5 - ATB Motors BV

5 - ATB Motors BV

MI_G11ST_A4VordersFuji.fm Seite 1 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:23 12

Solutions for Drives

Manuale di Istruzioni

Fuji Electric-General-Purpose inverter

FRN-G11S-4EN

Trifase 400V 0,4 - 500kW

ITM_G11_Indice.fm Seite 1 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:38 12

FRN-G11S-EN

Indice

Precauzioni di sicurezza

......................... 1

1 Prima di Usare il Prodotto

................. 7

1-1 Ispezione alla Consegna .................. 7

1-2 Aspetto.............................................. 8

1-3 Maneggiamento del prodotto ............ 8

1-4 Trasporto .......................................... 9

1-5 Immagazzinaggio.............................. 9

2 Installazione e Cablaggio

................. 11

2-1 Luogo di installazione ...................... 11

2-2 Metodo di installazione .................... 11

2-3 Cablaggio........................................ 13

2-3-1 Cablaggio base ........................ 13

2-3-2 Cablaggio dei morsetti del circuito di potenza e messa a terra ...................................... 16

2-3-3 Cablaggio del circuito di comando .................................. 24

2-3-4 Disposizione dei morsetti ........ 30

2-3-5 Fusibili di protezione consigliati e sezione cavi.......... 31

3 Funzionamento

.................................. 32

3-1 Controllo e preparazione prima della messa in servizio ................... 32

3-2 Metodo di funzionamento .............. 33

3-3 Funzionamento di prova ................ 33

4 Pannello di Comando

....................... 34

4-1 Aspetto del Pannello di Comando . 34

4-2 Funzionamento del pannello di comando (display LCD, struttura livelli)................................. 36

4-2-1 Funzionamento normale ......... 36

4-2-2 Modalità di allarme .................. 36

4-3 Funzionamento del pannello di comando ........................................ 38

4-3-1 Modo funzionamento ............... 38

4-3-2 Impostazione della frequenza digitale ..................................... 38

4-3-3 Variazione indicazione del display a LED .......................... 39

4-3-4 Schermata menu ..................... 40

4-3-5 Impostazione dati delle funzioni .................................... 40

4-3-6 Verifica dati delle funzioni .................................... 42

4-3-7 Controllo dello stato di funzionamento ......................... 43

4-3-8 I/O check ................................. 44

4-3-9 Informazioni sulla manutenzione ........................... 45

4-3-10 Misurazione dell'indice di carico ................................... 46

4-3-11 Informazioni sull'allarme .......... 47

4-3-12 Cronologia allarmi e cause ........................................ 48

4-3-13 Copiatura dati .......................... 49

4-3-14 Modalità allarmi ........................ 52

5 Selezione delle funzioni

................... 53

5-1 Elenco delle Funzioni ..................... 53

5-2 Descrizione delle funzioni .............. 61

6 Funzioni di protezione

.................... 116

6-1 Elenco delle funzioni di

Protezione .................................... 116

6-2 Reset allarme ............................... 118

7 Soluzione dei problemi

.................. 119

7-1 Attivazione della funzione di protezione .................................... 119

7-2 Rotazione anomala del motore .... 124

8 Manutenzione e ispezione

............. 128

8-1 Ispezione giornaliera .................... 128

8-2 Ispezione periodica ...................... 128

8-3 Misurazione di potenza del circuito principale ......................... 132

8-4 Test di isolamento ........................ 133

8-5 Parti di ricambio ........................... 134

8-6 Informazioni sul prodotto e sulla garanzia del prodotto ................... 134

9 Specifiche

.......................................... 135

9-1 Specifiche standard ..................... 135

9-2 Specifiche funzionali .................... 137

9-3 Dimensioni ................................... 139

9-4 Comunicazione seriale................. 142

10 Opzioni

............................................... 143

10-1 Opzioni incorporate ...................... 143

10-2 Opzioni installate separatamente ............................. 144

11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

................... 146

11-1 Informazioni generali .................... 146

11-2 Istruzioni di installazione raccomandate .............................. 146

ITM_G11.book Seite 1 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Introduzione

Vi ringraziamo per l’acquisto dell’inverter serie

FRENIC5000 G11S. Il presente prodotto viene utilizzato per comandare un motore elettrico ad induzione trifase controllandone la velocità. Un uso incorretto del prodotto può provocare lesioni a persone e/o danni materiali. Leggere attentamente tutte le istruzioni sul funzionamento prima di passare all’uso.

Poiché il presente manuale non tratta esaurientemente l’utilizzo di schede opzionali e accessori, prima di operare con gli stessi, consultare i manuali ad essi attinenti.

Precauzioni di sicurezza

Leggere attentamente il presente manuale prima dell’installazione, dell’allacciamento (impianto elettrico), del funzionamento, della manutenzione o dell’ispezione dell’inverter.

Prendere conoscenza di tutti gli aspetti della sicurezza prima di utilizzare l’inverter.

Nelle presenti istruzioni per l’uso, i simboli seguenti rappresentano le indicazioni riportate di seguito:

Istruzioni per l’uso

PERICOLO

1. Il presente inverter è destinato esclusivamente al controllo di un motore ad induzione trifase e non è utilizzabile con motori monofase o di altro tipo:

dio.

rischio d’incen-

2. Il presente inverter non può essere utilizzato come componente di alimentazione di un sistema sanitario o apparecchiatura elettromedicale che sia strettamente connesso con la vita delle persone o che possa in qualche modo comprometterne la salute.

3. Il presente inverter è prodotto sotto stretti standard di controllo della qualità. Tuttavia, devono venire installati dispositivi di sicurezza per prevenire guasti che possano provocare lesioni e/o danni materiali.

Rischio di incidenti.

PERICOLO

Evidenzia le procedure e le pratiche di funzionamento che possono provocare gravi lesioni o la morte se non eseguite correttamente.

ATTENZIONE

Evidenzia le procedure e le pratiche di funzionamento che possono provocare lesioni leggere o medie o danni materiali se non eseguite correttamente.

Istruzioni sull’installazione

PERICOLO

1. Montare il presente inverter su una superficie non infiammabile, come ad esempio il metallo.

Rischio d’incendio.

2. Non posizionare l’inverter vicino a materiali infiammabili.

Rischio d’incendio.

La gravità delle lesioni o dei danni che possono risultare per la mancata osservanza delle indicazioni dipende dalle diverse situazioni.

Seguire sempre le istruzioni.

Precauzioni di sicurezza 1

ITM_G11.book Seite 2 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

ATTENZIONE

1. Trasportando l’inverter tenendolo per il coperchio potrebbe, cadendo,

provocare ferite.

2. Non permettere che oggetti estranei entrino all’interno dell’inverter o sulle alette di raffreddamento (residui di fili, carta, polvere, sporcizia, trucioli metallici o altro);

rischio d’incendio e di incidenti.

3. Non installare e attivare l’inverter se questo

è danneggiato o se mancano alcune parti;

rischio di scossa elettrica o lesioni.

ATTENZIONE

1. Verificare che la frequenza e la tensione dell’alimentazione a disposizione corrispondano alla frequenza e alla tensione nominale di questo inverter;

rischio di lesioni.

2. Non collegare l’alimentazione ai morsetti di uscita (U, V e W);

rischio di lesioni.

3. Non collegare una resistenza di frenatura direttamente ai morsetti CC (P(+), N(-));

rischio d’incendio.

4. Verificare che i disturbi elettromagnetici provocati dall’inverter, dal motore e dal cablaggio non interferiscano con il funzionamento di sensori o altre apparecchiature situate nelle vicinanze;

rischio di incidenti.

Istruzioni sul cablaggio

PERICOLO

1. L’alimentazione dell’inverter deve essere effettuata tramite un interruttore di protezione magnetotermica o fusibili;

rischio d’incendio.

2. Collegare sempre l’inverter a terra;

rischio di scossa elettrica o incendio.

3. Il cablaggio deve essere effettuato solo da personale autorizzato;

rischio di scossa elettrica.

4. Prima del cablaggio, assicurarsi che l’alimentazione sia disinserita;

rischio di scossa elettrica.

5. Eseguire il cablaggio solo dopo aver installato l’inverter;

rischio di scossa elettrica o lesioni.

2 Precauzioni di sicurezza

ITM_G11.book Seite 3 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Istruzioni sul funzionamento

PERICOLO

1. Prima di mettere in funzione l’inverter, chiudere sempre il coperchio. Non rimuovere il coperchio durante il funzionamento.

Rischio di scossa elettrica.

2. Non toccare gli elementi di comando con le mani bagnate;

rischio di scossa elettrica.

3. Quando viene selezionata la funzione di riavvio automatico, è possibile che l’inverter riparta automaticamente dopo uno stallo. (Verificare che il sistema sia impostato correttamente in modo che non vi sia pericolo di lesioni personali al momento).

Rischio di incidenti.

4. Quando è selezionata la funzione di limitazione di coppia, è possibile che le condizioni di funzionamento differiscano da quelle preselezionate (tempo o velocità di accelerazione/decelerazione). In tal caso simile, deve essere garantita la sicurezza personale.

Rischio di incidenti.

5. Poiché il tasto STOP funziona solo quando

è stato attivato nelle impostazioni della funzione F01, installare un interruttore separato per arresti di emergenza. Inoltre, quando viene selezionato il funzionamento tramite segnali di comando esterni, il tasto STOP sul pannello di comando viene disabilitato.

Rischio di incidenti.

6. Potendosi verificare un riavvio improvviso a seguito di un reset tramite un segnale di ingresso, verificare che non sia stato azionato alcun segnale di marcia motore prima del reset allarme.

Rischio di incidenti.

7. Non toccare mai i morsetti dell’inverter mentre esso è collegato all’alimentazione, indipendentemente dal fatto che stia funzionando o sia fermo.

Rischio di scossa elettrica.

ATTENZIONE

1. Non avviare o arrestare l’inverter utilizzando l’alimentazione principale.

Rischio di guasto.

2. Non toccare le alette di raffreddamento o la resistenza di frenatura poiché si riscaldano molto durante il funzionamento dell’inverter.

Rischio di ustioni.

3. Poiché l’inverter è in grado di effettuare facilmente operazioni ad alta velocità, verificare attentamente le prestazioni del motore (dai dati di targa), o della macchina prima di modificare le impostazioni di velocità.

Rischio di lesioni.

4. Non usare la funzione di frenatura dinamica o di corrente continua dell’inverter per arresti meccanici.

Rischio di lesioni.

Istruzioni sulla manutenzione/ispezione e sostituzione

PERICOLO

1. Attendere almeno cinque minuti (modelli fino a 22 kW) o dieci minuti (modelli superiori a 30 kW) dopo aver tolto l’alimentazione all’inverter prima di eseguirne l’ispezione. Controllare inoltre che la spia di carica CRG si sia spenta e verificare che la tensione CC tra i morsetti P(+) e N(-) non superi i 25V.)

Rischio di scossa elettrica.

2. La manutenzione, l’ispezione e la sostituzione delle parti deve essere effettuata esclusivamente da personale qualificato.

(Togliersi oggetti di metallo come orologi e anelli. Utilizzare strumenti ben isolati.)

Rischio di scossa elettrica e lesioni.

Precauzioni di sicurezza 3

ITM_G11.book Seite 4 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Istruzioni sull’eliminazione

Altro

ATTENZIONE

Trattare come rifiuto industriale quando viene eliminato.

Rischio di lesioni.

PERICOLO

Non apportare alcuna modifica all’inverter.

Rischio di scossa elettrica e lesioni.

Conformità con la Direttiva Europea sulla Bassa Tensione

ATTENZIONE

1. Le caratteristiche elettriche del contatto cumulativo allarmi, attivo per ogni guasto (30

A, B, C) e del relé (Y5A, Y5C) sono 0,5 A a

48 V CC.

2. Il morsetto di terra G dovrebbe essere sempre allacciato a terra. Utilizzare capicorda ondulati per collegare un cavo al morsetto del circuito principale o al morsetto di terra dell’inverter.

3. Laddove l’interruttore differenziale sia usato per protezioni contro contatti diretti o indiretti, è ammesso esclusivamente di tipo

B sul lato di alimentazione di questo Inverter. In caso contrario, dovrà essere presa un’altra misura di protezione, come ad esempio la separazione dell’Inverter dall’ambiente tramite isolamento doppio o rinforzato, oppure l’isolamento dell’inverter ed il sistema di alimentazione tramite un trasformatore.

4. Utilizzare un cavo unico per collegare il morsetto di terra G dell’inverter. (Non utilizzare due o più morsetti di terra dell’inverter.)

5. Utilizzare un interruttore magnetotermico di sicurezza per sovracorrenti conforme agli standard EN o IEC.

6. Utilizzare l’inverter collegandolo ad un sistema di alimentazione con il neutro messo a terra. Nel caso di un sistema con neutro non a terra (es. sistemi IT), l’interfaccia di controllo dell’inverter è soggetta ad un isolamento meno efficace; pertanto il collegamento diretto di questa con un circuito SELV di un controllore esterno, va evitato. Si veda il diagramma di collegamento di base (Fig. 2-3-1).

7. Utilizzare l’inverter con sistemi di alimentazione con categoria III di sovratensione e conservare il grado d’inquinamento dell’isolamento a 2 o migliore, come specificato nella IEC664. A tale scopo, installare l’inverter in quadro elettrico (grado di protezione IP54 o superiore) ed evitare che l’apparecchiatura sia intaccata da acqua, olio, carbone, polvere ecc.

8. Per il cablaggio di ingresso e uscita dell’inverter, utilizzare il cavo (diametro e tipo) come specificato nell’Appendice C della

EN60204.

9. Nel caso di montaggio esterno del dissipatore, coprire il lato posteriore dell’inverter in modo che l’utente non possa toccare il condensatore e la resistenza frenante.

10. Per garantire la sicurezza installare nel modo seguente, componenti come reattore opzionale CA, reattore opzionale CC o la resistenza di frenatura esterna:

1) all’interno di un armadio IP4X o oltre una protezione, nel caso in cui le parti elettriche siano esposte.

2) all’interno di un armadio elettrico IP2X o oltre una protezione, nel caso in cui le parti elettriche non siano esposte.

4 Precauzioni di sicurezza

ITM_G11.book Seite 5 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

REQUISITI UL/cUL

ATTENZIONE

1. Rischio di scossa elettrica. Disattivare l’alimentazione prima di adoperare questo comando.

2. Tensione pericolosa fino a quando la spia di carica non si spegne.

PERICOLO

1. Tipo1 "SOLO USO ALL’INTERNO"

2. Più di un circuito sotto tensione. Si veda il diagramma di collegamento di base (Fig.

2-3-1).

3. Utilizzare solo filo di classe1.

4. Utilizzare come cavo elettrico di connessione delle morsettiere (ingresso L1, L2,

L3, di uscita U, V e W e di controllo), cavo con capicorda appropriato. Utilizzare uno strumento raccomandato dal produttore del morsetto quando si fissa il capicorda.

5. La coppia torcente e la gamma dei fili per la morsettiera di controllo, sono segnati vicino al morsetto o sullo schema elettrico dell’impianto.

6. Collegare l’alimentazione ai morsetti di alimentazione principale (L1, L2 e L3) tramite l’interruttore magneto-termico di sicurezza per guasti di corrente (MCCB) o l’interruttore differenziale (ELCB) per applicare il marchio UL. Si veda il diagramma del collegamento di base (Fig. 2-

3-1).

7. Nel caso di utilizzo dell’ingresso di alimentazione ausiliare, collegare come descritto nel diagramma del collegamento di base

(Fig. 2-3-1).

Precauzioni di sicurezza 5

ITM_G11.book Seite 6 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Tensione

Tipo di Inverter

G11S

Coppia necessaria [lb-Inch]

(N·m)

Morsetto principale

Alimentazione ausiliare di controllo

Controllo

10,6 (1,2) —

FRN0.4G11S-4EN

FRN0.75G11S-4EN

FRN1.5G11S-4EN

FRN2.2G11S-4EN

FRN4.0G11S-4EN

FRN5.5G11S-4EN

FRN7.5G11S-4EN

FRN11G11S-4EN

FRN15G11S-4EN

FRN18.5G11S-4EN

FRN22G11S-4EN

Sistema trifase

400V

FRN30G11S-4EV

FRN30G11S-4EN

FRN37G11S-4EN

FRN45G11S-4EN

FRN55G11S-4EN

FRN75G11S-4EN

FRN90G11S-4EN

FRN110G11S-4EN

FRN132G11S-4EN

FRN160G11S-4EN

FRN200G11S-4EN

FRN220G11S-4EN

FRN280G11S-4EN

15,9 (1,8)

31,0 (3,5)

51,3 (5,8)

119 (13,5)

239 (27)

G:119

(13,5)

425 (48)

G:239 (27)

Utilizzare esclusivamente filo di rame per 60/75 °C.

Utilizzare alimentazione con le seguenti caratteristiche:

Tensione di ingresso massima Tipo di Inverter

FRN0.4G11S-4EN a

FRN22G11S-4EN

FRN30G11S-4EV a

FRN400G11S-4EN

CA 480 V

10,6

(1,2)

Corrente di ingresso

Non più di 5.000 A

Non più di 20.000 A

Diametro del filo [AWG/kcmil]

(mm

2

)

L1/R,

L2/S, L3/T

U, V, W

16 (1,3)

14 (2,1)

12 (3,3)

10 (5,3)

6,2

(0,7)

8 (8,4)

6 (13,3)

4 (21,2)

4 (21,2)

4 (21,2)

3 (26,7)

2 (33,6)

2 (33,6)

1/0 (53,5)

3/0 (85)

4/0 (107,2)

250 (127)

350 (177)

500 (253)

600 (304)

300 (152)

×

2

Alimentazione ausiliare di controllo

16

(1,3)

Controllo

24

(0,2)

Istruzioni generali

Sebbene le figure nel presente manuale mostrino l’inverter con le calotte e gli schermi di protezione rimossi, in modo da poter spiegare la struttura dettagliatamente, non adoperare l’impianto fino a quando tali calotte e gli schermi non siano stati rimontati.

6 Precauzioni di sicurezza

ITM_G11.book Seite 7 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

1 Prima di Usare il Prodotto

1-1 Ispezione alla Consegna

Scartare e controllare il prodotto come descritto di seguito.

Se si hanno problemi o domande sul prodotto, contattare la Silectron Sistemi o il distributore

Fuji più vicino.

SOURCE

OUTPUT

WEIGHT

Caratteristiche dell’alimentazione

Caratteristiche dell’uscita

Peso (non indicato per prodotti di potenza 22 kW o inferiore)

2. Verificare la presenza di danni e/o parti mancanti alla consegna.

3. Oltre all’inverter e al presente manuale, il pacco contiene un coperchio elastico isolante

(per prodotti con 22 kW o inferiore) e una resistenza di terminazione (1/2 W, 120

) per la trasmissione seriale RS485.

La resistenza di terminazione per prodotti con

22 kW o inferiore è contenuta nel sacchetto passacavi.

Targhetta di identificazione

1. Controllare che le specifiche sulla targhetta dell’inverter corrispondano a quelle ordinate.

TYPE:

Tipo Inverter

FRN 30 G11S-4EN

Sistema di alimentazione:

4 400 V

Nome della serie

Potenza motore applicabile: 30 30 kW

Tipo di prodotto:

FRENIC5000

1 Prima di Usare il Prodotto 7

ITM_G11.book Seite 8 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

1-2 Aspetto

Viti di fissaggio del coperchio esterno

1-3 Maneggiamento del prodotto

1) Rimozione del coperchio esterno

Per l’inverter da 22 kW o inferiore, allentare le viti di fissaggio del coperchio esterno e rimuovere il coperchio tirandone la parte superiore

(si veda la Figura 1-3-1).

Pannello di comando

Coperchio esterno

22 kW o inferiore

Viti di fissaggio del coperchio esterno

Coperchio esterno

Targhetta di identificazione

30 kW o superiore

Coperchio intermedio

Targhetta di identificazione

Figura 1-3-1 Rimozione del coperchio esterno (per inverter da 22 kW o inferiore)

Per l’inverter da 30 kW o superiore, rimuovere le sei viti di fissaggio del coperchio esterno e il coperchio esterno.

Viti di fissaggio del coperchio esterno

Fori di sollevamento

(4 fori in totale)

Figura 1-3-2 Rimozione del coperchio esterno (per inverter da 30 kW o superiore)

Pannello di comando

8 1 Prima di Usare il Prodotto

ITM_G11.book Seite 9 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2) Rimozione del pannello di comando

Dopo avere rimosso il coperchio esterno come spiegato in 1), allentare le viti di fissaggio del pannello di comando e rimuoverlo come mostrato nella Figura 1-3-3.

Viti di fissaggio del pannello di comando

1-4 Trasporto

Trasportare il prodotto, tenendo la sua struttura principale.

Non trasportare il prodotto tenendolo per il coperchio o per parti diverse dalla struttura principale.

Utilizzare una gru o un montacarichi per trasportare un prodotto dotato di fori di sospensione.

1-5 Immagazzinaggio

Immagazzinaggio temporaneo

L’immagazzinaggio temporaneo del presente prodotto deve adempiere i requisiti elencati nella

Tabella 1-5-1.

Figura 1-3-3 Rimozione del pannello di comando

Allentare le viti di fissaggio del pannello di comando e rimuoverlo utilizzando la presa per le dita sul coperchio del pannello.

Coperchio del pannello di comando

Incavi

Figura1-3-4 Rimozione del pannello di comando

(per inverter da 30 kW o superiore)

Descrizione

Temperatura ambiente

Pressione dell’aria

-10 fino a +50 °C

Specifiche

Temperatura di immagazzinaggio/di trasporto

Immagazzinaggio/Trasporto

Umidità relativa

-25 fino a +65 °C

5 fino a

95%

Nota 2)

Condensa o congelamento devono essere evitate in caso di cambiamento improvviso di temperatura.

Atmosfera Grado di inquinamento 2

Funzionamento/Immagazzinaggio:

86 fino a 106 kPa

Trasporto: 70 fino a 106 kPa

Tabella 1-5-1 Ambiente d’immagazzinaggio

Nota 1:

La temperatura di immagazzinaggio vale esclusivamente per condizioni a breve termine come il trasporto.

Nota 2:

Poiché un grande sbalzo di temperatura entro questa gamma di umidità può provocare condensa o congelamento, non immagazzinare il prodotto in un luogo soggetto a tali sbalzi.

1. Non posizionare il prodotto direttamente sul pavimento.

2. Per immagazzinare il prodotto in un ambiente termicamente rigido, avvolgerlo in un foglio di plastica o altro materiale.

3. Se il prodotto è immagazzinato in un luogo soggetto ad umidità, inserire un agente essiccante (per es. il gel di silice) ed avvolgerlo in un foglio di plastica.

1 Prima di Usare il Prodotto 9

ITM_G11.book Seite 10 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Immagazzinaggio a lungo termine

Se il prodotto deve essere immagazzinato a lungo dopo l’acquisto, il metodo di immagazzinaggio dipende principalmente dal luogo.

Il metodo di immagazzinaggio generale è il seguente:

1. Devono essere soddisfatte le condizioni di cui sopra per l’immagazzinaggio temporaneo.

Quando il periodo di immagazzinaggio supera i tre mesi, il limite superiore della temperatura ambiente deve essere ridotto a 30 °C per prevenire il deterioramento dei condensatori elettrolitici.

2. Incartare il prodotto in modo completo per eliminare l’esposizione all’umidità ed includere un agente essiccante per assicurare un’umidità relativa di circa 70% o inferiore.

3. Se il prodotto è montato in quadro elettrico o su piastra quadro e rimane inutilizzato per lungo tempo ed esposto ad elementi come umidità o polvere (particolarmente su una parte della struttura), rimuovere il prodotto ed immagazzinarlo in un ambiente adatto.

4. Condensatori elettrolitici non alimentati per un periodo esteso sono soggetti a deterioramento. Non immagazzinare condensatori elettrolitici per un anno o per un periodo superiore senza alimentarli.

10 1 Prima di Usare il Prodotto

ITM_G11.book Seite 11 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2 Installazione e Cablaggio

2-1 Luogo di installazione

Installare il prodotto in un luogo che soddisfi i requisiti elencati nella Tabella 2-1-1.

Descrizione Specifiche

Luogo

Temperatura ambiente

Ambiente chiuso da -10 fino a +50

°

C (Per prodotti da

22 kW o inferiori, rimuovere i coperchi di ventilazione se la temperatura ambiente supera i +40

°

C)

Umidità relativa

Ambiente

Pressione atmosferica da 5 fino a 95% (Assenza di condensa)

Grado di inquinamento 2

86 fino a 106 kPa

Vibrazione

3 mm: da 2 a 8 Hz,

9,8 m/s

2

: da 9 a 20 Hz,

2 m/s

2

1 m/s

2

: da 20 a 55 Hz,

: da 55 a 200 Hz

Tabella 2-1-1 Luogo di installazione

2-2 Metodo di installazione

1. Posizionare l’inverter verticalmente su una struttura solida affinché le lettere

FRENIC5000G11S siano visibili nella parte anteriore. Non capovolgere né installare l’inverter in posizione orizzontale.

2. Poiché durante il funzionamento dell’inverter viene generato calore, è necessario lasciare spazio sufficiente attorno all’apparecchiatura come mostrato nella Fig. 2-2-1 per assicurare un’adeguata ventilazione. Poiché l’aria riscaldata viene irradiata verso l’alto, non posizionare materiali sensibili al calore nelle parti soggette al flusso di aria calda.

Sinistra

Alto

Inverter

Destra

22 kW o inferiore:

Lo spazio X può essere 0.

(installazione fianco a fianco)

30 kW o superiore:

spazio X >= 50 mm

Basso

A ltitudine

1000 m o inferiore

1000 - 1500 m

1500 - 2000 m

2000 - 2500 m

2500 - 3000 m

Indice di riduzione della corrente di uscita

1,00

0,97

0,95

0,91

0,88

Tabella 2-1-2 Indice di riduzione della corrente di uscita in base all’altitudine

Figura 2-2-1

3. La temperatura del dissipatore può raggiungere i 90 °C durante il funzionamento dell’inverter. Utilizzare materiale non infiammabile per la piastra di montaggio dell’inverter.

PERICOLO

Installare il prodotto su una superficie non infiammabile, quale una piastra di montaggio in metallo.

4. Durante l’installazione del prodotto in un quadro elettrico, verificare che vi sia un’adeguata ventilazione, in modo da evitare che la temperatura ambiente dell’inverter superi il valore specificato. Non installare l’inverter in aree chiuse o ristrette che non permettono una corretta ventilazione.

5. Quando più inverter vengono installati in uno stesso quadro elettrico, posizionarli orizzontalmente l’uno accanto all’altro per minimizzare l’influenza di calore reciproca. Se la disposizione può avvenire solo verticalmente, inserire piastre isolanti al centro in modo da evitare che il calore degli inverter inferiori influisca su quelli superiori.

2 Installazione e Cablaggio 11

ITM_G11.book Seite 12 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

6. Quando vengono spediti dalla fabbrica, gli inverter sono di tipo a raffreddamento per interno quadro. Per gli inverter da 22 kW o inferiori

è previsto il tipo di raffreddamento esterno semplicemente aggiungendo un adattatore di montaggio opzionale. Un inverter da 30 kW o superiore può essere convertito semplicemente spostando l’adattatore di montaggio.

Con il sistema di raffreddamento esterno, il radiatore, montato esternamente è in grado di smaltire circa il 70% del calore totale prodotto dall’inverter (perdita totale).

Assicurarsi che le superfici del dissipatore siano mantenute libere da corpi estranei (fili, particelle di polvere umida ecc.).

Radiazione interna

(30%)

Ventola interna

Radiazione esterna

(70%)

Ventola di raffreddamento

Dissipatore

Circolazione d’aria interna

Circolazione d’aria esterna

Un inverter di 30 kW o superiore può diventare del tipo a raffreddamento esterno semplicemente spostando le staffe di montaggio superiori e inferiori come indicato nella Fig. 2-2-3. Rimuovere le viti M6 delle staffe, spostare le staffe e fissarle utilizzando le viti di montaggio M5. (Le viti delle staffe non sono più necessarie dopo aver modificato la posizione della staffa.)

Tipo di Inverter

Viti delle staffe

Viti di montaggio

Da FRN30 a

110G11S-4EN

FRN30G11S-4EV

Da FRN132 a

160G11S-4EN

Da FRN200 a

315G11S-4EN

FRN400G11S-

4EN

5

8

6

8

Numero delle viti di montaggio

5

8

6

8

Viti delle staffe (M6)

Viti di montaggio dell’armadietto(M5)

Staffa di montaggio

Figura 2-2-2 Sistema di raffreddamento esterno

PERICOLO

1. Nel caso di un sistema di raffreddamento esterno, coprire la parte posteriore dell’inverter in modo da non arrivare a toccare il condensatore principale e la resistenza di frenatura.

Pericolo di scossa elettrica.

2. Assicurarsi che le superfici dell’inverter e del dissipatore di calore siano tenute libere da materiale estraneo come fili, carta, trucioli metallici e polvere.

Pericolo di incendio e di incidenti.

Figura 2-2-3

Staffa di montaggio

12 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 13 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

7. Per inverter da 22 kW o inferiore, rimuovere i coperchi di ventilazione nel caso in cui la temperatura superi i +40 °C.

Rimozione dei coperchi di ventilazione

Un coperchio di ventilazione è montato sulla parte superiore dell’inverter e due o tre sono montati sulla parte inferiore. Rimuovere il coperchio esterno e i coperchi di ventilazione estraendo gli elementi riportati come indicato nella Fig. 2-2-4.

Figura 2-2-4 Rimozione del coperchio di ventilazione

2-3 Cablaggio

Rimuovere il coperchio esterno prima di collegare la morsettiera nel modo seguente.

2-3-1 Cablaggio base

1. Collegare sempre l’alimentazione ai morsetti di alimentazione L1/R, L2/S e L3/T. Collegare la tensione di alimentazione ad altri morsetti può danneggiare l’inverter. Verificare che la tensione rientri nella gamma consentita indicata sulla targhetta.

2. Eseguire il collegamento di terra tramite il morsetto adeguato. Questa misura di sicurezza permette non solo di evitare incidenti quali incendi o scosse elettriche ma anche di ridurre i disturbi elettromagnetici.

3. Utilizzare un morsetto a crimpare e capicorda di elevata affidabilità per collegamenti tra morsetto e filo elettrico.

4. Completato il cablaggio, verificare quanto segue: a) Tutti i cavi sono stati collegati correttamente?

b) Non è stato omesso alcun collegamento? c) Vi sono corto circuiti o guasti tra morsetti e collegamenti di terra?

5. Modifica del collegamento dopo la messa in funzione

Tenere presente che il condensatore di filtraggio nel circuito intermedio a corrente continua necessita di tempo per la scarica completa.

Per procedere con sicurezza, verificare per mezzo di un voltmetro che la tensione continua tra il morsetto + e il morsetto - del circuito di potenza in continua, abbia raggiunto un valore di sicurezza (25VDC o inferiore) dopo che la spia di carica si è spenta. Inoltre, verificare che la tensione sia uguale a zero prima di effettuare collegamenti. La tensione per carica elettrica residua può provocare scintille.

PERICOLO

1. Collegare sempre l’inverter a terra.

Pericolo di scossa elettrica.

2. Il cablaggio deve essere eseguito solo da personale qualificato.

3. Prima di eseguire qualsiasi intervento, controllare che non vi sia alimentazione (interrotta).

Pericolo di scossa elettrica.

2 Installazione e Cablaggio 13

ITM_G11.book Seite 14 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Diagramma del collegamento di base

FRENIC5000G11S 11 kW o superiore

Alimentazione 1) trifase da 380 a

480 V

50/60 Hz

Figura 2-3-1

14 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 15 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

FRENIC5000G11S 7,5 kW o inferiore

Collegamento diretto della resistenza di frenatura

INDUTTANZA

RESISTENZA DI FRENATURA

ESTERNA (DB)

1. I morsetti comuni [11], (CM), e <CMY> del circuito di controllo sono isolati.

2. Le seguenti opzioni supportano gli inverter:

Modelli di

Inverter

FRN30G11S-4 fino a

FRN400G11-4

Dettagli

Reattanza DC per correzione del fattore di potenza

(DCR)

[55 kW o inferiore]

- Opzione separata)

(installazione

- Rimuovere il ponte tra P1 e

P(+) prima di collegare il DCR

[75 kW o superiore] standard

(installazione separata)

- Collegare sempre il DCR

1)

Utilizzare un inverter la cui tensione nominale corrisponde alla tensione di alimentazione.

2)

Opzione. Utilizzare come indicato.

3)

Utilizzare questo dispositivo opzionale quando risulta necessario.

4)

Per utilizzare il DCR per la correzione del fattore di potenza, rimuovere il ponte tra P1 e

P(+). Per inverter da 75 kW (uso CT) o superiore, il ponte tra P1 e P(+) non è collegato.

5)

Collegamento della resistenza di frenatura esterna (opzionale),

- per G11S da 11 kW (uso CT) o superiore, utilizzare sempre il modulo di frenatura

(opzionale)

6)

- per G11S da 7,5 kW (uso CT) o inferiore, scollegare da P(+) e DB la resistenza interna e collegarvi quella sostitutiva esterna, quindi regolare il parametro inverter di protezione della resistenza F13 al valore 2. P(+) deve essere isolato da

DB.

6)

Collegare il modulo di frenatura (opzionale) tra P(+) ed N(-). Collegare eventuali morsetti ausiliari per la protezione termica della resistenza secondo la figura all’ingresso digitale designato come THR.

7)

Questo morsetto è fornito come standard per gli inverter da 1,5 kW o superiore. L’inverter può essere comunque utilizzato senza ingresso ausiliario.

8)

Se SW1 della scheda di controllo è impostato su

SOURCE

, i morsetti di ingresso digitale sono ON quando sono alimentati con 24 VDC

(o collegati al morsetto P24) (Logica PNP).

Se SW1 è impostato su

SINK

, i morsetti di ingresso digitale sono ON quando sono collegati a 0 V (o collegati al morsetto CM)

(Logica NPN). Tutte le spiegazioni di questo manuale presuppongono che SW1 sia impostato su SOURCE.

9)

E’ possibile immettere segnali di tensione (da

0 a +10 V DC o da 0 a +5 V DC) ai morsetti

[12] - [11] in luogo del potenziometro.

10)

Il morsetto qui indicato come THR per ingresso allarme esterno, per la protezione termica della resistenza, non figura nella morsettiera di controllo, ma si ottiene tramite uno degli ingressi X1...X9, opportunamente programmato (vedi funzioni E01-E09).

2 Installazione e Cablaggio 15

ITM_G11.book Seite 16 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2-3-2 Cablaggio dei morsetti del circuito principale e messa a terra

Simbolo Nome morsetti

L1/R, L2/S, L3/T Morsetti del circuito di alimentazione

U, V, W Morsetti di uscita dell’inverter

R0, T0 Morsetti di ingresso ausiliari

Descrizione

Collegamento di un sistema di alimentazione trifase

Collegamento di un motore ad induzione trifase.

P1, P(+)

P(+), DB

P(+), N(-)

G

Morsetti di collegamento del reattore DC

Morsetti di collegamento della resistenza di frenatura

Morsetti di collegamento del circuito DC

Morsetti di terra dell’Inverter

Collegamento di un’alimentazione ausiliaria

380 VCA per il circuito di controllo.

(Non presenti su inverter da 0,75 kW o inferiore)

Per il collegamento di una reattanza DC opzionale

(di serie nei modelli di potenza superiore a 75 kW), per la correzione del fattore di potenza.

(Per inverter da 7,5 kW o inferiore)

Collegano la resistenza di frenatura interna (in dotazione) o quella esterna (opzionale).

Collegano il circuito DC dell’inverter al modulo di frenatura esterno (opzionale per inverter da 11 kW o più, uso CT) o ad una unità di rigenerazione

(opzionale).

Morsetto di terra dell’inverter (chassis)

Tabella 2-3-1 Funzioni dei morsetti del circuito di potenza e di terra

1) Morsetti del circuito principale

(L1/R, L2/S, L3/T)

1. Collegare l’alimentazione a questi morsetti tramite un contattore di potenza ed un dispositivo di protezione (interruttore magneto-termico o terna di fusibili). Non è necessario tenere conto della sequenza delle fasi sul lato di alimentazione.

2. Per garantire la sicurezza, inserire sulla linea di alimentazione un contattore per scollegare l’inverter dall’alimentazione quando si attiva la funzione di protezione o di emergenza.

3. Utilizzare il morsetto del circuito di comando

FWD/REV o il tasto RUN/STOP sul pannello di comando per azionare o arrestare il motore.

L’alimentazione del circuito principale dovrebbe essere utilizzata per azionare o arrestare il motore solo se assolutamente necessario e non dovrebbe essere utilizzata di sovente.

4. Non collegare questi morsetti ad un sistema di alimentazione monofase.

2) Morsetti di uscita dell’Inverter (U, V, W)

1. Collegare un motore trifase a questi morsetti nella sequenza corretta. Se la direzione di rotazione del motore è invertita, scambiare due dei collegamenti U, V e W.

2. Non collegare alcun condensatore o dispositivo di riduzione delle sovratensioni a questi morsetti di uscita dell’inverter.

3. Se il cavo dall’inverter al motore è molto lungo per l’effetto delle capacità parassite del cavo schermato, potrebbe essere generata una corrente ad alta frequenza, che può causare: un trip per sovracorrente dell’inverter, un aumento della corrente di perdita o una riduzione di precisione nell’indicazione di corrente.

Per evitare ciò, il cavo non può superare i

50 metri (per 3,7 kW o inferiore) o 100 metri

(per 5,5 kW o superiore).

Se è indispensabile che il cavo sia lungo, collegare un filtro opzionale o un’induttanza sul circuito di uscita.

16 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 17 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Senza connessione del filtro del circuito di uscita

Con connessione del filtro o induttanza sul circuito di uscita

Inverter

L1 + L2 = 50 m o inferiore

(per 3,7 kW o inferiore)

Motore

Motore

Inverter

Filtro o Induttanza

5m o inferiore

Motore

Motore

L1 + L2 = 400 m o inferiore

Nel controllo di due o più motori, la lunghezza totale del cavo si intende come somma delle singole lunghezza e non può superare i 50 metri (per 3,7 kW o inferiore) o 100 metri (per 5,5 kW o superiore).

Comandando due o più motori tramite un filtro o induttanza in uscita, la lunghezza totale del cavo non può superare i 400 metri.

Nota 1:

Se è inserito tra inverter e motore un dispositivo esterno con funzione di protezione di sovraccarico termico, esso può non funzionare correttamente anche se la lunghezza del cavo è pari a 50 metri o inferiore. Per risolvere il problema, inserire un filtro o induttanza o ridurre la frequenza portante dell’inverter utilizzando la funzione "F26 Frequenza portante".

Nota 2:

Nel collegamento parallelo di due o più motori allo stesso inverter, prevedere sempre un dispositivo supplementare di protezione magnetotermica per ciascun motore, poiché il livello di taratura del relé termico elettronico integrato nell’inverter risulterebbe incorretto.

Note sul controllo di un motore con inverter a PWM

Il motore comandato da un inverter di tipo PWM,

è soggetto ad impulsi di tensione generati dalla commutazione (alla frequenza portante), degli

IGBT dell’elemento di potenza. Tale forma di tensione, specie con lunghezze di cavo invertermotore elevate, può compromettere l’isolamento del motore.

Per evitare ciò, quando si comanda un motore con inverter, verificare i seguenti punti:

1. utilizzare un motore ad isolamento rinforzato.

2. collegare un filtro o induttanza opzionale al morsetto di uscita dell’inverter o a ridosso del motore.

3. ridurre la lunghezza del cavo tra inverter e motore a 20 metri o inferiore.

Tipo Inverter

FRN0.4G11-4EN

FRN0.75G11-4EN

FRN1.5G11-4EN

FRN2.2G11-4EN

FRN4.0G11-4EN

FRN5.5G11-4EN

FRN7.5G11-4EN

FRN11G11-4EN

FRN15G11-4EN

FRN18.5G11-4EN

FRN22G11-4EN

Pot. dissipata (W) alla freq. portante fc=(2kHz) fc=(15kHz)

35

45

60

85

60

80

130

110

150

230

170

230

300

360

460

550

300

400

520

610

770

900

Tipo Inverter

FRN30G11-4EN

FRN37G11-4EN

FRN45G11-4EN

FRN55G11-4EN

FRN75G11-4EN

FRN90G11-4EN

FRN110G11-4EN

FRN132G11-4EN

FRN160G11-4EN

FRN200G11-4EN

FRN220G11-4EN

Pot. dissipata (W) alla freq. portante fc=(2kHz) fc=(15kHz)

900

1000

1400

1700

1150

1400

2000

1950

2300

2800

1)

2350

2600

2950

3450

3950

4400

3250

3600

4150

4900

5750

6350

1)

1)

1)

1)

1)

1)

1) fc = 10 kH

Z

Tabella 2-3-1 Potenza dissipata dall’inverter FRN-G11S al variare della frequenza di commutazione (parametro F26)

2 Installazione e Cablaggio 17

ITM_G11.book Seite 18 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

3) Morsetti di ingresso ausiliari (R0 e T0)

L’inverter funziona anche se questi morsetti non vengono alimentati.

Se il dispositivo di protezione dell’inverter

(contattore magnetotermico o fusibile) interviene, interrompendo l’alimentazione all’inverter, il circuito di comando dell’inverter, l’uscita allarme (30A, B e C) e il display del pannello di comando si disattivano.

Per evitare ciò, i morsetti di ingresso ausiliari

(R0 e T0) possono essere alimentati con la stessa sorgente del circuito principale (alimentazione ausiliaria) vedi figura 2-3-2.

1. Per assicurare un’effettiva riduzione del rumore quando si utilizza un filtro per i radio disturbi, la linea di alimentazione in uscita dal filtro deve giungere ai morsetti di ingresso ausiliari. Se questi morsetti sono collegati al lato di ingresso del filtro, l’effetto della riduzione del rumore si attenua.

MCCB

Alimentazione

Filtro

EMI

Contattore

Magnetico

5) Morsetti della resistenza di frenatura esterna

(P(+) e DB)

(7,5 kW o inferiore)

Per il G11S da 7,5 kW o inferiore, ai morsetti

P(+) e DB è collegata una resistenza di frenatura incorporata. Se questa resistenza di frenatura non fornisce sufficiente capacità termica (per es. In funzionamenti altamente ripetitivi o funzionamenti con pesante inerzia del carico), deve essere montata una resistenza di frenatura esterna (opzionale) per migliorare la prestazione frenante.

1. Rimuovere la resistenza di frenatura in dotazione, dai morsetti P(+) e DB. Isolare i morsetti rimossi dalla resistenza con nastro isolante adesivo, etc.

2. Collegare la resistenza di frenatura esterna ai morsetti P(+) e DB dell’inverter.

3. I cavi (ritorti e/o schermati) non devono superare i 5 metri.

Reattore DC

(DCR)

Resistenza di frenatura esterna (DB)

Alimentazione controllo inverter

Figura 2-3-2 Collegamento dei morsetti di ingresso ausiliari

4) Morsetti di collegamento della reattanza DC

(P1 e P(+))

1. Prima di collegare una reattanza DC di correzione del fattore di potenza (opzionale) a questi morsetti, rimuovere il ponte installato di fabbrica.

2. Se non viene utilizzata una reattanza DC, non rimuovere il ponte.

Nota:

Per inverter da 75 kW o superiore, il reattore DC è fornito come componente standard separato e dovrebbe essere sempre collegato ai morsetti.

Inverter

Figura 2-3-4 Collegamento (7,5 kW o inferiore)

Figura 2-3-3

18 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 19 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

6) Morsetti del collegamento DC (P(+) e N(-))

L’inverter G11S da 11 kW o superiore non contiene un circuito di comando per la resistenza di frenatura. Per migliorare la prestazione frenante, devono essere installati un modulo di frenatura esterna (opzione) e una resistenza di frenatura esterna (opzione).

1. Collegare i morsetti P ed N del modulo di frenatura ai morsetti P(+) e N(-) dell’inverter. I cavi (cavi ritorti e/o schermati) devono essere i più corti possibile.

2. Collegare la resistenza di frenatura ai morsetti P e DB del modulo di frenatura.

I cavi (cavo ritorto e/o schermato) devono essere i più corti possibile. Quando i morsetti

P(+) e N(-) dell’inverter non vengono utilizzati, interromperne il collegamento. Se P(+) è collegato a N(-) o la resistenza di frenatura viene collegata direttamente a questi morsetti, la resistenza e l’inverter verranno seriamente danneggiati.

3. Per il collegamento dell’unità di rigenerazione

(opzionale), fare riferimento al manuale fornito con l’opzione.

7) Morsetto di terra dell’Inverter

Per motivi di sicurezza e di riduzione dei disturbi, collegare sempre il morsetto di terra dell’inverter a massa. Inoltre, i telai di metallo dell’apparecchiatura elettrica devono essere collegati a massa come specificato negli

Standard Tecnici delle Apparecchiature Elettriche.

La procedura di collegamento è la seguente:

1. Collegare i telai metallici ad un morsetto di terra (resistenza di terra: 10

o inferiore).

2. Utilizzare un cavo adatto (corto e spesso) per collegare l’inverter al morsetto di terra.

8) Morsetto ausiliario di commutazione dell’alimentazione (CN UX) (per inverter da 30 kW o superiore)

Quando un inverter da 30 kW o superiore viene alimentato con una tensione fra quelle riportate nella Tabella 2-3-2, scollegare il connettore ausiliario di commutazione dell’alimentazione CN UX da U1 e collegarlo a U2. Per il metodo di commutazione, si veda la Fig. 2-3-8

Resistenza di frenatura esterna

(DB)

Reattore

DC (DCR) modulo di frenatura

Frequenza [Hz] Gamma della tensione di alimentazione [VCA]

50 380 - 398

60 380 - 430

Tabella 2-3-2 Tensione di alimentazione inverter che richiede la commutazione del connettore

CN UX.

Figura 2-3-5 Collegamento (11 kW o superiore)

ATTENZIONE

1. Verificare che il numero delle fasi e la tensione nominale di questo inverter corrispondano a quelle del sistema di alimentazione.

2. Non collegare l’alimentazione ai morsetti di uscita (U, V, W).

Pericolo di lesioni.

3. Non collegare una resistenza di frenatura direttamente ai morsetti DC (P[+] e N[-]).

Pericolo d’incendio.

2 Installazione e Cablaggio 19

ITM_G11.book Seite 20 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9) Morsetto di commutazione dell’alimentazione della ventola (CN RXTX) (per inverter da

30 kW o superiore)

L’inverter G11S senza opzioni supporta l’ingresso di alimentazione DC tramite collegamento diretto su bus DC dell’unità di rigenerazione (serie RHC) come mostrato nella Fig. 2-3-7.

Per dettagli, consultare la documentazione tecnica fornita con l’unità.

L’inverter da 30 kW o superiore contiene un componente alimentato in CA (es. la ventola di raffreddamento.

Per utilizzare l’inverter con l’ingresso di alimentazione DC, agire sul connettore di commutazione dell’alimentazione della ventola

(CN RXTX) all’interno dell’inverter al lato di

R0-T0 e fornire alimentazione CA ai morsetti

R0 e T0. (Si veda la Fig. 2-3-6.)

Per il metodo di commutazione, si veda la

Fig. 2-3-8.

Nota:

Nello stato standard, il connettore di commutazione dell’alimentazione della ventola (CN RXTX) è collegato dal lato

L1/R-L3/T. Quando l’ingresso di alimentazione DC non viene utilizzato, non modificare tale collegamento.

Utilizzare la stessa tensione CA del circuito principale con i morsetti di ingresso ausiliari (R0 e T0). Se questa non viene fornita, la ventola non gira e l’inverter si surriscalda (OH1).

30 kW o superiore

Filtro

EMI

Interruttore

Magnetico

Ponte (non fornito per inverter da 75 kW o superiore)

Inverter

Alimentazione

Ventola

Quando impostato nel modo di ingresso di alimentazione DC

Figura 2-3-6 Commutazione dell’alimentazione della ventola

20 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 21 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

30 kW o superiore

Alimentazione

Convertitore PWM

Inverter

Ventola

Commutare CN RXTX sul lato R0-T0

Figura 2-3-7 Esempio di collegamento con il l’unità di rigenerazione

Nota:

Per collegare l’unità di rigenerazione ad un inverter da 22 kW o inferiore, non collegare l’alimentazione direttamente ai morsetti di ingresso ausiliari (R0 e T0) dell’inverter.

Ad ogni modo, se è necessario tale collegamento, isolare questi morsetti di ingresso dall’alimentazione principale dell’unità di rigenerazione mediante un trasformatore di isolamento.

L’esempio di collegamento di un’unità di rigenerazione è fornito nel "Manuale di

Istruzioni dell’Unità di Rigenerazione".

2 Installazione e Cablaggio 21

ITM_G11.book Seite 22 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

I connettori di commutazione sono montati sulla scheda di potenza (alimentazione) e su quella di controllo come indicato di seguito.

Connettore ausiliario di commutazione dell’alimentazione (CN UX)

Connettore ausiliario di commutazione dell’ingresso dell’alimentazione

(CN RXTX)

Morsetti di ingresso alimentazione ausiliaria

FRN30G11S-4EN/EV fino a

FRN110G11S-4EN

<Dettaglio della parte A>

FRN132G11S-4EN fino a

FRN220G11S-4EN

Quando l’inverter viene consegnato, il CN UX è collegato al lato

U1

e il CN RXTX è collegato al

<Dettaglio trasversale della parte A>

22 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 23 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Nota:

Per rimuovere un connettore, sganciare lo stesso (utilizzando il meccanismo bloccante) e tirare. Per montare un connettore, spingerlo fino ad agganciamento completo.

CNUX

CNRXTX

(rosso)

(rosso)

Stato alla consegna dalla fabbrica

Rimozione del morsetto

Dopo la commutazione del morsetto

CNUX:

U1

In questa figura, la tensione è di

380 fino a 398 V CA, 50 Hz (o 380 fino a 430 V CA, 60 Hz) e l’inverter viene utilizzato con la modalità di ingresso di alimentazione DC.

Figura 2-3-8 Morsetti di commutazione dell’alimentazione (solo per 30 kW o superiore)

2 Installazione e Cablaggio 23

ITM_G11.book Seite 24 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2-3-3 Cablaggio del circuito di comando

La Tabella 2-3-3 elenca le funzioni dei morsetti del circuito di comando

(interruttore SW1 impostato su SOURCE).

Collegare ciascun morsetto del circuito di comando dopo aver verificato l’impostazione della sua funzione.

Classificazione

Ingresso analogico

Simbolo del morsetto

13

12

V2

C1

Identificazione del morsetto

Funzione

Alimentazione del

Potenziometro

Ingresso in tensione

Ingresso di tensione

Ingresso di corrente

Utilizzato per alimentazione +10 VDC del potenziometro

(POT) d’impostazione della frequenza (resistenza variabile da 1 fino a 5 k

)

1. La frequenza è impostata secondo la tensione di ingresso analogica fornita da un circuito esterno.

- 0 fino a +10 V DC per regolare da 0 fino a 100% di f max

- Funzionamento reversibile tramite segnali positivi e negativi: 0 fino a +/- 10 VDC per 0 fino a 100% di f max

- Funzionamento inverso: +10 VDC fino a 0 per 0 fino a

100% di f max

2. Ingresso per il segnale di retroazione controllo PID.

3. Ingresso per il controllo di coppia erogata tramite segnale analogico da circuito esterno

Resistenza di ingresso: 22 k

1. La frequenza è impostata secondo la tensione di ingresso analogica fornita da un circuito esterno.

- 0 fino a +10 VDC per 0 fino a 100% di f max

- Funzionamento inverso: +10 VDC per avere da 0 fino al

100% di f max

Può essere utilizzato solo un morsetto "V2" o "C1" alternativamente.

Resistenza di ingresso: 22 k

1. La frequenza è impostata secondo la corrente di ingresso analogico fornita da un circuito esterno.

- 4 fino a 20 mA DC per avere da 0 al 100% di f max

- Funzionamento inverso:

20 fino a 4 mA DC per 0 fino a 100% di f max

2. Ingresso per il segnale di retroazione controllo PID.

3. Ingresso del termistore PTC

Può essere utilizzato un solo morsetto tra "V2" o "C1" alternativamente.

Resistenza di ingresso: 250

ON

OFF

24

11

Comune di ingresso analogico

Morsetto comune per segnali di ingresso analogici

2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 25 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Classificazione

Ingresso digitale

Uscita analogica

Uscita impulsi

X5

X6

X7

X8

X9

X1

X2

X3

X4

Simbolo del morsetto

FWD

REV

Identificazione del morsetto

Funzione

Comando rotazione avanti/Arresto

Comando per rotazione indietro/

Arresto

Segnale di start e di direzione di rotazione utilizzato per funzionamento in avanti del motore (quando FWD-P24 sono collegati) o decelerazione per arresto (quando FWD-P24 vengono scollegati)

Segnale di start e di direzione di rotazione utilizzato per funzionamento all’indietro del motore (quando REV-P24 sono collegati) o decelerazione per arresto (quando REV-

P24 vengono scollegati)

Ingresso digitale 1 Comandi come l’arresto per inerzia, l’allarme esterno, il reset

Ingresso digitale 2 dell’allarme, la selezione del livello di frequenza e altre funzioni (attivando gli ingressi da un circuito esterno)

Ingresso digitale 3 possono essere assegnati ai morsetti da X1 a X9.

Ingresso digitale 4

Ingresso digitale 5

Per dettagli, si veda "Impostazione delle funzioni dei morsetti

E01 fino a E09 nella Sezione 5.2, "Descrizione delle

Funzioni."

Ingresso digitale 6

<Specifiche del circuito di ingresso digitale>

Ingresso digitale 7

Ingresso digitale 8

Dettaglio min.

tip.

max.

Ingresso digitale 9

Livello ON 22 V 24 V 27 V

Tensione di funzionamento

Livello

OFF

0 V 2 V

Corrente di funzionamento a livello ON

3,2 mA 4,5 mA

Corrente di fuga consentita a livello OFF

0,5 mA

P24

CM

PLC

FMA

(11: morsetto comune)

Alimentazione della scheda di controllo

Comune per P24

Alimentazione PLC

Display analogico

Alimentazione DC +24 V per ingressi digitali

Corrente di uscita massima: 100 mA

Morsetto comune. Riferimento per i morsetti P24 e FMP

Utilizzato per collegare l’alimentazione per i segnali di uscita di un eventuale PLC (tensione nominale 24 (22 fino a 27) V DC) per il funzionamento in logica NPN (commutatore in SINK).

Uscita analogica in tensione DC da 0 a +10 V DC per il monitoraggio grandezze inverter. La grandezza è selezionabile fra le seguenti:

- Frequenza di uscita

(prima della compensa-

zione dello scorrimento)

- Frequenza di uscita

(dopo la compensazione

dello scorrimento)

- Corrente di uscita

- Tensione di uscita

- Coppia di uscita

- Fattore di carico

- Consumo di alimentazione

- Valore di retroazione del PID

- Valore di retroazione del PG

- Tensione bus DC

- AO universale

Impedenza collegabile: 5 k

minimo

FMP

(CM: morsetto comune

Monitor frequenza

(Uscita a treno di impulsi)

Emette un segnale ad impulsi che può essere utilizzato per il monitoraggio di una grandezza. La grandezza selezionabile è fra quelle elencate nell’uscita FMA.

2 Installazione e Cablaggio 25

ITM_G11.book Seite 26 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Classificazione

Simbolo del morsetto

Y1

Y2

Y3

Y4

Identificazione del morsetto

Uscita a transistor 1

Uscita a transistor 2

Uscita a transistor 3

Uscita a transistor 4

Uscita a transistor

Funzione

Disponibile il segnale di motore RUN, segnale di frequenza raggiunta, preallarme di sovraccarico termico e altri segnali in uscita (uscita a transistor) con uscita selezionabile.

Per dettagli, si veda "Impostazione delle Funzioni dei

Morsetti E20 fino a E23 nella Sezione 5.2, "Descrizione delle

Funzioni."

<Specifiche del circuito di uscita del transistore>

Dettaglio

Tensione di funzionamento

Livello OFF -

Livello ON min.

-

Corrente massima a livello ON

-

Corrente di perdita a livello OFF

tip.

2 V max.

3 V

24 V 27 V

-

50 mA

0,1 mA

Uscite a relé

Comunicazione seriale

CMY

30A,

30B,

30C

Y5A,

Y5C

DX+,

DX

-

SD

Comune dell’uscita del transistore

Uscita allarme per ogni guasto inverter

Uscita a relé a seguito di evento selezionabile

Ingresso-uscita comunicazione seriale

RS485

Morsetto comune per segnali di uscita a transistor

Questo morsetto è isolato dai morsetti [CM] e [11].

Se l’inverter si arresta automaticamente per un allarme

(funzione di protezione), viene attivato il relé (1SPDT).

Caratteristiche contatto: 48 V DC - 0,5 A

Può essere selezionata la modalità di eccitazione

(eccitazione all’occorrenza dell’allarme o a funzionamento normale).

Questo contatto di relé può essere programmato analogamente ai segnali Y1 fino a Y4 di cui sopra.

Le caratteristiche del contatto sono le stesse del contatto pulito di allarme.

Morsetti di segnale di ingresso/uscita per la comunicazione seriale RS485.

Fino a 31 inverter possono essere collegati tramite il metodo a margherita (daisy chain).

Morsetto di collegamento per lo schermo del cavo di trasmissione seriale

Morsetto per il collegamento dello schermo del cavo di trasmissione seriale.

Il morsetto è flottante.

Tabella 2-3-3 Funzioni dei morsetti del circuito di comando

26 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 27 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

1) Morsetti di ingresso analogico

(13, 12, V2, C1 e 11)

1. Questi morsetti ricevono deboli segnali analogici che possono essere condizionati da disturbi esterni. I cavi dovrebbero essere i più corti possibile (20 metri o inferiore), devono essere schermati e collegati a terra alla partenza. Se i cavi sono condizionati da disturbi esterni, l’effetto dello schermo potrebbe migliorare collegando lo stesso al morsetto

[11].

2) Morsetti di ingresso digitale

(FWD, REV, X1 fino a X9 e CM)

1. I morsetti di ingresso digitale (FWD, REV, X1 fino a X9) vengono generalmente attivati o disattivati collegando o scollegando gli ingressi al morsetto P24 (se SW1 è impostato su

Source

) o a CM (se SW1 è impostato su

Sink

). Se l’alimentazione +24 VDC è fornita dall’esterno e i segnali gestiti tramite PLC, collegare ogni morsetto d’ingresso come indicato nella Fig. 2-3-11.

Cavi schermati Inverter PLC

Inverter

POT

1 k

fino a

5 k

+24 V

FWD, REV

Figura 2-3-9

2. Se dei contatti devono essere collegati a questi ingressi, utilizzare contatti gemelli (tipo biforcato) per segnali deboli. Evitare di inserire contatti sul morsetto [11].

3. Il segnale analogico in uscita da un dispositivo esterno, può essere affetto dal rumore prodotto dall’inverter.

Collegare a tale scopo un anello di ferrite o un condensatore sul dispositivo di uscita di segnale analogico esterno (vedi fig. 2-3-10).

Collegamento con condensatore o tramite avvolgimento multiplo su anello di ferrite

CM

Figura 2-3-11

Collegamento per l’alimentazione esterna

2. Quando si usa un ingresso di contatto, deve essere utilizzato un relé con contatto altamente affidabile.

3) Morsetti di uscita del transistore (Y1 fino a Y4,

CMY)

1. Per collegare un relé di comando, collegare un diodo di libera circolazione (anodo al -, catodo al +) alla bobina del relé esterno per scaricare sovratensioni eventualmente prodotte dalle eccitazioni della bobina.

Inverter

Anello di ferrite

Figura 2-3-10 Esempio di prevenzione dei disturbi

2 Installazione e Cablaggio 27

ITM_G11.book Seite 28 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4) Altro

1. Per evitare un guasto nel funzionamento dovuto a disturbi, i cavi dei morsetti di comando dovrebbero essere situati il più lontano possibile dai cavi di potenza.

2. I cavi di comando all’interno dell’inverter devono essere protetti per evitare il diretto contatto con sezioni sotto tensione (morsettiera) del circuito principale.

PERICOLO

I circuiti di controllo non hanno un elevato grado di isolamento.

Se l’isolamento di un ingresso di controllo è danneggiato, tale ingresso può essere esposto alla alta tensione nel circuito di potenza. La Direttiva europea sulla Bassa Tensione limita anche l’esposizione ad alta tensione.

Pericolo di scossa elettrica.

5) Cablaggio del circuito di comando

FRN30G11S-4EN fino a FRN110G11S-4EN

1. Per i cavi del circuito di controllo, scegliere il percorso indicato in Fig. 2-3-12 lungo il pannello sinistro.

2. Fissare il cavo al foro per serracavo A (sul lato sinistro della morsettiera del circuito principale) tramite un serracavo (es. Insulock).

Il serracavo non può superare i 3,5 mm di larghezza e 1,5 mm di spessore.

3. Quando è montata la scheda opzionale, le linee di segnale devono essere fissate al foro B.

Cablaggio del circuito di comando

ATTENZIONE

L’inverter, il motore e i cavi generano disturbi elettromagnetici durante il funzionamento.

Verificare che ciò non interferisca con il funzionamento di sensori o altre apparecchiature eventualmente presenti nelle vicinanze.

Pericolo di incidenti.

Pannello sinistro

Morsettiera di controllo

Figure 2-3-12 Percorso dei cavi del circuito di controllo

Serracavo

Cavi

Foro di fissaggio

A

Foro di fissaggio

B

Figura 2-3-13 Posizioni di sicurezza del multicavo del circuito di controllo dell’inverter

28 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 29 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

FRN132G11S-4EN fino a FRN160G11S-4EN

1. Come indicato nella Fig. 2-3-14, scegliere il percorso indicato lungo il pannello sinistro

2. Fissare i cavi ai fori portaserracavo (sul percorso dei fili) tramite i serracavo (es.

Insulock). I serracavo non possono superare i 3,8 mm di larghezza e 1,5 mm di spessore.

FRN200G11S-4EN fino a FRN400G11S-4EN

1. Come indicato nella Fig. 2-3-16, condurre i cavi lungo il pannello sinistro

2. Fissare i cavi ai fori del portaserracavo (sul percorso dei fili) tramite i serracavo

(Insulock). I serracavo non possono superare i 3,8 mm di larghezza e 1,5 mm di spessore.

Morsettiera

Multicavo della morsettiera di controllo

Morsettiera

Multicavo della morsettiera di controllo

Figura 2-3-14 Percorso per il cablaggio della morsettiera di controllo

Pannello sinistro

Serracavo

Cablaggio

Pannello sinistro

Figura 2-3-16 Percorso dei fili elettrici della morsettiera di controllo

Serracavo

Cablaggio

Figura 2-3-15 Punti di fissaggio dei cavi

Portaserracavo

Portaserracavo

Figura 2-3-17 Punti di fissaggio dei cavi

2 Installazione e Cablaggio 29

ITM_G11.book Seite 30 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2-3-4 Disposizione dei morsetti

1) Morsetti del circuito di potenza

FRN0.4 fino a 0.75G11S-4EN

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U V W

G

G

Dimensione vite M3.5

FRN1.5 fino a 4.0G11S-4EN

R0 T0 Dimensione vite

M3.5

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U V W

G

Dimensione vite M4

G

FRN75 fino a 110G11S-4EN

Dimensione vite M4

R0 T0 U V W

L1/R L2/S L3/T P1 P(+) N(-)

G G

Dimensione vite G: M8 altri morsetti: M10

FRN132 fino a 400G11S-4EN

R0 T0

L1/R L2/S L3/T

P1

U V

P(+) N(-)

W

G G

Dimensione vite M4

Dimensione vite G: M10 altri morsetti: M12

FRN5.5 fino a 7.5G11S-4EN

R0 T0 Dimensione vite

M3.5

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U V W

G

Dimensione vite M5

G

FRN11 fino a 22G11S-4EN

R0 T0

Dimensione vite

M3.5

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U V W

G

G

Dimensione vite M6

FRN30 fino a 55G11S-4EN/ FRN30G11S-4EV

Dimensione vite M4

R0 T0 U V W

L1/R L2/S L3/T P1 P(+) N(-)

G G

Dimensione vite M8

2) Morsetti del circuito di comando

30C

30B

Y5C

Y4

V2

CM

CM

FWD

REV

P24

P24

DX-

DX+

SD

Y2

11

12

13

X4

X5

X6

X7

PLC

X1

X2

X3

X8

X9

30A

Y5A

CMY

Y3

Y1

C1

FMA

FMP

30 2 Installazione e Cablaggio

ITM_G11.book Seite 31 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2-3-5 Fusibili di protezione consigliati e sezione cavi

Fusibile/ corrente nominale

MCCB [A]

Coppia torcente [N m]

Tipo di Inverter

Dimensione filo raccomandata [mm

2

]

L1/R, L2/S,

L3/T ( G)

Con

DCR

Senz a

DCR

Con

DCR

Senza

DCR

0,4 FRN0.4G11S-4EN CT 6

0,75 FRN0.75G11S-4EN CT 6

1,5 FRN1.5G11S-4EN CT 6

2,2 FRN2.2G11S-4EN CT 10

3,7 FRN4.0G11S-4EN CT 10

5,5

FRN5.5G11S-4EN

CT 16

7,5 VT

7,5

20

FRN7.5G11S-4EN

CT

11 VT

11

32

FRN11G11S-4EN

CT

15 VT

15

40

FRN15G11S-4EN

CT

18,5 VT

18,5

40

FRN18.5G11S-4EN

CT

22 VT

22 FRN22G11S-4EN CT

50

VT

CT

80

30 FRN30G11S-4EV

30

FRN30G11S-4EN

37

37

FRN37G11S-4EN

45

45

FRN45G11S-4EN

55

55

FRN55G11S-4EN

75

VT

CT

VT

CT

VT

CT

VT

100

100

125

16

20

32

40

50

63

80

100

125

160

200

200 -

75 CT

FRN75G11S-4EN

90

90

VT

CT

200 -

FRN90G11S-4EN

110

110

VT

CT

250 -

FRN110G11S-4EN

132

132

VT

CT

315 -

FRN132G11S-4EN

160

160

VT

CT

400 -

FRN160G11S-4EN

200

200

VT

CT

400 -

FRN200G11S-4EN

220

220

VT

CT

500 -

FRN220G11S-4EN

280 VT 600 -

10

16

6

6

27

48

1,2

1,8

3,5

5,8

13,5

13,5

27

-

1,2

0,7

2,5

(2,5)

6 (6)

10

(10)

16

(10)

25

(16)

35

(25)

50

(25)

35X2

95

(50)

50X2

(50)

70X2

(70)

70X2

(70)

120X2

(120)

150X2

(150)

185X2

(185)

240X2

2,5

(2,5)

6 (6)

10

(10)

16

(16)

25

(16)

50

(25)

70

(35)

70

(35)

35X2

(35)

-

-

-

-

-

-

-

2,5

4

6

10

25

35

50

70

35X2

95

50X2

70X2

95X2

120X2

185X2

185X2

2,5

2,5 fino a

6

2,5

4

6

10

25

35

50

70

50X2

70X2

95X2

120X2

2,5

2,5

4

6

10

150X2 16

185X2 25

185X2

50

0,2 fino a

0,75

300X2 300X2

Nota

Impiegare tipo di filo resistente al calore di 70 °C 600 V di polivinil cloruro (PVC). Le dimensioni del cavo sopra menzionate sono raccomandate a condizione che la temperatura dell’ambiente sia di

50 °C o inferiore

Per informazioni su modelli di potenza compresi tra 280 e 500 kW contattare la FUJI ELECTRIC.

2 Installazione e Cablaggio 31

ITM_G11.book Seite 32 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

3 Funzionamento

3-1 Controllo e Preparazione prima della Messa in Servizio

Verificare i seguenti punti prima di fornire alimentazione all’inverter:

1. Verificare che il collegamento sia corretto.

In particolare, verificare che i morsetti di uscita U, V e W non siano collegati all’alimentazione e che il morsetto di terra sia collegato a massa in modo sicuro ed efficace.

Inverter

5. Aprire tutti i contatti prima di inserire l’alimentazione per evitare un funzionamento anomalo al momento dell’accensione.

Verificare quanto segue dopo l’accensione: a) verificare la presenza di allarmi sul pannello di comando (si veda la Figura 3-1-2).

b) verificare che la ventola all’interno dell’inverter funzioni. (Per inverter da 1,5 kW o superiori)

Alimentazione

Motore

Figure 3-1-1

Collegamento dell’Inverter

2. Assicurarsi che non vi siano corto circuiti e guasti di terra tra i morsetti e le parti sotto tensione.

3. Assicurarsi che non vi siano morsetti, collegamenti e viti allentati.

4. Assicurarsi che il motore sia separato dall’apparecchiatura meccanica.

Figura 3-1-2 Display pannello di comando all’accensione

PERICOLO

Assicurarsi di installare il coperchio esterno prima della messa in servizio dell’inverter. Non rimuovere il coperchio durante il funzionamento.

Per garantire la sicurezza, non toccare gli interruttori con le mani bagnate.

Pericolo di scossa elettrica.

32 3 Funzionamento

ITM_G11.book Seite 33 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

3-2 Metodo di funzionamento

Esistono diversi metodi di funzionamento. Selezionare il metodo di funzionamento più adeguato al tipo di applicazione e alle specifiche di cui alla

Sezione 4-2, "Funzionamento del Pannello di comando," e Capitolo 5, "Descrizione delle funzioni."

La Tabella 3-2-1 elenca i tipi di funzionamento generali.

Tipo di funzionamento

Impostazione di frequenza

Comando di funzionamento

Funzionamento da pannello di comando

Tasti sul pannello di comando

Funzionamento da morsettiera

POT(VR) con potenziometro, tensione analogica, corrente analogica

Contatti

(interruttori)

Morsetti

FWD-P24 e

REV-P24

Tabella 3-2-1 Metodi di funzionamento generali

3-3 Funzionamento di prova

Alla conferma che i risultati dell’ispezione sono normali (si veda la Sezione 3-1), procedere con il funzionamento di prova. Il modo di funzionamento iniziale (impostato in fabbrica) utilizza il pannello di comando.

1. Attivare l’alimentazione e verificare che sul display la frequenza 0,00 Hz lampeggi.

2. Impostare la frequenza a circa 5 Hz utilizzando il tasto

.

3. Per attivare il funzionamento, premere il tasto

(per la rotazione in avanti) o il tasto

(per la rotazione inversa).

Per l’arresto, premere il tasto .

4. Verificare i seguenti punti: a) senso di rotazione del motore b) rotazione regolare (nessun ronzio o vibrazione anomala) c) accelerazione e decelerazione con rampe adeguate al carico

Se non viene constatata alcuna anomalia, aumentare la frequenza effettuando nuovi controlli.

Se il risultati del collaudo sono normali, avviare il funzionamento normale.

Note:

- Se viene riscontrata un’anomalia nell’inverter o nel motore, arrestare immediatamente il funzionamento e cercare di determinare la causa del problema facendo riferimento al Capitolo 7, "Soluzione dei Problemi".

- Poiché la tensione è ancora applicata ai morsetti del circuito principale (L1/R,

L2/S, L3/T) ed eventualmente ai morsetti dell’alimentazione di controllo ausiliare (R0, T0) anche se in uscita dall’inverter non c’è presenza di segnale, è pericoloso toccare tali morsetti. Il condensatore di filtraggio nell’inverter necessita di un determinato periodo di tempo per scaricarsi completamente dopo che l’alimentazione è stata disattivata. Prima di toccare un qualsiasi circuito elettrico, verificare che la spia di carica sia spenta o che un voltmetro applicato fra i morsetti P(+) ed N(-) indichi un valore di 25 VDC.

3 Funzionamento 33

ITM_G11.book Seite 34 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4 Pannello di Comando

Il pannello di comando consente varie operazioni quali: controllo inverter (start/stop motore e regolazione frequenza), regolazione funzioni di parametrizzazione, visualizzazione stato di funzionamento, e copiatura parametri.

Controllare il significato di ogni funzione prima di dare inizio alla rotazione del motore.

Il pannello di comando può essere rimosso o inserito durante il funzionamento con start e stop da comando remoto. Tuttavia, se viene rimosso avendo preselezionato (start/stop o regolazione frequenza) da pannello di comando, l’inverter si arresta emettendo un allarme.

4-1 Aspetto del Pannello di

Comando

a b c d e a

Display a LED

Display a 7 segmenti di quattro cifre.

Utilizzato per visualizzare le grandezze monitorate tra cui riferimento frequenza, frequenza d’uscita, corrente, codice allarme etc.

b

Indicazione delle informazioni ausiliarie per il display LED sono indicate le unità di misura o i coefficienti moltiplicativi per le grandezze visualizzate sul display a LED.

Il simbolo indica le unità selezionate o il coefficiente.

Il simbolo indica la presenza di una schermata superiore non attualmente visualizzata.

c

Display LCD

Utilizzato per mostrare vari dettagli informativi come lo stato di funzionamento, le funzioni e i loro dati. Sulla parte inferiore del display

LCD viene mostrato un messaggio scorrevole di guida sul funzionamento.

d

Indicazione sul display LCD

Mostra uno dei seguenti stati di funzionamento:

FWD: Funzionamento in avanti

REV: Funzionamento all’indietro

STOP: Arresto

Mostra il modo di funzionamento start/stop

REM: Remoto (morsettiera) LOC: da pannello di comando

COM: Comunicazione seriale

JOG: Marcia ad impulsi

Il simbolo indica la presenza di una schermata inferiore non attualmente mostrata.

e

LED di RUN

Indica che un è stato impartito un comando di funzionamento premendo il tasto

.

o

Tasti di controllo

(efficaci durante il funzionamento da pannello di comando):

Utilizzato per la marcia e l’arresto del motore

Comando di funzionamento in avanti

Comando di funzionamento all’indietro

Comando di arresto

34 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 35 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Tasti di comando:

Utilizzati per passare da una schermata all’altra, modificare i dati, impostare la frequenza, ecc.

Tasto di comando

,

+

+

Funzione principale

Utilizzato per passare alla schermata del menu o alla schermata iniziale nel modo di trip dopo un allarme.

Utilizzato per cambiare l’indicazione del display a LED o per confermare il riferimento frequenza, i codici funzione o i dati.

Utilizzati per modificare i dati, spostare il cursore in alto o in basso o far scorrere le schermate.

Utilizzato per spostare il cursore orizzontalmente durante la modifica dei dati nel display a

LED o in quello LCD. Quando questo tasto viene premuto insieme al tasto di scorrimento in alto o in basso, il cursore si sposta sul blocco di funzioni successivo.

Utilizzato per cancellare il dato attuale eventualmente modificato e commutare la schermata. Se viene emesso un allarme, questo tasto viene utilizzato per resettare e per ripristinare, ove possibile, lo stato normale di funzionamento lo stato di trip (efficace solo quando viene mostrato la schermata iniziale nella modalità allarme).

Utilizzato per commutare il modo di funzionamento normale con quello ad impulsi (JOG) o viceversa. Il funzionamento selezionato viene mostrato sul display LCD.

Commuta la modalità start/stop (da pannello di comando a morsettiera o viceversa).

Quando vengono operati questi tasti, anche il dato della funzione F01 viene commutato da

0 a 1 o da 1 a 0. Il tipo selezionato viene mostrato sull'indicatore LCD. Nota: il passaggio locale->remoto, onde evitare partenze motore indesiderate, è possibile solo se fra i morsetti di abilitazione alla marcia motore (P24-FWD o P24-REV) non è presente alcun collegamento.

Tabella 4-1-1 Funzione dei tasti di comando

4 Pannello di Comando 35

ITM_G11.book Seite 36 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-2 Funzionamento del Pannello di Comando (display LCD, Struttura livelli)

4-2-1 Funzionamento normale

Il sistema di funzionamento da pannello di comando (cambio schermate o struttura livelli) è organizzato nel modo seguente:

Tipo di funzionamento

Menu di programmazione

Schermata funzioni

Schermata singola funzione

4-2-2 Modalità allarme

Se viene attivato un allarme, si passa alla modalità di funzionamento allarme e viene mostrato sullo schermo la modalità dell’allarme con le informazioni relative.

Il menu di programmazione, la schermata funzioni e le schermate supplementari rimangono invariati come nel funzionamento normale, sebbene il metodo di commutazione dal menu di programmazione alla modalità di allarme sia ristretto solo a .

Tipo di funzionamento

Sistema di funzionamento del pannello di comando durante il funzionamento normale

L'allarme

è attivato

Allarme

Procedimento del reset di allarme (incluso

Modalità di allarme

Allarme

Menu di programmazione

Allarme

Schermata funzioni

)

Allarme

Schermata singola funzione

36 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 37 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

N° Nome del livello

1

2

Tipo di funzionamento

Menu di programmazione

Significato

Questa è la schermata per il funzionamento normale. Sono permesse solamente le operazioni di impostazione di frequenza tramite il pannello di comando e la commutazione della grandezza visualizzata con il display a LED.

Ogni funzione del pannello di comando viene mostrata sotto forma di menu e può essere selezionata. Selezionando la funzione desiderata dalla lista e premendo il tasto

,

viene mostrata la schermata della funzione selezionata. Le seguenti funzioni sono disponibili nel menu del pannello di comando.

Nome del menu

Descrizione

1

2

3

8

9

DATA SET

DATA

CHECK

OPR

MNTR

ALM CAU-

SE

DATA

COPY

Vengono mostrati codici e nomi delle funzioni.

Selezionando una funzione viene mostrata una schermata per la verifica o la modifica dei dati.

Vengono mostrati i codici e i valori impostati delle funzioni.

I valori differenti dal set di fabbrica (stato originale dell’inverter), saranno asteriscati. Selezionare una funzione per accedere alla schermata che ne consente la modifica.

Mostra diverse grandezze relative al funzionamento (freq. corrente tensione, etc.).

4 I/O CHECK

5

6

7

MAINTE-

NANC

LOAD

FCTR

ALM INF

Permette di verificare lo stato degli ingressi e delle uscite analogiche e digitali per l'inverter e delle eventuali opzioni.

Può verificare lo stato dell'inverter, il tempo di durata previsto, lo stato di errore di comunicazione, informazione sulla versione ROM e informazioni sulla manutenzione.

Può misurare la corrente massima, media e la coppia di frenatura media, in un tempo prestabilito.

Può verificare lo stato di funzionamento e lo stato degli ingressi/uscite all'occorrenza dell'ultimo allarme.

Può verificare l'ultimo allarme, allarmi verificatisi contemporaneamente e lo storico allarmi. Selezionando l'allarme e premendo , vengono mostrate le caratteristiche dell'allarme e indicazioni sulla soluzione.

Scrive in memoria le funzioni di un inverter per la copia su un altro inverter.

3

4

Schermata funzioni

Schermata supplementare

Viene mostrato l’elenco completo delle funzioni, in cui lampeggia quella selezionata

Visualizza il contenuto delle funzioni, consente di modificarne il dato e visualizzare dati sull’allarme.

Tabella 4-2-1 Schema dei contenuti mostrati per ogni livello

4 Pannello di Comando 37

ITM_G11.book Seite 38 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3 Funzionamento del pannello di comando

4-3-1 Modo funzionamento

Il display nel funzionamento normale prevede la visualizzazione dello stato di funzionamento dell'inverter con una guida, oppure la visualizzazione grafica sul funzionamento tramite bar-graph. Attraverso la funzione E45 è possibile commutare tra le due modalità.

1) Guida sul funzionamento (E45=0)

60,00

STOP

PRG

MENU

F/D LED SHIFT

60,00

RUN

FWD

PRG MENU PRG

MENU

Direzione di rotazione (nessun comando di funzionamento = vuoto, si = FWD/REV)

Stato di funzionamento (nessun comando di funzionamento = STOP, si = RUN)

2) Bar-graph (E45=1)

60,00

Fout / lout / TRQ

Hz

A

%

Frequenza di uscita (fondo scala alla frequenza massima)

Corrente di uscita (fondo scala al 200% della corrente nominale inverter)

Valore di coppia erogata (fondo scala al 200% della coppia nominale motore)

4-3-2 Impostazione della frequenza digitale

In modalità funzionamento, premere o per mostrare e variare la frequenza impostata sul display a LED. Il dato, inizialmente, viene aumentato e diminuito nella più piccola unità possibile. Tenendo premuto o aumenta la velocità di incremento o decremento. La cifra per il cambio rapido del dato può essere selezionata tramite e in questo modo il dato può essere modificato direttamente. Per salvare le impostazioni della frequenza, premere .

Premere o per tornare al modo di funzionamento.

Se l’impostazione da pannello di comando non è selezionata, sul display LCD compare il riferimento di frequenza attuale.

Quando viene selezionata la funzione PID, il comando PID può venire regolato allo stesso modo come il valore di processo. (Fare riferimento alla documentazione tecnica per dettagli).

1) Impostazioni (pannello di comando) digitali (F01=0 o C30=0)

60,00

RUN

PRG

MENU

F/D LED SHIFT

Quando viene premuto

60,00

<DIG. SET Hz>

LOCAL

50 - 400

F/D DATA SET

vengono scritti i dati

56,89

<DIG. SET Hz>

LOCAL

50 - 400

F/D DATA SET

STORING...

Valore di impostazione della frequenza

Titolo schermata

Modo attuale di impostazione della frequenza

Gamma di impostazione della frequenza

Guida sul funzionamento

38 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 39 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2) Impostazione non digitale

60,00

RUN

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

<REMOTE REF>

12+V1

F/D DATA SET

Valore di impostazione della frequenza

Titolo schermata

Modo attuale di regolazione della frequenza

Guida sul funzionamento

4-3-3 Variazione indicazione del display a LED

In funzionamento normale, premere sul display a LED. per variare la grandezza letta

All’alimentazione dell’inverter è possibile visualizzare con il LED la grandezza programmata con la funzione (E43).

E43

0

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

All'arresto

(E44 = 0)

Riferimento frequenza

Riferimento frequenza

Riferimento frequenza

Corrente di uscita

Tensione di uscita (valore specificato)

Valore di impostazione della velocità sincrona

Valore di impostazione della velocità di linea

Valore impostato velocità di rotazione del carico

Valore di calcolo della coppia

Consumo di potenza

Valore impostato PID

Valore di impostazione remota del

PID

Valore di retroazione PID

(E44 = 1)

In funzione

(E44 =0,1)

Frequenza di uscita 1

(prima della compensazione dello scorrimento)

Frequenza di uscita 2

(dopo la compensazione dello scorrimento)

Riferimento frequenza

Corrente di uscita

Tensione di uscita (valore specificato)

Velocità sincrona

Velocità di linea

Velocità di rotazione del carico

Valore di calcolo della coppia

Consumo di potenza

Valore impostato PID

Valore di impostazione remota PID

Valore di retroazione PID

Unità

Hz

Hz

Hz

A

V r/min.

m/min.

r/min.

% kW

-

-

-

Commenti

In caso di 4 cifre o più, le ultime cifre vengono tagliate, con x10, x100 segnati sull'indicatore.

Indicazione

Mostrato solo quando è attiva la modalità di operazione

PID.

4 Pannello di Comando 39

ITM_G11.book Seite 40 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-4 Schermata menu

La schermata "Menu di Programmazione" è mostrata di seguito. Possono essere mostrate solo quattro righe contemporaneamente. Spostare il cursore con o per selezionare la riga di interesse, di seguito premere per mostrare la schermata relativa.

1.

DATA SET

2.

DATA CHECK

3.

OPR MNTR

4.

I/O CHECK

5.

MAINTENANC

6.

LOAD FCTR

7.

ALM INF

8.

ALM CAUSE

9.

DATA COPY

Display

4.

I/O CHECK

5.

MAINTENANC

6.

LOAD FCTR

7.

ALM INF

4-3-5 Impostazione dati delle funzioni

60,00

RUN

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

Sullo schermo del "Menu di programmazione", selezionare

"1. DATA

SET"

per entrare nella schermata della "Selezione della Funzione" con codici e nomi delle funzioni. Selezionare con la funzione desiderata.

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

Codice della funzione

60,00

F00 DATA PRTC

F01 FREQ COM 1

F02 OPR METHOD

F03 MAX Hz-1

60,00

F01 FREQ COM 1

0

0 - 11

Gamma di impostazione dei dati

Nome della funzione

Dato

Il codice della funzione si compone di caratteri alfanumerici.

Ad ogni gruppo di funzione sono assegnate lettere alfabetiche uniche.

40 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 41 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Codice funzione

F00 - F42

E01 - E47

C01 - C33

P01 - P09

H03 - H39

A01 - A18

Funzione

Funzioni fondamentali

Funzionalità estese dei morsetti

Funzioni di controllo della frequenza

Parametri del motore

Funzioni per alte prestazioni

Parametri alternativi del motore o01 - o29 Funzioni opzionali

Commenti

Possono essere selezionate solo con un'opzione collegata

Tabella 4-3-1

Per scorrere velocemente la schermata di "Selezione delle funzioni", utilizzare mo da un gruppo funzioni all’altro.

per spostare l’indicazioni sullo scher-

60,00

F00 DATA PRTC

F01 FREQ CMD 1

F02 OPR METHOD

F03 MAX Hz-1

60,00

F00 DATA PRTC

F01 FREQ CMD 1

F02 OPR METHOD

F03 MAX Hz-1

+

60,00

F42 TRQVECTOR1

E01 X1 FUNC

E02 X2 FUNC

E03 X3 FUNC

60,00

A18 SLIP COMP 2

F00 DATA PRTC

F01 FREQ CMD 1

F02 OPR METHOD

+

Selezionare la funzione desiderata e premere alla schermata per l' "Impostazione dei dati".

per commutare

In essa, i valori dei dati su LCD possono essere aumentati o diminuiti fino all'unità più piccola possibile premendo o . Tenendo premuto o muta progressivamente l’unità soggetta a variazione, consentendo una modifica più rapida dei dati. In caso contrario, selezionare la cifra che deve essere modificata utilizzando e impostare il dato direttamente. Quando i dati vengono modificati, viene mostrato contemporaneamente il valore anteriore alla modifica a scopo di riferimento. Per salvare il dato modificato, premere .Premendo vengono cancellate le modifiche apportate e si ritorna alla schermata per la "Selezione della funzione". I dati modificati diventano efficaci nelle operazioni dell'inverter dopo essere stati memorizzati con . Il funzionamento dell'inverter pertanto non cambia se i dati vengono solo modificati. Quando l’impostazione è impedita come nel caso di "Data

Protected" o "Data setting invalid during inverter running" apportare le modifiche necessarie. Se i dati non possono essere modificati, accertarsi che non sia verificata una delle condizioni della tabella 4-3-2 della pagina seguente.

4 Pannello di Comando 41

ITM_G11.book Seite 42 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Indicazione

LINK ACTIVE

NO SIGNAL (WE)

DATA PRTCTD

INV RUNNING

Motivo per modifica impossibile

E’ abilitata la sola scrittura parametri da comunicazione seriale RS-485.

Metodo di sblocco protezione

Inviare un comando di annullamento della funzione di trasmissione dall'RS-485.

Arresta l’operazione di "Scrittura" dal collegamento seriale (vedi H30).

L'abilitazione alla variazione dei parametri può venire legata, tramite una funzione, ad uno degli ingressi digitali.

Tra le funzioni E01 fino a E09 (funzioni programmabili degli ingressi digitali), cambiare quello programmato al valore 19 e permettere l’attivazione della scrittura dati tramite tastiera.

La protezione dei dati viene selezionata dalla funzione F00.

Viene effettuato un tentativo di modificare una funzione che non può essere modificata durante il funzionamento dell'inverter.

Modificare la funzione F00 in 0.

Portare da RUN a Stop lo stato di funzionamento dell’inverter.

Tabella 4-3-2

4-3-6 Verifica dati delle funzioni

Sullo schermata del "Menu di Programmazione", selezionare

"2. DATA

CHECK"

.

Lo schermo di "Selezione della Funzione" appare successivamente con codici e nomi delle funzioni.

60,00

RUN

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

Codice della funzione

Dato modificato rispetto

al valore iniziale

60,00

F00 0

F01 *1

F02 *1

F03 60Hz

60,00

F00 DATA PRTC

0

0 - 1

Dato

Selezionare la funzione desiderata e premere dato della funzione. Premendo

"IMPOSTAZIONE DATI" per la successiva modifica

per verificare il

, lo schermo commuta a quello

42 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 43 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-7 Controllo dello stato di funzionamento

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare

"3. OPR

MNTR"

per visionare lo stato di funzionamento attuale dell'inverter. Utilizzare e per commutare tra le quattro schermate di controllo del funzionamento.

60,00

RUN

FWD

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

60,00

Fout = xxxx.xHz

Iout = x.xxA

Vout = xxxV

TRQ = xxx%

60,00

Fref=xxxx.xHz

xxx xx xx xx

Frequenza di uscita

Corrente di uscita

Tensione di uscita

Coppia stimata

Frequenza impostata

Stato di funzionamento

FWD/REV: Direzione di rotazione

IL: Limitazione di corrente

VL: Limitazione di tensione

LU: Sottotensione

TL: Limitazione di coppia

60,00

SYN = xxxxxx

LOD = xxxxxx

LIN = xxxxxx

Velocità di rotazione sincrona [r/min]

Velocità rotazione del carico [r/min]

Velocità di linea [m/min.]

60,00

SV = xxxxx

PV = xxxxx

TLD = xxx%

TLB = xxx%

Valore di impostazione PID

Valore di retroazione PID

Impostazione della limitazione di coppia di trasmissione

Impostazione della limitazione di coppia frenante

4 Pannello di Comando 43

ITM_G11.book Seite 44 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-8 I/O CHECK

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare

"4. I/O

CHECK"

per visionare lo stato dei segnali di ingresso/uscita analogici e digitali per l'inverter e le eventuali opzioni.

Utilizzare e per commutare tra le sette schermate dei dati.

60,00

RUN

FWD

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

60,00

REM X2

FWD X3

REV X4

X1 X5

X6

X7

X8

X9

Stato del morsetto di ingresso (morsetti)

Segnale OFF

Segnale ON

60,00

COMM X2

FWD X3

REV

X1

X4

X5

X6

X7

X8

X9

Stato del morsetto di ingresso (via comunicazione seriale

Segnale OFF

Segnale ON

Y1

Y2

Y3

Y4

60,00

Y5

Stato del morsetto di uscita

Segnale OFF

Segnale ON

60,00

12 = xx.xV

22 = xx.xV

32 = xx.xV

V2 = xx.xV

Segnali di ingresso analogico

Tensione di ingresso del morsetto 12

Tensione di ingresso del morsetto 22

(opzione AIO)

Tensione di ingresso del morsetto 32

(opzione AIO)

Tensione di ingresso del morsetto V2

60,00

C1 = xx.x mA

C2 = - - - - mA

60,00

FMA = xx.xV

FMP = xx.xV

FMP = xxxxp/s

60,00

AO = xxxxV

CS = xxmA

DI = xxxxH

DO = xxH

60,00

P1 = xxxxx0p/s

Z1 = xxxp/s

P2 = xxxxx0p/s

Z2 = xxxp/s

Frequenza fase Z lato slave

Corrente in ingresso morsetto C1

Corrente in ingresso morsetto C2

(opzione AIO)

Uscita per strumenti

Tensione di uscita FMA

Tensione di uscita FMP

Frequenza di uscita FMP

Opzione DIO stato I/O

Uscita tensione analogica

Uscita corrente analogica

Ingr. digitali (esadec.)

Uscite digitali (esadec.)

Stato ingresso per opzione PG/SY

4 x frequenza fase A/B lato master frequenza fase Z lato master

4 x frequenza fase A/B lato slave

44 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 45 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-9 Informazioni sulla manutenzione

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare

"5. MAIN-

TENANC"

per visionare le informazioni necessarie per la manutenzione e l'ispezione.

Utilizzare e per commutare tra le 5 schermate dei dati.

60,00

RUN

FWD

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

60,00

TIME = xxxxxh

EDC = xxxV

TMPI = xxxx°C

TMPF = xxxx°C

Tempo totale utilizzo (ore di alimentazione)

Tensione del circuito CC

Temperatura massima all'interno dell'inverter (valore massimo in unità ora)

Temperatura massima del dissipatore (valore massimo in unità ora)

60,00

Imax = x.xxA

CAP = xxx.x%

Corrente massima (rms) (valore massimo in unità ora)

Capacità percentuale condensatore

60,00

TCAP = xxxxxh

(61000h)

TFAN = xxxxxh

(25000h)

60,00

NRK = xxxxx

NRR = xxxxx

NRO = xxxxx

Tempo di accumulazione del condensatore sulla scheda PCB

( ): Livello di valutazione.

Tempo di funzionamento della ventola di raffreddamento

( ): Livello di valutazione.

N° di errori di trasmissione: pannello di comando

N° di errori di trasmissione: RS-485

N° di errori di trasmissione: opzione

60,00

INV = Sxxxxx

TAST = Kxxxxx

OPZ = Pxxxxx

Versione ROM: inverter

(30 kW o superiore:

Hxxxxx

Versione ROM: pannello di comando

Versione ROM: opzione

4 Pannello di Comando 45

ITM_G11.book Seite 46 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-10 Misurazione dell'indice di carico

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare

"6. LOAD

RATE MEASUREMENT"

. Sullo schermo "Misurazione dell'indice di carico", vengono misurate e mostrate la corrente massima, la corrente media e la potenza di frenatura media durante il tempo di misurazione impostato.

60,00

RUN

FWD

PRG PRG MENU

60,00

Imax = 0,00A

Iave = 0,00A

BPave= 0,0%

60,00

Imax = 56,4A

Iave = 23,5A

BPave= 10,4%

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FACTOR

Azionare la misurazione

Mostra il tempo di misurazione residuo, quando raggiunge zero, la misurazione ha termine.

60,00

Tempo di misurazione

Imax = 0,00A

Iave = 0,00A

BPave = 0,0%

60,00

Imax = 0,00A

Iave = 0,00A

BPave = 0,0%

Modificare la misurazione utilizzando

e

Impostare il tempo di misurazione.

(Misura la corrente massima, la corrente media e la potenza di frenatura media in intervalli di 600 s.)

Lo schermo torna ai valori iniziali.

Corrente massima

Corrente media

Potenza di frenatura media (percentuale dell’uscita nominale del motore)

46 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 47 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-11 Informazioni sull’allarme

60,00

RUN

FWD

PRG MENU PRG

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare "

7. ALARM

INFORMATION

". Vengono mostrati diversi dati di funzionamento sull'occorrenza dell'ultimo allarme. Utilizzare e per commutare tra le nove schermate di dati di informazione sull'allarme.

OC1

NRK = xxxxx

NRR = xxxxx

NRO = xxxxx

N° di errori di trasmissione al momento dell'allarme: pannello di comando

N° di errori di trasmissione al momento dell'allarme: RS-

485

N° di errori di trasmissione al momento dell'allarme:

Opzioni

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FCTR

7. ALM INF

OC1

Fout = xxxx.xHz

Iout = x.xxA

Vout = xxxV

TRQ = xxx%

OC1

Fref = xxxx.xHz

xxx xx xx xx

OC1

Time = xxxxxh

EDC = xxxV

TMPI = xxxx°C

TMPF = xxxx°C

Codice dell'ultimo allarme

(LED lampeggiante ad alta velocità durante l'allarme)

Frequenza di uscita al momento dell'allarme

Corrente di uscita al momento dell'allarme

Tensione di uscita al momento dell'allarme

Valore di calcolo della coppia al momento dell'allarme

Frequenza impostata al momento dell’allarme

Stato di funzionamento al momento dell'allarme

FWD/REV:

Direzione di rotazione

IL : Limitazione della corrente

VL : Limitazione della tensione

LU : Sottotensione

TL : Limitazione di coppia

P enultimo allarme

Terzultimo allarme

Quart’ultimo allarme

Ore di funzionamento totali al momento dell'allarme

Tensione di circuito CC al momento dell'allarme

Temperatura all'interno dell'inverter al momento dell'allarme

Temperatura del dissipatore al momento dell'allarme

OC1

REM X2

FWD X3

REV X4

X1 X5

X6

X7

X8

X9

COM

FWD

REV

X1

OC1

X2

X3

X4

X5

X6

X7

X8

X9

Y1

Y2

Y3

Y4

OC1

Y5

OC1

0/1 = xxx

-1 = xxx

-2 = xxx

-3 = xxx

OC1

5 = xxx

4 = xxx

3 = xxx

2 = xxx

= xxx

= xxx

= xxx

= xxx

Fino a quattro codici di allarme possono essere mostrati simultaneamente

.

Stato dei morsetti di ingresso al momento dell’allarme (morsetti)

Segnale OFF

Segnale ON

Stato del morsetto di ingresso al momento dell'allarme (link seriale)

Segnale OFF

Segnale ON

Stato dei morsetti di uscita al momento dell'allarme

Segnale OFF

Segnale ON

Ultimo allarme

N° delle occorrenze

Cronologia dell'allarme

N° delle occorrenze

Aggiornato all'occorrenza dell'allarme. Se la causa dell'allarme è la stessa di quella precedente, viene aggiunto solo il numero delle occorrenze.

Allarmi multipli

(allarmi simultanei)

Codice dell'allarme

4 Pannello di Comando 47

ITM_G11.book Seite 48 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-12 Cronologia allarmi e cause

Sullo schermata del "Menu di Programmazione", selezionare

"8. ALM

CAUSE"

per visionare la cronologia degli allarmi.

Premere per visionare le informazioni sulla soluzione di problemi per l'allarme selezionato.

60,00

RUN

FWD

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FCTR

7. ALM INF

8. ALM CAUSE

60,00

0/1 = xxx

-1 = xxx

-2 = xxx

-3 = xxx

xxx

xxx

xxx

xxx

Ultimo allarme

Cronologia allarmi

60,00

5 = xxx

4 = xxx

3 = xxx

2 = xxx

0/1 = xxx

-1 = xxx

-2 = xxx

-3 = xxx

= xxx

= xxx

= xxx

= xxx

Allarmi multipli (allarmi simultanei)

Spostare il cursore tramite

e

per selezionare uno degli allarmi verificatisi.

OC1

xxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxx

Codice dell'allarme selezionato

Possibili cause dell'allarme selezionato.

48 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 49 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

4-3-13 Copiatura dati

Sullo schermo del "Menu di Programmazione", selezionare

"9. DATA

COPY"

per visionare la schermata copiatura dati. Un'operazione di copiatura viene effettuata con questo ordine: lettura dei dati delle funzioni dell'inverter, rimozione del pannello di comando, inserimento del pannello di comando in un altro inverter e scrittura dei dati sul secondo inverter.

L'opzione di "verifica" consente inoltre di confrontare e verificare le differenze tra i dati immagazzinati nel pannello di comando e i dati immagazzinati nell'inverter.

Lettura dati

60,00

RUN

PRG MENU PRG

F/D SHIFT LED

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FCTR

7. ALM INF

8. ALM CAUSE

9. DATA COPY

<DATA COPY>

-----

READ

<DATA COPY>

-----

READ

Schermo di copiatura dati

Operazione selezionata (lettura)

<DATA COPY>

30G11S-4

READ

COMPLETE

Reading

Rimozione del pannello

Dati del tipo di inverter immagazzinati nel pannello di comando

Lettura eseguita

4 Pannello di Comando 49

ITM_G11.book Seite 50 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Scrittura dati

Collegare il pannello di comando

60,00

RUN

PRG PRG MENU

F/D LED SHIFT

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FCTR

7. ALM INF

8. ALM CAUSE

9. DATA COPY

<DATA COPY>

30G11S-4

READ

Dati del tipo di inverter immagazzinati nel pannello di comando

<DATA COPY>

30G11S-4

WRITE

Modalità (modalità di scrittura)

<DATA COPY>

30G11S-4

WRITE

<DATA COPY>

30G11S-4

WRITE

COMPLETE

Scrittura in corso

Scrittura eseguita

50 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 51 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Verifica dati (controllo)

60,00

RUN

PRG PRG MENU

60,00

1. DATA SETTING

2. DATA CHECK

3. OPR MNTR

4. I/O CHECK

5. MAINTENANC

6. LOAD FCTR

7. ALM INF

8. ALM CAUSE

9. DATA COPY

<DATA COPY>

30G11S-4

READ

<DATA COPY>

30G11S-4

WRITE

<DATA COPY>

30G11S-4

VERIFY

Dati del tipo di inverter immagazzinati nel pannello di comando

Modo (verifica dati)

<DATA COPY>

30G11S-4

VERIFY

<DATA COPY>

30G11S-4

VERIFY

COMPLETE

Verifica dati in corso

Verifica dati eseguita

4 Pannello di Comando 51

ITM_G11.book Seite 52 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Elaborazione errori in modalità copiatura

1) Modifiche disattivate durante il funzionamento

Se viene tentata un'operazione di scrittura durante il funzionamento dell'inverter o viceversa, apparirà il messaggio di errore visualizzato nella figura seguente.

Dopo aver fermato l'inverter e aver premuto

, ritentare l'operazione di scrittura.

<DATA COPY>

30G11S-4

WRITE

INV RUNNING

4-3-14 Modalità allarmi

Se si verifica un allarme, viene mostrata la

"Schermata allarmi" con le caratteristiche dell'allarme. Utilizzare e per visionare lo storico allarmi e gli allarmi multipli (nel caso in cui si verifichino due o più allarmi contemporaneamente).

Comando di rilevamento dell'allarme

1.OC1

1=xxx xxx xxxxxxxxxxxxx

Codice dell'allarme

N° delle occorrenze consecutive

Nome dell'allarme

Guida sul funzionamento

2) Errore di memorizzazione

Se viene tentata un'operazione di scrittura prima di aver memorizzato dati nella memoria del pannello di comando tramite la lettura (es.

nessun dato), oppure se la taglia inverter dei dati memorizzati non corrisponde a quella dell’inverter su cui andranno scritti, apparirà il seguente messaggio di errore:

<DATA COPY>

WRITE

MEMORY ERROR

3) Errore di verifica

Durante un'operazione di verifica dei dati (verify), se i dati immagazzinati nel pannello di comando sono diversi dai dati immagazzinati nell'inverter, viene mostrato il seguente messaggio di errore per indicare il N° della funzione con diversa impostazione. La verifica dei dati viene sospesa.

Per continuare la verifica dei dati e verificare la presenza di altre differenze di impostazione, premere . Per arrestare la verifica dei dati e passare ad un'altra operazione, premere .

Comando di individuazione dell'allarme

Funzionamento

Display

LED

5.

4.

3.

2.

1.

Vuoto

Vuoto

Vuoto

Vuoto

Display

LCD

5

4

3

2

1

0

-1

-2

-3

Descrizione

Allarme N° 5

Allarme N° 4

Allarme N° 3

Allarme N° 2

Allarme N° 1 (più di due allarmi verificatisi)

Ultimo allarme (solo un allarme verificatosi)

Cronologia del penultimo allarme

Cronologia del terzultimo allarme

Cronologia del quartultimo allarme

Codice dell'allarme: si veda la Tabella 6-1-1

<DATA COPY>

55G11S-4

WRITE

ERR:F25

52 4 Pannello di Comando

ITM_G11.book Seite 53 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

5 Selezione delle Funzioni

5-1 Elenco delle Funzioni

F: funzioni fondamentali

Funz.

F12

NOME

(costante di tempo termica)

Display LCD

Gamma di impostazione

Unità

Min.

Unità

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento

F00

F01

F05

Protezione parametri

Riferimento frequenza

1

Tensione nominale 1

(alla frequenza nominale 1)

F00 DATA PRTC

F01 FREQ CMD 1

F05 RATED V-1

0, 1

0 fino a 11

F02

Modalità funzionamento

F02 OPR METHOD 0, 1

F03 Frequenza massima 1 F03 MAX Hz-1

F04 Frequenza base 1 F04 BASE Hz-1

50 fino a 400 Hz

25 fino a 400 Hz

0 V:

(Tensione di uscita mai superiore alla tensione di linea)

320 fino a 480 V

F06

F07

F08

Tensione massima 1

(alla frequenza massima 1)

Tempo di accelerazione 1

Tempo di decelerazione 1

F06 MAX V-1

F07 ACC TIME1

F08 DEC TIME1

320 fino a 480 V

0,01 fino a 3600 s

F09 Boost di coppia 1

F10

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 1

(impostazione)

F10 ELECTRN OL1 0, 1, 2

Hz

Hz

-

-

-

-

V

V s

F09 TRQ BOOST1 0,0, 0,1 fino a 20,0 -

F11 (livello di corrente) F11 OL LEVEL1

Da 20 fino a 135% della corrente nominale inverter

A

-

-

-

1

1

1

1

0,01

0,1

-

0,01

6,0

0

0

0

50

50

400

0,0

1

20,0

Corrente nominale del motore no no no no no

400 no no si si si si

F12 TIME CNST1 0,5 fino a 75,0 min. min.

0,1 5,0 10,0 si

F13

Protezione elettronica di sovraccarico

(per resistenza di frenatura)

F13 DBR OL

[Fino a 7,5 kW]

0, 1, 2

[superiore a 11 kW]

0

-

-

-

1

0 si si

Val.

impost. utente

5 Selezione delle Funzioni 53

ITM_G11.book Seite 54 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Funz.

NOME Display LCD

Gamma di impostazione

Unità

F14

F15

F16

F17

Riavvio dopo momentanea mancanza di alimentazione

(modalità)

Limite di frequenza

(superiore)

F14 RESTART

F15 H LIMITER

(inferiore) F16 L LIMITER

Guadagno segnale analogico riferimento frequenza

F17 FREQ GAIN

0 fino a 5

0 fino a 400 Hz

0,0 fino a 200,0%

-

Hz

%

-

1

0,1

F18 Soglia di frequenza F18 FREQ BIAS

-400,0 fino a

+400,0 Hz

Hz 0,1

F20

Frenatura in CC

(freq. di inserzione)

F20 DC BRK Hz

(intensità) F21 DC BRK LVL

0,0 fino a 60,0 Hz Hz 0,1

F21

F22 (durata) F22 DC BRK t

0 fino a 100%

0,0s (Inattivo)

0,1 fino a 30,0 s

% s

1

0,1

F23

Frequenza di avvio

(valore)

F23 START Hz

F24

(tempo di mantenimento)

F24 HOLDING t

F25 Frequenza di arresto F25 STOP Hz

F26

F27

F30

F31

F33

F34

F35

F36

Frequenza portante F26 MTR SOUND

0,75 fino a 15 kHz

(-- 55 kW)

0,75 fino a 10 kHz

(75 kW --)

0 fino a 3 kHz

(tonalità motore) F27 MTR TONE

FMA

(tensione di uscita)

F30 FMA V-ADJ

(scelta funzione) F31 FMA FUNC

0 fino a 200%

0 fino a 10

-

%

-

FMP

(frequenza impulsi in uscita)

(regolazione della tensione)

F33 FMP PULSES

F34 FMP V-ADJ

300 fino a 6000 p/s

(fondo scala)

0%, 1 fino a 200%

(scelta funzione) F35 FMP FUNC

Tipo di funzionamento relé allarmi 30RY

F36 30 RY MODE

0 fino a 10

0, 1 p/s

%

-

-

F40

F41

Limite di coppia 1

(trasmissione)

F40 DRV TRQ 1

(frenatura) F41 BRK TRQ 1

0,1 fino a 60,0 Hz

0,0 fino a 10,0 s

0,1 fino a 6,0 Hz

20 fino a 200%,

999

0%, 20 fino a

200%, 999

Hz s

Hz 0,1

%

%

0,1

0,1

1

-

1

-

1

1

-

-

1

1

F42

Parametri controllo vettoriale di coppia motore 1

F42 TRQVECTOR1 0, 1 -

Min.

Unità

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento

Val.

impost. utente

100,0

15 (-- 55 kW)

10 (75 kW --)

1440

180

150

0

70

0

0,0

0,0

0

0,0

0,5

0,0

0,2

0

100

0

0

0

0

0

150

100 no si si si si si si no no no si si si si si si si no si si no

54 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 55 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Funz.

NOME

E01 Funzione morsetto X1 E01 X1 FUNC

E02 Funzione morsetto X2 E02 X2 FUNC

E03 Funzione morsetto X3 E03 X3 FUNC

E04 Funzione morsetto X4 E04 X4 FUNC

E05 Funzione morsetto X5 E05 X5 FUNC

E06 Funzione morsetto X6 E06 X6 FUNC

E07 Funzione morsetto X7 E07 X7 FUNC

E08 Funzione morsetto X8 E08 X8 FUNC

E09 Funzione morsetto X9 E09 X9 FUNC

E10

E11

E12

E13

E14

E15

E16

Tempo di accelerazione 2

Tempo di decelerazione 2

Tempo di accelerazione 3

Tempo di decelerazione 3

Tempo di accelerazione 4

Tempo di decelerazione 4

Limite di coppia 2

(trasmissione)

E10 ACC TIME2

E11 DEC TIME2

E12 ACC TIME3

E13 DEC TIME3

E14 ACC TIME4

E15 DEC TIME4

E16 DRV TRQ 2

E17

E20

E21

E22

E23

E24

(frenatura) E17 BRK TRQ 2

Uscita Y1

(selezione funzione)

Uscita Y2

(selezione funzione)

Uscita Y3

(selezione funzione)

Uscita Y4

(selezione funzione)

Uscita a contatto

Y5A, Y5C

(selezione funzione)

E20 Y1 FUNC

E21 Y2 FUNC

E22 Y3 FUNC

E23 Y4 FUNC

E24 Y5 FUNC

E: funzionalità estese dei morsetti

Display LCD

Gamma di impostazione

0 fino a 32

Unità

-

Min.

Unità

-

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

5

6

3

4

7

8

0

1

2

10,00 100,00

Modificabile durante il funzionamento no no no no no no no no no

Val.

Imp. utente si

0,01 fino a 3600 s

20 fino a 200%,

999

0%, 20 fino a 200%, 999

0 fino a 34 s

%

%

-

10,00 100,00

0,01

15,00 100,00

15,00 100,00

3,00 100,00

1

1

-

3,00 100,00

180 150

150

0

1

2

7

10

100 no no si no si si si si si si no no

5 Selezione delle Funzioni 55

ITM_G11.book Seite 56 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Funz.

NOME Display LCD

Gamma di impostazioni

Unità

Preimpostazioni di fabbrica

Min.

Unità fino a

22 kW oltre

30 kW

1 0

Modificabile durante il funzionamento

Val.

imp. utente no E25

E30

E31

E32

E33

Contatto Y5 RY

(modalità eccitazione)

FAR - Riferimento frequenza raggiunto

(isteresi)

FDT1 - Raggiungimento frequenza 1

(livello)

E25 Y5RY MODE

E30 FAR HYSTR

E31 FDT1 LEVEL

(isteresi) E32 FDT HYSTR

Allarme sovraccarico

OL1

(modalità intervento)

E33 OL WARNING

0,1

0,0 fino a 10,0 Hz

0 fino a 400 Hz

Hz

Hz

0,1

1

0,0 fino a 30,0 Hz Hz 0,1

0: Calcolo termico

1: Corrente di uscita

-

2,5

50

1,0

0 si si si si

E34 (livello) E34 OL1 LEVEL 5 fino a 200%

0,1 fino a 60,0 s

A s

0,01

0,1

Valore nominale del motore

10,0 si si E35

E36

E37

(timer) E35 OL TIMER

FDT2 - Raggiungimento frequenza 2

(livello)

Allarme sovraccarico

OL2

(livello)

E36 FDT2 LEVEL

E37 OL2 LEVEL

E40 Coefficiente display A E40 COEF A

0 fino a 400 Hz

5 fino a 200%

-999,00 fino a

999,00

-999,00 fino a

999,00

0,0 fino a 5,0 s

Hz

A

-

s

1

0,01

0,01

0,01

0,1

50

Valore nominale del motore

0,01

0,00

0,5 si si si si si

E41 Coefficiente display B E41 COEF B

E42 Filtro display a LED E42 DISPLAY FL

E43

Selezione grandezza visualizzata display a

LED

(in modalità RUN)

E43 LED MNTR

E44

E45

E46

(in modalità STOP) E44 LED MNTR2

Display LCD

(selezione grandezza)

E45 LCD MNTR

(lingua) E46 LANGUAGE

E47 (contrasto) E47 CONTRAST

0 fino a 12

0, 1

0, 1

0 fino a 5

0 (leggero) fino a

10 (forte)

-

-

-

-

-

-

-

-

-

0

0

0

1

5 si si si si si

C: funzioni di controllo della frequenza

C01 Salto frequenza 1

C02 Salto frequenza 2

C03 Salto frequenza 3

C04

Isteresi salto frequenza

C01 JUMP Hz 1

C02 JUMP Hz 2

C03 JUMP Hz 3

C04 JUMP Hz 4

0 fino a 400 Hz

0 fino a 30 Hz

Hz

Hz

1

1

0

0

0

3 si si si si

56 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 57 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

C22

C23

C24

C25

C26

C27

C28

C12

C13

C14

C15

C16

C17

C18

C19

C05

C06

C07

C08

C09

C10

C11

Funz.

C20

C21

C30

C31

C32

C33

NOME Display LCD

Gamma di impostazione

Unità

Livelli di frequenza

(frequenza 1) C05 MULTI Hz-1

(frequenza 2) C06 MULTI Hz-2

(frequenza 3) C07 MULTI Hz-3

(frequenza 4) C08 MULTI Hz-4

(frequenza 5) C09 MULTI Hz-5

(frequenza 6) C10 MULTI Hz-6

(frequenza 7) C11 MULTI Hz-7

0,00 fino a

400,00 Hz

Hz 0,01

(frequenza 8) C12 MULTI Hz-8

(frequenza 9) C13 MULTI Hz-9

(frequenza 10) C14 MULTI Hz-10

(frequenza 11) C15 MULTI Hz-11

(frequenza 12) C16 MULTI Hz-12

(frequenza 13) C17 MULTI Hz-13

(frequenza 14) C18 MULTI Hz-14

(frequenza 15) C19 MULTI Hz-15

Frequenza di JOG

(marcia ad impulsi)

C20 JOG Hz

Funzionamento ciclico

(selezione modalità)

C21 PATTERN

(stadio 1) C22 STAGE 1

0,00 fino a

400,00 Hz

0, 1, 2

Hz

-

(stadio 2) C23 STAGE 2

(stadio 3) C24 STAGE 3

(stadio 4) C25 STAGE 4

(stadio 5) C26 STAGE 5

(stadio 6) C27 STAGE 6

(stadio 7) C28 STAGE 7

Riferimento di frequenza 2

Soglia

(morsetto [12])

Guadagno

(morsetto [12])

Filtro riferimento analogico

C30 FREQ CMD 2

C31 BIAS 12

C32 GAIN 12

C33 REF FILTER

Tempo di funzionamento:

0,00 fino a 6000 s

F1 fino a F4 e

R1 fino a R4

0 fino a 11

-100,0 fino a

+100,0%

0,0 fino a +200,0%

0,00 fino a 5,00 s s

-

%

% s

0,01

-

0,01

-

0,1

0,1

0,01

Min.

Unità

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento

Val.

impost. utente

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

0,00

5,00

0

0,00 F1

0,00 F1

0,00 F1

0,00 F1

0,00 F1

0,00 F1

0,00 F1

2

0,0

100,0

0,05 si no si si si si si si si no si si si si si si si si si si si si si si si si si si

5 Selezione delle Funzioni 57

ITM_G11.book Seite 58 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Funz.

NOME

P: Parametri del Motore

Display LCD

P01 Numero poli motore 1 P01 M1 POLES

P02

Motore 1

(potenza in kW)

P02 M1-CAP

P03

P04

P05

P06

P07

(corrente nominale) P03 M1-Ir

(tuning) P04 M1 TUN1

(tuning in linea) P05 M1 TUN2

(corrente a vuoto)

P06 M1-Io

(impostazione %R1) P07 M1-%R1

P08

P09

(impostazione %X) P08 M1-%X

Compensazione dello scorrimento

P09 SLIP COMP1

Gamma di impostazione

Unità

Min.

Unità

2

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW

4 oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento no

Val.

impost. utente

2 fino a 14

Fino a 22 kW: 0,01 fino a 45 kW

30 kW e superiore:

0,01 fino a 500 kW

0,01

Potenza del motore

0,00 fino a 2000 A

0, 1, 2

0, 1

0,00 fino a 2000 A

A 0,01

-

-

-

-

A 0,01

0,00 fino a 50,00% % 0,01

0,00 fino a 50,00% % 0,01

Valore nominale del motore

0

0

Valore nominale del motore

Valore tipico motore

Valore tipico motore

0,00 fino a

15,00 Hz polo kW

Hz 0,01 0,00 no no no no no si si si

H: funzioni di livello avanzato

H03

H04

H05

H06

H07

H08

Ripristino set di fabbrica

Reset automatico

(tentativi)

H03 DATA INIT

H04 AUTO-RESET

(intervallo di reset) H05 RESET INT

0, 1

0, 1 fino a 10 volte

2 fino a 20 s

Gestione avanzata della ventilazione

Caratteristica della rampa di ACC/DEC

(selezione del tipo)

Blocco del senso di rotazione inversa

H06 FAN STOP

H07 ACC PTN

H08 REV LOCK

0, 1

0, 1, 2, 3

0, 1

H09

H10

Modalità di ripresa al volo

Funzione di risparmio energetico

H11 Modalità di arresto

H12

Limitazione sovracorrenti istantanee

H09 START MODE

H10 ENERGY SAV

H11 DEC MODE

H12 INST CL

0, 1, 2

0, 1

0, 1

0, 1

-

s

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

--

-

1

1

-

0

0

5

0

0

0

0

1

0

0 no si si si no si si no no no

58 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 59 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Funz.

NOME Display LCD

Gamma di impostazione

H13

H14

H15

H16

H18

Riavvio automatico

(tempo di riavvio)

(riduzione della frequenza di uscita)

(mantenimento tensione CC)

(tempo di ritenuta del consenso

di marcia)

Controllo coppia con segnale analogico

H19 Drive attivo

H20

Controllo PID

(selezione modalità)

H21

H22

(segnale di retroazione)

(guadagno proporzionale)

H13 RESTART t

H14 FALL RATE

H15 HOLD v

H16 SELFHOLD t

H18 TRQ CRTL

H19 AUT RED

H20 PID MODE

H21 FB SIGNAL

0,1 fino a 10,0 s

0,00 fino a

100,00 Hz/s

400 fino a 600 V

0,0 fino a 30,0 s,

999

0, 1, 2

0, 1

0, 1, 2

0, 1, 2, 3

H23

H24

H22 P-GAIN

(guadagno integrale) H23 I-GAIN

(guadagno differenziale)

H24 D-GAIN

0,01 fino a

10,00 volte

0,0, 0,1 fino a

3600 s

0,00s, 0,01 fino a 10,0 s

H25

H26

H27

H28

H30

H31

H32

(filtro del segnale di retroazione)

Cedevolezza caratteristica coppia/ velocità

H25 FB FILTER

Termistore PTC

(selezione del modo)

H26 PTC MODE

(livello) H27 PTC LEVEL

H28

Gestione caratteristica coppia/velocità

0,0 fino a 60,0 s

0, 1

0,00 fino a 5,00 V

-9,9 fino a 0,0 Hz

Collegamento seriale

(selezione della funzione)

RS485

(indirizzo)

H30 LINK FUNC

H31 485ADDRESS

0, 1, 2, 3

1 fino a 31

(Comportamento con errore di trasmissione)

H32 MODE ON ER

(timer) H33 TIMER

0, 1, 2, 3

0,0 fino a 60,0 s H33

H34

H35

H36

(baud Rate) H34 BAUD RATE

(lunghezza dato) H35 LENGTH

(bit di parità) H36 PARITY

H37

H38

(bit di stop) H37 STOP BITS

(tempo di rilevamento errore assenza risposta)

H38 NO RES t

H39 (intervallo di risposta) H39 INTERVAL

0, 1, 2, 3, 4

0, 1

0, 1, 2

0 (2 bit), 1 (1 bit)

0 (Nessun rilevamento),

1 fino a 60 s

0,00 fino a 1,00 s

Unità s

Min.

Unità

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento

Val.

impost. utente

0,1 0,1 0,5 no

Hz/s

V s

-

-

-

-

s s s

V

Hz

-

-

s

-

-

-

s s

0,01

1

0,1

-

-

-

-

0,01

0,1

0,01

0,1

0,01

0,1

-

1

-

0,1

-

-

-

-

1

0,01

10,00

470 V

999

0

0

0

1

0,10

0,0

0,00

0,5

0

1,60

0,0

0

1

0

2,0

1

0

0

0

0

0,01 si si no no si no no si si si si si si si si no si si si si si si si si

5 Selezione delle Funzioni 59

ITM_G11.book Seite 60 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

A: parametri secondo motore

Funz.

NOME Display LCD

Gamma di impostazione

Unità

Min.

Unità

Preimpostazioni di fabbrica fino a

22 kW oltre

30 kW

Modificabile durante il funzionamento

A01

A02

A03

A04

A05

A06

Frequenza massima motore 2

Frequenza

Basemotore 2

Tensione nominale motore 2

Tensione massima motore 2

Boost di coppia motore 2

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 2

(impostazione)

A01 MAX Hz-2

A02 BASE Hz-2

A03 RATED V-2

A04 MAX V-2

A05 TRQ BOOST2

A06 ELCTRN OL2

50 fino a 400 Hz

25 fino a 400 Hz

0, 320 fino a 480 V

320 fino a 480 V

0,0, 0,1 fino a 20,0

0, 1, 2

Hz

Hz

V

V

-

-

1

1

1

1

-

-

50

50

400

400

0,0

1

A07

A08

A09

(costante di tempo termica)

Parametri controllo vettoriale di coppia motore 2

A08 TIME CNST2

A09 TRQVECTOR2 0, 1

A10 Numero poli motore 2 A10 M2 POLES

0,5 fino a 75,0 min

2 fino a 14 poli min

polo

0,1

-

2

5,0

0

4

10,0

A11

(livello di corrente) A07 OL LEVEL2

Motore 2

(potenza in kW)

A11 M2-CAP

Da 20 fino a 135% della corrente nominale inverter

Fino a 22 kW:0,01 fino a 45 kW

30 kW e superiore:

0,01 fino a 500 kW

A kW

0,01

0,01

Valore nominale del motore

Potenza del motore

A12

A13

A14

A15

A16

A17

(corrente nominale) A12 M2-Ir

(tuning) A13 M2 TUN1

(tuning in linea) A14 M2 TUN2

(corrente a vuoto) A15 M2-Io

(impostazione %R1) A16 M2-%R1

(impostazione %X) A17 M2-%X

0,00 fino a 2000 A

0, 1, 2

0, 1

0,00 fino a 2000 A

0,00 fino a 50,00%

0,00 fino a 50,00%

A

-

-

A

%

%

0,01

-

-

0,01

0,01

0,01

Valore tipico motore

0

0

Valore tipico motore

Valore tipico motore

Valore tipico motore

A18

(compensazione dello scorrimento 2)

A18 SLIP COMP2

0,00 fino a

15,00 Hz

Hz 0,01 0,00 no no no no si si si si no no no no no no no si si si

Val.

impost. utente

60 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 61 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

5-2 Descrizione delle funzioni

F: Funzioni Fondamentali

F00

Protezione parametri

Consente di evitare modifiche indesiderate dei parametri tramite il pannello di comando.

F 0 0

D A T A P R T C

DEFAULT

0

Valore di impostazione 0: i dati possono essere modificati.

1: i dati non possono essere modificati.

[Procedura di impostazione] da 0 a 1: Premere i tasti e contemporaneamente per modificare il valore da 0 a 1, poi premere per convalidare la modifica.

da 1 a 0: Premere i tasti e contemporaneamente per modificare il valore da 1 a 0, poi premere per convalidare la modifica.

F01 Riferimento frequenza 1

Questa funzione seleziona il metodo di impostazione del riferimento di frequenza.

Funzioni correlate: da

E01

a

E09

(valori 17, 18),

C30

F 0 1

F R E Q C M D 1

DEFAULT

0

0: impostazione tramite pannello di comando

(tasti

)

1: impostazione tramite ingresso di tensione

(morsetto [12] (0 fino a +10 V)

+ morsetto [V2](0 fino a +10 V))

2: impostazione tramite ingresso di corrente

(morsetto [C1] (4 fino a 20 mA)).

3: impostazione tramite ingresso di tensione + ingresso di corrente

(morsetto [12] +morsetto [C1])

(-10 fino a +10 V + 4 fino a 20 mA).

4: inversione di velocità con polarità

(morsetto [12] (-10 fino a +10 V))

5: inversione di velocità con polarità del segnale

(morsetto [12]+[V2]+[V1](Opzione fino a +10 V))

1)

) (-10

6: impostazione a riferimento inverso

(morsetto [12] +[V2] (+10 V fino a 0))

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(valore

21

)

7: impostazione a riferimento inverso

(morsetto [C1] (20 fino a 4 mA))

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(valore

21

)

8: impostazione comando UP/DOWN 1

(valore iniziale frequenza = 0)

(morsetti [UP] e [DOWN])

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(valori

17, 18

)

9: impostazione comando UP/DOWN 2

(valore iniziale frequenza = ultimo valore)

(morsetti [UP] e [DOWN])

Si veda la spiegazione delle funzioni E01 fino a E09 per dettagli.

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(valori

17, 18

)

10:impostazione cicli di lavoro.

Si veda la spiegazione delle funzioni C21 fino a C28 per dettagli.

Funzioni correlate:

C21

fino a

C28

11:impostazione tramite ingresso digitale o ingresso con treno di impulsi. Opzionale

1)

.

1) Per dettagli, si veda il manuale delle istruzioni all'argomento sulle opzioni.

Inversione del riferimento

Riferimento frequenza

Frequenza massima

Riferimento positivo

(impostare il valore: 1, 3, 4, 5)

Impostare il valore: 1, 3

Inversione riferimento

(impostare il valore: 6)

Morsetto di ingresso analogico [12], [V2]

Impostare il valore: 4, 5

- Frequenza massima

Valore di impostazione della frequenza

Frequenza massima

Riferimento positivo

(impostare il valore: 2)

Inversione riferimento

(impostare il valore: 7)

Morsetto di ingresso analogico [C1]

5 Selezione delle Funzioni 61

ITM_G11.book Seite 62 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

F02 Modalità di funzionamento

Questa funzione imposta il tipo di comando per il funzionamento (marcia e arresto motore).

DEFAULT

F 0 2

O P R M E T H O D 0

Questa funzione può essere modificata solo quando i morsetti FWD e REV sono aperti.

La commutazione REMOTO/LOCALE dal pannello di comando cambia automaticamente il valore di impostazione di questa funzione.

Impostazione del valore

0: Funzionamento da pannello di comando

(tasti ).

Premere

Premere per rotazione in avanti.

per rotazione all’indietro.

Premere all'arresto.

per decelerare fino

I comandi [FWD] e [REV] ai morsetti vengono ignorati.

1: Funzionamento morsettiera

(morsetti [FWD] e [REV]).

Riferimento frequenza

Opzione

Impostazione della frequenza tramite tastiera

Guadagno Soglia

Inversione riferimento

Inversione riferimento

Marcia avanti/indietro

Guadagno

Soglia di frequenza

Blocco rotazione inversa

Filtro per ingresso analogico [IVS]

[UP]

[DOWN]

Comando

UP/DOWN

D/I o treno impulsi

(opzionale)

Comando dei cicli di lavoro

Livelli di frequenza

Riferimento frequenza via seriale

Livelli frequenza costante 1 fino a 15

Selezione retroazione

Filtro segnale di retroazione

Controllo PID

Selezione modalità

Proporzionale

Integrale

Differenziale

Frequenza massima

Frequenza limite superiore

Salto frequenza

Segnale di limitazione

Limitazione frequenza

Riferimento frequenza

JOG

Frequenza limite inferiore

Selezione livello di frequenza

Diagramma a blocchi di impostazione della frequenza

62 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 63 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

F03

Frequenza massima 1

Questa funzione imposta la frequenza massima di uscita per il motore 1.

DEFAULT

F 0 3

M A X H z - 1 50

Gamma di impostazione: 50 fino a 400 Hz

L’impostazione di un valore superiore al valore nominale della macchina da azionare può causare danni al motore o alla macchina stessa. Impostare la velocità nominale del motore.

F05

Tensione nominale 1

Questa funzione imposta la tensione nominale in uscita al motore 1. Tenere presente che non si può ottenere una tensione superiore alla tensione di alimentazione (ingresso).

DEFAULT

F 0 5

R A T E D V - 1 400

Gamma di impostazione: 0, 320 fino a 480 V

Il valore 0 inibisce la funzione di regolazione della tensione, con il risultato che l’uscita della tensione è proporzionale alla tensione di ingresso.

F04

Frequenza base 1

Questo valore di frequenza delimita la regione di funzionamento a coppia nominale del motore 1 o altresì la frequenza di uscita alla tensione nominale. Eguagliare i valori nominali del motore.

DEFAULT

F 0 4

B A S E H z - 1 50

Gamma di impostazione: 25 fino a 400 Hz

Nota:

Quando il valore di impostazione della frequenza base 1 è superiore a quello della frequenza massima 1, la tensione di uscita non raggiunge il valore nominale perché la frequenza massima limita la frequenza di uscita.

Nota:

Quando il valore impostato della tensione nominale 1 supera la tensione massima di uscita 1, la tensione di uscita non raggiungerà la tensione nominale poiché limitata dalla tensione massima.

F06

Tensione massima di uscita 1

Questa funzione imposta il valore massimo della tensione di uscita per il motore 1. Tenere presente che non può essere emessa una tensione superiore alla tensione di alimentazione. (ingresso).

DEFAULT

F 0 6

M A X V - 1 400

Gamma di impostazione: 320 fino a 480 V

Tensione di uscita

Regione a coppia costante

F06

Tensione massima 1

F05

Tensione nominale 1

Frequenza di uscita

F04 Frequenza nominale 1

F03 Frequenza massima di uscita

F07 Tempo di accelerazione 1

F08

Tempo di decelerazione 1

Questa funzione imposta l’intervallo di tempo di accelerazione per la frequenza di uscita dall’avvio fino al raggiungimento della frequenza massima e l’intervallo di tempo di decelerazione dalla frequenza massima fino all’arresto.

DEFAULT

F 0 7

A C C

F 0 8

D E C

T I M E 1

T I M E 1

Gamma di impostazione

Tempo di accelerazione 1:

0,01 fino a 3.600 secondi

Tempo di decelerazione 1:

0,01 fino a 3.600 secondi

6.0

6.0

5 Selezione delle Funzioni 63

ITM_G11.book Seite 64 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

I tempi di accelerazione e decelerazione sono rappresentati dalle prime 3 cifre significative.Regolare i tempi di accelerazione e decelerazione tenendo presente la frequenza massima. Il rapporto tra il riferimento di frequenza impostato e la coppia dei tempi di accelerazione/decelerazione è il seguente:

Frequenza impostata = frequenza massima

Il tempo per il raggiungimento della frequenza impostata coincide con il tempo di accelerazione impostato (idem per la decelerazione).

FWD STOP

Frequenza massima

Tempo

Tempo di accelerazione Tempo di decelerazione

Frequenza impostata < Frequenza massima

Il tempo per il raggiungimento della frequenza impostata differisce dal tempo di accelerazione impostato. Intervallo di tempo effettivo di accelerazione (decelerazione) = valore impostato x

(frequenza impostata/frequenza massima)

FWD STOP

Frequenza massima

Frequenza impostata

Frequenza impostata

Intervallo di tempo dell’accelerazione

Intervallo di tempo della decelerazione

Tempo di accelerazione

Tempo

Tempo di decelerazione

Nota:

Se i tempi di accelerazione e decelerazione impostati sono troppo brevi, oppure la coppia di resistenza e il momento di inerzia del carico sono alti, viene attivata la funzione di limitazione della coppia o di prevenzione dello stallo, prolungando in questo modo l’intervallo di tempo stabilito.

F09 Boost di coppia 1

Funzione relativa al motore 1. Con questo parametro si può influire sulla regolazione del rapporto V/f del motore, da cui dipende la coppia del motore. Nella selezione va tenuto conto dei seguenti fattori:

DEFAULT

F 0 9

T R Q B O O S T 1 0.0

- effettuare la selezione in base alle caratteristiche del carico scegliendo tra boost di coppia automatico, boost per caratteristica quadratica della coppia, coppia proporzionale o carico a coppia costante.

- l’aumento della coppia motore (dipendente proporzionalmente dal rapporto V/f), può risultare insufficiente specie a basse velocità. Il flusso magnetico del motore, insufficiente a causa della predominanza della caduta di tensione a statore, può essere incrementato con l’aumento del boost di coppia.

Impostazione

Caratteristiche selezionate

0,0 da 0,1 a 0,9 da 1,0 a 1,9

Boost di coppia automatico.

Regolazione automatica del boost di coppia, adatto ad un carico a coppia costante (o a variazione lineare)

Boost di coppia ottimale per carichi a variazione di coppia quadratica, come pompe o ventilatori.

Boost di coppia adatto a carichi di classe media: con caratteristica di coppia quadratica e coppia costante

(variazione lineare) da 2,0 a

20,0

Coppia costante (variazione lineare)

Caratteristiche della coppia

Coppia quadratica

Coppia proporzionale

Tensione di uscita V

Tensione nominale 1

Tensione di uscita V

Tensione nominale 1

# 0,9

Frequenza base 1

# 0,1

Frequenza di uscita f

# 1,9

Frequenza base 1

# 1,0

Frequenza di uscita f

64 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 65 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Coppia costante

Tensione di uscita V

Tensione nominale 1

# 20,0

# 2,0

Frequenza base 1

Frequenza di uscita f

Nota:

Poiché un valore alto di boost di coppia determina sovraeccitazione nella gamma a bassa velocità, un funzionamento continuato può causare un surriscaldamento del motore. Verificare le caratteristiche del motore comandato.

Imposta la taratura (valore di corrente) del relé elettronico termico di protezione da sovraccarico. Immettere un valore da 1 a 1,1 volte il valore nominale di corrente del motore.

F 1 1

O L L E V E L 1

DEFAULT

I n mot

La gamma di impostazione è dal 20 fino al

135% della corrente nominale dell’inverter.

Quando F10 = 2

F10

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 1

(impostazione)

F11 Protezione elettronica sovraccarico termico motore 1

(livello di corrente)

F12

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 1

(costante di tempo termica)

La protezione elettronica di sovraccarico per il motore 1 attraverso i dati di frequenza di uscita, corrente di uscita e costante di tempo termica, interviene per evitare un surriscaldamento del motore quando il 150% del valore di corrente impostato fluisce per il tempo impostato tramite

F12 (costante di tempo termica).

Questa funzione specifica se azionare la protezione elettronica di sovraccarico termico per il motore e ottimizzarla per il motore collegato.

A seconda dei tipi di motore collegati, il livello di funzionamento viene adeguato, secondo le caratteristiche di raffreddamento del motore, nella gamma delle basse velocità.

DEFAULT

F 1 0

E L C T R N O L 1 1

Impostazione del valore 0: Inattivo

1: Attivo

(per motori autoventilati)

2: Attivo (per motori con

ventilazione assistita)

30 fino a 45 kW

0,2 fino a 22 kW

(Quando F10 = 1)

(Quando F10 = 1) fb: Frequenza nominale fe x 0,33 fe x 0,80,93

Frequenza di uscita f

0

[Hz]

Livello di funzionamento relé

Si può impostare il tempo di intervento del relé a seguito della circolazione del 150% del livello di regolazione di corrente impostato.

DEFAULT

F 1 2

T I M E C N S T 1 5.0

Nei modelli da 30 kW in poi, default = 10.0

La gamma di impostazione è da 0,5 fino a

75,0 minuti (a passi di 0,1 minuti).

Tempo erogazione corrente

Modificato da

F12

(corrente di uscita/taratura corrente) x 100 [%]

5 Selezione delle Funzioni 65

ITM_G11.book Seite 66 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

.

F13 Protezione elettronica di sovraccarico

(per resistenza di frenatura)

Questa funzione controlla l’uso frequente e il tempo di funzionamento continuo della resistenza di frenatura per evitarne il surriscaldamento.

DEFAULT

F 1 3

D B R O L 1

Per modelli da 11 kW in poi, default = 0

Taglia dell’inverter

7,5 kW o inferiore

Funzionamento

0: Inattivo

1: Attivo

(resistenza frenante incorporata)

2: Attivo

(resistenza frenante esterna)

11 kW o superiore

0:

Inattivo

F14 Riavvio dopo momentanea mancanza di alimentazione

(modalità)

Questa funzione seleziona il funzionamento nel caso di una momentanea mancanza di alimentazione.

Può essere selezionata la funzione per il rilevamento di una momentanea mancanza di alimentazione e l’attivazione di una funzione di protezione (per es. contatto allarme, indicazione dell’allarme, interruzione uscita inverter) per sottotensione.

Può essere anche selezionata la funzione di riavvio automatico (per avviare automaticamente un motore in folle senza arrestarlo) se la tensione di alimentazione viene ripristinata.

F 1 4

R E S T A R T

Gamma di impostazione: 0 fino a 5

La seguente tabella elenca i dettagli della funzione.

DEFAULT

0

Impostazione

0

1

2

Nome della funzione

Inattivo

(trip immediato dell’inverter)

Inattivo

(allarme inverter al ripristino rete)

Inattivo

(trip dell’inverter dopo una decelerazione per arresto, in caso di una momentanea mancanza di alimentazione)

Funzionamento in caso di momentanea mancanza di alimentazione

Se viene rilevata sottotensione, si verifica immediatamente un allarme con indicazione di sottotensione (LU). L’uscita inverter è sospesa causando l’arresto per inerzia del motore.

Se viene rilevata sottotensione, l’uscita inverter è sospesa causando l’arresto per inerzia del motore. Non viene attivato alcun allarme.

Funzionamento in caso di ripristino dell’alimentazione

L’applicazione non viene riavviata automaticamente. Impartire un comando di reset e un comando di marcia per riavviare il motore.

Un allarme per sottotensione (LU) viene attivato al ripristino dell’alimentazione. L’applicazione non viene riavviata automaticamente. Impartire un comando di reset e un comando di marcia per riavviare il motore.

Quando la tensione bus DC raggiunge il livello di tensione per la "continuità dell’operazione" (H15), ha luogo una decelerazione controllata con successivo arresto.

L’inverter sfrutta l’energia di inerzia del carico per mantenere elevata la tensione del bus DC controllando il motore fino al suo arresto, dopodiché viene attivato un allarme di sottotensione (LU).

L’inverter diminuirà automaticamente il tempo di decelerazione se necessario. Se il valore di energia per inerzia del carico è basso e il livello di sottotensione (fisso) viene raggiunto prima che il motore si sia arrestato, viene attivato immediatamente il guasto di sottotensione e il motore si arresterà per inerzia.

L’applicazione non viene riavviata automaticamente. Impartire un comando di reset e un comando di marcia per riavviare il motore.

66 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 67 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Impostazione

3

4

5

Nome della funzione

Attivo

(auto-mantenimento per carichi ad alta inerzia)

Funzionamento in caso di una momentanea mancanza di alimentazione

Quando la tensione bus CC raggiunge il livello di tensione per la "continuità dell’operazione" (H15), viene sfruttata l’energia del carico per mantenere la tensione del bus

DC elevata e prolungare il funzionamento del motore. Il tempo di decelerazione, viene regolato automaticamente per mantenere il livello adeguato della tensione di bus DC.

Se viene rilevata sottotensione, non viene attivata la funzione di protezione, ma l’uscita inverter viene interrotta, causando l’arresto per inerzia del motore.

Attivo

(riavvio con la frequenza al momento della momentanea mancanza di alimentazione)

Attivo

(riavvio con la frequenza di avvio: per carichi a bassa inerzia)

Se viene rilevata sottotensione, non viene attivata la funzione di protezione, ma l’uscita inverter viene interrotta, causando l’arresto per inerzia del motore.

Se viene rilevata sottotensione, non viene attivata la funzione di protezione, ma l’uscita bloccata.

Funzionamento in caso di ripristino dell’alimentazione

Il motore viene riavviato automaticamente.

Se il ripristino dell’alimentazione avviene durante la funzione di auto-mantenimento, l’inverter accelera direttamente fino a raggiungere la frequenza originaria.

Se viene rilevata sottotensione, il funzionamento si riavvia automaticamente con la frequenza erogata al momento del rilevamento della sottotensione.

Il funzionamento si riavvia automaticamente con la frequenza erogata al momento del rilevamento della sottotensione.

Il riavvio sarà automatico e con la frequenza impostata tramite

F23, "Frequenza di avvio".

I codici di funzione H13 fino a H16 controllano il riavvio dopo una momentanea mancanza di alimentazione. Queste funzioni dovrebbero essere comprese e utilizzate.

Anche la funzione di ripresa (ricerca di velocità) può essere selezionata come un metodo di riavvio quando l’alimentazione viene ripristinata in seguito ad una momentanea mancanza di alimentazione. (Per dettagli sulle impostazioni, si veda il codice della funzione H09).

La funzione di ripresa ricerca la velocità del motore in arresto folle per riavviarlo senza shock meccanici.

La riduzione di velocità in un arresto folle, dipende sempre dall’inerzia dell’intero sistema.

Quando la funzione di ripresa è attiva, è necessario un tempo di ricerca della velocità. La frequenza originaria può essere ripristinata più velocemente quando tale funzione è inattiva e il funzionamento viene riavviato con la frequenza precedente alla momentanea mancanza di alimentazione.

La funzione di ripresa funziona nella gamma da

5 fino a 120 Hz. Se la velocità rilevata si trova al di fuori di questa gamma, riavviare il motore tramite la funzione di riavvio standard.

5 Selezione delle Funzioni 67

ITM_G11.book Seite 68 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Mancanza di alimentazione

Impostazione: 0

Tensione bus

DC

Ripristino dell’alimentazione

Sottotensione

Mancanza di alimentazione

Impostazione: 3

Tensione bus

DC

Ripristino dell’alimentazione

H15

Livello per la continuità dell’operazione

Frequenza di uscita

Allarme LU

Impostazione: 1

Tensione bus

DC

Frequenza di uscita

ON

Sottotensione

Tempo

Frequenza di uscita

(velocità del motore)

Allarme LU

Uscita

(morsetti

Y1 fino a Y5)

Tempo

Impostazione: 4

Tensione bus

DC

Allarme LU

ON

Impostazione: 2

Tensione bus

DC

H15

Livello di continuazione del funzionamento

Frequenza di uscita

Allarme LU ON

Frequenza di uscita

(velocità del motore)

Allarme LU

Tempo

Frequenza

(morsetti

Y1 fino a Y5)

Impostazione: 5

Tensione bus

DC

Sottotensione

H13: Tempo di attesa

Sincronizzazione

ON

Sottotensione

Accelerazione

Frequenza di uscita

(velocità del motore)

Allarme LU

Uscita

(morsetti Y1 fino a Y5)

Nota:

le linee tratteggiate indicano la velocità del motore.

68

H13: Tempo di attesa

ON

5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 69 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

F15

Limite di frequenza superiore

F16 Limite di frequenza inferiore

Questa funzione imposta i limiti superiori e inferiori della frequenza erogata.

DEFAULT

F 1 5

H

F 1 6

L

L I M I T E R

L I M I T E R

70

0

Valori di impostazione: 0 fino a 400 Hz

Frequenza impostata

+ Frequenza massima

Valore limite superiore

Valore limite superiore

Valore limite inferiore

Valore limite inferiore

Frequenza impostata

F18 Soglia di frequenza

Questa funzione imposta una soglia di frequenza applicata al valore impostato con l’ingresso analogico.

DEFAULT

F 1 8

F R E Q B I A S 0.0

Il significato è mostrato nella figura sottostante.

Quando la frequenza soglia è superiore alla frequenza massima, essa è limitata alla frequenza massima; se è inferiore a -frequenza massima, essa è limitata a -frequenza massima.

Impostazione frequenza

Frequenza soglia

(quando positiva)

+ Frequenza massima

Ingresso analogico

+10 V morsetto 12

20 mA morsetto C1

- Frequenza massima

- L’uscita dell’inverter va dalla frequenza di avvio (dopo il comando di RUN) e termina con la frequenza di stop.

- Se il valore limite superiore è inferiore al valore limite inferiore, il valore limite superiore prevale sul valore limite inferiore.

F17 Guadagno segnale analogico riferimento frequenza

Questa funzione regola la pendenza della retta che lega il segnale analogico di riferimento frequenza e il valore di frequenza impostata.

DEFAULT

F 1 7

F R E Q G A I N 100.0

La relazione è quella sottoriportata

Valore della frequenza impostata

+ Frequenza massima

Ingresso analogico

+10 V morsetto 12

20 mA morsetto C1

- Frequenza massima

F20

F21

Frequenza soglia

(quando negativa)

Frenatura in CC

(frequenza di inserzione)

Frenatura in CC (intensità)

F22 Frenatura in CC (durata)

Frequenza di inserzione: questo valore di frequenza determina il valore di frequenza al quale, durante la rampa di decelerazione,

(dopo comando di STOP), si attiva la funzione di frenatura in corrente continua.

DEFAULT

F 2 0

F R E Q G A I N 0.0

Valori di impostazione: 0 fino a 60 Hz

- Frequenza massima

5 Selezione delle Funzioni 69

ITM_G11.book Seite 70 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Livello di funzionamento: questa funzione imposta in percentuale sulla corrente nominale dell’inverter, il livello della corrente di uscita durante la frenatura in CC.

DEFAULT

F 2 1

D C B R K L V L 0

Valori di impostazione: 0 fino a 100%

Tempo: Questa funzione imposta la durata dell’operazione di frenatura con corrente continua.

DEFAULT

F 2 2

D C B R K t 0.0

Valore di impostazione 0,0: Inattivo

0,1 fino a 30,0 secondi resto.

F 2 5

S T O P H z

Valori di impostazione: 0,0 fino a 6,0 Hz

DEFAULT

0.2

Frequenza di uscita

Rotazione in avanti

Tempo di mantenimento

Frequenza di avvio

Frequenza di arresto

Tempo

Non si ottiene la partenza motore se la frequenza di avvio è inferiore alla frequenza di stop o se il riferimento di frequenza è inferiore alla frequenza di arresto.

ATTENZIONE

Non utilizzare la funzione di frenatura dell’inverter per un mantenimento meccanico.

Rischio di lesioni.

F23

F24

Frequenza di avvio (valore)

Frequenza di avvio

(tempo di mantenimento)

F25 Frequenza di arresto

La frequenza di avvio può essere impostata per ottenere la coppia allo spunto, che viene mantenuta finché viene correttamente stabilito il flusso magnetico del motore.

Valore: questa funzione imposta la frequenza alla partenza motore.

DEFAULT

F 2 3

S T A R T H z 0.5

Valori di impostazione: 0,1 fino a 60 Hz

Tempo di mantenimento: questa funzione imposta il tempo per cui viene mantenuta la frequenza di avvio.

DEFAULT

F 2 4

H O L D I N G t 0.0

Impostazione: 0,1 fino a 10,0 secondi

- Il tempo di mantenimento non è attivo al momento di una commutazione tra FWD e REV.

- Il tempo di mantenimento non è incluso nel tempo di accelerazione.

- Il tempo di mantenimento è inoltre valido quando vengono selezionati i cicli di lavoro

(C21). Il tempo si imposta con il valore di timer.

Questa funzione imposta la frequenza all’ar-

F26 Frequenza portante

Questa funzione regola la frequenza di portante, che determina la precisione nella ricostruzione della forma d’onda di alimentazione del motore. L’abbassamento di tale parametro aumenta in modo proporzionale il rumore acustico prodotto dal motore durante il suo funzionamento, ma cala il livello complessivo dei disturbi elettrici emessi dal cavo di uscita di connessione del motore, nonché quello delle correnti di perdita dell’intero sistema inverter, cavo e motore.

DEFAULT

F 2 6

M T R S O U N D 15

Per modelli da 11 kW in poi, default = 10

Serie

G11S

Motore nominale applicato

Gamma di impostazione

55 kW o inferiore 0,75 fino a 15 kHz

75 kW o superiore 0,75 fino a 10 kHz

Frequenza portante

Rumore acustico del motore

Forma d’onda corrente di uscita

Corrente di perdita

Disturbi elettrici

Bassa

Alto

Distorta

Contenuta

Contenuti

Alta

Basso

Buona

Elevata

Elevati

70 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 71 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Note:

1. La riduzione di questo valore peggiora la forma d’onda della corrente di uscita (inducendo armoniche superiori), aumentando le perdite del motore e la sua temperatura.

2. L’aumento di questo valore migliora la forma d’onda della corrente aumentando nel contempo le perdite di commutazione dell’inverter e la sua temperatura.

F27

La tonalità di rumore del motore può essere alterata quando la frequenza portante è di

7 kHz o inferiore. Utilizzare questa funzione come prescritto.

DEFAULT

F 2 7

M T R

F30

Tonalità motore

FMA (tensione di uscita)

F31

FMA (scelta funzione)

I dati monitorati (frequenza, corrente etc.) attraverso l’uscita in tensione continua del morsetto

FMA, possono venire regolati in ampiezza.

Questa funzione regola in percentuale su 10

VDC il valore della tensione in uscita dal morsetto FMA, quando il valore per la grandezza selezionata mediante F31 è del 100%. Può essere impostato un valore da 0 fino a 200% con risoluzione dell’1%.

DEFAULT

F 3 0

F M A V - A D J 100

Valori di impostazione: 0 fino a 200%

Superiore a 10V

T O N E

Valori di impostazione: 0, 1, 2, 3

0

Questa funzione seleziona la grandezza cui è proporzionale la tensione al morsetto FMA.

DEFAULT

F 3 1

F M A F U N C 0

Impostazione

Grandezza Valore di fondo scala

0

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

Frequenza di uscita 1

(prima della compensazione dello scorrimento)

Frequenza di uscita 2

(dopo la compensazione dello scorrimento)

Frequenza massima di uscita

Frequenza massima di uscita

Corrente di uscita

Corrente nominale di uscita dell’inverter x 2

Tensione di uscita 500 V

Coppia di uscita

Coppia nominale del motore x 2

Fattore di carico

Consumo di potenza

Valore di retroazione PID

Valore di retroazione PG (solo quando l’opzione

è installata)

Tensione BUS

DC

Carico nominale del motore x 2

Uscita nominale dell’inverter x 2

100% del valore di retroazione

Velocità sincrona a frequenza massima

1.000 V

AO universale

0 fino a 10 V di uscita attraverso il collegamento

RS485 e non legato al funzionamento dell’inverter.

F33

FMP (frequenza impulsi in uscita)

F34 FMP (regolazione della tensione)

F35

FMP (scelta funzione)

I dati sul funzionamento (es. frequenza di uscita, corrente di uscita etc.) possono essere emessi al morsetto FMP come treno di impulsi di tensione. Sarà possibile connettere a questa uscita anche uno strumento analogico che fornirà l’indicazione proporzionale al valor medio del treno di impulsi.

5 Selezione delle Funzioni 71

ITM_G11.book Seite 72 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Quando il segnale viene inviato ad un contaimpulsi digitale o ad altro strumento come uscita ad impulsi, impostare la frequenza degli impulsi in

F33 al valore prescelto e la tensione in F34 a

0%.

Quando il dato viene inviato ad un strumento analogico o ad altro strumento che ne elabora il valore di tensione media, il valore di tensione impostato in F34 determina la tensione media e la frequenza degli impulsi in uscita in F33, viene fissato a 2.670 (p/s).

Questa funzione imposta la frequenza degli impulsi dell’uscita FMP nella gamma da 300 fino a 6000 (p/s) con incrementi di 1 p/s.

DEFAULT

F 3 3

F M P P U L S E S 1440

Valori di impostazione: 300 fino a 6,000 p/s

Questa funzione seleziona la grandezza da monitorare attraverso l’uscita FMP.

DEFAULT

F 3 5

F M P F U N C 0

Per le grandezze selezionabili e le modalità di impostazione si veda la F31.

F36

Tipo di funzionamento relé allarmi 30Ry

Questa funzione specifica se attivare (eccitare) il relé dell’uscita di allarme (30Ry) per ogni guasto, in stato normale o in stato di allarme.

DEFAULT

F 3 6

3 0 R Y M O D E 0

Impostazione

Funzionamento

0

Normalmente 30A-30C OFF, 30B-30C: ON

Con anomalia 30A-30C ON, 30B-30C: OFF

1

Normalmente 30A-30C:ON, 30B-30C: OFF

Con anomalia 30A-30C: OFF, 30B-30C: ON

Circa 15,6 V

Duty Cycle degli impulsi

Frequenza impulsi (p/s) = 1/T

Duty cycle (%)

Tensione media (V)

= T1/T x 100

= 15,6 x T1/T

Questa funzione imposta la tensione media dell’uscita a impulsi al morsetto FMP.

DEFAULT

F 3 4

F M P V - A D J 0

Valori di impostazione

0%: La frequenza ad impulsi varia al variare della grandezza selezionata in F35.

(Il valore massimo è il valore impostato in F33).

1 fino a 200%:

La frequenza degli impulsi è fissata a

2.670 p/s. Con questo valore si regola in percentuale su 10 VDC il valore della tensione in uscita dal morsetto FMP, quando il valore per la grandezza selezionata mediante F35 è del 100%. Può essere impostato un valore da 0 fino a

200% con risoluzione dell’1% (il duty cycle degli impulsi varia).

Quando il valore impostato è 1, i contatti 30A e 30C si chiude quando è stabilita la tensione di comando dell’inverter (circa un secondo dopo l’accensione).

F40

NA

NC

COMUNE

Limite di coppia 1 (trasmissione)

F41

Limite di coppia 1 (frenatura)

La funzione di limitazione di coppia calcola la coppia del motore dalla tensione di uscita, dalla corrente e dal valore di resistenza primaria del motore e controlla la frequenza in modo che il valore calcolato non superi il limite impostato. Questa operazione consente all’inverter di continuare il funzionamento sotto il limite impostato, anche quando si verifica un cambiamento improvviso nella coppia di carico.

72 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 73 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Selezionare i valori limite per la coppia di trasmissione e per la coppia frenante.

Quando viene attivata questa funzione, i tempi di accelerazione e decelerazione possono superare i valori impostati.

<=30 kW >=30 kW

F 4 0

D R V T R Q 1 180 150

F 4 1

B R K T R Q 1 150 100

Funzione Impostazione

Limite di coppia

(trasmissione)

20% fino a

200%

999 da 20% a

200%

Limite di coppia

(frenatura)

0

999

Funzionamento

La coppia viene limitata al valore di impostazione.

Limitazione di coppia inattiva

La coppia viene limitata al valore di impostazione.

Previene automaticamente il trip per OU dovuto all’effetto di rigenerazione del carico.

Limitazione di coppia inattiva

PERICOLO

Quando viene selezionata la funzione

"limite di coppia", può accadere che il funzionamento reale dell’applicazione differisca da quello impostato, per tempo di accelerazione, decelerazione o per velocità. La macchina dovrebbe essere progettata in modo tale da garantire un funzionamento sicuro anche qualora la dinamica dell’applicazione non eguagliasse i valori impostati.

F42

Parametri controllo vettoriale di coppia motore 1

Per ottenere una coppia del motore più elevata alle diverse situazioni di carico, la funzione sempre attiva di controllo vettoriale della coppia, di cui questo inverter è dotato, permette di ottimizzare i vettori di tensione e di corrente al motore, ricalcolandoli in ogni situazione di carico. L’impostazione ad 1 di questo parametro, varia automaticamente le due impostazioni caratteristiche di tale controllo

(funzioni F09 e P09), nel modo illustrato qui di seguito.

Impostazione

0

1

Funzionamento

Inattivo

Attivo

Funzioni correlate:

F09 e P01

fino a

P09

DEFAULT

F 4 2

T R Q V E C T O R 1 0

1. F09 Boost di coppia 1

Viene impostato automaticamente a 0,0

(boost di coppia automatico).

2. P09 Valore della compensazione dello scorrimento. Viene attivato un valore di compensazione di scorrimento preimpostato.

Quando in P09 è impostato 0,0, viene applicato il valore della compensazione dello scorrimento per il motore trifase standard FUJI

ELECTRIC. In caso contrario, viene applicato il valore scritto.

Per un utilizzo ottimale della funzione di controllo vettoriale verificare le seguenti condizioni:

1. Deve essere presente solo un motore.

Il collegamento di due o più motori rende difficile un controllo accurato.

2. I dati della funzione (corrente nominale P03, corrente a vuoto P06, %R1 P07 e %X P08) del motore 1 devono essere aggiornati a quelli del motore collegato. Quando viene utilizzato un motore trifase standard FUJI

ELECTRIC, l’impostazione della taglia (funzione P02) assicura l’impostazione corretta dei dati soprariportati. Per altri motori, dovrebbe essere effettuata un’operazione di tuning automatico.

3. La corrente nominale del motore non deve essere molto inferiore alla corrente nominale dell’inverter. Dovrebbe essere utilizzato un motore inferiore al massimo di due taglie di potenza rispetto al motore nominale applicato per l’inverter in uso. In caso contrario effettuare l’operazione di auto-tuning (vedi parametro

P04).

4. Per contenere le correnti di fuga ed assicurare un controllo accurato, la lunghezza del cavo tra l’inverter e il motore non dovrebbe superare i 50 m.

5. Quando è collegata un’induttanza tra inverter e motore o comunque quando l’impedenza del circuito di uscita non sia trascurabile, utilizzare P04, "Auto-tuning" per aggiornare i dati del circuito di uscita.

Se queste condizioni non vengono soddisfatte, impostare F42 a 0 (Inattivo).

5 Selezione delle Funzioni 73

ITM_G11.book Seite 74 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E: funzionalità estese dei morsetti

E01

~

E09

Funzione morsetto X1

~

Funzione morsetto X9

Ogni funzione dei morsetti di ingresso digitale

X1 fino a X9 può essere impostata come codice.

DEFAULT

E 0 1

X 1 F U N C 0

E 0 2

X 2 F U N C

E 0 3

X 3 F U N C

E 0 4

X 4 F U N C

E 0 5

X 5 F U N C

E 0 6

X 6 F U N C

E 0 7

X 7 F U N C

E 0 8

X 8 F U N C

E 0 9

X 9 F U N C

7

8

5

6

3

4

1

2

Impostazione

0, 1,

2, 3

4, 5

6

7

Funzione

Selezione livelli di frequenza (da vel.1 fino a vel. 15) [SS1], [SS2], [SS4], [SS8]

Selezione tempi di accelerazione e decelerazione (3 rampe) [RT1], [RT2]

Marcia e arresto con auto-mantenimento

[HLD]

Comando di azzeramento immediato tensione di uscita [BX]

8 Reset allarme [RST]

9 Allarme esterno [THR]

10 Marcia a impulsi [JOG]

11

Commutazione riferimento frequenza 2/riferimento frequenza 1 [Hz2/Hz1]

12 Utilizzo motore 2/motore 1 [M2/M1]

13 Comando di frenatura in CC [DCBRK]

14

15

Limite di coppia 2/Limite di coppia 1

[TL2/TL1]

Commutazione alimentazione motore, rete/ inverter (50 Hz) [SW50]

16

19

Commutazione alimentazione motore, rete/ inverter (60 Hz) [SW60]

17 Comando UP [UP]

18 Comando DOWN [DOWN]

Abilitazione alla scrittura con TASTIERA

(permesso di modica dei dati) [WE-KP]

Impostazione

Funzione

20 Annullamento del controllo PID [Hz/PID]

21

Inversione del riferimento degli ingressi analogici 12 e C1 [IVS]

22

23

24

Controllo ripresa motore con teleruttore in uscita (52-2) [IL]

Commutazione del controllo frequenza/ coppia tramite ingresso analogico [Hz/TRQ] con H18 abilitato

Attivazione del collegamento seriale

(standard RS485, opzione BUS) [LE]

25 Ingresso digitale universale [U-DI]

26 Modalità di ripresa al volo [STM]

27 Attivazione di SY-PG (Opzione) [PG/Hz]

28

Comando di sincronizzazione (Opzione)

[SYC]

29

30

31

32

Comando di velocità zero con l’opzione PG

[ZERO]

Comando di arresto forzato con decelerazione attualmente selezionata [STOP1]

Comando di arresto forzato con tempo di decelerazione 4 (funzione E15) [STOP2]

Comando preeccitazione alla partenza con l’opzione PG [EXITE]

Nota:

i numeri dei dati non impostati nelle funzioni E01 fino a E09 sono presunti inattivi.

74 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 75 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

0, 1, 2, 3 - Selezione dei livelli di frequenza

Il riferimento frequenza può essere uno dei livelli fissi pre-impostati nelle funzioni da C05 fino a

C19, configurando opportunamente i segnali di ingresso digitali predefiniti. Assegnare valori da

0 a 3 per assegnare la funzione corrispondente al morsetto (SS1, SS2, SS4, SS8). La combinazione dei segnali di ingresso determina la frequenza selezionata, secondo la tabella sottostante.

Combinazione dei segnali di ingresso a valori impostati

0

[SS1]

(X1)

1

[SS2]

(X2)

2

[SS4]

(X3)

3

[SS8]

(X4)

Frequenza selezionata off off off off Assegnato da F01 o C30 on off off off

C05 LIV Hz-1 off on off off

C06 LIV Hz-2 on on off off

C07 LIV Hz-3 off off on off

C08 LIV Hz-4 on off on off

C09 LIV Hz-5 off on on off

C10 LIV Hz-6 on on on off

C11 LIV Hz-7

Funzioni correlate:

C05

fino a

C19

off off off on

C12 LIV Hz-8 on off off on

C13 LIV Hz-9 off on off on

C14 LIV Hz-10 on on off on

C15 LIV Hz-11 off off on on

C16 LIV Hz-12 on off on on

C17 LIV Hz-13 off on on on

C18 LIV Hz-14 on on on on

C19 LIV Hz-15

Gamma di impostazione

da 0,00 fino a

400,00 Hz

4, 5 - Selezione del tempo di accelerazione e decelerazione

Si può passare, tramite l’attivazione di segnali digitali opportuni a tempi di accelerazione e decelerazione alternativi pre-impostati nei codici delle funzioni da E10 a E15. Assegnare i valori 4 e 5 ai morsetti di ingresso digitali scelti per tale funzione. La combinazione dei segnali di ingresso determina le diverse coppie di tempi di accelerazione e decelerazione, nel modo seguente:

Combinazione dei segnali di ingresso dei valori impostati

4

[RT1]

5

[RT2] off off on off on off on on

Tempi di accelerazione e decelerazione selezionati

F07 t ACC 1

F08 t DEC 1

E10 t ACC 2

E11 t DEC 2

E12 t ACC 3

E13 t DEC 3

E14 t ACC 4

E15 t DEC 4

Funzioni correlate:

F07~F08

E10~E15

5 Selezione delle Funzioni 75

ITM_G11.book Seite 76 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

6 - Marcia e arresto con pulsanti automantenimento (funzionamento a 3 fili)

[HLD]

Questa selezione viene effettuata per il funzionamento a 3 fili. Il segnale FWD o REV viene mantenuto automaticamente quando [HLD] è attivo, e l’auto-mantenimento cade quando [HLD] viene disattivato. Per utilizzare questa funzione del morsetto [HLD], assegnare 6 al morsetto di ingresso digitale stabilito.

FWD

REV

HLD

Rotazione in avanti

Rotazione inversa

ON

Ignorato

ON

ON ON

ON

ON

7 - Arresto impulsi in uscita (arresto del motore per inerzia) [BX]

Quando l’ingresso BX è attivato, l’uscita dell’inverter viene interrotta immediatamente causando l’arresto del motore per inerzia. Nessun segnale di allarme verrà emesso. Se viene rioperato un comando di marcia (FWD or REV) con

BX e P24 non collegati, l’avviamento avverrà con la frequenza di avvio. Per utilizzare questa funzione del morsetto BX, assegnare il valore

"7" al morsetto di ingresso digitale stabilito.

FWD

REV

BX

Rotazione Rotazione in avanti

Ignorato in avanti

Rotazione in avanti

ON ON

ON

ON ON

8 - Reset allarme [RST]

Per terminare lo stato di allarme (trip) in cui si pone l’inverter a seguito di una anomalia, collegare RST e P24. Per assegnare ad un ingresso la funzione reset allarmi, programmare la funzione corrispondente all’ingresso al valore

"8".

9 - Allarme esterno [THR]

Aprendo il collegamento di THR e P24 durante il funzionamento si blocca l’uscita dell’inverter (il motore si arresta per inerzia) e viene emesso l’allarme OH2, che viene auto-mantenuto e cancellato tramite un’operazione di reset (RST).

Questa funzione viene utilizzata ad es. per proteggere la resistenza di frenatura esterna e altri componenti dal surriscaldamento. Per utilizzare questa funzione, assegnare il valore "9" al morsetto di ingresso stabilito. Quando questa funzione del morsetto non è impostata, si presume che l’ingresso sia ON.

10 - Marcia ad impulsi [JOG]

Questa funzione viene utilizzata per la marcia ad impulsi (avanzamento a passi es. allo scopo di posizionare un pezzo da lavoro). Negli istanti in cui il morsetto JOG è collegato a P24, il funzionamento ha luogo con la frequenza ad impulsi impostata nella funzione C20 anche mentre il comando di funzionamento FWD o REV è attivato. Per utilizzare la funzione del morsetto JOG, assegnare il valore "10" al morsetto di ingresso digitale stabilito.

11 - Commutazione riferimento frequenza 2/ riferimento frequenza 1[Hz2/Hz1]

Il morsetto programmato a questo valore, permette di commutare fra due differenti modalità di regolazione del riferimento di frequenza (impostazione delle funzioni F01 e C30).

Stato ingresso digitale off on

Selezione riferimento frequenza

Riferimento frequenza 1 (vedi F01)

Riferimento frequenza 2 (vedi C30)

76

Marcia e arresto con pulsanti

5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 77 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

12 - Commutazione motore 2/motore 1

[M2/M1]

Questa funzione abilita i parametri definiti per l’azionamento di un secondo motore, attraverso le funzioni da A01 a A18.

Questo ingresso è abilitato alla commutazione solo quando non vi è comando di marcia ed il motore si è completamente arrestato (modo

STOP). Non è abilitata a 0 Hz con comando di marcia inserito (modo RUN).

Stato del segnale di ingresso impostato a 12 off

Motore selezionato on

Motore 1

Motore 2

Funzioni correlate:

A01~A18

13 - Comando di frenatura in CC [DCBRK]

Se la frequenza di uscita, dopo che si è comandato un arresto motore (STOP da pannello di comando o da morsettiera) diviene inferiore al livello impostato in F20, ha luogo un’iniezione di corrente continua al motore per il livello di corrente stabilito con F21, per il tempo (solo se non nullo) impostato in F22. Tale tempo può venire prolungato a piacere mantenendo chiuso con

P24 il morsetto di ingresso programmato a 13.

Stato del segnale di ingresso impostato a 13 off on

Funzionamento selezionato

Tempo frenatura DC secondo F22

Iniezione di corrente continua al motore

14 - Limite di coppia 2/limite di coppia 1 [TL2/

TL1]

L’ingresso digitale programmato al valore 14, permette di rendere attivo il secondo set di valori per la limitazione della coppia erogata dal motore. I valori dei limiti di coppia sono impostati tramite le funzioni F40, F41 ed E16, E17.

Stato del segnale di ingresso impostato a 14 off

Valore limite della coppia selezionato

F40 LIM COPPIA AZ

F41 LIM COPPIA

FREN

Funzioni correlate:

F40~F41

E16~E17

on

E16 LIM COPPIA AZ

E17 LIM COPPIA

FREN

Impostazione:

AZ 20 a 200%, 999

FREN 20 a 200%, 999

5 Selezione delle Funzioni 77

ITM_G11.book Seite 78 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

15 - Commutazione alimentazione motore tra linea e inverter (linea 50 Hz) [SW50]

Permette di gestire agevolmente le operazioni dell’inverter qualora si ricorra, attraverso un sistema di contattori, alla commutazione per l’alimentazione del motore direttamente da rete elettrica (50 Hz) a inverter e viceversa. L’operazione non prevede l’arresto del motore.

Segnale di ingresso impostato a

15 off on on off

Funzione

Commutazione da inverter a linea

(50 Hz)

Commutazione da linea a inverter

(50 Hz)

16 - Commutazione alimentazione motore tra linea e inverter (linea 60 Hz) [SW60]

Permette di gestire agevolmente le operazioni dell’inverter qualora si ricorra, attraverso un sistema di contattori, alla commutazione per l’alimentazione del motore direttamente da rete elettrica (60 Hz) a inverter e viceversa. L’operazione non prevede l’arresto del motore.

Segnale di ingresso impostato a

16 off on on off

Funzione

Commutazione da inverter a linea

(60 Hz)

Commutazione da linea a inverter

(60 Hz)

Quando il segnale di ingresso digitale viene disattivato, l’uscita inverter si porta a 50 o 60 Hz dopo il tempo di attesa per il riavvio successivo ad una momentanea mancanza di alimentazione (codice della funzione H13). Il motore viene poi azionato direttamente dall’inverter.

17

17 - Comando UP/DOWN [UP]/[DOWN]

Quando viene attivato l’ingresso digitale configurato come [UP] o come [DOWN], la frequenza di uscita può essere rispettivamente aumentata o diminuita. Il range di modifica va da 0 fino alla frequenza massima. Non sarà possibile realizzare con questa funzione il funzionamento nella direzione opposta utilizzando sempre lo stesso comando di funzionamento (FWD o REV).

Combinazione dei segnali di ingresso del valore impostato

18 off

17 off

Funzione selezionata

(Quando il comando di funzionamento è attivato)

Mantiene la frequenza di uscita.

off on on on off

Aumenta la frequenza di uscita secondo il tempo di accelerazione.

Diminuisce la frequenza di uscita secondo il tempo di decelerazione on Mantiene la frequenza di uscita.

Vi sono due tipi di funzionamento UP/DOWN come indicato di seguito. Impostare il tipo desiderato impostando il parametro F01 (o C30).

Impostazione della frequenza

F01 (o C30)

Valore iniziale a ingresso di corrente on

8

(UP/

DOWN1)

9

(UP/

DOWN2)

Frequenza al successivo comando di marcia

Frequenza di avvio.

Frequenza di avvio

Frequenza

FWD

(REV)

ON

OFF

Frequenza precedentemen te memorizzata

Riferimento frequenza precedente allo stop o all’interruzione dell’alimentazione.

Frequenza

FWD

(REV)

ON

OFF

78 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 79 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

19 - Abilitazione alla modifica dei parametri tramite TASTIERA (permesso modifica dati)

[WE-KP]

Questa funzione consente la modifica dei dati per mezzo della tastiera, solo quando viene fornito il segnale esterno all’ingresso programmato al valore 19. Tale funzione può essere usata per la protezione dei dati di programmazione.

Ingresso digitale impostato a 19 off on

Funzione

Impedisce la modifica dei dati.

Consente la modifica dei dati.

Nota:

Se un ingresso viene configurato al valore 19, i dati non possono più essere modificati. Per riabilitare la modifica dati, collegare il morsetto a P24 e modificarne l’impostazione ad un altro valore.

20 - Annullamento del controllo PID [Hz/PID]

Il controllo PID può essere disattivato tramite un ingresso digitale esterno.

Ingresso digitale impostato a 20 off on

Funzione selezionata

Funzioni correlate:

H20~H25

Attivazione del controllo PID.

Disattivazione del controllo PID

(impostazione di frequenza dal pannello di comando).

21 - Complemento alla frequenza massima del segnale analogico in ingresso. Funzione inversa (morsetti 12 e C1) [IVS]

L’ingresso analogico (morsetti 12 e C1) può essere complementato al valore massimo consentito in questo ingresso. Es. se il livello di tensione

(o corrente) di ingresso analogico, è tale che fout=5 Hz (con fmax= 50 Hz), attivando l’ingresso programmato a 21, fout diverrà 45 Hz.

Segnale di ingresso impostato off on

Funzione selezionata

Funzioni correlate:

F01

Funzionamento con caratteristica (rif. freq. analogico - frequenza d’uscita) lineare a pendenza positiva.

Funzionamento con caratteristica (rif. freq. analogico - frequenza d’uscita) lineare a pendenza negativa

22 - Controllo ripresa motore con teleruttore in uscita (52-2) [IL]

Quando viene installato un contattore sul lato di uscita dell’inverter ed il contatto si apre nel momento in cui si verifica una momentanea mancanza di alimentazione, ciò può impedire il verificarsi delle corrette operazioni per il riavvio in caso di momentanea mancanza di alimentazione, ritardando la scarica del bus DC intermedio.

L’operazione di riavvio in caso di una momentanea mancanza di alimentazione può essere effettuata efficacemente per mezzo dell’informazione sul guasto di tensione rilevato esternamente e fornita all’inverter tramite un segnale digitale esterno.

Stato dell’ingresso digitale impostato a 22 off on

Funzione

Nessuna mancanza momentanea di alimentazione

Rilevata mancanza momentanea di alimentazione

23 - Annullamento del controllo di coppia tramite ingresso analogico [Hz/TRQ]

Se viene attivata la selezione del controllo di coppia da ingresso di tensione analogica (funzione H18 a valore 1 o 2), questa operazione può essere inibita tramite l’ingresso programmato al valore 23.

Stato dell’ingresso digitale impostato a 23 off on

Funzione selezionata

Funzioni correlate:

H18

Funzione del controllo di coppia attiva.

Il valore della coppia erogata è proporzionale al valore di tensione sul morsetto 12.

Funzione del controllo di coppia inattiva.

La tensione di ingresso al morsetto 12

è il valore del riferimento di frequenza, oppure il valore della retroazione PID quando è selezionata la funzione del controllo PID (H20 = 1 o 2).

5 Selezione delle Funzioni 79

ITM_G11.book Seite 80 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

24 - Attivazione del collegamento seriale

(RS485 standard o Bus di campo) [LE]

La frequenza di riferimento e i comandi marcia e arresto tramite il collegamento seriale, possono essere abilitati o disabilitati attraverso il segnale esterno programmato a 24. Selezionare la tipologia di controllo tramite H30, "Funzione del collegamento seriale".

Stato dell’ingresso digitale impostato a 24 off on

Funzione selezionata

Funzioni correlate:

H30

Controllo tramite collegamento seriale disabilitato

Controllo tramite collegamento seriale abilitato

25 - DI universale [U-DI]

Assegnando il valore "25" ad un morsetto di ingresso digitale questo viene trasformato in un morsetto digitale universale. Lo stato ON/OFF di detto ingresso può essere verificato tramite il collegamento RS485 o l’opzione BUS DI CAMPO.

Questo morsetto di ingresso viene utilizzato esclusivamente per verificare la presenza di un segnale in ingresso tramite il collegamento seriale e non influisce sul funzionamento dell’inverter.

26 - Modalità di ripresa al volo [STM]

La modalità di riavvio (ripresa al volo) stabilita nella funzione H09 può essere attivata o disattivata tramite l’ingresso programmato al valore

26.

Stato dell’ingresso digitale impostato a 26 off on

Funzione selezionata

Funzioni correlate:

H09

Modalità di riavvio secondo la funzione H09 disattivata

Modalità di riavvio secondo la funzione H09 attivata

27 - Attivazione opzione PG-SY (opzione)

[PG/Hz]

28 - Comando di sincronizzazione (opzione)

[SYC]

29 - Comando velocità zero per l’opzione PG

[ZERO]

32 - Comando di pre-eccitazione opzione PG

[EXITE]

Queste funzioni sono dedicate all’utilizzo della scheda opzionale PG o SY.

Consultare i manuali di istruzione relativi.

30 - Comando di arresto forzato con decelerazione attualmente selezionata [STOP1]

31 - Comando di arresto forzato con tempo di decelerazione 4 [STOP2]

Aprendo il morsetto (normalmente chiuso) di ingresso programmato al valore 31 [STOP1], si causa l’arresto del motore con tempo fissato di ca. 3 sec. e l’emissione dell’allarme "Er6".

Nel caso del morsetto [STOP2], il tempo di decelerazione viene determinato tramite E15 (DEC

TIME 4).

Questa funzione ha la priorità in tutte le modalità di funzionamento (controllo da morsettiera, tastiera, trasmissione seriale...).

Nel caso di

[STOP2], il tempo viene stabilito tramite

E15 (t DEC 4)

FWD o

REV

[STOP1] o

[STOP2]

Allarme

ON

ON

ON

ON

Er6

Impostazioni di fabbrica dei morsetti

Ingresso digitale

Morsetto X1

Morsetto X2

Morsetto X3

Morsetto X4

Morsetto X5

Morsetto X6

Morsetto X7

Morsetto X8

Morsetto X9

Valore di impostazione

Impostazioni di fabbrica

Descrizione

0

1

2

3

Selezione livello di velocità

[SS1]

Selezione livello di velocità

[SS2]

Selezione livello di velocità

[SS4]

Selezione livello di velocità

[SS8]

4

5

6

7

8

Selezione tempi di accelerazione e decelerazione [RT1]

Selezione tempi di accelerazione e decelerazione [RT2]

Autoritenuta nel funzionamento a 3 fili [HLD]

Comando di azzeramento immediato tensione di uscita

[BX]

Reset allarme [RST]

80 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 81 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E10

E11

E12

Tempo di accelerazione 2

Tempo di decelerazione 2

Tempo di accelerazione 3

E13

E14

Tempo di decelerazione 3

Tempo di accelerazione 4

E15 Tempo di decelerazione 4

Si possono impostare in questi parametri i tre tempi di accelerazione e decelerazione alternativi ai primari F07 e F08, ed attivabili con le combinazioni dei morsetti RT1 ed RT2.

Le gamme di funzionamento e impostazione sono le stesse di quelle del tempo di accelerazione 1 e di decelerazione 1. Si vedano le funzioni F07 e F08.

Per commutare i tempi di accelerazione e decelerazione, selezionare due morsetti qualunque da X1 con E01 a X9 con E09 come morsetti di ingresso per la selezione dei segnali.

Impostare "4" (morsetto 1 selezione tempi di accelerazione e decelerazione) e "5" (morsetto 2 selezione tempi di accelerazione e decelerazione) in due qualsiasi funzioni degli ingressi digitali. La commutazione è possibile durante l’accelerazione, la decelerazione o il funzionamento a velocità costante.

DEFAULT

E 1 0

A C C T I M E 2 10.00

E 1 1

D E C T I M E 2

E 1 2

A C C T I M E 3

E 1 3

D E C T I M E 3

E 1 4

A C C T I M E 4

E 1 5

D E C T I M E 4

10.00

15.00

15.00

3.00

3.00

Per modelli da 30 kW in poi, l’impostazione di fabbrica dei tempi di accelerazione E10 - E15 è di 100.00 sec.

Esempio: se si programma il morsetto di ingresso X2 al valore 4 (funz. E02 impostata su 4) e il morsetto di ingresso X3 al valore 5

(funz. E03 impostata su 5) essi divengono i due morsetti per la selezione delle rampe di accelerazione e decelerazione (vedi figura).

Funzionamento

FWD

(REV)

ON

Frequenza di uscita

ON

ON

Tempo

Frequenza massima

Tempo accel

1

Tempo decel

1

Tempo accel

2

Tempo decel

2

Tempo accel

3

Tempo decel

3

Tempo accel

4

Tempo decel

4

E16 Limite di coppia 2 (trasmissione)

E17

Limite di coppia 2 (frenatura)

In queste funzioni è consentita la programmazione del secondo set di limiti di coppia in trasmissione e frenatura (in alternativa ai parametri F40 ed F41), ed attivabile tramite il segnale di controllo degli ingressi digitali scelto e debitamente programmato a 14.

<=30 kW >= 30 kw

E 1 6

D R V T R Q 2 180 150

E 1 7

B R K T R Q 2 150 100

Funzioni correlate: da

E01

a

E09

(Valore di impostazione: 14)

5 Selezione delle Funzioni 81

ITM_G11.book Seite 82 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E20 Uscita Y1 (selezione funzione)

E24

Uscita a contatto Y5A - Y5C

(selezione funzione)

I segnali di uscita di controllo e monitoraggio inverter, emessi dai morsetti [Y1] fino a [Y5].

sono programmabili attraverso queste funzioni. I morsetti da [Y1] a [Y4] utilizzano l’uscita a transistor; i morsetti [Y5A] e [Y5C] utilizzano un contatto pulito di relé.

DEFAULT

E 2 0

Y 1 F U N C 0

E 2 1

Y 2 F U N C

E 2 2

Y 3 F U N C

E 2 3

Y 4 F U N C

E 2 4

Y 5 F U N C

7

10

1

2

Impostazione

Segnale di uscita

4

5

2

3

0

1

6

Inverter in funzione (motore in rotazione)

[RUN]

Raggiungimento del riferimento frequenza

[FAR]

I° livello frequenza raggiunto [FDT1]

Segnale di rilevamento sottotensione [LV]

Rilevamento polarità della coppia [B/D]

Limitazione di coppia attivata [TL]

Riavvio automatico dopo momentanea mancanza di alimentazione [IPF]

7

8

Preallarme sovraccarico [OL1]

Controllo inverter tramite tastiera [KP]

9 Arresto inverter [STP]

10 Inverter pronto [RDY]

11 Commutazione linea/inv [SW88]

12 Commutazione linea/inv [SW52-2]

13 Commutazione linea/inv [SW52-1]

14 Motore 2 abilitato [SWM2]

15 Marcia abilitata [AX]

16

Cambio stadio nel funzionamento ciclico

[TU]

17

18

19

Segnale di completamento del ciclo nel funzionamento ciclico [TO]

Individuazione numero stadio nel funzionamento ciclico: morsetto 1 [STG1]

Individuazione numero stadio nel funzionamento ciclico: morsetto 2 [STG2]

Impostazione

Segnale di uscita

20

Individuazione numero stadio nel funzionamento ciclico: morsetto 4 [STG4]

21 Uscita 1 indicazione allarme [AL1]

22 Uscita 2 indicazione allarme [AL2]

23 Uscita 3 indicazione allarme [AL4]

24 Uscita 4 indicazione allarme [AL8]

25

26

Ventole di raffreddamento in funzione

[FAN]

Attivazione funzione di reset automatico

[TRY]

27 DO Universale (RS485) [U-DO]

28

29

30

*

Preallarme surriscaldamento radiatore

[OH]

Scheda opzionale di sincronizzazione angolare: sincronizzazione avvenuta [SY]

-

31

Raggiungimento secondo livello di frequenza [FDT2]

32 Secondo livello allarme sovraccarico [OL2]

33 Segnale morsetto C1 off [C1OFF]

34

*

Segnale di presenza velocità [N-EX]

Nota:

per i segnali di uscita contrassegnati con *, consultare i manuali delle istruzioni per la scheda PG o della scheda di sincronizzazione.

82 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 83 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

0 - Inverter in funzione (motore in rotazione)

[RUN]

L’uscita è attiva se l’inverter emette frequenza non nulla che causa la rotazione del motore. Quando la funzione di frenatura in CC è attiva, il segnale "RUN" è disattivato.

1 - Raggiungimento del riferimento frequenza

[FAR]

Si veda la spiegazione della funzione E30 ([ampiezza intervallo]).

2 - Rilevamento I° livello frequenza [FDT1]

Si veda la spiegazione delle funzioni E31 e E32

(rilevamento frequenza).

3 - Segnale rilevamento sottotensione [LV]

Se la tensione del bus DC scende al di sotto di un livello di tensione fissato (400V) per interruzione dell’alimentazione, si attiva la funzione di protezione per sottotensione (LU) e il segnale di uscita va attivo. Il segnale ritorna basso se la tensione in ingresso viene ripristinata e sale al di sopra del livello fissato. Il segnale viene mantenuto mentre è attiva la funzione di protezione per sottotensione.

4 - Polarità di coppia [B/D]

Questa funzione determina la polarità di coppia calcolata nell’inverter ed emette un segnale indicante la coppia di trasmissione o la coppia frenante. Per la coppia di trasmissione il segnale è basso; con coppia frenante il segnale è alto.

5 - Limitazione di coppia [TL]

Quando si attiva la limitazione di coppia, secondo il valore impostato, viene regolata automaticamente la frequenza di uscita per non superare la coppia limite impostata, e viene attivato questo segnale di uscita. Questo segnale viene emesso mentre vengono limitate la corrente o la coppia, o la rigenerazione del carico.

6 - Riavvio automatico dopo momentanea mancanza di alimentazione [IPF]

Nel caso di una momentanea mancanza di alimentazione, questa funzione segnala in uscita lo stato dell’operazione di riavvio, e comunica il completamento dell’operazione di ripristino.

A seguito di un guasto di rete temporaneo, questo segnale va alto quando al ritorno dell’alimentazione, l’operazione di sincronizzazione con la frequenza precedente al guasto si è compiuta.

Se è previsto il riavvio a 0 Hz al ripristino dell’alimentazione, non viene emesso alcun segnale poiché non viene ripristinata la frequenza precedente alla mancanza di alimentazione.

7 - Preallarme di sovraccarico [OL1]

Prima che il motore si arresti tramite la funzione elettronica di relé termico di protezione da sovraccarico, è possibile avere un’uscita preventiva che va alta quando il carico raggiunge un livello percentuale impostato di pre-allarme. Sia la protezione elettronica di sovraccarico che il preallarme di sovraccarico della corrente di uscita possono essere selezionate.

Per la procedura di impostazione, si veda "E33

Preallarme di sovraccarico (selezione dell’operazione)" e "E34 Preallarme di sovraccarico (livello di corrente)".

Nota:

Questa funzione è operativa per il solo motore 1.

8 - Modalità di utilizzo tastiera [KP]

L’uscita viene attivata quando sono abilitati i tasti sul pannello di comando funzionamento e di arresto.

, e

(F02 impostata a 0) per impartire i comandi di

5 Selezione delle Funzioni 83

ITM_G11.book Seite 84 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9 - Arresto inverter [STP]

Questa funzione emette un segnale inverso a quello di ”In funzione” (RUN) per indicare velocità zero del motore. L’uscita è attiva anche con la funzione di frenatura in CC.

10 - Inverter pronto [RDY]

Questa uscita si attiva quando l’inverter è pronto al funzionamento, ossia quando dopo l’alimentazione del circuito di potenza e di controllo non si verifica alcun allarme. E’ necessario circa un secondo dall’alimentazione affinché l’inverter si trovi in condizione di funzionamento normale.

11, 12, 13 - Commutazione Linea/inverter

[SW88] [SW52-2] [SW52-1]

Nelle operazioni di commutazione tra linea e inverter per l’alimentazione del motore, può essere utilizzata la sequenza di selezione ed emissione dei segnali di apertura e chiusura dei contattori magnetici collegati all’inverter. Poiché l’operazione di sincronizzazione con la rete di alimentazione è piuttosto complessa, contattare la Silectron Sistemi o il distributore Fuji più vicino.

Poiché la sequenza funzionerà automaticamente quando viene selezionato SW88 o SW52-2, non selezionare alcunchè se tale modalità non deve essere utilizzata.

14 - Motore 2 abilitato [SWM2]

Quando un segnale per la commutazione al motore 2 viene attivato nel morsetto prescelto tra

[X1]..[X9], questa funzione prevede l’attivazione di una uscita per la commutazione del teleruttore motore. Questo segnale non viene emesso in stato di RUN dell’inverter, oppure quando è in funzione la frenatura in CC. Pertanto dopo aver arrestato l’uscita, riattivare la commutazione

15 - Marcia abilitata [AX]

Quando viene impartito un comando di marcia motore (in avanti o indietro), l’uscita programmata a questo valore va alta. Quando viene impartito un comando di arresto, il segnale si spegne dopo che l’uscita dell’inverter si è arrestata.

Quanto viene impartito un comando arresto immediato impulsi in uscita BX (arresto del motore per inerzia), l’uscita va bassa immediatamente.

16 - Cambio stadio nel funzionamento ciclico

[TU]

Quando cambia lo stadio nel funzionamento ciclico, l’uscita programmata a questa funzione emette un segnale impulsivo (100 ms) per comunicare un cambiamento di stadio avvenuto.

17 - Segnale di completamento del ciclo durante il funzionamento ciclico [TO]

Quando le sette fasi di un ciclo di lavoro sono state completate, l’uscita programmata a questa funzione emette un segnale impulsivo (100 ms) per comunicare il completamento delle fasi.

18, 19, 20 - Individuazione dello stadio corrente durante il funzionamento ciclico

[STG1], [STG2], [STG4]

Con la modalità di funzionamento ciclico attivata, attraverso questa funzione si determina la fase (stadio) attiva.

Stadio del ciclo di lavoro

Livello 1

Livello 2

Livello 3

Livello 4

Livello 5

Livello 6

Livello 7

STG 1

Morsetto di uscita

STG 2 STG 4 on off off on off off on off on off on on off off on on off on on on on

Quando la modalità di funzionamento ciclico non

è attivata o non è selezionata alcuna fase, i morsetti di uscita non emettono segnali.

84 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 85 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

21, 22, 23, 24 Indicazione di allarme [AL1]

[AL2] [AL4] [AL8]

Dalla combinazione di quattro uscite opportunamente programmate a questi valori è possibile, attraverso la tabella seguente, risalire al tipo di allarme attuale se l’inverter si trova in fault.

Dettaglio dell’allarme

(funzione di protezione dell’inverter)

Sovracorrente, guasto di terra, fusibile saltato

Sovratensione

Mancanza tensione in ingresso, guasto in una fase di ingresso

Sovraccarico motori 1 e 2

Sovraccarico inverter

Sovratemperatura dissipatore o sovratemperatura interno inverter

Ingresso allarme esterno attivato (sovratemperatura resistenza di frenatura)

Errore memoria, errore di

CPU

Errore di trasmissione dati con il pannello di comando o errore di comunicazione con l’opzione

Errore dell’opzione

Errore sul collegamento in uscita

Errore di comunicazione

RS485

Velocità eccessiva, disinserzione scheda opzione PG

Morsetto di uscita

AL1 AL2 AL4 AL8 on off on off on off on off on off off on off off on on off off on on off off on off off on off off off on on on on off off off on on on off off off off off off off on on on on on on

In condizioni normali i morsetti non emettono alcun segnale.

25 - Ventole di raffreddamento in funzione

[FAN]

Inerentemente alla funzione "H06" per il controllo dello spegnimento della ventola di raffreddamento, viene emesso un segnale se la ventola è in funzione.

26 - Attivazione funzione di reset automatico

[TRY]

Quando un valore uguale a 1 o superiore viene impostato nella funzione "H04" per il reset automatico di un allarme, viene emesso un segnale non appena l’inverter va in protezione e durante il successivo riavvio.

27 - DO universale [U-DO]

Assegnando il valore "27" ad un morsetto di uscita a transistor, lo si trasforma in un morsetto

DO universale.

Tramite questa funzione l’uscita si attiva o disattiva esclusivamente attraverso la comunicazione seriale RS485 o l’opzione OPEN BUS.

Questa funzione permette esclusivamente l’attivazione via link di un’uscita e non è in relazione al funzionamento dell’inverter.

28 - Preallarme surriscaldamento radiatore

[OH]

Attribuisce al morsetto di uscita la funzione di controllo temperatura radiatore inverter. Viene emesso un segnale di pre-allarme se la temperatura raggiunge e supera il livello massimo diminuito di 10 °C.

31 - Raggiungimento secondo livello di frequenza [FDT2]

Il significato di questa funzione è analogo alla funzione sul "Rilevamento di frequenza" [FDT1]; il livello di rilevamento della frequenza di uscita e l’ampiezza dell’isteresi sono determinate da

E36 e E32.

32 - 2° Secondo livello allarme sovraccarico

[OL2]

Questa funzione emette un segnale sull’uscita corrispondente quando la corrente di uscita supera il livello in "E37 OL2 LEVEL" per un tempo superiore all’impostazione in "E35 OL

TIMER".

33 - Segnale al morsetto C1 off [C1OFF]

Questa funzione si attiva quando la corrente di ingresso del morsetto C1 è inferiore a 2 mA.

5 Selezione delle Funzioni 85

ITM_G11.book Seite 86 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Impostazioni di fabbrica

Uscite digitale

Morsetto Y1

(transistor)

Morsetto Y2

(transistor)

Morsetto Y3

(transistor)

Morsetto Y4

(transistor)

Morsetto Y5

(relé)

Impostazioni di fabbrica

Valore di impostazione

Descrizione

0

1

2

7

Inverter in funzione [RUN]

(motore in rotazione)

Raggiungimento del riferimento frequenza

[FAR]

Rilevamento I° livello frequenza [FDT1]

Preallarme di sovraccarico [OL1]

10 Inverter pronto [RDY]

E25 Contatto Y5Ry

(modalità eccitazione)

Questa funzione specifica se eccitare il relé

Y5 allo stato basso o alto del segnale corrispondentemente assegnato.

DEFAULT

E 2 5

Y 5 R Y M O D E 0

Impostazione

Funzionamento

0

1

Con segnale OFF, Y5A -Y5C: OFF

Con segnale ON, Y5A -Y5C: ON

Con segnale OFF, Y5A -Y5C: ON

Con segnale ON, Y5A -Y5C: OFF

Quando il valore impostato è 1, e l’uscita Y5

è programmata al set di fabbrica, il contatto

Y5 (inverter pronto) si eccita quando viene stabilita la tensione di controllo dell’inverter

(circa un secondo dopo l’alimentazione).

E30 FAR - riferimento di frequenza raggiunto (isteresi frequenza)

Questa funzione regola l’ampiezza dell’intervallo di rilevamento eguaglianza fra la frequenza di riferimento e la frequenza di uscita inverter per l’attivazione del segnale FAR.

L’ampiezza di rilevamento può essere regolata da 0 fino a 10 Hz rispetto al riferimento frequenza.

E 3 0

F A R H Y S T R

DEFAULT

2.5

Gamma di impostazione: 0,0 fino a 10,0 Hz

Quando la frequenza è compresa nell’ampiezza di rilevamento impostata, viene emesso un segnale dalle uscite [Y1] fino a [Y5] programmate ad 1.

Frequenza di uscita

+Ampiezza di rilevamento

Frequenza impostata

-Ampiezza di rilevamento

+Ampiezza di rilevamento

Riferimento frequenza

-Ampiezza di rilevamento

Segnale di rilevamento della frequenza

(morsetti

Y1 fino a

Y5)

E31

Raggiungimento frequenza 1

FDT1 (livello)

E32

Raggiungimento frequenza 1

FDT1 (isteresi)

Questa funzione determina il livello per il rilevamento della frequenza di uscita, nonché la relativa ampiezza dell’isteresi. Al rilevamento, quando cioè la frequenza di uscita supera il livello di funzionamento impostato, si ha l’attivazione di un’uscita (Y1-Y5) opportunamente programmata. Il segnale decade quando la frequenza di uscita inverter, scende al di sotto del livello diminuito dell’isteresi impostata.

DEFAULT

E 3 1

F D T 1 L E V E L

E 3 2

F D T H Y S T R

50

1.0

Gamma di impostazione

(Livello di funzionamento):0 fino a 400 Hz

(Ampiezza dell’isteresi):0,0 fino a 30,0 Hz

Frequenza di uscita

Riferimento frequenza

ON

Ampiezza dell’isteresi

Livello di attivazione

Livello di rilascio

Tempo

86 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 87 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E33

Allarme sovraccarico OL1

(modalità di intervento)

Selezionare uno dei seguenti due tipi di preallarme di sovraccarico: preallarme tramite funzione di protezione elettronica di sovraccarico termico o preallarme per superamento livello corrente di uscita.

DEFAULT

E 3 3

O L 1 W A R N I N G 0

Valore di impostazione

0: protezione elettronica di sovraccarico

1: corrente di uscita

Valore di impostazione

Funzione

0

1

Descrizione

Protezione elettronica di sovraccarico termico

Corrente di uscita

Preallarme tramite la protezione elettronica di sovraccarico con caratteristica inversa tempo-corrente di uscita.

La impostazioni sulla selezione del funzionamento e la costante di tempo termica sono le stesse delle funzioni F10,

F11 ed F12.

Viene attivato il preallarme di sovraccarico quando la corrente di uscita supera il livello di corrente impostato in E34 per il tempo impostato in timer con la funzioneE35.

E34 Preallarme sovraccarico OL1

(livello)

Questa funzione determina il livello di attivazione della protezione elettronica di sovraccarico termico della corrente di uscita.

E 3 4

O L 1 L E V E L

DEFAULT

I n mot

Gamma di impostazione: da 5 fino al 200% della corrente di uscita nominale dell’inverter

Il livello di rilascio dell’uscita è il 90 % del valore impostato.

E35 Preallarme sovraccarico OL1

(timer)

DEFAULT

E 3 5

O L T I M E R 10.0

Questa assume significato se la funzione E33

(modalità di funzionamento del relé elettronico di sovraccarico) è impostata al valore 1

(corrente di uscita).

Gamma di impostazione:

0,1 fino a 60,0 secondi

Impostare il tempo che intercorre dall’istante in cui il livello di corrente impostato viene raggiunto, all’istante di attivazione dell’allarme.

E36 Raggiungimento frequenza 2

FDT2 (livello)

Questa funzione determina il livello di rilevamento della frequenza di uscita per il "2° Rilevamento del livello frequenza [FDT2]". Può essere usata per la protezione di un secondo motore.

DEFAULT

E 3 6

F D T 2 L E V E L 50

Gamma di impostazione (Livello di funzionamento): da 0 a 400 Hz

E37

Funzione allarme sovraccarico OL2 (livello)

Questa funziona determina il livello di corrente per la funzione "Rilevamento del livello di sovraccarico 2 [OL2]".

E 3 7

O L 2 L E V E L

DEFAULT

I n mot

Gamma di impostazione: da 5 fino al 200% della corrente di uscita nominale dell’inverter

Il livello di rilascio dell’uscita è il 90 % del valore impostato.

E37 LIVELLO OL2

Corrente di uscita

LIVELLO OL2 x 90 %

TEMPO OL

ON

5 Selezione delle Funzioni 87

ITM_G11.book Seite 88 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E40 Coefficiente display A

E41

Coefficiente display B

Questi di conversione possono essere utilizzati per visualizzare sul display a LED, indicazioni come la velocità di carico, o di linea, setpoint o feed-back del PID, etc. attraverso un coefficiente di proporzionalità.

DEFAULT

0.01

0.00

E 4 0

C O E F

E 4 1

C O E F

A

B

Gamma di impostazione

Coefficiente display A:

-999,00 fino a 0,00 fino a +999,00

Coefficiente display B:

-999,00 fino a 0,00 fino a +999,00

Velocità di carico e di linea.

Utilizzare il coefficiente display A.

valore mostrato = frequenza di uscita x

(0,01 fino a 200,00)

Sebbene la gamma di impostazione sia +/-

999,00, la gamma effettiva dei dati indicati sul display è da 0,01 fino a 200,00.

Set-point e valore di retroazione (feed-back) del controllore PID.

Impostare il valore massimo del dato visualizzato sul display in E40, "Coefficiente display A", e il valore minimo in E41,

"Coefficiente display B".

Valore mostrato =

(valore di set-point o valore di retroazione) x (coefficiente del display A - B) + B

Valore mostrato

E42 Filtro display a LED

Tra i dati elencati in "E43 Selezione display a

LED, alcuni possono non venire visualizzati istantaneamente nella loro variazione. Per tali dati, può essere utilizzato un filtro di soppressione della variazione per il miglioramento della visualizzazione.

DEFAULT

F L 0.5

E 4 2

D I S P L A Y

Gamma di impostazione:

0,0 fino a 5,0 secondi

Setpoint o valore di retroazione

88 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 89 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E43

E44

Display LED

(selezione grandezza visualizzata in modalità RUN)

Display LED

(selezione grandezza visualizzata in modalità STOP)

Con l’inverter in modo STOP ed in modo

RUN, è possibile visualizzare sul display a

LED alcuni dati, come l’impostazione di frequenza, l’impostazione del PID etc.

Durante il funzionamento (RUN), viene mostrata la grandezza selezionata in E43

In E44 (Display LED nella modalità di arresto), specificare se mostrare le grandezze impostate o le stesse grandezze visualizzate in modo RUN (vedi tabella seguente).

Impostazione di

E43

E44=0

All’arresto

E44=1

In RUN

2

3

4

0

1

5

6

7

Riferimento frequenza

(Hz)

Riferimento frequenza

(Hz)

Frequenza di uscita (prima della compensazione dello scorrimento) [Hz]

Frequenza di uscita (dopo la compensazione dello scorrimento) [Hz]

Riferimento frequenza [Hz]

Corrente di uscita [A]

Tensione di uscita (valore del comando) [V]

Velocità sincrona di riferimento (r/min.)

Velocità sincrona

[r/min]

Riferimento di velocità della linea (m/min.)

Riferimento di velocità di rotazione del carico (r/min.)

Velocità della linea [m/ min]

Velocità di rotazione del carico [r/min]

8

9

Valore di coppia calcolato [%]

Potenza di uscita [kW]

10

11

Valore 1 di set-point PID (immesso direttamente dal pannello di comando)

Valore 2 di set-point PID (immesso da "F01

Frequenza 1")

12 Valore di retroazione PID

E 4 3

L E D

E 4 4

L E D

M N T R

M N T R 2

DEFAULT

0

0

Display del riferimento frequenza.

Quando il riferimento frequenza è visualizzato o cambiato attraverso il pannello di comando, viene mostrato il valore riportato nella tabella sottostante. Selezionare la grandezza mostrata sul display tramite E43 (Display

LED in RUN). Questa indicazione non viene influenzata da E44 (Display LED in modo

STOP).

Valore impostato a E43

Impostazione di frequenza

0, 1, 2, 3, 4 Riferimento frequenza [Hz]

5 Riferimento di velocità sincrona [r/min]

6

7

Riferimento velocità di linea [m/min]

Riferimento velocità del carico [r/min]

8,9 Valore impostato della frequenza [Hz]

10, 11, 12 Valore impostato della frequenza [Hz]

Nota:

Per i valori da 10 fino a 12 impostati a

E43, il dato viene mostrato solo quando è selezionato in H20 il funzionamento controllo PID.

Nota:

Per i valori da 10 fino a 12 impostati a

E43, il dato viene mostrato solo quando selezionato in "H20 Controllo PID (selezione del funzionamento)".

5 Selezione delle Funzioni 89

ITM_G11.book Seite 90 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

E45 Display LCD

(selezione grandezza)

seleziona la grandezza da mostrare sul display LCD in modalità funzionamento.

DEFAULT

E 4 5

L C D M N T R 0

Impostazione

Display

0

1

Stato del funzionamento, direzione di rotazione, guida all’uso

Frequenza di uscita (prima della compensazione dello scorrimento), corrente di uscita, valore della coppia calcolati e mostrati in bar-graph.

Valore di impostazione: 0

Durante il funzionamento

60,00

RUN

FWD

PRG MENU PRG

F/D SHIFT LED

E46 Display LCD (lingua)

Questa funzione seleziona la lingua dei dati mostrati sul display LCD.

E 4 6

L A N G U A G E

DEFAULT

1

Impostazione

0

1

2

Lingua mostrata

Giapponese

Inglese

Tedesco

Impostazione

3

4

5

Lingua mostrata

Francese

Spagnolo

Italiano

Nota:

La lingua inglese è utilizzata per tutti i display LCD di questo manuale essendo l’impostazione di fabbrica.

E47 Display LCD (contrasto)

Questa funzione regola il contrasto del display

LCD.

Aumentare o diminuire il valore impostato per aumentare o diminuire il contrasto.

E 4 7

C O N T R A S T

DEFAULT

5

All’arresto

60,00

STOP

PRG MENU PRG

F/D SHIFT LED

Valore di impostazione: 1

60,00

Hz

A

%

Fout / lout / TRQ

Valore a fondo scala del diagramma a barre

Grandezza

Frequenza di uscita

Corrente di uscita

Valore di coppia calcolato

Fondo scala

Frequenza massima

200 % del valore nominale dell’inverter

200 % del valore nominale del motore

Nota:

Il valore di fondo scala non può venire modificato

Impostazione 0, 1, 2 8, 9, 10

Display Basso Alto

90 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 91 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

C: funzioni di controllo della frequenza

C01

C02

C03

C04

Salto frequenza 1

Salto frequenza 2

Salto frequenza 3

Isteresi salto frequenza

Questa funzione crea delle discontinuità (salti) nel riferimento frequenza, che consentono di evitare con la frequenza di uscita valori che possano evidenziare risonanze meccaniche dell’intero sistema.

Possono essere impostati fino a tre punti di salto frequenza.

Questa funzione non agisce quando le frequenze di risonanza da 1 a 3 sono impostate a 0 Hz.

Il salto frequenza non viene compiuto in accelerazione o decelerazione, ma solo durante la variazione del riferimento.

Quando diversi intervalli di salto frequenza confinano o si sovrappongono parzialmente, essi vengono sommati a determinare l’intervallo totale di interruzione del riferimento.

DEFAULT

C 0 1

J U M P H z - 1

C 0 2

J U M P H z - 2

C 0 3

J U M P H z - 3

0

0

0

Valore di impostazione da 0 a 400 Hz

A passi di 1 Hz (min.)

C 0 4

J U M P

DEFAULT

H Y S T R 3

Valore di impostazione da 0 a 30 Hz

A passi di 1 Hz (min.)

Frequenza di uscita [Hz]

Ampiezza salto frequenza

Ampiezza salto frequenza

Ampiezza salto frequenza

Salto frequenza 2

Salto frequenza 3

Salto frequenza 1

Riferimento frequenza [Hz]

Frequenza di uscita [Hz]

Ampiezza salto frequenza attuale

Ampiezza salto frequenza

Salto frequenza 1

Salto frequenza 2

Riferimento frequenza [Hz]

5 Selezione delle Funzioni 91

ITM_G11.book Seite 92 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

C05

~

C19

Livello di frequenza 1

~

Livello di frequenza 15

I livelli fissi di frequenza da 1 a 15 possono essere attivati tramite le funzioni SS1, SS2,

SS4 e SS8 attribuite ai morsetti di ingresso digitali. (Si vedano le funzioni da E01 a E09 per la definizione dei morsetti).

L’ingresso si presume OFF per ogni morsetto non definito di SS1, SS2, SS4 e SS8.

DEFAULT

C 0 5

M U L T I H z - 1 0.00

C 0 6

M U L T I H z - 2 0.00

C 0 7

M U L T I H z - 3 0.00

C 0 8

M U L T I H z - 4 0.00

C 0 9

M U L T I H z - 5 0.00

C 1 0

M U L T I H z - 6 0.00

C 1 1

M U L T I H z - 7 0.00

C 1 2

M U L T I H z - 8 0.00

C 1 3

M U L T I H z - 9 0.00

C 1 4

M U L T I H z 1 0 0.00

C 1 5

M U L T I H z 1 1 0.00

C 1 6

M U L T I H z 1 2 0.00

C 1 7

M U L T I H z 1 3 0.00

C 1 8

M U L T I H z 1 4 0.00

C 1 9

M U L T I H z 1 5 0.00

Valore di impostazione

0 fino a 400 Hz

Per passi da 0,01 Hz (min.)

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(Valore di impostazione: 0 fino a 3)

C20

Frequenza di JOG

(marcia ad impulsi)

Questa funzione imposta la frequenza per la marcia ad impulsi del motore.

DEFAULT

C 2 0

J O G H z 5.00

Gamma di impostazione: da 0,00 a 400,00 Hz

L’avvio con la frequenza ad impulsi è collegata alla selezione del segnale marcia ad impulsi JOG tramite pannello di comando o morsettiera di controllo. Per dettagli, si vedano le funzioni "E01 Morsetto X1", fino a "E09

Morsetto X9".

Frequenza di uscita [Hz]

92

ON

ON ON ON ON ON ON ON ON

ON ON

ON

ON

ON

ON

ON

5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 93 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

C21

Funzionamento ciclico

(selezione della modalità)

Il funzionamento secondo cicli di lavoro, consente di impostare automaticamente tempi di funzionamento, direzioni di rotazione, tempi di accelerazione e decelerazione e livello di frequenza.

Per utilizzare questa funzione, impostare 10 nella funzione "F01 Impostazione di frequenza".

Possono essere impostati i seguenti cicli di lavoro.

DEFAULT

C 2 1

P A T T E R N

Funzioni correlate:

F01

,

C30

(Valore di impostazione:10)

0

C22

~

C28

Cicli di lavoro (stadio 1)

~

Cicli di lavoro (stadio 7)

Sette stadi di operazioni automatiche possono essere eseguiti consecutivamente (per valori delle funzioni) secondo i valori impostati nelle funzioni da "C22 Cicli di lavoro (fase 1)", a "C28 Cicli di lavoro (fase 7)". Per ogni funzione, a cui corrisponde uno stadio di funzionamento (associato ad un livello di frequenza

C05..C11), va impostato il tempo di funzionamento, la direzione di rotazione e i valori dei tempi di accelerazione e decelerazione.

DEFAULT

C 2 2

S T A G E

C 2 3

S T A G E

C 2 4

S T A G E

C 2 5

S T A G E

C 2 6

S T A G E

C 2 7

S T A G E

C 2 8

S T A G E

5

6

7

3

4

1

2

0.00 F1

0.00 F1

0.00 F1

0.00 F1

0.00 F1

0.00 F1

0.00 F1

Impostazione

0

1

2

Modalità esecuzione cicli di lavoro

Per eseguire un ciclo di lavoro e di seguito arrestare il motore.

Per eseguire cicli di lavoro ripetutamente. Arrestare il motore utilizzando il comando di arresto.

Per eseguire un ciclo di lavoro e di seguito continuare il funzionamento con l’ultima frequenza impostata.

Valore di impostazione: 0

Avanti

Frequenza di uscita

Indietro

Valore di impostazione: 1

Avanti

Frequenza di uscita

Indietro

Fine di un ciclo

Tempo

Fine di un ciclo

Tempo

Operazione.

Gamma del valore

Tempo di funzionamento stadio

Direzione di rotazione

Tempo di accelerazione e decelerazione

0. 00 fino a 6000 s

F: Avanti

R: Indietro

1: Tempo di accelerazione 1 (F07), tempo di decelerazione 1 (F08)

2: Tempo di accelerazione 2 (E10), tempo di decelerazione 2 (E11)

3: Tempo di accelerazione 3 (E12), tempo di decelerazione 3 (E13)

4: Tempo di accelerazione 4 (E14), tempo di decelerazione 4 (E15)

Nota:

Il tempo di funzionamento assunto è costituito dalle tre cifre più significative dell’impostazione.

Valore di impostazione: 2

Fine di un ciclo

Avanti

Frequenza di uscita

Indietro

Tempo

5 Selezione delle Funzioni 93

ITM_G11.book Seite 94 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Esempio di impostazione

100 F 3

Tempi di accelerazione e decelerazione: 3 (E12, E13)

Direzione di rotazione del motore:

In avanti

Tempo di funzionamento: 100s

Impostare il tempo di funzionamento a 0,00 per fasi non utilizzate, che vengono saltate nell’operazione.

Il valore di frequenza impostato in ciascuno stadio, è assegnato tramite la sequenza di livelli fissi riportati nella tabella sottostante. Impostare le frequenze desiderate tramite "C05 Frequenza costante 1", fino a "C11 Frequenza costante 7".

N° livello

Livello 1

Livello 2

Livello 3

Livello 4

Livello 5

Livello 6

Livello 7

Frequenza del funzionamento da impostare

Livello di frequenza 1 (C05)

Livello di frequenza 2 (C06)

Livello di frequenza 3 (C07)

Livello di frequenza 4 (C08)

Livello di frequenza 5 (C09)

Livello di frequenza 6 (C10)

Livello di frequenza 7 (C11)

Esempio di impostazione per i cicli di lavoro

Funzione

Impostazione

Frequenza dello stadio da impostare

C21

(selezione del funzionamento)

1 -

C22 (livello 1) 60,0F2

C23 (livello 2) 100F1

C24 (livello 3) 65,5R4

C25 (livello 4) 55,0R3

C26 (livello 5) 50,0F2

C27 (livello 6) 72,0F4

C28 (livello 7) 35,0F2

Livello di frequenza 1

(C05)

Livello di frequenza 2

(C06)

Livello di frequenza 3

(C07)

Livello di frequenza 4

(C08)

Livello di frequenza 5

(C09)

Livello di frequenza 6

(C10)

Livello di frequenza 7

(C11)

Il seguente diagramma mostra questo funzionamento.

Rotazione avanti

Frequenza costante 1

(Fase 1)

Frequenza costante 2

Frequenza costante 5

Frequenza costante 6

Frequenza costante 7

(Fase 7)

Frequenza costante 3

Frequenza costante 4

Rotazione indietro

60,0 s 100 s 65,5 s 55,0 s 50,0 s 72,0 s 35,0 s

Valore di impostazione: 16

0,1 s

Valore di impostazione: 17

Segnali di uscita dai morsetti Y1 - Y5:

Tempo

0,1 s

Marcia e arresto vengono controllati premendo i tasti e o aprendo e chiudendo i morsetti di controllo.

Quando si utilizza il pannello di comando, premendo il tasto mento.

Premendo il tasto si avvia il funzionaviene eseguita una pausa nell’avanzamento dello stadio.

Premendo il tasto di nuovo si riavvia il funzionamento dal punto di arresto secondo le fasi.

Se si verifica un arresto con allarme, premere il tasto per azionare la funzione di protezione dell’inverter e premere il tasto riavviare l’avanzamento di fase. per

Se è necessario avviare il funzionamento dalla prima fase "C22 Cicli di lavoro (fase 1)", impartire un comando di arresto e premere il tasto . Se si verifica un arresto con allarme, premere il tasto per rilasciare la funzione di protezione e premerlo nuovamente per ripristinare il ciclo dal I° stadio.

94 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 95 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Note:

1. La direzione di rotazione non può essere cambiata tramite un comando impartito dal tasto sul pannello di comando o morsetto [REV]. Ogni comando impartito per il cambiamento del senso di rotazione viene annullato. Selezionare la rotazione in avanti o inversa nelle impostazioni di ogni fase. Quando vengono utilizzati i morsetti di controllo per le operazioni di marcia e arresto, non è attivo neppure l’autoritenuta del comando di marcia.

Selezionare un controllo alternativo.

2. Alla fine di un ciclo, il motore decelera fino ad arrestarsi secondo il valore impostato in "F08

Tempo di decelerazione 1".

(morsetti [UP] e [DOWN])

Si veda la spiegazione delle funzioni E01 fino a E09 per dettagli.

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(valori

17, 18

)

10:impostazione tramite cicli di lavoro.

Si veda la spiegazione delle funzioni C21 fino a C28 per dettagli.

Funzioni correlate:

C21

fino a

C28

11:impostazione tramite ingresso digitale o ingresso con treno di impulsi. Opzionale

1)

.

Per il metodo di impostazione, si veda la spiegazione della funzione F01.

C30 Riferimento frequenza 2

Questa funzione seleziona il metodo di impostazione frequenza.

DEFAULT

C 3 0

F R E Q C M D 2 2

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(Valore di impostazione: 11)

F01

0: impostazione tramite pannello di comando

(tasti

)

1: impostazione tramite ingresso di tensione

(morsetto [12] (0 fino a +10 V)

+ morsetto [V2](0 fino a +10 V))

2: inattivo

3: inattivo

4: inversione di velocità con polarità

(morsetto [12] (-10 fino a +10 V))

5: inversione di velocità con polarità (morsetto

[12]+[V2]+[V1](Opzione

1)

) (da -10 a +10 V))

6: impostazione a riferimento inverso

(morsetto [12] +[V2] (+10 V fino a 0))

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(Valore di impostazione: 21)

7: inattivo

8: impostazione da comando UP/DOWN 1

(valore iniziale = 0, frequenza di avvio)

(morsetti [UP] e [DOWN])

Funzioni correlate:

E01

fino a

E09

(Valore di impostazione: 17, 18)

9: impostazione tramite il tipo di comando UP/

DOWN 2

(valore iniziale frequenza = ultimo valore selezionato)

C31

Soglia (morsetto[12])

C32 Guadagno (morsetto[12])

Queste funzioni impostano la soglia (offset) e il guadagno per il morsetto di ingresso analogico in tensione, 12. La soglia rappresenta la frequenza di uscita voluta anche in assenza di segnale sul riferimento analogico (regolazione in percentuale) e il guadagno determina la pendenza della caratteristica segnale analogico - riferimento frequenza (morsetto [12]).

C 3 1

B I A S 1 2

DEFAULT

0.0

C 3 2

G A I N 1 2 100.0

Gamma di impostazione:

SOGLIA: -100 fino a +100 %

GUADAGNO: 0,0 fino a 200 %

Funzioni correlate:

F17

ed

F18

Tensione morsetto 12

Guadagno

Soglia

Tensione di riferimento

5 Selezione delle Funzioni 95

ITM_G11.book Seite 96 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Effetto del guadagno sul morsetto 12

Tensione di ingresso analogica

[morsetto 12]

Effetto impostaz. soglia 12

Impostazione soglia

(quando positiva)

Valore di uscita del

Guadagno 12

Impostazione soglia

(quando negativa)

C33 Filtro riferimento analogico

I segnali analogici di ingresso ai morsetti 12 o

C1 possono contenere rumore elettrico causato da disturbi o interferenze che possono indurre alterazioni sul controllo ed instabilità. Questa funzione permette di regolare la costante di tempo del filtro sull’ingresso per attenuare l’effetto del rumore.

DEFAULT

C 3 3

R E F F I L T E R 0.05

Gamma di impostazione: da 0,00 a 5,00 secondi

Un valore alto ritarda la risposta del controllo ma lo stabilizza. Un valore di impostazione troppo basso accelera la risposta del controllo ma può renderlo instabile. Regolare il valore che bilancia i due effetti di prontezza e stabilità.

Nota:

Il valore impostato viene di solito applicato ai morsetti 12 e C1.

Per l’impostazione del filtro sul segnale di retroazione del PID vedere la funzione

H25.

Motore 1 (P: parametri del Motore)

P01

Numero poli motore 1

Questa funzione imposta il numero dei poli del motore 1 da comandare.

Se l’impostazione di questo valore è errata, viene indicata sul LED una velocità del motore incorretta (velocità sincrona).

DEFAULT

P 0 1

M 1 P O L E S 4

Valori di impostazione: 2, 4, 6, 8, 10, 12, 14

P02

Motore 1 (potenza in kW)

Viene preimpostato di fabbrica il valore corrispondente all’inverter. L’impostazione dovrebbe essere modificata se si comanda un motore con taglia diversa.

DEFAULT

P 0 2

M 1 - C A P P nom mot

Valori ammessi per modelli di inverter da 22 kW o inferiore: motore da 0,01 a 45 kW

Valori ammessi per modelli di inverter da 30 kW o superiore: da 0,01 a 500 kW

Impostare la taglia del motore applicato fra quelle elencate a pag. 9-1, "Specifiche Standard". Impostare un valore compreso nella gamma che si estende in potenza da due taglie inferiori a una taglia superiore del motore nominale applicato. Quando viene impostato un valore al di fuori di questa gamma, non viene garantito un controllo accurato. Se viene impostato un valore compreso tra due taglie in potenza, verrà considerato il dato relativo alla taglia ad esso inferiore.

Quando l’impostazione di questa funzione viene modificata, i valori delle seguenti funzioni correlate vengono automaticamente impostati al dato del motore trifase standard

FUJI.

-- P03 Motore 1 (corrente nominale)

-- P06 Motore 1 (corrente a vuoto)

-- P07 Motore 1 (%R1)

-- P08 Motore 1 (%X1)

96 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 97 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Nota:

I valori impostati per il motore trifase standard sono 400 V, 50 Hz, 4 poli.

P03 Motore 1 (corrente nominale)

Questa funzione imposta il valore della corrente nominale del motore 1.

DEFAULT

P 0 3

M 1 - I r I nom mot

Impostazione: da 0,00 a 2,000 A

P04

Motore 1 (tuning)

Questa funzione misura e scrive automaticamente i dati del motore.

P 0 4

M 1 T U N 1

DEFAULT

0

Impostazione

0

1

2

Funzionamento

Inattivo

Misura la resistenza primaria (%R1) del motore e la reattanza di dispersione (%X) alla frequenza nominale a motore fermo e scrive automaticamente entrambi i valori in

P07 e P08 (tuning statico).

Misura la resistenza primaria (%R1) del motore e la reattanza di dispersione (%X) alla frequenza nominale a motore fermo, misura la corrente a vuoto (l

0

) a motore in marcia e scrive automaticamente questi valori in P06, P07 e P08 (tuning dinamico).

Nota:

Viene misurata la corrente a vuoto esclusivamente con il motore senza carico applicato.

Eseguire la procedura di tuning automatico quando la taglia del motore collegato differisce da quella dell’inverter. L’auto-tuning motore migliora il controllo e l’accuratezza del calcolo vettoriale. Sono elencati qui di seguito alcuni casi in cui effettuare il tuning motore:

- Se viene utilizzato un motore diverso da quello trifase standard FUJI ed è necessario un controllo accurato (prestazioni dell’anello di controllo).

- Quando l’impedenza sul lato di uscita può non essere trascurabile, così come quando il cavo tra l’inverter e il motore è troppo lungo o quando è collegata un’induttanza in uscita.

- Quando viene utilizzato un motore non standard o speciale o in tutti i casi in cui

%R1 o %X non sono conosciuti.

Procedura di tuning

1. Regolare la tensione nominale e la frequenza base secondo le caratteristiche del motore.

Regolare le funzioni "F03 Frequenza massima di uscita", "F04 Frequenza nominale", "F05

Tensione nominale", e "F06 Tensione massima di uscita".

2. Immettere inizialmente le costanti del motore non sintonizzabili. Impostare le funzioni "P02

Taglia", "P03 Corrente nominale" e "P06 Corrente a vuoto", (l’immissione di corrente a vuoto non è necessaria quando è selezionato il tuning dinamico (P04=2).

3. Quando viene effettuato il tuning della corrente a vuoto (P04=2), prestare attenzione alla rotazione del motore.

4. Impostare 1 (tuning statico) o 2 (tuning dinamico) alla funzione "P04 Tuning automatico". Premere il tasto per confermare il valore impostato e premere il tasto o per cominciare la procedura di tuning (o chiudere e mantenere chiuso per la durata della procedura il contatto FWD o REV in morsettiera di controllo, se F02=1 comando marcia remoto).

5. Se P04=2 la procedura di tuning può durare fino a qualche decina di secondi, poiché il motore accelera fino alla metà della frequenza base secondo il tempo di accelerazione, viene memorizzato il valore di corrente a vuoto rilevato e decelera secondo il tempo di decelerazione. Il tempo totale per la procedura di tuning varia a seconda dei tempi di accelerazione e decelerazione impostati).

6. Premere il tasto dopo il completamento del tuning. (Se F02=1 aprire il comando di marcia precedentemente impartito)

7. Fine della procedura.

Nota:

Per un eventuale secondo motore, utilizzare la funzione A13 Tuning Motore 2. In questo caso, impostare i valori sopra citati in 1 e 2, nelle funzioni (A01 - A18) relative al motore 2.

PERICOLO

Quando il valore di tuning automatico motore P04, viene impostata a 2, il motore ruota con una velocità massima proporzionale alla metà della frequenza nominale. Prestare attenzione alla rotazione del motore:

può provocare lesioni.

5 Selezione delle Funzioni 97

ITM_G11.book Seite 98 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

P05 Motore 1 (tuning in linea)

Se il motore funziona a lungo, variano le sue condizioni termiche e quindi i parametri statorici e rotorici. Questa funzione consente di determinare e registrare le variazioni di tali parametri durante la marcia, per migliorarne il controllo e contenerne le variazioni di velocità.

DEFAULT

P 0 5

M 1 T U N 2 0

Impostazione

0

1

Funzionamento

Inattivo

Attivo

P06

Motore 1 (corrente a vuoto)

Questa funzione imposta la corrente a vuoto

(corrente di eccitazione) del motore 1.

P 0 6

I o M O T 1

Valore di impostazione: da 0,00 a 2,000 A

Calcolare %X per mezzo della formula seguente:

%X =

X1+X2 XM/(X2 + XM)+Xcavo

V / ( 3 l) x100[%]

X1:

X2:

Reattanza di dispersione primaria del motore [

]

Reattanza di dispersione secondaria

(convertita a primario) del motore [

]

XM: Reattanza di eccitazione del motore [

]

Xcavo: Reattanza del cavo lato di uscita [

]

V: Tensione nominale motore [V]

I: Corrente nominale del motore [A]

Nota:

Per i valori di reattanza riferirsi al valore di frequenza nominale del motore, dato scritto in "F04 Frequenza base 1".

Quando al circuito di uscita viene collegato un reattore o un filtro, aggiungerne il valore. Utilizzare il valore 0 per valori di Xcavo trascurabili.

P07

Motore 1 (impostazione di %R1)

P08 Motore 1 (impostazione di %X)

Scrivere questi dati (manualmente o con la procedura automatica) quando viene utilizzazto un motore diverso da quello trifase standard FUJI e quando si conoscono la costante del motore e l’impedenza tra l’inverter e il motore.

DEFAULT

P 0 7

M 1 - % R 1

P 0 8

M 2 - % X

Tip. mot

Tip. mot

Calcolare %R1 per mezzo della formula seguente:

% R 1 =

R 1 + Rcavo

V / ( 3 l) x 100 [%]

R1: Valore della resistenza primaria degli avvolgimenti del motore [

]

Rcavo: Valore della resistenza del cavo lato uscita inverter [

]

V: Tensione nominale [V]

I: Corrente nominale del motore [A]

P09

Compensazione dello

scorrimento

Le modifiche di coppia resistente del carico, influenzano lo scorrimento del motore provocando variazioni di velocità del motore.

Il controllo della compensazione dello scorrimento aggiunge una frequenza (proporzionale alla coppia resistente del motore stimata) alla frequenza di uscita dell’inverter per minimizzare le variazioni di velocità del motore dovute alle variazioni di coppia del carico.

DEFAULT

P 0 9

S L I P C O M P 1 0.00

Impostazione: da 0,00 a 15,00 Hz

Il valore della compensazione dello scorrimento può calcolarsi per mezzo della formula seguente:

Valore della compensazione dello scorrimento

Frequenza

base

Scorrimento [r/min]

Velocità sincrona [r/min]

[Hz]

Scorrimento = Velocità sincrona - Velocità nominale

98 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 99 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H: funzioni di livello avanzato

H03

Ripristino set di fabbrica

Questa funzione riporta allo stato originale

(pre-impostazione del costruttore) i valori di tutte le funzioni.

DEFAULT

H 0 3

D A T A I N I T 0

Valore di impostazione

0: Disattivato.

1: Impostazione dati di fabbrica.

Per eseguire la impostazione ai dati di fabbrica, premere i tasti e contemporaneamente per impostare a 1, di seguito premere il tasto per confermare l’operazione.

I valori di tutte le funzioni vengono reimpostati a quelli di fabbrica. Il valore impostato in H03 torna automaticamente a 0 terminata la reimpostazione.

H04

Reset automatico (tentativi)

H05 Reset automatico

(intervallo di reset)

Se viene attivata una funzione di protezione dell’inverter quando questa funzione è impostata ad un valore diverso da 0, vengono eseguiti dei tentativi di ripristino del funzionamento, senza azionare allarmi o interrompere l’uscita. Impostare in questi due valori il numero di tentativi di ripresa da effettuare ed il tempo di attesa fra questi.

DEFAULT

H 0 4

A U T O - R E S E T 0

H 0 5

R E S E T I N T 5

Gamma di impostazione

(tentativi): da 0 fino a 10

(intervallo di reset): 2 fino a 20 secondi

Per disattivare la funzione di ripresa automatico dopo allarme, impostare 0 in "H04

Reset automatico (tentativi)".

Funzioni protettive dell’inverter che possono richiamare la funzione di riavvio.

OC1, OC2, OC3:

Sovracorrente

OV1, OV2, OV3:

Sovratensione

OH1:

Surriscaldamento del dissipatore dBH:

Surriscaldamento della resistenza di frenatura

OL1:

Sovraccarico motore 1

OL2:

Sovraccarico motore 2

OH3:

Surriscaldamento interno inverter

OLU:

Sovraccarico dell’inverter

Quando il valore di "H04 Reset automatico

(tentativi)" viene impostato da 1 a 10, viene impartito un comando di funzionamento dell’inverter successivo al tempo di attesa impostato in "H05 Reset automatico (Intervallo di reset)" per il ripristino delle operazioni. Se la causa dell’allarme è stata rimossa, l’inverter si riavvia senza azionare allarmi. Se la causa dell’allarme permane, viene riattivata la funzione di protezione dopo il tempo di attesa impostato in "H05 Reset automatico (Intervallo di reset) e per il numero di volte impostato in H04, fino a che la causa dell’allarme non sia stata rimossa. L’operazione di riavvio attiva l’allarme qualora il numero delle ripartenze effettuate superi quelle stabilite in H04 tentativi di reset automatico.

Il funzionamento della funzione di riprova può essere monitorato dai morsetti di uscita Y1-

Y5.

PERICOLO

Quando viene selezionata la funzione di restart automatico, il funzionamento riparte automaticamente a seconda della causa dell’arresto. (La macchina dovrebbe essere progettata in modo tale da garantire un funzionamento sicuro durante tale operazione di riavvio)

5 Selezione delle Funzioni 99

ITM_G11.book Seite 100 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Reset riuscito

Allarme

Funzione di protezione

Rilascio automatico funzione di protezione

Frequenza di uscita

Segnali di uscita

(morsetti Y1 fino a Y5)

Attivazione

Rilascio

In funzione

Intervallo di reset (H05)

0,1 s

Riavvio

Tempo

ON

Reset fallito

Allarme

Attivazione

Funzione di protezione

Rilascio automatico funzione di protezione

Frequenza di uscita

Segnali di uscita

(morsetti Y1 fino a Y5)

Rilascio

Reset allarme

In

0,1 s

Intervallo di reset

0,1 s

Intervallo di reset

Primo Secondo

0,1 s

Fine reset automatico

Tentativi impostati in H04

ON

100 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 101 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H06

Gestione avanzata della ventilazione

Questa funzione specifica se attivare il controllo ON/OFF della ventola di raffreddamento. Se l’inverter è in funzione, il controllo automatico della ventola, rileva la temperatura dell’aria di raffreddamento nell’inverter e allo scopo attiva o disattiva la ventola.

Se tale modalità non viene attivata la ventola ruota continuamente.

DEFAULT

H 0 6

F A N S T O P 0

Valore di impostazione

0: controllo ON/OFF disattivato.

1: controllo ON/OFF attivato.

Lo stato di funzionamento della ventola di raffreddamento può essere controllato ai morsetti

Y1-Y5.

H07

Caratteristica della rampa di

ACC/DEC (selezione del tipo)

Questa funzione seleziona la curve di accelerazione e decelerazione.

DEFAULT

H 0 7

A C C P T N 0

Valore di impostazione

0: Inattivo (accelerazione e decelerazione lineari)

1: Forma ad "S" lieve per accelerazione e decelerazione

2: Forma ad "S" accentuata per accelerazione e decelerazione

3: Accelerazione e decelerazione con forma curvilinea

- Forma ad S per accelerazione e decelerazione

Questa forma per la caratteristica di accelerazione e decelerazione consente una lieve riduzione della pendenza della stessa ad inizio e fine rampa, aumentando il comfort dell’azionamento diminuendo l’entità dell’impulso sul carico.

Frequenza di uscita

Forma a S lieve

Forma ad S accentuata

Caratteristiche

H07=1 (curva sinusoidale lieve)

Gamme della forma a S(

α

)

0,05 x frequenza massima di uscita

[Hz]

Tempo accelerazione con forma ad S (

β acc)

Tempo decelerazione con forma ad S (

β dec)

0,10 x tempo di accelerazione [s]

0,10 x tempo di decelerazione [s]

H07=2 (curva sinusoidale accentuata)

0,10 x frequenza massima di uscita [Hz]

0,20 x tempo di accelerazione [s]

0,20 x tempo di decelerazione [s]

Quando i tempi di accelerazione e decelerazione sono molto lunghi o molto brevi, l’accelerazione e la decelerazione vengono resi lineari.

- Accelerazione e decelerazione curvilinea

Questa funzione viene utilizzata per minimizzare i tempi di accelerazione e decelerazione nel range che include un tratto a potenza costante.

Frequenza di uscita

Acceler

Uscita massima

Frequenza impostata

Frequenza nominale

Deceler

5 Selezione delle Funzioni 101

ITM_G11.book Seite 102 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H08 Blocco del senso di rotazione inversa

Quando si teme che un cambio accidentale del senso di rotazione del motore possa causare un difetto di funzionamento, questa funzione può essere impostata per prevenire il cambiamento.

Questa funzione previene un cambiamento del senso di rotazione risultante da un collegamento dei morsetti REV e P24, da un’attivazione inavvertita del tasto , o un ingresso analogico negativo dal morsetto 12 o V1.

DEFAULT

H 0 8

R E V L O C K 0

Valore di impostazione 0: Inattivo

1: Attivo

Spiegazione dei valori impostati

1: Questa funzione è efficace quando F14 (modalità di riavvio dopo una momentanea mancanza di alimentazione) è impostata a 3, 4 o

5. Questa funzione è inoltre efficace quando è attivata l’operazione di commutazione lineainverter. Il motore viene riavviato con la frequenza corrispondente alla velocità rilevata nell’arresto in folle.

2: Oltre al riavvio successivo ad una momentanea mancanza di alimentazione e alla commutazione tra linea e inverter, questa funzione opera, rilevando la velocità dell’arresto per inerzia nella corsa in folle del motore e riavvia lo stesso alla frequenza impostata

(incluso quando viene impartito un comando di funzionamento).

Assegnando il valore "26" (modalità di ripresa al volo) ai morsetti X1 fino a X9, si può selezionare esternamente sia il metodo di avvio normale, sia con questa funzione.

0,1 s o più a lungo

0,2 s o più a lungo

ON

Tempo

H09

Modalità di ripresa al volo

Questa funzione riavvia dolcemente il motore che si sta arrestando per inerzia dopo una momentanea mancanza di alimentazione o dopo che il motore è stato sottoposto ad una forza esterna.

All’inizio, questa funzione rileva la velocità del motore portando l’uscita alla frequenza corrispondente, consentendo in questo modo un azionamento senza strappi del motore. Viene tuttavia utilizzato un metodo di riavvio normale, quando la velocità di arresto folle del motore è di 120 Hz o superiore alla frequenza dell’inverter e quando il valore impostato in

"F03 Frequenza massima" supera il valore impostato a "F15 Limite di frequenza superiore".

DEFAULT

H 0 9

S T A R T M O D E 0

Impostazione 0, 1, 2

Impostazione

0

1

2

Azionamento normale

Inattivo

Inattivo

Attivo

Riavvio dopo momentanea mancanza di alimentazione

Inattivo

Attivo

Attivo

Commutazione linea-inverter

Inattivo

Attivo

Attivo

ON

Frequenza di uscita

(velocità del motore)

Ricerca della velocità

Tempo

Accelerazione

In questo tratto, la tensione di uscita viene aumentata gradualmente per minimizzare gli strappi sul carico

Nota:

La linea tratteggiata indica la velocità del motore.

102 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 103 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H10

Funzione di risparmio energetico

Nel caso la frequenza di uscita si mantenga costante con coppia di carico non elevata e nella funzione F09 (boost di coppia 1) non sia impostato il valore "0,0", abilitando questa funzione si riduce automaticamente la tensione di uscita inverter, riducendo la potenza assorbita dalla rete, che risulta proporzionale al prodotto tensione corrente.

DEFAULT

H 1 0

E N E R G Y S A V 0

Valore di impostazione0: inattivo

1: attivo

Note:

- Utilizzare questa funzione per carichi a coppia quadratica (per es. pompe, ventilatori).

Quando viene utilizzata per un carico a coppia costante o carico variabile rapidamente, questa funzione causa un ritardo nel controllo per la risposta di coppia.

- Il risparmio energetico viene sospeso automaticamente durante l’accelerazione e decelerazione e all’attivazione della funzione di limitazione della coppia.

H11 Modalità di arresto

Questa funzione seleziona la modalità di decelerazione, quando viene impartito un comando di arresto.

DEFAULT

H 1 1

D E C M O D E 0

Valore di impostazione

0: Decelerazione per l’arresto basata sul dato impostato "H07 Accelerazione e decelerazione non lineare"

1: Arresto per inerzia

Nota:

Questa funzione agisce solamente nel caso venga impartito un comando di stop

(arresto da tastiera o morsettiera). Non è attivo se l’arresto del motore viene effettuato attraverso il riferimento frequenza.

H12

Limitazione sovracorrenti istantanee

Un blocco per rilevamento di sovracorrente, si può verificare quando il livello di protezione dell’inverter a seguito di un rapido cambiamento del carico motore. La funzione di limitazione istantanea di sovracorrente controlla l’uscita dell’inverter in corrente e non permette il superamento del livello di protezione anche a fronte di variazioni del carico.

Poiché il livello di regolazione dell’intervento della funzione di limitazione istantanea della sovracorrente non può essere regolata, deve utilizzarsi la funzione di limitazione della coppia.

Poiché la coppia erogata dal motore può essere notevolmente ridotta con l’applicazione di questa funzione di limitazione istantanea della sovracorrente, disattivare questa funzione per dispositivi come ascensori. In queste applicazioni il blocco per sovracorrente può compromettere la sicurezza dell’applicazione, pertanto andrebbe utilizzato un freno meccanico per garantire la sicurezza.

DEFAULT

H 1 2

I N S T C L 1

Valore di impostazione 0: Inattivo

1: Attivo

5 Selezione delle Funzioni 103

ITM_G11.book Seite 104 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H13 Riavvio automatico

(tempo di riavvio)

La commutazione istantanea ad un’altra linea di alimentazione motore (quando la linea di un motore in funzione viene esclusa o se si verifica su di essa una momentanea mancanza di alimentazione), può creare differenza di fase tra la linea e la tensione residua nel motore che può causare guasti di natura elettrica o meccanica. Per commutare le linee di alimentazione efficacemente, impostare il tempo di attenuazione della tensione residua sul motore. Questa funzione agisce al riavvio successivo ad una momentanea mancanza di alimentazione.

DEFAULT

H 1 3

R E S T A R T T 0.1

Nei modelli da 30 kW in poi, default = 0.5

Gamma di impostazione: 0,1 fino a 5,0 secondi

Anche se il tempo di interruzione dell’alimentazione è inferiore al valore del tempo di attesa impostato, il riavvio si attua comunque dopo quest’ultimo tempo. Quando viceversa il tempo del guasto è superiore al valore del tempo di attesa impostato, il riavvio si verifica quando l’inverter è pronto al funzionamento

(dopo circa 0,2 fino a 0,5 secondi).

H14

Riavvio automatico (riduzione della frequenza di uscita)

Questa funzione determina l’ampiezza di riduzione della frequenza di uscita per la sincronizzazione con la velocità del motore.

Questa funzione viene anche utilizzata per ridurre la frequenza e di conseguenza prevenire uno stallo in presenza di un carico pesante durante il funzionamento normale.

DEFAULT

H 1 4

F A L L R A T E 10.00

Gamma di impostazione:

0,00, 0,01 fino a 100,00 Hz/s

Quando è impostato 0,00, la frequenza viene ridotta secondo il tempo di decelerazione impostato.

Nota:

Una riduzione eccessiva di frequenza può aumentare temporaneamente l’energia di rigenerazione dal carico e attivare la funzione di protezione da sovratensione. Nel caso contrario, una riduzione troppo piccola prolunga il tempo di funzionamento della funzione di limitazione della corrente e può attivare la funzione di protezione di sovraccarico dell’inverter.

H15 Riavvio automatico

(mantenimento tensione CC)

Questa funzione riguarda il caso in cui "F14

Riavvio dopo una momentanea mancanza di alimentazione (Selezione modalità)", sia impostata a 2 o a 3.

Questa funzione avvia il controllo della tensione del bus CC se questa scende al di sotto del livello impostato di continuazione del funzionamento (livello di mantenimento).

DEFAULT

H 1 5

H O L D V 470

Gamma di impostazione: 400 fino a 600 V

Quando la tensione di alimentazione dell’inverter è elevata, può essere stabilito un buon controllo anche sotto un carico eccessivo aumentando il livello di mantenimento. Ad ogni modo, quando il livello è troppo alto, questa funzione si attiva durante il funzionamento normale e causa un movimento inaspettato.

Contattare la Silectron Sistemi se viene modificato il valore iniziale.

104 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 105 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H16

Riavvio automatico (tempo di ritenuta del consenso di marcia)

Poiché sia l’alimentazione al circuito esterno di controllo (sequenza di relé o controllore programmabile), che l’alimentazione principale dell’inverter vengono interrotte in caso di una momentanea mancanza di alimentazione, anche il comando di marcia viene interrotto contestualmente. Questa funzione permette di impostare il tempo di mantenimento nell’inverter del comando di marcia. Se la mancanza di alimentazione dura più a lungo del tempo di mantenimento automatico, viene attivata la modalità di riavvio automatico e l’inverter avvia il funzionamento in modo normale quando viene nuovamente alimentato.

(Questo tempo può essere considerato il tempo della mancanza di alimentazione consentita).

DEFAULT

H 1 6

S E L F H O L D t 999

Gamma di impostazione:

0,0 fino a 30,0 secondi, 999

Quando è impostato 999, viene mantenuto un comando di funzionamento mentre viene ristabilita l’alimentazione al controllo dell’inverter o comunque fino a quando la tensione del bus CC

è di circa 0.

H18

Controllo di coppia con segnale analogico

Questa funzione controlla la coppia del motore secondo un valore di controllo esterno.

DEFAULT

H 1 8

T R Q C T R L 0

Impostazione

0

1

2

Funzionamento

Inattivo (funzionamento tramite riferimento di frequenza)

Controllo di coppia attivo

Un ingresso di tensione analogica da 0 fino a +10 V nel morsetto 12 e la direzione di rotazione (FWD o REV) vengono utilizzate per il controllo della coppia rispettivamente di intensità e direzione.

Per valori negativi di riferimento di coppia

(da 0 fino a -10 V) viene considerato 0.

Controllo di coppia attivo

Un ingresso di tensione analogica da -10 fino a +10 V nel morsetto 12 e la direzione di rotazione (FWD o REV) vengono utilizzate per il valore di controllo della coppia.

Tensione al morsetto 12

Valore di comando della coppia

Limitazione di coppia

Regolatore

Freq. di uscita

Marcia in avanti

Marcia indietro

Corrente di coppia rilevata

Diagramma a blocchi del controllo di coppia

Il valore del comando di coppia è +200 % quando la tensione al morsetto 12 è di +10 V ed è

-200% quando la tensione è -10 V.

Nel controllo della coppia, il valore del comando di coppia e il carico del motore determineranno la velocità e il senso di rotazione.

Quando si attiva il controllo esterno di coppia, si considera come limite superiore di frequenza il minimo valore fra la frequenza massima, limite superiore di frequenza e 120 Hz. Mantenere il riferimento di frequenza ad almeno un decimo della frequenza base poiché la prestazione del controllo di coppia si deteriora a basse frequenze.

Se viene meno il comando di funzionamento durante un’operazione di controllo di coppia, il riferimento impartito ridiviene immediatamente di velocità e il motore arrestato. A questo punto la funzione di controllo di coppia non è attiva.

H19 Drive attivo

Questa funzione prolunga automaticamente il tempo di accelerazione a 60 secondi o più per evitare trip dell’inverter per sovratemperatura a causa di elevate correnti.

DEFAULT

H 1 9

A U T R E D 0

Valore di impostazione

0: Inattivo

1: Attivo

(Quando la funzione di drive attivo è attivata, il tempo di accelerazione è di tre volte superiore al tempo selezionato).

5 Selezione delle Funzioni 105

ITM_G11.book Seite 106 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H20

~

H25

Controllo PID

(selezione modalità)

~

Controllo PID

(filtro del segnale di retroazione)

Il controllore PID gestisce la regolazione dell’uscita inverter attraverso l’elaborazione di 2 segnali: il set-point (segnale di riferimento) e il feed-back (valore di retroazione) proveniente da un sensore in campo.

Confrontando continuamente questi due segnali, il controllore, regolabile con le funzioni elencate sopra, genera l’uscita opportuna per annullare (se esiste) il segnale differenza fra i due (errore). In altre parole, questo controllo tende a far coincidere il valore di retroazione

(misurato) con il valore di set-point (impostato).

Questa funzione può essere usata per il controllo del flusso, della pressione, della temperatura e di molti altri processi.

Setpoint

Azionamento

Sensore di processo

L’ingresso del valore di set-point può essere selezionato tramite F01, "Riferimento di frequenza 1", o fornito direttamente dal pannello di comando. Selezionare un morsetto tra X1

(E01) fino a X9 (E09) e impostare il valore 11

(commutazione del riferimento di frequenza).

Sia il valore di set-point che il valore di retroazione possono essere visualizzati sul display e elaborati secondo il valore impostato in

E40, "Coefficiente display A" e E41, "Coefficiente display B".

Coefficiente display A

Display

Coefficiente display B

Valore di set-point o valore di retroazione

106

Segnale di retroazione

E’ possibile selezionare il funzionamento in avanti o indietro per l’uscita del controllore

PID. Ciò consente un aumento o una diminuzione della velocità dei giri del motore a seconda dell’uscita del controllore PID.

DEFAULT

H 2 0

P I D M O D E 0

Valore di impostazione

0: Nessun controllo PID

1: Regolazione diretta

2: Regolazione inversa

Frequenza di uscita dell’inverter

Frequenza massima

Re go dir laz ion ett

inv e a

Reg ersa olaz ione

Uscita PID

5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 107 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H21 Controllo PID

(segnale di retroazione)

Questa funzione seleziona il morsetto di ingresso per il segnale di retroazione e le specifiche elettriche dell’ingresso. Selezionare un valore dalla tabella sottostante secondo le specifiche del sensore.

H 2 1

F B S I G N A L

DEFAULT

1

Impostazione

0

1

2

3

Descrizioni

Morsetto 12, ingresso in tensione, regolazione diretta (da 0 a 10 V)

Morsetto C1, ingresso in corrente regolazione diretta (da 4 a 20 mA )

Morsetto 12, ingresso in tensione, regolazione inversa (da 10 a 0 V)

Morsetto C1, ingresso in corrente, regolazione inversa (da 20 a 4 mA )

Valore di retroazione

Re go laz ion dir ett a

Reg e

inv ersa olaz ione

Ingresso

Sono considerati validi solo valori positivi del segnale di retroazione del controllo PID.

Valori negativi (per es. da 0 fino a -10 V, -10 fino a 0 V) non possono essere immessi, di conseguenza la funzione non può essere utilizzata per una regolazione inversa tramite segnale analogico negativo.

Riferimento frequenza da pannello di comando

Impostazione del

set-point di processo da pannello di comando

Impostazione di F01

(riferimento di frequenza 1)

Funzioni da E01 E09

(commutazione riferimento frequenza tra 1 e 2)

Controllore

PID

Funzioni da E01 a E09

(annullamento controllo PID)

Riferimento frequenza

Aziona mento

Sensore di processo

Morsetto 12

Regolazione diretta

Regolazione inversa

H20 (selezione del funzionamento)

Inversione del segnale

Morsetto C1

Inversione del segnale

Selezione del segnale di retroazione

5 Selezione delle Funzioni 107

ITM_G11.book Seite 108 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H22

H23

Controllo PID

(guadagno proporzionale)

Controllo PID

(guadagno integrale)

H24

Controllo PID

(guadagno differenziale)

Queste funzioni di solito non vengono utilizzate isolate ma in combinazione per la definizione di un tipo di controllo come il controllo

P, controllo PI, controllo PD e controllo PID.

Guadagno proporzionale P

Il segnale di comando è l’errore di processo

(differenza fra set-point di processo e retroazione) moltiplicato per il guadagno proporzionale.

Errore

Tempo

Valore dell’uscita corretto proporzionalmente

H 2 2

P - G A I N

DEFAULT

0.10

Gamma di impostazione: da 0,01 a 10,0 volte l’errore

P (guadagno) è il parametro che determina il livello di regolazione proporzionale al segnale errore, attuato dal controllore. Sebbene un aumento del guadagno acceleri la risposta del sistema nella correzione dell’errore, un valore eccessivo può amplificare oltremodo la risposta causando instabilità.

Risposta

I (guadagno integrale)

E’ il parametro che determina il livello di regolazione proporzionale all’integrale del segnale errore attuato dal controllore. Una regolazione di tipo integrale produce un’uscita che regola il funzionamento attraverso l’integrale del segnale errore rilevato, consentendo perciò la riduzione di eventuali errori di offset prodotti dall’uso del solo guadagno proporzionale. Un valore elevato di tale parametro migliora la regolazione (correggendo l’errore nel lungo periodo), ma può rallentare la risposta del controllore alle brusche variazioni del segnale errore.

Tempo

H 2 3

I - G A I N

Gamma di impostazione:

0,0 (Inattivo),

0,1 fino a 3600 secondi

DEFAULT

0.0

Tempo

108 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 109 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

D (guadagno differenziale)

Nella regolazione derivativa il valore dell’uscita del controllore (che influenza la frequenza di uscita) è proporzionale al differenziale del segnale errore (la sua derivata), di conseguenza è in grado di rispondere prontamente nella correzione di scostamenti improvvisi.

Controllo PD

Aumentando il tempo di integrazione con il guadagno I per ridurre l’errore statico, si può rendere il sistema instabile. Il guadagno D viene regolato per compensare il ritardo ed avere ed avere una risposta più veloce e stabile.

Controllo PID

Una combinazione opportuna dei tre guadagni permette di ottenere risposte con basso errore, accurate e stabili.

Tempo

H 2 4

D - G A I N

Gamma di impostazione:

0,00 (Inattivo),

0,01 fino a 10,0 secondi

DEFAULT

0.00

Un elevato guadagno differenziale può causare vibrazioni così come il guadagno P, ma attenua e compensa velocemente le variazioni del segnale errore. Un valore elevato del guadagno D potrebbe causare instabilità.

Controllo PI

Il controllo P da solo non può annullare completamente il segnale errore a regime. Il controllore P unitamente a quello I, viene di norma utilizzato per eliminare un errore residuo sul lungo periodo (offset). Il controllo PI agisce sempre per eliminare l’errore anche quando si verifica una variazione del set-point oppure è presente un disturbo costante. Quando il guadagno I viene incrementato, la risposta per variazioni rapide dell’errore peggiora. Il funzionamento P può essere anche utilizzato separatamente per carichi contenenti un elemento integrale.

5 Selezione delle Funzioni 109

ITM_G11.book Seite 110 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Ottimizzazione del valore PID impostato

Aggiustare la regolazione del valore PID controllando l’uscita tramite oscilloscopio. Procedere come segue:

- Aumentare il valore del "H22 Guadagno Proporzionale" fino all’insorgere di vibrazioni; diminuire poi il valore del 20% ca.

- Diminuire il valore del "H23 Guadagno Integrale" fino all’insorgere di vibrazioni; diminuire poi il valore del 20% ca.

- Aumentare il valore del "H24 Tempo Derivata" fino all’insorgere di vibrazioni; diminuire poi il valore del 20% ca.

- Per eliminare una vibrazione con un periodo superiore al valore di "H23 Tempo Integrale", aumentare il valore di H23.

Prima della regolazione

Dopo la regolazione

Regolare la curva di risposta come segue:

- Per ridurre una sovraelongazione, aumentare il valore di "H23 Guadagno Integrale" e diminuire il valore di "H24 Guadagno Derivativo".

Dopo la regolazione

Tempo

- Per eliminare instabilità con periodo azione con una frequenza approssimativamente equivalente al valore "H24 Guadagno Derivativo", diminuire il valore di H24. Se con valore

0.0 permane instabilità, diminuire il valore di

"H22 Guadagno Proporzionale".

Prima della regolazione

Dopo la regolazione

Prima della regolazione

Tempo

- Per stabilizzare rapidamente la risposta (permettendo una piccola sovraelongazione): diminuire il valore di "H23 Guadagno Integrale" o aumentare il valore "H24 Guadagno Derivativo".

Dopo la regolazione

H25 Controllo PID

Tempo

(filtro del segnale di retroazione)

Questo filtro viene utilizzato per l’ingresso del segnale di retroazione dal morsetto [12] o

[C1]. Questo filtro è utile per ridurre il rumore elettrico del segnale feed-back nel controllo

PID. Un valore impostato troppo alto, tuttavia, deteriora la risposta.

DEFAULT

H 2 5

F B F I L T E R 0.5

Gamma di impostazione: 0,0 fino a 60,0 secondi

Prima della regolazione

Tempo

110 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 111 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H26

Termistore PTC

(selezione modalità)

Attivare questa funzione quando il motore è dotato di termistore PTC per la protezione da surriscaldamento.

DEFAULT

H 2 6

P T C M O D E 0

Valore di impostazione

0: Inattivo

1: Attivo

Collegare il termistore PTC come mostrato nella figura sottostante.

Attivare l’interruttore "PTC" sulla scheda di controllo.

L’allarme generato sarà OH2: Relé termico esterno".

Resistenza interna del termistore PTC

Temperatura di allarme

Temperatura

La figura in "H26 Termistore PTC (Selezione della modalità)", indica che la resistenza 250

Ω e il termistore (valore di resistenza R legati in parallelo. Di conseguenza, la tensione

V

C1 p

) sono col-

(Livello) al morsetto [C1] può essere calcolata per mezzo della seguente formula.

250 R p

250 + R p

V

C1

=

1000 +

250 R

250 + R p p x 10 [V]

Termistore

PTC

Resistenza

250 Ohm

11

ON OFF

Vc1

H27

(Livello)

Comparatore

H27

Termistore PTC (livello)

La tensione in ingresso al morsetto [C1] viene confrontata con il livello qui impostato. Quando tale tensione è uguale o superiore alla tensione impostata (Livello), "H26 Termistore PTC

(Selezione della modalità)" si attiva l’allarme.

DEFAULT

H 2 7

P T C L E V E L 1.60

Gamma di impostazione: 0,00 fino a 5,00 V

Il termistore PTC ha la propria temperatura di allarme. Il valore della resistenza interna del termistore si modifica sensibilmente alla temperatura di allarme. Il livello di funzionamento

(tensione) viene impostato utilizzando questa modifica nel valore della resistenza.

Il livello di funzionamento viene impostato scegliendo R calcolo V

C1 p

nella formula sopra riportata di

, tale che:

R p1

< R p

< R p2

Per ottenere facilmente R p te formula.

, utilizzare la seguen-

R p

=

R p1

+ R p2

2

[

]

5 Selezione delle Funzioni 111

ITM_G11.book Seite 112 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H28 Cedevolezza caratteristica coppia-velocità

Quando due o più motori comandano una singola macchina, il motore che ruota più velocemente si trova sottoposto ad un carico superiore.

Questa funzione, variando la caratteristica coppia/velocità permette di realizzare un buon bilanciamento di carico.

Calcolare il fattore di inclinazione della caratteristica per mezzo della seguente formula:

Valore di inclinazione = Frequenza nominale

X

Riduzione velocità alla coppia nominale

[r/min]

Velocità sincrona [r/min]

[Hz]

H 2 8

D R O O P

DEFAULT

0.0

Valore di impostazione : -9,9 Hz fino a 0,0 Hz

Caratteristiche del motore

Quando la regolazione

è attiva

Coppia

Coppia nominale

Quando la regolazione

è inattiva

Velocità

Velocità sincrona

H30 Collegamento seriale

(selezione funzione)

Le funzioni di collegamento disponibili (funzioni di comunicazione) sono: RS485 (fornita standard) e collegamenti bus di campo (opzionali).

La funzione di collegamento seriale include:

1) Monitoraggio (dati, verifica dati funzione)

2) Regolazione frequenza

3) Comando di funzionamento (FWD, REV e comandi di ingresso digitale)

4) Programmazione delle funzioni

DEFAULT

H 3 0

L I N K F U N C 0

Gamma di impostazione: da 0 a 3

La trasmissione può essere attivata e disattivata tramite un ingresso digitale. Questa funzione imposta le caratteristiche del collegamento seriale quando la trasmissione è abilitata.

Impostazione

0

1

2

3

Riferimento frequenza

Disattivato

Attivato

Disattivato

Attivato

Comando marcia e arresto

Disattivato

Disattivato

Attivato

Attivato

Il monitoraggio dati e la scrittura dati funzione sono sempre attivati. La disabilitazione della trasmissione tramite l’ingresso digitale opportunamente programmato, produce lo stesso risultato che si ha programmando in 0 questa funzione. Quando è installata l’opzione bus di campo, questa impostazione seleziona la funzione di tale opzione e l’operatività dell’interfaccia RS485 è ridotta al controllo e alla scrittura dati delle funzioni. Quando l’opzione non è installata, questa impostazione seleziona la funzione del collegamento seriale RS485.

112 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 113 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

H31

~

H39

RS485 (Indirizzo)

RS485 (Intervallo di risposta)

Queste funzioni impostano le caratteristiche della trasmissione seriale RS485. Tramite queste impostazioni, si adeguano i parametri di comunicazione a quelli dell’host (es. Personal Computer) con cui avviene la comunicazione. Per maggiori dettagli, consultare il manuale tecnico relativo al protocollo di comunicazione.

Questa funzione permette l’assegnazione di un indirizzo all’inverter

DEFAULT

H 3 1

4 8 5 A D D R E S S 1

Gamma di impostazione: 1 fino a 31

Questa funzione imposta le modalità e la tempistica di gestione di un eventuale errore di trasmissione.

DEFAULT

H 3 2

M O D E O N E R 0

H 3 3

T I M E R 2.0

Gamma di impostazione: 0 fino a 3

Impostazione

0

1

2

3

Comportamento all’errore di trasmissione

Trip immediato Er 8 (arresto forzato)

Continuazione del funzionamento entro il tempo impostato in timer; allarme Er 8 al termine di tale tempo.

Continuazione del funzionamento ed esecuzione di una ritrasmissione entro il timer impostato. Se si verifica nuovamente l’errore di trasmissione viene emesso l’allarme Er8. Se non si verificano errori, il funzionamento riprende.

Continuazione incondizionata del funzionamento.

Questa funzione imposta il baud-rate.

H 3 4

B A U D R A T E

DEFAULT

1

Gamma di impostazione: da 0 a 4

Impostazione

0

1

2

3

4

Baud-rate

19200 bit/s

9600 bit/s

4800 bit/s

2400 bit/s

1200 bit/s

Questa funzione imposta la lunghezza del dato.

DEFAULT

H 3 5

L E N G H T 0

Impostazione

0

1

Lunghezza dato

8 bit

7 bit

Questa funzione imposta il bit di parità.

DEFAULT

H 3 6

P A R I T Y 0

Impostazione

0

1

2

Bit di parità

Nessuno

Pari

Dispari

Questa funzione imposta i bit di stop.

DEFAULT

H 3 7

S T O P B I T S 0

Impostazione

0

1

Bit di arresto

2 bit

1 bit

Se l’inverter viene interrogato dall’host computer (master) ad intervalli predefiniti, è possibile impostare in questa funzione il tempo oltre il quale la trasmissione si considera interrotta, a seguito di mancanza di risposta per un’interruzione del collegamento, del circuito o di un qualsiasi allarme. Segue l’errore Er8.

Questa funzione quindi, imposta il tempo tollerato di mancanza risposta.

DEFAULT

H 3 8

N O R E S t 0

Gamma di impostazione:

0 (Nessun rilevamento) da 1 a 60 secondi

Questa funzione imposta il tempo che intercorre fra un interrogazione e l’invio di una risposta (intervallo di risposta).

DEFAULT

H 3 9

I N T E R V A L 0.01

Gamma di impostazione: da 0,00 a 1,00 secondo

5 Selezione delle Funzioni 113

ITM_G11.book Seite 114 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

A: parametri secondo motore

A01

Frequenza massima motore 2

Questa funzione imposta la frequenza massima dell’uscita per il motore 2. Questa funzione è analoga a "F03 Frequenza massima 1"

Per dettagli, si veda la spiegazione di F03.

A 0 1

M A X H z - 2

DEFAULT

50

A02

Frequenza base motore 2

Questo valore di frequenza delimita la regione di funzionamento a coppia nominale del motore 2 o altresì la frequenza di uscita alla tensione nominale. Eguagliare i valori nominali del motore.

Per dettagli, si veda la spiegazione di F04.

DEFAULT

A 0 2

B A S E H z - 2 50

A03

Tensione nominale motore 2

Questa funzione imposta la tensione nominale in uscita al motore 2. Questa funzione è analoga a "F05 Tensione nominale motore

1".

Per dettagli, si veda la spiegazione di F05.

DEFAULT

A 0 3

R A T E D V - 2 400

A04 Tensione massima motore 2

Questa funzione imposta il valore massimo della tensione di uscita dell’inverter per il motore 2. Questa funzione è analoga a "F06

Tensione massima di uscita 1".

Per dettagli, si veda la spiegazione di F06.

DEFAULT

A 0 4

M A X V - 2 400

A05

Boost di coppia motore 2

Questa funzione imposta la funzione del boost di coppia per il motore 2. Questa funzione è analoga a "F09 Boost di coppia 1".

Per dettagli, si veda la spiegazione di F09.

DEFAULT

A 0 5

T R Q B O O S T 2 0.0

A06 Protezione elettronica sovraccarico termico motore 2

(impostazione)

A07

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 2

(livello)

A08

Protezione elettronica sovraccarico termico motore 2

(costante di tempo termica)

Questa funzione imposta la funzione della protezione elettronica di sovraccarico per il motore 2. Questa funzione è analoga a indicato nelle funzioni da F10 fino a F12, "Protezione elettronica di sovraccarico per il motore

1". Per dettagli, si veda la spiegazione di F10 fino a F12.

DEFAULT

A 0 6

E L C T R N O L 2 1

A 0 7

O L L E V E L 2

A 0 8

T I M E C N S T 2

I nommot

5.0

Per modelli da 30 kW in poi, default = 10.0

A09

Parametri controllo vettoriale di coppia motore 2

Questa funzione imposta i parametri del controllo vettoriale del motore 2. Questa funzione opera come "Parametri controllo vettoriale 1".

Per dettagli, si veda la spiegazione di F42.

DEFAULT

A 0 9

T R Q V E C T O R 2 0

A10

Numero poli motore 2

Questa funzione imposta il numero di poli del motore 2 da comandare. Questa funzione è analoga a "P01 Numero poli del motore 1".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P01.

DEFAULT

A 1 0

M 2 P O L E S 4

114 5 Selezione delle Funzioni

ITM_G11.book Seite 115 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

A11

Motore 2 (potenza in kW)

Questa funzione permette l’impostazione della la taglia del motore 2. Questa funzione ricalca la P02 "Motore 1 (Potenza in kW)". Per dettagli, si veda la spiegazione di P02.

DEFAULT

A 1 1

M 2 - C A P P nommot

A16

Motore 2 (impostazione di %R1)

A17 Motore 2 (impostazione di %X)

Questa funzione consente l’impostazione di

%R1 e %X del motore 2. Questa funzione è analoga a "P07 Motore 1 (impostazione di

%R1)" e "P08 Motore 1 (impostazione di

%X)". Per dettagli, si veda la spiegazione di

P07 e P08.

DEFAULT

A 1 6

M 2 - % R 1

Tip. mot

A 1 7

M 2 - % X

Tip. mot

A12 Motore 2 (corrente nominale)

Questa funzione imposta il valore della corrente nominale del motore 2. Questa funzione è analoga a "P03 Motore 1 (Corrente nominale)".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P03.

A 1 2

M 2 I r

DEFAULT

I nommot

A13 Motore 2 (tuning)

Questa funzione imposta le modalità di esecuzione della misura delle caratteristiche del motore 2. Questa funzione ricalca la "P04

Motore 1 (Tuning)".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P04.

DEFAULT

A 1 3

M 2 T U N 1 0

A18 Motore 2

(compensazione dello scorrimento)

Questa funzione imposta il valore di compensazione dello scorrimento per il motore 2.

Questa funzione è analoga a "P09 Compensazione dello scorrimento".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P09.

DEFAULT

A 1 8

S L I P C O M P 2 0.00

A14 Motore 2 (tuning in linea)

Questa funzione attiva il tuning (determinazione delle caratteristiche motore) durante la marcia del motore 2. Questa funzione è analoga a "P05 Motore 1 (Tuning in linea)".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P05.

DEFAULT

A 1 4

M 2 T U N 2 0

A15 Motore 2 (corrente a vuoto)

Questa funzione imposta la corrente a vuoto

(corrente di eccitazione) del motore 2. Questa funzione opera come "P06 Motore 1 (Corrente a vuoto)".

Per dettagli, si veda la spiegazione di P06.

DEFAULT

A 1 5

M 2 I o I

0 mot

5 Selezione delle Funzioni 115

ITM_G11.book Seite 116 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

6 Funzioni di protezione

6-1 Elenco delle funzioni di protezione

Nel caso di un’anomalia nel funzionamento dell’inverter, si attiva immediatamente la funzione di protezione, che causa il trip dell’inverter e indica il codice dell’allarme sul display, dopodiché il motore si arresta per inerzia. Per informazioni sull’allarme, si veda la Tabella 6.1.1.

Descrizione dell’allarme

Display del pannello di comando

LED LCD

Funzione di protezione

Sovracorrente

Guasto di terra

Sovratensione

Sottotensione

Fase di ingresso mancante

Surriscaldamento del dissipatore

OC1 OC DURING ACC

OC2 OC DURING DEC

OC3 OC AT SET SPD

EF

OU1 OV DURING ACC

OU2 OV DURING DEC

OU3 OV AT SET SPD

LU

Lin

GROUND

FAULT

UNDERVOLTA-

GE

PHASE LOSS

OH1 FIN OVERHEAT

Durante la fase di accelerazione

Durante la fase di decelerazione

La funzione di protezione da sovracorrente viene attivata se il livello della corrente di uscita dell’inverter supera temporaneamente il livello di corrente massima ammissibile, o per un corto circuito o un guasto di terra nel circuito di uscita.

Funzionamento a velocità costante

Se viene rilevato un guasto di terra nel circuito di uscita dell’inverter, la funzione di protezione viene attivata (solo per 30 kW or superiore).

Se il guasto di terra si verifica in un inverter di taglia 22 kW o inferiore, l’inverter viene protetto tramite la protezione da sovracorrente.

Se è necessaria una protezione di sicurezza contro lesioni personali o danni materiali, installare separatamente un relé di protezione da guasti di terra o un dispositivo per correnti di guasto verso terra.

Durante la fase di accelerazione

Durante la fase di decelerazione

Se la tensione del circuito CC supera il livello di intervento (serie da 400 V: 800 V CC) a causa della rigenerazione del motore per effetto del carico, l’uscita viene interrotta ed emesso l’allarme OU.

Tuttavia, è possibile che la funzione di protezione non venga attivata in caso di applicazione inavvertita di tensione elevata all’ingresso (es. sovratensione di linea).

Funzionamento a regime

Se la tensione CC del circuito principale cala al di sotto del livello di intervento (serie da 400 V: 400 V CC) a causa di un calo dell’alimentazione, l’uscita viene interrotta. Se viene selezionata la funzione F14 (Riavvio dopo mancanza momentanea di alimentazione), non viene segnalato alcun allarme. Se la tensione cala ad un livello incapace di mantenere l’alimentazione al circuito di controllo, è possibile che non venga segnalato alcun allarme.

Se l’inverter viene comandato con una delle tre fasi collegate a L1/

R, L2/S e L3/T dell’alimentazione del circuito principale "mancante", o se è presente una forte dissimmetria tra le stesse, può verificarsi un danneggiamento dei diodi raddrizzatori o del condensatore. In questa situazione viene emesso un allarme ed interrotta l’uscita.

Se la temperatura del dissipatore di calore aumenta a causa di un guasto della ventola di raffreddamento, o della temperatura ambiente o altro, viene attivata la funzione di protezione.

116 6 Funzioni di protezione

ITM_G11.book Seite 117 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Descrizione dell’allarme

Display del pannello di comando

LED LCD

Funzione di protezione

Segnale di allarme esterno

OH2 EXT ALARM

Se si apre il contatto dell’eventuale dispositivo esterno di frenatura

(o resistenza di frenatura) causa sovraccarico termico, se questo viene collegato al morsetto di controllo (THR), viene attivato l’allarme OH2 sull’inverter. Tale allarme ricorre anche quando interviene, se attivata, la protezione termica tramite sonda termica PTC.

Surriscaldamento interno dell’inverter

Surriscaldamento della resistenza di frenatura

OH3 HIGH AMB TEMP dbH DBR OVERHEAT

Se la temperatura all’interno dell’inverter aumenta a causa di una scarsa ventilazione, ecc., viene attivata la funzione di protezione.

Se viene selezionata la funzione di protezione elettronica di sovraccarico termico per la resistenza di frenatura (F13), verrà prodotto questo allarme onde evitare danneggiamenti alla stessa.

Sovraccarico termico

Motore 1

Sovraccarico termico

Motore 2

Sovraccarico

Inverter

Fusibile danneggiato

Errore di memoria

Errore di trasmissione dati dal pann. di comando

Errore di

CPU

Errore interfaccia schede opzionali

Arresto forzato

Errore di collegamento lato uscita

Errore di comunicazione RS485

OL1 MOTOR1 OL

OL2 MOTOR2 OL

OLU INVERTER OL

FUS DC FUS OPEN

Er1

Er2

MEMORY

ERROR

KEYPD COM

ERR

Er3 CPU ERROR

Er4 OPTN COM ERR

Er5 OPTION ERROR

Er6

OPR PROCD

ERR

Er7 TUNING ERROR

Er8 RS485 COM ERR

Questa funzione di protezione viene attivata qualora la corrente erogata al motore, in virtù del livello di corrente e della modalità di intervento impostati, possa essere causa di surriscaldamento termico per il motore, sempre che sia stato selezionata la funzione

F10 di protezione elettronica di sovraccarico termico 1.

Allarme attivato se la corrente erogata al motore, in virtù del livello e del timer impostati, può essere causa di surriscaldamento per il motore 2, sempre che sia stato selezionato il secondo motore e la funzione A04 di protezione elettronica di sovraccarico termico 2.

Se la corrente di uscita, transitoriamente supera il livello di corrente di sovraccarico stimata, viene attivata la funzione di protezione termica dell’elemento semiconduttore nel circuito di potenza dell’inverter.

Se il fusibile nell’inverter è saltato in seguito ad un corto circuito o ad un danno ai circuiti di potenza, viene attivata questa funzione di protezione (solo per 30 kW o superiore).

Se si verifica un errore di memoria, quale un dato mancante o errato, viene attivata la funzione di protezione.

Se viene rilevato un errore o un’interruzione della trasmissione tra il pannello di comando e il circuito di comando, viene attivata la funzione di protezione.

Se si verifica un errore sulla CPU inverter a causa di rumore elettrico, disturbi ecc., viene attivato tale allarme.

Errore durante l’uso di schede opzionali

Errore a seguito di un comando di arresto forzato

Se per interruzione sul circuito di uscita o anomalie del cablaggio lato uscita durante la procedura di auto-tuning, si attiva questo allarme.

Se si verifica un errore di comunicazione durante l’uso della comunicazione seriale via RS485, viene attivato l’allarme.

Tabella 6-1-1 Elenco delle indicazioni di allarme e delle funzioni di protezione

6 Funzioni di protezione 117

ITM_G11.book Seite 118 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

6-2 Reset allarme

Per superare la condizione di arresto inverter per allarme (trip), impartire il comando di reset premendo il tasto sul pannello di comando o attivando il segnale dal morsetto di controllo

(RST) dopo aver eliminato la causa dell’allarme.

Poiché il comando di reset avviene sul fronte del segnale di reset, impartire un comando di tipo

"OFF-ON-OFF", come indicato nella Fig. 6-2-1.

Comando reset OFF ON OFF

Display del pannello di comando

Indicazione dell’allarme

Display regolare

Segnale di allarme

OFF ON OFF

Trip

Figura 6-2-1 Procedura di reset allarme da comando esterno

Nell’operazione di reset allarme, disattivare il comando di marcia. Se il comando start-stop è su

ON, l’inverter riprenderà il funzionamento dopo aver eseguito il reset.

PERICOLO

Se viene attivato il reset di allarme con il comando di marcia attivo (FWD o

REV), l’inverter riprenderà il funzionamento improvvisamente; ciò potrebbe risultare pericoloso. Per garantire la sicurezza, disattivare il comando di marcia (FWD o REV) prima dell’operazione di reset allarme,

rischio di incidenti.

118 6 Funzioni di protezione

ITM_G11.book Seite 119 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

7 Soluzione dei problemi

7-1 Attivazione della funzione di protezione

1) Sovracorrente

Sovracorrente durante l’accelerazione OC1

Sovracorrente durante la decelerazione OC2

Sovracorrente a velocità costante OC3

Eliminare il corto circuito fra fasi o verso massa.

Si

È presente un cortocircuito fra fasi o verso terra sul collegamento motore (U, V, W)?

No No No

Ridurre il carico o aumentare la taglia dell’inverter.

Si

No

No

È possibile ridurre il valore del boost di coppia?

Si

No

Il valore del boost di coppia è corretto?

Si

Ridurre il valore del boost di coppia.

Il carico è eccessivo?

No No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi.

Contattare

Fuji Electric.

No

Il tempo di accelerazione è troppo breve considerato il carico?

Si

No

Il tempo di decelerazione è troppo breve considerato il carico?

Si

No

Il carico è variato improvvisamente?

Si

Aumentare il tempo

Si

È possibile aumentare il tempo di accelerazione?

No

Si

È possibile aumentare il tempo di decelerazione?

No

Ridurre il carico o aumentare la taglia dell’inverter.

Il tipo di frenatura necessita ispezione.

Contattare

Fuji Electric.

Ridurre il carico o aumentare la taglia dell’inverter.

7 Soluzione dei problemi 119

ITM_G11.book Seite 120 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2) Guasto di terra

Difetto di terra

EF

3) Fusibile interrotto

Fusibile interrotto FUS

Eliminare la dispersione verso terra.

Si

Una parte del circuito di uscita dell’inverter (cavo, motore) è accidentalmente messo a terra?

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi.

Contattare Fuji Electric.

Possibile presenza di corto circuito all’interno dell’inverter. Contattare Fuji Electric.

4) Sovratensione

Sovratensione durante l’accelerazione OU1

Sovratensione durante la decelerazione OU2

Sovratensione a regime OU3

Ridurre la tensione di alimentazione fino a raggiungere la gamma di valori ammessa.

No

La tensione di alimentazione è compresa nella gamma dei valori ammessa?

Si Si Si

La sovratensione viene attivata quando il carico viene rimosso improvvisamente?

No No No

Si

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi.

Contattare

Fuji Electric.

No

La tensione CC nel circuito principale supera la soglia del livello di protezione?

Si Si Si

No

Interviene la funzione di protezione

OU alla fine della fase di accelerazione?

Si

È possibile aumentare il tempo di decelera-

No zione?

No

Si

È possibile aumentare il tempo di decelerazione?

Si

Aumentare il tempo di decelerazione.

No

Ridurre il momento di inerzia del carico.

Si

È possibile ridurre il momento di inerzia del carico?

No No No

Viene utilizzata una resistenza di frenatura esterna o una frenatura a corrente continua?

No

Utilizzare una resistenza di frenatura esterna o attivare la frenatura a corrente continua.

Si Si Si

Controllare il tipo di frenatura. Contattare Fuji Electric.

120 7 Soluzione dei problemi

ITM_G11.book Seite 121 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

5) Sottotensione

Sottotensione LU

Si è verificato un calo

(momentaneo) di tensione?

No

Si

Eseguire un reset e riavviare l’inverter.

I componenti dell’alimentatore sono guasti o vi sono interruzioni?

Si

Sostituire i componenti guasti e riparare i collegamenti difettosi.

Guasto al circuito di controllo dell’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi, ecc. Contattare

Fuji Electric.

No

La tensione di alimentazione si trova nella gamma di valori ammessa?

No

Si

All’interno dello stessa rete di distribuzione è collegato un carico che necessita di un’elevata corrente di avvio?

Si

No

Interviene la funzione di protezione LU quando viene eccitato un relé o un interruttore magnetico?

No

Si

Modificare il sistema di distribuzione per soddisfare il valore specificato.

La taglia del trasformatore

è adeguata?

Si

Si

La tensione CC del circuito principale (tra P ed N) è superiore al livello di rilevamento specificato nella

Sezione 6-1?

No

Possibile guasto all’inverter. Contattare Fuji Electric.

6) Surriscaldamento dell’inverter e del dissipatore di calore.

Surriscaldamento dell’inverter

OH3

Surriscaldamento del dissipatore di calore OH1

Verificare la temperatura del dissipatore di calore per mezzo delle informazioni sull’allarme indicate sul pannello di comando.

La temperatura del dissipatore di calore indica -10 °C o inferiore?

No

Si

Il carico è eccessivo?

No

Si

La ventola di raffreddamento funziona?

No

Si

La circolazione dell’aria è ostruita?

No

Si

Guasto al circuito di rilevamento su

PCB. Contattare Fuji Electric.

Ridurre il carico.

Sostituire la ventola.

Rimuovere l’ostruzione.

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc.

Contattare Fuji Electric.

La temperatura ambiente rientra nella gamma di valori ammessa?

Si

No

Adottare le misure necessarie affinché la temperatura ambiente rientri nella gamma di valori ammessa.

7 Soluzione dei problemi 121

ITM_G11.book Seite 122 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

7) Allarme esterno OH2

Allarme esterno OH2

La modalità PTC H26 è attivata?

No

Il morsetto di controllo

THR (X1..X9) e P24 sono collegati ad un contatto di protezione esterno?

Si

No

Collegare un contatto di protezione esterno.

La catena di protezioni esterna funziona correttamente?

Si

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare Fuji

Electric.

Eliminare la causa dell’attivazione dell’allarme.

Si

È intervenuta la catena di protezioni?

Si

No

Il livello di PTC H27 è impostato correttamente?

Si

No

Carico elevato o guasto alla ventilazione.

Verificare il motore.

Impostare il valore corretto.

Il circuito esterno è regolare (incluse le costanti)?

No

Regolarizzare il circuito esterno.

Si

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare

Fuji Electric.

8) Sovraccarico inverter OLU e motore OL1, OL2:

Sovraccarico inverter OLU Sovraccarico motore OL1, OL2

Le caratteristiche del relé di protezione elettronica di sovraccarico termico possono previa regolazione corrispondere a quelle del motore?

Si

No

Collegare un relé di protezione elettronica di sovraccarico termico esterno.

I valori del relé di protezione elettronica di sovraccarico termico sono corretti?

Si

No

Il carico è eccessivo?

Correggere i valori

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc.

Contattare Fuji Electric.

Si

Ridurre il carico o aumentare la taglia dell’inverter.

122 7 Soluzione dei problemi

ITM_G11.book Seite 123 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9) Errore di memoria Er1, Errore trasmissione dati pannello di comando Er2, Errore CPU Er3

Indicazione di Er1, 2, 3. Visualizzazione anomala o assente sul display.

Interrompere l’alimentazione e reinserirla dopo lo spegnimento della spia di CARICA

(CRG).

L’indicazione di errore è sparita dal display LED?

Si

L’inverter è regolare. Continuare il funzionamento.

10) Collegamenti errati lato di uscita inverter Er7.

Collegamenti errati lato di uscita inverter Er7

I morsetti del circuito principale L1/R, L2/S e L3/T sono collegati alla rete di alimentazione?

Si

Vi sono viti allentate sulla morsettiera?

No

Tra le fasi vi è un forte squilibrio di tensione?

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare Fuji Electric.

No

Si

Si

No

Possibile guasto all’inverter. Contattare

Fuji Electric.

L’errore si è verificato durante il tuning automatico?

Si

I morsetti U, V, W non sono ancora stati collegati o il collegamento è interrotto?

No

Si

Collegare i morsetti o ripristinare i collegamenti.

No

Il modulo e la resistenza di frenatura sono collegate in modo anomalo?

No

Il connettore del pannello di comando è allentato?

Si

Perfezionare il collegamento.

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare Fuji

Electric.

No

Il collegamento tra i morsetti di controllo

FWD, REV - P24 è attivato?

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare Fuji

Electric.

Si

Disattivare il collegamento.

Si

11) Guasto sulla fase in ingresso

Guasto sulla fase di ingresso Lin

Collegarli correttamente o sostituire i collegamenti.

Collegare tutte e tre le fasi.

Stringere le viti sulla morsettiera.

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare

Fuji Electric.

7 Soluzione dei problemi 123

ITM_G11.book Seite 124 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

7-2 Rotazione anomala del motore

1) Se il motore non gira

Il motore non gira.

Le spie di carica (CRG) e il display LCD è attivato?

No

Si

Sono eccitati teleruttore di linea e contattore magneto-termico sul lato alimentazione?

Si

No

Eccitarli.

Eliminare la causa dell’attivazione dell’allarme, eseguire un reset e avviare il motore.

Si

Viene visualizzato un errore sul display LCD?

La tensione ai morsetti di ingresso (R/L1, S/L2,

T/L3) è regolare?

No

Verificare la presenza di problemi

(sottotensione, interruzione di fase, collegamenti allentati o interrotti) e provvedere alla soluzione.

Si No

Il comando avviene tramite pannello di comando o morsettiera?

Pannello di comando

Morsettiera

No

Tra i morsetti P1 e P(+)

è collegata un’induttanza od un ponte?

Si

Se non viene rilevato un errore, continuare il funzionamento.

Si

Il motore gira se viene premuto FWD o REV?

No

Premere il tasto "Up" e impostare la frequenza.

No

È stato impartito il comando di funzionamento in avanti o inverso?

No

Si

Si

Il cablaggio esterno tra i morsetti FWD, REV -

P24 è stato eseguito correttamente?

Si

No

Collegare.

Possibile guasto all’inverter. Contattare

Fuji Electric.

Sostituire il commutatore o il relé difettoso.

Si

Il motore si avvia quando viene premuto il tasto "Up" ?

No

No

Impostare correttamente la frequenza.

Si

La frequenza è stata impostata?

No

Si Si

Il valore del limite superiore di frequenza e il riferimento sono impostati ad un valore inferiore alla frequenza di avvio?

No

Il cablaggio esterno dei morsetti di comando 13,

12, 11, C1 e V2 o tra i morsetti X1-X9 e P24 per la selezione del livello fisso di frequenza

è stato eseguito correttamente?

Si

Eseguire il cablaggio correttamente.

Sostituire il sistema di impostazione di frequenza POT (VR), il generatore del riferimento e/o controllare i segnali di controllo.

No

(Continua)

124 7 Soluzione dei problemi

ITM_G11.book Seite 125 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

No

(Continua)

Guasto al motore

No

Carico eccessivo?

Si

Si

Vi è tensione sufficiente ai morsetti di uscita dell’inverter (U, V, W)?

Si

No

Il motore è stato collegato correttamente?

No

Il valore del boost di coppia è corretto?

Si

Il carico è eccessivo e blocca il motore.

Ridurre il carico e controllare se è stato azionato un freno (se viene utilizzato un freno meccanico).

No

Aumentare il valore del boost di coppia.

Probabile guasto all’inverter. Contattare

Fuji Electric.

Eseguire il collegamento correttamente.

Nota:

Controllare i comandi di marcia e arresto e di impostazione di frequenza, etc., sul display a LED o LCD dopo aver selezionato le rispettive funzioni.

Il motore non funziona se: viene impartito un comando di marcia mentre

è in corso un arresto per inerzia o un comando di frenatura CC; viene impartito il comando di rotazione all’indietro con il valore di "H08 Blocco del senso di rotazione" impostato a 1.

7 Soluzione dei problemi 125

ITM_G11.book Seite 126 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

2) Il motore gira ma la velocità rimane invariata

Il motore gira ma la velocità rimane invariata.

Modificare il valore.

Il valore di frequenza massima è troppo basso?

No

Si

Si

E’ attiva la limitazione di frequenza superiore o inferiore?

No

Si

Si

Il tempo impostato nel timer è troppo lungo?

No

I cicli di lavoro sono stati completati?

Aumentare il valore.

Quale metodo viene utilizzato per l’impostazione della frequenza: pannello di comando, segnale analogico, livello di frequenza costante o comando UP / DOWN?

Sono attivati i cicli di lavoro?

Comando con pannello di comando

Segnale analogico

Si

No Frequenza costante

UP/DOWN

Impostare la frequenza.

Si

La velocità cambia se si preme il tasto o ?

No

Il segnale di impostazione della frequenza

(0 fino a 10 V,

4 fino a 20 mA) può essere modificato?

Si

No

I tempi di accelerazione e decelerazione sono tutti identici?

No

Il cablaggio esterno tra i morsetti X1-X9 e P24 è corretto?

No

Si

I valori di frequenza sono diversi per ogni livello di frequenza?

No

Eseguire il cablaggio correttamente.

Modificare l’impostazione di frequenza.

No

Il cablaggio esterno tra i morsetti di comando 13, 12,

11 V2 e C1 è corretto?

Si

Sostituire il POT

(VR) guasto per l’impostazione di frequenza o il commutatore di segnale se necessario.

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare

Fuji Electric.

No

Si

Il tempo di accelerazione e decelerazione impostato è troppo lungo?

Si

Modificare i valori di tempo per conformarsi ai valori del carico.

La velocità rimane invariata anche nei seguenti casi: i segnali vengono immessi dai morsetti di comando 12 e C1 quando "F01 Riferimento di frequenza 1" e "C30 Riferimento di frequenza

2" sono impostati a 3 e non viene effettuata alcuna variazione dei segnali stessi.

Il carico è eccessivo e sono attivate le funzioni di limitazione di coppia e di limitazione di corrente.

126 7 Soluzione dei problemi

ITM_G11.book Seite 127 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

3) Se il motore entra in fase di stallo durante l’accelerazione

Il motore entra in fase di stallo durante l’accelerazione.

Il tempo di accelerazione è troppo breve?

Si

No

Il momento di inerzia del motore o il carico sono eccessivi?

No

Si

Utilizzare un cavo con sezione maggiore tra l’inverter e il motore o accorciare il cavo.

Si

C’è caduta di tensione fra inverter e motore?

Prolungare il tempo.

Viene utilizzato un motore speciale?

Si

No

Ridurre il momento di inerzia del carico o aumentare la taglia dell’inverter.

Ridurre la coppia di carico o aumentare la taglia dell’inverter.

Si

No

La coppia di carico è eccessiva?

No

Il valore del boost di coppia

è impostato correttamente?

Si

No

Aumentare il valore del boost di coppia.

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc. Contattare

Fuji Electric.

Contattare Fuji

Electric.

4) Se il motore si surriscalda

Il motore si surriscalda.

Il valore del boost di coppia è troppo alto?

No

Il motore è stato in funzione continuativamente a velocità molto bassa?

No

Il carico è eccessivo?

Si

Si

Si

No

La tensione di uscita dell’inverter

(ai morsetti U, V, W) è equilibrata?

Si

No

Guasto all’inverter o errore dovuto ad accoppiamento di disturbi ecc.

Contattare Fuji Electric.

Ridurre il valore del boost di coppia.

Utilizzare un motore a ventilazione assistita.

Ridurre il carico o aumentare la taglia del motore.

Guasto al motore

Nota

: Il surriscaldamento del motore che avviene a frequenza elevata, può essere dovuta a eccessiva distorsione di corrente filtrata in maniera insufficiente dalla reattanza di dispersione del motore

(aumentare F26). Se il problema persiste contattare Fuji Electric.

7 Soluzione dei problemi 127

ITM_G11.book Seite 128 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

8 Manutenzione e ispezione

8-1 Ispezione giornaliera

8-2 Ispezione

Periodica

Procedere con ispezioni giornaliere e periodiche per prevenire difetti di funzionamento ed assicurare affidabilità a lungo termine.

Osservare quanto segue:

Durante il funzionamento, esaminare l’inverter esternamente senza rimuovere i coperchi per assicurarsi che non vi siano funzionamenti anomali

Controllare periodicamente i seguenti punti:

1) La prestazione (secondo le specifiche standard) deve essere quella attesa.

2) Le condizioni ambientali devono soddisfare le specifiche standard.

3) L’indicazione del pannello di comando sia corretta.

4) Non devono essere riscontrati suoni, vibrazioni o odori anomali.

5) Non devono essere presenti segni di surriscaldamento o di scolorimento

Prima di eseguire le ispezioni periodiche, arrestare l’inverter, scollegarlo dall’alimentazione e rimuovere il coperchio esterno.

Tenere presente che dopo il disinserimento dell’inverter, i condensatori del circuito intermedio si scaricano lentamente. Per eliminare i rischi di scosse elettriche, assicurarsi che la spia di carica (CRG) si sia spenta e, mediante un voltmetro, che la tensione abbia raggiunto un livello di sicurezza (25 V CC o inferiore).

AVVERTENZA

1. Prima di eseguire l’ispezione, attendere almeno cinque minuti dal disinserimento dell’alimentazione per un inverter con 22 kW o inferiore, e dieci minuti per un inverter con 30 kW o superiore. (Controllare che la spia di carica (CRG) si sia spenta e che la tensione sia di 25 V CC o inferiore tra i morsetti P(+) e N(-).

Rischio di scosse elettriche.

2. La manutenzione, l’ispezione e la sostituzione delle parti devono essere eseguite solo da personale qualificato. (Non indossare oggetti di metallo quali orologi e anelli, adoperare strumentazione isolata).

3. Non apportare mai modifiche circuitali all’inverter.

Rischio di scossa elettrica e lesioni.

128 8 Manutenzione e ispezione

ITM_G11.book Seite 129 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Punti di ispezione

Misure di manutenzione Procedimento Criteri di valutazione

Luogo di installazione

Pannello di comando

1) Controllare la temperatura ambiente, l’umidità, le vibrazioni, l’atmosfera

(presenza di polvere, gas, olio o spruzzi d’acqua).

2) Controllare la presenza di strumenti o oggetti pericolosi nelle vicinanze.

1) Controllare se il display è leggibile.

2) Controllare se mancano segmenti sul display.

1) Condurre un’ispezione visiva ed utilizzare uno strumento di misura.

2) Condurre un’ispezione visiva.

1), 2)

Ispezione visiva

1) Il valore standard specificato deve essere soddisfatto.

2) La zona è sgombra.

1), 2)

Il display è leggibile e non presenta anomalie.

Parti come coperchi e contenitore

Generalità

1) Controllare la presenza di rumori o vibrazioni.

2) Controllare che le viti non siano lente.

3) Controllare che non vi siano deformazioni o danni.

4 Controllare che non vi sia uno scolorimento causato da surriscaldamento.

5) Controllare che non vi siano macchie o polvere.

1) Controllare che le viti non siano allentate o mancanti.

2) Controllare che non vi siano deformazioni, fessure, danni e scolorimento dovuti a surriscaldamento o deterioramento dell’apparecchiatura e dell’isolamento.

3) Controllare che non vi siano macchie e polvere.

Cavi e collegamenti

1) Controllare che non vi sia scolorimento o deformazione a causa di surriscaldamento.

2) Controllare che non vi siano fessure, danni o scolorimento dell’isolamento dei cavi.

Morsettiera Controllare che non sia danneggiata.

Condensatori filtro

DC

Resistenze

1) Controllare che non vi sia perdita elettrolitica, scolorimento, fessure o rigonfiamenti.

2) Controllare che la valvola di sicurezza non sia piegata o sporgente.

3) Se necessario, verificare il valore capacitivo.

1) Controllare che non vi siano odori atipici o fessure nell’isolamento dovuti a surriscaldamento.

2) Controllare che la resistenza non sia interrotta o danneggiata.

1) Ispezione visiva e uditiva

2) Serrare le viti.

3), 4), 5)

Ispezione visiva

1) Stringere.

2), 3)

Ispezione visiva

1), 2)

Ispezione visiva

Ispezione visiva

1), 2)

Ispezione visiva

3) * Verificare la durata prevista attraverso le informazioni di manutenzione e i parametri ricavati dalla misurazione con strumento apposito per la capacità.

1) Ispezione visiva e olfattiva

2) Effettuare un’ispezione visiva o usare un ohmetro dopo aver dissaldato un’estremità.

Trasformatore e reattanza

Controllare che non vi siano rumori anomali o odori sgradevoli.

Ispezione uditiva, olfattiva e visiva

1), 2), 3), 4), 5)

Regolare

1), 2), 3)

Regolare

Nota:

Lo scolorimento della barra di collegamento sul bus non comporta problemi.

1), 2)

Regolare

Regolare

1), 2)

Regolare

3) Capacità >= al valore iniziale x

0,85

1) Regolare

2) Il valore deve essere compreso nella gamma di

10% del valore nominale.

Regolare

8 Manutenzione e ispezione 129

ITM_G11.book Seite 130 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Punti di ispezione

Misure di manutenzione Procedimento

Interruttore magnetico e relé

1) Controllare che non vi siano rumori insoliti durante il funzionamento.

2) Controllare che i contatti siano puliti.

1) Ispezione uditiva

2) Ispezione visiva

Criteri di valutazione

1), 2)

Regolare

Scheda di comando e morsetti

Ventola di raffreddamento

1) Controllare che non vi siano viti o collegamenti lenti.

2) Controllare che non vi siano odori insoliti o scolorimenti.

3) Controllare che non vi siano fessure, danni, deformazioni o ruggine.

4) Controllare che non vi siano perdite elettrolitiche o danni al condensatore.

1) Controllare che non vi siano rumori o vibrazioni insolite.

2) Controllare che non vi siano viti o bulloni lenti.

3) Controllare che non vi sia scolorimento dovuto a surriscaldamento.

1) Serrare

2) Ispezione visiva e olfattiva

3) Ispezione visiva

4) * Valutare la durata prevista attraverso l’ispezione visiva e le informazioni di manutenzione.

1) Ispezione uditiva e visiva. Girare manualmente (con apparecchiatura scollegata).

2) Serrare

3) Ispezione visiva

4) * Valutare la durata prevista attraverso le informazioni sulla manutenzione

1), 2), 3), 4)

Regolare

1) La ventola deve ruotare regolarmente.

2), 3)

Regolare

Ventilazione

Controllare che non vi siano corpi estranei sul dissipatore di calore o sulle aperture di aspirazione e scarico.

Ispezione visiva Regolare

Tavola 8-2-1 Elenco delle ispezioni periodiche

* Valutazione della durata prevista secondo le informazioni di manutenzione

Le informazioni di manutenzione sono raccolte nel pannello di comando dell’inverter e indicano la capacità dei condensatori del circuito principale DC e la durata prevista dei condensatori elettrolitici sulla scheda di comando e delle ventole di raffreddamento. Utilizzare questi dati per valutare la durata prevista delle rispettive parti.

Nota:

Se l’apparecchiatura presenta delle macchie, pulire con un panno pulito.

Aspirare la polvere.

130 8 Manutenzione e ispezione

ITM_G11.book Seite 131 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

1) Determinazione della capacità dei condensatori del circuito principale

Questo inverter è dotato di una funzione che indica automaticamente la capacità dei condensatori installati nel circuito principale quando l’inverter viene riavviato dopo essere stato scollegato secondo le condizioni prescritte.

I valori iniziali di capacità vengono fissati nell’inverter alla consegna dalla fabbrica e viene mostrato il rapporto di diminuzione [%].

Utilizzare questa funzione come segue:

1. Rimuovere qualsiasi scheda opzionale dall’inverter. Disconnettere i collegamenti bus

CC ai morsetti del circuito principale P(+) e

N(-) dal dispositivo di frenatura o da eventuali inverter collegati. L’eventuale reattanza di correzione del fattore di potenza può restare collegata.

L’eventuale alimentazione fornita ai morsetti di ingresso ausiliari (R0, T0), deve essere tolta.

2. Disinserire tutti gli ingressi digitali (FWD,

REV, X1-X9) sui morsetti di comando, nonché la trasmissione RS485 se attiva.

Attivare l’alimentazione generale. Accertarsi che la ventola di raffreddamento ruoti e che l’inverter non sia in marcia. (Non importa che la funzione di trip ”relé termico esterno OH2” sia attivata a causa dell’impostazione a off del morsetto di ingresso digitale).

3. Disinserire l’alimentazione principale.

4. Riavviare l’alimentazione principale dopo che la spia di carica si è spenta completamente.

5. Visualizzare le informazioni di manutenzione sul pannello di comando verificando i valori di capacità dei condensatori incorporati.

2) Durata prevista della scheda di controllo.

Non viene misurata la capacità del condensatore, ma vengono mostrate le ore di alimentazione moltiplicate per il coefficiente della durata prevista definita in funzione della temperatura all’interno dell’inverter. Di conseguenza, le ore mostrate possono non corrispondere a quelle di funzionamento reale, ma variano a seconda dell’ambiente operativo.

Dato che le ore integrate vengono approssimate all’unità, l’alimentazione di ingresso inferiore ad un’ora verrà trascurata.

3) Durata prevista della ventola di raffreddamento.

Vengono mostrate le ore della ventola di raffreddamento. Le ore vengono approssimate all’unità, l’alimentazione di ingresso inferiore ad un’ora verrà trascurata.

Il valore mostrato deve essere considerato approssimativo, perché la durata reale della ventola di raffreddamento è condizionata in modo considerevole dalla temperatura.

Identificazione parti

Condensatore nel circuito principale

Condensatore elettrolitico sulla scheda di comando

Ventola di raffreddamento

Livello di valutazione

85% o meno del valore iniziale

61.000 ore

40.000 ore

(4,0 kW o inferiore),

25.000 ore

(Oltre 5,5 kW)

1) prevista tramite le informazioni di manutenzione

1) Durata prevista di una ventola di raffreddamento alla temperatura ambiente dell’inverter di 40 °C.

8 Manutenzione e ispezione 131

ITM_G11.book Seite 132 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

8-3 Misurazione di Potenza del

Circuito

Principale

I valori rilevati con uno strumento dipendono dal tipo di strumento impiegato, a causa delle componenti armoniche presenti nella tensione e nella corrente di alimentazione dell’inverter (ingresso inverter) e del motore (uscita inverter). Se vengono utilizzati strumenti per frequenza di rete standard (commerciale), assicurarsi che abbiano le caratteristiche riportate in Tabella 8-3-1. Il fattore di potenza non può essere misurato usando strumenti generici, che misurano lo sfasamento fra la tensione e la corrente. Se si deve misurare il fattore di potenza, misurare prima la potenza, la tensione, e la corrente in ingresso ed in uscita, e calcolare il fattore potenza usando la formula seguente:

Fattore di potenza =

Potenza [W]

3 x Tensione [V] x Corrente [A] x100 [%]

Lato d’ingresso (alimentazione)

Tipo

Tensione Corrente

Lato d’uscita (motore)

Tensione Corrente

Tensione CC del circuito di collegamento

(P(+) - N(-))

Nome strumen to

Tipo di strumento

Amperometro

A

R, S, T

A ferro mobile

Voltmetro

V

R, S, T

Wattmetro

W

R, S, T

Con raddrizzatore o a ferro mobile

Wattmetro digitale

Amperometro

A

U, V, W

A ferro mobile

Voltmetro

V

U, V, W

Wattmetro

W

U, V, W

A raddrizzatore

Wattmetro digitale

Voltmetro CC

V

A bobina mobile

Simbolo

Tabella 8-3-1 Strumenti di misura da impiegare sul circuito di potenza

Nota:

Durante la misurazione della tensione in uscita mediante un raddrizzatore, potrebbe verificarsi un errore.

Usare un wattmetro CA digitale per assicurare la precisione.

Alimentazione

Motore

132 8 Manutenzione e ispezione

ITM_G11.book Seite 133 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

8-4 Test di isolamento

Il test di isolamento tramite megger sull’inverter, non è necessario poiché tali test vengono effettuati in fabbrica. Se è necessario un test con il megger, adottare la seguente procedura. In caso contrario, l’inverter può essere danneggiato.

Lo stesso vale per il test di rigidità dielettrica. In tal caso, rivolgersi alla

Silectron sistemi.

1) Test della resistenza di isolamento per il circuito principale

1. Usare un megger con 500 V CC e isolare l’alimentazione principale prima di dare inizio alla misurazione.

2. Se è stato collegato anche il circuito di controllo, scollegare tutti i cavi.

3. Collegare i morsetti del circuito principale con cavi comuni come mostrato nella Fig. 8-4-1.

4. Eseguire il test di isolamento solo tra i cavi collegati al circuito principale e quello di terra (morsetto G).

5. Un test megger che indica 5 M

Ω o superiore è normale. (Questo è il valore misurato con un solo inverter).

Megger

Figura 8-4-1 Test di isolamento

2) Test di isolamento nel circuito di comando

Il test di isolamento e il test di rigidità dielettrica non devono essere effettuati nel circuito di comando. Utilizzare un tester con un’alta gamma di valori in ohm per il circuito di comando.

1. Scollegare tutti i cavi esterni verso i morsetti del circuito di comando.

2. Verificare la conduttività del circuito verso massa. Un valore di 1M Ω o superiore è normale.

3) Circuito di potenza esterno e circuito di comando

Scollegare tutti i cavi dai morsetti dell’inverter per assicurarsi che non vi sia tensione di prova nell’inverter.

8 Manutenzione e ispezione 133

ITM_G11.book Seite 134 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

8-5 Parti di ricambio

La durata prevista di una parte di ricambio dipende dalla sua natura, dall’ambiente e dalle condizioni di utilizzo. Per la sostituzione delle parti, consultare la Tabella 8-5-1.

Identificazione parte

Ventola di raffreddamento

Intervallo di sostituzione

3 anni

Condensatore 5 anni

Commenti

Sostituzione con un pezzo nuovo.

Sostituzione con un nuovo pezzo (stabilire dopo il controllo)

Condensatore elettrolitico sulla scheda di controllo

7 anni

Sostituzione con una scheda PCB nuova

Fusibile

Altro

10 anni

-

Sostituzione con un pezzo nuovo.

Stabilire dopo un controllo.

Tabella 8-5-1 Sostituzione delle parti di ricambio

8-6 Informazioni sul Prodotto e sulla Garanzia del Prodotto

1) Informazioni

Se il prodotto presenta un danno o un difetto o si hanno domande sul prodotto, contattare la Silectron sistemi o il punto vendita Fuji

Electric più vicino specificando: a) tipo di inverter b) numero di serie (dell’apparecchiatura) c) data di acquisto d) dettagli (pezzi danneggiati, estensione del danno, domande, entità del guasto)

2) Garanzia del prodotto

Il prodotto è garantito per un periodo di 12 mesi dalla data di consegna.

Tuttavia, la garanzia anche se non ancora scaduta, non si applica nei seguenti casi:

1. danni causati da un uso incorretto o riparazioni e modifiche improprie.

2. prodotto usato al di fuori della gamma di utilizzo prestabilita.

3. danni causati da eventuali cadute del prodotto dopo l’acquisto o nel trasporto.

4. danni causati da terremoti, incendi, inondazioni, fulmini, tensione eccessiva o altre calamità naturali e disastri minori.

134 8 Manutenzione e ispezione

ITM_G11.book Seite 135 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9 Specifiche

9-1 Specifiche standard (0.4 - 22kW)

Tipo

Potenza Motore applicato

FRN G11S-4EN

FRN G11S-4EV 1)

Nominale (CT) [kW]

Massima (VT) [kW] 1)

Grandezze nominali di uscita

Grandezze nominali di ingresso

Controllo

0,75

-

0,75

-

1,5

-

1,5

-

2,2

-

2,2

-

4,0

-

4,0

-

5,5

-

5,5

7,5

7,5

-

7,5

11

11

-

11

15

15

-

15

18,5

18,5

-

18,5

22

Potenza nominale 2) [kVA]

Tensione nominale 3) [V]

Corrente nominale 4) [A]

Continuativo (VT)

Capacità di sovraccarico

Istantaneo (CT) 1)

1,0

1,5

-

1,7 2,6 3,9 6,4 9,3 12 17 21 28

trifase 380 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella d’ingresso)

32

2,5

-

3,7

-

5,5

-

9

-

13

16,5

18

23

24

30

30

37

39

44

45

-

150% di corrente nominale 1 min,

200% di corrente nominale 0,5 s

Fase, Tensione, Frequenza trifase 380 a 480 V 50/60 Hz

Variazione di tensionee frequenza ammesse Tensione: +10 a -15% Squilibrio di tensione 6): 2% o inferiore Frequenza: +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Corrente nominale

8) [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione

(con DCR) [kVA]

Coppia di avvio

0,4

-

0,4

-

22

-

22

-

Quando la tensione di ingresso è maggiore o uguale a 310 V, l’inverter può continuare a funzionare. Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310 V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms. Possono essere selezionativari metodi di riavvio.

0,82 1,5 2,9 4,2 7,1 10,0 13,5 19,8 26,8 33,2 39,3

1,8

0,6

3,5

1,1

6,2

2,1

9,2

3,0

14,9

5,0

21,5

7,0

27,9

9,4

39,1

14

50,3

19

59,9

24

69,3

28

Frenatura

Coppia frenante

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

Coppia frenante (Con uso opzione)

5

150 %

5

3

200 % (Con controllo dinamico del vettore di coppia selezionato)

100 % 20 % 9)

5 3

5

2 3

150 %

2

Senza limiti

Senza limiti

Peso [kg]

Frenatura in CC

Protezione (IEC60529)

Metodo di raffreddamento

Conformità agli standard

Frequenza di avvio: 0,1 a 60,0 Hz Tempo di frenatura: 0,0 fino a 30,0 s Livello di frenatura:

0 a 100 % della corrente nominale

IP40

Raffreddamento naturale

-UL/cUL -Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

-TÜV (fino a 22kW) -EN61800-2 -EN61800-3

2,2 2,5 3,8 3,8

Raffreddamento tramite ventola

3,8 6,5 6,5 10 10 10,5 10,5

CT: Coppia Costante

VT: Coppia Variabile

Note:

1) Le specifiche dei modelli VT sono indicate di seguito.

Grandezze nominali di uscita

Capacità di sovraccarico 110% di corrente nominale per 1 min.

Controllo Coppia di avvio 50%

10)

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita è proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Può esservi un declassamento di corrente in caso di carichi con bassa impedenza come nei motori ad alta frequenza.

5) Quando la tensione di ingresso varia 380V a 415V a 60 Hz, la presa del trasformatore ausiliare deve essere cambiata.

6) Fare riferimento alle norme CEI EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico)

8) Valore determinato attraverso calcolo Fuji.

9) Con un motore nominale applicato, questo valore è di coppia media quando il motore decelera e si ferma da 60 Hz.

(Può variare a seconda delle perdite del motore).

10) Con boost tarato per turbomacchine (pompe e ventilatori) con F09 (A05) = 0.1-0.9;

Con boost automatico la coppia di avvio è maggiore del 150%

9 Specifiche 135

ITM_G11.book Seite 136 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Specifiche standard (30 - 500kW)

Tipo

FRN G11S-4EN

FRN G11S-4EV 1)

Nominale (CT) [kW]

-

30

-

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400

-

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400 Potenza

Motore applicato

Massima (VT) [kW] 1) 30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400 500

Grandezze nominali di uscita

Grandezze nominali di ingresso

Protezione (IEC60529)

Metodo di raffreddamento

Peso [kg]

Potenza nominale 2) [kVA]

Tensione nominale 3) [V]

32 43 53 65 80 107 126 150 181 218 270 298 373 420 531 trifase 380 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella d’ingresso)

Corrente nominale 4) [A] 60 75 91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 740

Continuativo (VT) 60 75 91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 650 960

Capacità di sovraccarico

Istantaneo (CT) 1)

150% di corrente nominale 1 min,

180% di corrente nominale 0,5 s trifase 380 a 440 V/50 Hz 380 a 480 V/60 Hz 5) Fase, Tensione, Frequenza

Variazione di tensione/ e frequenza ammesse

Tensione: +10 a -15% Squilibrio di tensione 6): 2% o inferiore Frequenza: +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Corrente nominale 8) [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione

(con DCR) [kVA]

Quando la tensione di ingresso è maggiore o uguale a 310 V, l’inverter può continuare a funzionare. Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310 V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms. Possono essere selezionativari metodi di riavvio.

54 54 67 81 100 134 160 196 232 282 352 385 491 552 704

86 86 104 124 150 -

38 38 47 57 70 93 111 136 161 196 244 267 341 383 488

Controllo Coppia di avvio

Coppia frenante

Frenatura

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

Coppia frenante (Con uso opzione)

Frenatura in CC

Conformità agli standard

180 % (Con controllo dinamico di vettore di coppia selezionato) da 10 a 15 % 9)

Nessun limite

Nessun limite

100 %

Frequenza di avvio: 0,1 a 60,0 Hz Tempo di frenatura: 0,0 fino a 30,0 s Livello di frenatura: 0 a 100 % della corrente nominale

IP00 (IP20: Opzione)

Raffreddamento tramite ventola

-UL/cUL -Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

-TÜV (fino a 22kW) -EN61800-2 -EN61800-3

31 31 36 41 42 50 73 73 104 104 145 145 250 250 360

CT: Coppia Costante

VT: Coppia Variabile

Note:

1) Le specifiche dei modelli VT sono indicate di seguito.

Grandezze nominali di uscita

Capacità di sovraccarico 110% di corrente nominale per 1 min.

Controllo Coppia di avvio 50%

10)

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita è proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Può esservi un declassamento di corrente in caso di carichi con bassa impedenza come nei motori ad alta frequenza.

5) Quando la tensione di ingresso varia 380V a 415V a 60 Hz, la presa del trasformatore ausiliare deve essere cambiata.

6) Fare riferimento alle norme CEI EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico)

8) Valore determinato attraverso calcolo Fuji.

9) Con un motore nominale applicato, questo valore è di coppia media quando il motore decelera e si ferma da 60 Hz.

(Può variare a seconda delle perdite del motore).

10) Con boost tarato per turbomacchine (pompe e ventilatori) con F09 (A05) = 0.1-0.9;

Con boost automatico la coppia di avvio è maggiore del 150%

136 9 Specifiche

ITM_G11.book Seite 137 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9-2 Specifiche funzionali

Dettaglio

Metodo di controllo

Descrizione

Controllo PWM a modulazione sinusoidale

(con controllo V/F, controllo di vettore di coppia, controllo vettoriale con scheda di retroazione PG (opzionale))

Frequenza massima

Frequenza base

Frequenza di avvio

Impostazione variabile da 50 a 400 Hz

Impostazione variabile da 25 a 400 Hz

Impostazione variabile da 0,1 a 60 Hz Tempo di mantenimento: 0,0 a 10,0 s

Frequenza portante

Precisione

(stabilità)

Risoluzione di impostazione

Caratteristiche

Tensione/Frequenza

Boost di coppia

Tempo di

Accelerazione/ decelerazione

Frenatura in CC

Funzioni aggiuntive

CT:

VT: da

0,75 a 15 kHz (55 kW o inferiore) 0,75 a 10 kHz (75 kW o superiore) da

0,75 a 15 kHz (22 kW o inferiore) 0,75 a 10 kHz (30 a 75 kW) da

0,75 a 6 kHz (90 kW o superiore)

Impostazione analogica:+/- 0,2% o meno della Frequenza massima

(a 25 +/- 10 °C)

Impostazione digitale:+/- 0,01% o meno della Frequenza massima (-10 a +50 °C)

Impostazione analogica: 1/3000 o meno della Frequenza massima (per es. 0,02

Hz /60 Hz, 0,05 Hz /150 Hz)

Impostazione digitale: 0,01 Hz (99,99 Hz o inferiore), 0,1 Hz (100,0 Hz o superiore)

La tensione di uscita alla frequenza nominale può essere regolata separatamente, da 320 a 480 V.

La tensione di uscita alla frequenza massima può essere regolata separatamente, da 320 a 480 V.

Automatico: Controllo ottimale in dipendenza alla coppia di carico.

Manuale: 0,1 a 20,0 impostazione della funzione

(coppia ridotta per risparmio energetico, coppia elevata, etc.)

0,01 a 3600 s

Sono possibili 4 impostazioni di tempi d’accelerazione e decelerazione indipendenti l’uno dall’altro, selezionando i segnali di ingresso digitale.

In aggiunta all’accelerazione e decelerazione lineare, può essere selezionata sia l’accelerazione/decelerazione sinusoidale (debole/forte) che l’ accelerazione/ decelerazione curvilinea.

Frequenza di avvio: 0,0 a 60,0 Hz, tempo di frenatura: 0,0 a 30,0 s,

Livello di frenatura: 0 a 100% (modelli CT), 0-80% (modelli VT)

Limitazione di frequenza superiore e inferiore, frequenza soglia, guadagno di frequenza, salti frequenza, ripresa al volo del motore, riavvio dopo mancanza temporanea di alimentazione, commutazione dalla linea all’inverter, compensazione scorrimento, risparmio energetico automatico, controllo rigenerazione, limitazione di coppia, gestione ottimale caratteristica coppia/ velocità, controllo PID, commutazione al secondo motore, controllo ON/OFF della ventola di raffreddamento.

Tipo di funzionamento

Pannello di comando: partenza motore con tasti tasto

, , arresto con

Ingressi morsettiera: comando rotaz. avanti/stop, comando rotaz. indietro/stop comando arresto per inerzia, reset allarme, selezione di accelerazione/ decelerazione, selezione livelli di frequenza, ecc.

9 Specifiche 137

ITM_G11.book Seite 138 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Dettaglio

Impostazione di frequenza

Segnali di uscita

Stato di funzionamento

Display digitale (LED)

Display a cristalli liquidi (LCD)

Lingua

Spia di carica

Funzioni di protezione

Luogo di installazione

Temperatura ambiente

Umidità ambiente

Pressione atmosferica

Vibrazioni

Immag azzina ggio

Descrizione

Pannello di comando: Impostazione tramite i tasti ,

Potenziometro esterno: POT di impostazione frequenza (VR) (1 a 5 k

)

Ingresso analogico: 0 a +10 V (0 a +5 V), 4 a 20 mA, 0 a +/- 10 V (Funzionamento

FWD/REV inversione di velocità tramite riferimento)

+10 V a 0 (Funzione inversa), 20 a 4 mA (Funzione inversa)

Controllo UP/DOWN: la frequenza aumenta e diminuisce finché il contatto corrispondente negli ingressi digitali è chiuso.

Livelli di frequenza costante: Si possono selezionare fino a 15 livelli con una combinazione di quattro segnali di ingresso digitali.

Collegamento seriale: possibilità di funzionamento con RS485 (standard).

Funzionamento ciclico: sequenza cicli di lavoro opportunamente programmati.

Marcia ad impulsi: funzionamento ad impulsi con il tasto , o segnali di ingresso digitale

Uscita transistore (4 segnali): funzionamento, frequenza raggiunta, preallarme

Uscita relé (2 segnali): di sovraccarico, ecc.

uscita allarme (per qualsiasi guasto), segnale di uscita del relé multifunzione.

Uscita analogica (1 segnale): Frequenza di uscita, corrente di uscita, tensione di uscita, coppia di uscita, consumo energetico, ecc.

Uscita ad impulsi (1 segnale): Frequenza di uscita, corrente di uscita, energia di uscita, coppia di uscita, consumo energetico, ecc.

Frequenza di uscita, riferimento frequenza, corrente di uscita, tensione di uscita, velocità sincrona del motore, velocità di linea, velocità di rotazione motore, valore calcolato di coppia, consumo energetico, valore PID calcolato, setpoint comando

PID, valore di retroazione PID, codice di allarme

Informazioni sul funzionamento, guida sul funzionamento, codice di funzione/ nome/dati impostati, informazioni sull’allarme, funzione tester, funzione di misurazione dell’indice di carico del motore (massima/media corrente (rms) nel periodo di misurazione), informazioni di manutenzione (ore di funzionamento, misurazione della capacità per i condensatori del circuito di potenza DC, temperatura del dissipatore di calore, ecc.)

Sei lingue (giapponese, inglese, tedesco, francese, spagnolo, e italiano)

Carica (residuo di tensione), indicazione sul funzionamento

Sovracorrente, corto circuito, guasto di terra, sovratensione, sottotensione, sovraccarico, surriscaldamento, fusibile danneggiato, sovraccarico motore, allarme esterno, fase in ingresso mancante, guasto su fase in uscita (durante il tuning motore), protezione della resistenza di frenatura, errore di memoria e CPU, errore di trasmissione del pannello di comando, protezione termica con termistore

PTC, protezione sul transitorio (transienti dinamici), prevenzione stallo, ecc.

Ambiente chiuso, altitudine inferiore ai 1000 m, in assenza di gas corrosivi, di polvere e non in esposizione diretta al sole (grado d’inquinamento 2).

-10 a +50 °C (il coperchio di ventilazione deve essere rimosso in condizioni di temperatura superiore a +40 °C per modelli di 22 kW di potenza o inferiori)

5 a 95% RH (senza condensa)

Funzionamento/immagazzinaggio: 86 a 106 kPa

Trasporto: 70 a 106 kPa

3mm da 2 fino a 9 Hz, 9,8 m/s

2 m/s

2

2 da 20 fino a 55 Hz, 1 m/s da 9 fino a 20 Hz,

2 a partire da 55 fino a 200 Hz

Temperatura ambiente

Umidità ambiente

-25 a +65 °C

5 a 95% RH (senza condensa)

138 9 Specifiche

ITM_G11.book Seite 139 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9-3 Dimensioni

Dimensioni (22 kW o inferiore)

Figura 1

Morsetti del circuito di controllo

Morsetti del circuito di potenza

Morsetti del circuito di controllo

Morsetti ausiliari di alimentazione

Morsetti del circuito principale

Ingresso cavo

Foro di uscita

Ingresso cavo

Foro di uscita

Tipo

FRN0.4G11S-4EN

FRN0.75G11S-4EN

FRN0.4G11S-4EN fino a FRN0.75G11S-4EN

Figura 3

Ingresso cavo

Foro di uscita

FRN5.5G11S-4EN a FRN7.5G11S-4EN

9 Specifiche

Figura 2

Morsetti del circuito di comando

Morsetti di alimentazione ausiliari

Morsetti del circuito di potenza

Ingresso cavo

Foro di uscita

FRN1.5G11S-4EN fino a FRN4.0G11S-4EN

Figura 4

Morsetti del circuito di controllo

Morsetti ausiliari di alimentazione

Morsetti del circuito principale

Ingresso cavo

Foro di uscita

Ingresso cavo

Foro di uscita

FRN11G11S-4EN a FRN22G11S-4EN

139

ITM_G11.book Seite 140 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Dimensioni (30 fino a 220 kW)

MONTAGGIO INTERNO QUADRO RAFFREDDAMENTO ESTERNO

Spostati 4 o 6

-Bulloni di montaggio montaggio

Tipo di inverter

Dimensioni [mm]

W W2 W1 W3 W4 H1 H2 H3 H5 H6 H11 H12 D D4

FRN30G11S-4EV

FRN30G11S-4EN

FRN37G11S-4EN

FRN45G11S-4EN

FRN55G11S-4EN

FRN75G11S-4EN

FRN90G11S-4EN

FRN110G11S-4EN

FRN132G11S-4EN

FRN160G11S-4EN

FRN200G11S-4EN

FRN220G11S-4EN

340 326 240

375 361 275

530 510 430

-

342,4

530 500 512

377,4 655 625 637

533,2

680 660 580 290 683,2

720 690 702

710 675 685

970 935 945

25 9

32,5 12,5

120

645

770

835

255

270

118

827,5 315 133,5

1087,5 360 178,5

Bulloni

Mtg.

M8

M12

Peso

[kg]

31

73

104

145

36

41

42

50

Nota:

Per induttanze DC applicabili a modelli di inverter di potenza superiore a 220 kW contattare la

Silectron sistemi

140 9 Specifiche

ITM_G11.book Seite 141 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Dimensioni (280 fino a 400 kW)

Tipo di inverter

W W1 W2 W3 W4 W5

FRN280G11S-4EN

FRN315G11S-4EN

680 580 660 290 610

FRN400G11S-4EN

880 780 860 260 260 810

H

Dimensioni [mm]

H1 H2 H3 H4 H5 H6

1400 1370 1330 1340 1335 15.5

35

H7 D D1

14.5

450 285

Tipo di inverter

Dimensioni [mm]

D2 D3 D4 D5 D6 C

Bull oni

FRN280G11S-4EN

FRN315G11S-4EN

6.4 50 100 35 115 15 M12

FRN400G11S-4EN

Peso

[kg]

250

360

9 Specifiche 141

ITM_G11.book Seite 142 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

9-4 Comunicazione seriale

Se connesso ad un host computer (es. personal computer o PLC) che provvede al suo controllo, l’inverter, può essere monitorato, messo in funzione, arrestato o programmato attraverso opportuni comandi impartiti via RS485. Per informazioni sulle modalità di trasmissione, consultare la documentazione tecnica.

Dettaglio

Modello applicabile

Livello fisico

Specifiche

Inverter Fuji Electric di serie 11

EIA RS485

Lunghezza massima connessione

500 m

Numero di unità collegate Un host e 31 inverter (da stazione No. 1 a 31)

Velocità di trasmissione

Sincronizzazione

Forma di trasmissione

(metodo di scambio dati)

19200, 9600, 4800, 2400, 1200 [BPS]

Trasmissione start/stop di tipo asincrono

Metodo half-duplex

Protocollo di trasmissione

Caratteri

Lunghezza del carattere

Lunghezza del bit stop

Polling/selezione, broadcast

ASCII 7 bit

8bit, 7 bit

1 bit, 2 bit

Lunghezza del frame

Parità

Metodo di verifica errori

16-byte fissi per la trasmissione generale; 8 o 12byte per trasmissione ad alta velocità pari, dispari, nessuna

Check sum

Tavola 9-4-1 Specifiche di trasmissione

142 9 Specifiche

ITM_G11.book Seite 143 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

10 Opzioni

10-1 Opzioni Incorporate

Di seguito vengono nominate le schede opzionali che possono essere montate nell’inverter.

Nome

Scheda di uscita relé

(OPC-G11S-RY)

Scheda interfaccia digitale

(OPC-G11S-DIO)

Scheda interfaccia analogica

(OPC-G11S-AIO)

Scheda retroazione PG

(OPC-G11S-PG)

Scheda sincronizzazione

(OPC-G11S-SY)

Funzione

Scheda di uscita relé

Converte in contatti puliti di relé le uscite a transistor dell’inverter

Y1 - Y4 (1SPDT).

Riferimento frequenza con codifica binaria (max. 16 bits)

Controllo frequenza, corrente di uscita e tensione di uscita (8 bits)

Ingresso analogico ausiliario per riferimento frequenza

(da 0 a +/-10 V)

Controllo frequenza di uscita dell’inverter, corrente e coppia in tensione analogica

Consente il controllo vettoriale attraverso la retroazione del segnale di velocità con encoder.

Funzionamento proporzionale, tuning

Controllo di velocità e fase fra due motori.

Nota:

Contattare Fuji Electric qualora si necessiti di opzioni esterne (anche montaggio su guida DIN) per funzioni quali: scheda relé esterna, uscita 0-20/4-20 mA, interfaccia line driver - open collector, modulazione di zetto etc.

Sono altresì disponibili induttanze CC o AC ingresso/uscita inverter.

10 Opzioni 143

ITM_G11.book Seite 144 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

10-2 Opzioni Installate Separatamente

Nome (Tipo) Descrizione

Filtro speciale per la conformità alla Direttiva Europea sulla compatibilità elettromagnetica (EMC).

Filtro per conformità

EMC

(EFL-[][][]G11-4)

(RF3 [][][] - F11)

Nota:

Devono essere soddisfatti altri requisiti preliminari per assicurare la conformità con le Direttive europee sulla compatibilità elettromagnetica. Consultare il manuale di istruzioni per ulteriori dettagli.

Filtro del circuito di uscita

(OFL-[][][]-4)

Collegato al circuito di uscita dell’inverter con funzionamento caratterizzato da frequenza portante da 8 a 15 kHz,

(6 kHz o superiore per 30 kW o inverter più grandi), questo filtro ha le seguenti funzioni:

1. Riduce le sovratensioni ai morsetti del motore, proteggendo l’isolamento del motore.

2. Riduce la corrente di perdita sul cavo di uscita.

E’ importante il suo utilizzo controllando motori in parallelo o con impiego di cavi lunghi.

* La lunghezza totale dei cavi dovrebbe essere inferiore a 400 m.

3. Riduce disturbi condotti e irradiati dai cavi di uscita.

Efficace con elevate distanze di cablaggio come in grossi impianti.

Nota:

Quando il filtro viene collegato, assicurarsi di impostare il parametro F26 per PWM a 8 kHz o superiore.

[Utilizzare il DCR nei seguenti casi.]

1. La taglia del trasformatore di linea è di 500 kVA o superiore e supera la potenza nominale dell’inverter di

10 volte.

2. L’inverter e un convertitore a tiristori sono collegati allo stesso trasformatore.

* Verificare che il convertitore a tiristori utilizzi una induttanza. In caso contrario, deve essere collegato all’inverter un reattore CA lato alimentazione.

3. Usato per prevenire trip per OV quando si inseriscono o disinseriscono condensatori di rifasamento sulla linea di alimentazione.

4. Lo squilibrio di tensione supera il 3%.

Squilibrio di tensione

[%] =

(Tensione Max. [V] - Tensione Min. [V])

Tensione media trifase [V] x 100%

Posizione di installazione

DCR

Alimentazione

Filtro EFL

Inverter FRENIC

Taglia del trasformatore

Reattore CC

(DCR4-[][][])

Filtro OFL

Reattore

Motore Convertitore a tiristori

Condensatore di rifasamento

Per migliorare il fattore di potenza in ingresso, riducendo le armoniche (per dettagli consultare la guida allegata all’opzione)

Motore

144 10 Opzioni

ITM_G11.book Seite 145 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

REATTORE CC (RDC)

Tensione di alimentazione

Trifase

400 V

Motore nominale applicato

[kW]

Tipo di Inverter (versione EN, EV)

Impiego CT

0,4 FRN0.4G11S-4EN

0,75 FRN0.75G11S-4EN

Impiego VT Tipo

REATTORE CC (RDC)

1,5

2,2

FRN1.5G11S-4EN

FRN2.2G11S-4EN

3,7, 4,0 FRN4.0G11S-4EN

5,5

7,5

11

FRN5.5G11S-4EN

2)

DCRE4-0.4

DCRE4-0.75

DCRE4-1.5

DCRE4-2.2

DCRE4-3.7

DCRE4-5.5

FRN7.5G11S-4EN FRN5.5G11S-4EN DCRE4-7.5

FRN11G11S-4EN FRN7.5G11S-4EN DCRE4-11

Corrente stimata [A]

1,5

2,5

4,0

5,5

9,0

13

18

25

Induttanza

[mH]

50

30

16

12

7,0

4,0

3,5

2,2

1)

Perdite [W]

2,0

2,5

4,8

6,8

8,1

10

15

21

15 FRN15G11S-4EN FRN11G11S-4EN DCRE4-15

18,5 FRN18.5G11S-4EN FRN15G11S-4EN DCRE4-18.5

22

30

FRN22G11S-4EN

FRN30G11S-4EN

FRN18.5G11S-4EN DCRE4-22A

FRN30G11S-4EV DCRE4-30B

34

41

49

71

1,8

1,4

1,2

0,86

28

29

35

40

37

45

55

75

FRN37G11S-4EN FRN30G11S-4EN DCRE4-37B

FRN45G11S-4EN FRN37G11S-4EN DCRE4-45B

FRN55G11S-4EN FRN45G11S-4EN DCRE4-55B

FRN75G11S-4EN FRN55G11S-4EN DCRE4-75B

90 FRN90G11S-4EN FRN75G11S-4EN DCRE4-90B 214

110 FRN110G11S-4EN FRN90G11S-4EN DCRE4-110B 261

132 FRN132G11S-4EN FRN110G11S-4EN DCRE4-132B 313

160 FRN160G11S-4EN FRN132G11S-4EN DCRE4-160B 380

88

107

131

178

200 FRN200G11S-4EN FRN160G11S-4EN DCRE4-200B 475

220 FRN220G11S-4EN FRN200G11S-4EN DCRE4-220B 524

280 FRN280G11S-4EN FRN220G11S-4EN DCRE4-280B 649

315 FRN315G11S-4EN FRN280G11S-4EN DCRE4-315B 739

400 FRN400G11S-4EN FRN315G11S-4EN DCRE4-400B 938

0,70

0,58

0,47

0,35

0,29

0,24

0,215

0,177

0,142

0,126

0,100

0,089

0,071

152

160

174

75

85

101

108

45

51

62

68

1) Componente standard per modelli da 75 kW o taglie superiori. Per impiego e disponibilità su modelli da 55 kW o inferiori, contattare la Fuji Electric.

2) Per impiego di motori di taglia superiore, contattare la Fuji Electric.

Nota:

Le perdite sono calcolate alle seguenti condizioni:

La tensione di alimentazione è di 400 V, 50 Hz. Lo squilibrio di tensione è 0%.

Tra taglia del trasformatore di 500 kVA, o 10 volte quella stimata dell’inverter, viene adottata la condizione più sfavorevole.

Il motore di carico è un motore standard a quattro poli con il 100% di carico.

Non è connessa alcuna reattanza lato rete.

10 Opzioni 145

ITM_G11.book Seite 146 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

11-1 Informazioni generali

Conformemente alla Direttiva 89/336/EEC contenuta nel manuale della Commissione Europea, la Fuji Electric Co., Ltd. ha classificato la serie di inverter FRENIC 5000G11S come "Componente complesso".

La classificazione come "Componente complesso", attribuisce ad un prodotto lo stato di "apparatus", consentendogli la rispondenza ai requisiti essenziali della Direttiva EMC che devono essere osservati sia dal distributore di inverter FRE-

NIC, dai suoi clienti o utilizzatori finali. Gli inverter

FRENIC sono forniti con marcatura CE (‘conformità CE’) che attesta piena rispondenza alla Direttiva EC 89/336/EEC, quando installato con componenti di filtraggio qui di seguito specificati e con connessioni di terra effettuate secondo quanto riportato in questo manuale.

Le specifiche del prodotto richiedono l’osservanza dei seguenti criteri: prodotto standard EMC

EN61800-3/1997

Immunità:

Secondo ambiente

(Ambiente industriale)

Emissione:

Primo ambiente

(Ambiente domestico);

22 kW o inferiore

Secondo ambiente

(Ambiente industriale);

30 kW o superiore

Infine, è responsabilità del cliente, la verifica della rispondenza alle norme EMC da parte dell’apparecchiatura.

11-2 Istruzioni di installazione raccomandate

Perché sia garantita la conformità con la

Direttiva EMC, è necessario seguire queste istruzioni.

Seguire le normali procedure di sicurezza previste in tutti i casi in cui si opera con apparecchiature elettriche. Tutti i collegamenti elettrici con il filtro, l’inverter e il motore devono essere effettuati da personale qualificato.

1) Utilizzare il filtro adatto secondo la

Tabella 11-1.

2) Installare l’Inverter e il filtro in armadio elettrico metallico schermato elettricamente.

3) La piastra di montaggio dell’armadio elettrico deve essere predisposta per le dimensioni di montaggio del filtro qui riportate. Rimuovere la vernice sulla piastra quadro, per assicurare un buona messa a terra del filtro disposto su di essa e fissato con viti negli appositi fori di fissaggio.

4) Utilizzare cavo schermato per il cavo di controllo, per il cavo motore e altri cablaggi connessi con l’inverter. Questi schermi dovrebbero essere collegati a terra in modo efficace (cavi corti, ad ampia sezione con terminazioni a bassa impedenza).

5) E’ importante che tutte le lunghezze dei cavi siano le più corte possibili e che cavi di ingresso e cavi del motore in uscita siano mantenuti ben separati.

Per minimizzare i radiodisturbi presenti nel sistema di alimentazione, la lunghezza del cavo motore dovrebbe essere la più corta possibile.

Con lunghezze di cavo inverter-motore superiori a 50m, o per collegamenti multimotore allo stesso inverter, contattare la Fuji Electric.

146 11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

ITM_G11.book Seite 147 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Inverter Tipo di Filtro

Corrente

Nominale

Tensione

Massima

Nominale

FRN0.4G11S-4EN

FRN0.75G11S-4EN

EFL-0.75G11-4

FRN1.5G11S-4EN

FRN2.2G11S-4EN

FRN4.0G11S-4EN

FRN5.5G11S-4EN

FRN7.5G11S-4EN

EFL-4.0G11-4

EFL-7.5G11-4

FRN11G11S-4EN

FRN15G11S-4EN

(uso CT)

FRN15G11S-4EN

(uso VT)

FRN18.5G11S-4EN

FRN22G11S-4EN

EFL-15G11-4

EFL-22G11-4

FRN30G11S-4EV

FRN30G11S-4EN

(uso CT)

FRN37G11S-4EN

FRN45G11S-4EN

FRN55G11S-4EN

FRN75G11S-4EN

FRN90G11S-4EN

(uso CT)

FRN90G11S-4EN

(uso VT)

FRN110G11S-4EN

FRN132G11S-4EN

(uso CT)

RF 3100-F11

RF 3180-F11

RF 3280-F11

FRN132G11S-4EN

(uso VT)

FRN160G11S-4EN

FRN200G11S-4EN

FRN220G11S-4EN

(uso CT)

FRN220G11S-4EN

(uso VT)

FRN280G11S-4EN

FRN315G11S-4EN

FRN400G11S-4EN

RF 3400-F11

RF 3880-F11

Tabella 11-1 Filtri RFI

5 A

12 A

35 A

50 A

72 A

100 A

180 A

280 A

400 A

880 A

3 fasi

480 Vac

3 fasi

480 Vac

Dimensioni

LxWxH [mm]

320x116x42

320x155x45

341x225x47,5

500x250x70

500x250x70

435x200x130

495x200x160

250x587x205

250x587x205

688xO364x180

Filtro RFI

Dimensioni di montaggio

Y x X [mm]

293x90

293x105

311x167

449x185

449x185

408x166

468x166

560x85

560x85

648x150

Nota

Fig.

11-1

Fig.

11-2

Fig.

11-3

Fig.

11-4

11 Compatibilità elettromagnetica (EMC) 147

ITM_G11.book Seite 148 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

LINE

LOAD

Figura 11-1

Vite di fissaggio: M6 x 4

W W1

Morsetto di terra:

RF3100-F11; M8

RF3180-F11; M10

H

H1

RF3100-F11

RF3180-F11

W

200

200

W1

166

166

Figura 11-2 Schema delle Dimensioni (RF3100-F11, RF3180-F11)

Dimensioni [mm]

H

435

495

H1

408

468

D

130

160

148 11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

ITM_G11.book Seite 149 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

Vite di fissaggio: M6 x 4

Morsetto a prigioniero:

RF3280-F11; M12 x 8

RF3400-F11; M16 x 8

Figura 11-3 Dimensioni filtri (RF3280-F11, RF3400-F11)

Vite di fissaggio: M6 x 4

Morsetto: M16 foro

Figura 11-4 Dimensioni filtri (RF3880-F11)

Armadio elettrico metallico

RCD o

MCCB

Filtro

RFI

*

Inverter

Alimentazione trifase

Figura 11-5

*

* lunghezza < 25 cm

11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

Inverter

Cavo motore schermato

Motore

La schermatura deve essere continua elettricamente e collegata a terra lato armadio elettrico e lato motore.

149

ITM_G11.book Seite 150 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:21 12

FRN-G11S-EN

150 11 Compatibilità elettromagnetica (EMC)

MI_G11ST_A4RuecksFuji.fm Seite 156 Mittwoch, 11. Mai 2005 12:24 12

Solutions for Drives

Sede Europea:

Fuji Electric

FA Europe

GmbH

Goethering 58

63067 Offenbach/Main

Tel.: +49-69-66 90 29-0

Fax: +49-69-66 90 29-58 [email protected]

http://www.fujielectric.de

Germania:

Fuji Electric

FA Europe

GmbH Fuji Electric

FA Europe

GmbH

Sales area South Sales area North

Drosselweg 3 Friedrich Ebert-Str. 19

72666 Neckartailfingen 35325 M ue cke

Tel.: +49-71 27-92 28 00 Tel.: +49-64 00-95 18 14

Fax: +49-71 27-92 28 01 Fax: +49-64 00-95 18 22 [email protected]

[email protected]

Svizzera Spagna

Fuji Electric FA Europe GmbH Fuji Electric FA Espagna

Zweigniederlassung Ronda Can Fatjó 5, Edifici D, Local B

Altenrhein

Parc Technòlògic del

Vallés-Nr. 023

IG-Park 08290 Cerdanyola,

9423 Altenrhein Barcelona

Tel.: +41-71-8 58 29 49 Tel.: +34-93-58 24-3 33/5

Fax: +41-71-8 58 29 Fax: +34-93-58 24-3 44 [email protected] [email protected]

Rivenditore

MI-G11EN05.04

Subject to technical changes

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement