JX Manuale per l`utente

JX Manuale per l`utente

OmrOn EurOpE B.V.

Wegalaan 67-69, NL-2132 JD, Hoofddorp, Olanda.

Tel: +31 (0) 23 568 13 00 Fax: +31 (0) 23 568 13 88 www.industrial.omron.eu

Africa e medio Oriente

Tel: +31 (0) 23 568 11 00 www.industrial.omron.eu

Austria

Tel: +43 (0) 2236 377 800 www.industrial.omron.at

Belgio

Tel: +32 (0) 2 466 24 80 www.industrial.omron.be

Danimarca

Tel: +45 43 44 00 11 www.industrial.omron.dk

Finlandia

Tel: +358 (0) 207 464 200 www.industrial.omron.fi

Francia

Tel: +33 (0) 1 56 63 70 00 www.industrial.omron.fr

Germania

Tel: +49 (0) 2173 680 00 www.industrial.omron.de

Italia

Tel: +39 02 326 81 www.industrial.omron.it

norvegia

Tel: +47 (0) 22 65 75 00 www.industrial.omron.no

Olanda

Tel: +31 (0) 23 568 11 00 www.industrial.omron.nl

polonia

Tel: +48 (0) 22 645 78 60 www.industrial.omron.com.pl

portogallo

Tel: +351 21 942 94 00 www.industrial.omron.pt

regno unito

Tel: +44 (0) 870 752 08 61 www.industrial.omron.co.uk

repubblica Ceca

Tel: +420 234 602 602 www.industrial.omron.cz

russia

Tel: +7 495 648 94 50 www.industrial.omron.ru

Spagna

Tel: +34 913 777 900 www.industrial.omron.es

Svezia

Tel: +46 (0) 8 632 35 00 www.industrial.omron.se

Svizzera

Tel: +41 41 748 13 13 www.industrial.omron.ch

Turchia

Tel: +90 (0) 216 474 00 40 www.industrial.omron.com.tr

ungheria

Tel: +36 (0) 1 399 30 50 www.industrial.omron.hu

Cat. No. I558-IT2-02-X

Inverter JX

Compatto e completo

Modello: JX

Classe 200 V, ingresso trifase da 0,2 a 7,5 kW

Classe 200 V, ingresso monofase da 0,2 a 2,2 kW

Classe 400 V, ingresso trifase da 0,4 a 7,5 kW

MANUALE DELL’UTENTE

Nota: le specifiche sono soggette a modifiche senza preavviso.

Cat. No. I558-IT2-02-X

Introduzione

Introduzione

Grazie per aver scelto l'Inverter JX per impieghi generali. In questo Manuale dell'utente (di seguito chiamato "questo manuale") sono riportati i metodi di impostazione dei parametri necessari per l'installazione, il cablaggio e il funzionamento del modello JX. Inoltre, sono indicati anche i metodi per la risoluzione dei problemi e le procedure di ispezione.

z Questo manuale deve essere consegnato all'utente finale che utilizzerà il prodotto.

z

Dopo la lettura di questo manuale, tenerlo sempre a portata di mano per farvi riferimento.

z In questo manuale sono riportate le caratteristiche tecniche e le funzioni del prodotto, nonché la relazione tra le caratteristiche e le funzioni. Tenere presente che in questo manuale è descritto tutto ciò che è possibile fare con il prodotto; non tentare di utilizzare in altri modi non indicati in questa documentazione.

z Destinatari del manuale

Questo manuale è destinato a:

Persone con conoscenza dei sistemi elettrici (ingegneri elettrici qualificati o con titoli equivalenti) e preposte a:

• Introduzione delle apparecchiature di controllo

• Progettazione di sistemi di controllo

• Installazione e/o collegamento delle apparecchiature di controllo

• Gestione sul campo

1

2

Leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale

Leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale

Prima di utilizzare il prodotto, leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale. Per eventuali domande o dubbi, rivolgersi al rappresentante OMRON di zona.

Garanzia e limitazioni di responsabilità

GARANZIA

OMRON garantisce i propri prodotti da difetti di fabbricazione e di manodopera per un periodo di un anno

(o per altro periodo specificato) dalla data di vendita da parte di OMRON.

OMRON NON RICONOSCE ALTRA GARANZIA, ESPRESSA O IMPLICITA, COMPRESE, IN VIA

ESEMPLIFICATIVA, LA GARANZIA DI COMMERCIABILITÀ, DI IDONEITÀ PER UN FINE PARTICOLARE

E DI NON VIOLAZIONE DI DIRITTI ALTRUI. LA PROPRIA ESCLUSIVA RESPONSABILITÀ NELL'AVERE

DETERMINATO L'IDONEITÀ DEL PRODOTTO A SODDISFARE I REQUISITI IMPLICITI NELL'USO

PREVISTO DELLO STESSO. OMRON NON RICONOSCE ALTRA GARANZIA, ESPRESSA O IMPLICITA.

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITÀ

OMRON NON SARÀ RESPONSABILE DEI DANNI, DELLE PERDITE DI PROFITTO O DELLE PERDITE

COMMERCIALI SPECIALI, INDIRETTE O EMERGENTI RICONDUCIBILI AI PRODOTTI, ANCHE QUANDO

LE RICHIESTE DI INDENNIZZO POGGINO SU CONTRATTO, GARANZIA, NEGLIGENZA O

RESPONSABILITÀ INCONDIZIONATA.

In nessun caso la responsabilità di OMRON potrà superare il prezzo del singolo prodotto in merito al quale

è stata definita la responsabilità.

IN NESSUN CASO OMRON SARÀ RESPONSABILE DELLA GARANZIA, DELLE RIPARAZIONI O DI

ALTRA RICHIESTA DI INDENNIZZO RELATIVA AI PRODOTTI SE L'ANALISI CONDOTTA DA OMRON

NON CONFERMERÀ CHE I PRODOTTI SONO STATI CORRETTAMENTE UTILIZZATI, IMMAGAZZINATI,

INSTALLATI E SOTTOPOSTI A MANUTENZIONE, E CHE NON SONO STATI OGGETTO DI

CONTAMINAZIONI, ABUSI, USI IMPROPRI, MODIFICHE O RIPARAZIONI INADEGUATE.

Leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale

Considerazioni sulle applicazioni

IDONEITÀ ALL'USO PREVISTO

OMRON non sarà responsabile della conformità alle normative, ai codici e agli standard applicabili a combinazioni di prodotti nell'applicazione del cliente o all'impiego dei prodotti.

Su richiesta del cliente OMRON fornirà i documenti di certificazione di terze parti applicabili che identificano le caratteristiche tecniche e le limitazioni di utilizzo per i prodotti. Queste informazioni non sono sufficienti per determinare la completa idoneità dei prodotti in combinazione con il prodotto, la macchina o il sistema finale, un'altra applicazione o un altro impiego.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di applicazioni per cui occorre prestare particolare attenzione. Questo elenco non include tutti i possibili usi dei prodotti e, al contempo, la presenza di un determinato impiego all'interno dell'elenco non ne garantisce l'idoneità e compatibilità con i prodotti:

• Utilizzo in ambienti esterni, impieghi che implicano una potenziale contaminazione chimica o interferenze elettriche o condizioni o utilizzi non descritti in questo manuale.

• Sistemi di controllo di energia nucleare, sistemi di combustione, sistemi ferroviari, sistemi per aviazione, apparecchiature medicali, macchine da Luna Park, veicoli, apparecchiature di sicurezza e installazioni soggette a normative statali o industriali separate.

• Sistemi, macchine e apparecchiature pericolosi per l'incolumità di persone o l'integrità di proprietà.

Essere a conoscenza e osservare tutte le proibizioni applicabili ai prodotti.

NON UTILIZZARE MAI I PRODOTTI IN APPLICAZIONI CHE IMPLICHINO GRAVI RISCHI PER

L'INCOLUMITÀ DEL PERSONALE SENZA PRIMA AVERE APPURATO CHE L'INTERO SISTEMA SIA

STATO PROGETTATO TENENDO IN CONSIDERAZIONE TALI RISCHI, E CHE I PRODOTTI OMRON

SIANO STATI CLASSIFICATI E INSTALLATI CORRETTAMENTE IN VISTA DELL'USO AI QUALI SONO

DESTINATI NELL'AMBITO DELL'APPARECCHIATURA O DEL SISTEMA.

PRODOTTI PROGRAMMABILI

OMRON non sarà responsabile della programmazione utente di un prodotto programmabile o di qualsiasi altra conseguenza.

3

Leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale

Dichiarazione di non responsabilità

MODIFICHE ALLE CARATTERISTICHE

Le specifiche e gli accessori dei prodotti sono soggetti a modifiche a scopo di perfezionamento o per altri motivi.

È nostra consuetudine cambiare i numeri di modello in caso di variazione dei valori nominali o delle caratteristiche o in caso di importanti modifiche a livello costruttivo. Alcune specifiche del prodotto potrebbero tuttavia essere modificate senza alcun preavviso. In caso di dubbio, numeri di modello speciali possono essere assegnati su richiesta a specifiche chiave fisse o concordate dell'applicazione interessata. Per confermare le caratteristiche effettive dei prodotti acquistati, rivolgersi al rappresentante OMRON di zona.

PESI E MISURE

Pesi e misure sono nominali e non devono essere utilizzati per scopi di fabbricazione, anche quando sono indicati i valori di tolleranza.

DATI SULLE PRESTAZIONI

I dati sulle prestazioni forniti in questo manuale non costituiscono una garanzia, bensì solo una guida alla scelta delle soluzioni più adeguate alle esigenze dell'utente. Essendo il risultato delle condizioni di collaudo di OMRON, tali dati devono essere messi in relazione agli effettivi requisiti di applicazione. Le prestazioni effettive sono soggette alle Garanzie e alle Limitazioni di responsabilità OMRON.

ERRORI E OMISSIONI

Le informazioni contenute nel presente manuale sono state attentamente controllate e giudicate accurate.

Tuttavia, OMRON non si assume alcuna responsabilità per omissioni, errori tipografici o errori di ortografia.

4

Precauzioni per la sicurezza

Precauzioni per la sicurezza

„

Indicazioni e significato delle informazioni per la sicurezza

In questo manuale, le precauzioni e la terminologia delle etichette seguenti vengono utilizzate per fornire informazioni che assicurano l'uso dell'inverter JX nelle massime condizioni di protezione.

Le informazioni seguenti sono vitali per la sicurezza. Osservare con la massima attenzione le precauzioni fornite.

„

Significato della terminologia delle etichette

SEGNALAZIONE

Indica una situazione di pericolo imminente che, se non evitata, sarà causa di lesioni personali gravi o perfino mortali. Inoltre, tale situazione potrebbe provocare gravi danni alle apparecchiature.

ATTENZIONE

Indica una situazione di potenziale pericolo che, se non evitata, può essere causa di lesioni personali non gravi o danni alle apparecchiature.

„

Etichette di avviso in questo documento

SEGNALAZIONE

Togliere l'alimentazione e implementare il cablaggio correttamente. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Il cablaggio deve essere eseguito solo dal personale qualificato. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Assicurarsi di collegare a terra l'unità. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche o incendio.

(classe 200 V: messa a terra di tipo D; classe 400 V: messa a terra di tipo C)

Non rimuovere il coperchio frontale quando l'inverter è alimentato e fino a 5 minuti dopo lo spegnimento. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Non azionare mai la console di programmazione o gli interruttori con le mani bagnate. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

L'ispezione dell'inverter deve essere eseguita solo dopo aver tolto l'alimentazione. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Anche se si attiva la funzione di arresto di emergenza, l'inverter potrebbe essere ancora alimentato dal circuito principale.

Non cambiare il cablaggio, l'impostazione degli interruttori di modalità (S7, S8), i dispositivi opzionali oppure sostituire le ventole di raffreddamento mentre l'inverter è alimentato in ingresso.

La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

„

5

Precauzioni per la sicurezza

ATTENZIONE

Non collegare le resistenze direttamente ai terminali (+1, P/+2, N/-).

La mancata osservanza di questa precauzione può provocare piccoli incendi oppure surriscaldare o danneggiare l'unità.

Per garantire la sicurezza, installare un dispositivo di arresto movimenti. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lievi danni. (Un freno di stazionamento non è un dispositivo di arresto movimento progettato per garantire la sicurezza.)

Assicurarsi di utilizzare un tipo specifico di resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione. Nel caso di una resistenza di frenatura, installare un relè termico che controlli la temperatura della resistenza. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare il rischio di lievi ustioni a causa del calore generato nella resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione. Configurare una sequenza che consenta di spegnere l'inverter quando viene rilevato eccessivo calore nella resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione.

I componenti interni dell'inverter sono sotto alta tensione; pertanto in caso di corto circuito, i componenti stessi o le altri parti potrebbero venire danneggiati. Durante le operazioni di installazione e cablaggio, proteggere le aperture con appositi coperchi o adottare altre misure per assicurarsi che nessun oggetto metallico, quali punte o scarti di fili scivolino all'interno.

Non toccare i dissipatori dell'inverter, le resistenze di frenatura e il motore. Questi componenti si surriscaldano quando l'inverter è alimentato e rimangono caldi per un po' di tempo dopo lo spegnimento. La mancata osservanza di questa precauzione può essere causa di ustioni.

Adottare precauzioni per la sicurezza, ad esempio installare un interruttore di circuito in scatola stampata (MCCB) che corrisponda alla potenza dell'inverter sul lato alimentazione. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare i componenti a causa del cortocircuito del carico.

Non smontare, riparare o modificare il prodotto.

La mancata osservanza di questa precauzione può essere causa di lesioni gravi.

„

Avvertenze e istruzioni UL (Underwriters Laboratories)

Le avvertenze e le istruzioni riportate in questa sezione riepilogano le procedure necessarie per garantire che l'installazione di un inverter sia conforme alle direttive UL (Underwriters Laboratories).

"UTILIZZARE solo il filo 60/75°C Cu" o equivalente. Per i modelli JX-AB007, -AB015, -AB022,

-A2015, -A2022, -A2037, -A2055, -A2075.

"UTILIZZARE solo il filo 75°C Cu " o equivalente. Per i modelli JX-AB002, -AB004, -A2002, -A2004,

-A2007, -A4022, -A4037, -A4055, -A4075.

"Utilizzare solo il filo 60°C" o equivalente. Per i modelli JX-A4004, -A4007 and -A4015.

"Apparecchiatura di tipo aperto".

"Adatto per l'uso in un circuito in grado di fornire non più di 100 k ampere simmetrici come valore efficace a 240 V al massimo qualora sia protetto da fusibili di classe CC, G, J o R oppure in un circuito con potenza nominale di interruzione non inferiore a 100.000 ampere simmetrici come valore efficace a 240 V al massimo". Per i modelli da 200 V monofase e trifase.

6

Precauzioni per la sicurezza

"Adatto per l'uso in un circuito in grado di fornire non più di 100 k ampere simmetrici come valore efficace a 480 V al massimo qualora sia protetto da fusibili di classe CC, G, J o R oppure in un circuito con potenza nominale di interruzione non inferiore a 100.000 ampere simmetrici come valore efficace a 480 V al massimo". Per i modelli 400 V.

"Installare il dispositivo in un ambiente con inquinamento di grado 2".

"Temperatura ambiente circostante 50

°C" o equivalente.

"Il pericolo-rischio di scossa elettrica, a causa della scarica del condensatore, è di almeno 5 minuti".

"La protezione da sovraccarico del motore statico è fornita in ogni modello".

"La protezione integrale statica da cortocircuito non fornisce protezione ai circuiti derivati.

La protezione dei circuiti derivati deve essere fornita in conformità alla normativa del National

Electric Code e di qualsiasi altro codice locale aggiuntivo" o equivalente.

7

8

Modalità d'uso per garantire la sicurezza

Modalità d'uso per garantire la sicurezza

„

Installazione e stoccaggio

Non immagazzinare o utilizzare il prodotto nei seguenti luoghi:

•Luoghi esposti alla luce solare diretta.

•Luoghi esposti a temperature più alte di quelle indicate nella tabella delle caratteristiche.

•Luoghi esposti a livelli di umidità relativa superiori a quelli indicati nella tabella delle caratteristiche.

•Luoghi esposti a livelli elevati di condensa a causa di sbalzi significativi della temperatura.

•Luoghi esposti a gas corrosivi o infiammabili.

•Luoghi esposti a combustibili.

•Luoghi esposti a polvere (in particolare polvere metallica) o agenti salini.

•Luoghi esposti ad acqua, oli o agenti chimici.

•Luoghi soggetti a urti o vibrazioni.

„

Trasporto, installazione e cablaggio

•Non lasciar cadere il prodotto o applicare forza su di esso. Il prodotto potrebbe danneggiarsi o non funzionare correttamente.

•Non afferrare il prodotto dal coperchio frontale; per il trasporto, afferrare il prodotto dal dissipatore.

•Non collegare la tensione di alimentazione c.a. ai terminali di ingresso/uscita di controllo. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare il prodotto.

•Accertarsi di serrare saldamente le viti alla morsettiera.

Il cablaggio deve essere eseguito solo dopo aver installato il corpo del modulo.

•Non aggiungere altro carico oltre al motore a induzione trifase ai terminali di uscita U, V e W.

•Adottare sufficienti misure di schermatura quando si utilizza il prodotto nei seguenti luoghi. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare il prodotto.

Luoghi soggetti a elettricità statica o altre forme di disturbi.

Luoghi in cui sono presenti forti campi magnetici.

Luoghi in prossimità di linee elettriche.

„

Funzionamento e regolazioni

•Prima di azionare la macchina, verificare che le gamme di motori e macchine siano valide, poiché l'inverter può passare facilmente dalle basse alle alte velocità.

•Se necessario, installare un freno di stazionamento separato.

„

Manutenzione e ispezione

•Assicurarsi di adottare tutte le precauzioni di sicurezza prima di effettuare le operazioni di manutenzione, ispezionare il prodotto o sostituire le parti.

Utilizzo corretto

Utilizzo corretto

„

Installazione

•Montare il prodotto in verticale lungo una parete oppure su una guida DIN (opzionale) con i lati più lunghi del prodotto rivolti verso l'alto. La parete deve essere costituita da materiale non infiammabile, ad esempio una superficie metallica.

„

Alimentazione del circuito principale

•Verificare che la tensione di ingresso nominale dell'inverter corrisponda alla tensione dell'alimentazione c.a.

„

Funzione di ripristino in caso di errore

•Non avvicinarsi alla macchina quando si utilizza la funzione di ripristino in caso di errore, in quanto la macchina potrebbe riavviarsi improvvisamente dopo un arresto causato da un allarme.

•Assicurarsi che il segnale RUN sia spento prima di ripristinare l'allarme, poiché la macchina potrebbe riavviarsi improvvisamente.

„

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

•Non avvicinarsi alla macchina quando si seleziona il riavvio in Funzionamento Continuo, una funzione che interviene in caso di interruzione momentanea della tensione (b050), poiché la macchina si potrebbe riavviare improvvisamente all'accensione.

„

Comando di arresto funzionamento

•Installare un interruttore di arresto di emergenza separato in quanto il tasto STOP della console di programmazione diventa operativo solo quando vengono eseguite le impostazioni delle funzioni.

•Quando si controlla un segnale mentre la macchina è alimentata e viene erroneamente applicata tensione ai terminali di ingresso di controllo, il motore potrebbe avviarsi improvvisamente. Assicurarsi di adottare tutte le precauzioni di sicurezza prima di controllare un segnale.

„

Smaltimento del prodotto

•Rispettare le ordinanze e i regolamenti locali in vigore per lo smaltimento del prodotto.

9

Utilizzo corretto

Etichette di avviso

Le etichette di avviso sono affisse sull'inverter come illustrato in figura.

È di fondamentale importanza attenersi alle istruzioni.

Descrizione dell'avviso

10

Verifiche da effettuare prima di togliere l'imballo

Verifiche da effettuare prima di togliere l'imballo

„

Verifica del prodotto

Al momento della consegna, controllare che il prodotto consegnato sia l'inverter JX ordinato.

Qualora si riscontri qualsiasi problema relativamente al prodotto, contattare immediatamente il rappresentante di zona più vicino oppure l'ufficio vendite OMRON.

z

Verifica della targa

Modello inverter

Specifiche degli ingressi

Specifiche delle uscite z

Verifica del modello

J X - A B 0 0 2 - E F

F: Filtro EMC integrato

E: Standard europeo

Uscita massima applicabile del motore

002

004

007

015

022

037

040

055

075

0,2 kW

0,4 kW

0,75 kW

1,5 kW

2,2 kW

3,7 kW

4,0 kW

5,5 kW

7,5 kW

Classe di tensione

2

B

4

Trifase 200 Vc.a. (classe 200 V)

Monofase 200 Vc.a. (classe 200 V)

Trifase 400 Vc.a. (classe 400 V)

Grado di protezione

A

Modelli montaggio a pannello (min. IP10) o telaio chiuso per installazione a parete

„

Verifica degli accessori

Tenere presente che questo manuale è l'unico accessorio fornito con il modello JX.

Le viti di montaggio e gli altri componenti necessari devono essere forniti dall'utente.

11

Storico delle revisioni

Storico delle revisioni

„

Il suffisso al numero di catalogo stampato in basso a sinistra sulle copertine anteriore e posteriore del manuale indica il codice di revisione del documento.

Cat. No. I558-IT2-02

Codice di revisione

Codice di revisione

02

Data di revisione

Ottobre 2009

Modifiche e pagine revisionate

Prima stampa

12

Informazioni su questo manuale

Informazioni su questo manuale

Il Manuale dell'utente è suddiviso nei seguenti capitoli.

La sequenza dei capitoli aiuta a utilizzare il prodotto in modo più efficiente.

Informazioni generali

Capitolo 1

Capitolo 2

Caratteristiche di progettazione

Capitolo 3 Funzionamento

Capitolo 4 Funzioni

Capitolo 5

Capitolo 6

Informazioni generali

Operazioni di manutenzione

Ispezione e manutenzione

Capitolo 7 Caratteristiche

Appendice

Descrive le caratteristiche e i nomi dei componenti.

Riporta le dimensioni esterne, le dimensioni dell'installazione, le istruzioni per la progettazione/selezione dei dispositivi periferici e altre informazioni necessarie per la progettazione.

Descrive i nomi dei componenti, le modalità di funzionamento dell'Inverter, incluse le informazioni su come utilizzare i tasti della console di programmazione, e le funzioni del monitor.

Descrive le funzioni dell'inverter.

Descrive le cause e le azioni da intraprendere in caso di errori o guasti dell'Inverter e include le soluzioni possibili ai problemi che si possono verificare.

Descrive le procedure da eseguire per l'ispezione periodica e/o la manutenzione dell'inverter.

Descrive le caratteristiche tecniche dell'inverter, nonché le caratteristiche tecniche e le dimensioni dei dispositivi periferici.

Riporta un riepilogo delle impostazioni dei parametri come utile riferimento per gli utenti che hanno utilizzato l'inverter e acquisito familiarità con le funzioni.

13

Informazioni su questo manuale

14

Contenuto

Introduzione.............................................................................................1

Leggere attentamente le informazioni contenute nel presente manuale...................................................................................................2

Precauzioni per la sicurezza....................................................................5

Modalità d'uso per garantire la sicurezza ................................................8

Utilizzo corretto........................................................................................9

Verifiche da effettuare prima di togliere l’imballaggio ..............................11

Storico delle revisioni...............................................................................12

Informazioni su questo manuale..............................................................13

Capitolo 1 Informazioni generali

1-1 Funzioni ...................................................................................................1-2

1-2 Aspetto e nomi dei componenti ...............................................................1-4

Capitolo 2 Caratteristiche di progettazione

2-1 Installazione.............................................................................................2-2

2-2 Cablaggio.................................................................................................2-7

Capitolo 3 Funzionamento

3-1 Procedura per l'esecuzione di prova........................................................3-3

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova.................................................3-4

3-3 Nomi dei componenti e descrizioni della console di programmazione ..................................................................................3-8

3-4 Procedura per la messa in funzione

(Esempio: impostazioni di fabbrica).........................................................3-10

3-5 Transizione dei parametri ........................................................................3-16

3-6 Elenco dei parametri................................................................................3-17

Capitolo 4 Funzioni

4-1 Modalità di monitoraggio..........................................................................4-2

4-2 Modalità di funzione.................................................................................4-6

Capitolo 5 Operazioni di manutenzione

5-1 Elenco codici speciali visualizzati (codici di errore) .................................5-2

5-2 Risoluzione problemi ...............................................................................5-6

15

Contenuto

Capitolo 6 Ispezione e manutenzione

6-1 Ispezione e manutenzione ...................................................................... 6-2

6-2 Stoccaggio .............................................................................................. 6-8

Capitolo 7 Caratteristiche

7-1 Elenco delle caratteristiche standard ...................................................... 7-2

7-2 Metodo di misurazione della tensione di uscita....................................... 7-6

7-3 Dimensioni .............................................................................................. 7-7

7-4 Opzioni .................................................................................................... 7-13

Appendice

Appendice-1 Elenco dei parametri.................................................................... App-2

Appendice-2 Curva della durata del prodotto ................................................... App-18

Indice

16

Capitolo 1

Informazioni generali

1-1 Funzioni ............................................................ 1-2

1-2 Aspetto e nomi dei componenti...................... 1-4

1

1-1 Funzioni

1Informazioni generali

1-1 Funzioni

Modelli di inverter JX

Tensione nominale

Trifase, 200 Vc.a.

Trifase, 400 Vc.a.

Monofase, 200 Vc.a.

Grado di protezione

IP20

Potenza massima applicabile del motore

0,2 kW

0,4 kW

0,75 kW

1,5 kW

2,2 kW

3,7 kW

5,5 kW

7,5 kW

0,4 kW

0,75 kW

1,5 kW

2,2 kW

4,0 kW

5,5 kW

7,5 kW

0,2 kW

0,4 kW

0,75 kW

1,5 kW

2,2 kW

Modelli standard internazionali

(Direttive dell'Unione Europea e standard UL/cUL)

L'inverter JX è conforme alle Direttive dell'Unione Europea e ai requisiti standard UL/cUL per uso a livello mondiale.

Direttive dell'Unione Europea

Standard UL/cUL

Classificazione Standard applicabile

Direttiva EMC EN61800-3: 2004

Direttiva sulla bassa tensione (LVD) EN61800-5-1: 2003

UL508C

1-2

Modello

JX-A2002

JX -A2004

JX -A2007

JX-A2015

JX-A2022

JX-A2037

JX-A2055

JX-A2075

JX -A4004

JX-A4007

JX-A4015

JX-A4022

JX-A4040

JX-A4055

JX-A4075

JX-AB002

JX-AB004

JX-AB007

JX-AB015

JX-AB022

1-1 Funzioni

Inverter compatto e semplice per requisiti applicativi e ambientali dei clienti

„

Cablaggio e installazione semplici

Il circuito principale adotta la tipologia di cablaggio superiore/inferiore come se fosse un conduttore.

Inoltre, il montaggio side-by-side e la reattanza con fase 0 integrata di questo modello di inverter contribuiscono a salvare spazio nel pannello di controllo.

„

Ampia gamma di potenza e alimentazione

Nonostante le dimensioni compatte, l'inverter JX offre un'ampia gamma di potenza da 0,2 a 7,5 kW.

Inoltre, i modelli trifase a 200 V, trifase a 400 V e monofase/trifase a 200 V sono progettati per essere conformi alle caratteristiche relative all'alimentazione per l'uso al di fuori del Giappone.

„

Funzione PID

La funzione PID supporta il controllo della ventola e della pompa. Aiuta a controllare il flusso dell'aria e la pressione.

„

Funzione arresto di emergenza

L'interruttore dedicato (S8) consente di passare dalla modalità ingresso multifunzione (ingresso 3) alla modalità arresto di emergenza. È possibile spegnere direttamente un modulo di alimentazione di controllo del motore senza interagire con il software.

„

Conformità agli standard

La serie JX è conforme alle direttive CE e UL/cUL.

„

Direttiva RoHS

Il modello standard è conforme ai requisiti della Direttiva RoHS.

„

Opzione di soppressione dei disturbi e delle armoniche

I modelli trifase includono la reattanza con fase 0 (filtro per radiodisturbi) come caratteristica standard.

Per il modello comune trifase, è disponibile anche l'opzione di soppressione.

Se viene aggiunta la reattanza c.c. opzionale, la serie JX è anche conforme ai requisiti specificati dal Ministero dell'Ambiente, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo del Giappone.

„

Gestione di diversi tipi di segnali I/O

La serie JX è in grado di gestire diversi tipi di segnali I/O per un'ampia gamma di applicazioni.

•Ingresso analogico di tensione: da 0 a 10 V

•Ingresso analogico di corrente: da 4 a 20 mA

1

1-3

1-2 Aspetto e nomi dei componenti

1

1-2 Aspetto e nomi dei componenti

Coperchio superiore

Dissipatore

Console di programmazione

Coperchio frontale

Alloggiamento principale

Potenziometro

Coperchio inferiore

•Le dimensioni del dissipatore variano a seconda della potenza del motore.

•Sono previste due dimensioni a seconda della potenza del motore, ma la struttura di base è la stessa.

•Rimuovere il coperchio frontale quando si collegano l'alimentazione, il motore e il segnale di controllo.

Connessione allo spinotto RJ45

Collegare il cavo delle comunicazioni dopo aver aperto lo sportello del connettore delle comunicazioni. Rimuovere il coperchio frontale per attivare le comunicazioni. Per istruzioni su come

rimuovere il coperchio frontale, vedere "Rimozione del coperchio frontale" (pagina 2-7).

8888

Connettore di comunicazione

(con copertura)

1-4

* Lo sportello del connettore delle comunicazioni è rimovibile. Rimuovere lo sportello frontale per fissarlo.

1-2 Aspetto e nomi dei componenti

Nomi dei componenti situati all'interno del coperchio frontale

Morsettiera del circuito principale

(lato ingresso)

8888

1

Non toccare!

(PERICOLO DI SCOSSA ELETTRICA: solo per manutenzione di fabbrica)

Connettore di comunicazione

Morsettiera per uscite a relè

485

OPE

S7 S8

ON

OFF

Blocco terminali del circuito di controllo

Morsettiera del circuito principale

(lato uscita)

S7: selettore delle comunicazioni OPE/485 (impostazione predefinita = lato OPE)

S8: selettore funzione arresto di emergenza (impostazione predefinita = OFF)

(Attenzione)

Non cambiare la posizione del selettore della funzione di arresto di emergenza (S8) senza motivo poiché potrebbe cambiare l'assegnazione dei terminali di ingresso multifunzione.

Per ulteriori dettagli vedere "Funzione di ingresso di arresto di emergenza" (pagina 4-46).

1-5

Capitolo 2

Caratteristiche di progettazione

2-1 Installazione...................................................... 2-2

2-2 Cablaggio.......................................................... 2-7

2-1 Installazione

2Caratteristiche di progettazione

2-1 Installazione

2

SEGNALAZIONE

Togliere l'alimentazione e implementare il cablaggio correttamente. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Il cablaggio deve essere eseguito solo dal personale qualificato. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Assicurarsi di collegare a terra l'unità. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche o incendio.

(classe 200 V: messa a terra di tipo D; classe 400 V: messa a terra di tipo C)

ATTENZIONE

Non collegare le resistenze direttamente ai terminali (PD+1, P/+, N/-).

La mancata osservanza di questa precauzione può provocare piccoli incendi oppure surriscaldare o danneggiare l'unità.

Per garantire la sicurezza, installare un dispositivo di arresto movimenti. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lievi danni. (Un freno di stazionamento non è un dispositivo di arresto movimento progettato per garantire la sicurezza.)

Assicurarsi di utilizzare un tipo specifico di resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione. Nel caso di una resistenza di frenatura, installare un relè termico che controlli la temperatura della resistenza. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare il rischio di lievi ustioni a causa del calore generato nella resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione. Configurare una sequenza che consenta di spegnere l'inverter quando viene rilevato eccessivo calore nella resistenza di frenatura/circuito di frenatura di rigenerazione.

I componenti interni dell'inverter sono sotto alta tensione; pertanto in caso di corto circuito, i componenti stessi o le altri parti potrebbero venire danneggiati. Durante le operazioni di installazione e cablaggio, proteggere le aperture con appositi coperchi o adottare altre misure per assicurarsi che nessun oggetto metallico, quali punte o scarti di fili scivolino all'interno.

Informazioni di sicurezza

„

Installazione e stoccaggio

Non immagazzinare o utilizzare il prodotto nei seguenti luoghi.

•Luoghi esposti alla luce solare diretta.

•Luoghi esposti a temperature più alte di quelle indicate nella tabella delle caratteristiche.

•Luoghi esposti a livelli di umidità relativa superiori a quelli indicati nella tabella delle caratteristiche.

•Luoghi esposti a livelli elevati di condensa a causa di sbalzi significativi della temperatura.

•Luoghi esposti a gas corrosivi o infiammabili.

•Luoghi esposti a combustibili.

•Luoghi esposti a polvere (in particolare polvere metallica) o agenti salini.

•Luoghi esposti ad acqua, oli o agenti chimici.

•Luoghi soggetti a urti o vibrazioni.

2-2

2-1 Installazione

„

Trasporto, installazione e cablaggio

•Non lasciar cadere il prodotto o applicare forza su di esso. Il prodotto potrebbe danneggiarsi o non funzionare correttamente.

•Non afferrare il prodotto dal coperchio frontale; per il trasporto, afferrare il prodotto dal dissipatore.

•Non collegare la tensione di alimentazione c.a. ai terminali di ingresso/uscita di controllo. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare il prodotto.

•Accertarsi di serrare saldamente le viti alla morsettiera.

Il cablaggio deve essere eseguito solo dopo aver installato il corpo del modulo.

•Non aggiungere altro carico oltre al motore a induzione trifase ai terminali di uscita U, V e W.

•Adottare sufficienti misure di schermatura quando si utilizza il prodotto nei seguenti luoghi. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare il prodotto.

Luoghi soggetti a elettricità statica o altre forme di disturbi.

Luoghi in cui sono presenti forti campi magnetici.

Luoghi in prossimità di linee elettriche.

Precauzioni per l'uso

„

Installazione

•Installare l'inverter in posizione verticale su parete o su guide DIN (opzionale).

Installare l'inverter su materiale per parete non infiammabile, ad esempio il metallo.

Modello

JX- A2002

A2004

A2007

AB002

AB004

Posizione per l'installazione di una vite

Modello

JX-A2015

A2022

A2037

A4004

A4007

Posizioni per l'installazione delle viti

A4015

A4022

A4040

AB007

AB015

AB022

Dimensioni vite per installazione: M5

Posizione per l'installazione di una vite

Dimensioni vite per installazione: M5

Posizioni per l'installazione delle viti

Posizione per l'installazione di una vite

Modello

JX-A2055

-A2075

-A4055

-A4075

2

Dimensioni vite per installazione: M6

Posizione per l'installazione di una vite

2-3

2

2-1 Installazione

„

Alimentazione del circuito principale

•Verificare che la tensione di ingresso nominale dell'inverter corrisponda alla tensione dell'alimentazione c.a.

„

Ambiente di installazione

•Le temperature di ambiente troppo alte riducono la durata dell'inverter.

•Posizionare l'inverter lontano da elementi che generano calore, ad esempio le resistenze di frenatura, le reattanze c.c. e così via.

Se si installa l'inverter in un pannello di controllo, mantenere la temperatura di ambiente entro l'intervallo indicato nelle tabella delle caratteristiche, tenendo a mente i fattori dimensione e ventilazione.

10 cm min.

Flusso aria

Parete

5 cm min.

5 cm min.

10 cm min.

•Nel pannello di controllo, è possibile installare più inverter JX side-by-side. Anche in questo caso, mantenere la temperatura di ambiente entro l'intervallo indicato nelle specifiche tecniche (40

°C o inferiore).

2-4

•Se la temperatura di ambiente varia da 40

°C a 50°C, è necessario ridurre la frequenza portante e aumentare la potenza dell'inverter. Fare riferimento alla diminuzione della temperatura di ambiente.

2-1 Installazione

•Per aumentare la frequenza portante, diminuire la corrente di uscita (corrente nominale), come mostrato nel diagramma seguente.

(1) Temperatura ambiente 40°C

100%

Classe 200 V

0,2... 2,2 - 5,5/7,5 kW

100%

Classe 400 V

0,4... 2,2 - 5,5/7,5 kW

95%

95%

90%

3,7 kW

90%

3,7 kW

85%

85%

80%

80%

75%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

(2) Temperatura ambiente 50°C

100%

Classe 200 V

0,2/0,4/2,2/5,5 kW

7,5 kW

95%

1,5 kW

90%

85%

80%

75%

70%

65%

60%

2

0,75 kW

3,7 kW

4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

75%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

100%

Classe 400 V

95%

90%

85%

80%

2,2 kW

75%

70%

65%

60%

2 4 6

5,5 kW

0,4... 1,5/7,5 kW

3,7 kW

8 10

Frequenza portante [kHz]

12

(3) Installazione side-by-side (temperatura ambiente: 40°C)

100%

Classe 200 V

0,2... 2,2 - 5,5/7,5 kW

100%

Classe 400 V

0,4... 2,2 kW

5,5 kW

95%

90%

95%

90%

7,5 kW

3,7 kW

85%

80%

85%

80%

3,7 kW

75%

70%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

75%

70%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

2

2-5

2

2-1 Installazione

•Prima di installare l'inverter, proteggere tutte le aperture di ventilazione con un coperchio per impedire l'entrata di oggetti esterni.

Una volta completato il processo di installazione, assicurarsi di rimuovere tutti i coperchi dall'inverter prima di metterlo in funzione.

Aperture di ventilazione

(Laterali e superiore)

2-6

2-2 Cablaggio

2-2 Cablaggio

Rimozione e montaggio del coperchio frontale

„

Rimozione del coperchio frontale

Allentare la vite di montaggio che si trova a sinistra sul coperchio frontale. Sollevare la parte inferiore del coperchio frontale per rimuoverlo tenendo bloccato il corpo.

1. Allentare la vite di montaggio sul coperchio frontale.

2

2. Sollevare la parte inferiore del coperchio frontale per rimuoverlo.

2-7

2

2-2 Cablaggio

„

Montaggio del coperchio frontale

Afferrare i ganci nella parte superiore del coperchio frontale e spingere contemporaneamente su entrambi i lati del coperchio fino a quando scatta in posizione.

1. Afferrare i ganci sul lato superiore (due ganci).

2. Spingere il coperchio finché non scatta in posizione (entrambi i lati).

2-8

2-2 Cablaggio

Schema dei collegamenti standard

Inverter

Trifase 200 Vc.a.

Monofase 200 Vc.a. *1

Trifase 400 Vc.a.

Per logica NPN

Ingresso multifunzione 5

R/L1 (L1)

S/L2 (L2)

T/L3 (N/L3)

P24 24V c.c.

PZ.

5

4,7 kW

Ingresso multifunzione 4

Ingresso multifunzione 3

Ingresso multifunzione 2

Ingresso multifunzione 1

Uscita monitoraggio analogica

Frequenzimetro

Unità di impostazione frequenza

1...2 k

Ω

Ingresso alimentazione

4... 20 mA c.c.

2

1

4

3

L

AM

10 Vc.c.

H

O

OI

L

250

Ω

10 k

Ω

U/T1

V/T2

W/T3

Motore

Nota:

Per collegare la reattanza c.c., staccare la barra di cortocircuito.

PD/+1

Reattanza c.c.

P/+

N/-

AL1

AL2

AL0

11

Uscita a relè

Comune

RY

Uscita multifunzione

CM2

24 Vc.c.

Comune uscita multifunzione

2

Terminali diversi hanno comuni diversi.

Terminali

Comuni

1, 2, 3, 4, 5

Logica NPN - L

Logica sorgente - PCS

AM H, O, OI

L

11

CM2

Alimentazione circuito principale

*2

Comando RUN

Frequenza di uscita

2,0 s min.

Velocità di rotazione motore

*1.) Utilizzare i terminali L1 e N per il modello monofase JX-AB†††

*2.) Se il circuito principale viene alimentato nel momento in cui viene immesso un comando di marcia, il motore inizia a ruotare dopo circa 2,0 secondi.

Assicurare un duty-cycle di 5 o più minuti tra un'accensione e uno spegnimento. In caso contrario, si riduce la durata dell'inverter.

Non togliere l'alimentazione al circuito principale durante il funzionamento.

2-9

2

2-2 Cablaggio

Cablaggio dell'alimentazione e del motore

(Esempio) JX-A2004

Morsettiera del circuito principale (lato ingresso)

(Esempio) JX-A2037

Morsettiera del circuito principale (lato ingresso)

Morsettiera del circuito principale (lato uscita)

Alimentazione

Terra

R/L1 S/L2 T/L3

N/- P/+ +1

Terra del motore

Morsettiera del circuito principale (lato uscita)

Alimentazione

Terra

R/L1 S/L2 T/L3

Terra del motore

U/T1 V/T2 +1

2-10

Motore Motore

•Collegare l'alimentazione solo a R/L1, S/L2 o T/L3.

•Non rimuovere la barra di cortocircuito tra P/+2 e +1; rimuoverla solo se è collegata una reattanza c.c.

Nota 1: installare un interruttore di dispersione a terra all'ingresso dell'alimentazione.

Utilizzare un interruttore di dispersione a terra con elevata corrente ad alta frequenza ed evitare il funzionamento non necessario.

Se il cablaggio tra l'inverter e il motore è troppo lungo (oltre 10 m), il relè termico potrebbe non funzionare correttamente a causa delle armoniche. Installare una reattanza c.a. sul lato di uscita dell'inverter oppure utilizzare un sensore di corrente al posto del relè termico.

2-2 Cablaggio

Nota 2: eseguire il collegamento a terra in modo sicuro come indicato (tipo D per la classe 200 V e tipo C per la classe 400 V). Non collegare l'elettrodo di terra ad altri dispositivi elettrici.

Esempio di messa a terra non corretta Esempio di messa a terra corretta

Inverter

Inverter

Inverter

Inverter

Inverter

Inverter

Bullone di messa a terra

2

Cablaggio dei terminali del circuito elettrico e dei terminali a relè

Uscita relè

AL2 AL1 AL0

Uscita di monitoraggio analogico

Ingresso frequenza di riferimento

Ingresso multifunzione

Uscita multifunzione

AM

H O OI L 5 4 3 2 1 L

PZ. P24

CM2

1 1

Barra di cortocircuito

2-11

2

2-2 Cablaggio

Esempio di cablaggio della morsettiera del circuito di controllo (logica NPN)

A logica NPN: ingresso alimentazione esterna

A logica sorgente (PNP): uscita alimentazione

Nota: per impostazione di fabbrica, la logica di ingresso del circuito terminale di ingresso multifunzione è impostata sulla logica NPN utilizzando

AM

H O OI L 5 4 3 2 1 L

P Z .

P 2 4

CM2 1 1

Riferimento frequenza resistenza variabile

(da 1 a 2 k) Nota 3

Barra di cortocircuito

(a logica NPN

[con alimentazione interna utilizzata])

Nota 2

R Y

Frequenzimetro

Segnale raggiungimento frequenza

(27 Vc.c. 50 mA max.)

Nota 1

Nota 1: se si collega un relè al terminale di uscita multifunzione, installare un diodo per l'assorbimento di sovracorrente in parallelo al relè. Il circuito di uscita si può danneggiare a causa del picco di tensione che si verifica quando il relè viene attivato/disattivato.

Nota 2: rimuovere la barra di cortocircuito quando si utilizza l'alimentazione esterna.

Nota 3: per la linea del segnale, utilizzare un cavo schermato intrecciato e applicare il tubetto isolante per schermatura come mostrato sotto. Non superare i 20 m.

Montare il tubetto isolante.

Il collegamento a terra non è richiesto.

Collegare al terminale di terra dell'inverter.

Nota 4: sistemare il cablaggio lontano dal cavo di alimentazione del circuito principale e lontano dal cablaggio sul circuito di controllo a relè (distanza minima 10 cm).

2-12

2-2 Cablaggio

Selezione del metodo di ingresso sequenza (logica NPN/PNP)

„

Metodo di selezione della logica per terminali di ingresso multifunzione

Se si utilizza l'alimentazione interna, è possibile cambiare la logica rimontando la barra di cortocircuito nella morsettiera del circuito di controllo. L'impostazione predefinita è la logica NPN.

<Logica NPN>

1 L PZ.

P24 CM2

<Logica PNP>

1 L PZ.

P24 CM2

Barra di cortocircuito

Barra di cortocircuito

Nota 1: rimuovere la barra di cortocircuito quando si utilizza l'alimentazione esterna.

Interno dell'inverter

Viene utilizzata l'alimentazione dell'interfaccia

Viene utilizzata l'alimentazione esterna

2

+V

Barra di cortocircuito

P24

PZ.

L

1

5

COM

Modulo di uscita, ecc.

Inverter

24 Vc.c.

COM

P24

Barra di cortocircuito

PZ.

L

1

5

0 V

Modulo di uscita, ecc.

Inverter

24 Vc.c.

\

+V

P24

PZ.

L

1

5

COM

DC24V

Modulo di uscita, ecc.

Inverter

24 Vc.c.

COM

0 V

Modulo di uscita, ecc.

24 Vc.c.

P24

PZ.

L

24 Vc.c.

1

5

Inverter

2-13

2

2-2 Cablaggio

Cablaggio dei terminali del circuito principale

„

Collegamento dei terminali del circuito principale

Uscita motore

(kW)

0,2

0,4

0,75

1,5

2,2

3,7

5,5

7,5

0,2

0,4

0,75

1,5

2,2

Modello inverter applicabile

JX-A2002

JX -A2004

JX -A4004

JX -A2007

JX-A4007

JX-A2015

JX-A4015

JX-A2022

JX-A4022

JX-A2037

JX-A4040

JX-A2055

JX-A4055

JX-A2075

JX-A4075

JX-AB002

JX-AB004

JX-AB007

JX-AB015

JX-AB022

Cablaggio

Cavo di alimentazione

1,25 mm

2

1,25 mm

2

2,0 mm

2

1,25 mm

2

2,0 mm

2

2,0 mm

2

2,0 mm

2

2,0 mm

2

3,5 mm

2

2,0 mm

2

5,5 mm

2

3,5 mm

2

8,0 mm

2

3,5 mm

2

2,0 mm

2

2,0 mm

2

2,0 mm

2

5,5 mm

2

5,5 mm

2

Dispositivo applicabile

Interruttore di dispersione a terra

(ELB)

Dimensione fusibile

(classe J)

Tensione nominale 600 V

5 A

5 A

10 A

10 A

3 A

15 A 10 A

5 A

15 A

10 A

20 A

10 A

30 A

15 A

50 A

30 A

60 A

6 A

15 A

10 A

20 A

10 A

30 A

15 A

40 A

20 A

50 A

30 A

5 A

5 A

10 A

15 A

20 A

25 A

14 A

•Per i terminali del circuito principale, utilizzare sempre fili elettrici isolati con tensione nominale di 600 V e temperatura nominale di 80

°C o superiore.

•Per collegare i terminali, utilizzare il terminale a crimpare con un tubetto isolante.

•È possibile collegare fino a due fili a un terminale.

•Per evitare possibili cadute di tensione, utilizzare fili di sezione maggiore a seconda della lunghezza del cavo.

•Per collegare il modello 200 V alla morsettiera di uscita a relè, utilizzare un filo da 0,75 mm

2

.

•Per collegare sette o più fili alla morsettiera del circuito di controllo, utilizzare una linea schermata da 0,5 mm

2 o inferiore.

•Spelare la linea del segnale di 5 - 6 mm e collegare il filo esposto. Se si utilizzano fili semirigidi, assicurarsi che i fili non siano sfilacciati.

•Assicurarsi che il diametro esterno del cavo segnale sia al massimo 2,0 mm (ad eccezione della linea del segnale di allarme). (Per il cavo e il cavo a più conduttori con relativi contrassegni, lasciare i contrassegni del cavo e 40 mm o più di guaina isolata dall'estremità del collegamento. Una linea spessa può impedire la chiusura corretta del coperchio della morsettiera.)

•Per la conformità agli standard UL, inserire sempre un fusibile UL standard (tipo J) nel lato alimentazione.

•Utilizzare un collegamento di messa a terra con diametro maggiore rispetto al cavo di alimentazione mostrato sopra.

2-14

2-2 Cablaggio

Scegliere la sensibilità di corrente dell'interruttore di dispersione a terra (ELB), a seconda della distanza totale (L) tra l'inverter e l'alimentatore e tra l'inverter e il motore.

Per i modelli con filtro incorporato, in alcuni casi potrebbe essere necessario un interruttore di dispersione a terra con funzione di ritardo.

L

100 m max

300 m max

800 m max

Sensibilità di corrente (mA)

30

100

200

Guida della corrente di dispersione: se si utilizza un filo CV condotto mediante un tubo di metallo, la corrente di dispersione

è 30 mA/km.

A causa dell'elevata potenza induttiva specifica del filo H-IV, la corrente di dispersione aumenta di circa otto volte. Utilizzare un filo con sensibilità di corrente di un livello più alto.

La corrente di dispersione indicata qui è il valore reale dell'onda fondamentale; le correnti ad alta frequenza sono escluse.

2

„

Disposizione dei terminali

Morsettiera del circuito principale

Lato superiore del corpo

R/L1 S/L2 T/L3

Lato inferiore del corpo

N/P/+ PD+1

U/T1 V/T2 W/T3

Lato superiore del corpo

R/L1 S/L2 T/L3

Lato inferiore del corpo

U/T1 V/T2 W/T3 N/P/+ PD+1

Modello (JX-)

Dimensioni vite

L (mm)

A2002... A2007

AB002... AB004

(*1)

A2015... A2037

A4004... A4040

AB007... AB022

(*1)

M3.5

M4

7,1

9,2

A2055... A2075

A4055... A4075

M5 13

7,1

Morsettiera del circuito principale

9,2 o 13

Morsettiera del circuito principale

*1. Per i modelli JX-AB†††, R/L1 = L1 e T/L3 = N; il terminale S/L2 non è disponibile.

Collegare l'ingresso 200 Vc.a. monofase ai terminali L1 e N.

Morsettiera uscite a relé

AL2 AL1 AL0

Morsettiera del circuito di controllo

AM H O OI L 5

4 3 2 1 L PZ. P24 CM2 11

2-15

2-2 Cablaggio

2

Modello

(JX-)

Circuito principale

Circuito di controllo

Relè

Terra

A2002... A2007

AB002... AB004

Dimensioni vite

M3.5

M2

M2.5

M4

L (mm)

7,1

Coppia di serraggio delle viti

Vite Coppia di serraggio

M2 0,2 N•m (max 0,25 N•m)

M2.5

M3.5

M4

M5

0,5 N•m (max 0,6N•m)

0,8 N•m (max 0,9 N•m)

1,2 N•m (max 1,3 N•m)

3,0 N•m (max 3,3 N•m)

A2015... A2037

A4004... A4040

AB007... AB022

Dimensioni vite

L (mm)

M4

M2

M2.5

M4

9,2

A2055... A2075

A4055... A4075

Dimensioni vite

M5

M2

M2.5

M5

L (mm)

13

13

„

Spiegazione del collegamento dei terminali del circuito principale

Codice terminale

Nome terminale

R/L1, S/L2,

T/L3 *

Terminale di ingresso alimentazione principale

Funzione

Collega l'alimentazione di ingresso.

Esempio di collegamento

U/T1,

V/T2, W/T3

Terminale di uscita dell'inverter

Collega il motore.

Motore

PD/+1,

P/+

P/+, N/-

Terminale reattanza c.c. esterno

Collegato normalmente tramite barra di cortocircuito. Rimuovere la barra di cortocircuito tra PD/+1 e P/+ se non è collegata una reattanza c.c.

Terminale di collegamento del circuito di frenatura di rigenerazione

Collega i circuiti di frenatura di rigenerazione opzionali.

Terminale di terra

Messa a terra (Collega a terra per impedire scosse elettriche e diminuire i disturbi.)

ELB

Alimentazione

Non rimuovere la barra di cortocircuito tra PD/+1 e P/+ se non è collegata una reattanza c.c.

* Per i codici dei terminali dei modelli JX-AB†††, R/L1 = L1, S/L2 = L2 e T/L3 = N/L3.

Collegare l'ingresso 200 Vc.a. monofase ai terminali L1 e N.

2-16

2-2 Cablaggio

„

Schema dei collegamenti del circuito principale

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

MC

Reattanza c.a. filtro antidisturbo Fusibile

Alimentazione

Circuito di frenatura

di rigenerazione

R/L1

S/L2

T/L3 *

P/+

Inverter

JX

N/U/T1

V/T2

W/T3

* Per i codici di terminale dei modelli JX-AB†††, R/L1 = L1 e T/L3 = N.

M

„

Cablaggio dei terminali del circuito principale (lato ingresso)

Installazione di un interruttore di circuito in scatola stampata (MCCB)

•Collegare sempre l'inverter e l'alimentazione tramite un interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB) per proteggere l'inverter dai danni che possono derivare da cortocircuiti.

•Collegare sempre i terminali di ingresso di alimentazione (R/L1, S/L2 e T/L3) e l'alimentazione tramite un interruttore MCCB, in base alla potenza dell'inverter.

•Installare un interruttore MCCB per inverter.

•Scegliere la potenza dell'interruttore MCCB appropriata in base alle dimensioni del fusibile

riportate a pagina 2-14.

•Per scegliere le caratteristiche di temporizzazione dell'interruttore MCCB, è necessario considerare anche la protezione contro il sovraccarico dell'inverter (1 min al 150% della corrente di uscita nominale).

•Programmando la sequenza come mostrato sotto, è possibile togliere l'alimentazione tramite i relè di uscita (AL2, AL1, e AL0) per la serie JX.

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

MC

X1

Inverter JX

R/L1

S/L2

T/L3 *

Alimentazione

X1

X2

X2

AL2

AL0

(30 Vc.c., 50 mA max.)

OFF

ON

X1

Relè c.c. (24 V)

* Per i codici di terminale dei modelli JX-AB†††, R/L1 = L1 e T/L3 = N.

Installazione di un interruttore errore di massa

•L'uscita dell'inverter utilizza la commutazione ad alta velocità e pertanto genera corrente di dispersione ad alta frequenza. Solitamente, se il cavo di alimentazione è lungo 1 m, la corrente di dispersione è circa 100 mA per inverter. A questa corrente, vanno aggiunti altri circa 5 mA per ogni metro di cavo di alimentazione in più.

•Sul lato di ingresso dell'alimentazione, installare un interruttore errore di massa specifico per inverter che esclude la corrente di dispersione ad alta frequenza compresa nell'intervallo di frequenze pericolose per le persone. Utilizzare un interruttore errore di massa con sensibilità di corrente pari ad almeno 10 mA per inverter o superiore qualora venga utilizzato anche un filtro incorporato o esterno.

•In alternativa, utilizzare un interruttore errore di massa generico con sensibilità di corrente pari a 200 mA o più per inverter e con tempo di funzionamento di 0,1 secondi o più.

2-17

2

2

2-2 Cablaggio

Installazione di un contattore magnetico (MC)

•Se l'alimentazione del circuito principale si interrompe a causa di un controllo sequenza,

è possibile utilizzare un contattore magnetico (MC). Se si forza l'arresto del carico tramite un contattore magnetico MC nel lato primario del circuito principale, tuttavia la forzatura rigenerativa non ha luogo e il carico si arresta per inerzia (corsa libera).

•La frequente apertura e chiusura del contattore magnetico (MC) per avviare o arrestare un carico può danneggiare l'inverter. Per aumentare la durata del condensatore elettrolitico interno dell'inverter, limitare la frequenza a non più di una volta ogni 30 min.

Sequenza dei collegamenti alla morsettiera

•L'alimentazione di ingresso può essere collegata a qualsiasi terminale poiché la sequenza della fase dell'alimentazione di ingresso non è rilevante per la morsettiera (R/L1, S/L2 e T/L3).

Installazione di una reattanza c.a.

•Se si collega l'inverter a un trasformatore ad alta potenza (660 kW o superiore) oppure si utilizza un condensatore di rifasatura, è possibile che una corrente di picco eccessiva passi attraverso il circuito di ingresso danneggiando il convertitore.

•Installare una reattanza c.a. opzionale sul lato di ingresso dell'inverter. Una reattanza c.a. migliora anche il fattore di potenza sul lato di ingresso dell'alimentazione.

Installazione di un assorbitore di sovracorrente

•Utilizzare sempre un assorbitore di sovracorrente o diodo quando vengono impiegati contattori magnetici (MC), relè elettromagnetici, valvole a solenoide, solenoidi e freni magnetici.

Installazione di un filtro EMC sul lato di ingresso

•L'uscita dell'inverter utilizza la commutazione ad alta velocità. A causa di ciò, è possibile che vengano trasmessi disturbi dall'inverter alla linea di alimentazione, fino ai dispositivi periferici.

•Si consiglia di installare un filtro antidisturbo sul lato di ingresso per ridurre al minimo la trasmissione dei disturbi. L'installazione di un filtro antidisturbo sul lato di ingresso può anche ridurre i disturbi dalla linea di alimentazione all'inverter.

Filtri antidisturbo consigliati per l'inverter

Conforme a EMC

AX-FIJ

Alimentazione

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

AX-FIJxxxx

Inverter

JX

M

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

Altro dispositivo

* Utilizzare il filtro antidisturbo consigliato per ogni inverter. Un filtro antidisturbo generico potrebbe essere meno efficiente e non ridurre i disturbi.

2-18

2-2 Cablaggio

„

Cablaggio dei terminali del circuito principale (lato di uscita)

Collegare la morsettiera al carico

•Collegare i terminali di uscita del motore U/T1, V/T2 e W/T3 ai cavi del conduttore motore U, V e W.

•Accertarsi che selezionando il comando Forward il motore giri effettivamente in avanti. Commutare due terminali di uscita qualsiasi (U/T1, V/T2, W/T3) e ricollegare se il motore ruota al contrario rispetto al comando Forward.

Non collegare mai l'alimentazione ai terminali di uscita

•Se si applica una tensione ai terminali di uscita, il circuito interno dell'inverter verrà danneggiato.

Non collegare mai l'alimentazione ai terminali di uscita U/T1, V/T2 o W/T3.

Non mettere in cortocircuito o collegare a terra i terminali di uscita

•Non toccare mai i terminali di uscita con le mani.

•Se i fili di uscita entrano in contatto con materiali metallici, si verifica un cortocircuito o un errore di massa. Si tratta di una situazione estremamente pericolosa. Fare attenzione a non mettere i fili di uscita in cortocircuito.

Non utilizzare un condensatore di rifasatura o un filtro antidisturbo

•L'uso di questi componenti può danneggiare l'inverter o bruciare altre parti. Non collegare mai un condensatore di rifasatura o un filtro antidisturbo LC/RC al circuito di uscita.

Non utilizzare un commutatore elettromagnetico

•Se si collega un carico all'inverter mentre questo è in funzione, una corrente di picco azionerà il circuito di protezione da sovracorrente nell'inverter. Non collegare un commutatore elettromagnetico o un contattore magnetico (MC) al circuito di uscita.

Installare un filtro antidisturbo sul lato di uscita

Collegare un filtro antidisturbo sul lato di uscita dell'inverter per ridurre l'induzione e i radiodisturbi.

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

Alimentazione

Inverter

JX

Filtro antidisturbo

3G3AX-NFO

M

2

Linea di segnale

Disturbi induttivi

Controllore

Radiodisturbi

Radio AM

Disturbi induttivi: l'induzione elettromagnetica genera disturbi sulla linea del segnale e non consente all'unità di controllo di funzionare correttamente.

Radiodisturbi: le onde elettromagnetiche emesse dall'inverter e dai cavi I/O provocano l'emissione di disturbi da parte del ricevitore.

Contromisure per ridurre i disturbi induttivi

Anche il metodo riportato di seguito può diminuire i disturbi induttivi emessi dal lato di uscita.

2-19

2

2-2 Cablaggio

•Far passare i cavi insieme lungo il tubo di metallo montato. Posizionando il tubo di metallo ad almeno 30 cm di distanza dalla linea del segnale, si riduce il disturbo induttivo.

Interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB)

Alimentazione

Inverter

JX

M

30 cm min.

Linea di segnale

Controllore

Lunghezza del cavo che collega l'inverter e il motore

Utilizzare un cavo lungo al massimo 50 m tra l'inverter e il motore. Se si utilizza un cavo più lungo, la capacità parassita tra le uscite dell'inverter e la terra aumenta in modo proporzionale. L'aumento della capacità parassita genera un aumento della corrente di dispersione ad alta frequenza, che influenza il rilevatore di corrente nell'unità di uscita dell'inverter e nei dispositivi periferici. Se la configurazione del sistema richiede un cavo più lungo di 50 m, effettuare le operazioni seguenti:

•Cablare condotti metallici.

•Utilizzare cavi separati per ogni fase in modo da ridurre la capacità del cavo.

•Impostare l'inverter su una frequenza portante più bassa (b083).

Non utilizzare motori monofase

•Un motore monofase utilizza il metodo di avviamento tramite condensatore oppure il metodo di avviamento bifase per determinare la direzione della rotazione all'avviamento. Pertanto, non è adatto per il controllo della velocità variabile tramite l'inverter. Non utilizzare motori monofase.

* Se si utilizza un motore con metodo di avviamento tramite condensatore, il condensatore si potrebbe danneggiare a causa di un'improvvisa carica e scarica elettrica generate dall'uscita dell'inverter. Se si utilizza un motore con avviamento bifase, la bobina di avviamento si potrebbe incendiare a causa del mancato funzionamento dell'interruttore centrifugo.

2-20

2-2 Cablaggio

„

Caratteristiche dei terminali del circuito di controllo

Codice terminale

PZ.

1

Nome e funzione del terminale

Impostazione predefinita

Terminale di alimentazione esterno per segnale di ingresso

(ingresso)...................A logica NPN

Terminale di uscita di alimentazione interna per segnale di ingresso

(uscita)......A logica PNP

Terminali di ingresso multifunzione 1...5

Avanti/Arresto

Segnale di ingresso

2

Segnali delle uscite analogiche

Ingresso frequenza di riferimento

Segnale di uscita

3

4

5

L

AM

H

O

OI

L

11

CM2

Caratteristiche

24 Vc.c. ±10%

30 mA max

24 Vc.c. ±10%

100 mA max

Selezionare 5 tra le 31 funzioni e allocarle dai terminali da 1 a 5.

L'allocazione dei terminali viene cambiata automaticamente, quando si utilizza la funzione di arresto di

emergenza. Vedere "Funzione di ingresso di arresto di emergenza"

(pagina 4-46).

Comune segnale di ingresso

Uscita monitoraggio analogica frequenza corrente

Alimentazione frequenza di riferimento

Segnale frequenza di riferimento tensione

Segnale riferimento frequenza corrente

Comune frequenza di riferimento

Terminale di uscita multifunzione

Selezionare lo stato dell'inverter e allocarlo al terminale P1.

Comune segnale di uscita

Indietro/Arresto

Ripristino dopo errore

Errore arresto di emergenza

Comando

Multivelocità 1

Monitoraggio analogico frequenza

Ingresso a contatto

Chiuso: ON (Avviamento)

Aperto: OFF (Arresto)

Tempo ON minimo:

12 ms min.

10 Vc.c.

10 mA max

0... 10 Vc.c.

Impedenza di ingresso 10 k

Ω

Quando si installano resistenze variabili in FS, FV e FC (1 - 2 k

Ω)

4... 20 mA c.c.

Impedenza di ingresso 250

Ω

Raggiungimento della frequenza a velocità costante

27 Vc.c.

50 mA max

AL2

Segnale di uscita relè

AL1

AL0

AL1 AL2 AL0

Funzionamento normale : AL2-AL0 chiuso

Funzionamento anomalo o sospensione dell'alimentazione : AL1-AL0 aperto

(impostazione predefinita)

Valori nominali dei contatti

250 Vc.a. 2,0 A (carico resistivo) 100 Vc.a. min

0,2 A (carico induttivo) 10 mA

30 Vc.c.

3,0 A (carico resistivo) 5 Vc.c.

0,6 A (carico induttivo) 100 mA

2

2-21

2

2-2 Cablaggio

„

Funzioni e collegamenti dei terminali del circuito di controllo

Funzione terminale

Simbolo terminale

Nome terminale Funzione e metodo di collegamento

Selezionare le funzioni e allocarle ai terminali da 1 a 5.

(La figura che segue mostra il cablaggio della logica NPN.) Ingresso a contatto

(per la funzione di commutazione)

1

2

3

4

5

Ingresso multifunzione

L 5 4 3 2 1

Dimensioni filo

Alimentazione

Frequenza di riferimento analogica esterna

Uscita monitor

P24 24 Vc.c. interna 24 Vc.c. uscita

L Ingresso comune Segnale di ingresso comune

PZ.

Alimentazione di ingresso

Se l'ingresso multifunzione è impostato come logica NPN, il terminale PCS funziona come terminale di ingresso dell'alimentazione esterna.

Se l'ingresso multifunzione è impostato come logica NPN, il terminale PCS funziona come terminale di ingresso dell'alimentazione interna.

H

O

*3

OI

*4

L

AM

Uscita alimentazione frequenza di riferimento

Ingresso frequenza di riferimento

(Direttiva tensione)

Ingresso frequenza di riferimento

(Direttiva corrente)

Comune frequenza di riferimento

• La direttiva per la tensione esterna è 0 - 9,8 V.

(Ingresso nominale: 10 V)

H O OI L

Resistenza variabile

(1 o 2 W min.)

1...2 k

Ω

H O OI L

+ -

4... 19,6 mA c.c.

*1

+ -

0... 9,8 Vc.c.

(Ingresso nominale: 10 V)

Impedenza di ingresso 10 k

Ω

(Ingresso nominale: 20 mA)

Impedenza di ingresso 250

Ω

H O OI L

Uscita analogica multifunzionale

• Scegliere tra frequenza o corrente di uscita.

Caratteristiche del terminale di uscita

Portata da 0 a 10 Vc.c.

1 mA max

AM L

Filo schermato da 0,14 a

0,75 mm

2

Dimensioni filo consigliate:

0,75 mm

2

Uscita a collettore aperto

11

CM2

Uscita multifunzione

*2

Comune uscita multifunzione

CM2 11

RY

Caratteristiche del terminale di uscita

Tra ogni terminale e PC la caduta di tensione è 4 V max all'accensione

Uscita a collettore aperto

27 Vc.c. max

50 mA max

Selezionare lo stato dell'inverter e allocarlo al terminale 11.

Uscita a relè

AL2

AL1

AL0

Uscita a relè

Comune uscita a relè

La selezione delle funzioni è uguale all'uscita multifunzione.

*5 *6

*1. L'ingresso simultaneo della corrente e della tensione non è possibile. Non collegare le linee di segnale contemporaneamente.

2-22

2-2 Cablaggio

*2. Per impostazione di fabbrica, l'uscita multifunzione 11 è impostata sul contatto NO. Per collegare il contatto NC, cambiare l'impostazione C031.

*3. Non applicare tensione negativa. In caso contrario, l'inverter si può danneggiare.

*4. Per l'ingresso analogico esterno indicato sopra, utilizzare un filo schermato per la connessione e collegare la parte schermata a L per assicurare il funzionamento stabile.

*5. Di seguito sono riportate le caratteristiche dei contatti dell'uscita a relè.

Terminale di uscita

Potenza contatto

Carico resistivo Carico induttivo

AL2-AL0

AL1-AL0

Max

Min

Max

Min

250 Vc.a. 2,5 A

30 Vc.c. 3 A

250 Vc.a. 0,2 A

30 Vc.c. 0,7 A

100 Vc.a. 10 mA

5 Vc.c. 100 mA

250 Vc.a. 1 A

30 Vc.c. 1 A

250 Vc.a. 0,2 A

30 Vc.c. 0,2 A

100 Vc.a. 10 mA

5 Vc.c. 100 mA

Interno dell'inverter

AL1 AL2 AL0

(Impostazioni di fabbrica)

*6.

Per impostazione di fabbrica, la selezione del contatto uscita a relè (AL2, AL1) (C036) è impostata sul contatto NC tra AL2-AL0, e sul contatto NO tra AL1-AL0.

„

Selezione modalità

Selettore comunicazione RS-485/console di programmazione (S7)

Selezionare la modalità in base all'opzione collegata al connettore di comunicazione.

Se si utilizza il componente 3G3AX-OP01 fornito con l'inverter, tale funzione è disponile indipendentemente dalla condizione dell'interruttore.

Simbolo

S7

Nome

Selettore comunicazione

RS-485/console di programmazione

Stato Descrizione

485 Comunicazione ModBus RS485

OPE [impostazione predefinita]

Console di programmazione (Opzione: 3G3AX-OP1)

Selettore funzione spegnimento di emergenza (S8)

Utilizzare questo selettore per abilitare la funzione di ingresso spegnimento di emergenza.

Simbolo

S8

Nome

Selettore spegnimento di emergenza

Stato

ON

Descrizione

Ingresso spegnimento di emergenza abilitato

*1

OFF

[Impostazione predefinita]

Normale

*1 Il terminale di ingresso multifunzione 3 viene commutato su un terminale per ingresso spegnimento di emergenza e anche l'allocazione degli altri terminali di ingresso multifunzione cambia automaticamente.

Non impostare su ON in modo smisurato. Per ulteriori dettagli vedere "Funzione di ingresso di arresto di emergenza" (pagina 4-46).

2-23

2

2

2-2 Cablaggio

Conformità alle direttive EC

„

Conformità agli standard

•Direttiva EMC EN 61800-3

•Direttiva sulla bassa tensione EN 61800-5-1

„

Concetto di conformità

Direttiva EMC

I prodotti OMRON sono dispositivi elettrici incorporati e utilizzati in diversi macchinari o apparecchiature del settore della produzione. Per questo motivo, OMRON è costantemente impegnata nello sviluppo di prodotti che siano conformi agli standard EMC in modo che i macchinari o le apparecchiature in cui vengono installati possano ottenere facilmente la conformità agli standard

EMC. I modelli JX hanno ottenuto la conformità alla Direttiva EMC EN 61800-3 seguendo il processo di installazione e utilizzando il metodo di cablaggio mostrati sotto. Tuttavia, i macchinari o le attrezzature utilizzati dai clienti sono di tipologie diverse e, inoltre, le prestazioni EMC dipendono dalla configurazione, dal cablaggio o dalla posizione dei dispositivi o dei pannelli di controllo in cui sono incorporati i prodotti conformi alla direttiva EC. Di conseguenza, OMRON non è in grado di verificare le condizioni e i requisiti di conformità dei prodotti OMRON utilizzati da altri. Pertanto, è cura del cliente verificare la conformità EMC finale dell'intero macchinario o dell'intera apparecchiatura.

Cablaggio dell’alimentazione

•Assicurarsi di collegare i terminali di ingresso di alimentazione (R/L1, S/L2 e T/L3) e l'alimentazione tramite un filtro antidisturbo dedicato AX-FIJ†† conforme alla direttiva EMC per i modelli senza filtri integrati. I modelli monofase JX-AB†††-F e 400V JX-A4†††-F trifase dispongono di un filtro integrato conforme alla direttiva EN61800-3, come mostrato di seguito .

Modello Requisiti EMC Requisiti LVD Frequenza portante

Cavo motore

Monofase 200 V

Trifase 400 V

EN61800-3 categoria C1

EN61800-3 categoria C3

EN61800-5-1:2003 3 KHz

5 m

(schermato)

•Il cavo di messa a terra deve essere il più corto possibile.

•Il cavo tra l'inverter e il filtro antidisturbo deve essere il più corto possibile.

Direttiva sulla bassa tensione (LVD)

I modelli JX sono conformi alla Direttiva EMC EN61800-5-1 eseguendo l'installazione del macchinario e utilizzando il cablaggio indicati di seguito.

•I modelli JX sono dispositivi di tipo aperto. Assicurarsi di installarli all'interno del pannello di controllo.

•Per il cablaggio ai terminali del circuito di controllo, l'alimentazione e la tensione (SELV) devono essere protette con isolamento rinforzato o doppio.

•Per soddisfare i requisiti della Direttiva LVD (bassa tensione), l'inverter deve essere protetto con un interruttore di circuito in scatola stampata (MCCB) per evitare danni nel caso di cortocircuiti.

Assicurarsi di installare un interruttore di circuito in scatola stampata (MCCB) sul lato alimentazione dell'inverter.

•Utilizzare un interruttore di circuito in scatola stampata (MCCB) per inverter.

•Per il collegamento ai terminali del circuito principale, utilizzare il terminale a crimpare con un tubetto isolante.

•Se non si utilizzano resistenze di frenata o moduli resistenza di frenatura, collegare il terminale a crimpare con un tubetto isolante ai terminali di collegamento della resistenza di frenata (P/+, N/-).

Note importanti

•Per soddisfare la direttiva EMC dal punto di vista della distorsione delle armoniche

(IEC 61000-3-2 e 4) è richiesto il toroide (Anello di ferrite) di ingresso.

•Se per il motore si utilizza un cavo più lungo di 5 m, installare il toroide (Anello di ferrite) di uscita per evitare l'insorgere di problemi imprevisti a causa della corrente di dispersione dal cavo del motore.

2-24

2-2 Cablaggio

•Il filtro EMC integrato contiene condensatori di tipo Y collegati a terra. Ciò significa che la corrente di dispersione generata dai condensatori Y può influenzare l'interruttore di dispersione a terra

(ELB) sul lato di ingresso. Per la scelta dell'interruttore ELB, fare riferimento alla tabella seguente.

Notare che i valori sono nominali solo per il flusso tramite il condensatore. Per la scelta dell'interruttore ELB, considerare anche la corrente di dispersione dal cavo del motore e dal motore. Il valore effettivo può essere diverso a seconda del sistema.

Modello

JX-AB002~AB004-F

JX-AB007~AB022-F

Corrente di dispersione verso terra a 50 Hz 200 V [mA rms]

Punto neutro a terra

4,2

8,3

Una fase a terra

-

-

2

Modello

JX-A4004~A4040-F

JX-A4055~A4075-F

Corrente di dispersione verso terra a 50 Hz 400 V [mA rms]

Punto neutro a terra Una fase a terra

3,6

35,7

8,7

80,4

I valori sono quasi proporzionali alla tensione di ingresso.

•L'utente deve assicurare che l'impedenza HF (alta frequenza) tra l'inverter regolabile, il filtro e la terra sia la più bassa possibile.

•Assicurarsi che i collegamenti siano metallici e con superficie di contatto più ampia possibile

(piastre di montaggio allo zinco).

•Evitare la formazione di anelli conduttore che possano emulare antenne, in special modo anelli di grande diametro.

•Evitare la formazione di anelli conduttore non necessari.

•Evitare di posizionare in parallelo cablaggi con segnali di basso livello e conduttori in cui passa corrente o particolarmente soggetti a disturbi.

•Utilizzare cablaggio schermato per il cavo del motore e tutte le linee di controllo analogiche e digitali.

•Fare in modo che l'area di schermatura rimanga la più ampia possibile. Ad esempio, non sfilacciare troppo un cavo (eliminare la schermatura) se non assolutamente necessario.

•Nei sistemi integrati (ad esempio, quando l'inverter regolabile comunica con alcuni tipi di controller di supervisione o computer host nello stesso quadro di controllo e sono collegati alla stessa terra e terra di protezione), collegare le schermature delle linee di controllo alla terra e terra di protezione su entrambe le estremità. Nei sistemi distribuiti (ad esempio, il controller di supervisione o il computer host non si trovano nello stesso quadro di controllo e i sistemi si trovano a distanza gli uni dagli altri), si consiglia di collegare la schermatura delle linee di controllo solo alla fine, collegando all'inverter regolabile. Se possibile, collegare l'altra estremità delle linee di controllo direttamente alla sezione di ingresso del cavo del controller di supervisione o del computer host. Il conduttore schermato dei cavi del motore deve essere sempre collegato alla terra e alla terra di protezione su entrambe le estremità.

•Per ottenere un'area di contatto grande tra la schermatura e la terra e terra di protezione, utilizzare una vite PG con guscio metallico oppure un gancio di montaggio metallico.

•Utilizzare solo un cavo con schermatura intrecciata reticolare in rame stagnato (tipo "CY") con copertura pari all'85%.

•La schermatura non deve essere interrotta in nessun punto del cavo. Se è richiesto l'uso di reattanze, contattori, terminali o interruttori di sicurezza nell'uscita del motore, la sezione non schermata deve essere la più corta possibile.

2-25

2

2-2 Cablaggio

•Alcuni motori hanno una guarnizione in gomma tra la cassetta di terminazione e l'alloggiamento del motore. Spesso, le cassette di terminazione e, in particolare, le filettature per i collegamenti delle viti PG sono verniciate. Assicurarsi che ci sia sempre un buon collegamento metallico tra la schermatura del cavo del motore, il collegamento della vite PG in metallo, la cassetta di terminazione e l'alloggiamento del motore. Se necessario, rimuovere con attenzione la vernice tra le superfici di conduzione.

•Intraprendere misure per ridurre le interferenze che si generano frequentemente tra i cavi di installazione.

•Separare i cavi che creano interferenze di almeno 0,25 cm dai cavi suscettibili alle interferenze. Un fattore particolarmente critico è la disposizione in parallelo dei cavi nelle lunghe distanze. Se due cavi si intersecano (un cavo passa sopra/sotto l'altro), l'interferenza è minore se l'intersezione è di 90°. I cavi suscettibili alle interferenze devono pertanto intersecare i cavi del motore, i cavi del circuito intermedio o il cablaggio di un reostato solo con angoli appropriati e non devono mai essere disposti in parallelo a questi cavi nelle lunghe distanze.

•Diminuire la distanza tra una sorgente di interferenza e un NPN di interferenza (dispositivo suscettibile alle interferenze), riducendo l'effetto dell'interferenza emessa sull'NPN di interferenza.

•Utilizzare solo dispositivi che non generano interferenze e mantenere una distanza minima di 0,25 cm dall'inverter regolabile.

•Seguire le procedure di sicurezza per l'installazione del filtro.

•Se si utilizza un filtro EMC esterno, assicurarsi che il terminale di messa a terra (PE) del filtro sia collegato correttamente al terminale di messa a terra dell'inverter regolabile. Il collegamento a terra HF tramite un contatto metallico tra le custodie del filtro e l'inverter regolabile, oppure solamente tramite la schermatura del cavo, non è consentito come collegamento di conduttori con protezione. Il filtro deve essere collegato saldamente al potenziale della messa a terra in modo da escludere il pericolo di scosse elettriche quando

è necessario toccarlo nel caso di un guasto.

•Per ottenere un collegamento a terra con protezione per il filtro:

•Collegare a terra il filtro con un conduttore con area della sezione di almeno 10 mm

2

.

•Collegare un secondo conduttore per la messa a terra, utilizzando un terminale di messa a terra separato parallelo al conduttore con protezione. La dimensione della sezione di ogni singolo terminale di conduttore con protezione dipende dal carico nominale.

2-26

Capitolo 3

Funzionamento

3-1 Procedura per l'esecuzione di prova.............. 3-3

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova ...... 3-4

3-3 Nomi dei componenti e descrizioni della console di programmazione ........................... 3-8

3-4 Procedura per la messa in funzione

(Esempio: impostazioni di fabbrica) .............. 3-10

3-5 Transizione dei parametri................................ 3-16

3-6 Elenco dei parametri........................................ 3-17

3

3Funzionamento

SEGNALAZIONE

Non rimuovere il coperchio frontale quando l'inverter è alimentato e fino a 5 minuti dopo lo spegnimento.

La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Non azionare mai la console di programmazione o gli interruttori con le mani bagnate. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

L'ispezione dell'inverter deve essere eseguita solo dopo aver tolto l'alimentazione. La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Anche se si attiva la funzione di arresto di emergenza, l'inverter potrebbe essere ancora alimentato dal circuito principale.

Non cambiare il cablaggio, l'impostazione degli interruttori di modalità (S7, S8), i dispositivi opzionali oppure sostituire le ventole di raffreddamento mentre l'inverter è alimentato in ingresso.

La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

ATTENZIONE

Non toccare i dissipatori dell'inverter, le resistenze di frenatura e il motore. Questi componenti si surriscaldano quando l'inverter è alimentato e rimangono caldi per un po' di tempo dopo lo spegnimento. La mancata osservanza di questa precauzione può essere causa di ustioni.

Adottare precauzioni per la sicurezza, ad esempio installare un interruttore di circuito in scatola stampata

(MCCB) che corrisponda alla potenza dell'inverter sul lato alimentazione. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare i componenti a causa del cortocircuito del carico.

„

Funzionamento e regolazioni

Informazioni di sicurezza

•Prima di azionare la macchina, verificare che le gamme di motori e macchine siano valide, poiché l'inverter può passare facilmente dalle basse alle alte velocità.

•Se necessario, installare un freno di stazionamento separato.

Precauzioni per l'uso

„

Funzione di ripristino in caso di errore

•Non avvicinarsi alla macchina quando si utilizza la funzione di ripristino in caso di errore, in quanto la macchina potrebbe riavviarsi improvvisamente dopo un arresto causato da un allarme.

•Assicurarsi che il segnale RUN sia spento prima di ripristinare l'allarme, poiché la macchina potrebbe riavviarsi improvvisamente.

„

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

•Non avvicinarsi alla macchina quando si seleziona il riavvio in Funzionamento Continuo, una funzione che interviene in caso di interruzione momentanea della tensione (b050), poiché la macchina si potrebbe riavviare improvvisamente all'accensione.

„

Comando di arresto funzionamento

•Installare un interruttore di arresto di emergenza separato in quanto il tasto STOP della console di programmazione diventa operativo solo quando vengono eseguite le impostazioni delle funzioni.

•Quando si controlla un segnale mentre la macchina è alimentata e viene erroneamente applicata tensione ai terminali di ingresso di controllo, il motore potrebbe avviarsi improvvisamente. Assicurarsi di adottare tutte le precauzioni di sicurezza prima di controllare un segnale.

3-2

3-1 Procedura per l'esecuzione di prova

3-1 Procedura per l'esecuzione di prova

Voce Descrizione Pagina di riferimento

Installazione e montaggio Installare l'inverter in base alle condizioni di installazione.

2-2

Cablaggio e collegamento

•Assicurarsi che vengano soddisfatte tutte le condizioni relative all'installazione.

Collegare l'alimentazione e i dispositivi periferici.

2-7

Accensione

•Selezionare i dispositivi periferici che soddisfano le caratteristiche ed effettuarne il cablaggio correttamente.

Verificare i seguenti punti prima di effettuare l'accensione.

•Assicurarsi che venga fornita la tensione di alimentazione appropriata e che i terminali di ingresso alimentazione (R/L1, S/L2 e T/L3) siano cablati correttamente.

JX-A2†: trifase da 200 a 240 Vc.a.

JX-AB†: monofase/trifase da 200 a 240 Vc.a.

(Collegare a L1 e N/L3 per il modello monofase)

JX-A4†: trifase da 380 a 480 Vc.a.

•Verificare che i terminali di uscita del motore (U/T1, V/T2 e W/T3) siano collegati al motore in modo corretto.

•Assicurarsi che i terminali del circuito di controllo e il dispositivo di controllo siano cablati correttamente e che tutti i terminali di controllo siano impostati sulla posizione OFF.

•Impostare il motore sullo stato di assenza di carico (ossia, non collegato al sistema meccanico).

•Dopo aver eseguito i controlli indicati in precedenza, accendere la macchina.

Controllo dello stato del display

Assicurarsi che non vi siano condizioni di errore nell'inverter.

•Quando l'inverter viene acceso normalmente, il display mostra:

Spia LED RUN

Spia LED POWER

Spia LED Volume

: ON

: ON

Spia LED ALARM

Spia LED comando RUN

: ON Spia LED Dati (frequenza)

: Visualizza il valore impostato in d001.

: OFF

: ON

: ON

Display dati

•Se si verifica un errore, il codice di errore viene visualizzato nel display dati. In questo

caso, vedere il "Capitolo 5 Operazioni di manutenzione" e apportare le modifiche

necessarie per risolvere il problema.

Inizializzazione dei parametri

Inizializzare i parametri.

•Impostare il parametro N. b084 su "02" e premere il tasto tenendo premuti contemporaneamente i tasti e .

Impostazioni dei parametri Impostare i parametri necessari per una marcia di prova.

•Impostare la selezione della potenza del motore (H003) e la selezione del numero di poli del motore (H004).

Funzionamento in assenza di carico

Avviare il motore in assenza di carico utilizzando la console di programmazione.

•Utilizzare il potenziometro FREQ sulla console di programmazione per ruotare il motore.

Funzionamento con carico effettivo

Collegare il sistema meccanico e metterlo in funzione utilizzando la console di programmazione.

•Se non si verificano problemi con il funzionamento in assenza di carico, collegare il sistema meccanico al motore e metterlo in funzione tramite la console di programmazione.

Funzionamento

Vedere il "Capitolo 4 Funzioni"

e impostare i parametri necessari.

3-3

3

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova

3

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova

Accensione

„

Verifiche da effettuare prima dell'accensione

•Assicurarsi che venga fornita la tensione di alimentazione appropriata e che i terminali di ingresso alimentazione (R/L1, S/L2 e T/L3) siano cablati correttamente.

JX-A2†: trifase da 200 a 240 Vc.a.

JX-AB†: monofase da 200 a 240 Vc.a. (collegare a L1 e N)

JX-A4†: trifase da 380 a 480 Vc.a.

•Verificare che i terminali di uscita del motore (U/T1, V/T2 e W/T3) siano collegati al motore in modo corretto.

•Assicurarsi che i terminali del circuito di controllo e il dispositivo di controllo siano cablati correttamente e che tutti i terminali di controllo siano impostati sulla posizione OFF.

•Impostare il motore sullo stato di assenza di carico (ossia, non collegato al sistema meccanico).

„

Accensione

•Dopo aver eseguito i controlli indicati in precedenza, accendere la macchina.

Controllo dello stato del display

•Quando l'inverter viene acceso normalmente, il display mostra:

[Normale] Spia LED RUN (durante RUN) : ON

Spia LED POWER : ON

Spia LED Volume

Display dati

: ON

Spia LED ALARM

Spia LED comando RUN

Spia LED Dati (frequenza)

: Visualizza il valore impostato in d001

: OFF

: ON

: ON

•Se si verifica un errore, vedere il "Capitolo 5 Operazioni di manutenzione" e apportare le modifiche

necessarie per risolvere il problema.

[Errore] Spia LED RUN (durante RUN) : ON

Spia LED POWER : ON

Spia LED ALARM

Spia LED comando RUN

: ON

: ON

Spia LED Volume

Display dati

: ON Spia LED Dati (frequenza)

: Viene visualizzato un codice di errore,

ad esempio "E-01".

(I dati visualizzati variano a seconda

del tipo di errore.)

: ON

3-4

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova

Inizializzazione dei parametri

•Inizializzare i parametri utilizzando la seguente procedura.

•Per inizializzare i parametri, impostare il parametro b084 su "02".

Sequenza tasti Esempio di visualizzazione Descrizione

00 b--b001 b084

00

02 b084

Accensione

Premere il tasto Mode una volta, quindi premere il tasto di decremento tre volte per visualizzare "b---".

Premere il tasto Mode.

Viene visualizzato "b001".

Utilizzare il tasto di incremento o decremento per visualizzare "b084".

Premere il tasto Mode. Viene visualizzato il valore impostato in "b084".

Utilizzare il tasto di incremento o decremento per visualizzare "02".

Premere il tasto di invio. Il valore impostato viene memorizzato e visualizzato "b084".

Premere il tasto STOP/RESET tenendo premuti contemporaneamente i tasti Mode e decremento.

Quando il display lampeggia, rilasciare prima il tasto STOP/RESET, quindi i tasti Mode e decremento.

3

(In 1 s)

=k.k0k0

d001

Viene visualizzata l'inizializzazione.

Il numero del parametro viene visualizzato nuovamente dopo circa 1 s.

3-5

3

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova

„

Impostazione della selezione della potenza del motore (H003) e della selezione del numero di poli (H004)

N. parametro

N. registro Nome Descrizione

Intervallo di impostazione

Unità di impostazione

Impostazione predefinita

Modifica durante

RUN

H003 1165h

Selezione della potenza del motore

Imposta la potenza del motore collegato all'inverter.

Classe 200 V

0,2/0,4/0,75/

1,5/2,2/3,7/

5,5/7,5

Classe 400 V

0,4/0,75/1,5/

2,2/3,7/5,5/7,5 kW

Varia in base alla potenza.

No

H004 1166h

Selezione del numero di poli del motore

Imposta il numero di poli del motore collegato all'inverter.

2/4/6/8 Polo 4 No

Sequenza tasti

Esempio di visualizzazione

Descrizione

(Dopo circa 1 s) b---

Premere due volte il tasto Mode per visualizzare la selezione della modalità.

h--h003

020

040

040 h003

Utilizzare il tasto di incremento o decremento per visualizzare "H---".

Premere il tasto Mode. Viene visualizzato "H003".

Premere il tasto Mode. Viene visualizzato il valore impostato in "H003".

Premere il tasto di incremento o decremento per impostare la potenza nominale del motore.

Premere il tasto di invio. Il valore impostato viene memorizzato.

Il numero del parametro viene nuovamente visualizzato.

3-6

3-2 Funzionamento dell'esecuzione di prova

Funzionamento in assenza di carico

•Avviare il motore in assenza di carico (ossia, non collegare il sistema meccanico) utilizzando la console di programmazione.

* Prima di azionare la console di programmazione, verificare che il potenziometro FREQ sia impostato su "MIN".

* Assicurarsi che la spia LED sopra il potenziometro FREQ e la spia LED del comando RUN siano accese.

„

Rotazione avanti/indietro con la console di programmazione

Sequenza tasti

Esempio di visualizzazione

Descrizione

00

Tenere premuto il tasto Mode per 3 o più secondi per visualizzare "d001", quindi premerlo nuovamente.

(Controlla la frequenza di riferimento.)

00

Premere il tasto RUN.

La spia LED del comando RUN si accende.

1000

Girare lentamente il potenziometro FREQ.

Viene visualizzato il valore monitorato della frequenza di riferimento.

Il motore ruota in avanti in base alla frequenza di riferimento.

•Ruotando il potenziometro FREQ, assicurarsi che il motore non generi vibrazioni o emetta rumori anomali.

•Assicurarsi che non si siano verificati errori durante il funzionamento dell'inverter.

•Cambiare il senso di rotazione utilizzando la selezione della direzione della rotazione di funzionamento (F004).

„

Arresto del motore

•Dopo aver completato la procedura in assenza di carico, premere il tasto STOP/RESET. Il motore si arresta.

Funzionamento con carico effettivo

•Una volta verificato il funzionamento con il motore in assenza di carico, collegare il sistema meccanico ed effettuare la messa in funzione con un carico effettivo.

* Prima di azionare la console di programmazione, verificare che il potenziometro FREQ sia impostato su "MIN".

„

Collegamento del sistema meccanico

•Dopo aver verificato l'arresto completo del motore, collegare il sistema meccanico.

•Assicurarsi di serrare saldamente le viti dell'asse del motore.

„

Funzionamento mediante console di programmazione

•Dal momento che durante il funzionamento si possono verificare errori, assicurarsi che il tasto

STOP/RESET sulla console di programmazione sia facilmente accessibile.

•Utilizzare la console di programmazione per far funzionare l'inverter nelle stesse condizioni operative di quando è privo di carico.

„

Controllo dello stato operativo

•Dopo aver controllato che la direzione di funzionamento sia corretta e che la macchina funzioni regolarmente a velocità bassa, aumentare la frequenza di riferimento.

•Cambiando la frequenza di riferimento o il senso di rotazione, controllare che il motore non generi vibrazioni o rumori anomali.

Assicurarsi che la corrente di uscita (monitor corrente di uscita [d002]) non sia elevata.

3-7

3

3

3-3 Nomi dei componenti e descrizioni della console di programmazione

3-3 Nomi dei componenti e descrizioni della console di programmazione

Display dati

Spia LED comando RUN

Tasti funzione

Potenziometro FREQ

8888

Nome

Spia LED POWER

Spia LED ALARM

Spia LED RUN (durante un comando RUN)

Spia LED PROGRAM

Display dati

Descrizione

Accesa quando il circuito di controllo è alimentato.

Accesa quando si verifica un errore nell'inverter.

Accesa quando l'inverter è in funzione.

Accesa quando il valore impostato di ogni funzione è indicato sul display dati.

Lampeggia durante una condizione di warning (quando il valore impostato non è valido).

Visualizza dati rilevanti, quali la frequenza di riferimento, la corrente di uscita e i valori impostati.

Spia LED del display dati

Spia LED Volume

Potenziometro FREQ

Spia LED comando RUN

Tasto RUN

Accesa in base all'indicazione sul display dati.

Hz: frequenza A: corrente

Accesa quando la sorgente della frequenza di riferimento è impostata sul potenziometro FREQ.

Imposta una frequenza. Disponibile solo quando la sorgente della frequenza di riferimento è impostata sul potenziometro FREQ. (Controllare che la spia

LED Volume sia accesa.)

Accesa quando il comando RUN è impostato sulla console di programmazione.

(Il tasto RUN sulla console di programmazione è disponibile per il funzionamento.)

Attiva l'inverter. Disponibile solo quando si seleziona il funzionamento tramite la console di programmazione.

(Controllare che la spia LED comando RUN sia accesa.)

La rotazione avanti/indietro dipende dall'impostazione "F004

"

Tasto STOP/RESET

Diminuisce la velocità e arresta l'inverter. Funziona come un tasto di ripristino quando si verifica un errore nell'inverter.

3-8

3-3 Nomi dei componenti e descrizioni della console di programmazione

Nome

Tasto Mode

Tasto di invio

Tasto di incremento

Tasto di decremento

Descrizione

Consente di passare alle modalità monitor (d†††), funzione base (F†††) e funzione estesa (A†††, b†††, C†††, H†††).

Questo tasto consente di cambiare anche la visualizzazione come segue.

[Ulteriori informazioni]

Per passare alla modalità "d001" da qualsiasi modalità di funzione, tenere premuto il tasto Mode per 3 secondi.

581 o f001 580 f001

579

Nota: premere sempre il tasto di invio per memorizzare i dati modificati.

Immette e memorizza i dati modificati.

(Per cambiare il valore impostato, assicurarsi di premere il tasto di invio.)

Non premere il tasto di invio se non si desidera memorizzare le modifiche; ad esempio, quando i dati vengono modificati inavvertitamente.

Cambia la modalità.

Inoltre, aumenta il valore impostato di ciascuna funzione.

Cambia la modalità.

Inoltre, diminuisce il valore impostato di ciascuna funzione.

3

3-9

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

3

3-4 Procedura per la messa in funzione

(Esempio: impostazioni di fabbrica)

Visualizzazione delle modalità monitor, funzione base e funzione estesa

Accensione

1. Viene visualizzato il valore di monitoraggio impostato. (Impostazione predefinita "0,0")

00

Premere

2. Viene visualizzato il codice della modalità monitor ("d001").

d001

•Premere una volta il tasto Mode per tornare dalla visualizzazione del codice della modalità monitor alla visualizzazione di monitoraggio.

Premere Premere

(Viene visualizzato "d002").

d002

Premere Premere

(9 volte) (9 volte)

(Continua alla pagina successiva)

3-10

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

3. Viene visualizzato il codice della modalità di funzione base ("F001").

f001

Premere Premere

(4 volte) (4 volte)

4. Viene visualizzata la modalità di funzione estesa ("A---").

a---

•Modalità di funzione estesa

Visualizza in ordine A

⇔ b ⇔ C ⇔ H.

Premere

(4 volte)

Premere

(4 volte)

5. Viene visualizzato il codice della modalità monitor ("d001").

•Ritorna al passo 2.

d001

3

3-11

3

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

Impostazione delle funzioni

•Cambiare il metodo del comando RUN. (Console di programmazione

→ Blocco terminali di controllo)

•Per cambiare il metodo del comando RUN dalla console di programmazione (impostazione di fabbrica) al blocco terminali di controllo, è necessario cambiare la selezione della frequenza di riferimento (A001) da console di programmazione (02) a terminale (01).

1. Visualizza la modalità di funzione estesa ("A---").

a---

•Per visualizzare "A---", seguire le indicazioni descritte

in "Visualizzazione delle modalità monitor, funzione base e funzione estesa" (pagina 3-10).

•Per impostazione predefinita, la spia LED comando

RUN si accende quando la selezione del comando

RUN è impostata su Console di programmazione.

Premere

2. Viene visualizzato il codice della modalità di funzione estesa ("A001").

a001

Premere

(Viene visualizzato "A002".) a002

3-12

Premere

3. Viene visualizzata l'impostazione della modalità di funzione estesa (impostazione in "A002").

02

•Viene visualizzato "02 (Console di programmazione)"

(impostazione predefinita) nella selezione del comando RUN (A002).

•La spia LED PROGRAM (PRG) si accende mentre

è visualizzata l'impostazione della modalità di funzione estesa.

Premere

(Continua alla pagina successiva)

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

(Cambia l'impostazione A002.)

01

•Cambia la selezione del comando RUN alla modalità terminale "01".

Premere

4. Viene visualizzato il codice della modalità monitor ("A002").

a002

•Premere il tasto di invio per memorizzare i dati dell'impostazione modificata.

•La selezione del comando RUN cambia in terminale e la spia LED del comando RUN si spegne.

•È ora possibile passare a un altro codice di funzionamento esteso.

Premere

(3 volte)

5. Viene visualizzata la modalità di funzione estesa ("A---").

•È ora possibile passare a un'altra modalità di funzione estesa, monitor e base.

a---

3

Impostazione dei codici funzione

•È possibile immettere i codici per passare direttamente alle modalità monitor, di funzionamento base e di funzionamento estesa oppure utilizzare il metodo di scorrimento.

•Di seguito è riportato un esempio in cui il codice d001 della modalità monitor viene cambiato per passare alla modalità di funzione estesa A029.

1. Visualizza il codice della modalità monitor ("d001").

d001

Premere e contemporaneamente

(Continua alla pagina successiva)

3-13

3

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

2. Cambia il codice funzione.

d001

•È possibile cambiare la quarta cifra quando "d" lampeggia.

Premere

(2 volte)

(Viene visualizzato "A001".) a001

•"A" lampeggia.

•Premere il tasto di invio per memorizzare la cifra che lampeggia.

3-14

Premere

(viene inserito "A")

3. Cambiare la terza cifra del codice funzione.

a001

•La terza cifra, "0", lampeggia.

•Premere il tasto di invio per memorizzare "0" come terza cifra se non si desidera cambiarne il valore.

•Premere il tasto Mode; "A" lampeggia nuovamente.

Premere

(viene inserito "0")

4. Cambiare la seconda cifra del codice funzione.

a001

•La seconda cifra, "0", lampeggia.

•Premere il tasto Mode. La terza cifra "0" lampeggia nuovamente.

Premere

(2 volte)

(Continua alla pagina successiva)

3-4 Procedura per la messa in funzione (Esempio: impostazioni di fabbrica)

(Viene visualizzato "A021".) a021

•La seconda cifra, "2", lampeggia.

Premere

5. Cambiare la prima cifra del codice funzione.

a021

•La prima cifra, "1", lampeggia.

•Premere il tasto Mode. La seconda cifra "2" lampeggia nuovamente.

Premere o

(2 volte) (8 volte)

(Viene visualizzato "A029".) a029

•La prima cifra, "9", lampeggia.

Premere

(viene inserito "9")

6. La selezione del codice funzione è completata.

a029

La selezione "A029" è completata. •Premere il tasto Mode per cambiare i dati del codice A029.

(Ulteriori informazioni)

•Se si immette un numero di parametro non incluso nell'elenco dei parametri, il display ripristina l'ultimo parametro visualizzato in precedenza.

•Premere il tasto di invio per spostare il cursore di selezione delle cifre a destra e il tasto Mode per spostare il cursore di selezione delle cifre a sinistra.

3

3-15

3-5 Transizione dei parametri

3

3-5 Transizione dei parametri

*4 d001 00

*4 d083

*4

*5 f001 f004

Premere il tasto a---

*5 a001

*4

*3 a001

*1

*2

0000

0001 9999 b--c--h---

*5 a002

*1

*2

0000

0001 9999

*5 a003

*1. I dati non vengono memorizzati se si preme il tasto Mode.

*2. Per memorizzare i dati, premere il tasto di invio.

*3. Se si preme il tasto Mode, dopo essere tornati alla visualizzazione del numero del parametro senza aver memorizzato i dati nella modalità di funzione estesa, viene selezionata la modalità di funzione.

*4. Se si preme il tasto di invio mentre è visualizzato d*** o F001, il valore di monitoraggio viene memorizzato come valore iniziale che viene visualizzato quando l'inverter viene acceso.

*5. Se si preme il tasto di invio, la prima cifra di ogni impostazione di parametro viene memorizzata come valore iniziale che viene visualizzato quando l'inverter viene acceso.

* Per visualizzare un valore di monitoraggio specifico all'accensione dell'inverter, premere il tasto di invio con il valore desiderato visualizzato. Se un parametro di un codice funzione estesa viene memorizzato dopo aver premuto il tasto di invio, tale codice (A---, b---, C---, d--- o H---) viene visualizzato quando l'inverter viene riacceso. Per evitare ciò, premere sempre nuovamente il tasto di invio con il codice di monitoraggio visualizzato dopo aver memorizzato un parametro.

3-16

3-6 Elenco dei parametri

3-6 Elenco dei parametri

Modalità monitor (d†††)

N. parametro

Nome

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione) d001 d002 d003 d004 d005 d006 d007 d013 d016 d017 d018 d080 d081 d082

Monitoraggio frequenza di uscita

Monitoraggio corrente di uscita

0,0... 400,0

0,0... 999,9

Monitoraggio direzione rotazione

Monitoraggio valore di retroazione PID

Monitoraggio ingresso multifunzione

Monitoraggio uscita multifunzione

Monitoraggio frequenza di uscita

(dopo la conversione)

F: avanti o: arresto r: indietro

0,00... 99,99

100,0... 999,9

1000... 9999

(Abilitato quando è selezionata la funzione PID)

5 4 3 2 1

ON

OFF

Esempio)

Terminale

4, 2: ON

Terminale

5, 3, 1: OFF

AL2 11

ON

OFF

Esempio)

Terminale 11: ON

Terminale AL2:

OFF

0,00... 99,99

100,0... 999,9

1000... 9999

1000... 3996 (10000... 39960)

(Frequenza di uscita × fattore di conversione di b086)

Monitoraggio tensione di uscita

0. ... 600

Tempo di esecuzione totale

Monitoraggio tempo di esercizio

0. ... 9999

1000... 9999

⎡100... ⎡999 (10000... 99990 ore)

0. ... 9999

1000... 9999

⎡100... ⎡999 (10000... 99990 ore)

Monitoraggio temperatura dissipatore

Monitoraggio frequenza di errore

Monitoraggio errore 1

(il più recente)

0,0... 200,0

0. ... 9999

Monitoraggio errore 2

Monitoraggio errore 3

Codice di errore (condizione occorrenza)

Frequenza di uscita [Hz]

→ Corrente di uscita

[A]

→ Tensione c.c. interna [V] → Tempo di esecuzione [h]

Tempo di attivazione [h] d083 d102 Monitoraggio tensione c.c.

d104

Monitoraggio funzione termica elettronica

0,0... 999,9

0,0... 100,0

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

⎯ ⎯

Hz 1002

4-2

A

V h h

°C

V

%

1003

1004

1005 M

1006 L

1007

1008

1009 M

100A L

100C

100E M

100F L

1010 M

1011 L

116 A

0011

0012...

001B

001C...

0025

0026...

002F

116C

116D

4-2

4-2

4-2

4-3

4-3

4-3

4-4

4-4

4-4

4-4

4-4

4-5

4-5

4-5

3-17

3

3

3-6 Elenco dei parametri

Modalità di funzione base (F†††)

N. parametro

Nome

Monitoraggio o Valori dei Dati

(Console di programmazione)

F001

Impostazione/ monitoraggio frequenza di uscita

Frequenza di avvio su prima o seconda frequenza max

F002

F202

F003

F203

F004

Tempo di accelerazione 1

*Secondo tempo di accelerazione 1

Tempo di decelerazione 1

*Secondo tempo di decelerazione 1

Selezione direzione di rotazione

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

00: avanti

01: indietro

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

10,0

10,0

10,0

10,0

00

No

Hz s s s s

1014 M

1015 L

1501 M

1502 L

1016 M

1017 L

1503 M

1504 L

1018

* Il secondo controllo viene visualizzato quando SET(08) viene allocato a uno degli ingressi digitali.

Modalità di funzione estesa

-

4-6

4-6

4-6

4-6

4-6

4-7

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

A001

Selezione frequenza di riferimento

A201

*Selezione seconda frequenza di riferimento

A002

A202

A003

A204

Selezione comando

RUN

*Selezione secondo comando RUN

Frequenza di base

A203

*Seconda frequenza di base

A004 Frequenza massima

*Seconda frequenza massima

00: console di programmazione (potenziometro FREQ)

01: terminale

02: console di programmazione (F001)

03: comunicazione ModBus

10: risultato funzionamento in frequenza

01: terminale

02: console di programmazione

03: comunicazione ModBus

30. ... frequenza max [A004]

30. ... frequenza max [A204]

30. ... 400

00

00

02

02

50

50

50

50

No

No

No

No

No

No

Hz

Hz

1019

-

101A

-

101B

150C

101C

150D

4-8

4-8

4-8

4-8

4-9

4-10

A005 Selezione O/OI

A011 Frequenza di avvio O

A012 Frequenza di arresto O

A013 Rapporto di avvio O

A014 Rapporto di arresto O

A015 Selezione di avvio O

A016 Campionamento O, OI

02: passa tra O/potenziometro FREQ tramite AT terminale

03: passa tra FI/potenziometro FREQ tramite AT terminale

04: solo ingresso O

05: solo ingresso OI

0,0... frequenza massima

0,0... frequenza massima

0. ... 100

0. ... 100

00: frequenza di avvio esterna

(valore impostato A011)

01: 0 Hz

1. ... 17

02

0,0

0,0

0.

100.

01

8.

No

No

No

No

No

No

No

Hz

Hz

%

%

101D

1020

1022

1023

1024

1025

1026

4-10

4-11

4-11

4-11

4-11

4-11

4-12

3-18

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

A020

Comando

Multivelocità 0

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

0,0/frequenza di avvio... frequenza max

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

6,0 Sì Hz 1029

4-12

A220

*Secondo comando multivelocità 0

0,0/frequenza di avvio... seconda frequenza massima

A021

A022

A023

A024

A025

A026

A027

A028

A029

A030

A031

A032

A033

A034

A035

A038

Comando

Multivelocità 1

Comando

Multivelocità 2

Comando

Multivelocità 3

Comando

Multivelocità 4

Comando

Multivelocità 5

Comando

Multivelocità 6

Comando

Multivelocità 7

Comando

Multivelocità 8

Comando

Multivelocità 9

Comando

Multivelocità 10

Comando

Multivelocità 11

Comando

Multivelocità 12

Comando

Multivelocità 13

Comando

Multivelocità 14

Comando

Multivelocità 15

Frequenza di jog

A039 Selezione arresto jog

A041

A241

A042

Selezione coppia di Boost

*Seconda selezione coppia di Boost

Tensione manuale coppia di Boost

0,0/frequenza di avvio... frequenza max

0,00/frequenza di avvio... 9,99

00: arresto corsa libera

01: arresto per decelerazione

02: arresto con frenatura a iniezione c.c.

00: solo incremento manuale coppia di Boost

01: incremento automatico coppia di Boost

(semplice)

0,0... 20,0

6,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

6,00

00

00

00

5,0

0,0

No

No

Hz 150F

4-12

Hz

Hz

-

1033

1035

1037

1039

103B

103D

102B

102D

102F

1031

103F

1041

1043

1045

1047

1048

1049

104A

1510

104B

4-12

4-14

4-14

4-15

%

4-15

1511

3

3-19

3

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

A043

A243

A044

A244

A045

A245

Nome della funzione

Frequenza manuale coppia di Boost

*Seconda frequenza manuale coppia di Boost

Selezione caratteristiche V/f

*Seconda selezione caratteristiche V/f

Guadagno tensione di uscita

*Secondo guadagno tensione di uscita

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

0,0... 50,0

00: caratteristiche coppia costante (VC)

01: caratteristiche coppia ridotta

(potenza 1,7 di VP)

06: caratteristiche speciali coppia ridotta

(VP speciale)

20. ... 100

00: disabilitato

01: abilitato

02: controllo frequenza

[valore impostato A052]

0,0... 60,0

0,0... 5,0

0. ... 100

0,0... 60,0

A056

A061

A261

Selezione metodo di frenatura ad iniezione c.c.

Limite superiore di frequenza

*Secondo limite superiore di frequenza

A062

A262

Limite inferiore di frequenza

*Secondo limite inferiore di frequenza

A063 Frequenza di salto 1

A064

Ampiezza frequenza di salto 1

A065 Frequenza di salto 2

A066

Ampiezza frequenza di salto 2

A067 Frequenza di salto 3

A068

Ampiezza frequenza di salto 3

A071 Selezione PID

A072 Guadagno P del PID

A073 Guadagno I del PID

A074 Guadagno D del PID

A075 Scala PID

A076

A077

A078

Selezione retroazione PID

Funzione PID indietro

Funzione limite uscita PID

00: funzionamento ad Impulso

01: funzionamento a Livello

0,0/limite inferiore di frequenza... frequenza massima

0,0/Limite inferiore di frequenza... seconda frequenza massima

0,0/frequenza di avvio... limite superiore di frequenza

0,0/frequenza di avvio... secondo limite superiore di frequenza

Frequenza di salto: 0,0... 400,0

Ampiezza frequenza di salto: 0,0... 10,0

00: disabilitato

01: abilitato

0,2... 5,0

0,0... 150,0

0,00... 100,0

0,01... 99,99

00: OI

01: O

02: comunicazione RS485

10: uscita funzione operatore

00: OFF (Deviazione = valore di riferimento - valore di retroazione)

01: ON (Deviazione = valore di retroazione - valore di riferimento)

0,0... 100,0

Impostazione predefinita

2,5

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Sì %

0,0

Indirizzo

ModBus

(hex)

104C

Pagina

4-15

1512

00

00

100.

100.

00

0,5

0,0

50

0,5

01

0,0

0,0

0,0

0,5

0,0

0,5

0,0

0,0

0,5

0,0

00

1,0

1,0

0,0

1,00

00

00

0,0

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

-

%

Hz s

% s

Hz

Hz

Hz

⎯ s s

Tempo

%

104D

1513

104E

1514

1051

1052

1053

1054

1055

1056

105A

1517

106D

106E

106F

4-15

4-15

4-63

4-15

4-17

4-17

4-17

4-17

4-17

4-17

4-20

4-20

4-21

4-22

4-22

4-22

4-22

4-22

4-22

4-22

4-22

105B

1518

105D

105E

1060

1061

1063

1064

1068

1069

106A

106B

106C

3-20

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

A081 Selezione AVR

A082

A085

Selezione tensione

AVR

Selezione modalità

RUN

A086

A092

A292

A093

A293

A094

A294

A095

A295

A096

A296

A097

A098

Risposta risparmio energetico/regolazione precisione

Tempo di accelerazione 2

*Secondo tempo di accelerazione 2

Tempo di decelerazione 2

*Secondo tempo di decelerazione 2

Selezione del tempo di acceler/deceler a 2 fasi

*Seconda selezione del tempo di acceler/deceler a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di decelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di decelerazione

2 fasi

Selezione profilo di accelerazione

Selezione profilo di decelerazione

A101 Frequenza di avvio OI

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

00: sempre ON

01: sempre OFF

02: OFF durante la decelerazione

Classe 200 V: 200/215/220/230/240

Classe 400 V: 380/400/415/440/460/480

00: funzionamento normale

01: funzionamento in modalità di risparmio energetico

0... 100

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

00: commutazione tramite ingresso multifunzione 09 (2CH)

01: commutazione tramite impostazione

0,0... 400,0

0,0... 400,0

00: linea

01: curva a S

00: linea

01: curva a S

0,0... 400,0

A102 Frequenza di arresto OI

A103 Rapporto di avvio OI

A104 Rapporto di arresto OI

0,0... 400,0

0. ... 100

0. ... 100

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

02 No

1070

4-26

200/400

00

50

15,00

15,00

15,00

15,00

00

00

0,0

0,0

0,0

0,0

00

00

0,0

0,0

0.

100.

01

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

V

-

% s s

Hz

Hz

Hz

Hz

%

%

1071

1072

1073

1074 M

1075 L

1519 M

151A L

1076 M

1077 L

151B M

151C L

1078

151D

107A

151F

107C

1521

107D

107E

1080

1082

1083

1084

1085

4-26

4-26

4-26

4-27

4-27

4-27

4-27

4-27

4-28

4-28

4-11

4-28

4-11

4-28

4-11

4-28

4-11

4-28

4-11

4-28

A105 Selezione di avvio OI

A141

A142

Impostazione A ingresso in frequenza di funzionamento

Impostazione B ingresso in frequenza di funzionamento

A143 Selezione operatore

00: usa frequenza di avvio OI [A101]

01: avvio a 0 Hz

00: console di programmazione (F001)

01: console di programmazione

(potenziometro FREQ)

02: ingresso O

03: ingresso OI

04: comunicazione RS485

00: addizione (A + B)

01: sottrazione (A - B)

02: moltiplicazione (A × B)

01

02

00

No

No

No

108E

108F

1090

4-29

4-29

4-29

3-21

3

3

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

A145

Valore frequenza aggiuntiva

0,0... 400,0 0,0

A146

Direzione frequenza aggiuntiva

A151 Frequenza di avvio VR

A152

Frequenza di arresto VR

A153 Rapporto di avvio VR

A154 Rapporto di arresto VR

A155 Selezione di avvio VR b001 b002

Selezione nuovo tentativo

Tempo ammesso per interruzione temporanea dell'alimentazione

00: aggiunge il valore A145 alla frequenza di uscita

01: sottrae il valore A145 dalla frequenza di uscita

0,0... 400,0

0,0... 400,0

0. ... 100

0. ... 100

00: usa frequenza di avvio VR [A151]

01: avvio a 0 Hz

00: allarme

01: avvio a 0 Hz

02: frequenza corrispondente a frequenza di avvio

03: avaria quando frequenza corrisponde ad una fase di decelerazione

0,3... 25,0

0,3... 100,0 b004 b005 b011

Interruzione momentanea dell'alimentazione/ avaria per caduta di tensione durante la fase di arresto

Selezione nuovo tentativo dopo interruzione temporanea dell'alimentazione

Frequenza di avvio a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

00: disabilitato

01: abilitato

00: 16 volte

01: nessun limite

00: frequenza all'interruzione

01: frequenza max.

02: frequenza impostata

00

0,0

0,0

0.

100.

01

00

1,0

1,0

00

00

00

Corrente nominale

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

Hz

Hz

Hz

%

%

⎯ s s

1091

1093

1095

1097

1098

1099

109A

10A5

10A6

10A7

10A8

10A9

1170

10AD

4-29

4-29

4-11

4-11

4-11

4-11

4-11

4-30

4-30

4-30

4-41

4-30

4-30

4-30

b212

*Secondo livello di funzione termica elettronica

0,2 × corrente nominale a 1,0 × corrente nominale

Corrente nominale

No A

1527

4-32

b013

Selezione caratteristiche della funzione termica elettronica b213

*Seconda selezione caratteristiche funzione termica elettronica

00: caratteristiche coppia ridotta 1

01: caratteristiche coppia costante

02: caratteristiche coppia ridotta 2

00

00

No

10AE

1528

4-32

3-22

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro b021 b221 b022

Nome della funzione

Selezione limite sovraccarico

*Seconda selezione limite di sovraccarico

Livello limite sovraccarico b222 b023 b223

*Secondo livello limite di sovraccarico

Parametro limite di sovraccarico

*Secondo parametro limite di sovraccarico

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

00: disabilitato

01: abilitato per il funzionamento in accelerazione/velocità costante

02: abilitato per il funzionamento a velocità costante

0,1 × corrente nominale a 1,5 × corrente nominale

0,1... 3000,0

00: valori impostati b022, b222

01: terminale di ingresso O

Impostazione predefinita

01

Cambia durante il funzionamento

Modulo

No

01

1,5 × corrente nominale

1,5 × corrente nominale

1,0

No A

No s

1,0

Indirizzo

ModBus

(hex)

10B5

Pagina

4-33

1529

10B6

152A

10B7

152B

4-33

4-33

00 10BB

No

4-33

00 152C b228 b029

*Seconda selezione origine limite di sovraccarico

Velocità costante di decelerazione a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

0,1... 3000,0 0,5 No s 1171

4-30

b030

Frequenza attiva corrispondente a frequenza livello di riavvio

0,2 × corrente nominale a 2,0 × per corrente nominale

Corrente nominale

No A 1172

4-30

b031 b050 b051

Selezione Soft Lock

Selezione Funzionamento Continuo in caso di caduta momentanea della tensione

Tensione di avvio per Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

00: non è possibile modificare i dati diversi da b031 se lo stato SFT del terminale è ON.

01: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato quando lo stato SFT del terminale è ON.

02: non è possibile modificare i dati diversi da b031.

03: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato.

10: non è possibile modificare i dati diversi dai parametri modificabili durante il funzionamento.

00: disabilitato

01: abilitato (Arresto)

02: abilitato (Riavvio)

0,0... 1000

01

00

0,0

No

No

No

V

10BC

10C9

10CA

4-35

4-36

4-36

3

b052

Livello decelerazione d'arresto per Funzionamento Continuo in caso di caduta momentanea della tensione

0,0... 1000 0,0 No V 10CB

4-36

3-23

3

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione b053

Tempo decelerazione per Funzionamento

Continuo in caso di caduta momentanea della tensione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

1,0 No s 10CC

4-36

b054

Durata avvio decelerazione per Funzionamento Continuo in caso di caduta momentanea della tensione

0,0... 10,0 0,0 No Hz 10CE

4-36

b055 b056

Guadagno proporzionale di protezione da sovratensione durante la fase di decelerazione

Tempo integrale di protezione sovratensione durante la fase di decelerazione

0,2... 5,0

0,0... 150,0 b080 b082 b083 b084 b085 b087 b088 b089 b091 b092 b130

Regolazione AM

Frequenza di avvio

Frequenza portante

Selezione inizializzazione

Selezione parametro inizializzazione

Selezione tasto STOP

Selezione arresto corsa libera

Selezione grandezza di monitoraggio

Selezione arresto

Controllo ventola di raffreddamento

Funzione arresto LAD sovratensione

0. ... 255

(Condiviso con C086 per regolazione offset AM)

0,5... 9,9

2,0... 12,0

00: cancella i dati di monitoraggio degli errori

01: inizializza i dati

02: cancella i dati di monitoraggio degli errori e inizializza i dati

00

* Non modificare.

0,1... 99,9

00: abilitato

01: disabilitato

00: avvio a 0 Hz

01: frequenza attiva corrispondente a frequenza di riavvio

01: monitoraggio frequenza di uscita

02: monitoraggio corrente di uscita

03: monitoraggio direzione rotazione

04: monitoraggio valori retroazione PID

05: monitoraggio ingresso multifunzione

06: monitoraggio uscita multifunzione

07: monitoraggio conversione frequenza

00: decelerazione

→ arresto

01: arresto corsa libera

00: sempre ON

01: ON durante l'esecuzione

02: dipende dalla temperatura del dissipatore

00: disabilitato

01: abilitato

0,2

0,2

100.

1,5

3,0

00

01

00

1,0

00

00

00

01

00

3-24

No

No

No

No

No

No

1173

4-37

s 1174

4-37

Hz kHz

10CF

10D1

10D2

10D3

10D4

10D5

10D6

10D7

4-41

4-41

4-41

4-41

4-39

4-62

4-39

4-40

4-63

4-41

No

No

No

10D8

4-42

10DA

10DB

10F5

4-41

4-43

4-38

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione b131 b133 b134

Impostazione livello funzione arresto LAD sovratensione

Selezione funzione protezione da sovratensione durante la fase di decelerazione

Impostazione livello protezione da sovratensione durante la fase di decelerazione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Classe 200 V: 330 ... 395.

Classe 400 V: 660 ... 790.

00: disabilitato

01: abilitato b150 b151

Riduzione automatica portante

Selezione funzione

Ready

C001

Selezione ingresso multifunzione 1

Classe 200 V: 330 ... 395.

Classe 400 V: 660 ... 790.

00: disabilitato

01: abilitato

00: disabilitato

01: abilitato

00: disabilitato

01: abilitato

C201

C002

C202

C003

C203

C004

C204

C005

*Seconda selezione ingresso multifunzione 1

Selezione ingresso multifunzione 2

*Seconda selezione ingresso multifunzione 2

Selezione ingresso multifunzione 3

*Seconda selezione ingresso multifunzione 3

Selezione ingresso multifunzione 4

*Seconda selezione ingresso multifunzione 4

Selezione ingresso multifunzione 5

00: FW (avanti)

01: RV (indietro)

02: CF1 (impostazione multivelocità in binario 1)

03: CF2 (impostazione multivelocità in binario 2)

04: CF3 (impostazione multivelocità in binario 3)

05: CF4 (impostazione multivelocità in binario 4)

06: JG (jog)

07: DB (frenatura a iniezione c.c. esterna)

08: SET (secondo controllo)

09: 2CH (selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi)

11: FRS (arresto corsa libera)

12: EXT (errore esterno)

13: USP (funzione USP)

15: SFT (Soft Lock)

16: AT (commutazione ingresso analogico)

18: RS (ripristino)

19: PTC (ingresso termistore)

20: STA (avvio a 3 fili)

21: STP (arresto a 3 fili)

22: F/R (avanti/indietro a 3 fili)

23: PID (PID abilitato/disabilitato)

24: PIDC (reset PID integrale)

27: UP (funzione UP/DWN accelerata)

28: DWN (funzione UP/DWN decelerata)

29: UDC (cancellazione dati funzione UP/DWN)

31: OPE (operatore forzato)

50: ADD (frequenza aggiuntiva)

51: F-TM (morsettiera forzata)

52: RDY (funzione Ready)

53: SP-SET (seconda funzione speciale)

64: EMR (spegnimento di emergenza

*1

)

255: nessuna funzione

*1. La funzione EMR viene impostata forzatamente tramite l'interruttore S8 e non mediante parametri.

C205

*Seconda selezione ingresso multifunzione 5

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

380/760 Sì V 10F6

4-38

00

380/760

01

00

00

00

00

01

01

18

18

12

12

02

02

No

No

No

No

No

No

V

1176

1177

10F7

10F8

10F9

1103

1532

1104

1533

1105

1534

1106

1535

1107

1536

4-37

4-37

4-43

4-43

4-43

4-44

3

3-25

3

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

C011

C012

C013

C014

C015

Selezione operazione ingresso multifunzione 1

Selezione operazione ingresso multifunzione 2

Selezione operazione ingresso multifunzione 3

Selezione operazione ingresso multifunzione 4

Selezione operazione ingresso multifunzione 5

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

00: NO

01: NC

C026

Selezione funzione uscita a relè (AL2, AL1)

00: RUN (segnale durante RUN)

01: FA1 (segnale raggiungimento della velocità costante)

02: FA2 (segnale di superamento della frequenza impostata)

03: OL (segnalazione di sovraccarico)

04: OD (deviazione PID eccessiva)

05: AL (uscita allarme)

06: Dc (rilevata disconnessione)

07: FBV (uscita stato FB PID)

08: NDc (errore di rete)

09: LOG (uscita operazione logica)

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC (segnale rilevamento carico leggero)

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

00 110B

00

00

00

00

00

05

No

No

110C

110D

110E

110F

1114

1119

4-44

4-55

C028

C031

Selezione AM

Selezione contatto 11 terminale uscita multifunzione

C036

Selezione contatto uscita a relè (AL2, AL1)

00: frequenza di uscita

01: corrente di uscita

00: contatto NO su AL2; contatto NC su AL1

01: contatto NC su AL2; contatto NO su AL1

C039

C041

C241

C042

Livello rilevamento carico leggero

Livello segnalazione di sovraccarico

*Secondo livello di segnalazione di sovraccarico

Frequenza di arrivo durante l'accelerazione

C043

Frequenza di arrivo durante la decelerazione

C044

C052

Livello eccessivo deviazione PID

Limite superiore PID FB

C053 Limite inferiore PID FB

00: abilitato durante la velocità di accelerazione/decelerazione/costante

01: abilitato solo durante la velocità costante

0,0... 2,0 × corrente nominale (impostazione

0,0: funzione disabilitata)

0,0: nessuna operazione

Da 0,1 × corrente nominale a 2,0 × corrente nominale

0,0... 400,0

0,0... 400,0

0,0... 100,0

0,0... 100,0

00

00

01

01

Corrente nominale

Corrente nominale

Corrente nominale

0,0

0,0

3,0

100

0,0

No

No

No

No

No

No

No

No

No

A

Hz

Hz

%

%

111B

111D

1122

1178

1179

1124

153A

1126

1128

1129

112E

112F

4-62

4-61

4-60

4-60

4-33

4-56

4-56

4-22

4-22

3-26

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

C070

C071

C072

C074

C075

Nome della funzione

Selezione console di programmazione/

ModBus

Selezione velocità di comunicazione

(selezione velocità di trasmissione)

Selezione num. stazione di comunicazione

Selezione parità comunicazione

Selezione bit di stop per le comunicazioni

C076

C077

C078

C081

Selezione errore di comunicazione

Timeout errore di comunicazione

Tempo attesa comunicazione

Regolazione O

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

02: console di programmazione

03: ModBus

04: 4800 bps

05: 9600 bps

06: 19200 bps

1. ... 32

00: nessuna parità

01: pari

02: dispari

1: 1 bit

2: 2 bit

00: avaria

01: avaria dopo arresto decelerazione

02: da ignorare

03: corsa libera

04: arresto decelerazione

0,00... 99,99

0. ... 1000

0,0... 200,0

Impostazione predefinita

Cambia durante il funzionamento

Modulo

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

02 No

1137

04

1.

00

1

02

0,00

0.

100,0

No

No

No

No

No

No

No

⎯ s ms

%

1138

1139

113B

113C

113D

4-66

113E

113F

1141

4-66

4-11

C082 Regolazione OI 0,0... 200,0

C086 Regolazione offset AM

C091 Non utilizzato

C101

C102

Selezione UP/DWN

Selezione ripristino

0,0... 10,0

Utilizzare "00"

*Non modificare.

00: non memorizza i dati sulla frequenza

01: memorizza i dati sulla frequenza

00: ripristino avaria sul fronte di salita dell'ingresso RS

01: ripristino avaria sul fronte di discesa dell'ingresso RS

02: abilitato solo durante un'avaria (ripristino sul fronte di salita dell'ingresso RS)

C141

C142

C143

C144

C145

C148

C149

Ingresso A funzione operazione logica

Ingresso B funzione operazione logica

00: RUN (segnale durante RUN)

01: FA1 (segnale raggiungimento della velocità costante)

02: FA2 (segnale di superamento della frequenza impostata)

03: OL (segnalazione di sovraccarico)

04: OD (deviazione PID eccessiva)

05: AL (uscita allarme)

06: Dc (rilevata disconnessione)

07: FBV (uscita stato FB PID)

08: NDc (errore di rete)

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC (segnale rilevamento carico leggero)

Selezione operatore logico

Ritardo ON terminale 11 di uscita

Ritardo OFF terminale 11 di uscita

Ritardo ON uscita a relè

Ritardo OFF uscita a relè

00: AND

01: OR

02: XOR

0,0... 100,0

0,0... 100,0

0,0... 100,0

0,0... 100,0

100,0

0,0

00

00

00

00

01

00

0,0

0,0

0,0

0,0

No

No

No

No

No

No

No

No

No

%

V

1142

1145

1149

4-11

4-62

4-53

⎯ s s s s

114A

1150

1151

1152

1153

1154

1157

1158

4-51

4-59

4-59

4-59

4-60

4-60

4-60

4-60

3-27

3

3

3-6 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

H003

Selezione della potenza del motore

H203

*Seconda selezione potenza motore

H004

H204

H006

H206

Selezione del numero di poli del motore

*Seconda selezione del numero di poli del motore

Parametro di stabilizzazione

*Secondo parametro di stabilizzazione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Classe 200 V

0,2/0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/5,5/7,5

Classe 400 V

0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/5,5/7,5

2

4

6

8

0. ... 255

Impostazione predefinita

Impostazioni di fabbrica

Cambia durante il funzionamento

Modulo

No kW

Impostazioni di fabbrica

Indirizzo

ModBus

(hex)

Pagina

1165

1541

4-63

4 1166

No Polo

4-63

4 1542

100

100

%

%

1168

1544

4-63

3-28

Capitolo 4

Funzioni

4-1 Modalità di monitoraggio ................................ 4-2

4-2 Modalità di funzione......................................... 4-6

4

4-1 Modalità di monitoraggio

4Funzioni

4-1 Modalità di monitoraggio

Monitoraggio frequenza di uscita [d001]

Mostra la frequenza di uscita dell'inverter.

La spia LED "Hz" si accende quando viene visualizzato d001.

(Display)

0,0... 400,0 : visualizza incrementi di 0,1 Hz.

Monitoraggio corrente di uscita [d002]

Mostra il valore della corrente di uscita dell'inverter.

La spia LED "A" si accende quando viene visualizzato d002.

(Display)

0,0... 999,9 : visualizza incrementi di 0,1 Hz.

Monitoraggio del verso di rotazione [d003]

Indica se l'uscita dell'inverter è nello stato di marcia avanti/indietro/arresto. La spia LED RUN si accende durante la rotazione in avanti/indietro.

(Display)

F: avanti o: arresto r: indietro

Monitoraggio valore di retroazione PID [d004]

Mostra un valore di retroazione convertito in base a [A075] (scala PID) quando la selezione PID

è abilitata ([A071] = 01).

"Display monitoraggio" = "valore di retroazione PID (%)" × "scala PID"

[A075]

(Impostazione)

A071: 01 (PID abilitato)

A075: 0,01... 99,99 (Può essere impostato con incrementi di 0,01).

(Display)

0,00... 99,99 : visualizza incrementi di 0,01.

100,0... 999,9 : visualizza incrementi di 0,1.

1.000... 9.999

: visualizza incrementi di 1.

4-2

4-1 Modalità di monitoraggio

Monitoraggio ingresso multifunzione [d005]

Mostra lo stato dei terminali di ingresso multifunzione.

Da C011 a C015 (selezione contatto) esclusi, pertanto verrà visualizzato solo lo stato fisico ignorando la selezione normalmente aperto o normalmente chiuso.

(Esempio) terminali di ingresso multifunzione 4, 2 : ON terminali di ingresso multifunzione 5, 3, 1 : OFF

ON

Display

: ON

OFF

: OFF

5 4 3 2 1

(OFF) (ON) (OFF) (ON) (OFF)

Monitoraggio ingresso multifunzione

Monitoraggio uscita multifunzione [d006]

Mostra lo stato dei terminali di uscita multifunzione e dei terminali di uscita a relè.

C031 e C036 (selezione contatto) sono esclusi, pertanto questo monitoraggio indica lo stato di segnale delle funzioni (C021 e C026) assegnate a ogni terminale di uscita multifunzione, ignorando la selezione normalmente aperto o chiuso.

(Esempio) terminale di uscita multifunzione 11 : ON

Terminale con uscita relè AL2 : OFF

ON

OFF

Display

: ON

: OFF

AL2

11

(OFF) (ON)

Monitoraggio uscita multifunzione

Monitoraggio frequenza di uscita (dopo la conversione) [d007]

Mostra un valore di conversione ottenuto moltiplicando la frequenza di uscita dell'inverter per il coefficiente impostato in [b086].

Valore visualizzato = "frequenza di uscita [d001]" × "coefficiente di conversione frequenza [b086]"

(Display) [d007]

0,00... 99,99 : visualizza incrementi di 0,01.

100,0... 999,9 : visualizza incrementi di 0,1.

1.000... 9.999

: visualizza incrementi di 1.

1.000... 3.996

: visualizza incrementi di 10.

(Intervallo di impostazione) [b086] 0,1... 99,9: può essere impostato con incrementi di 0,1.

(Esempio)

A frequenza di uscita [d001] = 50,0 Hz e coefficiente di conversione frequenza [b086] = 1,1, il monitor [d007] visualizza "55,0"... 50,0 × 1,1 = 55,0.

4-3

4

4

4-1 Modalità di monitoraggio

Monitoraggio tensione di uscita [d013]

Mostra il valore della tensione di uscita (Vc.a.) dell'inverter.

La spia LED "V" si accende.

(Display)

0. ... 600 : visualizza incrementi di 1 V.

Tempo di esecuzione totale [d016]

Mostra il tempo di esecuzione dell'inverter.

(Display)

0. ... 9.999

: visualizza incrementi di 1 ora.

1.000... 9.999

: visualizza incrementi di 10 ore.

⎡100... ⎡999

: visualizza incrementi di 1.000 ore.

Monitoraggio tempo di esercizio [d017]

Mostra il tempo di alimentazione totale dell'inverter.

(Display)

0. ... 9.999

: visualizza incrementi di 1 ora.

1.000... 9.999

: visualizza incrementi di 10 ore.

⎡100... ⎡999

: visualizza incrementi di 1.000 ore.

Monitoraggio temperatura dissipatore [d018]

Mostra la temperatura del dissipatore.

(Display)

0. ... 200 : visualizza incrementi di 1

°C.

Monitoraggio frequenza di errore [d080]

Mostra il numero di avarie rilevate dall'inverter.

(Display)

0. ... 9.999

: visualizza incrementi di 1.

1.000... 6.553

: visualizza incrementi di 10.

4-4

4-1 Modalità di monitoraggio

Monitor errori 1[d081], 2[d082], 3[d083]

Mostra i dettagli degli ultimi tre errori.

L'avaria più recente viene visualizzata sul monitor avarie 1.

(Display)

•Fattore (E01... E60)

*1

•Frequenza di uscita al momento dell'avaria (Hz)

•Corrente di uscita al momento dell'avaria (A)

•Tensione interna c.c. al momento dell'avaria (V)

•Tempo di esecuzione totale prima dell'avaria (hr)

•Tempo di alimentazione totale prima dell'avaria (hr) d081

*1. Vedere "Elenco codici di errore" (pagina 5-2) e "Display monitor blocchi" (pagina 5-5).

(Sequenza display monitor avarie)

(1) Fattore avaria* 2 e 07

(2) Errore di Frequenza

600

(3) Errore di Corrente

40

(4) Tensione

P-N avaria

398.

(5) Tempo di esecuzione totale

15.

(6) Tempo di esercizio

18.

4

*2. Visualizza

_k_k_k_

se non si sono verificate avarie.

Monitoraggio tensione c.c. [d102]

Mostra la tensione c.c. del circuito principale dell'inverter.

(Display)

0,0... 999,9 : visualizza incrementi di 0,1 V.

Monitoraggio funzione termica elettronica [d104]

Mostra il valore di integrazione del conteggio della funzione termica elettronica. Si verifica un errore di sovraccarico se si raggiunge il 100% (E05).

(Display)

0,0... 100,0 : visualizza incrementi di 0,1%.

4-5

4-2 Modalità di funzione

4

4-2 Modalità di funzione

<Gruppo F: parametro funzione base>

Impostazione/monitoraggio frequenza di uscita

•Impostare la frequenza di uscita dell'inverter.

•Con la frequenza di riferimento impostata sulla console di programmazione ([A001] = 02), è possibile impostare la frequenza di uscita in F001. Per gli altri metodi, vedere la sezione [A001]

in "Selezione frequenza di riferimento" (pagina 4-8).

•Se una frequenza è impostata in [F001], lo stesso valore viene automaticamente impostato in comando multivelocità 0 [A020]. Per impostare la seconda velocità di riferimento, utilizzare [A220] o [F001] con il terminale SET attivo. Per effettuare l'impostazione utilizzando il terminale SET, assegnare 08 (SET) all'ingresso multifunzione desiderato.

N. parametro

*

F001

A020

A220

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Impostazione/monitoraggio frequenza di uscita

Riferimento Multivelocità 0 0,0/frequenza di avvio... frequenza max

Secondo riferimento multivelocità 0

Parametri correlati A001, A201, C001... C005

6,0

Modulo

Hz

* Per passare al secondo riferimento multivelocità, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione e attivarlo.

Tempo di accelerazione/decelerazione

Impostare un tempo di accelerazione/decelerazione per il motore. Per una transizione lenta, impostare un valore elevato, mentre per una transizione veloce, impostare un valore più piccolo.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

F002

*

F202

F003

*

F203

Tempo di accelerazione 1

Secondo tempo di accelerazione 1

Tempo di decelerazione 1

Secondo tempo di decelerazione 1

Parametri correlati

0,01... 3.000

10,0

A004, A204, C001... C005 s

* Per passare al secondo tempo di accelerazione/decelerazione 1, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

4-6

4-2 Modalità di funzione

•In questo caso il tempo impostato indica il tempo di accelerazione/decelerazione compreso tra 0

Hz e la frequenza massima.

Frequenza di uscita

Max frequenza

A004/A204

Valore impostato frequenza uscita

Tempo accelerazione effettivo

F002/F202

Tempo decelerazione effettivo

F003/F203

Anche se viene impostato un tempo di accelerazione/decelerazione breve, il tempo effettivo non può essere inferiore al tempo di accelerazione/decelerazione minimo, determinato dal momento di inerzia meccanica e dalla coppia del motore. Se si imposta un tempo inferiore rispetto al tempo minimo, potrebbe verificarsi un'avaria da sovracorrente/sovratensione.

Tempo di accelerazione T

S

T

S

=

(

J

L

+

J

9,55

× (

M

T

S

N

T

L

M

)

Tempo di decelerazione T

B

T

B

=

(

J

L

+

J

M

9,55

× (

T

B

+

N

T

L

M

)

J

L

: momento di inerzia del carico convertito sull'albero del motore [kg·m 2 ]

J

M

: momento di inerzia del motore [kg·m 2 ]

N

M

: velocità di rotazione del motore [r/min]

T

S

: coppia di accelerazione massima con inverter [N·m]

T

B

: coppia di decelerazione massima con inverter [N·m]

T

L

: richiesta coppia di azionamento [N·m]

4

Selezione del verso di rotazione tramite la console di programmazione

F004

Selezionare il verso di rotazione del motore applicata al comando RUN tramite la console di programmazione.

Questa funzione è disabilitata per i terminali.

N. parametro

Nome della funzione

Selezione direzione di rotazione

00: avanti

01: indietro

Dati

Impostazione predefinita

00

Modulo

4-7

4

4-2 Modalità di funzione

<Gruppo A: parametro funzione standard>

Selezione frequenza di riferimento

Selezionare il metodo della frequenza di riferimento.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

A001

*

A201

Selezione frequenza di riferimento

Selezione seconda frequenza di riferimento

Parametri correlati

00: console di programmazione

(potenziometro FREQ)

01: terminale

02: console di programmazione (F001)

03: comunicazione ModBus

10: risultato funzionamento in frequenza

00

A005, A141... A143, A145, A146

Modulo

* Per passare alla seconda frequenza di riferimento, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

02

03

10

Dati

00

01

Sorgente frequenza di riferimento

Potenziometro FREQ

Riferimento di tensione o corrente del terminale.

Valore F001 impostato tramite la console di programmazione.

Comunicazione ModBus

Risultato del funzionamento in frequenza

Selezione comando RUN

Selezionare il metodo del comando RUN/STOP.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

A002

*

A202

Selezione comando RUN 01: terminale

Selezione secondo comando RUN

02: console di programmazione

03: comunicazione ModBus

Parametri correlati

02

F004, A005, C001... C005

* Per passare al secondo comando RUN, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

Modulo

Dati

01

02

03

Sorgente del comando RUN

Attivare/disattivare in base ai valori FW e RV assegnati al terminale.

Il comando STOP viene attivato se i comandi Forward/Reverse vengono selezionati contemporaneamente.

Utilizzare i tasti RUN e STOP/RESET presenti sulla console di programmazione.

Utilizzare la comunicazione ModBus.

4-8

4-2 Modalità di funzione

Frequenza di base

„

Frequenza di base e tensione del motore

L'uscita dell'inverter (frequenza/tensione) deve corrispondere al valore nominale del motore.

Fare attenzione, in modo particolare se si imposta una frequenza di base inferiore ai 50 Hz.

In caso contrario il motore potrebbe bruciarsi.

N. parametro

A003

Nome della funzione

Dati

Frequenza di base 30... frequenza max. [A004]

Impostazione predefinita

*

A203

Seconda frequenza di base

30... frequenza max. [A204]

Parametri correlati

50,0

A004, A204, A081, A082

Modulo

Hz

* Per passare alla seconda frequenza di base, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

Tensione di uscita

Selezione tensione AVR

(A082)

4

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza di uscita (Hz)

•Selezionare la tensione del motore in base alle relative specifiche. Se la tensione supera il livello specificato, il motore potrebbe bruciarsi.

•L'inverter non può generare tensione superiore alla tensione di ingresso.

Frequenza massima

Impostare il valore massimo della frequenza di uscita.

•Il valore qui impostato rappresenterà il valore massimo (ad esempio, 10 V nell'intervallo 0... 10 V) dell'ingresso analogico esterno (frequenza di riferimento).

•La tensione di uscita massima dell'inverter, dalla frequenza di base a quella massima,

è rappresentata dalla tensione impostata nella selezione della tensione AVR A082.

•L'inverter non può generare tensione superiore alla tensione di ingresso.

Tensione di uscita

Selezione tensione AVR

(100%)

(A082)

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza massima

(A004/A204)

4-9

4-2 Modalità di funzione

4

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A004

*

A204

Frequenza massima

Seconda frequenza massima

30... 400

Parametri correlati

50,0

A003, A203, A081, A082

Hz

* Per passare alla seconda frequenza massima, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione e attivarlo.

Ingresso analogico (O, OI, VR)

Per la frequenza di riferimento sono disponibili due tipi di ingresso analogico esterno, oltre all'ingresso VR integrato.

Per l'ingresso di tensione, è possibile impostare una frequenza da 0 al valore massimo, applicando una tensione da 0 a 10 V tra gli ingressi O e L. Per gli ingressi di corrente, applicare da 4 a 20 mA tra gli ingressi OI e L. Tenere presente che i valori di tensione e di corrente non possono essere immessi contemporaneamente. Inoltre, non collegare contemporaneamente le linee di segnale per gli ingressi O e OI.

Tensione di riferimento (10 V)

Ingresso tensione

H O OI L

[AT]

Inverter VR

A001

Impostazione frequenza

Ingresso corrente

Massa del circuito analogico

H O OI L

Il passaggio tra gli ingressi può essere effettuato da un parametro di impostazione dell'ingresso digitale A005.

N. parametro

A005

Nome della funzione

Selezione O/OI

Parametri correlati

Dati

Impostazione predefinita

Modulo

00: passa tra O/OI tramite AT terminale

02: passa tra O/potenziometro FREQ tramite AT terminale

03: passa tra OI/potenziometro FREQ tramite AT terminale

04: solo ingresso O

05: solo ingresso OI

02

A011... A016, A101... A105, A151... A155, C001... C005, C081, C082

Impostazioni necessarie A001 = 01

Dati

16

Assegnare AT (16) a uno degli ingressi multifunzione con la frequenza di riferimento impostata sulla morsettiera (A001 o A201 = 01).

Simbolo Nome della funzione Stato

AT

Commutazione all'ingresso analogico

ON

OFF

Descrizione

Dipende dalla combinazione con l'impostazione

A005 (vedere la tabella seguente).

Vedere sopra.

Parametri correlati

C001... C005

Di seguito sono elencate le impostazioni: (VR: potenziometro FREQ)

Se AT non è assegnato a nessun ingresso multifunzione, significa ingresso AT = OFF nella tabella seguente.

02 03 Valore impostato A005

Stato ingresso terminale AT OFF

Ingresso analogico abilitato O-L

00

ON

OI-L

OFF

O-L

ON

VR

OFF

OI-L

ON

VR

04

OFF

O-L

ON

05

OFF

OI-L

ON

4-10

4-2 Modalità di funzione

Regolazione frequenza esterna (tensione/corrente)

Ingresso analogico esterno (frequenza di riferimento)

Terminale O-L: 0... 10 V (ingresso tensione)

Terminale OI-L: 4... 20 V (ingresso corrente)

Impostare inoltre una frequenza di uscita per il potenziometro FREQ nella console di programmazione.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

A011

A101

A151

A012

A102

A152

A013

A103

A153

A014

A104

A154

A015

A105

A155

Frequenza di avvio O/OI/VR

Frequenza di arresto O/OI/VR

0,00... 400,0

(Impostare la frequenza di avvio/ arresto).

Rapporto di avvio O/OI/VR

Rapporto di arresto O/OI/VR

Selezione di avvio O/OI/VR

Parametri correlati

0. ... 100

(Impostare un rapporto di avvio/ arresto relativo a una frequenza di riferimento con valori compresi tra 0 e 10 V e tra 4 e 20 mA).

0,0

0.

100.

00: frequenza di avvio

(valore impostato A011)

01: 0 Hz

A005, A016, ingresso AT

01

•Per la tensione di ingresso da 0 a 5 V sul terminale O-L, impostare A014 su 50%.

(Esempio 1) A015/A105 = 00 (Esempio 2) A015/A105 = 01

Modulo

Hz

%

Frequenza max.

A012/A102/A152

Frequenza max.

A012/A102/A152

4

A011/A101/A151

0

A013/A103

/A153

Frequenza

A014/A104

/A154

100% di riferimento

(10 V/20 mA/VR max.)

(0 V/4 mA/VR min.)

A011/A101/A151

0

A013/A103

/A153

Frequenza

A014/A104

/A154

100% di riferimento

(10 V/20 mA/VR max.)

(0 V/4 mA/VR min.)

Regolazione O/OI

N. parametro

C081

C082

Nome della funzione

Regolazione O 0,0... 200,0

Regolazione OI 0,0... 200,0

Dati

•È possibile regolare la frequenza di ingresso O/OI.

•Utilizzare questa funzione per modificare la portata di ingresso.

•La frequenza impostata diventa 0 Hz con il valore 0,0% impostato.

Impostazione predefinita

100

100

Modulo

%

%

4-11

4

4-2 Modalità di funzione

•In questo modo viene ripristinato il valore di fabbrica predefinito dopo l'inizializzazione.

Frequenza impostata

Frequenza max.

Impostazione

200%

Impostazione 100%

Frequenza max./2

Impostazione 50%

0

0 V, 4 mA 5 V, 12 mA 10 V, 20 mA

Campionamento O, OI

Impostare il filtro integrato applicato ai segnali di impostazione della frequenza tramite l'ingresso di tensione/corrente esterno.

N. parametro

A016

Nome della funzione campionamento O, OI 1. ... 17

Dati

Impostazione predefinita

8.

Modulo

-

Parametri correlati A011... A016, C001... C005

•Consente di rimuovere i disturbi dal circuito di impostazione della frequenza.

•Impostare un valore dati superiore se non è possibile garantire un funzionamento stabile a causa dei disturbi. Tenere presente che maggiore è il valore dati, più lento è il tempo di risposta.

•Nel caso dell'impostazione "17", indica l'impostazione del calcolo della media dinamica 16, senza considerare la fluttuazione di tensione pari a 0,1 Hz. Sebbene in questo caso sia meno probabile che la frequenza fluttui, la risoluzione di un ingresso analogico diminuisce. Questa impostazione non è adatta ad apparecchiature che richiedono una risposta rapida.

Funzionamento a multivelocità

Impostare le velocità di RUN differenti utilizzando i codici e commutare la velocità impostata tramite il terminale.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A020

A220

A021

Riferimento Multivelocità 0

*

Secondo riferimento multivelocità 0

Riferimento multivelocità 1

6,0

A022

A023

A024

A025

A026

A027

Riferimento multivelocità 2

Riferimento multivelocità 3

Riferimento multivelocità 4

Riferimento multivelocità 5

Riferimento multivelocità 6

Riferimento multivelocità 7

A028... A035 Riferimento multivelocità 8... 15

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

0,0/frequenza di avvio... frequenza max [A004]

0,0

Ingressi F001, C001... C005, CF1... CF4

F001, A001 = 02

Hz

* Per passare al secondo riferimento multivelocità 0, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione e attivarlo.

4-12

4-2 Modalità di funzione

Dati

02

03

04

La selezione della velocità può essere eseguita impostando questi valori nei parametri degli ingressi digitali C001... C005

Simbolo Nome della funzione Stato

ON

CF1 Impostazione multivelocità in binario 1

Descrizione

Operazione binaria 1: ON

OFF Operazione binaria 1: OFF

ON Operazione binaria 2: ON

CF2 Impostazione multivelocità in binario 2

OFF Operazione binaria 2: OFF

ON Operazione binaria 3: ON

CF3 Impostazione multivelocità in binario 3

OFF Operazione binaria 3: OFF

05 CF4 Impostazione multivelocità in binario 4

ON Operazione binaria 4: ON

OFF Operazione binaria 4: OFF

0

12

13

14

15

10

11

8

9

6

7

4

5

1

2

3

•Assegnando i valori 02... 05 (CF1... CF4) agli ingressi multifunzione, è possibile selezionare il riferimento multivelocità 0... 15. Tenere presente che i terminali multivelocità non assegnati a nessun ingresso multifunzione vengono considerati "OFF". Ad esempio, se 02 (CF1) e 03 (CF2) vengono assegnati all'ingresso multifunzione, le multivelocità disponibili dovrebbero essere 0... 3.

•Per la velocità 0, è possibile cambiare la frequenza di riferimento con la selezione della frequenza di riferimento (A001). (Ad esempio, se la frequenza di riferimento è impostata sul blocco terminali di controllo (terminale, A001: 01), è possibile modificarla tramite i terminali di ingresso O e OI.)

•Per la velocità 0, utilizzare A020/A220 se la frequenza di riferimento è impostata sulla console di programmazione (A001: 02).

•Inoltre, è possibile selezionare una multivelocità attivando/disattivando i terminali multivelocità

(CF1... CF4) e impostare la frequenza di multivelocità con F001.

Velocità indicata

Multivelocità

Terminali multivelocità

CF4 CF3 CF2 CF1

0

1

0

1

0

1

0

1

0

1

0

1

0

1

0

0

1

0

1

0

1

0

1

0

1

0

1

1

0

1

Sorgente di riferimento in base all'impostazione

A001

A021

A022

A023

A024

A025

A026

A027

A028

A029

A030

A031

A032

A033

A034

A035

4-13

4

4

4-2 Modalità di funzione

Comando di jog

Il motore ruota quando l'ingresso viene attivato.

N. parametro

A038

A039

Nome della funzione

Frequenza di jog

Selezione arresto jog

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

Dati

Impostazione predefinita

6,00 0,00/frequenza di avvio... 9,99

00: arresto corsa libera

01: arresto per decelerazione

02: arresto con frenatura a iniezione c.c.

00

C001... C005, ingresso JG

A002 = 01, A038 > b082, A038 > 0, A039

Modulo

Hz

Dati

06

•L'inverter viene fatto lavorare alla velocità impostata in A038 mentre il terminale JG assegnato a uno dei terminali multifunzione è attivo. La selezione di arresto è disponibile anche in A039.

Il jog può essere assegnato a ognuno degli ingressi multifunzione impostando questo valore su

C001... C005.

Simbolo Nome della funzione

JG

Parametri correlati

Comando di jog

Stato

ON

Descrizione

Funziona alla frequenza di jog impostata.

OFF Arresto

C001... C005

•Se la frequenza è impostata su un valore superiore, il comando di jog potrebbe causare un'avaria.

Regolare A038 in modo che l'inverter non vada in avaria.

(Quando A039 = 01)

JG

FW

RV

Frequenza di uscita

A038

Nota 1: per eseguire il comando di jog, attivare il terminale JG prima del terminale FW o RV.

(Fare lo stesso se la sorgente del comando RUN è impostata sulla console di programmazione).

JG

FW

Frequenza di uscita

Il comando di jog non funziona se il segnale FW si attiva prima.

Nota 2: se A039 è impostato su 02, impostare la frenatura ad iniezione c.c.

4-14

4-2 Modalità di funzione

Relazione tra l'incremento della coppia e caratteristiche V/f

Determinare la relazione tra la tensione di uscita e la frequenza di uscita.

N. parametro

A041

*

A241

A042

*

A242

A043

*

A243

A044

*

A244

A045

A245

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Selezione coppia di Boost

Secondo comando selezione coppia di Boost

00: incremento manuale coppia di Boost

01: incremento automatico (semplice) coppia di Boost

Tensione coppia di Boost manuale 0,0... 20,0

Secondo comando Tensione coppia di Boost manuale

(Rapporto del valore della selezione di tensione AVR A082)

Frequenza coppia di Boost manuale

Secondo comando Frequenza coppia di Boost manuale

0,0... 50,0

(Rapporto della frequenza di base)

Selezione caratteristiche V/f

Secondo comando selezione caratteristiche V/f

00: caratteristiche coppia costante (VC)

01: caratteristiche coppia ridotta

(potenza 1,7 di VP)

06: caratteristiche speciali coppia ridotta (VP speciale)

Guadagno tensione di uscita

Secondo comando guadagno tensione di uscita

Parametri correlati

20. ... 100

00

5,0

0,0

2,5

0,0

00

100.

A082, H003/H203, H004/H204

%

%

%

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

„

Metodo di controllo (caratteristiche V/f)

Caratteristiche coppia costante (VC)

•La tensione di uscita è proporzionale alla frequenza di uscita.

Sebbene sia proporzionale da 0 Hz alla frequenza di base, la tensione di uscita è costante dal valore di base alle frequenze massime, indipendentemente dalla frequenza.

Tensione di uscita

(100%)

0

Frequenza di uscita (Hz)

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza max.

(A004/A204)

Caratteristiche coppia ridotta (potenza VP di 1,7)

•Per ventola o pompa che non richiede molta coppia a bassa velocità.

Queste caratteristiche garantiscono elevata efficienza, disturbi e vibrazioni limitati, grazie alla tensione di uscita ridotta a basse velocità.

Tensione di uscita

(100%)

VP

(potenza

1,7 di VP)

Frequenza di uscita (Hz)

0

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza max.

(A004/A204)

4

4-15

4

4-2 Modalità di funzione

Caratteristiche speciali di coppia ridotta (VP speciale)

•Per ventola o pompa che richiede coppia a basse velocità per l'uso delle caratteristiche VC in questa area.

Tensione di uscita

(100%)

VP

(potenza 1,7)

VC

Frequenza di uscita (Hz)

0

10% di frequenza base

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza max.

(A004/A204) a b c

Periodo a Fornisce caratteristiche di coppia costante (VC) in un intervallo compreso tra 0 Hz e il 10% della frequenza di base. (Esempio) Se la frequenza di base è 50 Hz, l'inverter fornisce caratteristiche di coppia costante in un intervallo compreso tra 0 e 5 Hz.

Periodo b Fornisce caratteristiche di coppia ridotta in un intervallo compreso tra il 10 e il 100% della frequenza di base.

L'inverter genera la tensione in base a una curva di potenza pari all'1,7 della frequenza.

Periodo c Fornisce una tensione costante in un intervallo compreso tra la frequenza di base e la frequenza massima.

„

Coppia di Boost

Questa funzione consente di compensare l'insufficienza di coppia del motore a basse velocità.

•Compensa la caduta di tensione causata dalla resistenza primaria del motore o dal cablaggio che aumenta la coppia a basse velocità.

•Per selezionare coppia di Boost semplice (A041/A241), impostare la selezione di potenza del motore (H003/H203) e la selezione del numero di poli del motore (H004/H204) in base al motore in uso.

Coppia di Boost manuale [A042/A242, A043/A243]

•Aggiunge la tensione impostata in A042/A242 e A043/A243 alle caratteristiche V/f e genera la tensione risultante. Il valore aggiunto viene impostato in termini percentuali in base alla selezione della tensione AVR (A082) del 100%.

•La frequenza di coppia di Boost manuale (A043/A243) viene impostata in termini percentuali in base alla frequenza di base del 100%.

Tensione di uscita (100%)

Tensione coppia di Boost manuale

(A042/A242)

Caratteristiche V/f

(Esempio: VC)

0

Frequenza coppia

Frequenza di base

(A003/A203) di Boost manuale (A043/A243)

Frequenza max.

(A004/A204)

Frequenza di uscita (Hz)

•Se si aumenta il valore impostato della coppia di Boost manuale (A042/A242), bisogna tenere in considerazione la sovraeccitazione del motore. In caso contrario il motore potrebbe bruciarsi.

Coppia di Boost semplice [A041/A241]

•Se viene selezionata Coppia di Boost semplice (A041/A241: 01), viene regolata la tensione di uscita in base al livello di carico.

•Per selezionare Coppia di Boost semplice (A041/A241), impostare la selezione di potenza del motore

(H003/H203) e la selezione del numero di poli del motore (H004/H204) in base al motore in uso.

•È possibile evitare una possibile avaria da sovracorrente durante la decelerazione impostando la selezione AVR su ON (A081: 00).

•È possibile che non si ottengano caratteristiche sufficienti se si selezionano dimensioni del motore inferiori rispetto a quelle specificate.

4-16

4-2 Modalità di funzione

„

Guadagno tensione di uscita

•Cambia la tensione di uscita dell'inverter in termini percentuali in base alla selezione della tensione

AVR [A082] del 100%.

•L'inverter non può generare tensione superiore alla tensione di ingresso.

Quando A045 = 100

Selezione tensione motore

(A082)

A045

Frequenza di base

(A003/A203)

Frequenza max.

(A004/A204)

Frenatura ad iniezione c.c. (DB)

Questa funzione arresta in modo sicuro la rotazione del motore durante la decelerazione.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A051

Selezione frenatura ad iniezione c.c.

00: disabilitato

01: abilitato

02: DB in caso di frequenza di uscita

< A052

00

A052

A053

A054

A055

A056

Frequenza di frenatura a iniezione c.c.

Tempo di ritardo frenatura ad iniezione c.c.

Alimentazione frenatura ad iniezione c.c.

Tempo di frenatura ad iniezione c.c.

Selezione metodo di frenatura ad iniezione c.c.

Parametri correlati

0,0... 60,0

0,0... 5,0

0. ... 100

0,0... 60,0

00: funzionamento ad impulso

01: funzionamento a livello

C001... C005

0,5

0,0

50

0,5

01

Hz s

% s

•Sono disponibili due metodi per la frenatura ad iniezione c.c: uno è il metodo esterno tramite l'ingresso multifunzione (frenatura esterna ad iniezione c.c.); il secondo è il metodo interno, eseguito automaticamente per arrestare il motore (frenatura interna ad iniezione c.c.).

•Di seguito sono riportati i tipi di funzionamento:

Funzionamento ad impulso: DB agisce durante il periodo di tempo specificato dall'ingresso del segnale DB.

Funzionamento a livello: DB agisce al momento dell'ingresso del segnale.

Modalità di controllo frequenza: DB agisce quando la frequenza raggiunge il livello specificato durante il funzionamento.

•Se la frenatura ad iniezione c.c. agisce a velocità elevate del motore, è possibile che si verifichi un'avaria da sovraccorrente (E01... E04) o da sovraccarico (E05). Per la frenatura interna ad iniezione c.c., la regolazione seguente consente di evitare questo tipo di situazione:

Abbassare la frequenza di frenatura ad iniezione c.c. (A052).

Aumentare il tempo di ritardo della frenatura ad iniezione c.c. (A053)

Per la frenatura esterna ad iniezione c.c. tramite ingresso multifunzione, utilizzare il terminale di frenatura esterna ad iniezione c.c. (con l'arresto per decelerazione).

4-17

4

4

4-2 Modalità di funzione

Frenatura esterna ad iniezione c.c. (A051 = 00)

•Assegnare 07 (DB) all'ingresso multifunzione desiderato. La frenatura ad iniezione c.c. può essere applicata attivando/disattivando il terminale DB, indipendentemente dalla selezione della frenatura ad iniezione c.c. (A051).

Dati Simbolo Nome della funzione

07 DB

Parametri correlati

Frenatura esterna ad iniezione c.c.

Stato

ON

OFF

Descrizione

La frenatura ad iniezione c.c. viene eseguita durante la decelerazione.

La frenatura ad iniezione c.c. non viene eseguita durante la decelerazione.

C001... C005

•Impostare l'alimentazione della frenatura ad iniezione c.c. in A054.

•Se viene impostato il tempo di ritardo della frenatura ad iniezione c.c. (A053), l'uscita dell'inverter viene chiusa nel periodo di tempo specificato e il motore passa allo stato di corsa libera. Al termine del periodo di tempo impostato, viene avviata la frenatura ad iniezione c.c.

•Impostare il tempo della frenatura ad iniezione c.c. (A055) o l'impostazione DB tenendo in considerazione la generazione di calore del motore. Un uso continuo e prolungato del terminale

DB potrebbe bruciare il motore.

•Eseguire le impostazioni in base al sistema in uso, dopo aver selezionato la modalità di funzionamento a livello o ad impulso in A056

(a) Funzionamento ad impulso (A056: 00) (b) Funzionamento a livello (A056: 01)

(Esempio 1-a)

FW

(Esempio 1-b)

FW

DB

Frequenza di uscita

(Esempio 2-a)

FW

A055

DB

Frequenza di uscita

(Esempio 2-b)

FW

DB

Frequenza di uscita

A055

(Esempio 3-a)

FW

DB

Frequenza di uscita

Corsa libera

A053 A055

4-18

DB

Frequenza di uscita

(Esempio 3-b)

FW

DB

Frequenza di uscita

Corsa libera

A053

4-2 Modalità di funzione

Frenatura interna ad iniezione c.c. (A051 = 01)

•Esegue la frenatura ad iniezione c.c. per arrestare il motore senza alcuna operazione da terminale.

Per utilizzare questa funzione, impostare la selezione della frenatura ad iniezione c.c. (A051) su 01.

•Impostare l'alimentazione della frenatura ad iniezione c.c. in A054.

•Impostare la frequenza per l'avvio della frenatura ad iniezione c.c. A052.

•Se viene impostato il tempo di ritardo della frenatura ad iniezione c.c. (A053), l'uscita viene chiusa quando la frequenza raggiunge il livello impostato in A052 durante la decelerazione e per il periodo specificato viene attivato lo stato di corsa libera. Al termine del periodo di tempo specificato, viene avviata la frenatura ad iniezione c.c.

•Di seguito è riportato il funzionamento a margine/a livello della frenatura interna ad iniezione c.c.

Funzionamento ad impulso: con priorità al tempo di frenatura ad iniezione c.c. (A055), esegue la frenatura ad iniezione c.c. nel periodo di tempo specificato.

La frenatura ad iniezione c.c. viene attivata in base al periodo di tempo impostato in A055 quando la frequenza di uscita raggiunge il valore impostato in A052, dopo che il comando RUN (FW) è stato disattivato.

Anche se il comando RUN è attivo durante la frenatura ad iniezione c.c., la seconda frenatura diventa effettiva nel periodo di tempo impostato in A055.

(Esempio 4-a), (Esempio 5-a)

Funzionamento a livello: con priorità al comando RUN, passa al funzionamento normale, ignorando il tempo di frenatura ad iniezione c.c. (A055).

Se il comando RUN è attivo durante la frenatura ad iniezione c.c., torna al funzionamento normale, ignorando il tempo impostato in A055.

(Esempio 4-b), (Esempio 5-b)

(a) Funzionamento ad impulso (b) Funzionamento a livello

(Esempio 4-a) (Esempio 4-b)

FW

FW

Frequenza di uscita

Corsa libera

A052

A053

(Esempio 5-a)

FW

A055

Corsa libera

Frequenza di uscita

A052

A053

(Esempio 5-b)

FW

A055

4

Frequenza di uscita

A052

A055

Frequenza di uscita

A052

A055

Frenatura interna ad iniezione c.c. (Funziona solo alla frequenza impostata: A051 = 02)

La frenatura a iniezione c.c. è abilitata quando il valore della frequenza di uscita diventa inferiore al valore della frequenza di frenatura ad iniezione c.c. (A052) durante il funzionamento.

•Le frenature esterna (A051 = 00) e interna (A051 = 01) ad iniezione c.c. non sono disponibili se questa funzione è selezionata.

•Funziona solo quando il comando RUN è attivo.

•La frenatura ad iniezione c.c. viene avviata quando i valori delle frequenze di riferimento e di corrente diventano inferiori rispetto al valore impostato in A052. (Esempio 6-a)

•Quando la frequenza di riferimento raggiunge 2 Hz o un valore superiore rispetto a quello impostato in A052, la frenatura ad iniezione c.c. viene rilasciata e l'uscita torna allo stato normale. (Esempio 6-a)

4-19

4

4-2 Modalità di funzione

•Se la frequenza di riferimento è "0" quando l'operazione viene avviata con l'ingresso analogico, il funzionamento iniziale è rappresentato dalla frenatura ad iniezione c.c., poiché il valore delle frequenze di riferimento e di corrente è "0". (Esempio 6-b)

•Se il comando RUN viene attivato con la frequenza di riferimento impostata (o un valore superiore rispetto a quello impostato in A052), il funzionamento iniziale è rappresentato dall'uscita normale.

(Esempio 6-a) (Esempio 6-b)

ON

ON

Comando

RUN

Comando

RUN

A052

Frequenza di riferimento

A052

Frequenza di riferimento

Frequenza di uscita

Frequenza di uscita

•L'operazione per tornare al funzionamento normale varia in base all'impostazione della selezione del metodo di frenatura ad iniezione c.c. (A056).

(a) Funzionamento ad impulso (b) Funzionamento a livello

Comando

RUN

A052

Frequenza di riferimento

ON

Comando

RUN

A052

Frequenza di riferimento

ON

Frequenza di uscita

A053

Frequenza di uscita

Limite di frequenza

Questa funzione limita la frequenza di uscita dell'inverter.

N. parametro Nome della funzione

A061

*

A261

A062

*

A262

Limite superiore di frequenza

Secondo limite superiore di frequenza

Limite inferiore di frequenza

Secondo limite inferiore di frequenza

Parametri correlati

Dati

0,0//limite inferiore di frequenza

[A062]... a frequenza massima [A004]

0,0/limite inferiore di frequenza

[A262] ...a frequenza massima [A204]

0,0/frequenza di avvio... limite superiore di frequenza [A061]

0,0/frequenza di avvio... limite superiore di frequenza [A261]

C001... C005

Impostazione predefinita

0,0

0,0

0,0

0,0

Modulo

Hz

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

4-20

4-2 Modalità di funzione

•È possibile impostare i limiti superiore/inferiore sulla frequenza impostata. Questa funzione non accetta riferimenti di frequenza oltre i limiti impostati.

•Impostare prima il limite superiore.

Verificare che il limite superiore (A061/A261) sia maggiore rispetto al limite inferiore (A062/A262).

•Nessun limite può funzionare se viene impostato su 0 Hz.

Frequenza impostata (Hz)

Frequenza max.

A004/A204

A061 f

A062

0 V

4 mA

10 V

20 mA

Frequenza di riferimento

Se viene impostato il limite inferiore, il valore impostato diventa quello prioritario anche se viene specificato 0 V (4 mA) per la frequenza di riferimento.

Funzione frequenza di salto

Questa funzione consente di evitare punti di risonanza delle macchine caricate.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

A063

A065

A067

A064

A066

A068

Frequenza di salto 1

Frequenza di salto 2

Frequenza di salto 3

Ampiezza frequenza di salto 1

Ampiezza frequenza di salto 2

Ampiezza frequenza di salto 3

Parametri correlati

0,0... 400,0

0,0... 10,0

C001... C005

0,0

0,5

Modulo

Hz

•La frequenza di uscita non può essere impostata entro l'intervallo predefinito della frequenza di salto.

•La frequenza di uscita passa attraverso la frequenza di salto solo durante la fase di accelerazione e decelerazione. Se la frequenza di riferimento viene impostata nell'area del salto, l'uscita imposterà automaticamente una frequenza superiore o inferiore a seconda che l'inverter sia in fase di accelerazione o decelerazione.

Frequenza di uscita

A067

A068

A068

A065

A066

A066

A063

A064

A064

Frequenza di riferimento

4

4-21

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione PID

Questa funzione consente di controllare delle grandezze quali portata, volume di aria e pressione.

N. parametro

A071

A072

Nome della funzione

Selezione PID

Guadagno P del PID

00: disabilitato

01: abilitato

0,2... 5,0

Dati

Impostazione predefinita

00

1,0

Modulo

A073

A074

Guadagno I del PID

Guadagno D del PID

0,0... 150,0

0,00... 100,0

1,0

0,0 s s

A075

A076

A077

A078

C044

C052

C053

Scala PID

Selezione retroazione PID

Funzione PID indietro

0,01... 99,99

00: OI

01: O

02: comunicazione RS485

03: uscita funzione operatore

00: deviazione = valore di riferimento - valore di retroazione

01: deviazione = valore di retroazione - valore di riferimento

Funzione limite uscita PID 0,00... 100,0

Livello eccessivo deviazione PID

0. ... 100

Limite superiore PID FB

0,0... 100,0

Limite inferiore PID FB

1,00

00

00

0,0

3,0

100

0,0

Tempo

%

%

%

%

Parametri correlati d004, A001, A005, C001... C005, C021, C026

•Per utilizzare questa funzione, impostare A071... 01.

•Per abilitare/disabilitare questa funzione tramite la morsettiera (segnale esterno), assegnare 23

(abilitazione/disabilitazione PID) all'ingresso multifunzione desiderato. Selezionare OFF per abilitare la funzione PID e ON per disabilitarla.

„

Struttura di base del controllo PID (Esempio)

Valore di riferimento

+

0...10 V

4 ... 20 mA

-

Deviazione

ε

K p

DDR-SDRAM da 1

+

DDR-SDRAM da 1

+

T i

·

s

T d

·

s

Valore di controllo fs

Controllo normale dell'inverter

M =

Sensore

Retroazione 0...10 V

4 ... 20 mA

Kp: guadagno proporzionale Ti: tempo integrale Td: tempo derivativo s: operatore

Trasduttore

ε: Deviazione

Abilitazione/disabilitazione PID

Questa funzione disabilita temporaneamente la funzione PID tramite l'ingresso terminale.

Sovrascrive l'impostazione A071 per il controllo della frequenza del motore.

Dati Simbolo Nome della funzione Stato

ON

23 PID PID abilitato/disabilitato

Descrizione

Disabilita la funzione PID.

Parametri correlati

OFF Non influisce sulla funzione PID.

C001... C005

4-22

4-2 Modalità di funzione

„

Selezione del valore di riferimento

•Il valore di riferimento dipende dal terminale selezionato nella frequenza di riferimento A001, diverso da quello selezionato in A076.

Non è possibile impostare nello stesso momento ingressi analogici O e OI per i valori di riferimento e di retroazione. Non collegare le linee di segnale per gli ingressi O e OI simultaneamente.

„

Selezione retroazione

•Selezionare un terminale per i segnali di retroazione in A076.

L'impostazione della selezione del terminale O/OI A005 è disabilitata quando il blocco terminali di controllo (terminale) 01 è impostato in A001.

„

Monitoraggio valore di retroazione PID

•È possibile monitorare il valore di retroazione PID in d004.

•Il valore di monitoraggio viene visualizzato come il valore moltiplicato della scala PID (A075).

Display monitoraggio = valore di retroazione (%) × impostazione A075

„

Deviazione/uscita eccessiva

•È possibile impostare il livello di deviazione PID eccessiva (C044) durante il controllo PID.

Se la deviazione PID raggiunge il livello di deviazione eccessiva (C044), il terminale di uscita multifunzione viene attivato.

N. parametro

C044

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Livello eccessivo deviazione PID

0,0... 100,0 3,0 %

•Assegnare 04 (OD) a ogni selezione 11 del terminale di uscita multifunzione (C021) oppure alla selezione della funzione uscita a relè (AL2, AL1) (C026).

Dati

04

Simbolo

OD

Nome della funzione

Deviazione PID eccessiva

Stato

ON

OFF

Descrizione

La deviazione PID ha superato il valore impostato

C044.

La deviazione PID non ha raggiunto il valore impostato C044.

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026, C044

•C044 può essere impostato con i valori 0... 100. L'impostazione corrisponde all'intervallo compreso tra 0 e il valore di riferimento massimo.

C044

Valore di retroazione

Valore di riferimento

C044

4

OD

ON ON

4-23

4

4-2 Modalità di funzione

„

Limite superiore/inferiore retroazione PID (FB)

Se il valore di retroazione supera il limite superiore impostato in C052, la funzione FBV, assegnata al terminale di uscita multifunzione, viene attivata. Se il valore è al di sotto del limite inferiore impostato in C053, la funzione FBV viene disattivata.

Questa funzione è efficace come un comando RUN per l'uso di più pompe.

Dati

07

Simbolo

FBV

Nome della funzione

Uscita stato PID FB

Stato

ON

OFF

Descrizione

Vedere la figura seguente.

Sposta l'uscita quando viene superato il limite superiore o quando il valore è al di sotto del limite inferiore.

Terminali di uscita disponibili 11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

Impostazioni necessarie C021, C026, C052, C053

Valore PID FB

Limite superiore

PID FB

(C052)

Limite inferiore

PID FB

(C053)

FW

ON

FBV

OFF ON

OFF

„

Operazione PID

Operazione P

•Operazione nella quale il volume di controllo è proporzionale al valore di riferimento

Rampa di transizione

Gradino di transizione

Valore di riferimento

Esteso

Esteso

A072

A072

Volume di controllo

Limitato

Limitato

Operazione I

•Operazione nella quale il volume di controllo aumenta in modo lineare al tempo

Valore di riferimento

Limitato

Limitato

A073

A073

Volume di controllo

Esteso

Esteso

Operazione D

•Operazione nella quale il volume di controllo è proporzionale al rapporto di variazione del valore di riferimento

Valore di riferimento

Esteso

Esteso

A074

A074

Volume di controllo

Limitato

Limitato

•L'operazione PI è la combinazione delle precedenti operazioni P e I; PD rappresenta le operazioni

P e D; PID rappresenta le operazioni P, I e D.

4-24

4-2 Modalità di funzione

„

Regolazione del guadagno PID

•Se tramite la funzione PID non è possibile ottenere una risposta stabile, regolare ogni guadagno nel modo seguente, in base alla situazione.

La variazione del valore di retroazione è lenta quando il valore di riferimento viene modificato.

Il valore di retroazione fluttua in modo instabile.

→ Aumentare il guadagno P.

Il valore di retroazione varia rapidamente ma non è stabile.

→ Abbassare il guadagno P.

I valori di riferimento e di retroazione non corrisponderanno.

→ Abbassare il guadagno I.

→ Aumentare il guadagno I.

La risposta è lenta anche con un aumento del guadagno P.

→ Aumentare il guadagno D.

Con l'aumento del guadagno P, il valore di retroazione fluttua e non è stabile.

→ Abbassare il guadagno D.

„

PID integrale reset

•Cancella il valore integrale dell'operazione PID.

•Assegnare 24 (PIDC) all'ingresso multifunzione desiderato.

Dati Simbolo Nome della funzione

24 PIDC PID integrale reset

Stato

ON

Descrizione

Imposta forzatamente il valore integrale PID a zero.

OFF Non influisce sulla funzione PID.

Parametri correlati C001... C005

•Cancella il valore integrale ogni volta che il terminale PIDC viene attivato.

Non attivare il terminale PIDC durante l'operazione PID per evitare un'avaria da sovracorrente.

Attivare il terminale PIDC dopo aver disattivato l'operazione PID, questo consente di arrestare il motore.

Il valore integrale viene cancellato durante il funzionamento libero o la ripetizione.

„

Funzione di confronto PID

•Questa funzione genera un segnale quando viene rilevato che il valore di retroazione PID supera l'intervallo impostato.

•Assegnare 07 (FBV) a ogni terminale di uscita multifunzione 11 (C021) o terminale di uscita a relè

AL2 e AL1 (C026).

•Impostare il limite superiore in C052 e il limite inferiore in C053. Quando il valore di retroazione

PID è al di sotto del limite inferiore, il terminale viene attivato. Lo stato ON rimane invariato fino a quando il valore non oltrepassa il limite superiore.

•Il segnale di uscita viene arrestato quando l'uscita viene chiusa (durante l'arresto, FRS e così via).

•Aiuta a controllare il numero di ventole e di pompe.

4

4-25

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione AVR

•Questa funzione fornisce correttamente la tensione al motore anche se la tensione di ingresso dell'inverter fluttua. Grazie a questa funzione, la tensione di uscita del motore si basa sul valore impostato nella selezione della tensione AVR.

N. parametro

Nome della funzione

Impostazione predefinita

Modulo

A081 Selezione AVR

A082

Selezione tensione AVR

Parametri correlati

Dati

00: sempre ON

01: sempre OFF

02: OFF durante la decelerazione

Classe 200 V: 200/215/220/230/240

Classe 400 V: 380/400/415/440/460/480 d004, A001, A005

02

200/400

•Con A081 (selezione AVR), scegliere se abilitare o disabilitare questa funzione.

•Tenere presente che l'inverter non può generare tensione superiore alla tensione di ingresso.

•Per evitare una possibile avaria da sovracorrente durante la decelerazione, impostare la selezione

AVR su "Sempre ON" (A081: 00).

N. parametro Dati

A081

00

01

02

Descrizione

Sempre ON

Sempre OFF

OFF durante la decelerazione

Nota

Abilitata durante l'accelerazione, il funzionamento a velocità costante e la decelerazione.

Disabilitata durante l'accelerazione, il funzionamento a velocità costante e durante la decelerazione.

Funzione disabilitata solo durante la fase di decelerazione in modo da ridurre l'energia rigenerata dall'inverter attraverso l'aumento della dissipazione del motore. Questo evita una possibile avaria causata dalla rigenerazione durante la decelerazione.

Funzione di risparmio automatico dell'energia

Questa funzione regola automaticamente l'alimentazione di uscita dell'inverter al minimo durante il funzionamento a velocità costante. Valida per il carico delle caratteristiche di coppia ridotta, ad esempio ventola e pompa.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A085

A086

Selezione modalità RUN

00: funzionamento normale

01: funzionamento in modalità di risparmio energetico

Risposta risparmio energetico/ regolazione precisione

0... 100%

00

50

%

•Per utilizzare questa funzione, impostare la selezione della modalità RUN (A085) su 01. È possibile regolare la risposta e la precisione in Risposta risparmio energetico/regolazione precisione (A086).

•Controlla la potenza di uscita a frequenze comparative. Se si verificano variazioni repentine del carico, ad esempio un picco di tensione, il motore può bloccarsi determinando un errore da sovracorrente.

N. parametro Dati

0

Risposta

Lenta

Precisione

Alta

Risparmio energetico

Limitato

A086

100

Veloce Bassa Esteso

4-26

4-2 Modalità di funzione

Funzione di selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi

Questa funzione cambia il tempo di accelerazione/decelerazione durante tali operazioni.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

15,0

Modulo

A092

*

A292

A093

*

A293

A094

*

A294

A095

*

A295

A096

*

A296

Tempo di accelerazione 2

Secondo tempo di accelerazione 2

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1.000... 3.000

Tempo di decelerazione 2

Secondo tempo di decelerazione 2

Selezione del tempo di accelerazione/decelerazione a 2 fasi

Seconda selezione del tempo di accelerazione/ decelerazione a 2 fasi

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1.000... 3.000

00: commutazione tramite ingresso multifunzione 09 (2CH)

01: commutazione tramite impostazione

00: commutazione tramite ingresso multifunzione 09 (2CH)

01: commutazione tramite impostazione

Selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi 0,0... 400

Seconda selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

0,0... 400

Selezione della frequenza del tempo di decelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di decelerazione 2 fasi

0,0... 400

0,0... 400

15,0

15,0

15,0

00

00

0,0

0,0

0,0

0,0 s s s s

Hz

Hz

Hz

Hz

Parametri correlati F002, F003, F202, F203, C001... C005

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

•Il tempo di accelerazione/decelerazione può essere modificato tramite un ingresso multifunzione oppure automaticamente tramite una frequenza arbitraria.

•Per modificare il tempo mediante l’ingresso multifunzione, bisogna assegnare a quest'ultimo il valore 09 (2CH).

Dati

09

Simbolo

2CH

Parametri correlati

Nome della funzione

Selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi

Stato

ON

OFF

Descrizione

Abilita la selezione del tempo di accelerazione/decelerazione a 2 fasi.

Disabilita la selezione del tempo di accelerazione/decelerazione a 2 fasi.

C001... C005

Impostazioni necessarie A094 = 00

(Esempio 1) Quando A094/A294 è impostato su 00 (Esempio 2) Quando A094/A294 è impostato su 01

FW

FW

2 CH

Accelerazione 2 Decelerazione 2

Frequenza di uscita

Accelerazione 1

Decelerazione 1

F002/F202

A092/A292 A093/A293 F003/F203

Accelerazione 2 Decelerazione 2

A095/A295

Frequenza di uscita

Accelerazione 1

A096/A296

Decelerazione 1

F002/F202

A092/A292 A093/A293 F003/F203

4

4-27

4

4-2 Modalità di funzione

Sequenza di accelerazione/decelerazione

Questa funzione viene utilizzata quando è necessario ottenere un'accelerazione/decelerazione graduale.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A097

A098

Selezione profilo di accelerazione

Selezione profilo di decelerazione

00: linea

01: curva a S

00: linea

01: curva a S

00

00

•Il profilo di accelerazione/decelerazione può essere impostato in base a ciascun sistema.

Valore impostato

N. parametro 00

Linea

01

Curva a S

A097

(Accelerazione)

Tempo

Tempo

A098

(Decelerazione)

Descrizione

Tempo

Consente di accelerare/decelerare in modo lineare prima di raggiungere il valore della frequenza di uscita.

Tempo

Consente di evitare il collasso del carico di macchine elevatrici o nastri trasportatori.

Funzione di regolazione frequenza esterna (OI)

N. parametro

A101

A102

Nome della funzione

Frequenza di avvio OI 0,00... 400,0

Frequenza di arresto OI 0,00... 400,0

Dati

Impostazione predefinita

0,0

0,0

Modulo

Hz

Hz

A103 Rapporto di avvio OI 0. ... 100 0.

%

A104

A105

Rapporto di arresto OI 0. ... 100

Selezione di avvio OI

Parametri correlati

00: selezione di avvio esterno

01: 0 Hz

100.

01

A005, A011... A015, A016, A151... A155, ingresso AT

%

Per ciascun elemento, vedere "Regolazione frequenza esterna (tensione/corrente)" (pagina 4-11).

4-28

4-2 Modalità di funzione

Funzione frequenza di funzionamento

Questa funzione esegue i calcoli per due ingressi e mostra il risultato come frequenza di uscita.

N. parametro Nome della funzione

Impostazione predefinita

Modulo

A141

A142

A143

Impostazione A ingresso frequenza di funzionamento

Impostazione B ingresso frequenza di funzionamento

Selezione operatore

Parametri correlati

Dati

00: console di programmazione (F001)

01: console di programmazione

(potenziometro FREQ)

02: ingresso O

03: ingresso OI

04: comunicazione RS485

00: addizione (A + B)

01: sottrazione (A - B)

02: moltiplicazione (A × B)

A001 = 10

01

02

00

•Gli ingressi O e OI non possono essere impostati nello stesso momento. Non collegare le linee di segnale per gli ingressi O e OI simultaneamente.

Console di programmazione

Potenziometro FREQ

Ingresso A

Ingresso O

Ingresso OI

Comunicazione ModBus

A141

A143

A

B

A + B

A – B

A × B

Risultato della compilazione

Frequenza di uscita

Ingresso B

Console di programmazione

Potenziometro FREQ

Ingresso O

Ingresso OI

Comunicazione ModBus

A142

Funzione di frequenza aggiuntiva

Questa funzione aggiunge alla frequenza di uscita o sottrae da essa la frequenza costante impostata in A145. Selezionare la somma o la sottrazione in A146.

N. parametro

A145

A146

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Quantità frequenza aggiuntiva

0,0... 400,0 0,0 Hz

Direzione frequenza aggiuntiva

00: aggiunge il valore A145 alla frequenza di uscita

01: sottrae il valore A145 dalla frequenza di uscita

00

Assegnare il valore 50 al terminale di ingresso multifunzione nel parametro C001... C005 per utilizzare queste funzioni.

Dati Simbolo

Nome della funzione

Stato

50 ADD

Frequenza aggiuntiva

ON

OFF

Descrizione

Calcola il valore impostato in A145 rispetto alla frequenza impostata in A001 in base alla formula specificata in A146, per fornire una nuova frequenza di riferimento.

Controllo normale

Parametri correlati

C001... C005

Codici correlati A001, A002

4-29

4

4-2 Modalità di funzione

4

Potenziometro FREQ

Morsettiera

Valore impostato F001

Comunicazione ModBus

Uscita operazione logica

A145

Frequenza aggiuntiva

Ingresso multifunzione

A001

Sorgente frequenza di riferimento

+

Σ

+/–

Impostazione frequenza di uscita

A146

Impostazione direzione aggiuntiva

[ADD]

<Gruppo B: parametro funzione dettagliata>

Caduta di tensione momentanea/ripristino dopo avaria (riavvio)

N. parametro

Questa funzione consente di stabilire l'operazione eseguita quando si verifica un'avaria a causa della momentanea interruzione di alimentazione, caduta di tensione, sovracorrente o sovratensione.

Impostare la condizione di ripristino in base al sistema in uso.

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo b001 b002 b003 b004 b005 b011 b029 b030

Selezione nuovo tentativo

Tempo ammesso per interruzione temporanea dell'alimentazione

Tempo di attesa nuovo tentativo

00: genera un segnale di allarme dopo un'avaria.

01: riavvia da 0 Hz per il nuovo tentativo.

02: fa corrispondere la frequenza per il nuovo tentativo e lo esegue.

03: esegue il nuovo tentativo alla corrispondenza frequenza attiva e va in avaria dopo l'arresto per decelerazione.

0,3... 25,0

Va in avaria se la caduta di tensione momentanea rientra nel tempo specificato.

In caso contrario, viene eseguito il riavvio.

0,3... 100,0

Tempo dal ripristino al riavvio

Interruzione temporanea dell'alimentazione/avaria per caduta di tensione durante la selezione di arresto

Selezione nuovo tentativo per interruzione temporanea dell'alimentazione

Frequenza di avvio a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

Velocità costante di decelerazione a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

Frequenza attiva corrispondente a frequenza livello di riavvio

00: disabilitato

01: abilitato

00: 16 volte

01: nessun limite

00: frequenza all'interruzione

01: max. frequenza

02: frequenza impostata

0,1... 3.000,0

Da 0,2 × corrente nominale a 2,0 × per corrente nominale

Parametri correlati C021, C026

00

1,0

1,0

00

00

00

0,5

Corrente nominale

⎯ s s

⎯ s

A

4-30

4-2 Modalità di funzione

„

Funzione di ripristino per avaria

•Selezionare la funzione di ripristino durante l'operazione in [b001] (01 o 02). Se il valore di [b005]

è 00 (impostazione predefinita), è necessario effettuare le operazioni seguenti.

Al momento della caduta di tensione momentanea e sottotensione:

Esegue il riavvio per 16 volte e va in allarme alla diciassettesima.

In caso di sovracorrente e sovratensione:

Esegue il riavvio per 3 volte e va in allarme alla quarta.

I nuovi tentativi vengono conteggiati separatamente per la caduta di tensione momentanea, la sottotensione, la sovracorrente e la sovratensione. Ad esempio, un'avaria da sovratensione si verifica solo dopo tre avarie da sovracorrente e dopo quattro avarie da sovratensione. Per la caduta di tensione momentanea e la sottotensione, se il valore di [b005] è 01, i nuovi tentativi continuano fino a quando lo stato non viene cancellato.

•È possibile selezionare l'operazione per la caduta di tensione momentanea e la sottotensione durante l'arresto in b004.

(Ulteriori informazioni)

Corrispondenza di frequenza all'avvio: riavvia il motore senza arrestarlo una volta raggiunta la velocità di rotazione del motore. (Se il comando RUN è impostato nella console di programmazione, ovvero A002 = 2, l'inverter viene arrestato).

• Di seguito è riportato il diagramma di temporizzazione nel quale viene selezionata la funzione di ripetizione (b001: 02).

(Esempio 1) Durata della caduta di tensione momentanea

< Durata consentita di caduta di tensione

momentanea (b002)

(Esempio 2) Durata della caduta di tensione momentanea

> Durata consentita di caduta di tensione

momentanea (b002)

Alimentazione Alimentazione

Uscita inverter Uscita inverter

Corsa libera

Corsa libera

Velocità di rotazione motore

Velocità di rotazione motore t0 t2 t0 t1 t1

ON

ON

Allarme

OFF

Allarme

OFF

[t0: Durata della caduta di tensione momentanea / t1: Durata tollerata di caduta di tensione momentanea (b002) / t2: Tempo di attesa nuovo tentativo (b003)]

„

Selezione allarme per caduta di tensione momentanea/sottotensione durante l'arresto

•Utilizzare b004 per scegliere se abilitare un'uscita di allarme in caso di caduta di tensione momentanea o sottotensione.

•L'uscita di allarme rimane attiva finché è presente l'alimentazione di controllo dell'inverter.

Uscita di allarme per caduta di tensione momentanea e sottotensione durante l'arresto (Esempi 3 e 4)

(Esempio 3) b004: 00

Mentre l'inverter è in fase di arresto

Alimentazione

Comando RUN

ON

OFF

ON

OFF

Uscita inverter

Allarme

ON

OFF

Mentre l'inverter è in funzione

Alimentazione

Comando RUN

ON

OFF

ON

OFF

Uscita inverter

Allarme

ON

OFF

(Esempio 4) b004: 01

Mentre l'inverter è in fase di arresto

Alimentazione

Comando RUN

ON

OFF

ON

OFF

Uscita inverter

Allarme

ON

OFF

Mentre l'inverter è in funzione

Alimentazione

Comando RUN

ON

OFF

ON

OFF

Uscita inverter

Allarme

ON

OFF

4-31

4

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione termica elettronica

Questa funzione protegge elettronicamente il motore da surriscaldamento.

•Causa un allarme da sovraccarico (E05) per proteggere il motore dal surriscaldamento in base alla corrente nominale del motore.

•Fornisce le migliori caratteristiche di protezione, tenendo in considerazione la capacità di raffreddamento ridotta di un motore standard alle basse velocità.

•Quando si imposta un valore superiore alla corrente nominale del motore, prestare attenzione agli eventuali aumenti di temperatura del motore.

N. parametro b012

*

b212 b013

*

b213

Nome della funzione Dati

Livello funzione termica elettronica

Secondo livello di funzione termica elettronica

Selezione caratteristiche funzione termica elettronica

Seconda selezione caratteristiche funzione termica elettronica

Parametri correlati

Da 0,2 × corrente nominale a 1,0 × corrente nominale

00: caratteristiche coppia ridotta 1

01: caratteristiche coppia costante

02: caratteristiche coppia ridotta 2

C021, C024

Impostazione predefinita

Corrente nominale

Corrente nominale

00

00

Modulo

A

A

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

„

Livello funzione termica elettronica (livello di protezione motore)

(Esempio) JX-AB007

Corrente nominale: 4,0 A

Intervallo di impostazione: 0,8... 4,0 A

Tempo prima dell'avaria (s)

Esempio in cui il livello di funzione termica elettronica è b012 = 5,0 A

60

4

0

4,6

(116%)

6,0

(150%)

8,0

(200%)

Corrente motore (A)

(Rapporto della corrente nominale dell'inverter)

„

Caratteristiche termiche elettroniche

•Le caratteristiche di frequenza vengono moltiplicate per il valore b012/212 impostato in precedenza.

•Minore è la frequenza di uscita, minore è la capacità di raffreddamento della ventola di raffreddamento standard del motore.

Caratteristiche coppia ridotta 1

•Valore moltiplicato per le caratteristiche del limite di tempo impostate in b012/212 per ciascuna frequenza.

(Esempio) JX-AB007 (Corrente nominale: 4,0 A), b012 = 4,00 (A),

Frequenza di uscita = 20 Hz

Livello funzione termica elettronica

Tempo di errore (s)

X1,0

X0,8

X0,6

0 5 20 60

Frequenza di uscita inverter (Hz)

60

4

0

3,7

(92,8%)

4,8

(120%)

6,4

(160%)

Corrente motore (A)

(Rapporto della corrente nominale dell'inverter)

4-32

4-2 Modalità di funzione

Caratteristiche coppia costante

•Non ignorare questa impostazione quando si utilizza un motore a coppia costante.

•Valore moltiplicato per le caratteristiche del limite di tempo impostate in b012/212 per ciascuna frequenza.

(Esempio) JX-AB007 (Corrente nominale: 4,0 A), b012 = 4,00 (A),

Frequenza di uscita = 2,5 Hz

Livello funzione termica elettronica

Tempo di errore (s)

X1,0

60

X0,667

4

0 5 60

Frequenza di uscita inverter (Hz)

0

3,1

(77,4%)

4,0

(100%)

5,32

(133%)

Corrente motore (A)

(Rapporto della corrente nominale dell'inverter)

Caratteristiche coppia ridotta 2

•Valore moltiplicato per le caratteristiche del limite di tempo impostate in b012/212 per ciascuna frequenza.

(Esempio) JX-AB007 (Corrente nominale: 4,0 A), b012 = 4,00 (A),

Frequenza di uscita = 40 Hz

Livello funzione termica elettronica

Tempo prima dell'avaria (s)

X1,0

X0,8

60

0 20 60

Frequenza di uscita inverter (Hz)

4

0

4,16

(104%)

5,4

(135%)

7,2

(180%)

Corrente motore (A)

(Rapporto della corrente nominale dell'inverter)

Limite sovraccarico/segnalazione di sovraccarico

Questa funzione consente di evitare l'allarme da sovracorrente a causa di una rapida fluttuazione di carico durante l'accelerazione o il funzionamento a velocità costante.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo b021 01

*

b221

Seconda selezione limite di sovraccarico

01: abilitato per il funzionamento in accelerazione/velocità costante

02: abilitato per il funzionamento a velocità costante

01

⎯ b022

*

b222

Livello limite sovraccarico

Secondo livello limite sovraccarico

Da 0,1 × corrente nominale a 1,5 × corrente nominale

1,5 × corrente nominale

1,5 × corrente nominale

A

A b023 1,0 s

*

b223 b028

*

b228

C041

*

C241

Parametro limite sovraccarico 0,1... 3.000,0

Secondo parametro limite sovraccarico

(Tempo di decelerazione mentre questa funzione è in uso)

Selezione origine limite sovraccarico

Seconda selezione origine limite sovraccarico

00: valori impostati b022, b222

01: terminale di ingresso O

Livello segnalazione di sovraccarico

Secondo livello di segnalazione di sovraccarico

0,0: nessuna operazione.

Da 0,1 × corrente nominale a

2,0 × corrente nominale (segnale

OL quando viene raggiunto il livello di segnalazione di sovraccarico).

Parametri correlati C021, C026

1,0

00

00

Corrente nominale

Corrente nominale s

A

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

4-33

4

4

4-2 Modalità di funzione

•L'inverter monitora la corrente del motore durante l'accelerazione o durante il funzionamento a velocità costante. Se viene raggiunto il livello limite sovraccarico, la frequenza di uscita viene automaticamente ridotta in base al parametro limite sovraccarico.

•Il livello limite sovraccarico consente di impostare un valore di corrente affinché sia possibile utilizzare questa funzione.

•Quando questa funzione è in uso, il tempo di accelerazione diventa maggiore rispetto a quello impostato.

•Se il parametro limite sovraccarico è impostato su un valore troppo basso, potrebbe verificarsi un'avaria da sovratensione a causa dell'energia di rigenerazione del motore. Questo si verifica a causa della decelerazione automatica determinata da questa funzione anche durante l'accelerazione.

•Apportare le necessarie regolazioni se questa funzione agisce durante l'accelerazione e la frequenza non raggiunge il livello di riferimento.

•Aumentare il tempo di accelerazione.

•Aumentare la coppia di Boost.

•Aumentare il livello limite di sovraccarico.

•Utilizzare un inverter di taglia superiore.

Livello limite sovraccarico b022

Decelerazione impostata dal parametro limite di sovraccarico

Corrente di uscita

Frequenza max.

A004/A204

Frequenza di riferimento

F001

Frequenza di uscita inverter b023

•È possibile modificare l'impostazione del livello nella selezione origine limite sovraccarico.

Con il valore 00 selezionato, i valori impostati per b022 e b222 vengono applicati al livello limite sovraccarico. Con il valore 01 selezionato, l'ingresso analogico di tensione tra O e L viene abilitato e in questo caso 10 V corrisponde al 150% della corrente nominale. Tenere presente che il valore

01 può essere impostato solo se il PID è disabilitato e il terminale AT non è impostato.

„

Segnalazione di sovraccarico

•Se il carico è eccessivo, questa funzione genera una segnalazione di sovraccarico, che consente di regolare nuovamente il livello di sovraccarico.

Questo consente di evitare danni meccanici causati da un sovraccarico nei trasportatori o un arresto alla linea causato da un'avaria da sovraccarico dell'inverter.

•Assegnare 03 (OL) a ciascun terminale di uscita 11 oppure ai terminali di uscita a relè.

Dati Simbolo Nome della funzione

03 OL

Segnalazione di sovraccarico

Stato

ON

OFF

Descrizione

La corrente di uscita dell'inverter ha superato il valore C041 impostato.

La corrente di uscita dell'inverter non ha raggiunto il valore C041 impostato.

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

N. parametro Nome della funzione

C021, C026, C041

Dati

Impostazione predefinita

Modulo

C041

Livello segnalazione di sovraccarico

0,0: nessuna operazione.

0,1... corrente nominale × 200%:

Segnale OL quando viene raggiunto il livello segnalazione di sovraccarico.

Corrente nominale

A

4-34

4-2 Modalità di funzione n

Livello limite di sovraccarico b022

Livello segnalazione di sovraccarico

C041

Corrente di uscita

OL

Funzione Soft Lock

Utilizzare questa funzione per impedire la scrittura dei parametri. Questo impedisce la sovrascrittura dei dati a causa di operazioni errate.

Per la selezione della funzione Soft Lock tramite l'ingresso del segnale dal terminale (b031 = 00 o 01),

vedere la funzione Soft Lock dell'ingresso multifunzione in "Reset" (pagina 4-50).

N. parametro

Nome della funzione

Dati

Impostazione predefinita

Modulo b031

Selezione Soft

Lock

Parametri correlati

00: non è possibile modificare i dati diversi da b031 se lo stato SFT del terminale è ON.

01: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e i parametri di frequenza impostati quando lo stato

SFT del terminale è ON.

02: non è possibile modificare i dati diversi da b031.

03: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato.

10: non è possibile modificare i dati diversi dai parametri modificabili durante il funzionamento.

Ingresso SFT

01

Dati

15

Assegnare 15 (SFT) all'ingresso multifunzione desiderato.

Simbolo

SFT

Nome della funzione

Soft Lock

Stato

ON

Descrizione

La sovrascrittura è consentita solo per determinati parametri.

OFF Dipende dall'impostazione di b031.

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

C001... C005 b031 (Soft Lock escluso)

4

4-35

4

4-2 Modalità di funzione

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

Questa funzione decelera l'inverter tramite un arresto controllato per evitare un'avaria o il funzionamento libero in caso di perdita di alimentazione o momentanea interruzione di alimentazione durante il funzionamento.

N. parametro

Impostazione predefinita

Modulo b050 b051 b052 b053 b054

Nome della funzione

Selezione Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tensione di partenza per

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

Grado di decelerazione per

Funzionamento Continuo, il quale interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tempo di decelerazione per

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Durata di inizio della decelerazione per Funzionamento Continuo, che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Dati

00: disabilitato

01: abilitato (Arresto)

02: abilitato (Riavvio)

0,0... 1.000

0,0... 1.000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1.000... 3.000.

0,00... 10,00

00

1,0

0,0

1,00

0,00

V

V s

Hz

Alimentazione

OFF

A B C D

Tensione c.c. interna b052 b051

Livello di sottotensione

Frequenza di uscita b054 b053 b053 b053

„

Descrizione dell'operazione

A Se l'alimentazione viene interrotta durante il funzionamento e la funzione di funzionamento continuo è abilitata (b050 = 01), e la caduta momentanea di tensione scende al di sotto della tensione di partenza (b051), la frequenza di uscita viene ridotta in base al valore iniziale della decelerazione in accordo con Funzionamento Continuo, (b054). (La tensione interna c.c. aumenta a causa dell'energia rigenerativa prodotta in questa fase).

B Finché la decelerazione continua in base al tempo di decelerazione di Funzionamento Continuo che interviene in caso di caduta momentanea di tensione (b053), la tensione interna c.c. aumenta e una volta raggiunto il livello arresto di decelerazione per Funzionamento Continuo

(b052), la decelerazione termina.

C La tensione interna c.c diminuisce poiché non è presente alimentazione durante il funzionamento a velocità costante.

4-36

4-2 Modalità di funzione

D La decelerazione viene nuovamente avviata in base al valore di b053 dopo che la tensione interna c.c. si riduce fino a raggiungere il valore b051. Quindi, nel caso si ripeta quanto indicato nel punto B, l'operazione viene arrestata senza allarme.

Se durante l'esecuzione di questa funzione la tensione interna c.c. scende al di sotto del livello di sottotensione, dopo un'avaria per caduta di tensione l'uscita viene chiusa affinché sia possibile attivare lo stato di corsa libera.

(Attenzione)

•Quando il livello di decelerazione di Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione (b052) è inferiore alla tensione di avvio per Funzionamento

Continuo, (b051), l'inverter esegue questa funzione portando il valore di b052 su b051 senza alcuna modifica automatica dell'impostazione.

•Questa funzione non viene ripristinata prima del completamento. Per avviare l'inverter dopo un ripristino dell'alimentazione durante l'uso di questa funzione, immettere il comando RUN dopo aver immesso il comando STOP, dopo l'arresto.

Funzione di controllo sovratensione durante la decelerazione

Questa funzione consente di evitare un'avaria da sovratensione durante la decelerazione. Tenere presente che il tempo di decelerazione effettivo può essere maggiore del valore impostato. Questa funzione mantiene automaticamente la tensione c.c. al livello impostato durante la decelerazione.

Lo scopo di questa funzione è analogo alla funzione di arresto LAD sovratensione, descritta in b130 e b131. Tuttavia, queste funzioni hanno caratteristiche di decelerazione differenti ed è possibile selezionare l'una o l'altra in base al sistema in uso.

N. parametro b055 b056 b133 b134

Nome della funzione Dati

Guadagno proporzionale di protezione da sovratensione durante la decelerazione

Tempo integrale protezione sovratensione durante la decelerazione

Selezione funzione di protezione da sovratensione durante la decelerazione

Impostazione livello di protezione da sovratensione durante la decelerazione

0,2... 5,0

0,0... 150,0

00: disabilitato

01: abilitato

Classe 200 V: 330... 395

Classe 400 V: 660... 790

Tensione c.c. interna

Livello impostato (B134)

Impostazione predefinita

Modulo

0,2

0,2

00

380/

760 s

V

4

t

Frequenza di uscita t

Normale Protezione da sovratensione durante la decelerazione

Se questa funzione è attiva, il controllo PI mantiene la tensione c.c. interna costante.

•Sebbene con un guadagno proporzionale maggiore sia prevista una risposta più rapida, il controllo tende a essere divergente e può facilmente causare un errore.

•Inoltre, la risposta diventa più rapida con un tempo integrale più breve, ma se quest'ultimo è troppo breve è possibile che anche in questo caso si verifichi un'avaria.

4-37

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione arresto LAD sovratensione

Questa funzione consente di evitare una situazione di errore da sovratensione a causa dell'energia rigenerativa del motore durante la fase di decelerazione. Tenere presente che il tempo di decelerazione effettivo può essere maggiore del valore impostato. Se la tensione c.c. supera il livello impostato, l'inverter arresta la decelerazione. Lo scopo di questa funzione è analogo alla funzione di controllo sovratensione durante la decelerazione, descritta in b055 e b056. Tuttavia, queste funzioni hanno caratteristiche di decelerazione differenti ed è possibile selezionare l'una o l'altra in base al sistema in uso.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo b130 b131

Funzione arresto di sovratensione LAD

Impostazione livello funzione arresto di sovratensione LAD

00: disabilitato

01: abilitato

Classe 200 V: 330 ... 395.

Classe 400 V: 660 ... 790.

00

380/760

V

•Selezionare questa funzione per abilitare o disabilitare la funzione arresto LAD sovratensione in b130.

•Regolare il livello funzione arresto di sovratensione LAD in b131.

•La tensione c.c. del circuito principale aumenta a causa dell'energia rigenerativa del motore quando ha inizio la decelerazione. Con la funzione arresto di sovratensione LAD abilitata,

(b130: 01), l'inverter arresta temporaneamente la decelerazione una volta che la tensione c.c. del circuito principale raggiunge il livello della funzione arresto LAD sovratensione, il cui valore è inferiore al livello di sovratensione. Quindi, la decelerazione riprende se il livello di tensione è al di sotto del livello funzione arresto di sovratensione LAD.

•Con la funzione arresto di sovratensione LAD abilitata (b130: 01), il tempo di decelerazione potrebbe diventare maggiore rispetto al valore impostato (F003/F203).

•Questa funzione non consente di mantenere costante il livello di tensione c.c. del circuito principale. Quindi, un'avaria da sovratensione può verificarsi se la tensione c.c. del circuito principale aumenta in modo repentino a causa di una rapida decelerazione.

Tensione c.c. interna

Livello sovratensione

Livello protezione da sovratensione durante la decelerazione

Frequenza di uscita

Tempo

4-38

Decelerazione avviata

Decelerazione sospesa

Decelerazione sospesa

Tempo

Decelerazione riavviata

•La fluttuazione della tensione interna c.c. di questa funzione è maggiore rispetto alla funzione di controllo di sovratensione durante la decelerazione, descritta in b055, b056, b133 e b134. Queste funzioni consentono di evitare problemi di sovratensione durante la decelerazione ed è possibile selezionarle in base al sistema in uso.

4-2 Modalità di funzione

Frequenza di avvio

Impostare la frequenza per l'avvio dell'uscita dell'inverter con il segnale RUN attivo.

N. parametro b082

Nome della funzione

Frequenza di avvio 0,5... 9,9

Dati

Impostazione predefinita

1,5

Modulo

Hz

•Da utilizzare principalmente per regolare la coppia di spunto.

•Se la frequenza di avvio è impostata su un valore elevato, la corrente di avvio aumenta. Pertanto, la corrente potrebbe superare il limite di sovraccarico e causare un errore da sovracorrente.

FW

Frequenza di uscita b082

Tensione di uscita

4

4-39

4

4-2 Modalità di funzione

Frequenza portante

È possibile modificare l'uscita della frequenza portante PWM dall'inverter.

N. parametro b083

Nome della funzione

Frequenza portante 2,0... 12,0

Dati Impostazione predefinita

3,0

Modulo kHz

•Con la frequenza portante impostata su un valore elevato, è possibile ridurre il rumore metallico del motore. Tuttavia, questo potrebbe aumentare i disturbi elettrici o la corrente di dispersione dell'inverter.

•La regolazione della frequenza portante consente inoltre di evitare la risonanza meccanica o del motore.

•Per aumentare la frequenza portante, diminuire la corrente di uscita (corrente nominale), come mostrato nel diagramma seguente.

(1) Temperatura ambiente 40°C

100%

Classe 200 V 0,2... 2,2 - 5,5/7,5 kW

100%

Classe 400 V

0,4... 2,2 - 5,5/7,5 kW

95%

95%

3,7 kW

90%

90%

3,7 kW

85%

85%

80%

80%

75%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

(2) Temperatura ambiente 50°C

100%

Classe 200 V

0,2/0,4/2,2/5,5 kW

7,5 kW

95%

1,5 kW

90%

85%

80%

75%

70%

65%

60%

2

0,75 kW

3,7 kW

4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

75%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

100%

Classe 400 V

95%

90%

85%

80%

75%

70%

65%

60%

2 4

2,2 kW

6

5,5 kW

0,4... 1,5/7,5 kW

3,7 kW

8 10

Frequenza portante [kHz]

12

(3) Installazione side-by-side (temperatura ambiente: 40°C)

100%

Classe 200 V 0,2... 2,2 - 5,5/7,5 kW

100%

Classe 400 V

0,4... 2,2 kW

5,5 kW

95%

90%

85%

3,7 kW

95%

90%

85%

7,5 kW

80%

75%

70%

2 4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

80%

75%

70%

2

3,7 kW

4 6 8 10

Frequenza portante [kHz]

12

4-40

4-2 Modalità di funzione

Inizializzazione dei parametri

È possibile ripristinare le impostazioni di fabbrica oppure cancellare le cause relative agli allarmi.

Tenere presente che questa funzione non è disponibile in fase di esecuzione e di attivazione del sistema.

N. parametro Nome della funzione

Impostazione predefinita

Modulo b084 b085

Selezione inizializzazione

Selezione parametro inizializzazione

Dati

00: cancella i dati di monitoraggio errori

01: inizializza i dati

02: cancella i dati di monitoraggio degli errori e inizializza i dati

00: non modificare

00

00

I terminali di ingresso/uscita multifunzione vengono inizializzati tramite questa funzione. Per evitare un funzionamento imprevisto, verificare nuovamente il cablaggio.

Per ulteriori informazioni sul processo di inizializzazione, vedere pagina 3-5.

Coefficiente conversione frequenza

Visualizza un valore di conversione ottenuto moltiplicando la frequenza di uscita dell'inverter per il coefficiente impostato in [b086]. Questa funzione permette di visualizzare il valore fisico effettivo sul monitor.

N. parametro b086

Nome della funzione

Coefficiente conversione frequenza 0,1... 99,9

Parametri correlati

Dati d007

Impostazione predefinita

1,0

Modulo

Valore visualizzato [d007] = "frequenza di uscita [d001]" x "coefficiente conversione frequenza [b086]"

Per ulteriori informazioni, vedere pagina 4-3

Selezione tasto STOP

È possibile scegliere se abilitare il tasto di STOP sulla console di programmazione, anche se il comando di RUN è impostato sul blocco terminali di controllo (terminale).

N. parametro b087

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Selezione tasto di STOP

00: abilitato

01: disabilitato

00

•La funzione di ripristino errori tramite il tasto STOP/RESET agisce in base a questa impostazione.

Arresto corsa libera

Questa funzione imposta il motore sullo stato di corsa libera chiudendo l'uscita dell'inverter. Inoltre,

è possibile selezionare l'operazione da eseguire quando l'ingresso di arresto corsa libera viene ripristinato e selezionare il metodo di arresto, l'arresto per decelerazione o l'arresto corsa libera.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo b088 b091 b003

Selezione arresto corsa libera

Selezione arresto

00: avvio a 0 Hz

01: frequenza attiva corrispondente a frequenza di riavvio

00: decelerazione

→ arresto

01: arresto corsa libera

Tempo di attesa nuovo tentativo 0,3... 100

00

00

1,0

⎯ s

Parametri correlati C001... C005, b003

4-41

4

4

4-2 Modalità di funzione

Dati

11

Assegnare 11 (FRS) all'ingresso multifunzione desiderato.

Simbolo

FRS

Nome della funzione

Arresto corsa libera

Stato

ON

Descrizione

Imposta lo stato di corsa libera del motore mediante la chiusura dell'uscita.

OFF Il motore è in fase di funzionamento normale.

Parametri correlati C001... C005

•Questa funzione viene applicata quando si arresta il motore utilizzando il freno meccanico, ad esempio un freno elettromagnetico. Tenere presente che un'avaria da sovracorrente può verificarsi se il freno meccanico forza l'arresto del motore durante l'uscita dell'inverter.

•Esegue un arresto corsa libera (FRS) mentre il terminale FRS è attivo.

•Quando il terminale FRS viene disattivato, il motore viene riavviato al termine del tempo di attesa nuovo tentativo b003.

Se la selezione del comando RUN A002 è impostata su 01 (terminale di controllo), il motore viene riavviato solo se il terminale FW è attivo, anche in stato di corsa libera.

•È possibile selezionare la modalità di uscita dell'inverter per il riavvio alla selezione di arresto corsa libera b088 (avvio a 0 Hz o riavvio con corrispondenza frequenza attiva). (Esempi 1, 2)

•L'impostazione di questa funzione viene applicata anche alla selezione di arresto b091.

(Esempio1) avvio a 0 Hz (Esempio 2) riavvio con corrispondenza frequenza attiva

FW

FW

FRS

FRS

Corsa libera

Velocità di rotazione del motore

0

Avvio a 0 Hz

• Avvio a 0 Hz indipendentemente dalla velocità di rotazione del motore. Il tempo di attesa per un nuovo tentativo viene ignorato.

• Con questo tipo di avvio potrebbe verificarsi una situazione di errore da sovracorrente per velocità elevate del motore.

Corsa libera

Velocità di rotazione del motore

0 b003

Avvio con corrispondenza frequenza attiva

• Una volta spento il terminale FRS, il motore raggiunge la frequenza corrispondente e il riavvio con corrispondenza frequenza attiva viene implementato senza arrestare il motore.

Se si verifica un'avaria da sovracorrente, prolungare il tempo di attesa nuovo tentativo.

Selezione del monitoraggio del modulo principale

È possibile selezionare gli elementi da visualizzare sul monitor quando la comunicazione ModBus o la console di programmazione è collegata alla porta di comunicazione dell'inverter.

N. parametro b089

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Selezione monitoraggio

01: monitoraggio frequenza di uscita

02: monitoraggio corrente di uscita

03: monitoraggio direzione rotazione

04: monitoraggio valori retroazione PID

05: monitoraggio ingresso multifunzione

06: monitoraggio uscita multifunzione

07: monitoraggio conversione frequenza

01

•Abilitata al momento dell'accensione, se:

C070 è impostato su "02" (console di programmazione), la selezione della modalità S7 è impostata su "OPE" (console di programmazione) e 3G3AX-OP01 è collegato;

C070 è impostato su "03" (ModBus), la selezione della modalità S7 è impostata su "485"

(RS485 ModBus) e la comunicazione ModBus è disponibile.

•Se questa funzione è abilitata, i tasti sono disabilitati, ad eccezione di STOP/RESET e il potenziometro FREQ della console di programmazione.

•In caso di avaria, vengono visualizzati i codici "E01"... "E60".

Vedere anche "Monitoraggio frequenza di uscita (dopo la conversione) [d007]" (pagina 4-3).

4-42

4-2 Modalità di funzione

Controllo ventola di raffreddamento

•Funzione utilizzata per attivare la ventola di raffreddamento dell'inverter in modo continuo, solo durante il funzionamento dell'inverter o quando la temperatura del dissipatore è troppo alta.

Questa funzione è valida per i modelli di inverter con ventola di raffreddamento integrata.

N. parametro b092

Nome della funzione

Controllo ventola di raffreddamento

Dati

00: sempre ON

01: ON durante l'esecuzione

02: dipende dalla temperatura del dissipatore

Impostazione predefinita Modulo

01

•Tenere presente che la ventola di raffreddamento resta in funzione per cinque minuti dopo l'accensione e dopo l'arresto.

Funzione soppressione della sovracorrente

•Questa funzione impone la soppressione della sovracorrente causata da un repentino aumento di corrente durante un'accelerazione rapida.

•Selezionarla per abilitare o disabilitare la funzione di soppressione della sovracorrente in b140.

•Questa funzione non agisce durante la decelerazione.

N. parametro b140

Nome della funzione

Funzione soppressione della sovracorrente

Dati

00: disabilitato

01: abilitato

Impostazione predefinita Modulo

01

Frequenza di uscita

Desiderato

Accelerazione effettiva dopo operazione soppressione

4

Tempo

Corrente di uscita

Livello soppressione

(circa il 160% della portata)

Tempo

Funzione di riduzione automatica della frequenza portante

Questa funzione riduce automaticamente la frequenza portante impostata quando la temperatura del semiconduttore dell'inverter raggiunge un livello eccessivo.

N. parametro b150

Nome della funzione

Riduzione automatica portante

Dati

00: disabilitato

01: abilitato

Impostazione predefinita Modulo

00

•Quando questa funzione è attivata, il rumore del motore può essere percepito in modo differente a causa della modifica automatica alla frequenza portante.

Funzione RDY (pronto)

Questa funzione prepara l'uscita dell'inverter alla rotazione del motore subito dopo l'immissione di un comando RUN. Quando questa funzione è abilitata e il segnale RDY viene inviato al terminale di ingresso multifunzione, l'alta tensione viene applicata ai terminali U, V e W sulla morsettiera del circuito principale. Questo si verifica anche se il motore viene arrestato mediante il comando RUN disattivato. Non toccare la morsettiera del circuito principale.

N. parametro Nome della funzione Impostazione predefinita Modulo b151 Selezione funzione pronto

Dati

00: disabilitato

01: abilitato

00

4-43

4

4-2 Modalità di funzione

Dati

52

Assegnare 52 (RDY) all'ingresso multifunzione desiderato

Simbolo Nome della funzione Stato

ON

RDY Funzione Ready

L'inverter è pronto.

Descrizione

OFF Stato di arresto normale

Parametri correlati

C001... C005

•Questo segnale riduce il tempo che intercorre tra l'immissione del comando di RUN e l'avvio effettivo dell'operazione. Nello stato normale, è di circa 20 ms. Il tempo più breve determinato da questa funzione varia in base alla temporizzazione.

<Gruppo C: funzione terminale multifunzione>

Il modello JX dispone di cinque terminali di ingresso [1], [2], [3], [4] e [5]; un terminale di uscita a collettore aperto [11]; due terminali di uscita a relè [AL2] e [AL1] (contatto SPDT); e un terminale di uscita analogico [AM].

Selezione ingresso multifunzione

I cinque terminali di ingresso [1], [2], [3], [4] e [5] agiscono come terminali di ingresso multifunzione, le cui funzioni possono essere modificate attraverso la riassegnazione. Sono disponibili 31 funzioni da allocare.

È possibile commutare la logica di ingresso tra NPN e PNP e le caratteristiche dei contatti tra NO e NC. (La caratteristica NO [normalmente aperto] viene assegnata come impostazione di fabbrica).

•Il terminale con ripristino assegnato viene impostato su NO.

•Il terminale di ingresso multifunzione 3 viene utilizzato anche come ingresso arresto di emergenza.

Con l'interruttore DIP S8 sulla scheda PCB di controllo attivo, l'ingresso arresto di emergenza è funzionante. Se nel terminale 3 viene immesso un segnale, l'uscita viene chiusa e si verifica un errore, non tramite il software ma solo tramite l'hardware.

Le stesse due funzioni non possono essere assegnate ai terminali di ingresso multifunzione.

Se per errore si tenta di assegnare le stesse due funzioni ai terminali, l'ultimo terminale al quale viene assegnata la funzione avrà la precedenza. I dati precedenti vengono impostati su "255" e la funzione del terminale viene disabilitata.

•PTC può essere assegnato solo al terminale di ingresso [5].

•N. parametro C001... C005 corrisponde rispettivamente ai terminali di ingresso [1]... [5].

Questa tabella mostra tutte le funzioni degli ingressi multifunzione disponibili

16

18

19

11

12

13

15

07

08

09

03

04

05

06

Dati

00

01

02

FRS

EXT

USP

SFT

AT

RS

PTC

Descrizione

FW

RV

CF1

CF2

CF3

CF4

JG

DB

SET

2CH

Elemento di riferimento

Comando Forward

Comando Reverse

Impostazione multivelocità in binario 1

Impostazione multivelocità in binario 2

Impostazione multivelocità in binario 3

Impostazione multivelocità in binario 4

Jog

Frenatura esterna ad iniezione c.c.

Seconda selezione controllo

Selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi

Arresto corsa libera

Avaria esterna

Prevenzione ripristino alimentazione

Soft Lock

Commutazione all'ingresso analogico

Ripristino

Ingresso termistore

-

-

Pagina

4-12

4-14

4-17

4-47

4-27

4-41

4-49

4-50

4-35

4-10

4-50

4-51

4-44

4-2 Modalità di funzione

28

29

31

50

51

52

53

64

255

22

23

24

27

Dati

20

21

Descrizione

STA

STP

F/R

PID

PIDC

UP

Elemento di riferimento

Avvio a 3 fili

Arresto a 3 fili

Indietro/avanti a 3 fili

PID abilitato/disabilitato

Reset dell'integrale del PID

Funzione UP/DWN accelerata

DWN

UDC

OPE

ADD

Funzione UP/DWN decelerata

Cancellazione dati funzione UP/DWN

Operatore forzato

Frequenza aggiuntiva

F-TM

RDY

SP-SET

EMR

Morsettiera forzata

Funzione Ready

Selezione seconda funzione speciale

Arresto di emergenza

Nessuna funzione Ingresso digitale non utilizzato

4-53

4-54

4-29

4-54

4-43

-

4-47

4-46

Pagina

4-52

4-52

4-22

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

C001

C201

C002

C202

C003

C203

C004

C204

Selezione ingresso multifunzione 1

*Seconda selezione ingresso multifunzione 1

Selezione ingresso multifunzione 2

*Seconda selezione ingresso multifunzione 2

Selezione ingresso multifunzione 3

*Seconda selezione ingresso multifunzione 3

Selezione ingresso multifunzione 4

*Seconda selezione ingresso multifunzione 4

Per le impostazioni disponibili vedere la tabella sopra

00

01

18

12

C005 Selezione ingresso multifunzione 5

C205

C011

C012

C013

C014

C015

*Seconda selezione ingresso multifunzione 5

Selezione operazione ingresso multifunzione 1

Selezione operazione ingresso multifunzione 2

Selezione operazione ingresso multifunzione 3

Selezione operazione ingresso multifunzione 4

Selezione operazione ingresso multifunzione 5

00: NO

01: NC

• Contatto NO: "ON" con contatto chiuso, "OFF" con contatto aperto.

• Contatto NC: "ON" con contatto aperto. "OFF" con contatto chiuso.

• Per il terminale RS, è disponibile solo Contatto NO.

02

00

00

00

00

00

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

Nota 1: al terminale a cui è assegnato il valore "18" (RS), verrà assegnato automaticamente la specifica Contatto NO.

Nota 2: "19" (PTC) può essere assegnato solo all'ingresso multifunzione 5 (C005).

Nota 3: "64" (EMR) viene impostato forzatamente tramite l'interruttore S8 e non tramite parametri.

4

4-45

4-2 Modalità di funzione

Funzione di ingresso di arresto di emergenza

„

Selezione modalità di arresto di emergenza

Per selezionare la modalità di arresto di emergenza del modello JX, attivare l'interruttore S8 sul lato destro, dietro al coperchio frontale.

Interruttore S8

(lato destro)

4

[Note]

Prestare attenzione durante l'attivazione/disattivazione dell'interruttore DIP S8 sulla scheda PCB di controllo. Questa operazione cambia automaticamente l'assegnazione della funzione sul blocco terminali di controllo.

Nota 1: questa funzione non isola elettricamente il motore. Se necessario, utilizzare un interruttore, ad esempio un contattore sul cablaggio del motore.

Nota 2: questa funzione non impedisce operazioni errate della funzione dell'applicazione e del controllo di processo dell'unità.

Nota 3: le uscite digitali (relè e uscite del collettore aperto) dell'inverter non vengono considerate come segnali di sicurezza qui indicati. Quando si imposta un circuito di controllo di sicurezza nel modo qui illustrato, utilizzare il segnale di uscita di un relè di sicurezza impostato esternamente.

„

Esempio di cablaggio

Esempio di cablaggio

R(+)

T(-)

Arresto di emergenza

S13

Run/Stop

S14

A1

A2

S22

S12

S11

S22

S12

13

14

23

24

Dispositivo finecorsa di sicurezza

R

S

T

R/L1

S/L2

T/L3

U/T1

V/T2

W/T3

P24

PZ.

L

3

4

5

1

2

EMR

RS

S8 = ON

M

Inverter

S13: il pulsante di arresto di sicurezza consente all'inverter di passare allo stato "Arresto di emergenza" (oppure allo stato di corsa libera).

S14: pulsante Run/Stop

•Il circuito di arresto di emergenza viene monitorato con un relè di sicurezza impostato esternamente.

•Un relè di sicurezza può essere utilizzato per più inverter.

4-46

4-2 Modalità di funzione

L'immissione della funzione EMR nell'ingresso digitale consente al motore di passare allo stato

"Arresto di emergenza" (oppure allo stato di corsa libera).

Questo stato resta attivo fin quando è attiva la funzione EMR oppure fino all'immissione di un segnale di reset.

Per utilizzare l'inverter per il controllo del freno meccanico (utilizzato per macchinari quali gru e così via), è necessario collegare in serie l'uscita di sicurezza del relè di sicurezza esterno al circuito di controllo del freno.

Nota 1: per le linee di segnale del relè di sicurezza e dell'ingresso di arresto di emergenza, utilizzare cavi coassiali schermati con diametro di 2,8 mm o inferiore e con una lunghezza massima di 2 metri. La schermatura deve disporre di messa a terra.

Nota 2: tutte le parti dell'induttore, ad esempio il relè e il contattore devono disporre di circuiti di protezione da sovratensione.

Con l'interruttore DIP S8 attivo, l'ingresso multifunzione 3 viene automaticamente assegnato al terminale di ingresso EMR del segnale di arresto di emergenza e 4 al terminale di ingresso del segnale di reset. In questo caso, la funzione EMR viene automaticamente assegnata al codice funzione C003 e reset (RS) a C004. Non è possibile modificare manualmente questi parametri. La tabella seguente mostra lo stato dell'interruttore DIP S8 e l'assegnazione dell'ingresso multifunzione.

N. terminale di ingresso multifunzione

Stato

1

2

3

4

FW

RV

Selettore funzione arresto di emergenza S8

S8 = OFF

(impostazione predefinita)

1

S8 = OFF

2

FW

RV

→ ON

S8 = ON

3

FW

RV

→ OFF

CF1

CF2

EMR *

(solo per arresto di emergenza)

RS *

(solo per reset arresto di emergenza)

Nessuna funzione assegnata

RS

(reset normale)

5

(utilizzato anche per PTC)

RS

Nessuna funzione assegnata

Nessuna funzione assegnata

In breve, quando l'interruttore DIP S8 viene attivato, il terminale di ingresso 5 passa automaticamente allo stato "Nessuna funzione assegnata". Per assegnare una funzione al terminale 5 in questo stato, utilizzare la modalità di funzione.

Se l'interruttore DIP S8 viene in seguito disattivato, il terminale di ingresso 3 passa allo stato

"Nessuna funzione assegnata". Per assegnare una funzione, utilizzare nuovamente la modalità di funzione.

È possibile ripristinare lo stato di arresto di emergenza solo tramite il terminale di ingresso dedicato

(terminale 4 nella tabella sopra). Il pulsante STOP/RESET della console di programmazione non può essere utilizzato per il ripristino dello stato di arresto di emergenza.

* Quando l'interruttore DIP S8 è in posizione ON, la funzione EMR viene impostata forzatamente su Contatto NC e la funzione RS su Contatto NO. (I parametri C013 e C014 vengono ignorati).

Seconda funzione di controllo e seconda funzione speciale

Questa funzione viene utilizzata per agire mediante la commutazione di due tipi di motore o set di parametri aggiuntivi

Dati Simbolo Nome della funzione Stato Descrizione

ON Abilita il parametro per il secondo motore.

08 SET Secondo controllo

OFF Disabilita il parametro per il secondo motore.

ON Abilita il parametro per il secondo motore speciale.

53 SP-SET Seconda funzione speciale

OFF Disabilita il parametro per il secondo motore speciale.

Parametri correlati C001... C005

4-47

4

4

4-2 Modalità di funzione

•Assegnando 08 (SET) o 53 (SP-SET) all'ingresso multifunzione desiderato e attivando/ disattivando il terminale SET o SP-SET, è possibile controllare due motori differenti e alternare l'uso dell'uno o dell'altro.

•Passare alla seconda funzione di controllo sul terminale SET dopo aver disattivato il comando

RUN e l'uscita dell'inverter.

•È possibile passare alla seconda funzione di controllo sul terminale SP-SET mentre è in funzione.

U/T1

V/T2

W/T3

Motore

1

Motore

2

Inverter

SET

/SP-SET

L

•Per visualizzare e impostare ciascun parametro per il secondo controllo (parametro No.200s), assegnare SET e SP-SET.

•I parametri modificabili durante il funzionamento sono i seguenti:

N. parametro

F002/F202

F003/F203

A001/A201

A002/A202

A003/A203

A004/A204

A020/A220

A041/A241

A042/A242

A043/A243

A044/A244

A045/A245

A061/A261

A062/A262

A092/A292

A093/A293

A094/A294

A095/A295

A096/A296

Nome della funzione

Tempo di accelerazione 1

Tempo di decelerazione 1

Selezione frequenza di riferimento

Selezione comando RUN

Frequenza di base

Frequenza massima

Riferimento Multivelocità 0

Selezione coppia di Boost

Tensione coppia di Boost manuale

Frequenza coppia di Boost manuale

Selezione caratteristiche V/f

Guadagno tensione di uscita

Limite superiore di frequenza

Limite inferiore di frequenza

Tempo di accelerazione 2

Tempo di decelerazione 2

Selezione del tempo di accelerazione/ decelerazione a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di decelerazione a 2 fasi

No

No

No

No

No

No

SET

No

Selezione

SP-SET

4-48

4-2 Modalità di funzione

N. parametro Nome della funzione

SET

No

Selezione

SP-SET

Sì b012/b212 b013/b213 b021/b221 b022/b222 b023/b223 b028/b228

C001... C005/

C201... C205

C041/C241

H003/H203

H004/H204

H006/H206

Livello funzione termica elettronica

Selezione caratteristiche funzione termica elettronica

Selezione limite di sovraccarico

Livello limite di sovraccarico

Parametro limite di sovraccarico

Selezione origine limite di sovraccarico

Ingressi multifunzione 1... 5

Livello della segnalazione di sovraccarico

Selezione della potenza del motore

Selezione del numero di poli del motore

Parametro di stabilizzazione

No

No

No

No

No

No

No

No

No

No

•Non è presente alcuna indicazione delle seconde funzioni di controllo sul display. Per vedere quale funzione è abilitata, controllare quale terminale è attivo/non attivo.

•Il passaggio al secondo controllo mediante la funzione SET durante il funzionamento, non può essere eseguito fino all'arresto dell'inverter.

Errore esterno

Dati

12

Utilizzare questa funzione per bloccare l'inverter in base alle condizioni del sistema circostante.

Simbolo

EXT

Nome della funzione

Avaria esterna

Stato

ON

Descrizione

Imposta lo stato di corsa libera del motore mediante la chiusura dell'uscita.

OFF Il motore è in fase di funzionamento normale.

Parametri correlati C001... C005

•Quando il terminale EXT è attivato, viene visualizzato E12 e l'inverter si blocca per arrestare l'uscita.

•Assegnare 12 (EXT) all'ingresso multifunzione desiderato.

Comandi RUN

FW e RV

Terminale EXT

Velocità di rotazione del motore

Terminale RS

Terminale uscita allarme

Corsa libera

4

4-49

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione di prevenzione del ripristino alimentazione

Dati

13

Per motivi di sicurezza, questa funzione causa un'avaria USP (E13) quando il comando RUN

(FW/RV) del terminale di controllo (terminale) è attivo, nelle seguenti situazioni:

Al momento dell'accensione

Dopo il ripristino da un errore di sottotensione

Simbolo Nome della funzione Stato

USP

Parametri correlati

Funzione USP

ON

OFF

Descrizione

Non avvia l'inverter con l'alimentazione attiva durante l'immissione del comando RUN.

Avvia l'inverter con l'alimentazione attiva durante l'immissione del comando RUN.

C001... C005

•È possibile eseguire il ripristino da un errore USP disattivando il comando RUN (esempio 1) o reimpostando l'inverter.

L'inverter viene avviato immediatamente dopo il ripristino dall'avaria se il comando RUN è ancora attivo. (Esempio 2)

•Per tornare al funzionamento normale dopo un'avaria USP, sospendere l'alimentazione, disattivare il comando RUN, ripristinare l'alimentazione e riattivare il comando RUN. (Esempio 3)

•Assegnare 13 (USP) all'ingresso multifunzione desiderato.

•Di seguito viene illustrato in che modo agisce questa funzione.

(Esempio 1)

Alimentazione

FW

USP

RS

Allarme

(Esempio 2)

Alimentazione

FW

USP

RS

Allarme

(Esempio 3)

Alimentazione

FW

USP

RS

Allarme

Frequenza d'uscita

Frequenza d'uscita

Frequenza d'uscita

Reset

Dati

18

Questa funzione consente il ripristino dell'inverter dopo un'avaria.

Simbolo

RS

Parametri correlati

Nome della funzione

Reset

Stato

ON

Descrizione

Consente di sospendere l'alimentazione se l'inverter è in esecuzione.

Cancellato al momento dell'errore.

(Lo stesso processo relativo all'attivazione dell'alimentazione)

OFF Funzionamento normale

C001... C005

Impostazioni necessarie C102

•Per ripristinare l'inverter dopo un'avaria è anche possibile premere il tasto STOP/RESET sulla console di programmazione.

•Nella selezione di ripristino C102, è possibile selezionare un temporizzatore di ripristino allarme ed eseguire l'abilitazione/disabilitazione durante il funzionamento normale.

4-50

4-2 Modalità di funzione

C102

•Per il terminale RS, è disponibile solo Contatto NO.

N. parametro

Nome della funzione

Dati

Selezione ripristino

00: ripristino dell'errore sul fronte di salita

(esempio 1)

Abilitato durante il funzionamento normale (chiude l'uscita)

01: ripristino dell'errore sul fronte di discesa

(esempio 2)

Abilitato durante il funzionamento normale (chiude l'uscita)

02: ripristino dell'errore sul fronte di salita

(esempio 1)

Disabilitato durante il funzionamento normale (solo ripristino avaria)

Impostazione predefinita

00

Modulo

4

(Esempio 1)

RS

ON

OFF

Allarme

ON

OFF

(Esempio 2)

RS

ON

OFF

Allarme

ON

OFF

Funzione allarme del termistore

Dati

19

Questa funzione protegge il motore azionando il blocco quando il termistore integrato rileva un aumento di temperatura.

Simbolo

Nome della funzione

Stato Descrizione

PTC

Parametri correlati

Ingresso termistore

Connesso

Aperto

Quando il termistore viene connesso tra i terminali 5 e L, l'inverter può rilevare la temperatura del motore e, se questa supera il livello specificato, viene azionato il blocco per la chiusura dell'uscita (E35). Il livello è fisso.

Se il termistore non è collegato, l'inverter si blocca

(E35) per chiudere l'uscita.

Solo C005

•Assegnare 19 (PTC) all'ingresso multifunzione 5 (C005). Questa funzione non può essere utilizzata con altri terminali multifunzione. (Utilizzare un termistore con caratteristiche PTC).

•Il livello di blocco è fissato a 3 k

Ω ±10% max.

4-51

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione ingresso a 3 fili

Dati

20

21

22

Questa funzione è efficace nell'uso dei contatti di ripristino automatico, ad esempio un interruttore a pressione per l'avvio e l'arresto.

Simbolo Nome della funzione

STA

STP

F/R

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

Avvio a 3 fili

Arresto a 3 fili

Forward/Reverse a 3 fili

Stato

ON

OFF

ON

OFF

ON

OFF

Descrizione

Avvio con contatti di ripristino automatico.

Irrilevante per il funzionamento del motore.

Arresto con contatti di ripristino automatico.

Irrilevante per il funzionamento del motore.

Indietro

Avanti

C001... C005

A002 = 01

•Impostare la selezione del comando RUN A002 su 01 (terminale di controllo).

•Le operazioni seguenti sono possibili con i terminali 20 (STA), 21 (STP) e 22 (F/R) assegnati agli ingressi multifunzione. Con i terminali STA e STP assegnati, i terminali FW e RV sono disabilitati.

STA

(1) Quando si utilizzano STA, STP e F/R

ON OFF

STA

(2) Quando si utilizzano STA e STP

ON

OFF

STP

ON OFF

STP

ON OFF

F/R

Frequenza d'uscita

Avanti

Indietro

Frequenza d'uscita

Avanti

4-52

4-2 Modalità di funzione

Funzione UP/DOWN

Questa funzione modifica la frequenza di uscita dell'inverter utilizzando i terminali UP e DWN degli ingressi multifunzione.

Dati Simbolo Nome della funzione

27

28

29

UP

DWN

UDC

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

Funzione UP/DWN accelerata

Funzione UP/DWN decelerata

Cancellazione dati funzione UP/DWN

Stato

ON

Descrizione

Aumenta la velocità corrente durante il periodo di ingresso segnale.

OFF Mantiene la velocità corrente.

ON

Diminuisce la velocità corrente durante il periodo di ingresso segnale.

OFF Mantiene la velocità corrente.

ON Cancella la velocità UP/DWN memorizzata.

OFF Mantiene la velocità UP/DWN memorizzata.

C001... C005

A001 = 02, C101

•Quando il terminale UP/DWN è attivo, il tempo di accelerazione/decelerazione dipende da F002,

F003/F202 e F203.

•È possibile memorizzare un valore frequenza impostato dopo la regolazione della funzione UP/DWN.

Scegliere se memorizzare il valore con C101.

Inoltre, è possibile cancellare il valore della frequenza memorizzato assegnando 29 (UDC) all'ingresso multifunzione desiderato e attivando/disattivando il terminale UDC.

[Funzione UP/DOWN abilitata/disabilitata]

Selezione frequenza di riferimento (A001)

00

01

02

03

Multivelocità

ON

OFF

OFF

OFF

Jog

ON

OFF

OFF

OFF

OFF

Abilitata/disabilitata

Disabilitata

Abilitata

Disabilitata

Abilitata

Disabilitata

•La funzione UP/DOWN è disabilitata quando l'operazione JG è abilitata.

•La funzione UP/DOWN è abilitata quando la selezione della frequenza di riferimento (A001)

è impostata sulla console di programmazione (02).

•La funzione UP/DOWN è abilitata quando il comando di multivelocità è abilitato.

N. parametro

Nome della funzione

Dati Descrizione

C101

Selezione UP/

DWN

00

01

Non memorizzare la frequenza di riferimento regolata mediante la funzione UP/DWN.

Dopo il ripristino dell'alimentazione, viene reimpostato il valore presente prima dell'uso della funzione UP/DWN.

Memorizza la frequenza di riferimento regolata mediante la funzione

UP/DWN.

Dopo il ripristino dell'alimentazione, viene mantenuto il valore impostato dopo la regolazione mediante la funzione UP/DWN.

4

4-53

4

4-2 Modalità di funzione

Nota: è possibile memorizzare solo due codici: comando multivelocità 0 (A020) e secondo comando multivelocità 0 (A220). Anche se C101 è impostato su 01, non è possibile memorizzare le multivelocità 1... 7 regolate mediante la funzione UP/DWN. Per memorizzarle, premere anche il tasto di invio.

Comandi RUN

(FW, RV)

UP

DWN

L'accelerazione/decelerazione non funziona se i terminali UP e DWN vengono attivati simultaneamente.

Frequenza d'uscita

Funzione operatore forzato

Questa funzione commuta forzatamente l'operazione tramite la console di programmazione attivando/disattivando il terminale multifunzione se le sorgenti della frequenza di riferimento/ comando RUN non sono impostate nella console di programmazione.

Dati Simbolo

Nome della funzione

Stato Descrizione

31 OPE Operatore forzato

ON

Rende prioritario il comando dalla console di programmazione (valori impostati A020, A220) rispetto alle impostazioni A001 e A002.

OFF Agisce in base alle impostazioni A001 e A002.

Parametri correlati

Codici correlati

C001... C005

A001, A002

•Se si attiva/disattiva questa funzione in fase di esecuzione, il comando RUN viene ripristinato per l'arresto dell'inverter. Prima della ripresa del funzionamento, arrestare il comando RUN da ogni sorgente di comando per evitare possibili pericoli, quindi riavviare il comando.

Funzione morsettiera forzata

Dati

51

Questa funzione commuta forzatamente l'operazione tramite la morsettiera, attivando/disattivando il terminale multifunzione se le sorgenti della frequenza di riferimento/comando RUN non sono impostati nella morsettiera.

Simbolo Nome della funzione Stato

ON

F-TM Morsettiera forzata

Descrizione

Imposta forzatamente A001 = 01 e A002 = 01.

OFF Agisce in base alle impostazioni A001 e A002.

Parametri correlati

Impostazioni necessarie

C001... C005

A001, A002

•Quando l'ingresso del segnale viene ripristinato, A001 e A002 tornano allo stato precedente.

•Se si attiva/disattiva questa funzione in fase di esecuzione, il comando RUN viene ripristinato per l'arresto dell'inverter. Prima della ripresa del funzionamento, arrestare il comando RUN da ogni sorgente di comando per evitare possibili pericoli, quindi riavviare il comando.

4-54

4-2 Modalità di funzione

Selezione terminale di uscita multifunzione

N. parametro

C021

C026

Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

Selezione terminale di uscita multifunzione 11

Selezione funzione uscita a relè

(AL2, AL1)

00: RUN (segnale durante l'esecuzione)

01: FA1 (segnale raggiungimento velocità costante)

02: FA2 (segnale raggiungimento frequenza eccessivo)

03: OL (segnalazione di sovraccarico)

04: OD (deviazione PID eccessiva)

05: AL (uscita allarme)

06: Dc (rilevata disconnessione)

07: FBV (uscita stato FB PID)

08: NDc (errore di rete)

09: LOG (uscita operazione logica)

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC (segnale rilevamento carico leggero)

00

05

•È possibile assegnare le seguenti funzioni al terminale di uscita multifunzione 11 e ai terminali di uscita a relè.

•Il terminale di uscita multifunzione 11 è destinato all'uscita a collettore aperto (assegnato in C021), la selezione della funzione uscita a relè (AL2, AL1) è destinata invece all'uscita a relè del contatto

SPDT (assegnato in C026).

•È possibile selezionare l'uscita a contatto NO- o NC per ogni terminale di uscita con C031 o C036.

Dati

00

01

02

03

04

05

Descrizione

RUN: segnale durante l'esecuzione

FA1: segnale di raggiungimento della velocità costante

FA2: segnale di superamento della frequenza

OL: segnalazione di sovraccarico

OD: deviazione PID eccessiva

AL: uscita allarme

Elemento di riferimento

Segnale durante l'esecuzione

Segnale di raggiungimento della frequenza

Pagina

4-55

4-56

4-33

4-22

4-57

06

07

08

09

10

43

Dc: rilevata disconnessione

FBV: uscita stato FB PID

NDc: errore di rete

LOG: uscita operazione logica

ODc: non utilizzato

LOC: segnale rilevamento carico leggero

Segnalazione di sovraccarico

Uscita deviazione PID eccessiva

Uscita di allarme

Rilevamento disconnessione ingresso analogico esterno

Uscita stato PID FB

Errore di rete

Uscita risultato operazione logica

Segnale rilevamento carico leggero

4-58

4-22

4-58

4-59

4-60

Segnale durante RUN

Questa funzione genera un segnale durante il funzionamento dell'inverter.

Dati Simbolo Nome della funzione Stato

ON

00 RUN Segnale durante RUN

Descrizione

L'inverter è in modalità RUN.

OFF L'inverter è in modalità STOP.

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026

4-55

4

4-2 Modalità di funzione

•Genera inoltre un segnale durante la frenatura ad iniezione c.c. Di seguito è riportato il diagramma di temporizzazione.

4

Frequenza di uscita

FW

Uscita RUN

Segnale di raggiungimento della frequenza

Questa funzione genera un segnale quando la frequenza di uscita raggiunge il valore impostato.

Dati Simbolo Nome della funzione Stato

01

02

FA1

FA2

Segnale di raggiungimento della velocità costante

Segnale di superamento della frequenza

ON

OFF

ON

OFF

Descrizione

La frequenza di uscita dell'inverter non ha raggiunto il valore F001 impostato.

La frequenza di uscita dell'inverter è inferiore al valore

F001 impostato.

La frequenza di uscita dell'inverter ha superato il valore impostato C042 durante l'accelerazione.

La frequenza di uscita dell'inverter è inferiore al valore

C042 impostato durante l'accelerazione.

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026, C042, C043

•Per le macchine elevatrici, utilizzare il segnale FA2 per l'applicazione del freno.

•Di seguito è riportata l'isteresi del segnale raggiungimento frequenza:

ON: (frequenza impostata - 1% della frequenza massima) (Hz)

OFF: (frequenza impostata - 2% della frequenza massima) (Hz)

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

C042

C043

Frequenza di arrivo durante l'accelerazione

Frequenza di arrivo durante la decelerazione

0,0: non genera il segnale di raggiungimento durante l'accelerazione

0,1... 400,0: genera il segnale di raggiungimento durante l'accelerazione

0,0: non genera il segnale di raggiungimento durante la decelerazione

0,1... 400,0: genera il segnale di raggiungimento durante la decelerazione

0,0

0,0

Modulo

Hz

Hz

4-56

4-2 Modalità di funzione

„

Uscita arrivo velocità costante (01: FA1)

•Genera un segnale quando la frequenza di uscita raggiunge il livello scelto nell'impostazione di frequenza (F001, A020 e A220) o comando velocità multistep (A021... A035).

f on

Frequenza di uscita

FA1 f off

Frequenza impostata f on: 1% della frequenza max.

f off: 2% della frequenza max.

(Esempio) Frequenza max. fmax = 120 (Hz)

Frequenza impostata fset = 60 (Hz) f on = 120×0,01 = 1,2 (Hz) f off = 120×0,02 = 2,4 (Hz)

Durante accelerazione: ON a 60 - 1,2 = 58,8 (Hz)

Durante decelerazione: OFF a 60 - 2,4 = 57,6 (Hz)

„

Superamento frequenza di uscita (02: FA2)

•Genera un segnale quando la frequenza di uscita supera la frequenza di arrivo durante l'accelerazione/decelerazione impostata in [C042, C043 (FA2)].

C042 f on

Frequenza di uscita f off

C043 f on: 1% della frequenza max.

f off: 2% della frequenza max.

FA2

Uscita di allarme

Viene generato quando si verifica un'avaria dell'inverter. Se si utilizza il relè per le uscite di allarme, impostarne e verificarne il funzionamento, analogamente al contatto SPDT per i terminali. Per

ulteriori informazioni, vedere la descrizione dell'uscita a relè, "Ritardo ON/OFF terminale di uscita multifunzione" (pagina 4-60).

Funzionamento

RUN

STOP

RESET

Arresto

Dati Simbolo

05 AL

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

Errore

Nome della funzione

Uscita di allarme

STOP

RESET

Errore

Avaria

Uscita di allarme

Stato

ON

Descrizione

L'inverter si trova nello stato di avaria.

OFF L'inverter si trova nello stato normale.

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026

4

4-57

4

4-2 Modalità di funzione

Rilevamento disconnessione ingresso analogico esterno

Dati

06

•Genera un segnale se viene rilevato un errore agli ingressi analogici esterni (O, OI).

Simbolo Nome della funzione Stato Descrizione

ON L'inverter si trova nello stato di avaria.

Dc Rilevamento disconnessione

OFF L'inverter si trova nello stato normale.

Terminali di uscita disponibili 11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

Impostazioni necessarie C021, C026, A001, A005

•Il segnale di rilevamento disconnessione viene generato se la frequenza di riferimento dell'ingresso analogico esterno resta al di sotto della frequenza di avvio per 500 ms.

•Il segnale si arresta 500 ms dopo che la frequenza di riferimento ha superato la frequenza di avvio.

•Consente di rilevare la disconnessione quando una frequenza di riferimento viene generata da ingressi analogici esterni (O, OI) con la selezione della frequenza di riferimento impostata sul terminale (A001 = 01).

•Funzione abilitata solo quando vengono selezionati gli ingressi analogici esterni (O, OI).

Esempio 1: funzione disabilitata durante il funzionamento in multivelocità anche quando la frequenza di riferimento è impostata sull'ingresso analogico esterno (A001 = 01).

Esempio 2: funzione disabilitata anche quando la selezione del terminale AT è impostata sulla selezione di O/volume (A005 = 02) o sulla selezione di OI/volume (A005 = 03) poiché la frequenza di riferimento è impostata nella console di programmazione

(volume) con il terminale AT attivo.

Ingresso analogico esterno frequenza di riferimento (O, OI)

Frequenza di avvio

0 Hz

Rilevamento disconnessione ingresso analogico esterno (c.c.)

OFF

ON

500 ms 500 ms

Errore di rete

Questa funzione rileva un errore di rete e genera il relativo avviso durante la comunicazione

RS485 ModBus.

•L'errore viene generato durante la comunicazione RS485 ModBus se il segnale successivo non viene rilevato neanche dopo il periodo di tempo specificato in C077.

Dati

08

Simbolo

NDc

Nome della funzione

Errore di rete

Stato

ON

Descrizione

Si verifica il timeout del temporizzatore watchdog delle comunicazioni.

OFF Normale

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026, C077

Master

Slave

Watchdog timer

[C077]

NDc

Allarme

[C076] = 00 o 01

Timeout

4-58

4-2 Modalità di funzione

Risultato dell'operazione logica

Questa funzione genera un risultato dell'operazione logica, dalla combinazione di due funzioni.

Dati

09

Simbolo

LOG

Terminali di uscita disponibili

Impostazioni necessarie

Nome della funzione

Uscita operazione logica

Stato

ON

Descrizione

Vedere la figura seguente.

OFF

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

C021, C026, C141, C142, C143

Elemento di uscita multifunzione utilizzato per operazioni logiche

RUN, FA1, FA2, OL, OD,

AL, Dc, FBV, NDc

C141

Ingresso A

C142

C143

Operazione logica

AND, OR, XOR

[LOG]

RUN, FA1, FA2, OL, OD,

AL, Dc, FBV, NDc

Ingresso B

Segnale di ingresso

Ingresso A

(C141)

Ingresso B

(C142)

0

0

0

1

1

1

0

1

[Codici funzione correlati]

N. parametro

C141

C142

C143

AND

(C143 = 00)

0

0

0

1

Nome della funzione

Ingresso A funzione operazione logica

Ingresso B funzione operazione logica

Selezione operatore logico

Dati

00: RUN

01: FA1

02: FA2

03: OL

04: OD

05: AL

06: Dc

07: FBV

08: NDc

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC

00: AND

02: XOR

01: OR

[LOG] uscita

OR

(C143 = 01)

1

1

0

1

XOR

(C143 = 02)

0

1

1

0

Impostazione predefinita

00

01

00

Modulo

4

4-59

4

4-2 Modalità di funzione

Segnale rilevamento carico leggero

Dati

43

Questa funzione genera un segnale quando la corrente di uscita dell'inverter scende al di sotto del valore impostato C039.

Simbolo Nome della funzione

LOC

Terminali di uscita disponibili

Segnale rilevamento carico leggero

Stato

ON

OFF

Descrizione

La corrente di uscita è inferiore al valore impostato C039.

La corrente di uscita è superiore al valore impostato C039.

11-CM2, AL2-AL0 (o AL1-AL0)

Impostazioni necessarie C021, C026, C038, C039

Il segnale viene generato se la corrente di carico scende al di sotto del valore impostato in C039 con la modalità uscita segnale carico leggero impostata su 00 o 01 in

C038 e LOC (43) assegnato al terminale di uscita multifunzione.

Questa funzione consente di evitare un eventuale avaria causata dalla caduta di corrente del motore.

Corrente di uscita

C039

[LOC]

0 uscita

DDR-SDRAM da 1

0 t t

N. parametro

C038

C039

Nome della funzione Dati

Modalità d'uscita del segnale carico leggero

Livello di rilevamento carico leggero

00: abilitata durante l'accelerazione, il funzionamento a velocità costante e la decelerazione

01: abilitato solo durante la velocità costante

0,0... 2,0 × corrente nominale

0,0: nessuna operazione

Impostazione predefinita

Modulo

01

Corrente nominale

A

Ritardo ON/OFF terminale di uscita multifunzione

Questa funzione consente di impostare il ritardo ON/OFF rispettivamente da 0,1 a 100 secondi sull'uscita di segnale dei terminali di uscita multifunzione (11 e relè). La figura seguente mostra lo stato dell'uscita.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

C144

C145

C148

C149

Terminale di uscita 11

Ritardo ON

Terminale di uscita 11

Ritardo OFF

Uscita a relè

Ritardo ON

Uscita a relè

Ritardo OFF

0,0... 100,0

0,0... 100,0

0,0... 100,0

0,0... 100,0

0,0

0,0

0,0

0,0 s s s s

4-60

4-2 Modalità di funzione

Forma d'onda del segnale originale

(senza ritardo)

Solo ritardo ON

Solo ritardo OFF

Ritardi ON e OFF

Ritardo ON

Ritardo OFF

Ritardo ON Ritardo OFF

4

Selezione contatto terminale uscita multifunzione

Questa funzione consente di impostare il contatto per i due terminali di uscita multifunzione.

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

C031

C036

Selezione contatto terminale 11 uscita multifunzione

Selezione contatto uscita a relè (AL2, AL1)

00: contatto NO

01: contatto NC

00: contatto NO tra AL2 e AL0

01: contatto NC tra AL2 e AL0

00

01

4-61

4

4-2 Modalità di funzione

Terminale AM uscita analogica

Questa funzione consente di monitorare la corrente e la frequenza di uscita dal terminale AM sul blocco terminali di controllo (terminale).

•Uscita tensione analogica 0... 10 V.

„

Selezione AM

•Selezionare un segnale per l'uscita dalla seguente tabella.

N. parametro

Nome della funzione

Dati

Impostazione predefinita

Modulo

C028 Selezione AM

00: frequenza di uscita 0... 10 V (0... frequenza max - Hz)

01: corrente di uscita 0... 10 V (0... 200% della corrente nominale)

00

Frequenza di uscita

Genera la tensione in base alla frequenza di uscita, con la frequenza massima a fondo scala.

Lo scopo è di sola visualizzazione e non può essere utilizzato come segnale di velocità della linea.

Sebbene la precisione sia di ±5%, è possibile superare questo valore in base al tipo di misurazione.

Genera una frequenza ottenuta moltiplicando la frequenza di uscita per il coefficiente di conversione [b086], con la frequenza massima a fondo scala.

AM H O OI L

Misuratore

10 V, 1 mA

Corrente di uscita

Genera un valore di corrente con il 200% della tensione nominale dell'inverter a fondo scala.

Il metodo di uscita è analogo a quello della frequenza di uscita. La precisione di monitoraggio è di

±10% nel punto intermedio della frequenza di base.

„

Regolazione AM

•È possibile regolare la calibrazione della tensione analogica (0... 10 V c.c.) dal terminale AM sul blocco terminali di controllo utilizzando l'impostazione dell'inverter.

N. parametro b080

Nome della funzione

Regolazione AM

Dati

0. ... 255 (regolare la scala)

Impostazione predefinita

100.

Modulo

C086 Regolazione offset AM 0,0... 10,0 (vedere la figura seguente)

Parametri correlati

0,0 V

A011, A101, A012, A102, A013, A103, A014, A104, A015, A105

Nota: se il valore di offset (C086) viene modificato, il punto di raggiungimento dei 10 V cambia di conseguenza a causa del movimento parallelo. Per evitare questo problema, regolare il valore di offset (C086) prima del guadagno (b080).

Quando b080 = 100

Uscita AM

10 V

5 V b080 = 0... 255

Uscita AM

Quando C086 = 0,0

10 V

C086 = 0... 10

Scorrimento parallelo

5 V

0 0

1/2 FS Portata (FS)

Hz o A

1/2 FS

Portata (FS)

Hz o A

4-62

4-2 Modalità di funzione

<Gruppo H: parametri di controllo del motore>

Potenza e numero di poli del motore

N. parametro

Impostare la potenza e il numero di poli del motore collegato all'inverter.

•Se si impostano parametri non validi, non viene garantito il corretto funzionamento dell'inverter.

Nome della funzione

Impostazione predefinita

Modulo

H003

*

H203

Selezione della potenza del motore

Seconda selezione potenza motore

Dati

Classe 200 V

0,2/0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/

5,5/7,5

Classe 400 V

0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/5,5/7,5

Potenza dell'inverter kW

H004

*

H204

Selezione del numero di poli del motore

Seconda selezione del numero di poli del motore

Parametri correlati

2/4/6/8 4

A041... A045, A241... A244

Polo

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

Parametro di stabilizzazione

Questa funzione consente di ridurre l'oscillazione del motore.

N. parametro

H006

*

H206

Nome della funzione

Parametro di stabilizzazione

Secondo parametro di stabilizzazione

Parametri correlati

0. ... 255

Dati

Impostazione predefinita

100

100

A045, b083

Modulo

* Per passare al secondo controllo, assegnare 08 (SET) al terminale di ingresso multifunzione, quindi attivarlo.

A045 b083

H006/H206

•In caso di oscillazione, verificare che la selezione della potenza (H003/H203) e la selezione del numero di poli del motore (H004/H204) corrispondano al motore in uso. In caso contrario, farle corrispondere.

•Per la regolazione, aumentare il valore del parametro di stabilizzazione (H006) per gradi. Se questa operazione causa un aumento dell'oscillazione del motore, ridurre il valore del parametro per gradi.

•Quando si utilizza la coppia di Boost automatica (A041/A241 = 01), se si verifica l'oscillazione del motore durante il funzionamento a velocità ridotta, ridurre la tensione di incremento coppia manuale (A042/A242) e la frequenza di incremento coppia manuale (A043/A243).

•Per ridurre l'oscillazione, oltre a questa funzione, è possibile utilizzare i seguenti metodi:

Ridurre la frequenza portante (b083)

Ridurre il guadagno della tensione di uscita (A045)

N. parametro Nome della funzione

Guadagno tensione di uscita

Frequenza portante

Parametro di stabilizzazione

20. ... 100

2,0... 12,0

0. ... 255

Dati Descrizione

Modulo: %

(Ridurre questo valore in caso di oscillazione del motore).

Modulo: kHz

(Ridurre questo valore in caso di oscillazione del motore).

Regolare questo valore in caso di oscillazione del motore.

4-63

4

4

4-2 Modalità di funzione

Funzione di comunicazione

Connessione

Connettore

Controllo errori

•Le comunicazioni con i dispositivi esterni per il controllo della rete possono essere effettuate tramite il connettore di comunicazione del modello JX, mediante il protocollo ModBus-RTU conforme a RS-485.

„

Caratteristiche di comunicazione

Elemento Descrizione

Velocità di trasferimento 4.800/9.600/19.200 bps

Metodo di sincronizzazione

Metodo asincrono

Codice di trasferimento Binario

Modalità di trasmissione Prima LSB

Interfaccia compatibile RS-485

Lunghezza dei dati in bit 8 bit (modalità ModBus-RTU)

Parità Nessuna parità/pari/dispari

Numero di bit di stop

Metodo di avvio

Tempo di attesa

1 o 2 bit

Avvio unidirezionale tramite comando da host

Intervallo silenzioso + 0... 1.000 [ms]

1:N (N = max. 32)

Spinotto modulare RJ45

Overrun/frame/CRC-16/parità orizzontale

Nota

Effettuare la selezione mediante la console di programmazione.

(Modalità ASCII non disponibile)

Effettuare la selezione mediante la console di programmazione.

Effettuare la selezione mediante la console di programmazione.

Effettuare l'impostazione mediante la console di programmazione.

Effettuare l'impostazione mediante la console di programmazione.

„

Caratteristiche e collegamento della porta RS-485

Di seguito sono riportate informazioni dettagliate su ciascun pin del connettore.

Numero pin:

1

2

5

6

3

4

7

8

Simbolo

SN

SP

Descrizione

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

Dati inviati e ricevuti: lato positivo

Dati inviati e ricevuti: lato negativo

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

Non utilizzato. Non eseguire il collegamento.

1 2 3 4 5 6 7 8

8888

4-64

4-2 Modalità di funzione

Per collegare il ModBus, collegare ogni inverter in parallelo, come mostrato di seguito. Collegare separatamente una resistenza di terminazione per evitare la riflessione del segnale, poiché per il modello JX non è prevista. Scegliere una resistenza di terminazione in base alle caratteristiche di impedenza del cavo da utilizzare.

Resistenza di terminazione

Rete ModBus

Resistenza di terminazione

8888

8888

8888

SP

SN

Controllore esterno

(master)

„

Impostazione ModBus

Passaggio da OPE esterno a ModuBus

1. Impostare i parametri utilizzando la console di programmazione in base all'ambiente per le comunicazioni in uso.

2. Sospendere l'alimentazione.

3. Aprire il coperchio del connettore.

4. Inserire il cavo per le comunicazioni collegato alla linea bus ModBus.

5. Impostare il selettore delle comunicazioni 485/OPE S7 su "485".

6. Riattivare l'alimentazione e avviare le comunicazioni ModBus.

Passaggio da ModuBus a OPE esterno

1. Rimuovere la linea di comunicazione ModBus dal connettore RJ45 dell'inverter dopo averlo arrestato. Attendere 30 secondi prima di utilizzare la console di programmazione.

2. Impostare il parametro C070 su "02" (OPE) utilizzando la console di programmazione e salvarlo.

3. Sospendere l'alimentazione.

4. Impostare il selettore 485/OPE S7 su "OPE" e collegare l'OPE esterno al connettore RJ45.

5. Riattivare l'alimentazione e avviare le comunicazioni OPE esterno.

Area di funzionamento dell'inverter

OPE

®

MODBUS

Vista ingrandita dell'area di funzionamento

MODBUS

®

OPE

Vista ingrandita dell'area di funzionamento

S7 S7

485

S8

485

S8

ON ON

OPE OPE

OFF

Nota: impostare prima il parametro C070. Il protocollo per le comunicazioni infatti non verrà cambiato solo tramite lo spostamento del selettore S7.

OFF

4

4-65

4

4-2 Modalità di funzione

Impostazioni dei parametri ModBus

Le comunicazioni ModBus richiedono le seguenti impostazioni. Impostare i parametri riportati di seguito. In caso di modifica alle impostazioni dei parametri, le comunicazioni ModBus non verranno avviate fino alla riattivazione dell'inverter, anche se "485" viene selezionato con il selettore 485/OPE.

I parametri C070 non possono essere modificati o impostati tramite la comunicazione ModBus.

Effettuare l'impostazione tramite la console di programmazione.

Elenco di parametri per le comunicazioni ModBus

N. parametro Nome della funzione Dati

Impostazione predefinita

Modulo

A001

A002 b089

C070

C071

C072

C074

C075

C076

C077

C078

Selezione frequenza di riferimento

Selezione comando RUN

Selezione monitoraggio

00: console di programmazione (volume)

01: terminale

02: console di programmazione (F001)

03: comunicazione ModBus

10: risultato funzionamento in frequenza

01: terminale

02: console di programmazione

03: comunicazione ModBus

01: monitoraggio frequenza di uscita

02: monitoraggio corrente di uscita

03: monitoraggio verso di rotazione

04: monitoraggio valori retroazione PID

05: monitoraggio ingresso multifunzione

06: monitoraggio uscita multifunzione

07: monitoraggio conversione frequenza

02: console di programmazione

03: ModBus

Selezione console di programmazione/ModBus

Selezione velocità di comunicazione

(selezione velocità di trasmissione)

Selezione numero stazione di comunicazione

04: 4.800 bps

05: 9.600 bps

06: 19.200 bps

1... 32

Selezione parità comunicazione

Selezione bit di stop per le comunicazioni

Selezione errore di comunicazione

00: nessuna parità

01: pari

02: dispari

1: 1 bit

2: 2 bit

00: avaria

01: avaria dopo decelerazione di arresto

02: da ignorare

03: corsa libera

04: decelerazione di arresto

Timeout errore di comunicazione

Tempo attesa comunicazione

0,00... 99,99

0... 1.000

00

02

01

02

04

1.

00

1

02

0,00

0.

⎯ s ms

4-66

4-2 Modalità di funzione

„

Protocollo per le comunicazioni ModBus

Attenersi alla procedura seguente per le comunicazioni tra il controllore esterno e l'inverter.

(1)

Controllore esterno

Inverter Tempo

(2)

Tempo di attesa (intervallo silenzioso +C078)

(1): frame da inviare dal controllore esterno all'inverter (query)

(2): frame restituito dall'inverter al controllore esterno (risposta)

L'inverter restituisce una risposta (frame 2) solo dopo aver ricevuto una query (frame 1) e non genera una risposta positiva.

Di seguito sono riportati tutti i formati frame (comandi).

Configurazione messaggio: query

Intestazione (intervallo silenzioso)

Indirizzo slave

Codice funzione

Dati

Controllo errori

Testo (intervallo silenzioso)

<Indirizzo slave>

•Numeri preimpostati da 1 a 32 in ogni inverter (slave). (Solo l'inverter con lo stesso indirizzo della query viene inserito nella query).

•La trasmissione broadcast può essere eseguita impostando l'indirizzo slave su "0".

•Le operazioni di loopback o di chiamate dati non possono essere eseguite durante la trasmissione broadcast.

<Dati>

•Invia il comando della funzione.

•JX è conforme ai seguenti formati dati utilizzati in ModBus.

Bobina

Nome dati

Registro di mantenimento

Descrizione

Dati binari (lunghezza 1 bit) a cui è possibile fare riferimento o che è possibile modificare

Dati binari (lunghezza di 16 bit) a cui è possibile fare riferimento o che è possibile modificare

<Codice funzione>

•Specifica una funzione che l'inverter deve eseguire.

•I codici funzione disponibili per il modello JX sono indicati nella pagina successiva.

4

4-67

4

4-2 Modalità di funzione

Codice funzione

01h

03h

05h

06h

08h

0Fh

10h

Codice funzione

Funzione

Lettura stato bobina

Lettura contenuto registro di mantenimento

Scrittura nella bobina

Scrittura nel registro di mantenimento

Test loopback

Scrittura su più bobine

Scrittura in più registri

Numero massimo di bit di dati in un messaggio

4

Numero massimo di dati in un messaggio

32 bobine (in bit)

8

2

2

4

8

4 registri (in byte)

1 bobina (in bit)

1 registro (in byte)

32 bobine (in bit)

4 registri (in byte)

<Controllo errori>

•Il controllo di ridondanza ciclica CRC (Cyclic Redundancy Check) viene utilizzato per il controllo degli errori ModBus-RTU.

•Il codice CRC è rappresentato da dati a 16 bit generati per il blocco dati a lunghezza casuale nel modulo a 8 bit.

•Per generare il codice CRC, viene utilizzato il metodo polinominale CRC-16 (X

16

+X

15

+X

2

+1).

Esempio di calcolo CRC-16

CRC-16 compilazione

CRC

*1

Hi Lo

Registro CRC (2 byte)

I dati di riferimento esistono

Tutti i dati di riferimento completati

CRC

*1

= dati di riferimento

CRC *1 XOR

Scorrimento di 8 bit

Completato

Bit a sinistra

CRC *1 = CRC *1 a destra di 1 bit

Scambio byte Hi e Lo di CRC *1

0

Bit di overflow dopo traslazione

1

Completato

Traslazione di 1 byte in dati di riferimento

<Intestazione, testo (intervallo silenzioso)>

•Tempo di attesa tra la ricezione della query dal modulo master e la risposta dell'inverter.

•Assicurarsi di considerare un tempo di attesa di 35 caratteri di lunghezza. Se la lunghezza non raggiunge i 3,5 caratteri, l'inverter non risponde.

•Il tempo di attesa effettivo per le comunicazioni è rappresentato dal totale dell'intervallo silenzioso

(lunghezza di 3,5 caratteri) e dell'impostazione di C078 (tempo di attesa per le comunicazioni).

4-68

4-2 Modalità di funzione

Configurazione messaggio: risposta

<Tempo totale per le comunicazioni>

•Il tempo tra la ricezione della query e la risposta da parte dell'inverter è il totale dell'intervallo silenzioso (lunghezza 3,5 caratteri) e l'impostazione C078 (tempo di attesa per le comunicazioni).

•Quando viene inviata un'altra query all'inverter dopo aver ricevuto una risposta dall'inverter, verificare che venga specificata la lunghezza dell'intervallo silenzioso (lunghezza di 3,5 caratteri o più).

<Risposta normale>

•Se la query è rappresentata dal codice funzione di loopback (08h), l'inverter restituisce una risposta con lo stesso contenuto della query.

•Se la query contiene un codice funzione di scrittura nel registro di mantenimento o nella bobina

(05h, 06h, 0Fh, 10h), l'inverter restituisce la query così come appare nella risposta.

•Se la query contiene un codice funzione di lettura del registro di mantenimento o della bobina (01h,

03h), l'inverter rende l'indirizzo slave e il codice funzione uguali a quelli della query e allega i dati di lettura alla query.

<Risposta anormale>

Configurazione campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Codice eccezione

CRC-16

•Se nel contenuto della query viene rilevato un errore (diverso da un errore di comunicazione), l'inverter restituisce un'eccezione senza eseguire alcuna operazione.

•Per stabilire la causa di un errore, controllare il codice funzione della risposta. Il codice funzione di un'eccezione è il valore del codice della funzione della query con l'aggiunta di 80h.

•Confrontare i dettagli dell'errore con il codice dell'eccezione.

Codice eccezione

Codice

01h

02h

03h

Descrizione

È stata specificata una funzione non supportata.

È stato specificato un indirizzo inesistente.

21h

22h

23h

Sono stati specificati dati in formato non valido.

I dati sono fuori dalla gamma dell'inverter per la scrittura nel registro di mantenimento.

L'inverter non consente questa funzione.

•Tentativo di modifica del registro durante il funzionamento, questa operazione non è consentita.

•Uso del comando di invio durante il funzionamento (UV).

•Scrittura nel registro durante un'avaria (UV).

•Scrittura nel registro utilizzato esclusivamente per la lettura.

Scrittura nel registro (bobina) utilizzato esclusivamente per la lettura.

4

4-69

4

4-2 Modalità di funzione

<Nessuna risposta>

L'inverter ignora una query e non risponde quando:

•Viene ricevuta la trasmissione broadcast.

•Viene rilevato un errore di comunicazione durante la ricezione di una query.

•L'indirizzo slave della query non corrisponde all'indirizzo slave impostato per l'inverter.

•L'intervallo di tempo tra due pacchetti di dati che costituiscono il messaggio ha una lunghezza inferiore a 3,5 caratteri.

•La lunghezza dei dati della query non è appropriata.

•L'intervallo di ricezione in un frame supera 1,5 caratteri di lunghezza.

Nota: utilizzare un timer nel modulo master per monitorare la risposta e, se nel periodo di tempo specificato non viene ricevuta alcuna risposta, inviare nuovamente la stessa query.

„

Spiegazione di ciascun codice funzione

<Lettura stato bobina [01h]>

Legge lo stato della bobina (ON/OFF).

(Esempio)

Durante la lettura dei terminali di ingresso multifunzione 1... 5 dell'inverter con l'indirizzo slave "8"

Per gli stati del terminale di ingresso multifunzione, vedere la tabella seguente.

(Le bobine 12... 14 sono OFF).

Classe

Terminali di ingresso multifunzione

Numero bobina

Stato terminali

Dati

1

7

2

8

3

9

4

10

5

11

ON OFF ON OFF OFF

5

6

3

4

Query

N.

1

2

7

8

Nome campo

Indirizzo slave

*1

Codice funzione

Numero avvio bobina (MSB)

Numero avvio bobina (LSB)

Numero di bobine (MSB)

*2

Numero di bobine (LSB)

*2

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio (HEX)

08

01

00

06

00

05

1C

91

Risposta

N.

1

2

3

4

Nome campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Numero di byte di dati

Dati bobina

*3

5

6

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio (HEX)

08

01

01

05

92

17

*1. La trasmissione broadcast non può essere eseguita.

*2. Quando si specifica il valore 0 o un valore superiore a 31 per la lettura delle bobine, viene inviato il codice di errore "03h".

*3. I dati vengono trasferiti in base al numero di byte.

I dati ricevuti come risposta mostrano gli stati delle bobine 7... 14. I dati ricevuti, "05h = 00000101b", dovrebbero essere letti dopo aver impostato la bobina 7 su LSB nel modo seguente:

Elemento

Numero bobina

Stato bobina

Dati

14 13 12 11 10

OFF OFF OFF OFF OFF

9

ON

8

OFF

7

ON

Se la lettura della bobina supera l'intervallo definito nei dati finali, tali dati vengono considerati come "0" e pertanto restituiti.

4-70

4-2 Modalità di funzione

Vedere "<Risposta di tipo eccezione>" (4-75) se il comando di lettura dello stato della bobina non

è stato eseguito normalmente.

<Lettura del contenuto del registro di mantenimento [03h]>

Legge consecutivamente il contenuto dei registri di mantenimento dagli indirizzi dei registri specificati.

(Esempio)

•Leggere le informazioni più aggiornate sulle avarie (frequenza, corrente, tensione) dall'inverter con l'indirizzo "1".

•Vedere lo stato di avaria riportato di seguito:

Comando JX

N. registro

Stato avaria

D081 (fattore)

0012h

Sovracorrente (E03)

D081 (frequenza)

0014h

9,9 Hz

D081

(Corrente di uscita)

0016h

3,0 A

D081

(Bus c.c. V c.c.)

0017h

284 V

Query Risposta

N.

Nome campo

7

8

1 Indirizzo slave

*1

2 Codice funzione

3 Indirizzo iniziale registro

*3

(MSB)

4 Indirizzo iniziale registro

*3

(LSB)

5

6

Numero di registri di mantenimento (MSB)

Numero di registri di mantenimento (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

01

03

00

11

00

06

95

CD

N.

3

4

1

2

5

6

11

12

13

14

9

10

7

8

15

16

17

Nome campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Numero di byte di dati

*2

Dati registro 1 (MSB)

Dati registro 1 (LSB)

Dati registro 2 (MSB)

Dati registro 2 (LSB)

Dati registro 3 (MSB)

Dati registro 3 (LSB)

Dati registro 4 (MSB)

Dati registro 4 (LSB)

Dati registro 5 (MSB)

Dati registro 5 (LSB)

Dati registro 6 (MSB)

Dati registro 6 (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

01

03

0C

00

03

00

*1. La trasmissione broadcast non può essere eseguita.

*2. I dati vengono trasferiti in base al numero di byte. In questo esempio, vengono utilizzati

12 ("0Ch") poiché vengono restituiti 6 pacchetti di dati del registro di mantenimento.

*3. Tenere presente che l'indirizzo iniziale del registro è "0011h", ovvero inferiore di 1 rispetto al numero di registro "0012h".

00

00

1E

01

00

00

63

00

1C

AF

6D

4

4-71

4

4-2 Modalità di funzione

Leggere i dati ricevuti in risposta, nel modo seguente:

Buffer risposta

Numero iniziale registro di mantenimento

Dati della risposta

Dati avaria

Buffer risposta

Numero iniziale registro di mantenimento

Dati della risposta

Dati avaria

4-5

12+0

(MSB)

0003h

Fattore avaria (03)

10-11

12+0

(LSB)

12+3

(MSB)

00h

12+3

(LSB)

00h

Non utilizzato

6-7

12+1

(MSB)

12+1

(LSB)

00h 00h

Non utilizzato

12-13

12+4

(MSB)

12+4

(LSB)

001Eh

Corrente di uscita (3,0

A)

8-9

12+2

(MSB)

12+2

(LSB)

0063h

Frequenza (9,9 Hz)

14-15

12+5

(MSB)

001Ch

12+5

(LSB)

Bus c.c. V c.c. (284 V)

Vedere "<Risposta di tipo eccezione>" (4-75) se il comando di lettura del contenuto del registro di

mantenimento non è stato eseguito normalmente.

<Scrittura nella bobina [05h]>

Consente di scrivere in una bobina.

La modifica dello stato della bobina viene mostrato nella tabella seguente.

Dati

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

Stato bobina

OFF

→ ON

ON

→ OFF

FFh 00h

00h 00h

7

8

5

6

3

4

1

2

Query

N.

(Esempio)

•Esegue il comando RUN sull'inverter con indirizzo slave "8". Per l'esecuzione, "03" deve essere impostato su "A002".

•Il numero della bobina del comando RUN è "1".

Risposta

Nome campo

Indirizzo slave

*1

Codice funzione

Indirizzo bobina

*2

(MSB)

Indirizzo bobina

*2

(LSB)

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

08

05

00

00

FF

00

8C

A3

N.

7

8

5

6

3

4

1

2

Nome campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Indirizzo bobina

*2

(MSB)

Indirizzo bobina

*2

(LSB)

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

08

05

00

00

FF

00

8C

A3

*1. Nessuna risposta per la trasmissione broadcast.

*2. Tenere presente che l'indirizzo iniziale della bobina è "0", ovvero inferiore di 1 rispetto al numero di bobina "1". Gli indirizzi delle bobine per i numeri di bobina "1... 31" sono "0... 30".

Vedere la sezione "<Risposta di tipo eccezione>" (4-75) se la scrittura nella bobina non può essere

eseguita normalmente.

4-72

4-2 Modalità di funzione

7

8

5

6

3

4

1

2

Query

N.

<Scrittura nel registro di mantenimento [06h]>

Scrive i dati nel registro di mantenimento specificato.

(Esempio)

Scrivere "50 Hz" nell'inverter con indirizzo slave "8" come comando 0 velocità multistep (A020).

La risoluzione dei dati del registro di mantenimento "1029h" del comando 0 velocità multistep

(A020) è 0,1 Hz. Per impostare 50 Hz, impostare i dati di modifica su "500 (01F4h)".

Risposta

Nome campo

Indirizzo slave

*1

Codice funzione

Indirizzo registro

*2

(MSB)

Indirizzo registro

*2

(LSB)

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

08

06

10

28

01

F4

0D

8C

N.

7

8

5

6

3

4

1

2

Nome campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Indirizzo registro

*2

(MSB)

Indirizzo registro

*2

(LSB)

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(Hex)

08

06

10

28

01

F4

0D

8C

*1. Nessuna risposta per la trasmissione broadcast.

*2. Tenere presente che l'indirizzo iniziale del registro è "1028h", ovvero inferiore di 1 rispetto al numero di registro "1029h".

Vedere "<Risposta di tipo eccezione>" (4-75) se la scrittura nel registro di mantenimento non può

essere eseguita normalmente.

<Test loopback [08h]>

Utilizzato per verificare le comunicazioni tra il modulo master e il modulo slave. Per i dati di prova

è possibile utilizzare un valore casuale.

(Esempio)

Test loopback sull'inverter con indirizzo slave "1"

Query Risposta

N.

Nome campo

1 Indirizzo slave

*

2 Codice funzione

3 Codice test secondario (MSB)

6

7

4 Codice test secondario (LSB)

5 Dati (MSB)

8

Dati (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(HEX)

01

08

00

00

Casuale

Casuale

CRC

CRC

N.

Nome campo

1 Indirizzo slave

2 Codice funzione

3 Codice test secondario (MSB)

6

7

4 Codice test secondario (LSB)

5 Dati

8

Dati

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(HEX)

01

08

00

00

Casuale

Casuale

CRC

CRC

* La trasmissione broadcast non può essere eseguita.

Il codice secondario del test corrisponde solo all'eco di dati della query (00h, 00h) e a nessun altro comando.

4

4-73

4

4-2 Modalità di funzione

<Scrittura su più bobine [0Fh]>

Esegue la scrittura su più bobine consecutive.

(Esempio)

Cambiare lo stato dei terminali di ingresso multifunzione [1]... [5] dell'inverter con indirizzo slave "8".

Per lo stato dei terminali di ingresso multifunzione [1] ... [5], vedere la tabella seguente.

Terminali di ingresso multifunzione

Numero bobina

Stato terminali

[1]

7

ON

[2]

8

ON

[3] [4] [5]

9 10 11

ON OFF ON

8

9

6

7

10

11

Query

N.

Nome campo

1 Indirizzo slave

*1

2 Codice funzione

3 Indirizzo iniziale bobina (MSB)

*3

4 Indirizzo iniziale bobina (LSB)

*3

5 Numero di bobine (MSB)

Esempio

(HEX)

08

0F

00

06

00

Numero di bobine (LSB)

Numero di byte

*2

Dati di modifica (MSB)

Dati di modifica (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

05

02

17

00

83

EA

Risposta

N.

Nome campo

6

7

8

1 Indirizzo slave

2 Codice funzione

3 Indirizzo iniziale bobina (MSB)

*3

4 Indirizzo iniziale bobina (LSB)

*3

5 Numero di bobine (MSB)

Numero di bobine (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(HEX)

08

0F

00

06

00

05

75

50

*1. Nessuna risposta per la trasmissione broadcast.

*2. Poiché i dati di modifica includono MSB e LSB, rendere il byte un numero pari aggiungendo 1, anche se il byte che deve essere effettivamente modificato è un numero dispari.

*3. Tenere presente che l'indirizzo inziale della bobina è "6", ovvero inferiore di 1 rispetto al numero di bobina "7". Gli indirizzi delle bobine per i numeri di bobina "1... 31" sono "0... 30".

Vedere la sezione "<Risposta di tipo eccezione>" (4-75) se non è possibile eseguire normalmente

la scrittura su più bobine.

<Scrittura in più registri di mantenimento [10h]>

Scrive in più registri di mantenimento consecutivi.

(Esempio)

Impostare "3.000 secondi" come tempo di accelerazione 1 (F002) dell'inverter con indirizzo slave "8".

La risoluzione dei dati del registro di mantenimento "1024h, 1015h" del tempo di accelerazione 1

(F002) è 0,01 secondi. Per impostare 3.000 secondi, impostare i dati di modifica su "300.000

(000493E0h)".

4-74

4-2 Modalità di funzione

Query Risposta

N.

Nome campo

3

4

1

2

5

Indirizzo slave

*1

Codice funzione

Indirizzo iniziale (MSB)

*3

Indirizzo iniziale (LSB)

*3

Numero di registri di mantenimento (MSB)

11

12

13

6

7

8

Numero di registri di mantenimento (LSB)

Numero di byte

*2

Dati di modifica 1 (MSB)

9 Dati di modifica 1 (LSB)

10 Dati di modifica 2 (MSB)

Dati di modifica 2 (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(HEX)

08

10

10

13

00

02

N.

3

4

1

2

5

6

Nome campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Indirizzo iniziale (MSB)

Indirizzo iniziale (LSB)

Numero di registri di mantenimento (MSB)

Numero di registri di mantenimento (LSB)

CRC-16 (MSB)

CRC-16 (LSB)

Esempio

(HEX)

08

10

10

13

00

02

E0

7D

53

04

00

04

93

7

8

B4

54

*1. Nessuna risposta per la trasmissione broadcast.

*2. Specificare il numero di byte da modificare e non il numero di registri di mantenimento.

*3. Tenere presente che l'indirizzo iniziale del registro è "1013h", ovvero inferiore di 1 rispetto al numero di registro "1014h".

Vedere la sezione seguente "<Risposta di tipo eccezione>", se non è possibile eseguire normalmente la scrittura nei registri di mantenimento.

<Risposta di tipo eccezione>

Il modulo master richiede una risposta a una query tranne in caso di trasmissione broadcast.

Sebbene l'inverter debba restituire una risposta corrispondente alla query, restituisce una risposta di tipo eccezione se la query contiene un errore.

La tabella seguente mostra la configurazione di campo per la risposta di tipo eccezione.

Configurazione campo

Indirizzo slave

Codice funzione

Codice eccezione

CRC-16

Nella pagina seguente viene mostrata la configurazione di campo dettagliata. Il codice funzione di un'eccezione è il valore del codice della funzione della query con l'aggiunta di 80h. Il codice di eccezione mostra la causa della risposta di tipo eccezione.

4

4-75

4-2 Modalità di funzione

4

Codice funzione

Query

Risposta di tipo eccezione

01h 81h

03h 83h

05h 85h

06h

0Fh

10h

86h

8Fh

90h

Codice eccezione

Codice

01h

02h

03h

21h

22h

23h

Descrizione

È stata specificata una funzione non supportata.

È stato specificato un indirizzo inesistente.

Sono stati specificati dati in formato non valido.

I dati sono fuori dalla gamma dell'inverter per la scrittura nel registro di mantenimento.

L'inverter non consente questa funzione.

• Tentativo di modifica del registro durante il funzionamento, questa operazione non è consentita.

• Uso del comando di invio durante il funzionamento (UV).

• Scrittura nel registro durante un'avaria (UV).

• Scrittura nel registro utilizzato esclusivamente per la lettura.

Scrittura nel registro (bobina) utilizzato esclusivamente per la lettura.

„

Per salvare le modifiche al registro di mantenimento (comando di invio)

Anche se si utilizza il comando per la scrittura nel registro di mantenimento (06h) o nei registri di mantenimento consecutivi (10h), le modifiche non vengono salvate nella memoria EEPROM dell'inverter. Se viene sospesa l'alimentazione all'inverter senza salvare le eventuali modifiche, il registro di mantenimento torna allo stato precedente alle modifiche. Per salvare le modifiche apportate al registro di mantenimento nella memoria EEPROM dell'inverter, è necessario utilizzare il "comando di invio", attenendosi alla seguente procedura.

Per utilizzare il comando di invio

Scrivere in tutte le aree di memoria (numero registro di mantenimento 0900h) utilizzando il comando di scrittura nel registro di mantenimento (06h). In questo caso, è possibile scrivere un valore casuale nel registro di mantenimento (0900h).

Note:

•Il comando di invio necessita di un tempo considerevole per l'esecuzione. Monitorare il segnale di scrittura dati (numero bobina 001Ah) per controllare l'effettiva scrittura dei dati.

•Poiché nella memoria EEPROM dell'inverter è possibile eseguire un numero limitato di riscritture

(circa 100.000 riscritture), il ciclo di vita dell'inverter potrebbe ridursi se si utilizza spesso il comando di invio.

4-76

4-2 Modalità di funzione

„

Elenco numeri registro

R/W nell'elenco indica se la bobina o il registro di mantenimento consente operazioni di lettura e/o scrittura.

R: sola lettura R/W: lettura e scrittura

Elenco numeri bobina

Numero bobina

0000h

0001h

0002h

0003h

0004h

0005h

0006h

0007h

0008h

0009h

000Ah

000Bh

Elemento

Non utilizzato

Comandi RUN

Comando direzione rotazione

Errore esterno (EXT)

Ripristino errore (RS)

Non utilizzato

Non utilizzato

Ingresso multifunzione 1

Ingresso multifunzione 2

Ingresso multifunzione 3

Ingresso multifunzione 4

Ingresso multifunzione 5

R/W

Descrizione

R/W

1: RUN

0: arresto (Abilitato quando A002 = 03)

R/W

1: indietro

0: avanti (Abilitato quando A002 = 03)

R/W 1: errore

R/W 1: ripristino

R/W

1: ON

0: OFF

*1

R/W

R/W

1: ON

0: OFF

*1

1: ON

0: OFF

*1

R/W

R/W

1: ON

0: OFF

*1

1: ON

0: OFF

*1

000Dh Non utilizzato

000Eh

000Fh

0010h

Stato operazione

Verso di rotazione

Inverter pronto

R

R

R

1: RUN

0: arresto (interblocco con d003)

1: indietro

0: avanti (interblocco con d003)

1: pronto

0: non pronto

0011h

0012h

0013h

Non utilizzato

Non utilizzato

Non utilizzato

0014h Segnale di allarme R

1: durante l'avaria

0: normale

0015h

0016h

Segnale deviazione eccesso PID

Segnalazione di sovraccarico

R

R

1: ON

0: OFF

*1. Quando il blocco terminali del circuito di controllo o la bobina sono attivi, anche queste impostazioni sono attive.

Il blocco terminali del circuito di controllo ha la priorità per l'ingresso multifunzione.

Se il modulo master non riesce a ripristinare lo stato ON della bobina a causa della chiusura delle comunicazioni, portare il blocco terminali del circuito di controllo da ON a OFF per disattivare la bobina.

*2. Il contenuto relativo a un errore alle comunicazioni viene mantenuto fino all'esecuzione del ripristino dopo l'errore. (Disponibile per il ripristino durante il funzionamento)

4-77

4

4

4-2 Modalità di funzione

Numero bobina

0017h

0018h

Elemento

Segnale di raggiungimento della frequenza

(Valore di superamento della frequenza)

Segnale di raggiungimento della frequenza

(A velocità costante)

R/W

R

R

1: ON

0: OFF

Descrizione

0019h Segnale durante RUN R

001Ah Scrittura dati R

1: scrittura

0: normale

001Bh

001Ch

001Dh

001Eh

Errore CRC

Errore di overrun

Errore di frame

Errore di parità

R

R

R

R

1: errore

0: nessun errore

*2

001Fh Errore di checksum

*1. Quando il blocco terminali del circuito di controllo o la bobina sono attivi, anche queste impostazioni sono attive.

Il blocco terminali del circuito di controllo ha la priorità per l'ingresso multifunzione.

Se il modulo master non riesce a ripristinare lo stato ON della bobina a causa della chiusura delle comunicazioni, portare il blocco terminali del circuito di controllo da ON a OFF per disattivare la bobina.

*2. Il contenuto relativo a un errore alle comunicazioni viene mantenuto fino all'esecuzione del ripristino dopo l'errore. (Disponibile per il ripristino durante il funzionamento)

Mantenimento dell'elenco dei numeri di registro

R

N. registro

Nome della funzione

N. parametro

Funzione

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

R/W 0,1 [Hz]

0003h Stato inverter

R

0... 4.000

00: impostazione predefinita

01: (riservato)

02: arresto

03: RUN

04: arresto corsa libera (FRS)

05: jog

06: frenatura a iniezione c.c.

07: nuovo tentativo

08: avaria

09: sottotensione

R/W 0... 1.000

0,1 [%]

1003h Monitoraggio corrente di uscita

1005h Monitoraggio valore di retroazione PID

1006h

(Scala PID A075)

1007h

Monitoraggio ingresso multifunzione d001 d002 d003 d004

(MSB) d004

(LSB) d005

R

R

R

R

R

0... 4.000

0... 2.000

00: arresto

01: avanti

02: indietro

0... 999.900

0... 63

Stato ingresso multifunzione, bit 0 = [1]... bit 4 = [5]

0,1 [Hz]

0,1 [%]

0,01 [%]

4-78

4-2 Modalità di funzione

N. registro

0025h

0026h

0028h

002Ah

002Bh

002Ch

Nome della funzione

N. parametro d006

Funzione

R/W

R

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

0... 7

Stato uscita multifunzione

Bit 0 = [11]

Bit 1 = non utilizzato

Bit 2 = [AL2]

1009h Monitoraggio frequenza di uscita

100Ah

(dopo la conversione)

100Ch Monitoraggio tensione di uscita

100Eh

100Fh

1010h

1011h

0018h

Tempo di esecuzione totale

Monitoraggio tempo di esercizio d007

(MSB) d007

(LSB) d013 d016

(MSB) d016

(LSB) d017

(MSB) d017

(LSB) d018

0011h Monitoraggio frequenza di errore d080

0012h

0014h

0016h

0017h

Monitoraggio errore 1 d081

0019h

001Ah

001Bh

001Ch

001Eh

0020h

0021h

0022h

0023h

0024h

002Dh

002Eh

002Fh

Monitoraggio errore 2

Monitoraggio errore 3

Monitoraggio errore 3 d082 d083 d083

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

R

0... 3.996.000

0... 20.000

0... 999.999

0... 999.999

0... 2.000

0... 65.535

Monitoraggio avaria 1: codice fattore

Monitoraggio avaria 1: frequenza

Monitoraggio avaria 1: corrente

Monitoraggio avaria 1: tensione

Monitoraggio avaria 1: tempo di esecuzione (MSB)

Monitoraggio avaria 1: tempo di esecuzione (LSB)

Monitoraggio avaria 1: tempo di attivazione (MSB)

Monitoraggio avaria 1: tempo di attivazione (LSB)

Monitoraggio avaria 2: codice fattore

Monitoraggio avaria 2: frequenza

Monitoraggio avaria 2: corrente

Monitoraggio avaria 2: tensione

Monitoraggio avaria 2: tempo di esecuzione (MSB)

Monitoraggio avaria 2: tempo di esecuzione (LSB)

Monitoraggio avaria 2: tempo di attivazione (MSB)

Monitoraggio avaria 2: tempo di attivazione (LSB)

Monitoraggio avaria 3: codice fattore

Monitoraggio avaria 3: frequenza

Monitoraggio avaria 3: corrente

Monitoraggio avaria 3: tensione

Monitoraggio avaria 3: tempo di esecuzione (MSB)

Monitoraggio avaria 3: tempo di esecuzione (LSB)

Monitoraggio avaria 3: tempo di attivazione (MSB)

Monitoraggio avaria 3: tempo di attivazione (LSB)

0,01

0,01 [%]

1 [h]

1 [h]

0,1 [

°C]

0,1 [Hz]

0,1 [A]

1. [V]

1. [h]

1. [h]

0,1 [Hz]

0,1 [A]

1. [V]

1. [h]

1. [h]

0,1 [Hz]

0,1 [A]

1. [V]

1. [h]

1. [h]

4-79

4

4

4-2 Modalità di funzione

N. registro

Nome della funzione

116Ch Monitoraggio tensione c.c.

1014h

1015h

1501h

1502h

1016h

1017h

1503h

1504h

1019h

Tempo di accelerazione 1

Secondo tempo di accelerazione 1

Tempo di decelerazione 1

Secondo tempo di decelerazione 1

Selezione frequenza di riferimento

101Ah Selezione comando RUN

101Bh Frequenza di base

150Ch Seconda frequenza di base

101Ch Frequenza massima

150Dh Seconda frequenza massima

101Dh Selezione O/OI

1020h Frequenza di avvio O

1022h Frequenza di arresto O

1023h Rapporto di avvio O

1024h Rapporto di arresto O

1025h Selezione di avvio O

1026h Campionamento O, OI

1029h Riferimento Multivelocità 0

150Fh

Secondo riferimento multivelocità 0

A011

A012

A013

A014

A015

A016

A020

A220

N. parametro d102 d104

F003

(MSB)

F003

(LSB)

F203

(MSB)

F203

(LSB)

F002

(MSB)

F002

(LSB)

F202

(MSB)

F202

(LSB)

F004

A001

A002

A003

A203

A004

A204

A005

Funzione

R/W

R

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

0... 9.999

0,1 [V]

R 0... 1.000

0,1 [%]

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a

10.000 (100,0 secondi).

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a

10.000 (100,0 secondi).

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a

10.000 (100,0 secondi).

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a

10.000 (100,0 secondi).

0,01 [s]

0,01 [s]

0,01 [s]

0,01 [s]

R/W 0: avanti 1: indietro

R/W

R/W

00: console di programmazione

(volume)

01: terminale

02: console di programmazione (F001)

03: comunicazione ModBus

10: risultato funzionamento in frequenza

01: terminale

02: console di programmazione

03: comunicazione ModBus

R/W 30. ... frequenza massima A004

R/W 30. ... frequenza massima A204

R/W 30... 400

R/W 30... 400

R/W

02: passa tra O/VR tramite AT terminale

03: passa tra OI/VR tramite AT terminale

04: terminale O

05: terminale OI

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0... 4.000

0... 4.000

0... 100

0... 100

00: frequenza di avvio A011

01: 0 Hz

1... 17

0,0/frequenza di avvio... 4.000

R/W 0,0/frequenza di avvio... 4.000

1. [Hz]

1. [Hz]

1. [Hz]

1. [Hz]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

1 [%]

1 [%]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

4-80

4-2 Modalità di funzione

N. registro

1513h

Nome della funzione

102Bh Riferimento multivelocità 1

102Dh Riferimento multivelocità 2

102Fh Riferimento multivelocità 3

1031h Riferimento multivelocità 4

1033h Riferimento multivelocità 5

1035h Riferimento multivelocità 6

1037h Riferimento multivelocità 7

1039h Riferimento multivelocità 8

103Bh Riferimento multivelocità 9

103Dh Riferimento multivelocità 10

103Fh Riferimento multivelocità 11

1041h Riferimento multivelocità 12

1043h Riferimento multivelocità 13

1045h Riferimento multivelocità 14

1047h Riferimento multivelocità 15

1048h Frequenza di jog

1049h Selezione arresto jog

104Ah Selezione coppia di Boost

1511h

104Dh Selezione caratteristiche V/f

104Eh Guadagno tensione di uscita

1051h

1052h

Secondo comando Tensione coppia di Boost manuale

Secondo comando selezione caratteristiche V/f

Selezione frenatura ad iniezione c.c.

Frequenza di frenatura a iniezione c.c.

1055h

Tempo di frenatura ad iniezione c.c.

105Ah Limite superiore di frequenza

A051

A052

A053

A054

A055

A056

A043

A243

A044

A244

A045

A245

N. parametro

A021

A022

A023

A024

A025

A026

A027

A028

A029

A030

A031

A032

A033

A034

A035

A038

A039

A041

A241

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Funzione

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

0,0/frequenza di avvio... 4.000

0,0/frequenza di avvio... 4.000

R/W

R/W 0... 999

R/W

00: arresto corsa libera

01: arresto per decelerazione

02: arresto con frenatura a iniezione c.c.

R/W

R/W

00: solo coppia di Boost manuale

01: coppia di Boost automatico

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,01 [Hz]

A042

A242

R/W

R/W

0... 200 0,1 [%]

A061

A261

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0... 500

R/W

R/W

00: VC

R/W

01: potenza 1,7 di VP

06: VP speciale

R/W

R/W

20... 100

R/W

00: disabilitato

01: abilitato durante l'arresto

02: frequenza di uscita <A052 DB

R/W 0... 600

R/W 0... 50

R/W 0... 100

0... 600

00: funzionamento ad impulso

01: funzionamento a livello

0,0/limite inferiore di frequenza

: A062 x 10... frequenza massima

: A004 x 10

0,0/secondo limite inferiore di frequenza

: A262 x 10 ... seconda frequenza max.

: A204 x 10

0,1 [%]

1. [%]

0,1 [Hz]

0,1 [s]

1. [%]

0,1 [s]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

4-81

4

4

4-2 Modalità di funzione

N. registro

Nome della funzione

105Bh Limite inferiore di frequenza

105Dh

1060h

1063h

105Eh

1061h

1064h

Frequenza di salto 1

Frequenza di salto 2

Frequenza di salto 3

Ampiezza frequenza di salto 1

Ampiezza frequenza di salto 2

Ampiezza frequenza di salto 3

1068h Selezione PID

1069h Guadagno P del PID

106Ah Guadagno I del PID

106Bh Guadagno D del PID

106Ch Scala PID

106Dh Selezione retroazione del PID

106Eh Funzione PID indietro

106Fh Funzione limite uscita PID

1070h Selezione AVR

1071h Selezione tensione AVR

1072h Selezione modalità RUN

1074h

1075h

1519h

151Ah

Tempo di accelerazione 2

Secondo tempo di accelerazione 2

A086

A092

(MSB)

A092

(LSB)

A292

(MSB)

A292

(LSB)

A063,

A065,

A067

A064,

A066,

A068

A071

A072

A073

A074

A075

N. parametro

A062

A262

Funzione

R/W

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

0,0/frequenza di avvio

: b082 × 10... limite superiore di frequenza

: A061 × 10

0,0/frequenza di avvio

: b082 x 10... secondo limite superiore di frequenza

: A261x10

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0... 4.000

0... 100

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,1

0,1 [s]

0,1 [s]

0,01

A076

A077

A078

A081

A082

A085

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

00: disabilitato

01: abilitato

2... 50

0... 1.500

0... 1.000

1... 9.999

00: retroazione (OI)

01: retroazione (O)

02: comunicazione esterna

10: uscita funzione operazione

00:

OFF (deviazione = valore di riferimento - valore di retroazione)

01:

ON (deviazione = valore di retroazione - valore di riferimento)

0... 1.000

00: sempre ON

01: sempre OFF

02: OFF durante la decelerazione

Classe 200 V

0: 200

1: 215

2: 220

3: 230

4: 240

Classe 400 V

0: 380

1: 400

2: 415

3: 440

4: 460

5: 480

00: funzionamento normale

01: funzionamento in modalità di risparmio energetico

0... 1.000

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a 10.000 (100,0 secondi).

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a 10.000 (100,0 secondi).

-

0,1 [%]

0,1 [%]

0,01 [s]

0,01 [s]

4-82

4-2 Modalità di funzione

N. registro

1076h

1077h

Nome della funzione

Tempo di decelerazione 2

151Bh

151Ch

Secondo tempo di decelerazione 2

1078h

151Dh

107Ah

151Fh

107Ch

1521h

107Dh

Selezione del tempo di accelerazione/decelerazione a

2 fasi

Seconda selezione del tempo di accelerazione/decelerazione a

2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

Seconda selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di decelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di decelerazione 2 fasi

Selezione del profilo di accelerazione

N. parametro

A093

(MSB)

A093

(LSB)

A293

(MSB)

A293

(LSB)

A094

A294

A095

A295

A096

A296

A097

1080h Frequenza di avvio OI

1082h Frequenza di arresto OI

1083h Rapporto di avvio OI

1084h Rapporto di arresto OI

1085h Selezione di avvio OI

A098

A101

A102

A103

A104

A105

108Eh

Impostazione A ingresso frequenza di funzionamento

1090h Selezione operatore

1091h Quantità frequenza aggiuntiva

1093h Direzione frequenza aggiuntiva

1095h Frequenza di avvio VR

1097h Frequenza di arresto VR

1098h Rapporto di avvio VR

1099h Rapporto di arresto VR

109Ah Selezione di avvio VR

A141

A142

A143

A145

A146

A151

A152

A153

A154

A155

Funzione

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

R/W

R/W

R/W

R/W

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a 10.000 (100,0 secondi).

1... 300.000

La seconda posizione decimale viene ignorata quando il valore è superiore a 10.000 (100,0 secondi).

0,01 [s]

0,01 [s]

R/W

00: commutazione tramite terminale

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

2CH

01: commutazione tramite impostazione

0... 4.000

0... 4.000

00: linea

01: curva a S

00: linea

01: curva a S

0... 4.000

0... 4.000

0... 100

0... 100

R/W

R/W

R/W

00: frequenza di avvio A101

01: 0 Hz

00: console di programmazione (F001)

01: console di programmazione

(volume)

02: ingresso O

03: ingresso OI

04: comunicazioni RS485

R/W

00: addizione (A + B)

01: sottrazione (A

− B)

02: moltiplicazione (A

× B)

R/W 0... 4.000

R/W

00: aggiunge il valore A145 alla frequenza di uscita

01: sottrae il valore A145 dalla frequenza di uscita

R/W 0... 4.000

R/W 0... 4.000

R/W

R/W

0... 100

0... 100

R/W 0, 1

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

1. [%]

1. [%]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

1. [%]

1. [%]

-

4

4-83

4

4-2 Modalità di funzione

N. registro

10A5h Selezione nuovo tentativo

10A6h

10A7h

10A8h

10A9h

1170h

1527h

Nome della funzione

Tempo ammesso per interruzione temporanea dell'alimentazione

Tempo di attesa nuovo tentativo

Interruzione temporanea dell'alimentazione/avaria per caduta di tensione durante la selezione di arresto

Selezione nuovo tentativo per interruzione temporanea dell'alimentazione

Frequenza di avvio a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

Secondo livello di funzione termica elettronica

N. parametro b001

Funzione

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

00: allarme

01: avvio a 0 Hz

02: frequenza corrispondente a frequenza di riavvio

03: avaria quando frequenza corrisponde a frequenza di arresto decelerazione

⎯ b002 b003 b004 b005 b011 b012 b212

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

3... 250

3... 1.000

00: disabilitato

01: abilitato

00: 16 volte

01: nessun limite

00: frequenza all'interruzione

01: max. frequenza

02: frequenza impostata

2.000... 10.000

Impostare la corrente nominale su

10.000

0,1 [s]

0,1 [s]

0,01 [%] b013 R/W

1528h

Seconda selezione caratteristiche funzione termica elettronica

10B5h Selezione limite sovraccarico b213 b021

R/W

R/W

00: caratteristiche coppia ridotta 1

01: caratteristiche coppia costante

02: caratteristiche coppia ridotta 2 ⎯

10B6h Livello limite sovraccarico

10B7h Parametro limite sovraccarico b221 b022 b222 b023 b223

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

00: disabilitato

01: abilitato per il funzionamento in accelerazione/velocità costante

02: abilitato per il funzionamento a velocità costante

2.000... 15.000

Impostare la corrente nominale su 10.000

1... 300

0,01 [%]

0,1 [s]

10BBh

Selezione origine limite sovraccarico b028 b228

R/W

R/W

00: valori impostati in b022

01: Input O terminal

00: valori impostati in b222

01: terminale di ingresso O

1171h

1172h

Velocità costante di decelerazione a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

Frequenza attiva corrispondente a frequenza livello di riavvio b029 b030

R/W

R/W

1... 30.000

200... 20.000

0,1 [s]

0,01 [%]

4-84

4-2 Modalità di funzione

N. registro

Nome della funzione

10BCh Selezione Soft Lock

10C9h

10CAh

10CBh

10CCh

Selezione Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tensione di partenza per

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

Livello arresto decelerazione per Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tempo decelerazione per

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

10CEh

1173h

Durata avvio decelerazione per Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Guadagno proporzionale protezione da sovratensione durante la decelerazione

1174h

Tempo integrale protezione sovratensione durante la decelerazione

10CFh Regolazione AM

10D1h Frequenza di avvio

10D2h Frequenza portante

N. parametro b031 b050

Funzione

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

00: non è possibile modificare i dati diversi da b031 se lo stato SFT del terminale è ON.

01: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato quando lo stato SFT del terminale è ON.

02: non è possibile modificare i dati diversi da b031.

03: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato.

10: non è possibile modificare i dati diversi dai parametri modificabili durante il funzionamento.

R/W

00: disabilitato

01: abilitato (Arresto)

02: abilitato (Riavvio)

⎯ b051 b052 b053 b054 b055 b056 b080 b082 b083

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0... 10.000

0... 10.000

1... 30.000

0... 100

2... 50

0... 1.500

0,1 [V]

0,1 [V]

0,1 [s]

0,1 [Hz]

0,1

0,1 [s]

0,1 [Hz]

0,1 [kHz]

10D3h Selezione inizializzazione

10D6h Selezione tasto STOP b084 b085 b086 b087

R/W 0... 255

R/W 5... 99

R/W 20... 120

R/W

R/W

00: cancella i dati di monitoraggio errori

01: inizializza i dati

02: cancella i dati di monitoraggio degli errori e inizializza i dati

00: fissa

*Non modificare

R/W 1... 999

R/W

00: abilitato

01: disabilitato

0,1

4

4-85

4

4-2 Modalità di funzione

N. registro

10D7h Selezione arresto corsa libera

10D8h Selezione monitoraggio

10DAh Selezione arresto

10F5h

1176h

1177h

10F7h

Selezione funzione di protezione da sovratensione durante la fase di decelerazione

Impostazione livello di protezione da sovratensione durante la fase di decelerazione

Funzione soppressione della sovracorrente

10F8h Riduzione automatica portante

10F9h Selezione funzione Ready

1103h

Nome della funzione

Funzione arresto sovratensione

LAD

Selezione ingresso multifunzione 1

N. parametro b088 b089 b091 b092 b130 b131 b133

Funzione

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

00: avvio a 0 Hz

01: frequenza attiva corrispondente a frequenza di riavvio

01: monitoraggio frequenza di uscita

02: monitoraggio corrente di uscita

03: monitoraggio verso di rotazione

04: monitoraggio valori retroazione PID

05: monitoraggio ingresso multifunzione

06: monitoraggio uscita multifunzione

07: monitoraggio conversione frequenza

00: decelerazione

→arresto

01: arresto corsa libera

00: sempre ON

01: ON durante l'esecuzione

02: dipende dalla temperatura del dissipatore

00: disabilitato

01: abilitato

Classe 200 V: 330... 395

Classe 400 V: 660... 790

1. [V]

R/W

00: disabilitato

01: abilitato

⎯ b134 b140 b150 b151

C001

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Classe 200 V: 330 ... 395

Classe 400 V: 660 ... 790

00: disabilitato

01: abilitato

00: disabilitato

01: abilitato

00: RDY disabilitato

01: RDY abilitato

1. [V]

C201 R/W

1105h

Selezione ingresso multifunzione 3

1535h

Seconda selezione ingresso multifunzione 4

C002

C202

C003

C203

C004

C204

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

00: FW/01: RV/02: CF1/03: CF2/04:

CF3/05: CF4/06: JG/07: DB/08: SET/

09: 2CH/11: FRS/12: EXT/13: USP/15:

SFT/16: AT/18: RS/19: solo terminale

PTC 5/20: STA/21: STP/22: F/R/23:

PID/24: PIDC/27: UP/28: DWN/29:

UDC/31: OPE/50: ADD/51: F-TM/52:

RDY/53: SP-SET/64: EMR (assegnato automaticamente al terminale 3 se abilitato)/255: NO

C005

C205

R/W

R/W

4-86

4-2 Modalità di funzione

N. registro

Nome della funzione

110Dh multifunzione 2

Selezione operazione ingresso multifunzione 3

N. parametro

C011

Funzione

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

C012

C013

C014

C015

R/W

R/W

R/W

R/W

00: NO

01: NC

1114h

Selezione terminale di uscita multifunzione 11

C021

111Bh Selezione AM

1122h

1179h

1124h

Selezione contatto uscita a relè

(AL2, AL1)

Livello di rilevamento carico leggero

Livello segnalazione di sovraccarico

C026

C028

C031

C036

C038

C039

C041

C241

R/W

00: RUN/01: FA1/02: FA2/03: OL/04:

OD/05: AL/06: Dc/07: FBV/08: NDc/09:

LOG/10: ODc (non utilizzare)/43: LOC

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

00: F (frequenza di uscita)

01: A (corrente di uscita)

00: NO

01: NC

00: NO

01: NC

00: abilitato durante accelerazione/ decelerazione/velocità costante

01: abilitato solo durante la velocità costante

0... 20.000

Impostare su 10.000 per corrente nominale

R/W

0... 20.000

Impostare su 10.000 per corrente

R/W nominale

0,01 [%]

0,01 [%]

C042

1128h

Frequenza di arrivo durante la decelerazione

C043

112Eh Limite superiore PID FB

112Fh Limite inferiore PID FB

C044

C052

C053

C070

1138h

Selezione velocità di comunicazione

(selezione velocità di trasmissione)

C071

1139h

Selezione numero stazione di comunicazione

C072

113Bh Selezione parità comunicazione C074

C075

C076

113Eh Timeout errore di comunicazione C077

113Fh Tempo attesa comunicazione C078

1141h Regolazione O

1142h Regolazione OI

1145h Regolazione offset AM

Non utilizzato

C081

C082

C086

C091

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0... 4.000

0... 4.000

0... 1.000

0... 1.000

0... 1.000

Non modificare tramite comunicazione

ModBus. Per informazioni sull'impostazione, vedere la sezione

"Impostazione ModBus" (4-65).

R/W 0... 2.000

R/W 0... 2.000

R/W 0... 100

Non modificare

0,1 [Hz]

0,1 [Hz]

0,1 [%]

0,1 [%]

0,1 [%]

0,1 [%]

0,1 [%]

0,1 [V]

4-87

4

4

4-2 Modalità di funzione

N. registro

1149h Selezione UP/DWN

114Ah Selezione ripristino

1152h Selezione operatore logico

1154h

1165h

Nome della funzione

Ritardo OFF terminale 11 di uscita

1157h Ritardo ON uscita a relè

1158h Ritardo OFF uscita a relè

Selezione della potenza del motore

1542h

Seconda selezione del numero di poli del motore

1168h Parametro di stabilizzazione

0900h Comando di invio

H004

H204

H006

H206

C142

C143

C144

C145

C148

C149

H003

N. parametro

C101

C102

Funzione

R/W

R/W

R/W

Intervallo valori di monitoraggio o dati Risoluzione

00: OFF/01: ON

00: ripristino avaria all'accensione

01: ripristino avaria a macchina spenta

02: abilitato solo durante l'avaria

(ripristinare all'accensione)

C141

H203

R/W

00: RUN/01: FA1/02: FA2/03: OL/04:

OD/05: AL/06: Dc/07: FBV/08: NDc/10:

ODc (non utilizzare) /43: LOC

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

00: AND/01: OR/02: XOR

0... 1.000

0... 1.000

0... 1.000

0... 1.000

00: 0,2/02: 0,4/04: 0,75/

06: 1,5/07: 2,2/09: 3,7/

11: 5,5/12: 7,5

00: 0,2/02: 0,4/04: 0,75/

06: 1,5/07: 2,2/09: 3,7/

11: 5,5/12: 7,5

2/4/6/8 R/W

R/W 2/4/6/8

R/W 0. ... 255

R/W 0. ... 255

W Valore indefinito

0,1 [s]

1 [polo]

1 [polo]

1. [%]

1. [%]

4-88

Capitolo 5

Operazioni di manutenzione

5-1 Elenco codici speciali visualizzati

(codici di errore)................................................ 5-2

5-2 Risoluzione problemi........................................5-6

5

5-1 Elenco codici speciali visualizzati (codici di errore)

5Operazioni di manutenzione

5-1 Elenco codici speciali visualizzati

(codici di errore)

Elenco codici di errore

Nome Descrizione

Blocco per sovracorrente

Se il motore si blocca oppure accelera o decelera rapidamente, nell'inverter passa un picco di corrente e potrebbe venire danneggiato.

Per evitare il problema, un circuito di protezione da sovracorrente chiude l'uscita dell'inverter.

Velocità costante

Decelerazione

Accelerazione

Altro

Blocco da sovraccarico

Blocco da sovratensione

Errore nella memoria

EEPROM

Errore per sottotensione

Errore CPU

Errore esterno

Se viene rilevata corrente di uscita nell'inverter e il motore è sovraccaricato, una funzione termica elettronica inserita nell'inverter chiude l'uscita dell'inverter.

•Quando si verifica un blocco, il funzionamento normale viene ripristinato in 10 secondi reimpostando l'inverter.

Se la tensione in ingresso e l'energia di rigenerazione del motore sono troppo alte, un circuito di protezione chiude l'uscita dell'inverter quando la tensione nel converter supera il livello specificato.

Chiude l'uscita se si verifica un errore nella memoria EEPROM integrata nell'inverter a causa di disturbi esterni e dell'aumento anomalo della temperatura.

• Controllare nuovamente i dati impostati se si verifica l'errore e 08

•Se viene tolta l'alimentazione durante l'inizializzazione dei dati, si

.

può verificare l'errore EEPROM e 08

quando l'inverter viene riacceso. Togliere l'alimentazione dopo il completamento dell'inizializzazione dei dati.

Chiude l'uscita se la tensione in ingresso scende sotto il livello specificato, causando il funzionamento non corretto del circuito di controllo durante un'interruzione momentanea dell'alimentazione.

Chiude l'uscita se si verifica un errore nella CPU interna.

•Se il terminale di uscita multifunzione (terminale a relè) è im postato su 05 (allarme), il segnale potrebbe non essere emesso durante l'errore della CPU e 11

. In questo caso, non vengono salvati dati nel monitor errori.

•Lo stesso problema si può verificare se AL (05) viene allocato al terminale di uscita a relè. Anche in questo caso, non vengono memorizzati dati.

Se si verifica un errore nelle apparecchiature o nei dispositivi esterni, l'inverter non riceve il segnale e l'uscita viene chiusa.

(Disponibile con la funzione avaria esterna selezionata)

Display della console di programmazione e 01 e 02 e 03 e 04 e 05 e 07 e 08 e 09 e 11 e 12

5-2

5-1 Elenco codici speciali visualizzati (codici di errore)

Nome Descrizione

Errore USP

Errore sulla terra

(Ground Fault)

Viene visualizzato quando l'inverter viene acceso con il comando RUN immesso. (Disponibile con la funzione USP selezionata)

• Se si verifica un errore da sovratensione

USP attivo, si verifica un errore USP e 09 e 13

con il terminale

dopo aver resettato l'inverter. Eseguire nuovamente il ripristino per resettare l'inverter.

Chiude l'uscita se viene rilevato un ground fault all'accensione tra l'unità di uscita dell'inverter e il motore.

• Il Ground Fault e 14

non può essere risolto con l'ingresso di ripristino. Togliere l'alimentazione e controllare il cablaggio.

Blocco da sovratensione in ingresso

Viene visualizzato se la tensione in ingresso è rimasta alta per

100 secondi dopo che l'uscita dell'interver è stata arrestata.

Errore temperatura

Chiude l'uscita se la temperatura è aumentata nel circuito principale a causa del malfunzionamento della ventola di raffreddamento o per altri motivi.

Chiude l'uscita se viene rilevata sovracorrente nel circuito principale.

Errore driver

Errore termistore

Arresto di emergenza

Errore di comunicazione

Se si utilizza l'ingresso termistore, questo componente rileva la resistenza del termistore esterno e chiude l'uscita dell'inverter.

Se è selezionata la funzione di spegnimento di emergenza (interruttore

DIP sulla scheda di controllo SW8 = ON), questo errore viene visualizzato se il segnale di spegnimento di emergenza viene emesso dal terminale di ingresso multifunzione 3.

Si verifica nella condizione di timeout del temporizzatore watchdog delle comunicazioni.

Display della console di programmazione e 13 e 14 e 15 e 21 e 30 e 35 e 37 e 60

5

5-3

5-1 Elenco codici speciali visualizzati (codici di errore)

Altri codici visualizzati

Nome Descrizione

Display della console di programmazione

Ripristino

Viene visualizzato con il terminale [RS] impostato su ON o durante l'inizializzazione.

5

Attesa sottotensione

Viene visualizzato quando l'inverter è nella condizione di attesa sottotensione o quando è spento.

Riavvio dopo interruzione momentanea dell'alimentazione

Riavvio durante errore

La funzione di riavvio è in corso.

Inizializzazione delle impostazioni

Viene visualizzato durante l'inizializzazione dei valori impostati.

Inizializzazione monitoraggio degli errori

Viene visualizzato durante l'inizializzazione del monitoraggio degli errori.

Nessun dato

Viene visualizzato in assenza di dati.

(Errore Monitoraggio)

Errore di comunicazione

Viene visualizzato quando si verifica un errore tra la console di programmazione e l'inverter.

0 0

5-4

5-1 Elenco codici speciali visualizzati (codici di errore)

Display monitor blocchi

e 07

(1) Causa avaria Spiegazione della visualizzazione e 07

Indica la causa dell'avaria.

Fare riferimento a 5-1.

60.0

(2) Frequenza di uscita (Hz) al momento dell'avaria

5

40

(3) Corrente di uscita (A) al momento dell'avaria

398.

(4) Tensione c.c. (V) tra P e N al momento dell'avaria

15

(5) Tempo totale funzionamento prima dell'avaria

18

(6) Tempo totale distribuzione energia prima dell'avaria

5-5

5-2 Risoluzione problemi

5

5-2 Risoluzione problemi

Il motore non funziona.

Il motore ruota al contrario.

Situazione

Nessuna tensione rilevata per le uscite dell'inverter

U/T1, V/T2 e

W/T3.

Causa possibile

• L'impostazione A001 (selezione frequenza di riferimento) è corretta?

• L'impostazione A002 (selezione comando RUN) è corretta?

• I terminali R/L1, S/L2 e T/L3 sono alimentati? Se lo sono, la spia LED

POWER dovrebbe essere accesa.

• Il display mostra "E **"?

Soluzione

• Controllare l'impostazione A001.

• Controllare l'impostazione A002.

• Controllare le connessioni dei terminali

R/L1, S/L2, T/L3 e U/T1, V/T2, W/T3.

• Accendere l'inverter.

• Premere il tasto Mode per confermare lo stato, quindi eseguire il ripristino.

• L'allocazione dell'ingresso multifunzione è corretta?

• Il tasto RUN (comando RUN) è premuto?

• L'ingresso FW (o RV) e i terminali L o PCS sono collegati?

• La frequenza è impostata con F001 selezionato?

• Il potenziometro è collegato ai terminali H/O/L?

• Controllare l'allocazione degli ingressi multifunzione:

C001... C005

• Premere il tasto RUN (comando RUN).

• Collegare l'ingresso FW (o RV) ai terminali L o PCS.

• Premere il tasto per impostare la frequenza.

• Se la modalità terminale è selezionata, impostare il potenziometro su H/O/L.

• Disattivare questi ingressi.

• Gli ingressi RS e FRS sono ancora attivi?

Tensione rilevata per le uscite dell'inverter

U/T1, V/T2 e W/T3.

• Il motore è bloccato?

• Oppure è sovraccaricato?

• Sbloccarlo e diminuire il carico.

• Far funzionare il motore separatamente.

• Il collegamento dei terminali U/T1,

V/T2 e W/T3 è corretto?

• La sequenza di fase del motore è

U/T1, V/T2 e W/T3 e la rotazione è in avanti o in direzione contraria?

• Effettuare i collegamenti in base alla sequenza di fase del motore.

(Solitamente, la sequenza è U/T1,

V/T2 e W/T3 in avanti.)

• Il terminale del circuito di controllo

è corretto?

• F004 è impostato correttamente nella selezione della direzione della rotazione del motore tramite la console di programmazione?

• Selezionare FW per avanti e RV per la direzione contraria.

5-6

5-2 Risoluzione problemi

Situazione Causa possibile

• Non aumenta anche dopo l'attivazione dell'unità di impostazione della frequenza con il cablaggio corretto.

• Sostituire l'unità di impostazione della frequenza.

Soluzione

La velocità della rotazione del motore non aumenta.

La rotazione non è stabile.

• Il motore è sovraccaricato?

• Il carico è troppo variabile?

• La tensione di alimentazione è variabile?

• Questa situazione è stata osservata a una frequenza specifica?

• L'impostazione della frequenza massima è corretta?

• Diminuire il carico.

• Se sovraccaricato, i giri del motore scendono sotto il valore impostato a causa della funzione limite.

• Aumentare la potenza del motore e dell'inverter.

• Diminuire la variazione.

• Ottimizzare la frequenza di uscita.

La rotazione del motore non corrisponde.

• Controllare la caratteristica V/F in base alle specifiche del motore.

• Controllare il rapporto di trasmissione.

Il valore dei dati non è normale.

I dati non cambiamo dopo averli modificati.

• Dopo aver modificato i dati utilizzando il tasto di incremento o decremento, non è stato premuto il tasto di invio prima di spegnere l'inverter.

• Immettere nuovamente i dati e premere il tasto di invio.

I dati non cambiano.

• L'alimentazione è stata tolta entro

6 secondi dalla modifica dei dati e premendo il tasto di invio?

• Attendere 6 o più secondi dopo aver modificato i dati e premuto il tasto di invio prima di spegnere l'inverter.

• La frequenza non cambia.

• L'inverter non entra in funzione oppure non si arresta.

• La selezione tra le modalità di funzionamento e terminale è corretta?

• Controllare le selezioni delle modalità di impostazione di A001 e A002.

Non è possibile modificare i dati.

• È attivato il soft lock?

• Il Soft Lock (dati: 02 e 03) è impostato nella selezione Soft Lock b031?

• È bloccato?

• Ripristinare il terminale SFT.

• Impostare b031 su 00 o 01.

• Commutare l'interruttore su OFF.

• Ripristinare l'errore.

Note sull'impostazione dei dati:

Attendere 6 o più secondi dopo aver modificato i dati e premuto il tasto di invio per memorizzarli.

I dati potrebbero non essere impostati correttamente se si preme un tasto qualsiasi, si esegue il ripristino oppure si toglie l'alimentazione entro 6 secondi.

5

5-7

5

5-2 Risoluzione problemi

5-8

Capitolo 6

Ispezione e manutenzione

6-1 Ispezione e manutenzione............................... 6-2

6-2 Stoccaggio........................................................ 6-8

6

6-1 Ispezione e manutenzione

6Ispezione e manutenzione

6-1 Ispezione e manutenzione

SEGNALAZIONE

Non rimuovere il coperchio frontale quando l'inverter è alimentato e fino a 5 minuti dopo lo spegnimento.

La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

Non cambiare il cablaggio, l'impostazione degli interruttori di modalità (S7, S8), i dispositivi opzionali oppure sostituire le ventole di raffreddamento mentre l'inverter è alimentato in ingresso.

La mancata osservanza di questa precauzione può comportare lesioni gravi a causa di scosse elettriche.

ATTENZIONE

Non toccare i dissipatori dell'inverter, le resistenze di frenatura e il motore. Questi componenti si surriscaldano quando l'inverter è alimentato e rimangono caldi per un po' di tempo dopo lo spegnimento. La mancata osservanza di questa precauzione può essere causa di ustioni.

Non smontare, riparare o modificare il prodotto.

La mancata osservanza di questa precauzione può essere causa di lesioni gravi.

Informazioni di sicurezza

„

Manutenzione e ispezione

•Assicurarsi di adottare tutte le precauzioni di sicurezza prima di effettuare le operazioni di manutenzione, ispezionare il prodotto o sostituire le parti.

Precauzioni per l'uso

„

Comando di arresto funzionamento

•Installare un interruttore di arresto di emergenza separato in quanto il tasto STOP della console di programmazione diventa operativo solo quando vengono eseguite le impostazioni delle funzioni.

•Quando si controlla un segnale mentre la macchina è alimentata e viene erroneamente applicata tensione ai terminali di ingresso di controllo, il motore potrebbe avviarsi improvvisamente. Assicurarsi di adottare tutte le precauzioni di sicurezza prima di controllare un segnale.

„

Smaltimento del prodotto

•Rispettare le ordinanze e i regolamenti locali in vigore per lo smaltimento del prodotto.

6-2

6-1 Ispezione e manutenzione

Precauzioni generali

•Tenere sempre l'inverter e l'area circostante puliti per impedire alla polvere di entrare all'interno del prodotto.

•Prestare la massima attenzione a non lasciare i cavi scollegati oppure a collegarli nel modo sbagliato. Serrare saldamente i terminali e i connettori.

•Non esporre il dispositivo elettronico a umidità, sostanze oleose, polvere e/o polvere di ferro o trucioli metallici. La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare l'isolamento ed essere causa di incidenti.

•Non tirare i cavi quando si collegano o separano i connettori (cavi della ventola di raffreddamento e della scheda PCB di controllo). Il danneggiamento dei cavi può essere causa di incendi o lesioni gravi.

Condizione da verificare

•Ispezione giornaliera

•Ispezione periodica (circa ogni anno)

•Test resistenza isolamento (circa ogni due anni)

•Test Megger

Per eseguire il test, mettere in cortocircuito i terminali come mostrato.

*

R/L1 S/L2

T/L3

U/T1 V/T2 W/T3 PD/+1 P/+

N/-

6

500 Vc.c. su tester Megger

* Per i simboli dei terminali JX-AB

@@@, R/L1 corrisponde a L1,

S/L2 = L2 e T/L3 = N/L3.

•Assicurarsi che la resistenza tra il terminale del circuito principale e la terra sia 5 o più M

Ω a 500 Vc.c. sul tester Megger.

•Non effettuare test di resistenza alla tensione su nessun componente dell'inverter.

La mancata osservanza di questa precauzione può danneggiare i componenti.

*Per diminuire i tempi di inattività, si consiglia di tenere sempre pronto un inverter di ricambio.

6-3

6

6-1 Ispezione e manutenzione

„

Ispezione giornaliera e ispezione periodica

Componente da ispezionare

Generale

Circuito principale

Condizione da verificare

Condizioni ambientali

Intero dispositivo

Tensione alimentazione

Generale

Punto di ispezione

Periodo ispezione Metodo ispezione

Criteri

Controllare la temperatura ambiente, l'umidità, la polvere, la presenza di gas pericolosi, la nebbia d'olio e così via.

Giornaliera

Periodica

3 Monitoraggio, ispezione ottica

Temperatura ambiente

-10

°C... +40°C

Senza formazione di ghiaccio

Controllare che non vi siano vibrazioni o rumori anomali.

Controllare che la tensione del circuito principale sia normale.

Test resistenza isolamento

(tra il terminale del circuito principale e il terminale di messa a terra)

Controllare che le viti non siano allentate.

3

3

Umidità relativa

20%... 90%

Senza condensa

Ispezione ottica o acustica

Misurazione della tensione tra i terminali

R/L1, S/L2 e

T/L3 sulla morsettiera dell'inverter.

Le condizioni seguenti devono essere soddisfatte:

(classe 200 V)

200… 240 V

50/60 Hz

(classe 400 V)

380... 480 V

50/60 Hz

5 M

Ω min.

3 Controllo

Megger

(Vedere

a 6-3.)

3

Serrare saldamente

Coppia di serraggio

(esclusa la morsettiera)

Periodo di sostituzione standard

Misuratore

Termometro

Igrometro

Tester

500 Vc.c. su tester

Megger

• M 3,5: 0,8 N•m

• M 4 : 1,2 N•m

• M 5 : 3,0 N•m

Controllare che nessun componente presenti segni di surriscaldamento.

Morsettiera Controllare che non vi siano danni.

3 Ispezione ottica

3

Ispezione ottica

Nessun errore

Condensatore di filtro

Controllare che non vi sia perdita di liquidi.

Controllare che la valvola di sicurezza non sia fuoriuscita.

Controllare che non vi siano rigonfiamenti.

3

3

3

Ispezione ottica

Nessun errore

*1

*1. La durata del condensatore dipende dalla temperatura ambiente. Vedere la curva della durata del prodotto nell'Appendice 2.

Se il condensatore smette di funzionare alla fine della durata del prodotto, l'inverter deve essere sostituito.

*2. Pulire l'inverter periodicamente. La polvere accumulata nella ventola di raffreddamento oppure nel dissipatore possono surriscaldare l'inverter.

6-4

6-1 Ispezione e manutenzione

Componente da ispezionare

Circuito principale

Condizione da verificare

Punto di ispezione

Morsettiera a relè

Controllare che non vi siano rumori anomali durante il funzionamento.

Resistenza Controllare che l'isolamento della resistenza non sia sbiadito o screpolato.

Ventola di raffreddamento

Controllare che non vi siano vibrazioni o rumori anomali.

Controllare che non vi sia sporcizia o polvere.

*2

Periodo ispezione Metodo ispezione

Giornaliera

Periodica

3 Ispezione acustica

3

3

3

Ispezione ottica

Ruotare manualmente con inverter spento.

Ispezione ottica

Criteri

Nessun errore

Nessun errore

Rotazione regolare

Ispezione ottica

Circuito di controllo

Controllo funzionamento

Controllare che la ventola sia montata correttamente.

Controllare il bilanciamento dei livelli di tensione di uscita tra le fasi dell'inverter in una singola esecuzione.

3

3 Misurare la tensione da fase a fase tra i terminali di uscita dell'inverter

U/T1, V/T2 e W/T3.

Differenza di tensione tra le fasi:

2% max.

Periodo di sostituzione standard

Misuratore

Da 2 a 3 anni

Tester

Tester digitale

Voltometro con raddrizzatore

Controllare che non ci siano errori nel circuito di rilevamento e visualizzazione blocchi durante l'operazione di protezione di sequenza.

3 Simulare l'uscita del circuito di blocco

Es.:

Utilizzare un'avaria esterna, ecc.

Funzionamento senza errori

Controllo componenti

(compreso

PCB)

Generale

Controllare che non vi siano odori anomali o tracce di sbiadimento.

Controllare che non ci sia ruggine eccessiva.

3

3

Ispezione ottica

Nessun errore

⎯ ⎯

Condensatore

Controllare che non vi siano perdite di liquidi oppure che il componente non sia deformato.

3 Ispezione ottica

*1

*1. La durata del condensatore dipende dalla temperatura ambiente. Vedere la curva della durata del prodotto nell'Appendice 2.

Se il condensatore smette di funzionare alla fine della durata del prodotto, l'inverter deve essere sostituito.

*2. Pulire l'inverter periodicamente. La polvere accumulata nella ventola di raffreddamento oppure nel dissipatore possono surriscaldare l'inverter.

6

6-5

6-1 Ispezione e manutenzione

Componente da ispezionare

Condizione da verificare

Punto di ispezione

Periodo ispezione

Giornaliera

Periodica

Metodo ispezione

Criteri

Periodo di sostituzione standard

Misuratore

Display Console di programmazione

Controllare che il display sia chiaramente leggibile.

Controllare che non vi siano parti mancanti.

Controllare che le spie

LED si accendano correttamente.

3

3

3

Ispezione ottica

Funzionamento normale

Il display è leggibile

⎯ ⎯

*1. La durata del condensatore dipende dalla temperatura ambiente. Vedere la curva della durata del prodotto nell'Appendice 2.

Se il condensatore smette di funzionare alla fine della durata del prodotto, l'inverter deve essere sostituito.

*2. Pulire l'inverter periodicamente. La polvere accumulata nella ventola di raffreddamento oppure nel dissipatore possono surriscaldare l'inverter.

6

Metodi di misurazione di energia elettrica, corrente e tensione I/O

Di seguito sono riportati i dispositivi per la misurazione dell'energia elettrica, della corrente e della tensione I/O.

Misurare i valori reali dell'onda fondamentale della tensione e tutti i valori reali dell'energia elettrica.

R/L1

Alimentazione

S/L2

I

R

I

S

T/L3

I

T

E

R

E

E

S

T

W

11

W

12

R/L1

U/T1

S/L2

T/L3

V/T2

W/T3

I

I

U

V

I

W

E

U-V

E

V-W

U

W

01

V

Motore

W

02

W

E

W-U

Elemento da verificare

Punto di misurazione

Tensione alimentazione

Tensione da fase a fase tra R-S, S-T e T-R

E

I

(E

R

) (E

S

) (E

T

)

Corrente di alimentazione

I

I

Corrente elettrica di ingresso

W

I

Corrente R, S, T

(I

R

) (I

S

) (I

T

)

Tra R-S, S-T

(W

11

) + (W

12

)

6-6

Dispositivo di misurazione

Voltmetro a ferro mobile o

Voltmetro con raddrizzatore

Nota

Valore reale dell'onda fondamentale

Riferimento valore di misurazione

Corrente commerciale

(classe 200 V)

200... 240 V, 50/60 Hz

(classe 400 V)

380... 480 V, 50/60 Hz

Amperometro a ferro mobile

Tutti i valori reali

Wattometro elettrodinamico

Tutti i valori reali

Metodo con due wattometri

6-1 Ispezione e manutenzione

Elemento da verificare

Fattore di potenza di ingresso

Pf

I

Tensione di uscita

E

O

Corrente di uscita

I

O

Corrente elettrica di uscita

W

O

Fattore di potenza di uscita

Pf

O

Punto di misurazione Dispositivo di misurazione Nota

Calcolato dai valori misurati di tensione di alimentazione E

I alimentazione I

I

e corrente elettrica di ingresso W

I

.

, corrente di

Pf

I

=

3

W

I

E

I

I

I

×

100 (%)

Tra U-V, V-W, W-U

(E

U

) (E

V

) (E

W

)

Corrente U, V, W

(I

U

) (I

V

) (I

W

)

Tra U-V, V-W

(W

01

) + (W

02

)

Voltmetro con raddrizzatore

Tutti i valori reali

Voltmetro a ferro mobile

Riferimento valore di misurazione

Wattometro elettrodinamico

Tutti i valori reali

Metodo con due wattometri

Calcolato dai valori misurati di tensione di uscita E

O e corrente elettrica di uscita W

O

.

, corrente di uscita I

O

Pf o

=

3

W o

E o

I o

×

100 (%)

Tutti i valori reali

Nota 1: Per la tensione, utilizzare un dispositivo di misurazione che visualizzi i valori reali dell'onda fondamentale.

Per la corrente e l'energia elettrica, utilizzare un dispositivo di misurazione che visualizzi tutti i valori reali.

Nota 2: La forma d'onda di uscita dell'inverter, sotto il controllo PWM, può avere un margine di errore, specialmente alle basse frequenze.

Per ottenere misurazioni precise, utilizzare i dispositivi e i metodi di misurazione indicati sopra.

Nota 3: In molti i casi, i tester per uso generico non sono appropriati per questo tipo di misurazioni.

6

6-7

6

6-2 Stoccaggio

6-2 Stoccaggio

Assicurarsi che vengano rispettate le seguenti condizioni quando si deve immagazzinare l'inverter per brevi o lunghi periodi dopo l'acquisto.

•Assicurarsi che vengano rispettate le seguenti condizioni quando si deve imballare l'inverter per il trasporto.

Temperatura di stoccaggio : -20

°C... 60°C

Umidità : 20%... 90% RH

(Senza condensa o formazione di ghiaccio a causa dei bruschi cambi di temperatura)

•Non immagazzinare l'unità in luoghi polverosi, alla luce diretta del sole oppure in presenza di gas corrosivi o combustibili.

•Il condensatore di filtro dell'inverter si deteriora se non viene utilizzato per lungo tempo, anche senza essere alimentato, e dura di meno.

6-8

Capitolo 7

Caratteristiche

7-1 Elenco delle caratteristiche standard ............ 7-2

7-2 Metodo di misurazione della tensione di uscita............................................................. 7-6

7-3 Dimensioni........................................................ 7-7

7-4 Opzioni .............................................................. 7-13

7

7-1 Elenco delle caratteristiche standard

7Caratteristiche

7-1 Elenco delle caratteristiche standard

„

Classe 200 V trifase

Voce

Nome modello (JX-)

Potenza motore applicabile

*1 kW

HP

Potenza di uscita nominale (kVA)

200 V

240 V

Tensione di ingresso nominale

Filtro integrato

Corrente nominale di ingresso (A)

Tensione di uscita nominale

*2

Corrente di uscita nominale (A)

Peso [kg]

Metodo di raffreddamento

Coppia frenante

Con tempo di decelerazione breve

*3

Con retroazione del condensatore

Frenatura ad iniezione c.c.

Classe 200 V trifase

A2002 A2004 A2007 A2015 A2022 A2037 A2055 A2075

0,2 0,4 0,75 1,5 2,2 3,7 5,5 7,5

1/4

0,4

0,5

1/2

0,9

1

1,3

2

2,4

1,0 1,6 2,9 4,1 6,6 9,9

Trifase (3 fili) da 200 V -15% a 240 V +10%, 50/60 Hz ±5%

-

3

3,4

5

5,5

7,5

8,3

3,4 5,2 9,3 13,0 20,0 30,0

10

11,0

13,3

1,8

1,4

0,8 0,9 1,1

Raffreddamento automatico

2,4 2,4 4,2

Raffreddamento ad aria forzata

40,0

Trifase: da 200 a 240 V (proporzionale alla tensione di ingresso)

2,6 4,0 7,1 10,0 15,9 24,0 32,0

2,2 4,2

Circa 20%

Circa 50% Circa 20%...40%

Frequenza/tempo di frenatura a iniezione, forza di frenatura variabile, controllo frequenza disponibile

„

Classe 400 V trifase

Voce

Nome modello (JX-)

Potenza motore applicabile

*1

Potenza di uscita nominale (kVA) kW

HP

380 V

480 V

Tensione di ingresso nominale

Filtro integrato

Corrente nominale di ingresso (A)

Tensione di uscita nominale

*2

Corrente di uscita nominale (A)

Peso [kg]

Metodo di raffreddamento

Coppia frenante

Con tempo di decelerazione breve

*3

Con retroazione del condensatore

Frenatura ad iniezione c.c.

A4004

0,4

1/2

0,9

1,2

A4007

0,75

1

Classe 400 V trifase

A4015 A4022 A4040

1,5

2

2,2

3

4,0

5

A4055

5,5

7,5

1,6

2,0

2,5

3,1

3,6

4,5

5,6

7,1

8,5

10,8

Trifase (3 fili) da 380 V -15% a 480 V +10%, 50/60 Hz ±5%

Filtro EMC (categoria EN61800-3 C3)

A4075

7,5

10

10,5

13,3

2,0 3,3 5,0 7,0 11,0 16,5

Trifase: da 380 a 480 V (proporzionale alla tensione di ingresso)

20,0

1,5

1,5

2,5

2,3

Raffreddamento automatico

3,8

2,4

5,5

2,4

8,6

2,4

13,0

4,2

Raffreddamento ad aria forzata

16,0

4,2

Circa 50% Circa 20%... 40% Circa 20%

Frequenza/tempo di frenatura a iniezione, forza di frenatura variabile, controllo frequenza disponibile

7-2

7-1 Elenco delle caratteristiche standard

„

Classe 200 V monofase

Voce

Nome modello (JX-)

Potenza motore applicabile

*1 kW

HP

200 V

Potenza di uscita nominale (kVA)

240 V

Tensione di ingresso nominale

Filtro integrato

Corrente nominale di ingresso (A)

Tensione di uscita nominale

*2

Corrente di uscita nominale (A)

Peso [kg]

Metodo di raffreddamento

AB002

0,2

1/4

0,4

0,5

AB004

0,4

1/2

0,9

Classe 200 V monofase

AB007

0,75

1

1,3

AB015

1,5

2

2,4

1,0 1,6 2,9

Monofase da 200 V -15% a 240 V +10%, 50/60 Hz ±5%

AB022

2,2

3

3,4

4,1

Filtro EMC (categoria EN61800-3 C1)

È disponibile anche il modello senza il filtro EMC integrato

1,8 3,4 5,2 9,3 13,0

Trifase: da 200 a 240 V (proporzionale alla tensione di ingresso)

1,4

0,8

2,6

0,9

Raffreddamento automatico

4,0

1,5

7,1

2,3

10,0

2,4

Raffreddamento ad aria forzata

Coppia frenante

Con tempo di decelerazione breve

*3

Con retroazione del condensatore

Frenatura ad iniezione c.c.

Circa 50% Circa 20%... 40%

Frequenza/tempo di frenatura a iniezione, forza di frenatura variabile, controllo frequenza disponibile

*1. Il motore applicabile è un motore standard trifase. Per utilizzare qualsiasi altro tipo di motore, assicurarsi di non superare la capacità dell'inverter.

*2. La tensione di uscita diminuisce a seconda del livello della tensione di alimentazione.

*3. La coppia frenante al momento della retroazione del condensatore è una coppia media di decelerazione in base al tempo più breve di decelerazione (quando si arresta da 50 Hz) e non una coppia di rigenerazione continua. Inoltre, la coppia di decelerazione media varia in base alla perdita del motore. Il valore si riduce durante il funzionamento con valori di frequenza superiori a 50 Hz. Notare che nell'inverter non è integrato alcun circuito di frenatura di rigenerazione. Se si ha bisogno di una coppia di rigenerazione più elevata, utilizzare l'unità di frenatura di rigenerazione e la resistenza opzionale disponibili. L'unità di frenatura di rigenerazione deve essere utilizzata solo per la rigenerazione in tempi brevi.

7

7-3

7

7-1 Elenco delle caratteristiche standard

„

Specifiche comuni

Voce

Grado di protezione

Metodo di controllo

Intervallo frequenza di uscita

*1

Semichiuso (IP20)

Caratteristiche

PWM di modulazione sinusoidale da fase a fase

0,5... 400 Hz

Tolleranza frequenza

*2

Risoluzione impostazioni di frequenza

Caratteristiche tensione/ frequenza

Comando digitale: ±0,01% della frequenza max

Comando analogico: ±0,4% della frequenza max. (25

°C ± 10°C)

Impostazione digitale: 0,1 Hz

Impostazione analogica: frequenza max. /1000

Caratteristiche V/f (costante/coppia ridotta)

Valore nominale corrente di sovraccarico

150% per 1 min

Tempo di accelerazione/ decelerazione

Intervallo modifica frequenza portante

0,01... 3000 s (selezione linea/curva), seconda impostazione accelerazione/ decelerazione disponibile

2... 12 kHz

Frenatura ad iniezione c.c.

Inizia a una frequenza più bassa della frequenza di decelerazione impostata tramite il comando STOP, a un valore impostato più basso del valore corrente durante il funzionamento oppure tramite un ingresso esterno. (Livello e valore temporale impostabili.)

Funzioni di protezione

Sovracorrente, sovratensione, sottotensione, funzione termica elettronica, errore temperatura, errore di terra per sovracorrente con macchina accesa, limite sovraccarico, sovratensione in ingresso, avaria esterna, errore memoria, errore

CPU, blocco USP, errore di comunicazione, protezione da sovratensione durante la decelerazione, protezione da momentanea interruzione dell'alimentazione, arresto di emergenza

Segnale console di programmazione

Impostazioni della frequenza

Avanti/

Indietro

Marcia/

Arresto

Impostazione con potenziometro FREQ e tasti di incremento/decremento sulla console di programmazione, resistenza variabile da 1 a 2 k

Ω (2 W), da 0 a 10 Vc.c.

(impedenza di ingresso 10 k

Ω), da 4 a 20 mA (impedenza di ingresso 250 Ω), comunicazione tramite porta RS-485 (comunicazione ModBus).

Gli ingressi simultanei di O/OI non sono ammessi. Inoltre, non collegare le linee di segnale per gli ingressi O e OI simultaneamente.

Direzione avanti/arresto tramite i tasti RUN e STOP/RESET (selezione dei parametri per la direzione avanti o indietro), direzione contraria/arresto disponibile al momento dell'allocazione dell'ingresso multifunzione (selezionabile da 1NO o 1NC), marcia/ arresto tramite la comunicazione esterna.

Ingresso multifunzione

FW (avanti), RV (indietro), CF1...CF4 (multivelocità), JG (jog), DB (frenatura ad iniezione c.c. esterna), SET (2a funzione), 2CH (selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi), FRS (corsa libera), EXT (errore esterno),

USP (funzione USP), SFT (soft lock), AT (selezione funzione ingresso analogico di corrente), RS (reset), PTC (ingresso termistore), STA (avvio 3 fili), STP (arresto

3 fili), F/R (avanti/indietro 3 fili), PID (selezione PID), PIDC (PID reset integrale),

UP (UP della funzione UP/DWN ), DWN (DWN della funzione UP/DWN), UDC

(annullamento dati della funzione UP/DWN), OPE (modalità OPE forzata), ADD

(addizione della frequenza), F-TM (morsettiera forzata), RDY (operazione disponibile), SP-SET (impostazione speciale), EMR (spegnimento di emergenza)

7-4

7-1 Elenco delle caratteristiche standard

Voce

Uscita multifunzione

Monitor frequenza

Caratteristiche

RUN (segnale di marcia), FA1 (segnale raggiungimento frequenza), FA2 (segnale raggiungimento frequenza eccessivo), OL (segnale avviso sovraccarico), OD

(segnale deviazione eccesso PID), AL (uscita allarme), DC (segnale rilevamento disconnessione ingresso analogico), FBV (uscita stato FB PID), NDc (errore di rete),

LOG (risultato operazione logica), ODc (non utilizzare), LOC (segnale rilevamento carico leggero)

Uscita analogica (da 0 a 10 Vc.c., 1 mA max)

I segnali di frequenza/corrente sono selezionabili tramite il terminale di uscita AM.

Uscita a relè

Vibrazione

I segnali di uscita a relè (contatto SPDT) corrispondenti all'uscita multifunzione.

Funzione AVR, selezione caratteristiche V/f, limite superiore/inferiore, funzionamento a 16 velocità, regolazione frequenza di avvio, comando di jog, regolazione frequenza portante, controllo PID, frequenza di salto, regolazione polarizzazione/guadagno analogico, accelerazione/decelerazione curva a S, regolazione caratteristiche termico elettroniche/livello, funzione di riavvio, incremento della coppia semplificato, monitor blocchi, funzione soft lock, display conversione della frequenza, funzione USP, seconda funzione di controllo, velocità rotazione motore UP/DOWN, funzione soppressione sovracorrente

Temperatura ambiente

-10

°C... 50°C (frequenza portante e corrente di uscita devono essere ridotte a temperature superiori a 40

°C.)

Temperatura di stoccaggio -20

°C... 65°C (temperatura a breve termine durante il trasporto)

Umidità 20%... 90% di umidità relativa

5,9 m/s

2

(0,6G), 10...55 Hz (compatibile con il metodo di verifica specificato in JIS

C0040 (1999).)

Posizione Altitudine massima 1.000 m; all'interno (in assenza di gas corrosivi o polvere)

Standard applicabili

Opzioni

Conforme agli standard UL, cUL, CE. (Distanza isolamento)

Filtro antidisturbo, reattanza c.a./c.c., unità di frenatura di rigenerazione, resistenze e così via

*1. Per utilizzare il motore con frequenze superiori a 50/60 Hz, contattare il produttore del motore per determinare il numero massimo di rotazioni consentito.

*2. Per il controllo stabile del motore, la frequenza di uscita può superare la frequenza massima impostata in

A004 (A204) di 2 Hz al massimo.

7

7-5

7-2 Metodo di misurazione della tensione di uscita

7-2 Metodo di misurazione della tensione di uscita

Metodo di misurazione della tensione di uscita

7

*

R/L1

S/L2

T/L3

U/T1

V/T2

W/T3

Motore

Diodo da 600 V, 0,01 A min.

(classe 200 V)

1000 V 0,1 A min.

(classe 400 V)

220 k

Ω

2 W

Vc.c.

Valore reale dell'onda fondamentale: Vc.a. = 1,1 × Vc.c.

* Per i simboli dei terminali JX-AB†††, utilizzare L1 e N.

7-6

7-3 Dimensioni

„

JX -A2002

AB002

80

67

5

5

7-3 Dimensioni

7

7-7

7-3 Dimensioni

„

JX -A2004

AB004

80

67

5

7

5

7-8

„

JX -A2007

80

67

5

5

7-3 Dimensioni

7

7-9

7-3 Dimensioni

„

JX -A4004

-AB007

110

98

5

7

5

7-10

„

JX -A2015/A2022/A2037

-A4007/A4015/A4022/A4040

-AB015/AB022

110

98

5

5

7-3 Dimensioni

7

7-11

7

7-3 Dimensioni

„

JX -A2055/A2075

-A4055/A4075

180

164

6

7-12

7-4 Opzioni

7-4 Opzioni

Filtro antidisturbo EMC compatibile (AX-FIJ††††-RE)

„

Dimensioni

W installazioni unità

L X

H Y

„

Caratteristiche

Alimentazione

Inverter applicato

Riferimento filtro

Corrente nominale

Max

Tensione nominale

Corrente di dispersione

Nom/Max

Dimensioni esterne

L x W x H

(mm)

Dimensioni montaggio

X x Y

(mm)

Fissaggio

P

(Kg)

Trifase

200

Vc.a.

Trifase

400

Vc.a.

JX-A2002

JX -A2004

JX -A2007

JX-A2015

JX-A2022

JX-A2037

JX-A2055

JX-A2075

JX -A4004

JX-A4007

JX-A4015

JX-A4022

JX-A4040

JX-A4055

JX-A4075

AX-FIJ2006-RE

AX-FIJ2020-RE

AX-FIJ2040-RE

AX-FIJ3005-RE

AX-FIJ3011-RE

AX-FIJ3020-RE

6

20

40

5 A

11 A

20 A

250 V

250 V

250 V

480 V

480 V

480 V

-

-

193 x 81 x 50

226 x 112 x 47

289 x 182 x 55

0,3/40mA 226 x 112 x 45

0,3/40mA 226 x 112 x 45

0,3/40mA 289 x 182 x 50

183 x 57

216 x 88

279 x 150

216 x 88

216 x 88

279 x 150

M4

M4

M5

M4

M4

M5

1

1,3

2,3

0,9

1,1

1,7

7-13

7

7-4 Opzioni

„

Reattanza c.a. di ingresso (AX-RAI††††††††)

„

Dimensioni

7

„

Caratteristiche

Inverter JXapplicabile

A2002... A2015

A2022... A2037

A2055... A2075

A4004... A4015

A4022... A4040

A4055... A4075

Riferimento

A B2

Dimensioni

C2 D E F

AX-RAI02800080-DE 120 70 120 80

AX-RAI00880175-DE 120 80 120 80

52 5,5

62 5,5

AX-RAI00350335-DE 180 85 190 140 55

AX-RAI07700042-DE 120 70 120 80 52

6

5,5

AX-RAI03500090-DE 120 80 120 80

AX-RAI01300170-DE 120 80 120 80

62

62

5,5

5,5

Reattanza c.c. (AX-RC††††††††)

„

Dimensioni

Peso

Kg

1,78

2,35

5,5

1,78

2,35

2,50

Caratteristiche

Induttanza

(mH)

Valore corrente

(A)

2,8

0,88

0,35

7,7

8,0

17,5

33,5

4,2

3,5

1,3

9,0

17,0

7-14

7-4 Opzioni

„

Caratteristiche

Tensione

200 V

400 V

Uscita motore kW max applicabile

0,2... 0,7

1,5 - 2,2

3,7

5,5 - 7,5

0,4 - 0,7

1,5 - 2,2

4

5,5 - 7,5

Riferimento

AX-RC

AX-RC

AX-RC

AX-RC

AX-RC

AX-RC

AX-RC

AX-RC

A

B

Dimensioni

C D E F

Caratteristiche

Induttanza

(mH)

Regolatore

(A)

In fase di sviluppo

(Contattare il rappresentante Omron)

Peso

Kg

Reattanza a.c. di uscita (AX-RAO††††††††)

7

Inverter JXapplicabile

Riferimento

A

Dimensioni

B2 C2 D E F

A2/B002... A2/B004 AX-RAO11500026-DE 120 70 120 80

A2/B007 AX-RAO07600042-DE 120 70 120 80

A2/B015

A2/B022

A2037

A2055

AX-RAO04100075-DE 120

AX-RAO03000105-DE 120

80

80

120

120

80

80

52

52

5,5

5,5

62 5,5

62 5,5

AX-RAO01830180-DE 180 85 190 140 55

AX-RAO01150220-DE 180 85 190 140 55

6

6

A2075

A4004... A4015

A4022

A4040

A4055

A4075

AX-RAO00950320-DE 180 85 205 140 55

AX-RAO16300038-DE 120 70 120 80

AX-RAO11800053-DE 120 80 120 80

AX-RAO07300080-DE 120 80 120 80

52

52

62

AX-RAO04600110-DE 180 85 190 140 55

AX-RAO03600160-DE 180 85 205 140 55

6

5,5

5,5

5,5

6

6

Peso

Kg

6,5

1,78

2,35

2,35

5,5

6,5

1,78

1,78

2,35

2,35

5,5

5,5

Caratteristiche

Induttanza

(mH)

11,50

7,60

Corrente

(A)

2,6

4,2

4,10

3,00

1,83

1,15

0,95

16,30

11,80

7,30

4,60

3,60

7,5

10,5

16,0

22,0

32,0

3,8

5,3

8,0

11,0

16,0

7-15

7-4 Opzioni

Toroide (Anello di ferrite) di uscita (AX-FEM††††-RE)

„

Dimensioni

X

W Y

Ø m

L

H

Ø d

7

„

Caratteristiche

Riferimento

AX-FEM2102-RE

AX-FEM2515-RE

Diamentro

D

21

25

Motore

(KW)

< 2,2

L

85

W

22

< 15 105 25

Dimensioni

H

46

62

X

70

90

Y

-

-

Console di programmazione (3G3AX-OP01)

m

5

5

(7)

10

Peso

Kg

0,1

0,2

2,7

Display dati

Comando RUN

Spia LED

Tasti funzione

Potenziometro

FREQ

2-M3 Profondità 5

2-f4

20,5

18

Dimensioni della mascherina di montaggio del pannello

Dimensioni esterne Altezza (55 mm) × Larghezza (70 mm) × Profondità (10 mm)

7-16

Appendice

Appendice-1 Elenco dei parametri ............................. App-2

Appendice-2 Curva della durata del prodotto ...........App-18

Appendice-1 Elenco dei parametri

AppAppendice

Appendice-1 Elenco dei parametri

Modalità monitor (d†††) / Modalità funzione di base (F†††)

N. parametro

Nome

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione) d001 d002 d003 d004 d005 d006 d007 d013 d016 d017

Monitoraggio frequenza di uscita

Monitoraggio corrente di uscita

0,0... 400,0

0,0... 999,9

Monitoraggio direzione rotazione

Monitoraggio valore di retroazione PID

Monitoraggio ingresso multifunzione

Monitoraggio uscita multifunzione

Monitoraggio frequenza di uscita

(dopo la conversione)

F: avanti o: arresto r: indietro

0,00... 99,99

100,0... 999,9

1000... 9999

(Abilitato quando è selezionata la funzione PID)

5 4 3 2 1

AL2 11

ON

OFF

ON

OFF

Esempio:

Terminale

4, 2: ON

Terminale

5, 3, 1: OFF

Esempio:

Terminale 11: ON

Terminale AL2:

OFF

0,00... 99,99

100,0... 999,9

1000... 9999

1000... 3996 (10000... 39960)

(Frequenza di uscita × fattore di conversione di b086)

Monitoraggio tensione di uscita

0. ... 600

Tempo di esecuzione totale

Monitoraggio tempo di esercizio

0. ... 9999

1000... 9999

⎡100... ⎡999[h]

0. ... 9999

1000... 9999

⎡100... ⎡999[h] d018 d080

Monitoraggio temperatura dissipatore

Monitoraggio frequenza di errore d081

Monitoraggio errore 1

(il più recente) d082 Monitoraggio errore 2 d083 Monitoraggio errore 3

0,0... 200,0

0. ... 9999

Codice di errore (condizione occorrenza)

Frequenza di uscita [Hz]

[A] di esecuzione [h]

Tempo di attivazione [h]

→ Corrente di uscita

→ Tensione c.c. interna [V] → Tempo d102

Monitoraggio tensione c.c.

0,0... 999,9

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

Hz

A

V h h

°C

V

Valore impostato

App-2

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

Valore impostato d104

F001

F002 Tempo di accelerazione 1

F202

Monitoraggio funzione termica elettronica

Impostazione/ monitoraggio frequenza di uscita

0,0... 100,0

Frequenza di avvio su prima o seconda frequenza max

*Secondo tempo di accelerazione 1

F003 Tempo di decelerazione 1

F203

F004

*Secondo tempo di decelerazione 1

Selezione direzione di rotazione

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

00: avanti

01: indietro

10,0

10,0

10,0

10,0

00

No

%

Hz s s s s

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

Modalità di funzione estesa

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

A201

*Selezione seconda frequenza di riferimento

00: console di programmazione

(potenziometro FREQ)

01: terminale

02: console di programmazione (F001)

03: comunicazione ModBus

10: risultato funzionamento in frequenza

00

00

No

No

01: terminale

02: console di programmazione

03: comunicazione ModBus

A003 Frequenza di base 30. ... frequenza max. [A004]

30. ... frequenza max. [A204]

02

02

50.

50.

No

No

No

Hz

A004 Frequenza massima

A204

*Seconda frequenza massima

30. ... 400

50.

50.

No Hz

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-3

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

A005 Selezione O/OI

02: passa tra O/potenziometro FREQ tramite

AT terminale

03: passa tra OI/potenziometro FREQ tramite

AT terminale

04: solo ingresso O

05: solo ingresso OI

A011 Frequenza di avvio O 0,0 ... frequenza max.

0,0 ... frequenza max.

A013 Rapporto di avvio O 0. ... 100

A014 Rapporto di arresto O 0. ... 100

A015 Selezione di avvio O

00: frequenza di avvio esterna

(valore impostato A011)

01: 0 Hz

A016 Campionamento O, OI 1. ... 17

Impostazione predefinita

02

0,0

0,0

0.

100.

01

8.

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

No

No

No

No

No

No

No

Hz

Hz

%

% valore impostato

0,0/frequenza di avvio su Max frequenza 6,0 Sì Hz

A220

*Secondo comando

0 velocità multistep

0,0/ frequenza di avvio... seconda frequenza massima

6,0 Sì Hz

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-4

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

0,0/frequenza di avvio su Max frequenza

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

Impostazione predefinita

0,0

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

0,0 valore impostato

0,0

0,0

0,0

0,0

Sì Hz

0,0

A038 Frequenza di jog

A039

Selezione arresto jog

0,00/frequenza di avvio... 9,99

00: arresto corsa libera

01: arresto per decelerazione

02: arresto con frenatura a iniezione c.c.

6,00

00

No

Hz

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-5

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

00

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

00: solo coppia di Boost manuale

01: coppia di Boost automatico (semplice)

No -

00

A042

A242

A043

A243

A044

Tensione coppia di

Boost manuale

*Seconda tensione coppia di Boost manuale

Frequenza coppia di

Boost manuale

*Seconda frequenza coppia di Boost manuale

Selezione caratteristiche V/f

0,0... 20,0

0,0... 50,0

00: caratteristiche coppia costante (VC)

01: caratteristiche coppia ridotta

(potenza 1,7 di VP)

06: caratteristiche speciali coppia ridotta

(VP speciale)

5,0

0,0

2,5

0,0

00

00

No

%

%

-

100.

20. ... 100 Sì %

100.

A052

A053

A054

00: disabilitato

01: abilitato

02: controllo frequenza [valore impostato A052]

Frequenza di frenatura a iniezione c.c.

Tempo di ritardo frenatura ad iniezione c.c.

Alimentazione frenatura ad iniezione c.c.

0,0... 60,0

0,0... 5,0

0. ... 100

00

0,5

0,0

50

No

No

No

No

Hz s

%

0,0... 60,0 0,5 No s

A056

Selezione metodo di frenatura ad iniezione c.c.

00: funzionamento a margine

01: funzionamento a livello

01 No

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-6

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

0,0

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

0,0/limite inferiore di frequenza a frequenza massima

A261

*Secondo limite superiore di frequenza

A062

A262

Limite inferiore di frequenza

*Secondo limite inferiore di frequenza

A063 Frequenza di salto 1

A064

Ampiezza frequenza di salto 1

A065 Frequenza di salto 2

0,0/limite inferiore di frequenza a seconda frequenza massima

0,0/frequenza di avvio... limite superiore di frequenza

0,0/frequenza di avvio... secondo limite superiore di frequenza

Frequenza di salto: 0,0... 400,0

Ampiezza frequenza di salto: 0,0... 10,0

A067 Frequenza di salto 3

0,0

0,0

0,0

0,0

0,5

0,0

0,5

0,0

0,5

No

No

No

Hz

Hz

Hz

A071 Selezione PID

00: disabilitato

01: abilitato

A072 Guadagno P del PID 0,2... 5,0

A073 Guadagno I del PID 0,0... 150,0

A074 Guadagno D del PID 0,00... 100,0

A075 Scala PID 0,01... 99,99

00: OI

01: O

02: comunicazione RS485

10: uscita funzione operazione

00: OFF (Deviazione = valore di riferimento - valore di retroazione)

01: ON (Deviazione = valore di retroazione - valore di riferimento)

0,00... 100,0

00

1,0

1,0

0,0

1,00

00

00

No

No

No

No

⎯ s s

Tempo

0,0 No %

A081 Selezione AVR

00: sempre ON

01: sempre OFF

02: OFF durante la decelerazione

Classe 200 V: 200/215/220/230/240

Classe 400 V: 380/400/415/440/460/480

02

200/400

No

No

V

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-7

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo valore impostato

00 No -

00: funzionamento normale

01: funzionamento in modalità di risparmio energetico

A086

Risposta risparmio energetico/ regolazione precisione

0... 100

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

50 No %

15,00

15,00

Sì s

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

15,00

15,00

Sì s

A094

A294

A095

A295

A096

A296

Selezione del tempo di decelerazione/ accelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione del tempo di decelerazione/ accelerazione a 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di accelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di accelerazione 2 fasi

Selezione della frequenza del tempo di decelerazione a 2 fasi

*Seconda selezione della frequenza del tempo di decelerazione 2 fasi

00: commutazione tramite ingresso multifunzione 09 (2CH)

01: commutazione tramite impostazione

0,0... 400,0

0,0... 400,0

00

00

0,0

0,0

0,0

0,0

No

No

No

Hz

Hz

00: linea

01: curva a S

00: linea

01: curva a S

00

00

No

No

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-8

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

A101

A102

Frequenza di avvio

OI

0,0... 400,0

Frequenza di arresto

OI

0,0... 400,0

A103 Rapporto di avvio OI 0. ... 100

0. ... 100

A141

A142

Impostazione A ingresso frequenza di funzionamento

Impostazione B ingresso frequenza di funzionamento

00: usa frequenza di avvio OI [A101]

01: avvio a 0 Hz

00: console di programmazione (F001)

01: console di programmazione

(potenziometro FREQ)

02: ingresso O

03: ingresso OI

04: comunicazione RS485

A143 Selezione operatore

00: addizione (A + B)

01: sottrazione (A - B)

02: moltiplicazione (A × B)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

0,0 No Hz valore impostato

0,0 No Hz

0.

100.

01

No

No

No

%

%

01 No

02 No

00 No

0,0... 400,0 0,0 Sì Hz

A151

Frequenza di avvio VR

00: aggiunge il valore A145 alla frequenza di uscita

01: sottrae il valore A145 dalla frequenza di uscita

0,0... 400,0

0,0... 400,0

0. ... 100

00

0,0

0,0

0.

No

No

No

No

Hz

Hz

%

0. ... 100 100.

No %

A155

Selezione di avvio VR

00: usa frequenza di avvio VR [A151]

01: avvio a 0 Hz

01 No

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-9

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo b001

Selezione nuovo tentativo

00: allarme

01: avvio a 0 Hz

02: frequenza corrispondente a frequenza di avvio

03: avaria quando frequenza corrisponde a frequenza di arresto decelerazione

00 No

⎯ b002 b003 b004 b005 b011

Tempo ammesso per interruzione temporanea dell'alimentazione

Tempo di attesa nuovo tentativo

Interruzione momentanea dell'alimentazione/ avaria per caduta di tensione durante la fase di arresto

Selezione nuovo tentativo per interruzione temporanea dell'alimentazione

Frequenza di avvio a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

0,3... 25,0

0,3... 100,0

00: disabilitato

01: abilitato

00: 16 volte

01: nessun limite

00: frequenza all'interruzione

01: max. frequenza

02: frequenza impostata

1,0

1,0

00

00

00

No

No

No

No

No s s

⎯ b212 b013 b213

*Secondo livello di funzione termica elettronica

Selezione caratteristiche funzione termica elettronica

*Seconda selezione caratteristiche funzione termica elettronica

Da 0,2 × corrente nominale a 1,0 × corrente nominale

00: caratteristiche coppia ridotta 1

01: caratteristiche coppia costante

02: caratteristiche coppia ridotta 2

Corrente nominale

Corrente nominale

00

00

No

No

A

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-10

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro b221 b222 b023

Nome della funzione

*Seconda selezione limite di sovraccarico

*secondo livello limite sovraccarico

Parametro limite sovraccarico

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

00: disabilitato

01: abilitato per il funzionamento in accelerazione/velocità costante

02: abilitato per il funzionamento a velocità costante

Da 0,1 × corrente nominale a 1,5 × corrente nominale

0,1... 3000,0

Impostazione predefinita

01

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

No

01

1,5 × corrente nominale

1,5 × corrente nominale

1,0

No A valore impostato

No s

1,0

00 b228 b029

*Seconda selezione origine limite di sovraccarico

Velocità costante di decelerazione a frequenza attiva corrispondente a frequenza riavvio

00: valori impostati b022, b222

01: terminale di ingresso O

0,1... 3000,0

00

0,5

No

No

⎯ s b030

Frequenza attiva corrispondente a frequenza livello di riavvio

Da 0,2 × corrente nominale a 2,0 × per corrente nominale

Corrente nominale

No A b031 Selezione Soft Lock

00: non è possibile modificare i dati diversi da b031 se lo stato SFT del terminale è ON.

01: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato quando lo stato SFT del terminale è ON.

02: non è possibile modificare i dati diversi da b031.

03: non è possibile modificare i dati diversi da b031 e il parametro di frequenza impostato.

10: non è possibile modificare i dati diversi dai parametri modificabili durante il funzionamento.

01 No

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-11

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo b050 b051 b052 b053 b054 b055 b056

Selezione

Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tensione di avvio per Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione

Livello arresto decelerazione per

Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Tempo decelerazione per

Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Durata avvio decelerazione per

Funzionamento

Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea della tensione

Guadagno proporzionale protezione da sovratensione durante la decelerazione

Tempo integrale protezione sovratensione durante la decelerazione

00: disabilitato

01: abilitato (Arresto)

02: abilitato (Riavvio)

0,0... 1000

0,0... 1000

0,01... 99,99

100,0... 999,9

1000... 3000

0,0... 10,0

0,2... 5,0

0,0... 150,0 b080 Regolazione AM

0. ... 255

(Condiviso con C086 per regolazione offset AM) b082 Frequenza di avvio 0,5... 9,9 b083 Frequenza portante 2,0... 12,0

00

0,0

0,0

1,0

0,0

0,2

0,2

100.

1,5

3,0

No

No

No

No

No

No

No

V

V s

Hz

⎯ s

Hz kHz

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-12

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo b085

Selezione parametro inizializzazione

00: cancella i dati di monitoraggio avarie

01: inizializza i dati

02: cancella i dati di monitoraggio avarie e inizializza i dati

00

* Non modificare.

00

00

No

No

⎯ b086

Coefficiente conversione frequenza

0,1... 99,9 1,0 Sì

⎯ b089

Selezione monitoraggio b091 Selezione arresto

00: abilitato

01: disabilitato

00: avvio a 0 Hz

01: frequenza attiva corrispondente a frequenza di riavvio

01: monitoraggio frequenza di uscita

02: monitoraggio corrente di uscita

03: monitoraggio direzione rotazione

04: monitoraggio valori retroazione PID

05: monitoraggio ingresso multifunzione

06: monitoraggio uscita multifunzione

07: monitoraggio conversione frequenza

00: decelerazione

→ arresto

01: arresto corsa libera

00: sempre ON

01: ON durante l'esecuzione

02: dipende dalla temperatura del dissipatore

00: disabilitato

01: abilitato

00

00

01

00

01

00

No

No

No

No

No

⎯ b131 b133 b134 b140

Impostazione livello funzione arresto

LAD sovratensione

Selezione funzione protezione da sovratensione durante la decelerazione

Impostazione livello protezione da sovratensione durante la decelerazione

Funzione soppressione di sovracorrente

Classe 200 V: 330 ... 395.

Classe 400 V: 660 ... 790.

00: disabilitato

01: abilitato

Classe 200 V: 330 ... 395.

Classe 400 V: 660 ... 790.

00: disabilitato

01: abilitato

380/760

00

380/760

01

No

No

No

V

V

00: disabilitato

01: abilitato

00 No

⎯ b151

Selezione funzione pronto

00: disabilitato

01: abilitato

00 No

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

valore impostato

App-13

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo valore impostato

C201

C002

C202

C003

C203

C204

C205

*Seconda selezione ingresso multifunzione 1

Selezione ingresso multifunzione 2

*Seconda selezione ingresso multifunzione 2

Selezione ingresso multifunzione 3

*Seconda selezione ingresso multifunzione 3

*Seconda selezione ingresso multifunzione 4

*Seconda selezione ingresso multifunzione 5

00: FW (avanti)

01: RV (indietro)

02: CF1 (impostazione multivelocità in binario 1)

03: CF2 (impostazione multivelocità in binario 2)

04: CF3 (impostazione multivelocità in binario 3)

05: CF4 (impostazione multivelocità in binario 4)

06: JG (jog)

07: DB (frenatura a iniezione c.c. esterna)

08: SET (secondo controllo)

09: 2CH (selezione del tempo di decelerazione/accelerazione a 2 fasi)

11: FRS (arresto corsa libera)

12: EXT (errore esterno)

13: USP (funzione USP)

15: SFT (soft lock)

16: AT (commutazione ingresso analogico)

18: RS (ripristino)

19: PTC (ingresso termistore)

20: STA (avvio a 3 fili)

21: STP (arresto a 3 fili)

22: F/R (avanti/indietro a 3 fili)

23: PID (PID abilitato/disabilitato)

24: PIDC (PID integrale ripristinato)

27: UP (funzione UP/DWN accelerata)

28: DWN (funzione UP/DWN decelerata)

29: UDC (cancellazione dati funzione UP/DWN)

31: OPE (operatore forzato)

50: ADD (frequenza aggiuntiva)

51: F-TM (morsettiera forzata)

52: RDY (funzione pronto)

53: SP-SET (seconda funzione speciale)

64: EMR (spegnimento di emergenza

255: Nessuna funzione

*1. La funzione EMR viene impostata

*1

) forzatamente tramite l'interruttore S8 e non con parametri.

00

00

01

01

18

18

12

12

02

02

No

C011

C012

C013

C014

Selezione operazione ingresso multifunzione 1

Selezione operazione ingresso multifunzione 2

Selezione operazione ingresso multifunzione 3

Selezione operazione ingresso multifunzione 4

00: NO

01: NC

00

00

00

00

No

C015

Selezione operazione ingresso multifunzione 5

00

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-14

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

Impostazione predefinita

C021

C026

Selezione terminale di uscita multifunzione 11

Selezione funzione uscita a relè (AL2,

AL1)

C028 Selezione AM

00: RUN (segnale durante l'esecuzione)

01: FA1 (segnale raggiungimento velocità costante)

02: FA2 (segnale raggiungimento frequenza eccessivo)

03: OL (segnalazione di sovraccarico)

04: OD (deviazione PID eccessiva)

05: AL (uscita allarme)

06: Dc (rilevata disconnessione)

07: FBV (uscita stato FB PID)

08: NDc (errore di rete)

09: LOG (uscita operazione logica)

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC (segnale rilevamento carico leggero)

00: frequenza di uscita

01: corrente di uscita

C031

C036

C038

C039

Selezione contatto terminale 11 uscita multifunzione

Selezione contatto uscita a relè

(AL2, AL1)

Modalità uscita segnale carico leggero

Livello rilevamento carico leggero

00: contatto NO su AL2; contatto NC su AL1

01: contatto NC su AL2; contatto NO su AL1

00: abilitato durante la velocità di accelerazione/decelerazione/costante

01: abilitato solo durante la velocità costante

0,0... 2,0 × corrente nominale (impostazione

0,0: funzione disabilitata)

C241

00

05

00

00

01

01

Corrente nominale

Corrente nominale

Corrente nominale

C042

C043

*Secondo livello di segnalazione di sovraccarico

Frequenza di arrivo durante l'accelerazione

Frequenza di arrivo durante la decelerazione

0,0: nessun funzionamento

Da 0,1 × corrente nominale a 2,0 × corrente nominale

0,0... 400,0

0,0... 400,0

0,0... 100,0

0,0

0,0

3,0

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

No

No

No

No

No

No

No

No

No

A

Hz

Hz

% valore impostato

100

C053

Limite inferiore

PID FB

0,0... 100,0

0,0

No %

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-15

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

C070

C071

C072

C077

Selezione console di programmazione/

ModBus

Selezione velocità di comunicazione

(selezione velocità di trasmissione)

Selezione numero stazione di comunicazione

02: console di programmazione

03: ModBus

04: 4800 bps

05: 9600 bps

06: 19200 bps

1. ... 32

00: nessuna parità

01: pari

02: dispari

1: 1 bit

2: 2 bit

00: avaria

01: avaria dopo arresto decelerazione

02: da ignorare

03: corsa libera

04: arresto decelerazione

Timeout errore di comunicazione

0,00... 99,99

0. ... 1000

C081 Regolazione O 0,0... 200,0

Impostazione predefinita

Modifiche durante il funzionamento

Modulo valore impostato

02 No

04

1.

00

1

02

0,00

0.

100,0

No

No

No

No

No

No

No

⎯ s ms

%

C082 Regolazione OI 0,0... 200,0 100,0 Sì %

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-16

Appendice-1 Elenco dei parametri

N. parametro

Nome della funzione

Intervallo valori di monitoraggio o dati

(Console di programmazione)

0,0... 10,0

C091 Non utilizzato

C101 Selezione UP/DWN

C102 Selezione ripristino

C141

C142

C143

C144

Ingresso A funzione operazione logica

Ingresso B funzione operazione logica

Selezione operatore logico

Utilizzare "00"

*Non modificare.

00: non memorizza i dati sulla frequenza

01: memorizza i dati sulla frequenza

00: ripristino avaria all'accensione

01: ripristino avaria a macchina spenta

02: abilitato solo durante l'avaria (ripristinare all'accensione)

00: RUN (segnale durante l'esecuzione)

01: FA1 (segnale raggiungimento velocità costante)

02: FA2 (segnale raggiungimento frequenza eccessivo)

03: OL (segnalazione di sovraccarico)

04: OD (deviazione PID eccessiva)

05: AL (uscita allarme)

06: Dc (rilevata disconnessione)

07: FBV (uscita stato FB PID)

08: NDc (errore di rete)

10: ODc (non utilizzare)

43: LOC (segnale rilevamento carico leggero)

00: AND

01: OR

02: XOR

Ritardo ON terminale

11 di uscita

0,0... 100,0

0,0... 100,0

Impostazione predefinita

0,0

Modifiche durante il funzionamento

Modulo

Sì V

00

00

00

00

01

00

0,0

0,0

No

No

No

No

No

No

No

⎯ s s valore impostato

0,0... 100,0 0,0 No s

C149

Ritardo OFF uscita a relè

0,0... 100,0 potenza del motore Classe 200 V

0,2/0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/5,5/7,5

Classe 400 V

0,4/0,75/1,5/2,2/3,7/5,5/7,5

0,0

Impostazioni di fabbrica

Impostazioni di fabbrica

No

No s kW

H004

H204

Selezione del numero di poli del motore

*Seconda selezione del numero di poli del motore

6

8

2

4

4

4

No Polo

100 Sì %

0. ... 255

100 Sì %

* La seconda funzione viene visualizzata quando viene allocato SET(08) a uno dei parametri da C001 a C005.

App-17

Appendice-2 Curva della durata del prodotto

Appendice-2 Curva della durata del prodotto

Durata del condensatore di filtro dell'inverter

La temperatura di ambiente fa riferimento alla temperatura rilevata intorno all'inverter. Il grafico seguente mostra la curva della durata del prodotto.

Il condensatore di filtro, che si deteriora a causa della reazione chimica che deriva dalla temperatura dei componenti, deve essere sostituito normalmente ogni 5 anni. Tuttavia, se la temperatura di ambiente è alta oppure l'inverter viene utilizzato con un livello di corrente superiore alla corrente nominale, ad esempio in condizioni di sovraccarico, la durata dell'inverter si riduce sensibilmente.

Temperatura ambiente

50

(°C)

40

30

20

10

0

12 ore di funzionamento al giorno

24 ore di funzionamento al giorno

-10

1 2 3 4 5 6 7 8

Durata condensatore (anni)

9 10

Nota: la temperatura di ambiente fa riferimento alla temperatura rilevata intorno all'inverter oppure alla temperatura interna se l'inverter viene incassato oppure installato all'interno di un'area di piccole dimensioni, ad esempio un armadio.

App-18

Indice

Indice

Numeri

2CH (selezione del tempo di decelerazione/ accelerazione a 2 fasi) . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-27

,

4-49

A

ADD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-29

AL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57

AM . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-62 arrivo frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-56 avaria esterna . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-49

AVR . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-26

B

blocco soft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-35

,

4-50

C

caratteristiche coppia costante (VC) . . . . . . . . . . . . 4-15 caratteristiche coppia ridotta (VP) . . . . . . . . . . . . . . 4-15

CF1... CF4 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-47 coefficiente conversione frequenza . . . . . . . . . . . . . 4-41 comando di jog . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-14

,

4-47 controllo ventola di raffreddamento . . . . . . . . . . . . . 4-43 coppia di Boost . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-15

D

DB . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-18

,

4-47

Dc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-58

DWN . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53

E

EXT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-49

F

F/R . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-52

FA1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57

FA2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57

FBV . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-24 frenatura a iniezione c.c.

frenatura esterna a iniezione c.c.

. . . . . . . . . . 4-18 frenatura interna a iniezione c.c.

. . . . . . . . . . . 4-19 impostazione funzionamento in frequenza . . . 4-19 frequenza aggiuntiva (ADD) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-54 frequenza di arresto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-11 frequenza di avvio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-11

,

4-39 frequenza di base . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-9 frequenza di salto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-21 frequenza massima . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-9 frequenza massima di accelerazione . . . . . . . . . . . 4-30 frequenza portante . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-40

FRS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-42

F-TM . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-54 funzionamento a velocità multistep . . . . . . . . . . . . . 4-47

Indice-2

Funzionamento Continuo, funzione che interviene in caso di caduta momentanea di tensione . . . . . . 4-36 funzione arresto LAD sovratensione . . . . . . . . . . . 4-43 funzione avaria termistore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-51 funzione comunicazione (ModBus) . . . . . . . . . . . . 4-65 funzione di ingresso spegnimento di emergenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-46 funzione RDY (pronto) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43 funzione termica elettronica . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-32

FV/FI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-62

G

guadagno tensione di uscita . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-17

I

impostazione frequenza di uscita . . . . . . . . . . . . . . . 4-6 ingresso a 3 fili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-52 ingresso analogico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-10 ingresso multifunzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-44 inizializzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-41 interruzione momentanea dell'alimentazione/ avaria per sottotensione durante la selezione di arresto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-30

J

JG . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-14

L

limite di frequenza limite inferiore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-20 limite superiore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-20 limite sovraccarico/segnalazione di sovraccarico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-33

LOC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-60

LOG . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-59 logica NPN/sorgente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-12

M

metodo di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-15 monitoraggio conversione frequenza . . . . . . . . . . . 4-42 monitoraggio corrente di uscita . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2 monitoraggio direzione rotazione (RUN) . . . . . . . . . 4-2 monitoraggio errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5 monitoraggio frequenza di errore . . . . . . . . . . . . . . . 4-4 monitoraggio frequenza di uscita . . . . . . . . . . . . . . . 4-2 monitoraggio ingresso multifunzione . . . . . . . . . . . . 4-3 monitoraggio temperatura dissipatore . . . . . . . . . . . 4-4 monitoraggio tensione di uscita . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4 monitoraggio uscita multifunzione . . . . . . . . . . . . . . 4-3 monitoraggio valore di retroazione PID . . . . . . . . . . 4-2 morsettiera forzata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-54

N

NDc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-58

O

OD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-23

OL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34

OPE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-54 operatore forzato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-54

P

parametro di stabilizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-63

PID . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-22

PIDC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-25 prevenzione riavvio ripristino alimentazione . . . . . . 4-50

PTC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-51

R

RDY . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43

,

4-44 reset . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-50 riduzione automatica della frequenza portante . . . . 4-43 rilevamento carico leggero . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-60 rilevamento disconnessione ingresso analogico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-58 risparmio automatico dell'energia . . . . . . . . . . . . . . 4-26

RS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-50

RUN . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-55

S

seconda funzione di controllo e seconda funzione speciale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-47 segnalazione di sovraccarico . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-34 segnale durante l'esecuzione . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-55 segnale raggiungimento frequenza . . . . . . . . . . . . . 4-56 selezione arresto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-41 selezione comando RUN . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8 selezione contatto uscita a relè . . . . . . . . . . . . . . . . 4-61 selezione del tempo di decelerazione/ accelerazione a 2 fasi . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-27

,

4-49 selezione direzione rotazione tramite console di programmazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-7 selezione frequenza di riferimento . . . . . . . . . . . . . . 4-8 selezione monitoraggio modulo principale . . . . . . . 4-42 selezione nuovo tentativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-30 selezione tasto STOP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-41 selezione tensione AVR . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-26

Indice

selezione terminale di uscita NC/NO . . . . . . . . . . . 4-61 selezione uscita multifunzione . . . . . . . . . . . . . . . . 4-55 sequenza di accelerazione/decelerazione . . . . . . . 4-28

SET . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-47

SFT . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-35 soppressione sovracorrente . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-43

SP-SET . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-47

STA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-52

STP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-52

T

tempo ammesso per interruzione temporanea dell'alimentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-30 tempo di accelerazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-6 tempo di accelerazione 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-27 tempo di decelerazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-6 tempo di decelerazione 2 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-27 tempo di esecuzione totale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4 tempo di esercizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4 tentativo per interruzione momentanea dell'alimentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-30 terminale di ingresso NC/NO . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-44

U

UDC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53

UP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53

UP/DOWN . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-53 uscita analogica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-62 uscita di allarme . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-57 uscita multifunzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-61 uscita operazione logica (LOG) . . . . . . . . . . . . . . . 4-59

USP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-50

Indice-3

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement

Table of contents