ESAB | Weldoc t WMS 4000 | Handbook | ESAB Weldoc t WMS 4000 Manuale utente

ESAB Weldoc t WMS 4000 Manuale utente
WeldoctWMS 4000
109
Manuale
0457 413 079
991027
Valid for Serial NO 850 XXX-- XXXX
Valid for program version 2.1
1 LEGGERE QUESTO PRIMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
1.1 Copia di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
1.2 Punti importanti da essere considerati prima di usare il WMS 4000 . . . . . . . . . . .
4
4
4
2 PROCEDIMENTO DI AVVIO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2.1 Procedere come segue: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5
5
3 INTRODUZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.2 Computer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6
6
6
4 DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7
7
5 INSTALLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.1 Generalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.2 Installazione sull’uscita COM1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.3 Collegamento del trasferimento dei segnali all’uscita COM del computer. . . . . . .
5.4 Collegamento del computer al generatore di corrente di saldatura . . . . . . . . . . . .
5.5 Collegamento in serie tra il computer ed il generatore di corrente di saldatura . .
10
10
11
11
12
12
6 REINSTALLAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
6.1 Ad una eventuale reinstallazione: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
6.2 Memorizzazione dei dati di saldatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
7 USO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
7.1 Saldatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
8 DESCRIZIONE DEL MENU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
8.1 Display del menu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
8.2 Spiegazioni del display del menu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
9 DESCRIZIONE DEL LISTINO DEL MENU . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9.1 Archivio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9.2 Opzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9.3 Attrezzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9.4 Sotto il punto di domanda ? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
16
16
16
17
19
10 DESCRIZIONE DEI PULSANTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10.1 Identità del pezzo in lavorazione (F4) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10.2 Visualizzare i dati di impostazione (F5) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10.3 Ultima saldatura (F6) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10.4 Visualizzare la valutazione (F7) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
10.5 Esci . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
20
20
26
27
28
37
11 DESCRIZIONE DI LAVORAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
11.1 Nuovo pezzo in lavorazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
11.2 Valori limite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38
12 RAPPORTI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.1 Menu selezione rapporto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.2 Rapporti dell’ultima saldatura eseguita. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
12.3 Rapporto della saldatura precedente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
39
39
39
39
13 CERCA GUASTI E MESSAGGI DI ERRORE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
13.1 Documentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
13.2 Riavvio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
13.3 Messaggi di errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
40
40
40
40
TOCi
-- 2 --
14 TERMINI TECNICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41
14.1 Spiegazioni dei termini tecnici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41
15 Numero d’ordine - WMS 4000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43
ELENCO RICAMBI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44
LICENCE AGREEMENT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46
TOCi
-- 3 --
1
LEGGERE QUESTO PRIMA
1.1 Copia di sicurezza
Il programma è designato per la registrazione dei dati di saldatura e forma
successivamente un registro di grande valore.
È quindi consuetudine di fare giornalmente una copia di sicurezza dei
DATI DI SALDATURA della base dei dati quando il lavoro di saldatura è
terminato, oppure come alternativa trasferire la base dei dati ad un sistema
provvisto di back--up. Non è consigliabile di connettere logging al sistema a
causa di rischio di interferenze.
ATTENZIONE!
In caso che i DATI DI SALDATURA della base dei dati dovessero essere
reinstallati, farne prima una copia di sicurezza (vedi la pagina 13).
Quando si usa l’icona di disinstallazione si influisce anche il sistema SPS
4000.
Fare quindi una copia prima di iniziare la reinstallazione.
1.2 Punti importanti da essere considerati prima di usare
il WMS 4000
Nella zone ”Pezzo” e ”Saldatura” (vedi la pagina 37) ogni lavoro di
saldatura è definito seguendo una unica denominazione. Questa
denominazione viene poi usata quando si cerca la documentazione dei dati
di saldatura.
Cercare quindi di trovare una idonea struttura per le denominazioni, una
struttura che si riferisca ad altri tipi di documentazione di prodotti e
documenti WPS usati nella società.
Dati completi di ricerca per una saldatura devono contenere
Anno--Mese--Giorno, Pezzo in lavorazione e Numero di saldatura.
Esempio di contrassegno di una saldatura eseguita:
981201, Pezzo in lavorazione, Numero di saldatura.
ATTENZIONE!
Il computer non deve essere usato per altre applicazioni
contemporaneamente alla preparazione oppure esecuzione della
misurazione dei dati registrati.
dpb2d1ia
-- 4 --
2
PROCEDIMENTO DI AVVIO
2.1 Procedere come segue:
S
Installare l’impianto per il trasferimento dei segnali tra il generatore di
corrente di saldatura ed il PC secondo le istruzioni e la figura nella
sezione INSTALLAZIONE (vedere pag. 10 -- 12).
S
Assicurarsi che nessun altro programma nel computer sia attivo
(risparmiatore di energia, MS Office, oppure altri programmi).
S
Installare nel computer il software del WeldoctWMS 4000 (vedere pag.
10 -- 12).
S
Identificare il contatto in serie collegato al PC. Alla consegna il
programma dei dati è previsto per COM 1.
Se si usa un COM con altro numero, si deve indicare l’uscita, vedi la
pagina 11.
S
Avviare il generatore di corrente di saldatura.
S
Aprire il programma dei dati con l’icona nel gruppo programmi WMS
4000.
S
Quando il programma è avviato per la prima volta dopo l’installazione,
viene visualizzato sul display la selezione della lingua ed il nome della
società. Le informaazioni inserite sono valide fino a quando non vengono
cambiate.
S
Il sistema è ora pronto per la saldatura, però senza l’identificazione del
pezzo in lavorazione ed i valori di limite. Vedere le istruzioni nella
sezione USO (vedi la pagina 13) e DESCRIZIONE DI LAVORAZIONE
(vedi la pagina 39).
S
Problemi e cerca guasti vengono trattati nella sezione
CERCA GUASTI E MESSAGGI DI ERRORE (vedi la pagina 41).
dpb2d1ia
-- 5 --
3
INTRODUZIONE
3.1 Generalità
Il sistema della ESAB WMS 4000 è un programma computerizzato
designato per controllare i generatori di corrente di saldatura LTP 450, LTS
320, LUD 350, LUD 450, la serie dei LAF e così pure TAF, provvisti di bus
CAN e Echlon (LAF/ TAF).
Con questo sistema si possono seguire contemporaneamente sul
visualizzatore fino a sei parametri di saldatura in tempo reale. Questi
parametri e così pure altri parametri sono continuamente registrati.
I dati possono successivamente essere stampati e usati per fare analisi.
Possono anche essere usati come allegati alla documentazione di qualità.
Le lettere WMS di WMS 4000 significa Welding Monitoring System.
3.2 Computer
Il programma computerizzato deve essere installato su un computer
industriale EMC con interferenze abolite (PC) di alta qualità e con una
capacità di memorizzazione secondo la seguente specificazione:
S
Compatibilità IBM
S
Sistema operativo: Windows 3.1, Windows 3.11, Windows 95 oppure
Windows NT 4.0.
S
Processore: Pentium, 133 MHz oppure migliore.
S
Memoria RAM: 16 Mb oppure di più.
S
Interfacciamento seriale per comunicazione computerizzata: RS--232.
S
Trasferimento segnali: Trasferimento ottico su cavo fibra alla porta
seriale del computer.
Il trasferimento ottico non è sensibile alle interferenze adiacenti.
S
Capacità del hard disk: consigliabile minimo 1500 Mb.
S
Visualizzatore del computer: 14 pollici a colori oppure più grande.
S
Il programma computerizzato è designato per un visualizzatore con una
risoluzione di 800x600 oppure più alta. La risoluzione influisce sul
numero dei parametri che si possono visualizzare simultaneamente in
tempo reale sul visualizzatore.
dpb2d1ia
-- 6 --
4
DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA
4.1 Generalità
S
Il programma è presentato sul display dei menu.
S
Il programma non controlla il procedimento di saldatura. Il suo solo
compito è quello di visualizzare e di registrare i dati di saldatura.
S
L’operatore stabilisce il contatto tra il generatore di corrente di saldatura
e WMS 4000 via il sistema bus. Il generatore di corrente di saldatura
fornisce l’identificazione, i valori inseriti ed indica i parametri che devono
essere misurati. L’operatore può dare il nome al pezzo in lavorazione ed
indicare le referenze ed i valori limite per i parametri di saldatura
secondo le istruzioni WPS.
S
In caso si dovesse effettuare delle saldature parziali è possibile inserire
un tempo di interruzione per controllare quando i valori limite tra le
saldature parziali devono essere cambiati. Questo per evitare dei
messaggi di errore che si possono verificare quando i valori inseriti tra le
saldature ad intermittenza ed i valori limite risultati vengono cambiati.
S
Il sistema può registrare fino a 30 parametri di saldatura.
S
Il generatore di corrente di saldatura misura i dati di saldatura e li
visualizza consecutivamente durante la saldatura.
S
Dipendentemente dalla risoluzione del display, si possono visualizzare
da 4 a 6 parametri di saldatura sul display, in tempo reale
simultaneamente ed in forma di diagrammi.
S
Colorando il fondo del diagramma in rosso, il sistema indica se le
tolleranze inserite sono sorpassate. Se i valori sono più bassi di quelli
inseriti il fondo del diagramma si colora blu.
Se il diagramma è talmente lungo che i contrassegni di errore non
possono essere visualizzati, le deviazioni sono indicate con un quadrato
rosso alla destra del display ”Saldatura” quando il valore è troppo alto,
ed uno blu quando il valore è troppo basso. vedi la pagina 8.
S
Il sistema può attirare l’attenzione a queste deviazioni anche
acusticamente.
S
Tutti i dati trasferiti possono essere conservati nel computer, ed a
saldatura terminata possono essere studiati sul display oppure stampati
ed usati come documentazione.
S
I dati vengono presentati a forma di diagrammi oppure tabelle.
dpb2d1ia
-- 7 --
Questo display visualizza quando la saldatura:
Saldatura
Saldatrice
Identità
Data
Ora
1998--12--11 12:15:15
LUD320
Ignorare che l’arco si spegne
[0--3 s]
0,5 s
Saldatura n ˚
3
Pezzo
test1
[0--10 s]
Energia di apporto
--
Caso limite/Pezzo
Ignorare le saldatura corte
0s
S a l d a t u ra p a rz i a l e
Valori do impostazione
Intervallo mostrato
Chiudi
Caso limite
00:00:01 s
00:00:14 s
Demo LUD320
Corrente
115
94 A
100
85
Potenza saldatura
2,4
2
2 kW
1,5
Tensione arco
23
2 1 ,5 V
20
17
Questo pulsante viene usato se il computer ha bloccato il programma
computerizzato.
Presenta il menu “pop--up“:
WM S 4 0 0 0
Osservare!
Se si preme su Si termina tutto il
programma WMS 4000.
dpb2d1ia
Vuoi uscire da WMS 4000 adesso?
Ja
-- 8 --
Nej
Quando la saldatura è terminata e non si è inserito nessuna velocità di
saldatura, si visualizza il seguente menu ”pop--up”. Inserendo un valore
della lunghezza di saldatura, la immissione di calore ”heat input” è calcolata
e presentata come un valore medio nel rapporto dei dati di saldatura.
Lunghezza saldatura
Unità
Lunghezza cordone
0
Sotto “Unità“ si seleziona mm
oppure pollici.
mm
OK
Premere due volte questo pulsante per accedere al menu pop--up per fare
delle annotazioni.
Nota
OK
dpb2d1ia
Annulla
-- 9 --
Dopo la saldatura, premere due volte sui grafici per visualizzare la
valutazione dei parametri di misurazione indicati per il completo
procedimento di saldatura.
Esempio:
Grafico saldatura
Corrente [A]
Chiudi
5
INSTALLAZIONE
5.1 Generalità
Fare una copia di sicurezza su dei dischi (Floppy Disks) prima di installare il
programma.
ATTENZIONE! Quando i cavo ottici non sono collegati i terminali del
modem devono essere protetti. Le protezioni sono in corredo alla consegna,
(vedere la figura a pagina 12).
In saldatura senza guida luminosa (ottica) il modem non deve essere
collegato.
dpb2d1ia
-- 10 --
5.2 Installazione sull’uscita COM1
S
Avviare Windows.
S
Assicurarsi che nessun altro programma nel computer sia attivo, ad
esempio risparmiatore di energia e figure grafiche 3--D.
S
Assicurarsi anche che non avvenga il programma di avvio automatico.
Questo può causare che i files del sistema vengono occupati. Se questo
dovesse accadere, chiudere tutti i programmi e riavviare di nuovo il
computer.
S
Inserire il dischetto 1 nell’unità A.
S
Per Windows 3.1 e Windows 3.11:
Selezionare Esegui nel menu File.
Digitare a:setup sulla linea di comando (se a è il contrassegno dell’unità
dischi).
S
Per Windows 95 e Windows NT 4.0:
Selezionare Esegui nel menu File
Digitare a:setup sulla linea di apertura (se a è il contrassegno dell’unità
dischi).
S
Premere su OK.
S
Seguire le istruzioni che vengono visualizzate sul display.
5.3 Collegamento del trasferimento dei segnali all’uscita
COM del computer.
S
Collegare il cavo segnale con il modem all’uscita COM1.
Se l’uscita COM1 è occupata:
Collegare il cavo segnale con il modem ad un’uscita COM non
occupata.
Identificare il numero dell’uscita, ad esempio COM2.
Aprire il comando file (explore) e premere sul catalogo WMS4021.
Premere sul catalogo INI, che viene visualizzato sul catalogo WMS4021.
Premere due volte sul file WMS4000.INI. Il file viene visualizzato sotto
”annotazioni”.
Individualizzare la riga con il nome Uscita=1 nel file e cambiare la cifra
con quella usata per il numero dell’uscita COM.
Chiudere il file e conservarlo premendo OK quando la domanda viene
proposta.
S
Collegare il computer al generatore di corrente di saldatura.
dpb2d1ia
-- 11 --
5.4 Collegamento del computer al generatore di corrente
di saldatura
A--A Cavo del computer -- Corrente di saldatura
5.5 Collegamento in serie tra il computer ed il generatore
di corrente di saldatura
1. Uscita del modem.
2. Guida luminosa.
dpb2d1ia
-- 12 --
6
REINSTALLAZIONE
6.1 Ad una eventuale reinstallazione:
Copiare prima i DATI DI SALDATURA della base dei dati nel catalogo
C:\WMS4021 in un’altra catalogo.
Il catalogo DATI DI SALDATURA con i suoi sub--cataloghi contiene tutti i
dati di saldatura che sono stati conservati.
È necessario fare una copia poichè la base dei dati viene sopra scritta
durante il procedimento di reinstallazione.
Per togliere il programma usare l’icona di cancellazione.
6.2 Memorizzazione dei dati di saldatura
Dopo la reinstallazione dei dati di saldatura, conservare la copia nel
catalogo vuoto DATI DI SALDATURA.
7
USO
7.1 Saldatura
S
Avviare il generatore di corrente di saldatura.
S
Avviare WMS 4000 premendo due volte sulla icona del computer.
Quando il programma viene avviato per la prima volta si visualizzano
delle caselle per la selezione della lingua e per l’inserimento del nome
della società. Queste informazioni sono accessibili come funzioni sotto la
lista del menu sul menu principale.
Il sistema è ora pronto per la saldatura, però senza l’identificazione del
pezzo in lavorazione ed i valori di limite. Per ulteriori informazioni, vedere la
sezione DESCRIZIONE DI LAVORAZIONE a pagina 39.
dpb2d1ia
-- 13 --
8
DESCRIZIONE DEL MENU
8.1 Display del menu
Archivio
Weldoc WMS 4000 -- Version 2.1. C:\WMS4021\
Opzioni
Attrezzi ?
Weldoc
WMS 4000
Documentazione
parametri saldatura
Supervisione della saldatura in tempo rea
Valori logici di misurazione
Dati logici di impostazione
Identità del pezzo da
lavorare (F4)
Visualizzare i dati di
impostazione (F5)
Ultima saldatura (F6)
Visualizzare la valutazione
(F7)
Esci
8.2 Spiegazioni del display del menu
Listino del menu:
Vedere la pagina 16 per ulteriori informazioni.
dpb2d1ia
-- 14 --
Pulsantiera:
Supervisione della saldatura in tempo rea
Valori logici di misurazione
n significa che la registrazione è attivata.
Dati logici di impostazione
Identità del pezzo da
lavorare (F4)
Visualizzare i dati di
impostazione (F5)
Ultima saldatura (F6)
Visualizzare la valutazione
(F7)
Esci
Per ulteriori informazioni per quanto riguarda i pulsanti vedere a pagina 20 e
oltre.
La casella superiore contiene funzioni per il controllo della saldatura in
tempo reale. Premendo sulla casella di fronte a Valori logici di
misurazione e Dati logici di impostazione queste funzioni vengono
attivate
oppure disattivate . Normalmente devono essere attive.
In certe occasioni devono però essere disattivate, ad esempio quando si
devono effettuare nuove impostazioni e/oppure si devono inserire (oppure
modificare) programmi nell’unità di comando della saldatrice automatica.
Valori logici di misurazione
Questa funzione deve essere sempre attivata. Questa funzione controlla le
funzioni vitali del programma simili alla registrazione della saldatura e di
conseguenza all’identità di ogni saldatura. Se non è attiva non si può
presentare una valutazione completa della saldatura (vedi la pagina 29).
Si può solo visualizzare un rapporto dei dati di impostazione.
Dati logici di impostazione
Controllare questa funzione può essere interessante quando si effettuano
saldature in TIG automatico. Principalmente viene applicata quando si
registrano grandi quantità di dati di programma di saldatura durante la
saldatura. Questi dati di impostazione possono riempire il tampone del
computer.
Le designazioni tra parentesi si riferiscono ai pulsanti di funzione della
tastiera. Le funzioni possono essere attivate tramite questi pulsanti.
Le funzioni possono anche essere attivate premendo Alt + la lettera
sottolineata. Questo è valido per tutto il programma compiuterizzato.
dpb2d1ia
-- 15 --
9
DESCRIZIONE DEL LISTINO DEL MENU
9.1 Archivio
Esci
9.2 Opzioni
Identità del pezzo da lavorare
Visualizzare i dati di impostazione
Ultima saldatura
Visualizzare la valutazione
MessagioErrore
F4
F5
F6
F7
Identità del pezzo da lavorare F4, Visualizzare i dati di impostazione
F5, Ultima saldatura F6, Visualizzare la valutazione F7
Questi pulsanti sono descritti ulteriormente nelle pagine 20--38.
Messaggio Errore
Messaggio errore
I messaggi di errore vengono presentati in questo menu “pop up“.
Chiudi
dpb2d1ia
-- 16 --
9.3 Attrezzi
Ignora spegn. arco
Ignora saldature brevi ..
Percorso WeldData ...
Nome azienda ...
Lingua ...
Ignorare spegn. arco
Ignora spegn. arco
Usando il pulsante a freccia avanzare passo
a passo al tempo desiderato in secondi per
l’interuzzione più lunga che deve essere
ignorata evitando che inizi una nuova
saldatura.
Valore standard = 0,5 s, max. = 3 s.
Ignorare saldature brevi
0,5
s
OK
Ignora saldature brevi
Usando il pulsante a freccia avanzare
passo a passo al tempo desiderato in
secondi per la saldatura più corta che
deve essere registrata.
Valore standard = 0, max. 10 s.
dpb2d1ia
Ignora spegn. arco se inferiore a:
-- 17 --
Sono ignorate le saldatura di
durata inferiore a:
0 s
OK
Percorso WeldData
Scegli percorso
Scegli il percorso per la memorizzazione dei dati di saldatura:
Indicare dove i dati di saldatura
devono essere conservati.
c:
c:\
wms4021
welddata
y1998
m07
m08
Annulla
OK
Nome azienda
Nome azienda
Digita il nome dell’azienda:
OK
Interromper
e
Digitare il nome della società.
Quantità massima di caratteri: 50
dpb2d1ia
-- 18 --
Lingua
Select Language:
Select a language:
Selezionare la lingua.
DANSK.INI
DEUTSCH.INI
ENGLISH.INI
ESPAÑOL.INI
EXXHNIKA.INI
FRANCAIS.INI
ITALIANO.INI
NEDERLAN.INI
NORSK.INI
PORTUGUÊ.INI
SUOMI.INI
SVENSKA.INI
Cancel
OK
9.4 Sotto il punto di domanda ?
Show Help File
About
Show Help File (Visualizzare il File Aiuto)
Questo è il file di aiuto del programma.
About
Informazione del programma e della versione del programma.
dpb2d1ia
-- 19 --
10 DESCRIZIONE DEI PULSANTI
10.1 Identità del pezzo in lavorazione (F4)
Visualizza il menu:
Caso saldatura
Identità pezzo
Nuovo pezzo in lavorazione
Numero saldature
1
Imposta numero inizio
Togliere il pezzo in lavorazione
Selezione valori limite
Caso limite
TEST1
Nuovo caso limite
Modifica caso limite
Nessun caso limite
Copia caso limite
Visualizza caso limite
Cancella caso limite
Chiudi
OK
Identità pezzo
Quì si assegna al pezzo in lavorazione un’identità appropriata, e se si
desidera, un altro numero di inizio di quello standard che è 1 (vedi la pagina
21).
dpb2d1ib
-- 20 --
Premere due volte questo pulsante per accedere al menu pop--up per fare
delle annotazioni.
Nota
Il testo scritto in questa zona è valido
per tutte le saldature del pezzo in
lavorazione con la stessa identità.
OK
Annulla
Nuovo pezzo in lavorazione
Questo pulsante è usato se si desidera assegnare al pezzo in lavorazione
un’altra identità.
Visualizza il menu ”pop--up”:
Nuovo pezzo in lavorazione
Dare un nome nuovo al pezzo da lavorare
OK
Interromper
e
Digitare qui il nome del pezzo in lavorazione.
Quantità massima di caratteri: 15
Togliere il pezzo in lavorazione
Togliere il pezzo in lavorazione
Questo menu “pop up“ dà
la possibilità di cancellare
dal registro il pezzo in
lavorazione selezionato.
Desideri togliere il pezzo in lavorazione ?
Ja
Imposta numero inizio
Visualizza il menu ”pop--up”:
dpb2d1ib
-- 21 --
Nej
Numero inizio saldatura
Attribuisci numero inizio saldatura al pezzo.
OK
Interromper
e
Il valore qui indicato
viene presentato sotto
“Numero saldature“.
Si inserisce un numero di inizio al pezzo in lavorazione se questo viene
saldato più volte in un giorno, e se si desidera una serie di numeri di
saldatura ininterrotta.
dpb2d1ib
-- 22 --
Selezione valori limite (vedere il menu a pagina 20)
Qui si creano e si trattano i casi di valore limite i quali devono controllare la
saldatura secondo i dati di saldatura indicati nella tabella (WPS).
Caso limite
Qui si visualizza il nome del presente caso di valore limite. In questo caso
“TEST1”.
Altri casi di valore limite possono essere selezionati dalla lista esistente.
Nessun caso limite
Cancella il testo sul display “Caso limite”.
Copia caso limite
Questo pulsante è usato se si desidera copiare il valore limite attuale del
caso.
Visualizza il menu ”pop--up”:
Copia caso limite
Attribuisci nome alla copia del caso limite TEST1 :
OK
Interromper
e
Digitare qui il nome sulla copia.
Quantità massima di caratteri: 15
Nuovo caso limite
Questo pulsante è usato se si desidera creare un nuovo valore limite del
caso.
Visualizza il menu ”pop--up”:
Nuovo caso limite
Attribuisci nome al nuovo caso limite :
OK
Interromper
e
Digitare qui il nome desiderato.
Quantità massima di caratteri: 15
dpb2d1ib
-- 23 --
Modifica caso limite
Prima di attivare questo pulsante, scegliere prima il caso di valore limite che
si vuole cambiare (vedi la pagina 23).
Limiti
Caso limite
Annulla
TEST1
Saldatura parziale
I n i z i o d e l t e m p o d i s u p e rv i s i o n e
Nuovo saldatura parziale
s
Elimina saldatura parziale
Valore
-%
OK
Informazioni
+%
Min
Max
Monitor
A
Corrente
Tensione arco
Velocità alimentazione filo
V
m/min
Inserire i valori desiderati e le zone di tolleranza dei parametri di saldatura
visualizzati. Le tolleranze possono essere indicate in percentuale oppure in
valori assoluti. Se le tolleranze sono indicate in percentuale il computer
calcola i valori assoluti.
S
Monitor
Qui si può selezionare quali parametri di saldatura che si possono
visualizzare durante la saldatura. Le alternative contrassegnate vengono
applicate in tutte le saldature parziali nell’ordine indicato.
S
Nuova saldatura parziale
Questo pulsante è usato se si desidera creare una nuova saldatura
intermittente. Le saldature parziali sono usate in saldatura TIG
automatico. Il nome delle saldature parziali nel WMS deve corrispondere
al nome usato nel generatore di corrente di saldatura TIG (ad es. 01, 02,
03, 04 ecc.)
Visualizza il menu ”pop--up”:
Nuova saldatura parziale
Nome nuova saldatura parziale (data set number):
OK
Interromper
e
Digitare qui il nome desiderato.
dpb2d1ib
-- 24 --
S
Elimina saldatura parziale
Elimina saldatura parziale
Questo menu “pop up“ dà la
possibilità di cancellare dal
registro la selezionata
saldatura parziale.
S
Vuoi eliminare saldatura parziale 1?
Ja
Nej
Inizio del tempo di supervisione
Questo tempo viene inserito per evitare indicazioni errate che possono
verificarsi a causa del tempo necessario quando vengono applicati nuovi
valori limite, ad es. quando si inizia una nuova saldatura oppure quando
si cambia ad una nuova saldatura parziale. Il grafico sottostante non
visualizza nessuna indicazione prima che non si sia raggiunto il tempo di
inizio.
Inserire il tempo in secondi desiderato
usando il pulsante a freccia.
S
Inizio del tempo di supervisione
Informazioni
Visualizza un grafico del procedimento di saldatura con saldatureparziali
e funzioni definite.
Il grafico visualizza solo come informazione per quanto riguarda i casi di
valore limite.
Inizio del tempo di supervisione
OK
dpb2d1ib
-- 25 --
Visualizza caso limite
Visualizza i dati dei parametri per i casi di valore limite che si possono
selezionare nella casella della lista “Caso limite”.
Limiti
Caso limite
TEST1
Saldatura parziale
Annulla
I n i z i o d e l t e m p o d i s u p e rv i s i o n e
Nuovo saldatura parziale
s
Elimina saldatura parziale
Valore
Corrente
Tensione arco
Velocità alimentazione filo
-%
OK
Informazioni
+%
Min
Max
Monitor
A
V
m/min
Cancella caso limite
Questo menu “pop up“ dà la
possibilità di cancellare caso
di valore limite presente.
Cancella caso limite
Vuoi cancellare caso limite TEST1?
Ja
dpb2d1ib
-- 26 --
Nej
10.2 Visualizzare i dati di impostazione (F5)
Set di dati
1
2
3
Rapporto
Valori di impostazione
Parametri dei set di dati: 1
Chiudi
Visualizza i presenti valori inseriti nel generatore di corrente di saldatura.
Premendo sugli esistenti set di dati si possono controllare tutti i valori
inseriti.
Rapporto
Stampa i valori inseriti in forma di rapporto con scritto data e ora.
Chiudi
Chiude il display Valori di impostazione.
dpb2d1ib
-- 27 --
10.3 Ultima saldatura (F6)
Visualizza il rapporto dei dati di saldatura dell’ultima saldatura eseguita.
Ulteriori rapporti di saldatura si possono ricercare nel registro (vedi la pagina
29).
Premere qui per
ingrandire il display.
dpb2d1ib
Premere qui per
chiudere il display.
Premere qui
per stampare il
rapporto.
-- 28 --
10.4 Visualizzare la valutazione (F7)
Selezione rapporto
Rapporto
Rapporto giornaliero
Dati saldatura
Valori misurazione
Rapporto dei dati di
impostazione
Valori limite
Messaggio errore
Grafici
Valore impostazione
Annulla
Mostra
Stampa
Ó
Mese
c:\
wms4021
welddata
y1998
m07
Rapporto saldatura
Giorno
Pezzo
Saldatura
Parametro
q980713.mdb
Cambia unità
Con (F7) si può visualizzare sul display i rapporti di saldatura, i valori limite
e valori di saldatura inseriti e così pure una tabella di tutti i valori misurati e
registrati consecutivamente durante il procedimento di saldatura.
Questi valori possono essere presentati a forma di tabelle oppure
diagrammi. Possono essere presentati sul display oppure essere stampati.
Si può anche visualizzare messaggi di errore.
La base dei dati di saldatura è ordinata in sistema cronologico. Il Pezzo e
Saldatura sono in ordine numerico ed alfabetico secondo le denominazioni.
I parametri sono visualizzati secondo l’ordine nel generatore di corrente di
saldatura.
Rapporto
Qui si seleziona quale tipo di rapporto che si vuole presentare.
Rapporto giornaliero, Rapporto dei dati di impostazione, Dati saldatura,
Valori limite, Valore impostazione, Valori misurazione, Messaggio errore,
Grafici oppure Rapporto saldatura.
dpb2d1ib
-- 29 --
Rapporto giornaliero
Qui viene presentato un sommario delle saldature del giorno.
Esempio di un rapporto del giorno:
Caratteri speciali sono usati nel rapporto del giorno per facilitare
l’interpretazione della saldatura eseguita.
ATTENZIONE! Indipendentemente se ci sono o no dei caratteri,
l’informazione completa deve essere cercata nel rapporto.
Spiegazione dei caratteri:
X = Nessun caso di valore limite per la saldatura è attivato.
! = I valori limite sono troppo alti oppure troppo bassi nel caso valore
limite selezionato. Il rapporto dei valori limite informa a quali parametri
saranno assegnati valori limite. Più punti esclamativi indica che molte
misurazioni dei parametri sono fuori limiti controllati.
Le colonne dei caratteri a sinistra sono disposte nello stesso ordine
come quello dei parametri presentato a destra nel rapporto del giorno.
Questo significa che un carattere nella colonna 1 indica un errore nel
primo parametro, ecc.
O = Ad uno o più caratteri non sono stati assegnati i valori limite.
dpb2d1ib
-- 30 --
+ = Messaggio di errore dal generatore di corrente di saldatura. Controllare
l’influenza sul risultato di saldatura studiando il tipo di errore nel
rapporto messaggi di errore e il contrassegno sul grafico di
misurazione. Vedere sotto quando è avvenuto l’errore.
Se mancano i caratteri, i casi dei valori limite controllati sono normali.
Bisogna comunque controllare l’estensione della misurazione dei parametri
nel rapporto dei valori limite.
dpb2d1ib
-- 31 --
Rapporto dei dati di impostazione
Dati saldatura
dpb2d1ic
-- 32 --
Valori limite
Valore impostazione
dpb2d1ic
-- 33 --
Valori misurazione
Messaggio errore
dpb2d1ic
-- 34 --
Grafici
Questo rapporto è usato per presentare un grafico della tensione, corrente
oppure velocità di alimentazione del filo della saldatura effettuata.
Iniziare selezionando il parametro che si desidera venga presentato (vedi la
pagina 29).
La seguente figura viene presentata:
Grafico saldatura
Tensione arco [V]
Media
In i z i o
Fi ne
Rapporto
Chiudi
Premere su Rapporto perchè il grafico sia presentato.
dpb2d1ic
-- 35 --
Caratteri speciali sono usati nel rapporto del grafico per facilitare
l’interpretazione della saldatura eseguita. Questi indicano quando è
accaduto qualcosa. I caratteri spiegano anche perchè è avvenuta una
interruzzione dell’arco, la quale per certi parametri non può essere
presentata a causa del controllo del procedimento.
Spiegazione dei caratteri:
= = Arc on (verde). Indica quando l’arco si accende dopo una interuzzione
dello stesso.
= = Arc off (rosso). Indica quando l’arco si spegne ad una interuzzione
dello stesso.
I = Divisore tra le saldature parziali (giallo) per la saldatura in TIG
automatico.
+ = Messaggio di errore dal generatore di corrente di saldatura.
Vedere il tipo di errore nel rapporto messaggi di errore.
dpb2d1ic
-- 36 --
Rapporto saldatura
Questo viene selezionato solo se si desidera stampare un rapporto dei Dati
di Saldatura, Valori Limite e Valori da Inserire.
Se si seleziona Rapporto di Saldatura non esiste l’alternativa Mostra.
Pezzo
L’informazione in questa zona viene conservata come testo. Questo
significa che lettere e cifre si mescolano.
Saldatura
Normalmente la zona saldato non necessita di essere usata. In questa zona
vengono presentati automaticamente i numeri della saldatura da 1 in avanti
fino a quando si salda lo stesso pezzo in lavorazione. In caso si continui la
saldatura dello stesso pezzo in lavorazione anche nel giorno successivo, il
numero di saldatura inizia di nuovo da 1. Si può assegnare un appropriato
numero di inizio al pezzo in lavorazione, questo viene effettuato attivando il
pulsante “Assegna numero di inizio“ nel menu casi di saldatura (vedi la
pagina 20). Questa funzione può essere usata se si desidera un numero di
serie continuo riferito al pezzo in lavorazione. La data però si riferisce al
giorno in cui la saldatura è stata eseguita.
Dopo la saldatura si possono fare delle annotazioni nel libretto per appunti
(vedere “Saldatura“ a pagina 8).
Le annotazioni esistenti sono presentate in basso del rapporto “Dati di
Saldatura“.
Parametro
Questa zona viene presentata solo se si è attivato il punto “Grafici“.
Qui si seleziona il parametro oppure i parametri che si desidera venga
presentato un grafico di saldatura (ad es. tensione, corrente oppure velocità
del filo).
Mostra
Visualizza sul display il rapporto di saldatura richiesto.
Stampa
Stampa, sulla stampante collegata, il richiesto rapporto di saldatura della
saldatura contrassegnata.
Cambia unità
Rende possibile di cambiare ad un’altra unità di memorizzazione per
valutare le saldature eseguite.
dpb2d1ic
-- 37 --
10.5 Esci
Interrompe il collegamento con il generatore di corrente di saldatura e
chiude WMS 4000.
dpb2d1ic
-- 38 --
11 DESCRIZIONE DI LAVORAZIONE
11.1 Nuovo pezzo in lavorazione
S
Avviare l’impianto di saldatura
S
Avvio WMS 4000.
S
La registrazione della saldatura può essere eseguita (senza però una
particolare identificazione e valori limite).
S
Premere sul pulsante Identità del pezzo in lavorazione (F4).
S
Si presenta la figura Caso saldatura (vedi la pagina 20).
S
Assegnare una denominazione al pezzo in lavorazione (Identità del
pezzo in lavorazione).
S
Premere OK.
La registrazione di saldatura può essere eseguita (senza valori limite).
11.2 Valori limite
S
Per la registrazione di saldatura con il controllo dei valori limite.
Premere su Nuovo caso limite (vedi la pagina 20).
S
Assegnare un nome al nuovo caso di valore limite.
S
Inserire i valori e le tolleranze per i parametri di saldatura presentati.
S
Contrassegnare i parametri che devono essere visualizzati in tempo
reale.
S
Se la saldatura deve essere divisa in saldature parziali, premere il
pulsante Nuova saldatura parziale (vedi la pagina 24) e assegnarle una
denominazione corrispondente alla denominazione del generatore di
corrente di saldatura.
S
Inserire il tempo di inizio per controllare se i valori limite possono
causare degli errori di segnale falsi (vedi la pagina 25).
S
Cancellare i dati di saldature parziali non necessari (vedi la pagina 25).
S
Fino a che la saldatura è eseguita sugli stessi pezzi in lavorazione, le
saldature sono automaticamente numerate in ordine numerico. Se la
saldatura continua il giorno successivo sugli stessi pezzi in lavorazione,
la numerazione inizia di nuovo con 1. Si può cambiare manualmente il
numero della prima saldatura del giorno successivo se si desidera un
numero di serie continuo riferito al pezzo in lavorazione. Questo avviene
attivando il pulsante Imposta numero inizio (vedi la pagina 20).
dpb2d1ic
-- 39 --
12 RAPPORTI
12.1 Menu selezione rapporto
I rapporti che presentano i valori di saldatura inseriti, i valori limite inseriti e i
valori di saldatura saldatura misurati sono conservati per ogni lavoro di
saldatura. Sono conservati in ordine cronologico e possono essere
presentati in forma di tabella oppure grafica.
Possono essere visualizzati sul visualizzatore oppure possono essere
stampati.
La selezione del rapporto e della sua forma viene eseguita sul display
Selezione rapporto (vedi la pagina 29).
Da questo display si può richiedere anche di stampare la documentazione
completa per saldatura tramite il rapporto di saldatura. Il display contiene un
pulsante per la connessione ad un’altra unità di memorizzazione.
12.2 Rapporti dell’ultima saldatura eseguita.
Questo rapporto è direttamente visualizzato attivando il pulsante Ultima
saldatura (F6) (vedi la pagina 28).
12.3 Rapporto della saldatura precedente
Questi rapporti sono visualizzati attivando il pulsante
Visualizzare la valutazione (F7) (vedi la pagina 29).
dpb2d1ic
-- 40 --
13 CERCA GUASTI E MESSAGGI DI ERRORE
13.1 Documentazione
Il programma del computer è provvisto con un grande numero di protezioni
accompagnate con messaggi di errore. Anche il sistema operativo ha un
numero di messaggi di errore i quali guidano alla causa dell’errore. È
importante notare queste deviazioni. Un buon metodo è di copiare i
messaggi presentati premendo Print Screen. Con Alt+Print Screen si copia
solamente il display “pop--up“.
Queste copie possono poi essere copiate su un idoneo elaboratore di testi.
Questo è di buon aiuto quando si prende contatto con il fornitore per
analizzare l’errore.
13.2 Riavvio
Gli errori possono spesso essere corretti spegnendo il generatore di
corrente di saldatura ed il computer e avviandoli poi di nuovo. Facendo
questo non si cancella nessuna informazione di saldatura ma bensì si può
correggere dei valori inseriti erroneamente nel programma.
13.3 Messaggi di errore
Messaggi di errore provengono dal generatore di corrente di saldatura e
possono essere interpretati differentemente per generatori di corrente.
Vedere i rispettivi manuali per messaggi di errore.
dpb2d1ic
-- 41 --
14 TERMINI TECNICI
14.1 Spiegazioni dei termini tecnici
Numero saldatu- Ad ogni saldatura viene assegnato un appropriato numero di
re
designazione, iniziando sempre con saldatura numero 1, se
non si è indicato un altro numero di inizio.
Pezzo
Ad ogni saldatura viene assegnato un appropriato numero di
designazione, iniziando sempre con saldatura numero 1, se
non si è indicato un altro numero di inizio
Bus--Can
Sistema di comunicazione per i dati nell’impianto di saldatura.
Set di dati
Una specificazione dei dati inseriti per una saldatura parziale.
Base di dati
Nella base di dati vengono conservati i dati di saldatura durante
la saldatura. Si crea una base di dati al giorno e questi vengono
conservati in un catalogo con struttura di mese (mXX) e anno
(YXXX). Per la valutazione, aprire la base di dati desiderata ed i
contrassegnati rapporti desiderati sono visualizzati sul visualizzatore. I rapporti possono essere stampati ad saldatura terminata.
Saldature parziali
Quando si effettua una saldatura non è sempre possibile di usare gli stessi dati durante tutta la saldatura (ad es. quando si saldano tubi). I valori limite per la registrazione dei parametri di
saldatura possono essere inseriti per ognuna delle saldature
parziali.
Flusso del gas
La quantità di gas di protezione per unità di tempo (litri/secondo).
Valori limite
Valori che indicano gli intervalli per i parametri di saldatura dalle
tabelle dei dati di saldatura oppure indicano le deviazioni che
possono essere accettate dai valori inseriti.
Parametri di misurazione
Il tipo di dati di saldatura che deve essere registrato.
Valori di misurazione
Valori misurati dall’impianto di saldatura che può essere trasferito al WMS 4000.
Visualizzatore
Visualizzatore.
Tempo reale
I valori del tempo reali sono presentati contemporaneamente a
quando sono misurati durante il procedimento di saldatura.
Ultima saldatura
Attivando il pulsante Ultima saldatura, si presenta il rapporto
dell’ultima saldatura, mentre per presentare gli altri rapporti di
saldatura bisogna cercarli nel registro.
dpb2d1ic
-- 42 --
Numero di inizio
Un appropriato numero di inizio può essere selezionato per ogni
giorno nuovo che si salda lo stesso pezzo in lavorazione (vedi
la pagina 21).
Inizio del tempo
di supervisione
Quando si inizia una nuova saldatura parziale ci vuole un po’ di
tempo prima che l’impianto di saldatura possa fornire con uniformità i dati richiesti. Indicando un tempo di inizio per la registrazione, si può evitare dei segnali di errore durante questo periodo.
Energia di distanza
L’energia per unità di lunghezza fornita al pezzo in lavorazione
durante la saldatura. Il valore è calcolato da WMS 4000 ed è
indicato in kJ/mm.
Saldato
Una saldatura continua e completata.
Dati di saldatura
I valori dei parametri di saldatura usati durante la saldatura.
Una caso di saldatura
Una saldatura particolare.
Giunto della saldatura
Lo spazio tra due pezzi che devono essere saldati insieme.
Velocità di saldatura
La velocità in m/min che avanza l’arco.
Saldatura
Il procedimento di saldatura in corso.
Numero di saldatura
Ad ogni saldatura separata viene assegnato un numero di saldatura sotto la funzione “Numero saldature“ (vedi la pagina 21).
Paremetri di saldatura
Fattori che influenzano la saldfatura, ad es. corrente di saldatura, tensione dell’arco, velocità di saldatura.
Rapporto di saldatura
Sommario del valore dei parametri di saldatura: dati di saldatura, valori inseriti, valori limite e altri valori registrati.
Si presenta attivando il pulsante “Visualizzare la valutazione“
(vedi la pagina 29).
Via di ricerca
Indica dove i dati sono conservati nella struttura.
Velocità del filo
Velocità di avanzamento del filo d’apporto. Indicato in metri per
minuto.
Valutazione
Presenta il richiesto risultato di misurazione.
Weld Data
Dati di saldatura.
dpb2d1ic
-- 43 --
15 NUMERO D’ORDINE -- WMS 4000
WeldoctWMS 4000 set del software del programma, versione
completa
457 410 880
Kit di connessione, LUD
457 415 880
Kit di connessione, LAF/TAF
457 755 880
Cavi ottici (13 m)
457 072 881
dpb2d1ic
-- 44 --
Elenco ricambi
Edition 981106
Item
no.
Qty
Ordering no.
Denomination
1
1
0455 543 001
Cover
2
1
0455 542 001
Box
3
1
0486 442 884
Circuit board
4
3
0394 516 022
Spacer screw
5
1
0456 914 881
Cable
6
1
0456 902 881
Cable
7
1
0467 911 833
Capacitor
8
1
0486 537 880
Attachment
9
1
0193 052 955
Attachment rope
10
2
0193 052 950
Locking unit
11
1
0193 052 932
Protective cover
12
2
0193 052 960
Clips
14
1
0457 349 002
Optical fibre cable
15
1
0457 349 003
Optotransceiver, female
16
1
0457 349 004
Adapter
17
1
0457 349 005
Optotransceiver, male
18
1
0192 742 001
Branch contact
reserv
-- 45 --
reserv
-- 46 --
LICENCE AGREEMENT
Read this licence agreement before breaking any hardware or software
packages. This is a legal agreement between you, the end user, and ESAB
AB. If you do not agree to the terms of this Agreement, promptly return the
disk package and accompanying items (including written materials and hard
ware or other containers) to the place you obtained them for a full refund.
Licence
1. Grant of Licence. This ESAB AB Software Licence Agreement
(“Licence“) permits you to use one copy of the WeldoctWMS4000
software (“Software“) on any single computer, provided the Software is in
use on only one computer at any time. If you have multiple Licences for
the Software, then at any time you may have as many copies of the
Software in use as you have Licences. The Software is “in use“ in a
computer when it is loaded into the temporary memory (i.e., RAM) or is
installed into the permanent memory (e.g. hard disk, CD--ROM, or other
storage device) of that computer. However , a copy installed on a
network server for the sole purpose of distribution to other computers is
not “in use“. If the Software is permanently installed on the hard disk or
other storage device of a computer (other than a network server), then
the person authorised to use such computer also may use the software
on a portable computer, laptop. If such person’s authorisation to use
such computer ceases for any reason (e.g. termination of employment),
then such person’s authority to use the software on a portable computer,
laptop, shall cease.
2. Copyright. The Software is owned by ESAB AB and is protected by
Swedish and International copyright laws and international treaty
provisions. Therefore, you must treat the Software like any other
copyrighted material except that you may either (a) make one copy of
the Software solely for backup or archival purpose, or (b) transfer the
Software to a single hard disk provided you keep the original solely for
backup or archival purpose. You may not copy written materials
accompanying the Software.
3. Other Restrictions. This License is your proof of license to exercise the
rights granted herein and must be retained by you. You may not rent or
lease the Software, but you may transfer your rights under this License
on a permanent basis provided that you transfer this License, the
software and all accompanying written material, you retain no copies,
and the recipient agrees to the terms of this License. You may not
decompose, or disassembly the Software. If the Software is an update,
any transfer must include the update and all prior versions.
Licence
-- 47 --
4. Multiple Media Software. If the software package contains 3.5“ disks
for different operating systems, or other media, then you may use only
the media or operating system appropriate for your single designated
computer. You may not use the other media on another computer or
computer network, or loan, rent, lease, or transfer them to another user
except as part of a transfer or other use expressly permitted by this
License.
5. Limited Warranty. ESAB AB warrants that the Software will perform
substantially in accordance with the accompanying written material and
will be free from defects in materials and workmanship under normal use
and service for a period of ninety (90) days from the date of reception.
Any implied warranties on the Software are limited to ninety (90) days.
6. Customer Remedies. ESAB AB’s entire liability and your exclusive
remedy shall be, at ESAB AB’s option, either (a) return of the price paid
or (b) repair or replacement of the Software that does not meet ESAB
AB’s Limited Warranty and that is returned to ESAB AB with a copy of
your receipt. This Limited Warranty is void if failure of the Software has
resulted from accidents, abuse, or misapplication. Any replacement
Software will be warranted for the remainder of the original warranty
period or thirty (30) days, whichever is longer.
7. No Other Warranties. ESAB AB disclaims all warranties, either
expressed or implied, including but not limited to implied warranties of
merchantability and fitness for a particular purpose, with respect to the
Software, the accompanying written materials, and any accompanying
hardware.
8. No Liability for Consequential Damages. In no event shall ESAB AB
or its suppliers be liable for any damages whatsoever (including, without
limitation, damages for loss of business profits, business interruption,
loss of business information, or other pecuniary loss) arising out of the
use of or inability to use the Software, even if ESAB AB has been
advised of the possibility of such damages. It is advisable to test and to
learn about the system with test cases.
This Licence Agreement is governed by the laws of Sweden.
For more information about licensing policies, please contact ESAB
Welding Equipment AB, S--695 81 LAXÅ, Sweden.
Licence
-- 48 --
Group H.Q. International directory of subsidiary and associated companies.
Agency network, by countries.
Group
Headquarters
SWEDEN
Esab AB
Gothenburg
Tel: +46--31--50 90 00
Fax: +46--31--50 92 61
ESAB International AB
Gothenburg
Tel: +46--31--50 90 00
Fax: +46--31--50 93 60
Nordic Countries
DENMARK
ESAB A/S
Köpenhavn--Valby
Tel: +45--36--30 01 11
Fax: +45--36--30 40 03
FINLAND
Esab Oy
Helsinki
Tel: +358--9--547 761
Fax: +358--9--547 77 70
NORWAY
AS Esab
Larvik
Tel: +47--33--12 10 00
Fax: +47--33--11 52 03
SWEDEN
Esab Sverige AB
Gothenburg
Tel: +46--31--50 95 00
Fax: +46--31--50 92 22
Europe excl. Nordic
Countries
AUSTRIA
Esab Ges.m.b.H
Vienna--Liesing
Tel: +43--1--888 25 11
Fax: +43--1--888 25 11 85
BELGIUM
S.A. Esab N.V.
Brussels
Tel: +32--2--726 84 00
Fax: +32--2--726 80 05
CZECH REPUBLIC
ESAB s.r.o.
Tel: +420--2--6436 907
Fax: +420--2--6436 908
FRANCE
Esab France S.A.
Cergy Pontoise Cedex
Tel: +33--1--30 75 55 00
Fax: +33--1--30 75 55 24
GERMANY
ESAB GmbH
Solingen
Tel: +49--212--298 0
Fax: +49--212--298 277
ESAB--Hancock GmbH
Karben
Tel: +49--6039--400
Fax: +49--6039--40 301
KEBE--Ersatzteile GmbH
Rosbach
Tel: +49--6007--500
Fax: +49--6007--1216
GREAT BRITAIN
ESAB Automation Ltd
Andover
Tel: +44--1264--33 22 33
Fax: +44--1264--33 20 74
Esab Group (UK) Ltd
Waltham Cross
Tel: +44--1992--76 85 15
Fax: +44--1992--71 58 03
HUNGARY
ESAB Kft
Budapest
Tel: +36--1--20 44 182
Fax: +36--1--20 44 186
ITALY
Esab Saldatura S.p.A.
Mesero (Mi)
Tel: +39--2--97 96 81
Fax: +39--2--97 87 865
THE NETHERLANDS
Esab Nederland B.V.
Utrecht
Tel: +31--30--248 59 22
Fax: +31--30--248 52 60
POLAND
ESAB
Oddzial w Polsce
Tel: +48--22 612 59 61
Fax: +48--22 612 59 57
PORTUGAL
ESAB Lda
Lisbon Codex
Tel: +351--1--837 1527
Fax: +351--1--859 1277
SLOVAKIA
ESAB Slovakia s.r.o.
Bratislava
Tel: +421--7--280 23 71
Fax: +421--7--288 741
SPAIN
Esab Ibérica S.A.
Alcobendas (Madrid)
Tel: +34--1--661 55 80
Fax: +34--1--661 23 13
SWITZERLAND
ESAB AG
Dietikon
Tel: +41--1--741 25 25
Fax: +41--1--740 30 55
North and South
America
BRAZIL
ESAB S.A.
Contagem--MG
Tel: +55--31--333 43 33
Fax: +55--31--333 50 00
CANADA
Esab Group Canada
Missisauga, Ontario
Tel: +1--905--670 02 20
Fax: +1--905--670 48 79
USA
Esab Welding Products,
Inc.
Florence, SC
Tel: +1--803--669 44 11
Fax: +1--803--664 42 58
Esab Welding Equipment AB
S-- 695 81 LAXÅ
SWEDEN
Phone +46 584 810 00
Fax +46 584 123 08
Tgm esablax
Telex 73108 esab s
Far East
AUSTRALIA
ESAB Australia Pty Ltd
Ermington
Tel: +61--2--9647 1232
Fax: +61--2--9748 1685
INDONESIA
P.T. Karya Yasantara Cakti
Jakarta
Tel: +62--21--461 91 27
Fax: +62--21--461 91 26
P.T. Esabindo Pratama
Jakarta
Tel: +62--21--460 01 88
Fax: +62--21--461 29 29
MALAYSIA
ESAB (Malaysia) Snd Bhd
Petaling Jaya
Tel: +60--3--703 36 15
Fax: +60--3--703 35 52
SINGAPORE
ESAB Singapore PTE Ltd
Singapore
Tel: +65--861--43 22
Fax: +65--861--31 95
Esab Asia/Pacific Pte Ltd.
Singapore
Tel: +65--861--74 42
Fax: +65--863--08 39
THAILAND
ESAB (Thailand) Ltd
Bangkok
Tel: +66--2--393 6062
Fax: +66--2--399 3978
U.A.E.
ESAB Middle East
Dubai
Tel: +971--4--38 88 29
Fax: +971--4--38 87 29
Associated
companies
INDIA
ESAB India Ltd
Calcutta
Tel: +91--33--478 45 17
Fax: +91--33--468 18 80
SWEDEN
Gas Control Equipment AB
Malmö
Tel: +46--40--38 83 00
Fax: +46--40--38 83 30
Representative
offices
ALGERIA
ESAB Bureau de Liaison
Alger
Tel: +213--2--67 24 93
Fax: +213--2--68 32 90
BULGARIA
INTESA
Sofia
Tel: +359--2--463 422
Fax: +359--2--463 052
CHINA
ESAB Representative Office
Beijing
Tel: +86--106--501 2113
Fax: +86--106--501 2115
EGYPT
ESAB Egypt
Dokki--Cairo
Tel: +20--2--392 40 39
Fax: +20--2--393 32 13
HONGKONG
ESAB Far East Rep. Office
Tel: +852--2889 2182
Fax: +852--2889 0747
IRAN
ESAB International AB
Teheran
Tel: +98--21--88 21 325
Fax: +98--21--88 38 240
ROMANIA
ESAB Representative Office
Bucharest
Tel: +40 1 211 75 02
RUSSIA-- CIS
ESAB Representative Office
Moscow
Tel: +7--95--246 8906
Fax: +7--502--220 3134
SLOVENIA-- CROATIA
ESAB Representative Office
Ljubljana, Slovenia
Tel/Fax: +386 61 137 61 15
Agents
EUROPE
Cyprus, Greece, Malta
AFRICA
Angola, Cameron, Ethiopia,
Gabon, Ghana, Kenya,
Israel,
Liberia, Morocco,
Mocambique,
Nigeria, Senegal, South
Africa,
Tanzania, Togo, Tunisia,
Zambia, Zimbabwe
ASIA
Bahrain, Hongkong, Japan,
Jordania, Korea, Kuwait,
Lebanon, New Guinea,
Oman,
Pakistan, The Philippines,
Quatar, Saudi Arabia,
Sri Lanka, Syria, Taiwan,
Turkey, Vietnam, Yemen
LATIN AMERICA
Argentina, Bolivia, Chile,
Colombia, Costa Rica,
Curacao,
Equador, El Salvador,
Guatemala, Honduras,
Jamaica,
Paraguay, Peru, Trinidad,
Uruguay, Venezuela
Member of The Esab Group
970409
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising