null  null
Tecnica per Processi
Termici
Forni ed Impianti di Trattamento Termico per
Ricottura, Tempra, Rinvenimento
Formatura, Preriscaldo, Forgiatura
Pulitura Termica
Tecnica del Vuoto, Pirolisi, Brasatura
MIM, CIM, Deceraggio, Sinterizzazione
Additive Manufactoring, Stampa 3D
Materie Plastiche, Gomma e Silicone
Fibre Composite, GFRP, CFRP
Tecnologia Medica
AMS 2750 E, NADCAP, CQI-9
Programmi di Efficienza Energetica
www.nabertherm.com
Made
in
Germany
Made in Germany
Da oltre 60 anni, con i suoi 400 dipendenti in tutto il mondo, la Nabertherm sviluppa e produce forni industriali per
i più svariati campi d'applicazione. Nella veste di produttore la Nabertherm dispone della più larga e più profonda
gamma di forni a livello mondiale. 150.000 clienti dislocati in oltre 100 Paesi del mondo documentano il successo
dell'impresa con eccellenti design ed elevata qualità a prezzi concorrenziali. Tempi brevi di consegna sono garantiti
da una produzione studiata fin nel minimo dettaglio e da un vasto programma di forni standard.
Un consolidato riferimento per qualità ed affidabilità
La Nabertherm non offre soltanto la più ampia gamma di forni standard. Un engineering professionale, combinato a
una produzione in-house, permette la progettazione e la costruzione di impianti personalizzati per processi termici
con sistema di convogliamento ed accessori per il caricamento. Realizziamo processi di produzione termotecnici
completi tramite soluzioni di sistema ideate su misura.
L‘innovativa tecnologia di comando, regolazione ed automatizzazione Nabertherm consente il controllo completo,
nonché il monitoraggio e la documentazione dei processi. Un impianto dalla struttura curata fin nel più piccolo
dettaglio, che insieme all‘elevata uniformità della temperatura e all‘efficienza energetica garantisce una lunga
durata, rappresenta una caratteristica determinante che rende competitivi i nostri prodotti.
Distribuzione in tutto il mondo – vicini al cliente
La progettazione e la produzione centralizzate e la vendita e l'assistenza decentralizzate sottolineano la nostra
strategia per venire incontro alle vostre esigenze. Partner commerciali associati da molti anni e società commerciali
di propria gestione nei Paesi più importanti del mondo garantiscono un servizio ed un'assistenza personalizzati in
loco. Forni ed impianti di forni di produzione Nabertherm sono anche installati da nostri clienti nelle vostre vicinanze.
Grande centro sperimentale per i clienti
Quale forno rappresenta la soluzione giusta per il processo specifico? Non è
sempre facile trovare subito la risposta a questa domanda. Per questo motivo
disponiamo di un moderno centro sperimentale di grandezza e varietà uniche in
cui abbiamo sempre a disposizione dei nostri clienti una scelta rappresentativa
dei nostri forni a fini sperimentali.
Servizio di assistenza ai clienti e ricambi
Gli esperti del nostro team d’assistenza ai clienti sono a vostra disposizione in
tutto il mondo. Grazie ad una produzione studiata fin nei minimi dettagli, siamo
in grado di fornire i pezzi di ricambio da magazzino oppure di produrli con brevi
tempi di consegna.
Esperienza in numerosi campi d'applicazione per il trattamento termico
Oltre ai forni per il settore Tecnica per processi termici, Nabertherm offre un ampio assortimento di forni
standard ed impianti per i più svariati campi d‘applicazione. Per numerose applicazioni, la struttura modulare dei
nostri prodotti ci consente di offrire la soluzione giusta per ogni esigenza senza rendere necessari dispendiosi
adeguamenti delle attrezzature.
2
Indice
Pagina
Quale forno per quale processo?........................................................................................................... 4
Brasatura, formatura a caldo ................................................................................................................ 8
Materie plastiche, additive manufacturing, stampa 3D......................................................................... 9
Forni a storte, soluzioni per camera bianca
Forni a storte a pareti calde fino a 1100 °C................................................................................................10
Forni a storte a pareti fredde fino a 2400 °C..............................................................................................14
Forni a pozzo con storte a pareti fredde fino a 2400 °C e fino a 3000 °C........................................................ 18
Forni a storte con fondo sollevabile temperatura fino a 2400 °C, per la produzione..........................................19
Forni a storte, a camera, per il deceraggio catalitico anche come forni Combi per Debinding Catalitico o termico... 20
Soluzioni per camera bianca...................................................................................................................21
Forni a convezione
Forni a camera a convezione < 675 litri, riscaldamento elettrico.................................................................. 22
Forni a camera a convezione > 560 litri, riscaldamento elettrico o a gas....................................................... 24
Essiccatori a camera, riscaldamento elettrico o a gas................................................................................ 30
Essiccatori ad armadio, anche con tecnica di sicurezza come da EN 1539, riscaldamento elettrico................... 32
Forni/essiccatori a camera a convezione con tecnica di sicurezza
per cariche contenenti solventi secondo EN 1539 o NFPA 68.................................................................. 34
Forni a pozzo a convezione, riscaldamento elettrico o a gas........................................................................ 35
Forni a pozzo e a cassone, riscaldamento elettrico o a gas..........................................................................37
Forni a convezione a suola mobile, riscaldamento elettrico o a gas.............................................................. 38
Forni a suola mobile
Forni a suola mobile, riscaldamento elettrico............................................................................................ 40
Forni a suola mobile con riscaldamento a gas fino a 1400 °C
per la cottura o la sinterizzazione in aria o sotto atmosfera riducente......................................................... 43
Forni a camera
Forni a camera, riscaldamento a gas....................................................................................................... 44
Forni a camera, riscaldamento elettrico................................................................................................... 45
Forni a camera, Forni per preriscaldo lamiera metallica, riscaldamento elettrico............................................ 46
Forni a camera per la pulitura termica, con riscaldatamento a gas con post-combustore termico integrato........ 48
Forni a camera per la pulizia termica, con riscaldamento, riscaldamento elettrico o a gas............................... 49
Forni a campana, riscaldamento elettrico........................................................................................... 50
Dispositivi di caricamento ed accessori per forni a camera e a suola mobile....................................... 52
Bagni di raffreddamento...................................................................................................................... 53
Sistemi a gas inerte e di cementazione per processi di ricottura e tempra.......................................... 54
Forni a bagno di sali per il trattamento termico di acciaio o metalli leggeri,
riscaldamento elettrico o a gas....................................................................................................... 56
Forni a bagno di sali neutri, riscaldamento elettrico............................................................................ 57
Forni per processi continui
Forni a suola rotante fino a 1300 °C con e senza circolazione dell'aria, riscaldamento elettrico o a gas.............. 58
Forni continui, riscaldamento elettrico o a gas.......................................................................................... 62
Forni continui e forni per ricottura di filo . ................................................................................................ 64
Programmi di efficienza energetica..................................................................................................... 65
Impianti di bonifica per acciaio e metalli NF........................................................................................ 66
Uniformità della temperatura e precisione del sistema........................................................................ 72
AMS 2750 E, NADCAP, CQI-9.............................................................................................................. 73
Controllo dei processi e documentazione............................................................................................ 76
3
Quale forno per quale processo?
Preriscaldamento per
formatura/forgiatura
„„Forgiatura a caldo
„„Riscaldamento platino
„„Preriscaldamento forme
Tempra, ricottura
„„Ricottura di invecchiamento
„„Tempra bainitica
„„Ricottura di diffusione
„„Indurimento della superficie
„„Riassestamento
„„Ricottura di ingrossamento del grano
Raffreddamento
„„Tempra
„„Solubilizzazione
„„Ricottura di normalizzazione
„„Ricottura di ricristallizzazione
„„Ricottura di distensione
„„Ricottura di addolcimento
„„Acqua
„„Aria
„„Olio
„„Polimeri
in aria
con gas inerte, gas di
reazione o sottovuoto
in bagno di sale
Forni a suola mobile
Forni a pozzo a convezione
Forni a bagno di sali
Bagni di raffreddamento
Pagina 40
Pagina 36
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Pagina 56
Pagina 53
Forni a suola mobile
con riscaldamento a gas
Pagina 43
Forni a pozzo e a cassone
Forni a camera
con riscaldamento a gas
Pagina 44
Forni a suola mobile
Pagina 40
Forni a suona mobile con
cassetta di gasaggio
Pagina 40
Forni a camera
Forni a suola mobile
con riscaldamento a gas
Pagina 43
Forni a camera con
cassetta di gasaggio
Pagina 45
Pagina 50
Forni a camera
con riscaldamento a gas
Pagina 44
Forni a campana con
cassetta di gasaggio
Pagina 50
Forni a suola rotante
Forni a camera
Forni a suola rotante
Pagina 58
Pagina 45/46
Pagina 58
Forni continui
Forni a campana
Pagina 62
Pagina 50
Pagina 45/46
Forni a campana
Pagina 37
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Bagni di raffreddamento
ad acqua
Pagina 68-71
Forno a bagno di sale TS 40/30
con aspirazione dal bordo del
crogiolo vedi pagina 56
Bagno di raffreddamento ad
acqua con potente circolazione
dell'acqua
Forni a suola rotante
Pagina 58
Forni continui
Pagina 62
Forni per ricottura filo
Pagina 64
Forni continui per ricottura
filo
Pagina 64
Forno di ricottura con porta ad
apertura parallela elettroidraulico
e basamento mobile per il preriscaldamento di componenti in lamiera
di grandi dimensioni per l'industria
automobilistica vedi pagina 46
4
NR 200/11 H2 per il funzionamento con idrogeno vedi pagina 10
Rinvenimento, invecchiamento artificiale
„„Rinvenimento
„„Invecchiamento artificiale
„„Ricottura di invecchiamento
„„Riassestamento
Impianti di bonifica
„„Solubilizzazione
„„Preriscaldamento
„„ Ricottura a riduzione d'idrogeno
„„Solubilizzazione
„„Raffreddamento
„„Invecchiamento
artificiale a caldo
in aria
con gas inerte, gas di
reazione o sottovuoto
in bagno di sale
Essiccatoi a camera
Forni a bagno
Pagina 30
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a camera a
convezione > 560 litri
Pagina 24
Forni a camera a
convezione con cassetta
di gasaggio, Pagina 23
Forni a camera a
convezione < 675 litri
Pagina 22
Forni a camera a convezione
con tecnologia a camera
bianca, Pagina 21
Forni a camera a convezione
con tecnologia a camera
bianca, Pagina 21
Forni a convezione a suola
mobile con cassetta di
gasaggio, Pagina 38
Forni a convezione a suola
mobile
Pagina 38
Forni a pozzo a convezione
con cassetta di gasaggio
Pagina 35
Forni a pozzo a convezione
Forni a suola rotante
Pagina 35/36
Pagina 58
Forni a pozzo / a cassone
Forni continui
Pagina 37
Pagina 62
Impianto di bonifica
automatico
Pagina 68/69
Pagina 57
Impianto di bonifica
manuale
Pagina 70/71
Forni a suola rotante
Pagina 58
Impianto di bonifica manuale per la tempra di barre di acciaio vedi pagina 70/71
x min.
Apertura porta
Compensazix min.
one pressione
x min.
Lavaggio di
sicurezza
x min.
Riscaldamento
x min.
x min.
Riempire
Tenuta
x min.
Test di rilevazione fughe in
sovrapressione
x min.
x min.
Riposo
Raffreddamento
x min.
Riempire
x min.
x min.
Test di rilevazione fughe in
sottopressione
Introduzione gas di
processo
x min.
Riposo
x min.
x min.
Scaricare
Temperatura
Pagina 62
Tenuta/riscaldamento continuo
Tempo
Fase di
programma
Forni continui
Diagramma di flusso processo
Pressione
Atmosfera
5
Quale forno per quale processo?
Brasatura
„„Brasatura dolce
„„Brasatura dura
„„Brasatura ad alte temperature
Indurimento, tempra, essiccamento
„„Brasatura a immersione di acciaio
„„Brasatura a immersione di alluminio
„„Materiali in fibra
composita
„„Forme
„„Adesivi
„„Materie plastiche
„„Vernici
„„PTFE
„„Siliconi
„„Essiccamento di
superfici
„„Preriscaldamento
„„Vulcanizzazione
„„Condizionamento
in bagno di sale
sottovuoto
in gas inerte
contenente solventi
contenente acqua
Forni a bagno di sali
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Essiccatoi a camera
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Essiccatori a camera
Forni a camera a
convezione
Pagina 23
Forni a camera a
convezione con cassetta
di gasaggio, Pagina 23
Forni a camera a
convezione EN 1539
Pagina 34
Pagina 56
Forni a camera con
cassetta di gasaggio
Pagina 45
Pagina 30
Pagina 30
Essiccatori ad armadio
Pagina 32
Forni a convezione a suola
mobile
Pagina 38
Forni a pozzo a convezione
Pagina 35/36
Forni a suola rotante
Pagina 58
Sinterizzazione di componenti in titanio MIM in
forni VHT
Forni continui
Pagina 62
Brasatura a caldo in cassetta di gasaggio
6
VHT 500/22-GR H2 con isolamento e riscaldamento in grafite vedi pagina 14
Procedura termica/termochimica
Trattamento delle superfici, pulitura
„„Cementazione
„„Ricottura blu (ad es. con vapore acqueo)
„„Nitrurazione/nitrocarburazione
Sinterizzazione e
deceraggio
„„Riduzione (con idrogeno)
„„Pirolisi
„„Pulitura termica
„„Ossidazione
„„Deceraggio
„„MIM
„„CIM
„„Sinterizzazione
in procedura con
pacchetti di polvere
con gas inerte, gas
di reazione
in bagno di sale
in aria
con gas inerte, gas di
reazione o sottovuoto
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a bagno di sali
Forni a camera NB .. CL
riscaldamento a gas
Pagina 48
Forni a storte a pareti
calde
Pagina 10-13
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Forni a camera N(B) .. BO
Pagina 49
Forni a storte a pareti
fredde
Pagina 14-19
Forni a camera a
convezione
Pagina 23
Forni a camera a
convezione con cassetta
di gasaggio, Pagina 23
Forni a camera a
convezione N .. LS
Pagina 34
Forni a storte per il
deceraggio catalitico
Pagina 20
Forni a suola mobile
Pagina 40
Forni a convezione a suola
mobile con cassetta di
gasaggio, Pagina 38
Forni a suola mobile
con riscaldamento a gas
Pagina 43
Forni a suona mobile con
cassetta di gasaggio
Pagina 40
Forni a camera
con riscaldamento a gas
Pagina 44
Forni a camera con
cassetta di gasaggio
Pagina 45
Forni a camera
Panoramica cassette di
gasaggio
Pagina 54
Pagina 45/46
Forni a campana
Pagina 50
Panoramica cassette di
gasaggio
Pagina 54
Pagina 56
Processo di separazione termico
Processi
Impedire l‘accensione
..DB..
..LS
..IDB..
Deceraggio e sinterizzazio- Deceraggio
ne in atmosfera ossidante in atmosfera
inerte



NB..CL
Pulitura
termica in
atmosfera
inerte


≥ 20 %
≥ 20 %
0-3 %
Velocità di evaporazione
lento
veloce
lento
Caricare/scaricare
freddo/
freddo
freddo/freddo
caldo/caldo
freddo/
freddo
lento veloce
freddo/
freddo
Tmax
1800 °C
450 °C
850 °C
500 °C



Riscaldamento a gas
PCT esterna
()

<> 20 %
variabile
lento veloce
freddo/
freddo
<> 20 %
variabile
molto veloce
1400 °C
850 °C
()
> 750 °C/
> 750 °C








PCT interna
PCC esterna
≤3%




Combustione aperta
Riscaldamento
elettrico


Atmosfera inerte
Contenuto O2
NB..WAX
Deceratura e
bruciatura

Indurre l‘accensione
Rarefare l‘atmosfera
..BO
Pulitura
termica in
atmosfera
ossidante


()
Ricottura blu di alesatori con vapore acqueo in un
forno della serie NRA vedi pagina 12
7
Brasatura, formatura a caldo
I forni descritti in questo catalogo possono essere impiegati per numerosi processi di trattamento termico.Di seguito
sono descritti alcuni processi per i quali Nabertherm offre interessanti soluzioni.
Brasatura
Brasatura a caldo in cassetta di gasaggio
Nella brasatura generalmente si distingue, sulla base dell'intervallo di fusione dei metalli d'apporto, tra le
categorie brasatura dolce, brasatura forte e brasatura ad alta temperatura.Si tratta di un processo termico per
l'accoppiamento e il rivestimento di materiali con il passaggio attraverso una fase liquida a seguito della fusione di
un metallo d'apporto.Sulla base delle temperature di funzione del metallo si distinguono i seguenti processi:
Brasatura dolce:Tliq < 450 °C
Brasatura dura:Tliq > 450 °C < 900 °C
Brasatura ad alta temperature:Tliq > 900 °C
Oltre alla giusta scelta del metallo d'apporto, eventualmente di un liquido e di superfici pulite, anche la corretta
scelta del forno di brasatura è di importanza decisiva per il processo.Accanto alla vera e propria procedura di
brasatura, Nabertherm offre anche forni per processi di preparazione, ad esempio. per la metallizzazione di
ceramiche in preparazione alla brasatura di composti in metallo-ceramica.
Forno a storte a pareti calde fino a 1100 °C
Per i forni di brasatura vengono offerte le seguenti soluzioni:
„„Brasatura in cassetta di gasaggio in forno a camera a convezione fino a 850 °C in atmosfera di gas inerte
„„Brasatura in cassetta di gasaggio in forno a camera fino a 1100 °C in atmosfera di gas inerte
„„Brasatura in forno a storte a pareti calde, serie NR/NRA in gas protettivo o di reazione fino a 1100 °C
„„Brasatura in forni a storte a pareti fredde, serie VHT con gas protettivo, gas di reazione o sottovuoto fino a
2200 °C
„„Brasatura in bagno di sale con temperatura fino a 1000 °C
„„Brasatura o metalizzazione in forno tubolare fino a 1800 °C con gas inerte, gas di reazione o sottovuoto fino a
1400 °C (vedi catalogo a parte Advanced Materials)
Nel centro di test di Lilienthal, i clienti hanno la possibilità di testare una serie di forni.Saremo lieti di stabilire
insieme a Voi il modello di forno adatto alla Vostra applicazione.
N 6080/13 S con funzionamento porta
in porta, trasformatore di isolamento e
ammortizzatori
Preriscaldamento per la formatura a caldo
Per i classici processi di formatura a caldo, come la forgiatura o la fucinatura a caldo, il pezzo deve preventivamente
essere riscaldato fino al raggiungimento di una temperatura definita.Nabertherm offre un'ampia gamma di forni e
soluzioni al dettaglio per questi processi: dalla fabbricazione dei singoli pezzi fino alla produzione in serie, dalle
lamiere sottili fino ai componenti che devono essere sottoposti a formatura in più passaggi.
Nel caso in cui, ad esempio, si devono riscaldare solamente le estremità di lunghi componenti, il forno può essere
dotato di aperture richiudibili nella porta, al fine di evitare perdite di calore. Per la protezione dell'utilizzatore, nei
forni elettrici viene impiegato un trasformatore d'isolamento che, in caso di cortocircuito, fa in modo che la corrente
elettrica venga scaricata in modo sicuro.
N 1760/S per il preriscaldamento di lamiere con piano di caricamento
Se il forno viene impiegato nelle vicinanze di un martello di forgiatura con forti vibrazioni, è possibile installare degli
ammortizzatori per non sottoporre il forno a queste frequenze. Per processi di forgiatura continui vengono forniti
adeguati modelli di forni, per esempio forni a suola rotante o forni continui.Il vantaggio di un forno a suola rotante è
fornito dalla struttura compatta e dal carico/prelievo del pezzo in un'unica posizione.
Nel caso di formatura di lamiere, per esempio nel settore automobilistico, è necessario un forno con grande
larghezza e profondità rispetto all'altezza. Per facilitare il caricamento, i forni sono dotati di una porta ad apertura
parellela e in caso di necessità possono essere equipaggiati con un piano di caricamento adatto all'elevatore di
carico.
DH 2500/S su rotaie per il passaggio tra
due forgiature
8
Materie plastiche, additive manufacturing, stampa 3D
Tempra, indurimento, vulcanizzazione e degasaggio di materie plastiche, caucciù,
silicone e materiali in fibra composita
Un gran numero di materie plastiche e di materiali in fibra composita devono essere sottoposti ad un trattamento
termico per migliorarli e per garantirne le caratteristiche di prodotto desiderate.Nella maggior parte dei casi
si impiegano, per il relativo processo, essiccatori a camera o forni a camera a convezione.Gli esempi seguenti
descrivono processi che possono essere eseguiti con questi forni.
PTFE (politetrafluoroetilene)
Un esempio di applicazione è il trattamento termico di PTFE.Mediante il processo è possibile migliorare le
caratteristiche adesive, regolare la durezza di miscela del rivestimento od ottimizzare le proprietà di scorrevolezza.
Nella maggior parte dei casi si utilizzano essiccatori a camera che a seconda del tipo di plastica vengono realizzati
con o senza dispositivo di sicurezza secondo EN 1539.
Silicone
Uno degli obiettivi della tempra del silicone è quello di ridurre o ad una determinata quota percentuale o di eliminare
l'olio di silicone ivi contenuto, per rispettare, ad esempio, le direttive in vigore sui generi alimentari. Durante il
processo di tempratura, l'olio di silicone viene espulso dal vano del forno tramite un costante ricambio di aria. Al
fine di ottimizzare l'uniformità della temperatura nel vano del forno, l'aria fresca immessa viene preriscaldata. A
seconda delle dimensioni del forno, un impianto per il recupero del calore con scambiatore di calore può portare a
significativi risparmi energetici e può essere ammortizzato già in breve tempo.
Forni per la tempra del silicone con cassa
interna a saldatura stagna e telaio rotante
per il carico
Per prevenire che le parti si incollino tra di loro, queste vengono mantenute in movimento all'interno del forno
mediante un telaio mobile.
Materiali compositi in fibra di carbonio
I materiali compositi in fibra di carbonio sono oggi impiegati in molti settori industriali come l'industria
automobilistica, spaziale, aeronautica, per l'energia eolica, l'agricoltura, ecc. A seconda del materiale impiegato
e della procedura di fabbricazione sono necessari diversi processi di trattamento termico per l'indurimento dei
materiali compositi.
Una parte dei processi viene eseguita in autoclavi. Un'altra parte viene sottoposta a trattamenti termici in
essiccatori a camera o forni a camera a convezione.In questo caso, i materiali compositi vengono spesso espulsi
in sacchetti sottovuoto messi a disposizione dal cliente. A questo scopo il forno è equipaggiato con adeguati
allacciamenti per l'espulsione dei sacchetti d'aria.
Alle pagine 6-7 sono indicate le famiglie di forni offerte da Nabertherm per la tempra e l'indurimento delle materie
plastiche.
Additive manufacturing, stampa 3D
Additive manufacturing consente di convertire direttamente files di progettazione in oggetti finiti completamente
funzionali. Con le stampanti 3D, partendo da una massa di sabbia, di vetro, di metallo o plastica , gli oggetti
vengono creati strato dopo strato fino a raggiungere la loro forma definitiva.
In molti casi, questi oggetti devono essere trattati termicamente dopo la stampa. Nabertherm offre le soluzioni,
dalla polimerizzazione del legante per la mantenere la solidità del manufatto in verde fino a forni a vuoto in cui gli
oggetti di metallo sono sinterizzati, infiltrati e temperati.
Essiccatore a camera KTR 2000 per
polimerizzazione del legante dopo la
stampa 3D
Un buon esempio per i prodotti ottenuti con la additive manufacturing sono gli stampi per piccole serie di
microfusione. Per il processo di fusione a cera persa, Nabertherm offre anche diverse soluzioni di trattamento
termico per il preriscaldo delle forme prima della colata e per la successiva deparaffinazione degli stampi.
9
Forni a storte a pareti calde fino a 1100 °C
NRA 75/06 con alimentazione gas automatica e touch panel H 3700
NRA 25/06 con pacchetto di
gasaggio
NRA 17/06 - NRA 1000/11
Questi forni con storte a tenuta di gas sono dotati di riscaldamento diretto o indiretto in base alla temperatura. Essi
sono particolarmente indicati per molteplici trattamenti termici che richiedono un'atmosfera definita di gas inerte o
anche di reazione. Questi modelli compatti possono essere progettati anche per il trattamento termico sottovuoto
fino a 600 °C. Il vano forno è realizzato con una storta a tenuta di gas dotata di un raffreddamento ad acqua nella
zona della porta per proteggere la speciale guarnizione. Equipaggiati con la relativa tecnica di sicurezza, i forni a
storta sono adatti anche per applicazioni con gas di reazione quali ad esempio l'idrogeno oppure, se realizzati con il
pacchetto IDB, per il deceraggio inerte o per processi di pirolisi.
Riscaldamento interno per modelli
NRA ../06
A seconda del campo di temperatura necessario per il processo, vengono impiegati diversi modelli:
Modelli NRA ../06 con Tmax 650 °C
„„Elementi riscaldanti disposti all‘interno della storta
„„Uniformità della temperatura fino a +/- 6 °C all‘interno dello spazio utile da 100 °C - 600 °C vedi pagina 72
„„Storta in 1.4571
„„Ventilatore di convezione nella parte posteriore della storta per ottimizzare l’uniformità della temperatura
Modelli NRA ../09 con Tmax 950 °C
„„Riscaldamento esterno con elementi riscaldanti disposti tutto intorno alla storta nonché con un riscaldamento
aggiuntivo nella porta
„„Uniformità della temperatura fino a +/- 6 °C all'interno dello spazio utile da 200 °C a 900 °C vedi pagina 72
„„Storta in 1.4841
„„Ventilatore di convezione nella parte posteriore della storta per ottimizzare l’uniformità della temperatura
Modelli NR ../11 con Tmax 1100 °C
„„Riscaldamento esterno con elementi riscaldanti disposti tutto intorno alla storta nonché con un riscaldamento
aggiuntivo nella porta
„„Uniformità della temperatura fino a +/- 8 °C all‘interno dello spazio utile da 200 °C - 1050 °C vedi pagina 72
„„Storta in 1.4841
10
NRA 480/04S
Versione base
„„Corpo compatto in struttura a telaio con lamine di acciaio inossidabile
„„Sistema di regolazione e di gasaggio integrato nel corpo del forno
„„Piani di caricamento saldati nella storta o casse di conduzione aria nei forni con convezione
dell‘atmosfera
„„Porta orientabile con cerniera a destra, con sistema aperto di raffreddamento ad acqua
„„Regolazione multizonale per versione da 950 °C e da 1100 °C, separata per vano forno e
porta.Vano forno ulteriormente suddiviso, a seconda della grandezza, in una o più zone di
riscaldamento.
„„Regolazione della temperatura realizzata come regolazione carica, con misurazione della temperatura dentro e
fuori dalla storta
„„Sistema di gasaggio per un gas inerte o di reazione non infiammabile, con flussometro e valvola
elettromagnetica, da comandare tramite la regolazione
„„Svuotabile fino a 600 °C con pompa a vuoto opzionale
„„Possibilità di collegamento di pompa a vuoto per lo svuotamento a freddo
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Regolazione PLC con touch panel h 700 per l‘immissione dei dati (o p 300 per la versione 650 °C) vedi pagina 77
Dotazione aggiuntiva
„„Integrazione per altri gas incombustibili
„„Gasaggio automatico, incluso regolatore di portata MFC per portate volumetriche variabili, comandato tramite
controllore PLC con touch panel H 3700
„„Pompa a vuoto per svuotare la storta fino a 600 °C, vuoto raggiungibile fino a 10-5 mbar, a seconda della pompa
utilizzata
„„Sistema di raffreddamento per la riduzione dei tempi di processo
„„Scambiatore di calore con sistema di raffreddamento a circuito chiuso per il raffreddamento della porta
„„Dispositivo di misurazione per il contenuto di ossigeno residuo
NRA 50/09 H2
Pompa a vuoto per evacuazione a freddo
della storta
Touch panel H 3700 per versione automatica
11
Caricamento del forno NRA 300/06 mediante carrello elevatore
NR 200/11 H2 per il trattamento termico
con idrogeno
Chiusura rapida a baionetta per la storta,
anche con azionamento elettrico come
dotazione aggiuntiva
Versione H2 per l'utilizzo con idrogeno
Per l'utilizzo con idrogeno come gas di processo il forno viene attrezzato e fornito con la tecnica di sicurezza
richiesta. Come sensori rilevanti per la sicurezza sono utilizzati esclusivamente componenti di provata efficacia
dotati della corrispondente certificazione. Il forno è comandato tramite un controllore PLC fail-safe (S7-300F/
controllo di sicurezza).
„„Alimentazione H2 con sovrapressione regolata di 50 mbar relativi
„„Sistema di sicurezza certificato
„„Regolazione PLC con touch panel grafico H 3700 per l'inserimento dei dati
„„Valvole di ingresso gas ridondanti per l'idrogeno
„„Pressioni all'ingresso monitorate per tutti i gas di processo
„„Bypass per il lavaggio sicuro del vano forno con gas inerte
„„Torcia per la postcombustione dei gas di scarico
„„Serbatoio di immissione di emergenza per il lavaggio del forno in caso di guasto
Esecuzione IDB per il deceraggio in gas inerti non infiammabili o per processi di pirolisi
I forni a storte delle serie NR e NRA sono ideali per il deceraggio con gas inerti non infiammabili o per processi
di pirolisi. Nella versione IDB i forni sono realizzati con un sistema di sicurezza grazie al quale il vano forno viene
monitorato e pulito con un gas inerte. I gas di scarico vengono bruciati con un apposito bruciatore a torcia. Sia il
lavaggio, sia la funzione del bruciatore a torcia sono monitorati al fine di garantire un funzionamento sicuro.
Porta ad apertura parallela per apertura a
forno caldo come dotazione aggiuntiva
„„Gestione del processo con sovrapressione regolata di 50 mbar relativi
„„Regolazione PLC con touch panel grafico H 1700 per l'inserimento dei dati
„„Monitoraggio della pressione di ingresso del gas di processo
„„Bypass per il lavaggio sicuro del vano forno con gas inerte
„„Torcia per la postcombustione dei gas di scarico
Modello
Ricottura blu di alesatori con vapore
acqueo in un forno della serie NRA
12
NRA 17/..
NRA 25/..
NRA 50/..
NRA 75/..
NRA 150/..
NRA 200/..
NRA 300/..
NRA 400/..
NRA 500/..
NRA 700/..
NRA 1000/..
Tmax
°C
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
650 o 950
Modello
NR 17/11
NR 25/11
NR 50/11
NR 75/11
NR 150/11
NR 200/11
NR 300/11
NR 400/11
NR 500/11
NR 700/11
NR 1000/11
Tmax
°C
1100
1100
1100
1100
1100
1100
1100
1100
1100
1100
1100
Dimensioni dello spazio utile in mm
Volumi utili Allacciamento
largh.
prof.
h
in l
elettrico*
225
350
225
17
trifase
225
500
225
25
trifase
325
475
325
50
trifase
325
700
325
75
trifase
450
750
450
150
trifase
450
1000
450
200
trifase
590
900
590
300
trifase
590
1250
590
400
trifase
720
1000
720
500
trifase
720
1350
720
700
trifase
870
1350
870
1000
trifase
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
SR(A) 17/.. - SR(A) 1500
I forni a storte SR e SRA (con circolazione del gas) sono indicati
per il funzionamento con gas inerti o di reazione non infiammabili
o infiammabili. Il forno viene caricato dall‘alto mediante una gru
o un altro dispositivo di sollevamento del cliente. In questo modo
è possibile inserire nel vano forno anche cariche di grande peso.
A seconda del campo di temperatura nel quale deve essere
impiegato il forno, sono a disposizione i seguenti modelli:
Modelli SR …/11 con Tmax 1100 °C
„„Riscaldamento da tutti i lati all‘esterno della storta
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a
+/- 8 °C all‘interno dello spazio utile da 500 °C - 1100 °C vedi
pagina 72
„„Storta in 1.4841
„„Regolazione multizonale del riscaldamento del forno dall'alto
in basso
SRA 300/06 con cesta di
caricamento
Modelli SRA ../09 con Tmax 950 °C
Realizzazione come i modelli SR…/11 con le seguenti differenze:
„„Convezione dell‘atmosfera con potente ventilatore nel coperchio
del forno per un‘ottimale uniformità della temperatura secondo
DIN 17052-1 fino a a +/- 5 °C all‘interno dello spazio utile e
nell‘intervallo di 200 °C - 900 °C vedi pagina 72
Modelli SRA ../06 con Tmax 600 °C
Realizzazione come i modelli SRA…/09 con le seguenti differenze:
„„Riscaldamento all‘interno della storta
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 7 °C all‘interno
dello spazio utile da 100 °C - 600 °C vedi pagina 72
„„Controllo a una zona
„„Storta in 1.4571
Versione base (tutti i modelli)
Realizzazione come la versione base dei modelli NR e NRA con le seguenti
differenze
„„Caricamento dall'alto con gru o dispositivo di sollevamento del cliente
„„Coperchio incernierato con apertura laterale
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
SR 170/1000/11 con storta
variabile e stazione di raffreddamento
Per dotazione aggiuntiva versione H2 oppure IDB vedere modelli NR e NRA
Modello
SR(A) 17/..
SR(A) 25/..
SR(A) 50/..
SR(A) 100/..
SR(A) 200/..
SR(A) 300/..
SR(A) 500/..
SR(A) 600/..
SR(A) 800/..
SR(A) 1000/..
SR(A) 1500/..
Tmax
Dimensioni interne della storta
in lega in mm
Ø in mm
h in mm
°C
250
350
250
500
400
450
600,
400
800
950
600
700
oppure
600
1000
1100
800
1000
800
1200
1000
1000
1000
1300
1200
1300
Volume
in l
17
25
50
100
200
300
500
600
800
1000
1500
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1300
1300
1400
1400
1600
1600
1800
1800
2000
2000
2200
PROF.
1700
1900
2000
2000
2200
2200
2400
2400
2600
2600
2800
H
1800
1800
1800
2100
2200
2500
2700
2900
2800
3100
3300
Allacciamento
Peso
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
in kg
600
800
1300
1500
2100
2400
2800
3000
3100
3300
3500
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
SRA 200/09
13
Forni a storte a pareti fredde fino a 2400 °C
VHT 500/22-GR H2 con pacchetto di ampliamento per il funzionamento con idrogeno
e cassetta di processo CFC
VHT 8/18-GR - VHT 500/18-KE
I forni compatti della serie VHT sono forni a camera con riscaldamento elettrico e realizzati con camera di
riscaldamento in grafite, molibdeno, tungsteno oppure MoSi2. Grazie alle soluzioni variabili di riscaldamento e grazie
all‘ampia gamma di accessori, questi forni offrono la possibilità di realizzare anche processi tecnicamente sofisticati
del cliente.
Il contenitore sottovuoto consente di svolgere processi di trattamento termico in atmosfere con gas inerte o di
reazione oppure sottovuoto, in base al modello fino a 10-5 mbar. Il forno base è indicato per il funzionamento con
gas inerti o di reazione non infiammabili o sottovuoto. La versione H2 permette l‘utilizzo con idrogeno o altri gas
combustibili. Fulcro di questa versione è un sistema di sicurezza certificato, che rende possibile un funzionamento
sicuro in qualsiasi momento e che attiva, in caso di guasto, un apposito programma di emergenza.
Specifiche di riscaldamento alternative
In linea di massima sono disponibili i seguenti modelli per le varie temperature di applicazione:
VHT 8/18-KE con isolamento in fibra
ed elementi riscaldanti in disiliciuro di
molibdeno
Trattamento termico di barrette di rame
con idrogeno in VHT 8/16 MO
14
VHT ../GR con isolamento e riscaldamento in grafite
„„Utilizzabile per processi sotto gas inerte e gas di reazione oppure sottovuoto
„„Tmax 1800 °C o 2200 °C (2400 °C come equipaggiamento addizionale)
„„Vuoto massimo in base al tipo di pompa utilizzato fino a 10-4 mbar
„„Isolamento in feltro di grafite
VHT ../MO oppure ../W con riscaldamento al molibdeno o al tungsteno
„„Impiegabile per processi sotto gas inerti e di reazione puri oppure sotto vuoto spinto
„„Tmax 1200 °C, 1600 °C o 1800 °C (cfr. tabella)
„„Vuoto massimo in base al tipo di pompa utilizzato fino a 5 x 10-5 mbar
„„Isolamento in pannelli riscaldanti di molibdeno risp tungsteno
VHT ../KE con isolamento in fibra e riscaldamento tramite elementi in disiliciuro di molibdeno
„„Utilizzabile per processi sotto gas inerte e gas di reazione oppure in aria o sottovuoto
„„Tmax 1800 °C
„„Vuoto massimo in base al tipo di pompa utilizzato fino a 10-2 mbar (fino a 1300 °C)
„„Isolamento in fibra ad ossidi di alluminio ad elevata purezza
Versione standard per tutti i modelli
Versione base
„„Dimensioni standard 8 - 500 litri di vano forno
„„Serbatoio di processo in acciaio inossidabile raffreddato ad acqua da tutti i lati ed ermetizzato con O-ring resistenti
ad alte temperature
„„Telaio in profilati d'acciaio stabili, di facile manutenzione grazie ai pannelli di acciaio inox facilmente rimovibili
„„Corpo del modello VHT 8 su ruote per uno spostamento agevole del forno
„„Distributore dell'acqua di raffreddamento con rubinetti manuali di intercettazione nella mandata e nel ritorno,
monitoraggio automatico della portata, senza circuito di raffreddamento
„„Circuiti di raffreddamento regolabili con indicazione di portata e temperatura ed interruttori di sovratemperatura
„„Impianto di distribuzione e controller integrati nel corpo
„„Regolazione tramite PLC H 700 con touch panel da 7“ dall‘uso semplice per l‘immissione e la visualizzazione dei
dati, con possibilità di salvare 10 programmi con rispettivamente 20 segmenti
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione termica
2 in base alla normativa EN 60519-2
„„Comando manuale delle funzioni del gas di processo e del vuoto
„„Immissione manuale del gas per un gas di processo (N2 oppure Ar) con portata regolabile
„„Bypass con valvola manuale per il riempimento rapido del vano forno
„„Scarico gas manuale con valvola di troppopieno (20 mbar relativi)
„„Pompa rotativa monostadio con valvola a sfera per la pre-evacuazione e per trattamenti termici a basso vuoto fino a
5 mbar
„„Manometro per il monitoraggio visivo della pressione
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Tmax 2400 °C
„„Corpo opzionalmente divisibile per l‘inserimento attraverso porte piccole (VHT 08)
„„Immissione del gas manuale per un secondo gas di processo (N2 oppure Ar) con portata regolabile e bypass
„„Cassetta di processo in molibdeno, tungsteno o CFC, particolarmente consigliata per i processi di deceraggio. La
cassetta con entrata e uscita diretta del gas viene installata nella camera del forno e serve a migliorare l‘uniformità
della temperatura. Cambiando le vie di gasaggio dopo la fase di deceraggio, i gas di scarico contenenti leganti
vengono rimossi dal forno e nel processo di sinterizzazione si ottiene un‘atmosfera con gas di processo depurati.
„„Termocoppia per la carica con indicatore
„„Misurazione di temperatura nei modelli per 2200 °C mediante pirometro e termocoppia di tipo S con dispositivo
automatico di estrazione per ottimi risultati di regolazione nel campo di temperatura inferiore (a partire da VHT 40)
„„Pompa rotativa a due stadi con valvola a sfera per la pre-evacuazione e per trattamenti termici sottovuoto fino a
10-2 mbar
„„Pompa turbomolecolare con saracinesca per la pre-evacuazione e per trattamenti termici sottovuoto fino a 10-5 mbar
inclusi trasduttore di pressione elettrico e pompa di prevuoto (solo VHT…/MO)
„„Altre pompe per vuoto a richiesta
„„Scambiatore di calore con sistema di raffreddamento a circuito chiuso
„„Pacchetto automatico con touch panel grafico H 3700
--Touch panel grafico 12“ H 3700
--Inserimento di tutti i dati di processo come temperature, tassi di riscaldamento, gasaggio e vuoto tramite il touch
panel
--Visualizzazione di tutti i dati di processo rilevanti su una schermata di processo
--Gasaggio automatico per un gas di processo (N2, argon o formiergas) con portata regolabile
--Bypass per il riempimento rapido del serbatoio con gas di processo, comandato tramite il programma
--Programma iniziale e finale automatico incluso test di rilevazione fughe per un funzionamento sicuro del forno
--Scarico automatico del gas con valvola a soffietto e valvola di troppopieno (20 mbar)
--Trasduttore di pressione per pressione assoluta e relativa
„„Regolatore di portata MFC per portate in volume variabili e per la generazione di miscele di gas con un secondo
gas di processo (solo con il sistema automatico)
„„Servizio a pressione parziale: alimentazione di gas con sottopressione regolata (solo con il sistema automatico)
„„Controllo da PC tramite NCC con corrispondenti possibilità di documentazione e collegamento a reti PC del
cliente
Inserto in grafite
Inserto al molibdeno
Inserto al tungsteno
Isolamento in fibra ceramica
Termocoppia di tipo S con dispositivo di
estrazione automatica per ottimi risultati
di regolazione nel campo di temperatura
inferiore
15
VHT 40/16MO H2
VHT 40/22 GR con porta motorizzata ad
apertura parallela e telaio anteriore per il
collegamento alla glove box
Pompa turbomolecolare
Versione H2 per il funzionamento con idrogeno o altri gas combustibili
Nella versione H2 i forni possono essere fatti funzionare con idrogeno o altri gas combustibili. Per queste
applicazioni, questi impianti sono equipaggiati con la necessaria tecnica di sicurezza. Come sensori rilevanti per la
sicurezza sono utilizzati esclusivamente componenti di provata efficacia dotati della corrispondente certificazione. I
forni sono comandati tramite un controllore PLC fail-safe (S7-300F/controllo di sicurezza).
„„Sistema di sicurezza certificato
„„Sistema automatico (vedi dotazione aggiuntiva sopra riportata)
„„Valvole di ingresso gas ridondanti per l'idrogeno
„„Pressioni all'ingresso monitorate per tutti i gas di processo
„„Bypass per il lavaggio sicuro del vano forno con gas inerte
„„Serbatoio di immissione d'emergenza a pressione monitorata con elettrovalvole ad apertura automatica
„„Bruciatore a torcia (riscaldamento elettrico o a gas) per la post-combustione dell'H2
„„Funzionamento in atmosfera: alimentazione H2 con sovrapressione regolata (50 mbar relativi) nel serbatoio di
processo a partire da temperatura ambiente
Dotazione aggiuntiva
„„Servizio a pressione parziale: alimentazione di H2 con sottopressione regolata (pressione parziale) nel serbatoio
di processo a partire da una temperatura di 750 °C nel vano forno
„„Storta nel serbatoio di processo per il deceraggio con idrogeno
Schema di gasaggio VHT, deceraggio e
sinterizzazione
Pompa rotativa monostadio per trattamenti termici
sottovuoto grossolano fino a 20 mbar
16
Pompa rotativa a due stadi per trattamenti termici
sottovuoto fino a 10-2 mbar
Pompa turbomolecolare con pompa di prevuoto per
trattamenti termici sottovuoto fino a 10-5 mbar
Cassetta di processo per deceraggio residuo con gas inerte
Determinati processi richiedono il deceraggio della carica con
gas inerti o di reazione non infiammabili. Per questi processi sono
particolarmente adatti i forni a storte a pareti calde (vedi modelli N…
oppure SR…). Con questi forni viene garantito che la formazione di
depositi di condensa è ridotta alla minima misura possibile.
Qualora non fosse possibile evitare la fuoriuscita di piccole quantità di
legante residuo durante il processo nel forno VHT, è opportuno optare
per un‘esecuzione specifica del forno.
La camera del forno viene corredata di una cassetta di processo
aggiuntiva, con scarico diretto nel bruciatore a torcia, dal quale è
possibile dissipare direttamente il gas di scarico. Con questo sistema
viene garantito che i gas di scarico del deceraggio non inquinino il
vano forno.
In base alla composizione dei gas di scarico, la linea del gas di scarico
può essere realizzata con diverse opzioni:
„„Bruciatore a torcia per la combustione dei gas di scarico
„„Trappola di condensa per la separazione del legante
„„Trattamento successivo dei gas di scarico, a seconda del processo,
tramite dispositivo di lavaggio
„„Scarico gas riscaldato per impedire il deposito di condensa nella
linea dei gas di scarico
VHT ...-../GR
VHT ...-../MO
VHT ...-18/W
VHT ...-18/KE
Tmax
1800 °C oppure 2200 °C 1200 °C oppure 1600 °C
1800 °C
1800 °C
Gas inerte





Aria/Ossigeno
fino a 350 °C
3
3
1,3
Idrogeno
3
-3



Vuoto grossolano, fine (>10 mbar)
2


Vuoto spinto (<10-3 mbar)
2
Materiale di riscaldatore
Grafite
Molibdeno
Tungsteno
MoSi2
Materiale di isolamento
Feltro di grafite
Molibdeno
Tungsteno/Molibdeno
Fibra ceramica
1
3
Fino a 1400 °C
Solo con il pacchetto sicurezza per gas infiammabili
2
A seconda di Tmax
Modello
VHT 8/..
VHT 40/..
VHT 70/..
VHT 100/..
VHT 250/..
VHT 500/..
Modello
Dimensioni interne della cassetta di processo in mm
largh.
prof.
h
120
210
150
250
430
250
325
475
325
425
500
425
575
700
575
725
850
725
Dimensioni interne in mm
largh.
prof.
h
VHT 8/..
170
240
200
VHT 40/..
300
450
300
VHT 70/..
375
500
375
VHT 100/..
450
550
450
VHT 250/..
600
750
600
VHT 500/..
750
900
750
1
Con gruppo di distribuzione rimosso
2
1800 °C/2200 °C
Volume
in l
8
40
70
100
250
500
Max peso per
la carica/kg
5
30
50
75
175
350
VHT 8/16 MO con sistema supplementare
Idrogeno e cassetta di processo
Volume
in l
3,5
25,0
50,0
90,0
230,0
445,0
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
PROF.
H
1100
2000
1250 (800)1
1600
2100
2300
1700
2500
2400
1900
2600
2500
2300
2800
2800
2500
3200
3000
Grafite
27
83/1032
105/1252
131/1552
180/2102
220/2602
Potenza allacciata in kW4
Molibdeno
Tungsteno
19/343
50
54/1003
134
70/1303
160
90/1653
210
125/2203
su richiesta
su richiesta
su richiesta
Fibra ceramica
12
30
55
85
su richiesta
su richiesta
3
1200 °C/1600 °C
4
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
17
Forni a pozzo con storte a parete fredda fino a 2400 °C e fino a 3000 °C
SVHT 2/24-W - SVHT 9/30-GR
I forni della serie SVHT offrono, rispetto ai modelli VHT (pagina
14 ss.) un ulteriore aumento dei dati prestazionali per quanto
riguarda il vuoto raggiungibile e la temperatura massima.
Grazie alla realizzazione come forni a pozzo con riscaldamento
al tungsteno, con i modelli SVHT ..-W è possibile realizzare
processi di fino a max. 2400 °C persino sotto vuoto spinto. I
modelli SVHT ..-GR con riscaldamento in grafite, anch’essi
realizzati come forni a pozzo, possono essere fatti funzionare in
atmosfera di gas nobili persino fino a max. 3000 °C.
„„Dimensioni standard con vano forno da 2 o 9 litri
„„Realizzazione in forno a pozzo, caricamento dall’alto
„„Struttura a telaio con lamiera strutturale in acciaio inox
„„Serbatoio in acciaio inox a parete doppio e raffreddamento
ad acqua
„„Comando manuale delle funzioni del gas di processo e del
vuoto
„„Gasaggio manuale per un gas di processo non combustibile
„„Predellino davanti al forno per un’altezza di caricamento
ergonomica
„„Coperchio del serbatoio con ammortizzatori pressione gas
„„Impianto di regolazione e di comando e gasaggio integrati
nella struttura del forno
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
SVHT 9/24-W con riscaldamento al
tungsteno
„„Per altre caratteristiche standard del prodotto vedere la descrizione della versione standard dei modelli VHT
pagina 14
Alternative di riscaldamento
Modulo riscaldante in grafite
Storta cilindrica con riscaldamento al
tungsteno
SVHT ..-GR
„„Utilizzabile per i processi:
--con gas inerte o di reazione oppure sottovuoto fino a 2200 °C
--con gas nobili (argon, elio) fino a 3000 °C
„„Vuoto massimo a seconda del tipo di pompa impiegato fino a 10-3 mbar
„„Riscaldamento: elementi riscaldanti in grafite, disposti in forma cilindrica
„„Isolamento: isolamento in feltro di grafite
„„Misurazione della temperatura tramite pirometro ottico
SVHT ..-W
„„Utilizzabile per processi con gas inerte o di reazione oppure sottovuoto fino a 2400 °C
„„Vuoto massimo a seconda del tipo di pompa impiegato fino a 10-5 mbar
„„Riscaldamento: modulo riscaldante cilindrico al tungsteno
„„Isolamento: lastre riscaldanti in tungsteno e molibdeno
„„Misurazione della temperatura con pirometro ottico
Per la dotazione aggiuntiva, ad es. la gestione automatica dei gas di processo o la versione per il funzionamento con
gas combustibili incluso sistema di sicurezza vedere i modelli VHT pagina 14
Regolazione raffredamento ad acqua
18
Modello
Tmax Dimensioni dello spazio utile Volumi utili
SVHT 2/24-W
SVHT 9/24-W
°C
2400
2400
Ø x h in mm
150 x 150
230 x 230
in l
2,5
9,5
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1400
1500
SVHT 2/30-GR 3000
150 x 150
2,5
1400
SVHT 9/30-GR 3000
230 x 230
9,5
1500
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
PROF.
2500
2750
H
2100
2100
Potenza
allacciata in
kW1
55
95
2500
2750
2100
2100
55
95
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
Forni a storte con fondo sollevabile temperatura fino a 2400 °C,
per la produzione
LBVHT 250/20-W con elementi riscaldanti in tungsteno
LBVHT 100/16 - LBVHT 600/24
I forni a storte con fondo sollevabile della serie LBVHT sono
particolarmente indicati per i processi produttivi che devono essere
realizzati in gas protettivi/di reazione o sotto vuoto. Per quanto
riguarda i principali dati relativi alle prestazioni, questi modelli
sono strutturati come i modelli VHT. La loro grandezza e la struttura
con fondo sollevabile ad azionamento elettroidraulico facilitano il
caricamento durante la produzione. I forni sono disponibili in diverse
grandezze e versioni. Come i modelli VHT, questi forni possono essere
provvisti di diverse soluzioni di riscaldamento.
LBVHT 600/24-GR
„„Dimensioni standard tra 100 e 600 litri
„„Realizzati come forno a storte con fondo sollevabile e tavolo ad azionamento elettroidraulico per un caricamento
facile e completamente visibile
„„Predisposti per l‘appoggio di carichi di peso elevato
„„Varie soluzioni di riscaldamento mediante
--elementi riscaldanti in grafite fino a 2400 °C
--elementi riscaldanti in molibdeno fino a 1600 °C
--elementi riscaldanti in tungsteno fino a 2000 °C
„„Struttura a telaio con lamiera strutturale in acciaio inox
„„Esecuzione standard con gasaggio per un gas inerte o di reazione non infiammabile
„„Sistemi di gasaggio automatici, anche per il funzionamento con diversi gas di processo come dotazione
aggiuntiva
„„Sistemi di gasaggio per il funzionamento con idrogeno o altri gas di reazione combustibili, compreso pacchetto di
sicurezza come dotazione aggiuntiva
„„Unità di controllo e regolazione e gasaggio integrato nel corpo del forno
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per altre caratteristiche standard del prodotto e la dotazione aggiuntiva vedere la descrizione della versione
standard dei modelli VHT a pagina 14
Modello
Tmax
°C
LBVHT 100/16-MO 1600
LBVHT 250/16-MO 1600
LBVHT 600/16-MO 1600
Modello
LBVHT 100/20-W
LBVHT 250/20-W
LBVHT 600/20-W
Tmax
°C
2000
2000
2000
Modello
Tmax Dimensioni interne in mm Volume Allacciamento
°C
Ø
h
in l
elettrico*
LBVHT 100/24-GR 2400
450
700
100
trifase
LBVHT 250/24-GR 2400
600
900
250
trifase
LBVHT 600/24-GR 2400
800
1200
600
trifase
LBVHT con elemento riscaldante in grafite
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
19
Forni a storte, a camera, per il deceraggio catalitico
anche come forni Combi per Debinding Catalitico o termico
NRA 40/02 CDB e NRA 150/02 CDB
I forni a camera con storta NRA 40/02 CDB e NRA 150/02 CDB sono stati
appositamente sviluppati per il deceraggio catalitico di pezzi stampati ad iniezione
di polveri in ceramica e/o metallici secondo la procedura BASF CATAMOLD®. Sono
equipaggiati con una storta a tenuta di gas, riscaldata internamente circolazione
gas, per il funzionamento a convezione. Al deceraggio catalitico il legante con
poliacetale (POM) si decompone chimicamente nel forno per l‘azione dell‘acido
nitrico, viene espulso dal forno attraverso l‘azoto che agisce come gas conduttore
e viene bruciato in una torcia per i gas di scarico. Entrambi i forni dispongono di un
ampio sistema di sicurezza per la tutela dell‘operatore e dell‘ambiente.
Realizzato come forno combinato serie CTDB questi modelli possono essere
utilizzati sia per il debinding catalitica o termica incl. presinterizzazione se
necessario e possibile. Le parti presinterizzate possono essere facilmente trasferite
nel forno di sinterizzazione. Il forno di sinterizzazione rimane pulito dal momento
che nessun residuo di legante è più presente.
NRA 40/02 con armadio per la pompa
acida
„„Contenitori di processo in acciaio inossidabile 1.4571 resistente all'acido con
grande porta orientabile
„„Riscaldamento da quattro lati all‘interno della storta attraverso radiatori a tubi/
acciaio al cromo per una buona uniformità della temperatura
„„Convezione orizzontale del gas per una distribuzione uniforme dell‘atmosfera di
processo
„„Pompa dosatrice acido e contenitore d'acido del cliente integrati nel telaio del
forno
„„Torcia riscaldata a gas con monitoraggio fiamma
„„Ampio sistema di sicurezza con PLC di sicurezza ridondante per un funzionamento sicuro con l‘acido nitrico
„„Grande touch panel grafico H 3700 per l‘immissione dei dati e la visualizzazione del processo
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Versione NRA 40/02 CDB
„„Tmax 200 °C
„„Sistema di gasaggio con valori fissi impostati
Versione addizionale NRA 150/02 CDB
„„Sistema di fornitura gas automatico per l'azoto con flussometro massico
„„Quantità di acido regolabili e volume di gasaggio adeguato di conseguenza
Pompa dosatrice per l'acido nitrico
Storta con riscaldamento interno e contenitore di processo
Modello
Versioni NRA… CTDB
„„Pacchetto sicurezza per debinding termico e inerte vedi pagina 12
„„Disponibile per 600°C e 900°C con convezione dell‘atmosfera
Dotazione aggiuntiva
„„Bilancia per il contenitore di acido nitrico collegata al PLC per monitorare il consumo di acido e visualizzare il
livello nel contenitore (NRA 150/02 CDB)
„„Sistema software NCC per la visualizzazione, il controllo e la documentazione del processo
„„Sistema di fornitura gas automatico per l‘azoto con flussometro massico (NRA 40/02 CDB)
„„Quantità di acido regolabili e volume di gasaggio adeguato di conseguenza (NRA 40/02 CDB)
„„Carrello elevatore per un caricamento facile del forno
„„Armadio per pompa acida
„„Serbatoio di emergenza in caso di errore
Tmax Dimensioni interne in mm Volume Dimensioni esterne in mm
°C
largh.
prof.
h
in l
LARGH. PROF.
H
NRA 40/02 CDB
200
300
450
300
40
1100
1250
2450
NRA 150/02 CDB
200
450
700
450
150
1650
1960
2850
1
Riscaldamento solo tra due fasi
2
A seconda del modello del forno la potenza richiesta potrebbe essere superiore
20
Potenza allacciata
in kW2
5
23
Allacciamento Peso
Quantità di acido
Azoto
elettrico*
in kg
(HNO3)
(N2)
800
max. 70 ml/h
1000 l/h
trifase1
1650
max. 180 ml/h
max. 4000 l/h
trifase1
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
Soluzioni per camera bianca
Le applicazioni per camera bianca prevedono requisiti molto severi per
l‘esecuzione del forno scelto. Se il forno intero viene allestito in camera bianca,
si deve impedire la formazione di impurità rilevanti nell‘atmosfera della camera
bianca. In particolare, tuttavia, si deve garantire la riduzione al minimo delle
impurità dovute alla presenza di particelle.
La scelta del forno dipende dall‘applicazione tecnologica specifica cui il forno
è destinato. In molti casi sono necessari forni a convezione per garantire la
necessaria uniformità della temperatura alle basse temperature. Per temperature
più alte Nabertherm propone anche molti forni con riscaldamento a radiazione.
Installazione del forno nella camera bianca
Se tutto il forno deve essere posizionato nella camera bianca, è importante che
sia la camera del forno che il corpo del forno e la regolazione offrano una buona
protezione dalle impurità. Le superfici del forno devono essere facili da pulire.
La camera del forno è impermeabilizzata rispetto all‘isolamento retrostante. Se
necessario, con una dotazione aggiuntiva, come ad esempio il filtro per l‘aria
fresca o la circolazione dell‘aria nel forno, è possibile migliorare ulteriormente la classe di purezza. È
consigliabile installare l‘impianto di distribuzione e il comando del forno fuori dalla camera bianca.
KTR 8000 come forno di produzione in
camera bianca con filtri per la circolazione
dell‘aria
Installazione del forno in camera grigia, caricamento del forno dalla camera bianca
Risultati ottimali per la camera bianca saranno ottenuti con l‘installazione del forno nella camera
grigia con il caricamento dalla camera bianca. In tal modo si riduce al minimo l‘occupazione dello
spazio nella camera bianca. Il lato anteriore e il vano interno del forno nella camera bianca vengono
realizzati in modo da garantire la massima facilità di pulizia. Con questa configurazione si raggiungono
le massime classi di purezza.
Chiusura a cateratta del forno tra camera grigia e camera bianca
In molti casi è possibile ottimizzare la logistica tra camera grigia e camera bianca in modo molto
semplice. Qui vengono utilizzati forni a doppia porta, con una porta nella camera griglia e l‘altra nella
camera bianca. La camera del forno e il lato del forno rivolto verso la camera bianca vengono eseguiti in modo da
ridurre il più possibile l‘impurità dovuta alla presenza di particelle.
Forno a camera a convezione NAC 120/65
in esecuzione per camera bianca
Contattateci, se cercate una soluzione per il trattamento termico in condizioni da camera bianca. Saremo lieti di
offrirvi il forno giusto per le vostre esigenze.
Forno a convezione NAC 250/65 in esecuzione per camera bianca classe 100 con
porta nella camera bianca
Forno a storte a pareti calde NRA 1700/06 con telaio di caricamento per l‘installazione in camera grigia con porta di caricamento in
camera bianca
Soluzione camera bianca/camera grigia
con caricamento e comando in camera
bianca
21
Forni a camera a convezione < 675 litri
riscaldamento elettrico
NA120/45
NA 250/45
Grazie alla loro ottima uniformità della temperatura, questi forni a camera con circolazione
dell‘aria si adattano per processi quali ad esempio il rinvenimento, la bonifica, l‘indurimento
per invecchiamento, la solubilizzazione, l‘invecchiamento artificiale a caldo o il trattamento di
addolcimento e la brasatura. Per il trattamento di addolcimento di rame o la tempra di titanio, ma
anche per il rinvenimento di acciaio con gas inerte, i forni sono equipaggiati con relative cassette
di gasaggio.Grazie alla struttura modulare, i forni possono essere dotati di accessori adeguati ai
requisiti di processo.
N 15/65HA come modello da tavolo
Trasportatore a rulli nel forno N 250/85HA
22
„„Tmax 450 °C, 650 °C o 850 °C
„„Deflettori in acciaio inox per un ottimale circolazione dell’aria nel forno
„„Porta orientabile con battuta a destra
„„Basamento compreso nella fornitura, N 15/65 HA realizzato come modello da tavolo
„„Circolazione orizzontale dell’aria
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 5 °C (modello N 15/65 HA fino a +/- 7 °C) vedi
pagina 72
„„Distribuzione ottimale dell’aria grazie ad elevate velocità di corrente
„„Un ripiano per il caricamento e listelli per altri due ripiani compresi nella fornitura (N 15/65 HA senza ripiano di
caricamento)
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva (non per il modello N 15/65HA)
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 3 °C vedi pagina 72
„„Raffreddamento tramite ventola per un raffreddamento accelerato
„„Valvole di scarico aria a motore
„„Porta ad apertura parallela manuale (fino al modello N(A) 250/.. (HA))
„„Porta ad apertura parallela pneumatica
„„Regolazione numero di giri per circolazione dell‘aria per componenti delicati
N 250/65HA con bagno di raffreddamento
N 250/65HA con sistema di alimentazione
a gas
„„Ripiani di caricamento aggiuntivi
„„Trasportatore a rulli nel vano forno per carichi di peso elevato
„„Cassette di gasaggio vedi pagina 54
„„Sistemi di caricamento, trasportatori a rulli per facilitare il caricamento, anche azionati a motore
vedi pagina 52
„„Versione per Tmax 950 °C
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
NA 30/45
NA 60/45
NA 120/45
NA 250/45
NA 500/45
NA 675/45
°C
450
450
450
450
450
450
largh.
290
350
450
600
750
750
prof.
420
500
600
750
1000
1200
h
260
350
450
600
750
750
in l
30
60
120
250
500
675
LARGH.
1040
1100
1200
1350
1500
1500
PROF.
1290
1370
1470
1650
1850
2050
N 15/65 HA1
N 30/65 HA
N 60/65 HA
N 120/65 HA
N 250/65 HA
N 500/65 HA
N 675/65 HA
650
650
650
650
650
650
650
295
290
350
450
600
750
750
340
420
500
600
750
1000
1200
170
260
350
450
600
750
750
15
30
60
120
250
500
675
470
607 + 255
667 + 255
767 + 255
1002 + 255
1152 + 255
1152 + 255
N 30/85 HA
N 60/85 HA
N 120/85 HA
N 250/85 HA
N 500/85 HA
N 675/85 HA
850
850
850
850
850
850
290
350
450
600
750
750
420
500
600
750
1000
1200
260
350
450
600
750
750
30
60
120
250
500
675
607 + 255
667 + 255
767 + 255
1002 + 255
1152 + 255
1152 + 255
Modello da tavolo vedi pagina 22
Riscaldamento solo tra due fasi
1
2
Volume
Dimensioni esterne in mm
Allacciamento
elettrico*
monofase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Peso
H
1385
1475
1575
1725
1800
1800
Potenza
allacciata
in kW3
3,0
6,0
9,0
12,0
18,0
24,0
845
1175
1250
1350
1636
1886
2100
460
1315
1400
1500
1860
2010
2010
2,4
5,5
9,0
13,0
20,0
30,0
30,0
monofase
trifase2
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
55
195
240
310
610
1030
1350
1175
1250
1350
1636
1886
2100
1315
1400
1500
1860
2010
2010
5,5
9,0
13,0
20,0
30,0
30,0
trifase2
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
195
240
310
610
1030
1350
in kg
195
240
310
610
1030
1350
Forno a convezione NA 500/45S con
quattro scomparti, realizzato con
trasportatore a rulli e propria porta
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
3
23
Forni a camera a convezione > 560 litri
riscaldamento elettrico o a gas
N 1500/85/HA con sistema di carico
elettrico per carichi pesanti
N 3920/26HAS
Registro termico nella versione a riscaldamento elettrico
Alimentazione del gas lateralmente al forno
24
Questi forni a camera a convezione sono disponibili per temperature di lavoro massime di 260 °C, 450 °C, 600 °C
o 850 °C e sono perfettamente adatti per processi di alto livello.Grazie alle loro dimensioni e alla struttura robusta
possono essere sottoposti a trattamento termico nel forno anche dei carichi pesanti.Questi forni sono realizzati in
modo tale da poter comodamente alloggiare gabbie e bancali o rastrelliere.Il caricamento può essere effettuato con
elevatori a forche, carrelli di caricamento o carrelli elevatori.Nella versione standard, i forni poggiano sul pavimento
del capannone senza isolamento del fondo.Il caricamento può essere facilitato dall'impiego di trasportatori a rulli
(anche azionati a motore) dentro e fuori dal forno.Tutti i forni sono disponibili con riscaldamento elettrico o a gas.
Versione standard per modelli fino a 600 °C (modelli per 850 °C vedi pagina 28)
„„Tmax 260 °C, 450 °C oppure 600 °C
„„Riscaldamento elettrico o a gas
„„Riscaldamento elettrico del forno a mezzo di registri termici
„„Riscaldamento a gas diretto o, su richiesta, riscaldamento a gas indiretto con trasmissione della temperatura
mediante tubo a convezione, ad esempio per il trattamento termico dell'alluminio
„„Ottimizzazione della conduzione dell'aria attraverso aperture di uscita regolabili per adeguamento alla carica
„„Con convezione orizzontale (tipo ../HA)
„„Elevato ricambio dell'aria per una buona trasmissione del calore
„„Caricamento a livello del suolo senza isolamento del pavimento per i modelli da 260 °C
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 5 °C vedi pagina 72
„„Vano del forno con rivestimento in materiale 1.4301 (DIN)
„„Riduzione della temperatura esterna grazie all’isolamento in lana minerale d’alta qualità
„„Dispositivo interno per apertura di emergenza per forni con vano accessibile
„„Dimensioni dei forni commisurate ai sistemi di caricamento più diffusi in commercio, quali bancali, gabbie, etc.
„„Porta a doppia anta per forni con una larghezza interna superiore a mm 1500 (modelli per 260°C e 450°C). Forni
per temperature superiori e con dimensioni inferiori sono dotati di porta ad anta singola
N 2520/60HA con trasportatore a rulli dentro e davanti al forno
N 1500/85HA con porta ad apertura
parallela e dispositivi di alloggiamento
pezzi nel forno
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva per modelli fino a 600 °C
„„Isolamento del fondo supplementare per incrementare l‘uniformità della temperatura per i modelli da 260 °C
„„Rampe di accesso per carrelli elevatori o corsie per l‘accesso a livello del suolo con i carrelli di caricamento per
modelli con isolamento del fondo (non per i modelli 600 °C)
„„Forno su basamento per un'altezza di caricamento ergonomica
„„Porta ad apertura parallela elettroidraulico
„„Sistemi di ventilazione per il raffreddamento rapido con regolazione manuale o automatica
„„Regolazione motorizzata delle valvole di presa e scarico aria per una migliore aerazione della camera del forno
„„Oblò e/o illuminazione del vano forno (non per i modelli 600 °C)
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 3 °C vedi pagina 72
„„Tecnica di sicurezza per cariche contenenti solventi secondo EN 1539 (non per i modelli 600 °C) vedi pagina 34
„„Sistemi di caricamento, trasportatori a rulli per facilitare il caricamento, anche azionati a motore vedi pagina 52
„„Sistemi di depurazione catalitica o termica dell’aria di scarico
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Cassetti estraibili per carichi pesanti
Corsie d’accesso per carrelli elevatori o di
caricamento
25
Forni a camera a convezione
riscaldamento elettrico o a gas
Forno a camera a circolazione d‘aria N 140000/26AS per la vulcanizzazione dei materiali in fibra composita in sacchi sottovuoto, compresa pompa e attacchi necessari nella camera
del forno
26
27
Forni a camera a convezione > 560 litri
riscaldamento elettrico o a gas
Stazione pompa a vuoto
Forno a camera a circolazione d‘aria N 140000/26AS per la vulcanizzazione dei materiali in fibra composita in sacchi sottovuoto, compresa pompa e attacchi necessari nella camera
del forno
Forni a convezione N 790/65HAS, regolabili in altezza, da integrare in un impianto
completo
N 670/65HAS con bagno di raffreddamento ad acqua
28
Versione standard per modelli da 850 °C
„„Tmax 850 °C
„„Riscaldatamento elettrico o a gas
„„Riscaldamento del forno a riscaldamento elettrico mediante filo riscaldante su tubi di supporto
„„Riscaldamento a gas diretto nella zona di uscita del ventilatore
„„Ottimizzazione della conduzione dell’aria attraverso aperture di uscita regolabili per adeguamento alla carica
„„Circolazione dell´aria orizzontale (tipo ../HA)
„„Elevato ricambio dell'aria per una buona trasmissione del calore
„„Basamento con altezza di caricamento 900 mm
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 5 °C vedi pagina 72
„„Deflettori dell'aria in 1.4828 (DIN)
„„Riduzione della temperatura esterna grazie all'isolamento multistrato con piastre in fibra (senza classificazione
secondo la direttiva EU 67/548)
„„Dimensioni dei forni commisurate ai sistemi di caricamento più diffusi in commercio, quali bancali, gabbie, etc.
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva per modelli da 850 °C
„„Porta ad apertura parallela elettroidraulico
„„Sistemi di ventilazione per il raffreddamento rapido con regolazione manuale o automatica
„„Regolazione motorizzata delle valvole di presa e scarico aria per una migliore aerazione della camera del forno
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 3 °C vedi pagina 72
„„Basamento per altezza di caricamento impostata dall'utente
„„Sistemi di caricamento, trasportatori a rulli per facilitare il caricamento, anche azionati a motore vedi pagina 52
„„Versione per Tmax 950 °C
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 72
N 12000/25AS
N 24500/20HAS
Modello
Tmax Dimensioni interne in mm Volume Dimensioni esterne in mm
H
1600
1600
1600
1800
1800
2720
2720
1800
1800
2720
2720
2720
2340
2340
3000
2840
Velocità di
conduzionedell’aria m3/h
3600
3600
3600
6400
6400
7200
7200
9000
9000
12800
12800
12800
18000
19200
18000
25600
Potenza
allacciata
in kW2
15
18
18
18
18
24
48
42
42
48
48
48
60
90
84
96
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
N 1000/26HA
N 1500/26HA
N 1500/26HA1
N 2000/26HA
N 2000/26HA1
N 2010/26HA
N 2880/26HA
N 4000/26HA
N 4000/26HA1
N 4010/26HA
N 4010/26HA1
N 4500/26HA
N 5600/26HA
N 6750/26HA
N 7200/26HA
N 10000/26HA
°C
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
260
largh.
1000
1500
1000
1500
1100
1000
1200
1500
2200
1000
2000
1500
1500
1500
2000
2000
prof.
1000
1000
1500
1100
1500
1000
1200
2200
1500
2000
1000
1500
2500
3000
1500
2500
h
1000
1000
1000
1200
1200
2000
2000
1200
1200
2000
2000
2000
1500
1500
2400
2000
in l
1000
1500
1500
2000
2000
2000
2880
4000
4000
4000
4000
4500
5600
6750
7200
10000
N 1000/45HA(E 1)
N 1500/45HA(E1)
N 1500/45HA1(E1)
N 2000/45HA(E1)
N 2000/45HA1(E1)
N 2010/45HA(E1)
N 2880/45HA(E1)
N 4000/45HA(E1)
N 4000/45HA1(E1)
N 4010/45HA(E1)
N 4010/45HA1(E1)
N 4500/45HA(E1)
N 5600/45HA(E1)
N 6750/45HA(E1)
N 7200/45HA(E1)
N 10000/45HA(E1)
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
450
1000
1500
1000
1500
1100
1000
1200
1500
2200
1000
2000
1500
1500
1500
2000
2000
1000
1000
1500
1100
1500
1000
1200
2200
1500
2000
1000
1500
2500
3000
1500
2500
1000
1000
1000
1200
1200
2000
2000
1200
1200
2000
2000
2000
1500
1500
2400
2000
1000
1500
1500
2000
2000
2000
2880
4000
4000
4000
4000
4500
5600
6750
7200
10000
1930
2380
1880
2380
1980
1880
2080
2380
3080
1880
2880
2380
2110
2110
2610
2610
1900
1900
2400
2000
2400
1900
2100
3110
2410
2900
1900
2400
3180
3680
2410
3180
1600
1600
1600
1800
1800
2720
2720
1800
1800
2720
2720
2720
2340
2340
3000
2840
3600
3600
3600
6400
6400
7200
7200
9000
9000
12800
12800
12800
18000
19200
18000
25600
151 / 36
181 / 36
181 / 36
181 / 42
181 / 42
241 / 48
481 / 60
421 / 60
421 / 60
481 / 60
481 / 60
481 / 60
601 / 84
901 /108
841 /108
961 /120
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
N
N
N
N
N
N
N
1000/60HA
1500/60HA
1500/60HA1
2000/60HA
2000/60HA1
4000/60HA
4000/60HA1
600
600
600
600
600
600
600
1000
1500
1000
1500
1100
1500
2200
1000
1000
1500
1100
1500
2200
1500
1000
1000
1000
1200
1200
1200
1200
1000
1500
1500
2000
2000
4000
4000
1930
2380
1930
2380
1980
2380
3080
1900
1900
2400
2000
2400
3110
2410
1600
1600
1600
1800
1800
1800
1800
3600
3600
3600
6400
6400
9000
9000
36
36
36
42
42
60
60
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
N
N
N
N
N
N
1000/85HA
1500/85HA
1500/85HA1
2000/85HA
2000/85HA1
4000/85HA
850
850
850
850
850
850
1000
1500
1000
1500
1100
1500
1000
1000
1500
1100
1500
2200
1000
1000
1000
1200
1200
1200
1000
1500
1500
2000
2000
4000
2100
2600
2100
2600
2200
2600
2000
2000
2600
2100
2800
3400
1900
1900
1900
2100
2100
2100
3400
6400
6400
9000
9000
12600
40
40
40
60
60
90
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
LARGH. PROF.
1930
1900
2380
1900
1880
2400
2380
2000
1980
2400
1880
1900
2080
2100
2380
3110
3080
2410
1880
2900
2880
1900
2380
2400
2110
3180
2110
3680
2610
2410
2610
3180
Potenza assorbita ridotta per applicazioni su materiali plastici
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
2
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
1
N 3968/80HAS per il trattamento termico
degli utensili da taglio
N 4010/45HA con guide di accesso, illuminazione vano forno e oblò
29
Essicatori a camera
riscaldamento elettrico o a gas
Modelli standard
Gli essicatori a camera della serie KTR possono essere impiegati per vari processi di essiccamento e per trattamenti
termici di cariche con normale peso e fattore di impacchettamento fino ad una temperatura di utilizzo di 260 °C. A
causa della potente circolazione dell'aria, nello spazio utile viene raggiunta un'ottimale uniformità della temperatura.
Grazie ad un ampio programma di accessori, i forni possono essere adattati alle esigenze di processo individuali. La
versione per il trattamento termico di sostanze combustibili secondo EN 1539 è disponibile per tutte le misure.
„„Tmax 260 °C
„„Con riscaldamento elettrico (mediante registro termico con radiatori integrati in acciaio al cromo) oppure
riscaldamento a gas (riscaldamento diretto con immissione di aria calda nel canale di aspirazione)
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 3 °C (versione senza corsie d‘accesso) vedi
pagina 72
Telaio rotante a motore con cestelli integrati per la movimentazione della carica
durante il trattamento termico
Carrello di caricamento con lamiere
estraibili
30
KTR 1500 con carrello di caricamento
KTR 21640/S con illuminazione interna e binari guida con tappi di isolamento per un‘ottimale
uniformità della temperatura
„„Isolamento in lana minerale di alta qualità che consente temperature delle pareti esterne < 20 °C
rispetto alla temperatura ambiente
„„Elevato ricambio dell'aria per rapidi processi di essiccamento
„„Porta a due ante a partire da KTR 3100
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di
protezione termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere l‘essicatore e i prodotti da
temperature eccessive
„„Incl. isolamento del fondo
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva
„„Rampe di accesso per carrelli elevatori o corsie per l'accesso a livello del suolo con i carrelli di
caricamento
„„Ottimizzazione della conduzione dell'aria attraverso aperture di uscita regolabili per adeguamento
alla carica
„„Sistemi di ventilazione per il raffreddamento rapido con regolazione manuale o automatica
„„Apertura e chiusura della valvola di scarico aria gestita mediante il programma
„„Oblò ed illuminazione del vano forno
„„Dispositivo di sicurezza per cariche contenenti solventi secondoEN 1539 vedi pagina 34
„„Carrelli di caricamento con e senza scaffali
„„Versione per processi di trattamento termico in camera bianca vedi pagina 21
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
Tmax
KTR 1500
KTR 3100
KTR 4500
KTR 6125
KTR 8000
°C
260
260
260
260
260
Dimensioni interne in mm
largh.
1000
1250
1500
1750
2000
prof.
1000
1250
1500
1750
2000
h
1500
2000
2000
2000
2000
Volume
in l
1500
3100
4500
6125
8000
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1930
2160
2410
2660
2910
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
PROF.
1430
1680
1930
2180
2430
H
2315
2880
2880
3000
3000
Potenza
allacciata
in kW1
18
27
45
45
54
KTR 3100/S per l‘indurimento dei materiali
in fibra composita in sacchi sottovuoto,
compresa pompa e attacchi necessari
nella camera del forno
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Circolazione d'aria nell'essiccatore a
camera
31
Essiccatori ad armadio, anche con tecnica di sicurezza come da EN 1539
riscaldamento elettrico
TR 240
TR 60 con velocità ventilatore regolabile
TR 60 - TR 1050
Con una temperatura d‘esercizio massima di 300 °C e la circulazione dell‘aria forzata, gli essiccatoi ad armadio
raggiungono un‘ottima uniformità della temperatura, nettamente migliore rispetto a molti modelli concorrenti. Si
prestano a molteplici applicazioni, come ad esempio l‘essiccazione, la sterilizzazione o l‘invecchiamento artificiale.
L‘ampia scorta di modelli standard garantisce rapidi tempi di consegna.
Dispositivo di rotazione elettrico come
dotazione aggiuntiva
Griglie estraibili per il caricamento
dell‘essiccatoio ad armadio a vari livelli
32
„„Tmax 300 °C
„„Intervallo di temperatura lavoro: da + 5 °C rispetto a temperatura ambiente fino a 300 °C
„„Modelli TR 60 - TR 240 come modelli da tavolo
„„Modelli TR 450 e TR 1050 come modelli fissi
„„Circulazione dell‘ariaorizzontale forzata comporta una uniformità della temperatura migliore di +/- 5 °C vedi
pagina 72
„„Camera in acciaio, lega 304 (AISI) (materiale n. 1.4301 secondo DIN), inossidabile e di facile pulizia
„„Grande impugnatura per aprire e chiudere la porta
„„Possibilità di caricamento su vari livelli mediante griglie (per il numero delle griglie vedi tabella a destra)
„„Grande porta ad ampia apertura, con battuta a destra e chiusura rapida per i modelli TR 60 - TR 450
„„Porta orientabile a due imposte con chiusure rapide per TR 1050
„„TR 1050 con rotelle di trasporto
„„Scarico dell‘aria sulla parete posteriore regolabile a variazione continua da davanti
„„Regolazione a microprocessore PID con sistema di autodiagnosi
„„Riscaldamento silenzioso con relè a semiconduttore
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere l‘essicatore e i prodotti da temperature eccessive
„„Numero di giri del ventilatore per convezione dell‘aria regolabile a variazione continua
„„Finestra per osservare la carica
„„Griglie aggiuntive con barre a inserimento
TR 450 con finestra per visibilità interna
TR 1050 con porta a due imposte
„„Apertura laterale
„„Vasca di raccolta in acciaio inox per la protezione del vano interno del forno
„„Tecnica di sicurezza in base a EN 1539 per cariche contenenti solventi (TRS) fino al
modello TRS 240, uniformità di temperatura raggiungibile +/- 8 °C vedi pagina 72
„„Rotelle di trasporto per modello TR 450
„„Varie possibilità di adattamento alle richieste specifiche del cliente
„„Possibilità di ampliamento per requisiti di qualità secondo AMS 2750 E oppure FDA
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV
vedi pagina 76
Modello Tmax
Dimensioni interne
Volume Dimensioni esterne
Potenza Allaccia- Peso Griglie Griglie Carico
in mm
in mm
allacciata
mento
max
elettrico* in kg incl. max totale1
°C
largh. prof.
h
in l LARGH. PROF. H
in kW2
TR 60 300
450
380
350
60
700 650 690
3
monofase
90
1
4
120
TRS 60 260
450
360
350
57
700 680 690
6
trifase
92
1
4
120
TR 120 300
650
380
500
120
900 650 840
3
monofase 120
2
7
150
TRS 120 260
650
360
500
117
900 680 840
6
trifase
122
2
7
150
TR 240 300
750
550
600
240
1000 820 940
3
monofase 165
2
8
150
TRS 240 260
750
530
600
235
1000 850 940
6
trifase
167
2
8
150
TR 450 300
750
550 1100
450
1000 820 1440
6
trifase
235
3
15
180
TR 1050 300 1200
630 1400 1050
1470 955 1920
9
trifase
450
4
14
250
1
Carico max. per piano 30 kg
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
2
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
TR 60 con finestra per visibilità interna
33
Forni/essiccatori a camera a convezione con tecnica di sicurezza
per cariche contenenti solventi secondo EN 1539 o NFPA 68
Forno a doppia porta N 560/26HACLS con
sistema di sicurezza, caricamento di fronte
e scarico da dietro
Essiccatore a camera con riscaldamento elettrico KTR 1500 per
l'essiccamento di anime verniciate a caldo
Tecnica di sicurezza per i forni a camera a convezione
In determinati processi vengono sprigionati solventi ed altre sostanze combustibili che danno origine a emissioni
di gas. Questi gas non devono infiammarsi nel forno. La dotazione con dispositivi di sicurezza previsti per forni
destinati a questi processi è disciplinata a livello europeo dalla normativa EN 1539 oppure NFPA 68 negli USA.
Per questo impiego sono adatti tutti i forni a convezione dei modelli KTR e i forni a camera a convezione < 450 °C
con relativo dispositivo di sicurezza, che impedisce lo sviluppo di fiamma nel vano forno.
Apertura di presa d'aria e potente ventola
per i gas di scarico aria montate sul forno
Rampe di accesso per essiccatore a
camera con isolamento del fondo
34
A tal fine, i gas che si formano nel corso del processo devono essere rarefatti con aria. Inoltre, è necessario che
all'interno del forno non si accumuli localmente un'elevata concentrazione di sostanze infiammabili. A tal fine, i forni
sono dotati di un ventilatore per gas di scarico che garantisce un’aspirazione definita dell'aria all'interno del forno,
con simultanea adduzione di aria fresca, assicurando in tal modo una certa depressione. L'aspirazione è monitorata
mediante dispositivi tecnici di misurazione. Tramite l'adduzione simultanea di aria fresca, l'atmosfera del forno viene
rarefatta. Anche la circolazione dell'aria è monitorata mediante dispositivi tecnici di misurazione.
„„Dimensioni del forno tra 120 e 10.000 litri
„„Potente ventola per i gas di scarico che assicura la depressione all'interno del forno
„„Circolazione e scarico dei gas definiti e monitorati
„„Segnale visivo ed acustico in caso di guasto
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
Forni a pozzo a convezione
riscaldamento elettrico
SAL 250/65
SAL 30/45A- SAL 500/85
I forni a pozzo a convezione offrono il vantaggio della facilità di caricamento, ad esempio per il trattamento termico di
elementi pesanti o di cesti. Grazie alle temperature d’impiego massime di 450 °C - 850 °C che consentono di raggiungere,
questi forni compatti sono particolarmente indicati per processi come il rinvenimento, la solubilizzazione, l’invecchiamento
artificiale a caldo e il trattamento di addolcimento.
SAL 120/65 con storta per gas protettivo
e impianto di raffreddamento accanto al
forno
„„Tmax 450 °C, 650 °C oppure 850 °C
„„Ricircolo dell’aria nel fondo del forno, elevata intensità della corrente d’aria
„„Conduzione verticale dell’aria
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 4 °C vedi pagina 72
„„Vano interno in acciaio inossidabile
„„Pannello elettrico con relais
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva
„„Sussidio di caricamento con braccio orientabile e cestello
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 2 °C vedi pagina 72
„„Ventola per accelerare il raffreddamento o banco di raffreddamento a parte per una cassetta di ricottura accanto al
forno
„„Cassetta di ricottura con apertura di ingresso e uscita del gas inerte per la lavorazione in atmosfera definita
vedi pagina 54
„„Sistemi di gasaggio manuali ed automatici per gas inerti vedi pagina 54
Modello
Tmax
Dimensioni interne in
mm
largh. prof.
h
300
250
400
350
350
500
450
450
600
600
600
750
750
750
900
Volume
SAL 30/45
SAL 60/45
SAL 120/45
SAL 250/45
SAL 500/45
°C
450
450
450
450
450
SAL 30/65
SAL 60/65
SAL 120/65
SAL 250/65
SAL 500/65
650
650
650
650
650
300
350
450
600
750
250
350
450
600
750
400
500
600
750
900
30
60
120
250
500
120
120
120
400
400
750
800
900
1050
1200
850
950
1050
1200
1350
SAL 30/85
SAL 60/85
SAL 120/85
SAL 250/85
SAL 500/85
850
850
850
850
850
300
350
450
600
750
250
350
450
600
750
400
500
600
750
900
30
60
120
250
500
80
80
80
250
250
600
800
900
1050
1200
740
950
1050
1200
1350
in l
30
60
120
250
500
Max peso
Dimensioni esterne
per la carica
in mm
in kg
LARGH. PROF.
H
120
750
850 1250
120
800
950 1350
120
900 1050 1450
400
1050 1200 1600
400
1200 1350 1750
Potenza
allacciata
in kW2
3,0
6,0
9,0
18,0
27,0
Allacciamento
elettrico*
monofase
trifase
trifase
trifase
trifase
Peso
1250
1350
1450
1600
1750
5,5
9,0
13,0
20,0
30,0
trifase1
trifase
trifase
trifase
trifase
130
225
280
750
980
1000
1350
1450
1600
1750
5,5
9,0
13,0
20,0
30,0
trifase1
trifase
trifase
trifase
trifase
130
225
280
750
980
in kg
130
225
280
750
980
Riscaldamento solo tra due fasi
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
1
2
Cestello per caricamento a piani
SAL 30/65 con storta di ricambio per
trattamento termico in atmosfera definita
sotto gas e due stazioni di raffreddamento
con storta
35
Forni a pozzo a convezione
riscaldamento elettrico o a gas
SAH 1000/85
SAH 200/60 - SAH 1000/85
Questi forni a pozzo a convezione sono particolarmente indicati, grazie alla struttura robusta di cui
sono dotati, per il trattamento termico professionale con ottima uniformità della temperatura. Con
questi forni possono essere realizzati processi produttivi come il rinvenimento, la solubilizzazione,
l‘invecchiamento artificiale a caldo e il trattamento di addolcimento.
„„Tmax 600 °C oppure 850 °C
„„Adatto per pesi di carico elevati
SAH 1780/60S
„„Ventola per il ricircolo dell’aria ubicata nel coperchio del forno, elevata velocità di corrente
„„Camera del forno con cilindro di conduzione dell'aria
„„Riscaldamento da tutti i lati
„„Conduzione dell’aria di convezione attraverso la griglia di fondo
„„Dispositivo pneumatico o idraulico per il sollevamento del coperchio
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 3 °C vedi pagina 72
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Regolazione automatica delle valvole di
presa e scarico aria
Dotazione aggiuntiva
„„Raffreddamento tramite ventola per accelerare il processo di raffreddamento
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 2 °C vedi pagina 72
„„Regolazione del numero di giri per il circolazione dell’aria nel trattamento di cariche delicate
„„Regolazione a più zone o sistema di convezione speciale per ottimizzare uniformità della temperatura e per
adeguare il trattamento alla carica
„„Cariche fino ad un peso massimo di 7 tonnellate
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
2 forni SAH 5600/75 S nella produzione
Tmax
°C
SAH 200/..
SAH 300/..
SAH 500/.. 600
SAH 600/.. oppure
SAH 800/.. 850
SAH 1000/..
SAH 1280/..
SAH 5600/..
Cilindro di conduzione
Ø in
mm
600
600
800
800
1000
1000
800
1800
h in mm
800
1000
1000
1200
1000
1300
1600
2200
Volume Max peso per Dimensioni esterne in mm
la carica
in l
in kg
LARGH. PROF.
H
200
400
1460
1460
1850
300
400
1460
1460
2050
500
600
1660
1660
2050
600
600
1660
1660
2250
800
1000
2000
2000
2050
1000
1000
2000
2000
2400
1300
800
1660
1660
2800
5600
5000
2700
3000
3900
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
36
Potenza
allacciata
in kW1
27
27
36
54
63
81
81
120
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Forni a pozzo e a cassone con o senza circolazione dell‘aria
riscaldamento elettrico o a gas
I nostri forni a cassone sono particolarmente
indicati per il trattamento termico
di elementi lunghi o pesanti.
Nella maggior parte dei casi il
caricamento viene eseguito con
un carroponte. Grazie alla potente
circolazione dell‘aria, a una
temperatura massima di 850 °C i
forni raggiungono un‘ottima uniformità
della temperatura. Anche i forni a cassone per
un campo di temperatura superiore, fino a 1280 °C,
essendo riscaldati su tutti i cinque lati raggiungono un‘ottima
uniformità della temperatura. In alternativa questi forni sono disponibili
anche con riscaldamento a gas. I forni sono costruiti e fabbricati su misura, in base
alle dimensioni e al peso degli elementi impiegati.
„„Tmax 260 °C, 450 °C, 600 °C o 850 °C per forni con circolazione dell‘aria
„„Tmax 900 °C o 1280 °C per forni con riscaldamento a radiazione
„„Con riscaldamento elettrico o a gas
„„Riscaldamento su entrambi i lati longitudinali per i forni con circolazione dell‘aria
„„Riscaldamento su tutti i quattro lati e sul fondo con piastre in SiC, che hanno anche la funzione di robusta base
d‘appoggio per i modelli fino a 900 °C o 1280 °C
„„Isolamento di alta qualità, adattato alla temperatura massima
„„Coperchio con azionamento elettroidraulico a due mani
„„Fessure di presa d'aria chiudibili nella parte inferiore della camera del forno
„„Aperture di scarico dell‘aria chiudibili nel coperchio
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
S 5120/GS1, camera divisibile in due parti,
coperchio a due pezzi
Camera del forno S 5120/GS con supporto
che accoglie la piastra isolante per dividere a metà la camera del forno
Dotazione aggiuntiva
„„Valvole di scarico aria motorizzate per il raffreddamento rapido
„„Raffreddamento regolato tramite ventola con valvole di scarico aria motorizzate
„„Regolazione multizonale del riscaldamento per ottimizzare l‘uniformità della temperatura
„„Per elementi corti la camera è divisibile al centro e regolabile separatamente
„„Versione per Tmax 950 °C, ventilatore a protezione del motore per la circolazione dell‘aria da
sovraccarico termico, azionato indirettamente tramite cinghia
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi
pagina 76
S 4100/S per elementi elevati
SAT 1512/85S
37
Forni a convezione a suola mobile
riscaldamento elettrico o a gas
Forno a suola mobile WB 4500/85A direttamente riscaldato a gas
Forno a suola mobile con circolazione
d‘aria W 5290/85 AS con cassetta di ricottura per il trattamento termico di bobine
sotto gas protettivo
Valvola per accelerare il processo di
raffreddamento
I forni a convezione a suola mobile W 1000/60A W 8300/85A vengono impiegati quando si devono sottoporre
a trattamento termico cariche, il cui peso supera le 25 t.Sono
particolarmente adatti per processi quali la solubilizzazione,
l'invecchiamento artificiale a caldo, il rinvenimento o il trattamento di
addolcimento, nei quali è importante un'elevata uniformità della temperatura.La potente
circolazione dell'aria garantisce che in tutto lo spazio utile si raggiunga un'ottimale uniformità della
temperatura .Grazie ad un ampio programma di dotazioni aggiuntive, questi forni possono essere ottimamente adattati al
relativo processo.
„„Tmax 1280 °C o 1340 °C
„„Struttura del corpo a doppia parete con ventilazione posteriore che consente di contenere la temperatura delle pareti
esterne, per modelli da 850 °C
„„Porta orientabile con battuta a destra
„„Riscaldamento mediante radiatori a tubi in acciaio al cromo per modelli da 600 °C
„„Riscaldamento su tre lati da entrambi i lati della lunghezza e dal carrello per modelli da 850 °C
„„Potente ventola di convezione con circolazione verticale dell'aria
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 5 °C vedi pagina 72
„„Riscaldamento del fondo protetto da piastre in SiC sul
carrello per modelli da 850 °C, che hanno anche la funzione
di robusta base d'appoggio per l'impilamento.
„„Vano del forno con lamiere interne in acciaio inossidabile
1.4301 per modelli da 600 °C e in 1.4828 per modelli da
850 °C
„„Struttura isolante in lana minerale di elevata qualità per
modelli da 600 °C
Piano di caricamento in forno a convezione
a suola mobile per 850 °C
38
Forno a convezione a suola mobile per il trattamento termico di
bobine
„„Isolamento in materiale fibroso di qualità e non classificato per modelli da
850 °C
„„Carrello con ruote a bordino, su rotaie, per la movimentazione semplice e
precisa di carichi elevati
„„Azionamento elettrico a catena del carrello, in combinazione con il
funzionamento su rotaie, per una semplice movimentazione di carichi
pesanti a partire dal modello W 4800
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento
regolabile per la classe di protezione termica 2 in base alla normativa
EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Riscaldamento a gas diretto nella zona di aspirazione del ventilatore o su
richiesta riscaldamento a gas indiretto con trasmissione della temperatura
mediante tubo di convezione
„„Azionamento elettrico a catena del carrello, in combinazione con il
funzionamento su rotaie, per una semplice movimentazione di carichi
pesanti fino al modello W 4000
„„Ottimizzazione d‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a
+/- 3 °C vedi pagina 72
„„Carrelli su ruote in alluminio con
azionamento a cremagliera senza
necessità di spostare i binari davanti
al forno
„„Varie possibilità di ampliamento in un
impianto di forno a suola mobile:
--Carrelli aggiuntivi
--Sistema di smistamento dei carrelli
con binari di deposito per il cambio
carrelli in caso di funzionamento su
rotaie e per il collegamento di più
forni
--Azionamento a motore dei carrelli e del dispositivo di smistamento trasversale
--Comando automatico del cambio carrello
„„Porta ad apertura parallela ad azionamento elettro-idraulico
„„Valvole di scarico aria azionate a motore, gestibili tramite il programma
„„Sistema di raffreddamento regolato o non regolato con ventola a regolazione di frequenza e valvola di scarico
aria a motore
„„Regolazione multizonale adattata al rispettivo modello di forno, per ottimizzare l'uniformità della
temperatura per modelli da 850 °C
„„Rodaggio del forno con cottura di prova e misurazione dell'uniformità della temperatura (anche in
presenza di merce per ottimizzare il processo)
„„Versione per Tmax 950 °C, ventilatore a protezione del motore per la circolazione dell‘aria da
sovraccarico termico, azionato indirettamente tramite cinghia
„„Controllo dei processi e documentazione mediante sistema software Controltherm MV, NTLog e
NTGraph o Nabertherm Control-Center NCC per il monitoraggio, la documentazione e la gestione
vedi pagina 76
Modello
Tmax
°C
W 1000/..A
W 1600/..A
W 2200/..A
W 3300/..A
W 4000/..A
W 4800/..A
W 6000/..A
W 6600/..A
W 7500/..A
W 8300/..A
600
oppure
850
Dimensioni interne in mm
largh.
800
1000
1000
1200
1500
1200
1500
1200
1400
1500
prof.
1600
1600
2250
2250
2250
3300
3300
4600
3850
4600
h
800
1000
1000
1200
1200
1200
1200
1200
1400
1200
Volume
in l
1000
1600
2200
3300
4000
4800
6000
6600
7500
8300
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1800
2000
2000
2200
2500
2200
2500
2200
2400
2500
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
PROF.
2390
2390
3040
3040
3040
4090
4090
5390
4640
5390
H
2305
2535
2535
2745
2780
2780
2900
2770
2980
2780
Potenza
allacciata
in kW1
45,0
45,0
90,0
90,0
110,0
110,0
140,0
140,0
140,0
185,0
W 10430/85AS
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
W 13920/60AS4 con griglia di fondo per
carichi pesanti
39
Forni a suola mobile
riscaldamento elettrico
W 2200/S con sistema di tavoli intercambiabili
W 7500 con carro separato in tre parti
W 1000/G - W 10000
Per la ricottura e tempra di elementi di grandi dimensioni, ad esempio pezzi fusi pesanti o di acciaio per utensili
a temperature comprese fra 800 °C e 1100 °C, consigliamo i nostri forni a suola mobile con riscaldamento a
radiazione.Il carrello può essere caricato all‘esterno del forno.Nella versione con porta ad apertura parallela
sollevamento elettroidraulico e un azionamento a motore del carrello, il forno può anche essere aperto a caldo e
la merce può essere fatta uscire per il raffreddamento.In caso d‘impiego di più carrelli in abbinamento con una
seconda porta o con un sistema di smistamento trasversale, è possibile caricare un carrello mentre l‘altro è ancora
all‘interno del forno.I tempi di processo vengono così abbreviati e l‘energia residua del forno ancora caldo può
essere utilizzata per il riscaldamento del nuovo carico.
Islamento in fibra e resistenze inserite in
scanalature per brevi tempi di processo
40
„„Tmax 900 °C o 1280 °C
„„Struttura del corpo a doppia parete con ventilazione posteriore che consente di contenere la temperatura delle
pareti esterne
„„Porta orientabile con battuta a destra
„„Il riscaldamento da 5 lati (da quattro lati e dal carrello) per un‘ottimale uniformità della temperatura
„„Il riscaldamento del carrello si attiva all'ingresso nel forno tramite contatti a coltello
„„Elementi riscaldanti su tubi di supporto, forniscono libera irradiazione e lunga durata del filo riscaldante
„„Riscaldamento del fondo protetto da piastre in SiC sul carrello, che hanno anche la funzione di robusta base
d’appoggio piana per l’impilamento
„„Isolamento multistrato in mattoni refrattari leggeri e speciale isolamento posteriore
„„Costruzione autoportante ed indistruttibile della copertura, camera murata a volta
„„Carrello con ruote a bordino, su rotaie, per la movimentazione semplice e precisa di
carichi elevati
„„Valvola di presa dell’aria a saracinesca regolabile
„„Valvola di scarico dell’aria manuale nella copertura del forno
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe
di protezione termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti
da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Isolamento in fibra anche in combinazione con elementi riscaldanti alloggiati in
scanalature per necessità di tempi di riscaldamento veloci
„„Azionamento elettrico a catena del carrello, in combinazione con il funzionamento su
rotaie, per una semplice movimentazione di carichi pesanti
„„Carrelli su ruote in alluminio con azionamento a cremagliera senza necessità di spostare i
binari davanti al forno
„„Varie possibilità di ampliamento in un impianto di forno a suola mobile:
--Carrelli aggiuntivi
--Sistema di smistamento dei carrelli con binari di deposito per il cambio carrelli in caso di
funzionamento su rotaie e per il collegamento di più forni
--Azionamento a motore dei carrelli e del dispositivo di smistamento trasversale
--Comando automatico del cambio carrello
„„Porta ad apertura parallela ad azionamento elettro-idraulico
„„Valvola di scarico aria azionata a motore, gestibile tramite il programma
„„Sistema di raffreddamento controllato od incontrollato con ventola a regolazione di
frequenza e valvola di scarico aria a motore
„„Regolazione multizonale adattata al rispettivo modello di forno, per ottimizzare l‘uniformità
della temperatura
„„Rodaggio del forno con cottura di prova e misurazione dell‘uniformità della temperatura
(anche in presenza di merce) per ottimizzare il processo
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV, NTLog
e NTGraph per il forno base e Control-Center NCC di Nabertherm per il monitoraggio, la
documentazione e la gestione vedi pagina 76
Carrello su ruote di alluminio senza spostamento delle rotaie e con
azionamento a cremagliera
Forno a suola mobile con sistema di gasaggio
Impianto di forno con sistema di trasferimento dei carrelli in produzione
W 8250/S
41
Forni a suola mobile
riscaldamento elettrico
Impianto di forno in versione combinata composto da due forni a suola mobile W 5000/H, sistema di smistamento dei carrelli e due
carrelli aggiuntivi con i necessari binari di deposito
Forno a suola mobile W 6340S
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
Volume
Dimensioni esterne in mm
W 1000/G
W 1500/G
W 2200/G
W 3300/G
W 5000/G
W 7500/G
W 10000/G
°C
900
900
900
900
900
900
900
largh.
800
900
1000
1000
1000
1000
1000
prof.
1600
1900
2200
2800
3600
5400
7100
h
800
900
1000
1200
1400
1400
1400
in l
1000
1500
2200
3300
5000
7500
10000
LARGH.
1470
1570
1670
1670
1670
1670
1670
PROF.
2410
2710
3010
3610
4410
6210
7910
W 1000
W 1500
W 2200
W 3300
W 5000
W 7500
W 10000
1280
1280
1280
1280
1280
1280
1280
800
900
1000
1000
1000
1000
1000
1600
1900
2200
2800
3600
5400
7100
800
900
1000
1200
1400
1400
1400
1000
1500
2200
3300
5000
7500
10000
1470
1570
1670
1670
1670
1670
1670
2410
2710
3010
3610
4410
6210
7910
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
42
H
1915
2030
2140
2355
2555
2555
2555
Potenza
allacciata
in kW1
40
57
75
110
140
185
235
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Peso
in kg
3000
3500
4500
5300
7300
10300
12500
1915
2030
2140
2355
2555
2555
2555
57
75
110
140
185
235
300
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
3000
3500
4500
5300
7300
10300
12500
Forni a suola mobile con riscaldamento a gas fino a 1400 °C
per la cottura o la sinterizzazione in aria o sotto atmosfera riducente
Impianto di forno in versione composto da due forni a suola mobile WB 11000/HS con riscaldamento a gas, sistema di smistamento dei carrelli e due carrelli aggiuntivi con i necessari binari di deposito
I forni a suola mobile con riscaldamento a gas si segnalano soprattutto per la loro capacità
di potenza. Grazie all‘impiego di bruciatori ad alta velocità è possibile ottenere tempi di
riscaldamento rapidi. La disposizione dei bruciatori viene scelta in base alla geometria del forno, in
modo da poter raggiungere un‘ottimale uniformità della temperatura. A seconda della dimensione
del forno, i bruciatori possono essere equipaggiati in alternativa con tecnica di recupero che
consente un risparmio energetico. L‘ottimo isolamento in fibra di lunga durata, con bassa capacità
di immagazzinamento, permette rapidi tempi di riscaldamento e di raffreddamento.
„„Tmax fino a 1400 °C, a seconda del design del forno
„„Potenti e robusti bruciatori ad alta velocità con regolazione a impulsi e speciale conduttura della
fiamma nel vano forno per un‘ottimale uniformità della temperatura
„„Funzionamento con gas di città, gas naturale o gas liquido
„„Comando PLC automatico della temperatura e monitoraggio del funzionamento dei bruciatori
„„Resistente isolamento in fibra con ridotta capacità di immagazzinamento calore per rapidi tempi
di riscaldamento e di raffreddamento
„„Corpo a doppia parete per mantenere basse le temperature esterne
„„Canna fumaria con raccordi per lo smaltimento dei gas di scarico
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe
di protezione termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da
temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Regolazione lambda automatica per l'impostazione dell'atmosfera del forno
„„Tubi per aria di scarico e gas di scarico
„„Bruciatori di recupero che utilizzano una parte della linea del calore di scarico per pre-riscaldare
l'aria di combustione, contribuendo così ad un notevole risparmio energetico
„„Sistemi termici o catalitici di depurazione gas di scarico
„„Controllo dei processi e documentazione mediante sistema software Controltherm MV, NTLog
e NTGraph o Nabertherm Control-Center NCC per il monitoraggio, la documentazione e la
gestione vedi pagina 76
„„Per altre dotazioni aggiuntive per i forni a suola mobile vedi pagine 41
Forno a suola mobile WB 14880S
Vano interno del forno con otto bruciatori ad alta velocità
43
Forni a camera
riscaldamento a gas
NB 4330/S
NB 2880/S
NB2304/S con post combustore termico
integrato per una pulitura a caldo delle
parti verniciate
Bruciatore compatto per modelli standard
fino a NB 600
44
NB 300 - NB 600
Determinati processi di trattamento termico necessitano di un forno a camera con riscaldamento a gas. Brevi tempi
di riscaldamento grazie all‘elevata potenza rappresentano un argomento vincente. I forni a camera dotati di potenti
bruciatori atmosferici a gas sono adatti per molti di questi processi. Nella versione base, i bruciatori devono essere
accesi manualmente una sola volta, all‘inizio del processo.In seguito, l‘unità di controllo automatica gestisce la
regolazione della curva di cottura. A fine programma i bruciatori sono disinseriti automaticamente. A seconda della
versione, è possibile equipaggiare i forni con bruciatori ad aria soffiata automatici e altri accessori adeguati.
„„Tmax 1300 °C
„„Potenti bruciatori atmosferici per l'uso con gas liquido o gas naturale
„„Posizionamento speciale dei bruciatori a gas con ottima conduttura delle fiamme (top-down) per un‘ottimale
uniformità della temperatura
„„Regolazione automatica della temperatura
„„Valvolame gas con controllo della fiamma e valvola di sicurezza, in conformità a DVGW
„„Isolamento multistrato resistente in mattoni refrattari leggeri e speciale isolamento posteriore per un basso
consumo energetico
„„Costruzione autoportante ed indistruttibile della copertura, camera murata a volta oppure isolamento in fibra
„„Corpo realizzato a doppia parete, fiancate laterali in acciaio inossidabile (NB 300) e quindi basse temperature
esterne
„„Robusta porta a doppia parete
„„Canna fumaria con raccordo 150 mm (NB 300) e 200 mm (NB 400, NB 600)
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Bruciatore ad aria soffiata con regolazione e accensione automatica
„„Bruciatore ad aria soffiata con funzionamento automatico
„„Tubi per aria di scarico e gas di scarico
„„Sistemi termici o catalitici di depurazione gas di scarico
„„Tecnica per il recupero di calore vedi pagina 65
„„Controllo dei processi e documentazione mediante sistema software Controltherm MV, NTLog e NTGraph o
Nabertherm Control-Center NCC per il monitoraggio, la documentazione e la gestione vedi pagina 76
Forni a camera
riscaldamento elettrico
N 41/H
N 7/H - N 641/13
Questi forni a camera universali con riscaldamento a radiazione sono appositamente studiati per le applicazioni più gravose
nei trattamenti termici. Essi sono ideali per i processi relativi alla costruzione di utensili e nei trattamenti termici come la
ricottura, la tempra o la fucinatura. Grazie all’impiego di una vasta gamma di accessori, questi forni sono perfettamente
adattabili ad ogni tipo di applicazione.
N 312 con elevatore di carico
„„Struttura compatta e robusta
„„Riscaldamento da tre lati (fiancate e fondo)
„„Resistenze riscaldanti, alloggiate in posizione protetta all‘interno di scanalature
„„Riscaldamento del fondo protetto mediante piastra in carburo di silicio a conduzione termica
„„Porta orientabile parallelamente, con apertura verso il basso (protezione della porta dall’irradiazione del calore)
„„Parte superiore della porta protetta con lamiere in acciaio inossidabile contro bruciature all'apertura del forno a
temperature elevate
„„Apertura di scarico dell‘aria sul lato del forno, dal modello N 31/H sulla parete posteriore del forno
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 10 °C vedi pagina 72
„„Basso consumo energetico grazie alla struttura isolante multistrato
„„Movimento della porta con ammortizzatore a gas compresso
„„Vernice zincata ad alta resistenza al calore per la protezione della porta e della cornice (per modello N 81 e maggiori)
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva vedi pagina 46/47
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
N
N
N
N
7/H1
11/H1
11/HR1
17/HR1
°C
1280
1280
1280
1280
largh.
250
250
250
250
prof.
250
350
350
500
h
120
140
140
140
in l
7
11
11
17
LARGH.
720
720
720
720
PROF.
640
740
740
890
N
N
N
N
31/H
41/H
61/H
87/H
1280
1280
1280
1280
350
350
350
350
350
500
750
1000
250
250
250
250
30
40
60
87
840
840
840
840
N 81
N 161
N 321
N 641
1200
1200
1200
1200
500
550
750
1000
750
750
1100
1300
250
400
400
500
80
160
320
640
N 81/13
N 161/13
N 321/13
N 641/13
1300
1300
1300
1300
500
550
750
1000
750
750
1100
1300
250
400
400
500
80
160
320
640
Per il modello da banco
Riscaldamento solo tra due fasi
1
2
Volume
Dimensioni esterne in mm
H
510
510
510
510
Potenza
allacciata
in kW3
3,0
3,6
5,5
6,4
Allacciamento
elettrico*
monofase
monofase
trifase2
trifase2
Peso
1010
1160
1410
1660
1320
1320
1320
1320
15,0
15,0
20,0
25,0
trifase
trifase
trifase
trifase
210
260
400
400
1140
1180
1400
1690
1900
1930
2270
2670
1790
1980
2040
2240
20,0
30,0
47,0
70,0
trifase
trifase
trifase
trifase
820
910
1300
2100
1220
1260
1480
1770
1960
1990
2330
2730
1840
2030
2090
2290
22,0
35,0
60,0
80,0
trifase
trifase
trifase
trifase
900
1000
1500
2500
in kg
60
70
70
90
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
3
N 27/HS per la forgiatura con apertura
della porta pneumatica e tendina per la
protezione dalle radiazioni
N 7/H
45
Forni a camera,
Forni per preriscaldo lamiera metallica
riscaldamento elettrico
Questi forni a camera molto robusti e con riscaldamento
a radiazione sono appositamente studiati per i processi
di trattamento termico in funzionamento continuo.Essi
sono particolarmente adatti per processi di formatura
come la forgiatura o la formatura a caldo di lamiere.
Grazie all'impiego di una vasta gamma di accessori,
questi forni sono perfettamente adattabili ad ogni tipo di
applicazione.
Forno di ricottura con porta ad apertura
parralela elettroidraulico e basamento
mobile per il preriscaldamento di componenti in lamiera di grandi dimensioni per
l’industria automobilistica
Riscaldamento della porta come dotazione
aggiuntiva
„„Tmax 1200 °C
„„Struttura molto robusta
„„Riscaldamento da tre lati (fiancate e fondo)
„„Elementi riscaldanti su tubi di supporto ceramici, e quindi una radiazione termica completamente libera
„„Riscaldamento del fondo protetto mediante piastra in carburo di silicio a conduzione termica
„„Porta ad apertura parallela manuale per modelli fino a N 951
„„Porta ad apertura parallela ad azionamento elettroidraulico per modelli a partire da N 1296
„„Funzionamento del riscaldamento con relé antiusura a semiconduttore (per modelli fino a 60 kW) vedi pagina 45
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 10 °C vedi pagina 72
„„Presa per misurazione temperatura, antiusura, per misurazioni di temperatura da parte del cliente
„„Misurazione del tempo di permanenza della carica per l'impiego in caso di forgiatura o formatura di lamiere:dopo
il caricamento, l'operatore aziona un tasto e si attiva il tempo di permanenza della merce precedentemente
definito.Al termine di questo intervallo, una segnalazione acustica e ottica indica che la carica può essere
prelevata.
„„Vernice resistente al calore per la protezione dello zinco sul telaio e sulla porta
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva
„„Altre temperature su richiesta
„„Copertura protettiva del riscaldamento laterale con piastre in carburo di silicio
„„Porta ad apertura parallela ad azionamento elettroidraulico per modelli fino a N 951
„„Allacciamenti per il gas inerte in abbinamento con la sigillatura del corpo del forno con silicone
„„Cassette di ricottura per la nitrurazione a polvere o ricottura sotto gas inerte
„„Sussidi per l'alimentazione e per il caricamento
„„Griglie di caricamento per carichi pesanti
„„Ventola di raffreddamento con valvole di scarico aria motorizzate nella copertura del forno
N 6080/13S come forno di preriscaldamento per la forgiatura con porta nella
porta
46
N 761 con cassetta di gasaggio e carrello di caricamento
„„Resistenze riscaldanti anche nella porta e nella parete posteriore per
ottimizzare l‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 5 °C
vedi pagina 72
„„Rodaggio del forno con misurazione dell'uniformità della temperatura
con 11 termocoppie di misurazione, compreso protocollo dei risultati di
misurazioneProtocollo dei risultati di misura
„„Camera del forno con riscaldamento del coperchio come dotazione aggiuntiva
in caso di utilizzo del forno come forno di preriscaldamento per fogli di lamiera
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software
Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
Tmax
N 731
N 761
N 891
N 951
N 1296
N 1491
N 1501
N 1601
N 1760
N 1771
N 2161
N 2201
N 2251
N 2401
°C
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
Dimensioni interne in mm
largh.
750
800
800
1000
1800
1660
1000
1600
2200
1400
1700
1000
2500
2500
prof.
1300
1900
1400
1900
1200
1200
1500
2000
1600
1400
1700
2200
1500
1200
h
750
500
800
550
600
750
1000
500
500
900
750
1000
600
800
Volume
in l
730
760
890
950
1296
1490
1500
1600
1760
1770
2160
2200
2250
2400
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1800
1740
1740
2060
2860
2720
2060
2660
3400
2460
2760
2060
3560
3560
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
PROF.
2400
2700
2200
2700
2000
2000
2300
2900
2500
2200
2600
3000
2300
2000
H
2890
2650
3450
2780
3020
3350
3845
2900
2900
3745
3350
3845
3020
3445
Potenza
allacciata
in kW1
70
70
70
70
70
110
95
110
110
110
110
150
110
110
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
N 1491/S in produzione
Camera del forno con riscaldamento del
coperchio come dotazione aggiuntiva in
caso di utilizzo del forno come forno di
preriscaldamento per fogli di lamiera
47
Forni a camera per la pulitura termica
con riscaldamento a gas con post-combustore termico integrato
1 Camera forno
2 Riscaldamento a gas camera
del forno
3 Post-combustione termica
4 Canna di scarico
I forni a camera della serie NB .. CL vengono impiegati per la pulitura
termica di componenti. In questi processi non è importantissimo
raggiungere l‘uniformità ottimale della temperatura. Come esempi si
possono citare la pulizia termica di motori elettrici, superfici laccate
di particolari in acciaio o iniettori di macchine per lo stampaggio a
iniezione.
NB 2300 CL
I forni sono riscaldamento a gas e dispongono di un sistema di post-combustione termico integrato, anch‘esso
riscaldamento a gas. L‘atmosfera preimpostata povera di ossigeno rispettivamente riducente evita fenomeni di
combustione spontanea sul pezzo, impedendo danni dovuti a sovratemperatura.
I gas di scarico generati vengono convogliati dalla camera del forno al post-combustore termico, dove saranno
Inceneriti. A seconda del tipo di gas è possibile evitare anche la formazione di residui.
Per la sicurezza del funzionamento, all‘avvio del programma la porta del forno si blocca e può essere riaperta solo
dopo la fine del processo, quando la temperatura scende al di sotto di 180 °C. In caso di anomalia alla fiamma di un
bruciatore o di mancanza di gas, il processo viene interrotto. La regolazione è inoltre equipaggiata con un selettorelimitatore della temperatura, che viene impostato dal cliente su una temperatura di spegnimento sicura al cui
superamento il forno si spegne.
NB 1300 CL
I forni non sono indicati per elementi e rivestimenti contenenti solventi o un elevato contenuto di acqua. Inoltre
questi modelli non devono essere utilizzati per cariche che presentano un basso punto di combustione, come ad
es. legno, carta o cera.
„„Tmax 500 °C
„„Dimensioni standard con camera del forno da 2500 litri max.
„„Struttura del forno idonea per il trasporto sicuro mediante carrelli di sollevamento
„„Camera del forno dalle dimensioni adatte per contenere scatole grigliate standard
„„Isolamento della camera del forno in materiale fibroso non classificato, fondo e parete posteriore rivestiti in
mattoni refrattari
„„Alte prestazioni, bruciatore atmosferico alimentato a gas liquefatto o a gas naturale
„„Regolazione della temperatura completamente automatica
„„Post-combustione termica integrata per la depurazione dei gas di scarico
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Bruciatore per riscaldamento forno e postcombustione termica
48
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
Dimensioni esterne in mm
NB 1300 CL
NB 2300 CL
NB 2500 CL
°C
500
500
500
largh.
1200
1200
1200
LARGH. PROF.
2160
2310
2160
2605
2160
3000
prof.
900
1200
1600
h
1000
1600
1300
H
2450
3050
2750
Potenza bruciatore
camera del forno
in kW
50
100
100
Potenza bruciatore postcombustione termica
in kW
100
100
100
Forni a camera per la pulizia termica, con riscaldamento
riscaldamento elettrico o a gas
I forni a camera della serie N…BO vengono utilizzati per la pulizia termica di pezzi. Esempi ne sono
la fusione dei residui di granulati di colata con successiva sinterizzazione o la pulizia termica di
catalizzatori di ossido da resti di fuliggine o residui di carburante. I forni hanno riscaldamento elettrico
o a gas. I forni con riscaldamento elettrico dispongono, per motivi di sicurezza, di una torcia a gas per
l’accensione di pericolose concentrazioni di gas. Si evita così un accumulo di miscele infiammabili e si
garantisce una combustione sicura.
1 Scaríco
2 Fiamma di accensione
3 Aria pulita
Questa serie di forni è adatta a prodotti che non subiscono danni per un aumento temporaneo e
incontrollato della temperatura.
La combustione dei componenti organici indesiderati può avvenire a temperature > 400 °C. In
conclusione può seguire un processo consecutivo fino a 1000 °C/ 1400 °C (riscaldamento elettrico) o
1000 °C (riscaldamento a gas).
Per un funzionamento sicuro, lo sportello del forno si blocca alla partenza del programma e può
essere riaperto solo quando la temperatura, alla fine del processo, è scesa al di sotto di un valore
definito. Nel caso di un’anomalia della fiamma del bruciatore o in caso di mancanza di gas, il processo
s’interrompe.
Modelli N100 BO - N 650/14 BO con riscaldamento elettrico
„„Tmax 1000 °C o 1400 °C
„„Grandezze standard con 650 litri di volume del forno, altre grandezze a richiesta
„„Camino di scarico
„„Regolazione completamente automatica della temperatura
„„Post-combustione termica opzionale (TNV)
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l’uso
Modello
Tmax
N 100 BO
N 300 BO
N 300/14 BO
N 650/14 BO
°C
1000
1000
1400
1400
Dimensioni interne in mm
larg.
400
550
550
700
prof.
530
700
700
850
alt.
460
780
780
1100
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1200
1350
1350
1700
PROF.
1300
1450
1450
1900
H
2100
2200
2200
2700
Potenza allacciata
in kW1
9
20
30
62
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
1
Modelli NB 300 BO e NB 650 BO, con riscaldamento a gas
„„Tmax 1000 °C
„„Grandezze standard fino a 650 litri di volume del forno, altre grandezze a richiesta
„„Post-combustione termica integrata (TNV)
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l’uso
Modello
Tmax
NB 300 BO
NB 650 BO
°C
1000
1000
Dimensioni interne in mm
larg.
550
700
prof.
700
850
alt.
780
1100
N 300 BO con torcia di sicurezza
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
1250
1600
PROF.
1650
2100
H
3000
3150
Potenza bruciatore
in kW
100
200
49
Forni a campana
riscaldamento elettrico
H 1000/S con sistema di tavoli intercambiabili
H 125/LB o LT - H 3000/LB o LT
I forni a campana offrono in pratica il vantaggio di poter essere caricati in modo liberamente accessibile.Il
riscaldamento da tutti e quattro i lati e dal tavolo produce un'ottima uniformità della temperatura. Il forno base è
equipaggiato con un tavolo fisso sotto la calotta. Il sistema può essere ampliato con uno o più tavoli intercambiabili
azionati manualmente o a motore. Come variante di design, la calotta può essere completamente levata utilizzando
un carroponte.Il sistema di riscaldamento del forno, in questo caso, viene realizzato a innesto.
„„Tmax 1280 °C
„„Struttura del corpo a doppia parete con ventilazione posteriore che consente di contenere la temperatura delle
pareti esterne
„„Azionamento elettro-idraulico della campana con tavolo fisso
„„Riscaldamento da 5 lati (tutti e quattro i lati e il tavolo) per un‘uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1
fino a +/- 10 °C vedi pagina 72
Forno a campana con aperture per carichi
sporgenti
50
Impianto di forno a campana con tre tavoli intercambiabili e cassette
di gasaggio per il trattamento termico in gas inerti o di reazione non
infiammabili
„„Elementi riscaldanti su tubi di supporto, forniscono libera irradiazione e lunga durata del filo riscaldante
„„Riscaldamento del fondo protetto da piastre in SiC sul carrello, che hanno anche la funzione di robusta base
d’appoggio piana per l’impilamento
„„Isolamento multistrato in mattoni refrattari leggeri e speciale isolamento posteriore
„„Struttura della copertura di lunga durata e in funzione di isolamento in fibra
„„Valvola di scarico dell’aria manuale nella copertura del forno
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
HG 5208/S con tavolo intercambiabile per
il trattamento termico di grandi elementi e
il caricamento mediante carroponte
Dotazione aggiuntiva
„„Sistema di raffreddamento regolato o non regolato con ventola a regolazione di frequenza e valvola di scarico aria
a motore
„„Regolazione multizonale adattata al rispettivo modello di forno, per ottimizzare l'uniformità della temperatura
„„Tavoli aggiuntivi, sistema di tavoli intercambiabili, anche ad azionamento automatico
„„Calotta levabile tramite carroponte del cliente, riscaldamento realizzato a innesto
„„Rodaggio del forno con misurazione dell'uniformità della temperatura con 11 termocoppie di misurazione,
compreso protocollo dei risultati di misurazioneProtocollo dei risultati di misura
„„Controllo dei processi e documentazione mediante sistema software Controltherm MV, NTLog e NTGraph o
Nabertherm Control-Center NCC per il monitoraggio, la documentazione e la gestione vedi pagina 76
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
Volume
Dimensioni esterne in mm
°C
largh.
prof.
h
in l
LARGH. PROF.
H 125/LB, LT 1280
800
400
400
125
1550
1500
H 250/LB, LT 1280
1000
500
500
250
1530
1700
H 500/LB, LT 1280
1200
600
600
500
2020
1800
H 1000/LB, LT 1280
1600
800
800
1000
2200
2000
H 1350/LB, LT 1280
2800
620
780
1360
3750
2050
H 3000/LB, LT 1280
3000
1000
3000
3000
4000
2100
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
H
2200
2300
2500
2900
3050
3200
Potenza
allacciata
in kW1
12
18
36
48
75
140
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Peso
in kg
1250
1400
1800
2800
3500
6200
H 1000/LB
51
Dispositivi di caricamento ed accessori per forni a camera e a suola mobile
Impianto di bonifica semiautomatico con due forni N 250/65HA, dotato di porta
ad apertura parallela pneumatica e di trasportatore a rulli per agevolare lo
scarico dei forni.
L’integrazione del forno con opportuni accessori per il caricamento consente in molti casi di accelerare o
semplificare notevolmente il processo di trattamento e quindi di incrementare la produttività. Le soluzioni raffigurate
in questa pagina sono soltanto un estratto del vasto programma disponibile per questo campo d’applicazione.
Saremo lieti di ricevere le vostre richieste sul nostro assortimento di accessori e di sviluppare assieme a voi
soluzioni specifiche per ogni vostra esigenza.
Sistema a due forni a camera costituito da
due forni a convezione N 250/65 HA con
apertura pneumatica laterale delle porte
orientabili e caricamento semplificato dei
forni
Vano forno con griglie di caricamento in un forno a convezione. I
ripiani inseribili sono realizzati su guide telescopiche e possono
pertanto essere estratti singolarmente.
52
N 2380/55 HAS
Impianto di forni a convezione di dimensioni personalizzate comprensivo di carrello di caricamento per il
rinvenimento di lamiere piatte
Bagni di raffreddamento
Separatore olio per bagni ad acqua
Viene realizzato e fornito un bacino di raffreddamento in base al relativo processo,
alla grandezza e al peso della carica.Sono disponibili anche dimensioni standard. Per
il raffreddamento si utilizza acqua, olio o polimeri.Esempi di varie versioni di bagni di
raffreddamento sono presenti nella sezione dedicata agli impianti di bonifica per acciaio e
metalli NF alle pagina 66.
Mezzi per il raffreddamento
„„Acqua
„„Olio
„„Polimeri
Specifiche tecniche
„„Potente circolazione dei mezzi di raffreddamento
„„Sistemi di riscaldamento regolati
„„Controllo del livello di riempimento
„„Dispositivo di rabbocco automatico in caso di raffreddamento con acqua
„„Allacciamento per sistema di raffreddamento del cliente
„„Sistema di raffreddamento del liquido
„„Separatore di olio per bagni con acqua
„„Bagni ad olio con gas inerte in funzione antincendio
„„Inserimento della temperatura del bagno nella regolazione e nella documentazione del
processo
Potente circolazione dei mezzi di raffreddamento
Bagno ad acqua, integrato in un impianto di bonifica per
alluminio
Gas inerte sul bordo in funzione antincendio
Circolazione
53
Sistemi a gas inerte e di cementazione per processi di ricottura e tempra
Cassetta di ricottura
Sacchetto di ricottura con
supporto e apertura d’entrata
per il gas inerte
Cassetta di ricottura con ingresso
e uscita per gas inerte
Cassetta di ricottura con ingresso e
uscita per gas inerte e possibilità di
evacuazione a freddo
La disponibilità di diversi sistemi a gas inerte e di cementazione consente di utilizzare i nostri forni di ricottura e tempra
in modo modulare per formare impianti compatti che offrono in molti casi un‘alternativa economica rispetto ai più costosi
sistemi sottovuoto.A seconda del campo di applicazione sono consigliabili diversi sistemi e/o misure.Appositi test e prove
specifiche con diversi materiali possono essere effettuati nel nostro moderno centro sperimentale.
Sistema automatico con dispositivo di
gasaggio predisposto per 2 gas con
flussometro e valvola elettromagnetica
„„Cassetta di ricottura
Le nostre cassette di ricottura con coperchio a tenuta possono essere utilizzate per cementazione, ricottura e
Tempra in atmosfera neutra, polveri per nitrurazione o borurazione. Il pezzo da trattare viene inserito nella cassetta
precedentemente riempita con granulato di cementazione, carbone neutro di ricottura, o polvere di boruazione o
nitrurazione. La cassetta viene sigillata e quando viene riscaldata, l’atmosfera che ne risulta all’interno fornisce, a
seconda del prodotto usato, una reazione superficiale del pezzo trattato. Per la cementazione o processi similari la
cassetta deve essere rimossa ad alta temperatura aperta e il carico immerso in un fluido. Per la ricottura, la cassetta
deve rimanere nel forno fino a che la temperatura è scesa.
„„Sacchetto di ricottura con supporto e ingresso per il gas inerte
Questo sistema, costituito da lancia di erogazione del gas con allacciamento per il gas, è la soluzione ottimale per
gli acciai a raffreddamento rapido ad aria. Il vassoio di ricottura a parete sottile assicura una rapida convezione
termica spontanea. Il sistema può subire un prelavaggio con gas inerte al di fuori del forno oppure può anche essere
raffreddato rapidamente su di una tavola di raffreddamento dotata di ventilatore.
„„Cassetta di ricottura con ingresso e uscita per gas inerte
Queste cassette sono dotate di coperchio, ingresso e uscita per gas inerte. Il coperchio è reso stagno tramite una
coppa di tenuta con materiale fibroso. Il forno è dotato di appositi incavi dai quali si possono far fuoriuscire i tubi per
il gas inerte. La cassetta è collegata ad un dispositivo di erogazione del gas e può essere opportunamente riscaldata
in atmosfera definita. Al termine del trattamento termico la cassetta viene estratta, il coperchio tolto ed i componenti
vengono raffreddati rapidamente in un mezzo liquido o all’aria.
Impianto complesso di erogazione del gas
„„Cassetta di ricottura con ingresso e uscita per gas inerte e possibilità di evacuazione a freddo
Nella versione sottovuoto la cassetta è strutturata in modo tale da poter essere evacuata in primo luogo allo stato
freddo. In seguito viene lavata con il gas inerte. Questo sistema è particolarmente indicato per la tempra in bianco di
materiale sfuso, anche per i metalli non ferrosi e nobili, poiché l’ossigeno residuo tramite evacuazione fuoriesce molto
meglio dalla cassetta. Per il resto lo svolgimento del processo corrisponde a quello della cassetta sopra descritta.
„„Ulteriori accessori
In aggiunta ai sistemi a gas inerte e di cementazione sopra descritti, Nabertherm offre una vasta gamma di accessori
per trattamenti termici. Dal semplice cordone di tenuta per la cassetta di ricottura fino al sistema di gasaggio
completamente automatico, Nabertherm offre soluzioni interessanti per ogni tipo di trattamento termico. A tal scopo
richiedere il nostro catalogo tecnica per processi termici II.
54
Nitrurazione a polvere in cassetta di ricottura
Cementazione a polvere di acciaio
Cassetta a gas inerte utilizzabile in un forno a suola mobile con circolazione d’aria
Cassetta di ricottura con flap che si apre insieme alla porta del forno
Vassoio con tubo di immissione del gas e con sacchetto di ricottura
Ricottura in bianco di materiale sfuso all’interno di una cassetta di
ricottura con cesto di estrazione
55
Forni a bagno di sali per il trattamento termico di acciaio o metalli leggeri
riscaldamento elettrico o a gas
TS 20/15 - TSB 90/80
I forni a bagno di sali si distinguono in particolare per l‘eccellente uniformità della
temperatura e l‘ottima trasmissione del calore al pezzo in trattamento. I forni a bagno di sali
TS 20/15 ‑ TSB 90/80 sono indicati per il trattamento termico di metalli in bagni di sale neutro
e altri bagni salini. Con essi si possono realizzare processi come ad esempio la nitrurazione
Tenifer fino a 600 °C, la cementazione fino a 950 °C o la ricottura in bianco fino a 1000 °C.
Nella versione standard, i forni sono dotati di dispositivo di sicurezza per il trattamento termico
dell‘acciaio.Come dotazione supplementare possono essere realizzati per il trattamento
termico di metalli morbidi con maggiori dotazioni di sicurezza.
TS 40/30, riscaldamento elettrico
TSB 30/30, riscaldamento a gas
„„Tmax 750 oppure 1000 °C in bagno di sale
„„Tecnica di sicurezza secondo EN 60519-2
„„Adatto per il trattamento termico dell'acciaio
„„Regolazione tramite la temperatura del bagno di sale
„„Riscaldamento elettrico da tutti (TS) i lati o riscaldamento a gas (TSB)
„„Piastra del collare in acciaio pieno smontabile
„„Coperchio isolato, spostabile di lato
„„Uniformità della temperatura secondo DIN 17052-1 fino a +/- 2 °C nel bagno di sale vedi pagina 72
„„Selettore-limitatore della temperatura nel vano forno a protezione del personale e dell’impianto
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Regolazione del bagno di sali e della camera forno
Crogiolo
„„Crogiolo di tipo P: acciaio a basso tenore di carbonio e placcatura in CrNi per bagni di cementazione fino a
950 °C, bagni in sale neutro e di ricottura fino a 850 °C
„„Crogiolo di tipo C: acciaio CrNi alto legato per bagni in sale neutro e di ricottura fino a 1000 °C e per la saldatura
a immersione di alluminio
Dotazione aggiuntiva
„„Aspirazione dal bordo per l’allacciamento ad un sistema per lo scarico dei gas combusti
„„Sistemi di sicurezza avanzati per il trattamento termico di alluminio e magnesio in bagno di sale con un secondo
selettore-limitatore della temperatura e regolazione del bagno di sale SPS con termoelementi in bagno di sale e
nel vano forno
TS 30/18 con camera di preriscaldamento sopra il bagno di sale e gru per
l‘immersione della carica
56
Modello
Tmax
TS 20/15
TS 30/18
TS 40/30
TS 50/48
TS 60/63
TS 70/72
TS 90/80
°C2
750
750
750
750
750
750
750
TS, TSB 20/20
TS, TSB 30/30
TS, TSB 40/40
TS, TSB 50/60
TS, TSB 60/72
TS, TSB 70/90
TS, TSB 90/80
1000
1000
1000
1000
1000
1000
1000
Dimensioni interne crogiolo a
bagno di sale
Ø in mm
h in mm
230
500
300
500
400
500
500
600
610
800
700
1000
900
1000
230
300
400
500
610
700
900
500
500
500
600
800
1000
1000
Volume
in l
20
30
60
110
220
370
500
20
30
60
110
220
370
500
Dimensioni esterne in mm
LARGH. PROF.
850
850
950
950
1050
1050
1150
1150
1250
1250
1350
1350
1600
1600
850
950
1050
1150
1250
1350
1600
850
950
1050
1150
1250
1350
1600
H
800
800
800
970
970
1370
1400
Potenza
allacciata
in kW1
16
20
33
58
70
80
100
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Peso
in kg
650
700
750
1000
1200
1500
1700
800
800
800
970
970
1370
1400
21
33
44
66
80
100
120
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
650
700
750
1000
1200
1500
1700
2
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
Temperatura del bagno di sale
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
1
Forni a bagno di sali neutri
riscaldamento elettrico
QS 20 - QS 400
I bagni di sali fusi QS 20 - QS 400 sono riempiti di sale neutro e si contraddistinguono in particolare per
la rapidità ed intensità di trasmissione del calore sul pezzo ed un'ottima uniformità della temperatura.
Con temperature d'esercizio tra 180 °C e 500 °C questi forni sono particolarmente idonei per il
raffreddamento in bagno di sali fusi con una deformazione minima del pezzo, per il rinvenimento, per
la tempra bainitica che produce un'ottima tenacia (chiamata anche austempering), per la ricottura
intermedia dopo l'elettroerosione e per la ricottura blu.
Il raffreddamento in bagno di sali fusi è utilizzato per ottenere nel pezzo da trattare una compensazione
termica uniforme per l'intera sezione prima della formazione di martensite e per evitare deformazioni ed
incrinature alla successiva tempra di componenti costosi.
Il rinvenimento nel bagno di sali fusi equivale al processo di rinvenimento in un forno a convezione
e viene utilizzato per ridurre un pezzo già temprato alla durezza desiderata, aumentare la tenacia ed
eliminare sollecitazioni nel pezzo.
QS 30 con attrezzatura di caricamento
La tempra bainitica si presta per ottenere un'alta tenacia e stabilità dimensionale negli acciai bassolegati e temprati
in olio. I pezzi sottoposti alla tempra bainitica presentano un'elevata resistenza a trazione ed una buona elasticità.
„„Tmax 500 °C
„„Ottima uniformità della temperatura
„„Regolazione della temperatura del bagno di sali fusi
„„Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione
termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
„„Riscaldamento tramite riscaldatore ad immersione
„„Cestello di caricamento
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Tempra in bagno di sali fusi nella prassi
Dotazione aggiuntiva
„„Attrezzatura di caricamento, montata lateralmente al forno
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
Volume
Dimensioni esterne in mm
°C
largh.
prof.
h
in l
LARGH. PROF.
QS 20
500
300
210
460
20
610
580
QS 30
500
300
210
580
30
610
580
QS 70
500
400
300
680
70
750
680
QS 200
500
540
520
880
200
900
900
QS 400
500
730
720
980
400
1100
1100
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
H
920
920
980
1200
1300
Potenza
allacciata
in kW1
2,6
3,2
7,5
18,0
24,0
Allacciamento
Peso
elettrico*
monofase
monofase
trifase
trifase
trifase
in kg
110
140
240
660
1150
Informazioni relative ai sali di Petrofer e Durferrit e loro applicazioni
Sale
Applicazione
AS 135/140
Tempra in bagno di sali fusi,
rinvenimento, tempra bainitica
Rinvenimento, tempra bainitica
Rinvenimento, tempra bainitica
Rinvenimento
AS 220/225
AS 200/235
AS 200/235
Temperatura d'esercizio Nota
in °C
180 - 500
Non portare a contatto con pezzi riscaldati oltre 950 °C
e sali contenenti più del 13 % di KCN
250 - 500
280 - 500
Senza nitrito allo stato di fornitura
340 - 500
Bagno doppio di sali fusi
57
Forni a suola rotante fino a 1300 °C con e senza circolazione dell'aria
riscaldamento elettrico o a gas
Forno a suola rotante
DH 3020/1480/450/11, spostabile su
rotaie per il preriscaldamento elementi per
due martelli di forgiatura
I forni della serie DH sono ideali per i processi in cui è necessario effettuare continuamente il trattamento termico
su un piccolo spazio. Questi forni sono concepiti per i processi di preriscaldamento, ad esempio quello di pezzi per
la forgiatura. Gli elementi possono essere caricati e prelevati da un unica postazione, manualmente da parte di un
addetto oppure in modo automatico. La rotazione del forno ha luogo su segmenti prestabiliti in modo personalizzato
in base alla geometria dei componenti. Velocità e intervalli di rotazione possono essere prestabiliti tramite il sistema
di regolazione oppure essere definiti mediante un comando manuale.
Azionamento con corona dentata sotto il
forno
Tavolo rotante con basi di appoggio in alluminio resistente al calore per la protezione
dell‘isolamento
Calotta di aspirazione aria sull‘apertura di
caricamento
58
I forni a suola rotante vengono realizzati in base alle esigenze specifiche del cliente per quanto concerne la portata.
La dimensione del forno viene adeguata alla geometria dei pezzi. Il riscaldamento è elettrico o, in alternativa, tramite
potenti bruciatori di gas. A seconda dell'intervallo di temperatura, i forni vengono realizzati con o senza circolazione
dell'aria.
„„Tmax 1100 °C, 1200 °C oppure 1300 °C senza circolazione dell'aria
„„Tmax 260 °C, 600 °C oppure 850 °C con circolazione dell'aria
„„Riscaldamento dalla parte alta del forno tramite resistenze elettriche per forni fino a 1200 °C
„„Riscaldamento tramite elementi riscaldanti in silicio nella copertura del forno, per forni fino a 1300 °C
„„Riscaldamento alternativo a gas al posto del riscaldamento elettrico
„„Modelli per 650 °C e 850 °C con potente circolazione dell'aria per una migliore trasmissione del calore sul pezzo
e per l'ottimizzazione dell'uniformità della temperatura
„„Struttura molto compatta a paragone dei forni continui
„„Progettato per un funzionamento continuo ad una temperatura di esercizio
„„Diametro tavolo fino a 3000 mm
„„Servomotore sotto il forno per lo spostamento in segmenti definiti
„„Movimento senza vibrazioni della suola rotante
„„Porta ad apertura parallela
Forni a suola rotante DH 1200/-/300/11
„„Azionamento a motore oppure attivazione del movimento di rotazione per mezzo di un pedale
„„Fondo del forno abbassabile per manutenzione tramite carrello a forca
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
Dotazione aggiuntiva
„„Calotta di aspirazione sopra l‘apertura della porta per il deflusso dell‘aria calda di scarico con porta
aperta
„„Azionamento pneumatico della porta ad apertura parallela
„„Dispositivi ausiliari per agevolare caricamento e prelievo
„„Regolazione multizonale per un profilo di temperatura impostabile durante il passaggio
„„Allacciamenti per gas inerte
„„Controllo dei processi e documentazione tramite sistema software Controltherm MV vedi pagina 76
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
°C Ø esterno Ø interno
DH 1200/-/300/11
1100 1200
0
DH 1500/800/250/11 1100 1500
800
DH 3020/1480/450/11 1100 3020
1480
H
300
250
450
Volume Dimensioni esterne in mm
in l
340
630
2500
LARGH. PROF.
2200
2200
2400
2300
4000
4000
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
H
2500
2450
2500
Potenza
allacciata
in kW1
54,0
21,0
98,0
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
Preriscaldamento di anelli d'acciaio per la forgiatura
Peso
in kg
1000
1500
3500
Fondo del forno abbassabile per manutenzione
59
Forni a suola rotante fino a 1300 °C con e senza circolazione dell'aria
riscaldamento elettrico o a gas
60
61
Forni continui
riscaldamento elettrico
o a gas
Forno continuo D 700/10000/300/45S
con trasportatore a catena per 950 °C,
riscaldamento a gas
Per i processi ad esecuzione continua con tempi di ciclo fissi, come ad esempio l‘essiccamento o il
preriscaldamento, l‘indurimento o il degasaggio, i forni continui sono la scelta giusta. I forni sono disponibili per
diverse temperature fino a 1000 °C. Il design del forno dipende dalla portata necessaria, dai requisiti del processo
per il trattamento termico e dal tempo di ciclo richiesto. La tecnica di convogliamento (per es. nastro, rulli) è
adattata alla rispettiva temperatura di lavoro e alla geometria dei pezzi da trattare. Anche la velocità di azionamento
e il numero delle zone di regolazione dipendono dai requisiti del processo in questione.
Finestra di assistenza
Design alternativo del forno in funzione delle specifiche di processo:
Sistemi di trasporto
„„Alimentatore a cinghia
„„Nastro trasportatore metallico con larghezza maglie adattata
„„Azionamento a catena
„„Azionamento a rulli
„„Forno a tunnel
Scarico D 650/S
Forno continuo per materiale sfuso in cesti
Forno continuo a rulli N 650/45 AS per il trattamento termico di elementi pesanti
62
Nastro a maglia in un forno continuo
Sistemi di riscaldamento
„„Riscaldamento elettrico, a radiazione o convezione
„„Riscaldamento a gas diretto o indiretto
„„Riscaldamento a infrarossi
„„Riscaldamento tramite fonti di calore esterne
Impianto di carico D 1600/3100/1200/55
composto da forno di solubilizzazione,
stazione di raffreddamento e sistema di
caricamento
Cicli di temperatura
„„Regolazione di una temperatura di lavoro su tutta la lunghezza del forno, ad es. per l‘essiccazione o il
preriscaldamento
„„Regolazione automatica di una curva di processo con tempo di riscaldamento, tenuta e raffreddamento predefiniti
„„Regolazione di una curva di temperatura con successivo raffreddamento dei prodotti
Atmosfera di processo
„„All‘aria
„„In gas inerti o di reazione non infiammabili, ad es. azoto,
argon o formiergas
„„In gas inerti o di reazione infiammabili, ad es. idrogeno,
compresa la tecnica di sicurezza necessaria
Criteri di progettazione fondamentali
„„Velocità di convogliamento
„„Uniformità della temperatura
„„Temperatura di lavoro
„„Curva di processo
„„Larghezza dello spazio utile
„„Peso dei carichi
„„Tempi di ciclo o rendimento
„„Lunghezza della zona di entrata e di uscita
„„Considerazione delle emissioni di gas
„„Requisiti specifici di settore quali AMS, CQI-9, FDA, ecc.
„„Altri requisiti specifici del cliente
Bagno d‘acqua e meccanismo a ribaltamento per il prelievo dei rivetti
63
Forni continui e forni per ricottura di filo
Impianto con forno continuo per ricottura a filo D 390/S
D 250/S in produzione
D 20/S - D 320/S
Questi modelli sono perfettamente indicati per il trattamento termico continuo alle temperature
d’esercizio fino a 1200 °C. Questi forni sono dotati di una struttura modulare che ne consente la
installazione in svariate lunghezze e larghezze. Gli elementi riscaldanti sono integrati nel forno
soltanto da un lato e possono essere sostituiti singolarmente durante il funzionamento. Un’ottima
uniformità della temperatura si ottiene grazie alla regolazione di serie a più zone, ottimizzata a
seconda della lunghezza del forno.
„„Tmax 1200 °C
„„Struttura modulare, lunghezza complessiva variabile
„„Ridotto ingombro esterno grazie all’isolamento microporoso
„„Elementi riscaldanti speciali che si possono sostituire anche durante il funzionamento del forno
„„Riscaldamento dall’alto
„„Ottima uniformità della temperatura grazie alla regolazione a più zone
„„Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
„„Per la descrizione della regolazione vedi pagina 76
Dotazione aggiuntiva
„„Sistemi di gasaggio del gas in tubi integrati per gas inerti o idrogeno, compreso dispositivo di sfiammatura e
tecnica di sicurezza
„„Documentazione dei processi e delle cariche
„„Sistema doppio con due forni a camere di riscaldamento adiacenti per il funzionamento parallelo in caso di
temperature differenziate
Forno continuo per ricottura filo sulla base di
un forno tubolare con lunghezza di 6 metri
64
Modello
Tmax
Dimensioni interne in mm
D 20/S
D 30/S
D 50/S
D 60/S
D 70/S
D 110/S
D 130/S
D 180/S
D 250/S
D 320/S
°C
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
1200
largh.
400
600
200
200
350
480
650
480
950
850
prof.
1000
1000
3600
5600
3600
4600
3600
7600
5600
7600
h
50
50
50
50
50
50
50
50
50
100
Volume
in l
20
30
50
60
70
110
130
180
250
320
Dimensioni esterne in mm
LARGH.
900
1100
700
700
850
980
1150
980
1400
1400
1
Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 76
PROF.
1200
1200
4000
6000
4000
5000
4000
8000
6000
8000
H
1350
1350
1150
1350
1100
1450
1150
1350
1350
1350
Potenza
allacciata
in kW1
9
12
15
36
36
36
60
80
80
160
Allacciamento
elettrico*
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
trifase
Programmi di efficienza energetica
L'aumento dei costi dell'energia e l'inasprirsi delle normative ambientali rendono sempre più pressante l'esigenza di
aumentare l'efficienza energetica degli impianti di trattamento termico.
a seconda delle dimensioni del forno e del processo c'è sempre un certo potenziale di energia proveniente dal calore
emesso e che può essere riutilizzato.Soprattutto in caso di grandi forni o di lunghi tempi di processo è possibile
in tal modo risparmiare tanta energia da ammortizzare in breve tempo i relativi investimenti aggiuntivi realizzati.Un
altro metodo efficace per risparmiare energia è costituito dall'utilizzo dell'energia termica proveniente da cariche già
sottoposte a trattamento termico per il preriscaldamento di cariche fredde.
Gli esempi seguenti mostrano come e in quali settori della fabbricazione di forno è possibile recuperare energia:
Scambiatore di calore in controcorrente su forno a camera a convezione
N 2560/26 ACLS
Scambiatori di calore
Il principio di uno scambiatore di calore in controcorrente è quello di utilizzare l'aria calda che esce dal forno per
preriscaldare l'aria fredda che viene immessa.In molti casi è in tal modo possibile fare a meno di un dispositivo a
parte per il preriscaldamento dell'aria fredda.Un sistema simile è consigliabile nei casi in cui, per il tipo di processo,
è necessario un continuo ricambio di aria nel vano del forno, ad esempio nella tempratura di silicone o nei processi di
essiccamento contemplati dalla norma EN 1539.
Bruciatore a recupero
Soprattutto nei grandi forni per trattamento termico a riscaldamento con gas è possibile utilizzare bruciatori a recupero.
Anche i bruciatori a recupero utilizzano l'aria calda di scarico per preriscaldare l'aria di combustione.a seconda del
modello di forno e del processo è possibile realizzare notevoli risparmi energetici di fino al 25% grazie all'impiego di
bruciatori a recupero, in modo da poter ammortizzare già dopo poco tempo i costi aggiuntivi per il loro impiego.
Bruciatore a recupero su forno di
fusione in alluminio 16 x TBR 110/12 e
2 x TBR 180/12
Camere di trasferimento calore
Le camere di trasferimento calore, che possono essere denominate anche camere di raffreddamento/riscaldamento,
offrono due grandi vantaggi.Da un lato aiutano a risparmiare energia, dall'altro permettono di aumentare la produttività.
Le merce viene prelevata calda dal forno e collocata nelle camere di trasferimento calore.Nella camera si trova posto
anche per una nuova carica fredda.Mediante un dispositivo di circolazione dell‘aria, la carica ancora calda viene
raffreddata e nello stesso tempo quella fredda viene preriscaldata, prima di essere immessa nel forno.L'energia
immessa in questo modo non deve quindi essere prodotta dal riscaldamento del forno e nello stesso tempo si
incrementa il rendimento.
i sistemi sopra indicati per l'aumento dell'efficienza energetica rappresentano solamente degli esempi di possibile
applicazione.Saremo lieti di offrirvi la nostra consulenza per stabilire se anche per il vostro forno o impianto un modulo
aggiuntivo di recupero del calore possa rappresentare un investimento integrativo vantaggioso.
Trasferimento di calore tra una carica calda
ed una fredda
Impianto produttivo, costituito da quattro
essiccatoi a camera per la movimentazione
della merce durante il trattamento termico
e comprendente scambiatori di calore a
tre stadi per l'ottimizzazione dell'efficienza
energetica
65
Impianti di bonifica per acciaio e metalli NF
66
67
Impianti di bonifica per acciaio e metalli NF
Impianto di bonifica completamente automatizzato per alluminio, composto da due forni a pozzo, un bagno d'acqua e 6 posti di deposito
Impianto di bonifica completamente automatizzato con forno a pozzo S 1780/65 AS a convezione per la
solubilizzazione, bagno di acqua, sistema elevatore e forno a pozzo S 3180/26AS per l'invecchiamento
artificiale
Questo impianto di bonifica è stato fornito per la bonifica di pezzi in alluminio con un tempo di spegnimento di 30
secondi. Tutte le sequenze funzionali sono eseguite automaticamente. Sia il forno di solubilizzazione sia il forno per
l'invecchiamento artificiale sono forni a pozzo.
Prelievo del cestello di caricamento dal
forno per solubilizzazione e trasferimento
nel bagno di acqua
Per risparmiare tempo, dopo la solubilizzazione il gruppo di spostamento afferra l'intero coperchio del forno di
solubilizzazione con cestello di caricamento appeso e lo trasporta nel bagno di acqua. Il coperchio viene staccato
e riportato al forno di solubilizzazione. Dopo lo spegnimento il cestello viene posizionato su un posto di deposito
libero.
Il processo di invecchiamento artificiale che segue a valle avviene anche in un forno a pozzo. Considerato il tempo
più lungo richiesto per l'invecchiamento artificiale, il forno d'invecchiamento artificiale è progettato per l'inserimento
di due pezzi fusi, mentre il forno di solubilizzazione può accogliere soltanto un pezzo fuso.
Il trattamento termico completo, incluse tutte le sequenze di movimentazione, avviene completamente in
automatico. La regolazione a PLC comanda tutti i processi di movimentazione ed interblocco. L'impianto riconosce
autonomamente i posti di deposito e forni occupati ed inizia le sequenze in base alle priorità impostate. La
documentazione della carica avviene ad inseguimento, cioè il cestello carico viene documentato dalla messa a
disposizione sul posto di deposito fino al prelievo a fine processo.
Comando centrale del forno da PC
68
Soluzione impiantistica
„„Forno a pozzo S 1780/65 AS per la solubilizzazione di un cestello, Tmax 650 °C, volume 1780 litri
„„Forno a pozzo S 3180/26 AS per l'invecchiamento artificiale di due cestelli, Tmax 260 °C, volume 3180 litri
„„Bagno di acqua con circolazione e riscaldamento potenti, nonché con regolazione della temperatura dell'acqua
„„Sistema elevatore lineare di trasporto per tutte le sequenze di movimentazione
„„Regolazione a PLC con Nabertherm Control Center (NCC) per la regolazione della temperatura, il comando di tutti
gli spostamenti ed una documentazione della carica ad inseguimento
„„6 posti di deposito con riconoscimento automatico dell'occupazione, caricamento con carrello elevatore a forca
„„Recinzione protettiva dell'intero impianto
Impianto di bonifica completamente automatico con due forni a camera, bagno di raffreddamento, rulli di trasporto e zona sosta per quattro ceste di carico
Impianto di bonifica completamente automatizzato con forno a convezione a suola mobile
W 2780/60 AS per la solubilizzazione, W 2780/26 AS per l'invecchiamento artificiale, sistema elevatore
di trasporto e bagno di acqua riscaldato
Questo impianto di bonifica è stato fornito per la bonifica di leghe di alluminio T6 con un tempo di spegnimento di 10
secondi. Tutte le sequenze funzionali sono eseguite automaticamente. Sia il forno di solubilizzazione sia il forno per
l'invecchiamento artificiale sono rialzati e sono forni a suola mobile. Dopo la solubilizzazione l'unità di spostamento
si posiziona davanti al forno, la porta si apre, il carrello esce ed il cestello viene afferrato automaticamente dal
sistema elevatore di trasporto. Il carrello ritorna nel forno e la carica viene spenta nel bagno di acqua sottostante.
Dopo il processo di spegnimento il cestello viene estratto dal bagno di acqua, sgocciola e viene trasportato nel
forno per l'invecchiamento artificiale. Dopo l'invecchiamento artificiale il sistema elevatore di trasporto porta il
cestello su un posto di deposito libero.
Il trattamento termico completo, incluse tutte le sequenze di movimentazione, avviene completamente in
automatico. La regolazione a PLC comanda tutti i processi di movimentazione ed interblocco. L'impianto riconosce
autonomamente i posti di deposito e forni occupati ed inizia le sequenze in base alle priorità impostate. La
documentazione della carica avviene ad inseguimento, cioè il cestello carico viene documentato dalla messa a
disposizione sul posto di deposito fino al prelievo a fine processo.
Soluzione impiantistica
„„Forno a suola mobile W 2780/60 AS per la solubilizzazione, Tmax 600 °C, volume 2780 litri
„„Forno a suola mobile W 2780/26 AS per l'invecchiamento artificiale, Tmax 260 °C, volume 2780 litri
„„Bagno di acqua con circolazione e riscaldamento potenti, nonché regolazione della temperatura dell'acqua
„„Sistema elevatore lineare di trasporto per tutte le sequenze di movimentazione
„„Regolazione a PLC con Nabertherm Control Center (NCC) per la regolazione della temperatura, il comando di tutti
gli spostamenti ed una documentazione della carica ad inseguimento
„„5 posti di deposito con riconoscimento automatico dell'occupazione, caricamento con carrello elevatore a forca
„„Recinzione protettiva dell'intero impianto
69
Impianti di bonifica per acciaio e metalli NF
Impianto di bonifica e raffreddamento con forno a caduta FS 2200/60AS e bagno di raffreddamento
Impianto di bonifica manuale con due forni a pozzo a convezione S 3570/65 AS per la solubilizzazione,
bagno di acqua, forno a suola mobile W 7440/26 AS per l'invecchiamento artificiale
Questo impianto di bonifica è stato fornito per la bonifica di pezzi in alluminio per il settore automobilistico. Le
sequenze sono comandate manualmente per mezzo di un carroponte disponibile in sito. I forni per solubilizzazione
sono forni a pozzo, il forno per l'invecchiamento artificiale è un forno a suola mobile.
2 x S 3570/65 AS per la solubilizzazione
La solubilizzazione dei componenti avviene in due forni a pozzo con camera da 3570 litri. A conclusione del processo
di solubilizzazione il coperchio del forno viene aperto pneumaticamente, il cestello viene prelevato da un carroponte
del cliente e trasportato nel bagno di acqua. Per ottenere un migliore spegnimento il bagno di acqua è dotato di una
potente pompa di circolazione.
Dopo lo spegnimento l'operatore porta la carica, per mezzo del carroponte, sul carrello del forno W 7440/26 AS
per l'invecchiamento artificiale. Il forno a suola mobile è dotato di un carrello con azionamento a catena, che viene
estratto elettricamente dal forno. Il forno è dimensionato in modo da poter accogliere la carica di entrambi i forni di
solubilizzazione.
Il forno dispone di una regolazione della temperatura a PLC, inclusa la documentazione della carica. Ad ogni carica
può essere assegnato un nome o un codice carica che viene archiviato per data.
Bagno di acqua con pompa di circolazione
potente
70
Soluzione impiantistica
„„2 forni a pozzo S 3570/65 AS per la solubilizzazione di rispettivamente un cestello, Tmax 650 °C, volume 3570 litri
„„Forno a suola mobile W 7440/26 AS per l'invecchiamento artificiale di due cestelli, Tmax 260 °C, volume 7440 litri
„„Bagno di acqua con circolazione e riscaldamento potenti, nonché regolazione della temperatura dell'acqua
„„Regolazione a PLC con Nabertherm Control Center (NCC) per la regolazione della temperatura e documentazione
della carica
Forno a suola mobile W 7440/26 AS per la solubilizzazione e bagno di acqua WB 24000/S per lo spegnimento
Impianto di bonifica con forno a campana H 4263/12S e bagno di acqua
71
Uniformità della temperatura e precisione del sistema
Viene detta uniformità della temperatura una determinata deviazione massima della temperatura presente nello
spazio utile del forno. Di principio viene fatta distinzione tra la camera del forno e lo spazio utile del forno. La
camera è il volume totale disponibile all‘interno del forno. Lo spazio utile è più piccolo della camera ed è il volume
utilizzabile per il caricamento.
Indicazione dell‘uniformità della temperatura in +/- K in un forno standard
Nell‘esecuzione standard l‘indicazione dell‘uniformità della temperatura in +/- K di una temperatura di lavoro
nominale definita nello spazio utile nel forno vuoto durante la sosta. Se deve essere eseguita una misurazione
comparativa per l‘uniformità della temperatura, il forno deve essere opportunamente calibrato. Nell‘esecuzione
standard, i forni non vengono calibrati prima della consegna.
Calibratura dell‘uniformità della temperatura in +/- K
Se è richiesta un‘uniformità assoluta della temperatura a una determinata temperatura nominale o in un determinato
intervallo di temperatura, è necessario calibrare il forno. Se, ad esempio, è richiesta un‘uniformità della temperatura
di +/- 5 K a una temperatura di 750 °C, significa che nello spazio utile può essere misurata una temperatura minima
di 745 °C e massima di 755 °C.
Precisione del sistema
Sono presenti varie tolleranze non solo nello spazio utile (vedi sopra), ma anche sulla termocoppia e sul controller.
Se è quindi richiesta una precisione assoluta di temperatura in +/- K a una temperatura nominale definita o
all‘interno di un intervallo di temperature definito,
„„si misura la differenza di temperatura del tratto che va dal controller alla termocoppia
„„si misura l‘uniformità della temperatura presente nello spazio utile a questa temperatura o nell‘intervallo di
temperatura definito
„„all‘occorrenza si imposta un valore di compensazione nel controller per allineare la temperatura visualizzata sul
controller alla temperatura effettiva presente nel forno
„„si stende un verbale per documentare i risultati della misurazione
Supporto di misurazione per la determinazione dell‘uniformità della temperatura
La precisione del sistema si ottiene sommando le tolleranze del controller, della
termocoppia e dello spazio utile
72
Uniformità della temperatura nello spazio utile con verbale
Nel forno standard è garantita un‘uniformità della temperatura in +/- K senza la necessità di misurare il forno. Come
dotazione aggiuntiva è tuttavia possibile ordinare la misurazione dell‘uniformità della temperatura a una temperatura
nominale definita nello spazio utile secondo DIN 17052-1. In base al modello del forno, nel forno si allestisce un
supporto corrispondente alle dimensioni dello spazio utile. Delle termocoppie vengono fissate in questo supporto,
in posizioni di misurazione definite (11 con sezione rettangolare, 9 con sezione circolare). La misurazione della
distribuzione della temperatura si svolge a una temperatura nominale definita dal cliente, dopo un tempo di tenuta
precedentemente stabilito. Se richiesto, è possibile calibrare anche temperature nominali diverse o un determinato
intervallo di temperatura.
Uniformità della temperatura
spazio utile es. +/- 1 K
Precisione del controller, es. +/- 2 °C
Differenza tra il punto di misurazione e la temperatura media
nello spaio utile della camera
es. +/-3 °C
AMS 2750 E, NADCAP, CQI-9
AMS 2750 E (Aerospace Material Specifications) è uno standard per la lavorazione di materiali di alta qualità
nell‘industria. Queste norme descrivono i requisiti relativi al trattamento termico. La norma AMS 2750 E e le norme
derivate come la AMS 2770 per il trattamento termico dell‘alluminio costituiscono oggi lo standard di riferimento per
l‘industria aeronautica e spaziale. Con l‘introduzione della CQI-9 anche l‘industria automobilistica si impegna oggi
a sottoporre i processi di trattamento termico a regole più severe. Queste norme descrivono in dettaglio i requisiti
relativi agli impianti per processi termici:
Struttura di misurazione in un forno ad alta
temperatura
„„Uniformità della temperatura nel vano utile (TUS)
„„Strumentazione (prescrizioni su dispositivi di misurazione e di regolazione)
„„Calibratura della linea di misura (IT) dal regolatore attraverso il cavo di misura fino alla termocoppia
„„Verifiche della precisione del sistema (SAT)
„„Documentazione dei cicli di verifica
Il rispetto delle normative è necessario per poter garantire il rispetto dello standard di qualità richiesto per i
componenti da realizzare anche nella fase di produzione di serie. Per questo motivo vengono richieste verifiche
ampie e ripetute, oltre a controlli della strumentazione inclusa la relativa documentazione.
Prescrizioni di AMS 2750 E per la classe di forno e la strumentazione
A seconda dei requisiti di qualità per il componente da sottoporre a trattamento termico, il cliente fornisce
indicazioni sul tipo di strumentazione e sulla classe di uniformità della temperatura. Il tipo di strumentazione
descrive la necessaria composizione del sistema di regolazione utilizzato, degli strumenti di registrazione e delle
termocoppie. L‘uniformità della temperatura del forno e la qualità della strumentazione impiegata dipende dalla
classe di forno richiesta. Quanto maggiori sono i requisiti per quanto concerne la classe del forno, tanto più precisa
deve essere realizzata la strumentazione.
Strumentazione
Per ogni zona di regolazione una termocoppia collegata con il controller
Registrazione della temperatura misurata sulla termocoppia di regolazione
Sensori per la registrazione dei punti più freddi e più caldi
Per ogni zona di regolazione una termocoppia di carica con registrazione
Per ogni zona di regolazione una protezione da sovratemperatura
Tipi
A
B
C
D
E
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
Classe di
forno
1
2
3
4
5
6
Struttura di misurazione in un forno di
ricottura
Uniformità della temperatura
°C
°F
+/- 3
+/- 6
+/- 8
+/- 10
+/- 14
+/- 24
+/- 5
+/- 10
+/- 15
+/- 20
+/- 25
+/- 50
Verifiche regolari
Il forno e l‘impianto di trattamento termico devono essere realizzati in modo che vengono soddisfatti ogni
volta i requisiti di AMS 2750 E in modo riproducibile. La norma prescrive inoltre gli intervalli di verifica per la
strumentazione (SAT = System Accuracy Test) e l‘uniformità della temperatura del forno (TUS = Temperature
Uniformity Survey). Le verifiche SAT/TUS devono essere eseguite con strumenti di misura e sensori che funzionano
indipendentemente dalla strumentazione del forno.
Gamma di prestazioni Nabertherm
Con i dati relativi al processo, alla carica, alla classe di forno necessaria e al tipo di strumentazione è possibile
progettare il modello di forno indicato per il trattamento termico che si desidera effettuare. A seconda dei requisiti
tecnici si possono offrire diverse soluzioni:
„„Concezione del forno a norma secondo le indicazioni del cliente per classe di forno e strumentazione, compresi
bocchettoni di misura per verifiche ripetitive regolari a cura del cliente. Nessuna considerazione dei requisiti per
quanto riguarda la documentazione
„„Registrazioni dei dati (es. termografi) per misurazioni TUS e/o SAT vedi pagina 68
„„Registrazione dei dati, visualizzazione, gestione tempi tramite il Nabertherm Control Center (NCC), basato sul
software Siemens WinCC, vedi pagina 68
„„Messa in funzione in loco presso il cliente, compresa prima verifica TUS e SAT
„„Collegamento degli impianti di forno esistenti secondo i requisiti previsti dalle norme
„„Documentazione delle catene di processo complete secondo i requisiti previsti dalla norma corrispondente
73
AMS 2750 E, NADCAP, CQI-9
Realizzazione della AMS 2750 E
In linea di principio, per la regolazione e la documentazione vengono forniti due sistemi diversi: una consolidata
soluzione di sistema Nabertherm oppure una strumentazione con regolatori/termografi Eurotherm.Il pacchetto AMS
di Nabertherm rappresenta una comoda soluzione con il Control Center Nabertherm per la gestione, visualizzazione
e documentazione di processi e requisiti di verifica sulla base di un sistema di regolazione PLC.
Strumentazione con Nabertherm Control-Center (NCC) per la gestione, visualizzazione e documentazione sulla base di una regolazione PLC Siemens
La strumentazione con Nabertherm Control-Center in connessione con una regolazione PLC del forno convince
per la sua chiarezza per quanto concerne immissione dei dati e visualizzazione.La programmazione del software è
strutturata in modo che sia l'utente, sia il revisore vi possano lavorare con facilità.
Le seguenti caratteristiche del prodotto risultano convincenti nel loro impiego quotidiano:
„„Rappresentazione molto chiara e semplice di tutti i dati in testo chiaro sul PC
„„Memorizzazione automatica della documentazione della carica dopo la fine del programma
„„Gestione dei cicli di calibrazione nel NCC
„„Inserimento dei risultati della calibrazione dei percorsi di misurazione nel NCC
„„Gestione delle scadenze dei cicli di verifica necessari con funzione di promemoria.I cicli di verifica per TUS
(Temperature Uniformity Survey) e SAT (System Accuracy Test) sono inseriti in giorni e monitorati dal sistema;
l'utente o l'addetto alla verifica viene tempestivamente informato sulle verifiche imminenti.I valori risultanti dalle
verifiche vengono direttamente inseriti nel NCC e memorizzati sul PC come PDF.Non sono necessari altri lavori
per quanto concerne la documentazione delle verifiche.
„„Possibilità di trasmettere i dati misurati ad un server del cliente
Vano del forno
Termocoppia di regolazione
Vano utile
Termocoppia carica
Termocoppia per temperatura
minima
Termocoppia per
temperatura massima
Selettore-limitatore
di temperatura
Forno
Esempio di un'esecuzione con strumentazione Nabertherm Control-Center di tipo A
74
Nabertherm Control-Center
Il Nabertherm Control-Center può essere ampliato in modo da rendere possibile una costante documentazione di
tutto il processo di trattamento termico anche al di fuori del forno.In questo modo, per esempio nel trattamento
termico dell'alluminio, oltre ai forni possono essere documentate anche le temperature nei bacini di raffreddamento
o in un mezzo di raffreddamento separato.
Selettore-limitatore di
temperatura
Termografo
Regolatore
Forno
Termocoppia di regolazione
Esempio dell'esecuzione con strumentazione Eurotherm in base a tipo D
Strumentazione alternativa con regolatori di temperatura e termografo di Eurotherm
In alternativa alla strumentazione mediante regolazione PLC e Nabertherm Control-Center (NCC) può
essere offerta una strumentazione con regolatori e termografi.Il termografo dispone di una funzione di
protocollo che può essere configurata manualmente.I dati possono essere trasferiti su un pennino USB
e analizzati, formattati e stampati su un PC a parte.Altro al termografo integrato nella strumentazione
standard è necessario un dispositivo a parte per le misurazioni TUS (vedi pagina 76).
N 12012/26 HAS1 secondo AMS 2750 E
75
Controllo dei processi e documentazione
Nabertherm ha un'esperienza pluriennale nella progettazione e costruzione di impianti di regolazione standardizzati e personalizzati. Tutti i controlli si
contraddistinguono per un'estrema facilità di utilizzo e dispongono già nella versione base di numerose funzioni utili.
l
N .. HA
KTR
TR
SAL ..45/65/85
SAH ../..
W .. A
W ..
WB
NB ..
N 7/H - N 87 ../H ../HR
N 81(/..) - N 641(/..)
N 731 - N 2401
NB .. CL
N(B) .. BO
H ..
TS ..
QS ..
DH ..
D ..
13
NA 30/45 - N 675/85 HA
12
NRA .. CDB
12
(S/LB) SVHT ../H2
SRA ..
10
14-17 18/19
20
22
24
30
32
35
36
38
40
43
44
45
45
46
48
49
50
56
57
58
64
(S/LB) VHT
NR, NRA .. IDB
Pagina del catalogo
Controller
P 300
P 330
R6
B 130
B 150
B 180
C 280
3208/C 6
3504
H 500/SPS
H 700/SPS
H 1700/SPS
H 3700/SPS
NCC
NR, NRA .. H2
Associazione dei controller standard alle
famiglie di forni
NRA 17/06 - NRA 1000/11
Controller standard
Mediante la vasta gamma di controller standard che offriamo possiamo soddisfare la maggior parte delle richieste dei clienti. A seconda del modello di
forno specifico il controller regola in modo affidabile la temperatura del forno. I controller standard vengono sviluppati e prodotti internamente dal gruppo
Nabertherm. Nel concepire i controller per noi la priorità è la facilità d'uso. Dal punto di vista tecnico gli apparecchi sono realizzati a seconda del modello
di forno specifico o della relativa applicazione. Dal semplice controller con temperatura regolabile fino all'unità di controllo con parametri regolabili nonché
programmi, regolazione a microprocessore PID con sistema di autodiagnosi e interfacce salvabili per il collegamento a un unico computer, offriamo una
risposta alle vostre esigenze.
l
¡
¡
¡
¡
l
l
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
¡
¡
l
l
l
l
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
¡
¡
¡
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l4
l4
¡
¡
¡
l
¡
Capacità funzionali dei controller standard
Numero di programmi
Segmenti
Funzioni extra (ad esempio ventola o portelli automatici)
Numero massimo di zone regolabili
Comando regolazione a zone manuale
Regolazione carica/regolazione del bagno di fusione
Autoottimizzazione
Display grafico a colori
Messaggi di stato con visualizzazione del testo in chiaro
Immissione dei dati tramite tastiera numerica
Immissione dei dati tramite touch panel
Blocco tasti
Funzione skip per cambio segmento
Immissione dei programmi con incrementi di 1 °C e/o 1 min.
Orario di avvio programmabile (es. per usufruire delle tariffe
notturne)
Commutazione °C/°F
Contatore KWh
Contaore di esercizio
Presa programmabile
Orologio in tempo reale
NTLog Comfort per HiProSystem: la registrazione dei dati di
processo su un supporto di memoria esterno
NTLog Basic per controller Nabertherm: registrazione dei dati
di processo con USB flash drive
Interfaccia per software MV
1
non come regolatore del bagno di fusione
2
possibilità di comandare ulteriori regolatori zonali separati
3
per forni a convezione una funzione extra
4
a seconda del modello
5
non disponibile per il modello L(T)15..
¡
¡
¡
¡
R6
1
1
C6
1
2
1
1
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
l3
l3
¡
¡
3216 3208 B 130 B 150 B 180 C 280 P 300 P 310 P 330
1
2
1
1
9
9
9
9
8
3
2
2
3
40
40
40
23
2
2
23
1
1
1
1
1
1
1
1
1
l
l
l
¡
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
NCC
50
20
16/44
8
¡
¡
¡
¡
4“
l
7"
l
7"
l
12"
l
19“
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l5
l
l
4
l
4
l
4
l
l4
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
l
l
3504 H500 H 700 H 1700 H 3700
25
20 1/104 10
10
20
20
20
5004 20
2-84 34
¡4
6/24 8/24
8
8
21,2 1-34 ¡4
¡
l
l
l
l
l
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
¡
l
l
¡
l
l
l
l
¡
¡
¡
¡
l
¡
Standard
Opzione
Tensioni di alimentazione dei forni Nabertherm
Monofase: tutti i forni sono disponibili per tensioni di alimentazione di 110 V - 240 V, 50 o 60 Hz.
Trifase: tutti i forni sono disponibili per tensioni di alimentazione di 200 V - 240 V, 380 V - 480 V, 50 o 60 Hz.
Le classi di collegamento elettrico nel catalogo si riferiscono al forno standard 400 V (3/N/PE), rispettivamente 230 V (1/N/PE).
76
HiProSystems-Regolazione e documentazione
Questo sistema di controllo e regolazione professionale per impianti ad una o più zone è basato su hardware Siemens
ed è configurabile ed espandibile a piacimento. HiProSystems viene utilizzato tra l‘altro laddove sono richieste più di due
funzioni (ad esempio valvole di presa e/o scarico dell‘aria, ventola di raffreddamento, movimentazioni automatiche ecc.)
e/o i forni debbono essere regolati a più zone e/o vi sono particolari esigenze di documentazione e/o di manutenzione/
assistenza, ad esempio tramite telediagnostica o interi processi come la bonifica con esclusione dei bacini di
raffreddamento, ecc. La corrispondente documentazione dei processi può essere personalizzata.
Interfacce utente alternative
Touch panel H 500/H 700
La versione standard copre già la maggior parte delle applicazioni, offrendo facilità di uso e monitoraggio.
Touch panel H 1700
Il programma per temperatura/tempo e le funzioni supplementari disponibili sono rappresentati in forma tabellare di facile
comprensione, i messaggi sono visualizzati come testo chiaro.
Touch panel H 3700
Tutte le funzioni nonché il processo complessivo sono salvati e rappresentati graficamente. I dati possono essere letti dal
PC tramite varie interfacce (USB, Ethernet TCP/IP, MPI, Profibus) o altri programmi del cliente, per poi essere elaborati.
Tutti i valori nominali ed effettivi possono essere salvati su una scheda CF e letti mediante un apposito lettore.
Per gestione, visualizzazione e documentazione
Nabertherm Control Center NCC
L’espansione individuale del sistema di controllo HiProSystems a NCC offre ulteriori vantaggi di interfaccia, utilizzo,
documentazione ed assistenza tecnica, ad es. per la gestione di più forni, inclusa la gestione delle cariche, anche al di là
del forno (bacino di spegnimento, stazione di raffreddamento, ecc.):
„„Utilizzabile per processi di trattamento termico caratterizzati da elevate esigenze di documentazione, come ad es. nel
settore dei metalli, per ceramiche tecniche o per la tecnica medica
„„Possibilità di impiegare il software con documentazione anche in conformità ai requisiti della normativa AMS 2750 E
(NADCAP)
„„Documentazione realizzabile in conformità ai requisiti della Food and Drug Adminstration (FDA), Part 11, EGV 1642/03
„„Dati di caricamento leggibili tramite codice a barre
„„Interfaccia per il collegamento a sistemi di pianificazione e controllo della produzione esistenti
„„Collegamento alla rete di telefonia mobile per trasmettere avvisi tramite SMS, ad esempio in caso di guasti
„„Comando da diverse postazioni PC
„„Possibilità di calibrare ogni punto di misura ad una temperatura
„„Estensibile con calibrazione di un tratto poligonale, composto da un totale di 18 temperature per punto di misura, per
l'impiego con diverse temperature, ad es. in caso di versione conforme a AMS 2750 E
Per documentazione
Nabertherm Documentation Center NDC e registrazione dati tramite NTLog
Se si devono solo registrare i dati di processo della regolazione HiProSystems, si può utilizzare un personal computer (PC)
dotato dell‘efficiente software NDC. Il salvataggio dei dati sarà sicuro e protetto dalle falsificazioni e i dati potranno essere
analizzati sia in forma grafica che in tabelle. I dati delle singole cariche possono essere inseriti dal cliente e archiviati
insieme ai dati di processo. Come alternativa conveniente è possibile utilizzare il pacchetto NTLog. I dati verranno registrati
su una penna USB durante la cottura. Al termine del trattamento termico i valori scritti potranno essere esportati e
archiviati sul PC utilizzando il software di analisi gratuito.
PC per regolazione HiProSystems in
armadio a parte
H 1700 con visualizzazione dei dati in
forma tabellare, a colori
H 3700 con visualizzazione grafica dei dati
Termografo
Oltre alla documentazione mediante software collegato al sistema di regolazione, Nabertherm offre vari termografi che
vengono utilizzati a seconda della rispettiva applicazione.
Inserimento su touchscreen
Dimensione del display a colori in pollici
Numeri degli ingressi max. per termocoppie
Lettura dei dati tramite pennino USB
Inserimento di dati della carica
Software di analisi fornito in dotazione
Utilizzabile per misurazioni TUS secondo AMS 2750 E
Modello 6100e
x
5,5
3
x
x
Modello 6100a
x
5,5
18
x
x
x
Modello 6180a
x
12,1
48
x
x
x
x
Termografo
77
Documentazione relativa al controller Nabertherm – Modulo di espansione NTLog/NTGraph Basic
Il modulo di espansione NTLog Basic rappresenta una opportunità economica di registrare i dati di processo su
penna USB attraverso tutti i controller Nabertherm (P 300/310/330, B 130/150/180, C 280, a partire dalla versione
3.0). A tal fine al controller viene aggiunto un adattatore per interfaccia, nel quale è possibile inserire la penna USB.
Per la documentazione di processo con NTLog Basic non servono ulteriori termocoppie o sensori. Vengono registrati
solo i dati che sono a disposizione nel controller attraverso la termocoppia di regolazione (tempo differenziale
anziché tempo reale, n. del segmento di programma, valore teorico temperatura, valore effettivo temperatura,
funzione di comando 1, funzione di comando 2).
NTLog Basic per la registrazione dei dati di
controller Nabertherm
I dati memorizzati sulla penna USB (fino a 16.000 record di dati, formato CSV) possono infine essere analizzati al PC
utilizzando NTGraph oppure un programma di calcolo elettronico del cliente (es. MS Excel). I dati vengono salvati
con l‘indicazione di un tempo differenziale e non con l‘indicazione assoluta della data e dell‘ora. I dati relativi alla
carica, l‘ora e la data di inizio vengono inseriti successivamente (ad es. con il programma di calcolo o nel nome del
file) al PC.
Per impedire modifiche involontarie dei dati, per i record di dati generati ci saranno dei checksum. È possibile
aggiungere NTLog Basic a controller già presenti utilizzando il kit di modifica disponibile completo di istruzioni.
Documentazione relativa a controlli PLC con touchpanel H 1700 o H 3700 – Modulo di espansione
NTLog/NTGraph Comfort
Il modulo di espansione NTLog Comfort offre una funzionalità simile al modulo NTLog Basic. I dati di processo
vengono letti da un sistema di regolazione PLC Siemens con touchpanel H 1700 o H 3700 e salvati in tempo reale su
una penna USB. Il modulo di espansione NTLog Comfort può inoltre essere collegato con connessione Ethernet a un
computer presente nella stessa rete locale in modo da registrare i dati direttamente sul computer.
NTLog Comfort per la registrazione dei dati
di una regolazione PLC Siemens
Dati di processo provenienti da NTLog
I dati di processo provenienti da NTLog possono essere raffigurati mediante un programma di calcolo elettronico del
cliente (es. MS Excel) o mediante NTGraph. Con NTGraph Nabertherm mette a disposizione uno strumento gratuito
e intuitivo per la rappresentazione dei dati creati con NTLog. L‘utilizzo di questo sistema presuppone l‘installazione
del programma MS Excel (versione 2003/2010/2013) a cura del cliente. Dopo l‘importazione dei dati vengono
generati a scelta un grafico, una tabella o un report. È possibile modificare il layout (colore, ridimensionamento,
denominazione) attraverso otto set predefiniti.
Il comando è disponibile in sette lingue (DE/EN/FR/SP/IT/CH/RU). È inoltre possibile modificare i testi selezionati
anche in altre lingue.
NTGraph, freeware per l‘analisi chiara e
comprensibile dei dati registrati tramite
MS Excel
78
Software Controltherm MV per gestione, visualizzazione e documentazione
La documentazione e la riproducibilità sono fattori sempre più importanti per assicurare un‘ottima qualità.
L‘efficiente software Controltherm MV da noi sviluppato mette a vostra disposizione la soluzione ottimale per la
gestione del singolo forno o di più forni nonché una documentazione delle cariche in base ai controller Nabertherm.
Nella versione base un forno può essere collegato al software MV. Il sistema può essere ampliato per adattarsi a
forni a quattro, otto o persino 16 zone. Possono essere memorizzati fino a 400 diversi programmi per il trattamento
termico. Il processo viene documentato e adeguatamente archiviato. I dati di processo possono essere visualizzati in
forma di grafici o di tabelle. È possibile anche esportare i dati di processo in MS Excel.
Per i forni non regolati con controller Nabertherm la temperatura effettiva può essere documentata tramite il
software. Come dotazione aggiuntiva può essere fornito un pacchetto di espansione al quale, a seconda della
versione, possono essere collegate tre, sei o anche nove termocoppie indipendenti. I valori delle termocoppie
vengono letti e analizzati, indipendentemente dal sistema di regolazione, dal software MV.
Caratteristiche
„„Installazione facile, non richiede conoscenze specialistiche
„„Compatidibile per PC con sistema operativo Microsoft Windows 7 (32 Bit), Vista (32 Bit), XP with SP3, 2000,
NT4.0, Me, 98
„„Tutti i controller Nabertherm collegabili all‘interfaccia
„„A seconda della versione, archiviazione delle curve di temperatura di fino a uno, quattro, otto o sedici forni
(anche multizonali) tramite file protetti contro manipolazioni
„„Possibilità di salvare in modo ridondante i file d‘archivio su un drive server
„„Programmazione, archiviazione e stampa di programmi e grafici
„„Immissione libera di testi (dati delle cariche) con comoda funzione di ricerca
„„Possibilità di valutazione, dati convertibili in Excel
„„Avvio e arresto del controller dal PC (solo con Controller Nabertherm con interfaccia)
„„Selezione della lingua: tedesco, inglese, francese, italiano o spagnolo
„„400 ulteriori memorie di programma (solo con Controller Nabertherm con interfaccia)
Software Controltherm MV per gestione,
visualizzazione e documentazione
Inserimento in tabelle dei dati di processo
con l‘utilizzo di Controller Nabertherm
Pacchetto di espansione I per l‘allacciamento, indipendentemente dal sistema di regolazione, di un
ulteriore punto di misurazione della temperatura
„„Collegamento di una termocoppia indipendente, di tipo S o K con visualizzazione della temperatura misurata su
controller C 6 D fornito in dotazione, per es. per la documentazione della temperatura della carica
„„Conversione e trasferimento dei valori misurati al software MV
„„Analisi dei dati, vedi caratteristiche del software MV
Pacchetto di espansione II per il collegamento di tre, sei o nove punti di misurazione della temperatura
indipendenti dal sistema di regolazione
„„Collegamento di 3 termocoppie di tipo K, S, N o B alla scatola di collegamento fornita in dotazione
„„Possibilità di espansione a due o tre scatole di collegamento per fino a nove punti di misurazione della
temperatura
„„Conversione e trasferimento dei valori misurati al software MV
„„Analisi dei dati, vedi caratteristiche del software MV
Rappresentazione in forma di grafico della
curva di temperatura nominale e reale
Estensione per il collegamento di fino a
16 forni
79
L'intero mondo di Nabertherm: www.nabertherm.com
Al sito www.nabertherm.com troverete
tutte le informazioni sulla nostra azienda – e
soprattutto sui nostri prodotti.
Oltre ad informazioni aggiornate e agli
appuntamenti fieristici naturalmente avrete la
possibilità di contattare direttamente in tutto
il mondo i Vostri referenti Nabertherm o il
concessionario a Voi più vicino.
Sede centrale:
Nabertherm GmbH
Bahnhofstr. 20
28865 Lilienthal, Germania
[email protected]
Società di vendita:
Cina
Nabertherm Ltd. (Shanghai)
150 Lane, No. 158 Pingbei Road, Minhang District
201109 Shanghai, Cina
[email protected]
Svizzera
Nabertherm Schweiz AG
Batterieweg 6
4614 Hägendorf, Svizzera
[email protected]
Francia
Nabertherm SARL
35 Allée des Impressionnistes - BP 44011
95911 Roissy CDG Cedex, Francia
[email protected]
Spagna
Nabertherm España
c/Marti i Julià, 8 Bajos 7a
08940 Cornellà de Llobregat, Spagna
[email protected]
Italia
Nabertherm Italia
via Trento N° 17
50139 Florence, Italia
[email protected]
USA
Nabertherm Inc.
54 Read‘s Way
New Castle, DE 19720, USA
[email protected]
Gran Bretagna
Nabertherm Ltd., Regno Unito
[email protected]
Tutti gli altri paesi: segue
http://www.nabertherm.com/contacts
www.nabertherm.com
N. reg. C 4.1/09.14 (italienisch), Tutte le informazioni s‘intendono salvo errori e/o omissioni. Ci riserviamo il diritto di apportare modifiche tecniche.
Soluzioni professionali per:
„„Arts & Crafts
„„Vetro
„„Materiali avanzati
„„Laboratorio
„„Applicazioni dentali
„„Tecnica di processi termici per
metalli, plastica e tecnica
delle superfici
„„Fonderia
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement