ESAB | PAL 3 | Instruction manual | ESAB PAL 3 Manuale utente

ESAB PAL 3 Manuale utente
PAL 3
101103105107109111102021110025108024042106023061104022041100020040060001
Bruksanvisning
Brugsanvisning
Bruksanvisning
Käyttöohjeet
Instruction manual
Betriebsanweisung
0457 960 001 000926
Manuel d’instructions
Gebruiksaanwijzing
Instrucciones de uso
Istruzioni per l’uso
Manual de instruções
Ïäçãßåò ÷ñÞóåùò
Valid for Serial NO 837 XXX--XXXX
SVENSKA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3
DANSK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
NORSK . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
SUOMI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
ENGLISH . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
DEUTSCH . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48
FRANÇAIS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57
NEDERLANDS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 66
ESPAÑOL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 75
ITALIANO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84
PORTUGUÊS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 93
ÅËËÇÍÉÊÁ . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102
Rätt till ändring av specifikationer utan avisering förbehålles.
Ret til ændring af specifikationer uden varsel forbeholdes.
Rett til å endre spesifikasjoner uten varsel forbeholdes.
Oikeudet muutoksiin pidätetään.
Rights reserved to alter specifications without notice.
Änderungen vorbehalten.
Sous réserve de modifications sans avis préalable.
Recht op wijzigingen zonder voorafgaande mededeling voorbehouden.
Reservado el derecho de cambiar las especificaciones sin previo aviso.
Ci riserviamo il diritto di variare le specifiche senza preavviso.
Reservamo--nos o direito de alterar as especificações sem aviso prévio.
Äéáôçñåßôáé ôï äéêáßùìá ôñïðïðïßçóçò ðñïäéáãñáöþí ×ùñßò ðñïåéäïðïßçóç.
-- 2 --
ITALIANO
1 DIRETTIVA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2 SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3 INTRODUZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1
3.2
3.3
3.4
3.5
3.6
85
85
86
Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Alimentazione di tensione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Referenza di velocità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ingressi sensore di impulsi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Uscite relé . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ingressi/uscite ausiliari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
86
86
87
87
87
88
4 installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
89
4.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2 Collegamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
89
89
5 USO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
91
5.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
91
6 MANUTENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
91
6.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.2 Giornalmente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
91
92
7 ORDINAZIONE RICAMBI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 92
SCHEMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 111
ELENCO RICAMBI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 113
TOCi
-- 84 --
IT
1
DIRETTIVA
FÖRSÄKRAN OM ÖVERENSSTÄMMELSE
Esab Welding Equipment AB, S--695 81 Laxå, Sweden, försäkrar under eget ansvar
att enhet 0457 870 880 från serienummer 837 överensstämmelse med standard EN
60974--1 enligt villkoren i direktiv 73/23/ EEG med tillägg 93/68/ EEG och standard
EN 50199 enligt villkoren i direktiv 89/336/ EEG med tillägg 93/68/ EEG.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Laxå 99--06--22
Anders Birgersson
Managing Director
Esab Welding Equipment AB
695 81 LAXÅ
SWEDEN
2
Tel: + 46 584 81000
Fax: + 46 584 411924
SICUREZZA
L’utilizzatore di un impianto per saldatura ESAB è responsabile delle misure di sicurezza per il personale che opera con il sistema o nelle vicinanze dello stesso.
Le misure di sicurezza devono soddisfare le norme previste per questo tipo di av impianto per saldatura.
Queste indicazioni sono da considerarsi un complemento alle norme di sicurezza vigenti sul posto di lavoro.
Il sistema di saldatura automatica deve essere manovrato secondo quanto indicato nelle istruzioni e
solo da personale adeguatamente addestrato.
Una manovra erronea, causata da un intervento sbagliato, oppure l’attivazione di una sequenza di
funzioni non desiderata, può provocare anomalie che possono causare danni all’operatore o all’impianto.
1. Tutto il personale che opera con saldatrici automatiche deve conoscere:
S
l’uso e il funzionamento
S
il suo funzionamento
S
le vigenti disposizioni di sicurezza
S
la saldatura
2.
L’operatore deve accertarsi:
S
che nessun estraneo si trovi all’interno dell’area di lavoro dell’impianto per saldatura prima
che questo venga messo in funzione,
S
che nessuno si trovi esposto al momento di far scoccare l’arco luminoso
3.
La stazione di lavoro deve essere:
S
adeguata alla funzione
S
senza correnti d’aria
4.
Abbigliamento protettivo
S
Usare sempre l’abbigliamento di sicurezza previsto, per es. occhiali di protezione, abiti non
infiammabili, guanti protettivi.
S
Non usare abiti troppo ampi o accessori quali cinture, bracciali o anelli che possano impigliarsi o provocare ustioni.
5.
Alltro
S
Controllare che i previsti cavi di ritorno siano correttamente collegati.
S
Ogni intervento sui componenti elettrici deve essere effettuato solo da personale specializzato.
S
Le attrezzature antincendio devono essere facilmente accessibili in luogo adeguatamente
segnalato.
S
Non eseguire mai lubrificazioni e interventi di manutenzione sull’impianto per saldatura
quando è in esercizio.
dqa8d1ia
-- 85 --
IT
ATTENZIONE
I LAVORI EFFETTUATI CON LA SALDATURA AD ARCO E LA FIAMMA OSSIDRICA SONO PERICOLOSI. PROCEDERE CON CAUTELA. SEGUIRE LE DISPOSIZIONI DI SICUREZZA BASATE SUI
CONSIGLI DEL FABBRICANTE.
CHOCK ELETTRICO -- Può essere mortale
S
Installare e mettere a terra l’elettrosaldatrice secondo le norme.
S
Non toccare particolari sotto carico o gli elettrodi a mani nude o con attrezzatura di protezione
bagnata.
S
Isolarsi dalla terra e dal pezzo in lavorazione.
S
Assicurarsi che la posizione di lavoro assunta sia sicura.
FUMO E GAS -- Possono essere dannosi
S
Tenere il volto lontano dai fumi di saldatura.
S
Ventilare l’ambiente e allontanare i fumi dall ’ambiente di lavoro.
IL RAGGIO LUMINOSO -- Puo causare ustioni e danni agli occhi
S
Usare elmo protettivo per saldatura adeguato e abiti di protezione.
S
Proteggere l’ambiente circostante con paraventi o schermature adeguate.
PERICOLO D’INCENDIO
S
Le scintille della saldatrice possono causare incendi. Allontanare tutti gli oggetti infiammabili dal
luogo di saldatura.
RUMORE -- Un rumore eccessivo può comportare lesioni dell’udito
S
Proteggete il vostro udito. Utilizzate cuffie acustiche oppure altre protezioni specifiche.
S
Informate colleghi e visitatori di questo rischio.
IN CASO DI GUASTO -- Contattare il personale specializzato.
LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PRIMA DELL’INSTALLAZIONE E DELL’USO.
PROTEGGETE VOI STESSI E GLI ALTRI!
3
INTRODUZIONE
3.1
Generalità
Con l’unità di controllo PAL 3 ed un regolatore esterno del motore si controlla il
movimento di saldatura. L’unità di controllo viene montata su uno dei generatori di
corrente di saldatura LTP 450 (Protig) oppure LTS 320 (Prowelder) per il controllo ad
esempio dei posizionatori a rulli, tavole girevoli oppure posizionatori di posizione, per
alimentazione filo.
L’unità di controllo viene usata in impianti dove il movimento di rotazione è azionato
con motori più potenti del VEC--1000 giri.
L’unità emette una referenza di velocità di 0--10 V. Questa è munita di due relè i quali
emettono segnali per il controllo avanti ed indietro inoltre è anche munita di uscite
ausiliari utilizzate ad esempio per l’avvio e l’arresto esterni.
Perché i generatori di corrente possano identificare la giusta posizione è necessario
come retroazione un sensore di impulsi con due canali montato sull’asse del motore.
Questo vale per il programma di saldatura con diversi settori.
Il sensore di impulsi può essere deviato usando un ingresso esterno per lo scambio
di settore.
3.2
Alimentazione di tensione
L’unità di controllo viene alimentata con 42 V CA mediante due poli della presa CAN,
XP1.J e XP1.B.
dqa8d1ia
-- 86 --
IT
3.3
Referenza di velocità
Un segnale analogico tra +5 V e + 10 V viene emesso per il movimento di saldatura.
La tensione è proporzionale al valore di velocità inserito, ad esempio 1000 emette +
10 V e 500 emette + 5 V.
Il segnale è galvanicamente separato dagli altri componenti elettronici mediante un
amplificatore isolante, questo per proteggere la macchina da interferenze e difetti di
massa.
Dati tecnici
Referenza di velocità
+0.5 V -- +10 V
Carico massimo
5 mA
Contatto:
XS6.A
0V
XS6.B
Segnale
3.4
Ingressi sensore di impulsi
Un sensore di impulsi a due canali con 90º di sfasamento fra i canali è montato
sull’asse del motore. Il compito del sensore è quello di identificare la posizione.
1700 Hz se si ha scelto la zona inferiore. Per la zona superiore valgono i valori
minimo 200 Hz e massimo 13 600 Hz. La zona si sceglie con l’appropriato e definito
codice dell’attrezzatura.
Il segnale di impulsi dal livello inferiore a quello superiore si trova tra 0--24 V.
Gli ingressi sono isolati con interruttori ottici per proteggere la macchina da difetti di
massa e da interferenze.
Dati tecnici
Zona di frequenza
25--1700 Hz / 200--13600 Hz
Corrente
15 mA
Contatto:
3.5
SX6.H
Canale 1
SX6.G
Canale 2
SX6.J
Zero
Uscite relé
La scheda ha due uscite relé separate con cambio di funzione. Le uscite vengono
usate per i movimenti di avanti e indietro.
Avanti:
RE1--Disinserito RE2--Inserito
Indietro:
RE1--Inserito
Fermo:
RE1--Disinserito RE2--Disinserito.
dqa8d1ia
RE2--Disinserito
-- 87 --
IT
Dati tecnici
Tensione massima
220 V AC
24 V DC
Corrente massima
5A
10 A
SX6.C
COM RE1
SX6.N
ON RE1
SX6.D
OFF RE1
SX6.E
COM RE2
SX6.P
ON RE2
SX6.F
OFF RE2
Contatto:
3.6
Ingressi/uscite ausiliari
La scheda ha cinque porte ausiliari che possono essere usate per ingressi ed uscite
digitali. Come ingresso si deve ricollegare l’appropriata tensione della scheda + 15 V
per un segnale alto. Perché l’unità di controllo possa registrare il cambiamento è
richiesto un segnale lungo 10 ms.
Se si devono usare le porte come uscite è solo il processore che è in azione, è
necessario quindi collegare un elemento attivo con isolamento galvanico in caso si
dovesse usare altra elettronica.
Dati tecnici
Ingresso
Uscita
Tensione
15 V
0e5V
Corrente massima
2 mA
0.1 mA
Contatto
Funzione normale
SX6.X
Non usato
SX6.W
Non usato
SX6.T
Cambio di settore
SX6.S
Avvio/Arresto (quattro tempi)
SX6.R
Posizione di partenza
SX6.M
+ 15 V DC
SX6.K
+ 15 V DC
dqa8d1ia
-- 88 --
IT
4
INSTALLAZIONE
4.1
Generalità
La connessione a rete deve essere eseguita da personale adeguatamente addestrato.
AVVERTENZA
Questo prodotto può essere utilizzato esclusivamente per scopi industriali. In
ambienti domestici questo prodotto può provocare interferenze radio. E’
responsabilità dell’utente adottare precauzioni adeguate.
4.2
Collegamento
L’unità di controllo viene collegata al regolatore esterno del motore.
dqa8d1ia
-- 89 --
IT
Per il LTP 450 è necessario che la scheda madre AP9 sia disconnessa prima di
collegare l’unità di controllo.
Seguire le sottostanti istruzioni per deviare il collegamento della scheda madre.
S
Allentare le viti e sollevare il coperchio del generatore di corrente di saldatura.
S
Smontare i cavi ed i contatti (1).
S
Spostare il cavo disteso (2) su un posto libero dove il precedente (1) era
montato.
S
Spostare il contatto (3) sul posto dove il contatto precedente (2) era montato.
LTP 450
LTS 320
S
Montare di nuovo il coperchio.
dqa8d1ia
-- 90 --
IT
Bloccare con le viti l’unità di controllo su uno dei generatori di corrente di saldatura.
S
Collegare l’unità di controllo alla presa CAN situata sul pannello posteriore del
generatore di corrente.
5
USO
5.1
Generalità
Norme generali di sicurezza per utilizzare questo impianto sono descritte a pagina 85, leggerle attentamente prima dell’uso dell’impianto.
6
MANUTENZIONE
6.1
Generalità
ATTENZIONE!
Tutti gli impegni di garanzia assunti dal fornitore cessano di valere se il cliente
stesso, durante il periodo di garanzia, interviene nell’impianto per riparare eventuali
avarie.
dqa8d1ia
-- 91 --
IT
6.2
Giornalmente
Controllare che tutti i cavi siano esenti da avarie, e così pure che siano collegati
correttamente.
7
ORDINAZIONE RICAMBI
PAL 3 sono costruite e collaudate secondo le norme internazionali EN 60
974--1 (IEC 974--1).
Dopo l’effettuata assistenza oppure riparazione è di responsabilità dell’agenzia di servizio di accertarsi che il prodotto non si differenzi dalle
summenzionate vigenti norme.
Le parti di ricambio vengono ordinate dal più vicino rappresentante ESAB, vedere
sull’ultima pagina di questo manuale. Alla ordinazione indicare tipo di macchina e
numero di serie, descrizione e numero del ricambio secondo la lista delle parti di ricambio a pagina 113.
Ciò semplifica l’espletamento dell’ordine e assicura forniture corrette.
dqa8d1ia
-- 92 --
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising