NEC MultiSync® UN492S Manuale utente

NEC MultiSync® UN492S Manuale utente
Manuale utente
Schermo a formato grande
MultiSync UN462A
MultiSync UN462VA
MultiSync UN492S
MultiSync UN492VS
MultiSync UN552A
MultiSync UN552S
MultiSync UN552VS
MODELLO: UN462A, UN462VA, UN492S, UN492VS, UN552A, UN552S, UN552VS
Il nome del modello e il numero di serie possono essere indicati sulla targhetta applicata sul retro
del monitor.
Sommario
Informazioni di registrazione��������������������������������������� 1
Precauzioni di sicurezza e manutenzione................... 3
Informazioni importanti����������������������������������������������� 2
Uso consigliato............................................................ 4
Precauzioni di sicurezza,
manutenzione e uso consigliato��������������������������������� 3
Pulizia del pannello LCD............................................. 4
Pulizia del telaio........................................................... 4
Caratteristiche
Capitolo 1
Installazione
Panoramica dell’installazione������������������������������������� 7
Fissaggio degli accessori di montaggio�������������������� 14
Montaggio������������������������������������������������������������������� 9
Utilizzo di un adattatore di montaggio a parete�������� 14
Posizione di montaggio............................................. 12
Installazione e rimozione del
supporto da tavolo opzionale������������������������������������ 15
Orientamento������������������������������������������������������������ 12
Requisiti di ventilazione............................................. 13
Installazione di una scheda opzionale���������������������� 16
Installazione di un’unità sensore opzionale�������������� 17
Capitolo 2
Nomi e funzioni dei componenti
Pannello di controllo������������������������������������������������� 19
Telecomando wireless (opzionale)��������������������������� 22
Pannello dei terminali����������������������������������������������� 20
Capitolo 3
Collegamenti
Schema di cablaggio������������������������������������������������ 25
Sorgenti video interne���������������������������������������������� 28
Collegamenti������������������������������������������������������������� 25
Media Player.............................................................. 29
Collegamenti video esterni��������������������������������������� 26
Schede opzionali per il monitor�������������������������������� 30
Collegamento a un PC��������������������������������������������� 26
Collegamento di un dispositivo USB������������������������ 31
Collegamento a un dispositivo
multimediale con HDMI�������������������������������������������� 27
Capitolo 4
Operazioni di base
Modalità di accensione e spegnimento�������������������� 33
Controlli del menu OSD (On Screen-Display)���������� 38
Range di funzionamento del
telecomando opzionale��������������������������������������������� 34
Utilizzo di Media Player�������������������������������������������� 40
Utilizzo del risparmio energetico������������������������������ 34
Visualizzazione del menu OSD delle informazioni��� 35
Commutazione tra le modalità immagine����������������� 35
Impostazione del rapporto di formato����������������������� 36
Schermata di visualizzazione dei file������������������������ 41
Riproduzione di file.................................................... 42
Configurazione delle impostazioni di presentazione. 43
Attivazione della riproduzione automatica................. 44
File visualizzabili/riproducibili.................................... 45
Utilizzo dello zoom sul punto������������������������������������ 37
Operazioni avanzate
Creazione di un programma di
accensione/spegnimento������������������������������������������ 47
Impostazione della sicurezza e
blocco dei controlli sul monitor��������������������������������� 59
Regolazione avanzata del colore����������������������������� 48
Sicurezza mediante password���������������������������������� 59
Utilizzo di SpectraView Engine��������������������������������� 48
Blocco dei pulsanti del telecomando������������������������ 60
Uso della calibrazione autonoma����������������������������� 51
Impostazioni di Media Player������������������������������������ 63
Uso di altre modalità immagine................................. 54
Rete e altre impostazioni������������������������������������������ 64
Modalità multi-immagine������������������������������������������� 55
Copia di file sulla scheda di memoria microSD�������� 65
Matrice PIP (Picture-In-Picture)�������������������������������� 57
Utilizzo dei contenuti di emergenza�������������������������� 69
Capitolo 6
Configurazione di più monitor
Collegamento di più monitor������������������������������������� 71
Impostazione della funzione ID del telecomando����� 74
Collegamento dell’uscita video��������������������������������� 73
Capitolo 7
Controllo esterno
Interfacce di collegamento���������������������������������������� 77
Impostazioni di rete tramite browser HTTP............... 83
Comandi������������������������������������������������������������������� 77
Impostazioni del menu OSD nei
controlli Web del monitor������������������������������������������ 84
Supporto dei comandi HDMI CEC���������������������������� 79
Controllo del monitor tramite RS-232C��������������������� 80
Controllo del monitor tramite LAN���������������������������� 81
Collegamento di più monitor...................................... 82
Capitolo 8
Impostazioni di rete�������������������������������������������������� 85
Dati wireless intelligenti�������������������������������������������� 89
Proof of Play������������������������������������������������������������� 90
Risoluzione dei problemi
Problemi del segnale video e
dell’immagine su schermo���������������������������������������� 92
Problemi hardware��������������������������������������������������� 93
Persistenza dell’immagine���������������������������������������� 95
Italiano
Capitolo 5
Capitolo 9
Specifiche
UN462A�������������������������������������������������������������������� 97
UN552A������������������������������������������������������������������ 101
UN462VA������������������������������������������������������������������ 98
UN552S������������������������������������������������������������������ 102
UN492S�������������������������������������������������������������������� 99
UN552VS���������������������������������������������������������������� 103
UN492VS���������������������������������������������������������������� 100
Appendice A
Risorse esterne
Appendice B
Elenco dei comandi OSD
INPUT��������������������������������������������������������������������� 107
DISPLAY MULTIPLO���������������������������������������������� 118
PICTURE���������������������������������������������������������������� 107
PROTEZIONE DISPLAY���������������������������������������� 122
AUDIO�������������������������������������������������������������������� 112
CONTROL�������������������������������������������������������������� 123
SCHEDULE������������������������������������������������������������ 112
OPTION������������������������������������������������������������������ 128
MULTI INPUT��������������������������������������������������������� 114
SISTEMA���������������������������������������������������������������� 128
OSD������������������������������������������������������������������������ 117
COMPUTE MODULE��������������������������������������������� 129
Appendice C
Riciclo da parte del produttore e
informazioni sul risparmio energetico
Smaltimento del prodotto NEC a fine vita��������������� 131
Risparmio energetico��������������������������������������������� 131
Informazioni di registrazione
Informazioni sui cavi
ATTENZIONE:
Utilizzare i cavi specificati, forniti con questo prodotto, per evitare interferenze con la ricezione radiotelevisiva.
Per DVI, USB e mini D-Sub a 15 pin, utilizzare un cavo per segnali schermato con nucleo in ferrite.
Per HDMI, DisplayPort e D-Sub a 9 pin, utilizzare un cavo per segnali schermato.
L’uso di cavi e adattatori diversi può provocare interferenze con la ricezione radiotelevisiva.
Informazioni FCC
AVVERTENZA: la Federal Communications Commission non consente di apportare alcuna modifica all’unità, TRANNE quelle specificate da
NEC Display Solutions of America, Inc. nel presente manuale. La mancata osservanza di questo regolamento governativo potrebbe invalidare il diritto a
utilizzare l’apparecchiatura.
La presente apparecchiatura è stata sottoposta a collaudo ed è risultata conforme ai limiti per un dispositivo digitale di classe B ai sensi della parte
15 delle norme FCC. Tali limiti mirano a fornire una protezione ragionevole dalle interferenze dannose nelle installazioni residenziali. La presente
apparecchiatura genera, utilizza e può irradiare energia in radiofrequenza e, se non è installata e utilizzata nel rispetto delle istruzioni, può provocare
interferenze dannose alle comunicazioni radio. Tuttavia, non è possibile garantire che non si verifichino interferenze in una specifica installazione.
Se l’apparecchiatura dovesse provocare interferenze dannose alla ricezione radiotelevisiva, situazione che può essere determinata spegnendo e
riaccendendo l’apparecchiatura, l’utente è invitato a provare a correggere l’interferenza adottando uno o più dei seguenti provvedimenti:
•
Riorientare o riposizionare l’antenna ricevente.
•
Aumentare la distanza tra l’apparecchiatura e il ricevitore.
•
Collegare l’apparecchiatura a una presa su un circuito diverso da quello a cui è collegato il ricevitore.
•
Per assistenza, rivolgersi al rivenditore o a un tecnico radio/TV esperto.
Se necessario, l’utente può contattare il rivenditore o un tecnico radio/TV esperto per ottenere altri suggerimenti.
L’utente può trovare utile il seguente opuscolo, preparato dalla Federal Communications Commission: “How to Identify and Resolve Radio-TV Interference
Problems” (Come identificare e risolvere i problemi di interferenza radio/TV). Tale opuscolo è disponibile presso l’U.S. Government Printing Office,
Washington, D.C., 20402, Stock No. 004-000-00345-4.
DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEL FORNITORE
Il presente dispositivo è conforme alla parte 15 delle norme FCC. Il funzionamento è subordinato alle seguenti due condizioni. (1) Il dispositivo non deve
provocare interferenze nocive e (2) deve accettare qualsiasi interferenza ricevuta, comprese le interferenze che possono causare anomalie di funzionamento.
Parte responsabile negli Stati Uniti: NEC Display Solutions of America, Inc.
Indirizzo:
3250 Lacey Rd, Ste 500
Downers Grove, IL 60515
Tel.:
(630) 467-3000
Tipo di prodotto:
Monitor
Classificazione dell’apparecchiatura:
Periferica di classe B
Modello:
UN462A
UN462VA
UN492S
UN492VS
Italiano
UN552A
UN552S
UN552VS
Windows è un marchio registrato di Microsoft Corporation.
NEC è un marchio registrato di NEC Corporation.
DisplayPort e il logo DisplayPort Compliance sono marchi di Video Electronics Standards Association negli Stati Uniti e
in altri paesi.
MultiSync è un marchio o un marchio registrato di NEC Display Solutions, Ltd. in Giappone e altri paesi.
Tutti gli altri nomi di marche e prodotti sono marchi o marchi registrati dei rispettivi proprietari.
I termini HDMI e HDMI High-Definition Multimedia Interface, nonché il logo HDMI, sono marchi o marchi registrati di
HDMI Licensing Administrator, Inc. negli Stati Uniti e in altri paesi.
PJLink è un marchio candidato ai diritti di marchio in Giappone, negli Stati Uniti d’America e in altri paesi e aree
geografiche.
I loghi microSD e microSD SDHC sono marchi di SD-3C, LLC.
CRESTRON e CRESTRON ROOMVIEW sono marchi o marchi registrati di Crestron Electronics, Inc. negli Stati Uniti e in
altri paesi.
Adobe e il logo Adobe sono marchi o marchi registrati di Adobe Systems Incorporated negli Stati Uniti e/o in altri paesi.
Raspberry Pi è un marchio di Raspberry Pi Foundation.
Licenze software GPL/LGPL
Il prodotto include software con licenza GNU General Public License (GPL), GNU Lesser General Public License (LGPL) e di altro tipo.
Per ulteriori informazioni su ciascun software, consultare il file “readme.pdf” (Leggimi.pdf) all’interno della cartella “about GPL&LGPL” (Informazioni sulle
licenze GPL e LGPL) sul sito Web di NEC.
NOTA:
(1) Il contenuto di questo manuale dell’utente non può essere ristampato, interamente o in parte, senza previa autorizzazione.
(2) I contenuti di questo manuale dell’utente sono soggetti a modifica senza preavviso.
(3) È stata prestata grande attenzione nella preparazione di questo manuale dell’utente; tuttavia, se si notassero punti discutibili, omissioni o
errori, si prega di contattare NEC.
(4) A prescindere dall’articolo (3), NEC non sarà responsabile per eventuali pretese legate a perdite di profitti o altre questioni derivanti
dall’uso di questo dispositivo.
Italiano-1
Informazioni importanti
AVVERTENZA
PER EVITARE IL PERICOLO DI INCENDI O SCOSSE ELETTRICHE, NON ESPORRE L’UNITÀ A PIOGGIA O UMIDITÀ.
INOLTRE, NON USARE LA SPINA POLARIZZATA DELL’UNITÀ CON UNA PRESA DEL CAVO DI PROLUNGA O ALTRE
PRESE SE I POLI DELLA SPINA NON SI INSERISCONO COMPLETAMENTE.
EVITARE DI APRIRE IL TELAIO, POICHÉ ALL’INTERNO VI SONO COMPONENTI SOTTO ALTA TENSIONE. PER LA
MANUTENZIONE RIVOLGERSI A PERSONALE DELL’ASSISTENZA QUALIFICATO.
ATTENZIONE
PER RIDURRE IL RISCHIO DI SCOSSE ELETTRICHE, ASSICURARSI CHE IL CAVO DI ALIMENTAZIONE SIA
SCOLLEGATO DALLA PRESA DI ALIMENTAZIONE A MURO. PER DISINSERIRE COMPLETAMENTE L’ALIMENTAZIONE
DELL’UNITÀ, SCOLLEGARE IL CAVO DI ALIMENTAZIONE DALLA PRESA CA. NON RIMUOVERE IL COPERCHIO (O
LA PARTE POSTERIORE). ALL’INTERNO NON VI SONO PARTI RIPARABILI DALL’UTENTE. PER LA MANUTENZIONE
RIVOLGERSI A PERSONALE DELL’ASSISTENZA QUALIFICATO.
Questo simbolo avverte l’utente che le tensioni non isolate all’interno dell’unità possono essere sufficientemente
elevate da provocare una scossa elettrica. Pertanto, è pericoloso avere qualsiasi tipo di contatto con un componente
interno all’unità.
Questo simbolo avverte l’utente che sono state incluse importanti informazioni relative al funzionamento e alla
manutenzione dell’unità. Pertanto, esse devono essere lette attentamente al fine di evitare l’insorgere di problemi.
ATTENZIONE:
Utilizzare il cavo di alimentazione fornito con questo monitor secondo le istruzioni riportate nella tabella
seguente. Se con l’apparecchiatura non è stato fornito un cavo di alimentazione, contattare NEC. In tutti gli
altri casi, utilizzare il cavo di alimentazione con la spina corrispondente alla presa di alimentazione
disponibile nel luogo in cui si trova il monitor. Il cavo di alimentazione compatibile corrisponde alla tensione
CA della presa di alimentazione ed è stato approvato ed è risultato conforme alle norme di sicurezza nel
paese di acquisto.
Questa apparecchiatura è progettata per essere utilizzata con un cavo di alimentazione con pin di messa a terra di protezione
collegato a terra. Se il cavo di alimentazione non è collegato a terra possono verificarsi scosse elettriche. Assicurarsi che il cavo
di alimentazione sia correttamente collegato a terra.
Tipo di spina
Nord America
Europa continentale
Regno Unito
Cinese
Giapponese
Area geografica
USA/Canada
UE
Regno Unito
Cina
Giappone
Tensione
120*
230
230
220
100
Forma della spina
* Durante l’uso del monitor MultiSync con il relativo alimentatore CA da 125-240 V, utilizzare un cavo di alimentazione con la
stessa tensione di alimentazione della presa di rete CA in uso.
NOTA:
Il prodotto può essere riparato solo nel paese in cui è stato acquistato.
•
L’uso previsto principale di questo prodotto è come apparecchiatura tecnica informatica in un ufficio o in un ambiente
domestico.
•
Il prodotto è destinato al collegamento a un computer e non alla visione di trasmissioni televisive.
Italiano-2
Precauzioni di sicurezza, manutenzione e uso
consigliato
Precauzioni di sicurezza e manutenzione
PER GARANTIRE PRESTAZIONI OTTIMALI,
ATTENERSI ALLE SEGUENTI ISTRUZIONI PER LA
CONFIGURAZIONE E L’UTILIZZO DEL MONITOR
MULTIFUNZIONE:
NON APRIRE IL MONITOR. All’interno non sono
presenti parti riparabili dall’utente; inoltre, l’apertura o la
rimozione dei coperchi può esporre a scosse pericolose
o ad altri rischi. Per tutti gli interventi di manutenzione,
rivolgersi a personale dell’assistenza qualificato.
•
Non piegare, deformare o danneggiare in altro modo il
cavo di alimentazione.
•
Non appoggiare oggetti pesanti sul cavo di
alimentazione.
Il danneggiamento del cavo può provocare scosse o
incendi.
•
Fissare il cavo di alimentazione al monitor collegando la
vite e il morsetto per evitare che il cavo si allenti (forza di
fissaggio consigliata: 139-189 N•cm).
•
Assicurarsi che l’alimentazione fornita al monitor sia
sufficiente. Consultare la sezione “Alimentazione” nelle
specifiche.
•
Il cavo di alimentazione utilizzato deve essere approvato
e conforme alle norme di sicurezza del paese di utilizzo.
Ad esempio, in Europa deve essere utilizzato il tipo
H05VV-F 3G da 1 mm2.
•
Nel Regno Unito, con questo monitor occorre utilizzare
un cavo di alimentazione omologato BS con spina
stampata e fusibile nero (5 A).
Se il monitor o il vetro si rompe, evitare il contatto con i
cristalli liquidi e maneggiare il prodotto con cura.
•
Consentire una ventilazione adeguata intorno al monitor
in modo da dissipare il calore.
•
Non ostruire le aperture di ventilazione e non mettere il
monitor vicino a termosifoni o altre fonti di calore.
•
Non appoggiare nulla sopra il monitor.
•
Maneggiare con cura durante il trasporto. Conservare
l’imballaggio per il trasporto.
•
Se la ventola di raffreddamento viene utilizzata
ininterrottamente, è consigliabile pulire i fori di
ventilazione almeno una volta al mese.
•
Per assicurare l’affidabilità del monitor, pulire i fori di
ventilazione sul retro del telaio almeno una volta l’anno
per rimuovere sporcizia e polvere.
•
Se si utilizza un cavo LAN, non collegarlo a una
periferica il cui cablaggio potrebbe avere una tensione
eccessiva.
•
Non utilizzare il monitor in ambienti con temperatura
elevata, umidi, polverosi oppure oleosi.
•
Non utilizzare il monitor in ambienti con rapide variazioni
di temperatura e umidità ed evitare che il monitor sia
colpito direttamente dall’aria fredda proveniente da un
condizionatore. Queste condizioni possono ridurre la
durata del monitor e causare la formazione di condensa.
Se si è formata della condensa, scollegare il monitor e
non utilizzarlo fino a quando l’acqua non è evaporata.
Collegamento a un televisore*1
•
Il connettore del cavo di alimentazione è il primo
metodo per scollegare il sistema dall’alimentazione.
Il monitor deve essere installato vicino a una presa di
alimentazione facilmente accessibile.
•
Non versare liquidi nel telaio e non utilizzare il monitor
vicino all’acqua.
•
Non inserire oggetti di alcun tipo nelle fessure del telaio,
poiché possono toccare punti attraversati da tensioni
pericolose, che possono rivelarsi nocive o letali, oppure
possono causare scosse elettriche, incendi o anomalie
dell’apparecchiatura.
•
Non posizionare il prodotto su un carrello, un supporto o
un tavolo inclinato o instabile. Il monitor potrebbe cadere
danneggiandosi seriamente.
•
Non montare questo prodotto rivolto verso l’alto, il basso
o capovolto per un periodo di tempo prolungato, poiché
potrebbero verificarsi danni permanenti allo schermo.
•
Il sistema di distribuzione dei cavi deve essere collegato
a terra in base alla direttiva ANSI/NFPA 70, National
Electrical Code (NEC), in particolare alla Sezione
820.93, Grounding of Outer Conductive Shield of a
Coaxial Cable (Collegamento a terra della schermatura
conduttiva esterne di un cavo coassiale).
•
La schermatura del cavo coassiale deve essere
collegata a terra nell’impianto dell’edificio.
Se si verificano le seguenti condizioni, scollegare
immediatamente il monitor dalla presa a muro e rivolgersi a
personale dell’assistenza qualificato:
•
Il cavo di alimentazione o la presa sono danneggiati.
•
È stato versato del liquido o sono caduti oggetti nel
monitor.
•
Il monitor è stato esposto a pioggia o acqua.
•
Il monitor è caduto o il telaio è danneggiato.
•
Si notano danni strutturali, quali incrinature o sfarfallii
innaturali.
Il monitor non funziona regolarmente quando si seguono
le istruzioni per l’uso.
•
Non utilizzare il monitor all’aperto.
•
Se il vetro è rotto, maneggiare il prodotto con cura.
•
•
Questo monitor è dotato di ventole di controllo della
temperatura. Per prestazioni affidabili e una lunga durata
del prodotto, è importante non coprire le aperture di
ventilazione del monitor.
*1: il prodotto acquistato potrebbe non disporre di questa funzionalità.
Italiano-3
Italiano
•
•
Uso consigliato
Ergonomia
Per ottenere i massimi vantaggi in fatto di ergonomia, si
raccomanda di seguire le seguenti indicazioni:
•
Per ottenere prestazioni ottimali del monitor, attendere
20 minuti per il riscaldamento. Evitare la riproduzione
prolungata di immagini fisse sul monitor per evitare la
persistenza dell’immagine (effetti post-immagine).
•
Riposare periodicamente gli occhi concentrandosi su un
oggetto lontano almeno 1,5 metri. Sbattere spesso le
palpebre.
•
Posizionare il monitor a un angolo di 90° rispetto a
finestre o altre sorgenti luminose per ridurre il riflesso
della luce sullo schermo.
•
Regolare i controlli di luminosità, contrasto e nitidezza
del monitor per migliorare la leggibilità.
•
Sottoporsi regolarmente a esami della vista.
•
Utilizzare i controlli di dimensione e posizione
preimpostati con i segnali di ingresso standard.
•
Utilizzare le preimpostazioni del colore.
•
Utilizzare segnali non interlacciati.
•
Non utilizzare il colore primario blu su uno sfondo scuro.
È difficile da vedere e può causare affaticamento degli
occhi a causa di contrasto insufficiente.
•
Adatto per finalità di intrattenimento in ambienti con
luminosità controllata per evitare fastidiosi riflessi sullo
schermo.
Pulizia del pannello LCD
•
Se il pannello LCD è impolverato, spolverarlo con
delicatezza utilizzando un panno morbido.
•
Pulire la superficie del pannello LCD con un panno non
abrasivo che non lasci residui. Evitare l’uso di detersivi o
detergenti per vetri.
•
Non sfregare il pannello LCD con un materiale duro o
abrasivo.
•
Non esercitare pressione sulla superficie del pannello
LCD.
•
Non utilizzare un detergente OA, in quanto
provocherebbe il deterioramento o lo scolorimento della
superficie del pannello LCD.
Pulizia del telaio
•
Scollegare l’alimentazione.
•
Pulire delicatamente il telaio con un panno morbido.
•
Per pulire il telaio, inumidire il panno con acqua e
detergente neutro, strofinare il telaio e passare infine con
un panno asciutto.
NOTA: NON pulire con diluente al benzene, detergente
alcalino, detergente a base alcolica, detergente
per vetri, cera, detergente per smalti, sapone
in polvere o insetticidi. Le gomme o le sostanze
viniliche non devono rimanere a contatto con il
telaio per un periodo prolungato. Questi tipi di fluidi
e materiali possono provocare il deterioramento, la
screpolatura o la rimozione della vernice.
Italiano-4
Caratteristiche
•
•
Ottimizzato per video wall
–
Mascherina ultra stretta
Offre la soluzione ottimale in un ambiente in cui i monitor sono affiancati l’uno all’altro.
–
Affiancamento immagini, Compensazione immagini (TILE COMP) e Taglio immagini
Mostra con precisione un’immagine su più schermi compensando la larghezza della mascherina.
–
Composizione fotogrammi e Inversione della scansione verticale
Compensa il ritardo dei contenuti nei video wall più grandi con oggetti che si spostano in orizzontale.
–
Collegamento a catena HDMI/DisplayPort
Funzionalità migliorate che consentono il collegamento a catena 4K per la realizzazione di video wall.
–
Alimentazione USB
Consente al monitor di alimentare un dispositivo esterno tramite il terminale USB CM1 (massimo 5 V/2 A).
Riproduzione dei colori continua e accurata
–
SpectraView Engine
Il sofisticato motore di elaborazione del colore esclusivo di NEC integrato nel monitor. Combina luminanza interna,
punto di bianco, illuminazione ambientale, monitoraggio della temperatura e del tempo, caratterizzazione e calibrazione
individuali di ciascun monitor durante la produzione per fornire livelli senza precedenti di controllo del colore, uniformità,
accuratezza e stabilità. SpectraView Engine offre la massima versatilità, dalla calibrazione del colore più rapida e
avanzata fino alla possibilità di emulare accuratamente spazi cromatici come Adobe®RGB e sRGB, per eseguire
emulazioni dell’output stampato utilizzando profili ICC e tabelle di ricerca 3D interne.
–
HDR incluso nelle modalità immagine (vedere pagina 54)
Fino a 5 profili di modalità immagine programmabili per un rapido accesso agli spazi cromatici standard del settore o alle
impostazioni personalizzate dell’utente. È supportato anche il video HDR.
–
Supporto per NEC Display Wall Calibrator (NDWC) e MultiProfiler
È possibile configurare e selezionare con facilità più modalità di colore utilizzando il software MultiProfiler, scaricabile dal
nostro sito Web.
–
Uniformità (vedere pagina 111)
Offre una luminanza e un colore più uniformi sullo schermo compensando le variazioni di luminosità e colore intrinseche
ai pannelli LCD.
–
Calibrazione autonoma (vedere pagina 51)
Questa funzione aggiorna i dati di riferimento dell’elaboratore del colore interno del monitor con le misurazioni effettuate
utilizzando il sensore di colore per migliorare la presentazione del colore.
Il monitor deve essere calibrato nei seguenti casi:
– Tutti i monitor sono impostati sulla stessa modalità immagine, ma il colore di visualizzazione di ogni monitor appare
diverso.
– Degrado del colore dovuto all’uso prolungato.
Utilizzando un sensore di calibrazione, il valore preimpostato dell’immagine OSD corrisponderà alle misurazioni del
sensore.
Ingresso di più segnali
–
Slot per scheda opzionale
È consentito l’uso di una scheda opzionale. Contattare il fornitore per informazioni più dettagliate.
–
Media Player (vedere pagina 29)
Il Media Player interno consente di riprodurre file audio e video archiviati su una scheda di memoria microSD o su una
memoria USB collegate al pannello dei terminali laterale sul monitor.
–
Interfacce DisplayPort e HDMI (vedere pagina 27)
Progettate come soluzioni scalabili e pronte per il futuro per la connettività di monitor digitali ad alte prestazioni. Entrambe
le interfacce consentono la massima risoluzione, le più alte velocità di aggiornamento e le profondità di colore più elevate.
–
Picture-By-Picture/Picture-In-Picture (vedere pagina 55)
Aumenta la produttività visualizzando contemporaneamente due diverse sorgenti di ingresso, sia affiancandole (PictureBy-Picture) sia inserendo una piccola schermata secondaria all’interno di una grande schermata principale (Picture-InPicture). Questa funzione può essere utilizzata anche per visualizzare una singola sorgente di ingresso con due modalità
immagine diverse per un confronto affiancato di diverse impostazioni.
Italiano-5
Italiano
•
Capitolo 1
Installazione
Questo capitolo include:
>> “Panoramica dell’installazione” a pagina 7
>> “Montaggio” a pagina 9
>> “Fissaggio degli accessori di montaggio” a pagina 14
>> “Installazione di una scheda opzionale” a pagina 16
>> “Installazione di un’unità sensore opzionale” a pagina 17
ATTENZIONE:
Per il contenuto della confezione, fare riferimento al foglio stampato fornito all’interno.
Questo dispositivo non può essere utilizzato o installato senza il supporto da tavolo o altri accessori di montaggio. Per una
corretta installazione si raccomanda di rivolgersi al personale di assistenza autorizzato da NEC. La mancata osservanza
delle procedure di montaggio standard di NEC può provocare danni all’apparecchiatura o lesioni all’utente o all’installatore.
La garanzia del prodotto non copre i danni provocati da un’installazione non corretta. La mancata osservanza di queste
raccomandazioni può causare l’annullamento della garanzia.
Italiano-6
Panoramica dell’installazione
1. Stabilire la posizione di installazione
ATTENZIONE:
• L’installazione del monitor deve essere eseguita da un tecnico qualificato.
Contattare il fornitore per ulteriori informazioni.
• LO SPOSTAMENTO O L’INSTALLAZIONE DEL MONITOR DEVE ESSERE ESEGUITO DA DUE O
PIÙ PERSONE. La mancata osservanza di questa precauzione potrebbe causare lesioni in caso di
caduta del monitor.
• Questo monitor dispone di sensori di temperatura interni e ventole di raffreddamento, tra cui una
ventola per la scheda opzionale.
NOTA:
Se il monitor si surriscalda, il ventilatore si attiva automaticamente.
La ventola della scheda opzionale è attiva anche se la temperatura è inferiore alla normale
temperatura di esercizio per consentire il raffreddamento della scheda opzionale. Se il monitor si
surriscalda mentre la ventola di raffreddamento è in funzione, viene visualizzato l’avviso “Attenzione”.
In tal caso, interrompere l’uso dell’unità, spegnerla e lasciarla raffreddare. L’utilizzo delle ventole
di raffreddamento riduce la probabilità che si verifichino guasti prematuri dell’unità e potrebbe
contribuire a ridurre il degrado dell’immagine e la “persistenza dell’immagine”.
Se il monitor è utilizzato in un’area chiusa o se il pannello LCD è coperto da uno schermo
protettivo, controllare la temperatura interna del monitor utilizzando il comando STATO CALORE
nel menu OSD (vedere pagina 122). Se la temperatura è superiore alla normale temperatura di
esercizio, accendere la ventola di raffreddamento selezionando [ON] nel sottomenu [CONTROLLO
VENTILATORE] del menu OSD (vedere pagina 122).
Per evitare di graffiare il pannello LCD, posizionare sempre sul tavolo un panno morbido, come un telo più grande
dell’area dello schermo del monitor, prima di collocare il monitor con lo schermo verso il basso.
2. Inserire le batterie nel telecomando (opzionale)
Il telecomando è alimentato da due batterie AAA da 1,5 V.
Italiano
Per installare o sostituire le batterie:
1. Premere e far scorrere il coperchio per aprirlo.
2. Allineare le batterie in base alle indicazioni (+) e (–) all’interno del vano.
3. Riposizionare il coperchio.
NEC consiglia di utilizzare le batterie nel modo seguente:
ATTENZIONE:
L’uso non corretto delle batterie può dar luogo a perdite o scoppi.
•
Inserire le batterie “AAA” in modo che i segni (+) e (–) di ogni batteria corrispondano ai segni (+) e (–) nel vano batterie.
•
Non utilizzare batterie di marche diverse.
•
Non utilizzare insieme batterie nuove e vecchie. Si potrebbe causare una riduzione della durata delle batterie o una
perdita di liquido.
•
Rimuovere immediatamente le batterie scariche per impedire che l’acido fuoriesca nel vano batterie.
•
Non toccare l’acido fuoriuscito da una batteria poiché può lesionare la pelle.
NOTA:
Se non si intende utilizzare il telecomando per lunghi periodi, rimuovere le batterie.
3. Collegare le apparecchiature esterne (vedere pagina 24)
•
Per proteggere le apparecchiature esterne, disattivare l’alimentazione principale prima di effettuare qualsiasi collegamento.
•
Consultare il manuale dell’utente dell’apparecchiatura per ulteriori informazioni.
NOTA:
Non collegare/scollegare i cavi durante l’accensione del monitor o di altre apparecchiature esterne, onde evitare la
perdita dell’immagine del monitor.
Italiano-7
4. Collegare il cavo di alimentazione in dotazione
•
Il monitor deve essere installato in prossimità di una presa di alimentazione facilmente accessibile.
ATTENZIONE:
• Collegare il cavo di alimentazione al monitor utilizzando la vite e il morsetto (forza di fissaggio
consigliata: 139-189 N•cm).
• Assicurarsi che l’alimentazione fornita al monitor sia sufficiente. Consultare “Alimentazione” nelle
specifiche (vedere “UN462A” a pagina 97, “UN462VA” a pagina 98, “UN492S” a pagina 99,
“UN492VS” a pagina 100, “UN552A” a pagina 101, “UN552S” a pagina 102 e “UN552VS” a
pagina 103).
Vite
Morsetto
AVVERTENZA
• Consultare la sezione “Informazioni importanti” di questo manuale dell’utente per scegliere
correttamente il cavo di alimentazione CA.
• Inserire a fondo la spina nella presa di alimentazione. Se il collegamento è allentato, l’immagine
potrebbe risultare instabile e si potrebbe causare un incendio.
5. Informazioni sui cavi
ATTENZIONE:
Utilizzare i cavi specificati, forniti con questo prodotto, per evitare interferenze con la ricezione
radiotelevisiva.
Per DVI, USB e mini D-Sub a 15 pin, utilizzare un cavo per segnali schermato con nucleo in ferrite.
Per HDMI, DisplayPort e D-Sub a 9 pin, utilizzare un cavo per segnali schermato.
L’uso di cavi e adattatori diversi può provocare interferenze con la ricezione radiotelevisiva.
6. Accendere l’apparecchiatura esterna e il monitor
Se il monitor è collegato a un computer, accendere prima il monitor.
7. Utilizzare l’apparecchiatura esterna collegata
Selezionare la sorgente di ingresso per l’apparecchiatura collegata in modo da mostrare il relativo segnale di immagine sullo
schermo.
8. Regolare l’audio
Se necessario, apportare regolazioni al volume.
9. Regolare le impostazioni dell’immagine (vedere pagina 107)
Se necessario, regolare la retroilluminazione, il colore, il contrasto e la posizione dell’immagine nel menu OSD PICTURE.
10. Regolazioni consigliate
Per ridurre il rischio di “persistenza dell’immagine”, regolare le seguenti voci in base all’applicazione in uso:
•
[SALVA SCHERMO] e [COLORE BORDO] nel menu [OSD PROTECT] (vedere pagina 122).
Si consiglia inoltre di configurare l’impostazione [CONTROLLO VENTILATORE] su [ON].
•
[DATA & ORA] e [SETTAGGI PROGRM] nel menu [OSD SCHEDULE] (vedere pagina 112).
Italiano-8
Montaggio
ATTENZIONE:
Per il cliente:
NON montare il monitor da soli. Per una corretta installazione, si consiglia di rivolgersi a un tecnico qualificato. Contattare il
fornitore per un elenco di professionisti qualificati per eseguire l’installazione. Il montaggio a parete o a soffitto, così come la
richiesta di intervento di un tecnico, sono responsabilità del cliente.
Manutenzione
•
Verificare periodicamente la presenza di viti allentate, spazi vuoti anomali, deformazioni o altri problemi che possono
verificarsi nell’attrezzatura di montaggio. Nel caso in cui si rilevi un problema, rivolgersi a personale di assistenza qualificato.
•
Controllare regolarmente se nella posizione di montaggio sono presenti segni di danni o usura che possono verificarsi nel
tempo.
NON bloccare le aperture di ventilazione con accessori di montaggio o di altro tipo.
Per il personale qualificato di NEC:
Pericolo di stabilità
Il dispositivo potrebbe cadere, provocando gravi lesioni personali o la morte. Per prevenire lesioni, questo dispositivo deve
essere fissato saldamente al pavimento/alla parete in conformità alle istruzioni di installazione.
Ispezionare attentamente la posizione nella quale l’unità andrà montata. Non tutte le pareti e i soffitti sono in grado di
sostenere il peso dell’unità. Il peso di questo monitor è indicato nelle specifiche (vedere “UN462A” a pagina 97, “UN462VA”
a pagina 98, “UN492S” a pagina 99, “UN492VS” a pagina 100, “UN552A” a pagina 101, “UN552S” a pagina 102 e
“UN552VS” a pagina 103). La garanzia del prodotto non copre i danni provocati da un’installazione non corretta, dalla modifica
del prodotto o da calamità naturali. La mancata osservanza di queste raccomandazioni può causare l’annullamento della
garanzia.
Per garantire un’installazione sicura, utilizzare due o più staffe per montare l’unità. Fissare l’unità in almeno due punti nella
posizione di installazione.
Per il montaggio a parete o a soffitto, osservare le seguenti indicazioni:
•
Se si utilizzano accessori di montaggio diversi da quelli approvati da NEC, tali accessori devono essere conformi al metodo
di montaggio compatibile con VESA (FDMIv1).
•
NEC consiglia di utilizzare interfacce di montaggio conformi allo standard UL1678 nel Nord America.
•
NEC consiglia vivamente di utilizzare viti di formato M6 (10-12 mm + spessore della
staffa e della rondella in lunghezza). Se si utilizzano viti di lunghezza superiore a
10-12 mm, verificare la profondità del foro (forza di fissaggio consigliata:
470 - 635 N•cm). Il foro della staffa deve essere inferiore a φ 8,5 mm.
•
Prima di eseguire il montaggio, ispezionare la posizione di installazione per assicurarsi
che sia sufficientemente robusta da sostenere il peso dell’unità, in modo tale che l’unità
sia protetta da eventuali danni.
•
Per informazioni dettagliate, consultare le istruzioni incluse nell’attrezzatura di montaggio.
•
Assicurarsi che non sia presente spazio tra il monitor e la staffa.
Unità Nessuno spazio Staffa di
montaggio
Nessuna filettatura
4 mm
meno di
φ 8,5 mm
Rondelle
Vite
10-12 mm
Spessore di
staffa e rondelle
NOTA: Se viene utilizzata per lungo tempo una configurazione video wall, potrebbe verificarsi una leggera espansione dei
monitor a causa delle variazioni di temperatura. Per questo motivo, è consigliabile lasciare almeno un millimetro di
spazio tra i bordi dei monitor adiacenti.
Se si utilizza una configurazione video wall, è possibile utilizzare i distanziatori per mantenere lo spazio tra i monitor. Fissare i
distanziatori nelle posizioni indicate di seguito.
Italiano-9
Italiano
ATTENZIONE:
Per UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS/UN552A:
•
Utilizzare un cacciavite per fissare i distanziatori.
•
La coppia è 0,63 N•m o inferiore.
DISTANZIATORE
Distanziatore
8 mm
Ad esempio, installazione di un distanziatore nella configurazione di più monitor.
Per UN492S/UN492VS:
•
Utilizzare un cacciavite per fissare i piedini.
•
La coppia è 0,63 N•m o inferiore.
I piedini sono utili per l’allineamento.
8,2
m
m
PIEDINO
Piedino
Esempio di installazione dei piedini in una configurazione a più monitor.
Istruzioni per i piedini
È possibile fissare ogni posizione del monitor con gli appositi piedini.
Se si utilizzano i piedini, fare riferimento alle istruzioni seguenti.
1. Collegare tutti i monitor in posizione verticale utilizzando i piedini.
2. Collegare ogni monitor in posizione verticale utilizzando i piedini.
Per UN552S/UN552VS:
•
Posizionare il distanziatore sul bordo del lato posteriore del monitor.
•
Fissarlo con il nastro biadesivo sul lato posteriore del distanziatore.
DISTANZIATORE
Distanziatore
Ad esempio, installazione di un distanziatore nella configurazione di più monitor.
Italiano-10
Montaggio di un cavo di sicurezza
ATTENZIONE:
• Non tentare di appendere il monitor utilizzando un cavo di sicurezza per l’installazione. Il monitor deve
essere installato correttamente.
• Al momento dell’installazione, non esercitare pressione sul pannello LCD né forza eccessiva su qualsiasi
parte del monitor, premendo o appoggiandosi. In caso contrario, il monitor potrebbe distorcersi o
danneggiarsi.
• Installare il monitor in un punto della parete o del soffitto abbastanza solido da sopportarne il peso.
• Per evitare che il monitor cada dalla parete o dal soffitto, NEC consiglia vivamente di usare un cavo di
sicurezza.
• Preparare il monitor utilizzando accessori di montaggio quali ganci, bulloni a occhiello o componenti di
montaggio, quindi fissare il monitor con un cavo di sicurezza. Il cavo di sicurezza non deve essere stretto.
• Assicurarsi che gli accessori di montaggio siano sufficientemente robusti da sostenere il monitor prima
del montaggio.
Fissaggio di un cavo a un monitor con altoparlanti installati (solo in posizione orizzontale)
Utilizzare i componenti di montaggio degli altoparlanti per fissare un cavo al monitor.
L’altoparlante opzionale viene installato sul retro del monitor:
Maniglie per cavo di sicurezza
Italiano
Cavo di sicurezza per posizione orizzontale
Cavo di sicurezza per
posizione verticale
Italiano-11
Posizione di montaggio
ATTENZIONE:
•
Il soffitto o la parete deve essere sufficientemente robusto da sostenere il monitor e gli accessori di montaggio.
•
NON installare l’unità in posizioni dove esiste il rischio di urto contro porte o cancelli.
•
NON eseguire l’installazione in aree dove l’unità può essere esposta a forti vibrazioni e polvere.
•
NON installare il monitor in prossimità del punto di ingresso dell’alimentazione di rete nell’edificio.
•
NON installare il monitor in una posizione in cui le persone possono rimanere facilmente agganciate o impigliate all’unità o
all’attrezzatura di montaggio.
•
In caso di montaggio in un’area incassata, ad esempio in una nicchia all’interno di una parete, lasciare almeno 100 mm di
spazio tra il monitor e la parete per consentire una ventilazione appropriata.
NOTA:
Consentire un’adeguata ventilazione o predisporre il condizionamento dell’aria intorno al monitor in modo tale da
dissipare il calore dal monitor e dall’attrezzatura di montaggio.
Orientamento
•
Quando si utilizza in posizione verticale, il monitor deve essere ruotato in senso orario, in modo che il lato sinistro si sposti
verso l’alto e il lato destro verso il basso. Questa posizione consente una corretta ventilazione e prolunga la durata del
monitor. Una ventilazione non corretta può ridurre la vita utile del monitor.
ATTENZIONE:
•
Non montare il monitor in posizione inclinata.
•
Non montare questo prodotto rivolto verso l’alto, il basso o capovolto per un periodo di tempo prolungato, poiché potrebbero
verificarsi danni permanenti allo schermo.
Italiano-12
Requisiti di ventilazione
Se si procede al montaggio in uno spazio chiuso o in una nicchia, lasciare abbastanza spazio tra il monitor e la parete per
consentire la dispersione del calore, come mostrato di seguito.
100 mm
100 mm
30 mm
100 mm
100 mm
Deve essere inferiore a 40 °C.
NOTA: Prevedere un’adeguata ventilazione o il condizionamento dell’aria intorno al monitor in modo tale da dissipare il calore
dall’unità e dall’attrezzatura di montaggio, soprattutto quando si usano i monitor in una configurazione con più schermi.
Montaggio a soffitto
ATTENZIONE:
Assicurarsi che il soffitto sia sufficientemente robusto da sostenere il peso dell’unità e dell’attrezzatura di montaggio nel
tempo, anche in caso di scosse sismiche, vibrazioni impreviste e altre forze esterne.
•
Assicurarsi che l’unità sia montata su una struttura solida all’interno del soffitto, ad esempio una trave portante. Fissare il
monitor utilizzando bulloni, rondelle di bloccaggio, rondelle e dadi.
•
NON montare l’unità in aree prive di strutture interne di supporto. NON utilizzare viti per legno o viti di ancoraggio per il
montaggio. NON montare l’unità a soffitto o su installazioni sospese.
Italiano
•
Italiano-13
Fissaggio degli accessori di montaggio
Il monitor è ideato per l’uso con il sistema di montaggio VESA. Prestare attenzione a non ribaltare il monitor quando si fissano
gli accessori.
Solo per accessori di montaggio NEC*1
Interfaccia di montaggio VESA (M6)
300 mm
(UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS)
400 mm
(UN552A/UN552S/UN552VS)
300 mm
(UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS)
400 mm
(UN552A/UN552S/UN552VS)
Gli accessori di montaggio possono essere fissati con il monitor rivolto in basso. Per evitare di graffiare il pannello LCD,
posizionare sempre sul tavolo un panno morbido, come un telo più grande dell’area dello schermo del monitor, prima di
collocare il monitor con lo schermo verso il basso. Accertarsi che sul tavolo non vi sia nulla che possa danneggiare il monitor.
Se si utilizzano accessori di montaggio diversi da quelli approvati e conformi alle specifiche di NEC, tali accessori devono
essere conformi allo standard di montaggio VESA FDMI (Flat Display Mounting Interface).
NOTA: Prima dell’installazione, posizionare il monitor con lo schermo rivolto verso il basso su una superficie piana più grande
dello schermo del monitor. Utilizzare un tavolo robusto che possa sostenere facilmente il peso del monitor.
*1: UN552A/UN552S/UN552VS: WM-55UN-L o WM-55UN-P.
UN492S/UN492VS: WM-49UN-L.
UN462A/UN462VA: WM-46UN-L3 o WM-46UN-P2.
Utilizzo di un adattatore di montaggio a parete
Se l’accessorio di montaggio interferisce con le aperture di ventilazione, utilizzare gli adattatori di montaggio a parete
(diametro 14 mm) e le viti in dotazione. Se le viti dell’adattatore sono troppo lunghe, utilizzare una rondella per ridurre la
profondità. La rondella non è inclusa.
Adattatore per montaggio a parete (diametro 14 mm)
Staffa di montaggio
Unità
Rondella
18 mm
10-12 mm
Vite per
adattatore per
montaggio a
parete
NOTA: Gli accessori di montaggio mostrati nelle figure potrebbero non essere disponibili in alcuni paesi.
Italiano-14
Installazione e rimozione del supporto da tavolo opzionale
ATTENZIONE:
• L’installazione e la rimozione del supporto devono essere effettuate da due o più persone.
• Durante l’installazione del supporto del monitor, maneggiare l’unità con cautela onde evitare di pizzicarsi
le dita.
Attenersi alle istruzioni di installazione fornite con il supporto o l’attrezzatura di montaggio. Utilizzare esclusivamente i dispositivi
consigliati dal produttore.
NOTA: • Per UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS, utilizzare SOLO le viti incluse nel supporto per il piano di appoggio
opzionale.
Per UN552A/UN552S/UN552VS, utilizzare SOLO le viti incluse nel monitor.
• Installare il supporto in modo che l’estremità lunga dei piedini sia rivolta in avanti. Utilizzare il supporto ST-322 per
UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS e il supporto ST-5220 per UN552A/UN552S/UN552VS.
• UN492S/UN492VS: NON posizionare questo monitor sul pavimento con il supporto per il piano di appoggio.
Posizionarlo su un tavolo o con un accessorio di montaggio per il supporto.
Supporto da tavolo opzionale
Tavolo
Panno morbido
Prevenzione del ribaltamento
Se si utilizza il monitor con il supporto da tavolo opzionale, fissare il monitor a una parete utilizzando una corda o una catena in
grado di sostenerne il peso, onde evitare che possa cadere. Fissare la corda o la catena al monitor utilizzando i morsetti e le viti
in dotazione.
Per UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS, i morsetti e le viti sono inclusi con il supporto da tavolo opzionale.
UN462A/UN462VA/UN492S/UN492VS
UN552A/UN552S/UN552VS
100 mm
325,9 mm
Fori per viti
Fori per viti
Corda o catena
Morsetto
Corda o catena
Morsetto
Vite (M4)
Vite (M4)
Prima di fissare il monitor alla parete, accertarsi che la parete sia in grado di sostenere il peso del monitor.
ATTENZIONE:
Accertarsi di rimuovere la corda o la catena dalla parete prima di spostare il monitor.
Italiano-15
Italiano
ATTENZIONE:
Installazione di una scheda opzionale
1. Spegnere l’interruttore principale.
2. Posizionare il monitor con lo schermo rivolto verso il basso su una superficie piana più grande dello schermo del monitor.
Utilizzare un tavolo robusto che possa sostenere facilmente il peso del monitor.
NOTA:
Per evitare di graffiare il pannello LCD, posizionare sempre sul tavolo un panno morbido, come un telo più grande
dell’area dello schermo del monitor, prima di collocare il monitor con lo schermo verso il basso. Accertarsi che sul
tavolo non vi sia nulla che possa danneggiare il monitor.
3. Rimuovere il coperchio dello slot svitando le viti installate (Figura 1), facendolo scorrere verso destra (Figura 2) e
sollevandolo (Figura 3).
Figura 1
Figura 2
Figura 3
Figura 4
4. Inserire la scheda opzionale nel monitor e fissarla con le viti rimosse (Figura 4) (forza di fissaggio consigliata:
139-189 N•cm).
NOTA: La confezione del monitor o il monitor stesso non contengono alcuna scheda opzionale, tranne qualora il monitor sia
stato acquistato come parte di un pacchetto speciale. Si tratta di accessori opzionali disponibili per l’acquisto separato.
Rivolgersi al fornitore per un elenco delle schede opzionali disponibili per il monitor in uso.
Assicurarsi che la scheda sia inserita nello slot con l’orientamento corretto.
Non esercitare forza eccessiva nel manipolare la scheda opzionale prima di fissarla con le viti.
AVVERTENZA:
Assicurarsi che la scheda opzionale sia fissata saldamente utilizzando le viti originali per evitare che la
scheda opzionale fuoriesca dal monitor. La caduta della scheda opzionale potrebbe esporre l’utente a
pericoli.
Italiano-16
Installazione di un’unità sensore opzionale
Per l’installazione del sensore sul monitor, utilizzare la vite o il nastro biadesivo come mostrato di seguito:
8 mm
Guarnizione
Nastro biadesivo
Posizione della vite
Fissaggio mediante vite: rimuovere la guarnizione che copre i fori delle viti sulla mascherina. Fissare l’unità con la vite.
Posizionare l’unità sensore vicino al lato posteriore.
NOTA: In base al tipo di monitor, esistono alcune limitazioni per il montaggio. Per l’installazione, attenersi alle istruzioni
seguenti per evitare danni al monitor.
Per UN462A/UN462VA/UN552A:
• Per l’installazione dell’unità sensore sul lato superiore del monitor, non utilizzare la vite. Se l’unità sensore viene
installata utilizzando una vite si potrebbe danneggiare il monitor.
Per UN492S/UN492VS:
Per fissare l’unità sensore all’interno della cornice, si consiglia di utilizzare i fori delle viti come indicato di seguito.
Fissaggio mediante nastro biadesivo: è possibile posizionare l’unità sensore su qualunque lato del monitor.
Posizionare l’unità sensore a 8 mm di distanza dal lato anteriore.
NOTA: Per UN552S/UN552VS:
• Utilizzare solo nastro biadesivo.
Italiano-17
Italiano
• Utilizzare la vite M3 x 6 attaccata al monitor. Non è possibile utilizzare una vite dell’unità sensore opzionale.
Capitolo 2
Nomi e funzioni dei componenti
Questo capitolo include:
>> “Pannello di controllo” a pagina 19
>> “Pannello dei terminali” a pagina 20
>> “Telecomando wireless (opzionale)” a pagina 22
Italiano-18
Pannello di controllo
E Pulsante - (pulsante meno)
Consente di ridurre il livello dell’uscita audio quando il menu
OSD è disattivato.
Consente di spostare l’area evidenziata a sinistra durante la
navigazione tra le opzioni del menu OSD.
Funziona come un pulsante meno per ridurre la regolazione
di un’opzione del menu OSD dopo la relativa selezione con
il pulsante [INPUT/SET].
F Pulsante r (pulsante su)
Consente di attivare il menu OSD quando lo stesso è
disattivato.
Funziona come un pulsante su per spostare l’area
evidenziata verso l’alto e selezionare le voci regolazione nel
menu OSD.
G Pulsante s (pulsante giù)
Consente di attivare il menu OSD quando lo stesso è
disattivato.
(pulsante di accensione)
Consente di alternare tra gli stati acceso e standby.
Vedere pagina 33.
H Pulsante MENU/EXIT
Consente di attivare il menu OSD quando lo stesso è
disattivato.
B Pulsante MUTE
Consente di attivare/disattivare l’audio.
Nel menu OSD, funziona come pulsante “Indietro” per
tornare al menu OSD precedente.
C Pulsante INPUT/SET
Nel menu principale, funziona come pulsante EXIT per
chiudere il menu OSD.
INPUT: consente di spostarsi tra gli ingressi disponibili
quando il menu OSD è disattivato. Vedere pagina 26 e
pagina 28.
[DVI], [HDMI1], [HDMI2], [DisplayPort1],
[DisplayPort2], [VGA (YPbPr/RGB)], [VIDEO], [MP],
[OPTION]*1, [COMPUTE MODULE]*2. Questi sono
gli unici ingressi disponibili, mostrati con il nome
preimpostato in fabbrica.
NOTA:
MP è un’abbreviazione di Media Player.
SET: funziona come un pulsante di impostazione quando si
effettua una selezione mentre il menu OSD è aperto.
*1: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
I Sensore del telecomando e spia di accensione
Riceve il segnale dal telecomando (durante l’uso del
telecomando wireless). Vedere pagina 34.
Si accende in blu quando il monitor è nella modalità attiva*1.
Lampeggia alternatamente in verde e arancione quando è
attivata la funzione [SETTAGGI PROGRM]*2.
Se viene rilevata un’anomalia di un componente all’interno
del monitor, la spia lampeggia in rosso oppure alternando
rosso e blu.
Fare riferimento alla tabella delle Modalità di ACCENSIONE
e SPEGNIMENTO a pagina 33.
*2: questo ingresso è disponibile quando sono installati la scheda di
interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo
Raspberry Pi opzionali. Vedere pagina 104.
: se è selezionato [OFF] in [SPIA ACCENSIONE], il LED non si accende
quando il monitor è nella modalità attiva. Vedere pagina 126.
*1
D Pulsante + (pulsante più)
: se è selezionato [OFF] in [SPIA PROGRAMMA], il LED non lampeggia.
Vedere pagina 126.
*2
Consente di aumentare il livello dell’uscita audio quando il
menu OSD è disattivato.
Consente di spostare l’area evidenziata a destra durante la
navigazione tra le opzioni del menu OSD.
Funziona come un pulsante più per aumentare la
regolazione di un’opzione del menu OSD dopo la relativa
selezione con il pulsante [INPUT/SET].
Italiano-19
Italiano
A Pulsante
Funziona come un pulsante giù per spostare l’area
evidenziata verso il basso e selezionare le voci regolazione
nel menu OSD.
Pannello dei terminali
Unità sensore opzionale
HDMI
Dall’unità sensore opzionale
A Connettore AC IN
G HDMI IN (HDMI1 (DAISY CHAIN IN) / HDMI2 (CEC))
Consente di collegare il cavo di alimentazione in dotazione.
Ingresso dei segnali HDMI.
B Interruttore principale
H HDMI OUT (HDMI OUT (DAISY CHAIN OUT))
Interruttore ON/OFF per accendere/spegnere l’unità.
Segnale di uscita da HDMI 1, DVI IN oppure OPTION.
C AUDIO IN (AUDIO1/AUDIO2)
I DVI IN (DVI-D)
Ingresso del segnale audio da un’apparecchiatura esterna,
quale un computer o un lettore.
Ingresso dei segnali RGB digitali da un computer
o da un dispositivo HDTV con uscita digitale RGB.
Vedere pagina 116.
D VGA IN (mini D-Sub a 15 pin)
NOTA:
Questo connettore non supporta l’ingresso
analogico.
Ingresso dei segnali RGB analogici da un personal
computer o da un’altra apparecchiatura RGB. Questo
ingresso può essere utilizzato con una sorgente RGB o
YPbPr. Selezionare il tipo di segnale in [IMPOSTAZIONE
TERMINALE]. Vedere pagina 116.
J RS-232C IN (D-Sub a 9 pin)
NOTA:
Se si utilizza questo connettore per YPbPr,
impiegare un cavo per segnali adatto. Per qualsiasi
domanda rivolgersi al fornitore.
Consente di collegare l’ingresso RS-232C
dall’apparecchiatura esterna, ad esempio un computer,
per controllare le funzioni RS-232C. Vedere pagina 80.
K REMOTE
E DisplayPort OUT (DisplayPort OUT (DAISY CHAIN
Consente di utilizzare l’unità sensore opzionale collegandola
al monitor. Vedere pagina 17.
Segnale di uscita da DisplayPort 1 oppure OPTION.
NOTA:
Non utilizzare questo connettore a meno che non
sia espressamente specificato.
OUT))
F DisplayPort IN (DisplayPort1 (DAISY CHAIN IN)/
DisplayPort2))
Ingresso dei segnali DisplayPort.
L Slot per scheda microSD (microSD per Media Player)
Lettore di schede di memoria microSD da utilizzare con
Media Player. Vedere pagina 40.
Per montare il coperchio dello slot per schede microSD,
consultare “Montaggio del coperchio dello slot per schede
microSD”. Vedere pagina 29.
Italiano-20
M Porte USB
Fori di montaggio per altoparlanti opzionali
NOTA:
Rivolgersi al fornitore per un elenco degli
altoparlanti compatibili.
Per informazioni sulla porta USB, vedere “Collegamento di
un dispositivo USB” a pagina 31.
USB1 (SENSORE):
porta a valle (USB Type-A).
USB2:
porta a monte (USB Type-B).
USB CM1 (2A):
porta di alimentazione.
USB CM2*1:
porta di servizio. Non collegarvi
dispositivi.
Unità sensore opzionale (telecomando, sensore di
luce ambientale e sensore di presenza)
USB per Media Player: lettore di dispositivi di archiviazione
USB da utilizzare con Media Player.
*1: la funzionalità USB è disponibile quando sono installati la scheda di
interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo
Raspberry Pi opzionali. Vedere pagina 104.
Consente di ricevere il segnale dal telecomando.
Rileva il livello di luce ambientale, consentendo al
monitor di regolare automaticamente l’impostazione di
retroilluminazione per rendere la visione più confortevole.
Non coprire questo sensore.
Consente di rilevare la presenza umana davanti al monitor.
Slot del modulo di calcolo Raspberry Pi
Slot per l’installazione di una scheda di interfaccia del
modulo di calcolo Raspberry Pi e del modulo di calcolo
Raspberry Pi. Vedere pagina 104.
N VIDEO IN
Ingresso del segnale video composito.
O Porta LAN IN/OUT (RJ-45) (LAN1 (DAISY CHAIN IN)/
LAN2 (DAISY CHAIN OUT))
Consente il collegamento alla LAN per gestire e controllare
il monitor attraverso la rete. Vedere pagina 81.
ATTENZIONE:
L’installazione deve essere eseguita da
un tecnico qualificato. Non tentare di
installare una scheda di interfaccia del
modulo di calcolo e un modulo di calcolo
Raspberry Pi in modo autonomo.
NOTA:
Nell’uso dare priorità a LAN1.
P AUDIO
Uscita del segnale audio da AUDIO 1/2, DisplayPort e HDMI
a un dispositivo esterno (ricevitore stereo, amplificatore e
così via).
NOTA:
Questo connettore non è un terminale per cuffie.
Q EXTERNAL SPEAKER TERMINAL
Uscita del segnale audio.
Il terminale rosso è positivo (+).
Italiano
Il terminale nero è negativo (-).
NOTA:
Questo terminale è destinato ad altoparlanti da
15 W + 15 W (8 Ω).
R Slot per scheda opzionale
Slot per l’installazione di una scheda opzionale di tipo Slot 2.
Vedere pagina 16.
NOTA:
Rivolgersi al fornitore per un elenco delle schede
opzionali compatibili.
S Slot di sicurezza
Slot per blocco di sicurezza e protezione antifurto compatibile
con cavi/apparecchiature di sicurezza Kensington.
NOTA:
Per conoscere i prodotti, visitare il sito Web di
Kensington.
T Targhetta
Sensore dati wireless intelligente
Sensore per le comunicazioni wireless al monitor
relativamente a informazioni e impostazioni.
Vedere pagina 89.
Italiano-21
Telecomando wireless (opzionale)
D TASTIERINO
Premere i pulsanti per impostare e modificare le password,
cambiare canale e impostare l’ID del telecomando.
Vedere pagina 74.
Alcuni pulsanti vengono utilizzati per CEC (Consumer
Electronics Control) e per la funzione Media Player
(“Utilizzo del telecomando” a pagina 42).
E Pulsante ENT
Consente di effettuare le selezioni nelle impostazioni di
Media Player. Vedere pagina 64.
Da utilizzare con una scheda opzionale. La funzione
dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
F Pulsante DISPLAY
Consente di mostrare/nascondere il menu OSD delle
informazioni. Vedere pagina 38.
Consente di sbloccare i pulsanti del telecomando se sono
stati bloccati in IMPOST BLOCCO IR. Tenere premuto il
pulsante DISPLAY per almeno 5 secondi per sbloccare il
telecomando. Vedere pagina 61.
G Pulsante MENU
Consente di aprire e chiudere il menu OSD.
Vedere pagina 38.
H Pulsante AUTO SET UP
Consente di accedere al menu di configurazione automatica.
Vedere pagina 109.
NOTA:
I pulsanti privi di spiegazione non sono utilizzati con
il modello del monitor in uso.
A Pulsanti POWER ON e STANDBY
POWER ON consente di riattivare il monitor dalla modalità a
basso consumo.
STANDBY porta il monitor nella modalità a basso consumo.
Vedere pagina 33.
I Pulsante EXIT
Nel menu OSD, funziona come pulsante “Indietro” per
tornare al menu OSD precedente.
Nel menu principale, funziona come pulsante EXIT per
chiudere il menu OSD.
J / Pulsante (pulsante su/giù)
B Pulsante INPUT
Funziona come pulsante di navigazione, all’interno dei menu
OSD e di Media Player, per spostare l’area evidenziata in
alto o in basso.
Consente di spostarsi tra gli ingressi disponibili.
Vedere pagina 26 e pagina 28.
Consente di spostare l’immagine attiva verso l’alto o verso il
basso nella modalità multi-immagine. Vedere pagina 55.
Questi sono gli unici ingressi disponibili, mostrati con il
nome preimpostato in fabbrica.
K Pulsante -/+ (pulsante meno/più)
NOTA:
MP è un’abbreviazione di Media Player.
C Pulsante OPTION MENU
Da utilizzare quando è installata una scheda opzionale.
Vedere pagina 16.
La funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Funziona come pulsante di navigazione, all’interno dei menu
OSD e di Media Player, per spostare l’area evidenziata a
sinistra o a destra.
Consente di aumentare o diminuire il livello di regolazione
all’interno dell’impostazione del menu OSD selezionata.
Consente di spostare l’immagine attiva a sinistra o destra
nella modalità multi-immagine. Vedere pagina 55.
Italiano-22
L Pulsante SET/POINT ZOOM
T Pulsante STILL
SET: quando è visualizzato il menu OSD, questo pulsante
consente di confermare la selezione effettuata.
Pulsante ON/OFF: consente di attivare/disattivare la
modalità fermo immagine.
POINT ZOOM (ZOOM PUNTO): quando non è visualizzato
il menu OSD, questo pulsante consente di eseguire lo zoom
in un punto. Vedere pagina 37.
Pulsante CAPTURE: consente di acquisire un fermo
immagine.
M Pulsante VOLUME +/Consente di aumentare o diminuire il livello dell’uscita audio.
N Pulsante CH/ZOOM +/-*
NOTA:
• Questa funzione viene disattivata alla selezione
di [MODALITÀ MULTI IMMAG.], [TEXT TICKER],
[SALVA SCHERMO], [POINT ZOOM] (ZOOM
PUNTO), [CAPOVOL IMMAG, tranne che per
NON AZION], [IMPOST AVANZATE in CAMBIO
INPUT], [TILE MATRIX].
• [SOTTOTITOLAGGIO] non è disponibile se è
attivo STILL (FERMO IMMAGINE).
Consente di aumentare o diminuire il livello dello zoom
sul punto. Consultare le istruzioni per POINT ZOOM.
Vedere pagina 37.
• Se il segnale di ingresso proviene dalla scheda
opzionale, il comportamento di questo pulsante
dipende dalla scheda opzionale installata nel
monitor.
*: se utilizzata con una scheda opzionale, il comportamento di questa
funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
O Pulsante GUIDE
Pulsante IMAGE FLIP
Da utilizzare con una scheda opzionale. La funzione
dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Consente di spostarsi tra [FLIP ORIZZ], [FLIP VERT],
[RUOTA 180°] e [NON AZION]. Vedere pagina 111.
P Pulsante MUTE
Pulsante ACTIVE PICTURE
Consente di disattivare il segnale audio.
Consente di selezionare l’immagine attiva quando è attiva la
modalità multi-immagine. Vedere pagina 55.
Q Pulsante PICTURE MODE
Consente di spostarsi tra le modalità immagine
[HIGHBRIGHT], [STANDARD], [sRGB], [CINEMA],
[CUSTOM1 (PERSONALIZZATO1)], [CUSTOM2
(PERSONALIZZATO2)], [SETTAGGI SVE-(1-5)].
Vedere pagina 35.
Pulsante ON/OFF: consente di attivare/disattivare la
modalità multi-immagine.
R Pulsante ASPECT
Pulsante CHANGE: consente di scambiare gli ingressi
selezionati tra l’immagine 1 e l’immagine 2.
Pulsanti MULTI PICTURE
Consente di spostarsi tra i rapporti di formato [INTERO],
[ESPANDI]*, [DINAMICO]*, [1:1], [ZOOM] e [NORMALE].
Vedere pagina 36.
Pulsante PICTURE ASPECT: consente di selezionare il
rapporto di formato dell’immagine attiva.
Per ulteriori informazioni, vedere pagina 55.
*: solo ingressi HDMI1, HDMI2, VGA (YPbPr).
S Pulsante AUDIO INPUT
Consente di selezionare la sorgente di ingresso audio [IN1],
[IN2], [HDMI1], [HDMI2], [DisplayPort1], [DisplayPort2],
[OPTION]*1, [MP] e [COMPUTE MODULE]*2.
* : questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
1
*2: questo ingresso è disponibile quando sono installati la scheda di
interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo
Raspberry Pi opzionali. Vedere pagina 104.
NOTA:
Se si preme il pulsante SET/INPUT ZOOM mentre
MULTI IMMAG. è ON, è possibile modificare le
dimensioni dell’immagine attiva.
Pulsante REMOTE ID
Consente di attivare la funzione REMOTE ID
(ID TELECOMANDO). Vedere pagina 74.
Pulsante MTS
Da utilizzare con una scheda opzionale. La funzione
dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Pulsante
-*
consente di attivare i sottotitoli solo per l’ingresso VIDEO.
*: se utilizzata con una scheda opzionale, il comportamento di questa
funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor. Per ulteriori
informazioni, consultare il manuale dell’utente della scheda opzionale.
Italiano-23
Italiano
Pulsante MODE: consente di cambiare modalità tra
PIP (Picture-In-Picture) e PBP (Picture-By-Picture).
Capitolo 3
Collegamenti
Questo capitolo include:
>> “Schema di cablaggio” a pagina 25
>> “Collegamenti” a pagina 25
>> “Collegamenti video esterni” a pagina 26
>> “Sorgenti video interne” a pagina 28
>> “Collegamento di un dispositivo USB” a pagina 31
Collegamento di apparecchiature esterne
NOTA: • Non collegare o scollegare i cavi durante l’accensione del monitor o di altre apparecchiature esterne, onde evitare la
perdita dell’immagine del monitor.
• Non utilizzare un cavo audio attenuatore (con resistenza integrata). Se si utilizza un cavo audio con resistenza
integrata, l’audio risulterà attenuato.
Prima di effettuare i collegamenti:
•
Spegnere il dispositivo prima di collegarlo al monitor.
•
Consultare il manuale dell’utente del dispositivo per conoscere i tipi di collegamento disponibili e le istruzioni relative al
dispositivo.
•
Si consiglia di spegnere l’alimentazione principale del monitor prima di collegare o scollegare un dispositivo di archiviazione
USB o una scheda di memoria microSD, onde evitare il danneggiamento dei dati.
Italiano-24
Schema di cablaggio
Cavo USB
Dispositivi USB
quali fotocamera
USB, dispositivo
di archiviazione
USB o sensore di
colore USB
USB1 (SENSOR)
USB2
Porta USB
(tipo A)
Porta USB
(tipo B)
USB CM1 (2A)
AUDIO
1
Dispositivi che
necessitano di
alimentazione:
USB CM2
Computer (USB)*1
Esempio: stick
multi-presentatore
Amplificatore stereo
Dispositivo
di archiviazione USB
Videoregistratore o
lettore DVD (video)
Computer (digitale)
Lettore video HDMI o
computer (HDMI)
Lettore
Blu-ray o
DVD (HDMI)
Amplificatore AV
Lettore Blu-ray o
DVD (HDMI)
Amplificatore
AV
Computer (DisplayPort)
Lettore video HDMI o
computer (HDMI)
Computer (DisplayPort)
Secondo monitor*
Computer (analogico)
Lettore DVD (Component)
Linee punteggiate = Altro segnale
Linee continue = Segnale video
Computer
Linee tratteggiate = Segnale audio
Lettore DVD
Amplificatore stereo
*: esiste un limite al numero di monitor che possono essere collegati a catena. Vedere pagina 71.
*1: il dispositivo collegato a USB2 può controllare il dispositivo collegato a USB1 (SENSORE). Vedere “Collegamento di un dispositivo USB” a pagina 31.
Collegamenti
Terminale di collegamento
Impostazione in
IMPOSTAZIONE TERMINALE
Nome del segnale di
ingresso
Collegamento del terminale
audio
Pulsante di ingresso
sul telecomando
DVI (DVI-D)
MOD. DVI: DVI-PC/DVI-HD
DVI
IN1/IN2
DVI
HDMI1 (DAISY CHAIN IN)
LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
HDMI1
HDMI1
HDMI1
HDMI2 (CEC)
LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
HDMI2
HDMI2
HDMI2
DisplayPort 1 (DAISY CHAIN IN)
LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
DisplayPort 1
DisplayPort 1
DisplayPort 1
DisplayPort 2
LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
DisplayPort 2
DisplayPort 2
DisplayPort 2
VGA (RGB, YPbPr)
MODO VGA: RGB/YPbPr
VGA: RGB/YPbPr
IN1/IN2
VGA (RGB/YPbPr)
VIDEO
—
VIDEO
IN1/IN2
VIDEO
Slot per scheda opzionale (SLOT2)
LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
OPTION
OPTION (ANALOGIC/DIGITAL)*2
OPTION
USB per Media Player/microSD
—
MP
USB per Media Player/microSD
MEDIA PLAYER
COMPUTE MODULE
COMPUTE MODULE
COMPUTE MODULE
Slot del modulo di calcolo Raspberry Pi LIVELLO VIDEO: RAW/ESPAND*2
*2: configurare l’impostazione appropriata per il segnale di ingresso.
Italiano-25
Italiano
Videoregistratore o lettore DVD
Collegamenti video esterni
Ingressi video
•
Composite Video (RCA): ingresso per segnali video analogici con qualità video a definizione standard, nessun segnale audio.
•
VGA: collegamento per segnali video analogici a un computer. Solo video, nessun segnale audio.
•
DVI-D: collegamento per segnali video digitali a un computer. Solo video, nessun segnale audio.
•
HDMI: collegamenti per segnali audio e video digitali ad alta definizione a un computer, un lettore multimediale in streaming,
un lettore Blu-ray, una console di gioco e così via.
•
DisplayPort (DP): collegamento per segnali audio e video digitali ad alta definizione a un computer.
Collegamento a un PC
I tipi di collegamenti video utilizzabili per il collegamento a un computer dipendono dalla scheda video del computer.
La seguente tabella mostra la tipica temporizzazione dei segnali preimpostata in fabbrica per ciascun tipo di collegamento.
Alcune schede video potrebbero non essere in grado di supportare la risoluzione richiesta per una corretta riproduzione
dell’immagine con il collegamento selezionato. Il monitor mostra l’immagine corretta mediante la regolazione automatica del
segnale di temporizzazione preimpostato in fabbrica.
<Temporizzazione dei segnali tipica preimpostata in fabbrica>
Risoluzione
Frequenza di scansione
Orizzontale
Verticale
31,5 kHz
37,9 kHz
48,4 kHz
45,0 kHz
47,8 kHz
49,7 kHz
60,0 kHz
64 kHz
47,7 kHz
47,7 kHz
65,3 kHz
55,9 kHz
75,0 kHz
65,3 kHz
67,5 kHz
74,6 kHz
133,3 kHz
65,7 kHz
67,5 kHz
133,3 kHz
135,0 kHz
54,0 kHz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
60 Hz
30 Hz
30 Hz
60 Hz
60 Hz
24 Hz
640 x 480
800 x 600
1024 x 768
1280 x 720
1280 x 768
1280 x 800
1280 x 960
1280 x 1024
1360 x 768
1366 x 768
1400 x 1050
1440 x 900
1600 x 1200
1680 x 1050
1920 x 1080
1920 x 1200
1920 x 2160
3840 x 2160
3840 x 2160
3840 x 2160
3840 x 2160
4096 x 2160
VGA
DVI
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì*1
No
No
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì*1
No
No
No
No
No
No
HDMI
DisplayPort
MODO1
MODO2
1,1a
1,2
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì*
Sì*
No
*: è impostato solo HBR2.
*1: riduce l’oscuramento.
Italiano-26
Osservazioni
Immagine compressa
Risoluzione consigliata
Immagine compressa
Immagine compressa
Immagine compressa
Immagine compressa
Immagine compressa
Immagine compressa
Immagine compressa
Collegamento a un computer con HDMI
•
Utilizzare un cavo HDMI recante il logo HDMI.
•
La comparsa del segnale dopo l’accensione del computer potrebbe richiedere alcuni istanti.
•
Alcune schede video o driver potrebbero non essere in grado di visualizzare correttamente l’immagine.
•
Quando si utilizza un computer con HDMI, impostare [SCANSIONE MAGGIORE] su [AUTO] oppure [OFF], in quanto i
driver di visualizzazione potrebbero non essere completamente compatibili e potrebbero non visualizzare correttamente
l’immagine. Vedere pagina 110.
•
Per trasmettere l’audio HDMI, impostare [HDMI1] o [HDMI2] in INGRESSO AUDIO nel menu OSD, oppure scegliere [HDMI1
o [HDMI2] premendo il pulsante INGRESSO AUDIO del telecomando.
•
Se il segnale sorgente è 3840 x 2160 (60 Hz), HDCP 2.2 o HDR, impostare [MODO2] in [HDMI] all’interno di
[IMPOSTAZIONE TERMINALE]. Vedere pagina 116.
•
Se l’alimentazione principale del monitor viene attivata dopo aver acceso il computer collegato, talvolta le immagini non
vengono visualizzate. In questo caso, spegnere e riaccendere il computer.
•
Utilizzare un cavo DisplayPort recante il logo DisplayPort.
•
Per utilizzare il connettore di uscita DisplayPort, consultare Uscita video. Vedere pagina 73.
•
La comparsa del segnale dopo l’accensione del computer potrebbe richiedere alcuni istanti.
•
Quando si collega un cavo DisplayPort a un componente con un adattatore di conversione del segnale, potrebbe non essere
visualizzata alcuna immagine.
•
Alcuni cavi DisplayPort dispongono di una funzione di blocco. Durante la rimozione di questo cavo, tenere premuto il
pulsante superiore per rilasciare il fermo.
•
Per trasmettere l’audio DisplayPort, impostare [DisplayPort1] o [DisplayPort2] in [INGRESSO AUDIO] nel menu OSD, oppure
scegliere [DisplayPort1] o [DisplayPort2] premendo il pulsante INGRESSO AUDIO del telecomando.
•
Per visualizzare le singole immagini su ciascun monitor collegato con il connettore DisplayPort OUT, impostare
[DisplayPort1.2] e [MST] in [DisplayPort] all’interno di [IMPOSTAZIONE TERMINALE]. Vedere pagina 116.
•
Se l’alimentazione principale del monitor viene attivata dopo aver acceso il computer collegato, talvolta le immagini non
vengono visualizzate. In questo caso, spegnere e riaccendere il computer.
Collegamento a un dispositivo multimediale con HDMI
Effettuare il collegamento utilizzando un solo cavo HDMI per ottenere la massima qualità dell’immagine e dell’audio da lettori
Blu-ray, lettori multimediali in streaming o console di gioco. I contenuti UHD 4K vengono visualizzati quando anche il lettore
multimediale collegato supporta i contenuti 4K.
Supporta la codifica HDCP (High-bandwidth Digital Contents Protection), un tipo di gestione dei diritti digitali che impedisce
ai contenuti ad alta definizione nei dischi Blu-ray, nei DVD e nei supporti in streaming di essere copiati o trasmessi in maniera
illecita.
NOTA: • Supporta 1920x1080 (60 Hz), 1080p, 1080i, 720p@50Hz/60Hz, 576p@50Hz, 480p@60Hz, 576i@50Hz,
480i@60Hz, 3840x2160 (30Hz/24Hz/25Hz [MODO1]), 3840x2160 (60Hz [MODO2]), 4096x2160 (24Hz).
• Collegare il cavo HDMI quando il lettore multimediale e il monitor sono entrambi spenti.
• Utilizzare un cavo HDMI recante il logo HDMI.
• Alcuni cavi e dispositivi HDMI potrebbero non essere in grado di visualizzare correttamente l’immagine a causa di
specifiche HDMI diverse.
Italiano-27
Italiano
Collegamento a un computer con DisplayPort
HDMI-CEC (Consumer Electronics Control)
HDMI-CEC consente ai lettori multimediali compatibili, collegati tramite HDMI, di comunicare e consentire un controllo limitato
tra il dispositivo e il monitor. Ad esempio, l’accensione di un lettore Blu-ray può immediatamente commutare l’ingresso sul lettore
Blu-ray senza utilizzare il telecomando. Non tutti i dispositivi sono completamente compatibili e, in alcuni casi, il produttore del
dispositivo multimediale potrebbe assicurare la compatibilità solo con i propri monitor o televisori. Vedere “Supporto dei comandi
HDMI CEC” a pagina 79.
Se supportato, è possibile utilizzare il telecomando opzionale del monitor per controllare il dispositivo multimediale HDMI. I
pulsanti del telecomando attivati CEC sono i seguenti:
1 (9), 2 (4), 3 (:), 5 (<), 6 (;), ENT, EXIT, , , +, NOTA: Le istruzioni in questa sezione guidano l’utente nella configurazione di [CEC] nel menu OSD del monitor. Queste
impostazioni possono essere configurate anche utilizzando i controlli Web del monitor. I nomi delle funzioni e la
posizione nei controlli Web sono gli stessi utilizzati nel menu OSD.
Attivazione di CEC
1. Collegare un dispositivo CEC alla porta HDMI2.
Premere il pulsante HDMI2 sul telecomando.
2. Premere il pulsante MENU per aprire il menu OSD.
3. Selezionare [CONTROL] e quindi [CEC].
4. Selezionare [ON] per [CEC], quindi [SÌ] per [SPEGN. AUTOMATICO] e [RICEVITORE AUDIO].
5. Selezionare [SÌ] in [RICERCA DISPOSITIVO].
Al termine della ricerca, la porta HDMI a cui è collegato un dispositivo CEC viene visualizzata con il relativo nome.
Se non viene trovato alcun dispositivo CEC, assicurarsi che il dispositivo sia collegato e acceso, che supporti CEC e che
CEC sia attivato. A seconda del produttore, la funzionalità CEC potrebbe avere un nome diverso. Consultare il manuale del
dispositivo.
6. Premere il pulsante EXIT sul telecomando.
Sorgenti video interne
Alcune sorgenti video disponibili sono interne e non sono collegate alle porte video sul pannello dei terminali del monitor.
Queste sorgenti video sono le seguenti:
•
Media Player
•
Scheda opzionale OPS
•
Modulo di calcolo Raspberry Pi
Italiano-28
Media Player
Il Media Player interno consente di riprodurre file audio e video archiviati su una scheda di memoria microSD o su un dispositivo
di archiviazione USB. Vedere pagina 40 per le istruzioni sull’utilizzo di Media Player.
Collegare una scheda di memoria microSD compatibile
Formattare una scheda di memoria microSD nel formato FAT32 o FAT16. Consultare il manuale di istruzioni o il file della guida
del computer per informazioni sulla formattazione di una scheda di memoria microSD.
NOTA: Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
Il funzionamento del monitor con tutte le schede di memoria microSD disponibili in commercio non è garantito.
Le schede microSD con CPRM non sono supportate.
Le schede microSD UHS-1 o UHS-2 non sono supportate.
•
Quando si inserisce una scheda di memoria microSD, verificare per prima cosa che sia collocata nella direzione corretta e
solo allora procedere all’inserimento. Inserire a fondo la scheda di memoria microSD in modo da innestare il blocco a molla.
•
Per espellere una scheda di memoria microSD dallo slot per schede microSD, premere al centro della scheda di memoria
microSD per rilasciare il blocco a molla, quindi estrarre la scheda.
Installazione del coperchio dello slot per schede microSD
Per proteggere la scheda di memoria microSD è consigliabile applicare il coperchio dello slot per schede microSD.
Italiano
Inserire nel foro il bordo del coperchio dello slot per schede microSD. Fissarlo in posizione con la vite in dotazione
(forza di fissaggio consigliata: 139-189 N•cm).
Foro
Il coperchio della scheda
microSD è inserito.
Italiano-29
Collegare un dispositivo di archiviazione USB compatibile
Per utilizzare un dispositivo di archiviazione USB con Media Player, formattarlo nel formato FAT32 o FAT16. Consultare il
manuale dell’utente o il file della Guida del computer per informazioni sulla formattazione di un dispositivo di archiviazione USB.
Con questo monitor, utilizzare il dispositivo di archiviazione USB attenendosi allo schema riportato di seguito.
Se le dimensioni fisiche del dispositivo di archiviazione USB sono superiori alle dimensioni supportate elencate di seguito,
utilizzare una prolunga USB.
Meno di 44 mm
Memoria USB
Prolunga
Meno di 10,5 mm
NOTA: • Se il monitor non riconosce un dispositivo di archiviazione USB collegato, assicurarsi che la struttura dei file sia
FAT32 o FAT16.
• Il funzionamento del monitor con tutti i dispositivi di archiviazione USB disponibili in commercio non è garantito.
• Inserire il dispositivo di archiviazione USB nella porta USB per Media Player sul pannello posteriore sul lato del
monitor.
• Media Player non utilizza altri collegamenti USB sul monitor (vedere pagina 20).
Schede opzionali per il monitor
Quando nel monitor sono installati una scheda opzionale o una scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e
il modulo di calcolo Raspberry Pi, questi dispositivi sono visualizzati come disponibili nell’elenco [INPUT] del menu OSD.
Le schede opzionali, la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi sono
disponibili separatamente e devono essere installati fisicamente nel monitor. Questo documento contiene istruzioni sull’utilizzo
del monitor senza opzioni aggiuntive. Le posizioni di installazione della scheda opzionale, della scheda di interfaccia del
modulo di calcolo Raspberry Pi e del modulo di calcolo Raspberry Pi sono indicate nello schema del pannello dei terminali
(vedere pagina 20). Le istruzioni complete per l’installazione e l’utilizzo sono fornite con il singolo dispositivo oppure sono
disponibili online.
NOTA: • La scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi DS1-IF10CE sono in
vendita separatamente. Per ulteriori informazioni, contattare un rivenditore NEC autorizzato. L’installazione deve
essere eseguita da un tecnico qualificato. Non tentare di installare da soli una scheda di interfaccia del modulo di
calcolo e un modulo di calcolo Raspberry Pi. Vedere pagina 104.
• Contattare il fornitore per conoscere le schede opzionali disponibili.
Italiano-30
Collegamento di un dispositivo USB
Alcune porte USB sul pannello dei terminali del monitor hanno usi diversi a seconda del tipo di dispositivo USB collegato.
Seguire queste linee guida quando si utilizzano queste porte con dispositivi supportati.
USB1 (SENSORE):
porta USB a valle (Type-A).
Collegamento utilizzato da dispositivi USB esterni (quali fotocamere, memorie flash, tastiere e
così via) e da dispositivi interni (scheda opzionale, scheda di interfaccia del modulo di calcolo
Raspberry Pi e modulo di calcolo Raspberry Pi opzionali, se installati).
USB2:
porta USB a monte (Type-B).
Collegamento a un computer mediante un cavo USB. Un computer USB compatibile collegato a USB2
può controllare i dispositivi collegati alla porta USB1 (SENSORE).
USB CM1* (2A):
porta di alimentazione.
Fornisce fino a 2 A di alimentazione a un dispositivo USB collegato, ad esempio un supporto di
streaming HDMI o uno stick di presentazione. Il consumo energetico effettivo dipende dal dispositivo
collegato. Assicurarsi di utilizzare un cavo USB che supporti 2 A.
Attivare [ALIMENTAZIONE USB] nelle impostazioni [USB] del menu [CONTROL] nel menu OSD.
Vedere pagina 127.
Consultare la pagina delle specifiche per informazioni sull’alimentazione. Vedere pagina 96.
* Funziona come porta USB standard se usata con la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di
calcolo Raspberry Pi. Vedere pagina 104.
USB CM2*:
porta di servizio.
Non collegarvi dispositivi.
* Funziona come porta USB standard se usata con la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di
calcolo Raspberry Pi. Vedere pagina 104.
USB per Media Player:
porta USB a valle (Type-A).
Questa porta è destinata ai futuri aggiornamenti del software.
Lettore di dispositivi di archiviazione USB da utilizzare con Media Player interno. Vedere pagina 40.
NOTA: • Assicurarsi che la forma e l’orientamento del connettore siano correttamente allineati durante il collegamento del
cavo o del dispositivo USB.
• A seconda del BIOS del computer, del sistema operativo o del dispositivo, la funzione USB potrebbe non essere
utilizzabile. Consultare il manuale dell’utente del computer o del dispositivo.
• Prima di spegnere l’interruttore di alimentazione principale del monitor o di arrestare Windows®, disattivare
la funzione USB e rimuovere il dispositivo USB dal monitor. I dati potrebbero essere persi o subire danni se il
dispositivo USB non viene scollegato correttamente.
• Il monitor potrebbe impiegare alcuni secondi per riconoscere l’ingresso USB. Non scollegare il cavo USB e non
ricollegarlo prima che il monitor riconosca l’ingresso.
Italiano-31
Italiano
ATTENZIONE:
Non piegare il cavo USB. Potrebbe intrappolare il calore e dare vita a un incendio.
Capitolo 4
Operazioni di base
Questo capitolo include:
>> “Modalità di accensione e spegnimento” a pagina 33
>> “Range di funzionamento del telecomando opzionale” a pagina 34
>> “Utilizzo del risparmio energetico” a pagina 34
>> “Visualizzazione del menu OSD delle informazioni” a pagina 35
>> “Commutazione tra le modalità immagine” a pagina 35
>> “Impostazione del rapporto di formato” a pagina 36
>> “Utilizzo dello zoom sul punto” a pagina 37
>> “Controlli del menu OSD (On Screen-Display)” a pagina 38
>> “Utilizzo di Media Player” a pagina 40
Italiano-32
Modalità di accensione e spegnimento
Premere il pulsante
sul pannello di controllo o il pulsante POWER ON sul telecomando per accendere il monitor.
Il LED di alimentazione del monitor indica lo stato attuale del monitor. Consultare la seguente tabella per informazioni
sull’indicatore a LED.
Stato dell’indicatore a LED
e schema di illuminazione
Blu fisso
Condizione
Normale
Verde lampeggiante*
1
In una qualsiasi delle condizioni sotto indicate, il monitor
non ha rilevato alcun segnale di ingresso nel periodo
impostato:
•
Il monitor utilizza una scheda opzionale.
•
[RILEVAZIONE INPUT] è configurato su
un’impostazione diversa da [NON AZION].
•
[ALIMENTAZIONE USB] è impostato su [ON].
•
DisplayPort in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] è
impostato su [MST].
Arancione fisso
Il monitor non ha rilevato alcun segnale di ingresso AV nel
periodo impostato (con ingresso del segnale di rete).
Arancione
lampeggiante
Il monitor non ha rilevato alcun segnale di ingresso AV nel
periodo impostato (senza ingresso del segnale di rete).
Rosso fisso
Spegnere il monitor con il telecomando o il pulsante sul
monitor.
Ripristino
1. Accendere il monitor con il
telecomando o il pulsante sul
monitor.
2. Inviare un ingresso di segnali AV al
monitor.
Accendere il monitor con il
telecomando o il pulsante sul monitor.
*1: l’impostazione dell’ora per [AUTO RISPARMIO ENERG] è disponibile in [RISPARMIO ENERGIA] (vedere pagina 122).
NOTA: • L’indicatore a LED blu, che segnala che il monitor è acceso e funziona normalmente, può essere disattivato nelle
opzioni del menu OSD del monitor. Vedere pagina 126.
• Se l’indicatore lampeggia in rosso alternando lampeggi lunghi e corti, potrebbe essersi verificato un errore
particolare; contattare il fornitore.
Italiano
L’interruttore di alimentazione principale deve essere in posizione ON perché sia possibile accendere il monitor utilizzando il
pulsante POWER ON del telecomando o il pulsante
sul pannello di controllo.
OFF
Interruttore di alimentazione
principale
Pulsante
ON
Italiano-33
Range di funzionamento del telecomando opzionale
Durante l’uso dei pulsanti, puntare la parte superiore del telecomando verso il sensore del telecomando sul monitor.
Utilizzare il telecomando entro una distanza di circa 7 m dal sensore
del telecomando, oppure a un’angolazione orizzontale e verticale
non superiore a 30° e restando entro una distanza massima di
circa 3,5 m.
NOTA: Il sistema del telecomando potrebbe non funzionare se la
luce del sole o una forte illuminazione colpisce direttamente
il sensore del telecomando, oppure se è presente un oggetto
sul percorso.
Precauzioni per l’uso del telecomando
•
Non sottoporlo a urti violenti.
•
Evitare che il telecomando venga bagnato da acqua o altri liquidi.
Se il telecomando si bagna, asciugarlo immediatamente.
•
Evitare l’esposizione a calore e vapore.
•
Non aprire il telecomando, se non per inserire le batterie.
Utilizzo del risparmio energetico
Il monitor utilizza la funzione DPM (Display Power Management) approvata da VESA. Questa funzione riduce il consumo
energetico del monitor quando non è in uso.
Quando è collegato a un computer, il consumo energetico del monitor si riduce automaticamente se la tastiera o il mouse non
vengono utilizzati per il tempo configurato nelle impostazioni di risparmio energetico del computer. Per ulteriori informazioni,
consultare il manuale dell’utente del computer.
Se collegato a una sorgente AV, come un lettore Blu-ray, un lettore DVD o un lettore video in streaming, il consumo energetico
del monitor si riduce automaticamente dopo che è trascorso un tempo predeterminato dal momento in cui il monitor non
ha riconosciuto alcun segnale in ingresso. Questa opzione può essere attivata o disattivata nelle impostazioni [RISPARMIO
ENERGIA] nel sottomenu [PROTECT] del menu OSD. Vedere pagina 122.
NOTA: • A seconda del computer e della scheda video in uso, questa funzione potrebbe non essere operativa.
• Dopo la perdita del segnale video, il monitor si spegne automaticamente dopo un tempo preimpostato.
Consultare [AUTO RISPARMIO ENERG] in [RISPARMIO ENERGIA] pagina 122.
• È possibile creare programmi per l’accensione o lo spegnimento del monitor in orari specifici. Vedere pagina 47.
Italiano-34
Visualizzazione del menu OSD delle informazioni
Il menu OSD delle informazioni fornisce informazioni relative a sorgente di ingresso, dimensioni dell’immagine, indirizzo IP, ID
del monitor e così via.
Premere il pulsante DISPLAY sul telecomando per visualizzare il menu OSD delle informazioni.
A Nome dell'ingresso
B Nome dell'ingresso audio
C Rapporto di formato dell'immagine
D Informazioni sul segnale di ingresso
H
E Informazioni sulla modalità multi-immagine
F Informazioni di comunicazione
Commutazione tra le modalità immagine
Premere il pulsante MODALITÀ IMMAGINE sul telecomando wireless per spostarsi tra le modalità immagine di
SpectraView Engine da 1 a 5.
Italiano
Le modalità immagine sono preconfigurate con impostazioni d’uso generale. Vedere “Regolazione avanzata del colore” a
pagina 48 per le istruzioni sulla modifica delle impostazioni della modalità immagine.
Italiano-35
Impostazione del rapporto di formato
Premere il pulsante ASPETTO sul telecomando per spostarsi tra le opzioni disponibili per il segnale di ingresso corrente.
Per MP (Media Player), VIDEO
•
INTERO ➙ ZOOM ➙ NORMALE
Per DVI, DisplayPort1, DisplayPort2, VGA (RGB), OPTION*1, COMPUTE MODULE*2
•
INTERO ➙ 1:1 ➙ ZOOM ➙ NORMALE
*1: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
*2: questo ingresso è disponibile quando sono installati la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi opzionali.
Per VGA (YPbPr), HDMI1, HDMI2
•
INTERO ➙ ESPANDI ➙ DINAMICO ➙ 1:1 ➙ ZOOM ➙ NORMALE
Rapporto di formato
dell’immagine
4:3
Visualizzazione
inalterata*2
Selezione consigliata per il rapporto di
formato*2
Descrizione
[NORMALE]
Riproduce il rapporto di formato inviato dalla
sorgente.
[DINAMICO]
Espande un’immagine 4:3 per riempire
l’intero schermo senza linearità. Per effetto
dell’espansione, parte dell’area esterna
dell’immagine risulterà tagliata.
Squeeze
[INTERO]
Consente di riempire l’intero schermo.
Letterbox
[ESPANDI]
Espande un segnale letterbox 16:9 per riempire
l’intero schermo.
*2: le aree grigie indicano le parti non utilizzate dello schermo.
1:1: mostra l’immagine nel rapporto di formato 1 pixel per 1 pixel.
ZOOM
•
La funzione di zoom aumenta le dimensioni dell’immagine, espandendo l’immagine oltre l’area attiva dello schermo. Le parti
dell’immagine esterne all’area attiva dello schermo non vengono visualizzate.
ZOOM
ZOOM
Italiano-36
Utilizzo dello zoom sul punto
La funzione [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) aumenta le dimensioni dell’immagine e la espande orizzontalmente e
verticalmente in maniera simultanea. Le dimensioni dell’immagine possono essere aumentate fino a 10 volte.
1. Premere il pulsante SET/POINT ZOOM sul telecomando. Sullo schermo viene visualizzata un’icona a forma di lente
d’ingrandimento.
2. Spostare la lente d’ingrandimento sull’area dell’immagine desiderata premendo i pulsanti   + –.
3. Premere il pulsante CH/ZOOM+ per eseguire lo zoom avanti. Premere il pulsante CH/ZOOM- per eseguire lo zoom indietro.
Durante lo zoom, l’immagine si espande oltre l’area attiva dello schermo. L’area nella posizione della lente d’ingrandimento si
sposta più vicino al centro dello schermo a ogni livello di ingrandimento.
4. Premere il pulsante SET/POINT ZOOM per chiudere la lente d’ingrandimento.
5. L’immagine rimarrà ingrandita dopo la chiusura della lente d’ingrandimento. Premere il pulsante EXIT per tornare alle
dimensioni normali dell’immagine.
NOTA: • L’immagine può apparire distorta quando si utilizza questa funzione.
• [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) non è disponibile quando sono attivate le impostazioni del menu OSD per
[CAPOVOL IMMAG] (ad eccezione di NON AZION), [MODALITÀ MULTI IMMAG.], [SALVA SCHERMO],
[IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT], [SOTTOTITOLAGGIO], [TILE MATRIX] e [TEXT TICKER].
• Dopo l’uscita da [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO), [ASPETTO] ritorna all’impostazione precedente. Se [ASPETTO]
viene modificato durante l’operazione [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO), le opzioni [DINAMICO] e [ZOOM] saranno
modificate in [INTERO].
• L’icona della lente d’ingrandimento non si sposta all’esterno dell’area attiva dell’immagine.
• L’immagine ritorna alle dimensioni normali dopo aver modificato il segnale di ingresso o quando il monitor viene
spento.
• [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) si disattiva se si modifica [ASPETTO] mentre si utilizza la funzione [POINT ZOOM]
(ZOOM PUNTO).
• La funzione [STILL] (FERMO IMMAGINE) non è disponibile mentre [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) è attivo.
• [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) non è disponibile per un segnale DisplayPort 3840 x 2160 pixel (60 Hz).
• Se [HDMI] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] è impostato su [MODO2], [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) non è
disponibile.
Italiano-37
Italiano
• Se [ASPETTO] è impostato su [DINAMICO] o [ZOOM], premendo il pulsante POINT ZOOM (ZOOM PUNTO)
l’impostazione [ASPETTO] viene automaticamente configurata su [INTERO]; solo allora viene attivata la funzione
[POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO).
Controlli del menu OSD (On Screen-Display)
NOTA: Alcune funzioni potrebbero non essere disponibili a seconda del modello o delle apparecchiature opzionali.
Sorgente di ingresso
Voce del menu principale
Sottomenu
*:
*
Icone del menu principale
MULTI-INPUT
PICTURE:
PICTURE MODE
EMULATION
6 AXIS COLOR TRIM
PICTURE SETTINGS
SHARPNESS
UHD UPSCALING
ADJUST
COLOR SYSTEM
INPUT RESOLUTION
ASPECT
ADVANCED
ROTATION
SPECTRAVIEW ENGINE
RESET
Select
OPTION
C MODULE
PICTURE MODE
PRESET
3D LUT EMU.
LUMINANCE
BLACK
GAMMA
CUSTOM VALUE
WHITE
RED
GREEN
BLUE
Goto Adjustment
5
Programmable
MySetting-1
400 cd/m2
0.5 cd/m2
Custom
2.2
10000 K
x: 0.279 y: 0.292
x: 0.642 y: 0.332
x: 0.307 y: 0.602
x: 0.153 y: 0.053
Return
questo menu è disponibile
solo quando sono installati
la scheda di interfaccia del
modulo di calcolo Raspberry
Pi e il modulo di calcolo
Raspberry Pi opzionali.
Impostazioni di regolazione
Close
Guida ai tasti
Premere  o 
per accedere a
un sottomenu.
Premere SET/POINT
ZOOM per selezionare
un’opzione.
Premere  o , + o –
per selezionare la
funzione o l’impostazione
da regolare.
Premere MENU o
EXIT.
Telecomando
Pannello di
controllo
Premere INPUT/SET per selezionare un’opzione.
Premere MENU/EXIT
Premere + o – r o s per selezionare la
funzione o l’impostazione da regolare.
Italiano-38
Di seguito è riportato un breve riepilogo della posizione dei controlli all’interno di ciascuna voce del menu. Una tabella che
elenca tutte le opzioni è disponibile in “Elenco dei comandi OSD” a pagina 106.
INPUT: consente di selezionare la sorgente dei segnali di ingresso.
IMMAGINE: consente di selezionare una delle modalità immagine predefinite, di regolare manualmente le
impostazioni del colore, di attivare o disattivare SpectraView Engine e di regolare il rapporto di formato, il
capovolgimento dell’immagine e la rotazione.
AUDIO: consente di regolare volume, bilanciamento, equalizzatore, sorgente di ingresso e uscita della modalità
multi-immagine.
PROGRAMMA: consente di creare programmi di accensione/spegnimento automatici e di impostare i giorni festivi, i
programmi per i giorni feriali e il fine settimana, la data e l’ora, l’ora legale e lo spegnimento automatico.
INGRESSO MULTIPLO: consente di selezionare le impostazioni Picture-In-Picture e Picture-By-Picture, il
rilevamento dell’ingresso del segnale e le impostazioni del terminale di collegamento.
OSD: consente di selezionare le opzioni relative al menu a video, quali lingua, durata della visualizzazione del menu
OSD, posizione del menu, trasparenza, rotazione e così via.
DISPLAY MULTIPLO: consente di impostare l’ID del monitor e configurare le impostazioni per l’uso di più monitor.
PROTECT: consente di selezionare le opzioni relative alla protezione dell’hardware del monitor, ad esempio la
configurazione delle ventole di raffreddamento, la regolazione del risparmio energetico automatico e il ritardo
all’accensione, l’attivazione del salva schermo e l’invio di notifiche al verificarsi di un errore nel monitor.
OPZIONE: consente di selezionare le opzioni relative alla scheda opzionale, se installata.
SISTEMA: consente di visualizzare le informazioni sul monitor (modello, numero di serie, emissioni di CO2), la
versione del firmware e l’indirizzo MAC o di eseguire un ripristino dei dati di fabbrica.
CALCOLARE MODULO: questo menu è disponibile solo quando sono installati la scheda di interfaccia del modulo
di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi opzionali. Vedere pagina 104.
Italiano-39
Italiano
COMANDO: consente di impostare le informazioni di rete, la sicurezza, l’alimentazione e così via.
Utilizzo di Media Player
Il Media Player interno consente di riprodurre file di immagine e video archiviati su una scheda di memoria microSD o su un
dispositivo di archiviazione USB. Media Player riproduce video, fermi immagini e musica di sottofondo (BGM). Vedere pagina 31
per le istruzioni sul collegamento di un dispositivo di archiviazione USB o di una scheda di memoria microSD.
Accedere a Media Player premendo il pulsante MEDIA PLAYER sul telecomando opzionale o selezionando l’ingresso MP nel
menu OSD [INPUT].
Utilizzare i pulsanti  + – e SET/POINT ZOOM sul telecomando per accedere ai menu di Media Player.
Schermata principale di Media Player
IMPOSTAZIONI Consente di visualizzare le opzioni per configurare la presentazione, eseguire la riproduzione
automatica e aprire la schermata delle impostazioni di rete. Vedere pagina 64.
RETI RIPROD. Consente di visualizzare le opzioni per configurare le impostazioni della rete e delle cartelle
MULTIM.
condivise.
COPIA
Consente di visualizzare le opzioni per copiare i contenuti su una scheda di memoria microSD
CONTENUTO
collegata al monitor.
SCHEDA SD
Consente di visualizzare l’elenco dei file su una scheda di memoria microSD collegata.
Questa icona è a colori quando è collegata una scheda di memoria microSD di cui può essere letto il
file system. Se l’icona è grigia, Media Player non ha rilevato, o non è in grado di leggere, una scheda
di memoria microSD inserita.
Consente di visualizzare l’elenco dei file su un dispositivo di archiviazione USB collegato.
USB
Questa icona è a colori quando è collegato un dispositivo di archiviazione USB di cui può essere
letto il file system. Se l’icona è grigia, Media Player non ha rilevato, o non è in grado di leggere, un
dispositivo di archiviazione USB collegato.
NOTA: • Se i contenuti di Media Player vengono riprodotti mentre è attivo [TILE MATRIX], la temporizzazione di riproduzione
dell’immagine potrebbe generare un ritardo tra i monitor.
• Se il monitor viene utilizzato in orientamento verticale nella visualizzazione dei file di fermi immagine, impostare
[ROTAZIONE OSD] su [VERTICALE]. L’orientamento dell’immagine cambia in base all’impostazione di [ROTAZIONE OSD].
• Se il monitor viene utilizzato con orientamento verticale durante la riproduzione di video, i video non vengono ruotati
automaticamente quando si imposta [ROTAZIONE OSD] su [VERTICALE]. Riprodurre i file video ruotati in senso
antiorario di 90° per visualizzarli con l’orientamento corretto.
• Quando si preme uno dei pulsanti del pannello di controllo del monitor mentre ci si trova in Media Player, viene
visualizzata una schermata. È possibile scegliere se controllare il menu OSD o Media Player dai pulsanti del
pannello di controllo.
KEY CONTROL SELECT
MEDIA PLAYER
DISPLAY MENU
Choose
VISUAL. MENU
Decide
Cancel
Questa icona viene visualizzata sul lato sinistro della schermata principale di Media Player dopo
aver scelto di controllare [RIPRODUT. MULTIMEDIA] nella schermata [SELEZ. CONTR. TASTO].
Accedere a questa icona e premere INPUT/SET per interrompere il controllo di Media Player dai
pulsanti del monitor.
Italiano-40
Schermata di visualizzazione dei file
Visualizzazione delle icone
TORNA
Consente di tornare indietro di un livello.
PAG. PRECED.
Consente di visualizzare il gruppo precedente di file nella cartella.
PAG. SUCCES.
Consente di visualizzare il gruppo successivo di file nella cartella.
IMPOSTAZIONI
Mostra la schermata delle impostazioni per la configurazione di Media Player.
ICONE/ICONA
Consente di passare tra la visualizzazione delle miniature e delle icone per i file.
ORDINA
Consente di modificare l’ordine di visualizzazione dei file per ordinarli per nome (nome
file), tipo (estensione del file), data (data di creazione) o dimensione (capacità del file).
Il criterio di ordinamento predefinito è per nome.
ESPELLERE
Consente di smontare il dispositivo di archiviazione USB o la scheda di memoria
microSD. Selezionare ESPELLERE quando è visualizzato l’elenco dei file.
Pulsante ENT
(telecomando)
Consente di selezionare o deselezionare i singoli elementi, ad esempio i file da
includere in [SLIDESHOW] (PRESENTAZIONE), oppure una cartella da usare per
[RIPRODUZIONE AUTO] e [CONTENUTI PREIMPOST.].
• Il numero massimo di livelli della gerarchia visualizzabili è 16.
• I file per cui non è possibile determinare il tipo sono indicati da un’icona “?”.
• Le miniature potrebbero non essere visualizzate per alcuni tipi di file multimediali.
Italiano-41
Italiano
NOTA: • In una cartella possono essere visualizzati fino a 300 elementi, comprese le icone delle cartelle.
Riproduzione di file
Utilizzare i pulsanti  + – e SET/POINT ZOOM sul telecomando per accedere ai menu di Media Player.
1. Selezionare [SCHEDA SD] o [USB] per visualizzare l’elenco dei file.
2. Deselezionare i file che non si desidera inserire nella presentazione.
Per impostazione predefinita sono selezionati tutti i file nella directory. Accedere a un file e premere il pulsante
telecomando per deselezionarlo.
sul
3. Accedere al primo file che si desidera visualizzare, quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM sul telecomando.
Viene avviata la presentazione manuale e il file selezionato viene mostrato sullo schermo. Per cambiare l’immagine, premere il
pulsante
sul telecomando per visualizzare il file successivo nella directory. Le immagini sono visualizzate in base al criterio
di ordinamento dei file.
NOTA: La presentazione può essere configurata per cambiare automaticamente le immagini. Vedere pagina 43.
Utilizzo del telecomando
Consente di saltare al file video o di immagine precedente nella cartella corrente.
Consente di avviare il video o la presentazione dal file selezionato.
Consente di riprendere il video o la presentazione dopo una pausa.
Consente di riprendere il video dall’operazione di riavvolgimento o avanzamento rapido.
Consente di saltare al file video o di immagine successivo nella cartella corrente.
Consente di fermare il video o la presentazione.
Consente di sospendere il video o la presentazione.
Consente di tornare indietro in un file video finché non viene premuto il pulsante Play, Pause o Stop.
Consente di avanzare in un file video finché non viene premuto il pulsante Play, Pause o Stop.
Modifica del colore del bordo laterale
Il colore del bordo visualizzato ai lati di un’immagine che non occupa l’intero schermo può essere modificato nelle impostazioni
del menu OSD.
1. Premere il pulsante MENU sul telecomando per visualizzare il menu OSD.
2. Nel menu OSD, selezionare [PROTEZIONE DISPLAY] ➙ [COLORE BORDO], quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
3. Spostare il cursore a sinistra o a destra utilizzando i pulsanti + e - sul telecomando. È possibile regolare il colore tra 0 (nero)
e 100 (bianco).
4. Premere il pulsante EXIT per chiudere il menu OSD.
Italiano-42
Configurazione delle impostazioni di presentazione
Utilizzare i pulsanti  + – e SET/POINT ZOOM sul telecomando per accedere ai menu di Media Player.
1. Accedere all’icona SETTAGGI e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
2. Accedere a [MODO DI RIPRODUZIONE] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
3. Selezionare [AUTO] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
4. Accedere a [INTERVALLO], quindi utilizzare i pulsanti [+] e [-] sul telecomando per regolare il tempo di visualizzazione di
un’immagine prima del passaggio alla successiva.
Questa impostazione può essere regolata tra 5 e 300 secondi.
5. Configurare le impostazioni aggiuntive secondo necessità.
•
Per ripetere la presentazione dopo la visualizzazione dell’ultimo file nella cartella, premere la freccia rivolta in basso e
premere il pulsante SET/POINT ZOOM per selezionare [RIPETI].
•
Per riprodurre musica di sottofondo durante la visualizzazione dei fermi immagine, premere la freccia rivolta in basso
e premere il pulsante SET/POINT ZOOM per visualizzare la schermata del file audio. Accedere al percorso in cui è
salvato il file audio, selezionare il file audio che si desidera riprodurre e premere il pulsante SET/POINT ZOOM. Si ritorna
immediatamente alla schermata [IMPOSTAZIONI RIPRODUT. MULTIMEDIA].
Premere la freccia rivolta in basso e premere il pulsante SET/POINT ZOOM per selezionare BGM. Se BGM non è
accompagnato da un segno di spunta, il file audio selezionato non sarà riprodotto.
•
Per scegliere cosa dovrebbe accadere quando la presentazione non è impostata su [RIPETI], premere la freccia rivolta
in basso fino a [SCHERMO FINE RIPROD.], quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM. Evidenziare l’opzione
desiderata e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
•
SCHERMO NERO: dopo la riproduzione dell’ultimo file, viene visualizzata una schermata nera fino alla pressione del
pulsante
sul telecomando.
•
ELENCO FILE: Media Player torna alla schermata con l’elenco dei file.
•
SALVA ULTIMO SCHERMO: la presentazione si ferma sull’ultima schermata e l’immagine viene visualizzata fino alla
pressione del pulsante
sul telecomando.
NOTA: • Durante la presentazione, le immagini sono visualizzate in base al criterio di ordinamento dei file.
Se è presente una combinazione di file video e fermi immagine, i file vengono comunque riprodotto in base al criterio
di ordinamento. Saranno visualizzati i fermi immagine; successivamente, al raggiungimento di un file video,
quest’ultimo sarà riprodotto; al termine del file video, sarà quindi visualizzato il fermo immagine successivo.
• Se è in corso la riproduzione di un file audio come musica di sottofondo per i fermi immagine, la musica si interrompe
durante la riproduzione di un file video e riprende quando ricomincia la visualizzazione dei fermi immagine.
Italiano-43
Italiano
6. Selezionare [OK] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM per salvare le modifiche e tornare alla schermata principale di
[RIPRODUT. MULTIMEDIA].
Attivazione della riproduzione automatica
Utilizzare i pulsanti  + – e SET/POINT ZOOM sul telecomando per accedere ai menu di Media Player.
1. Accedere all’icona [IMPOSTAZIONI] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
2. Accedere ad [RIPRODUZIONE AUTO] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
3. Selezionare [SLIDESHOW] (PRESENTAZIONE) e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
Il menu torna automaticamente alla schermata SETTAGGI di Media Player quando si preme il pulsante SET/POINT ZOOM
sul telecomando.
4. Accedere a [CARTELLA] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
5. Selezionare [SCHEDA SD] o [USB].
La scelta dipende dal dispositivo collegato che contiene i file per la presentazione.
6. Premere il pulsante ENT sul telecomando per selezionare la directory radice della scheda di memoria microSD o del
dispositivo di archiviazione USB.
Se i file si trovano in una sottocartella, premere il pulsante SET/POINT ZOOM su SD CARD (SCHEDA SD) o USB,
accedere alla cartella che contiene le immagini della presentazione, quindi premere il pulsante ENT sul telecomando.
Il menu torna automaticamente alla schermata [IMPOSTAZIONI RIPRODUT. MULTIMEDIA] quando si preme il pulsante
ENT sul telecomando.
7. Selezionare [OK] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM per salvare le modifiche e tornare alla schermata principale di
[RIPRODUT. MULTIMEDIA].
La riproduzione automatica consente di riprodurre automaticamente qualsiasi immagine o video nella cartella selezionata.
Le immagini e i video sono visualizzati in base al criterio di ordinamento dei file.
Se [RIPRODUZIONE AUTO] è attivato, il monitor avvia la riproduzione automatica come indicato di seguito:
•
Se si accende il monitor con un dispositivo di archiviazione USB o una scheda di memoria microSD già collegati e
Media Player era la sorgente di ingresso attiva all’ultimo spegnimento.
•
Se si collega un dispositivo di archiviazione USB alla porta USB per Media Player (vedere pagina 31), con il monitor
già acceso e con la schermata principale di Media Player visualizzata.
•
Se si inserisce una scheda di memoria microSD nello slot per schede microSD (vedere pagina 29), con il monitor già
acceso e con la schermata principale di Media Player visualizzata.
NOTA: • Si sconsiglia di collegare un dispositivo di archiviazione USB o una scheda di memoria microSD al monitor acceso.
Per evitare danni al monitor e possibili danni ai file di dati sul dispositivo collegato, l’interruttore di alimentazione
principale del monitor deve essere spento prima di effettuare i collegamenti.
• Questo monitor può riconoscere un solo dispositivo di archiviazione USB. L’hub esterno non è supportato con questo
monitor.
Italiano-44
File visualizzabili/riproducibili
Fermi immagine - Formati supportati
Estensione del file
Supportato
.jpg, .jpeg, .jpe
Linea di base, progressivo, RGB, CMYK
.png
Interlacciato, canale α
Immagini in movimento - Formati supportati
Estensione del file
Codec video
Codec audio
.mpg, .mpeg
MPEG1, MPEG2
MPEG Audio Layer3 (abbreviazione: MP3), AAC-LC (abbreviazione:
AAC), LPCM
.wmv
H.264, WMV
MP3, WMV Standard, WMA 9/10 Professional
.mp4
H.264
MP3, AAC
.mov
H.264
MP3, AAC
.flv, .f4v
H.264
MP3, AAC
BGM (musica di sottofondo) - Formati supportati
Estensione del file
Codec audio
.wav
LPCM
.mp3
MP3
Elemento
Condizioni
Risoluzione
JPEG
Fino a 5000 x 5000
PNG
Fino a 4000 x 4000
MPEG1
480 a 30 f/s
MPEG2
MP a ML, MP a HL, 1080p a 30 f/s / 1080i a 60 f/s
H.264
Lv.4.2 ad alto profilo, 1080p a 30 f/s / 1080i a 60 f/s
WMV
Advanced@L3, Simple&Main
Data in bit del video
-
Fino a 15 Mbps
Frequenza di campionamento audio
-
Fino a 48 kHz
Velocità in bit audio
MP2
Fino a 384 Kbps
MP3
Fino a 320 Kbps
AAC
Fino a 1440 Kbps
NOTA: • Alcuni file potrebbero non essere riprodotti correttamente anche se soddisfano le condizioni elencate.
• A seconda della data in bit del file, del tipo di dispositivo di archiviazione USB o della scheda di memoria microSD in
uso, il file potrebbe non essere riprodotto correttamente.
• I file protetti da DRM (Digital Right Management) non possono essere riprodotti.
• La risoluzione massima per i file video è 1920 (orizzontale) x 1080 (verticale).
Italiano-45
Italiano
Informazioni aggiuntive
Capitolo 5
Operazioni avanzate
Questo capitolo include:
>> “Creazione di un programma di accensione/spegnimento” a pagina 47
>> “Regolazione avanzata del colore” a pagina 48
>> “Modalità multi-immagine” a pagina 55
>> “Impostazione della sicurezza e blocco dei controlli sul monitor” a pagina 59
>> “Impostazioni di Media Player” a pagina 63
Italiano-46
Creazione di un programma di accensione/
spegnimento
La funzione di programmazione consente di accendere automaticamente il monitor e/o portarlo nella modalità standby in
orari diversi.
Per configurare il programma:
1. Accedere al menu [SCHEDULE].
a Selezionare [SETTAGGI PROGRM] con i pulsanti  e .
b Premere il pulsante [SET/POINT ZOOM] o + per accedere al menu
delle impostazioni.
c Selezionare il numero di programma desiderato e premere il pulsante
SET/POINT ZOOM.
MULTI-INPUT
SCHEDULE:
SCHEDULE SETTINGS
SCHEDULE LIST
HOLIDAY SETTINGS
WEEKEND SETTINGS
DATE & TIME
DAYLIGHT SAVINGS
OFF TIMER
RESET
POWER:
TIME:
INPUT:
PIC. MODE:
DATE
YEAR:
MONTH:
DAY:
EVERY DAY
EVERY WEEK
MON TUE
FRI
WEEKDAY
WEEKEND
HOLIDAY
Ora è possibile configurare il programma.
2. Utilizzare il pulsante  per selezionare [ALIMENTAZ].
Utilizzare i pulsanti + e - per impostare [ON].
Select
C MODULE
SETTINGS:
1
d La casella accanto al numero diventa di colore giallo.
Per configurare un programma di spegnimento, impostare [OFF].
OPTION
Goto Adjustment
ON
04 : 03
DVI
STANDARD
2016
JAN
01
WED
STAT
Return
THU
SUN
Close
3. Utilizzare il pulsante  per selezionare [ORA]. Utilizzare i pulsanti + e – per impostare l’orario.
4. Utilizzare i pulsanti  e  per selezionare [INPUT]. Utilizzare i pulsanti + e – per scegliere la sorgente di ingresso.
5. Utilizzare i pulsanti  e  per selezionare [MODALITÀ IMMAGINE]. Utilizzare i pulsanti + e – per scegliere la
modalità immagine.
6. Utilizzare il pulsante  per selezionare [DATA], [OGNI GIORNO], [OGNI SETT.], [GIORNI FERIALI], [WEEKEND] o
[VACANZA]. Premere il pulsante SET/POINT ZOOM in un menu idoneo per il programma.
Se si desidera eseguire il programma in un giorno specifico, scegliere [DATA] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
Se si desidera creare un programma settimanale, scegliere i giorni della settimana utilizzando i pulsanti  e , quindi
premere il pulsante SET/POINT ZOOM per selezionarli. Evidenziare quindi l’opzione [OGNI SETT.] e premere il pulsante
SET/POINT ZOOM. Impostare [GIORNI FERIALI], [WEEKEND] o [VACANZA] in maniera analoga.
NOTA:
Le impostazioni [GIORNI FERIALI], [WEEKEND] e [VACANZA] sono disponibili nell’impostazione [SCHEDULE]
(vedere pagina 112).
7. Una volta completata la configurazione di un programma, è possibile configurare i programmi rimanenti. Premere il pulsante
MENU per uscire dal menu OSD oppure premere il pulsante EXIT per tornare al menu precedente.
NOTA: • Se i programmi si sovrappongono, il programma con il numero più alto avrà la precedenza su quello con il numero
più basso. Ad esempio, il programma n. 7 avrà la precedenza sul programma n. 1.
• Se un ingresso o una modalità immagine selezionati non sono al momento disponibili, l’ingresso o la modalità
immagine disattivati sono visualizzati in rosso.
Italiano-47
Italiano
Se si desidera eseguire il programma ogni giorno, scegliere [OGNI GIORNO] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
Regolazione avanzata del colore
SpectraView Engine è un motore di elaborazione del colore personalizzato integrato nel monitor. Combina il monitoraggio della
temperatura e del tempo con la caratterizzazione e la calibrazione individuali del monitor durante la produzione per fornire livelli
senza precedenti di controllo del colore, accuratezza e stabilità.
Offre una correzione regolabile dell’uniformità del colore utilizzando misurazioni dettagliate dello schermo effettuate in fabbrica
unitamente a SVE per produrre la migliore corrispondenza del colore sui monitor.
SVE offre la massima versatilità, dalla calibrazione del colore più rapida e avanzata fino alla possibilità di emulare
accuratamente spazi cromatici come Adobe®RGB e sRGB, per eseguire emulazioni dell’output stampato utilizzando profili ICC e
tabelle di ricerca 3D interne.
SVE può operare in due modalità: On oppure Off
Per attivare o disattivare SpectraView Engine utilizzando il telecomando:
1. Premere il pulsante MENU.
2. Accedere al menu [PICTURE] e quindi a [SPECTRAVIEW ENGINE].
Utilizzare i pulsanti  + – per spostarsi nel menu OSD.
3. Selezionare [ON] oppure [OFF] e premere SET/POINT ZOOM per attivare o disattivare SpectraView Engine.
4. Premere il pulsante EXIT per tornare al menu [PICTURE] principale.
Utilizzo di SpectraView Engine
Quando SVE è attivo, l’elaboratore interno del monitor gestisce molte delle funzioni di gestione del colore e i controlli utente del
colore consentono di raggiungere un livello unico di precisione. Il punto di bianco viene regolato mediante un controllo CIE x, y e
la risposta in scala di grigi del monitor viene calcolata e gestita dal monitor stesso.
SVE include la funzione di correzione dell’uniformità, che permette di selezionare diversi livelli di compensazione per ottenere
un compromesso tra uniformità di luminosità/colore e luminosità massima.
SVE dispone di cinque memorie per la modalità immagine che possono essere configurate e selezionate individualmente.
Ogni singola modalità immagine può memorizzare impostazioni del colore completamente personalizzate. È quindi possibile
passare rapidamente tra le diverse impostazioni semplicemente cambiando la modalità immagine.
L’uso di SVE consente inoltre di accedere ad altre funzionalità avanzate, come la possibilità di emulare diverse modalità di deficit
umano della visione del colore, nonché la possibilità di selezionare la gamma di colori in uscita del monitor.
Per modificare le impostazioni in ciascuna modalità immagine SVE:
Le preimpostazioni sono state configurate con impostazioni per uso generale come descritto nella tabella “Tipi di
preimpostazioni” della pagina successiva. Quando si sceglie una preimpostazione per la modalità immagine SVE, tutte le
impostazioni vengono immediatamente regolate in modo da corrispondere alla preimpostazione. Ogni impostazione può essere
regolata singolarmente e personalizzata secondo necessità.
1. Premere il pulsante MENU.
2. Accedere al menu [PICTURE] e quindi a [MODALITÀ IMMAGINE].
Utilizzare i pulsanti  + – per spostarsi nel menu OSD.
3. Premere il pulsante + per accedere al campo [MODALITÀ IMMAGINE].
4. Selezionare un’impostazione da 1 a 5 per [MODALITÀ IMMAGINE].
•
1➙2➙3➙4➙5
Italiano-48
5. Selezionare una preimpostazione in [PREDEF].
Scegliere la preimpostazione più adatta al tipo di contenuto visualizzato o all’utilizzo previsto.
Ogni [MODALITÀ IMMAGINE] comprende le impostazioni [LUMINOSITÀ], [NERO] (livello di nero), [GAMMA], [BIANCO (K)]
(temperatura del colore), [BIANCO (x, y)] (punto di bianco CIE x, y), [ROSSO] (colore primario rosso CIE x, y), [VERDE]
(colore primario verde CIE x, y) e [BLU] (colore primario blu CIE x, y). È possibile modificare queste impostazioni nel menu
[MODALITÀ IMMAGINE].
Se occorre modificare alcune impostazioni, premere il pulsante  per accedere alle varie impostazioni ed effettuare le
regolazioni necessarie utilizzando i pulsanti + –.
6. Premere il pulsante EXIT per tornare al menu [PICTURE] principale.
MULTI-INPUT
PICTURE:
PICTURE MODE
EMULATION
6 AXIS COLOR TRIM
PICTURE SETTINGS
SHARPNESS
UHD UPSCALING
ADJUST
COLOR SYSTEM
INPUT RESOLUTION
ASPECT
ADVANCED
ROTATION
SPECTRAVIEW ENGINE
RESET
Select
OPTION
C MODULE
PICTURE MODE
PRESET
3D LUT EMU.
LUMINANCE
BLACK
GAMMA
CUSTOM VALUE
WHITE
RED
GREEN
BLUE
Goto Adjustment
5
Programmable
MySetting-1
400 cd/m2
0.5 cd/m2
Custom
2.2
10000 K
x: 0.279 y: 0.292
x: 0.642 y: 0.332
x: 0.307 y: 0.602
x: 0.153 y: 0.053
Return
Close
NOTA: • La modifica delle impostazioni nel menu [MODALITÀ IMMAGINE] non modifica le impostazioni predefinite di
[PREDEF].
• Il simbolo “” viene visualizzato quando le impostazioni della modalità immagine sono state modificate rispetto alle
impostazioni predefinite.
Tipi di preimpostazioni
SCOPO
L’impostazione di colore standard di Internet, sistemi operativi Windows® e molti altri smartphone e
fotocamere digitali. Impostazione consigliata per la gestione generale dei colori.
AdobeRGB
Impostazione con gamma di colori più ampia utilizzata nelle applicazioni grafiche di fascia alta quali
fotocamere digitali professionali e stampa.
eciRGB_v2
Impostazione del colore consigliata dal gruppo di stampa europeo ECI (European Color Initiative).
DCI-P3
Impostazione del colore per il cinema digitale.
Rec.709
Impostazione del colore per la televisione ad alta definizione.
Rec.2100 (HLG)
Impostazione del colore per le trasmissioni HDR (High Dynamic Range).
Rec.2100 (PQ)
Impostazione del colore per il cinema digitale HDR (High Dynamic Range) su disco e in streaming da
Internet.
Low Blue
Consente di ridurre la luce blu emessa dal monitor. Impostazione del colore simile al cartaceo.
La funzione Low Blue riduce sostanzialmente la luce blu e aiuta ad alleviare l’affaticamento oculare.
Signage
Impostazione del colore per l’utilizzo in applicazioni di cartellonistica digitale con condizioni di
illuminazione ambientale elevate dove può essere utile un punto di bianco luminoso e con temperatura
del colore elevata.
TV Studio
Impostazioni del colore per l’utilizzo durante le “riprese sul set”, in cui lo schermo del monitor sarà
acquisito dalla telecamera e dovrebbe corrispondere all’illuminazione a incandescenza dello studio.
Full
Gamma di colori nativa del pannello LCD. Idoneo all’uso con applicazioni di gestione del colore.
DICOM sim.
Impostazione del colore per l’imaging medico conforme a DICOM GSDF (Grayscale Standard Display
Function).
PROGRAMMABILE Preimpostazione programmabile per MultiProfiler e altro software supportato. Il nome della
preimpostazione può essere modificato dal software.
Italiano-49
Italiano
PREIMPOSTAZIONE
sRGB
Impostazioni di SpectraView
IMPOSTAZIONI DI SVE
SCOPO
LUMINOSITÀ
Consente di regolare la luminosità complessiva dell’immagine e dello sfondo dello schermo. Se
l’impostazione è troppo alta, i caratteri del menu OSD diventano verdi.
NERO
Consente di regolare la luminosità del nero. Se l’impostazione è troppo bassa, i caratteri del menu OSD
diventano verdi.
GAMMA
Consente di selezionare manualmente il livello di luminosità della scala di grigi.
sRGB:
Impostazione della gamma per sRGB.
L Star:
Impostazione della gamma per lo spazio cromatico Lab di CIELAB.
Rec.1886:
Impostazione della gamma per le trasmissioni HDTV.
HDR-HYBRID LOG:
Impostazione della gamma per HDR, in genere per le trasmissioni UHD.
La gamma del sistema può essere regolata.
SISTEMA GAMMA: la gamma del sistema è regolabile nell’intervallo 0,5-2,0.
Quando è selezionato “Auto”, la gamma del sistema viene selezionata
automaticamente in base all’impostazione “LUMINOSITÀ”.
HDR-ST2084(PQ):
Impostazione della gamma per HDR, in genere per i dischi UHD e i video in
streaming. Il valore di picco della luminosità è regolabile.
LUMI. PICCO: consente di impostare il valore di picco della luminosità per
visualizzare l’intervallo di luminosità di HDR-ST2084(PQ). Un valore più alto
migliora la saturazione del bianco, ma rende più scura l’immagine. Quando è
selezionato “Auto”, il valore di “LUMINOSITÀ” viene utilizzato come valore di picco
della luminosità.
DICOM:
DICOM GSDF (Grayscale Standard Display Function) è solitamente utilizzato per
l’imaging medico.
PROGRAMMABILE: È possibile caricare una curva di gamma programmabile utilizzando il software
NEC opzionale.
PROPRIA:
Consente di impostare un valore personalizzato per la luminosità di picco.
VALORE PERSONALIZ.: il valore della gamma viene selezionato in un intervallo
compreso tra 0,5 e 4,0 con incrementi di 0,1. Per immagini generali, viene
utilizzato 2,2. Aumentando il valore, il colore intermedio diventerà più scuro,
mentre diminuendo il valore, il colore intermedio diventerà più chiaro.
100
90
80
70
60
50
HDR-ST2084 (PQ)
HDR-Hybrid Log
Custom
Rec.1886
L Star
DICOM
sRGB
40
30
20
10
BIANCO (x, y)
Regola il bianco in base alla temperatura del colore (K) o all’impostazione x, y CIE. Una temperatura
del colore più bassa rende lo schermo rossastro, una temperatura del colore più alta rende lo schermo
bluastro. Un valore x più elevato produce uno schermo rossastro, un valore y più elevato produce uno
schermo verdastro, mentre valori x, y più bassi producono uno schermo bianco bluastro.
WHITE RANGE
0.43
3000K
0.40
5000K
0.35
y
BIANCO (K)
6500K
0.30
0.25
0.25
15000K
0.30
WHITE TEMPERATURE
0.35 x
0.40
0.45 0.48
Italiano-50
IMPOSTAZIONI DI SVE
ROSSO (x, y)
VERDE (x, y)
BLU (x, y)
SCOPO
Consente di regolare la gamma di colori. Regola la gamma di colore. Imposta la cromaticità con
coordinate x, y CIE. Riguarda tutti i colori eccetto i colori acromatici, come bianco e grigio.
SAMPLE OF RGB GAMUT SETTING
0.9
LCD NATIVE GAMUT
GREEN MODIFIED
0.8
GREEN
SETTING
0.7
RANGE
0.6
0.5
WHITE
RED
y
0.4
0.3
0.2
0.1
0
0
BLUE
0.1 0.2 0.3 0.4 0.5 0.6 0.7 0.8
x
NOTA: • Le impostazioni per [EMULAZIONE], [RIFINITURA COL. 6 ASSI] e [IMPOST. IMMAGINE] sono memorizzate anche
in ciascuna [MODALITÀ IMMAGINE].
• Se il profilo ICC sul computer non corrisponde alle impostazioni del monitor, la riproduzione del colore potrebbe
essere imprecisa.
• Per le impostazioni del colore dettagliate e per impostare automaticamente il profilo ICC sul computer, si consiglia di
utilizzare il software MultiProfiler. Si consiglia di collegare il PC e il monitor con un cavo USB. Vedere pagina 104.
Uso della calibrazione autonoma
Questa funzione esegue la calibrazione del colore del monitor senza utilizzare un software o un computer esterno. È utile per
ottenere rapidamente la corrispondenza del colore su un ridotto numero di monitor. Aggiorna anche i dati di misurazione del
colore di fabbrica utilizzati dall’elaboratore del colore SpectraView Engine (SVE) interno al monitor.
Requisiti per la calibrazione autonoma:
•
Sensore del colore NEC MDSVSENSOR3. Questo sensore si collega direttamente alla porta USB1 (SENSORE) del monitor.
Il monitor acquisisce automaticamente le misurazioni dello schermo direttamente dal sensore del colore. Vedere l’Appendice
A per informazioni sull’acquisto e sulla disponibilità.
oppure
•
Un colorimetro a portata minima con display di lettura della misura in formato CIE Y/x, y con Y espresso in cd/m2.
Le misurazioni vengono eseguite manualmente e ogni lettura deve essere inserita nel monitor tramite il menu OSD,
utilizzando il telecomando. [CONFERMA] e [COPIA BIANCA] non sono disponibili.
NOTA:
Altri modelli e tipi di sensori del colore non sono supportati.
NOTA: • Per ottenere i migliori risultati di calibrazione, si consiglia di lasciar riscaldare il monitor per almeno 30 minuti prima di
iniziare il processo di calibrazione o misurazione.
• Non è necessario ricalibrare le altre modalità immagine nel monitor dopo aver eseguito la calibrazione automatica.
L’aggiornamento del riferimento interno del monitor aggiorna automaticamente tutte le impostazioni del colore.
• Le misurazioni originali di fabbrica possono essere ripristinate in qualsiasi momento.
• È necessario l’accesso alla porta USB1 (SENSORE) di ciascun monitor per utilizzare questa funzione con il sensore
del colore NEC MDSVSENSOR3. Assicurarsi di fornire un accesso adeguato durante l’installazione dei monitor.
• Occorre aspettarsi differenze tra le misurazioni del colore di fabbrica e quelle effettuate con un sensore del colore.
Le differenze possono essere dovute a molti fattori, ad esempio le variazioni tra le tecnologie di misurazione del
sensore del colore e la calibrazione/deriva del dispositivo, la posizione di misurazione sullo schermo e le differenze
nel segnale video.
• Per gestire la corrispondenza del colore su un numero elevato di monitor, si consiglia di utilizzare il software
NEC Display Wall Calibrator. Vedere l’Appendice A per i dettagli.
• Per aprire il menu OSD CALIBRAZIONE AUTONOMA, selezionare CALIBRAZIONE (vedere pagina 111) nel menu
OSD. Assicurarsi che [SPECTRAVIEW ENGINE] sia impostato su [ON] (vedere pagina 111).
Italiano-51
Italiano
L’aggiornamento dei dati sul colore di fabbrica con le misurazioni effettuate da un sensore del colore produce impostazioni
relative al colore, mostrate nel menu OSD, strettamente corrispondenti alle misurazioni del sensore del colore. In effetti,
le misurazioni del sensore del colore diventano il nuovo riferimento per tutti i calcoli del colore interni di SVE. Tutte le
preimpostazioni del colore nel monitor vengono aggiornate automaticamente per utilizzare il nuovo riferimento.
Per aprire la finestra CALIBRAZIONE AUTONOMA utilizzando il telecomando:
1. Premere il pulsante MENU.
2. Accedere al menu [PICTURE] e quindi a [SPECTRAVIEW ENGINE].
Utilizzare i pulsanti  + – per spostarsi nel menu OSD.
3. Selezionare [ON] e premere SET/POINT ZOOM per attivare SpectraView Engine.
4. Accedere a [CALIBRAZIONE] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM. Viene visualizzata la finestra CALIBRAZIONE
AUTONOMA.
5. Selezionare un menu e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
6. Premere il pulsante EXIT per chiudere la finestra OSD.
Seguire le istruzioni nel messaggio OSD.
STAND-ALONE CALIBRATION
FUNCTION SELECTION
SELF CALIBRATION
RESET CALIBRATION
VALIDATION
WHITE COPY
Porta USB1 (SENSORE)
LAST CALIBRATION
2018/01/01 17:15
MDSVSENSOR3: CONNECTED
Press Set key to select function
Choose
Decide
Sensore di colore USB
Close
AUTOCALIBRAZIONE
Questa funzione aggiorna l’elaboratore del colore SpectraView Engine interno al monitor per utilizzare le misurazioni effettuate
utilizzando un sensore del colore supportato. Queste misurazioni diventano il riferimento per tutte le impostazioni del colore nel
monitor.
Quando un sensore del colore NEC MDSVSENSOR3 è collegato alla porta USB1 (SENSORE) del monitor, il monitor esegue le
misurazioni e viene calibrato automaticamente. Posizionare il sensore del colore al centro dello schermo e seguire i messaggi
visualizzati.
Diversamente, se si utilizza un dispositivo colorimetrico a portata minima, le misurazioni devono essere effettuate manualmente
con il dispositivo e i valori CIE Y/x/y devono essere inseriti singolarmente tramite il menu OSD utilizzando il telecomando. Y deve
essere espresso in cd/m2.
A seconda dell’uso del monitor e di altri fattori, si consiglia di eseguire un’autocalibrazione almeno una volta l’anno.
AZZERA CALIBRAZ.
Elimina i dati di misurazione del colore creati dalla funzione di autocalibrazione e ripristina i dati di misurazione del colore
originali di fabbrica per il riferimento interno. Tutte le modalità immagine saranno aggiornate automaticamente. Se si utilizza
NEC Display Wall Calibrator, vengono eliminati anche i dati di regolazione dell’uniformità.
CONFERMA*
Consente di stabilire se occorre eseguire l’operazione di autocalibrazione.
Confronta le misurazioni effettuate dal sensore di colore su vari campioni di colore sullo schermo con i valori previsti e calcolati
da SVE, che utilizza i dati correnti di misurazione del colore per il riferimento interno. Il risultato di questo confronto è indicato
come un valore medio di differenza cromatica (dE). Valori più elevati indicano una maggiore differenza tra le misurazioni e il
riferimento interno. Se il valore dE è superiore a 3,0, si consiglia di eseguire l’autocalibrazione per aggiornare i dati del colore di
riferimento interno.
*: la funzione di autocalibrazione deve essere stata eseguita in precedenza perché questa funzione sia disponibile nel menu OSD.
NOTA:
• [Autocalibrazione], [Conferma] e [COPIA BIANCA] non sono disponibili se la risoluzione del segnale HDMI
sorgente è 3840 x 2160 (60 Hz).
• I risultati delle funzioni “Autocalibrazione” e “Conferma” sono memorizzati nel monitor insieme a un indicatore di
data e ora e possono essere letti dal software sul computer. Per questa funzione è necessaria l’impostazione di
[SCHEDULE] ➙ [DATA & ORA] nel menu OSD.
Italiano-52
COPIA BIANCA*
Questa funzione può essere utilizzata per “copiare” la luminosità e il punto di bianco da un altro monitor in un’installazione con
più monitor. Questo processo viene eseguito misurando il colore di un monitor e impostando i valori misurati nel monitor da
regolare. Può essere utile nei casi in cui è necessario ottenere la corrispondenza del colore su monitor senza dover ricalibrare
tutti i monitor.
Prima di iniziare, è necessario inviare un segnale video completamente bianco a tutti i monitor. Selezionare il monitor che sarà
utilizzato come target, o sorgente, dell’operazione di copia (A).
Questa funzione misurerà la luminanza e il punto di bianco del monitor target (A) e imposterà questi valori nella modalità
immagine corrente del monitor di destinazione (B).
È anche possibile regolare il risultato di misurazione durante il controllo del colore dello schermo. Se si desidera tornare al
valore misurato, selezionare una nuova misurazione.
*: la funzione di autocalibrazione deve essere stata eseguita in precedenza perché questa funzione sia disponibile nel menu OSD.
Sensore di colore USB
B
A
Monitor A: monitor SORGENTE del punto di bianco da copiare.
Monitor B: monitor che esegue la copia.
Italiano
NOTA: Quando si regola il colore di più display, si consiglia di eseguire la funzione [AUTOCALIBRAZIONE] da
[COPIA BIANCA].
Italiano-53
Uso di altre modalità immagine
Quando SpectraView Engine è disattivato, il punto di bianco può essere regolato utilizzando i comuni controlli del livello di rosso,
verde e blu. Per istruzioni su come disattivare SpectraView Engine, vedere pagina 48.
Quando SpectraView Engine è disattivato sono disponibili diverse modalità immagine. Queste modalità immagine sono state
configurate con impostazioni per uso generale come descritto nella tabella “Tipi di modalità immagine” che segue.
Per modificare le modalità immagine:
Premere il pulsante MODALITÀ IMMAGINE sul telecomando wireless per spostarsi tra le modalità, oppure selezionare la
modalità nell’elenco [PICTURE] del menu OSD.
Le modalità di immagine disponibili dipendono dall’ingresso selezionato:
•
Per [DVI], [DisplayPort1], [DisplayPort2], [OPTION*1], [VGA (RGB)], [HDMI1], [HDMI2], [COMPUTE MODULE*2]
STANDARD ➙ sRGB ➙ CINEMA ➙ CUSTOM1 ➙ CUSTOM2 ➙ HIGHBRIGHT
*1: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
*2: questo ingresso è disponibile quando sono installati la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi
opzionali. Vedere pagina 104.
•
Per [VGA (YPbPr)], [VIDEO], [MP]
STANDARD ➙ CINEMA ➙ CUSTOM1 ➙ CUSTOM2 ➙ HIGHBRIGHT
Tipi di modalità immagine
MODALITÀ IMMAGINE
SCOPO
HIGHBRIGHT
Impostazione a luminosità massima.
STANDARD
Impostazione standard.
sRGB
Lo spazio cromatico standard utilizzato per Internet, sistemi operativi Windows® e fotocamere digitali.
Impostazione consigliata per la gestione generale dei colori.
CINEMA
Impostazione che accentua le tonalità scure; maggiormente indicata per i film.
PROPRIA
Impostazione personalizzata.
NOTA: La modifica di una qualsiasi delle impostazioni di [PICTURE] nel menu OSD cambia le impostazioni solo per l’ingresso
corrente.
Italiano-54
Modalità multi-immagine
La modalità multi-immagine consente di visualizzare l’ingresso video di due fonti diverse. L’ingresso secondario può essere
visualizzato in una finestra inserita all’interno del video principale (Picture-In-Picture), oppure i due ingressi possono essere
visualizzati l’uno accanto all’altro (Picture-By-Picture).
Le istruzioni in questa sezione guidano l’utente nella configurazione della modalità multi-immagine nel menu OSD del monitor.
Queste impostazioni possono essere configurate anche utilizzando i controlli Web del monitor. I nomi delle funzioni e la
posizione nei controlli Web sono gli stessi utilizzati nel menu OSD. Vedere pagina 84.
Per attivare la modalità multi-immagine:
1. Premere il pulsante MENU sul telecomando per visualizzare il menu OSD (On Screen Display).
2. Utilizzare il menu OSD per accedere a [MULTI INPUT] ➙ [MODALITÀ MULTI IMMAG.], selezionare [ON], quindi scegliere
[PIP] o [PBP].
OPTION
MULTI INPUT:
KEEP MULTI PICTURE MODE
MULTI PICTURE MODE
ACTIVE PICTURE
INPUT SELECT
PICTURE SIZE
PICTURE POSITION
PICTURE ASPECT
TEXT TICKER
INPUT DETECT
INPUT CHANGE
MULTI PICTURE
ON
/
OFF
PIP
PBP
PIP (Picture-In-Picture): selezionare questa opzione
per visualizzare un secondo ingresso in una finestra
secondaria.
•
PBP (Picture-By-Picture): selezionare questa
opzione per visualizzare i due ingressi l’uno accanto
all’altro.
Italiano
•
C MODULE
Impostazioni di PIP (Picture-In-Picture):
1. Accedere a [SELEZ INPUT] nel menu OSD.
•
Selezionare una sorgente di ingresso per IMMAGINE1 (ingresso principale) e IMMAGINE2 (ingresso secondario).
2. Accedere a [ATTIVA IMMAGINE] nel menu OSD.
•
Impostare ATTIVA IMMAGINE su [IMMAGINE2].
Le funzioni per dimensione, posizione e rapporto di formato dell’immagine consentono di configurare le impostazioni
della finestra dell’immagine secondaria (Immagine2). Rimarranno disattivate finché [IMMAGINE1] è l’immagine attiva.
•
La cornice attiva è la cornice rossa mostrata intorno all’area dell’immagine attiva attualmente selezionata quando
è aperto il menu OSD. La cornice può essere attivata o disattivata da questo menu. Se è attivata la modalità multiimmagine, la cornice rossa permette di vedere facilmente quale immagine è attiva mentre si apportano modifiche ad
altre aree del menu OSD MULTI INPUT.
3. Ora è possibile regolare le impostazioni per la finestra secondaria.
•
DIMENSIONI IMMAGINE: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per aumentare o ridurre le dimensioni dell’immagine
secondaria.
•
POSIZIONE IMMAGINE: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per spostare la finestra dell’immagine secondaria.
•
ASPETTO IMMAGINE: regolare il rapporto di formato della finestra dell’immagine secondaria.
Italiano-55
Impostazioni di PBP (Picture-By-Picture):
1. Accedere a [SELEZ INPUT] nel menu OSD.
•
Selezionare una sorgente di ingresso per [IMMAGINE1] e [IMMAGINE2].
2. Accedere a [ATTIVA IMMAGINE] nel menu OSD.
•
Selezionare [IMMAGINE1] o [IMMAGINE2].
Le funzioni per dimensione, posizione e rapporto di formato dell’immagine vengono configurate separatamente per ogni
ingresso.
•
La cornice attiva è la cornice rossa mostrata intorno all’area dell’immagine attiva attualmente selezionata quando
è aperto il menu OSD. La cornice può essere attivata o disattivata da questo menu. Se è attivata la modalità multiimmagine, la cornice rossa permette di vedere facilmente quale immagine è attiva mentre si apportano modifiche ad
altre aree del menu OSD MULTI INPUT.
3. Ora è possibile regolare le impostazioni per ogni finestra.
•
DIMENSIONI IMMAGINE: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per aumentare o ridurre le dimensioni della finestra
dell’immagine attiva.
•
POSIZIONE IMMAGINE: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per spostare la finestra dell’immagine attiva.
•
ASPETTO IMMAGINE: regolare il rapporto di formato della finestra dell’immagine attiva.
Impostazioni aggiuntive nel menu OSD MULTI INPUT:
MANT. MOD. MULTI IMM.: selezionare questa opzione per fare in modo che il monitor resti nella modalità multi-immagine e
nella modalità Text Ticker dopo lo spegnimento.
TEXT TICKER: selezionare ORIZZONTALE o VERTICALE per attivare questa opzione. Se attivata, una parte dell’ingresso
secondario viene visualizzata orizzontalmente o verticalmente sullo schermo. Questa area può essere utilizzata per visualizzare
video provenienti dalla seconda sorgente di ingresso, ad esempio un’applicazione Text Ticker.
La posizione e le dimensioni dell’area di visualizzazione del video secondario sono regolabili. Il lato superiore o sinistro del
segnale video di ingresso secondario è utilizzato come sorgente del video visualizzato.
•
POSIZIONE: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per spostare la visualizzazione dell’ingresso secondario sullo schermo.
•
DIMENS.: utilizzare i pulsanti + o – sul telecomando per aumentare o ridurre le dimensioni dell’area Text Ticker.
La funzione Text Ticker mostra la parte superiore della seconda sorgente. Regolando le dimensioni dell’area Text Ticker è
possibile regolare la quantità superiore o sinistra della seconda sorgente visualizzata.
•
RILEVA: consente di attivare e disattivare automaticamente la funzione Text Ticker in base alla presenza del segnale video
secondario.
•
SELEZ INPUT: consente di selezionare il segnale di ingresso per le sorgenti primaria [IMMAGINE1] e secondaria
[IMMAGINE2].
RILEVAZIONE INPUT: consente di selezionare una delle funzioni per attivare il rilevamento automatico del segnale di ingresso.
•
PRIMO RILEVATO: se il monitor non rileva un segnale video sull’ingresso corrente, cercherà i segnali video sugli altri
ingressi e passerà al primo segnale video attivo rilevato.
•
ULTIMO RILEVATO: se il monitor sta visualizzando un segnale video attivo e rileva una nuova sorgente secondaria, passerà
automaticamente alla nuova sorgente video. Se non è presente un segnale di ingresso, cercherà i segnali video sugli altri
ingressi e passerà al primo segnale video attivo rilevato.
•
RILEVAZIONE PERSONAL.: selezionare questa opzione e scegliere una sorgente di input per ciascuna opzione. Il monitor
cercherà il segnale attivo solo sugli ingressi video selezionati. È utile per le applicazioni “failsafe” che utilizzano un segnale
video di riserva se la sorgente del segnale video primario scompare.
CAMBIO INPUT: questa opzione modifica la velocità con cui il monitor passa a un ingresso video diverso.
Quando alla porta HDMI OUT è collegato un cavo, la velocità di cambiamento dell’ingresso potrebbe non risultare più elevata.
Quando alla porta HDMI OUT è collegato un cavo, se viene impostato [RAPIDO] o [IMPOST AVANZATE], questa impostazione
provoca la distorsione dell’immagine durante il cambiamento del segnale.
•
RAPIDO: questa opzione consente di effettuare un cambiamento più velocemente rispetto all’impostazione NORMALE
(impostazione predefinita), ma potrebbe produrre disturbi dell’immagine durante il cambiamento del segnale.
Se si imposta RAPIDO e si cambia il segnale di ingresso in DisplayPort, la visualizzazione dell’immagine risulta distorta.
•
IMPOST AVANZATE: selezionare questa opzione e quindi scegliere il segnale video per INPUT1 e INPUT2. Il segnale video
commuta tra questi due ingressi.
IMPOSTAZIONE TERMINALE: le opzioni in questa sezione consentono di configurare impostazioni specifiche per il tipo di
ingresso. Vedere “IMPOSTAZIONE TERMINALE” a pagina 116 nelle tabelle “Appendice B Elenco dei comandi OSD”.
Italiano-56
Matrice PIP (Picture-In-Picture)
Le combinazioni di collegamenti in ingresso utilizzabili per PIP e PBP sono limitate. Se non viene visualizzato l’ingresso
desiderato per l’immagine secondaria, consultare le tabelle seguenti per verificare che la configurazione degli ingressi sia
supportata.
DisplayPort = 1.1a/HDMI = MODO1
Immagine secondaria
Immagine principale
Connettore
DisplayPort1 DisplayPort2
DVI
DisplayPort1
(DAISY
DisplayPort2
CHAIN IN)
DVI-D
DisplayPort1
DisplayPort1
(DAISY CHAIN IN)
Sì
Sì
Sì
DisplayPort2
DisplayPort2
Sì
Sì
DVI
DVI-D
Sì
Sì
HDMI1
HDMI1 (DAISY
CHAIN IN)
Sì
HDMI2
HDMI2 (CEC)
VGA (RGB)
VGA (YPbPr)
VIDEO
OPTION
MP
VGA (RGB, YPbPr)
HDMI1
HDMI2
HDMI1
HDMI2
(DAISY
(CEC)
CHAIN IN)
VGA
VGA
Video
(RGB) (YPbPr)
VGA (RGB,
YPbPr)
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
OPTION
Slot per scheda
VIDEO opzionale (SLOT2
(DP))
MP
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
-
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
No
No
Sì
No
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
VIDEO
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(DP))
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
No
-
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
No
Sì
No
Sì
DisplayPort = 1.1a/HDMI = MODO2
Immagine secondaria
Immagine principale
DVI
DisplayPort1
(DAISY
DisplayPort2
CHAIN IN)
DVI-D
HDMI1
HDMI2
HDMI1
HDMI2
(DAISY
(CEC)
CHAIN IN)
VGA
VGA
Video
(RGB) (YPbPr)
VGA (RGB,
YPbPr)
DisplayPort1
DisplayPort1
(DAISY CHAIN IN)
Sì
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
DisplayPort2
DisplayPort2
Sì
Sì
Sì
No
No
Sì
DVI
DVI-D
Sì
Sì
Sì
No
No
Sì
HDMI1
HDMI1 (DAISY
CHAIN IN)
No
No
No
No
No
HDMI2
HDMI2 (CEC)
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
No
VGA (RGB)
VGA (YPbPr)
VIDEO
OPTION
MP
VGA (RGB, YPbPr)
OPTION
Slot per scheda
VIDEO opzionale (SLOT2
(DP))
MP
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
-
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
No
Sì
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
Sì
No
Sì
Sì
No
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
No
Sì
Sì
Sì
No
Sì
VIDEO
Sì
Sì
No
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(DP))
No
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
-
Sì
Sì
No
No
No
Sì
Sì
No
Sì
No
Sì
Italiano-57
Italiano
Connettore
DisplayPort1 DisplayPort2
DisplayPort = 1.2/HDMI = MODO1
Immagine secondaria
Immagine principale
Connettore
DisplayPort1 DisplayPort2
DVI
DisplayPort1
(DAISY
DisplayPort2
CHAIN IN)
DVI-D
HDMI1
HDMI2
HDMI1
HDMI2
(DAISY
(CEC)
CHAIN IN)
VGA
VGA
Video
(RGB) (YPbPr)
VGA (RGB,
YPbPr)
OPTION
Slot per scheda
VIDEO opzionale (SLOT2
(DP))
MP
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
-
DisplayPort1
DisplayPort1
(DAISY CHAIN IN)
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
DisplayPort2
DisplayPort2
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
DVI
DVI-D
No
No
Sì
No
Sì
Sì
Sì
No
No
No
No
HDMI1
HDMI1 (DAISY
CHAIN IN)
No
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
No
No
HDMI2
HDMI2 (CEC)
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
No
No
Sì
No
Sì
Sì
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
Sì
No
Sì
Sì
VGA (RGB)
VGA (YPbPr)
VIDEO
OPTION
MP
VGA (RGB, YPbPr)
VIDEO
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
Sì
No
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(DP))
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
No
No
No
No
-
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
No
No
No
Sì
DisplayPort = 1.2/HDMI = MODO2
Immagine secondaria
Immagine principale
Connettore
DisplayPort1 DisplayPort2
DVI
DisplayPort1
(DAISY
DisplayPort2
CHAIN IN)
DVI-D
HDMI1
HDMI2
HDMI1
HDMI2
(DAISY
(CEC)
CHAIN IN)
VGA
VGA
Video
(RGB) (YPbPr)
VGA (RGB,
YPbPr)
OPTION
Slot per scheda
VIDEO opzionale (SLOT2
(DP))
MP
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
-
DisplayPort1
DisplayPort1
(DAISY CHAIN IN)
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
DisplayPort2
DisplayPort2
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
DVI
DVI-D
No
No
Sì
No
No
Sì
Sì
No
No
No
No
HDMI1
HDMI1 (DAISY
CHAIN IN)
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
HDMI2
HDMI2 (CEC)
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
Sì
No
No
Sì
No
Sì
No
No
Sì
No
No
Sì
No
No
No
Sì
Sì
No
No
Sì
VGA (RGB)
VGA (YPbPr)
VIDEO
OPTION
MP
VGA (RGB, YPbPr)
VIDEO
No
No
No
No
No
Sì
Sì
Sì
No
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(DP))
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
Slot per scheda
opzionale (SLOT2
(HDMI))
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
No
-
No
No
No
No
No
Sì
Sì
No
No
No
Sì
Italiano-58
Impostazione della sicurezza e blocco dei controlli
sul monitor
In condizioni di funzionamento normali, qualsiasi persona può controllare il monitor utilizzando il telecomando o il pannello di
controllo del monitor. È possibile impedire l’uso non autorizzato e le modifiche alle impostazioni del monitor attivando le opzioni
di sicurezza e blocco.
Le funzioni di sicurezza e blocco descritte in questa sezione sono le seguenti:
•
Impostazione della password
•
Attivazione della sicurezza mediante password
•
Blocco dei pulsanti del telecomando
•
Blocco dei pulsanti del pannello di controllo del monitor
NOTA: Le istruzioni in questa sezione descrivono il blocco dell’accesso ai controlli del monitor. Altre impostazioni di sicurezza
disponibili per questo monitor sono descritte nelle sezioni relative a tali controlli:
• “IMP SCHEDA SD COND.” a pagina 64 per Media Player.
• “Impostazioni di rete” a pagina 85 per i controlli Web del monitor.
Posizione delle impostazioni
Le istruzioni in questa sezione guidano l’utente nella configurazione delle funzioni di blocco e sicurezza nel menu OSD del
monitor. Queste impostazioni possono essere configurate anche utilizzando i controlli Web del monitor. I nomi delle funzioni e la
posizione nei controlli Web sono gli stessi utilizzati nel menu OSD. Vedere pagina 84.
Le opzioni di menu per la sicurezza e il blocco si trovano nel menu [CONTROL] sia nel menu OSD sia nei controlli Web.
MULTI-INPUT
OPTION
C MODULE
Italiano
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
PING
IP ADDRESS RESET
AUTO DIMMING
POWER INDICATOR
NETWORK FUNCTIONS
USB
CEC
RESET
Sicurezza mediante password
Quando è attivata la sicurezza mediante password, è necessario inserire un codice di accesso a 4 cifre quando si accende
l’alimentazione principale e/o si accede al menu OSD (vedere pagina 60). Il monitor funzionerà normalmente dopo
l’inserimento della password. Se non viene premuto alcun pulsante per 30 secondi, il monitor torna automaticamente alla
MODALITÀ SICUREZZA e pertanto chiederà nuovamente la password per l’uso.
NOTA:
Se si modifica la password, prendere nota delle modifiche effettuate in un luogo sicuro. Se viene inserito un codice
errato per tre volte, l’accesso al menu OSD verrà bloccato; sarà necessario contattare l’assistenza tecnica per ottenere
una password di ripristino e accedere al menu OSD del monitor.
Italiano-59
Impostare una password per il monitor
Questo passaggio è richiesto solo se si desidera modificare la password.
MULTI-INPUT
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
OPTION
C MODULE
CURRENT PASSWORD:
NEW PASSWORD:
CONFIRM PASSWORD:
1. Con il telecomando, accedere a [CONTROL], quindi a [MODIFICA PASSWORD].
2. Inserire la password nel campo [PASSWORD ATTUALE]. La password predefinita è: 0 0 0 0.
3. Compilare il campo [NUOVA PASSWORD], quindi immettere la stessa password nel campo [CONFERMA PASSWORD].
4. La nuova password viene salvata immediatamente.
Attivare la sicurezza mediante password
MULTI-INPUT
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
PING
OPTION
C MODULE
PASSWORD:
SECURE MODE:
OFF
START-UP LOCK
CONTROL LOCK
BOTH LOCK
1. Con il telecomando, accedere a [CONTROL], quindi a [SICUREZZA].
2. Inserire la password nel campo [PASSWORD] per accedere alle impostazioni di [MODALITÀ SICUREZZA].
3. Selezionare il tipo di [MODALITÀ SICUREZZA] che si desidera utilizzare:
•
[OFF]: non viene richiesta alcuna password.
•
[BLOCCO AVVIO]: la password viene richiesta quando si accende il monitor dall’interruttore principale.
Se l’opzione è selezionata, la password viene richiesta solo durante l’accensione mediante l’interruttore di alimentazione
principale o dopo un’interruzione dell’energia elettrica. Questa opzione non richiede la password quando si utilizzano i
pulsanti di accensione e standby sul telecomando o il pulsante
sul pannello di controllo del monitor.
•
[BLOCCO CONTROLLO]: la password viene richiesta per utilizzare qualsiasi pulsante sul telecomando o sul monitor.
•
[ENTRAMBI I BLOCCHI]: la password viene richiesta sia per l’accensione sia per il controllo.
4. Le selezioni vengono salvate automaticamente.
Blocco dei pulsanti del telecomando
Le impostazioni di blocco impediscono al monitor di rispondere alle pressioni dei pulsanti sul telecomando IR o sul pannello
di controllo del monitor. Quando si bloccano i pulsanti di controllo, alcuni pulsanti possono essere configurati per rimanere
sbloccati affinché gli utenti possano regolare le impostazioni. Il blocco e lo sblocco dei pulsanti di controllo non richiedono una
password.
Italiano-60
Blocco dei pulsanti del telecomando IR
[IMPOST BLOCCO IR] impedisce il controllo del monitor dal telecomando. L’attivazione di [IMPOST BLOCCO IR] non blocca i
pulsanti sul pannello di controllo del monitor.
MULTI-INPUT
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
PING
IP ADDRESS RESET
AUTO DIMMING
POWER INDICATOR
NETWORK FUNCTIONS
USB
CEC
RESET
OPTION
C MODULE
MODE SELECT CUSTOM LOCK
POWER
UNLOCK
VOLUME
UNLOCK
MIN VOL
/
LOCK
/
LOCK
+ 10
MAX VOL
+ 80
INPUT
UNLOCK
/
LOCK
UNLOCK SELECT
DVI
DisplayPort
HDMI1
CHANNEL
UNLOCK
/
LOCK
ACTIVATE
/ DEACTIVATE
1. Con il telecomando, accedere a [CONTROL], quindi a [IMPOST BLOCCO CHIAVE].
2. In [SELEZ STATO], scegliere la modalità di blocco che si desidera attivare.
•
[ALL LOCK]: tutti i pulsanti vengono bloccati.
•
[CUSTOM LOCK]: tutti i pulsanti del telecomando vengono bloccati, tranne i seguenti pulsanti che possono essere
impostati singolarmente come bloccati o sbloccati.
•
[ALIMENTAZ]: selezionare [SBLOC.] per poter usare il pulsante
[BLOC.] per bloccare il pulsante.
•
[VOLUME]: selezionare [SBLOC.] per poter controllare il volume con i pulsanti VOL+, VOL- quando il telecomando IR
è bloccato. Selezionare BLOC. per impedire la regolazione del volume.
quando il telecomando IR è bloccato. Selezionare
•
[MIN VOL] e [MAX VOL]: i pulsanti del volume sono sbloccati e il livello del volume può essere regolato solo
all’interno dell’intervallo [MIN] e [MAX] impostato.
[VOLUME] deve essere impostato su [SBLOC.] per consentire l’utilizzo di questa funzione.
•
[INPUT]: selezionare [SBLOC.], quindi selezionare fino a 3 pulsanti di ingresso da mantenere sbloccati. Selezionare
[BLOC.] per bloccare tutti i pulsanti di ingresso.
•
[CANALE]: selezionare [SBLOC.] per poter cambiare i canali con i pulsanti CH/ZOOM+, CH/ZOOM- quando il
telecomando IR è bloccato. Selezionare [BLOC.] per bloccare questi pulsanti.
Per il funzionamento dei pulsanti del canale deve essere installata una scheda di sintonizzazione opzionale.
3. Selezionare [ATTIVA] per attivare tutte le impostazioni.
Sblocco dei controlli del telecomando IR
•
Telecomando IR: per tornare alla modalità di funzionamento normale, tenere premuto il pulsante DISPLAY per almeno
6 secondi.
Italiano-61
Italiano
Quando si attiva il blocco del volume, il volume del monitor passa immediatamente al valore MIN VOL.
Blocco dei pulsanti del pannello di controllo
[IMPOST BLOCCO CHIAVE] impedisce il controllo del monitor con i pulsanti sul pannello di controllo del monitor. L’attivazione di
[IMPOST BLOCCO CHIAVE] non blocca i pulsanti sul telecomando.
MULTI-INPUT
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
PING
IP ADDRESS RESET
AUTO DIMMING
POWER INDICATOR
NETWORK FUNCTIONS
USB
CEC
RESET
OPTION
C MODULE
MODE SELECT CUSTOM LOCK
POWER
UNLOCK
VOLUME
UNLOCK
MIN VOL
/
LOCK
/
LOCK
+ 10
MAX VOL
INPUT
UNLOCK
CHANNEL
UNLOCK
ACTIVATE
+ 80
/
LOCK
/
LOCK
/ DEACTIVATE
1. Con il telecomando, accedere a [CONTROL], quindi a [IMPOST BLOCCO CHIAVE].
2. In [SELEZ STATO], scegliere la modalità di blocco che si desidera attivare.
•
[ALL LOCK]: tutti i tasti vengono bloccati.
•
[CUSTOM LOCK]: tutti i tasti vengono bloccati, tranne i seguenti pulsanti che possono essere impostati singolarmente
come bloccati o sbloccati.
•
[ALIMENTAZ]: selezionare [SBLOC.] per poter usare il pulsante
•
[VOLUME]: selezionare [SBLOC.] per poter controllare il volume con i pulsanti + e – quando i tasti sono bloccati.
Selezionare [BLOC.] per impedire la regolazione del volume.
quando i tasti sono bloccati.
Quando si attiva il blocco del volume, il volume del monitor passa immediatamente al valore [MIN VOL].
•
[MIN VOL] e [MAX VOL]: i tasti del volume [+] e [–] sono sbloccati e il livello del volume può essere regolato solo
all’interno dell’intervallo [MIN] e [MAX] impostato.
[VOLUME] deve essere impostato su [SBLOC.] per consentire l’utilizzo di questa funzione.
•
[INPUT]: selezionare [SBLOC.] per poter cambiare gli ingressi utilizzando il pulsanti INPUT/SET.
•
[CANALE]: selezionare [SBLOC.] per poter utilizzare i pulsanti /.
3. Selezionare [ATTIVA] per attivare tutte le impostazioni.
Sblocco dei controlli sul pannello del monitor
Tasti: per tornare alla modalità di funzionamento normale, premere contemporaneamente i pulsanti  e  sul pannello di
controllo del monitor per almeno 4 secondi, in modo da disattivare le impostazioni del blocco tasti.
Menu OSD: per tornare alla modalità di funzionamento normale, utilizzare il telecomando per accedere a [CONTROL] e quindi
a [IMPOST BLOCCO CHIAVE]. In [SELEZ STATO], selezionare [SBLOC.] e quindi [ATTIVA].
Italiano-62
Impostazioni di Media Player
Accedere a Media Player premendo il pulsante MEDIA PLAYER sul telecomando opzionale o selezionando l’ingresso MP nel
sottomenu INPUT del menu OSD.
Utilizzare i pulsanti  + – e SET/POINT ZOOM sul telecomando per accedere ai menu di Media Player.
Selezionare l’icona
nella schermata con l’elenco dei file o nella schermata principale di Media Player per visualizzare la
schermata di configurazione di Media Player.
Schermata principale di Media Player
Nella schermata [IMPOSTAZIONI] è possibile configurare le seguenti impostazioni. Selezionare [OK] e premere il pulsante
SET/POINT ZOOM per salvare le modifiche; in caso contrario le impostazioni selezionate non vengono salvate.
Presentazione
DIMENSIONI SCHERMO
MODO DI RIPRODUZIONE
INTERVALLO
RIPETI
FILE AUDIO
BGM
SCHERMO FINE RIPROD.
Funzione
Consente di selezionare [DIMENSIONE REALE] o [MIGLIORE ADATTAMENTO].
Consente di selezionare [AUTO] o [MANUAL].
Consente di impostare la durata dell’intervallo.
Selezionare la casella di controllo per ripetere la presentazione.
Consente di selezionare un file audio.
Selezionare la casella di controllo per attivare BGM.
Consente di selezionare un’impostazione per la visualizzazione da mostrare al termine della
presentazione.
SCHERMO NERO: al termine della presentazione viene visualizzata una schermata nera.
ELENCO FILE: al termine della presentazione si torna alla schermata con l’elenco dei file.
SALVA ULTIMO SCHERMO: al termine della presentazione l’ultima immagine della
presentazione stessa rimane sullo schermo.
RIPRODUZIONE AUTO
Consente di riprodurre automaticamente qualsiasi immagine o video nella cartella selezionata quando il monitor viene acceso
con l’ingresso MP selezionato. Le immagini e i video sono visualizzati in base al criterio di ordinamento dei file.
Menu
RIPRODUZIONE AUTO
CARTELLA
Funzione
OFF: la modalità di riproduzione automatica è disattivata.
SLIDESHOW: consente di riprodurre automaticamente un file selezionato.
La posizione sul dispositivo di archiviazione USB o sulla scheda di memoria microSD in cui si
trovano i file.
Selezionare [SCHEDA SD] o [USB], quindi premere il pulsante ENT per selezionare la
directory radice della scheda SD o del dispositivo USB.
Se i file si trovano in una sottocartella, selezionare [SCHEDA SD] o [USB], premere il pulsante
SET/POINT ZOOM, accedere alla cartella che contiene i file e infine premere il pulsante ENT
sul telecomando.
Italiano-63
Italiano
Menu
Contenuti preimpostati
Se non dispone di un segnale di ingresso corrente, il monitor passa automaticamente all’ingresso Media Player e riproduce
qualsiasi file di immagine o video nella cartella selezionata. Ad esempio, quando si spegne un dispositivo come un lettore Bluray, il monitor cambia l’ingresso da HDMI a MP e riproduce i file nella cartella selezionata in questa schermata.
Menu
Funzione
ABILITA
CARTELLA
Premere [SET] per selezionare la casella di controllo e attivare i contenuti preimpostati.
La posizione sul dispositivo di archiviazione USB o sulla scheda di memoria microSD in cui si
trovano i file.
Selezionare [SCHEDA SD] o [USB], quindi premere il pulsante ENT per selezionare la directory
radice della scheda SD o del dispositivo USB.
Se i file si trovano in una sottocartella, selezionare [SCHEDA SD] o [USB], premere il pulsante
SET/POINT ZOOM, accedere alla cartella che contiene i file e infine premere il pulsante ENT sul
telecomando.
Rete e altre impostazioni
Le seguenti impostazioni consentono di configurare le impostazioni di rete e delle cartelle condivise per Media Player.
Per configurare le impostazioni, accedere all’opzione [RETE E ALTRE IMPOSTAZIONI] e premere il pulsante SET/POINT
ZOOM sul telecomando.
Impostazioni di rete per Media Player
Menu
Funzione
IMPOST IP
INDIRIZZO IP
SUBNET MASK
GATEWAY PREDEFINITO
DNS
DNS PRINCIPALE
DNS SECONDARIO
È possibile configurare le impostazioni di rete per Media Player.
L’indirizzo IP di Media Player è diverso dall’indirizzo IP del monitor. Se si desidera assegnare
manualmente un indirizzo IP per il monitor, sarà necessario assegnarne uno nuovo anche a
Media Player. In caso contrario, l’indirizzo IP sarà assegnato automaticamente a Media Player e
potrebbero verificarsi conflitti nella rete.
INFORMAZIONI DI RETE le impostazioni di rete correnti per Media Player.
CARTELLA CONDIVISA
Le opzioni CARTELLA CONDIVISA forniscono due diversi metodi per copiare file sulla scheda di memoria microSD attraverso
una rete. Vedere “Copia di file sulla scheda di memoria microSD” a pagina 65 per istruzioni sull’utilizzo della funzione
CARTELLA CONDIVISA dopo l’attivazione e la configurazione in questa schermata.
IMP SCHEDA SD COND.
Attivare questa opzione per consentire ai computer o ai dispositivi mobili di accedere alla scheda di memoria microSD nel
monitor tramite l’indirizzo IP di Media Player. I file possono essere copiati o eliminati dalla scheda di memoria microSD tramite
un browser Web. Vedere pagina 66.
Menu
Funzione
ABILITA
NOME UTENTE
Selezionare la casella di controllo per attivare [IMP. SCHEDA SD COND.].
Il nome utente per l’accesso al monitor. Corrisponde al nome di modello del monitor e non può
essere modificato.
Consente di creare una password per accedere alla scheda di memoria microSD. La password non
è obbligatoria. Se non è impostata alcuna password, qualunque utente può accedere e copiare i file
sulla scheda di memoria microSD.
PASSWORD
Selezionare OK, quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM sul telecomando per salvare le impostazioni. Se non si
preme OK, le impostazioni configurate non vengono salvate.
Italiano-64
Impostazioni delle cartelle condivise
Questa opzione consente di accedere da Media Player alle cartelle di rete condivise per copiare i file sulla scheda di memoria
microSD. È possibile aggiungere fino a quattro cartelle alle impostazioni delle cartelle condivise. Vedere pagina 66.
Dopo aver aperto [IMPOSTAZ. CARTELLA CONDIVISA], selezionare una delle cartelle e premere il pulsante SET/POINT
ZOOM per visualizzare le impostazioni per la configurazione delle credenziali di rete.
Menu
Funzione
ABILITA
Selezionare la casella per attivare la cartella selezionata.
CARTELLA CONDIVISA
Impostare l’indirizzo IP o il nome della cartella condivisa in rete contenente i file da
copiare sulla scheda di memoria microSD.
NOME UTENTE
Inserire il nome dell’utente autorizzato ad accedere alla cartella di rete condivisa.
PASSWORD
Inserire la password dell’utente autorizzato ad accedere alla cartella di rete condivisa.
Selezionare OK, quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM sul telecomando per salvare le impostazioni. Se non si preme
OK, le impostazioni configurate non vengono salvate.
Passaggio a NO SEGNALE
In condizioni di funzionamento normali sugli altri collegamenti di ingresso video, quando il segnale video viene perso, ad esempio
quando si spegne un lettore Blu-ray, il monitor registra “NESSUN SEGNALE” e attiva la modalità di risparmio energetico.
Quando Media Player è il segnale di ingresso corrente, Media Player è sempre attivo e invia il segnale video al monitor.
Questo impedisce al monitor di entrare nella modalità di risparmio energetico, anche quando Media Player non sta riproducendo
attivamente i file.
Se è attivato PASSA A NO SEGNALE, Media Player comunica al monitor che non è presente alcun segnale video corrente e
passa alla modalità NESSUN SEGNALE. In questo modo il monitor può registrare “NESSUN SEGNALE” e attivare la modalità
di risparmio energetico, proprio come avviene per gli altri ingressi video quando si verifica la perdita del segnale video.
L’intervallo di tempo tra il momento in cui Media Player viene utilizzato per l’ultima volta e il momento in cui viene segnalato al
monitor di passare a NO SEGNALE può essere regolato.
•
Dopo che Media Player ha interrotto la riproduzione del contenuto.
•
Mentre il monitor sta visualizzando la schermata principale di Media Player, la finestra del dispositivo di archiviazione USB
o la finestra della scheda SD, e non è stato premuto alcun pulsante sul telecomando o sul pannello di controllo del monitor
per il periodo impostato.
Menu
ABILITA
INTERVALLO
Funzione
Selezionare la casella per attivare [PASSA A NO SEGNALE].
Impostare il tempo che deve trascorrere tra l’ultimo utilizzo di Media Player e l’accesso del monitor alla
modalità NESSUN SEGNALE.
Selezionare OK, quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM sul telecomando per salvare le impostazioni. Se non si
preme OK, le impostazioni configurate non vengono salvate.
Copia di file sulla scheda di memoria microSD
Esistono due metodi per copiare i file sulla scheda di memoria microSD quando è già inserita nel monitor. I file possono essere
copiati da una cartella di rete o da un dispositivo di archiviazione USB tramite l’opzione COPIA CONTENUTO o tramite SDCARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) in un browser Web.
La copia di file da un dispositivo di archiviazione USB è utile per modificare facilmente il contenuto sulla scheda di memoria
microSD senza rimuovere la scheda di memoria microSD e il relativo coperchio dal monitor. La copia dei file da una cartella di
rete o tramite un browser Web è utile quando il monitor si trova in una posizione che non è facilmente accessibile.
Italiano-65
Italiano
Il monitor non passa a NO SEGNALE nelle seguenti condizioni:
Utilizzo di COPIA CONTENUTO in Media Player
Quando si utilizza l’opzione COPIA CONTENUTO, la scheda di memoria microSD viene cancellata, quindi i file vengono copiati
dalla cartella selezionata.
Copia di file sulla scheda di memoria microSD
1. Collegare un dispositivo di archiviazione USB alla porta USB per Media Player sul monitor, oppure configurare [IMPOSTAZ.
CARTELLA CONDIVISA] nel menu [RETE E ALTRE IMPOSTAZIONI] di Media Player (vedere pagina 64).
2. Nella schermata principale di Media Player, selezionare [COPIA CONTENUTO] e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
La schermata [COPIA CONTENUTO] mostra tutte le cartelle di rete configurate e l’icona “USB” se è collegato un dispositivo
di archiviazione USB.
3. Selezionare il dispositivo USB o una cartella di rete contenente i file che si desidera copiare sulla scheda di memoria
microSD, quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
4. Nella schermata di conferma, selezionare OK e premere il pulsante SET/POINT ZOOM.
L’intero contenuto della cartella di rete o del dispositivo di archiviazione USB viene copiato sulla scheda di memoria microSD.
Assicurarsi che la capacità di memoria della scheda microSD sia sufficiente per salvare i file che si desidera aggiungere.
NOTA: • Se la capacità di memoria della scheda microSD non è sufficiente per copiare la cartella selezionata, viene
visualizzato “Spazio su disco ins.”.
• Quando si preme OK per avviare COPIA CONTENUTO, i dati precedentemente salvati sulla scheda di memoria
microSD vengono eliminati immediatamente. L’annullamento della funzione COPIA CONTENUTO non ripristinerà i
file precedenti.
• Vengono visualizzati solo i dispositivi collegati al monitor.
• Quando è in corso la copia di una cartella, l’indicatore a LED del monitor lampeggia in rosso.
• Mentre il monitor sta copiando i file, non espellere la scheda di memoria microSD dal monitor e non spegnere
l’alimentazione principale del monitor. Se si estrae la scheda di memoria microSD o si spegne il monitor durante la
copia dei file, i dati potrebbero essere danneggiati.
• Se si preme il pulsante STANDBY sul telecomando o il pulsante
sul monitor mentre l’indicatore a LED lampeggia
in rosso, il monitor passa alla modalità di standby una volta completata la funzione di copia.
NOTA: Se la connessione a una cartella condivisa non riesce, vengono visualizzati un messaggio di errore e una “x” sull’icona
della cartella. Verificare quanto segue se si verifica tale problema:
• Il nome della cartella di rete è corretto?
• La cartella di rete è impostata per la condivisione?
• I diritti di accesso sono stati impostati nella cartella di rete?
• Sono presenti file visualizzabili salvati nella cartella di rete?
Utilizzo di SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) in un browser Web
Quando si utilizza SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) per copiare i file nella scheda di memoria microSD,
è possibile aggiungere singoli file alla scheda di memoria microSD senza prima cancellarne il contenuto. Poiché i file vengono
aggiunti alla scheda di memoria microSD tramite i controlli Web in un browser Internet, i file possono essere copiati da un
computer o da un dispositivo mobile, ad esempio un tablet, connesso alla stessa rete del monitor.
Copia di file sulla scheda di memoria microSD
1. Attivare le impostazioni [IMP. SCHEDA SD COND.] in [RETE E ALTRE IMPOSTAZIONI] di Media Player (vedere
pagina 64).
2. Aprire un browser Web su un computer o su un dispositivo mobile connesso alla stessa rete del monitor.
3. Inserire l’indirizzo IP di Media Player nel campo dell’indirizzo del browser Web, quindi premere Invio per accedere ai
controlli Web.
L’indirizzo IP di Media Player è mostrato nella sezione [INFO DI RETE PER RIPRODUTT. MULTIMEDIALE] della schermata
[RETE E ALTRE IMPOSTAZIONI].
Italiano-66
4. Se è stata creata una password per l’accesso alla scheda, inserire il nome utente e la password.
Il nome utente è il nome del modello del monitor. Sia il nome utente sia la password fanno distinzione tra maiuscole e
minuscole.
5. Quando il computer o il dispositivo mobile si connette correttamente a Media Player, i controlli Web di Media Player vengono
visualizzati nel browser. Selezionare il link SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) sul lato sinistro della
finestra del browser.
6. Fare clic sul pulsante Choose File (Scegli file) per aprire un browser file, quindi selezionare un file.
Il file verrà aggiunto alla directory radice della scheda di memoria microSD. Per caricare un file in una cartella diversa sulla
scheda di memoria microSD, effettuare una delle seguenti operazioni:
•
Caricamento in una cartella esistente: se si desidera aggiungere il file a una cartella esistente sulla scheda di memoria
microSD, selezionare il nome della cartella per aprire la cartella prima di fare clic sul pulsante Choose File (Scegli file).
•
Caricamento in una nuova cartella: se si desidera creare una nuova cartella prima di caricare il file, fare clic sul pulsante
CREATE (CREA). Inserire il nome della cartella nel campo NAME (NOME) e premere OK. La nuova cartella viene
visualizzata nell’elenco dei file della scheda di memoria microSD. Selezionare la nuova cartella per aprirla, quindi fare
clic sul pulsante Choose File (Scegli file).
8. Premere OK per confermare il caricamento del file.
9. Il file viene copiato sulla scheda di memoria microSD.
Se è stato selezionato un tipo di file che Media Player non è in grado di leggere, nella schermata di caricamento del file
viene visualizzato un messaggio che segnala che il file non può essere copiato.
Per eliminare file o cartelle dalla scheda di memoria microSD, selezionare le caselle di controllo degli elementi che si desidera
eliminare, quindi premere il pulsante DELETE (ELIMINA).
NOTA: • Quando è in corso la copia di una cartella, l’indicatore a LED del monitor lampeggia in rosso.
• Mentre il monitor sta copiando i file, non espellere la scheda di memoria microSD dal monitor e non spegnere
l’alimentazione principale del monitor. Se si estrae la scheda di memoria microSD o si spegne il monitor durante la
copia dei file, i dati potrebbero essere danneggiati.
• Se si preme il pulsante STANDBY sul telecomando o il pulsante
sul monitor mentre l’indicatore a LED lampeggia
in rosso, il monitor passa alla modalità di standby una volta completata la funzione di copia.
• È possibile copiare solo i formati di file per fermi immagine, video e audio BGM.
Italiano-67
Italiano
7. Accedere alla posizione contenente i file che si desidera aggiungere alla scheda. Selezionare il file che si desidera copiare
sulla scheda di memoria microSD, quindi premere Open (Apri).
Controlli Web di SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD)
1. CHOOSE FILE (SCEGLI FILE)
Choose File (Scegli file) apre un browser file per selezionare un file da copiare sulla scheda di memoria microSD.
Premendo Open (Apri) nel browser file viene visualizzata la finestra di caricamento che mostra il file selezionato.
Premendo OK viene avviato il caricamento del file.
NOTA:
Controllare la capacità di memoria della scheda microSD prima di copiare i file.
STORAGE CAPACITY (CAPACITÀ MEMORIA) mostra la capacità della scheda di memoria microSD inserita.
2. DELETE (ELIMINA)
Selezionare le caselle di controllo relative a file e cartelle.
Premendo DELETE (ELIMINA) viene aperta la finestra DELETE FOLDERS/FILES (ELIMINA CARTELLE/FILE).
Premendo OK vengono eliminati i file e le cartelle selezionati.
3. CREATE (CREA)
Consente di aprire una finestra per e aggiungere una nuova cartella alla scheda di memoria microSD e assegnarle un nome.
Inserire il nome della cartella e selezionare OK. È possibile utilizzare fino a 255 caratteri alfanumerici.
4. RELOAD (RICARICA)
Consente di aggiornare i dati della scheda di memoria microSD nel browser.
5. THUMB/LIST (MINIATURE/ELENCO)
Consente di visualizzare i file utilizzando le icone o le miniature.
Permette di visualizzare una descrizione del file o della cartella se si seleziona il nome della miniatura o del file.
6. SORT (ORDINA)
Consente di selezionare il metodo di ordinamento. Le cartelle salvate nella scheda di memoria microSD sono disposte in
base al metodo di ordinamento selezionato.
Italiano-68
Connessione a SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) da un altro monitor
Se nella rete contenente Media Player sono presenti più monitor, è possibile eseguire una ricerca dai controlli Web principali di
qualsiasi monitor per visualizzare tutti i monitor supportati sulla rete.
1. Inserire l’indirizzo IP del monitor nel campo dell’indirizzo del browser Web.
Premere il pulsante DISPLAY sul telecomando per visualizzare il menu OSD delle informazioni del monitor, contenente
l’indirizzo IP del monitor.
Il monitor e il relativo Media Player dispongono di indirizzi IP diversi; per impostazione predefinita entrambi sono assegnati
automaticamente alla connessione a una rete DHCP.
2. Selezionare il link [SD-CARD VIEWER] (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) sul lato sinistro della finestra del browser.
Viene visualizzata la finestra [GO TO SD-CARD VIEWER] (VAI A VISUALIZZATORE SCHEDA SD).
3. Premere il pulsante SEARCH (CERCA) per visualizzare l’[IP ADDRESS] (INDIRIZZO IP) del monitor attualmente connesso
e di tutti i monitor compatibili sulla stessa rete.
4. Selezionare l’indirizzo IP nella colonna [IP ADDRESS (MP)] (INDIRIZZO IP (MP)) per accedere ai controlli Web di Media
Player per il monitor in cui si desidera copiare i file.
Per aprire la pagina Web di un altro monitor in una nuova scheda, fare clic con il pulsante destro del mouse sul relativo
indirizzo IP. Per aprire la pagina Web di un altro monitor in una nuova finestra, fare clic sul relativo indirizzo IP.
I file multimediali per la riproduzione possono essere salvati in una cartella speciale. Creare una cartella denominata
“EMERGENCY CONTENTS” (CONTENUTI EMERGENZA) nella radice della scheda di memoria microSD e copiare i file
multimediali nella cartella. La riproduzione di emergenza può essere attivata tramite un comando esterno al display inviato
mediante LAN o RS-232C.
Le istruzioni per i EMERGENCY CONTENTS (CONTENUTI EMERGENZA) sono disponibili nel file “External_Control.pdf”
(Controllo_esterno.pdf). Vedere pagina 104.
Italiano-69
Italiano
Utilizzo dei contenuti di emergenza
Capitolo 6
Configurazione di più monitor
Questo capitolo include:
>> “Collegamento di più monitor” a pagina 71
>> “Collegamento dell’uscita video” a pagina 73
>> “Impostazione della funzione ID del telecomando” a pagina 74
Italiano-70
Collegamento di più monitor
I monitor possono essere collegati tra loro, in termini di collegamenti di comunicazione e video, in molteplici installazioni per la
visualizzazione. Il concatenamento dei collegamenti video crea un video wall in cui è possibile affiancare una singola immagine
su tutti i monitor. Quando si collegano più monitor per installare un video wall, sono necessari collegamenti di comunicazione
e video la cui configurazione deve essere valutata con attenzione. Consultare “Schema di cablaggio” a pagina 25 per la
configurazione dei collegamenti di comunicazione e video.
Le impostazioni del monitor per la configurazione di un video wall nelle impostazioni OSD e nella pagina Web del monitor sono
disponibili in [DISPLAY MULTIPLO].
•
[AUTO TILE MATRIX SETUP]: consente di configurare automaticamente le impostazioni multi-monitor quando le porte di
comunicazione e video sono collegate tra loro. Imposta automaticamente [ID MONITOR] e la posizione dei monitor nel video
wall seguendo il cablaggio fisico tra i monitor.
Inserire il numero di monitor disposti in orizzontale e in verticale nel monitor principale. Le seguenti impostazioni
vengono configurate automaticamente quando si esegue la configurazione automatica: [ID MONITOR], [TILE MATRIX],
[TILE MATRIX MEM], [Input Signal], [DisplayPort] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] e impostazione per l’uscita video.
NOTA:
• [AUTO ID] (ID AUTO) viene eseguito automaticamente.
• Quando si utilizza questa funzione, è consigliabile che i monitor siano collegati mediante cavi DisplayPort.
• Questa funzione viene rilasciata se viene attivata l’opzione [MOVIMENTO] in [SALVA SCHERMO].
Monitor principale
•
[IMPOSTAZIONE COPIA]: consente di copiare alcune categorie del menu OSD sugli altri monitor nel video wall, se collegati
tra loro.
•
[TILE MATRIX]: consente di espandere un’immagine e di visualizzarla su più monitor (fino a 100) mediante un amplificatore
di distribuzione. Inserire manualmente il numero di monitor in orizzontale e in verticale nel video wall, posizionare il monitor
nel wall e attivare o disattivare Compensazione immagini. Per inclinare il contenuto HDCP, consultare “Collegamento
dell’uscita video” a pagina 73.
•
[TILE COMP]: consente di ridimensionare l’immagine per compensare la larghezza della mascherina dello schermo e
creare un’immagine continua.
•
[TAGLIO IMMAGINI]: consente di selezionare una parte dell’immagine visualizzata. La parte selezionata viene
visualizzata come immagine intera sullo schermo.
Esempio di TAGLIO IMMAGINI 2x1 (orizzontale)
Per il monitor sinistro:
1. Impostare MONITOR ORIZZ [2] e MONITOR VERT [2].
Una singola immagine sarà divisa per 4; inserire quindi un numero da 1 a 4.
OSD
Schermo del monitor
TILE MATRIX
H MONITORS
V MONITORS
POSITION
TILE COMP
H SIZE
V SIZE
H ADJUSTMENT
V ADJUSTMENT
TILE CUT
H ADJUSTMENT
V ADJUSTMENT
TILE MATRIX ENABLE
FRAME COMP
V SCAN REVERSE
2
2
1
YES / NO
0
0
0
0
YES / NO
0
0
YES / NO
AUTO
2.0F
AUTO
2. Selezionare un numero da 1 a 4 in [POSIZIONE].
Esempio: selezione di 1
Italiano-71
Italiano
Esempio di installazione tramite LAN:
MONITOR ORIZZ 3
MONITOR VERT 3
3. Con [REGOLAZIONE H] e [REGOLAZIONE V] è possibile spostare il quadrato selezionato nel punto esatto in
cui visualizzarlo.
4. Selezionare [YES] per [ATTIVA TILE MATRIX].
Per il monitor destro:
Ripetere gli stessi passaggi.
Esempio: selezione di 2 in [POSIZIONE]
Dopo aver eseguito l’impostazione individualmente, l’immagine 2x1 (orizzontale) viene mostrata come nell’esempio
seguente.
•
[FRAME COMP]: consente l’impostazione automatica di FRAME COMP inserendo il numero di monitor disposti in
orizzontale e verticale.
È la scelta consigliata, che dovrebbe offrire i migliori risultati se viene visualizzato un contenuto in movimento rapido.
L’applicazione di [FRAME COMP] è indispensabile per un’installazione specifica.
[AUTO]: consente di impostare il valore totale del ritardo; ciascun valore di ritardo viene impostato automaticamente
configurando [MONITOR ORIZZ], [MONITOR VERT] e [POSIZIONE] in TILE MATRIX.
[MANUAL]: consente di impostare il valore di ritardo per ogni monitor.
•
[INVERSIONE SCAN V]: consente di invertire la direzione dell’immagine di scansione per creare un’immagine in
movimento uniforme.
ORIGINALE
FRAME COMP
INVERSIONE SCAN V
Direzione di
scansione
verticale
•
[TILE MATRIX MEMORY] (MEMORIA TILE MATRIX): consente di salvare le impostazioni di TILE MATRIX su tutti gli ingressi
del monitor.
•
[CONTROLLO ID]: consente di impostare l’ID del monitor e l’IP del gruppo per il monitor corrente. Quando le porte LAN dei
monitor vengono collegate tra loro, l’ID e l’IP possono essere assegnati automaticamente a tutti i monitor.
Italiano-72
•
Collegamento video a catena.
Si consiglia vivamente di utilizzare lo stesso modello di monitor per tutti i monitor nel collegamento a catena.
La posizione dei monitor è diversa dall’ID. Vedere la Figura 1.
ID:1
1
ID:2
2
ID:3
3
ID:6
4
ID:5
5
ID:4
6
ID:7
7
ID:8
8
ID:9
9
MONITOR ORIZZ: 3
MONITOR VERT: 3
POSIZIONE: 4, 5, 6
Figura 1
Collegamento dell’uscita video
Immagine
principale
DisplayPort1
DisplayPort2
DVI
HDMI1
HDMI2
VGA
(RGB)
VGA
(YPbPr)
Video
Connettore
DisplayPort1
(DAISY
CHAIN IN)
DisplayPort2
DVI-D
HDMI1
(DAISY
CHAIN IN)
HDMI2
(CEC)
VGA (RGB, YPbPr)
VIDEO
Sì
No
No
No
No
No
No
No
No
Sì
Sì
No
No
No
DisplayPort
HDMI
OPTION
MP
Slot per scheda
opzionale
(SLOT2 (DP))
Slot per scheda
opzionale
(SLOT2 (HDMI))
-
No
Sì
No
No
No
No
Sì
Sì
NOTA:
L’uscita del segnale Media Player (MP) è utilizzabile solo se i modelli sono gli stessi.
Per il collegamento di più monitor con un cavo HDMI
•
Utilizzo dello stesso modello di monitor.
•
Impostare la stessa modalità ([MODO1] o [MODO2]) su [HDMI] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] per tutti i monitor collegati.
Per l’uscita DisplayPort
Selezionare l’ingresso DisplayPort1 oppure OPTION per il monitor per trasmettere un segnale dall’uscita DisplayPort.
•
•
La funzione di uscita del segnale di questo monitor supporta i contenuti protetti da HDCP. Il contenuto HDCP può essere
distribuito su un massimo di 3 monitor collegati.
Quando si utilizza una scheda opzionale, impostare [IMPOST CANALE SLOT2] su [CANALE1], quindi impostare
[SELEZ CANALE SLOT2] su DisplayPort. Vedere pagina 128.
NOTA: Utilizzare una scheda opzionale di tipo Slot2 che trasmetta un segnale DisplayPort in uscita.
Per l’uscita HDMI
•
Selezionare l’ingresso HDMI1, DVI, MP oppure OPTION per il monitor per trasmettere un segnale dall’uscita HDMI.
•
La funzione di uscita del segnale di questo monitor supporta i contenuti protetti da HDCP.
Il contenuto HDCP può essere distribuito su più monitor collegati come descritto di seguito:
•
HDCP 1: fino a 8 monitor / HDCP 2.2: fino a 5 monitor.
•
Il tempo necessario per la visualizzazione dell’immagine dipende dal numero di monitor collegati.
•
Senza HDCP: fino a 9 monitor.
NOTA:
• Il numero di monitor collegati cambia a seconda del dispositivo utilizzato.
•
•
Durante la visualizzazione di un’immagine in un’impostazione multi-monitor, non scollegare i cavi dai monitor.
Se occorre scollegare i cavi, spegnere prima l’alimentazione principale.
Quando si utilizza una scheda opzionale, impostare [IMPOST CANALE SLOT2] su [CANALE1], quindi impostare
[SELEZ CANALE SLOT2] su TMDS. Vedere pagina 128.
NOTA: Utilizzare una scheda opzionale di tipo Slot2 che trasmetta un segnale HDMI in uscita.
Italiano-73
Italiano
•
Per il contenuto HDCP
HDCP è un sistema per impedire la copia illegale di dati video inviati tramite un segnale digitale. Se non è possibile
visualizzare il materiale tramite gli ingressi digitali, non significa necessariamente che il monitor non funzioni correttamente.
Con l’implementazione di HDCP, potrebbero esserci casi in cui determinati contenuti risultano protetti da HDCP e quindi non
visualizzabili in seguito alla decisione/intenzione della comunità HDCP (Digital Content Protection, LLC).
A causa di queste restrizioni di sicurezza nei contenuti video, i contenuti video HDCP possono essere affiancati solo su un
numero limitato di monitor. Il contenuto video HDCP è in genere prodotto commercialmente su dischi Blu-ray e DVD o inviato
mediante trasmissioni televisive e servizi di streaming.
Impostazione della funzione ID del telecomando
Il telecomando opzionale consente di controllare fino a 100 monitor MultiSync individuali tramite la cosiddetta modalità ID
telecomando. Tale modalità funziona in combinazione con l’ID monitor e consente di controllare fino a 100 monitor MultiSync
individuali. Ad esempio, se nella stessa area sono utilizzati più monitor, un telecomando in modalità normale invierebbe segnali
a tutti i monitor contemporaneamente (vedere la Figura 1). Con la modalità ID telecomando è possibile controllare un solo
monitor all’interno del gruppo (vedere la Figura 2).
Per impostare ID telecomando
Tenendo premuto il pulsante REMOTE ID SET sul telecomando, utilizzare
il tastierino per inserire l’ID monitor (1-100) del monitor da controllare con il
telecomando. Il telecomando potrà quindi essere utilizzato per controllare il monitor
con quel numero di ID monitor specifico.
ID monitor: 1
ID monitor: 2
ID monitor: 3
Il telecomando
funziona
Il telecomando
funziona
Il telecomando
funziona
Se si seleziona 0 o se il telecomando è nella modalità normale verranno controllati
tutti i monitor.
Per impostare/reimpostare la modalità del telecomando
Modalità ID: per accedere alla modalità ID, tenere premuto il pulsante REMOTE ID
SET per 2 secondi.
Figura 1
Telecomando
nella modalità
normale o con ID
TELECOMANDO
impostato su 0
Modalità normale: per tornare alla modalità normale, tenere premuto il pulsante
REMOTE ID CLEAR per 2 secondi.
NOTA: • Affinché l’impostazione funzioni correttamente, è necessario assegnare
al monitor un ID monitor univoco. Il numero di ID monitor può essere
assegnato nel sottomenu DISPLAY MULTIPLO del menu OSD.
Vedere pagina 120.
• Puntare il telecomando verso il sensore del telecomando sul monitor
desiderato, quindi premere il pulsante REMOTE ID SET. Sullo schermo
viene visualizzato il numero ID MONITOR quando il telecomando è
nella modalità ID.
Utilizzare il telecomando per controllare tutti i monitor nel raggio
d’azione
1. Sul telecomando, tenere premuto il pulsante REMOTE ID SET mentre si
utilizza il tastierino per immettere l’ID telecomando “0”.
ID monitor: 1
ID monitor: 2
ID monitor: 3
Il telecomando
non funziona
Il telecomando
non funziona
Il telecomando
funziona
Figura 2
Configurazione
del telecomando
per utilizzare ID
TELECOMANDO:3
È necessario un telecomando
opzionale per questa funzione.
2. Tutti i monitor nel raggio d’azione del telecomando risponderanno alle pressioni dei pulsanti.
NOTA: Se l’ID telecomando è impostato su “0”, la pressione di REMOTE ID SET farà sì che tutti i monitor nel raggio d’azione
del segnale del telecomando visualizzino il relativo ID monitor sullo schermo. In questo modo, se si desidera controllare
un singolo monitor come descritto di seguito, è possibile visualizzare facilmente il relativo ID monitor.
Italiano-74
Utilizzare il telecomando per controllare il monitor a cui è assegnato un numero ID MONITOR specifico.
1. Impostare il numero [ID MONITOR] per il monitor (vedere pagina 120). Il numero [ID MONITOR] può essere compreso
tra 1 e 100.
Il numero [ID MONITOR] consente al telecomando di controllare questo monitor specifico senza incidere su altri monitor.
2. Sul telecomando, tenere premuto il pulsante REMOTE ID SET mentre si utilizza il tastierino per immettere l’ID telecomando
(1-100). Il numero ID telecomando deve corrispondere al numero ID MONITOR del monitor da controllare.
3. Puntare il telecomando verso il sensore del telecomando sul monitor desiderato, quindi premere il pulsante
REMOTE ID SET.
Il numero ID MONITOR viene visualizzato in rosso sul monitor.
Se l’ID telecomando è “0”, tutti i monitor nel raggio d’azione visualizzeranno il rispettivo ID MONITOR in rosso.
Italiano
Se il numero ID MONITOR viene visualizzato in bianco sul monitor, significa che il numero ID MONITOR e l’ID telecomando
non sono uguali.
Italiano-75
Capitolo 7
Controllo esterno
Questo capitolo include:
>> “Interfacce di collegamento” a pagina 77
>> “Controllo del monitor tramite RS-232C” a pagina 80
>> “Controllo del monitor tramite LAN” a pagina 81
>> “Dati wireless intelligenti” a pagina 89
>> “Proof of Play” a pagina 90
Collegamento di un dispositivo esterno
Sono disponibili due opzioni per collegare un dispositivo esterno per controllare il monitor.
NEC Display Wall Calibrator o NaViSet Administrator consentono di controllare le impostazioni del monitor e di ottenere lo stato
del monitor, comprese le informazioni sulla calibrazione.
•
Terminale RS-232C.
Collegamento di un dispositivo esterno al terminale RS-232C del monitor con un cavo RS-232C.
•
Porta LAN.
Collegamento di una rete alla porta LAN1 (DAISY CHAIN IN) del monitor con un cavo LAN (RJ45 categoria 3 o superiore).
Italiano-76
Interfacce di collegamento
Interfaccia RS-232C
PROTOCOLLO
VELOCITÀ IN BAUD
LUNGHEZZA DEI DATI
PARITÀ
BIT DI STOP
CONTROLLO DEL FLUSSO
RS-232C
9600 [bps]
8 [bit]
NON AZION
1 [bit]
NON AZION
Interfaccia LAN
PROTOCOLLO
NUMERO DI PORTA
VELOCITÀ DI COMUNICAZIONE
TCP
7142
Impostazione AUTO (10/100 Mbps)
Comandi
Comando di controllo
•
Comunicazioni binarie: una sequenza di byte codificati che include il supporto per il controllo di quasi tutte le funzioni del
monitor.
•
Comandi di controllo ASCII: semplici comandi di controllo con una sintassi simile all’inglese basata su ASCII per eseguire
facilmente molte funzioni comuni.
NOTA: I formati dei comandi per entrambi i tipi sono spiegati nel documento esterno “External_Control.pdf”
(Controllo_esterno.pdf). Vedere pagina 104.
La tabella seguente offre alcuni esempi dei comandi binari per diverse funzioni comuni. I dati sono elencati come byte
esadecimali. Questi esempi presuppongono che l’ID monitor sia 1.
Funzione (ID monitor = 1)
Dati dei codici
Accensione
01 30 41 30 41 30 43 02 43 32 30 33 44 36 30 30 30 31 03 73 0d
Spegnimento
01 30 41 30 41 30 43 02 43 32 30 33 44 36 30 30 30 34 03 76 0d
Selezione sorgente di ingresso DisplayPort1
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 46 03 04 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 30 46 03 04 0d
Selezione sorgente di ingresso DisplayPort2
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 31 30 03 73 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 31 30 03 73 0d
Selezione sorgente di ingresso DVI
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 33 03 71 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 30 33 03 71 0d
Selezione sorgente di ingresso HDMI1
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 31 31 03 72 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 31 31 03 72 0d
Selezione sorgente di ingresso HDMI2
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 31 32 03 71 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 31 32 03 71 0d
Selezione sorgente di ingresso VGA (RGB)
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 31 03 73 0d
Selezione sorgente di ingresso VGA (YPbPr)
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 43 03 01 0d
Italiano-77
Italiano
Il display supporta due tipologie di base di formati dei comandi:
Funzione (ID monitor = 1)
Dati dei codici
Selezione sorgente di ingresso VIDEO
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 35 03 77 0d
Selezione sorgente di ingresso MP
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 38 37 03 7D 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 38 37 03 7D 0d
Selezione sorgente di ingresso OPTION
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 36 30 30 30 30 44 03 06 0d
oppure
01 30 41 30 45 30 41 02 31 31 30 36 30 30 30 44 03 06 0d
Esclusione audio attivata
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 38 44 30 30 30 31 03 09 0d
Esclusione audio disattivata
01 30 41 30 45 30 41 02 30 30 38 44 30 30 30 32 03 0a 0d
Comandi di controllo ASCII
Questo monitor supporta i comandi di controllo elencati nel file “External_Control.pdf” (vedere pagina 104), ma supporta anche
i comandi di controllo ASCII comuni, utilizzati per controllare il proiettore o il monitor NEC da un PC collegato. Per ulteriori
informazioni, visitare il nostro sito Web.
Parametro
Comando di ingresso
Nome del segnale
di ingresso
Risposta
Comando di stato
Parametro
Risposta
Stato di errore
DVI
dvi
dvi o dvi1
error:temp
Anomalia di temperatura
HDMI1
hdmi1
hdmi1 o hdmi
error:fan
Anomalia della ventola di raffreddamento
HDMI2
hdmi2
hdmi2
error:light
Anomalia dell’inverter o della retroilluminazione
DisplayPort1
DisplayPort1
DisplayPort1 o DisplayPort
error:system
Errore di sistema
DisplayPort2
DisplayPort2
DisplayPort2
VGA
vga
vga, vga1, computer,
computer1, rgb o rgb1
VIDEO
video
video o video1
MP
mp
mp
OPTION
option
option
Italiano-78
Supporto dei comandi HDMI CEC
Collegare un dispositivo compatibile con CEC alla porta HDMI2.
Menu OSD
CEC
(Consumer
Electronics
Control)
Nome del comando HDMI CEC
One Touch Play
Spiegazione
All’accensione di un dispositivo HDMI che
supporta CEC, anche il monitor collegato al
dispositivo mediante un cavo HDMI si accende
automaticamente. Dopo l’accensione del
monitor, [INPUT] passa automaticamente a
[HDMI2].
Se il monitor è acceso quando vengono
accesi i dispositivi HDMI CEC, [INPUT] passa
dall’ingresso corrente ad [HDMI2].
Passthrough del telecomando
I pulsanti del telecomando wireless opzionale
del monitor possono essere utilizzati anche con i
dispositivi HDMI CEC.
Ad esempio, se si accende il monitor con il
controllo sul telecomando wireless e si preme
il pulsante di riproduzione, viene acceso e
impostato sulla riproduzione anche il dispositivo
HDMI CEC.
Stato di alimentazione
Informazioni di sistema
I dispositivi HDMI CEC collegati ricevono lo stato
di alimentazione del monitor (ossia se il monitor
è in standby o acceso).
Questa funzione consente di ottenere le
informazioni per un dispositivo HDMI CEC
collegato (versione CEC, indirizzo fisico).
Inoltre, questa funzione gestisce la funzione di
cambiamento della lingua.
Impostazione
CONTROL:
NETWORK INFORMATION
LAN
CHANGE PASSWORD
SECURITY
IR LOCK SETTINGS
KEY LOCK SETTINGS
DDC/CI
PING
IP ADDRESS RESET
AUTO DIMMING
POWER INDICATOR
NETWORK FUNCTIONS
USB
CEC
RESET
CEC
ON
AUTO TURN OFF
YES
AUDIO RECEIVER
YES
SEARCH DEVICE
YES
/
OFF
/
NO
/
NO
/
NO
Per impostare le opzioni CEC, procedere come
indicato di seguito.
Premere il pulsante MENU per aprire il menu
OSD.
Utilizzare i pulsanti  + - per accedere a
[CONTROL], [CEC], quindi premere il pulsante
SET/POINT ZOOM per accedere alle opzioni
CEC.
Utilizzare i pulsanti +/- per selezionare [ON],
quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM
per attivare CEC.
Se viene cambiata la lingua del monitor, sul
dispositivo HDMI CEC collegato viene impostata
la stessa lingua selezionata per il monitor.
SPEGN.
AUTOMATICO
RICEVITORE
AUDIO
Standby del sistema
Controllo audio del sistema
Se il monitor viene portato in standby con il
telecomando wireless opzionale, i dispositivi
HDMI CEC vengono anch’essi portati in standby.
Utilizzare i pulsanti  per selezionare
[SPEGN. AUTOMATICO].
Se il monitor viene portato in standby mentre
un dispositivo HDMI CEC sta effettuando una
registrazione, il dispositivo rimane acceso. Per
ulteriori informazioni, consultare il manuale
dell’utente fornito con il dispositivo HDMI CEC.
Utilizzare i pulsanti +/- per selezionare [SÌ],
quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM
per selezionare [SÌ].
Collegare un amplificatore audio HDMI CEC tra
il monitor e i dispositivi HDMI CEC utilizzando un
cavo HDMI.
Utilizzare i pulsanti  per selezionare
[RICEVITORE AUDIO], quindi premere
SET/POINT ZOOM.
Il pulsante Volume sul telecomando wireless
opzionale consente di controllare il volume
dell’amplificatore audio HDMI CEC collegato.
Se questa funzione è attiva, l’audio
dell’altoparlante esterno collegato al monitor
viene impostato automaticamente su MUTO.
RICERCA
DISPOSITIVO
Utilizzare i pulsanti +/- per selezionare [SÌ],
quindi premere il pulsante SET/POINT ZOOM
per selezionare [SÌ].
Trasferimento del nome OSD
del dispositivo
Utilizzare i pulsanti +/- per selezionare SÌ, quindi
premere il pulsante SET/POINT ZOOM per
selezionare avviare la ricerca.
Utilizzare i pulsanti  per selezionare
[RICERCA DISPOSITIVO].
Controllo del routing
Selezionando il nome di un dispositivo, l’ingresso
del dispositivo HDMI CEC viene commutato
nell’ingresso selezionato. Dopo aver selezionato
il dispositivo, il telecomando wireless permette di
comandare il dispositivo selezionato.
Questa funzione consente di cercare i dispositivi
CEC sui collegamenti HDMI del monitor. Se un
dispositivo CEC viene rilevato correttamente,
questa funzione recupera il nome del dispositivo.
Vengono visualizzati il nome del dispositivo e il
collegamento HDMI che utilizza.
Questa funzione CEC supporta “Feature Abort” (Interruzione funzionalità).
Consultare Collegamenti (vedere pagina 24) per il collegamento dei dispositivi HDMI CEC.
Italiano-79
Italiano
Per la funzione di cambiamento della lingua
è necessario che il dispositivo HDMI CEC
collegato disponga di un’interfaccia in più lingue.
Controllo del monitor tramite RS-232C
Questo monitor può essere controllato collegando un personal computer con un terminale RS-232C (tipo inverso).
Alcune delle funzioni che possono essere controllate da un personal computer sono le seguenti:
•
Accensione o standby.
•
Commutazione tra segnali di ingresso.
•
Attivazione o disattivazione dell’audio.
Collegamento
Monitor + computer.
•
Spegnere l’alimentazione principale del monitor prima di collegare un computer al monitor.
•
Accendere prima il computer collegato, quindi accendere l’alimentazione principale del monitor.
Se si accendono il computer e il monitor in ordine inverso, la porta COM potrebbe non funzionare.
Computer
RS-232C
Cavo RS-232C
NOTA: • Se il computer è equipaggiato solo con un connettore a porta seriale a 25 pin, è necessario un adattatore per porta
seriale a 25 pin.
Contattare il fornitore per i dettagli.
• Per l’assegnazione dei pin, vedere “2) Ingresso/uscita RS-232C” a pagina 81.
Per controllare il monitor tramite i comandi inviati da un computer collegato mediante cavo RS-232C, utilizzare il comando di
controllo. Le istruzioni per il comando di controllo si trovano nello schema dei comandi di controllo (vedere pagina 77) o nel
file “External_Control.pdf” (Controllo_esterno.pdf). Vedere pagina 104.
Interfaccia
PROTOCOLLO
VELOCITÀ IN BAUD
LUNGHEZZA DEI DATI
PARITÀ
BIT DI STOP
CONTROLLO DEL FLUSSO
RS-232C
9600 [bps]
8 [bit]
NON AZION
1 [bit]
NON AZION
Questo monitor utilizza linee RXD, TXD e GND per il controllo tramite RS-232C.
Per il controllo tramite RS-232C è necessario utilizzare il cavo di tipo inverso (null modem, non in dotazione).
Italiano-80
ASSEGNAZIONE DEI PIN
Ingresso/uscita RS-232C
N. pin
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Nome
NC
RXD
TXD
NC
GND
NC
NC
NC
NC
D-SUB 9P (lato del monitor)
5
1
6
9
Questo monitor utilizza linee RXD, TXD e GND per il controllo tramite RS-232C.
Controllo del monitor tramite LAN
Collegamento a una rete
L’impiego di un cavo LAN consente di specificare le impostazioni di rete e le impostazioni ALERT MAIL utilizzando una funzione
del server HTTP.
Per utilizzare un collegamento LAN è necessario assegnare un indirizzo IP. Il monitor otterrà automaticamente un indirizzo IP se
è connesso a una rete DHCP.
Esempio di collegamento LAN:
NOTA:
Utilizzare un cavo LAN di
categoria 5 o superiore.
Hub
Cavo LAN
Italiano-81
Italiano
Server
Collegamento di più monitor
È possibile controllare più monitor mediante un collegamento a catena RS-232C, REMOTE o LAN.
NOTA: • È possibile collegare tra loro fino a 100 monitor. Eseguire AUTO ID/IP (ID/IP AUTOMATICO) per assegnare
automaticamente ID univoci a ciascun monitor (vedere pagina 120) prima di provare a controllare un monitor
specificando manualmente il numero ID.
Monitor principale
Monitor secondari
Connettore
Connettore
IN
OUT
IN
OUT
LAN2 (DAISY
CHAIN OUT)
LAN1 (DAISY
CHAIN IN)
LAN2 (DAISY
CHAIN OUT)
RS-232C
REMOTE
LAN1 (DAISY
CHAIN IN)
Collegamento
LAN1
LAN1
LAN2
LAN2
Monitor successivo
LAN2
Cavo LAN
Italiano-82
Cavo LAN
Impostazioni di rete tramite browser HTTP
Panoramica
Il collegamento del monitor a una rete consente di controllare il monitor da un computer collegato alla stessa rete.
L’indirizzo IP e la subnet mask del monitor possono essere impostati nella schermata delle impostazioni di rete del browser
Web utilizzando un server HTTP. Quando si effettua il collegamento a un server DHCP, l’indirizzo IP e la subnet mask vengono
ottenuti automaticamente all’accensione del monitor. Utilizzare il browser Web “Microsoft Internet Explorer 10” o una versione
successiva.
Questo dispositivo utilizza “JavaScript” e “cookie”, pertanto il browser deve essere impostato per accettare queste funzioni.
Consultare i file della guida del browser Web per modificare le impostazioni in modo da utilizzare JavaScript e cookie.
Per accedere al server HTTP, avviare un browser Web su un computer collegato alla stessa rete del monitor e inserire il
seguente URL nel campo dell’indirizzo Web:
Impostazione della rete
http://<indirizzo IP del monitor>/index.html
NOTA: • L’indirizzo IP predefinito viene assegnato automaticamente al monitor.
• Si consiglia di utilizzare il software NaViSet Administrator per la gestione dei monitor sulla rete. È possibile scaricarlo
dal sito Web di NEC Display (vedere pagina 104).
• Se la schermata [MONITOR NETWORK SETTINGS] (IMPOSTAZIONI DI RETE MONITOR) non viene visualizzata
nel browser Web, premere i tasti Ctrl+F5 per aggiornare il browser Web (o cancellare la cache).
• A seconda delle impostazioni o del traffico di rete, è possibile che il tempo di risposta del monitor ai comandi o ai
clic sui pulsanti nel browser risulti rallentato, o che la velocità delle operazioni non sia accettabile. In questo caso,
rivolgersi all’amministratore di rete.
• Il monitor potrebbe non rispondere se i pulsanti visualizzati nel browser vengono premuti ripetutamente a intervalli
rapidi. In questo caso, attendere un istante e ripetere l’operazione. Se il monitor continua a non rispondere,
spegnerlo e riaccenderlo.
Collegare il monitor alla rete utilizzando un cavo LAN disponibile in commercio prima di iniziare le operazioni con il browser.
L’uso con un browser che impiega un server proxy potrebbe non essere possibile a seconda del tipo di server proxy e del
metodo di impostazione. Sebbene il tipo di server proxy possa incidere sul funzionamento, è possibile che le opzioni impostate
non siano visualizzate, a seconda dell’efficienza della cache, e che il funzionamento del monitor non rispecchi i contenuti
impostati dal browser. Si consiglia di non utilizzare un server proxy, a meno che l’ambiente di rete non lo richieda.
Gestione dell’indirizzo per il funzionamento tramite browser
Nei seguenti casi può essere utilizzato un nome host (corrispondente all’indirizzo IP del monitor):
Il nome host deve essere stato registrato nel sistema dei nomi di dominio (DNS) dall’amministratore di rete. È possibile accedere
alle impostazioni di rete del monitor tramite questo nome host registrato utilizzando un browser compatibile.
Se il nome host è stato configurato nel file “HOSTS” del computer in uso, è possibile accedere alle impostazioni di rete del
monitor tramite il nome host utilizzando un browser compatibile.
Esempio 1:
se il nome host del monitor è impostato su “pd.nec.co.jp”, per accedere alle impostazioni di rete è sufficiente
inserire http://pd.nec.co.jp/index.html come indirizzo URL.
Esempio 2:
se l’indirizzo IP del monitor è “192.168.73.1”, per accedere alle impostazioni di notifica tramite posta
elettronica è necessario specificare http://192.168.73.1/index.html come indirizzo URL.
Italiano-83
Italiano
Preparazione prima dell’uso
Funzionamento
Accedere al seguente indirizzo per mostrare la schermata HOME.
http://<indirizzo IP del monitor>/index.html
Fare clic su ciascun link nella colonna di sinistra sotto HOME.
REMOTE CONTROL (TELECOMANDO)
Consente di attivare un’operazione per controllare il monitor equivalente ai tasti sul del telecomando.
Impostazioni del menu OSD nei controlli Web del monitor
Selezionare uno dei link sul lato sinistro dei controlli Web del monitor per configurare le impostazioni disponibili nel menu OSD
del monitor. Vedere pagina 106 per l’elenco completo dei controlli del menu OSD.
[INPUT], [PICTURE], [AUDIO], [SCHEDULE], [MULTI INPUT], [OSD], [MULTI DISPLAY] (DISPLAY MULTIPLO), [DISPLAY
PROTECTION] (PROTEZIONE DISPLAY), [CONTROL], [OPTION], [SYSTEM] (SISTEMA), [COMPUTE MODULE]
NOTA: I pulsanti nei controlli Web del monitor funzionano come indicato di seguito:
[APPLY] (APPLICA): consente di salvare le impostazioni.
[CANCEL] (ANNULLA): consente di tornare alle impostazioni precedenti.
NOTA: CANCEL (ANNULLA) viene disattivato dopo aver fatto clic su APPLY (APPLICA).
[RELOAD] (RICARICA): consente di ricaricare le impostazioni.
[RESET]: consente di ripristinare le impostazioni iniziali.
Italiano-84
Impostazioni di rete
IP SETTING
(IMPOST IP)
Selezionare un’opzione per l’impostazione dell’IP ADDRESS (INDIRIZZO IP).
AUTO: consente di assegnare manualmente un indirizzo IP.
MANUAL: consente di impostare manualmente un indirizzo IP per il monitor collegato alla rete.
NOTA: rivolgersi all’amministratore di rete in caso di problemi.
IP ADDRESS
(INDIRIZZO IP)
Impostare l’indirizzo IP del monitor connesso alla rete quando per [IP SETTING] (IMPOST IP) è
selezionata l’opzione [MANUAL].
SUBNET MASK
Impostare i dati della subnet mask per il monitor connesso alla rete quando per [IP SETTING]
(IMPOST IP) è selezionata l’opzione [MANUAL].
DEFAULT GATEWAY
(GATEWAY
PREDEFINITO)
Impostare il gateway predefinito per il monitor connesso alla rete quando per [IP SETTING]
(IMPOST IP) è selezionata l’opzione [MANUAL].
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
DNS
Consente di configurare l’impostazione IP ADDRESS (INDIRIZZO IP) del server DNS.
AUTO: il server DNS connesso al monitor assegna automaticamente il suo indirizzo IP.
MANUAL: immettere manualmente l’indirizzo IP del server DNS connesso al monitor.
PRIMARY DNS
(DNS PRIMARIO)
Inserire le impostazioni del server DNS primario della rete a cui è connesso il monitor.
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
SECONDARY DNS
(DNS SECONDARIO)
Inserire le impostazioni del server DNS secondario della rete a cui è connesso il monitor.
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
NOTA: Le seguenti impostazioni verranno riportate ai valori di fabbrica quando si seleziona RESET INDIRIZZO IP nell’opzione
CONTROL del menu OSD:
[IP SETTING] (IMPOST IP): AUTO, [IP ADDRESS] (INDIRIZZO IP): 192.168.0.10, [SUBNET MASK]: 255.255.255.0,
[DNS]: AUTO [DEFAULT GATEWAY] (GATEWAY PREDEFINITO), [PRIMARY DNS] (DNS PRIMARIO) e [SECONDARY
DNS] (DNS SECONDARIO) sono vuoti.
Italiano-85
Italiano
Fare clic su “NETWORK” (RETE) nella colonna di sinistra sotto HOME.
Impostazione della posta
Fare clic su “MAIL” (POSTA) nella colonna di sinistra sotto HOME.
Quando le impostazioni per la posta vengono configurate e attivate, il monitor invia notifiche e-mail quando si verifica un errore o
se il segnale di ingresso viene perso. Per utilizzare questa funzione il monitor deve essere collegato a una LAN.
Alert Mail
Status Message
(Messaggio di stato)
Sender’s Address
(Indirizzo mittente)
SMTP Server (Server SMTP)
Recipient’s Address 1 to 3
(Indirizzo destinatario 1-3)
Authentication Method
(Metodo di autenticazione)
POP3 Server (Server POP3)
User Name (Nome utente)
Quando si verifica un errore, il monitor invia un messaggio di errore agli indirizzi e-mail elencati nei campi degli
indirizzi dei destinatari. Consultare la tabella “Elenco dei messaggi di errore per l’avviso” di seguito.
Il mancato rilevamento di un segnale di ingresso non è considerato un errore. Il monitor invierà un messaggio e-mail
di notifica per assenza di segnale solo quando è attivato il messaggio di stato.
Selezionando [ENABLE] (ATTIVA) si attiva la funzione ALERT MAIL.
Selezionando [DISABLE] (DISATTIVA) si disattiva la funzione ALERT MAIL.
Questa impostazione è relativa alla possibilità di includere o meno una condizione di assenza di segnale nelle
condizioni di avviso.
Selezionando [ENABLE] (ATTIVA), ALERT MAIL invia un messaggio e-mail quando il monitor non riceve alcun
segnale o se si verifica un errore.
Selezionando [DISABLE] (DISATTIVA), ALERT MAIL invia un messaggio e-mail solo quando si verifica un errore.
Il messaggio e-mail non viene inviato quando il monitor non riceve alcun segnale.
Digitare l’indirizzo del mittente. È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici e simboli.
Inserire il nome del server SMTP da connettere al monitor.
È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici.
Digitare l’indirizzo del destinatario. È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici e simboli.
Consente di selezionare il metodo di autenticazione per la trasmissione di posta elettronica.
Consente di specificare l’indirizzo del server POP3 utilizzato per l’autenticazione del messaggio e-mail.
Consente di configurare il nome utente per l’accesso al server di autenticazione quando per la trasmissione dei
messaggi e-mail è necessaria l’autenticazione. È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici.
Password
Consente di configurare la password per l’accesso al server di autenticazione quando per la trasmissione dei
messaggi e-mail è necessaria l’autenticazione. È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici.
Test Mail (Messaggio di prova) Fare clic su questo pulsante per inviare un messaggio e-mail di prova e verificare che le impostazioni siano corrette.
NOTA: • Se non si riceve un messaggio e-mail di avviso quando si esegue Test Mail (Messaggio di prova), verificare che
l’indirizzo e-mail del destinatario e le impostazioni della rete e del server siano corretti.
• Se nel messaggio di prova è stato inserito un indirizzo errato, è possibile che non si riceva l’avviso e-mail.
In questo caso, verificare che l’indirizzo del destinatario sia corretto.
Elenco dei messaggi di errore per l’avviso
Numero errore *
Codice errore
70h ~ 7Fh
80h ~ Fh
90h ~ 9Fh
A0h ~ AFh
Messaggio e-mail di avviso
The monitor’s power supply is not functioning normally.
(L’alimentazione del monitor non sta funzionando
correttamente.)
The cooling fan has stopped.
(La ventola di raffreddamento si è fermata.)
The monitor’s backlight unit is not functioning normally.
(L’unità di retroilluminazione del monitor non sta
funzionando correttamente.)
The monitor is overheated.
(Il monitor si è surriscaldato.)
A2h
B0h ~ BFh
D0h
D1h
E0h ~ EFh
The monitor does not receive an input signal.
(Il monitor non riceve segnali di ingresso.)
The remaining capacity of the error log decreased.
(La capacità rimanente del registro errori è diminuita.)
The battery for clocks is empty.
(La batteria per gli orologi è scarica.)
A system error occurred in the monitor.
(Si è verificato un errore di sistema nel monitor.)
Spiegazione
Azione
Anomalia della modalità standby
Contattare il fornitore.
Anomalia della ventola di raffreddamento
Contattare il fornitore.
Anomalia della retroilluminazione
Contattare il fornitore.
Anomalia di temperatura
Un sensore ha raggiunto il limite di
temperatura specificato nel menu OSD.
Contattare il fornitore.
Riconfermare le impostazioni in
[CONTROLLO VENTILATORE]
all’interno di [PROTEZIONE
*Condizione: PROTEZIONE DISPLAYCONTROLLO VENTILATORE-COOLING FAN DISPLAY]. In alternativa, contattare
il fornitore.
(VENTOLA RAFFREDDAMENTO) = AUTO
Nessun segnale
Consultare “Immagine assente” in
“Risoluzione dei problemi”.
La dimensione della memoria del registro
Recuperare un registro utilizzando
Proof of Play è pari a 1 ora.
il comando esterno PD. Vedere a
pagina 90.
La batteria è scarica.
Collegare il monitor all’alimentazione
per ricaricare la batteria.
Impostare nuovamente [DATA &
ORA] nel menu OSD.
Errore di sistema.
Contattare il fornitore.
Italiano-86
Impostazioni SNMP
Fare clic su “SNMP” nella colonna di sinistra sotto HOME.
Il protocollo SNMP consente di ottenere informazioni di stato e di controllare un monitor direttamente dalla rete.
Versione:
SNMP v1
Testo in chiaro autenticato per nome della community, non restituisce un messaggio di conferma del trap.
SNMP v2c
Testo in chiaro autenticato per nome della community, restituisce un messaggio di conferma del trap.
Community name (Nome community):
L’impostazione predefinita del nome della community è “public”. È di sola lettura. È possibile impostare nomi di community per
un massimo di 3 impostazioni.
Trap:
Consente di inviare un messaggio di errore a un indirizzo specifico se si verifica un errore nel monitor.
Casella di controllo
Spiegazione
Codice di errore
Temperature (Temperatura)
Anomalia di temperatura
0xA0, 0xA1, 0xA2
Fan (Ventola)
Anomalia della ventola di raffreddamento
0x80, 0x81
Power (Alimentazione)
Anomalia dell’alimentazione
0x70, 0x71, 0x72, 0x78
Inverter/Backlight (Inverter/retroilluminazione)
Anomalia dell’inverter o della retroilluminazione
0x90, 0x91
No Signal (Nessun segnale)
Nessun segnale
0xB0
PROOF OF PLAY
Ridurre la memoria del registro
0xD0
System Error (Errore di sistema)
Errore di sistema
0xE0
Impostazioni AMX
AMX BEACON
(BEACON AMX)
Per attivare o disattivare il rilevamento da AMX Device Discovery durante la connessione a una rete
supportata da un sistema di controllo NetLinx di AMX.
SUGGERIMENTO:
quando si utilizza un dispositivo che supporta AMX Device Discovery, tutti i sistemi di controllo AMX
NetLinx riconosceranno il dispositivo e scaricheranno il modulo Device Discovery appropriato da un
server AMX.
Selezionando [ENABLE] (ATTIVA), AMX Device Discovery rileverà il dispositivo.
Selezionando [DISABLE] (DISATTIVA), AMX Device Discovery non rileverà il dispositivo.
Italiano-87
Italiano
Fare clic su “AMX” nella colonna di sinistra sotto HOME.
Impostazioni CRESTRON
Fare clic su “CRESTRON” nella colonna di sinistra sotto HOME.
Compatibilità con CRESTRON ROOMVIEW
Il monitor supporta CRESTRON ROOMVIEW, consentendo a più dispositivi connessi in rete di essere gestiti e controllati da un
computer o da un controller.
Per ulteriori informazioni visitare http://www.crestron.com
ROOMVIEW
CRESTRON CONTROL
CONTROLLER IP ADDRESS
(INDIRIZZO IP CONTROLLER)
IP ID (ID IP)
ROOMVIEW per la gestione dal computer.
ON: consente di attivare ROOMVIEW.
OFF: consente di disattivare ROOMVIEW.
CRESTRON CONTROL per la gestione dal controller.
ON: consente di attivare CRESTRON CONTROL.
OFF: consente di disattivare CRESTRON CONTROL.
Consente di specificare l’indirizzo IP di CRESTRON SERVER.
Consente di impostare l’ID IP di CRESTRON SERVER.
SUGGERIMENTO: le impostazioni CRESTRON sono necessarie solo per l’uso con CRESTRON ROOMVIEW.
Per ulteriori informazioni visitare http://www.crestron.com
Impostazioni dei nomi
Fare clic su “NAME” (NOME) nella colonna di sinistra sotto HOME.
MONITOR NAME
(NOME MONITOR)
Host Name (CONTROL)
(Nome host (CONTROL))
HOST NAME (MP)
(Nome host (MP))
Domain Name (Nome dominio)
Consente di personalizzare il nome del monitor, utilizzando fino a 16 caratteri. Questo
nome viene visualizzato durante la ricerca dei dispositivi sulla rete quando si utilizza
un’applicazione come NaViSet Administrator. Assegnando al monitor un nome univoco è
possibile identificarlo facilmente durante la visualizzazione dell’elenco dei monitor sulla
rete. Il nome predefinito è il nome del modello del monitor.
Inserire il nome host del monitor connesso alla rete.
È possibile utilizzare fino a 15 caratteri alfanumerici.
Inserire il nome host della rete da utilizzare nel Media Player connesso al monitor.
È possibile utilizzare fino a 15 caratteri alfanumerici.
Inserire il nome di dominio della rete connessa al monitor.
È possibile utilizzare fino a 60 caratteri alfanumerici.
Impostazioni del servizio di rete
Fare clic su “NETWORK SERVICE” (SERVIZIO DI RETE) nella colonna di sinistra sotto HOME.
PJLink CLASS (CLASSE PJLink)
Impostare una classe per PJLink*.
NOTA: PJLink è uno standard per interfacce di rete definito da JBMIA.
http://pjlink.jbmia.or.jp/index.html
Questo monitor riconosce i comandi di classe 1 e 2.
NOTIFY FUNCTION ENABLE
Consente di attivare o disattivare la funzione di notifica delle condizioni della rete del
(ATTIVAZIONE FUNZIONE NOTIFICA) monitor. Questa funzione è solo per i comandi di classe 2.
NOTIFY ADDRESS
Impostare l’indirizzo IP a cui sarà comunicato lo stato di rete del monitor. Questa funzione
(INDIRIZZO NOTIFICA)
è solo per i comandi di classe 2.
PJLink PASSWORD
Impostare una password per PJLink*. La password deve contenere al massimo 32 caratteri.
(PASSWORD PJLink)
Non dimenticare la password. Se si dimentica la password, contattare il fornitore.
HTTP PASSWORD
Impostare una password per il server HTTP. La password deve contenere al massimo
(PASSWORD HTTP)
10 caratteri.
HTTP PASSWORD ENABLE
La password HTTP è necessaria per accedere al server HTTP.
(PASSWORD HTTP ATTIVA)
Impostare il nome del monitor come USER NAME (NOME UTENTE) all’inserimento della
password.
*Che cos’è PJLink?
PJLink è una standardizzazione del protocollo utilizzato per il controllo dei dispositivi di diversi produttori. Questo protocollo
standard è stato definito dalla Japan Business Machine e Information System Industries Association (JBMIA) nel 2005.
Il dispositivo supporta tutti i comandi di PJLink.
Italiano-88
Informazioni su PD LIST (ELENCO PD)
Fare clic su “PD LIST” (ELENCO PD) nella colonna di sinistra sotto HOME.
Viene visualizzato un elenco di ID monitor e indirizzi IP relativi a molteplici monitor collegati a catena.
NOTA: L’elenco può essere visualizzato solo sul monitor principale.
Impostazioni delle informazioni
Fare clic su “MEMO” (INFORMAZIONI) nella colonna di sinistra sotto HOME.
Utilizzare le impostazioni di MEMO (INFORMAZIONI) per definire il testo da visualizzare sullo schermo quando un utente
seleziona INFORMAZIONI nel menu OSD. Ad esempio, se si desidera visualizzare le informazioni di contatto per l’assistenza
clienti presso la propria azienda, tali informazioni possono essere inserite qui.
Il testo di INFORMAZIONI non può essere impostato dal menu OSD del monitor utilizzando il telecomando. Il testo di
INFORMAZIONI deve essere aggiunto nei campi in questa sezione. Il messaggio viene visualizzato sullo schermo del monitor.
TITLE (TITOLO)
Il titolo deve contenere al massimo 24 caratteri.
MESSAGE (MESSAGGIO)
Il messaggio deve contenere al massimo 240 caratteri.
MEMO PASSWORD
(PASSWORD INFORMAZIONI)
L’impostazione predefinita è “0000”.
MEMO PASSWORD ENABLE
(ATTIVAZIONE PASSWORD INFORMAZIONI)
Alla selezione di MEMO PASSWORD ENABLE (ATTIVAZIONE PASSWORD
INFORMAZIONI) viene richiesta una password.
Impostazione di SD-CARD VIEWER (VISUALIZZATORE SCHEDA SD)
Fare clic su “SD-CARD VIEWER” (VISUALIZZATORE SCHEDA SD) nella colonna di sinistra sotto HOME.
Consultare Utilizzo delle impostazioni della scheda SD condivisa. Vedere pagina 64.
Questa funzione può essere utilizzata per ottenere lo stato del monitor tramite la comunicazione wireless, anche quando
l’alimentazione principale è disattivata. Alcune opzioni del menu OSD possono essere impostate anche utilizzando questo metodo.
Per utilizzare questa funzione è necessario attivarla nelle impostazioni OSD [PROTEZIONE DISPLAY] ➙ [INTELLI.WIRELESS
DATA] (DATI WIRELESS INTELLIGENTI); inoltre, l’app wireless deve essere installata su un dispositivo mobile compatibile. La
funzione è attivata per impostazione predefinita. Al momento, l’applicazione mobile è disponibile solo per i dispositivi Android.
Visitare il sito Web di NEC per ulteriori informazioni.
NOTA: • Posizione del sensore: vedere pagina 20 e pagina 21.
• Contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
• Conforme a ISO 15693.
Nome della funzione
Setting Copy (Impostazione della copia)
Setting read and write function (Impostazione della funzione di lettura e scrittura)
Display information (Informazioni sul display)
Security Setting (Impostazione di sicurezza)
Italiano-89
Italiano
Dati wireless intelligenti
Proof of Play
Questa funzione consente di inviare messaggi sullo stato corrente del monitor tramite autodiagnosi.
Per la funzione Proof of Play, compresa l’autodiagnosi, vedere “External_Control.pdf” (Controllo_esterno.pdf).
Vedere pagina 104.
Elemento da controllare







Messaggio
INPUT
DVI, DisplayPort1, DisplayPort2, HDMI1, HDMI2, OPTION*, MP, VGA (RGB/YPbPr), VIDEO
Risoluzione
es. (H)1920, (V)1080 , (H)1360, (V)768, nessun segnale o segnale non valido
INGRESSO AUDIO
IN1, IN2, DisplayPort1, DisplayPort2, HDMI1, HDMI2, OPTION*, MP
Segnale audio
Ingresso audio, nessun ingresso audio o N/D (IN1, IN2, OPTION (analogico)*)
Immagine
Immagine normale o immagine assente
USCITA AUDIO
Audio normale o audio assente
ORA
(anno)/(mese)/(giorno)/(ore)/(minuti)/(secondi)
00h: normale evento di Proof of Play
01h: l’evento Proof of Play è “ultima accensione”
10h: MEDIA PLAYER è arrestato
11h: MEDIA PLAYER è avviato
12h: MEDIA PLAYER è in pausa
13h: errore di MEDIA PLAYER

DATI DI
ESPANSIONE
20h: copia di contenuti da USB
21h: copia di contenuti da cartella di rete
30h: copia di contenuti riuscita
31h: errore nella copia di contenuti (nessun supporto)
32h: errore nella copia di contenuti (errore di connessione)
33h: errore nella copia di contenuti (spazio su disco insufficiente)
34h: Contents Copy Error (errore di lettura/scrittura)
40h: rilevata presenza umana (stato del sensore di presenza)
41h: rilevamento della presenza umana cancellato (stato del sensore di presenza)
*: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Esempio:








HDMI1
1920 x 1080
HDMI1
IN1
Immagine normale
Audio normale
2014/1/1/0h/0m/0s
10h: MEDIA PLAYER è arrestato
Italiano-90
Capitolo 8
Risoluzione dei problemi
Questo capitolo include:
>> “Problemi del segnale video e dell’immagine su schermo” a pagina 92
>> “Problemi hardware” a pagina 93
Italiano
>> “Persistenza dell’immagine” a pagina 95
Italiano-91
Problemi del segnale video e dell’immagine su
schermo
Immagine assente
•
Il cavo dei segnali deve essere ben collegato alla scheda
video o al computer.
•
La scheda video deve essere completamente inserita nel
suo slot.
•
Controllare che l’interruttore di alimentazione principale
sia in posizione ON.
•
Assicurarsi che il computer e il monitor siano entrambi
accesi.
•
Assicurarsi che sulla scheda video o sul sistema in
uso sia selezionata una risoluzione supportata. In caso
di dubbi, fare riferimento al manuale dell’utente della
scheda video o del sistema per modificare la risoluzione.
•
Controllare se il monitor e la scheda video
sono compatibili e rispettano le impostazioni di
temporizzazioni dei segnali consigliate.
•
Controllare che il connettore del cavo dei segnali non
abbia contatti piegati o rientrati.
•
In caso di perdita del segnale video, il monitor passa
automaticamente alla modalità di standby dopo il tempo
preimpostato. Premere il pulsante di alimentazione sul
telecomando o premere il pulsante
sul monitor.
Immagine disturbata, schermata nera
nell’ingresso DVI
•
Persistenza dell’immagine
•
•
Verificare le impostazioni [MOD. DVI] se all’ingresso DVI
è collegato un lettore DVD o un computer.
•
Se si scollega il cavo dei segnali all’avvio del computer,
è possibile che le immagini non vengano visualizzate.
Spegnere il monitor e il computer, quindi collegare il
cavo dei segnali e accendere il computer e il monitor.
Verificare l’impostazione MOD. DVI se all’ingresso DVI è
collegato un lettore DVD o un computer.
Occorre tenere presente che la tecnologia LCD
può provocare un fenomeno noto come persistenza
dell’immagine. La persistenza dell’immagine si
verifica quando un’immagine residua o “fantasma”
di un’immagine precedente rimane visibile sullo
schermo. A differenza dei monitor CRT, la persistenza
dell’immagine sui monitor non è permanente, ma è
opportuno evitare di lasciare visualizzato un singolo
fermo immagine per lungo tempo. Per eliminare
la persistenza dell’immagine, portare il monitor in
standby o spegnere il monitor per lo stesso tempo di
visualizzazione dell’immagine precedente. Ad esempio,
se un’immagine è rimasta sul monitor per un’ora,
lasciando un’immagine residua, è necessario spegnere
l’alimentazione principale del monitor o portarlo in
standby per un’ora per cancellare l’immagine.
NOTA: Come per tutti i dispositivi di visualizzazione,
NEC DISPLAY SOLUTIONS raccomanda di
visualizzare immagini in movimento e di utilizzare
a intervalli regolari un salva schermo in movimento
o una sequenza di fermi immagine quando lo
schermo non è attivo, oppure di spegnere il monitor
o portarlo nella modalità di standby se non lo si
utilizza.
Immagine lampeggiante
•
Controllare l’impostazione [OPZ ALIMENT] quando si
utilizzano gli accessori della scheda opzionale.
•
Verificare i contenuti HDCP (High-bandwidth Digital
Content Protection). HDCP è un sistema per impedire
la copia illegale di dati video inviati tramite un segnale
digitale. Se non è possibile visualizzare il materiale
tramite gli ingressi digitali, non significa necessariamente
che il monitor non funzioni correttamente. Con
l’implementazione di HDCP, potrebbero esserci casi
in cui determinati contenuti risultano protetti da HDCP
e quindi non visualizzabili in seguito alla decisione/
intenzione della comunità HDCP (Digital Content
Protection, LLC).
•
Se si utilizza un ripetitore di segnali, un distributore
o un cavo lungo, si può verificare un’irregolarità o un
lampeggiamento temporaneo dell’immagine. In questo
caso, collegare direttamente il cavo al monitor senza
utilizzare un ripetitore o un distributore, oppure sostituire
il cavo con un cavo di qualità superiore. L’uso di un
estensore a doppini intrecciati può causare irregolarità
dell’immagine a seconda dell’ambiente in cui si trova
il monitor o del cavo in uso. Per ulteriori informazioni,
contattare il fornitore.
•
Alcuni cavi HDMI potrebbero non mostrare un’immagine
corretta. Se la risoluzione di ingresso è 1920 x 2160,
3840 x 2160 o 4096 x 2160, utilizzare un cavo HDMI che
supporti la risoluzione 4K.
Italiano-92
L’immagine non è stabile, è sfocata o sembra
ondeggiare
La risoluzione selezionata non viene visualizzata
in modo corretto
•
Il cavo dei segnali deve essere ben fissato al computer.
•
•
Regolare le impostazioni in [REGOLAZIONE] all’interno
di [MODALITÀ IMMAGINE] controllando l’immagine
visualizzata sullo schermo.
Controllare INFORMAZIONI OSD per verificare che sia
stata selezionata la risoluzione appropriata.
•
Se la risoluzione impostata è superiore o inferiore
all’intervallo, viene visualizzata la finestra “FUORI
TOLLERANZA”. Impostare una risoluzione supportata
sul computer collegato.
•
Se viene cambiata la modalità di visualizzazione,
potrebbe essere necessario regolare nuovamente le
impostazioni di regolazione dell’immagine nel menu OSD.
•
Controllare se il monitor e la scheda video
sono compatibili e rispettano le impostazioni di
temporizzazioni dei segnali consigliate.
•
Se il testo viene visualizzato in modo confuso, cambiare
la modalità video scegliendone una non interlacciata e
utilizzare una frequenza di aggiornamento di 60 Hz.
•
Il contrasto video è troppo alto o troppo basso
•
–– I neri sono distorti e i bianchi sono troncati:
impostare il LIVELLO VIDEO su RAW.
I neri possono risultare distorti e i bianchi troncati
quando il LIVELLO VIDEO del monitor è impostato
su ESPAND, mentre i livelli di colore del segnale
video sorgente sono RGB Full (RGB 0-255),
determinando la perdita di dettagli nelle ombre
e nelle evidenziazioni e un contrasto troppo alto
nell’immagine.
L’immagine può apparire distorta quando si accende il
monitor o si modificano le impostazioni.
L’immagine del segnale Component è verdastra
•
Controllare che sia selezionato il connettore di ingresso
VGA (YPbPr).
–– I neri sono grigio scuro e i bianchi sono spenti:
impostare il LIVELLO VIDEO su ESPAND.
Neri e bianchi spenti possono essere determinati
quando il LIVELLO VIDEO è impostato su RAW,
mentre i livelli di colore del segnale video sorgente
sono RGB Limited (RGB 16-235), situazione che in
effetti impedisce al monitor di ottenere la gamma di
luminosità completa e determina un’immagine priva
di contrasto.
L’immagine non viene riprodotta correttamente
•
Utilizzare i controlli di regolazione dell’immagine nel menu
OSD per aumentare o diminuire la regolazione grossolana.
•
Assicurarsi che sulla scheda video o sul sistema in uso
sia selezionata una risoluzione supportata.
•
In caso di dubbi, consultare il manuale dell’utente della
scheda video o del sistema per modificare la risoluzione.
Controllare che l’opzione corretta per LIVELLO VIDEO
sia selezionata per il segnale di input.
Questo si applica solo a segnali video su ingressi
DisplayPort, HDMI e OPTION (OPZIONE).
Italiano
Possono apparire leggere righe orizzontali o verticali, a seconda del modello di visualizzazione specifico. Questo problema non dipende da un guasto o
una degradazione del prodotto.
Problemi hardware
Il pulsante
non risponde
Il telecomando non funziona
•
Scollegare il cavo di alimentazione del monitor dalla presa
CA per spegnere il monitor ed effettuarne la reimpostazione.
•
Le batterie potrebbero essere scariche. Sostituire le
batterie e verificare se il telecomando funziona.
•
Controllare l’interruttore di accensione principale sul monitor.
•
Controllare se le batterie sono inserite correttamente.
•
Verificare che il telecomando sia rivolto verso il sensore
del telecomando sul monitor.
•
Controllare lo stato di [IMPOST BLOCCO IR].
•
Il telecomando potrebbe non funzionare se la luce del
sole o una forte illuminazione colpisce direttamente il
sensore del telecomando sul monitor, oppure se vi è un
ostacolo lungo il percorso.
Audio assente
•
Controllare che il cavo audio sia collegato correttamente.
•
Verificare se è attivato [MUTO]. Utilizzare il telecomando
per attivare o disattivare la funzione di esclusione
dell’audio.
•
Verificare se [VOLUME] è impostato sul valore minimo.
•
Controllare se il computer supporta un segnale audio
tramite DisplayPort.
La funzione SCHEDULE/TEMPO SPEGN. AUT. non
funziona correttamente
In caso di dubbi, contattare il fornitore.
•
Se [USCITA LINEA] non funziona, verificare se l’opzione
[SURROUND] è impostata su [ON].
•
Se il dispositivo HDMI CEC non è collegato, impostare
[RICEVITORE AUDIO] su [OFF].
•
La funzione [SCHEDULE] viene disattivata quando è
impostato [TEMPO SPEGN. AUT.].
•
Se la funzione [TEMPO SPEGN. AUT.] è attivata e il
monitor si spegne a causa di un’interruzione improvvisa
dell’alimentazione, [TEMPO SPEGN. AUT.] viene
reimpostato.
Italiano-93
Immagine disturbata, audio scadente sul
televisore
Il monitor entra automaticamente in standby
•
Controllare l’impostazione di [TEMPO SPEGN. AUT.].
•
•
Impostare la funzione [CEC] su [OFF]. Il monitor può
entrare nella modalità standby quando un dispositivo
CEC collegato viene portato in standby.
•
Controllare [ALIMENTAZ] in [SETTAGGI PROGRM].
Controllare il collegamento dell’antenna o del cavo.
Utilizzare un nuovo cavo, se necessario.
L’hub USB non funziona
•
Assicurarsi che il cavo USB sia collegato correttamente.
Consultare il manuale dell’utente del dispositivo USB.
•
Controllare se la porta USB a monte del monitor
è collegata alla porta USB a valle del computer.
Assicurarsi che il computer sia acceso o che
[ALIMENTAZIONE USB] sia [ON].
•
Scollegare un cavo USB a monte se si utilizzano
2 connessioni a monte.
Interferenza sul televisore
•
Media Player non riconosce il dispositivo di
archiviazione USB
•
Verificare che un dispositivo di archiviazione USB sia
collegato alla porta USB per Media Player.
•
Controllare il formato dei file sul dispositivo di
archiviazione USB, se non viene riconosciuto dal
monitor.
La scheda di memoria microSD non funziona
Controllare la schermatura dei componenti,
allontanandoli dal monitor se necessario.
Il controllo USB, RS-232C o LAN non è disponibile
•
Controllare il cavo RS-232C (tipo inverso) o il cavo LAN.
Utilizzare un cavo LAN di categoria 5 o superiore per il
collegamento.
•
Controllare che il cavo USB sia collegato alla porta USB2.
Verificare che [CONTROLLO ESTERNO] sia impostato
su [ATTIVA] e che [SORGENTE PC] sia impostato su [PC
ESTERNO].
•
Assicurarsi che la scheda di memoria microSD sia
inserita correttamente.
•
Controllare il formato della scheda di memoria microSD.
Schemi dell’indicatore a LED
Il LED sul monitor non è acceso (non si vede
alcuna luce blu o rossa) (vedere pagina 33)
Il LED, fatta eccezione per il colore blu, è acceso o
illuminato
•
•
Potrebbe essersi verificato un errore; contattare il
fornitore.
•
Se il monitor si spegne perché la temperatura interna è
superiore alla normale temperatura di funzionamento, il
LED lampeggia per sei volte in verde, arancione o rosso.
Lasciare raffreddare il monitor per alcuni minuti, quindi
riaccenderlo.
•
Il monitor potrebbe essere in standby.
Assicurarsi che il cavo di alimentazione sia collegato
correttamente al monitor e alla parete e verificare che
l’interruttore di alimentazione principale del monitor sia
acceso.
•
Assicurarsi che il computer non sia in una modalità di
risparmio energetico (toccare la tastiera o muovere il
mouse).
•
Verificare che [SPIA ACCENSIONE] sia impostato su
[ON] nelle impostazioni [CONTROL] del menu OSD.
Premere il pulsante di alimentazione sul telecomando o
premere il pulsante
sul monitor.
Italiano-94
Persistenza dell’immagine
Occorre tenere presente che la tecnologia LCD può provocare un fenomeno noto come persistenza dell’immagine.
La persistenza dell’immagine si verifica quando un’immagine residua o “fantasma” di un’immagine precedente rimane
visibile sullo schermo. A differenza dei monitor CRT, la persistenza dell’immagine non è permanente, ma bisogna evitare di
visualizzare immagini costanti per lungo tempo.
Per alleviare la persistenza dell’immagine, spegnere l’alimentazione principale del monitor o lasciarlo in standby per il tempo di
visualizzazione dell’immagine precedente. Ad esempio, se un’immagine è rimasta sul monitor per un’ora, lasciando un’immagine
residua, il monitor deve rimanere spento o in standby per un’ora per cancellare l’immagine.
Come per tutti i dispositivi di visualizzazione, NEC DISPLAY SOLUTIONS raccomanda di visualizzare immagini in movimento e
di utilizzare a intervalli regolari un salva schermo in movimento quando lo schermo non è attivo, oppure di spegnere il monitor o
portarlo nella modalità di standby se non lo si utilizza.
Impostare le funzioni [SALVA SCHERMO], [DATA & ORA] e [SETTAGGI PROGRM] per ridurre ulteriormente il rischio di
persistenza dell’immagine.
Per una durata prolungata come monitor in luoghi pubblici
Fissaggio dell’immagine sul pannello LCD
Quando un pannello LCD viene usato in maniera continua per lunghi periodi di tempo, vicino all’elettrodo all’interno del pannello
LCD rimane una quantità minima di carica elettrica, che potrebbe creare un residuo o un’immagine “fantasma” dell’immagine
precedente (persistenza dell’immagine).
La persistenza dell’immagine non è definitiva, ma quando un fermo immagine viene visualizzato per lungo tempo, le impurità
ioniche all’interno del pannello LCD si accumulano lungo l’immagine visualizzata e potrebbero renderla permanente (fissaggio
dell’immagine).
Raccomandazioni
•
L’immagine fissa non deve essere visualizzata per lungo tempo. Cambiare le immagini fisse dopo brevi intervalli.
•
Se non in uso, spegnere il monitor con il telecomando oppure utilizzare la funzione di risparmio energetico del PC o le
funzioni di programmazione integrate.
•
Basse temperature ambientali prolungano la durata del monitor.
Se viene montata una superficie protettiva (vetro, acrilico) sulla superficie dello schermo del monitor o se la superficie dello
schermo del monitor si trova in un armadio o simili, utilizzare i sensori di temperatura all’interno del monitor.
Per ridurre la temperatura interna, utilizzare le ventole di raffreddamento, il salva schermo, la funzione di risparmio
energetico del PC e la luminosità bassa.
•
Utilizzare la modalità SALVA SCHERMO del monitor.
Italiano-95
Italiano
Per impedire il fissaggio dell’immagine e per ottenere una durata superiore dello schermo LCD, si consiglia di attenersi a
quanto segue.
Capitolo 9
Specifiche
Questo capitolo include:
>> “UN462A” a pagina 97
>> “UN462VA” a pagina 98
>> “UN492S” a pagina 99
>> “UN492VS” a pagina 100
>> “UN552A” a pagina 101
>> “UN552S” a pagina 102
>> “UN552VS” a pagina 103
[Avviso] Informazioni sulla licenza MPEG-4 AVC,
MPEG-4 Visual inclusa in questo prodotto
1. MPEG AVC
QUESTO PRODOTTO È CONCESSO IN LICENZA AI SENSI DELLA LICENZA DEL PORTFOLIO DI BREVETTI AVC PER
L’USO PERSONALE DI UN CONSUMATORE O ALTRI UTILIZZI PER CUI NON SONO PREVISTE REMUNERAZIONI AL FINE
DI (i) CODIFICARE IL VIDEO IN CONFORMITÀ CON LO STANDARD AVC (“VIDEO AVC”) E/O (ii) DECODIFICARE IL VIDEO
AVC CODIFICATO DA UN CONSUMATORE IMPEGNATO IN UN’ATTIVITÀ PERSONALE E/O OTTENUTO DA UN FORNITORE
VIDEO AUTORIZZATO A FORNIRE VIDEO AVC. NON VIENE CONCESSA ALCUNA LICENZA, ESPLICITA O IMPLICITA, PER
QUALSIASI ALTRO UTILIZZO. ULTERIORI INFORMAZIONI POSSONO ESSERE RICHIESTE A MPEG LA, L.L.C. VISITARE
HTTP://WWW.MPEGLA.COM
2. MPEG-4 Visual
QUESTO PRODOTTO È CONCESSO IN LICENZA AI SENSI DELLA LICENZA DEL PORTFOLIO DI BREVETTI MPEG-4
VISUAL PER L’USO PERSONALE E NON COMMERCIALE DI UN CONSUMATORE AL FINE DI (i) CODIFICARE IL VIDEO
IN CONFORMITÀ CON LO STANDARD MPEG-4 VISUAL (“VIDEO MPEG-4”) E/O (ii) DECODIFICARE IL VIDEO MPEG-4
CODIFICATO DA UN CONSUMATORE IMPEGNATO IN UN’ATTIVITÀ PERSONALE E NON COMMERCIALE E/O OTTENUTO
DA UN FORNITORE VIDEO AUTORIZZATO DA MPEG LA A FORNIRE VIDEO MPEG-4. NON VIENE CONCESSA ALCUNA
LICENZA, ESPLICITA O IMPLICITA, PER QUALSIASI ALTRO UTILIZZO. ULTERIORI INFORMAZIONI, COMPRESE QUELLE
RELATIVE A LICENZE E UTILIZZI PROMOZIONALI, INTERNI E COMMERCIALI, POSSONO ESSERE RICHIESTE A MPEG
LA, LLC. VISITARE HTTP://WWW.MPEGLA.COM.
Italiano-96
UN462A
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
46”/116,81 cm in diagonale
0,530 mm
1920 x 1080
Oltre 16 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
700 cd/m2 (max.) a 25 °C
3500:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1018,08 x 572,67 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
4,0-1,6 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 125 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni*5
1022,0 (L) x 576,6 (A) x 101,3 (P) mm/40,24 (L) x 22,70 (A) x 3,99 (P) pollici (senza impugnatura)
1022,0 (L) x 576,6 (A) x 101,8 (P) mm/40,24 (L) x 22,70 (A) x 4,01 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
21,4 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
300 mm x 300 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-97
Italiano
AUDIO
UN462VA
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
46”/116,81 cm in diagonale
0,530 mm
1920 x 1080
Oltre 16 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
500 cd/m2 (max.) a 25 °C
3500:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1018,08 x 572,67 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
AUDIO
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
3,4-1,4 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 90 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni*5
1022,0 (L) x 576,6 (A) x 101,3 (P) mm/40,24 (L) x 22,70 (A) x 3,99 (P) pollici (senza impugnatura)
1022,0 (L) x 576,6 (A) x 101,8 (P) mm/40,24 (L) x 22,70 (A) x 4,01 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
21,4 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
300 mm x 300 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-98
UN492S
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
49”/123,2 cm in diagonale
0,559 mm
1920 x 1080
Oltre 1073 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
700 cd/m2 (max.) a 25 °C
1100:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1073,78 x 604,00 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
3,6-1,5 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 120 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni (senza GUARNIZIONE LATERALE)*5
1075,6 (L) x 605,8 (A) x 99,0 (P) mm/42,35 (L) x 23,85 (A) x 3,90 (P) pollici (senza impugnatura)
1075,6 (L) x 605,8 (A) x 105,1 (P) mm/42,35 (L) x 23,85 (A) x 4,14 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
24,3 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
300 mm x 300 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-99
Italiano
AUDIO
UN492VS
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
49”/123,2 cm in diagonale
0,559 mm
1920 x 1080
Oltre 1073 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
500 cd/m2 (max.) a 25 °C
1100:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1073,78 x 604,00 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
AUDIO
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
3,2-1,3 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 95 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni (senza GUARNIZIONE LATERALE)*5
1075,6 (L) x 605,8 (A) x 99,0 (P) mm/42,35 (L) x 23,85 (A) x 3,90 (P) pollici (senza impugnatura)
1075,6 (L) x 605,8 (A) x 105,1 (P) mm/42,35 (L) x 23,85 (A) x 4,14 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
24,3 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
300 mm x 300 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-100
UN552A
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
55”/138,8 cm in diagonale
0,630 mm
1920 x 1080
Oltre 16 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
700 cd/m2 (max.) a 25 °C
4000:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1209,60 x 680,40 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
4,9 - 1,9 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 195 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni*5
1213,5 (L) x 684,3 (A) x 100,3 (P) mm/47,78 (L) x 26,94 (A) x 3,95 (P) pollici
Peso
28,5 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
400 mm x 400 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-101
Italiano
AUDIO
UN552S
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
55”/138,8 cm in diagonale
0,630 mm
1920 x 1080
Oltre 1073 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
700 cd/m2 (max.) a 25 °C
1100:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1209,63 x 680,34 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
AUDIO
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
4,7 - 1,9 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 165 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni (senza GUARNIZIONE LATERALE)*5
1210,5 (L) x 681,2 (A) x 98,6 (P) mm/47,66 (L) x 26,82 (A) x 3,88 (P) pollici (senza impugnatura)
1210,5 (L) x 681,2 (A) x 101,9 (P) mm/47,66 (L) x 26,82 (A) x 4,01 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
25,8 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
400 mm x 400 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-102
UN552VS
Specifiche del prodotto
Modulo LCD
Passo dei pixel:
Risoluzione:
Colore:
Luminosità:
Rapporto di contrasto:
Angolo di visione:
Frequenza
55”/138,8 cm in diagonale
0,630 mm
1920 x 1080
Oltre 1073 milioni di colori (in base alla scheda video in uso)
500 cd/m2 (max.) a 25 °C
1100:1
89° (tipo) a CR>10
Orizzontale: 15,625/15,734 kHz, 31,5 kHz - 91,1 kHz
Verticale: 50,0 - 85,0 Hz (ingresso analogico)
24,0 - 85,0 Hz (ingresso digitale)
Clock dei pixel
Analogico: 13,5 MHz, 25,0 MHz - 200,0 MHz
Digitale: 25.0 MHz - 165.0 MHz (DVI), 25.0 MHz - 600.0 MHz (HDMI/DisplayPort)
Dimensione visibile
1209,63 x 680,34 mm
Segnale di ingresso
DVI
DVI-D a 24 pin
RGB digitale
DVI (HDCP 1.4)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz), 1080p, 1080i
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 3840x2160 (24 Hz/30 Hz/60 Hz
(DisplayPort1.2))*1, *3
RGB analogico
0,7 Vp-p/75 ohm
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920X1080 (60 Hz)
Sincronizzazione
Separata: Livello TTL (pos./neg.)
Sincronizzazione composita sul verde: 0,3 Vp-p neg.
VGA (RGB)*4 Mini D-Sub a 15 pin
HDMI
Connettore HDMI
YUV digitale
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
VGA60, SVGA60, XGA60, WXGA60, SXGA60, UXGA60*1, WUXGA60*1, 1920x1080 (60 Hz),
1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz,
3840x2160 (30 Hz/24 Hz/25 Hz/60 Hz (MODO2))*1, *3, 4096x2160 (24 Hz)*1, *3
VGA
(YPbPr)*4
Mini D-Sub a 15 pin
Componente
Y: 1,0 Vp-p/75 ohm, Cb/Cr (Pb/Pr): 0,7 Vp-p/75 ohm
HDTV/DVD: 1080p, 1080i, 720p a 50 Hz/60 Hz, 576p a 50 Hz, 480p a 60 Hz, 576i a 50 Hz, 480i a 60 Hz
DisplayPort
Connettore DisplayPort
RGB digitale
DisplayPort V1.2 (HDCP 1.3)
HDMI
Connettore HDMI
RGB digitale
HDMI (HDCP 1.4/2.2)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Connettore HDMI
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Connettore DisplayPort
Audio digitale
PCM 32, 44,1, 48 kHz (16/20/24 bit)
Mini jack stereo
Audio analogico
Stereo L/R 0,5 Vrms
Segnale di uscita
Ingresso
AUDIO
Uscita
AUDIO
Uscita altoparlanti
Jack altoparlanti esterno 15 W + 15 W (8 ohm)
Controllo
RS-232C In: D-Sub a 9 pin
LAN: RJ-45 10 BASE-T/100 BASE-TX x 2
Remote IN: Mini jack stereo 3,5 mm Ø
Hub per schede SD
Hub USB
Porta: scheda microSD. Sono supportate schede microSDHC fino a 32 GB.
USB1 (SENSORE):
USB2:
USB CM1 (2A):
USB CM2:
USB per Media Player:
Alimentazione
Consumo di energia
Porta USB 2.0 a valle
Porta USB 2.0 a monte
Porta di alimentazione, 5 V/2 A (max.)
Porta di servizio USB per la manutenzione
Porta di aggiornamento firmware/Media Player
4,7 - 1,9 A a 100-240 V CA, 50/60 Hz
Funzionamento normale: Circa 165 W
Ambiente di funzionamento
Ambiente di stoccaggio
Temperatura*2: 0 - 40 °C, 0 - 35 °C (PC di tipo slot 2 con posizione rivolta verso l’alto o verso il basso)
Umidità: 20 - 80 % (senza condensa)
Altitudine: 0 - 3000 m (la luminosità può diminuire all’aumentare dell’altitudine)
Temperatura: -20 - 60 °C
Umidità: 10 - 90 % (senza condensa) / 90 % - 3,5 % x (temp. - 40 °C) oltre 40 °C
Dimensioni (senza GUARNIZIONE LATERALE)*5
1210,5 (L) x 681,2 (A) x 98,6 (P) mm/47,66 (L) x 26,82 (A) x 3,88 (P) pollici (senza impugnatura)
1210,5 (L) x 681,2 (A) x 101,9 (P) mm/47,66 (L) x 26,82 (A) x 4,01 (P) pollici (con impugnatura)
Peso
25,8 kg
Interfaccia di montaggio compatibile con VESA
400 mm x 400 mm (M6, 4 fori)
Risparmio energetico
VESA DPM
Alimentazione per scheda opzionale di tipo Slot 2
16 V/3,6 A
NOTA: le specifiche tecniche sono soggette a modifica senza preavviso.
*1: immagine compressa.
*2: se si utilizzano accessori della scheda opzionale, contattare il fornitore per informazioni dettagliate.
*3: il testo riprodotto potrebbe apparire sfocato.
*4: terminale comune.
*5: le misurazioni si riferiscono solo al monitor e non includono le parti rimovibili sporgenti.
Italiano-103
Italiano
AUDIO
Appendice A
Risorse esterne
Gli ulteriori documenti di specifiche, accessori e applicazioni software opzionali a cui si fa riferimento in questo manuale del
prodotto sono elencati di seguito.
Siti Web regionali di NEC Display Solutions
Globale: https://www.nec-display.com/global/
Asia-Pacifico: https://www.nec-display.com/ap/contact/
Nord America: https://www.necdisplay.com
Europa, Russia, Medio Oriente e Africa: https://www.nec-display-solutions.com
Giappone: https://www.nec-display.com/jp/
Documentazione aggiuntiva
Documento PDF “NEC LCD Monitor - External Control” (Monitor LCD NEC - Controllo esterno)
Questo documento definisce il protocollo di comunicazione per il controllo esterno e l’interrogazione del monitor tramite
RS-232C o LAN. Il protocollo utilizza il formato binario codificato e richiede il calcolo dei checksum; la maggior parte delle
funzionalità del monitor può essere controllata utilizzando questi comandi. Per le applicazioni meno esigenti è inoltre disponibile
un protocollo semplificato (vedere sotto).
Questo documento è disponibile per il download dal sito Web di NEC Display Solutions nella propria area geografica.
È disponibile anche un SDK (Software Development Kit) basato sul linguaggio di programmazione Python che incapsula questo
protocollo di comunicazione in una libreria Python per uno sviluppo rapido.
https://github.com/NECDisplaySolutions/necpdsdk
Documento PDF “Projector/ Monitor Common ASCII Control Command - Reference Manual” (Comando di
controllo ASCII comune del proiettore/monitor - Manuale di riferimento)
Questo documento definisce il protocollo di comunicazione per controllare esternamente le funzioni di base del monitor tramite
LAN usando una sintassi semplice simile all’inglese. Consente una facile integrazione nei sistemi di controllo esistenti. Sono
disponibili funzionalità come il controllo e l’interrogazione dello stato di alimentazione, degli ingressi video, del volume e dello
stato. Il protocollo utilizza la codifica ASCII e non richiede il calcolo dei checksum.
Questo documento è disponibile per il download dal sito Web di NEC Display Solutions nella propria area geografica.
Documento PDF “Raspberry Pi Compute Module - Setup Guide” (Modulo di calcolo Raspberry Pi - Guida
alla configurazione)
Questo documento descrive le caratteristiche, l’installazione, la connettività e la configurazione del modulo di calcolo
Raspberry Pi, un componente opzionale disponibile per questo modello. La scheda di interfaccia del modulo di
calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi DS1-IF10CE sono in vendita separatamente. Contattare un
rivenditore NEC autorizzato o visitare il sito Web di NEC Display Solutions nella propria area geografica per
informazioni sull’acquisto e sulla disponibilità.
Questo documento è disponibile per il download al seguente URL:
https://www.nec-display.com/dl/en/manual/raspberrypi/
Italiano-104
Software
Il software è disponibile per il download sul sito Web globale di NEC Display Solutions.
https://www.nec-display.com/dl/en/dp_soft/lineup.html
Software NEC MultiProfiler
Questo software gratuito fornisce il controllo completo delle impostazioni del colore di SpectraView Engine in
un’applicazione facile da utilizzare, disponibile per Microsoft Windows e Mac OS. Il software può essere utilizzato
per emulare diversi spazi cromatici, eseguire emulazioni dell’output della stampante utilizzando i profili ICC e creare
tabelle di ricerca 3D all’interno del monitor. Richiede un collegamento USB al monitor.
L’ultima versione del software MultiProfiler è disponibile sul sito Web di NEC Display Solutions.
Software NEC Display Wall Calibrator
Questo software fornisce una configurazione avanzata del video wall e una corrispondenza dei colori precisa
calibrando i display mediante un sensore di colore esterno. È utile quando occorre configurare installazioni con più
monitor, ad esempio un video wall, per ottenere la migliore luminosità e la migliore corrispondenza dei colori tra i
monitor e le impostazioni di configurazione applicabili al video wall. Il software, disponibile per Microsoft Windows e
Mac OS, è disponibile per l’acquisto e potrebbe richiedere l’uso di un sensore di colore esterno supportato. Contattare un
rivenditore NEC autorizzato o visitare il sito Web di NEC Display Solutions nella propria area geografica per informazioni
sull’acquisto e sulla disponibilità.
Software NaViSet Administrator
Questo software gratuito è un sistema di controllo, monitoraggio e gestione delle risorse avanzato, potente e basato
sulla rete destinato a monitor e proiettori NEC. Il software è disponibile per Microsoft Windows e Mac OS.
L’ultima versione del software NaViSet Administrator è disponibile sul sito Web di NEC Display Solutions.
App Intelligent Wireless Data
Questo software gratuito, disponibile per i dispositivi Android dotati di sensore NFC, consente di accedere ai valori di
regolazione di lettura e scrittura e alle impostazioni tramite il sensore Intelligent Wireless Data sul monitor, anche
quando l’alimentazione principale del monitor è disattivata.
Italiano
Disponibile anche su:
Hardware / Sensore di colore
Sensore di colore USB MDSVSENSOR3
Questo sensore di colore X-Rite personalizzato è necessario per utilizzare le funzioni di calibrazione del colore autonoma di
questo monitor; può anche essere utilizzato con il software NEC Display Wall Calibrator sopra indicato. Contattare un rivenditore
NEC autorizzato o visitare il sito Web di NEC Display Solutions nella propria area geografica per informazioni sull’acquisto e
sulla disponibilità.
Italiano-105
Appendice B
Elenco dei comandi OSD
Questo capitolo include:
>> “INPUT” a pagina 107
>> “PICTURE” a pagina 107
>> “AUDIO” a pagina 112
>> “SCHEDULE” a pagina 112
>> “MULTI INPUT” a pagina 114
>> “OSD” a pagina 117
>> “DISPLAY MULTIPLO” a pagina 118
>> “PROTEZIONE DISPLAY” a pagina 122
>> “CONTROL” a pagina 123
>> “OPTION” a pagina 128
>> “SISTEMA” a pagina 128
>> “COMPUTE MODULE” a pagina 129
I valori predefiniti sono forniti su richiesta.
Italiano-106
INPUT
MENU INPUT
DVI
Consente di selezionare la sorgente dei segnali di ingresso.
HDMI1
HDMI2
DisplayPort1
DisplayPort2
VGA (RGB/YPbPr)
VIDEO
MP
COMPUTE MODULE*1
OPTION*2
* : questa funzione è disponibile solo quando sono installati la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi opzionali. Vedere pagina 104.
*2: questa funzione dipende dalla scheda opzionale in uso. La funzione è disponibile solo se è installata una scheda opzionale.
1
PICTURE
MENU PICTURE
MODALITÀ IMMAGINE
SPECTRAVIEW ENGINE = OFF: modalità immagine predefinite [HIGHBRIGHT], [STANDARD], [sRGB],
[CINEMA], [CUSTOM1], [CUSTOM2].
SPECTRAVIEW ENGINE = ON: cinque memorie personalizzabili per la modalità immagine [1], [2], [3], [4]
o [5]. Vedere pagina 48.
EMULATION*1
La tabella di ricerca (LUT, Look Up Table) 3D è una tabella tridimensionale che associa i colori a spazi
cromatici diversi. SpectraView Engine all’interno di questo monitor consente di emulare direttamente sul
monitor gamme cromatiche complesse, come quelle delle stampanti a colori. Ad esempio, è possibile
eseguire sul monitor stesso anteprime di stampa oppure effetti cinematografici o di gradazione del colore.
Questa funzione è utilizzata con un software di supporto. Le tabelle di ricerca 3D vengono caricate sul
monitor tramite un software applicativo.
ON:
COLOR VISION EMU.
consente di attivare la funzione LUT 3D per la modalità immagine selezionata.
OFF:
consente di disattivare la funzione LUT 3D per la modalità immagine selezionata.
Confronta:
in questa modalità, i colori esterni ai limiti della LUT 3D sono mostrati in grigio. È utile per
individuare i colori fuori gamma.
Consente di visualizzare in anteprima l’immagine in base ad alcuni tipici deficit della vista umana; è
pertanto utile per valutare come percepiranno i colori le persone affette da tali deficit.
L’anteprima è disponibile per i tipi:
•
P (protanopia)
•
D (deuteranopia)
•
T (tritanopia)
La scala di grigi può essere utilizzata per valutare la leggibilità del contrasto.
NOTA: la visione del colore sullo schermo cambia a seconda della capacità visiva dell’utente, anche in
relazione a deficit di visione dei colori. La simulazione viene utilizzata per illustrare la visione di coloro
che presentano un deficit di visione dei colori. Tuttavia, non corrisponde alla visione effettiva dell’utente.
La simulazione è una riproduzione della visione ottenuta dalle persone affette da un forte deficit di visione
a colori di tipo P, di tipo D o di tipo T. Le persone con un leggero deficit di visione a colori riscontreranno
solo lievi differenze rispetto alle persone con una visione dei colori normale.
*1: questa funzione è disponibile quando [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [ON].
Italiano-107
Italiano
3D LUT EMU.
MENU PICTURE
6 AXIS COLOR TRIM*1
RED (HUE/SAT./OFFSET)
Con questi controlli il cerchio del colore standard è suddiviso in 6 aree/intervalli separati: rosso, giallo,
verde, ciano, blu e magenta. Ogni intervallo può essere regolato singolarmente in termini di tonalità,
saturazione e offset (luminosità) per ottenere una corrispondenza specifica. I colori neutri (grigi) non
saranno interessati dalla regolazione.
HUE:
consente di cambiare il colore all’interno del suo intervallo nella ruota dei colori,
senza modificare la saturazione e l’offset. Ad esempio, l’intervallo del colore rosso
consente di deviare i rossi verso il giallo o il magenta, l’intervallo del colore giallo
consente di deviare i gialli verso il rosso o il verde e così via.
SAT. (saturazione):
consente di cambiare l’intensità dell’intervallo di colori senza modificare la tonalità e
l’offset.
OFFSET:
consente di cambiare la luminosità dell’intervallo di colori senza modificare la
tonalità e la saturazione.
YELLOW (HUE/SAT./OFFSET)
GREEN (HUE/SAT./OFFSET)
CYAN (HUE/SAT./OFFSET)
BLUE (HUE/SAT./OFFSET)
MAGENTA (HUE/SAT./
OFFSET)
Esempio: queste sono le variazioni del colore quando il colore rosso viene impostato
sul valore minimo e sul valore massimo per TONALITÀ/SAT./OFFSET.
Valore minimo
0
Valore massimo
Predefinito
TONALITÀ
SAT.
OFFSET
IMPOST. IMMAGINE*1
UNIFORMITÀ
Questa funzione migliora la riproduzione del colore e uniforma eventuali difformità di luminosità del
monitor.
NOTA: un numero più alto produce un effetto migliore, ma può anche avere impatto sul consumo
energetico e sulla durata del monitor.
LUMINOSITÀ*2
CONTROLUCE
Consente di regolare la luminosità complessiva dell’immagine e dello sfondo. Premere [+] o [-] per
eseguire la regolazione.
NOTA: questa funzione non può essere modificata se è selezionato [MODO1] o [MODO2] in [SENS
LUMIN ST].
LUMINOSITÀ*3
GAMMA*2, *3
Consente di regolare la luminosità dell’immagine in relazione allo sfondo. Premere [+] o [-] per eseguire la
regolazione.
Consente di selezionare una correzione per la gamma del monitor al fine di ottenere la migliore qualità
dell’immagine. La selezione dipende dall’uso desiderato.
NATIVA
La correzione della gamma è gestita dal pannello LCD.
2,2
Tipica gamma del monitor per l’uso con un computer.
2,4
Impostazioni della gamma tipiche per l’uso con i video, ad esempio DVD e Blu-ray.
GAMMA S
Gamma speciale per determinati tipi di filmati. Aumenta le parti chiare e diminuisce le parti scure
dell’immagine (Curva S).
DICOM SIM.
Curva DICOM GSDF simulata per il tipo di LCD.
HDR-ST2084(PQ)
Impostazione della gamma per HDR, in genere per i dischi UHD e i video in streaming.
HDR-HYBRID LOG
Impostazione della gamma per HDR, in genere per le trasmissioni UHD.
PROGRAMMABLE1, 2, 3
È possibile caricare una curva di gamma programmabile utilizzando il software NEC opzionale.
SELEZIONE AUTO HDR
La correzione di GAMMA del segnale HDR passa automaticamente a [HDR-ST2084(PQ)] o
[HDR-HYBRID LOG].
Solo ingresso HDMI
*1: questa funzione è disponibile quando [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [ON].
*2: questa funzione è disponibile quando [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [OFF].
*3: questa funzione non è disponibile quando è selezionato [sRGB] in [MODALITÀ IMMAGINE].
Italiano-108
MENU PICTURE
COLORE*2, *3
COLORE
Regola la saturazione del colore dello schermo. Premere il pulsante + o - per regolare.
TEMP. COLORE
Consente di regolare la temperatura del colore dell’intero schermo. Una temperatura del colore bassa
rende lo schermo rossiccio. Una temperatura del colore alta rende lo schermo bluastro. Se occorre
regolare ulteriormente TEMPERATURA, è possibile ridefinire i singoli livelli R/G/B del punto di bianco.
Per regolare i livelli R/G/B, impostare [PROPRIA] in [TEMP. COLORE].
NOTA: questa funzione non può essere modificata se in [CORREZIONE GAMMA] è selezionato
[PROGRAMMABLE1], [PROGRAMMABLE2] o [PROGRAMMABLE3].
CONTROLLO COLORE
Regola la tonalità di rosso, giallo, verde, ciano, blu e magenta individualmente. Modifica la tonalità del
colore specificato. Ad esempio, è possibile modificare il rosso in giallo oppure in viola.
TONALITÀ*6
Consente di regolare la tonalità per tutti i colori con segnali di ingresso video compatibili. Premere il
pulsante + o - per eseguire la regolazione.
Solo ingressi MP, VIDEO
CONTRASTO*2, *3
Consente di regolare la luminosità dell’immagine in relazione al segnale di ingresso. Premere il pulsante +
o - per eseguire la regolazione.
NITIDEZZA
Consente di regolare la nitidezza dell’immagine. Premere il pulsante + o - per eseguire la regolazione.
UHD UPSCALING
Consente di stabilire la modalità di ridimensionamento di un segnale non UHD per ottenere un effetto ad
alta definizione.
REGOLAZIONE
SETUP AUTOMATICO
Consente di regolare automaticamente le dimensioni dello schermo, la posizione orizzontale, la posizione
verticale, l’orologio, la fase e il livello del bianco.
REGOLAZIONE AUTOM.
Al rilevamento di una nuova temporizzazione, [POSIZIONE H], [POSIZIONE V] e [FASE] vengono regolati
automaticamente.
POSIZIONE H
Consente di controllare la posizione orizzontale dell’immagine nell’area di visualizzazione dello
schermo LCD.
Solo ingresso VGA (RGB)
Solo ingresso VGA (RGB)
Solo ingressi VGA (RGB), VGA (YPbPr)
Premere il pulsante + per eseguire uno spostamento a destra. Premere il pulsante - per eseguire uno
spostamento a sinistra.
Solo ingressi VGA (RGB), VGA (YPbPr)
OROLOGIO
Solo ingresso VGA (RGB)
Consente di controllare la posizione verticale dell’immagine nell’area di visualizzazione dello schermo LCD.
Premere il pulsante + per eseguire uno spostamento verso l’alto. Premere il pulsante - per eseguire uno
spostamento verso il basso.
Premere il pulsante + per estendere la larghezza dell’immagine sul lato destro dello schermo.
Premere il pulsante - per ridurre la larghezza dell’immagine sul lato sinistro dello schermo.
FASE
Consente di regolare i disturbi visivi dell’immagine.
RISOLUZ. ORIZZONTALE*7
Consente di regolare le dimensioni orizzontali dell’immagine.
RISOLUZ. VERTICALE*7
Consente di regolare le dimensioni verticali dell’immagine.
Solo ingressi VGA (RGB), VGA (YPbPr)
Solo ingresso VGA (RGB)
Solo ingresso VGA (RGB)
SISTEMA COLORE
Solo ingresso VIDEO
Il sistema di colore selezionato dipende dal formato video del segnale di ingresso.
AUTO
Consente di scegliere automaticamente l’impostazione di SISTEMA COLORE in base al segnale di
ingresso.
NTSC
Consente di selezionare un formato del segnale.
PAL
SECAM
4.43 NTSC
PAL-60
RISOLUZIONE D’INGRESSO
Solo ingresso VGA (RGB)
In caso di problemi con la rilevazione del segnale, questa funzione impone al monitor di visualizzare il
segnale con la risoluzione desiderata. Dopo la selezione eseguire [SETUP AUTOMATICO], se necessario.
Se non vengono rilevati problemi, l’unica opzione disponibile è [AUTO].
*2:
*3:
*6:
*7:
questa funzione è disponibile quando [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [OFF].
questa funzione non è disponibile quando è selezionato [sRGB] in [MODALITÀ IMMAGINE].
questa funzione non è disponibile per i fermi immagine provenienti dall’ingresso MP.
si consiglia di eseguire [SETUP AUTOMATICO] dopo aver regolato individualmente questa opzione.
Italiano-109
Italiano
POSIZIONE V
MENU PICTURE
ASPETTO
Selezionare il rapporto di formato dell’immagine sullo schermo.
NOTA:
•
Quando si seleziona un’opzione di capovolgimento dell’immagine con [ASPETTO] impostato
su [DINAMICO], il rapporto di formato diventa automaticamente [INTERO]. Il rapporto di
formato sarà nuovamente impostato su [DINAMICO] dopo aver selezionato [NON AZION] per
[CAPOVOL IMMAG].
•
Quando si attiva l’affiancamento a matrice nelle installazioni con più monitor, si [ASPETTO]
è impostato su [DINAMICO] o [ZOOM] viene cambiato in [INTERO] prima dell’attivazione
dell’affiancamento a matrice. Una volta completato l’affiancamento a matrice, il rapporto di
formato tornerà a essere [DINAMICO] o [ZOOM].
•
Se si modificano le impostazioni [POSIZIONE H] e [POSIZIONE V] con un’immagine ridotta,
l’immagine non viene modificata.
•
ASPETTO viene impostato automaticamente su INTERO all’avvio di SALVA SCHERMO.
Quando il SALVA SCHERMO viene disattivato, ASPETTO ritorna all’impostazione precedente.
•
Questa funzione non è disponibile quando è attiva l’opzione [MOVIMENTO] in [SALVA
SCHERMO].
•
La funzione [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) presenta delle limitazioni quando viene
modificato [ASPETTO]. Consultare POINT ZOOM (ZOOM PUNTO) a pagina 37.
•
ZOOM non è disponibile per un’immagine con una risoluzione di ingresso di
3840 x 2160 pixel (60 Hz).
•
Se [HDMI] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] è impostato su [MODO2], [POINT ZOOM]
(ZOOM PUNTO) non è disponibile.
•
Se [ASPETTO] viene impostato su [DINAMICO] o [ZOOM] mentre è attivo l’affiancamento
a matrice, alla disattivazione di questa funzione [ASPETTO] tornerà all’impostazione
[DINAMICO] o [ZOOM].
NORMALE
Mostra il rapporto di formato inviato dalla sorgente.
INTERO
Consente di riempire l’intero schermo.
ESPANDI
Consente di espandere un segnale letterbox 16:9 per riempire l’intero schermo.
DINAMICO
Consente di espandere le immagini 4:3 per riempire l’intero schermo con un’immagine priva di linearità.
Per effetto dell’espansione, parte dell’area esterna dell’immagine risulterà tagliata.
1:1
Mostra l’immagine nel rapporto di formato 1 pixel per 1 pixel. Se la risoluzione di ingresso è superiore a
quella consigliata, l’immagine viene ridimensionata per adattarsi allo schermo.
ZOOM
Consente di ingrandire/ridurre l’immagine.
NOTA: le aree dell’immagine espansa che risultano al di fuori dell’area dello schermo attiva non vengono
visualizzate. L’immagine ridotta potrebbe presentare un certo degrado.
ZOOM
Consente di mantenere il rapporto di formato durante lo zoom.
HZOOM
Valore di zoom orizzontale.
VZOOM
Valore di zoom verticale
H POS
Posizione orizzontale.
V POS
Posizione verticale.
AVANZATE
SCANSIONE MAGGIORE
Solo ingressi HDMI1, HDMI2,
VGA (YPbPr), VIDEO, MP, OPTION*5
ON
Alcuni formati video possono richiedere modalità di scansione diverse per visualizzare l’immagine in modo
ottimale.
L’immagine viene ridimensionata per adattarsi allo schermo senza cambiare rapporto di formato. In alcune
immagini i bordi risulteranno tagliati.
Sullo schermo viene mostrato circa il 95 % dell’immagine.
OFF
All’interno dell’area dello schermo viene visualizzata l’intera immagine. Questa impostazione potrebbe
causare la distorsione dell’immagine ai bordi.
NOTA: se si utilizza un computer con uscita HDMI, impostare l’opzione su [OFF].
AUTO
Le dimensioni dell’immagine vengono impostate automaticamente.
NOTA: questa funzione non è disponibile se il segnale di ingresso è VGA (YPbPr), VIDEO o MP.
*5: quando si seleziona OPTION per l’ingresso del segnale, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Italiano-110
MENU PICTURE
DEINTERLACCIO
Consente di selezionare la funzione di conversione IP (da interlacciato a progressivo).
NOTA:
•
[CAPOVOL IMMAG] non è disponibile.
•
Questa funzione non può essere modificata se è selezionato [IMPOST AVANZATE] in
[CAMBIO INPUT].
ON
Converte i segnali da interlacciati a progressivi. In base al filmato, può verificarsi uno sfarfallio delle
immagini. Questa è l’impostazione predefinita.
OFF
Consente di disattivare la conversione IP. Questa impostazione è adatta in particolare alle immagini in
movimento, ma aumenta il rischio di persistenza dell’immagine.
RIDUZIONE RUMORE
Solo ingresso VIDEO
Consente di regolare la quantità di riduzione del rumore. Premere il pulsante + o il pulsante - per eseguire
la regolazione.
TELECINEMA
Rileva automaticamente la frequenza dei fotogrammi delle sorgenti per una qualità dell’immagine ottimale.
Solo ingressi video HDMI1, HDMI2,
VIDEO, VGA (YPbPr), MP
AUTO: Rileva automaticamente immagini di 24 frame al secondo, come i filmati, e riduce lo sfarfallio delle
immagini. Quando si seleziona [AUTO], impostare [DEINTERLACCIO] su [ON].
OFF: Provare se il movimento dell’immagine non è naturale.
CONTRASTO ADATTATIVO*2
Solo ingressi video HDMI1, HDMI2,
VIDEO, VGA (YPbPr), MP
UNIFORMITÀ*2
ROTAZIONE
Consente di impostare il livello di regolazione per il contrasto dinamico.
Se è impostato ALTA, l’immagine viene visualizzata chiaramente, ma la luminosità risulta instabile a causa
dell’ampia variazione di contrasto.
Consente di migliorare la riproduzione del colore e uniformare le differenze di luminanza del monitor.
Consente di cambiare l’orientamento dell’immagine (sinistra/destra, su/giù, rotazione).
Premere il pulsante + o il pulsante - per eseguire la selezione.
CAPOVOL IMMAG
NOTA:
•
Se [ASPETTO] è impostato su [DINAMICO], l’opzione per l’immagine viene impostata su
[INTERO] prima dell’avvio di [RUOTA].
•
Se è selezionata un’opzione di CAPOVOL IMMAG, ad eccezione di [NON AZION], le
seguenti funzioni risultano disattivate: [MODALITÀ MULTI IMMAG.], [TEXT TICKER], [STILL]
(FERMO IMMAGINE), [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) e [TILE MATRIX].
•
Se il segnale di ingresso è interlacciato, l’immagine potrebbe risultare distorta.
NON AZION
Modalità normale.
FLIP ORIZZ
Consente di capovolgere l’immagine in orizzontale.
FLIP VERT
Consente di capovolgere l’immagine in verticale.
RUOTA 180°
Consente di ruotare l’immagine di 180 gradi.
OSD FLIP
Consente di stabilire la direzione del menu OSD.
Se è selezionato [ON], l’orientamento del menu OSD viene regolato in base alla selezione effettuata per
[CAPOVOL IMMAG].
SPECTRAVIEW ENGINE
NUMBER OF PICT. MODES
Selezionare [ON] per attivare [SPECTRAVIEW ENGINE] (vedere pagina 48).
Consente di limitare il numero di modalità immagine selezionabili.
La limitazione del numero di modalità immagine selezionabili può essere utilizzata per i seguenti scopi:
METAMERISM
•
Bloccare
Selezionando [1], non sarà possibile accedere ad altre modalità immagine e regolarle.
•
Ignorare
Se sono presenti modalità immagine non utilizzate e non necessarie, è possibile ignorarle durante
l’uso del pulsante Modalità immagine sul telecomando per passare da una modalità all’altra. Se, ad
esempio, è impostato il valore [3] per [NUMBER OF PICT. MODES], le modalità immagine disponibili
sono [1, 2, 3] e le altre vengono ignorate.
Consente di migliorare la corrispondenza del colore del punto di bianco quando il monitor è utilizzato
accanto a un monitor con visualizzazione della gamma standard. Questa funzione compensa il fatto
che l’occhio umano percepisce i colori in modo leggermente diverso rispetto allo strumento scientifico
utilizzato per regolare il monitor durante la calibrazione. Questa funzione dovrebbe essere disattivata nelle
applicazioni in cui il colore ha un’importanza cruciale.
COLOR STABILIZER
(Non disponibile)
CALIBRAZIONE
Consente di avviare “CALIBRAZIONE AUTONOMA” quando si utilizza un sensore di colore USB.
RESET
Consente di ripristinare tutte le impostazioni dell’immagine, tranne [SPECTRAVIEW ENGINE], ai valori di
fabbrica.
*2: questa funzione è disponibile quando [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [OFF].
Italiano-111
Italiano
NOTA: questa funzione non è disponibile quando MOVIMENTO in [SALVA SCHERMO] è impostato su [ON].
AUDIO
MENU AUDIO
VOLUME
Consente di aumentare o diminuire il livello del volume in uscita.
BILANCIAMENTO
Selezionare [STEREO] o [MONO] per l’uscita audio.
BILANCIAMENTO
STEREO: Canali audio indipendenti per l’inoltro del segnale audio. Il bilanciamento del suono tra gli
altoparlanti sinistro e destro può essere regolato.
- Premere il pulsante + per spostare il segnale audio a destra.
- Premere il pulsante - per spostare il segnale audio a sinistra.
MONO: I segnali audio vengono inoltrati attraverso un singolo canale audio. Il bilanciamento non può essere
regolato e il cursore non sarà disponibile.
SURROUND
Produce in modo artificiale audio surround.
NOTA: [USCITA LINEA] è disattivato se questa funzione è impostata su [ON].
EQUALIZZATORE
ALTI
Consente di accentuare o ridurre l’intervallo ad alta frequenza dei segnali audio.
Premere il pulsante + per aumentare il valore di [ALTI].
Premere il pulsante - per ridurre il valore di [ALTI].
BASSI
Consente di accentuare o ridurre l’intervallo a bassa frequenza dei segnali audio.
Premere il pulsante + per aumentare il valore di [BASSI].
Premere il pulsante - per ridurre il valore di [BASSI].
INGRESSO AUDIO
Consente di selezionare la sorgente di ingresso audio: [DVI], [HDMI1], [HDMI2], [DisplayPort1], [DisplayPort2],
[IN1], [IN2], [VIDEO], [MP], [OPTION]*1 e [C MODULE].
AUDIO MULTI IMMAGINE
Consente di scegliere la sorgente audio da utilizzare quando è attivato MULTI IMMAG.
Alla selezione di una delle immagini viene trasmesso l’audio di tale immagine.
USCITA LINEA
Selezionando [VARIABILE] è possibile gestire il livello dell’uscita di linea con il pulsante VOLUME sul
telecomando o sul pannello di controllo del monitor.
RIT. AUDIO
RIT. AUDIO
RITARDO
RESET
Selezionare questa opzione se si avverte un ritardo notevole tra l’immagine video e l’uscita del segnale audio.
Quando l’opzione è attiva, il segnale audio può essere ritardato di un tempo compreso tra 0 e 100 millisecondi.
Consente di far corrispondere i ritardi nel video, dovuti ad esempio a un’elaborazione del video come
DEINTERLACCIO, a un uguale ritardo nel segnale audio per evitare errori di sincronizzazione del labiale.
Consente di ripristinare tutte le opzioni AUDIO, tranne [VOLUME], alle impostazioni di fabbrica.
*1: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
SCHEDULE
MENU SCHEDULE
SETTAGGI PROGRM
Consente di creare un programma di funzionamento per il monitor (vedere pagina 47).
Premere i pulsanti , , +, - per spostarsi e modificare le impostazioni di programmazione. Premere il pulsante
SET/POINT ZOOM sul telecomando o i pulsanti di modifica dell’ingresso sul monitor per selezionare le impostazioni.
NOTA:
•
È necessario impostare [DATA & ORA] prima di aggiungere i programmi.
•
I programmi configurati vengono salvati all’uscita dalla finestra [SETTAGGI PROGRM].
•
Se si impostano più programmi per l’avvio alla stessa ora, viene data priorità al programma in
conflitto con il numero più alto.
•
I programmi non vengono eseguiti se [TEMPO SPEGN. AUT.] è impostato su [ON].
•
Se un segnale di ingresso o una modalità immagine non sono più validi, il testo sarà visualizzato
in rosso. Evidenziare il testo in rosso e premere SET per passare a un’impostazione valida.
Ad esempio, un segnale di ingresso potrebbe non essere più valido se le impostazioni del
terminale vengono modificate per tale ingresso dopo la selezione per la programmazione.
•
I programmi non vengono eseguiti mentre è aperto il menu [SETTAGGI PROGRM].
SETTAGGI
Evidenziare il numero e premere SET/POINT ZOOM per attivare il programma. La casella accanto al
numero presenta un contorno in evidenza quando il programma è attivato. È possibile creare e attivare fino a
30 programmi. Premere il pulsante + o - per scorrere i numeri di programma.
POTENZA
Consente di impostare lo stato di alimentazione del monitor per il programma. Selezionare [ON] se si desidera
che il programma accenda il monitor all’ora specificata. Selezionare [OFF] se si desidera che il programma
spenga il monitor all’ora specificata.
Italiano-112
MENU SCHEDULE
ORA
Impostare l’ora di inizio del programma.
NOTA: compilare entrambi i campi per l’impostazione ORA. Se uno dei campi mostra [--], il programma non
viene eseguito.
INPUT
Consente di selezionare l’ingresso video da utilizzare per il programma. Per mantenere l’ingresso attivo
all’avvio del programma, assicurarsi che l’impostazione sia [--].
Se si seleziona un ingresso specifico, impostare [ON] per [ALIMENTAZ].
MODIMMAG
*1
Consente di selezionare la modalità immagine da utilizzare per il programma. Per mantenere la modalità
immagine attiva all’avvio del programma, assicurarsi che l’impostazione sia [--].
Se si seleziona una MODIMMAG specifica, impostare [ON] per [ALIMENTAZ.].
Selezionare una voce dal basso (è disponibile una sola voce).
DATA
Seleziona questa opzione se il programma deve essere eseguito per un solo giorno o se la relativa
pianificazione è irregolare.
OGNI GIORNO
Selezionare questa opzione per ripetere il programma ogni giorno.
OGNI SETT.
Selezionare questa opzione per ripetere il programma ogni settimana.
GIORNI FERIALI
Selezionare questa opzione per eseguire il programma solo nei giorni feriali.
NOTA: per “giorni feriali” si intendono i giorni diversi dal fine settimana e dai giorni festivi. I giorni che non sono
selezionati nelle impostazioni [WEEKEND] e [VACANZA] sono considerati automaticamente giorni feriali.
WEEKEND
Selezionare questa opzione per eseguire il programma solo nel fine settimana.
NOTA: i giorni del fine settimana vengono scelti nel menu [IMPOSTAZIONI WEEKEND].
VACANZA
Selezionare questa opzione per eseguire il programma solo nei giorni festivi selezionati.
ELENCO PROGRM
Consente di visualizzare l’elenco dei programmi e delle loro impostazioni correnti. Premere il pulsante + o per scorrere i 30 programmi.
IMPOSTAZIONI VACANZA
Definisce i giorni di vacanza per le impostazioni PROGRAMMA. I programmi configurati per essere eseguiti in
un giorno di [VACANZA] utilizzano questo elenco.
N.
Consente di definire quali giorni sono da considerarsi festivi nelle impostazioni del programma. Premere il
pulsante + o - per scorrere i numeri e configurare giorni festivi diversi.
ANNO
Premere il pulsante + o - per scorrere fino all’anno che si desidera utilizzare per la vacanza. Se la vacanza si
ripete lo stesso giorno ogni anno, lasciare il campo vuoto [--].
MESE
Premere il pulsante + o - per scorrere fino al mese che si desidera utilizzare per la vacanza. Se la vacanza si
ripete lo stesso giorno ogni mese, lasciare il campo vuoto [--].
GIORNO
Se la vacanza ricorre in un giorno specifico di un mese, ad esempio il 5 del mese, premere SET per
selezionare GIORNO. Premere  per evidenziare il campo del giorno, quindi premere il pulsante + o - per
scorrere fino al giorno che si desidera utilizzare per la vacanza.
NOTA:
SETTIMANA
•
Se il campo MESE è vuoto, i programmi che sono configurati per l’esecuzione in giorni di vacanza
verranno eseguiti in questo giorno ogni mese.
•
Se si seleziona MESE, ma non si imposta un giorno specifico, ogni giorno viene considerato
vacanza.
Se la vacanza ricorre in una settimana specifica di un mese, ad esempio il secondo lunedì, premere SET per
selezionare SETTIMANA. Premere  per evidenziare il campo della settimana e premere il pulsante + o - per
selezionare la settimana del mese (selezionare da: 1°, 2°, 3°, 4°, 5°). Premere  per evidenziare il campo del
giorno, quindi premere il pulsante + o - per selezionare il giorno in tale settimana (selezionare da: DOM, LUN,
MAR, MER, GIO, VEN, SAB).
NOTA: se il campo MESE è vuoto, i programmi che sono configurati per l’esecuzione in giorni di vacanza
verranno eseguiti in questa settimana ogni mese.
FINE GIORNATA
Imposta l’ultimo giorno di una vacanza di più giorni.
NOTA: se una vacanza dura diversi giorni e si estende su più anni, creare vacanze separate per ogni anno.
Ad esempio, se la vacanza inizia il 25 dicembre e termina il 7 gennaio, impostare due vacanze separate. Una
vacanza dal 25 al 31 dicembre e un’altra dal 1 al 7 gennaio.
SET/ELIMINARE
Salva o elimina la vacanza corrente.
NOTA: se si sta modificando una vacanza esistente, assicurarsi di evidenziare SET e premere SET sul
telecomando per salvare le modifiche. Se si preme il pulsante EXIT (ESCI) sul telecomando senza salvare le
modifiche, le impostazioni verranno eliminate.
IMPOSTAZIONI WEEKEND
WEEKEND
Definisce i giorni della settimana considerati giorni di fine settimana per le impostazioni PROGRAMMA.
I programmi configurati per essere eseguiti in un GIORNO FERIALE o WEEKEND utilizzano questo elenco.
Evidenziare il giorno che si desidera selezionare come giorno di weekend e premere SET sul telecomando.
*1: se SPECTRAVIEW ENGINE è impostato su ON, questa funzione non è disponibile.
Italiano-113
Italiano
NOTA: i giorni festivi vengono aggiunti nel menu [IMPOSTAZIONI VACANZA].
MENU SCHEDULE
DATA & ORA
Impostare data e ora per l’orologio del computer (real-time clock). La data e l’ora devono essere impostate
affinché la funzione [PROGRAMMA] sia utilizzabile. Dopo l’impostazione della data e dell’ora, premere il
pulsante SET sul telecomando per salvare le impostazioni. Premere EXIT (ESCI) per annullare le modifiche.
NOTA: se l’alimentazione principale del monitor è rimasta disattivata per due settimane, l’impostazione
DATA & ORA viene riportata all’impostazione predefinita e l’orologio smette di funzionare.
ANNO
Imposta l’anno corrente. Premere il pulsante + o - sul telecomando per scorrere fino all’anno corrente.
MESE
Imposta il mese corrente. Premere il pulsante + o - sul telecomando per scorrere fino al mese corrente.
GIORNO
Imposta il giorno corrente del mese. Premere il pulsante + o - sul telecomando per scorrere fino al giorno
corrente.
ORA
Imposta l’ora corrente. Evidenziare il campo dell’ora, premere il pulsante + o - sul telecomando per scorrere
fino all’ora corrente e ripetere per il campo dei minuti.
NOTA:
DATA & ORA ODIERNA
ORA LEGALE
•
L’orologio del monitor è in formato 24 ore.
•
Se il monitor è in un’ubicazione in cui è in vigore l’ora legale, impostare il campo ORA sull’ora che
sarebbe se non fosse in vigore l’ora legale. Quindi, attivare la funzione [ORA LEGALE] in modo
che l’orologio imposti automaticamente l’ora corrente.
Mostra la data e l’ora correnti. Questi dati non riflettono le modifiche delle impostazioni Data e Ora fino a
quando non si preme SET sul telecomando.
Modifica automaticamente l’orologio del computer in modo che corrisponda all’ora legale.
NOTA: impostare la funzione [DATA & ORA] prima di attivare l’impostazione [ORA LEGALE].
ORA LEGALE
Regola automaticamente l’ora corrente, quando è in vigore l’ora legale, in base alle date di inizio e fine
selezionate in questo menu.
AVVIO MESE
Impostare mese, giorno e ora di inizio in cui entra in vigore l’ora legale.
FINE MESE
Impostare mese, giorno e ora di fine cui entra in vigore l’ora legale.
ORA LEGALE
Impostare la differenza oraria per la regolazione dell’orologio del computer (real-time clock). Quando entra in
vigore l’ora legale, questa è la differenza di tempo che verrà applicata per regolare l’orologio.
TEMPO SPEGN. AUT.
Spegne il monitor dopo che il periodo di tempo mostrato accanto al cursore è trascorso.
Premere il pulsante + o - sul telecomando per regolare il timer su un valore compre so tra 1 e 24 ore.
NOTA: i programmi non vengono eseguiti quando [TEMPO SPEGN. AUT.] è impostato su [ON].
RESET
Consente di ripristinare le impostazioni di fabbrica per tutte le opzioni PROGRAMMA, ad eccezione di
[DATA & ORA] e [ORA LEGALE].
MULTI INPUT
MENU MULTI INPUT
MANT. MOD. MULTI IMM.*1
Quando questa funzione è attivata, la funzione [MODALITÀ MULTI IMMAG.] o [TEXT TICKER] (TESTO
SCORREVOLE) riprende automaticamente quando il monitor viene spento e poi riacceso.
Quando questa funzione è disattivata, le funzioni [MODALITÀ MULTI IMMAG.] e [TEXT TICKER] (TESTO
SCORREVOLE) vengono automaticamente disattivate quando il monitor viene spento. Devono essere
riattivate dalle relative impostazioni nel menu MULTI INPUT o premendo il pulsante MULTI IMMAG. ON/OFF
sul telecomando.
MODALITÀ MULTI IMMAG.*1, *3 Visualizza contenuto da più input.
MULTI IMMAG.
Quando questa opzione è disattivata, l’input corrente viene visualizzato.
Quando questa opzione è attivata, vengono visualizzati più input.
Evidenziare ON e premere SET sul telecomando per abilitare questa funzione. Selezionare PIP (Picture-InPicture) o PBP (Picture-By-Picture).
PIP: un secondo input viene visualizzato in un’immagine inserita sulla schermo. La dimensione e la posizione
dell’immagine inserita possono essere regolate.
PBP: gli input diversi sono visualizzati uno accanto all’altro.
NOTA: quando questa opzione è attivate, le funzioni nel menu OSD vengono automaticamente rilasciate se
al momento sono attivate: [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE), [SOTTOTITOLAGGIO], [TILE MATRIX]
(AFFIANCAMENTO A MATRICE), [MOVIMENTO] in [SALVA SCHERMO], qualsiasi opzione [CAPOVOL
IMMAG] eccetto [NON AZION] e [IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT].
*1: questa funzione viene rilasciata quando si seleziona [IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT], [MOVIMENTO] in [SALVA SCHERMO], [TILE MATRIX] e [CAPOVOL IMMAG] fatta
eccezione per [NON AZION].
*3: quando si seleziona [OPTION] per l’ingresso, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
Italiano-114
MENU MULTI INPUT
ATTIVA IMMAGINE*1, *2
Seleziona l’input attualmente configurato per le impostazioni MODALITÀ MULTI IMMAG. Quando il menu
OSD è chiuso, questo è l’input controllato dal telecomando.
NOTA:
•
Quando l’opzione [MODALITÀ MULTI IMMAG] è attivata, l’immagine attiva può essere scambiata
tra gli input premendo il pulsante ATTIVA IMMAGINE sul telecomando anziché aprendo il menu OSD.
Quando l’opzione [ATT. CORNICE] è impostata su [ON] (impostazione predefinita), premere
il pulsante ATTIVA IMMAGINE una volta per visualizzare una cornice attorno all’immagine attiva
corrente. Premere di nuovo il pulsante per passare tra gli input.
•
Se uno degli input selezionati è MP (Media Player), il lettore non risponderà alle pressioni del
pulsante a meno che non sia l’immagine attiva.
•
ATTIVARE
ATT. CORNICE
SELEZ INPUT*3, *5
IMMAGINE1
IMMAGINE2
Quando l’opzione [MODALITÀ MULTI IMMAG] è disattivata, qualunque sia l’input, l’impostazione
[ATTIVA IMMAGINE] corrente è l’input che verrà visualizzato.
Quando l’opzione [MULTI IMMAGINE] è impostata su [OFF], [IMMAGINE 1] è l’immagine attiva. Seleziona
l’input da configurare per le impostazioni multi immagine e può essere controllato dal telecomando.
Disattiva o attiva la cornice rossa che appare attorno all’immagine attiva. Questa cornice viene mostrata
quando il menu OSD viene aperto o quando il pulsante ATTIVA IMMAGINE sul telecomando viene premuto.
Selezionare l’input da utilizzare per ogni IMMAGINE visualizzata quando l’opzione [MODALITÀ MULTI
IMMAGINE] è impostata [ON].
NOTA:
•
Quando si modifica l’input per il numero IMMAGINE che corrisponde ad ATTIVA IMMAGINE
corrente, ad esempio [IMMAGINE 1], l’input non viene modificato fino quando non si preme SET
sul telecomando. Quando si esce senza premere SET, il nome dell’input mostrato per tale
IMMAGINE tornerà a essere l’input corrente per ATTIVA IMMAGINE. Quando si cambia l’input per
l’IMMAGINE che non è attiva, la modifica viene salvata immediatamente.
•
DIMENSIONI IMMAGINE*1, *2, *4
POSIZIONE IMMAGINE*1, *2, *4
Questa funzione non è disponibile quando l’opzione [MODALITÀ MULTI IMMAGINE] è impostata
su [OFF].
Imposta la dimensione dell’immagine attiva. In modalità PIP, solo l’immagine inserita (IMMAGINE2) può
essere regolata. In modalità PBP, man mano che la dimensione dell’immagine attiva aumenta, l’altra immagine
diminuisce automaticamente e viceversa, quando la dimensione dell’immagine attiva viene diminuita.
Utilizzare i pulsanti + e - sul telecomando per aumentare o diminuire la dimensione dell’immagine attiva.
Imposta la posizione dell’immagine attiva sullo schermo.
Premendo il pulsante + o -, l’immagine attiva si sposta rispettivamente a destra o a sinistra.
Premendo il pulsante  o , l’immagine attiva si sposta rispettivamente in alto o in basso.
ASPETTO IMMAGINE*1, *2, *4
TEXT TICKER*1, *3
In modalità PIP, la finestra dell’immagine inserita può essere spostata in tutte le direzioni. In modalità PBP,
l’immagine attiva si sposterà solo in alto e in basso (quando gli input sono visualizzati affiancati) o a sinistra e
destra (quando gli input sono visualizzati sopra e sotto).
Imposta l’aspect ratio per il contenuto della cornice dell’immagine attiva.
Per modificare il rapporto di formato dell’immagine visualizzata, consultare pagina 36.
Mostra una porzione di [IMMAGINE2] visualizzata orizzontalmente o verticalmente attraverso l’immagine di
IMMAGINE1. Questo può essere utilizzato per visualizzare, ad esempio, un’applicazione di testo scorrevole.
NOTA:
•
Se l’opzione [MODALITÀ MULTI IMMAG.] è impostata su [ON], viene automaticamente impostata
su [OFF] quando [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE) è attivata.
•
[TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE) viene automaticamente impostata su [OFF] quando
è attivata una delle seguenti funzioni: [MODALITÀ MULTI IMMAGINE], [TILE MATRIX]
(AFFIANCAMENTO A MATRICE), [SALVA SCHERMO], [CAPOVOL IMMAGINE], [IMPOST
AVANZATE] in [CAMBIO INPUT], [SOTTOTITOLAGGIO].
•
MODALITÀ
POSIZIONE
DIMENS.
RILEVA
SELEZ INPUT
[POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) e [STILL] (FERMO IMMAGINE) non sono disponibili quando è
attivata l’opzione [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE).
Selezionare Orizzontale o Verticale e premere SET per attivare [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE).
Sposta l’area del testo scorrevole.
Regola la dimensione dell’area del testo scorrevole. L’area del testo scorrevole visualizza la parte superiore
(quando orizzontale) o sinistra (quando verticale) della seconda sorgente. Regolando la dimensione dell’area
del testo scorrevole si determina quanto della parte superiore o sinistra della seconda sorgente viene
visualizzato.
Attiva o disattiva automaticamente la funzione del testo scorrevole in base alla presenza del segnale di input
selezionato per [IMMAGINE2].
Seleziona gli input da utilizzare per l’immagine principale (IMMAGINE1) e l’immagine secondaria
(IMMAGINE2).
*1: questa funzione viene rilasciata quando si seleziona [IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT], [MOVIMENTO] in [SALVA SCHERMO], [TILE MATRIX] e [CAPOVOL IMMAG] fatta
eccezione per [NON AZION].
*2: se [TEXT TICKER] è attivo o [MULTI IMMAG.] è [OFF], questa funzione non è disponibile.
*3: quando si seleziona [OPTION] per l’ingresso, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
*4: questa funzione non è disponibile quando è impostato [PIP] in [MODALITÀ MULTI IMMAG.] e viene impostato [IMMAGINE1] in [ATTIVA IMMAGINE].
*5: questa funzione viene rilasciata quando si seleziona [IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT] o se è attivo [TEXT TICKER].
Italiano-115
Italiano
NOTA: La posizione dell’immagine attiva può essere spostata utilizzando il telecomando senza aprire il menu
OSD. Premere il pulsante ATTIVA IMMAGINE sul telecomando per selezionare l’immagine da spostare.
Utilizzare gli stessi pulsanti sul telecomando per modificare la posizione dell’immagine. Tenere presente che
quando l’opzione ATT. CORNICE è impostata su ON, un contorno rosso appare attorno all’immagine attiva.
MENU MULTI INPUT
RILEVAZIONE INPUT*6
Quando attivata, questa opzione può rilevare e modificare gli input quando viene applicato o perso un segnale.
NOTA:
L’opzione non è disponibile quando queste opzioni del menu OSD sono attivate:
•
[IMPOST AVANZATE] è selezionata nelle impostazioni [CAMBIO INPUT].
NON AZION
• [RILEV UMANA] è [ATTIVATA] nelle impostazioni [ATTENUAZIONE AUTO] nel menu [CONTROLLO].
Il monitor non ricerca segnale video su altre connessioni di input.
PRIMO RILEVATO*3, *5
Se il segnale video viene perso sull’input corrente o se il monitor viene impostato manualmente su un input
che non dispone di segnale video, la schermata torna nera e il LED lampeggia in verde. Se [RISPARMIO
ENERGIA] è attivata, il monitor accederà alla modalità di risparmio energetico una volta trascorso il periodo di
tempo impostato per [RISPARMIO ENERGIA].
Il monitor non cerca un segnale video sulle altre connessioni di input se l’input corrente dispone di un segnale video.
ULTIMO RILEVATO*3, *5
RILEVAZIONE
PERSONAL.*3
Se la connessione di input corrente non dispone di un segnale video, il monitor ricercherà il segnale video
sulle altre connessioni di input video. Se viene rilevato un segnale video, il monitor passerà dall’input corrente
all’input con la sorgente video attiva automaticamente.
Il monitor ricerca attivamente un segnale video sulle altre connessioni di input, anche quando è presente il
segnale video corrente. Quando una nuova sorgente di segnale video viene applicata a un’altra connessione
di input, il monitor passa automaticamente alla nuova sorgente video trovata.
Se il segnale video sulla connessione di input corrente viene perso, il monitor ricerca il segnale video sulle
altre connessioni di input video. Se viene rilevato un segnale video, il monitor passa dall’input corrente all’input
con la sorgente video attiva automaticamente.
Il monitor ricerca il segnale video solo sugli input selezionati per i numeri di priorità. Se il segnale viene
perso, il monitor ricerca il segnale nell’ordine di priorità e passa automaticamente all’input con la massima
priorità rilevato con un segnale video attivo. Il monitor ricerca attivamente questi input. Se l’input del segnale
corrente non è Priorità 1 e viene applicato un nuovo segnale all’input assegnato a Priorità 1, il monitor
automaticamente passa all’input con la priorità più alta.
NOTA:
•
La priorità di un segnale di input di scheda opzionale è disponibile solo in [PRIORITÀ3], eccetto
l’opzione di tipo PC per l’alloggiamento 2.
•
CAMBIO INPUT
Se DisplayPort1 è impostata su PRIORITÀ [1], [2] o [3], l’input [OPZIONE] (PC per
alloggiamento 2 (DP)) non può essere scelto per alcuna delle impostazioni di priorità.
Se [OPZIONE] (PC per alloggiamento 2 (DP)) è impostata su PRIORITÀ [1], [2] o [3], l’input
DisplayPort1 non può essere scelto per alcuna delle impostazioni di priorità.
Imposta la velocità alla quale il monitor passa a un input video diverso.
Selezionando RAPIDO, la velocità di modifica degli input aumenta. Tenere presente che l’immagine può
essere disturbata quando si cambia segnale.
Selezionando IMPOST AVANZATE è possibile passare rapidamente tra le due connessioni di input
selezionate per INPUT1 e INPUT2. Spegnere e riaccendere il monitor dopo aver selezionato questa opzione.
NOTA:
•
In base alla scheda opzione utilizzata, OPZIONE potrebbe non essere disponibile con IMPOST
AVANZATE. L’input OPZIONE non apparirà come selezione per INPUT1 e INPUT2.
•
Queste opzioni non sono disponibili quando è attiva [IMPOST AVANZATE]: [MODALITÀ MULTI
IMMAGINE], [TEXT TICKER], [STILL], [POINT ZOOM].
•
Se si imposta [RAPIDO] e si cambia il segnale di ingresso in DisplayPort, la visualizzazione
dell’immagine risulta distorta.
•
Quando alla porta HDMI OUT è collegato un cavo, la velocità di cambiamento dell’ingresso
potrebbe non risultare più elevata.
•
Quando alla porta HDMI OUT è collegato un cavo, se viene impostato [RAPIDO] o [IMPOST
AVANZATE], questa impostazione provoca la distorsione dell’immagine durante il cambiamento
del segnale.
IMPOSTAZIONE TERMINALE Regola impostazioni specifiche per il tipo di input del segnale.
MOD. DVI
Imposta il tipo di segnale di input DVI-D.
DVI-HD: Selezionare questa opzione se il segnale di input richiede l’autenticazione HDCP. Utilizzare questa
opzione se l’apparecchiatura collegata è un lettore DVD o un computer che visualizza contenuto HDCP.
MODO VGA
TIPO SINCRONIZZAZ.
DVI-PC: Selezionare questa opzione se il segnale di input non richiede l’autenticazione HDCP.
Imposta il tipo di input analogico. Selezionare [RGB] o [YPbPr] in base al tipo di apparecchiatura collegata.
Imposta il tipo di segnale di sincronizzazione per l’input analogico RGB VGA.
AUTO: Selezionare questa opzione per fare in modo che il monitor identifichi automaticamente il tipo di
sincronizzazione del segnale video.
Se l’immagine è instabile quando si utilizza l’impostazione [AUTO], selezionare il tipo di sincronizzazione
specifico del segnale di input.
H/V SYNC: Selezionare questa opzione quando il segnale di input richiede H/V SYNC (Horizontal/Vertical Sync).
SOG: Selezionare questa opzione se il segnale di input richiede SOG (Sync-On-Green).
NOTA: [TIPO SINCRONIZZAZ.] è disattivata quando [MODO VGA] è impostata su [YPbPr].
*3: quando si seleziona OPTION per l’ingresso multi-immagine, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
*5: tranne per MP.
*6: in base al dispositivo, potrebbe non essere rilevato correttamente.
Italiano-116
MENU MULTI INPUT
DisplayPort
Consente di selezionare la modalità DisplayPort [1.1a] o [1.2].
Se è selezionato DisplayPort 1.1a, viene impostato automaticamente [SST].
Se è selezionato DisplayPort 1,2, impostare [SST] o [MST*].
* Per utilizzare Multi-Stream Transport deve essere selezionato DisplayPort 1.2. Multi-Stream Transport
richiede una scheda video corrispondente. Contattare il fornitore per conoscere i limiti di questa funzione.
NOTA: MST non è disponibile con l’ingresso del segnale DisplayPort2.
BIT RATE
Se è selezionato DisplayPort 1.1a in DisplayPort, viene impostato automaticamente [HBR].
Se sono selezionati DisplayPort1.2 e SST in DisplayPort, impostare [HBR] o [HBR2].
Se sono selezionati DisplayPort1.2 e MST in DisplayPort, viene impostato automaticamente [HBR2].
HDMI
Imposta la modalità HDMI.
MODO1: la risoluzione massima è 3840 x 2160 (30 Hz).
MODO2: la risoluzione massima è 3840 x 2160 (60 Hz), HDCP 2.2 o HDR
LIVELLO VIDEO
Regolare l’intervallo di gradazioni da visualizzare in base al segnale video per migliorare whiteout e blackout
dell’immagine.
RAW (NON ELABORATO): Per le impostazioni del computer. Mostra tutti i segnali di ingresso con 0-255 livelli
di grigio.
ESPAND: Per le impostazioni delle apparecchiature audiovisive. Espande i segnali di ingresso da 16-235 livelli
di grigio a 0-255 livelli di grigio.
AUTO: Imposta automaticamente i segnali di ingresso regolando le apparecchiature collegate.
NOTA: questa funzione è disponibile solo in [HDMI], [DisplayPort] oppure [OPTION] e viene selezionata in
[INPUT SIGNAL] (SEGNALE INGRESSO).
FORMATO SEGNALE
Solo HDMI1, HDMI2, DisplayPort1,
DisplayPort2, COMPUTE MODULE,
OPTION
RESET
Seleziona l’impostazione di spazio colore e RGB per il segnale HDMI/DisplayPort.
NOTA: se [IMPOST CANALE SLOT2] è impostato su [CANALE2], questa funzione non è disponibile.
Consente di ripristinare le impostazioni di fabbrica per le opzioni di MULTI INPUT, tranne
[RILEVAZIONE INPUT] (solo priorità dei segnali in ingresso), [CAMBIO INPUT] (INPUT1 e INPUT2),
[SELEZ INPUT], [ASPETTO IMMAGINE] e [BIT RATE].
MENU OSD
LINGUA
Consente di selezionare la lingua utilizzata dal menu OSD.
ENGLISH
DEUTSCH
FRANÇAIS
ITALIANO
ESPAÑOL
SVENSKA
РУССКИЙ
ORARIO OSD
Consente di disattivare il menu OSD dopo un periodo di inattività. Le scelte preimpostate sono tra
10 e 240 secondi.
POSIZIONE OSD
Consente di stabilire la posizione di visualizzazione del menu OSD sullo schermo.
SU
GIÙ
DEST.
SIN.
Italiano-117
Italiano
OSD
MENU OSD
INFORMAZIONI OSD
Selezionare se mostrare o meno automaticamente le informazioni sul monitor quando si accende, cambia input
o il segnale di input corrente cambia.
Le informazioni includono l’input corrente, la sorgente audio, l’aspect ratio, la risoluzione e la frequenza di
aggiornamento. Anche ID del monitor e indirizzo IP vengono visualizzati se non sono impostati su OFF.
La quantità di tempo di visualizzazione delle Informazioni OSD può essere regolata su un valore compreso tra
3 e 10 secondi.
Tenere presente che le informazioni OSD sono visualizzate anche premendo il pulsante DISPLAY sul
telecomando. La funzione del telecomando non può essere disattivata.
INFO. COMUNICAZIONI
Seleziona se visualizzare o meno [ID MONITOR] e [INDIRIZZO IP] quando l’opzione [INFORMAZIONI OSD]
è impostata su [ON] o quando si preme il pulsante DISPLAY sul telecomando.
TRASPARENZA OSD
Rende l’OSD parzialmente trasparente.
ROTAZIONE OSD
Cambia l’orientamento dell’OSD in orizzontale e verticale.
ORIZZONTALE
Mostra il menu OSD con orientamento orizzontale.
VERTICALE
Mostra il menu OSD con orientamento verticale.
NOTA: [SOTTOTITOLAGGIO] non è disponibile quando [ROTAZIONE OSD] è impostata su [VERTICALE].
GUIDA CHIAVE
Mostra la Guida ai comandi dei controlli dei pulsanti del monitor quando è visualizzato il menu OSD.
La Guida ai comandi è allineata al pannello di controllo dei pulsanti del monitor e non si sposta se la
POSIZIONE OSD cambia. È una guida visiva per indicare la posizione dei pulsanti in modo che le funzioni
possano essere regolate facilmente quando non si utilizza un telecomando.
NOTA: questa funzione non è disponibile quando [OSD FLIP] è impostato su [ON].
INFORMAZIONI
Visualizza il titolo INFORMAZIONI e il messaggio impostato tramite il server HTTP. Per maggiori dettagli
consultare “Impostazioni delle informazioni” a pagina 89.
NOME INPUT
Rinomina l’input corrente.
Possono essere impostati nomi personalizzati con un massimo di 14 caratteri, inclusi gli spazi. I caratteri
possono essere una combinazione di lettere (A-Z), numeri (0-9) e alcuni simboli.
SOTTOTITOLAGGIO
Solo ingresso VIDEO
RESET
Consente di attivare il sottotitolaggio.
NOTA: questa funzione è disattivata se una delle funzioni seguenti è attivata: [MODALITÀ MULTI IMMAG.],
[TEXT TICKER], [VERTICALE] in [ROTAZIONE OSD], [TILE MATRIX], [SALVA SCHERMO], [STILL] (FERMO
IMMAGINE), [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO), [IMPOST AVANZATE] in [CAMBIO INPUT].
Ripristina le impostazioni di fabbrica per le seguenti funzioni del menu OSD:
[ORARIO OSD], [POSIZIONE OSD], [INFORMAZIONI OSD], [TRASPARENZA OSD], [SOTTOTITOLAGGIO].
DISPLAY MULTIPLO
MENU DISPLAY MULTIPLO
AUTO TILE MATRIX SETUP
AUTO TILE MATRIX (AFFIANCAMENTO AUTOMATICO A MATRICE) definisce le impostazioni per
l’affiancamento alla matrice automaticamente per tutti i monitor nella catena, iniziando dal monitor principale.
Sul monitor principale, immettere il numero di monitor disposti orizzontalmente e verticalmente e selezionare
[ATTIVA].
Le impostazioni seguenti sono configurate automaticamente sui monitor collegati: [ID MONITOR], [TILE
MATRIX] (AFFIANCAMENTO A MATRICE), [TILE MATRIX MEM] (MEM AFFIANCAMENTO A MATRICE),
[segnale di input], impostazione video out, [DisplayPort] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE].
NOTA:
•
[ID AUTO] assegna un ID Monitor univoco a ciascun monitor, consecutivamente, a partire dall’ID
del monitor principale.
•
DisplayPort è la connessione consigliata per concatenare i monitor.
•
Questa funzione non esegue [IP AUTO]. L’assegnazione automatica di indirizzi IP a tutti i monitor
può essere attivata nelle impostazioni [IMP.ID/IP AUTO].
•
[TILE MATRIX] (AFFIANCAMENTO A MATRICE) viene automaticamente disattivata se
[MOVIMENTO] in [SALVA SCHERMO] è attivata.
Esempio di installazione tramite LAN:
MONITOR ORIZZ
MONITOR VERT
3
3
Monitor primario
Italiano-118
MENU DISPLAY MULTIPLO
IMPOSTAZIONE COPIA
Copia alcune delle categorie di menu OSD negli altri monitor quando sono concatenati.
NOTA: quando si utilizza questa funzione, i monitor devono essere collegati a catena mediante cavi LAN.
La selezione delle impostazioni da copiare viene riportata ai valori predefiniti allo spegnimento del monitor.
Il numero di monitor in cui è possibile copiare le impostazioni potrebbe risultare inferiore in base alla qualità
dei cavi LAN utilizzati. Consultare il file “Setting copy.pdf” (Copia delle impostazioni.pdf) sul sito Web di NEC.
AVVIO COPIA
Evidenziare e premere SET per selezionare ciascuna impostazione che deve essere copiata in altri monitor o
selezionare [ALL INPUT] (TUTTO L’INPUT). Evidenziare [SÌ] e premere SET per iniziare a copiare le impostazioni.
TUTTI INGRESSI
Quando questa opzione è selezionata, tutte le impostazioni del terminale di input vengono copiate.
Consente di espandere un’immagine e di visualizzarla su più schermi (fino a 100) mediante un amplificatore
di distribuzione. Questa opzione è destinata alla configurazione manuale delle impostazioni TILE MATRIX
(AFFIANCAMENTO A MATRICE) che sono configurate automaticamente quando si utilizza [AUTO TILE
MATRIX SETUP] (IMPOSTAZIONE AFFIANCAMENTO A MATRICE AUTOMATICO).
NOTA:
•
Una bassa risoluzione non è adatta per l’affiancamento su molti monitor diversi.
•
È possibile operare senza un amplificatore di distribuzione con un numero inferiore di schermi.
È possibile operare senza un amplificatore di distribuzione con un numero minore di schermi.
Queste funzioni non sono disponibili quando è attiva l’opzione [TILE MATRIX] (AFFIANCAMENTO
A MATRICE): [MODALITÀ MULTI IMMAGINE], [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE) e
[SOTTOTITOLAGGIO] nel menu OSD e i pulsanti del telecomando STILL (FERMO IMMAGINE) e
POINT ZOOM (ZOOM PUNTO).
•
TILE MATRIX (AFFIANCAMENTO A MATRICE) si disattiva automaticamente quando vengono
attivate le seguenti funzioni:
- Selezionando l’opzione [CAPOVOL IMMAG] nel menu [ROTAZIONE] (eccetto [NON AZION]).
- Attivando [MOVIMENTO] nel menu [SALVA SCHERMO].
•
Se [DINAMICO] o [ZOOM] è l’impostazione dell’aspetto selezionata, quando l’opzione di
affiancamento all’immagine è attiva, agiscono come l’impostazione dell’aspetto [INTERO]. Mentre
è attiva l’impostazione TILE MATRIX (AFFIANCAMENTO A MATRICE), cambiando l’impostazione
dell’aspetto in [DINAMICO] o [ZOOM] o cambiando il livello di zoom, non si ha alcun effetto
sull’immagine. Quando la matrice è disattivata, qualsiasi impostazione modificata mentre era attiva
l’opzione TILE MATRIX (AFFIANCAMENTO A MATRICE) viene immediatamente applicata.
•
La funzione [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO) viene disattivata automaticamente quando viene
attivata [TILE MATRIX] (AFFIANCAMENTO A MATRICE). Fare riferimento alla funzione [POINT
ZOOM] (ZOOM PUNTO) per maggiori dettagli.
•
Se i contenuti di Media Player vengono riprodotti mentre è attivo [TILE MATRIX], la
temporizzazione di riproduzione dell’immagine potrebbe generare un ritardo tra i monitor.
•
Quando il segnale di ingresso è un segnale HDMI con risoluzione 3840 x 2160 (60 Hz),
[TILE MATRIX] non è disponibile.
MONITOR ORIZZ
Numero di monitor disposti orizzontalmente.
MONITOR VERT
Numero di monitor disposti verticalmente.
POSIZIONE
Selezionare la sezione dell’immagine affiancata da visualizzare sul monitor corrente.
TILE COMP
Regola l’immagine per compensare il gap tra le visualizzazioni.
Quando attivata, la dimensione e la posizione dell’immagine visualizzata possono essere regolate premendo il
pulsante + o - sul telecomando.
TAGLIO IMMAGINI
Seleziona parte dell’immagine visualizzata e la visualizza a schermo intero.
Regolare la dimensione della cornice per [MONITOR ORIZZ] e [MONITOR VERT] e scegliere una
[POSIZIONE] della cornice.
La posizione della cornice può essere regolata premendo il pulsante + o - sul telecomando.
ATTIVA TILE MATRIX
Avvia la funzione Tile Matrix (Affiancamento a matrice).
FRAME COMP
Aggiunge un ritardo al video visualizzato per ridurre i gap di frame tra righe affiancate quando si visualizzano
immagini in movimento.
NOTA:
•
L’immagine può apparire distorta quando si accende il monitor o si modificano le impostazioni.
•
Se [FRAME COMP] è impostato su [AUTO] o [MANUAL], [INVERSIONE SCAN V] non è disponibile.
Senza compensazione frame
Con compensazione frame
Gap frame
Ritardo x 1
Ritardo x 2
NON AZION
FRAME COMP (COMP FRAME) non utilizzata.
AUTO
Consente di impostare automaticamente la temporizzazione nella direzione verticale di tutti i monitor.
MANUAL
Consente di impostare la temporizzazione di visualizzazione sul singolo monitor.
Italiano-119
Italiano
TILE MATRIX
MENU DISPLAY MULTIPLO
INVERSIONE SCAN V
I pannelli sono solitamente scansionati dall’alto in basso. Invertendo la direzione su righe alternate di
visualizzazioni affiancate è possibile ridurre i gap di frame tra righe quando si visualizzano immagini in
movimento.
Senza inversione scansione V
Con inversione scansione V
Gap frame
Scansione pannelli
NOTA: se [INVERSIONE SCAN V] è impostato su [AUTO] o [MANUAL], [FRAME COMP] non è disponibile.
NON AZION
[INVERSIONE SCAN V] non è disponibile.
AUTO
Consente di impostare automaticamente la direzione di scansione dell’immagine calcolata su tutti i monitor.
MANUAL
Consente di impostare la direzione di scansione sul singolo monitor.
NON INVERT
Consente di impostare la direzione di scansione normale e di ritardare la temporizzazione di visualizzazione
dell’immagine di 1 fotogramma.
INVERTIRE
Consente di invertire la direzione di scansione sul singolo monitor.
TILE MATRIX MEM
Seleziona o imposta le opzioni Tile Matrix (Affiancamento a matrice), configurate sull’input corrente, su tutti gli
input del monitor.
COMUNE
Tutte le impostazioni in [TILE MATRIX] vengono salvate per tutti gli ingressi del segnale.
INPUT
Tutte le impostazioni in [TILE MATRIX] vengono salvate per l’ingresso del segnale selezionato.
CONTROLLO ID
Imposta il numero ID Monitor, assegna il monitor ai gruppi e fornisce l’opzione per la numerazione automatica
di ID Monitor e Indirizzi IP in installazioni con più display collegati in daisy chain con cavi LAN.
ID MONITOR
Imposta l’ID Monitor su un numero compreso tra 1 e 100. Questo numero viene utilizzato per identificare in
modo univoco il monitor in installazioni con più display. Questo numero viene utilizzato anche dal telecomando
in modalità ID, per controllare un singolo monitor in un’installazione con più display.
NOTA: è vivamente consigliato in modo che il monitor possa essere individualmente identificato e controllato.
ID GRUPPO
Questa funzione assegna i monitor a gruppi e consente di inviare comandi a tutti i display; tuttavia, solo i
monitor con ID gruppo corrispondente eseguono il comando. Gli ID gruppo consentono a specifici gruppi di
monitor di essere monitor target utilizzando un singolo comando, garantendo un funzionamento in parallelo
ad alta velocità su display in collegamento daisy-chain. È utile per scenari come il cambio rapido di ingresso
video o configurazioni di affiancamento matrice all’interno di un video wall. La funzione [ID GRUPPO] viene
utilizzata solo tramite LAN o comandi RS-232C dal software o dal sistema di controllo. I monitor possono
essere assegnati a qualsiasi ID gruppo tra i 10 ID gruppo disponibili, etichettati A-J. Fare riferimento al file
External_Control.pdf (vedere pagina 104) per i codici di comando del monitor.
IMP.ID/IP AUTO
Imposta automaticamente tutti gli ID Monitor e/o Indirizzi IP in una catena LAN. Evidenziare [AVVIO] e
premere SET sul telecomando per visualizzare il menu [IMP.ID/IP AUTO].
NOTA:
IMPOST. VOCE
ID MONITOR
•
Tutte le modifiche del menu [IMP.ID/IP AUTO] devono essere apportate sul monitor principale,
che è il primo monitor nella catena LAN. La numerazione automatica aumenta in sequenza di 1 a
partire dal monitor principale.
•
Non spegnere l’interruttore di alimentazione dei monitor e non metterlo in standby mentre
[IMP.ID/IP AUTO] o [RIP.ID/IP AUTO] è in corso.
•
Non interrompere la catena LAN dei monitor collegando dispositivi in rete tra i monitor.
Seleziona la funzione per la numerazione automatica nella catena LAN. Ogni numero viene assegnato in
sequenza a partire dai numeri di avvio impostati in questo menu.
I numeri di ID Monitor vengono assegnati automaticamente per tutti i monitor nella catena LAN, a partire dal
numero impostato in [NUMERO DI AVVIO].
Questa opzione non cambia gli indirizzi IP correnti.
INDIRIZZO IP
Gli indirizzi IP vengono assegnati automaticamente per tutti i monitor nella catena LAN. I primi tre ottetti sono
impostati utilizzando il formato in [INDIR. BASE], il quarto ottetto inizia in corrispondenza del NUMERO DI
AVVIO e aumenta di 1 per ciascun monitor successivo nella catena LAN.
Questa opzione non cambia gli ID Monitor correnti.
ID e IP
Entrambi, ID Monitor e Indirizzo IP, vengono assegnati per tutti i monitor nella catena LAN, a partire da
[NUMERO DI AVVIO] e [INDIR. BASE].
Italiano-120
MENU DISPLAY MULTIPLO
NUMERO DI AVVIO
Imposta il numero iniziale per l’ID Monitor e/o l’Indirizzo IP.
Questo è il numero assegnato al monitor principale. La numerazione automatica assegna numeri consecutivi,
a partire da questo numero e aumentando di 1 per ciascun monitor nella catena LAN.
Quando in esecuzione ID AUTO:
- I numeri di monitor possono essere compresi tra 1 e 100. Tuttavia, il monitor principale deve avere un
numero iniziale abbastanza basso da includere tutti i monitor nella catena LAN. La numerazione automatica
aumenta di 1 fino a quando non raggiunge 100. Ad esempio, se esistono 20 monitor nella catena LAN, il
NUMERO DI AVVIO deve essere 80 o un numero inferiore.
Quando in esecuzione IP AUTO:
- Questo è il quarto ottetto nell’indirizzo IP. Gli ottetti da uno a tre sono impostati in corrispondenza
dell’INDIRIZZO BASE. Il NUMERO DI AVVIO viene automaticamente assegnato al monitor principale e
aumenta di 1 fino alla fine della catena LAN.
- Se il monitor principale è connesso a una rete, assicurarsi che non esistano conflitti di indirizzi IP prima di
eseguire IP AUTO.
Quando in esecuzione IP e ID:
- Il NUMERO DI AVVIO è il numero di partenza per entrambi, ID Monitor e il quarto ottetto dell’indirizzo IP.
Pertanto, se il monitor principale verrà connesso a una rete e un blocco di indirizzi IP non è disponibile in
un numero che è abbastanza basso per l’avvio dell’ID automatico, si consiglia l’esecuzione di ID AUTO e
IP AUTO separata anziché utilizzare la funzione ID/IP AUTO raggruppata.
INDIR. BASE
Imposta il primo ottetto sul terzo ottetto per gli indirizzi IP assegnati durante la numerazione automatica. Se il
monitor principale è connesso a una rete, questi campi devono corrispondere ai numeri IP di rete per i monitor
a cui si accede su una LAN, ad esempio 192.168.0 o 10.0.0.
Il quarto ottetto è impostato in [NUMERO DI AVVIO] e aumenta di 1 a partire dal monitor principale.
NOTA: [INDIRIZZO BASE] è disponibile solo quando [INDIRIZZO IP] o [ID e IP] è selezionato per [IMPOST.
VOCE].
AV.IMP. ID/IP
Evidenziare SÌ e premere SET sul telecomando per attivare la funzione di numerazione automatica, che rileva
il numero di monitor connessi nella catena LAN prima di procedere.
MONITOR TROV
Mostra il numero di monitor rilevati connessi nella catena LAN. Se il numero è corretto, evidenziare
CONTINUA e premere SET sul telecomando per avviare la numerazione automatica.
Se il numero di monitor non è corretto, assicurarsi che tutti i monitor siano accesi e verificare la connessione
del cavo LAN tra i monitor. Quindi, evidenziare RIPROVA e premere SET per riavviare il rilevamento dei
monitor.
Al termine di [IMP.ID/IP AUTO], lo stato FINISH! (FINE) appare sullo schermo.
RIP.ID/IP AUTO
Ripristina tutti gli ID Monitor e/o indirizzi IP in una catena LAN. Evidenziare AVVIO e premere SET sul
telecomando per visualizzare il menu [RIP.ID/IP AUTO].
RIPRIS. VOCE
Selezionare la voce da ripristinare per tutti i display nella catena LAN.
AV.RIP. ID/IP
Evidenziare SÌ e premere SET per ripristinare l’opzione [RIPRIS. VOCE] selezionata.
[ID MONITOR] modificherà tutti gli ID Monitor su 1 (impostazione predefinita).
[INDIRIZZO IP] ripristinerà tutti gli indirizzi IP di monitor sull’impostazione precedente.
[ID e IP] ripristinerà entrambi, ID Monitor e Indirizzi IP.
MONITOR TROV
Consente di visualizzare il numero di monitor rilevati.
TRAS. COMANDO
Quando si seleziona [ON], i comandi inviati al monitor principale vengono trasferiti agli altri monitor nella
catena LAN.
RESET
Consente di riportare le impostazioni del menu DISPLAY MULTIPLO ai valori di fabbrica.
Italiano-121
Italiano
NOTA: non spegnere l’interruttore di alimentazione dei monitor e non metterlo in standby mentre [IMP.ID/IP
AUTO] è in corso.
PROTEZIONE DISPLAY
MENU PROTECT
RISPARMIO ENERGIA
Attiva la modalità di risparmio energetico per il monitor dopo che per un periodo di tempo non è stato rilevato
un segnale di input o se si è verificata una perdita di segnale. Quando il monitor è in modalità di risparmio
energetico, il LED di alimentazione cambia colore. Fare riferimento alla tabella del LED di alimentazione
(vedere pagina 94).
Fare riferimento alle specifiche del monitor (vedere “UN462A” a pagina 97, “UN462VA” a pagina 98,
“UN492S” a pagina 99, “UN492VS” a pagina 100, “UN552A” a pagina 101, “UN552S” a pagina 102 e
“UN552VS” a pagina 103) per informazioni sul consumo energetico.
NOTA:
IMPOST ORA AUTO
RISPARMIO ENERG
MESSAGGIO RISP ENER
•
Quando il monitor è connesso a un computer, l’adattatore del display del computer potrebbe
continuare a inviare dati digitali anche se non è presente alcuna immagine sullo schermo.
In tal caso, il monitor non passerà in modalità standby.
•
La funzione [RISPARMIO ENERGIA] è disattivata quando [AUTO OFF] è attivato nel menu
PROGRAMMA oppure quando [RILEV UMANA]*1 è attivata nella sezione [ATTENUAZIONE
AUTO] del menu CONTROLLO.
•
Quando un cavo è connesso alla porta HDMI OUT, questa funzione non è disponibile.
Imposta la quantità di tempo che il monitor attende il segnale di input prima di entrare in modalità di risparmio
energetico.
Visualizza un messaggio quando il monitor entra in modalità di risparmio energetico.
CONTROLLO VENTILATORE Quando si seleziona [AUTO], le ventole verranno accese solo se la temperatura interna raggiunge la
temperatura impostata per uno dei sensori in questo menu. Le ventole verranno spente automaticamente
quando la temperatura del monitor scende. Quando è selezionato [ON], le ventole sono sempre accese. Le
ventole non possono essere spente manualmente.
L’opzione [VEL VENTOLA] può essere regolata su BASSA e ALTA.
Utilizzare il pulsante + e - sul telecomando per regolare la temperatura interna massima che il monitor può
raggiungere prima che le ventole si accendano quando è selezionato [AUTO].
STATO CALORE
Mostra lo stato effettivo delle ventole, della retroilluminazione e dei sensori di temperatura.
SALVA SCHERMO
Utilizzare la funzione [SALVA SCHERMO] per ridurre il rischio di persistenza dell’immagine.
NOTA:
GAMMA*2
•
Quando viene attivato il salva schermo, l’aspetto dell’immagine cambia in [INTERO]. Quando il
salva schermo viene disattivato, l’aspetto dell’immagine torna sull’impostazione [ASPETTO]
corrente.
•
Il salva schermo non può essere selezionato per input di segnale 3840 x 2160 a 60 Hz.
•
Quando l’opzione [MOVIMENTO] è impostata su [ON], queste funzioni non sono disponibili:
[MODALITÀ MULTI IMMAGINE], [TEXT TICKER] (TESTO SCORREVOLE), [CAPOVOL
IMMAG] (eccetto per [NON AZION]), [TILE MATRIX] (AFFIANCAMENTO A MATRICE),
[SOTTOTITOLAGGIO], [STILL] (FERMO IMMAGINE), [POINT ZOOM] (ZOOM PUNTO).
Passa a una gamma ideale per ridurre la persistenza dell’immagine.
CONTROLUCE
*2
Diminuisce la luminosità della retroilluminazione quando impostata su [ON].
NOTA: non attivare questa funzione quando [SENS LUMIN ST] è impostata su [MODO1] o [MODO2].
MOVIMENTO
*3
Espande leggermente l’immagine sullo schermo al livello di zoom preimpostato, quindi sposta l’immagine
in quattro direzioni (alto, basso, destra, sinistra) all’intervallo preimpostato. Utilizzare il pulsante + e - sul
telecomando per impostare l’ora sul cursore [INTERVALLO] e la percentuale di zoom sul cursore [ZOOM].
NOTA: se [HDMI] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] è impostato su [MODO2], questa funzione non è
disponibile.
COLORE BORDO
Regola il colore dei bordi che appaiono quando un’immagine non occupa l’intero schermo.
Ad esempio, questi bordi appaiono quando viene visualizzata un’immagine 4:3, Picture-By-Picture (Immagine
per immagine) in modalità Multi immagine è attiva e i due input non occupano interamente lo schermo, il
lettore multimediale riproduce immagini o video, eccetera.
Premere il pulsante + per rendere i bordi più chiari, il livello può essere aumentato fino a quando il colore
diventa bianco.
Premere il pulsante - per rendere i bordi più scuri, il livello può essere diminuito fino a quando il colore diventa
nero.
NOTA: questo cambia il colore dello sfondo della finestra Slideshow (Presentazione).
* : la funzione è disponibile solo se si collega l’unità di controllo opzionale.
*2: se [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [ON], questa funzione non è disponibile.
*3: quando si seleziona [OPTION] per l’ingresso del segnale, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
1
Italiano-122
MENU PROTECT
ACCENSIONE RITARDATA
Ritarda l’accensione del monitor per il tempo impostato quando si preme il pulsante di accensione.
RITARDO
Il ritardo può essere impostato su un valore compreso tra 0 e 50 secondi.
COLLEGA A ID
Collega il [RITARDO] all’ID Monitor. Questo consente di prevenire sovraccarichi di corrente che possono
verificarsi se tutti i monitor in un’installazione a più display dovessero essere accesi contemporaneamente. Più
alto è l’ID Monitor, più lungo è il ritardo prima dell’accensione del monitor.
Ad esempio, se l’ID Monitor è 20 e il [RITARDO] è 5 secondi, la quantità di tempo che passa tra quando
si premere il pulsante di ACCENSIONE e quando il monitor realmente si accende è 95 secondi. Questo
consente l’accensione dei 19 monitor nell’installazione a più display con intervalli di 5 secondi l’uno dall’altro.
NOTA: se l’opzione [RITARDO] è impostata su 0 secondi, non verrà applicato alcun ritardo a [COLLEGA A ID].
Il ritardo deve essere 1 secondo o un valore più alto per ritardare l’accensione.
ALERT MAIL
Quando impostata su [ON] e se il monitor è connesso a una rete, il monitor può inviare un messaggio e-mail
quando si verifica un errore. Le impostazioni e-mail devono essere configurate nelle impostazioni del server
HTTP del monitor per l’invio di un ALERT MAIL (AVVISO E-MAIL). Vedere pagina 86.
INTELLI. WIRELESS DATA
Consente la comunicazione wireless con il monitor da un dispositivo mobile Android. Selezionare [ON] per
attivare la funzione [INTELLI. WIRELESS DATA] (vedere pagina 89). È richiesta una password per utilizzare
questa funzione.
RESET
Consente di ripristinare tutte le impostazioni del menu PROTEZIONE DISPLAY ai valori di fabbrica, eccetto
[ACCENSIONE RITARDATA] e [INTELLI. WIRELESS DATA].
CONTROL
MENU CONTROL
INFORMAZIONI DI RETE
Mostra le impostazioni di rete attuali.
LAN
Configura le impostazioni di rete del monitor automaticamente o manualmente.
NOTA: quando si modificano le impostazioni LAN, sarà necessario attendere diversi secondi prima che
vengano applicate le nuove impostazioni LAN.
IMPOST IP
Quando si seleziona [AUTO], l’indirizzo IP viene ottenuto automaticamente dal server DHCP.
Quando si seleziona [MANUAL], le impostazioni di rete devono essere inserite manualmente. Contattare
l’Amministratore di rete per queste informazioni.
Impostare l’indirizzo IP per il monitor connesso alla rete quando è selezionata l’opzione [MANUAL] per
[IMPOST IP].
SUBNET MASK
Impostare i dati della subnet mask per il monitor connesso alla rete quando è selezionata l’opzione [MANUAL]
per [IMPOST IP].
GATEWAY PREDEFINITO Impostare il gateway predefinito per il monitor connesso alla rete quando è selezionata l’opzione [MANUAL]
per [IMPOST IP].
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
DNS
Impostare gli indirizzi IP dei server DNS.
[AUTO]: il server DNS connesso al monitor assegna automaticamente il suo indirizzo IP.
[MANUAL]: immettere manualmente l’indirizzo IP del server DNS connesso al monitor.
NOTA: richiedere l’indirizzo IP all’amministratore di rete quando è selezionato [AUTO] per [DNS].
DNS PRINCIPALE
Inserire le impostazioni del server DNS primario della rete a cui è connesso il monitor.
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
DNS SECONDARIO
Inserire le impostazioni del server DNS secondario della rete a cui è connesso il monitor.
NOTA: inserire [0.0.0.0] per eliminare l’impostazione.
MODIFICA PASSWORD
Consente di modificare la password di sicurezza.
NOTA: la password preimpostata in fabbrica è [0000].
Italiano-123
Italiano
NOTA: richiedere l’indirizzo IP all’amministratore di rete quando è selezionato [AUTO] per [IMPOST IP].
INDIRIZZO IP
MENU CONTROL
SICUREZZA
Richiede una password da immettere per utilizzare il monitor.
NOTA: questa funzione consente di limitare la visualizzazione su questo monitor.
Non consente di limitare o impedire l’accesso dei virus su questo monitor attraverso i dispositivi esterni
collegati o gli ingressi dei segnali.
KENNWORT
Immettere la password corrente per modificare le impostazioni in questo menu.
La password predefinita è 0000.
MODALITÀ SICUREZZA
Seleziona quando una password di sicurezza è richiesta per utilizzare il monitor.
OFF
Nessuna password è richiesta per accendere e controllare il monitor.
BLOCCO AVVIO
La password è richiesta quando si accende il monitor.
BLOCCO
CONTROLLO
La password è richiesta quando si preme un pulsante sul pannello di controllo del display o sul telecomando.
ENTRAMBI I
BLOCCHI
La password è richiesta sia per accendere che per controllare il monitor utilizzando il pannello di controllo o il
telecomando.
IMPOST BLOCCO IR
Impedisce il controllo del monitor dal telecomando wireless.
Alla selezione di [ATTIVA] vengono attivate tutte le impostazioni.
NOTA:
SELEZ STATO
•
[IMPOST BLOCCO IR] è una funzione destinata unicamente ai pulsanti del telecomando wireless.
Questa funzione non impedisce l’accesso ai pulsanti del monitor.
•
Per tornare al funzionamento normale, tenere premuto il pulsante DISPLAY sul telecomando per
almeno 5 secondi.
Consente di selezionare la modalità [UNLOCK], [ALL LOCK] o [CUSTOM LOCK].
UNLOCK
Tutti i pulsanti sul telecomando sono disponibili per il normale funzionamento.
ALL LOCK
Consente di bloccare tutti i pulsanti del telecomando.
CUSTOM LOCK
Tutti i pulsanti del telecomando sono bloccati eccetto i pulsanti seguenti, che possono essere impostati
singolarmente per essere bloccati o sbloccati.
ALIMENTAZ:
Selezionare [SBLOC.] per utilizzare il pulsante di accensione quando il telecomando
IR è bloccato. Selezionare [BLOC.] per bloccare il pulsante.
VOLUME:
Selezionare [SBLOC.] per controllare il volume con il pulsante VOL +/- quando il
telecomando IR è bloccato. Il volume può essere regolato solo entro la gamma
impostata per MIN VOL e MAX VOL.
Selezionare [BLOC.] per evitare regolazioni del volume. Quando si attiva il blocco del
volume, il volume del display cambia immediatamente nel valore MIN VOL.
MIN VOL e MAX VOL: I pulsanti del volume sono sbloccati e il livello di volume può essere regolato solo
entro la gamma MIN e MAX impostata. VOLUME deve essere impostato su [SBLOC.]
per questa funzione.
INPUT:
Selezionare [SBLOC.] e, quindi, selezionare fino a 3 pulsanti di input da lasciare
sbloccati. Selezionare [BLOC.] per bloccare tutti i pulsanti di input.
CANALE:
Selezionare [SBLOC.] per cambiare i canali con il pulsante CH/ZOOM +/- quando il
telecomando IR è bloccato. Selezionare [BLOC.] per bloccare questi pulsanti.
ATTIVA/DISATTIVA:
Selezionare [ATTIVA] per attivare tutte le impostazioni. Per ripristinare il
funzionamento normale, tenere premuto il pulsante DISPLAY per più di 5 secondi.
Italiano-124
MENU CONTROL
IMPOST BLOCCO CHIAVE
Impedisce il controllo del monitor con i pulsanti del monitor.
Alla selezione di [ATTIVA] vengono attivate tutte le impostazioni.
NOTA:
SELEZ STATO
•
[IMPOST BLOCCO CHIAVE] è una funzione da utilizzare solo per i pulsanti del monitor. Questa
funzione non impedisce l’accesso ai pulsanti del telecomando.
•
Per attivare la funzione di blocco dei tasti di controllo, tenere premuti i pulsanti  e 
contemporaneamente per almeno tre secondi. Per riattivare la modalità utente, tenere premuti i
pulsanti  e  contemporaneamente per almeno tre secondi.
Consente di selezionare la modalità [UNLOCK], [ALL LOCK] o [CUSTOM LOCK].
UNLOCK
Tutti i pulsanti sono disponibili per il normale funzionamento.
ALL LOCK
Blocca tutti i pulsanti sul pannello di controllo del monitor.
CUSTOM LOCK
Tutti i pulsanti del telecomando sono bloccati eccetto i pulsanti seguenti, che possono essere impostati
singolarmente per essere bloccati o sbloccati.
ALIMENTAZ:
Selezionare [SBLOC.] per utilizzare il pulsante di accensione quando il telecomando
IR è bloccato. Selezionare [BLOC.] per bloccare il pulsante.
VOLUME:
Selezionare [SBLOC.] per controllare il volume con il pulsante VOL +/- quando il
telecomando IR è bloccato. Il volume può essere regolato solo entro la gamma
impostata per MIN VOL e MAX VOL.
MIN VOL e MAX VOL:
I pulsanti del volume sono sbloccati e il livello di volume può essere regolato solo
entro la gamma MIN e MAX impostata. VOLUME deve essere impostato su [SBLOC.]
per questa funzione.
INPUT:
Selezionare [SBLOC.] e, quindi, selezionare fino a 3 pulsanti di input da lasciare
sbloccati. Selezionare BLOC. per bloccare tutti i pulsanti di input.
CANALE:
Selezionare [SBLOC.] per cambiare i canali con il pulsante CH/ZOOM +/- quando il
telecomando IR è bloccato. Selezionare [BLOC.] per bloccare questi pulsanti.
ATTIVA/DISATTIVA:
Selezionare [ATTIVA] per attivare tutte le impostazioni. Per ripristinare il
funzionamento normale, tenere premuto il pulsante DISPLAY per più di 3 secondi.
DDC/CI
ATTIVA/DISATTIVA: consente di attivare o disattivare la comunicazione bidirezionale e il controllo del monitor.
PING
Consente di confermare la corretta connessione con la rete comunicando con un indirizzo IP predefinito.
Solo ingressi DisplayPort2, DVI,
VGA (RGB)
INDIRIZZO IP
Consente di impostare un indirizzo IP per l’invio di [PING].
ESEGUI
Consente di controllare che sia possibile inviare una risposta monitor da [INDIRIZZO IP] inviando [PING].
RESET INDIRIZZO IP
Consente di ripristinare le impostazioni di fabbrica per [IP ADDRESS SETTINGS] (IMPOSTAZIONI
INDIRIZZO IP).
ATTENUAZIONE AUTO
Consente di regolare la retroilluminazione del pannello LCD in maniera automatica, in base alla quantità di
luce ambientale nel locale.
LUMINOSITÀ AUTOM.*2
Solo ingressi DVI, DisplayPort1,
DisplayPort2, VGA (RGB), MP,
OPTION*3
ATTENUAZ.
RETROILLUM.*2, *4
Consente di regolare il livello di luminosità in base al segnale di ingresso.
NOTA: non selezionare questa funzione quando [SENS LUMIN ST.] non è impostato su [OFF].
Consente di regolare automaticamente ciascun cluster di retroilluminazione dello schermo LCD in modo
indipendente, a seconda del segnale di ingresso.
NOTA: se [LUMINOSITÀ AUTOM.] è impostato su [MODO2], questa funzione non è disponibile.
*2: la funzione è disponibile solo se si collega l’unità sensore opzionale.
*3: quando si seleziona [OPTION] per l’ingresso del segnale, il comportamento di questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor.
*4: solo per UN492S, UN492VS, UN552S, UN552VS.
Italiano-125
Italiano
Selezionare [BLOC.] per evitare regolazioni del volume. Quando si attiva il blocco del
volume, il volume del display cambia immediatamente nel valore MIN VOL.
MENU CONTROL
SENS LUMIN ST*1, *2
La retroilluminazione del pannello LCD può essere impostata in modo che aumenti o diminuisca a seconda
dell’intensità della luce ambientale nella stanza. Se la stanza è luminosa, il monitor assume la stessa
luminosità. Se la stanza è più buia, il monitor riduce la luminosità per adeguarla a quella dell’ambiente.
Lo scopo di questa funzione è rendere più confortevole la visione dello schermo con diverse condizioni di
illuminazione.
Impostazione del parametro [AMBIENT]:
[SENS LUMIN ST] nel menu OSD, selezionare [MODO1] o [MODO2] e impostare [LIMITE MAX],
[ILLUMINATA] e [OSCURATA] in ogni modalità.
LIMITE MAX: Imposta il livello massimo di retroilluminazione.
ILLUMINATA: Imposta il livello massimo consentito per l’aumento della retroilluminazione quando la luce
ambientale è alta.
OSCURATA: Imposta il livello minimo consentito per la retroilluminazione quando la luce ambientale è bassa.
Quando è attivato [SENS LUMIN ST], il grado di retroilluminazione dello schermo varia automaticamente in
funzione delle condizioni di illuminazione dell’ambiente (vedere la figura seguente).
Impostazione di fabbrica
Intervallo di CONTROLUCE
Intervallo di CONTROLUCE con
l’impostazione LIMITE MAX
livello di CONTROLUCE
che il monitor deve
utilizzare quando il livello
di luce ambientale è
basso.
livello di CONTROLUCE che il
monitor deve utilizzare quando il
livello di luce ambientale è alto.
OSCURATA
ILLUMINATA
illuminazione dell’ambiente
scuro
luminoso
Valore di retroilluminazione dello schermo con MODO1
Valore di retroilluminazione dello schermo con MODO2
LIMITE MAX: il livello di CONTROLUCE è limitato al livello impostato.
OSCURATA: livello di CONTROLUCE che il monitor deve utilizzare quando il livello di luce ambientale è basso.
ILLUMINATA: livello di CONTROLUCE che il monitor deve utilizzare quando il livello di luce ambientale è alto.
NOTA:
RILEV UMANA*2
•
Quando l’opzione [SENS LUMIN ST] è impostata, le funzioni [CONTROLUCE], [LUMINOSITÀ
AUTOM.] e [CONTROLUCE] in [SALVA SCHERMO] sono disattivate.
•
Non selezionare questa funzione quando [LUMINOSITÀ AUTOM.] non è impostato su [OFF].
•
Non coprire il sensore della luce della stanza quando è attivata la funzione [SENS LUMIN ST].
La funzione [SENS LUMIN ST] è attivata quando è impostata su [MODO1] o [MODO2].
Regola automaticamente i livelli di retroilluminazione e volume in base alla rilevazione di presenza umana
davanti al monitor.
NOTA: La rilevazione di presenza umana viene automaticamente disattivata se [RILEVAZIONE INPUT] è
impostata quando è attiva l’opzione [RILEV UMANA].
[RISPARMIO ENERGIA] è disattivata quando [AUTO OFF] o [PROPRIA] è selezionata in RILEV UMANA.
DISATT.
La funzione di rilevazione della presenza umana è disattivata.
AUTO OFF
La retroilluminazione del monitor si spegne automaticamente e il volume viene disattivato quando non viene
rilevata alcuna presenza umana durante il periodo di tempo impostato in [ATTESA].
Quando una persona si trova nuovamente vicino al monitor, quest’ultimo torna alla modalità normale.
PROPRIA
La retroilluminazione e il livello di volume del monitor automaticamente passano ai valori impostati per
[CONTROLUCE] e [VOLUME] quando non viene rilevata alcuna presenza umana durante il periodo di tempo
impostato in [ATTESA].
Quando una persona si trova nuovamente vicino al monitor, quest’ultimo riporta automaticamente i valori di
retroilluminazione e volume ai livelli normali e riproduce il segna di input selezionato per [SELEZ INPUT].
SPIA ACCENSIONE
SPIA ACCENSIONE
Impostare su [OFF] o su [ON] il LED che indica che il monitor è acceso e attivo. Il LED di alimentazione del
monitor non si accenderà quando questa impostazione è [OFF].
SPIA PROGRAMMA
Impostare su [OFF] o su [ON] il LED che indica che il monitor sta eseguendo un programma, che è impostato
in [SETTAGGI PROGRM]. Quando è selezionato [OFF], questo monitor non si accenderà se è in corso un
programma.
*1: se [SPECTRAVIEW ENGINE] è impostato su [ON], questa funzione non è disponibile.
*2: la funzione è disponibile solo se si collega l’unità sensore opzionale.
Italiano-126
MENU CONTROL
NETWORK FUNCTIONS
Consente di attivare o disattivare singolarmente i componenti di rete per queste funzioni di monitoraggio:
DISPLAY:
consente di attivare o disattivare la funzione di rete per il controllo da remoto del
monitor.
Se l’opzione è disattivata, queste funzioni non sono utilizzabili: CONTROLLO
ESTERNO, ALERT MAIL, funzioni di collegamento a catena, server HTTP, SNMP,
CRESTRON, AMX, PJLink.
NOTA: se si disattiva DISPLAY, il controllo dei monitor collegati a catena non
è disponibile. È bene essere consapevoli dell’impatto sulle installazioni multimonitor prima di disattivare l’opzione.
COMPUTE MODULE:
consente di attivare o disattivare la funzione di rete solo per la scheda di interfaccia
del modulo di calcolo.
MEDIA PLAYER:
consente di attivare o disattivare la funzione di rete solo per Media Player.
Se l’opzione è disattivata, queste funzioni non sono utilizzabili: [SHARED FOLDER
SETTINGS] (IMPOSTAZIONI CARTELLA CONDIVISA) e [SHARED SD CARD
SETTINGS] (IMPOSTAZIONI SCHEDA SD CONDIVISA).
Nella sezione APPLY (APPLICA), selezionare SÌ e premere il pulsante
SET/POINT ZOOM per salvare la selezione. Se non si preme il pulsante
SET/POINT ZOOM quando è selezionato [SÌ], le selezioni non vengono salvate.
NOTA: per eseguire un aggiornamento della versione del firmware attraverso la
rete, [DISPLAY] e [MEDIA PLAYER] devono essere attivati.
USB
ALIMENT. TOUCH
(non disponibile)
CONTROLLO ESTERNO
Quando attivata, il monitor può essere controllato da un dispositivo collegato alla porta USB2.
SORGENTE PC
Selezionare il dispositivo collegato al monitor da controllare. Selezionare un dispositivo collegato alla porta
USB1 (SENSORE) che controlla il monitor.
AUTO: Seleziona automatica il tipo di SORGENTE PC.
PC ESTERNO: Selezionare questa opzione per utilizzare un PC quando collegato alla porta USB2.
OPZIONE: Selezionare questa opzione per utilizzare una scheda opzionale. Se una scheda opzionale per
alloggiamento 2 non è installata, OPZIONE non sarà disponibile come selezione.
C MODULE (MODULO C): Selezionare questa opzione quando una Raspberry Pi Compute Module e
Interface Board è installata. Se non è installato un Raspberry Pi Compute Module, C MODULE (MODULO C)
non sarà disponibile come selezione.
Selezionare [ON] per fornire alimentazione alla porta USB CM1 (2A).
NOTA: il consumo energetico per dispositivi collegati a questa porta dipende dai dispositivi USB.
CEC
Fornisce a lettori multimediali compatibili CEC (Consumer Electronics Control), collegati via HDMI, la
possibilità di comunicare e consente il controllo limitato tra il dispositivo e il monitor.
Disponibile solo per input HDMI.
CEC
Quando impostata su [ON], le seguenti funzioni vengono automaticamente attivate:
- Quando un dispositivo multimediale CEC collegato è in riproduzione, il monitor si accende e/o passa all’input
HDMI con il dispositivo multimediale collegato.
- Il telecomando wireless del monitor può essere utilizzato per controllare alcune funzioni del lettore
multimediale.
Le funzioni CEC del telecomando wireless sono: 1 (9), 2 (4), 3 (:), 5 (<), 6 (;), ENT, EXIT, , , +, In base al tipo di dispositivo collegato, le funzioni CEC possono non funzionare come descritto. Non tutti i
produttori forniscono lo stesso livello di integrazione CEC e controllo oppure possono fornire supporto solo per
i propri prodotti.
SPEGN. AUTOMATICO
Il dispositivo CEC passa in modalità standby contemporaneamente al monitor quando il pulsante STANDBY viene
premuto sul telecomando o quando si preme il pulsante sul monitor.
NOTA: il dispositivo HDMI CEC collegato potrebbe non entrare in modalità standby se sta registrando.
RICEVITORE AUDIO
Quando è selezionato SÌ, l’audio del monitor viene disattivato e l’audio del dispositivo HDMI CEC collegato
viene inviato all’amplificatore audio CEC.
Quando è selezionato NO, l’amplificatore audio CEC è disattivato e l’audio dal dispositivo HDMI CEC collegato
viene inviato agli altoparlanti del monitor.
NOTA: questa opzione non è disponibile se non è collegato alcun amplificatore audio CEC.
RICERCA DISPOSITIVO
Ricerca l’input HDMI per un dispositivo CEC collegato. Se viene trovato un dispositivo, il tipo di dispositivo
HDMI CEC collegato e il nome del dispositivo registrato vengono visualizzati.
Dopo aver rilevato dispositivi HDMI CEC, è possibile cambiare l’input del dispositivo selezionando il dispositivo.
RESET
Consente di ripristinare i valori di fabbrica di tutte le impostazioni del menu CONTROL, tranne [LAN],
[MODIFICA PASSWORD], [SICUREZZA] e [PING].
Italiano-127
Italiano
ALIMENTAZIONE USB
OPTION
MENU OPTION
OPZ ALIMENT
Consente al monitor di fornire alimentazione allo slot per scheda opzionale nella modalità di risparmio
energetico o nella modalità standby.
[AUTO]: L’alimentazione dipende dal collegamento o meno di una scheda opzionale.
[ON]: L’alimentazione viene fornita continuativamente all’alloggiamento della scheda opzionale, anche quando
sono attive le modalità di risparmio energetico e standby.
[OFF]: L’alimentazione fornita all’alloggiamento della scheda opzionale si arresta quando sono attive le
modalità di risparmio energetico e standby.
NOTA: per attivare la funzione di gestione dell’alimentazione senza input di segnale da una scheda opzionale
per alloggiamento 2 collegata, impostare [OPZ ALIMENT] su [AUTO] o su [ON].
AUDIO*1
Consente di selezionare il segnale di ingresso del suono in base alle specifiche della scheda opzionale
di tipo Slot 2. Per attivare [DIGITAL], selezionare [OPTION] per il segnale di ingresso e [OPTION] per
[INGRESSO AUDIO].
NOTA: [DIGITAL] viene attivato solo quando è selezionato [OPTION] per il segnale di ingresso e [OPTION] per
[INGRESSO AUDIO].
PC INTERNO*1
OFF WARNING
La funzione non è disponibile per un PC di tipo Slot 2.
Mostra un’avvertenza, quando si arresta l’alimentazione al PC interno, che indica che il PC deve essere
spento dall’interno del sistema operativo del PC. Questo messaggio non può essere modificato.
Questa funzione non è disponibile se l’opzione [OPZ ALIMENT] è impostata su [OFF].
AUTO OFF
Quando è selezionato [ON], il monitor automaticamente si spegne quando il PC interno viene spento [OFF].
NOTA: se si seleziona [OFF], l’alimentazione del monitor non viene attivata automaticamente all’accensione
del PC interno.
START UP PC
Quando è selezionato [SÌ], il PC interno viene avviato.
FORCE QUIT
Quando è selezionato [SÌ], il PC interno viene arrestato in maniera forzata.
Utilizzare questa funzione solo quando non è possibile arrestare manualmente il sistema operativo.
IMPOST CANALE SLOT2
Consente di selezionare il tipo di segnale in base alle specifiche di una scheda opzionale di tipo Slot 2.
AUTO
Consente di impostare automaticamente il tipo di segnale.
CANALE1
Consente di riempire completamente lo schermo con il segnale selezionato in [SELEZ CANALE SLOT2].
CANALE2
Il segnale DisplayPort viene visualizzato nella metà sinistra dello schermo, mentre il segnale TMDS viene
visualizzato nella metà destra. Se il PC interno non supporta uno dei tipi di segnale, il segnale esistente viene
visualizzato automaticamente a schermo intero.
SELEZ CANALE SLOT2
Questa funzione è disponibile solo quando [IMPOST CANALE SLOT2] è impostato su [CANALE1].
DisplayPort
Consente di visualizzare a schermo intero il segnale DisplayPort da una scheda opzionale di tipo Slot 2.
TMDS
Consente di visualizzare a schermo intero il segnale [TMDS] da una scheda opzionale di tipo Slot 2.
RESET
Consente di ripristinare l’impostazione [AUDIO] ai valori di fabbrica dal menu OPTION.
*1: questa funzione dipende dalla scheda opzionale installata nel monitor. Se si modifica l’impostazione, spegnere e riaccendere l’interruttore di alimentazione principale del monitor.
SISTEMA
MENU SISTEMA
INFORMAZIONI MONITOR
Mostra nome del modello, numero di serie e versione firmware del monitor.
[RISPARMIO DI CO2:]: consente di visualizzare le informazioni sul risparmio stimato di CO2 in kg-CO2.
Il fattore di impatto della CO2 nel calcolo del risparmio si basa sul rapporto dell’OCSE (edizione 2008).
[USO DI CO2]: consente di visualizzare le informazioni sull’utilizzo stimato di CO2 in kg-CO2. È una stima
aritmetica, non un valore effettivamente misurato. Questa stima è basata sull’utilizzo senza alcun optional.
FIRMWARE
Mostra versione firmware del monitor corrente.
MAC ADDRESS
Mostra il [MAC ADDRESS] (INDIRIZZO MAC) del monitor.
CONFIG. DI FABBRICA
Tutte le voci vengono riportate allo stato di consegna dalla fabbrica.
NOTA: tutti gli elementi nei monitor collegati in daisy chain verranno ripristinati. Fare attenzione a non
reimpostare tutti gli elementi inavvertitamente.
Italiano-128
COMPUTE MODULE
Quando sono installati la scheda di interfaccia del modulo di calcolo Raspberry Pi e il modulo di calcolo Raspberry Pi, sono disponibili altre
voci del menu OSD per la configurazione delle impostazioni correlate. Non modificare autonomamente le impostazioni in COMPUTE MODULE.
Vedere pagina 104.
MENU C MODULE
ALIMENTAZ
ALIMENTAZIONE
Consente di controllare l’alimentazione del modulo di calcolo.
ON: Accende immediatamente il Modulo C.
OFF: Spegne immediatamente il Compute Module.
NOTA: se [SEGNALE SPEGNIMENTO] del Compute Module è impostata su [ATTIVA] nel [MENU
ASSISTENZA], l’alimentazione al Compute Module viene disattivata una volta azzerato il timer.
ACCEN. AUTOMATICA
ATTIVA: il Compute Module verrà acceso automaticamente quando si accende il display.
DISATTIVA: l’alimentazione del Compute Module viene controllata manualmente tramite l’impostazione
[ALIMENTAZIONE], l’interfaccia HTTP del display o un comando LAN inviato al display.
MENU ASSISTENZA
IMPOSTAZIONE BLOCCO Richiede una password per impostare opzioni nel [MENU ASSISTENZA]. L’impostazione predefinita della
password è [ON] e la password deve essere inserita per disattivare [IMPOSTAZIONE BLOCCO].
MODALITÀ BOOT USB
Se impostato su ATTIVA, il modulo di calcolo viene visualizzato come dispositivo USB su un PC collegato
all’ingresso USB2 del monitor e può essere programmato con un sistema operativo. Se impostato su
DISATTIVA, il modulo di calcolo viene avviato normalmente.
SEGNALE IR
Consente di attivare o disattivare l’inoltro dei segnali del telecomando IR.
CONTROLLO MONITOR
Attiva o disattiva la connessione seriale interna tra il display e il Compute Module.
SEGNALE
SPEGNIMENTO
Consente di attivare o disattivare l’uso di GPIO 23 per segnalare che l’alimentazione del modulo di calcolo sta
per essere interrotta.
WDT
Consente di impostare il tempo che trascorre tra l’attivazione del segnale di spegnimento e la disattivazione
dell’alimentazione del modulo di calcolo. Configurare l’impostazione per disporre di un tempo sufficiente per
l’arresto sicuro di qualsiasi software.
Attiva o disattiva la funzione Watchdog Timer incorporata del monitor per il Modulo C. Quando attivata, il
monitor si aspetta di ricevere un comando di ripristino periodico dal Modulo C tramite UART interna. Se non
riceve il comando per tre periodi di timeout consecutivi, il monitor riavvia il Modulo C.
ORA AVVIO
Imposta il ritardo per quando il monitor deve avviare la ricezione di comandi di ripristino WDT dopo
l’accensione del Modulo C.
ORA PERIODO
Imposta il periodo di tempo massimo entro il quale il monitor deve ricevere comandi di ripristino WDT dal
Modulo C.
MODIFICA PASSWORD
Italiano-129
Italiano
RIT. SPEG.
AUTOMATICO
Appendice C
Riciclo da parte del produttore
e informazioni sul risparmio
energetico
Questo capitolo include:
>> “Smaltimento del prodotto NEC a fine vita” a pagina 131
>> “Risparmio energetico” a pagina 131
>> “Simbolo RAEE (Direttiva europea 2012/19/UE ed eventuali rettifiche)” a pagina 131
NEC DISPLAY SOLUTIONS è particolarmente sensibile alla protezione dell’ambiente e considera il riciclo una
delle priorità assolute dell’azienda nel tentativo di ridurre al minimo il suo impatto sull’ambiente. L’impegno a
sviluppare i prodotti nel pieno rispetto dell’ambiente si unisce allo sforzo costante di favorire la definizione e la
conformità agli standard indipendenti più recenti messi a punto da enti come ISO (International Organisation for
Standardization) e TCO (Swedish Trades Union).
Italiano-130
Smaltimento del prodotto NEC a fine vita
Lo scopo del riciclo è ottenere un vantaggio ambientale mediante il riutilizzo, l’aggiornamento, il ripristino o il recupero dei
materiali. I centri di riciclo garantiscono che i componenti dannosi per l’ambiente vengano manipolati e smaltiti in modo sicuro.
Per assicurare il riciclo ottimale dei suoi prodotti, NEC DISPLAY SOLUTIONS offre una varietà di procedure di riciclo e fornisce
suggerimenti su come trattare in modo attento alle esigenze dell’ambiente un prodotto che ha raggiunto la fine della sua vita
utile.
Tutte le informazioni necessarie relative allo smaltimento del prodotto e le informazioni specifiche di ogni paese sui centri di
riciclo sono reperibili sui seguenti siti Web:
https://www.nec-display-solutions.com/p/greenvision/en/greenvision.xhtml (in Europa)
https://www.nec-display.com (in Giappone)
https://www.necdisplay.com (negli Stati Uniti).
Risparmio energetico
Questo monitor dispone di una funzionalità avanzata per il risparmio energetico. Quando al monitor viene inviato un segnale
DPMS (Display Power Management Signalling), viene attivata la modalità di risparmio energetico. Il monitor può accedere a una
sola modalità di risparmio energetico.
Per ulteriori informazioni visitare:
https://www.necdisplay.com/ (negli Stati Uniti)
https://www.nec-display-solutions.com/ (in Europa)
https://www.nec-display.com/global/index.html (internazionale)
Per i requisiti ErP/ErP (standby di rete):
Il monitor utilizza una scheda opzionale.
[RILEVAZIONE INPUT] è configurato su un’impostazione diversa da NON AZION.
[ALIMENTAZIONE USB] è impostato su [ON].
[DisplayPort] in [IMPOSTAZIONE TERMINALE] è impostato su [MST].
Consumo di energia (colore ambra fisso): 2,0 W o inferiore (con il collegamento di 1 porta)/3,0 W o inferiore (con il
collegamento di tutte le porte).
Tempo di attesa per la funzione di risparmio energetico: 10 secondi (impostazione predefinita).
Consumo di energia (colore ambra lampeggiante): 0,5 W o inferiore.
Tempo di attesa per la funzione di risparmio energetico: 3 minuti (impostazione predefinita).
(Fatto salvo il caso in cui il monitor riceva più segnali di ingresso).
Simbolo RAEE (Direttiva europea 2012/19/UE ed eventuali rettifiche)
Smaltimento del prodotto usato: Nell’Unione Europea
La legislazione in vigore nell’UE e applicata dal singolo Stato membro prevede che i prodotti elettrici ed
elettronici dismessi che recano il simbolo illustrato a sinistra debbano essere smaltiti separatamente rispetto
agli altri rifiuti domestici. Sono compresi i monitor e gli accessori elettrici, come i cavi dei segnali o i cavi di
alimentazione. Per lo smaltimento di tali prodotti, informarsi presso gli enti locali oppure nel punto vendita dove
è stato acquistato il prodotto; in alternativa, attenersi alla legge vigente o a eventuali accordi stipulati. Il simbolo
sui prodotti elettrici ed elettronici può essere valido solo per gli attuali Stati membri dell’Unione Europea; in
alternativa, ove applicabile, attenersi alla legge vigente o a eventuali accordi stipulati. Il simbolo sui prodotti
elettrici ed elettronici può essere valido solo per gli attuali Stati membri dell’Unione Europea.
Al di fuori dell’Unione Europea
Se si desidera smaltire prodotti elettrici ed elettronici al di fuori dell’Unione Europea, informarsi presso gli enti locali in merito al
corretto metodo di smaltimento.
Italiano-131
Italiano
Fatte salve le condizioni seguenti:
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement