Casio | XJ-F10X, XJ-F20XN, XJ-F100W, XJ-F200WN, XJ-F210WN | Guida dell'utente | Casio XJ-F10X, XJ-F20XN, XJ-F100W, XJ-F200WN, XJ-F210WN Guida dell'utente

Casio XJ-F10X, XJ-F20XN, XJ-F100W, XJ-F200WN, XJ-F210WN Guida dell'utente
IT
PROIETTORE DI DATI
Serie XJ-V
XJ-V10X/XJ-V100W/XJ-V110W
Serie XJ-F
XJ-F10X/XJ-F20XN*/
XJ-F100W/XJ-F200WN*/
XJ-F210WN*
*Modelli Network
Guida dell’utilizzatore
 In questo manuale, le “Serie XJ-V” e “Serie XJ-F” si riferiscono solo ai modelli specifici elencati
sopra.
 Accertarsi di leggere le “Avvertenze per la sicurezza” e le “Avvertenze sull’uso” nel documento
“Guida di setup”, e assicurarsi di utilizzare questo prodotto correttamente.
 Conservare questo manuale in un luogo sicuro per riferimenti futuri.
 Visitare il sito riportato di seguito per la versione più aggiornata di questo manuale.
http://world.casio.com/manual/projector/
1
 DLP è un marchio di fabbrica depositato della Texas Instruments degli Stati Uniti.
 Microsoft, Windows e Windows Vista sono marchi di fabbrica depositati o marchi di fabbrica
della Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi.
 HDMI, il logo HDMI e High-Definition Multimedia Interface sono marchi di fabbrica o marchi di
fabbrica depositati della HDMI Licensing, LLC.
 Mac OS è un marchio di fabbrica o marchio di fabbrica depositato della Apple, Inc. negli Stati
Uniti e in altri paesi.
 PJLink è un marchio in attesa di registrazione o un marchio di fabbrica depositato in Giappone,
Stati Uniti, e altri paesi e regioni.
 Crestron è un marchio di fabbrica depositato di Crestron Electronics, Inc. degli Stati Uniti.
 AMX è un marchio di fabbrica depositato di AMX LLC degli Stati Uniti.
 XGA è un marchio di fabbrica depositato della IBM Corporation degli Stati Uniti.
 Altri nomi di società e di prodotti possono essere marchi di fabbrica depositati o marchi di
fabbrica dei rispettivi proprietari.
 Parti di questo prodotto si basano parzialmente sul lavoro di Independent JPEG Group.
 Il contenuto di questa Guida dell’utilizzatore è soggetto a modifiche senza preavviso.
 La copia di questo manuale, sia in parte che per intero, è vietata. All’utente è consentito usare
questo manuale esclusivamente per uso strettamente personale. Qualsiasi altro utilizzo è vietato
senza l’autorizzazione della CASIO COMPUTER CO., LTD.
 La CASIO COMPUTER CO., LTD. non potrà essere ritenuta responsabile per qualsiasi perdita di
profitti o reclami da parte di terzi derivanti dall’uso di questo prodotto o di questo manuale.
 La CASIO COMPUTER CO., LTD. non potrà essere ritenuta responsabile per qualsiasi danno o
perdita di profitti derivanti dalla perdita dei dati dovuta a malfunzionamento o manutenzione di
questo prodotto, o per qualsiasi altro motivo.
 Le schermate di esempio mostrate in questo manuale sono esclusivamente per scopi illustrativi,
e potrebbero non essere esattamente uguali alle schermate realmente fornite dal prodotto.
 Le schermate riportate in questo manuale sono tutte provenienti dalla versione inglese. Alcuni
dei termini utilizzati nel testo di spiegazione sono anch’essi basati sulle schermate in versione
inglese.
2
Indice
Caratteristiche e funzioni utili ........................................ 7
XJ-V10X/XJ-V100W/XJ-V110W................................................................................... 7
XJ-F10X/XJ-F100W ..................................................................................................... 8
XJ-F20XN/XJ-F200WN/XJ-F210WN (Modelli Network) .............................................. 9
XJ-V100W/XJ-V110W/XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN (Modelli WXGA) ............ 9
Preparativi...................................................................... 10
Preparazione del proiettore per l’uso ...................................................10
Avvertenze sulla preparazione per l’uso .................................................................... 10
Collegamento dei cavi del proiettore ...................................................11
Telecomando........................................................................................12
Per inserire le pile del telecomando ....................................................................... 13
Per sostituire le pile del telecomando .................................................................... 13
Operazioni con il proiettore ......................................... 14
Selezione della sorgente di ingresso (INPUT) ......................................14
Per selezionare la sorgente di ingresso.................................................................. 15
Risoluzione................................................................................................................. 15
Operazioni dell’immagine in uscita.......................................................16
Per usare la correzione manuale della distorsione trapezoidale (KEYSTONE) ...... 16
Per zoomare un’immagine (D-ZOOM) .................................................................... 16
Per sospendere momentaneamente l’immagine e l’audio (BLANK) ...................... 17
Per congelare un’immagine (FREEZE).................................................................... 17
Per regolare automaticamente un’immagine (AUTO) ............................................. 17
Per cambiare il rapporto di formato dell’immagine proiettata (ASPECT) ............... 17
Per regolare la luminosità dell’immagine (FUNC) ................................................... 19
Per cambiare il modo di colore (FUNC).................................................................. 19
Regolazione del livello di volume (VOLUME)........................................20
Per regolare il livello del volume ............................................................................. 20
Per rendere muto l’audio ........................................................................................ 20
Controllo luce .......................................................................................21
Per attivare o disattivare il controllo luce ............................................................... 21
Per regolare l’emissione di luce.............................................................................. 21
Per controllare il livello di risparmio energia........................................................... 22
Per attivare o disattivare il controllo del sensore luce (solo serie XJ-F) ................. 22
3
Uso del timer di presentazione (TIMER) ...............................................23
Per visualizzare il timer ........................................................................................... 23
Per visualizzare il menu delle funzioni del timer ..................................................... 23
Per configurare le impostazioni del timer ............................................................... 24
Per iniziare un’operazione di conteggio alla rovescia del timer ............................. 24
Per mettere in pausa il conteggio alla rovescia del timer....................................... 25
Per riprendere un conteggio alla rovescia messo in pausa.................................... 25
Per ripristinare il timer al suo tempo di avvio ......................................................... 25
Uso del menu di setup (MENU) ............................................................26
Operazioni di base del menu di setup ....................................................................... 26
Impostazioni del menu di setup................................................................................. 27
Protezione password............................................................................32
Uso della funzione di codice d’accesso .................................................................... 32
Per cambiare il codice d’accesso .......................................................................... 33
Per cambiare l’impostazione del codice d’accesso per l’accensione ................... 34
Per cambiare la password per la funzione di memorizzazione
interna del proiettore (solo modelli Network).......................................................... 34
Blocco pannello di controllo (solo serie XJ-F) ......................................35
Per bloccare il pannello di controllo ....................................................................... 35
Per sbloccare il pannello di controllo ..................................................................... 35
Proiezione dalla memoria incorporata o
dall’ingresso USB (solo modelli Network) .................. 36
Proiezione con Visualizzatore file .........................................................36
Panoramica su Visualizzatore file .............................................................................. 36
Proiezione di file situati nella memoria interna del proiettore .................................... 37
Per copiare i file da un computer alla memoria interna del proiettore ................... 37
Avvio della proiezione di file situati nella memoria interna del proiettore............... 39
Per formattare la memoria interna del proiettore (solo utenti di Windows) ............ 40
Proiezione di file da un dispositivo di memoria collegato tramite USB ..................... 41
Per collegare una memoria flash USB al proiettore ............................................... 41
Per collegare una scheda di memoria al proiettore................................................ 41
Per collegare una fotocamera digitale al proiettore ............................................... 42
Per iniziare la proiezione di file che si trovano su un dispositivo di memoria
collegato tramite USB ............................................................................................ 42
Proiezione di file......................................................................................................... 45
Per proiettare un file di presentazione.................................................................... 45
Per proiettare un file PDF ....................................................................................... 46
Per proiettare un file di immagine........................................................................... 47
Per proiettare un file di filmato ............................................................................... 47
4
Operazioni con il menu dei file................................................................................... 49
Per commutare il menu dei file tra la visualizzazione lista e la
visualizzazione icone .............................................................................................. 49
Per scorrere il menu dei file .................................................................................... 49
Per aprire una cartella ............................................................................................ 49
Per uscire dalla cartella attuale e spostarsi al livello successivo ........................... 49
Per ritornare alla schermata principale dal menu dei file ....................................... 49
Configurazione delle impostazioni di Visualizzatore file ............................................ 50
Per configurare le impostazioni di Visualizzatore file ............................................. 50
Esecuzione automatica.............................................................................................. 52
Per proiettare i file di immagini o un file di filmato da una memoria flash USB ..... 52
Per proiettare automaticamente i file di immagini o un file di filmato dalla
memoria interna del proiettore ............................................................................... 53
Risoluzione dei problemi di Visualizzatore file ........................................................... 54
Messaggi di errore di Visualizzatore file..................................................................... 55
Uso di EZ-Converter FA per convertire i file PowerPoint in file ECA o file PtG ......... 56
Per convertire un file PowerPoint in un file ECA o file PtG..................................... 57
Per specificare la risoluzione della schermata del file ECA o file PtG .................... 59
Per specificare il tempo massimo di visualizzazione delle animazioni................... 59
Per riprodurre un file ECA o file PtG sul computer................................................. 59
Proiezione con la funzione Display USB ..............................................61
Panoramica sulla funzione di Display USB................................................................ 61
Proiezione del contenuto dello schermo del computer tramite una
connessione USB ...................................................................................................... 61
Per proiettare per la prima volta il contenuto dello schermo del
computer con Windows tramite una connessione USB......................................... 62
Per proiettare per la prima volta il contenuto dello schermo del
computer con Mac OS tramite una connessione USB .......................................... 63
Per proiettare il contenuto dello schermo del computer tramite una
connessione USB dopo la prima volta ................................................................... 65
Proiezione dell’immagine della schermata di una
calcolatrice grafica ...............................................................................66
Per proiettare l’immagine della schermata di una calcolatrice grafica................... 66
Pulizia del proiettore..................................................... 67
Pulizia dell’esterno del proiettore .........................................................67
Pulizia dell’obiettivo..............................................................................67
Pulizia delle aperture di ventilazione ....................................................67
5
Soluzione di problemi ................................................... 68
Indicatori...............................................................................................68
Indicatori di errore e messaggi di avvertenza.......................................69
Soluzione di problemi riguardanti il proiettore .....................................70
Appendice ...................................................................... 73
Collegamento ad un’uscita video component .....................................73
Collegamento ad un’uscita video composito o uscita S-Video
(Solo serie XJ-F) ...................................................................................74
Alimentazione ad apparecchiatura esterna (Solo serie XJ-F)...............75
Aggiornamento del firmware e trasferimento di un logo utente ...........76
Per aggiornare il firmware e trasferire un logo utente ............................................ 76
Sospensione del proiettore da un soffitto ............................................76
Distanza di proiezione e dimensione dello schermo ............................77
Impostazione del rapporto di formato e
dell’immagine di proiezione..................................................................78
Segnali supportati ................................................................................80
Controllo RS-232C del proiettore.........................................................82
Per stabilire una connessione seriale tra il proiettore e un computer .................... 82
6
Caratteristiche e funzioni utili
XJ-V10X/XJ-V100W/XJ-V110W
 Sorgente luminosa ibrida esente da mercurio
Una sorgente luminosa ibrida laser e LED originale CASIO consente un’elevata luminanza, basso
consumo energetico e bassi costi di gestione. Questo proiettore non utilizza una lampada a
mercurio, per la salvaguardia dell’ambiente.
 Proiezione senza attesa
Una sorgente luminosa ibrida CASIO raggiunge la massima luminosità immediatamente dopo
l’accensione dell’alimentazione, paragonato con un’attesa di circa un minuto che si richiede
normalmente con una lampada al mercurio. La sorgente luminosa raggiungerà immediatamente la
massima luminosità anche se la si riaccende dopo averla spenta. Una lampada al mercurio richiede
un’attesa più lunga in questo caso per raffreddarsi.
 Regolazione luce rapida e semplice (Controllo luce istantaneo)
Una semplice operazione con i tasti regola istantaneamente l’emissione di luce ad uno dei sette
livelli.
 Supporto per tre sorgenti di ingresso
Sono supportate le sorgenti di ingresso RGB analogico, video component (Y·Cb·Cr, Y·Pb·Pr), e
HDMI.
 Correzione distorsione trapezoidale verticale
Regolazione manuale per correggere la distorsione trapezoidale verticale (distorsione della forma
dell’immagine proiettata quando si proietta dal basso o dall’alto rispetto alla superficie di
proiezione) che riporta l’immagine proiettata ad una forma rettangolare.
 Terminale AUDIO OUT per l’uscita audio
L’ingresso audio tramite il terminale HDMI del proiettore o il terminale AUDIO IN viene messo in
uscita dal suo terminale AUDIO OUT. Diffusori amplificati o altri dispositivi possono essere collegati
al terminale AUDIO OUT quando si desidera mettere in uscita l’audio da un altro dispositivo tramite
il proiettore.
 Supporto per il montaggio a soffitto e la proiezione da dietro
Il proiettore può essere configurato per proiettare un’immagine con orientamento normale anche
quando viene installato capovolto (per la proiezione dal soffitto) o quando si proietta da dietro lo
schermo.
 Accensione istantanea
Il proiettore può essere configurato in modo da accendersi automaticamente e iniziare a proiettare
appena esso viene collegato ad una presa di corrente.
 Aggiornamento firmware
Aggiornamenti firmware (software nella memoria flash ROM del proiettore) possono essere trasferiti
al proiettore da un computer come si richiede.
7
XJ-F10X/XJ-F100W
 Sorgente luminosa ibrida esente da mercurio
Una sorgente luminosa ibrida laser e LED originale CASIO consente un’elevata luminanza, basso
consumo energetico e bassi costi di gestione. Questo proiettore non utilizza una lampada a
mercurio, per la salvaguardia dell’ambiente.
 Proiezione senza attesa
Una sorgente luminosa ibrida CASIO raggiunge la massima luminosità immediatamente dopo
l’accensione dell’alimentazione, paragonato con un’attesa di circa un minuto che si richiede
normalmente con una lampada al mercurio. La sorgente luminosa raggiungerà immediatamente la
massima luminosità anche se la si riaccende dopo averla spenta. Una lampada al mercurio richiede
un’attesa più lunga in questo caso per raffreddarsi.
 Regolazione luce rapida e semplice (Controllo luce istantaneo)
Una semplice operazione con i tasti regola istantaneamente l’emissione di luce ad uno dei sette
livelli.
 Regolazione luce automatica utilizzando un sensore di luce (Controllo luce intelligente)
Il proiettore rileva i livelli di luce dell’ambiente e regola automaticamente l’emissione luce come si
richiede, per un funzionamento efficiente a basso consumo. (Richiede di configurare l’impostazione
di “Sensore luce” a “Sì”.)
 Supporto per cinque sorgenti di ingresso
Sono supportate le sorgenti di ingresso RGB analogico, video component (Y·Cb·Cr, Y·Pb·Pr),
HDMI, video composito e S-video. Sono forniti due ingressi HDMI.
 Correzione distorsione trapezoidale verticale
Regolazione manuale per correggere la distorsione trapezoidale verticale (distorsione della forma
dell’immagine proiettata quando si proietta dal basso o dall’alto rispetto alla superficie di
proiezione) che riporta l’immagine proiettata ad una forma rettangolare.
 Alimentazione ad apparecchiatura esterna
Un terminale 5V DC abilita l’alimentazione ad apparecchiatura esterna.
 Sospensione temporanea di proiezione senza spegnere l’alimentazione
Spegnendo l’alimentazione del proiettore si interrompe anche l’alimentazione fornita
all’apparecchiatura esterna. Per prevenire questo, un tasto [BLANK] vi consente di arrestare
temporaneamente la proiezione senza interrompere l’alimentazione.
 Diffusore incorporato 16 W
L’audio proveniente dalla sorgente d’ingresso può essere messo in uscita dal diffusore incorporato
del proiettore.
 Supporto per il montaggio a soffitto e la proiezione da dietro
Il proiettore può essere configurato per proiettare un’immagine con orientamento normale anche
quando viene installato capovolto (per la proiezione dal soffitto) o quando si proietta da dietro lo
schermo.
 Accensione istantanea
Il proiettore può essere configurato in modo da accendersi automaticamente e iniziare a proiettare
appena esso viene collegato ad una presa di corrente.
 Aggiornamento firmware e trasferimento dei dati di immagini del logo utente
Aggiornamenti firmware (software nella memoria flash ROM del proiettore) e immagini del logo
utente possono essere trasferiti al proiettore da un computer come si richiede.
8
XJ-F20XN/XJ-F200WN/XJ-F210WN (Modelli Network)
I modelli Network includono tutte le caratteristiche dei modelli XJ-F10X e XJ-F100W (pagina 8)
insieme a quelle descritte di seguito.
 Proiezione di immagini, filmati, e altri tipi di file (Visualizzatore file)
Il Visualizzatore file del proiettore può essere utilizzato per aprire e proiettare i seguenti tipi di file
situati nella memoria interna del proiettore, o su una memoria flash USB collegata al proiettore: file
di immagine (JPG, PNG, GIF, BMP), file di filmato (AVI, MOV, MP4), file di presentazione (ECA, PtG),
file PDF.
 Proiezione del contenuto dello schermo del computer tramite una connessione USB
(Display USB)
Collegando il proiettore ad un computer con un cavo USB si abilita la proiezione del contenuto dello
schermo del computer. Questo supporta perfino la proiezione del contenuto dello schermo di
piccoli computer che hanno solo una porta USB, ma non la porta RGB, HDMI o altri tipi di terminali
di uscita video.
 Collegamento della calcolatrice con funzione grafica scientifica
Determinati modelli di calcolatrici grafiche scientifiche CASIO possono essere collegati
direttamente alla porta USB-A del proiettore, per la proiezione del contenuto della schermata della
calcolatrice.
 Alimentazione ad apparecchiatura esterna
Una porta USB-A/5V DC (doppia come porta USB host) abilita l’alimentazione ad apparecchiatura
esterna.
 Proiezione di immagini da un computer o dispositivo smart tramite una connessione LAN
wireless*
Il proiettore è configurato come un punto di accesso, un computer o dispositivo smart possono
collegarsi direttamente ad esso tramite una connessione LAN wireless. Oppure un computer o
dispositivo smart possono collegarsi tramite una connessione LAN wireless per mezzo di un punto
di accesso LAN wireless esistente. Mentre è collegato un computer, sono supportati sia l’uscita per
lo schermo che l’uscita per l’audio.
 Controllo del proiettore usando un computer o dispositivo smart tramite una connessione
LAN wireless*
Il proiettore può essere controllato da un computer o dispositivo smart connesso ad esso tramite
una connessione LAN wireless.
 Proiezione del contenuto delle schermate di un computer connesso tramite LAN cablato*
Un cavo LAN può essere utilizzato per una connessione diretta tra il proiettore e un computer, o una
connessione LAN può essere stabilita tramite un router per la rete esistente. Una volta che è
stabilita una connessione, sono supportati sia l’uscita per lo schermo che l’uscita per l’audio.
 Controllo remoto del proiettore da un computer connesso tramite LAN cablato*
Le operazioni di controllo del proiettore possono essere eseguite a distanza usando il browser web
di un computer collegato tramite una connessione LAN cablato.
* Per maggiori dettagli sulla connessione LAN, vedere la “Guida alle funzioni di rete” fornita
separatamente.
XJ-V100W/XJ-V110W/XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN
(Modelli WXGA)
 Risoluzione WXGA
Supportano la risoluzione di proiezione per schermo wide WXGA (1280 × 800). Questa risoluzione è
ideale per la proiezione di immagini di computer notebook con schermo wide e TV HD.
9
Preparativi
Questa sezione spiega come scegliere una collocazione per il proiettore, come collegare i suoi cavi, e
come eseguire altre operazioni che si richiedono prima del suo uso.
Preparazione del proiettore per l’uso
Collocare il proiettore su una scrivania, un tavolo o un supporto che sia stabile e orizzontale.
Accertarsi di lasciare uno spazio sufficiente sui lati e sul retro del proiettore per assicurare una
ventilazione appropriata. Le illustrazioni riportate sotto mostrano come deve essere orientato il
proiettore in rapporto allo schermo per offrire una proiezione ottimale.
Schermo
Accertarsi che il proiettore si trovi ad angolo retto rispetto allo schermo.
Avvertenze sulla preparazione per l’uso
 Usare una presa di corrente situata a portata di mano che sia facilmente raggiungibile quando si ha
bisogno di scollegare il proiettore.
 Non collocare nessun oggetto entro un raggio di 30 cm dal proiettore. Particolare attenzione si
richiede per mantenere oggetti lontani dalle aperture di ingresso e di uscita dell’aria di ventilazione
del proiettore.
 Il flusso d’aria proveniente da un’apparecchiatura per il condizionamento dell’aria può interagire con
il calore che fuoriesce dalla zona circostante l’obiettivo del proiettore, in maniera da far apparire
l’effetto di movimento del calore nell’immagine proiettata. Se ciò dovesse accadere, regolare il
flusso dell’aria dell’apparecchiatura di condizionamento oppure spostare il proiettore.
10
Collegamento dei cavi del proiettore
Collegare il proiettore ad una presa di corrente e ad un dispositivo della sorgente di ingresso.
Serie XJ-V
Serie XJ-F
*1
*2
Alcuni dei terminali mostrati nell’illustrazione non sono forniti sui modelli XJ-F10X e XJ-F100W.
 Usare il cavo di alimentazione fornito in dotazione per collegare il proiettore ad una presa di
corrente.
 Usare un cavo RGB per eseguire il collegamento al terminale di uscita RGB di un computer o altra
sorgente di ingresso.
 Usare un cavo HDMI per eseguire il collegamento al terminale di uscita HDMI di un computer,
apparecchiatura video, o altra sorgente di ingresso. Assicurarsi di usare un cavo HDMI High Speed
per il collegamento.
I modelli della serie XJ-F hanno due terminali di ingresso HDMI, questo significa che è possibile
avere due dispositivi HDMI collegati contemporaneamente.
 Collegare all’uscita video composito o all’uscita S-video del dispositivo video. Per i dettagli, vedere
“Collegamento ad un’uscita video composito o uscita S-Video (Solo serie XJ-F)” (pagina 74).
*1 Questa porta può essere utilizzata per fornire l’alimentazione (fino a 5V DC 2A) ad apparecchiatura
esterna. Per i dettagli, vedere “Alimentazione ad apparecchiatura esterna (Solo serie XJ-F)” (pagina
75).
Con i proiettori XJ-F20XN, XJ-F200WN e XJ-F210WN (modelli network), una memoria flash USB
(pagina 41), una calcolatrice CASIO (pagina 66) o un adattatore wireless disponibile separatamente
(fare riferimento alla “Guida alle funzioni di rete” fornita separatamente) possono essere collegati a
questa porta come sorgente di ingresso per la proiezione.
*2 Questa porta è equipaggiata solo sui modelli XJ-F20XN, XJ-F200WN e XJ-F210WN (modelli
network).
Essa viene utilizzata quando si accede alla memoria interna del proiettore da un computer, e
quando si proietta il contenuto dello schermo del computer dal proiettore tramite un collegamento
USB. Per i dettagli, vedere “Per copiare i file da un computer alla memoria interna del proiettore”
(pagina 37) e “Proiezione con la funzione Display USB” (pagina 61).
Nota
 Per maggiori informazioni sul collegamento video component, vedere “Collegamento ad
un’uscita video component” a pagina 73.
 Per informazioni su come collegare RS-232C per il controllo del proiettore, vedere “Controllo
RS-232C del proiettore” (pagina 82).
 Per informazioni su come eseguire il collegamento per aggiornare il firmware del proiettore o
per trasferire i dati di logo utente, vedere “Aggiornamento del firmware e trasferimento di un
logo utente” (pagina 76).
11
Telecomando
Le operazioni del proiettore vengono eseguite usando il telecomando fornito in dotazione. Quando si
eseguono le operazioni con i tasti del telecomando, puntare l’emettitore dei segnali del telecomando
verso uno dei ricevitori dei segnali sul proiettore. Il campo di azione massimo del segnale del
telecomando è di circa 5 metri (tra l’emettitore dei segnali e il ricevitore).
 Emettitore dei segnali del telecomando
 Tasto [P]
Accende o spegne l’alimentazione.
 Tasto [ESC]
Premere per uscire dal menu attualmente visualizzato o per
annullare un’operazione.
 Tasti del cursore (///), tasto [ENTER]
Usare i tasti del cursore per spostarsi tra le voci di menu, e per
cambiare i valori di impostazione. Premere il tasto [ENTER] per
selezionare una voce di menu o per eseguire una funzione.
 Ciascuno di questi tasti ha una funzione specifica prefissata.
Per i dettagli, vedere le sezioni che descrivono le operazioni
con i tasti ripotate in “Operazioni con il proiettore” (pagine da
14 a 35). Per informazioni sul tasto [MENU], ad esempio,
vedere “Uso del menu di setup (MENU)” (pagina 26).
 Questi tasti vengono utilizzati solo con i modelli network. Essi
vengono utilizzati principalmente per le operazioni di
proiezione del Visualizzatore file (pagina 36).
Importante!
 Per evitare che le pile si scarichino, conservare il telecomando in modo che i suoi tasti non
vengano premuti inavvertitamente.
12
Per inserire le pile del telecomando
Importante!
 Accertarsi di utilizzare solo pile alcaline.
*Attenzione
RISCHIO DI ESPLOSIONE SE LA PILA VIENE SOSTITUITA CON UN’ALTRA
DEL TIPO SBAGLIATO.
SMALTIRE LE PILE ESAURITE SECONDO LE ISTRUZIONI.
1.
Aprire il coperchio del vano pile sul
retro del telecomando.
2.
3.
Chiudere il coperchio del vano pile sul retro del telecomando.
Inserire due pile nuove,
assicurandosi che i loro terminali
positivo (+) e negativo (–) siano
orientati correttamente.
Per sostituire le pile del telecomando
Aprire il coperchio del vano pile sul retro del telecomando, sostituire le pile esaurite con quelle nuove,
e quindi chiudere il coperchio del vano pile.
13
Operazioni con il proiettore
A meno che diversamente annotato, le operazioni riportate in questa sezione sono eseguite
utilizzando il telecomando. Se entrambi il proiettore e il telecomando hanno lo stesso tasto, l’uno o
l’altro possono essere utilizzati per eseguire l’operazione corrispondente.
Selezione della sorgente di ingresso (INPUT)
Le tabelle riportate di seguito mostrano le sorgenti di ingresso che possono essere selezionate per
ciascun modello di proiettore.
Serie XJ-V
Nome sorgente di
ingresso
Immagine di proiezione (e audio) in uscita
Computer
(RGB o Component)
Immagini e audio provenienti da un computer o dispositivo video collegato al
terminale COMPUTER e terminale AUDIO IN del proiettore.
HDMI
Immagini e audio provenienti da un computer o dispositivo video collegato al
terminale HDMI del proiettore.
Serie XJ-F
Nome sorgente di
ingresso
Immagine di proiezione (e audio) in uscita
Computer
(RGB o Component)
Immagini e audio provenienti da un computer o dispositivo video collegato al
terminale COMPUTER e terminale AUDIO IN del proiettore.
S-Video
Immagini e audio provenienti da un dispositivo video collegato al terminale S-VIDEO e
ai terminali AUDIO IN R/L del proiettore.
Video
Immagini e audio provenienti da un dispositivo video collegato al terminale VIDEO e ai
terminali AUDIO IN R/L del proiettore.
HDMI1
Immagini e audio provenienti da un computer o dispositivo video collegato al
terminale HDMI 1 del proiettore.
HDMI2
Immagini e audio provenienti da un computer o dispositivo video collegato al
terminale HDMI 2 del proiettore.
Visualizzatore file*
Immagini (e audio nel caso di un file di filmato) contenute nei seguenti tipi di file
localizzati nella memoria interna del proiettore o su un dispositivo di memoria
collegato alla porta USB-A del proiettore: file di immagine, file di filmato, file di
presentazione, file PDF.
Strumenti USB CASIO*
Contenuto della schermata di una calcolatrice o dizionario elettronico CASIO collegati
alla porta USB-A del proiettore.
Rete*
Contenuto della schermata e audio di un computer collegato al proiettore tramite LAN
wireless o LAN cablato.
Display USB*
Immagine della schermata e audio di un computer collegato alla porta USB-B del
proiettore.
* Solo modelli Network
14
Per selezionare la sorgente di ingresso
1.
Premere il tasto [INPUT].
2.
Sulla finestra di dialogo “Immissione” che appare, usare i tasti [INPUT], [] e []
per selezionare la sorgente di ingresso che si desidera, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Se non si preme il tasto [ENTER], il proiettore applicherà automaticamente la sorgente di
ingresso attualmente selezionata dopo circa tre secondi.
 Il nome della sorgente di ingresso da voi selezionata apparirà nell’angolo in alto a destra dello
schermo di proiezione per qualche secondo.
 Il messaggio “Segnale assente” apparirà se non può essere rilevato nessun segnale in
ingresso.
Nota
 Per maggiori informazioni sull’operazione che si richiede per selezionare “Rete”, “Display
USB”, “Visualizzatore file”, o “Strumenti USB CASIO” come sorgente di ingresso ed eseguire
la proiezione, fare riferimento a quanto segue.
Rete: Guida alle funzioni di rete fornita separatamente
Display USB: “Proiezione con la funzione Display USB” (pagina 61)
Visualizzatore file: “Proiezione con Visualizzatore file” (pagina 36)
Strumenti USB CASIO: “Proiezione dell’immagine della schermata di una calcolatrice grafica”
(pagina 66)
Risoluzione
A seconda del modello di proiettore, la sua risoluzione video sarà fissata a XGA (1024 × 768 pixel) o
WXGA (1280 × 800 pixel). Le immagini potrebbero apparire scadenti, il testo e altre figure potrebbero
risultare difficili da leggere, o potrebbe apparire un motivo di interferenza se il segnale in ingresso
proveniente da un computer non corrisponde alla risoluzione video del proiettore. Se ciò dovesse
accadere, provare ad eseguire quanto segue.
 Cambiare l’impostazione della risoluzione di uscita del computer in modo che corrisponda alla
risoluzione video del proiettore.
Per informazioni sulla risoluzione video del vostro proiettore, consultare la voce “Caratteristiche
tecniche” in Guida di setup. Riferirsi alla documentazione dell’utente in dotazione al vostro
computer per i dettagli sul cambio delle sue impostazioni.
 Cambiare l’impostazione “Rapporto di formato” a “Reale” (Si applica solo ai modelli che supportano
la risoluzione video WXGA). Con l’impostazione “Reale”, il proiettore proietta il segnale in ingresso
alla sua dimensione reale (1 dot della sorgente di ingresso equivale ad un punto pixel in uscita del
proiettore).
Per informazioni sulla configurazione dell’impostazione di rapporto di formato, vedere “Per
cambiare il rapporto di formato dell’immagine proiettata (ASPECT)” (pagina 17).
15
Operazioni dell’immagine in uscita
Per usare la correzione manuale della distorsione trapezoidale
(KEYSTONE)
Utilizzare i tasti [KEYSTONE +] e [KEYSTONE –] per regolare
manualmente la correzione trapezoidale.
 Il proiettore è dotato di una funzione di correzione
trapezoidale che rileva quando è ad un’angolazione verticale
rispetto allo schermo ed esegue automaticamente la
correzione trapezoidale. Utilizzare quanto riportato sopra per
eseguire manualmente la regolazione quando la correzione
automatica produce risultati che non sono quelli da voi desiderati.
Nota
 Se non c’è nessun menu, finestra di dialogo, o qualsiasi altra cosa visualizzati sullo schermo di
proiezione con un proiettore della serie XJ-F, è possibile utilizzare anche i tasti [] e [] del
proiettore per eseguire la correzione manuale della distorsione trapezoidale.
Per zoomare un’immagine (D-ZOOM)
1.
Premere il tasto [D-ZOOM +].
 In questo modo si ingrandirà il centro dell’immagine proiettata di un passo.
2.
Per ingrandire di più il centro dell’immagine proiettata, premere di nuovo il tasto
[D-ZOOM +]. Per diminuire, premere il tasto [D-ZOOM –].
 Ogni pressione di [D-ZOOM +] ingrandisce l’immagine (aumenta il fattore dello zoom), mentre
[D-ZOOM –] diminuisce l’immagine. Mantenendo premuto uno dei due tasti, si scorre in modo
continuo il fattore dello zoom.
3.
Mentre un’immagine è ingrandita, usare i tasti [], [], [] e [] per scorrere la
visione alle altre parti dell’immagine.
4.
Per uscire dall’operazione di zoom, premere il tasto [ESC].
16
Per sospendere momentaneamente l’immagine e l’audio
(BLANK)
1.
Premere il tasto [BLANK].
 In questo modo si sospende la schermata visualizzando l’immagine della schermata vuota
specificata dall’impostazione del menu di setup “Schermata vuota” (pagina 29) e si rende
muto l’audio.
2.
Per riprendere l’immagine e l’audio normali, premere il tasto [BLANK] (o il tasto
[ESC]).
Per congelare un’immagine (FREEZE)
Premere il tasto [FREEZE] per congelare l’immagine attuale della sorgente di ingresso. Per ritornare
all’immagine in tempo reale della sorgente di ingresso, premere di nuovo il tasto [FREEZE] o premere
il tasto [ESC].
Per regolare automaticamente un’immagine (AUTO)
Premere il tasto [AUTO].
 Premendo il tasto [AUTO] si regola automaticamente la frequenza e la fase concordemente con il
segnale in ingresso, il che può ridurre lo sfarfallio ed altri problemi delle immagini proiettate.
 Questa operazione è supportata mentre la sorgente di ingresso è Computer (RGB).
Per cambiare il rapporto di formato dell’immagine proiettata
(ASPECT)
Premere il tasto [ASPECT] per scorrere ciclicamente le impostazioni del rapporto di formato per
l’immagine proiettata.
Le impostazioni disponibili dipendono dal modello del vostro proiettore come viene mostrato sotto.
XJ-V100W/XJ-V110W/XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN
Premendo il tasto [ASPECT], le impostazioni commuteranno ciclicamente in accordo con la sorgente
di ingresso attuale, come viene mostrato sotto.
Sorgente di ingresso
Premendo il tasto [ASPECT] si commuteranno ciclicamente
queste impostazioni:
RGB, HDMI (PC)
Normale  Schermo intero  16:9  4:3  Reale
Video*, S-Video*, Component, HDMI (DTV) Normale  16:9  16:10  4:3  Letterbox
* Solo XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN
XJ-V10X/XJ-F10X/XJ-F20XN
Premendo il tasto [ASPECT], le impostazioni commuteranno ciclicamente in accordo con la sorgente
di ingresso attuale, come viene mostrato sotto.
Sorgente di ingresso
Premendo il tasto [ASPECT] si commuterà tra queste
impostazioni:
RGB, HDMI (PC)
Normale  Schermo intero  16:9  16:10
Video*, S-Video*, Component, HDMI (DTV) Normale  16:9  16:10  4:3
* Solo XJ-F10X/XJ-F20XN
17
Descrizione di ciascuna impostazione
Normale:
Proietta alla dimensione massima possibile del proiettore mantenendo il rapporto di
formato del segnale in ingresso.
Schermo intero: Proietta alla dimensione massima possibile del proiettore ingrandendo o riducendo il
segnale in ingresso.
16:9:
Questa impostazione specifica un rapporto di formato di 16:9, che è uguale allo
schermo cinematografico, TV ad alta definizione, ecc. Usando questa impostazione
quando il segnale in ingresso è di un’immagine 16:9 che è stata ristretta ad
un’immagine 4:3, l’immagine viene visualizzata con il suo normale rapporto di formato
di 16:9.
16:10:
Questa impostazione specifica un rapporto di formato di 16:10. Usare questa
impostazione per regolare l’immagine per la proiezione su uno schermo con rapporto
di formato di 16:10.
4:3:
Indifferentemente dal rapporto di formato del segnale in ingresso, l’immagine viene
sempre ridimensionata ad un rapporto di formato di 4:3 per la proiezione.
Reale:
Proietta il segnale in ingresso alla sua dimensione reale (1 dot della sorgente di
ingresso equivale ad un punto pixel in uscita del proiettore) al centro dello schermo di
proiezione del proiettore. Se la risoluzione del segnale in ingresso supera la
risoluzione in uscita del proiettore, il valore in eccesso viene eliminato.
Letterbox: Questa impostazione ridimensionerà l’immagine orizzontalmente a 1280 dot e proietterà
800 dot verticali del centro dell’immagine, mantenendo il rapporto di formato del segnale in
ingresso.
Nota
 Per i dettagli su come l’impostazione del rapporto di formato influisce sull’immagine
proiettata, vedere “Impostazione del rapporto di formato e dell’immagine di proiezione”
(pagina 78).
 Quando si proietta un segnale RGB con una risoluzione inferiore a SVGA ed è selezionato
“Reale” come impostazione del rapporto di formato, l’immagine viene ingrandita a SVGA e
proiettata.
 È anche possibile cambiare il rapporto di formato usando l’impostazione del menu di setup
“Impostazioni schermo 3 Rapporto di formato” (pagina 28).
Importante!
 Notare che l’ingrandimento o la riduzione della dimensione di un’immagine mediante il tasto
[ASPECT] per scopi commerciali o presentazioni pubbliche può costituire una violazione del
copyright legalmente protetto del detentore del copyright del materiale originale.
18
Per regolare la luminosità dell’immagine (FUNC)
1.
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Luminosità” e quindi
premere il tasto [ENTER].
2.
Sulla schermata di regolazione luminosità che appare, usare i tasti [] e [] per
regolare la luminosità.
3.
Per nascondere la finestra, premere il tasto [ESC].
Nota
 L’operazione riportata sopra è per la regolazione fine della luminosità dell’immagine senza
influire sulla luminosità della sorgente di luce. Per informazioni sul cambio della luminosità
della sorgente di luce, vedere “Controllo luce” (pagina 21).
Per cambiare il modo di colore (FUNC)
1.
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Modo colore” e
quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione visualizza la finestra di selezione del modo di colore. Il modo di colore
attualmente selezionato è quello con la casella segnalata (riempita).
2.
Usare i tasti [] e [] per spostare l’evidenziatura sul modo di colore che si
desidera selezionare, e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione selezionerà la casella accanto al nome del modo di colore evidenziato.
 Per i dettagli su ciò che ciascun modo di colore esegue, vedere “Regolazione immagine 1 3
Modo colore” (pagina 27).
3.
Per nascondere la finestra, premere il tasto [ESC].
Importante!
 Il modo di colore non può essere selezionato nei casi seguenti.
• Quando è selezionato “No” per l’impostazione di “Controllo luce” (pagina 21)
19
Regolazione del livello di volume (VOLUME)
Usare il procedimento riportato sotto per regolare il livello di volume del diffusore del proiettore, e
dell’uscita dal terminale AUDIO OUT. Se il vostro proiettore non è dotato di un diffusore incorporato,
viene regolata solo l’uscita dal terminale AUDIO OUT.
Per regolare il livello del volume
1.
Premere il tasto [VOLUME +] o il tasto [VOLUME –].
 Questa operazione fa apparire la schermata “Volume” sull’immagine proiettata.
2.
Premere il tasto [VOLUME +] per aumentare il volume, o il tasto [VOLUME –] per
abbassare il volume.
3.
Dopo che l’impostazione è come si desidera, premere il tasto [ESC].
Per rendere muto l’audio
1.
Premere il tasto [VOLUME +] o [VOLUME –] per visualizzare la schermata
“Volume”.
2.
Premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione interrompe l’uscita dal diffusore.
3.
Per ripristinare l’audio, premere il tasto [VOLUME +] o [VOLUME –].
20
Controllo luce
La funzione Controllo luce vi consente di regolare la luce emessa (luminosità della sorgente di luce) dal
proiettore. Quando è selezionato “Sì” per “Controllo luce” sul menu di setup (impostazione iniziale di
default), l’emissione di luce può essere regolata ad uno dei sette livelli.
Con la serie XJ-F, selezionando “Sì” per l’impostazione “Sensore luce” nel menu di setup, l’emissione
di luce viene regolata automaticamente in conformità con la luce disponibile attualmente.
Nota
 Per proiettare alla massima luminosità della sorgente luminosa, selezionare “No” per
l’impostazione “Controllo luce” sul menu di setup. Questo disabilita anche i cambiamenti per
l’emissione di luce. Con la serie XJ-F, questo disabilita anche il sensore luce.
Per attivare o disattivare il controllo luce
1.
Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2.
Usare il tasto [] per selezionare “Impostazioni opzioni 1”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
3.
Usare il tasto [] per selezionare “Controllo luce”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Questo visualizza una finestra di dialogo per il controllo luce.
4.
Usare il tasto [] per selezionare “Controllo luce” e quindi premere il tasto []
per selezionare “Sì” o il tasto [] per selezionare “No”.
5.
Premere il tasto [ESC] per uscire dal menu di setup.
Per regolare l’emissione di luce
1.
Mentre non appare nessun menu, finestra di dialogo, o qualsiasi altra cosa
visualizzata sullo schermo di proiezione, premere il tasto [] o [].
 Premendo il tasto [] si abbassa l’emissione di luce di 1, mentre premendo [] la si
incrementa di 1. Premendo l’uno o l’altro tasto si visualizza anche una finestra di dialogo che
mostra l’impostazione attuale dell’emissione di luce con un valore da 1 a 7.
2.
È possibile usare [] e [] per regolare ulteriormente l’emissione di luce mentre
è visualizzata la finestra di dialogo.
3.
Quando la luminosità è al livello desiderato, premere il tasto [ESC] per chiudere
la finestra di dialogo.
 La finestra di dialogo scomparirà automaticamente se non si esegue nessuna operazione con
i tasti per circa cinque secondi.
Nota
 L’operazione sopra non può essere eseguita mentre è selezionato “No” per l’impostazione
“Controllo luce” sul menu di setup.
21
Per controllare il livello di risparmio energia
1.
Premere il tasto [
].
 Questo visualizza una finestra di dialogo per il controllo luce. Il livello attuale di risparmio
energia è indicato da simboli di foglia ( ) sulla parte superiore della finestra di dialogo. Più
simboli di foglia sono presenti, maggiore è il livello di risparmio energia.
 In questo momento è possibile regolare il livello dell’emissione di luce usando i tasti [] e [].
2.
Per chiudere la finestra di dialogo, premere il tasto [ESC].
Nota
 L’operazione sopra non può essere eseguita mentre è selezionato “No” per l’impostazione
“Controllo luce” sul menu di setup.
Per attivare o disattivare il controllo del sensore luce
(solo serie XJ-F)
1.
Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2.
Usare il tasto [] per selezionare “Impostazioni opzioni 1”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
3.
Usare il tasto [] per selezionare “Controllo luce”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Questo visualizza una finestra di dialogo per il controllo luce.
4.
Usare il tasto [] per selezionare “Sensore luce” e quindi premere il tasto []
per selezionare “Sì” o il tasto [] per selezionare “No”.
5.
Premere il tasto [ESC] per uscire dal menu di setup.
22
Uso del timer di presentazione (TIMER)
Il timer di presentazione mostra un conteggio alla rovescia da un valore di tempo preimpostato. È
possibile utilizzarlo per tenere una traccia di quanto tempo è trascorso durante la presentazione, e per
limitare una presentazione ad un determinato periodo di tempo. È possibile configurare il timer di
presentazione in modo che esso venga visualizzato nell’immagine proiettata.
Per visualizzare il timer
Quando il timer non è visualizzato sull’immagine proiettata, premere una volta il tasto [TIMER].
Il timer apparirà per circa cinque secondi, e quindi scomparirà automaticamente se è selezionato “No”
per l’impostazione “Visualizzazione continua” sul menu delle funzioni del timer.
Per visualizzare il menu delle funzioni del timer
Quando il timer non è visualizzato sull’immagine proiettata, premere due volte il tasto [TIMER]. Se il
timer è visualizzato, premere una volta il tasto [TIMER].
Usare questo menu per avviare, mettere in pausa, riprendere, e azzerare il timer, ed inoltre per
configurare varie impostazioni del timer.
23
Per configurare le impostazioni del timer
1.
Usare il tasto [TIMER] per visualizzare il menu delle funzioni del timer.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare l’impostazione di “Posizione”,
“Visualizzazione continua” o “Tempo di avvio”, e quindi cambiare le impostazioni
come descritto nella tabella sotto.
3.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Riposizionamento del timer
sull’immagine proiettata
Selezionare “Posizione”, e quindi usare i tasti [] e [] per selezionare una
delle seguenti impostazioni: “DX in basso”, “DX in alto”, “SX in alto”, “SX in
basso” (Impostazione iniziale di default: DX in basso).
Abilitare o disabilitare la
visualizzazione continua del
timer
Selezionare “Visualizzazione continua”, e quindi usare i tasti [] e [] per
selezionare “Sì” o “No” (Impostazione iniziale di default: No).
Sì: Una volta che il timer viene visualizzato, rimane visibile finché non si
visualizza una finestra di dialogo differente o si preme il tasto [ESC].
No: Il timer scompare automaticamente circa cinque secondi dopo che viene
visualizzato.
Specificare il tempo di avvio
del conteggio alla rovescia
del timer
Selezionare “Tempo di avvio”, e quindi usare i tasti [] e [] per specificare il
tempo di avvio del conteggio alla rovescia che si desidera.
È possibile impostare un tempo di avvio da 5 a 60 minuti, in passi di cinque
minuti (Impostazione iniziale di default: 20 minuti).
Per salvare le impostazioni e chiudere il menu delle funzioni del timer, premere
[ESC].
 Per avviare il timer immediatamente dopo il cambio delle sue impostazioni, usare [] e [] per
selezionare “Avvio timer” sul menu delle funzioni del timer, e quindi premere il tasto [ENTER]
prima di premere [ESC] nel passo riportato sopra.
Per iniziare un’operazione di conteggio alla rovescia del timer
1.
Usare il tasto [TIMER] per visualizzare il menu delle funzioni del timer.
2.
Selezionare “Avvio timer” e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione chiuderà il menu delle funzioni del timer e darà inzio al conteggio alla
rovescia del timer.
 Dopo che il conteggio alla rovescia raggiunge 00:00, inizierà un’operazione di conteggio
ulteriore di 60 minuti (da –00:01 a –60:00). Le cifre visualizzate del timer sono di colore rosso
(indicanti che la presentazione è scaduta) durante un’operazione di conteggio ulteriore.
24
Per mettere in pausa il conteggio alla rovescia del timer
1.
Usare il tasto [TIMER] per visualizzare il menu delle funzioni del timer.
2.
Selezionare “Timer in pausa” e quindi premere il tasto [ENTER].
Per riprendere un conteggio alla rovescia messo in pausa
1.
Usare il tasto [TIMER] per visualizzare il menu delle funzioni del timer.
2.
Selezionare “Riavvio timer” e quindi premere il tasto [ENTER].
Per ripristinare il timer al suo tempo di avvio
1.
Usare il tasto [TIMER] per visualizzare il menu delle funzioni del timer.
2.
Selezionare “Azzeramento timer” e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione ripristina il tempo all’impostazione del “Tempo di avvio”.
25
Uso del menu di setup (MENU)
Premendo il tasto [MENU] si visualizza sullo schermo di proiezione il menu di setup mostrato sotto. È
possibile usare questo menu per regolare la luminosità, contrasto e altre impostazioni delle immagini
proiettate, e per cambiare le impostazioni del proiettore.
Voce di menu
(Sottomenu)
Voci del menu
(Menu principale)
Evidenziatura
Guida
(Schermata del modello Network)
La guida mostra le operazioni con i tasti che possono essere eseguite per la voce di menu attualmente
selezionata (evidenziata).
Operazioni di base del menu di setup
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Visualizzare il menu di setup
Uscire dal menu di setup
Premere il tasto [MENU]. Premendo il tasto [MENU] per uscire dal menu di setup,
si salveranno le impostazioni da voi configurate mentre il menu era visualizzato.
Selezionare una voce di menu Usare i tasti [] e [] per spostare l’evidenziatura sul menu che contiene la voce
di menu che si desidera selezionare, e quindi premere il tasto [ENTER].
Successivamente, usare i tasti [] e [] per spostare l’evidenziatura alla voce di
menu che si desidera selezionare.
Configurare l’impostazione di
una voce di menu
 Se una voce di menu presenta opzioni o valori di impostazione alla destra,
usare i tasti [] e [] per cambiare l’impostazione.
 Per una voce di menu che ha “Modifica[ENTER]” o “OK[ENTER]” alla destra,
premere il tasto [ENTER] per visualizzare una finestra di dialogo per la
configurazione dell’impostazione.
26
Impostazioni del menu di setup
 Una o più lettere (come ad esempio RCV) dopo il nome della voce di menu indica una voce che è
disponibile solo quando viene selezionata una o più particolari sorgenti d’ingresso. Le lettere
indicano la sorgente(i) d’ingresso dove la voce di menu è disponibile.
R: ingresso RGB, C: ingresso Component, V: ingresso S-video*1 o ingresso Video*1,
H: ingresso HDMI (PC), D: ingresso HDMI (DTV), F: Visualizzatore file*2, T: Strumenti USB CASIO*2,
N: Rete*2, U: Display USB*2
*1 Solo proiettori della serie XJ-F
*2 Solo proiettori di modello Network
 Una voce di menu che non ha nessuna lettera dopo di essa sarà disponibile indifferentemente dalla
sorgente di ingresso.

dopo una voce di menu indica la voce che è disponibile solo sui proiettori della serie XJ-F.

dopo una voce di menu indica la voce che è disponibile solo sui proiettori di modello Network.
 L’impostazione iniziale di default è indicata da un asterisco (*).
Usare questa voce di
menu:
Per fare ciò:
Regolazione immagine 1 3
Luminosità
Regolare la luminosità dell’immagine proiettata.
Regolazione immagine 1 3
Contrasto
Regolare il contrasto dell’immagine proiettata.
Regolazione immagine 1 3
Nitidezza (V)
Usare questo sottomenu per regolare la nitidezza dei contorni dell’immagine
proiettata. Un valore più alto rende l’immagine più nitida, mentre un valore più basso
rende l’immagine più sfumata.
Regolazione immagine 1 3
Saturazione (V)
Usare questo sottomenu per regolare la saturazione del colore dell’immagine
proiettata. Un valore più alto aumenta la saturazione del colore.
Regolazione immagine 1 3
Tinta (V)
Usare questo sottomenu per regolare la tinta dell’immagine proiettata.
Un valore più alto rende l’immagine globale più bluastra, mentre un valore più basso
rende l’immagine globale più rossastra. Questa impostazione è supportata soltanto
quando il segnale è NTSC o NTSC4.43.
Regolazione immagine 1 3
Modo colore
Selezionare uno dei seguenti modi di colore dell’immagine proiettata: “Normale*”,
“Grafica”, “Cinema*”, “Lavagna”, “Naturale”.
Nota
 Impostazione iniziale di default: “Cinema” quando la sorgente di ingresso è
S-video, Video o HDMI (DTV). “Normale” in qualsiasi altro caso.
Regolazione immagine 1 3
Bilanc colori
Selezionare una delle seguenti preregolazioni di bilanciamento del colore: “Caldo”,
“Normale*”, “Freddo”.
Può inoltre essere utilizzata per regolare separatamente rosso, verde e blu.
Regolazione immagine 1 3
Modo controllo luce No
Quando è selezionato “No” per l’impostazione “Impostazioni opzioni 1 3
Controllo luce 3 Controllo luce”, specificare “Luminosità” (priorità luminosità) o
“Normale*” (priorità tonalità) come impostazione della qualità dell’immagine.
Regolazione immagine 1 3
Ripristino default del menu
Riportare tutte le voci del menu principale “Regolazione immagine 1” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Regolazione immagine 2 3
Posizione verticale (RCV)
Regolare le posizioni verticale e orizzontale dell’immagine della sorgente di ingresso
in relazione allo schermo di proiezione.
Regolazione immagine 2 3
Posizione orizzontale (RCV)
27
Usare questa voce di
menu:
Per fare ciò:
Regolazione immagine 2 3
Frequenza (R)
Quando nell’immagine proiettata appaiono delle bande verticali mentre è selezionato
RGB come sorgente di ingresso, significa che l’impostazione della frequenza non è
corretta. Se ciò dovesse accadere, usare questa impostazione per regolare la
frequenza manualmente. Se per qualche motivo le impostazioni manuali della
frequenza causano la scomparsa dalla proiezione dell’immagine in ingresso dal
computer, è possibile premere il tasto [AUTO] per eseguire un’operazione di
regolazione automatica, che dovrebbe far apparire l’immagine.
Regolazione immagine 2 3
Fase (R)
Regolare la fase del segnale RGB in ingresso quando l’immagine presenta sfarfallio,
poiché la fase del proiettore e quella del segnale RGB in ingresso non
corrispondono.
Regolazione immagine 2 3
Sovrascansione (CVD)
Regolare l’ammontare di sovrascansione per un segnale video in ingresso entro la
gamma da 0% a 5%*. La dimensione dell’area di bordo visualizzata sullo schermo di
proiezione dipende dal valore di impostazione. Un valore minore ha come risultato
un’area di bordo più ampia, come viene mostrato sotto.
Gamma di visualizzazione a 5%
Gamma di visualizzazione a 0%
Regolazione immagine 2 3
Ripristino default del menu
(RCVD)
Riportare tutte le voci del menu principale “Regolazione immagine 2” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Regolazione volume 3
Volume
Per maggiori informazioni, vedere “Regolazione del livello di volume (VOLUME)”
(pagina 20).
Regolazione volume 3
Ripristino default del menu
Riportare l’impostazione del volume alla sua impostazione iniziale di default per la
sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Impostazioni schermo 3
Correzione distors trapez
Usare questo sottomenu per eseguire la correzione verticale della distorsione
trapezoidale dell’immagine proiettata.
Impostazioni schermo 3
Rapporto di formato
(RCVHD)
Selezionare un’impostazione del rapporto di formato per l’immagine proiettata.
Per maggiori informazioni, vedere “Per cambiare il rapporto di formato dell’immagine
proiettata (ASPECT)” (pagina 17).
Impostazioni schermo 3
Modo di proiezione
Specificare se la proiezione verrà eseguita dalla parte anteriore dello schermo o dal
retro dello schermo.
Davanti*: Selezionare questa opzione per proiettare dal davanti dello schermo.
Retro: Selezionare questa opzione per proiettare dal retro dello schermo. Questa
impostazione ribalta orizzontalmente l’immagine proiettata dal davanti.
Impostazioni schermo 3
Montaggio a soffitto
Impostare il proiettore per essere posizionato capovolto per la sospensione da un
soffitto.
Sì: Selezionare quando il proiettore è posizionato capovolto per la sospensione da
un soffitto. Poiché il fondo del proiettore è rivolto verso l’alto, l’immagine
proiettata viene invertita sia orizzontalmente che verticalmente.
No*: Selezionare quando il proiettore viene utilizzato su di un tavolo. In questo
modo si proietta l’immagine presupponendo che la parte superiore del
proiettore sia rivolta verso l’alto.
Impostazioni schermo 3
Scher di nessun segnale
Selezionare una delle seguenti opzioni per l’immagine di proiezione ogniqualvolta
non è presente nessun segnale in ingresso al proiettore: “Blu”* (schermata blu),
“Nero” (schermata nera), “Logo” (logo incorporato nel proiettore, o logo utente,
pagina 76).
28
Usare questa voce di
menu:
Per fare ciò:
Impostazioni schermo 3
Schermata vuota
Selezionare una delle seguenti opzioni per l’immagine di proiezione ogniqualvolta si
preme il tasto [BLANK]: “Blu”* (schermata blu), “Nero” (schermata nera), “Logo”
(logo incorporato nel proiettore, o logo utente, pagina 76).
Impostazioni schermo 3
Ripristino default del menu
Riportare tutte le voci del menu principale “Impostazioni schermo” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Impostazioni ingresso 3
Specificare il metodo da utilizzare per identificare il segnale in ingresso al terminale
Terminale COMPUTER (RC) COMPUTER.
Automat*: Il proiettore identifica automaticamente il segnale in ingresso al terminale
COMPUTER.
RGB: Presuppone sempre che il segnale in ingresso al terminale COMPUTER è un
segnale RGB.
Component: Presuppone sempre che il segnale in ingresso al terminale
COMPUTER è un segnale video component.
Impostazioni ingresso 3
Regolazione livello RGB
(RC)
Specifica se la regolazione del livello del segnale RGB in ingresso è abilitata (Sì*) o
disabilitata (No). Lasciando questa impostazione a “Sì”, normalmente si ottimizzerà
l’immagine proiettata. Tuttavia, dipendentemente dal segnale in ingresso,
potrebbero esserci dei casi in cui questa impostazione non ottimizza l’immagine e
potrebbe addirittura distorcerla. Se ciò dovesse accadere, cambiare questa
impostazione a “No”.
Impostazioni ingresso 3
Segnale video (V)
Impostazioni ingresso 3
Segnale S-video (V)
Specificare il metodo da utilizzare per identificare il segnale in ingresso al terminale
VIDEO.
Automatico*: Il proiettore identifica automaticamente il segnale video in ingresso.
NTSC, NTSC4.43, PAL, PAL-M, PAL-N, PAL60, SECAM:
Presuppone sempre che il segnale video in ingresso è il tipo di segnale video
specificato.
Impostazioni ingresso 3
Indicat nome segnale
Specificare se il tipo di segnale in ingresso selezionato recentemente deve essere
visualizzato (Sì*) o non visualizzato (No) quando viene premuto il tasto [INPUT] per
cambiare il segnale in ingresso.
Impostazioni ingresso 3
Ripristino default del menu
Riportare tutte le voci del menu principale “Impostazioni ingresso” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Impostazioni opzioni 1 3
Corr autom distorsione
Abilitare la correzione distorsione trapezoidale automatica (Sì*) o disabilitare (No).
Nota
 Questa voce non può essere selezionata mentre è selezionato “Sì” per
“Impostazioni schermo 3 Montaggio a soffitto”, e “Corr autom
distorsione” è disabilitata indifferentemente dall’impostazione di questa
voce.
Impostazioni opzioni 1 3
Regolazione automatica (R)
Specificare se il proiettore deve rilevare il tipo di segnale RGB in ingresso
(risoluzione, frequenza) e regolare conseguentemente l’immagine di proiezione.
Sì*: Regolazione automatica abilitata.
No: Regolazione automatica disabilitata.
Nota
 Se si desidera mantenere le seguenti impostazioni del menu “Regolazione
immagine 2” quando viene spenta l’alimentazione, selezionare “No” per
questa impostazione: “Posizione verticale”, “Posizione orizzontale”,
“Frequenza”, “Fase”.
Impostazioni opzioni 1 3
Controllo luce
Vedere “Controllo luce” (pagina 21).
29
Usare questa voce di
menu:
Per fare ciò:
Impostazioni opzioni 1 3
Spegnimento automatico
Specificare la durata del tempo di funzionamento del proiettore e l’inattività del
segnale di ingresso da consentire, prima che venga azionato lo spegnimento
automatico per spegnere automaticamente l’alimentazione del proiettore. Lo
spegnimento automatico può essere disabilitato, se lo si desidera.
5 min, 10 min*, 15 min, 20 min, 30 min: Tempo fino all’azionamento dello
spegnimento automatico.
No: Disabilita lo spegnimento automatico.
Impostazioni opzioni 1 3
Password
Vedere “Protezione password” (pagina 32).
Impostazioni opzioni 1 3
Accensione istantanea
Abilitare (Sì) e disabilitare (No*) l’accensione automatica del proiettore non appena si
collega il cavo di alimentazione CA del proiettore ad una presa di corrente.
Impostazioni opzioni 1 3
Lingua
Specificare la lingua di visualizzazione.
Inglese, Francese, Tedesco, Italiano, Spagnolo, Svedese, Portoghese, Olandese,
Norvegese, Polacco, Finlandese, Ceco, Turco, Russo, Lituano, Vietnamita,
Tailandese, Malese, Indonesiano, Arabo, Cinese (Semplificato),
Cinese (Tradizionale), Coreano, Giapponese
Importante!
 Utenti di modelli Network
Quando si utilizzano le funzioni di determinati modelli Network, alcuni menu
e messaggi possono essere visualizzati in inglese, indifferentemente dalla
lingua qui selezionata.
Impostazioni opzioni 1 3
Ripristino default del menu
Riportare tutte le voci del menu principale “Impostazioni opzioni 1” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Impostazioni opzioni 2 3
Plug and Play
Specificare che cosa il proiettore deve eseguire quando un dispositivo USB esterno
supportato viene collegato alla porta USB-A del proiettore, o quando il proiettore
viene acceso mentre un dispositivo USB esterno è collegato alla porta USB-A.
Sì: Abilita la commutazione automatica della sorgente di ingresso.
No*: Disabilita la commutazione automatica della sorgente di ingresso.
Impostazioni opzioni 2 3
Uscita audio
Usare questo sottomenu per specificare se l’ingresso audio proveniente dalle
sorgenti di ingresso riportate sotto deve essere in uscita al diffusore (Diffusore*) o in
uscita ad una destinazione esterna (Linea)*1.
 HDMI
 Visualizzatore file (audio di riproduzione del filmato)*2
 Senza fili o Rete (audio del filmato di proiezione in stream video)*2
 Display USB*2
*1 Quando è specificato Linea, il proiettore emetterà l’audio dal suo terminale AUDIO
OUT.
*2 Solo modelli Network
Impostazioni opzioni 2 3
Alta quota
Attivare o disattivare l’impostazione di velocità della ventola conformemente con
l’altitudine dell’area dove si utilizza il proiettore.
Sì: Selezionare questa impostazione quando si utilizza il proiettore in un’area ad alta
quota (da 1.500 a 3.000 metri sopra il livello del mare) dove l’aria è rarefatta.
Questa impostazione aumenta l’efficienza del raffreddamento.
No*: Selezionare questa impostazione alle quote normali (fino a 1.500 metri).
Importante!
 Non usare questo proiettore a quote superiori ai 3.000 metri sopra il livello
del mare.
Impostazioni opzioni 2 3
Blocco pannello di controllo
B
Disabilitare le operazioni con i tasti sull’unità del proiettore.
Per maggiori informazioni, vedere “Blocco pannello di controllo (solo serie XJ-F)”
(pagina 35).
30
Usare questa voce di
menu:
Per fare ciò:
Impostazioni opzioni 2 3
Closed caption (V)
Usare questo sottomenu per specificare se visualizzare le didascalie quando si
proietta un segnale video che le include.
No*: Didascalie non visualizzate.
CC1, CC2, CC3, CC4: Indica l’impostazione attuale di uscita per le didascalie (CC1,
CC2, CC3 e CC4).
Nota
 La correzione della distorsione trapezoidale non influisce sul testo
visualizzato delle didascalie.
Impostazioni opzioni 2 3
Funzione di timer
Visualizzare il menu delle funzioni del timer. Per i dettagli, vedere “Uso del timer di
presentazione (TIMER)” (pagina 23).
Impostazioni opzioni 2 3
Livello ingresso microfono
Regola il livello di volume dell’ingresso audio dal terminale MIC entro la gamma da
0* (muto) a 3 (massimo).
Impostazioni opzioni 2 3
Ripristino default del menu
Riportare tutte le voci del menu principale “Impostazioni opzioni 2” alle loro
impostazioni iniziali di default per la sorgente delle immagini attualmente proiettate.
Impostazioni multimedia 3
Esecuzione automatica
Specificare se utilizzare (Abilita*) o non utilizzare (Disabilita) la funzione di esecuzione
automatica. Per i dettagli, vedere “Esecuzione automatica” (pagina 52).
Impostazioni multimedia 3
Funzioni
(FN)
Visualizzare lo stesso menu (Menu delle funzioni) che appare quando si preme il
tasto [FUNC] del telecomando.
Impostazioni multimedia 3
Funzione di
memorizzazione interna
(RCVHD)
Accedere alla memoria interna del proiettore da un computer. Per i dettagli, vedere
“Per copiare i file da un computer alla memoria interna del proiettore” (pagina 37).
Impostazioni di rete
Accedere alle voci di impostazione della connessione LAN wireless e di
impostazione di rete del proiettore. Per i dettagli, vedere la sezione “Guida alle
funzioni di rete” fornita separatamente.
Inform sul funzionam
Visualizzare le informazioni del proiettore riportate di seguito.
Segnale in ingresso, Nome del segnale, Risoluzione, Frequenza orizzontale,
Frequenza verticale, Sistema di scansione, Tempo luce, Versione (versione ROM del
proiettore)
Ripris tutti default 3
Tempo di utilizzo unità
Visualizzare il tempo di utilizzo cumulativo di questa unità.
Questo tempo non può essere azzerato.
Ripris tutti default 3
Ripris tutti default
Inizializzare tutte le impostazioni delle voci del menu di setup, eccetto per quelle
riportate sotto.
Impostazioni opzioni 1 3 Lingua, Impostazioni opzioni 1 3 Codice accensione,
Inform sul funzionam 3 Tempo luce, Inform sul funzionam 3 Versione,
Ripris tutti default 3 Tempo di utilizzo unità
Nota
 Un’immagine del logo utente che è stato trasferito al proiettore (pagina 76)
non viene cancellata da un’operazione di “Ripris tutti default”.
31
Protezione password
Le operazioni descritte sotto possono essere protette da codice d’accesso sul proiettore. È possibile
avere solo un codice d’accesso assegnato sempre al proiettore, e lo stesso codice d’accesso viene
utilizzato per le operazioni.
 Protezione di avvio proiettore
Il proiettore può essere configurato in modo che venga visualizzata una finestra di dialogo per
l’introduzione del codice d’accesso ogni volta che si accende il proiettore. In questo caso, non è
possibile eseguire un’ulteriore operazione del proiettore se non viene immesso il codice d’accesso
corretto. Questo protegge contro l’uso non autorizzato del proiettore.
 Uso della memoria interna del proiettore (solo modelli Network)
Provando ad accedere alla funzione di memorizzazione interna del proiettore (pagina 37) dal menu
di setup, appare una finestra di dialogo per l’introduzione della password. Questo protegge dalla
cancellazione o sostituzione involontaria e non autorizzata dei file nella memoria interna del
proiettore.
Usare le impostazioni “Codice accensione” e “Password memorizzazione interna” per attivare o
disattivare personalmente la protezione mediante codice d’accesso.
Uso della funzione di codice d’accesso
Osservare le seguenti avvertenze ogni volta che si usa la funzione di codice d’accesso.
 La funzione di codice d’accesso è una protezione contro l’uso non autorizzato del proiettore. Notare
che essa non è una misura precauzionale contro il furto.
 Sarà necessario introdurre il codice d’accesso di default iniziale preselezionato in fabbrica la prima
volta che si usa il proiettore dopo aver attivato la funzione di codice d’accesso. Cambiare il codice
d’accesso di default iniziale preselezionato in fabbrica in un altro differente a scelta il più presto
possibile dopo aver attivato la funzione di codice d’accesso.
 Ricordare che le operazioni per il codice d’accesso vanno sempre eseguite con il telecomando,
pertanto bisogna fare attenzione a non perdere o smarrire il telecomando.
 Notare inoltre che non sarà possibile introdurre il codice d’accesso se le pile del telecomando sono
scariche. Sostituire le pile del telecomando il più presto possibile dopo essersi accorti che esse
stanno iniziando ad esaurirsi.
Se si dimentica il codice d’accesso...
Se si dimentica il codice d’accesso, sarà necessario portare i seguenti due oggetti al rivenditore
CASIO per farsi azzerare il codice d’accesso. Notare che l’azzeramento del codice d’accesso è a
pagamento.
1. Documento di identificazione personale (originale o copia della patente di guida, tessera di
riconoscimento del posto di lavoro, ecc.)
2. Unità proiettore
Notare che il rivenditore CASIO non potrà azzerare il codice d’accesso del proiettore se l’utente non
porta entrambi gli oggetti sopra elencati.
Inoltre, conservare la garanzia del proiettore in un luogo sicuro.
Importante!
 Dopo aver fatto azzerare il codice d’accesso tramite il procedimento sopra descritto, tutte le
impostazioni del proiettore, ad eccezione del Tempo luce, verranno riportate ai rispettivi stati
di default iniziali di fabbrica.
32
Tenere una registrazione scritta del codice d’accesso!
Non sarà possibile usare il proiettore se si dimentica il suo codice d’accesso. Consigliamo vivamente
di tenere una registrazione scritta o di altro tipo del codice d’accesso, in modo da poterla consultare
se necessario.
Per cambiare il codice d’accesso
1.
Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2.
Usare il tasto [] per selezionare “Impostazioni opzioni 1”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
3.
Usare il tasto [] per selezionare “Password”, e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione visualizzerà una finestra di dialogo che chiede di introdurre il codice
d’accesso attuale.
4.
Introdurre il codice d’accesso attuale.
 Il codice d’accesso del proiettore non è un vero e proprio “codice” costituito da lettere, ma
piuttosto una sequenza di introduzioni mediante i tasti del telecomando.
 Se il proiettore è ancora protetto dal codice d’accesso di default preselezionato in fabbrica,
eseguire l’operazione con i tasti mostrata di seguito per introdurre il codice.
[] [] [] [] [] [] [] []
5.
Dopo aver introdotto il codice d’accesso attuale, premere il tasto [ENTER].
 Questo visualizza la schermata di Password.
6.
Usare il tasto [] per selezionare “Cambia codice d’accesso”, e quindi premere
il tasto [ENTER].
 Questa operazione visualizzerà una finestra di dialogo che chiede di introdurre il nuovo codice
d’accesso.
7.
Introdurre una sequenza della lunghezza massima di otto operazioni con i tasti.
 È possibile usare uno qualsiasi dei seguenti tasti come parte della sequenza con i tasti per il
codice d’accesso.
[INPUT], [MENU], [BLANK], [FREEZE], [ ], [VOLUME +], [VOLUME –], [D-ZOOM +],
[D-ZOOM –], [KEYSTONE +], [KEYSTONE –], [], [], [], [], [TIMER], [AUTO], [ASPECT],
[FUNC]
8.
Dopo aver introdotto il nuovo codice d’accesso, premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione visualizzerà una finestra di dialogo che chiede di introdurre di nuovo lo
stesso codice d’accesso.
9.
Reintrodurre la stessa sequenza di tasti per il codice d’accesso introdotta al
punto 7, e quindi premere il tasto [ENTER].
 Il messaggio “Il nuovo codice d’accesso è stato registrato.” indica che il codice d’accesso è
stato cambiato. Premere il tasto [ESC].
 Se il codice d’accesso da voi introdotto in questo punto del procedimento è differente da
quello introdotto al punto 7, apparirà il messaggio “Il codice d’accesso introdotto è errato.”.
Premere il tasto [ESC] per ritornare al punto 7.
33
Per cambiare l’impostazione del codice d’accesso per
l’accensione
1.
Eseguire i punti da 1 a 5 descritti in “Per cambiare il codice d’accesso” (pagina
33) e visualizzare la schermata di Password.
2.
Dopo aver confermato che “Codice accensione” sia selezionato, usare i tasti []
e [] per selezionare l’impostazione “Sì” o “No”.
 Cambiando l’impostazione da “No” a “Sì” apparirà la finestra di dialogo“Prompt per il codice
d’accesso al momento dell’accensione?”. Premere il tasto [ENTER] per confermare che si
desidera attivare la protezione mediante codice d’accesso per l’accensione, o [ESC] per
chiudere la finestra di dialogo senza cambiare l’impostazione.
3.
Dopo aver terminato, premere il tasto [MENU] per uscire dal menu di setup.
Per cambiare la password per la funzione di memorizzazione
interna del proiettore (solo modelli Network)
1.
Eseguire i punti da 1 a 5 descritti in “Per cambiare il codice d’accesso” (pagina
33) e visualizzare la schermata di Password.
2.
Premere il tasto [] per selezionare “Password memorizzazione interna”.
3.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Sì” o “No”.
 Cambiando l’impostazione da “No” a “Sì” apparirà la finestra di dialogo“Conferma della
password quando si esegue un’operazione di memorizzazione interna?”. Premere il tasto
[ENTER] per confermare che si desidera attivare la protezione con password per la
memorizzazione interna, o [ESC] per chiudere la finestra di dialogo senza cambiare
l’impostazione.
4.
Dopo aver terminato, premere il tasto [MENU] per uscire dal menu di setup.
34
Blocco pannello di controllo (solo serie XJ-F)
Il blocco del pannello di controllo disabilita (blocca) tutti i tasti del proiettore, eccetto per il tasto [P].
Questo limita il funzionamento del proiettore al telecomando, che protegge contro operazioni errate
involontarie.
Per bloccare il pannello di controllo
1.
Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2.
Usare il tasto [] per selezionare “Impostazioni opzioni 2”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
3.
Usare il tasto [] per selezionare “Blocco pannello di controllo”.
4.
Usare il tasto [] per selezionare “Sì”.
5.
Quando appare la finestra di dialogo di conferma, premere il tasto [ENTER].
 Questo disabilita (blocca) tutti i tasti del proiettore eccetto per il tasto [P].
6.
Dopo aver terminato, premere il tasto [MENU] per uscire dal menu di setup.
Nota
 Anche se il pannello di controllo è bloccato, è possibile annullare un messaggio di
avvertimento (pagina 69) che appare sullo schermo di proiezione, premendo il tasto [ESC] del
proiettore.
Per sbloccare il pannello di controllo
Eseguire una delle seguenti operazioni.
 Sul proiettore, mantenere premuto il tasto [] finchè non appare il messaggio “Il pannello di
controllo è sbloccato”.
 Per usare il telecomando per sbloccare il pannello di controllo, eseguire il procedimento descritto in
“Per bloccare il pannello di controllo” riportato sopra. Nel punto 4, premere il tasto [] del
telecomando per selezionare “No” e quindi premere il tasto [MENU].
35
Proiezione dalla memoria incorporata o dall’ingresso
USB (solo modelli Network)
Questa sezione spiega le operazioni utilizzando “Visualizzatore file” (per proiettare i contenuti dei file
nella memoria incorporata o su una memoria flash USB) del proiettore, “Display USB” (per proiettare i
dati da un computer tramite un collegamento USB), e “Strumenti USB CASIO” (per proiettare il
contenuto della schermata della calcolatrice CASIO).
Proiezione con Visualizzatore file
Panoramica su Visualizzatore file
Visualizzatore file è un’applicazione che è possibile utilizzare per visionare o riprodurre differenti tipi di
file situati nella memoria interna del proiettore o su un dispositivo di memoria collegato alla porta USB
del proiettore.
File di riproduzione supportati
Tipo di file
File di
immagine:*1
Condizioni dei file supportati
JPEG: Fino a circa 15 M pixel (JPEG baseline)
Fino a circa 8 M pixel (JPEG progressive)
PNG: Inferiore a 6 MB e fino a circa 8 M pixel*2
GIF: Inferiore a 6 MB e fino a circa 8 M pixel*2
BMP: Inferiore a 6 MB e fino a circa 8 M pixel (per colori a 24 bit)
File di filmato:*3
AVI: 20 Mbps 720/30P massimo (video MJPEG, audio ADPCM)
MOV: 20 Mbps 1080/30P massimo (video H.264, audio ADPCM o audio AAC)
MP4: 20 Mbps 1080/30P massimo (video H.264, audio AAC)
File di presentazione
File ECA o PtG creato con EZ-Converter FA*4
File PDF
PDF Ver 1.4
*1 Anche se è in uso il modello di proiettore WXGA (pagina 9), la risoluzione massima di proiezione per
dati di immagini è 1024 × 768, eccetto per JPEG baseline. Nel caso di dati di immagini JPEG
baseline, la risoluzione massima di proiezione è 1280 × 800.
*2 I colori trasparenti presenti nei file di immagini in formato PNG e GIF che hanno colori trasparenti
consentiti, verranno tutti visualizzati in nero. File di animazione GIF vengono visualizzati come
immagini ferme, senza animazione.
*3 Eseguendo l’avanzamento rapido o il ritorno rapido di un file di filmato con un notevole bit rate,
potrebbe causare l’esecuzione dell’operazione ad una velocità più lenta rispetto al normale, oppure
l’arresto prima della sua conclusione. Sebbene un filmato con uno dei bit rate massimi mostrati
sopra verrà riprodotto normalmente, l’avanzamento rapido e il ritorno rapido non sono supportati.
*4 I file PowerPoint possono essere convertiti utilizzando EZ-Converter FA (disponibile dal sito web
CASIO). Vedere “Uso di EZ-Converter FA per convertire i file PowerPoint in file ECA o file PtG”
(pagina 56).
36
Proiezione di file situati nella memoria interna del proiettore
Il Visualizzatore file può essere utilizzato per proiettare i seguenti tipi di file, quando questi ultimi sono
situati nella memoria interna del proiettore: file di immagine, file di filmato, file di presentazione, file
PDF. Per usare il procedimento riportato in questa sezione, il(i) file da proiettare deve essere prima
copiato alla memoria interna del proiettore. È possibile copiare i file utilizzando uno dei metodi
seguenti.
 Collegare il proiettore ad un computer con un cavo USB e quindi copiare i file alla memoria interna
del proiettore.
 Usare una connessione LAN per copiare (upload) i file da un computer o dispositivo smart, alla
memoria interna del proiettore.
I procedimenti riportati in questo manuale sono tutti basati sulla copia di file tramite un collegamento
USB. Per informazioni su come copiare un file utilizzando una connessione LAN, vedere la sezione
“Guida alle funzioni di rete” fornita separatamente.
Per copiare i file da un computer alla memoria interna del
proiettore
Nota
 Questo procedimento è supportato su un computer funzionante con uno dei sistemi operativi
elencati di seguito.
Windows: XP, Vista, 7, 8, 8,1, 10 (accesso con i privilegi di amministratore)
Mac OS: 10.6, 10.7, 10.8, 10.9, 10.10 (accesso con un account root o account utente)
1.
Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2.
Usare il tasto [] per selezionare “Impostazioni multimedia”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
3.
Usare il tasto [] per selezionare “Funzione di memorizzazione interna”, e quindi
premere il tasto [ENTER].
4.
Quando appare il messaggio “Spegne il proiettore per utilizzare la funzione di
memorizzazione interna.”, premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione farà spegnere l’alimentazione del proiettore. L’indicatore POWER/
STANDBY si illuminerà in ambra e l’indicatore STATUS si illuminerà in rosso.
5.
Premere il tasto [P] del proiettore per accendere l’alimentazione.
 L’indicatore POWER/STANDBY si illuminerà in verde e l’indicatore STATUS si illuminerà in
rosso. Questo indica che la funzione di memorizzazione interna del proiettore è operativa. Non
sarà possibile proiettare immagini con il proiettore in questo momento.
6.
Se il computer ha una memoria flash USB o qualsiasi altro supporto rimovibile
collegato, scollegarlo.
37
7.
Usare un cavo USB disponibile in commercio per collegare la porta USB-B (USB
tipo B) del proiettore, alla porta USB del vostro computer.
 La posizione della porta USB-B di questo proiettore è indicata da “*2” nell’illustrazione
riportata in “Collegamento dei cavi del proiettore” (pagina 11).
 Quando si esegue ciò, la memoria interna del proiettore verrà riconosciuta dal vostro
computer come un’unità disco rimovibile denominata “InternalMem”.
8.
Sul computer, aprire l’unità “InternalMem”.
Windows:
Quando appare la finestra di dialogo “AutoPlay” sullo schermo del computer, fare clic su “Open
folder to view files”. Se la finestra di dialogo “AutoPlay” non appare, eseguire la seguente
operazione: [Start] 3 [Computer] 3 Doppio clic su “InternalMem”.
Mac OS:
Apparirà un’icona dell’unità “InternalMem” sul desktop Mac. Fare doppio clic per aprirla.
9.
Copiare il(i) file che si desidera proiettare, sull’unità “InternalMem”.
10.
Dopo aver copiato tutti i file che si desidera, eseguire una delle operazioni
riportate sotto per rimuovere l’unità “InternalMem”.
Windows:
Fare clic sull’icona “Safely Remove Hardware” nella barra delle applicazioni (nell’angolo in basso
a destra dello schermo). Sul menu che appare, selezionare “CASIO USB Display Storage”.
Controllare che appaia un messaggio “Safe To Remove Hardware”.
Mac OS:
Trascinare l’icona dell’unità “InternalMem” sull’icona del cestino. Controllare per assicurarsi che
non sia più presente l’icona dell’unità “InternalMem” sul desktop Mac.
11.
Scollegare il cavo USB dal proiettore e dal computer.
12.
Riaccendere il proiettore.
 In questo modo si interrompe l’operazione della funzione di memorizzazione interna e si
ritorna alla proiezione normale.
 Per informazioni su come proiettare un file copiato alla memoria interna del proiettore, vedere
“Avvio della proiezione di file situati nella memoria interna del proiettore” (pagina 39).
Nota
 Quanto riportato sopra è presentato solo come un esempio tipico di operazione di copia di file
eseguita con un computer. I passi reali che sarà necessario eseguire potrebbero differire
leggermente a seconda del sistema operativo e impostazioni del vostro computer.
 Se è selezionato “Sì” per“Password memorizzazione interna” sul menu di impostazione,
apparirà una finestra di dialogo per l’introduzione della password quando si preme il tasto
[ENTER] nel punto 3 del procedimento riportato sopra. In tal caso, introdurre la password
appropriata e quindi premere il tasto [ENTER] per avanzare al punto 4 del procedimento. Per i
dettagli, vedere “Protezione password” (pagina 32).
C
38
Avvio della proiezione di file situati nella memoria interna del
proiettore
1.
Se una memoria flash USB o qualche altro dispositivo USB è collegato alla porta
USB-A del proiettore, scollegarlo.
2.
Premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo “Immissione”.
3.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Visualizzatore”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
4.
Sulla finestra di dialogo che appare, confermare che “Visualizzatore file” sia
selezionato e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione avvierà il Visualizzatore file e farà apparire la schermata principale del
Visualizzatore file simile a quella mostrata sotto.
5.
A seconda del tipo di file che si desidera proiettare, eseguire una delle
operazioni riportate sotto.
Per proiettare questo tipo di file: Eseguire questa operazione:
File di presentazione
“Per proiettare un file di presentazione” (pagina 45)
File PDF
“Per proiettare un file PDF” (pagina 46)
File di immagine
“Per proiettare un file di immagine” (pagina 47)
File di filmato
“Per proiettare un file di filmato” (pagina 47)
39
Per formattare la memoria interna del proiettore (solo utenti di
Windows)
*Attenzione
Non formattare mai la memoria interna del proiettore da un computer
funzionante con Mac OS. In questo modo si possono disabilitare le funzioni
USB del proiettore.
Importante!
 Eseguendo il procedimento riportato di seguito si cancelleranno tutte le cartelle e i file
attualmente presenti nella memoria interna del proiettore.
1.
Eseguire i punti da 1 a 7 riportati in “Per copiare i file da un computer alla
memoria interna del proiettore” (pagina 37).
2.
Eseguire il procedimento riportato di seguito per formattare l’unità
“InternalMem” sul vostro computer.
(1) Fare clic con il pulsante destro sull’icona dell’unità “InternalMem”. Sul menu che appare,
selezionare “Format”.
(2) Sulla finestra di dialogo “Format” che appare, controllare per assicurarsi che sia selezionato
“FAT32 (recommended)” per “File system” e quindi fare clic su [Start].
(3) Sulla finestra di dialogo di avvertenza che appare, fare clic sul pulsante [OK].
(4) Quando appare una finestra di dialogo di notifica che la formattazione è completata, fare clic
su [OK] per chiuderla.
(5) Fare clic su [Close] per chiudere la finestra di dialogo di formattazione.
40
Proiezione di file da un dispositivo di memoria collegato
tramite USB
Usare i procedimenti riportati in questa sezione quando si desidera utilizzare il Visualizzatore file per
proiettare file di immagine, file di filmato, file di presentazione o file PDF, da una memoria flash USB o
altro dispositivo di memoria.
Dispositivi di memoria supportati
La porta USB-A del proiettore di dati supporta il collegamento di un dispositivo di memoria in formato
FAT/FAT32, supportato dall’interfaccia USB. Di seguito vengono riportati i dispositivi di memoria
supportati.
 Memoria flash USB
 Schede di memoria
Per collegare una scheda di memoria al proiettore di dati si richiede un lettore per schede USB
disponibile in commercio.
 Fotocamere digitali compatibili con la classe di memorizzazione USB (USB Mass Storage Class)
Per collegare una memoria flash USB al proiettore
Collegare la memoria flash USB alla porta USB-A del proiettore di dati, come viene mostrato sotto.
Per collegare una scheda di memoria al proiettore
1.
Inserire la scheda di memoria in uno slot del lettore per schede USB.
 Per i dettagli su come inserire una scheda di memoria nel lettore per schede USB, vedere la
documentazione per l’utente fornita con il lettore.
2.
Collegare il lettore per schede USB alla porta USB-A del proiettore di dati.
41
Per collegare una fotocamera digitale al proiettore
1.
Se è necessario, configurare l’impostazione della classe di memorizzazione di
massa USB della fotocamera digitale.
2.
Spegnere la fotocamera digitale, e quindi collegare ad essa un cavo USB.
3.
Collegare l’altro terminale del cavo USB (connettore di tipo A) alla porta USB-A
del proiettore di dati.
4.
Accendere la fotocamera digitale.
Nota
 Per i dettagli sui punti 1, 2 e 4, consultare la documentazione dell’utente fornita in dotazione
alla vostra fotocamera digitale.
Per iniziare la proiezione di file che si trovano su un dispositivo
di memoria collegato tramite USB
1.
Collegare il dispositivo di memoria dove sono memorizzati i file che si desidera
proiettare, alla porta USB-A del proiettore.
 Se appare automaticamente la schermata principale del Visualizzatore file, avanzare al punto
4 di questo procedimento. Se non appare, andare al punto 2. Notare che la schermata
principale del Visualizzatore file apparirà automaticamente se è selezionato “Sì” per
l’impostazione “Plug and Play” sul menu di setup del proiettore.
2.
Premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo “Immissione”.
3.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Visualizzatore file”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
 Questo avvierà il Visualizzatore file e visualizzerà la schermata principale del Visualizzatore file.
42
4.
A seconda del tipo di file che si desidera proiettare, eseguire una delle
operazioni riportate sotto.
Per proiettare questo tipo di file: Eseguire questa operazione:
File di presentazione
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Presentaz.”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
File PDF
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Visualizzatore PDF”, e quindi
premere il tasto [ENTER].
File di immagine
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Diapositive”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
File di filmato
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Filmato”, e quindi premere il
tasto [ENTER].
 La schermata che apparirà dipende dalla funzione da voi selezionata.
Nome di funzione
5.
Percorso cartella
Utilizzare la lista dei file visualizzata sullo schermo per controllare il contenuto
della memoria flash USB collegata nel punto 1 di questo procedimento, o il
contenuto della memoria interna.
 Se la lista dei file mostra il contenuto di una memoria flash USB, andare al punto 7 di questo
procedimento. Se la lista dei file mostra il contenuto della memoria interna, andare al punto 6.
6.
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Commutazione
unità” e quindi premere il tasto [ENTER].
7.
A seconda della funzione da voi selezionata nel punto 4 di questo procedimento,
eseguire una delle operazioni riportate sotto.
Se avete selezionato questa
funzione:
Eseguire questa operazione:
Presentaz.
Eseguire il procedimento dal punto 2 riportato in “Per proiettare un file di
presentazione” (pagina 45).
Visualizzatore PDF
Eseguire il procedimento dal punto 2 riportato in “Per proiettare un file PDF”
(pagina 46).
Diapositive
Eseguire il procedimento dal punto 2 riportato in “Per proiettare un file di
immagine” (pagina 47).
Filmato
Eseguire il procedimento dal punto 2 riportato in “Per proiettare un file di
filmato” (pagina 47).
43
Menu delle unità
Introducendo le modalità Presentazione, Visualizzatore PDF, Diapositive o Filmato mentre sono
presenti più dispositivi di memoria collegati alla porta USB-A del proiettore di dati (dispositivi di
memoria flash USB multipli collegati tramite un hub USB, schede di memoria multiple inserite nel
lettore per schede di memoria collegato al proiettore di dati, ecc.), apparirà sullo schermo di
proiezione un menu simile a quello mostrato sotto.
Se si verifica ciò, usare i tasti del cursore per spostare l’evidenziatura all’unità che si desidera
utilizzare, e quindi premere il tasto [ENTER]. Questa operazione visualizzerà un menu di file per la
modalità che si sta introducendo.
Nota
 Il proiettore di dati può riconoscere fino a quattro unità.
 Apparirà il messaggio “NOUSB” nel menu delle unità se non c’è nessun dispositivo di
memoria collegato alla porta USB-A del proiettore quando si esegue la commutazione
dell’unità ([FUNC] 3 “Commutazione unità” 3 [ENTER]). Se ciò dovesse accadere, eseguire
di nuovo la commutazione dell’unità per ripristinare la schermata precedente.
44
Proiezione di file
Questa sezione spiega i procedimenti con cui è possibile proiettare ciascun tipo di file utilizzando il
Visualizzatore file.
Per proiettare un file di presentazione
1.
Sulla schermata principale del Visualizzatore file, selezionare “Presentaz.” e
quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione visualizza un menu di file di presentazione (ECA o PtG).
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare il file di presentazione che si desidera
riprodurre, e quindi premere il tasto [ENTER] (o il tasto [R]).
 Questa operazione avvierà la riproduzione del file di presentazione attualmente selezionato.
Ogni volta che è presente una pausa automatica nella riproduzione, premere [R] per
riprodurre l’animazione successiva o avanzare alla pagina successiva.
3.
Per ritornare al menu dei file, premere il tasto [ESC].
4.
Per ritornare alla schermata principale, premere il tasto [FUNC] e quindi il tasto
[ENTER].
Nota
 È possibile eseguire le operazioni descritte nella tabella seguente mentre è in corso la
riproduzione della presentazione.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Andare alla pagina precedente
Premere il tasto [] o il tasto [S].
Andare alla pagina successiva
Premere il tasto [] o il tasto [T].
Mettere in pausa la riproduzione;
Riprendere la riproduzione da
dove era stata messa in pausa
Premere il tasto [R].
Spostare indietro all’inizio
dell’animazione attualmente in
riproduzione
Premere il tasto [] o [s].
Spostare in avanti alla fine
dell’animazione attualmente in
riproduzione
Premere il tasto [] o il tasto [d].
Selezionare una pagina particolare
da un menu di miniature, e
riprodurre quella pagina
1. Premere il tasto [FUNC].
2. Sul menu che appare, selezionare “Selez. pagina” e quindi
premere il tasto [ENTER].
3. Usare i tasti del cursore per selezionare la miniatura della pagina
che si desidera riprodurre, e quindi premere il tasto [ENTER].
45
Per proiettare un file PDF
1.
Sulla schermata principale del Visualizzatore file, selezionare “Visualizzatore
PDF” e quindi premere il tasto [ENTER].
 In questo modo si visualizza una lista di file PDF.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare il file PDF che si desidera aprire, e quindi
premere il tasto [ENTER] (o il tasto [R]).
 In questo modo si aprirà il file PDF selezionato.
3.
Eseguire il cambio pagina, lo zoom, e le altre operazioni come si richiede.
 Le operazioni seguenti sono supportate durante la proiezione di file PDF.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Andare alla pagina
precedente
Premere il tasto [] o il tasto [S].
Andare alla pagina
successiva
Premere il tasto [] o il tasto [T].
Regolare l’immagine alla
larghezza dello schermo
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Regolare alla
larghezza dello schermo” e quindi premere il tasto [ENTER].
Ritornare alla visione a
pagina intera
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Visualizzazione
pagina intera” e quindi premere il tasto [ENTER].
Selezionare una pagina da
una lista di miniature e
visualizzarla
1. Premere il tasto [FUNC].
2. Sul menu che appare, selezionare “Selez. pagina” e quindi premere il
tasto [ENTER].
3. Usare i tasti del cursore per selezionare la miniatura della pagina che si
desidera visualizzare, e quindi premere il tasto [ENTER].
4.
Per ritornare al menu dei file, premere il tasto [ESC].
5.
Per ritornare alla schermata principale, premere il tasto [FUNC] e quindi il tasto
[ENTER].
46
Per proiettare un file di immagine
1.
Sulla schermata principale del Visualizzatore file, selezionare “Diapositive” e
quindi premere il tasto [ENTER].
 In questo modo si visualizza una lista di file di immagini.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare il file di immagine che si desidera aprire, e
quindi premere il tasto [ENTER].
 Questa operazione proietterà il file di immagine selezionato.
 Premendo il tasto [R] invece del tasto [ENTER] si avvierà una presentazione dei file di
immagini iniziando dal file attualmente selezionato.
3.
Eseguire le operazioni di rotazione dell’immagine e scorrimento dell’immagine
descritte di seguito, come si richiede.
 Le operazioni seguenti sono supportate durante la proiezione dei file di immagini.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Proiettare il file di immagine precedente
Premere il tasto [] o il tasto [S].
Proiettare l’immagine successiva
Premere il tasto [] o il tasto [T].
Ruotare l’immagine di 90 gradi verso sinistra* Premere il tasto [s].
Ruotare l’immagine di 90 gradi verso destra*
Premere il tasto [d].
Avviare una presentazione
Premere il tasto [R].
Interrompere una presentazione in corso
Premere il tasto [R].
*Supportato solo per file JPEG.
4.
Per ritornare al menu dei file, premere il tasto [ESC].
5.
Per ritornare alla schermata principale, premere il tasto [FUNC] e quindi il tasto
[ENTER].
Per proiettare un file di filmato
1.
Sulla schermata principale del Visualizzatore file, selezionare “Filmato” e quindi
premere il tasto [ENTER].
 In questo modo si visualizza una lista dei file di filmato.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare il file di filmato che si desidera aprire, e
quindi premere il tasto [ENTER] o il tasto [R].
 Questa operazione avvierà la riproduzione del file di filmato selezionato.
47
3.
Eseguire l’avanzamento rapido, il ritorno rapido, la messa in pausa, ed altre
operazioni come si richiede.
 Le operazioni descritte di seguito sono supportate durante la riproduzione dei file di filmato.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Mettere in pausa e riprendere la riproduzione
del filmato
Premere il tasto [ENTER] o il tasto [R].
 Un’icona di pausa (
) viene visualizzata
nell’angolo in alto a sinistra della schermata di
proiezione, mentre la proiezione del filmato è messa
in pausa.
Riprodurre di nuovo il file dall’inizio
1. Premere il tasto [FUNC].
2. Sul menu che appare, selezionare “Riprod. da capo”
e quindi premere il tasto [ENTER].
Commutare la visualizzazione del tempo di
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare,
riproduzione del filmato tra mostrato e nascosto selezionare “Attivazione/disattivazione indicatore di
tempo” e quindi premere il tasto [ENTER].
Tempo totale di riproduzione del filmato
Tempo trascorso di riproduzione del filmato
Avanzamento rapido a 2X, 8X, o 32X della
velocità normale
Premere il tasto [] o il tasto [d].
 La prima volta che si preme, si avvia l’avanzamento
rapido a velocità 2X, la seconda volta che si preme si
incrementa a 8X, e la terza volta che si preme si
incrementa ulteriormente a 32X.
 L’indicatore
appare nell’angolo in alto a
sinistra durante l’avanzamento rapido a 2X,
durante l’avanzamento rapido a 8X, e
durante
l’avanzamento rapido a 32X.
Ritorno rapido a 2X, 8X, o 32X della velocità
normale
Premere il tasto [] o il tasto [s].
 La prima volta che si preme, si avvia il ritorno rapido
a velocità 2X, la seconda volta che si preme si
incrementa a 8X, e la terza volta che si preme si
incrementa ulteriormente a 32X.
 L’indicatore
appare nell’angolo in alto a
sinistra durante il ritorno rapido a 2X,
durante il
ritorno rapido a 8X, e
durante il ritorno rapido a
32X.
Ritornare da avanzamento rapido o ritorno
rapido alla riproduzione normale
Premere due volte il tasto [ENTER] o il tasto [R].
Premendo uno di questi tasti solo una volta, si metterà
in pausa la riproduzione. Premere ancora una volta per
avviare la riproduzione normale.
Saltare al fotogramma finale del filmato
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare,
selezionare “Andare alla fine” e quindi premere il tasto
[ENTER].
Arrestare la riproduzione del file di filmato e
ritornare al menu dei file.
Premere il tasto [ESC].
4.
Per ritornare al menu dei file, premere il tasto [ESC].
5.
Per ritornare alla schermata principale, premere il tasto [FUNC] e quindi il tasto
[ENTER].
48
Operazioni con il menu dei file
Sono disponibili due visualizzazioni differenti per il menu dei file del Visualizzatore file: una
visualizzazione lista e una visualizzazione icona.
Visualiz. lista
Questa visualizzazione mostra una lista di nomi di cartelle e file nella memoria interna del proiettore, o
su un dispositivo di memoria collegato alla porta USB del proiettore. Cartelle e file vengono visualizzati
in questo formato immediatamente dopo che si passa dalla schermata principale del Visualizzatore file
alle modalità di Presentazione, Visualizzatore PDF, Diapositive o Filmato.
Visualiz. icona
Questa visualizzazione mostra sia le icone che i nomi per le cartelle e i file. Le miniature vengono
visualizzate per tutti i file che possono essere riprodotti con il Visualizzatore file.
Per commutare il menu dei file tra la visualizzazione lista e la
visualizzazione icone
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Formato visualizzazione” e quindi
premere il tasto [ENTER].
Nota
 È possibile specificare la visualizzazione della lista o delle icone come visualizzazione di
default. Per ulteriori informazioni, vedere “Configurazione delle impostazioni di Visualizzatore
file” a pagina 50.
Per scorrere il menu dei file
Premere il tasto [T] per scorrere in avanti, e il tasto [S] per scorrere indietro.
Per aprire una cartella
Usare i tasti del cursore per spostare l’evidenziatura alla cartella che si desidera aprire, e quindi
premere il tasto [ENTER].
Per uscire dalla cartella attuale e spostarsi al livello successivo
Premere il tasto [ESC].
Per ritornare alla schermata principale dal menu dei file
Premere il tasto [FUNC]. Sul menu che appare, selezionare “Ritornare al menu principale” e quindi
premere il tasto [ENTER].
49
Configurazione delle impostazioni di Visualizzatore file
Questa sezione spiega come configurare le impostazioni di Visualizzatore file, incluse quelle che
controllano ciò che appare sul menu dei file del Visualizzatore file.
Per configurare le impostazioni di Visualizzatore file
1.
Sulla schermata principale del Visualizzatore file, selezionare “Impost.
Visualizzatore” e quindi premere il tasto [ENTER].
 Questo visualizza la schermata “Imp. visual.”.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare la voce di cui si desidera cambiare
l’impostazione.
3.
Usare i tasti [] e [] per cambiare l’impostazione attualmente selezionata.
 Per informazioni sulle impostazioni disponibili per ciascuna voce, vedere “Voci di
impostazione di Visualizzatore file”.
4.
Ripetere i punti da 2 a 3 per le volte che si richiede per configurare tutte le
impostazioni che si desidera.
5.
Dopo che tutte le impostazioni sono nella maniera desiderata, premere il tasto
[ESC] per ritornare alla schermata principale del Visualizzatore file.
50
Voci di impostazione di Visualizzatore file
L’impostazione iniziale di default per ciascuna voce è indicata da un asterisco (*).
Nome dell’impostazione
Descrizione
Specificaz. sequenza di
visualizzazione
Specifica la sequenza delle immagini nel menu dei file.
< Nomi file (ord ascendente) >*:
Visualizza i file in ordine ascendente dei nomi di file.
< Nomi file (ord discendente) >:
Visualizza i file in ordine discendente dei nomi di file.
< Estensione nome di file (ordine ascendente) >:
Visualizza i nomi di file in ordine alfabetico ascendente dell’estensione dei nomi di
file. Se più file hanno la stessa estensione del nome di file, essi vengono visualizzati
in ordine ascendente dei nomi di file.
< Tempo (da nuovo a vecchio) >:
Visualizza i file secondo il tempo in cui sono stati modificati l’ultima volta, dal più
recente al meno recente.
< Tempo (da vecchio a nuovo) >:
Visualizza i file secondo il tempo in cui essi sono stati modificati l’ultima volta, dal
meno recente al più recente.
Modo di avvio
Specifica se la visualizzazione di default, quando viene introdotta una modalità dalla
schermata principale del Visualizzatore file, è la visualizzazione lista o visualizzazione
icona.
< Visualiz. Lista >*:
Specifica la visualizzazione della lista come visualizzazione di default.
< Visualiz. Icona >:
Specifica la visualizzazione delle icone come visualizzazione di default.
Visualizzazione miniatura
< Mostra >*:
Visualizza le miniature dei file nel menu dei file.
< Nascondi >:
Le miniature dei file non sono visualizzate.
Commutazione immagine
< Manuale >*:
Specifica lo scorrimento manuale delle immagini.
< Automatica >:
Specifica lo scorrimento automatico delle immagini.
Intervallo di visualizzazione
miniature
Specifica la durata di tempo in cui ciascuna immagine rimarrà visualizzata durante
una riproduzione slideshow.
< 5 secondi >*, < 10 secondi >, < 30 secondi >, < 1 minuto >, < 5 minuti >
Ripetizione riproduzione
temporizzata
< Ripetizione >:
La riproduzione di una slideshow o di un filmato continua ciclicamente.
< Niente ripetiz. >*:
Arresta automaticamente la riproduzione quando viene raggiunta la fine di una
slideshow o di un filmato.
Uscita audio filmato
< In uscita >*:
Mette in uscita l’audio quando viene riprodotto un filmato con una traccia audio.
< Non in uscita >:
L’audio non è in uscita durante la riproduzione del filmato.
Inizializza impostazioni
Visualizzatore
Ripristina tutte le impostazioni del Visualizzatore file ai rispettivi stati iniziali di default.
51
Esecuzione automatica
La funzione di esecuzione automatica vi consente di configurare il proiettore per la proiezione
automatica di file di immagini o di un file di filmato posizionati in una cartella speciale denominata
“AUTORUNC”. Quando viene eseguita la proiezione automatica dipende da dove è posizionata la
cartella “AUTORUNC”.
Quando AUTORUNC è posizionata qui: Esecuzione automatica viene eseguita in questo momento:
Memoria interna
Quando il proiettore viene acceso mentre non c’è nulla collegato alla
sua porta USB-A.
Memoria flash USB
Quando una memoria flash USB è collegata alla porta USB-A del
proiettore, o quando il proiettore viene acceso mentre una memoria
flash USB è collegata alla porta USB-A.
Le impostazioni mostrate sotto devono essere configurate prima di utilizzare l’esecuzione automatica.
 “Impostazioni multimedia 3 Esecuzione automatica” (pagina 31): Abilitazione
 “Impostazioni opzioni 2 3 Plug and Play” (pagina 30): Acceso
Nota
 La proiezione con Esecuzione automatica dei file di immagini ferme o di un file di filmato, viene
eseguita conformemente con le impostazioni attuali configurate sulla schermata “Imp. visual.”
(pagina 50).
Per proiettare i file di immagini o un file di filmato da una
memoria flash USB
1.
Creare una cartella denominata “AUTORUNC” (tutti caratteri maiuscoli a singolo
byte) nella directory radice della memoria flash USB.
2.
Inserire tutti i file di immagini o file di filmato che si desidera proiettare
automaticamente, nella cartella da voi creata nel punto 1.
 Se si desidera proiettare automaticamente un file di filmato, collocare solo un file di filmato
nella cartella “AUTORUNC”. Non collocare nessun altro file nella cartella. Se nella cartella
“AUTORUNC” è presente sia un file di filmato che un file di immagine, al file di immagine verrà
data la priorità e il file di filmato non verrà riprodotto.
 File di immagini multiple possono essere collocati nella cartella “AUTORUNC” senza alcun
problema. Se essi sono presenti, collegando la memoria flash USB nel proiettore nel punto 3
riportato sotto, si avvierà una presentazione delle immagini.
3.
Mentre l’alimentazione del proiettore è accesa, inserire nella porta USB-A del
proiettore la memoria flash USB che contiene la cartella “AUTORUNC” alla quale
sono stati copiati i file nel punto 2 riportato sopra.
 Questo avvierà automaticamente il Visualizzatore file e proietterà il(i) file da voi inserito(i) nella
cartella “AUTORUNC” nel punto 2 riportato sopra.
52
Per proiettare automaticamente i file di immagini o un file di
filmato dalla memoria interna del proiettore
1.
Eseguire i punti da 1 a 8 riportati in “Per copiare i file da un computer alla
memoria interna del proiettore” (pagina 37).
2.
Creare una cartella denominata “AUTORUNC” (tutti caratteri maiuscoli a singolo
byte) nella directory radice dell’unità “InternalMem” (memoria interna del
proiettore).
3.
Inserire tutti i file di immagini o il file di filmato che si desidera proiettare con
Esecuzione automatica, nella cartella da voi creata nel punto 2.
 Se si desidera proiettare automaticamente un file di filmato, collocare solo un file di filmato
nella cartella “AUTORUNC”. Non collocare nessun altro file nella cartella. Se nella cartella
“AUTORUNC” è presente sia un file di filmato che un file di immagine, al file di immagine verrà
data la priorità e il file di filmato non verrà riprodotto.
 File di immagini multiple possono essere collocati nella cartella “AUTORUNC” senza alcun
problema. Se essi sono presenti, accendendo l’alimentazione del proiettore nel punto 6
riportato sotto si avvierà una presentazione delle immagini.
4.
Spegnere il proiettore.
5.
Se una memoria flash USB o qualche altro dispositivo USB è collegato alla porta
USB-A del proiettore, scollegarlo.
6.
Accendere il proiettore.
 Questo avvierà automaticamente la proiezione del(dei) file da voi inserito(i) nella cartella
“AUTORUNC” nel punto 3 riportato sopra.
53
Risoluzione dei problemi di Visualizzatore file
Problema
Causa e azione richiesta
Il Visualizzatore file non appare
quando viene collegata la memoria
flash USB nella porta USB-A del
proiettore di dati.
 La memoria flash USB che si sta collegando potrebbe avere un formato
che non può essere riconosciuto dal proiettore di dati. Collegare la
memoria flash USB al computer per verificare se il suo file system è FAT o
FAT32. In caso contrario, riformattare la memoria flash USB a FAT o
FAT32. Notare che facendo in tal modo si cancelleranno tutti i dati
attualmente presenti nella memoria flash USB.
 Se “No” è selezionato per l’impostazione “Impostazioni opzioni 2 3
Plug and Play” (pagina 30), il Visualizzatore file non si avvierà
automaticamente anche se una memoria flash USB viene collegata alla
porta USB-A del proiettore. Se ciò dovesse accadere, cambiare
l’impostazione di “Plug and Play” a “Sì”.
Alcune cartelle e/o file non
vengono visualizzati nel menu dei
file.
Tutte le cartelle e/o file contenuti in una cartella non saranno visualizzati se
sono presenti più di 999 cartelle e/o file all’interno della cartella. Se ciò
dovesse accadere, ridurre il numero di cartelle e/o file presenti nella cartella.
Sono presenti dispositivi multipli
collegati al proiettore di dati tramite
un hub USB o un lettore per
schede USB, ma alcuni dei
dispositivi non sono riconosciuti.
Il proiettore di dati può riconoscere fino a quattro unità. Se il numero delle
unità collegate è superiore a quattro, il proiettore di dati non riconoscerà la
quinta e successive unità. Collegare i dispositivi di memoria assicurandosi
che non ci siano più di quattro unità collegate.
Quando si collega la fotocamera
digitale al proiettore di dati tramite
la porta USB, il contenuto della
memoria della fotocamera digitale
non appare.
 L’impostazione della classe di memorizzazione di massa USB della
fotocamera digitale, potrebbe non essere configurata correttamente, o
potrebbe essere necessario eseguire una determinata operazione sulla
fotocamera. Consultare la documentazione dell’utente della fotocamera
digitale per informazioni sulle impostazioni e operazioni richieste.
 La fotocamera digitale potrebbe non supportare la classe di
memorizzazione di massa USB. In questo caso, non sarà possibile
utilizzare l’applicazione Visualizzatore per visionare il contenuto della
memoria della fotocamera digitale.
Nel menu dei file della modalità
Diapositive, appaiono punti
interrogativi (?) al posto di
miniature.
Punti interrogativi vengono visualizzati al posto di miniature di immagini che
non possono essere proiettate dal Visualizzatore file.
54
Messaggi di errore di Visualizzatore file
Problema
Causa e azione richiesta
La cartella non contiene alcun file
di immagine.
Non c’è nessuna cartella visionabile o file nella cartella alla quale si sta
tentando di accedere con il Visualizzatore file. Usare il computer per verificare
il contenuto della cartella. Per i dettagli sui formati di file supportati per la
riproduzione con il proiettore di dati, vedere “File di riproduzione supportati”
(pagina 36).
Questo file ECA non può essere
riprodotto./Questo file PtG non può
essere riprodotto.
Potrebbe esserci un errore nello stesso file ECA o file PtG. Riprodurre il file
ECA o file PtG utilizzando EZ-Converter FA sul vostro computer e verificarlo.
Non è possibile visualizzare un file
di immagine.
 Si potrebbe stare tentando di riprodurre un’immagine il cui formato e/o
dimensione non è supportato dal Visualizzatore file. Controllare i “File di
riproduzione supportati” (pagina 36).
 Potrebbe esserci un errore nello stesso file di immagine. Aprire il file di
immagine sul computer e verificarlo.
Impossibile riprodurre questo file di
filmato.
 Si potrebbe stare tentando di riprodurre un filmato il cui formato e/o
dimensione non è supportato dal Visualizzatore file. Controllare i “File di
riproduzione supportati” (pagina 36).
 Potrebbe esserci un errore nello stesso file di filmato. Aprire il file di filmato
sul computer e verificarlo.
Questo file PDF non può essere
visualizzato.
Per informazioni sui tipi di file PDF che possono essere visualizzati dal
Visualizzatore file, vedere “File di riproduzione supportati” (pagina 36).
Errore di accesso alla memoria
interna.
Potrebbe essere stato generato un errore da una particolare cartella o file
nella memoria interna del proiettore. Eseguire i punti da 1 a 8 riportati in “Per
copiare i file da un computer alla memoria interna del proiettore” (pagina 37) e
quindi aprire l’unità “InternalMem” (memoria interna del proiettore) sul vostro
computer. Controllare se tutte le cartelle e file in “InternalMem” si aprono
normalmente. Se si riscontrano problemi con qualche file o cartella,
cancellarli.
Se non è possibile aprire nessuno dei file o cartelle presenti nella memoria
interna del proiettore con il vostro computer, o se non è possibile aprire
l’unità “InternalMem” stessa, potrebbe significare che c’è un problema con il
file system della memoria interna del proiettore. In questo caso, eseguire il
procedimento riportato in “Per formattare la memoria interna del proiettore
(solo utenti di Windows)” (pagina 40).
Fallito per insufficiente capacità
della memoria interna.
La capacità rimanente disponibile della memoria interna del proiettore è
insufficiente. Eseguire i punti da 1 a 8 riportati in “Per copiare i file da un
computer alla memoria interna del proiettore” (pagina 37) e quindi aprire
l’unità “InternalMem” (memoria interna del proiettore) sul vostro computer.
Successivamente, cancellare i file non più necessari.
Questo file non può essere
riprodotto.
Per informazioni sui tipi di file che possono essere visualizzati dal
Visualizzatore file, vedere “File di riproduzione supportati” (pagina 36).
Non è stato possibile trovare un file
di immagine.
Non c’è nulla nella memoria interna del proiettore o sulla memoria flash USB
collegata, oppure c’è qualche problema con il file system. Usare il vostro
computer per controllare il contenuto della memoria interna del proiettore o
della memoria flash USB.
55
Uso di EZ-Converter FA per convertire i file PowerPoint in file
ECA o file PtG
EZ-Converter FA è un software per il computer per convertire i file PowerPoint in file ECA o file PtG,
che possono essere riprodotti utilizzando il Visualizzatore file del proiettore. EZ-Converter FA supporta
la conversione di file creati con Microsoft Office PowerPoint 2003, 2007 e 2010.
Importante!
 Prima di provare ad usare EZ-Converter FA, assicurarsi di accedere al sito web CASIO
(http://www.casio-intl.com/support/) e controllare le informazioni presenti lì riguardo i requisiti
minimi di sistema del computer e le condizioni che determinano il download e l’uso.
 Il procedimento riportato di seguito presuppone che sia già installato EZ-Converter FA sul
vostro computer.
Nota
 Salvo alcune eccezioni (descritte sotto), la riproduzione e proiezione di un file ECA o file PtG
dovrebbe normalmente essere in grado di riprodurre transizioni, animazioni, ed altri effetti
speciali del file PowerPoint originale.
• La conversione degli oggetti OLE (filmati, audio, ecc.) e oggetti VBA in un file PowerPoint
non è supportata.
• La conversione delle funzioni di timer e ripetizione in un’animazione del file PowerPoint non
è supportata.
• Un’animazione in un file PowerPoint viene convertita fino al tempo specificato da “Per
specificare il tempo massimo di visualizzazione delle animazioni” (pagina 59), e tutto quello
che segue viene tagliato. Quando viene raggiunto il punto fino al quale è stata convertita
l’animazione, durante la riproduzione del file convertito, la riproduzione verrà messa in
pausa e si dovrà premere il tasto [R] per avanzare al passo successivo.
• Il file sorgente PowerPoint viene riprodotto quando si converte un file con EZ-Converter FA.
Se non c’è nessun cambiamento sullo schermo per circa tre secondi consecutivi durante
tale riproduzione, diciamo tra i punti A e B, ad esempio, l’effetto al punto B nel file originale
viene ignorato e non convertito. Quando viene raggiunto il punto B durante la riproduzione
del file convertito, la riproduzione verrà messa in pausa e si dovrà premere il tasto [R] per
avanzare al passo successivo.
 Avviando un’operazione di conversione con EZ-Converter FA, cambieranno
temporaneamente le impostazioni dello schermo del vostro computer come mostrato sotto.
Le impostazioni dello schermo ritorneranno ai valori precedenti, dopo il completamento
dell’operazione di conversione.
Sistema operativo:
Cambiamenti:
Windows XP
 La risoluzione dello schermo cambia a 800 × 600, 1024 × 768, 1280 × 768 o
1280 × 800.
 L’accelerazione hardware della scheda video è disabilitata.
Windows Vista o
Windows 7
 La risoluzione dello schermo cambia a 800 × 600, 1024 × 768, 1280 × 768 o
1280 × 800.
 Windows cambia al modo Basic (Windows AeroTM disabilitato).
Windows 8
 La risoluzione dello schermo cambia a 800 × 600, 1024 × 768, 1280 × 768 o
1280 × 800.
 La risoluzione dello schermo del file ECA o file PtG sarà la risoluzione specificata
dall’impostazione di EZ-Converter FA (800 × 600, 1024 × 768, 1280 × 768 o 1280 × 800)
quando si avvia l’operazione di conversione del file. Per informazioni sulla configurazione di
questa impostazione, vedere “Per specificare la risoluzione della schermata del file ECA o file
PtG” (pagina 59).
56
Per convertire un file PowerPoint in un file ECA o file PtG
Importante!
 Prima di eseguire una qualsiasi delle operazioni qui riportate, sarà necessario avere a portata
di mano un file creato utilizzando Microsoft Office PowerPoint 2003, 2007 o 2010.
 La conversione di un file PowerPoint in un file ECA o file PtG richiede la riproduzione del file
originale dall’inizio alla fine. Notare che il tempo che si richiede per la conversione
corrisponderà approssimativamente al tempo richiesto per la riproduzione.
1.
Accendere il computer ed avviare Windows.
2.
Collegare al vostro computer la memoria flash USB (o scheda di memoria) dove
si desidera salvare il file ECA o file PtG convertito.
 È possibile saltare questo passo se si desidera salvare il file ECA o file PtG sul disco rigido
locale del vostro computer.
3.
Sul computer, avviare EZ-Converter FA.
 Se sul vostro computer è operativo Windows Vista o Windows 7, avviando EZ-Converter FA,
apparirà il messaggio “Controllo dell’account utente”. A questo punto, fare clic su [Consenti] o
[Sì].
 Questa operazione visualizzerà la finestra di EZ-Converter FA.
Pulsante di riproduzione
Pulsante di conversione
Pulsante di chiusura
Pulsante di minimizzazione
4.
Configurare le impostazioni seguenti come si richiede.
 Specificare la risoluzione di visualizzazione della schermata del file ECA o file PtG. Vedere
“Per specificare la risoluzione della schermata del file ECA o file PtG” (pagina 59).
 Se il file originale contiene un’animazione, specificare il tempo massimo di visualizzazione
dell’animazione. Vedere “Per specificare il tempo massimo di visualizzazione delle animazioni”
(pagina 59).
5.
Fare clic sul pulsante
alla parte superiore della finestra di EZ-Converter FA.
 Questa operazione visualizza una finestra di dialogo per l’apertura dei file.
6.
Selezionare il file PowerPoint che si desidera convertire e quindi fare clic sul
pulsante [Apri].
 Questa operazione visualizzerà una finestra di dialogo simile a quella mostrata sotto per la
specificazione delle impostazioni del file.
57
7.
Configurare le impostazioni come richiesto sulla finestra di dialogo.
 Quanto segue descrive i significati e le impostazioni di ciascuna delle voci che appaiono sulla
finestra di dialogo.
Voce della finestra
di dialogo
8.
Descrizione
Input File
Mostra il nome del file PowerPoint selezionato nel punto 6. L’impostazione di questa
voce non può essere cambiata.
Output Drive
Mostra il nome dell’unità del disco rimovibile (memoria USB o scheda di memoria)
collegato al computer nel punto 2. Quando si dispone di dischi rimovibili multipli
collegati al computer, è possibile fare clic sul pulsante [] e selezionare il nome
dell’unità dove si desidera salvare il file convertito. Un file convertito viene salvato nella
cartella denominata ECA (nel caso di un file ECA) o PtG (nel caso di un file PtG)
sull’unità qui specificata.
Alle impostazioni iniziali di default, se non sono presenti dischi rimovibili collegati al
computer, il file risultante verrà salvato nella stessa posizione (unità e cartella) come il
file PowerPoint originale. Fare clic sul pulsante [Browse] e cambiare la destinazione di
salvataggio, se lo si desidera.
Output File Name
Mostra il nome del file convertito, assieme al percorso iniziando dal nome dell’unità.
Tranne che per l’estensione, il nome del file è uguale al nome del file PowerPoint.
L’impostazione di questa voce non può essere cambiata.
ECA/PtG
Specifica il formato del file convertito (Default: ECA).
Dopo aver configurato tutte le impostazioni come si desidera, fare clic su [OK].
 Questa operazione avvierà la riproduzione del file PowerPoint e la sua conversione ad un file
ECA o file PtG.
 Il messaggio “Conversion complete.” apparirà quando è completata la conversione del file.
 Se si hanno altri file PowerPoint che si desidera convertire, ripetere i passi da 4 a 7.
 Per controllate il contenuto di un file ECA o file PtG, eseguire il procedimento riportato in “Per
riprodurre un file ECA o file PtG sul computer” (pagina 59).
9.
Dopo aver terminato la conversione di tutti i file che si desidera, fare clic sul
pulsante di chiusura nell’angolo in alto a destra della finestra di EZ-Converter FA.
58
Per specificare la risoluzione della schermata del file ECA o file
PtG
1.
Fare clic con il tasto destro del mouse sul lato sinistro della finestra di
EZ-Converter FA.
2.
Sul menu che appare, fare clic su “Output Resolution”.
3.
Sul sottomenu che appare, selezionare la risoluzione che si desidera.
 Selezionare 1280 × 800, o 1280 × 768. Se non è possibile selezionare la risoluzione 1280 ×
800 o 1280 × 768, selezionare 1024 × 768.
 Per un file PtG, selezionare 1024 × 768 o 800 × 600.
 L’impostazione da voi qui selezionata rimane valida finché non la si cambia.
Per specificare il tempo massimo di visualizzazione delle
animazioni
1.
Fare clic con il tasto destro del mouse sul lato sinistro della finestra di
EZ-Converter FA.
2.
Sul menu che appare, fare clic su “Max Animation Display Time”.
3.
Sul sottomenu che appare, selezionare un valore per il tempo di visualizzazione
massimo di animazione (in secondi).
 Le opzioni disponibili del sottomenu sono di 10 secondi, 20 secondi, 30 secondi e 60 secondi.
 L’opzione da voi selezionata rimane valida finché non la si cambia.
Per riprodurre un file ECA o file PtG sul computer
1.
Sul computer, avviare EZ-Converter FA.
 Questa operazione visualizzerà la finestra di EZ-Converter FA.
2.
Fare clic sul pulsante
alla parte superiore della finestra di EZ-Converter FA.
 Questa operazione visualizzerà due ulteriori pulsanti, come mostrato di seguito.
3.
Fare clic sul pulsante
.
 Questa operazione visualizza una finestra di dialogo per l’apertura dei file.
59
4.
Selezionare il file ECA o file PtG che si desidera riprodurre, e quindi fare clic sul
pulsante [Open].
 Questa operazione visualizzerà un pannello di controllo alla parte superiore dello schermo.
Pannello di controllo
 Durante la riproduzione dei file, è possibile utilizzare i pulsanti del pannello di controllo per
eseguire le operazioni descritte di seguito.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Andare alla pagina
precedente
Fare clic sul pulsante
.
Andare alla pagina
successiva
Fare clic sul pulsante
.
Saltare ad una pagina
specifica
1. Fare clic sul pulsante
, e quindi fare clic su “Slide Viewer” sul menu che
appare.
2. Sul menu delle pagine che appare, fare clic sulla miniatura della pagina di
destinazione, e quindi fare clic su [OK].
Visualizzare la guida
Fare clic sul pulsante
Terminare la riproduzione
del file
Fare clic sul pulsante
, o sul pulsante
e quindi fare clic su “Exit” sul
menu che appare. È inoltre possibile premere il pulsante [ESC] sulla tastiera del
computer per arrestare la riproduzione.
60
, e quindi fare clic su “Help” sul menu che appare.
Proiezione con la funzione Display USB
Panoramica sulla funzione di Display USB
Collegando il proiettore ad un computer con un cavo USB* si abilita la proiezione del contenuto dello
schermo del computer. Questo supporta perfino la proiezione del contenuto dello schermo di piccoli
computer che hanno solo una porta USB, ma non la porta RGB, HDMI o altri tipi di terminali di uscita
video.
* Per utilizzare la funzione di Display USB, collegare il computer alla porta USB-B del proiettore.
Requisiti minimi di sistema del computer
 Sistemi operativi supportati
Windows XP SP3, Windows Vista SP1 (32bit), Windows 7 SP1 (32bit, 64bit), Windows 8/8.1 (64bit),
Windows 10, o Mac OS (10.6, 10.7, 10.8, 10.9)
Notare, tuttavia, che le funzioni potrebbero essere limitate dal sistema operativo in uso. Per
informazioni più recenti sugli ambienti operativi, visitare il sito web CASIO.
 Dotazione di porta USB tipo A (USB 2.0 o USB 3.0).
Importante!
 Accedere a Windows con i privilegi di amministratore per usare la funzione Display USB. Non
sarà possibile utilizzare Display USB se non si accede a Windows con un accont di
amministratore.
Proiezione del contenuto dello schermo del computer tramite
una connessione USB
L’operazione che è necessario eseguire la prima volta che ci si collega ad un computer per proiettare
il suo contenuto del display (descritta di seguito) dipende se sul computer è in esecuzione Windows o
Mac OS. Dopodiché, usare il procedimento riportato in “Per proiettare il contenuto dello schermo del
computer tramite una connessione USB dopo la prima volta” (pagina 65), che è comune per qualsiasi
sistema operativo.
Eseguire uno dei procedimenti riportati di seguito, a seconda del vostro sistema operativo.
61
Per proiettare per la prima volta il contenuto dello schermo del
computer con Windows tramite una connessione USB
1.
Premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo “Immissione”.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Display USB”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Questa operazione farà proiettare la schermata di attesa di “Display USB”.
3.
Mentre il vostro computer è in funzione, usare un cavo USB disponibile in
commercio per collegare la porta USB-B (USB tipo B) del proiettore, alla porta
USB del computer.
 La posizione della porta USB-B di questo proiettore è indicata da “*2” nell’illustrazione
riportata in “Collegamento dei cavi del proiettore” (pagina 11).
 Questa operazione monterà il proiettore sul vostro computer come un’unità CD-ROM virtuale,
che viene presentata da un’icona di unità “USB_DISPLAY” sul desktop del computer.
 Inoltre, CASIO USB Display si avvierà automaticamente e visualizzerà una finestra di dialogo
di accordo di licenza.
4.
Sulla finestra di dialogo di accordo di licenza, selezionare “Accetto” e quindi fare
clic su [OK].
 Questa operazione visualizzerà sul vostro computer una finestra simile a quella mostrata
sotto. Allo stesso tempo, si avvierà la proiezione del contenuto dello schermo del computer.
Nota
 Se CASIO USB Display non si avvia automaticamente, utilizzare Explorer per navigare all’unità
“USB_DISPLAY”. Fare clic con il pulsante destro sull’unità e quindi fare clic su “Auto Play” sul
menu che appare.
 Per informazioni sui tipi di operazioni che possono essere eseguite in questo momento,
vedere “Operazioni supportate durante la proiezione tramite una connessione USB” (pagina
64).
Software driver aggiuntivo per Windows
Con Windows, l’uso di alcune funzioni di CASIO USB Display richiede l’installazione del software
driver mostrato nella tabella sotto. Il software driver è lo stesso come quello utilizzato per Network
Connection. È possibile eseguire il download di esso dalla pagina per il download di Network
Connection al sito web CASIO (http://www.casio-intl.com/support/).
C
Per usare questa funzione:
Installare questo software driver:
Funzione di uscita schermo esteso
Driver VDD (per Windows XP e Windows Vista)
62
Per proiettare per la prima volta il contenuto dello schermo del
computer con Mac OS tramite una connessione USB
1.
Premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo “Immissione”.
2.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Display USB”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Questa operazione farà proiettare la schermata di attesa di “Display USB”.
3.
Mentre il vostro computer è in funzione, usare un cavo USB disponibile in
commercio per collegare la porta USB-B del proiettore, alla porta USB del
computer.
 La posizione della porta USB-B di questo proiettore è indicata da “*2” nell’illustrazione
riportata in “Collegamento dei cavi del proiettore” (pagina 11).
 Questo farà apparire un’icona dell’unità denominata “USB_DISPLAY” sullo schermo del
vostro computer.
4.
Fare doppio clic sull’icona dell’unità “USB_DISPLAY” per aprirla.
5.
Fare doppio clic su “MAC_USB_Display_V2.pkg” e seguire le istruzioni che
appaiono sul display per installare l’applicazione.
 Dopo che è completata l’installazione apparirà un messaggio che chiede di riavviare il
computer. Riavviare il computer. Dopo che viene completato il riavvio, si vedrà un’icona
CASIO USB Display nel Dock.
6.
Nel Dock, fare clic sull’icona CASIO USB Display.
 Inoltre, CASIO USB Display si avvierà e visualizzerà una finestra di dialogo di accordo di
licenza.
7.
Sulla finestra di dialogo di accordo di licenza, selezionare “Accetto” e quindi fare
clic su [OK].
 Questa operazione visualizzerà sul vostro computer una finestra simile a quella mostrata
sotto. Allo stesso tempo, si avvierà la proiezione del contenuto dello schermo del computer.
 Per informazioni sui tipi di operazioni che possono essere eseguite in questo momento,
vedere “Operazioni supportate durante la proiezione tramite una connessione USB” (pagina
64).
Software driver aggiuntivo per Mac OS
Con Mac OS, l’uso di alcune parti di CASIO USB Display richiede l’installazione del software driver
mostrato nella tabella riportata sotto. Il software driver è lo stesso come quello utilizzato per Network
Connection. È possibile eseguire il download di esso dalla pagina per il download di Network
Connection al sito web CASIO (http://www.casio-intl.com/support/).
Per usare questa funzione:
Installare questo software driver:
Funzione di uscita audio
Sound flower
Funzione di uscita desktop estesa
Syphon-virtual-screen
63
Operazioni supportate durante la proiezione tramite una connessione USB
Le operazioni descritte nella tabella sotto sono supportate sulla finestra CASIO USB Display durante la
proiezione.
Per fare ciò:
Eseguire questa operazione:
Avviare (riprendere) la proiezione dello schermo del
computer
Fare clic su
.
Congelare la proiezione dello schermo del computer
Fare clic su
.
Arrestare la proiezione dello schermo del computer e
proiettare la schermata di attesa del display USB
Fare clic su
.
Avviare l’uscita audio da un computer*1
Fare clic su
. Sul menu che appare, selezionare
“Audio Out” in modo che ci sia un segno di spunta
accanto ad esso.
Rendere muta l’uscita audio da un computer*1
Fare clic su
. Sul menu che appare, selezionare
“Audio Out” per rimuovere il segno di spunta accanto ad
esso.
Mettere in uscita la schermata principale del computer
sullo schermo di proiezione
Fare clic su
. Sul menu che appare, selezionare
“Select the Projection Screen” 3 “Main Screen”.
Mettere in uscita la schermata estesa del computer sullo
schermo di proiezione*1*2
Fare clic su
. Sul menu che appare, selezionare
“Select the Projection Screen” 3 “Extended Screen”.
Minimizzare la finestra di CASIO USB Display
Fare clic su
Uscire dalla finestra di CASIO USB Display.
(1) Fare clic su
. Oppure fare clic su
e quindi
fare clic su “Exit” sul menu che appare.
(2) Sulla finestra di dialogo di conferma che appare, fare
clic sul pulsante [OK].
 Questo arresta la proiezione dello schermo del
computer e proietta la schermata di attesa
“Display USB”.
Visualizzare le informazioni sulla versione di CASIO USB
Display
Fare clic su
“About”.
.
. Sul menu che appare, selezionare
*1 Con Mac, si richiede l’installazione del software driver per abilitare queste funzioni. Vedere
“Software driver aggiuntivo per Mac OS” (pagina 63).
*2 Questa operazione è disabilitata con Mac OS 10.6. Con Windows XP e Windows Vista, si richiede
l’installazione del software driver per abilitare queste funzioni. Vedere “Software driver aggiuntivo
per Windows” (pagina 62).
64
Per proiettare il contenuto dello schermo del computer tramite
una connessione USB dopo la prima volta
1.
Accendere ed avviare il proiettore e il computer.
2.
Premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo “Immissione”.
3.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Display USB”, e quindi premere il tasto
[ENTER].
 Questa operazione farà proiettare la schermata di attesa di “Display USB”.
4.
Usare un cavo USB per collegare la porta USB-B del proiettore alla porta USB
del vostro computer.
 L’applicazione CASIO USB Display si avvierà automaticamente sul computer e inizierà la
proiezione del contenuto della schermata del computer.
Nota
 Se l’operazione riportata sopra non avvia automaticamente CASIO USB Display, eseguire sul
vostro computer una delle operazioni descritte sotto, a seconda del sistema operativo in uso.
Windows:
Usare Explorer per navigare all’unità “USB_DISPLAY”. Fare clic con il pulsante destro
sull’unità e quindi fare clic su “Auto Play” sul menu che appare.
Mac OS:
Nel Dock, fare clic sull’icona CASIO USB Display.
65
Proiezione dell’immagine della schermata di una
calcolatrice grafica
È possibile collegare una calcolatrice grafica CASIO al proiettore di dati, utilizzando un cavo USB, e
proiettare l’immagine della schermata della calcolatrice con il proiettore di dati. È supportato il
collegamento USB delle seguenti calcolatrici grafiche CASIO.
 ClassPad II (fx-CP400)
 ClassPad 330 PLUS
 Serie fx-CG
 Serie fx-9860G
 Serie fx-9860GII
 fx-9750GII
 GRAPH 95/85/85 SD/75/75+/35+
Per proiettare l’immagine della schermata di una calcolatrice
grafica
1.
Mentre il proiettore è acceso, collegare il cavo USB fornito in dotazione con la
calcolatrice grafica alla porta USB-A del proiettore e alla porta USB della
calcolatrice grafica.
2.
Sul proiettore, premere il tasto [INPUT]. Questo visualizzerà la finestra di dialogo
“Immissione”.
3.
Usare i tasti [] e [] per selezionare “Strumenti USB CASIO”, e quindi premere
il tasto [ENTER].
4.
Sulla calcolatrice grafica, eseguire l’operazione richiesta per la proiezione.
 Per i dettagli su questa operazione, fare riferimento alla documentazione dell’utente fornita in
dotazione alla vostra calcolatrice.
Importante!
 Se la calcolatrice non funziona correttamente dopo averla collegata al proiettore di dati,
provare a scollegare il cavo USB dalla calcolatrice e quindi ricollegarlo. Se questa operazione
non risolve il problema, scollegare il cavo USB sia dal proiettore di dati che dalla calcolatrice.
Spegnere il proiettore di dati e riaccenderlo di nuovo, e quindi ricollegare la calcolatrice.
66
Pulizia del proiettore
Prendere l’abitudine di pulire il proiettore ad intervalli regolari come descritto in questa sezione. Prima
di pulire il proiettore, assicurarsi di scollegarlo dalla presa di corrente ed accertarsi che esso sia
completamente raffreddato.
Pulizia dell’esterno del proiettore
Pulire l’esterno del proiettore servendosi di un panno morbido inumidito con una soluzione blanda di
acqua e detergente neutro. Strizzare bene il panno per eliminare il liquido in eccesso prima di passarlo
sul proiettore.
Non usare mai benzene, alcool, diluenti o altri agenti volatili per pulire il proiettore.
Pulizia dell’obiettivo
Pulire delicatamente l’obiettivo passandolo con un panno per lenti o con carta per lenti ottiche
reperibile in commercio, come quelli utilizzati per gli occhiali o per gli obiettivi delle fotocamere.
Quando si pulisce l’obiettivo, non applicare una forza eccessiva e prestare attenzione per evitare di
danneggiare l’obiettivo.
Pulizia delle aperture di ventilazione
Polvere e sporco tendono ad accumularsi attorno alle aperture di ingresso ventilazione. Per questo
motivo, è necessario utilizzare periodicamente un aspirapolvere per eliminare la polvere e lo sporco
accumulati (circa una volta al mese), come mostrato di seguito.
Importante!
 Se si continua ad usare il proiettore dopo che la polvere si è accumulata attorno alle aperture
di ingresso ventilazione, i componenti interni possono surriscaldarsi e di conseguenza
possono verificarsi problemi di funzionamento.
 Alcune condizioni di funzionamento possono anche causare l’accumulo di sporco e polvere
attorno alle aperture di uscita ventilazione del proiettore. Se ciò dovesse accadere, eseguire lo
stesso procedimento descritto sopra per pulire le aperture di uscita ventilazione.
67
Soluzione di problemi
Indicatori
L’indicatore POWER/STANDBY e l’indicatore STATUS cambiano per mostrare lo stato attuale del
proiettore, come descritto nelle tabelle riportate di seguito.
Indicatore POWER/STANDBY
Quando l’indicatore appare in
questo modo:
Significa questo per il proiettore:
Illuminato in rosso
Connesso ad una sorgente di alimentazione, ma spento (modo di attesa)
Lampeggiante in verde
In fase di riscaldamento dopo l’accensione
Illuminato in verde
Acceso, funzionamento normale
Lampeggiante in rosso
Procedimento interno in corso immediatamente dopo lo spegnimento
Indicatore STATUS
Quando l’indicatore appare in
questo modo:
Significa questo per il proiettore:
Illuminato in verde
È selezionato “Sì” per l’impostazione “Controllo luce”.
Illuminato (o lampeggiante) in rosso
Errore
Illuminato (o lampeggiante) in ambra Errore
Nota
 Gli indicatori POWER/STANDBY e STATUS si illuminano entrambi in ambra immediatamente
dopo che il proiettore viene collegato ad una presa di corrente.
68
Indicatori di errore e messaggi di avvertenza
I messaggi di avvertimento e gli indicatori vi permettono di conoscere quale è il problema quando si
verifica un errore del proiettore.
 Quando si verifica un errore, attendere finché la ventola si sia fermata prima di scollegare il cavo di
alimentazione CA. Se si scollega il cavo di alimentazione CA mentre la ventola è ancora in
movimento, potrebbe verificarsi un errore quando si ricollega il cavo di alimentazione CA.
 Premere il tasto [ESC] per far scomparire il messaggio di avvertimento.
Indicatore/Messaggio di errore
POWER
: Stabilmente illuminato in
verde
STATUS
: –
(Stabilmente illuminato in
verde quando è
selezionato “Sì” per
l’impostazione “Controllo
luce”.)
Messaggio : La temperatura interna è
troppo alta. Controllare
che le aperture di
ventilazione non siano
bloccate.
POWER
: Stabilmente illuminato in
verde 3
Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: –
Messaggio : La temperatura interna è
troppo alta. Il proiettore si
spegnerà.
POWER
: Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: Lampeggiante in ambra
(ad intervalli di 0,5
secondi)
POWER
: Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: –
Descrizione e azione richiesta
La temperatura interna del proiettore è molto alta. Eseguire i seguenti
punti.
 Controllare che le aperture di ingresso e di uscita ventilazione del
proiettore non siano ostruite, ed accertarsi che ci sia spazio
sufficiente attorno al proiettore. Vedere “Avvertenze sulla
preparazione per l’uso” (pagina 10).
 Se c’è polvere accumulatasi attorno alle aperture di ingresso e/o
uscita ventilazione, spegnere il proiettore e rimuovere la polvere.
Vedere “Pulizia del proiettore” (pagina 67).
Il proiettore si è spento automaticamente a causa di un
surriscaldamento interno. Eseguire i seguenti punti.
 Controllare che le aperture di ingresso e di uscita ventilazione del
proiettore non siano ostruite, ed accertarsi che ci sia spazio
sufficiente attorno al proiettore. Vedere “Avvertenze sulla
preparazione per l’uso” (pagina 10).
 Se c’è polvere accumulatasi attorno alle aperture di ingresso e/o
uscita ventilazione, rimuoverla. Vedere “Pulizia del proiettore”
(pagina 67).
Se le aperture di ventilazione del proiettore non presentano alcun
problema, verificare che l’indicatore POWER/STANDBY sia illuminato in
rosso (senza lampeggiare), e quindi riaccendere l’alimentazione del
proiettore. Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il
proiettore, rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto
o al più vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
Il proiettore si è spento automaticamente a causa di un problema con la
ventola. Verificare che l’indicatore POWER/STANDBY sia illuminato in
rosso (senza lampeggiare) e che la ventola si sia fermata. Dopo aver
controllato l’indicatore POWER/STANDBY, scollegare il cavo di
alimentazione dal proiettore ed attendere che tutti gli indicatori del
proiettore siano spenti. Quindi, ricollegare il cavo di alimentazione e
riaccendere il proiettore.
Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il proiettore,
rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o al più
vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
Il proiettore si è spento automaticamente a causa di un problema del
sistema. Dopo aver verificato che l’indicatore POWER/STANDBY sia
illuminato in rosso (senza lampeggiare), scollegare il cavo di
alimentazione dal proiettore ed attendere che tutti gli indicatori del
proiettore siano spenti. Quindi, ricollegare il cavo di alimentazione e
riaccendere il proiettore.
Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il proiettore,
rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o al più
vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
69
Indicatore/Messaggio di errore
POWER
: Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: Stabilmente illuminato in
rosso
Messaggio : –
POWER
: Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: Lampeggiante in rosso
(ad intervalli di 0,5
secondi)
Messaggio : –
POWER
: Stabilmente illuminato in
rosso
STATUS
: Lampeggiante in rosso
(ad intervalli di 2 secondi
o 1 secondo)
Messaggio : –
Descrizione e azione richiesta
Il proiettore si è spento automaticamente a causa di qualche problema
provocato probabilmente da disturbi digitali esterni o per qualche altro
motivo. Verificare che l’indicatore POWER/STANDBY sia illuminato in
rosso (senza lampeggiare). Dopo aver controllato l’indicatore POWER/
STANDBY, scollegare il cavo di alimentazione dal proiettore ed
attendere che tutti gli indicatori del proiettore siano spenti. Quindi,
ricollegare il cavo di alimentazione e riaccendere il proiettore.
Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il proiettore,
rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o al più
vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
Il proiettore si è spento automaticamente perché l’unità della sorgente
luminosa si è spenta o non si è accesa. Dopo aver verificato che
l’indicatore POWER/STANDBY sia illuminato in rosso (senza
lampeggiare), scollegare il cavo di alimentazione. Attendere qualche
attimo e quindi ricollegare il cavo di alimentazione e riaccendere il
proiettore.
Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il proiettore,
rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o al più
vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
Il proiettore si è spento automaticamente a causa di un errore della
memoria del proiettore. Verificare che l’indicatore POWER/STANDBY
sia illuminato in rosso (senza lampeggiare). Dopo aver controllato
l’indicatore POWER/STANDBY, scollegare il cavo di alimentazione dal
proiettore ed attendere che tutti gli indicatori del proiettore siano spenti.
Quindi, ricollegare il cavo di alimentazione e riaccendere il proiettore.
Se l’errore si verifica di nuovo quando si riaccende il proiettore,
rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o al più
vicino centro di assistenza CASIO autorizzato.
Soluzione di problemi riguardanti il proiettore
Eseguire i seguenti controlli ogni volta che si riscontra qualche problema con il proiettore.
Problema
Causa e azione raccomandata
L’alimentazione non si
accende.
 Se l’indicatore POWER/STANDBY non è illuminato, il cavo di alimentazione CA non
è collegato correttamente. Collegare il cavo di alimentazione CA correttamente.
 Se l’indicatore POWER/STANDBY è illuminato in rosso e l’indicatore STATUS è
illuminato (o lampeggiante) in rosso o ambra, significa che si è verificato qualche
tipo di errore. Vedere “Indicatori di errore e messaggi di avvertenza” (pagina 69).
Nessuna immagine viene
proiettata o l’immagine
proiettata è anormale.
 Il computer o il dispositivo video collegato al proiettore non è acceso o non sta
mettendo in uscita un segnale video. Accertarsi che il computer o il dispositivo
video collegato sia acceso, ed eseguire l’operazione richiesta su di esso per
mettere in uscita un segnale video.
 Sul proiettore non è selezionata la sorgente di uscita corretta. Sul proiettore,
selezionare la sorgente di ingresso corretta che corrisponde al dispositivo
collegato.
 Le immagini potrebbero non essere proiettate correttamente quando il terminale di
uscita component di un dispositivo video è collegato al terminale COMPUTER del
proiettore.
70
Problema
Causa e azione raccomandata
Il colore o la
visualizzazione
dell’immagine è
notevolmente anormale.
L’opzione sbagliata (“Component” o “RGB”) potrebbe essere selezionata per
l’impostazione “Impostazioni ingresso  Terminale COMPUTER” nel menu di setup.
L’immagine non verrà proiettata correttamente se è selezionato “Component” mentre
il terminale COMPUTER del proiettore è collegato al terminale di uscita RGB di un
computer, o se “RGB” è selezionato mentre il terminale COMPUTER del proiettore è
collegato al terminale di uscita video component di un dispositivo video. Sul menu di
setup, selezionare “Automat” per l’impostazione “Impostazioni ingresso 
Terminale COMPUTER”. Vedere a pagina 29.
Non è possibile capire i
messaggi o i menu perché
questi ultimi sono nella
lingua sbagliata.
Eseguire le seguenti operazioni per selezionare la lingua che si desidera. Vedere a
pagina 30.
1. Premere il tasto [MENU] per visualizzare il menu di setup.
2. Se il segnale in ingresso è HDMI (PC), premere [] quattro volte, e quindi premere
il tasto [ENTER]. Se il segnale in ingresso non è HDMI (PC), premere [] cinque
volte, e quindi premere il tasto [ENTER].
3. Premere [] due volte e quindi premere il tasto [ENTER] per visualizzare il menu
per la selezione della lingua.
4. Usare i tasti [] e [] per spostare l’evidenziatura sulla lingua che si desidera
selezionare, e quindi premere il tasto [ENTER].
5. Premere il tasto [MENU] per uscire dal menu di setup.
Nessun suono in uscita dal
terminale AUDIO OUT
 L’impostazione del livello di volume del proiettore potrebbe essere troppo bassa o
il livello reso muto. Usare i tasti [VOLUME +] e [VOLUME –] del telecomando per
regolare il livello del volume. Vedere a pagina 20.
 L’impostazione del livello di volume del dispositivo collegato al proiettore è troppo
bassa, oppure l’altro dispositivo non sta emettendo audio. Regolare il livello di
volume del dispositivo collegato.
 L’uscita audio del dispositivo collegato potrebbe non essere connessa
correttamente al terminale AUDIO IN del proiettore. Controllare il collegamento.
Nessun suono in uscita dal
diffusore (Serie XJ-F)
 L’impostazione del livello di volume del proiettore potrebbe essere troppo bassa o
il livello reso muto. Usare i tasti [VOLUME +] e [VOLUME –] del telecomando per
regolare il livello del volume. Vedere a pagina 20.
 L’impostazione del livello di volume del dispositivo collegato al proiettore è troppo
bassa, oppure l’altro dispositivo non sta emettendo audio. Regolare il livello di
volume del dispositivo collegato.
 L’uscita audio del dispositivo collegato potrebbe non essere connessa
correttamente al terminale AUDIO IN del proiettore. Controllare il collegamento.
 Quando la sorgente di ingresso è “HDMI”, “Visualizzatore file”, “Rete” o “Display
USB”, potrebbe essere selezionata “Linea” per l’impostazione “Impostazioni
opzioni 2  Uscita audio” sul menu di setup. Cambiare l’impostazione “Uscita
audio” a “Diffusore”. Vedere a pagina 30.
Colore strano
Il segnale in ingresso potrebbe non corrispondere alle impostazioni del proiettore.
Provare a fare quanto segue.
– Premere il tasto [FUNC] e quindi selezionare “Luminosità” per regolare la
luminosità dell’immagine.
– Premere il tasto [FUNC] e quindi selezionare “Modo colore” per cambiare il modo
di colore.
– Sul menu di setup, usare l’impostazione “Regolazione immagine 1  Bilanc colori”
per regolare il bilanciamento dei colori dell’immagine di proiezione.
Il testo è sfocato.
 L’immagine potrebbe essere fuori fuoco. Regolare la messa a fuoco dell’immagine.
 L’impostazione attuale della frequenza e/o fase non corrisponde al segnale in
ingresso. (Si applica solo quando la sorgente di ingresso è un segnale RGB.)
Premere il tasto [AUTO] per eseguire un’operazione di regolazione automatica.
 Sul menu di setup, eseguire le regolazioni di “Regolazione immagine 2 
Frequenza” e “Regolazione immagine 2  Fase”. (Si applica solo quando la
sorgente di ingresso è un segnale RGB.) Vedere a pagina 28.
71
Problema
Causa e azione raccomandata
Appare il messaggio
“Introduci il codice
d’accesso.” e non è
possibile eseguire ulteriori
operazioni.
È attivata l’impostazione “Impostazioni opzioni 1  Codice accensione” nel menu di
setup, pertanto il proiettore è protetto mediante un codice d’accesso. Introdurre il
codice d’accesso corretto, e quindi premere il tasto [ENTER]. Vedere a pagina 32.
Il telecomando non
funziona.
 Le pile del telecomando potrebbero essere esaurite. Sostituire le pile.
 Il telecomando potrebbe essere troppo distante dal proiettore. Assicurarsi che il
telecomando sia entro cinque metri circa dal proiettore quando si eseguono le
operazioni.
L’indicatore POWER/
STANDBY è illuminato in
rosso e l’indicatore
STATUS è illuminato (o
lampeggiante) in rosso o
ambra.
Si è verificato un errore. Vedere “Indicatori di errore e messaggi di avvertenza”
(pagina 69).
L’unità della sorgente
luminosa non emette luce.
 La sorgente luminosa è stata disattivata temporaneamente premendo il tasto
[BLANK]. Premere il tasto [BLANK] o il tasto [ESC] per riaccenderla. Per maggiori
informazioni, vedere “Per sospendere momentaneamente l’immagine e l’audio
(BLANK)” (pagina 17).
 L’unità della sorgente luminosa è giunta alla fine della sua durata di servizio oppure
è malfunzionante. Rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il prodotto o
ad un centro di assistenza CASIO autorizzato per la sostituzione.
L’alimentazione si spegne
improvvisamente e il
proiettore si riavvia.
Il proiettore esegue periodicamente un’operazione di autodiagnosi. In casi rari, il
risultato di un’operazione di autodiagnosi potrebbe causare il riavvio automatico del
proiettore. Questo normalmente non è indice di malfunzionamento, quindi è possibile
continuare ad utilizzare il proiettore.
Tuttavia, se continuano a verificarsi riavii successivi, potrebbe essere indice di
malfunzionamento. Se si verifica ciò, rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato
il prodotto o ad un centro di assistenza CASIO autorizzato.
Importante!
 Provare ad eseguire i seguenti punti, cosa che potrebbe o non potrebbe riportare il proiettore
al funzionamento normale.
1. Scollegare il cavo di alimentazione CA ed attendere per almeno 10 minuti.
2. Ricollegare il cavo di alimentazione e riaccendere il proiettore.
 Se il funzionamento non ritorna alla normalità dopo aver eseguito i punti del procedimento
sopra descritto, portare il proiettore al rivenditore presso cui si è acquistato o ad un centro di
assistenza CASIO autorizzato.
72
Appendice
Collegamento ad un’uscita video component
Questa sezione spiega come stabilire una connessione video component tra il proiettore ed un
dispositivo video.
 I terminali di uscita video component hanno 3 serie di terminali: Y·Cb·Cr o Y·Pb·Pr. Accertarsi di far
corrispondere i colori delle spine di un cavo video component con i colori dei terminali (Verde: Y;
Blu: Cb/Pb; Rosso: Cr/Pr).
 Notare che è supportato solo il collegamento ad un terminale di uscita video component analogico.
Il collegamento ad un terminale di uscita digitale non è supportato.
Serie XJ-V
Proiettore
Dispositivo video
Terminale COMPUTER
Terminale AUDIO IN
Ai terminali di uscita audio
Bianco
Rosso
Spina mini stereo  Cavo audio di tipo con spine pin
(disponibile in commercio)
Cavo video component (disponibile in commercio)
73
Ai terminali di uscita video
component
Serie XJ-F
Proiettore
Dispositivo video
Terminale COMPUTER
Terminale AUDIO IN
Ai terminali di uscita audio
Ai terminali di uscita video
component
Bianco
Rosso
Spina mini stereo  Cavo audio di tipo con spine pin
(disponibile in commercio)
Cavo video component (disponibile in commercio)
Collegamento ad un’uscita video composito o uscita
S-Video (Solo serie XJ-F)
Proiettore
Cavo S-video (disponibile in commercio)
Al terminale S-VIDEO
Dispositivo video
Al terminale di uscita S-video
Al terminale di uscita video/audio
Rosso: Al terminale AUDIO IN R
Giallo: Al terminale VIDEO
Bianco: Al terminale AUDIO IN L
Cavo video/audio di tipo con spine pin
(disponibile in commercio)
Nota
 Notare che indifferentemente dal fatto che l’immagine in fase di proiezione viene messa in
ingresso tramite il terminale S-VIDEO o VIDEO del proiettore, quest’ultimo mette in uscita
l’audio che è in ingresso tramite i terminali AUDIO IN L/R del proiettore.
74
Alimentazione ad apparecchiatura esterna
(Solo serie XJ-F)
L’alimentazione può essere fornita all’apparecchiatura esterna tramite la porta USB-A/DC 5V di un
proiettore di modello XJ-F20XN, XJ-F200WN o XJ-F210WN, o tramite la porta DC 5V di un proiettore
di modello XJ-F10X o XJ-F100W.
Importante!
 Spegnendo l’alimentazione del proiettore si interrompe anche l’alimentazione fornita
all’apparecchiatura esterna. Notare che l’alimentazione dell’apparecchiatura viene anche
interrotta quando il proiettore si spegne a causa del riavvio tramite la sua funzione di
autodiagnosi o spegnimento automatico, dovuto a qualche errore, oppure per qualsiasi altro
motivo. A seconda dell’apparecchiatura esterna utilizzata, l’interruzione dell’alimentazione
potrebbe causare la perdita o la corruzione dei dati che sono in fase di edizione. Prendere
l’abitudine di salvare frequentemente i dati su un’apparecchiatura esterna alimentata dal
proiettore.
 L’alimentazione spenta dallo spegnimento automatico (pagina 30) causa anche lo
spegnimento dell’alimentazione dell’apparecchiatura esterna. Prima di iniziare ad alimentare
l’apparecchiatura esterna, assicurarsi di selezionare “No” per l’impostazione
“Impostazioni opzioni 1 3 Spegnimento automatico” per disabilitare Spegnimento
automatico.
 Per una lista di apparecchiature esterne il cui funzionamento è stato confermato durante
l’alimentazione dal proiettore, visitare il sito web del proiettore CASIO
(http://www.casio-intl.com/support/). Il funzionamento corretto non è garantito per qualsiasi
dispositivo esterno che non è incluso nella lista al sito web del proiettore CASIO.
 Sebbene può essere fornita l’alimentazione fino a 5V DC 2A ad altri dispositivi non inclusi sul
sito web CASIO, notare che in tal modo alcuni funzionamenti potrebbero non essere
disponibili su alcuni dispositivi. Prima di utilizzare l’uscita da questa porta per alimentare altri
dispositivi, assicurarsi di controllare la documentazione dell’utente del dispositivo ed
assicurarsi di collegarlo correttamente. Si richiede particolare attenzione quando si collega
una batteria ricaricabile a questa porta USB di alimentazione del proiettore. Il collegamento
non corretto crea il rischio di esplosione, incendio e fumo.
 Notare che la CASIO COMPUTER CO., LTD. non si riterrà in alcun modo responsabile per
qualsiasi perdita o corruzione dei dati memorizzati su un dispositivo esterno collegato a
questa porta USB del proiettore, o per qualsiasi danno, generazione di fumo, o incendio che si
verifica sul dispositivo collegato.
Nota
 Per sospendere momentaneamente la proiezione mentre si mantiene l’alimentazione dal
proiettore all’apparecchiatura esterna, premere il tasto [BLANK]. Per maggiori informazioni,
vedere “Per sospendere momentaneamente l’immagine e l’audio (BLANK)” (pagina 17).
75
Aggiornamento del firmware e trasferimento di un
logo utente
Con un proiettore della serie XJ-V, è possibile aggiornare il firmware (software nella memoria flash
ROM del proiettore) utilizzando un computer. Con un proiettore della serie XJ-F, è possibile
aggiornare il firmware ed anche trasferire immagini al proiettore da essere utilizzate come un logo
utente.
Per i dettagli su queste operazioni, fare riferimento a “Projector Firmware Update Guide” e “User Logo
Transfer Guide”, che sono disponibili per il download dal sito web del proiettore CASIO.
Per aggiornare il firmware e trasferire un logo utente
Usare un cavo USB disponibile in commercio per collegare la porta SERVICE del proiettore (modelli
della serie XJ-V) o la porta LOGO (modelli della serie XJ-F) alla porta USB del vostro computer.
Serie XJ-V
Serie XJ-F
Porta SERVICE
(Micro USB tipo B)
Porta LOGO
(Micro USB tipo B)
Sospensione del proiettore da un soffitto
Il proiettore può essere sospeso da un soffitto. Quando si sospende un proiettore dal soffitto, è
possibile orientarlo capovolto o con l’obiettivo di proiezione rivolto direttamente verso il basso.
Per maggiori dettagli, rivolgersi al rivenditore presso cui si è acquistato il proiettore.
Importante!
 Quando si sospende il proiettore da un soffitto, assicurarsi che esso sia ad almeno un metro di
distanza dai rilevatori di incendio, allarmi di incendio, e altri dispositivi per la protezione di
incendio. Collocando il proiettore troppo vicino ad un dispositivo per la protezione di incendio,
si crea il rischio di malfunzionamento del dispositivo dovuto all’aria calda scaricata dal
proiettore. Inoltre, evitare di collocare il proiettore vicino a luci fluorescenti o altre sorgenti di
luce intensa. La luce intensa può abbreviare il campo d’azione del telecomando o rendere
anche impossibile il controllo a distanza. Quando si sceglie una posizione per il proiettore,
assicurarsi di verificare il funzionamento corretto del telecomando.
 L’orientamento verticale e orizzontale dell’immagine proiettata viene invertito rispetto al
normale, quando il proiettore è posizionato capovolto per essere sospeso da un soffitto. Per
eseguire questa correzione è necessario cambiare la configurazione del proiettore. Per i
dettagli, vedere “Impostazioni schermo 3 Montaggio a soffitto” (pagina 28) descritto in
“Impostazioni del menu di setup”.
76
Distanza di proiezione e dimensione dello schermo
 I valori della distanza di proiezione riportati sotto sono di riferimento quando si imposta il proiettore.
 “h” nell’illustrazione e nella tabella indica la distanza tra il centro dell’obiettivo del proiettore e il
bordo inferiore dello schermo di proiezione.
h
Distanza di proiezione approssimativa
Dimensione di proiezione
XJ-V100W/XJ-V110W/XJ-F100W/
XJ-F200WN/XJ-F210WN
XJ-V10X/XJ-F10X/XJ-F20XN
Dimensione
schermo
Diagonale
(cm)
Distanza
minima
(m)
Distanza
massima
(m)
h
30
76
0,93
1,38
0
–
–
–
35
89
–
–
–
0,92
1,37
8
40
102
1,27
1,88
0
1,06
1,58
9
60
152
1,95
2,87
0
1,64
2,42
13
77
196
2,54
3,72
0
2,14
3,14
17
80
203
2,64
3,86
0
2,22
3,26
18
100
254
3,33
4,85
0
2,81
4,11
22
150
381
5,04
7,33
0
4,26
6,22
34
200
508
6,76
9,82
0
5,72
8,32
45
300
762
10,18
14,78
0
8,63
12,54
67
77
Distanza
minima
(m)
Distanza
massima
(m)
h
(cm)
Impostazione del rapporto di formato e
dell’immagine di proiezione
Di seguito viene mostrato come le immagini vengono proiettate conformemente con il tipo di segnale
in ingresso e l’impostazione del rapporto di formato del proiettore.
XJ-V100W/XJ-V110W/XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN
Sorgente di ingresso: RGB o HDMI (PC)
Segnale in ingresso
Normale
Schermo intero
16:9
4:3
Reale
4:3
Letterbox
SVGA (800 × 600)
XGA (1024 × 768)
WXGA (1280 × 800)
SXGA (1280 × 1024)
Sorgente di ingresso: Video*, S-Video*, Component o HDMI (DTV)
Segnale in ingresso
Normale
16:9
16:10
Immagine in rapporto
4:3
Immagine ristretta
Immagine letterbox
Immagine in rapporto
16:9
* Solo XJ-F100W/XJ-F200WN/XJ-F210WN
78
XJ-V10X/XJ-F10X/XJ-F20XN
Sorgente di ingresso: RGB o HDMI (PC)
Segnale in ingresso
Normale
Schermo intero
16:9
16:10
SVGA (800 × 600)
XGA (1024 × 768)
WXGA (1280 × 800)
SXGA (1280 × 1024)
Sorgente di ingresso: Video*, S-Video*, Component o HDMI (DTV)
Segnale in ingresso
Normale
16:9
Immagine in rapporto
4:3
Immagine ristretta
Immagine letterbox
Immagine in rapporto
16:9
* Solo XJ-F10X/XJ-F20XN
79
16:10
4:3
Segnali supportati
Importante!
 Anche se un segnale è elencato nella tabella riportata sotto, non si garantisce che si riuscirà a
visualizzare le sue immagini correttamente.
Segnale RGB
VESA
Nome del segnale
Risoluzione
Frequenza orizzontale
(kHz)
Frequenza verticale
(Hz)
640 × 480/60
640 × 480
31,5
60
640 × 480/72
640 × 480
37,9
73
640 × 480/75
640 × 480
37,5
75
640 × 480/85
640 × 480
43,3
85
800 × 600/56
800 × 600
35,2
56
800 × 600/60
800 × 600
37,9
60
800 × 600/72
800 × 600
48,1
72
800 × 600/75
800 × 600
46,9
75
800 × 600/85
800 × 600
53,7
85
1024 × 768/60
1024 × 768
48,4
60
1024 × 768/70
1024 × 768
56,5
70
1024 × 768/75
1024 × 768
60,0
75
1024 × 768/85
1024 × 768
68,7
85
1152 × 864/75
1152 × 864
67,5
75
1280 × 720/60
1280 × 720
45,0
60
1280 × 768/60
1280 × 768
47,8
60
1280 × 800/60
1280 × 800
49,7
60
1280 × 960/60
1280 × 960
60,0
60
1280 × 1024/60
1280 × 1024
64,0
60
1280 × 1024/75
1280 × 1024
80,0
75
1280 × 1024/85
1280 × 1024
91,1
85
1366 × 768/60
1366 × 768
47,7
60
1400 × 1050/60
1400 × 1050
65,3
60
1440 × 900/60
1440 × 900
55,9
60
1600 × 1200/60
1600 × 1200
75,0
60
1680 × 1050/60
1680 × 1050
65,3
60
1920 × 1080/60
1920 × 1080
67,5
60
1920 × 1200RB/60
1920 × 1200
74,0
60
80
Segnale component
HDTV
SDTV
Nome del segnale
Frequenza orizzontale (kHz)
Frequenza verticale (Hz)
1080p/50
56,3
50
1080p/60
67,5
60
720p/50
37,5
50
720p/60
45,0
60
1080i/50
28,1
50
1080i/60
33,7
60
576p/50
31,3
50
576i/50
16,6
50
480p/60
31,5
60
480i/60
15,7
60
Segnale video (Solo serie XJ-F)
Nome del segnale
Frequenza orizzontale (kHz)
NTSC
15,7
Frequenza verticale (Hz)
60
NTSC4.43
15,7
60
PAL
15,6
50
PAL-M
15,7
60
PAL-N
15,6
50
PAL60
15,7
60
SECAM
15,6
50
Segnale HDMI
Nome del segnale
Frequenza orizzontale (kHz)
Frequenza verticale (Hz)
640 × 480/60
31,5
60
800 × 600/60
37,9
60
1024 × 768/60
48,4
60
1280 × 720/60
45,0
60
1280 × 768/60
47,8
60
1280 × 800/60
49,7
60
1280 × 960/60
60
60
1280 × 1024/60
64
60
1400 × 1050/60
65,3
60
1920 × 1080/60
67,5
60
1920 × 1200RB/60
74,0
60
SDTV (480p)
31,5
60
SDTV (576p)
31,25
50
HDTV (720p) (50)
37,5
50
HDTV (720p) (60)
45
60
HDTV (1080i) (50)
28,13
50
HDTV (1080i) (60)
33,75
60
HDTV (1080p) (50)
56,25
50
HDTV (1080p) (60)
67,5
60
81
Controllo RS-232C del proiettore
Quando è presente una connessione seriale tra il proiettore e un computer, è possibile controllare il
proiettore utilizzando i comandi RS-232C inviati dal computer.
Per stabilire una connessione seriale tra il proiettore e un
computer
Collegare il proiettore e il computer come viene mostrato nell’illustrazione riportata sotto.
Serie XJ-V
Proiettore
Computer
Porta SERIAL (RS-232C)
D-Sub 9 pin (femmina)
D-Sub 9 pin (femmina)
Cavo seriale disponibile in commercio (incrociato)
Porta seriale
Serie XJ-F
Proiettore
Computer
Porta SERIAL (RS-232C)
D-Sub 9 pin (femmina)
D-Sub 9 pin (femmina)
Cavo seriale disponibile in commercio (incrociato)
82
Porta seriale
Uso dei comandi di controllo
Questa sezione spiega i comandi che vengono utilizzati per controllare il proiettore da un computer.
Formato di invio comando
Configurare la porta seriale del computer con le seguenti impostazioni.
Protocollo di
comunicazione
Data rate
19200 bps
Bit di dati
8 bit
Parità
Nessuno
Bit di arresto
1 bit
Controllo di flusso
Nessuno
Inviare questo comando quando si desiderano informazioni sulla configurazione attuale del
proiettore di dati.
Formato di invio
(<nome del comando>?)
Formato di ricezione
(<gamma di impostazione del segnale applicabile>,<impostazione
attuale>)
Comando di lettura
Esempio di invio
comando
( VOL ? )
inviato dal computer al proiettore.
4
( 0 - 30 , 15 )
ritornato dal proiettore al computer.
Inviare questo comando per controllare il proiettore di dati (accensione/spegnimento ecc.) e
per scrivere dati ad esso.
Comando di
scrittura
Formato di invio
Esempio di invio
comando
(<nome del comando><valore di impostazione>)
( VOL 0 )
inviato dal computer al proiettore.
4
L’impostazione di volume del proiettore diviene 0.
 Per i dettagli sui nomi di comandi e sulle impostazioni, vedere la “Lista dei comandi”.
 Tutti i comandi utilizzano i caratteri ASCII e numeri interi in formato decimale.
 Il proiettore risponderà con un segno interrogativo (?) quando ad esso viene inviato un comando
che non può riconoscere. Inoltre, qualsiasi comando che tenta di impostare un valore che è fuori
della gamma applicabile consentita, verrà ignorato.
 Se il proiettore sta eseguendo un’elaborazione iniziata dal comando inviato precedentemente,
un’operazione con i tasti del proiettore, o un’operazione con i tasti del telecomando, l’invio del
comando successivo deve attendere finché il proiettore non completa l’elaborazione precedente.
83
Lista dei comandi
 Mentre il proiettore è spento, sono supportate solo le seguenti operazioni. Non tentare di inviare
nessun altro comando al proiettore.
 Accensione/spegnimento: Lettura
 Accensione: Scrittura
 Acquisire tempo luce: Lettura
 L’introduzione di un segnale valido deve essere in progressione per utilizzare un comando per
accendere la schermata vuota o per cambiare il rapporto di formato.
R: Lettura abilitata W: Scrittura abilitata
Nome di
comando
RW
Accensione/spegnimento:
PWR
RW
0: Spento, 1: Acceso
Commutazione ingresso:
0: Commuta la sorgente di ingresso al terminale
COMPUTER, e cambia l’impostazione del terminale
COMPUTER a RGB.
1: Commuta la sorgente di ingresso al terminale
COMPUTER e cambia l’impostazione del terminale
COMPUTER a component.
2: Commuta la sorgente di ingresso a Video.
6: Commuta la sorgente di ingresso al terminale
COMPUTER e cambia l’impostazione del terminale
COMPUTER a Automatico.
7: Commuta la sorgente di ingresso a “HDMI”.
8: Commuta la sorgente di ingresso a “Rete”.
9: Commuta la sorgente di ingresso a “S-Video”.
11: Commuta la sorgente di ingresso a “Visualizzatore file”.
12: Commuta la sorgente di ingresso a “Display USB”.
13: Commuta la sorgente di ingresso a “Strumenti USB
CASIO”.
14: Commuta la sorgente di ingresso a “HDMI2”.
I valori di impostazione 2, 9 e 14 sono validi solo per i
proiettori della serie XJ-F.
I valori di impostazione 8, 11, 12 e 13 sono validi solo per i
proiettori di modello Network.
SRC
RW
0: RGB, 1: Component
2: Video
6: Automat
(RGB/Component)
7: HDMI, 8: Rete
9: S-Video
11: Visualizzatore file
12: Display USB
13: Strumenti USB CASIO
14: HDMI2
Schermata vuota:
Commuta la schermata vuota attivata o disattivata.
BLK
RW
0: Disattivata, 1: Attivata
Volume: Specifica un valore per regolare il livello di volume.
Questa impostazione viene applicata al segnale della
sorgente di ingresso che è attualmente proiettato dal
proiettore.
VOL
RW
da 0 a 30
Modo colore: Seleziona il modo colore.
PST
RW
1: Grafica, 2: Cinema
3: Normale, 4: Lavagna
5: Naturale
Rapporto di formato:
Specifica il rapporto di formato.
L’impostazione 0 è l’impostazione “Normale” quando la
sorgente di ingresso è “RGB” o “HDMI (PC)”, mentre
l’impostazione 2 è l’impostazione “Normale” quando la
sorgente di ingresso è component, “HDMI (DTV)”, “Video”,
o “S-Video”.
ARZ
RW
0: Normale, 1: 16:9
2: Normale, 3: Letterbox
4: Schermo intero, 5: Reale
6: 4:3, 7: 16:10
Acquisire tempo luce:
Acquisisce il tempo luce dal proiettore.
LMP
R
Funzione
84
Impostazioni
0- Unità: Ore
Funzione
Controllo luce:
Configura le impostazioni di Controllo luce e le impostazioni
di Modo controllo luce No. L’impostazione 2 è valida solo
per i proiettori della serie XJ-F.
Nome di
comando
RW
PMD
RW
Impostazioni
0: Luminosità, 1: Normale
2: Sensore luce Sì
3: Emissione luce 7
4: Emissione luce 6
5: Emissione luce 5
6: Emissione luce 4
7: Emissione luce 3
8: Emissione luce 2
9: Emissione luce 1
Freeze: Commuta attivata o disattivata la funzione freeze.
FRZ
RW
0: Disattivata, 1: Attivata
Correzione distorsione trapezoidale:
Specifica l’impostazione della correzione trapezoidale con
un valore che corrisponde alle impostazioni tipiche di
“Correzione distors trapez” del menu di setup riportate
sotto.
0: Correzione distorsione trapezoidale –60
60: Correzione distorsione trapezoidale 0
120: Correzione distorsione trapezoidale +60
Esempio: qui 65 specifica un’impostazione equivalente alla
correzione della distorsione trapezoidale +5.
KST
RW
da 0 a 120
+: KSP
–: KSM
W
da 0 a 120
KEY
W
1: , 2: , 3: , 4: 
5: ENTER, 6: ESC, 10: FUNC
11: MENU, 12: POWER
13: AUTO, 14: INPUT
15: TIMER, 16: ASPECT
17: BLANK, 18: FREEZE
19:
, 20: KEYSTONE +
21: KEYSTONE –
22: D-ZOOM +
23: D-ZOOM –
24: VOLUME +
25: VOLUME –
26: RIPRODUZIONE(R)
27: RITORNO(s)
28: AVANZAMENTO(d)
29: PRECEDENTE(S)
30: SUCCESSIVO(T)
Tipo di impostazione:
Specifica come viene impostato il proiettore relativamente
allo schermo di proiezione.
0: Proiezione ad uno schermo davanti al proiettore*1
1: Proiezione da dietro lo schermo con il proiettore montato
a soffitto*2
2: Proiezione da dietro lo schermo*1
3: Proiezione davanti allo schermo con il proiettore montato
a soffitto*2
POS
RW
da 0 a 3
APO: Utilizzato per cambiare l’impostazione di spegnimento
automatico (impostazione del tempo di azionamento o
spegnimento automatico disabilitato).
APO
RW
0: Disattivato, 1: 5 minuti
2: 10 minuti, 3: 15 minuti
4: 20 minuti, 5: 30 minuti
Errore: Legge lo stato di errore del proiettore.
STS
R
Correzione distorsione trapezoidale +/–:
Aumenta o abbassa l’impostazione attuale di correzione
distorsione trapezoidale di 1.
Tasto: Operazione eseguita quando si preme un tasto.
I valori di impostazione da 26 a 30 sono validi solo per
i proiettori di modello Network.
Nota
 Ciascuna impostazione di comando di KEY
corrisponde ad una tasto del telecomando.
L’operazione del proiettore che viene eseguita in
risposta ad un comando KEY è identica
all’operazione con il tasto corrispondente del
telecomando. Quando si inviano i comandi KEY al
proiettore da un dispositivo esterno, accertarsi che
essi siano inviati nella stessa sequenza con cui le
operazioni con i tasti corrispondenti vengono
eseguite sul telecomando.
85
0: Normale, 1: Errore ventola
2: Errore temperatura
7: Errore luce, 16: Altri errori
Nome di
comando
Funzione
Volume +/–: Aumenta o abbassa l’impostazione del volume
attuale di 1.
RW
Impostazioni
+: VLP
–: VLM
W
Silenziato: Commuta attivata o disattivata la funzione
silenziato.
MUT
RW
0: Disattivata, 1: Attivata
Livello ingresso microfono:
Regola il livello di volume dell’ingresso audio dal terminale
MIC. Questo comando è disponibile solo per i proiettori di
modello Network.
MIC
RW
da 0 a 3
*1 Parte superiore del proiettore rivolta verso l’alto
*2 Parte superiore del proiettore rivolta verso il basso
86
da 0 a 30
GPL e LGPL
(1) Questo prodotto utilizza software (questo software) che fa parte della GNU General Public License
(GPL) e GNU Lesser General Public License (LGPL). Concordemente con GPL e LGPL, il codice
sorgente di questo software è un codice open source. Chiunque desideri visionare il codice open
source, può farlo scaricandolo dal sito di download del proiettore CASIO. Ogniqualvolta si esegue
la copia, modifica o distribuzione di questo software, assicurarsi di farlo concordemente ai termini
e condizioni della GPL e LGPL.
(2) Questo software viene fornito “così come è” senza la garanzia espressa o implicita di qualsiasi
genere. Tuttavia, questa rinuncia non influisce sui termini e condizioni della garanzia del prodotto
stesso (includendo il malfunzionamento dovuto a questo software).
(3) Di seguito vengono riportate le GPL e LGPL di cui questo software fa parte.
87
GNU GENERAL PUBLIC LICENSE
Version 2, June 1991
Copyright (C) 1989, 1991 Free Software Foundation, Inc.
51 Franklin Street, Fifth Floor, Boston, MA 02110-1301, USA
Everyone is permitted to copy and distribute verbatim copies
of this license document, but changing it is not allowed.
Preamble
The licenses for most software are designed to take away your freedom to share and change it. By
contrast, the GNU General Public License is intended to guarantee your freedom to share and change
free software--to make sure the software is free for all its users. This General Public License applies to
most of the Free Software Foundation’s software and to any other program whose authors commit to
using it. (Some other Free Software Foundation software is covered by the GNU Lesser General Public
License instead.) You can apply it to your programs, too.
When we speak of free software, we are referring to freedom, not price. Our General Public Licenses
are designed to make sure that you have the freedom to distribute copies of free software (and charge
for this service if you wish), that you receive source code or can get it if you want it, that you can
change the software or use pieces of it in new free programs; and that you know you can do these
things.
To protect your rights, we need to make restrictions that forbid anyone to deny you these rights or to
ask you to surrender the rights. These restrictions translate to certain responsibilities for you if you
distribute copies of the software, or if you modify it.
For example, if you distribute copies of such a program, whether gratis or for a fee, you must give the
recipients all the rights that you have. You must make sure that they, too, receive or can get the
source code. And you must show them these terms so they know their rights.
We protect your rights with two steps: (1) copyright the software, and (2) offer you this license which
gives you legal permission to copy, distribute and/or modify the software.
Also, for each author’s protection and ours, we want to make certain that everyone understands that
there is no warranty for this free software. If the software is modified by someone else and passed on,
we want its recipients to know that what they have is not the original, so that any problems introduced
by others will not reflect on the original authors’ reputations.
Finally, any free program is threatened constantly by software patents. We wish to avoid the danger
that redistributors of a free program will individually obtain patent licenses, in effect making the
program proprietary. To prevent this, we have made it clear that any patent must be licensed for
everyone’s free use or not licensed at all.
The precise terms and conditions for copying, distribution and modification follow.
88
TERMS AND CONDITIONS FOR COPYING,
DISTRIBUTION AND MODIFICATION
0. This License applies to any program or other work which contains a notice placed by the copyright
holder saying it may be distributed under the terms of this General Public License. The “Program”,
below, refers to any such program or work, and a “work based on the Program” means either the
Program or any derivative work under copyright law: that is to say, a work containing the Program
or a portion of it, either verbatim or with modifications and/or translated into another language.
(Hereinafter, translation is included without limitation in the term “modification”.) Each licensee is
addressed as “you”.
Activities other than copying, distribution and modification are not covered by this License; they
are outside its scope. The act of running the Program is not restricted, and the output from the
Program is covered only if its contents constitute a work based on the Program (independent of
having been made by running the Program). Whether that is true depends on what the Program
does.
1. You may copy and distribute verbatim copies of the Program’s source code as you receive it, in
any medium, provided that you conspicuously and appropriately publish on each copy an
appropriate copyright notice and disclaimer of warranty; keep intact all the notices that refer to this
License and to the absence of any warranty; and give any other recipients of the Program a copy of
this License along with the Program.
You may charge a fee for the physical act of transferring a copy, and you may at your option offer
warranty protection in exchange for a fee.
2. You may modify your copy or copies of the Program or any portion of it, thus forming a work based
on the Program, and copy and distribute such modifications or work under the terms of Section 1
above, provided that you also meet all of these conditions:
a) You must cause the modified files to carry prominent notices stating that you changed the files
and the date of any change.
b) You must cause any work that you distribute or publish, that in whole or in part contains or is
derived from the Program or any part thereof, to be licensed as a whole at no charge to all third
parties under the terms of this License.
c) If the modified program normally reads commands interactively when run, you must cause it,
when started running for such interactive use in the most ordinary way, to print or display an
announcement including an appropriate copyright notice and a notice that there is no warranty
(or else, saying that you provide a warranty) and that users may redistribute the program under
these conditions, and telling the user how to view a copy of this License. (Exception: if the
Program itself is interactive but does not normally print such an announcement, your work
based on the Program is not required to print an announcement.)
89
These requirements apply to the modified work as a whole. If identifiable sections of that work are
not derived from the Program, and can be reasonably considered independent and separate works
in themselves, then this License, and its terms, do not apply to those sections when you distribute
them as separate works. But when you distribute the same sections as part of a whole which is a
work based on the Program, the distribution of the whole must be on the terms of this License,
whose permissions for other licensees extend to the entire whole, and thus to each and every part
regardless of who wrote it.
Thus, it is not the intent of this section to claim rights or contest your rights to work written entirely
by you; rather, the intent is to exercise the right to control the distribution of derivative or collective
works based on the Program.
In addition, mere aggregation of another work not based on the Program with the Program (or with
a work based on the Program) on a volume of a storage or distribution medium does not bring the
other work under the scope of this License.
3. You may copy and distribute the Program (or a work based on it, under Section 2) in object code or
executable form under the terms of Sections 1 and 2 above provided that you also do one of the
following:
a) Accompany it with the complete corresponding machine-readable source code, which must be
distributed under the terms of Sections 1 and 2 above on a medium customarily used for
software interchange; or,
b) Accompany it with a written offer, valid for at least three years, to give any third party, for a
charge no more than your cost of physically performing source distribution, a complete
machine-readable copy of the corresponding source code, to be distributed under the terms of
Sections 1 and 2 above on a medium customarily used for software interchange; or,
c) Accompany it with the information you received as to the offer to distribute corresponding
source code. (This alternative is allowed only for noncommercial distribution and only if you
received the program in object code or executable form with such an offer, in accord with
Subsection b above.)
The source code for a work means the preferred form of the work for making modifications to it.
For an executable work, complete source code means all the source code for all modules it
contains, plus any associated interface definition files, plus the scripts used to control compilation
and installation of the executable. However, as a special exception, the source code distributed
need not include anything that is normally distributed (in either source or binary form) with the
major components (compiler, kernel, and so on) of the operating system on which the executable
runs, unless that component itself accompanies the executable.
If distribution of executable or object code is made by offering access to copy from a designated
place, then offering equivalent access to copy the source code from the same place counts as
distribution of the source code, even though third parties are not compelled to copy the source
along with the object code.
4. You may not copy, modify, sublicense, or distribute the Program except as expressly provided
under this License. Any attempt otherwise to copy, modify, sublicense or distribute the Program is
void, and will automatically terminate your rights under this License. However, parties who have
received copies, or rights, from you under this License will not have their licenses terminated so
long as such parties remain in full compliance.
90
5. You are not required to accept this License, since you have not signed it. However, nothing else
grants you permission to modify or distribute the Program or its derivative works. These actions are
prohibited by law if you do not accept this License. Therefore, by modifying or distributing the
Program (or any work based on the Program), you indicate your acceptance of this License to do
so, and all its terms and conditions for copying, distributing or modifying the Program or works
based on it.
6. Each time you redistribute the Program (or any work based on the Program), the recipient
automatically receives a license from the original licensor to copy, distribute or modify the Program
subject to these terms and conditions. You may not impose any further restrictions on the
recipients’ exercise of the rights granted herein. You are not responsible for enforcing compliance
by third parties to this License.
7. If, as a consequence of a court judgment or allegation of patent infringement or for any other
reason (not limited to patent issues), conditions are imposed on you (whether by court order,
agreement or otherwise) that contradict the conditions of this License, they do not excuse you from
the conditions of this License. If you cannot distribute so as to satisfy simultaneously your
obligations under this License and any other pertinent obligations, then as a consequence you may
not distribute the Program at all. For example, if a patent license would not permit royalty-free
redistribution of the Program by all those who receive copies directly or indirectly through you, then
the only way you could satisfy both it and this License would be to refrain entirely from distribution
of the Program.
If any portion of this section is held invalid or unenforceable under any particular circumstance, the
balance of the section is intended to apply and the section as a whole is intended to apply in other
circumstances.
It is not the purpose of this section to induce you to infringe any patents or other property right
claims or to contest validity of any such claims; this section has the sole purpose of protecting the
integrity of the free software distribution system, which is implemented by public license practices.
Many people have made generous contributions to the wide range of software distributed through
that system in reliance on consistent application of that system; it is up to the author/donor to
decide if he or she is willing to distribute software through any other system and a licensee cannot
impose that choice.
This section is intended to make thoroughly clear what is believed to be a consequence of the rest
of this License.
8. If the distribution and/or use of the Program is restricted in certain countries either by patents or by
copyrighted interfaces, the original copyright holder who places the Program under this License
may add an explicit geographical distribution limitation excluding those countries, so that
distribution is permitted only in or among countries not thus excluded. In such case, this License
incorporates the limitation as if written in the body of this License.
9. The Free Software Foundation may publish revised and/or new versions of the General Public
License from time to time. Such new versions will be similar in spirit to the present version, but may
differ in detail to address new problems or concerns.
Each version is given a distinguishing version number. If the Program specifies a version number of
this License which applies to it and “any later version”, you have the option of following the terms
and conditions either of that version or of any later version published by the Free Software
Foundation. If the Program does not specify a version number of this License, you may choose any
version ever published by the Free Software Foundation.
91
10.If you wish to incorporate parts of the Program into other free programs whose distribution
conditions are different, write to the author to ask for permission. For software which is copyrighted
by the Free Software Foundation, write to the Free Software Foundation; we sometimes make
exceptions for this. Our decision will be guided by the two goals of preserving the free status of all
derivatives of our free software and of promoting the sharing and reuse of software generally.
NO WARRANTY
11.BECAUSE THE PROGRAM IS LICENSED FREE OF CHARGE, THERE IS NO WARRANTY FOR THE
PROGRAM, TO THE EXTENT PERMITTED BY APPLICABLE LAW. EXCEPT WHEN OTHERWISE
STATED IN WRITING THE COPYRIGHT HOLDERS AND/OR OTHER PARTIES PROVIDE THE
PROGRAM “AS IS” WITHOUT WARRANTY OF ANY KIND, EITHER EXPRESSED OR IMPLIED,
INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, THE IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND
FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. THE ENTIRE RISK AS TO THE QUALITY AND
PERFORMANCE OF THE PROGRAM IS WITH YOU. SHOULD THE PROGRAM PROVE
DEFECTIVE, YOU ASSUME THE COST OF ALL NECESSARY SERVICING, REPAIR OR
CORRECTION.
12.IN NO EVENT UNLESS REQUIRED BY APPLICABLE LAW OR AGREED TO IN WRITING WILL ANY
COPYRIGHT HOLDER, OR ANY OTHER PARTY WHO MAY MODIFY AND/OR REDISTRIBUTE
THE PROGRAM AS PERMITTED ABOVE, BE LIABLE TO YOU FOR DAMAGES, INCLUDING ANY
GENERAL, SPECIAL, INCIDENTAL OR CONSEQUENTIAL DAMAGES ARISING OUT OF THE USE
OR INABILITY TO USE THE PROGRAM (INCLUDING BUT NOT LIMITED TO LOSS OF DATA OR
DATA BEING RENDERED INACCURATE OR LOSSES SUSTAINED BY YOU OR THIRD PARTIES
OR A FAILURE OF THE PROGRAM TO OPERATE WITH ANY OTHER PROGRAMS), EVEN IF
SUCH HOLDER OR OTHER PARTY HAS BEEN ADVISED OF THE POSSIBILITY OF SUCH
DAMAGES.
92
END OF TERMS AND CONDITIONS
How to Apply These Terms to Your New Programs
If you develop a new program, and you want it to be of the greatest possible use to the public, the
best way to achieve this is to make it free software which everyone can redistribute and change under
these terms.
To do so, attach the following notices to the program. It is safest to attach them to the start of each
source file to most effectively convey the exclusion of warranty; and each file should have at least the
“copyright” line and a pointer to where the full notice is found.
one line to give the program’s name and an idea of what it does.
Copyright (C) yyyy name of author
This program is
modify it under
as published by
of the License,
free software; you can redistribute it and/or
the terms of the GNU General Public License
the Free Software Foundation; either version 2
or (at your option) any later version.
This program is distributed in the hope that it will be useful,
but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of
MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. See the
GNU General Public License for more details.
You should have received a copy of the GNU General Public License
along with this program; if not, write to the Free Software
Foundation, Inc., 51 Franklin Street, Fifth Floor, Boston, MA 02110-1301, USA.
Also add information on how to contact you by electronic and paper mail.
If the program is interactive, make it output a short notice like this when it starts in an interactive
mode:
Gnomovision version 69, Copyright (C) year name of author
Gnomovision comes with ABSOLUTELY NO WARRANTY; for details
type ‘show w’. This is free software, and you are welcome
to redistribute it under certain conditions; type ‘show c’
for details.
The hypothetical commands ‘show w’ and ‘show c’ should show the appropriate parts of the
General Public License. Of course, the commands you use may be called something other than
‘show w’ and ‘show c’; they could even be mouse-clicks or menu items--whatever suits your
program.
You should also get your employer (if you work as a programmer) or your school, if any, to sign a
“copyright disclaimer” for the program, if necessary. Here is a sample; alter the names:
Yoyodyne, Inc., hereby disclaims all copyright
interest in the program ‘Gnomovision’
(which makes passes at compilers) written
by James Hacker.
signature of Ty Coon, 1 April 1989
Ty Coon, President of Vice
This General Public License does not permit incorporating your program into proprietary programs. If
your program is a subroutine library, you may consider it more useful to permit linking proprietary
applications with the library. If this is what you want to do, use the GNU Lesser General Public License
instead of this License.
93
GNU LESSER GENERAL PUBLIC LICENSE
Version 2.1, February 1999
Copyright (C) 1991, 1999 Free Software Foundation, Inc.
51 Franklin Street, Fifth Floor, Boston, MA 02110-1301 USA
Everyone is permitted to copy and distribute verbatim copies
of this license document, but changing it is not allowed.
[This is the first released version of the Lesser GPL. It also counts
as the successor of the GNU Library Public License, version 2, hence
the version number 2.1.]
Preamble
The licenses for most software are designed to take away your freedom to share and change it. By
contrast, the GNU General Public Licenses are intended to guarantee your freedom to share and
change free software--to make sure the software is free for all its users.
This license, the Lesser General Public License, applies to some specially designated software
packages--typically libraries--of the Free Software Foundation and other authors who decide to use it.
You can use it too, but we suggest you first think carefully about whether this license or the ordinary
General Public License is the better strategy to use in any particular case, based on the explanations
below.
When we speak of free software, we are referring to freedom of use, not price. Our General Public
Licenses are designed to make sure that you have the freedom to distribute copies of free software
(and charge for this service if you wish); that you receive source code or can get it if you want it; that
you can change the software and use pieces of it in new free programs; and that you are informed that
you can do these things.
To protect your rights, we need to make restrictions that forbid distributors to deny you these rights or
to ask you to surrender these rights. These restrictions translate to certain responsibilities for you if
you distribute copies of the library or if you modify it.
For example, if you distribute copies of the library, whether gratis or for a fee, you must give the
recipients all the rights that we gave you. You must make sure that they, too, receive or can get the
source code. If you link other code with the library, you must provide complete object files to the
recipients, so that they can relink them with the library after making changes to the library and
recompiling it. And you must show them these terms so they know their rights.
We protect your rights with a two-step method: (1) we copyright the library, and (2) we offer you this
license, which gives you legal permission to copy, distribute and/or modify the library.
To protect each distributor, we want to make it very clear that there is no warranty for the free library.
Also, if the library is modified by someone else and passed on, the recipients should know that what
they have is not the original version, so that the original author’s reputation will not be affected by
problems that might be introduced by others.
Finally, software patents pose a constant threat to the existence of any free program. We wish to
make sure that a company cannot effectively restrict the users of a free program by obtaining a
restrictive license from a patent holder. Therefore, we insist that any patent license obtained for a
version of the library must be consistent with the full freedom of use specified in this license.
94
Most GNU software, including some libraries, is covered by the ordinary GNU General Public License.
This license, the GNU Lesser General Public License, applies to certain designated libraries, and is
quite different from the ordinary General Public License. We use this license for certain libraries in
order to permit linking those libraries into non-free programs.
When a program is linked with a library, whether statically or using a shared library, the combination of
the two is legally speaking a combined work, a derivative of the original library. The ordinary General
Public License therefore permits such linking only if the entire combination fits its criteria of freedom.
The Lesser General Public License permits more lax criteria for linking other code with the library.
We call this license the “Lesser” General Public License because it does Less to protect the user’s
freedom than the ordinary General Public License. It also provides other free software developers Less
of an advantage over competing non-free programs. These disadvantages are the reason we use the
ordinary General Public License for many libraries. However, the Lesser license provides advantages
in certain special circumstances.
For example, on rare occasions, there may be a special need to encourage the widest possible use of
a certain library, so that it becomes a de-facto standard. To achieve this, non-free programs must be
allowed to use the library. A more frequent case is that a free library does the same job as widely used
non-free libraries. In this case, there is little to gain by limiting the free library to free software only, so
we use the Lesser General Public License.
In other cases, permission to use a particular library in non-free programs enables a greater number of
people to use a large body of free software. For example, permission to use the GNU C Library in nonfree programs enables many more people to use the whole GNU operating system, as well as its
variant, the GNU/Linux operating system.
Although the Lesser General Public License is Less protective of the users’ freedom, it does ensure
that the user of a program that is linked with the Library has the freedom and the wherewithal to run
that program using a modified version of the Library.
The precise terms and conditions for copying, distribution and modification follow. Pay close attention
to the difference between a “work based on the library” and a “work that uses the library”. The former
contains code derived from the library, whereas the latter must be combined with the library in order to
run.
95
TERMS AND CONDITIONS FOR COPYING,
DISTRIBUTION AND MODIFICATION
0. This License Agreement applies to any software library or other program which contains a notice
placed by the copyright holder or other authorized party saying it may be distributed under the
terms of this Lesser General Public License (also called “this License”). Each licensee is addressed
as “you”.
A “library” means a collection of software functions and/or data prepared so as to be conveniently
linked with application programs (which use some of those functions and data) to form
executables.
The “Library”, below, refers to any such software library or work which has been distributed under
these terms. A “work based on the Library” means either the Library or any derivative work under
copyright law: that is to say, a work containing the Library or a portion of it, either verbatim or with
modifications and/or translated straightforwardly into another language. (Hereinafter, translation is
included without limitation in the term “modification”.)
“Source code” for a work means the preferred form of the work for making modifications to it. For
a library, complete source code means all the source code for all modules it contains, plus any
associated interface definition files, plus the scripts used to control compilation and installation of
the library.
Activities other than copying, distribution and modification are not covered by this License; they
are outside its scope. The act of running a program using the Library is not restricted, and output
from such a program is covered only if its contents constitute a work based on the Library
(independent of the use of the Library in a tool for writing it). Whether that is true depends on what
the Library does and what the program that uses the Library does.
1. You may copy and distribute verbatim copies of the Library’s complete source code as you receive
it, in any medium, provided that you conspicuously and appropriately publish on each copy an
appropriate copyright notice and disclaimer of warranty; keep intact all the notices that refer to this
License and to the absence of any warranty; and distribute a copy of this License along with the
Library.
You may charge a fee for the physical act of transferring a copy, and you may at your option offer
warranty protection in exchange for a fee.
2. You may modify your copy or copies of the Library or any portion of it, thus forming a work based
on the Library, and copy and distribute such modifications or work under the terms of Section 1
above, provided that you also meet all of these conditions:
a) The modified work must itself be a software library.
b) You must cause the files modified to carry prominent notices stating that you changed the files
and the date of any change.
c) You must cause the whole of the work to be licensed at no charge to all third parties under the
terms of this License.
96
d) If a facility in the modified Library refers to a function or a table of data to be supplied by an
application program that uses the facility, other than as an argument passed when the facility is
invoked, then you must make a good faith effort to ensure that, in the event an application does
not supply such function or table, the facility still operates, and performs whatever part of its
purpose remains meaningful.
(For example, a function in a library to compute square roots has a purpose that is entirely welldefined independent of the application. Therefore, Subsection 2d requires that any applicationsupplied function or table used by this function must be optional: if the application does not
supply it, the square root function must still compute square roots.)
These requirements apply to the modified work as a whole. If identifiable sections of that work are
not derived from the Library, and can be reasonably considered independent and separate works
in themselves, then this License, and its terms, do not apply to those sections when you distribute
them as separate works. But when you distribute the same sections as part of a whole which is a
work based on the Library, the distribution of the whole must be on the terms of this License,
whose permissions for other licensees extend to the entire whole, and thus to each and every part
regardless of who wrote it.
Thus, it is not the intent of this section to claim rights or contest your rights to work written entirely
by you; rather, the intent is to exercise the right to control the distribution of derivative or collective
works based on the Library.
In addition, mere aggregation of another work not based on the Library with the Library (or with a
work based on the Library) on a volume of a storage or distribution medium does not bring the
other work under the scope of this License.
3. You may opt to apply the terms of the ordinary GNU General Public License instead of this License
to a given copy of the Library. To do this, you must alter all the notices that refer to this License, so
that they refer to the ordinary GNU General Public License, version 2, instead of to this License. (If
a newer version than version 2 of the ordinary GNU General Public License has appeared, then you
can specify that version instead if you wish.) Do not make any other change in these notices.
Once this change is made in a given copy, it is irreversible for that copy, so the ordinary GNU
General Public License applies to all subsequent copies and derivative works made from that copy.
This option is useful when you wish to copy part of the code of the Library into a program that is
not a library.
4. You may copy and distribute the Library (or a portion or derivative of it, under Section 2) in object
code or executable form under the terms of Sections 1 and 2 above provided that you accompany
it with the complete corresponding machine-readable source code, which must be distributed
under the terms of Sections 1 and 2 above on a medium customarily used for software
interchange.
If distribution of object code is made by offering access to copy from a designated place, then
offering equivalent access to copy the source code from the same place satisfies the requirement
to distribute the source code, even though third parties are not compelled to copy the source along
with the object code.
5. A program that contains no derivative of any portion of the Library, but is designed to work with the
Library by being compiled or linked with it, is called a “work that uses the Library”. Such a work, in
isolation, is not a derivative work of the Library, and therefore falls outside the scope of this
License.
97
However, linking a “work that uses the Library” with the Library creates an executable that is a
derivative of the Library (because it contains portions of the Library), rather than a “work that uses
the library”. The executable is therefore covered by this License. Section 6 states terms for
distribution of such executables.
When a “work that uses the Library” uses material from a header file that is part of the Library, the
object code for the work may be a derivative work of the Library even though the source code is
not. Whether this is true is especially significant if the work can be linked without the Library, or if
the work is itself a library. The threshold for this to be true is not precisely defined by law.
If such an object file uses only numerical parameters, data structure layouts and accessors, and
small macros and small inline functions (ten lines or less in length), then the use of the object file is
unrestricted, regardless of whether it is legally a derivative work. (Executables containing this
object code plus portions of the Library will still fall under Section 6.)
Otherwise, if the work is a derivative of the Library, you may distribute the object code for the work
under the terms of Section 6. Any executables containing that work also fall under Section 6,
whether or not they are linked directly with the Library itself.
6. As an exception to the Sections above, you may also combine or link a “work that uses the Library”
with the Library to produce a work containing portions of the Library, and distribute that work
under terms of your choice, provided that the terms permit modification of the work for the
customer’s own use and reverse engineering for debugging such modifications.
You must give prominent notice with each copy of the work that the Library is used in it and that
the Library and its use are covered by this License. You must supply a copy of this License. If the
work during execution displays copyright notices, you must include the copyright notice for the
Library among them, as well as a reference directing the user to the copy of this License. Also, you
must do one of these things:
a) Accompany the work with the complete corresponding machine-readable source code for the
Library including whatever changes were used in the work (which must be distributed under
Sections 1 and 2 above); and, if the work is an executable linked with the Library, with the
complete machine-readable “work that uses the Library”, as object code and/or source code,
so that the user can modify the Library and then relink to produce a modified executable
containing the modified Library. (It is understood that the user who changes the contents of
definitions files in the Library will not necessarily be able to recompile the application to use the
modified definitions.)
b) Use a suitable shared library mechanism for linking with the Library. A suitable mechanism is
one that (1) uses at run time a copy of the library already present on the user’s computer
system, rather than copying library functions into the executable, and (2) will operate properly
with a modified version of the library, if the user installs one, as long as the modified version is
interface-compatible with the version that the work was made with.
c) Accompany the work with a written offer, valid for at least three years, to give the same user the
materials specified in Subsection 6a, above, for a charge no more than the cost of performing
this distribution.
d) If distribution of the work is made by offering access to copy from a designated place, offer
equivalent access to copy the above specified materials from the same place.
e) Verify that the user has already received a copy of these materials or that you have already sent
this user a copy.
98
For an executable, the required form of the “work that uses the Library” must include any data and
utility programs needed for reproducing the executable from it. However, as a special exception,
the materials to be distributed need not include anything that is normally distributed (in either
source or binary form) with the major components (compiler, kernel, and so on) of the operating
system on which the executable runs, unless that component itself accompanies the executable.
It may happen that this requirement contradicts the license restrictions of other proprietary libraries
that do not normally accompany the operating system. Such a contradiction means you cannot
use both them and the Library together in an executable that you distribute.
7. You may place library facilities that are a work based on the Library side-by-side in a single library
together with other library facilities not covered by this License, and distribute such a combined
library, provided that the separate distribution of the work based on the Library and of the other
library facilities is otherwise permitted, and provided that you do these two things:
a) Accompany the combined library with a copy of the same work based on the Library,
uncombined with any other library facilities. This must be distributed under the terms of the
Sections above.
b) Give prominent notice with the combined library of the fact that part of it is a work based on the
Library, and explaining where to find the accompanying uncombined form of the same work.
8. You may not copy, modify, sublicense, link with, or distribute the Library except as expressly
provided under this License. Any attempt otherwise to copy, modify, sublicense, link with, or
distribute the Library is void, and will automatically terminate your rights under this License.
However, parties who have received copies, or rights, from you under this License will not have
their licenses terminated so long as such parties remain in full compliance.
9. You are not required to accept this License, since you have not signed it. However, nothing else
grants you permission to modify or distribute the Library or its derivative works. These actions are
prohibited by law if you do not accept this License. Therefore, by modifying or distributing the
Library (or any work based on the Library), you indicate your acceptance of this License to do so,
and all its terms and conditions for copying, distributing or modifying the Library or works based on
it.
10.Each time you redistribute the Library (or any work based on the Library), the recipient
automatically receives a license from the original licensor to copy, distribute, link with or modify the
Library subject to these terms and conditions. You may not impose any further restrictions on the
recipients’ exercise of the rights granted herein. You are not responsible for enforcing compliance
by third parties with this License.
11.If, as a consequence of a court judgment or allegation of patent infringement or for any other
reason (not limited to patent issues), conditions are imposed on you (whether by court order,
agreement or otherwise) that contradict the conditions of this License, they do not excuse you from
the conditions of this License. If you cannot distribute so as to satisfy simultaneously your
obligations under this License and any other pertinent obligations, then as a consequence you may
not distribute the Library at all. For example, if a patent license would not permit royalty-free
redistribution of the Library by all those who receive copies directly or indirectly through you, then
the only way you could satisfy both it and this License would be to refrain entirely from distribution
of the Library.
If any portion of this section is held invalid or unenforceable under any particular circumstance, the
balance of the section is intended to apply, and the section as a whole is intended to apply in other
circumstances.
99
It is not the purpose of this section to induce you to infringe any patents or other property right
claims or to contest validity of any such claims; this section has the sole purpose of protecting the
integrity of the free software distribution system which is implemented by public license practices.
Many people have made generous contributions to the wide range of software distributed through
that system in reliance on consistent application of that system; it is up to the author/donor to
decide if he or she is willing to distribute software through any other system and a licensee cannot
impose that choice.
This section is intended to make thoroughly clear what is believed to be a consequence of the rest
of this License.
12.If the distribution and/or use of the Library is restricted in certain countries either by patents or by
copyrighted interfaces, the original copyright holder who places the Library under this License may
add an explicit geographical distribution limitation excluding those countries, so that distribution is
permitted only in or among countries not thus excluded. In such case, this License incorporates
the limitation as if written in the body of this License.
13.The Free Software Foundation may publish revised and/or new versions of the Lesser General
Public License from time to time. Such new versions will be similar in spirit to the present version,
but may differ in detail to address new problems or concerns.
Each version is given a distinguishing version number. If the Library specifies a version number of
this License which applies to it and “any later version”, you have the option of following the terms
and conditions either of that version or of any later version published by the Free Software
Foundation. If the Library does not specify a license version number, you may choose any version
ever published by the Free Software Foundation.
14.If you wish to incorporate parts of the Library into other free programs whose distribution
conditions are incompatible with these, write to the author to ask for permission. For software
which is copyrighted by the Free Software Foundation, write to the Free Software Foundation; we
sometimes make exceptions for this. Our decision will be guided by the two goals of preserving the
free status of all derivatives of our free software and of promoting the sharing and reuse of software
generally.
NO WARRANTY
15.BECAUSE THE LIBRARY IS LICENSED FREE OF CHARGE, THERE IS NO WARRANTY FOR THE
LIBRARY, TO THE EXTENT PERMITTED BY APPLICABLE LAW. EXCEPT WHEN OTHERWISE
STATED IN WRITING THE COPYRIGHT HOLDERS AND/OR OTHER PARTIES PROVIDE THE
LIBRARY “AS IS” WITHOUT WARRANTY OF ANY KIND, EITHER EXPRESSED OR IMPLIED,
INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, THE IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND
FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. THE ENTIRE RISK AS TO THE QUALITY AND
PERFORMANCE OF THE LIBRARY IS WITH YOU. SHOULD THE LIBRARY PROVE DEFECTIVE,
YOU ASSUME THE COST OF ALL NECESSARY SERVICING, REPAIR OR CORRECTION.
16.IN NO EVENT UNLESS REQUIRED BY APPLICABLE LAW OR AGREED TO IN WRITING WILL ANY
COPYRIGHT HOLDER, OR ANY OTHER PARTY WHO MAY MODIFY AND/OR REDISTRIBUTE
THE LIBRARY AS PERMITTED ABOVE, BE LIABLE TO YOU FOR DAMAGES, INCLUDING ANY
GENERAL, SPECIAL, INCIDENTAL OR CONSEQUENTIAL DAMAGES ARISING OUT OF THE USE
OR INABILITY TO USE THE LIBRARY (INCLUDING BUT NOT LIMITED TO LOSS OF DATA OR
DATA BEING RENDERED INACCURATE OR LOSSES SUSTAINED BY YOU OR THIRD PARTIES
OR A FAILURE OF THE LIBRARY TO OPERATE WITH ANY OTHER SOFTWARE), EVEN IF SUCH
HOLDER OR OTHER PARTY HAS BEEN ADVISED OF THE POSSIBILITY OF SUCH DAMAGES.
100
END OF TERMS AND CONDITIONS
How to Apply These Terms to Your New Libraries
If you develop a new library, and you want it to be of the greatest possible use to the public, we
recommend making it free software that everyone can redistribute and change. You can do so by
permitting redistribution under these terms (or, alternatively, under the terms of the ordinary General
Public License).
To apply these terms, attach the following notices to the library. It is safest to attach them to the start
of each source file to most effectively convey the exclusion of warranty; and each file should have at
least the “copyright” line and a pointer to where the full notice is found.
one line to give the library’s name and an idea of what it does.
Copyright (C) year name of author
This library is free software; you can redistribute it and/or
modify it under the terms of the GNU Lesser General Public
License as published by the Free Software Foundation; either
version 2.1 of the License, or (at your option) any later version.
This library is distributed in the hope that it will be useful,
but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of
MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. See the GNU
Lesser General Public License for more details.
You should have received a copy of the GNU Lesser General Public
License along with this library; if not, write to the Free Software
Foundation, Inc., 51 Franklin Street, Fifth Floor, Boston, MA 02110-1301
USA
Also add information on how to contact you by electronic and paper mail.
You should also get your employer (if you work as a programmer) or your school, if any, to sign a
“copyright disclaimer” for the library, if necessary. Here is a sample; alter the names:
Yoyodyne, Inc., hereby disclaims all copyright interest in
the library ‘Frob’ (a library for tweaking knobs) written
by James Random Hacker.
signature of Ty Coon, 1 April 1990
Ty Coon, President of Vice
That’s all there is to it!
101
MA1704-C
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Related manuals

Download PDF

advertising