Vedi Manuale Utente RPL/TPL

Vedi Manuale Utente RPL/TPL
RADIOCOMANDO TPL/RPL
MANUALE UTENTE
INDICE
DESCRIZIONE ........................................................................................................................................... 1
Trasmettitore TPL..................................................................................................................................... 1
Ricevitore RPL.......................................................................................................................................... 1
PONTICELLI e DIP-SWITCH..................................................................................................................... 3
RICEVITORE:........................................................................................................................................... 3
Dip-switch a 4 levette.............................................................................................................................. 3
Dip-switch a 8 levette.............................................................................................................................. 4
TRASMETTITORE : ................................................................................................................................. 4
Dip-switch a 8 levette:............................................................................................................................. 4
APPLICAZIONI DEL RADIOCOMANDO................................................................................................... 5
Applicazioni non ammesse....................................................................................................................... 5
INSTALLAZIONE ( a cura del personale qualificato )............................................................................ 5
MANUTENZIONE STRAORDINARIA ( a cura del personale qualificato ) ............................................ 6
MANUTENZIONE ORDINARIA ( a cura dell’utente ) .............................................................................. 6
MANUTENZIONE PREVENTIVA............................................................................................................... 6
ACCUMULATORE ..................................................................................................................................... 6
Ricarica dell’ accumulatore....................................................................................................................... 6
Sostituzione dell’accumulatore ................................................................................................................. 6
RIPARAZIONI ED ASSISTENZA............................................................................................................... 7
Parti di ricambio ........................................................................................................................................ 7
RESTRIZIONI D'USO PER I PAESI CEE .................................................................................................. 7
USO DEL TRASMETTITORE TPL ............................................................................................................ 8
Accensione /spegnimento ........................................................................................................................ 8
Funzione STOP ........................................................................................................................................ 8
Segnalazioni del trasmettitore .................................................................................................................. 8
USO DEL RICEVITORE RPL .................................................................................................................... 8
Accensione /spegnimento ........................................................................................................................ 8
Funzionamento del ricevitore.................................................................................................................... 9
Relè comune ............................................................................................................................................ 9
OPERAZIONI DI MEMORIZZAZIONE ....................................................................................................... 9
Blocco della programmazione ................................................................................................................ 9
Apprendimento manuale......................................................................................................................... 9
Cancellazione della Memoria.................................................................................................................. 9
Cancellazione di un Singolo Codice ..................................................................................................... 10
Verifica del numero di codici in memoria................................................................................................ 10
Cambio codice identificativo del trasmettitore ........................................................................................ 10
Segnalazioni della spia led ..................................................................................................................... 10
RIASSUNTO ISTRUZIONI TPL/RPL ....................................................................................................... 11
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' CE ................................................................................................ 12
Rev. : 27/11/2013
R.C.E. di Rodeghiero Augusto
36060 ROMANO D’EZZELINO (VI) ITALY - via Julia 3 - tel. 0424 31804
SCHEDA DI INSTALLAZIONE
Data di Fabbricazione:
Numero di Matricola:
Data di Messa in Funzione:
NORME DI RIFERIMENTO:
• EN 300 220-3
• EN 301 489-3
• EN60950-1
• EN61000-6-3 EN61000-6-2
• EMC 2006/95/EEC
• EMC 2004/108/EEC
• R&TTE 99/5 /EEC
Le apparecchiature possono essere usate senza alcuna autorizzazione in base al DPR 447/2001
art.6 sul territorio italiano, per il quale è stata effettuata la prescritta notifica di immissione sul
mercato.
Le apparecchiature possono essere usate, attualmente, senza alcuna autorizzazione anche per i
principali paesi CEE per i quale è pure stata effettuata la prescritta notifica di immissione sul mercato,ai sensi della Direttiva 99/5/CEE: Germania, Francia, Austria, Spagna, Belgio, Lussemburgo,
Finlandia.
R.C.E.
Elettronica Professionale
Via Julia nr. 3
36060 ROMANO d’EZZELINO (VI)
Tel – Fax : +039 0424 31804
e-mail
: info @ rce-radiocomandi.it
web
: www.rce-radiocomandi.it
R.C.E. di Rodeghiero Augusto
36060 ROMANO D’EZZELINO (VI) ITALY - via Julia 3 - tel. 0424 31804
Radiocomando RCE mod. TPL/RPL
Attenzione: il ricevitore, appena alimentato, se non ha memorizzato alcun trasmettitore, emette cinque lampeggi brevi (memoria
vuota) sul led contrassegnato TST (sulla piastra dei relè - più interno).
DESCRIZIONE
Il Radiocomando mod. TPL/RPL è un dispositivo con un massimo di 20 canali contemporanei a 12 Vcc (contemporaneità
disattivabile) , per il comando a distanza di apparecchiature
industriali generiche, con le seguenti caratteristiche:
Trasmettitore TPL
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
Trasmettitore banda 433.100 - 424675 MHz sintetizzato.
Modulazione Frequenza GMSK a 4800 Hz con doppia
correzione di errore.
Potenza di uscita :10 mW irradiati –
Antenna esterna
Portata 200 - 800 metri a seconda degli ostacoli
Codice identificativo a 24 bit ( 16.777.215 codici possibili )
Trasmissione digitale con correzione di errore (distanza di
Hamming = 3) per il singolo bit e CRC a 16 bit su tutti i
dati trasmessi.
Tempo di risposta: da trasmettitore spento : 350 ms. : a
trasmettitore già attivato 200 ms.
Auto-spegnimento totale dopo 5” di non utilizzo.
20 comandi contemporanei possibili.
Alimentazione: Accumulatore Ni-Mh 7,2 V
0.8Ah
ricaricabile (tempo di ricarica : 16 ore)
Ricarica batteria: 12÷24 V
70mA; 14÷18 V
70 mA
Consumo : 60 mA
Autonomia : 10 ore a 20°C. (in trasmissione continua)
Gamma di temperatura : -20°C +55°C
Segnalazione batteria scarica : su spia led – soglia 6,4V
riserva di carica 30-40 minuti
Dimensioni: Contenitore plastico in policarbonato Grado di
Protezione: IP65 dim. mm160 x 80 x 58
Ricevitore RPL
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
●
Ricevitore supereterodina 433.100 - 424675 MHz
sintetizzato.
Auto-apprendimento del codice trasmettitore; fino a 50
trasmettitori memorizzabili.
Alimentazioni : TRE modelli distinti per le tensioni 12Vcc,
24Vcc e 24Vca (+10% / -20%)
Uscite su morsettiera a vite passo 5 mm.
20 relè di uscita comando ( tensione max 30V c.a. ; 30
Figura 1a : Trasmettitore TPL20
V c.c. ) con portata di 5 A continui con contatto NA (NC su
richiesta) pulito oppure con connessione comune.
Possibilità di utilizzare il canale 20 come
STOP (con inibizione dei canali 1..16)
Possibilità di utilizzare il canale 19 come
relè “Comune” (attivo assieme ad ognuno
dei relè comando)
Relè opzionale di arresto con contatto NC
e NA (comandabile dal canale 20).
Possibilità di collegare una linea “comune
di potenza” ( con morsetto apposito e
fusibile 5A ) a tutti i relè
Fusibile F2A 250V sulla alimentazione del
ricevitore
Spia LED funzionamento ricevitore - Spia
LED presenza alimentazione.
Tempo di auto-mantenimento massimo
(sicurezza passiva) selezionabile tra 0.5 e
1 secondo.
Possibilità di cancellare il singolo codice
impostato (usando il trasmettitore) oppure
tutti i codici memorizzati.
Consumo:
24Vcc = : min 80 mA + 8 mA per ogni relè eccitato
Figura 1b : Ricevitore RPL
12V cc= : min 80 mA + 15 mA per ogni relè eccitato
Gamma di temperatura : -20°C +55°C
Dimensioni : Contenitore In ABS Grado di protezione IP66 Dimensioni mm. 160 x 160 x 90h
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 1
Figura 2 - Ricevitore RPL20 : Dimensioni e fori di fissaggio
Figura 3 : Ricevitore RPL20 : vista interna
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 2
Figura 4 : RPL20 : Schema elettrico semplificato
PONTICELLI e DIP-SWITCH
Sul ricevitore del radiocomando sono presenti dei ponticelli - normalmente predisposti in fabbrica - che permettono
la personalizzazione del tipo di collegamento interno e modificano alcune caratteristiche.
Inoltre sono presenti due commutatori a levetta (dip–switch) , uno a 8 levette sulla scheda di decodifica ed uno a 4
levette ( che può essere anche sostituito da ponticelli fissi ) sulla scheda base vicino al connettore di antenna.
Si raccomanda di non modificare le impostazioni dei dip–switch ( tranne quelle relative alla frequenza), che sono
sempre predisposte in fabbrica.
RICEVITORE:
Ponticello Protezione memoria - Blocco della programmazione
Posto vicino al bordo superiore della scheda di decodifica ( vedi Figura 3 ) impedisce di scrivere nella memoria del
ricevitore cioè rende impossibile programmare o cancellare codici
Deve essere quindi tenuto sempre chiuso e aperto solo se si deve inserire il codice di un nuovo trasmettitore o si
deve cancellare la memoria.
Dip-switch a 4 levette ( su piastra base ):
•
Levetta 1
•
Levetta 2 : ON
•
Levetta 3
•
Levetta 4 : ON
: ON = Disabilitato funzionamento a canali contemporanei (1 solo canale alla volta)
OFF = Abilitato funzionamento a canali contemporanei
= Abilitato l’utilizzo del canale 20 come canale di STOP.
Il MODO di funzionamento del segnale di STOP è impostato dalle levette 7
e 8 del dip switch a 8 vie sulla scheda decodifica.
OFF = Funzionamento normale del relè canale 20
: ON
= Abilitato l’utilizzo del relè CANALE 19 come “relè comune” – cioè che scatta
assieme ad ognuno degli altri canali da 1..16.
OFF = Funzionamento normale del relè canale 19
= Tempo di mantenimento del relè attratto (in caso di evanescenza del segnale)
breve (0.3 secondi)
OFF = Tempo di mantenimento del relè attratto lungo (0.7 secondi)
Nota : se è abilitato il canale di STOP, esso è sempre attivo contemporaneamente agli altri; cioè agisce
anche se è attivo un altro canale.
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 3
Dip-switch a 8 levette ( sulla scheda decodifica ):
•
Levette 1...6 : Frequenza ( tutti a OFF = frequenza.minima - tutti a ON = frequenza massima – vedi
Tabella 1
•
Levetta 7 :
ON = canali 17 18 19 sempre attivabili ed indipendenti da STOP su canale 20
OFF = canali 17 18 19 disabilitati dal comando STOP ( cioè dal canale 20 , se attivato
agendo sul dip– switch a 4 vie sulla piastra base! ).
•
Levetta 8 :
ON = comando STOP ( se attivato! ) agisce sul relè 21 (tutti gli altri comunque OFF)
OFF = comando STOP ( se attivato! ) agisce sul relè 20
Nota: Per variare la frequenza utilizzata dal radiocomando, l'operazione di programmazione va eseguita
in assenza di alimentazione, agendo sia sulle levette del trasmettitore e del ricevitore in modo che le
posizioni da 1 a 6 siano IDENTICHE.
Tabella 1 : Impostazione frequenza (le levette 1–6 non indicate sono su OFF)
Frequenza
MHz
433,1000
433,1250
433,1500
433,1750
433,2000
433,2250
433,2500
433,2750
433,3000
433,3250
433,3500
433,3750
433,4000
433,4250
433,4500
433,4750
433,5000
433,5250
433,5500
433,5750
433,6000
433,6250
433,6500
433,6750
433,7000
433,7250
433,7500
433,7750
433,8000
433,8250
433,8500
433,8750
1
2
Posizione Levette
3
4
5
6
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON ON ON
ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON ON ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON ON ON
ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON ON ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
7
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
8
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
Frequenza
MHz
433,9000
433,9250
433,9500
433,9750
434,0000
434,0250
434,0500
434,0750
434,1000
434,1250
434,1500
434,1750
434,2000
434,2250
434,2500
434,2750
434,3000
434,3250
434,3500
434,3750
434,4000
434,4250
434,4500
434,4750
434,5000
434,5250
434,5500
434,5750
434,6000
434,6250
434,6500
434,6750
1
2
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
ON
ON
ON ON
Posizione Levette
3
4
5
6
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON ON
ON ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON
ON ON
ON ON ON
ON ON ON
ON ON ON
ON ON ON
ON ON ON ON
ON ON ON ON
ON ON ON ON
ON ON ON ON
7
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
8
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
–
TRASMETTITORE :
Dip-switch a 8 levette:
•
•
•
Levette 1...6 : Frequenza ( tutti a OFF = frequenza minima - tutti a ON = frequenza massima – vedi
tabella 1 ). La frequenza cambia SOLO quando nessun tasto di comando è attivo..
Levetta 7 :
Non usato
Levetta 8 :
ON il comando STOP è attivato con il canale 20
OFF il comando STOP non è attivo.
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 4
APPLICAZIONI DEL RADIOCOMANDO
Il radiocomando TPL/RPL è un comando a distanza per uso industriale e generico ( non specific SRD ); il
suo uso è consentito solo ad operatori competenti che conoscano bene le funzioni sia del telecomando sia
dei dispositivi cui esso è collegato.
In nessun caso l’uso del telecomando deve essere tale da poter costituire pericolo per la salute umana
anche in via indiretta.
Applicazioni non ammesse
Il radiocomando non può essere applicato a macchine di sollevamento ed in ambienti o macchine che
necessitano di apparecchiature con caratteristiche di antideflagrazione.
Il radiocomando non può esser utilizzato in tutti i casi in cui il suo uso può essere causa di rischio per
persone.
Il radiocomando non può essere utilizzato su sistemi con auto-ritenuta, cioè il cui movimento possa
continuare anche se il pulsante di comando viene rilasciato (l’operazione deve essere cioè solo “a uomo
presente”)
INSTALLAZIONE ( a cura del personale qualificato )
L’installazione del radiocomando non deve assolutamente eludere i meccanismi di sicurezza già presenti nel
dispositivo radiocomandato.
L’installazione deve essere eseguita esclusivamente da personale qualificato e rispettando le eventuali
indicazioni fornite dal costruttore.
Le seguenti regole devono essere tenute in considerazione:
–
La tensione di alimentazione dei circuiti comandati dai relè deve essere a bassissima tensione di
sicurezza ( max 30V c.a. ; 30 V c.c.)
– Se l’alimentazione esterna del ricevitore è fornita da un alimentatore, questa deve essere
munito di trasformatore di sicurezza e protetto contro il cortocircuito.
– Nel caso di installazione all'aperto ( o su mezzi mobili ) , installare l'unità ricevente in luogo protetto ; in
particolare, nel caso di installazione su mezzi mobili, è consigliabile utilizzare un secondo contenitore
per la protezione contro i lavaggi e forti spruzzi d'acqua;
– Individuare un punto di fissaggio per il contenitore dell’ unità ricevente dove non ci siano vibrazioni e,
se necessario, interporre degli ammortizzatori in gomma.
– Scegliere una posizione che permetta l’apertura della cassetta e tale che sia possibile, in caso di
necessità, che un tecnico acceda all’interno della stessa.
– Montare l’unità ricevente in posizione verticale
– Posizionare l’antenna ricevente preferibilmente a vista verso l’area di lavoro e senza schermi metallici
intorno; la migliore portata del radiocomando si otterrà se l’antenna è lontana da eventuali fonti di
radio–disturbi (Motori elettrici o alternatori con spazzole rotanti, scintillii elettrici di qualunque tipo) ed a
vista con l’unità trasmittente.
– Utilizzare un cavo coassiale da 50 Ω di impedenza della minima lunghezza possibile, ma privilegiando
sempre il posizionamento dell’antenna secondo quanto esposto al punto precedente.
– Il ricevitore è contenuto in un contenitore IP66; questo tipo di protezione è riferito al solo
contenitore e ciò significa che devono essere adottate tutte le necessarie precauzioni per
ottenere il grado finale di protezione desiderato dopo il collegamento della macchina da
comandare.
Questo richiede l’uso di passacavi di tipo adatto e relative guarnizioni di tenuta e di guaine
protettive o meglio di cavi multipolari di diametro adatto al passacavo e sigillatura attenta dei
fori di fissaggio del contenitore e dei fori per i passacavi praticati sul contenitore.
I fori per i passacavi vanno eseguiti con la massima cautela preferibilmente estraendo la
scheda per non danneggiarla.
– I conduttori devono essere scelti in modo che siano adatti alle condizioni di funzionamento (p.es.
tensione , corrente, protezione contro scosse elettriche) ed alle influenze esterne ( p.es. Temperatura
ambiente, presenza di acqua o sostanze corrosive, sollecitazioni meccaniche, rischi di incendi).
2
– Utilizzare conduttori di sezione non inferiore a 1,5 mm e serrare attentamente le viti dei morsetti.
– La resistenza meccanica e lo spessore dell’isolante dei conduttori utilizzati devono essere tali che
l’isolamento non possa essere danneggiato durante il funzionamento o l’esecuzione del cablaggio.
– Collegare i terminali del circuito di arresto – se utilizzato – in modo da effettuare l’arresto completo
della macchina; se esso è presente, collegarli in serie al Pulsante di Arresto manuale del dispositivo
comandato.
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 5
– I contatti di ogni canale fanno capo a morsetti allineati tra loro su due morsettiere diverse ( vedi figura
3) p.es. CANALE1 = tra Morsetto1 di M1 e morsetto 1 di M7; solo il relè 21 ( se presente ) fa eccezione
in quanto di esso sono disponibili entrambi i contatti ( morsettiera M12 – figura 3).
– Collegare i contatti dei comandi (1,2,3,4,5,6)..tenendo presente che il numero impresso sul circuito
stampato corrisponde a quello stampigliato sul frontale dell’unità trasmittente.
– Controllare sempre, a fine lavoro, il funzionamento corretto del circuito di arresto, se utilizzato.
MANUTENZIONE STRAORDINARIA ( a cura del personale qualificato )
Attenzione : le operazioni di manutenzione vanno sempre eseguite ad unità ricevente spenta e non
alimentata.
Le seguenti operazioni di manutenzione vanno effettuate regolarmente, con frequenza almeno trimestrale,
laddove non diversamente specificato:
•
•
•
•
Sull’unità ricevente, controllare la guarnizione del coperchio di tenuta e dei passacavi.
Controllare il corretto inserimento dei terminali.
Controllare l‘efficienza del collegamento di antenna.
Controllare tutte le viti di fissaggio sia dell’unità trasmittente sia dell’unità ricevente; tale verifica
sull'unità ricevente deve essere tanto più frequente quanto più essa è sottoposta a vibrazioni.
MANUTENZIONE ORDINARIA ( a cura dell’utente )
•
•
•
•
Verificare spesso, e comunque con frequenza dipendente dal tipo d’ambiente in cui il Radiocomando
è utilizzato, l’assoluta integrità del contenitore sia dell’unità trasmittente che di quella ricevente.
Mantenere pulita l’unità trasmittente, in particolare da polvere o altri accumuli.
Per la pulizia NON utilizzare solventi o abrasivi ; consigliabile alcool denaturato.
Controllare almeno settimanalmente l’efficienza del pulsante d’arresto.
MANUTENZIONE PREVENTIVA
Le seguenti precauzioni di impiego sono consigliate per migliorare la durata del Radiocomando:
•
•
•
•
•
•
Evitare, per quanto possibile, l’esposizione prolungata dei contenitori, sia dell’unità trasmittente sia
dell’unità ricevente, alla luce solare diretta.
Non esporre le apparecchiature a temperature elevate (oltre i 70°C).
Non immergere in acqua.
Non lavare con getto a pressione ( in particolare l’unità ricevente).
Non aprire l’unità trasmittente se non per effettuare la sostituzione dell’accumulatore o modificare la
frequenza di trasmissione.
È consigliato l’uso del fodero di protezione per il trasmettitore per migliorare la protezione contro
spruzzi d’acqua, cadute ed urti accidentali.
ACCUMULATORE
L’indicazione della tensione di lavoro 7,2V sulla etichetta posta sull’unita’ trasmittente si riferisce solo alla
tensione dell’accumulatore entro–contenuto che alimenta il trasmettitore; questo non può essere
alimentato tramite un alimentatore esterno ed in ogni caso non deve assolutamente essere acceso
durante le operazioni di ricarica in quanto ciò potrebbe determinare gravi danni .
Ricarica dell’ accumulatore
L’accumulatore interno ha una vita di almeno 10 ore di trasmissione (a tasto premuto) ; quando esso
raggiunge circa il 10% della carica la spia a led inizia a lampeggiare più lentamente:l'autonomia residua a
questo punto è ancora di almeno 30-40 minuti. Tale autonomia diminuisce in caso di bassa temperatura e
con l'invecchiamento dell’accumulatore stessa.
Il trasmettitore incorpora un caricabatteria a corrente costante adatto per l’accumulatore utilizzato.
È consigliato di ricaricare l’accumulatore solo se è scarico, in quanto la vita dello stesso è di circa 1000
cicli di carica.
Il tempo di ricarica previsto (con accumulatore scarico) è di 16 ore.
Per effettuare la ricarica, collegare il cavo in dotazione ad una fonte di alimentazione da 12 a 24 V c.c. ( è
possibile usare la presa accendisigari; il positivo deve corrispondere al polo centrale ) oppure da 14 a 18
V c.a. La Corrente di carica è di 70 mA in cc/ca
Se si utilizza un alimentatore esterno per la ricarica (sia c.c. che c.a.), questo deve essere fornito
di trasformatore di sicurezza e protetto contro il cortocircuito.
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 6
La ricarica in corso è segnalata dall’accensione della spia LED del trasmettitore; il tempo di carica
deve essere di almeno 16/18 ore se l’accumulatore è completamente scarico.
A ricarica effettuata, richiudere il tappo di protezione del connettore caricabatteria, per ripristinare il
grado di protezione dell’apparecchio all’acqua ed alla polvere (IP65).
Sostituzione dell’accumulatore
L’accumulatore ricaricabile dopo circa 1000 cicli di ricarica riduce la sua capacità notevolmente ed è consigliabile sostituirlo.
Per effettuare la sostituzione si deve aprire l’unità trasmittente; una volta tolto il fondo, prima di tagliare le
fascette di fissaggio, osservare la posizione dell’accumulatore esistente.
Staccare il connettore del vecchio accumulatore e posizionare quello nuovo sugli appositi supporti ;
fissarlo con due nuove fascette ed inserire il nuovo connettore.
Procedere quindi ad una carica completa del nuovo accumulatore.
Attenzione: lo smaltimento degli accumulatori usati deve essere fatto tramite gli apposito contenitori di
raccolta differenziata; non gettarli assolutamente nei raccoglitori dei rifiuti urbani.
RIPARAZIONI ED ASSISTENZA
Per la riparazione o la sostituzione di componenti danneggiati o guasti, rivolgersi al Rivenditore presso cui
si è acquistato il Radiocomando oppure direttamente alla Ditta Costruttrice.
Parti di ricambio
I fusibili installati sulla unità ricevente sono del tipo rapido e sostituibili con dispositivi analoghi di pari
caratteristiche reperibili sul mercato:
FU1 : fusibile in vetro F5A250V 5x20 mm (alimentazione 12Vc.c ; 24Vc.c. ; 24Vc.a.) es. OMEGA CF520250
FU2 : fusibile in vetro F2A250V 5X20 mm (alimentazione 12Vc.c. ; 24Vc.c. ; 24Vc.a.) es. OMEGA mod.
CF520220
I suddetti fusibili possono essere sostituiti anche con dispositivi di tipo RITARDATO.
Relè: I relè sono di tipo SCHRACK mod. V23092–A1012–A0302 (12V) V23092–A1024–A0302 (24V) –
verificare la tensione di bobina seconda del modello di ricevitore - e reperibili presso i rivenditori di
materiale elettrico.
La tensione di lavoro dei relè è di 12V per la versione a 12/24V in corrente continua e 24V per la versione
a 24V in corrente alternata
ACCUMULATORE : 7,2V 0,8Ah tipo Ni Mh.
RESTRIZIONI D'USO PER I PAESI CEE
Le apparecchiature possono essere usate senza alcuna autorizzazione in base al DPR 447/2001 art.6 sul
territorio italiano, per il quale è stata effettuata la prescritta notifica di immissione sul mercato.
Le apparecchiature possono essere usate, attualmente, senza alcuna autorizzazione anche per i principali
paesi CEE per i quale è pure stata effettuata la prescritta notifica di immissione sul mercato,ai sensi della
Direttiva 99/5/CEE: Germania, Francia, Austria, Spagna, Belgio, Lussemburgo, Finlandia.
Rev.:25 novembre 2013
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 7
USO DEL TRASMETTITORE TPL
IMPORTANTE : per poter funzionare, entrambe le apparecchiature (Ricevitore e Trasmettitore)
devono essere poste sulla stessa frequenza !
Controllare che le levette da 1 a 6 dei dip switch siano UGUALI.
Accensione /spegnimento
Il trasmettitore TPL si attiva ogni volta che si preme un pulsante; quando si rilascia il pulsante esso
continua a restare attivo ancora per circa 8 secondi prima di tornare nello stato iniziale; lo spegnimento
totale è segnalato da un breve lampeggio.
Funzione STOP
La funzione STOP, per funzionare, deve essere attivata sia sul ricevitore sia sul
trasmettitore agendo sui dip–switch (vedi pag.3 e 4).
Se è stata attivata la funzione STOP, quando si preme il pulsante relativo al canale 20 il
trasmettitore invia il comando di arresto e si spegne automaticamente dopo otto secondi che
è stato rilasciato ogni tasto; per tutto questo tempo ( solo in caso di STOP) la spia led
continua a lampeggiare.
Per riprendere le operazioni dopo lo STOP è necessario attendere lo spegnimento del diodo
LED del trasmettitore, quindi riaccenderlo tenendo premuto per almeno 5 secondi il
pulsante STOP finché sul ricevitore non ritorna a riposo il relè di STOP; a questo punto è
possibile riprendere ad operare.
Il funzionamento del comando STOP è il seguente:
• I canali 1–16 sono SEMPRE messi a riposo
• I canali 17 18 19 restano attivabili anche dopo uno STOP se sul dip–switch a 8 vie del
ricevitore (vedi a pag.3) la levetta 7 è ON e la levetta 8 è OFF.
•
•
•
•
Se la levetta 8 sul dip–switch a 8 vie del ricevitore è ON (vedi a pag.3) , tutti i canali sono
disabilitati dallo STOP; è attivo il relè 21.
Dopo che è stato premuto lo STOP, il trasmettitore continua a lampeggiare per 8 secondi e
poi si spegne.
Per riattivare il ricevitore dopo che è stato inviato uno STOP, si deve trasmettere ancora uno
STOP tenendo premuto il pulsante STOP per 5 secondi.
Per riattivare il ricevitore è anche possibile togliere per circa 1 secondo l’alimentazione allo
stesso, in modo che il relè STOP torni a riposo.
Segnalazioni del trasmettitore
Mentre il trasmettitore è attivo la spia led lampeggia rapidamente ( 5 lampeggi al secondo) , oppure molto
lentamente a secondo dello stato di carica dell’ accumulatore.
Se l’accumulatore è scarico, la frequenza dei lampeggi cambia drasticamente ( 1 lampeggio ogni 3
secondi) è necessario in questo caso provvedere al più presto alla ricarica dell’accumulatore.
Se si continua ad operare, quando la tensione di batteria raggiunge la soglia minima di funzionamento il
trasmettitore cessa completamente di funzionare.
USO DEL RICEVITORE RPL
Accensione /spegnimento
Il ricevitore è sempre in funzione, se alimentato.
La spia LED contrassegnata con "T" sulla piastra che supporta i relè permette di verificare il
funzionamento (lampeggio in presenza di segnale valido - segnalazione per le operazioni di
memorizzazione del codice trasmettitore ); l’altra spia LED accesa segnala la presenza della
alimentazione (stato del fusibile di protezione).
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 8
Funzionamento del ricevitore
I comandi sono sempre "ad uomo presente" cioè : se viene rilasciato il pulsante di comando sul trasmettitore, il relè sul ricevitore torna a riposo con il tempo di risposta tipico del radiocomando (150 ms); il relè
sul ricevitore torna a riposo anche se viene a mancare - a causa di interferenze o altro - il segnale radio
del trasmettitore, ma il tempo di rilascio è in questo caso più lungo ( selezionabile tra 0.5 e 2 sec. ) ad
evitare che la presenza di disturbi occasionali determini un funzionamento a scatti del radiocomando.
Relè comune
È possibile ottenere che il rele’ 19 sia attratto assieme ad ognuno dei relè 1..16 (funzione relè
comune).
La Funzione è attivabile mettendo ad ON la levetta 2 sul dip-switch a 4 vie sulla piastra base;
Se la levetta è su OFF il relè 19 funziona normalmente.
OPERAZIONI DI MEMORIZZAZIONE
Attenzione : Dopo ogni operazione sulla memoria, avviene un ripristino automatico, e quindi tutti i relè
tornano a riposo.
NON premere mai il pulsante di memorizzazione nel momento in cui si collega l'alimentazione al
ricevitore.
Blocco della programmazione
Il codice o i codici dei trasmettitori abilitati ad operare sul ricevitore vengono inseriti in una memoria permanente con una semplice operazione da effettuare una volta per
tutte ; è inoltre presente un ponticello che provvede a bloccare "fisicamente" la scrittura nella memoria
a memorizzazione conclusa.
Il blocco "fisico" della programmazione è come una serratura su cui
agire prima di utilizzare la memorizzazione ( e che conviene quindi
tenere chiusa ); esso richiede un
intervento manuale sulla scheda del
ricevitore per essere tolto/superato.
Figura 5 : Pulsante apprendimento e ponticello blocco memoria
Inserzione:
Chiudere il ponticello
mobile posto vicino
al bordo superiore sulla scheda di decodifica
Disinserzione: Aprire il ponticello mobile
Apprendimento manuale
È necessario togliere il blocco fisico, aprendo i ponticello vicino al pulsantino sulla schedina di decodifica.
Accendere il trasmettitore.
Premere brevemente il pulsantino di memorizzazione fino ad accensione del led; la spia led resta accesa
per 8 secondi, che è il tempo disponibile per l'apprendimento.
Durante questo tempo, premere un tasto di comando- per esempio il tasto 1 - per almeno tre secondi : ad
apprendimento effettuato si ottengono due lampeggi lunghi del led di segnalazione sul ricevitore.
Premendo brevemente un pulsante del trasmettitore, scatterà ora il relè corrispondente sul ricevitore, a
confermare l'attivazione del radiocomando.
Ad operazione conclusa, reinserire il ponticello del Blocco fisico.
Cancellazione della Memoria
È necessario togliere il ponticello del blocco fisico.
Premere il pulsante e tenerlo premuto; attendere lo spegnimento del led e dopo quindici secondi - in cui la
spia led resta spenta - ci saranno tre lampeggi brevi (ai quali seguirà un impulso lungo): durante i lampeggi brevi rilasciare il pulsante e ri-premere il pulsante non appena la spia led si riaccende per il
successivo impulso lungo (la spia led si spegne un attimo e si riaccende restando acceso finché il
pulsante resta premuto).
Quando si rilascia il pulsante la memoria viene cancellata ed il ricevitore si re-inizializza emettendo 5 lampeggi (memoria vuota).
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 9
Note: Se non è stato disinserito il blocco Fisico, dopo lo spegnimento del led si hanno 5 lampeggi lunghi,
poi (se si tiene premuto il pulsante) ancora l'accensione del led per 6 secondi seguita da 5 lampeggi
lunghi e così via.
Se la memoria è stata cancellata, ricevendo un codice valido ma non memorizzato , il led T lampeggia
velocemente ed ad intervalli regolari emette i 5 lampeggi di segnalazione "memoria vuota".
La stessa segnalazione si ottiene ogni volta che viene ri-acceso il .ricevitore, se non c’è alcun codice
memorizzato.
Cancellazione di un Singolo Codice
È necessario togliere il ponticello del blocco fisico.
Se non si dispone dell'accessorio programmatore, è necessario disporre del trasmettitore da cancellare,
altrimenti si possono solo cancellare TUTTI i codici in memoria (vedi Cancellazione memoria)
Senza trasmettitori in funzione, premere e tenere premuto (circa 3 secondi) il pulsante del ricevitore finché
la spia led si spegne.
Rilasciare il pulsante sul ricevitore e trasmettere il codice da cancellare: la spia led emette un breve
impulso luminoso (inizio cancellazione) - continuare a trasmettere - dopo tre secondi , la spia led emette
ancora 1 lampeggio, seguito da sei lampeggi lunghi ad indicare che il codice è stato cancellato dalla
memoria.
Se non si trasmette alcun codice, il ricevitore si ripristina (emettendo un lampeggio) dopo circa 10
secondi (cioé ritorna in funzionamento “normale”).
Ad operazione conclusa, reinserire il ponticello del Blocco fisico vicino al pulsantino.
Verifica del numero di codici in memoria
Senza trasmettitori in funzione , premere brevemente 2 volte il pulsante (entro 3 secondi).
Dopo un breve pausa, se esistono codici in memoria, viene emesso un lampeggio lungo, seguito da tanti
lampeggi brevi quanti sono i codici inseriti ed un lampeggio lungo di chiusura: se non esistono codici viene
emesso il segnale di memoria vuota (cinque lampeggi brevi).
Per terminare prima (nel caso di molti codici inseriti), premere il pulsante.
Alla fine viene controllata ed eventualmente segnalata - con cinque lampeggi lunghi - la presenza della
protezione fisica.
Cambio codice identificativo del trasmettitore
Questa operazione va eseguita solo se in caso eccezionali: il codice interno è impostato in fabbrica ed è
un numero casuale su 67.108.861 possibili combinazioni: le possibilità che due trasmettitori abbiano lo
stesso codice è quindi irrisoria.
Sul trasmettitore:
• Chiudere momentaneamente il ponticello marcato “S”.(Scrittura)
• Chiudere momentaneamente il ponticello marcato “P” (Programmazione)
• Accendere il trasmettitore ( premendo un pulsante qualsiasi ) , quindi aprire il ponticello P.
• Riaprire il ponticello S dopo che è stato aperto P-.
Segnalazioni della spia led
a) led acceso
= tempo valido per l' apprendimento.
b) 1 lampeggio breve =
codice valido ma NON autorizzato (trasmettitore ignoto)
d) 2 lampeggi lunghi =
apprendimento effettuato correttamente
c) 3 lampeggi
= tempo apprendimento scaduto - corto + corto + lungo
e) 4 lampeggi
= codice già presente
f) 5 lampeggi brevi
=
nessun codice presente (memoria vuota)
g) 5 lampeggi lunghi =
segnalazione blocco fisico inserito
h) 6 lampeggi brevi
=
richiesta cancellazione di un codice NON presente
i) 6 lampeggi lunghi =
cancellazione codice effettuata
j) 7 lampeggi brevi
=
apprendimento non corretto (codici diversi presenti)
l) 7 lampeggi lunghi =
memoria piena impossibile aggiungere
m) 8 lampeggi lunghi =
errore nei dati contenuti nella memoria
n) lampeggio continuo = errore di manovra - rilasciare il pulsante
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 10
RIASSUNTO ISTRUZIONI TPL/RPL
TRASMETTITORE
1) Accensione / spegnimento
● Per accendere: premere il pulsante del canale desiderato
● Se lasciato inattivo, si spegne automaticamente dopo 8 secondi dall'ultima pressione su un tasto (breve
lampeggio).
Se si preme il pulsante STOP ( e la funziona STOP è attivata ), il trasmettitore invia il comando di arresto e si
spegne automaticamente dopo otto secondi, con la spia led che lampeggia fini alla fine.
2) Ricarica accumulatore
L’accumulatore ha una vita di almeno 10 ore di trasmissione (a tasto premuto) ; quando la carica scende al 10%
della carica totale la spia a led inizia a lampeggiare più lentamente; l'autonomia residua a questo punto è ancora
circa trenta minuti,ed è consigliabile ricaricare al più presto l’accumulatore utilizzando il caricabatteria entrocontenuto (tempo di ricarica 16–18 ore).
3) Ripristino dopo uno STOP
Per riprendere le operazioni dopo aver agito sul comando STOP, attendere che la spia LED si spegna ( fine della
trasmissione) e riaccendere il trasmettitore tenendo premuto per 5 secondi il pulsante STOP.
È pure possibile riprende le operazioni se si toglie momentaneamente( 1 secondo) la tensione al ricevitore.
RICEVITORE
Attenzione
La tensione massima ai contatti dei relè deve essere 30 V cc/ca.
La massima corrente permessa sui contatti dei relè è 5 A
1) Memorizzare il codice del trasmettitore:
●
●
●
●
●
●
●
Togliere la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante).
Premere brevemente (1 secondo) il pulsante sul ricevitore: la spia led resta accesa ( per circa dieci secondi).
Accendere ORA il trasmettitore e trasmettere (a lungo) premendo un tasto qualsiasi. Non avvicinarsi troppo al ricevitore o
all'antenna.
La spia led emette due lampeggi lunghi : il codice è memorizzato
Inserire la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante).
Se non si trasmette alcun codice da apprendere entro dieci secondi, la spia led emette tre impulsi (breve- breve- lungo) ed il
ricevitore si ripristina, tornando al funzionamento normale.
Inserire SEMPRE la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante) a fine operazioni.
2) Cancellare un codice già inserito:
●
●
●
●
●
●
●
●
Togliere la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante )
Premere il pulsante e tenerlo premuto finché la spia led si spegne da sola, quindi rilasciare il pulsante.
Trasmettere il codice da cancellare fino al secondo lampeggio ( un lampeggio a 1 ed a 5 secondi)
La spia led emette una serie di 6 lampeggi lunghi: il codice è cancellato.
Per effettuare la cancellazione la trasmissione deve essere continuata fino al secondo lampeggio.
Reinserire la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante).
Se si attiva l'operazione ma non si trasmette alcun codice, dopo circa 10 secondi il ricevitore si ripristina automaticamente
Inserire SEMPRE la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante) a fine operazioni.
3) Cancellare TUTTI i codici :
●
●
●
●
Togliere la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante ).
Premere e mantenere premuto il pulsante: la spia led si accende subito, poi si spegne e resta spenta per quindici secondi, al
temine dei quali emette tre brevi lampeggi: durante i tre lampeggi brevi rilasciare il pulsante.
Ri-premere non appena la spia led si riaccende: la spia si spegne un attimo e resta quindi accesa finché si tiene premuto il
pulsante.
Rilasciare il pulsante : tutti i codici sono cancellati. Se viene ricevuto un codice valido, la spia led lampeggia ad intervalli emette
cinque impulsi brevi di "memoria vuota".
Inserire SEMPRE la protezione fisica ( ponte mobile a fianco del pulsante) a fine operazioni.
4) Contare i codici in memoria :
●
●
Premere brevemente due volte il pulsante.
Dopo una breve pausa, la spia led emette un lampeggio lungo, poi tanti impulsi brevi quanti sono i codici inseriti in memoria,
poi un impulso lungo di fine segnalazione.
Se la memoria è vuota la spia led emette solo cinque impulsi brevi di "memoria vuota".
R.C.E. elettronica professionale
Via Julia nr.3 - Tel./Fax 0424 31804
36060 Romano d’Ezzelino (VI)
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 11
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' CE
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 12
NOTE:
RCE - Manuale TPL/RPL – pag. 13
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement