Istruzioni per l`installazione

Istruzioni per l`installazione
Sempre al tuo fianco
Istruzioni per
l’installazione
Opalia C 11 E - A/1
Opalia C 14 E - A/1
Istruzioni per l’installazione
Indice
1 Avvertenze sulla documentazione
pag 2
2 Descrizione dell‘apparecchio
pag 2
2.1
2.2
2.3
2.4
Targhetta del prodotto
Marcatura CE
Prima dell’installazione
Gruppi costruttivi e componenti
pag
pag
pag
pag
2
2
3
4
3 Requisiti del luogo di montaggio
pag 5
4 Avvertenze per la sicurezza e norme
pag 5
4.1
4.2
Avvertenze per la sicurezza
Norme
pag 5
pag 5
5 Installazione
5.1
5.2
5.3
pag 6
Collegamento canna fumaria
Fissaggio a muro
Montaggio apparecchio
pag 6
pag 7
pag 8
6 Funzionamento di prova e messa in servizio
6.1
pag 9
Avvertenze
pag 9
7 Ricerca e risoluzione guasti
pag 10
8 Consegna all‘utilizzatore
pag 11
9 Adeguamento ad un altro tipo di gas
pag 11
10 Ispezione e manutenzione
pag 11
11 Parti di ricambio
pag 11
12 Dati tecnici
pag 12
1
1. Avvertenze sulla documentazione
Si prega di consegnare tutta la documentazione all’utilizzatore
dell’apparecchio. L’utilizzatore deve conservare tali documenti
per poterli eventualmente consultare in caso di necessità.
Non ci assumiamo alcuna responsabilità per danni insorti a
causa della mancata osservanza di queste istruzioni.
2 Descrizione dell‘apparecchio
2.1 Targhetta del prodotto
La targhetta segnaletica posta all’interno dell’apparecchio
certifica il luogo di produzione e il Paese al quale tale
apparecchio è destinato per il funzionamento.
ATTENZIONE:
L‘apparecchio deve essere messo in funzione solo con il tipo
di gas indicato sulla targhetta.
Nel caso si debba compiere una trasformazione gas utilizzare
esclusivamente kit e ricambi originali Hermann Saunier Duval.
2.2 Marcatura CE
Con la marcatura CE viene certificato che gli apparecchi
soddisfano i requisiti fondamentali delle seguenti direttive:
–
direttiva delle apparecchiature a gas (Direttiva del
Consiglio delle Comunità Europee n°2009-142).
–
direttiva sulla compatibilità elettromagnetica con la classe
di valori limite B (Direttiva del Consiglio delle Comunità
Europee n°2004-108 CEE).
2
2.3 Prima dell’installazione
Prima dell’installazione, controllare che le
indicazioni riportate sull’apparecchio e quelle
descritte di seguito siano rispettate
Installare l’apparecchio secondo le
Normative vigenti
E’ vietato installare dispositivi a GPL in locali
con pavimento al di sotto del piano di
campagna.
Non usare bombole di gas adagiate o
capovolte.
Non usare bombole arrugginite e che
presentino evidenti ammaccature o
rigonfiamenti. Se per qualche ragione, si
verifica una fuoriuscita di gas, avvolgere
rapidamente, se possibile, un panno umido
attorno all’apertura della bombola e tenerla
lontana da fonti di calore, poi allontanarsi.
Non usare mai lo scaldabagno senza
collegarlo alla canna fumaria. Assicuratevi
che la canna fumaria non sia ostruita e che
abbia sufficiente tiraggio.
Assicurare sufficiente ricambio d’aria della
stanza nella quale è installato l’apparecchio!
Assicurarsi che il regolatore di pressione per il
gas GPL non sia regolato per una pressione
superiore a 30 mbar
Verificare che l’apparecchio sia predisposto
per il gas del vostro impianto. Nel caso di
cambio gas (trasformazione) rivolgersi ad un
Centro di Assistenza Tecnica Autorizzata.
Lo scaldabagno ha un termostato fumi per
verificare il corretto tiraggio dei fumi di
scarico. In caso di tiraggio insufficiente,
impedisce il funzionamento dello
scaldabagno.
Il termostato di fumi è la parte più importante
per la sicurezza della vostra persona. Non
toccate il termostato fumi e il cavo di
collegamento dello stesso.
Non installare l’apparecchio in prossimità di
fonti di calore come forni elettrici, stufe o
radiatori.
3
Per verificare la tenuta del circuito gas, usare
soluzione saponosa. Non usate fiamme libere!
Il tubo di adduzione gas deve essere
posizionato lontano da fonti di calore o fiamme
libere
Subito dopo l’installazione o dopo aver
cambiato il tipo gas con il quale funziona
l’apparecchio, sfiatate le tubazioni del gas
dall’aria, operazione che deve essere
effettuata da personale qualificato.
Se si avverte odore di gas:

Chiudere il rubinetto del gas.

Non accedere o spegnere luci o apparecchi
elettrici.

Non provocare scintille o accendere fiamme

Ventilare il locale aprendo porte e finestre

Avvertire la società del gas.

Il manuale va conservato anche dopo
l’installazione per la sua consultazione.

Non cambiate alcun pezzo o effettuate
regolazioni dell’apparecchio a meno che non
siano indicate in questo manuale.
Prima dell’installazione, controllate che i dati
dell’apparecchio e quelli del manuale, siano
compatibili con le normative vigenti.
2.4
Gruppi costruttivi
Opalia C 11 E A/1 e Opalia C 14 E A/1
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
Cappa fumi
Sicurezza antiriflusso fumi
Scambiatore
Camera di combustione
Elettrodo di accensione
Gruppo gas
Selettore della potenza
Meccanismo acqua
Valvola di pressione differenziale
Selettore della temperatura
Scatola di controllo
Pile (n°2)
Limitatore di sicurezza della temperatura
Flussostato
Componenti
Opalia C 11 E A/1 e Opalia C 14 E A/1
1. Valvola di sicurezza
2. Raccordo Gas
3. Collettore Gas
4. Mantello
5. Bruciatore
6. Staffa di supporto gruppo gas
7. Telaio
8. Raccordo uscita acqua calda
9. Raccordo entrata acqua fredda
10. Gruppo acqua
11. Spia controllo bruciatore
12. Selettore potenza gas
13. Selettore temperatura
14. Gruppo gas
15. Scheda elettronico di controllo
16. Flussostato sanitario
4
3 Requisiti del luogo di montaggio
4.2 Norme

L’apparecchio è previsto per essere installato all’interno
delle abitazioni.

La parete sulla quale viene montato lo scaldabagno deve
potere sopportare il peso dello scaldabagno pronto per il
funzionamento.
L‘installazione dello scaldabagno istantaneo a gas deve
essere eseguita unicamente da un tecnico abilitato.
Questi si assume anche la responsabilità di una installazione e
di una messa in servizio in conformità alle norme.
Per l‘installazione occorre osservare in particolare: le seguenti
leggi, ordinanze, regole tecniche, norme e disposizioni in
vigore:

Le indicazioni concernenti lo stato di regolazione
menzionate sulla targhetta d’identificazione e sul presente
documento devono essere compatibili con le condizioni di
alimentazione gas e aria comburente nel luogo
d’installazione.

Il luogo d‘installazione selezionato per lo scaldabagno deve
essere tale da permettere la posa dei tubi necessari
(alimentazione gas, mandata e ritorno acqua, scarico fumi).

Non montare lo scaldabagno istantaneo a gas sopra a un
apparecchio che ne potrebbe compromettere il
funzionamento (ad es. sopra a un fornello, radiatore, etc.) o
in un locale con atmosfera aggressiva (vapori acidi).

Il luogo d‘installazione deve essere sempre protetto dal
gelo. Se tale condizione non può essere rispettata,
informare l’utilizzatore e consigliargli di prendere le dovute
precauzioni (secondo normativa di legge).

Per consentire i lavori di manutenzione, rispettare una
distanza minima laterale di 30 mm dall‘apparecchio.

Questi requisiti devono essere resi noti all’utilizzatore.
UNI CIG 7129: IMPIANTI A GAS PER USO DOMESTICO
ALIMENTATI DA RETE DI DISTRIBUZIONE
UNI CIG 7131: IMPIANTI GAS DI PETROLIO LIQUEFATTI
PER USO DOMESTICO NON ALIMENTATI DA RETE DI
DISTRIBUZIONE
4 Avvertenze per la sicurezza e norme
4.1 Avvertenze per la sicurezza

I dispositivi di sicurezza non devono mai essere disattivati
o manipolati, in quanto si potrebbe compromettere il loro
corretto funzionamento.
 Durante l‘installazione dei collegamenti,accertarsi che tutte
le guarnizioni siano applicate correttamente, in modo da
escludere con sicurezza il rischio di perdite di gas o di
acqua.

Smontare e rimontare il corpo scaldante dell‘apparecchio
prestando attenzione a non deformarlo. Un suo
danneggiamento comporta l‘usura prematura
dell‘apparecchio.

Non impiegare mai spazzole metalliche o spazzole a setole
dure per pulire il corpo scaldante dell‘apparecchio. Un suo
danneggiamento comporta l‘usura prematura
dell‘apparecchio.

Assicurarsi del montaggio corretto di pezzi di ricambio
rispettando la posizione e il senso con cui sono stati
montati originariamente.
5
5 Installazione
5.1 Collegamenti alla canna fumaria
Collegamenti errati della canna fumaria.
Errato
1
Corretto
Nessun collegamento con la canna
fumaria
2
Nessun collegamento con la canna
fumaria, ma c’è il tubo di espulsione
fumi
3
La canna fumaria è ostruita per
qualche ragione.
4
Non è presente il tratto del tubo
verticale minimo di 2 Ø (2 volte il
diametro)
5
Il tubo di collegamento alla canna
fumaria è in contropendenza verso il
basso anziché verso l’alto.
6
La lunghezza tratto del tubo
orizzontale di collegamento alla
canna fumaria è maggiore di 2,5
metri.
7
Il tubo di collegamento alla canna
fumaria è eccessivamente inserito
nella canna fumaria
8
La canna fumaria è aperta anche sul
lato opposto all’imbocco del tubo di
collegamento
9
Il tubo di collegamento alla canna
fumaria non segue una linea retta
orizzontale.
6
5.2 Fissaggio a muro
Per l’installazione, Vi invitiamo a considerare tutte le istruzioni riportate qui sotto e non sostituire alcun particolare o modificare le
impostazioni dell’apparecchio a meno che non sia indicato in questo manuale.
a
b
c
i
h
d
e
g
f
FIG. 4
j
DIMA DI INSTALLAZIONE
Modelli
a
b
c
d
e
f
g
h
i
j
Opalia C 11 E A/1
31
18
21.5
3
8.5
7
12.5
57.5
39
21
22
4
8,5
7
18.5
64
38
21.5
Opalia C 14 E A/1
38
24
UNITA DI MISURA IN TABELLA ESPRESSE IN CM.
Misure per posizionare i supporti di fissaggio dello scaldabagno
L’apparecchio deve essere fissato ad una altezza facilmente raggiungibile per essere acceso o spento. Posizionare la dima di carta sul
muro, segnare i fori di fissaggio dei ganci e forare con una punta da Ø 8 mm per una profondità di 40 mm per fissare i ganci nel muro
utilizzando gli appositi tasselli.
Se l’impianto idraulico è sotto traccia tenete conto anche del loro asse rispetto all’ingombro dello scaldabagno.
7
5.3 Montaggio dell’apparecchio
5.3.4. Fissaggio del mantello
L’impianto idraulico deve essere predisposto come in fig. 4.
I raccordi possono essere sotto traccia o esterni per poter
raccordare i tubi flessibili presenti nell’imballo dello
scaldabagno.
• Agganciare il mantello alle due linguette che sporgono dal
telaio nella parte superiore.
• Controllate che i perni delle manopole siano centrati rispetto
ai fori nel frontale del mantello.
• Bloccate il mantello avvitando la vite sotto la manopola di
regolazione della temperatura.
• Inserire le manopole di controllo della potenza e di
regolazione della temperatura che sono presenti
nell’imballo.
ATTENZIONE:
Il raccordo dell’uscita acqua calda si trova a sinistra, quello di
entrata al centro quello del gas a destra.
Prima di raccordare idraulicamente lo scaldabagno, accertarsi
che le tubazioni non contengano sporcizie. La pulizia deve
essere compiuta lasciando fluire l’acqua fredda dal tubo di
entrata.
5.3.5. Controllo del funzionamento della sicurezza
antiriflusso fumi
Prima di qualsiasi manipolazione sul condotto di scarico dei
fumi, controllare il buon funzionamento della sicurezza
antiriflusso fumi.
5.3.1 Collegamento dei rubinetti di intercettazione
Installare un rubinetto d’intercettazione all’ingresso dell’acqua
fredda e uno per il gas all’ingresso per facilitare l’eventuale
manutenzione dal personale di assistenza tecnica autorizzata.
Se l’impianto idraulico dell’acqua calda si sviluppa sopra lo
scaldabagno, predisporre anche un rubinetto in uscita
dell’acqua calda.
 Rimuovere i tappi all’ingresso e all’uscita dell’acqua dello
scaldabagno
 Avvitare un tubo in ingresso dell’acqua fredda al raccordo
dell’apparecchiatura interponendo il filtro acqua (in
dotazione a bordo all’apparecchio).
 Collegare il tubo uscita acqua calda.
 Collegare i tubi all’impianto idraulico usando canapa o
teflon.
Procedere come segue:
Chiudere il condotto di scarico fumi.
Ruotare il selettore della temperatura sul massimo.
Aprire un rubinetto dell‘acqua calda.
Entro 2 minuti la sicurezza antiriflusso fumi deve interrompere
automaticamente l‘alimentazione del gas e bloccare
l‘apparecchio.
L‘apparecchio può essere rimesso in funzione dopo avere
lasciato raffreddare la sicurezza.
5.3.2. Fissaggio dello scaldabagno al muro
•
Sballare lo scaldabagno. Togliere la vite che fissa il
mantello al gruppo gas. Rimuovere il mantello, tirandolo a
se e spingendolo verso l’alto. Fissare lo scaldabagno al
muro infilando le asole in alto del telaio ai ganci fissati in
precedenza sul muro.
Per sbloccare l’apparecchio, seguire le indicazioni contenute
nel capitolo “Messa in funzione” delle istruzioni per l’uso.
Se il sensore fumi non interviene nel tempo previsto prendere
contatto con il servizio di assistenza Hermann Saunier Duval
Spegnere l‘apparecchio.
5.3.3. Collegamento del gas

Gli apparecchi sono regolati secondo il modello per il gas
Metano o per il gas GPL.

Sullo scaldabagno è evidenziato con quale tipo di gas può
funzionare; l’eventuale trasformazione deve essere
eseguita da un cento assistenza autorizzato o un tecnico
abilitato utilizzando ricambi originali. Lo scaldabagno deve
essere collegato alla tubazione del gas interponendo il
rubinetto gas G1/2” presente nell’imballo.

Il collegamento e la verifica di tenuta gas deve essere
effettuata da personale specializzato.
Se si sente odore di gas:





Chiudere il rubinetto del gas.
Non accendete o spegnete luci o dispositivi elettrici.
Non fare nulla che possa provocare scintille o fiamme.
Areare il locale aprendo porte e finestre.
Avvertire la società del gas e l’assistenza autorizzata.
ATTENZİONE:
Usare solo acqua saponata o soluzioni appropriate per la
verifica della tenuta gas.
Non usare mai fiammiferi o fiamme libere. Aprire il regolatore
gas GPL quando la manopola controllo gas è in posizione
“OFF”. Verificare l’esistenza di eventuali perdite da entrambi i
lati della connessione gas sulla bombola GPL. Chiudere il
regolatore dopo la verifica.
8
6 Funzionamento di prova e messa in servizio
Dopo l‘esecuzione dei lavori di ispezione e manutenzione è
necessario controllare il corretto funzionamento
dell‘apparecchio.
Mettere in funzione l‘apparecchio.
Controllare che l‘apparecchio non presenti perdite né sul lato
gas né sul lato acqua, altrimenti sigillarne la tenuta.
Controllare l‘accensione e che la fiamma del bruciatore
principale sia costante.
Controllare il corretto scarico dei gas combusti.
Controllare la corretta impostazione e il perfetto funzionamento
di tutti i dispositivi di comando e controllo.
6.1 AVVERTENZE
RACCOMANDAZIONI PER LA MANUTENZIONE
Per eseguire la manutenzione dello scaldabagno è necessario
essere un tecnico qualificato ed abilitato.
PRECAUZIONI CONTRO LE INCROSTAZIONI
Nel caso di presenza di acqua molto dura, col passare del
tempo può verificarsi una diminuzione della temperatura
dell’acqua calda e della stessa portata. In tali casi si consiglia
di installare un filtro addolcitore all'ingresso dell'acqua fredda.
PRECAUZIONI DA PRENDERE CONTRO IL GELO
Durante il periodo invernale, se lo scaldabagno è posizionato
in un luogo esposto alla brina o a pericolo di gelate si deve
svuotarlo nel seguente modo:
Chiudere il rubinetto di ingresso acqua.
Aprire tutti i rubinetti dell’acqua calda.
Aprire la valvola di sicurezza per svuotare completamente
l’acqua dallo scaldabagno (Attenzione alla molla e alla
guarnizione della valvola di sicurezza).
Quando queste operazioni sono state completate, chiudete i
rubinetti dell’acqua e riavvitate la valvola di sicurezza (Non
dimenticate di infilare la molla e la guarnizione sull’albero).
Per riaccendere lo scaldabagno aprite il rubinetto di ingresso
acqua fredda.
PULIZIA DELLA MANTELLO
Per pulire il mantello utilizzare un panno umido imbevuto di
acqua e sapone.
9
7 Ricerca e risoluzione guasti
Problema
La fiamma
pilota
intermittente
non riesce ad
accendersi
Lo
scaldabagno
non si
accende
Durante il
funzionamento
normale, il
bruciatore
dello
scaldabagno
si spegne da
solo
Causa
Soluzione
Il rubinetto del gas è chiuso
Aprire il rubinetto del gas
La bombola del gas è chiusa
Aprire la bombola del gas
La bombola del gas è vuota
Sostituire/riempire la bombola del gas
Mancanza di pressione di rete
gas (Gas Metano / Aria
Propanata)
Avvertire la società fornitrice del gas
La manopola della potenza gas
è nella posizione “O” spento
Girare la manopola di potenza gas nella posizione tra i due simboli delle fiamme.
Se, dopo aver richiesto acqua calda, non si riesce a vedere l’accensione della
fiamma pilota prima e poi quella del bruciatore, riposizionare la manopola nella
posizione di spento. Ripetere l’operazione.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Le batterie sono esaurite.
Sostituire le batterie con delle nuove di pari caratteristiche.
Verificare se la pressione del
regolatore GPL è sufficiente.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Per le installazioni con gas GPL, usare solo regolatori del gas con
portate/pressioni specifiche. Sostituire il regolatore se la pressione è diversa.
La pressione della linea del gas
metano è troppo alta
La pressione di rete del gas metano deve essere conforme alle pressioni dei dati
di targa. Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Il collegamento del tubo fumo
non è realizzato correttamente o
c’è un tiraggio insufficiente.
L’aerazione della locale dove è
installato lo scaldabagno non è
sufficiente.
Il locale dove è installato lo
scaldabagno è troppo piccolo.
Riferirsi alla normativa vigente.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Riferirsi alla normativa vigente.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Riferirsi alla normativa vigente.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Il pilota intermittente non si accende.
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
Non si riesce a risolvere il problema
Far intevenire il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
10
8 Consegna all‘utilizzatore
L‘utilizzatore deve essere istruito sull'utilizzo ed il
funzionamento del proprio scaldabagno istantaneo a gas.
Mostrare il contenuto del manuale di istruzioni per l‘uso
all‘utilizzatore e rispondere a sue eventuali domande.
Consegnare all‘utilizzatore tutti i manuali di istruzioni e le
documentazioni dell‘apparecchio a lui destinate perché le
conservi e ne usufruisca in caso di dubbio sul funzionamento.
Istruire l‘utilizzatore in particolare modo su tutte le indicazioni
per la sicurezza che questi deve rispettare.
Istruire l‘utilizzatore sulla necessità della regolare
ispezione/manutenzione dell’apparecchio.
Raccomandare la stipula di un contratto di ispezione/
manutenzione.
9 Adeguamento ad un altro tipo di gas
La trasformazione dell‘apparecchio per il funzionamento con
un altro tipo di gas rispetto a quello tarato in fabbrica deve
essere eseguita unicamente con i kit di conversione originali
prodotti da Hermann Saunier Duval. Le istruzioni per la
trasformazione gas e le targhette d’identificazione del nuovo
tipo di gas sono incluse nei kit di trasformazione.
10 Ispezione e manutenzione
Per procedere alla manutenzione dell’apparecchio, togliere il
mantello dell’apparecchio.
Svuotare l’apparecchio seguendo le istruzioni contenute nel
capitolo «Protezione antigelo» del manuale d’uso.
Pulire sia il bruciatore che il corpo scaldante dell’apparecchio.
In caso di incrostazioni contenenti delle particelle di olio e
grasso, pulire il corpo scaldante con un detergente non
aggressivo che rimuova il grasso.
ATTENZIONE!
Non utilizzare mai una spazzola dura per pulire il corpo
scaldante.
Esercitare solo una lieve pressione con la spazzola.
Le alette non devono assolutamente rischiare di essere
deformate!
Dopo qualsiasi operazione di manutenzione, controllare il buon
funzionamento dell’apparecchio.
11 Parti di ricambio
Per garantire il buon funzionamento duraturo di tutti i
componenti dell’apparecchio e conservare l’apparecchio in
buono stato, bisogna utilizzare solamente i pezzi di ricambio
originali Hermann Saunier Duval quando si effettuano lavori di
riparazione e manutenzione.
Utilizzare esclusivamente pezzi di ricambio certificati come
originali Hermann Saunier Duval.
Assicurarsi del montaggio corretto di pezzi di ricambio
rispettando la posizione e il senso con cui sono stati montati
originariamente.
Gli scaldabagni sono conformi ai requisiti stabiliti dai Regolamenti Europei
11
12 Dati Tecnici
TABELLA DATI TECNICI
Modello:
Opalia C 11 E - A/1
Opalia C 14 E - A/1
Potenza utile massima
kW
18.9
22.9
Portata termica nominale
kW
22.2
27.2
Rendimento
%
84
84
Metano (G20)
mbar (kPa)
20 (2,0)
20 (2,0)
Butano (G30)
mbar (kPa)
29 (2,9)
29 (2,9)
Propano (G31)
mbar (kPa)
37 (3,7)
37 (3,7)
Aria Propanata (G230)
mbar (kPa)
20 (2,0)
20 (2,0)
Metano (G20) (Hi=34.02 MJ/m3)
m3/h
2.36
2,88
Butano (Hi=116.09 MJ/m3)
kg/h
1.76
2,14
Aria Propanata (Hi=43.86 MJ/m3)
m3/h
1.83
2.23
Pressione di alimentazione gas
Portata gas massima
Portata massima sanitaria (la manopola di regolazione della temperatura è completamente aperta)
Portata massima sanitaria
l/min
11
14
Incremento di temperatura (ΔT)
K
25
25
Pressione minima sanitaria
bar (kPa)
0.5 (50)
0.5 (50)
Portata massima sanitaria (la manopola di regolazione della temperatura è completamente chiusa)
Portata massima sanitaria
l/min
2,7
2,7
Incremento di temperatura (ΔT)
K
45
45
Pressione minima sanitaria
bar (kPa)
Pressione massima sanitaria
bar
0.2 (20)
10
0.2 (20)
10
Diametro condotto fumi
mm
110
130
Raccordo acqua calda
mm
R1/2”
R1/2”
Raccordo acqua fredda
mm
R3/4”
R3/4”
Raccordo gas
mm
Dimensioni con imballo (HxLxP)
mm
R1/2”
635x361x270
R1/2”
750x430x285
Dimensioni senza imballo (HxLxP)
mm
575x310x220
640x380x225
Peso con imballo
kg
11.8
13.8
Peso senza imballo
kg
10.3
12.2
II2HM3+
B11/B11BS
II2HM3+
B11/B11BS
Apparecchio in categoria
Tipo
12
TABELLA VALORI GAS
Unita
Opalia C 11 E - A/1
Opalia C 14 E - A/1
Portata massima gas
m3/h
2.36
2,88
Pressione di alimentazione
mbar
20
20
mm
1.08
1.13
Pressione bruciatore a potenza massima
mbar
16.5
13.7
Pressione bruciatore a potenza minima
mbar
5.4
4.5
Portata massima gas
m3/h
1.76
2.14
Pressione di alimentazione
mbar
29
29
mm
0.70
0.72
Pressione bruciatore a potenza massima
mbar
25.2
28.0
Pressione bruciatore a potenza minima
mbar
8.0
7.9
Portata massima gas
m3/h
1.73
2.12
Pressione di alimentazione
mbar
37
37
mm
0.70
0.72
Pressione bruciatore a potenza massima
mbar
34.6
34.7
Pressione bruciatore a potenza minima
mbar
10.3
9.5
Portata massima gas
m3/h
1.83
2.23
Pressione di alimentazione
mbar
20
20
mm
1.25
1.35
Pressione bruciatore a potenza massima
mbar
11.8
9.2
Pressione bruciatore a potenza minima
mbar
4.0
3.5
Valore gas riferito al tipo di gas impostato
Gas metano G 20
Ø ugello bruciatore
Gas butano G 30
Ø ugello bruciatore
Gas propano G 31
Ø ugello bruciatore
Gas aria propanata (Sardegna ) G 230
Ø ugello bruciatore
I dati non sono impegnativi. L’azienda si riserva di apportare modifiche senza preavviso.
13
Con riserva di modifiche tecniche
Società soggetta all’attività di direzione
e coordinamento della Vaillant GmbH
Via Benigno Crespi, 70
20159 Milano
Centralino:
Tel. +39 02 607 490 1
Fax. +39 02 607 490 603
E-mail: [email protected]
Info clienti
www.hermann-saunierduval.it
0020140642_00 - 10/11
VAILLANT GROUP ITALIA S.P.A. UNIPERSONALE
Sempre al tuo fianco
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement