Garmin | GHP Reactor™ Hydraulic Autopilot | Garmin GHP Reactor™ Hydraulic Autopilot Istruzioni di installazione

Garmin GHP Reactor™ Hydraulic Autopilot Istruzioni di installazione
Strumenti necessari per l'installazione
GHP™ Reactor Idraulico
Istruzioni di installazione
Informazioni importanti sulla sicurezza
ATTENZIONE
Per avvisi sul prodotto e altre informazioni importanti, consultare
la guida Informazioni importanti sulla sicurezza e sul prodotto
inclusa nella confezione.
Ogni utente è responsabile della navigazione sicura della
propria imbarcazione. L'autopilota è uno strumento in grado di
migliorare le capacità di navigazione con l'imbarcazione, ma non
esime l'utente dalla responsabilità della navigazione della
propria imbarcazione. Durante la navigazione, evitare le zone
pericolose e non lasciare mai il timone.
Tenersi sempre pronti a riprendere il controllo manuale del
timone dell'imbarcazione in modo tempestivo.
Apprendere le modalità d'uso dell'autopilota in acque calme e
tranquille.
Usare cautela durante l'uso dell'autopilota vicino a moli, scogli e
altre imbarcazioni.
AVVISO
Quando in uso, fare attenzione a non toccare il motore e i
componenti del solenoide, né le parti in movimento per non
rischiare di restare incastrati.
L'installazione e la manutenzione di questa apparecchiatura
effettuate non in conformità a queste istruzioni possono causare
danni o lesioni.
AVVERTENZA
Per evitare danni all'imbarcazione, l'autopilota deve essere
installato da personale qualificato. Per una corretta installazione
è necessaria una conoscenza dei componenti del sistema
idraulico e dei sistemi elettrici in ambiente nautico.
Preparazione all'installazione
L'autopilota è composto da vari componenti. Consultare le
istruzioni di montaggio e collegamento di tutti i componenti
prima di iniziare l'installazione. Per installare correttamente il
prodotto sull'imbarcazione, è necessario conoscere il cablaggio
dei vari componenti.
È possibile consultare gli schemi di collegamento (Collegamenti
alimentazione e dati) per comprendere meglio al le indicazioni di
montaggio e collegamento.
Disporre tutti i componenti sull'imbarcazione quando si pianifica
l'installazione per accertarsi che i cavi raggiungano ciascun
componente. Se necessario, sono disponibili delle prolunghe
(vendute separatamente) per i diversi componenti presso il
rivenditore Garmin o sul sito Web www.garmin.com.
Ai fini della registrazione e della garanzia inserire e registrare il
numero di serie di ciascun componente.
®
Maggio 2015
•
•
•
•
Occhiali di sicurezza
Trapano e punte da trapano
Chiavi inglesi
Punta con fresa a tazza da 90 mm (3,5 poll.) o una taglierina
rotativa
• Pinze tagliafili/spelacavi
• Cacciaviti
• Fascette
• Connettori Waterproof e termorestringente
• Sigillante marino
• Spray antiossidante
• Bussola portatile (per verificare la presenza di campi
magnetici)
• Tubo idraulico con raccordi crimpati o sostituibili di almeno
6895 kPa (1000 lbf/poll.)2
• Raccordi idraulici a T
• Valvole di non ritorno
• Olio idraulico
• Sigillante per filettatura
• Attrezzatura per lo spurgo del sistema idraulico
• Lubrificante antigrippaggio (opzionale)
NOTA: le viti di montaggio vengono fornite per i componenti
principali del sistema autopilota. Se le viti fornite non sono
adatte alla superficie di montaggio, è necessario procurarsi le
viti appropriate.
Considerazioni sull'installazione ed i collegamenti
I componenti del pilota automatico vengono collegati tra loro e
all'alimentazione mediante i cavi in dotazione. Prima di
effettuare qualsiasi operazione di montaggio o collegamento,
assicurarsi che i cavi dedicati raggiungano ciascun componente
e siano installati nella corretta posizione.
Indicazioni di montaggio dell'unità di controllo
AVVERTENZA
Non installare il dispositivo in una posizione soggetta a
temperature o condizioni estreme. L'intervallo di temperature per
il dispositivo è indicato nelle specifiche del prodotto.
L'esposizione prolungata a temperature che superano l'intervallo
di temperature specificato, in condizioni di stoccaggio o di
operatività, può causare danni al dispositivo. I danni e le
conseguenze correlate all'esposizione a temperature estreme
non sono coperti dalla garanzia.
La superficie di installazione deve essere piana per evitare
danni al dispositivo una volta installato.
Con la minuteria e la dima in dotazione, è possibile installare a
incasso il dispositivo nella dashboard. Per installare il dispositivo
impiegando un metodo alternativo di montaggio a filo, è
necessario acquistare l'apposito kit (installazione da parte di un
tecnico consigliata) dal proprio rivenditore Garmin.
Scegliere la posizione di montaggio tenendo presente quanto
segue.
• Il dispositivo deve essere installato in linea con lo sguardo o
sotto la linea dello sguardo, per fornire una visione ottimale
durante la navigazione.
• La posizione scelta deve permettere un facile accesso ai tasti
del dispositivo.
• Assicurarsi che la superficie di montaggio sia
sufficientemente robusta da sostenere il peso del dispositivo
e che lo protegga da eccessive vibrazioni o urti.
Stampato a Taiwan
190-01768-71_0B
• Per evitare interferenze con una bussola magnetica,
installare il dispositivo rispettando la distanza di sicurezza
dalla bussola indicata nelle specifiche del prodotto.
• La posizione scelta deve permettere il passaggio e la
connessione dei cavi necessari.
Collegare l'unità di controllo
• L'unità di controllo del pilota deve essere collegata alla rete
NMEA 2000 .
• È possibile collegare dispositivi NMEA 0183, come ad
esempio un sensore vento, un sensore della velocità o
dispositivi GPS all'unità di controllo dell'autopilota utilizzando
un cavo dati (Connessioni NMEA 0183).
®
®
Come installare e collegare la CCU
• La CCU è il sensore principale del sistema autopilota GHP
Reactor Idraulico. Per ottenere prestazioni ottimali,
considerare quanto segue nella scelta della posizione
d'installazione.
◦ Utilizzare una bussola portatile per verificare l'assenza di
interferenze magnetiche nell'area in cui deve essere
installata la CCU.
Se l'ago su una bussola portatile si sposta quando la si
utilizza nella posizione di installazione della CCU, è
presente un'interferenza magnetica. Scegliere un'altra
posizione e riprovare.
◦ La CCU deve essere installata su una superficie rigida per
ottenere prestazioni ottimali.
◦ Sebbene sia possibile installare la CCU con qualsiasi
orientamento, è possibile evitare la procedura di
impostazione del Nord, rispettando tutte le seguenti
istruzioni quando si sceglie la posizione di installazione
(opzionale).
◦ I connettori sulla CCU devono puntare verso la prua.
◦ La base della CCU deve essere allineata all'asse di
rotazione e inclinazione dell'imbarcazione.
◦ La CCU deve essere posizionata al centro
dell'imbarcazione, leggermente spostata verso prua.
• Il cavo della CCU da 5 m (16 piedi) collega la CCU all'ECU.
◦ Qualora non fosse possibile installare la CCU entro 5 m
(16 piedi) dall'ECU sono disponibili delle prolunghe presso
i rivenditori autorizzati Garmin locali o all'indirizzo
www.garmin.com.
◦ Il cavo non deve essere tagliato.
Trovare la posizione di installazione ottimale
1 Creare un elenco di tutte le posizioni di installazione ideali
per la CCU in cui non sia presente ferro, magneti o cavi ad
alta tensione entro 60 cm (2 piedi).
Un magnete di grandi dimensioni, ad esempio il magnete di
un subwoofer-altoparlante deve rimanere a una distanza
minima di 1,5 m (5 piedi) da tali posizioni.
2 Individuare il centro di rotazione dell'imbarcazione e misurare
la distanza tra il centro di rotazione e ciascuna delle superfici
di installazione ideali elencante nel passaggio 1.
3 Selezionare la posizione più vicina al baricentro.
Se più di una posizione si trova all'incirca alla stessa distanza
dal baricentro, selezionare la posizione che meglio si adatta
alle seguenti istruzioni.
• La posizione ottimale è quella più vicina alla linea centrale
dell'imbarcazione.
• La posizione ottimale è più in basso nell'imbarcazione.
• La posizione ottimale è leggermente spostata verso prua.
Come installare e collegare l'ECU
• Installare l'unita ECU su di una superficie piana, rivolta verso
una direzione qualsiasi.
2
• Le viti per l'installazione sono incluse con l'unità ECU, ma
potrebbe essere necessario utilizzare viti differenti se quelle
fornite non sono adatte alla superficie.
• L'ECU deve essere posizionata a una distanza massima di
0,5 m (19 poll.) dalla pompa.
◦ I cavi che collegano l'ECU alla pompa non possono
essere prolungati.
• Installare l'ECU in una posizione protetta e asciutta.
• Il cavo di alimentazione dell'ECU si collega alla batteria
dell'imbarcazione e può essere prolungato se necessario
(Prolunghe per il cavo di alimentazione).
Informazioni sull'installazione di Shadow Drive™
NOTA: lo Shadow Drive è un sensore che si installa nella
timoneria idraulica dell'imbarcazione. Rileva quando viene preso
il controllo manuale del timone e sospende il controllo
dell'autopilota dell'imbarcazione.
• È necessario montare Shadow Drive il più possibile in
posizione orizzontale con i cavi fascettati.
• È necessario montare Shadow Drive ad almeno 305 mm
(12 poll.) da materiali o dispositivi ferromagnetici, come
altoparlanti o motori elettrici.
• È necessario montare Shadow Drive più vicino al timone che
alla pompa.
• È necessario montare Shadow Drive più in basso rispetto al
timone, ma più in alto della pompa.
• Shadow Drive non deve essere collegato direttamente sul
raccordo situato sulla parte posteriore del timone. È
necessario collegare il raccordo in corrispondenza del timone
e Shadow Drive con un tubo di lunghezza appropriata.
• Shadow Drive non deve essere collegato direttamente a un
connettore a T nella tubatura idraulica. È necessario
collegare il connettore a T e Shadow Drive con un tubo di
lunghezza appropriata.
• In un'installazione con un singolo timone, non montare un
connettore a T tra il timone e Shadow Drive.
• In un'installazione a doppio timone, montare Shadow Drive
tra la pompa e il connettore a T che collega la parte superiore
e inferiore del timone, più vicino al timone che al connettore a
T.
• È necessario installare Shadow Drive indistintamente a dritta
o a sinistra.
Shadow Drive non deve essere installato né sulla mandata di
ritorno né sulla linea di alta pressione, se applicabile.
Come installare e collegare l'allarme
• Installare l'allarme vicino alla plancia di comando.
• È possibile installare l'allarme sotto il cruscotto.
• Se necessario, è possibile prolungare i cavi dell'allarme
mediante un cavo 28 AWG (0,08 mm2).
Informazioni sul collegamento di NMEA 2000
• È necessario collegare sia la CCU che l'unità di controllo a
una rete NMEA 2000.
• Se l'imbarcazione non è ancora dotata di una rete NMEA
2000, è possibile configurarne una utilizzando i cavi e i
connettori NMEA 2000 inclusi (Configurazione di una rete
NMEA 2000 di base per l'autopilota).
• Per usufruire delle funzioni avanzate dell'autopilota, è
possibile collegare dispositivi opzionali NMEA 2000, ad
esempio un sensore vento, un sensore della velocità o un
dispositivo GPS, alla rete NMEA 2000.
Collegamenti alimentazione e dati
ATTENZIONE
Quando si collega il cavo di alimentazione, non rimuovere il
portafusibili. Per evitare possibili lesioni o danni al prodotto
dovuti a incendio o surriscaldamento, è necessario che il fusibile
appropriato sia installato come indicato nelle specifiche del
prodotto. Inoltre, il collegamento del cavo di alimentazione
senza che sia installato il fusibile appropriato invaliderà la
garanzia del prodotto.
Elemento Descrizione
Indicazioni importanti
Ç
Cavo dell'unità
CCU
Per prolungare questo cavo e
raggiungere l'ECU, potrebbero essere
necessarie delle prolunghe (vendute
separatamente) (Come installare e
collegare la CCU).
Questo cavo viene utilizzato per il
collegamento all'allarme e a Shadow
Drive.
È
Pompa
Questo diagramma mostra
esclusivamente i collegamenti elettrici per
la pompa (venduta separatamente).
Istruzioni di installazione dettagliate sono
incluse con la pompa.
É
Allarme
L'allarme fornisce avvisi acustici
dell'autopilota e deve essere installato
vicino al timone (Installare l'allarme).
Shadow Drive
Shadow Drive deve essere installato nelle
tubature del sistema idraulico e collegato
al cavo della CCU (Installazione dello
Shadow Drive).
Disposizione dei prodotti
Schema di collegamento per singola stazione
Elemento Descrizione
À
Á
Â
Ã
Ä
Å
Æ
Indicazioni importanti
Unità di
controllo
Cavo dati
dell'unità di
controllo
Cavo di
alimentazione
NMEA 2000
Rete NMEA
2000
Installare questo cavo solo se al pilota
automatico sono collegati dispositivi
NMEA 0183 facoltativi, come ad esempio
un sensore del vento, un sensore della
velocità o un dispositivo GPS
(Connessioni NMEA 0183).
Installare il cavo solo se si sta
configurando una rete NMEA 2000. Non
installare questo cavo se è già presente
una rete NMEA 2000 nell'imbarcazione.
È necessario che il cavo di alimentazione
NMEA 2000 sia collegato a una fonte di
alimentazione da 9-16 V cc.
L'unità di controllo e la CCU devono
essere collegate a una rete NMEA 2000
mediante i connettori a T in dotazione
(Informazioni sul collegamento di NMEA
2000).
Se l'imbarcazione non è dotata di una
rete NMEA 2000, è possibile crearne una
mediante i cavi e i connettori forniti
(Configurazione di una rete NMEA 2000
di base per l'autopilota).
NOTA: questo schema va consultato solo in fase di
pianificazione. Se necessario, consultare le istruzioni di
installazione di ogni singolo componente.
Le connessioni idrauliche non vengono mostrate in questo
schema.
Elemento Descrizione
À
Á
Â
Ã
ECU
Indicazioni importanti
Unità di
controllo
Pompa
ECU
Batteria da 12
a 24 V cc
L'ECU deve essere collegata ad
un'alimentazione da 12 a 24 V cc. Per
prolungare il cavo, utilizzare la sezione
cavi corretta (Prolunghe per il cavo di
alimentazione).
È necessario che il cavo di alimentazione
NMEA 2000 sia collegato a una fonte di
alimentazione da 9-16 V cc.
CCU
La CCU può essere installata in una
posizione non sommersa vicino al centro
dell'imbarcazione, in qualsiasi
orientamento (Come installare e collegare
la CCU).
La CCU deve essere posizionata lontano
da fonti di interferenza magnetica.
Ä
CCU
La CCU può essere installata in una
posizione non sommersa vicino al centro
dell'imbarcazione, in qualsiasi
orientamento (Come installare e collegare
la CCU).
La CCU deve essere posizionata lontano
da fonti di interferenza magnetica.
Cavo di
alimentazione
dell'unità ECU
L'ECU deve essere collegata ad
un'alimentazione da 12 a 24 V cc. Per
prolungare il cavo, utilizzare la sezione
cavi corretta (Prolunghe per il cavo di
alimentazione).
Å
Rete NMEA
2000
L'unità di controllo e la CCU devono
essere collegate a una rete NMEA 2000
mediante i connettori a T in dotazione
(Informazioni sul collegamento di NMEA
2000).
Se l'imbarcazione non è dotata di una rete
NMEA 2000, è possibile crearne una
mediante i cavi e i connettori forniti
(Configurazione di una rete NMEA 2000 di
base per l'autopilota).
3
Installare una doppia stazione
della velocità o un dispositivo GPS, alla rete NMEA 2000 oppure
all'unità di controllo del pilota tramite NMEA 0183.
Installare l'unità di controllo
NOTA: questo schema va consultato solo in fase di
pianificazione. Se necessario, consultare le istruzioni di
installazione di ogni singolo componente.
Le connessioni idrauliche non vengono mostrate in questo
schema.
Elemento Descrizione
À
Unità di
controllo
Á
Batteria da 12
a 24 V cc
Â
Ã
Ä
Å
Indicazioni importanti
L'ECU deve essere collegata ad
un'alimentazione da 12 a 24 V cc. Per
prolungare il cavo, utilizzare la sezione
cavi corretta (Prolunghe per il cavo di
alimentazione).
È necessario che il cavo di alimentazione
NMEA 2000 sia collegato a una fonte di
alimentazione da 9-16 V cc.
Pompa
ECU
Rete NMEA
2000
L'unità di controllo e la CCU devono
essere collegate a una rete NMEA 2000
mediante i connettori a T in dotazione
(Informazioni sul collegamento di NMEA
2000).
Se l'imbarcazione non è dotata di una rete
NMEA 2000, è possibile crearne una
mediante i cavi e i connettori forniti
(Configurazione di una rete NMEA 2000 di
base per l'autopilota).
CCU
La CCU può essere installata in una
posizione non sommersa vicino al centro
dell'imbarcazione, in qualsiasi
orientamento (Come installare e collegare
la CCU).
La CCU deve essere posizionata lontano
da fonti di interferenza magnetica.
Procedure di installazione
AVVISO
Durante le operazioni di foratura, taglio o carteggiatura,
indossare degli occhiali protettivi, una maschera antipolvere e
un'adeguata protezione per l'udito.
AVVERTENZA
Prima di effettuare fori o tagli verificare l'eventuale presenza di
oggetti nel lato opposto della superficie da tagliare.
Una volta pianificata l'installazione dell'autopilota e del relativo
cablaggio è possibile procedere con l'installazione dei suoi
componenti.
Installare l'unità di controllo
L'unità di controllo del pilota automatico deve essere installata
ad incasso nel cruscotto vicino al timone e collegata ad una rete
NMEA 2000.
Per usufruire delle funzioni avanzate del pilota automatico è
possibile collegare dispositivi compatibili con NMEA 2000 o
NMEA 0183, come ad esempio un sensore vento, un sensore
4
AVVERTENZA
Se si installa il dispositivo su fibra di vetro, per praticare i quattro
fori guida, si consiglia di utilizzare una punta fresatrice per
praticare una svasatura attraverso lo strato di resina. In questo
modo è possibile evitare crepe prodotte dal serraggio delle viti
nello strato di resina.
Le viti in acciaio inossidabile possono bloccarsi se vengono
avvitate e serrate più del necessario all'interno della fibra di
vetro. Garmin raccomanda di applicare alle viti un lubrificante
antigrippaggio prima dell'installazione.
Prima di installare l'unità di controllo è necessario scegliere una
posizione di installazione (Indicazioni di montaggio dell'unità di
controllo).
1 Rifinire la dima per il montaggio a incasso e accertarsi che
sia idonea per la posizione di installazione selezionata.
Nella confezione dell'unità di controllo è inclusa una dima per
il montaggio a incasso.
2 Fissare la dima nella posizione di installazione selezionata.
3 Per praticare il foro con una taglierina rotativa invece che con
una punta con fresa a tazza da 90 mm (3,5 poll.), utilizzare
una punta da trapano da 10 mm (3/8 poll.) e praticare un foro
di riferimento come indicato sulla dima per iniziare a tagliare
la superficie di installazione.
4 Utilizzando una punta con fresa a tazza o una taglierina
rotativa, tagliare la superficie di installazione seguendo
l'interno della linea tracciata sulla dima.
5 Se necessario, utilizzare una lima e della carta abrasiva per
rifinire le dimensioni del foro.
6 Posizionare l'unità di controllo nel foro per verificare che i
quattro punti di montaggio siano posizionati correttamente.
7 Se i quattro fori di montaggio non sono corretti,
contrassegnarli nuovamente nella giusta posizione.
8 Rimuovere l'unità di controllo dal foro.
9 Praticare i quattro fori di riferimento da 2,8 mm (7/64 poll.).
Se si installa l'unità di controllo su di una superficie di
vetroresina è necessario utilizzare una punta fresatrice come
indicato nell'avvertenza.
10 Rimuovere la dima.
11 Inserire la guarnizione sulla parte posteriore del dispositivo.
È possibile applicare del sigillante marino intorno alla
guarnizione per impedire fuoriuscite dalla console
(opzionale).
12 Posizionare l'unità di controllo nel foro.
13 Fissare saldamente l'unità di controllo alla superficie di
montaggio utilizzando le viti fornite.
Se si installa l'unità di controllo su di una superficie di
vetroresina è necessario utilizzare un lubrificante
antigrippaggio come indicato nell'avvertenza.
14 Far scattare la ghiera decorativa À in posizione.
Installazione dell'unità CCU
1 Stabilire la posizione d'installazione.
2 Utilizzando la CCU come dima, segnare la posizione dei due
fori di riferimento sulla superficie di installazione.
3 Con una punta da 3 mm (1/8 poll.), praticare i fori di
riferimento.
4 Utilizzare le viti in dotazione per installare la CCU.
Installazione dell'unità ECU
Montaggio dell'unità ECU
Prima di poter installare l'ECU, è necessario selezionare una
posizione e scegliere i componenti di montaggio adeguati
(Come installare e collegare l'ECU).
1 Mantenere l'ECU nella posizione di montaggio prescelta e
contrassegnare le posizioni dei fori di montaggio sulla
superficie, utilizzando l'ECU come modello.
2 Utilizzando un trapano con una punta adeguata praticare i
quattro fori nei punti segnati sulla superficie di montaggio.
3 Fissare l'ECU alla superficie di montaggio utilizzando i
componenti di montaggio scelti.
Collegamento dell' ECU all'alimentazione
ATTENZIONE
Quando si collega il cavo di alimentazione, non rimuovere il
portafusibili. Per evitare possibili lesioni o danni al prodotto
dovuti a incendio o surriscaldamento, è necessario che il fusibile
appropriato sia installato come indicato nelle specifiche del
prodotto. Inoltre, il collegamento del cavo di alimentazione
senza che sia installato il fusibile appropriato invaliderà la
garanzia del prodotto.
Se possibile, collegare il cavo di alimentazione dell' ECU
direttamente alla batteria dell'imbarcazione. Sebbene non sia
consigliabile, se si collega il cavo di alimentazione a una
morsettiera o ad un'altra sorgente, collegarlo tramite un fusibile
da 40 A.
Se si intende collegare l' ECU ad un interruttore vicino al timone,
è opportuno utilizzare un relé di amperaggio adeguato e un cavo
di sezione appropriata piuttosto che prolungare il cavo di
alimentazione dell' ECU.
1 Predisporre il passaggio dell'estremità dell' ECU che termina
con il connettore del cavo di alimentazione verso l' ECU,
senza collegare l' ECU.
2 Tirare i fili liberi del cavo di alimentazione dell' ECU verso il
pannello di alimentazione dell'imbarcazione.
Se il cavo non è abbastanza lungo, è possibile estenderlo
(Prolunghe per il cavo di alimentazione).
3 Collegare il cavo nero (-) al terminale negativo (-) della
batteria e collegare il cavo rosso (+) al terminale positivo (+)
della batteria.
4 Dopo aver installato tutti i componenti dell'autopilota,
collegare il cavo di alimentazione all' ECU.
Prolunghe per il cavo di alimentazione
Se necessario, è possibile estendere il cavo di alimentazione
utilizzando la sezione adeguata in base alla lunghezza della
prolunga.
Elemento
À
Á
Â
Descrizione
Fusibile
Batteria
2,7 m (9 piedi) nessuna prolunga
Elemento
À
Á
Â
Ã
Ä
Å
Æ
Elemento
À
Á
Â
Ã
Ä
Å
Æ
Elemento
À
Á
Â
Ã
Ä
Å
Æ
Descrizione
Giunto
Cavo di estensione da 5,26 mm² (10 AWG)
Fusibile
20,3 cm (8 pollici)
Batteria
20,3 cm (8 pollici)
Fino a 4,6 m (15 piedi)
Descrizione
Giunto
Cavo di estensione da 8,36 mm² (8 AWG)
Fusibile
20,3 cm (8 pollici)
Batteria
20,3 cm (8 pollici)
Fino a 7 m (23 piedi)
Descrizione
Giunto
Cavo di estensione da 13,29 mm² (6 AWG)
Fusibile
20,3 cm (8 pollici)
Batteria
20,3 cm (8 pollici)
Fino a 11 m (36 piedi)
Installazione della pompa
La pompa (venduta separatamente) deve essere installata in
parallelo alla timoneria idraulica affinché l'autopilota GHP
Reactor Idraulico riesca a far virare l'imbarcazione. Quando si
acquista una pompa venduta da Garmin, questa include i cavi, i
connettori e le istruzioni.
Attenersi alle istruzioni di installazione fornite con la pompa
per installarla e collegarla correttamente al sistema idraulico.
Spurgare la timoneria idraulica
AVVERTENZA
Questa è la procedura generale da seguire per eseguire lo
spurgo del sistema idraulico. Consultare le istruzioni fornite dal
produttore dell'impianto idraulico per avere informazioni più
specifiche sullo spurgo del sistema.
Prima di spurgare la timoneria assicurarsi che tutti i collegamenti
dei tubi siano stati eseguiti e completamente serrati.
1 Selezionare un'opzione:
• Se il serbatoio del timone non contiene fluido sufficiente,
riempirlo all'occorrenza.
• Se il serbatoio del timone contiene olio in eccesso,
rimuoverlo per evitarne il traboccamento durante il
processo di spurgo.
5
2 Inserire un tubo di bypass tra le valvole di spurgo del cilindro.
SUGGERIMENTO: se si utilizza un tubo di plastica
trasparente per questo bypass, è possibile osservare la
presenza di bolle d'aria durante i processi di spurgo.
Ruotare
manualmente il timone tutto a sinistra.
3
4 Aprire entrambi le valvole di bypass sui raccordi del cilindro.
5 Portare manualmente e lentamente il timone verso sinistra
per tre minuti.
SUGGERIMENTO: è possibile interrompere la rotazione
quando il tubo di bypass è completamente libero dall'aria.
6 Accendere il pilota automatico e disattivare lo Shadow Drive.
Consultare la documentazione del sistema autopilota per
ulteriori informazioni sulla disattivazione di Shadow Drive.
(sinistra) sui comandi del timone per
7 Tenere premuto
almeno 10 secondi.
SUGGERIMENTO: rilasciare
quando il tubo di bypass è
libero dall'aria.
8 Chiudere entrambi le valvole di bypass sui raccordi del
cilindro.
9 Se necessario aggiungere olio al serbatoio del timone.
10 Ripetere i passi da 3 a 9 per il lato di dritta.
(sinistra) sui comandi del timone finché la
11 Tenere premuto
virata non si interrompe e viene visualizzato il messaggio
Stallo pompa idraulica sui comandi del timone.
(dritta) sui comandi del timone finché la
12 Tenere premuto
virata non si interrompe e viene visualizzato il messaggio
Stallo pompa idraulica sui comandi del timone.
13 Selezionare un'opzione:
• Se il messaggio Stallo pompa idraulica non viene
visualizzato entro 2-3 secondi dopo l'arresto del cilindro,
ripetere i passi da 1 a 13 per ripetere la procedura di
spurgo del sistema.
• Se il messaggio Stallo pompa idraulica viene
visualizzato entro 2-3 secondi dopo l'arresto del cilindro, la
procedura di spurgo del sistema è stata completata
correttamente.
Al termine, riavviare Shadow Drive.
Spray anticorrosione
AVVERTENZA
Per assicurare la durata prolungata di tutti i componenti,
applicare dello spray anticorrosione sulla pompa, almeno due
volte l'anno.
Dopo aver effettuato tutti i collegamenti idraulici ed elettrici e
spurgato il sistema idraulico applicare sulla pompa uno spray
impermeabilizzante.
Collegare la CCU
1 Passare il cavo dalla CCU all'ECU ed effettuare il
collegamento.
2 Tirare i fili liberi arancione e blu dalla CCU fino a dove si
intende installare l'allarme (Installare l'allarme).
Se il cavo non è abbastanza lungo, utilizzare un cavo da
0,08 mm2 (28 AWG) come prolunga.
3 Passare i fili liberi marrone e nero fino a dove si intende
installare Shadow Drive (Installazione dello Shadow Drive).
Se il cavo non è abbastanza lungo, utilizzare un cavo da
0,08 mm2 (28 AWG) come prolunga.
Installazione dello Shadow Drive
Collegamento di Shadow Drive al sistema idraulico
Prima di poter installare Shadow Drive, è necessario scegliere
una posizione in cui effettuare il collegamento di Shadow Drive
al sistema idraulico dell'imbarcazione (Informazioni
sull'installazione di Shadow Drive™).
Per ulteriore assistenza, consultare lo schema di collegamento
del sistema idraulico incluso con la pompa.
Utilizzare i connettori idraulici (non inclusi) per installare lo
Shadow Drive nella tubatura idraulica appropriata.
Collegare la Shadow Drive alla CCU
1 Passare i fili liberi dalla CCU allo Shadow Drive.
Se il cavo non è abbastanza lungo, utilizzare un cavo 28
AWG (0,08 mm²) come prolunga.
Collegare
i cavi seguendo le indicazioni in questa tabella.
2
Colore del cavo dello Shadow
Drive
Colore del cavo dell'unità CCU
Rosso (+)
Marrone (+)
Nero (-)
Nero (-)
3 Saldare e coprire tutti i cavi non rivestiti.
Installare l'allarme
Prima di installare l'allarme, è necessario selezionare una
posizione di montaggio idonea (Come installare e collegare
l'allarme).
1 Passare il cavo a fili liberi dalla CCU fino all'allarme.
Se il cavo non è abbastanza lungo, utilizzare un cavo 28
AWG (0,08 mm2) come prolunga.
2 Collegare i cavi seguendo le indicazioni in questa tabella.
Colore del filo del cicalino
Colore del cavo dell'unità CCU
Bianco (+)
Arancione (+)
Nero (-)
Blu (-)
3 Saldare e coprire tutti i cavi non rivestiti.
4 Fissare l'allarme con fascette o altri accessori di montaggio
(non in dotazione).
NMEA 2000 e componenti dell'autopilota
AVVERTENZA
Se l'imbarcazione dispone di una rete NMEA 2000 esistente,
questa dovrebbe essere già collegata all'alimentazione. Non
collegare il cavo di alimentazione NMEA 2000 a una rete NMEA
2000 esistente, poiché è possibile collegare un'unica fonte di
alimentazione alla rete NMEA 2000.
È possibile collegare sia l'unità di controllo che la CCU ad una
rete NMEA 2000 esistente. Se a bordo non è presente una rete
NMEA 2000 all'interno della confezione dell'autopilota sono
inclusi tutti gli accessori necessari per configurarne una
(Configurazione di una rete NMEA 2000 di base per l'autopilota).
Per usufruire di funzioni avanzate è possibile collegare
l'autopilota ad altri dispositivi NMEA 2000, come un dispositivo
GPS, tramite la rete NMEA 2000.
Se non si è pratici di NMEA 2000, leggere il capitolo "NMEA
2000 Concetti base della rete" del Riferimento tecnico per i
prodotti NMEA 2000. Per scaricare questo documento,
selezionare Manuali nella pagina dei prodotti per il dispositivo in
uso sul sito Web www.garmin.com.
Configurazione di una rete NMEA 2000 di base per
l'autopilota
AVVERTENZA
Se si installa un cavo di alimentazione NMEA 2000, è
necessario collegarlo all'interruttore di accensione
dell'imbarcazione o tramite un altro interruttore in linea.I
dispositivi NMEA 2000 potrebbero scaricare la batteria se il cavo
di alimentazione NMEA 2000 viene collegato direttamente alla
batteria.
1 Unire i tre connettori a T À in dotazione posizionandoli uno di
fianco all'altro.
6
Se il cavo di derivazione in dotazione non è abbastanza
lungo, è possibile aggiungere una prolunga di massimo 6 m
(20 piedi) (non inclusa).
6 Collegare il cavo di derivazione all'unità di controllo e al
connettore a T.
7 Ripetere i passi da 2 a 6 per la CCU.
Connettere dispositivi NMEA 2000 opzionali
all'autopilota
2 Collegare il cavo di alimentazione NMEA 2000 in dotazione
Á a una fonte di alimentazione da 9 a 12 V cc  tramite un
interruttore Ã.
3
4
5
6
Se possibile, collegare il cavo di alimentazione all'interruttore
di accensione dell'imbarcazione oppure metterlo sotto un
interruttore in linea (non in dotazione).
NOTA: è necessario collegare il cavo di massa del cavo di
alimentazione NMEA 2000 alla stessa messa a terra del cavo
nero del cavo di alimentazione di NMEA 2000.
Collegare il cavo di alimentazione NMEA 2000 a un
connettore a T.
Collegare un cavo di derivazione NMEA 2000 in dotazione Ä
a un connettore a T e al controllo timone Å.
Collegare l'altro cavo di derivazione NMEA 2000 in dotazione
all'altro connettore a T e all'unità CCU Æ.
Collegare i terminatori maschio e femmina Ç a ciascuna
estremità dei connettori a T combinati.
Collegamento dei componenti dell'autopilota a una rete
NMEA 2000 esistente
1 Stabilire il punto in cui collegare l'unità di controllo À e la
CCU Á al backbone NMEA 2000 esistente Â.
È possibile usufruire di opzioni avanzate collegando l'autopilota
ad altri apparati compatibili con NMEA 2000, come ad esempio
un sensore del vento, un sensore della velocità o un dispositivo
GPS, tramite la rete NMEA 2000.
NOTA: è anche possibile collegare dispositivi non compatibili
con NMEA 2000 all'unità di controllo del pilota via NMEA 0183
(Connessioni NMEA 0183).
1 Aggiungere un ulteriore connettore a T (non in dotazione) alla
rete NMEA 2000.
Collegare
il dispositivo NMEA 2000 opzionale al connettore a
2
T seguendo le istruzioni fornite con il dispositivo.
Configurazione del pilota automatico
Il pilota automatico deve essere configurato e calibrato in base
alle caratteristiche dell'imbarcazione. Le procedure Dockside e
Sea Trial permettono di configurare al meglio il pilota
automatico. Queste procedure guidano l'utente finale passo
dopo passo fino al completamento della calibrazione.
La procedura Dockside
AVVERTENZA
Se si esegue la procedura Dockside con la barca in secca,
assicurarsi che il timone possa muoversi liberamente.
La procedura Dockside può essere eseguita con l'imbarcazione
sia dentro che fuori dall'acqua.
Se l'imbarcazione è in acqua, la procedura si effettua con la
barca ferma.
Eseguire la procedura Dockside
AVVERTENZA
Se si dispone di un'imbarcazione con impianto idraulico
servoassistito, attivarlo prima di eseguire la procedura Dockside
per evitare danni al sistema di sterzo.
1 Accendere il pilota automatico.
2 Nella posizione in cui si intende collegare l'unità di controllo,
scollegare un lato di un connettore a T NMEA 2000 Ã dalla
rete.
3 Se necessario, collegare una prolunga del backbone NMEA
2000 (non inclusa) al lato del connettore a T scollegato al
backbone della rete NMEA 2000.
4 Aggiungere il connettore a T incluso per l'unità di controllo al
backbone NMEA 2000 collegandolo all'estremità del
connettore a T scollegato o al cavo di prolunga.
5 Passare il cavo di derivazione Ä dall'unità di controllo e dalla
parte inferiore del connettore a T aggiunto nella fase 4.
Alla prima accensione del pilota automatico, verrà richiesto di
completare una breve procedura di configurazione.
2 Se la Dockside non viene eseguita automaticamente dopo
l'avvio, selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione
Dealer Autopilota > Procedure guidate > Dockside.
3 Selezionare il tipo di imbarcazione.
4 Verificare la direzione della virata (Verificare il senso di
funzionamento).
5 Se necessario, selezionare la sorgente velocità (Selezione
della sorgente di velocità).
6 Se necessario, verificare il tachimetro (Verifica del
tachimetro).
7 Esaminare i risultati della procedura Dockside (Controllare i
valori della Dockside).
Verificare il senso di funzionamento
e .
1 A bassa velocità, selezionare
Quando viene selezionato , il timone deve far virare
l'imbarcazione verso sinistra. Quando viene selezionato , il
timone deve far virare l'imbarcazione verso destra.
2 Selezionare Continua.
7
3 Selezionare un'opzione:
• Se durante la verifica del senso di funzionamento la
timoneria si sposta nella direzione corretta selezionare Sì.
• In caso contrario, selezionare No e ripetere i passi da 1 a
3.
Selezione della sorgente di velocità
Selezionare un'opzione:
• Se si collega uno o più motori compatibili con NMEA 2000
alla rete NMEA 2000, selezionare Tachimetro - NMEA
2000 o Prop.
• Se la sorgente dati del tachimetro NMEA 2000 non è
disponibile o utilizzabile, selezionare GPS come sorgente
velocità.
• Se non è stato collegato un tachimetro NMEA 2000 o un
dispositivo GPS come sorgente velocità, selezionare
Nessuno.
NOTA: se l'autopilota non funziona correttamente con la
sorgente di velocità impostata su Nessuno, Garmin
consiglia di collegare un tachimetro tramite la rete NMEA
2000 o un dispositivo GPS come sorgente velocità.
Verifica del tachimetro
Questa procedura non compare nel menu se è stato impostato
GPS o Nessuno come sorgente di velocità.
A motori accesi, confrontare gli RPM indicati sull'unità di
controllo con quelli visualizzati sui tachimetri.
Se i numeri RPM non sono allineati, potrebbe essersi
verificato un problema con la sorgente di velocità NMEA
2000 o con la connessione.
Controllare i valori della Dockside
L'unità di controllo visualizza i valori impostati quando si accede
alla Dockside.
1 Verificare i risultati della procedura Dockside.
2 Selezionare l'eventuale valore errato e scegliere Seleziona.
3 Correggere il valore.
4 Ripetere i passi 2–3 per tutti i valori errati.
5 Una volta completato il controllo dei valori selezionare Fatto.
Sea Trial
La procedura di Sea Trial configura i parametri fondamentali del
pilota automatico, è quindi estremamente importante eseguire la
procedura in condizioni favorevoli.
Informazioni importanti sulla procedura Sea Trial
La procedura di Sea Trial deve essere completata in condizioni
di mare favorevoli. Poiché la forma e le dimensioni
dell'imbarcazione influiscono sulle condizioni di navigabilità,
prima di iniziare la procedura guidata Sea Trial, è necessario
che l'imbarcazione si trovi in una posizione in cui:
• Non oscilli durante la sosta o il movimento molto lento.
• Non sia influenzata in modo considerevole dal vento.
Durante il completamento della procedura di Sea Trial, tenere
presente quanto segue:
• Mantenere bilanciato il peso dell'imbarcazione. Durante
l'esecuzione di una fase qualsiasi della procedura di Sea
Trial, non muoversi a bordo dell'imbarcazione.
Eseguire il Sea Trial
1 Portare l'imbarcazione in mare aperto e calmo.
2 Selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer
Autopilota > Procedure guidate > SeaTrial.
3 Se necessario, configurare l'RPM di planata.
Questo passo si applica solo ai motoscafi plananti con la
sorgente di velocità impostata su Tachimetro - NMEA 2000 o
Prop.
4 Se necessario, configurare la velocità di planata.
8
Questo passo si applica solo ai motoscafi plananti con la
sorgente di velocità impostata su GPS.
5 Se necessario, configurare gli RPM massimi.
Questo passo sia applica solo ai motoscafi con sorgente
velocità impostata su Tachimetro - NMEA 2000 o Prop o
GPS.
6 Se necessario, configurare la velocità massima.
Questo passo sia applica solo ai motoscafi con sorgente
velocità impostata su GPS.
7 Calibrare la bussola (Calibrazione della bussola).
8 Eseguire la procedura di Autotune (Esecuzione della
procedura di Autotune).
9 Impostare il nord (Impostazione del nord) se i dati del GPS
non sono disponibili oppure impostare la regolazione precisa
della posizione (Impostazione della regolazione precisa della
direzione) se le informazioni sulla posizione GPS non sono
disponibili.
Calibrazione della bussola
1 Selezionare un'opzione:
• Se si esegue questa procedura durante il Sea Trial,
selezionare Inizio.
• Se si esegue la calibrazione al di fuori della procedura di
Sea Trial, dalla schermata principale, selezionare Menu >
Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota >
Configurazione bussola > Calibrazione bussola >
Inizio.
2 Seguire le istruzioni sull'unità di controllo finché la
calibrazione non è completata, avendo cura di mantenere
l'imbarcazione più stabile possibile.
L'imbarcazione non si deve inclinare durante la calibrazione.
3 Selezionare un'opzione:
• Se la calibrazione è stata eseguita correttamente,
selezionare Fatto.
• Se la calibrazione non riesce, selezionare Riprova e
ripetere i passi da 1 a 3.
Quando la calibrazione è completata vengono visualizzati i
valori della calibrazione. È possibile utilizzare tali valori per
determinare la qualità della procedura di calibrazione.
Valori di calibrazione della bussola
Dopo aver completato la procedura di calibrazione della
bussola, è possibile rivedere i risultati forniti sull'unità di controllo
per stabilire la correttezza della calibrazione.
Magnetismo ambientale: indica il livello di distorsione del
campo magnetico della Terra nella posizione di installazione.
• un valore di 100 indica che il dispositivo non è soggetto ad
alcuna interferenza magnetica nella posizione di
installazione.
• Se questo valore è basso, è necessario spostare la CCU
e calibrare nuovamente la bussola.
• Il valore ideale è 100, tuttavia non è necessario affinché
l'autopilota funzioni correttamente. Se la CCU viene
installata in una posizione ottimale sull'imbarcazione, è
necessario continuare la configurazione dell'autopilota e
valutare nuovamente le prestazioni più tardi.
Qualità di rotazione: rappresenta il livello dell'imbarcazione
durante il processo di calibrazione della bussola.
• un valore di 100 indica che l'imbarcazione è rimasta
perfettamente a livello durante la calibrazione della
bussola.
• Se questo valore è basso, è necessario calibrare
nuovamente la bussola.
Esecuzione della procedura di Autotune
Prima di poter iniziare questa procedura, è necessario
assicurarsi di disporre di un lungo tratto di mare aperto.
1 Rallentare in modo che l'imbarcazione proceda alla tipica
velocità di crociera che mantiene reattive le virate.
2 Selezionare un'opzione:
• Se si esegue questa procedura durante il Sea Trial,
selezionare Inizio.
• Se si esegue questa procedura al di fuori della procedura
di Sea Trial, nella schermata Direzione selezionare Menu
> Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota >
Calibrazione pilota automatico > Autotune > Inizio.
L'imbarcazione esegue un certo numero di movimenti a zigzag mentre la procedura di Autotune è in corso.
3 Una volta completata la procedura, seguire le istruzioni
visualizzate.
4 Selezionare un'opzione:
• Se la procedura di Autotune non riesce, ma non è stata
raggiunta la velocità di crociera massima, aumentare la
velocità e ripetere i passi da 1 a 3 finché la procedura di
Autotune non viene completata correttamente.
• Se la procedura di Autotune non riesce ed è stata
raggiunta la velocità di crociera massima, ridurre la
velocità alla velocità di Autotune iniziale e selezionare
Autotune alternato per iniziare una procedura alternata.
Quando la procedura di Autotune è completata, vengono
visualizzati i valori del guadagno. È possibile utilizzare tali valori
per determinare la qualità della procedura di Autotune.
Messa a punto automatica dei valori del guadagno
Dopo aver completato la procedura di messa a punto
automatica, è possibile rivedere i valori del guadagno forniti
sull'unità di controllo. È possibile registrare tali numeri come
riferimento se si desidera eseguire la procedura di messa a
punto automatica in un secondo momento oppure se si desidera
regolare manualmente le impostazioni del guadagno
(sconsigliato) (Regolare i guadagni del pilota automatico).
Gain: imposta l'azione dell'autopilota in modo da rendere la
navigazione più lineare e la velocità di risposta dell'autopilota
nelle virate.
Controtimone guad.: imposta la velocità di risposta
dell'autopilota per la controsterzata dopo una virata.
Impostazione del nord
Prima di poter iniziare questa procedura, è necessario
assicurarsi di disporre di un lungo tratto di mare aperto.
NOTA: se sono state seguite le linee guida durante
l'installazione della CCU, questa procedura potrebbe non essere
necessaria (Come installare e collegare la CCU).
Questa procedura è disponibile se all'autopilota è collegato un
dispositivo GPS (Connettere dispositivi NMEA 2000 opzionali
all'autopilota) con il punto nave acquisito. Durante questa
procedura il pilota automatico sfrutta le informazioni di direzione
provenienti dal GPS per allineare la bussola con il nord.
Se non è connesso alcun dispositivo GPS, verrà richiesto di
impostare la regolazione precisa della direzione (Impostazione
della regolazione precisa della direzione).
1 Portare l'imbarcazione ad una velocità di crociera
mantenendo una rotta fissa.
Selezionare
un'opzione:
2
• Se si esegue questa procedura durante il Sea Trial,
selezionare Inizio.
• Se si esegue la calibrazione al di fuori della procedura di
Sea Trial, dalla schermata principale, selezionare Menu >
Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota >
Configurazione bussola > Imposta nord > Inizio.
3 Continuare a guidare l'imbarcazione a velocità di crociera in
una rotta fissa e seguire le istruzioni visualizzate.
4 Selezionare un'opzione:
• Se la calibrazione è stata eseguita correttamente,
selezionare Fatto.
• In caso contrario, ripetere i passi da 1 a 3.
Impostazione della regolazione precisa della direzione
Questa procedura viene visualizzata solo se al pilota automatico
non sono collegati dispositivi GPS (Connettere dispositivi NMEA
2000 opzionali all'autopilota). Se al pilota è connesso un
dispositivo GPS che ha acquisito la posizione GPS, è possibile
impostare il nord (Impostazione del nord).
1 Tramite la bussola portatile, individuare il nord.
2 Selezionare un'opzione:
• Se si esegue questa procedura durante il Sea Trial,
regolare l'impostazione finché non corrisponde al nord
della bussola magnetica.
• Se si esegue la calibrazione al di fuori della procedura di
Sea Trial, nella schermata della direzione selezionare
Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota >
Configurazione bussola > Regolazione HDG e regolare
l'impostazione della regolazione precisa finché non
corrisponde al nord della bussola magnetica.
3 Selezionare Fatto.
Verifica e regolazione della configurazione
AVVERTENZA
Testare l'autopilota a bassa velocità. Dopo aver testato e
regolato l'autopilota a una velocità bassa, testarlo a una velocità
più sostenuta per simulare delle condizioni di uso normali.
1 Guidare l'imbarcazione verso una direzione con il pilota
automatico attivato (mantenimento direzione).
L'imbarcazione potrebbe oscillare leggermente, ma non in
modo significativo.
2 Effettuare una virata mediante il pilota automatico e
osservarne il comportamento.
L'imbarcazione dovrebbe virare moderatamente, non troppo
velocemente, né troppo lentamente.
Quando si vira tramite il pilota automatico, l'imbarcazione
dovrebbe approcciare e stabilirsi sulla direzione desiderata
con la minima quantità di oscillazioni e correzioni.
3 Selezionare un'opzione:
• Se l'imbarcazione sterza troppo velocemente o troppo
lentamente, regolare la velocità di virata del pilota
automatico (Regolare la velocità della virata.).
• Se il mantenimento direzione oscilla in modo
considerevole o l'imbarcazione non si corregge durante la
sterzata, regolare il guadagno del pilota automatico
(Regolare i guadagni del pilota automatico).
• Se l'imbarcazione naviga correttamente, non sono
necessari ulteriori interventi.
Regolare la velocità della virata.
1 Attivare il Dealer Mode (Attivare la Configurazione Dealer
Autopilota).
2 Selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer
Autopilota > Calibrazione pilota automatico > Velocità
virata.
3 Selezionare un'opzione:
• Aumentare il valore dell'impostazione se il pilota
automatico vira troppo velocemente.
• Ridurre il valore dell'impostazione se il pilota automatico
vira troppo lentamente.
Quando si regola manualmente la velocità di virata, effettuare
delle piccole correzioni. Verificare i cambiamenti prima di
eseguire ulteriori regolazioni.
4 Eseguire il test della configurazione del pilota automatico.
9
5 Ripetere i passi 3–4 finché le prestazioni non daranno
risultati soddisfacenti.
Regolare i guadagni del pilota automatico
1 Attivare Dealer Mode (Attivare la Configurazione Dealer
Autopilota).
2 Selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer
Autopilota > Calibrazione pilota automatico > Guadagni
del timone.
3 Selezionare un'opzione in base al tipo di imbarcazione:
• Su una barca a vela, un'imbarcazione a motore dislocante
o su una barca a motore con la sorgente di velocità
impostata su Nessuno, selezionare Gain e regolare il
movimento del timone in modo da rendere la navigazione
più lineare.
Se questo valore viene impostato su un livello troppo
elevato, l'autopilota potrebbe risultare iperattivo e tentare
regolazioni costanti della direzione alla benché minima
deviazione. Un pilota automatico iperattivo potrebbe
esaurire la batteria a una velocità superiore rispetto al
normale.
• Su una barca a vela, un'imbarcazione a motore dislocante
o su una barca a motore con la sorgente di velocità
impostata su Nessuno, selezionare Controtimone guad.
e impostare il valore del controtimone per ridurre la
velocità di virata.
Se questo valore viene impostato su un livello troppo
basso, l'autopilota potrebbe di nuovo mancare la sterzata
durante il tentativo di controcorrezione della sterzata
originale.
• Su un'imbarcazione a motore planante con la sorgente di
velocità impostata su Tachimetro - NMEA 2000 o Prop o
GPS, selezionare Bassa velocità o Alta velocità e
regolare il movimento del timone in modo da rendere la
navigazione più lineare sia a velocità elevate che ridotte.
Se questo valore viene impostato su un livello troppo
elevato, il pilota automatico potrebbe risultare iperattivo e
tentare regolazioni costanti della direzione alla benché
minima deviazione. Un pilota automatico iperattivo
potrebbe esaurire la batteria a una velocità superiore
rispetto al normale.
• Su un'imbarcazione a motore planante con la sorgente di
velocità impostata su Tachimetro - NMEA 2000 o Prop o
GPS, selezionare Regola ris. per bas vel o Regola risp.
alta vel. per impostare il valore del controtimone per
ridurre la velocità di virata.
Se questo valore viene impostato su un livello troppo
basso, l'autopilota potrebbe di nuovo mancare la sterzata
durante il tentativo di controcorrezione della sterzata
originale.
Verificare
la configurazione dell'autopilota, quindi ripetere i
4
passi 2 e 3 finché le prestazioni dell'autopilota non risultano
soddisfacenti.
Configurazione avanzata
Le opzioni avanzate di configurazione non sono disponibili sul
controllo timone in condizioni normali. Per accedere alle
impostazioni di configurazione avanzata del pilota automatico, è
innanzitutto necessario attivare Dealer Mode (Attivare la
Configurazione Dealer Autopilota).
Attivare la Configurazione Dealer Autopilota
1 Nella schermata della direzione selezionare Menu >
Impostaz. > Sistema > Informazioni sul sistema.
2 Tenere premuto il tasto centrale per 5 secondi.
Verrà visualizzata la modalità Dealer Mode.
3 Selezionare Indietro > Indietro.
10
Se l'opzione Impostazione Dealer Autopilota è disponibile nella
schermata Impostazione, la procedura è stata eseguita
correttamente.
Impostazioni avanzate
È possibile eseguire la messa a punto automatica, calibrare la
bussola e allineare il nord del pilota automatico anche senza
eseguire le procedure guidate. È inoltre possibile definire ogni
singola impostazione senza dover eseguire le procedure di
configurazione.
Eseguire manualmente le procedure di configurazione
automatica
1 Attivare Dealer Mode (Attivare la Configurazione Dealer
Autopilota).
2 Nella schermata della direzione selezionare Menu >
Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota.
3 Selezionare un processo automatico:
• Selezionare Configurazione bussola > Calibrazione
bussola per avviare le procedure di calibrazione della
bussola (Calibrazione della bussola).
• Selezionare Configurazione bussola > Imposta nord
per avviare le procedure di definizione del nord
(Impostazione del nord).
• Selezionare Calibrazione pilota automatico > Autotune
per avviare le procedure di messa a punto automatica
dell'autopilota (Esecuzione della procedura di Autotune).
4 Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo.
Modificare manualmente la configurazione
La configurazione di determinate opzioni potrebbe richiedere la
modifica di altre impostazioni. Prima di modificare qualsiasi
impostazione, consultare la sezione "Impostazioni
personalizzate" (Impostazioni personalizzate).
1 Attivare Dealer Mode (Attivare la Configurazione Dealer
Autopilota).
2 Nella schermata della direzione selezionare Menu >
Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota.
3 Selezionare una categoria di impostazioni.
4 Selezionare un'impostazione da configurare.
Le descrizioni di ogni impostazione sono disponibili
nell'appendice (Impostazioni personalizzate).
5 Modificare l'impostazione desiderata.
Appendice
Schemi di collegamento NMEA 0183
Questi schemi mostrano alcuni collegamenti NMEA 0183 tra
l'unità di controllo e altri apparati compatibili.
Connessioni NMEA 0183
• Il manuale di istruzioni dell'apparato compatibile NMEA 0183
dovrebbe riportare le informazioni necessarie a identificare i
cavi di trasmissione (Tx) e ricezione (Rx) A (+) e B (-).
• Quando vengono collegati dispositivi NMEA 0183 con due
cavi di trasmissione e due di ricezione, non è necessario
collegare a terra né il bus NMEA 2000 né il dispositivo NMEA
0183.
• Quando invece viene utilizzato un dispositivo NMEA 0183
con un solo cavo di trasmissione (Tx) o ricezione (Rx), è
necessario collegare a terra il bus NMEA 2000 e il dispositivo
NMEA 0183.
Comunicazione bidirezionale NMEA 0183
À
Á
Â
Ã
Rete NMEA 2000 (fornisce alimentazione all'unità di controllo)
Fonte di alimentazione da 12 V cc
Unità di controllo
Dispositivo compatibile NMEA 0183
Cavo Colore del cavo dell'unità di
controllo - Funzione
Ê
Ë
Ì
Í
Î
Ï
controllo del pilota. Collegare il cavo verde (Rx/B) dell'unità di
controllo alla massa NMEA 0183.
Funzione cavo dispositivo
compatibile NMEA 0183
N/D
Alimentazione
N/D
Massa NMEA 0183
Blu - Tx/A (+)
Rx/A (+)
Bianco - Tx/B (-)
Rx/B (-)
Marrone - Rx/A (+)
Tx/A (+)
Verde - Rx/B (-)
Tx/B (-)
NOTA: quando viene collegato un dispositivo NMEA 0183 con
due linee di trasmissione e due di ricezione, non è necessario
collegare il bus NMEA 2000 e il dispositivo NMEA 0183 a una
massa comune.
Un solo cavo di ricezione
Se il dispositivo compatibile NMEA 0183 dispone di un solo
cavo di ricezione dati (Rx), collegarlo al cavo blu (Tx/A) dell'unità
di controllo lasciando il cavo bianco (Tx/B) scollegato.
À
Á
Â
Ã
Rete NMEA 2000 (fornisce alimentazione all'unità di controllo)
Fonte di alimentazione da 12 V cc
Unità di controllo
Dispositivo compatibile NMEA 0183
Cavo Colore del cavo dell'unità di
controllo - Funzione
Ê
Ë
Ì
Í
Î
Funzione cavo
dispositivo compatibile
NMEA 0183
N/D
Alimentazione
Verde - Rx/B (-) (collegamento alla
massa NMEA 0183)
Massa NMEA 0183
Blu - Tx/A (+)
Rx/A (+)
Bianco - Tx/B (-)
Rx/B (-)
Marrone - Rx/A (+)
Tx/A (+)
NOTA: se un dispositivo NMEA 0183 è collegato a un solo cavo
di trasmissione (Tx), è necessario collegare sia il bus NMEA
2000 che il dispositivo NMEA 0183 a terra.
Caratteristiche tecniche
CCU
Specifiche
Misure
Dimensioni (L × L × A)
170 × 90 × 50 mm (6,7 × 3,5 × 2 poll.)
Peso
200 g (7 once)
Temperatura
Da -15° a 70 °C (da 5° a 158 °F)
Materiale
Completamente stagno, in plastica a
elevata resistenza
Impermeabilità
IEC 60529 IPX7*
Lunghezza del cavo della CCU 5 m (16 piedi)
À
Á
Â
Ã
Rete NMEA 2000 (fornisce alimentazione all'unità di controllo)
Fonte di alimentazione da 12 V cc
Unità di controllo
Ê
Ë
Ì
Í
Î
Ï
Da 9 a 16 V cc
NMEA 2000 LEN
4 (200 mA)
*Il dispositivo resiste all'esposizione accidentale all'acqua fino a 1 m
per 30 min. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web
www.garmin.com/waterrating.
ECU
Dispositivo compatibile NMEA 0183
Cavo Colore del cavo dell'unità di
controllo - Funzione
Tensione operativa NMEA
2000
Funzione cavo dispositivo
compatibile NMEA 0183
Specifiche
Misure
Dimensioni (L×A×P)
168 × 117 × 51 mm (6,6 × 4,6 × 2 poll.)
Peso
680 g (24 once)
Temperatura operativa
Da 5° a 140°F (da -15° a 60°C)
Materiale
Completamente stagno, lega in
alluminio a elevata resistenza
N/D
Alimentazione
N/D
Massa NMEA 0183
Blu - Tx/A (+)
Rx
Bianco - non collegato
N/D
Marrone - Rx/A (+)
Tx/A (+)
Impermeabilità
IEC 60529 IPX7*
Verde - Rx/B (-)
Tx/B (-)
Lunghezza del cavo di
alimentazione
2,7 m (9 piedi)
Tensione operativa
Da 11,5 a 30 V cc
Fusibile
40 A, piatto
NOTA: se un dispositivo NMEA 0183 è collegato a un solo cavo
di ricezione (Rx), è necessario collegare sia il bus NMEA 2000
che il dispositivo NMEA 0183 a terra.
Singolo cavo di trasmissione
Se il dispositivo compatibile NMEA dispone di un solo cavo di
trasmissione (Tx) collegarlo al cavo marrone (Rx/A) dell'unità di
11
Specifiche
Misure
Consumo energetico unità
principale
1 A (pompa esclusa)
Tipo
PGN
Descrizione
129284 Dati navigazione
130306 Dati vento
*Il dispositivo resiste all'esposizione accidentale all'acqua fino a 1 m
per 30 min. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web
www.garmin.com/waterrating.
Unità di controllo
Specifiche
Misure
Dimensioni senza copertura di
protezione dai raggi solari
(A×L×P)
110 x 115 x 30 mm (4,33 x 4,53 x
1,18 poll.)
Dimensioni con copertura di
protezione dai raggi solari
(A×L×P)
115 x 120 x 35,5 mm (4,53 x 4,72 x
1,40 poll.)
Peso senza protezione dai raggi
solari
247 g (8,71 once)
Peso con protezione dai raggi
solari
283 g (9,98 once)
Temperatura operativa
Da -15° a 70 °C (da 5° a 158 °F)
Distanza di sicurezza dalla
bussola
209 mm (8,25 poll.)
Materiale
Custodia: completamente stagna in
policarbonato
Lente: vetro con trattamento antiriflesso
Impermeabilità
IEC 60529 IPX7*
Consumo energetico
2,5 W max
Tensione massima unità
32 V cc
Tensione operativa NMEA 2000
Da 9 a 16 V cc
NMEA 2000 (LEN)
6 (300 mA a 9 V cc)
Unità di controllo
Tipo
PGN
Trasmissione e
ricezione
059392 Riconoscimento ISO
Descrizione
059904 Richiesta ISO
060928 Richiesta indirizzo ISO
126208 NMEA - Funzione di gruppo comando/
richiesta/riconoscimento
126464 Funzione di gruppo elenco PGN in
trasmissione/ricezione
126996 Informazioni sul prodotto
Solo trasmissione 128259 Velocità sull'acqua
129025 Posizione - Aggiornamento rapido
129026 COG & SOG - Aggiornamento rapido
129283 Errore di fuori rotta
129284 Dati navigazione
129540 Satelliti GNSS in vista
130306 Dati vento
Solo ricezione
127245 Dati del timone
127250 Direzione imbarcazione
127488 Parametri motore - Aggiornamento rapido
128259 Velocità sull'acqua
129025 Posizione - Aggiornamento rapido
129029 Dati posizione GNSS
129283 Errore di traversata
*Il dispositivo resiste all'esposizione accidentale all'acqua fino a 1 m
per 30 min. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web
www.garmin.com/waterrating.
129284 Dati navigazione
129285 Navigazione - Informazioni waypoint/
percorso
Allarme
130306 Dati vento
Specifiche
Valore
Dimensioni (larghezza x
diametro)
23 × 25 mm (29/32 × 1 poll.)
Peso
68 grammi (2,4 once)
Temperatura operativa
Da -15 °C a +60 °C (da 5 °F a 140 °F)
Se collegato a dispositivi compatibili NMEA 0183, il pilota
automatico utilizza le frasi NMEA 0183 indicate di seguito.
Lunghezza del cavo
3 metri (10 piedi)
Tipo
Frase
Trasmissione
hdg
Ricezione
wpl
Informazioni su PGN NMEA 2000
CCU
130576 Stato piccola imbarcazione
Informazioni su NMEA 0183
gga
Tipo
PGN
Descrizione
Trasmissione e
ricezione
059392 Riconoscimento ISO
grme
gsa
gsv
059904 Richiesta ISO
rmc
060928 Richiesta indirizzo ISO
bod
126208 NMEA: funzione di gruppo comando/
richiesta/riconoscimento
bwc
126464 Funzione di gruppo elenco PGN in
trasmissione/ricezione
gll
dtm
126996 Informazioni sul prodotto
rmb
127257 Trasmissione/ricezione dati di assetto
vhw
127251 Trasmissione/ricezione velocità di virata
mwv
Solo trasmissione
127250 Direzione imbarcazione
xte
Solo ricezione
127258 Variazione magnetica
127488 Parametri motore: aggiornamento rapido
128259 Trasduttore Speed
129025 Posizione: aggiornamento rapido
129026 COG & SOG: aggiornamento rapido
129283 Errore di fuori rotta
12
Messaggi di errore e di pericolo
Messaggio di
errore
Causa
Azione pilota
automatico
Tensione ECU
bassa
La tensione di
alimentazione della
pompa è scesa sotto i
10 V cc per oltre 6
secondi.
• L'allarme suona per 5
secondi
• Continua durante il
normale
funzionamento
L'autopilota non
riceve i dati di
navigazione.
L'autopilota ha una
rotta impostata.
Il pilota non sta più
• L'allarme suona per 5
ricevendo i dati di
secondi
navigazione per poter
• Transizioni del pilota
seguire la rotta.
automatico su
Questo messaggio
mantenimento
viene anche visualizzato
direzione
se la navigazione viene
interrotta su un
chartplotter prima di
disattivare il pilota
automatico.
Connessione
all'autopilota persa
Connessione tra l'unità
di controllo e la CCU
persa.
Dati vento persi
(solo imbarcazioni
a vela)
ll pilota automatico non • L'allarme suona per 5
riceve più dati del vento.
secondi
• Transizioni del pilota
automatico su
mantenimento
direzione
Tensione di
alimentazione
GHC™ bassa
La tensione di
alimentazione è scesa
al di sotto del limite
impostato.
N/D
Errore: tensione
ECU alta
La tensione di
alimentazione della
pompa ha superato i
33,5 V cc.
• L'allarme suona per 5
secondi
• L'unità ECU si
spegne
Errore: tensione
ECU abbassata
rapidamente
La tensione ECU è
• L'allarme suona per 5
scesa rapidamente sotto
secondi
i 7 V cc.
• L'errore non viene più
visualizzato quando
la tensione ECU
supera i 7,3 V cc.
Errore: temperatura La temperatura
ECU alta
dell'unità ECU ha
superato i 100 °C
(212 °F).
N/D
• L'allarme suona per 5
secondi
• L'unità ECU si
spegne
Errore:
La comunicazione tra la • L'unità di controllo
comunicazione
CCU e la pompa è
emette un segnale
interrotta tra ECU e scaduta.
acustico e il pilota
CCU (quando il
automatico passa alla
pilota automatico è
modalità standby.
attivato)
Impostazioni personalizzate
Benché tutte le configurazioni vengano completate
automaticamente tramite le procedure guidate, è possibile
regolare manualmente qualsiasi impostazione per perfezionare
le prestazioni del pilota automatico.
Le impostazioni di configurazione avanzata sono disponibili solo
in caso di utilizzo della Dealer Mode (Attivare la Configurazione
Dealer Autopilota). Le impostazioni utente sono disponibili
durante il normale utilizzo del pilota automatico. Per ulteriori
informazioni, consultare la sezione relativa alla configurazione
nel Manuale Utente fornito con il pilota automatico.
NOTA: a seconda della configurazione del pilota automatico, è
possibile che determinate impostazioni non vengano
visualizzate.
NOTA: su un motoscafo, ogni volta che si passa
all'impostazione Sorgente velocità, è necessario rivedere le
impostazioni Verifica tachimetro, Limite RPM basso, Limite RPM
alto, RPM di planata, Velocità di planata o Velocità max, se
applicabile, prima di eseguire la procedura di messa a punto
automatica (Esecuzione della procedura di Autotune).
Calibrare il pilota automatico
Per accedere alle impostazioni del pilota automatico selezionare
Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota.
Velocità virata: consente di regolare la velocità di risposta del
pilota automatico. È possibile aumentare o diminuire il valore
della velocità di risposta del pilota automatico.
Impostare la sorgente della velocità
NOTA: le impostazioni della sorgente di velocità sono disponibili
solo per i motoscafi.
Per aprire le impostazioni della sorgente velocità, selezionare
Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota > Imp.
sorgente di velocità.
Sorgente velocità: consente di selezionare la sorgente di
velocità.
Verifica tachimetro: consente di confrontare i valori RPM
visualizzati dall'unità di controllo del pilota con quelli
visualizzati sui tachimetri dell'imbarcazione.
RPM di planata: consente di regolare la lettura del RPM
sull'unità di controllo quando l'imbarcazione passa da
dislocante a planante. Se il valore non corrisponde a quello
dell'unità di controllo è possibile regolarlo.
Velocità di planata: consente di regolare la velocità di planata
dell'imbarcazione. Se il valore non corrisponde a quello
dell'unità di controllo è possibile regolarlo.
Limite RPM basso: consente di regolare il punto RPM più
basso dell'imbarcazione. Se il valore non corrisponde a
quello dell'unità di controllo è possibile regolarlo.
Limite RPM alto: consente di regolare il punto RPM più alto
dell'imbarcazione. Se il valore non corrisponde a quello
dell'unità di controllo è possibile regolarlo.
Velocità max: consente di regolare la velocità massima
dell'imbarcazione. Se il valore non corrisponde a quello
dell'unità di controllo è possibile regolarlo.
Impostazioni dei guadagni del timone
NOTA: se questi valori vengono impostati su un livello troppo
alto o troppo basso, l'autopilota potrebbe risultare troppo
sensibile e tentare regolazioni costanti della direzione alla
benché minima deviazione. Continue correzioni da parte del
pilota automatico potrebbero usurare più del dovuto la pompa
ed esaurire la batteria a una velocità superiore rispetto al
normale.
Selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer
Autopilota > Guadagni del timone.
NOTA: queste impostazioni si applicano solo alle imbarcazioni a
vela, alle imbarcazioni a motore dislocante e alle barche a
motore con la velocità sorgente impostata su Nessuno.
Gain: consente di regolare il serraggio del timone per il
mantenimento di una direzione e per effettuare sterzate.
Controtimone guad.: consente di regolare il serraggio del
timone per la correzione delle mancate sterzate. Se questo
valore viene impostato su un livello troppo basso, l'autopilota
potrebbe non eseguire la correzione.
NOTA: queste impostazioni si applicano solo alle imbarcazioni a
motore planante con la sorgente di velocità impostata su
Tachimetro - NMEA 2000 o Prop o GPS.
Bassa velocità: consente di impostare il guadagno del timone
per le basse velocità. Questa impostazione si applica alle
imbarcazioni che viaggiano al di sotto della velocità di
planata.
Regola ris. per bas vel: consente di impostare la
controcorrezione del guadagno del timone per le basse
velocità. Questa impostazione si applica alle imbarcazioni
che viaggiano al di sotto della velocità di planata.
13
Alta velocità: consente di impostare il guadagno del timone per
le alte velocità. Questa impostazione si applica alle
imbarcazioni che viaggiano al di sopra sotto della velocità di
planata.
Regola risp. alta vel.: consente di impostare la
controcorrezione del guadagno del timone per le alte
velocità. Questa impostazione si applica alle imbarcazioni
che viaggiano al di sopra sotto della velocità di planata.
• In Europa, chiamare il numero +44 (0) 870.8501241.
Impostare il sistema idraulico
Per accedere alle regolazioni del sistema idraulico selezionare
Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer Autopilota > Setup
Timoneria.
Verifica senso Timone: consente di impostare la direzione
verso cui deve muoversi il timone per correggere a dritta o a
sinistra. Se necessario è possibile verificare e invertire la
direzione di virata.
Impostare il sensore angolo di barra
NOTA: queste impostazioni si applicano solo ai piloti automatici
collegati ad un sensore angolo di barra.
Per accedere alle impostazioni del sensore angolo di barra
selezionare Menu > Impostaz. > Impostazione Dealer
Autopilota > Setup Timoneria > Impostazione sensore
timone.
Max Angolo sinistra: consente di impostare il limite del timone
tutto a sinistra.
Max Angolo Dritta: consente di impostare il limite del timone
tutto a dritta.
Calibraz. sens. timone: avvia una procedura che calibra il
sensore angolo di barra stabilendo l'intervallo massimo del
timone da banda a banda. Se viene visualizzato un errore
durante la calibrazione, è possibile che il sensore angolo di
barra abbia raggiunto il proprio limite. Il sensore angolo di
barra potrebbe non essere stato installato in modo corretto.
Se il problema persiste è possibile ignorare l'errore
impostando un limite del timone in una posizione tale da non
richiedere alcuna segnalazione.
Calibr. centro timone: avvia una procedura che stabilisce la
posizione centrale del timone. È possibile utilizzare questa
calibrazione se l'indicazione del timone visualizzato sul
display non corrisponde al reale centro dell'imbarcazione.
Registrazione del dispositivo
Per un'assistenza completa, eseguire subito la registrazione
online.
• Visitare il sito Web http://my.garmin.com.
• Conservare in un luogo sicuro la ricevuta di acquisto originale
o una fotocopia.
Come contattare il servizio di assistenza Garmin
• Visitare il sito Web www.garmin.com/support e fare clic su
Contact Support per ottenere informazioni relative
all'assistenza sul territorio nazionale.
• Negli Stati Uniti, chiamare il numero (913) 397.8200 o (800)
800.1020.
• Nel Regno Unito, chiamare il numero 0808 2380000.
Garmin e il logo Garmin sono marchi di Garmin Ltd. o società affiliate, registrati negli Stati Uniti e in altri Paesi. GHP™, GHC™, Reactor™ e Shadow Drive™ sono marchi di Garmin Ltd. o delle società affiliate.
L'uso di tali marchi non è consentito senza consenso esplicito da parte di Garmin.
®
NMEA , NMEA 2000 e il logo NMEA 2000 sono marchi di National Marine Electronics Association.
®
®
© 2014 Garmin Ltd. o sue affiliate
www.garmin.com/support
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising