M2TECH

M2TECH
M2TECH
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
MANUALE utente
M2TECH
HIFACE EVO TWO
UNIVERSAL D-TO-D CONVERTER
REV. PrA – 8/2015
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
2
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Attenzione!
Le modifiche o le alterazioni non autorizzate dal costruttore possono invalidare
l’aderenza alle normative CE e rendere l’apparecchio non più adatto all’utilizzo. Il
produttore declina ogni responsabilità per i danni recati a persone o cose a causa
dell’uso improprio oppure del malfunzionamento di un apparecchio soggetto a
modifiche non autorizzate.
Questo apparecchio soddisfa le normative CE: CEI EN 55022:2009 Classe B (Emissioni Irradiate), CEI EN
55024:1999, CEI EN 55024:A2/2003, CEI EN 55024:IS1/2008 (Campi Elettromagnetici a Radio Frequenza,
Test di Immunità al Campo Magnetico 50Hz e Scariche Elettrostatiche – ESD).
Per un corretto funzionamento di questo apparecchio, tutte le connessioni ad altri apparecchi
dell’impianto devono essere effettuare con tutti gli apparecchi spenti. Il mancato rispetto di questa
norma può causare danni all’hiFace Evo Two.
L’etichetta sopra, visibile sul guscio dell’apparecchio, indica che il prodotto, al termine del suo utilizzo, non
può essere impropriamente gestito come rifiuto generico, ma deve essere trattato come apparecchio
elettrico ed elettronico da un sistema di smaltimento adeguato secondo quanto regolamentato dalla direttiva
RAEE (o direttiva WEEE, Waste of Electrical and Electronic Equipment).
Una volta riciclato il prodotto in maniera adeguata, verranno evitati potenziali danni all’ambiente e alla salute
dell’uomo, che potrebbero essere causati da uno smaltimento come rifiuto generico. Il riutilizzo appropriato
dei materiali riduce inoltre lo spreco delle risorse. Per informazioni più approfondite sullo smaltimento di
questo prodotto, vi preghiamo di contattare M2Tech Srl.
AVVERTENZA: le informazioni contenute in questo manuale sono considerate affidabili e accurate.
M2Tech si riserva la facoltà di cambiare o modificare queste informazioni in qualunque momento,
senza alcun preavviso. Si invitano i gentili clienti ad assicurarsi che stiano consultando la versione
più recente di questo manuale.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
3
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Gentile cliente,
grazie per aver acquistato HIFACE EVO TWO. Lei è in possesso di un convertitore D/D di
altissimo livello con numerose caratteristiche uniche, progettato per ottenere le massime
prestazioni in abbinamento al Suo computer e ai suoi dispositivi audio digitali.
HIFACE EVO TWO implementa un pacchetto di soluzioni funzionali e tecnologiche unico, a
partire dagli oscillatori a basso jitter ed elevata precisione, al versatile ingresso per un
clock esterno di maggiore qualità come quello fornito dall’ EVO CLOCK TWO, all’uscita I2S
in formato PS Audio, all’ingresso S/PDIF con convertitore di frequenza di campionamento
per l’acquisizione di segnali audio digitali sul computer, fino all’alimentazione a basso
rumore in grado di sfruttare anche i 5V del bus USB.
HIFACE EVO TWO è dotato di un’ampia gamma di uscite nei formati audio più utilizzati ed è
quindi in grado di interfacciarsi con qualunque dispositivo che accetti segnali audio digitali
in ingresso. La speciale uscita ottica per la comunicazione delle informazioni sulla
frequenza di campionamento selezionata permette, in unione all’ EVO CLOCK TWO, la
riconfigurazione istantanea del generatore di clock esterno senza interventi da parte
dell’utente.
Il telecomando in dotazione permette l’accesso a tutte le funzioni dell’apparecchio, mentre
il display LCD mostra chiaramente tutte le informazioni di funzionamento.
Siamo sicuri che le Sue aspettative saranno soddisfatte dall’acquisto di HIFACE EVO TWO: il
suo sistema M2Tech EVO presenterà un incredibile incremento di prestazioni sonore, Si
prepari per una nuova esperienza di ascolto!
Nadia Marino, CEO
La preghiamo di annotare qui sotto il numero di serie del Suo EVO CLOCK TWO per futuro
riferimento:
S/N: ____________________________________
Data di acquisto: __________________________
Copyright © 2015, M2Tech Srl
4
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
INDICE
1. Apertura dell’Imballo e Posizionamento dell’Apparecchio................................................7
2. Pannello Frontale.............................................................................................................9
3. Pannello Posteriore........................................................................................................11
4. Telecomando .................................................................................................................13
5. Collegamento e Alimentazione dell’Apparecchio ...........................................................15
6. Pulizia dell’Apparecchio .................................................................................................17
7. Utilizzo dell’HIFACE EVO TWO .........................................................................................19
7.1. Selezione degli ingressi...........................................................................................19
7.2. HID con ingresso USB ............................................................................................19
7.3. Conversione di frequenza di campionamento con ingresso S/PDIF........................19
7.4. Clock esterno ..........................................................................................................20
7.5. DSD e DXD .............................................................................................................20
7.6. Livello di uscita S/PDIF ...........................................................................................20
8. Configurazione dell’HIFACE EVO TWO.............................................................................21
8.1. Clock esterno (EXT CLK) ........................................................................................21
8.2. Livello di uscita S/PDIF (OUT. LEVEL) ...................................................................21
8.3. Convertitore di frequenza di campionamento (SRC) ...............................................22
8.4. Uscita dal menu (EXIT) ...........................................................................................22
9. Utilizzo del Computer come Sorgente Digitale...............................................................23
9.1. Funzionamento Plug’n’Play con Apple OSX ...........................................................23
8.1.1. Ascolto di file DSD con Mac..............................................................................25
9.2. Funzionamento Plug’n’Play con Linux.....................................................................26
9.2.1. Ascolto di file DSD con Linux............................................................................28
9.3. Utilizzare l’HIFACE Evo Two con Windows ..............................................................28
9.3.1. Installazione del driver per Windows ................................................................29
9.3.2. Disinstallazione del driver di Windows..............................................................36
9.3.3. Pannello di gestione del driver di Windows ......................................................41
9.3.4. Usare l’HIFACE Evo Two come dispositivo audio predefinito di Windows............45
9.3.5. Configurazione del player: FooBar e JRiver Media Center...............................46
9.3.6. Collegare l’HIFACE Evo Two ad una porta USB 1.1..........................................53
10. Aggiornamento del Firmware dell’HIFACE Evo Two....................................................55
11. Caratteristiche Tecniche ..............................................................................................57
Copyright © 2015, M2Tech Srl
5
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
6
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
1. Apertura dell’Imballo e Posizionamento dell’Apparecchio
Posizionate la scatola su un tavolo e apritela sfilando la fascia esterna in cartoncino e
rimuovendo o tagliando il nastro adesivo che la sigilla. All’interno troverete i seguenti
articoli:
•
•
•
un HIFACE EVO TWO;
un alimentazione da muro da 9V;
un telecomando.
Se uno o più articoli dovessero mancare, vi preghiamo di contattare il vostro rivenditore. Si
noti che non è fornito in dotazione alcun cavo di connessione, si lascia all’utente la scelta
dei modelli più adatti.
Estraete l’HIFACE EVO TWO dal contenitore in schiuma e posizionatelo su una base stabile,
lontano da sorgenti di calore. Evitate la luce del sole diretta sull’apparecchio. Lasciate
ampio spazio attorno all’apparecchio per la ventilazione.
Evitate che fumo, umidità, sporcizia e acqua raggiungano l’apparecchio.
Non posizionate l’apparecchio su tappeti spessi o dentro una scatola o all’interno di un
mobile, o in stretto contatto con tende.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
7
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
8
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
2. Pannello Frontale
M2TECH
HIFACE EVO TWO
UNIVERSAL D-TO-D CONVERTER
1
2
Figura 1
1) Display. Mostra le informazioni di funzionamento (frequenza di campionamento,
ingresso selezionato, ecc.). Inoltre, mostra eventuali opzioni attivate (vedere Cap. 6).
2) Ricevitore IR del telecomando. Puntare il telecomando verso questo punto per inviare
comandi all’apparecchio.
NOTA: il telecomando fornito con l’HIFACE EVO TWO è lo stesso del JOPLIN e del JOPLIN
MKII. Per questo motivo, qualora l’utente possieda entrambi gli apparecchi è probabile che
un comando inviato ad uno di essi abbia effetto anche sull’altro. Per evitare interferenze,
posizionare i due apparecchi lontani tra loro o tenere spento quello non utilizzato.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
9
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
10
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
3. Pannello Posteriore
3
4
I2S
OPT
5
6
IN S/PDIF OUT
7
AES/EBU
VIN
7.5-15VDC
M2TECH
8
CLOCK IN
USB IN
9
10
CLK INFO MADE IN ITALY
11
Figura 2
3) Uscita I2S. Fornisce il segnale diretto I2S nel formato PS Audio. Collegare all’ingresso
I2S di un DAC o altro apparecchio audio digitale che utilizzi lo stesso formato. Connettore
HDMI.
ATTENZIONE: questo connettore non fornisce segnali HDMI, non collegarlo agli
ingressi HDMI di ricevitori A/V o altri apparecchi audio/video digitali.
4) Uscita ottica. Collegare all’ingresso ottico Toslink™ di un apparecchio audio digitale
utilizzando un cavo a fibra ottica terminato Toslink™. Trasmettitore Toslink™.
5) Ingresso S/PDIF. Collegare all’uscita digitale S/PDIF di un apparecchio audio digitale.
Può essere utilizzato per registrare audio digitale su un computer. Connettore RCA
femmina.
6) Uscita S/PDIF. Collegare all’ingresso digitale S/PDIF di un apparecchio audio digitale.
Connettore RCA femmina.
7) Uscita AES/EBU. Collegare all’ingresso digitale AES/EBU di un apparecchio audio
digitale. Connettore XLR maschio.
8) Ingresso alimentazione. Collegare a questo ingresso l’alimentatore da muro in
dotazione oppure una delle uscite della EVO SupplY Two utilizzando uno dei cavi in
dotazione a quest’ultima. Connettore femmina 5,5/2,1mm.
9) Ingresso per il clock esterno. Collegare a questo ingresso l’uscita di un generatore di
clock, come per esempio l’EVO CLOCK Two utilizzando un cavo a 75 Ohm terminato BNC.
Questo ingresso funziona al meglio con il master clock fornito dall’EVO CLOCK Two, ma
accetta anche frequenze di word clock standard e anche la frequenza di riferimento di
10MHz. Connettore BNC femmina.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
11
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
10) Connettore USB. Collegare ad una porta USB 2.0 o 3.0 di un computer. Attraverso
questa connessione l’HIFACE EVO TWO scambia dati audio con il computer.
11) Uscita ottica per le informazioni sul clock. Collegare all’ingresso per le informazioni
sul clock dell’ EVO CLOCK Two utilizzando un cavo in fibra ottica Toslink™. Trasmettitore
Toslink™.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
12
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
4. Telecomando
M2TECH
MENU/ESC
2
>
1
3
OK
>
4
>
>
Figura 3
1) Standby. Questo pulsante non ha alcun effetto sull’HIFACE EVO TWO.
2) Menu/Esc. Premere questo pulsante per accedere al menù e per uscirne senza
cambiare le impostazioni.
3) Pulsanti di navigazione. Svolgono varie funzioni, sia durante la navigazione del menu,
sia quando il menu non è attivo, come spiegato in dettaglio nei capitoli successivi.
4) OK. Seleziona l’opzione di menu visualizzata sul display. Quando il menu non è attivo
ed è selezionato l’ingresso USB, questo tasto invia al player sul computer il comando
play/pause oppure, con pressione prolungata, il comando stop.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
13
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
14
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
5. Collegamento e Alimentazione dell’Apparecchio
AVVERTIMENTO: tutte le connessioni tra l’HIFACE EVO TWO ed altri apparecchi
dell’impianto devono essere effettuate con tutti gli apparecchi spenti. La non
osservanza di questa norma può provocare danni all’ HIFACE EVO TWO o agli altri
apparecchi.
Fare riferimento al capitolo 3, “Pannello Posteriore”.
Collegare l’HIFACE EVO TWO ad un computer tramite un cavo USB 2.0 tipo A-B applicato
all’ingresso USB (Fig. 2,10). Si raccomanda di utilizzare un cavo di lunghezza non
superiore a 3 metri.
Se si dispone dell’EVO CLOCK TWO, collegare l’uscita master clock di quest’ultimo
all’ingresso per il clock esterno dell’HIFACE EVO TWO (Fig. 2, 9) tramite un cavo BNC a 75
Ohm (non fornito in dotazione). E’ possibile utilizzare anche altri generatori di clock,
purché le loro uscita siano in grado di pilotare linee adattate a 75 Ohm.
Nel caso si utilizzi l’EVO CLOCK TWO, collegare l’uscita ottica per le informazioni sul clock
dell’HIFACE EVO TWO (Fig. 2, 11) all’ingresso ottico per le informazioni sul clock dell’EVO
CLOCK TWO utilizzando un cavo ottico Toslink™ (non in dotazione) per automatizzare la
scelta del clock generato dal l’EVO CLOCK TWO.
Collegare uno o più dispositivi audio digitali (DAC, ingressi digitali di amplificatori A/V,
mixer digitali) alle uscite dell’HIFACE EVO TWO (Fig. 2, 3,4,6 e 7) usando opportuni cavi di
collegamento (non forniti in dotazione).
Collegare un dispositivo audio digitale, del quale si voglia acquisire il segnale audio (ad
esempio un CD player), all’ingresso S/PDIF dell’HIFACE EVO TWO (Fig. 2, 5).
Collegare l’alimentatore a +9V in dotazione o una delle uscite della EVO SUPPLY TWO
all’ingresso per l’alimentazione dell’EVO CLOCK TWO (Fig. 2, 8). Si noti che l’HIFACE EVO
TWO può anche alimentata direttamente dai 5V del bus USB. Ciò accade ogniqualvolta
l’apparecchio è collegato al bus USB e nessun alimentatore è collegato all’ingresso per
l’alimentazione. Ovviamente, in tali condizioni le prestazioni dell’interfaccia sono subottimali.
ATTENZIONE: la tensione massima accettata dall’HIFACE EVO TWO sul suo
connettore di alimentazione è pari a 15V. Qualora si utilizzi un alimentatore che
eroga una tensione superiore a 15V, l’ HIFACE EVO TWO può venire danneggiata. In
questo caso, la garanzia viene invalidata ed eventuali riparazioni o la sostituzione
dell’apparecchio danneggiato sono a carico dell’acquirente.
Si noti che l’HIFACE EVO TWO non è dotato di interruttore di alimentazione, per cui non
appena alimentata si accenderà, illuminando il display (Fig. 1, 1) e mostrando le
informazioni sullo stato di funzionamento.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
15
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
16
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
6. Pulizia dell’Apparecchio
L’HIFACE EVO TWO dovrebbe essere pulito con un panno morbido leggermente umido. Non
usare alcool o altri detergenti per evitare di danneggiare l’unità.
Fare attenzione a non far gocciolare il liquido all’interno dell’apparecchio. Il gocciolamento
di qualunque liquido all’interno dell’apparecchio invaliderà la garanzia.
Non esercitare eccessiva pressione sul display per non danneggiarlo.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
17
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
18
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
7. Utilizzo dell’HIFACE
HIFACE EVO TWO
7.1. Selezione degli ingressi
L’HIFACE Evo Two è dotata di due ingressi: uno è l’USB (Fig. 2, 10) e l’altro è l’ingresso
S/PDIF (Fig. 2, 5). Essi vengono selezionati usando i tasti di navigazione sul telecomando:
premendo il tasto “freccia verso l’alto” si seleziona l’ingresso USB, premendo il tasto
“freccia verso il basso” si seleziona l’ingresso USB
7.2. HID con ingresso USB
L’HIFACE Evo Two permette all’utente di controllare il player sul computer quando si
seleziona l’ingresso USB. Sono disponibili i seguenti comandi:
•
•
•
•
Play/Pause (pulsante “OK”);
Stop (pulsante “OK”, pressione prolungata);
Traccia indietro (pulsante “freccia a sinistra”);
Traccia avanti (pulsante “freccia a destra”).
Per poter usare le funzionalità HID è necessario che il player sia predisposto ad esse.
7.3. Conversione di frequenza di campionamento con ingresso S/PDIF
L’HIFACE Evo Two è dotato di un convertitore asincrono di frequenza di campionamento
(ASRC). Esso è indispensabile per l’acquisizione di un segnale audio digitale dall’ingresso
S/PDIF (Fig. 2, 5) in quanto sia il dispositivo ad esso collegato, sia lo stesso HIFACE Evo
Two sono master per il clock ed è quindi necessario interporre tra il dispositivo esterno e l’
HIFACE Evo Two qualcosa che compensi le inevitabili, piccole differenze tra i clock dei due
dispositivi.
L’ASRC può essere vantaggiosamente utilizzato anche per restituire sulle uscite digitali
dell’HIFACE Evo Two il segnale presente al suo ingresso S/PDIF, con una diversa
frequenza di campionamento. Per esempio: se si possiede un DAC che offre le massime
prestazioni quando converte segnali a 192kHz, è possibile usare l’ASRC dell’HIFACE Evo
Two per effettuare l’upsampling del segnale proveniente dal CD player collegato
all’ingresso S/PDIF (come noto, il segnale del CD è campionato a 44.1kHz).
Quando l’ASRC è attivo, è possibile scegliere la frequenza di campionamento di uscita
usando i tasti “freccia a sinistra” e “freccia a destra” del telecomando.
Si noti che l’ASRC funziona solo sui segnali applicati all’ingresso S/PDIF. Tale funzione è
inutile sull’ingresso USB in quanto può essere effettuata direttamente dal player o dallo
stesso sistema operativo del computer ad esso collegato.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
19
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Si noti anche che quando è selezionato l’ingresso S/PDIF e l’ASRC è disattivato, l’uscita
I2S non è attiva.
7.4. Clock esterno
L’HIFACE Evo Two è dotato di ingresso per un clock esterno. L’ingresso è estremamente
versatile, in quanto è in grado di riconoscere la frequenza del clock applicato ed
eventualmente ricostruire il master clock necessario.
L’ingresso per il clock esterno accetta tutti i più comuni word clock, più i “super clock” e,
ovviamente, i master clock generati dall’Evo CLOCK Two. Inoltre, accetta il clock standard
di riferimento a 10MHz.
L’ingresso per il clock esterno può essere disattivato, oppure attivato in modalità
automatica: in questo caso, in presenza di un clock valido viene usato il clock esterno,
mentre in assenza di un clock valido l’HIFACE Evo Two passa automaticamente ai suoi
oscillatori interni.
In unione all’ingresso per il clock esterno, l’HIFACE Evo Two è dotato di un’uscita ottica
attraverso la quale trasmette all’Evo CLOCK Two le informazioni riguardo alla frequenza di
campionamento necessaria. In questo modo, l’Evo CLOCK Two è in grado di commutare
automaticamente il clock in base alle esigenze dell’HIFACE Evo Two, senza che l’utente
debba effettuare alcuna operazione manuale.
7.5. DSD e DXD
Le uscite S/PDIF, AES/EBU e Toslink™ di cui l’HIFACE Evo Two è dotato possono
trasferire solo segnali PCM con frequenza di campionamento massima di 192kHz,
secondo standard.
L’HIFACE Evo Two è però dotato anche di una uscita I2S in formato PS Audio, attraverso la
quale è possibile trasferire segnali PCM fino a 384kHz (DXD) e segnali DSD fino a
DSD256.
Quando un segnale DXD o DSD viene trasferito, solo l’uscita I2S rimane attiva, mentre le
altre uscite vengono disattivate in quanto non in grado di gestire il segnale.
7.6. Livello di uscita S/PDIF
E’ talvolta utile avere, sull’uscita S/PDIF, una tensione più elevata di quella standard (che
è pari a 0,5Vpp su 75 Ohm), ad esempio quando si devono pilotare cavi di lunghezza
superiore a 2 metri. L’HIFACE Evo Two permette di raddoppiare la tensione di uscita sul
connettore S/PDIF, portandola a 1Vpp su 75 Ohm.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
20
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
8. Configurazione dell’HIFACE
HIFACE EVO TWO
L’HIFACE Evo Two offre numerose opzioni di funzionamento che possono essere scelte
tramite un menu gestito attraverso il telecomando.
Per accedere al menu è sufficiente premere il pulsante MENU/ESC (Fig. 3, 2). Una volta
entrati nel menu, un’altra pressione dello stesso pulsante permetterà l’uscita dal menu.
Il menu è strutturato su due livelli: al primo livello è l’elenco delle opzioni configurabili, al
secondo livello sono i valori per ciascuna opzione del primo livello. Nel secondo livello è
sempre presente la voce “BACK” che permette di tornare al livello precedente. In
alternativa, è possibile tornare al livello precedente premendo il pulsante “freccia a
sinistra”. Nel primo livello è invece presente la voce “EXIT” per uscire dal menu.
In ciascun livello, è possibile scorrere i vari valori disponibili usando i pulsanti “freccia in
su” e “freccia in giù”. Per scegliere il valore visualizzato, premere il pulsante “OK”. Per
tornare al livello superiore è sufficiente premere il pulsante “freccia a sinistra”
Si noti che dopo alcuni secondi di inattività, l’apparecchio esce automaticamente dal
menu.
Di seguito descriviamo le varie voci del primo livello ed i valori a ciascuna di esse
associati.
8.1. Clock esterno (EXT CLK)
Questa voce presenta tre valori:
•
•
•
BACK: permette di ritornare al livello superiore;
NO: impone all’HIFACE Evo Two di usare i suoi oscillatori interni;
AUTO: in questa modalità, l’HIFACE Evo Two usa gli oscillatori interni se nessun
clock valido è presente sull’ingresso per il clock esterno. In caso contrario, viene
usato il clock esterno.
8.2. Livello di uscita S/PDIF (OUT. LEVEL)
Questa voce presenta tre valori:
•
•
•
BACK: permette di ritornare al livello superiore;
STANDARD: l’uscita S/PDIF dell’HIFACE Evo Two fornirà la tensione standard di
0,5Vpp;
HIGH: l’uscita S/PDIF dell’HIFACE Evo Two fornirà la tensione non-standard di 1Vpp.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
21
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
8.3. Convertitore di frequenza di campionamento (SRC)
Anche questa voce presenta tre valori:
•
•
•
BACK: permette di ritornare al livello superiore;
ON: il convertitore di frequenza di campionamento è attivo sull’ingresso S/PDIF: su
tutte le uscite audio digitali dell’HIFACE Evo Two, il segnale audio applicato
all’ingresso S/PDIF (quando selezionato) verrà riproposto con la frequenza di
campionamento scelta tramite i pulsanti “freccia a sinistra” e “freccia a destra” del
telecomando;
BYPASS: il convertitore di frequenza di campionamento non è attivo: su tutte le
uscite audio digitali dell’HIFACE Evo Two, il segnale audio applicato all’ingresso
S/PDIF (quando selezionato) verrà riproposto con la sua frequenza di
campionamento originale.
8.4. Uscita dal menu (EXIT)
Selezionando questa voce si disattiva il menu. Come detto più sopra, l’uscita dal menu
avviene automaticamente dopo alcuni secondi di inattività.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
22
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
9. Utilizzo del Computer come Sorgente Digitale
La connessione dell’HIFACE Evo Two al computer tramite la porta USB richiede un
minimo di operazioni di configurazione da parte dell’utente.
Fortunatamente, l’HIFACE Evo Two è dotato di interfaccia USB 2.0 compatibile con la USB
Audio Device Class 2. Questo fa si che i computer Apple e quelli dotati di sistema
operativo Linux supportino nativamente l’HIFACE Evo Two, cioè non richiedono
l’installazione di alcun driver e riconoscono immediatamente l’apparecchio. Al contrario, i
computer dotati di sistema operativo Microsoft richiedono un apposito driver che può
essere scaricato dal sito web M2Tech (www.m2tech.biz).
Si descrivono di seguito le procedure per predisporre un computer per l’ascolto dei file
musicali tramite l’HIFACE Evo Two. Si avverte che alcuni dettagli delle procedure descritte
possono differire leggermente a seconda della versione del sistema operativo presente sul
proprio computer e del player scelto dall’utente, le descrizioni che seguono si intendono
quali linee-guida generali alla configurazione del computer e del player.
9.1. Funzionamento Plug’n’Play con Apple OSX
Come spiegato nel paragrafo introduttivo del presente capitolo, l’HIFACE Evo Two è dotato
di interfaccia USB compatibile con USB Audio Device Class 2 ed è dunque nativamente
supportato dal sistema operativo Apple OSX a partire dalla versione 10.6.4, senza
necessità di alcun driver: è sufficiente collegare l’HIFACE Evo Two, al proprio Mac tramite il
cavo USB in dotazione affinché il computer lo riconosca e lo inserisca automaticamente
nell’elenco dei dispositivi audio di uscita, come mostrato in Fig. 4. Trattandosi di un
dispositivo audio bidirezionale, l’HIFACE Evo Two è indicato dalle voci “M2Tech USB 2.0
Audio Out” e “M2Tech USB 2.0 Audio In” a seconda che si selezioni l’uscita o l’ingresso.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
23
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 4
Per inviare l’audio del computer all’HIFACE Evo Two o per ricevere sul computer audio
dall’HIFACE Evo Two è necessario selezionarlo nella finestra di settaggio “Suono” come
indicato in Fig. 4.
Figura 5
Copyright © 2015, M2Tech Srl
24
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
E’ possibile impostare alcuni parametri di funzionamento dell’HIFACE Evo Two (in
particolare la frequenza di campionamento a cui il Mac gli invierà i campioni audio) tramite
la finestra MIDI Audio, come mostrato in Fig. 5.
A questo punto, è già possibile ascoltare musica semplicemente selezionando l’ingresso
USB dell’HIFACE Evo Two e utilizzando iTunes. Si noti che anche quando la playlist scelta
contiene brani con diverse frequenze di campionamento, l’HIFACE Evo Two mostrerà
sempre la stessa frequenza di campionamento, corrispondente a quella impostata
dall’utente nella configurazione del pannello MIDI Audio (Fig. 15). Ciò comporta una
operazione di ricampionamento in tempo reale da parte del sistema operativo del Mac,
che può risultare non gradita all’utente. In questo caso, occorre utilizzare un altro player in
grado di modificare automaticamente l’impostazione di cui sopra, quale Amarra,
PureMusic e Audirvana. Diversamente da iTunes, altri player devono essere
opportunamente configurati per utilizzare l’HIFACE Evo Two come dispositivo di uscita.
Come esempio, si riporta in Fig. 6 la finestra di configurazione di Audirvana. Si noti che è
necessario scegliere l’HIFACE Evo Two quale Dispositivo Audio Attivo.
Figura 6
Si noti che, tra le opzioni disponibili, vi sono quelle relative alla modalità di trasferimento
Direct Mode e all’accesso esclusivo alla risorsa (“Exclusive Access Mode”). Si tratta di
modalità di utilizzo della periferica che garantiscono una maggiore qualità dell’ascolto e
che sono supportare dall’HIFACE Evo Two. Si suggerisce pertanto di utilizzarle quando
possibile.
8.1.1. Ascolto di file DSD con Mac
L’HIFACE Evo Two è in grado di trasferire dati a partire da file musicali registrati nel
formato DSD attraverso l’uscita I2S. Per l’ascolto di questi file è necessario utilizzare un
player in grado di inviare i dati musicali all’HIFACE Evo Two in un formato standard gestito
dal DAC. A titolo di esempio si riporta in Fig. 7 la configurazione di Audirvana necessaria
per l’ascolto dei file DSD.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
25
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 7
9.2. Funzionamento Plug’n’Play con Linux
Come spiegato nel paragrafo introduttivo del presente capitolo, l’HIFACE Evo Two è dotato
di interfaccia USB compatibile con USB Audio Device Class 2 ed è dunque nativamente
supportato dal sistema operativo Linux dotato di ALSA a partire dalla versione 1.0.24.
NOTA: data l’enorme varietà di distribuzioni Linux, talvolta anche fortemente
customizzate, potrebbe essere necessario verificare che le versioni del kernel e di
ALSA siano entrambe adatte al supporto nativo dell’USB Audio Device Class 2. Nel
caso, chiedere informazioni a chi ha prodotto la distribuzione in uso.
Come per l’OSX di Apple, anche con Linux è necessario selezionare l’HIFACE Evo Two
quale dispositivo di uscita e di ingresso. Ciò può essere fatto aprendo la finestra di
gestione dell’audio e impostando i vari parametri come indicato in Fig. 8, che mostra
appunto la finestra di configurazione audio di Ubuntu, una delle distribuzioni di Linux più
diffuse. Altre distribuzioni potrebbero differire nel numero e varietà di parametri
visualizzati. La finestra mostrata in figura elenca due dispositivi audio M2Tech: entrambi si
riferiscono in effetti all’HIFACE Evo Two per cui è sufficiente selezionarne uno qualunque
per scegliere l’HIFACE Evo Two quale dispositivo audio di uscita.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
26
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Impostando l’HIFACE Evo Two come dispositivo di uscita audio predefinito si mette il DDC
a disposizione di tutte quelle applicazioni che fanno affidamento al sistema operativo per il
trasporto dell’audio. Ciò è indispensabile per ascoltare trasmissioni in streaming tramite i
browser, per esempio. Questa modalità di utilizzo permette già prestazioni audio di tutto
rispetto (frequenza di campionamento fino a 192kHz). Tuttavia, potrebbe essere
desiderabile utilizzare un player che faccia a meno del servizio di trasporto audio del
sistema operativo, per superarne i limiti (per esempio, per ascoltare file audio campionati a
352.8kHz oppure file audio DSD).
Figura 8
A seconda del player scelto per l’ascolto dei file audio, occorre configurarlo per il
funzionamento con l’HIFACE Evo Two. Ovviamente, ogni player ha i suoi parametri di
configurazione. A titolo di esempio, riportiamo il pannello di configurazione di Audacious,
un player molto diffuso (Fig. 9).
Copyright © 2015, M2Tech Srl
27
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 9
9.2.1. Ascolto di file DSD con Linux
L’accesso ai file audio DSD è iniziato piuttosto di recente, per cui è possibile che il vostro
player non sia predisposto per la lettura dei file DSD, oppure che lo sia la versione più
recente ma non quella installata nel vostro computer. Ad esempio, il player MPD,
sicuramente il più diffuso sotto Linux, supporta il DSD solo a partire dalla versione 0.17.
Assicuratevi dunque che il vostro player supporti il DSD e fate riferimento alle istruzioni
fornite dall’ideatore del player, oppure installate un player che sicuramente supporti il
DSD.
9.3. Utilizzare l’HIFACE
HIFACE Evo Two con Windows
Come spiegato nel paragrafo introduttivo del presente capitolo, nessun sistema operativo
Microsoft supporta nativamente la USB Audio Device Class 2. Per poter ascoltare file
musicali attraverso l’HIFACE Evo Two collegato ad un computer su cui è installato
Windows è dunque necessario installare un driver. Il seguente paragrafo descrive la
procedura di installazione del driver.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
28
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
NOTA: I dettagli della procedura di installazione possono differire in funzione della
versione del sistema operativo Windows installato sul proprio computer. La
descrizione si intende accurata in relazione alle operazioni fondamentali necessarie
al suo esito positivo.
NOTA: l’HIFACE Evo Two è predisposto per l’implementazione dell’interfaccia HID
per il controllo remoto del player sul computer (vedere Capitolo 9). Ciò potrebbe
creare problemi di compatibilità con il sistema operativo Windows XP. Si consiglia
dunque di aggiornare il sistema operativo ad una versione più recente prima
dell’installazione del driver.
9.3.1. Installazione del driver per Windows
Per prima cosa è necessario scaricare la cartella compressa contenente i file
dell’installazione dal sito M2Tech (www.m2tech.biz/it/hifaceevotwo.html). Si tratta di un file
autoscompattante: facendo doppio click su di esso si attiva la funzione di estrazione
automatica, come mostrato in Fig. 10.
Figura 10
NOTA: i file vengono estratti singolarmente nella cartella indicata nella finestra,
usualmente il desktop. Per una migliore gestione dell’operazione di installazione, si
consiglia di creare una cartella temporanea ed estrarre in essa i file.
Durante l’estrazione compare per qualche istante una finestra che mostra il progredire
dell’operazione. A estrazione completata l’applicazione termina automaticamente. In caso
di errori durante l’estrazione rimane invece aperta una finestra diagnostica (Fig. 11) che
mostra gli errori verificatisi durante l’estrazione. Dopo aver analizzato i messaggi, chiudere
l’applicazione cliccando sul pulsante “Close”.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
29
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 11
Una volta estratti i file, aprire la cartella temporanea in cui sono stati estratti i file e lanciare
l’applicazione di setup facendo doppio click su “setup.exe” (Fig. 12).
Figura 12
Copyright © 2015, M2Tech Srl
30
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Una volta lanciato il setup, compare la finestra mostrata in Fig. 13.
Figura 13
NOTA: Può accadere che il sistema operativo mostri prima una finestra di
avvertimento circa il fatto che l’applicazione modificherà il sistema operativo.
Chiudere la finestra cliccando sul pulsante “OK” e lasciando dunque via libera al
programma di installazione.
Collegare l’HIFACE Evo Two al computer. Cliccare quindi sul pulsante “Next” per
proseguire con l’installazione. Comparirà la finestra mostrata in Fig. 14.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
31
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 14
Dopo alcuni secondi, se l’apparecchio è correttamente collegato comparirà la finestra in
Fig. 15a. Se necessario, indicare una cartella di propria preferenza, altrimenti lasciare
quella proposta dal setup. Cliccare sul pulsante “Install”.
Se invece l’HIFACE Evo Two fosse guasto o qualora il computer non abbia rilevato la
connessione dell’HIFACE Evo Two, può comparire la finestra mostrata in Fig. 15b. In
questo caso, seguire le istruzioni indicate in rosso e cliccare sul pulsante “Next”.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
32
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 15a
Figura 15b
Copyright © 2015, M2Tech Srl
33
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Nell’ipotesi che sia comparsa la finestra mostrata in Fig. 15a e che si sia cliccato il
pulsante “Install”, la procedura di installazione procede e compare una finestra in cui viene
mostrato il procedere dell’installazione dei vari file costituenti il driver, come mostrato in
Fig. 16.
Figura 16
Alla fine dell’installazione, la finestra mostrerà l’elenco completo dei file installati e abiliterà
i pulsanti sulla parte inferiore destra della cornice, come mostrato in Fig. 17.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
34
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 17
Come da istruzioni, cliccare sul pulsante “Next” per confermare il completamento
dell’installazione. Comparirà la finestra finale del setup mostrata in Fig. 18.
Figura 18
Copyright © 2015, M2Tech Srl
35
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Cliccare sul pulsante “Finish” per chiudere il setup: l’installazione del driver è completata.
NOTA: alcune versioni di Windows richiedono il riavvio del computer per rendere
operativo il driver appena installato: Fig. 19 mostra la finestra di conferma per
Windows 7.
Figura 19
L’esito positivo dell’installazione può essere verificato cercando l’icona con la grande “M2”
rossa nella sezione delle periferiche della barra di Windows o nella finestra delle
periferiche attive, a seconda della versione del sistema operativo.
NOTA: per alcune versioni di Windows (ad esempio, Windows XP, che sconsigliamo
comunque fortemente di utilizzare), la procedura di installazione del driver NON si
completa con la chiusura del setup. Difatti, il sistema riconoscerà un nuovo
dispositivo USB (l’HIFACE Evo Two, appunto) e procederà alla ricerca del miglior
driver (cioè quello appena installato) per crearne un’istanza associata alla porta
USB a cui il DDC è collegato. In questo caso, rifiutare l’opzione di ricerca del driver
su Internet e procedere poi con l’installazione automatica: il wizard di Windows
allora cercherà tra i driver già installati, riconoscerà quello giusto e procederà fino
al completamento dell’operazione di associazione. Solo a quel punto l’HIFACE Evo
Two sarà correttamente riconosciuto e potrà essere utilizzato per ascoltare file
musicali.
9.3.2. Disinstallazione del driver di Windows
La disinstallazione del driver dell’HIFACE Evo Two può essere necessaria per vari motivi.
Sicuramente, è necessario disinstallare qualunque vecchio driver quando si procede
all’installazione di una nuova versione.
E’ possibile procedere alla disinstallazione in due modi differenti: utilizzando la utilità di
installazione e disinstallazione di applicazioni del Pannello di Controllo, oppure utilizzando
direttamente l’apposita applicazione associata ai file del driver e presente nella cartella del
driver sull’hard disk del computer. In effetti, in entrambi i casi viene utilizzata la stessa
applicazione, la scelta quindi è libera e dipende dalle abitudini dell’utente.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
36
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Lanciando la utilità per l’installazione e la disinstallazione delle applicazioni di Windows
disponibile nel Pannello di Controllo, compare la finestra mostrata in Fig. 20, nella quale è
elencato anche il driver dell’HIFACE Evo Two.
Figura 20
Facendo doppio click su “USB Audio Driver for M2Tech…” si lancia l’applicazione di
disinstallazione, che si presenta con una finestra come mostrato in Fig. 21.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
37
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 21
E’ sufficiente cliccare sul pulsante “Uninstall” per lanciare la disinstallazione. Compare una
finestra che mostra il progredire dell’operazione, come mostrato in Fig. 22.
Figura 22
Copyright © 2015, M2Tech Srl
38
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
A disinstallazione completata, la finestra mostrerà l’elenco completo dei file cancellati e
abiliterà i pulsanti presenti sulla parte inferiore destra della cornice, come mostrato in Fig.
23.
Figura 23
Cliccare sul pulsante “Next” per confermare l’avvenuta disinstallazione e chiudere
l’applicazione di disinstallazione. Comparirà un’ultima finestra come quella mostrata in Fig.
24.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
39
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 24
Cliccare sul pulsante “Finish” per chiudere l’applicazione. A questo punto, se si è lanciata
la disinstallazione dal pannello di controllo, è possibile verificare che il driver sia stato
effettivamente disinstallato verificando l’assenza dalla lista delle applicazioni, come
mostrato in Fig. 25.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
40
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 25
NOTA: anche nel caso della disinstallazione, a seconda della versione di Windows è
possibile che il sistema richiesta il riavvio del computer per aggiornare la
configurazione.
9.3.3. Pannello di gestione del driver di Windows
Insieme al driver dell’HIFACE Evo Two viene installato un completo pannello di gestione,
che rimane in esecuzione in background, che permette all’utente di ottimizzare il
funzionamento del driver e di aggiornare il firmware dell’HIFACE Evo Two.
Il pannello di gestione può essere richiamato in primo piano cliccando sull’icona a forma di
“M2” presente sulla parte destra della barra di Windows o nella finestra delle periferiche, a
seconda della versione del sistema operativo installata sul proprio computer.
Nel caso l’HIFACE Evo Two o alcun altro dispositivo M2Tech non sia collegato al
computer, comparirà la finestra mostrata in Fig. 26.
Se invece l’HIFACE Evo Two è collegato, allora il pannello di gestione mostrerà alcune
informazioni generali sul driver e presenterà un albero di menu come mostrato in Fig. 27.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
41
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 26
Figura 27
In particolare, è utile la presentazione della versione del driver, in quanto l’utente può
verificare periodicamente sul sito M2Tech la presenza di versioni più recenti ed
eventualmente decidere per un update.
Cliccando su “Buffer Settings” si accede alla finestra per l’impostazione dei buffer
attraverso i quali il driver comunica con il sistema operativo o direttamente col player (Fig.
28). Sono presenti due box a tendina, uno per il buffer usato verso il sistema operativo ed
uno per il buffer ASIO (che bypassa il sistema operativo e richiede un settaggio a parte).
Come regola generale, un buffer piccolo è preferibile quando si desidera una ridotta
latenza (per esempio, quando si ascolta tramite l’HIFACE Evo Two l’audio di un video);
tuttavia un buffer piccolo richiede trasferimenti di dati frequenti, cosa che può causare
“buchi” nel flusso audio nel caso in cui la CPU sia molto impegnata o allorché uno dei
driver caricati dal sistema non rispetti le specifiche di tempo-macchina del sistema.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
42
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 28
Per ogni dispositivo associato ad un’istanza del driver è poi presente una finestra di
impostazione. In Fig. 29 si può vedere la finestra ad esso associata.
Figura 29
Il pannello fornisce anche un controllo di volume, mostrato in Fig. 30. Ci sono due distinti
controlli di volume, uno per l’ingresso al computer ed uno per l’uscita.
Il sistema basato su XMOS ed utilizzato nell’HIFACE Evo Two permette la regolazione
digitale del volume. Tuttavia, sconsigliamo di ricorrere a tale opzione in quanto l’intervento
di questo controllo peggiora la qualità sonora tanto più quanto più si abbassa il volume. E’
comunque importante sapere che, in caso di mancanza di suono, potrebbe essere stato
attivato il muting totale da questa finestra (uno o più pulsanti “M” premuti).
Copyright © 2015, M2Tech Srl
43
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 30
Per finire, il pannello permette la scelta del settaggio di default per il formato dei dati (Fig.
31).
Figura 31
Copyright © 2015, M2Tech Srl
44
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
9.3.4. Usare l’HIFACE
HIFACE Evo Two come dispositivo audio predefinito di Windows
Quando si usano certi player, come ad esempio Windows Media Player, oppure si ascolta
musica in streaming da Internet, è necessario impostare l’HIFACE Evo Two come
dispositivo audio di uscita predefinito. A tale scopo è necessario accedere alla utility di
configurazione Audio del Pannello di Controllo di Windows (Fig. 32).
Figura 32
Occorre quindi scegliere “hiFace Evo Two UAC2” come dispositivo predefinito, come già
accaduto in Fig. 32. Da questo momento, qualunque suono prodotto da Windows o da
qualunque applicazione che sfrutta Windows per veicolare il suono, verrà inviato all’HIFACE
Evo Two.
E’ anche possibile dire al sistema operativo quali sono la frequenza di campionamento e la
risoluzione a cui si desidera far funzionare l’HIFACE Evo Two. A tale scopo è sufficiente
cliccare sul pulsante “Proprietà”, aprendo così la finestra mostrata in Fig. 33.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
45
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 33
Accedendo al menù a tendina presente nel tab “Avanzate” si potrà scegliere una delle
configurazioni disponibili a sistema. Una volta scelta una configurazione, il sistema
convertirà automaticamente qualunque segnale audio con caratteristiche differenti in modo
che l’HIFACE Evo Two lavori sempre alla frequenza di campionamento e alla risoluzione
scelte dall’utente.
Qualora l’utente non desideri che il sistema operativo processi l’audio da inviare all’HIFACE
Evo Two, oppure quando si vogliano superare i limiti delle impostazioni di sistema, è
necessario utilizzare un player in grado di interfacciarsi direttamente con il driver, usando
la modalità Kernel Streaming, quella WASAPI o quella ASIO, tutte definite “bit-perfect” in
quanto garantiscono che nessuna alterazione del segnale audio digitale avvenga nel
trasferimento tra player e HIFACE Evo Two.
9.3.5. Configurazione del player: FooBar e JRiver Media Center
Un player in grado di colloquiare con il driver senza appoggiarsi al sistema operativo
permette in genere prestazioni superiori rispetto ai player che invece si affidano a
Windows per il trasporto dell’audio.
Tra i problemi o limiti più frequentemente incontrati quando si usa quest’ultimo tipo di
player, è l’impossibilità di far funzionare l’HIFACE Evo Two a più di 192kHz, la non
compatibilità con il formato DSD ed il fatto che, anche quando si ascoltano playlist
contenenti brani a differenti frequenze di campionamento, l’HIFACE Evo Two lavora
sempre ad una frequenza di campionamento fissa che è quella scelta dall’utente tramite il
Pannello di Controllo.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
46
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Riportiamo ora, a titolo di esempio, alcune raccomandazioni per l’utilizzo dell’HIFACE Evo
Two con due famosi player, uno gratuito e l’altro a pagamento.
Il primo è il famosissimo FooBar (www.foobar2000.org). E’ in grado di funzionare in tutte le
modalità compatibili con lo YOUNG DSD: Direct Sound, Kernel Streaming, WASAPI e ASIO.
Tralasciando l’installazione del programma, che è aldilà dello scopo di questo manuale,
spieghiamo come configurarlo per funzionare in modalità ASIO, che rappresenta la
soluzione ottimale per l’utilizzo con l’HIFACE Evo Two.
Foobar offre il supporto per ASIO tramite l’installazione di una DLL apposita. Essa deve
essere scaricata dalla sezione “Components” del sito di FooBar, dalla pagina
http://www.foobar2000.org/components/view/foo_out_asio.
NOTA: diversamente da molte altre DLL di FooBar, che sono contenute in file zip e
devono quindi essere manualmente estratte e copiate nella cartella “Components”
del folder principale di FooBar, il file per ASIO che si scarica dal sito di FooBar è
una applicazione che installa automaticamente la DLL nel giusto folder, senza
intervento manuale dell’utente. E’ dunque sufficiente fare doppio click sul file
scaricato.
Una volta effettuata questa operazione, si può lanciare FooBar e accedere alla finestra di
configurazione premendo la combinazione di tasti CTRL+P, oppure dalla voce relativa nel
menu “File”. Quindi, selezionare la voce “Output”, che risulterà dotata di una sotto-voce
“ASIO”: comparirà la finestra mostrata in Fig. 34.
Selezionare “ASIO: MUSBAudio ASIO Driver” nel menù a tendina denominato “Device”.
FooBar è già pronto ad utilizzare lo YOUNG DSD come dispositivo di uscita in modalità
ASIO, per riprodurre audio PCM bit-perfect fino a 384kHz e 32 bit.
Occorre ora predisporre FooBar per il playback dei file DSD. A tale scopo è necessario
installare una seconda DLL, quella per la compatibilità SACD, scaricabile dalla pagina
http://sourceforge.net/projects/sacddecoder/files/latest/download del sito Sourceforge.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
47
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 34
Lo zip contiene due eseguibili, entrambi da utilizzare: uno per l’installazione del
componente per la compatibilità con i file ISO degli SACD ed un file proxy per l’invio di
DSD a dispositivi audio compatibili tramite il loro driver compatibile ASIO. E’ questo il caso
dell’HIFACE Evo Two.
Dopo aver installato DLL e proxy, nella sezione “ASIO” di “Output” compariranno due
oggetti ASIO (Fig. 35): il driver M2Tech ed il proxy (“foo_dsd_asio”).
Copyright © 2015, M2Tech Srl
48
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 35
Fare doppio click su “foo_dsd_asio” per fare apparire la finestra di configurazione come in
Fig. 36.
Figura 36
Configurare i parametri come in figura: FooBar è pronto a mandare flussi DSD originati da
file DSD all’HIFACE Evo Two.
Il secondo player che abbiamo preso in considerazione nei nostri esempi è JRiver Media
Center (www.jriver.com). JRiver è un player commerciale, quindi “chiuso” e già dotato in
origine delle funzioni necessarie per il supporto delle varie modalità di trasferimento audio
e dei vari formati audio.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
49
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Come per FooBar, tralasciamo l’installazione del programma. Accediamo dunque alla
finestra delle opzioni di JRiver e alla voce “Audio”, selezioniamo “ASIO” come “Output
mode” (Fig. 37).
Figura 37
Dopodiché, aprire la finestra della configurazione della modalità di uscita (“Output mode
settings”), che ovviamente sarà dedicata ad ASIO, e selezionare il driver “MUSBAudio
ASIO Driver”, come indicato in Fig. 38.
Figura 38
Copyright © 2015, M2Tech Srl
50
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
A questo punto JRiver riconosce la possibilità di gestire il DSD tramite il formato DoP
(DSD over PCM). Dal menù a tendina che si attiva cliccando sulla voce “Bitstreaming”,
selezionare la voce “Custom…”, come mostrato in Fig. 39
Figura 39
Comparirà automaticamente una finestra in cui l’utente può impostare manualmente i
parametri di configurazione del bitstream (Fig. 40). Impostare i parametri come mostrato in
figura.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
51
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 40
La procedura di configurazione è quasi completata: occorre ancora ordinare a JRiver di
non sottocampionare i flussi di dati con frequenza di campionamento superiore a 192kHz,
operazione che è di norma attivata per gestire correttamente i DAC che lavorano al
massimo fino a 192kHz e che sono ancora la maggioranza sul mercato. Ovviamente,
questo creerebbe problemi con il DSD128, che è analogo ad un flusso PCM a 352.8kHz.
Accedere dunque alla voce “DSP and output” e impostare il parametro relativo al
trattamento dei file con frequenza di campionamento maggiore di 192kHz come in Fig. 41.
Figura 41
La configurazione di JRiver è terminata e l’utente può ascoltare file PCM fino a 384kHz e
file DSD fino a DSD256.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
52
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
9.3.6. Collegare l’HIFACE
HIFACE Evo Two ad una porta USB 1.1
E’ possibile collegare l’HIFACE Evo Two ad una porta USB 1.1 in ambiente Windows. In
questo caso, il driver scalerà le prestazioni del DAC nel rispetto della USB Audio Device
Class 1. Al momento della scelta del dispositivo di uscita predefinito comparirà la
denominazione “hiFace Evo Two UAC1”.
In un tale scenario, l’HIFACE Evo Two sarà utilizzabile ma potrà trasferire solo file audio
PCM con frequenza di campionamento fino a 96kHz e non potrà trasferire file DSD.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
53
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Copyright © 2015, M2Tech Srl
54
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
10. Aggiornamento del Firmware dell’HIFACE Evo Two
E’ possibile per l’utente aggiornare il firmware dell’interfaccia USB dell’HIFACE EVO TWO
direttamente dal proprio PC con Windows. A tale scopo è necessario scaricare il firmware
più recente dal sito web M2Tech e utilizzare l’applicazione "MUSBAudioDfu.exe" che si
trova nella cartella "C:\Program Files\M2Tech\M2TECH_USBAudio_Driver" (a meno che
l’utente, in fase di installazione del driver, non abbia specificato un percorso diverso da
quello di default).
Figura 42
In Fig. 42 è possibile vedere l’elenco della directory del driver, con evidenziata
l’applicazione da lanciare.
Una volta lanciata l’applicazione, compare la finestra mostrata in Fig. 43.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
55
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
Figura 43
Cliccare sul pulsante “Browse” e selezionare il file scaricato dal sito M2Tech contenente il
nuovo firmware. Dopodiché, cliccare sul pulsante “Start”per lanciare la procedura di
aggiornamento. Attendere la fine dell’aggiornamento, che verrà indicata dal pannello di
gestione del driver con un nuovo numero di versione del firmware.
Copyright © 2015, M2Tech Srl
56
M2Tech
HIFACE EVO TWO
CONVERTITORE D-D UNIVERSALE
www.m2tech.biz
REVISIONe PRA – AGOSTO 2015
11. Caratteristiche Tecniche
Frequenze gestite: ............................ 44,1, 48, 88,2, 96, 176,4, 192, 352,8*, 384kHz*, DSD64*,
DSD128*, DSD256*
Tensione di uscita S/PDIF: ............... 0,5Vpp oppure 1Vpp (su carico da 75 Ohm)
Impedenza di uscita S/PDIF: ............ 75 Ohm
Tensione di uscita AES/EBU: ........... 2Vpp (su carico da 110 Ohm)
Impedenza di uscita AES/EBU: ........ 110 Ohm
Tensione di uscita I2S:...................... secondo standard LVDS
Impedenza di uscita I2S:................... 120 Ohm
Tensione di ingresso S/PDIF: ........... 0,5Vpp
Impedenza di ingresso S/PDIF: ........ 75 Ohm
Tensione di alimentazione: ............... 7,5-15VDC
Assorbimento:................................... 250mA
Dimensioni: ....................................... 110x55x100mm (l x h x p)
Peso.................................................. 0,5kg (solo apparecchio)
0,8kg (imballo)
* solo su uscita I2S
Copyright © 2015, M2Tech Srl
57
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement