ESAB | FAB | Instruction manual | ESAB FAB Manuale utente

ESAB FAB Manuale utente
IT
FAB
Istruzioni per l'uso
0449 543 001 IT 20110829
Valid for serial no. 023-xxx-xxxx
-2-
1 SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 INTRODUZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2.1
4
6
Dispositivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6
3 DATI TECNICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4 INSTALLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6
7
4.1 Installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2 Regolazione del PEK per l'uso con il FAB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2.1
Trasformare un'unità PEK indipendente in un display. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2.2
Salvataggio dei dati memorizzati dall'unità di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.3 Rappresentazione schematica del sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7
8
8
8
9
5 FUNZIONAMENTO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10
5.1
Attacchi e dispositivi di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10
6 MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7 ORDINAZIONE RICAMBI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
SCHEMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
NO. DI CODICE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
ACCESSORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
11
11
12
13
14
Ci riserviamo il diritto di variare le specifiche senza preavviso.
TOCi
-3-
IT
1
SICUREZZA
NOTA! Questa unità è stata testata da ESAB per quanto riguarda la configurazione
generale. La responsabilità inerente la sicurezza e il funzionamento di configurazioni
specifiche spetta all'integratore di competenza.
L'utilizzatore dell'apparecchiatura ESAB è responsabile delle misure di sicurezza per il personale
che opera con il sistema o nelle vicinanze dello stesso. Le misure di sicurezza devono soddisfare le
norme previste per questo tipo di apparecchiatura. Queste indicazioni sono da considerarsi un
complemento alle norme di sicurezza vigenti sul posto di lavoro.
Il sistema di saldatura automatica deve essere manovrato secondo quanto indicato nelle istruzioni
e solo da personale adeguatamente addestrato. Una manovra erronea, causata da un intervento
sbagliato, oppure l'attivazione di una sequenza di funzioni non desiderata, può provocare anomalie
che possono causare danni all'operatore o all'impianto.
1.
Tutto il personale che opera con saldatrici automatiche deve conoscere:
S l'uso e il funzionamento dell'apparecchiatura
S la posizione dell'arresto di emergenza
S il suo funzionamento
S le vigenti disposizioni di sicurezza
S l'attività di saldatura e taglio
2.
L'operatore deve accertarsi:
S che nessun estraneo si trovi all'interno dell'area di lavoro dell'impianto per saldatura prima
che questo venga messo in funzione
S che nessuno si trovi esposto al momento di far scoccare l'arco luminoso
3.
La stazione di lavoro deve essere:
S adeguata alla funzione
S senza correnti d'aria
4.
Abbigliamento protettivo
S Usare sempre le attrezzature di protezione consigliate, come occhiali di sicurezza, abiti
ignifughi e guanti di sicurezza.
S Non usare abiti troppo ampi o accessori quali cinture, bracciali o anelli che possano impi­
gliarsi o provocare ustioni.
5.
Alltro
S Controllare che i previsti cavi di ritorno siano correttamente collegati.
S Ogni intervento sui componenti elettrici deve essere effettuato solo da personale specia­
lizzato.
S Le attrezzature antincendio devono essere facilmente accessibili in luogo adeguatamente
segnalato.
S Non eseguire mai lubrificazioni e interventi di manutenzione sull'apparecchiatura quando è
in esercizio.
AVVERTENZA!
Questo prodotto può essere utilizzato esclusivamente per saldatura ad arco.
-4be02i
© ESAB AB 2011
IT
ATTENZIONE
I lavori effettuati con la saldatura ad arco e la fiamma ossidrica sono pericolosi. Procedere con cau­
tela. Seguire le disposizioni di sicurezza basate sui consigli del fabbricante.
CHOCK ELETTRICO - Può essere mortale
S
Installare e mettere a terra la saldatrice secondo le norme.
S
Non toccare particolari sotto carico o gli elettrodi a mani nude o con attrezzatura di protezione ba­
gnata.
S
Isolarsi dalla terra e dal pezzo in lavorazione.
S
Assicurarsi che la posizione di lavoro assunta sia sicura.
FUMO E GAS - Possono essere dannosi
S
Tenere il volto lontano dai fumi.
S
Ventilare l'ambiente e allontanare i fumi dall'ambiente di lavoro.
IL RAGGIO LUMINOSO - Puo causare ustioni e danni agli occhi
S
Proteggere gli occhi e il corpo. Usare un elmo protettivo per saldatura adeguato e abiti di protezione.
S
Proteggere l'ambiente circostante con paraventi o schermature adeguate.
PERICOLO D'INCENDIO
S
Le scintille della saldatrice possono causare incendi. Allontanare tutti gli oggetti infiammabili dal luo­
go.
RUMORE - Un rumore eccessivo può comportare lesioni dell'udito
S
Proteggere l'udito. Utilizzare cuffie acustiche oppure altre protezioni specifiche.
S
Informare colleghi e visitatori di questo rischio.
IN CASO DI GUASTO - Contattare il personale specializzato.
Leggere attentamente le istruzioni prima dell'installazione e dell 'uso.
PROTEGGETE VOI STESSI E GLI ALTRI!
AVVERTENZA!
L'apparecchiatura di Class A non è destinata all'uso in luoghi
residenziali in cui l'energia elettrica viene fornita dalla rete pubblica di
alimentazione a bassa tensione. A causa di disturbi sia condotti che
radiati, potrebbe essere difficile assicurare la compatibilità
elettromagnetica di apparecchiature di Class A in questi luoghi.
AVVERTENZA!
Leggere attentamente le istruzioni prima
dell'installazione e dell'uso.
Lo smaltimento delle apparecchiature elettroniche deve essere effettuato presso
la struttura di riciclaggio.
In osservanza della direttiva europea 2002/96/CE sui rifiuti di apparecchiature elettriche
ed elettroniche e della relativa attuazione nella legislazione nazionale, le
apparecchiature elettriche e/o elettroniche che giungono a fine vita operativa devono
essere smaltite presso una struttura di riciclaggio.
In quanto responsabile delle apparecchiature, è tenuto/a ad informarsi sulle stazioni di
raccolta autorizzate.
Per ulteriori informazioni contattare il rivenditore ESAB più vicino.
ESAB è in grado di fornire tutte le protezioni e gli accessori necessari per la
saldatura.
-5be02i
© ESAB AB 2011
IT
2
INTRODUZIONE
Il FAB è un'interfaccia per PC. Il programma WeldPoint PC è uno strumento di
amministrazione su PC per la gestione di una serie di attività relative ai sistemi di
saldatura collegati a una rete locale.
Il FAB è utilizzato assieme ai generatori di saldatura ESAB provvisti di CANbus per
l'automazione della stessa e alle unità di controllo PEK. Per la gestione di generatore
e gruppo trainafilo, vedere il manuale di istruzioni pertinente.
2.1
Dispositivo
Il FAB viene fornito completo di:
S
Memoria USB
S
software WeldPoint
S
manuale di istruzioni
Per ulteriori dettagli sugli accessori ESAB del prodotto, consultare la pagina
14.
3
DATI TECNICI
FAB
Tensione di alimentazione (da generatore)
12 V CC
Peso
0,6 kg
Dimensioni (l x p x a)
366 x 101 x 159 mm
-6be02i
© ESAB AB 2011
IT
4
INSTALLAZIONE
La connessione a rete deve essere eseguita da personale adeguatamente ad­
destrato.
4.1
Installazione
Installazione e collegamento ai generatori LAF/TAF
S
Assicurarsi che il generatore sia spento.
S
Rimuovere la piastra frontale dal generatore di saldatura (1).
S
Rimuovere lo sportellino dall'involucro di protezione della scheda di controllo (2)
del generatore.
S
Installare il FAB sulla scheda di controllo del generatore di saldatura, come
mostrato nel disegno.
S
Avvitare saldamente il FAB nei medesimi fori delle viti.
S
Collegare il cavo CAN (3) al CN5 presente sulla scheda di controllo del
generatore.
S
Rimuovere il ponticello per la resistenza di terminazione presente sulla scheda di
controllo del generatore, AP1.
-7be02i
© ESAB AB 2011
IT
4.2
Regolazione del PEK per l'uso con il FAB
Il pannello di controllo PEK deve essere configurato come display.
Il fatto che l'unità sia o meno un display risulta chiaro all'avvio.
4.2.1
Trasformare un'unità PEK indipendente in un display.
1. Collegare a un computer la memoria USB in dotazione. Assicurarsi che il
computer sia impostato in modo da mostrare l'estensione dei file.
2. Rinominare i file indicati di seguito (che si trovano nella
memoria USB).
Da
In
update.txt_
update.txt
reset.txt_
reset.txt
3. Collegare la memoria USB alla porta USB.
4. Attivare l'interruttore del generatore.
Uno squillo indica che il processo si è avviato. Quando
si sentono due squilli, il processo è terminato.
5. Disattivare l'interruttore del generatore.
6. Rimuovere la memoria USB collegata.
4.2.2
Salvataggio dei dati memorizzati dall'unità di controllo
1. Collegare l'unità di controllo PEK a un generatore.
2. Attivare l'interruttore del generatore.
3. Esportare le serie di dati di saldatura dalla memoria interna del PEK a una
memoria USB (vedere la voce Esportazione/Importazione del manuale di
istruzioni del PEK).
4. Disattivare l'interruttore del generatore.
5. Rimuovere la memoria USB.
-8be02i
© ESAB AB 2011
IT
4.3
Rappresentazione schematica del sistema
Si riporta di seguito un disegno schematico del collegamento fra le unità.
-9be02i
© ESAB AB 2011
IT
5
FUNZIONAMENTO
Le norme generali di sicurezza per utilizzare questo impianto sono descritte a
pagina 4, leggerle attentamente prima dell'uso dell'impianto.
5.1
Attacchi e dispositivi di controllo
CAN interno
Collegamento per le comunicazioni con il generatore
LAN
Collegamento alla rete, Ethernet
USB
Collegamento per una memoria USB (accessori per la memorizzazione,
vedere a pagina 14)
Controllare che la memoria USB sia saldamente in posizione dopo il
trasporto.
- 10 be02i
© ESAB AB 2011
IT
6
MANUTENZIONE
Consultare i manuali del generatore e dell'unità di controllo.
Per garantire un funzionamento corretto e sicuro, eseguire sempre una
manutenzione regolare.
Le piastre di sicurezza possono essere rimosse solo da personale autorizzato con
adeguate competenze nel settore elettrico.
AVVERTENZA!
Tutte le garanzie del fornitore sono da considerarsi nulle nel caso in cui l'acquirente tenti
di intervenire sul prodotto durante il periodo di garanzia al fine di correggere eventuali
difetti.
7
ORDINAZIONE RICAMBI
FAB sono disignate e collaudate secondo le norme internazionali ed europee 60974-1
ed 60974-10. Dopo l'effettuata assistenza oppure riparazione è di responsabilità
dell'agenzia di servizio di accertarsi che il prodotto non si differenzi dalle summenzio­
nate vigenti norme.
Per ordinare i pezzi di ricambio, rivolgersi al più vicino rivenditore ESAB; vedere l'ulti­
ma pagina di questo documento.
Le riparazioni e gli interventi a livello elettrico devono essere effettuati solamente da
tecnici autorizzati dalla ESAB.
Utilizzare solo pezzi di ricambio originali ESAB.
- 11 be02i
© ESAB AB 2011
Schema
- 12 be02e
© ESAB AB 2011
FAB
No. di codice
Ordering no.
0449 535 880 FAB
Denomination
Type
Notes
Interface
- 13 be02o
© ESAB AB 2011
FAB
Accessori
USB Memory 2 Gb
.
0462 062 001
- 14 be02va
© ESAB AB 2011
NOTES
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
.............................................................................................................................................................
- 15 notes
ESAB subsidiaries and representative offices
Europe
AUSTRIA
ESAB Ges.m.b.H
Vienna-Liesing
Tel: +43 1 888 25 11
Fax: +43 1 888 25 11 85
BELGIUM
S.A. ESAB N.V.
Brussels
Tel: +32 2 745 11 00
Fax: +32 2 745 11 28
NORWAY
AS ESAB
Larvik
Tel: +47 33 12 10 00
Fax: +47 33 11 52 03
POLAND
ESAB Sp.zo.o.
Katowice
Tel: +48 32 351 11 00
Fax: +48 32 351 11 20
BULGARIA
ESAB Kft Representative Office
Sofia
Tel/Fax: +359 2 974 42 88
PORTUGAL
ESAB Lda
Lisbon
Tel: +351 8 310 960
Fax: +351 1 859 1277
THE CZECH REPUBLIC
ESAB VAMBERK s.r.o.
Vamberk
Tel: +420 2 819 40 885
Fax: +420 2 819 40 120
ROMANIA
ESAB Romania Trading SRL
Bucharest
Tel: +40 316 900 600
Fax: +40 316 900 601
DENMARK
Aktieselskabet ESAB
Herlev
Tel: +45 36 30 01 11
Fax: +45 36 30 40 03
RUSSIA
LLC ESAB
Moscow
Tel: +7 (495) 663 20 08
Fax: +7 (495) 663 20 09
FINLAND
ESAB Oy
Helsinki
Tel: +358 9 547 761
Fax: +358 9 547 77 71
SLOVAKIA
ESAB Slovakia s.r.o.
Bratislava
Tel: +421 7 44 88 24 26
Fax: +421 7 44 88 87 41
FRANCE
ESAB France S.A.
Cergy Pontoise
Tel: +33 1 30 75 55 00
Fax: +33 1 30 75 55 24
SPAIN
ESAB Ibérica S.A.
Alcalá de Henares (MADRID)
Tel: +34 91 878 3600
Fax: +34 91 802 3461
GERMANY
ESAB GmbH
Solingen
Tel: +49 212 298 0
Fax: +49 212 298 218
SWEDEN
ESAB Sverige AB
Gothenburg
Tel: +46 31 50 95 00
Fax: +46 31 50 92 22
GREAT BRITAIN
ESAB Group (UK) Ltd
Waltham Cross
Tel: +44 1992 76 85 15
Fax: +44 1992 71 58 03
ESAB international AB
Gothenburg
Tel: +46 31 50 90 00
Fax: +46 31 50 93 60
ESAB Automation Ltd
Andover
Tel: +44 1264 33 22 33
Fax: +44 1264 33 20 74
SWITZERLAND
ESAB AG
Dietikon
Tel: +41 1 741 25 25
Fax: +41 1 740 30 55
HUNGARY
ESAB Kft
Budapest
Tel: +36 1 20 44 182
Fax: +36 1 20 44 186
UKRAINE
ESAB Ukraine LLC
Kiev
Tel: +38 (044) 501 23 24
Fax: +38 (044) 575 21 88
ITALY
ESAB Saldatura S.p.A.
Bareggio (Mi)
Tel: +39 02 97 96 8.1
Fax: +39 02 97 96 87 01
North and South America
ARGENTINA
CONARCO
Buenos Aires
Tel: +54 11 4 753 4039
Fax: +54 11 4 753 6313
BRAZIL
ESAB S.A.
Contagem-MG
Tel: +55 31 2191 4333
Fax: +55 31 2191 4440
CANADA
ESAB Group Canada Inc.
Missisauga, Ontario
Tel: +1 905 670 02 20
Fax: +1 905 670 48 79
MEXICO
ESAB Mexico S.A.
Monterrey
Tel: +52 8 350 5959
Fax: +52 8 350 7554
USA
ESAB Welding & Cutting Products
Florence, SC
Tel: +1 843 669 44 11
Fax: +1 843 664 57 48
Asia/Pacific
SOUTH KOREA
ESAB SeAH Corporation
Kyungnam
Tel: +82 55 269 8170
Fax: +82 55 289 8864
UNITED ARAB EMIRATES
ESAB Middle East FZE
Dubai
Tel: +971 4 887 21 11
Fax: +971 4 887 22 63
Africa
EGYPT
ESAB Egypt
Dokki-Cairo
Tel: +20 2 390 96 69
Fax: +20 2 393 32 13
SOUTH AFRICA
ESAB Africa Welding & Cutting Ltd
Durbanvill 7570 - Cape Town
Tel: +27 (0)21 975 8924
Distributors
For addresses and phone
numbers to our distributors in
other countries, please visit our
home page
www.esab.com
CHINA
Shanghai ESAB A/P
Shanghai
Tel: +86 21 2326 3000
Fax: +86 21 6566 6622
INDIA
ESAB India Ltd
Calcutta
Tel: +91 33 478 45 17
Fax: +91 33 468 18 80
INDONESIA
P.T. ESABindo Pratama
Jakarta
Tel: +62 21 460 0188
Fax: +62 21 461 2929
JAPAN
ESAB Japan
Tokyo
Tel: +81 45 670 7073
Fax: +81 45 670 7001
MALAYSIA
ESAB (Malaysia) Snd Bhd
USJ
Tel: +603 8023 7835
Fax: +603 8023 0225
SINGAPORE
ESAB Asia/Pacific Pte Ltd
Singapore
Tel: +65 6861 43 22
Fax: +65 6861 31 95
THE NETHERLANDS
ESAB Nederland B.V.
Amersfoort
Tel: +31 33 422 35 55
Fax: +31 33 422 35 44
www.esab.com
© ESAB AB
110426
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising