Cod.97900620_EROGATORE ONICE e TOPAZIO

Cod.97900620_EROGATORE ONICE e TOPAZIO
ONICE
TOPAZIO
Libretto di Istruzioni e Manuale di Sanificazione
Gentile cliente,
La Lamborghini la ringrazia e si congratula per la sua scelta.
L’acqua è un elemento vitale e indispensabile. Il corpo umano è composto per il 70% di
acqua e ogni giorno, per essere in forma e disintossicarci, dovremmo berne almeno due litri.
Per questo, la cosa più importante da fare per la nostra salute, è assicurarsi della bontà e
della qualità dell’acqua che ogni giorno consumiamo.
Questo utile e funzionale erogatore è realizzato con le più moderne ed innovative tecnologie,
mediante materiali di prima qualità che sono stati sottoposti ad un rigoroso controllo di qualità
secondo i nostri standard aziendali. Tutti i materiali ed i componenti sono stati testati e
collaudati lungo tutto il processo di produzione in modo che possano soddisfare tutte le vostre
aspettative.
Per vostra comodità, questo manuale di istruzioni è suddiviso in due parti: una d’uso e
un’altra di installazione. La preghiamo quindi di leggere e rispettare queste semplici istruzioni
per poter garantire i migliori risultati già al primo uso dell’erogatore. Questo manuale contiene
importanti informazioni, non solo per quanto riguarda l’utilizzo, ma anche per la vostra
sicurezza e la manutenzione ed è parte integrante dell’apparecchio.
2
3
Sommario
1. Avvertimenti di Sicurezza ............................................................ 4
2. Normativa di riferimento e dichiarazione di conformità ........... 5
3. Identificazione dell’erogatore ...................................................... 6
3.1. Modelli disponibili ................................................................... 6
4. Scheda Tecnica ............................................................................. 7
5. Installazione................................................................................... 8
5.1. Posizionamento...................................................................... 8
5.2. Allacciamenti .......................................................................... 8
5.2.1. Collegamento alla rete dell’acqua potabile ................ 8
5.2.2. Collegamento alla rete elettrica di alimentazione ...... 9
6. Istruzioni per l’uso ...................................................................... 10
6.1. Interfaccia utente.................................................................. 10
6.2. Impostazione della temperatura........................................... 11
6.3. Primo Avviamento ................................................................ 11
7. Manutenzione .............................................................................. 12
7.1. Cicli di manutenzione ordinaria programmata ..................... 12
7.2. Messa in servizio o sostituzione della bombola CO2 ........... 12
7.2.1. Bombola monouso interna ....................................... 12
7.2.2. Bombola ricaricabile esterna.................................... 13
7.3. Sostituzione del filtro ............................................................ 13
7.4 Pulizia ................................................................................. 14
7.5 Sanificazione periodica dell’erogatore ................................. 15
8. Allarmi e segnalazioni guasti..................................................... 15
9. Considerazioni che potrebbero evitare le chiamate
al servizio tecnico ....................................................................... 16
10. Integrazione istruzioni per TOPAZIO “sottolavello” ............... 17
10.1. Installazione idraulica ………………………………………….. 17
10.2. Collegamento elettrico ………………………………………….17
10.3. Collegamento del rubinetto e funzione dei tasti ……………. 17
10.4. Regolazione della temperatura ……………………………… 18
10.5. Verifica del set …………………………………………………. 18
10.6. Segnalazioni e allarmi acustici ……………………………….. 18
10.7. Sostituzione filtro ……………………………………………… 19
10.8. Problemi, cause e rimedi ………………………………………. 19
11. Condizioni di garanzia…….………………………………………...19
3
1 Avvertimenti di sicurezza
•
Leggete attentamente questo manuale d’uso prima di utilizzare l’erogatore nelle
migliori condizioni di sicurezza.
•
Ai fini della vostra sicurezza e ai sensi della normativa in vigore, la riparazione del
prodotto deve essere effettuata da un tecnico qualificato o in un nostro centro di assistenza
autorizzato.
•
Installate l’erogatore in modo che venga garantita una adeguata ventilazione per il
raffreddamento dello stesso.
•
Non manipolate o manomettete i componenti interni dell’erogatore, in caso di cattivo
funzionamento contattate il servizio di assistenza tecnica Lamborghini.
• Conservate bene questo manuale d’uso e montaggio per poterlo consegnare insieme
all’erogatore se questo cambiasse proprietario.
•
Non collocate altri oggetti sopra all’erogatore.
•
Non collocate l’erogatore sopra ad altri oggetti.
•
Se ritenete che l’erogatore sia danneggiato, contattare il servizio di assistenza
tecnica Lamborghini.
•
In caso di guasto dell’erogatore, disconnettere la presa di alimentazione elettrica,
chiudere il rubinetto di alimentazione dell’acqua e contattare il servizio di assistenza tecnica
Lamborghini.
•
Eventuali interventi non specificati nel presente manuale sono da intendersi come
interventi specializzati e pertanto eseguibili unicamente da un tecnico qualificato o presso un
nostro centro di assistenza qualificato Lamborghini.
4
2 Normativa di riferimento e dichiarazione di
conformità
La Lamborghini dichiara che l’erogatore è stato realizzato in conformità alle prescrizioni
generali di sicurezza previste dalle normative comunitarie e nazionali.
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ CE
Identificazione del prodotto.
Prodotto:
Erogatore ONICE - TOPAZIO
Marchio:
Lamborghini Calor S.p.a.
Modello:
ONICE TOP - ONICE BASE e TOPAZIO TOP
Dichiarazione: Si dichiara che i prodotti sopra specificati sono conformi a
quanto prescritto dalla direttiva E.M.C. ( 89/336/ECC).
Standards applicati: CEI EN 61000-4-2-febbraio 1999 / CEI EN 61000-6-3ottobre 2002 CEI EN 61000-4-3 giugno 2003.
Lamborghini Calor S.p.a.
Data:
07.2008
5
3 Identificazione dell’erogatore
L’erogatore presenta sul lato posteriore una targa identificativa dove sono specificati:
•
il modello
•
il numero di serie
•
la tensione elettrica di alimentazione [V], la frequenza [Hz] e l’assorbimento [W]
•
la pressione massima della rete idrica a cui può essere allacciato l’erogatore [bar]
•
la pressione massima a valle del riduttore di pressione della bombola di CO2 [bar]
•
il tipo di refrigerante e la quantità espressa in grammi
•
il paese di fabbricazione
•
la marcatura comunitaria di conformità CE
La rimozione o comunque la manomissione della targa identificativa fa decadere
automaticamente la garanzia dell’erogatore.
3.1. Modelli disponibili
Gli erogatori sono prodotti nei modelli ONICE TOP - ONICE BASE –TOPAZIO TOP.
ONICE TOP
Completo di filtro e bombola CO2 da 600 gr.
Caratterizzato dalla presenza di tre pulsanti di erogazione:
1) acqua naturale a temperatura ambiente
2) acqua fredda gasata
3) acqua naturale fredda
ONICE BASE
Senza accessori
Caratterizzato dalla presenza di tre pulsanti di erogazione, come l’ONICE TOP.
TOPAZIO TOP
Completo di filtro e bombola CO2 da 600 gr.
Caratterizzato dalla presenza di un rubinetto a tre pulsanti di erogazione:
Pulsante Bianco 1) acqua naturale a temperatura ambiente
Pulsante Arancio 2) acqua fredda gasata
Pulsante Azzurro 3) acqua naturale fredda
6
4 Scheda Tecnica
TENSIONE DI ALIMENTAZIONE
230 V - 50 Hz - monofase
POTENZA ASSORBITA MASSIMA
230 W
TEMPERATURA AMBIENTALE DI ESERCIZIO
10-32 °C
COMPRESSORE POTENZA ASSORBITA
Ermetico 65W
GAS REFRIGERANTE QUANTITÀ
R134a 40g
CONDENSAZIONE ARIA VENTILATA
SI
TIPO POMPA ACQUA
Rotativa
SISTEMA DI GASATURA
Saturatore
TEMPERATURA MIN INGRESSO ACQUA
5 °C
TEMPERATURA MAX INGRESSO ACQUA
25 °C
TEMPERATURA ACQUA EROGATA
Regolabile 4-6-8 °C
PRODUZIONE ACQUA FREDDA E GASATA
6.5 l/h; ∆t = 10 °C
(Temp. Ambiente 25°C - Umidità 75%)
PRESSIONE DI ESERCIZIO IMPIANTO IDRICO MIN - MAX
1.5 - 5 bar
SERBATOIO ACQUA
INOX AISI 316L
CAPACITÀ
DISPOSITIVO ANTIALLAGAMENTO
Elettrovalvola di sicurezza in
ingresso acqua; Sensore
(opzionale).
PRESSIONE DI ESERCIZIO ANIDRIDE CARBONICA (CO2) MIN - MAX
3.5 - 6 bar
PESO NETTO (ESCLUSI ACCESSORI)
27 kg
PESO LORDO (ESCLUSI ACCESSORI)
30 kg
PESO CON IMBALLO
29 kg
DIMENSIONI EROGATORE LxPxH
240x420x370 mm
DIMENSIONI IMBALLO LxPxH
300x480x460mm
rilevatore
perdite
Cavo di alimentazione elettrico (2m), tubo di
allacciamento acqua 8x6 (4m), raccordo 3/8m per
allacciamento rete idrica, filtro acqua composito,
aggancio filtro, bombola monouso CO2 600gr,
riduttore di pressione CO2,
lampada UV 11W opzionale
ACCESSORI A CORREDO
LIVELLO DI PRESSIONE SONORA
48 dB(A) [ONICE]
LIVELLO DI POTENZA SONORA
62 dB(A) [ONICE]
TEMPERATURA DI IMMAGAZZINAGGIO
2 °C
7
5 Installazione
5.1. Posizionamento
L’erogatore dovrà essere collocato su di un piano adatto a sopportare il peso dell’erogatore
comprensivo di acqua (peso lordo - vedere scheda tecnica).
Il posizionamento dell’erogatore dovrà comunque consentire una sufficiente ventilazione, in
particolare le pareti posteriore e superiore dovranno avere uno spazio libero minimo per la
ventilazione di almeno 5÷7 cm. A tal fine l’erogatore non dovrà essere collocato in prossimità di
fonti di calore dirette o indirette (es. forni, termosifoni, stufe, macchine del caffè, ecc).
In prossimità dell’erogatore dovranno essere disponibili le prese per l’alimentazione elettrica ed
idrica rispondenti alle caratteristiche riportate nella scheda tecnica e collocate in modo che il cavo
elettrico ed il tubo dell’acqua non siano di intralcio.
Nel caso in cui l’erogatore, durante il trasporto o l’installazione, sia stato collocato in una posizione
diversa da quella verticale è necessario, dopo averlo collocato nella giusta posizione, attendere
almeno 24 ore prima di avviarlo.
5.2. Allacciamenti
5.2.1. Collegamento alla rete dell’acqua potabile
Per consentire un corretto funzionamento dell’erogatore nel tempo, non effettuare alcun tipo di
collegamento provvisorio. Inoltre i seguenti interventi andranno eseguiti da personale qualificato.
La presa per l’alimentazione idrica dell’erogatore dovrà essere costituita da una valvola di
intercettazione (rubinetto) e da una valvola di non ritorno.
Per il sicuro e corretto funzionamento dell’erogatore, l’alimentazione idrica dovrà soddisfare le
seguenti caratteristiche:
• assenza di sovrapressioni.
• valori della pressione in accordo con quanto riportato nella precedente scheda tecnica.
Nel caso in cui la pressione dell’impianto idrico superi i 4,5 bar, sarà necessario installare un
riduttore di pressione a valle della valvola di intercettazione, con pressione di taratura di 4 bar.
Per il collegamento alla rete idrica dell’erogatore, si dovranno utilizzare in via esclusiva tubi e
raccordi certificati per uso alimentare. I tubi ed i raccordi dati in dotazione soddisfano questo
requisito. Eventuali accessori opzionali, quali filtri e prefiltri da installare sulla linea di alimentazione
idrica a valle della valvola di intercettazione, dovranno essere certificati per uso alimentare.
Per una corretta installazione alla rete idrica si procede come segue:
• 1) si avvita sulla valvola di intercettazione il raccordo 3/8” x 8 per l’allacciamento del tubo di
alimentazione idrica in dotazione.
• 2) si avvita il raccordo girevole all’attacco filettato per l’alimentazione idrica presente sulla
macchina.
• 3) si collega il tubo per l’alimentazione idrica al raccordo sulla valvola di intercettazione.
• 4) si posiziona un recipiente idoneo all’estremità libera del tubo da inserire nell’erogatore e si apre
la valvola di intercettazione per spurgare e pulire il tubo e l’eventuale prefiltro esterno (se
presente) facendo uscire almeno 2 l di acqua. Eseguita questa operazione si chiude nuovamente
la valvola di intercettazione.
• 5) si collega l’estremità libera del tubo al raccordo girevole presente sull’erogatore.
• 6) si apre la valvola di intercettazione per verificare che non vi siano perdite dai raccordi
precedentemente montati.
8
Nel caso sia presente il prefiltro opzionale si procede come segue:
• si eseguono i precedenti punti da 1) a 3)
• si taglia il tubo di alimentazione idrica nel punto di inserimento del prefiltro.
• si inserisce il tubo di alimentazione lato valvola di intercettazione sul raccordo di ingresso del
prefiltro.
• si inserisce un estremità libera del tubo di alimentazione sul raccordo di uscita del prefiltro.
• si eseguono i precedenti punti da 4) a 6)
Se non è previsto l’utilizzo del filtro interno in dotazione standard, è comunque obbligatorio inserire
un unità di prefiltro in serie alla linea di alimentazione dell’acqua; nel caso non si ottemperi alla
presente prescrizione, il costruttore declina ogni responsabilità per le conseguenze derivanti.
In ogni caso si dovrà spurgare accuratamente qualsiasi unità filtrante da collegare all’erogatore e si
dovrà verificare la rispondenza della stessa alle normative di igiene e sicurezza vigenti e la
compatibilità della stessa con le caratteristiche tecniche dell’erogatore illustrate nella precedente
scheda tecnica.
Linee di alimentazione idrica di lunghezza superiore ai 4-5 metri andranno realizzate con tubo di
sezione maggiore. Il tubo in dotazione andrà utilizzato unicamente per raccordarsi all’erogatore e
agli eventuali accessori (filtri, prefiltri, ecc.) da disporsi sulla linea di alimentazione.
5.2.2. Collegamento alla rete elettrica di alimentazione
L’erogatore acquistato è conforme alle normative di sicurezza vigenti nell’Unione Europea e
pertanto dotato di marcatura CE.
Il costruttore dell’erogatore declina ogni
responsabilità per danni a persone o cose
derivanti da un collegamento dell’erogatore ad
una rete elettrica non conforme alla normativa e
legislazione vigente nel paese in cui viene
installato l’erogatore. In particolare la linea
elettrica a cui collegherete il vostro erogatore
dovrà essere dotata di interruttore differenziale ad
alta sensibilità (salvavita) con corrente di
intervento non superiore ai 30mA e di un impianto
di messa a terra in regola con la vigente
normativa e legislazione.
In ogni caso si dovrà verificare che le
caratteristiche della rete elettrica di alimentazione
soddisfino quelle dell’erogatore, riportate nella
scheda tecnica.
In caso di danneggiamento del cavo elettrico di
alimentazione, lo stesso andrà sostituito con uno
nuovo di analoghe caratteristiche. È vietato
tentare di riparare lo stesso.
Una volta eseguite le verifiche illustrate è possibile
inserire la spina femmina a sezione trapezoidale del cavo di alimentazione nell’opportuna sede
posta sul retro dell’erogatore (fig. 2).
Prima di inserire la spina di alimentazione elettrica dell’erogatore nella presa, aprire la
valvola di intercettazione idrica e la bombola di gas CO2 ed eseguire le istruzioni riportate
nel paragrafo Primo Avviamento.
9
6 Istruzioni per l’uso di ONICE
6.1. Interfaccia utente
Sulla parte superiore del pannello frontale dell’erogatore sono collocati i pulsanti di comando per
l’erogazione dell’acqua e le spie luminose che identificano lo stato di funzionamento dell’erogatore
(fig. 3: pulsantiera di comando); in condizioni di normale funzionamento la pulsantiera di comando
presenta una retro illuminazione di colore blu.
I simboli riportati sulla pulsantiera di comando fanno riferimento alle seguenti funzioni:
pulsante di erogazione dell’acqua naturale a temperatura ambiente.
pulsante di erogazione dell’acqua fredda e gasata.
pulsante di erogazione dell’acqua naturale fredda.
Tenendo premuti uno o più pulsanti di erogazione per un tempo superiore ai 60 secondi, si ha
l’interruzione dell’erogazione dell’acqua; rilasciando per almeno 4 secondi e premendo si ottiene
nuovamente l’erogazione.
Sul lato posteriore dell’erogatore (fig. 2) sono collocati il pulsante per l’accesso all’impostazione
della temperatura dell’acqua naturale fredda o fredda gasata e la sede per l’inserimento della smart
card (vedere paragrafo “Sostituzione del filtro”).
Sono inoltre possibili diverse gradazioni di gasatura combinando la pressione dei due pulsanti di
erogazione dell’acqua fredda e gasata ( °°° ) e dell’acqua naturale fredda (**).
La qualità della gasatura, oltre ad essere legata al raggiungimento della temperatura ottimale del
refrigeratore, dipende anche dalle caratteristiche fisiche dell’acqua utilizzata e dalla regolazione del
riduttore di pressione CO2.
10
6.2. Impostazione della temperatura
La temperatura può essere impostata a piacere su uno di tre livelli predefiniti (4°C - 6°C - 8°C).
L’impostazione avviene tenendo premuto il pulsante sul lato posteriore (fig. 2) dell’erogatore (fig. 2)
per un tempo superiore a 10 secondi e comunque fino a che non si spegne la retroilluminazione
blu della pulsantiera di comando (fig. 3). A questo punto, tenendo premuto il pulsante posteriore, la
temperatura può essere selezionata premendo o il pulsante con il simbolo (°°° ) o il pulsante con il
simbolo ( ** ), rispettivamente per l’abbassamento o l’innalzamento.
Il livello di temperatura è indicato dalla sequenza di accensione delle due spie luminose rosse:
Al rilascio del pulsante sul lato posteriore la nuova temperatura è impostata.
6.3. Primo avviamento
Dopo avere collegato l’erogatore alla rete idrica ed elettrica seguendo le istruzioni riportate nel
precedente paragrafo “Allacciamenti” si dovrà procedere secondo i seguenti punti:
• 1) Sganciare il frontale in plastica afferrandolo per il terminale di erogazione e tirandolo in avanti
(fig.7).
• 2) Avvitare la bombola interna del CO2 sul riduttore di pressione (vedere paragrafo “Apertura o
sostituzione della bombola CO2”).
• 3) Riagganciare il frontale inserendolo prima nei 2 piolini sul lato inferiore e successivamente
premendolo verso l’alto.
• 4) Mettere un contenitore di adeguate dimensioni sotto il terminale di erogazione.
• 5) Aprire la valvola di intercettazione idrica.
• 6) Inserire la spina di alimentazione elettrica nella relativa presa.
• 7) Premere immediatamente il pulsante ( = ) di erogazione dell’acqua naturale e mantenerlo
premuto fintanto che dal terminale di erogazione non saranno usciti almeno 3 litri di acqua.
• 8) Premere il tasto ( ** ) acqua naturale fredda e mantenerlo premuto fintanto che dal terminale
di erogazione non saranno usciti almeno 3 litri d’acqua,
• 9) Premere il pulsante ( °°° ) di erogazione dell’acqua gasata e mantenerlo premuto per almeno
10 secondi fino a che non uscirà acqua.
• 10) Attendere 5 minuti ed erogare almeno 3 litri di acqua per ogni tipologia.
Dal momento del collegamento dell’erogatore alla rete elettrica sono necessarie circa 2 ore per
ottenere una gasatura ottimale (senza aver nel frattempo prelevato acqua fredda o gasata).
11
7 Manutenzione
Tutte le operazioni di manutenzione da eseguirsi sull’erogatore dovranno essere effettuate ad
erogatore spento con le alimentazioni idriche ed elettriche disinserite. In particolare si dovrà avere
particolare cura di estrarre la spina di alimentazione elettrica dalla presa elettrica.
Interventi non autorizzati e/o effettuati da personale non qualificato sull’erogatore durante il periodo
di validità della garanzia, faranno automaticamente decadere la stessa.
L’acquirente e/o utente potrà eseguire soltanto gli interventi specificatamente indicati nel presente
manuale. Il costruttore declina ogni responsabilità per interventi eseguiti dall’acquirente e/o utente
al di fuori di quanto specificatamente indicato nel presente manuale. Interventi non
specificatamente indicati nel presente manuale effettuati dall’acquirente e/o utente durante il
periodo di garanzia dell’erogatore potranno determinare l’automatica decadenza della stessa.
Gli interventi che dovessero risultare necessari e non specificatamente indicati nel presente
manuale potranno essere eseguiti soltanto dal Centro di Assistenza Tecnica o dal Rivenditore
autorizzato Lamborghini.
7.1. Cicli di manutenzione ordinaria programmata (HACCP)
Nella seguente tabella sono illustrati gli interventi di manutenzione ordinaria programmata da
eseguirsi secondo i periodi indicati.
Tali periodi si riferiscono alle condizioni normali di utilizzo previste nella scheda tecnica. Condizioni
di utilizzo più gravose possono determinare una riduzione degli intervalli di tempo previsti.
CICLI DI MANUTENZIONE ORDINARIA PROGRAMMATA (HACCP)
COMPONENTE
TIPO DI
INTERVENTO
Involucro esterno e pannello frontale
Pulizia
Erogatore
Sanificazione
Filtro acqua
Sostituzione
Lampada UV
Sostituzione
Terminale di erogazione
Sanificazione
Condensatore frigorifero
Pulizia
PERIODICITÀ DEGLI INTERVENTI
Quotidiana Settimanale Semestrale Annuale
X
X
X
X
X
X
7.2. Messa in servizio o sostituzione della bombola CO2
7.2.1. Bombola monouso interna
La messa in servizio o la sostituzione, una volta esaurita, della bombola di CO2 monouso interna
all’erogatore, arà effettuata secondo i seguenti passaggi:
• 1) Tenere saldamente con una mano il riduttore di pressione (fig. 4). Con l’altra mano avvitare
completamente la bombola di CO2 tenendola in posizione verticale, facendola ruotare in senso
orario (messa in servizio) o in senso antiorario (sostituzione). Un eventuale sfiato di gas durante
le operazioni di messa in servizio o sostituzione è da ritenersi normale. Non è invece da ritenersi
normale uno sfiato continuo dopo che la bombola è stata avvitata a fondo (messa in servizio).
• 2) Inserire la bombola del CO2 nel suo alloggio e bloccarla con l’apposita fascetta a strappo.
Durante le fasi di messa in servizio o sostituzione della bombola di CO2 è necessario verificare
che il tubetto collegato al riduttore di pressione non rimanga tirato o schiacciato.
12
• 3) Dopo circa 2 ore dall’avviamento, l’erogatore è pronto per l’erogazione.
N.B.: la corretta posizione per la messa in servizio o la sostituzione della bombola di CO2 è quella
verticale con il riduttore di pressione sopra e la bombola sotto.
ATTENZIONE: l’esposizione al getto della CO2 può provocare ustioni dovute alla
bassissima temperatura di fuoriuscita del gas; è pericoloso toccare o esporsi in prossimità
dei punti di eventuale fuoriuscita
7.2.2. Bombola ricaricabile esterna
Per garantire una maggiore autonomia di erogazione dell’acqua gasata, è possibile sostituire la
bombola di CO2 monouso interna all’erogatore, con una bombola esterna ricaricabile di capacità
notevolmente superiore (fig. 5). Non è possibile fornire dati esatti sull’autonomia delle bombole in
quanto questo dipende dall’utilizzo dell’acqua gasata, dalle caratteristiche e dalla temperatura della
stessa. La messa in servizio della bombola di CO2 esterna ricaricabile sarà effettuata secondo i
seguenti passaggi:
• 1) Estrarre il tubo della CO2 dal riduttore di pressione ed inserirlo nell’apposito giunto già presente
all’interno dell’erogatore (fig. 6).
• 2) Avvitare l’adattatore (optional) per la bombola di CO2 esterna al riduttore di pressione in
dotazione e serrarlo con forza.
• 3) Inserire il nuovo tubo della CO2 di adeguata lunghezza nella sede del riduttore di pressione e
nell’attacco per la bombola esterna presente sul lato posteriore dell’erogatore (fig. 2).
• 4) Avvitare la ghiera zigrinata dell’adattatore montato sul riduttore di pressione alla filettatura del
rubinetto della bombola esterna di CO2 serrandola a mano.
• 5) Aprire il rubinetto della bombola e controllare che non vi siano perdite, utilizzando acqua
saponata.
7.3. Sostituzione del filtro
L’erogatore viene già fornito con il filtro montato e pronto per l’utilizzo. Come indicato in tabella 1,
almeno a frequenza annuale per un normale utilizzo dell’erogatore, è obbligatorio sostituire il filtro
dell’acqua.
Il filtro una volta che è stato bagnato va comunque sostituito dopo un periodo di inutilizzo
dell’erogatore non superiore a 12 mesi.
All’acquisto del filtro di ricambio si dovrà prendere anche una smart card elettronica (optional), che
sarà necessaria per bloccare l’erogatore se si verificherà una delle due precedenti condizioni che
richiedono la sostituzione del filtro. L’erogatore risulterà comunque in blocco se la smart card non è
stata inserita o è stata inserita in modo errato (fig. 8).
È comunque buona regola, ad ogni cambio filtro, annotarsi la data dell’avvenuta sostituzione
13
scrivendola in modo indelebile direttamente sul nuovo filtro installato ed inserire la smart card per
riportare a “zero” il sistema di controllo e blocco filtro.
Procedere come segue:
• 1) Inserire la smart card nell’apposita fessura (fig. 8).
• 2) Chiudere la valvola di intercettazione dell’acqua.
• 3) Premere il pulsante ( = ) di erogazione dell’acqua a temperatura ambiente e tenerlo premuto
fino a che non uscirà più acqua.
• 4) Munirsi di uno straccio, posizionarlo sotto la cartuccia, svitare di 1/2 giro il filtro dalla testata di
aggancio e quindi estrarlo verso il basso (fig. 7).
• 5) Reinserire il nuovo filtro, spingerlo verso l’alto e riavvitarlo di 1/2 giro.
• 6) Aprire il rubinetto di intercettazione dell’acqua e controllarne la tenuta, premere il pulsante (=)
di erogazione acqua temperatura ambiente ed erogare almeno 10 litri di acqua.
Si dovrà comunque avere cura di prelevare almeno 3 - 4 litri di acqua per ogni tipologia,
anche dopo brevi periodi di inutilizzo dell’erogatore (2-3 giorni).
N.B. il primo avviamento dell’erogatore non richiede l’inserimento della smart card.
7.4. Pulizia
Per mantenere l’erogatore in buono stato anche dopo un prolungato utilizzo si dovranno pulire
periodicamente le superfici esterne dell’erogatore.
La pulizia dovrà avvenire a macchina spenta disconnettendo la spina di alimentazione elettrica
dalla relativa presa e chiudendo la valvola di intercettazione dell’acqua. Si potrà utilizzare una
spugna o un panno inumidito con prodotti detergenti e disinfettanti non aggressivi diluiti in acqua.
Non utilizzare prodotti solventi o a base di alcool. Le feritoie di ventilazione dell’erogatore sul lato
destro possono essere pulite con un pennello utilizzato a secco.
7.5. Sanificazione periodica dell’erogatore
Dopo ogni sostituzione del filtro si dovrà eseguire il ciclo di sanificazione utlizzando l’apposito kit
reperibile presso il centro di assistenza o il rivenditore autorizzato. Tale operazione verrà eseguita
direttamente dal centro assistenza.
Procedure per la sanificazione dell’erogatore:
Utilizzando l’apposito kit di sanificazione procedere come segue:
•1) Chiudere il rubinetto di alimentazione idrica dell’erogatore.
14
•2) Premere il tasto di erogazione dell’acqua a temperatura ambiente (tasto a sinistra) fino a che
l’erogatore non eroga più acqua.
•3) Estrarre il pannello frontale dell’erogatore.
•4) Svitare mezzo giro il filtro dell’acqua (cilindro sul lato destro) tirandolo verso il basso fino ad
estrarlo.
•5) Inserire una dose di liquido sanificante (AMUCHINA) nel recipiente del kit di sanificazione
utilizzando il tappo dosatore pieno e successivamente riempire il recipiente di acqua fino all’orlo.
•6) Inserire il recipiente al posto del filtro, spingendolo verso l’alto e avvitandolo mezzo giro
assicurandosi che sia correttamente agganciato nella sede (vedi paragrafo 7.3 sostituzione filtro).
•7) Aprire il rubinetto di alimentazione idrica dell’erogatore.
•8) Premere il tasto di erogazione dell’acqua a temperatura ambiente (=) ed erogare un bicchiere
d’acqua.
•9) Premere il tasto di erogazione dell’acqua a temperatura fredda (**) ed erogare due bicchieri
d’acqua.
•10) Premere il tasto di erogazione dell’acqua gasata (°°°) ed erogare un litro d’acqua.
•11) Attendere 15 minuti e ripetere l’operazione ai punti 7- 8- 9- attendere altri 5 minuti e spillate
almeno 2 litri di acqua per ogni tasto di erogazione.
•12) Chiudere il rubinetto di alimentazione idrica dell’erogatore.
•13) Premere il tasto di erogazione dell’acqua a temperatura ambiente (=) fino a che l’erogatore
non eroga più acqua.
•14) Svitare mezzo giro il recipiente del kit di sanificazione tirandolo verso il basso fino ad estrarlo.
•15) Inserire il filtro precedentemente estratto o il nuovo filtro se questo deve essere sostituito,
spingendolo verso l’alto e avvitandolo mezzo giro assicurandosi che sia correttamente agganciato
nella sede (vedi paragrafo 7.3 sostituzione filtro).
•16) Aprire il rubinetto di alimentazione idrica dell’erogatore.
•17) Erogare almeno 4 litri di acqua per ogni acqua per eliminare ogni traccia residua di sanificante.
•18) L’eventuale sapore di cloro che potrebbe essere percepito dopo la sanificazione può essere
eliminato con un ulteriore erogazione d’acqua.
8 Allarmi e segnalazioni guasti
Nella seguente tabella sono indicati gli eventi di funzionamento anormale dell’erogatore che
determinano una segnalazione di allarme.
ALLARMI E SEGNALAZIONE GUASTI
EVENTO
SEGNALAZIONE
Preallarme filtro
Led 1
lampeggiante
Filtro esaurito
Led 1 acceso fisso
Retroilluminazione
blu spenta
15
NOTE
Allagamento
Guasti gravi (pompa, frigo)
Led 2 acceso fisso
Retroilluminazione
blu spenta
+ segnale acustico
Per i modelli dotati di sensore
antiallagamento.
La macchina rimane bloccata
fino al reset.
Led 2 lampeggiante
Retroilluminazione
blu spenta
La macchina rimane bloccata
fino al reset.
9 Considerazioni che potrebbero evitare le
chiamate al servizio tecnico
Nella seguente tabella sono indicati alcuni problemi di funzionamento dell’erogatore che
possono essere risolti direttamente dall’utente senza ricorrere ai centri di assistenza.
CONSIDERAZIONI CHE POTREBBERO EVITARE LE CHIAMATE AL SERVIZIO TECNICO
PROBLEMA
L’erogatore
non eroga acqua
L’erogatore
CAUSA
Valvola di
intercettazione
idrica chiusa
Tubo di
collegamento
alla valvola di
intercettazione
Mancanza di
alimentazione
elettrica
Filtro ostruito
RIMEDIO
Aprire la valvola
Scegliere un percorso del tubo
che eviti schiacciamenti o strozzature
Verificare il coretto collegamento del cavo di
alimentazione e/o il corretto funzionamento
dell’impianto elettrico
Sostituire il filtro
16
L’erogatore
raffredda poco
L’erogatore
perde acqua
Bassa pressione
Contattare il servizio di assistenza tecnica
dell’acqua
in ingresso Verificare la corretta collocazione dell’erogatore
Ventilazione
A tal riguardo vedere il paragrafo Installazione
insufficiente
Posizionamento. Se il problema persiste
o impedita
contattare il servizio di assistenza tecnica
Disconnettere la presa di alimentazione elettrica,
Filtro installato
chiudere la valvola di intercettazione idrica e
in modo errato
seguire le istruzioni riportate nel paragrafo
Manutenzione; sostituzione del filtro
Disconnettere la presa di alimentazione elettrica,
Guasto interno
chiudere la valvola di intercettazione idrica,
contattare il servizio di assistenza tecnica
L’erogatore non
Sostituire o verificare di avere aperto la bombola
eroga acqua gasata
di CO2
Mancanza di CO2
una volta premuto il
Vedere anche le istruzioni riportate al
pulsante
paragrafo Manutenzione, Messa in servizio o
sostituzione della bombola CO2
L’erogatore eroga
Disconnettere la presa di alimentazione elettrica
solo gas una volta
Pompa in blocco
per circa 30 sec e quindi riconnetterla. Se il
premuto il
problema persiste
pulsante
contattare il servizio di assistenza tecnica
L’erogatore una
volta premuto il
pulsante (*) eroga
L’erogatore una
volta premuto il
pulsante (*) eroga
acqua poco gasata
(*)
Pressione
dell’anidride
carbonica alta
Ridurre la pressione ruotando gradualmente la
manopola del regolatore di pressione nel verso
del segno -
Aumentare la pressione ruotando gradualmente
la manopola del regolatore di pressione nel
verso del segno +. Se il problema persiste
Pressione
sostituire la bombola della CO2; a tal riguardo
dell’anidride
vedere il paragrafo Manutenzione carbonica bassa
Messa in servizio o sostituzione della bombola
CO2
10 Integrazione istruzioni per "TOPAZIO"
10.1. Installazione idraulica vedi pag. 8
10.2. Collegamento elettrico vedi pag. 9
10.3. Collegamento del rubinetto e funzione dei tasti:
Tasto Bianco : erogazione acqua fredda.
Tasto Arancio: erogazione acqua gasata.
Tasto Azzurro: erogazione acqua a temperatura ambiente.
Per il collegamento seguire quanto indicato qui sotto:
Morsettiera Erogatore
Rubinetto
0 Nero - - - - - - - - con i 3 comuni di colore marrone
1 Blu - - - - - - - - - con blu colore guaina esterna
17
2 Arancione - - - - - con arancione colore guaina esterna
3 Bianco - - - - - - - con bianco colore guaina esterna
Al termine dell’installazione, a collegamento idraulico ed elettrico effettuato, basterà premere
un qualsiasi tasto per consentire l’erogazione dell’acqua.
10.4. Regolazione della temperatura
Tenendo premuto il pulsante di programmazione posto dietro l’apparecchio, dopo 5 secondi si
udiranno dei beep, contando il numero dei beep si conoscerà il set della temperatura
attualmente impostato.
N.1 beep = 4°C
N.2 beep = 6°C
N.3 beep = 8°C
Tutti gli apparecchi sono impostati in fabbrica a 4°C, (un beep).
Per cambiare il set della temperatura impostata procedere come segue:
Premere e tenere premuto il pulsante posteriore di programmazione, dopo 5 secondi si udirà
il beep riferito al set attuale, premere il tasto Bianco della tastiera per abbassare la
temperatura o il tasto Azzurro per alzarla. Ad ogni pressione dei tasti Bianco o Azzurro della
tastiera corrisponderanno i beep del set impostato.
Rilasciando il tasto di programmazione il nuovo set varrà memorizzato.
10.5. Verifica del set
Per verificare il corretto valore di set sarà necessario ripremere il tasto posteriore di
programmazione e contare il numero di beep.
10.6. Segnalazioni e allarmi acustici
- Allarme allagamento: Se viene installato il sensore, opzionale, l’eventuale presenza di
acqua provoca un beep lungo 5 secondi una sola volta indica la presenza di una perdita
all’interno dell’apparecchio e blocca l’apparecchio fino a che il sensore rileva presenza di
acqua).
- Allarme blocco pompa: un beep intermittente per 30 secondi (l’apparecchio non eroga e
ripete l’allarme ad ogni pressione di un tasto di erogazione).
- Allarme frigo: doppio beep intermittente per 30 secondi (se l’impianto frigorifero non
raggiunge la temperatura impostata entro 6 ore, per motivi tecnici, intasamento dello
scambiatore o surriscaldamento dell’ambiente, l’impianto frigorifero viene spento e
l’erogazione dell’acqua interrotta. L’apparecchio non eroga e ripete l’allarme ad ogni
pressione di un tasto di erogazione).
- Preallarme esaurimento filtro: 3 beep ogni 72 ore. I 3 beep vengono ripetuti ad ogni
pressione dei tasti di erogazione.
- Blocco filtro esaurito: un beep lungo 30 secondi che si ripeterà ad ogni pressione dei tasti di
erogazione. Questa segnalazione è successiva al preallarme filtro. L’apparecchio si blocca
allo scadere definitivo del filtro. L’apparecchio si potrà riattivare soltanto sostituendo il filtro e
introducendo la smart card, nell’apposita fessura vedi paragrafo 7.3.
- Conferma del corretto inserimento della smart card: inserendo una card di sostituzione filtro
nel verso corretto l’apparecchio emette un beep di conferma della riabilitazione avvenuta. Se
18
la smart card è scarica o viene introdotta nel senso sbagliato non sarà emesso nessun
segnale e l’apparecchio resterà bloccato.
10.7. Sostituzione filtro vedi pag. 13
10.8. Problema, cause e rimedi vedi pag. 16
INTEGRAZIONE per mod. TOPAZIO
PROBLEMA: premendo un qualsiasi tasto del rubinetto l’apparecchio emette dei segnali
acustici.
RIMEDIO: confrontare i segnali con la tabella delle segnalazioni di guasti o allarmi acustici
(vedi punto 10.4.) per determinare il problema.
11 Condizioni di garanzia
1) L’erogatore è garantito, in conformità a quanto di seguito specificato, per un periodo di 24
mesi, con decorrenza dalla data della fatturazione, e con targa identificativa riportante i
numeri di matricola integra.
2) Per “garanzia” s’intende la sostituzione gratuita dei componenti dell’erogatore riconosciuti
difettosi da Lamborghini spa nella fabbricazione o nel materiale.
3) La garanzia non si applica ai danni provocati da incuria, uso e installazione errati e/o non
conformi alle avvertenze riportate sul presente manuale d’uso.
4) La garanzia non si applica, altresì, per i danni intervenuti durante il trasporto da e per il
cliente (sia rivenditore che utente finale), né per i danni dovuti all’installazione,
all’adattamento e/o alla modifica, né per i danni provocati da un uso scorretto o in non
ottemperanza alle misure tecniche e/o di sicurezza richieste nel Paese in cui viene utilizzato
questo erogatore.
5) Per quanto non espressamente indicato si applica la vigente normativa prevista nel Paese
di vendita dell’erogatore.
19
Sostituzione filtro e sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
Data __________
Filtro
Sanificazione
20
Note
21
22
23
Il presente opuscolo è destinato esclusivamente agli utenti dei ns./apparecchi.
Non ha quindi alcuna pretesa di ordine strettamente tecnico né di sostituirsi ad eventuali norme legislative alla cui
stretta osservanza si è sempre tenuti, ma ha solo lo scopo di rendere chiaro quanto occorre fare un corretto e pratico
uso dell’apparecchio.
Le illustrazioni e i dati riportati sono indicativi e non impegnano. La Lamborghini Calor si riserva i diritti di apportare
senza obbligo di preavviso tute le modifiche che ritiene più opportune per l’evoluzione del prodotto.
LAMBORGHINI CALOR S.p.A.
Via Statale, 342 - C.P.46
44047 Dosso (FERRARA) ITALIA
TEL. ITALIA 0532/359811 – EXPORT 0532/359913
FAX. ITALIA 0532/359952 – EXPORT 0532/359947
Cod. 97.90062.0
10/2011
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement