Garmin | GPSMAP® 722xs | Garmin GPSMAP® 722xs Manuale Utente

Garmin GPSMAP® 722xs Manuale Utente
GPSMAP SERIE 7X2/9X2
®
Manuale Utente
© 2019 Garmin Ltd. o sue affiliate
Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente il presente manuale senza il consenso scritto di Garmin. Garmin si riserva il diritto
di modificare o migliorare i prodotti e di apportare modifiche al contenuto del presente manuale senza obbligo di preavviso nei confronti di persone o organizzazioni. Visitare il sito Web
www.garmin.com per gli attuali aggiornamenti e ulteriori informazioni sull'uso del prodotto.
Garmin , il logo Garmin, ActiveCaptain , ANT , BlueChart , FUSION , GPSMAP , inReach , Ultrascroll e VIRB sono marchi di Garmin Ltd. o delle società affiliate, registrati negli Stati Uniti e in
altri Paesi. ActiveCaptain , Apollo™, Connect IQ™, ECHOMAP™, Fantom™, FUSION-Link™, FUSION PartyBus™, Garmin ClearVü™, Garmin Connect™, Garmin Express™, Garmin Nautix™, Garmin
Quickdraw™, GC™, GCV™, GMM™, GMR™, GRID™, GXM™, HomePort™, LiveScope™, MotionScope™, OneChart™, OneHelm™, Panoptix™, Reactor™, Shadow Drive™, SmartMode™ e SteadyCast™
sono marchi di Garmin Ltd. o delle società affiliate. L'uso di tali marchi non è consentito senza consenso esplicito da parte di Garmin.
®
®
®
®
®
®
®
®
®
®
Apple è un marchio di Apple Inc., registrato negli Stati Uniti e in altri Paesi. Android™ è un marchio di Google™ Inc. Il marchio e i logo BLUETOOTH appartengono a Bluetooth SIG, Inc. e il loro
uso da parte di Garmin è concesso su licenza. CZone™ è un marchio di Power Products, LLC. FLIR è un marchio registrato di FLIR Systems, Inc. NMEA , NMEA 2000 e il logo NMEA 2000
sono marchi registrati della National Marine Electronics Association. microSD e il logo microSD sono marchi registrati di SD-3C, LLC. SiriusXM è un marchio registrato di SiriusXM Radio Inc.
Wi‑Fi è un marchio registrato di Wi-Fi Alliance Corporation. Windows è un marchio registrato di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi. Yamaha , il logo Yamaha, Command Link
Plus e Helm Master sono marchi di YAMAHA Motor Co., LTD. Tutti gli altri marchi e copyright appartengono ai rispettivi proprietari.
®
®
®
®
®
®
®
®
®
®
®
®
Sommario
Introduzione.................................................................... 1
Panoramica del dispositivo ......................................................... 1
Vista dei connettori ................................................................ 1
Uso del touchscreen .............................................................. 1
Pulsanti visualizzati ................................................................ 1
Blocco e sblocco del touchscreen ......................................... 1
Suggerimenti e collegamenti (modelli MFD) ............................... 1
Accesso ai Manuali utente sul chartplotter ................................. 2
Download dei manuali dal Web .................................................. 2
Centro assistenza Garmin .......................................................... 2
Inserire le schede di memoria ..................................................... 2
Acquisizione del segnale satellitare GPS ................................... 2
Selezionare l'origine dei dati GPS ......................................... 2
Personalizzazione del chartplotter............................... 2
Schermata principale .................................................................. 2
Aggiungere una pagina nei Favoriti ....................................... 3
Personalizzazione delle pagine .................................................. 3
Personalizzazione del layout di una pagina SmartMode o
combinata .............................................................................. 3
Cambiare l'immagine di sfondo .............................................. 3
Personalizzazione della schermata di avvio .......................... 3
Dimensioni consigliate per le immagini di avvio ................ 3
Aggiunta di un layout SmartMode .......................................... 3
Creazione di una pagina Nuova combinazione ..................... 3
Eliminare la pagina di una combinazione .............................. 4
Personalizzazione dei dati overlay ........................................ 4
Ripristinare i layout delle stazioni ........................................... 4
Preselezioni ................................................................................ 4
Salvare una nuova preselezione ........................................... 4
Gestire le preselezioni ........................................................... 4
Impostare il tipo di imbarcazione ................................................ 4
Regolazione della retroilluminazione .......................................... 4
Regolare il modo colore .............................................................. 5
Accensione automatica del chartplotter ...................................... 5
Spegnimento automatico del sistema ......................................... 5
App ActiveCaptain ......................................................... 5
Ruoli ActiveCaptain .................................................................... 5
Introduzione all'app ActiveCaptain ............................................. 5
Attivazione delle Smart Notification ............................................ 5
Ricezione di notifiche ............................................................. 6
Gestione delle notifiche .......................................................... 6
Aggiornamento sofware con l'app ActiveCaptain ....................... 6
Aggiornamento delle cartografie con ActiveCaptain ................... 6
Comunicazione con i dispositivi wireless................... 7
Rete Wi‑Fi ................................................................................... 7
Configurare la rete wireless Wi‑Fi .......................................... 7
Connettere un dispositivo wireless al chartplotter ................. 7
Cambiare il canale wireless ................................................... 7
Cambiare l'host Wi‑Fi ............................................................. 7
Telecomando wireless ................................................................ 7
Associare il telecomando wireless al chartplotter .................. 7
Attivazione e disattivazione della retroilluminazione del
telecomando .......................................................................... 7
Disconnessione del telecomando da tutti i chartplotter ......... 7
Sensore vento wireless ............................................................... 7
Connessione di un sensore wireless al chartplotter .............. 7
Regolazione dell'orientamento del sensore del vento ........... 7
Visualizzare i dati dell'imbarcazione su un orologio Garmin ....... 7
Visualizzazione dei dati dell'imbarcazione su un dispositivo
Garmin Nautix™ ......................................................................... 8
Carte e visualizzazioni 3D.............................................. 8
Carta di navigazione e Mappa pesca ......................................... 8
Zoom avanti e indietro utilizzando il touchscreen .................. 8
Sommario
Simboli sulla carta .................................................................. 8
Misurare una distanza sulla carta .......................................... 8
Creazione di un waypoint sulla carta ..................................... 9
Visualizzare la posizione e le informazioni di un oggetto sulla
carta ....................................................................................... 9
Visualizzare i dettagli dei navaid ............................................ 9
Navigazione verso un punto della mappa .............................. 9
Cartografie premium ................................................................... 9
Vista mappa Fish Eye 3D ...................................................... 9
Visualizzare le informazioni della stazione di marea ........... 10
Indicatori animati di marea e corrente ............................. 10
Visualizzazione degli indicatori di marea e corrente ....... 10
Visualizzare immagini satellitari sulla carta di
navigazione .......................................................................... 10
Visualizzare foto aeree dei punti di riferimento .................... 10
AIS (Automatic Identification System) ...................................... 10
Simboli per i target AIS ........................................................ 11
Direzione e rotta proiettata dei target AIS attivati ................ 11
Attivare un target per un'imbarcazione AIS ......................... 11
Visualizzare le informazioni di un'imbarcazione AIS
attivata come target ......................................................... 11
Disattivare un target per un'imbarcazione AIS ................ 11
Visualizzare un elenco di pericoli AIS e MARPA ................. 11
Impostare l'allarme di zona sicura ....................................... 11
Ausili AIS alla navigazione ................................................... 11
Segnali di emergenza AIS ................................................... 12
Navigare verso una trasmissione di segnali di
emergenza ...................................................................... 12
Simboli dei target dei dispositivi per le segnalazioni di
emergenza AIS ............................................................... 12
Abilitare gli avvisi dei test di trasmissione AIS ................ 12
Disattivare la ricezione dei dati AIS ..................................... 12
Menu Carta ............................................................................... 12
Livelli carta ........................................................................... 12
Impostazione del livello Carta ......................................... 13
Impostazione del livello Profondità ................................. 13
Impostazioni del livello La mia imbarcazione .................. 13
Impostazioni delle layline ................................................ 13
Impostazioni del livello Dati utente .................................. 13
Impostazioni del livello Altre imbarcazioni ....................... 13
Impostazione del livello Acqua ........................................ 13
Range ombreggiatura della profondità ............................ 14
Impostazione del livello Meteo ........................................ 14
Impostazioni Radar overlay ............................................. 14
Impostazioni carta ................................................................ 14
Impostazioni Fish Eye 3D .................................................... 14
Mappe supportate ..................................................................... 15
Mappe Garmin Quickdraw Contours.......................... 15
Personalizzazione della cartografia con la funzione Garmin
Quickdraw Contours ................................................................. 15
Aggiunta di un’etichetta a una mappa Garmin Quickdraw
Contours ................................................................................... 15
Garmin Quickdraw Community ................................................. 15
Connessione alla community Garmin Quickdraw con
ActiveCaptain ....................................................................... 15
Download delle mappe della community Garmin
Quickdraw utilizzando ActiveCaptain .............................. 15
Condivisione delle mappe Garmin Quickdraw Contours
con la community Garmin Quickdraw tramite
ActiveCaptain .................................................................. 15
Connessione alla community Garmin Quickdraw con Garmin
Connect ................................................................................ 16
Condivisione delle mappe Garmin Quickdraw Contours
con la community Garmin Quickdraw tramite Garmin
Connect ........................................................................... 16
i
Download delle mappe della community Garmin
Quickdraw utilizzando Garmin Connect .......................... 16
Impostazioni Garmin Quickdraw Contours ............................... 16
Navigare con un chartplotter ...................................... 16
Domande di base sulla navigazione ......................................... 17
Destinazioni .............................................................................. 17
Cercare una destinazione in base al nome ......................... 17
Scegliere una destinazione mediante la carta di
navigazione .......................................................................... 17
Cercare servizi nautici .......................................................... 17
Impostare e seguire una rotta utilizzando la funzione Vai
a ........................................................................................... 17
Interruzione della navigazione ............................................. 18
Waypoint ................................................................................... 18
Creazione di un waypoint nella posizione corrente ............. 18
Creazione di un waypoint in un'altra posizione .................... 18
Contrassegnare una posizione SOS ................................... 18
Proiezione di un waypoint .................................................... 18
Visualizzare l'elenco di tutti i waypoint ................................. 18
Modificare un waypoint salvato ............................................ 18
Spostare un waypoint salvato .............................................. 18
Cercare e navigare verso un waypoint salvato .................... 18
Eliminare un waypoint o una posizione MOB ...................... 19
Eliminare tutti i waypoint ...................................................... 19
Rotte ......................................................................................... 19
Creazione e navigazione di una rotta dalla posizione
corrente ................................................................................ 19
Creare e salvare una rotta ................................................... 19
Visualizzare un elenco di rotte e tracce Auto Guidance ...... 19
Modificare una rotta salvata ................................................. 19
Cercare e seguire una rotta salvata ..................................... 19
Cercare e seguire in parallelo una rotta salvata .................. 19
Avvio di un modello di ricerca .............................................. 20
Eliminare una rotta salvata .................................................. 20
Eliminare tutte le rotte salvate .............................................. 20
Auto Guidance .......................................................................... 20
Impostare e seguire una rotta Auto Guidance ..................... 20
Creare e salvare una rotta Auto Guidance .......................... 20
Modificare una rotta Auto Guidance salvata ........................ 20
Annullare un calcolo Auto Guidance .................................... 20
Impostare un arrivo con orario ............................................. 20
Configurazioni della rotta Auto Guidance ............................ 20
Regolare la distanza dalla riva ........................................ 21
Tracce ....................................................................................... 21
Visualizzare le tracce ........................................................... 21
Impostare il colore della traccia attiva .................................. 21
Salvare la traccia attiva ........................................................ 21
Visualizzare l'elenco delle tracce salvate ............................. 21
Modificare una traccia salvata ............................................. 21
Salvare una traccia in una rotta ........................................... 22
Cercare e seguire una traccia salvata ................................. 22
Eliminare una traccia salvata ............................................... 22
Eliminare tutte le tracce salvate ........................................... 22
Come ritracciare la traccia attiva .......................................... 22
Cancellare la traccia attiva ................................................... 22
Gestire la memoria del registro traccia durante la
registrazione ........................................................................ 22
Configurare l'intervallo di registrazione del registro
traccia .................................................................................. 22
Confini .......................................................................................22
Creazione di un confine ....................................................... 22
Conversione di una rotta in un confine ................................ 22
Conversione di una traccia in un confine ............................. 22
Modifica di un confine .......................................................... 22
Collegamento di un confine a un layout SmartMode ........... 23
Impostazione di un allarme di confine ................................. 23
ii
Eliminazione di un confine ................................................... 23
Eliminare tutti i waypoint, le rotte e le tracce salvate ................ 23
Caratteristiche della navigazione a vela.................... 23
Impostare il tipo di imbarcazione .............................................. 23
Regate ...................................................................................... 23
Starting Line Guidance ........................................................ 23
Impostazione della linea di partenza ............................... 23
Utilizzare la funzione Starting Line Guidance ................. 23
Avvio del Race Timer ........................................................... 23
Interruzione del Race Timer ................................................. 24
Impostare la distanza tra la prua e l'antenna GPS .............. 24
Impostazioni delle layline .......................................................... 24
Impostazione dell'offset della chiglia ........................................ 24
Funzionamento dell'autopilota per imbarcazioni a vela ............ 24
Mantenimento vento ............................................................ 24
Impostazione del tipo di vento mantenuto ...................... 24
Attivare il mantenimento vento ........................................ 24
Attivare il mantenimento vento dal mantenimento
direzione .......................................................................... 25
Regolazione dell'angolo di mantenimento del vento con il
pilota automatico ............................................................. 25
Virata e strambata ................................................................ 25
Virata o strambata in mantenimento direzione ............... 25
Virata o strambata in mantenimento vento ..................... 25
Impostazione di un ritardo virata/strambata .................... 25
Attivazione dell'inibitore strambata .................................. 25
Configurare la risposta dell'autopilota .................................. 25
Linea di prua e marker .............................................................. 25
Impostazione della linea di prua e dei marker ..................... 25
Fishfinder ecoscandaglio............................................ 25
Interrompere la trasmissione dell'ecoscandaglio ...................... 26
Modificare la pagina Ecoscandaglio ......................................... 26
Pagina ecoscandaglio Tradizionale .......................................... 26
Visualizzazione dell'ecoscandaglio a frequenza doppia ...... 26
Visualizzazione ecoscandaglio a zoom diviso ..................... 26
Vista ecoscandaglio Garmin ClearVü ....................................... 26
Pagine ecoscandaglio SideVü .................................................. 26
Tecnologia di scansione SideVü .......................................... 26
Misurare la distanza sulla schermata Ecoscandaglio .......... 27
PanoptixPagine ecoscandaglio ................................................ 27
Pagina ecoscandaglio LiveVü sotto ..................................... 27
Pagina ecoscandaglio LiveVü avanti ................................... 27
Pagina ecoscandaglio RealVü 3D avanti ............................. 27
Pagina ecoscandaglio RealVü 3D Down ............................. 28
Pagina ecoscandaglio Cronologia RealVü 3D ..................... 28
Pagine ecoscandaglio FrontVü ............................................ 28
Vista ecoscandaglio Panoptix LiveScope™ ........................ 28
Selezione del tipo di trasduttore ............................................... 28
Selezionare un'origine dati dell'ecoscandaglio ......................... 28
Rinominare un'origine dati dell'ecoscandaglio ..................... 28
Creare un waypoint nella schermata Ecoscandaglio ................ 29
Mettere in pausa la lettura dell'ecoscandaglio .......................... 29
Visualizzare la cronologia dell'ecoscandaglio ........................... 29
Condividere i dati dell'ecoscandaglio ........................................ 29
Regolare il livello di dettaglio .................................................... 29
Regolare l'intensità del colore ................................................... 29
Registrazioni ecoscandaglio ..................................................... 29
Registrazione dei dati dell'ecoscandaglio ............................ 29
Interrompere la registrazione dell'ecoscandaglio ................. 29
Eliminare una registrazione ecoscandaglio ......................... 30
Riproduzione delle registrazioni dell'ecoscandaglio ............ 30
Set Up ecoscandaglio Tradizionale, Garmin ClearVü e
SideVü ...................................................................................... 30
Impostare lo zoom nella pagina ecoscandaglio ................... 30
Impostare la velocità di scorrimento .................................... 30
Sommario
Regolazione dell'intervallo della scala di profondità o
larghezza ............................................................................. 30
Impostazioni relative al rifiuto rumori dell'ecoscandaglio ..... 31
Impostare l'aspetto dell'ecoscandaglio ................................ 31
Allarmi ecoscandaglio .......................................................... 31
Impostazioni avanzate dell'ecoscandaglio ........................... 32
Impostazioni per l'installazione di un trasduttore Tradizionale,
Garmin ClearVü e SideVü .................................................... 32
Frequenze dell'ecoscandaglio ............................................. 32
Selezione della frequenza del trasduttore ....................... 32
Creare una frequenza preimpostata ............................... 32
Attivare l'A-Scope ................................................................ 33
Set up ecoscandaglio Panoptix ................................................ 33
Ingrandimento di una pagina ecoscandaglio Panoptix LiveVü
o LiveScope ......................................................................... 33
Regolazione dell'angolo di visualizzazione RealVü e del
livello zoom .......................................................................... 33
Regolazione della velocità di scansione RealVü ................. 33
Menu dell'ecoscandaglio LiveVü Forward e FrontVü ........... 33
Impostazione dell'angolo di trasmissione di LiveVü e del
trasduttore FrontVü ......................................................... 34
Impostazione dell'allarme di minima FrontVü ................. 34
Impostazioni sull'aspetto di LiveVü e FrontVü ..................... 34
Impostazioni sull'aspetto di RealVü ..................................... 34
Impostazioni di installazione del trasduttore Panoptix ......... 34
Impostazione dell'offset della prua .................................. 35
Calibrazione della bussola .............................................. 35
Radar ............................................................................. 35
Interpretazione del radar .......................................................... 35
Radar Overlay ...................................................................... 35
Sovraimpressione del radar e allineamento dei dati della
mappa .................................................................................. 36
Trasmissione di segnali radar ................................................... 36
Interrompere la trasmissione radar ...................................... 36
Configurazione della modalità di trasmissione
temporizzata ........................................................................ 36
Attivazione e regolazione della zona di non trasmissione del
radar ..................................................................................... 36
Regolazione della portata del radar .......................................... 36
Suggerimenti per la scelta della scala radar ........................ 36
Tecnologia radar Doppler MotionScope™ ............................... 36
Attivazione della zona di guardia .............................................. 37
Impostare una zona di guardia circolare .............................. 37
Definire una zona di guardia parziale .................................. 37
MARPA ..................................................................................... 37
Simboli per i bersagli MARPA .............................................. 37
Assegnare un'etichetta MARPA a un oggetto ...................... 37
Rimuovere un'etichetta MARPA da un oggetto
contrassegnato .................................................................... 37
Visualizzare informazioni su un oggetto attivato come
bersaglio MARPA ................................................................. 37
Visualizzare un elenco di pericoli AIS e MARPA ................. 37
Visualizzare imbarcazioni AIS nella schermata radar .......... 37
VRM ed EBL ........................................................................ 38
Visualizzare e regolare gli indicatori VRM ed EBL .......... 38
Misurare la distanza e la direzione di un bersaglio ......... 38
EchoTrails ................................................................................. 38
Attivazione della funzione echo trails ................................... 38
Regolazione degli echo trails ............................................... 38
Cancellazione delle tracce ................................................... 38
Ottimizzazione della pagina radar ............................................ 38
Disturbi e guadagno del radar ............................................. 38
Regolazione automatica del guadagno del radar ........... 38
Regolare manualmente il guadagno del radar ................ 38
Ridurre le interferenze dei grandi oggetti vicini
all'imbarcazione .............................................................. 39
Sommario
Riduzione degli echi dei lobi laterali nella schermata
Radar .............................................................................. 39
Regolare automaticamente il Sea Clutter nella pagina
Radar .............................................................................. 39
Regolare manualmente il Sea Clutter nella pagina
Radar .............................................................................. 39
Regolazione del disturbo della pioggia nella schermata
radar ................................................................................ 39
Riduzione dei disturbi nella schermata Radar ................ 39
Menu delle opzioni del radar ................................................ 39
Radar Setup ......................................................................... 40
Impostazioni dell'aspetto del radar ...................................... 40
Impostazioni di installazione del radar ................................. 40
Scostamento nella parte anteriore dell'imbarcazione ..... 40
Impostazione di un offset per l'antenna .......................... 40
Selezionare l'antenna radar ...................................................... 40
Modificare la modalità radard ................................................... 40
Autopilota...................................................................... 40
Apertura della schermata autopilota ......................................... 41
Schermata Autopilota ............................................................... 41
Regolare l'incremento della correzione di direzione per
gradi ..................................................................................... 41
Impostare il Gain Timone ..................................................... 41
Attivazione di Shadow Drive™ ............................................. 41
Selezione della sorgente HDG preferita .............................. 41
Barra autopilota in sovrimpressione ......................................... 41
Attivare l'autopilota ................................................................... 41
Regolare la direzione con il timone ...................................... 41
Regolazione della direzione del chartplotter in modalità di
correzione per gradi ............................................................. 42
Percorsi impostati ..................................................................... 42
Seguire il percorso Inverti rotta ............................................ 42
Impostare e seguire il percorso circolare ............................. 42
Impostare e seguire un percorso a zigzag ........................... 42
Seguire il percorso Manovra di Williamson .......................... 42
Seguire un percorso Orbita .................................................. 42
Impostare e seguire il percorso Trifoglio .............................. 42
Impostare e seguire un percorso Ricerca ............................ 42
Annullare un percorso impostato ......................................... 42
Attivare i comandi dell'autopilota da un orologio Garmin .......... 42
Personalizzare le azioni dei pulsanti dell'autopilota ............. 42
Telecomando dell'autopilota Reactor™ .................................... 43
Associazione del telecomando dell'autopilota Reactor al
chartplotter ........................................................................... 43
Modifica delle funzioni dei tasti azione del telecomando
dell'autopilota Reactor ......................................................... 43
Aggiornamento del software del telecomando dell'autopilota
Reactor ................................................................................ 43
Controllo del Trolling Motor Force™.......................... 43
Connessione a un Trolling Motor .............................................. 43
Aggiunta dei comandi del Trolling Motor alle schermate .......... 44
Barra di controllo del trolling motor ...................................... 44
Impostazioni del Trolling Motor ................................................. 44
Assegnazione di una scelta rapida ai tasti del telecomando
del trolling motor .................................................................. 44
Calibrazione della bussola del trolling motor ....................... 44
Impostazione dell'offset della prua ....................................... 44
DSC (Digital Selective Calling).................................... 45
Chartplotter e VHF in rete ......................................................... 45
Attivazione del DSC .................................................................. 45
Elenco DSC .............................................................................. 45
Visualizzare l'elenco DSC .................................................... 45
Aggiungere un contatto DSC ............................................... 45
Ricezione di chiamate di emergenza ........................................ 45
Navigare verso un'imbarcazione in emergenza ................... 45
iii
Chiamate di emergenza Uomo a mare effettuate da una radio
VHF ...................................................................................... 45
Eseguire una chiamata DSC-MOB e SOS dal chartplotter .. 45
Tracciamento della posizione ................................................... 45
Visualizzare un rapporto posizione ...................................... 45
Navigare verso un'imbarcazione agganciata ....................... 45
Creare waypoint alla posizione dell'imbarcazione
agganciata ........................................................................... 45
Modificare le informazioni di una chiamata DSC ................. 45
Eliminare una chiamata DSC ............................................... 46
Visualizzare le tracce sulla mappa ....................................... 46
Chiamate singole normali ......................................................... 46
Selezionare un canale DSC ................................................. 46
Eseguire una chiamata singola ............................................ 46
Effettuare una chiamata ad un target AIS ............................ 46
Indicatori e grafici........................................................ 46
Visualizzare gli indicatori .......................................................... 46
Modifica dei dati visualizzati in un indicatore ....................... 46
Personalizzare gli indicatori ................................................. 46
Personalizzare i limiti degli indicatori di motore e
carburante ............................................................................ 46
Selezionare il numero dei motori visualizzati negli
indicatori ............................................................................... 47
Personalizzare i motori visualizzati negli indicatori .............. 47
Attivare gli allarmi di stato per gli indicatori del motore ........ 47
Attivare alcuni allarmi di stato per gli indicatori motore ........ 47
Indicatori del motore Yamaha® ................................................ 47
Icone delle condizioni del motore ........................................ 47
Icone di avviso del motore ................................................... 47
Configurazione degli indicatori ............................................. 48
Configurazione del numero di motori .............................. 48
Configurazione dei sensori del livello serbatoio .............. 48
Modifica dei dati visualizzati ............................................ 48
Impostazioni dei dati del motore Yamaha ....................... 48
Impostazione dell'allarme carburante ....................................... 48
Impostazione della capacità di carburante
dell'imbarcazione ................................................................. 48
Sincronizzare i dati del carburante con il carburante effettivo
dell'imbarcazione ................................................................. 48
Visualizzazione degli indicatori Vento ...................................... 48
Configurazione dell'indicatore del vento per la navigazione a
vela ...................................................................................... 48
Configurazione della sorgente del dato di velocità .............. 48
Configurazione dell'origine della direzione dell'indicatore
vento .................................................................................... 49
Personalizzazione dell'indicatore del vento di bolina
stretta ................................................................................... 49
Visualizzare gli indicatori di viaggio .......................................... 49
Reimpostare gli indicatori di viaggio .................................... 49
Gestione batterie ...................................................................... 49
Impostazione della pagina Gestione batterie ....................... 49
Visualizzare i grafici .................................................................. 49
Impostare l'intervallo del grafico e la scala temporale ......... 49
Messaggi inReach®..................................................... 49
Connettere un dispositivo inReach al chartplotter .................... 49
Ricezione di messaggi inReach ............................................... 50
Invio di un messaggio predefinito inReach ............................... 50
Risposta a un messaggio inReach ........................................... 50
Digital Switching.......................................................... 50
Aggiunta e modifica di una pagina Digital Switching ................ 50
Informazioni astronomiche, sulle maree e sulle
correnti.......................................................................... 50
Informazioni sulle stazioni maree ............................................. 50
Informazioni sulle stazioni correnti ............................................ 50
Informazioni astronomiche ........................................................ 50
iv
Visualizzazione delle informazioni astronomiche, sulle stazioni
maree o correnti per una data diversa ...................................... 50
Visualizzazione delle informazioni per una stazione maree o
correnti diversa ......................................................................... 50
Visualizzare le informazioni astronomiche della carta di
navigazione ...............................................................................50
Warning Manager......................................................... 51
Visualizzare i messaggi ............................................................ 51
Ordinare e filtrare i messaggi .................................................... 51
Salvare i messaggi su una scheda di memoria ........................ 51
Cancellare tutti i messaggi ........................................................ 51
Lettore multimediale.................................................... 51
Apertura del lettore multimediale .............................................. 51
Icone .................................................................................... 51
Selezione di dispositivo e sorgente multimediali ...................... 51
Riproduzione di musica ............................................................ 51
Ricercare i brani ................................................................... 51
Attivazione di una ricerca alfabetica ............................... 51
Impostazione della ripetizione di un brano .......................... 51
Impostazione della ripetizione di tutti i brani ........................ 51
Impostare la riproduzione casuale dei brani ........................ 51
Connettersi alla rete FUSION PartyBus™ ........................... 51
Regolare il volume .................................................................... 51
Disattivare l'audio ................................................................. 51
Attivazione e disattivazione delle zone ................................ 51
Radio VHF ................................................................................ 52
Cercare canali VHF .............................................................. 52
Regolare lo squelch del VHF ............................................... 52
Radio ........................................................................................ 52
Impostazione della regione di sintonizzazione .................... 52
Cambio della stazione radio ................................................. 52
Modifica della modalità di ricerca ......................................... 52
Preselezioni ......................................................................... 52
Memorizzare una stazione .............................................. 52
Selezione di una preselezione ........................................ 52
Rimozione di una preselezione ....................................... 52
Riproduzione DAB .................................................................... 52
Impostazione della regione di sintonizzazione DAB ............ 52
Ricerca di stazioni DAB ....................................................... 52
Modifica delle stazioni DAB ................................................. 52
Selezione di una stazione DAB da un elenco ................. 52
Selezione di una stazione DAB da una categoria ........... 52
Preselezioni DAB ................................................................. 53
Memorizzare una stazione DAB ...................................... 53
Selezione di una preselezione DAB da un elenco .......... 53
Rimozione delle preselezioni DAB .................................. 53
Radio satellitare SiriusXM ......................................................... 53
Come individuare un ID radio SiriusXM ............................... 53
Attivazione di un abbonamento SiriusXM ............................ 53
Personalizzare i canali radio ................................................ 53
Salvataggio di un canale SiriusXM nell'elenco dei canali
memorizzati .......................................................................... 53
Sblocco dei controlli parentali SiriusXM ............................... 53
Impostazione dei controlli parentali sui canali radio
SiriusXM .......................................................................... 53
Modifica della password parentale su una radio
SiriusXM .......................................................................... 53
Reimpostazione dei controlli parentali ai valori
predefiniti ......................................................................... 53
Cancellazione di tutti i canali bloccati su una radio
SiriusXM .......................................................................... 53
Impostazione del nome del dispositivo ..................................... 54
Aggiornamento del software Lettore multimediale ................... 54
Meteo SiriusXM ............................................................. 54
SiriusXM - Requisiti di abbonamento e apparecchiature .......... 54
Sommario
Trasmissioni dei dati meteo ...................................................... 54
Avvisi sulle condizioni meteo e bollettini meteorologici ............ 54
Modificare la mappa meteo ...................................................... 54
Visualizzare informazioni sulle precipitazioni ........................... 54
Informazioni su celle temporalesche e sui temporali ........... 54
Informazioni sugli uragani .................................................... 54
Informazioni sulle previsioni ...................................................... 55
Visualizzare le previsioni meteo alla propria posizione o in
mare aperto .......................................................................... 55
Visualizzare le previsioni meteo passate e future ................ 55
Fronti meteorologici e centri di pressione: ........................... 55
Previsioni città ...................................................................... 55
Visualizzazione della cartografia da pesca ............................... 55
Visualizzare le condizioni del mare .......................................... 55
Venti di superficie ................................................................. 55
Altezza, periodo e direzione dell'onda ................................. 55
Visualizzazione delle informazioni sulle previsioni delle
condizioni del mare passate e future ................................... 55
Visualizzazione delle informazioni sulla temperatura del
mare .......................................................................................... 55
Dati della pressione di superficie e della temperatura
dell'acqua ............................................................................. 55
Modificare la gamma dei colori della temperatura di superficie
dell'acqua ............................................................................. 56
Informazioni sulla visibilità ........................................................ 56
Visualizzazione delle previsioni di visibilità passate e
future .................................................................................... 56
Visualizzare i rapporti delle boe ................................................ 56
Visualizzare le informazioni meteo nei pressi di una boa .... 56
Overlay meteo .......................................................................... 56
Visualizzare le informazioni sugli abbonamenti meteo ............. 56
Visualizzare i video...................................................... 56
Selezione di una sorgente video .............................................. 56
Alternanza tra più sorgenti video ......................................... 56
Sorgenti video IP ...................................................................... 56
Utilizzare le configurazioni predefinite delle videocamere
IP .......................................................................................... 57
Salvare le configurazioni predefinite di una telecamera
IP ..................................................................................... 57
Rinominare le impostazioni predefinite di una telecamera
IP ..................................................................................... 57
Attivare un'impostazione predefinita della telecamera
IP ..................................................................................... 57
Impostazioni della videocamera ........................................... 57
Impostazioni video ............................................................... 57
Associazione della videocamera a una sorgente video ....... 57
Controllo del movimento della videocamera ........................ 57
Controllare le videocamere con i comandi a video ......... 57
Controllare la videocamera con il touch-screen .............. 58
Configurare l'aspetto delle sorgenti video ................................. 58
Action camera Garmin VIRB® .................................................. 58
Connessione di una action camera VIRB 360 ..................... 58
Connessione di una action camera VIRB ............................ 58
Controllo della action cam VIRB con il chartplotter .............. 58
Controllo della riproduzione video dall'action cam
VIRB ................................................................................ 58
Eliminazione di un video VIRB ........................................ 59
Avvio di una presentazione video VIRB .......................... 59
Impostazioni della action cam VIRB ................................ 59
Impostazioni di configurazione video della action camera
VIRB ................................................................................ 59
Aggiunta dei controlli della action cam VIRB al altre
schermate ............................................................................ 59
Associare la action camera GC™ 100 al chartplotter Garmin .. 59
Configurazione del dispositivo................................... 59
Impostazioni del sistema .......................................................... 59
Sommario
Impostazioni di toni e schermo ............................................ 60
Impostazioni GPS ................................................................ 60
Impostazioni delle stazioni ................................................... 60
Visualizzazione delle informazioni sul software del
sistema ................................................................................. 60
Visualizzazione del registro eventi .................................. 60
Visualizzare le informazioni su normative e conformità ....... 60
Impostazioni sulle preferenze ................................................... 60
Impostazioni unità ................................................................ 60
Impostazioni di navigazione ................................................. 61
Configurazioni della rotta Auto Guidance ....................... 61
Regolare la distanza dalla riva ........................................ 61
Impostazioni porte di comunicazione ....................................... 62
NMEA Impostazioni di 0183 ................................................. 62
Configurazione delle frasi NMEA 0183 di uscita ............. 62
Impostare il formato per ciascuna porta NMEA 0183 ..... 62
Impostazioni NMEA 2000 .................................................... 62
Denominazione dei dispositivi e sensori in rete .............. 62
Marine Network .................................................................... 62
Impostazione degli allarmi ........................................................ 62
Allarmi di navigazione .......................................................... 62
Impostazione dell'allarme ancora .................................... 62
Allarmi di sistema ................................................................. 62
Allarmi ecoscandaglio .......................................................... 62
Impostazione degli allarmi meteorologici ............................. 63
Impostazione dell'allarme carburante .................................. 63
Impostazioni La mia imbarcazione ........................................... 63
Impostazione dell'offset della chiglia .................................... 63
Impostazione dell'offset della temperatura dell'acqua ......... 64
Calibrazione di un dispositivo trasduttore speed ................. 64
Altre impostazioni delle imbarcazioni ........................................ 64
Impostazioni condivise nella Garmin Marine Network .............. 64
Ripristinare le impostazioni predefinite del chartplotter ............ 65
Condivisione e gestione dei dati utente..................... 65
Copiare waypoint, rotte e tracce da HomePort a un
chartplotter ................................................................................ 65
Selezionare un tipo di file per waypoint e rotte di terzi ............. 65
Copia dei dati utente da una scheda di memoria ..................... 65
Copia dei dati utente su una scheda di memoria ..................... 65
Copiare le mappe integrate in una scheda di memoria ............ 65
Aggiornamento delle mappe integrate con una scheda di
memoria e Garmin Express ...................................................... 65
Backup dei dati su un computer ............................................... 66
Ripristinare i dati salvati su un chartplotter ............................... 66
Salvare le informazioni del sistema su una scheda di
memoria .................................................................................... 66
Appendice..................................................................... 66
Registrazione del dispositivo con Garmin Express .................. 66
Aggiornamento software ........................................................... 66
Caricamento del nuovo software su una scheda di
memoria ............................................................................... 66
Aggiornamento del software del dispositivo ........................ 67
Associazione del dispositivo GRID al chartplotter dal
chartplotter ................................................................................ 67
Associazione del dispositivo GRID al chartplotter dal
dispositivo GRID .................................................................. 67
Rotazione del dispositivo di comando a distanza GRID ...... 67
Pulizia dello schermo ................................................................ 67
Visualizzare le immagini su una scheda di memoria ................ 67
Screenshot ................................................................................ 67
Acquisizione delle screenshot ............................................. 67
Trasferimento delle schermate su un computer .................. 67
Risoluzione dei problemi ........................................................... 67
Il dispositivo non acquisisce i segnali GPS .......................... 67
Il dispositivo non si accende o continua a spegnersi ........... 68
Il dispositivo non crea waypoint nella posizione corretta ..... 68
v
Contattare l'assistenza Garmin ................................................. 68
Caratteristiche tecniche ............................................................ 68
Caratteristiche tecniche di GPSMAP 7x2 ............................ 68
Caratteristiche tecniche di GPSMAP 9x2 ............................ 68
Specifiche dei modelli di ecoscandaglio .............................. 69
Informazioni su NMEA 2000 PGN ....................................... 69
Informazioni su NMEA 0183 ................................................ 70
Indice............................................................................. 71
vi
Sommario
Introduzione
AVVERTENZA
Per avvisi sul prodotto e altre informazioni importanti, consultare
la guida inclusa nella confezione del dispositivo.
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
NOTA: non tutte le funzioni sono disponibili su tutti i modelli.
Il sito Web Garmin all'indirizzo support.garmin.com fornisce
informazioni aggiornate sul prodotto. Le pagine del supporto
includono le domande frequenti sull'assistenza ed è possibile
scaricare software e aggiornamenti alle mappe. Sono disponibili
anche le informazioni per contattare l'assistenza Garmin in caso
di domande.
®
• Trascinare o far scorrere il dito sullo schermo per eseguire
una panoramica o scorrere.
• Avvicinare due dita per rimpicciolire la visualizzazione.
• Allontanare due dita per ingrandire la visualizzazione.
Pulsanti visualizzati
Questi pulsanti possono essere visualizzati su alcune pagine e
funzioni. Alcuni pulsanti sono accessibili soltanto in una pagina
combinazione o su un layout SmartMode™ oppure quando sono
connessi alcuni accessori, ad esempio un radar.
Tasto Funzione
Cancella le icone visualizzate e centra la pagina sull'imbarcazione
Apre la vista a schermo intero dell'elemento
Crea un nuovo waypoint
Crea una rotta, virate incluse, verso la destinazione
Aggiunge una virata alla rotta nella posizione selezionata
Rimuove l'ultima virata aggiunta dalla rotta
Crea una rotta diretta, senza virate, verso la destinazione
Crea una rotta Auto Guidance verso la destinazione
Panoramica del dispositivo
Avvia la navigazione
Consente di interrompere la navigazione
Interrompe e avvia la trasmissione radar
Apre il menu di regolazione del guadagno del radar
Apre il menu di regolazione del Sea Clutter del radar
Apre il menu di regolazione del Rain Clutter del radar
Attiva e disattiva gli echo trail del radar
Acquisisce un bersaglio radar e avvia il rilevamento
Mostra e imposta la linea VRM/EBL
Apre il menu per la pagina o la funzione
Apre il menu Meteo per la pagina o la funzione
Touchscreen
Apre il menu Radar per la pagina o la funzione
Tasto di accensione
Apre il menu Predefiniti per la pagina o la funzione
Sensore automatico retroilluminazione
2 alloggiamenti per schede di memoria microSD ; dimensione
massima delle schede 32 GB
®
Vista dei connettori
I connettori e le relative posizioni variano in base al modello.
Questa immagine e la tabella rappresentano il modello
GPSMAP 922xsv.
Blocco e sblocco del touchscreen
È possibile bloccare il touchscreen per prevenire tocchi
inavvertiti dello schermo.
1 Selezionare > Blocca touchscreen per bloccare lo
schermo.
2 Selezionare per sbloccare lo schermo.
Suggerimenti e collegamenti (modelli MFD)
NMEA 2000
Rete NMEA 2000
CVBS IN
Ingresso video composito
ETHERNET
Garmin Marine Network
8-PIN XDCR*
Trasduttore a 8 pin
3POWER
Alimentazione e rete NMEA 0183
®
®
Vite di terra
*Non disponibile su tutti i modelli
Uso del touchscreen
• Toccare lo schermo per selezionare un elemento.
Introduzione
• Premere per accendere il chartplotter.
• Da qualsiasi schermata, premere ripetutamente per
scorrere tra i livelli di luminosità, laddove disponibile. Questa
operazione è utile quando la luminosità è molto bassa e non
è possibile visualizzare lo schermo.
• Selezionare Home da qualsiasi schermata per tornare alla
schermata principale.
• Selezionare Menu per aprire altre impostazioni relative alla
schermata.
• Selezionare Menu per chiudere il menu al termine
dell'operazione.
• Premere per aprire opzioni aggiuntive quali, ad esempio, il
blocco del touchscreen.
• Premere e selezionare Power > Spegni sistema o tenere
premuto finché la barra Spegni sistema non si riempie e il
chartplotter si spegne, laddove disponibile.
• Premere e selezionare Power > Stazione in standby per
impostare il chartplotter in modalità standby, laddove
disponibile.
• Nella Home Page di alcuni modelli è necessario scorrere la
barra di destra per visualizzare tutte le opzioni disponibili.
1
In alcuni modelli non tutte le opzioni sono disponibili. Le
frecce sulla parte superiore o inferiore dei pulsanti indicano
che alcuni pulsanti non sono visibili.
• Su alcuni pulsanti del menu, selezionare il pulsante
per
attivare l'opzione.
Una spia verde su un'opzione indica che l'opzione è attivata
.
• Laddove disponibile, selezionare la freccia
per aprire il
menu.
Accesso ai Manuali utente sul chartplotter
1 Selezionare Informazioni > Manuale Utente.
2 Selezionare un manuale.
3 Selezionare Aperto.
Acquisizione del segnale satellitare GPS
Il dispositivo potrebbe aver bisogno di una visuale
completamente libera del cielo per acquisire il segnale
satellitare. La data e l'ora vengono impostate automaticamente
in base alla posizione GPS.
1 Accendere il dispositivo.
2 Attendere che il rilevamento dei satelliti sia completato.
L'acquisizione dei segnali satellitari potrebbe richiedere da 30
a 60 secondi.
Quando il dispositivo acquisisce il segnale satellitare, nella parte
superiore della schermata principale viene visualizzato
.
In assenza del segnale satellitare,
non è più visibile e viene
visualizzato un punto interrogativo intermittente sopra l'icona
nella mappa.
Per ulteriori informazioni sul GPS, visitare il sito Web
garmin.com/aboutGPS. Per assistenza nell'acquisizione dei
segnali satellitari, vedere Il dispositivo non acquisisce i segnali
GPS, pagina 67.
Selezionare l'origine dei dati GPS
Download dei manuali dal Web
La versione più recente del Manuale Utente e le traduzioni
possono essere scaricati dal Web Garmin.
1 Visitare il sito Web www.garmin.com/manuals/GPSMAP702
-902.
2 Scaricare il manuale.
È possibile selezionare l'origine preferita per i dati GPS, se si
dispone di più di un'origine dati GPS.
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > GPS > Sorgente.
2 Selezionare l'origine per i dati GPS.
Personalizzazione del chartplotter
Centro assistenza Garmin
Schermata principale
Per assistenza e informazioni, come manuali di prodotto,
domande frequenti, video, aggiornamenti software e supporto
clienti, visitare il sito Web support.garmin.com.
La pagina principale consente di accedere a tutte le funzioni del
chartplotter. Le funzioni disponibili dipendono dagli accessori
collegati al chartplotter. Non tutte le opzioni e le funzioni
illustrate in questo manuale potrebbero essere disponibili.
Per tornare alla schermata principale da una qualsiasi
schermata, selezionare Home.
Inserire le schede di memoria
È possibile utilizzare schede di memoria opzionali con il
chartplotter. Le schede con i dati mappa consentono di
visualizzare immagini satellitari ad alta risoluzione e foto aeree
di riferimento di porti, città portuali, porti turistici e altri punti di
interesse. È possibile utilizzare schede di memoria vuote per
registrare i dati delle mappe Garmin Quickdraw™ Contours, i dati
dell'ecoscandaglio (con un trasduttore compatibile), trasferire
dati come waypoint e rotte e tracce su un altro chartplotter
compatibile o su un computer e utilizzare l'app ActiveCaptain .
Questo dispositivo supporta una scheda di memoria microSD di
massimo 32 GB, formattata su FAT32. Classe di velocità 4 o
superiore richiesta.
1 Aprire lo sportellino di chiusura o la porta sulla parte
anteriore del chartplotter.
®
Barra di stato
Pulsanti delle pagine
Barra categorie
Barra del menu
2 Inserire la scheda di memoria .
3 Premere la scheda finché non scatta.
4 Chiudere lo sportello.
2
Le categorie a destra nella schermata forniscono l'accesso
rapido alle principali funzioni del chartplotter. Ad esempio, la
categoria Ecoscandaglio mostra le opzioni e le pagine relative
alla funzione ecoscandaglio. È possibile salvare le funzioni
utilizzate più di frequente nella categoria Mie Posizioni.
SUGGERIMENTO: se la schermata iniziale è stata
personalizzata dal produttore dell'imbarcazione, è possibile
aprire le schede delle categorie della pagina iniziale originale
trascinando la barra sul lato destro dello schermo a sinistra.
Gli elementi SmartMode sono specifici di un'attività, ad esempio
per la crociera o l'ormeggio. Quando viene selezionato un
pulsante SmartMode dalla schermata principale, ogni schermo
della stazione può visualizzare informazioni diverse. Ad
esempio, quando sulla schermata principale viene selezionata la
modalità Crociera, uno schermo può visualizzare la carta di
navigazione e un altro schermo la schermata Radar.
Personalizzazione del chartplotter
Tutte le opzioni in basso nella schermata principale sono visibili
in tutte le altre schermate, tranne il pulsante Impostazioni. Il
pulsante Impostazioni è disponibile solo nella schermata
principale.
Se sulla Garmin Marine Network sono installati più schermi, è
possibile riunirli per creare una stazione. Una stazione consente
di utilizzare più schermi in collaborazione invece di utilizzare
diversi schermi separatamente. È possibile personalizzare il
layout delle pagine di ciascuno schermo diversificando ciascuna
pagina su ogni schermo. Quando si modifica il layout di una
pagina in uno schermo, le modifiche vengono visualizzate solo
su quello schermo. Quando si modifica il nome e il simbolo del
layout, tali modifiche vengono visualizzate su tutti gli schermi
nella stazione per mantenere un aspetto coerente.
Aggiungere una pagina nei Favoriti
1 Nella schermata principale, selezionare una categoria da
destra.
2 Tenere premuto un pulsante a sinistra.
La pagina viene aggiunta alla categoria Mie Posizioni della
schermata principale.
Personalizzazione della schermata di avvio
Personalizzare l'immagine visualizzata all'accensione del
chartplotter. Per adattarla al meglio, l'immagine deve essere di
50 MB o meno conforme alle dimensioni consigliate (Dimensioni
consigliate per le immagini di avvio, pagina 3).
1 Inserire una scheda di memoria che contenga l'immagine che
si intende utilizzare.
Selezionare
Impostazioni > Sistema > Toni e schermo >
2
Immagine di avvio > Seleziona immagine.
3 Selezionare l'alloggiamento della scheda di memoria.
4 Selezionare l'immagine.
5 Selezionare Imp. come imm. avvio.
La nuova immagine viene visualizzata all'accensione del
chartplotter.
Dimensioni consigliate per le immagini di avvio
Per adattare al meglio le immagini di avvio, utilizzare
un'immagine con le seguenti dimensioni, in pixel.
Risoluzione dello
schermo
Larghezza immagine Altezza immagine
Personalizzazione delle pagine
WVGA
680
200
WSVGA
880
270
Personalizzazione del layout di una pagina
SmartMode o combinata
WXGA
1080
350
HD
1240
450
WUXGA
1700
650
È possibile personalizzare il layout e i dati nelle pagine
combinate e i layout SmartMode. Quando si modifica il layout di
una pagina dello schermo con cui si sta interagendo, le
modifiche vengono visualizzate solo su tale schermo, ad
eccezione del nome e del simbolo SmartMode. Se si modifica il
nome o il simbolo SmartMode del layout, tale modifica viene
visualizzata su tutti gli schermi della stazione.
1 Aprire la pagina da personalizzare.
2 Selezionare Menu.
3 Selezionare Modifica layout o Modifica combinazione.
4 Selezionare un'opzione:
• Per modificare il nome, selezionare Nome o Nome e
simbolo > Nome, inserire un nuovo nome e selezionare
Fatto.
• Per modificare il simbolo SmartMode, selezionare Nome e
simbolo > Simbolo, quindi selezionare un nuovo simbolo.
• Per modificare il numero di funzioni mostrate e il layout
della schermata, selezionare Layout, quindi selezionare
un'opzione.
• Per modificare la funzione di una porzione della
schermata, selezionare la finestra da modificare e
scegliere una funzione dall'elenco a destra.
• Per modificare il modo in cui le schermate vengono divise,
trascinare le frecce in una nuova posizione.
• Per modificare i dati mostrati sulla pagina e sulle barre
dati aggiuntive, selezionare Overlay, quindi selezionare
un'opzione.
SUGGERIMENTO: durante la visualizzazione di una
pagina con overlay di dati, tenere premuta una finestra in
overlay per modificare rapidamente i dati al suo interno.
• Per assegnare una preselezione a una porzione della
schermata SmartMode, selezionare Predefiniti > Includi
e selezionare una preselezione dall'elenco a destra.
Cambiare l'immagine di sfondo
1 Nella schermata principale, selezionare Menu > Sfondo.
SUGGERIMENTO: è possibile regolare questa impostazione
anche da Impostazioni > Sistema > Toni e schermo >
Sfondo.
2 Selezionare un’immagine.
Personalizzazione del chartplotter
Aggiunta di un layout SmartMode
È possibile aggiungere layout SmartMode in base alle proprie
esigenze. Qualunque personalizzazione apportata a un layout
SmartMode della schermata principale della stazione viene
visualizzata in tutti gli schermi della stazione.
1 Nella schermata principale, selezionare SmartMode™ >
Menu > Aggiungi layout.
2 Selezionare un'opzione:
• Per modificare il nome, selezionare Nome e simbolo >
Nome, inserire un nuovo nome e selezionare Fatto.
• Per modificare il simbolo SmartMode, selezionare Nome e
simbolo > Simbolo, quindi selezionare un nuovo simbolo.
• Per modificare il numero di funzioni mostrate e il layout
della schermata, selezionare Layout, quindi selezionare
un'opzione.
• Per modificare la funzione di una porzione della
schermata, selezionare la finestra da modificare e
scegliere una funzione dall'elenco a destra.
• Per modificare il modo in cui le schermate vengono divise,
trascinare le frecce in una nuova posizione.
• Per modificare i dati mostrati sulla pagina e sulle barre
dati aggiuntive, selezionare Overlay, quindi selezionare
un'opzione.
• Per assegnare una preselezione a una porzione della
schermata SmartMode, selezionare Predefiniti > Includi
e selezionare una preselezione dall'elenco a destra.
Creazione di una pagina Nuova combinazione
È possibile creare una pagina combo personalizzata in base alle
proprie esigenze.
1 Selezionare Combinazioni > Menu > Aggiungi Combo.
2 Selezionare una finestra.
3 Selezionare una funzione per la finestra.
4 Ripetere questa procedura per ciascuna finestra della
pagina.
5 Trascinare le frecce per ridimensionare le finestre.
6 Tenere premuta una finestra per riordinarla.
3
7 Tenere premuto un campo dati per selezionare nuovi dati.
8 Selezionare Layout, quindi selezionare un layout.
Ripristinare i layout delle stazioni
È possibile ripristinare le impostazioni predefinite dei layout in
questa stazione.
Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sulla
stazione > Reimposta layout.
Preselezioni
9 Selezionare Nome, immettere un nome per la pagina e
selezionare Fatto.
10 Selezionare Overlay, quindi selezionare i dati da
visualizzare.
11 Selezionare Fatto al termine della personalizzazione della
pagina.
Eliminare la pagina di una combinazione
1 Selezionare Combinazioni > Menu > Elimina
combinazione.
2 Selezionare una combinazione.
Personalizzazione dei dati overlay
È possibile personalizzare i dati overlay visualizzati su una
schermata.
Una preselezione è una raccolta di impostazioni che ottimizzano
la schermata o la visualizzazione. È possibile utilizzare
specifiche preselezioni per ottimizzare gruppi di impostazioni per
l’attività. Ad esempio, alcune impostazioni sono ottimali durante
la pesca e altre durante la navigazione. Le preselezioni sono
disponibili su alcune schermate, come le carte, le pagine
ecoscandaglio e le pagine radar.
Per selezionare una preselezione su una schermata
compatibile, selezionare Menu > , quindi selezionare la
preselezione.
Quando si utilizza una preselezione e si effettuano modifiche
alle impostazioni o alla visualizzazione, è possibile salvare le
modifiche sulla preselezione oppure creare una nuova
preselezione basata sulle nuove personalizzazioni.
Salvare una nuova preselezione
Dopo aver personalizzato le impostazioni e la visualizzazione di
una schermata, è possibile salvare la personalizzazione come
nuova preselezione.
1 In una schermata compatibile, modificare le impostazioni e la
visualizzazione.
> Salva > Nuovo.
2 Selezionare Menu >
3 Inserire un nome e selezionare Fatto.
Gestire le preselezioni
1 Selezionare un'opzione in base al tipo di schermata
visualizzata:
• Nella vista a schermo intero, selezionare Menu >
Modifica overlay.
• In una pagina combo, selezionare Menu > Modifica
combinazione > Overlay.
• In una schermata SmartMode, selezionare Menu >
Modifica layout > Overlay.
SUGGERIMENTO: per cambiare rapidamente i dati mostrati
in una casella overlay, tenerla premuta.
2 Selezionare un elemento per personalizzare i dati e la barra
dati:
• Per modificare i dati visualizzati in una casella overlay,
selezionare la casella e scegliere i nuovi dati da
visualizzare, quindi selezionare Indietro.
• Per selezionare la posizione e il layout della barra degli
overlay dati, selezionare Dati, quindi selezionare
un'opzione.
• Per personalizzare le informazioni mostrate durante la
navigazione, selezionare Navigazione, quindi selezionare
un'opzione.
• Per attivare altre barre dati, ad esempio i comandi
multimediali, selezionare Barra superiore o Barra
inferiore, quindi selezionare le opzioni necessarie.
3 Selezionare Fatto.
4
È possibile personalizzare le preselezioni precaricate e
modificare le preselezioni create dall’utente.
>
1 In una schermata compatibile, selezionare Menu >
Gestione.
2 Selezionare una configurazione predefinita.
3 Selezionare un'opzione:
• Per rinominare la preselezione, selezionare Rinomina,
inserire un nome e selezionare Fatto.
• Per modificare la preselezione, selezionare Modifica e
aggiornare la preselezione.
• Per eliminare la preselezione, selezionare Elimina.
• Per ripristinare le impostazioni predefinite di tutte le
preselezioni, selezionare Azzera tutto.
Impostare il tipo di imbarcazione
È possibile selezionare il tipo di imbarcazione in uso per
configurare le impostazioni del chartplotter e utilizzare le
funzioni personalizzate per il tipo di imbarcazione in uso.
1 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione > Tipo di
imbarcazione.
2 Selezionare un'opzione.
Regolazione della retroilluminazione
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > Schermo >
Retroillumin..
2 Regolare la retroilluminazione.
SUGGERIMENTO: da qualsiasi schermata, premere
ripetutamente per scorrere tra i livelli di luminosità. Questa
operazione è utile quando la luminosità è molto bassa e non
è possibile visualizzare lo schermo.
Personalizzazione del chartplotter
Regolare il modo colore
Funzione
Proprietario Ospite
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > Toni e schermo >
Modo colore.
SUGGERIMENTO: selezionare > Modo colore da
qualsiasi pagina per accedere alle impostazioni relative al
colore.
2 Selezionare un'opzione.
Trasferimento automatico di dati utente, come
waypoint e rotte
Sì
No
Avvio della navigazione verso un waypoint
specifico o di una rotta specifica e invio del
waypoint o della rotta al dispositivo GPSMAP
Sì
Sì
Accensione automatica del chartplotter
È possibile impostare il chartplotter per l'accensione automatica
ogni volta che viene collegato all'alimentazione. In alternativa,
accendere il chartplotter premendo .
Selezionare Impostazioni > Sistema > Accensione
automat..
NOTA: se Accensione automat. è impostata su Attivato e il
chartplotter viene spento utilizzando , quindi l'alimentazione
viene rimossa e riapplicata entro due minuti, premere per
riavviare il chartplotter.
Spegnimento automatico del sistema
È possibile impostare il chartplotter e l'intero sistema per
spegnersi automaticamente dopo un certo periodo di tempo in
standby. In alternativa, è necessario tenere premuto per
spegnere manualmente il sistema.
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > Spegnimento auto.
2 Selezionare un'opzione.
App ActiveCaptain
ATTENZIONE
Questa funzione consente agli utenti di inviare informazioni.
Garmin non fornisce garanzie sulla precisione, la completezza o
la puntualità delle informazioni inviate dagli utenti. L'utente si
assume tutti i rischi legati all'utilizzo o all'affidabilità delle mappe
create da altri utenti.
L'app ActiveCaptain fornisce un collegamento al dispositivo
GPSMAP, alle carte, alle mappe e alla community per
un'esperienza di navigazione connessa.
Sul dispositivo mobile con l'app ActiveCaptain, è possibile
scaricare, acquistare e aggiornare mappe e cartografie. È
possibile utilizzare l'app per trasferire in modo semplice e rapido
i dati utente, come waypoint e rotte, connettersi alla community
Garmin Quickdraw Contours e aggiornare il software del
dispositivo. È inoltre possibile pianificare un viaggio e
visualizzare e controllare il dispositivo GPSMAP dall'app.
È possibile connettersi alla community ActiveCaptain per
ricevere feedback aggiornati sui porti turistici e altri punti di
interesse. L'app è in grado di inviare Smart Notification, come
chiamate e SMS sullo schermo del chartplotter quando è
associato.
Ruoli ActiveCaptain
Il livello di interazione con il dispositivo GPSMAP utilizzando
l'app ActiveCaptain dipende dal ruolo.
Funzione
Proprietario Ospite
Registrazione del dispositivo, delle mappe
integrate e delle cartografie supplementari
sull'account
Sì
No
Aggiornamento software
Sì
Sì
Trasferimento automatico dei profili Garmin
Quickdraw scaricati o creati
Sì
No
Invio di Smart Notification
Sì
Sì
App ActiveCaptain
Introduzione all'app ActiveCaptain
È possibile collegare un dispositivo mobile al dispositivo
GPSMAP utilizzando l'app ActiveCaptain. L'app offre un modo
rapido e semplice di interagire con il dispositivo GPSMAP e
completare alcune attività, come la condivisione dati, la
registrazione, l'aggiornamento software del dispositivo e la
ricezione delle notifiche del dispositivo mobile.
1 Nel dispositivo GPSMAP, selezionare A/V, Ind., Controlli >
ActiveCaptain.
2 Nella pagina ActiveCaptain, selezionare Rete Wi-Fi > Wi-Fi
> Attivato.
3 Inserire il nome e la password della rete.
4 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento schede
del dispositivo GPSMAP (Inserire le schede di memoria,
pagina 2).
5 Selezionare Imp. sc. ActiveCaptain.
AVVISO
È possibile che venga richiesto di formattare la scheda di
memoria. La formattazione della scheda elimina tutte le
informazioni salvate sulla scheda. Queste includono i dati
utente salvati, ad esempio i waypoint. Formattare la scheda è
consigliato, ma non è obbligatorio. Prima di formattare la
scheda, è necessario salvare i dati dalla scheda di memoria
nella memoria interna del dispositivo (Copia dei dati utente
da una scheda di memoria, pagina 65). Dopo aver
formattato la scheda per l'app ActiveCaptain, è possibile
trasferire nuovamente i dati utente sulla scheda (Copia dei
dati utente su una scheda di memoria, pagina 65).
Accertarsi che la scheda sia inserita ogni volta che si utilizza
la funzione ActiveCaptain.
6 Dall'app store sul dispositivo mobile, installare e aprire l'app
ActiveCaptain.
7 Posizionare il dispositivo mobile entro la portata 32 m
(105 piedi) dal dispositivo GPSMAP.
Nelle
impostazioni del dispositivo mobile, aprire la pagina
8
delle connessioni Wi‑Fi e collegarsi al dispositivo Garmin,
utilizzando il nome e la password inserita nel dispositivo
Garmin.
®
Attivazione delle Smart Notification
AVVERTENZA
Non leggere né rispondere alle notifiche alla guida
dell'imbarcazione. La mancata osservanza delle condizioni
marine può danneggiare l'imbarcazione, causare lesioni o
morte.
Affinché il dispositivo GPSMAP possa ricevere notifiche, è
necessario connetterlo al dispositivo mobile e all'app
ActiveCaptain.
1 Dal dispositivo GPSMAP, selezionare ActiveCaptain >
Smart Notification > Attiva Notification.
2 Attivare la tecnologia Bluetooth nelle impostazioni del
dispositivo mobile.
3 Mantenere i dispositivi a una distanza massima di 10 m
(33 piedi) l'uno dall'altro.
4 Dall'app ActiveCaptain sul dispositivo mobile, selezionare
Smart Notification > Associa con il chartplotter.
®
5
5 Seguire le istruzioni visualizzate per associare l'app al
dispositivo GPSMAP utilizzando la tecnologia Bluetooth.
6 Quando richiesto, inserire la chiave sul dispositivo mobile.
7 Se necessario, scegliere quali notifiche ricevere nelle
impostazioni del dispositivo mobile.
Ricezione di notifiche
AVVERTENZA
Non leggere né rispondere alle notifiche alla guida
dell'imbarcazione. La mancata osservanza delle condizioni
marine può danneggiare l'imbarcazione, causare lesioni o
morte.
Affinché il dispositivo GPSMAP possa ricevere notifiche è
necessario connetterlo al dispositivo mobile e attivare la
funzione Smart Notification (Attivazione delle Smart Notification,
pagina 5).
Quando a funzione Smart Notification è attivata e il dispositivo
mobile riceve una notifica, viene visualizzato brevemente un
messaggio a comparsa sulla schermata GPSMAP.
NOTA: le azioni disponibili dipendono dal tipo di notifica e dal
sistema operativo del telefono.
• Per rispondere a una chiamata sul telefono, selezionare
Rispondi.
SUGGERIMENTO: tenere il telefono nelle vicinanze. La
risposta alla chiamata avviene sul cellulare, non sul
chartplotter.
• Per non rispondere alla chiamata, selezionare Rifiuta.
• Per rileggere l'intero messaggio, selezionare Controlla.
• Per ignorare il messaggio a comparsa, selezionare OK o
attendere che la notifica si chiuda automaticamente.
• Per rimuovere la notifica dal chartplotter e dal tuo dispositivo
mobile, selezionare Sereno.
Gestione delle notifiche
AVVERTENZA
Non leggere né rispondere alle notifiche alla guida
dell'imbarcazione. La mancata osservanza delle condizioni
marine può danneggiare l'imbarcazione, causare lesioni o
morte.
Prima di poter gestire le notifiche, è necessario attivare la
funzione Smart Notification (Attivazione delle Smart Notification,
pagina 5).
Quando a funzione Smart Notification è attivata e il dispositivo
mobile riceve una notifica, viene visualizzato brevemente un
messaggio a comparsa sulla schermata GPSMAP. È possibile
accedere e gestire le notifiche dalla schermata ActiveCaptain.
1 Selezionare ActiveCaptain > Smart Notification >
Messaggi.
Viene visualizzato un elenco di notifiche.
2 Selezionare una notifica.
3 Selezionare un'opzione:
NOTA: le opzioni disponibili variano in base al dispositivo
mobile e al tipo di notifica.
• Per ignorare e rimuovere la notifica dal chartplotter e dal
tuo dispositivo mobile, selezionare Sereno o Elimina.
NOTA: questa azione non elimina il messaggio dal
dispositivo mobile. Consente soltanto di ignorare e
rimuovere la notifica.
• Per effettuare una richiamata, selezionare Richiama o
Chiama.
6
Aggiornamento sofware con l'app
ActiveCaptain
Se il dispositivo offre la tecnologia Wi‑Fi, è possibile utilizzare
l'app ActiveCaptain per scaricare e installare gli aggiornamenti
software più recenti per il dispositivo.
AVVISO
Gli aggiornamenti possono richiedere il download sull'app di file
di grandi dimensioni. Possono essere applicabili limitazioni al
download di dati o addebiti dal provider del servizio Internet.
Contattare il provider del servizio Internet per ulteriori
informazioni sui limiti di dati o sugli addebiti.
Il processo di installazione potrebbe richiedere alcuni minuti.
1 Collegare il dispositivo mobile al dispositivo GPSMAP
(Introduzione all'app ActiveCaptain, pagina 5).
2 Quando un aggiornamento software è disponibile e il
dispositivo mobile è connesso a Internet, selezionare
Aggiornamenti software > Scarica.
L'app ActiveCaptain scarica l'aggiornamento sul dispositivo
mobile. Quando si riconnette l'app al dispositivo GPSMAP,
l'aggiornamento viene trasferito sul dispositivo. Una volta
completato il trasferimento, viene richiesto di installare
l'aggiornamento.
3 Quando richiesto dal dispositivo GPSMAP, selezionare
un'opzione per installare l'aggiornamento.
• Per aggiornare immediatamente il software, selezionare
OK.
• Per posticipare l'aggiornamento, selezionare Annulla.
Quando si è pronti a installare l'aggiornamento,
selezionare ActiveCaptain > Aggiornamenti software >
Installa ora.
Aggiornamento delle cartografie con
ActiveCaptain
È possibile utilizzare l'app ActiveCaptain per scaricare e
trasferire gli ultimi aggiornamenti mappa per il dispositivo. Per
risparmiare spazio sul dispositivo mobile, sulla scheda
ActiveCaptain e sui tempi di download, è possibile utilizzare
l'app ActiveCaptain per scaricare solo le aree della carta
necessarie.
Per scaricare l'intera carta, è possibile utilizzare l'app Garmin
Express™ per scaricare la mappa su una scheda di memoria.
L'app Garmin Express scarica carte di grande formato più
rapidamente dell'app ActiveCaptain. Per ulteriori informazioni,
visitare il sito Web garmin.com/express.
AVVISO
Gli aggiornamenti delle cartografie possono richiedere il
download sull'app di file di grandi dimensioni. Possono essere
applicabili limitazioni al download di dati o addebiti dal provider
del servizio Internet. Contattare il provider del servizio Internet
per ulteriori informazioni sui limiti di dati o sugli addebiti.
1 Connettere il dispositivo mobile al dispositivo GPSMAP
2
3
4
5
(Introduzione all'app ActiveCaptain, pagina 5).
Quando l'aggiornamento di una cartografia è disponibile e il
dispositivo mobile è connesso a Internet, selezionare
OneChart > Le mie carte.
Selezionare la mappa da aggiornare.
Selezionare l'area da scaricare.
Selezionare Scarica
L'app ActiveCaptain scarica l'aggiornamento sul dispositivo
mobile. Quando si riconnette l'app al dispositivo GPSMAP,
l'aggiornamento viene trasferito al dispositivo. Dopo aver
completato il trasferimento, le cartografie aggiornate sono
disponibili all'uso.
App ActiveCaptain
Comunicazione con i dispositivi
wireless
I chartplotter consentono di creare una rete wireless a cui
connettere dispositivi wireless.
La connessione di dispositivi wireless, consente di utilizzare le
app Garmin, ad esempio ActiveCaptain.
Rete Wi‑Fi
Configurare la rete wireless Wi‑Fi
I chartplotter consentono di creare una rete Wi‑Fi a cui
connettere dispositivi wireless. Al primo accesso alle
impostazioni della rete wireless verrà richiesto di configurare la
rete.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Rete Wi-Fi >
Wi-Fi > Attivato > OK.
2 Se necessario, immettere un nome per la rete wireless.
3 Immettere una password.
La password sarà necessaria per accedere alla rete wireless
da un dispositivo wireless. La password effettua la distinzione
tra maiuscole e minuscole.
Connettere un dispositivo wireless al chartplotter
Per poter connettere un dispositivo wireless alla rete wireless
del chartplotter, è necessario configurare la rete wireless del
chartplotter (Configurare la rete wireless Wi‑Fi, pagina 7).
È possibile connettere più dispositivi wireless al chartplotter per
condividere dati.
1 In un dispositivo wireless, attivare la tecnologia Wi‑Fi ed
eseguire la ricerca di reti wireless.
2 Selezionare il nome della rete wireless del chartplotter
(Configurare la rete wireless Wi‑Fi, pagina 7).
3 Immettere la password del chartplotter.
Cambiare il canale wireless
È possibile cambiare il canale wireless in caso di problemi a
trovare o connettersi a un dispositivo oppure in caso di
interferenze.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Rete Wi-Fi >
Avanzato > Canale.
2 Immettere un nuovo canale.
Non è necessario cambiare il canale wireless sui dispositivi
collegati a questa rete.
Cambiare l'host Wi‑Fi
È possibile modificare il chartplotter che funge da host Wi‑Fi. È
utile se si rilevano problemi con le comunicazioni Wi‑Fi. La
modifica dell'host Wi‑Fi consente di selezionare un chartplotter
fisicamente più vicino al dispositivo mobile.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Rete Wi-Fi >
Avanzato > Host Wi-Fi.
2 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Telecomando wireless
Questa procedura non è valida per i comandi a distanza GRID™
(Associazione del dispositivo GRID al chartplotter dal
chartplotter, pagina 67).
Associare il telecomando wireless al chartplotter
Prima di poter utilizzare il telecomando wireless con un
chartplotter, è necessario associarlo al chartplotter.
È possibile connettere un solo telecomando a più chartplotter e
premere il tasto di associazione per passare da un chartplotter
all'altro.
Comunicazione con i dispositivi wireless
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
wireless > Telecomandi wireless > Telecomando
GPSMAP®.
2 Selezionare Nuova connessione.
3 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Attivazione e disattivazione della retroilluminazione
del telecomando
Disattivare la retroilluminazione del telecomando può aumentare
notevolmente la durata della batteria.
1 Sul chartplotter, selezionare Impostazioni > Comunicazioni
> Dispositivi wireless > Telecomandi wireless >
Telecomando GPSMAP® > Retroillumin..
2 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Disconnessione del telecomando da tutti i
chartplotter
1 Sul chartplotter, selezionare Impostazioni > Comunicazioni
> Dispositivi wireless > Telecomandi wireless >
Telecomando GPSMAP® > Disconnetti tutti.
2 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Sensore vento wireless
Connessione di un sensore wireless al chartplotter
È possibile visualizzare i dati di un sensore wireless compatibile
sul chartplotter.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
wireless.
2 Selezionare il sensore del vento.
3 Selezionare Attiva.
Il chartplotter inizia a eseguire la ricerca e si connette al
sensore wireless.
Per visualizzare i dati del sensore, aggiungere i dati a un campo
dati o indicatore.
Regolazione dell'orientamento del sensore del vento
Regolare questa impostazione se il sensore non è rivolto verso
prua.
NOTA: l'apertura da cui il cavo si collega all'asta indixa la parte
anteriore del sensore.
1 L'angolo si misura in senso orario cominciando dalla prua.
• Se il sensore è rivolto verso dritta, l'angolo è compreso tra
1 e 180 gradi.
• Se il sensore è rivolto verso sinistra, l'angolo è compreso
tra -1 e -180 gradi.
2 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
wireless.
Selezionare
il sensore del vento.
3
4 Selezionare Scostamento angolo vento.
5 Immettere l'angolo osservato nella fase 1.
6 Selezionare Fatto.
Visualizzare i dati dell'imbarcazione su un
orologio Garmin
È possibile connettere un orologio Garmin compatibile a un
chartplotter compatibile per visualizzare i dati provenienti dal
charplotter.
1 Posizionare l'orologio Garmin entro il raggio di copertura (3
m) del chartplotter.
2 Nella schermata dell'orologio, selezionare START > Dati
imbarcazione > START.
NOTA: se si è già connessi a un chartplotter, ma si desidera
connettersi a un altro chartplotter, aprire la schermata Dati
7
imbarcazione, tenere premuto UP, quindi selezionare
Associa nuovo.
3 Sul chartplotter, selezionare Comunicazioni > Dispositivi
wireless > App Connect IQ™ > Dati imbarcazione > Attiva
> Nuova connessione.
Il chartplotter avvia la ricerca e si connette al dispositivo da
indossare.
Una volta associati i dispositivi, questi si connettono
automaticamente tra di loro quando sono accesi e in prossimità.
Visualizzazione dei dati dell'imbarcazione su
un dispositivo Garmin Nautix™
È possibile collegare un dispositivo Garmin Nautix al chartplotter
per visualizzare i dati del charplotter sul dispositivo Garmin
Nautix.
NOTA: è possibile collegare un dispositivo Garmin Nautix a più
dispositivi compatibili per usufruire di una maggiore copertura
sulle imbarcazioni più grandi.
1 Posizionare il dispositivo Garmin Nautix nell'area di copertura
(3 m) del chartplotter.
Il dispositivo cerca automaticamente tutti i dispositivi
compatibili dell'area di copertura.
2 Se necessario, dal menu dei dispositivi da indossare,
selezionare Connessioni dispositivi > Associa nuovo
dispositivo.
3 Sul chartplotter, selezionare Impostazioni > Comunicazioni
> Dispositivi wireless > App Connect IQ™ > Dati
imbarcazione > Attiva connessioni > Nuova connessione.
Il chartplotter avvia la ricerca e si connette al dispositivo da
indossare.
Una volta associati i dispositivi, questi si connettono
automaticamente tra di loro quando sono accesi e in prossimità.
Carte e visualizzazioni 3D
La disponibilità delle carte e delle visualizzazioni 3D varia a
seconda dei dati cartografici e degli accessori utilizzati.
NOTA: in alcune aree sono disponibili le visualizzazioni 3D delle
carte premium.
È possibile accedere alle carte e alle visualizzazioni 3D
selezionando Mappe.
Carta di navigazione: consente di visualizzare i dati di
navigazione disponibili nelle carte precaricate e in carte
supplementari, se disponibili. I dati comprendono: boe, fari,
cavi, scandagli di profondità, porti turistici e stazioni di marea,
con vista dall'alto.
Mappa pesca: fornisce una visuale dettagliata dei profili del
fondale e degli scandagli di profondità sulla cartografia.
Questa visualizzazione rimuove i dati di navigazione dalla
carta, fornisce dati batimetrici dettagliati ed ingrandisce i
profili del fondale per il rilevamento della profondità. Questa
visualizzazione è ideale per la pesca al largo e in profondità.
NOTA: la mappa pesca è disponibile con le mappe premium
in alcune aree.
Prospettiva 3D: offre una visuale dall'alto e da dietro
dell'imbarcazione (in base alla rotta) fornendo un ausilio
visivo alla navigazione. Questo tipo di visualizzazione
supporta l'utente quando si trova a navigare in secche,
scogliere, ponti o canali e quando deve identificare l'ingresso
o l'uscita di un porto sconosciuto.
Cartografia 3D: mostra una visuale dettagliata e tridimensionale
dall'alto e da dietro dell'imbarcazione (in base alla rotta)
fornendo un ausilio visivo alla navigazione. Questo tipo di
visualizzazione supporta l'utente quando si trova a navigare
8
in secche, scogliere, ponti o canali e quando deve identificare
l'ingresso o l'uscita di un porto sconosciuto.
Fish Eye 3D: fornisce una visuale subacquea del fondale
marino in base alle informazioni fornite dalla cartografia.
Quando è collegato un trasduttore dell'ecoscandaglio, i
bersagli sospesi (ad esempio, i pesci) sono indicati da sfere
rosse, verdi e gialle. Il colore rosso indica i bersagli più grandi
e il verde quelli più piccoli.
Radar Overlay: consente di sovrapporre le informazioni
provenienti dal radar alla carta di navigazione o alla Mappa
pesca, quando il chartplotter è collegato a un radar. Questa
funzione non è disponibile per tutti i modelli.
Carta di navigazione e Mappa pesca
NOTA: la mappa pesca è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
La Carta di navigazione è ottimizzata per la navigazione. È
possibile pianificare una rotta, visualizzare informazioni sulla
mappa e utilizzare la carta come ausilio alla navigazione. Per
aprire la Carta di navigazione, selezionare Mappe > Carta di
navigazione.
La Mappa pesca fornisce una vista con maggiori dettagli sul
fondale e sui contenuti di pesca. Questa mappa è ottimizzata
per l'uso durante la pesca. Per aprire la Mappa pesca,
selezionare Mappe > Mappa pesca.
Zoom avanti e indietro utilizzando il touchscreen
È possibile ingrandire o ridurre in modo rapido molte pagine, ad
esempio le cartografie e le visualizzazioni dell'ecoscandaglio.
• Avvicinare due dita per rimpicciolire la visualizzazione.
• Allontanare due dita per ingrandire la visualizzazione.
Simboli sulla carta
Questa tabella contiene alcuni simboli che potrebbero essere
visualizzati sulle cartografie dettagliate.
Icona
Descrizione
Boa
Informazioni
Servizi nautici
Stazione di marea
Stazione correnti
Fotografia dall'alto disponibile
Fotografia in prospettiva disponibile
Alcune caratteristiche comuni alla maggior parte delle carte
comprendono isobate, zone intercotidali, punti di scandaglio
(come raffigurati sulla mappa cartacea originale), supporti alla
navigazione, simboli, ostacoli e aree cavi.
Misurare una distanza sulla carta
1 In una carta, selezionare una posizione.
2 Selezionare Misura.
Viene visualizzato un pin sulla schermata in corrispondenza
della posizione corrente. La distanza e l'angolazione dal pin
vengono indicate nell'angolo.
Carte e visualizzazioni 3D
SUGGERIMENTO: per reimpostare il pin ed eseguire una
misurazione dalla posizione corrente del cursore, selezionare
Imposta riferimento.
Creazione di un waypoint sulla carta
1 In una carta, selezionare una posizione o un oggetto.
2 Selezionare .
Visualizzare la posizione e le informazioni di un
oggetto sulla carta
È possibile controllare la visualizzazione delle informazioni, ad
esempio la marea, le effemeridi, le note sulla carta o i servizi
locali su una posizione o un oggetto, sia sulla carta di
navigazione che sulla mappa pesca.
1 Nella carta di navigazione o mappa pesca, selezionare una
posizione o un oggetto.
Sulla parte superiore della carta viene visualizzato un elenco
di opzioni. Le opzioni visualizzate variano in base alla
posizione o all'oggetto selezionato.
2 Se necessario, selezionare .
3 Selezionare Informazioni.
Visualizzare i dettagli dei navaid
In carta di navigazione, Mappa pesca, Perspective 3D o
Mariner's Eye 3D, è possibile visualizzare i dettagli relativi a vari
tipi di ausili alla navigazione, tra cui fari, luci di segnalazione e
ostacoli.
NOTA: la mappa pesca è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
NOTA: in alcune aree sono disponibili le visualizzazioni 3D delle
carte premium.
1 In una carta o visualizzazione 3D, selezionare un navaid.
2 Selezionare il nome del navaid.
Navigazione verso un punto della mappa
AVVERTENZA
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
La funzione Auto Guidance si basa sulle informazioni della
mappa elettronica. Tali dati non garantiscono l'assenza di
ostacoli e/o profondità del fondale, adatto alla navigazione.
Associare alla rotta i rilevamenti visivi per evitare terra, fondali
bassi o altri ostacoli che si possono incontrare.
Quando si utilizzano le funzioni Vai a, percorso diretto e
percorso corretto, i fondali bassi e gli ostacoli presenti sulla
mappa non vengono rilevati e calcolati. Avvalersi della vista e
virare per evitare terra, fondali bassi e altri oggetti pericolosi.
NOTA: la mappa pesca è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
1 Nella Carta di navigazione o nella Mappa pesca, selezionare
una posizione.
2 Se necessario, selezionare Naviga verso.
3 Selezionare un'opzione:
• Per navigare direttamente verso la posizione, selezionare
Vai a o
.
• Per creare una rotta verso la posizione, includendo le
virate, selezionare Crea Rotta o
.
Carte e visualizzazioni 3D
• Per utilizzare la funzione Auto Guidance, selezionare
Auto Guidance o
.
4 Controllare la rotta indicata dalla linea lilla.
NOTA: quando si usa Auto Guidance, un segmento grigio in
una parte qualsiasi della linea magenta indica che la funzione
Auto Guidance non è in grado di calcolare parte della relativa
linea. Questo è dovuto alle impostazioni di profondità sicura
minima dell'acqua e di altezza minima di sicurezza dagli
ostacoli.
5 Seguire la linea lilla, virando per evitare terra, bassi fondali
bassi e altri pericoli.
Cartografie premium
AVVERTENZA
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
La funzione Auto Guidance si basa sulle informazioni della
mappa elettronica. Tali dati non garantiscono l'assenza di
ostacoli e/o profondità del fondale, adatto alla navigazione.
Associare alla rotta i rilevamenti visivi per evitare terra, fondali
bassi o altri ostacoli che si possono incontrare.
NOTA: alcuni modelli non supportano tutte le cartografie.
Le carte premium opzionali, quali BlueChart g3 Vision,
consentono di ottenere le massime prestazioni dal chartplotter.
Oltre a carte di navigazione dettagliate, le carte premium
contengono queste funzioni disponibili in alcune aree.
Mariner's Eye 3D: offre una visuale dall'alto e da dietro
dell'imbarcazione come ausilio tridimensionale alla
navigazione.
Fish Eye 3D: offre una visuale tridimensionale subacquea che
rappresenta visivamente il fondale marino in base alle
informazioni fornite dalla cartografia.
Mappe pesca: consente di visualizzare la cartografia con
evidenziati i profili del fondale e senza dati di navigazione.
Questa carta è ideale per la pesca al largo e nei mari
profondi.
Immagini satellitari ad alta risoluzione: consentono di
ottenere una visualizzazione realistica del terreno e
dell'acqua sulla carta di navigazione (Visualizzare immagini
satellitari sulla carta di navigazione, pagina 10).
Foto aeree: consentono di visualizzare i porti turistici e altre foto
aeree significative per la navigazione, per una
visualizzazione ottimale dei dintorni (Visualizzare foto aeree
dei punti di riferimento, pagina 10).
Dati dettagliati su strade e punti di interesse: consentono di
visualizzare dati dettagliati su strade e POI (punti di
interesse), tra cui dettagli sulle strade costiere, ristoranti,
alloggi e attrazioni locali.
Auto Guidance: consente di determinare la rotta migliore verso
la destinazione utilizzando informazioni specifiche
sull'imbarcazione e dati cartografici.
®
Vista mappa Fish Eye 3D
Utilizzando le batimetriche delle cartografie Premium, come ad
esempio BlueChart g3 Vision, la vista mappa Fish Eye 3D
fornisce una visuale subacquea del fondale marino o lacustre.
I bersagli sospesi (ad esempio, i pesci) sono indicati da sfere
rosse, verdi e gialle. Il colore rosso indica i bersagli più grandi e
il verde quelli più piccoli.
9
Visualizzare immagini satellitari sulla carta di
navigazione
Visualizzare le informazioni della stazione di marea
Il simbolo sulla carta indica una stazione di marea. È
possibile visualizzare un grafico dettagliato per la stazione di
marea utile per prevedere il livello della marea in orari o giorni
diversi.
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
1 Nella carta di navigazione o nella mappa pesca, selezionare
una stazione di marea.
Le informazioni su livello e direzione delle maree vengono
visualizzate accanto a .
2 Selezionare il nome della stazione.
Indicatori animati di marea e corrente
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
È possibile visualizzare gli indicatori animati di direzione
corrente e stazione maree, sia sulla carta di navigazione che
sulla Mappa pesca. È necessario anche attivare le icone
animate nelle impostazioni della carta (Visualizzazione degli
indicatori di marea e corrente, pagina 10).
Sulla carta viene visualizzato un indicatore per una stazione
maree nel formato di un grafico a barre con una freccia. Una
freccia rossa puntata verso il basso indica una marea calante,
mentre una freccia blu puntata verso l'alto indica una marea
montante. Quando si posiziona il cursore sull'indicatore della
stazione maree, sopra l'indicatore viene visualizzata l'altezza
della marea sul punto della stazione.
Gli indicatori di direzione della corrente sono riportati come
frecce sulla carta. La direzione di ciascuna freccia indica la
direzione della corrente in un punto specifico della carta. Il
colore della freccia indica la velocità della corrente nel punto
specifico. Quando si posiziona il cursore sull'indicatore della
direzione della corrente, sopra l'indicatore di direzione viene
visualizzata la velocità della corrente specifica.
Colore
Intervallo velocità corrente
Giallo
Da 0 a 1 nodo
Arancione
Da 1 a 2 nodi
Rosso
2 o più nodi
Visualizzazione degli indicatori di marea e corrente
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
È possibile visualizzare gli indicatori statici o animati di stazione
correnti e maree sulla carta di navigazione o la Mappa pesca.
1 Nella carta di navigazione o nella mappa di pesca,
selezionare Menu > Livelli > Carta > Maree e correnti.
2 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare gli indicatori animati delle stazioni correnti
o maree sulla carta, selezionare Animato.
• Per attivare il cursore delle maree e delle correnti, che
imposta il tempo di segnalazione delle maree e delle
correnti sulla mappa, selezionare Cursore.
10
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
È possibile sovrapporre sulla carta di navigazione immagini
satellitari ad alta risoluzione su terra, acqua o entrambi.
NOTA: quando attivate, le immagini satellitari ad alta risoluzione
vengono visualizzate solo con un livello basso di zoom. Se non
si riesce a visualizzare immagini ad alta risoluzione della propria
cartografia è possibile selezionare per ingrandire. È inoltre
possibile aumentare il livello di dettaglio modificando lo zoom
della carta.
1 Nella carta di navigazione, selezionare Menu > Livelli >
Carta > Foto satellitari.
2 Selezionare un'opzione:
• Selezionare Solo terrestre per visualizzare le
informazioni standard della cartografia sull'acqua, con le
fotografie sovrapposte alla terra.
NOTA: questa impostazione deve essere abilitata per
poter visualizzare le carte Standard Mapping .
• Selezionare Mappa foto per sovrapporre le foto sia alla
terra che all'acqua con una trasparenza specifica.
Utilizzare la barra di scorrimento per regolare la
trasparenza delle foto. A una più alta impostazione della
percentuale corrisponde una maggiore copertura della
terra e dell'acqua con le foto satellitari.
®
Visualizzare foto aeree dei punti di riferimento
Prima di visualizzare le foto aeree sulla carta di navigazione, è
necessario attivare l'impostazione Punti foto nelle impostazioni
della carta.
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
È possibile utilizzare fotografie aeree dei punti di riferimento,
porti e porti turistici per orientarsi o per informarsi
anticipatamente sul porto turistico o sul porto di destinazione.
1 Nella carta di navigazione, selezionare un'icona della
fotocamera:
• Per visualizzare una fotografia dall'alto, selezionare
.
• Per visualizzare una fotografia in prospettiva, selezionare
. In questo caso, la fotografia è stata scattata nella
posizione in cui si trova la fotocamera nella direzione del
cono.
2 Selezionare Foto.
AIS (Automatic Identification System)
Il sistema di identificazione automatica (AIS) consente di
identificare e seguire gli spostamenti delle altre imbarcazioni,
nonché di fornire avvisi sul traffico presente nell'area. Se
connesso a un dispositivo AIS esterno, il chartplotter consente
di visualizzare alcune informazioni di tipo AIS sulle altre
imbarcazioni presenti nel raggio d'azione, dotate di transponder
e che trasmettono attivamente le informazioni AIS.
I dati rilevati per ciascuna imbarcazione comprendono MMSI
(Maritime Mobile Service Identity), posizione, velocità GPS,
direzione GPS, tempo trascorso dall'ultimo rilevamento della
posizione dell'imbarcazione, accesso in prossimità e tempo di
accesso in prossimità.
Alcuni modelli di chartplotter supportano anche Blue Force
Tracking. Le imbarcazioni rilevate con Blue Force Tracking
vengono indicate sul chartplotter con un colore verde-blu.
Carte e visualizzazioni 3D
Simboli per i target AIS
Simbolo Descrizione
Imbarcazione AIS. L'imbarcazione trasmette dati AIS. La
direzione verso cui è puntato il triangolo indica la direzione
dell'imbarcazione AIS.
Il target è selezionato.
Il target è attivato. Il target appare più grande sulla mappa.
Una linea verde collegata al target indica la direzione del
target. MMSI, velocità e direzione dell'imbarcazione sono
riportati sotto il target, se si è attivata l'impostazione per la
visualizzazione dei dettagli. Se la trasmissione di dati AIS
dall'altra imbarcazione si interrompe, viene visualizzato un
messaggio.
Target perso. Una X verde indica che la trasmissione AIS
dall'altra imbarcazione si è interrotta. Sul chartplotter viene
visualizzato un messaggio con cui si chiede all'utente se
desidera continuare a rilevare i dati dell'imbarcazione. Se si
interrompe il rilevamento dell'imbarcazione, il simbolo del
target perso viene rimosso dalla carta o dalla visualizzazione
3D.
Target pericoloso nel raggio d'azione. Il target lampeggia,
viene visualizzato un messaggio e viene attivato un allarme.
Dopo la conferma dell'allarme, un triangolo rosso pieno con
una linea rossa collegata indica la posizione e la direzione
del target. Se si è disattivato l'allarme di zona sicura da collisione, il target lampeggia, ma non viene emesso l'allarme
sonoro e non viene visualizzato il messaggio. Se la trasmissione di dati AIS dall'altra imbarcazione si interrompe, viene
visualizzato un messaggio.
Target pericoloso perso. Una X rossa indica che la trasmissione AIS dall'altra imbarcazione si è interrotta. Sul chartplotter viene visualizzato un messaggio con cui si chiede
all'utente se desidera continuare a rilevare i dati dell'imbarcazione. Se si interrompe il rilevamento dell'imbarcazione, il
simbolo di target pericoloso perso viene rimosso dalla carta o
visualizzazione 3D.
La posizione del simbolo indica il punto di approccio più
prossimo a un target pericoloso, mentre i numeri accanto al
simbolo indicano il tempo rimanente prima di raggiungere il
punto più prossimo di approccio al target.
NOTA: le imbarcazioni rilevate con la funzione Blue Force
Tracking vengono indicate con un colore verde-blu
indipendentemente dal relativo stato.
Direzione e rotta proiettata dei target AIS attivati
Quando un target AIS fornisce i dati di direzione e COG, la
direzione del target viene visualizzata su una carta come una
linea continua collegata al simbolo del target AIS. La linea di
prua non appare nelle visualizzazioni 3D.
La rotta proiettata di un target AIS attivato viene visualizzata
come una linea tratteggiata su una carta o visualizzazione 3D.
La lunghezza della linea della rotta proiettata dipende dal valore
dell'impostazione della direzione proiettata. Se un target AIS
attivato non trasmette i dati sulla velocità oppure se
l'imbarcazione è ferma, non viene visualizzata alcuna rotta
proiettata. Le variazioni di velocità, COG o velocità di virata
trasmesse dall'imbarcazione possono influire sul calcolo della
linea della rotta proiettata.
Quando i dati di COG, direzione e velocità di svolta vengono
forniti da un target AIS attivato, la rotta proiettata del target
viene calcolata in base ai dati COG e velocità di svolta. La
direzione della virata del target, che pure è basata sui dati di
velocità di svolta, è indicata dalla direzione della parte terminale
della linea di prua. La lunghezza di tale parte terminale non
varia.
Carte e visualizzazioni 3D
Quando i dati di COG e direzione vengono forniti da un target
AIS attivato, ma non vengono forniti dati sulla velocità di svolta,
la rotta proiettata del target viene calcolata in base alla COG.
Attivare un target per un'imbarcazione AIS
1 In una visualizzazione carta o carta 3D, selezionare
un'imbarcazione AIS.
2 Selezionare Imbarcazione AIS > Attiva bersaglio.
Visualizzare le informazioni di un'imbarcazione AIS attivata
come target
È possibile visualizzare lo stato del segnale AIS, il MMSI, la
velocità e la direzione GPS e altre informazioni relative
all'imbarcazione AIS.
1 In una carta o visualizzazione 3D, selezionare
un'imbarcazione AIS.
2 Selezionare Imbarcazione AIS.
Disattivare un target per un'imbarcazione AIS
1 In una carta o visualizzazione 3D, selezionare
un'imbarcazione AIS.
2 Selezionare Imbarcazione AIS > Disattiva.
Visualizzare un elenco di pericoli AIS e MARPA
1 In una carta, selezionare Menu > Livelli > Altre
imbarcazioni > Elenco > Mostra.
2 Selezionare il tipo di pericoli da includere nell'elenco.
Impostare l'allarme di zona sicura
Prima di impostare un allarme collisione, è necessario
connettere il chartplotter ad un AIS o radar.
L'allarme zona sicura si può utilizzare solo con AIS e MARPA.
La funzionalità MARPA funziona con il radar. La zona sicura
viene utilizzata per evitare collisioni e può essere
personalizzata.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > Allarme collis. >
Attivato.
Quando un bersaglio MARPA o AIS entra nell'area della zona
sicura, viene visualizzato un messaggio ed emesso un
segnale acustico. L'oggetto in questione viene inoltre
contrassegnato come pericoloso sullo schermo. Quando
l'allarme è disattivato, sono disattivati anche il messaggio e il
segnale acustico, ma l'oggetto continua ad essere
contrassegnato come pericoloso sullo schermo.
Selezionare
Range, quindi selezionare una distanza per il
2
raggio della zona sicura che circonda l'imbarcazione.
3 Selezionare Tempo riman., quindi selezionare un orario in
cui verrà emesso l'allarme se un target interseca la zona
sicura.
Ad esempio, per essere avvisati di un eventuale pericolo 10
minuti prima che l'evento si verifichi, impostare Tempo riman.
su 10. L'allarme si attiverà 10 minuti prima che l'imbarcazione
entri nella zona di sicurezza.
4 Selezionare Allarme MARPA, quindi selezionare un'opzione
rispetto al momento in cui viene attivato un allarme per gli
oggetti MARPA.
Ausili AIS alla navigazione
Un ausilio AIS alla navigazione (ATON) è un qualsiasi ausilio
alla navigazione che viene trasmesso tramite radio AIS. Gli
ATON vengono visualizzati sulle carte e sono caratterizzati da
informazioni di identificazione, come posizione e tipo.
Sono disponibili tre tipi principali di ATON AIS. ATON reali che
esistono fisicamente e inviano le proprie informazioni di
identificazione e di posizione dalla loro posizione effettiva.
ATON sintetici che esistono fisicamente. Le loro informazioni di
identificazione e di posizione vengono inviate da un'altra
posizione. ATON virtuali che non esistono realmente. Le loro
11
informazioni di identificazione e di posizione vengono inviate da
un'altra posizione.
È possibile visualizzare ATON AIS sulla carta quando il
chartplotter è collegato a una radio AIS compatibile. Per
visualizzare ATON AIS, da una carta, selezionare Menu >
Livelli > Carta > Navaid > ATON. Per visualizzare ulteriori
informazioni su un ATON, selezionare l'ATON sulla carta.
Simbolo
ATON reali o sintetici: cardinale Sud
ignorare i messaggi relativi ai test AIS. Per eseguire il test di un
dispositivo di emergenza AIS, è necessario abilitare il
chartplotter alla ricezione degli avvisi.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > AIS.
2 Selezionare un'opzione:
• Per ricevere o ignorare i segnali dei test EPRIB
(Emergency Position Indicating Radio Beacon),
selezionare Test AIS-EPIRB.
• Per ricevere o ignorare i segnali di test Uomo a mare
(MOB), selezionare Test AIS-MOB.
• Per ricevere o ignorare i segnali di test SART (Search and
Rescue Transponder), selezionare Test AIS-SART.
ATON reali o sintetici: cardinale Est
Disattivare la ricezione dei dati AIS
ATON reali o sintetici: cardinale Ovest
La ricezione dei segnali AIS è attivata per impostazione
predefinita.
Selezionare Impostazioni > Altre imbarcazioni > AIS >
Disattivato.
La funzionalità AIS viene disattivata su tutte le carte e
visualizzazioni 3D. Vengono disattivate le funzioni di
rilevamento e tracciamento del target AIS, gli allarmi di
collisione che risultano dal rilevamento e tracciamento di
imbarcazioni AIS e la visualizzazione dei dati AIS delle altre
imbarcazioni.
Significato
ATON reali o sintetici
ATON reali o sintetici: cardinale Nord
ATON reali o sintetici: segnale speciale
ATON reali o sintetici: segnale di sicurezza
ATON reali o sintetici: segnale di pericolo
ATON virtuale
ATON virtuale: cardinale Nord
ATON virtuale: cardinale Sud
ATON virtuale: cardinale Est
ATON virtuale: cardinale Ovest
ATON virtuale: segnale speciale
ATON virtuale: segnale di sicurezza
ATON virtuale: segnale di pericolo
Segnali di emergenza AIS
I dispositivi AIS trasmettono la posizione dell'imbarcazione in
caso di emergenza. Il chartplotter è in grado di ricevere i segnali
provenienti dai trasmettitori SART (Search and Rescue
Transmitters), EPRIB (Emergency Position Indicating Radio
Beacons) e altri segnali MOB. Le trasmissioni dei segnali di
emergenza sono differenti rispetto alle trasmissioni AIS
standard, pertanto sui chartplotter vengono visualizzate
diversamente. Invece di rilevare una trasmissione di segnali di
emergenza per evitare una collisione, viene rilevata una
trasmissione di segnali di emergenza per localizzare e assistere
un'imbarcazione o una persona.
Navigare verso una trasmissione di segnali di emergenza
Quando si riceve una trasmissione di segnali di emergenza,
viene visualizzato un avviso di segnale di emergenza.
Selezionare Controlla > Vai a per iniziare la navigazione
verso la posizione ricevuta.
Simboli dei target dei dispositivi per le segnalazioni di
emergenza AIS
Simbolo Descrizione
Trasmissione di un dispositivo per le segnalazioni di
emergenza AIS. Selezionare per visualizzare ulteriori informazioni sulla trasmissione e avviare la navigazione.
Trasmissione interrotta.
Test di trasmissione. Questo simbolo viene visualizzato
quando un'imbarcazione attiva un test del proprio dispositivo
per le segnalazioni di emergenza e non rappresenta una
vera e propria emergenza.
Test di trasmissione interrotto.
Abilitare gli avvisi dei test di trasmissione AIS
Per evitare un elevato numero di simboli e avvisi di test in aree
affollate come i porti turistici, è possibile scegliere di ricevere o
12
Menu Carta
NOTA: alcune impostazioni non si applicano a tutte le carte.
Alcune opzioni richiedono le cartografie premium o il
collegamento di accessori, quale ad esempio un radar.
NOTA: i menu possono contenere alcune impostazioni non
supportate dalle carte installate o dalla posizione predefinita. Se
si apportano modifiche a tali impostazioni, esse non influiscono
sulla visualizzazione della carta.
In una carta, selezionare Menu.
Livelli: configura l'aspetto dei diversi elementi sulle carte (Livelli
carta, pagina 12).
Quickdraw Contours: attiva la visualizzazione del profilo del
fondale e consente di creare etichette sulle mappe per la
pesca (Mappe Garmin Quickdraw Contours, pagina 15).
Impostazioni: regola le impostazioni della carta (Impostazioni
carta, pagina 14).
Modifica overlay: consente di configurare i dati visualizzati
sullo schermo (Personalizzazione dei dati overlay, pagina 4).
Livelli carta
È possibile attivare e disattivare i livelli carta e personalizzare le
funzioni delle cartografie. Ogni impostazione è specifica per la
carta o la visualizzazione della carta utilizzata.
NOTA: non è possibile applicare tutte le impostazioni a tutte le
carte e ai modelli di chartplotter. Alcune opzioni richiedono le
cartografie premium o il collegamento di accessori.
NOTA: i menu possono contenere alcune impostazioni non
supportate dalle carte installate o dalla posizione predefinita. Se
si apportano modifiche a tali impostazioni, esse non influiscono
sulla visualizzazione della carta.
Da una cartografia, selezionare Menu > Livelli.
Carta: mostra e nasconde gli elementi relativi alla cartografia
(Impostazione del livello Carta, pagina 13).
La mia imbarcazione: mostra e nasconde gli elementi relativi
all'imbarcazione (Impostazioni del livello La mia
imbarcazione, pagina 13).
Dati utente: mostra e nasconde i dati utente, ad esempio i
waypoint, i confini e le tracce e apre gli elenchi dei dati utente
(Impostazioni del livello Dati utente, pagina 13).
Carte e visualizzazioni 3D
Altre imbarcazioni: configura la modalità con cui vengono
visualizzate le altre imbarcazioni (Impostazioni del livello
Altre imbarcazioni, pagina 13).
Acqua: mostra e nasconde gli elementi relativi alla profondità
(Impostazione del livello Acqua, pagina 13).
Quickdraw Contours: mostra e nasconde i Garmin Quickdraw
dati Contours (Impostazioni Garmin Quickdraw Contours,
pagina 16).
Meteo: mostra e nasconde gli elementi relativi al meteo
(Impostazione del livello Meteo, pagina 14).
Impostazione del livello Carta
In una carta, selezionare Menu > Livelli > Carta.
Foto satellitari: consente di visualizzare immagini satellitari ad
alta risoluzione su terra, acqua o entrambe nella carta di
navigazione quando si utilizzano alcune mappe premium
(Visualizzare immagini satellitari sulla carta di navigazione,
pagina 10).
NOTA: questa impostazione deve essere abilitata per poter
visualizzare le carte Standard Mapping.
Maree e correnti: mostra gli indicatori delle stazioni di correnti e
di maree sulla carta (Visualizzazione degli indicatori di marea
e corrente, pagina 10) e attiva il cursore di maree e correnti
con cui è possibile specificare quando le maree e le correnti
devono essere riportate sulla mappa.
POI: mostra i Punti di Interesse a terra.
Navaid: mostra gli ausili alla navigazione, come gli ATON e le
luci lampeggianti, sulla carta. Consente di selezionare il tipo
di ausilio navigazione NOAA o IALA.
Service Points: mostra le posizioni dei servizi nautici.
Profondità: configura gli elementi sul livello della profondità
(Impostazione del livello Profondità, pagina 13).
Aree riservate: mostra informazioni sulle aree riservate sulla
carta.
Punti foto: mostra le icone della fotocamera per le foto aeree
(Visualizzare foto aeree dei punti di riferimento, pagina 10).
Impostazione del livello Profondità
In una carta, selezionare Menu > Livelli > Carta > Profondità.
Ombr. profondità: consente di specificare una profondità
massima e una profondità minima entro cui visualizzare
l'ombreggiatura.
Ombreggiatura fondale basso: consente di impostare le
ombreggiature dalla linea costiera alla profondità specificata.
Profondità del punto: consente di attivare i punti scandaglio e
impostare la profondità pericolosa. Una profondità del punto
pari o più bassa rispetto alla profondità pericolosa viene
indicata dal testo in rosso.
Isobate (aree pescosa): consente di impostare il livello di zoom
per una visuale dettagliata dei profili del fondale e degli
scandagli di profondità, inoltre semplifica la presentazione
della carta per l'uso ottimale durante la pesca.
Impostazioni del livello La mia imbarcazione
In una carta, selezionare Menu > Livelli > La mia
imbarcazione.
Linea di prua: visualizza e configura la linea di prua, che
consiste in una linea sulla cartografia che parte dalla prua
dell'imbarcazione e procede nella direzione di viaggio, e la
sorgente dati della linea di prua (Impostazione della linea di
prua e dei marker, pagina 25).
Tracce attive: mostra la traccia attiva sulla carta e apre il menu
Opzioni Traccia attiva.
Rosa dei venti: mostra una rappresentazione visiva dell'angolo
o della direzione del vento forniti dal sensore del vento
connesso e imposta la sorgente dati del vento.
Carte e visualizzazioni 3D
Rosa dei venti bussola: consente di visualizzare una rosa dei
venti intorno al simbolo dell'imbarcazione, indicante la
direzione della bussola nella direzione dell'imbarcazione.
L'attivazione di questa opzione disattiva l'opzione Rosa dei
venti.
Icona barca: imposta l'icona che rappresenta la posizione
corrente sulla carta.
Impostazioni delle layline
Per utilizzare le funzioni layline, è necessario collegare un
sensore del vento al chartplotter.
In modalità di navigazione a vela(Impostare il tipo di
imbarcazione, pagina 4) è possibile visualizzare le layline sulla
carta di navigazione. Le layline risultano molto utili durante le
regate.
Nella carta di navigazione, selezionare Menu > Layline.
Schermo: consente di impostare la modalità di visualizzazione
delle layline e dell'imbarcazione sulla carta e di impostare la
lunghezza delle layline.
Ang. nav. vela: consente di selezionare la modalità di calcolo
delle layline da parte del dispositivo. L'opzione Attuale
calcola le layline utilizzando l'angolo del vento misurato dal
sensore del vento. L'opzione Manuale calcola le layline
utilizzando gli angoli controvento e sottovento inseriti
manualmente.
Ang. controv.: consente di impostare una layline basata
sull'angolazione sopravvento.
Ang. sottovento: consente di impostare una layline basata
sull'angolazione sottovento.
Correzione marea: consente di correggere le layline in base
alla marea.
Filtro layline: consente di filtrare i dati delle layline in base
all'intervallo di tempo inserito. Per una layline più omogenea
che omette alcune delle modifiche causate dalla rotta o
dall'angolo del vento reale, immettere un numero più alto. Per
layline che mostrano una sensibilità maggiore alle modifiche
causate dalla rotta o dall'angolo del vento reale, immettere un
numero più basso.
Impostazioni del livello Dati utente
È possibile mostrare i dati utente, ad esempio waypoint, confini
e tracce sulle carte.
In una carta, selezionare Menu > Livelli > Dati utente.
Waypoint: mostra i waypoint sulla carta e apre l'elenco dei
waypoint.
Confini: mostra i confini sulla carta e apre l'elenco dei confini.
Tracce: mostra le tracce sulla carta.
Impostazioni del livello Altre imbarcazioni
NOTA: queste opzioni richiedono accessori connessi, tra cui un
ricevitore AIS, un radar o una radio VHF.
In una carta, selezionare Menu > Livelli > Altre imbarcazioni.
DSC: imposta la visualizzazione delle imbarcazioni e dei trail
DSC sulla carta e mostra l'elenco dei DSC.
AIS: imposta la visualizzazione delle imbarcazioni e dei trail AIS
sulla carta e mostra l'elenco degli AIS.
Dettagli: mostra i dettagli delle altre imbarcazioni sulla carta.
Vettore direz.: imposta il tempo di proiezione della direzione per
le imbarcazioni con AIS attivato e MARPA contrassegnato.
Allarme collis.: imposta l'allarme di zona sicura da collisione
(Impostare l'allarme di zona sicura, pagina 11).
Impostazione del livello Acqua
In una carta, selezionare Menu > Livelli > Acqua.
NOTA: il menu può contenere alcune impostazioni non
supportate dalle carte installate o dalla posizione predefinita. Se
13
si apportano modifiche a tali impostazioni, esse non influiscono
sulla visualizzazione della carta.
Ombr. profondità: consente di specificare una profondità
massima e una profondità minima entro cui visualizzare
l'ombreggiatura.
Ombreggiatura fondale basso: consente di impostare le
ombreggiature dalla linea costiera alla profondità specificata.
Profondità del punto: consente di attivare i punti scandaglio e
impostare la profondità pericolosa. Una profondità del punto
pari o più bassa rispetto alla profondità pericolosa viene
indicata dal testo in rosso.
Isobate (aree pescosa): consente di impostare il livello di zoom
per una visuale dettagliata dei profili del fondale e degli
scandagli di profondità, inoltre semplifica la presentazione
della carta per l'uso ottimale durante la pesca.
Rilievi ombreggiati: mostra la pendenza del fondale con
ombreggiatura. Questa funzionalità è disponibile solo per
alcune mappe premium.
Imm. ecoscan.: mostra le immagini dell'ecoscandaglio per
visualizzare la densità del fondale. Questa funzionalità è
disponibile solo per alcune mappe premium.
Livello lago: consente di impostare il livello dell'acqua attuale
del lago. Questa funzionalità è disponibile solo per alcune
mappe premium.
Range ombreggiatura della profondità
È possibile impostare il range di colori sulla mappa per mostrare
le diverse profondità in cui nuotano i pesci. È possibile
impostare range più profondi per monitorare la rapidità con cui il
fondale degrada in uno specifico range di profondità. È possibile
creare fino a dieci range di profondità. Per la pesca in acque
interne, un massimo di cinque range di profondità consente una
migliore leggibilità della mappa. i range di profondità si
applicano a tutte le carte e a tutti i corsi d'acqua.
Alcuni Garmin LakeVü™ e carte supplementari premium sono
dotati di più ombreggiature della profondità per impostazione
predefinita.
Rosso
Da 0 a 1,5 m (da 0 a 5 piedi)
Arancione
Da 1,5 a 3 m (da 5 a 10 piedi)
Giallo
Da 3 a 4,5 m (da 10 a 15 piedi)
Verde
Da 4,5 a 7,6 m (da 15 a 25 piedi)
Impostazione del livello Meteo
Nella carta di navigazione o nella mappa di pesca, selezionare
Menu > Livelli > Carta > Meteo > .
In una mappa meteo, selezionare Menu > Livelli > Carta >
Meteo.
Livelli osservati: imposta la visualizzazione degli elementi
meteo osservati. Il meteo osservato è la condizione meteo
attuale visibile al momento.
Livelli previsione: imposta la visualizzazione degli elementi
meteo previsti.
Modo livelli: mostra le informazioni relative alle previsioni
meteo e al meteo osservato.
14
Registrazione in loop: mostra una sequenza di informazioni
relative alle previsioni meteo e al meteo osservato.
Legenda: mostra la legenda meteo, con la gravità delle
condizioni che aumentano da sinistra a destra.
Abbonamento meteo: mostra le informazioni sugli
abbonamenti meteo.
Ripristina predefiniti: ripristina le impostazioni meteo ai valori
predefiniti.
Modifica overlay: consente di configurare i dati visualizzati
sullo schermo (Personalizzazione dei dati overlay, pagina 4).
Impostazioni Radar overlay
Nella carta di navigazione o sulla mappa pesca, selezionare
Menu > Livelli > Radar > .
In una pagina del radar, selezionare Menu.
Radar in standby: interrompe la trasmissione radar.
Gain: configura il guadagno (Regolazione automatica del
guadagno del radar, pagina 38).
Sea Clutter: configura il Sea Clutter (Regolazione automatica
del guadagno del radar, pagina 38).
Opzioni radar: apre il menu delle opzioni radar (Menu delle
opzioni del radar, pagina 39).
Altre imbarcazioni: imposta la modalità di visualizzazione di
altre imbarcazioni sulla pagina del radar (Impostazioni del
livello Altre imbarcazioni, pagina 13).
Impostazione del radar: apre le impostazioni di visualizzazione
del radar (Radar Setup, pagina 40).
Modifica overlay: consente di configurare i dati visualizzati
sullo schermo (Personalizzazione dei dati overlay, pagina 4).
Impostazioni carta
NOTA: non è possibile applicare tutte le impostazioni a tutte le
carte e a tutte le visualizzazioni della carta 3D. Alcune
impostazioni richiedono accessori esterni o cartografie premium
applicabili.
Da una cartografia, selezionare Menu > Impostazioni.
Orientamento: consente di impostare la prospettiva della
cartografia.
Dettaglio: consente di regolare i livelli di dettaglio mostrati sulla
mappa per differenti livelli di zoom.
Dimensioni carta: consente di impostare le dimensioni visibili
della carta.
World map: consente di utilizzare una mappa mondiale di base
o una mappa con rilievi ombreggiati. Tali differenze sono
visibili solo quando la mappa viene ridotta troppo per
visualizzare i dettagli.
Linea di partenza: consente di impostare la linea di partenza di
una regataImpostazione della linea di partenza, pagina 23.
Finestra di navigazione: mostra una mappa in miniatura con al
centro la posizione corrente.
Impostazioni Fish Eye 3D
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
Nella visualizzazione Fish Eye 3D, selezionare Menu.
Visualizza: consente di impostare la prospettiva della
visualizzazione carta 3D.
Tracce: consente di visualizzare le tracce.
Cono ecoscan.: consente di visualizzare un cono che mostra
l'area coperta dal trasduttore.
Simboli pesce: consente di visualizzare i bersagli sospesi.
Carte e visualizzazioni 3D
Mappe supportate
Per una navigazione sicura e divertente, i dispositivi Garmin
supportano esclusivamente le mappe ufficiali prodotte da
Garmin o da un produttore di terze parti approvato.
È possibile acquistare mappe da Garmin. Se si acquistano
mappe da un rivenditore non Garmin, informarsi sul rivenditore
prima dell'acquisto. Utilizzare i rivenditori online con estrema
cautela. Se è stata acquistata una mappa non supportata,
restituirla al rivenditore.
Mappe Garmin Quickdraw Contours
AVVERTENZA
La funzione di mappatura di Garmin Quickdraw Contours
consente agli utenti di creare mappe. Garmin non fornisce
garanzie sulla precisione, l'affidabilità, la completezza o la
puntualità delle mappe create da terzi. L'utente si assume tutti i
rischi legati all'utilizzo delle mappe create da terzi.
La funzione di mappatura Garmin Quickdraw Contours consente
di creare mappe con isobate e indicazioni di profondità per
qualsiasi corso d'acqua.
Quando Garmin Quickdraw Contours registra i dati, un cerchio
colorato viene visualizzato attorno all'icona dell'imbarcazione.
Questo cerchio rappresenta l'area approssimativa della mappa
che viene sottoposta a scansione ad ogni passaggio.
Un cerchio verde indica una buona profondità e posizione GPS
e una velocità inferiore a 16 km/h (10 mph). Un cerchio giallo
indica una buona profondità e posizione GPS e una velocità
compresa tra 16 km/h (10 mph) e 32 km/h (20 mph). Un cerchio
rosso indica una bassa profondità o posizione GPS e una
velocità superiore a 32 km/h (20 mph).
È possibile visualizzare Garmin Quickdraw Contours in una
schermata combinata o in una pagina cartografica.
La quantità di dati salvati dipende dalle dimensioni della scheda
di memoria e dalla velocità dell'imbarcazione durante la
registrazione dei dati. È possibile registrare più a lungo quando
si utilizza una singola frequenza. Su una scheda di memoria da
2 GB è possibile registrare circa 1.500 ore di dati.
Quando si registrano dati su una scheda di memoria nel
chartplotter, i nuovi dati vengono aggiunti alla mappa Garmin
Quickdraw Contours esistente e salvati nella scheda di
memoria. Quando si inserisce una nuova scheda di memoria, i
dati esistenti non vengono trasferiti nella nuova scheda.
Personalizzazione della cartografia con la
funzione Garmin Quickdraw Contours
Prima di poter utilizzare la funzione Garmin Quickdraw
Contours, è necessario disporre di un dato di profondità, una
posizione GPS e una scheda di memoria con spazio libero.
1 In una pagina della cartografia, selezionare Menu >
Quickdraw Contours > Avvia registrazione.
2 Una volta completata la registrazione, selezionare Menu >
Quickdraw Contours > Interrompi registrazione.
3 Selezionare Gestione > Nome e inserire un nome per la
mappa.
Mappe Garmin Quickdraw Contours
Aggiunta di un’etichetta a una mappa
Garmin Quickdraw Contours
È possibile aggiungere etichette a una mappa Garmin
Quickdraw Contours per contrassegnare i pericoli o i punti di
interesse.
1 Selezionare una posizione nella carta di navigazione.
2 Selezionare Et. Quickdraw.
3 Immettere il testo per l’etichetta, quindi selezionare Fatto.
Garmin Quickdraw Community
La Garmin Quickdraw Community è una comunità gratuita,
pubblica, online che consente di condividere le proprie mappe
Garmin Quickdraw Contours con altri utenti. È anche possibile
scaricare le mappe create da altri utenti.
Se il dispositivo è dotato di tecnologia Wi‑Fi, è possibile
utilizzare l'app ActiveCaptain per accedere a Garmin Quickdraw
Community (Connessione alla community Garmin Quickdraw
con ActiveCaptain, pagina 15).
Se il dispositivo non dispone della tecnologia Wi‑Fi, è possibile
utilizzare il sito Web Garmin Connect™ per accedere a Garmin
Quickdraw Community (Connessione alla community Garmin
Quickdraw con Garmin Connect, pagina 16).
Connessione alla community Garmin Quickdraw con
ActiveCaptain
1 Dal dispositivo mobile, aprire l'app ActiveCaptain e
connettersi al dispositivo GPSMAP (Introduzione all'app
ActiveCaptain, pagina 5).
2 Dall'app, selezionare Community Quickdraw.
È possibile scaricare i profili di altri utenti nella community
(Download delle mappe della community Garmin Quickdraw
utilizzando ActiveCaptain, pagina 15) e condividere i propri
(Condivisione delle mappe Garmin Quickdraw Contours con la
community Garmin Quickdraw tramite ActiveCaptain,
pagina 15).
Download delle mappe della community Garmin Quickdraw
utilizzando ActiveCaptain
È possibile scaricare le mappe Garmin Quickdraw Contours che
altri utenti hanno creato e condiviso con la Garmin Quickdraw
Community.
1 Dall'app ActiveCaptain sul dispositivo mobile, selezionare
Community Quickdraw > Cerca Contours.
2 Utilizzare la mappa e le funzioni di ricerca per individuare
un'area da scaricare.
I punti rossi rappresentano le mappe Garmin Quickdraw
Contours che sono state condivise per tale area.
Selezionare
Seleziona una regione da scaricare.
3
4 Trascinare la casella per selezionare l'area da scaricare.
5 Trascinare gli angoli per modificare l'area di download.
6 Selezionare Scarica area.
La prossima volta che si connette l'app ActiveCaptain al
dispositivo GPSMAP, i profili scaricati vengono trasferiti
automaticamente sul dispositivo.
Condivisione delle mappe Garmin Quickdraw Contours con
la community Garmin Quickdraw tramite ActiveCaptain
È possibile condividere le mappe Garmin Quickdraw Contours
create con altri nella Garmin Quickdraw Community.
Quando si condivide una mappa Contours, solo la mappa viene
condivisa. I waypoint non vengono condivisi.
Durante la configurazione dell'app ActiveCaptain è possibile
scegliere di condividere automaticamente i profili con la
community. Per effettuare questa operazione in un secondo
momento, seguire questa procedura per attivare la condivisione.
15
Dall'app ActiveCaptain sul dispositivo mobile, selezionare
Community Quickdraw.
La prossima volta che si connette l'app ActiveCaptain al
dispositivo GPSMAP, le mappe dei profili verranno trasferite
automaticamente sulla community.
Connessione alla community Garmin Quickdraw con
Garmin Connect
1 Visitare il sito Web connect.garmin.com.
2 Selezionare Operazioni preliminari > Community
Quickdraw > Operazioni preliminari.
Se
non si dispone di un account Garmin Connect, crearne
3
uno.
4 Accedere al proprio account Garmin Connect.
5 Selezionare Nautica in alto a destra per aprire il widget
Garmin Quickdraw.
SUGGERIMENTO: accertarsi di disporre di una scheda di
memoria nel computer per condividere le mappe Garmin
Quickdraw Contours.
Condivisione delle mappe Garmin Quickdraw Contours con
la community Garmin Quickdraw tramite Garmin Connect
È possibile condividere le mappe Garmin Quickdraw Contours
create con altri nella Garmin Quickdraw Community.
Quando si condivide una mappa Contours, solo la mappa viene
condivisa. I waypoint non vengono condivisi.
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento schede
(Inserire le schede di memoria, pagina 2).
2 Inserire la scheda di memoria nel computer.
3 Accedere a Garmin Quickdraw Community (Connessione alla
community Garmin Quickdraw con Garmin Connect,
pagina 16).
4 Selezionare Condividi profili.
5 Cercare nella scheda SD la cartella /Garmin e selezionarla.
6 Aprire la cartella Quickdraw e selezionare il file denominato
ContoursLog.svy.
Dopo che il file viene caricato, eliminare il file ContoursLog.svy
dalla scheda di memoria per evitare problemi con i futuri
caricamenti. I dati non andranno persi.
Download delle mappe della community Garmin Quickdraw
utilizzando Garmin Connect
È possibile scaricare le mappe Garmin Quickdraw Contours che
altri utenti hanno creato e condiviso con la Garmin Quickdraw
Community.
Se il dispositivo non dispone della tecnologia Wi‑Fi, è possibile
accedere a Garmin Quickdraw Community utilizzando il sito
Web Garmin Connect.
Se il dispositivo è dotato della tecnologia Wi‑Fi, è necessario
accedere a Garmin Quickdraw Community utilizzando l'app
ActiveCaptain (Connessione alla community Garmin Quickdraw
con ActiveCaptain, pagina 15).
1 Inserire la scheda di memoria nel computer.
2 Accedere a Garmin Quickdraw Community (Connessione alla
community Garmin Quickdraw con Garmin Connect,
pagina 16).
3 Selezionare Cerca Contours.
4 Utilizzare la mappa e le funzioni di ricerca per individuare
un'area da scaricare.
I punti rossi rappresentano le mappe Garmin Quickdraw
Contours che sono state condivise per tale regione.
5 Selezionare Seleziona area da scaricare.
6 Trascinare i bordi della casella per selezionare l'area da
scaricare.
7 Selezionare Avvia download.
16
8 Salvare il file nella scheda di memoria.
SUGGERIMENTO: se non si trova il file, cercare nella
cartella "Download". Il browser potrebbe aver salvato il file in
tale posizione.
Rimuovere
la scheda di memoria dal computer.
9
10 Inserire la scheda di memoria nell'alloggiamento schede
(Inserire le schede di memoria, pagina 2).
Il chartplotter riconosce automaticamente le mappe
Contours. Il chartplotter impiega alcuni minuti per caricare le
mappe.
Impostazioni Garmin Quickdraw Contours
Nella mappa, selezionare Menu > Quickdraw Contours >
Impostazioni.
Offset registrazione: permette di impostare un offset tra il dato
di profondità ricevuto dal trasduttore e la batimetrica
registrata. Se il livello di acqua è cambiato dall'ultima
registrazione, regolare questa impostazione in modo che la
profondità di registrazione sia la stessa per entrambe le
registrazioni.
Ad esempio, se l'ultima volta è stata registrata una profondità
scandagliata di 3,1 m (10,5 piedi) e oggi la profondità
scandagliata è di 3,6 m (12 piedi), immettere -0,5 m (-1,5
piedi) per il valore Offset registrazione.
Offset display utente: permette di impostare un offset alle
batimetriche delle proprie mappe Contorni per compensare
innalzamenti o abbassamenti del livello dell'acqua.
Offset display comm.: permette di impostare un offset alle
batimetriche delle mappe Contorni della community per
compensare innalzamenti o abbassamenti del livello
dell'acqua o per correggere eventuali valori errati della
profondità nelle mappe registrate.
Colore rilevamento: consente di impostare il colore del display
di Contorni Garmin Quickdraw. Quando questa impostazione
è attivata, i colori indicano la qualità della registrazione.
Quando questa impostazione è disattivata, vengono utilizzati
i colori mappa standard.
Il verde indica una buona profondità e posizione GPS e una
velocità inferiore a 16 km/h (10 mph). Il giallo indica una
buona profondità e posizione GPS e una velocità compresa
tra 16 km/h (10 mph) e 32 km/h (20 mph). Il rosso indica una
bassa profondità o posizione GPS e una velocità superiore a
32 km/h (20 mph).
Ombr. profondità: specifica la profondità minima e massima di
un intervallo di profondità e il relativo colore.
Navigare con un chartplotter
AVVERTENZA
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
La funzione Auto Guidance si basa sulle informazioni della
mappa elettronica. Tali dati non garantiscono l'assenza di
ostacoli e/o profondità del fondale, adatto alla navigazione.
Associare alla rotta i rilevamenti visivi per evitare terra, fondali
bassi o altri ostacoli che si possono incontrare.
Quando si utilizzano le funzioni Vai a, percorso diretto e
percorso corretto, i fondali bassi e gli ostacoli presenti sulla
mappa non vengono rilevati e calcolati. Avvalersi della vista e
virare per evitare terra, fondali bassi e altri oggetti pericolosi.
Navigare con un chartplotter
ATTENZIONE
Se l'imbarcazione è dotata di un autopilota, è necessario
installare uno schermo dedicato al controllo dell'autopilota su
ciascun timone in modo da poterlo disattivare.
Destinazioni
NOTA: in alcune aree sono disponibili le visualizzazioni delle
carte premium.
Per navigare, è necessario scegliere una destinazione,
impostare o creare una rotta e seguirla. È possibile seguire la
rotta sulla carta di navigazione, Mappa pesca, Perspective 3D o
Mariner's Eye 3D.
È possibile impostare e seguire una rotta verso una
destinazione utilizzando uno dei seguenti tre metodi: Vai a, Crea
Rotta o Auto Guidance.
Vai a: crea una rotta diretta alla destinazione. Si tratta di
un'opzione standard per la navigazione verso una
destinazione. Il chartplotter crea una rotta fissa o una linea di
navigazione verso la destinazione. Il percorso potrebbe
includere, tra gli altri, ostacoli di terra.
Crea Rotta: consente di creare una rotta spezzata dalla
posizione dell'imbarcazione alla destinazione, consentendo
all'utente di modificare il percorso. Questa opzione fornisce
una rotta fissa verso la destinazione, ma consente di
aggiungere virate che evitano terra e altri ostacoli.
Auto Guidance: consente di determinare la rotta migliore verso
la destinazione utilizzando le informazioni specifiche
sull'imbarcazione e i dati cartografici. Questa opzione è
disponibile solo quando si utilizza una carta premium
compatibile in un chartplotter compatibile. Fornisce una linea
di navigazione virata per virata verso la destinazione,
evitando, tra gli altri, ostacoli di terra (Auto Guidance,
pagina 20).
Quando si utilizza un autopilota Garmin compatibile collegato
al chartplotter mediante NMEA 2000, l'autopilota segue la
rotta Auto Guidance.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium
in alcune aree.
È possibile cercare waypoint, rotte, tracce e servizi nautici
salvati in base ai nomi.
1 Selezionare Informazioni > Servizi > Ricerca per nome.
2 Immettere almeno una parte del nome della destinazione.
3 Se necessario, selezionare Fatto.
Vengono visualizzate le 50 destinazioni più vicine che
contengono il criterio di ricerca impostato dall'utente.
4 Selezionare la destinazione.
Domande di base sulla navigazione
Domanda
Risposta
Come si imposta il chartplotter
in modo da essere indirizzati
verso la direzione desiderata?
Navigare utilizzando la funzione Vai a
(Impostare e seguire una rotta utiliz­
zando la funzione Vai a, pagina 17).
Come si imposta il dispositivo
in modo da essere guidati su
una linea retta (riducendo al
minimo gli errori di fuori rotta)
verso una posizione tenendo
conto della distanza più breve
dalla posizione corrente?
Creare una rotta con un singolo tratto
e seguirla utilizzando la funzione
Rotta verso (Creazione e navigazione
di una rotta dalla posizione corrente,
pagina 19).
Come si imposta il dispositivo
in modo da essere guidati
verso una posizione evitando
gli ostacoli delineati?
Creare una rotta con delle spezzate e
seguirla utilizzando la funzione Rotta
verso (Creazione e navigazione di una
rotta dalla posizione corrente,
pagina 19).
Come si imposta il dispositivo
in modo che possa intervenire
sul pilota automatico?
Navigare utilizzando la funzione Rotta
verso (Creazione e navigazione di una
rotta dalla posizione corrente,
pagina 19).
Il dispositivo consente di creare Navigare utilizzando la funzione Auto
una rotta automatica?
Guidance se si dispone della cartografia che la supporta e ci si trova in
un'area coperta da tale funzione
(Impostare e seguire una rotta Auto
Guidance, pagina 20).
Come si modificano le imposta- Consultare Configurazioni della rotta
zioni Auto Guidance per l'imAuto Guidance, pagina 20.
barcazione?
Navigare con un chartplotter
È possibile selezionare le destinazioni utilizzando varie carte e
visualizzazioni 3D oppure utilizzando gli elenchi.
Cercare una destinazione in base al nome
Scegliere una destinazione mediante la carta di
navigazione
Selezionare la destinazione nella carta di navigazione.
Cercare servizi nautici
NOTA: questa funzione è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
Il chartplotter contiene informazioni su migliaia di destinazioni
che offrono servizi nautici.
1 Selezionare Informazioni > Servizi.
2 Selezionare Servizi oppure Servizi entroterra.
3 Se necessario, selezionare la categoria di servizi nautici.
Il chartplotter mostra un elenco dei luoghi più vicini con
inclusa la distanza e il rilevamento verso ciascuna.
4 Selezionare una destinazione.
È possibile selezionare Pagina successiva o Pagina
precedente per visualizzare informazioni aggiuntive o
mostrare la posizione su una carta.
Impostare e seguire una rotta utilizzando la funzione
Vai a
AVVERTENZA
Quando si utilizzano le funzioni Vai a, percorso diretto e
percorso corretto, i fondali bassi e gli ostacoli presenti sulla
mappa non vengono rilevati e calcolati. Avvalersi della vista e
virare per evitare terra, fondali bassi e altri oggetti pericolosi.
È possibile impostare e seguire una rotta diretta partendo dalla
posizione corrente fino alla destinazione selezionata.
1 Selezionare una destinazione (Destinazioni, pagina 17).
2 Selezionare Naviga verso > Vai a.
Viene visualizzata una linea magenta. Al centro della linea
magenta viene visualizzata un'altra linea più sottile viola che
rappresenta la rotta corretta dalla posizione corrente alla
destinazione. La rotta corretta è dinamica e si sposta quando
si vira fuori rotta.
3 Seguire la linea lilla, virando per evitare terra, bassi fondali
bassi e altri pericoli.
4 Quando si è fuori rotta, seguire la linea viola (rotta corretta)
per raggiungere la destinazione oppure virare per tornare
sulla linea magenta (rotta diretta).
È anche possibile utilizzare la freccia rotta a direzione
arancione, che mostra un raggio di virata suggerito per
rientrare nella rotta dell'imbarcazione.
AVVERTENZA
Verificare la presenza di ostacoli nella rotta prima di attuare
la virata. Se la rotta non è sicura, ridurre la velocità
dell'imbarcazione e determinare una rotta sicura al percorso.
17
Interruzione della navigazione
Durante la navigazione, da una carta applicabile, selezionare
un'opzione:
• Selezionare Menu > Arresta navigazione.
• Durante la navigazione con Auto Guidance, selezionare
Menu > Opzioni di navigazione > Arresta navigazione.
• Selezionare .
Waypoint
I waypoint sono posizioni registrate dall'utente e memorizzate
nel dispositivo. I waypoint possono contrassegnare la propria
posizione, la propria destinazione o i posti dove si è stati. È
possibile aggiungere dettagli sulla posizione, ad esempio il
nome, la quota e la profondità.
Creazione di un waypoint nella posizione corrente
In qualsiasi schermata, selezionare Mark.
Creazione di un waypoint in un'altra posizione
1 Selezionare Waypoint > Nuovo waypoint.
2 Selezionare un'opzione:
• Per creare il waypoint inserendo le coordinate di una
posizione, selezionare Inserisci coordinate, quindi
inserire le coordinate.
• Per creare il waypoint utilizzando una mappa, selezionare
Usa mappa, scegliere la posizione e selezionare
Seleziona.
• Per creare il waypoint utilizzando un range (distanza) e un
rilevamento, selezionare Ins. range/rilevamento e
inserire le informazioni.
Contrassegnare una posizione SOS
È possibile contrassegnare una posizione SOS o MOB (uomo a
mare).
1 Tenere premuto SOS per un secondo.
2 Selezionare il tipo di SOS.
3 Se necessario, selezionare OK per navigare verso la
posizione uomo a mare.
Se è stato selezionato OK, il chartplotter imposta una rotta
diretta verso la posizione. Se è stato selezionato un altro tipo di
SOS, i dettagli della chiamata vengono inviati alla radio VHF. È
necessario inviare la chiamata utilizzando la radio.
Proiezione di un waypoint
È possibile creare un nuovo waypoint proiettando la distanza e il
rilevamento da una posizione differente. Ciò può essere utile
durante la creazione delle linee di partenza e di arrivo di una
regata.
1 Selezionare Waypoint > Nuovo waypoint > Ins. range/
rilevamento.
2 se necessario, selezionare un punto di riferimento sulla
mappa.
3 Selezionare Ins. range/rilevamento.
4 Immettere la distanza e selezionare Fatto.
5 Immettere la direzione e selezionare Fatto.
6 Seleziona Crea waypoint.
Visualizzare l'elenco di tutti i waypoint
Selezionare Informazioni > Dati utente > Waypoint.
Modificare un waypoint salvato
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Waypoint.
2 Selezionare un waypoint.
3 Selezionare Controlla > Modifica.
4 Selezionare un'opzione:
18
• Per aggiungere un nome, selezionare Nome, quindi
immettere un nome.
• Per modificare il simbolo, selezionare Simbolo.
• Per modificare la profondità, selezionare Profondità.
• Per modificare la temperatura dell'acqua, selezionare
Temperatura acqua.
• Per modificare il commento, selezionare Commento.
• Per spostare la posizione del waypoint, selezionare
Posizione.
Spostare un waypoint salvato
1 Selezionare Waypoint.
2 Selezionare un waypoint.
3 Selezionare Controlla > Sposta.
4 Specificare una nuova posizione per il waypoint:
• Per spostare il waypoint durante l'uso di una carta,
selezionare Usa mappa, selezionare una nuova posizione
sulla carta, quindi selezionare Sposta.
• Per spostare il waypoint utilizzando le coordinate,
selezionare Inserisci coordinate, quindi immettere le
nuove coordinate.
• Per spostare il waypoint utilizzando un range (distanza) e
un rilevamento, selezionare Ins. range/rilevamento e
inserire le informazioni.
Cercare e navigare verso un waypoint salvato
AVVERTENZA
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
La funzione Auto Guidance si basa sulle informazioni della
mappa elettronica. Tali dati non garantiscono l'assenza di
ostacoli e/o profondità del fondale, adatto alla navigazione.
Associare alla rotta i rilevamenti visivi per evitare terra, fondali
bassi o altri ostacoli che si possono incontrare.
Quando si utilizzano le funzioni Vai a, percorso diretto e
percorso corretto, i fondali bassi e gli ostacoli presenti sulla
mappa non vengono rilevati e calcolati. Avvalersi della vista e
virare per evitare terra, fondali bassi e altri oggetti pericolosi.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
Prima di poter navigare verso un waypoint, è necessario crearne
uno.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Waypoint.
2 Selezionare un waypoint.
3 Selezionare Naviga verso.
4 Selezionare un'opzione:
• Per navigare direttamente verso la posizione selezionare
Vai a.
• Per creare una rotta verso la posizione, selezionare Crea
Rotta.
• Per utilizzare la funzione Auto Guidance, selezionare
Auto Guidance.
5 Controllare la rotta indicata dalla linea lilla.
NOTA: quando si usa Auto Guidance, un segmento grigio in
una parte qualsiasi della linea magenta indica che la funzione
Auto Guidance non è in grado di calcolare parte della relativa
linea. Questo è dovuto alle impostazioni di profondità sicura
Navigare con un chartplotter
minima dell'acqua e di altezza minima di sicurezza dagli
ostacoli.
6 Seguire la linea lilla, virando per evitare terra, bassi fondali
bassi e altri pericoli.
Eliminare un waypoint o una posizione MOB
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Waypoint.
2 Selezionare un waypoint o una posizione MOB.
3 Selezionare Controlla > Elimina.
Eliminare tutti i waypoint
Selezionare Informazioni > Dati utente > Elimina dati
utente > Waypoint > Tutti.
Rotte
La rotta è un percorso dalla posizione di partenza alla
destinazione.
Creazione e navigazione di una rotta dalla posizione
corrente
Modificare una rotta salvata
È possibile modificare il nome di una rotta o modificare le virate
in essa contenute.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
Selezionare
una rotta.
2
3 Selezionare Controlla > Modifica rotta.
4 Selezionare un'opzione:
• Per modificare il nome, selezionare Nome, quindi
immettere il nome.
• Per selezionare un waypoint dall'elenco delle virate,
selezionare Modifica virate > Usa elenco virate, quindi
selezionare un waypoint dall'elenco.
• Per selezionare una virata utilizzando la carta, selezionare
Modifica virate > Usa mappa, quindi selezionare una
posizione sulla carta.
Cercare e seguire una rotta salvata
È possibile creare e navigare una rotta immediatamente, sia
sulla Carta di navigazione che sulla Mappa pesca. Questo
metodo non salva la rotta o i dati dei waypoint.
1 Nella Carta di navigazione o nella Mappa pesca, selezionare
una destinazione.
2 Selezionare Naviga verso > Crea Rotta.
3 Selezionare la posizione dell'ultima virata prima della
destinazione.
4 Selezionare Aggiungi wpt.
5 Se necessario, ripetere per aggiungere virate, a ritroso dalla
destinazione finale fino alla posizione attuale
dell'imbarcazione.
L'ultima virata aggiunta dovrebbe corrispondere al punto in
cui si effettua la prima virata, partendo dalla posizione
corrente. Dovrebbe essere la virata più vicina
all'imbarcazione.
Se
necessario, selezionare Menu.
6
7 Selezionare Fatto.
8 Controllare la rotta indicata dalla linea lilla.
9 Seguire la linea lilla, virando per evitare terra, bassi fondali
bassi e altri pericoli.
Prima di poter cercare e seguire una rotta, è necessario averne
creata e salvata almeno una.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
2 Selezionare una rotta.
3 Selezionare Naviga verso.
4 Selezionare un'opzione:
• Per seguire la rotta dal punto di partenza, selezionare
Inoltra.
• Per seguire la rotta dal punto d'arrivo, selezionare Ordine
inverso.
Viene visualizzata una linea magenta. Al centro della linea
magenta viene visualizzata un'altra linea più sottile viola che
rappresenta la rotta corretta dalla posizione attuale al punto
di arrivo. La rotta corretta è dinamica e si sposta quando si
vira fuori rotta.
5 Controllare la rotta indicata dalla linea magenta.
6 Seguire la linea magenta lungo ciascun tratto della rotta,
virando per evitare terra, bassi fondali e altri ostacoli.
Quando
si è fuori rotta, seguire la linea viola (rotta corretta)
7
per raggiungere la destinazione oppure virare per tornare
sulla linea magenta (rotta diretta).
Creare e salvare una rotta
Cercare e seguire in parallelo una rotta salvata
Con questa procedura si salva la rotta con tutti i waypoint in
essa contenuti. Il punto di partenza può essere la posizione
attuale o un'altra posizione.
È possibile aggiungere fino a 250 waypoint o virate alla rotta.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance > Nuovo > Rotta con carta.
2 Selezionare la posizione di partenza della rotta.
3 Selezionare Aggiungi wpt.
4 Selezionare la posizione della successiva virata sulla carta.
5 Selezionare Aggiungi wpt.
Sul chartplotter la posizione della virata viene contrassegnata
con un waypoint.
6 Se necessario, ripetere i passaggi 4 e 5 per aggiungere
ulteriori virate.
7 Selezionare la destinazione finale.
Prima di poter cercare e seguire una rotta, è necessario averne
creata e salvata almeno una.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
2 Selezionare una rotta.
3 Selezionare Naviga verso.
4 Selezionare Scostamento per seguire parallelamente una
rotta ad una distanza specifica.
5 Specificare la modalità di navigazione della rotta:
• Per seguire la rotta dal punto di partenza, rimanendo a
sinistra della rotta originale, selezionare Avanti - Sinistra.
• Per seguire la rotta dal punto di partenza, rimanendo a
sinistra della rotta originale, selezionare Avanti - Dritta.
• Per seguire la rotta dal punto d'arrivo, rimanendo a sinistra
della rotta originale, selezionare Indietro - Sinistra.
• Per seguire la rotta dal punto d'arrivo, rimanendo a destra
della rotta originale, selezionare Indietro - Dritta.
6 Se necessario, selezionare Fatto.
Viene visualizzata una linea magenta. Al centro della linea
magenta viene visualizzata un'altra linea più sottile viola che
rappresenta la rotta corretta dalla posizione attuale al punto
Visualizzare un elenco di rotte e tracce Auto
Guidance
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
2 Se necessario, selezionare Filtro per visualizzare solo le
rotte o solo le rotte Auto Guidance.
Navigare con un chartplotter
19
di arrivo. La rotta corretta è dinamica e si sposta quando si
vira fuori rotta.
7 Controllare la rotta indicata dalla linea magenta.
8 Seguire la linea magenta lungo ciascun tratto della rotta,
virando per evitare terra, bassi fondali e altri ostacoli.
9 Quando si è fuori rotta, seguire la linea viola (rotta corretta)
per raggiungere la destinazione oppure virare per tornare
sulla linea magenta (rotta diretta).
Avvio di un modello di ricerca
È possibile avviare un modello di ricerca per cercare un'area.
Alcuni modelli sono più adatti a situazioni di ricerca diverse.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance > Nuovo > Rotta con modello SAR.
2 Selezionare un modello:
• Selezionare Ricerca a settori quando è sufficientemente
nota la posizione dell'oggetto, l'area di ricerca è ridotta ed
è richiesta una ricerca approfondita.
• Selezionare Espansione quadra quando la posizione
dell'oggetto non è certa, l'area di ricerca è ridotta ed è
richiesta una ricerca approfondita.
• Selezionare Progressiva/parallela quando la posizione
dell'oggetto è approssimativa, l'area di ricerca è ridotta ed
è richiesta una ricerca costante.
3 Immettere i parametri di ricerca.
4 Selezionare Fatto.
5 Se necessario, selezionare Attiva.
Eliminare una rotta salvata
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
4 Selezionare Avvia navigazione.
5 Seguire la linea lilla, virando per evitare terra, bassi fondali
bassi e altri pericoli.
NOTA: quando si usa Auto Guidance, un segmento grigio in
una parte qualsiasi della linea magenta indica che la funzione
Auto Guidance non è in grado di calcolare parte della relativa
linea. Questo è dovuto alle impostazioni di profondità sicura
minima dell'acqua e di altezza minima di sicurezza dagli
ostacoli.
Creare e salvare una rotta Auto Guidance
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance > Nuovo > Auto Guidance.
2 Selezionare un punto di partenza, quindi selezionare
Successivo.
3 Selezionare una destinazione, quindi selezionare
Successivo.
4 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare un ostacolo e regolare la rotta per
aggirarlo, selezionare Analisi pericoli.
• Per modificare la rotta, selezionare Regola traccia e
seguire le istruzioni visualizzate.
• Per eliminare una rotta, selezionare Annulla Auto
Guidance.
• Per salvare la rotta, selezionare Fatto.
Modificare una rotta Auto Guidance salvata
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
2 Selezionare una rotta, quindi selezionare Controlla >
Auto Guidance.
2 Selezionare una rotta.
3 Selezionare Controlla > Elimina.
Eliminare tutte le rotte salvate
Selezionare Informazioni > Dati utente > Elimina dati
utente > Rotte e tracce Auto Guidance.
Auto Guidance
AVVERTENZA
La funzione Auto Guidance si basa sulle informazioni della
mappa elettronica. Tali dati non garantiscono l'assenza di
ostacoli e/o profondità del fondale, adatto alla navigazione.
Associare alla rotta i rilevamenti visivi per evitare terra, fondali
bassi o altri ostacoli che si possono incontrare.
Tutte le linee di navigazione e della rotta visualizzate sul
chartplotter hanno il solo scopo di fornire indicazioni generali
sulla rotta o identificare i canali corretti, pertanto non devono
essere seguite con precisione. Fare sempre riferimento agli
ausili di navigazione e alle condizioni marine per evitare
incagliamenti o pericoli che potrebbero causare danni
all'imbarcazione, lesioni alla persona o morte.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
È possibile utilizzare la funzione Auto Guidance per calcolare
automaticamente la rotta migliore per raggiungere la
destinazione. La funzione Auto Guidance utilizza la cartografia
per calcolare automaticamente la rotta più sicura per la
destinazione desiderata. È possibile modificare la rotta durante
la navigazione.
Impostare e seguire una rotta Auto Guidance
1 Selezionare una destinazione (Destinazioni, pagina 17).
2 Selezionare Naviga verso > Auto Guidance.
3 Controllare la rotta indicata dalla linea magenta.
20
3
4
5
6
Modifica > Regola traccia.
SUGGERIMENTO: durante la navigazione di una rotta Auto
Guidance, selezionare la rotta sulla carta di navigazione,
quindi selezionare Regola traccia.
Selezionare una posizione sulla rotta.
Trascinare il punto in una nuova posizione.
Se necessario, selezionare un punto, quindi selezionare
Rimuovi.
Selezionare Fatto.
Annullare un calcolo Auto Guidance
Nella Carta di navigazione, selezionare Menu > Annulla.
SUGGERIMENTO: selezionare Indietro per annullare
rapidamente il calcolo.
Impostare un arrivo con orario
È possibile utilizzare questa funzione su una rotta Auto
Guidance per ottenere informazioni sull'orario di arrivo a
destinazione. Ciò consente di programmare l'arrivo a
destinazione, ad esempio per l'apertura di un ponte o per
raggiungere la linea di partenza di una regata.
1 Nella carta di navigazione, selezionare Menu.
2 Selezionare Opzioni di navigazione > Arrivo con orario.
SUGGERIMENTO: è possibile aprire rapidamente il menu
Arrivo con orario selezionando un punto sulla rotta o sulla
traccia.
Configurazioni della rotta Auto Guidance
ATTENZIONE
Le impostazioni di Profondità preferita e Ingombro verticale
influiscono sul modo in cui il chartplotter calcola una rotta Auto
Guidance. La rotta Auto Guidance non viene calcolata laddove
la profondità e l'altezza di un ostacolo sono sconosciuti. Se in
un'area all'inizio o alla fine di una rotta Auto Guidance la
profondità è inferiore alle impostazioni di Profondità preferita o
Ingombro verticale, è possibile che la rotta Auto Guidance non
Navigare con un chartplotter
venga calcolata in quell'area, a seconda dei dati mappa. Sulla
carta, la rotta all’interno di queste aree verrà visualizzata con
una linea grigia o con una linea tratteggiata color magenta o
grigio. Quando l'imbarcazione accede a una di queste aree,
viene visualizzato un messaggio.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
NOTA: alcune impostazioni non si applicano a tutte le carte.
È possibile impostare i parametri che il chartplotter utilizza per
calcolare una rotta Auto Guidance.
Profondità preferita: consente di impostare una profondità
minima, basata sui dati di profondità della carta, in cui
l'imbarcazione può navigare.
NOTA: la profondità minima per le carte premium (create
prima del 2016) è di 3 piedi. Se si inserisce un valore di
profondità inferiore a 3 piedi, le rotte Auto Guidance verranno
calcolate utilizzando esclusivamente questo valore.
Ingombro verticale: consente di impostare l'altezza minima di
un ponte o di un ostacolo, basata sui dati cartografici, in cui
l'imbarcazione può transitare.
Dist. da linea costiera: consente di impostare la distanza dalla
costa in cui tracciare la rotta Auto Guidance. La rotta Auto
Guidance potrebbe subire deviazioni se si modifica questa
impostazione durante la navigazione. I valori disponibili per
questa impostazione sono relativi, non assoluti. Per
accertarsi che la rotta Auto Guidance si trovi ad una distanza
adeguata dalla costa, usare dei riferimenti visivi certi e sicuri
(Regolare la distanza dalla riva, pagina 21).
Regolare la distanza dalla riva
L'impostazione Dist. da linea costiera indica a quale distanza
dalla riva deve essere calcolata la rotta con la funzione Auto
Guidance. La rotta Auto Guidance potrebbe essere spostata se
si modifica questa impostazione durante la navigazione. I valori
disponibili per l'impostazione Dist. da linea costiera sono relativi,
non assoluti. Per accertarsi che la rotta calcolata con la funzione
Auto Guidance si trovi ad una distanza adeguata dalla costa, è
possibile valutare il posizionamento della linea Auto Guidance
usando una o più destinazioni familiari che richiedono una
navigazione in acque prossime alla riva.
1 Ormeggiare l'imbarcazione o gettare l'ancora.
2 Selezionare Impostazioni > Preferenze > Navigazione >
Auto Guidance > Dist. da linea costiera > Normale.
3 Selezionare una destinazione già raggiunta in precedenza.
4 Selezionare Naviga verso > Auto Guidance.
5 Verificare che la rotta calcolata dalla funzione Auto Guidance
sia sicura ed ottimale per la navigazione.
6 Selezionare un'opzione:
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è
soddisfacente, selezionare Menu > Opzioni di
navigazione > Arresta navigazione e procedere alla
fase 10.
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è troppo
vicina alla riva, selezionare Impostazioni > Preferenze >
Navigazione > Auto Guidance > Dist. da linea costiera
> Lontano.
• Se i cambi di direzione della rotta calcolata con la
funzione Auto Guidance sono troppo ampie, selezionare
Impostazioni > Preferenze > Navigazione > Auto
Guidance > Dist. da linea costiera > Vicino.
7 Se si seleziona Vicino o Lontano nella fase 6, verificare che
la rotta calcolata con la funzione Auto Guidance sia sicura ed
ottimale per la navigazione.
La funzione Auto Guidance mantiene ampi margini di
sicurezza rispetto agli ostacoli in mare aperto, anche quando
si imposta Distanza da linea costiera su Vicino o Più vicino.
Navigare con un chartplotter
Ne risulta che il chartplotter potrebbe non riposizionare la
rotta calcolata con la funzione Auto Guidance, a meno che la
destinazione selezionata non richieda la navigazione in
acque prossime alla riva.
8 Selezionare un'opzione:
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è
soddisfacente, selezionare Menu > Opzioni di
navigazione > Arresta navigazione e procedere alla
fase 10.
• Se il posizionamento della rotta calcolata con la funzione
Auto Guidance è troppo vicino ad ostacoli noti,
selezionare Impostazioni > Preferenze > Navigazione >
Auto Guidance > Dist. da linea costiera > Più lont..
• Se le virate della rotta calcolata con la funzione Auto
Guidance sono troppo ampie, selezionare Impostazioni >
Preferenze > Navigazione > Auto Guidance > Dist. da
linea costiera > Più vicino.
9 Se si seleziona Più vicino o Più lont. nella fase 8, verificare
il posizionamento della rotta calcolata con la funzione Auto
Guidance e assicurarsi che eviti ostacoli noti e che le virate
consentano una navigazione efficiente.
La funzione Auto Guidance mantiene ampi margini di
sicurezza rispetto agli ostacoli in mare aperto, anche quando
si imposta Distanza da linea costiera su Vicino o Più vicino.
Ne risulta che il chartplotter potrebbe non riposizionare la
rotta calcolata con la funzione Auto Guidance, a meno che la
destinazione selezionata non richieda la navigazione in
acque prossime alla riva.
10 Ripetere le fasi da 3 a 9 per almeno una volta ancora,
usando una destinazione diversa ogni volta, fino a
familiarizzare con la funzionalità dell'impostazione Distanza
da linea costiera.
Tracce
La traccia è la registrazione della rotta seguita
dall'imbarcazione. La traccia in corso di registrazione viene
definita traccia attiva ed è possibile salvarla. È possibile
visualizzare le tracce in tutte le carte o visualizzazioni 3D.
Visualizzare le tracce
1 In una carta, selezionare Menu > Livelli > Dati utente >
Tracce.
2 Selezionare le tracce da visualizzare.
Una linea sulla carta indica il percorso seguito.
Impostare il colore della traccia attiva
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Opzioni
Traccia attiva > Colore traccia.
2 Selezionare un colore per la traccia.
Salvare la traccia attiva
La traccia in fase di registrazione viene detta traccia attiva.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Salva
traccia attiva.
2 Selezionare un'opzione:
• Selezionare l'orario di inizio della traccia attiva.
• Selezionare Intero registro.
3 Selezionare Salva.
Visualizzare l'elenco delle tracce salvate
Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
Modificare una traccia salvata
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
2 Selezionare una traccia.
21
3 Selezionare Controlla > Modifica traccia.
4 Selezionare un'opzione:
• Selezionare Nome, quindi immettere un nuovo nome.
• Selezionare Colore traccia, quindi selezionare un colore.
Salvare una traccia in una rotta
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
Selezionare
una traccia.
2
3 Selezionare Seleziona > Modifica traccia > Salva come
Rotta.
Cercare e seguire una traccia salvata
Prima di poter cercare e seguire una traccia, è necessario
averne creata e salvata almeno una (Tracce, pagina 21).
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
2 Selezionare una traccia.
3 Selezionare Segui traccia.
4 Selezionare un'opzione:
• Per seguire la traccia dal punto di partenza, selezionare
Inoltra.
• Per seguire la traccia dal punto di arrivo, selezionare
Ordine inverso.
5 Controllare la rotta indicata dalla linea colorata.
6 Seguire la linea lungo ciascun tratto della rotta, virando per
evitare terra, bassi fondali e altri ostacoli.
Eliminare una traccia salvata
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
2 Selezionare una traccia.
3 Selezionare Elimina.
Eliminare tutte le tracce salvate
Selezionare Informazioni > Dati utente > Elimina dati
utente > Tracce salvate.
Come ritracciare la traccia attiva
La traccia in fase di registrazione viene detta traccia attiva.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Segui
traccia attiva.
2 Selezionare un'opzione:
• Selezionare l'orario di inizio della traccia attiva.
• Selezionare Intero registro.
3 Controllare la rotta indicata dalla linea colorata.
4 Seguire la linea colorata, virando per evitare terra, bassi
fondali e altri ostacoli.
Cancellare la traccia attiva
Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce >
Cancella traccia attiva.
La memoria delle tracce viene cancellata e la registrazione
della traccia attiva prosegue.
Gestire la memoria del registro traccia durante la
registrazione
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Opzioni
Traccia attiva.
2 Selezionare Modo registraz..
3 Selezionare un'opzione:
• Per registrare una traccia finché la memoria delle tracce
non è piena, selezionare Riempi.
22
• Per registrare in modo continuo una traccia, sostituendo i
dati traccia meno recenti con quelli nuovi, selezionare
Sovrapponi.
Configurare l'intervallo di registrazione del registro
traccia
È possibile impostare la frequenza con cui il grafico della traccia
viene registrato. Più la frequenza è alta, più la registrazione è
precisa, ma la memoria disponibile si riempie più rapidamente.
L'intervallo di risoluzione è consigliato per un uso efficiente della
memoria.
1 SelezionareInformazioni > Dati utente > Tracce > Opzioni
Traccia attiva > Scala.
2 Selezionare un'opzione:
• Per registrare la traccia in base alla distanza tra i punti,
selezionare Scala > Distanza > Cambia, quindi
immettere la distanza.
• Per registrare la traccia in base a un intervallo di tempo,
selezionare Scala > Ora > Cambia, quindi immettere
l'intervallo di tempo.
• Per registrare il grafico traccia in base alla varianza dalla
rotta seguita, selezionare Scala > Risoluzione > Cambia,
quindi immettere l'errore massimo consentito dalla rotta
seguita prima di registrare un punto traccia. Questa è
l'opzione di registrazione consigliata.
Confini
I confini consentono di evitare o rimanere in aree designate un
corpo d'acqua. È inoltre possibile impostare un allarme che
segnali quando si entra o si esce da un area delimitata da un
confine.
È possibile creare aree, linee e cerchi di confini utilizzando la
mappa. È anche possibile convertire tracce salvate e rotte in
linee di confine. È possibile creare un'area di confine utilizzando
i waypoint per creare un percorso a partire da questi ultimi e
convertire il percorso in una linea di confine.
È possibile selezionare un confine perché diventi il confine
attivo. È possibile aggiungere i dati sul confine attivo ai campi
dati sulla carta.
Creazione di un confine
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Confini > Nuovo.
2 Selezionare una forma del confine.
3 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Conversione di una rotta in un confine
Prima di poter convertire una rotta in un confine, è necessario
creare e salvare almeno una rotta (Creare e salvare una rotta,
pagina 19).
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Rotte e tracce
Auto Guidance.
2 Selezionare una rotta.
3 Selezionare Controlla > Modifica rotta > Salva come
confine.
Conversione di una traccia in un confine
Prima di poter convertire una traccia in un confine, è necessario
registrare e salvare almeno una traccia (Salvare la traccia attiva,
pagina 21).
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Tracce > Tracce
salvate.
2 Selezionare una traccia.
3 Selezionare Modifica traccia > Salva come confine.
Modifica di un confine
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Confini.
2 Selezionare un confine.
Navigare con un chartplotter
3 Selezionare Controlla > Modifica confine.
4 Selezionare un'opzione:
• Per modificare l'aspetto del confine sulla mappa,
selezionare Opzioni di visualizzazione.
• Per modificare il nome o le linee di confine, selezionare
Modifica confine.
• Per modificare l'allarme di confine, selezionare Allarme.
Collegamento di un confine a un layout SmartMode
È possibile collegare un confine a un layout SmartMode per
aprire automaticamente il layout quando si entra o si esce dal
confine. Ad esempio, è possibile impostare un confine intorno a
un porto turistico e aprire automaticamente il layout Ormeggio
quando si entra in porto.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Confini.
2 Selezionare un confine.
3 Selezionare Controlla > Collega SmartMode™ >
SmartMode™.
4 Selezionare Ingresso, quindi selezionare un layout.
5 Selezionare Uscita, quindi selezionare un layout.
Impostazione di un allarme di confine
Gli allarmi di confine avvisano l'utente quando si trova a una
determinata distanza da un confine. Ciò può essere utile quando
si tenta di evitare determinate aree o quando è necessario
essere particolarmente cauti in alcune aree di navigazione
marittima.
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Confini.
2 Selezionare un confine.
3 Selezionare Controlla > Allarme > Attivato.
4 Selezionare un'opzione.
• Per impostare un allarme affinché venga emesso un
segnale acustico quando l'imbarcazione si trova a una
determinata distanza dal confine, selezionare Allarme
dist., immettere la distanza e selezionare Fatto.
• Per impostare un allarme quando si entra nel confine,
selezionare Area > Ingresso > Uscita.
• Per impostare un allarme quando si esce dal confine,
selezionare Area > Uscita.
Eliminazione di un confine
1 Selezionare Informazioni > Dati utente > Confini.
2 Selezionare un confine.
3 Selezionare Controlla > Modifica confine > Elimina.
Eliminare tutti i waypoint, le rotte e le tracce
salvate
Selezionare Informazioni > Dati utente > Elimina dati
utente > Tutti > OK.
Caratteristiche della navigazione a
vela
Impostare il tipo di imbarcazione
È possibile selezionare il tipo di imbarcazione in uso per
configurare le impostazioni del chartplotter e utilizzare le
funzioni personalizzate per il tipo di imbarcazione in uso.
1 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione > Tipo di
imbarcazione.
2 Selezionare un'opzione.
Regate
È possibile utilizzare il prodotto per attraversare la linea di
partenza nel momento esatto in cui comincia la regata.
Sincronizzando il timer di regata con il conto alla rovescia
ufficiale, la partenza sarà scandita da degli avvisi acustici ad
intervallo di un minuto. Sincronizzando il timer di regata con la
linea di partenza virtuale, verrà misurata la velocità, il
rilevamento ed il tempo rimanente rispetto al conto alla rovescia.
Tutti questi dati servono per calcolare se l'imbarcazione taglierà
la linea di partenza prima, dopo o nel momento esatto di inizio
della regata.
Starting Line Guidance
La funzione Starting Line Guidance fornisce tutte le indicazioni
per tagliare la linea di partenza allo start e alla massima
velocità.
Dopo aver posizionato la boa e la barca giuria, impostato la
velocità ottimale e la partenza ed avviato il timer, sulla carta
viene visualizzato un vettore. Il vettore è proiettato dalla propria
posizione alla linea di partenza e attraversa le layline.
La fine del vettore ed il colore della sua linea indicano la
posizione dell'imbarcazione allo scadere del timer, in base alla
velocità e direzione del momento.
Se il vettore termina prima della linea di partenza, il suo colore
sarà bianco. Questo significa che l'imbarcazione deve
accelerare per raggiungere la linea di partenza in tempo.
Se il vettore termina oltre la linea di partenza, il suo colore sarà
rosso. Questo significa che l'imbarcazione deve rallentare per
evitare una penalità per aver oltrepassato la linea di partenza
prima dello scadere del timer.
Se il vettore coincide con la linea di partenza, il suo colore sarà
verde. Questo significa che l'imbarcazione è alla velocità
ottimale per raggiungere la linea di partenza allo scadere del
timer.
Per impostazione predefinita le finestre della Starting Line
Guidance e del Race Timer vengono visualizzate nella
schermata Regata.
Impostazione della linea di partenza
La finestra Starting Line Guidance viene aggiunta alla Regata
per impostazione predefinita.
1 Nella schermata combinata Regata, selezionare Menu >
Start Line Guidance > Linea di partenza.
2 Selezionare un'opzione:
• Per impostare la boa e la barca giuria non appena
vengono attraversate, selezionare Crea contrassegni.
• Per impostare la linea di partenza con le coordinate,
selezionare Inserisci coordinate.
• Per scambiare la posizione della boa con la barca giuria
dopo averle impostate, selezionare Scambia sx e dx.
Utilizzare la funzione Starting Line Guidance
È possibile utilizzare la funzione Starting Line Guidance per
attraversare la linea di partenza alla velocità ottimale in regata.
1 Tracciare la linea di partenza (Impostazione della linea di
partenza, pagina 23).
2 Nella schermata combinata Regata, selezionare Menu >
Start Line Guidance > Velocità a linea e selezionare la
velocità desiderata al momento dell'attraversamento della
linea di partenza.
3 Selezionare Tempo a linea e selezionare il tempo desiderato
al momento dell'attraversamento della linea di partenza.
4 Selezionare Indietro.
5 Avviare il race timer (Avvio del Race Timer, pagina 23).
Avvio del Race Timer
Il race timer viene aggiunto alla schermata Regata per
impostazione predefinita.
Caratteristiche della navigazione a vela
23
1 Nella schermata Regata, selezionare Avvia.
NOTA: è possibile accedervi anche dalla schermata
SmartMode Vela e dalla carta di navigazione.
2 Se necessario, selezionare Sinc. per eseguire la
sincronizzazione con il race timer ufficiale.
Interruzione del Race Timer
misurare la distanza dalla posizione del trasduttore alla
chiglia dell'imbarcazione. Immettere tale valore come
numero positivo.
• Se il trasduttore è installato sul fondo della chiglia
e si
desidera conoscere la profondità effettiva, misurare la
distanza dal trasduttore alla linea di galleggiamento.
Immettere tale valore come numero negativo.
Dalla schermata Regata, selezionare Stop.
Impostare la distanza tra la prua e l'antenna GPS
È possibile inserire la distanza tra la prua dell'imbarcazione e la
posizione dell'antenna GPS. Ciò garantisce che la prua
dell'imbarcazione varchi la linea di partenza esattamente al
momento di inizio.
1 In una carta di navigazione, selezionare Menu > Vela >
Linea di partenza > Offset prua GPS
2 Immettere la distanza.
3 Selezionare Fatto.
Impostazioni delle layline
Per utilizzare le funzioni layline, è necessario collegare un
sensore del vento al chartplotter.
In modalità di navigazione a vela(Impostare il tipo di
imbarcazione, pagina 4) è possibile visualizzare le layline sulla
carta di navigazione. Le layline risultano molto utili durante le
regate.
Nella carta di navigazione, selezionare Menu > Layline.
Schermo: consente di impostare la modalità di visualizzazione
delle layline e dell'imbarcazione sulla carta e di impostare la
lunghezza delle layline.
Ang. nav. vela: consente di selezionare la modalità di calcolo
delle layline da parte del dispositivo. L'opzione Attuale
calcola le layline utilizzando l'angolo del vento misurato dal
sensore del vento. L'opzione Manuale calcola le layline
utilizzando gli angoli controvento e sottovento inseriti
manualmente.
Ang. controv.: consente di impostare una layline basata
sull'angolazione sopravvento.
Ang. sottovento: consente di impostare una layline basata
sull'angolazione sottovento.
Correzione marea: consente di correggere le layline in base
alla marea.
Filtro layline: consente di filtrare i dati delle layline in base
all'intervallo di tempo inserito. Per una layline più omogenea
che omette alcune delle modifiche causate dalla rotta o
dall'angolo del vento reale, immettere un numero più alto. Per
layline che mostrano una sensibilità maggiore alle modifiche
causate dalla rotta o dall'angolo del vento reale, immettere un
numero più basso.
Impostazione dell'offset della chiglia
È possibile inserire un offset della chiglia per compensare la
lettura della profondità rispetto alla posizione di installazione del
trasduttore. Questo consente di leggere la profondità dalla
chiglia oppure l'effettiva profondità a seconda delle esigenze.
Per avere una lettura della profondità dalla chiglia o dal punto
più basso dell'imbarcazione, misurare la distanza dal trasduttore
alla posizione.
Per avere la lettura reale del fondo quando il trasduttore è
installato al di sotto della linea di galleggiamento, misurare la
distanza dal trasduttore alla linea.
NOTA: questa opzione è disponibile esclusivamente quando
sono presenti dati sulla profondità validi.
1 Misurare la distanza:
• Se il trasduttore è installato sulla linea di galleggiamento
oppure ovunque sopra l'estremità della chiglia,
24
2 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione >
Profondità e ancoraggio > Offset chiglia.
se il trasduttore è installato sulla linea di
galleggiamento oppure selezionare se il trasduttore è
installato sul fondo della chiglia.
4 Immettere la distanza misurata nel passaggio 1.
3 Selezionare
Funzionamento dell'autopilota per
imbarcazioni a vela
ATTENZIONE
Quando è attivato, l'autopilota controlla solo il timone. L'utente e
il proprio equipaggio restano gli unici responsabili delle vele
quando l'autopilota è attivato.
Oltre al mantenimento direzione, è possibile utilizzare
l'autopilota anche per il mantenimento vento. È inoltre possibile
utilizzare l'autopilota per controllare il timone durante la virata e
la strambata.
Mantenimento vento
È possibile impostare l'autopilota per il mantenimento di una
direzione specifica relativa all'angolo di vento corrente. Per
eseguire il mantenimento vento, nonché una virata o una
strambata basata su vento, è necessario collegare il dispositivo
a un sensore vento compatibile con NMEA 2000 o NMEA.
Impostazione del tipo di vento mantenuto
Prima di attivare il tipo di vento mantenuto, è necessario
collegare un sensore vento NMEA 2000 o NMEA 0183
all'autopilota.
Per una configurazione avanzata dell'autopilota, vedere le
istruzioni di installazione incluse con l'autopilota.
1 Nella schermata Autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Tipo vento mantenuto.
2 Selezionare Apparente o Vero.
Attivare il mantenimento vento
Prima di attivare il tipo di vento mantenuto, è necessario
collegare un sensore vento NMEA 2000 o NMEA 0183
all'autopilota.
Quando l'autopilota è in modalità standby, selezionare Mant.
vento.
Caratteristiche della navigazione a vela
Attivare il mantenimento vento dal mantenimento direzione
Prima di attivare il tipo di vento mantenuto, è necessario
collegare un sensore vento NMEA 2000 o NMEA 0183
all'autopilota.
Con il mantenimento direzione attivato, selezionare Menu >
Mant. vento.
Linea di prua e marker
Regolazione dell'angolo di mantenimento del vento con il
pilota automatico
È possibile regolare l'angolo di mantenimento vento con il pilota
automatico quando la funzione di mantenimento vento è
attivata.
• Per regolare l'angolo di mantenimento vento con incrementi
di 1°, selezionare o .
• Per regolare l'angolo di mantenimento vento con incrementi
di 10°, tenere premuto o .
Impostazione della linea di prua e dei marker
Virata e strambata
È possibile impostare l'autopilota per eseguire una virata o una
strambata mentre è attivato il mantenimento vento o direzione.
Virata o strambata in mantenimento direzione
1 Attivare il mantenimento direzione (Attivare l'autopilota,
pagina 41).
2 Selezionare Menu.
3 Selezionare un'opzione.
L'autopilota guida l'imbarcazione attraverso una virata o
strambata.
Virata o strambata in mantenimento vento
Prima di attivare il mantenimento vento è necessario installare
un sensore vento.
1 Attivare il mantenimento vento (Attivare il mantenimento
vento, pagina 24).
2 Selezionare Menu.
3 Selezionare un'opzione.
Il pilota automatico guida l'imbarcazione attraverso una virata
o strambata e sullo schermo vengono visualizzate le
informazioni sullo stato di avanzamento della virata o
strambata.
Impostazione di un ritardo virata/strambata
Il ritardo virata/strambata consente di ritardare l'esecuzione della
virata e strambata una volta avviata la manovra.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Impostazione nav. a vela > Ritardo virata.
2 Selezionare la durata del ritardo.
3 Se necessario, selezionare Fatto.
Attivazione dell'inibitore strambata
NOTA: l'inibitore strambata non previene l'esecuzione di una
strambata da parte dell'utente tramite il timone o la guida per
gradi.
L'inibitore strambata evita che l'autopilota effettui una strambata.
1 Nella schermata Autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Impostazione nav. a vela > Inibit. stramb..
2 Selezionare Attivato.
Configurare la risposta dell'autopilota
In modalità di navigazione a vela, l'impostazione Risposta
consente di regolare rapidamente il guadagno del timone in
base alla variabilità delle condizioni del vento.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Risposta.
2 Regolare la risposta del timone.
Se è necessario avere il timone più reattivo e muoverlo più
rapidamente, aumentare il valore. Se il timone si muove
troppo, diminuire il valore.
Fishfinder ecoscandaglio
La linea di prua è un'estensione della traccia sulla mappa che
parte dalla prua dell'imbarcazione e procede nella direzione di
viaggio. I marker indicano la posizione relativa dalla prua o dalla
COG, una funzione utile durante la pesca o per trovare punti di
riferimento.
La linea di prua è un'estensione della traccia sulla mappa che
parte dalla prua dell'imbarcazione e procede nella direzione di
viaggio. I marker indicano la posizione relativa dalla prua o dalla
COG, una funzione utile durante la pesca o per trovare punti di
riferimento.
È possibile visualizzare la linea di prua e la linea COG sulla
mappa.
Il valore COG rappresenta la direzione di movimento. La prua
corrisponde alla direzione verso cui è puntata l'imbarcazione
quando viene collegato un sensore di direzione.
1 In una carta, selezionare Menu > Livelli > La mia
imbarcazione > Linea di prua.
2 Markers
3 Se necessario, selezionare Sorgente, quindi selezionare
un'opzione:
• Per utilizzare automaticamente la sorgente disponibile,
selezionare Auto.
• Per utilizzare la direzione dell'antenna GPS peri dati COG,
selezionare COG.
• Per utilizzare i dati trasmessi da un sensore di direzione
collegato, selezionare Riferimento nord.
• Per utilizzare i dati trasmessi sia da un sensore di
direzione collegato che dall'antenna GPS, selezionare
COG e direzione.
Con questa opzione, è possibile visualizzare la linea di
prua e la linea COG sulla mappa.
4 Selezionare Schermo, quindi selezionare un'opzione:
• Selezionare Distanza > Distanza, quindi immettere la
lunghezza della linea visualizzata sulla mappa.
• Selezionare Ora > Ora, quindi immettere il tempo
impiegato per calcolare la distanza che verrà percorsa
dall'imbarcazione nel tempo specificato alla velocità
corrente.
Fishfinder ecoscandaglio
Se correttamente collegato ad un trasduttore compatibile, il
chartplotter può essere utilizzato come fishfinder.
Per ulteriori informazioni sul trasduttore più adatto alle proprie
esigenze, visitare il sito Web garmin.com/transducers.
Sono disponibili diverse funzioni ecoscandaglio per visualizzare
i pesci ed il fondale marino. Le visualizzazioni dell'ecoscandaglio
disponibili variano a seconda del tipo di trasduttore e del modulo
eco collegato al chartplotter. Ad esempio, è possibile
visualizzare una pagina Panoptix™ solo se si dispone di un
trasduttore Panoptix compatibile collegato.
Sono disponibili quattro tipologie di base di visualizzazione
dell'ecoscandaglio: una visualizzazione a schermo intero, una
visualizzazione a schermo diviso, che combina due o più
visualizzazioni, una visualizzazione a zoom diviso e una
visualizzazione a frequenza divisa, che mostra due diverse
frequenze. È possibile personalizzare le impostazioni per
ciascuna visualizzazione nella pagina. Ad esempio, nella
modalità di visualizzazione a frequenza divisa, è possibile
regolare separatamente il guadagno di ciascuna frequenza.
Se non si trova un ordine delle visualizzazioni dell'ecoscandaglio
adatto alle proprie esigenze, è possibile creare una pagina di
combinazioni personalizzate (Creazione di una pagina Nuova
25
combinazione, pagina 3) o un layout SmartMode (Aggiunta di un
layout SmartMode, pagina 3).
Interrompere la trasmissione dell'ecoscandaglio
• Per disattivare l'ecoscandaglio attivo, dalla relativa
schermata, selezionare Menu > Trasmissione.
• Per disattivare le trasmissioni di tutti gli ecoscandagli,
premere e selezionare Disatt. tutte trasm. ecosc..
Modificare la pagina Ecoscandaglio
1 In una pagina combo o un SmartMode con ecoscandaglio,
selezionare la finestra da modificare.
2 Selezionare Menu > Cambia ecoscandaglio.
3 Selezionare una pagina ecoscandaglio.
I trasduttori tradizionali emettono un fascio conico. La tecnologia
dell'ecoscandaglio a scansione Garmin ClearVü emette due
fascio stretti, simili a quelli di una fotocopiatrice. Questi fasci
forniscono un'immagine più nitida e verosimile degli oggetti
presenti sotto all'imbarcazione.
Pagina ecoscandaglio Tradizionale
Sono disponibili diverse visualizzazioni a schermo intero, a
seconda del trasduttore collegato.
Nella pagina ecoscandaglio Tradizionale a schermo intero viene
visualizzato graficamente il fondale. La scala sulla parte destra
dello schermo visualizza la profondità degli oggetti rilevati,
mentre lo schermo scorre da destra verso sinistra.
Pagine ecoscandaglio SideVü
Informazioni sulla profondità
Bersagli sospesi o pesce
Fondale
Visualizzazione dell'ecoscandaglio a frequenza
doppia
NOTA: non tutti i modelli supportano l'ecoscandaglio SideVü
integrato. Se il modello in uso non ha un ecoscandaglio SideVü
integrato, è necessario un modulo eco compatibile e un
trasduttore SideVü compatibile.
Se il modello in uso non ha un ecoscandaglio SideVü integrato,
è necessario un trasduttore SideVü compatibile.
La tecnologia di scansione SideVü mostra un'immagine di ciò
che si trova sotto e ai lati dell'imbarcazione. È possibile utilizzare
tale tecnologia come strumento di ricerca per trovare strutture e
pesci.
Nella visualizzazione dell'ecoscandaglio su due frequenze, le
due parti dello schermo mostrano un grafico a schermo intero
dei dati dell'ecoscandaglio delle diverse frequenze.
NOTA: per avere una visualizzazione dell'ecoscandaglio su due
frequenze, è necessario utilizzare un trasduttore a doppia
frequenza.
Visualizzazione ecoscandaglio a zoom diviso
Nella visualizzazione ecoscandaglio a zoom diviso è possibile
visualizzare un grafico completo della lettura dell'ecoscandaglio
e una porzione ingrandita di tale grafico nella stessa schermata.
Vista ecoscandaglio Garmin ClearVü
NOTA: per ricevere le scansioni Garmin ClearVü, è necessario
un chartplotter o un fishfinder compatibile e un trasduttore
compatibile. Per informazioni sui trasduttori compatibili, visitare il
sito Web garmin.com/transducers.
L'ecoscandaglio ad alta frequenza Garmin ClearVü fornisce
immagini più nitide e dettagliate dei pesci e delle strutture
presenti intorno all'imbarcazione.
Lato sinistro dell'imbarcazione
Lato destro dell'imbarcazione
Il trasduttore sull'imbarcazione
Alberi
Vecchi copertoni
Registri
Distanza dalla parte laterale dell'imbarcazione
Acqua tra l’imbarcazione e il fondale
Tecnologia di scansione SideVü
Invece di un più comune fascio conico, il trasduttore SideVü
utilizza un fascio piatto per eseguire la scansione dell’acqua e
del fondale ai lati dell'imbarcazione.
26
Fishfinder ecoscandaglio
Cronologia dei dati Panoptix Down in una pagina ecoscandaglio a
scorrimento
Imbarcazione
Misurare la distanza sulla schermata Ecoscandaglio
È possibile misurare la distanza tra due punti sulla pagina
ecoscandaglioSideVü.
1 In una pagina ecoscandaglio SideVü, selezionare .
2 Selezionare una posizione sullo schermo.
3 Selezionare Misura.
Viene visualizzato un pin sulla schermata in corrispondenza
della posizione selezionata.
4 Selezionare un'altra posizione.
La distanza e l'angolazione dal pin vengono indicate
nell'angolo in alto a sinistra.
SUGGERIMENTO: per reimpostare il pin ed eseguire una
misurazione dalla posizione corrente del pin, selezionare
Imposta riferimento.
Range
Tracce
Manovra drop shot
Fondale
Pagina ecoscandaglio LiveVü avanti
Questa pagina ecoscandaglio mostra una vista bidimensionale
degli oggetti di fronte all'imbarcazione e può essere utilizzata
per visualizzare esche e pesci.
PanoptixPagine ecoscandaglio
Per ricevere le scansioni dell'ecoscandaglio Panoptix, è richiesto
un trasduttore compatibile.
Le pagine ecoscandaglio Panoptix consentono di visualizzare in
tempo reale gli oggetti presenti intorno all'imbarcazione. È
inoltre possibile visualizzare la propria esca in acqua e i banchi
di piccoli pesci nuotare di fronte e sotto l'imbarcazione.
Le pagine ecoscandaglio LiveVü forniscono una visualizzazione
degli oggetti in movimento di fronte e sotto l'imbarcazione. La
schermata viene aggiornata molto rapidamente, generando viste
ecoscandaglio molto simili a un video.
Le pagine ecoscandaglio RealVü 3D forniscono una
visualizzazione tridimensionale degli oggetti in movimento di
fronte e sotto l'imbarcazione. La schermata viene aggiornata per
ogni esplorazione del trasduttore.
Per visualizzare tutte e cinque le pagine ecoscandaglio
Panoptix, è necessario un trasduttore per mostrare gli oggetti
presenti sotto l'imbarcazione e un secondo trasduttore per
mostrare gli oggetti presenti di fronte all'imbarcazione.
Per accedere alle pagine ecoscandaglio Panoptix, selezionare
Ecoscandaglio, quindi selezionare una pagina.
Imbarcazione
Intervallo
Pesci
Tracce
Fondale
Pagina ecoscandaglio RealVü 3D avanti
Questa pagina ecoscandaglio mostra una vista tridimensionale
degli oggetti presenti di fronte al trasduttore. Tale pagina può
essere utilizzata quando l'imbarcazione non è in movimento e si
necessita di visualizzare il fondale e i pesci che si avvicinano
all'imbarcazione.
Pagina ecoscandaglio LiveVü sotto
Questa pagina ecoscandaglio mostra una vista bidimensionale
degli oggetti sotto l'imbarcazione e può essere utilizzata per
visualizzare esche e pesci.
Legenda dei colori
Imbarcazione
Indicatore ping
Fishfinder ecoscandaglio
27
Pesci
Fondale
Intervallo
Pagina ecoscandaglio RealVü 3D Down
Questa pagina ecoscandaglio mostra una vista tridimensionale
degli oggetti presenti sotto al trasduttore e può essere utilizzata
quando l'imbarcazione non è in movimento e si desidera sapere
quali oggetti nuotano intorno ad essa.
Vista ecoscandaglio Panoptix LiveScope™
Questa pagina ecoscandaglio mostra una vista frontale
all'imbarcazione e può essere utilizzata per visualizzare pesci e
strutture.
Legenda dei colori
Imbarcazione
Fascio dell'ecoscandaglio
Informazioni sulla profondità
Copertura
Bersagli sospesi o pesce
Pesci
Fondale
Fondale
Pagina ecoscandaglio Cronologia RealVü 3D
Questo ecoscandaglio fornisce una vista tridimensionale degli
oggetti presenti sotto l'imbarcazione mentre quest'ultima è in
movimento e mostra in 3D l'intera colonna d'acqua, dal fondale
alla superficie. Tale vista viene utilizzata per la pesca.
Legenda dei colori
Imbarcazione
Intervallo
Fondale
Struttura
Pesci
Pagine ecoscandaglio FrontVü
La pagina ecoscandaglio Panoptix FrontVü aumenta la
consapevolezza dell'ambiente circostante mostrando gli
eventuali ostacoli nell'acqua, fino a 91 metti (300 piedi) di fronte
all'imbarcazione.
La possibilità di evitare efficacemente collisioni con
l'ecoscandaglio FrontVü diminuisce mano a mano che la
velocità aumenta oltre 8 nodi.
Per vedere la pagina ecoscandaglio FrontVü, è necessario
installare e collegare un trasduttore compatibile, ad esempio un
trasduttore PS21. Potrebbe essere necessario aggiornare il
software del trasduttore.
28
Selezione del tipo di trasduttore
Prima di poter selezionare il tipo di trasduttore, è necessario
conoscere il tipo di trasduttore di cui si dispone.
Questo chartplotter è compatibile con una serie di trasduttori
accessori, inclusi i trasduttori Garmin ClearVü™, che sono
disponibili sul sito Web garmin.com/transducers.
Se si collega un trasduttore che non è incluso con il chartplotter,
potrebbe essere necessario impostare il tipo di trasduttore
affinché l'ecoscandaglio funzioni correttamente.
1 In una pagina Ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Installazione > Modelli trasduttore.
2 Selezionare il trasduttore da modificare.
3 Selezionare un'opzione:
• Se il trasduttore è presente in elenco, selezionarlo
dall'elenco.
• Se si dispone di un trasduttore a doppio cono da 200/77
kHz, selezionare Doppio cono (200/77 kHz).
• Se si dispone di un trasduttore a doppia frequenza da
200/50 kHz, selezionare Doppia freq. (200/50 kHz).
Selezionare un'origine dati dell'ecoscandaglio
Questa funzione non è disponibile per tutti i modelli.
Quando si utilizza più di un'origine dati per l'ecoscandaglio per
una pagina ecoscandaglio specifica, è possibile selezionare
l'origine da utilizzare per tale pagina. Ad esempio, se si dispone
di due origini dati per Garmin ClearVü, è possibile selezionare
l'origine da utilizzare dalla pagina ecoscandaglio Garmin
ClearVü.
1 Aprire la pagina ecoscandaglio per cui verrà modificata
l'origine dati.
2 Selezionare Menu > Set up ecoscandaglio > Sorgente.
3 Selezionare l'origine dati per questa pagina ecoscandaglio.
Rinominare un'origine dati dell'ecoscandaglio
È possibile rinominare un'origine dati dell'ecoscandaglio in modo
da identificarla più rapidamente. Ad esempio, è possibile
Fishfinder ecoscandaglio
utilizzare "Prua" come nome del trasduttore sulla prua
dell'imbarcazione.
Per rinominare una sorgente, è necessario trovarsi nella vista
ecoscandaglio applicabile per la sorgente. Ad esempio, per
rinominare l'origine dati dell'ecoscandaglio Garmin ClearVü, è
possibile aprire la pagina ecoscandaglio Garmin ClearVü.
1 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Sorgente > Rinomina sorgenti.
2 Immettere il nome.
Creare un waypoint nella schermata
Ecoscandaglio
1 In una pagina ecoscandaglio, trascinare la schermata o
selezionare .
2 Selezionare una posizione.
3 Selezionare .
4 Se necessario, modificare le informazioni sul waypoint.
Mettere in pausa la lettura dell'ecoscandaglio
In una pagina ecoscandaglio selezionare .
Visualizzare la cronologia dell'ecoscandaglio
È possibile scorrere lo schermo dell'ecoscandaglio per
visualizzare i dati cronologici correlati.
NOTA: alcuni trasduttori non salvano i dati cronologici
dell'ecoscandaglio.
1 In una pagina ecoscandaglio, trascinare la schermata a
destra.
2 Selezionare Indietro per uscire dalla cronologia.
Condividere i dati dell'ecoscandaglio
È possibile visualizzare i dati dell'ecoscandaglio di tutte le
sorgenti compatibili sulla Garmin Marine Network. È possibile
visualizzare i dati dell'ecoscandaglio di un modulo
ecoscandaglio esterno compatibile, ad esempio un modulo
ecoscandaglio GCV™. Inoltre, è possibile visualizzare i dati
dell'ecoscandaglio di altri chartplotter dotati di un modulo
ecoscandaglio integrato.
Ciascun chartplotter sulla rete può visualizzare i dati
dell'ecoscandaglio di ogni modulo ecoscandaglio compatibile e
trasduttore sulla rete, indipendentemente dalla posizione in cui
sono installati i chartplotter e i trasduttori sull'imbarcazione. Ad
esempio, da un dispositivo GPSMAP 922 installato sulla parte
posteriore dell'imbarcazione, è possibile visualizzare i dati
dell'ecoscandaglio di un altro dispositivo GPSMAP e trasduttore
Garmin ClearVü installato sulla parte anteriore
dell'imbarcazione.
Quando si condividono dati dell'ecoscandaglio, i valori di alcune
impostazioni, come Range e Gain vengono sincronizzati tra i
dispositivi sulla rete. I valori di altre impostazioni
dell'ecoscandaglio, ad esempio Aspetto, non vengono
sincronizzati e devono essere configurati su ciascun dispositivo
singolarmente. Inoltre, le velocità di scorrimento delle diverse
pagine degli ecoscandagli tradizionali e Garmin ClearVü
vengono sincronizzate per rendere le pagine divise più coerenti.
NOTA: l'utilizzo di più trasduttori contemporaneamente può
creare interferenze, che possono essere rimosse regolando
l'impostazione dell'ecoscandaglio Interferenza.
Regolare il livello di dettaglio
È possibile controllare il livello di dettaglio e il disturbo
visualizzato sulla pagina dell'ecoscandaglio regolando il
guadagno per i trasduttori tradizionali o la luminosità per i
trasduttori Garmin ClearVü.
Fishfinder ecoscandaglio
Per visualizzare sulla pagina i ritorni del segnale di maggiore
intensità, è possibile ridurre il guadagno o la luminosità per
rimuovere i ritorni e il disturbo di minore intensità. Per
visualizzare tutte le informazioni relative ai ritorni di segnale, è
possibile aumentare il guadagno o la luminosità per visualizzare
più informazioni sulla pagina. Ciò aumenta anche il disturbo e
rende più difficile rilevare i ritorni effettivi.
1 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu.
2 Selezionare Gain o Luminosità.
3 Selezionare un'opzione:
• Per aumentare o diminuire manualmente il guadagno o la
luminosità, selezionare Su o Giù.
• Per consentire la regolazione automatica del guadagno o
della luminosità tramite il chartplotter, selezionare
un'opzione automatica.
Regolare l'intensità del colore
È possibile regolare l'intensità dei colori ed evidenziare le aree
di interesse sulla pagina ecoscandaglio regolando il guadagno
colore per i trasduttori tradizionali o il contrasto per i trasduttori
Garmin ClearVü e SideVü/ClearVü. L'impostazione funziona in
modo ottimale dopo aver regolato il livello di dettaglio
visualizzato sulla pagina mediante le impostazioni del guadagno
o della luminosità.
Per evidenziare un numero ridotto di pesci o creare una
visualizzazione di più alta intensità di un bersaglio, è possibile
aumentare l'impostazione del guadagno colore o del contrasto.
Ciò causa una perdita di differenziazione dei ritorni ad alta
intensità dal fondale. Per ridurre l'intensità del ritorno, è possibile
ridurre il guadagno colore o il contrasto.
1 In una pagina ecoscandaglio selezionare Menu.
2 Selezionare un'opzione:
• Nella pagina ecoscandaglio Garmin ClearVü o SideVü,
selezionare Contrasto.
• In una pagina ecoscandaglio Panoptix LiveVü, selezionare
Colore Gain.
• In un'altra pagina ecoscandaglio, selezionare Set up
ecoscandaglio > Aspetto > Colore Gain.
3 Selezionare un'opzione:
• Per aumentare o ridurre manualmente l'intensità del
colore, selezionare Su o Giù.
• Per utilizzare l'impostazione predefinita, selezionare
Predefinito.
Registrazioni ecoscandaglio
Registrazione dei dati dell'ecoscandaglio
1 Inserire una scheda di memoria nel lettore di carte.
2 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Registrazione ecoscandaglio >
Registrazioni ecoscandaglio.
15 minuti di registrazione dell'ecoscandaglio occupano circa
200 MB di spazio della scheda di memoria inserita. Una
singola registrazione termina automaticamente dopo aver
raggiunto 4 GB di dimensioni. È possibile registrare i dati
dell'ecoscandaglio finché la scheda non raggiunge la sua
capacità.
Interrompere la registrazione dell'ecoscandaglio
Per poter interrompere la registrazione dell'ecoscandaglio,
bisogna prima avviarla (Registrazione dei dati
dell'ecoscandaglio, pagina 29).
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Registrazione ecoscandaglio >
Interrompi registrazione.
29
Eliminare una registrazione ecoscandaglio
1 Inserire una scheda di memoria nel lettore di carte.
2 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Registrazioni ecoscandaglio >
Visualizza registrazioni.
3 Selezionare una registrazione.
4 Selezionare Controlla > Elimina.
Riproduzione delle registrazioni dell'ecoscandaglio
Prima di poter riprodurre le registrazioni dell'ecoscandaglio, è
necessario scaricare e installare l'applicazione HomePort™ e
registrare i dati dell'ecoscandaglio su una scheda di memoria.
1 Rimuovere la scheda di memoria dal dispositivo.
2 Inserire la scheda di memoria in un lettore di schede
collegato al computer.
3 Aprire l'applicazione HomePort.
4 Selezionare una registrazione dell'ecoscandaglio dall'elenco
dispositivi.
5 Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla registrazione
dell'ecoscandaglio nel riquadro inferiore.
6 Selezionare Riproduzione.
Set Up ecoscandaglio Tradizionale, Garmin
ClearVü e SideVü
NOTA: alcune opzioni e impostazioni non si applicano a tutti i
modelli e trasduttori.
NOTA: queste impostazioni non si applicano ai trasduttori
Panoptix.
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio.
Velocità scorr.: consente di regolare la velocità di scorrimento
dell'ecoscandaglio da destra verso sinistra (Impostare la
velocità di scorrimento, pagina 30).
Nei fondali bassi è possibile selezionare una velocità di
scorrimento più bassa per aumentare la durata di
visualizzazione delle informazioni sulla pagina. In acque
profonde, la velocità di scorrimento può essere aumentata.
L'impostazione automatica regola la velocità di scorrimento in
base alla velocità di navigazione dell'imbarcazione.
Disturbi: consente di ridurre l'interferenza e la quantità di
disturbi visualizzati nella pagina dell'ecoscandaglio
(Impostazioni relative al rifiuto rumori dell'ecoscandaglio,
pagina 31).
Aspetto: consente di configurare l'aspetto della pagina
dell'ecoscandaglio (Impostare l'aspetto dell'ecoscandaglio,
pagina 31).
Allarmi: consente di configurare gli allarmi dell'ecoscandaglio
(Allarmi ecoscandaglio, pagina 31).
Avanzato: consente di specificare una serie di impostazioni
relative allo schermo e alle sorgenti dati utilizzate
dall'ecoscandaglio (Impostazioni avanzate
dell'ecoscandaglio, pagina 32). Non applicabile alle pagine
ecoscandaglio Garmin ClearVü o SideVü.
Installazione: configura il trasduttore (Impostazioni per
l'installazione di un trasduttore Tradizionale, Garmin ClearVü
e SideVü, pagina 32).
Impostare lo zoom nella pagina ecoscandaglio
1 In una pagina escoscandaglio, selezionare Menu > Zoom >
> Modo.
2 Selezionare un'opzione:
• Per impostare automaticamente la profondità e lo zoom,
selezionare Auto.
Se necessario, selezionare Imposta zoom per modificare
l'impostazione di zoom. Selezionare Visual. in alto o Vis.
30
in basso per impostare l'intervallo di profondità dell'area
ingrandita e selezionare Zoom avanti o Zoom indietro
per aumentare o ridurre il livello di ingrandimento
dell'area.
• Per impostare manualmente la scala di profondità
dell'area ingrandita, selezionare Manuale.
Se necessario, selezionare Imposta zoom per modificare
l'impostazione di zoom. Selezionare Visual. in alto o Vis.
in basso per impostare l'intervallo di profondità dell'area
ingrandita e selezionare Zoom avanti o Zoom indietro
per aumentare o ridurre il livello di ingrandimento
dell'area.
• Per ingrandire una determinata area della schermata,
selezionare Ingrandisci.
Se necessario, selezionare Ingrandisci per aumentare o
ridurre il livello di ingrandimento.
SUGGERIMENTO: è possibile trascinare la casella di
ingrandimento in una nuova posizione sulla schermata.
• Per ingrandire i dati dell'ecoscandaglio provenienti dal
fondale, selezionare Blocca fondale.
Se necessario, selezionare Incremento per regolare la
profondità e il posizionamento dell'area di blocco inferiore.
Per annullare lo zoom, deselezionate l'opzione Zoom.
Impostare la velocità di scorrimento
È possibile impostare la velocità di scorrimento delle immagini
dell'ecoscandaglio sullo schermo. Una velocità di scorrimento
più elevata mostra più dettagli finché non ve ne saranno più, in
seguito inizia ad estendere il dettaglio esistente. Ciò può essere
utile durante il movimento e la pesca alla traina oppure quando
si è in acque molto profonde e il sonar esegue il ping molto
lentamente. Una velocità di scorrimento inferiore consente una
visualizzazione più prolungata delle informazioni sullo schermo.
In gran parte delle situazioni, l'impostazione Predefinito fornisce
un buon compromesso tra un'immagine a scorrimento rapido e
target con meno distorsioni.
1 In una pagina ecoscandaglio selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Velocità scorr..
2 Selezionare un'opzione:
• Per regolare automaticamente la velocità di scorrimento
utilizzando i dati SOG o di velocità sull'acqua, selezionare
Auto.
L'impostazione Auto seleziona una velocità di scorrimento
basata sulla velocità dell'imbarcazione, pertanto le
immagini dei bersagli in acqua vengono visualizzate nelle
giuste proporzioni e appaiono meno distorte. Durante la
visualizzazione delle pagine ecoscandaglio Garmin
ClearVü o SideVü o la ricerca di strutture, si consiglia di
utilizzare l'impostazione Auto.
• Per scorrere più velocemente, selezionare Su.
• Per scorrere più lentamente, selezionare Giù.
Regolazione dell'intervallo della scala di profondità o
larghezza
È possibile regolare l'intervallo della scala di profondità per le
visualizzazioni tradizionale e dell'ecoscandaglio di Garmin
ClearVü e l'intervallo della scala di larghezza per la
visualizzazione dell'ecoscandaglio di SideVü.
La regolazione automatica della scala mantiene il fondale in
basso o nell'area più esterna dello schermo, utile per il
rilevamento del fondale in caso di cambiamenti del terreno
minimi o moderati.
La regolazione manuale dell'intervallo consente di visualizzare
un intervallo specifico, utile per il rilevamento del fondale in caso
di sostanziali cambiamenti del terreno, quali strapiombi o
scogliere. Il fondale viene visualizzato sullo schermo se rientra
nell'intervallo impostato.
Fishfinder ecoscandaglio
1 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Range.
2 Selezionare un'opzione:
• Selezionare Auto per consentire al chartplotter di regolare
automaticamente l'intervallo.
• Per aumentare o diminuire manualmente l'intervallo,
selezionare Su o Giù.
SUGGERIMENTO: nella schermata Ecoscandaglio è
possibile selezionare o per regolare manualmente
l'intervallo.
SUGGERIMENTO: quando sono visualizzate più pagine
ecoscandaglio, è possibile selezionare Seleziona per
scegliere la schermata attiva.
Impostazioni relative al rifiuto rumori dell'ecoscandaglio
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Disturbi.
Interferenza: consente di regolare la sensibilità per ridurre gli
effetti delle interferenze nelle vicinanze.
Per rimuovere l'interferenza dalla pagina è necessario
utilizzare l'impostazione di interferenza più bassa che
raggiunge il miglioramento desiderato. Il modo migliore per
eliminare l'interferenza è risolvere i problemi di installazione
che causano il disturbo.
Limite colore: consente di nascondere parte della tavolozza
colori per eliminare i campi di disturbo debole.
Impostando il limite di colore al colore dei segnali
indesiderati, è possibile eliminare dallo schermo i segnali che
non si desidera visualizzare.
Smoothing: rimuove i disturbi che non fanno parte di un
normale segnale dell'ecoscandaglio e consente di regolare
l'aspetto dei segnali, ad esempio il fondale.
Se si imposta un livello di uniformità alto, rimangono più
disturbi di basso livello rispetto a quando si utilizza il controllo
delle interferenze, tuttavia i disturbi sono più attenuati perché
viene visualizzata una media. L'uniformità può eliminare i
punti chiari dal fondale. Utilizzate insieme, uniformità e
interferenze sono efficaci nell'eliminare i disturbi di basso
livello. È possibile regolare le impostazioni relative a
interferenze e uniformità per gradi fino a eliminare i disturbi
indesiderati dallo schermo.
Rumore superf.: consente di nascondere il rumore di superficie
per ridurre il disturbo. Le ampiezze di cono maggiori
(frequenze più basse) consentono di visualizzare più
bersagli, ma possono generare più rumore di superficie.
TVG: consente di regolare il guadagno di variazione temporale,
che può ridurre il disturbo.
Questo controllo è indicato nelle situazioni in cui si desidera
controllare ed eliminare rumori e disturbi sulla superficie
dell'acqua. Consente inoltre di rendere visibili i bersagli vicini
alla superficie, che altrimenti sarebbero nascosti o coperti dai
rumori in superficie.
Impostare l'aspetto dell'ecoscandaglio
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Aspetto.
Schema colori: consente di impostare lo schema colori.
Colore Gain: regola l'intensità dei colori (Regolare l'intensità del
colore, pagina 29).
A-Scope: visualizza istantaneamente sulla parte destra dello
schermo ciò che viene rilevato dall'ecoscandaglio.
Linea profond.: mostra una linea di profondità a scorrimento
rapido.
Bordo: consente di evidenziare il ritorno di segnale più potente
dal fondale, per poter definire la conformazione del fondale.
Fishfinder ecoscandaglio
Simboli pesce: consente di impostare la modalità di
interpretazione dei bersagli dell'ecoscandaglio.
Mostra i bersagli sospesi come simboli e le informazioni relative
all'ecoscandaglio sullo sfondo.
Mostra i bersagli sospesi come simboli con informazioni sulla
profondità del bersaglio e informazioni relative all'ecoscandaglio
sullo sfondo.
Mostra i bersagli come simboli.
Mostra i bersagli con un simbolo e la relativa profondità.
Allungam. eco: consente di regolare le dimensioni dell'eco sullo
schermo per facilitare la visualizzazione dei bersagli separati
sullo schermo.
Quando i bersagli non sono facilmente visibili ,
l'allungamento dell'eco ne accentua il rilevamento e ne facilita
la visibilità sullo schermo. Se il valore di allungamento
dell'eco è troppo alto, i bersagli si uniscono. Se il valore è
troppo basso , i bersagli sono piccoli e risultano più difficili
da vedere.
È possibile combinare le opzioni di allungamento eco e
ampiezza filtro per ottenere la risoluzione ottimale e la
riduzione del rumore. Con le opzioni di allungamento eco e
ampiezza filtro impostate sul valore basso, si avranno la
massima risoluzione dello schermo ma un grado di sensibilità
al rumore superiore. Se l'opzione di allungamento eco è
impostata sul valore alto e l'ampiezza filtro sul valore basso,
la risoluzione dello schermo sarà inferiore mentre i bersagli
saranno più ampi. Con le opzioni di allungamento eco e
ampiezza filtro impostate sul valore alto, si avranno la minima
risoluzione dello schermo ma un grado di sensibilità al
rumore inferiore. Si sconsiglia di impostare l'allungamento
eco sul valore basso e l'ampiezza filtro sul valore alto.
Dati overlay: consente di impostare i dati visualizzati sulla
schermata Ecoscandaglio.
Allarmi ecoscandaglio
NOTA: alcune opzioni non sono disponibili su tutti i trasduttori.
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Allarmi.
È inoltre possibile aprire gli allarmi dell'ecoscandaglio
selezionando Impostazioni > Allarmi > Ecoscandaglio.
Allarme min.: consente di impostare un segnale acustico che
viene attivato quando la profondità è inferiore al valore
specificato.
Allarme di massima: consente di impostare un segnale
acustico che viene attivato quando la profondità è superiore
al valore specificato.
Allarme FrontVü: consente di impostare un allarme che si
attiva quando la profondità di fronte all'imbarcazione si
abbassa rispetto al valore specificato e consente di evitare di
arenarsi (Impostazione dell'allarme di minima FrontVü,
pagina 34). Questo allarme è disponibile esclusivamente
con i trasduttori Panoptix FrontVü.
Temperatura acqua: consente di impostare un segnale
acustico che si attiva quando il trasduttore rileva una
temperatura superiore o inferiore di 1,1 °C (2 °F) a quella
specificata.
31
Curva di livello: consente di impostare un segnale acustico
quando il trasduttore rileva un bersaglio sospeso
nell'intervallo tra la profondità specificata dalla superficie
dell'acqua e il fondale.
Pesci
Pesci: consente di impostare un segnale acustico che si attiva
quando il dispositivo rileva un bersaglio sospeso.
•
attiva il segnale acustico quando vengono rilevati
pesci di qualsiasi dimensione.
•
attiva il segnale acustico solo quando vengono rilevati
pesci medi o grandi.
•
attiva il segnale acustico solo quando vengono rilevati
pesci grandi.
Impostazioni avanzate dell'ecoscandaglio
In una pagina ecoscandaglio Tradizionale, selezionare Menu >
Set up ecoscandaglio > Avanzato.
Shift: consente di specificare la scala di profondità sulla quale
l'ecoscandaglio deve lavorare. A tale profondità, è possibile
ingrandire la visualizzazione ad una risoluzione più alta.
Quando si imposta un'area di osservazione, il rilevamento del
fondale potrebbe non funzionare in modo ottimale poiché
l'ecoscandaglio cerca i dati nell'intervallo di profondità
dell'area impostata, che potrebbe non includere il fondale.
L'impostazione di un'area di osservazione può incidere anche
sulla velocità di scorrimento poiché i dati esterni all'intervallo
di profondità specificato non vengono elaborati, riducendo il
tempo necessario a ricevere e visualizzare i dati. È possibile
ingrandire l'area di osservazione presa in esame per valutare
più da vicino i segnali dei bersagli, con una risoluzione
maggiore di quella disponibile con il solo zoom.
Limite ric. fond.: limita la ricerca del fondale alla profondità
selezionata quando l'impostazione Range è configurata su
Auto. Per ridurre al minimo il tempo richiesto per trovare il
fondale, è possibile selezionare manualmente una profondità.
Il dispositivo non cercherà il fondale a una profondità
maggiore di quella selezionata.
Impostazioni per l'installazione di un trasduttore
Tradizionale, Garmin ClearVü e SideVü
In una pagina Ecoscandaglio Tradizionale, Garmin ClearVü o
SideVü, selezionare Menu > Set up ecoscandaglio >
Installazione.
Freq. trasmiss.: consente di specificare l'intervallo tra due
impulsi inviati dall'ecoscandaglio. Aumentando la velocità di
trasmissione aumenta anche la velocità di scorrimento ma
potrebbero crearsi maggiori disturbi.
I disturbi possono essere eliminati riducendo la velocità di
trasmissione e aumentando l'intervallo tra gli impulsi inviati.
Questa opzione è disponibile solo nella pagina
ecoscandaglio Tradizionale.
Aliment. trasmiss.: consente di ridurre il tono dell'allarme del
trasduttore vicino alla superficie. Un valore inferiore per
l'alimentazione di trasmissione consente di ridurre il tono
dell'allarme del trasduttore, ma può anche ridurre la potenza
dei segnali. Questa opzione è disponibile solo nella pagina
ecoscandaglio Tradizionale.
Ampiezza filtro: consente di definire i bordi del bersaglio. Un
filtro meno ampio definisce chiaramente i bordi dei bersagli,
ma può aumentare i disturbi. Un filtro più ampio crea bordi di
bersagli più morbidi, ma può ridurre i disturbi. Questa
opzione è disponibile solo nella pagina ecoscandaglio
Tradizionale.
Capov. dx/sx: consente di modificare l'orientamento della
visualizzazione del SideVü da sinistra a destra. Questa
opzione è disponibile solo nella pagina ecoscandaglio
SideVü.
32
Reset imp. ecoscandaglio: consente di reimpostare i valori
predefiniti delle impostazioni dell'ecoscandaglio.
Diagnostica trasduttore: consente di visualizzare i dettagli del
trasduttore.
Frequenze dell'ecoscandaglio
NOTA: le frequenze disponibili dipendono dal chartplotter,
moduli eco e trasduttore utilizzato.
La regolazione della frequenza consente di adattare
l'ecoscandaglio di volta in volta a determinate esigenze e alla
profondità dell'acqua.
Le frequenze più alte utilizzano coni più stretti e sono ideali in
condizioni di alta velocità e mare mosso. La definizione del
fondale e la definizione del termoclino sono più accurate quando
si utilizza una frequenza superiore.
Le frequenze più basse utilizzano coni più ampi, consentendo di
vedere più bersagli. Al contempo, possono però generare un
rumore di superficie più forte e ridurre la continuità del segnale
proveniente dal fondale in condizioni di mare mosso. I coni più
ampi generano archi più larghi per i segnali dei bersagli e sono
ideali, quindi, per il rilevamento dei pesci. I fasci più ampi
funzionano anche meglio nelle acque profonde, perché la
frequenza più bassa penetra maggiormente.
Le frequenze CHIRP consentono di muovere ad arco ciascun
impulso in un intervallo di frequenze, consentendo una migliore
separazione dei bersagli in acque profonde. La tecnologia
CHIRP può essere utilizzata per identificare distintamente i
bersagli, come un singolo pesce in un banco e per applicazioni
in acque profonde. CHIRP funziona solitamente meglio rispetto
alle applicazioni a singola frequenza. Poiché alcuni pesci
possono essere visualizzati meglio utilizzando una frequenza
fissa, è necessario tenere presente i propri obiettivi e le
condizioni dell’acqua quando si utilizza la tecnologia CHIRP.
Alcune scatole nere con ecoscandaglio e trasduttori consentono
anche di personalizzare le frequenze preimpostate per ciascun
elemento del trasduttore, permettendo di modificare
rapidamente la frequenza utilizzando le preimpostazioni quando
le condizioni dell'acqua e i propri obiettivi cambiano.
Visualizzando due frequenze contemporaneamente è possibile
vedere più a fondo con la frequenza più bassa e vedere
maggiori dettagli con la frequenza più alta.
Selezione della frequenza del trasduttore
NOTA: non è possibile regolare la frequenza per tutte le pagine
ecoscandaglio e tutti i trasduttori.
È possibile selezionare le frequenze da visualizzare sulla pagina
ecoscandaglio.
AVVISO
Prestare sempre attenzione alle normative locali relative alle
frequenze dell'ecoscandaglio. Ad esempio, per proteggere i
branchi di orche, potrebbe essere vietato utilizzare frequenze
comprese tra 50 e 80 khz entro ½ miglio di distanza dal branco.
L'uso del dispositivo in conformità a tutte le disposizioni e
ordinanze applicabili è responsabilità dell'utente.
1 In una pagina ecoscandaglio selezionare Menu >
Frequenza.
2 Selezionare una frequenza adatta alle proprie esigenze e alla
profondità dell'acqua.
Per ulteriori informazioni sulle frequenze, vedere (Frequenze
dell'ecoscandaglio, pagina 32).
Creare una frequenza preimpostata
NOTA: non disponibile con tutti i trasduttori.
È possibile creare una preimpostazione per salvare una
frequenza ecoscandaglio specifica, che consente di modificare
rapidamente le frequenze.
Fishfinder ecoscandaglio
1 In una pagina ecoscandaglio selezionare Menu >
Frequenza.
2 Selezionare Gestisci frequenze > Aggiungi frequenza.
3 Immettere una frequenza.
Attivare l'A-Scope
NOTA: questa funzione è disponibile nelle pagine
ecoscandaglio Tradizionale.
A-scope è un flasher verticale lungo il lato destro della vista, che
mostra in tempo reale gli oggetti presenti sotto al trasduttore. È
possibile utilizzare a-scope per identificare i ritorni dei bersagli
mancati quando si scorrono rapidamente i dati
dell'ecoscandaglio sullo schermo, ad esempio quando
l'imbarcazione naviga ad alte velocità. È inoltre utile per il
rilevamento dei pesci in prossimità del fondale.
Regolazione dell'angolo di visualizzazione RealVü e
del livello zoom
È possibile modificare l'angolo di visualizzazione delle pagine
ecoscandaglio RealVü. È inoltre possibile ingrandire e ridurre la
visualizzazione.
In una pagina ecoscandaglio RealVü, selezionare
un'opzione:
• Per regolare l'angolo di visualizzazione in diagonale,
selezionare
.
• Per regolare l'angolo di visualizzazione in orizzontale,
selezionare
.
• Per regolare l'angolo di visualizzazione in verticale,
selezionare .
• Per regolare l'angolo di visualizzazione, scorrere la
schermata in qualsiasi direzione.
• Per ingrandire la visualizzazione, allontanare due dita
l'una dall'altra.
• Per ridurre la visualizzazione, avvicinare due dita l'una
all'altra.
Regolazione della velocità di scansione RealVü
L'a-scope precedente mostra i ritorni dei pesci
e il ritorno di
un fondale sabbioso .
1 In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Aspetto > A-Scope > Attivato.
2 Selezionare un tempo di visualizzazione.
È possibile aumentare il tempo di visualizzazione per
aumentare la durata della visualizzazione dei ritorni
dell'ecoscandaglio.
Set up ecoscandaglio Panoptix
Ingrandimento di una pagina ecoscandaglio Panoptix
LiveVü o LiveScope
È possibile ingrandire le pagine ecoscandaglio Panoptix LiveVü
e LiveScope 2D.
NOTA: la cronologia di scorrimento è nascosta quando lo
schermo è in modalità zoom.
1 Da una pagina ecoscandaglio Panoptix LiveVü o LiveScope
2D, allontanare due dita l'una dall'altra per ingrandire l'area.
Viene visualizzata una finestra
che mostra una versione
ridotta dell'immagine a schermo intero. L'area delimitata
nella finestra mostra la posizione dell'area ingrandita.
2 Se necessario, toccare o trascinare l'interno della finestra per
visualizzare un'altra area della pagina a schermo intero.
3 Se necessario, allontanare due dita l'una dall'altra per
ingrandire l'immagine.
4 Se necessario, avvicinare due dita l'una all'altra per ridurre la
visualizzazione.
Per uscire dalla modalità zoom, selezionare Indietro o avvicinare
due dita l'una all'altra per ridurre l'immagine finché non torna a
schermo intero.
Fishfinder ecoscandaglio
È possibile aggiornare la velocità di scansione avanti e indietro
del trasduttore. Una frequenza di scansione più rapida crea
immagini meno dettagliate, tuttavia la pagina viene aggiornata
più rapidamente. Una frequenza di scansione più lenta crea
immagini più dettagliate, tuttavia la pagina viene aggiornata più
lentamente.
NOTA: questa funzione non è disponibile per la pagina
ecoscandaglio RealVü 3D Historical.
1 In una pagina ecoscandaglio RealVü, selezionare Menu >
Velocità di scansione.
2 Selezionare un'opzione.
Menu dell'ecoscandaglio LiveVü Forward e FrontVü
Nella pagina ecoscandaglio LiveVü Forward o FrontVü,
selezionare Menu.
Gain: consente di controllare il livello di dettaglio e il disturbo
visualizzato sulla pagina dell'ecoscandaglio.
Per visualizzare sulla pagina i ritorni del segnale di maggiore
intensità, è possibile ridurre il guadagno per rimuovere i
ritorni e il disturbo di minore intensità. Per visualizzare tutte le
informazioni relative ai ritorni di segnale, è possibile
aumentare il guadagno per visualizzare più informazioni sulla
pagina. Ciò aumenta anche il disturbo e rende più difficile
rilevare i ritorni effettivi.
Scala della profondità: consente di regolare la scala della
profondità.
La regolazione automatica della scala mantiene il fondale in
basso nell'area inferiore dello schermo, utile per il
rilevamento del fondale in caso di cambiamenti del terreno
minimi o moderati.
La regolazione manuale dell'intervallo consente di
visualizzare un intervallo specifico, utile per il rilevamento del
fondale in caso di sostanziali cambiamenti del terreno, quali
strapiombi o scogliere. Il fondale viene visualizzato sullo
schermo se rientra nell'intervallo impostato.
Vista avanti: consente di regolare la scala della vista avanti.
Consentendo al dispositivo di regolare automaticamente
l'intervallo, la scala della vista avanti viene regolata in
relazione alla profondità. La regolazione manuale
dell'intervallo consente di visualizzare un intervallo
specificato. Il fondale viene visualizzato sullo schermo se
rientra nell'intervallo impostato. Ridurre manualmente il
valore di questa opzione può ridurre l'efficacia dell'Allarme
FrontVü, riducendo i tempi di reazione rispetto alle letture di
bassa profondità.
33
Angolo di trasmissione: consente di regolare la trasmissione
del trasduttore sul lato di sinistra o di dritta. Questa funzione
è disponibile esclusivamente con i trasduttori RealVü
Panoptix, ad esempio il PS30, PS31 e PS60.
Trasmissione: consente di interrompere la trasmissione del
trasduttore attivo.
Allarme FrontVü: consente di impostare un allarme che si
attiva quando la profondità di fronte all'imbarcazione si
abbassa rispetto al valore specificato (Impostazione
dell'allarme di minima FrontVü, pagina 34). Questo allarme
è disponibile esclusivamente con i trasduttori Panoptix
FrontVü.
Set up ecoscandaglio: consente di regolare la configurazione
del trasduttore e l'aspetto dei ritorni dell'ecoscandaglio.
Modifica overlay: consente di configurare i dati visualizzati
sullo schermo (Personalizzazione dei dati overlay, pagina 4).
È possibile selezionare un valore di guadagno colore più alto
per visualizzare i bersagli più alti nella colonna d'acqua. Un
valore di guadagno colore più alto consente anche di
differenziare i ritorni a bassa intensità più alti nella colonna
d'acqua, tuttavia ciò causa una perdita nella differenziazione
dei ritorni sul fondale. È possibile selezionare un valore di
guadagno colore più basso quando i bersagli si trovano
vicino al fondale, al fine di distinguere i bersagli e i ritorni ad
alta intensità, ad esempio sabbia, rocce e fango.
Tracce: consente di impostare la durata di visualizzazione delle
tracce. Le tracce mostra i movimenti del bersaglio.
Riemp. fondale: colora il fondale di marrone per distinguerlo dai
ritorni dell'acqua.
Overlay meridiani: mostra una griglia delle range lines.
Scorri cronologia: mostra la cronologia dell'ecoscandaglio in
una pagina ecoscandaglio tradizionale.
Impostazione dell'angolo di trasmissione di LiveVü e del
trasduttore FrontVü
Questa funzione è disponibile esclusivamente con i trasduttori
RealVü Panoptix, ad esempio il PS30, PS31 e PS60.
È possibile modificare l'angolo di trasmissione del trasduttore
per puntare il trasduttore in direzione di un'area di interesse
specifica. Ad esempio, è possibile puntare il trasduttore affinché
segua un'esca o si concentri su un bersaglio.
1 In una pagina ecoscandaglio LiveVü o FrontVü, selezionare
Menu > Angolo di trasmissione.
2 Selezionare un'opzione.
Impostazioni sull'aspetto di RealVü
Impostazione dell'allarme di minima FrontVü
AVVERTENZA
L'allarme di minima FrontVü è uno strumento che consente
esclusivamente di conoscere maggiormente l'ambiente
circostante e in alcune circostanze non impedisce di arenarsi. Il
comandante dell'imbarcazione ha l'obbligo di garantire la
condotta corretta dell'imbarcazione.
Questo allarme è disponibile esclusivamente con i trasduttori
Panoptix FrontVü.
È possibile impostare un allarme che si attiva quando la
profondità scende sotto il livello specificato. Per risultati ottimali
è necessario impostare l'offset della prua quando si utilizza
l'allarme di collisione frontale (Impostazione dell'offset della
prua, pagina 35).
1 In una pagina ecoscandaglio FrontVü, selezionare Menu >
Allarme FrontVü.
2 Selezionare Attivato.
3 Inserire la profondità alla quale deve essere attivato l'allarme
e selezionare Fatto.
Sulla schermata FrontVü, una linea della profondità mostra la
profondità alla quale l'allarme è impostato. La linea è verde
quando la profondità è sicura. La linea diventa gialla quando la
velocità di navigazione è superiore rispetto ai tempi di reazione
(10 secondi). Diventa rossa e l'allarme si attiva quando il
sistema rileva un ostacolo o la profondità è inferiore al valore
impostato.
ATTENZIONE
La possibilità di evitare efficacemente di arenarsi con
l'ecoscandaglio FrontVü diminuisce mano a mano che la
velocità aumenta oltre 8 nodi.
Impostazioni sull'aspetto di LiveVü e FrontVü
In una pagina ecoscandaglio LiveVü o FrontVü Panoptix,
selezionare Menu > Set up ecoscandaglio > Aspetto.
Schema colori: consente di impostare la tavolozza dei colori.
Colore Gain: consente di regolare l'intensità dei colori
visualizzati sullo schermo.
34
In una pagina ecoscandaglio RealVü, selezionare Menu > Set
up ecoscandaglio > Aspetto.
Colori dei punti: consente di impostare una tavolozza colori
differente per i punti di ritorno dell'ecoscandaglio.
Colori fondale: consente di impostare lo schema colori per il
fondale.
Stile fondale: consente di impostare lo stile per il fondale. In
acque profonde è possibile selezionare l'opzione Punti e
impostare manualmente l'intervallo a una profondità minore.
Codice colore: mostra una legenda delle profondità
rappresentate dai colori.
Impostazioni di installazione del trasduttore Panoptix
In una pagina Ecoscandaglio Panoptix, selezionare Menu > Set
up ecoscandaglio > Installazione.
Profondità di installazione: consente di impostare la profondità
sotto la linea di galleggiamento in cui il trasduttore Panoptix è
installato. L'immissione della profondità effettiva alla quale è
installato il trasduttore consentirà una presentazione visiva
più precisa degli oggetti in acqua.
Offset prua: consente di impostare la distanza tra la prua e la
posizione di installazione del trasduttore Panoptix per la vista
frontale. Ciò consente di visualizzare la distanza frontale
dalla prua anziché dalla posizione del trasduttore.
Ciò si applica ai trasduttori Panoptix con viste ecoscandaglio
FrontVü, LiveVü Forward e RealVü 3D Forward.
Ampiezza cono: consente di impostare l'ampiezza del cono del
trasduttore Panoptix per la vista dall'alto. I coni più stretti
consentono di visualizzare più in profondità e più lontano. I
coni più ampi consentono di visualizzare un'area di copertura
più grande.
Ciò si applica ai trasduttori Panoptix con viste ecoscandaglio
FrontVü, LiveVü Down e LiveVü Forward.
Usa AHRS: consente ai sensori AHRS (sistemi di riferimento di
rotta e di assetto) di rilevare automaticamente l'angolo di
installazione del trasduttore Panoptix. Quando questa
impostazione viene disattivata, è possibile inserire l'angolo di
installazione specifico per il trasduttore utilizzando
l'impostazione Angolo di inclinazione. Molti trasduttori con
vista anteriore sono installati su un angolo di 45 gradi e i
trasduttori con vista verso il basso sono installati su un
angolo di 0 gradi.
Ruotato: consente di impostare l'orientamento della pagina
ecoscandaglio Panoptix quando il trasduttore con vista in
basso è installato con i cavi rivolti verso il lato sinistro
dell'imbarcazione.
Ciò si applica ai trasduttori Panoptix con viste ecoscandaglio
LiveVü Down, RealVü 3D Down e RealVü 3D Historical.
Fishfinder ecoscandaglio
Calibrazione bussola: consente di calibrare la bussola interna
nel trasduttore Panoptix (Calibrazione della bussola,
pagina 35).
Ciò si applica ai trasduttori Panoptix dotati di bussola interna,
ad esempio il trasduttore PS21-TR.
Orientamento: controlla se il trasduttore è in modalità di
installazione verso il basso o in avanti. L'impostazione Auto
utilizza il sensore AHRS per determinare l'orientamento.
Ciò è valido per PS22 e per i trasduttori LiveScope.
Messa a fuoco: Regola la vista ecoscandaglio in base alla
velocità del suono in acqua. L'impostazione Auto utilizza la
temperatura dell'acqua per calcolare la velocità del suono.
Si applica ai trasduttori LiveScope.
Reset imp. ecoscandaglio: consente di reimpostare i valori
predefiniti delle impostazioni dell'ecoscandaglio.
Impostazione dell'offset della prua
Per i trasduttori Panoptix con vista frontale è possibile inserire
un offset della prua per compensare le letture della distanza
frontale con la posizione di installazione del trasduttore. Ciò
consente di visualizzare la distanza frontale dalla prua anziché
dalla posizione di installazione del trasduttore.
Questa funzione si applica ai trasduttori Panoptix con viste
ecoscandaglio FrontVü, LiveVü Forward e RealVü 3D Forward.
1 Misurare la distanza orizzontale dal trasduttore alla prua.
È possibile iniziare la rotazione dell'imbarcazione prima della
calibrazione, tuttavia è necessario ruotarla di una volta e mezzo
durante la calibrazione.
1 In una pagina ecoscandaglio applicabile, selezionare Menu >
Set up ecoscandaglio > Installazione.
2 Se necessario, selezionare Usa AHRS per attivare il sensore
AHRS.
3 Selezionare Calibrazione bussola.
4 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Radar
AVVERTENZA
Il radar per la navigazione trasmette microonde che possono
risultare dannose per esseri umani e animali. Prima dell'inizio
della trasmissione radar, verificare che l'area circostante il radar
sia libera. Il radar trasmette con un fascio di 12°
approssimativamente sopra e sotto una linea orizzontale di
estensione che parte dal centro del radar.
Durante la trasmissione, non fissare direttamente l'antenna da
vicino, poiché gli occhi sono particolarmente sensibili alle
emissioni di energia elettromagnetica.
Collegando il chartplotter compatibile a un radar marino Garmin
opzionale, ad esempio un radar GMR™ Fantom™ 6 o un GMR 24
xHD, è possibile visualizzare ulteriori informazioni relative
all'ambiente circostante.
Il radar trasmette a 360°. Quando il fascio trasmesso viene a
contatto con un bersaglio, parte di tale energia viene riflessa
verso il radar.
Interpretazione del radar
2 In una pagina Ecoscandaglio applicabile, selezionare Menu >
Set up ecoscandaglio > Installazione > Offset prua.
3 Immettere la distanza misurata e selezionare Fatto.
Nella vista ecoscandaglio applicabile, la visualizzazione frontale
viene modificata in base alla distanza impostata.
Calibrazione della bussola
Prima di poter calibrare la bussola, il trasduttore deve essere
installato sull'asta abbastanza lontano dal trolling motor da
evitare interferenze magnetiche e deve essere immerso in
acqua. La calibrazione deve essere di qualità sufficiente ad
attivare la bussola interna.
NOTA: per utilizzare la bussola, è necessario montare il
trasduttore sullo specchio di poppa o sull'albero del trolling
motor. La bussola potrebbe non funzionare quando si installa il
trasduttore sul motore.
NOTA: per risultati ottimali, è necessario utilizzare un sensore
della direzione, ad esempio SteadyCast™. Il sensore di rotta
mostra la direzione verso cui punta il trasduttore in relazione
all'imbarcazione.
NOTA: la calibrazione della bussola è disponibile solo per i
trasduttori con una bussola interna, ad esempio il trasduttore
PS21-TR.
Radar
La lettura e l'interpretazione dei segnali radar richiede pratica.
Più il radar viene utilizzato, maggiore sarà la capacità di affidarsi
ai segnali radar laddove sarà davvero necessario.
Il radar può essere utile in molte situazioni, ad esempio per
evitare collisioni in caso di visibilità limitata, quando è buio o in
presenza di nebbia, per monitorare le condizioni meteo,
visualizzare oggetti di fronte all'imbarcazione e localizzare
volatili e pesci.
La funzione Radar overlay consente di interpretare i segnali
radar con facilità, poiché sovrappone i ritorni del radar sulla
parte superiore della carta. Consente di identificare la differenza
tra un ritorno del radar relativo alla presenza di una costa, di un
ponte o di un nembo. La visualizzazione delle imbarcazioni AIS
sul radar overlay consente anche di identificare le funzioni sullo
schermo del radar.
Nella schermata sottostante, il radar overlay è attivato. Questa
schermata mostra anche un feed video. È possibile identificare
con facilità alcuni elementi sulla schermata del radar.
Terra
Imbarcazione
Radar Overlay
Quando si collega il chartplotter al radar per la navigazione
Garmin opzionale, è possibile sovrapporre le informazioni
35
provenienti dal radar sulla carta di navigazione o sulla mappa
pesca.
I dati e le impostazioni overlay si basano sulla modalità radar
utilizzata più di recente.
Sovraimpressione del radar e allineamento dei dati
della mappa
Quando si utilizza il radar overlay, il chartplotter allinea i dati del
radar ai dati della mappa rispetto alla direzione
dell'imbarcazione, a propria volta basata sui dati provenienti da
un sensore di direzione magnetico collegato mediante una rete
NMEA 0183 o NMEA 2000. Se non sono disponibili tali sensori,
la direzione dell'imbarcazione viene dedotta dai dati GPS.
I dati GPS indicano la direzione in cui si sposta l'imbarcazione,
ma non la direzione in cui è rivolta la prua dell'imbarcazione. Se
l'imbarcazione è alla deriva o ferma, la sovraimpressione del
radar potrebbe non risultare perfettamente allineata ai dati della
cartografia. Questa situazione si può evitare utilizzando i dati di
direzione dell'imbarcazione di una bussola elettronica.
Se sono basati sui dati di un sensore di direzione magnetico o di
un pilota automatico, i dati di direzione dell'imbarcazione
possono diventare poco affidabili a causa di configurazioni non
corrette, guasti meccanici, interferenze magnetiche o altri fattori.
In questi casi l'overlay del radar non si allinea perfettamente ai
dati della mappa.
Trasmissione di segnali radar
NOTA: come funzione di sicurezza, il radar entra in modalità
standby dopo il riscaldamento. In questo modo è possibile
verificare che le vicinanze dell'area del radar siano libere prima
dell'inizio della trasmissione.
1 Con il chartplotter spento, collegare il radar come indicato
nelle istruzioni di installazione del radar.
2 Accendere il chartplotter.
Se necessario, il radar inizia a riscaldarsi e un conto alla
rovescia avvisa quando il radar è pronto.
Selezionare
Radar.
3
4 Selezionare una modalità radar.
In fase di avvio del radar verrà visualizzato un messaggio di
conto alla rovescia.
5 Selezionare Menu > Radar in trasmissione.
Interrompere la trasmissione radar
In una schermata radar selezionare Menu > Radar in
standby.
SUGGERIMENTO: premere > Radar in standby da
qualsiasi schermata per interrompere rapidamente la
trasmissione del radar.
Configurazione della modalità di trasmissione
temporizzata
Per ridurre il consumo energetico, è possibile configurare
intervalli di tempo nei quali il radar trasmette e non trasmette
(standby) segnali.
NOTA: questa funzione non è disponibile nelle modalità a
doppio radar.
1 In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
Trasmiss. tempor..
2 Selezionare Trasmiss. tempor. per attivare l'opzione.
3 Selezionare Tempo standby, immettere l'intervallo di tempo
tra le trasmissioni dei segnali radar, quindi selezionare Fatto.
4 Selezionare Tempo di trasmissione, immettere la durata di
ciascuna trasmissione dei segnali radar, quindi selezionare
Fatto.
36
Attivazione e regolazione della zona di non
trasmissione del radar
È possibile specificare aree di non trasmissione nelle quali il
radar non trasmetterà alcun segnale.
NOTA: i modelli di radar GMR Fantom e xHD2 supportano due
zone di non trasmissione. La maggioranza degli altri modelli di
radar GMR supportano una zona di non trasmissione. GMR I
modelli radar 18 HD+ non supportano le zone di non
trasmissione.
1 In una pagina radar, selezionare Menu > Impostazione del
radar > Installazione > Zona di non tx.
La zona di non trasmissione è indicata da un'area
ombreggiata nella schermata Radar.
2 Selezionare Angolo 1, quindi selezionare la nuova posizione
per il primo angolo.
3 Selezionare Angolo 2, quindi selezionare la nuova posizione
per il secondo angolo.
4 Selezionare Fatto.
5 Se necessario, ripetere la procedura per la seconda zona.
Regolazione della portata del radar
La portata del segnale radar indica la lunghezza del segnale a
impulsi trasmesso e ricevuto dal radar. Se aumenta la portata, il
radar trasmette impulsi più lunghi al fine di raggiungere bersagli
più distanti. Anche i bersagli più vicini, come pioggia e onde,
riflettono gli impulsi più lunghi, aggiungendo disturbi alla
schermata Radar. La visualizzazione di informazioni sui bersagli
a lungo raggio può inoltre ridurre lo spazio disponibile nella
schermata Radar per la visualizzazione delle informazioni sui
bersagli a più corto raggio.
• Selezionare per ridurre il range.
• Selezionare per aumentare il range.
Suggerimenti per la scelta della scala radar
• Scegliere le informazioni da visualizzare nella schermata
Radar.
Per esempio, preferite visualizzare le informazioni
meteorologiche della zona di navigazione, oppure i bersagli e
il traffico, oppure le condizioni meteo della destinazione?
• Valutare le condizioni ambientali in cui si utilizza il radar.
In condizioni meteorologiche avverse, i segnali radar a lungo
raggio possono far aumentare i disturbi visualizzati sulla
schermata Radar e rendere più difficile la visualizzazione
delle informazioni sui bersagli a corto raggio. Quando piove, i
segnali radar di minore portata consentono di visualizzare le
informazioni sugli oggetti più prossimi con maggiore
chiarezza, se l'impostazione di Disturbo causato da pioggia è
stata configurata in modo ottimale.
• Selezionare la portata efficace minore possibile, in
considerazione della finalità di utilizzo del radar e delle
condizioni ambientali presenti.
Tecnologia radar Doppler MotionScope™
Il radar GMR Fantom utilizza l'effetto Doppler per rilevare ed
evidenziare i bersagli in movimento, evitare potenziali collisioni e
stormi e monitorare le condizioni meteorologiche. L'effetto
Doppler è il cambiamento di frequenza nell'eco del radar dovuto
al movimento relativo del bersaglio. Ciò consente il rilevamento
istantaneo di qualsiasi bersaglio che si avvicina o si allontana
dal radar.
La funzione MotionScope evidenzia i bersagli in movimento
sullo schermo del radar in modo da navigare intorno ad altre
imbarcazioni, in condizioni meteo avverse o verso aree di pesca
in cui gli uccelli si stanno nutrendo in superficie.
I bersagli in movimento sono codificati in base al colore in modo
da poter individuare immediatamente i bersagli che si stanno
Radar
avvicinando e quelli che si stanno allontanando. Sulla maggior
parte degli schemi colori, il colore verde indica che il bersagli si
sta allontanando mentre il rosso indica che si sta avvicinando.
Su alcuni modelli è possibile anche regolare l'impostazione
Sensibilità M-Scope per modificare la soglia di velocità in base
al bersaglio evidenziato. L'impostazione su un valore più alto
evidenzia i bersagli più lenti mentre l'impostazione su un valore
più basso evidenzia solo i bersagli più veloci.
principalmente per evitare collisioni. Per utilizzare MARPA, è
necessario assegnare un'etichetta MARPA a un target. Il
sistema radar rileva automaticamente l'oggetto contrassegnato
e fornisce informazioni relative all'oggetto, come portata,
rilevamento, velocità, direzione GPS, accesso in prossimità e
tempo per l'accesso in prossimità. MARPA indica lo stato di tutti
gli oggetti contrassegnati (in acquisizione, perso, in
tracciamento o pericoloso) e il chartplotter può emettere un
allarme di collisione quando l'oggetto entra nella zona sicura.
Simboli per i bersagli MARPA
Acquisizione di un bersaglio. Cerchi concentrici verdi tratteggiati
che si irradiano dal bersaglio durante il rilevamento del radar.
Il bersaglio è stato acquisito. Un cerchio verde continuo indica la
posizione del bersaglio rilevato dal radar. Una linea verde tratteggiate collegata al cerchio indica la rotta proiettata sul terreno o la
direzione GPS del bersaglio.
Attivazione della zona di guardia
È possibile attivare una zona di guardia per essere avvisati
dell'ingresso di oggetti all'interno di un'area specifica intorno
all'imbarcazione.
In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
Zona di guardia.
Impostare una zona di guardia circolare
Prima di poter definire i confini della zona di guardia, è
necessario attivare una zona di guardia (Attivazione della zona
di guardia, pagina 37).
È possibile definire una zona di guardia circolare che circondi
completamente l'imbarcazione.
1 In una schermata radar, selezionare Menu > Opzioni radar
> Zona di guardia >
> Cerchio.
2 Selezionare la posizione del cerchio della zona di guardia
esterna.
3 Selezionare la posizione della zona di guardia interna per
definire la larghezza della zona.
Definire una zona di guardia parziale
Prima di poter definire i confini della zona di guardia, è
necessario attivare una zona di guardia (Attivazione della zona
di guardia, pagina 37).
È possibile definire i confini di una zona di guardia che non
circondi completamente l'imbarcazione.
1 In una schermata radar, selezionare Menu > Opzioni radar
> Zona di guardia >
> Angolo 1.
2 Toccare e trascinare la posizione dell'angolo della zona di
guardia esterna .
Bersaglio pericoloso nel raggio d'azione. Un cerchio rosso
lampeggia intorno al bersaglio, viene visualizzato un messaggio
ed emesso un allarme sonoro. Dopo la conferma dell'allarme, un
punto rosso pieno con una linea rossa tratteggiata collegata
indica la posizione e la rotta proiettata sul terreno o la direzione
GPS del bersaglio. Se si è disattivato l'allarme di zona sicura da
collisione, il target lampeggia, ma non viene emesso l'allarme
sonoro e non viene visualizzato il messaggio.
Il bersaglio è stato perso. Un cerchio verde continuo con una X
che lo attraversa indica che il radar non rileva più il bersaglio.
Punto di approccio più prossimo e tempo necessario per raggiungere il punto di approccio con un bersaglio pericoloso.
Assegnare un'etichetta MARPA a un oggetto
Prima di poter utilizzare MARPA, è necessario disporre di un
sensore della direzione collegato e di un segnale GPS attivo. Il
sensore della direzione deve fornire il PGN (Parameter Group
Number, numero gruppo parametri) NMEA 2000 127250 oppure
la frase di uscita NMEA 0183 HDM o HDG.
1 In una pagina radar, selezionare un oggetto o una posizione.
2 Selezionare Acquisisci tgt. > Bersaglio MARPA.
Rimuovere un'etichetta MARPA da un oggetto
contrassegnato
1 In una pagina Radar, selezionare un bersaglio MARPA.
2 Selezionare Bersaglio MARPA > Rimuovi.
Visualizzare informazioni su un oggetto attivato come
bersaglio MARPA
È possibile visualizzare portata, rilevamento, velocità e altre
informazioni su un bersaglio MARPA.
1 In una pagina Radar, selezionare un oggetto contrassegnato.
2 Selezionare Bersaglio MARPA.
Visualizzare un elenco di pericoli AIS e MARPA
In una pagina Radar o Radar overlay è possibile visualizzare e
personalizzare l'aspetto di un elenco di pericoli AIS e MARPA.
1 In una pagina Radar, selezionare Menu > Livelli > Altre
imbarcazioni > Elenco > Mostra.
2 Selezionare il tipo di pericoli da includere nell'elenco.
Visualizzare imbarcazioni AIS nella schermata radar
3 Selezionare Angolo 2.
4 Selezionare la posizione dell'angolo della zona di guardia
interna
per definire la larghezza della zona di guardia.
5 Selezionare Fatto.
MARPA
Mini Automatic Radar Plotting Aid (MARPA) consente di
identificare e monitorare i bersagli e viene utilizzata
Radar
Per accedere alle funzioni AIS, è necessario utilizzare un
dispositivo AIS esterno e ricevere i segnali di transponder attivi
da altre imbarcazioni.
È possibile configurare come vengono visualizzate le altre
imbarcazioni nella schermata Radar. Se un'impostazione viene
configurata (ad eccezione dell'intervallo di visualizzazione AIS)
per una modalità radar, tale impostazione viene applicata a tutte
le altre modalità radar. Le impostazioni dei dettagli e della
direzione proiettata configurate per una modalità radar vengono
applicate a tutte le altre modalità radar e alla Sovraimpressione
del radar.
37
1 In una schermata Radar o Overlay radar, selezionare Menu
> Altre imbarcazioni > AIS.
2 Selezionare un'opzione:
• Per indicare la distanza dalla posizione in cui visualizzare
le imbarcazioni AIS, selezionare Display Range, quindi
selezionare una distanza.
• Per visualizzare i dettagli delle imbarcazioni con AIS
attivato, selezionare Dettagli > Mostra.
• Per impostare il tempo di direzione proiettata per le
imbarcazioni con AIS attivato, selezionare Vettore direz.
e immettere il tempo.
VRM ed EBL
Le funzioni VRM (Variable Range Marker) ed EBL (Electronic
Bearing Line) consentono di misurare la distanza e il
rilevamento dalla propria imbarcazione ad un bersaglio. Nella
schermata Radar il VRM viene visualizzato come un cerchio
centrato sulla posizione corrente dell'imbarcazione, mentre l'EBL
è rappresentata da una linea che inizia in corrispondenza della
posizione dell'imbarcazione intersecando il VRM. Il punto di
intersezione tra VRM ed EBL è il bersaglio.
Visualizzare e regolare gli indicatori VRM ed EBL
È possibile regolare il diametro VRM e l'angolo EBL, che sposta
il punto di intersezione tra VRM ed EBL. Gli indicatori VRM ed
EBL configurati per una sola modalità vengono applicati a tutte
le altre modalità radar.
1 In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
VRM/EBL.
2 Per regolare VRM/EBL, selezionare le frecce sul pulsante
VRM/EBL.
3 Selezionare una nuova posizione per il punto di intersezione
di VRM ed EBL
4 Selezionare Fatto
Misurare la distanza e la direzione di un bersaglio
Prima di poter regolare gli indicatori VRM ed EBL, è necessario
visualizzarli sulla schermata Radar (Visualizzare e regolare gli
indicatori VRM ed EBL, pagina 38).
1 In una schermata Radar selezionare la posizione del
bersaglio.
2 Selezionare Misura.
La distanza e la direzione del bersaglio vengono visualizzati
nell'angolo superiore sinistro dello schermo.
EchoTrails
La funzione echo trails consente di rilevare il movimento delle
altre imbarcazioni sullo schermo del radar. Quando
un'imbarcazione è in movimento è possibile visualizzare una
traccia tenue
della scia dell'imbarcazione. É possibile
modificare la durata della traccia visualizzata.
NOTA: in base al modello di antenna, le impostazioni scelte in
una funzione radar potrebbero non essere disponibili in una
modalità di funzionamento differente.
NOTA: questa funzione non è disponibile sui modelli open array
xHD o HD/HD+ radome.
38
Attivazione della funzione echo trails
In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
Tracce Echo > Schermo.
Regolazione degli echo trails
1 In una pagina radar o overlay radar, selezionare Menu >
Opzioni radar > Tracce Echo > Ora.
2 Selezionare la lunghezza della traccia.
Cancellazione delle tracce
É possibile rimuovere le tracce dalla schermata del radar per
avere una visione pulita dello schermo.
In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
Tracce Echo > Cancella tracce.
Ottimizzazione della pagina radar
È possibile regolare le impostazioni di visualizzazione del radar
per ridurre i disturbi e aumentare il livello di precisione.
NOTA: è possibile ottimizzare la visualizzazione del radar per
ciascuna modalità radar.
1 Selezionare una scala radar (Regolazione della portata del
radar, pagina 36).
2 Ripristinare il valore predefinito dell'impostazione del
guadagno (Regolazione automatica del guadagno del radar,
pagina 38).
3 Regolare manualmente l'impostazione del guadagno
(Regolare manualmente il guadagno del radar, pagina 38).
Disturbi e guadagno del radar
Regolazione automatica del guadagno del radar
L'impostazione automatica del guadagno per ciascuna modalità
è ottimizzata per la singola modalità e può essere diversa
dall'impostazione automatica del guadagno utilizzata per un'altra
modalità.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione del
guadagno configurata per una modalità può essere applicata o
meno ad altre modalità radar o al Radar overlay.
NOTA: alcune opzioni sono disponibili su tutti i modelli di radar.
1 In una pagina radar o overlay radar selezionare Menu >
Gain.
2 Selezionare un'opzione:
• Per avere una regolazione automatica del guadagno in
base alle condizioni dell'ambiente circostante, selezionare
Basso o Alto.
• Per regolare automaticamente il guadagno per mostrare
gli stormi, selezionare Auto Bird.
NOTA: questa opzione non è disponibile sui modelli open
array xHD o HD/HD+ radome.
Regolare manualmente il guadagno del radar
Per ottenere prestazioni ottimali del radar, è possibile regolare
manualmente il guadagno.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione del
guadagno configurata per una modalità può essere applicata o
meno ad altre modalità radar o al Radar overlay.
1 In una pagina Radar o overlay radar selezionare Menu >
Gain.
2 Selezionare Su per aumentare il guadagno, finché nella
pagina Radar non vengono visualizzati punti chiari.
I dati della pagina Radar vengono aggiornati con una
periodicità di pochi secondi. Di conseguenza, gli effetti della
regolazione manuale potrebbero non notarsi subito. Regolare
il guadagno lentamente.
3 Selezionare Giù per ridurre il guadagno finché i punti non
scompaiono.
Radar
4 Se nel raggio d'azione del radar sono presenti altre
imbarcazioni, terra o altri bersagli, selezionare Giù per ridurre
il guadagno finché i bersagli non iniziano a lampeggiare.
5 Selezionare Su per aumentare il guadagno finché
imbarcazioni, terra o altri bersagli non restano illuminati in
modo fisso nella pagina Radar.
6 Se necessario, ridurre al minimo la visualizzazione di oggetti
prossimi di grandi dimensioni.
7 Se necessario, ridurre al minimo gli echi dei lobi laterali.
Ridurre le interferenze dei grandi oggetti vicini all'imbarcazione
I bersagli di grandi dimensioni vicini all'imbarcazione, come le
pareti di un pontile, possono provocare la visualizzazione di forti
echi nella schermata Radar. Tale immagine può oscurare i
bersagli più piccoli vicini all'oggetto di grandi dimensioni.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione del
guadagno configurata per una modalità può essere applicata o
meno ad altre modalità radar o al Radar overlay.
1 In una pagina Radar o overlay radar selezionare Menu >
Gain.
2 Selezionare Giù per ridurre il guadagno finché i bersagli più
piccoli non risultano chiaramente visibili nella schermata
Radar.
La riduzione del guadagno per eliminare l'interferenza di
oggetti di grandi dimensioni vicini all'imbarcazione, può
provocare il lampeggiamento o la scomparsa dalla schermata
Radar degli oggetti più piccoli o distanti.
Riduzione degli echi dei lobi laterali nella schermata Radar
Questo tipo di interferenza si caratterizza per la visualizzazione
di un motivo semicircolare proiettato intorno a un bersaglio. È
possibile evitare gli effetti degli echi dei lobi laterali riducendo il
guadagno o la scala radar.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione del
guadagno configurata per una modalità può essere applicata o
meno ad altre modalità radar o al Radar overlay.
1 In una pagina Radar o overlay radar selezionare Menu >
Gain.
2 Selezionare Giù per ridurre il guadagno finché il motivo a
strisce semicircolare non viene eliminato dalla schermata
Radar.
La riduzione del guadagno per eliminare l'interferenza degli
echi dei lobi laterali può provocare il lampeggiamento o la
scomparsa dalla schermata Radar degli oggetti più piccoli o
distanti.
Regolare automaticamente il Sea Clutter nella pagina Radar
È possibile regolare automaticamente la visualizzazione dei
disturbi causati da condizioni di mare mosso.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione Sea Clutter
configurata per una modalità radar può essere applicata o meno
ad altre modalità o alla funzione Radar overlay.
NOTA: alcune opzioni e impostazioni non sono disponibili su
tutti i modelli di radar e chartplotter.
1 In una pagina Radar o overlay del radar selezionare Menu >
Sea Clutter.
2 Selezionare Predefiniti o Auto.
3 Selezionare un'impostazione che rifletta le condizioni presenti
del mare.
Con un modello di radar compatibile, il chartplotter regola
automaticamente il Sea Clutter in base alle condizioni del mare.
Regolare manualmente il Sea Clutter nella pagina Radar
È possibile regolare la visualizzazione dei disturbi causati da
condizioni di mare mosso. L'impostazione Sea Clutter influisce
sulla visualizzazione dei disturbi e dei bersagli vicini, più di
quanto possa influenzare la visualizzazione di disturbi e bersagli
Radar
distanti. Un'impostazione alta del Sea Clutter, riduce la
comparsa di interferenze causate dalle onde, ma può anche
ridurre o eliminare la visualizzazione dei bersagli più vicini.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione Sea Clutter
configurata per una modalità radar può essere applicata o meno
ad altre modalità o alla funzione Radar overlay.
1 In una pagina Radar o overlay del radar selezionare Menu >
Sea Clutter.
2 Selezionare Su o Giù per regolare l'aspetto del sea clutter
finché gli altri bersagli non risulteranno chiaramente visibili
nella pagina radar.
È possibile che parte dei disturbi causati dal mare restino
visibili.
Regolazione del disturbo della pioggia nella schermata
radar
È possibile regolare la visualizzazione dei disturbi causati dalla
pioggia. La riduzione del disturbo causato dalla pioggia si
verifica anche quando si diminuisce la scala del radar
(Regolazione della portata del radar, pagina 36).
Questa impostazione influisce sulla visualizzazione dei disturbi
causati dalla pioggia e dei bersagli vicini, più di quanto possa
influenzare la visualizzazione di disturbi e bersagli distanti.
Un'alta riduzione del disturbo causato dalla pioggia, riduce la
comparsa di interferenze causate dalla pioggia, ma può anche
ridurre o eliminare la visualizzazione dei bersagli più vicini.
NOTA: a seconda del tipo di radar, le impostazioni sulla
riduzione del disturbo causato dalla pioggia configurate per una
modalità radar possono essere applicate o meno alle altre
modalità o al radar overlay.
1 In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar >
Rain Clutter.
2 Selezionare Su o Giù per aumentare o ridurre la
visualizzazione dei disturbi causati dalla pioggia finché gli
altri bersagli non risultano chiaramente visibili nella
schermata radar.
È possibile che parte dei disturbi causati dalla pioggia restino
visibili.
Riduzione dei disturbi nella schermata Radar
È possibile ridurre l'aspetto dei disturbi causati dalle interferenze
nelle vicinanze, se l'impostazione Rifiuto interferenza è attivata.
NOTA: in base al tipo di radar in uso, l'impostazione Rifiuto
interferenza configurata per una modalità può non essere
compatibile con un'altra modalità o con la funzione overlay.
In una pagina Radar o Radar overlay selezionare Menu >
Impostazione del radar > Crosstalk Rej..
Menu delle opzioni del radar
In una pagina radar, selezionare Menu > Opzioni radar.
MotionScope™: consente di utilizzare l'effetto Doppler per
rilevare ed evidenziare i bersagli in movimento, evitare
potenziali collisioni e stormi e monitorare le condizioni
meteorologiche (Tecnologia radar Doppler MotionScope™,
pagina 36). Questa opzione è disponibile solo sui modelli
Fantom.
Esp. impulso: aumenta la durata dell'impulso di trasmissione,
che consente di massimizzare l'energia diretta verso i
bersagli. Ciò consente di migliorare il rilevamento e
l'identificazione dei bersagli. Questa opzione è disponibile
soltanto sui modelli xHD radome e xHD2 open array.
Dimensioni target: consente di regolare le dimensioni dei
bersagli, regolando l'elaborazione della compressione degli
impulsi. Selezionare bersagli più piccoli per ottenere
un'immagine radar nitida, ad alta risoluzione. Selezionare
bersagli più grandi per visualizzare echi di maggiori
dimensioni per i bersagli a forma di punto, ad esempio
imbarcazioni o boe. Questa opzione è disponibile solo sui
modelli Fantom.
39
Tracce Echo: consente di rilevare il movimento delle altre
imbarcazioni sullo schermo del radar. Questa opzione non è
disponibile sui modelli open array xHD o HD/HD+ radome.
Rain Clutter: consente di ridurre i disturbi causati dalla pioggia
(Regolazione del disturbo della pioggia nella schermata
radar, pagina 39).
VRM/EBL: mostra le funzioni VRM (Variable Range Marker) ed
EBL (Electronic Bearing Line), che consentono di misurare la
distanza e il rilevamento dalla propria imbarcazione ad un
bersaglio (VRM ed EBL, pagina 38).
Zona di guardia: consente di impostare una zona sicura intorno
all'imbarcazione ed emette un segnale acustico quando un
oggetto entra nella zona (Attivazione della zona di guardia,
pagina 37).
Trasmiss. tempor.: aiuta a ridurre il consumo energetico
trasmettendo i segnali radar a intervalli di tempo impostati.
Radar Setup
In una pagina radar, selezionare Menu > Impostazione del
radar.
Sorgente: seleziona la sorgente radar quando ci sono più radar
connessi alla rete.
Visualizz. carta: mostra la carta sotto all'immagine del radar. Se
attivata, viene visualizzato il menu Livelli.
Orientamento: consente di modificare la prospettiva del radar.
Crosstalk Rej.: riduce la visualizzazione di possibili disturbi
causati da altri radar nelle vicinanze.
Velocità rotaz.: imposta la velocità di rotazione del radar.
L'opzione Alta velocità può essere utilizzata per aumentare la
frequenza di aggiornamento. In alcuni casi, il radar ruota
automaticamente alla velocità normale per migliorare il
rilevamento, ad esempio, quando viene selezionato un range
più lungo o quando viene utilizzata la funzione MotionScope
o Doppio Range.
Aspetto: consente di impostare i colori, la velocità della battuta
e l'aspetto.
Installazione: consente di configurare alcuni parametri, come
l'offset della prua e il parking dell'antenna.
Impostazioni dell'aspetto del radar
In una schermata Radar, selezionare Menu > Impostazione del
radar > Aspetto.
NOTA: queste impostazioni non si applicano all'overlay del
radar.
Colore sfondo: imposta il colore dello sfondo.
Colore 1 piano: imposta lo schema colori per i ritorni del radar.
Velocità Look-Ahead: sposta la posizione attuale
dell'imbarcazione verso la parte inferiore della schermata in
proporzione all'aumento della velocità. Immettere la velocità
massima per ottenere risultati ottimali.
Linea di prua: mostra una linea che parte dalla prua verso la
direzione dell'imbarcazione nella schermata Radar.
Range Rings: consentono di misurare le distanze nella
schermata Radar.
Area di rilevam.: mostra un'area di rilevamento basata sulla
linea di prua o su un riferimento Nord per determinare il
rilevamento di un oggetto mostrato sulla schermata del radar.
Linee navigazione: mostra le linee di navigazione che indicano
la rotta impostata con Crea Rotta, Auto Guidance o Vai a.
Waypoint: mostra i waypoint nella schermata Radar.
Impostazioni di installazione del radar
Fronte imbarc.: compensa la posizione fisica del radar quando
non è sull'asse dell'imbarcazione (Scostamento nella parte
anteriore dell'imbarcazione, pagina 40).
40
Configurazione antenna: imposta le dimensioni dell'antenna e
la posizione di arresto del radar (Impostazione di un offset
per l'antenna, pagina 40).
Zona di non tx: imposta l'area nella quale il radar non trasmette
segnali (Attivazione e regolazione della zona di non
trasmissione del radar, pagina 36).
Scostamento nella parte anteriore dell'imbarcazione
Lo scostamento nella parte anteriore dell'imbarcazione
compensa il posizionamento fisico dello scanner del radar
sull'imbarcazione, nei casi in cui questo non sia allineato all'asse
prua-poppa.
Misurare lo scostamento frontale dell'imbarcazoine
Lo scostamento nella parte anteriore dell'imbarcazione
compensa il posizionamento fisico dello scanner del radar
sull'imbarcazione, nei casi in cui questo non sia allineato all'asse
prua-poppa.
1 Utilizzando una bussola magnetica, cercare di puntare a vista
verso un obiettivo fermo nel raggio visibile.
Misurare
la distanza dall'obiettivo sul radar.
2
3 Se la deviazione di rilevamento è superiore a +/- 1°,
impostare lo scostamento nella parte anteriore
dell'imbarcazione.
Impostazione dell'offset nella parte anteriore dell'imbarcazione
Prima di impostare l'offset nella parte anteriore
dell'imbarcazione, è necessario misurare il potenziale
scostamento nella parte anteriore dell'imbarcazione.
L'impostazione dell'offset nella parte anteriore dell'imbarcazione
configurata per una modalità radar viene applicata a tutte le altre
modalità radar e alla sovrimpressione del radar.
1 In una pagina Radar o Overlay radar, selezionare Menu >
Impostazione del radar > Installazione > Fronte imbarc..
2 Selezionare Su o Giù per regolare l'offset.
Impostazione di un offset per l'antenna
Per impostazione predefinita, l'antenna viene posizionata
perpendicolarmente al piedistallo quando non sta ruotando. È
possibile regolare questa posizione.
1 Nella pagina del radar, selezionare Menu > Impostazione
del radar > Installazione > Configurazione antenna >
Offset antenna.
2 Utilizzare la barra di scorrimento per regolare la posizione
dell'antenna quando è ferma e selezionare Indietro.
Selezionare l'antenna radar
1 Selezionare un'opzione:
• In una pagina Radar o Radar overlay, selezionare Menu >
Impostazione del radar > Sorgente.
• Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Sorgenti
preferite > Radar.
2 Selezionare l'antenna radar.
Modificare la modalità radard
1 In una pagina combo oppure in modalità SmartMode con
radar, selezionare Menu > Cambia radar.
2 Selezionare una modalità radar.
Autopilota
AVVERTENZA
È possibile utilizzare la funzione di autopilota solo su una
stazione di comando installata accanto a un timone, un
acceleratore e un'unità di controllo del timone.
Ogni utente è responsabile della navigazione sicura della
propria imbarcazione. L'autopilota è uno strumento in grado di
Autopilota
migliorare le capacità di navigazione con l'imbarcazione, ma non
esime l'utente dalla responsabilità della navigazione della
propria imbarcazione. Durante la navigazione, evitare le zone
pericolose e non lasciare mai il timone.
Tenersi sempre pronti a riprendere il controllo manuale del
timone dell'imbarcazione in modo tempestivo.
Apprendere le modalità d'uso dell'autopilota in acque calme e
tranquille.
Usare cautela durante l'uso dell'autopilota vicino a moli, scogli e
altre imbarcazioni.
Il sistema autopilota regola continuamente la guida
dell'imbarcazione per mantenere una direzione costante
(mantenimento della direzione). Il sistema supporta anche la
virata manuale e diverse rotte e funzioni di virata automatica.
Quando il chartplotter è collegato a un sistema autopilota
Garmin compatibile è possibile attivare e controllare l'autopilota
dal chartplotter.
Per informazioni sui sistemi autopilota Garmin compatibile,
visitare il sito Web garmin.com.
Apertura della schermata autopilota
Prima di poter avviare la schermata autopilota, è necessario
avere un autopilota Garmin compatibile installato e configurato.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > Autopilota.
Schermata Autopilota
Attivazione di Shadow Drive™
NOTA: la funzione Shadow Drive non è disponibile in tutti i
modelli di autopilota.
Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Shadow Drive > Attivato.
Selezione della sorgente HDG preferita
AVVISO
Per risultati ottimali, utilizzare la bussola interna della CCU
dell'autopilota per determinare la sorgente HDG. L'uso di una
bussola GPS di terze parti può causare la ricezione di dati errati
e ritardi eccessivi. L'autopilota necessita di informazioni puntuali
e pertanto non può utilizzare spesso i dati di una bussola GPS
di terze parti per la posizione GPS o la velocità. Se viene
utilizzata una bussola GPS di terze parti, è probabile che
l'autopilota segnalerà periodicamente la perdita dei dati di
navigazione e della sorgente della velocità.
Se si dispone di più di una sorgente HDG sulla rete, è possibile
selezionare la sorgente preferita. La sorgente dovrebbe essere
una bussola GPS magnetica o un sensore di rotta magnetico.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Sorgenti preferite.
Selezionare
una sorgente.
2
Se la sorgente HDG selezionata non è disponibile, la
schermata dell'autopilota non visualizza alcun dato.
Barra autopilota in sovrimpressione
NOTA: non tutte le opzioni sono disponibili su tutti i modelli di
autopilota.
Modalità autopilota
Consente di mantenere la rotta
Direzione effettiva
Direzione impostata (la direzione dell'autopilota è corretta in avanti)
Direzione effettiva (in modalità standby)
Direzione impostata (quando attivato)
Indicatore posizione timone (questa funzionalità è disponibile solo
quando il sensore del timone è collegato).
Regolare l'incremento della correzione di direzione
per gradi
1 Nella pagina Autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Gradi di accostata.
Selezionare
un incremento.
2
Impostare il Gain Timone
È possibile regolare il livello di attività del timone.
1 Nella pagina Autopilota, selezionare Menu > Imp. pilota
automatico > Imp. sensibilità attuatore > Gain Timone.
2 Selezionare una percentuale.
La selezione di una percentuale più alta riduce l'attività del
timone e le correzioni della direzione. Più alta è la
percentuale, più la rotta devia prima che l'autopilota
intervenga a correggerla.
SUGGERIMENTO: in condizioni variabili a basse velocità,
l'aumento della percentuale del Gain Timone riduce l'attività
del timone.
Autopilota
Consente di virare a sinistra
Direzione
Indicatore posizione timone (disponibile solo quando il sensore del
timone è collegato)
Direzione impostata (la direzione dell'autopilota è corretta in avanti)
Consente di virare a destra
Consente di attivare il percorso impostato
Consente di aprire la schermata e il menu dell'autopilota completi
Attivare l'autopilota
Quando viene attivato, l'autopilota prende il controllo del timone
e guida l'imbarcazione mantenendo la direzione.
In qualsiasi schermata, selezionare Attiva.
La direzione impostata viene visualizzata al centro della
schermata Autopilota.
Regolare la direzione con il timone
NOTA: è necessario attivare la funzione Shadow Drive prima di
poter regolare la direzione utilizzando il timone (Attivazione di
Shadow Drive™, pagina 41).
Con l'autopilota attivato, guidare manualmente
l'imbarcazione.
L'autopilota attiva la modalità Shadow Drive.
Quando si rilascia il timone e si mantiene manualmente una
direzione specifica per alcuni secondi, l'autopilota riprende un
mantenimento direzione sulla nuova direzione.
41
Regolazione della direzione del chartplotter in
modalità di correzione per gradi
Prima di far virare l'imbarcazione utilizzando i tasti nella parte
inferiore dello schermo dell'autopilota, è necessario attivare
l'autopilota (Attivare l'autopilota, pagina 41).
• Selezionare <1° o 1°> per iniziare una virata di 1°.
• Selezionare <<10° o 10°>> per iniziare una virata di 10°.
• Tenere premuto <1° o 1°> per iniziare una virata a velocità
controllata.
L'imbarcazione continua a virare finché il tasto non viene
rilasciato.
• Tenere premuto <<10° o 10°>> per iniziare una sequenza di
virate di 10°.
Percorsi impostati
AVVERTENZA
L'utente ha la responsabilità di manovrare in modo sicuro la
propria imbarcazione. Non iniziare un percorso finché non si è
sicuri che nell'acqua non ci sono ostacoli.
L'autopilota può guidare l'imbarcazione in percorsi preimpostati
per la pesca e può anche eseguire altre manovre speciali, come
ad esempio inversioni di rotta e le manovre di Williamson.
Seguire il percorso Inverti rotta
È possibile utilizzare il percorso Inverti rotta per ruotare
l'imbarcazione di 180 gradi e mantenere la nuova direzione.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Inverti Rotta.
2 Selezionare Attiva sinistra o Attiva dritta.
Impostare e seguire il percorso circolare
È possibile utilizzare il percorso circolare per guidare
l'imbarcazione in un cerchio continuo, in una determinata
direzione e in un intervallo di tempo specifico.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Cerchi.
2 Se necessario, selezionare Ora e selezionare l'ora in cui
l'autopilota dovrà guidare l'imbarcazione a compiere un
cerchio completo.
3 Selezionare Attiva sinistra o Attiva dritta.
Impostare e seguire un percorso a zigzag
È possibile utilizzare il percorso a zigzag per guidare
l'imbarcazione da sinistra a dritta e viceversa, in un orario e
angolo specifico, seguendo la direzione corrente.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Zigzag.
2 Se necessario, selezionare Ampiezza e selezionare un
grado.
3 Se necessario, selezionare Periodo e selezionare una
durata.
4 Selezionare Attiva zigzag.
Seguire il percorso Manovra di Williamson
È possibile utilizzare il percorso Manovra di Williamson per
cambiare la rotta dell'imbarcazione e passare accanto alla
posizione in cui è iniziato il percorso Manovra di Williamson. Il
percorso Manovra di Williamson può essere utilizzato nei casi di
uomo a mare.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Manovr Williamson.
2 Selezionare Attiva sinistra o Attiva dritta.
42
Seguire un percorso Orbita
È possibile utilizzare il percorso Orbita per guidare
l'imbarcazione in un cerchio continuo intorno al waypoint attivo.
La dimensione del cerchio è definita dalla distanza dal waypoint
attivo quando si inizia il percorso Orbita.
1 Nella schermata Autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Orbita.
Selezionare
Attiva sinistra o Attiva dritta.
2
Impostare e seguire il percorso Trifoglio
È possibile utilizzare il percorso Trifoglio per guidare
l'imbarcazione in modo che passi ripetutamente su un waypoint
attivo. Quando si inizia un percorso Trifoglio, l'autopilota
conduce l'imbarcazione verso il waypoint attivo e inizia il
percorso Trifoglio.
È possibile regolare la distanza tra il waypoint e la posizione in
cui l'autopilota ruota l'imbarcazione per passare un'altra volta sul
waypoint. L'impostazione predefinita ruota l'imbarcazione a una
distanza di 300 m (1000 piedi) dal waypoint attivo.
1 Nella schermata autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Trifoglio.
2 Se necessario, selezionare Lunghezza e selezionare una
distanza.
3 Selezionare Attiva sinistra o Attiva dritta.
Impostare e seguire un percorso Ricerca
È possibile utilizzare il percorso Ricerca per guidare
l'imbarcazione in modo da formare cerchi sempre più ampi a
partire dal waypoint attivo, creando un percorso a spirale.
Quando si inizia il percorso Ricerca, l'autopilota guida
l'imbarcazione verso il waypoint attivo e inizia il percorso.
È possibile regolare la distanza tra ogni cerchio della spirale. La
distanza predefinita tra i cerchi è 20 metri (50 piedi).
1 Nella schermata Autopilota, selezionare Menu > Percorsi
Impostati > Ricerca.
2 Se necessario, selezionare Ricerca spaziatura e
selezionare una distanza.
3 Selezionare Attiva sinistra o Attiva dritta.
Annullare un percorso impostato
• Guidare fisicamente l'imbarcazione.
NOTA: Shadow Drive deve essere attivato per annullare un
percorso impostato tramite la guida fisica dell'imbarcazione.
• Selezionare o per annullare un percorso utilizzando la
modalità di guida per gradi.
• Selezionare Standby.
Attivare i comandi dell'autopilota da un
orologio Garmin
È possibile controllare l'autopilota Garmin con un orologio
Garmin compatibile. Per un elenco di orologi Garmin compatibili,
visitare il sito Web garmin.com.
NOTA: le Smart Notification non sono disponibili sull'orologio
quando è attivato il controllo remoto dell'autopilota.
1 Selezionare Comunicazioni > Dispositivi wireless > App
Connect IQ™ > Controllo autopilota > Attiva > Nuova
connessione.
2 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Personalizzare le azioni dei pulsanti dell'autopilota
Prima di poter impostare le azioni dei pulsanti dell'autopilota, è
necessario installare e configurare un autopilota Garmin
compatibile.
È possibile selezionare fino a tre azioni dell'autopilota da
eseguire tramite l'orologio Garmin.
Autopilota
NOTA: le azioni dell'autopilota disponibili dipendono
dall'autopilota installato.
1 Sul chartplotter, selezionare Comunicazioni > Dispositivi
wireless > App Connect IQ™ > Controllo autopilota >
Pulsante Azioni.
2 Selezionare un pulsante.
3 Selezionare un'azione.
Telecomando dell'autopilota Reactor™
AVVERTENZA
Ogni utente è responsabile della navigazione sicura della
propria imbarcazione. L'autopilota è uno strumento in grado di
migliorare le capacità di navigazione con l'imbarcazione, ma non
esime l'utente dalla responsabilità della navigazione della
propria imbarcazione. Durante la navigazione, evitare le zone
pericolose e non lasciare mai il timone.
È possibile connettere il telecomando dell'autopilota Reactor al
chartplotter in modalità wireless per controllare il sistema
autopilota Reactor.
Per ulteriori informazioni sull'uso del telecomando, vedere le
istruzioni sul telecomando dell'autopilota Reactor all'indirizzo
garmin.com
Associazione del telecomando dell'autopilota Reactor
al chartplotter
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
2
3
4
5
wireless > Telecomandi wireless > Telecomando
autopilota.
Se necessario, selezionare Attiva.
Selezionare Nuova connessione.
Sul telecomando, selezionare > Pair with MFD.
Il chartplotter emette un segnale acustico e mostra un
messaggio di conferma.
Sul chartplotter, selezionare Sì per completare il processo di
associazione.
Modifica delle funzioni dei tasti azione del
telecomando dell'autopilota Reactor
È possibile modificare le sequenze o le funzioni assegnate ai
tasti azione del telecomando dell'autopilota Reactor.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
wireless > Telecomandi wireless > Telecomando
autopilota > Pulsante Azioni.
2 Selezionare un tasto azione da modificare.
3 Selezionare un modello o un'azione da assegnare al tasto
azione.
Aggiornamento del software del telecomando dell'autopilota Reactor
È possibile aggiornare il software del telecomando
dell'autopilota Reactor utilizzando il chartplotter.
1 Inserire una scheda di memoria nel relativo alloggiamento sul
computer.
2 Accedere a buy.garmin.com/p/636376 e selezionare
Software.
3 Selezionare Scarica.
4 Leggere e accettare i termini.
5 Selezionare Scarica.
6 Scegliere una posizione, quindi selezionare Salva.
7 Fare doppio clic sul file scaricato.
8 Selezionare Successivo.
9 Selezionare l'unità associata alla scheda di memoria, quindi
selezionare Successivo > Fine.
Controllo del Trolling Motor Force™
10 Sul chartplotter, inserire la scheda di memoria nell'apposito
alloggiamento.
11 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Dispositivi
wireless > Telecomandi wireless > Telecomando
autopilota > Aggiorna software.
Controllo del Trolling Motor Force™
AVVERTENZA
Non accendere il motore quando l'elica è fuori dall'acqua. Il
contatto con l'elica rotante può provocare gravi lesioni.
Non utilizzare il motore in aree in cui sono presenti persone in
acqua che potrebbero entrare a contatto con le parti in
movimento del motore.
Prima di pulire o intervenire sull'elica, scollegare sempre il
motore dalla batteria per evitare possibili incidenti.
Ogni utente è responsabile della navigazione sicura della
propria imbarcazione. L'autopilota è uno strumento in grado di
migliorare le capacità di navigazione con l'imbarcazione, ma non
esime l'utente dalla responsabilità della navigazione della
propria imbarcazione. Durante la navigazione, evitare le zone
pericolose e non lasciare mai il timone.
Apprendere le modalità d'uso dell'autopilota in acque calme e
tranquille.
Usare cautela durante l'uso dell'autopilota vicino a moli, scogli e
altre imbarcazioni.
ATTENZIONE
Quando si utilizzano le funzioni dell'autopilota, prepararsi ad
arresti improvvisi, accelerazioni e virate.
Prestare la massima attenzione durante la movimentazione del
motore per evitare spiacevoli incidenti.
Quando si esegue lo stivaggio o l'installazione del motore,
prestare attenzione alle superfici scivolose intorno al motore. Lo
scivolamento durante lo stivaggio o l'installazione del motore
può causare lesioni.
È possibile connettere il trolling motor Force al chartplotter per
visualizzare e controllare il motore utilizzando il chartplotter.
Connessione a un Trolling Motor
È possibile connettere il chartplotter in modalità wireless a un
trolling motor Garmin Force compatibile sull'imbarcazione per
controllare il trolling motor dal chartplotter
1 Accendere il chartplotter e il trolling motor.
2 Attivare la rete Wi‑Fi sul chartplotter (Configurare la rete
wireless Wi‑Fi, pagina 7).
3 Accertarsi che il chartplotter sia l'host della rete (Cambiare
l'host Wi‑Fi, pagina 7).
Sul
chartplotter, selezionare Impostazioni > Comunicazioni
4
> Dispositivi wireless > Trolling motor Garmin.
5 Sul pannello dello schermo del trolling motor, premere tre
volte per impostare la modalità di associazione.
L'icona sul pannello dello schermo del trolling motor è blu
fisso durante la ricerca di una connessione al chartplotter e
diventa verde quando la connessione viene stabilita
correttamente.
Dopo aver connesso correttamente il chartplotter e il trolling
motor, attivare la barra di overlay del trolling motor per
controllare il motore (Aggiunta dei comandi del Trolling Motor
alle schermate, pagina 44).
43
Aggiunta dei comandi del Trolling Motor alle
schermate
Dopo aver connesso il chartplotter al Trolling Motor Force, è
necessario aggiungere la barra di controllo del Trolling Motor
alle schermate per controllare il Trolling Motor.
1 Aprire una schermata dalla quale si desidera controllare il
Trolling Motor.
2 Selezionare un'opzione:
• Da una pagina combo o layout SmartMode, selezionare
Menu > Modifica > Overlay.
• Nella vista a schermo intero, selezionare Menu >
Modifica overlay.
Selezionare
Barra superiore o Barra inferiore.
3
4 Selezionare Barra Trolling Motor.
Ripetere questa procedura per aggiungere i comandi del trolling
motor a tutte le schermate da cui si desidera controllare il trolling
motor.
Barra di controllo del trolling motor
La barra di controllo del trolling motor consente di controllare un
trolling motor Force e di visualizzare lo stato del motore.
Selezionare un elemento per attivarlo. Il pulsante si illumina
quando viene selezionato. Selezionare nuovamente l'elemento
per disattivarlo.
Modo Mant. heading: consente di impostare la modalità di
mantenimento della direzione. L'opzione Allineamento
imbarcazione tenta di mantenere l'imbarcazione puntata nella
stessa direzione. L'opzione Vai a consente di navigare in
linea retta nella direzione richiesta.
Accens. auto attiv.: consente di accendere il trolling motor
quando si collega l'alimentazione al sistema.
Lato stiva elica: consente di impostare il lato del trolling motor
verso il quale deve ruotare l'elica per riporre il trolling motor.
Ciò è utile durante lo stivaggio di altri elementi vicino all'elica.
Scelte rapide: consente di attivare i tasti di scelta sul
telecomando del trolling motor in modo da utilizzarli con
questo specifico chartplotter. I tasti funzionano con un solo
chartplotter alla volta.
Ripristina predefiniti: consente di ripristinare le impostazioni
del trolling motor ai valori predefiniti.
Assegnazione di una scelta rapida ai tasti del
telecomando del trolling motor
È possibile aprire rapidamente le pagine utilizzate più di
frequente assegnando un tasto di scelta rapida al telecomando
del trolling motor. Ad esempio, è possibile creare una scelta
rapida alla pagina dell'ecoscandaglio e delle carte.
1 Aprire una pagina.
2 Tenere premuto un tasto di scelta rapida.
SUGGERIMENTO: la scelta rapida viene salvata anche nella
categoria Mie Posizioni con il numero del tasto di scelta
rapida.
Stato della batteria del trolling motor.
Calibrazione della bussola del trolling motor
Attiva e disattiva la propulsione.
È necessario calibrare la bussola nel trolling motor prima di
utilizzare le funzioni dell'autopilota.
1 Portare l'imbarcazione in mare aperto e calmo.
> Calibra >
2 Dalla barra del trolling motor, selezionare
Calib. bussola.
3 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Riduce la velocità.
Indicatore di velocità.
Aumenta la velocità.
Attiva il cruise control sulla SOG corrente.
Attiva la velocità massima di propulsione.
Stato del trolling motor.
Attiva il punto di ormeggio, che utilizza il trolling motor per
mantenere la posizione.
Consente al trolling motor di effettuare una virata.
Quando è attivato il punto di ormeggio, premere per spostarne la
posizione in avanti, all'indietro, a sinistra o a destra.
Attiva il mantenimento direzione (impostare e mantenere la
direzione corrente).
Quando il trolling motor è in modalità di mantenimento direzione,
viene visualizzata una barra dell'autopilota nella barra del trolling
motor.
Impostazione dell'offset della prua
In base all'angolo di installazione, il trolling motor potrebbe non
allinearsi alla linea centrale dell'imbarcazione. Per ottenere
risultati ottimali, è necessario impostare l'offset della prua.
1 Regolare l'angolo del trolling motor in modo che sia
allineato alla linea centrale dell'imbarcazione , puntando in
avanti.
Consente di aprire le impostazioni del trolling motor.
Impostazioni del Trolling Motor
Dalla barra del trolling motor, selezionare .
Calibra: consente di calibrare la bussola del trolling motor
(Calibrazione della bussola del trolling motor, pagina 44) e
di impostare l'offset prua del trolling motor (Impostazione
dell'offset della prua, pagina 44).
Guadagno ancora: consente di impostare la risposta del trolling
motor in modalità punto di ormeggio. Se è necessario avere il
trolling motor più reattivo e muoverlo più rapidamente,
aumentare il valore. Se il motore si muove troppo, diminuire il
valore.
Gain navigaz.: consente di impostare la risposta del trolling
motor durante la navigazione. Se è necessario avere il
trolling motor più reattivo e muoverlo più rapidamente,
aumentare il valore. Se il motore si muove troppo, diminuire il
valore.
44
2 Dalla barra del trolling motor, selezionare
Offset prua.
> Calibra >
Controllo del Trolling Motor Force™
DSC (Digital Selective Calling)
Chartplotter e VHF in rete
Se una radio VHF NMEA 0183 o una radio VHF NMEA 2000 è
connessa al chartplotter, queste funzioni sono attivate.
• Il chartplotter è in grado di trasferire la posizione GPS alla
radio. Se la radio è dotata di tale funzione, le informazioni
sulla posizione GPS vengono trasmesse con le chiamate
DSC.
• Il chartplotter è in grado di ricevere informazioni sulla
posizione o sulle chiamate di emergenza DSC (Digital
Selective Calling) dalla radio.
• Il chartplotter è in grado di rilevare le posizioni delle
imbarcazioni che inviano rapporti di posizione.
Se una radio VHF Garmin NMEA 2000 è connessa al
chartplotter, anche queste funzioni sono attivate.
• Il chartplotter consente di impostare rapidamente e inviare
dettagli sulle chiamate singole normali alla radio VHF
Garmin.
• Quando si effettua una chiamata di DSC-MOB, sul
chartplotter viene visualizzata la schermata Uomo a mare e
viene inviata la richiesta di raggiungere il punto MOB.
• Quando si effettua una chiamata DSC-MOB dal chartplotter,
sulla radio viene visualizzata la pagina Chiamata di
emergenza per effettuare una chiamata di emergenza.
Attivazione del DSC
Selezionare Impostazioni > Altre imbarcazioni > DSC.
3 Selezionare Controlla > Naviga verso.
4 Selezionare Vai a o Crea Rotta.
Chiamate di emergenza Uomo a mare effettuate da
una radio VHF
Quando il chartplotter è collegato a una radio VHF compatibile
con NMEA 2000 e viene effettuata una chiamata di emergenza
DSC Uomo a mare dalla radio, sul chartplotter viene visualizzata
la schermata Uomo a mare e viene inviata la richiesta di
raggiungere il punto dell'uomo a mare. Se si dispone di un
sistema di pilota automatico compatibile collegato alla rete, il
chartplotter invia la richiesta di effettuare una manovra di
Williamson al punto dell'uomo a mare.
Se si annulla la chiamata di emergenza Uomo a mare sulla
radio, la schermata in cui viene richiesto di attivare la
navigazione verso la posizione Uomo a mare non viene più
visualizzata sul chartplotter.
Eseguire una chiamata DSC-MOB e SOS dal
chartplotter
Quando il chartplotter è collegato a una radio compatibile con
Garmin NMEA 2000 e viene effettuata una chiamata di
emergenza DSC-MOB o SOS, sulla radio viene visualizzata la
pagina Chiamata di emergenza in modo da consentire di
effettuare rapidamente una chiamata DSC.
Per informazioni su come effettuare chiamate di emergenza
dalla radio, vedere il Manuale dell'utente della radio VHF. Per
ulteriori informazioni sulla modalità di posizionamento di un
MOB o SOS, visualizzare Contrassegnare una posizione SOS,
pagina 18.
Elenco DSC
Tracciamento della posizione
L'elenco DSC è un registro delle chiamate DSC più recenti e di
altri contatti DSC inseriti. L'elenco DSC può contenere fino a
100 voci. Nell'elenco DSC è riportata la chiamata più recente
ricevuta da un'imbarcazione. Se viene ricevuta una seconda
chiamata dalla stessa imbarcazione, la chiamata precedente
verrà sostituita da quest'ultima nell'elenco delle chiamate.
Quando si collega il chartplotter a una radio VHF tramite NMEA
0183, è possibile rilevare le imbarcazioni che inviano rapporti di
posizione.
Questa funzione è inoltre disponibile con NMEA 2000, a
condizione che l'imbarcazione invii dati PGN corretti (PGN
129808; Informazioni sulle chiamate DSC).
Ogni chiamata con rapporto di posizione ricevuta viene
registrata nell'elenco DSC (Elenco DSC, pagina 45).
Visualizzare l'elenco DSC
Per poter visualizzare l'elenco DSC, è necessario connettere il
chartplotter a una radio VHF che supporta DSC.
Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
Aggiungere un contatto DSC
È possibile aggiungere un'imbarcazione all'elenco DSC. È
possibile effettuare chiamate a un contatto DSC dal chartplotter.
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC > Aggiungi
contatto.
2 Immettere il numero MMSI (Maritime Mobile Service Identity)
dell'imbarcazione.
3 Immettere il nome dell'imbarcazione.
Ricezione di chiamate di emergenza
Se il chartplotter compatibile e la radio VHF sono collegati
tramite NMEA 0183 o NMEA 2000, il chartplotter segnala la
ricezione di una chiamata di emergenza DSC da parte della
radio VHF. Se insieme alla chiamata di emergenza sono state
inviate informazioni sulla posizione, queste vengono registrate.
contrassegna una chiamata di emergenza nell'elenco DSC e
salva la posizione dell'imbarcazione nella carta di navigazione al
momento dell'invio della chiamata di emergenza DSC.
Navigare verso un'imbarcazione in emergenza
contrassegna una chiamata di emergenza nell'elenco DSC e
salva la posizione dell'imbarcazione nella carta di navigazione al
momento dell'invio della chiamata DSC.
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
DSC (Digital Selective Calling)
Visualizzare un rapporto posizione
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
3 Selezionare Controlla.
4 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare i dettagli del rapporto sulla posizione,
selezionare .
• Per visualizzare una carta con la posizione, selezionare .
Navigare verso un'imbarcazione agganciata
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
3 Selezionare Controlla > Naviga verso.
4 Selezionare Vai a o Crea Rotta.
Creare waypoint alla posizione dell'imbarcazione
agganciata
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
3 Selezionare Controlla > Crea waypoint.
Modificare le informazioni di una chiamata DSC
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
45
3 Selezionare Controlla > Modifica.
• Per immettere il nome dell'imbarcazione, selezionare
Nome.
• Per selezionare un nuovo simbolo, selezionare Simbolo,
se disponibile.
• Per immettere un commento, selezionare Commento.
• Per visualizzare la traccia dell'imbarcazione, se la radio ha
agganciato l'imbarcazione, selezionare Sentiero.
• Per scegliere il colore della traccia selezionare Linea
sentiero.
Eliminare una chiamata DSC
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare una chiamata con rapporto di posizione.
3 Selezionare Controlla > Cancella rapporto.
Visualizzare le tracce sulla mappa
In determinate configurazioni della mappa è possibile
visualizzare le tracce di tutte le imbarcazioni rilevate.
L'impostazione standard prevede una linea nera ad indicare la
traiettoria dell'imbarcazione, un punto nero ad indicare ciascuna
posizione precedentemente segnalata di un'imbarcazione
rilevata e una bandiera blu ad indicare l'ultima posizione
segnalata dell'imbarcazione.
1 In una carta o visualizzazione 3D, selezionare Menu > Livelli
> Altre imbarcazioni > DSC > Tracce DSC.
2 Selezionare il numero di ore per la visualizzazione delle
imbarcazioni rilevate sulla mappa.
Se ad esempio si seleziona 4 ore, vengono visualizzati tutti i
punti del percorso relativi alle ultime quattro ore per tutte le
imbarcazioni rilevate.
Chiamate singole normali
Se si collega il chartplotter a una radio VHF Garmin, è possibile
utilizzare l'interfaccia del chartplotter per configurare una
chiamata singola normale.
Quando si imposta una chiamata singola normale dal
chartplotter, è possibile selezionare il canale DSC sul quale si
desidera comunicare. La radio trasmette tale richiesta insieme
alla chiamata.
Selezionare un canale DSC
NOTA: la scelta di un canale DSC è limitata ai canali disponibili
in tutte le bande di frequenza. Il canale predefinito è 72. Se si
sceglie un altro canale, il chartplotter utilizza tale canale per le
successive chiamate finché non vengono effettuate chiamate
mediante un altro canale.
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare un'imbarcazione o una stazione da chiamare.
3 Selezionare Controlla > Chiama con VHF > Canale.
4 Selezionare un canale disponibile.
Eseguire una chiamata singola
NOTA: quando si esegue una chiamata con il chartplotter, se
sulla radio non sono programmati numeri MMSI, la radio non
riceverà le informazioni sulla chiamata.
1 Selezionare Informazioni > Elenco DSC.
2 Selezionare un'imbarcazione o una stazione da chiamare.
3 Selezionare Controlla > Chiama con VHF.
4 Se necessario, selezionare Canale e scegliere un nuovo
canale.
5 Selezionare Invia.
Il chartplotter invia le informazioni sulla chiamata alla radio.
6 Sulla radio VHF Garmin, completare la chiamata.
46
Effettuare una chiamata ad un target AIS
1 In una visualizzazione mappa o mappa 3D selezionare un
2
3
4
5
bersaglio AIS.
Selezionare Imbarcazione AIS > Chiama con VHF.
Se necessario, selezionare Canale e scegliere un nuovo
canale.
Selezionare Invia.
Il chartplotter invia le informazioni sulla chiamata alla radio.
Sulla radio VHF Garmin, completare la chiamata.
Indicatori e grafici
Gli indicatori e i grafici forniscono diverse informazioni relative al
motore e all'ambiente. Per visualizzare le informazioni è
necessario collegare un trasduttore compatibile o un sensore
alla rete.
Visualizzare gli indicatori
1 Selezionare A/V, Ind., Controlli.
2 Selezionare un indicatore.
3 Selezionare
indicatori.
o
per visualizzare un'altra pagina degli
Modifica dei dati visualizzati in un indicatore
1 Tenere premuto un indicatore in una schermata di indicatori.
2 Selezionare Sostituisci dati.
3 Selezionare un tipo di dati.
4 Selezionare i dati da visualizzare.
Personalizzare gli indicatori
È possibile modificare il layout delle pagine degli indicatori, il
modo in cui vengono visualizzate e i dati di ciascun indicatore.
1 Aprire la pagina di un indicatore.
2 Selezionare Menu > Modifica pagina Indicatori.
3 Selezionare un'opzione:
• Per modificare i dati mostrati in un indicatore, selezionare
un indicatore.
• Per modificare il layout degli indicatori sulla pagina,
selezionare Cambia layout.
• Per aggiungere una pagina alla serie di pagine degli
indicatori, selezionare Aggiungi pagina.
• Per cambiare l’ordine della pagina nella serie di pagine
degli indicatori, selezionare Sposta pagina a sinistra o
Sposta pagina a destra.
• Per ripristinare la visualizzazione originale della pagina,
selezionare Reimposta visualizz. predef..
Personalizzare i limiti degli indicatori di motore e
carburante
È possibile configurare il limite massimo e minimo e l'intervallo
operativo standard di un indicatore.
NOTA: non tutte le opzioni sono disponibili per tutti gli indicatori.
1 In una pagina indicatori, selezionare Menu > Installazione >
Imposta limiti indicatore.
2 Selezionare un indicatore da personalizzare.
Indicatori e grafici
3 Selezionare un'opzione:
• Per impostare il valore minimo dell'intervallo operativo
standard, selezionare Min. nominale.
• Per impostare il valore massimo dell'intervallo operativo
standard, selezionare Max nominale.
• Per impostare il limite minimo dell'indicatore, inferiore
rispetto al minimo nominale, selezionare Scala minima.
• Per impostare il limite massimo dell'indicatore, superiore
rispetto al massimo nominale, selezionare Scala
massima.
4 Selezionare il valore del limite.
5 Ripetere i passaggi 4 e 5 per impostare ulteriori limiti
dell'indicatore.
Selezionare il numero dei motori visualizzati negli
indicatori
È possibile visualizzare le informazioni per un massimo di
quattro motori.
1 Nella pagina degli indicatori del motore, selezionare Menu >
Installazione > Selezione motore > Numero motori.
2 Selezionare un'opzione:
• Selezionare il numero di motori.
• Selezionare Configurazione automatica per rilevare
automaticamente il numero di motori.
Personalizzare i motori visualizzati negli indicatori
Prima di personalizzare la visualizzazione dei motori negli
indicatori, è necessario selezionare manualmente il numero di
motori (Selezionare il numero dei motori visualizzati negli
indicatori, pagina 47).
1 Nella pagina degli indicatori del motore, selezionare Menu >
Installazione > Selezione motore > Numero motori.
2 Selezionare Primo motore.
3 Selezionare il motore da visualizzare nel primo indicatore.
4 Ripetere per le barre del motore rimanenti.
Attivare gli allarmi di stato per gli indicatori del
motore
È possibile configurare il chartplotter per la visualizzazione degli
allarmi di stato del motore.
Nella pagina degli indicatori del motore, selezionare Menu >
Installazione > Allarmi di stato > Attivato.
Quando si attiva un allarme del motore, viene visualizzato un
messaggio di allarme sullo stato dell'indicatore e, a seconda del
tipo di allarme, l'indicatore può diventare rosso.
Attivare alcuni allarmi di stato per gli indicatori
motore
1 Nella pagina degli indicatori del motore, selezionare Menu >
Installazione > Allarmi di stato > Personalizza.
2 Selezionare uno o più allarmi per gli indicatori del motore da
attivare o disattivare.
Indicatori del motore Yamaha
®
Selezionare A/V, Ind., Controlli > YAMAHA per visualizzare gli
indicatori del motore Yamaha. Questa schermata varia in base
alla rete del motore e al controller della valvola a farfalla.
Campi dati
Tenere premuto per sostituire i dati.
Ora corrente
Tenere premuto per visualizzare i dati di viaggio.
Premere per impostare le funzioni Imposta punto del pulsante del
joystick (Helm Master ).
®
Informazioni sul livello del serbatoio
Tenere premuto un serbatoio per visualizzare in modo dettagliato le
informazioni sul sensore del livello del serbatoio.
Intensità del segnale GPS
Selezionare per impostare il limite RPM alto del Punto pesca (Helm
Master).
Selezionare per impostare la velocità di traina (Command Link
Plus ).
®
Campi dati
Tenere premuto per sostituire i dati.
Posizione del cambio
Tachimetro e angolo del trim
Tenere premuto per cambiare lo sfondo.
Informazioni motore
Tenere premuto per sostituire i dati e modificare l'aspetto dell'indicatore.
Icone delle condizioni del motore
Le icone arancioni indicano le condizioni del motore.
Il sistema di sicurezza Yamaha è attivato.
I motori sono sotto il controllo della sincronizzazione.
I motori sono in fase di riscaldamento.
Icone di avviso del motore
Le icone rosse indicano anomalie del motore.
AVVISO
Contattare il rivenditore Yamaha se il problema non può essere
individuato e corretto.
Pressione acqua di raffreddamento bassa.
Pressione olio bassa.
Spegnere il motore. Controllare il livello di olio nel motore e
aggiungere altro olio se necessario.
AVVISO
Spegnere il motore se questo indicatore è acceso. Si potrebbero
verificare gravi danni al motore.
Surriscaldamento del motore.
Spegnere immediatamente il motore. Controllare la valvola
dell'acqua di raffreddamento e sbloccarla se necessario.
AVVISO
Non continuare a far girare il motore se questo indicatore è
acceso. Si potrebbero verificare gravi danni al motore.
Tensione batteria bassa.
Controllare la batteria e i contatti della batteria e serrare tutti i
contatti allentati.
Tornare in porto se serrando i contatti della batteria la tensione
non aumenta. Contattare immediatamente il rivenditore Yamaha.
NOTA: nON spegnere il motore quando l'allarme è attivato. In
caso contrario potrebbe non essere possibile riavviare il motore.
Acqua nel carburante.
L'acqua si è accumulata nel filtro del carburante (separatore
carburante).
Spegnere immediatamente il motore e consultare il manuale del
motore per rimuovere l'acqua dal filtro del carburante.
NOTA: la benzina miscelata con acqua potrebbe causare danni
al motore.
Indicatori e grafici
47
Controllare il motore/avviso di manutenzione.
Contattare immediatamente il rivenditore Yamaha. L'avviso di
controllo motore viene visualizzato anche quando sono trascorse
più di 100 ore dalla precedente manutenzione.
Notifica di avviso del motore. (Helm Master)
Problema con le emissioni del motore.
Configurazione degli indicatori
Configurazione del numero di motori
1 In una schermata indicatori, selezionare Menu > Numero
motori.
2 Selezionare il numero di motori.
Configurazione dei sensori del livello serbatoio
1 In una schermata indicatori, selezionare Menu > Predefiniti
2
3
4
5
6
7
serbatoio.
Selezionare un sensore del livello serbatoio da configurare.
Selezionare Nome, immettere il nome, quindi selezionare
Fatto.
Selezionare Tipo, quindi selezionare il tipo di sensore.
Selezionare Stile, quindi selezionare lo stile del sensore.
Selezionare Capacità serbatoio, immettere la capacità del
serbatoio e selezionare Fatto.
Selezionare Calibrazione e seguire le istruzioni visualizzate
per calibrare i livelli del serbatoio.
Se non si calibrano i livelli del serbatoio, il sistema utilizza le
impostazioni predefinite per i livelli del serbatoio.
Modifica dei dati visualizzati
1 Tenere premuto un elemento personalizzabile di una
schermata dati.
2 Selezionare un tipo di dati.
3 Selezionare i dati da visualizzare.
Impostazioni dei dati del motore Yamaha
In una pagina del motore Yamaha, selezionare Menu.
Viaggio: visualizza le informazioni sul viaggio, come la distanza
e le ore e consente di ripristinare questi valori.
Promemoria di manutenzione: visualizza le informazioni sugli
interventi di manutenzione e consente di impostare gli
intervalli di manutenzione e di azzerare il tempo dalla
precedente manutenzione.
Predefiniti serbatoio: consente di impostare il nome del
serbatoio, il tipo di fluido, lo stile del sensore e la capacità del
serbatoio e consente di calibrare il sensore.
Offset flusso carburante: consente di impostare l'offset per i
dati del flusso carburante.
Timer di spegnimento: spegne il sistema dopo un'ora dallo
spegnimento del motore. Disponibile sul sistema Helm
Master.
Trim impostato su Zero: consente di impostare l'angolo del
trim sullo zero quando tutti i motori sono completamente
abbassati.
Serbatoi: visualizza informazioni dettagliate sui sensori del
livello del serbatoio.
Trim: visualizza l'angolo di assetto dei motori.
Allarmi attivi: visualizza tutti gli allarmi attivi per i motori.
Codice di errore: visualizza i corrispondenti codici di errore per
gli allarme del motore attivi. Fornire queste informazioni al
rivenditore concessionario Yamaha.
48
Impostazione dell'allarme carburante
Prima di impostare un allarme per il livello di carburante, è
necessario che un sensore del flusso carburante sia connesso
al chartplotter.
È possibile configurare un allarme in modo che venga emesso
quando la quantità totale di carburante rimanente a bordo
raggiunge il livello specificato.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > Carburante >
Imposta carbur. tot a bordo > Attivato.
2 Inserire la quantità di carburante rimanente necessaria a far
scattare l’allarme e selezionare Fatto.
Impostazione della capacità di carburante dell'imbarcazione
1 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione >
Capacità carburante.
2 Immettere la somma della capacità totale dei serbatoi
carburante.
Sincronizzare i dati del carburante con il carburante
effettivo dell'imbarcazione
È possibile sincronizzare i livelli di carburante nel chartplotter
con il carburante effettivo dell'imbarcazione quando si aggiunge
carburante all'imbarcazione.
1 Selezionare A/V, Ind., Controlli > Motori > Menu.
2 Selezionare un'opzione:
• Dopo aver riempito tutti i serbatoi dell'imbarcazione,
selezionare Riempi tutti i serbatoi. Il livello di carburante
sarà reimpostato sulla capacità massima.
• Dopo aver aggiunto una quantità di carburante non
sufficiente a riempire i serbatoi, selezionare Agg.
carburante a imbar., quindi immettere la quantità
aggiunta.
• Per specificare il carburante totale nei serbatoi
dell'imbarcazione, selezionare Imposta carbur. tot a
bordo e immettere la quantità totale di carburante
presente nei serbatoi.
Visualizzazione degli indicatori Vento
Prima di visualizzare le informazioni relative al vento, è
necessario disporre di un sensore vento collegato al
chartplotter.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > Vento.
Configurazione dell'indicatore del vento per la
navigazione a vela
É possibile configurare l'indicatore del vento per la navigazione
a vela per mostrare la velocità e l'angolo del vento reale o
apparente.
1 Dall'indicatore del vento, selezionare Menu > Ind vento vela.
2 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare l'angolo del vento reale o apparente,
selezionare Indicatore e selezionare un'opzione.
• Per visualizzare l'angolo del vento reale o apparente,
selezionare Velocità vento e selezionare un'opzione.
Configurazione della sorgente del dato di velocità
È possibile specificare se i dati relativi alla velocità
dell'imbarcazione visualizzati sull'indicatore e utilizzati per i
calcoli del vento si basano sulla velocità sull'acqua o SOG.
1 Dall'indicatore del vento, selezionare Menu > Indicatore
bussola > Visualizz. vel..
2 Selezionare un'opzione:
• Per calcolare la velocità dell'imbarcazione in base ai dati
provenienti dal sensore della velocità sull'acqua,
selezionare Speed.
Indicatori e grafici
• Per calcolare la velocità dell'imbarcazione in base ai dati
GPS, selezionare SOG.
Configurazione dell'origine della direzione dell'indicatore vento
È possibile specificare l'origine della direzione visualizzata
sull'indicatore del vento. La direzione magnetica rappresenta i
dati di direzione ricevuti da un sensore di direzione e la
direzione GPS viene calcolata dal GPS del chartplotter (COG).
1 Dall'indicatore del vento, selezionare Menu > Indicatore
bussola > Origine direzione.
2 Selezionare GPS oppure Magnetico.
NOTA: quando l'imbarcazione è ferma o si sposta
lentamente, l'origine della bussola magnetica è più precisa
dell'origine GPS.
Personalizzazione dell'indicatore del vento di bolina
stretta
È possibile specificare l'intervallo dell'indicatore del vento di
bolina stretta per la scala controvento e la scala sottovento.
1 Dall'indicatore del vento, selezionare Menu > Indicatore
bussola > Tipo di indicatore > Ind. bol. str..
2 Selezionare un'opzione:
• Per impostare i valori minimo e massimo dell'indicatore
del vento di bolina stretta controvento, selezionare
Modifica scala Upwind, quindi impostare gli angoli.
• Per impostare i valori minimo e massimo dell'indicatore
del vento di bolina stretta sottovento, selezionare
Modifica scala Downwind, quindi impostare gli angoli.
• Per visualizzare il vento reale o apparente, selezionare
Vento e selezionare un'opzione.
Visualizzare gli indicatori di viaggio
Gli indicatori di viaggio consentono di visualizzare le
informazioni relative al contachilometri, alla velocità, al tempo
previsto e al carburante per il viaggio corrente.
Selezionare Informazioni > Trip & Grafici > Viaggio.
Reimpostare gli indicatori di viaggio
1 Selezionare Informazioni > Trip & Grafici > Viaggio.
2 Selezionare un'opzione:
• Per azzerare tutte le misurazioni del viaggio corrente,
selezionare Azzera dati.
• Per azzerare la misurazione della velocità massima,
selezionare Reset velocità max.
• Per azzerare la lettura del contachilometri, selezionare
Reimposta contamiglia.
• Per azzerare tutte le misurazioni, selezionare Azzera
tutto.
Gestione batterie
È possibile visualizzare le batterie e altre fonti di alimentazione
nonché i dispositivi che le utilizzano.
Le batterie vengono elencate nella parte superiore dello
schermo. Altre fonti di alimentazione, ad esempio luce solare,
alternatore, convertitore e generatore eolico, vengono elencate
sul lato sinistro. Le voci sul lato destro dello schermo sono i
dispositivi che utilizzano le batterie e altre fonti di alimentazione.
Impostazione della pagina Gestione batterie
1 Selezionare A/V, Ind., Controlli > Gestione batterie > Menu
> Modifica dispositivi.
Selezionare
un elemento.
2
3 Selezionare Dispositivo, quindi selezionare una voce
dall'elenco.
Messaggi inReach
®
4 Se necessario, selezionare Nome, immettere un nome per
questo dispositivo e selezionare Fatto.
5 Se necessario, selezionare Cambia icona, scegliere un
nuovo simbolo e selezionare Fatto.
6 Ripetere i passi da 2 a 5 per ciascun dispositivo.
Visualizzare i grafici
Prima di poter visualizzare i grafici delle variazioni ambientali,
quali temperatura, profondità e vento, è necessario disporre di
un trasduttore o sensore appropriato collegato alla rete.
Selezionare Informazioni > Trip & Grafici > Grafici.
Impostare l'intervallo del grafico e la scala temporale
È possibile specificare la quantità di tempo e l'intervallo di
profondità da visualizzare nel grafico di profondità e della
temperatura dell'acqua.
1 In un grafico, selezionare Impostazione grafico.
2 Selezionare un'opzione:
• Per impostare una scala temporale, selezionare Durata.
L'impostazione predefinita è 10 minuti. Se si aumenta tale
intervallo, è possibile osservare le variazioni su un periodo
di tempo più lungo. Se si riduce tale intervallo, si
ottengono osservazioni più dettagliate delle variazioni di
temperatura su un periodo di tempo più breve.
• Per impostare la scala del grafico, selezionare Scala. Se
si aumenta tale intervallo, sarà possibile osservare più
variazioni di letture. Se si riduce tale intervallo, sarà
possibile osservare maggiori dettagli sulle variazioni.
Messaggi inReach
®
AVVERTENZA
Non leggere né rispondere alle notifiche alla guida
dell'imbarcazione. La mancata osservanza delle condizioni
marine può danneggiare l'imbarcazione, causare lesioni o
morte.
È possibile connettere un dispositivo inReach Mini al chartplotter
per visualizzare, rispondere e inviare messaggi predefiniti dal
chartplotter.
NOTA: il dispositivo inReach Mini deve essere connesso al
chartplotter e ricevere segnali satellitari per inviare e ricevere
messaggi utilizzando il chartplotter.
Per aprire la pagina InReach®, selezionare A/V, Ind., Controlli
> InReach®.
Connettere un dispositivo inReach al
chartplotter
È possibile connettere un dispositivo inReach compatibile al
chartplotter per gestire i messaggi.
1 Posizionare il dispositivo inReach entro 3 m (10 piedi) dal
chartplotter.
2 Dal menu principale del dispositivo inReach, selezionare
Impostazione > ANT+ > Stato > Attivato.
3 Sul chartplotter, selezionare A/V, Ind., Controlli > InReach®
> Avvia associazione.
Il chartplotter avvia la ricerca e si connette al dispositivo
inReach. L'operazione potrebbe richiedere fino a 60 secondi.
4 Se necessario, confrontare il codice sul dispositivo inReach
con quello del chartplotter e selezionare OK se
corrispondono.
inReach e il chartplotter si connettono automaticamente una
volta posizionati nell'area di copertura.
49
Informazioni astronomiche, sulle
maree e sulle correnti
Ricezione di messaggi inReach
Quando il dispositivo riceve un messaggio inReach, viene
visualizzata brevemente una notifica sullo schermo GPSMAP.
• Per rileggere l'intero messaggio, selezionare Controlla.
• Per ignorare il messaggio a comparsa, selezionare OK o
attendere che la notifica si chiuda automaticamente.
Invio di un messaggio predefinito inReach
I messaggi predefiniti sono messaggi creati dall'utente sul sito
Web explore.garmin.com. I messaggi predefiniti hanno un testo
fisso e un destinatario predefinito.
1 Nella pagina InReach®, selezionare Messaggi > Invia
predefinito inReach.
2 Selezionare un messaggio predefinito.
3 Selezionare Invia.
Risposta a un messaggio inReach
È possibile rispondere a un messaggio inReach con un
messaggio predefinito.
1 Nella pagina InReach®, selezionare Messaggi.
Viene visualizzato un elenco dei messaggi inviati e ricevuti.
2 Selezionare un messaggio ricevuto.
3 SelezionareRispondi.
4 Selezionare un messaggio.
5 Selezionare Invia.
Digital Switching
Il chartplotter può essere utilizzato per monitorare e controllare i
circuiti quando è collegato un sistema compatibile.
Ad esempio, è possibile controllare le luci interne e quelle di
navigazione sull'imbarcazione. È anche possibile monitorare i
circuiti istantaneamente.
Per accedere ai controlli digital switching, selezionare A/V, Ind.,
Controlli > Passaggio.
Per ulteriori informazioni sull'acquisto e la configurazione di un
sistema digital switching, contattare il rivenditore Garmin.
Informazioni sulle stazioni maree
È possibile visualizzare le informazioni relative a una stazione
maree per una data e un'ora specifiche, compresi l'altezza della
marea e il momento in cui si verificheranno le alte e basse
maree successive. Per impostazione predefinita, sul chartplotter
vengono visualizzate le informazioni relative alla stazione maree
visualizzata più di recente e per la data e ora correnti.
Selezionare Informazioni > Maree e correnti > Maree.
Informazioni sulle stazioni correnti
NOTA: le informazioni sulle stazioni correnti sono disponibili con
alcune mappe dettagliate.
È possibile visualizzare informazioni su una stazione correnti
per una data e un'ora specifiche, compresi la velocità e il livello
della corrente. Per impostazione predefinita, sul chartplotter
vengono visualizzate le informazioni relative alla stazione
correnti visualizzata più di recente e per la data e ora correnti.
Selezionare Informazioni > Maree e correnti > Correnti.
Informazioni astronomiche
È possibile visualizzare informazioni sull'alba e il tramonto del
sole e della luna, sulle fasi lunari e sulla posizione
approssimativa del sole e della luna nel cielo. Il centro dello
schermo rappresenta l'altezza del cielo, mentre i cerchi più
esterni rappresentano l'orizzonte. Per impostazione predefinita,
sul chartplotter vengono visualizzate le informazioni
astronomiche per la data e l'ora attuali.
Selezionare Informazioni > Maree e correnti > Effemeridi.
Visualizzazione delle informazioni
astronomiche, sulle stazioni maree o
correnti per una data diversa
1 Selezionare Informazioni > Maree e correnti.
2 Selezionare Maree, Correnti o Effemeridi.
3 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare le informazioni relative a una data
diversa, selezionare Modifica data > Manuale, quindi
immettere una data.
• Per visualizzare le informazioni relative alla data odierna,
selezionare Modifica data > Corrente.
• Se disponibile, è possibile visualizzare le informazioni
relative al giorno successivo rispetto alla data visualizzata
selezionando Giorno successivo.
• Se disponibile, è possibile visualizzare le informazioni
relative al giorno precedente rispetto alla data visualizzata
selezionando Giorno precedente.
Aggiunta e modifica di una pagina Digital
Switching
È possibile aggiungere e personalizzare delle pagine digital
switching al chartplotter.
1 Selezionare A/V, Ind., Controlli > Passaggio > Menu >
Impostazione.
2 Selezionare Aggiungi pagina o Modifica pagina.
3 Impostare la pagina come necessario:
• Per immettere un nome per la pagina, selezionare Nome.
• Per impostare gli switch, selezionare Modifica switch.
• Per aggiungere un'immagine della barca, selezionare
Aggiungi imm. BoatView.
NOTA: è possibile caricare un'immagine dell'imbarcazione
nel dispositivo da utilizzare per l'immagine oppure
utilizzare un'immagine predefinita. È inoltre possibile
regolare la visualizzazione e il posizionamento
dell'immagine.
Visualizzazione delle informazioni per una
stazione maree o correnti diversa
1
2
3
4
Selezionare Informazioni > Maree e correnti.
Selezionare Maree o Correnti.
Selezionare Stazioni vicine.
Selezionare una stazione.
Visualizzare le informazioni astronomiche
della carta di navigazione
1 In una carta o visualizzazione 3D, selezionare una posizione.
2 Selezionare Informazioni.
3 Selezionare Maree, Correnti o Effemeridi.
50
Digital Switching
Warning Manager
Visualizzare i messaggi
1 Selezionare Informazioni > Warning Manager.
2 Selezionare un messaggio.
3 Selezionare Controlla.
Ordinare e filtrare i messaggi
1 Selezionare Informazioni > Warning Manager > Ordina/
Filtra.
2 Selezionare un'opzione per ordinare o filtrare l'elenco dei
messaggi.
Salvare i messaggi su una scheda di
memoria
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento.
2 Selezionare Informazioni > Warning Manager > Salva su
scheda.
Cancellare tutti i messaggi
Selezionare Informazioni > Warning Manager > Cancella
Warning Manager.
Lettore multimediale
NOTA: la funzione lettore multimediale non è compatibile con
tutti i modelli di chartplotter.
NOTA: alcune funzioni non sono disponibili su tutti i lettori
multimediali connessi.
Se si dispone di uno stereo compatibile collegato alla rete
NMEA 2000 o alla Marine network Garmin, è possibile
controllarlo utilizzando il chartplotter. Al primo collegamento il
chartplotter rileva in automatico la presenza del lettore
multimediale.
È possibile riprodurre contenuti multimediali da sorgenti
collegate al lettore multimediale o alla rete.
Apertura del lettore multimediale
Per poter gestire il lettore multimediale è necessario collegarne
uno compatibile al chartplotter.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > Multimediale.
Icone
NOTA: non tutti i dispositivi dispongono queste icone.
Icona
Descrizione
Consente di memorizzare o eliminare un canale memorizzato
Consente di ripetere tutti i brani
Consente di ripetere un brano
Consente di cercare stazioni o di saltare brani
Consente di riprodurre i brani casualmente
Selezione di dispositivo e sorgente
multimediali
È possibile selezionare la sorgente multimediale connessa allo
stereo. Quando su una rete sono connessi più dispositivi stereo
o multimediali, è possibile selezionare il dispositivo sul quale
riprodurre la musica.
NOTA: è possibile riprodurre i contenuti multimediali solo delle
sorgenti che sono connesse allo stereo.
NOTA: non tutte le funzioni sono disponibili su tutti i dispositivi e
le sorgenti multimediali.
Warning Manager
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare
Dispositivi, quindi selezionare lo stereo.
2 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare
Sorgente, quindi selezionare la sorgente multimediale.
NOTA: il pulsante Dispositivi viene visualizzato solo quando
alla rete vengono connessi più dispositivi multimediali.
NOTA: il pulsante Sorgente viene visualizzato solo per i
dispositivi che supportano più sorgenti multimediali.
Riproduzione di musica
Ricercare i brani
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Sfoglia
o Menu > Sfoglia.
2 Selezionare Seleziona o selezionare un'opzione.
Attivazione di una ricerca alfabetica
È possibile attivare la funzione di ricerca alfabetica per trovare
un brano o un album in un elenco di grandi dimensioni.
Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Installazione > Ricerca Alpha.
Impostazione della ripetizione di un brano
1 Durante la riproduzione di un brano, selezionare Menu >
Ripeti.
2 Se necessario, selezionare Singolo.
Impostazione della ripetizione di tutti i brani
Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Ripeti > Tutti.
Impostare la riproduzione casuale dei brani
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Casuale.
2 Se necessario, selezionare un'opzione.
Connettersi alla rete FUSION PartyBus™
È possibile riprodurre musica da altri stereo compatibili collegati
alla rete FUSION PartyBus. Un solo stereo FUSION PartyBus
deve essere collegato al chartplotter tramite la rete NMEA 2000.
NOTA: uno stereo a zone FUSION PartyBus, come lo stereo a
zone Apollo™ SRX400 ma non può riprodurre in streaming
sorgenti su altri dispositivi FUSION PartyBus sulla rete. Di
conseguenza, gli stereo a zone non vengono visualizzati come
sorgenti disponibili nel chartplotter.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare
Sorgente.
NOTA: dopo alcuni istanti, gli stereo FUSION PartyBus
compatibili vengono visualizzati come sorgenti.
2 Selezionare lo stereo FUSION PartyBus.
3 Se necessario, selezionare Sorgente, quindi selezionare
un'altra sorgente collegata allo stereo FUSION PartyBus.
Per scollegarsi dalla rete FUSION PartyBus, è possibile
selezionare Sorgente > Esci da PartyBus.
Regolare il volume
Disattivare l'audio
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare
2 Se necessario, selezionare Seleziona.
.
Attivazione e disattivazione delle zone
Se gli altoparlanti sull'imbarcazione sono stati collegati per la
configurazione a zone, è possibile attivare le zone richieste e
disattivare quelle inutilizzate.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Livelli audio > Attiva/disattiva zone.
2 Selezionare una zona.
51
Radio VHF
2 Selezionare Predefiniti > Aggiungi canale corrente.
NOTA: queste funzioni sono disponibili su alcuni stereo con
ricevitore VHF.
1 In una schermata del lettore multimediale, selezionare
Predefiniti.
Cercare canali VHF
Prima di poter cercare canali VHF, è necessario impostare la
sorgente su VHF.
È possibile monitorare i canali VHF memorizzati per un'attività e
passare automaticamente a un canale attivo.
Nella schermata del lettore multimediale VHF, selezionare
Cerca.
Regolare lo squelch del VHF
NOTA: questa funzione è disponibile su alcuni stereo con
ricevitore VHF.
1 Nella pagina della sorgente VHF, selezionare Menu >
Squelch.
Utilizzare
la barra di scorrimento per regolare lo squelch del
2
VHF.
Radio
Per ascoltare una radio AM o FM, è necessario disporre di
un'antenna AM/FM per la nautica collegata correttamente allo
stereo e trovarsi nella portata di una stazione di trasmissione.
Per istruzioni sul collegamento di un'antenna AM/FM, consultare
le istruzioni di installazione dello stereo.
Per ascoltare la radio SiriusXM , è necessario disporre della
strumentazione e degli abbonamenti (Radio satellitare SiriusXM,
pagina 53). Per istruzioni sul collegamento di un sintonizzatore
per veicoli SiriusXM, consultare le istruzioni di installazione dello
stereo.
Per ascoltare le stazioni DAB, è necessario disporre della
strumentazione appropriata (Riproduzione DAB, pagina 52).
Per istruzioni sul collegamento di un adattatore e di un'antenna
DAB, consultare le istruzioni di installazione fornite con
l'adattatore e l'antenna.
®
Impostazione della regione di sintonizzazione
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Installazione > Regione sint..
2 Selezionare un'opzione.
Cambio della stazione radio
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare
un'origine disponibile, ad esempio FM.
2 Selezionare o per sintonizzarsi su una stazione.
Modifica della modalità di ricerca
È possibile modificare la modalità di ricerca di una stazione,
come ad esempio la radio FM o AM.
NOTA: alcune modalità di ricerca non sono disponibili per tutte
le sorgenti multimediali.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Modo sintonizz..
2 Selezionare un'opzione.
3 Se necessario, selezionare Seleziona.
Preselezioni
È possibile salvare le stazioni AM, FM preferite come
preselezioni per un accesso semplificato.
È possibile salvare i canali SiriusXM preferiti se si è collegati a
un sintonizzatore SiriusXM opzionale e a un'antenna.
È possibile salvare le stazioni DAB preferite se si è collegati a
un'antenna DAB opzionale.
Memorizzare una stazione
1 Nella schermata del lettore multimediale, sintonizzarsi sulla
stazione da salvare come preselezione.
52
Selezione di una preselezione
2 Selezionare una preselezione dall'elenco.
3 Selezionare Sintonizza su canale.
Rimozione di una preselezione
1 In una schermata del lettore multimediale, selezionare
Predefiniti.
2 Selezionare una preselezione dall'elenco.
3 Selezionare Rimuovi canale corrente.
Riproduzione DAB
Quando si collega un modulo Digital Audio Broadcasting (DAB)
compatibile e un'antenna, ad esempio il FUSION MS-DAB100A
allo stereo compatibile, è possibile sintonizzarsi e riprodurre
stazioni DAB
Per utilizzare la sorgente DAB, è necessario trovarsi in una
regione in cui il modulo DAB sia disponibile e selezionare la
regione di sintonizzazione (Impostazione della regione di
sintonizzazione DAB, pagina 52).
®
Impostazione della regione di sintonizzazione DAB
È necessario selezionare la regione in cui ci si trova attualmente
per ricevere correttamente le stazioni DAB.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Installazione > Regione sint..
2 Selezionare la regione in cui ci si trova.
Ricerca di stazioni DAB
Prima di poter cercare stazioni DAB, è necessario collegare un
modulo DAB compatibile e un'antenna (non inclusa) allo stereo.
Poiché i segnali DAB vengono trasmessi solo in determinati
Paesi, è necessario impostare anche la regione del
sintonizzatore in una posizione in cui vengono trasmessi i
segnali DAB.
1 Selezionare la sorgente DAB.
2 Selezionare Cerca per eseguire la ricerca di stazioni DAB
disponibili.
Al termine della ricerca, verrà avviata la riproduzione della
prima stazione trovata nell'ensemble.
NOTA: al termine della prima ricerca, è possibile selezionare
nuovamente Cerca per cercare stazioni DAB. Al termine della
seconda ricerca, il sistema avvia la riproduzione della prima
stazione nell'ensemble ascoltata al momento dell'avvio della
seconda ricerca.
Modifica delle stazioni DAB
1 Selezionare la sorgente DAB.
2 Se necessario, selezionare Cerca per eseguire la ricerca di
stazioni DAB locali.
o
per cambiare la stazione.
Quando si raggiunge la fine dell'ensemble corrente, lo stereo
passa automaticamente alla prima stazione disponibile nel
successivo ensemble.
SUGGERIMENTO: è possibile tenere premuto
o
per
modificare.
3 Selezionare
Selezione di una stazione DAB da un elenco
1 Nella schermata del lettore multimediale DAB, selezionare
Sfoglia > Stazioni.
Selezionare
una stazione dall'elenco.
2
Selezione di una stazione DAB da una categoria
1 Nella schermata del lettore multimediale DAB, selezionare
Sfoglia > Categorie.
Lettore multimediale
2 Selezionare una categoria dall'elenco.
3 Selezionare una stazione dall'elenco.
Preselezioni DAB
È possibile salvare le stazioni DAB come preselezioni per un
accesso semplificato.
È possibile memorizzare fino a 15 stazioni DAB.
Memorizzare una stazione DAB
1 Nella schermata del lettore multimediale DAB, selezionare la
stazione da salvare come preselezione.
2 Selezionare Sfoglia > Predefiniti > Salva corrente.
Selezione di una preselezione DAB da un elenco
1 Nella schermata del lettore multimediale DAB, selezionare
Sfoglia > Predefiniti > Mostra preselezioni.
2 Selezionare una preselezione dall'elenco.
Rimozione delle preselezioni DAB
1 Nella schermata dei supporti DAB, selezionare Sfoglia >
Predefiniti.
2 Selezionare un'opzione:
• Per rimuovere una preselezione, selezionare Rimuovi
preselezione, quindi selezionare la preselezione.
• Per rimuovere tutte le preselezioni, selezionare Rimuovi
tutte preselezioni.
Radio satellitare SiriusXM
Se si dispone di uno stereo FUSION-Link™ e di un sintonizzatore
SiriusXM Connect installato e collegato al chartplotter, è
possibile accedere alla radio satellitare SiriusXM, a seconda
dell'abbonamento.
Come individuare un ID radio SiriusXM
Prima di poter attivare l'abbonamento SiriusXM, è necessario
disporre dell'ID della radio del proprio sintonizzatore SiriusXM.
È possibile individuare l'ID radio SiriusXM sul retro del
sintonizzatore SiriusXM Connect, sul retro della confezione o
impostando il chartplotter sul canale 0.
1 Selezionare Multimediale > Sorgente > SiriusXM.
2 Sintonizzarsi su canale 0.
L'ID radio SiriusXM non include le lettere I, O, S o F.
Attivazione di un abbonamento SiriusXM
1 Con la sorgente SiriusXM selezionata, sintonizzarsi sul
2
3
4
5
canale 1.
Dovrebbe essere possibile ascoltare il canale in anteprima. In
caso contrario, controllare il sintonizzatore SiriusXM Connect,
l'installazione dell'antenna e le connessioni e riprovare.
Sintonizzarsi sul canale 0 per individuare l'ID della radio.
Contattare l'assistenza clienti SiriusXMtramite telefono al
numero (866) 635-2349 o visitare la pagina Web
www.siriusxm.com/activatenow per abbonarsi negli Stati
Uniti. Contattare SiriusXM tramite telefono chiamando il
numero (877) 438-9677 o visitare la pagina Web
www.siriusxm.ca/activatexm per abbonarsi in Canada.
Fornire l'ID della radio.
Il processo di attivazione di solito richiede 10-15 minuti, ma
può richiedere fino a un'ora. Affinché il sintonizzatore
SiriusXM Connect riceva il messaggio di attivazione, è
necessario che quest'ultimo sia alimentato e riceva il segnale
SiriusXM.
Se il servizio non viene attivato entro un'ora, accedere alla
pagina Web http://care.siriusxm.com/refresh o contattare
l'assistenza clienti SiriusXM chiamando il numero
1-866-635-2349.
Lettore multimediale
Personalizzare i canali radio
I canali radio SiriusXM sono raggruppati in categorie. È possibile
selezionare le categorie di canali visualizzata nella Channel
Guide.
Selezionare un'opzione:
• Se il dispositivo multimediale è uno stereo FUSION-Link,
selezionare Multimediale > Sfoglia > Canale.
• Se il dispositivo multimediale è un’antenna GXM™,
selezionare Multimediale > Categoria.
Salvataggio di un canale SiriusXM nell'elenco dei
canali memorizzati
È possibile memorizzare i canali preferiti nell'elenco dei canali
memorizzati.
1 Selezionare Multimediale.
2 Selezionare il canale da salvare come memorizzato.
3 Selezionare un'opzione:
• Se il dispositivo multimediale è uno stereo FUSION-Link,
selezionare Sfoglia > Predefiniti.
• Se il dispositivo multimediale è un'antenna GXM,
selezionare Menu > Predefiniti > Aggiungi canale
corrente.
Sblocco dei controlli parentali SiriusXM
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Sfoglia
> Protezione minori > Sblocca.
2 Immettere la password.
La password predefinita è 0000.
Impostazione dei controlli parentali sui canali radio
SiriusXM
Prima di poter impostare i controlli parentali, quest'ultimi devono
prima essere sbloccati.
La funzione di controllo parentale consente di limitare l'accesso
a qualsiasi canale SiriusXM, inclusi quelli con contenuto per
adulti. Quando attivata, la funzione di controllo parentale
richiede di immettere una password per sintonizzarsi ai canali
bloccati.
Selezionare Sfoglia > Protezione minori > Abilita/
Disabilita.
Viene visualizzato un elenco di canali. Un segno di spunta
indica un canale bloccato.
NOTA: quando si visualizzano i canali dopo aver impostato i
controlli parentali, li schermo cambia:
•
indica un canale bloccato.
•
indica un canale sbloccato.
Modifica della password parentale su una radio SiriusXM
Prima di poter modificare la password, i controlli parentali
devono prima essere sbloccati.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Sfoglia
> Protezione minori > Cambia PIN.
2 Immettere la password e selezionare Fatto.
3 Immettere una nuova password.
4 Confermare la nuova password.
Reimpostazione dei controlli parentali ai valori predefiniti
Questo processo elimina tutte le informazioni immesse
dall'utente. Quando si reimpostano i controlli parentali ai valori
predefiniti, il valore della password viene reimpostato su 0000.
1 Nel menu del lettore multimediale, selezionare Installazione
> Impostazioni predefinite.
2 Selezionare Sì.
Cancellazione di tutti i canali bloccati su una radio SiriusXM
Prima di poter cancellare tutti i canali bloccati, i controlli
parentali devono essere sbloccati.
53
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Sfoglia
> Protezione minori > Ripristina bloccati.
2 Immettere la password.
Impostazione del nome del dispositivo
essere visualizzato. I dati meteo o altre informazioni potrebbero
essere visualizzati in ritardo sulla mappa.
NOTA: qualsiasi informazione meteo potrebbe apparire diversa
se viene modificata la fonte da cui proviene.
1 Nella schermata del lettore multimediale, selezionare Menu >
Avvisi sulle condizioni meteo e bollettini
meteorologici
Aggiornamento del software Lettore
multimediale
Quando viene emesso un avviso meteorologico nautico,
un'osservazione, un'avvertenza, un bollettino o qualsiasi altra
informazione meteo, l'ombreggiatura indica l'area a cui si applica
l'informazione. Le linee celesti sulla mappa indicano i confini
delle previsioni nautiche, costiere e acque profonde. I bollettini
meteorologici possono essere costituiti da osservazioni o
avvertenze meteo.
Per visualizzare informazioni sull'avviso o sul bollettino,
selezionare l'area ombreggiata.
Installazione > Imposta nome dispositivo.
2 Inserire il nome del dispositivo.
3 Selezionare Seleziona o Fatto.
È possibile aggiornare il software su stereo e accessori
connessi compatibili.
1 Accedere a www.fusionentertainment.com/marine e scaricare
l'aggiornamento software su un'unità flash USB.
Gli aggiornamenti software e le istruzioni sono disponibili
sulla pagina dei prodotti del dispositivo.
2 Inserire l'unità flash USB nella porta USB dello stereo.
3 Sulla schermata del lettore multimediale del chartplotter,
selezionare Menu > Installazione > Aggiorna software.
Selezionare
la voce da aggiornare.
4
Meteo SiriusXM
AVVERTENZA
Le informazioni meteo fornite con il prodotto sono soggette a
interruzioni del servizio e potrebbero contenere imprecisioni o
dati non aggiornati. Pertanto è opportuno non fare affidamento
esclusivamente su tali informazioni. Usare sempre il buonsenso
durante la navigazione e consultare anche altre previsioni meteo
prima di prendere decisioni che potrebbero comportare un
rischio per la sicurezza. L'utente riconosce e accetta di essere
l'unico responsabile dell'uso delle informazioni meteo e di tutte
le decisioni prese tenendo presenti le particolari condizioni
meteo durante la navigazione. Garmin non sarà responsabile di
eventuali conseguenze legate all'utilizzo dei dati meteoSiriusXM.
NOTA: i dati SiriusXM non sono disponibili in tutte le regioni.
Un ricevitore meteo satellitare Garmin SiriusXM con antenna
riceve dati meteo satellitari e li visualizza su vari dispositivi
Garmin, inclusa la carta di navigazione su un chartplotter
compatibile. I dati meteo di ciascuna informazione provengono
da centri di dati meteo autorevoli, ad esempio dal Servizio
meteorologico nazionale e dall'Hydrometeorological Prediction
Center. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web
www.siriusxm.com/sxmmarine.
SiriusXM - Requisiti di abbonamento e apparecchiature
Per utilizzare i dati meteo satellitari, è necessario disporre di un
ricevitore meteo satellitare compatibile. Per utilizzare SiriusXM
Satellite Radio, è necessario disporre di un ricevitore radio
satellitare compatibile. Per ulteriori informazioni, visitare il sito
Web www.garmin.com. È inoltre necessario disporre di un
abbonamento valido per ricevere dati radio e meteo satellitari.
Per ulteriori informazioni, fare riferimento alle istruzioni delle
apparecchiature meteo e radio satellitari.
Trasmissioni dei dati meteo
I dati meteo vengono trasmessi a intervalli diversi per ciascuna
funzione meteo. Ad esempio, i dati del radar vengono trasmessi
a intervalli di cinque minuti. Quando il ricevitore Garmin è
acceso oppure quando viene selezionata un'informazione meteo
diversa, è necessario che il ricevitore riceva nuovi dati per poter
54
Colore
Gruppo meteo nautico
Ciano
Alluvione rapida
Blu
Alluvione
Rosso
Marina
Giallo
Forte temporale
Rosso
Tornado
Modificare la mappa meteo
1 In una schermata combinata o in un layout SmartMode con
mappa meteo, selezionare Menu > Menu Meteo > Cambia
meteo.
2 Selezionare una mappa meteo.
Visualizzare informazioni sulle precipitazioni
Le precipitazioni di pioggia e neve di qualsiasi intensità vengono
indicate con ombre e colori vari. Le precipitazioni vengono
visualizzate in maniera indipendente o con altre informazioni
meteo.
Selezionare Mappe > Precipitazione.
L'indicatore data e ora nell'angolo in alto a sinistra della
schermata indica il tempo trascorso dall'ultimo
aggiornamento delle informazioni da parte del provider dei
dati meteo.
Informazioni su celle temporalesche e sui temporali
Le celle temporalesche sono rappresentate da
sulla mappa
meteo delle precipitazioni. Indicano sia la posizione attuale sia il
relativo percorso previsto nel futuro immediato del temporale.
Insieme alle icone dei temporali vengono visualizzati dei coni
rossi con la parte più ampia direzionata verso la loro direzione
prevista. Le linee rosse in ogni cono indicano il punto più
probabile in cui scoppierà un temporale di lì a breve. Ogni linea
rappresenta 15 minuti.
I fulmini vengono rappresentati da . I temporali vengono
visualizzati sulla mappa meteo delle precipitazioni se sono stati
rilevati fulmini negli ultimi sette minuti. La rete di rilevamento dei
temporali discendenti rileva solo temporali nube-terra.
NOTA: questa funzione non è disponibile in alcuni dispositivi e
abbonamenti.
Informazioni sugli uragani
Nella pagina meteo Precipitazioni è possibile visualizzare la
posizione attuale di un uragano , una tempesta tropicale o un
ciclone tropicale. La linea rossa proveniente dalla posizione
dell'uragano indica il percorso previsto dell'uragano. I punti più
scuri sulla linea rossa indicano le posizioni in cui si prevede il
passaggio dell'uragano, così come ricevute dal provider dei dati
meteo.
Meteo SiriusXM
Informazioni sulle previsioni
Visualizzazione della cartografia da pesca
Nella pagina Previsioni vengono visualizzate previsioni di città,
previsioni nautiche, avvisi, allarmi uragani, messaggi METAR,
allarmi provinciali, fronti meteorologici, centri di pressione,
pressione di superficie e boe meteo.
NOTA: questa funzione non è disponibile su tutti i prodotti o gli
abbonamenti.
La mappa meteo Mappa pesca mostra informazioni utili per
l'individuazione di alcune specie di pesci.
1 Selezionare Mappe > Mappa pesca.
2 Se necessario, selezionare Menu > Livelli, quindi attivare e
disattivare le informazioni.
Visualizzare le previsioni meteo alla propria posizione
o in mare aperto
1 Selezionare Mappe > Previsioni.
2 Scorrere la mappa fino alla posizione desiderata.
Quando sono disponibili informazioni sulle previsioni meteo,
sul display vengono visualizzate le opzioni Previsione nautica
o Previsioni in mare aperto.
3 Selezionare Previsione nautica o Previsioni in mare
aperto.
Visualizzare le condizioni del mare
Visualizzare le previsioni meteo passate e future
1 Selezionare Mappe > Previsioni.
2 Selezionare un'opzione:
Venti di superficie
• Per visualizzare le previsioni meteo per le prossime 48 ore
in incrementi di 12 ore, selezionare
più volte.
• Per visualizzare le previsioni meteo per le 48 ore
precedenti in incrementi di 12 ore, selezionare
più
volte.
Fronti meteorologici e centri di pressione:
I fronti meteorologici vengono visualizzati come linee che
indicano l'estremità iniziale di una massa d'aria.
Simbolo fronte
Descrizione
Fronte freddo
Fronte caldo
La funzione Condizioni mare mostra le informazioni sulle
condizioni di superficie, inclusi i venti e altezza, periodo e
direzione dell'onda.
Selezionare Mappe > Condizioni mare.
I vettori dei venti di superficie vengono visualizzati sulla carta
Condizione mare tramite simboli che indicano la direzione da cui
il vento sta soffiando. Un simbolo del vento è un cerchio con una
coda. La linea o la bandierina attaccata alla coda del simbolo
del vento indica la velocità del vento. Una linea corta equivale a
5 nodi, una linea lunga a 10 nodi, mentre il triangolo indica 50
nodi.
Simbolo del
vento
Velocità del
vento
Simbolo del
vento
Velocità del
vento
Calmo
20 nodi
5 nodi
50 nodi
10 nodi
65 nodi
15 nodi
Fronte stazionario
Fronte occluso
Altezza, periodo e direzione dell'onda
Saccatura
Le altezze dell'onda relative a un'area vengono visualizzate con
delle variazioni a colori. I diversi colori indicano le diverse
altezze dell'onda, così come visualizzato nella legenda.
Il periodo dell'onda indica il tempo (in secondi) tra un'onda e la
successiva. Le linee del periodo dell'onda indicano le aree con
lo stesso periodo.
Le direzioni dell'onda vengono visualizzate sulla cartografia
tramite frecce rosse. La direzione di ogni freccia indica la
direzione verso cui si sta spostando l'onda.
I simboli dei centri di pressione vengono spesso visualizzati
accanto ai fronti meteorologici.
Simbolo
centro di
pressione
Descrizione
Indica un centro di bassa pressione, ovvero una regione
di pressione relativamente più bassa. Se ci si allontana
dal centro di bassa pressione, la pressione aumenta.
Negli emisferi settentrionali, i venti soffiano in senso
antiorario attorno ai centri di bassa pressione.
Indica un centro di alta pressione, ovvero una regione di
pressione relativamente più alta. Se ci si allontana dal
centro di alta pressione, la pressione diminuisce. Negli
emisferi settentrionali, i venti soffiano in senso orario
attorno ai centri di alta pressione.
Previsioni città
Le previsioni delle città vengono visualizzate come simboli
meteo. Le previsioni compaiono in incrementi di 12 ore.
Simbolo Meteo
Simbolo Meteo
Parzialmente
nuvoloso
Adeguata (soleggiato, caldo,
limpido)
Nuvoloso
Pioggia (pioggerella, nevischio,
precipitazioni)
Ventoso
Nebbioso
Temporali
Neve (precipitazioni nevose,
nevischio, bufera di neve,
tempesta di neve, nevischio,
pioggia gelata, pioggerella
gelata)
Nebulosità
(sabbia, foschia)
Meteo SiriusXM
Visualizzazione delle informazioni sulle previsioni
delle condizioni del mare passate e future
1 Selezionare Mappe > Condizioni mare.
2 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare le previsioni per le condizioni del mare
per le prossime 36 ore in incrementi di 12 ore, selezionare
più volte.
• Per visualizzare le previsioni per le condizioni del mare
per le 36 ore precedenti in incrementi di 12 ore,
selezionare
più volte.
Visualizzazione delle informazioni sulla
temperatura del mare
La mappa meteo Temperatura mare mostra la temperatura
attuale dell'acqua e le attuali condizioni della pressione di
superficie.
Selezionare Mappe > Temperatura mare.
Dati della pressione di superficie e della temperatura
dell'acqua
Le informazioni sulla pressione di superficie vengono
visualizzate come isobare di pressione e centri di pressione. Le
isobare collegano i punti con uguale pressione. Le letture della
55
pressione consentono di stabilire le condizioni meteo e del
vento. Le aree con alta pressione sono in genere associate al
bel tempo. Le aree con bassa pressione sono in genere
associate a nuvole e possibili precipitazioni. Le isobare unite in
modo compatto visualizzano un forte gradiente della pressione. I
gradienti della pressione forti sono associati alle aree esposte ai
venti più forti.
Le unità della pressione vengono visualizzate in millibar (mb),
pollici di mercurio (inHg) o ettopascal (hPa).
Le ombreggiature colorate indicano la temperatura di superficie
dell'acqua, come indicato nella legenda nell'angolo dello
schermo.
Modificare la gamma dei colori della temperatura di
superficie dell'acqua
È possibile modificare in modo dinamico la gamma dei colori per
visualizzare letture della temperatura di superficie dell'acqua con
una risoluzione più alta.
1 Selezionare Mappe > Temperatura mare > Menu >
Temperatura mare.
2 Selezionare un'opzione:
• Per consentire al chartplotter di regolare automaticamente
la gamma di temperature, selezionare Configurazione
automatica.
Il chartplotter trova automaticamente i valori minimi e
massimi per la pagina corrente e aggiorna la scala dei
colori relativa alla temperatura.
• Per immettere i valori minimi e massimi della gamma di
temperature, selezionare Limite inferiore o Limite
superiore e immettere i valori minimi e massimi.
Informazioni sulla visibilità
La visibilità è la distanza massima entro la quale è possibile
vedere, come indicato nella legenda a sinistra della schermata.
La variazione della visibilità viene indicata con delle
ombreggiature.
NOTA: questa funzione non è disponibile in alcuni dispositivi e
abbonamenti.
Selezionare Mappe > Visibilità.
Visualizzazione delle previsioni di visibilità passate e
future
1 Selezionare Mappe > Visibilità.
2 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare le previsioni sulla visibilità per le prossime
36 ore in incrementi di 12 ore, selezionare
più volte.
• Per visualizzare le previsioni sulla visibilità per le 36 ore
precedenti in incrementi di 12 ore, selezionare
più
volte.
Visualizzare i rapporti delle boe
Le letture dei rapporti provengono dalle boe e dalle stazioni di
osservazione costiere. Queste letture vengono utilizzate per
stabilire la temperatura dell'aria, il punto di rugiada, la
temperatura dell'acqua, la marea, l'altezza e il periodo dell'onda,
la direzione e la velocità del vento, la visibilità e la pressione
barometrica.
1 In una mappa meteo selezionare .
2 Selezionare Boa.
Visualizzare le informazioni meteo nei pressi di una
boa
Per visualizzare informazioni sulle previsioni, è possibile
selezionare un'area vicino a una boa.
1 In una mappa meteo selezionare una posizione.
2 Selezionare Meteo locale.
56
3 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare le condizioni meteo attuali da un servizio
meteo locale, selezionare Condizione corrente.
• Per visualizzare una previsione meteo locale, selezionare
Previsioni.
• Per visualizzare informazioni sulla pressione barometrica
e sul vento di superficie, selezionare Superficie mare.
• Per visualizzare informazioni sull'onda e sul vento,
selezionare Bollettino marittimo.
Overlay meteo
L'overlay meteo sovraimprime meteo e informazioni meteo sulla
Carta di navigazione, sulla Mappa pesca e sulla visualizzazione
Perspective 3D. La Carta di navigazione e la Mappa pesca
consentono di visualizzare radar meteo, altezza delle sommità
delle nuvole, temporali, boe meteo, allarmi provinciali e allarmi
uragano. Nella visualizzazione Perspective 3D, è possibile
visualizzare radar meteo.
Le impostazioni di overlay meteo configurate per una mappa
non sono applicate anche alle altre mappe. Le impostazioni di
overlay meteo per ciascuna mappa devono essere configurate
separatamente.
NOTA: la mappa pesca è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
Visualizzare le informazioni sugli
abbonamenti meteo
È possibile visualizzare informazioni sui servizi meteorologici ai
quali si è abbonati, nonché i minuti trascorsi dall'aggiornamento
dei dati per ciascun servizio.
In una mappa meteo, selezionare Menu > Abbonamento.
Visualizzare i video
AVVERTENZA
Non guardare video né foto alla guida dell'imbarcazione. La
mancata osservanza delle condizioni marine può danneggiare
l'imbarcazione, causare lesioni o morte.
Prima di poter visualizzare i video è necessario collegarsi a una
sorgente compatibile.
Il chartplotter può visualizzare immagini di telecamere collegate
agli ingressi video o alla Garmin Marine Network, di telecamere
IP collegate alle porte ethernet e di termocamere.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > Video.
Selezione di una sorgente video
1 Nella schermata Video, selezionare Menu > Sorgente.
2 Selezionare la sorgente del flusso video.
Alternanza tra più sorgenti video
Se si dispone di due o più sorgenti video, è possibile alternarle
con un intervallo di tempo specifico.
1 Nella schermata video, selezionare Menu > Sorgente >
Alterna.
2 Selezionare Ora, quindi selezionare l'intervallo di tempo per
la visualizzazione di ciascun video.
3 Selezionare Sorgente, quindi selezionare le sorgenti video
da aggiungere alla sequenza alternata.
Sorgenti video IP
AVVISO
È necessario utilizzare un PoE (Power over Ethernet) isolato
Garmin (P/N 010-10580-10) per collegare un dispositivo PoE,
ad esempio una videocamera FLIR a una Garmin Marine
®
Visualizzare i video
Network. Il collegamento diretto di un dispositivo PoE al
chartplotter Garmin Marine Network danneggia il chartplotter
Garmin e il dispositivo PoE.
Prima di poter visualizzare e controllare dispositivi video IP e
termocamere utilizzando il chartplotter, è necessario che il
dispositivo video collegato al chartplotter sia compatibile e che
sia stato installato utilizzando il PoE isolato. Visitare il sito Web
garmin.com per un elenco di dispositivi compatibili o per
acquistare un PoE isolato.
È possibile collegare più videocamere supportate e fino a due
codificatori alla Garmin Marine Network. È possibile selezionare
e visualizzare fino a quattro sorgenti video alla volta. I
chartplotter con più ingressi video integrati compositi possono
visualizzare esclusivamente un solo ingresso video integrato.
Quando le videocamere sono collegate, la rete le rileva
automaticamente e le visualizza nell'elenco delle sorgenti.
Utilizzare le configurazioni predefinite delle
videocamere IP
È possibile salvare, denominare e attivare configurazioni video
predefinite per ogni sorgente video in rete.
Salvare le configurazioni predefinite di una telecamera IP
1 Da una schermata video, toccare lo schermo.
I controlli video vengono visualizzati sullo schermo.
2 Tenere premuto il pulsante predefinito di un video.
Un indicatore verde indica che l'impostazione è memorizzata.
Impostazioni video
Alcune fotocamere sono dotate di funzioni di configurazione
aggiuntive.
NOTA: alcune opzioni non sono disponibili su tutti i modelli di
chartplotter. Potrebbe essere richiesto l'aggiornamento del
software della fotocamera per poter utilizzare tale funzione.
Nella schermata video, selezionare Menu > Setup video.
Imp. ingresso: consente di associare la fotocamera a una
sorgente video.
Specchio: consente di invertire l'immagine come in uno
specchietto retrovisore.
Standby: consente di impostare la fotocamera in modalità
standby per risparmiare energia e proteggere l'obiettivo
quando non è utilizzato.
Posizione Home: consente di impostare la posizione iniziale
della fotocamera.
Vel. acquisiz.: consente di impostare la velocità di spostamento
della fotocamera durante l'acquisizione.
Amp. acquisiz.: consente di impostare la larghezza
dell'immagine acquisita dalla fotocamera durante
l'acquisizione.
Nome: consente di inserire un nuovo nome per la fotocamera.
Menu FLIR™: fornisce l'accesso alle impostazioni della
fotocamera.
Associazione della videocamera a una sorgente video
Rinominare le impostazioni predefinite di una telecamera IP
1 Nella schermata video, selezionare Menu > Setup video >
Predefiniti.
2 Selezionare una configurazione predefinita.
3 Selezionare Rinomina.
4 Immettere il nome.
Potrebbe essere necessario associare la videocamera a una
sorgente video.
1 Nella schermata Video, selezionare Menu > Sorgente.
2 Selezionare la videocamera.
3 Selezionare Setup video > Imp. ingresso.
4 Selezionare l'ingresso video.
Attivare un'impostazione predefinita della telecamera IP
È possibile riportare la telecamera IP ai valori predefiniti.
1 Da una schermata video, toccare lo schermo.
I controlli video vengono visualizzati sullo schermo.
2 Selezionare impostazioni predefinite.
La videocamera ripristina le impostazioni video predefinite.
SUGGERIMENTO: le impostazioni predefinite possono
essere salvate e attivate anche tramite il menu Video.
Controllo del movimento della videocamera
Impostazioni della videocamera
Su alcune videocamere sono disponibili opzioni aggiuntive per
controllare la visualizzazione.
NOTA: non tutte le opzioni sono disponibili su tutti i modelli di
videocamere e chartplotter. Consultare il manuale della
videocamera per un elenco delle funzioni disponibili. Potrebbe
essere richiesto l'aggiornamento del software della videocamera
per poter utilizzare tale funzione.
Nella schermata video a infrarossi, selezionare Menu.
IR/Visibile: consente di visualizzare un'immagine della
videocamera visibile o a infrarossi.
Cerca: consente di analizzare l'area circostante.
Gelo: consente di mettere in pausa l'immagine della
videocamera.
Cambia colori: consente di selezionare lo schema di colori
dell'immagine a infrarossi.
Cambia scena: consente di selezionare la modalità immagine a
infrarossi, ad esempio giorno, notte, MOB o docking.
Setup video: consente di visualizzare altre opzioni video.
Visualizzare i video
AVVISO
Non puntare la fotocamera verso il sole o altre fonti di luce molto
luminose. L'obiettivo potrebbe danneggiarsi.
Utilizzare sempre i controlli o i pulsanti del chartplotter per
spostare e inclinare la videocamera. Non spostare manualmente
la videocamera, poiché potrebbe danneggiarsi.
NOTA: questa funzione è disponibile solo quando è collegata
una videocamera compatibile. Potrebbe essere richiesto
l'aggiornamento del software della videocamera per poter
utilizzare tale funzione.
È possibile controllare i movimenti delle videocamere collegate
che supportano le funzioni di spostamento, inclinazione e zoom.
Controllare le videocamere con i comandi a video
Dai comandi a video è possibile controllare lo spostamento,
l'inclinazione e lo zoom (PTZ) della videocamera. Consultare il
manuale della videocamera per un elenco delle funzioni
disponibili.
1 Da una schermata video, toccare lo schermo.
I controlli video vengono visualizzati sullo schermo.
2 Selezionare un'opzione:
• Per ingrandire o ridurre la visualizzazione, utilizzare il
pulsante di zoom.
• Per spostare o inclinare la visualizzazione, utilizzare la
bussola.
SUGGERIMENTO: tenere premuta la bussola per
continuare a spostare la videocamera nella direzione
desiderata.
57
Controllare la videocamera con il touch-screen
Se la videocamera IP lo supporta, sarà possibile gestire da
touch-screen le funzioni di spostamento, inclinazione e zoom
direttamente dalla schermata del chartplotter. Consultare il
manuale utente della videocamera per un elenco delle funzioni
disponibili.
SUGGERIMENTO: Il touch-screen consente di controllare la
telecamera senza utilizzare i tasti a video.
1 Da una schermata video, toccare lo schermo.
2 Selezionare un'opzione:
• Per ingrandire e ridurre la visualizzazione, avvicinare e
allontanare le dita.
• Per spostare o inclinare la visualizzazione, far scorrere la
schermata nella direzione desiderata.
Configurare l'aspetto delle sorgenti video
NOTA: alcune opzioni non sono disponibili su tutti i modelli di
chartplotter.
1 Nella schermata video, selezionare Menu > Setup video.
2 Selezionare un'opzione:
• Per visualizzare il video con proporzioni estese,
selezionare Aspetto > Allunga. Il video non può essere
esteso oltre le dimensioni fornite dal dispositivo video
collegato e in alcuni casi non è possibile visualizzare le
immagini a pieno schermo.
• Per visualizzare il video con proporzioni standard,
selezionare Aspetto > Standard.
• Per regolare la luminosità, selezionare Luminosità e
scegliere Su, Giù o Auto.
• Per regolare la saturazione dei colori, selezionare
Saturazione e scegliere Su, Giù o Auto.
• Per regolare il contrasto, selezionare Contrasto e
scegliere Su, Giù o Auto.
• Per consentire la selezione automatica del formato della
sorgente da parte del chartplotter, selezionare Standard >
Auto.
Action camera Garmin VIRB
®
AVVERTENZA
Non guardare video né foto alla guida dell'imbarcazione. La
mancata osservanza delle condizioni marine può danneggiare
l'imbarcazione, causare lesioni o morte.
La maggior parte delle action camera VIRB si connettono al
chartplotter dal menu della action camera (Connessione di una
action camera VIRB, pagina 58).
La action camera VIRB 360 si connette tramite WPS
(Connessione di una action camera VIRB 360, pagina 58).
In questo manuale, il termine "VIRB action camera" si riferisce a
tutti i modelli, eccetto nelle istruzioni per la connessione. In tal
caso, come elencato sopra, il termine "VIRBaction camera 360"
solo al modello 360.
Connessione di una action camera VIRB 360
È possibile collegare una action cam VIRB 360 al chartplotter
tramite WPS. Con una action camera VIRB, connettersi tramite
le impostazioni della fotocamera (Connessione di una action
camera VIRB, pagina 58).
1 Configurare la rete Wi‑Fi del chartplotter (Configurare la rete
wireless Wi‑Fi, pagina 7).
2 Avvicinare la fotocamera al chartplotter.
3 Nel menu principale della fotocamera VIRB 360, selezionare
Wireless > Wi-Fi.
4 Se necessario, selezionare lo switch di accensione/
spegnimento Wi-Fi per attivare la tecnologia Wi‑Fi.
58
5 Premere per selezionare WPS e premere OK.
6 Sul chartplotter selezionare A/V, Ind., Controlli > VIRB® >
.
La fotocamera cerca la rete Wi‑Fi e si connette.
È possibile controllare la action camera utilizzando il
chartplotter.
Connessione di una action camera VIRB
È possibile collegare una action camera VIRB al chartplotter
utilizzando le impostazioni della action camera. Con una action
camera VIRB 360, connettersi tramite l'app VIRB (Connessione
di una action camera VIRB 360, pagina 58).
1 Configurare la rete Wi‑Fi del chartplotter (Configurare la rete
wireless Wi‑Fi, pagina 7).
2 Dal menu principale della action camera VIRB, selezionare
Wireless > Wi-Fi > Stato per attivare la tecnologia wireless
Wi‑Fi.
Selezionare
Modo > Connetti.
3
4 Selezionare Aggiungi nuovo.
La action cam cerca le reti Wi‑Fi nelle vicinanze.
5 Selezionare la rete Wi‑Fi del chartplotter e immettere la
password di rete.
La app e la action camera si connettono alla rete Wi‑Fi del
chartplotter.
È possibile controllare la action camera utilizzando il
chartplotter.
Controllo della action cam VIRB con il chartplotter
Prima di controllare una action cam VIRB con il chartplotter, è
necessario connettere i dispositivi mediante una connessione
wireless.
È possibile connettere fino a cinque action cam VIRB al
chartplotter.
Dopo aver connesso la action cam VIRB al chartplotter, una
nuova opzione viene aggiunta a A/V, Ind., Controlli. È possibile
avviare e arrestare la registrazione sulla action cam VIRB
utilizzando il chartplotter.
NOTA: l'immagine VIRB visualizzata sul chartplotter ha una
risoluzione inferiore alle registrazioni della action cam VIRB. Per
visualizzare video ad alta risoluzione, guardarlo su un computer
o TV.
1 Selezionare A/V, Ind., Controlli > VIRB®.
2 Selezionare un'opzione:
• Per acquisire un foto, selezionare .
• Per iniziare la registrazione, selezionare .
Durante la registrazione, viene mostrata la memoria
rimanente.
• Per interrompere la registrazione, selezionare
nuovamente .
• Se è stata connessa più di una action cam VIRB, utilizzare
le frecce per selezionare una action cam differente da
controllare.
• Per visualizzare video o immagini memorizzate,
selezionare
.
• Per spostare e inclinare VIRB 360, trascinare il dito sullo
schermo.
• Per riportare VIRB 360 alla posizione iniziale, selezionare
.
Controllo della riproduzione video dall'action cam VIRB
È possibile visualizzare video e immagini dall'action cam VIRB
utilizzando il chartplotter.
NOTA: la riproduzione VIRB sul chartplotter ha la stessa qualità
della visualizzazione in tempo reale sul chartplotter. Per
Visualizzare i video
visualizzare video ad alta risoluzione, guardarlo su un computer
o TV.
1 Nella schermata VIRB®, selezionare .
2 Attendere alcuni secondi il caricamento delle immagini in
miniatura.
3 Selezionare un video o un'immagine.
4 Controllare la riproduzione utilizzando i pulsanti sullo
schermo o le opzioni di menu:
• Per interrompere il video, selezionare .
• Per mettere in pausa il video, selezionare .
• Per riavviare il video, selezionare .
• Per riprodurre il video, selezionare .
• Per andare avanti o indietro nel video, trascinare la barra
di scorrimento.
Eliminazione di un video VIRB
È possibile eliminare un video o un'immagine dall'action cam
VIRB.
1 Aprire il video o l'immagine VIRB da eliminare.
2 Selezionare Menu > Elimina file.
Avvio di una presentazione video VIRB
È possibile visualizzare una presentazione di video e immagini
sull'action cam VIRB.
1 Nella schermata VIRB®, selezionare .
2 Attendere alcuni secondi il caricamento delle immagini in
miniatura.
3 Selezionare un video o un'immagine.
4 Selezionare Menu > Avvia presentazione.
Per interrompere la presentazione, selezionare Menu >
Interrompi presentazione.
Impostazioni della action cam VIRB
NOTA: alcune opzioni e impostazioni non si applicano a tutti i
modelli di action camera.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > VIRB® > Menu.
Nome: consente di inserire un nuovo nome per la action camera
VIRB.
Registrazione: consente di avviare e interrompere la
registrazione.
Scatta foto: consente di acquisire una foto.
Riproduzione: consente di visualizzare i video registrati e le
foto.
Gelo: consente di mettere in pausa l'immagine della
videocamera.
Sospendi: consente di attivare sulla action camera VIRB la
modalità di risparmio energetico per consumare meno
batteria. Non disponibile sui modelli VIRB 360.
Setup video: consente di impostare il video (Impostazioni di
configurazione video della action camera VIRB, pagina 59).
Modifica overlay: consente di configurare i dati visualizzati
sullo schermo (Personalizzazione dei dati overlay, pagina 4).
Impostazioni di configurazione video della action camera
VIRB
NOTA: alcune opzioni e impostazioni non si applicano a tutti i
modelli di action camera.
Selezionare A/V, Ind., Controlli > VIRB® > Menu > Setup
video.
Aspetto: consente di impostare le proporzioni video.
Modo video: consente di impostare la modalità video. Ad
esempio, è possibile selezionare l’opzione Slow Motion HD
per acquisire video rallentati.
Configurazione del dispositivo
Dimens. video: consente di impostare le dimensioni o i pixel dei
video.
FPS video: consente di impostare il numero di fotogrammi al
secondo.
Timestamp video: consente di aggiungere la data e l'ora in cui
un video è stato registrato.
Timestamp foto: consente di aggiungere la data e l'ora in cui
una foto è stata scattata.
Dimens. foto: consente di impostare le dimensioni o i pixel delle
foto.
Campo visivo: consente di impostare il livello di zoom.
Modo obiettivo: consente di impostare l'obiettivo o gli obiettivi
utilizzati dalla action camera per registrare un video.
Specchio: consente di capovolgere o di creare un'immagine
speculare del video.
Rotazione: consente di ruotare l'angolazione della action
camera.
Aggiunta dei controlli della action cam VIRB al altre
schermate
Prima di controllare una action cam VIRB con il chartplotter, è
necessario connettere i dispositivi mediante una connessione
wireless (Connettere un dispositivo wireless al chartplotter,
pagina 7).
È possibile aggiungere la barra di controllo della action cam
VIRB ad altre schermate. Ciò consente di avviare e
interrompere la registrazione con altre funzioni del chartplotter.
1 Aprire la schermata alla quale aggiungere la barra di
controllo della action cam VIRB.
2 Selezionare Menu > Modifica overlay > Barra inferiore >
VIRB Bar.
Quando viene visualizzata una schermata con i controlli della
action cam VIRB, è possibile selezionare
per aprire la
visualizzazione a schermo intero della action cam VIRB.
Associare la action camera GC™ 100 al
chartplotter Garmin
Per poter connettere un dispositivo wireless alla rete wireless
del chartplotter, è necessario configurare la rete wireless del
chartplotter.
1 Con la videocamera a una distanza priva di ostacoli di
massimo 76 m (250 piedi) dal chartplotter, premere
rapidamente per tre volte.
2 Sul chartplotter, selezionare Impostazioni > Comunicazioni
> Dispositivi wireless > Videocamera Garmin > Avvia.
3 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Configurazione del dispositivo
Impostazioni del sistema
Selezionare Impostazioni > Sistema.
Toni e schermo: consente di regolare le impostazioni di
visualizzazione e audio.
GPS: fornisce informazioni sui satelliti e le impostazioni GPS.
Informazioni sul sistema: fornisce informazioni sui dispositivi
presenti sulla rete e la versione software.
Informazioni sulla stazione: consente di regolare
l'impostazione della stazione.
Accensione automat.: consente di controllare quali dispositivi
attivare automaticamente quando il dispositivo viene acceso.
Spegnimento auto: spegne automaticamente il sistema dopo
un periodo di sospensione specificato.
59
Simulatore: consente di attivare o disattivare il simulatore e di
impostare ora, data, velocità e posizione simulata.
Visualizzazione delle informazioni sul software del
sistema
Impostazioni di toni e schermo
È possibile visualizzare la versione del software, la versione
della mappa base e tutte le informazioni aggiuntive relative alle
mappe (se applicabile), la versione del software di un radar
Garmin opzionale (se applicabile) e il numero ID unità. Tali
informazioni sono necessarie per aggiornare il software del
sistema o per acquistare dati mappa aggiuntivi.
Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sul
sistema > Informazioni sul software.
Selezionare Impostazioni > Sistema > Toni e schermo.
Segnale acustico: consente di attivare e disattivare il segnale
acustico emesso per gli allarmi e le selezioni.
Retroillumin.: consente di impostare l'intensità della
retroilluminazione. È possibile selezionare l'opzione Auto per
regolare automaticamente la retroilluminazione in base alla
luce ambientale.
Sincronizzazione retroill.: sincronizza l'intensità della
retroilluminazione di altri chartplotter nella stazione.
Modo colore: consente di impostare il dispositivo in modo che
visualizzi i colori in modalità notturna o diurna. È possibile
selezionare l'opzione Auto per consentire al dispositivo di
impostare automaticamente i colori in modalità notturna o
diurna in base all'ora del giorno.
Sfondo: consente di impostare l'immagine di sfondo.
Immagine di avvio: consente di imposta l'immagine che appare
quando si accende il dispositivo.
Impostazioni GPS
Selezionare Impostazioni > Sistema > GPS.
Vista del cielo: mostra la posizione relativa dei satelliti GPS nel
cielo.
GLONASS: consente di attivare o disattivare l'uso di GLONASS
(sistema satellitare russo). In condizioni di scarsa visibilità del
cielo, è possibile utilizzare i dati GLONASS insieme alla
funzione GPS per fornire informazioni più accurate sulla
posizione.
WAAS/EGNOS: consente di attivare o disattivare WAAS (in
Nord America) o EGNOS (in Europa), per fornire informazioni
più accurate sulla posizione GPS. L'acquisizione dei satelliti
quando si utilizza WAAS/EGNOS può richiedere più tempo.
Galileo: consente di attivare o disattivare i dati Galileo (sistema
satellitare dell'Unione Europea). In condizioni di scarsa
visibilità del cielo, è possibile utilizzare i dati Galileo insieme
alla funzione GPS per fornire informazioni più accurate sulla
posizione.
Filtro velocità: consente di fare una media della velocità
dell'imbarcazione per avere un valore più uniforme.
Sorgente: consente di selezionare la sorgente dati GPS
preferita.
Impostazioni delle stazioni
Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sulla
stazione.
Modifica stazione: imposta l'intera stazione su una nuova serie
di predefiniti basati sulla posizione di questa stazione. È
inoltre possibile selezionare questo schermo per l'utilizzo
individuale, invece di unirlo con altri schermi e creare una
stazione.
Associazione GRID™: consente di associare un dispositivo
con comando a distanza GRID a questa stazione.
Ordine schermi: consente di impostare l'ordine degli schermi,
che risulta utile quando si utilizza un dispositivo con comando
a distanza GRID.
Autopilota attivato: consente di controllare l'autopilota da
questo dispositivo.
Reimposta layout: consente di ripristinare le impostazioni
predefinite dei layout in questa stazione.
Ripristina impostazioni stazioni: consente di ripristinare tutte
le impostazioni predefinite delle stazioni su tutti i dispositivi
connessi e sarà necessario impostare nuovamente le
stazioni.
60
Visualizzazione del registro eventi
Il registro eventi contiene un elenco degli eventi di sistema.
Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sul
sistema > Registro eventi.
Visualizzare le informazioni su normative e
conformità
Le informazioni per questo dispositivo vengono fornite
elettronicamente. Sono fornite informazioni sulle normative, ad
esempio i numeri di identificazione forniti dall'FCC o dai marchi
di conformità regionali, nonché informazioni sul prodotto e la
licenza. Non disponibile su tutti i modelli.
1 Selezionare Impostazioni.
2 Selezionare Sistema.
3 Selezionare Informazioni normative.
Impostazioni sulle preferenze
Selezionare Impostazioni > Preferenze.
Unità: consente di impostare le unità di misura.
Lingua: consente di impostare la lingua del testo visualizzato.
Navigazione: consente di impostare le preferenze di
navigazione.
Layout tastiera: consente di organizzare i tasti sulla tastiera a
schermo.
Acquisizione schermata: consente al dispositivo di salvare
immagini dello schermo.
Visualizzazione barra menu: mostra o nasconde
automaticamente la barra dei menu quando non è
necessaria.
Impostazioni unità
Selezionare Impostazioni > Preferenze > Unità.
Unità di sistema: consente di impostare il formato delle unità
per il dispositivo.
Varianza: consente di impostare la declinazione magnetica,
l'angolo tra il nord magnetico e il nord vero, per la posizione
corrente.
Riferimento nord: consente di impostare i riferimenti utilizzati
per calcolare le informazioni sulla direzione. Vero consente di
impostare il nord geografico come riferimento nord vero.
Reticolo consente di impostare il nord del reticolo come
riferimento nord (000º). Magnetico consente di impostare il
nord magnetico come il riferimento nord.
Formato posizione: consente di impostare il formato di
posizione in cui viene visualizzata la lettura di una
determinata posizione. Cambiare questa impostazione
soltanto se si utilizza una mappa o una carta che specifica un
formato di posizione diverso.
Map datum: consente di impostare il sistema di coordinate che
struttura la mappa. Cambiare questa impostazione soltanto
se si utilizza una mappa o una carta che specifica un map
datum diverso.
Ora: consente di impostare il formato orario, il fuso orario e l'ora
legale.
Configurazione del dispositivo
Impostazioni di navigazione
NOTA: alcune impostazioni e opzioni richiedono mappe o
hardware aggiuntivi.
Selezionare Impostazioni > Preferenze > Navigazione.
Etichette rotta: consente di impostare il tipo di etichette indicate
con le virate sulla mappa.
Intervento virata: consente di regolare la modalità con cui il
chartplotter passa alla virata, al tratto o alla rotta successiva.
È possibile impostare la transizione in modo che si basi sul
tempo o la distanza dalla virata. È possibile aumentare il
valore temporale o la distanza per aumentare la precisione
del pilota automatico durante la navigazione di una rotta o
della linea Auto Guidance con molte virate frequenti o a
velocità maggiori. In caso di rotte più dritte o velocità più
basse, la riduzione di questo valore consente di migliorare la
precisione del pilota automatico.
Sorgenti velocità: consente di impostare la sorgente per le
letture della velocità.
Auto Guidance: consente di impostare le unità di misura per
Profondità preferita, Ingombro verticale e Dist. da linea
costiera, quando si utilizzano mappe di qualità elevata.
Inizio rotta: consente di selezionare il punto di partenza di una
rotta.
Configurazioni della rotta Auto Guidance
ATTENZIONE
Le impostazioni di Profondità preferita e Ingombro verticale
influiscono sul modo in cui il chartplotter calcola una rotta Auto
Guidance. La rotta Auto Guidance non viene calcolata laddove
la profondità e l'altezza di un ostacolo sono sconosciuti. Se in
un'area all'inizio o alla fine di una rotta Auto Guidance la
profondità è inferiore alle impostazioni di Profondità preferita o
Ingombro verticale, è possibile che la rotta Auto Guidance non
venga calcolata in quell'area, a seconda dei dati mappa. Sulla
carta, la rotta all’interno di queste aree verrà visualizzata con
una linea grigia o con una linea tratteggiata color magenta o
grigio. Quando l'imbarcazione accede a una di queste aree,
viene visualizzato un messaggio.
NOTA: auto Guidance è disponibile con le mappe premium in
alcune aree.
NOTA: alcune impostazioni non si applicano a tutte le carte.
È possibile impostare i parametri che il chartplotter utilizza per
calcolare una rotta Auto Guidance.
Profondità preferita: consente di impostare una profondità
minima, basata sui dati di profondità della carta, in cui
l'imbarcazione può navigare.
NOTA: la profondità minima per le carte premium (create
prima del 2016) è di 3 piedi. Se si inserisce un valore di
profondità inferiore a 3 piedi, le rotte Auto Guidance verranno
calcolate utilizzando esclusivamente questo valore.
Ingombro verticale: consente di impostare l'altezza minima di
un ponte o di un ostacolo, basata sui dati cartografici, in cui
l'imbarcazione può transitare.
Dist. da linea costiera: consente di impostare la distanza dalla
costa in cui tracciare la rotta Auto Guidance. La rotta Auto
Guidance potrebbe subire deviazioni se si modifica questa
impostazione durante la navigazione. I valori disponibili per
questa impostazione sono relativi, non assoluti. Per
accertarsi che la rotta Auto Guidance si trovi ad una distanza
adeguata dalla costa, usare dei riferimenti visivi certi e sicuri
(Regolare la distanza dalla riva, pagina 21).
Regolare la distanza dalla riva
L'impostazione Dist. da linea costiera indica a quale distanza
dalla riva deve essere calcolata la rotta con la funzione Auto
Guidance. La rotta Auto Guidance potrebbe essere spostata se
si modifica questa impostazione durante la navigazione. I valori
Configurazione del dispositivo
disponibili per l'impostazione Dist. da linea costiera sono relativi,
non assoluti. Per accertarsi che la rotta calcolata con la funzione
Auto Guidance si trovi ad una distanza adeguata dalla costa, è
possibile valutare il posizionamento della linea Auto Guidance
usando una o più destinazioni familiari che richiedono una
navigazione in acque prossime alla riva.
1 Ormeggiare l'imbarcazione o gettare l'ancora.
2 Selezionare Impostazioni > Preferenze > Navigazione >
Auto Guidance > Dist. da linea costiera > Normale.
3 Selezionare una destinazione già raggiunta in precedenza.
4 Selezionare Naviga verso > Auto Guidance.
5 Verificare che la rotta calcolata dalla funzione Auto Guidance
sia sicura ed ottimale per la navigazione.
6 Selezionare un'opzione:
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è
soddisfacente, selezionare Menu > Opzioni di
navigazione > Arresta navigazione e procedere alla
fase 10.
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è troppo
vicina alla riva, selezionare Impostazioni > Preferenze >
Navigazione > Auto Guidance > Dist. da linea costiera
> Lontano.
• Se i cambi di direzione della rotta calcolata con la
funzione Auto Guidance sono troppo ampie, selezionare
Impostazioni > Preferenze > Navigazione > Auto
Guidance > Dist. da linea costiera > Vicino.
7 Se si seleziona Vicino o Lontano nella fase 6, verificare che
la rotta calcolata con la funzione Auto Guidance sia sicura ed
ottimale per la navigazione.
La funzione Auto Guidance mantiene ampi margini di
sicurezza rispetto agli ostacoli in mare aperto, anche quando
si imposta Distanza da linea costiera su Vicino o Più vicino.
Ne risulta che il chartplotter potrebbe non riposizionare la
rotta calcolata con la funzione Auto Guidance, a meno che la
destinazione selezionata non richieda la navigazione in
acque prossime alla riva.
8 Selezionare un'opzione:
• Se il posizionamento della rotta Auto Guidance è
soddisfacente, selezionare Menu > Opzioni di
navigazione > Arresta navigazione e procedere alla
fase 10.
• Se il posizionamento della rotta calcolata con la funzione
Auto Guidance è troppo vicino ad ostacoli noti,
selezionare Impostazioni > Preferenze > Navigazione >
Auto Guidance > Dist. da linea costiera > Più lont..
• Se le virate della rotta calcolata con la funzione Auto
Guidance sono troppo ampie, selezionare Impostazioni >
Preferenze > Navigazione > Auto Guidance > Dist. da
linea costiera > Più vicino.
9 Se si seleziona Più vicino o Più lont. nella fase 8, verificare
il posizionamento della rotta calcolata con la funzione Auto
Guidance e assicurarsi che eviti ostacoli noti e che le virate
consentano una navigazione efficiente.
La funzione Auto Guidance mantiene ampi margini di
sicurezza rispetto agli ostacoli in mare aperto, anche quando
si imposta Distanza da linea costiera su Vicino o Più vicino.
Ne risulta che il chartplotter potrebbe non riposizionare la
rotta calcolata con la funzione Auto Guidance, a meno che la
destinazione selezionata non richieda la navigazione in
acque prossime alla riva.
10 Ripetere le fasi da 3 a 9 per almeno una volta ancora,
usando una destinazione diversa ogni volta, fino a
familiarizzare con la funzionalità dell'impostazione Distanza
da linea costiera.
61
Impostazioni porte di comunicazione
NMEA Impostazioni di 0183
Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Impostazioni
NMEA 0183.
Tipi di porte: consultare Impostare il formato per ciascuna porta
NMEA 0183, pagina 62.
Sentenze in uscita: consultare Configurazione delle frasi
NMEA 0183 di uscita, pagina 62.
Precisione posizione: consente di regolare il numero di cifre a
destra del separatore decimale per la trasmissione dell'output
NMEA.
Precisione XTE: consente di regolare il numero di cifre a destra
del separatore decimale per NMEA l'output degli errori di
interferenza.
ID waypoint: consente di impostare il dispositivo per
trasmettere i nomi e i numeri riferiti al waypoint mediante
NMEA 0183 durante la navigazione. L'uso dei numeri può
risolvere i problemi di compatibilità con i piloti automatici
NMEA 0183 meno recenti.
Ripristina predefiniti: consente di ripristinare le impostazioni
predefinite originali di NMEA 0183.
Diagnostica: consente di visualizzare le informazioni di
diagnostica di NMEA 0183.
Configurazione delle frasi NMEA 0183 di uscita
È possibile attivare e disattivare le frasi NMEA 0183 di uscita.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Impostazioni
NMEA 0183 > Sentenze in uscita.
Selezionare
un'opzione.
2
3 Selezionare almeno una frase NMEA 0183 di uscita e
selezionare Indietro.
Ripetere
i passi 2 e 3 per attivare o disattivare frasi di uscita
4
aggiuntive.
Impostare il formato per ciascuna porta NMEA 0183
È possibile configurare il formato di comunicazione per ciascuna
porta NMEA 0183 interna quando si collega il chartplotter a
dispositivi NMEA 0183 esterni, un computer o altri dispositivi
Garmin.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Impostazioni
NMEA 0183 > Tipi di porte.
2 Selezionare una porta di ingresso o uscita.
3 Selezionare un formato.
• Per supportare l'input o l'output di dati standard NMEA
0183, DSC e supportare l'input dell'ecoscandaglio NMEA
per le frasi DPT, MTW e VHW, selezionare NMEA
standard.
• Per supportare l'input o l'output di dati standard NMEA
0183 per la maggior parte dei ricevitori AIS, selezionare
NMEA alta velocità.
• Per supportare l'input o l'output di dati proprietari Garmin
per l'interfaccia con il software Garmin, selezionare
Garmin.
4 Ripetere l'operazione ai passaggi 2-3 per configurare altre
porte.
Impostazioni NMEA 2000
Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Impostazione
NMEA 2000.
Elenco dispositivi: consente di visualizzare i dispositivi
collegati alla rete.
Etichetta dispositivi: consente di modificare le etichette per i
dispositivi connessi disponibili.
62
Denominazione dei dispositivi e sensori in rete
È possibile denominare i dispositivi e i sensori collegati alla
GarminMarine Network e alla rete NMEA 2000.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni.
2 Selezionare Marine Network o Impostazione NMEA 2000 >
Elenco dispositivi.
Selezionare
un dispositivo dall'elenco a sinistra.
3
4 Selezionare Cambia Nome.
5 Immettere il nome e selezionare Fatto.
Marine Network
La Marine Network consente di condividere i dati provenienti da
dispositivi periferici Garmin con i chartplotter in modo rapido e
semplice. È possibile collegare un chartplotter alla Marine
Network per ricevere dati e condividerli con altri dispositivi e
chartplotter compatibili con la Marine Network.
Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Marine
Network.
Impostazione degli allarmi
Allarmi di navigazione
Selezionare Impostazioni > Allarmi > Navigazione.
Arrivo: consente di impostare un allarme che viene attivato
quando ci si trova entro una certa distanza o entro un tempo
specifico rispetto alla svolta o alla destinazione.
Allarme ancora: consente di impostare un allarme che viene
attivato quando si supera una determinata distanza di deriva
dopo l'ancoraggio.
Fuori rotta: consente di impostare un allarme che viene attivato
quando ci si trova fuori rotta rispetto a una distanza
specificata.
Impostazione dell'allarme ancora
È possibile impostare un allarme che si attiva quando si
percorre una distanza maggiore di quella consentita. Si tratta di
una funzione molto utile quando si effettua l’ancoraggio di notte.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > Navigazione >
Allarme ancora.
2 Selezionare Allarme per attivare l’allarme.
3 Selezionare Imposta raggio, quindi selezionare una
distanza sulla carta.
4 Selezionare Indietro.
Allarmi di sistema
Sveglia: consente di impostare una sveglia.
Alimentazione: consente di impostare un allarme che si attiva
quando la batteria raggiunge un determinato voltaggio basso.
Precisione GPS: consente di impostare un allarme che si attiva
quando la precisione del GPS scende al di sotto di un valore
definito dall'utente.
Allarmi ecoscandaglio
NOTA: alcune opzioni non sono disponibili su tutti i trasduttori.
In una pagina ecoscandaglio, selezionare Menu > Set up
ecoscandaglio > Allarmi.
È inoltre possibile aprire gli allarmi dell'ecoscandaglio
selezionando Impostazioni > Allarmi > Ecoscandaglio.
Allarme min.: consente di impostare un segnale acustico che
viene attivato quando la profondità è inferiore al valore
specificato.
Allarme di massima: consente di impostare un segnale
acustico che viene attivato quando la profondità è superiore
al valore specificato.
Allarme FrontVü: consente di impostare un allarme che si
attiva quando la profondità di fronte all'imbarcazione si
Configurazione del dispositivo
abbassa rispetto al valore specificato e consente di evitare di
arenarsi (Impostazione dell'allarme di minima FrontVü,
pagina 34). Questo allarme è disponibile esclusivamente con
i trasduttori Panoptix FrontVü.
Temperatura acqua: consente di impostare un segnale
acustico che si attiva quando il trasduttore rileva una
temperatura superiore o inferiore di 1,1 °C (2 °F) a quella
specificata.
Curva di livello: consente di impostare un segnale acustico
quando il trasduttore rileva un bersaglio sospeso
nell'intervallo tra la profondità specificata dalla superficie
dell'acqua e il fondale.
Pesci
Pesci: consente di impostare un segnale acustico che si attiva
quando il dispositivo rileva un bersaglio sospeso.
•
attiva il segnale acustico quando vengono rilevati
pesci di qualsiasi dimensione.
•
attiva il segnale acustico solo quando vengono rilevati
pesci medi o grandi.
•
attiva il segnale acustico solo quando vengono rilevati
pesci grandi.
Impostazione degli allarmi meteorologici
Prima di impostare gli allarmi meteorologici, è necessario
connettere un chartplotter compatibile a un dispositivo
meteorologico, ad esempio un dispositivo GXM e disporre di un
abbonamento al meteo valido.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > Meteo.
2 Attivare gli allarmi per eventi meteorologici specifici.
Impostazione dell'allarme carburante
Prima di impostare un allarme per il livello di carburante, è
necessario che un sensore del flusso carburante sia connesso
al chartplotter.
È possibile configurare un allarme in modo che venga emesso
quando la quantità totale di carburante rimanente a bordo
raggiunge il livello specificato.
1 Selezionare Impostazioni > Allarmi > Carburante >
Imposta carbur. tot a bordo > Attivato.
2 Inserire la quantità di carburante rimanente necessaria a far
scattare l’allarme e selezionare Fatto.
sull'imbarcazione (Impostazione della capacità di carburante
dell'imbarcazione, pagina 48).
Tipo di imbarcazione: consente di attivare alcune funzioni del
chartplotter in base al tipo di imbarcazione.
CZone™: consente di impostare i circuiti di commutazione
digitale.
Istanza SeaStar: consente di impostare i circuiti di
commutazione digitale.
Profili del sistema: consente di salvare il profilo del sistema su
una scheda di memoria e di importare le impostazioni di tale
profilo da una scheda di memoria. Questa operazione può
essere utile per i charter o le flotte e per la condivisione delle
proprie informazioni di configurazione con un amico.
Numero ID scafo: consente di immettere il numero HIN (Hull
Identification Number, numero di identificazione scafo). L'HIN
potrebbe essere applicato in modo permanente sul lato
superiore di dritta della poppa o sul lato fuoribordo.
Impostazione dell'offset della chiglia
È possibile inserire un offset della chiglia per compensare la
lettura della profondità rispetto alla posizione di installazione del
trasduttore. Questo consente di leggere la profondità dalla
chiglia oppure l'effettiva profondità a seconda delle esigenze.
Per avere una lettura della profondità dalla chiglia o dal punto
più basso dell'imbarcazione, misurare la distanza dal trasduttore
alla posizione.
Per avere la lettura reale del fondo quando il trasduttore è
installato al di sotto della linea di galleggiamento, misurare la
distanza dal trasduttore alla linea.
NOTA: questa opzione è disponibile esclusivamente quando
sono presenti dati sulla profondità validi.
1 Misurare la distanza:
• Se il trasduttore è installato sulla linea di galleggiamento
oppure ovunque sopra l'estremità della chiglia,
misurare la distanza dalla posizione del trasduttore alla
chiglia dell'imbarcazione. Immettere tale valore come
numero positivo.
• Se il trasduttore è installato sul fondo della chiglia
e si
desidera conoscere la profondità effettiva, misurare la
distanza dal trasduttore alla linea di galleggiamento.
Immettere tale valore come numero negativo.
Impostazioni La mia imbarcazione
NOTA: alcune impostazioni e opzioni richiedono mappe o
hardware aggiuntivi.
Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione.
Profondità e ancoraggio: consente di immettere le informazioni
sulla chiglia (Impostazione dell'offset della chiglia, pagina 24)
e sull'ancora.
Il valore Altezza ancora rappresenta l'altezza dell'ancora
sopra la linea di galleggiamento. Il valore Portata ancora
equivale al rapporto tra la lunghezza della catena e la
distanza verticale dalla prua dell'imbarcazione al fondale.
Queste impostazioni dell'ancora vengono utilizzate per
calcolare il campo Lung. catena ancora.
Offset temp.: consente di impostare un valore di offset per
compensare la lettura della temperatura dell'acqua dal
relativo sensore NMEA 0183 o dal trasduttore con
rilevamento della temperatura (Impostazione dell'offset della
temperatura dell'acqua, pagina 64).
Calibra trasduttore speed: consente di calibrare il sensore o
trasduttore di rilevamento della velocità (Calibrazione di un
dispositivo trasduttore speed, pagina 64).
Capacità carburante: consente di impostare la capacità
carburante complessiva di tutti i serbatoi presenti
Configurazione del dispositivo
2 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione >
Profondità e ancoraggio > Offset chiglia.
se il trasduttore è installato sulla linea di
galleggiamento oppure selezionare se il trasduttore è
installato sul fondo della chiglia.
4 Immettere la distanza misurata nel passaggio 1.
3 Selezionare
63
Impostazione dell'offset della temperatura dell'acqua
Prima di impostare lo scostamento della temperatura dell'acqua,
è necessario disporre di un sensore della temperatura
dell'acqua NMEA 0183 o di un trasduttore con rilevamento di
temperatura per misurare la temperatura dell'acqua.
Lo scostamento della temperatura consente di compensare la
lettura della temperatura rilevata da un sensore di temperatura.
1 Misurare la temperatura dell'acqua utilizzando l'apposito
sensore o un trasduttore con rilevamento di temperatura
collegato al chartplotter.
2 Misurare la temperatura dell'acqua utilizzando un altro
sensore della temperatura o un termometro preciso e
affidabile.
3 Sottrarre il valore della temperatura dell'acqua misurato nel
passaggio 1 dal valore della temperatura dell'acqua misurato
nel passaggio 2.
Il valore risultante è lo scostamento della temperatura.
Immettere il valore ottenuto nel passaggio 5 come un numero
positivo se il sensore collegato al chartplotter rileva una
temperatura dell'acqua inferiore rispetto al valore reale.
Immettere il valore ottenuto nel passaggio 5 come un numero
negativo se il sensore collegato al chartplotter rileva una
temperatura dell'acqua superiore rispetto al valore reale.
Selezionare
Impostazioni > La mia imbarcazione > Offset
4
temp..
5 Immettere lo scostamento della temperatura calcolato nel
passaggio 3.
Calibrazione di un dispositivo trasduttore speed
Se al chartplotter è collegato un trasduttore per il rilevamento
della velocità, è possibile calibrare il dispositivo di rilevamento
della velocità per migliorare l'accuratezza dei dati sulla velocità
sull'acqua visualizzati dal chartplotter.
1 Selezionare Impostazioni > La mia imbarcazione > Calibra
trasduttore speed.
2 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Se la l'imbarcazione non si muove a una velocità sufficiente
oppure il sensore di velocità non registra alcun valore, viene
visualizzato un messaggio.
3 Selezionare OK aumentare moderatamente la velocità
dell'imbarcazione.
4 Se viene nuovamente visualizzato il messaggio, arrestare
l'imbarcazione e accertarsi che la ruota del sensore di
velocità non sia inceppata.
5 Se si muove liberamente, verificare i collegamenti del cavo.
6 Se viene ancora visualizzato il messaggio, contattare il
servizio di assistenza Garmin.
Altre impostazioni delle imbarcazioni
Quando il chartplotter è connesso ad un dispositivo AIS o ad
una radio VHF, è possibile configurare la modalità di
visualizzazione delle altre imbarcazioni sul display.
Selezionare Impostazioni > Altre imbarcazioni.
AIS: consente di attivare e disattivare la ricezione del segnale
AIS.
DSC: consente di attivare e disattivare la funzionalità DSC
(Digital Selective Calling).
Allarme collis.: consente di impostare l'allarme di collisione
(Impostare l'allarme di zona sicura, pagina 11).
Test AIS-EPIRB: consente di attivare i segnali di test EPRIB.
Test AIS-MOB: consente di attivare i segnali di test MOB.
Test AIS-SART: consente di attivare le trasmissioni di test
SART.
64
Impostazioni condivise nella Garmin Marine
Network
I seguenti dispositivi condividono alcune impostazioni quando
vengono connessi alla Garmin Marine Network.
• ECHOMAP™ serie 70
• GPSMAP serie 507 (versione software 3.0 o successiva)
• GPSMAP serie 701 (versione software 3.0 o successiva)
• GPSMAP serie 702
• GPSMAP serie 800
• GPSMAP serie 902
• GPSMAP serie 1000
• GPSMAP serie 1002
• GPSMAP serie 1202
• GPSMAP serie 7400/7600
• GPSMAP serie 8400/8600/8700
Le seguenti impostazioni, se applicabili, vengono condivise sul
dispositivo.
Impostazioni degli allarmi (sincronizza anche la verifica degli
allarmi):
• Arrivo
• Allarme ancora
• Fuori rotta
• Precisione GPS
• Allarme min.
• Allarme di massima (non disponibile nelle serie GPSMAP
8400/8600)
• Temperatura acqua
• Curva di livello (non disponibile nelle serie echoMAP 70s e
GPSMAP 507/701)
• Pesci
• Allarme collis.
Impostazioni generali:
• Auto Guidance Profondità preferita
• Auto Guidance Ingombro verticale
• Segnale acustico
• Modo colore
• Layout tastiera
• Lingua
• Map datum
• Riferimento nord
• Formato posizione
• Unità di sistema
• Calibra trasduttore speed
• Dimensioni antenna radar
Impostazioni mappa:
• Confini mappa
• Colori di pericolo
• Linea di prua
• POI
• Settori luce
• Dimensione navaid
• Tipo navaid
• Punti foto
• Profondità preferita
• Ombreggiatura fondale basso
• Service Points
Configurazione del dispositivo
• Icona barca (non può essere sincronizzata tra tutti i modelli)
Ripristinare le impostazioni predefinite del
chartplotter
NOTA: questa operazione interessa tutti i dispositivi della rete.
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sul
sistema > Reimp.
2 Selezionare un'opzione:
• Per ripristinare le impostazioni predefinite del dispositivo,
selezionare Ripristina impostazioni predefinite. Questa
operazione consente di ripristinare le impostazioni
predefinite della configurazione senza che i dati utente, le
mappe o gli aggiornamenti software salvati vengano
rimossi.
• Per ripristinare tutte le impostazioni predefinite di tutti i
dispositivi della stazione, selezionare Ripristina
impostazioni stazioni. Questa operazione consente di
ripristinare le impostazioni predefinite della configurazione
senza che i dati utente, le mappe o gli aggiornamenti
software salvati vengano rimossi
• Per eliminare i dati salvati, ad esempio waypoint e rotte,
selezionare Elimina dati utente. Questa operazione non
interessa le mappe o gli aggiornamenti software.
• Per cancellare i dati salvati e ripristinare le impostazioni
dei dispositivi ai valori predefiniti, disconnettere il
chartplotter dalla Garmin Marine Network e selezionare
Elimina dati e ripristina impostazioni. Questa
operazione non interessa le mappe o gli aggiornamenti
software.
Condivisione e gestione dei dati
utente
È possibile condividere i dati tra dispositivi compatibili.
• È possibile condividere i dati sulla rete Garmin Marine
Network.
• È possibile condividere e gestire i dati utente utilizzando una
scheda di memoria. È necessario disporre di una scheda di
memoria installata nel dispositivo. Questo dispositivo
supporta una scheda di memoria fino a 32 GB, formattata su
FAT32.
Copiare waypoint, rotte e tracce da
HomePort a un chartplotter
Per poter copiare dati nel chartplotter, è necessario disporre
della versione più recente del programma software HomePort
nel computer e di una scheda di memoria installata nel
chartplotter.
Copiare i dati da HomePort nella scheda di memoria.
Per ulteriori informazioni, vedere il file della Guida di
HomePort.
Selezionare un tipo di file per waypoint e
rotte di terzi
È possibile importare ed esportare waypoint e rotte di dispositivi
di terzi.
1 Inserire una scheda di memoria nel lettore di carte.
2 Selezionare Informazioni > Dati utente > Trasferimento
dati > Tipo di file.
3 Selezionare GPX.
Per trasferire di nuovo i dati con i dispositivi Garmin, selezionare
il tipo di file ADM.
Condivisione e gestione dei dati utente
Copia dei dati utente da una scheda di
memoria
È possibile trasferire i dati utente da una scheda di memoria per
trasferirli da altri dispositivi. I dati utente includono waypoint,
rotte, rotte Auto Guidance, tracce e confini.
NOTA: soltanto i file dei confini con estensione .adm sono
supportati.
1 Inserire una scheda di memoria in un alloggiamento.
2 Selezionare Informazioni > Dati utente > Trasferimento
dati.
3 Se necessario, selezionare la scheda di memoria su cui
copiare i dati.
Selezionare
un'opzione:
4
• Per trasferire dati dalla scheda di memoria al chartplotter
e combinarli con i dati utente esistenti, selezionare Unisci
da scheda.
• Per trasferire dati dalla scheda di memoria al chartplotter
e sovrascrivere i dati utente esistenti, selezionare
Sostituisci da scheda.
5 Selezionare il nome del file.
Copia dei dati utente su una scheda di
memoria
È possibile salvare i dati utente su una scheda di memoria per
trasferirli su altri dispositivi. I dati utente includono waypoint,
rotte, rotte Auto Guidance, tracce e confini.
1 Inserire una scheda di memoria nel lettore di carte.
2 Selezionare Informazioni > Dati utente > Trasferimento
dati > Salva su scheda.
3 Se necessario, selezionare la scheda di memoria su cui
copiare i dati.
4 Selezionare un'opzione:
• Per creare un nuovo file,selezionare Aggiungi nuovo file
e immettere un nome.
• Per aggiungere le informazioni a un file esistente,
selezionarlo dall'elenco, quindi selezionare Salva su
scheda.
Copiare le mappe integrate in una scheda di
memoria
È possibile copiare le mappe dal chartplotter in una scheda di
memoria da utilizzare con HomePort.
1 Inserire una scheda di memoria nel lettore di carte.
2 Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sul
sistema > Copia carta incorporata.
Aggiornamento delle mappe integrate con
una scheda di memoria e Garmin Express
È possibile aggiornare le mappe integrate utilizzando Garmin
Express e una scheda di memoria.
1 Inserire una scheda di memoria nell'apposito alloggiamento
del computer.
2 Aprire l'applicazione Garmin Express.
Se l'applicazione Garmin Express non è installata sul
computer, è possibile scaricarla dal sito Web garmin.com
/express.
3 Se necessario, registrare il dispositivo (Registrazione del
dispositivo con Garmin Express, pagina 66).
4 Fare clic su Imbarcazione > Visualizza dettagli.
5 Fare clic su Scarica accanto alla mappa da aggiornare.
6 Attenersi alle istruzioni visualizzate per completare il
download.
65
7 Attendere che l'aggiornamento venga scaricato.
L'aggiornamento può richiedere molto tempo.
Al
termine del download, espellere la scheda dal computer.
8
9 Inserire la scheda di memoria nell'alloggiamento schede
(Inserire le schede di memoria, pagina 2).
10 Sul chartplotter, selezionare Impostazioni > Sistema >
Informazioni sul sistema > Aggiorna mappa incorp..
La carta aggiornata viene visualizzata sul chartplotter.
Backup dei dati su un computer
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento.
2 Selezionare Informazioni > Dati utente > Trasferimento
dati > Salva su scheda.
3 Scegliere un nome file nell'elenco o selezionare Aggiungi
4
5
6
7
nuovo file.
Selezionare Salva su scheda.
Rimuovere la scheda di memoria e inserirla in un lettore
collegato al computer.
Aprire la cartella Garmin\UserData nella scheda di memoria.
Copiare il file di backup sulla scheda e incollarlo in qualsiasi
posizione sul computer.
Ripristinare i dati salvati su un chartplotter
1 Inserire la scheda di memoria in un lettore collegato al
computer.
2 Copiare un file di backup dal computer a una scheda di
memoria, nella cartella denominata Garmin\UserData.
Inserire
una scheda di memoria nell'alloggiamento.
3
4 Selezionare Informazioni > Dati utente > Trasferimento
dati > Sostituisci da scheda.
Salvare le informazioni del sistema su una
scheda di memoria
È possibile salvare le informazioni del sistema su una scheda di
memoria, ai fini di una procedura di risoluzione dei problemi. Un
rappresentante del servizio di assistenza potrebbe richiedere di
utilizzare queste informazioni per recuperare i dati sulla rete.
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento.
2 Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sul
sistema > Dispositivi Garmin > Salva su scheda.
3 Se necessario, selezionare la scheda di memoria su cui
salvare le informazioni di sistema.
4 Rimuovere la scheda di memoria.
Appendice
Registrazione del dispositivo con Garmin
Express
NOTA: è necessario utilizzare l'app ActiveCaptain per registrare
il dispositivo (Introduzione all'app ActiveCaptain, pagina 5).
Per un'assistenza completa, eseguire subito la registrazione in
linea. Conservare in un luogo sicuro la ricevuta di acquisto
originale o la fotocopia.
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento schede
(Inserire le schede di memoria, pagina 2).
2 Attendere alcuni istanti.
Il chartplotter apre la pagina di gestione delle schede e crea
un file denominato GarminDevice.xml nella cartella Garmin
sulla scheda di memoria.
3 Rimuovere la scheda di memoria.
4 Inserire la scheda di memoria nel computer.
66
5 Sul computer, visitare il sito Web garmin.com/express.
6 Seguire le istruzioni visualizzate per scaricare, installare e
aprire l'applicazione Garmin Express.
7 Selezionare > Aggiungi dispositivo.
8 Mentre l'applicazione esegue la ricerca, selezionare Accedi
accanto a Si dispone di dispositivi o carte nautiche?
vicino alla parte inferiore dello schermo.
9 Creare o accedere al proprio account Garmin.
10 Seguire le istruzioni visualizzate per configurare
l'imbarcazione.
11 Selezionare > Aggiungi.
L'applicazione Garmin Express cerca le informazioni del
dispositivo nella scheda di memoria.
12 Selezionare Aggiungi dispositivo per registrare il
dispositivo.
Una volta completata la registrazione, l'applicazione Garmin
Express cerca ulteriori carte e aggiornamenti per il
dispositivo.
Quando si aggiungono dispositivi alla rete del chartplotter,
ripetere questa procedura per registrare i nuovi dispositivi.
Aggiornamento software
NOTA: è possibile utilizzare l'app ActiveCaptain per aggiornare
il software del dispositivo (Aggiornamento sofware con l'app
ActiveCaptain, pagina 6).
All'atto dell'installazione o aggiungendo un accessorio al sistema
esistente, potrebbe essere necessario dover aggiornare il
software del prodotto.
Questo dispositivo supporta una scheda di memoria fino a
32 GB, formattata su FAT32.
Prima di aggiornare il software è possibile verificare la versione
software installata sul dispositivo (Visualizzazione delle
informazioni sul software del sistema, pagina 60). Visitare il sito
Web garmin.com/support/software/marine.html, selezionare
Visualizza tutti i dispositivi in questo pacchetto e confrontare la
versione software installata con la versione software elencata
per il prodotto in uso.
Se la versione software sul dispositivo è precedente a quella
elencata sul sito Web, seguire la procedura per caricare il
software su una scheda di memoria (Caricamento del nuovo
software su una scheda di memoria, pagina 66), quindi
aggiornare il software del dispositivo (Aggiornamento del
software del dispositivo, pagina 67).
Caricamento del nuovo software su una scheda di
memoria
Copiare l'aggiornamento software su una scheda di memoria
con un computer che utilizza il software Windows .
NOTA: contattare l'assistenza clienti Garmin per ordinare una
scheda di aggiornamento software precaricata, nel caso in cui il
computer non disponga del software Windows.
1 Inserire una scheda di memoria nel relativo alloggiamento sul
computer.
2 Visitare il sito Web garmin.com/support/software/marine.html.
SUGGERIMENTO: è anche possibile scaricare i manuali
utente aggiornati per caricarli sul chartplotter da questa
pagina Web.
3 Selezionare Serie GPSMAP con scheda SD.
4 Selezionare Scarica accanto a Serie GPSMAP con scheda
SD.
5 Leggere e accettare i termini.
6 Selezionare Scarica.
7 Scegliere una posizione, quindi selezionare Salva.
8 Fare doppio clic sul file scaricato.
®
Appendice
Una cartella Garmin contenente l'aggiornamento software
viene creata nella posizione selezionata. Viene aperta una
finestra di dialogo al fine di fornire assistenza durante il
trasferimento dell'aggiornamento software su una scheda di
memoria.
9 Selezionare Successivo.
10 Selezionare l'unità associata alla scheda di memoria, quindi
selezionare Successivo > Fine.
Una cartella Garmin contenente l'aggiornamento software viene
creata nella scheda di memoria. Il caricamento sulla scheda di
memoria dell'aggiornamento software richiede diversi minuti.
Aggiornamento del software del dispositivo
Per aggiornare il software, è necessario utilizzare una scheda di
aggiornamento software o caricare l'ultima versione software su
una scheda di memoria (Caricamento del nuovo software su
una scheda di memoria, pagina 66).
1 Accendere il chartplotter.
2 Una volta visualizzata la schermata principale, inserire la
cartuccia d'aggiornamento del lettore cartografico.
NOTA: per poter visualizzare le istruzioni di aggiornamento
del software, è necessario avviare il dispositivo
completamente prima di inserire la scheda.
3 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
4 Attendere qualche minuto che il processo di aggiornamento
software sia completato.
5 Quando richiesto, lasciare inserita la scheda di memoria e
riavviare manualmente il chartplotter.
6 Rimuovere la scheda di memoria.
NOTA: se la cartuccia d'aggiornamento viene rimossa prima
del riavvio completo del dispositivo, l'aggiornamento software
non viene completato.
Associazione del dispositivo GRID al
chartplotter dal chartplotter
NOTA: questa procedura è valida sia per il dispositivo GRID sia
per il dispositivo GRID 20.
Prima di associare il dispositivo GRID 20 al chartplotter per
stabilire la connessione dati, è necessario fornire alimentazione
utilizzando le batterie, il cavo di alimentazione incluso o una
connessione di rete NMEA 2000.
Prima di associare il dispositivo GRID al chartplotter, è
necessario connetterlo alla Garmin Marine Network.
1 Selezionare Impostazioni > Sistema > Informazioni sulla
stazione > Associazione GRID™ > Aggiungi.
2 Selezionare un'azione:
• Sul dispositivo di comando a distanza GRID, premere
SELECT.
• Sul dispositivo di comando a distanza GRID 20, premere
e finché il telecomando non emette tre segnali
acustici.
Associazione del dispositivo GRID al chartplotter dal
dispositivo GRID
NOTA: questa funzione non è valida per il dispositivo GRID 20.
1 Sul dispositivo di comando a distanza GRID, premere il tasto
+ e HOME contemporaneamente.
Si apre una pagina di selezione su tutti i chartplotter sulla
Garmin Marine Network.
2 Ruotare la ghiera sul dispositivo di comando a distanza GRID
per evidenziare Seleziona sul chartplotter che si intende
controllare con il dispositivo di comando a distanza GRID.
3 Premere SELECT.
Appendice
Rotazione del dispositivo di comando a distanza
GRID
In alcune situazioni di installazione, è possibile ruotare
l'orientamento del dispositivo GRID.
NOTA: questa funzione non è valida per il dispositivo GRID 20.
1 Selezionare Impostazioni > Comunicazioni > Marine
Network.
2 Selezionare il dispositivo GRID.
Pulizia dello schermo
AVVISO
I detergenti a base di ammoniaca possono danneggiare il
rivestimento anti-riflesso.
Il dispositivo è rivestito con uno speciale materiale anti-riflesso,
molto sensibile a cere e prodotti abrasivi.
1 Applicare sul panno un detergente per occhiali adatto ai
rivestimenti.
2 Pulire delicatamente lo schermo con un panno morbido,
pulito e privo di lanugine.
Visualizzare le immagini su una scheda di
memoria
È possibile visualizzare le immagini salvate su una scheda di
memoria. È possibile visualizzare i file .jpg, .png e .bmp.
1 Inserire una scheda di memoria con i file immagine nel lettore
di schede.
Selezionare
Informazioni > Visualizzatore immagini.
2
3 Selezionare la cartella contenente le immagini.
4 Attendere alcuni secondi il caricamento delle immagini in
miniatura.
5 Selezionare un’immagine.
6 Utilizzare le frecce per scorrere le immagini.
7 Se necessario, selezionare Menu > Avvia presentazione.
Screenshot
È possibile acquisire una schermata qualsiasi visualizzata sul
chartplotter come file .png. È possibile trasferire la schermata
nel computer. È anche possibile visualizzare la screenshot nel
visualizzatore immagini (Visualizzare le immagini su una scheda
di memoria, pagina 67).
Acquisizione delle screenshot
1 Inserire una scheda di memoria nell'alloggiamento.
2 Selezionare Impostazioni > Preferenze > Acquisizione
schermata > Attivato.
3 Accedere alla schermata che si desidera acquisire.
4 Premere Home per almeno sei secondi.
Trasferimento delle schermate su un computer
1 Rimuovere la scheda di memoria dal chartplotter e inserirla in
un lettore di schede collegato al computer.
2 Da Windows Esplora risorse, aprire la cartella Garmin\scrn
sulla scheda di memoria.
3 Copiare un file .bmp dalla scheda e incollarlo in qualsiasi
posizione del computer.
Risoluzione dei problemi
Il dispositivo non acquisisce i segnali GPS
Se il dispositivo non acquisisce i segnali satellitari, le cause
potrebbero essere diverse. Se il dispositivo ha percorso una
lunga distanza dall'ultima volta che ha acquisito i satelliti o è
stato spento per diverse settimane o mesi, il dispositivo
67
potrebbe non essere in grado di acquisire correttamente i
satelliti.
• Accertarsi che il dispositivo stia utilizzando il software più
recente. In caso contrario, aggiornare il software del
dispositivo.
• Accertarsi che il dispositivo disponga di una visuale libera del
cielo, in modo tale che l'antenna possa ricevere il segnale
GPS. Se è installato all'interno di una cabina, deve essere
vicino a un oblò affinché riceva il segnale GPS.
Il dispositivo non si accende o continua a spegnersi
I dispositivi che si spengono in maniera discontinua o non si
accendono possono indicare un problema relativo
all'alimentazione fornita al dispositivo. Verificare questi elementi
per provare a risolvere la causa del problema di alimentazione.
• Accertarsi che la sorgente di alimentazione stia generando
energia.
È possibile controllare questa funzione in diversi modi. Ad
esempio, è possibile verificare se altri dispositivi alimentati
dalla sorgente stiano funzionando.
• Controllare il fusibile nel cavo di alimentazione.
Il fusibile deve essere collocato in un supporto incluso nel
cavo rosso del cavo di alimentazione. Verificare che sia
installato un fusibile delle dimensioni appropriate. Fare
riferimento all'etichetta sul cavo o alle istruzioni di
installazione per le dimensioni esatte del fusibile richieste.
Controllare il fusibile e verificare che vi sia ancora una
connessione al suo interno. È possibile testare il fusibile
utilizzando un multimetro. Se il fusibile è funzionante, il
multimetro legge 0 ohm.
• Verificare per accertarsi che il dispositivo riceva almeno 10 V,
tuttavia 12 V è la potenza consigliata.
Per controllare la tensione, misurare le prese femmina di
alimentazione e terra del cavo di alimentazione per il
voltaggio CC. Se il voltaggio è inferiore a 10 V, il dispositivo
non si accende.
• Se il dispositivo riceve alimentazione sufficiente ma non si
accende, contattare il supporto dei prodotti Garmin.
Il dispositivo non crea waypoint nella posizione
corretta
È possibile inserire manualmente una posizione waypoint per
trasferire e condividere dati da un dispositivo all'altro. Se è stato
inserito manualmente un waypoint mediante coordinate e la
posizione del punto non appare dove dovrebbe, il map datum e
il formato della posizione del dispositivo potrebbero non
corrispondere a quelli inizialmente utilizzati per contrassegnare il
waypoint.
Il formato della posizione è il modo in cui viene visualizzata la
posizione del ricevitore GPS. Questa viene generalmente
visualizzata come latitudine/longitudine in gradi e minuti, con
opzioni per i gradi, i minuti e i secondi, solo gradi o come uno
dei diversi formati del reticolo.
Il map datum è un modello matematico che rappresenta una
parte della superficie della Terra. Le linee di latitudine e
longitudine su una mappa cartacea si riferiscono a un map
datum specifico.
1 Individuare quale map datum e formato della posizione sono
stati utilizzati al momento della creazione del waypoint
originale.
Se il waypoint originale è stato estratto da una mappa, una
legenda sulla mappa indica il map datum e il formato della
posizione utilizzati per creare tale mappa. Generalmente la
legenda è reperibile vicino al codice della mappa.
2 Selezionare Impostazioni > Preferenze > Unità.
3 Selezionare le impostazioni del map datum e del formato
della posizione corrette.
68
4 Creare nuovamente il waypoint.
Contattare l'assistenza Garmin
• Per assistenza e informazioni, come manuali di prodotto,
domande frequenti, video e supporto clienti, visitare il sito
Web support.garmin.com.
• Negli Stati Uniti, chiamare il numero 913-397-8200 o
1-800-800-1020.
• Nel Regno Unito, chiamare il numero 0808 238 0000.
• In Europa, chiamare il numero +44 (0) 870 850 1241.
Caratteristiche tecniche
Caratteristiche tecniche di GPSMAP 7x2
Dimensioni (L×A×P)
22,4 × 14,3 × 5,4 cm (8,8 × 5,6 ×
2,1 poll.)
Dimensioni dello schermo
(L×A)
15,4 × 8,6 cm (6,1 × 3,4 poll.)
7 poll. in diagonale
Risoluzione dello schermo
WVGA, 800 × 480 pixel
Peso
0,86 kg (1,9 libbre)
Distanza di sicurezza dalla
bussola
71 cm (28 poll.)
Temperatura
Da -15 a 55 °C (da 5 a 131 °F)
Materiale
Alluminio pressofuso e plastica policarbonato
Classificazione di impermeabilità
IEC 60529 IPX7
Il dispositivo resiste all'esposizione
accidentale all'acqua fino a 1 m per 30
min. Per ulteriori informazioni, visitare il
sito Web www.garmin.com/waterrating.
Fusibile
6 A, 125 V ad azione rapida
Tensione operativa
Da 10 a 32 V cc
Consumo energetico
massimo a 10 V cc
24 W
Assorbimento di corrente
tipico a 12 V cc
1,5 A
Assorbimento di corrente
massimo a 12 V cc
2,0 A
NMEA 2000 LEN @ 9 Vdc
2
NMEA 2000 assorbimento
75 mA max
Numero massimo di waypoint 5.000
Numero massimo di rotte
100
Numero massimo di punti
traccia attivi
50.000 punti, 50 tracce salvate
Frequenza e protocolli
wireless
Tecnologie Wi‑Fi, ANT e Bluetooth
2,4 GHz @ 17,6 dBm nominal
Scheda di memoria
2 slot per schede SD ; capacità scheda
32 GB max.
Integrazione HTML
Compatibile con l'integrazione di
OneHelm™ (solo modelli Plus)
®
®
Caratteristiche tecniche di GPSMAP 9x2
Dimensioni (L×A×P)
25,6 × 16,2 × 5,2 cm (10,1 × 6,4 ×
2,1 poll.)
Dimensioni dello schermo
(L×A)
19,6 × 11,4 cm (7,7 × 4,5 poll.)
9 poll. in diagonale
Risoluzione dello schermo
WSVGA, 1024 × 600 pixel
Peso
1,14 kg (2,5 libbre)
Distanza di sicurezza dalla
bussola
76 cm (30 poll.)
Temperatura
Da -15 a 55 °C (da 5 a 131 °F)
Materiale
Alluminio pressofuso e plastica policarbonato
Appendice
Classificazione di impermeabilità
IEC 60529 IPX7
Il dispositivo resiste all'esposizione
accidentale all'acqua fino a 1 m per 30
min. Per ulteriori informazioni, visitare il
sito Web www.garmin.com/waterrating.
PGN
Descrizione
129025
Posizione: aggiornamento rapido
129026
COG e SOG: aggiornamento rapido
129029
Dati posizione GNSS
Fusibile
6 A, 125 V ad azione rapida
129283
Errore di fuori rotta
Tensione operativa
Da 10 a 32 V cc
129284
Dati navigazione
Consumo energetico
massimo a 10 V cc
27 W
129539
DOP GNSS
129540
Satelliti GNSS in vista
Assorbimento di corrente
tipico a 12 V cc
1,3 A
130060
Etichetta
Assorbimento di corrente
massimo a 12 V cc
2,3 A
130306
Dati vento
130310
Parametri ambientali (obsoleto)
NMEA 2000 LEN @ 9 Vdc
2
130311
Parametri ambientali (obsoleto)
NMEA 2000 assorbimento
75 mA max
130312
Temperatura (obsoleta)
Numero massimo di waypoint 5.000
Numero massimo di rotte
100
Numero massimo di punti
traccia attivi
50.000 punti, 50 tracce salvate
Frequenza e protocolli
wireless
Tecnologie Wi‑Fi, ANT e Bluetooth
2,4 GHz @ 17,6 dBm nominal
Scheda di memoria
2 slot per schede SD; capacità scheda
32 GB max.
Integrazione HTML
Compatibile con l'integrazione di
OneHelm (solo modelli Plus)
Trasmissione
PGN
Descrizione
126464 Funzione di gruppo elenco PGN in trasmissione e ricezione
126984 Risposta a un avviso
127497 Parametri trip: Motore
Ricezione
PGN
Descrizione
065030
Generator average basic AC quantities (GAAC)
Specifiche dei modelli di ecoscandaglio
126983
apnea in superficie
Specifica
Valore
126985
Testo di avviso
Frequenze dell'ecoscandaglio1
Tradizionale: 50/200, 77/200, 83/200 kHz
CHIRP a canale singolo: da 40 a 240 kHz
Garmin ClearVü CHIRP: 260/455/800 kHz
126987
Soglia di allarme
126988
Valore allarme
126992
Ora del sistema
Potenza di trasmissione
(RMS) dell'ecoscandaglio2
CHIRP: 1000 W
Garmin ClearVü e SideVü CHIRP: 500 W
127251
Velocità di virata
127257
Assetto
Profondità dell'ecoscandaglio3
5.000 piedi a 1 kW
127498
Parametri motore: statici
127503
Stato ingresso CA (obsoleto)
127504
Stato uscita CA (obsoleto)
127506
Stato dettagliato DC
127507
Stato caricabatterie
127509
Stato inverter
128000
Angolo di manovra
128275
Registro della distanza
129038
Rapporto posizione Classe A AIS
129039
Rapporto posizione Classe B AIS
129040
Rapporto posizione esteso Classe B AIS
129044
Datum
129285
Navigazione: Informazioni waypoint/rotta
129794
Dati statici e relativi alla navigazione Classe A AIS
129798
Rapporto posizione velivolo SAR AIS
129799
Frequenza/Modalità/Alimentazione radio
129802
Messaggi AIS per trasmissioni correlate alla sicurezza
129808
Informazioni sulle chiamate DSC
129809
Rapporto dati statici "CS" Classe B AIS, parte A
129810
Rapporto dati statici "CS" Classe B AIS, parte B
130313
Umidità
130314
Pressione effettiva
130316
Temperatura: Gamma estesa
130576
Stato calibrazione trim
130577
Dati sulla direzione
Informazioni su NMEA 2000 PGN
Trasmissione e ricezione
PGN
Descrizione
059392
Riconoscimento ISO
059904
Richiesta ISO
060160
Protocollo di trasporto ISO: Trasferimento dati
060416
Protocollo di trasporto ISO: Gestione delle connessioni
060928
Indirizzo ISO richiesto
065240
Indirizzo richiesto
126208
Richiesta funzione di gruppo
126996
Informazioni sul prodotto
126998
Informazioni sulla configurazione
127237
Controllo direzione/traccia
127245
Timone
127250
Direzione imbarcazione
127258
Varianza magnetica
127488
Parametri motore: aggiornamento rapido
127489
Parametri motore: dinamici
127493
Parametri trasmissione: dinamici
127505
Livello fluidi
127508
Stato della batteria
128259
Velocità: velocità sull'acqua
128267
Profondità dell'acqua
1
2
3
A seconda del trasduttore.
Dipende dalla profondità e dalla classificazione del trasduttore.
Dipende dal trasduttore, dal grado di salinità dell'acqua, dal tipo di fondale e da altre condizioni dell'acqua.
Appendice
69
Informazioni su NMEA 0183
Trasmissione
Frase
Descrizione
GPAPB APB: controller direzione/traccia (pilota automatico) frase "B"
GPBOD BOD: rilevamento (da origine a destinazione)
GPBWC BWC: rilevamento e distanza da waypoint
GPGGA GGA: dati correzione GPS (Global Positioning System)
GPGLL
GLL: posizione geografica (latitudine e longitudine)
GPGSA GSA: GNSS DOP e satelliti attivi
GPGSV GSV: satelliti GNSS in vista
GPRMB RMB: informazioni di navigazione minime consigliate
GPRMC RMC: dati minimi consigliati specifica GNSS
GPRTE RTE: percorsi
GPVTG VTG: COG e SOG
GPWPL WPL: posizione del waypoint
GPXTE
XTE: errore di fuori rotta
PGRME E: errore previsto
PGRMM M: map datum
PGRMZ Z: quota
SDDBT
DBT: profondità al di sotto del trasduttore
SDDPT
DPT: profondità
SDMTW MTW: temperatura dell'acqua
SDVHW VHW: velocità sull'acqua e direzione
Ricezione
Frase
Descrizione
DPT
Profondità
DBT
Profondità al di sotto del trasduttore
MTW
Temperatura acqua
VHW
Velocità su acqua e direzione
WPL
Posizione del waypoint
DSC
Informazioni DSC (Digital Selective Calling)
DSE
Expanded Digital Selective Calling
HDG
Direzione, deviazione e variazione
HDM
Direzione magnetica
MWD
Direzione e velocità del vento
MDA
Composita meteorologica
MWV
Velocità e angolazione del vento
VDM
Messaggio collegamento dati VHF AIS
Le informazioni complete sul formato e le frasi National Marine
Electronics Association (NMEA) sono acquistabili presso:
NMEA, Seven Riggs Avenue, Severna Park, MD 21146 USA
(www.nmea.org)
70
Appendice
Indice
A
acqua
offset temperatura 64
registro temperature 49
velocità 64
ActiveCaptain 5
aggiornamento cartografie 6
aggiornamento del software 6
quickdraw 15
Smart Notification 5, 6
aggiornamenti, software 66, 67
aggiornamento
cartografie 6
software 6
AIS 10–13
ATON 11
attivazione 64
definire un target 11, 12
dispositivo per le segnalazioni di
emergenza 12
pericolosi 11, 37
radar 37
SART 12
aiuto. Vedere servizio di assistenza
allarme ancora che ara 62
allarme arrivo 62
allarme collisione 11, 64
allarme fuori rotta 62
allarme zona sicura da collisione 11, 64
allarmi 62
ancora che ara 62
arrivo 62
carburante 48, 63
collisione 64
fuori rotta 62
indicatori 47
meteo 63
motore 47
navigazione 62
allarmi di navigazione 62
altezza sicura 61
altre imbarcazioni
AIS 13
tracce 13
AM 52
ancoraggio 62
aree di portata 12
assistenza. Vedere servizio di assistenza
associazione GRID 60, 67
ausili navigazione 11
Auto Guidance 16, 17, 20, 61
distanza da linea costiera 21, 61
rotte 20
autopilota 25, 40–43
attivazione 41
incremento correzione della direzione 41
percorsi impostati 42
percorso a zigzag 42
percorso circolare 42
percorso inverti rotta 42
Percorso Manovra di Williamson 42
percorso orbita 42
percorso ricerca 42
percorso trifoglio 42
regolazione della direzione 41, 42
riduzione dell'attività del timone 41
Shadow Drive 41
avvisi 23
acque profonde 31, 62
allarme di minima 31, 62
collisione 11
ecoscandaglio 31, 62
temperatura dell'acqua 31, 62
B
barca a motore 4, 23
barra overlay 44
Indice
batteria, gestione 49
bersagli sospesi 14
blocco, schermo 1
bussola
barra dati 4
rosa dei venti 13
DSC (Digital Selective Calling) 45
attivazione 45, 64
canali 46
chiamata singola 46
contatti 45
C
EBL 38
misurazione 38
visualizzazione 38
ecoscandaglio 25, 26, 29, 32
a-scope 31, 33
aspetto 31
avvisi 31, 62
bersagli sospesi 31
blocca fondale 30
colore guadagno 29
condivisione 28, 29
cono 14
disturbo 29
frequenze 32
FrontVü 28
Garmin ClearVü 26
guadagno 29
interferenza 31
misurazione delle distanze 27
numeri 4
pagine 26
Panoptix 27, 28, 33, 34
profondità 30
registrazione 29, 30
rifiuto colori 31
rumore superficie 31
scala di profondità 30
SideVü 26
sorgente 28, 29
velocità di scorrimento 30
visualizzazioni 26
waypoint 29
whiteline 31
zoom 30
EGNOS 60
eliminazione, tutti i dati utente 23
EPIRB 12
campi 16
capacità carburante 48
carta di navigazione 8, 10, 17, 56
ATON 11
MARPA 13
punti servizi nautici 17
radar overlay 35
tracce imbarcazione 13, 46
cartografia
impostazioni 13, 14
livelli 13, 14
cartografie 8, 10, 13, 15
aggiornamento 6
aspetto 12–14
dettagli 9
impostazioni 12
livelli 12, 13
misurazione della distanza 8
navigazione 8–10
pesca 8
quickdraw 15, 16
radar 14
simboli 8
cartografie premium 9, 10
Fish Eye 3D 9, 14
foto aeree 10
Indicatori di marea e corrente 10
chiamata di emergenza 45
circuiti 50
combinazioni 3, 4
condivisione dei dati 65
confini
collegamento a un layout SmartMode 23
copia 65
visualizzazione 13
connettori 1
controllo remoto 7, 43
disconnessione 7
correnti animate, maree 10
Crea rotta 16, 17
D
DAB 52, 53
dati
backup 66
copia 65
gestione 65
dati utente, eliminazione 23
definire un target 37
destinazioni
carta di navigazione 17
selezione 17
digital switching 50
direzione 41
linea 13, 25
mantenimento direzione 25
regolazione 41
Shadow Drive 41
tenuta 41
disattivato 5
dispositivi wireless 7, 49, 58, 59
collegamento a un dispositivo wireless 5
configurazione della rete 7
connessione di un dispositivo wireless 7, 8
dispositivo
pulizia 67
registrazione 66
dispositivo per le segnalazioni di emergenza
12
distanza da linea costiera 21, 61
DSC. Vedere DSC (Digital Selective Calling)
E
F
finestra navigazione 4
Fish Eye 3D 9
bersagli sospesi 14
cono ecoscandaglio 14
tracce 14
fishfinder. Vedere ecoscandaglio
FM 52
foto, aeree 10
foto aeree 10
fotocamera 59
configurazione 57
controllo 58, 59
posizione iniziale 57
standby 57
fotocamera VIRB 59
FUSION PartyBus 51
G
Garmin ClearVü 26
Garmin Marine Network 62
gestione avvisi, messaggi 51
Gestione avvisi, messaggi 51
GLONASS 60
GPS 67
EGNOS 60
GLONASS 60
origine 2
segnali 2
WAAS 60
grafici
angolo vento 49
configurazione 49
pressione atmosferica 49
profondità 49
71
temperatura aria 49
temperatura dell'acqua 49
velocità vento 49
grafico angolo vento 49
grafico velocità vento 49
GRID 67
I
ID Unità 60
imbarcazione a vela 4, 23
immagini 3, 67
immagini satellitari 10
impostazioni 16, 59–61
informazioni sul sistema 60
pagina radar 40
impostazioni predefinite 65
stazioni 4
indicatori 46, 48
allarmi di stato 47
carburante 46, 48
limiti 46
motore 46, 47
vento 48, 49
viaggio 49
indicatori carburante 46, 48
allarme di stato 48, 63
sincronizzazione con il carburante effettivo
48
indicatori motore 46, 47
allarmi di stato 47
configurazione 47
indicatori navigazione a vela 48
indicatori relativi al vento 48, 49
indicatori viaggio 49
informazioni astronomiche 50
informazioni sul sistema 60, 66
inReach 49
messaggi 50
J
joystick 67
meteo 54, 55
abbonamento 54, 56
allarmi 63
cartografie 14, 54
condizioni mare 55
informazioni sull'onda 55
overlay 56
pesca 55
precipitazioni 54
pressione di superficie 55
previsione 54–56
temperatura dell'acqua 55, 56
trasmissioni 54
venti 55
visibilità 56
Mie Posizioni 3
misurazione della distanza 27
cartografie 8
MOB, dispositivo 12
modo colore 5
motore 47, 48
avvisi 47
condizioni 47
N
navaid 9
navigazione a vela 23
linea di partenza 23
race timer 23, 24
navigazione a velalinea di partenza 23
NMEA 0183 45, 62
NMEA 2000 45, 62
notifiche 5, 6
O
offset, fronte imbarcazione 40
offset chiglia 24, 63
ombreggiatura profondità 13, 14
orologio 62
allarme 62
overlay dati 4
L
P
layout SmartMode, collegamento a un confine
23
lettore multimediale 51–54. Vedere lettore
multimediale
canale memorizzato 57
canale predefinito 52, 57
DAB 52
FUSION-Link 51
modalità di ricerca 52
nome dispositivo 54
radio 53
Radio satellitare SiriusXM 53
regione di sintonizzazione 52
ricerca alfabetica 51
ripetizione 51
riproduzione casuale 51
silenzioso 51
sorgente 51
stereo 51
VHF 52
zone 51
lettore musicale 54
linea di confine 22, 23
linee di confine 22
lingua 59, 60
Panoptix 34
percorsi, copia 65
Perspective 3D 56
porte 1
posizione, calcolo 45
Precisione GPS 62
preselezioni 4, 52, 53
DAB 53
profondità sicura 61
M
mantenimento vento 24, 25
regolazione 25
mappa pesca 8, 56
mappe 15, 65. Vedere cartografie
mappe dettagliate 65
MARPA
carta di navigazione 13
definire un target 37
oggetto contrassegnato 37
pericolosi 11, 37
messaggi 49
72
Q
quickdraw 15, 16
R
radar 35–38, 40
AIS 37
aree di portata 40
bird mode 38
campo visivo 40
disturbi 39
echo trails 38
guadagno 38
MARPA 11
offset antenna personalizzato 40
ottimizzazione visualizzazione 39
overlay 14
pagina overlay 35, 36
scala 36
schema colori 40
scostamento parte anteriore imbarcazione
40
sorgente 40
tracce 38
trasmissione 36
trasmissione temporizzata 36
waypoint 40
zona di guardia 37
radar overlay 35
radio 52
AM 52
FM 52
SiriusXM 53
Radio satellitare 52
Radio satellitare SiriusXM 53
radio VHF 45
canale DSC 46
chiamata a bersaglio AIS 46
chiamata singola 46
chiamate di emergenza 45
rapporti boe 56
rapporto posizione 45, 46
registrazione del dispositivo 66
registrazione del prodotto 66
registro eventi 60
registro profondità 49
registro temperature 49
reimposta 65
reimpostazione
impostazioni 53
layout stazioni 4
retroilluminazione 4, 7
ricevitore, GPS 2
ripristino 65
risoluzione dei problemi 67, 68
rotte 17, 19, 22
copia 65
creazione 19, 20
eliminazione 20
modifica 19
navigazione 19
seguire parallelamente 19
visualizzazione elenco 19
waypoint 65
S
sailing 13, 24, 25
salva posizione 18
SART 12
sblocco, schermo 1
scelte rapide 44
scheda di memoria 65, 66
installazione 2
mappe dettagliate 65
slot 1
schermata principale 2
personalizzazione 3
schermate, acquisizione 67
schermo
blocco 1
luminosità 4
sblocco 1
scostamento, fronte imbarcazione 40
screenshot 67
acquisizione 67
segnali satellitare, acquisizione 2
sensore vento 7
sensori del livello serbatoio 48
servizi nautici 17
servizio di assistenza 2, 68
Servizio di assistenza Garmin. Vedere servizio
di assistenza
sfondo 3
Shadow Drive, attivazione 41
SideVü 26
simboli 11
SiriusXM 52, 54
Radio satellitare 53
Smart Notification 5, 6
smartwatch, marine 42
software
aggiornamenti 54, 66
aggiornamento 6, 66, 67
sorgente dati preferita 40, 41
SOS 18, 45
stazioni 2
modifica della stazione 60
ordinare gli schermi 60
personalizzare la schermata principale 3
Indice
ripristino del layout 4, 60
stazioni correnti 50
indicatori 10
stazioni di marea 10, 50
indicatori 10
stazioni maree 50
strambata. Vedere virata e strambata
T
tastiera 60
tasto di accensione 1, 5
tecnologia Wi‑Fi 7
touchscreen 1
tracce 21, 22
cancellazione 22
copia 65
elenco 21
eliminazione 22
modifica 21
navigazione 22
registrazione 22
salvataggio 21
salvataggio come rotta 22
visualizzazione 13, 21
tracce imbarcazione 13, 46
trasduttore 25, 28, 32, 34
trolling motor 43, 44
bussola 44
offset prua 44
trolling motor Force 43, 44
U
unità di misura 60
uomo a mare 18, 42, 45
V
Vai a 17
vento, rosa dei venti 13
video 56–59
configurazione 56–58
sorgente 56, 57
visualizzazione 56, 57
videocamera
controllo 57, 59
pausa 57
virata e strambata 25
mantenimento direzione 25
mantenimento vento 24
vista posteriore 1
visualizzatore manuali 2
voltaggio 62
VRM 38
misurazione 38
visualizzazione 38
W
WAAS 60
Warning Manager 51
waypoint 18, 68
copia 65
creazione 9, 18
ecoscandaglio 29
eliminazione 19
imbarcazione agganciata 45
modifica 18
navigazione verso 18
proiezione 18
uomo a mare 18
visualizzazione 13
visualizzazione elenco 18
Wi‑Fi 5
Z
zoom
cartografia 8
ecoscandaglio 30
Indice
73
support.garmin.com
Luglio 2019
190-02141-10_0B
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising