registrazione entrerà
in attesa di sovraregistrazione. Anche il sequenziatore
di passo si arresterà in questo momento.
• Le operazioni susseguenti da questo momento sono le
stesse come quelle che iniziano dal punto 4 riportato in
“Per registrare con il sample looper” (pagina I-64).
bm
Impostazione hold
2. Selezionare il campione che si desidera
riprodurre.
• La procedura per la selezione di un campione è la
stessa come per il punto 5 della procedura per la
selezione di un arpeggio (pagina I-40).
3. Premere bk STEP + per commutare attivata e
disattivata la riproduzione continua.
OFF : Riproduce una volta.
ON : Ripete la riproduzione.
• L’impostazione del loop non può essere cambiata se il
campione è vuoto.
4. Premere bk STEP – per commutare hold
attivato e disattivato.
bm
PLAY/STOP viene
OFF : Riproduzione solo mentre
mantenuto premuto. La riproduzione si arresta
quando il pulsante viene rilasciato.
ON : La riproduzione inizia quando
PLAY/STOP
viene premuto, e si arresta quando
PLAY/
STOP viene di nuovo premuto.
bm
bm
• L’impostazione hold non può essere cambiata se il
campione è vuoto.
I-69
Registrazione e riproduzione con il Sample looper
5. Premere bm PLAY/STOP per avviare la
riproduzione del campione.
• Durante la riproduzione, appare una visualizzazione
come quella mostrata sotto, che vi consente di
determinare la posizione di riproduzione del campione
attuale.
Per salvare un campione
Premere 7 WRITE per visualizzare la schermata per il
salvataggio di un campione. Salvare il campione eseguendo
la stessa operazione come quella per il salvataggio di un
timbro dell’utente (pagina I-12).
Posizione di riproduzione del campione attuale
• Se si esegue la riproduzione con la schermata di
selezione del campione sul display, è possibile avviare
la sovraregistrazione premendo
REC.
• “LOOPER: EMPTY” viene indicato sul display quando
non ci sono campioni disponibili.
• Durante la riproduzione del campione non è possibile
regolare il tempo.
bm
6. Premere bm PLAY/STOP per arrestare la
riproduzione del campione.
Indicatori accanto ai numeri del
campione
Il significato degli indicatori che sono aggiunti al numero di
campione sul display, viene descritto di seguito.
!
: Campione non salvato
*
: Campione salvato
!TEMP : Campione nuovamente registrato che non è stato
salvato
• Quando il campione attualmente selezionato ha un punto
esclamativo ( ! ) davanti al suo numero di campione, o se
esso presenta !TEMP invece di un numero di campione
(entrambi indicanti che esso non è salvato), cambiando la
selezione del campione nel punto 2 della procedura in “Per
riprodure un campione” (pagina I-69), il campione non
salvato verrà eliminato. Per salvare un campione non
salvato, utilizzare la procedura in “Per salvare un
campione”, riportata di seguito.
I-70
• Per maggiori informazioni sulla cancellazione dei dati da voi
salvati, vedere a pagina I-83.
■ Salvataggio di un campione ad un dispositivo
esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
Uso del modo Performance
7 8
3
br
2
9
Panoramica
È possibile usare il modo Performance per eseguire fino a
quattro timbri assegnati alla tastiera. In aggiunta alle
assegnazioni, è possibile inoltre salvare effetti, sequenziatore
di passo, e altre impostazioni come una preimpostazione
(denominata una “performance”), che può essere richiamata
in qualsiasi momento, anche mentre si sta suonando, per
cambiare istantaneamente la preimpostazione del
sequenziatore.
• Sono disponibili 100 performance preimpostate. È possibile
modificare le performance preimpostate e salvarle come
una delle 100 performance dell’utente. Per una lista delle
performance preimpostate, vedere la sezione “Appendice”
separata.
• Una funzione differente può essere assegnata a ciascuna
area della tastiera, ed applicata ogniqualvolta si premono i
tasti di tale area della tastiera (Tasto multifunzione). Per
maggiori dettagli sul Tasto multifunzione e su come
configurare le sue impostazioni, vedere la voce “Mltfunc
Key” riportata in “Lista dei parametri modificabili di
performance” (pagina I-73).
Registrazione e richiamo di
performance
Per registrare una performance
1. Premere 7 PERFORM.
Il pulsante si illuminerà e il sintetizzatore introdurrà il
modo Performance.
br
Usare
su (q) / giù (w)
per selezionare una zona per
la modifica (pagina I-73).
Schermata per l’attivazione/
disattivazione della zona da
1 a 4, e l’impostazione della
gamma della tastiera
(pagina I-73)
Zone Param >Phrase Enable
(pagina I-74)
Stato di attivazione/
disattivazione della funzione
di Tasto multifunzione e
impostazione della gamma
della tastiera (pagina I-75)
Zone Param
>Arp Enable
(pagina I-74)
Stato di attivazione/
disattivazione arpeggio e
impostazione della gamma
della tastiera (pagina I-75)
br
Stato di attivazione/disattivazione di
Premere
sinistra
Riproduzione frasi con tasto e impostazione
(U) per avanzare alla
della gamma della tastiera (pagina I-75)
schermata riportata
sotto.
Funzioni delle manopola
da K1 a K4 (pagina I-74)
3
2. Selezionare un banco e numero di performance
usando la stessa procedura come quella per la
selezione di un arpeggio (pagina I-40).
I-71
Uso del modo Performance
3. Premere 7 EDIT.
Questa operazione visualizzerà la schermata iniziale della lista di modifica di performance.
Attivazione/disattivazione della zona da 1 a 4, e
impostazioni della gamma della tastiera
4. Selezionare le voci e cambiare le impostazioni sulla schermata usando le stesse procedure come quelle
utilizzate per la selezione di un timbro.
• Per maggiori dettagli sulla modifica, vedere “Lista dei parametri modificabili di performance” a pagina I-73.
5. Dopo aver concluso le modifiche, premere 7 EDIT.
Con questa operazione si esce dalla lista per la modifica.
6. Premere 7 WRITE e quindi salvare la vostra performance modificata come una performance dell’utente.
• Per informazioni su come salvare i dati dell’utente, vedere la procedura per il salvataggio dei dati di timbro dell’utente
(pagina I-12).
■ Salvataggio dei dati di Performance dell’utente su un dispositivo esterno
• Scheda di memoria (pagina I-86)
• Computer (pagina I-92)
Per richiamare una performance
1. Premere 7 PERFORM.
Il pulsante si illuminerà e il sintetizzatore introdurrà il modo Performance.
2. Selezionare un banco e numero di performance utilizzando la stessa procedura come quella per la
selezione di un arpeggio (pagina I-40).
Con questa operazione si richiamerà il contenuto della performance da voi selezionata.
• Il contenuto della performance richiamata è lo stesso come quello descritto in “Lista dei parametri modificabili di
performance” nella sezione successiva di questo manuale.
• Qui è possibile configurare un filtro di performance per omettere determinate impostazioni (sequenziatore, arpeggio, ecc.)
contenute nei dati della performance richiamata. Premere
MENU per visualizzare il menu performance.
Successivamente, selezionare “PrfrmFilter >Ent” mostrato sotto per introdurre il gruppo e configurare le impostazioni del
filtro di performance.
br
Lista di impostazioni del filtro di performance
Display
PrfrmFilter >Ent
I-72
Descrizione
Impostazioni
Filtro di performance
Step Seq
Attivazione/disattivazione sequenziatore di passo. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci del
sequenziatore di passo contenute nel gruppo di parametri del sequenziatore, nella lista dei parametri
modificabili di performance (pagina I-73).
Arpeggio
Attivazione/disattivazione arpeggio. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci di arpeggio contenute nel
Off, On
gruppo di parametri del sequenziatore, nella lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Phrase
Attivazione/disattivazione frase. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci di sequenziatore frase
contenute nel gruppo di parametri del sequenziatore, nella lista dei parametri modificabili di performance
(pagina I-73).
Tempo
Attivazione/disattivazione tempo. Attivando questa impostazione, si filtrano le impostazioni di Tempo contenute
Off, On
nel gruppo di parametri del sequenziatore, nella lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Off, On
Off, On
Uso del modo Performance
Display
Descrizione
Impostazioni
Sys Rev
Reverbero sistema. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci di reverbero contenute nel gruppo di
parametri del sequenziatore, nella lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Off, On
Sys Cho
Chorus sistema. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci di chorus contenute nel gruppo di parametri
del sequenziatore, nella lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Off, On
Master EQ
Equalizzatore master. Attivando questa impostazione, si filtrano le voci di equalizzatore master contenute nel
gruppo di parametri di effetti, nella lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Off, On
Looper
Sample looper (looper). Mentre questa impostazione è attivata, non sarà possibile richiamare le voci di sample
Off, On
looper nel gruppo di parametri del sequenziatore nella Lista dei parametri modificabili di performance (pagina I-73).
Tasto multifunzione (multi-function key). Mentre questa impostazione è attivata, non sarà possibile richiamare
Multifunc Key le voci di sample looper nel gruppo di parametri del Tasto multifunzione nella Lista dei parametri modificabili di Off, On
performance (pagina I-73).
Lista dei parametri modificabili di performance
Lista dei parametri modificabili
Display
Descrizione
Impostazioni
Parametri di zona. Questo gruppo include parametri per ciascuna delle zone (da Zona 1 a Zona 4).
• Usare i pulsanti
PART meno (–) e più (+) per selezionare la zona che si desidera modificare.
• È possibile anche introdurre il gruppo utilizzando la seguente scorciatoia: Eseguire il punto 2 in “Per
registrare una performance” (pagina I-71) e quindi mantenere premuto
EDIT. Questa operazione
introdurrà il gruppo.
9
Zone Param >Ent
7
Zone
Attivazione/disattivazione zona. Attiva o disattiva tutte le zone. Questa impostazione è differente
dall’impostazione di attivazione/disattivazione parte (Abilitazione parte) riportata nella pagina per le
funzioni del mixer (pagina I-80).
Off, On
Tone
Timbro. Seleziona il timbro per ciascuna zona. Questa impostazione è la stessa come per il timbro
della parte delle funzioni di mixer (pagina I-80).
• Mentre è selezionata questa voce, è possibile selezionare un timbro usando la stessa operazione
come quella utilizzata nel modo Timbro.
• Questa impostazione può anche essere configurata usando la modifica veloce (pagina I-16).
• Ci sono alcune limitazioni sulla selezione delle categorie di timbri per le Zone da 2 a 4 (pagina I-16).
• Un timbro con DSP avrà la scritta DSP accanto al nome di timbro sul display (pagina I-36).
Zona 1:
Da Solo Synth P000
a PCM Drum U309
Da Zona 2 a Zona 4:
Da PCM Tone P100
a PCM Drum U309
Tasto inferiore della gamma Specifica il tasto inferiore della gamma della tastiera per ciascuna zona.
Questa impostazione viene utilizzata in combinazione con l’impostazione Key Range Hi per
configurare le gamme dei tasti per ciascuna zona.
Ad esempio, configurando da F3 (inferiore) a C7 (superiore) per le Zone 1 e 2, e da C2 (inferiore) a E3
(superiore) per le Zone 3 e 4, si abiliterà la riproduzione dei timbri delle Zone 1 e 2 sulla gamma del lato
destro della tastiera, e i timbri delle Zone 3 e 4 sulla gamma del lato sinistro della tastiera, come viene
mostrato nell’illustrazione.
Zona 3
Zona 4
KeyRangeLow
C2
Zona 1
Zona 2
E3 F3
Da C- a G9*
C7
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
KeyRangeHi
Tasto superiore della gamma. Specifica il tasto superiore della gamma della tastiera per ciascuna
zona. Questa impostazione viene utilizzata in combinazione con l’impostazione Key Range Lo per
configurare le gamme dei tasti per ciascuna zona.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Volume
Volume. Questa impostazione è la stessa come per il volume della parte delle funzioni di mixer (pagina
Da 0 a 127
I-80).
Pan
Pan. Regola la posizione sinistra-destra del suono nel campo stereo. Questa impostazione è la stessa
Da –64 a 0, a +63
come quella per il panning della parte delle funzioni di mixer (pagina I-80).
Da C- a G9*
Oct.Shift
Spostamento di ottava. Sposta l’intonazione delle note in unità di ottave.
Da –2 a 0, a +2
Transpose
Trasposizione. Sposta l’intonazione delle note in unità di semitoni. Questa impostazione è la stessa
come per l’intonazione approssimativa della parte delle funzioni di mixer (pagina I-80).
Da –12 a 0, a +12
I-73
Uso del modo Performance
Display
Descrizione
Impostazioni
FineTune
Intonazione fine. Questa impostazione è la stessa come per l’intonazione fine della parte delle funzioni
Da –99 a 0, a +99
di mixer (pagina I-80).
BendRngDwn
Gamma inferiore di variazione del pitch. Ammontare di cambiamento del pitch per l’operazione della
rotella di bender verso il basso.
Da 0 a 24
BendRngUp
Gamma superiore di variazione del pitch. Ammontare di cambiamento del pitch per l’operazione della
rotella di bender verso l’alto.
Da 0 a 24
Rev Send
Invio reverbero. Questa impostazione è la stessa come per l’invio reverbero del mixer (pagina I-80).
Da 0 a 127
Cho Send
Invio chorus. Questa impostazione è la stessa come per l’invio chorus del mixer (pagina I-80).
Da 0 a 127
DSP Line
Linea DSP. Questa impostazione è la stessa come per la linea DSP della parte delle funzioni di mixer
Off, On
(pagina I-80).
Knob1Enable
Knob2Enable
Knob3Enable
Knob4Enable
Bend Enable
Wheel Enable
3 K1 per ciascuna zona.
3 K2 per ciascuna zona.
Attivazione/disattivazione Manopola 3. Abilita/disabilita l’operazione di 3 K3 per ciascuna zona.
Attivazione/disattivazione Manopola 4. Abilita/disabilita l’operazione di 3 K4 per ciascuna zona.
Attivazione/disattivazione bender. Abilita/disabilita l’operazione di bt BENDER per ciascuna zona.
Attivazione/disattivazione modulazione. Abilita/disabilita l’operazione di bt MODULATION per
Attivazione/disattivazione Manopola 1. Abilita/disabilita l’operazione di
Off, On
Attivazione/disattivazione Manopola 2. Abilita/disabilita l’operazione di
Off, On
ciascuna zona.
Attivazione/disattivazione pedale. Abilita/disabilita l’operazione di un pedale collegato alla presa jack
Off, On
Off, On
Off, On
Off, On
Off, On
Pedal Enable
cl SUSTAIN/ASSIGNABLE JACK per ciascuna zona.
Arp Enable
Attivazione/disattivazione arpeggio. Abilita/disabilita la funzione di arpeggio (pagina I-40) per ciascuna zona. Off, On
Phrase Enable
Attivazione/disattivazione frase. Abilita/disabilita il sequenziatore frase (pagina I-45) per ciascuna zona. Off, On
Controller >Ent
Parametri di controller. Questo è il gruppo di parametri modificabili per controller.
3
Obiettivo manopola 1. Seleziona il parametro controllato dall’operazione della manopola
K1. Ad
esempio, se per questa impostazione è specificato “CC67:Soft”, l’operazione
K1 applicherà un
effetto di pedale di sordina.
3
K1
Da CC00 a CC97: Cambio controllo MIDI*1
NRPN, RPN: Parametri MIDI NRPN e RPN*1 *2
Ch Pressure: Compressione del canale MIDI *1
Arpeggio: Tipo di arpeggio preimpostato (pagina I-40)
Tempo: Impostazione tempo (pagina I-46)
EQ Low Gain - EQ High Gain: Master EQ >Low Gain - High Gain (pagina I-38)
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
*1 Per maggiori dettagli su ciascuna impostazione, fare riferimento alla documentazione di
Implementazione MIDI (http://world.casio.com/) e ad altra documentazione MIDI.
*2 Dopo aver selezionato questi parametri, premere
ENTER di nuovo e quindi regolare le voci
riportate sotto.
MSB: 63H per NRPN, 65H per RPN (Gamma di impostazione: Da 000 a 127)
LSB: 62H per NRPN, 64H per RPN (Gamma di impostazione: Da 000 a 127)
Dati di invio: Specifica se l’operazione con la manopola controlla MSB o LSB. (Impostazioni: MSB,
LSB)
br
Da K2 a K4
Da Obiettivo manopola 2 a Obiettivo manopola 4. Come con K1 (Obiettivo manopola 1), seleziona il
parametro controllato dall’operazione delle manopole
da K2 a K4.
3
Pedale. Specifica la funzione del pedale collegato alla presa jack
Pedal
cl SUSTAIN/ASSIGNABLE JACK.
Hold: Premendo il pedale si sostengono le note. Questo è un effetto di sustain.
Sordina: Premendo leggermente il pedale si abbasa il volume delle note.
Sostenuto (Sostenut): Premendo il pedale mentre sono mantenuti premuti i tasti della tastiera, si
sostengono (mantengono) solo le note dei tasti premuti.
Riproduzione/arresto del sequenziatore di passo (SSEQ P/S): Premendo il pedale si avvia o si arresta
Fare riferimento alla
la riproduzione della sequenza del sequenziatore di passo.
Riproduzione/arresto del sequenziatore frase (Phrase P/S): Premendo il pedale si avvia o si arresta la cella a sinistra.
riproduzione della frase del sequenziatore frase.
Registrazione frase (Phrase REC): Stessa funzione come per il pulsante
REC del sequenziatore frase.
Riproduzione/arresto del sample looper (Lper P/S): Premendo il pedale si avvia o si arresta la
riproduzione del sample looper.
Registrazione di sample looper (Lper Rec): Stessa funzione come per il pulsante
REC del sample
looper.
bo
bm
I-74
Uguale come K1.
Uso del modo Performance
Display
Descrizione
Impostazioni
Tocco. Specifica la sensibilità al tocco quando si suona la tastiera.
Touch
TchOffVel
Disattivata (Off): Le note suonano ad un livello di volume prestabilito, indifferentemente dalla pressione
Fare riferimento alla
applicata sulla tastiera.
cella a sinistra.
Normale
Leggera: Le note ad alto volume vengono prodotte facilmente anche con una leggera pressione sulla
tastiera.
Velocità di disattivazione Touch. Specifica il livello di volume quando sono disattivati i valori di
impostazione della curva di risposta al tocco riportati sopra.
Da 0 a 127
Sequencers >Ent
Parametri dei sequenziatori. Questo gruppo include il sequenziatore di passo (pagina I-50),
sequenziatore frase (pagina I-45), e la funzione di arpeggio (pagina I-40).
Tempo
Tempo. Regola il tempo di riproduzione del sequenziatore frase e sequenziatore di passo.
È possibile inoltre cambiare il tempo di riproduzione usando
TEMPO.
Da 30 a 255
Step SEQ
Number
Numero del sequenziatore di passo. Specifica la sequenza del sequenziatore di passo (pagina I-52).
Da Preset00 a
User99
Solo1 Ch
Parte di traccia Solo del sequenziatore di passo. La traccia Solo 1 del sequenziatore di passo è
normalmente Parte 14, ma è possibile cambiarla a Parte 1 (Parte zona 1, pagina I-55).
1, 14
Change
Sincronizzazione cambio del sequenziatore di passo. Specifica la sincronizzazione di commutazione
quando un pattern viene cambiato dal sequenziatore di passo (pagina I-56).
Wait, Real, Beat
Key Shift
Spostamento di tasto del sequenziatore di passo. Commuta attivata e disattivata la funzione di
spostamento di tasto del sequenziatore di passo (pagina I-52).
Off, On
Pattern
Numero di pattern del sequenziatore di passo. Seleziona il pattern del sequenziatore di passo (pagina
Da 1 a 8
I-50).
Arp On/Off
Attivazione/disattivazione arpeggio. La funzione di arpeggio è disabilitata mentre questa impostazione
Off, On
è disattivata.
Arp Type
Tipo di arpeggio. Specifica il tipo di arpeggio (pagina I-40).
Da Preset00 a
User99
ArpKeyRgLo
Tasto inferiore della gamma di arpeggio. Specifica la gamma inferiore della tastiera dove è abilitata la
funzione di arpeggio. Questa impostazione viene utilizzata in combinazione con l’impostazione di
Arpeggio Key Range Hi per configurare la gamma della tastiera dove è abilitata la funzione di arpeggio.
Da C- a G9*
ArpKeyRgHi
Tasto superiore della gamma di arpeggio. Specifica la gamma superiore della tastiera dove è abilitata la
funzione di arpeggio. Questa impostazione viene utilizzata in combinazione con l’impostazione di
Da C- a G9*
Arpeggio Key Range Lo per configurare la gamma della tastiera dove è abilitata la funzione di arpeggio.
Arp Hold
Attivazione/disattivazione mantenimento arpeggio. Abilita/disabilita la funzione di hold di arpeggio
(pagina I-40).
Off, On
Arp Synchro
Sincronizzazione arpeggio. Commuta l’impostazione di sincronizzazione arpeggio (pagina I-40).
Off, On, S/S
Key Play
Riproduzione di frasi con tasto. Attiva o disattiva la riproduzione di frasi con tasto del sequenziatore frase. Off, On
Phrase
Numero di frase. Seleziona la frase del sequenziatore frase (pagina I-45).
PhrKeyRgLo
Tasto inferiore della gamma di frase. Specifica la gamma inferiore della tastiera dove è valida la
riproduzione con tasto del sequenziatore frase. (pagina I-46). Questa impostazione viene utilizzata in
Da C- a G9*
combinazione con l’impostazione Phrase Key Range Hi per specificare la gamma della tastiera dove è
abilitata la riproduzione con tasto.
PhrKeyRgHi
Tasto superiore della gamma di frase. Specifica la gamma effettiva superiore della tastiera dove è
valida la riproduzione con tasto del sequenziatore frase. (pagina I-46). Questa impostazione viene
utilizzata in combinazione con l’impostazione Phrase Key Range Lo per specificare la gamma della
tastiera dove è abilitata la riproduzione con tasto.
Da C- a G9*
Looper Number
Numero looper (looper number). Si usa per selezionare il numero di campione del sample looper
(pagina I-64).
Da U:0 a U:9
8
Da Preset00 a
User99
Tasto multifunzione (Multi-function Key). Assegna funzioni differenti a ciascuna area della tastiera
compresa nella gamma da C5 a C7 (fino a 25 tasti).
Mltfunc Key >Ent
C5
Enable
C7
Attiva o disattiva il Tasto multifunzione
Off, On
I-75
Uso del modo Performance
Display
KeyRangeLow
Descrizione
Gamma inferiore della tastiera del Tasto multifunzione (Multi-function Key Range Low). Specifica la
gamma più bassa della tastiera nella quale è applicato il Tasto multifunzione.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Impostazioni
Da C5 a C7
Funzione assegnata ad una gamma della tastiera (Key Setting). Sono disponibili due metodi per la
specificazione della gamma della tastiera da assegnare: suonando i tasti compresi nella gamma sulla
PART meno (–) e più (+).
tastiera; e usando i pulsanti
9
Tastiera
Funzione
Key Setting >Ent
Parametri di funzione
---------
Indica che la funzione di Tasto multifunzione non è configurata.
• Non verrà emesso nessun suono se è attivato “Mltfunc Key >Enable” mentre la funzione non è
configurata.
Phrase 1
Frase 1 (Phrase 1). Specifica la parte di riproduzione ed esegue la riproduzione della frase. Alla
• Play Part: 1, 5
tastiera può essere assegnata la gamma da C5 a B b 5. Quando è configurata Frase 1, l’operazione
• Phrase:
arresto Frase 1 (Phrase 1 stop) può essere eseguita con il tasto B5. Parte 5 o Parte 1 possono essere
Da P:0-0 a P:9-9,
selezionate come la parte di riproduzione. Durante la riproduzione, sul display si illumina il segmento in
da U:0-0 a U:9-9
alto della Parte 15. Il valore di spostamento di tasto può essere specificato durante la riproduzione.
• Key Shift:
• È possibile visualizzare la schermata di impostazione del mixer per la parte di riproduzione
Da –127 a 000, a
MIXER.
premendo
+127
• Le impostazioni del mixer per la parte di riproduzione vengono salvate come una performance.
–
bn
Phrase 2
Frase 2 (Phrase 2). Specifica la parte di riproduzione ed esegue la riproduzione della frase. Alla
• Play Part: 1, 6
tastiera può essere assegnata la gamma da C6 a B b 6. Quando è configurata Frase 2, l’operazione
• Phrase:
arresto Frase 2 (Phrase 2 stop) può essere eseguita con il tasto B6. Parte 6 o Parte 1 possono essere
Da P:0-0 a P:9-9,
selezionate come la parte di riproduzione. Durante la riproduzione, sul display si illumina il segmento in
da U:0-0 a U:9-9
alto della Parte 16. Il valore di spostamento di tasto può essere specificato durante la riproduzione.
• Key Shift:
• È possibile visualizzare la schermata di impostazione del mixer per la parte di riproduzione
Da –127 a 000, a
premendo
MIXER.
+127
• Le impostazioni del mixer per la parte di riproduzione vengono salvate come una performance.
bn
Tempo
I-76
Tempo (Tempo). Cambia il tempo (tempo). Quando è selezionato TAP per questa impostazione,
TAP, +, –,
vengono eseguite le stesse operazioni come per il pulsante TAP. Per le altre impostazioni selezionate,
Da 30 a 255
il tempo viene cambiato concordemente con le impostazioni mostrate nella colonna alla destra.
Tone
Timbro (Tone). Quando viene premuta una gamma della tastiera specificata per un timbro, il timbro
della zona specificata cambia concordemente con il contenuto del Timbro.
• Zone: 1, 2, 3, 4
• Tone: Numero che
può essere
selezionato da +, –,
o “Zone Param
>Tone”
Step Seq
Sequenziatore di passo (Step Sequencer). Cambia la sequenza in fase di esecuzione.
+, –,
Da P:0-0 a P:9-9,
da U:0-0 a U:9-9
Chain
Concatenamento (Chain). Commuta e attiva i concatenamenti.
+, –,
Da U:0-0 a U:9-9
DSP
DSP (DSP). Commuta il DSP. Quando è selezionato Off, l’impostazione di selezione Chorus/DSP
(pagina I-38) diviene Chorus. Tuttavia, il DSP non può essere commutato mentre è selezionato un
timbro di Solo Synthesizer.
Off, +, –, ton,
Da P:0-0 a P:9-9,
da U:0-0 a U:9-9
DSP Line
Linea DSP (DSP Line). Commuta attivata e disattivata la selezione della linea DSP per la parte
selezionata.
Da 01 a 16
Note
Nota (Note). Genera una nota (Note) concordemente con le impostazioni del numero di parte
specificato (Part), tasto della tastiera (Key), e velocità (Velocity).
• Part: Da 01 a 16
• Key: Da C- a G9*
• Velocity: KeyOn,
da 001 a 127
B
Uso del modo Performance
Display
Descrizione
Impostazioni
Ctrl Chng
• Part: Da 01 a 16
Cambio controllo (Control change). Genera un cambio controllo concordemente con il numero di parte • Control:
specificato (Part), numero controllo (Control), e valore (Value). Quando per valore è specificato KeyOn,
Da 000 a 119
il valore viene generato dalla velocità con cui si preme un tasto. Notare, tuttavia, che un valore 000 non
• Value: KeyOn,
viene generato quando vengono rilasciati i tasti della tastiera.
da 000 a 127
Prog Chng
Cambio programma con banco MSB (Program change). Genera un cambio programma
concordemente con il numero di parte specificato (Part), banco MSB (Bank MSB), e valore (Value).
• Part: Da 01 a 16
• Bank MSB:
Da 000 a 127
• Value:
Da 000 a 127
Ch Press
Pressione canale (Channel Pressure). Genera una pressione canale concordemente con il numero di
parte specificato (Part), e valore (Value). Aftertouch canale. Genera un valore 000 quando vengono
rilasciati i tasti della tastiera.
• Part: Da 01 a 16
• Value: KeyOn,
da 001 a 127
Pitch Bend
• Part: Da 01 a 16
Pitch bender (Pitch Bender). Genera un pitch bender concordemente con il numero di parte specificato
• Value: KeyOn, da
(Part), e valore (Value). Genera un valore 000 quando vengono rilasciati i tasti della tastiera.
–256 a 000, a 255
Poly Press
Pressione tasto polifonico (Polyphonic Key Pressure). Genera una pressione di tasto polifonico
concordemente con il numero di parte specificato (Part), tasto della tastiera (Key), e valore (Value).
Genera un valore 000 quando vengono rilasciati i tasti della tastiera.
• L’impostazione può essere specificata usando i tasti della tastiera.
Effect >Ent
Parametri di effetto. Questo gruppo include le impostazioni di effetto (pagina I-37). Per i dettagli sulle
voci del gruppo, vedere la sezione “Impostazioni degli effetti” (pagina I-38).
MIDI >Ent
Parametri MIDI. Questo gruppo include le impostazioni dei parametri MIDI (pagina I-82). Usare i
pulsanti
PART meno (–) e più (+) per selezionare una delle 16 parti di sorgente sonora del
sintetizzatore per la modifica.
• Part: Da 01 a 16
• Key: Da C- a G9*
• Value: KeyOn,
da 001 a 127
9
Ext Out Ch
Canale di uscita esterna. Specifica il canale di invio MIDI per l’invio di informazioni su ciascuna parte
ad una destinazione esterna (pagina I-82).
Da 1 a 16
Ext In Ch
Canale di ingresso esterno. Questo è il canale di messaggi MIDI ricevuti da ciascuna parte.
Off, da 1 a 16
Gen Out
Attivazione/disattivazione invio interno. Specifica se le informazioni di ciascuna parte devono o no
essere inviate alla sorgente sonora del sintetizzatore.
Off, On
MIDI Out
Attivazione/disattivazione uscita MIDI. Specifica se l’invio MIDI delle informazioni di ciascuna parte
deve o no essere eseguito da
MIDI OUT/THRU.
Off, On
USB Out
Attivazione/disattivazione uscita USB. Specifica se l’invio MIDI delle informazioni di ciascuna parte
USB.
deve o no essere eseguito da
Off, On
ck
ck
* “C-” sul display indica C-1 (una ottava sotto C0).
I-77
Altre funzioni utili
7
bn
bp
br
4
2
5
9
bk
Per eseguire questa
regolazione:
Uso del mixer
Il mixer vi consente di effettuare regolazioni al timbro, livello di
volume, e altre impostazioni* delle parti di sorgente sonora
del sintetizzatore (Parti da 01 a 16, parti di ingresso esterno,
pagina I-18), mentre si visiona sul display il bilanciamento tra
le parti.
* Le impostazioni che influiscono sulle singole parti vengono
denominate “impostazioni parte”, mentre le impostazioni
che influiscono su tutte le parti vengono denominate
“impostazioni master”.
1. Premere bn MIXER.
Con questa operazione si visualizza la schermata del
mixer.
Parte in fase di
configurazione
Lista delle voci di
impostazione
Impostazione attuale
della parte
Indica la parte in fase di
configurazione
2. Usare i pulsanti 9 PART meno (–) e più (+) per
selezionare la parte di cui si desidera
configurare le impostazioni.
Per eseguire questa
regolazione:
Impostazioni singole
(pagina I-80) delle parti da
01 a 16
Selezionare questa parte:
All, da 01 a 16
• “All” può essere selezionato per
regolare in blocco tutte le parti da 01 a
16. Per selezionare “All”, premere il
PART meno (–) una
pulsante
volta mentre è visualizzato “01”.
9
Impostazioni master
(pagina I-80)
Master
• Per selezionare “Master”, premere il
PART meno (–) due
pulsante
volte mentre è visualizzato “01”.
9
I-78
Impostazioni di parte di
ingresso esterno
(pagina I-80)
Selezionare questa parte:
Ext
• Per selezionare “Ext”, premere il
PART meno (–) tre volte
pulsante
mentre è visualizzato “01”.
9
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
selezionare la voce che si desidera, e quindi
usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e
più (+) per cambiare la sua impostazione.
bp
br
• Per maggiori dettagli sulle impostazioni, vedere
“Impostazioni del mixer” a pagina I-80.
4. Dopo che le impostazioni sono nella maniera
bn MIXER per chiudere la
desiderata, premere
schermata del mixer.
Altre funzioni utili
Regolazione istantanea di impostazioni
usando i cursori e pulsanti di step
5
È possibile usare i cursori
da 1/9 a MASTER e i pulsanti
di step (da 1 a 16)
per effettuare cambiamenti istantanei
nelle impostazioni del mixer.
4
1. Premere bn MIXER.
Con questa operazione si visualizza la schermata del
mixer.
2. Usare i pulsanti 2 KEY SHIFT, SLIDER A/B, e
1-8/9-16 per cambiare la parte assegnata ai
cursori
da 1/9 a MASTER.
5
• Ogni pressione di uno dei pulsanti riportati sopra
commuta il pulsante tra illuminato e spento.
Master
Ext
Spento
Illuminato
Spento
Illuminato
Parte 01 - 08
Parte 09 - 16
2
Spento
Illuminato
Da Parte 01 a 08 (o da 09 a 16)
Tutte le parti (solo cursore di estrema sinistra)
3. Muovere un cursore per regolare l’impostazione
della parte assegnata ad esso.
br
• Usare i pulsanti
cursore (U, q, w, I) per
selezionare una voce di impostazione.
4. Usare i pulsanti 4 da 1 a 16 per commutare
attivate e disattivate le parti da 01 a 16.
• Ogni pressione di un pulsante lo commuta acceso
(attivato) e spento (disattivato).
• Mantenendo un pulsante premuto, si attiverà quella
parte e si disattiveranno tutte le altre parti (modo di
assolo). Premere di nuovo lo stesso pulsante per
chiudere il modo di assolo.
Esempio: Per introdurre il modo di assolo per Parte 08
Illuminato
4
Mantenere premuto per un breve periodo.
I-79
Altre funzioni utili
Impostazioni del mixer
■ Impostazioni da Parte 01 a Parte 16
Display
Descrizione
Attivazione/disattivazione parte. Attiva o disattiva ciascuna parte. Questo è lo stesso parametro che
viene attivato e disattivato tramite i pulsanti
da 1 a 16 (pagina I-79).
Part
4
Impostazioni
Off, On
Timbro di parte. Questo è il timbro di ciascuna parte.
Mentre è selezionata questa voce, è possibile selezionare un timbro usando la stessa operazione come
quella utilizzata nel modo Timbro.
• Un timbro con DSP avrà la scritta DSP accanto al nome di timbro sul display (pagina I-37).
Parte 01:
Da Solo Synth P000
a PCM Drum U309
Da Parte 02 a
Parte 16:
Da PCM Tone P100 a
PCM Drum U309
Volume
Volume parte. Questo è il volume di ciascuna parte.
Da 0 a 127
Pan
Pan di parte. Regola la posizione sinistra-destra del suono nel campo stereo.
Da –64 a 0, a +63
CoarseTune
Intonazione approssimativa della parte. Sposta l’intonazione delle note in unità di semitoni.
Da –12 a 0, a +12
FineTune
Intonazione fine della parte. Sposta l’intonazione delle note in unità di centesimi.
Da –99 a 0, a +99
BendRange
Gamma di variazione del pitch della parte. Specifica (in unità di semitoni) il cambiamento massimo in
BENDER.
pitch quando viene ruotata la rotella
Da –24 a 0, a +24
DSP Line
Linea DSP parte. Specifica se DSP (pagina I-36) viene applicato alle note di ciascuna parte.
Off, On
Rev Send
Invio reverbero parte. Controlla come viene applicato l’effetto di reverbero (pagina I-36) a ciascuna parte. Da 0 a 127
Cho Send
Invio chorus parte. Controlla come viene applicato l’effetto di chorus (pagina I-36) a ciascuna parte.
Tone
bt
Da 0 a 127
■ Impostazioni della parte di ingresso esterno
Display
Descrizione
Impostazioni
Part
Volume
Pan
Uguale come “Impostazioni da Parte 01 a Parte 16” (pagina I-80).
DSP Line
Rev Send
Cho Send
N.Thresh
Soglia di noise gate. Riduce il noise tagliando tutti i suoni in ingresso ad un volume inferiore a questo
valore di impostazione.
Da 0 a 127
N.Release
Rilascio di noise gate. Tempo di taglio del suono in ingresso, dopo che il volume scende sotto il valore di
soglia di noise gate.
Da 0 a 127
Auto Level
Controllo automatico del livello. Regola automaticamente il livello del segnale in ingresso. Maggiore è il
valore di impostazione, e più vigoroso è l’effetto.
Off, da 1 a 3
■ Impostazioni master
Display
Descrizione
Impostazioni
Volume
Volume master. Regola il volume di tutte le parti.
Da 0 a 127
Pan
Panning master. Regola la posizione sinistra-destra del suono nel campo stereo di tutte le parti.
Da –64 a 0, a +63
I-80
Altre funzioni utili
Impostazioni globali del sintetizzatore
Le seguenti sono le impostazioni del sintetizzatore che possono essere configurate globalmente.
• Intonazione (Intonazione fine del pitch delle note)
• Controllo locale
• Intonazione approssimativa master (Intonazione del pitch delle note in passi di semitoni)
• Modo iniziale di accensione
• Contrasto del display
• Attivazione/disattivazione dello spegnimento automatico (pagina I-10)
1. Premere 7 SETTING.
Questa operazione visualizza la schermata di impostazione con “General >Ent” selezionato.
2. Premere br ENTER.
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per selezionare la voce che si desidera, e quindi usare il
selettore
bp o i pulsanti br meno (–) e più (+) per cambiare la sua impostazione.
Impostazioni
Display
Tuning
Descrizione
Impostazioni
Intonazione. Intonazione fine del pitch del sintetizzatore in passi di 0,1 Hertz.
Da 415,5 a 465,9 Hz
M.Coarse
Intonazione approssimativa master. Regolazione del pitch totale del sintetizzatore in unità di semitoni.
Da –24 a 0, a +24
Local Ctrl
Controllo locale. Disattivando il controllo locale, si disabilita la sorgente sonora interna del sintetizzatore,
in modo che non viene emesso nessun suono quando si premono i tasti della tastiera. Disattivare il
controllo locale quando si desidera utilizzare le operazioni con la tastiera e il pedale del sintetizzatore per
operare una sorgente sonora esterna, senza produrre nessun suono dal sintetizzatore stesso.
Off, On
Start Up
Voce di avvio. Specifica uno dei seguenti come il modo di accensione iniziale del sintetizzatore.
Perfm: Modo Performance
Tone: Modo Timbro
S.Seq: Modo Sequenziatore di passo
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
Contrast
Contrasto del display. Regola il contrasto del display.
Da 1 a 17
Auto Power
Attivazione/disattivazione dello spegnimento automatico. Disattivando questa impostazione si disabilita
lo spegnimento automatico (pagina I-10).
Off, On
4. Dopo che le impostazioni sono nella maniera desiderata, premere 7 SETTING per chiudere la
schermata di impostazione.
I-81
Altre funzioni utili
Uso di MIDI
Che cos’è il MIDI?
MIDI è l’acronimo di Musical Instrument Digital Interface, e rappresenta la denominazione di uno standard mondiale per i segnali
digitali e connettori che rendono possibile scambiare i dati musicali tra strumenti musicali e computer (macchine) prodotti da
fabbricanti differenti.
Per i dettagli sulle specifiche MIDI di questo sintetizzatore, vedere la documentazione “Implementazione MIDI” presso il sito web
localizzato al seguente URL.
http://world.casio.com/
• Usare un cavo MIDI disponibile separatamente o in commercio per collegare i terminali MIDI del vostro sintetizzatore e di un
altro strumento musicale elettronico per lo scambio dei dati MIDI (pagina I-8).
• Per informazioni sul collegamento di un computer, vedere a pagina I-92.
• Per informazioni sulla relazione tra ciascuna parte del sintetizzatore (pagina I-78) e i canali MIDI IN e MIDI OUT, vedere “Lista
dei parametri modificabili di performance” (pagina I-73).
• Questo sintetizzatore è conforme allo standard General MIDI, livello 1 (GM).
Impostazioni MIDI
1. Premere 7 SETTING.
2. Usare il pulsante br giù (w) per selezionare “MIDI >Ent” e quindi premere br ENTER.
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per selezionare la voce che si desidera, e quindi usare il
selettore
bp o i pulsanti br meno (–) e più (+) per cambiare la sua impostazione.
Impostazioni
Display
Descrizione
Impostazioni
Device ID
ID del dispositivo (device ID). Selezionare il numero ID del sintetizzatore per inviare/ricevere messaggi
esclusivi di sistema MIDI.
• Mentre è selezionato “All”, un messaggio esclusivo di sistema viene inviato indifferentemente dal
numero ID.
• Per maggiori dettagli sul numero ID, vedere l’Implementazione MIDI al sito http://world.casio.com/.
Da 1 a 16, ALL
Basic Ch
Canale di base (basic channel). Specifica il canale di ricezione di “Perform NRPN”, “S.Seq NRPN”, ed
altri messaggi MIDI descritti di seguito.
Da 1 a 16
MIDIOutSel
Selezione uscita MIDI (MIDI OUT select). Specifica quello che viene messo in uscita come uscita MIDI.*
KEY (Tastiera): Esecuzione, operazioni, ecc. con la tastiera del sintetizzatore.
Fare riferimento alla
MIDI (MIDI IN): Messaggi in ingresso tramite
MIDI IN (MIDI THRU)
cella a sinistra.
USB
USB (USB IN): Messaggi in ingresso tramite
USBOutSel
Selezione uscita USB (USB out select). Specifica quello che viene messo in uscita come uscita USB.*
KEY (Tastiera): Operazioni con la tastiera e altro sintetizzatore
MIDI IN
MIDI (MIDI IN): Messaggi in ingresso tramite
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
MIDI In
Attivazione/disattivazione ingresso MIDI (MIDI IN enable). Mentre questa impostazione è attivata, i
messaggi in ingresso tramite
MIDI IN vengono riflessi dalla sorgente sonora interna del
sintetizzatore.
Off, On
USB In
Attivazione/disattivazione ingresso USB (USB IN enable). Mentre questa impostazione è attivata, i
USB vengono riflessi dalla sorgente sonora interna del sintetizzatore.
messaggi in ingresso tramite
Off, On
Sync Mode
Modo sincronizzazione (sync mode). Impostazioni per la sincronizzazione MIDI tra il sintetizzatore e un
dispositivo esterno.*
Off: Nessuna sincronizzazione
Mast (Master): Mette in uscita segnali di clock, avvio/arresto (sequenziatore di passo), ed altri segnali,
dal sequenziatore per controllare un dispositivo esterno.
Slav (Slave): Riceve i segnali di clock, avvio/arresto, ed altri segnali, da un dispositivo esterno.
• Non è possibile eseguire la riproduzione del sequenziatore di passo e del sequenziatore frase se non
viene ricevuto il segnale di clock. Il segnale di avvio/arresto viene interpretato come avvio/arresto
sequenziatore di passo.
Fare riferimento alla
cella a sinistra.
Perform NRPN
Cambio NRPN performance (performance NRPN change).
Quando è attivata questa impostazione, può essere selezionata una performance del sintetizzatore
(pagina I-72) tramite un messaggio NRPN MIDI da un dispositivo esterno.
Off, On
I-82
ck
ck
ck
ck
ck
Altre funzioni utili
Display
Descrizione
Impostazioni
S.Seq NRPN
Cambio NRPN del sequenziatore di passo (step Sequencer NRPN Change). Quando è attivata questa
impostazione, può essere selezionata una sequenza del sintetizzatore (pagina I-52) tramite un
messaggio NRPN MIDI da un dispositivo esterno.
Off, On
Phrase NRPN
Cambio NRPN frase (phrase NRPN change). Quando è attivata questa impostazione, può essere
selezionata una frase del sintetizzatore (pagina I-45) tramite un messaggio NRPN MIDI da un dispositivo
esterno.
Off, On
Arp NRPN
Cambio NRPN arpeggio (arpeggio NRPN change). Quando è attivata questa impostazione, può essere
selezionato un tipo di arpeggio del sintetizzatore (pagina I-40) tramite un messaggio NRPN MIDI da un
dispositivo esterno.
Off, On
* Per applicare i cambiamenti delle impostazioni, spegnere il sintetizzatore e quindi riaccenderlo. Un messaggio per tale effetto
appare sul display ogniqualvolta si esce da una schermata di impostazione.
4. Dopo che le impostazioni sono nella maniera desiderata, premere 7 SETTING per chiudere la
schermata di impostazione.
• È anche possibile usare la modifica dei dati di performance per cambiare il canale di invio dei dati MIDI e configurare altre
impostazioni. Per maggiori informazioni, vedere il gruppo “MIDI >Ent” (pagina I-77).
Cancellazione dei dati salvati sul sintetizzatore
È possibile usare la procedura riportata sotto per cancellare timbri dell’utente, sequenze dell’utente, e altri dati da voi creati.
1. Riferendosi alla tabella riportata nel punto 2 della procedura “Per salvare i dati del sintetizzatore su una
scheda di memoria” (pagina I-88), eseguire la procedura richiesta per il tipo di dati che si desidera
cancellare.
2. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per spostare l’indicatore per la selezione della voce (0) a “Clear
USER” e quindi premere
br ENTER.
• Questa operazione farà apparire sul display una schermata di menu simile a quella mostrata sotto. La schermata di esempio
riportata sotto mostra quello che appare quando si esegue questa procedura dal modo Sequenziatore di passo.
• Nel caso del sequenziatore frase, viene visualizzata anche la dimensione dei dati di frase.
3. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e più (+) per selezionare i dati dell’utente che si desidera
cancellare.
4. Premere il pulsante br ENTER.
5. In risposta al messaggio “Sure?” che appare, premere il pulsante br YES per cancellare, oppure il
pulsante
br NO per annullare l’operazione.
I-83
Altre funzioni utili
Inizializzazione delle impostazioni
globali e dei dati del sintetizzatore
Per riportare le impostazioni e i dati del sintetizzatore ai loro
valori iniziali di default, è possibile usare la procedura
riportata sotto.
1. Premere 7 SETTING.
2. Premere br ENTER.
Riproduzione di un brano
dimostrativo o un file da una
scheda di memoria
È possibile usare la procedura riportata sotto per riprodurre i
brani dimostrativi incorporati del sintetizzatore, e per
riprodurre i file musicali SMF (Standard MIDI File) su una
scheda di memoria.
1. Premere 7 SETTING e 7 WRITE
3. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
contemporaneamente.
selezionare “Initialize >Ent” e quindi premere
br (ENTER).
Questa operazione visualizzerà la schermata INITIALIZE.
2. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
selezionare il tipo di riproduzione che si
desidera eseguire.
Tipi di riproduzione automatica
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
selezionare l’opzione di inizializzazione che si
desidera.
Display
Demo >Ent
Smf >Ent
File musicali SMF (Standard MIDI File). Per la
riproduzione dei file musicali SMF da una scheda
di memoria inserita nello slot per la scheda del
sintetizzatore.
• I formati dei file musicali di riproduzione
supportati sono file MIDI (MID) in formato SMF 0
o 1.
• Assicurarsi che tutti i dati che si desidera
riprodurre siano nella cartella MUSICDAT
(pagina I-89) sulla scheda di memoria.
Opzioni di inizializzazione
Display
Descrizione
Parameter >Ent
Solo parametri. Inizializza tutte le impostazioni del
sintetizzatore eccetto il contrasto del display
(I-81).
All >Ent
Tutte le impostazioni e i dati. Riporta tutte le
impostazioni e i dati del sintetizzatore ai loro valori
iniziali di default. Cancella anche le onde
dell’utente.
5. Premere br ENTER.
Questa operazione fa apparire “Sure?” sul display.
6. Premere br YES.
Il messaggio “Complete!” apparirà sul display quando la
cancellazione è completata.
7. Premere 7 SETTING per chiudere la
schermata di impostazione.
• Per eseguire il download delle impostazioni e dati di
default di fabbrica del sintetizzatore, è possibile visitare
il sito web CASIO (http://world.casio.com/), e quindi
trasferirli al sintetizzatore, se lo si desidera.
Per collegarsi ad un computer, vedere “Collegamento
ad un computer” (pagina I-92).
I-84
Descrizione
Brano dimostrativo (Demo). Per la riproduzione
dei brani dimostrativi incorporati del sintetizzatore.
Altre funzioni utili
3. Premere br ENTER.
Questa operazione visualizza la schermata per la
riproduzione.
• Nel caso di un brano dimostrativo, la riproduzione si
avvierà automaticamente. Nel caso di un file musicale
SMF, usare i pulsanti
meno (–) e più (+) per
selezionare un file e quindi premere
START/STOP
per avviare la riproduzione.
• Mentre la riproduzione è in corso, è possibile usare il
selettore
o i pulsanti
meno (–) e più (+) per
cambiare ad un differente brano o file per la
riproduzione.
È anche possibile usare i quattro pulsanti
per
eseguire l’avanzamento veloce e altre operazioni per la
riproduzione come viene mostrato sotto.
br
bp
bk
br
bk
Schermata per la riproduzione dei brani dimostrativi
Nome del brano
Guida di operazione
s (Indietro veloce) :
d (Avanti veloce) :
Y (Arresto)
:
k (Pausa)
:
bk STEP –
bk STEP +
bk START/STOP
bk CHAIN
4. Premere bk START/STOP.
Questa operazione arresta la riproduzione e chiude la
schermata di riproduzione.
• È anche possibile interrompere la riproduzione
premendo i pulsanti
SETTING e WRITE
contemporaneamente oppure premendo
EXIT.
7
br
I-85
Uso di una scheda di memoria
bn
7
3
bp
bq
br
bk
È possibile salvare i dati dell’area dell’utente del sintetizzatore
ad una scheda di memoria, e caricare i dati da una scheda di
memoria alla memoria del sintetizzatore. È anche possibile
eseguire i file musicali (file MIDI) salvati su una scheda di
memoria, con il sintetizzatore.
• Usare una scheda di memoria che
soddisfi le condizioni seguenti.
Formato: SDHC o SD
Capacità: 32 GB o inferiore
L’uso di qualsiasi scheda di memoria
differente da quelle definite sopra
non è supportato.
• Il logo SDHC è un marchio di
fabbrica della SD-3C, LLC.
Tipi di dati supportati
■ Dati che possono essere salvati su una scheda
di memoria ed esportati da essa
Tipo di dati
Descrizione
(Estensione nome file)
Performance dell’utente
(pagina I-71)
Dati di performance modificati con il
sintetizzatore (ZPF)
Timbri PCM di melodia
dell’utente
(pagina I-30)
Dati del timbro di melodia modificati
con il sintetizzatore (ZTN)
Timbri di Solo Synthesizer
dell’utente
(pagina I-21)
Dati del timbro di Solo Synthesizer
modificati con il sintetizzatore (ZSY)
Timbri PCM di batteria
dell’utente
(pagina I-31)
Dati del timbro di batteria modificati
con il sintetizzatore (ZDR)
Timbro di onda dell’utente
(pagina I-32)
Dati del timbro di onda dell’utente
modificati con il sintetizzatore (ZWT)
Dati DSP dell’utente
(pagina I-39)
Dati DSP modificati con il
sintetizzatore (DS7)
Sequenze di step dell’utente
(pagina I-61)
Dati di sequenza di step registrati con
il sintetizzatore (ZSS)
Concatenamenti di sequenze
di step
(pagina I-62)
Dati di concatenamento di sequenze
registrati con il sintetizzatore (ZSC,
MID (solo salvataggio))
I-86
Tipo di dati
Descrizione
(Estensione nome file)
Frasi dell’utente
(pagina I-49)
Dati di frasi registrate con il
sintetizzatore (ZPH)
Arpeggi dell’utente
(pagina I-41)
Dati di arpeggio modificati con il
sintetizzatore (ZAR)
Tutti i dati
Tutti i dati riportati sopra (ZAL)
Dati di impostazione
Dati di impostazioni configurate con il
sintetizzatore (ZST)
• Per informazioni sul salvataggio e importazione di voci
singole dei dati, vedere “Salvataggio dei dati del
sintetizzatore su una scheda di memoria” (pagina I-88) e
“Caricamento dei dati da una scheda di memoria” (pagina
I-90).
• Per i dettagli sul salvataggio e sul caricamento di tutti i dati,
vedere “Per salvare in blocco tutti i dati del sintetizzatore ad
una scheda di memoria” (pagina I-89) e “Per caricare in
blocco tutti i dati della memoria del sintetizzatore da una
scheda di memoria” (pagina I-90).
■ Dati che possono essere riprodotti direttamente
da una scheda di memoria
Tipo di dati
File di brani
(pagina I-91)
Descrizione
(Estensione nome file)
File MIDI in formato SMF 0 o 1 (MID)
• Se si desidera utilizzare i dati salvati su una scheda di
memoria che non è supportata da questo sintetizzatore, è
necessario copiare i dati su una scheda di memoria
supportata dal sintetizzatore, o usare l’applicazione Data
Editor per trasferire i dati da un computer al sintetizzatore.
Per maggiori informazioni, vedere la sezione
“Collegamento ad un computer” (pagina I-92).
Uso di una scheda di memoria
Precauzioni per la scheda e lo slot per la
scheda
• Accertarsi di osservare le precauzioni fornite nella
documentazione in dotazione con la scheda di memoria.
• Le schede di memoria hanno un selettore di protezione da
scrittura. Usarlo quando si desidera proteggere i dati sulla
scheda dalla cancellazione accidentale.
• Evitare di usare una scheda di memoria nelle seguenti
condizioni. Tali condizioni possono corrompere i dati salvati
sulla scheda di memoria.
– Aree soggette ad elevate temperature, umidità o gas
corrosivi.
– Aree soggette a forti cariche elettrostatiche e disturbi
digitali.
• Non toccare mai i contatti di una scheda di memoria
quando la si inserisce o rimuove dal sintetizzatore.
• Il messaggio “Please Wait” rimarrà sul display mentre
l’operazione di salvataggio è in corso. Non eseguire
nessun’altra operazione mentre esso è visualizzato.
Spegnendo il sintetizzatore o rimuovendo la scheda di
memoria, i dati del sintetizzatore possono essere cancellati
o divenire corrotti. Inoltre il sintetizzatore potrebbe non
accendersi quando si preme
POWER. Se ciò accade,
riferirsi alla sezione “Risoluzione dei problemi” (pagina
I-95).
• Se appare il messaggio “No Card” sul display, sta a
significare che non è presente nessuna scheda di memoria
nello slot per la scheda. Per i dettagli su cosa appare sul
display mentre è inserita una scheda, vedere “Riproduzione
di un file musicale da una scheda di memoria” (pagina
I-91).
• Non inserire mai nessun altro oggetto che non sia una
scheda di memoria nello slot per la scheda. In tal modo si
crea il rischio di malfunzionamento.
• La carica elettrostatica rilasciata dalle vostre dita o dalla
scheda di memoria allo slot per la scheda, può causare il
malfunzionamento del sintetizzatore. Se ciò accade,
spegnere il sintetizzatore e quindi accenderlo di nuovo.
• Una scheda di memoria può divenire abbastanza calda
dopo un uso prolungato nello slot per la scheda. Questo è
normale e non è indice di malfunzionamento.
Caricamento e rimozione di una
scheda di memoria
• Una scheda di memoria deve essere posizionata
correttamente quando la si carica nel sintetizzatore.
Tentando di forzare una scheda di memoria orientata
non correttamente nello slot si può danneggiare la
scheda di memoria e lo slot.
1. Con la parte superiore della scheda di memoria
rivolta verso l’alto (in modo da poterla vedere),
inserirla con attenzione nello slot per la scheda
SD ( ) del sintetizzatore finché non si arresta
con un clic.
ck
6
Parte superiore
2. Per rimuovere la scheda di memoria, premerla
prima nello slot ulteriormente.
• In questo modo la scheda di memoria si disinserisce e
viene parzialmente espulsa. Estrarre la scheda di
memoria fuori dallo slot completamente.
I-87
Uso di una scheda di memoria
Formattazione di una scheda di
memoria
Salvataggio dei dati del sintetizzatore
su una scheda di memoria
Per salvare i dati del sintetizzatore su una
scheda di memoria
• Formattare una scheda di memoria prima di usarla per
la prima volta.
• Prima di formattare una scheda di memoria, assicurarsi
che essa non contenga qualche dato utile salvato.
• L’operazione di formattazione della scheda di memoria
eseguita da questo sintetizzatore è una “formattazione
rapida”. Se si desidera cancellare completamente tutti i
dati presenti sulla scheda di memoria, formattarla sul
vostro computer o su qualche altro dispositivo.
1. Inserire la scheda di memoria che si desidera
formattare nello slot per la scheda del
sintetizzatore.
• Assicurarsi che la scheda di memoria sia abilitata alla
scrittura. Controllare la posizione del selettore per la
protezione da scrittura della scheda, per assicurarsi
che esso non sia in posizione di protezione da scrittura.
2. Premere 7 SETTING.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
1. Inserire la scheda di memoria nello slot per la
scheda.
2. A seconda del tipo di dati che si desidera
salvare sulla scheda di memoria, eseguire uno
dei passi mostrati di seguito.
Per salvare questo
tipo di dati:
Una performance
dell’utente
Un timbro dell’utente
(Timbro di Solo
Synthesizer dell’utente,
timbro PCM di melodia
dell’utente, timbro PCM di
batteria dell’utente, timbro
di onda dell’utente)
7 PERFORM.
br MENU.
1. Premere 7 TONE.
2. Usare il selettore bp o i pulsanti numerici
bq per selezionare un timbro.
3. Premere br MENU.
1. Premere
2. Premere
bm
Un’onda dell’utente
1. Mantenere premuto
REC finché non
appare “LOOPER” sul display.
2. Premere
MENU.
Un DSP dell’utente
1. Mantenere premuto
MIXER finché sul
display non appare la schermata EFFECT.
2. Usare i pulsanti
cursore (U, q, w,
I) per spostare l’indicatore per la selezione
della voce (0) a “DSP Select” e quindi
premere
ENTER.
• “Ent” non viene visualizzato nel caso di un
timbro di Solo Synthesizer.
3. Premere
MENU.
br
br
bn
br
• Questa operazione fa apparire la schermata “CARD
UTIL”.
br
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Format”.
Eseguire questi passi:
Una sequenza di
step dell’utente
Un concatenamento
di sequenze di step
br
7 STEP SEQ.
br MENU.
1. Mantenere premuto bk CHAIN finché sul
1. Premere
2. Premere
display non appare la schermata CHAIN.
2. Premere
MENU.
br
bo
Una frase dell’utente 1. Mantenere premuto
KEY PLAY finché
sul display non appare la schermata
PHRASE.
2. Premere
MENU.
br
5. Premere il pulsante br ENTER.
• Questa operazione visualizzerà il messaggio di
conferma “Sure?”.
6. Premere il pulsante br YES per formattare la
scheda di memoria, oppure il pulsante
per annullare l’operazione.
br NO
• Il messaggio “Please Wait” rimarrà sul display mentre
l’operazione di formattazione è in corso. Non eseguire
nessuna operazione con il sintetizzatore mentre questo
messaggio appare sul display. Dopo il completamento
della formattazione apparirà sul display il messaggio
“Complete!”.
• La formattazione potrebbe richiedere qualche minuto
per essere completata.
bn
Un arpeggio
dell’utente
1. Mantenere premuto
ARPEGGIO finché
sul display non appare la schermata
ARPEGGIO.
2. Premere
MENU.
Tutti i dati
1. Premere
SETTING.
2. Usare i pulsanti
su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della
voce (0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
3. Usare i pulsanti
su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della
voce (0) a “All data” e quindi premere
ENTER.
br
7
br
br
br
7
Dati di impostazione 1. Premere
SETTING.
2. Usare i pulsanti
su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della
voce (0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
3. Usare i pulsanti
su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della
voce (0) a “SettingData” e quindi premere
ENTER.
br
br
I-88
br
br
br
Uso di una scheda di memoria
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Card Save” (oppure “Save” se si
desidera salvare tutti i dati) e quindi premere
ENTER.
br
• Questa operazione visualizza una schermata simile a
quella mostrata sotto. (Come un esempio, i punti
restanti di questa procedura utilizzano la schermata
che appare quando si eseguono questi passi dal modo
Performance.)
7. In risposta al messaggio “Sure?” che appare,
br
premere il pulsante
YES per salvare, oppure
il pulsante
NO per annullare l’operazione.
br
Per salvare in blocco tutti i dati del
sintetizzatore ad una scheda di memoria
1. Premere 7 SETTING.
2. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
br
• Questa operazione fa apparire la schermata “CARD
UTIL”.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “ALL Data” e quindi premere
ENTER.
br
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
4. Premere br ENTER.
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Save”.
5. Immettere un numero (e, se richiesto, il banco
applicabile) e nome di file.
È possibile eseguire i passi seguenti per cambiare il nome
iniziale di default del file che viene assegnato
automaticamente.
br
(1) Usare i pulsanti
cursore (U, I) per spostare
l’indicatore al carattere che si desidera cambiare.
(2) Usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e più
(+) per cambiare il carattere.
• Per i dettagli sui caratteri di immissione, vedere
“Creazione di timbri” a pagina I-12.
• I caratteri che possono essere selezionati sono
mostrati sotto.
bp
0
A
K
U
(
1 2 3
B C D
L M N
V W X
) - ^
4
E
O
Y
{
br
5 6
F G
P Q
Z S
} @
7
H
R
&
~
8
I
S
_
`
9
J
T
'
• I punti restanti sono gli stessi come quelli che iniziano
dal punto 3 riportato in “Per salvare i dati del
sintetizzatore su una scheda di memoria” (pagina I-88).
■ Salvataggio dei dati sulla scheda di memoria
La procedura riportata sopra memorizza i dati del
sintetizzatore in una cartella denominata MUSICDAT sulla
scheda di memoria.
• La cartella MUSICDAT viene creata automaticamente
quando si formatta la scheda di memoria sul sintetizzatore
(pagina I-88).
• Notare che i file che non sono nella cartella MUSICDAT
non possono essere caricati, cancellati o rinominati da
questo sintetizzatore. Inoltre non sarà possibile caricare o
cancellare nessun file memorizzato in una qualsiasi
sottocartella all’interno della cartella MUSICDAT.
• I tre caratteri alla fine di un nome di file sono
un’estensione del nome di file, che indica il tipo di dati
salvati nel file.
6. Dopo aver eseguito tutto nella maniera
desiderata, premere il pulsante
br (ENTER).
I-89
Uso di una scheda di memoria
Caricamento dei dati da una
scheda di memoria
Per caricare in blocco tutti i dati della
memoria del sintetizzatore da una scheda di
memoria
1. Premere 7 SETTING.
• Assicurarsi che tutti i dati che si desidera caricare
siano nella cartella MUSICDAT sulla scheda di
memoria.
Per caricare i dati alla memoria del
sintetizzatore da una scheda di memoria
1. Inserire la scheda di memoria nello slot per la
scheda.
2. Riferendosi alla tabella riportata nel punto 2
della procedura “Per salvare i dati del
sintetizzatore su una scheda di memoria”
(pagina I-88), eseguire la procedura richiesta
per il tipo di dati che si desidera caricare dalla
scheda.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
2. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
br
• Questa operazione fa apparire la schermata “CARD
UTIL”.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “All Data” e quindi premere
ENTER.
br
• I punti restanti sono gli stessi come quelli che iniziano
dal punto 3 riportato in “Per caricare i dati alla memoria
del sintetizzatore da una scheda di memoria” (pagina
I-90).
Per cancellare un file su una
scheda di memoria
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Card Load” (oppure “Load” se si
desidera caricare tutti i dati) e quindi premere
ENTER.
1. Inserire la scheda di memoria nello slot per la
br
2. Premere 7 SETTING.
• Questa operazione farà apparire sul display una
schermata di menu simile a quella mostrata sotto. La
schermata di esempio riportata sotto mostra quello che
appare quando si esegue questa procedura dal modo
Sequenziatore di passo.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
scheda.
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
br
• Questa operazione fa apparire la schermata CARD
UTIL.
4. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Delete” e quindi premere il pulsante
ENTER.
br
• Questa operazione visualizza una schermata per la
specificazione del file da cancellare.
4. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e
più (+) per visualizzare il file che si desidera
importare.
5. Usare il pulsante br giù (w) per spostare il
cursore verso il basso, e quindi usare il
selettore
o i pulsanti
meno (–) e più (+)
per visualizzare la destinazione dell’operazione
di caricamento.
bp
br
6. Premere il pulsante br ENTER.
7. In risposta al messaggio “Sure?” che appare,
br YES per caricare,
br NO per annullare
premere il pulsante
oppure il pulsante
l’operazione.
I-90
5. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e
più (+) per visualizzare il file che si desidera
cancellare.
6. Premere il pulsante br ENTER.
Uso di una scheda di memoria
7. In risposta al messaggio “Sure?” che appare,
br YES per cancellare,
br NO per annullare
premere il pulsante
oppure il pulsante
l’operazione.
br
• Premendo il pulsante
YES si visualizza il
messaggio “Please Wait” (indicante che l’operazione è
in corso). Non eseguire nessuna operazione mentre
questo messaggio appare sul display. Dopo il
completamento dell’operazione apparirà sul display il
messaggio “Complete!”.
Riproduzione di un file musicale
da una scheda di memoria
È possibile usare il sintetizzatore per riprodurre i file musicali
che sono stati da voi salvati su una scheda con il computer.
Per i dettagli sul metodo di riproduzione, vedere
“Riproduzione di un brano dimostrativo o un file da una
scheda di memoria” a pagina I-84.
Per rinominare un file su una
scheda di memoria
1. Inserire la scheda di memoria nello slot per la
scheda.
2. Premere 7 SETTING.
3. Usare i pulsanti br su (q) e giù (w) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “CardUtility” e quindi premere
ENTER.
br
• Questa operazione fa apparire la schermata CARD
UTIL.
4. Usare i pulsanti br cursore (U, q, w, I) per
spostare l’indicatore per la selezione della voce
(0) a “Rename” e quindi premere il pulsante
ENTER.
br
• Questa operazione visualizza una schermata per la
specificazione del file da rinominare.
5. Usare il selettore bp o i pulsanti br meno (–) e
più (+) per visualizzare il file che si desidera
rinominare.
6. Usare i pulsanti br sinistra (U) e destra (I) per
spostare l’indicatore alla posizione del carattere
del nome che si desidera cambiare, e quindi
usare il selettore
o i pulsanti
meno (–) e
più (+) per selezionare il carattere che si
desidera.
bp
br
7. Dopo che il nome è come si desidera, premere il
pulsante
br ENTER.
8. In risposta al messaggio “Sure?” che appare,
br
premere il pulsante
YES per rinominare il
file, oppure il pulsante
NO per annullare
l’operazione.
br
br
• Premendo il pulsante
YES si visualizza il
messaggio “Please Wait” (indicante che l’operazione è
in corso). Non eseguire nessuna operazione mentre
questo messaggio appare sul display. Dopo il
completamento dell’operazione apparirà sul display il
messaggio “Complete!”.
I-91
Collegamento ad un computer
È possibile collegare il sintetizzatore ad un computer e
scambiare i dati MIDI tra loro. È possibile inviare i dati
dell’esecuzione, dal sintetizzatore ad un software per la
musica disponibile in commercio installato sul vostro
computer, oppure è possibile inviare i dati MIDI dal vostro
computer al sintetizzatore per la riproduzione.
Requisiti minimi di sistema del
computer
Di seguito vengono mostrati i requisiti minimi di sistema del
computer per l’invio e la ricezione dei dati MIDI. Verificare per
assicurarsi che il vostro computer sia conforme a questi
requisiti prima di collegare ad esso il sintetizzatore.
• Sistema operativo
Windows® XP (SP2 o superiore)*1
Windows Vista® *2
Windows® 7 *3
Mac OS® X (10.3.9, 10.4.11, 10.5.X, 10.6.X, 10.7.X)
*1: Windows XP Home Edition
Windows XP Professional (32-bit)
*2: Windows Vista (32-bit)
*3: Windows 7 (32-bit, 64-bit)
• Porta USB
• Non collegare mai la tastiera digitale ad un computer
che non è conforme ai requisiti riportati sopra. In caso
contrario, è possibile causare problemi al vostro
computer.
2. Dopo l’avvio del computer, usare un cavo USB
disponibile in commercio per collegarlo al
sintetizzatore.
Connettore B
Cavo USB
(Tipo A-B)
Porta USB del sintetizzatore
Connettore A
Porta USB del computer
3. Accendere il sintetizzatore.
• Se questa è la prima volta che si collega il
sintetizzatore al computer, verrà installato
automaticamente sul computer il driver che si richiede
per inviare e ricevere i dati.
4. Avviare il software per la musica disponibile in
commercio sul vostro computer.
5. Configurare le impostazioni del software per la
musica, per selezionare come dispositivo MIDI
uno dei seguenti.
CASIO USB-MIDI: (Per Windows 7, Windows Vista,
Mac OS X)
USB Speakers: (Per Windows XP)
• Per informazioni su come selezionare il dispositivo
MIDI, consultare la documentazione per l’utente fornita
in dotazione con il software per la musica in uso.
Collegamento del sintetizzatore al computer
• Accertarsi di accendere il sintetizzatore prima di
avviare il software per la musica sul vostro computer.
• Accertarsi di seguire esattamente i passi della
procedura riportata sotto. Eseguendo il collegamento
in modo errato, si può rendere impossibile l’invio e la
ricezione dei dati.
1. Spegnere il sintetizzatore e quindi avviare il
computer.
• Non avviare ancora il software per la musica sul
computer!
I-92
• Una volta che si è realizzato il collegamento con successo
per la prima volta, non c’è alcun problema a lasciare
collegato il cavo USB quando si spegne il computer e/o il
sintetizzatore.
• È possibile alterare la configurazione MIDI del
sintetizzatore cambiando il canale di invio dei dati MIDI o
altre impostazioni. Per i dettagli, vedere “Impostazioni
MIDI” (pagina I-82).
• Per le specifiche dettagliate ed i collegamenti che si
applicano all’invio e alla ricezione dei dati MIDI da questo
sintetizzatore, fare riferimento alle informazioni di supporto
più aggiornate fornite dal sito web al seguente URL.
http://world.casio.com/
Collegamento ad un computer
Salvataggio e caricamento dei
dati del sintetizzatore ad un
computer e modifica dei dati del
sintetizzatore su un computer
È possibile trasferire i timbri, frasi e altri dati dell’utente salvati
con il sintetizzatore ad un computer per la conservazione. In
un secondo tempo, è possibile riportare i dati al sintetizzatore
quando necessitano.
Inoltre è possibile modificare il timbro, performance e altri dati
del sintetizzatore su un computer, dove è più facile elaborarli.
Si richiede una speciale applicazione Data Editor per eseguire
operazioni come queste.
1. Visitare il sito CASIO WORLDWIDE al seguente
URL.
http://world.casio.com/
2. Al sito, selezionare un’area geografica o un
paese.
3. Dopo l’accesso al sito dell’area, navigare alla
scheda dei requisiti minimi di sistema del
computer per Data Editor per questo prodotto.
• Si dovrebbe essere in grado di ritrovare un
collegamento alle informazioni di Data Editor sulla
pagina di introduzione di questo prodotto. Se non è
possibile ritrovare tale collegamento, usare il modulo di
ricerca del sito dell’area dove vi trovate per introdurre il
nome del modello di questo prodotto e ricercarlo.
• Notare che il contenuto del sito è soggetto a
cambiamenti senza preavviso.
4. Controllare se il sistema del vostro computer
soddisfa i requisiti minimi per Data Editor.
5. Eseguire il download di Data Editor e della sua
guida dell’utilizzatore al vostro computer.
6. Seguire la procedura riportata nella guida
dell’utilizzatore di Data Editor scaricata al punto
5, per installare Data Editor.
7. Usare le procedure riportate nella guida
dell’utilizzatore di Data Editor per trasferire e
modificare i dati.
• Per informazioni sui tipi di dati che possono essere
trasferiti e modificati, vedere la guida dell’utilizzatore di
Data Editor.
I-93
Riferimento
Messaggi di errore
Messaggio sul
display
Format
Causa
Azione richiesta
1. Il formato della scheda di memoria attuale non è
compatibile con questo sintetizzatore.
1. Formattare la scheda di memoria sul sintetizzatore
(pagina I-88).
2. La capacità della scheda di memoria è superiore a
32 GB.
2. Usare una scheda di memoria con una capacità di
32 GB o inferiore.
3. Si sta tentando di usare una scheda SDXC.
3. Le schede SDXC non sono supportate. Usare una
scheda di memoria SD o SDHC.
4. C’è qualche errore con la scheda di memoria.
4. Utilizzare una scheda di memoria differente.
Card Full
Non c’è sufficiente spazio disponibile sulla scheda di
memoria.
Cancellare alcuni dei file sulla scheda di memoria per
fare spazio per i nuovi dati (pagina I-90), oppure
usare una scheda differente.
Card R/W
I dati della scheda di memoria sono corrotti.
Utilizzare una scheda di memoria differente.
No Card
1. La scheda di memoria non è inserita correttamente
nello slot per la scheda del sintetizzatore.
1. Inserire correttamente la scheda di memoria nello
slot per la scheda.
2. La scheda di memoria è stata rimossa mentre era
in corso qualche operazione.
2. Non rimuovere la scheda di memoria mentre
qualsiasi operazione è in corso.
No Data
Si è tentato di salvare sulla scheda di memoria
un’area dell’utente (ritmo dell’utente, brano di ritmo
dell’utente, ecc.) del sintetizzatore che non contiene
nessun dato.
Selezionare un’area dell’utente che contiene dati.
No File
1. Non c’è nessuna cartella MUSICDAT (pagina I-89)
sulla scheda di memoria.
1. Creare una cartella MUSICDAT sulla scheda di
memoria o formattare la scheda di memoria sul
sintetizzatore (pagina I-88).
2. Non c’è nessun dato caricabile o riproducibile nella
cartella MUSICDAT.
2. Spostare il file che si desidera caricare o riprodurre,
nella cartella MUSICDAT della scheda di memoria.
Not SMF0/1
Si sta tentando di riprodurre file SMF formato 2.
Questo sintetizzatore supporta la riproduzione solo di
file SMF formato 0 o formato 1.
Protect
La scheda di memoria è protetta da scrittura.
Usare il selettore di protezione da scrittura della
scheda di memoria per abilitare la scrittura.
Read Only
Si sta tentando di usare un file di sola lettura con lo
stesso nome che è già memorizzato sulla scheda di
memoria.
• Usare un nome differente per salvare il nuovo file.
• Rimuovere l’attribuzione di sola lettura dal file
esistente e sovrascriverlo con il nuovo file.
• Utilizzare una scheda di memoria differente.
Size Over
1. I dati sulla scheda di memoria sono troppo grandi
per la riproduzione.
1. Questo sintetizzatore supporta la riproduzione di
file di dati di brani con una dimensione massima di
circa 320 KB.
2. I dati che si stanno tentando di caricare sono
troppo grandi.
2. La seguente è la dimensione massima
approssimativa dei dati (per voce dati), quando si
caricano i dati nella memoria del sintetizzatore.
Frase dell’utente: 8 KB
Può essere caricato un totale di circa 128 KB di
frasi dell’utente (totale di tutte le 100
preimpostazioni dell’utente).
3. La dimensione dei dati concatenati SMF è troppo
grande per convertire i dati e salvarli in una scheda.
3. Il sintetizzatore può convertire fino a 320 KB di dati
concatenati SMF e salvarli in una scheda.
1. La scheda di memoria è corrotta.
Utilizzare una scheda di memoria differente.
Wrong Data
2. La scheda di memoria contiene dati che non sono
supportati da questo sintetizzatore.
I-94
Riferimento
Messaggio sul
display
Causa
Azione richiesta
Memory Full
Non c’è sufficiente capacità di memoria richiesta per
le operazioni del sequenziatore frasi.
Accorciare la frase in modo che essa occupi meno
spazio nella memoria.
File Name
Rinominando un file su una scheda di memoria, si è
tentato di specificare un nome di file che è stato già
utilizzato.
Utilizzare un nome differente.
Invalid Tone
È stato selezionato un timbro del sintetizzatore per
una parte eccetto PART1 (ZONE1).
Selezionare soltanto Synthesizer per PART1
(ZONE1).
Battery Low
Le pile sono scariche.
Sostituire le pile o cambiare all’alimentazione con il
trasformatore CA (pagina I-9).
Write Error!
È fallita la scrittura alla memoria interna per il
salvataggio.
Riprovare di nuovo.
Risoluzione dei problemi
Sintomo
Rimedio
Accessori inclusi
Non è possibile trovare qualcosa che deve Controllare attentamente all’interno di tutto il materiale di imballaggio.
essere incluso con il prodotto.
Requisiti di alimentazione
L’alimentazione non si accende.
• Controllare il trasformatore CA o accertarsi che le pile siano posizionate
correttamente (pagina I-9).
• Sostituire le pile con quelle nuove o collegare il trasformatore CA (pagina I-9).
Il display si illumina momentaneamente
ma l’alimentazione non si accende
quando si preme
POWER.
Premere
POWER fermamente e completamente per accendere
l’alimentazione.
Il sintetizzatore emette un suono forte
dopodiché si spegne improvvisamente.
Sostituire le pile con quelle nuove o collegare il trasformatore CA (pagina I-9).
Il sintetizzatore si spegne
improvvisamente dopo pochi minuti.
Ciò si verifica quando è attivata la funzione di spegnimento automatico (pagina
I-10).
6
6
Display
Il display non visualizza nulla o sta
lampeggiando.
Sostituire le pile con quelle nuove o collegare il trasformatore CA (pagina I-9).
Il contenuto dello schermo è visibile solo
direttamente da davanti.
Questo è dovuto alle limitazioni della produzione. Ciò non è indice di
malfunzionamento.
Audio
Non accade nulla quando si preme un
qualsiasi tasto della tastiera.
• Regolare l’impostazione del volume principale (pagina I-12).
• Questo sintetizzatore non dispone di altoparlanti incorporati. Esso non riprodurrà
nessun suono se non si collega qualche dispositivo per l’uscita audio (pagina
I-8).
Nessun suono viene prodotto quando si
avvia il sequenziatore di passo.
Quando la funzione di arpeggio sta per iniziare con l’avvio del sequenziatore di
passo, la sequenza non inizierà finché non si esegue qualche brano sulla tastiera.
Le note continuano a suonare, senza
arrestarsi.
Sostituire le pile con quelle nuove o collegare il trasformatore CA (pagina I-9).
Alcune note vengono tagliate via mentre
sono in esecuzione.
Le note vengono tagliate via ogniqualvolta il numero delle note eseguite supera il
valore di polifonia massima di 64 (da 1 a 32 per alcuni timbri). Questo non è indice
di malfunzionamento.
È stata cambiata l’impostazione del
volume o del timbro da me configurata.
• Regolare l’impostazione del volume principale (pagina I-12).
• Sostituire le pile con quelle nuove o collegare il trasformatore CA (pagina I-9).
I-95
Riferimento
Sintomo
Rimedio
Il volume di uscita non cambia anche
cambiando la pressione del tocco sulla
tastiera.
Cambiare l’impostazione Touch (pagina I-75).
In certe gamme della tastiera, il volume e
la qualità del suono del timbro sono
leggermente differenti da quelli delle altre
gamme della tastiera.
Questo è dovuto alle limitazioni della produzione. Ciò non è indice di
malfunzionamento.
Con alcuni timbri, le ottave non cambiano
ai bordi estremi della tastiera.
Questo è dovuto alle limitazioni della produzione. Ciò non è indice di
malfunzionamento.
Il pitch delle note non corrisponde agli altri Controllare le impostazioni di trasposizione e spostamento di ottava (pagina I-36).
strumenti di accompagnamento o suona in
modo insolito quando si esegue insieme
con altri strumenti.
È presente un disturbo digitale missato
con il suono, quando si eseguono note
alte con un timbro di Solo Synthesizer.
Questo è dovuto alle limitazioni della produzione. Ciò non è indice di
malfunzionamento.
Il reverbero delle note sembra che cambi
improvvisamente.
Controllare e regolare l’impostazione del reverbero (pagina I-36).
Collegamento al computer
Non è possibile scambiare i dati tra il
sintetizzatore ed un computer.
I-96
• Controllare per assicurarsi che il cavo USB sia collegato al sintetizzatore e al
computer, e che il dispositivo sia selezionato correttamente con le impostazioni
del software per la musica del vostro computer (pagina I-92).
• Spegnere il sintetizzatore e quindi chiudere il software per la musica sul vostro
computer. Successivamente, riaccendere il sintetizzatore e quindi riavviare il
software per la musica sul vostro computer.
Riferimento
Caratteristiche tecniche
Modello
Tastiera
Risposta al tocco
Polifonia massima
Timbri
Timbri di Solo Synthesizer
Timbri PCM di melodia
Timbri PCM di batteria
Timbri di onda dell’utente
Effetti
Reverbero
Chorus
DSP
Equalizzatore master
Brani dimostrativi
Funzioni di Performance
Funzioni di frase
Frasi preimpostate
Frasi dell’utente
Modalità di riproduzione
Capacità della memoria
Altro
Funzioni del sequenziatore di
passo
Sequenze preimpostate
Sequenze dell’utente
Numero di tracce
Pattern
Concatenamento
Step massimi
Altro
Funzione di sample looper
Campioni dell’utente
Frequenza di campionamento
Canali di campionamento
Quantizzazione
Mixer
Altre funzioni
Trasposizione
Spostamento di ottava
Intonazione
Arpeggi
MIDI
Rotelle
Schede di memoria
Schede di memoria supportate
Funzioni
XW-G1
61 tasti di dimensioni standard
2 tipi, disattivato
64 timbri (da 1 a 32 per alcuni timbri)
420 preimpostazioni, 220 dell’utente
100 preimpostazioni, 100 dell’utente
300 preimpostazioni, 100 dell’utente
20 preimpostazioni, 10 dell’utente
10 dell’utente
Reverbero sistema
Chorus sistema
100 preimpostazioni, 100 dell’utente
53 tipi (46 normali, 7 di Solo Synthesizer)
4 bande
3 brani
100 preimpostazioni, 100 dell’utente
100
100
Una volta, continuo
128 KB
Sovraregistrazione
100
100
Monofonico: 8, Polifonico: 1, Controllo: 4
8 tipi per sequenza
100
16
Controllo della funzione di frase
10
42 kHz, 21 kHz
Stereo, monofonico
16 bit
16 parti interne + parti introdotte esternamente
±1 ottava (da –12 a 0, a +12 semitoni)
±3 ottave
A4 = 415,5 - 440,0 - 465,9 Hz
Preimpostazioni: 100
Utente: 100
Ricevimento multitimbro a 16 canali, standard GM livello 1
Bender, modulazione
Schede di memoria SD o SDHC, 32 GB o inferiore
Riproduzione SMF, memorizzazione file, richiamo file, cancellazione file,
formattazione scheda
I-97
Riferimento
Ingressi/Uscite
Porta USB
Terminale di ingresso/
uscita midi (MIDI IN/OUT)
Presa jack Sustain/Assegnabile
Presa jack per cuffie
Prese jack di uscita linea R,
L/MONO
Presa jack di ingresso audio
Presa jack di ingresso
strumento
Presa jack di ingresso
microfono
Presa di alimentazione
Alimentazione
Pile
Durata delle pile
Trasformatore CA
Spegnimento automatico
Consumo
Dimensioni
Peso
Tipo B
IN, OUT
Presa jack standard (sustain, sostenuto, sordina, avvio/arresto)
Presa jack stereo standard
Presa jack standard × 2
Impedenza di uscita: 2,3 kΩ, tensione di uscita: 1,7 V (RMS) massimo
Presa jack mini stereo
Impedenza di ingresso: 9 kΩ, sensibilità ingresso: 200 mV
Presa jack standard
Impedenza di ingresso: 9 kΩ, sensibilità ingresso: 200 mV
Presa jack standard (collegare solo un microfono dinamico)
Impedenza di ingresso: 3 kΩ, sensibilità ingresso: 10 mV
Conversione A/D ingresso strumento, ingresso microfono: 42 kHz, 10 bit
9,5 V CC
2 modi
6 pile formato D allo zinco-carbone o pile alcaline
Circa 35 ore (pile alcaline, usando le cuffie CASIO CP-16 opzionali)
AD-E95100L
Circa 6 minuti dopo l’ultima operazione con i tasti durante l’uso delle pile;
circa 4 ore dopo l’ultima operazione con i tasti durante l’uso del trasformatore CA.
La funzione di Spegnimento automatico può essere disattivata.
9,5 V = 4 W
94,8 × 38,4 × 12,4 cm
Circa 5,4 kg (senza pile)
• Il design e le caratteristiche tecniche sono soggetti a modifiche senza preavviso.
Avvertenze per l’uso
Assicurarsi di leggere ed osservare le seguenti avvertenze per
l’uso.
■ Collocazione
Evitare i seguenti luoghi per questo prodotto.
• Luoghi esposti alla luce solare diretta e ad elevata umidità
• Luoghi soggetti a temperature estremamente basse o alte
• Vicino ad una radio, televisore, videoregistratore o
sintonizzatore
Gli apparecchi riportati sopra non causeranno
malfunzionamento di questo prodotto, tuttavia il prodotto
potrà causare interferenze nell’audio o nel video di un
apparecchio posto nelle vicinanze.
■ Manutenzione dell’utente
• Non usare mai benzina, alcool, solventi o altre sostanze
chimiche per pulire il prodotto.
• Per pulire il prodotto o la sua tastiera, strofinare con un
panno morbido inumidito in una soluzione debole di acqua e
detergente neutro. Strizzare bene il panno per eliminare tutto
il liquido in eccesso prima di passarlo sul prodotto.
■ Accessori in dotazione e opzionali
Usare esclusivamente gli accessori che sono specificati per
l’uso con questo prodotto. L’uso di accessori non autorizzati
comporta il rischio di incendio, scossa elettrica e lesioni fisiche.
I-98
■ Precauzioni d’uso del trasformatore CA
• Usare una presa di corrente che sia facilmente accessibile in
modo da poter scollegare il trasformatore CA se si verifica un
malfunzionamento o ogniqualvolta sia necessario.
• Il trasformatore CA è destinato esclusivamente per l’uso in
interni. Non utilizzarlo dove potrebbe essere esposto a
schizzi d’acqua o umidità. Non collocare nessun contenitore,
come ad esempio un vaso da fiori contenente liquidi, sul
trasformatore CA.
• Conservare il trasformatore CA in un luogo asciutto.
• Utilizzare il trasformatore CA in un’area aperta e ben ventilata.
• Non coprire mai il trasformatore CA con un giornale, una
tovaglia, una tenda, o qualsiasi altro oggetto simile.
• Scollegare il trasformatore CA dalla presa di corrente se non
si ha in programma di utilizzare il prodotto per un lungo
periodo di tempo.
• Non provare mai a riparare il trasformatore CA o a
modificarlo in qualsiasi maniera.
• Ambiente di funzionamento del trasformatore CA
Temperatura: da 0 a 40°C
Umidità: da 10% a 90% RH
• Polarità di uscita: &
■ Linee di saldatura
Le linee potrebbero essere visibili all’esterno del prodotto. Sono
presenti “linee di saldatura” risultanti dal processo di formatura
plastica. Esse non sono delle incrinature o graffi.
■ Uso rispettoso dello strumento musicale
Fare sempre attenzione alle altre persone intorno a voi
ogniqualvolta si usa questo prodotto. Prestare attenzione
specialmente quando si suona a tarda notte per mantenere il
volume ai livelli che non disturbino le altre persone. Le altre
misure che si possono adottare quando si suona a tarda notte,
sono quelle di chiudere le finestre e l’uso delle cuffie.
Riferimento
Lista degli effetti DSP
Lista dei tipi di DSP
■ Tipi di DSP normali
• I numeri di tipi da 01 a 14 sono DSP di tipo singolo, mentre i numeri da 15 a 46 sono DSP di tipo duplice. Un DSP di tipo singolo
è quello con una struttura singola, mentre un tipo duplice è una combinazione di due DSP di tipo singolo.
• Il nome di un DSP duplice è formato dai nomi dei suoi due DSP singoli costituenti, nell’ordine con cui essi vengono applicati. Ad
esempio, il tipo 15 denominato “Wah-Compressor” collega in linea a “Wah” e “Compressor”, in tale sequenza.
Numero di tipo
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
Nome
visualizzato
Wah
Wah
Compressor
Comp
Distortion
Dist
Enhancer
Enhance
AutoPan
AutoPan
Tremolo
Tremolo
Phaser
Phaser
Flanger
Flanger
Chorus
Chorus
Delay
Delay
Reflection
Reflect
Rotary
Rotary
RingModulator
RingMod
Lo-Fi
Lo-Fi
Wah-Compressor
WahCmp
Wah-Distortion
WahDst
Wah-Chorus
WahCho
Wah-Flanger
WahFln
Wah-Reflection
WahRef
Wah-Tremolo
WahTrm
Wah-AutoPan
WahPan
Compressor-Wah
CmpWah
Compressor-Distortion CmpDst
Nome di tipo DSP
Numero di tipo
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
45
46
Nome
visualizzato
Compressor-Chorus
CmpCho
Compressor-Flanger
CmpFln
Compressor-Reflection CmpRef
Compressor-Tremolo
CmpTrm
Compressor-AutoPan CmpPan
Distortion-Wah
DstWah
Distortion-Compressor DstCmp
Distortion-Chorus
DstCho
Distortion-Flanger
DstFln
Distortion-Reflection
DstRef
Distortion-Tremolo
DstTrm
Distortion-AutoPan
DstPan
Chorus-Reflection
ChoRef
Chorus-AutoPan
ChoPan
Flanger-Reflection
FlnRef
Flanger-AutoPan
FlnPan
Reflection-Distortion
RefDst
Reflection-Chorus
RefCho
Reflection-AutoPan
RefPan
Tremolo-Distortion
TrmDst
Tremolo-Chorus
TrmCho
Tremolo-Flanger
TrmFln
Tremolo-Reflection
TrmRef
Nome di tipo DSP
• Per i dettagli sui parametri che possono essere configurati con ciascun tipo di DSP, fare riferimento alle sezioni mostrate nella
tabella seguente.
Per informazioni su questo tipo di DSP:
Riferirsi qui:
Tipo singolo (numeri di tipo da 01 a 14)
Parametri DSP di tipo singolo del DSP normale
(pagina I-100)
Tipo duplice (numeri di tipo da 15 a 46)
Parametri DSP di tipo duplice del DSP normale
(pagina I-102)
■ Tipi di DSP di Solo Synthesizer
Numero di tipo
01
02
03
Nome di tipo DSP
Bypass
Auto Pan
Distortion
Flanger
Nome
visualizzato
Bypass
AutoPan
Dist
Flanger
Numero di tipo
04
05
06
Nome di tipo DSP
Chorus
Delay
Ring Modulator
Nome
visualizzato
Chorus
Delay
RingMod
• Per informazioni sui parametri di cui possono essere configurate le impostazioni per ciascun tipo di DSP, vedere “Parametri di
DSP di Solo Synthesizer” (pagina I-102).
I-99
Riferimento
Lista dei parametri DSP
■ Parametri DSP di tipo singolo del DSP normale
01: Wah
Questo è un effetto “wah” che può influire automaticamente
sulla frequenza utilizzando un LFO.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Resonance (da 0 a 127)
Regola l’intensità della risonanza.
2 :Manual (da 0 a 127)
Regola la frequenza di riferimento per il filtro wah.
3 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità dell’LFO.
4 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità dell’LFO.
5 :LFO Waveform (off, sin, tri, random)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
02: Compressor
Comprime il segnale in ingresso, che può avere l’effetto di
soppressione della variazione di livello e rendere possibile
sostenere i suoni smorzati più a lungo.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Attack (da 0 a 127)
Regola l’ammontare di attacco del segnale in ingresso. Un
valore minore causa un funzionamento immediato del
compressore, che sopprime l’attacco del segnale in
ingresso. Un valore maggiore ritarda il funzionamento del
compressore, che causa la messa in uscita dell’attacco
del segnale in ingresso così come è.
2 :Release (da 0 a 127)
Regola il tempo dal punto in cui il segnale in ingresso
cade al di sotto di un certo livello, fino a quando ha
termine l’operazione di compressione. Quando si desidera
una sensazione di attacco (assenza di compressione
all’inizio del suono), impostare questo parametro ad un
valore più basso possibile. Per avere sempre la
compressione applicata, impostare un valore elevato.
3 :Level (da 0 a 127)
Regola il livello in uscita.
4 :Threshold (da 0 a 127)
Regola il livello di volume con cui inizia l’operazione di
compressione.
03: Distortion
Distorsione digitale che applica un suono armonico al segnale
in ingresso e lo distorce.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Gain (da 0 a 127)
Regola il guadagno del segnale in ingresso.
2 :Level (da 0 a 127)
Regola il livello in uscita.
I-100
04: Enhancer
Sposta la fase dei suoni della gamma inferiore ed i suoni della
gamma superiore del segnale in ingresso, per incrementare il
profilo del segnale.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Low Frequency (da 0 a 127)
Regola la frequenza di enhancer per la gamma bassa.
2 :Low Phase (da 0 a 127)
Regola l’ammontare dello spostamento di fase
dell’enhancer per la gamma bassa.
3 :High Frequency (da 0 a 127)
Regola la frequenza di enhancer per la gamma alta.
4 :High Phase (da 0 a 127)
Regola l’ammontare dello spostamento di fase
dell’enhancer per la gamma alta.
05: Auto Pan
Esegue ininterrottamente il panning sinistra-destra del
segnale in ingresso utilizzando un LFO.
Parametri e gamme dei valori:
1 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità del panning.
2 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità del panning.
3 :LFO Waveform (sin, tri)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
4 :Manual (Gamma: da –64 a 0, a 63)
Regola la posizione pan (posizione stereo).
–64 è l’estrema sinistra, 0 è il centro, e 63 è l’estrema
destra.
06: Tremolo
Regola il volume del segnale in ingresso utilizzando un LFO.
Parametri e gamme dei valori:
1 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità del tremolo.
2 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità del tremolo.
3 :LFO Waveform (sin, tri)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
07: Phaser
Produce un suono pulsante distintivo e spazioso utilizzando
un LFO per cambiare la fase del segnale in ingresso e quindi
lo miscela con il segnale originale in ingresso.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Resonance (da 0 a 127)
Regola l’intensità della risonanza.
2 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità dell’LFO.
3 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità dell’LFO.
4 :LFO Waveform (sin, tri, random)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
Riferimento
08: Flanger
Applica largamente la riverberazione pulsante e metallica ai
suoni. La forma d’onda LFO è selezionabile.
Parametri e gamme dei valori:
1 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità dell’LFO.
2 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità dell’LFO.
3 :LFO Waveform (sin, tri, random)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
4 :Feedback (da 0 a 127)
Regola l’intensità di feedback.
09: Chorus
Conferisce profondità ed espansione ai suoni. Il tipo di chorus
è selezionabile.
Parametri e gamme dei valori:
1 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità dell’LFO.
2 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità dell’LFO.
3 :LFO Waveform (sin, tri)
Seleziona la forma d’onda dell’LFO.
4 :Feedback (da 0 a 127)
Regola l’intensità di feedback
5 :Type (mono, stereo, tri)
Seleziona il tipo di chorus.
10: Delay
Ritarda il segnale in ingresso ed esegue un ritorno di segnale
per creare un effetto di ripetizione, conferendo ai suoni
maggiore espansione.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Delay Time (da 0 a 127)
Regola il tempo di delay.
2 :Feedback (da 0 a 127)
Regola la ripetizione del delay.
3 :Ratio Lch (da 0 a 127)
Regola il tempo di delay del canale sinistro. Questo valore
è un rapporto del valore specificato per Delay Time.
4 :Ratio Rch (da 0 a 127)
Regola il tempo di delay del canale destro. Questo valore
è un rapporto del valore specificato per Delay Time.
5 :Wet Level (0, 1, 2, 3, 4, 5)
Regola il livello del suono di delay.
6 :Type (1, 2)
Seleziona il tipo di delay.
1 :Ripetizione di delay determinata da Delay Time.
2 :Ripetizione di delay determinata da Delay Time e
Ratio L/R.
7 :Tempo Sync (Gamma: Off, 1/4, 1/3, 3/8, 1/2, 2/3, 3/4, 1,
4/3, 3/2, 2)
Regola la relazione tra il tempo e il tempo di ritardo del
sequenziatore.
Quando è selezionato Off, l’impostazione attuale del
parametro di Delay Time viene utilizzata per il tempo di
ritardo. Quando non è selezionata nessun’altra
impostazione, il tempo di ritardo viene sincronizzato con la
battuta del sequenziatore.
Selezionando 1, ad esempio, il tempo di ritardo è quasi
uguale alla lunghezza di una battuta.
(Il tempo di ritardo non è sincronizzato precisamente con
la battuta.)
Importante!
Quando si regola il tempo e tipo di delay, determinate
impostazioni possono causare un suono di commutazione nel
delay.
11: Reflection
Un effettore che estrae le riflessioni iniziali dal reverbero.
Applica presenza acustica ai suoni.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Type (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8)
Seleziona tra gli otto pattern di riflessione disponibili.
2 :Feedback (da 0 a 127)
Regola la ripetizione del suono riflesso.
12: Rotary
Questo è un simulatore di diffusore rotante.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Overdrive Gain (0, 1, 2, 3)
Regola il guadagno dell’overdrive.
2 :Overdrive Level (da 0 a 127)
Regola il livello di uscita dell’overdrive.
3 :Speed (Slow, Fast)
Commuta il modo di velocità tra rapida e lenta.
4 :Brake (Rotate, Stop)
Arresta la rotazione del diffusore.
5 :Fall Acceleration (da 0 a 127)
Regola l’accelerazione quando si commuta il modo di
velocità da rapida a lenta.
6 :Rise Acceleration (da 0 a 127)
Regola l’accelerazione quando si commuta il modo di
velocità da lenta a rapida.
7 :Slow Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità di rotazione del diffusore nel modo di
velocità lenta.
8 :Fast Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità di rotazione del diffusore nel modo di
velocità rapida.
13: Ring Modulator
Multiplica il segnale in ingresso con un segnale dell’oscillatore
interno per creare un suono metallico.
Parametri e gamme dei valori:
1 :OSC Frequency (da 0 a 127)
Imposta la frequenza di riferimento dell’oscillatore interno.
2 :LFO Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità dell’LFO.
3 :LFO Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità dell’LFO.
4 :Type (1, 2, 3)
1 :Mette in uscita solo il segnale modulato ad anello.
2 :Mette in uscita il segnale modulato ad anello e il
segnale in ingresso.
3 :Mette in uscita un segnale con un effetto chorus
applicato a 2 (segnale modulato ad anello e segnale in
ingresso).
I-101
Riferimento
14: Lo-Fi
Nome di tipo
Applica vari tipi di disturbo al segnale in ingresso per
riprodurre un suono Lo-Fi retrò.
Include wow e flutter per la fluttuazione rotazionale simile a
quella dei nastri e dischi, un generatore Noise 1 che genera il
tipo di disturbo continuo delle radio FM, e un generatore
Noise 2 che genera disturbi di tipo graffiante simili a quelli dei
giradischi.
Parametri e gamme dei valori:
1 :Wow and Flutter Rate (da 0 a 127)
Regola la velocità di wow e flutter.
2 :Wow and Flutter Depth (da 0 a 127)
Regola la profondità di wow e flutter.
3 :Noise1 Level (0, 1, 2, 3, 4, 5)
Regola il livello del generatore Noise 1.
4 :Noise2 Level (0, 1, 2, 3, 4, 5)
Regola il livello del generatore Noise 2.
5 :Noise2 Density (0, 1, 2, 3, 4, 5)
Regola la frequenza del generatore Noise 2.
6 :Bit (0, 1, 2, 3)
Distorce il suono. Un numero più grande produce una
distorsione maggiore.
Importante!
Alzando il livello di disturbo mentre non è in riproduzione una
nota, si causerà l’emissione del disturbo anche in assenza di
segnale in ingresso.
■ Parametri DSP di tipo duplice del DSP normale
I DSP di tipo duplice sono configurati combinando due
differenti DSP di tipo singolo. Usare la procedura riportata di
seguito per controllare i parametri che possono essere
configurati per ciascun DSP di tipo duplice, la loro funzione, e
le gamme di impostazione dei DSP di tipo duplice.
Esempio: Numero di tipo 29: Distortion-Wah
1. Il nome del tipo di DSP è composto da due parti: una parte
di sinistra ed una parte di destra.
Distortion-Wah 3 “Distortion” e “Wah”
2. Osservando la parte di sinistra del nome di un DSP di tipo
duplice ricercare quali parametri è possibile configurare,
nella colonna “Nome di tipo” della tabella riportata sotto.
Nome di tipo
Parametri configurabili
Wah
LFO Waveform
LFO Rate
LFO Depth
Distortion
Gain
Level
Chorus
LFO Waveform
LFO Rate
LFO Depth
Flanger
LFO Waveform
LFO Rate
LFO Depth
Reflection
Feedback
Compressor
Threshold
Level
Auto Pan
LFO Waveform
LFO Rate
LFO Depth
Manual
I-102
Tremolo
Parametri configurabili
LFO Waveform
LFO Rate
LFO Depth
3. Ricercare gli stessi nomi di tipo nella tabella riportata in
“Parametri DSP di tipo singolo del DSP normale” alle
pagine da I-100 a I-102, ed annotare la funzione e le
gamme di impostazione delle voci che sono uguali a quelle
mostrate nella colonna “Parametri configurabili” della
tabella riportata sopra.
• Nel nostro esempio “Distortion-Wah”, la parte di sinistra
del nome è “Distortion” e quindi è possibile vedere nella
tabella riportata sopra che i parametri “Gain” e “Level”
possono essere configurati. È possibile ricercare le
operazioni e le gamme di impostazione di “Gain” e
“Level” riferendosi a “03: Distortion” a pagina I-100.
4. Successivamente, ripetere i punti 2 e 3 riportati sopra per la
parte di destra del nome del parametro di DSP di tipo
duplice.
• I numeri dei parametri che appaiono sulla schermata di
impostazione parametro iniziano da 1, e il numero viene
incrementato per ciascun parametro successivo.
I numeri dei parametri del nostro esempio
“Distortion-Wah” saranno come mostrato di seguito.
1: Gain
2: Level
3: LFO Waveform
4: LFO Rate
5: LFO Depth
■ Parametri di DSP di Solo Synthesizer
• (Param A) e (Param B) sono i parametri assegnati ai
cursori
8/16 e MASTER quando sono selezionati i
timbri di Solo Synthesizer.
5
(Nessun numero): Bypass
Selezionando questa opzione si disabilita l’applicazione di
DSP.
Nessun parametro
01: Auto Pan
Parametri e gamme
1 :LFO Waveform (Gamma: sin, tri)
2 :LFO Rate (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
3 :LFO Depth (Gamma: da 0 a 127) (Param B)
4 :Manual (Gamma: da –64 a 0, a 63)
02: Distortion
Parametri e gamme:
1 :Gain (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
2 :Level (Gamma: da 0 a 127) (Param B)
03: Flanger
Parametri e gamme
1 :LFO Waveform (Gamma: sin, tri, random)
2 :LFO Rate (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
3 :LFO Depth (Gamma: da 0 a 127) (Param B)
Riferimento
04: Chorus
Parametri e gamme
1 :LFO Waveform (Gamma: sin, tri)
2 :LFO Rate (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
3 :LFO Depth (Gamma: da 0 a 127) (Param B)
Caratteri di introduzione
supportati
05: Delay
Parametri e gamme
1 :Delay Time (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
2 :Feedback (Gamma: da 0 a 127)
3 :Damp (Gamma: da 0 a 3)
Regola lo smorzamento della gamma superiore. 3 ha
come risultato lo smorzamento massimo.
4 :Wet Level (Gamma: 0, 1, 2, 3, 4, 5) (Param B)
5 :Tempo Sync (Gamma: Off, 1/4, 1/3, 3/8, 1/2, 2/3, 3/4, 1,
4/3, 3/2, 2)
06: Ring Modulator
Parametri e gamme
1 :Frequency (Gamma: da 0 a 127) (Param A)
Regola la frequenza di modulazione del modulatore ad
anello.
2 :Dry Level (Gamma: da 0 a 127)
Regola il livello del suono originale.
3 :Wet Level (Gamma: da 0 a 127) (Param B)
Regola il livello del suono del modulatore ad anello.
• Per informazioni sui parametri non inclusi sopra, vedere le
spiegazioni dei parametri con gli stessi nomi riportati in
“Parametri DSP di tipo singolo del DSP normale” (pagina
I-100).
I-103
Control
Change
0
1
5
6, 38
7
10
11
16 - 19
64
65
Key’s
Ch’s
After
Touch
Pitch Bender
Note ON
Note OFF
Velocity
True voice
O
O
O *2
O *2
O
O
X
O *2
O *3
O *2
O
X
X
O 9nH v = 1 - 127
X 9nH v = 0
0 - 127
Mode 3
X
Default
Messages
Altered
Mode
Note
Number
1 - 16
1 - 16
Default
Changed
Transmitted
O
O
O *2
O *2
O
O
O
O *2
O
O *2
O
X
O
O 9nH v = 1 - 127
X 9nH v = 0, 8nH v =**
0 - 127
0 - 127 *1
Mode 3
X
1 - 16
1 - 16
Recognized
MIDI Implementation Chart
Basic
Channel
Function
Model: XW-G1
Hold 1
Portamento On/Off
Bank select
Modulation
Portamento Time
Data entry LSB, MSB
Volume
Pan
Expression
**: nessuna relazione
Remarks
Version : 1.0
:True #
Mode 1 : OMNI ON, POLY
Mode 3 : OMNI OFF, POLY
Remarks
Messages
O
O
O
O
O
X
X
X
X
X
X
O *2
O
0 - 127
O
O
O *2
O
O
O *2
O *2
Mode 2 : OMNI ON, MONO
Mode 4 : OMNI OFF, MONO
*1: Dipende dal timbro.
*2: Vedere Implementazione MIDI al sito http://world.casio.com/.
*3: Secondo l’impostazione di effetto del pedale.
X
O
X
O
X
X
: All sound off
: Reset all controller
: Local ON/OFF
: All notes OFF
: Active Sense
: Reset
Aux
O
O
: Clock
: Commands
System
Real Time
X
X
X
: Song Pos
: Song Sel
: Tune
O *2
O
O *3
O *3
O *2
O
O
O *2
O *2
System
Common
System Exclusive
Program
Change
66
67
70 - 90
91
93
98, 99
100, 101
Reverb send
Chorus send
NRPN LSB, MSB
RPN LSB, MSB
Sostenuto
Soft pedal
O : Yes
X : No
Questo marchio di riciclaggio indica che la confezione è
conforme alla legislazione tedesca sulla protezione dell’ambiente.
K
MA1204-B Printed in China
XWG1-I-1B
Download PDF

advertising