Guida dell`utente Modulo Modbus

Guida dell`utente Modulo Modbus

4376 it - 2011.11 / c

Stop

Ready

Run

Start

Trip Local

Reset

LCL

RMT

Que sto tras man uale mes so all’ut ente re deve esse fina le

Protocol

Address

Baud Rate

Parity

Timeout

(seconds)

+16

+8

+4

+2

+1

AP

ASCII

OFF

0

0

0

0

0

RTU

ON

Example: Address = 24

+16

+8

+4

+2

+1

0

0

0

0

0

ON ON

4800

OFF

OFF

No Parity

OFF

OFF

No Time Out

ON

10 s

OFF

OFF

OFF

ON

9600

OFF

ON

ODD

OFF

19200

ON

OFF

EVEN

ON

OFF

60 s

ON

OFF

38400

ON

ON

10 bit

ON

ON

100 s

ON

ON

MODULO MODBUS

Soluzione comunicazione

Guida dell’utente

Informazioni generali

Il produttore non assume alcuna responsabilità per le conseguenze derivanti da installazione o regolazione dei parametri opzionali del dispositivo inadeguate, fatte con negligenza o non corrette o derivanti da un errato collegamento al motore dell'avviatore.

I contenuti di questo manuale sono ritenuti corretti al momento della stampa. Il produttore, nell'ambito di un impegno costante per lo sviluppo e il miglioramento, si riserva il diritto di modificare le specifiche del prodotto o le sue prestazioni o il contenuto del manuale senza preavviso.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione e la trasmissione di questo manuale o di qualsiasi sua parte in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, anche elettronico o meccanico, compresi fotocopie, registrazione o sistemi di archiviazione e recupero dei dati, sono vietate senza il preliminare consenso scritto da parte dell'editore.

Copyright: © November 2011 LEROY SOMER

Edizione C

Sommario

1.

Introduzione ...................................................................................................................................................... 4

2.

Informazioni Importanti per l'Utente ................................................................................................................ 4

3.

Installazione ...................................................................................................................................................... 4

4.

Collegamento e Configurazione del Modulo Modbus .................................................................................... 5

4.1

Regolazione ........................................................................................................................................................................... 5

4.2

Collegamento ......................................................................................................................................................................... 5

4.3

LED di stato di rete ................................................................................................................................................................ 6

5.

Configurazione del Master ............................................................................................................................... 6

6.

Funzioni Modbus .............................................................................................................................................. 6

6.1

Registro Modbus .................................................................................................................................................................... 7

6.2

Codici di allarme .................................................................................................................................................................... 8

6.3

Controllo della ridondanza ciclica (CRC) ................................................................................................................................ 9

6.4

Esempi ................................................................................................................................................................................... 9

6.5

Codici di errore Modbus ....................................................................................................................................................... 10

7.

Protocollo AP ASCII ........................................................................................................................................ 10

7.1

Comandi .............................................................................................................................................................................. 11

7.2

Recupero dello stato ............................................................................................................................................................ 11

7.3

Recupero dei dati ................................................................................................................................................................. 11

7.4

Calcolo della Checksum (LRC) ............................................................................................................................................ 12

8.

Controllo Modbus tramite Tastiera Remota .................................................................................................. 13

8.1

Messa a terra e schermatura ............................................................................................................................................... 13

8.2

Resistori di terminazione ...................................................................................................................................................... 13

8.3

Collegamento con cavo per dati RS485 ............................................................................................................................... 13

8.4

Specifiche del collegamento di rete RS485 della tastiera remota ......................................................................................... 13

8.5

Uso della Tastiera remota con Digistart D2 .......................................................................................................................... 14

8.6

Programmazione.................................................................................................................................................................. 14

8.7

Risoluzione dei problemi ...................................................................................................................................................... 15

9.

Specifiche ........................................................................................................................................................ 16

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

3

1. Introduzione

Gli avviatori statici LEROY-SOMER possono essere controllati e monitorati in una rete di comunicazione seriale RS485 utilizzando i protocolli Modbus RTU e AP ASCII.

Per gli utenti che richiedono il semplice controllo degli avviatori statici Digistart D2 e Digistart D3 utilizzando i protocolli Modbus RTU o AP ASCII, le seguenti istruzioni descrivono l'installazione e il funzionamento del Modulo Modbus.

È possibile collegare alla rete gli avviatori statici Digistart D2 tramite una Tastiera remota correttamente configurata - consultare

Controllo Modbus tramite tastiera remota

per ottenere informazioni dettagliate.

2. Informazioni Importanti per l'Utente

Osservare tutte le precauzioni di sicurezza necessarie quando si controlla in remoto l'avviatore statico. Avvertire il personale che la macchina può avviarsi senza preavviso.

L'installatore ha la responsabilità di seguire tutte le istruzioni contenute in questo manuale e pratiche appropriate per i sistemi elettrici.

3. Installazione

Togliere dall'avviatore statico la tensione di rete e la tensione di controllo prima di collegare o rimuovere accessori. In caso contrario si potrebbe danneggiare l'apparecchiatura.

AT TE NZ IO N E

Installare il Modulo Modbus utilizzando la seguente procedura:

Figura 3-1 Inserire il modulo nell'avviatore

1. Estrarre completamente la molletta di ritegno superiore e inferiore sul modulo.

2. Allineare il modulo alla presa della porta di comunicazione.

3. Infilare la molletta di ritegno superiore e inferiore per fissare il modulo all'avviatore.

1 2 3

4

Figura 3-2 Togliere il modulo dall'avviatore

Rimuovere il modulo utilizzando la seguente procedura:

1. Tenere il modulo fuori linea.

2. Staccare tutti i cavi esterni dal modulo.

3. Estrarre completamente la molletta di ritegno superiore e inferiore sul modulo.

4. Estrarre il modulo dall'avviatore statico. www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

4. Collegamento e Configurazione del Modulo Modbus

4.1 Regolazione

I parametri di comunicazione di rete devono essere impostati sul Modulo Modbus. Le impostazioni del DIP switch sono efficaci all'accensione del Modulo Modbus tramite l'avviatore statico.

Figura 4-1 Regolazione dei commutatori

1

A P

A S C II

O F F

RT U

O N

7

6

A

2

+ 16

+8

+ 4

+2

+1

0

0

0

0

0

+ 16

+ 8

+ 4

+ 2

+ 1

0

0

0

0

0

O N O N

Protocollo

Indirizzo

Baud rate

Parità

4.2 Collegamento

6

B

3

4

5

4 800

O F F

O F F

N o P a rity

O F F

O F F

N o T im e O ut

O F F

O F F

96 00

O F F

O N

O D D

O F F

O N

1 0 s

O F F

O N

19 200

O N

O F F

E V E N

O N

O F F

6 0 s

384 00

O N

O N

10 bit

O N

O N

1 00 s

O N

O F F

O N

O N

Timeout (secondi)

DIP switch

Esempio: indirizzo = 24

Figura 4-2 Collegamenti del Modulo Modbus

Digistart D2 Digistart D3

1 1

3

2

3

2

Digistart D2

Modulo Modbus – porta seriale RS485

Collegamento RS485 sulla rete Modbus

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

Digistart D3 (modalità Remota)

DI2, +24V: Stop (Arresto)

DI3, +24V: Reset (Ripristino)

Modulo Modbus – porta seriale RS485

Collegamento RS485 sulla rete Modbus

5

6

Digistart D2: Affinché il Modulo Modbus possa accettare comandi seriali, è necessario collegare tra loro i terminali CSL-DI2 sull'avviatore statico.

Digistart D3: È necessario collegare gli ingressi tra i terminali di arresto e ripristino se l'avviatore statico viene fatto funzionare in modalità Remota. In modalità Locale, tali collegamenti non sono necessari.

Se la funzione Arresto di emergenza non è necessaria, modificare l'impostazione di Pr 3A o collegare un ponticello su DI4,

+24V.

N O T A

Con il Pr 3O del Digistart D3 Comunicazione remota è possibile selezionare la possibilità per l'avviatore statico di accettare i comandi di Start (Avvio), Stop (Arresto) o Reset (Ripristino) dal master di rete seriale mentre è in modalità di controllo remoto. Consultare al manuale utente dell'avviatore statico Digistart D3 per ottenere informazioni dettagliate sul parametro.

4.3 LED di stato di rete

Il LED di stato di rete (1) indica lo stato del collegamento di comunicazione tra modulo e rete. Il LED funziona nel modo seguente:

Figura 4-3 LED di feedback

Spento

Acceso

Nessun collegamento oppure manca l'alimentazione all'avviatore statico

Comunicazione attiva

Lampeggiante Comunicazione non attiva

1

N O T A

Se la comunicazione non è attiva, l'avviatore statico può andare in allarme se la funzione Timeout di comunicazione è stata impostata sul modulo. Quando la comunicazione viene ripristinata, occorre ripristinare l'avviatore statico.

5. Configurazione del Master

Per la trasmissione standard Modbus a 11 bit, il master deve essere configurato per 2 bit di stop senza parità e 1 bit di stop per parità dispari o pari.

Per la trasmissione a 10 bit, il master deve essere configurato per 1 bit di stop.

In tutti i casi, il baud rate del master e l'indirizzo del dispositivo slave devono corrispondere a quelli impostati sui DIP switch del

Modulo Modbus.

6. Funzioni Modbus

Il modulo Modbus supporta le seguenti funzioni Modbus:

 03 Lettura di più registri

 06 Scrittura di un singolo registro

Le funzioni di trasmissione Modbus non sono supportate.

Gli avviatori statici Digistart D2 (compresa la Tastiera remota):

 Lettura di più registri dall'indirizzo 40003 al 40008

 Scrittura di un singolo registro all'indirizzo 40002

Avviatori statici Digistart D3:

 Lettura di più registri a partire da 40003 fino a un massimo di 119 blocchi di registro.

 Singola scrittura di un singolo registro 40002 o registri da 40009 a 40599.

N O T A

Una lettura multipla attraverso la delimitazione di registro 40008/40009 provocherà l'invio di un codice di errore Modbus

05 al master. www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

6.1 Registro Modbus

Tabella 6-1 Registro Modbus

Indirizzo del registro

Tipo Descrizione Digistart

D2

Digistart

D3

Tastiera remota

40002

Comando

40003

Singola scrittura

Lettura

1 = Start (Avviamento)

2 = Stop (Arresto)

3 = Reset (Ripristino)

4 = Quick Stop (Arresto rapido) (Arresto per inerzia)

5 = Allarme forzato da comunicazione

6 = Start (Avviamento) con serie parametri 1

3

7 = Start (Avviamento) con serie parametri 2

3

Bit Descrizione

Stato dell'avviatore multipla da 0 a 3 1 = Pronto

2 = In avvio

3 = In marcia

4 = In arresto (compresa frenatura)

5 = Ritardo riavvio (compreso controllo di temperatura)

6 = In allarme

7 = Modalità programmazione

8 = Jog in avanti

9 = Jog indietro

4

5

1 = Sequenza di fase positiva (valida solo se bit 6 = 1)

1 = la corrente è superiore alla corrente del motore a pieno carico

6

7

0 = Non inizializzato

1 = Inizializzato

0 = La comunicazione è OK

1 = Guasto del dispositivo di comunicazione

Lettura multipla Consultare tabella dei Codici di allarme. 40004

Codice di allarme

40005

1

Corrente motore

40006

Temperatura del motore

40007

Tipo di prodotto e versione

Lettura multipla Corrente media motore trifase (A)

Lettura multipla Temperatura motore 1 (modello termico)

Lettura multipla

Lettura multipla

Bit Descrizione da 0 a 2 Versione elenco parametri del prodotto da 3 a 7 4 = Digistart D2

8 = Digistart D3

40008

Versione del protocollo seriale

40009

2

Gestione parametri

Scrittura singola e lettura multipla

Pr 1A Corrente nominale del

motore

Indirizzo di registro più elevato per il

Digistart D3 (a seconda del software dell'avviatore)

1

Per i modelli D3-1x-0430-N e i modelli più piccoli questo valore sarà 10 volte maggiore del valore visualizzato sulla tastiera.

2

Fare riferimento alla documentazione riguardante l'avviatore statico per un elenco completo dei parametri. Il primo parametro del prodotto è sempre posizionato nel registro 40009. L'ultimo parametro del prodotto è posizionato nel registro 40XXX, dove XXX =

008 più il numero totale dei parametri disponibili nel prodotto.

3

Accertarsi che l'ingresso programmabile non sia impostato su Seleziona gruppo motore prima di utilizzare questa funzione.

N O T A

Se il Pr 3A Funzione ingresso A per Digistart D3 è impostato su Seleziona gruppo motore, insorgerà un conflitto con la selezione del gruppo motore tramite comunicazione seriale.

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

7

8

6.2 Codici di allarme

Tabella 6-2 Messaggi di allarme codice di allarme

Identificativo allarme Digistart D2

5

6

7

1

2

3

4

8

10

11

12

13

14

15

16

17

27

28

29

30

31

32

33

35

2

36

20

1

23

24

26

37

38

39

40

41

1

1

1

1

42

43

1

1

45

46

47

48

255

Tempo di avvio eccessivo

Sovraccarico motore (modello termico)

Termistore motore

Sbilanciamento corrente

Frequenza (Alimentazione di rete)

Sequenza di fase

Sovracorrente istantanea

Perdita di potenza/circuito di alimentazione

Surriscaldamento dissipatore

Collegamento motore Tx

Allarme ingresso A

FLC troppo alta (FLC fuori dai limiti previsti)

Opzione non supportata (la funzione non è disponibile in caso di connessione a triangolo interno)

Comunicazione dell'avviatore (tra il modulo e l'avviatore statico)

Comunicazioni di rete (fra modulo e rete)

Guasto interno x (dove x è il codice di errore elencato in dettaglio nella tabella seguente).

Guasto di terra

Parametro fuori range

Allarme ingresso B

Perdita di fase L1

Perdita di fase L2

Perdita di fase L3

L1-T1 in corto

L2-T2 in corto

L3-T3 in corto

Temperatura motore 2 (modello termico)

Tempo-sovracorrente (Sovraccarico del bypass)

Batteria/orologio

Circuito termistore

RTD/PT100 A

RTD/PT100 B

RTD/PT100 C

RTD/PT100 D

RTD/PT100 E

RTD/PT100 F

RTD/PT100 G

RTD/PT100 X Circt

Allarme ingresso analogico

Sovrapotenza

Sottopotenza

Nessun allarme

1

Disponibile con Digistart D3 solo se è installata la opportuna scheda opzionale.

2

Per Digistart D3, la protezione tempo-sovracorrente è disponibile solo nei modelli con bypass interno.

Digistart D3

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

Guasto interno x

La tabella sottostante fornisce i dettagli del codice di guasto interno associato al codice di allarme 17.

Tabella 6-3 Guasto interno X

Guasto interno

70 a 72

73

74 a 76

77 a 79

80 a 82

83

84 a 98

Messaggio visualizzato sul tastiera

Errore lettura corrente Lx

Accensione in modalità Simulazione

Collegamento motore Tx

Innesco guasto SCRx

VZC guasto Px

Bassa tens controllo

Guasto interno X

Rivolgersi al fornitore locale tenendo a disposizione il codice di errore (X).

6.3 Controllo della ridondanza ciclica (CRC)

Il CRC è un controllo della ridondanza ciclica a 16 bit che utilizza un polinomio con valore A001.

Il CRC a 16 bit viene aggiunto al messaggio e trasmesso con il byte meno significativo per primo.

Il CRC viene calcolato su tutti i byte inclusi nel frame.

Per ulteriori informazioni sul Modbus, incluso il calcolo CRC, fare riferimento alle specifiche del protocollo Modbus disponibili su http://www.modbus.org/specs.php.

6.4 Esempi

Comando: Start (Avviamento)

Messaggio

Ingresso

Uscita

Ingresso

Uscita

Indirizzo dell'avviatore

20

20

Stato dell'avviatore: in marcia

Indirizzo dell'avviatore

20

20

Codice funzione Indirizzo del registro

06

06

40002

40002

Codice funzione Indirizzo del registro Messaggio dell'avviatore

Ingresso

Uscita

20

20

Codice di allarme: sovraccarico motore

Messaggio

Indirizzo

03

03

40003

2

Codice funzione Indirizzo del registro

03

03

40004

2

Dati

1

1

Dati

1 xxxx0011

Dati

1

00000010

Scaricare il parametro dall'avviatore

Digistart D3: Parametro di lettura 3 (Pr 1C) Tempo a rotore bloccato, 10 secondi

Messaggio Indirizzo dell'avviatore

Codice funzione Indirizzo del registro

Ingresso

Uscita

20

20

03

03

40011

2

Invia parametro all'avviatore

Digistart D3: Parametro di scrittura 12 (Pr 2H)Modalità di arresto, imposta = 2 'Controllo adattivo'

Messaggio

Ingresso

Uscita

Indirizzo dell'avviatore

20

20

Codice funzione Indirizzo del registro

06

06

40020

40019

Dati

1

10

Dati

2

2

CRC

CRC1, CRC2

CRC1, CRC2

CRC

CRC1, CRC2

CRC1, CRC2

CRC

CRC1, CRC2

CRC1, CRC2

CRC

CRC1, CRC2

CRC1, CRC2

CRC

CRC1, CRC2

CRC1, CRC2

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

9

6.5 Codici di errore Modbus

Tabella 6-4 Codici di errore

Codice

01

02

03

04

05

06

07

08

09

10

Descrizione Esempio

Codice funzione non permesso

Funzione diversa da 03 o 06

Indirizzo dati non permesso Numero di registro non valido

Dati non leggibili

Dati di sola lettura

Errore delimitazione dati

Registro con lettura dei dati non consentita

Registro con scrittura dei dati non consentita

Trasferimento di più dati attraverso la delimitazione dei dati o dimensione dei dati maggiore di 125

Ad esempio scrivere "6" in 40003 Codice di comando non valido

Lettura del parametro non permessa

Scrittura del parametro non permessa

Comando non supportato

Errore di comunicazione locale

Numero del parametro non valido

Numero del parametro non valido, sola lettura o parametro nascosto

Invio di un comando seriale a Digistart D3 con il Pr 3O = Disattiva controllo in RMT.

Errore di comunicazione tra lo slave Modbus e l'avviatore

N O T A

Alcuni dei codici di cui sopra sono differenti da quelli definiti nella specifica del protocollo di applicazione Modbus disponibile in www.modbus.org.

7. Protocollo AP ASCII

I frammenti di messaggio utilizzati per comunicare con il Modulo Modbus come dispositivo slave AP ASCII sono mostrati sotto. È possibile associare i frammenti di messaggio formando messaggi completi nel modo descritto nelle seguenti sezioni.

N O T A

I dati devono essere trasmessi in formato ASCII 8-bit, nessuna parità, un bit di stop.

Tabella 7-1 Frammenti di messaggio ASCII AP

Tipo di frammento di messaggio Stringa di caratteri ASCII o

(Stringa di caratteri esadecimali)

Indirizzo d'invio

Invia comando

Invia richiesta

Ricevi dati

Ricevi stato

ACK (conferma)

NAK (conferma negativa)

Errore ERR nn = lrc = ccc = dddd = ssss =

EOT

[04h]

STX

[02h]

STX

[02h]

STX

[02h]

ACK

[06h]

NAK

[15h]

BEL

[07h] nn nn ccc ccc dddd dddd ssss ssss lrc lrc lrc lrc lrc lrc lrc lrc

ENQ

[05h]

ETX

[03h]

ETX

[03h]

ETX

[03h] numero ASCII di due byte che rappresenta l'indirizzo dell'avviatore statico nel quale ciascuna cifra in base decimale è rappresentata da n.

Controllo di ridondanza longitudinale da due byte in base esadecimale. numero del comando in formato ASCII di tre byte dove ciascun carattere è rappresentato da c. numero in formato ASCII di quattro byte che rappresenta i dati della corrente o della temperatura dove ciascuna cifra in base decimale è rappresentata da d. numero in formato ASCII di quattro byte. I primi due byte sono zeri in formato ASCII. Gli ultimi due byte rappresentano i semibyte di un singolo byte di dati di stato in base esadecimale.

10

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

7.1 Comandi

I comandi possono essere inviati all'avviatore statico utilizzando il seguente formato:

Figura 7-1 Formato del comando

Invia indirizzo

Possibili risposte all'errore:

= Master

ACK Invia

Comando

ACK

NAK

= Slave avviatore statico

Comando

Start (Avviamento)

Stop (Arresto)

Reset (Ripristino)

Arresto rapido

Allarme forzato da comunicazione

ASCII

B10

B12

B14

B16

B18

(LRC non valido)

Commento

Inizia l'avvio

Inizia l'arresto

Ripristina dopo l'allarme

Inizia la rimozione immediata della tensione al motore. Viene ignorata qualsiasi impostazione di arresto graduale.

Provoca un allarme da comunicazione

7.2 Recupero dello stato

È possibile recuperare lo stato dell'avviatore statico utilizzando il seguente formato:

Figura 7-2 Formato per recupero dello stato

Invia indirizzo

Possibili risposte all'errore:

= Master

ACK Invia richiesta

Ricevi stato

NAK

= Slave avviatore statico

richiesta

Codice di allarme

Stato dell'avviatore

ASCII

C18

C22

(LRC non valido)

Ricevi stato (ssss)

5

6

4

Consultare tabella dei Codici di allarme.

Bit da 0 a 3

Descrizione

1 = Pronto

2 = In avvio

3 = In marcia

4 = In arresto (compresa frenatura)

5 = Ritardo riavvio (compreso controllo di temperatura)

6 = In allarme

7 = Modalità programmazione

1 = Sequenza di fase positiva (valida solo se bit 6 = 1)

7

1 = La corrente supera FLC

0 = Non inizializzato

1 = Inizializzato

0 = le comunicazioni sono OK

1 = guasto del dispositivo di comunicazione

7.3 Recupero dei dati

I dati possono essere recuperati dall'avviatore statico utilizzando il seguente formato:

Figura 7-3 Formato per recupero dei dati

Invia indirizzo

Possibili risposte all'errore:

= Master

ACK Invia richiesta

Ricevi dati

NAK

= Slave avviatore statico

(LRC non valido)

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

11

richiesta

Corrente motore

Temperatura del motore

ASCII

D10

D12

Ricevi dati (dddd)

Richiede la corrente del motore. I dati sono quattro byte in formato ASCII su base decimale.

Valore minimo 0000 A, valore massimo 9999 A.

Richiede il valore calcolato del modello termico del motore in termini di percentuale della capacità termica del motore. I dati sono quattro byte in formato ASCII su base decimale. Il valore minimo è

0000%. Il punto di allarme è 0105%.

7.4 Calcolo della Checksum (LRC)

Ciascuna stringa di comando inviata al o dall'avviatore comprende una checksum. La formula utilizzata è il Controllo di ridondanza longitudinale (LRC) in ASCII esadecimale. Quest'ultimo è un numero binario a 8 bit rappresentato e trasmesso come coppia di caratteri ASCII esadecimali.

Per calcolare LRC:

1. Sommare tutti i byte ASCII

2. Mod 256

3. convertire i caratteri

4. ASCII con complemento a 2

Ad esempio la stringa di comando (Avvio):

ASCII or

STX

02h

B

42h

ASCII Esadecimale Binario

STX

B

1

0

02h

42h

31h

30h

A5h

A5h

5Ah

01h

0000 0010

0100 0010

0011 0001

0011 0000

1010 0101

1010 0101

0101 1010

0000 0001

ASCII

5Bh

5

0101 1011

B o 35h 42h

La stringa di comando completa diventa:

1

31h

0

30h

SUM (1)

MOD 256 (2)

COMPLEMENTO A 1

+ 1 =

COMPLEMENTO A 2 (3)

CONVERTI ASCI (4)

LRC CHECKSUM

ASCII o

STX

02h

B

42h

1

31h

Per verificare un messaggio ricevuto contenente un LRC:

0

30h

5

35h

5. Convertire gli ultimi due byte del messaggio da ASCII a binario

6. Spostare a sinistra dal secondo all'ultimo byte di quattro bit

7. Aggiungere l'ultimo byte per ottenere il valore LRC binario

8. Rimuovere gli ultimi due byte dal messaggio

9. Aggiungere i byte rimanenti del messaggio

10. Aggiungere il valore LRC binario

11. Arrotondare a un byte

12. Il risultato deve essere zero

I byte di risposta o di stato sono inviati dall'avviatore come stringa ASCII:

STX [d1]h [d2]h [d3]h [d4]h LRC1 LRC2 ETX d1 = 30h d2 = 30h d3 = 30h più la metà superiore del byte di stato spostato a sinistra di quattro posizioni binarie d4 = 30h più la metà inferiore del byte di stato

Ad esempio con byte di stato= 1Fh, la risposta è:

STX 30h 30h 31h 46h LRC1

B

42h

LRC2

ETX

03h

ETX

12

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

8. Controllo Modbus tramite Tastiera Remota

Il modulo Modbus può essere utilizzato per collegare una tastiera remota all'avviatore statico, consentendo il controllo tramite una rete di comunicazione seriale RS485. fare riferimento alle istruzioni della tastiera remota per ottenere informazioni dettagliate.

8.1 Messa a terra e schermatura

È consigliato l'uso di un cavo per trasmissione dati con doppino e schermatura a terra. La schermatura dei cavi deve essere collegata al terminale di massa del dispositivo a entrambi i capi e a un unico punto di messa a terra di protezione del sito.

8.2 Resistori di terminazione

Nei cavi molto lunghi esposti a eccessivo rumore dovuto a interferenza, occorre montare dei resistori di terminazione tra le linee dei dati a entrambi gli estremi del cavo RS485. Questa resistenza deve corrispondere alla impedenza del cavo (di solito 120 utilizzare resistori a filo avvolto.

Ω

). Non

Figura 8-1 Installazione con resistori di terminazione

1 2 3

Master di rete RS485

Tastiera remota RS485

Avviatore statico RS485

8.3 Collegamento con cavo per dati RS485

Si consiglia di utilizzare un collegamento "a margherita". Tale configurazione è ottenuta con il collegamento in serie del cavo dei dati agli effettivi terminali del dispositivo.

8.4 Specifiche del collegamento di rete RS485 della tastiera remota

Impedenza di ingresso:

Intervallo di tensione a modo comune: da - 7 V a + 12 V

Sensibilità in ingresso:

12 k

Ω

± 200 mV

Minima tensione differenziale in uscita: 1,5 V (con carico massimo di 54

Ω

)

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

13

8.5 Uso della Tastiera remota con Digistart D2

Figura 8-2 Collegamenti del Modulo Modbus

1 3

+ GND -

2

+ - GND + - GND + ~/+ ~/-

4

+ GND -

Digistart D2

Modulo – porta seriale RS485

Tastiera remota

B10, B11 - 4 a 20 mA Uscita analogica

B1, B2, B3 - collegamento RS485 avviatore

B6, B7, B8 - collegamento RS485 rete

1, 2 - Tensione di alimentazione (18 a 30 Vac/Vdc)

Collegamento di rete di comunicazione seriale RS485

(RTU Modbus o ASCII AP)

8.6 Programmazione

La Tastiera remota deve essere configurata per funzionare in rete. Per accedere alla modalità di programmazione, la Tastiera remota deve essere accesa quando l'avviatore statico non è in funzione.

8.6.1 Procedura di programmazione

1. Per inserire la modalità di Programmazione, tenere premuto il pulsante a pressione Dati/Programmazione per quattro secondi. Verrà visualizzato il valore predefinito del primo parametro.

2. Utilizzare il pulsante a pressione Dati/Programmazione per passare al parametro successivo.

3. Utilizzare i pulsanti a pressione Arresto e Ripristino per regolare i valori dei parametri.

La modalità di programmazione si chiude quando il pulsante a pressione Dati/Programmazione viene premuto dopo il Pr 9.

N O T A

C'è un timeout di 20 secondi quando la tastiera remota è in modalità di programmazione. Modalità di programmazione si chiuderà automaticamente se non viene registrato alcun segnale in ingresso per 20 secondi. Qualsiasi modifica già effettuata verrà salvata.

14

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

8.6.2 Parametri programmabili

La Tastiera remota offre i seguenti parametri programmabili:

Tabella 8-1 Parametri programmabili

Numero parametri

Descrizione Impostazione predefinita

Intervallo di regolazione

1 Baud rate della rete RS485

4

(9600 baud)

0 secondi

(= spento)

1

(AP ASCII)

0

(nessuna parità)

2 = 2400 baud

3 = 4800 baud

4 = 9600 baud

5 = 19200 baud

6 = 38400 baud da 1 a 99 2

3

4

5

Indirizzo satellite della rete RS485

Timeout di rete

RS485

Protocollo di rete

RS485

Parità protocollo

Modbus

20 da 0 a 100 secondi

1 = protocollo AP ASCII

2 = protocollo RTU Modbus

0 = nessuna parità

1 = parità dispari

2 = parità pari

3 = trasmissione a 10 bit da 1 a 2868 da 80 a 120

6

7

8

9

FLC motore (A)

Uscita analogica offset 4 mA (%)

Disattiva funzione

Start

(Avviamento),

Stop (Arresto),

Quick Stop

(Arresto rapido)

Corrente  10

10

100

0

0

0 = funzione Start (Avvio), Stop (Arresto), Quick Stop (Arresto rapido) abilitata da Tastiera remota e da rete.

1 = funzione Start (Avvio), Stop (Arresto), Quick Stop (Arresto rapido) abilitata da Tastiera remota. funzione Start (Avviamento), Stop (Arresto), Quick Stop

(Arresto rapido) disabilitata da rete.

2

2 = funzione Start (Avvio), Stop (Arresto), Quick Stop (Arresto rapido) disabilitata da Tastiera remota. funzione Start (Avviamento), Stop (Arresto),

Quick Stop (Arresto rapido) abilitata da rete.

1

3 = funzione Start (Avvio), Stop (Arresto), Quick Stop (Arresto rapido) disabilitata da Tastiera remota. funzione Start (Avviamento), Stop (Arresto),

Quick Stop (Arresto rapido) disabilitata da rete.

0 = spento (richiesto per Digistart D2)

1 = acceso (non adatto per Digistart D2)

1, 2

1

Il pulsante Ripristina della Tastiera remota è sempre abilitato.

2

Le funzioni Ripristino di rete RS485 e Allarme forzato da comunicazione sono sempre abilitate.

N O T A

Il Pr 9 Corrente

10

sulla tastiera remota normalizza la corrente visualizzata e l'uscita analogica per i modelli

D3-1x-0023-B a D3-1x-0430-N. Utilizzare Pr 9 unitamente a Pr 6 FLC motore nel modo seguente:

1. Impostare il Pr 6 su un valore 10 volte maggiore della FLC di targa del motore attuale (ad es. per FLC effettiva =

4,6 A, impostare Pr 6 su 46).

2. Impostare Pr 9 = 1.

8.7 Risoluzione dei problemi

Il display della Tastiera remota e i LED di indicazione dello stato possono indicare un funzionamento e condizioni del sistema anomali.

Tabella 8-2 Codici di errore

Indicazioni di visualizzazione

Problema nEt

su display È stata rilevata una perdita di comunicazione sul collegamento alla rete

RS485.

SP

lampeggiante sul display l'avviatore statico è spento e viene programmato dalla rete seriale.

Possibile soluzione

La Tastiera remota ha una impostazione di protezione timeout di rete RS485

(Pr 3).Questo errore viene riportato quando non si verifica alcuna attività di comunicazione per un tempo più lungo di quello impostato per il timeout. Il sistema ritorna attivo appena la comunicazione viene ripristinata.

Per cancellare nEt dal display, premere temporaneamente il pulsante a pressione

Dati/Programmazione o inviare un comando Ripristina dal master di rete.

Completare la procedura di programmazione dell'avviatore statico e uscire dalla modalità di programmazione.

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

15

9. Specifiche

Alloggiamento

Dimensioni ............................................................................................................................ 40 mm (W) x 166 mm (H) x 90 mm (D)

Peso ........................................................................................................................................................................................ 250 g

Livello di protezione ................................................................................................................................................................... IP20

Montaggio

Mollette di fissaggio a molla in plastica (x 2)

Collegamenti

Gruppo avviatore statico a 6 pin

Connettore di rete maschio a 5 vie e connettore femmina estraibile (in dotazione)

Sezione massima del cavo ................................................................................................................................................. 2,5 mm2

Impostazioni

Protocollo ..................................................................................................................................................... Modbus RTU, AP ASCII

Intervallo indirizzi ............................................................................................................................................................... da 0 a 31

Velocità dati (bps) ...................................................................................................................................... 4800, 9600, 19200, 38400

Parità ................................................................................................................................................ Nessuna, Dispari, Pari, a 10 bit

Timeout ..................................................................................................................................... Nessuno (spento), 10 s, 60 s, 100 s

Certificazione

C

............................................................................................................................................................................ IEC 60947-4 2

CE .............................................................................................................................................................................. IEC 60947-4-2

RoHS ...................................................................................... Conforme alle norme RoHS secondo la direttiva europea 2002/95/EC

16

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

17

18

www.leroy-somer.com

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C

Guida dell'utente Modulo Modbus

Edizione C www.leroy-somer.com

19

MOTEURS LEROY-SOMER 16015 ANGOULÊME CEDEX - FRANCE

338 567 258 RCS ANGOULÊME

Simplified Joint Stock Company with capital of 65,800,512 €

www.leroy-somer.com

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project