Manuale Utente - RVR Elettronica SpA Documentation Server

Manuale Utente - RVR Elettronica SpA Documentation Server
PJ1600LIGHT
PJ2000LIGHT
MANUALE UTENTE
VOLUME1
Prodotto da R.V.R ELETTRONICA S.p.A. Italia
Nome del File:PJ1600_2000light_ITA_1.0.indb
Versione:
1.0
Data:
03/08/2012
Cronologia Versioni
Data
Versione
03/08/2012 1.0
Ragione
Prima Versione
Autore
J. H. Berti
PJ1600LIGHT PJ2000LIGHT - Manuale Utente
Versione 1.0
© Copyright 2012
R.V.R. Elettronica SpA
Via del Fonditore 2/2c - 40138 - Bologna (Italia)
Telephone: +39 051 6010506
Fax: +39 051 6011104
Email:
[email protected]
Web:
www.rvr.it
Tutti i diritti sono riservati. Stampato in Italia. Nessuna parte di questo manuale può essere
riprodotta, memorizzata in sistemi d’archivio o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico, meccanico, fotocopia, registrazione
o altri senza la preventiva autorizzazione scritta del detentore del
copyright.
���������������������������
������������������������������������������������������������������������
��������������������������������������������������������������������������������������
�������������������
PJ1600/2000LIGHT
DICHIARAZIONE DI
CONFORMITA’
La sottoscritta azienda,
Nome del Costruttore:
R.V.R. Elettronica SpA
Indirizzo del Costruttore:
Via del Fonditore 2/2c
I - 4013 Bologna
Italia
Certifica e dichiara sotto la propria responsabilità che l’apparato:
Descrizione del Prodotto:
Amplificatore per radiodiffusione FM allo stato solido
Modello:
PJ2000LIGHT
Varianti:
PJ1600LIGHT
Banda di frequenza:
7.5 ÷ 10.0 MHz
Potenza RF in uscita:
160 ÷ 2000 W
quando utilizzato per il servizio al quale è destinato, rispetta i requisiti essenziali e le altre
caratteristiche stabilite dalla Direttiva 1/5/CE (“R&TTE”), e porta quindi il marchio “CE”.
La procedura di valutazione di conformità utilizzata è stabilita dall’Articolo10 e dettagliata nell’Allegato
III della Direttiva 1999/5/CE.
Per la valutazione della conformità, sono stati applicati i seguenti standard armonizzati:
Compatibilità Elettro Magnetica (3.1b):
EN 302 018-1 V1.2.1 (2006-03) +
EN 302 018-2 V1.2.1 (2006-03)
Sicurezza (3.1a):
EN 60215 (1997-10) +
EN 60065 (2011-01)
Come richiesto dalla procedura di valutazione di conformità, la documentazione tecnica è custodita
presso la sede del costruttore.
Bologna, Italia, 26/05/2011
Ravagnani Stefano
Direttore Tecnico
R.V.R. Elettronica S.p.A.
Rev. 1.1 - 09/08/2012
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
PJ1600/2000LIGHT
Specifiche Tecniche
GENERALS
Parameters
Frequency range
Rated output power
Power supply type
AC Supply Voltage
DC Supply Voltage
Active Power Consumption
Overall efficiency
Input device
Display
Phisical Dimensions
Ambient working temperature
Spurious & harmonic suppression
Conditions
PJ1600Light
PJ2000Light
87.5 ÷ 108
1600
Mono phase
230 ±15%
87.5 ÷ 108
2000
Mono phase
230 ±15%
2285
Typical 70
4 pushbutton
Alphanumerical LCD - 2 x 16
483
3
550
0 to + 50 (operational -10)
2857
Typical 70
4 pushbutton
Alphanumerical LCD - 2 x 16
483
3
550
0 to + 50 (operational -10)
<75 (80 typical)
<75 (80 typical)
Ohm
W
N type
50
20
N type
50
25
W
30
30
7/16"
50
BNC
50
approx. -60
7/16"
50
BNC
50
approx. -60
2 x BNC
DB9 F
DB9 F
DB25F
2 x BNC
DB9 F
DB9 F
DB25F
U.M.
MHz
W
Mains input voltage range
CPU backup Input Voltage
Front panel width
Front panel height
Overall depth
VAC
VDC
W
%
mm
HE
mm
°C
dBc
Meets or exceeds all FCC and CCIR rules
RF INPUT
RF Input
Driver power for rated output
Connector
Impedance
Max input power before protection
RF OUTPUTS
RF Output
RF Monitor
Connector
Impedance
Ohm
Connector
Impedance
Output Level
Ohm
dBc
Referred to the RF output
AUXILIARY CONNECTIONS
Interlock
Service
I2Cbus
Telemetry Interface
Connector
Connector
Connector
Connector
For remote power inhibition (short is RF off)
Factory reserved for firmware program
POWER REQUIREMENTS
AC Power Input
AC Supply Voltage
VAC
230 ±15%
230 ±15%
AC Apparent Power Consumption
VA
W
2289
2285
0,998
Terminal Block
2862
2857
0,998
Terminal Block
2 External F 25 T - 10 x 38
1 Internal F 3,15 A 2 x 20 mm
2 Internal F 25 A 10 x 38 mm
2 External F 25 T - 10 x 38
1 Internal F 3,15 A 2 x 20 mm
3 Internal F 25 A 10 x 38 mm
mm
mm
mm
mm
kg
483 (19")
132 (5,20")
550 (21,65")
500 (19,69")
about 25
483 (19")
132 (5,20")
550 (21,65")
500 (19,69")
about 25
code
/CNT7/8-150
/CNT7/8-150
Command ON
Command OFF
Alarm Reset
FWD power
REF power
Command ON
Command OFF
Alarm Reset
FWD power
REF power
VPA
IPA
VPA
IPA
Status ON
Status OFF
Power Good 1
Power Good 2
Status ON
Status OFF
Power Good 1
Power Good 2
Wait
Fault
Local
Interlock
I2Cbus
Wait
Fault
Local
Interlock
I2Cbus
Forced, with internal fan
<75
Forced, with internal fan
<75
Active Power Consumption
Power Factor
Connector
DC Power Input
FUSES
DC Supply Voltage
DC Current
VDC
ADC
On Mains
On services
On PA Supply
On Aux VDE socket
MECHANICAL DIMENSIONS
Front panel width
Phisical Dimensions
Front panel height
Overall depth
Chassis depth
Weight
OPTIONS
TELEMETRY / TELECONTROL
Remote connector inputs
Remote connector outputs
Remote connector others
VARIOUS
ii
Cooling type
Acoustic Noise
Pulse
Pulse
Pulse
Analogical level
Analogical level
Analogical level
Analogical level
Analogical level
Analogical level
Analogical level
Open Collector
Open Collector
Open Collector
Open Collector
Open Collector
Open Collector
Open Collector
Open Collector
ON / OFF level
19" EIA rack
For P.A. A.G.C. purpose, min 0,5 Vcc
For P.A. A.G.C. purpose, min 0,5 Vcc
dBA
Rev. 1.0 - 03/08/12
for remote power inhibition (short is RF off)
Leq 3 min @ 1 m
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
Sommario
1.
2.
3.
3.1
3.2
4.
4.1
4.2
4.3
4.4
4.5
5.
5.1 5.2
5.3
5.4
6.
6.1
6.2
6.3
7.
7.1
Istruzioni Preliminari
Garanzia
Primo Soccorso
Trattamento degli shock elettrici
Trattamento delle ustioni elettriche
Descrizione Generale
Rimozione dall’imballaggio
Caratteristiche
Descrizione del Pannello Frontale
Descrizione del Pannello Posteriore
Descrizione dei Connettori
Procedura di Installazione e Configurazione
Preparazione
Prima accensione e impostazione del funzionamento
Uso
Firmware di Gestione
Identificazione ed Accesso ai Moduli
Vista dall’alto PJ1600LIGHT Vista dall’alto PJ2000LIGHT Vista dal basso PJ1600/2000LIGHT
Principi di Funzionamento
Parti Comuni PJ1600/2000LIGHT Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
1
1
2
2
2
3
3
3
5
6
7
9
9
11
14
15
23
23
24
25
26
27
iii
PJ1600/2000LIGHT
Pagina lasciata intenzionalmente in bianco
iv
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
IMPORTANTE
Il simbolo del fulmine all’interno di un triangolo riportato sul prodotto, evidenzia le operazioni per
le quali occorre prestare attenzione onde evitare il pericolo di scosse elettriche.
Il simbolo del punto esclamativo all’interno di un triangolo riportato sul prodotto, informa
l’utente della presenza di istruzioni all’interno del manuale che accompagna l’apparecchio,
importanti per l’operatività e la manutenzione (riparazioni).
1. Istruzioni Preliminari
ATTENZIONE: Questo apparecchio può irradiare
energia a radiofrequenza, e se non installato in accordo
con le istruzioni del manuale ed i regolamenti in vigore
può causare interferenze alle comunicazioni radio.
• AvvisI Generali
La macchina in oggetto è da considerarsi ad uso,
installazione e manutenzione di personale “addestrato”
o “qualificato”, consapevole dei rischi connessi
all’operare su circuiti elettrici ed elettronici. La definizione di “addestrato” intende il personale con
nozioni tecniche che competono l’uso della macchina
e con la responsabilità della propria sicurezza e di altro
personale non competente posto sotto la sua diretta
sorveglianza in occasione di lavori sulle macchine.
La definizione di “qualificato” intende il personale con
istruzione e esperienza che competono sull’uso della
macchina e con la responsabilità della propria sicurezza e
di altro personale non competente posto sotto la sua diretta
sorveglianza in occasioni di lavoro sulle macchine.
ATTENZIONE: Questo apparecchio dispone di un
collegamento a terra sia sul cordone di alimentazione
che sullo chassis. Accertarsi che siano collegati
correttamente.
Operare con questo apparecchio in un ambiente residenziale
può provocare disturbi radio; in questo caso, può essere
richiesto all’utilizzatore di prendere misure adeguate.
Le specifiche ed informazioni contenute in questo
manuale sono fornite solo a scopo informativo, quindi
possono essere soggette a cambiamento in qualsiasi
momento senza preavviso e non dovrebbe intendersi come
impegno da parte della R.V.R. Elettronica SpA.
La R.V.R. Elettronica SpA non si assume responsabilità
o obblighi per alcuni errori o inesattezze che possono
comparire in questo manuale, compreso i prodotti
ed il software descritti in esso; e si riserva il diritto di
apportare modifiche al progetto e/o alle specifiche tecniche
dell’apparecchiatura, nonchè al presente manuale, senza
alcun preavviso.
ATTENZIONE: La macchina può essere dotata
di un interruttore ON/OFF che potrebbe non togliere
completamente tensione all’interno della macchina. E’
necessario scollegare il cordone di alimentazione, o
spegnere il quadro di alimentazione, prima di eseguire
interventi tecnici assicurandosi che il collegamento
della messa a terra di sicurezza sia connesso.
Gli interventi tecnici che prevedono l’ispezione della
macchina con i circuiti sotto tensione devono essere
effettuati da personale addestrato e qualificato in
presenza di una seconda persona addestrata che sia
pronta ad intervenire togliendo tensione in caso di
bisogno.
• Avviso riguardante l’uso designato e le limitazioni
d’uso del prodotto.
Questo prodotto è un trasmettitore radio indicato per
il servizio di radiodiffusione audio in modulazione
di frequenza. Utilizza frequenze operative che non
sono armonizzate negli stati di utenza designati.
L’utilizzatore di questo prodotto deve ottenere dall’Autorità
di gestione dello spettro dello stato di utenza designato
apposita autorizzazione all’uso dello spettro radio,
prima di mettere in esercizio questo apparato.
La frequenza operativa, la potenza del trasmettitore,
nonché altre caratteristiche dell’impianto di trasmissione
sono soggette a limitazione e stabilite nell’autorizzazione
ottenuta.
La R.V.R. Elettronica SpA non si assume la responsabilità
di lesioni o danni causati da un uso improprio o da procedure
di utilizzo errate da parte di personale addestrato e
qualificato o meno.
ATTENZIONE: La macchina non è resistente
all’ingresso dell’acqua e un’infiltrazione potrebbe
gravemente compromettere il suo corretto
funzionamento. Per prevenire incendi o scosse
elettriche, non esporre l’apparecchio a pioggia,
infiltrazioni o umidità.
Si prega di osservare le norme locali e le regole antiincendio
durante l’installazione e l’uso di questa apparecchiatura.
ATTENZIONE: La macchina in oggetto ha al suo
interno parti esposte a rischio di scossa elettrica,
disconnettere sempre l’alimentazione prima di rimuovere
i coperchi o qualsiasi altra parte dell’apparecchio.
Sono forniti fessure e fori per la ventilazione sia per
assicurare un’operatività affidabile del prodotto che per
proteggerlo dal riscaldamento eccessivo, queste fessure
non devono essere ostruite o coperte. Le fessure non
devono essere ostruite in nessun caso. Il prodotto non deve
essere incorporato in un rack a meno che non sia provvisto di
una adeguata ventilazione o siano state seguite le istruzioni
del fabbricante.
Manuale Utente
2. Garanzia
La R.V.R. Electronica S.P.A. garantisce l’assenza di
difetti di fabbricazione ed il buon funzionamento dei
prodotti, all’interno dei termini e condizioni fornite.
Si prega di leggere attentamente i termini, perché l’acquisto del
prodotto o l’accettazione della conferma d’ordine, costituisce
l’accettazione dei termini e delle condizioni.
Per gli ultimi aggiornamenti sui termini e condizioni
legali, si prega di vistare il nostro sito web (WWW.
RVR.IT) che può anche essere modificato, rimosso o
aggiornato per un qualsiasi motivo senza preavviso.
La garanzia sarà nulla nel caso di apertura dell’apparecchiatura,
di danni fisici, di cattivo utilizzo, di modifica, di riparazione
da persone non autorizzate, di disattenzione e di
utilizzo per altri scopi differenti da quelli previsti. In caso di difetto, procedere come descritto sotto:
1 Contattare il rivenditore o il distributore dove è stata
acquistata l’apparecchiatura; descrivere il problema
o il malfunzionamento per verificare che esista una
semplice soluzione.
Rivenditori e Distributori sono in grado di fornire tutte le
informazioni relative ai problemi che possono presentarsi
più frequentemente; normalmente possono riparare
l’apparecchiatura molto più velocemente di quanto non
Rev. 1.0 - 03/08/12
/ 30
PJ1600/2000LIGHT
potrebbe fare la casa costruttrice. Molto spesso errori
di installazione possono essere rilevati direttamente dai
rivenditori.
•
2 se il vostro rivenditore non può aiutarvi, contattare
la R.V.R. Elettronica ed esporre il problema; se
il personale lo riterrà necessario, Vi verrà spedita
l’autorizzazione all’invio dell’apparecchiatura con le
istruzioni del caso;
3 Una volta ricevuta l’autorizzazione, potete restituire
l’unità. Imballarla con attenzione per la spedizione,
preferibilmente usando l’imballaggio originale e
sigillando il pacchetto perfettamente. Il cliente si
assume sempre i rischi di perdita (cioè, R.V.R. non è
mai responsabile dovuti a danni o perdita), fino a che
il pacchetto non raggiunga lo stabilimento della R.V.R.
Per questo motivo, vi suggeriamo di assicurare le merci
per l’intero valore. La spedizione deve essere effettuato
con C.I.F. (PAGATO ANTICIPATAMENTE) all’indirizzo
specificato dal responsabile R.V.R. di servizio di
sull’autorizzazione.
Non restituire la macchina senza l’autorizzazione
all’invio perché potrebbe essere rispedita al
mittente.
4 Essere sicuri di includere un descrittivo rapporto tecnico
dove sono menzionati tutti i problemi trovati e una copia
della vostra fattura originale che stabilisce la data iniziale
della garanzia.
Le parti di ricambio ed in garanzia possono essere ordinati
al seguente indirizzo. Assicurarsi di includere il modello
ed il numero di serie dell’apparecchiatura, così come la
descrizione ed il numero delle parti di ricambio.
3.1.2
R.V.R. Elettronica SpA
Via del Fonditore, 2/2c
40138 BOLOGNA ITALY
Tel. +39 051 6010506
3. Primo Soccorso
Il personale impegnato nell’installazione, nell’uso e nella
manutenzione dell’apparecchiatura deve avere familiarità
con la teoria e le pratiche di primo soccorso.
3.1
Trattamento degli shock elettrici
3.1.1
Se la vittima ha perso conoscenza
3.2
3.2.1
Seguire i principi di primo soccorso riportati qui di seguito.
•
Posizionare la vittima sdraiata sulla schiena su
una superficie rigida.
•
Aprire le vie aeree sollevando il collo e
spingendo indietro la fronte (Figura 1).
Controllare il battito cardiaco (Figura 3); in
assenza di battito, iniziare immediatamente il
massaggio cardiaco (Figura 4) comprimendo
lo sterno approssimativamente al centro del
torace (Figura 5).
Figura 3
Figura 4
Figure 5
•
Nel caso di un solo soccorritore, questo deve
tenere un ritmo di 15 compressioni alternate
a 2 respirazioni veloci.
•
Nel caso in cui i soccorritori siano due, il
ritmo deve essere di una respirazione ogni 5
compressioni.
•
Non interrompere il massaggio cardiaco
durante la respirazione artificiale.
•
Chiamare un medico prima possibile.
Se la vittima è cosciente
•
Coprire la vittima con una coperta.
•
Cercare di tranquillizzarla.
•
Slacciare gli abiti e sistemare la vittima in
posizione coricata.
•
Chiamare un medico prima possibile.
Trattamento delle ustioni elettriche
Vaste ustioni e tagli alla pelle
•
Coprire l’area interessata con un lenzuolo o un
panno pulito.
•
Non rompere le vesciche; rimuovere il tessuto
e le parti di vestito che si fossero attaccate alla
pelle; applicare una pomata adatta.
•
Trattare la vittima come richiede il tipo di
infortunio.
•
Trasportare la vittima in ospedale il più
velocemente possibile.
•
Se le braccia e le gambe sono state colpite,
tenerle sollevate.
Se l’aiuto medico non è disponibile prima di un’ora e la
vittima è cosciente e non ha conati di vomito, somministrare
una soluzione liquida di sale e bicarbonato di sodio: 1
cucchiaino di sale e mezzo di bicarbonato di sodio ogni
250ml d’acqua.
Far bere lentamente mezzo bicchiere circa di soluzione
per quattro volte e per un periodo di 15 minuti.
Interrompere qualora si verificassero conati di vomito.
Non somministrare alcolici.
Figura 1
•
Se necessario, aprire la bocca e controllare la
respirazione.
•
Se la vittima non respira, iniziare
immediatamente la respirazione artificiale
(Figura 2): inclinare la testa, chiudere le narici,
fare aderire la bocca a quella della vittima e
praticare 4 respirazioni veloci.
Figura 2
/ 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
3.2.2
Ustioni Meno gravi
•
Applicare compresse di garza fredde (non
ghiacciate) usando un panno il più possibile
pulito.
•
Non rompere le vesciche; rimuovere il tessuto
e le parti di vestito che si fossero attaccate alla
pelle; applicare una pomata adatta.
•
Se necessario, mettere abiti puliti ed asciutti.
•
Trattare la vittima come richiede il tipo di
infortunio.
•
Trasportare la vittima in ospedale il più
velocemente possibile.
•
Se le braccia e le gambe sono state colpite,
tenerle sollevate.
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
4. Descrizione Generale
Il PJ1600/2000LIGHT è un amplificatore per radiodiffusione prodotto da R.V.R.
Elettronica SpA con un’uscita RF regolabile fino a un massimo di rispettivamente
1600/2000 W con un carico standard di 50 Ohm e con meno di 12/18 W di potenza
di pilotaggio.
Il PJ1600/2000LIGHT è progettato per essere contenuto in un rack 19” di 3HE.
4.1 Rimozione dall’imballaggio
La confezione contiene quanto segue:
1 PJ1600LIGHT o PJ2000LIGHT
1 Manuale d’Uso
1 Cavo di Alimentazione da Rete
Presso il Proprio rivenditore R.V.R. è inoltre possibile procurarsi i seguenti accessori
per la macchina:
• Accessori, ricambi e cavi
4.2 Caratteristiche
L’efficienza complessiva del PJ1600LIGHT e del PJ2000LIGHT è superiore al
70% in tutta la larghezza di banda, ed è per questo motivo che sono parte della
famiglia RVR Green Line.
Questa caratteristica di rendimento è garantita in un range compreso fra +0.25dB
e -3 dB (+5% e -50%) rispetto la potenza nominale della macchina: da 800W a
1680W ad esempio nel caso del PJ1600LIGHT o da 1000W a 2100W ad esempio
nel caso del PJ2000LIGHT; oltre questi limiti la macchina è in grado di funzionare
correttamente ma non può garantire un rendimento del 70%.
La logica di funzionamento nella fase di impostazione della potenza di uscita,
necessaria al fine di non peggiorare il rendimento anche del 5-6%, prevede di
impostare la potenza del pilota alla potenza ottimale (dipendente dall’amplificatore:
il PJ1600LIGHT ad esempio necessita di 20/21 W, mentre il PJ2000LIGHT ad
esempio necessita di 24/25 W) e quindi successivamente di settare la barra di
impostazione della potenza sull’amplificatore per ottenere la potenza di uscita
desiderata.
Questi amplificatori contengono un filtro passa-basso che riduce le emissioni
armoniche al di sotto dei limiti ammessi dalle normative internazionali (CCIR,
FCC o ETSI).
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
/ 30
PJ1600/2000LIGHT
Due qualità importanti del PJ1600/2000LIGHT sono la compattezza e la grande
semplicità d’uso. Inoltre le macchine sono progettate in modo modulare: le
diverse funzionalità sono eseguite da moduli collegati connettori. Questo tipo di
progettazione facilita le operazioni di manutenzione e l’eventuale sostituzione di
moduli.
La sezione di potenza RF impiega per il PJ1600LIGHT due moduli LD-MOSFET
in grado di erogare 800W ciascuno, mentre il PJ2000LIGHT impiega tre moduli
LD-MOSFET in grado di erogare la medesima potenza ciascuno.
Il sistema di controllo a microprocessore comprende un display LCD sul pannello
anteriore e una pulsantiera per l’interazione con l’utente, e implementa le seguenti
funzioni:
• Impostazione della potenza di uscita.
• Attivazione e disattivazione della potenza erogata.
• Impostazione della soglia di allarme di potenza erogata (funzione “Power
Good”).
• Misura e visualizzazione dei parametri di lavoro del trasmettitore.
• Comunicazioni con dispositivi esterni come sistemi per la programmazione o
sistemi di telemetria tramite interfaccia seriale RS232 o I2C.
Quattro LED sul pannello frontale forniscono le indicazioni di stato seguenti: ON,
FAULT, FOLDBACK e RF MUTE.
Il firmware di gestione dell’eccitatore è basato su un sistema a menù. L’utente
può navigare fra i diversi sottomenù utilizzando quattro pulsanti: ESC ,
,
,
ed ENTER.
Sul pannello posteriore si trovano i connettori di ingresso rete, i connettori di
ingresso ed uscita RF, il connettore di telemetria, il fusibile di protezione, i connettori
di interlock di ingresso e uscita ed il connettore BNC per il prelievo RF a -60dBc
riferita al livello di potenza in uscita.
/ 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
4.3 Descrizione del Pannello Frontale
4.3.1 Descrizione del Pannello Frontale PJ1600/2000LIGHT
[1] ON
[2] FAULT
[3] FOLDBACK
[4] R.F. MUTE
[5] CONTRAST
[6] ESC
[7]
[8]
[9] ENTER
[10] DISPLAY
[11] POWER
[12] AIR FLOW
[13] ALARMS PS1
[14] ALARMS PS2
Manuale Utente
LED verde , acceso quando l’amplificatore è in funzione.
LED rosso, se acceso indica la presenza di un malfunzionamento
che non può essere risolto automaticamente.
LED giallo, se acceso indica l’intervento della funzione di foldback
(riduzione automatica della potenza erogata) per anomalie.
Led giallo, e acceso indica che l’amplificatore non sta erogando
potenza perchè inibito da un interlock esterno.
Trimmer di regolazione del contrasto del display (sulla parte
superiore dell’apparecchio).
Pulsante da premere per uscire da un menù.
Pulsante per la navigazione nel sistema a menù e per la modifica
dei parametri.
Pulsante per la navigazione nel sistema a menù e per la modifica
dei parametri.
Pulsante per la conferma di un parametro e per l’ingresso nei menù.
Display a cristalli liquidi.
Interruttore ON/OFF di linea CA.
Griglia per il passaggio del flusso d’aria di ventilazione.
LED giallo - Acceso sia quando l’unità di alimentazione non viene
alimentato che quando “PWR OFF” è stato selezionato via software,
oppure quando la potenza è impostata a 0 W, o ancora a causa di
malfunzionamenti sull’alimentatore (quando questo LED si accende,
fà accendere automaticamente anche il LED ALAMS PS2, perché i
due LED sono collegati internamente).
LED giallo, vedi il punto [13].
Rev. 1.0 - 03/08/12
/ 30
PJ1600/2000LIGHT
4.4 Descrizione del Pannello Posteriore
4.4.1 Descrizione del Pannello Posteriore PJ1600/2000LIGHT
[1] R.F. TEST -60dBc
[2]
[3]
[4]
[5]
[6]
[7]
[8]
AIR FLOW
REMOTE
MAINS
FUSE1
R.F INPUT
R.F OUTPUT
SERVICE
[9] INTERLOCK OUT
[10] INTERLOCK IN
[11] I2C
[12] FUSE2
/ 30
Uscita a -60 dB riferita al livello di potenza in uscita, adatta per
il monitoraggio della modulazione. Non utilizzabile per analisi
spettrale.
Griglia per il passaggio del flusso d’aria di ventilazione forzata.
Connettore DB25 per la telemetria del dispositivo.
Connettori per l’alimentazione di rete, 230 V 50-60 Hz.
Fusibile per l’alimentazione di rete.
Connettore di ingresso, tipo “N”.
Connettore di uscita, tipo 7/16”.
Connettore DB9 per interconnessione con altri dispositivi e per la
programmazione di fabbrica (solo per programmazione di fabbrica).
Connettore BNC per uscita Interlock: per inibire un dispositivo
esterno, come un eccitatore. In caso di guasto, il connettore interno
viene cortocircuitato a terra.
Connettore BNC per ingresso Interlock: per inibire l’amplificatore da
un dispositivo esterno, come un eccitatore.
Connettore DB9 per comunicazioni I2C.
Fusibile per l’alimentazione di rete.
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
4.5 Descrizione dei Connettori
4.5.1 Remote
Tipo: Femmina DB25
1
N.C.
2
Tensione dell’amplificatore di potenza RF
3,9V x 50V
3
GND
GND
3.9V x 160/175W
4
Potenza riflessa
(dipendente dai modelli)
5
Interlock 6
Set 4
7
GND
GND
8
Comando “On” 9
Set 1
10 WAIT
11 Ripristino Allarmi
12 OFF
13 Interlock
14 N.C.
3.9V x 80/94A
15 Corrente dell’amplificatore di potenza RF
(dipendente dai modelli)
16 Potenza diretta
3.9V x 1600/2000W
(dipendente dai modelli)
17 FAULT
18 Set 3
3.9V x 20/25W
19 Potenza d’ingresso
(dipendente dai modelli)
20 Comando “OFF”
21 GND
GND
22 Set 2
23 LOC
24 +Vcc
25 ON
4.5.2 I2C Bus
Tipo: Maschio DB9
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Manuale Utente
NC
SDA
SCL
NC
GND
NC
NC
NC
NC
Serial DAta
Serial CLock
GND
Rev. 1.0 - 03/08/12
/ 30
PJ1600/2000LIGHT
4.5.3 Service (per la programmazione dei parametri di fabbrica)
Tipo: Femmina DB9
1
2
3
4
5
6
7
8
9
/ 30
NC
TX_D
RX_D
Internamente connesso con 6
GND
Internamente connesso con 4
Internamente connesso con 8
Internamente connesso con 7
NC
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
5. Procedura di Installazione e Configurazione
Questo capitolo contiene la sequenza delle operazioni da effettuare per l’installazione
e la configurazione della macchina. Eseguire attentamente tutti i passi descritti
in questo capitolo sia alla prima accensione sia ogni volta che viene cambiata la
configurazione generale, come può essere il caso dello spostamento in una nuova
postazione di trasmissione o nel caso di sostituzione dell’apparecchiatura.
Dopo che l’apparecchiatura è stata configurata come desiderato, per il normale
funzionamento non è più necessario intervenire sulla macchina, in quanto in caso
di spegnimento, sia voluto che accidentale, tutti i parametri precedentemente
impostati vengono ripristinati automaticamente alla successiva riaccensione.
Nei capitoli successivi vengono descritte più dettagliatamente tutte le funzioni e le
prestazioni della macchina, sia hardware che firmware: si rimanda alla lettura di
quella parte del manuale per un approfondimento di quanto trattato nel presente
capitolo.
IMPORTANTE: in tutte le fasi di configurazione e prova del trasmettitore di cui
questa apparecchiatura fa parte, tenere a portata di mano la tabella di collaudo
(“Final Test Table”), che R.V.R. Elettronica ha fornito a corredo della macchina:
in questo documento, sono riportati tutti i parametri di funzionamento impostati
e verificati sulla macchina al momento del collaudo di uscita dalle linee di
produzione.
5.1 Preparazione
5.1.1 Verifiche Preliminari
Disimballare l’amplificatore e, prima di ogni altra operazione, verificare l’assenza di
eventuali danni dovuti al trasporto. Controllare attentamente che tutti i connettori siano
in perfette condizioni.
Il fusibile principale è accessibile dall’esterno sul pannello posteriore. Estrarre
il portafusibile con un cacciavite per verificare la sua integrità o per la sua
sostituzione, se necessario.
I fusibili da utilizzare sono:
@ 230 VAC
Fusibile Principale
25A type 10x38
Fusibile Principale
25A type 10x38
(PJ1600LIGHT)
(PJ2000LIGHT)
Tabella 5.1: Fusibile Principale
Predisporre il seguente setup (valido sia per i test di funzionamento che per la
messa in opera definitiva):
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
/ 30
PJ1600/2000LIGHT
√ Alimentazione di rete monofase 230 VAC (±15%) per PJ1600/2000LIGHT, con
adeguata connessione di terra.
√ Solo per prove di funzionamento: un carico fittizio con impedenza 50 Ohm
e di adeguata potenza (minimo 1600W per PJ1600LIGHT o 2000W per
PJ2000LIGHT).
√ Kit di cavi di collegamento, composto da:
• Cavo per l’alimentazione di rete.
• Cavo coassiale con connettori BNC per il collegamento del segnale di interlock
fra eccitatore ed amplificatore.
• Cavo RF per l’uscita verso carico / antenna (cavo coassiale 50 Ohm con
connettore tipo EIA 7/16”).
5.1.2 Collegamenti
Connettere l’uscita RF di un eccitatore FM (per esempio l’eccitatore PTX30LCD
prodotto da RVR Elettronica) all’ingresso RF utilizzando un cavo coassiale da
50-Ohm con connettore di tipo-N. Inizialmente regolare l’eccitatore alla minima
potenza di uscita e spegnerlo.
Collegare l’uscita INTERLOCK OUT dell’amplificatore all’apposito ingresso
INTERLOCK IN equipaggiata di serie in tutti gli eccitatori della R.V.R. Elettronica. Nel
caso l’apparecchiatura sia di marca differente, identificare un’uscita equivalente.
Collegare l’uscita RF ad un carico fittizio di valore adeguato o all’antenna.
Lo schema del collegamento RF e di controllo fra l’amplificatore e il suo
eccitatore e il collegamento con il carico e rappresentato in figura 5.2.
Figura 5.1: collegamento con l’amplificatore
10 / 30
ATTENZIONE: onde evitare shock elettrici e folgorazioni, non toccare
mai il connettore di uscita RF quando la macchia è accesa e senza carico
collegato.
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
Verificare che l’interruttore POWER sul pannello anteriore sia in posizione “OFF”.
Collegare il cavo di rete all’apposita morsettiera MAINS sul pannello posteriore.
Nota : per assicurare sia la sicurezza degli operatori che il corretto funzionamento
dell’apparato è indispensabile che l’impianto di rete sia provvisto di messa a terra,
e questa sia adeguatamente collegata alla macchina.
ATTENZIONE: il connettore di alimentazione è una morsettiera, assicurarsi
che il cavo non sia sotto tensione nel momento in cui si effettua il
collegamento.
5.2 Prima accensione e impostazione del funzionamento
Per la prima accensione, e ogni accensione successiva alla riconfigurazione del
trasmettitore del quale questo amplificatore fa parte, seguire la procedura qui
riportata.
Nota: Ricordare che all’uscita dalla fabbrica, l’apparecchio viene impostato con
la erogazione della potenza RF esclusa (Pwr OFF), e con la potenza di uscita
regolata per il massimo (o diverso valore se richiesto dal cliente).
5.2.1 Impostazione dell’eccitatore di pilotaggio
Accendere l’eccitatore, quindi regolare la sua potenza di uscita a 0.
5.2.2 Impostazione della frequenza dell’eccitatore
Regolare la frequenza di lavoro dell’eccitatore secondo le proprie esigenze, quindi
spegnerlo e collegarlo all’amplificatore.
5.2.3 Accensione
Dopo aver effettuato i collegamenti descritti al paragrafo precedente, accendere
l’amplificatore agendo sull’interruttore di alimentazione presente sul frontale.
Accendere anche l’eccitatore di pilotaggio.
5.2.4 Verifica della corretta accensione
Verificare che la spia ON si illumini. Verificare che il display LCD mostri, per pochi
secondi il nome della macchina, e subito dopo i valori di potenza diretta e riflessa
misurati (figura 5.2 - Menù 1). Si ricordi che le potenze potrebbero anche essere
a zero nel caso in cui l’uscita RF non fosse abilitata.
5.2.5 Abilitazione del funzionamento locale e dell’uscita RF
Verificare, e se necessario attivare, la modalità di funzionamento Locale, attraverso il
menù Fnc ⇒ Loc ⇒ Local (figura 5.2): questa impostazione è indispensabile perché
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
11 / 30
PJ1600/2000LIGHT
la macchina accetti i comandi seguenti.
Verificare, e se necessario abilitare l’uscita RF, attraverso il menù Fnc ⇒ Pwr ⇒ ON
(figura 5.2 - Menù 4).
Verificare, e se necessario impostare il livello di potenza di uscita al massimo,
attivando il Menù Regolazione Potenza, con la seguente sequenza di tasti: ESC
(entra in Menù Predefinito) ⇒ ENTER (tenere premuto per 2 secondi) ⇒ SET
⇒ portare la barra al massimo con il tasto (figura 5.2 - Menù 2).
5.2.6 Variazione del livello della potenza RF di uscita
IMPORTANTE: in questo amplificatore la potenza di uscita viene regolata
direttamente dall’amplificatore stesso, tenendo conto del livello di potenza
impostato dall’utilizzatore e delle condizione di funzionamento corrente, quali la
temperatura, la potenza riflessa, e altro. La potenza di pilotaggio deve invece
rimanere ad un valore fisso, corrispondente a quello di massima potenza di uscita
erogabile. Per maggiori dettagli si rimanda al capitolo 5.3 per la regolazione della
potenza RF.
Attivare il Menù di Regolazione della Potenza (figura 5.2 - Menù 2), con la
seguente sequenza di tasti:
ESC (entra in Menù Predefinito) ⇒ ENTER (tenere premuto per 2 secondi).
Attraverso il menù SET
e
i tasti e regolare la potenza di uscita dell’amplificatore
a metà scala, ricordando che la barra a fianco SET riporta una indicazione grafica
della potenza impostata, mentre il valore numerico di potenza attiva visualizzato
dal display (Fwd: xxxx W) è l’effettiva potenza di uscita misurata, che può essere
inferiore alla potenza impostata nel caso in cui è entrato in funzione uno dei
meccanismi di limitazione automatico della potenza (per i dettagli si rimanda
alla lettura del capitolo 5.3 per il controllo della potenza RF).
Nota : l’operazione di impostazione della potenza di uscita può essere effettuata
anche in condizioni di Pwr OFF; in questo caso il valore della potenza di uscita
misurata e visualizzato dal display (Fwd) sarà sempre 0 (zero), mentre la barra
SET, che viene regolata agendo sui tasti, fornirà una indicazione (grafica) della
potenza che sarà erogata nel momento in cui sarà riattivato lo stato Pwr ON.
5.2.7 Correzione dell’impostazione dell’eccitatore di pilotaggio
Regolare l’eccitatore di pilotaggio in modo che eroghi una potenza di uscita, su
carico adattato, uguale alla potenza di ingresso massima riportata nella tabella
di collaudo dell’amplificatore.
12 / 30
IMPORTANTE: per avere la massima efficienza, porre la potenza di eccitazione
a minimo 20W.
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
5.2.8 Correzione del livello della potenza RF di uscita
Attivare il Menù di Regolazione della Potenza (figura 5.2 - Menù 2), con la
seguente sequenza di tasti:
ESC (entra in Menù Predefinito) ⇒ ENTER (tenere premuto per 2 secondi).
Attraverso il menù SET
valore desiderato.
e
regolare la potenza di uscita dell’amplificatore al
Per gli amplificatori combinati, aumentare la potenza alternativamente su entrambi.
Questo per evitare alti valori di potenza sbilanciata (Rej Pwr) sul combinatore.
Nota: Dopo dieci minuti, ricontrollare la potenza di uscita del sistema trasmittente
e, se necessario, ripetere le operazioni prima descritte per regolarla. Un calo di
valore della macchina è possibile a causa di uno sbalzo termico o condizioni
particolari di lavoro.
5.2.6 Variazione del livello di allarme Power Good
Se necessario, modificare il livello dell’allarme “Power Good di Diretta”, PgD, nel
menù Fnc (il valore è impostato in fabbrica al 50%).
5.2.7 Variazione dell’indirizzo I2C della macchina
Se necessario, modificare l’indirizzo IIC, nel menù MIX (il valore è impostato in
fabbrica a 01).
5.2.8 Impostazione del funzionamento in Remote
Nel caso in cui, si intende controllare l’amplificatore attraverso telemetria, impostare
il funzionamento in Remote, dal menù Fnc (per i dettagli vedi il capitolo 5.3.1).
Nota: l’impostazione della modalità Remote, disabilita l’esecuzione di tutti i
comandi da tastiera locale, ad esclusione del comando Remote/Local, con il quale
è possibile ripristinare la modalità di funzionamento Locale (sono comunque sempre
accessibili le letture da locale dei parametri di funzionamento della macchina).
5.3 Uso
NOTA: Ai fini di una maggiore chiarezza, sono riportati qui di seguito solo le
schermate tipiche del PJ2000LIGHT. Le schermate del PJ1600LIGHT sono le
stesse tranne che per i valori di fondoscala che sono diversi.
1) Accendere l’amplificatore e verificare che la spia ON si illumini. Il display LCD
mostrerà per alcuni secondi una prima schermata con il nome della macchina,
seguito dall’indicazione dei valori di potenza diretta e riflessa (Menù 1), nel
caso che l’amplificatori eroghi potenza.
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
13 / 30
PJ1600/2000LIGHT
Menù 1
1b) Per variare il livello di potenza impostato, mantenere premuto il pulsante
ENTER fino a che non si entra nel menù di regolazione potenza.
La schermata che viene mostrata in modalità modifica è simile alla
seguente:
Menù 2
All’indicazione SET appare una barra che indica in forma grafica il presettaggio
della potenza di uscita. Il riempimento della barra è direttamente proporzionale
alla potenza impostata.
Esempio
100% di potenza d’uscita
Barra Piena
50% di potenza di uscita
Barra a metà
25% di potenza di uscita
Barra a 1/4
≅ 2000W in uscita
(mod.PJ2000LIGHT)
≅ 1600W in uscita
(mod.PJ1600LIGHT)
≅ 1000W in uscita
(mod.PJ2000LIGHT)
≅ 800W in uscita
(mod.PJ1600LIGHT)
≅ 250W in uscita
(mod.PJ2000LIGHT)
≅ 400W in uscita
(mod.PJ1600LIGHT)
La riga inferiore riporta la lettura istantanea della potenza (in questo esempio
1997W), per aumentare il livello premere il pulsante
, per ridurlo premere
. Una volta raggiunto il livello desiderato, premere ENTER per confermare ed
uscire al menù predefinito. Si noti che il valore impostato viene memorizzato in
ogni caso, quindi se si preme ESC o se si lascia trascorrere il tempo di timeout
senza premere alcun tasto, la potenza rimarrà all’ultimo livello impostato.
NOTA: questa operazione è necessaria per evitare che la macchina eroghi la
massima potenza appena viene abilitata l’erogazione mediantè il menù 4, o
nel caso che la macchina fosse già in ON data l’eccitazione.
2) Verificare che non sia presente un blocco al funzionamento da parte della
macchina. Premere il tasto ESC per visualizzare la schermata di selezione
(Menù 3). Posizionarsi sulla voce Fnc, e quindi confermare mediante la
pressione del tasto ENTER, per accedere al menù relativo (menù 4).
14 / 30
Nel caso la voce LOC sia impostata su REMOTE, (funzionamento della
macchina tramite comandi remoti), posizionare il cursore su tale voce e premere
il tasto ENTER, verrà impostata la voce in LOCAL, ossia funzionamento in
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
locale.
All’interno dello stesso menù, verificare che non sia presente limitazione di
potenza: nel caso che la voce PWR sia impostata su OFF, ossia disabilitazione
dell’erogazione di potenza, posizionarsi tramite il cursore su tale voce.
Premendo il tasto ENTER verrà modificata la voce in ON, ossia attivazione
dell’erogazione.
Premere il tasto ESC due volte per tornare al menù predefinito (menù 1).
3) Effettuare la regolazione fine della potenza attraverso l’utilizzo del menù 2 (vedi
descrizione punto 1b) raggiungendo il valore desiderato.
ATTENZIONE: la macchina è in grado di erogare oltre la potenza di uscita
nominale (1600/2000 W); tuttavia, si consiglia di non eccedere tale valore.
NOTA: attenzione a non eccedere con la potenza di pilotaggio da parte
dell’eccitatore di 30>W, altrimenti il sistema entra in protezione da sovrapilotaggio
(Overdrive Alarm).
NOTA: quando la potenza settata in modalità di modifica è pari a 0 W, il
contatto di INTERLOCK OUT viene attivato. La potenza dell’eccitatore esterno
viene immediatamente inibita.
A questo punto, tramite il sistema di gestione firmware, è possibile verificare tutti
i parametri di funzionamento della macchina.
Normalmente, la macchina non richiede supervisione per funzionare. Nel caso
si verifichino condizioni di allarme, queste sono gestite in modo automatico dal
sistema di protezione o vengono notificate all’utente tramite i LED sul pannello e
messaggi a display.
NOTA: All’uscita dalla fabbrica, l’apparecchio viene consegnato con la regolazione
della potenza di uscita al massimo, o come richiesto dal cliente, e in posizione
OFF.
5.4 Firmware di Gestione
La macchina è dotata di un display LCD a due righe per sedici caratteri, sul quale
viene mostrato un insieme di menù. Una vista complessiva dei menù della macchina
è data in figura 5.2.
Sul lato sinistro del display, a seconda dei casi, può essere presente uno dei
seguenti simboli:
(Cursore) - Il cursore identifica il menù selezionato a cui si può accedere.
(Freccia piena) - Il parametro evidenziato dalla freccia può essere modificato.
Questo simbolo è presente nei menù composti da più di due righe come aiuto
nello scorrimento del menù.
(Tre Frecce vuote) - Il parametro evidenziato dalle frecce è in fase di
modifica.
(Freccia vuota) - La freccia indica la riga corrente, il cui parametro non può
essere modificato. Questo simbolo è presente nei menù composti da più di
due righe come aiuto nello scorrimento del menù.
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
15 / 30
PJ1600/2000LIGHT
Menù 2
Menù 1
Menù Predefinito
o
Menù Regolazione Potenza
Menù 3
Menù di Selezion
ne
Menù 4
Menu Funzione
Menù 5
Menu Potenza
Menù 6
Menu P.A.
Menù 7
Menu Allarmi
Menù Menu Varie
Menù Menu Versione
Figura 5.2
A display spento la prima pressione di un qualsiasi tasto serve per attivare la
retroilluminazione.
A display acceso la pressione del pulsante ESC, mentre ci si trova nel menù
predefinito (menù 1), serve a richiamare la schermata di selezione (menù 3),
dalla quale è poi possibile accedere a tutti gli altri menù:
Menù 3
Per entrare in uno dei sottomenù, selezionarne il nome (che sarà sottolineato da
un cursore) con i pulsanti
o
e quindi premere il pulsante ENTER.
Se si desidera invece tornare al menù predefinito (menù 1), è sufficiente premere
nuovamente il pulsante ESC.
5.4.1 Menù Funzionamento (Fnc)
Da questo menù l’utente può attivare o disattivare l’erogazione di potenza,
impostare il controllo “Locale” o “Remoto”, ed impostare la percentuale di potenza
di Power Good Diretta (PgD).
16 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
Per agire su una delle voci, selezionare la riga relativa con i pulsanti e ’
e
quindi premere e mantenere premuto il pulsante ENTER fino a che il comando
non viene accettato. In questo modo il settaggio di Pwr passerà da On a Off o
viceversa e il settaggio di Mod da “x1” a “x10” o viceversa. Per modificare il valore
percentuale di Power Good è sufficiente, dopo aver selezionato la voce “PgD”,
modificarne il valore con i pulsanti
e
e quindi confermare con ENTER.
Menù 4
Pwr
Abilita (ON) o disabilita (OFF) l’erogazione di potenza da parte
dell’amplificatore.
Loc
Modifica il funzionamento della macchina. In modalità locale (LOCAL) la
macchina può leggere e modificare i propri parametri di funzionamento
attraverso i tasti di navigazione ed il firmware di gestione, escludendo
tutte le altri fonti. In modalità remota (REMOTE) la macchina può
soltanto leggere, ma non modificare i parametri di funzionamento, se
non attraverso comandi forniti da sistemi di telemetria collegate.
PgD
Modifica della soglia di Power Good relativa alla potenza diretta. Il valore
percentuale di Power Good si riferisce alla potenza nominale della
macchina (1600W per PJ1600LIGHT e 2000 W per PJ2000LIGHT), non
alla potenza diretta erogata. Per cui se si imposta un valore pari a 50%,
esso corrisponderà a 800 W e 1000W rispettivamente, indifferentemente
dalla potenza impostata. La funzione Power Good è una funzione di
controllo e segnalazione sulla potenza erogata. Quando la potenza in
uscita scende al di sotto del valore di soglia di Power Good impostato,
la macchina modifica lo stato del pin nel connettore DB25 “Remote”
sul pannello posteriore.
5.4.2 Menù potenza (Pwr)
Questa schermata, mostra all’utente le misure relative all’erogazione di potenza
della macchina:
Menù 5
Fwd
Rfl
Manuale Utente
Visualizzazione della potenza diretta.
Visualizzazione della potenza riflessa.
Rev. 1.0 - 03/08/12
17 / 30
PJ1600/2000LIGHT
Inp
Visualizzazione della potenza d’ingresso.
I valori riportati sono “letture”, e quindi non sono modificabili (notare la freccia
vuota). Per modificare l’impostazione della potenza, usare il menù predefinito
(menù 1) come descritto in precedenza.
5.4.3 Menù Power Amplifier (P.A)
Questa schermata, composta di quattro linee che si possono scorrere con i pulsanti
e , mostra all’utente le misure relative al finale di potenza dell’apparato:
Menù 6
I valori riportati sono “letture”, e quindi non sono modificabili (notare la freccia
vuoita).
VPA
I valori riportati sono “letture”, e quindi non sono modificabili (notare la
freccia vuota).
IPA
Visualizzazione della corrente assorbita dal modulo amplificatore.
Eff
Visualizzazione dell’efficienza come rapporto tra la potenza diretta e
la potenza del modulo amplificatore, espresso in percentuale ( FWD
PWR/(Vpa x Ipa) % ).
Tmp
Visualizzazione della temperatura interna della macchina.
5.4.4 Menù Allarmi (Alm)
Questo menù segnala le situazioni di allarme che si verificano durante il
funzionamento della macchina. I valori di soglia di allarme sono preimpostati da
fabbrica.
Menù 7
FWD
RFL
18 / 30
Conteggio delle situazioni di allarme dovuti a potenza diretta.
Conteggio delle situazioni di allarme dovuti a potenza riflessa.
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
INP
Conteggio delle situazioni di allarme dovuti a potenza in ingresso.
Reset Alm Reset sulla numerazione delle situazioni di allarme.
La schermata numera le situazioni di allarme fino a 10, esse si rifericono ad un
eccesso di potenza diretta in uscita, ad un eccesso di potenza riflessa in uscita e
ad un eccesso della potenza in ingresso.
Il ciclo di verifica degli allarmi prevede che a fronte di una condizione di allarme il
contatore di cicli avanza di 1, avviene il blocco della macchina e sul display viene
segnalato la causa dell’arresto (cap. 5.4.4.1). Dopo circa 15 secondi la macchina
ritenta la partenza; in caso di una nuova condizione di allarme il ciclo si ripete fino
ad un massimo di 10 volte.
Nel caso di ripartenza con funzionamento regolare per un tempo maggiore a
30 minuti, tutti i contatori di allarmi vengono resettati. Al raggiungimento di 10
interventi per la medesima causa, la macchina si blocca indicandolo sul display e
accendendo il LED “FAULT/LOCK” .
E’ possibile, una volta controllata la situazione di allarme, resettare la numerazione
posizionandosi sulla voce “Reset Alm” e premendo a lungo il tasto ENTER.
5.4.4.1 Allarmi e Faults
Sono previsti tre tipi di allarmi che possono causare il blocco dell’apparato
generando una segnalazione di “FAULT/LOCK”. Al superamento della soglia
programmata di uno di questi, anche se si sta navigando nei menù si viene
ricondotti istantaneamente alla schermata di attenzione riportando i seguenti
messaggi:
1. Over Forward Power
Segnalazione del superamento della soglia di potenza diretta.
Allarme 1
2. Over Reflected Power
Segnalazione del superamento della soglia di potenza riflessa.
Allarme 2
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
19 / 30
PJ1600/2000LIGHT
3. Over Input Power
Segnalazione del superamento della soglia di potenza d’ingresso.
Allarme 3
Il ciclo di verifica prevede:
• Condizione di allarme;
• Visualizzazione dell’allarme e blocco dell’apparato per 15 sec.;
• Ripristino delle condizioni di funzionamento;
• Riverifica.
Al termine dei 10 cicli previsti viene generata una segnalazione “FAULT/LOCK” con
conseguente blocco dell’apparato, accensione del relativo LED e visualizzazione
della schermata:
I. Over Forward Power
Visualizzazione dell’allarme riguardante la potenza diretta.
Arresto 1
II. Over Reflected Power
Visualizzazione dell’allarme riguardante la potenza riflessa.
Arresto 2
III.Over Input Power
Visualizzazione dell’allarme riguardante la potenza d’ingresso.
Arresto 3
20 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
Una volta generata la condizione di “FAULT” non vi e’ nessun ulteriore tentativo
di riaccensione, a questo punto e’ necessario:
• Se la macchina e’ in funzionamento LOCALE , premere “Reset Alm” nel menù
allarmi (menù 7) o spegnere e riaccendere tramite l’interruttore POWER.
• Se la macchina e’ in funzionamento REMOTO, spegnere e riaccendere inviando
il relativo comando tramite connettore DB25 (pin [8] e [20]).
Vi e’ un ulteriore quarto allarme che non genera mai “FAULT”, ma attende il ripristino
delle corrette condizioni di funzionamento. Al superamento della soglia di allarme
della temperatura (circa 85°C) verrà visualizzata la seguente schermata:
4. Over Temperature
Segnalazione del superamento della soglia di potenza della temperatura.
Allarme 4
5.4.5 Menù Varie (Mix)
Questo menù permette di impostare l’indirizzo della macchina in un collegamento
in bus seriale di tipo I2C:
Menù 8
IIC
Regolazione dell’indirizzo I2C. L’indirizzo di rete I2C è rilevante quando
l’eccitatore è connesso in un sistema di trasmissione RVR che prevede
l’uso di questo protocollo. Si raccomanda, comunque, di non modificarlo
senza motivo.
5.4.6 Menù Versione (Vrs)
Questa schermata mostra informazioni sulla versione della macchina:
Menù 9
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
21 / 30
PJ1600/2000LIGHT
I valori riportati sono “letture”, e quindi non sono modificabili (notare la freccia
vuota).
Rel
Dat
Tab
22 / 30
Visualizzazione della release firmware.
Visualizzazione della data Release.
Visualizzazione della tabella caricata in memoria.
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
6. Identificazione ed Accesso ai Moduli
Il PJ1600LIGHT e PJ2000LIGHT è composto di diversi moduli connessi tra loro
mediante connettori, al fine di facilitare la manutenzione e l’eventuale sostituzione
di moduli.
6.1 Vista dall’alto PJ1600LIGHT
La figura sottostante mostra la vista dall’alto della macchina con l’indicazione dei
diversi componenti.
figura 6.1
[1] Scheda Bias
[2] Scheda Passa Parete
[3] Scheda LPF
[4] Scheda Pannello
[5] Ventola FAN1
[6] Modulo Alimentatore 50V 60A
[7] Modulo Power Factor
[8] Scheda Protezione Sovratensioni
[9] Scheda Telemetria
[10]Ventola FAN2
[11] Scheda Misura Potenza in Ingresso
[12]Scheda Splitter
[13]Scheda Amplificatore RF
[14]Scheda Combiner
[15]Scheda Fuse
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
23 / 30
PJ1600/2000LIGHT
6.2 Vista dall’alto PJ2000LIGHT
La figura sottostante mostra la vista dall’alto della macchina con l’indicazione dei
diversi componenti.
figura 6.2
[1] Scheda Bias
[2] Scheda Passa Parete
[3] Scheda LPF
[4] Scheda Pannello
[5] Ventola FAN1
[6] Modulo Alimentatore 50V 60A
[7] Modulo Power Factor
[8] Scheda Protezione Sovratensioni
[9] Scheda Telemetria
[10]Ventola FAN2
[11] Scheda Misura Potenza in Ingresso
[12]Scheda Splitter
[13]Scheda Amplificatore RF
[14]Scheda Combiner
[15]Scheda Fuse
24 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
6.3 Vista dal basso PJ1600/2000LIGHT
La figura sottostante mostra la vista dal basso della macchina con l’indicazione
dei diversi componenti.
figura 6.3
[1]
[2]
[3]
[4]
Scheda LED PS
Scheda Interfaccia
Alim 24V 3A
Scheda Telemetria
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
25 / 30
PJ1600/2000LIGHT
7. Principi di Funzionamento
Una vista schematica dei moduli e delle connessioni che compongono il
PJ1600LIGHT in figura 7.1 e PJ2000LIGHT in figura 7.2.
R.F.INPUT
PWRINPUT
MEASURE
R.F.
2XR.F.
2XR.F.
SPLITTER
RFMODULES
R.F.
COMBINER
LPF+
DIRECT.COUPL.
R.F.
OUTPUT
BIAS
2XVPA(50VDC)
FUSEBOARD
FWDPWR
RFLPWR
2XVPA(50VDC)
BIAS
2X50VDC
VOLTAGEREG.
MAINS
SURGE
PROT.
PFC
(RECTIFIER)
INTERFACE
PANEL
PSALARM
DC
POWERSUPPLY
LEDCARD
TELEMETRY
Figure 7.1
R.F.INPUT
PWRINPUT
MEASURE
R.F.
3XR.F.
3XR.F.
SPLITTER
RFMODULES
R.F.
COMBINER
LPF+
DIRECT.COUPL.
R.F.
OUTPUT
BIAS
3XVPA(50VDC)
FUSEBOARD
FWDPWR
RFLPWR
3XVPA(50VDC)
BIAS
VOLTAGEREG.
MAINS
SURGE
PROT.
PFC
(RECTIFIER)
INTERFACE
3X50VDC
PANEL
PSALARM
DC
POWERSUPPLY
LEDCARD
TELEMETRY
Figure 7.2
Nel seguito viene data una breve descrizione delle funzionalità di ogni modulo,
gli schemi completi ed i layout delle schede sono riportati in “Appendice Tecnica”
Vol.2.
26 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
7.1 Parti Comuni PJ1600/2000LIGHT
7.1.1 Scheda Pannello
La scheda pannello contiene il microcontrollore che implementa il firmware di
controllo della macchina, e gli elementi che servono per interfacciarsi con l’utente
(display, LED, tasti, …).
La scheda si interfaccia con gli altri moduli della macchina (attraverso i flat cables),
provvedendo alla distribuzione delle alimentazioni, dei segnali di controllo e delle
misure.
7.1.2 Scheda di Interfaccia
Questa scheda svolge le seguenti funzioni principali:
• Generazione e distribuzione, attraverso la scheda pannello, delle alimentazioni
di servizio, a partire dalle tensioni alternate;
• Interfacciamento e controllo del modulo di protezione della rete;
• Interfacciamento e controllo del modulo di alimentazione di potenza;
• Interfacciamento ed elaborazione segnali di controllo da e per la Scheda
Bias;
• Interfacciamento ed elaborazione segnali di controllo da e per la Scheda
Pannello;
• Alimentazione e controllo delle ventole di raffreddamento;
• Alimentazione e controllo della scheda di segnalazione a LED.
7.1.3 Scheda di Telemetria
Questa scheda rappresenta l’interfaccia ingresso/uscita della CPU verso il mondo
esterno. Tutti i segnali disponibili di ingresso e di uscita della macchina sono riportati
sul connettore DB25 “REMOTE”.
Sulla stessa scheda si trova anche il connettore BNC di “INTERLOCK IN” che
può disabilitare l’erogazione di potenza dell’apparato. Chiudendo il pin centrale
a massa, la potenza d’uscita è ridotta a zero finché il collegamento non viene
rimosso.
7.1.4 Scheda Protezione Sovratensioni
Questo modulo, allocato in un contenitore metallico chiuso è provvisto di due fusibili
di rete accessibili dall’esterno e contiene una batteria di scaricatori che proteggono
la macchina dalle sovratensioni presenti sulla rete di alimentazione.
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
27 / 30
PJ1600/2000LIGHT
In uscita da questo modulo, la tensione di rete giunge all’interruttore generale
“Power” situato sul pannello anteriore e, da questo, arriva al trasformatore dei
servizi TR1.
Nel modulo di protezione, la tensione di rete destinata all’alimentatore di potenza
(modulo PFC) viene sezionata (una sola linea) da un opportuno relé a 24VDC, che
è comandato attraverso la scheda di interfaccia. Questa abilita la alimentazione
di rete al PFC quanto tutte le seguenti condizioni sono verificate:
• Interruttore generale “Power”, situato sul pannello anteriore, in posizione
ON;
• Assenza di condizione di allarme o di fault;
• Erogazione di potenza abilitata, stato ON, sul menù di funzionamento FNC;
• Potenza RF di uscita impostata, mediante la modalità di modifica, ad un valore
superiore a 0W.
7.1.5 Scheda Misura Potenza in ingresso
Questa scheda svolge due funzioni di controllo e misura:
- Misura della potenza in ingresso, misura inviata alla scheda interfaccia
che provvede a mandare la macchina in protezione in caso di eccesso di
potenza.
- Misura della temperatura.
7.1.6 Alimentatore
L’alimentazione del PJ1600/2000LIGHT si può suddividere in 3 sezioni
fondamentali:
1. Protezione sovratensioni. La scheda Surge Protection protegge la macchina
da eventuali sbalzi improvvisi della tensione di rete.
2. Servizi. Questa sezione comprende gli elementi che non riguardano direttamente
l’alimentazione di potenza, cioè:
- Trasformatore dei servizi
- Interruttore Power
- Fusibile dei servizi
3. Alimentazione di potenza. Diverse unità provvedono a fornire una alimentazione
adeguata ai moduli amplificatori di potenza RF. Le unità che compongono
l’alimentazione sono i rettificatori (PFC o tradizionali) e gli alimentatori switching.
La macchina è disponibile in diverse configurazioni per quanto riguarda la sezione di rettificazione:
- Un PFC 28 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
PJ1600/2000LIGHT
7.1.6.1 Unità PFC
Le unità PFC sono dei rettificatori che modulano la corrente assorbita in modo che
la forma d’onda sia il più possibile sinusoidale, ottenendo un fattore di potenza
del 99%.
I PFC possono funzionare con tensione di alimentazione in ingresso da 90 V a
250 V. Nel caso si debbano utilizzare con una tensione di alimentazione di 110 V,
è necessario installare due unità PFC a causa della maggiore corrente assorbita
da ogni unità a tale tensione. All’uscita del PFC si ha una tensione rettificata di
350 V.
7.1.6.2 Alimentatori
E’ presente un alimentatore switching mode da 50 V 60 A che dispone di un ingresso
di controllo di tensione. La tensione di uscita viene stabilita dal microprocessore
in funzione della potenza RF richiesta.
Il modulo alimentatore è dotato di un circuito di bilanciamento della corrente.
7.1.7 Amplificatore di Potenza
La sezione di amplificazione di potenza RF consiste in quattro moduli di potenza
accoppiati tramite un divisore e un combinatore Wilkinson realizzati in tecnologia
strip-line.
Il divisore viene usato per spartire la potenza in arrivo dalla sezione PWR Input
Measure e fornirne una parte ad ognuno dei moduli RF. Il combinatore è poi usato
per combinare la potenza in uscita da ciascuno dei moduli per ottenere la potenza
totale dell’amplificatore.
Splitter, amplificatori e combinatore sono progettati in modo che le potenze
generate dagli amplificatori si sommino in fase minimizzando lo sbilanciamento e
quindi la dissipazione di potenza utile.
Tutta la sezione RF è montata sull’aletta che provvede al raffreddamento tramite
ventilazione forzata.
Ogni modulo RF fornisce 850W di potenza (due nel PJ1600LIGHT e tre nel
PJ2000LIGHT) ed è alimentato dall’alimentatore switching.
Il dispositivo attivo utilizzato nei moduli amplificatori è un singolo Mosfet
(MRF6VP11KH per PJ1600/2000LIGHT).
Manuale Utente
Rev. 1.0 - 03/08/12
29 / 30
PJ1600/2000LIGHT
7.1.8 Scheda LPF
Questa scheda contiene un filtro passa-basso e la sua funzione è di ridurre
le emissioni armoniche dell’amplificatore al di sotto dei livelli ammessi dalle
normative.
E’ presente anche, in uscita al filtro, un accoppiatore direzionale, la cui funzione
è di fornire la misura della potenza diretta e riflessa dell’amplificatore.
Su questa scheda è presente un prelievo RF a -60 dB circa rispetto all’uscita
ed è disponibile su un connettore BNC. Questo prelievo è utile per verificare le
caratteristiche della portante, ma non quelle delle armoniche superiori.
7.1.9 Scheda BIAS
La funzione principale di questa scheda è di controllare e correggere la tensione
di polarizzazione (BIAS) dei Mosfet della sezione di amplificazione RF.
Inoltre fornisce la misura della corrente assorbita come somma delle correnti
assorbite dai singoli moduli e contiene un circuito per la segnalazione dei guasti
negli alimentatori.
In assenza di condizioni di allarme, la tensione di Bias è regolata solo in funzione
della potenza di uscita impostata, con un meccanismo di retroazione basato sulla
lettura della potenza effettivamente erogata (AGC).
La tensione di Bias viene anche influenzata da altri fattori, cioè:
- Eccesso di potenza riflessa
- Segnali di AGC esterni (Ext. AGC FWD, Ext. AGC RFL)
- Eccesso di temperatura
- Eccesso di corrente assorbita da uno dei moduli RF.
30 / 30
Rev. 1.0 - 03/08/12
Manuale Utente
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
R.V.R Elettronica S.p.A.
Via del Fonditore, 2 / 2c
Zona Industriale Roveri · 40138 Bologna · Italy
Phone: +39 051 6010506 · Fax: +39 051 6011104
e-mail: [email protected] ·web: http://www.rvr.it
ISO 9001:2000 certified since 2000
The RVR Logo, and others referenced RVR products and services are trademarks of RVR Elettronica S.p.A. in Italy, other countries or both. RVR ® 1998 all rights reserved.
All other trademarks, trade names or logos used are property of their respective owners.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement