Divar XF - Bosch Security Systems

Divar XF - Bosch Security Systems
Divar XF
Digital Hybrid Recorder
it
Manuale d'installazione
Divar XF
Sommario | it
3
Sommario
1
Sicurezza
7
1.1
Istruzioni importanti per la sicurezza
7
1.2
Norme di sicurezza
8
1.3
Informazioni importanti
1.4
FCC e UL
11
1.5
Informazioni Bosch
12
2
Introduzione
15
2.1
Videoregistratore digitale per applicazioni di sicurezza
15
2.1.1
Versioni
15
2.1.2
Manuali
15
2.1.3
Funzioni
16
2.1.4
Guida a schermo
16
2.2
Disimballaggio
16
2.2.1
Contenuto della confezione
17
2.3
Ambiente di installazione
17
2.3.1
Montaggio
17
2.3.2
Ventilazione
17
2.3.3
Temperatura
17
2.3.4
Alimentazione
17
2.4
Apparecchiature associate
17
3
Installazione rapida
19
3.1
Connessioni
19
3.1.1
Collegamenti principali
19
3.1.2
Collegamenti opzionali
19
3.1.3
Accensione
20
3.2
Primo utilizzo
20
3.3
Menu Installazione rapida
20
3.3.1
Internazionale
21
3.3.2
Pianificazione
22
3.3.3
Registrazione
23
3.3.4
Rete
24
4
Installazione dell'hardware
25
4.1
Installazione desktop
25
4.2
Montaggio in rack
25
4.3
Installazione del disco rigido
26
4.3.1
Istruzioni di montaggio
26
4.4
Collegamento delle telecamere
28
4.5
Connessioni audio
28
4.6
Collegamento dei monitor
29
4.6.1
VGA
29
4.6.2
CVBS
29
4.6.3
Y/C
30
4.7
Collegamento in streaming del monitor
30
Bosch Security Systems
9
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
4
it | Sommario
Divar XF
4.8
Connessioni porta COM RS232
30
4.9
Collegamento della tastiera
31
4.10
Collegamento Ethernet
32
4.11
Porta RS485
33
4.12
Biphase
33
4.13
Connettori USB
35
4.14
Collegamento I/O allarme esterno
35
4.15
Relè errore
37
4.16
Alimentazione
37
4.17
Manutenzione
37
5
Istruzioni d'uso
39
5.1
Comandi del pannello anteriore
39
5.1.1
Tasti
39
5.1.2
Indicatori
41
5.2
Controlli del mouse
42
5.3
Visualizzazione delle immagini
42
5.3.1
Monitor A
42
5.3.2
Monitor B
42
5.3.3
Visualizzazione
42
5.4
Visualizzazione live e riproduzione
45
5.4.1
Modalità live
45
5.4.2
Accesso alle funzioni di riproduzione
45
5.4.3
Modalità Riproduzione
45
5.5
Panoramica del sistema dei menu
45
5.5.1
Accesso mediante i tasti del pannello anteriore
47
5.5.2
Accesso mediante il mouse
47
5.5.3
Accesso mediante la tastiera Intuikey
47
5.6
Ricerca
47
5.6.1
Ricerca per Data/ora
48
5.6.2
Ricerca di eventi
48
5.7
Esporta
50
5.8
Configurazione
51
5.8.1
Impostazioni monitor
51
5.9
Informazioni sistema
52
5.9.1
Stato
53
5.9.2
Registro
54
5.10
Gestione degli eventi
55
5.10.1
Allarmi
56
5.10.2
Contatti ingressi
57
5.10.3
Eventi movimento
57
5.10.4
Allarme perdita video
57
6
Menu di configurazione Avanzate
59
6.1
Internazionale
60
6.1.1
Lingua
60
6.1.2
Ora/data
61
6.1.3
Server orario
61
6.2
Video/Audio
62
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Sommario | it
5
6.2.1
Canali da 1 a 8 (o da 1 a 16)
62
6.2.2
Canali da 9 a 16 (o da 17 a 24)
63
6.3
Pianificazione
64
6.3.1
Impostazione delle caratteristiche dinamiche
64
6.3.2
Pianificazione
64
6.3.3
Giorni particolari
65
6.4
Registrazione
65
6.4.1
Normale
66
6.4.2
Contatto
66
6.4.3
Movimento
66
6.4.4
Copia
67
6.5
Contatti
67
6.5.1
Contatti ingressi
68
6.5.2
Uscite relè
68
6.5.3
Proprietà degli ingressi contatti
68
6.6
Movimento
69
6.7
Evento
70
6.7.1
Generale
70
6.7.2
Contatto
71
6.7.3
Movimento
71
6.7.4
Perdita di segnale video
72
6.7.5
Copia
72
6.8
Rete
73
6.8.1
Configurazione
73
6.8.2
Intervallo IP
73
6.8.3
Monitor Streaming (Streaming monitor)
73
6.9
Memoria
74
6.9.1
Stato
74
6.9.2
Impostazioni
75
6.9.3
Servizio
75
6.10
Utenti
75
6.10.1
Generale
75
6.10.2
Amministratore
75
6.10.3
Utente 1 - 7
76
6.11
Sistema
76
6.11.1
Servizio
76
6.11.2
Porte seriali
76
6.11.3
Licenze
76
6.11.4
Registrazione
76
7
Uso di Strumento di configurazione
79
7.1
Guida introduttiva
79
7.1.1
Requisiti di sistema
79
7.1.2
Installazione di Strumento di configurazione
79
7.1.3
Avvio di Strumento di configurazione
79
7.2
Accesso
80
7.2.1
Differenze nella struttura del menu
81
7.3
Descrizione della finestra principale
82
7.3.1
Pulsante Panoramica
82
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
6
it | Sommario
Divar XF
7.3.2
Pulsante Registro
82
7.3.3
Pulsante Impostazioni
82
7.3.4
Pulsante Servizio
83
7.3.5
Pulsante Guida
83
7.3.6
Pulsante Disconnetti
83
7.4
Uso dei pulsanti di controllo
83
8
Valori predefiniti dei menu
85
8.1
Impostazioni predefinite del menu Installazione rapida
85
8.2
Impostazioni predefinite della visualizzazione monitor
86
8.3
Impostazioni predefinite del menu Configurazione
87
9
Specifiche tecniche
93
9.1
Specifiche elettriche
93
9.1.1
Specifiche meccaniche
95
9.1.2
Specifiche ambientali
95
9.1.3
Compatibilità elettromagnetica e sicurezza
95
9.1.4
Accessori (opzionali)
95
9.1.5
Velocità video in bit (bps)
96
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Sicurezza | it
1
Sicurezza
1.1
Istruzioni importanti per la sicurezza
7
Leggere, seguire e conservare le istruzioni di sicurezza seguenti per riferimento futuro.
Seguire tutte le avvertenze riportate sull'unità e nelle istruzioni operative prima di utilizzare
l'unità.
1.
Pulizia - Scollegare l'unità dalla presa prima di eseguire le operazioni di pulizia. Attenersi
a tutte le istruzioni fornite con l'unità. In genere è sufficiente un panno asciutto per la
pulizia tuttavia è anche possibile utilizzare un panno privo di lanugine e leggermente
inumidito o una pelle di daino. Non utilizzare detergenti liquidi o spray.
2.
Fonti di calore - Non installare l'unità in prossimità di fonti di calore come radiatori,
termoconvettori, fornelli o altri apparecchi (inclusi amplificatori) che producono calore.
3.
Ventilazione - Per prevenire il surriscaldamento e garantire un funzionamento affidabile,
l'involucro dell'unità è dotato di aperture. Non ostruire o coprire tali aperture. Non
inserire l'unità in un involucro privo della necessaria ventilazione o senza seguire le
istruzioni del produttore.
4.
Acqua - Non utilizzare l'unità in prossimità d'acqua, ad esempio vicino a una vasca, una
bacinella, un lavandino, un cesto della biancheria, in uno scantinato umido, presso una
piscina, in un'installazione esterna o in una qualsiasi area classificata come ambiente
umido. Per ridurre il rischio d'incendio o scosse elettriche, non esporre questo prodotto
a pioggia o umidità.
5.
Introduzione di oggetti e liquidi - Non introdurre mai oggetti di alcun tipo nell'unità
attraverso le aperture, poiché è possibile entrare in contatto con tensioni pericolose e
causare il cortocircuito con il rischio d'incendi e scosse elettriche. Non versare mai liquidi
di qualunque tipo sull'unità. Non inserire nell'unità contenitori per liquidi quali vasi o
tazze.
6.
Fulmini - Per una maggiore protezione dell'unità durante i temporali o quando l'unità
viene lasciata incustodita o inutilizzata per lunghi periodi, scollegare l'unità dalla presa a
muro ed il sistema via cavo. Ciò consente di prevenire eventuali danni all'unità dovuti a
fulmini e sovratensioni della linea elettrica.
7.
Regolazione dei comandi - Regolare solo i controlli specificati nelle istruzioni operative.
Una regolazione errata di altri controlli può causare danni all'unità. L'uso di controlli o
regolazioni, o lo svolgimento di procedure diverse da quelle specificate, può causare
un'esposizione pericolosa a radiazioni.
8.
Sovraccarico - Non sovraccaricare le prese e le prolunghe, poiché ciò potrebbe causare
incendi o scosse elettriche.
9.
Protezione del cavo di alimentazione e della spina - Fare in modo che la spina ed il cavo
di alimentazione non vengano calpestati o schiacciati da oggetti posti sopra o contro
l'uscita delle prese elettriche. Per le unità con alimentazione a 230 VAC, 50 Hz, il cavo di
alimentazione deve essere conforme alle ultime versioni della normativa IEC 60227. Per
le unità con alimentazione a 120 VAC, 60 Hz, il cavo di alimentazione deve essere
conforme alle ultime versioni della normativa UL 62 e CSA 22.2 No.49.
10. Scollegamento alimentazione - L'alimentazione viene fornita alle unità ogni volta che il
cavo viene collegato alla fonte di alimentazione. Il cavo di alimentazione è il dispositivo
principale per lo spegnimento dell'unità.
11. Fonti di alimentazione - Utilizzare l'unità solo con l'alimentazione indicata sulla targhetta.
Prima di procedere, assicurarsi di scollegare l'alimentazione dal cavo che si desidera
installare nell'unità.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
8
it | Sicurezza
Divar XF
12. Interventi tecnici - Non tentare di riparare l'unità personalmente. L'apertura o la
rimozione delle coperture può esporre a tensioni pericolose ed altri rischi. Richiedere
sempre l'intervento di personale tecnico qualificato per eventuali riparazioni.
13. Danni che richiedono l'intervento di tecnici - Scollegare l'unità dalla presa a muro e
rivolgersi a personale tecnico qualificato quando l'apparecchiatura viene danneggiata, ad
esempio:
–
danni al cavo di alimentazione o alla spina
–
esposizione ad umidità, acqua e/o intemperie (pioggia, neve, ecc.)
–
caduta di liquidi all'interno o sopra l'unità
–
caduta di oggetti all'interno dell'unità
–
caduta dell'unità o danni al cabinet
–
modifica delle prestazioni dell'unità
–
errato funzionamento dell'unità durante l'esecuzione delle istruzioni d'uso.
14. Parti di ricambio - Assicurarsi che il tecnico dell'assistenza abbia utilizzato pezzi di
ricambio specificati dal produttore o aventi le stesse caratteristiche di quelli originali.
L'uso di ricambi non autorizzati può invalidare la garanzia e causare incendi, scosse
elettriche o altri rischi.
15. Controlli di sicurezza - Al termine dell'intervento di manutenzione o riparazione
dell'unità, è necessario effettuare dei controlli relativi alla sicurezza per accertare il
corretto funzionamento dell'unità.
16. Installazione - Installare l'unità in conformità con le istruzioni del produttore e con le
normative locali vigenti.
17. Attacchi, variazioni o modifiche - Utilizzare esclusivamente attacchi/accessori specificati
dal produttore. Eventuali modifiche all'apparecchiatura non espressamente approvate da
Bosch potrebbero invalidare la garanzia o, in caso di accordo di autorizzazione, il diritto
dell'utente all'uso della stessa.
1.2
Norme di sicurezza
PERICOLO!
Alto rischio: questo simbolo indica una situazione di pericolo imminente, ad esempio
"Tensione pericolosa" all'interno del prodotto.
La mancata osservazione dei simboli può causare scosse elettriche, gravi lesioni fisiche o
morte.
AVVERTIMENTO!
Rischio medio: indica una situazione potenzialmente pericolosa.
La mancata osservazione dei simboli può causare lesioni fisiche di lieve o media entità.
ATTENZIONE!
Rischio basso: indica una situazione potenzialmente pericolosa.
La mancata osservazione dei simboli può causare danni a cose o danneggiare l'unità.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
1.3
Sicurezza | it
9
Informazioni importanti
Accessori - Non collocare questa unità su un supporto, un cavalletto, una mensola o una
staffa non stabile, poiché potrebbe cadere, danneggiandosi, e causare gravi infortuni e/o
danni gravi all'unità. Utilizzare solo con carrelli, supporti, cavalletti, mensole o tavoli
specificati dal produttore. Se si utilizza un carrello, prestare attenzione durante lo
spostamento dell'apparecchio sul carrello per evitare danni alle persone causati dal
ribaltamento. Arresti bruschi, forza eccessiva o superfici irregolari possono causare il
ribaltamento dell'unità e del carrello. Montare l'unità attenendosi alle istruzioni del
produttore.
Interruttore di alimentazione onnipolare - Incorporare un interruttore di alimentazione
onnipolare, con separazione dei contatti di almeno 3 mm in ciascun polo, nell'impianto
elettrico dell'edificio. Se è necessario aprire l'alloggiamento per eventuali interventi tecnici e/
o altre attività, utilizzare l'interruttore onnipolare come dispositivo di scollegamento
principale per spegnere l'unità.
Sostituzione delle batterie - Esclusivamente per personale tecnico specializzato- All'interno
dell'involucro dell'unità è situata una batteria al litio. Per evitare rischio di esplosione,
sostituire la batteria seguendo le istruzioni relative. Sostituire solo con un tipo di batteria
identico o equivalente raccomandato dal produttore. Smaltire le batterie usate in modo da
evitare danni ambientali e separatamente dai rifiuti normali. Richiedere sempre l'intervento di
personale tecnico qualificato per eventuali riparazioni.
ATTENZIONE!
Prodotto laser di Classe I
Radiazione laser invisibile all'apertura. Evitare di esporsi al raggio.
Messa a terra del cavo coassiale:
–
Se all'unità è collegato un sistema via cavo esterno, collegarlo a terra.
–
Collegare l'apparecchiatura per esterno agli ingressi dell'unità solo dopo aver collegato
correttamente la spina di messa a terra alla relativa presa o il terminale di messa a terra
ad una sorgente di terra.
–
Prima di scollegare la spina o il terminale di messa a terra, scollegare i connettori di
ingresso dell'unità dall'apparecchiatura esterna.
–
Quando si collega un'apparecchiatura esterna all'unità, attenersi alle precauzioni di
sicurezza, ad esempio sulla messa a terra.
Solo per i modelli U.S.A.: - il National Electrical Code, Sezione 810 ANSI/NFPA No.70, fornisce
informazioni relative ad un'adeguata messa a terra della struttura di montaggio e di supporto,
messa a terra del cavo coassiale ad un dispersore, dimensioni dei conduttori di messa a terra,
ubicazione del dispersore, collegamento agli elettrodi di messa a terra ed ai requisiti per gli
elettrodi di messa a terra.
ATTENZIONE!
Questo dispositivo è esclusivamente progettato per l'uso in luoghi pubblici.
Le leggi federali statunitensi vietano severamente la registrazione surrettizia di comunicazioni
orali.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
10
it | Sicurezza
Divar XF
Smaltimento - Questo prodotto Bosch è stato sviluppato e fabbricato con materiali e
componenti di alta qualità riciclabili e riutilizzabili. Questo simbolo indica che le
apparecchiature elettroniche ed elettriche non più utilizzabili devono essere raccolte e
smaltite separatamente dai rifiuti domestici. Normalmente esistono impianti di raccolta
differenziata per prodotti elettronici ed elettrici non più utilizzati. Smaltire queste unità in un
impianto di riciclaggio compatibile con l'ambiente, in conformità alla Direttiva Europea 2002/
66/EC.
Dichiarazione ambientale - Bosch tiene in particolare considerazione gli aspetti legati
all'inquinamento ambientale. Questa unità è stata progettata nel maggiore rispetto
dell'ambiente possibile.
Dispositivo sensibile alle scariche elettrostatiche - Osservare le precauzioni CMOS/MOSFET
per evitare scariche elettrostatiche.
NOTA: è necessario indossare polsini collegati a terra ed attenersi alle precauzioni di
sicurezza ESD appropriate quando si manipolano le schede dei circuiti stampati sensibili alle
scariche elettrostatiche.
Classificazione fusibili - Per proteggere il dispositivo, la protezione del circuito derivato deve
essere garantita con una capacità fusibili massima di 16 A. Il sistema deve essere conforme
alla normativa NEC800 (CEC Sezione 60).
Messa a terra e polarizzazione - L'unità può essere dotata di una spina per corrente alternata
polarizzata (spina con una lamella piatta più larga dell'altra). Tale caratteristica di sicurezza
consente l'inserimento della spina nella presa in un solo verso. Se non fosse possibile inserirla
completamente, rivolgersi ad un elettricista certificato per sostituire la presa obsoleta. Non
manomettere la funzione di sicurezza della spina.
In alternativa, è possibile dotare l'unità di una spina a tre poli (il terzo spinotto è per la messa
a terra). Tale caratteristica di sicurezza consente l'inserimento della spina solo in una presa
elettrica con messa a terra. Se non fosse possibile inserire la spina nella presa, rivolgersi ad
un elettricista certificato per sostituire la presa obsoleta. Non manomettere la funzione di
sicurezza della spina.
Spostamento - Scollegare l'alimentazione prima di spostare l'unità. L'unità deve essere
spostata con cautela. L'uso di forza eccessiva o eventuali urti possono danneggiare l'unità e le
unità disco rigido.
Segnali esterni - L'installazione di segnali esterni, soprattutto relativi alla distanza dai
conduttori di alimentazione e di illuminazione e la protezione transitoria, deve essere
conforme a NEC725 e NEC800 (Norma CEC 16-224 e Sezione CEC 60).
Apparecchiature collegate in modo permanente - Incorporare un dispositivo di
disconnessione dell'alimentazione facilmente accessibile esterno all'apparecchiatura.
Apparecchiature collegabili - Installare l'uscita vicino all'apparecchiatura in modo che sia
facilmente accessibile.
Ricollegamento all'alimentazione - Se, a causa del superamento delle temperature operative
indicate, fosse necessario spegnere l'unità, scollegare il cavo di alimentazione, attendere
almeno 30 secondi, quindi ricollegare il cavo.
Montaggio in rack
–
Temperatura ambientale elevata - Se l'unità viene installata in un gruppo chiuso o in un
rack con più unità, la temperatura ambientale all'interno rack potrebbe essere maggiore
rispetto alla temperatura della stanza. Pertanto, è opportuno installare l'apparecchiatura
in un ambiente compatibile con la temperatura ambientale massima specificata dal
produttore.
–
Circolazione d'aria ridotta - L'installazione dell'apparecchiatura in rack deve rispettare i
requisiti di circolazione d'aria per un utilizzo sicuro.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Sicurezza | it
–
11
Carico meccanico - Il montaggio dell'apparecchiatura in rack deve essere effettuato in
modo tale da impedire che si venga a creare una condizione di rischio dovuta a una
distribuzione non uniforme del carico meccanico.
–
Sovraccarico del circuito - Collegare l'apparecchiatura al circuito di alimentazione
tenendo in considerazione l'effetto che il sovraccarico dei circuiti potrebbe avere sulla
protezione da sovratensione e sui cavi di alimentazione. A tal proposito, osservare i valori
nominali riportati sulla targhetta dell'apparecchiatura.
–
Messa a terra sicura - Rispettare la messa a terra sicura dell'apparecchiatura montata in
rack. Particolare attenzione deve essere posta ai collegamenti indiretti al circuito di
diramazione (ad esempio mediante l'uso di ciabatte).
Per istruzioni dettagliate, vedere la sezione 4.2 Montaggio in rack.
SELV - Tutte le porte di ingresso/uscita sono circuiti SELV (Safety Extra Low Voltage). I circuiti SELV devono
essere collegati solo ad altri circuiti SELV.
Perdita di segnale video - La perdita del segnale video è una caratteristica delle registrazioni
video digitali, per cui Bosch Security Systems non è responsabile di eventuali danni dovuti alla
mancanza di informazioni video. Per ridurre il rischio di perdita di informazioni digitali, Bosch
Security Systems consiglia di utilizzare sistemi di registrazione multipli ridondanti ed una
procedura di backup di tutte le informazioni analogiche e digitali.
1.4
FCC e UL
Informazioni FCC E ICES
(solo per i modelli U.S.A. e Canada)
Questa apparecchiatura è stata collaudata e ritenuta conforme ai limiti stabiliti per i
dispositivi digitali della Classe B, ai sensi del Comma 15 delle normative FCC. Questi limiti
sono stabiliti per fornire un grado di protezione adeguato contro le interferenze dannose in
installazioni domestiche. L'apparecchiatura genera, utilizza e può irradiare energia in
radiofrequenza e, se non installata ed utilizzata in conformità al manuale utente, può causare
interferenze dannose alle comunicazioni radio. Non è comunque garantita l'assenza di
interferenze in alcune installazioni. Qualora l'apparecchiatura dovesse provocare interferenze
nella ricezione radiotelevisiva, cosa che si può verificare spegnendo e riaccendendo
l'apparecchio, si consiglia di eliminare l'interferenza in uno dei seguenti modi:
–
riorientare e riposizionare l'antenna ricevente;
–
aumentare la distanza tra l'apparecchiatura ed il ricevitore;
–
collegare l'apparecchiatura ad una presa di un circuito diverso da quello a cui è collegato
il ricevitore;
–
per l'assistenza, rivolgersi al rivenditore o ad un tecnico radio/TV esperto.
Non è consentito apportare modifiche all'unità, volontarie o accidentali, senza l'autorizzazione
esplicita dell'ente competente. Tali modifiche possono annullare l'autorizzazione dell'utente a
utilizzare l'apparecchiatura. Se necessario, l'utente dovrà richiedere l'assistenza del
rivenditore o di un tecnico radiotelevisivo qualificato.
Per ulteriori informazioni, consultare l'opuscolo elaborato dalla Commissione federale delle
comunicazioni: <<How to Identify and Resolve Radio-TV Interference Problems>>. Questo libretto
è disponibile presso U.S. Government Printing Office, Washington, DC 20402, N. 004-00000345-4.
INFORMATIONS FCC ET ICES
(modèles utilisés aux États-Unis et au Canada uniquement)
Suite à différents tests, cet appareil s'est révélé conforme aux exigences imposées aux
appareils numériques de classe B, en vertu de la section 15 du règlement de la Commission
fédérale des communications des États-Unis (FCC), et en vertu de la norme ICES-003 d'Industrie
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
12
it | Sicurezza
Divar XF
Canada. Ces exigences visent à fournir une protection raisonnable contre les interférences
nuisibles lorsque l'appareil est utilisé dans le cadre d'une installation résidentielle. Cet
appareil génère, utilise et émet de l'énergie de radiofréquences et peut, en cas d'installation
ou d'utilisation non conforme aux instructions, engendrer des interférences nuisibles au
niveau des radiocommunications. Toutefois, rien ne garantit l'absence d'interférences dans
une installation particulière. Il est possible de déterminer la production d'interférences en
mettant l'appareil successivement hors et sous tension, tout en contrôlant la réception radio
ou télévision. L'utilisateur peut parvenir à éliminer les interférences éventuelles en prenant
une ou plusieurs des mesures suivantes:
–
Modifier l'orientation ou l'emplacement de l'antenne réceptrice;
–
Éloigner l'appareil du récepteur;
–
Brancher l'appareil sur une prise située sur un circuit différent de celui du récepteur;
–
Consulter le revendeur ou un technicien qualifié en radio/télévision pour obtenir de
l'aide.
Toute modification apportée au produit, non expressément approuvée par la partie
responsable de l'appareil, est strictement interdite. Une telle modification est susceptible
d'entraîner la révocation du droit d'utilisation de l'appareil.
La brochure suivante, publiée par la Commission fédérale des communications (FCC), peut
s'avérer utile : <<How to Identify and Resolve Radio-TV Interference Problems (Comment identifier
et résoudre les problèmes d’interférences de radio et de télévision)>>. Cette brochure est
disponible auprès du U.S. Government Printing Office, Washington, DC 20402, États-Unis,
sous la référence n° 004-000-00345-4.
Esclusione di responsabilità
Underwriter Laboratories Inc. ("UL") non ha collaudato le prestazioni o l'affidabilità degli
aspetti relativi alla sicurezza o alla segnalazione di questo prodotto. UL ha collaudato solo i
rischi di incendio, urto e/o incidente, come stabilito dai propri Standard(s) for Safety for
Information Technology Equipment, UL 60950-1. La certificazione UL non riguarda le
prestazioni o l'affidabilità degli aspetti relativi alla sicurezza o alla segnalazione di questo
prodotto.
UL NON EMETTE ALCUNA GARANZIA O CERTIFICAZIONE RIGUARDANTE LE PRESTAZIONI O
L'AFFIDABILITÀ DEGLI ASPETTI RELATIVI ALLA SICUREZZA O ALLA SEGNALAZIONE DI
QUESTO PRODOTTO.
1.5
Informazioni Bosch
Copyright
Questo manuale è proprietà intellettuale di Bosch Security Systems ed è protetto da
copyright.
Tutti i diritti riservati.
Marchi
Tutti i nomi dei prodotti hardware e software utilizzati nel presente documento sono marchi
registrati e devono essere trattati come tali.
NOTA
Questo manuale è stato redatto con estrema attenzione e le informazioni in esso contenute
sono state verificate scrupolosamente. Al momento della stampa, il testo risulta completo e
corretto. Come conseguenza ai continui aggiornamenti dei prodotti, il contenuto della guida
dell'utente è soggetto a modifica senza alcun preavviso. Bosch Security Systems declina ogni
responsabilità per danni, diretti o indiretti, derivanti da errori, incompletezza o discrepanze
tra la guida dell'utente e il prodotto descritto.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Sicurezza | it
13
Ulteriori informazioni
Per ulteriori informazioni, rivolgersi al rappresentante Bosch Security Systems o visitare il
nostro sito Web all'indirizzo www.boschsecurity.it.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
14
it | Sicurezza
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Divar XF
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Introduzione | it
2
Introduzione
2.1
Videoregistratore digitale per applicazioni di sicurezza
15
Divar XF è un sistema di registrazione video e audio in grado di registrare più segnali audio e
video offrendo simultaneamente funzioni di visualizzazione live multischermo e di
riproduzione.
L'unità dispone di funzioni complete di ricerca e riproduzione per la visualizzazione dei video
archiviati. Una volta configurata l'unità, tutte le registrazioni vengono eseguite in background
senza richiedere l'intervento di un operatore. Sono supportate velocità di registrazione
massime di 30 (NTSC) e 25 (PAL) immagini al secondo per canale. La velocità e la qualità di
registrazione sono selezionabili singolarmente per ogni telecamera. È possibile utilizzare fino
a quattro dischi rigidi interni per ottenere diverse possibilità di memorizzazione delle
registrazioni.
Tutti i modelli dispongono di funzioni complete di gestione degli allarmi e controllo
telemetrico. Le funzioni di allarme comprendono la rilevazione del movimento all'interno di
aree dell'immagine definibili dall'utente su ogni ingresso telecamera.
L'unità può essere utilizzata e programmata facilmente tramite i tasti di controllo posti sul
pannello anteriore, il mouse e il sistema dei menu OSD. Le due uscite monitor consentono la
visualizzazione a tutto schermo, quad e multischermo. È possibile connettere una tastiera
KBD (Intuikey) per il controllo PTZ e per una maggiore facilità d'uso.
Sul pannello posteriore si trovano gli ingressi e le uscite video in loop con terminazione
automatica, gli ingressi e le uscite audio, gli ingressi e le uscite allarme e i connettori per il
controllo remoto. I due connettori VGA forniscono le uscite per i monitor A e B. Sono
disponibili inoltre uscite video CVBS e Y/C per NTSC/PAL. Il monitor A visualizza immagini
digitali a tutto schermo o multischermo che possono essere bloccate fissate o ingrandite. Il
monitor B visualizza immagini live a tutto schermo o multischermo.
L'applicazione per PC Control Center consente la visualizzazione live, la riproduzione e la
configurazione attraverso la rete. Cinque utenti possono controllare simultaneamente più
unità Divar XF. Divar XF comprende un controllo di autenticità per entrambi i tipi di
riproduzione locale e remota. Viene fornito un lettore PC dedicato per la riproduzione di file
video protetti. L'applicazione basata su PC Strumento di configurazione facilita l'installazione
dell'unità.
Utilizzando il kit SDK (software development kit) è possibile integrare l'unità Divar XF in un
software di gestione di terze parti.
2.1.1
Versioni
Sono disponibili diversi modelli Divar XF: a 8 e 16 canali, con masterizzatore DVD, ciascuno
con diverse capacità di memorizzazione. Entrambe le versioni a 8 e 16 canali funzionano nello
stesso modo, tranne per il diverso numero di ingressi telecamera, audio e allarme e per il
numero di schermi utilizzabili per la visualizzazione multischermo.
È possibile collegare fino a 8 telecamere IP (opzionali) in aggiunta agli 8 o 16 canali di
ingresso analogici.
2.1.2
Manuali
L'unità include quattro manuali:
–
Manuale d'installazione: destinata all'installatore, fornisce istruzioni dettagliate per
l'installazione del prodotto.
–
Guida all'installazione rapida: fornisce una rapida panoramica sull'impostazione e
l'installazione del prodotto.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
16
it | Introduzione
Divar XF
–
Manuale d'uso: destinata all'utente finale, fornisce una descrizione dettagliata sul
funzionamento dell'unità.
–
Manuale d'uso di Control Center e Archive Player: destinato all'utente finale e
all'amministratore fornisce una descrizione dettagliata sull'installazione e il
funzionamento di Control Center e Archive Player software.
2.1.3
Funzioni
Divar XF ha le seguenti caratteristiche:
–
8 o 16 ingressi telecamera loop-through, con terminazione automatica.
–
8 o 16 ingressi audio
–
Supporto per otto telecamere IP (opzionale)
–
Registrazione e riproduzione simultanea
–
Memorizzazione video su disco rigido interno (sostituibile dal pannello anteriore
–
RAID4 integrato (opzionale)
–
Porta Ethernet 10/100Base-T per connessione Ethernet e connettività di rete
–
Due porte seriali RS232 per la comunicazione seriale
dell'unità)
–
Ingresso tastiera KBD esterna
–
Due uscite monitor.
–
Funzionalità di visualizzazione a tutto schermo e varie opzioni multischermo nelle
–
Uscita monitor spot con messa in sequenza, multischermo e OSD.
–
Due uscite audio (doppio mono)
–
Rilevazione del movimento
–
8 o 16 ingressi (allarme) commutabili e 4 uscite allarme
–
Perdita del segnale video
–
Avvertimento acustico
–
Controllo delle funzioni di panoramica (pan) inclinazione (tilt) e zoom tramite RS485 e
modalità live e riproduzione.
biphase
2.1.4
–
Archiviazione locale tramite USB
–
Archiviazione locale tramite masterizzatore DVD (opzionale)
Guida a schermo
La guida a schermo sensibile al contesto è disponibile per alcuni argomenti. È sufficiente
premere il pulsante guida
per visualizzare il testo della guida associato all'attività
corrente. Premere il pulsante di uscita
2.2
per uscire dalla guida.
Disimballaggio
Controllare che la confezione non presenti danni visibili. Se un qualsiasi componente ha
subito dei danni durante la spedizione, segnalare il problema al corriere. Disimballare l'unità
con cautela. Si tratta di apparecchiature elettroniche da maneggiare con cura per prevenire
eventuali danni all'unità.. Non tentare di mettere in funzione l'unità se uno qualunque dei
componenti è danneggiato. Se uno qualunque dei componenti risultasse mancante, informare
il proprio Rappresentante di vendita o il Servizio Assistenza Clienti di Bosch Security Systems.
La scatola d'imballo è il contenitore più sicuro e adatto per il trasporto dell'unità. Conservarla
insieme a tutti i materiali d'imballaggio per utilizzo futuro. Se si deve restituire l'unità,
utilizzare i materiali d'imballaggio originali.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
2.2.1
Introduzione | it
17
Contenuto della confezione
Controllare che la confezione contenga i seguenti componenti:
–
Videoregistratore digitale (unità Divar XF 16 o Divar XF 8)
–
Mouse USB
–
Guida all'installazione rapida
–
Manuale d'uso di Divar XF
–
Manuale d'uso di Divar XF Control Center e Archive Player
–
Manuale d'installazione (il presente manuale)
–
Una scheda connettore allarme tipo D a 25 pin
–
Una scheda connettore tipo D a 15 pin (utilizzata per le connessioni PTZ Biphase)
–
Un connettore terminale a vite a 3 pin (utilizzato per le connessioni PTZ RS485)
–
Cavo di alimentazione
–
Cavo cross-over di rete schermato (per funzioni di assistenza e collaudo)
–
Kit di montaggio in rack
–
Un CD-ROM con il software e i manuali.
2.3
Ambiente di installazione
2.3.1
Montaggio
Divar XF viene fornito come unità da tavolo. Se desiderato, l'unità può essere installata in rack
utilizzando il kit di montaggio in rack fornito in dotazione.
2.3.2
Ventilazione
Assicurarsi che il luogo scelto per l'installazione dell'unità sia ben ventilato. Osservare le zone
in cui si trovano le ventole di raffreddamento nel cabinet dell'unità e assicurarsi che non siano
ostruite.
2.3.3
Temperatura
Osservare le specifiche di temperatura ambientale dell'unità quando si sceglie un luogo di
installazione. Valori estremi di caldo o freddo superiori ai limiti di temperatura operativa
specificati possono causare guasti all'unità. Non installare l'unità su apparecchiature soggette
a riscaldamento.
2.3.4
Alimentazione
Assicurarsi che l'alimentazione elettrica CA del sito sia stabile e compresa nell'intervallo di
tensione nominale dell'unità. Se l'alimentazione CA del sito è soggetta a picchi o
abbassamenti di tensione, utilizzare uno stabilizzatore di rete o un gruppo di continuità (UPS).
2.4
Apparecchiature associate
Un sistema tipico potrebbe includere i seguenti componenti (non forniti con l'unità):
–
Un monitor primario per il monitoraggio multischermo (monitor A)
–
Un secondo monitor per il monitoraggio spot/allarme (monitor B)
–
Telecamere con uscite video composito 1 Vpp
–
Telecamere IP (vedere la scheda tecnica per i modelli supportati)
–
Uno o più microfoni amplificati
–
Amplificatore audio con uno o più altoparlanti
–
Cavo video coassiale con connettori BNC per il collegamento del segnale video
Cavo audio con connettori RCA per il collegamento del segnale audio
–
Presa di alimentazione CA che consenta un isolamento sicuro dell'unità (per motivi di
sicurezza sull'unità non è presente un interruttore on/off)
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
18
it | Introduzione
Divar XF
–
Una tastiera KBD
–
PC per eseguire le applicazioni Control Center e Strumento di configurazione
–
Unità di controllo pan/tilt/zoom
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
3
Installazione rapida | it
19
Installazione rapida
Per installare rapidamente l'unità, effettuare i collegamenti descritti di seguito e immettere i
dati pertinenti nel menu Installazione rapida. Il menu Installazione rapida viene visualizzato al
primo avvio dell'unità. Una volta immesse le informazioni richieste, l'unità è operativa.
3.1
Connessioni
A
PC
USB
B
7
IN
15
16
+
CTRL 4
SHIELD
+
CTRL 5
SHIELD
13
14
11
12
+
CTRL 2
SHIELD
+
CTRL 3
SHIELD
1A R 3A
E
1B L 3B
2A A 4A
2B Y 4B
GND
9
IN
10
SHIELD
+
- CTRL 1
SHIELD
A
IN
GND
B
A
IN
GND
GND
B
A
x16*
1
2
B
5
6
Ethernet
KBD in
-|+|G
12
6
7
8
2
4
3
10
RS485
8
11
13
3
4
LAN / WAN
1
RS
485
3
5
5
7
9
11
13
15
6
8
10
12
14
16
L
Com 1
Com 2
R
MAL
OUT
N0 | C | NC
PTZ
USB
KBD out
AC
1
3
CVBS
VGA
Monitor out
IR ext
USB
2
4
5
Y/C
6
8
Video in
1
2
3
4
9
10
11
12
Video in
5
6
7
8
Video out
9
A
Audio out
Alarm I/O
Biphase
7
B
2
Audio in
4
13
14
15
16
13
14
15
16
Video in
9
10
Video out
11
12
Video out
VIDEO
IN
VIDEO
IN
x16*
14
1
AutoDome
110 - 240 VAC
Immagine 3.1 Connessioni del pannello posteriore
3.1.1
Collegamenti principali
1.
Collegare le telecamere agli ingressi telecamera BNC (con terminazione automatica).
2.
Collegare il monitor A all'uscita BNC, Y/C o VGA (1280x1024 di risoluzione supportata)
MON A.
3.
3.1.2
Collegare il mouse USB (in dotazione) ad una porta USB.
Collegamenti opzionali
4.
Collegare il monitor B all'uscita BNC, Y/C o VGA (1024x768 di risoluzione supportata)
MON B.
5.
Collegare fino a 16 segnali audio agli ingressi audio RCA.
6.
Collegare le uscite audio RCA al monitor o ad un amplificatore audio.
7.
Collegare fino a 16 ingressi (allarme) tramite la scheda connettore tipo D a 25 pin fornita
in dotazione.
8.
Collegare fino a 4 uscite (allarme) tramite la scheda connettore tipo D a 25 pin fornita in
dotazione.
9.
Collegare l'uscita errore tramite l'adattatore terminale a vite fornito in dotazione.
10. Collegare una tastiera Intuikey alla presa KBD In e collegare la terminazione (fornita in
dotazione con la tastiera) alla presa KBD Out.
11. Collegare un'unità di controllo pan/tilt/zoom Bosch alla porta Biphase tramite la scheda
connettore tipo D a 15 pin fornita in dotazione.
12. Collegare un'unità di controllo pan/tilt/zoom di terze parti alla porta RS485 tramite
l'adattatore terminale a vite fornito in dotazione.
13. Eseguire la connessione in rete tramite la porta Ethernet.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
20
it | Installazione rapida
3.1.3
Divar XF
Accensione
Accendere tutti gli apparecchi collegati.
14. Collegare il cavo di alimentazione all'unità.
3.2
Primo utilizzo
L'unità si avvia con una visualizzazione multischermo. Il menu Installazione rapida viene
visualizzato al primo avvio dell'unità. Effettuare le impostazioni base nelle quattro schede per
rendere operativa l'unità. Alla chiusura del menu Installazione rapida la registrazione viene
avviata automaticamente.
Per visualizzare il menu Installazione rapida in qualunque altro momento:
1.
Premere il pulsante menu
2.
Il menu principale viene visualizzato sul monitor A.
.
3.
Fare clic su Configurazione, quindi su Installazione rapida.
Navigazione
Utilizzare il mouse USB in dotazione. In alternativa, è possibile utilizzare i seguenti pulsanti del
pannello anteriore.
–
Utilizzare il pulsante Invio
–
Utilizzare i pulsanti freccia
per selezionare un sottomenu o una voce.
per spostarsi in un menu o scorrere
un elenco.
–
3.3
Utilizzare il pulsante di uscita
per tornare indietro o chiudere il menu.
Menu Installazione rapida
Il menu Installazione rapida contiene quattro schede: Internazionale, Pianificazione,
Registrazione e Rete. Per spostarsi tra le schede, utilizzare i pulsanti Indietro e Successivo.
Fare clic su Annulla per annullare le modifiche effettuate nella scheda attiva. Fare clic su
Chiudi per uscire dal menu Installazione rapida. Le modifiche effettuate nel menu
Installazione rapida sovrascrivono le impostazioni personalizzate.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
3.3.1
Installazione rapida | it
21
Internazionale
Immagine 3.2 Menu Installazione rapida: Internazionale
Lingua
Selezionare la lingua desiderata per il menu dall'elenco.
Fuso orario
Selezionare un fuso orario dall'elenco.
Formato ora
Selezionare un formato orario da 12 o 24 ore.
Ora
Specificare l'ora corrente.
Formato data
Selezionare uno dei tre formati di data indicanti prima il mese (MM), il
giorno (GG) o l'anno (AAAA).
Data
Specificare la data corrente.
Fare clic su Successivo per spostarsi alla scheda successiva.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
22
it | Installazione rapida
3.3.2
Divar XF
Pianificazione
Immagine 3.3 Menu Installazione rapida: Pianificazione
Fornisce una rappresentazione grafica della pianificazione della settimana corrente. Ciascun
colore rappresenta uno dei profili disponibili:
–
Giallo - Profilo 1
–
Blu scuro - Profilo 2
–
Verde - Profilo 3
–
Rosa - Profilo 4
–
Blu chiaro - Profilo 5
–
Marrone - Profilo 6
Fare clic su Sovrascrivere per iniziare ad effettuare modifiche.
–
Selezionare il giorno di inizio e di fine della settimana.
–
Selezionare l'ora di inizio e di fine dei giorni feriali.
–
Selezionare l'ora di inizio e di fine dei giorni del fine settimana.
La rappresentazione grafica viene aggiornata automaticamente ogni volta che si effettua una
modifica.
Fare clic su Successivo per spostarsi alla scheda successiva.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
3.3.3
Installazione rapida | it
23
Registrazione
Immagine 3.4 Menu Installazione rapida: Registrazione
Consente di impostare i parametri di registrazione normale, Risoluzione, Qualità e Frame rate,
per ciascun profilo nella tabella. È possibile impostare anche la risoluzione di Allarme e
Registrazione su movimento, Qualità e Frame rate. Tali impostazioni sono valide per tutti i
profili. Se esistono precedenti impostazioni avanzate, fare clic su Sovrascrivere per sostituirle
con le impostazioni di Installazione rapida.
Fare clic su Successivo per spostarsi alla scheda successiva.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
24
it | Installazione rapida
3.3.4
Divar XF
Rete
Immagine 3.5 Menu Installazione rapida: Rete
Consente di effettuare le impostazioni relative al controllo del comportamento dell'unità in
rete.
Nome DVR
Immettere un nome DVR da usare nella rete.
DHCP
Attivare DHCP per far assegnare automaticamente indirizzo IP, subnet
mask e gateway predefinito dal server di rete. I valori correnti
vengono visualizzati.
Indirizzo IP
Se l'opzione DHCP è disattivata, immettere le informazioni relative a
Subnet mask
indirizzo IP, subnet mask, gateway predefinito e server DNS.
Gateway
predefinito
Server DNS
Limite larghezza
Restringere la larghezza di banda di rete immettendo un valore Mbps
di banda
compreso tra 0,1 e 100 come limite della larghezza di banda.
Indirizzo MAC
L'indirizzo MAC è di sola lettura.
Cavo collegato
Visualizza lo stato del cavo.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
4
Installazione dell'hardware | it
25
Installazione dell'hardware
Questo capitolo contiene informazioni dettagliate sull'installazione dell'hardware e il
collegamento di apparecchiature esterne all'unità. Sono descritti i tipi di connettori e i relativi
segnali sui pin. La maggior parte dei connettori è situata sul pannello posteriore dell'unità. Per
comodità, una porta USB è situata sulla parte anteriore dell'unità per il collegamento di un
mouse o di un dispositivo di memorizzazione.
Tutte le porte di ingresso/uscita sono circuiti SELV (Safety Extra Low Voltage). I circuiti SELV
devono essere collegati solo ad altri circuiti SELV.
4.1
Installazione desktop
Collocare l'unità su una superficie piana stabile. Installare i due coperchi laterali argentati in
dotazione nel seguente modo:
1.
Inserirli su ciascun lato.
2.
Farli scorrere verso la parte anteriore dell'unità.
Immagine 4.1 Installazione del coperchio laterale
4.2
Montaggio in rack
L'unità può essere montata in un rack da 19 pollici. In dotazione con l'unità viene fornito un kit
di montaggio in rack che include due staffe di montaggio.
Montaggio
1.
Rimuovere le quattro viti con testa a croce (due su ciascun lato) situate accanto al
pannello anteriore sul lato destro e sinistro dell'unità.
2.
Fissare le due staffe in dotazione a ciascun lato utilizzando le viti con testa a croce (due
per lato) appena rimosse.
3.
Per installare più unità una sopra l'altra, rimuovere i piedini di gomma situati sotto l'unità
allentandoli con un piccolo cacciavite.
4.
Installare l'unità in un rack utilizzando l'hardware fornito con il rack e seguendo le
istruzioni del produttore del rack.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
26
it | Installazione dell'hardware
Divar XF
Immagine 4.2 Fissaggio della staffa di montaggio del rack
ATTENZIONE!
Durante l'installazione del dispositivo nel rack, prestare attenzione a non limitare il flusso
d'aria intorno alle aperture della ventole di raffreddamento poste sui pannelli laterali e a non
superare la temperatura operativa consigliata.
Fissare i cavi di collegamento al rack per evitare di caricare un peso eccessivo sul retro
dell'unità.
4.3
Installazione del disco rigido
Il DVR può contenere fino a quattro dischi rigidi. Per accedere ai dischi rigidi occorre
rimuovere il pannello anteriore dell'unità. Non aprire il coperchio superiore né tentare di
riparare l'unità. L'unità non contiene componenti interni riparabili dall'utente. Richiedere
sempre l'intervento di personale tecnico qualificato per eventuali riparazioni. Una
manipolazione o un'installazione impropria potrebbero annullare la garanzia del disco rigido e
del DVR.
NOTA Utilizzare sono dischi rigidi originali Bosch nell'unità Divar XF. Per informazioni sui
dischi rigidi disponibili, visitare il sito Web Bosch o contattare il rappresentante Bosch locale.
ATTENZIONE!
Scariche elettrostatiche
L'energia elettrostatica a contatto con il disco rigido o con altre parti interne sensibili può
danneggiarle in modo permanente. La manipolazione impropria potrebbe annullare la garanzia
del disco rigido.
Quando si utilizzano dispositivi sensibili alle scariche elettrostatiche, quali un disco rigido o
un'unità Divar, assicurarsi di utilizzare una stazione di lavoro priva di scariche elettrostatiche.
4.3.1
Istruzioni di montaggio
PERICOLO!
Tensione elettrica.
PERICOLO DI SCOSSA ELETTRICA!
Prima di installare il disco rigido, scollegare il cavo di alimentazione del DVR ed attendere
almeno 30 secondi.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Installazione dell'hardware | it
27
Rimozione del pannello anteriore
Divar
Immagine 4.3 Rimozione del pannello anteriore
1.
Allentare le due viti di attacco con testa a croce in fondo al pannello anteriore.
2.
Far scorrere in pannello verso destra fino a liberarlo.
3.
Collocare il pannello anteriore sopra l'unità facendo attenzione a non forzare il cavo
piatto. Se sopra l'unità non c'è spazio, scollegare il cavo piatto e mettere da parte il
pannello anteriore.
Inserimento di un disco rigido
Immagine 4.4 Inserimento di un disco rigido
1.
Individuare il primo cestello per disco rigido vuoto. Si consiglia di installare i dischi in
ordine da uno a quattro come indicato dall'etichetta. (I dischi 3 e 4 vengono montati in un
doppio cestello.)
2.
Svitare le due viti Torx T10 che fissano il cestello selezionato. Far scorrere il cestello fuori
dall'unità spingendolo in avanti.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
28
it | Installazione dell'hardware
3.
Divar XF
Per sostituire un disco rigido installato, rimuovere le quattro viti di installazione, due per
lato, dai lati del cestello. Rimuovere il disco rigido.
Montare il nuovo disco rigido nel cestello usando quattro viti, due per lato (vedere la
documentazione del disco rigido).
4.
Allineare e far scorrere il cestello indietro per posizionarlo nel suo alloggiamento
nell'unità.
5.
Fissare il cestello utilizzando le due viti T10 precedentemente rimosse (passo 2).
6.
Per aggiungere altri dischi rigidi, ripetere le operazioni indicate ai passi 1-5.
Rimontaggio del pannello anteriore
1.
Una volta completata l'installazione del disco, se necessario, ricollegare il cavo piatto al
pannello anteriore.
4.4
2.
Allineare e far scorrere il pannello anteriore verso sinistra finché non si trova in posizione.
3.
Riavvitare le due viti di attacco con testa a croce al pannello anteriore.
Collegamento delle telecamere
Collegare le telecamere ai connettori Video in sul retro dell'unità utilizzando dei cavi video
coassiali da 75 ohm con connettori BNC. È possibile collegare il segnale in loop-through ad
un'altro dispositivo attraverso il corrispondente connettore Video out. I connettori di ingresso
della telecamera hanno terminazione automatica. Se non si collega alcun dispositivo
aggiuntivo, non è necessario aggiungere un terminatore al connettore di uscita.
Se il segnale telecamera è collegato in loop-through a dispositivi aggiuntivi, accertarsi che
l'estremità della linea video sia terminata con un terminatore da 75 ohm.
Il sistema Divar XF si configura automaticamente come una unità PAL o NTSC. L'unità
determina lo standard rilevando il formato del segnale della prima telecamera collegata
(numero di ingresso telecamera più basso).
Specifiche
Segnale in ingresso: video composito 1 Vpp, 75 Ohm
Standard colore: PAL/NTSC, rilevamento automatico.
Controllo guadagno: controllo guadagno automatico o manuale per ciascun ingresso video.
Tipo connettore: BNC loop-through, terminazione automatica.
1
2
3
4
5
6
7
8
5
6
7
8
Video in
1
2
3
4
Video out
Immagine 4.5 Otto ingressi video con uscite loop-through
4.5
Connessioni audio
L'unità DivarXF supporta fino a 16 ingressi audio e 4 uscite audio. Effettuare il collegamento
utilizzando un cavo audio con connettori RCA compatibili.
Specifiche
Segnale di ingresso: mono RCA, 1 Vpp, 10k ohm
Segnale di uscita: due mono RCA, 1 Vpp, 10k ohm
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Installazione dell'hardware | it
1
2
Audio in
3
5
7
9
11
13
15
4
6
8
10
12
14
16
29
Immagine 4.6 Connettori di ingresso audio
L
R
A
Audio out
B
Immagine 4.7 Connettori di uscita audio
4.6
Collegamento dei monitor
È possibile collegare due monitor attraverso i connettori VGA, CVBS o Y/C.
4.6.1
VGA
Collegare l'unità a uno o due monitor VGA utilizzando un cavo VGA standard. Si consiglia di
utilizzare monitor da almeno 17" quando si utilizzano schermi LCD.
Specifiche
Segnale in uscita: VGA
Risoluzione: 1280 x 1024 (monitor A), 1024 X 768 (monitor B)
Colore: True color (32 bit)
Tipo di connettore: DE-15
B
A
VGA
Immagine 4.8 Connettori monitor VGA
4.6.2
CVBS
Collegare l'unità ai monitor TVCC utilizzando cavi video coassiali da 75 ohm con connettori
BNC. L'unità fornisce un segnale CVBS da 1 Vpp.
Se il monitor dispone di collegamento loop-through e non si utilizza l'uscita loop-through,
selezionare l'impostazione di impedenza da 75 ohm sul monitor. Se l'uscita loop-through del
monitor è collegata ad un dispositivo aggiuntivo, la terminazione del dispositivo è impostata
su 75 ohm e quella del monitor su alta impedenza (ciò non è necessario su dispositivi con
terminazione automatica).
Specifiche
Segnale in uscita: video composito 1 Vpp, 75 Ohm, sincronismo 0,3 Vpp ±10%
Risoluzione: 720 x 576 PAL, 720 X 484 NTSC
Tipo connettore: BNC
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
30
it | Installazione dell'hardware
Divar XF
B
A
CVBS
Immagine 4.9 Connettori monitor CVBS
4.6.3
Y/C
Collegare l'unità ad un monitor TVCC con ingresso Y/C utilizzando un cavo di collegamento
standard Y/C.
B
A
Y/C
Immagine 4.10
4.7
Connettori monitor Y/C
Collegamento in streaming del monitor
Per collegare un monitor in una configurazione in streaming remota, collegare l'uscita del
monitor CVBS all'ingresso video. Quindi, collegare il monitor al connettore loop-through
corrispondente.
KBD in
-|+|G
Ethernet
B
B
B
A
A
A
1
RS
485
3
Com 2
Biphase
Alarm I/O
7
9
11
13
15
6
8
10
12
14
16
R
MAL
OUT
KBD out
N0 | C | NC
AC
USB
VGA
Monitor out
IR ext
USB
1
2
3
4
1
2
3
4
CVBS
Y/C
5
6
7
8
5
6
7
8
Video in
A
Audio out
9
10
11
12
9
10
11
12
Video in
Video out
B
2
Audio in
4
13
14
15
16
13
14
15
16
Video in
Video out
Video out
A
Immagine 4.11
4.8
5
L
Com 1
B
Tipico collegamento del monitor in streaming
Connessioni porta COM RS232
Le porte COM RS232 si utilizzano per collegare un PC all'unità per motivi di assistenza
tecnica. Utilizzare un cavo null-modem per collegare la porta seriale del PC all'unità. La
velocità di trasmissione può essere selezionata nel sistema dei menu.
Specifiche
Tipo connettore: connettore maschio tipo D a 9 pin
Tensione d'ingresso massima: ±25 V
Protocollo di comunicazione: segnali di output conformi EIA/TIA-232-F
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Installazione dell'hardware | it
COM 1
Immagine 4.12
31
COM 2
Connettori porta COM RS232
Nome segnale
DCD_in
Numero di PIN Descrizione
1
Segnale rilevamento portante (non
RX
TX
N/C
Massa sistema
N/C
RTS
CTS
N/C
2
3
4
5
6
7
8
9
usato).
Segnale di ricezione RS232
Segnale di trasmissione RS232
Nessun collegamento
Massa sistema
Nessun collegamento
Segnale di richiesta di invio RS232
Segnale pronto all'invio RS232
Nessun collegamento
Tabella 4.1 Presa porta console RS232
4.9
Collegamento della tastiera
I connettori di ingresso e uscita tastiera vengono utilizzati per collegare una tastiera Bosch
Intuikey a una o più unità Divar XF. Per un'unità, collegare la tastiera al connettore KBD in. Per
più unità, collegare un cavo tra il connettore KBD out della prima unità e il connettore KBD in
dell'unità Divar XF successiva. In tal modo, è possibile collegare fino a 16 unità Divar XF a una
tastiera.
Per brevi distanze (fino a 30 m), è possibile utilizzare un cavo piatto a 6 conduttori standard
per telecomunicazioni per fornire alla tastiera collegamenti di alimentazione e di segnale
(LTC 8558/00).
Per distanze di oltre 30 m tra la tastiera e il DVR, è necessario utilizzare il Kit di estensione per
tastiere (LTC 8557). Questo kit fornisce box di connessione, cavi e il tipo di alimentazione
appropriata per la tastiera esterna. Il tipo di cavo consigliato è Belden 8760 o equivalente.
Terminazione
Collegare il terminatore della tastiera (in dotazione con la tastiera Intuikey) al connettore KBD
out. Se si controllano più unità Divar XF con una singola tastiera, il connettore KBD out
dell'ultima unità Divar XF deve essere terminato.
Specifiche
Protocollo di comunicazione: RS485
Tensione di segnale massima: ± 12V
Alimentazione: 11-12,6 VDC, massimo 400 mA
Lunghezza max del cavo: 30 metri (utilizzando un cavo piatto a 6 conduttori standard per
telecomunicazioni) o 1,5 chilometri (utilizzando un cavo Belden 8760 o equivalente in
combinazione con il cavo LTC 8557).
Tipo cavo: cavo (cross-over) nero (fornito con la tastiera)
Terminazione: terminatore 390 Ohm (fornito in dotazione)
KBD IN
KBD OUT
Immagine 4.13
Bosch Security Systems
Connettori di ingresso ed uscita della tastiera
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
32
it | Installazione dell'hardware
Divar XF
Numero di PIN
1
2
3
4
5
6
Segnale
+12 VDC (da 11 V min. a 12,6 V max, 400 mA max)
Massa sistema
Linea positiva tastiera
Linea negativa tastiera
Massa sistema
Massa sistema
Tabella 4.2 Ingresso tastiera: presa RJ11 (KBD IN)
Numero di PIN
1
2
3
4
5
6
Segnale
Nessun collegamento
Massa sistema
Linea negativa tastiera
Linea positiva tastiera
Massa sistema
Nessun collegamento
Tabella 4.3 Uscita tastiera: presa RJ11 (KBD OUT)
4.10
Collegamento Ethernet
La presa Ethernet RJ-45 standard viene utilizzata per collegare l'unità direttamente ad un PC,
a una telecamera IP o in rete. Per il collegamento diretto ad un hub di rete, utilizzare un cavo
di rete straight-through. Per il collegamento diretto ad un PC o a una telecamera IP, utilizzare
il cavo di rete cross-over fornito in dotazione. Rivolgersi al personale IT locale per il tipo di
cavo specifico necessario. La lunghezza massima del cavo da nodo a nodo è limitata a 100
metri.
Specifiche
Connessione: 10/100 BaseT, IEEE 802.3
Tensione differenziale di segnale:± 2,8 V massimo, ingressi dotati di protezione da
sovratensione transitoria.
Specifiche porta Ethernet: EEE 802.3/802.3u: 100Base-TX/10Base-T livello fisico.
Negoziazione automatica: 10/100, full/half duplex
Lunghezza cavo: 100 metri (doppino non schermato da 100 Ohm oppure doppino non
schermato da 150 Ohm, categoria 5 o superiore).
Impedenza: compensazione integrata per adattamento d'impedenza
Indicatori: ACT, 10/100
ETHERNET
Immagine 4.14
Nome segnale
LAN_TX +
LAN_TX LAN_RX +
N/C
N/C
LAN_RX N/C
N/C
Connettore Ethernet
Numero di PIN
1
2
3
4
5
6
7
8
Descrizione
Linea positiva trasmissione Ethernet
Linea negativa trasmissione Ethernet
Linea positiva ricezione Ethernet
Nessun collegamento
Nessun collegamento
Linea negativa ricezione Ethernet
Nessun collegamento
Nessun collegamento
Tabella 4.4 LAN: presa RJ-45 Ethernet
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
4.11
Installazione dell'hardware | it
33
Porta RS485
Consente di collegare all'unità telecamere controllabili di terze parti per il controllo delle
funzioni pan, tilt, e zoom.
Il protocollo Pelco D è supportato con le seguenti impostazioni di baud:
2400 baud
1 bit di start
8 bit di dati
1 bit di stop
Nessuna parità
-|+|G
RS
485
MAL
OUT
N0 | C | NC
Immagine 4.15
Nome segnale
TX TX +
GND
Connettore RS485
Numero di PIN
1
2
3
Descrizione
Trasmissione dati
Trasmissione dati
Schermatura
Tabella 4.5 Definizione dei pin della porta RS485
Il diametro consigliato del cavo è AWG 28-16 (0,08-1,5 mm2).
Per comunicare con la telecamera controllabile, selezionare un numero di porta
corrispondente al numero dell'ingresso a cui è collegata la telecamera (ad esempio,
configurare una telecamera controllabile sulla porta 16, se vi è una telecamera collegata al
canale 16).
4.12
Biphase
La porta Biphase consente di collegare telecamere controllabili compatibili con Biphase.
Sono disponibili cinque uscite Biphase per il controllo di telecamere dome e per i controlli
pan/tilt/zoom. La scheda di connessione con terminali a vite fornita con l'unità semplifica tutti
i collegamenti Biphase con l'unità e protegge la porta da picchi di sovratensione.
Specifiche
Impedenza di uscita: 128 Ohm
Protezione da sovratensione: ±40 V max
Ampiezza tensione differenziale: 1 V min., 2 V max con carico tipico di 220 Ohm collegati
lungo l'uscita differenziale
Lunghezza cavo: 1,5 chilometri max
Cavo consigliato: Belden 8760
Diametro cavo: AWG 26-16 (0,13-1,5 mm2)
Numero di carichi per uscita: 4 max
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
34
it | Installazione dell'hardware
Divar XF
1
8
9
15
BIPHASE
SHIELD
+
CTRL 1
SHIELD
+
CTRL 2
SHIELD
+
CTRL 3
SHIELD
+
CTRL 4
SHIELD
+
CTRL 5
SHIELD
Immagine 4.16
Nome segnale
Code 1 Code 1 +
Schermatura
Code 2 Code 2 +
Schermatura
Code 3 Code 3 +
Schermatura
Code 4 Code 4 +
Schermatura
Code 5 Code 5 +
Schermatura
Connettore porta Biphase e scheda di connessione
Numero di PIN
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
Descrizione
Controllo Biphase canale 1 (negativo)
Controllo Biphase canale 1 (positivo)
Massa sistema/schermatura cavo
Controllo Biphase canale 2 (negativo)
Controllo Biphase canale 2 (positivo)
Massa sistema/schermatura cavo
Controllo Biphase canale 3 (negativo)
Controllo Biphase canale 3 (positivo)
Massa sistema/schermatura cavo
Controllo Biphase canale 4 (negativo)
Controllo Biphase canale 4 (positivo)
Massa sistema/schermatura cavo
Controllo Biphase canale 5 (negativo)
Controllo Biphase canale 5 (positivo)
Massa sistema/schermatura cavo
Tabella 4.6 Porta di controllo: presa tipo D a 15 pin
Per comunicare con la telecamera controllabile, selezionare un numero di porta
corrispondente al numero dell'ingresso a cui è collegata la telecamera (ad esempio,
configurare una telecamera controllabile sulla porta 16, se vi è una telecamera collegata al
canale 16).
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
4.13
Installazione dell'hardware | it
35
Connettori USB
Sul pannello posteriore dell'unità sono situati quattro connettori USB. Per comodità, una
porta USB è situata sulla parte anteriore dell'unità per il collegamento di un mouse o di un
dispositivo di memorizzazione.
USB
USB
Immagine 4.17
4.14
Porte USB
Collegamento I/O allarme esterno
Gli ingressi e le uscite allarme vengono forniti tramite una presa tipo D a 25 pin. La scheda di
connessione input/output con terminali a vite fornita con l'unità semplifica tutte le
connessioni di allarme con l'unità.
Collegamento degli ingressi
Ciascuna linea di input (allarme) può essere commutata tramite un contatto da dispositivi
come pannelli a pressione, rilevatori passivi a infrarossi, rilevatori di fumo e similari. È
possibile cablarli come N/O o N/C. È possibile configurare gli ingressi allarme come NO o NC
nel sistema dei menu. L'impostazione predefinita è N/O. Gli ingressi da 9 a 16 non verranno
utilizzati su un Divar XF ad 8 canali.
Specifiche
Impedenza di ingresso allarme:pull-up interna da 10 K a +5 V
Gamma tensione in ingresso: da -5 VDC min. a 40 VDC max
Soglia tensione in ingresso: bassa tensione 0,8 V max, alta tensione 2,4 V min.
Diametro cavo: AWG 26-16 (0,13-1,5 mm2)
Collegamento delle uscite allarme
I quattro relè di uscita allarme rispondono a input di allarmi e trigger. È possibile configurare
gli output di allarme come N/O o N/C nel sistema dei menu. I relè sono attivi per la durata
dell'evento iniziatore. Collegare l'applicazione ai relè di uscita allarme (solo carichi resistivi).
Non superare 30 VAC, 40 VDC, 500 mA (continui) o 10 VA sui contatti di un relè di uscita
allarme.
Numero uscita
1
2
3
4
Funzione
Allarme
Perdita di segnale video
Controllabile con Control Center
Controllabile con Control Center
Tabella 4.7 I/O allarme esterno
PERICOLO!
Tensione elettrica.
Pericolo di scossa elettrica e di danneggiare l'unità.
I contatti non devono essere utilizzati con tensioni di linea AC.
Specifiche
Corrente di commutazione (resistiva): 500 mA max
Portata: 10 VA max
Tensione di commutazione (resistiva): 30 VAC / 40 VDC max
Diametro cavo: AWG 26-16 (0,13-1,5 mm2)
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
36
it | Installazione dell'hardware
Divar XF
1
13
14
25
ALARM I/O
1A
1B
2A
2B
1
2
R
E
L
A
Y
GND
3A
3B
4A
4B
IN
9
10
GND
3
4
11
12
IN
GND
5
6
13
14
IN
GND
7
8
Immagine 4.18
Nome segnale
Alarm_in_1
Alarm_in_2
Alarm_in_3
Alarm_in_4
Alarm_in_5
Alarm_in_6
Alarm_in_7
Alarm_in_8
Alarm_in_9
Alarm_in_10
Alarm_in_11
Alarm_in_12
Alarm_in_13
Alarm_in_14
Alarm_in_15
Alarm_in_16
Relay1_A
Relay1_B
Relay2_A
Relay2_B
Relay3_A
Relay3_B
Relay4_A
Relay4_B
Massa sistema
15
16
IN
Connettore di ingresso e uscita allarme esterno e scheda di connessione
Numero di PIN
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
Descrizione
Ingresso allarme 1
Ingresso allarme 2
Ingresso allarme 3
Ingresso allarme 4
Ingresso allarme 5
Ingresso allarme 6
Ingresso allarme 7
Ingresso allarme 8
Ingresso allarme 9
Ingresso allarme 10
Ingresso allarme 11
Ingresso allarme 12
Ingresso allarme 13
Ingresso allarme 14
Ingresso allarme 15
Ingresso allarme 16
Uscita relè 1 pin 1
Uscita relè 1 pin 2
Uscita relè 2 pin 1
Uscita relè 2 pin 2
Uscita relè 3 pin 1
Uscita relè 3 pin 2
Uscita relè 4 pin 1
Uscita relè 4 pin 2
Massa telaio
Tabella 4.8 I/O esterna: presa tipo D a 25 pin
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
4.15
Installazione dell'hardware | it
37
Relè errore
Il relè errore si attiva in caso di errore del sistema. Effettuare il collegamento utilizzando
l'adattatore terminale a vite in dotazione. Il diametro consigliato del cavo è AWG 28-16 (0,081,5 mm2).
-|+|G
RS
485
MAL
OUT
N0 | C | NC
Immagine 4.19
4.16
Uscita relè errore
Alimentazione
L'unità viene alimentata tramite la presa tipo IEC. Per motivi di sicurezza, sull'unità non è
presente un interruttore on/off. Ciò significa che l'unità resta sempre accesa purché il cavo di
alimentazione dell'unità sia collegato ad una presa di alimentazione sotto tensione.
Specifiche:
Tensione d'ingresso: 100 -240 VAC ±10%
Corrente: 0,7 A - 0,3 A
Frequenza d'ingresso: 50/60 Hz
AC
Immagine 4.20
Nome segnale
LIVE
NEUTRAL
PE
Presa di alimentazione
Pin
Superiore
Inferiore
Media
Descrizione
AC sotto tensione
AC neutra
Protezione di terra
Tabella 4.9 Presa di alimentazione
4.17
Manutenzione
La manutenzione di questa unità è limitata alla pulizia e all'ispezione esterna. Richiedere
sempre l'intervento di personale tecnico qualificato per eventuali riparazioni.
PERICOLO!
Tensione elettrica. PERICOLO DI SCOSSA ELETTRICA!
Non aprire il coperchio superiore né tentare di riparare l'unità. L'unità non contiene
componenti interni riparabili dall'utente. Richiedere sempre l'intervento di personale tecnico
qualificato per eventuali riparazioni. L'apertura del coperchio superiore comporta
l'annullamento della garanzia.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
38
it | Installazione dell'hardware
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Divar XF
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
5
Istruzioni d'uso | it
39
Istruzioni d'uso
Le seguenti istruzioni illustrano le funzioni dei tasti del pannello anteriore. Le funzioni
disponibili possono essere limitate impostando delle password. Per alcune funzioni potrebbe
inoltre essere richiesta una licenza software.
L'amministratore del sistema ha accesso a molte più funzioni del menu.
5.1
Comandi del pannello anteriore
Divar
Immagine 5.1 Comandi del pannello anteriore
5.1.1
Tasti
I tasti sul pannello anteriore consentono di controllare tutte le funzioni. I simboli sui tasti
illustrano le funzioni. Se si preme un tasto non attivo, viene emesso un segnale acustico.
Tasti freccia:
Su
Giù
Sinistra
Destra
–
in modalità menu consentono di spostarsi tra le voci di menu o i valori;
–
in modalità PTZ, i tasti freccia possono essere utilizzati per controllare le funzioni
pan/tilt/zoom della telecamera selezionata;
–
consentono di spostare l'area visibile dell'immagine selezionata in modalità zoom
digitale.
Tasto Invio
–
consente di selezionare una voce di menu o un sottomenu e di confermare le
selezioni effettuate nei menu;
–
quando si visualizza un video in modalità multischermo, il cameo selezionato viene
visualizzato a tutto schermo.
Tasto ESC
–
consente di tornare al livello precedente o di uscire dal sistema dei menu senza
salvare.
Tasto Tutto schermo
–
consente di attivare la modalità tutto schermo.
Tasto Quad
–
consente di attivare la modalità quad;
–
in modalità quad, consente di spostarsi tra gli schermi del quadrante attivati.
Tasto Multischermo
Bosch Security Systems
–
consente di attivare la modalità multischermo;
–
in modalità multischermo, consente di spostarsi tra gli schermo 3x3 e 4x4 attivati.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
40
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Tasto Zoom digitale
–
consente di ingrandire il display a tutto schermo attivo della telecamera.
Tasto Sequenza
–
visualizza le immagini delle telecamere in sequenza a tutto schermo o quad.
Tasto OSD
–
consente di visualizzare data/ora e informazioni sulla telecamera, solo data/ora o
nessuna informazione.
Tasto Ricerca
–
consente di aprire il menu di ricerca data/ora per la ricerca di immagini registrate.
Tasto PTZ
–
attiva le modalità pan/tilt o pan/zoom
Tasto Fermo immagine
–
in modalità live, premere questo tasto per fermare l'immagine selezionata
Tasto Menu
–
consente di aprire il sistema dei menu.
Tasto Guida
–
consente di visualizzare la guida.
Tasto Disattiva audio
–
consente di disattivare il monitoraggio audio.
–
consente di aprire o chiudere l'unità DVD.
–
consente di aprire il menu Esporta; è dotato di una spia luminosa.
Tasto Apri/Chiudi
Tasto Esporta
Tasto Monitor
–
consente di impostare il monitor da controllare (A o B)
–
consente di riconoscere un evento allarme; è dotato di una spia luminosa
Tasto Riconoscimento
Tasti telecamera (1-16)
–
consentono di visualizzare a tutto schermo le immagini dell'ingresso video analogico
–
premere nuovamente per una visione a tutto schermo di una telecamera IP (se
selezionato
collegata)
Tasto Pausa
–
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
in modalità riproduzione, consente di bloccare l'immagine riprodotta.
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
41
Tasto Riavvolgimento
–
in modalità live, consente di avviare la riproduzione inversa delle registrazioni per le
telecamere visualizzate;
–
in modalità riproduzione, consente di avviare o aumentare la velocità della
riproduzione inversa;
–
in modalità pausa, consente di tornare indietro di un fotogramma.
Tasto Riproduzione
–
in modalità live, consente di riprendere la riproduzione dall'ultima posizione
–
in modalità pausa o avanzamento/riavvolgimento, consente di riprendere la
selezionata;
riproduzione.
Tasto Avanzamento veloce
–
in modalità live, consente di avviare la riproduzione a partire da un minuto prima;
–
in modalità riproduzione, consente di velocizzare la frequenza di riproduzione;
–
in modalità pausa, consente di avanzare di un fotogramma.
Tasto Stop:
–
in modalità riproduzione, consente di tornare alla modalità live.
Nota
La numerazione della telecamera IP inizia alle su 9 su un modello ad 8 canali e su 17 su un
modello a 16 canali. Pertanto su un'unità a 16 canali con telecamere IP, il tasto telecamera 1
seleziona la telecamera analogica 1 e la telecamera IP 17.
5.1.2
Indicatori
Gli indicatori del pannello anteriore si illuminano o lampeggiano per avvisare l'utente delle
diverse condizioni operative.
Alimentazione: si accende quando l'unità riceve tensione.
DVD: si accende quando un DVD si trova nell'unità.
USB: si accende quando si collega un dispositivo USB all'unità.
Rete: si accende quando un utente remoto si collega all'unità.
Registrazione: si accende quando è in corso la registrazione video.
Riproduzione: si accende quando l'unità si trova in modalità riproduzione.
Monitor A: indica che il monitor A è controllato.
Monitor B: indica che il monitor B è controllato.
Temperatura: lampeggia quando la temperatura interna è al di fuori dei parametri
operativi.
Allarme: lampeggia quando viene rilevata una condizione di allarme.
Movimento: lampeggia quando viene rilevato un movimento in un segnale telecamera.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
42
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Perdita video: lampeggia quando viene rilevata una condizione di perdita di segnale
video da un ingresso telecamera.
Errore di sistema: lampeggia quando viene rilevato un errore di sistema.
5.2
Controlli del mouse
Le funzioni controllate del pannello anteriore possono essere controllate anche dal mouse
USB fornito in dotazione. Tutte le funzioni principali del DVR sono accessibili tramite il
pannello dei pulsanti sullo schermo. Per visualizzare il pannello (solo monitor A), spostare il
puntatore del mouse in basso a sinistra sullo schermo. Premere ESC per rimuoverlo dallo
schermo.
Immagine 5.2 Pannello dei pulsanti a schermo
I pulsanti e gli indicatori del pannello dei pulsanti visualizzato sullo schermo funzionano nello
stesso modo dei tasti e delle spie sul pannello anteriore.
5.3
Visualizzazione delle immagini
L'unità ha due uscite monitor, A e B. Il modo in cui le immagini vengono visualizzate su questi
monitor dipende dalla configurazione del sistema. Quando viene rilevato un ingresso allarme o
movimento, è possibile visualizzare sul monitor A, B o su entrambi le immagini della
telecamera con l'indicatore di allarme/movimento.. In caso di più allarmi o movimenti, le
immagini della telecamera vengono visualizzate in combinazione in una finestra multischermo
sul monitor A, B o su entrambi.
5.3.1
Monitor A
Il Monitor A è il monitor principale. Su di esso vengono visualizzate immagini in modalità a
tutto schermo, quad o multischermo live o riprodotte di telecamere analogiche e IP. Su
questo monitor vengono visualizzati inoltre messaggi di stato, allarmi, azioni e avvisi di perdita
di segnale video. Quando il sistema dei menu è attivato, viene visualizzato su questo monitor.
5.3.2
Monitor B
Il monitor B consente di visualizzare immagini di telecamere analogiche in modalità a tutto
schermo, quad o multischermo live.
Selezione di un monitor per il controllo
Per controllare la visualizzazione sul monitor A:
1.
Verificare che a spia
2.
Se non è accesa
sul pannello anteriore sia accesa.
, premere il tasto Monitor
.
Per controllare la visualizzazione sul monitor B:
5.3.3
1.
Verificare che a spia
2.
Se non è accesa
sul pannello anteriore sia accesa.
, premere il tasto Monitor
.
Visualizzazione
L'illustrazione mostra tutte le possibili visualizzazioni per i monitor A e B. Alcune
visualizzazioni multischermo possono venire disattivate durante l'impostazione. Il modello
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
43
dell'unità Divar e il numero di telecamere collegate possono influire anch'essi sulle
visualizzazioni multischermo disponibili.
Single
4x4
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
1
Quad
1
3x3
2
3
4
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Immagine 5.3 Divar XF supporta la visualizzazione singola, quad, 3x3 e 4x4.
Le modalità multischermo possono disporre di diversi multischermo visualizzabili in sequenza
per consentire la visualizzazione di tutte le immagini della telecamera.
Multischermo
Per ottenere diverse visualizzazioni multischermo sul monitor A o B:
1.
Premere il tasto Multischermo
.
–
Sul monitor attivo vengono visualizzate le immagini della telecamera in modalità
–
I tasti telecamera delle telecamere selezionate si illuminano (verde).
multischermo.
2.
Premere il tasto Multischermo
una seconda volta per passare alla successiva
visualizzazione multischermo programmata.
–
Se si continua a premere il tasto Multischermo
, l'unità mostra in sequenza tutte
le visualizzazioni multischermo attivate.
Tutto schermo
Per visualizzare un'immagine a tutto schermo di una telecamera:
1.
Premere un tasto Telecamera.
–
Viene visualizzata un'immagine a tutto schermo della telecamera analogica
–
Il tasto della telecamera analogica selezionata si illumina (verde).
–
Per visualizzare la telecamera IP collegata, premere nuovamente il tasto Telecamera.
–
Il tasto della telecamera IP selezionata si illumina (arancione).
selezionata.
2.
In modalità multischermo, premere Invio
per visualizzare il cameo attivo a tutto
schermo.
Nota
La numerazione della telecamera IP inizia alle ore 9:00 su un modello ad 8 canali ed alle ore
17:00 su un modello a 16 canali. Pertanto su un'unità a 16 canali con telecamere IP, il tasto
telecamera 1 seleziona la telecamera analogica 1 e la telecamera IP 17.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
44
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Sequenza
Per visualizzare una sequenza di immagini in diretta provenienti da più telecamere:
1.
Premere il tasto Sequenza
–
.
Viene visualizzata una sequenza di immagini di telecamera, ognuna per un periodo di
tempo di permanenza preprogrammato.
2.
Premere il tasto Sequenza
–
per interrompere la sequenza.
La messa in sequenza viene interrotta anche se si esegue lo zoom, si preme il tasto
Multischermo o si seleziona una singola telecamera.
Assegnazione cameo
Per assegnare le telecamere alle cornici cameo in una visualizzazione multischermo:
1.
2.
Utilizzare i tasti freccia per selezionare un cameo.
Tenere premuto un tasto Telecamera per visualizzare ed assegnare le immagini della
telecamera al cameo attivo.
3.
In alternativa, fare clic con il pulsante destro del mouse su un cameo e scegliere un
ingresso video dal menu di scelta rapida.
L'assegnazione dei cameo effettuata viene utilizzata in modalità riproduzione e in modalità
live.
Fermo immagine
Per bloccare un'immagine di telecamera sul monitor A:
1.
Premere il tasto Fermo immagine
per bloccare l'immagine nel cameo attivo.
2.
Premere il tasto Fermo immagine
una seconda volta per tornare alla visualizzazione
live.
In alternativa, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Fermo imm. o
Sblocca dal menu di scelta rapida.
Se si sta visualizzando un'immagine in modalità tutto schermo, l'immagine viene bloccata. È
possibile utilizzare la funzione zoom su un'immagine bloccata. Se si cambia modalità di
visualizzazione, tutte le immagini bloccate vengono sbloccate.
Zoom
Per ingrandire un'immagine video:
1.
Premere il tasto Zoom
–
2.
3.
5.
L'immagine viene ingrandita con un fattore di ingrandimento pari a 2.
Utilizzare i tasti freccia per selezionare l'area dell'immagine da visualizzare.
Premere il tasto Zoom
–
4.
.
una seconda volta per ingrandire ulteriormente l'immagine.
L'immagine viene ingrandita con un fattore di ingrandimento pari a 4.
Utilizzare i tasti freccia per selezionare l'area dell'immagine da visualizzare.
Premere il tasto Zoom
una seconda volta per tornare a un'immagine intera e uscire
dalla modalità zoom.
In alternativa, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Zoom o Chiudi
zoom per attivare o disattivare la modalità zoom. In modalità zoom, fare clic su un'area
dello schermo per ingrandirla. È possibile anche utilizzare la rotellina del mouse per
ingrandire e rimpiccolire l'immagine.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
5.4
Visualizzazione live e riproduzione
5.4.1
Modalità live
45
La modalità live costituisce la modalità operativa normale dell'unità che consente di
visualizzare le immagini in diretta dalle telecamere. È possibile passare dalla modalità live alla
modalità riproduzione o al menu di sistema.
5.4.2
Accesso alle funzioni di riproduzione
L'accesso alle funzioni di riproduzione può richiedere una password. In tal caso, rivolgersi
all'amministratore.
1.
Per eseguire la ricerca, utilizzare il menu superiore e fare clic sull'icona di ricerca.
2.
Scegliere la ricerca per Evento o per Data/ora dal menu a discesa.
In alternativa, premere il tasto Ricerca
per accedere direttamente alla ricerca per data/
ora.
Per attivare la modalità riproduzione, utilizzare uno dei seguenti tasti:
–
Premere il tasto Riavvolgi
per avviare la riproduzione inversa delle registrazioni per le
telecamere visualizzate.
–
Premere il tasto Avanzamento veloce
per avviare la riproduzione a partire da un
minuto prima.
–
Premere il tasto Riproduzione
per riprendere la riproduzione dall'ultima posizione
selezionata.
Premere il tasto Stop
per tornare alla visualizzazione live. La visualizzazione live viene
ripristinata anche in seguito ad un allarme.
5.4.3
Modalità Riproduzione
In modalità Riproduzione, i tasti di controllo video funzionano nel seguente modo:
–
Premere il tasto Riavvolgi
per avviare la riproduzione inversa delle registrazioni.
Premendo ripetutamente questo tasto si aumenta la velocità di visualizzazione fino al
massimo consentito, quindi si torna alla velocità normale. In modalità Pausa, premere il
tasto Riavvolgi
–
–
per tornare indietro di un fotogramma alla volta.
Premere il tasto Pausa
per bloccare l'immagine.
Premere il tasto Avanzamento veloce
per avviare la riproduzione delle registrazioni.
Premendo ripetutamente questo tasto si aumenta la velocità di visualizzazione fino al
massimo consentito, quindi si torna alla velocità normale. In modalità Pausa, premere il
tasto Avanzamento veloce
–
Premere il tasto Riproduzione
Premere il tasto Stop
per andare avanti di un fotogramma alla volta.
per riprendere la riproduzione.
per tornare alla visualizzazione live. La visualizzazione live viene
ripristinata anche in seguito ad un allarme.
5.5
Panoramica del sistema dei menu
Il menu consente di accedere a numerose funzioni che facilitano l'uso dell'unità. L'accesso ad
alcune voci di menu è protetto da password. È possibile accedere al sistema dei menu in tre
modi diversi:
Bosch Security Systems
–
tramite i tasti del pannello anteriore
–
tramite il mouse USB
–
tramite la tastiera Intuikey.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
46
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Le leggere differenze nella navigazione e selezione sono dovute solo alla diversa modalità di
utilizzo dei tasti sull'unità rispetto alla tastiera e al mouse. La struttura del menu è la stessa in
tutti i casi.
Il menu superiore consiste in quattro menu principali con sottomenu a discesa, una voce di
guida e una di uscita.
Immagine 5.4 Menu superiore
Ricerca
Il menu Ricerca contiene due sottomenu:
–
Data/ora: consente di riprodurre il video a partire da una data e ora specifiche.
–
Ricerca eventi: consente di effettuare la ricerca di eventi in un periodo di tempo
specificato.
L'accesso a questi sottomenu è possibile solo se si dispone dei diritti di riproduzione.
Esporta
Il menu Esporta consente di archiviare un video clip su un dispositivo di memorizzazione USB
o DVD.
L'accesso a questo sottomenu è possibile solo se si dispone dei diritti di esportazione.
Configurazione
Il menu Configurazione contiene i seguenti sottomenu:
–
Installazione rapida: apre una procedura guidata che consente di configurare le
impostazioni di base del DVR.
–
Configurazione avanzata: apre il menu di configurazione che consente di configurare
tutte le impostazioni del DVR.
–
Impostazioni monitor: apre un menu che consente di configurare le impostazioni
dell'uscita monitor.
L'accesso a questi sottomenu è possibile solo se si dispone dei diritti di configurazione.
Informazioni sistema
Il menu Informazioni sistema contiene due sottomenu:
–
Stato: apre un menu che visualizza le informazioni sullo stato.
–
Registro: apre un menu che consente di visualizzare il registro del sistema.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
47
Guida
La funzione di Guida consente di visualizzare un testo guida.
Esci
Fare clic per disconnettersi.
5.5.1
Accesso mediante i tasti del pannello anteriore
Per visualizzare il menu, premere il tasto Menu
–
.
Il menu superiore viene visualizzato sul monitor A.
Per spostarsi in un menu o in un elenco, utilizzare i tasti freccia
sul
pannello anteriore.
Per selezionare un sottomenu o una voce, utilizzare il tasto Invio
Per tornare indietro, utilizzare il tasto di uscita
.
Per visualizzare il testo della guida, premere il tasto Guida
Per uscire dal menu, premere il tasto di uscita
5.5.2
.
.
.
Accesso mediante il mouse
Per aprire il menu, spostare il puntatore sulla parte superiore dello schermo.
–
Il menu superiore viene visualizzato sul monitor A.
Per selezionare una voce di menu, spostare il puntatore su di essa e fare clic.
5.5.3
Accesso mediante la tastiera Intuikey
Premere il tasto Menu per accedere al menu superiore. Utilizzare il joystick della tastiera per
spostarsi nelle voci di menu.
Per selezionare una voce di menu, utilizzare il tasto Invio
5.6
sulla tastiera.
Ricerca
Immagine 5.5 Menu superiore - Ricerca
1.
Per effettuare una ricerca, aprire il menu superiore e fare clic su Ricerca.
2.
Nel menu a discesa, selezionare la ricerca per Data/ora o per Evento.
In alternativa, premere il tasto Ricerca
per accedere direttamente alla ricerca per Data/
ora.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
48
it | Istruzioni d'uso
5.6.1
Divar XF
Ricerca per Data/ora
Selezionare la data e l'ora di inizio e fare clic su OK per avviare la riproduzione.
Viene avviata la riproduzione dei cameo selezionati.
Immagine 5.6 Ricerca per data e ora
5.6.2
Ricerca di eventi
Immagine 5.7 Menu Ricerca di eventi - Ricerca per opzioni
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
49
Criteri di ricerca
–
In Canali, selezionare gli ingressi telecamera da ricercare (evidenziare la casella senza
numero per selezionare tutto). Gli ingressi selezionati vengono evidenziati.
–
Impostare la ricerca di eventi allarme, eventi movimento o entrambi. L'opzione Tutti gli
eventi consente di non limitare la ricerca ad un tipo di evento.
–
Per impostare la Direzione ricerca, selezionare Avanti per cercare dall'ora di inizio verso
la fine oppure Indietro dall'ora di fine verso l'inizio.
–
In Ora di avvio e Ora di fine, immettere i valori di data e ora per determinare l'intervallo
compreso nella ricerca.
–
Selezionare Ricerca per avviare la ricerca.
Immagine 5.8 Menu Ricerca di eventi - Risultati di ricerca
Risultati di ricerca
–
La registrazione corrispondente al filtro e più vicina alla data e ora selezionate viene
visualizzata per prima.
–
Utilizzare i tasti freccia su/giù per scorrere un lungo elenco. La registrazione selezionata
viene visualizzata nella finestra di anteprima.
Bosch Security Systems
–
Premere il tasto Invio
–
Premere il tasto di uscita
per riprodurre a tutto schermo la registrazione selezionata.
per tornare al menu di ricerca.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
50
5.7
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Esporta
Immagine 5.9 Menu superiore - Esporta video
Dal menu superiore è possibile accedere al menu Esporta. Tale menu consente di salvare in un
dispositivo di memorizzazione USB o su un DVD registrabile segmenti di video ed audio
registrati. La schermata di esportazione principale visualizza informazioni sui dispositivi
connessi nonché un elenco dei segmenti video da archiviare.
Immagine 5.10
–
Menu Esporta video
Nella casella di selezione Destinazione, scegliere un dispositivo di memorizzazione. Stato
dei supporti visualizza lo stato dei dispositivi di memorizzazione selezionati, mentre
Spazio libero visualizza lo spazio disponibile per l'archiviazione.
Selezionare Cancella per svuotare la memoria del dispositivo selezionato.
–
Viene visualizzato un elenco dei segmenti video da archiviare.
–
Per aggiungere un segmento video all'elenco, fare clic su Aggiungi.
–
Immettere un'Ora di avvio e un'Ora di fine per i segmenti video che si desidera
archiviare.
Selezionare i numeri di telecamera che si desidera archiviare (evidenziare la casella non
numerata per selezionare tutto).
Fare clic su OK per aggiungere il segmento all'elenco.
1.
Per aggiungere un altro segmento video all'elenco, fare clic su Aggiungi.
1.
Per cambiare un segmento video nell'elenco, selezionarlo, quindi fare clic su Cambia.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
1.
51
Per rimuovere un segmento video dall'elenco, selezionarlo, quindi fare clic su Rimuovi.
L'elenco viene salvato fino al termine dell'archiviazione. I segmenti video parzialmente
sovrascritti o eliminati dai dischi rigidi dell'unità Divar vengono rimossi dall'elenco.
–
Inserire un segno di spunta accanto a Controllo autenticità per autenticare i segmenti
video prima dell'archiviazione.
–
Selezionare con un segno di spunta Finalizza supporti per essere sicuri che i supporti
DVD possano essere letti da altri supporti.
–
Selezionare Avvia esportazione per memorizzare i segmenti video nel dispositivo di
–
Selezionare Sospendi esportaz. per annullare il processo di archiviazione.
–
Selezionare Dettagli per visualizzare un rapporto di errore se l'esito del controllo
destinazione.
autenticità o dell'archiviazione è negativo.
Se le dimensioni totali dei segmenti video sono maggiori dello spazio libero sul dispositivo,
vengono archiviati solo i primi segmenti finché lo spazio non è esaurito. I segmenti non
archiviati restano nell'elenco, in modo da poter essere archiviati su un nuovo dispositivo.
5.8
Configurazione
Immagine 5.11
Menu superiore - Configurazione
Dal menu superiore è possibile accedere al menu Configurazione. Il menu Configurazione
contiene i seguenti sottomenu:
–
Installazione rapida: apre una procedura guidata che consente di configurare le
impostazioni di base. Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 3 Installazione rapida,
Pagina 19.
–
Configurazione avanzata: apre il menu di configurazione avanzata che consente di
configurare tutte le impostazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Sezione 6 Menu di
configurazione Avanzate, Pagina 59.
–
Impostazioni monitor: apre un menu che consente di configurare le impostazioni del
monitor.
5.8.1
Impostazioni monitor
Il sottomenu Impostazioni monitor contiene le impostazioni di visualizzazione dei monitor A e
B.
Opzioni visualizz.
Selezionare uno sfondo trasparente per visualizzare la telecamera dietro i menu.
Selezionare il colore dei bordi del cameo (nero, bianco o grigio).
Multischermo
Selezionare le viste multischermo desiderate.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
52
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Immagine 5.12
Menu Configura monitor - Sequenza
Sequenza
Selezionare la durata di permanenza di una telecamera sullo schermo nel campo Tempo di
permanenza sequenza.
Usare il pulsante Aggiungi per spostare gli ingressi telecamera nell'elenco di sequenze. Usare
i pulsanti Sposta su o Sposta giù per metterli nell'ordine desiderato. Usare Rimuovi per
cancellare una singola voce dall'elenco di sequenze. Usare Cancella per cancellare tutte le
voci dall'elenco di sequenze.
Visualizz. evento
Selezionare le caselle Contatto ingresso, Allarmi perdita video o Eventi rilevazione
movimento per visualizzare questi eventi sullo schermo.
Impostare la durata di permanenza di questi eventi sullo schermo nel campo Durata
visualizzazione (solo per eventi diversi da allarme).
5.9
Informazioni sistema
Immagine 5.13
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Menu superiore: Informazioni sistema
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
53
Dal menu superiore è possibile accedere al menu Informazioni sistema. Il menu Informazioni
sistema contiene due sottomenu:
5.9.1
–
Stato: apre un menu che visualizza le informazioni sullo stato.
–
Registro: apre un menu che consente di visualizzare il registro del sistema.
Stato
Il sottomenu Stato contiene cinque schede che visualizzano informazioni di stato.
Versioni
La scheda informazioni sulla versione visualizza la versione del firmware installato, il numero
di serie e altre informazioni del genere utili per l'assistenza.
Stato archivio
La scheda Stato archivio visualizza informazioni sulle dimensioni e il contenuto del disco.
Immagine 5.14
Menu Stato: Stato archivio
–
Prima registrazione: visualizza data e ora della prima registrazione sul disco.
–
Ultima registrazione: visualizza data e ora dell'ultima registrazione sul disco.
–
Dimensione totale disco: visualizza lo spazio totale sul disco installato.
–
Stato RAID - viene visualizzato Abilitata se i dischi sono utilizzati in un array RAID.
–
Tempo sovrascrittura - indica il tempo stimato fino al completamento della sovrascrittura.
–
Controllo autenticità - fare clic per verificare l'autenticità di segmenti video e audio
registrati.
–
Bosch Security Systems
Dischi rigidi installati: fornisce una panoramica sullo stato dei dischi rigidi installati.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
54
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
Segnali video
La scheda Segnali video visualizza la modalità video del sistema (PAL/NTSC) e lo stato degli
ingressi video.
Stato di registrazione
Profilo di registrazione corrente: visualizza il profilo corrente.
Registr. allarme in ingresso: visualizza gli ingressi in modalità di registrazione allarme.
Registr. movimento in ingresso: visualizza gli ingressi in modalità di registrazione movimento.
Stato di registrazione attuale: visualizza lo stato della registrazione video e audio e la modalità
per ciascun ingresso.
Sensori
Visualizza la temperatura effettiva e i valori del sensore di tensione. Se i valori di temperatura
sono al di fuori del normale intervallo, i valori visualizzati sono di colore giallo. Se ciò si
verifica, controllare che la temperatura ambientale rientri nei parametri specificati e che vi sia
sufficiente ventilazione. Se la temperatura raggiunge un livello critico, l'unità viene
automaticamente spenta. Per riavviare l'unità, scollegare il cavo di alimentazione, attendere
almeno 30 secondi, quindi ricollegare il cavo di alimentazione.
Nome sensore
Limite
Limite superiore
inferiore
Processore
5 °C
100 °C
Ingresso aria
5 °C
45 °C
Presa d'aria
5 °C
55 °C
Disco rigido n. 1
5 °C
55 °C
Disco rigido n. 2
5 °C
55 °C
Disco rigido n. 3
5 °C
55 °C
Disco rigido n. 4
5 °C
55 °C
Limite
Limite superiore
Tabella 5.1 Sensori temperatura
Livello tensione
inferiore
12 Volt
10,8 V
13,2 V
5 Volt
4,7 V
5,3 V
3,3 Volt
3,1 V
3,5 V
Tabella 5.2 Livelli di alimentazione
5.9.2
Registro
Il menu registro viene utilizzato per visualizzare la cronologia filtrata degli eventi di sistema.
Filtro registro
Impostare diversi filtri per cercare in un periodo di tempo specificato vari eventi del sistema.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Istruzioni d'uso | it
Immagine 5.15
55
Menu Registro: Filtro registro
–
Immettere data e ora di inizio e di fine.
–
Effettuare una selezione degli eventi del sistema da visualizzare.
–
Logbook contents (Risultati registro): visualizza i risultati meno recenti e più recenti
disponibili nel registro.
–
Mostra: fare clic per visualizzare i risultati.
Risultati registro
Visualizza Data, Ora e Tipo evento di vari eventi del sistema. Se applicabile, viene visualizzata
una schermata video di anteprima dell'evento selezionato.
5.10
Gestione degli eventi
La modalità operativa dell'unità può essere modificata da vati tipi di eventi, ad esempio:
–
un segnale di contatto in ingresso applicato all'unità;
–
un segnale di rilevazione movimento proveniente da una telecamera.
–
una perdita di segnale video da una delle telecamere;
–
un avviso interno dall'unità stessa (ad es. un errore del disco o un allarme temperatura).
L'unità reagisce agli eventi in base a come è stata programmata.
Un evento può modificare il funzionamento dell'unità; ad esempio, un allarme può richiedere
una risposta da parte dell'utente.
Eventi in background
Gli eventi possono alterare delle attività in background senza che l'utente se ne accorga.
Risposte dell'unità non visibili all'utente sono, ad esempio, una variazione della velocità di
registrazione, l'attivazione del relè di uscita e la registrazione dell'evento. È inoltre possibile
configurare l'unità in modo da attivare la registrazione al verificarsi di un evento oppure
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
56
it | Istruzioni d'uso
Divar XF
modificare la modalità di visualizzazione delle immagini sul monitor senza interventi da parte
dell'utente.
5.10.1
Allarmi
Le risposte dell'unità a un allarme possono essere le seguenti:
–
Il dispositivo di segnalazione acustica si attiva
–
Viene visualizzato un messaggio di stato.
–
Viene visualizzata un'icona di allarme.
–
Il bordo del cameo diventa rosso.
–
L'indicatore di allarme
, di movimento
o di perdita del segnale video
lampeggia.
–
L'indicatore sul tasto
–
Viene attivato un relè di uscita.
lampeggia.
–
La modalità di visualizzazione dei monitor cambia
–
Una telecamera controllabile può spostarsi in una posizione predefinita
–
Il comportamento di registrazione cambia.
–
La modalità operativa dell'unità cambia rispetto ai profili predefiniti.
Conferma di un allarme
Premere il tasto di riconoscimento
per riconoscere l'allarme.
–
Il dispositivo di segnalazione acustica si disattiva.
–
Gli indicatori di allarme e
–
Il messaggio di stato di allarme non è più visualizzato.
–
Viene ripristinata l'ultima modalità di visualizzazione utilizzata.
si spengono.
L'icona allarme rimane visibile finché l'input che ha causato l'allarme è attivo.
Se un allarme non viene riconosciuto, il dispositivo di segnalazione acustica si interrompe
dopo il tempo di permanenza ma l'allarme deve ancora essere riconosciuto.
Se il riconoscimento automatico è attivato, il dispositivo di segnalazione acustica e gli
indicatori di allarme
e
si disattivano una volta trascorso il tempo di
permanenza.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
5.10.2
Istruzioni d'uso | it
57
Contatti ingressi
Se un contatto in ingresso causa un allarme
–
–
I monitor A e B possono visualizzare un gruppo di telecamere preselezionate.
Monitor A: il bordo attorno ai cameo visualizzati diventa rosso. L'icona allarme è
visualizzata nei cameo interessati. Viene visualizzato un messaggio di stato di allarme.
–
Il dispositivo di segnalazione acustica allarme si attiva. Gli indicatori di allarme
e
lampeggiano.
–
5.10.3
Le telecamere controllabili potrebbero venire spostate nelle posizioni predefinite.
Eventi movimento
Se un segnale di rilevazione movimento provoca un evento
–
–
I monitor A e B possono passare alla visualizzazione degli eventi di movimento.
L'icona movimento è visualizzata nei cameo interessati. Viene visualizzato un messaggio
di stato di allarme.
–
5.10.4
L'indicatore di movimento
sul pannello anteriore lampeggia.
Allarme perdita video
Se la perdita di un segnale video provoca un allarme:
È possibile configurare i monitor A o B in modo che visualizzino il segnale di perdita video.
–
Uno o entrambi i monitor possono passare alla visualizzazione multischermo. Il segnale
perso viene visualizzato come un cammeo nero con il messaggio di perdita di segnale
video. Sul monitor A, il bordo intorno alla telecamera con la perdita di segnale video è
rosso. Viene visualizzato un messaggio di stato di allarme.
–
Il dispositivo di segnalazione acustica allarme si attiva.
–
Gli indicatori di perdita di segnale video
e
lampeggiano.
Riconoscimento di un allarme di perdita di segnale video
Premere il tasto di riconoscimento
per riconoscere un allarme di perdita di segnale
video.
–
Il dispositivo di segnalazione acustica si disattiva.
–
Gli indicatori di perdita di segnale video
–
Il messaggio di stato di allarme non è più visualizzato.
–
Viene ripristinata l'ultima modalità di visualizzazione utilizzata.
e
si spengono.
Se la telecamera con la perdita di segnale video è visibile, il cameo nero e il messaggio di
perdita di segnale video continuano ad essere visualizzati finché non è presente alcun video.
Se un allarme non viene riconosciuto, il dispositivo di segnalazione acustica si interrompe
dopo il tempo di permanenza ma l'allarme deve ancora essere riconosciuto.
Se il riconoscimento automatico è attivato, il dispositivo di segnalazione acustica e gli
indicatori di perdita di segnale video
e
si disattivano trascorso il tempo di
permanenza.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
58
it | Istruzioni d'uso
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Divar XF
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
6
Menu di configurazione Avanzate | it
59
Menu di configurazione Avanzate
È possibile accedere a tutti i parametri utilizzati per configurare l'unità tramite il menu di
configurazione o il menu superiore. L'elevato numero di parametri disponibili consente di
programmare un'ampia gamma di funzionalità. Per accedere ai menu di configurazione è
necessario disporre dei diritti di amministratore.
Il menu di configurazione avanzato è disponibile dal menu superiore mediante la voce menu di
configurazione e fornisce accesso a tutti gli elementi configurabili dell'unità.
Il menu comprende 11 gruppi principali elencati a sinistra. I gruppi comprendono schede
visualizzate in alto che forniscono accesso alla pagina in cui è possibile selezionare e
modificare i valori e le funzioni.
Schede a sinistra
Schede in alto
Internazionale
Lingua
Ora/data
Time server
Video/Audio
Canali 1-24 (a seconda del modello)
Pianificazione
Modifica calendarioGiorni particolari
Registrazione
Profili 1-6
Canali 1-24 (a seconda del modello)
- Normale
- Contatto
- Movimento
Contatti
—
Movimento
Canali 1-8 (o 1-16 a seconda del modello)
Evento
Profili 1-6
- Generale
- Contatto
- Movimento
- Perd Video
Rete
Configuraz
Intervallo IP
Streaming monitor
Memoria
Stato
Impostazioni
Assistenza
Utenti
Generale
Amministratore
Utenti da 1 a 7
Sistema
Assistenza
Porte seriali
Licenze
Registrazione
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
60
it | Menu di configurazione Avanzate
6.1
Internazionale
6.1.1
Lingua
Divar XF
Immagine 6.1 Menu Internazionale - Lingua
–
Selezionare la Lingua desiderata dall'elenco a discesa.
–
Selezionare l'Unità temperatura preferita.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
6.1.2
Menu di configurazione Avanzate | it
61
Ora/data
Immagine 6.2 Menu Internazionale - Ora/data
–
Selezionare un Fuso orario dall'elenco (l'ora legale viene regolata automaticamente).
–
Selezionare un Formato ora a 12 ore o a 24 ore.
–
Immettere l'Ora corrente.
–
Selezionare un Formato data indicante prima il mese (MM), il giorno (GG) o l'anno
–
Immettere la Data effettiva.
–
Impostare Ora legale su Automatica per attivare l'opzione. Impostare su Manuale ed
(AAAA).
inserire il giorno, il mese e l'Ora di avvio e fine e l'Offset se diverso dalle informazioni
associate al fuso orario.
Se si sposta indietro l'ora/data effettiva di più di 10 minuti, tutto il contenuto video sul
disco rigido viene cancellato (viene visualizzato un messaggio di conferma). Se lo
spostamento è inferiore a 10 minuti, l'orologio viene bloccato per il tempo impostato. Ciò
consente di evitare che i dati video vengano sovrascritti a causa della sovrapposizione
degli indicatori orari. Se l'ora/data effettiva viene posta avanti, l'orologio si sposta avanti
sul valore dato senza ulteriori conseguenze.
6.1.3
Server orario
–
La funzione Usa Time server consente di sincronizzare l'ora dell'unità con quella di un
server orario di rete o di un'altra unità Divar XF. Immettere l'Indirizzo IP del server di
riferimento orario di rete. Se nella stessa sottorete non è presente un server di
riferimento orario (Time server), l'unità Divar XF cerca un server orario adatto al di fuori
della propria rete. Assicurarsi che il gateway Divar XF sia impostato correttamente per la
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
62
it | Menu di configurazione Avanzate
Divar XF
ricerca del server orario. Verificare che i firewall non blocchino il traffico NTP attraverso
la porta 123.
–
Premere Sincronizza per avviare la sincronizzazione oraria.
La sincronizzazione oraria automatica (effettuata ogni quattro giorni) può modificare
l'orologio per un massimo di 10 minuti.
Nota
Se si esegue la sincronizzazione manuale e si sposta indietro l'ora effettiva di più di 10 minuti,
tutto il contenuto video sul disco rigido viene cancellato (viene visualizzato un messaggio di
conferma). Se lo spostamento è inferiore a 10 minuti, l'orologio viene bloccato per il tempo
impostato. Ciò consente di evitare che i dati video vengano sovrascritti a causa della
sovrapposizione degli indicatori orari. Se l'ora/data effettiva viene posta avanti, l'orologio si
sposta avanti sul valore dato senza ulteriori conseguenze.
6.2
Video/Audio
Utilizzare questo menu per configurare gli ingressi video e audio. Tenere presente che per le
unità da 8 canali, le telecamere IP sono numerate da 9 a 16 mentre per le unità da 16 canali le
telecamere IP sono numerate da 17 a 24.
Immagine 6.3 Menu Video e Audio
6.2.1
Canali da 1 a 8 (o da 1 a 16)
Le schede 1-8 o 1-16 in alto nel menu contengono le impostazioni per ciascuna uscita
analogica.
Inserisci nome
Immettere un nome per l'ingresso selezionato. Il nome può essere lungo fino a 16 caratteri.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Menu di configurazione Avanzate | it
63
Abilita ingresso video
Questa opzione attiva (impostazione predefinita) o disattiva gli ingressi video e audio
corrispondenti.
PTZ
–
Attiva la funzione PTZ quando è collegata una telecamera controllabile.
–
Per impostazione predefinita, la funzione PTZ è disattivata per tutti gli ingressi.
Contrasto
–
Contrasto automatico: se attivato, consente la regolazione automatica del contrasto per
l'ingresso video.
–
Contrasto: può essere impostato manualmente con il cursore se il contrasto automatico
è disattivato.
Abilita ingresso audio
6.2.2
–
Abilita un ingresso audio quando vi è una sorgente audio collegata.
–
Il Livello indica la forza del segnale audio.
–
Utilizzare il cursore Guadagno per regolare la sensibilità dell'ingresso.
Canali da 9 a 16 (o da 17 a 24)
Le schede 9-16 o 17-24 in alto nel menu contengono le impostazioni per ciascuna telecamera
IP.
Nota
È possibile collegare un flusso IP a un solo canale su una singola unità Divar. Non effettuare
collegamenti ad altri dispositivi in quanto potrebbero influire sulle impostazioni del
dispositivo IP.
Telecamera IP
Se è già stata configurata una connessione IP, vengono visualizzati l'indirizzo IP, il tipo di
ingresso e il numero di streaming. Se è già stata stabilita una connessione, viene visualizzata
un'anteprima del video.
1.
Fare clic su Configuraz. per impostare o modificare la connessione della telecamera IP.
–
–
Indirizzo P: inserire l'indirizzo IP della telecamera IP.
Ingresso - Selezionare Telecamera se il canale è collegato a una telecamera o a un
encoder a singolo canale. Scegliere Linea video 1-4 se il canale è collegato a un
encoder multi-canale.
–
–
Stream: inserire il numero di stream.
Profilo encoder - Visualizza il profilo encoder del dispositivo IP utilizzato dall'unità
Divar XF.
–
2.
Nome utente/Password: inserire il nome utente e la password, se applicabile.
Premere OK per confermare le impostazioni.
Non appena viene stabilita la connessione (possono trascorrere alcuni secondi), viene
visualizzata un'anteprima del video.
Nome ingresso
Immettere un nome per l'ingresso selezionato. Il nome può essere lungo fino a 16 caratteri.
Abilita ingresso video
Questa impostazione consente di abilitare (impostazione predefinita) o disabilitare l'ingresso
video.
PTZ
–
Bosch Security Systems
Attiva la funzione PTZ quando è collegata una telecamera controllabile.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
64
it | Menu di configurazione Avanzate
–
Divar XF
Per impostazione predefinita, la funzione PTZ è disattivata per tutti gli ingressi.
Nota
Per un elenco delle telecamere IP e dei decoder supportati, fare riferimento alla scheda
tecnica.
6.3
Pianificazione
6.3.1
Impostazione delle caratteristiche dinamiche
Le impostazioni del menu Pianificazione consentono di sfruttare le potenti funzionalità
dell'unità. Dedicando tempo alla pianificazione e alla definizione dei profili disponibili, è
possibile utilizzare in modo efficiente le risorse gestendo al tempo stesso in modo efficace la
maggior parte delle situazioni di lavoro.
I profili vengono pianificati in un calendario settimanale, modificando il comportamento di
registrazione e di risposta agli eventi in una data od ora particolare (ad esempio, nei weekend
o di notte).
I sei profili definiti nel menu Registrazione sono visualizzati qui.
Immagine 6.4 Menu Pianificazione - Pianificazione
I profili sono indicati da quattro colori in una rappresentazione grafica della pianificazione
settimanale. È possibile modificare la pianificazione selezionando un numero di profilo, quindi
disegnando un'area attiva nella pianificazione grafica.
6.3.2
Pianificazione
Configurazione
–
L'uso dei profili viene definito in un calendario che copre una settimana. Questo
calendario viene quindi ripetuto per le settimane successive.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Menu di configurazione Avanzate | it
65
–
Un profilo viene specificato ad intervalli di 15 minuti per ciascun giorno della settimana.
–
È possibile programmare giorni d'eccezione in modo da modificare i profili per giorni
speciali e festivi.
1.
2.
Selezionare un numero di profilo. Il profilo selezionato viene evidenziato.
Fare clic su Modifica nome profilo selezionato per modificare il nome del profilo
selezionato.
3.
Spostarsi in basso sulla pianificazione. Utilizzare i tasti freccia e il tasto Invio oppure il
mouse per disegnare un'area attiva.
4.
6.3.3
6.4
Al termine, selezionare Salva per attivare la pianificazione aggiornata.
Giorni particolari
–
È possibile impostare fino a 32 eccezioni che sovrascrivono la pianificazione.
–
Per aggiungere un'eccezione fare clic su Aggiungi. Immettere Data, Ora, Durata e Profilo.
–
Per modificare un'eccezione, selezionarla e fare clic su Cambia... .
–
Per rimuovere un'eccezione, selezionarla e fare clic su Rimuovi.
Registrazione
Il menu Registrazione consente di configurare le impostazioni di registrazione per ciascuno
dei sei profili.
Nota
Le impostazioni audio/video vengono applicate anche allo streaming live remoto.
Immagine 6.5 Menu Registrazione - Normale
Il comportamento di registrazione di ciascuno dei sei profili viene specificato in tre
sottomenu, quindi per ciascun singolo canale.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
66
it | Menu di configurazione Avanzate
Divar XF
1.
Selezionare un profilo.
2.
Selezionare un sottomenu per la registrazione Normale, Contatto o Movimento.
–
3.
Registrazione normale: è la modalità di registrazione predefinita.
–
Registrazione su contatto - si attiva in seguito a un evento ingresso contatto.
–
Registrazione movimento: viene attivata se si verifica un evento movimento.
Scegliere un singolo canale di ingresso per configurare le impostazioni di registrazione
per un singolo ingresso video e audio.
6.4.1
Normale
Impostare i valori per ciascuno dei seguenti campi:
–
–
Modalità registrazione normale:
–
Continua: impostare questa opzione per attivare la registrazione continua.
–
Solo evento: impostare questa opzione per registrare solo gli eventi.
–
Nessuna registrazione: impostare questa opzione per disattivare la registrazione.
Intervallo pre-evento:
–
impostare un valore compreso tra 1 e 120 secondi (applicabile solo per la
registrazione Solo evento).
–
Risoluzione:
–
consente di impostare la risoluzione video per 4CIF (704 x 576/480 PAL/NTSC),
2CIF (704 x 288/240 PAL/NTSC) o CIF (352 x 288/240 PAL/NTSC).
–
Qualità:
–
–
consente di impostare la qualità video su Alta, Media o Standard.
Frame rate:
–
consente di impostare il frame rate video su 25/30, 12,5/15, 6,25/7,5, 3,125/3,75 o
1/1 ips (immagini per secondo PAL/NTSC).
–
Registrazione audio:
–
–
consente di attivare la registrazione audio.
Qualità audio:
–
consente di impostare la qualità audio su Alta, Media o Standard.
Nota
Per informazioni sulla velocità di trasferimento, vedere ......
6.4.2
Contatto
I campi presentano gli stessi parametri della scheda Normale. Sono presenti campi aggiuntivi
per la registrazione su contatto.
–
Registrazione su contatto:
–
Durata fissa - attiva la registrazione per la durata impostata, a partire dall'inizio
dell'evento.
–
Durante e dopo - la registrazione continua per tutta la durata dell'evento prosegue al
termine dell'evento per la durata impostata nell'apposito campo.
–
6.4.3
–
Segue - la registrazione viene eseguita per tutta la durata dell'evento.
–
Nessuna registrazione
Impostare la durata in minuti e secondi.
Movimento
I campi presentano gli stessi parametri della scheda Normale. Sono presenti campi aggiuntivi
per la registrazione su movimento.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Menu di configurazione Avanzate | it
–
67
Registrazione su movimento:
–
Durata fissa - attiva la registrazione per la durata impostata, a partire dall'inizio
dell'evento.
–
–
6.4.4
Nessuna registrazione
Impostare la durata in minuti e secondi.
Copia
La funzione di copia delle impostazioni di registrazione consente di impostare la registrazione
per tutti i profili e per tutte le telecamere facilmente. Il contenuto di un singolo profilo viene
copiato in altri profili. È possibile selezionare gli ingressi e le modalità di registrazione
all'interno di ciascun profilo.
Per copiare le impostazioni di registrazione:
1.
Selezionare la casella Copiare più telecamere se si desidera copiare gli ingressi di
diverse telecamere all'interno del profilo Da.
2.
3.
Selezionare il numero di profilo da cui copiare.
Evidenziare i profili su cui copiare (per selezionare tutti i profili, evidenziare la casella non
numerata).
4.
5.
Selezionare gli ingressi telecamera da cui copiare per il profilo da copiare.
Selezionare gli ingressi telecamera su cui copiare (per selezionare tutti gli ingressi,
evidenziare la casella non numerata).
6.
Selezionare solo le modalità di registrazione (Normale, Allarme o Movimento) che si
desidera copiare.
7.
6.5
Fare clic su Copia.
Contatti
Utilizzare il menu Contatti per impostare gli ingressi allarme e le uscite relè.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
68
it | Menu di configurazione Avanzate
Divar XF
Immagine 6.6 Menu Contatti
6.5.1
Contatti ingressi
Per impostazione predefinita tutti gli ingressi contatto sono Normalmente aperti (NO)
Evidenziare gli ingressi contatto che si desidera far funzionare come Normalmente chiusi (NC)
(per selezionare tutti gli ingressi, evidenziare la casella non numerata).
6.5.2
Uscite relè
Per impostazione predefinita, tutti i contatti di uscita relè sono Normalmente aperti (NO).
Evidenziare le uscite relè che si desidera far funzionare come contatti Normalmente chiusi
(NC).
6.5.3
Proprietà degli ingressi contatti
A ciascuno dei 16 ingressi contatto può essere assegnato un nome e una modalità di
sostituzione del profilo.
Sostituzione di un profilo
Un ingresso allarme può attivare la sostituzione di un profilo. È possibile scegliere fra tre
modalità
–
Nessuna sostituzione (impostazione predefinita)
–
Segue: la sostituzione del profilo permane finché l'ingresso è attivo (non è possibile
impostare una durata di sostituzione).
–
Durata fissa: la sostituzione del profilo ha inizio quando si attiva l'ingresso e continua per
il tempo impostato nel campo di durata della sostituzione.
Quando si seleziona una sostituzione di profilo, l'utente deve scegliere quale dei sei profili
usare e la durata della sostituzione.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
6.6
Menu di configurazione Avanzate | it
69
Movimento
La funzione di rilevazione del movimento può essere configurata selezionando le schede per
ciascun ingresso video analogico. La rilevazione del movimento sui canali IP è possibile ma va
configurata nella telecamera IP o nell'encoder (se disponibile).
Immagine 6.7 Menu Movimento
1.
Per tracciare o eliminare un'area di rilevazione di movimento attiva:
–
Fare clic su una freccia nel campo Modificare: per selezionare un'area di movimento.
È possibile delimitare quattro aree per rilevare il movimento in punti diversi
dell'immagine della telecamera.
–
Per impostare l'area selezionata al valore predefinito, fare clic su Valore predefinito.
–
Per modificare la posizione e le dimensioni dell'area di movimento, fare clic sui
pulsanti Posizione, Larghezza ed Altezza.
2.
–
Per eliminare l'area selezionata, fare clic su Cancella.
–
Selezionare e definire fino a quattro aree.
Indicatore movimento indica il livello totale di movimento rilevato all'interno della aree di
movimento attive. L'indicatore rosso segnala il livello di picco. Selezionare Canc.
indicatore per azzerare il livello di picco.
3.
Regolare il Livello di soglia per impostare la sensibilità del movimento. Se il movimento
supera il livello di soglia, viene generato un evento movimento.
Nota
Suggerimento per la corretta rilevazione del movimento:
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
70
it | Menu di configurazione Avanzate
–
Divar XF
Le dimensioni dell'area di movimento influiscono sulla sensibilità dell'area. Utilizzare
un'area piccola per rilevare oggetti piccoli (sensibilità alta), un'area grande per rilevare
oggetti grandi (sensibilità bassa).
–
I disturbi dell'immagine della telecamera possono creare falsi eventi, soprattutto nel
rilevamento di piccoli oggetti. Accertarsi che la telecamera sia impostata correttamente e
che l'illuminazione sia sufficiente per ottenere immagini prive di disturbi.
–
Verificare la stabilità della telecamera per evitare che possa oscillare a causa del vento o
di altri fattori.
6.7
Evento
Utilizzare il menu Evento per specificare il tipo di comportamento in caso di ingresso
contatto, rilevazione di movimento o perdita di segnale video. Anche il comportamento
generale in caso di eventi viene impostato qui. Ciascuno dei sei profili contiene una scheda
Generale, Contatto, Movimento e Perd Video.
Immagine 6.8 Menu Evento - Generale
6.7.1
Generale
Auto riconosc. allarmi
–
Abilita il riconoscimento automatico degli allarmi in determinate situazioni. Per
impostazione predefinita, gli allarmi devono essere riconosciuti manualmente.
Permanenza segn. allarme
–
Impostare un intervallo compreso tra 1 e 59 secondi per selezionare la durata di attività
del relè di uscita e del dispositivo di segnalazione acustica dopo l'attivazione.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Menu di configurazione Avanzate | it
–
71
Segue: attiva il dispositivo di segnalazione acustica, il relè e la visualizzazione solo
fintanto che l'evento è presente.
Segnale acustico in caso di allarme
–
Abilita un avviso acustico in caso di allarme.
Segnale acustico in caso di perdita video
–
Abilita un avviso acustico in caso di perdita del segnale video.
Azioni all'immissione del profilo
Fare clic su Modificare... per specificare i preposizionamenti delle telecamere PTZ quando si
avvia il profilo.
–
Immettere un valore di preposizionamento compreso tra 1 e 1023 per ciascuna delle
telecamere PTZ che si desidera venga azionata (è necessario attivare la funzione PTZ per
l'ingresso telecamera corrispondente).
Tutte le azioni configurate sono elencate.
6.7.2
Contatto
Il comportamento in caso di evento può essere configurato per ciascuno dei 16 contatti di
ingresso.
–
Selezionare la casella Abilitata se si desidera che il contatto di ingresso attivi un evento.
–
Selezionare la casella Allarme se si desidera che il contatto di ingresso attivi un allarme.
Azioni
Fare clic su Modificare... per impostare le azioni di Registrazione, Monitor e PTZ da eseguire
quando il contatto è attivo.
–
Registrazione: evidenziare i canali video da registrare nelle impostazioni di registrazione
contatto quando il contatto è attivo (per selezionare tutti i canali, evidenziare la casella
non numerata). Viene visualizzato un elenco dei canali selezionati e le rispettive proprietà
di registrazione.
–
Monitor: evidenziare i canali video da visualizzare sui monitor A e B quando il contatto d
ingresso è attivo (per selezionare tutti i canali, evidenziare la casella non numerata).
–
PTZ: immettere un valore di preposizionamento compreso tra 1 e 1023 per ciascuna delle
telecamere PTZ che si desidera venga azionata (è necessario attivare la funzione PTZ per
l'ingresso telecamera corrispondente).
Tutte le azioni configurate sono elencate.
6.7.3
Movimento
È possibile configurare il comportamento in caso di evento per ciascun canale video.
–
Selezionare la casella Abilitata se si desidera che la rilevazione del movimento attivi un
trigger.
–
Selezionare la casella Allarme se si desidera che in caso di rilevazione del movimento
venga attivato un allarme.
Azioni
Fare clic su Modificare... per impostare le azioni di Registrazione, Monitor e PTZ da eseguire
quando viene rilevato il movimento.
–
Registrazione: evidenziare i canali video da registrare nelle impostazioni di registrazione
in caso di rilevazione di movimento (per selezionare tutti i canali, evidenziare la casella
non numerata). Viene visualizzato un elenco dei canali selezionati e le rispettive proprietà
di registrazione.
–
Monitor: evidenziare i canali video da visualizzare sui monitor A e B in caso di rilevazione
di movimento (per selezionare tutti i canali, evidenziare la casella non numerata).
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
72
it | Menu di configurazione Avanzate
–
Divar XF
PTZ: immettere un valore di preposizionamento compreso tra 1 e 1023 per ciascuna delle
telecamere PTZ che si desidera venga azionata (è necessario attivare la funzione PTZ per
l'ingresso telecamera corrispondente).
Tutte le azioni configurate sono elencate.
6.7.4
Perdita di segnale video
È possibile configurare il comportamento in caso di perdita di segnale video per ciascun
canale.
–
Selezionare la casella Abilitata per ciascun canale video se si desidera che la perdita del
segnale video attivi un trigger.
6.7.5
Copia
La funzione di copia delle impostazioni di evento consente di impostare facilmente un numero
elevato di eventi per tutti i profili della telecamera. Il contenuto di un singolo profilo viene
copiato in altri profili. È possibile selezionare gli ingressi e i tipi di azione all'interno di ciascun
profilo.
Per copiare le impostazioni di evento:
1.
Selezionare la casella Copiare più telecamere se si desidera copiare gli ingressi di
diverse telecamere all'interno del profilo Da.
2.
3.
Selezionare il numero di profilo da cui copiare.
Evidenziare i profili su cui copiare (per selezionare tutti i profili, evidenziare la casella non
numerata).
4.
5.
Selezionare gli ingressi telecamera da cui copiare per il profilo da copiare.
Selezionare gli ingressi telecamera su cui copiare (per selezionare tutti gli ingressi,
evidenziare la casella non numerata).
6.
Selezionare solo le azioni (Generale, Contatto, Movimento o Perd Video) che si desidera
copiare.
7.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Fare clic su Copia.
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
6.8
Menu di configurazione Avanzate | it
73
Rete
Immagine 6.9 Menu Rete - Configuraz.
6.8.1
Configurazione
–
–
Immettere un Nome DVR da usare nella rete.
Se Rilevamento è attivato, Control Center può eseguire il rilevamento automatico e
leggere l'indirizzo IP dell'unità.
–
Attivare DHCP per far assegnare automaticamente indirizzo IP, subnet mask e gateway
predefinito dal server di rete. I valori correnti vengono visualizzati.
–
Se DHCP è disattivato, immettere l'Indirizzo IP, la Subnet mask, il Gateway predefinito
e l'indirizzo del Server DNS. Se necessario, modificare il valore della porta HTTP
predefinita (80).
–
Restringere la larghezza di banda di rete immettendo un valore Mbps compreso tra 0,1 e
100 come Limite larghezza di banda.
6.8.2
–
L'Indirizzo MAC, di sola lettura, è l'indirizzo MAC del DVR.
–
Cavo collegato visualizza lo stato di connessione della rete fisica.
Intervallo IP
–
È possibile immettere otto intervalli IP per consentire l'accesso.
–
Immettere lo stesso indirizzo all'inizio e alla fine dell'intervallo per specificare un singolo
indirizzo IP. Immettere indirizzi diversi all'inizio e alla fine per specificare un intervallo di
indirizzi IP.
6.8.3
Monitor Streaming (Streaming monitor)
La funzione di streaming del monitor in remoto consente di riprodurre in streaming in remoto
le uscite monitor A e/o B tramite uno o più ingressi video analogici. Il maggiore vantaggio
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
74
it | Menu di configurazione Avanzate
Divar XF
dell'utilizzo di questa funzionalità è rappresentato dalla possibilità di visualizzare le immagini
multischermo in remoto tramite un solo flusso video, utilizzando solo parte della larghezza di
banda e delle risorse del computer.
È possibile configurare ciascuno degli ingressi video analogici come riportato di seguito:
–
Input telecamera (predefinito)
–
Streaming output A (Uscita streaming A) (l'ingresso viene utilizzato per riprodurre l'uscita
monitor A).
–
Streaming uscita B (l'ingresso viene utilizzato per riprodurre l'uscita monitor B).
Nota
Disattivare la registrazione di un canale utilizzato per lo streaming monitor nella scheda
Registrazione.
Immagine 6.10
6.9
Menu Rete - Streaming monitor
Memoria
Il menu Archivio consente di accedere alle informazioni sui dischi rigidi interni.
6.9.1
Stato
Consente di visualizzare una panoramica dei dischi rigidi installati, per Slot:
–
Viene visualizzato l'ID disco.
La Capacità è indicata in gigabyte.
–
Le opzioni per Stato sono le seguenti:
–
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
OK: il disco è collegato e funzionante
–
Errore: visualizzato se, per qualsiasi motivo, il disco non funziona correttamente
–
Non trovato: visualizzato se il disco non risulta collegato
–
Inutilizzato: visualizzato se viene rilevato un disco valido non utilizzato (disattivato).
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Menu di configurazione Avanzate | it
75
I nuovi dischi rilevati vengono disattivati per impostazione predefinita.
Viene visualizzata una panoramica dei Dischi rigidi mancanti. Nel caso in cui uno dei dischi
venga rimosso dal sistema, esso verrà inserito nell'elenco dei Dischi rigidi mancanti.
–
I dischi non reinstallati possono essere rimossi dall'elenco facendo clic su Rimuovi
l'elemento selezionato dall'elenco.
6.9.2
Impostazioni
Le proprietà di impostazione disco attiva si applicano al set completo di dischi rigidi attivi:
–
Numeri dello slot: consente di visualizzare gli slot del disco rigido attivi.
–
Modalità: indica se l'impostazione del disco è di lettura e/o scrittura. Per impostare una
modalità diversa da quella visualizzata, fare clic su Cambia.
–
RAID (array ridondante di dischi indipendenti): attiva un meccanismo di memorizzazione
ridondante (RAID 4) che garantisce maggiore affidabilità rispetto al contenuto di
registrazione. Per attivare la funzione RAID, è necessario installare quattro dischi rigidi ed
attivare una licenza RAID. Quando è attiva la funzione RAID 4, la capacità effettiva di
memorizzazione corrisponde a tre volte le dimensioni del disco più piccolo. Il quarto
disco è utilizzato per l'informazione di parità
Se uno dei quattro dischi si guasta, non viene perso alcun dato. La registrazione
prosegue sui tre dischi senza protezione RAID 4. Una volta sostituito il disco difettoso,
l'impostazione RAID viene ripristinata (questo processo dura in genere circa 24 ore)
mentre il normale funzionamento continua.
–
Sovrascrivi dopo: il video meno recente viene automaticamente sovrascritto quando il
set di dischi è pieno. È possibile impostare la sovrascrittura ad un periodo di tempo più
breve (ad esempio, per fini legali).
Dischi rigidi installati: consente di configurare le impostazioni specifiche del disco rigido:
–
Selezionare un disco rigido singolo dall'elenco facendovi clic sopra.
–
Fare clic sui dettagli S.M.A.R.T. per leggere lo stato S.M.A.R.T. del disco selezionato.
–
Per proteggere un disco da scrittura e per aggiungerlo o rimuoverlo dal set di dischi
attivo, fare clic sulle impostazioni.
6.9.3
Servizio
–
Elimina fino a...: apre un sottomenu per l'eliminazione del video precedente una data
specificata.
–
Elimina tutte le registrazioni: consente di eliminare tutto il video registrato su tutti i
dischi rigidi in uso.
–
Interrompi registrazioni...: interrompe tutte le registrazioni per un periodo di tempo
specificato.
6.10
Utenti
6.10.1
Generale
–
Consente di impostare un utente predefinito. L'utente accede per impostazione
predefinita, ad esempio all'accensione dell'unità.
6.10.2
Amministratore
–
Immettere un Nome utente di massimo 16 caratteri.
–
Immettere una Password di massimo 12 caratteri.
–
Selezionare Consenti accesso in locale per consentire l'accesso locale (sempre attivato).
–
Per attivare l'accesso remoto, selezionare Consenti accesso in remoto.
–
Per attivare la disconnessione automatica dopo 3 minuti di inattività, selezionare
Disconnessione automatica.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
76
it | Menu di configurazione Avanzate
6.10.3
Divar XF
Utente 1 - 7
È possibile definire fino a sette utenti con le sette schede.
–
Immettere un Nome utente di massimo 16 caratteri.
–
Immettere una Password di massimo 12 caratteri.
–
Impostare i diversi diritti utenti selezionando le varie caselle di controllo.
–
Nella scheda Diritti di controllo, impostare i diritti per la visualizzazione della
telecamera, il preposizionamento della telecamera ed il controllo relè.
6.11
Sistema
6.11.1
Servizio
–
Selezionare Ripristina impostazioni predefinite per ripristinare le impostazioni
predefinite nel sistema dei menu.
–
Esporta dati di diagnostica: consente di archiviare un file di informazioni sul sistema in
un dispositivo di memorizzazione USB collegato. Questa opzione viene utilizzata per gli
interventi di assistenza tecnica.
–
Esporta configurazione del sistema: consente di salvare una copia delle impostazioni del
sistema su un dispositivo di memorizzazione USB.
–
Registro per l'esportazione: consente di salvare un file di registro su un dispositivo di
memorizzazione USB.
–
Importa configurazione del sistema: consente di caricare le impostazioni del sistema
salvate in precedenza da un dispositivo di memorizzazione USB.
–
6.11.2
Cancella registro: consente di cancellare il contenuto del registro.
Porte seriali
KBD
Il KBD consente di:
–
impostare un numero di ID univoco compreso tra 1 e 16 in caso di più unità Divar XF
controllate da una tastiera.
–
impostare un numero per la prima telecamera per creare un sistema multi-Divar (ad
–
impostare i diritti di accesso per ciascuna tastiera in caso di utilizzo di più tastiere con un
esempio, Divar 1 ha le telecamere 1 - 16; Divar 2 ha le telecamere 17 - 32).
box di espansione tastiera per controllare un'unità Divar XF.
Porta COM
La porta COM è utilizzata per l'assistenza o per scopi di integrazione.
6.11.3
Licenze
Per alcune funzioni opzionali è necessaria una licenza software da richiedere prima
dell'attivazione.
–
Indirizzo MAC: visualizza l'indirizzo MAC del DVR. L'indirizzo MAC è richiesto con un
numero di licenza valido per ottenere una chiave attivazione da:
https://activation.boschsecurity.com
Il numero di licenza e le istruzioni su come ricevere la chiave attivazione sono contenute
in una lettera fornita all'acquisto della licenza Divar XF.
6.11.4
–
In Chiavi installate sono elencate tutte le chiavi di licenza già installate nel sistema.
–
Per immettere una nuova chiave attivazione di licenza, fare clic su Installa chiave.
–
In Funzioni disponibili sono elencate tutte le funzioni opzionali installate.
Registrazione
Selezionare gli elementi da registrare.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Bosch Security Systems
Menu di configurazione Avanzate | it
–
Registra contatti
–
Registro movimenti
–
Accesso remoto al registro
Manuale d'installazione
77
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
78
it | Menu di configurazione Avanzate
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Divar XF
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
7
Uso di Strumento di configurazione | it
79
Uso di Strumento di configurazione
Strumento di configurazione è un'applicazione software che per consente di eseguire più
rapidamente e facilmente l'installazione e la configurazione di una unità. L'applicazione viene
eseguita su un PC collegato direttamente all'unità Divar XF tramite una connessione di rete
Ethernet.
Sebbene tutte le impostazioni possano essere configurate anche tramite il menu OSD
dell'unità Divar XF stessa, Strumento di configurazione offre un'alternativa molto facile e
intuitiva per l'utente. L'applicazione consente inoltre di salvare le impostazioni di
configurazione sul disco rigido del PC e di richiamarle successivamente per poter configurare
altre unità.
7.1
Guida introduttiva
Per utilizzare Strumento di configurazione per modificare le impostazioni, l'unità deve essere
fisicamente collegata a un PC tramite una connessione di rete. L'applicazione Strumento di
configurazione deve essere installata sul PC.
7.1.1
Requisiti di sistema
Piattaforma operativa: un PC che esegue Windows XP o Windows Vista.
Per l'applicazione Strumento di configurazione, i requisiti del PC consigliati sono:
7.1.2
–
Processore: Intel Pentium 4 o equivalente
–
Memoria RAM: 512 MB
–
Spazio disponibile su disco rigido: 10 GB
–
Scheda grafica: NVIDIA GeForce 6200 o superiore
–
Interfaccia di rete: 10/100-BaseT
Installazione di Strumento di configurazione
Strumento di configurazione viene installato automaticamente sul PC quando si installa
l'applicazione Control Center. Per installarlo separatamente:
1.
Inserire il CD-ROM nell'unità CD-ROM del PC.
–
2.
Il programma di installazione si avvia automaticamente.
Se l'installazione non si avvia automaticamente, individuare il file Setup.exe sul CD e fare
doppio clic su di esso.
3.
Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo e selezionare l'installazione di Strumento
di configurazione alla richiesta di completare l'installazione.
7.1.3
Avvio di Strumento di configurazione
Connessione di rete
Per avviare Strumento di configurazione senza utilizzare Control Center, fare doppio clic
sull'icona Strumento di configurazione sul desktop. In alternativa, selezionare il programma
Strumento di configurazione Divar XF facendo clic sul pulsante Start sulla barra delle
applicazioni e scegliendo il menu Programmi. Seguire la procedura di accesso.
Per avviare Strumento di configurazione da Control Center, fare clic sul pulsante Configura
nella finestra di Control Center. Viene visualizzata la finestra di accesso CT nella finestra di
dialogo con tutti i dispositivi Divar XF conosciuti.
Configurazione non in linea
Per accedere con una configurazione non in linea, selezionare versione e modello di Divar XF,
standard video e telecamere collegate.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
80
7.2
it | Uso di Strumento di configurazione
Divar XF
Accesso
Quando si avvia Strumento di configurazione dalla rete, viene visualizzata la finestra Accesso.
Fare clic su Annulla per interrompere la procedura di accesso e uscire dall'applicazione.
Immagine 7.1 Strumento di configurazione: finestra Accesso tramite rete
Quando si avvia l'applicazione Strumento di configurazione per la prima volta, l'elenco delle
unità Divar XF è vuoto. Per prima cosa, è necessario aggiungere un'unità Divar XF all'elenco.
Per aggiungere un'unità Divar XF all'elenco o modificare una voce Divar XF, fare clic su
Modificare >>.
Modifica dell'elenco delle unità Divar XF
La finestra Modifica elenco Divar XF consente di aggiungere o eliminare unità Divar XF
dall'elenco.
Immagine 7.2 Strumento di Configurazione: Modifica elenco Divar
Per rilevare automaticamente tutte le unità Divar XF presenti sulla rete:
1.
Fare clic su Rileva.
–
2.
Per rilevare un'unità Divar XF, la relativa opzione Rilevamento deve essere attivata.
Selezionare un'unità Divar XF e fare clic su OK per aggiungerla all'elenco.
Per aggiungere una unità Divar XF all'elenco:
1.
2.
Fare clic su Aggiungi.
Immettere l'indirizzo IP o il nome DNS assegnato alla nuova unità Divar XF.
–
L'indirizzo IP da utilizzare si trova nel menu Configurazione/Rete dell'unità Divar XF
stessa.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Uso di Strumento di configurazione | it
3.
81
Digitare un nome nella casella Nome o recuperarlo dall'unità Divar XF selezionando la
casella Recupera da Divar XF.
4.
Fare clic su Aggiungi.
Per eliminare una unità Divar XF dall'elenco:
1.
2.
Selezionare nell'elenco l'unità Divar XF che si desidera eliminare.
Fare clic su Cancella.
–
L'unità Divar XF selezionata viene rimossa dall'elenco.
Accesso
Quando si avvia l'applicazione Strumento di configurazione viene visualizzata la finestra
Accesso. Fare clic su Annulla per interrompere la procedura di accesso e uscire
dall'applicazione.
Immagine 7.3 Strumento di configurazione: finestra accesso con elenco Seleziona Divar
Per controllare una unità Divar XF specifica:
1.
Selezionare le unità Divar XF che si desidera controllare inserendovi un segno di spunta
accanto.
2.
Immettere il nome utente e la password.
–
Il nome utente e la password da utilizzare sono impostati nel menu Configurazione/
Rete dell'unità Divar XF. Se l'accesso viene negato, controllare con l'amministratore
di disporre dei diritti necessari.
–
Per memorizzare nel sistema nome utente e password per i successivi utilizzi di
Strumento di configurazione, inserire un segno di spunta nella casella Salva
informazioni di accesso.
3.
Fare clic su Accesso.
Numero massimo di utenti
Se viene superato il numero massimo di utenti consentito (otto), viene visualizzata una
finestra.
7.2.1
Differenze nella struttura del menu
Strumento di configurazione consente l'accesso e l'utilizzo delle voci di menu dell'unità. Per
una illustrazione delle voci di menu, vedere Sezione 6 Menu di configurazione Avanzate,
Pagina 59. Sebbene le voci siano le stesse, in Strumento di configurazione la struttura del
menu cambia leggermente.
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
82
it | Uso di Strumento di configurazione
7.3
Divar XF
Descrizione della finestra principale
La finestra di Strumento di configurazione è suddivisa in 3 riquadri. I pulsanti nel riquadro
sinistro sono sempre disponibili. Facendo clic su uno di questi pulsanti viene modificato il
contenuto del riquadro centrale. Il riquadro superiore contiene pulsanti di controllo che
consentono di accedere direttamente a varie attività.
Immagine 7.4 Strumento di configurazione: finestra Impostazioni
7.3.1
Pulsante Panoramica
Fare clic sul pulsante Panoramica
per ottenere informazioni generali sull'unità Divar XF
connessa.
7.3.2
Pulsante Registro
Fare clic su Registro
per visualizzare un elenco di eventi nel riquadro centrale. È
possibile utilizzare un filtro per visualizzare solo determinati eventi dell'elenco.
–
Immettere i valori data/ora per restringere il periodo di visualizzazione degli eventi.
–
Deselezionare i tipi di eventi che si desidera escludere dalla visualizzazione (filtrare).
L'evento più recente viene visualizzato per primo.
7.3.3
Pulsante Impostazioni
Fare clic sul pulsante Impostazioni
per visualizzare la pagina di configurazione dell'unità
Divar XF. Nel riquadro centrale sono visualizzati la struttura ad albero del menu e la
sottopagina selezionata.
Per maggiori informazioni sulle impostazioni di configurazione, vedere il Capitolo 6 Menu di
configurazione Avanzate, pagina 53.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Uso di Strumento di configurazione | it
83
Uso della struttura del menu
Fare clic Impostazioni
per visualizzare la struttura nel riquadro centrale a sinistra.
Utilizzare questa struttura per navigare nel sistema dei menu.
7.3.4
–
Fare clic sul segno + per espandere il ramo della struttura.
–
Fare clic sul segno – per comprimerlo.
–
Fare clic su una voce per visualizzare i parametri della voce della pagina.
–
Selezionare i valori desiderati per i parametri.
–
I valori vengono aggiornati immediatamente.
Pulsante Servizio
Fare clic su Servizio
7.3.5
per accedere all'elenco dei messaggi di diagnostica.
Pulsante Guida
Fare clic sul pulsante Guida
in qualunque momento per richiamare la guida. Viene
visualizzata una finestra di dialogo.
7.3.6
Pulsante Disconnetti
Per tornare all'applicazione Control Center per connettersi ad un'altra unità, fare clic sul
pulsante Disconnetti
7.4
.
Uso dei pulsanti di controllo
Il lato superiore della finestra principale dispone di vari pulsanti che consentono di eseguire
rapidamente attività comuni:
Importa / Esporta
Tutte le impostazioni definite in Strumento di configurazione possono essere salvate in un file
memorizzato sul disco rigido del PC. È possibile salvare il numero di file desiderato
assegnando un nome diverso a ogni file. Le impostazioni contenute in questi file possono
essere caricate di nuovo per intero o in sottogruppi in Strumento di configurazione. Sebbene
questi file siano memorizzati come file di testo e possano essere visualizzati con un editor di
testo, non modificarli in alcun modo per evitare di renderli inutilizzabili.
Importa
1.
Fare clic su Importa
2.
Nella finestra di dialogo, selezionare il percorso e il nome del file che si desidera aprire.
per aprire un file di impostazioni.
3.
Selezionare il gruppo di impostazioni che si desidera caricare e fare clic su OK.
4.
Le impostazioni selezionate vengono scaricate immediatamente sull'unità.
Esporta
1.
Fare clic su Esporta
2.
Nella finestra di dialogo, selezionare il percorso e immettere un nome per il file che si
per salvare le impostazioni correnti in un file sul PC.
desidera salvare.
3.
Selezionare i gruppi di impostazioni da salvare e fare clic su OK per salvarle.
Stampa
Per stampare il contenuto completo della pagina o dell'elenco quando è attiva la pagina di
Panoramica o Assistenza:
1.
Bosch Security Systems
Fare clic su Stampa
per stampare le impostazioni correnti.
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
84
it | Uso di Strumento di configurazione
2.
Divar XF
Fare clic su OK per avviare la stampa.
Salva
Fare clic su Salva
per stampare il contenuto completo della pagina o dell'elenco quando è
attiva la pagina di Panoramica o Assistenza:
Affina impostazioni
Quando si seleziona Importa, Esporta o Scarica, una finestra a comparsa consente di
selezionare tre gruppi di impostazioni: Selezionare Tutte le impostazioni, Tutte le
impostazioni eccetto o Solo per scegliere come costruire l'elenco.
Annulla / Ripeti
Fare clic su
per annullare l'ultima azione, su
per ripeterla. È possibile annullare fino a
100 operazioni.
Ripristina valori predefiniti
Fare clic su Ripristina valori predefiniti
per riportare tutte le impostazioni nella pagina
attiva ai valori predefiniti.
Aggiorna
Fare clic su Aggiorna
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
per aggiornare solo le impostazioni della pagina corrente.
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Valori predefiniti dei menu | it
8
85
Valori predefiniti dei menu
Le seguenti tabelle elencano le voci del sistema di menu dell'unità. La colonna Valore
predefinito visualizza i valori che vengono ripristinati se si seleziona la voce Ripristina valori
predefiniti nel menu Impostazioni di sistema. La N nella colonna Ripristino indica che il
valore non viene ripristinato se si richiamano le impostazioni predefinite.
8.1
Impostazioni predefinite del menu Installazione rapida
Tabella 8.1 Valori predefiniti del menu Installazione rapida
Navigazione
Impostazione
Internazionale
Valore
Riprist
predefinito
ino
Lingua
Inglese
N
Fuso orario
GMT+1 Europa
N
occ.
Pianificazione
Registrazion
Profilo 1-6
e
Contatto
Movimento
Rete
Configurazione
Normale
Formato ora
24 ore
N
Ora
0 0 0
N
Formato data
GG-MM-AAAA
N
Data
1-1-2008
N
Indirizzo IP
0.0.0.0
N
Settimana
Lunedì-venerdì
Sì
Settimana/giorno
08.00-18.00
Sì
Weekend/giorno
08.00-18.00
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità video
Media
Sì
Frequenza fotogrammi 6,25 IPS
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità
Alta
Sì
Frequenza fotogrammi 25 IPS
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità
Alta
Sì
Frequenza fotogrammi 25 IPS
Sì
Nome DVR
DIVAR XF
N
DHCP
Abilitato
N
Indirizzo IP
0.0.0.0
N
Subnet mask
0.0.0.0
N
Gateway predefinito
0.0.0.0
N
Server DNS
0.0.0.0
N
Limite larghezza di
100 Mbps
N
banda
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
86
it | Valori predefiniti dei menu
8.2
Divar XF
Impostazioni predefinite della visualizzazione monitor
Tabella 8.2 Valori predefiniti della visualizzazione monitor
Navigazione
Opzioni
Impostazione
Monitor A, B
visualizz.
Multischerm
Monitor A, B
o
Sequenza
Monitor A, B
Valore
Riprist
predefinito
ino
Visualizza titoli
Sì
Sì
Visualizza ora/data
Sì
Sì
Sfondo trasparente
Sì
Sì
Bordi cameo
Nera
Sì
4X4
Sì
Sì
3x3 (1)
Sì
Sì
3x3 (2)
Sì
Sì
QUAD 1
Sì
Sì
QUAD 2
Sì
Sì
QUAD 3
Sì
Sì
QUAD 4
Sì
Sì
Tempo di permanenza
5s
Sì
Telecamera
Sì
sequenza
Elenco sequenze
1..16
Visualizz.
Monitor A, B
evento
Cambia visualizzazione Sì
Sì
su perdita di segnale
video
Cambia visualizzazione Sì
Sì
in movimento
Durata visualizzazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
5s
Sì
Bosch Security Systems
Divar XF
Valori predefiniti dei menu | it
8.3
87
Impostazioni predefinite del menu Configurazione
Tabella 8.3 Valori predefiniti menu Configurazione
Navigazione
Impostazione
Valore
Riprist
predefinito
ino
Internazional Lingua
Lingua
Inglese
N
e
Unità temperatura
Celsius
N
Fuso orario
GMT+1 Europa
N
Ora/data
occ.
Server orario
Formato ora
24 ore
N
Ora
0 0 0
N
Formato data
GG-MM-AAAA
N
Data
1-1-2008
N
Ora legale
Automatico
N
Ora di avvio (DS)
N
Ora di fine (DS)
N
Offset (DS)
N
Usa server di
Disabilitato
N
Indirizzo IP
0.0.0.0
N
Inserisci nome
Telecamera
Sì
riferimento orario
Video/Audio
1...16
1..24
17...24
Configuraz.
Abilita ingresso video
Abilitato
Sì
PTZ
Disabilitato
Sì
Contrasto automatico
Abilitato
Sì
Contrasto
50%
Sì
Abilita ingresso audio
Disabilitato
Sì
Guadagno
50%
Sì
Indirizzo IP
0.0.0.0
N
Telecamera
N
Ingresso
(valore 0)
Stream
1
N
Profilo encoder
1
N
Nome utente
Utente
N
Password
—
N
Pianificazion
Pianificazione
Profilo 1
Sempre attivo
Sì
e
Giorni particolari
Giorni particolari
Vuoto
Sì
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
88
it | Valori predefiniti dei menu
Divar XF
Tabella 8.3 Valori predefiniti menu Configurazione
Navigazione
Registrazion
Impostazione
Profilo 1-6
1...24
Normale
e
Valore
Riprist
predefinito
ino
Continua
Sì
Intervallo pre-evento
30 secondi
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità video
Media
Sì
Modalità di
registrazione
1...24
Contatto
Frequenza fotogrammi 6,25 IPS
Sì
Registrazione audio
Disabilitato
Sì
Qualità audio
Media
Sì
Registrazione su
Durata fissa
Sì
Durata
30 secondi
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità
Alta
Sì
contatto:
1...24
Movimento
Frequenza fotogrammi 25 IPS
Sì
Registrazione audio
Disabilitato
Sì
Qualità audio
Media
Sì
Registrazione su
Durata fissa
Sì
Durata
30 secondi
Sì
Risoluzione
4 CIF
Sì
Qualità
Alta
Sì
movimento
Contatti
Frequenza fotogrammi 25 IPS
Sì
Registrazione audio
Disabilitato
Sì
Qualità audio
Media
Sì
Ingressi contatti NC
Nessuno
Sì
Output contacts NC
Nessuno
Sì
Nome contatto
Contact input
Sì
ingresso
1..24 (Ingresso
(Uscite contatti NC)
1...24
contatto 1..24)
Movimento
1..16
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Modalità sostituzione
Nessuna
profilo
sostituzione
Profilo
Profilo 1
Sì
Durata
1 ora
Sì
Livello di soglia
50%
Sì
Aree movimento
Tutto cancellato
Sì
Manuale d'installazione
Sì
Bosch Security Systems
Divar XF
Valori predefiniti dei menu | it
89
Tabella 8.3 Valori predefiniti menu Configurazione
Navigazione
Evento
Impostazione
Profilo 1-6
Generale
Valore
Riprist
predefinito
ino
Auto riconosc. allarmi
Disattivato
Sì
Tempo di permanenza
10 secondi
Sì
Abilitato
Sì
Abilitato
Sì
Nessuna azione
Sì
allarme
Segnale acustico in
caso di allarme
Segnale acustico in
caso di perdita di
segnale video
Azioni all'immissione
del profilo
Contatto
1...24
Abilitato
1..16 attivato
Sì
Allarme
Disattivato
Sì
Azioni
Applica
Sì
registrazione
per N Mostra su
monitor A
Movimento
1...24
Abilitato
1..16
Sì
Allarme
Disabilitato
Sì
Azioni
Applica
registrazione
per N Mostra su
monitor A
Perdita di
1...24
Abilitato
1..16 attivato
Sì
Nome DVR
DIVAR XF
N
Rilevamento
Abilitato
N
DHCP
Abilitato
N
Indirizzo IP
0.0.0.0
N
Subnet mask
0.0.0.0
N
Gateway predefinito
0.0.0.0
N
Porta HTTP
80
N
Limite larghezza di
100 MBPS
N
Indirizzo di inizio
0.0.0.0
N
Indirizzo di fine mask
255.255.255.25
N
segnale video
Rete
Configurazione
banda
Intervallo IP
5
Streaming monitor
Ingresso 1..16
Ingresso
Sì
telecamera
Memoria
Stato
Impostazioni
ND
Sovrascrivi dopo
Impostazione
Sì
disco pieno
Assistenza
Bosch Security Systems
ND
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
90
it | Valori predefiniti dei menu
Divar XF
Tabella 8.3 Valori predefiniti menu Configurazione
Navigazione
Utenti
Impostazione
Valore
Riprist
predefinito
ino
Generale
Utente predefinito
Amministratore
Sì
Amministratore
Nome utente
Amministratore
Sì
Password
Consenti accesso in
Sì
Abilitato
ND
Abilitato
Sì
Disabilitato
Sì
Nome utente
Utente 1..7
Sì
Password
—
Sì
Consenti accesso in
Abilitato
Sì
Abilitato
Sì
Disabilitato
Sì
Disabilitato
Sì
Abilitato
Sì
Consenti esportazione Abilitato
Sì
Consenti elimin.
Disabilitato
Sì
Abilitato
Sì
Diritti controllo telec.
Abilitato
Sì
Consenti
Abilitato
Sì
Consenti controllo relè Abilitato
Sì
locale
Consenti accesso in
remoto
Disconnessione
automatica
Utente 1..7
Diritti di accesso
locale
Consenti accesso in
remoto
Disconnessione
automatica
Consenti modifiche
config.
Consenti riproduzione
registrazioni
Diritti di controllo
Diritti visualizzazione
telecamera
preposizionamento
della telecamera
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Valori predefiniti dei menu | it
91
Tabella 8.3 Valori predefiniti menu Configurazione
Navigazione
Sistema
Impostazione
Valore
Riprist
predefinito
ino
Servizio
Porte seriali
ND
ID
1
N
Primo numero
1
N
Accesso tastiera 1..4
Mon A + Mon B
Sì
Velocità di
38.400
N
Parità
Nessuno
Sì
Bit di dati
8
Sì
Bit di stop
1
Sì
RTS/CTS
Abilitato
Sì
telecamera
trasmissione
Licenze
Registrazione
ND
Registra contatti
Abilitato
Sì
Registro movimenti
Abilitato
Sì
Accesso remoto al
Abilitato
Sì
registro
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
92
it | Valori predefiniti dei menu
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Divar XF
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
9
Specifiche tecniche | it
93
Specifiche tecniche
Le pagine seguenti forniscono le specifiche tecniche dell'unità.
9.1
Specifiche elettriche
Tensione e alimentazione
Tutti i modelli
100-240 VAC; 0,7-0,3A, 50/60Hz
Video
Ingressi
Video composito 0,5-2 Vpp, 75 ohm, terminazione
automatica
Uscite
1 Vpp, 75 ohm, sincronismo 0,3 V ± 10%
Standard video
PAL/NTSC, rilevamento automatico
Risoluzione
720 x 576 PAL - 720 x 484 NTSC
AGC
Regolazione automatica o manuale del guadagno
per ciascun ingresso video
Zoom digitale
1,5 - 6 volte
Compressione
H.264
Audio
Ingressi
Mono RCA, 1 Vpp, 10k ohm
Uscite
Doppia mono RCA, 1 Vpp, 10k ohm
Velocità di campionamento
48 kHz per canale
Compressione
MPEG-1 layer II
Gestione allarmi
Ingressi
8 o 16 NO/NC configurabili
Tensione di ingresso max 40 VDC
Uscite
4 uscite relè, 1 uscita relè errore; tensione
nominale massima NO/NC configurabili 30 VAC 40 VDC - 0,5 A continua -10 VA
Controllo
RS232
Segnali di uscita conformi a EIA/TIA-232-F;
tensione di ingresso max ±25 V
Ingresso tastiera
Conforme a RS485
Tensione di segnale max ±12 V
Alimentazione 11-12,6 V a max 400 mA
Bosch Security Systems
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
94
it | Specifiche tecniche
Divar XF
Biphase
Impedenza 128 Ohm
Protezione massima da sovratensione ±40 V,
lunghezza cavo massima 1,5 km
RS485
Conforme a RS485
Tensione di segnale max ±12 V
Connettori
Ingressi video
8 o 16 BNC in loop, con terminazione automatica
Ingressi audio
8 o 16 RCA
Ethernet
RJ45 schermato, 10/100 BaseT secondo
IEEE802.3
Monitor
BNC (2), Y/C (2), VGA D-sub (2)
Uscite audio
4 RCA
Connettori allarme
Ingressi con terminale a vite tramite PCB esterna
(in dotazione), diametro cavo AWG 26-16 (0,131,5 mm2)
Relè errore
Uscita con terminale a vite tramite adattatore
esterno (in dotazione), diametro cavo AWG 28-16
(0,08-1,5 mm2)
Biphase
Uscita con terminale a vite tramite PCB esterna (in
dotazione), diametro cavo AWG 26-16 (0,131,5 mm2)
RS232
DB9 maschio (2)
RS485
Uscita con terminale a vite tramite adattatore
esterno (in dotazione), diametro cavo AWG 28-16
(0,08-1,5 mm2)
Ingresso tastiera
RJ11 (6-pin)
Uscita tastiera
RJ11 (4-pin), conforme a RS485,
16 unità massimo
USB
Connettore tipo A (5)
Memoria
Dischi rigidi
4 unità disco rigido SATA sostituibili dal pannello
anteriore
Velocità di registrazione (IPS)
PAL: 400 totali, configurabili per telecamera: 25 /
12,5 / 6,25 / 3,125 / 1
NTSC: 480 totali, configurabili per telecamera: 30 /
15 / 7,5 / 3,75 / 1
Risoluzione di registrazione
704 x 576 PAL - 704 X 486 NTSC
704 x 288 PAL, 704 x 240 NTSC
352 x 288 PAL, 352 x 240 NTSC
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Divar XF
Specifiche tecniche | it
95
Modalità di visualizzazione
Monitor A
Tutto schermo, sequenza tutto schermo, quad,
multischermo, attivazione allarme (live e
riproduzione, telecamere analogiche e IP)
Monitor B
Tutto schermo, sequenza tutto schermo, quad,
multischermo, attivazione allarme (live, solo
telecamere analogiche)
9.1.1
Specifiche meccaniche
Dimensioni (esclusi cavi)
446 x 443 x 88 mm (L x P x A)
17,6 x 17,4 x 3,5" (L x P x A)
9.1.2
Peso
Circa 11 Kg
Kit di montaggio in rack (incluso)
Per l'installazione di un'unità in un rack EIA da 19''
Specifiche ambientali
Temperatura
Di esercizio: da +5 °C a +45 °C
Umidità relativa
Operativa: <93% senza condensa
Stoccaggio: da -25 °C a +70 °C
Stoccaggio: <95% senza condensa
9.1.3
Compatibilità elettromagnetica e sicurezza
Requisiti EMC
Stati Uniti
FCC Parte 15, Classe B
UE
Direttiva EMC 89/336/EEC
Immunità
EN50130-4
Emissione
EN55022 Classe B
Armoniche
EN61000-3-2
Fluttuazioni di tensione
EN61000-3-3
Sicurezza
9.1.4
Stati Uniti
UL, 60950-1
UE
CE, EN60950-1
Canada
CAN/CSA - C22.2 N. E60950-1
Accessori (opzionali)
KBD-Digital / KBD-Universal
Tastiera Intuikey con joystick
Kit di estensione per tastiere
LTC 8557
Archiviazione
Kit di espansione memoria da 500 GB
Kit di espansione memoria da 1 TB
Licenza per memorizzazione RAID 4
Video Manager
Bosch Security Systems
LTC 2605/91
Manuale d'installazione
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
96
it | Specifiche tecniche
Divar XF
Ingressi IP
Licenza per 4 telecamere IP
Licenza per 8 telecamere IP
Unità di traduzione del codice Biphase
9.1.5
LTC 8782
Velocità video in bit (bps)
Frame rate (IPS)
Risoluzione Qualità
25/30
12,5/15
6,25/7,5
3,125/3,75
1
CIF
Standard
225
124
73
48
30
CIF
Media
619
340
201
131
82
CIF
Alta
1013
557
329
215
135
2CIF
Standard
317
174
103
67
42
2CIF
Media
871
479
283
185
116
2CIF
Alta
1425
784
463
303
190
4CIF
Standard
500
275
163
106
67
4CIF
Media
1375
756
447
292
183
4CIF
Alta
2250
1238
731
478
299
Nota
Le velocità sopra indicate sono valori teorici. In pratica, la velocità in bit può risultare inferiore
fino al 50% a seconda dell'immagine della telecamera. Per una compressione dell'immagine
ottimale, evitare disturbi assicurandosi che la telecamera sia impostata correttamente e che
l'ambiente sia sufficientemente luminoso. Inoltre, verificare la stabilità della telecamera per
evitare che possa oscillare a causa del vento o di altri fattori.
F.01U.135.429 | 2.5 | 2009.08
Manuale d'installazione
Bosch Security Systems
Bosch Security Systems
www.BoschSecurity.com
© Bosch Security Systems, 2009
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement