MANUALE TECNICO ROUND DISPLAY INVERTER

MANUALE TECNICO ROUND DISPLAY INVERTER
:9>O>DC:6EG>A:'%%+
B6CJ6A:I:8C>8DGDJC99>HEA6N>CK:GI:G
9. Specifiche round display
inverter
Lo scopo, dei capitoli che seguono, consiste nel fornire
indicazioni per un corretto utilizzo del condizionatore e
sono stati approfonditi i vari argomenti così da permettere il
coretto impiego del prodotto.
In questa parte del manuale è permesso agli operatori
di rendersi conto delle problematiche che potrebbero
verificarsi sul condizionatore sia dal punto di vista elettrico
che di installazione.
Nelle pagine seguenti sono stati presi in considerazione e
approfonditi i seguenti capitoli:
a)
Tabelle delle caratteristiche del prodotto suddivisa
per potenze
b)
Tabelle prestazionali del prodotto
c)
Schemi elettrici
d)
Specifiche di funzionamento del prodotto
e)
Diagnostica riferita al prodotto
f)
Ricerca guasti generale e specifica del prodotto.
57
Modelli
A-IMW10HX
A-IMW12HX Modalità
Cool/heat
Cool/heat
Fasi - Frequenza - Voltaggio
Single phase-50Hz-220~240V
Single phase-50Hz-220~240V
Assorbimenti
(A) 5.91/6.04 5.95/6.39
Deumidificazione
(L/h)
1.2
1.6
EER (low medium
high speed)
(W/W) 3.65/3.45/3.20
3.67/3.27/3.00
COP (low medium
high speed)
(W/W)
3.70/3.41/2.87
4.16/3.41/3.38
Modello
A-IMW10HX
A-IMW12HX Velocità ventilatore (lr/min) (H/M/L)
1160/1010/890 1250/1100/1050
Potenza assorbita UI(W)
14
20
Tipo ventola
Cross flow fan-1
Diametro/lunghezza ventola
Φ 97×583 Evaporatore
Love water film aluminum foil screwed thread pipe
Diamentro tubi
Φ 7 Unità interna
Unità esterna
Connessioni
Φ 92.1x616
Nr.Ranghi-spessose alette
2-1.4 Area di lavoro (m2)
0.14
Modello motore
MP28VA
Potenza motore (W)
2
Tipo controllo/Fuse (A)
Remote control/3.15
Tipo condensatore motore (μF)
1 Noise dB(A)
40
42
Dimensioni unità interna (W/D/H)(mm)
770×250×190
830x285x189
Dimensioni imballo (W/D/H)(mm)
855×336×272
900x385x265
Peso netto (kg)
12
15
Modello
A-IMW10HX
A-IMW12HX
Potenza assorbita (w)
628
628
Assorbimento UE (A)
33
33
Metodo di espansione
Capillary tube
Tipo compressore
Rotary
Tipo di avvio utilizzato
Frequency converter starting
Temperature di lavoro (°C)
T1(-7~43°C)
Condensatore
Love water film aluminum foil screwed thread pipe
Diametro tubi
Φ 9.52 MP28EA
T1(-7~43°C) Nr.Ranghi-spessose alette (mm)
2-1.4
Area di lavoro (m2)
0.28
0.4
830
Potenza motore (W) nr giri(rpm)
830
Tipo ventola
Axial flow fan -1
Diamentro/lunghezza ventola
Φ 400
Tipo sbrinamento (defrosting)
Auto
Noise dB(A)
54
Dimensioni unità esterna
848×540×320 Dimensioni imballo
878×600×360 Peso netto
43
Tipo refrigerante/carica refrigerante
R410A/1250
Lunghezza max carica refrigerante
(m)
4
Diametro del tubo del liquido
(mm)
Φ 6 (1/4)
Diametro del tubo del gas
(mm)
Lunghezza max dei collegamenti
(m)
5
Dislivello max dei collegamenti
(m)
10
Φ 12 (1/2)
58
Modelli
A-IDW09HBX
Modalità
Cool/heat
Fasi - Frequenza - Voltaggio
Single phase-50Hz-220~240V
Assorbimenti
(A) 7.2/7.8
Deumidificazione
(L/h)
1.2
COP/EER (W/W) 3.23/3.01
Modello
A-IDW09HBX
Velocità ventilatore (lr/min) (H/M/L)
1160/1010/890
Potenza assorbita UI(W)
14
Tipo ventola
Cross flow fan-1
Unità interna
Unità esterna
Connessioni
59
Diametro/lunghezza ventola
Φ 108x954
Evaporatore
Love water film aluminum foil screwed thread pipe
Diamentro tubi
Φ 7 Nr.Ranghi-spessose alette
2-1.4
Area di lavoro (m2)
0.14 Modello motore
MP28VA
Potenza motore (W)
1.5
Tipo controllo/Fuse (A)
Remote control/3.15
Tipo condensatore motore (μF)
1 Noise dB(A)
44.5
Dimensioni unità interna (W/D/H)(mm)
750x250x180
Dimensioni imballo (W/D/H)(mm)
855x336x272
Peso netto (kg)
10
Modello
A-IDW09HBX
Potenza assorbita (w)
1266
Assorbimento UE (A)
27
Metodo di espansione
Valvola di espansione elettronica
Tipo compressore
Rotary
Tipo di avvio utilizzato
Capacitor startup
Temperature di lavoro (°C)
T1(-10~45°C) Condensatore
Love water film aluminum foil screwed thread pipe
Diametro tubi
Φ7
Nr.Ranghi-spessose alette (mm)
2-1.4 Area di lavoro (m2)
0,4
Potenza motore (W) nr giri(rpm)
60/780
Tipo ventola
Axial flow fan -1
Diamentro/lunghezza ventola
Φ 460
Tipo sbrinamento (defrosting)
Auto
Noise dB(A)
55
Dimensioni unità esterna
950x700x420
Dimensioni imballo
1100x755x450
Peso netto
62
Tipo refrigerante/carica refrigerante
R410A/1600
Lunghezza max carica refrigerante
(m)
5
Diametro del tubo del liquido
(mm)
Φ6
Diametro del tubo del gas
(mm)
Φ 9.52
Lunghezza max dei collegamenti
(m)
10
Dislivello max dei collegamenti
(m)
15
60
10. Curve di prestazione
10.1 Condizioni cooling ( raffreddamento )
10.2 Condizioni heating ( riscaldamento )
Condizioni di lavoro interne
61
62
63
10.3. Diagrammi elettrici
Diagrammi modello A-IMW10HX
Diagrammi modello A-IMW12HX
64
Diagrammi modello A-IDW09HBX
65
10.4 Legenda schemi elettrici
COLORI
Black (BK) Blue (BL) Brown (BN) Gray (GY) Green (GN) Orange (OR) Pink (PK) Red (RD)
Violet (VI) White (WHT) Yellow (YE) >
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
Nero
Blu
Marrone
Grigio
Verde
Arancione
Rosa
Rosso
Viola
Bianco
Giallo
4 Way valve
>
Valvola a 4 vie
B
Buzzer
>
Cicalino
C
Capacitor
Coil sensor
Condenser Conn. Wire
Contactor
Cool
Cooling
>
>
>
>
>
>
>
Condensatore
Sonda solenoide
Condensatore
Cavo di connessione
Teleruttore
Freddo
Raffreddamento
>
>
>
>
Sonda sbrinamento
Sbrinamento
Sensore temperatura di uscita
Pompa scarico condensa
>
>
>
>
Terminale di terra
Resistenza elettrica
Evaporatore
Sonda evaporatore
>
>
>
>
>
Motore ventilatore
Unità con ventilatore che raffredda (unità interna)
Sensore scarico condensa
Congelare
Fusibile
H
Heat exchanger temp. Sensor
Heating High High drain switch High pressure switch >
>
>
>
>
Sonda scambiatore di calore
Riscaldamento
Alto
Interruttore di massimo livello
Switch di alta pressione
I
In door coil sensor In door temp. Sensor In door unit
Indicator light >
>
>
>
Sonda temperatura ambiente interno
Sonda temperatura ambiente interno
Unità interna
Indicatore luminoso
L
Led board
Line
Louver motor
Low
>
>
>
>
Scheda dei led
Linea
Motore alette
Basso
M
Magnetic switch
Medium (MED) ì
>
>
Teleruttore
Medio
N
Neutral
>
Neutro
D
Defrost temp. Sensor Deice Discharge temp. Sensor Drain pump
E
Earth terminal Electric heater Evaporator Evaporator temp. Sensor F
Fan motor Fancoil unit Float switch Freeze Fuse O
OLR
Out door coil sensor Out door temp sensor Outdoor unit Overload protector >
>
>
>
>
Relais di protezione sovratemperatura del compressore
Sonda temperatura ambiente esterno
Sonda temperatura ambiente esterno
Unità esterna
Protezione sovraccarico
P
Pimping temp. Sensor Pipe sensor Power plug Power relay Power Supplì Power supply cord Power surce Printer circuit board Pump >
>
>
>
>
>
>
>
>
Sonda immersione
Sonda immersione
Spina
Relè di potenza
Alimentazione
Cavo di alimentazione
Ingresso alimentazione
Circuito stampato
Pompa
R
RC Filter Relays (RLY)
Reversing valve Room sensor
Run Cap.
>
>
>
>
>
Filtro RC
Relè
Valvola inversione ciclo
Sonda ambiente
Condensatore di spunto
S
Signal reciever Starting relay
Stepping motor Suction temp. Sensor Swing motor Switch board
>
>
>
>
>
>
Ricevitore di segnali
Relè di potenza
Motore passo-passo (motore alette)
Sonda ingresso aria
Motore alette
Scheda degli switch
T
Thermal protector To indoor unit To outdoor unit >
>
>
Protettore termico
All’unità interna
All’unità esterna
66
11. Modalità di
funzionamento
Il funzionamento della macchina è controllato da una scheda
elettronica a microprocessore che realizza le regolazioni di
temperatura, le funzioni di protezione e la gestione degli
organi elettromeccanici sulla base delle:
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
11.1 Altri controlli:
impostazioni effettuate sul telecomando (da parte dell’utente) come temperatura impostabile Tset velocità
selezionata Vset ;
corrente del compressore Ico;
temperatura rilevata dalla sonda ambiente interna Tin;
temperatura rilevata dalla sonda ambiente esterna Tout;
temperatura rilevata dalla sonda a immersione nello scambiatore interno Teva ;
temperatura rilevata dalla sonda a immersione nello scambiatore esterno Tde .
temperatura del condensatore Tco;
Le modalitá di funzionamento previste sono le seguenti:
> Raffreddamento (COOLING);
> Deumidificazione (DRY);
> Sleep
11.2 Modalità cooling
Il campo di variazione della temperatura impostabile con
il telecomando Tset è 16°C<Tset<30°C (la valvola a 4 vie è
inattiva)
La macchina (compressore e ventola esterna) si avvia quando
la temperatura ambiente (rilevata dalla sonda ambiente) Tin
è > temperatura impostabile Tset + 1°C e si arresta quando
Tin<Tset –2°C (figura 11.1)
Tset+1
Tset-1
Compressore
Ventola esterna
Ventola interna
Figura 11.1
67
Ventilazione (FAN)
Riscaldamento (HEATING);
Funzionamento Automatico (AUTO);
Funzionamento in modalitá collaudo (TEST).
11.2.1 Protezione del compressore: “Ritardo
di avvio”
11.2.4Protezione contro il surriscaldamento
dello scambiatore
Nelle modalità di funzionamento Cooling è sempre presente
la protezione ritardo di avvio per evitare il ripetersi di cicli
ravvicinati di accensione e spegnimento del compressore.
Quando il microprocessore attiva il compressore il tempo di
ritardo tra due cicli di funzionamento del compressore è di 3
minuti, passati i quali il compressore riprende a funzionare, e non si verificherà il suo spegnimento non prima di 6 minuti
(se si verificano variazioni di temperatura).
Il compressore (e la ventola della unità esterna) si fermano
per 3 minuti quando si varia dalle modalità, la ventola
dell’unità interna gira alla velocità selezionata.
Nella modalità di funzionamento COOLING è presente la
protezione per evitare il surriscaldamento dello scambiatore
esterno:
> Quando la temperatura rilevata dalla sonda a immersione
nello scambiatore esterno Tde è > 62°C, la ventola
dell’unità esterna ed il compressore si fermano.
> Quando la Tde > 56 il compressore lavora a Bassa
frequenza
> Se Tde < 52 la macchina ritorna alla funzione settata
valvola 4 vie
11.2.2 Protezione contro i sovraccarichi di 11.3 Modalità dry
corrente
Quando la tensione di rete aumenta,la frequenza del
compressore per lavorare sarà limitata;quando invece si ha
un sovraccarico,il compressore si ferma,la ventola esterna
si ferma dopo 30 secondi.
Nel display dell’unita interna apparirà E5, nell’unita esterna
invece lampeggerà per 5 volte il LED GIALLO.
11.2.3 Protezione contro il gelo (defrosting)
Nella modalità COOLING, una volta che il compressore
ha lavorato per t=6 minuti, e se la temperatura rilevata
dalla sonda dello scambiatore interno Teva diviene <2°C
il compressore lavorerà a bassa frequenza,mentre se Teva
diviene <-1 per più di t=3 minuti, il compressore si ferma,la
ventola dell’unità esterna si fermerà 30 secondi dopo, la
ventola dell’unità interna gira alla velocità selezionata.
Passati t=3 minuti dallo stop del compressore, e se la
temperatura rilevata dalla sonda ad immersione nello
scambiatore interno Teva diviene >6°C, la macchina riprende
il precedente funzionamento.
(figura 11.2)
Il campo di variazione della temperatura impostabile con il
telecomando Tset va da 16°C a 30°C.
La macchina (compressore e ventola esterna) si avvia quando
la temperatura ambiente Tin (rilevata dalla sonda ambiente)
supera il valore impostato di 1°C e si arresta quando la
temperatura scende di 2°C al di sotto.
Il funzionamento in questa modalità prevede cicli alternati
di lavoro in raffreddamento (per 6 minuti) e in sola
ventilazione (per 4 minuti): in questo modo lo scambiatore
dell’Unità Interna prima si ricopre di condensa, poi è in grado
di eliminarla per gocciolamento, senza abbassare molto la
temperatura ambiente.
Il ventilatore dell’Unità Interna rimane alla velocità minima.
Se Tin > -2 < Tset la macchina lavorerà allo stato
precedente.
(figura 11.3)
11.3.1 Protezione contro il gelo dello
scambiatore dell’Unità Interna
La protezione è la stessa prevista nella modalità Cooling.
Figura 11.2
68
Tset+2
Tset-2
Figura 11.3
Figura 11.4
69
11.4 Modalità fan
Nella modalità FAN la macchina interna si avvia in sola
ventilazione (compressore, 4 vie e ventilazione esterna
stop).
Tramite il telecomando è possibile regolare la velocità del
ventilatore nelle funzioni LOW/MED/HIGH/AUTO.
Selezionando AUTO il controllo elettronico seleziona
automaticamente la velocità del ventilatore a seconda della
temperatura rilevata dalla sonda ambiente interna Tin e della
temperatura selezionata Tset.
Tin ≤ Tset + 2°C > bassa velocità
Tset +2°C < Tin < Tset + 4°C > media velocità
Tin ≥ Tset +4°C > alta velocità
11.5 Modalità heating
Il campo di variazione della temperatura impostabile Tset va
da 16°C a 30°C.
La macchina (compressore, valvola a 4 vie e ventola esterna)
si avvia quando la temperatura ambiente Tin (rilevata dalla
sonda ambiente) è inferiore Tset –2°C
Una volta che la temperatura rilevata dalla sonda ambiente
Tin diviene = Tset +5°C, la macchina torna a funzionare nel
modo precedente.
Protezione contro l’arrivo di aria fredda
Nella modalità di funzionamento HEATING è presente la
protezione anti-aria fredda,che previene l’avvio del ventilatore
dell’unità interna fino a che non sono soddisfatte le seguenti
temperature:
> Temperatura della sonda a immersione nello scambiatore
interno Teva ≥ 41°C o Tin ≥ 24°C; ventola dell’unità
interna gira a bassa velocità per 5 minuti, dopodichè
passerà alla velocità settata. Nel caso in cui entro 3min
non sia stata soddisfatta una delle due condizioni, sopra
citate, la ventola dell’unità interna partirà, comunque,
alla minima velocità.
> Temperatura della sonda a immersione nello scambiatore
interno Teva ≥ 43°C, ventola dell’unità interna gira alla
velocità settata
(figura 11.4)
11.5.1 Protezione contro il gelo (defrosting)
La procedura di sbrinamento permette di eliminare la brina
che si può formare, secondo le condizioni climatiche, sullo
scambiatore dell’Unità Esterna durante il funzionamento
nella modalità HEATING, o se vengono rilevate una delle
seguenti condizioni climatiche:
Figura 11.5
70
-Test > 5, Tcon < -2
modalità Cooling.
-Test compresa tra 0° e 5°,Tcon < -6
11.6 Modalità auto
-Test compresa tra -5° e 0°,Tcon< -10
-Test compresa tra-15° e -5,Tcon < -14
(figura 11.5)
Lo sbrinamento viene avviato quando, dopo almeno 45/47
minuti di funzionamento nella modalità Heating.
In defrosting il compressore si ferma,la ventola interna
si ferma,la ventola esterna e la 4 vie si arrestano dopo 30
secondi.
Quando il compressore ha lavorato per 7 minuti oppure la
sonda immersione dell’unita esterna sente 12°C,la ventola
esterna parte,la 4 vie si attiva dopo 30 secondi,dopo 60
secondi parte il compressore,mentre la ventola dell’unita
interna si attiva dopo che la sonda ad immersione abbia
sentito una T > 41°C.
L’accensione del ventilatore dell’Unità Interna viene ritardata,
come indicato sopra, in modo da evitare l’emissione di aria
fredda.
(figura 11.6)
Nella modalità AUTO la regolazione sceglie in maniera
automatica tra il funzionamento in raffreddamento e in
riscaldamento, secondo il valore della temperatura
ambiente:
>
il valore preimpostato per la temperatura in
raffreddamento Tset è di 25°C;
>
il valore preimpostato per la temperatura in
riscaldamento Tset è di 20°C;
Il funzionamento è regolato nel seguente modo:
Quando la Tin ≥ Tset, viene attivata la modalità COOL con
Tset =25°C
Quando la Tin ≥ Tset – 2°C, il compressore si ferma così come
la ventola dell’unità esterna dopo 30sec, la ventola dell’unità
interna gira alla velocità selezionata.
Quando Tin ≤ Tset +2°C viene selezionata la modalità HEAT
Quando Tin ≥ Tset +5°C, il compressore si ferma, la ventola
U.E. si ferma 15” dopo. La ventola U.I. gira continua
11.5.2 Protezione contro il surriscaldamento 11.6.1Protezioni attive.
dello scambiatore
Secondo la modalitá di funzionamento operativa, sono attive
Nella modalità di funzionamento HEATING è sempre
presente la protezione per evitare il surriscaldamento dello
scambiatore interno:
> Quando la temperatura rilevata dalla sonda a immersione
nello scambiatore interno Teva è > 62°C, la ventola
dell’unità esterna ed il compressore si fermano.
> Quando la Teva > 56, il compressore lavora a Bassa
frequenza
> Se Teva < 52 la macchina ritorna alla funzione settata
Protezione del compressore “ritardo di avvio” come nella
le protezioni e le regolazioni relative alla modalitá
Cooling o alla modalitá Heating.
11.7 Altre caratteristiche e funzioni
11.7.1Controllo “SLEEP”
Il controllo “SLEEP” si utilizza di norma durante il
funzionamento notturno: esso agisce sul valore di
temperatura impostato, modificandolo progressivamente in
modo di diminuire/aumentare l’azione di raffreddamento/
riscaldamento (o di riscaldamento) per un maggiore confort
e per ridurre i consumi di energia elettrica.
Figura 11.6
71
FUNZIONE STOP
Nelle modalità COOL oppure DRY:
- dopo la prima ora di funzionamento la temperatura
impostata Tset viene aumentata automaticamente di
1°C;
- dopo un’altra ora di funzionamento viene aumentata
ancora di 1°C, e viene attivata la funzione FAN per un
totale di 2°C in 2 ore.
Nella modalità HEAT:
- dopo la prima ora di funzionamento la temperatura
impostata viene diminuita automaticamente di 1°C;
- dopo un’altra ora di funzionamento viene diminuita ancora
di 1°C, per un totale di 2°C in 2 ore e viene attivata la
funzione FAN.
Nella modalità AUTO: non è presente la funzione SLEEP
(figura 11.7)
Premendo il tasto l’unità si arresta.
DISPLAY
E possibile spegnere il display tramite telecomando.
Premere 2 volte rapidamente il tasto swing
spegnerlo,ripremere 2 volte per farlo apparire.
per
11.8Controllo “EMERGENZA”
Il controllo emergenza (tasto posto sul pannello di controllo)
permette di attivare le funzioni AUTO, STOP:
FUNZIONE AUTO
Premendo il tasto una sola volta l’unità si avvierà in modalità
AUTO.
Figura 11.7
72
12. Ricerca guasti
12 Ricerca guasti – Parte elettrica
12.1 Ricerca guasti tramite Codice e Leds
L’unità interna è provvista di un display che permette
un’autodiagnosi tramite codice; mentre nell’unità esterna
Codice Errore
Display
E4
E5
E6
F1
F2
F3
F4
F5
H1
H3
H4
H5
sono presenti tre leds per confermare le eventuali anomalie
della macchina.
I leds della scheda esterna sono di colore VERDE/GIALLO/
ROSSO; nelle tabelle sottostanti riporteremo tutti i possibili
errori che il condizionatore riesce a diagnosticare:
Significato
Protezione compressore(mancanza gas)
Alta tensione
Errore di comunicazione
Corto circuito sonda ambiente U.I.
Corto circuito sonda immersione U.I.
Corto circuito sonda ambiente U.E.
Corto circuito sonda immersione U.E.
Difetto sensore mancanza gas
Sbrinamento unità esterna
Surriscaldamento compressore
Protezione Temperatura U.I.
Modulo di potenza in protezione
Soluzione
Ricaricare macchina
Verificare collegamenti elettrici
Verificare connettore, sostituire sonda
Verificare connettore, sostituire sonda
Verificare connettore, sostituire sonda
Verificare connettore, sostituire sonda
Verificare connettore, sostituire sonda
Attendere fine sbrinamento
Verificare pressioni e gas
Verificare pressioni e gas
Sostituire modulo o scheda
DISPLAY UNITA INTERNA
*LED GIALLO
1 Lampeggio
2 Lampeggi
3 Lampeggi
4 Lampeggi
5 Lampeggi
6 Lampeggi
7 Lampeggi
8 Lampeggi
Significato
Compressore in funzione
Sbrinamento unità esterna
Sbrinamento unità interna
Protezione modulo di potenza
Protezione alta tensione
Difetto sensore gas
Difetto sensore mancanza gas
Surriscaldamento compressore
*LED ROSSO
Significato
1 Lampeggio
2 Lampeggi
3 Lampeggi
4 Lampeggi
5 Lampeggi
6 Lampeggi
7 Lampeggi
Assorbimento elevato
Protezione termica compressore
Surriscaldamento batteria(U.I-U.E.)
Protezione anti-gelo batteria U.I.
Difetto sensore immersione
Difetto sensore ambiente
Difetto sensore unità esterna, mancanza gas
Soluzione
Attendere fine sbrinamento
Attendere fine sbrinamento
Sostituire scheda o modulo
Controllare la carica
Verificare connettore, sostituire sonda
Controllare carica gas e pressioni
Soluzione
Controllare assorbimenti*
Verificare temperature*(1)
Controllare pressioni gas*(2)
Controllare pressioni gas*(3)
Verificare connettore,sostituire sonda
Verificare connettore,sostituire sonda
Verificare connettore,sostituire sonda
LED SCHEDA UNITA ESTERNA:
A seconda dei lampeggi effettuati dai leds si può risalire al difetto della macchina;
I leds riportano anomalie non visualizzabili tramite display
73
*In raffreddamento se In pompa di calore se I > 7 A (mod. 10000BTU)
I > 8 A (mod. 12000 BTU)
il compressore si arresta.
I > 8 A (mod. 10000 BTU)
I > 11 A (mod. 12000 BTU)
il compressore si arresta.
*(1) Se la T del compressore > 103°C il compressore, si
arresta. Quando la T del compressore scende sotto 90°C il
compressore, si riavvia.
*(2) Se T della batteria (U.I-U.E.) è > 55°C il compressore si
arresta. Quando T scende sotto i 52°C il compressore, si riavvia.
*(3) Se la T della batteria U.I. è < 2°C il compressore, si
arresta. Quando la T della batteria U.I. diventa > 6°C il
compressore, si riavvia.
LED VERDE
SIGNIFICATO
Lampeggio continuo
Comunicazione corretta
I leds sull’unità esterna identificano il problema a
compressore fermo
12.2 Ricerca dei guasti - parte elettrica -
Sintomo
Controllare
2 - Non dà segno di vita, nemmeno
premendo il tasto AUTO sull’Unità
Interna.
2.A - Controllare la presenza della
tensione di alimentazione 220VAC
ai morsetti dell’Unità Interna e
verificare i collegamenti.
2.B - Controllare la presenza di
220VAC ai contatti del connettore
nella scheda.
2.C - Controllare la presenza di
tensione sul connettore di uscita
del trasformatore: (9 VAC tra i fili
bianchi, 12 VAC tra i fili gialli).
> Ripristinare l’alimentazione e i
collegamenti corretti.
3.A - Se nemmeno un altro
telecomando funziona: verificare
il fissaggio della schedina con il
ricevitore I.R.
3.B - Se un altro telecomando
funziona
correttamente:
il
telecomando potrebbe avere le
pile scariche o essere difettoso
oppure il selettore posto dietro il
telecomando non è nella posizione
corretta.
> Sistemare o sostituire la schedina con il
ricevitore I.R.
4.A - Verificare i collegamenti
elettrici tra l’Unità Interna e l’Unità
Esterna sul cavo di potenza e
segnali.
4.B - Controllare la presenza
della tensione 220VAC ai morsetti
dell’Unità Esterna.
> Ripristinare i collegamenti corretti
rispettando le polarità tra U.I. ed U.E.
3 - Il telecomando non funziona,
oppure funziona solo da vicino.
4 - L’Unità Interna si avvia, ma
l’Unità Esterna non parte.
Intervento
> Se non ci sono i 220V sostituire il fusibile
(200 mA) nella scheda.
> Inserire bene i connettori del trasformatore
oppure sostituirlo.
> Verificare la carica delle pile o sostituire
il telecomando. Verificare la posizione del
selettore (vedi manuale utente).
> Ripristinare l’alimentazione e i
collegamenti corretti.
74
Sintomo
Controllare
5 - Nella modalità raffreddamento
non si avvia mai (al contrario, in
riscaldamento va di continuo).
5.A – Controllare eventuale codice
di errore sul display.
5.B - Verificare se il connettore
del sensore della temperatura
ambiente
è
correttamente
inserito.
5.C - Verificare se il sensore della
temperatura ambiente è guasto
o se il cavetto del sensore è
interrotto.
6 - Nella modalità riscaldamento
non si avvia mai (al contrario, in
raffreddamento va di continuo).
6.A – Controllare eventuale codice
di errore sul display.
6.B - Verificare se il sensore della
temperatura ambiente (o il relativo
cavetto) è in corto circuito.
7 - Nella modalità raffredda-mento
rimane attivo per 10 minuti e poi
non si riavvia più.
7.A – Controllare eventuale codice
di errore sul display.
7.B - Verificare se il connettore
del sensore a immersione è
correttamente inserito.
7.C - Verificare se il sensore a
immersione è guasto o se il cavetto
del sensore è interrotto.
8 - Nella modalità riscaldamento l’Unità Esterna fa spesso lo
sbrinamento (circa ogni 50’).
75
8.A – Controllare eventuale codice
di errore sul display.
8.B - Verificare se il sensore a
immersione dell’U. E. è collegato
correttamente.
8.C - Verificare se il sensore a
immersione dell’Unità Esterna è
guasto, se il cavetto del sensore è
interrotto e se il cavo dei segnali è
integro e correttamente collegato.
Intervento
> Inserire saldamente il connettore nella
scheda.
> Sostituire il sensore della temperatura
ambiente.
> Sostituire il sensore della temperatura ambiente.
> Inserire saldamente il connettore nella
scheda.
> Sostituire il sensore a immersione.
> Collegare correttamente il sensore.
> Sostituire il sensore a immersione
dell’Unità Esterna.
9 - L’aletta flap rimane ferma o si
muove in modo anormale.
9.A - Verificare il corretto
inserimento del connettore del
motorino per le alette flap.
9.B - Provare se un altro motorino
funziona correttamente.
> Ripristinare il corretto collegamento del
motorino.
> Sostituire il motorino.
10 - Il ventilatore dell’Unità Interna
non gira (oppure gira a velocità
bassissima).
10.A - Verificare se il connettore del
motore è correttamente inserito.
10.B - Verificare la presenza della
tensione di alimentazione 220VAC
sul connettore.
10.C - Provare con un altro motore
o con un altro condensatore.
> Inserire saldamente il connettore nella
scheda.
> Sostituire la scheda elettronica.
> Sostituire il motore o il condensatore
Sintomo
Controllare
11 - Anche in riscaldamento emette
aria fredda.
11.A - Verificare il collegamento
del cavo della valvola a 4 vie alla
scheda esterna o morsettiera.
11.B - Verificare se la valvola a 4
vie ha la bobina interrotta.
11.C - Verificare se la valvola a 4 vie
scatta.
> Collegare correttamente il cavo della
valvola a 4 vie.
12.A - Verificare il collegamento
del cavo del ventilatore alla scheda
esterna o morsettiera.
12.B - Provare a dare una spinta
per avviarla: ATTENZIONE alle
mani.
12.C - Provare con un altro
motore.
12.D – Controllare sonda ad
immersione
> Ripristinare il corretto collegamento
13.A - Verificare la presenza
della tensione di alimentazione ai
morsetti.
13.B - Verificare la presenza della
tensione di alimentazione sui
contatti del motore
13.C - Non riesce ad avviarsi, si
sente un ronzio.
13.D - Controllare l’integrità del
clikson
> Ripristinare i collegamenti corretti.
12 - Il ventilatore dell’Unità Esterna
non parte.
13 - Il compressore non parte.
N.B. In qualsiasi caso in cui la macchina non dovesse
funzionare correttamente, controllare sempre le tabelle
con i codici di errore prima di effettuare qualsiasi tipo di
intervento.
Note e precisazioni alla tabella per la ricerca dei guasti parte elettrica –
In tutti i casi elencati, la causa del difetto potrebbe essere
anche un guasto alla scheda elettronica. Se gli interventi
indicati nella tabella non risolvono il difetto allora è opportuno
provare a sostituire la scheda.
È buona norma comunque, prima di procedere alla
sostituzione della scheda elettronica, verificare sempre tutte
le possibili cause del malfunzionamento indicate nei punti
della tabella.
Intervento
> Sostituire la bobina della valvola a 4 vie.
> Sostituire la valvola.
> Sostituire il condensatore.
> Sostituire il motore.
> Sostituire sonda
> Sostituire il fusibile sulla scheda del
compressore
> Sostituire il condensatore del
compressore.
> Sostituire il clikson
Per verificare il corretto funzionamento di una sonda di
temperatura si può misurare il valore di resistenza del
sensore nel seguente modo:
>
disconnettere la sonda dal circuito estraendo il relativo connettore;
>
predisporre un "tester" elettronico nella portata 20 KOhm;
>
toccare con i puntali i contatti del sensore sul connettore e misurare il valore di resistenza.
L'indicazione letta sul tester deve essere simile al valore che
si trova, alla corrispondente temperatura del sensore, nella
tabella seguente, valida per sensore immersione interno ed
esterno, sensore temperatura esterna.
76
°C
2.1.1.1
KOhm
°C
-10
82,7500
-9
2.1.1.2
KOhm
°C
2.1.1.3
KOhm
°C
2.1.1.4
KOhm
12
27,1800
34
10,2000
56
4,2940
78,4300
13
25,9200
35
9,7790
57
4,1390
-8
74,3500
14
24,7300
36
9,3820
58
3,9900
-7
70,5000
15
23,6000
37
9,0030
59
3,8480
-6
66,8800
16
22,5300
38
8,6420
60
3,7110
-5
63,4600
17
21,5100
39
8,2970
61
3,5790
-4
60,2300
18
20,5400
40
7,9670
62
3,4540
-3
57,1800
19
19,6300
41
7,6530
63
3,3330
-2
54,3100
20
18,7500
42
7,3520
64
3,2170
-1
51,5900
21
17,9300
43
7,0650
65
3,1050
0
49,0200
22
17,1400
44
6,7910
66
2,9980
1
46,6000
23
16,3900
45
6,5290
67
2,8960
2
6,2780
68
2,7970
44,3100
24
15,6800
46
3
42,1400
25
15,0000
47
6,0380
69
2,7020
4
40,0900
26
14,3600
48
5,8090
70
2,6110
5
38,1500
27
13,7400
49
5,5890
71
2,5230
6
36,3200
28
13,1600
50
5,3790
72
2,4390
7
34,5800
29
12,6000
51
5,1970
73
2,3580
8
32,9400
30
12,0700
52
4,9860
74
2,2800
9
31,3800
31
11,5700
53
4,8020
75
2,2060
10
29,9000
32
11,0900
54
4,6250
76
2,1330
11
28,5100
33
10,6300
55
4,4560
77
2,0640
KOhm
°C
Valori per sonde da 15 K
°C
2.1.1.5
KOhm
°C
-10
110,300
-9
-8
2.1.1.6
KOhm
°C
2.1.1.7
12
36,240
34
13,590
56
5,726
104,600
13
34,570
35
13,040
57
5,519
99,130
14
32,980
36
12,510
58
5,320
-7
94,000
15
31,470
37
12,000
59
5,130
-6
89,170
16
30,040
38
11,520
60
4,948
-5
84,610
17
28,680
39
11,060
61
4,773
-4
80,310
18
27,390
40
10,620
62
4,605
-3
KOhm
76,240
19
26,170
41
10,200
63
4,443
-2
72,410
20
25,010
42
9,803
64
4,289
-1
68,790
21
23,900
43
9,420
65
4,410
0
65,370
22
22,850
44
9,054
66
3,998
1
62,130
23
21,850
45
8,705
67
3,861
2
59,080
24
20,900
46
8,370
68
3,729
3
56,190
25
20,000
47
8,051
69
3,603
4
53,460
26
19,140
48
7,745
70
3,481
5
50,870
27
18,130
49
7,453
71
3,364
6
48,420
28
17,550
50
7,173
72
3,252
7
46,110
29
16,800
51
6,905
73
3,144
8
43,920
30
16,100
52
6,648
74
3,040
9
41,840
31
15,430
53
6,403
75
2,940
10
39,870
32
14,790
54
6,167
76
2,844
11
38,010
33
14,180
55
5,942
77
2,752
Valori per sonde da 20 K
77
2.1.1.8
°C
2.1.1.9
KOhm
°C
-10
276.5730
-9
2.1.1.10
KOhm
°C
12
90.5162
262.0074
13
-8
248.2941
-7
235.3787
-6
-5
2.1.1.11
KOhm
°C
2.1.1.12
KOhm
34
34.0079
56
14.3105
86.3341
35
32.6212
57
13.7913
14
82.3687
36
31.2983
58
13.2937
15
78.6076
37
30.0359
59
12.8167
223.2101
16
75.0392
38
28.8309
60
12.3592
211.7410
17
71.6526
39
27.6805
61
11.9204
-4
200.9274
18
68.4376
40
26.5820
62
11.4994
-3
190.7282
19
65.3846
41
25.5326
63
11.0955
-2
181.1052
20
62.4845
42
24.5301
64
10.7078
-1
172.0225
21
59.7290
43
23.5720
65
10.3357
0
163.4470
22
57.1100
44
22.6562
66
9.9784
1
155.3267
23
54.6202
45
21.7806
67
9.6352
2
147.6573
24
52.2524
46
20.9433
68
9.3056
3
140.4114
25
50.0000
47
20.1424
69
8.9889
4
133.5631
26
47.8569
48
19.3761
70
8.6846
5
127.0885
27
45.8171
49
18.6428
71
8.3921
6
120.9652
28
43.8752
50
17.9409
72
8.1110
7
115.1720
29
42.0259
51
17.2683
73
7.8406
8
109.6896
30
40.2644
52
16.6244
74
7.5807
9
104.4994
31
38.5861
53
16.0080
75
7.3306
10
99.5843
32
36.9866
54
15.4177
76
7.0900
11
94.9283
33
35.4618
55
14.8522
77
6.8585
Valori per sonde da 50 K
La tabella dei valori di resistenza rimane valida per ciascuna
delle tre sonde di temperatura (sonda a immersione
dell’Unità Interna e sonda a immersione dell’Unità Esterna)
poiché tutte le sonde di temperatura hanno la medesima
curva caratteristica.
NOTA BENE: Nei modelli inverter si deve fare la massima
attenzione ad eseguire correttamente i collegamenti
elettrici e frigoriferi, rispettando la numerazione dei cavi
elettrici.
Verifica modulo inverter
( vedi figura 12.1 )
Nel modulo ci sono 5 connettori laterali identificati con le
seguenti lettere:
>
>
>
>
>
P di colore arancio
N di colore bianco
U di colore giallo
V di colore rosso
W di colore blu
P e N rappresentano l’alimentazione del modulo e quindi
la tensione in ingresso,U-V-W rappresentano le tre fasi del
compressore in uscita del modulo.
Più spostato verso il centro troviamo un connettore bianco
che funge da segnale di comunicazione con la scheda
principale.
Quando la macchina esterna viene alimentata nel modulo
dobbiamo trovare i seguenti valori:
>
Tra P e N andiamo a misurare con il tester in
corrente continua(DC) un valore compreso tra 300 e 330V
>
Tra U-V controlliamo con il tester la continuità in
Ω,il valore deve essere compreso tra 1,5 e 2Ω.
>
Tra U-W controlliamo con il tester la continuità in
Ω,il valore deve essere compreso tra 1,5 e 2Ω.
>
Tra W-V controlliamo con il tester la continuità in
Ω,il valore deve essere compreso tra 1,5 e 2Ω.
I valori misurati tra U-V,U-W e V-W devono essere tra di loro
rispettivamente identici.
>
Sul cavetto di segnale bisogna controllare tra il filo
rosso ed il 6°filo bianco (5V in DC),e tra il filo rosso e l’8°filo
bianco(8V in DC).
Il controllo del segnale si può effettuare sia sullo spinotto
innestato nel modulo che in quello della scheda,i valori devono
essere identici per avere uno scambio di dati perfetto.
78
Quando invece la macchina è in funzione dobbiamo trovare i
seguenti valori:
>
Tra
270 a 340V
>
Tra
110 a 180V
>
Tra
110 a 180V
>
Tra
110 a 180V
P e N una corrente continua(DC) che varia da
U e V una corrente alternata(AC) che varia da
U e W una corrente alternata(AC) che varia da
Se dopo un controllo sul modulo notiamo che:
Tra P e N non abbiamo tensione oppure è troppo
bassa, controllare tensione d’ingresso alla scheda principale,c’è la possibilità che la scheda non funzioni.
Se a macchina in funzione non troviamo tensione
tra U-V-W controllare la continuità delle tre fasi,il
compressore potrebbe essere rotto. In questo
1. Controllo del ponte a diodi (nello schema, rettificatore)
Commen to: se questa parte non è normale, il LED non si
accenderà.
Impostare il multimetro in Ohm e portare il range massimo
di misura dello strumento a fondoscala. Posizionare i puntali
su una coppia di terminali e rilevare la misura. I corretti valori
che si ottengono sono visibili nella tabella.
(Figura 12.2 - Figura 12.3)
Le resistenze misurate (1 e 2) sono quelle rilevate nel
verso concorde a quello di circolazione della corrente e nel
verso discorde ad esso (ovvero le due misure si ottengono
invertendo la posizione dei puntali sulla stessa coppia di
teminali).
Figura 12.1
79
caso è consigliabile sostituire anche il modulo.
ATTENZIONE:non cambiare subito il modulo senza controllare il compressore,il modulo nuovo non funzionerà e bisognerà ricambiarlo.
Il compressore non parte,la tensione d’ingresso è buona,la continuità del compressore anche:controllare il cavetto del segnale,potrebbe essersi staccato oppure la scheda principale non funziona correttamente.
W e V una corrente alternata(AC) che varia da
Nei controlli delle tre fasi(U-V-W)dobbiamo avere le stesse
tensioni.
La variazione dei valori dipende dalla modulazione della
macchina,quando la macchina lavora al minimo avremo i
valori più bassi al contrario troveremo i valori massimi.
1.
2.
3.
RICERCA DEI GUASTI Circuito frigorifero
-
una macchina da 10.000 BTU/h dovrebbe produrre
aria a temperatura circa 17°C superiore della temperatura
ambiente
-
una macchina da 12.000 BTU/h dovrebbe produrre
aria a temperatura circa 20°C superiore della temperatura
ambiente
Situazione di funzionamento regolare.
Prima che da misure strumentali, il corretto funzionamento
dei climatizzatori va identificato verificando la produzione di
raffreddamento (o di riscaldamento, durante il funzionamento
in pompa di calore).
Nelle condizioni climatiche “normali” (cioè vicine alle
temperature Standard di misura) la macchina, dopo alcuni
minuti di accensione, deve iniziare ad emettere aria fredda
(o calda). La temperatura dell’aria emessa dipende dai
seguenti fattori:
>
>
>
temperatura ambiente;
quantità d’aria emessa (quindi velocità del ventilatore);
resa termica della macchina.
La temperatura dell’aria emessa dall’Unità Interna
diminuisce (cioè la macchina rende meno) al diminuire della
temperatura esterna.
Tutte le situazioni indicate possono essere considerate
qualitativamente come indice di funzionamento regolare.
Va tenuto conto, comunque, che si tratta di elementi che vanno
valutati in funzione delle specifiche condizioni ambientali e
della tipologia di installazione della macchina.
In linea generale, la resa delle macchine diminuisce nei casi
in cui l’installazione richieda:
>
una maggiore lunghezza del collegamento frigorifero;
>
un maggiore dislivello tra Unità Interna ed Unità Esterna;
>
un gran numero di curve delle linee frigorifere.
Inoltre la resa è minore in tutte le situazioni in cui non è
garantito un ottimale scambio termico delle Unità, in
particolare dell’Unità Esterna.
Funzionamento nella modalità Raffreddamento
Il ventilatore è regolato alla velocità massima, in condizioni
normali:
La temperatura dell’aria emessa dall’Unità Interna aumenta
(cioè la macchina rende meno) all’aumentare della
temperatura esterna.
Ulteriore indice di buon funzionamento è che, dallo
scambiatore interno attraverso il tubo di scarico, escano
continuamente gocce di condensa.
-
una macchina da
aria a temperatura circa
ambiente
-
una macchina da
aria a temperatura circa
ambiente
VERIFICHE SENZA USO DI STRUMENTI
12.3 Funzionamento
nella
modalità
Raffreddamento - Verifiche visive sull’Unità
Interna
10.000 BTU/h dovrebbe produrre
14°C minore della temperatura
12.000 BTU/h dovrebbe produrre
15°C minore della temperatura
N.B. In qualsiasi caso in cui la macchina non dovesse
funzionare correttamente, controllare sempre le tabelle
con i codici d’errore prima di effettuare qualsiasi tipo di
intervento
Funzionamento nella modalità Riscaldamento
Se la ventola è regolata alla velocità massima, in condizioni
normali:
Misure
Multimetro
+
~
~
-
Figura 12.2
Resistenza misurata 1
Resistenza misurata 2
-
Infinito
Infinito
+
~500 ohm
Infinito
~500 ohm
Infinito
~
~
Figura 12.3
80
VERIFICHE CON USO DI STRUMENTI
Le verifiche strumentali danno maggiori elementi per
valutare il corretto funzionamento dei climatizzatori.
Le misure che è necessario rilevare sono le seguenti:
>
Temperatura dell’aria
>
Corrente assorbita
>
Pressione del fluido refrigerante
La Temperatura dell’aria va misurata con un termometro
digitale, in grado di dare una misura precisa e con un breve
tempo di risposta.
Le temperature di maggiore interesse sono le seguenti:
>
Temperatura ambiente: è la temperatura della
stanza nella quale è installata l’Unità Interna;
>
Temperatura di emissione dell’Unità Interna: è la
temperatura dell’aria emessa dall’Unità Interna: va sempre
misurata alla massima velocità del ventilatore;
>
Temperatura esterna: è la temperatura dell’aria
aspirata dall’Unità Esterna. Inoltre, come dato di confronto,
può essere utile anche la quarta temperatura:
>
Temperatura di emissione dell’Unità Esterna: è la
Sintomo
Controllare
Intervento
13 - Si forma della brina sullo
scambiatore dell’Unità Interna.
13.A - Brina solo sulla parte bassa
dello scambiatore: perdita di gas.
13.B - Brina su tutto lo
scambiatore:
il filtro dell’aria è intasato.
La temperatura ambiente è bassa (< 20° C). Il ventilatore dell’Unità
Interna è guasto.
> Ricercare la perdita e ricaricare con il
gas caratteristico della macchina (vedere
avvertenze)
> Pulire il filtro dell’aria.
> Verificare la temp. amb.
> Sostituire il motore.
14 - Non vi è produzione condensa
14.A - Se lo scambiatore dell’Unità
Interna
rimane
asciutto
e
l’assorbimento di corrente elettrica
è molto minore del nominale allora
vi è una perdita.
> Ricercare la perdita e ricaricare con il
gas caratteristico della macchina (vedere
avvertenze).
15 - Il compressore funziona, ma
c’è poco raffreddamento.
15.A - Lo scambiatore di calore
dell’Unità Esterna è intasato o
coperto: non vi è un buono scambio
termico.
15.B - Le alette dello scambiatore
di calore dell’Unità Esterna sono
piegate.
> Ripulire lo scambiatore dell’Unità Esterna.
16.A - Il filtro dell’Unità Interna è
intasato.
16.B - L’aria ricircola nell’Unità
Interna.
> Pulire il filtro.
16 - La temperatura dell’aria bassa,
ma vi è poco raffredda-mento.
> Raddrizzare le alette dello scambiatore
esterno.
> Favorire la libera circolazione dell’aria.
> Sostituire la macchina o eli-minare il
sovraccarico.
16.C - Dimensionamento della
macchina
non
adeguato
o
sovraccarico (p. es.: fonti di calore,
sovraffollamento,...).
81
17 - Il tubo d’entrata del compressore (bassa pressione) non è
freddo.
17.A - Perdita di gas.
> Ricercare la perdita e ricaricare con il
gas caratteristico della macchina (vedere
avvertenze).
18 - Il tubo d’uscita del compressore (alta pressione) non è
caldo.
18.A - Perdita di gas.
> Ricercare la perdita e ricaricare con il
gas caratteristico della macchina (vedere
avvertenze).
19 - Il compressore rimane fermo.
19.A - Il compressore è molto
caldo: protezione termica.
> Attendere che scenda la
temperatura.
temperatura dell’aria emessa dall’Unità Esterna.
La Corrente assorbita va misurata con una pinza
amperometrica digitale, in grado di dare misure precise
e di memorizzare il valore della corrente di spunto del
compressore.
La misura della corrente si effettua su uno dei conduttori
del cavo di alimentazione dell’assieme (Unità Interna +
Unità Esterna), tenendo conto che l’assorbimento dell’Unità
Interna è marginale rispetto all’assorbimento del
compressore.
La Pressione va misurata, di norma, con i manometri della
stazione di carica, facendo attenzione al fondo scala del
manometro che si intende utilizzare: l’unico manometro
adatto a misurare i valori di alta pressione è quello con fondo
scala 50 bar).
Il punto in cui va misurata la pressione è l’attacco di servizio,
che è l’attacco filettato (normalmente dotato di valvolina a
spillo) previsto sul rubinetto del gas nell’Unità Esterna. In
tale punto è accessibile:
>
La bassa pressione, durante il funzionamento in
raffreddamento;
>
L’alta pressione, durante il funzionamento in
riscaldamento.
La pressione si stabilizza solo dopo un certo periodo di lavoro,
quindi è bene attendere alcuni minuti prima di considerare
corretta la lettura.
A macchina spenta
Può essere utile misurare il valore della pressione: in
questa condizione essa deve corrispondere al valore
della temperatura del refrigerante, secondo la scala del
refrigerante R410 (modelli HBX).
Es. se la temperatura ambiente è di 20° C e la temperatura
esterna è di 18°C la pressione che ci si può aspettare a
macchina spenta sarà attorno ai 13 bar.
Nel caso la pressione sia sensibilmente minore è già certo
che vi è stata una perdita di refrigerante.
A macchina accesa
A macchina accesa si devono rilevare le seguenti misure:
>
le condizioni climatiche:
1.
2.
temperatura ambiente
temperatura esterna
>
le condizioni di lavoro in raffreddamento:
3.
4.
5.
6.
la pressione
la corrente assorbita
la temperatura dell’aria emessa dall’Unità Interna
la temperatura dell’aria emessa dall’Unità Esterna
>
le condizioni di lavoro in riscaldamento:
7.
8.
9.
10.
la pressione
la corrente assorbita
la temperatura dell’aria emessa dall’Unità Interna
la temperatura dell’aria emessa dall’Unità Esterna
La pressione:
nelle condizioni climatiche standard ci si può aspettare:
>
in raffreddamento: un valore della pressione attorno
a 7-8 bar;
>
in riscaldamento: un valore della pressione attorno
a 30-32 bar.
La pressione può cambiare sensibilmente al variare delle
condizioni climatiche.
In linea generale, sia in raffreddamento che in riscaldamento,
i valori della pressione aumentano all’aumentare delle
temperature (dell’aria esterna e dell’ambiente interno), ed è
necessario tenere conto di questo fatto per dare significato
alla misura che si sta facendo.
L’assorbimento di corrente elettrica, nelle condizioni
climatiche standard, non si dovrebbe discostare di molto dai
valori nominali. Quando le temperature (ambiente interno
o esterna) sono sensibilmente diverse dai valori standard
di misura vanno utilizzate le curve dell’assorbimento per
ricavare il coefficiente correttivo di cui tenere conto.
In linea generale, quando l’assorbimento è minore del
valore previsto è probabile che la carica del refrigerante sia
insufficiente; al contrario, in caso di sovraccarica si hanno
valori di assorbimento maggiori.
SI SCONSIGLIA di non modificare il valore della carica,
poiché la quantità di refrigerante prevista in fase di progetto
è da rispettare tassativamente.
In caso di dubbio è consigliabile effettuare una nuova
carica con la quantità prevista, che è riportata nell’etichetta
applicata all’Unità Esterna.
Verifiche sull’Unità Esterna con uso di strumenti
NB: Per un corretto controllo delle pressioni nel modello
inverter è bene utilizzare la funzione P1 e P2 (potenza
nominale); questa permette di fissare l’inverter alla
potenza nominale di progetto (10000Btu e 12000Btu) in
modo tale da poter effettuare le verifiche sopra citate.
>
Come attivare le funzioni P1 e P2:
Funzione P1: premere consecutivamente per 4 volte il tasto
“SLEEP” posto sul telecomando
Funzione P2: premere consecutivamente per 5 volte il
tasto “SLEEP” posto sul telecomando
82
Sintomo
83
Controllare
Intervento
20 - Poco raffreddamento e
riscaldamento: valori bassi
d’assorbimento e di pressione.
20.A - Perdita di gas.
> Eliminare la causa della perdita e
ricaricare con il gas caratteristico della
macchina (vedere avvertenze).
21 - Poco raffreddamento; in
riscaldamento poco effetto e
sbrinamento frequente.
21.A - Rubinetto del liquido non
completamente aperto.
21.B - Ostruzione di uno dei tubi di
collegamento o curva strozzata.
> Aprire completamente il rubinetto del
liquido.
> Eliminare l’ostruzione o la strozzatura.
22 - Poco raffreddamento e
riscaldamento.
22.A - Se la pressione in
raffreddamento è piuttosto
alta e in riscaldamento è
bassa: rubinetto del gas non
completamente aperto.
> Aprire completamente il rubinetto del gas.
23 – Malfunzionamento valvola 4
vie
23.A – Assenza di tensione sulla
valvola
- Blocco meccanico
> Sostituire la scheda
> Provare a sbloccare la valvola con
colpettini
24 – Malfunzionamento motore
ventilatore
24.A – Rottura del condensatore di
spunto
- Resistenza Ω assente
- Assenza di tensione sul motore
> Sostituire il condensatore
25 - Malfunzionamento
compressore
25.A - Resistenza Ω assente <2Ω
-
Condensatore bruciato
-
Overload interrotto
> Sostituire il compressore
> Sostituire il condensatore
> Sostituire overload
26 - Malfunzionamento
Modulo
26.A - P+N alimentazione continua
(320V) assente
- U V W alimentazione alternata
assente
> Sostituire la scheda
27- Malfunzionamento scheda
27.A- Connettore alimentazione
modulo: Cavo7- Cavo8 (5V)
Corrente Continua
Cavo7- Cavo9 (12V) Corrente
Continua
Cavo7- Cavo10 (5V) Corrente
Continua assente
> Sostituire la scheda
28 – Malfunzionamento diodo
28.A – Alimentazione assente
> Sostituire il diodo
> Sostituire il motore ventilatore
> Sostituire la scheda
> Sostituire modulo
12.4 Problemi da errata installazione
Al posto di un tubo di drenaggio rigido, è stato utilizzato un
tubo flessibile ondulato.
I tubi del refrigerante non sono sufficientemente isolati
dal calore
La linea di scarico della condensa sale verso l’alto, anche
per un breve tratto.
C’é un sifone nel tubo di scarico della condensa
Il tubo di scarica della condensa termina in
un canale di raccolta dell’acqua piovana.
Più apparecchi sono stati installati uno vicino all’altro
Non viene utilizzato un circuito di alimentazione separato.
L’apparecchio è stato installato in un luogo esposto a forti
correnti d’aria.
I tubi sono stati piegati troppe volte.
L’unità interna si trova al di fuori del raggio di azione del
comando a distanza.
L’ambiente è caldo e molto umido.
L’unità interna è vicino a macchine che generano vari tipi
di interferenze.
L’unità interna è stata Installata nella cucina di un ristorante. Le unità interna ed esterna sono state installate a un
dislivello superiore a quello massimo consentito
I tubi sono piegati con angolo troppo stretto.
Non è stato previsto un sifone per l’acqua qualora l’unità
esterna sia installata a un livello superiore rispetto
all’unità interna.
La valvola a tre vie è chiusa.
Sono stati utilizzati tubi di diametri errati.
L’apparecchio è stato installato in un luogo troppo ristretto,
in cui è impossibile una normale circolazione dell’aria.
Il diametro del conduttore è troppo ridotto o comunque la
linea elettrica è troppo lunga
L’apparecchio è stato installato in un luogo troppo ristretto,
in cui è impossibile una normale circolazione dell’aria.
Il diametro del conduttore è troppo ridotto o comunque la
linea elettrica è troppo lunga
Presenza di corpi estranei all’interno delle
tubazioni.
Non vengono effettuate nuove svasature nel caso in
cui l’apparecchio venga rimosso e quindi installato
nuovamente
Vi è umidità all’interno delle tubazioni.
Per la ricarica di gas del compressore viene utilizzato un
gas refrigerante di tipo diverso.
84
BZgadc^IZgbdHVc^iVg^He6
K^VaZ6g^hi^YZBZgadc^)*
+%%));VWg^Vcd6C>iVan
IZaZ[dcd%,('+%&&
;Vm%,('+%'((&
^c[d5^i#bih\gdje#Xdb
lll#bih#^i
BIHYZXa^cVfjVah^Vh^gZhedchVW^a^i|eZgZkZcijVa^Zggdg^Y^hiVbeVdigVhXg^o^dcZXdciZcji^cZaegZhZciZbVcjVaZZh^g^hZgkV^aY^g^iidY^bdY^[^XVgZhZcoVegZVkk^hdYVi^ZXVgViiZg^hi^X]ZYZ^egdYdii^^cY^XVi^cZaadhiZhhd#
CJI=hekf
jcVo^ZcYV^ciZgcVo^dcVaZaZVYZgcZaaVegdYjo^dcZ
ZXdbbZgX^Va^ooVo^dcZY^jcV\VbbVXdbeaZiVY^h^hiZb^
ZhZgk^o^eZg^ag^hXVaYVbZcidYZaaVXfjVZYZaaVbW^ZciZ
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement