Manuale

Manuale
Controllore motore
CMMO-ST-C5-1-LKP
Descrizione
Controllore motore
con interfaccia per
– IO-Link
– I-Port
– Modbus TCP/IP
Profilo dell'unità
FHPP
8043637
1507NH
[8043632]
CMMO-ST-C5-1-LKP
Traduzione delle istruzioni originali
GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT
IO-Link®, Modbus®, TIA-Portal® sono marchi registrati dei singoli proprietari in determinati paesi.
Identificazione dei pericoli e indicazioni su come evitarli:
Allarme
Pericoli che possono causare morte o lesioni di grave entità.
Prudenza
Pericoli che possono causare lesioni di lieve entità o gravi danni materiali.
Altri simboli:
Attenzione
Danni materiali o perdita di funzionamento.
Raccomandazione, suggerimento, rimando ad altre documentazioni.
Accessorio necessario o utile.
Informazioni per un impiego nel rispetto dell'ambiente.
Indicazioni nel testo:
Attività che possono essere eseguite nella sequenza desiderata.
1. Attività che devono essere eseguite nella sequenza indicata.
– Enumerazioni generiche.
è Risultato di un'operazione/Rimandi ad ulteriori informazioni.
Marcature software:
<xxx>
[xxx][xxx]
FCT […][xxx]
Menu FCT [xxx]
2
Pulsanti nel software
Link alle strutture del menu e del sottomenu del software
Menu FCT-PlugIn dei componenti nella finestra “Posto di lavoro”
Menu principale FCT
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
CMMO-ST-C5-1-LKP
Indice generale – CMMO-ST-C5-1-LKP
Documentazione sul controllore motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Stato di edizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Servizio di assistenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7
8
8
1
FHPP con controllore motore CMMO-ST . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9
1.1
1.2
Panoramica FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interfacce . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
9
10
2
IO-Link . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
11
2.1
2.2
IO-Link/I-Port interfaccia I/O digitale [X1] . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametrizzazione del dispositivo IO-Link . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Configurazione master IO-Link . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
2.3.1
Esempio CMMO-ST su S7 1200 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
11
12
12
12
13
14
3
I-Port . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
16
3.1
3.2
3.3
IO-Link/I-Port interfaccia I/O digitale [X1] . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametrizzazione del dispositivo I-Port . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
3.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
“Configurazione master I-Port” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
16
17
17
17
18
4
Modbus TCP/IP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
19
4.1
Interfaccia TCP Modbus [X18] . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.1.1
Configurazione dei pin e specifiche dei cavi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametrizzazione dell'utenza TCP Modbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Configurazione master Modbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.3.1
Indirizzo IP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.3.2
Occupazione degli indirizzi e operazioni Modbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4.3.3
Oggetti dati con il comando Modbus “Read Device Identification” . . . . . . . . . .
4.3.4
Funzioni di monitoraggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
20
20
21
21
22
22
22
22
28
28
2.3
4.2
4.3
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
3
CMMO-ST-C5-1-LKP
5
Comando sequenziale e dati I/O . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
29
5.1
Generazione di set-point (modi operativi FHPP) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.1.1
Commutazione del modo operativo FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.1.2
Selezione di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.1.3
Istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Macchina a stati finiti FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.2.1
Creazione dello stato di pronto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.2.2
Posizionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.2.3
Esempi per i byte di comando e di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Struttura dei dati I/O . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.3.1
Concetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.3.2
Dati I/O (byte 1 … 8) in diversi modi operativi FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Occupazione dei byte di comando e di stato (panoramica) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.4.1
Descrizione dei byte di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5.4.2
Descrizione del byte di stato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
29
29
29
29
30
31
32
35
40
40
41
42
43
47
6
Comando tramite FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
52
6.1
6.2
Sistema di riferimento dimensionale per attuatori elettrici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Corsa di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.2.1
Corsa di riferimento attuatori elettrici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.2.2
Metodi della corsa di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Jog . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Teach tramite Fieldbus . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Eseguire il record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.5.1
Diagrammi di flusso della selezione di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.5.2
Struttura del record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.5.3
Concatenazione di record (PNU 402) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Esecuzione dell'istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.6.1
Sequenza istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Monitoraggio del comportamento dell'attuatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.7.1
Messaggio “Motion Complete” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.7.2
Messaggio “Errore di posizionamento” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.7.3
Messaggio “Monitoraggio stato di fermo” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
6.7.4
Comparatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
52
52
52
53
54
55
57
59
62
63
64
67
70
70
71
72
74
7
Diagnosi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
76
7.1
Segnalazioni diagnostiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.1.1
Classificazione e reazioni all'errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.1.2
Display di un tipo dell'evento diagnostico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.1.3
Memoria diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
76
76
77
78
5.2
5.3
5.4
6.3
6.4
6.5
6.6
6.7
4
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
CMMO-ST-C5-1-LKP
7.2
Individuazione e rimozione dei guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.2.1
Tacitare errori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
7.2.2
Parametrizzazione delle segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti .
79
79
80
A
Appendice tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
81
A.1
A.2
Incrementi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A.1.1
Incrementi dell'encoder [EINC] . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A.1.2
Incrementi dell'interfaccia [SINC] . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Fattori di conversione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
81
81
81
82
B
Parametro di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
83
B.1
B.2
B.3
Struttura generale dei parametri FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Accesso protetto e comando di livello superiore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Panoramica dei parametri secondo FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.1
Dati unità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.2
Diagnosi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.3
Dati di processo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.4
Lista di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.5
Dati di progetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.6
Fattori gruppo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.3.7
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Descrizione dei parametri secondo FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.1
Rappresentazione voci di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.2
Dati dell'unità – numeri di versione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.3
Dati dell'unità – identificazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.4
Dati unità – parametri MMI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.5
Parametri diagnostici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.6
Dati di processo - dati di processo generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.7
Dati di processo – dati FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.8
Lista di record – dati di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.9
Lista di record – messaggi di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.10
Dati di processo - dati di progetto generali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.11
Dati di progetto – esercizio di controllo della forza/coppia . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.12
Dati di progetto – modo teach . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.13
Dati di progetto - Esercizio diretto FHPP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.14
Dati di processo - Modo Jog . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.15
Dati di processo – posizionamento nell'esercizio diretto . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.16
Dati di progetto - Esercizio diretto forza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.17
Dati di progetto - Esercizio diretto numero di giri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.18
Dati di progetto – esercizio diretto in generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.19
Fattori gruppo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
B.4.20
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri parte meccanica . . . . . . . .
83
84
85
85
86
87
88
90
92
93
96
96
97
98
100
102
110
112
113
122
125
126
127
128
130
131
132
133
134
137
138
B.4
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
CMMO-ST-C5-1-LKP
B.4.21
B.4.22
B.4.23
B.4.24
B.4.25
B.4.26
B.4.27
B.4.28
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri corsa di riferimento . . . . . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri regolatore . . . . . . . . . . . . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – targhetta di identificazione elettronica
Parametri degli assi attuatori elettrici 1 – monitoraggio dello stato di fermo . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – monitoraggio dell'errore
di posizionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati temperatura . . . . . . . . . . . . . . . .
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati attuatore generali . . . . . . . . . . . .
140
142
145
146
147
147
147
148
C
Festo Parameter Channel (FPC) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
150
C.1
C.2
FPC per dati ciclici I/O . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Panoramica EFPC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.2.1
Struttura EFPC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.2.2
FPCC e FPCS – modo di trasmissione, ID di richiesta e risposta . . . . . . . . . . . . .
Trasmissione dei parametri (PNU, oggetti interni) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.3.1
Struttura EFPC con la trasmissione dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.3.2
Sequenza della trasmissione dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.3.3
Esempio di trasmissione di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.3.4
Codici di errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Trasmissione file di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.1
Struttura EFPC con la trasmissione dei file di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.2
ID pacchetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.3
File di parametri e pacchetto dati utili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.4
Verifica e attivazione del file di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.5
Sequenza della trasmissione del file di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.6
Esempi di trasmissione di file di parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
C.4.7
Codici di errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
150
150
150
151
152
152
152
152
153
154
154
154
155
156
156
157
162
D
Segnalazioni diagnostiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
164
E
Termini e abbreviazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
178
Indice analitico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
180
C.3
C.4
6
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
CMMO-ST-C5-1-LKP
Documentazione sul controllore motore
Questa documentazione (GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-...) descrive il Festo Handling und Positioning Profile
(FHPP) per il controllore motore CMMO-ST-C5-1-LKP. La descrizione completa del controllore motore
comprende i seguenti documenti:
Osservare assolutamente le prescrizioni di sicurezza generali sul controllore motore nella
descrizione degli apparecchi e delle funzioni del controllore motore
GDCP-CMMO-ST-LK-SY-... è Tab. 1.
Definizione
Contenuto
Documentazione breve
CMMO-ST-LK...
Descrizione breve dell'apparecchio e del funzionamento del controllo­
re motore come informazione introduttiva
Manuale
GDCP-CMMO-ST-LK-SY-...
Descrizione degli apparecchi e del funzionamento del controllore
motore
– Montaggio
– Messa in servizio mediante Webserver / Festo Configuration Tool
(FCT)
– Dati tecnici
Comando e parametrizzazione del controllore motore con il profilo
dell'unità FHPP tramite:
– IO-Link
– I-Port
– Modbus TCP
Manuale
GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-...
Manuale
GDCP-CMMO-ST-LK-S1-...
Utilizzo della funzione di sicurezza STO (“Safe Torque Off ”)
Sistema di aiuto per soft­
ware FCT
Descrizioni del Festo Configuration Tool (FCT) per la messa in servizio
e la parametrizzazione di:
– combinazioni configurabili asse-motore
– sistemi di posizionamento della Optimised Motion Series (OMS) di
Festo
Requisiti per il funzionamento del prodotto negli USA e in Canada
secondo la certificazione di Underwriters Laboratories Inc. (UL).
Documentazione speciale
CMMO-ST_UL-...
Tab. 1
Documentazioni sul controllore motore
Ulteriori informazioni sul prodotto:
– CMMO-ST-Quick Guide-...: breve descrizione della prima messa in servizio e diagnosi di sistemi di
posizionamento della Optimised Motion Series (OMS) di Festo con il Webserver di CMMO-ST
– panoramica degli accessori (catalogo) è www.festo.com/catalogue
– istruzioni per l'uso degli attuatori configurabili e dei sistemi di posizionamento di Festo
(ad es. EPCO) è www.festo.com/sp
– elenco dei parametri: impostazioni di default dei parametri di messa in servizio per i sistemi di posi­
zionamento delle Optimised Motion Series (OMS) di Festo
– moduli di funzione (CODESYS, ...) è www.festo.com/sp
– certificati, dichiarazione di conformità è www.festo.com/sp
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
7
CMMO-ST-C5-1-LKP
Destinatari
La presente documentazione è destinata unicamente a esperti addestrati nella tecnica comando/
automazione che abbiano acquisito esperienza nelle operazioni di installazione, messa in servizio,
programmazione e diagnostica dei sistemi di posizionamento.
Stato di edizione
La presente documentazione si riferisce al seguente stato di edizione del controllore motore:
– Firmware: da V 1.4.x
– FCT-PlugIn: da CMMO-ST V 1.4.x
Con collegamento online attivo vengono visualizzati i seguenti dati nel software:
– versione Firmware e MAC-ID è Registro “Info” del Webserver integrato
– versione hardware, versione firmware è FCT (Pagina “Controllore”)
Se al momento manca il collegamento online, vengono visualizzate le informazioni
dell'ultimo collegamento.
Altri dati sulla versione, ad es. revisione: è Dati riportati sul prodotto del controllore
motore
Attenzione
Prima di utilizzare una versione del firmware più nuova:
Verificare se è disponibile una relativa versione più recente del FCT-PlugIn o della
documentazione utente è www.festo.com/sp.
Servizio di assistenza
Per eventuali domande tecniche rivolgersi al partner di riferimento regionale di Festo.
8
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
1
FHPP con controllore motore CMMO-ST
1
FHPP con controllore motore CMMO-ST
1.1
Panoramica FHPP
La Festo ha realizzato un profilo apparecchi, il cosiddetto “Festo Handling and Positioning Profile
(FHPP)”, ottimizzato su misura per le applicazioni di destinazione delle funzioni di manipolazione e
posizionamento.
L'FHPP consente di controllare e parametrizzare in modo unitario i diversi sistemi Fieldbus ed il contro­
llore motore Festo, indipendentemente dal collegamento a diversi apparecchi di comando.
Definisce uniformemente per l'utente
– Modi operativi
– Struttura dei dati I/O
– Oggetti di parametri
– comando sequenziale
...
Comunicazione bus
selezione di record
1
>
Istruzione diretta
POSITION
Velocità
coppia
Parametrizzazione
Accesso libero ai parametri lettura e scrittura
2
3
...
n
...
Fig. 1.1
Principio FHPP
Dati di comando e di stato (FHPP Standard)
La comunicazione avviene mediante 8 byte di dati di comando e di stato. Le funzioni e le segnalazioni
di stato richieste durante l'esercizio sono scrivibili e leggibili direttamente.
Parametrazione (FPC)
Tramite il canale parametri il sistema di comando può accedere a tutti i valori di parametri del control­
lore motore. A questo scopo vengono utilizzati altri 8 byte di dati I/O.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
9
1
FHPP con controllore motore CMMO-ST
1.2
Interfacce
Il comando e la parametrazione mediante FHPP viene supportata con CMMO-ST-C5-1-LKP mediante
diverse interfacce secondo Tab. 1.1.
Connessione
Interfaccia
Descrizione
IO-Link
I-Port
Modbus TCP/IP
[X1] – IO-Link/I-Port e I/O digitali
[X1] – IO-Link/I-Port e I/O digitali
[X18] – Interfaccia Ethernet
è Capitolo 2
è Capitolo 3
è Capitolo 4
Tab. 1.1 Interfacce per FHPP
1
2
3
1
2
Fig. 1.2
10
3
[X1] – IO-Link/I-Port e I/O digitali
[X18] Interfaccia Ethernet
Link/Activity-LED C/Q
Controllore motore CMMO-ST-C5-1-LKP
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
2
IO-Link
2
IO-Link
Il sistema di comunicazione IO-Link serve per lo scambio di dati seriali da moduli funzionali decentraliz­
zati (dispositivi) a livello di campo.
IO-Link è una tecnologia I/O standardizzata (IEC 61131-9) per scambiare dati seriali con sensori e at­
tuatori tramite un collegamento bidirezionale a 3 fili. Il controllore motore è un dispositivo IO-Link con­
forme alla specifica interfaccia IO-Link versione 1.1 [IOL].
Il LED C/Q sul controllore motore mostra lo stato del collegamento IO-Link.
2.1
IO-Link/I-Port interfaccia I/O digitale [X1]
Attacco
1
Pin
Funzione
1
+24 V (OUT)
2
0 V (GND)
11
X1
3
4
11
5
6
7
8
9
10
11
1
DOUT2
DOUT1
Ready
ENABLE
–
–
L–
C/Q
L+
Uscita +24 V1) per es. alimentazione di
un contatto di relè a potenziale zero per
l'ingresso abilitazione regolatore
Potenziale di riferimento per i segnali di
uscita
Uscita 2, parametrizzabile
Uscita 1, parametrizzabile
uscita READY
Ingresso abilitazione del regolatore2)
Nessuna funzione, non collegato inter­
namente3)
0 Volt (GND)
Segnale IO-Link/I-Port
Alimentazione 24 volt dell'IC IO-Link,
non collegato con l'alimentazione logica
su X9
1)
non sovraccarico, max 100 mA
2)
segnali necessari per l'abilitazione regolatore parametrizzabile (FCT) è Sezione 2.2.1
3)
I pin possono essere utilizzati per il 4° e 5° filo del cavo I-Port/IO-Link
Tab. 2.1
Collegamento interfaccia I/O X1, occupazione pin 9 ... 11 per IO-Link
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
11
2
2.2
IO-Link
Parametrizzazione del dispositivo IO-Link
Prima del collegamento del controllore motore con IO-Link, parametrizzare l'interfaccia di comando
master e il profilo dell'apparecchio:
– con l'FCT PlugIn CMMO-ST è Sezione 2.2.1
– con il Webserver integrato è Sezione 2.2.2
Collegare il controllore motore al PC è Descrizione degli apparecchi e delle funzioni del
controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-....
2.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST
1. Crea la configurazione attuatore è Guida per l'FCT PlugIn CMMO-ST
2. Sulla pagina dei dati di applicazione determinare (Application Data) l'interfaccia di controllo (Con­
trol Interface):
– “IO-Link”
3. Determinare come opzionale sulla pagina controllore (Controller) :
– Abilitazione con (Enabled by), determinazione dei segnali necessari per l'abilitazione regolatore:
– “Fieldbus” (Fieldbus) – regolazione di fabbrica
– “Ingresso digitale 'Abilitazione' e Fieldbus” (Digital Input 'Enable' and Fieldbus)
4. Sulla pagina Fieldbus (Fieldbus) determinare il profilo dell'apparecchio (Device Profile):
– “FHPP Standard”
– “FHPP Standard + FPC”
5. Creazione del collegamento online.
6. Attivare controllo dell'unità (Device Control).
7. Download e salvataggio (Store) dei parametri.
Dopo la modifica e il salvataggio dei seguenti parametri con il PlugIn è necessario un
riavvio per poter attivare le regolazioni:
– Interfaccia di controllo (Modbus, IO-Link, I-Port)
– Profilo dell'apparecchio (FHPP Standard, FHPP Standard + FPC)
Dopo la parametrizzazione e un riavvio del controllore motore è possibile configurare il master IO-Link
è Sezione 2.3.
2.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato
1. Richiamare il collegamento con il browser Web; “http://192.168.178.1/” (regolazione di fabbrica)
2. Per la parametrizzazione e il salvataggio attivare il controllo dell'unità (Device Control).
3. Nel registro Control Interface determinare l'interfaccia di controllo e salvare (Save):
– “IO-Link”
4. Nel registro FHPP Profile determinare il profilo dell'apparecchio e salvare (Save):
– “FHPP Channel”
– “FHPP + FPC Channel”
Dopo la parametrizzazione è possibile configurare il master IO-Link è Sezione 2.3.
12
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
2
IO-Link
2.3
Configurazione master IO-Link
Per la creazione del collegamento IO-Link configurare il controllore motore nel master IO-Link.
Passi per la configurazione del master IO-Link è Documentazione per il programma di
configurazione utilizzato (CODESYS, TIA-Portal, STEP 7, ...).
I file IODD contengono tutte le informazioni necessarie per la configurazione:
File IODD
Profilo dell'unità
Festo-CMMO-ST-C5-1-LKP_FHPP-xxxxxxxx-IODD1.1.xml
Festo-CMMO-ST-C5-1-LKP_FHPP_and_FPC-xxxxxxxx-IODD1.1.xml
(8 byte I/O) FHPP- Standard
FHPP Standard + FPC
(16 byte I/O)
(xxxxxxxx = data)
Tab. 2.2
File IODD
Il controllore motore supporta la specifica V1.1 con le seguenti caratteristiche:
– Dati IO-Link ciclici 8 o 16 byte I/O.
– Errori e allarmi specifici dell'apparecchio sono segnalati tramite l'“Event management” al master
IO-Link.
– La modalità SIO non è supportata.
– Velocità di trasmissione 230,4 kBaud.
– Nessun supporto del server parametri del master IO-Link (2048 byte per il parametro del controllore
motore non sufficienti).
Con gli idonei moduli o blocchi di funzione è possibile effettuare l'upload e il download di tutti i
parametri nell'unità di comando tramite EFPC è Appendice C.4
File IODD attuali, moduli o blocchi di funzioni è www.festo.com/sp
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
13
2
IO-Link
2.3.1
Esempio CMMO-ST su S7 1200
Qui di seguito sono elencati alcuni esempi di passaggi per collegare un CMMO-ST ad un S7 1200 come
master IO-Link.
Passaggi concreti per la configurazione del master IO-Link:
è Documentazione per il modulo.
è Documentazione per il programma di configurazione utilizzato.
Condizioni preliminari
– TIA-Portal V13
– S7 PCT V3.3 deve supportare la configurazione di IO-Link 1.1
Passaggi tipici
I seguenti passaggi sono normalmente necessari per collegare un CMMO-ST ad un S7 1200 come mas­
ter IO-Link.
1. Creazione di un nuovo progetto nel portale TIA.
2. Apri lo schema di progetto.
3. Aggiungi nuovo apparecchio (S7 deve supportare il master IO-Link è Documentazione per S7)
4. Regolare l'indirizzo IP per la CPU.
5. Selezionare il PLC, quindi selezionare lo slot nel supporto schede per il master IO-Link.
6. Nella finestra “Catalogo hardware”, alla voce “Moduli tecnologia”, selezionare il master IO-Link e
acquisire lo slot.
1
2
3
1
2
3
PLC
Slot nel supporto schede
Finestra “Catalogo” per la selezione del
master IO-Link
Fig. 2.1 Esempio TIA-Portal – configura S7
14
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
2
IO-Link
7. Carica la configurazione nell'unità di comando.
8. Tramite il menu contestuale del master IO-Link, avviare il Device Tool.
9. Nella finestra di dialogo selezionare l'interfaccia PC.
10.Selezionare il menu [Extras] [Importa IODD], quindi selezionare e importare il file IODD.
2
1
1
Porta
Fig. 2.2
2
Catalogo, IO-Link 1.1
Esempio DeviceTool, assegnazione IODD alla porta
11.Nel catalogo, alla voce “IO-Link 1.1”, “Festo AG & Co. KG”, “CMMO” selezionare la variante deside­
rata (Standard-FHPP o con FPC) e assegnare lo IODD alla porta utilizzata.
12.Carica la configurazione nell'apparecchio.
13.Chiudere il DeviceTool e salvare le modifiche. In questo modo il collegamento IO-Link è attivo.
Successivamente, per esempio alla voce “Biblioteche”, caricare il FHPP_Positions_Library_TIA di Festo
e assegnare la tabella delle variabili agli ingressi del modulo (I_ADRESS, O_ADRESS) è Descrizione/
file di guida alla biblioteca.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
15
3
I-Port
3
I-Port
I-Port è un'interfaccia specifica per lo scambio di dati seriali per il collegamento di moduli funzionali
(Devices) decentralizzati di Festo a livello di campo.
Il LED C/Q sul controllore motore mostra lo stato del collegamento I-Port.
3.1
IO-Link/I-Port interfaccia I/O digitale [X1]
Attacco
1
Pin
Funzione
1
+24 V (OUT)
2
0 V (GND)
11
X1
3
4
11
5
6
7
8
9
10
11
1
DOUT2
DOUT1
Ready
ENABLE
–
–
L–
C/Q
L+
Uscita +24 V1) per es. alimentazione di
un contatto di relè a potenziale zero per
l'ingresso abilitazione regolatore
Potenziale di riferimento per i segnali di
uscita
Uscita 2, parametrizzabile
Uscita 1, parametrizzabile
uscita READY
Ingresso abilitazione del regolatore2)
Nessuna funzione, non collegato inter­
namente3)
0 Volt (GND)
Segnale IO-Link/I-Port
Alimentazione 24 volt dell'IC I-Port, non
collegato con l'alimentazione logica
su X9
1)
non sovraccarico, max 100 mA
2)
segnali necessari per l'abilitazione regolatore parametrizzabile (FCT) è Sezione 3.2.1
3)
I pin possono essere utilizzati per il 4° e 5° filo del cavo I-Port/IO-Link
Tab. 3.1
16
Collegamento interfaccia I/O X1, occupazione pin 9 ... 11 per IO-Link
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
3
3.2
I-Port
Parametrizzazione del dispositivo I-Port
Prima del collegamento del controllore motore con I-Port, parametrizzare l'interfaccia di comando mas­
ter e il profilo dell'apparecchio:
– con l'FCT PlugIn CMMO-ST è Sezione 3.2.1
– con il Webserver integrato è Sezione 3.2.2
Collegare il controllore motore al PC è Descrizione degli apparecchi e delle funzioni del
controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-....
3.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST
1. Crea la configurazione attuatore è Guida per l'FCT PlugIn CMMO-ST.
2. Sulla pagina dei dati di applicazione determinare (Application Data) l'interfaccia di controllo (Con­
trol Interface):
– “I-Port”
3. Determinare come opzionale sulla pagina controllore quanto segue (Controller) :
– Abilitazione con (Enabled by), determinazione dei segnali necessari per l'abilitazione regolatore:
– “Fieldbus” (Fieldbus) – regolazione di fabbrica
– “Ingresso digitale 'Abilitazione' e Fieldbus” (Digital Input 'Enable' and Fieldbus)
4. Sulla pagina Fieldbus (Fieldbus) determinare il profilo dell'apparecchio (Device Profile):
– “FHPP Standard”
– “FHPP Standard + FPC”
5. Creazione del collegamento online.
6. Attivare controllo dell'unità (Device Control).
7. Download e salvataggio (Store) dei parametri.
Dopo la modifica e il salvataggio dei seguenti parametri con il PlugIn è necessario un
riavvio per poter attivare le regolazioni:
– Interfaccia di controllo (Modbus, IO-Link, I-Port)
– Profilo dell'apparecchio (FHPP Standard, FHPP Standard + FPC)
Dopo la parametrizzazione e un riavvio del controllore motore è possibile configurare il master I-Port
è Sezione 3.3.
3.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato
1. Richiamare il collegamento con il browser Web; “http://192.168.178.1/” (regolazione di fabbrica)
2. Per la parametrizzazione e il salvataggio attivare il controllo dell'unità (Device Control).
3. Nel registro Control Interface determinare l'interfaccia di controllo e salvare (Save):
– “I-Port”
4. Nel registro FHPP Profile determinare il profilo dell'apparecchio e salvare (Save):
– “FHPP Channel”
– “FHPP + FPC Channel”
Dopo la parametrizzazione è possibile configurare il master I-Port è Sezione 3.3.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
17
3
I-Port
3.3
“Configurazione master I-Port”
I seguenti master I-Port supportano il controller motore:
Master I-Port
I-Port e dimensioni dati supportati
Particolarità
CPX-CTEL
4 x I-Port, in tutto max. 32 byte I e
32 byte O
CTEU-PB
2 x I-Port, ciascuna 16 byte I e 16 byte O
CTEU-EC
2 x I-Port, ciascuna 16 byte I e 16 byte O
Con l'impostazione “Configurazione
automatica” è possibile suddividere
liberamente le quantità di dati (2x16 o
1x16 e 2x8 o 4x8).
Se non è supportato dal CPX-CTEL “Tool
change mode” utilizzato, il controllore
motore deve essere attivato prima dal
CPX-CTEL.
File di descrizione unità GSD ha
un'identificazione modulo per I-Port
File di descrizione unità ESI ha
un'identificazione modulo per I-Port
Supporto in preparazione
CTEU-CO
Tab. 3.2
(2 x I-Port, ciascuna 16 byte I e 16 byte O)
Master I-Port supportati
Il collegamento I-Port non deve essere configurato con la maggior parte dei master.
Per alcuni master I-Port sono disponibili file di descrizione degli apparecchi per il Fieldbus corrispon­
dente.
Supporto modulo specifico dei dispositivi I-Port tramite file GSD e ESI attuali, moduli o
blocchi di funzioni è www.festo.com/sp
18
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
4
Modbus TCP/IP
4
Modbus TCP/IP
Modbus è un protocollo di comunicazione aperto basato sull'architettura Master-Slave. Si tratta di uno
standard affermato per la comunicazione via Ethernet-TCP/IP nella tecnica di automazione.
La funzione di base del Modbus TCP/IP è descritta in IEC 61158.
La porta standard per il Modbus TCP/IP è la 502.
L'interfaccia di comando Ethernet viene utilizzata parallelamente all'interfaccia di parametro Ethernet
(FCT, Webserver). Al massimo è possibile un collegamento Modbus TCP/IP contemporaneo.
Dopo aver creato il collegamento TCP, questo viene normalmente mantenuto aperto e separato solo dal
controller motore in caso di guasto per un timeout preimpostato o attraverso un dispositivo di destinazione.
La comunicazione con l'FCT e il Webserver è sempre possibile.
Data Encoding
Il Modbus TCP/IP utilizza la sequenza di trasmissione “Big Endian”. Viene inviato per primo il “most
significant byte”. I dati originali (Modbus “Registro”) sono elaborati parola per parola (2 byte). Può
quindi essere necessario “girare” questi 2 byte sull'unità di comando. Questo riguarda le operazioni
(Function-Codes): 0x03, 0x10, 0x17 è Sezione 4.3.2.
Utilizzando i moduli approntati da Festo questo avviene già attraverso il modulo.
Telegramma Modbus
In generale, un telegramma Modbus è strutturato in modo corrispondente è Tab. 4.1 (viene inviato
sempre prima il byte più significativo).
Se per esempio con il computer si deve accedere al CMMO tramite il Modbus, devono ancora essere
inviati all'inizio il Transaction Identifier, il Protocol Identifier, la Message Length e lo Unit Identifier, pri­
ma di poter inviare il Function-Code.
Con il supporto del “Modbus TCP Client” è possibile visualizzare e testare l'occupazione.
è www.festo.com/sp, Ricerca del “Modbus TCP Client”
N. byte
Numero Funzione
byte
Osservazioni
1
2
2
Numero transazione
3
4
2
Sigla protocollo
5
6
2
Numero dei byte
seguenti
7
1
8
9 ...
1
n
Indirizzo (Unit identifier,
Slave-ID)
Function-Code
Dati
A scelta. Viene segnalato con byte più significativo
la risposta.
byte di ordine più
basso
byte più significativo
sempre 0
byte di ordine più
basso
byte più significativo
= n + 2, dove n è il numero
dei dati dal byte 9.
byte di ordine più
basso
Può essere ignorato (per es. –
impostare su 0).
è Sezione 4.3.2
–
è Sezione 4.3.2
–
Tab. 4.1
Struttura del telegramma Modbus
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
19
4
Modbus TCP/IP
4.1
Interfaccia TCP Modbus [X18]
Il collegamento Modbus avviene tramite l'interfaccia Ethernet [X18] come connettore femmina RJ45.
Questo può essere utilizzato per 2 altri collegamenti TCP (uno per il software di parametrizzazione FCT
e uno per il Webserver). Il controller motore come utenza Modbus TCP va raggiunto tramite lo stesso
indirizzo IP come viene utilizzato anche FCT o il Webserver.
4.1.1
Tab. 4.2
Configurazione dei pin e specifiche dei cavi
Pin
Specifiche
1
Segnale del trasmettitore+ ( TX+ ) Coppia di conduttori 3
2
Segnale del trasmettitore- ( TX- )
Coppia di conduttori 3
3
Segnale del ricevitore+ ( RX+ )
Coppia di conduttori 2
4
–
Coppia di conduttori 1
5
–
Coppia di conduttori 1
6
Segnale del ricevitore– ( RX– )
Coppia di conduttori 2
7
–
Coppia di conduttori 4
8
–
–
Corpo
Coppia di conduttori 4
Schermo
Occupazione [X18]
Tipe ed esecuzione del cavo
Il cablaggio avviene con cavi Twisted-Pair schermati STP, Cat.5.
20
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
4
4.2
Modbus TCP/IP
Parametrizzazione dell'utenza TCP Modbus
Prima del collegamento del controllore motore il master Modbus, parametrizzare l'interfaccia di coman­
do, il profilo dell'apparecchio la porta TCP e il Timeout:
– con l'FCT PlugIn CMMO-ST è Sezione 4.2.1
– con il Webserver integrato è Sezione 4.2.2
Collegare il controllore motore al PC è descrizione degli apparecchi e delle funzioni del
controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-....
4.2.1
Parametrizzazione con l'FCT PlugIn CMMO-ST
1. Crea la configurazione attuatore è Guida per l'FCT PlugIn CMMO-ST.
2. Sulla pagina dei dati di applicazione determinare (Application Data) l'interfaccia di controllo (Con­
trol Interface):
– “Modbus/TCP”
3. Determinare come opzionale sulla pagina controllore (Controller) :
– Abilitazione con (Enabled by), determinazione dei segnali necessari per l'abilitazione regolatore:
– “Fieldbus” (Fieldbus) – regolazione di fabbrica
– “Ingresso digitale 'Abilitazione' e Fieldbus” (Digital Input 'Enable' and Fieldbus)
4. Sulla pagina Fieldbus (Fieldbus), determinare il registro parametri d'esercizio (Operation Parame­
ters):
– Profilo dell'unità (Device Profile):
– “FHPP Standard”
– “FHPP Standard + FPC”
– Opzionale TCP-Port modifica (regolazione di fabbrica TCP-Port 502)
– Opzionale attivare superamento del tempo (Timeout) (regolazione di fabbrica: 100 ms, non atti­
vata) è Sezione 4.3.4
5. Creazione del collegamento online.
6. Attivare controllo dell'unità (Device Control).
7. Download e salvataggio (Store) dei parametri.
8. Opzionale sulla pagina Controller, registro impostazioni di rete (Network Settings) modifica impo­
stazioni di rete (Setup network settings):
– “Server DHCP attivo” (DHCP server active, regolazione di fabbrica)
– “Assumere automaticamente l'indirizzo IP” (Obtain an IP adress automatically)
– “Utilizzare il seguente indirizzo IP” (impostazione fissa indirizzo IP, maschera di sottorete e gate­
way standard)
Dopo la modifica e il salvataggio dei seguenti parametri con il PlugIn è necessario un
riavvio per poter attivare le regolazioni:
– Interfaccia di controllo (Modbus, IO-Link, I-Port)
– Parametri dell'interfaccia (profilo apparecchi, TCP-Port)
– Regolazioni di rete
Dopo la parametrizzazione e il riavvio del controllore motore è possibile configurare il master Modbus
è Sezione 4.3.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
21
4
Modbus TCP/IP
4.2.2
Parametrizzazione con il Webserver integrato
1. Richiamare il collegamento con il browser Web; “http://192.168.178.1/”
2. Per la parametrizzazione e il salvataggio attivare il controllo dell'unità (Device Control).
3. Nel registro Control Interface regolare l'interfaccia di controllo e salvare (Save):
– “MODBUS”
4. Nel registro FHPP Profile impostare e salvare il profilo apparecchio (Save):
– “FHPP Channel”
– “FHPP + FPC Channel”
5. Nel registro Network determinare le impostazioni di rete e salvare (Save):
– „DHCP server active“
– „Obtain an IP adress automatically“
– „Use the following IP adress“ (impostazione fissa indirizzo IP, maschera di sottorete e gateway
standard)
Dopo la parametrizzazione è possibile configurare il master Modbus è Sezione 4.3.
4.3
Configurazione master Modbus
4.3.1
Indirizzo IP
L'indirizzo IP del controllore motore come utenza TCP Modbus è identico all'indirizzo IP impostato nel­
l'FCT o nel Webserver.
4.3.2
Occupazione degli indirizzi e operazioni Modbus
Sono supportate le seguenti operazioni (transazioni Modbus):
– Read Holding Registers (0x03)
– Read Exception Status (0x07)
– Write Multiple Registers (0x10)
– Read/Write Multiple Registers (0x17)
– Read Device Identification (0x2B)
L'indirizzo di avvio è sempre “0”, la sequenza di byte è sempre “Big Endian”.
Tab. 4.3 mostra i comandi Modbus supportati.
22
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
4
Modbus TCP/IP
Comando
Modbus
Significato
Read/write
multiple
registers
Lettura e scrittura dei dati di processo
Read/write multiple registers request (0x17)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x17
Start address read
2
0x0000
Quantity of registers
2
0x0004: FHPP Standard
read
0x0008: FHPP Standard + FPC
Start address write
2
0x0000
Quantity of registers
2
0x0004: FHPP Standard
write
0x0008: FHPP Standard + FPC
Byte count write
1
0x08: FHPP Standard
0x10: FHPP Standard + FPC
Registers values write
8, 16 FHPP Standard processo uscite
telegramma A
FHPP Standard + FPC processo
uscite telegramma A
Read/write multiple registers response (0x17)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x17
Byte count
1
0x08: FHPP Standard
0x10: FHPP Standard + FPC
Register value
8, 16 FHPP Standard processo ingressi
telegramma E
FHPP Standard + FPC processo
ingressi telegramma E
Read/write multiple registers exception (0x97)
Campo
Bytes Valori
Error code
1
0x97
Exception code
1
0x01: illegal function
0x02: illegal data address
0x03: illegal data value
0x04: server device failure
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
N° byte
8
9, 10
11, 12
13, 14
15, 16
17
18 ...
N° byte
8
9
10 ...
N° byte
8
9
23
4
Modbus TCP/IP
Comando
Modbus
Significato
Read holding Lettura dei dati di processo
registers
Read holding registers request (0x03)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x03
Start address
2
0x0000
Quantity of registers
2
0x0004: FHPP Standard
0x0008: FHPP Standard + FPC
Read holding registers response (0x03)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x03
Byte count
1
0x08: FHPP Standard
0x10: FHPP Standard + FPC
Register value
8, 16 FHPP Standard I/O e FPC
Read holding registers exception (0x83)
Campo
Bytes Valori
Error code
1
0x83
Exception code
1
0x01: illegal function
0x02: illegal data address
0x03: illegal data value
0x04: server device failure
24
N° byte
8
9, 10
11, 12
N° byte
8
9
10 ...
N° byte
8
9
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
4
Modbus TCP/IP
Comando
Modbus
Significato
Write
multiple
registers
Scrittura dei dati di processo
Write multiple registers request (0x10)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x10
Start address
2
0x0000
Quantity of registers
2
0x0004: FHPP Standard
0x0008: FHPP Standard + FPC
Byte count
1
0x08: FHPP Standard
0x10: FHPP Standard + FPC
Register value
8, 16 FHPP Standard processo uscite
telegramma A
FHPP Standard + FPC processo
uscite telegramma A
Write multiple registers respone (0x10)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x10
Start address
2
0x0000
Quantity of registers
2
0x0004: FHPP Standard
0x0008: FHPP Standard + FPC
Write multiple registers exception (0x90)
Campo
Bytes Valori
Error code
1
0x90
Exception code
1
0x01: illegal function
0x02: illegal data address
0x03: illegal data value
0x04: server device failure
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
N° byte
8
9, 10
11, 12
13
14 ...
N° byte
8
9, 10
11, 12
N° byte
8
9
25
4
Modbus TCP/IP
Comando
Modbus
Significato
Read
exception
status
Lettura del numero di guasto
Read exception status request (0x07)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x07
Read exception status response (0x07)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x07
Output data
1
0x01 ... 0xFF: Exception status
(numero guasto)
0x00: nessun guasto
Read exception status exception (0x87)
Campo
Bytes Valori
Error code
1
0x87
Exception code
1
0x01: illegal function
0x02: illegal data address
0x03: illegal data value
0x04: server device failure
26
N° byte
8
N° byte
8
9
N° byte
8
9
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
4
Modbus TCP/IP
Comando
Modbus
Significato
Read device Lettura dei dati unità
identification
Read device identification request (0x2B)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x2B
MEI type
1
0x0E
Read device ID code
1
0x01: basic device identification
0x02: regular device identification
Object ID
1
0x00: (first object to be transferred)
Read device identification response (0x2B)
Campo
Bytes Valori
Codice di funzione
1
0x2B
MEI Type
1
0x0E
Read device ID code
1
Same as request field
Conformity level
1
0x01: basic device identification
0x02: regular device identification
More follows
1
0x00: no more objects
Next object ID
1
0x00
No of objects
1
Number of objects in this message
Object 1
1
è Sezione 4.3.3, Tab. 4.4
...
...
Object n
1
Read device identification exception (0xAB)
Campo
Bytes Valori
Error code
1
0xAB
Exception code
1
0x01: illegal function
0x02: illegal data address
0x03: illegal data value
0x04: server device failure
Tab. 4.3
N° byte
8
9
10
11
N° byte
8
9
10
11
12
13
14
15 ...
N° byte
8
9
Panoramica dei codici funzione Modbus
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
27
4
Modbus TCP/IP
4.3.3
Oggetti dati con il comando Modbus “Read Device Identification”
Object ID
Base
Regular
Tab. 4.4
4.3.4
0x00
0x01
0x02
0x00
0x01
0x02
0x03
0x04
0x06
Object Name
Accesso
Contenuto
VendorName
ProductCode
MajorMinorRevision
VendorName
ProductCode
MajorMinorRevision
VendorURL
ProductName
UserApplicationName
R
R
R
R
R
R
R
R
R
Nome del produttore
Codice del prodotto
Versione del firmware
Nome del produttore
Codice del prodotto
Versione del firmware
Indirizzo Web
Nome del prodotto
Nome progetto
Oggetti dati con il comando Modbus “Read Device Identification”
Funzioni di monitoraggio
Monitoraggio collegamento TCP/IP (Node Guard, Timeout)
Il controllore motore supporta il monitoraggio collegamento TCP/IP.
Il Node Guarding rappresenta un monitoraggio di collegamento a livello di applicazione. Il Node Guard
Timeout viene ripristinato con ogni messaggio Modbus Client ricevuto. Se l'applicazione Client non
reagisce più o se non vengono più ricevuti nuovi messaggi entro il timeout, viene attivata la reazione
all'errore “Timeout MODBUS TCP/IP”.
Il tempo per il timeout per il monitoraggio di collegamento può essere inserito con un valore compreso
tra 0 e 5000 ms è Sezione 4.2. Valori compresi tra 0 e 100 ms possono essere inseriti, ma limitati in­
ternamente a 100 ms. Un valore di 0 disattiva il timeout.
In caso di superamento del tempo viene inviato un messaggio di guasto 47h o 48h è Appendice D.
La reazione all'errore è regolabile da “Allarme” a “Disattivazione immediata dello stadio di uscita”.
28
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.1
Generazione di set-point (modi operativi FHPP)
I modi operativi si distinguono per il contenuto e il significato dei dati I/O ciclici e per le funzioni richia­
mabili nel controllore motore.
Modo operativo Descrizione
Selezione di
record
Nel controllore motore è possibile memorizzare un numero specifico di record di
posizionamento. Un record contiene tutti i parametri che sono prestabiliti per un
comando di traslazione. Il numero del record viene trasmesso come valore nomina­
le o reale nei dati I/O ciclici.
Istruzione diret­ L'istruzione di posizionamento viene trasmesso direttamente nel telegramma I/O.
ta
In questo caso vengono trasmessi i valori nominali più importanti (posizione,
velocità, coppia). I parametri complementari (ad es. accelerazione) vengono defini­
ti tramite la parametrazione.
Tab. 5.1
Panoramica dei modi operativi FHPP con controllore motore CMMO-ST
5.1.1
Commutazione del modo operativo FHPP
Il modo operativo FHPP viene commutato tramite il byte di comando CCON (vedi più avanti) con segna­
lazione di ritorno nella parola di stato SCON. La commutazione fra selezione di record e istruzione diret­
ta è ammessa anche nello stato “pronto” è Sezione 5.2, Fig. 5.1.
5.1.2
Selezione di record
Ogni controllore motore dispone di un determinato numero di record, i quali contengono tutte le infor­
mazioni necessarie per un'istruzione di traslazione. Nei dati di uscita dell'unità di comando viene tras­
messo il numero del record che verrà eseguito dal controllore motore all'avvio successivo. Il controller
motore riporta nei dati di ingresso dell'unità di comando il numero di record eseguito per ultimo. Il
comando di traslazione non deve essere più attivato per ciò.
Il controllore motore non supporta l'esercizio automatico, ovvero il programma utente. Il controllore
motore non può quindi svolgere funzioni complesse in modalità stand-alone; un accoppiamento stretto
con l'unità di comando è necessario in ogni caso. Tuttavia è possibile concatenare più record e farli
eseguire in sequenza tramite un comando di avvio. È inoltre possibile definire una commutazione di
record prima di richiamare la posizione di arrivo.
In questo modo è possibile creare profili di traslazione senza l'inconveniente dei tempi di
ritardo che si verificano durante la trasmissione attraverso Fieldbus e il tempo di ciclo
dell'unità di comando.
5.1.3
Istruzione diretta
Nell'istruzione diretta i comandi di traslazione vengono formulati direttamente nei dati di uscita del­
l'unità di comando.
L'applicazione tipica calcola in modo dinamico i valori reali di destinazione. In questo modo è possibile
ad es. un adattamento a dimensioni del pezzo diverse senza dover parametrizzare nuovamente la lista
di record. I dati di traslazione vengono gestiti completamente nell'unità di comando e inviati diretta­
mente al controllore motore.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
29
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.2
Macchina a stati finiti FHPP
Da tutti gli stati
Disattivato
T7* ha di regola la
maggiore priorità.
T7*
s5
s1
Controllore motore
acceso
Reazione
al guasto
T1
T8
s2
Attuatore
bloccato
T5
T11
s6
T9
Guasto
T2
T10
s3
Attuatore
abilitato
T6
T4
SA5
Jog
positivo
TA9
SA6
Jog
negativo
TA11
T3
SA1
TA7
TA10
TA8
SA4
Viene eseguita
corsa di riferimento
Pronto
TA12
TA2
TA5
TA6
TA1
SA2
Comando di
traslazione attivo
TA4
TA3
SA3
Arresto intermedio
s4
Esercizio abilitato
Fig. 5.1
Macchina a stati finiti
La spiegazione sui seguenti byte di controllo e di stato indicati (CCON, SCON, ...) è riporta­
ta alla è Sezione 5.3.
30
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Indicazioni sullo stato “Esercizio
abilitato”
La transizione T3 cambia nello stato
S4, che a sua volta contiene una
propria sotto-macchina a stati finiti i
cui stati vengono definiti “SAx” e le
cui transizioni vengono definite
“TAx” è Fig. 5.1.
Ciò consente di utilizzare anche uno
schema elettrico sostitutivo
(è Fig. 5.2) nel quale gli stati SAx
interni vengono tralasciati.
Le transizioni T4, T6 e T7* vengono
eseguite da ogni sottostato SAx ed
hanno automaticamente una priorità
maggiore rispetto ad una transizione
TAx qualsiasi.
Disattivato
Da tutti gli stati
T7*
s1
s5
s5
Controllore
motore acceso
T1
Reazione
al guasto
T8
T11
s2
Attuatore
bloccato
T5
S3
T6
Fig. 5.2
T2
s6
Guasto
T10
Attuatore
abilitato
T4
s4
T9
T3
Esercizio
abilitato
Schema elettrico sostitutivo della macchina a stati
finiti
Reazione ai guasti
T7 (“anomalia identificata”) ha la massima priorità (“*”). T7 viene eseguita da S5 + S6 se si verifica un
errore con maggiore priorità. Vuol dire che un errore più grave possa spostare un errore semplice.
5.2.1
Creazione dello stato di pronto
Nel caso in cui sia parametrizzato (è PNU 128) per la realizzazione dello stato di pronto è
necessario anche il segnale di ingresso digitale ENABLE [X1.6].
Informazioni sugli ingressi digitali è Descrizione GDCP-CMMO-ST-SY-...
T
Condizioni interne
T1
L'attuatore è stato attivato.
Non è stato accertato alcun errore.
T2
Tensione di carico presente.
Comando di livello superiore con unità di comando.
Operazioni dell'utente 1)
Abilita, attiva attuatore
CCON.ENABLE = 1
è CCON = xxx0.xxx1
T3
Abilita esercizio
CCON.STOP = 1
CCON.ENABLE = 1
è CCON = xxx0.xx11
T4
Blocca esercizio
CCON.STOP = 0
è CCON = xxx0.xx01
1)
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
31
5
Comando sequenziale e dati I/O
T
Operazioni dell'utente 1)
Condizioni interne
T5
Disattiva esercizio
CCON.ENABLE = 0
è CCON = xxx0.xxx0
T6
Disattiva esercizio
CCON.ENABLE = 0
è CCON = xxx0.xxx0
T7*
Guasto riconosciuto.
T8
Reazione al guasto conclusa, l'attuatore è attivo.
T9
Nessun guasto presente.
Era errore grave.
Resetta guasto
CCON.RESET = 0 } 1
CCON.ENABLE = 0
è CCON = xxx0.Pxx0
T10
Nessun guasto presente.
Era errore semplice.
Nota: T10 permette la tacitazione di guasti, senza dover
disattivare il regolatore.
Resettare guasto
CCON.RESET = 0 } 1
CCON.ENABLE = 0
è CCON = xxx0.Pxx1
T11
Guasto ancora presente.
Resettare guasto
CCON.RESET = 0 } 1
è CCON = xxx0.Pxxx
1)
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.2
Transazioni con creazione dello stato di pronto
5.2.2
Posizionamento
Vale quanto segue: Le transizioni T4, T6 e T7* sono sempre prioritarie!
T
Condizioni interne
Operazioni dell'utente 1)
TA1
Referenziamento presente.
Avvia istruzione di traslazione
CPOS.START = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xx0.00P1
TA2
Motion Complete = 1
Il record corrente è concluso. Il record successivo non deve
essere eseguito automaticamente.
nessuna istruzione di trasla­
zione conclusa
TA3
Motion Complete = 0
istruzione di traslazione non ancora conclusa.
Attiva arresto intermedio
CPOS.HALT = 1 } 0
è CPOS = 0xxx.xxxN
1)
32
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
T
Condizioni interne
Operazioni dell'utente 1)
TA4
stato interno “arresto intermedio”
TA5
Selezione del record, commutazione di record
– Un singolo record è terminato.
– Il record successivo deve essere eseguito automatica­
mente.
Selezione del record, commutazione di record
– È arrivata una nuova istruzione di traslazione e deve
essere interrotta l'istruzione precedente
prosegui istruzione di trasla­
zione
CPOS.HALT = 1
CPOS.START = 0 } 1
CPOS.CLEAR = 0
è CPOS = 00xx.xxP1
Viene eseguito il record succes­
sivo
è CPOS = 0xxx.xxx1
Istruzione diretta:
– È arrivata una nuova istruzione di traslazione.
La nuova istruzione di trasla­
zione interrompe la precedente
CPOS.START = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xx0.00P1
La nuova istruzione di trasla­
zione interrompe la precedente
CPOS.START = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xxx.xxP1
TA6
Cancella percorso rimanente
CPOS.CLEAR = 0 } 1
è CPOS = 0Pxx.xxxx
TA7
Avviamento della corsa di riferi­
mento
CPOS.START = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xx0.0Px1
TA8
Referenziamento terminato o Halt
Nessuna
TA9
1)
corsa di riferimento conclusa
nessuna
è stata interrotta la corsa di ri­
ferimento
Solo per arresto:
CPOS.HALT = 1 } 0
è CPOS = 0xxx.xxxN
Jog positivo
CPOS.JOGP = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xx0.Pxx1
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
33
5
Comando sequenziale e dati I/O
T
Operazioni dell'utente 1)
Condizioni interne
TA10
Termina jog positivo
o
CPOS.JOGP = 1 } 0
è CPOS = 0xxx.Nxx1
o
CPOS.HALT = 1 } 0
è CPOS = 0xxx.xxxN
TA11
Jog negativo
CPOS.JOGN = 0 } 1
CPOS.HALT = 1
è CPOS = 0xxP.0xx1
TA12
Termina jog negativo
o
CPOS.JOGN = 1 } 0
è CPOS = 0xxN.xxx1
o
CPOS.HALT = 1 } 0
è CPOS = 0xxx.xxxN
1)
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.3
Transazioni con il posizionamento
Modo operativo
FHPP
Indicazioni sulle particolarità
Selezione di
record
Istruzione diretta
Senza restrizioni.
Tab. 5.4
34
TA2: non vale più la condizione secondo la quale non deve essere eseguito
nessun record nuovo.
TA5: È possibile avviare in qualsiasi momento un nuovo record.
Particolarità in funzione del modo operativo FHPP
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.2.3
Esempi per i byte di comando e di stato
Nelle pagine seguenti sono riportati esempi tipici per i byte di comando e di stato:
Esempio 1: creazione dello stato di pronto – selezione di record, Tab. 5.5
Esempio 2: creazione dello stato di pronto – istruzione diretta, Tab. 5.6
Esempio 3: trattamento dei guasti, Tab. 5.7
Esempio 4: corsa di riferimento, Tab. 5.8
Esempio 5: selezione di record/posizionamento, Tab. 5.9
Esempio 6: posizionamento dell'istruzione diretta, Tab. 5.10
Informazioni sulla macchina di stato è Sezione 5.2.
Per tutti gli esempi vale: nel caso in cui sia parametrizzato (è PNU 128) per la realizza­
zione dello stato di pronto è necessario anche il segnale di ingresso digitale ENABLE
[X1.6].
Informazioni sugli ingressi digitali è Descrizione GDCP-CMMO-ST-SY-...
Esempio 1: creazione dello stato di pronto – selezione di record,
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
1.1 Stato normale
CCON
CPOS
CCON.LOCK
} CCON
} CPOS
CCON.ENABLE
CCON.STOP
CCON.OPM1
CCON.OPM2
CPOS.HALT
} CCON
} CPOS
SCON
SPOS
SCON.FCT/MMI
} SCON
} SPOS
SCON.ENABLED
SCON.OPEN
SCON.OPM1
SCON.OPM2
SPOS.HALT
} SCON
} SPOS
1.2 Bloccare controllo
dell'unità per FCT/MMI
(opzionale)
1.3 Abilitare l'attuatore,
abilitare l'esercizio
1)
= 0000.0x00b
= 0000.0000b
=1
= 0010.0x00b
= 0000.0000b
=1
=1
=0
=0
=1
= 0010.0x11b
= 0000.0001b
= 0001.0000b
= 0000.0100b
=0
= 0001.0000b
= 0000.0100b
=1
=1
=0
=0
=1
= 0001.0011b
= 0000.0101b
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.5
Byte di comando e di stato “Creazione dello stato di pronto – selezione di record”
Descrizione dei passaggi:
1.1 Stato normale dopo l'inserzione della tensione di alimentazione. } Passo 1.2 o 1.3
1.2 Bloccare controllo dell'unità per FCT/MMI.
Opzionalmente, l'accettazione del controllo dell'unità può essere bloccata tramite FCT con
CCON.LOCK = 1. } passo 1.3
1.3 Abilitazione dell'attuatore nell'esercizio della selezione di record. } corsa di riferimento: esem­
pio 4, Tab. 5.8.
In caso di guasti dopo l'inserzione o dopo avere settato CCON.ENABLE.
} Trattamento dei guasti è Esempio 3, Tab. 5.7.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
35
5
Comando sequenziale e dati I/O
Esempio 2: creazione dello stato di pronto – istruzione diretta
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
2.1 Stato normale
CCON
CPOS
CCON.LOCK
= 0000.0x00b
= 0000.0000b
=1
SCON
SPOS
SCON.FCT/MMI
= 0001.0000b
= 0000.0100b
=0
CCON.ENABLE
CCON.STOP
CCON.OPM1
CCON.OPM2
CPOS.HALT
=1
=1
=1
=0
=1
SCON.ENABLED
SCON.OPEN
SCON.OPM1
SCON.OPM2
SPOS.HALT
=1
=1
=1
=0
=1
2.2 Bloccare controllo
dell'unità per FCT/MMI
(opzionale)
2.3 Abilitare l'attuatore,
abilitare l'esercizio
1)
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.6
Byte di controllo e di stato “Creazione dello stato di pronto – Istruzione diretta”
Descrizione dei passaggi:
2.1 Stato normale dopo l'inserzione della tensione di alimentazione. } Passo 2.2 o 2.3
2.2 Bloccare controllo dell'unità per FCT/MMI. Opzionalmente, l'accettazione del controllo dell'unità
può essere bloccata tramite FCT con CCON.LOCK = 1. } passo 2.3
2.3 Abilitazione dell'attuatore nell'istruzione diretta. } corsa di riferimento: esempio 4, Tab. 5.8.
In caso di guasti dopo l'inserzione o dopo avere settato CCON.ENABLE.
} Trattamento dei guasti è Esempio 3, Tab. 5.7.
Le avvertenze non devono essere tacitate, esse vengono cancellate automaticamente
dopo alcuni secondi, quando la loro causa è stata rimossa.
Esempio 3: trattamento dei guasti
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
3.1 Errori
CCON
CPOS
CCON
CPOS
CCON.ENABLE
CCON.RESET
SCON
SPOS
SCON
SPOS
SCON.ENABLED
SCON.FAULT
SCON.WARN
SPOS.ACK
SPOS.MC
3.1 Avvertenza
3.3 Resettare il guasto
con CCON.RESET
1)
= xxxx.1xxxb
= xxxx.x0xxb
= xxxx.x1xxb
= xxxx.x0xxb
=1
=0
=0
=0
=1
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.7
36
= xxx0.xxxxb
= 0xxx.xxxxb
= xxx0.xxxxb
= 0xxx.xxxxb
=1
=P
Byte di comando e di stato “trattamento dei guasti”
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Descrizione dei passaggi:
3.1 L'errore viene indicato tramite SCON.FAULT. } Comando di traslazione non più possibile.
3.2 L'avvertenza viene indicata tramite SCON.WARN. } Comando di traslazione ancora possibile.
3.3 Resettare il guasto con fronte di risalita su CCON.RESET. } Viene resettato il bit di guasto
SCON.FAULT o SCON.WARN, } viene settato SPOS.MC, } l'attuatore è pronto
Esempio 4: corsa di riferimento (richiede lo stato S4)
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
4.1 Avviamento della cor­
sa di riferimento
CCON.ENABLE
CCON.STOP
CPOS.HALT
CPOS.HOM
SCON.ENABLED
SCON.OPEN
SPOS.HALT
SPOS.ACK
SPOS.MC
SPOS.MOV
=1
=1
=1
=1
=0
=1
SPOS.MC
SPOS.REF
=1
=1
4.2 Corsa di riferimento in CPOS.HOM
svolgimento
4.3 Corsa di riferimento
terminata
1)
=1
=1
=1
=P
=1
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.8
Byte di comando e di stato “Corsa di riferimento”
Descrizione dei passaggi:
4.1 Un fronte di risalita su CPOS.HOM (avvio corsa di riferimento) avvia la corsa di riferimento. L'av­
vio viene confermato con SPOS.ACK (segnale di conferma avvio) finché è settato CPOS.HOM.
4.2 Il movimento dell'asse viene indicato con SPOS.MOV.
4.3 Al termine della corsa di riferimento vengono settati SPOS.MC (Motion Complete) e SPOS.REF.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
37
5
Comando sequenziale e dati I/O
Esempio 5: Posizionamento selezione di record (richiede stato S4)
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
5.1 Preselezione del
numero di record (byte di
comando 3)
5.2 Avviare l'istruzione
N. del record
1 ... 64
N. di record
precedente
1 ... 64
CCON.ENABLE
CCON.STOP
CPOS.HALT
CPOS.START
=1
=1
=1
=P
5.3 Istruzione in
svolgimento
CPOS.START
N. del record
=1
1 ... 64
=1
=1
=1
=1
=0
=1
1 ... 64
5.4 Istruzione terminata
CPOS.START
=0
SCON.ENABLED
SCON.OPEN
SPOS.HALT
SPOS.ACK
SPOS.MC
SPOS.MOV
N. di record
attuale
SPOS.ACK
SPOS.MC
SPOS.MOV
1)
=0
=1
=0
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta
Tab. 5.9
Byte di comando e di stato “Posizionamento della selezione di record”
Descrizione dei passaggi:
(passi 5.1 .... 5.4 sequenza condizionata)
Dopo la creazione dello stato di pronto e l'esecuzione di una corsa di riferimento, può essere avviato
un'istruzione di posizionamento.
5.1 Preselezione del numero del record: Byte 3 dei dati di uscita
0
= corsa di riferimento
1 ... 64 = record di posizionamento programmabili
5.2 Con CPOS.START (avvia task) viene avviata l'istruzione di posizionamento predefinita. L'avvio
viene confermato con SPOS.ACK (segnale di conferma avvio) finché è settato CPOS.START.
5.3 Il movimento dell'asse viene indicato con SPOS.MOV.
5.4 Al termine dell'istruzione di posizionamento, viene settato SPOS.MC.
38
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Esempio 6: Istruzione diretta di posizionamento (richiede lo stato S4)
Passo
Byte di comando (istruzione) 1)
Byte di stato (risposta) 1)
6.1 Preselezionare la
posizione (byte 4) e
velocità (byte 5...8)
Preselezione
velocità
Posizione di riferi­
mento
CCON.ENABLE
CCON.STOP
CPOS.HALT
CDIR.ABS
CPOS.START
0 ... 100 (%)
Velocità conferma
0 ... 100 (%)
[SINC]
Posizione reale
[SINC]
=1
=1
=1
=S
=P
CPOS.START
=1
SCON.ENABLED
SCON.OPEN
SPOS.HALT
SDIR.ABS
SPOS.ACK
SPOS.MC
SPOS.MOV
=1
=1
=1
=S
=1
=0
=1
CPOS.START
=0
SPOS.ACK
SPOS.MC
SPOS.MOV
=0
=1
=0
6.2 Avviare l'istruzione
6.3 Istruzione in svolgi­
mento
6.4 Istruzione terminata
1)
Legenda: P = fronte di risalita (positivo), N = fronte di discesa (negativo), x = a scelta S= condizione di traslazione: 0= assoluta; 1
= relativa
Tab. 5.10
Byte di comando e di stato “Posizionamento dell'istruzione diretta”
Descrizione dei passaggi:
(passo 6.1 ... 6.4 sequenza condizionata)
Dopo la creazione dello stato di pronto e l'esecuzione di una corsa di riferimento deve essere pre­
selezionata una posizione nominale.
6.1 La posizione nominale [SINC] viene trasferita nei byte 5 ... 8 della parola di uscita.
La velocità nominale viene trasmessa [in % della velocità] del valore di base in byte 4
(0 = nessuna velocità; 255 = velocità max., interna limitata al 100 %).
6.2 Con CPOS.START viene avviata l'istruzione di posizionamento predefinita. L'avvio viene confer­
mato con SPOS.ACK finché è settato CPOS.START.
6.3 Il movimento dell'asse viene indicato con SPOS.MOV.
6.4 Al termine dell'istruzione di posizionamento, viene settato SPOS.MC.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
39
5
5.3
Comando sequenziale e dati I/O
Struttura dei dati I/O
5.3.1
Concetto
Il protocollo FHPP prevede di regola 8 byte di dati I e 8 byte di dati O. Il primo byte è fisso. Esso rimane
in ogni modo operativo FHPP e comanda l'abilitazione del controllore motore e i modi operativi FHPP.
Gli altri byte dipendono dal modo operativo FHPP selezionato. Qui è possibile trasmettere altri byte di
comando o di stato e valori nominali e reali.
Nei dati ciclici sono ammessi altri dati per la trasmissione di parametri secondo il protocollo FPC.
Un'unità di comando scambia i seguenti attraverso FHPP:
– Byte di comando e di stato (8 byte):
– Byte di comando e di stato
– Numero di record o posizione nominale nei dati O
– conferma della posizione effettiva e numero di record nei dati I
– altri valori nominali e reali in funzione dei modi operativi
– Se necessario è possibile utilizzare altri dati I e O (8 byte) per la parametrizzazione secondo FPC
è Appendice C.
Osservare eventualmente le specifiche nel master bus con la rappresentazione di parole e
parole doppie (Intel/Motorola). per es. tramite il Modbus avviene la rappresentazione in
“Rappresentazione big endian”
(primo byte di ordine più alto, di solito ad es. con PROFIBUS DP).
40
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.3.2
Dati I/O (byte 1 … 8) in diversi modi operativi FHPP
selezione di record
Byte 1
Byte 2
Byte 3
Byte 4
Byte 5
Dati O
CCON
CPOS
riservati
riservati
Dati I
SCON
SPOS
Numero
record
Numero
record
RSB
Posizione reale
Byte 5
Byte 6
Istruzione diretta
Byte 1
Byte 2
Byte 3
Byte 4
Dati O
CCON
CPOS
CDIR
Dati I
SCON
SPOS
SDIR
Valore no­ Valore nominale2
minale1
Valore
Valore reale2
reale1
Byte 6
Byte 7
Byte 8
Byte 7
Byte 8
Opzione: dati I/O estesi (byte 9 … 16) per la parametrizzazione secondo EFPC (è Sezione C.1):
EFPC
Dati O
Dati I
Tab. 5.11
Byte 1
Byte 2
Byte 3
Byte 4
Byte 5
Byte 6
Byte 7
FPCC
FPCS
Dati di controllo e dati utili in funzione della modalità di trasmissione
è Sezione C.2.2
Byte 8
Struttura EFPC in generale
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
41
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.4
Occupazione dei byte di comando e di stato (panoramica)
Occupazione dei byte di comando (panoramica)
CCON
(Tutti)
B7
B6
OPM2
OPM1
Selezione modi ope­
rativi FHPP
B4
–
–
B3
Reset
Resetta­
re guasto
B2
BRAKE
Allentare
il freno
B1
Stop
STOP
CPOS
(Tutti)
B7
–
–
B4
JOGN
Jog nega­
tivo
B3
JOGP
Jog posi­
tivo
B2
HOM
Av­
viamento
della cor­
sa di rife­
rimento
B1
Start
Avviare il
comando
di trasla­
zione
CDIR
(Istru­
zione
diretta)
B7
–
–
B3
–
–
B2
B1
COM2
COM1
Modo di regolazione
(posizione, forza,
vel., ...)
B0
ABS
assolu­
to/relati­
vo
B3
Fault
Guasto
B2
WARN
Allarme
B1
OPEN
Esercizio
abilitato
B3
TEACH
Tacita­
zione
teach-in
o cam­
pioname
nto
B3
–
–
B2
MC
Motion
Comple­
te
B1
ACK
Tacita­
zione av­
vio
B0
ENABLED
Attuato­
re abilita­
to
B0
HALT
Arresto
Tab. 5.12
B5
LOCK
Bloccare
accesso
FCT
B6
B5
CLEAR
TEACH
Cancella­ Rilevare
re per­
il valore
corso ri­
manente
B6
–
–
B5
B4
XLIM
–
Valore li­ –
mite della
corsa non
attivo.
B0
enable
Abilitare
l'attuato­
re
B0
HALT
Arresto
Panoramica occupazione dei byte di comando
Occupazione dei byte di stato (panoramica)
SCON
(Tutti)
B7
B6
OPM2
OPM1
Segnale di conferma
modo operativo FHPP
SPOS
(Tutti)
B7
REF
Attuatore
con riferi­
mento de­
finito
B6
STILL
Monito­
raggio
stato di
fermo
SDIR
(Istru­
zione
diretta)
B7
–
–
B6
–
–
Tab. 5.13
42
B5
FCT/MMI
Controllo
dell'unità
FCT
B5
FOLERR
Errore di
posi­
zioname
nto
B4
VLOAD
Tensione
di carico
presente
B4
MOV
Asse in
movi­
mento
B5
XLIM
Limite di
corsa
raggiun­
ta
B4
VLIM
Limite di
velocità
raggiun­
to
B2
B1
COM2
COM1
Conferma modo di
regolazione (posi­
zione, forza, vel....)
B0
ABS
assolu­
to/relati­
vo
Panoramica occupazione dei byte di stato
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.4.1
Descrizione dei byte di controllo
CCON comanda gli stati in tutti i modi operativi FHPP.
Byte di comando 1 (CCON)
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
Abilitazione
ENABLE dell'attuatore
Enable Drive
= 1:
= 0:
B1
STOP
STOP
Stop
B2
BRAKE
Rilascio del
freno
Open Brake
B3
RESET
B4
–
B5
LOCK
Resettare
guasto
–
Reset Fault
Bloccare
accesso FCT
Lock FCT
Access
B6
OPM1
B7
OPM2
Selezione dei
modi operativi
Select
Operating
Mode
Tab. 5.14
–
Abilitare l'attuatore (regolatore).
attuatore (regolatore) bloccato.
L'ordine in corso viene arrestato (Quick Stop).
= 1: Abilitare esercizio.
= 0: STOP attivo (interrompere comando di traslazione
+ stop). L'attuatore si ferma con il ritardo Quick
Stop, l'istruzione di traslazione viene resettata.
= 1: Allentare freno.
= 0: Attivare freno.
Attenzione: l'allentamento del freno è possibile solo se il
regolatore è bloccato. Appena viene sbloccato, il
regolatore ha priorità rispetto al comando del freno.
Con presenza di un fronte ascendente viene tacitato un
guasto presente e cancellato il valore di guasto.
Riservato, deve essere a 0.
Comanda l'accesso all'interfaccia di parametrizzazione
locale (integrata) del controllore motore.
= 1: Il software (FCT) può solo osservare il controllore
motore, il controllo dell'unità (HMI control) non
può accettare il software (FCT).
= 0: Il software (FCT) può accettare il controllo
dell'unità HMI control (per modificare i parametri
o comandare gli ingressi).
Determinazione del modo operativo FHPP.
N.
Bit 7 Bit 6 Modo operativo
0
0
0
Selezione di record
1
0
1
Istruzione diretta
2
1
0
riservati
3
1
1
riservati
Byte di controllo 1
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
43
5
Comando sequenziale e dati I/O
CPOS controlla le sequenze di posizionamento nei modi operativi FHPP “selezione” ed “istruzione diret­
ta”, non appena è stato abilitato l'attuatore.
Byte di comando 2 (CPOS)
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
HALT
Arresto
Arresto
= 1:
= 0:
B1
START
Avvio
comando di
traslazione
Avvio corsa di
riferimento
Start
Positioning
Task
Start Homing
Jog positivo
Jog positive
B4
JOGN
Jog negativo
Jog negative
B5
TEACH
Teach-in del
valore
Teach actual
Value
B6
CLEAR
Cancellare
percorso
rimanente
–
Clear
Remaining
Position
–
B2
HOM
B3
JOGP
B7
–
Tab. 5.15
44
Arresto non richiesto.
Arresto attivato (interrompere comando di
traslazione). L'asse si ferma con rampa di
decelerazione definita.
Nell'esercizio di posizionamento l'istruzione di
traslazione rimane attiva (arresto intermedio),
l'istruzione può proseguire con CPOS.START
oppure chiusa con CPOS.CLEAR.
Nell'esercizio di controllo della velocità e della
forza l'istruzione viene chiusa.
Mediante un fronte di risalita vengono acquisiti i dati
nominali attuali e avviata un'istruzione di traslazione.
Mediante un fronte di risalita viene avviata la corsa di
riferimento con i parametri impostati.
L'attuatore si muove con velocità o numero di giri
predefiniti in direzione di valori reali maggiori finché il bit
è settato. Il movimento inizia con il fronte ascendente e
termina con il fronte discendente.
L'attuatore si muove con velocità o numero di giri
predefiniti in direzione di valori effettivi minori finché il
bit è settato. Il movimento inizia con il fronte ascendente
e termina con il fronte discendente.
Con fronte di discesa il valore reale attuale viene
trasmesso nel registro dei valori nominali del record di
posizionamento indirizzato attualmente.
La destinazione teach viene definita con PNU 520. Se la
destinazione di apprendimento è parte di un set di
posizionamento (posizione, comparatore di posizione)
con l'esercizio diretto viene determinato il numero di
record in PNU 400:1, con la selezione di record viene
trasmesso il numero di record nel byte 3 dei dati ciclici
è Sezione 6.4.
Nello stato “alt” un fronte di risalita determina la
cancellazione dell'istruzione di posizionamento e il
passaggio allo stato “pronto”.
Riservato, deve essere a 0.
Byte di controllo 2
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Nell'istruzione diretta, CDIR specifica con maggiore precisione il tipo di istruzione di posizionamento.
Byte di controllo 3 (CDIR) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
ABS
Assoluto/relat
ivo
Absolute/
Relative
B1
COM1
B2
COM2
Modo di
regolazione
Control Mode
B3
–
B4
–
B5
XLIM
B6
–
B7
–
Tab. 5.16
Disattivare
valore limite
della corsa
= 1:
–
Il valore nominale è relativo all'ultimo valore
nominale.
= 0: Il valore nominale è assoluto.
(da considerare solo con l'esercizio di posizionamento
(COM1/2 = 00). In PNU 524 è possibile impostare se il
movimento deve essere relativo all'ultimo valore
nominale o effettivo.
N.
Bit 2 Bit 1 Modo di regolazione
0
0
0
Esercizio di posizionamento
1
0
1
Esercizio di controllo della coppia
(momento torcente, corrente)
2
1
0
Esercizio di controllo della velocità
(numero di giri)
3
1
1
riservati
Riservato, deve essere a 0.
–
Riservato, deve essere a 0.
stroke (X-)
LIMit inactive
–
= 1: monitoraggio della corsa non attivato
= 0: monitoraggio della corsa attivato
Solo con funzionamento di forza o controllo della
velocità (COM1/2 = 01 o 10)
Riservato, deve essere a 0.
–
Riservato, deve essere a 0.
Byte di controllo 3 – istruzione diretta
Byte di controllo 4 (valore nominale 1) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 7
Tab. 5.17
Preselezione con l'esercizio di posizionamento
costante
Velocity
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Preselezione esercizio di controllo della forza/coppia
costante
Velocity
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Preselezione con esercizio di controllo della velocità
Rampa della
Velocity ramp Rampa della velocità [% del valore base] è PNU 560
velocità
Byte di controllo 4 – istruzione diretta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
45
5
Comando sequenziale e dati I/O
Byte di controllo 5 … 8 (valore nominale 2) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 31 Preselezione con l'esercizio di posizionamento, numero a 32 bit
POSITION
Position
Posizione [SINC] è Appendice A.2
Preselezione esercizio di controllo della forza/coppia, numero a 32 bit
Coppia
Torque
Coppia nominale [% del valore di base] è PNU 555
Preselezione con esercizio di controllo della velocità, numero a 32 bit
costante
Velocity
Velocità [SINC/s] è Appendice A.2
Tab. 5.18
Byte di controllo 5 … 8 – istruzione diretta
Byte di comando 3 (valore nominale 1) – selezione di record
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 7
Tab. 5.19
Numero record Record
number
Preselezione del numero record.
byte di comando 3 – selezione di record
Byte di comando 4 … 8 (riservato) – selezione di record
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 31 –
Tab. 5.20
46
–
riservati (= 0)
byte di comando 4 … 8 – selezione di record
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
5.4.2
Descrizione del byte di stato
Byte di stato 1 (SCON)
Bit
DE
B0
ENABLED
B1
OPEN
B2
WARN
B3
FAULT
B4
VLOAD
EN
Descrizione
Attuatore
abilitato
Esercizio
abilitato
Allarme
Drive Enabled
Guasto
Fault
= 1:
= 0:
= 1:
= 0:
= 1:
= 0:
= 1:
= 0:
= 1:
L'attuatore (regolatore) è abilitato.
Attuatore bloccato, regolatore non attivato.
Esercizio abilitato, possibilità di posizionamento.
Stop attivo.
Avvertenza presente.
Avvertenza non presente.
Guasto presente.
Guasto presente o reazione al guasto attivata.
La tensione di carico è presente.
= 0:
Tensione di carico non è presente.
Operation
Enabled
Warning
La tensione di
carico è
presente
B5
Controllo
FCT/MMI dell'unità
mediante
FCT/MMI
Load Voltage
is Applied
B6
OPM1
B7
OPM2
Display
Operating
Mode
Tab. 5.21
Conferma del
modo
operativo
Software
Access by
FCT/MMI
Controllo dell'unità (cfr. PNU 125, sezione B.4.4)
= 1:
Controllo unità mediante Fieldbus non possibile.
= 0:
Controllo unità mediante Fieldbus possibile.
Segnale di conferma modo operativo FHPP.
N.
Bit 7 Bit 6 Modo operativo
0
0
0
Selezione di record
1
0
1
Istruzione diretta
2
1
0
riservati
3
1
1
riservati
Byte di stato 1
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
47
5
Comando sequenziale e dati I/O
Byte di stato 2 (SPOS)
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
HALT
B1
ACK
Arresto
Arresto
Tacitazione
avvio
Acknowledge
Start
= 1:
= 0:
= 1:
B2
MC
Motion
Complete
Motion
Complete
B3
TEACH
Tacitazione
teach-in o
campionamen­
to
B4
Asse in movi­
MOV
mento
B5
Errore di posi­
FOLERR zionamento
B6
Monitoraggio
STILL
stato di fermo
Acknowledge
Teach/Sampli
ng
B7
REF
Axis
Referenced
Attuatore
referenziato
Axis is Moving
FOLowing
ERRor
Standstill
Control
Arresto non attivato, l'asse può essere spostato.
Arresto attivo.
Avvio eseguito (definizione del riferimento,
esercizio a impulsi, posizionamento)
= 0: Pronto per l'avvio (definizione del riferimento, jog,
posizionamento)
= 1: comando di traslazione terminato, event. con
errore
= 0: comando di traslazione attivato
Attenzione: MC viene settato per la prima volta dopo
l'inserimento (stato “attuatore bloccato”).
= 1: teach eseguito, il valore reale è stato accettato
= 0:
pronto per teach
= 1:
= 0:
= 1:
= 0:
= 1:
Velocità dell'asse >= valore limite
Velocità dell'asse < valore limite
errore di posizionamento attivato
Nessun errore di inseguimento
asse ha abbandonato finestra di tolleranza dopo
MC
Asse resta dopo MC nella finestra di tolleranza
presente informazione di riferimento, non occorre
eseguire la corsa di riferimento
occorre eseguire riferenziamento
= 0:
= 1:
= 0:
Tab. 5.22
48
Byte di stato 2
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Il byte di stato SDIR è il segnale di conferma del modo di posizionamento.
Byte di stato 3 (SDIR) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
ABS
Assoluto/relat
ivo
Absolute/
Relative
B1
COM1
B2
COM2
Conferma
modo di
regolazione
Control Mode
Feedback
B3
–
B4
VLIM
–
–
Valore limite di
velocità
raggiunto
Valore limite di
corsa
raggiunta
–
velocity (V-)
LIMit reached
= 1:
valore limite della velocità raggiunto
= 0:
valore limite della velocità non raggiunto
stroke (X-)
LIMit reached
= 1:
Valore limite di corsa raggiunta
= 0:
valore limite di corsa non raggiunta
–
riservato = 0
–
–
riservato = 0
B5
XLIM
B6
–
B7
–
Tab. 5.23
= 1:
Il valore nominale è relativo all'ultimo valore no­
minale.
In PNU 524 è possibile impostare se il movimento
deve essere relativo all'ultimo valore nominale o
effettivo.
= 0:
N.
0
1
Il valore nominale è assoluto.
Bit 2 Bit 1 Modo di regolazione
0
0
Esercizio di posizionamento
0
1
Esercizio di controllo della forza/cop­
pia (corrente)
2
1
0
Esercizio di controllo della velocità
(numero di giri)
3
1
1
riservati
riservato = 0
Byte di stato 3 – istruzione diretta
Byte di stato 4 (valore effettivo 1) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 7
Tab. 5.24
Segnale di feedback con l'esercizio di posizionamento
costante
Velocity
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Segnale di feedback con esercizio di forza/di coppia, in base alla parametrizzazione
è PNU 523:7
costante
Velocity
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Coppia
Torque
Coppia [% del valore di base] è PNU 555
Segnale di feedback con l'esercizio di controllo della velocità
–
–
Nessuna funzione, = 0
Byte di stato 4 – istruzione diretta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
49
5
Comando sequenziale e dati I/O
byte di stato 5 … 8 (valore reale 2) – istruzione diretta
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 31 Segnale di feedback con l'esercizio di posizionamento, ciascuno con numero a 32 bit
POSITION
Position
Posizione [SINC] è Appendice A.2
Segnale di feedback con esercizio di forza/di coppia, in base alla parametrizzazione
è PNU 523:8
POSITION
Position
Posizione [SINC] è Appendice A.2
Coppia
Torque
Coppia [% del valore di base] è PNU 555
Segnale di feedback con l'esercizio di controllo della velocità
costante
Velocity
Velocità del valore assoluto [SINC/s]
Tab. 5.25
byte di stato 5 … 8 – istruzione diretta
Byte di stato 3 (numero del record) – selezione di record
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 7
Tab. 5.26
Numero record Record num­
ber
Conferma del numero di record.
Byte di stato 3 – selezione record
Byte di stato 4 (RSB) – selezione di record
Bit
DE
EN
Descrizione
B0
RC1
1. Commuta­
1st Record
zione di record Chaining Done
eseguita
= 1:
è stata raggiunta la prima condizione per la com­
mutazione al passo successivo.
B1
RCC
Commutazione Record Chain­
di record ter­
ing Complete
minata
B2
–
B3
–
B4
VLIM
–
–
Non è stata configurata/raggiunta una condizione
per la commutazione al passo successivo.
Valido nel momento in cui è presente MC.
= 1: La catena di record è stata elaborata fino alla fine.
= 0: concatenazione di record interrotta. Almeno una
condizione per la commutazione al passo succes­
sivo non raggiunta.
riservato, = 0
–
–
riservato = 0
Valore limite di
velocità rag­
giunto
Valore limite di
corsa raggiun­
ta
–
velocity (V-)
LIMit reached
= 1:
valore limite della velocità raggiunto
= 0:
valore limite della velocità non raggiunto
stroke (X-)
LIMit reached
= 1:
Valore limite di corsa raggiunta
= 0:
valore limite di corsa non raggiunta
–
riservato = 0
–
–
riservato = 0
B5
XLIM
B6
–
B7
–
Tab. 5.27
50
= 0:
Byte di stato 4 – selezione record
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
5
Comando sequenziale e dati I/O
Byte di stato 5 … 8 (posizione) – selezione record
Bit
DE
EN
Descrizione
B0 … 31 Posizione
Tab. 5.28
Position
Segnale di feedback della posizione [SINC]
è Appendice A.2, numero a 32 bit
Byte di stato 5 … 8 – selezione record
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
51
6
Comando tramite FHPP
6
Comando tramite FHPP
6.1
Sistema di riferimento dimensionale per attuatori elettrici
Informazioni sul sistema di riferimento per la misurazione è Descrizione dell'apparec­
chio e del funzionamento del controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-....
6.2
Corsa di riferimento
Con il controllore motore CMMO-ST, dopo il Power ON (attivazione dell'alimentazione di tensione “Parte
di comando”) deve essere sempre eseguita una corsa di riferimento.
6.2.1
Corsa di riferimento attuatori elettrici
L'attuatore può eseguire la corsa di riferimento sulla posizione attuale o su un interruttore di riferimen­
to o ancora contro una battuta.
Il raggiungimento di una battuta viene riconosciuta con l'aumento della corrente del motore. Dato che
l'attuatore non può regolare a lungo verso la battuta, esso deve ritornare almeno un millimetro nella
corsa. Ciò può avvenire attraverso la selezione di un metodo di referenziamento con traslazione verso
l'impulso zero o attraverso la traslazione punto zero del progetto spostato dalla battuta.
Procedura:
1. Ricerca del punto di riferimento secondo il metodo configurato.
2. Impostazione del punto zero dell'asse: Posizione attuale = 0 – offset del punto zero del progetto.
3. Parametrizzabile in via opzionale: movimento relativo verso il punto di riferimento intorno all'”offset
del punto zero dell'asse”.
Panoramica parametri e I/O con la corsa di riferimento
Parametri della corsa di
riferimento
è Pagina 140
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
Tab. 6.1
52
Nome
PNU
offset del punto zero dell'asse
1010
metodo della corsa di riferimento
1011
velocità
1012
Accelerazione/decelerazione
1013
Coppia max. della corsa di riferimento
1015
Limite vel. riconoscimento dell'arresto meccanico
1016
Tempo di smorzamento battuta
1017
CPOS.HOM = fronte di risalita: avvio corsa di riferimento
(Con la selezione di record: record 0 = corsa di riferimento, avvio con
CPOS.START)
SPOS.ACK = fronte di risalita: tacitazione avvio
SPOS.REF = attuatore mette punto di riferimento
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
Nessun comando per jog
Parametri e I/O con la corsa di riferimento
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
6.2.2
Metodi della corsa di riferimento
Il metodo della corsa di riferimento da selezionare dipende dall'asse parametrizzato, dall'applicazione
e dalla particolarità dell'impianto.
I metodi della corsa di riferimento si orientano all'unità CANopen CiA 402.
Precisione del punto di riferimento
Per aumentare la precisione di posizionamento assoluta può essere utilizzato l'impulso
zero dell'encoder incrementale per la valutazione.
Finecorsa software
I finecorsa software vengono disattivati con l'avvio della corsa di riferimento e riattivati al
termine della corsa di riferimento.
A seconda della configurazione del motore sono possibili i seguenti metodi di corsa di riferimento.
Motore/esercizio/interruttore di riferimen­ Possibili metodi di corsa di riferimento
to
Motore con encoder nell'esercizio regolato
(Closed Loop) senza interruttore di
riferimento
Motore con encoder nell'esercizio regolato
(Closed Loop) con interruttore di
riferimento
-35
-17
-18
-35
-17
-18
27
23
11
7
Motore senza encoder o in esercizio
controllato (Open Loop) senza interruttore
di riferimento
Motore senza encoder o in esercizio
controllato (Open Loop) con interruttore di
riferimento
-35
-35
27
23
Tab. 6.2
Posizione attuale
Battuta - direzione negativa
Battuta - direzione positiva
Posizione attuale
Battuta - direzione negativa
Battuta - direzione positiva
Interruttore di riferimento - direzione
positiva
Interruttore di riferimento - direzione
negativa
Interruttore di riferimento + indice direzione negativa
Interruttore di riferimento + indice direzione positiva
Posizione attuale
Posizione attuale
Interruttore di riferimento - direzione
negativa
Interruttore di riferimento - direzione
positiva
Possibili metodi di corsa di riferimento
Informazioni sulla sequenza dei metodi di corsa di riferimento è Descrizione di apparec­
chi e funzioni del controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-....
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
53
6
Comando tramite FHPP
6.3
Jog
Nello stato “Esercizio abilitato” è possibile spostare l'attuatore attraverso la funzione “modalità jog
positiva” o “modalità jog negativa”. Questa funzione viene utilizzata in genere per:
– accostare le posizioni Teach,
– Spostare l'attuatore fuori dalla corsa (ad es. dopo un guasto all'impianto)
– la traslazione manuale come modo operativo normale (avanzamento ad azionamento manuale)
Sequenza
1. Una volta settato uno dei segnali “Jog positivo” o “Jog negativo”, l'attuatore si mette lentamente in
movimento. La velocità lenta permette di determinare una posizione con precisione.
2. Se il segnale resta settato più a lungo della durata della Fase 1, la velocità viene aumentata alla
velocità rapida (velocità max.). In questo modo si possono attraversare delle grandi corse.
3. Se il segnale commuta su 0, l'attuatore viene rallentato con il ritardo impostato.
4. Solo se il riferimento dell'attuatore è definito:
se l'attuatore raggiunge un finecorsa software, si ferma automaticamente. Il finecorsa software non
viene superato, la corsa per l'arresto viene presa in considerazione secondo la rampa di ritardo
impostata. La modalità jog viene lasciata solo dopo Jog = 0.
v
Durata
PNU 534.1
velocità rapida
PNU 531.1
velocità lenta
PNU 530.1
t
Jog positivo CPOS.JOGP
Job negativo CPOS.JOGN
t
a+
Accelerazione/decelerazione
PNU 532.1
t
a–
Fig. 6.1
54
Diagramma di timing modalità jog (nell'esempio “Jog positivo”)
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
Panoramica parametri e I/O con jog
Parametri partecipanti
è Sezione B.4.10
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
Tab. 6.3
6.4
Nome del parametro
PNU
Velocità lenta – fase 1
530
Velocità max - fase 2
531
Accelerazione/decelerazione
532
Durata lenta fase 1
534
Finestra di segnalazione (modalità jog)
538
Ritardo di intervento errore di inseguimento
539
CPOS.JOGP = fianco di risalita: Jog positivo (valori reali maggiori)
CPOS.JOGN = fianco di risalita: Jog negativo (valori reali minori)
SPOS.MOV = 1: l'attuatore si muove
SPOS.MC = 0: (Motion Complete)
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
Parametri e I/O con modalità jog
Teach tramite Fieldbus
Tramite il Fieldbus è possibile eseguire il teach dei valori di posizione assoluti. I valori di posizioni già
supposti al teach precedentemente vengono sovrascritti. Il teach dei set di posizione relativi, dei set di
velocità e di forza non è possibile e porta all'allarme 0x40 “Ultimo teach non riuscito”.
Nota: per eseguire il teach l'attuatore non deve essere fermo. Tuttavia anche a velocità ridotte sono
possibili imprecisioni di più millimetri, dovute a tempi di ciclo consueti del controllore motore, della
trasmissione dati e del comando principale. Con teach-in la velocità deve essere impostata in modo
tale che la posizione venga riconosciuta con precisione.
Sequenza
1. Tramite l'esercizio a impulsi oppure in modo manuale, l'attuatore viene portato nella posizione
desiderata. Ciò può avvenire nella modalità jog tramite il posizionamento (oppure nel caso di motori
con encoder anche tramite spostamento manuale nello stato “attuatore bloccato”).
2. Parametrizzare la destinazione teach desiderata. Con la “Posizione nominale nel set di posi­
zionamento” e preimpostare i comparatori di posizione numero record in PNU 400 (esercizio diret­
to) o nel byte di comando 3 (selezione record).
Apprendimento desti­
nazione (PNU 520)
Esegue il teach a
= 1 (default)
=2
=3
=4
=5
=6
=7
Posizione nominale nel record di posizionamento1) è PNU 404
Punto zero dell'asse è PNU 1010
Origini del progetto è PNU 500
Finecorsa software inferiore è PNU 501.1
Finecorsa software superiore è PNU 501.2
Comparatore di posizione limite superiore1) è PNU 430
Comparatore di posizione limite inferiore1) è PNU 431
1)
Preimpostare il numero di record nell'esercizio diretto tramite PNU 400.1 “Numero di record nominale” con la selezione di record
tramite il numero di record nel byte di comando 3
Tab. 6.4
Panoramica delle apprendimento destinazioni
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
55
6
Comando tramite FHPP
3. La programmazione mediante “teach-in” si esegue tramite i bit nei byte di controllo e di stato
CPOS/SPOS:
Programmare
valore median­
te “teach-in”
CPOS.TEACH
1
1
0
2
1
Tacitazione
SPOS.TEACH
3
0
1
Fig. 6.2
2
3
4
4
Unità di comando: preparazione
programmazione mediante
“teach-in”
Controllore motore: Pronto per
programmazione mediante teach-in
Unità di comando: esecuzione della
programmazione mediante
“teach-in”
Controllore motore: Valore
accettato
handshake durante il teach
Per poter salvare in modo sicuro i valori con teach-in come tutti i parametri scritti in caso
di caduta di rete, questi devono essere salvati in modo permanente tramite la scrittura di
PNU 127:2 con il valore 1.
Panoramica parametri e I/O con teach-in
Parametri partecipanti
è sezioni B.4.8, B.4.10
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
Tab. 6.5
56
Parametri
PNU
Apprendimento destinazione
520
Numero record
400
Offset del punto zero del progetto
500
Finecorsa software
501
Offset del punto zero dell'asse (attuatori elettrici)
1010
CPOS.TEACH = N (fronte in discesa, negativo): programmare valore
mediante “teach-in”
SPOS.TEACH = N (fronte in discesa, negativo): valore acquisito
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
Parametri e I/O con teach-in
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
6.5
Comando tramite FHPP
Eseguire il record
Nello stato “Funzionamento abilitato” è possibile avviare un record. Questa funzione viene utilizzata in
genere per:
– posizionamento libero delle posizioni della lista del record mediante unità di comando
– posizionamento a scelta delle velocità e delle forze dell'elenco di record tramite l'unità di comando
– elaborazione di un profilo di traslazione mediante concatenazione di record,
– posizioni di arrivo note che si modificano solo raramente (cambio ricetta)
Sequenza
1. Impostare il numero di record desiderato nei dati di uscita dell'unità di comando. Fino all'avvio il
controllore motore continua a rispondere con il numero del record eseguito per ultimo.
2. Con presenza del fronte di risalita a CPOS.START, il controllore motore occupa il numero del record e
avvia il comando di traslazione.
3. Il controllore motore segnala con il fronte di risalita a SPOS.ACK che sono stati accettati i dati di
uscita dell'unità di comando e che l'istruzione di posizionamento è ora attivata. Il comando di posi­
zionamento continua ad essere eseguito anche se CPOS.START viene azzerato.
4. Quando il record è terminato, viene settato SPOS.MC.
Cause di errore durante l'applicazione:
– Non è stato eseguito nessun referenziamento.
– La posizione di arrivo non è stata raggiunta.
– Il numero di record non è valido.
– Il record non è stato inizializzato.
Con concatenazione di record è Vedi sezione 6.5.3:
se nel movimento viene preimpostata una nuova velocità e/o una nuova posizione di
arrivo, il percorso rimanente fino alla posizione di arrivo deve essere sufficiente per
garantire la destinazione con la rampa di decelerazione impostata.
Se questa destinazione non può essere raggiunta con velocità e accelerazione/decelera­
zione parametrizzate viene segnalato il messaggio di guasto 0x25 (calcolo della traietto­
ria).
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
57
6
Comando tramite FHPP
Panoramica parametri e I/O con selezione record
Parametri partecipanti
è Sezione B.4.8
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
Tab. 6.6
58
Parametri
PNU
Numero record
400
Tutti i parametri dei dati del record è Sezione 6.5.2,
401 ... 442
Tab. 6.7
Numero di record nel byte di comando 3
CPOS.START = fianco di risalita: avvio
Jog e referenziamento prioritari.
SPOS.MC = 0: Motion Complete
SPOS.ACK = fronte di risalita: tacitazione avvio
SPOS.MOV = 1: l'attuatore si muove
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
È presente il numero del record valido
Parametri e I/O con selezione record
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
6.5.1
Diagrammi di flusso della selezione di record
Fig. 6.3, Fig. 6.4 e Fig. 6.5 mostrano i diagrammi di flusso per l'avvio e l'arresto di un record.
Avvio record/arresto
Numero del record
nominale
Dati di uscita
1
N-1
N
N+1
0
1
Stop
CCON.STOP
0
5
1
Avvio
CPOS.START
0
0
4
2
1
Tacitazione avvio
SPOS.ACK
6
3
1
1
Motion Complete
SPOS.MC
0
1
Asse in movimento
SPOS.MOV
0
1
Numero record ef­
fettivo
Dati d'ingresso
1
2
3
N-1
Presupposto: “Tacitazione avvio” = 0
Fronte di risalita all' “avvio” causa
accettazione del nuovo numero del record N
e settare “Tacitazione avvio”.
Non appena la “Tacitazione avvio” viene
riconosciuta dall'unità di comando, esso può
settare “avvio” su 0.
Fig. 6.3
N+1
N
0
4
5
6
Il controllore motore reagisce a ciò con un
fronte di discesa a “Tacitazione avvio”.
Appena “Tacitazione di avvio” viene
riconosciuto dall'unità di comando, esso può
impostare il prossimo numero del record.
Un processo di posizionamento in corso può
essere arrestato con “stop”.
Diagramma sequenziale per avvio record/stop
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
59
6
Comando tramite FHPP
Arrestare record con Halt e proseguire
Numero del record
nominale
Dati di uscita
1
N-1
N
N+1
0
1
Arresto
CPOS.HALT
1
0
1
Avvio
CPOS.START
2
0
1
Confermare l'arresto
SPOS.HALT
0
1
Tacitazione avvio
SPOS.ACK
0
1
Motion Complete
SPOS.MC
0
1
Asse in movimento
SPOS.MOV
Numero record
effettivo
Dati d'ingresso
0
1
N-1
N
0
2 Il fronte ascendente a “Avvio” avvia
Il record viene arrestato con “Arresto”, il
nuovamente il record N, viene settato
numero del record effettivo viene
“confermare arresto”
mantenuto, “Motion Complete” resta
resettato
Fig. 6.4
Diagramma sequenziale per arrestare record con Halt e proseguire
1
60
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
Arrestare record con Halt e cancellare percorso rimanente
Numero del record
nominale
Dati di uscita
1
N-1
N
N+1
0
1
Arresto
CPOS.HALT
1
0
1
Avvio
CPOS.START
0
1
Cancellare percor­
so rimanente
CPOS.CLEAR
2
0
1
Confermare l'arre­
sto
SPOS.HALT
0
1
Tacitazione avvio
SPOS.ACK
0
1
Motion Complete
SPOS.MC
0
1
Asse in movimento
SPOS.MOV
Numero record ef­
fettivo
Dati d'ingresso
1
0
1
N-1
N
arrestare record
Fig. 6.5
N+1
0
2
Cancellare percorso rimanente
Diagramma sequenziale per arrestare il record con Halt e cancellare il percorso rimanente
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
61
6
Comando tramite FHPP
6.5.2
Struttura del record
Un'istruzione di posizionamento nel funzionamento della selezione record viene descritta con un record
di valori nominali. Ogni valore nominale viene indirizzato tramite un proprio numero di parametro
(PNU). Un record è formato dai valori nominali con lo stesso sottoindice.
PNU
Nome
Descrizione
401
Byte di comando record 1
Impostazione per l'istruzione di posizionamento: Assolu­
to/relativo
402
Byte di comando record 2
Controllo del record: Impostazioni per concatenazione di
record
404
Valore nominale posizione
Valore nominale posizione di arrivo
406
Velocità
velocità nominale
407
Accelerazione
Accelerazione nominale
408
Decelerazione
Decelerazione nominale
409
Strappo con accelerazione
Valore nominale dello strappo durante l'accelerazione
410
Massa
Massa che viene spostata anche verso la massa di base
416
Posizione successiva
Numero di record a cui si salta se è attiva la condizione di
commutazione
417
Strappo con decelerazione
Valore nominale dello strappo durante il ritardo
418
421
Limitazione della coppia
Byte di comando record 3
423
424
425
Velocità finale
Max. deviazione
MC con la commutazione dei
record
Ritardo di avviamento
Limite di corsa
Fattore prepilotaggio momento
Comparatore di posizione, min.
Comparatore di posizione, max.
Comparatore di posizione tem­
po di smorzamento
Comparatore di velocità, min.
Comparatore di velocità, max.
Comparatore di velocità, tempo
di smorzamento
Comparatore di forza, min.
Comparatore di forza, max.
Comparatore di forza, tempo di
smorzamento
Comparatore di tempo, min.
Comparatore di tempo, max.
Valore nominale forza max.
Comportamento specifico del record durante il posi­
zionamento
Valore nominale della velocità finale del record.
Valore nominale per la max. deviazione.
Stato segnale “Motion Complete” (MC) con la commuta­
zione di record
Valore nominale per il tempo di ritardo all'avvio
Valore nominale per la corsa riferita alla posizione di avvio
Quota del prepilotaggio momento
Valore limite inferiore del comparatore di posizione
Valore limite superiore del comparatore di posizione
Valore nominale per il tempo di smorzamento comparato­
re di posizione
Valore limite inferiore per il comparatore di velocità
Valore limite superiore per il comparatore di velocità
Valore nominale per il tempo di smorzamento del compa­
ratore di velocità
Valore limite inferiore del comparatore di forza
Valore limite superiore del comparatore di forza
Valore nominale per il tempo di smorzamento comparato­
re di forza
Valore limite inferiore del comparatore di tempo
Valore limite superiore del comparatore di tempo
426
427
428
430
431
432
433
434
435
436
437
438
439
440
62
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
PNU
Nome
Descrizione
441
442
Valore nominale della velocità
Valore nominale forza
Valore nominale velocità di arrivo
Valore nominale forza di arrivo
Tab. 6.7
Parametri per il record di posizionamento
6.5.3
Concatenazione di record (PNU 402)
Il modo di selezione di record consente di concatenare più istruzioni di posizionamento. Ciò significa
che con un avvio su CPOS.START è possibile eseguire automaticamente più record in sequenza. In
questo modo è possibile definire un profilo di traslazione, ad esempio per commutare su un'altra
velocità dopo il raggiungimento di una posizione.
Impostando una condizione nel byte di comando record e con la registrazione del numero di record
successivo in PNU 416, l'utente definisce che il record successivo a quello attuale viene eseguito
automaticamente.
Byte di controllo record 2 (PNU 402)
Bit 0 ... 6
Bit 7
Tab. 6.8
Valore numerico 0 ... 128: condizione per la commutazione al passo successivo
come enumerazione è Tab. 6.9
riservato
Impostazioni per concatenazione di record
Condizione per la commutazione al passo successivo per il concatenamento automatico di record
(bit 0 ... 6)
Valore Comando Condizione
Descrizione
0
1
inattivo
MC attivo
Fine della sequenza
Motion Complete
Nessuna commutazione di record.
Il valore di preselezione da PNU 426 viene interpre­
tato come tempo di attesa (delay) in millisecondi.
La commutazione al passo successivo avviene al
raggiungimento del valore nominale di arrivo, cioè
quando viene soddisfatta la condizione MC interna.
20
PosK atti­
vo
Comparatore di posi­
zione attivo
21
VK attivo
Comparatore di velocità
attivo
La commutazione al passaggio successivo avviene
se è stato raggiunto il valore limite del comparatore
di posizione.
La commutazione al passaggio successivo avviene
se è stato raggiunto il valore limite del comparatore
di velocità.
22
FK attivo
Comparatore di forza at­
tivo
La commutazione al passaggio successivo avviene
se è stato raggiunto il valore limite del comparatore
di forza.
23
TK attivo
Comparatore di tempo
attivo
La commutazione al passaggio successivo avviene
se è stato raggiunto il valore limite del comparatore
di tempo.
Tab. 6.9
Condizioni di commutazione
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
63
6
Comando tramite FHPP
6.6
Esecuzione dell'istruzione diretta
Nello stato “esercizio abilitato” (istruzione diretta) viene formulata una istruzione direttamente nei dati
I/O che vengono trasmessi tramite Fieldbus. I valori nominali vengono in parte memorizzati nell'unità di
comando.
La funzione viene utilizzata nelle seguenti situazioni:
– posizionamento libero delle posizioni all'interno della corsa utile
– Posizioni di arrivo ignote al momento della progettazione
– Modifiche frequenti delle posizioni di arrivo (per es. molte posizioni diverse del pezzo)
– Istruzioni corrispondenti con l'esercizio di forza o di controllo della velocità
Se tempi di attesa brevi non rappresentano un fattore critico, un profilo di traslazione
tramite concatenazione di posizioni può essere realizzato esternamente tramite l'unità di
comando.
Cause di errori nell'applicazione
– Non è stato eseguito il referenziamento
– Posizione di arrivo non accessibile oppure al di fuori dei finecorsa software
Panoramica parametri e I/O con istruzione diretta esercizio di posizionamento
Parametri partecipanti
Esercizio diretto FHPP
è B.4.13
Esercizio diretto posi­
zione è B.4.15
Esercizio diretto FHPP
generale è B.4.18
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
1)
Parametri
PNU
FHPP: Valori nominale/effettivi
523
Impostazioni dell'esercizio diretto FHPP
524
Valore base della velocità1)
540
Accelerazione
541
Decelerazione
542
Strappo con accelerazione
543
Massa
544
Strappo con decelerazione
547
Velocità finale
548
Errore di inseguimento (esercizio diretto posizione)
549
Limitazione della coppia (non esercizio di forza)
581
Ritardo di avviamento
582
Condizione di avvio
583
CPOS.START = fianco di risalita: avvio
CDIR.ABS = valore nominale assoluto/relativo
CDIR.COM1/2 = modo di regolazione è Sezione 5.3
SPOS.MC = 0: Motion Complete
SPOS.ACK = fronte di risalita: tacitazione avvio
SPOS.MOV = 1: l'attuatore si muove
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
L'unità di comando trasmette nei byte di comando un valore percentuale che viene moltiplicato con il valore base per arrivare al
valore definitivo
Tab. 6.10
64
Parametri e I/O con istruzione diretta esercizio di posizionamento
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
Panoramica parametri e I/O con istruzione diretta esercizio di forza
Parametri partecipanti
Esercizio diretto FHPP
è B.4.13
Esercizio diretto posi­
zione è B.4.15
Esercizio diretto forza
è B.4.16
Esercizio diretto FHPP
generale è B.4.18
Attuatori elettrici
è B.4.23
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
1)
Parametri
FHPP: Valori nominale/effettivi
Impostazioni dell'esercizio diretto FHPP
Valore base della velocità1)
Massa
Finestra di segnalazione forza raggiunta
Valore base forza
Ritardo di avviamento
Condizione di avvio
Coppia nominale del motore
PNU
523
524
540
544
552
555
582
583
1036
CPOS.START = fianco di risalita: avvio
CDIR.ABS = valore nominale assoluto/relativo
CDIR.COM1/2 = modo di regolazione è Sezione 5.3
SPOS.MC = 0: Motion Complete
SPOS.ACK = fronte di risalita: tacitazione avvio
SPOS.MOV = 1: l'attuatore si muove
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
L'unità di comando trasmette nei byte di comando un valore percentuale che viene moltiplicato con il valore base per arrivare al
valore definitivo
Tab. 6.11
Parametri e I/O con istruzione diretta esercizio di forza
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
65
6
Comando tramite FHPP
Panoramica parametri e I/O con istruzione diretta esercizio velocità
Parametri partecipanti
Esercizio diretto FHPP
è B.4.13
Esercizio diretto
posizione è B.4.15
Velocità esercizio
diretto è B.4.17
Esercizio diretto FHPP
generale è B.4.18
Avvio (FHPP)
Conferma (FHPP)
Presupposto
1)
Parametri
PNU
FHPP: Valori nominale/effettivi
523
Impostazioni dell'esercizio diretto FHPP
524
Strappo con accelerazione
543
Massa
544
Strappo con decelerazione
547
Valore base accelerazione1)
560
Finestra di segnalazione Velocità raggiunta
561
Limitazione della corsa (regolazione del numero di giri) 566
Finestra di segnalazione deviazione (regolazione nu­
568
mero di giri)
Limitazione della coppia (non esercizio di forza)
581
Ritardo di avviamento
582
Condizione di avvio
583
CPOS.START = fianco di risalita: avvio
CDIR.ABS = valore nominale assoluto/relativo
CDIR.COM1/2 = modo di regolazione è Sezione 5.3
SPOS.MC = 0: Motion Complete
SPOS.ACK = fronte di risalita: tacitazione avvio
SPOS.MOV = 1: l'attuatore si muove
Controllo dell'unità mediante unità di comando/Fieldbus
Controllore motore nello stato “esercizio abilitato”
L'unità di comando trasmette nei byte di comando un valore percentuale che viene moltiplicato con il valore base per arrivare al
valore definitivo
Tab. 6.12
66
Parametri e I/O con istruzione diretta esercizio velocità
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
6.6.1
Sequenza istruzione diretta
1. Impostare i valori nominali desiderati e le condizioni di traslazione (assoluto/relativo) nei dati di
uscita.
2. Con un fronte ascendente su “avvio” (CPOS.START) il controllore motore accetta i valori nominali ed
avvia il comando di traslazione.
3. In funzione della parametrizzazione della condizione di start PNU 583:
– Ignora (default): un comando di avvio viene ignorato, fino a quando non si è conclusa l'ultima
istruzione
– Interruzione: dopo l'avvio è consentito avviare un nuovo valore nominale in qualsiasi momento.
Non occorre attendere il segnale “Motion Complete” (MC)
– Attendi: avvio del nuovo ordine dopo il Motion Complete
4. Se è stato raggiunto l'ultimo valore nominale, viene impostato il segnale “MC” (SPOS.MC).
Start del comando
1
Valore nominale
dati di uscita
1. Valore di riferimento
2. Valore di riferimento
3. ...
0
1
Avvio
CPOS.START
0
1
Tacitazione avvio
SPOS.ACK
0
1
Motion Complete
SPOS.MC
Fig. 6.6
0
Avvio del comando di traslazione
La sequenza degli altri bit di comando e di stato e le funzioni Alt e Stop si comportano in
base alla funzione Selezione di record è Fig. 6.3, Fig. 6.4, e Fig. 6.5.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
67
6
Comando tramite FHPP
Esercizio di posizionamento
L'esercizio di posizionamento viene predisposto tramite la determinazione della modalità di
regolazione con i bit CDIR.COM1/2. Il valore nominale della posizione dipende dal bit CDIR.ABD in
modo assoluto o relativo.
I valori nominali sono specificati nel modo seguente:
Bytes
Contenuto
Valori nominali
Byte di controllo 4 Valore nomina­
le 1
Byte di
Valore nomina­
comando 5 ... 8
le 2
Valori reali
Byte di stato 4
Valore reale 1
Byte di
Valore reale 2
stato 5 ... 8
Tab. 6.13
Valore
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Posizione [SINC], numero 32 bit è Appendice A.2
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Posizione [SINC], numero 32 bit è Appendice A.2
Valori nominali e effettivi – istruzione diretta esercizio di posizionamento
In base ai valori nominali predefiniti, con il segnale di avvio (Start Bit) si arriva alla posizione corrispon­
dente ai valori nominali ed è visualizzata la modalità di regolazione tramite i bit SDIR.COM1/2.
Il segnale “Motion Complete” (MC) segnala in questa modalità di regolazione “Posizione raggiunta”.
Esercizio di controllo della velocità (regolazione del numero di giri)
L'esercizio di velocità viene predisposto tramite la determinazione della modalità di regolazione con i
bit CDIR.COM1/2. Il valore nominale della velocità è sempre assoluto, CDIR.ABS viene ignorato.
I valori nominali sono specificati nel modo seguente:
Bytes
Contenuto
Valori nominali
Byte di controllo 4 Valore nomina­
le 1
Byte di
Valore nomina­
comando 5 ... 8
le 2
Valori reali
Byte di stato 4
Valore reale 1
Byte di
Valore reale 2
stato 5 ... 8
Tab. 6.14
Valore
Rampa della velocità [% del valore base] è PNU 560
Velocità [SINC/s] è Appendice A.2
Nessuna funzione, = 0
Velocità del valore assoluto [SINC/s]
Valori nominali e effettivi – istruzione diretta regolazione velocità
Una volta impostato il valore nominale, con il segnale di start (bit di start) viene generata la velocità
nella direzione corrispondente al segno del valore nominale 2 e viene visualizzato il modo di
regolazione della velocità torcente attivo tramite i bit SDIR.COM1/2.
Il segnale SPOS.MC (Motion Complete) segnala in questo modo di regolazione “valore di arrivo velocità
raggiunto”.
68
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
Esercizio di controllo della forza/coppia (regolazione della corrente)
L'esercizio di forza/controllo coppia viene predisposto tramite la determinazione della modalità di
regolazione con i bit CDIR.COM1/2. L'attuatore rimane fermo innanzitutto nella posizione prestabilita.
I valori nominali sono specificati nel modo seguente:
Bytes
Contenuto
Valore
Valori nominali
Byte di controllo 4 Valore nomina­ Velocità [% del valore di base] è PNU 540
le 1
Byte di comando
Valore nomina­ Coppia nominale [% del valore di base] è PNU 555
5 ...8
le 2
Valori effettivi, in funzione della parametrizzazione è PNU 523
Byte di stato 4
Valore reale 1 Velocità [% del valore di base] è PNU 540
Coppia [% del valore di base] è PNU 555 (regolazione di fabbri­
ca)
Byte di stato 5 ... Valore reale 2 Posizione [SINC] è appendice A.2 (regolazione di fabbrica)
8
Coppia [% del valore di base] è PNU 555
Tab. 6.15
Valori nominali e effettivi – istruzione diretta regolazione velocità
Una volta impostato il valore nominale, con il segnale di start (bit di start) viene generata la coppia
nella direzione corrispondente al segno del valore nominale 2 e viene visualizzato il modo di
regolazione della coppia attivo tramite i bit SDIR - COM1/2.
Il segnale SPOS.MC (Motion Complete) in questo modo di regolazione indica “Eseguito / Done” o “For­
za effettiva = forza nominale”.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
69
6
Comando tramite FHPP
6.7
Monitoraggio del comportamento dell'attuatore
6.7.1
Messaggio “Motion Complete”
“Motion Complete” segnala la fine dell'ordine. Per ogni tipo di ordine (esercizio di controllo della posi­
zione, della velocità e della forza) è determinata una finestra. Non appena il valore effettivo della gran­
dezza di arrivo si trova nella finestra di destinazione, per la durata del tempo di ammortizzazione para­
metrizzato, viene emesso il messaggio Motion Complete (ordine concluso).
v
t1
3
2
1
t
Motion Complete
t
t1: Tempo di ammortizzazione Motion Complete
1
2
Velocità reale
velocità nominale
Fig. 6.7
3
Finestra di destinazione Motion Complete
Motion Complete – Esempio esercizio di controllo della velocità
Panoramica parametri e I/O Motion Complete
Parametri partecipanti
Esercizio diretto forza
è B.4.16
Parametri
Finestra di segnalazione raggiunta (finestra di arrivo
per l'esercizio di forza con selezione record/istruzione
diretta)
Velocità esercizio
Finestra di segnalazione velocità raggiunta (finestra di
diretto è B.4.17
arrivo per l'esercizio di controllo velocità con
selezione record/istruzione diretta)
Parametri regolatore
Finestra di segnalazione di arrivo raggiunta (finestra di
(posizionamento del
arrivo per l'esercizio di posizionamento con selezione
funzionamento diretto) record/istruzione diretta)
è B.4.22
Tempo di smorzamento destinazione raggiunto
(tempo di smorzamento Motion Complete, applicabile
a tutti i tipi di istruzioni)
Conferma (FHPP)
SPOS.MC = 1: Motion Complete
Tab. 6.16
70
PNU
552
561
1022
1023
Parametri e I/O Motion Complete
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
6.7.2
Messaggio “Errore di posizionamento”
Con esercizio di controllo della posizione e della velocità è possibile monitorare il superamento dell'er­
rore di posizionamento max. ammesso, ad es. con difficoltà di movimento o sovraccarico dell'attuato­
re.
Dai parametri di un ordine viene calcolato, dalla sua esecuzione, un andamento teorico (è Fig. 6.8,
1 ). Durante l'esecuzione dell'ordine viene monitorata la differenza tra il valore nominale calcolato e
il valore effettivo attuale. La differenza ammessa (errore di posizionamento max. ammesso) viene
determinato tramite parametrizzazione. Se la differenza tra valore nominale ed effettivo della grandez­
za di regolazione attuale (corsa, velocità) è al di fuori della differenza parametrizzata, dopo la sequen­
za del tempo di ammortizzazione viene attivato il messaggio.
s
2
Posizione di arrivo
1
3
avvio
t1
Tempo di ammortizzazione
Errore di inseguimento
Segnalazione 2Fh
t1: Tempo di ammortizzazione messaggio errore di posizionamento
1
2
Processo di posizionamento nominale
Errore di posizionamento max. – PNU 424,
549, 568
Fig. 6.8
3
Processo di posizionamento effettivo
Diagramma di timing: Messaggio “Errore di posizionamento” – Esempio regolazione della
posizione, errore di inseguimento parametrizzato come allarme
La gestione degli errori di FCT permette di parametrizzare la reazione a questo messaggio (2Fh)
(è Gestione degli errori FCT). Se l'errore di posizionamento è stato configurato come allarme, il mes­
saggio viene cancellato automaticamente, se il valore effettivo si trova nuovamente all'interno della
finestra dell'errore di posizionamento.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
71
6
Comando tramite FHPP
Panoramica parametri e I/O con errore di inseguimento
Parametri partecipanti
Dati del record
è B.4.8
Esercizio diretto
posizione è B.4.15
Esercizio diretto
velocità è B.4.17
Controllo errore di
inseguimento
è B.4.22
Conferma (FHPP)
Tab. 6.17
Parametri
Max. errore di regolazione (max. errore di
inseguimento per l'esercizio di posizionamento o
controllo velocità con la selezione del record)
Finestra di segnalazione errore di inseguimento (max.
errore di inseguimento per l'esercizio di
posizionamento con l'istruzione diretta)
Finestra di segnalazione errore di regolazione (max.
errore di inseguimento per il controllo velocità con
istruzione diretta)
Ritardo di risposta errore di inseguimento (tempo di
smorzamento messaggio errore di inseguimento per
tutte le istruzioni)
SPOS.FOLERR = 1: errore di inseguimento
PNU
424
549
568
1045
Parametri e I/O con errore di inseguimento
6.7.3
Messaggio “Monitoraggio stato di fermo”
Il monitoraggio della stato di fermo verifica nell'esercizio di posizionamento, se l'attuatore si trova
all'interno della finestra dello stato di fermo della posizione di arrivo per la durata del tempo di am­
mortizzazione (è Fig. 6.9).
Dopo il raggiungimento della posizione di arrivo (“Motion Complete” ) viene attivato il monitoraggio
dello stato di fermo. Il monitoraggio dello stato di fermo può essere disattivato all'occorrenza, impo­
stando la finestra dello stato di fermo sul valore “0”.
Se la posizione effettiva dell'attuatore lascia durante il monitoraggio dello stato di fermo la finestra
dello stato di fermo, per es. a causa di forze esterne, per la durata del monitoraggio dello stato di fer­
mo, il controllore motore reagisce nel modo seguente:
– Viene fornita la segnalazione diagnostica “Monitoraggio dello stato di fermo”.
Le reazione alla segnalazione diagnostica è parametrizzabile con la gestione errori FCT. Se la se­
gnalazione diagnostica è parametrizzata come avvertenza, la segnalazione viene cancellata
automaticamente, non appena la posizione effettiva rientra nuovamente nella finestra dello stato
di fermo oppure viene inviata una nuova istruzione.
– Il regolatore di posizione tenta di riportare l'attuatore nella finestra dello stato di fermo.
72
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
s
t1
t2
t2
2
1
Posizione di arrivo
t
Motion Complete
t
Monitoraggio dello stato
di fermo (attivo = 1, inat­
tivo = 0)
t
Lasciare la finestra dello stato
di fermo (messaggio)
t
t1: Tempo di ammortizzazione Motion Complete
t2: Tempo di ammortizzazione monitoraggio stato
di fermo
1
2
Finestra di arrivo – PNU 1022
Fig. 6.9
Finestra di fermo macchina
Monitoraggio stato di fermo – Esempio
Panoramica parametri e I/O con il monitoraggio dello stato di fermo
Parametri partecipanti
Parametri regolatore
(posizionamento del
funzionamento diretto)
è B.4.22
Monitoraggio stato di
fermo è B.4.24
Conferma (FHPP)
Tab. 6.18
Parametri
Finestra di segnalazione di arrivo raggiunta (finestra di
destinazione Motion Complete)
Tempo di smorzamento destinazione raggiunto (tem­
po di smorzamento Motion Complete)
Finestra di segnalazione stato di fermo (finestra stato
di fermo)
Ritardo di risposta stato di fermo (tempo di smorza­
mento monitoraggio stato di fermo)
SPOS.STILL = 1: lasciare la finestra dello stato di fermo
PNU
1022
1023
1042
1043
Parametri e I/O con il monitoraggio dello stato di fermo
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
73
6
Comando tramite FHPP
6.7.4
Comparatori
Con i comparatori viene verificato se un valore è all'interno dell'intervallo dei valori determinato (fine­
stra). Sono utilizzati comparatori
– per il controllo della concatenazione di record (è Capitolo 6.5.3)
– per il messaggio su un'uscita digitale (se configurato è Descrizione dell'apparecchio e del fun­
zionamento del controllore motore, GDCP-CMMO-ST-LK-SY-...)
– per la segnalazione tramite PNU 312
La finestra viene determinata da un valore limite inferiore e superiore. Se il valore monitorato è all'in­
terno della finestra, diventa attivo il relativo messaggio del comparatore. Se può essere indicato un
tempo per un comparatore, il valore monitorato deve essere, per il tempo indicato, all'interno della
finestra. Al di fuori della finestra il messaggio è inattivo.
Non avviene alcun controllo di plausibilità: Se il valore limite inferiore è maggiore rispet­
to al valore limite superiore, il messaggio del comparatore non diventa mai attivo.
L'indicazione dei limiti avviene per intervalli di valori negativi con segno matematico. Il
segno matematico indica in questo caso la direzione. Esempio “Comparatore di posi­
zione”:
-50 mm (= minimo) š posizione effettiva š -40 mm (= massimo).
Comparatore
Descrizione
Tempo
Il messaggio diventa attivo se il tempo trascorso dall'avvio dell'ordine è all'interno
della finestra.
I limiti devono essere all'interno del campo ammesso tra i finecorsa software. Essi
vengono sempre indicati in valori assoluti, anche con record di posizione relativi
(riferiti al punto zero). Il messaggio diventa attivo se il valore reale per il tempo
parametrizzato è all'interno della finestra.
Il messaggio diventa attivo se il valore reale per il tempo parametrizzato è all'inter­
no della finestra.
I limiti vengono indicati tra -1000 % e + 1000 % in riferimento ad un valore base
della forza PNU 555. Il messaggio diventa attivo se il valore reale per il tempo para­
metrizzato è all'interno della finestra.
POSITION
Velocità
Forza1)
1)
Presente solo nell'esercizio regolato.
Tab. 6.19 Comparatori
74
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
6
Comando tramite FHPP
Panoramica sui parametri per i comparatori
Parametri partecipanti
Messaggio di stato FHPP
Stato uscite comparatore
Comparatori
Comparatore di posizione, min.
Comparatore di posizione, max.
Comparatore di posizione tempo di smorzamento
Comparatore di velocità, min.
Comparatore di velocità, max.
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
Comparatore di forza, min.
Comparatore di forza, max.
Comparatore di forza tempo di smorzamento
Comparatore di tempo, min.
Comparatore di tempo, max.
Tab. 6.20
PNU
Dati di processo generali è B.4.6
312
Selezione di record
Esercizio diretto
è B.4.9
è B.4.18
430
585
431
586
432
587
433
588
434
589
435
590
436
591
437
592
438
593
439
594
440
595
Parametri e I/O con il monitoraggio dello stato di fermo
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
75
7
Diagnosi
7
Diagnosi
7.1
Segnalazioni diagnostiche
7.1.1
Classificazione e reazioni all'errore
Le segnalazioni diagnostiche del controllore motore sono classificate dal FCT come errore, allarme o
informazione.
Tipo
Descrizione
FHHP
Errori
(Error)
Con il presentarsi di un errore, il controllore motore passa
allo stato di errore (READY 1è 0). Gli errori causano sem­
pre una reazione all'errore che si ripercuote sul comporta­
mento dell'attuatore, per es. comportamento all'arresto,
disinserimento dello stadio di uscita (è Tab. 7.2). Per ripri­
stinare lo stato di pronto gli errori richiedono:
– l'eliminazione della causa dell'errore
– una conferma o un riavvio (Reset)
Gli allarmi non influiscono sul comportamento dell'attuato­
re e non devono essere tacitati. Per evitare un errore suc­
cessivo: chiarire ed eliminare la causa dell'avvertenza.
Viene settato il bit
SCON.FAULT
Allarme
(Warning)
Informazioni
(Information)
Tab. 7.1
Le informazioni non influiscono sul comportamento dell'at­
tuatore e non devono essere tacitate.
Viene settato il bit
SCON.WARN. Se la
causa viene elimina­
ta, il bit viene cancel­
lato automaticamen­
te.
—
Classificazioni delle segnalazioni diagnostiche
Reazione all'errore
Descrizione
Scarico libero
(Free-wheeling)
Ritardo Quick stop
(QS deceleration)
– Il modulo terminale viene disattivato.
– L'attuatore si arresta poi gradualmente.
– Il movimento viene immediatamente arrestato con il ritardo di arresto
rapido (Quick Stop) parametrizzato.
– Il modulo terminale può poi essere disattivato in via opzionale.2)
– Il movimento viene interrotto immediatamente con il ritardo utilizzato
nell'istruzione attuale.
– Il modulo terminale può poi essere disattivato in via opzionale.2)
– L'istruzione attuale viene eseguita finché non viene raggiunta la desti­
nazione (Motion Complete).
– Il modulo terminale può poi essere disattivato in via opzionale.2)
Ritardo di istruzione
(Command deceleration)
Termine dell'istruzione
(Finish command)
2)
Parametrizzazione con PNU 234 è B.4.5 o con FCT
Tab. 7.2
76
Reazione all'errore (comportamento all'arresto)
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
7
Diagnosi
I segnali diagnostici parametrizzabili possono essere modificati tramite la gestione degli
errori è B.4.5, PNU 242 e 246:
– Classificazione come errore, allarme o informazione
– Selezione della reazione all'errore (comportamento all'errore, disinserimento dello
stadio di uscita)
– Nessuna registrazione nella memoria diagnostica
7.1.2
Display di un tipo dell'evento diagnostico
In base al tipo di segnalazione corrispondente viene visualizzato un evento diagnostico attraverso il
display dello stato dell'apparecchio, la denominazione del segnale o del codice esad. è 7.2.
Tipo
Display
Errori
7 segmenti
FCT
Allarme
Webserver
7 segmenti
FCT
Webserver
Tab. 7.3
Codice esad.
Stato dell'apparecchio registro online: stato “errore”, deno­
minazione
Stato “Errore”
Codice esad.
Stato dell'apparecchio registro online: stato “Avvertenza”,
denominazione
Stato “Avvertenza”
Display di una segnalazione diagnostica
Tramite FHPP è possibile leggere informazioni sulle segnalazioni attuali.
PNU
Descrizione
205
220
221
230
Guasto all'unità
Messaggi di guasto attuali
Attuali messaggi di allarme
Guasto attuale tacitabile
Tab. 7.4
Lettura del guasto attivo con la massima priorità.
Lettura di tutti i guasti presenti.
Lettura di tutti gli allarmi presenti.
Lettura del tipo di tacitazione del guasto attuale con la
massima priorità.
Lettura delle segnalazione diagnostiche
È anche possibile leggere eventi diagnostici dalla memoria diagnostica. Le segnalazioni del tipo “Infor­
mazione” non sono visualizzate e possono essere lette solo attraverso FCT o Webserver. Ulteriori infor­
mazioni per la memoria diagnostica è 7.1.3.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
77
7
Diagnosi
7.1.3
Memoria diagnostica
Il controllore motore dispone di una memoria diagnostica non volatile per la registrazione delle segna­
lazioni diagnostiche. La memoria diagnostica è realizzata come memoria ad anello e ha una capacità di
200 segnalazioni diagnostiche.
Nelle segnalazioni diagnostiche della memoria diagnostica sono contenute le seguenti informazioni:
Informazioni
PNU
Descrizione
Contatore
(Counter)
Tipo
(Type)
Numero
(No.)
Messaggio
(Message)
Timestamp (Marca­
tura temporale)
(Timestamp)
–1)
Numero contatore della segnalazione diagnostica
200
Classificazione della segnalazione diagnostica è Tab. 7.1
201
Numero esadecimale della segnalazione (0x = prefisso esad.)
è 7.2.2
descrizione breve della segnalazione diagnostica
Informazione sup­
plementare
(Additional Info)
203
1)
–1)
202
Momento della segnalazione diagnostica in forma “HH.MM.SS:nnn
(HH = ore, MM = minuti, SS = secondi, nnn = millisecondi).
La base di tempo è il momento di inserimento del controllore
motore.
Informazioni supplementari per il servizio di assistenza Festo con
guasti complessi
non disponibile tramite FHPP
Tab. 7.5 Struttura delle segnalazioni diagnostiche
Le segnalazioni diagnostiche vengono scritte l'una dietro l'altra nella memoria diagnostica. Per le se­
gnalazioni diagnostiche parametrizzabili la registrazione è opzionale è 7.2.2. Se la memoria diagnosti­
ca ha raggiunto la capacità massima, la segnalazione diagnostica più vecchia viene sovrascritta da
quella più recente.
Struttura della memoria diagnostica in FHPP
PNU1)
200
201
Contenuto
Formato
Sottoindice 1
Sottoindice 2
Subindice ...
Sottoindice 200
1)
202
Evento diagnostico Numero diagnosi
Timestamp (Mar­
catura temporale)
uint8
uint16
uint32
Segnalazione diagnostica memorizzata più recente
2ª segnalazione diagnostica memorizzata
...
200ª segnalazione diagnostica memorizzata
203
Informazione sup­
plementare
uint32
è B.4.5
Tab. 7.6
Elementi della memoria diagnostica nel PNU 200 ... 203
La memoria diagnostica può essere cancellata, all'occorrenza, con il Webserver, FCT o
FHPP (PNU 204.3). Con la cancellazione viene prodotto un evento di attivazione (Start-up
event, segnalazione 3Dh) e riportato nella memoria diagnostica. Il contatore non viene
resettato.
78
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
7
Diagnosi
7.2
Individuazione e rimozione dei guasti
Elenco delle segnalazioni diagnostiche è Appendice D.
7.2.1
Tacitare errori
Errori tacitabili
Con gli errori tacitabili è possibile ripristinare lo stato di pronto dopo aver eliminato la causa dell'errore
tramite la sua tacitazione (reset), per esempio nel caso di un errore nella tensione di carico. Alcuni
errori non richiedono alcuna eliminazione della causa dell'errore e sono tacitabili immediatamente, per
esempio gli errori di inseguimento.
Errore tacitabile tramite …
FCT
Webserver
FHPP
Tab. 7.7
Pulsante <Bremse>
Pulsante <Reset Error>
Fronte di risalita sul byte di comando CCON.RESET
tacitare errori
Errori non tacitabili
Con gli errori non tacitabili è possibile ripristinare lo stato di pronto dopo aver eliminato la causa del­
l'errore solo tramite un riavvio del controllore motore:
– Riavvio tramite FCT o FHPP (reset del software)
– In alternativa: disattivazione e riattivazione della tensione logica.
Riavvio tramite …
FCT
FHPP
Tab. 7.8
Comando [Komponente][Online][Controller neu starten]
Scrittura di PNU 127:3 con il valore 16
Riavvio del controllore motore (reset del software)
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
79
7
Diagnosi
7.2.2
Parametrizzazione delle segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
Definizione
Significato
PNU1)
N.
Classificabile
come ...
Numero della segnalazione diagnostica con notazione esadecimale.
E/A/I = Errore/Allarme/Informazione (è . Tab. 7.1)
Indica quale classificazione è possibile per una segnalazione diagnostica.
L'impostazione di fabbrica è stampata in grassetto (qui E). Se non è possi­
bile una classificazione, allora ciò viene indicato con trattini.
Esempio: “E/–/–” significa che la segnalazione diagnostica può esse­
re classificata esclusivamente come errore.
Indica se avviene una registrazione nella memoria diagnostica o se
può essere parametrizzata nel FCT (sempre/opzionale).
Informazioni relative alla possibilità di tacitazione di un errore:2)
– tacitabile: tacitazione tramite FCT, Webserver o FHPP
– non tacitabile: riavvio del controllore motore (reset del software)
In alternativa: disattivazione e riattivazione della tensione logica
Indica, per ogni segnalazione diagnostica, le reazioni all'errore para­
metrizzabili come lettera caratteristica (dalla A alla G) (è Tab. 7.10).
Le lettere caratteristiche delle reazioni impostate di fabbrica sono in
grassetto.
–2)
238/246
Memoria dia­
gnostica
Possibilità di
tacitazione
Reazione al­
l'errore
1)
Valori ammessi (maschera di bit)/valori attuali
2)
non disponibile tramite FHPP
Tab. 7.9
238/246
–2)
234/242
Parametrizzazione delle segnalazioni diagnostiche (spiegazioni sulle tabelle delle segnala­
zioni diagnostiche)
Lettere caratteristiche delle reazioni all'errore parametrizzabili
A
L
C
D
E
F
G
Scarico libero – nessuna rampa di frenatura, disinserimento modulo terminale
Ritardo Quick stop – rampa di frenatura per arresto rapido, disinserimento modulo terminale
Ritardo dell'istruzione - rampa di frenatura dell'istruzione attuale, disinserimento dello stadio
di uscita
Termina istruzione – portare a termine l'istruzione fino a Motion complete; disinserimento
dello stadio di uscita
Ritardo Quick stop – rampa di frenatura per arresto rapido, nessun disinserimento modulo
terminale
Ritardo dell'istruzione - rampa di frenatura dell'istruzione attuale, non disinserire lo stadio di
uscita
Termina istruzione – proseguire con l'istruzione fino a Motion complete; non disinserire lo
stadio di uscita
Tab. 7.10 Reazioni all'errore (lettere caratteristiche)
80
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
A
Appendice tecnica
A
Appendice tecnica
A.1
Incrementi
A.1.1
Incrementi dell'encoder [EINC]
Il controllore motore lavora nell'ambito della regolazione dell'attuatore (ad es. nel generatore di traiet­
torie) con incrementi dell'encoder [EINC].
A.1.2
Incrementi dell'interfaccia [SINC]
Su tutte le interfacce utente e nell'ambito della memorizzazione dati interna vengono invece utilizzati i
cosiddetti incrementi dell'interfaccia [SINC]. Così vengono evitati errori di arrotondamento con la scrit­
tura e la lettura dei valori.
Grandezza di un SINC
Gli incrementi dell'interfaccia non hanno innanzitutto dimensione, ovvero non possiedono un'unità o
una grandezza definita. L'unità, indica la grandezza dell'incremento dell'interfaccia (SINC), viene deter­
minata negli oggetti fattori gruppo (potenza decimale PNU 600 e unità di misura PNU 601):
Oggetti dei fattori gruppo (Factor Group)
Nome
PNU
Oggetto
Tipo
Accesso
Posizione esponente decimale
(Position Notation Index)
Posizione unità di misura
(Position Dimension Index)
600
VAR
INT8
rw2
601
VAR
uint8
rw2
Tab. A.1
Panoramica fattori gruppo
Con una parametrizzazione nell'FCT è possibile utilizzare dati di lunghezza con unità
comuni come millimetri o pollici. Non si necessita di incrementi dell'interfaccia.
Parametrizzare l'attuatore completamente nell'FCT e leggere poi gli oggetti dei fattori
gruppo potenza decimale PNU 600 e unità di misura PNU 601).
Esempio:
Esponente decimale PNU 600 = -7
Unità di misura PNU 601 = metro (0x01)
Soluzione:
– 1 SINC: 1 * 10-7 m = 0,1μm
– 10.000 SINC: 10.000 * 10-7 m = 1 mm
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
81
A
Appendice tecnica
A.2
Fattori di conversione
Il rapporto degli incrementi dell'interfaccia [SINC] rispetto agli incrementi encoder [EINC] viene creato
tramite i seguenti dati meccanici dei parametri degli assi e viene utilizzato per la determinazione del
fattore di conversione interno.
Nome
PNU
Oggetto
Tipo
Accesso
Inversione di direzione
(Polarity)
Risoluzione encoder
(Encoder Resolution)
Fattore di trasmissione (Gear Ratio)
Costante di avanzamento
(Feed Constant)
Parametri dell'asse (Axis Parameter)
1000
VAR
INT8
rw2
1001
Array
uint32
ro
1002
1003
Array
Array
uint32
uint32
rw2
rw2
1005
Array
uint32
rw2
Tab. A.2
82
Panoramica dei parametri partecipanti
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B
Parametro di riferimento
B.1
Struttura generale dei parametri FHPP
Il controllore motore contiene per ogni asse una serie di parametri con la struttura seguente.
Gruppo
Campo PNU
Descrizione
Dati unità
100 … 199
Identificazione unità e impostazioni, per es. numeri di 85
versione, specifici dell'unità.
Diagnosi
200 … 299
Eventi diagnostici e memoria diagnostica. Numeri di
guasto, tempo del guasto, evento in arrivo/in uscita.
86
Dati di processo
300 … 399
Valori nominali ed effettivi attuali, ingressi e uscite
digitali locali, per es. dati di stato.
87
Lista di record
400 … 499
Un record contiene tutti i parametri del valore nomi­
nale necessari per un processo di posizionamento.
88
Dati di progetto
500 … 599
Impostazioni di progetto di base, per es. velocità
90
max., accelerazione, ritardo, punto zero del progetto.
Questi parametri sono la base per la lista di record.
Fattori gruppo
600 … 699
Parametro per la conversione delle unità.
92
Tutti i parametri specifici degli assi per gli attuatori
elettrici, per esempio rapporto di riduzione, costante
di avanzamento, parametri di riferimento.
93
Parametri degli assi: 1000 … 1099
attuatori elettrici 1
Tab. B.1
pagina
Struttura dei parametri FHPP
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
83
B
B.2
Parametro di riferimento
Accesso protetto e comando di livello superiore
L'utente può bloccare un comando simultaneo dell'attuatore tramite l'unità di comando e il Festo Con­
figuration Tool (FCT). A tale scopo vengono utilizzati i bit CCON.LOCK (blocco accesso FCT) e SCON.FCT/
MMI (comando di livello superiore FCT).
Comando tramite FCT bloccato: CCON.LOCK
Una volta impostato il bit di comando CCON.LOCK, il PLC impedisce all'unità di comando di assumere il
comando di livello superiore. Con il CCON.LOCK attivato, l'FCT non può né scrivere parametri né pilotare
l'attuatore, eseguire corse di riferimento, ecc.
L'unità di comando viene programmata in modo tale da ottenere questa abilitazione solo tramite
un'azione corrispondente dell'utente. Di norma, tale operazione comporta l'uscita dall'esercizio
automatico. In questo modo il programmatore dell'unità di comando ha la garanzia che l'unità di
comando sia sempre al corrente di quando ha il controllo sull'attuatore.
Importante: il blocco è attivo quando il bit CCON.LOCK trasmette il segnale logico 1. L'utente che non
necessita di questo blocco può lasciare il segnale sempre a 0.
Segnale di conferma comando di livello superiore tramite FCT: SCON.FCT/MMI
Questo bit informa l'unità di comando che l'attuatore viene ora comandato dall'FCT e quindi il PLC non
ha più il controllo sull'attuatore. Questo bit non deve essere analizzato. Una possibile reazione dell'uni­
tà di comando è il passaggio alla modalità di arresto o all'esercizio manuale.
84
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.3
Panoramica dei parametri secondo FHPP
Le seguenti tabelle (Tab. B.2 … Tab. B.8) mostrano i parametri FHHP.
Per la descrizione dei parametri si rimanda alle sezioni B.4.2 … B.4.28.
Nota generale sui nomi dei parametri: I nomi sono per lo più generati sul profilo dell'unità
CANopen CIA 402. In modo specifico del prodotto alcuni nomi possono essere differenti,
mantenendo tuttavia l'identica funzionalità, da altre indicazioni (ad es. nel FCT). Esempi:
numero di giri e velocità o momento torcente e forza.
B.3.1
Dati unità
PNU
Subindice
Tipo
Versione hardware del produttore
(Manufacturer Hardware Version)
100
1
uint16
Versione firmware del produttore
(Manufacturer Firmware Version)
101
1…4
uint16
Versione FHPP
(Version FHPP)
102
1
uint16
Versione software necessaria
(Required Software Version)
104
1
uint16
Tipo controller
(Controller Type)
115
1…5
uint8
Nome unità del produttore
(Manufacturer Device Name)
120
1 … 30
char
Nome unità dell'utente
(User Device Name)
121
1 … 30
char
Nome del costruttore dell'attuatore
(Drive Manufacturer Name)
122
1 … 30
char
Indirizzo HTTP del produttore (HTTP Drive Catalog Address)
123
1 … 30
char
Codice di ordinazione Festo (Festo Order Number)
124
1 … 30
char
Comando di livello superiore
(Controllogic)
125
1
uint8
Controllo di memoria di lavoro
(Data Memory Control)
127
1…4
uint8
Segnali abilitazione del regolatore
(Control Enable Signals)
128
1
uint8
Gruppo/nome
Numeri versione è B.4.2, pagina 97
Identificazione è B.4.3, pagina 98
Parametri MMI è B.4.4, pagina 100
Tab. B.2
Dati unità
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
85
B
Parametro di riferimento
B.3.2
Diagnosi
PNU
Subindice
Tipo
Evento diagnostico
(Diagnostics Event)
200
1 … 200
uint8
Numero diagnosi
(Diagnostics Number)
201
1 … 200
uint16
Marcatura temporale
(Time Stamp)
202
1 … 200
uint32
Informazioni supplementari
(Additional Information)
203
1 … 200
uint32
Parametri memoria diagnostica
(Diagnostics Memory Parameter)
204
3, 4
uint8
Guasto all'unità
(Device Fault)
205
1
uint16
Messaggi di guasto attuali
(Actual Malfunction Messages)
220
1 … 32
uint32
Messaggi di avvertimento attuali
(Actual Warning Messages)
221
1 … 32
uint32
Guasto attuale tacitabile
(Actual Acknowledged Malfunction)
230
1
uint8
Reazione all'errore ammessa 1
(Permissible Error Reaction 1)
234
1 … 255
uint16
Trattamento dei guasti ammesso 1
(Permissible Malfunction Handling 1)
238
1 … 255
uint16
Reazione all'errore 1
(Error Reaction 1)
242
1 … 255
uint16
Trattamento dei guasti 1
(Malfunction Handling 1)
246
1 … 255
uint16
Stato di sicurezza
(Safety State)
280
1
uint8
Gruppo/nome
Parametri diagnostici è B.4.5, pagina 102
Tab. B.3
86
Diagnosi
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.3.3
Dati di processo
PNU
Subindice
Tipo
Valori di posizione
(Position Values)
300
1…3
INT32
Valori di forza
(Force Values)
301
1…3
int16
Ingressi digitali locali
(Local Digital Inputs)
303
1
uint32
Uscite digitali locali
(Local Digital Outputs)
304
1
uint32
Valori di velocità
(Velocity Values)
310
1…3
INT32
Stato uscite comparatore
(Status Comparator Outputs)
312
1
uint8
Informazioni di stato FHPP
(FHPP State Information)
320
1, 2
uint32/
int32
Informazioni comando FHPP
(FHPP Control Information)
321
1, 2
uint32/
int32
Gruppo/nome
Dati di processo generali è B.4.6, pagina 110
Dati FHPP è B.4.7, pagina 112
Tab. B.4
Dati di processo
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
87
B
Parametro di riferimento
B.3.4
Lista di record
PNU
Subindice
Tipo
Stato dei record
(Record State)
400
1, 2
uint8
record byte di controllo 1
(Record Control Byte 1)
401
1 … 64
uint8
Record byte di controllo 2
(Record Control Byte 2)
402
1 … 64
uint8
Valore di riferimento
(Setpoint Value)
404
1 … 64
INT32
Velocità
(Velocity)
406
1 … 64
INT32
Accelerazione
(Acceleration)
407
1 … 64
INT32
Decelerazione
(Deceleration)
408
1 … 64
INT32
Strappo con accelerazione
(Jerk Acceleration)
409
1 … 64
uint32
Massa
(Load)
410
1 … 64
uint32
Record posizione successiva
(Record Following Position)
416
1 … 64
uint8
Strappo con decelerazione
(Jerk Deceleration)
Limitazione della coppia
(Torque Limitation)
417
1 … 64
uint32
418
1 … 64
INT16
Record byte di controllo 3
(Record Control Byte 3)
421
1 … 64
uint8
Velocità finale
(Final Velocity)
423
1 … 64
INT32
Max. deviazione
(Max. Deviation)
424
1 … 64
INT32
MC con la commutazione dei record
(MC During Record Continuation)
425
1 … 64
uint8
Ritardo di avviamento
(Start Delay)
426
1 … 64
uint32
Limite di corsa
(Stroke Limit)
427
1 … 64
INT32
Fattore prepilotaggio momento
(Torque feed forward control factor)
428
1 … 64
uint16
Gruppo/nome
Dati dei record è B.4.8, pagina 113
88
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
Gruppo/nome
PNU
Subindice
Tipo
Comparatore di posizione, min.
(Position Comparator, Min.)
430
1 … 64
INT32
Comparatore di posizione, max.
(Position Comparator, Max.)
431
1 … 64
INT32
Comparatore di posizione tempo di smorzamento
(Position Comparator, Window Time)
432
1 … 64
uint16
Comparatore di velocità, min.
(Velocity Comparator, Min.)
433
1 … 64
INT32
Comparatore di velocità, max.
(Velocity Comparator, Max.)
434
1 … 64
INT32
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
(Velocity Comparator, Window Time)
435
1 … 64
uint16
Comparatore di forza, min.
(Force Comparator, Min.)
436
1 … 64
INT16
Comparatore di forza, max.
(Force Comparator, Max.)
437
1 … 64
INT16
Comparatore di forza tempo di smorzamento
(Force Comparator, Window Time)
438
1 … 64
uint16
Comparatore di tempo, min.
(Time Comparator, Min.)
439
1 … 64
uint32
Comparatore di tempo, max.
(Time Comparator, Max.)
440
1 … 64
uint32
Valore nominale della velocità
(Setpoint Value Velocity)
441
1 … 64
INT32
Valore nominale forza
(Setpoint Value Force)
442
1 … 64
INT16
Messaggi di record è B.4.9, pagina 122
Tab. B.5
Lista di record
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
89
B
B.3.5
Parametro di riferimento
Dati di progetto
PNU
Subindice
Tipo
Punto zero del progetto
(Project Zero Point)
500
1
INT32
Finecorsa software
(Software Position Limits)
501
1, 2
INT32
Velocità max. ammissibile
(Max. Velocity)
502
1
INT32
Accelerazione max. ammissibile
(Max. Acceleration)
503
1
INT32
Limitazione della corsa
(Stroke Limitation)
510
1
INT32
Max. forza ammissibile
(Max. Force)
512
1
INT32
520
1
uint8
FHPP: Valori nominale/effettivi
(FHPP Setpoint and actual values)
523
1 ... 12
uint32
Impostazioni esercizio diretto FHPP
(FHPP Direct Mode Settings)
524
1
uint8
Velocità lenta – fase 1
(Velocity Slow – Phase 1)
530
1
INT32
Velocità rapida – fase 2
(Velocity Fast – Phase 2)
531
1
INT32
Accelerazione/decelerazione
(Acceleration/Deceleration)
532
1
INT32
Durata fase 1
(Time Phase 1)
534
1
uint16
Finestra di segnalazione “Errore di inseguimento”
(Following Error Window)
538
1
INT32
Ritardo di intervento errore di inseguimento
(Following Error Timeout)
539
1
uint16
Gruppo/nome
Dati di progetto generali è B.4.10, pagina 125
Esercizio di controllo della forza/coppia è B.4.11, pagina 126
Modo teach è B.4.12, pagina 127
Destinazione di apprendimento
(Teach Target)
Esercizio diretto FHPP è B.4.13, pagina 128
Modo Jog è B.4.14, pagina 130
90
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
Gruppo/nome
PNU
Subindice
Tipo
Valore base della velocità
(Base Value Velocity)
540
1
INT32
Accelerazione
(Acceleration)
541
1
INT32
Decelerazione
(Deceleration)
542
1
INT32
Strappo con accelerazione
(Jerk Acceleration)
543
1
uint32
Massa
(Mass)
544
1
uint32
Strappo con decelerazione
(Jerk Deceleration)
547
1
uint32
Velocità finale
(Final Velocity)
548
1
INT32
Finestra di segnalazione “Errore di inseguimento”
(Following Error Window)
549
1
INT32
Finestra di segnalazione forza raggiunta
(Force Target Window)
552
1
INT16
Valore base forza
(Base Value Force)
555
1
uint32
Valore base accelerazione
(Base Value Acceleration)
560
1
INT32
Finestra di segnalazione Velocità raggiunta
(Velocity Target Window)
561
1
INT32
Limitazione della corsa
(Stroke Limitation)
566
1
INT32
Variazione di regolazione
(Velocity Difference Error Window)
568
1
INT32
Esercizio diretto posizione è B.4.15, pagina 131
Esercizio diretto forza è B.4.16, pagina 132
Esercizio diretto velocità è B.4.17, pagina 133
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
91
B
Parametro di riferimento
Gruppo/nome
PNU
Subindice
Tipo
Limitazione della coppia
(Torque Limitation)
581
1
INT16
Ritardo di avviamento
(Start Delay)
582
1
uint32
Condizione di avvio
(Start Condition)
583
1
uint8
Comparatore di posizione, min.
(Position Comparator, Min.)
585
1
INT32
Comparatore di posizione, max.
(Position Comparator, Max.)
586
1
INT32
Comparatore di posizione tempo di smorzamento
(Position Comparator, Window Time)
587
1
uint16
Comparatore di velocità, min.
(Velocity Comparator, Min.)
588
1
INT32
Comparatore di velocità, max.
(Velocity Comparator, Max.)
589
1
INT32
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
(Velocity Comparator, Window Time)
590
1
uint16
Comparatore di forza, min.
(Force Comparator, Min.)
591
1
INT16
Comparatore di forza, max.
(Force Comparator, Max.)
592
1
INT16
Comparatore di forza tempo di smorzamento
(Force Comparator, Windowime)
593
1
uint16
Comparatore di tempo, min.
(Time Comparator, Min.)
594
1
uint32
Comparatore di tempo, max.
(Time Comparator, Max.)
595
1
uint32
PNU
Subindice
Tipo
Posizione esponente decimale
(Position Notation Index)
600
1
INT8
Posizione unità di misura
(Position Dimension Index)
601
1
uint8
Esercizio diretto generale è B.4.18, pagina 134
Tab. B.6
B.3.6
dati di progetto
Fattori gruppo
Gruppo/nome
Fattori gruppo è B.4.19, pagina 137
Tab. B.7
92
Fattori gruppo
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.3.7
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1
PNU
Subindice
Tipo
Inversione di direzione
(Polarity)
1000
1
INT8
Risoluzione encoder
(Encoder Resolution)
1001
1, 2
uint32
Rapporto di riduzione
(Gear Ratio)
1002
1, 2
uint32
Costante di avanzamento
(Feed Constant)
1003
1, 2
uint32
Parametri dell'asse
(Axis Parameter)
1005
2, 3
uint32
Offset del punto zero dell'asse
(Offset Axis Zero Point)
1010
1
INT32
Metodo corsa di riferimento
(Homing Method)
1011
1
INT8
Velocità
(Velocities)
1012
1…3
INT32
Accelerazione/decelerazione
(Acceleration/Deceleration)
1013
1
INT32
Coppia max.
(Max. Torque)
1015
1
INT16
Limite di velocità riconoscimento dell'arresto meccanico
(Block Detection Velocity Limit)
1016
1
INT32
Tempo di smorzamento riconoscimento dell'arresto meccanico
(Block Detection Window Time)
1017
1
uint16
Gruppo/nome
Parametri meccanici è B.4.20, pagina 138
Parametri della corsa di riferimento è B.4.21, pagina 140
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
93
B
Parametro di riferimento
Gruppo/nome
PNU
Subindice
Tipo
Finestra di segnalazione “Destinazione raggiunta
(Position Target Window)
1022
1
INT32
Tempo di smorzamento per destinazione raggiunta
(Position Window Time)
1023
1
uint16
Parametri del regolatore di posizione
(Position Control Parameter Set)
1024
1…7
uint32
Parametro I2t
(I2t Parameter)
1025
1, 2
uint32
Valori limite I2t
(I2t Limits)
1026
1, 2
uint16
Valore I2t attuale
(Actual I2t Value)
1027
1
uint16
Decelerazione arresto rapido
(Quick Stop Deceleration)
1029
1
INT32
Tipo di motore
(Motor Type)
1030
1
uint16
Max. corrente
(Max. Current)
1034
1
INT32
Corrente nominale del motore
(Motor Rated Current)
1035
1
INT32
Momento nominale del motore
(Motor Rated Torque)
1036
1
INT32
Posizione nominale
(Setpoint Position)
1040
1
INT32
Posizione attuale
(Position Actual Value)
1041
1
INT32
Finestra di segnalazione stato di fermo
(Standstill Position Window)
1042
1
INT32
Ritardo di azionamento stato di fermo
(Standstill Window Timeout)
1043
1
uint16
1045
1
uint16
1059
1
INT32
Parametri regolatore è B.4.22, pagina 142
Targhetta di identificazione elettronica è B.4.23, pagina 145
Monitoraggio stato di fermo è B.4.24, pagina 146
Monitoraggio dell'errore di posizionamento è B.4.25, pagina 147
Ritardo di intervento errore di inseguimento
(Following Error Timeout)
Dati del motore è B.4.26, pagina 147
Corrente del motore attuale
(Actual Current )
94
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
Gruppo/nome
PNU
Subindice
Tipo
Temperatura attuale CPU
(Actual Temperature CPU)
1063
1
INT8
Temperatura min./max. CPU
(Min./Max. Temperature CPU)
1065
1, 2
INT8
Temperatura attuale dello stadio di uscita
(Actual Temperature Output Stage)
1066
1
INT8
Temperatura min./max. stadio di uscita
(Min./Max. Temperature Output Stage)
1068
1, 2
INT8
Carico dell'utensile/massa di base
(Tool Load/Ground Mass)
1071
1
uint32
Alimentazione interna intermedia attuale
(Actual Intermediate Circuit Voltage)
1073
1
uint32
Tensione parte di comando attuale
(Actual Control Section Voltage)
1074
1
uint32
Correnti di fase attuali
(Actual Phase Current)
1075
1…3
INT32
Coppie prepilotaggio
(Torque Feed Forward Control)
1080
1
uint16
Dati di temperatura è B.4.27, pagina 147
Dati attuatore generali è B.4.28, pagina 148
Tab. B.8
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
95
B
Parametro di riferimento
B.4
Descrizione dei parametri secondo FHPP
B.4.1
Rappresentazione voci di parametri
1 PNU 1001
3 Sottoindice 1, 2
2 Risoluzione encoder (Encoder Resolution)
4 Classe: Array
5 Tipo dati: uint32
6 FW …
7 Accesso: ro
8 La risoluzione dell'encoder è il rapporto ...
9 Sottoindice 1
aJ Incrementi dell'encoder (Encoder Increments)
aA In base all'encoder utilizzato, default: 0x000007D0 (2000)
9 Sottoindice 2
aJ Giri del motore (Motor Revolutions)
aA Fisso: 0x00000001 (1)
1
2
3
4
5
Codice parametri (PNU)
Nome dei parametri
Elenco dei sottoindici del parametro, quando
presenti (1: nessun sottoindice, variabile
semplice)
Classe (Class):
– Var: contiene solo un valore
– Array: contiene diversi valori
– Struct: sintesi di diverse variabili
Tipo di dati (Data type):
Valori senza segno (8, 16, 32 bit)
– uint8: 0 … 255
– uint16: 0 … 65.535
– uint32: 0 … 4.294.967.295
Valori con segno (8, 16, 32 bit)
– int8: −128 … 127
– int16: −32.768 … 32.767
– int32: −2.147.483.648 … 2.147.483.647
Carattere (8 bit)
– char: 0 … 255 (ASCII)
Fig. B.1
96
6
7
8
9
aJ
aA
Valido dalla versione firmware (… = tutte)
Accesso (diritto di lettura/scrittura):
– ro: Solo lettura
– wo: Solo scrittura
– rw1: Lettura e scrittura con stadio di
uscita alimentato
– rw2: Lettura e scrittura solo con stadio
di uscita disattivato.
Descrizione del parametro
Numero sottoindice
Nome del sottoindice
Descrizione del sottoindice
Rappresentazione voci di parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.2
Dati dell'unità – numeri di versione
PNU 100
Sottoindice 1
Versione hardware del produttore (Manufacturer Hardware Version)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura della versione hardware. La codifica del numero di versione hardware contiene i numeri di
revisione (data di generazione) delle schede incorporate.
Formato data di generazione (2. byte/1. byte)
Byte
Significato
1 (LSB)
anno
2 (MSB)
mese
Tab. B.9
PNU 100
PNU 101
Sottoindice 1 … 4
Versione firmware del produttore (Manufacturer Firmware Version)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura della versione firmware. La codifica del numero di versione firmware dell'unità è composta da
4 cifre (per es. “1.2.3.4”) del sottoindice.
Sottoindice 1
Numero della versione principale (Major Version Number)
1. cifra della versione firmware
Sottoindice 2
Numero della versione secondaria (Minor Version Number)
2. cifra della versione firmware
Sottoindice 3
Numero di revisione (Revision Number)
3. cifra della versione firmware
Sottoindice 4
Numero Build (Build Number)
4. cifra della versione firmware
Tab. B.10
PNU 101
PNU 102
Sottoindice 1
Versione FHPP (Version FHPP)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura della versione FHPP. Il numero della versione FHPP dell'unità è composto da 4 cifre
(per es. “xxyy”).
Formato (16 bit , BCD)
Cifre
Significato
xx
Numero della versione principale
yy
Numero della versione secondaria
Tab. B.11
PNU 102
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
97
B
Parametro di riferimento
PNU 104
Sottoindice 1
Versione software necessaria (Required Software Version)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura della versione FCT necessaria per il comando del firmware. Il numero della versione min. del
Festo Configuration Tool (FCT) è composto da 4 cifre (per es. “xxyy”).
Formato (16 bit , BCD)
Cifre
Significato
xx
Numero della versione principale
yy
Numero della versione secondaria
Tab. B.12
PNU 104
B.4.3
Dati dell'unità – identificazione
PNU 115
Sottoindice 1 … 5
Tipo controller (Controller Type)
Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro
Lettura della configurazione del controllore motore.
Sottoindice 1
Tecnologia motore (Motor Technology)
Tecnologia del motore
Valore
Significato
0x02 (2)
Servomotore (-ST)
Sottoindice 2
Classe corrente nominale (Nominal Current Class)
Corrente nominale del controllore motore
Valore
Significato
0x02 (2)
5 A (-C5)
Sottoindice 3
Classe tensione (Voltage Class)
Classe di tensione del controllore motore
Valore
Significato
0x01 (1)
24 V (-1)
Sottoindice 4
Interfaccia Fieldbus (Field Bus Interface)
Interfaccia bus del controllore motore
Valore
Significato
0x09 (9)
IO-Link
Sottoindice 5
Valore
0x01 (1)
Tab. B.13
98
Esecuzione ingressi/uscite digitali (Digital In/Outputs)
Significato
PNP (-P)
PNU 115
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 120
Sottoindice
1 … 30
Nome unità del produttore (Manufacturer Device Name)
Classe: Array
Tipo dati: char
FW …
Accesso: ro
Lettura denominazione del produttore dell'attuatore (ASCII, 7 bit). Esempio: CMMO-ST-C5-1-LKP.
I caratteri non utilizzati vengono sostituiti da zeri (00h='\0').
Tab. B.14
PNU 120
PNU 121
Sottoindice
1 … 30
Nome unità dell'utente (User Device Name)
Classe: Array
Tipo dati: char
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o scrittura della denominazione utente dell'attuatore (ASCII, 7 bit).
I caratteri non utilizzati vengono sostituiti da zeri (00h='\0').
Tab. B.15
PNU 121
PNU 122
Sottoindice
1 … 30
Nome del costruttore dell'attuatore (Drive Manufacturer Name)
Classe: Array
Tipo dati: char
FW …
Accesso: ro
Lettura del nome del produttore dell'attuatore (ASCII, 7 bit). Fisso: “Festo AG & Co. KG”
I caratteri non utilizzati vengono sostituiti da zeri (00h='\0').
Tab. B.16
PNU 122
PNU 123
Sottoindice
1 … 30
Indirizzo HTTP del produttore (HTTP Drive Catalog Address)
Classe: Array
Tipo dati: char
FW …
Accesso: ro
Letture dell'indirizzo Internet del produttore (ASCII, 7 bit). Fisso: “http://www.festo.com”
I caratteri non utilizzati vengono sostituiti da zeri (00h='\0').
Tab. B.17
PNU 123
PNU 124
Sottoindice
1 … 30
Codice di ordinazione Festo (Festo Order Number)
Classe: Array
Tipo dati: char
FW …
Accesso: ro
Lettura del numero/codice di ordinazione Festo (ASCII, 7 bit).
Con questa indicazione l'utente può ordinare un'unità identica.
I caratteri non utilizzati vengono sostituiti da zeri (00h='\0').
Tab. B.18
PNU 124
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
99
B
Parametro di riferimento
B.4.4
Dati unità – parametri MMI
PNU 125
Sottoindice 1
Comando di livello superiore (Control logic)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione del comando di livello superiore tramite l'attuatore. L'interfaccia di con­
trollo che dispone attualmente del comando di livello superiore è in grado di abilitare, avviare o fer­
mare l'attuatore (comandare).
Interfacce di controllo:
– Festo Configuration Tool (FCT): Ethernet
– Fieldbus: IO-Link, I-Port o Modbus
Inoltre, per l'interfaccia parametrizzata devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:
– Canali STO (STO1/STO2) [X3.2/3] = 24 V
– Abilitazione del regolatore in base alla logica di abilitazione parametrizzata (solo fieldbus o field­
bus e ingresso digitale) è PNU 128
L'unità di comando può riservarsi il livello di comando superiore con CCON.LOCK = 1 in modo esclusi­
vo.
Lettura
Valore
Significato
SCON.FCT/MMI
0x00 (0) Unità di comando con Festo Configuration Tool (FCT) o Webserver 1
0x01 (1) Comando di livello superiore con Fieldbus
0
Preimpostazione dopo ogni Power ON (attivazione dell'alimenta­
zione di tensione “parte di comando”) o riavvio del controllore
(FCT).
Scrittura
Valore
Significato
0x01 (1) Comando di livello superiore con Fieldbus
è Al FCT non può essere sottratto il comando di livello superiore
è Errore 17.
è Al Webserver non può essere sottratto il comando di livello
superiore.
Tab. B.19
100
SCON.FCT/MMI
0
PNU 125
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 127
Sottoindice 1 … 4
Controllo di memoria di lavoro (Data Memory Control)
Classe: Struct
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o scrittura dei comandi per la memorizzazione non volatile (EEPROM). La lettura dà un valore
fisso che deve essere scritto per attivare la funzione desiderata.
Sottoindice 1
Cancellare EEPROM (Delete EEPROM)
Dopo la scrittura dell'oggetto e un Power OFF (disattivazione dell'alimentazione di tensione “parte di
comando”) o il riavvio del controllore (FCT) vengono cancellati i dati nell'EEPROM.
Valore
Significato
0x10 (16)
I dati nell'EEPROM vengono cancellati e caricata la regolazione di fabbrica.
Attenzione
Le impostazioni specifiche dell'utente vanno perse al momento della cancellazione. Con la proce­
dure di avvio (dopo Power ON o il riavvio del controllore (FCT)) viene caricata la regolazione di
fabbrica.
Dopo la cancellazione eseguire sempre una prima messa in servizio.
Sottoindice 2
Memorizzazione dati (Save Data)
Attraverso la scrittura dell'oggetto i dati nell'EEPROM vengono sovrascritti con le impostazioni cor­
renti e specifiche dell'utente.
Valore
Significato
0x01 (1)
I dati specifici dell'utente sono salvati in EEPROM.
Sottoindice 3
Resettare unità (Reset Device)
Attraverso la scrittura dell'oggetto vengono letti i dati dall'EEPROM e rilevate le impostazioni attuali
(l'EEPROM non viene cancellato, stato come dopo accensione/spegnimento dell'alimentazione di
tensione “parte di comando”).
Valore
Significato
0x10 (16)
Resettare unità (riavvio del firmware senza modificare i dati)
Sottoindice 4
Caricamento del file di parametri (Load Parameter Data)
Tramite la scrittura dell'oggetto vengono caricati i valori dei parametri dal file dei parametri (memoria
dati permanente del controllore motore).
Valore
Significato
0x10 (16)
Caricamento dei valori dei parametri dal file dei parametri
Tab. B.20
PNU 127
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
101
B
Parametro di riferimento
PNU 128
Sottoindice 1
Segnali abilitazione del regolatore (Controller Enable Signals)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o scrittura dei segnali necessari per l'abilitazione del regolatore. I segnali sono hanno un
collegamento “E”, vale a dire che tutti i segnali devono essere attivi affinché il regolatore attivi lo
stadio di uscita.
Valore
Segnali di abilitazione necessari
0
Communication Control Enable
1
Ingresso digitale + Communication Control Enable
Communication Control Enable: per es. abilitazione del regolatore tramite fieldbus con
CCON.ENABLE o abilitazione FCT
Tab. B.21
PNU 128
B.4.5
Parametri diagnostici
Descrizione del funzionamento della memoria diagnostica, è Sezione 7.1.3.
PNU 200
Sottoindice
1 … 200
Evento diagnostico (Diagnostics Event)
Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro
Lettura del tipo di eventi diagnostici della memoria diagnostica.
Valore
Significato
0x00 (0)
Nessun guasto (o segnalazione di guasto cancellata)
0x01 (1)
Guasto in arrivo
0x04 (4)
Marcatura temporale (riservato)
0x05 (5)
Allarme
0x07 (7)
Accensione
0x09 (9)
Informazioni
Sottoindice 1
Evento 1 (Event 1)
Tipo della segnalazione diagnostica più recente/attuale
Sottoindice 2
Evento 2 (Event 2)
Tipo della 2ª segnalazione diagnostica memorizzata
Sottoindice
Evento 3 … 200 (Event 3 … 200)
3 … 200
Tipo della 3ª … 200ª segnalazione diagnostica memorizzata
Tab. B.22
102
PNU 200
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 201
Sottoindice
1 … 200
Numero diagnosi (Diagnostics Number)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura delle indicazioni dettagliate nell'evento diagnostico dei numeri diagnosi.
In caso di guasti e allarmi è il numero del guasto preciso, con eventi di configurazione la funzione
eseguita ecc.
Nel caso di evento diagnostico non valido, il valore viene riportato su 0xFFFF.
Sottoindice 1
Evento 1 (Event 1)
Segnalazione diagnostica più recente/attuale
Sottoindice 2
Evento 2 (Event 2)
2ª segnalazione diagnostica memorizzata
Sottoindice
Evento 3 … 200 (Event 3 … 200)
3 … 200
3ª … 200ª segnalazione diagnostica memorizzata
Tab. B.23
PNU 201
PNU 202
Sottoindice
1 … 200
Marcatura temporale (Time Stamp)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura del momento [ms] degli eventi diagnostici dal Power ON.
La marcatura temporale in forma “HH.MM.SS:nnn (HH = ore, MM = minuti, SS = secondi, nnn = milli­
secondi).
In caso di sovracorsa il valore della marcatura temporale passa da 0xFFFFFFFF a 0 e viene scritto un
nuovo evento di attivazione (segnalazione di errore 0x3d) nella memoria diagnostica.
Sottoindice 1
Evento 1 (Event 1)
Momento della segnalazione diagnostica più recente/attuale
Sottoindice 2
Evento 2 (Event 2)
Momento della 2ª segnalazione diagnostica memorizzata
Sottoindice
Evento 3 … 200 (Event 3 … 200)
3 … 200
Momento della 3ª … 200ª segnalazione diagnostica memorizzata
Tab. B.24
PNU 202
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
103
B
Parametro di riferimento
PNU 203
Sottoindice
1 … 200
Informazioni supplementari (Additional Information)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura delle informazioni supplementari per FCT o per il servizio di assistenza.
Sottoindice 1
Evento 1 (Event 1)
Informazione supplementare della segnalazione diagnostica più recente/attuale
Sottoindice 2
Evento 2 (Event 2)
Informazione supplementare della 2ª segnalazione diagnostica memorizzata
Sottoindice
Evento 3 … 200 (Event 3 … 200)
3 … 200
Informazioni supplementari della 3ª … 200ª segnalazione diagnostica memorizzata
Tab. B.25
PNU 203
PNU 204
Sottoindici 3, 4
Parametri memoria diagnostica (Diagnostics Memory Parameter)
Classe: Struct
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro,
wo
Lettura o cancellazione della memoria diagnostica.
Sottoindice 3
Cancellare la memoria diagnostica (Delete Memory)
Cancellazione della memoria diagnostica.
Valore
Significato
1
La memoria diagnostica viene cancellata
Accesso: wo
Sottoindice 4
Numero registrazioni (Number of Entries)
Lettura del numero di record validi nella memoria diagnostica
Valore
Significato
0 … 200
Numero
Accesso: ro
Tab. B.26
PNU 204
PNU 205
Sottoindice 1
Guasto dell'unità (Device Fault)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura del guasto attivo con la massima priorità.
Se non è presente alcun guasto, viene segnalato 0xFFFF (65535).
Tab. B.27
104
PNU 205
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 220
Sottoindice
1 … 32
Messaggi di guasto attuali (Actual Malfunction Messages)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura di tutti i guasti presenti. Mentre la memoria diagnostica mostra la cronologia, qui è possibile
rilevare quali guasti sono presenti al momento.
Ogni numero diagnostico diventa quindi un numero di bit.
I valori dei parametri non sono scrivibili. Gli errori non sono tacitabili con questo PNU.
Se il bit è impostato, allora il guasto relativo è attivo.
Sottoindice 1
0. record (0th Entry)
Numeri diagnostici 0 … 31
Sottoindice 2
1. record (1st Entry)
Numeri diagnostici 32 … 63
...
Sottoindice 4
31. Record (31th Entry)
Numeri diagnostici 992 … 1023
Tab. B.28
PNU 220
PNU 221
Sottoindice
1 … 32
Attuali messaggi di allarme (Actual Warning Messages)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura di tutti gli allarmi presenti. Mentre la memoria diagnostica mostra la cronologia, qui è possibi­
le rilevare quali allarmi sono presenti al momento.
Ogni numero diagnostico diventa quindi un numero di bit.
I valori dei parametri non sono scrivibili. Gli allarmi non possono essere cancellati attraverso questo
PNU.
Se il bit è impostato, allora l'allarme relativo è attivo.
Sottoindice 1
0. record (0th Entry)
Numeri diagnostici 0 … 31
Sottoindice 2
1. record (1st Entry)
Numeri diagnostici 32 … 63
...
Sottoindice 32
31. Record (31th Entry)
Numeri diagnostici 992 … 1023
Tab. B.29
PNU 221
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
105
B
Parametro di riferimento
PNU 230
Sottoindice 1
Guasto attuale tacitabile (Actual Acknowledged Malfunction)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro
Lettura del tipo di tacitazione del guasto attuale con la massima priorità.
Valore
Significato
0x00 (0)
Il guasto non è tacitabile.
0x01 (1)
Il guasto è ancora attivo e può essere cancellato solo dopo l'eliminazione del
guasto stesso.
0x02 (2)
Il guasto è tacitabile immediatamente.
0xFF (255)
Non è presente alcun guasto.
Tab. B.30
PNU 230
PNU 234
Sottoindice
1 … 255
Reazione all'errore ammessa 1 (Permissible Error Reaction 1)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura delle risposte errate ammesse per i guasti 0 ….254.
Il parametro è implementato come campo bit. Un valore di 0x0037 significa per es. che le risposte
errate 1, 2, 4, 16 e 32 possono essere parametrizzate.
Per numeri diagnostici non assegnati viene indicato il valore 65535 (0xFFFF).
Valore
Significato
Stadio di uscita OFF:
0x0001 (1)
A: nessuna rampa di ritardo
0x0002 (2)
B: dopo la rampa di ritardo di arresto rapido (arresto di emergenza)
0x0004 (4)
C: dopo la rampa di ritardo (arresto)
0x0008 (8)
D: terminare dopo il record di posizionamento
Stadio di uscita on:
0x0010 (16)
E: dopo la rampa di ritardo di arresto rapido (arresto di emergenza)
0x0020 (32)
F: dopo la rampa di ritardo (arresto)
0x0040 (64)
G: terminare dopo il record di posizionamento
Sottoindice 1
Numero di guasto 0 (Malfunction Number 0)
Reazione all'errore per il numero di guasto 0.
Sottoindice 2
Numero di guasto 1 (Malfunction Number 1)
Reazione all'errore per il numero di guasto 1.
Sottoindice
Numero di guasto 2 … 254 (Malfunction Number 2 … 254)
3 … 255
Reazioni all'errore per i numero di guasto 2 … 254.
Tab. B.31
106
PNU 234
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 238
Sottoindice
1 … 255
Trattamento dei guasti ammesso 1 (Permissible Malfunction Handling 1)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura del trattamento dei guasti ammesso per i guasti 0….254.
Il parametro è implementato come maschera di bit. Se uno dei bit è 1, significa che il bit corrispon­
dente nel relativo parametro di configurazione PNU 246 può essere modificato.
Per numeri diagnostici non assegnati viene indicato il valore 65535 (0xFFFF).
Bit
Valore
Significato
0…4
–
riservati
5
0
Errore o avvertenza non parametrizzabile
1
Errore o avvertenza parametrizzabile
6
0
Informazione non parametrizzabile
1
Informazione parametrizzabile
7
0
Memoria diagnostica non parametrizzabile
1
Memoria diagnostica parametrizzabile
8 … 15
–
riservati
Sottoindice 1
Numero di guasto 0 (Malfunction Number 0)
Trattamento dei guasti per il numero di guasto 0.
Sottoindice 2
Numero di guasto 1 (Malfunction Number 1)
Trattamento dei guasti per il numero di guasto 1.
Sottoindice
Numero di guasto 2 … 254 (Malfunction Number 2 … 254)
3 … 255
Trattamenti dei guasti per i numeri di guasti 2 … 254.
Tab. B.32
PNU 238
PNU 242
Sottoindice
1 … 255
Reazione all'errore 1 (Error Reaction 1)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione della reazione all'errore attuale per i guasti 0 ….254.
Definizione della reazione all'errore e reazione dell'errore ammessa è PNU 234.
Sottoindice 1
Numero di guasto 0 (Malfunction Number 0)
Reazione all'errore per il numero di guasto 0.
Sottoindice 2
Numero di guasto 1 (Malfunction Number 1)
Reazione all'errore per il numero di guasto 1.
Sottoindice
Numero di guasto 2 … 254 (Malfunction Number 2 … 254)
3 … 255
Reazioni all'errore per i numero di guasto 2 … 254.
Tab. B.33
PNU 242
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
107
B
Parametro di riferimento
PNU 246
Sottoindice
1 … 255
Trattamento dei guasti 1 (Malfunction Handling 1)
Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del trattamento dei guasti attuale per i guasti 0 … 254.
Trattamento dei guasti ammesso è PNU 238.
Bit
Valore
Significato
0…4
–
riservati
5
0
W: il guasto è parametrizzato come avvertenza
1
F: il guasto è parametrizzato come errore
6
0
Il guasto può essere parametrizzato come errore o avvertenza (bit
5)
1
I: il guasto è parametrizzato come informazione
7
0
nessuna registrazione nella memoria diagnostica
1
salva nella memoria diagnostica
8 … 15
–
riservati
Sottoindice 1
Numero di guasto 0 (Malfunction Number 0)
Reazione all'errore per il numero di guasto 0.
Sottoindice 2
Numero di guasto 1 (Malfunction Number 1)
Reazione all'errore per il numero di guasto 1.
Sottoindice
Numero di guasto 2 … 254 (Malfunction Number 2 … 254)
3 … 255
Reazioni all'errore per i numero di guasto 2 … 254.
Tab. B.34
108
PNU 246
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 280
Sottoindice 1
Stato di sicurezza (Safety State)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro
Lettura dello stato di abilitazione dell'hardware.
Per l'esercizio sono necessari i seguenti stati di abilitazione:
Bit
Valore
Significato
0
0
uno o due canali STO = 0 V
1
due canali STO = 24 V
1
Abilitazione del regolatore tramite Fieldbus1)
1
sempre = 1
Abilitazione del regolatore tramite ingresso digitale + Fieldbus1)
0
ENABLE (abilitazione regolatore) [X1.6] = 0 V
1
ENABLE (abilitazione regolatore) [X1.6] = 24 V
2…7
riservati (= 1)
Attenzione
Solo se tutti i bit = 1 è possibile passare allo stato “pronto”.
1)
Parametrizzazione dell'abilitazione del regolatore tramite è PNU 128 o FCT
Tab. B.35
PNU 280
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
109
B
Parametro di riferimento
B.4.6
Dati di processo - dati di processo generali
PNU 300
Sottoindice 1 … 3
Valori di posizione (Position Values)
Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura degli attuali valori di posizione [SINC] del regolatore di posizione.
Sottoindice 1
Posizione attuale (Actual Position)
Posizione effettiva attuale del regolatore di posizione.
Sottoindice 2
Posizione nominale attuale (Actual Setpoint Position)
Posizione nominale attuale del regolatore di posizione.
Sottoindice 3
Errore attuale di inseguimento (Actual Following Error)
Deviazione del valore nominale attuale del regolatore di posizione.
Tab. B.36
PNU 300
PNU 301
Sottoindice 1 … 3
Valori di forza (Force Values)
Classe: Array
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: ro
Lettura dei valori di forza attuali [‰ valore di base forza, PNU 555] del regolatore di forza.
Sottoindice 1
Valore attuale (Actual Value)
Valore effettivo del regolatore di forza.
Sottoindice 2
Valore nominale attuale (Actual Setpoint Value)
Valore nominale attuale del regolatore di forza.
Sottoindice 3
Errore di regolazione attuale (Actual Control Deviation)
Deviazione del valore nominale attuale del regolatore di forza.
Tab. B.37
PNU 301
PNU 303
Sottoindice 1
Ingressi digitali locali (Local Digital Inputs)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura dello stato effettivo degli ingressi digitali locali.
Bit
Significato
0 ... 8
riservati
9
ENABLE (abilitazione regolatore) [X1.6]
10 ... 32
riservati
Tab. B.38
110
PNU 303
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 304
Sottoindice 1
Uscite digitali locali (Local Digital Outputs)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura dello stato effettivo delle uscite digitali locali.
Bit
Significato
0 ... 4
riservato
5
DOUT1 (uscita 1, parametrizzabile) [X1.4]
6
DOUT2 (uscita 2, parametrizzabile) [X1.3]
7, 8
riservato
9
READY (pronto all'esercizio) [X1.5]
10 ... 31
riservato
Tab. B.39
PNU 304
PNU 310
Sottoindice 1 … 3
Valori di velocità (Velocity Values)
Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura dei valori di velocità attuale del dispositivo di controllo della velocità.
Sottoindice 1
Velocità attuale (Actual Velocity)
Valore effettivo del dispositivo di controllo della velocità.
Sottoindice 2
Velocità nominale attuale (Actual Nominal Velocity)
Valore nominale attuale del dispositivo di controllo della velocità
Sottoindice 3
Errore di regolazione attuale (Actual Control Deviation)
Deviazione del valore nominale attuale del dispositivo di controllo della velocità.
Tab. B.40
PNU 310
PNU 312
Sottoindice 1
Stato uscite comparatore (Status Comparator Outputs)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: ro
Lettura dello stato effettivo dei comparatori per diverse dimensioni. Se il bit corrispondente è uguale
a 1, ciò significa che la dimensione rientra nel'intervallo del valore min. e max. (almeno per la durata
del relativo tempo di smorzamento corrispondente).
Bit
Modo di regolazione
0
Comparatore di posizione
1
Comparatore di velocità
2
comparatore di forza
3
Comparatore di tempo
4 ... 7
riservato
Tab. B.41
PNU 312
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
111
B
Parametro di riferimento
B.4.7
Dati di processo – dati FHPP
PNU 320
Sottoindice 1, 2
Informazioni di stato FHPP (FHPP State Information)
Classe: Struct
Tipo di dati:
FW …
uint32/int32
Accesso: ro
Lettura dei dati di stato (dati di ingresso).
Sottoindice 1
Byte di stato FHPP 1 … 4 (FHPP State Byte 1… 4)
Informazioni di stato su byte 1 … 4 (z. B. SCON, SPOS, ...)
Tipo dati: uint32
Sottoindice 2
Byte di stato FHPP 5 … 8 (FHPP State Byte 5… 8)
Informazioni di stato su byte 5 … 8 (valore effettivo 2)
Tipo dati: int32
Tab. B.42
PNU 320
PNU 321
Sottoindici 1, 2
Informazioni comando FHPP (FHPP Control Information)
Classe: Struct
Tipo di dati:
FW …
uint32/int32
Accesso: ro
Lettura dei dati di comando (dati di uscita).
Sottoindice 1
Byte di comando FHPP 1 … 4 (FHPP Control Byte 1… 4)
Informazioni di comando su byte 1 … 4 (per es. CCON, CPOS, ...)
Tipo dati: uint32
Sottoindice 2
Byte di comando FHPP 5 … 8 (FHPP Control Byte 5… 8)
Informazioni di comando su Byte 5 … 8 (valore nominale 2)
Tipo dati: int32
Tab. B.43
112
PNU 321
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.8
Lista di record – dati di record
Nell'FHPP la selezione di record per lettura e scrittura si esegue tramite il sottoindice dei PNU 401 …
427. Tramite PNU 400 viene selezionato il record attivo il teach.
PNU
Denominazione
Tipo dati
Subindex
401
402
404
406
407
408
409
410
416
417
418
421
423
424
425
426
427
428
RCB1 (record byte di controllo 1)
RCB2 (record byte di controllo 2)
Posizione valore nominale
Velocità
Accelerazione
Decelerazione
Strappo con accelerazione
Massa
Posizione successiva
Strappo con decelerazione
Limitazione della coppia
RCB3 (record byte di controllo 3)
Velocità finale
Max. deviazione
MC con la commutazione dei record
Ritardo di avviamento
Limite di corsa
Fattore prepilotaggio momento
uint8
uint8
INT32
INT32
INT32
INT32
uint32
uint32
uint8
uint32
INT16
uint8
INT32
INT32
uint8
uint32
INT32
uint16
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
1 … 64
430
Comparatore di posizione, min.
INT32
1 … 64
431
Comparatore di posizione, max.
INT32
1 … 64
432
Comparatore di posizione tempo di smorzamento
uint16
1 … 64
433
Comparatore di velocità, min.
INT32
1 … 64
434
Comparatore di velocità, max.
INT32
1 … 64
435
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
uint16
1 … 64
436
Comparatore di forza, min.
INT16
1 … 64
437
Comparatore di forza, max.
INT16
1 … 64
438
Comparatore di forza tempo di smorzamento
uint16
1 … 64
439
Comparatore di tempo, min.
uint32
1 … 64
440
Comparatore di tempo, max.
uint32
1 … 64
441
Valore nominale della velocità
INT32
1 … 64
442
Valore nominale forza
INT16
1 … 64
Tab. B.44
Struttura della lista dei record – dati dei record con FHPP
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
113
B
Parametro di riferimento
PNU 400
Sottoindici 1, 2
Stato dei record (Record State)
Classe: Struct
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1,
ro
Lettura o parametrizzazione del record attualmente selezionato.
Sottoindice 1
Numero record nominale (Demand Record Number)
Accesso: rw1
La registrazione contiene il numero del record di destinazione nei cui parametri viene inserita la posi­
zione attuale, non appena viene impostato il bit di teach è PNU 520
Sottoindice 2
Numero di record attuale (Actual Record Number)
Accesso: ro
È anche valido quando l'attuatore non si trova nell'esercizio di selezione dei record (durante la pro­
grammazione mediante “teach-in”). Nel funzionamento della selezione di record, questo parametro
viene trasmesso nei dati I/O ciclici.
Tab. B.45
114
PNU 400
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 401
Record byte di controllo 1
(Record Control Byte 1)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del record byte di controllo 1 (RCB1).
Il record byte di controllo definisce il tipo di un set di posizionamento (posizionamento, velocità,
forza) e contiene le impostazioni più importanti.
Definizione
Bit
Valore
Significato
ABS
0
Binario
Selezione del tipo di posizione.
(da considerare solo con l'esercizio di posizionamento
(COM1/2 = 00))
0
il valore nominale è assoluto
1
Il valore nominale è relativo
COM1/2
1, 2 Bit2 Bit1 Selezione del modo di regolazione.
0
0
Esercizio di posizionamento
0
1
Esercizio di controllo della forza/coppia
1
0
Esercizio di controllo della velocità
1
1
Record non valido
–
3
–
Riservato
REL
4
Binario
Selezione del punto di riferimento per il valore nominale.
(da considerare solo con l'esercizio di posizionamento
(COM1/2 = 00))
0
Il valore nominale è relativo all'ultimo valore nominale/de­
stinazione
1
Il valore nominale è relativo all'ultimo valore effettivo/posi­
zione effettiva
XLIM
5
Binario
Attivazione del monitoraggio della corsa.
(solo con funzionamento di forza/coppia o controllo della
velocità (COM1/2 = 01 o 10))
0
monitoraggio della corsa attivato
1
monitoraggio della corsa non attivato
FAST
6
–
Non supportato/riservato
–
7
–
Riservato
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Byte di comando 1 record 1 … 64.
Tab. B.46
PNU 401
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
115
B
Parametro di riferimento
PNU 402
Record byte di controllo 2
(Record Control Byte 2)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del byte di controllo record 2 (RCB2). Il byte di comando record contiene
la commutazione di record condizionata.
Bit
Valore
Significato
0…6
Decimale
Condizione per la commutazione al passo successivo per il conca­
tenamento automatico di record.
0
Nessuna commutazione di record
1
MC (Motion Complete)
20
Comparatore di posizione
21
Comparatore di velocità
22
Comparatore di forza
23
Comparatore di tempo
7
riservato (= 0!)
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Byte di comando 2 record 1 … 64.
Tab. B.47
PNU 402
PNU 404
Valore di riferimento (Setpoint Value)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
FW …
Accesso: rw1
Lettura o scrittura della posizione di destinazione.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Valore di riferimento del record 1 … 64.
Tab. B.48
PNU 404
PNU 406
Velocità (Velocity)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
Lettura o parametrizzazione della velocità max. [SINC/s].
La velocità è specificata sempre con un valore positivo. Con l'avanzamento nella direzione negativa, il
valore viene reso negativo automaticamente.
– Record posizione: velocità max.
– Record velocità: senza funzione
– Record forza: velocità max.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Velocità max. del record 1 … 64.
Tab. B.49
116
PNU 406
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 407
Accelerazione (Acceleration)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dell'accelerazione max. [SINC/s2].
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Max. accelerazione del record 1 … 64.
Tab. B.50
PNU 407
PNU 408
Decelerazione (Deceleration)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della decelerazione max. [SINC/s2].
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Max. ritardo del record 1 … 64.
Tab. B.51
PNU 408
PNU 409
Strappo con accelerazione (Jerk Acceleration)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dello strappo max. [(SINC/s3)/10] durante l'accelerazione. Il valore 0
deve essere interpretato come strappo max.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Max. valore dello strappo con accelerazione del record 1 … 64.
Tab. B.52
PNU 409
PNU 410
Massa (Mass)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della massa che con l'azionamento viene spostata anche verso la massa
di base.
– Asse lineare: [g]
– Asse rotativo: [kgm2 * 10-7]
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Massa del record 1 … 64.
Tab. B.53
PNU 410
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
117
B
Parametro di riferimento
PNU 416
Record posizione successiva (Record Following Position)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o scrittura del numero di record a cui si passa se viene soddisfatta la condizione di commuta­
zione.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Record posizione successiva del record 1 … 64.
Tab. B.54
PNU 416
PNU 417
Strappo con decelerazione (Jerk Deceleration)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dello strappo max. [(SINC/s3)/10] durante la decelerazione. Il valore 0
deve essere interpretato come strappo max.
Record forza: senza funzione
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Max. valore strappo con decelerazione del record 1 … 64.
Tab. B.55
PNU 417
PNU 418
Limitazione della coppia (Torque Limitation)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della forza max. [‰ del valore base forza, PNU 555].
– 0 ‰ = nessuna corrente del motore (0 A)
– 1000 ‰ = valore base forza, PNU 555
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Forza max. del record 1 … 64.
Tab. B.56
118
PNU 418
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 421
Record byte di controllo 3
(Record Control Byte 3)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del record byte di controllo 3 (RCB3). Il byte di controllo record controlla
il comportamento specifico del record durante il posizionamento (condizione di start per istruzioni di
start durante gli ordini attivi).
Bit
Valore
Significato
0, 1
Bit 1 Bit 0 Opzioni per l'istruzione di start
0
0
Ignora: ignorare l'istruzione di start
0
1
Interrompi: commutazione immediata al nuovo ordine
1
0
Attendi: avvio del nuovo ordine dopo il Motion Complete (record
allegato all'ordine in corso)
1
1
Riservato
2…7
–
Riservato
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Byte di comando 3 record 1 … 64.
Tab. B.57
PNU 421
Velocità finale (Final Velocity)
PNU 423
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della velocità max. [SINC/s] alla fine del record.
– Record di posizione: velocità finale
– Record velocità: velocità nominale
– Record forza: senza funzione
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Velocità finale del record 1 … 64.
Tab. B.58
PNU 423
PNU 424
Max. deviazione dalla regola (Max. Deviation)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della deviazione dalla regola max.
– Record posizione: errore di inseguimento max. [SINC]
– Record velocità max.: max. deviazione della velocità nominale [SINC/s]
– Record forza: senza funzione
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Velocità finale del record 1 … 64.
Tab. B.59
PNU 424
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
119
B
Parametro di riferimento
PNU 425
MC con la commutazione dei record
(MC During Record Continuation)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del Motion Complete (MC) con la commutazione di record.
Valore
Significato
0
Non viene indicato alcun Motion Complete (MC).
1
Viene indicato un Motion Complete (MC).
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
MC con la commutazione del record 1 … 64.
Tab. B.60
PNU 425
PNU 426
Ritardo di avviamento (Start Delay)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dei tempi di ritardo di avvio [ms]. Con il comando di avvio viene avviato il
tempo. Una volta trascorso il tempo viene avviata la traslazione del record.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Ritardo di avviamento del record 1 … 64.
Tab. B.61
PNU 426
Limite di corsa (Stroke Limit)
PNU 427
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della corsa max. (Hub) [SINC], che viene ripristinata nella velocità e nel­
l'esercizio di controllo della forza/coppia relativa alla posizione iniziale. Al raggiungimento della limi­
tazione della corsa, l'attuatore viene frenato attraverso la rampa Quick Stop e rimane nella posizione
di regolazione. Il monitoraggio può essere disattivato impostando il bit RCB1.B5 (PNU 401).
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Limite di corsa del record 1 … 64.
Tab. B.62
120
PNU 427
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 428
Fattore prepilotaggio momento
(Torque Feed Forward Control Factor)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della quota del prepilotaggio momento nell'esercizio di record [‰].
– 0 = non attivo
– 1000 = completamente attivo
Il prepilotaggio momento viene aggiunto al valore nominale del regolatore di corrente. Il valore si
calcola dall'accelerazione. Confrontare anche è PNU 1080.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Fattore del record 1 … 64.
Tab. B.63
PNU 428
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
121
B
Parametro di riferimento
B.4.9
Lista di record – messaggi di record
Comparatore di posizione, min. (Position Comparator, Min.)
PNU 430
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [SINC] del comparatore di posizione.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di posizione, min. del record 1 … 64.
Tab. B.64
PNU 430
PNU 431
Comparatore di posizione, max. (Position Comparator, Max.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superior [SINC] del comparatore di posizione.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di posizione, max. del record 1 … 64.
Tab. B.65
PNU 431
PNU 432
Comparatore di posizione tempo di smorzamento (Position Comparator,
Window Time)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dei tempi di smorzamento [ms] del comparatore di posizione.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di posizione, tempo di smorzamento del record 1 … 64.
Tab. B.66
PNU 432
PNU 433
Comparatore di velocità, min. (Velocity Comparator, Min.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [SINC/s] del comparatore di velocità.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di velocità, min. del record 1 … 64.
Tab. B.67
122
PNU 433
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 434
Comparatore di velocità, max (Velocity Comparator, Max.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [SINC/s] del comparatore di velocità.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di velocità, max. del record 1 … 64.
Tab. B.68
PNU 434
PNU 435
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
(Velocity Comparator, Window Time)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dei tempi di smorzamento [ms] del comparatore di velocità.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento del record 1 … 64.
Tab. B.69
PNU 435
PNU 436
Comparatore di forza, min. (Force Comparator, Min.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [‰ del valore di base forza, PNU 555] del com­
paratore di forza.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di forza. min. del record 1 … 64.
Tab. B.70
PNU 436
PNU 437
Comparatore di forza, max. (Force Comparator, Max.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [‰ del valore di base forza, PNU 555] del
comparatore di forza.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di forza. max. del record 1 … 64.
Tab. B.71
PNU 437
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
123
B
Parametro di riferimento
PNU 438
Comparatore di forza tempo di smorzamento (Force Comparator, Window Time)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dei tempi di smorzamento [ms] del comparatore di forza.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di forza, tempo di smorzamento del record 1 … 64.
Tab. B.72
PNU 438
PNU 439
Comparatore di tempo, min. (Time Comparator, Min.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [ms] del comparatore di tempo.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di tempo min. del record 1 … 64.
Tab. B.73
PNU 439
PNU 440
Comparatore di tempo, max. (Time Comparator, Max.)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [ms] del comparatore di tempo.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Comparatore di tempo max. del record 1 … 64.
Tab. B.74
PNU 440
PNU 441
Valore nominale della velocità (Setpoint Value Velocity)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della velocità finale di un record di velocità. Il segno matematico corri­
sponde alla direzione in cui deve essere generata la velocità.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Velocità finale del record 1 … 64.
Tab. B.75
124
PNU 441
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 442
Valore nominale forza (Setpoint Value Force)
Sottoindice 1 … 64 Classe: Array
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della forza di arrivo di un record di forza [‰ del valore di base forza, PNU
555]. Il segno matematico corrisponde alla direzione in cui deve essere generata la forza.
Sottoindice 1 … 64 Record 1 … 64 (Record 1 … 64)
Forza di arrivo del record 1 … 64.
Tab. B.76
B.4.10
PNU 442
Dati di processo - dati di progetto generali
PNU 500
Sottoindice 1
Punto zero del progetto (Project Zero Point)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del punto di riferimento per valori di posizione nell'applicazione è PNU
404.
Offset dall'origine dell'asse [SINC] al punto zero del progetto.
Tab. B.77
PNU 500
PNU 501
Sottoindici 1, 2
Finecorsa software (Software Position Limits)
Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione dei finecorsa software [SINC].
Un parametro (posizione) al di fuori dei finecorsa software non è ammesso e causa di un errore.
Viene inserito l'offset per l'origine dell'asse.
I finecorsa software sono disattivati, se i due finecorsa software hanno un valore = 0.
Sottoindice 1
Valore limite inferiore (Lower Limit)
Finecorsa software inferiore
Sottoindice 2
Valore limite superiore (Upper Limit)
Finecorsa software superiore
Tab. B.78
PNU 501
PNU 502
Sottoindice 1
Velocità max. ammissibile
(Max. Velocity)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della velocità max. ammissibile [SINC/s].
Questo valore limita la velocità in tutti i modi operativi.
Tab. B.79
PNU 502
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
125
B
Parametro di riferimento
PNU 503
Sottoindice 1
Accelerazione max. ammissibile
(Max. Acceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione dell'accelerazione max. ammissibile [SINC/s2].
Tab. B.80
B.4.11
PNU 503
Dati di progetto – esercizio di controllo della forza/coppia
PNU 510
Sottoindice 1
Limitazione della corsa
(Stroke Limitation)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione della corsa max. ammissibile (Hub) [SINC] con regolazione della forza
attiva.
Con una regolazione della forza attiva, la posizione effettiva relativa alla posizione di avvio non può
più cambiare rispetto a quanto indicato in questo parametro. In tal modo si ha la garanzia che, in
caso di regolazione della forza attivata involontariamente (ad esempio “Pezzo mancante”), l'asse non
si muova in maniera incontrollata.
Il monitoraggio può essere disattivato con CDIR.XLIM = 1.
Tab. B.81
PNU 510
PNU 512
Sottoindice 1
Max. forza ammissibile
(Max. Force)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione della corrente max. (forza) [mA], con cui deve essere azionato il motore.
Il valore è sempre positivo. A livello interno viene quindi limitata la corrente max. “positiva” e “negati­
va”.
Tab. B.82
126
PNU 512
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.12
Dati di progetto – modo teach
PNU 520
Sottoindice 1
Destinazione di apprendimento (Teach Target)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione della memoria teach. Con il comando teach successivo, la posizione
effettiva viene scritta nella memoria selezionata è Pagina 55.
Valore
Significato
0x01 (1)
Posizione nominale nel record di posizionamento1) è PNU 404
0x02 (2)
Punto zero dell'asse è PNU 1010
0x03 (3)
Origini del progetto è PNU 500
0x04 (4)
Finecorsa software inferiore è PNU 501.1
0x05 (5)
Finecorsa software superiore è PNU 501.2
0x06 (6)
Comparatore di posizione limite inferiore1) è PNU 430
0x07 (7)
Comparatore di posizione limite superiore1) è PNU 431
1)
Preimpostare il numero di record nell'esercizio diretto tramite PNU 400.1 “Numero di record nominale” con la selezione di record
tramite il numero di record nel byte di comando 3
Tab. B.83
PNU 520
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
127
B
Parametro di riferimento
B.4.13
Dati di progetto - Esercizio diretto FHPP
PNU 523
Sottoindice
1 … 12
FHPP: Valori nominali ed effettivi (FHPP Setpoint and actual values)
Classe: Struct
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione dei valori nominali e effettivi nei dati ciclici I/O, in base alla modalità di
regolazione.
Regolazione
Valore nomi­ Subindice Valor Descrizione
nale/effettivo
e
POSITION
Valore nomi­ 1
0
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
nale 1
1
riservati
Valore nomi­ 2
0
Posizione [SINC], numero 32 bit
nale 1
è Appendice A.2
1
riservati
Valore effet­ 3
0
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
tivo 1
1
riservati
Valore effet­ 4
0
Posizione [SINC], numero 32 bit
tivo 2
è Appendice A.2
1
riservati
Forza/coppia
Valore nomi­ 5
2
Velocità [% del valore di base] è PNU 540
nale 1
0, 1 riservati
Valore nomi­ 6
0
Coppia nominale [% valore base] è PNU 555
nale 2
1
riservati
Valore effet­ 7
0
Velocità reale [SINC/s] è Appendice A.2
tivo 1
1
Coppia [% valore base forza] è PNU 555
Valore effet­ 8
0
Posizione effettiva [SINC] è Appendice A.2
tivo 2
1
Coppia [% valore base forza] è PNU 555
Velocità
Valore nomi­ 9
0
Rampa della velocità [% valore base]
nale 1
è PNU 560
1
riservati
Valore nomi­ 10
0
Velocità [SINC/s] è Appendice A.2
nale 2
1
riservati
Valore effet­ 11
0
Nessuna funzione, = 0
tivo 1
1
riservati
Valore effet­ 12
0
riservati
tivo 2
1
Velocità del valore assoluto [SINC/s]
Tab. B.84
128
PNU 523
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 524
Sottoindice 1
Impostazioni esercizio diretto FHPP
(FHPP Direct Mode Settings)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione delle caratteristiche per il funzionamento diretto FHPP.
Bit
Valore
Significato
0
Binario Tipo di posizione relativo
0
Il valore nominale è relativo all'ultima posizione nominale/di arrivo
1
Il valore nominale è relativo alla posizione attuale (default)
1…7 –
Riservato
Tab. B.85
PNU 524
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
129
B
Parametro di riferimento
B.4.14
Dati di processo - Modo Jog
PNU 530
Sottoindice 1
Velocità lenta – fase 1 (Velocity Slow – Phase 1)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della velocità lenta [SINC/s] per la fase 1.
Tab. B.86
PNU 530
PNU 531
Sottoindice 1
Velocità rapida – fase 2 (Velocity Fast – Phase 2)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della velocità max [SINC/s] per la fase 2.
Tab. B.87
PNU 531
PNU 532
Sottoindice 1
Accelerazione/decelerazione (Acceleration/Deceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione dell'accelerazione/decelerazione [SINC/s2] con jog.
Tab. B.88
PNU 532
PNU 534
Sottoindice 1
Durata fase 1 (Time Phase 1)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del periodo [ms] per la fase 1.
Tab. B.89
PNU 534
PNU 538
Sottoindice 1
Finestra di segnalazione “Errore di inseguimento”
(Following Error Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione dell'errore di inseguimento max. ammissibile.
Tab. B.90
PNU 538
PNU 539
Sottoindice 1
Ritardo di intervento errore di inseguimento
(Following Error Timeout)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento in [ms] del monitoraggio errore di inseguimento.
Tab. B.91
130
PNU 539
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.15
Dati di processo – posizionamento nell'esercizio diretto
PNU 540
Sottoindice 1
Valore base della velocità (Base Value Velocity)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione del valore base della velocità max. [SINC/s].
Il Master trasmette un valore percentuale, che viene moltiplicato con il valore base per arrivare alla
velocità nominale definitiva.
Tab. B.92
PNU 540
PNU 541
Sottoindice 1
Accelerazione (Acceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione dell'accelerazione max. [SINC/s2].
Tab. B.93
PNU 541
PNU 542
Sottoindice 1
Decelerazione (Deceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione della decelerazione max. [SINC/s2].
Tab. B.94
PNU 542
PNU 543
Sottoindice 1
Strappo con accelerazione (Jerk Acceleration)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione dello strappo max. [(SINC/s3)/10] durante l'accelerazione. Il valore 0
deve essere interpretato come strappo max.
Tab. B.95
PNU 543
PNU 544
Sottoindice 1
Massa (Load)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione della massa che con l'azionamento viene spostata anche verso la massa
di base.
– Asse lineare: [g]
– Asse rotativo: [kgm2 * 10-7]
Tab. B.96
PNU 544
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
131
B
Parametro di riferimento
PNU 547
Sottoindice 1
Strappo con decelerazione (Jerk Deceleration)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dello strappo max. [(SINC/s3)/10] durante la decelerazione. Il valore 0
deve essere interpretato come strappo max.
Tab. B.97
PNU 547
PNU 548
Sottoindice 1
Velocità finale (Final Velocity)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della velocità max. [SINC/s] alla fine del record
– Record di posizione: velocità finale
– Record velocità: velocità nominale
– Record forza: senza funzione
Tab. B.98
PNU 548
PNU 549
Sottoindice 1
Finestra di segnalazione “Errore di inseguimento”
(Following Error Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dell'errore di inseguimento max. ammissibile. [SINC] nell'esercizio di
posizionamento
Tab. B.99
B.4.16
PNU 549
Dati di progetto - Esercizio diretto forza
PNU 552
Sottoindice 1
Finestra di segnalazione forza raggiunta (Force Target Window)
Classe: Var
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della forza min./max. del comparatore di forza in [‰ valore di base forza].
Finestra forza [‰] per il riconoscimento della forza nominale (max. distanza tra forza nominale e
forza effettiva).
Tab. B.100 PNU 552
PNU 555
Sottoindice 1
Valore base forza (Base Value Force)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Valore base forza in Milliampere [mA].
(Il master trasmette nei dati ciclici un valore percentuale che viene moltiplicato con il valore base per
arrivare alla forza definitiva.)
Tab. B.101 PNU 555
132
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.17
Dati di progetto - Esercizio diretto numero di giri
PNU 560
Sottoindice 1
Valore base accelerazione (Base Value Acceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore di base [SINC/s2].
(Il Master trasmette un valore percentuale, che viene moltiplicato con il valore base per arrivare al­
l'accelerazione nominale definitiva.)
Tab. B.102 PNU 560
PNU 561
Sottoindice 1
Finestra di segnalazione Velocità raggiunta
(Velocity Target Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della velocità min./max. [SINC/s] del comparatore di velocità.
Finestra di segnalazione “Velocità raggiunta” per il riconoscimento di una velocità nominale (max.
distanza tra la velocità nominale e la velocità effettiva)
Tab. B.103 PNU 561
PNU 566
Sottoindice 1
Limitazione della corsa
(Stroke Limitation)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della corsa max. ammissibile (Hub) [SINC] con regolazione della velocità.
Con una regolazione della velocità attiva, la posizione effettiva relativa alla posizione di avvio non può
più cambiare rispetto a quanto indicato in questo parametro. In tal modo si ha la garanzia che, in
caso di regolazione della velocità attivata involontariamente (ad esempio “Pezzo mancante”), l'asse
non si muova in maniera incontrollata.
Il monitoraggio può essere disattivato impostando il bit CDIR.XLIM.
Tab. B.104 PNU 566
PNU 568
Sottoindice 1
Variazione di regolazione
(Velocity Difference Error Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della deviazione dalla regola ammissibile [SINC] con regolazione della
velocità
Tab. B.105 PNU 568
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
133
B
Parametro di riferimento
B.4.18
Dati di progetto – esercizio diretto in generale
PNU 581
Sottoindice 1
Limitazione della coppia (Torque Limitation)
Classe: Var
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della forza max. [‰ del valore base forza, PNU 555] per il funzionamento
diretto posizione e velocità.
– 0 = nessuna corrente del motore (0 A)
– 1000 = valore base forza, PNU 555
Il valore si applica per il senso di rotazione positivo e negativo.
Tab. B.106 PNU 581
PNU 582
Sottoindice 1
Ritardo di avviamento (Start Delay)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione dei tempi di ritardo di avvio [ms]. Con il comando di avvio viene avviato il
tempo. Una volta trascorso il tempo viene avviata la traslazione.
Tab. B.107 PNU 582
PNU 583
Sottoindice 1
Condizione di avvio
(Start Condition)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della condizione di start per istruzioni di start durante gli ordini attivi.
Valore
Significato
0x00 (0)
Ignora: ignorare l'istruzione di start
0x01 (1)
Interrompi: commutazione immediata al nuovo ordine
0x02 (2)
Attendi: avvio del nuovo ordine dopo il Motion Complete
Tab. B.108 PNU 583
PNU 585
Sottoindice 1
Comparatore di posizione, min. (Position Comparator, Min.)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [SINC] del comparatore di posizione.
Tab. B.109 PNU 585
PNU 586
Sottoindice 1
Comparatore di posizione, max. (Position Comparator, Max.)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [SINC] del comparatore di posizione.
Tab. B.110 PNU 586
134
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 587
Sottoindice 1
Comparatore di posizione tempo di smorzamento (Position Comparator,
Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento [ms] del comparatore di posizione.
Tab. B.111 PNU 587
PNU 588
Sottoindice 1
Comparatore di velocità, min. (Velocity Comparator, Min.)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [SINC/s] del comparatore di velocità.
Tab. B.112 PNU 588
PNU 589
Sottoindice 1
Comparatore di velocità, max (Velocity Comparator, Max.)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [SINC/s] del comparatore di velocità.
Tab. B.113 PNU 589
PNU 590
Sottoindice 1
Comparatore di velocità, tempo di smorzamento
(Velocity Comparator, Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento [ms] del comparatore di velocità.
Tab. B.114 PNU 590
PNU 591
Sottoindice 1
Comparatore di forza, min. (Force Comparator, Min.)
Classe: Var
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [‰ valore di base forza, PNU 555] del compa­
ratore di forza.
Tab. B.115 PNU 591
PNU 592
Sottoindice 1
Comparatore di forza, max. (Force Comparator, Max.)
Classe: Var
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [‰ valore di base forza, PNU 555] del compa­
ratore di forza.
Tab. B.116 PNU 592
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
135
B
Parametro di riferimento
PNU 593
Sottoindice 1
Comparatore di forza tempo di smorzamento (Force Comparator, Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento [ms] del comparatore di forza.
Tab. B.117 PNU 593
PNU 594
Sottoindice 1
Comparatore di tempo, min. (Time Comparator, Min.)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite inferiore [ms] del comparatore di tempo.
Tab. B.118 PNU 594
PNU 595
Sottoindice 1
Comparatore di tempo, max. (Time Comparator, Max.)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione del valore limite superiore [ms] del comparatore di tempo.
Tab. B.119 PNU 595
136
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.19
Fattori gruppo
PNU 600
Sottoindice 1
Posizione esponente decimale
(Position Notation Index)
Classe: Var
Tipo dati: int8
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della potenza di 10 con cui viene convertito 1 SINC nel valore di unità
base 1.
Esempio:
Potenza di 10 = -7
Unità di base (0x01) = metro
Soluzione:
– 1 SINC: 1 * 10-7 m = 0,1μm
– 10.000 SINC: 10.000 * 10-7 m = 1 mm
Tab. B.120 PNU 600
PNU 601
Sottoindice 1
Posizione unità di misura
(Position Dimension Index)
Classe: Var
Tipo dati: uint8
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del sistema di misura in riferimento all'unità base.
Valore
Significato
0x00 (0)
indefinito/utente specifico
0x01 (1)
Metro (unità SI)
0x41 (65)
Grado
0xF0 (240)
Pollice/Inch
0xF6 (246)
Giri
Tab. B.121 PNU 601
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
137
B
Parametro di riferimento
B.4.20
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri parte meccanica
Inversione di direzione
(Polarity)
Classe: Var
Tipo dati: int8
PNU 1000
Sottoindice 1
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del senso di rotazione.
Valore
Significato
0x00
Senza inversione del senso di rotazione (default).
0x80
Con inversione del senso di rotazione (tutti i valori encoder vengono resi negati­
vi).
Tab. B.122 PNU 1000
PNU 1001
Sottoindice 1, 2
Risoluzione encoder
(Encoder Resolution)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura della risoluzione encoder (rapporto incrementi dell'encoder rispetto ai giri del motore).
Calcolo della risoluzione dell'encoder:
Risoluzione encoder + Incrementi dellȀencoder
Giri del motore
Sottoindice 1
Encoder Increments(Incrementi dell'encoder)
aA In base all'encoder utilizzato, default: 0x000007D0 (2000)
Sottoindice 2
Giri del motore (Motor Revolutions)
Fisso: 0x00000001 (1)
Tab. B.123 PNU 1001
138
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 1002
Sottoindici 1, 2
Rapporto di riduzione (Gear Ratio)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del rapporto di riduzione
(rapporto tra i giri del motore e i giri del mandrino del riduttore interno è Pagina 82)
Calcolo del rapporto di riduzione:
Rapporto di riduzione + Giri del motore
Giri del mandrino
I valori per i giri del motore/mandrino devono essere selezionati in modo che il risultato sia un nume­
ro intero.
Sottoindice 1
Giri del motore (Motor Revolutions)
Numeratore del rapporto di trasmissione.
Sottoindice 2
Giri del mandrino (Shaft Revolutions)
Denominatore del rapporto di trasmissione.
Tab. B.124 PNU 1002
PNU 1003
Sottoindice 1, 2
Costante di avanzamento
(Feed Constant)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della costante di avanzamento max. [SINC]
(Incremento del mandrino dell'attuatore per ogni giro è Pagina 82)
Calcolo della costante di avanzamento:
Costante di avanzamento +
Avanzamento
Giri del mandrino
Sottoindice 1
Avanzamento (Feed)
Numeratore della costante di avanzamento.
Sottoindice 2
Giri del mandrino (Shaft Revolutions)
Denominatore della costante di avanzamento.
Tab. B.125 PNU 1003
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
139
B
Parametro di riferimento
PNU 1005
Sottoindice 2, 3
Parametri dell'asse
(Axis Parameter)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del rapporto di riduzione di riduttore dell'asse. Riguarda esclusivamente
il riduttore esterno.
Sottoindice 2
Riduttore dell'asse, numeratore (Axis Gear, Numerator)
Numeratore del rapporto di trasmissione.
Sottoindice 3
Riduttore dell'asse, denominatore (Axis Gear, Denominator)
Denominatore del rapporto di trasmissione.
Tab. B.126 PNU 1005
B.4.21
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri corsa di riferimento
PNU 1010
Sottoindice 1
Offset del punto zero dell'asse (Offset Axis Zero Point)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione dell'offset del punto zero [SINC].
L'offset del punto zero dell'asse (Home-Offset) definisce il punto zero dell'asse (AZ) come punto di
riferimento dimensionale relativo al punto di riferimento fisico (REF).
Il punto zero dell'asse (AZ) è il punto base per il punto zero del progetto (PZ) e per i finecorsa soft­
ware. Tutte le operazioni di posizionamento si basano sul punto zero (PZ) del progetto è PNU 500.
Il punto zero dell'asse (AZ) viene calcolato da: AZ = REF + offset del punto zero dell'asse
Tab. B.127 PNU 1010
PNU 1011
Sottoindice 1
Metodo corsa di riferimento
(Homing Method)
Classe: Var
Tipo dati: int8
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione del metodo corsa di riferimento è Pagina 53.
Tab. B.128 PNU 1011
140
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 1012
Sottoindice 1 … 3
Velocità (Velocities)
Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della velocità [SINC/s] nell'esercizio di riferimento.
Sottoindice 1
Velocità di ricerca (Search Velocity)
Velocità durante la ricerca del punto di riferimento (REF) con l'interruttore di riferimento o l'arresto
meccanico.
Sottoindice 2
Velocità di traslazione (Drive Velocity)
Velocità durante la corsa verso l'origine dell'asse (AZ).
Sottoindice 3
Velocità lentissima (Crawling Velocity)
Velocità lentissima, per lasciare il riferimento/finecorsa.
Tab. B.129 PNU 1012
PNU 1013
Sottoindice 1
Accelerazione/decelerazione (Acceleration/Deceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione dell'accelerazione/decelerazione [SINC/s2] con esercizio di riferimento.
Tab. B.130 PNU 1013
PNU 1015
Sottoindice 1
Coppia max. (Max. Torque)
Classe: Var
Tipo dati: int16
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della coppia max. ammissibile [‰ valore base forza, PNU 555] (tramite
limitazione della corrente) con corsa di riferimento.
Se il valore viene raggiunto per un determinato periodo di tempo è PNU 1017, l'arresto meccanico
viene riconosciuto come punto di riferimento e l'attuatore si porta sul punto di origine dell'asse.
Tab. B.131 PNU 1015
PNU 1016
Sottoindice 1
Limite di velocità riconoscimento dell'arresto meccanico
(Block Detection Velocity Limit)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione del valore limite della velocità per il riconoscimento dell'arresto meccani­
co con corsa di riferimento (metodo corsa di riferimento: arresto meccanico).
Tab. B.132 PNU 1016
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
141
B
Parametro di riferimento
PNU 1017
Sottoindice 1
Tempo di smorzamento riconoscimento dell'arresto meccanico
(Block Detection Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento [ms] per il riconoscimento dell'arresto mecca­
nico (metodo corsa di riferimento: arresto meccanico).
Tab. B.133 PNU 1017
B.4.22
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – parametri regolatore
PNU 1022
Sottoindice 1
Finestra di segnalazione “Destinazione raggiunta
(Position Target Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione della destinazione [SINC], che può differire tra la posizione effettiva e la
posizione di arrivo, per poter essere ancora interpretato come presente nella finestra di destinazione.
L'area della finestra di segnalazione corrisponde al doppio del valore parametrizzato. La posizione
nominale/di arrivo è al centro della finestra.
Tab. B.134 PNU 1022
PNU 1023
Sottoindice 1
Tempo di smorzamento per destinazione raggiunta
(Position Target Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del tempo di smorzamento [ms].
Con il raggiungimento della finestra della posizione di arrivo si avvia il tempo di smorzamento. Se la
posizione effettiva dopo il tempo di smorzamento si trova nella finestra della posizione di arrivo,
viene impostato il bit SPOS.MC.
Tab. B.135 PNU 1023
142
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 1024
Sottoindice 1 … 7
Parametri del regolatore (Position Control Parameter Set)
Classe: Struct
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw1
Lettura o parametrizzazione dei parametri della tecnica di regolazione.
Sottoindice 1
Posizione di amplificazione (Gain Position)
Amplificazione del regolatore di posizione.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 2
Amplificazione della velocità (Gain Velocity)
Amplificazione del regolatore della velocità.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 3
Parte I della velocità (I-Fraction Velocity)
Parte I del regolatore di velocità.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 4
Amplificazione della corrente (Gain Current)
Amplificazione del regolatore di corrente.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 5
Parte I della corrente (I-Fraction Current )
Parte I del regolatore di corrente.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 6
Filtro della velocità costante nel tempo
(Time Constant Velocity Filter)
Costante di tempo per il filtraggio del numero di giri del motore.
Tipo dati: uint32
Sottoindice 7
Max. velocità di correzione (Max. Correction Velocity)
Max. velocità per la correzione dell'errore di inseguimento.
Tipo dati: int32
Tab. B.136 PNU 1024
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
143
B
Parametro di riferimento
PNU 1025
Sottoindice 1, 2
Parametro I2t (I2t Parameter)
Classe: Array
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione dell'integrale I²t [ms].
Sottoindice 1
Costante temporale del motore, integrale I²t in aumento
(Motor Time Constant, Rising I²t-Integral)
Costante temporale motore dell'integrale crescente I²t del monitoraggio temperatura del motore.
Sottoindice 2
Costante temporale motore, integrale I²t decrescente
(Motor Time Constant, Falling I²t-Integral)
Costante temporale motore dell'integrale decrescente I²t del monitoraggio temperatura del motore.
Per la protezione del motore la corrente motore viene limitata automaticamente alla corrente nomi­
nale del motore è PNU 1035.
Tab. B.137 PNU 1025
PNU 1026
Sottoindici 1, 2
Valori limite I2t (I2t Limits)
Classe: Struct
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2/ro
Lettura o parametrizzazione dei valori limite/di soglia [‰] del monitoraggio I²t.
Sottoindice 1
Valore di soglia avvertenza I²t (I²t Warning Level)
Valore di soglia avvertenza del monitoraggio I²t del motore.
Accesso: rw2
Sottoindice 2
Valore limite errore I²t (I²t Error Limit)
Valore limite errore del monitoraggio I²t motore.
Accesso: ro
Tab. B.138 PNU 1026
PNU 1027
Sottoindice 1
Valore I2t attuale (Actual I2t Value)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
Lettura del livello di riempimento attuale [‰] del monitoraggio I²t per il motore.
Tab. B.139 PNU 1027
PNU 1029
Sottoindice 1
Decelerazione arresto rapido (Quick Stop Deceleration)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: rw2
Lettura o parametrizzazione della decelerazione max. con arresto rapido [SINC/s2].
Tab. B.140 PNU 1029
144
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
B.4.23
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – targhetta di identificazione elettronica
PNU 1030
Sottoindice 1
Tipo motore (Motor Type)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: ro
FW …
Accesso: ro
Lettura del tipo motore.
Valore
Significato
0x0008 (8)
Motore passo-passo
Tab. B.141 PNU 1030
PNU 1034
Sottoindice 1
Max. corrente
(Max. Current)
Classe: Var
Tipo dati: int32
Lettura della corrente motore max. [mA].
Il valore è sempre positivo. A livello interno viene quindi limitata la corrente max. “positiva” e “negativa”.
Tab. B.142 PNU 1034
PNU 1035
Sottoindice 1
Corrente nominale del motore
(Motor Rated Current)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura della corrente nominale motore [mA] (dicitura sulla targhetta di identificazione).
Tab. B.143 PNU 1035
PNU 1036
Sottoindice 1
Momento nominale del motore
(Motor Rated Torque)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione della coppia nominale del motore [mNm].
Tab. B.144 PNU 1036
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
145
B
Parametro di riferimento
B.4.24
Parametri degli assi attuatori elettrici 1 – monitoraggio dello stato di fermo
PNU 1040
Sottoindice 1
Posizione nominale
(Setpoint Position)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura della posizione nominale [SINC] dell'ultima istruzione di posizionamento.
Tab. B.145 PNU 1040
PNU 1041
Sottoindice 1
Posizione attuale (Position Actual Value)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura della posizione attuale [SINC] dell'attuatore.
Tab. B.146 PNU 1041
PNU 1042
Sottoindice 1
Finestra di posizione stato di fermo (Standstill Position Window)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione della finestra di posizionamento in stato di fermo [SINC].
Valore della posizione con il quale l'attuatore si può muovere verso MC finché risponde il controllo
posizionamento.
Tab. B.147 PNU 1042
PNU 1043
Sottoindice 1
Ritardo di azionamento stato di fermo
(Standstill Window Time)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del tempo di monitoraggio stato di fermo in [ms].
Tempo durante il quale l'attuatore deve essere al di fuori della finestra di posizione stato di fermo
finché non risponde il monitoraggio dello stato di fermo.
Tab. B.148 PNU 1043
146
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
B.4.25
Parametro di riferimento
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 – monitoraggio dell'errore di posizionamento
PNU 1045
Sottoindice 1
Ritardo di intervento errore di inseguimento (Following Error Timeout)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione [ms] per il riconoscimento della deviazione dalla regola (errore di inseguimen­
to, velocità). Intervallo in cui la differenza tra valori nominali e effettivi deve essere maggiore rispetto alla
deviazione dalla regola ammissibile max., prima che sia segnalato un errore di inseguimento.
Tab. B.149 PNU 1045
B.4.26
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati motore
PNU 1059
Sottoindice 1
Corrente del motore attuale (Actual Motor Current)
Classe: Var
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura della corrente motore attuale [mA].
Tab. B.150 PNU 1059
B.4.27
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati temperatura
PNU 1063
Sottoindice 1
Temperatura attuale CPU (Actual Temperature CPU)
Classe: Var
Tipo dati: int8
FW …
Accesso: ro
Lettura della temperatura attuale [°C] della CPU principale.
Tab. B.151 PNU 1063
PNU 1065
Sottoindice 1, 2
Temperatura min./max. CPU (Min./Max. Temperature CPU)
Classe: Array
Tipo dati: int8
FW …
Accesso: ro
Lettura dell'intervallo di temperatura ammissibile [°C] della CPU principale.
Sottoindice 1
Temperatura min. CPU (Min. Temperature CPU)
Temperatura min. della CPU principale.
Sottoindice 2
Temperatura max. CPU (Max. Temperature CPU)
Temperatura max. della CPU principale.
Tab. B.152 PNU 1065
PNU 1066
Sottoindice 1
Temperatura attuale dello stadio di uscita (Actual Temperature Output Stage)
Classe: Var
Tipo dati: int8
FW …
Accesso: ro
Lettura della temperatura attuale [°C] dello stadio di uscita (parte di carico del controllore).
Tab. B.153 PNU 1066
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
147
B
Parametro di riferimento
PNU 1068
Sottoindice 1, 2
Temperatura min./max. stadio di uscita
(Min./Max. Temperature Output Stage)
Classe: Array
Tipo dati: int8
FW …
Accesso: ro
Lettura dell'intervallo di temperatura ammissibile [°C] dello stadio di uscita (parte di carico del con­
trollore).
Sottoindice 1
Temperatura min. stadio di uscita
(Min. Temperature Output Stage)
Temperatura min. stadio di uscita.
Sottoindice 2
Temperatura max. stadio di uscita
(Max. Temperature Output Stage)
Temperatura max. stadio di uscita.
Tab. B.154 PNU 1068
B.4.28
Parametri dell'asse attuatori elettrici 1 - Dati attuatore generali
PNU 1071
Sottoindice 1
Carico dell'utensile/massa di base
(Tool Load/Ground Mass)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso:
rw2
Lettura o parametrizzazione del carico dell'utensile/massa di base.
Asse lineare: massa di base mobile [g].
Asse rotativo: momento di inerzia di massa di base sull'uscita attuatore [kgm2 * 10-7].
Tab. B.155 PNU 1071
PNU 1073
Sottoindice 1
Tensione circuito intermedio attuale (Actual Intermediate Circuit Voltage)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura della tensione intermedia attuale [mV] del controllore.
Tab. B.156 PNU 1073
PNU 1074
Sottoindice 1
Tensione parte di comando attuale
(Actual Control Section Voltage)
Classe: Var
Tipo dati: uint32
FW …
Accesso: ro
Lettura della tensione parte di comando attuale [mV] del controllore.
Tab. B.157 PNU 1074
148
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
B
Parametro di riferimento
PNU 1075
Sottoindice 1 … 3
Corrente di fase attuale (Actual Phase Current)
Classe: Array
Tipo dati: int32
FW …
Accesso: ro
Lettura delle correnti attuali [mA] nei singoli tratti di motore.
Sottoindice 1
Corrente di fase attuale 1 (Actual Phase Current 1)
Corrente momentanea del 1° tratto di motore.
Sottoindice 2
Corrente di fase attuale 2 (Actual Phase Current 2)
Corrente momentanea del 2° tratto di motore.
Sottoindice 3
Corrente di fase attuale 3 (Actual Phase Current 3)
Corrente momentanea del 3° tratto di motore.
Tab. B.158 PNU 1075
La sovrascrittura del PNU 1080 (fattore base o fattore in base al peso) può portare a
correnti motore più elevate che possono avere come conseguenza l'overload con accele­
razioni nel prepilotaggio delle coppie. Sull'attuatore si avrebbero carichi maggiori.
I fattori vengono calcolati dai parametri (motore,riduttore, costante di avanzamento, ...)
del Festo Configuration Tool (FCT), vengono scritti nel PNU 1080 e non dovrebbero essere
modificati.
PNU 1080
Sottoindice 1
Coppie prepilotaggio
(Torque Feed Forward Control)
Classe: Var
Tipo dati: uint16
FW …
Accesso: rw1
Lettura o parametrizzazione della quota del prepilotaggio momento nell'esercizio di record [‰] nel­
l'esercizio diretto posizionamento e velocità.
– 0 = non attivo
– 1000 = completamente attivo
Il prepilotaggio momento viene aggiunto al valore nominale del regolatore di corrente. Il valore si
calcola dall'accelerazione.
Tab. B.159 PNU 1080
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
149
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.1
FPC per dati ciclici I/O
L'FPC viene utilizzato per il trasferimento di parametri nei dati I/O ciclici. Per questo vengono utilizzati
dati I/O a 8 byte dello standard FHPP per ampliare 8 byte I/O supplementari.
Dati
Dati O
Dati I
Tab. C.1
byte 1 ... 8
1
2
3
4
5
6
7
8
Byte di controllo standard FHPP
Byte di stato standard FHPP
byte 9 ... 16
1
2
3
4
5
6
7
8
Dati di controllo FPC
Dati di stato FPC
Dati ciclici I/O standard FHHP + FPC
Il controller motore CMMO-ST supporta esclusivamente la funzionalità estesa dell'Enhan­
ced Festo Parameter Channel EFPC come indicato nellaè Sezione C.2.
C.2
Panoramica EFPC
Il canale parametri esteso EFPC consente la trasmissione automatizzata di parametri e di quantità di
dati maggiori sotto forma di un file di parametri.
Moduli con cui può essere implementata facilmente la trasmissione sono disponibili per
alcune unità selezionate all'indirizzo è www.festo.com/sp.
C.2.1
Struttura EFPC
Il canale esteso EFPC utilizza gli 8 byte dell'FPC.
La struttura dell'EFPC è mostrata da è Tab. C.2.
Dati
Byte 1
Byte 2
Dati O
Dati I
FPCC
FPCS
Dati di controllo e di stato in funzione della modalità di trasmissione è C.2.2
Tab. C.2
Byte 3
Byte 4
Byte 5
Byte 6
Byte 7
Byte 8
Struttura EFPC in generale
Osservare in generale le specifiche nel master bus con la rappresentazione di parole e
parole doppie (Intel/Motorola). per es. tramite il Modbus avviene la rappresentazione in
“Rappresentazione big endian”
(primo byte di ordine più alto, di solito ad es. con PROFIBUS DP).
150
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.2.2
FPCC e FPCS – modo di trasmissione, ID di richiesta e risposta
La commutazione del modo di trasmissione avviene tramite il bit da 4 a 7 del byte 1 conformemente
è Tab. C.3.
FPCC/FPCS1)
Modalità
Funzione
0001xxxx
Parametri
Trasmissione PNU (16 bit) è Sezione C.3
0100xxxx
File
Trasmissione file di parametri è Sezione C.4
1)
valori non indicati = riservati
Tab. C.3
FPCC e FPCS – codifica del modo di trasmissione
I bit da 0 a 3 del byte 1 contiene l'ID di richiesta e risposta è Tab. C.4 Tab. C.5.
FPCC2)
Valore
Funzione
ammesso con il modo
Parametri
File
xxxx0000
xxxx0100
xxxx0101
xxxx0110
xxxx1000
0
4
5
6
8
Nessuna istruzione presente
Upload del file di parametri
download di un file di parametri
Richiesta valore parametro (array)
Modifica valore parametro (Array, parola doppia)
x
2)
x
x
x
x
x
valori non indicati = riservati
Tab. C.4
FPCC – codifica ID richiesta
FPCS3)
Valore
Funzione
ammesso con il modo
Parametri
File
xxxx0000
xxxx0011
xxxx0101
xxxx0111
0
3
5
7
Nessuna risposta presente
Trasmissione file di parametri sezione attiva
Trasmissione parametro (array, parola doppia)
Impossibile eseguire l'istruzione con codice di errore
(trasmissione dei parametri o del file di parametri
non è attualmente possibile)
x
3)
x
x
x
x
x
valori non indicati = riservati
Tab. C.5
FPCS – Codifica ID di risposta
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
151
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.3
Trasmissione dei parametri (PNU, oggetti interni)
C.3.1
Struttura EFPC con la trasmissione dei parametri
Struttura EFPC con la trasmissione dei parametri è Tab. C.6.
Dati
Byte 1
Byte 2
Dati O
Dati I
FPCC
FPCS
Subindice Codice dei parametri
Subindice Codice dei parametri
Tab. C.6
Byte 3
Byte 4
Byte 5
Byte 6
Byte 7
Byte 8
Valore parametro
Valore parametro/numero di errore
Struttura EFPC per la trasmissione dei parametri
C.3.2
Sequenza della trasmissione dei parametri
La trasmissione del file di parametri avviene in base a questa sequenza:
1. avvio trasmissione.
2. Attendere il segnale di feedback “trasmissione parametri”.
3. Fra due istruzioni successive è necessario inviare l'identificativo di istruzione 0 (nessuna istruzione,
“Richiesta zero”) e attendere la ricezione dell'identificativo di risposta 0 (nessuna risposta).
In tal modo si esclude la possibilità che una risposta riferita a un'istruzione “vecchia” venga inter­
pretata come risposta “attuale”.
In contemporanea con la trasmissione il controllo deve analizzare possibili errori.
Prima e dopo una trasmissione di parametri viene scambiato ciclicamente il telegramma “Nessuna
istruzione” tra unità di comando e controllore motore.
Per poter salvare in modo sicuro i parametri scritto in caso di caduta di rete, questi devo­
no essere salvati in modo permanente tramite la scrittura di PNU 127:2 con il valore 1.
C.3.3
Esempio di trasmissione di parametri
comando
Controllore motore
Scrivere il parametro PNU 440:2 con 4660d
FPCC = 0001 1000
Sottoindice = 0000 0010
Numeri di parametro = 0000 0001 1011 1000
Dati utili = 0000 0000 0000 0000 0001 0010 0011 0100
Parametri scritti correttamente
FPCS = 0001 0101
Sottoindice = 0000 0010
Numero di parametro = 0000 0001 1011 1000
Dati utili = 0000 0000 0000 0000 0001 0010 0011 0100
Fig. C.1
152
Esempio di sequenza di trasmissione parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.3.4
Codici di errore
Gli errori sono segnalati nell'FPCS e il codice errore viene trasmesso nei dati utili.
Codici di errore
Errori
0
1
2
3
11
17
101
102
PNU non ammesso
Valore del parametro non modificabile
Il valore non rientra nell'intervallo previsto
Sottoindice errato
Nessun comando di livello superiore
Lo stato di esercizio impedisce l'esecuzione dell'istruzione
Festo: ReqID non viene supportato
Festo: il parametro è WriteOnly
Tab. C.7
0x00
0x01
0x02
0x03
0x0B
0x11
0x65
0x66
Codici errore con la trasmissione di parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
153
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.4
Trasmissione file di parametri
C.4.1
Struttura EFPC con la trasmissione dei file di parametri
Il canale parametri esteso EFPC consente la trasmissione automatizzata di tutti i parametri configurabili
di un controllore motore sotto forma di un file di parametri.
Affinché possa essere realizzata la funzione di un server di parametri.
Il procedimento è utilizzabile in linea di massima per tutte le unità di comando che supportano la ges­
tione di questo tipo di file.
Moduli con cui può essere implementata facilmente la trasmissione sono disponibili per
alcune unità selezionate all'indirizzo è www.festo.com/sp.
Struttura EFPC con la trasmissione dei file di parametriè Tab. C.8.
Dati
Byte 1
Byte 2
Byte 3
Dati O
FPCC
Pacchetto di dati utili
Dati I
FPCS
ID pacchetto
3 bit di
Numero in se­
comando quenza 5 bit
ID pacchetto
3 bit di
Numero in se­
stato
quenza 5 bit
Tab. C.8
Byte 4
Byte 5
Byte 6
Byte 7
Byte 8
Pacchetto di dati utili
Struttura EFPC per la trasmissione dei file di parametri
C.4.2
ID pacchetto
L'ID pacchetto è diviso in 2 settori. I primi 3 bit contengono informazioni di comando e di stato. I 5 bit
seguenti contengono il numero in sequenza dei pacchetti dati è Sezione C.4.5.
Bit di comando/sta­ Funzione
to
Contenuto dati utili
000xxxxx
001xxxxx
Trasmissione dati attiva
Avviare la trasmissione dati
010xxxxx
011xxxxx
Ferma trasmissione dati
Errori
Nessun dato/pacchetto dati utili
Nessun dato/dimensioni dei file di parametri in
byte
Nessun dato
Nessun dato/codice di errore
Tab. C.9
154
ID pacchetto – 3 bit di controllo o di stato
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.4.3
File di parametri e pacchetto dati utili
File di parametri
I file di parametri fungono da contenitore dati del record di parametri completo di un controllore
motore. In questo modo è possibile scambiare parametrizzazioni tra controller motore identici.
Il file di parametri è composto da tre parti, intestazione, area dati e valore di controllo CRC.
File di inizio
256 byte
Header
n byte
Area dati (oggetti)
2 byte
Valore di controllo CRC
Fine file
Fig. C.2
Struttura file di parametri
Con un upload del file di parametri vengono trasmessi i valori dei parametri dalla memoria dati perma­
nente del controller motore.
Se i parametri del controller motore sono stati modificati per il tempo ciclo, questi sono attivi, ma non
sono salvati nella memoria permanente del controller motore e quindi vanno perduti dopo un riavvio.
Con PNU 127:2 è possibile salvare la parametrizzazione attuale nella memoria dati permanente.
Pacchetto dati utili
Per la trasmissione dei file di parametri questo viene suddiviso in blocchi da 6 byte e ricomposto dopo
la trasmissione.
L'LSB (il bit di ordine più basso) dei dati utili è nel byte 3 (Little Endian), quindi direttamente dopo l'in­
testazione di protocollo dell'EFPC 8 byte. Se non sono presenti dati utili tutti i bit corrispondono a zero.
Se dall'ultimo telegramma dati trasmessi non sono più necessari tutti i 6 byte per il file di parametri, i
byte rimasti vengono integrati con zeri. In base alle dimensioni del file di parametri che è stato trasmes­
so all'avvio, si sa fino a dove devono essere analizzati i dati.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
155
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.4.4
Verifica e attivazione del file di parametri
Il controller motore verifica in modo automatico se un file di parametri trasmesso è compatibile. Ques­
to avviene sia se il download è concluso e il file deve essere caricato, sia direttamente dopo l'invio delle
informazioni di intestazione. Se il file di parametri non è compatibile, il controller motore risponde con
un errore e un codice errore corrispondente.
Attivazione del file di parametri trasmesso
Con il download il file di parametri viene salvato nella memoria del controller motore (memoria perma­
nente), mentre il file salvato in precedenza (memoria permanente) viene cancellato, dopo la corretta
verifica del nuovo file. I parametri attualmente attivi non subiscono alcuna ripercussione.
I parametri del file di parametri diventano attivi solo dopo:
il riavvio del controller motore
– l'impostazione del PNU 127, sottindice 3 “Reset Device”
– Disattivazione/inserzione dell'alimentazione di tensione
– Menu PlugIn FCT [Component] [Online] [Restart Controller] ( [Componente] [Online] [Riavviare il
controllore] ).
impostazione del PNU 127, sottindice 4 “Carica i valori dei parametri dal file di parametri”
Con questo metodo non vengono tuttavia acquisiti i parametri modificati della gestione degli errori.
C.4.5
Sequenza della trasmissione del file di parametri
La trasmissione del file di parametri avviene in base a questa sequenza:
1. Riavviare la trasmissione dati. Il numero della sequenza comincia con 0.
2. Trasmissione dei dati utili e aumento del numero in sequenza.
Come handshake, dopo ogni ricezione del pacchetto dati, avviene la risposta con lo stesso ID del
pacchetto. I dati del file di parametri vengono trasmessi dal numero di sequenza 1. Se il numero di
sequenza arriva con il suo valore massimo di 31, il conteggio ricomincia con 0.
Il passaggio intermedio tramite “Nessuna richiesta” viene a mancare con questa variante EFPC,
perché l'ID del pacchetto cambia in ogni nuovo telegramma.
3. Trasmissione dati conclusa o arrestare la trasmissione dati.
In comtemporanea con la trasmissione il controllo deve analizzare possibili errori.
Prima e dopo una trasmissione di dati viene scambiato ciclicamente il telegramma “Nessuna istru­
zione” tra unità di comando e controllore motore.
Un arresto o una segnalazione di errore può essere scritta in qualsiasi momento nei bit di controllo e
interrompe l'upload o il download. In questo modo non avviene più alcuna verifica del numero di se­
quenza.
156
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.4.6
Esempi di trasmissione di file di parametri
Upload di file di parametri - il controllore motore invia un file di parametri al comando principale
Comando
Controllore motore
Richiesta upload di parametri
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 001 00000
Nessun dato
Avvio trasmissione
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 001 00000
Dati = file di parametri grandi'
Richiesta pacchetto 1
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00001
Nessun dato
Invio pacchetto 1
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00001
Dati: file di parametri
Richiesta pacchetto 2
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00010
Nessun dato
Suddividere il file di pa­
rametri in blocchi da 6
byte, qui in 32 * 6 byte
File di
parametri
Invio pacchetto 2
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00010
Dati: file di parametri
...
Invio pacchetto 31
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 11111
Dati: file di parametri
Richiesta pacchetto 32
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00000
Nessun dato
Invio pacchetto 32
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00000
Dati: file di parametri
Richiesta pacchetto 33
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00001
Nessun dato
Invio concluso
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 010 00001
Nessun dato
Fig. C.3
Sequenza di upload del file di parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
157
C
Festo Parameter Channel (FPC)
Download di file di parametri - il controllore motore invia un file di parametri al comando principale
Comando
Controllore motore
Richiesta download parametri
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 001 00000
Dati: file di parametri grande
Avvio trasmissione
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 001 00000
Nessun dato
Invio pacchetto 1
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 000 00001
Dati: file di parametri
Ricezione pacchetto 1
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00001
Nessun dato
Suddividere il file di pa­
rametri in blocchi da 6
byte, qui in 32 * 6 byte
Invio pacchetto 2
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 000 00010
Dati: file di parametri
File di
parametri
Ricezione pacchetto 2
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00010
Nessun dato
...
Ricezione pacchetto 31
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 11111
Nessun dato
Invio pacchetto 32
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 000 00000
Dati: file di parametri
Ricezione pacchetto 32
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00000
Nessun dato
Invio concluso
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 010 00001
Nessun dato
Parametro salvato
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 010 00001
Nessun dato
Fig. C.4
158
Sequenza download di un file di parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
Upload del file di parametri difettoso
Comando
Controllore motore
Richiesta upload di parametri
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 001 00000
Nessun dato
Avvio trasmissione
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 001 00000
Dati = file di parametri grandi'
Richiesta pacchetto 1
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00001
Nessun dato
Invio pacchetto 1
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00001
Dati: file di parametri
Richiesta pacchetto 2
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 000 00010
Nessun dato
Suddividere il file di pa­
rametri in blocchi da 6
byte, qui in 32 * 6 byte
File di
parametri
Invio pacchetto 2
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00010
Dati: file di parametri
Pacchetto 2 difettoso
FPCC = 01000100
ID pacchetto = 011 00011
Dati = codice di errore
Conferma errore
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 011 00011
Nessun dato
Fig. C.5
Errore con l'upload dei parametri
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
159
C
Festo Parameter Channel (FPC)
Download del file di parametri difettoso
Comando
Controllore motore
Richiesta download parametri
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 001 00000
Dati: file di parametri grande
Avvio trasmissione
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 001 00000
Nessun dato
Invio pacchetto 1
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 000 00001
Dati: file di parametri
Suddividere il file di pa­
rametri in blocchi da 6
byte, qui in 32 * 6 byte
Ricezione pacchetto 1
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 000 00001
Nessun dato
File di
parametri
Invio pacchetto 2
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 000 00010
Dati: file di parametri
Pacchetto 2 difettoso
FPCS = 01000011
ID pacchetto = 011 00010
Dati = codice di errore
Fig. C.6
Errore con il download dei parametri
Download del file di parametri - FPCC non è supportato
Comando
Controllore motore
Richiesta download parametri
FPCC = 01000001
ID pacchetto = 001 00000
Dati: file di parametri grande
Errore
FPCS = 01000111
ID pacchetto = 001 00000
Dati = codice errore 0x65
Festo: ReqID non supportato
Fig. C.7
Errore FPCC non supportato
Il valore presente nell'FPCC non può essere analizzato. L'ID della richiesta contenuta nel FPCC non è
supportato.
160
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
Download del file di parametri - EFPC bloccato
Comando
Controllore motore
Richiesta download parametri
FPCC = 01000101
ID pacchetto = 001 00000
Dati: file di parametri grande
Errore
FPCS = 01000111
ID pacchetto = 001 00000
Dati = codice errore 0x11
Lo stato di esercizio impedisce
l'esecuzione dell'istruzione
Fig. C.8
Errore EFPC bloccato
Durante una trasmissione di parametri attiva determinate funzioni sono bloccate, per esempio non si
può passare ad un download mentre si è in fase di upload e viceversa, senza aver prima interrotto la
trasmissione dall'unità di comando.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
161
C
Festo Parameter Channel (FPC)
C.4.7
Codici di errore
Con la trasmissione del file di parametri gli errori vengono segnalati a seconda del tipo di errore nel
FPCS o nell'ID del pacchetto dell'EFPC.
Tipo di errore 1 – L'errore viene visualizzato nell'FPCS (FPCS = xxxx0111)
Questa variante esiste per tutte le varianti FPC compresi tutti i tipi EFPC. Nei dati utili il codice errore
viene segnalato in base alla seguente tabella:
Codici di errore
Errori
17
0x11
Lo stato di esercizio impedisce l'esecuzione dell'istruzione.
Nello stato di esercizio attuale o nella configurazione attuale (per
esempio nessun EFPC parametrizzato) non è possibile una trasmis­
sione del file di parametri.
101
0x65
Festo: ReqID non viene supportato.
Tab. C.10 Codici errore con la trasmissione del file di parametri – tipo di errore 1
Tipo di errore 2 – L'errore viene visualizzato nei bit di comando (ID pacchetto = 011xxxxx)
Il byte 3 contiene i codici errore che il controllore motore invia all'unità di comando. Se l'unità di
comando invia un errore o se il controllore motore porta ad un'interruzione della trasmissione del file di
parametri, ciò viene memorizzato come informazione nella memoria diagnostica del controllore
motore. L'unità di comando non invia alcun numero di errore nei dati utili. Il controller motore risponde
all'unità di comando con lo stato di errore senza un testo di errore nei dati utili.
Codici di errore
0
1
2
3
4
0x00
0x01
0x02
0x03
0x04
5
0x05
6
7
0x06
0x07
8
0x08
9
0x09
Errori
Messaggio di errore unità di comando
Sequenza errata dei pacchetti ricevuti (numero in sequenza)
Timeout tra 2 pacchetti
Formattazione del telegramma non valida
Sequenza di comandi non valida, per esempio riavvio senza aver
prima attivato lo stop
Errore di lettura (lunghezza del file di parametri non valida o stato
non valido della trasmissione)
Errore nella scrittura del file di parametri
La quantità di dati ricevuta o inviata non corrisponde a quella previ­
sta
Errore nell'accesso al file di parametri, per es. nessun comando di
livello superiore
Time-out nell'accesso al file di parametri, per es. sono ancora pre­
senti errori che devono ancora essere tacitati
Tab. C.11 Codici errore con la trasmissione del file di parametri – tipo di errore 2
Gli errori si differenziano relativamente all'effetto sulla trasmissione è Tab. C.12:
162
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
C
Festo Parameter Channel (FPC)
Trasmissione
... non viene
interrotto
... viene
interrotto
Effetto
Errori
Codici di
errore
Errori
Se al controller motore viene applicata la
sintassi valida, è possibile proseguire con
l'upload o il download.
Per interrompere la trasmissione deve
essere inviata una richiesta di arresto.
Tipo di errore 1: viene segnalato
nell'FPCS
17 (0x11) Lo stato di esercizio
impedisce l'esecuzione
dell'istruzione
101 (0x65) Festo: ReqID non viene
supportato
Tipo di errore 2: viene segnalato nell'ID
del pacchetto
1
(0x01) Sequenza errata dei
pacchetti ricevuti
3
(0x03) Formattazione del
telegramma non valida
4
(0x04) Sequenza di comandi
non valida
Nel caso di segnalazioni di errore inviate
Tipo di errore 2: viene segnalato nell'ID
dall'unità di comando, la trasmissione
del pacchetto
viene interrotta. In questo caso non
0
(0x00) Messaggio di errore
avviene un'analisi dei dati utili.
unità di comando
Una differenziazione delle diverse cause
2
(0x02) Timeout tra 2 pacchetti
di errore è opzionale sull'unità di
5
(0x05) Errore di lettura
comando.
6
(0x06) errore di scrittura
Se la trasmissione viene interrotta, i dati
7
(0x07) La quantità di dati
trasmessi fino a quel momento nel
ricevuta non corrisponde
controllore vengono rifiutati. Ciò
a quella prevista
dovrebbe essere previsto anche nell'unità 8
(0x08) Errore del file di
di comando.
parametri
9
(0x09) Accesso al file di
parametri
Tab. C.12 Effetto degli errori sulla trasmissione
In caso di errori che portano all'interruzione della trasmissione viene visualizzato il nume­
ro di errore E27 nel display a 7 segmenti del CMMO-ST che viene poi scritto nella memoria
diagnostica. L'errore deve essere poi tacitato tramite la funzione di comando “Reset
Fault” o con l'FCT.
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
163
D
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche
Spiegazione sulla classificazione parametrizzabile, sulle reazioni agli errori, sulle opzioni
di memoria diagnostica e sulla possibilità di tacitazione è 7.2.2.
164
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
01h
Errore software
Parametrizzabile come: F/-/(Software error)
Memoria diagnostica: sempre
È stato accertato un errore interno del firmware.
Contattare il servizio di assistenza Festo.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
02h
File di parametri di default invalido
Parametrizzabile come: F/-/(Default parameter file invalid)
Memoria diagnostica: sempre
Con la verifica del file di parametri di default è stato trovato un errore. Il file è danneggiato.
Caricare nuovamente il file di parametri di default sull'unità tramite un update del firmware. Se
l'errore continua a presentarsi, è forse difettosa la memoria e l'unità deve essere sostituita.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
05h
Determinazione dell'angolo zero
Parametrizzabile come: F/-/(Zero angle determination)
Memoria diagnostica: sempre
La posizione del rotore non può essere identificata in modo univoco. Il punto di commutazione non
valido.
È presente un motore con encoder e in caso affermativo, il cavo dell'encoder è collegato? L'attua­
tore è bloccato: garantire la completa mobilità.
Carico eccessivo, non ammesso: ridurre il carico.
Il fissaggio dell'asse non è sufficientemente rigido: rendere il fissaggio più robusto.
Il carico utile non è fissato in modo sufficientemente rigido sull'asse: rendere il collegamento più
robusto.
Il carico utile non è in grado di oscillare: realizzare un carico più rigido; modificare la frequenza
propria del carico.
In caso di montaggio di più attuatori in un sistema capace di oscillare: ricercare i punti di commu­
tazione uno dopo l'altro.
Impostazione errata dei parametri del regolatore: determinare i parametri del regolatore e impo­
starli correttamente. A tale scopo eseguire eventualmente una ricerca del punto di commutazione
senza carico (scollegare il carico, impostare correttamente il carico dell'utensile e il carico supple­
mentare), avviare l'asse, collegare il carico (impostare correttamente il carico dell'utensile e il
carico supplementare), determinare nuovi parametri del regolatore (vedi help dell'FCT per la para­
metrizzazione del regolatore), parametrizzare nuovamente l'attuatore e poi riavviare la ricerca del
punto di commutazione con i nuovi parametri.
Questo errore può presentarsi anche se la corrente del motore impostata è troppo bassa, per
spostare l'albero ed un eventuale carico. Se necessario, correggere le impostazioni sulla corrente
del motore.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
165
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
06h
Sistema di misurazione
Parametrizzabile come: F/-/(Encoder)
Memoria diagnostica: sempre
Con l'analisi dell'encoder si è verificato un errore. I valori di posizione attuali possono essere errati.
Controllare che il cavo e il collegamento non presentino cortocircuiti, interruzioni o occupazione
errata del pin.
Eseguire un reset del software con la ricerca dell'angolo di commutazione e la corsa di riferimen­
to.
Se l'errore continua ad essere presente, è eventualmente difettoso l'hardware (encoder).
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
09h
Determinazione offset per la misurazione della
Parametrizzabile come: F/-/corrente
Memoria diagnostica: sempre
(Offset determination for current measurement)
Con l'inizializzazione della misurazione della corrente si è verificato un errore.
Eseguire il reset del software.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
0Bh File di parametri invalido
Parametrizzabile come: F/-/(Parameter file invalid)
Memoria diagnostica: sempre
Non è memorizzato alcun record di parametri valido. Eventualmente è stato eseguito un update del
firmware dopo la creazione dei file di parametri: Dai file di parametri viene caricato automaticamente
il maggior numero di dati possibile. I parametri che non sono inizializzati tramite i file di parametri,
sono caricati dal file di parametri di default.
Caricare un record di parametri valido nell'unità. Se l'errore continua ad essere presente, è even­
tualmente difettoso l'hardware.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
0Ch
Errore di esecuzione dell'update del firmware
Parametrizzabile come: F/-/(Firmware update execution error)
Memoria diagnostica: opzionale
L'update del firmware non è stato eseguito o terminato in modo conforme.
Controllare la connessione Ethernet tra unità e PC. Riavviare l'apparecchio e eseguire nuovamente
l'update del firmware. Controllare che sia stato selezionato un firmware corretto per l'apparec­
chio. Fino al termine dell'update del firmware resta attivo il firmware presente fino a quel momen­
to. Se l'errore devesse ancora essere presente, è eventualmente difettoso l'hardware.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
166
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
0Dh
Sovracorrente
Parametrizzabile come: F/-/(Overcurrent)
Memoria diagnostica: sempre
Cortocircuito nel motore, nei cavi o nel modulo di frenatura.
Modulo terminale difettoso.
Parametrazione errata del regolatore di corrente.
Controllare la parametrizzazione del regolatore di corrente. Un regolatore di corrente parametrato
in modo errato può causare con oscillazioni correnti fino a limiti di cortocircuito, di norma percet­
tibili chiaramente con fischi ad alta frequenza. Verifica con la funzione Trace nel FCT (valore reale
corrente attiva).
Messaggio d'errore con il collegamento all'alimentazione di carico: cortocircuito nel modulo ter­
minale. L'unità deve essere sostituita.
Messaggio d'errore solo all'attivazione dell'abilitazione del modulo terminale: - Staccare il con­
nettore del motore direttamente dal controllore, se l'errore è ancora presente, occorre sostituire
il controllore.- Se l'errore è presente solo con cavo del motore inserito, allora verificare che il
motore e il cavo non presentino cortocircuito, ad es. con un multimetro.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
0Eh
Errore I²t motore
Parametrizzabile come: F/-/(I²t malfunction motor)
Memoria diagnostica: sempre
Limite I²t per il motore raggiunto. Eventualmente il motore o il sistema di azionamento non sono
sufficientemente dimensionati per il compito richiesto.
Controllare la configurazione del sistema di azionamento.
Verificare che la meccanica non presenti difficoltà di movimento.
Ridurre il carico/la dinamica, pause più lunghe.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C
11h
Finecorsa software positivo
Parametrizzabile come: F/-/(Softwarelimit positive)
Memoria diagnostica: opzionale
Il valore nominale di posizione ha raggiunto o superato il rispettivo finecorsa software.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Questo errore può essere tacitato subito. Avviare successivamente un record di posizionamento o
muovere l'attuatore mediante funzione ad impulso. I movimenti in direzione positiva sono blocca­
ti.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, E, F
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
167
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
12h
Finecorsa software negativo
Parametrizzabile come: F/-/(Softwarelimit negative)
Memoria diagnostica: opzionale
Il valore nominale di posizione ha raggiunto o superato il rispettivo finecorsa software.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Questo errore può essere tacitato subito. Avviare successivamente un record di posizionamento o
muovere l'attuatore mediante funzione ad impulso. I movimenti in direzione negativa sono blocca­
ti.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, E, F
13h
Direzione positiva bloccata
Parametrizzabile come: F/-/(Positive direction locked)
Memoria diagnostica: opzionale
Si è presentato un errore del finecorsa software e poi è stato avviato il posizionamento nella
direzione bloccata.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Questo errore può essere tacitato subito. Avviare successivamente un record di posizionamento o
muovere l'attuatore mediante funzione ad impulso. I movimenti in direzione positiva sono blocca­
ti.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, E, F
14h
Direzione negativa bloccata
Parametrizzabile come: F/-/(Negative direction locked)
Memoria diagnostica: opzionale
Si è presentato un errore del finecorsa software e poi è stato avviato il posizionamento nella
direzione bloccata.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Questo errore può essere tacitato subito. Avviare successivamente un record di posizionamento o
muovere l'attuatore mediante funzione ad impulso. I movimenti in direzione negativa sono blocca­
ti.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, E, F
168
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
15h
Temperatura del modulo terminale superata
Parametrizzabile come: F/-/(Output stage temperature exceeded)
Memoria diagnostica: opzionale
Il valore limite ammesso per la temperatura del modulo terminale è stato superato. Il modulo termi­
nale presenta eventualmente sovraccarico.
Questo errore può essere tacitato solo se la temperatura è nel campo ammesso.
Controllare la configurazione dell'attuatore.
Verificare che la meccanica non presenti difficoltà di movimento.
Abbassare la temperatura ambiente, migliorare la dispersione di calore. Verificare che il motore e
il cablaggio non presentino cortocircuiti.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, D
16h
Temperatura del modulo terminale non raggiunta Parametrizzabile come: F/-/(Output stage temperature too low)
Memoria diagnostica: opzionale
La temperatura ambiente è al di sotto del campo ammesso.
Aumentare la temperatura ambiente. Questo errore può essere tacitato solo se la temperatura è
nel campo ammesso.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, D
17h
Tensione della logica superata
Parametrizzabile come: F/-/(Logic voltage exceeded)
Memoria diagnostica: opzionale
Il monitoraggio dell'alimentazione della tensione logica ha riconosciuto una sovratensione. È presen­
te un errore interno o la tensione di alimentazione è troppo alta.
Verificare la tensione di alimentazione esterna direttamente sull'unità.
Se dopo un reset continua ad essere presente l'errore, è presente un difetto interno e l'unità deve
essere sostituita.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B
18h
Tensione della logica non raggiunta
Parametrizzabile come: F/-/(Logic voltage too low)
Memoria diagnostica: opzionale
Il monitoraggio dell'alimentazione della tensione logica ha riconosciuto una sottotensione. È presen­
te un guasto interno o un sovraccarico o un cortocircuito provocato dalla periferica collegata.
Separare l'unità da tutta la periferica e controllare se l'errore è ancora presente dopo un reset. Se
sì, allora è presente un difetto interno e l'unità deve essere sostituita.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
169
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
1Ah
Tensione circuito intermedio superata
Parametrizzabile come: F/-/(Intermediate circuit voltage exceeded)
Memoria diagnostica: sempre
Tensione di carico non all'interno del campo ammesso.
Il reostato di frenatura viene sovraccaricato, troppa energia di frenatura che non può essere ridotta
abbastanza velocemente.
Reostato di frenatura difettoso.
Verificare l'alimentazione di carico, misurare la tensione direttamente sull'ingresso del controllore.
Controllare la progettazione dell'attuatore: reostato di frenatura sovraccaricato?
Con reostato di frenatura interno difettoso: sostituire il controllore.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B
1Bh
Tensione circuito intermedio non raggiunta
Parametrizzabile come: F/W/(Intermediate circuit voltage too low)
Memoria diagnostica: opzionale
La tensione di carico è troppo bassa.
Cadute di tensione sotto carico: alimentatore troppo debole, linea di alimentazione troppo lunga,
sezione insufficiente?
Se consapevolmente si desidera mettere in esercizio l'unità con un tensione ridotta, parametrare
questo guasto come avvertenza.
Misurare la tensione di carico (direttamente sull'ingresso del controllore).
– Con parametrizzazione come errore: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se la tensione di carico è
nuovamente nel campo ammesso.
22h
Corsa di riferimento
Parametrizzabile come: F/-/(Homing)
Memoria diagnostica: opzionale
Corsa di riferimento su interruttore non riuscita. Non è stato trovato alcun interruttore.
Verificare se è stato impostato il metodo della corsa di riferimento corretto.
Verificare se l'interruttore di riferimento è collegato e se è stato parametrizzato correttamente
(contatto normalmente chiuso o contatto normalmente aperto?). Verificare il funzionamento del­
l'interruttore e che il cavo non presenti cortocircuito.
Se l'errore dovesse essere ancora presente, è presente un difetto interno e l'unità deve essere
sostituita.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
23h
Non trovato alcun impulso indice
Parametrizzabile come: F/-/(No index pulse found)
Memoria diagnostica: opzionale
Errore durante la corsa di riferimento: non trovato alcun impulso zero. Encoder difettoso o paramet­
rizzazione errata della risoluzione dell'encoder.
Controllare il segnale di uscita dell'encoder, specialmente il segnale indice.
Controllare la parametrizzazione della risoluzione dell'encoder.
– Possibilità di tacitazione: Non tacitabile, necessario il reset del software.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
170
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
24h
La funzione di azionamento non viene supportata Parametrizzabile come: F/W/con esercizio controllato
Memoria diagnostica: opzionale
(Drive function is not supported in open-loop ope­
ration)
La funzione non viene supportata in questo modo operativo. La domanda è stata ignorata.
Cambiare il modo operativo o selezionare un'altra funzione dell'attuatore.
– Con parametrizzazione come errore: l'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: E, F
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se si passa ad una funzione del­
l'attuatore valida.
25h
Calcolo della traiettoria
Parametrizzabile come: F/-/(Path calculation)
Memoria diagnostica: opzionale
Impossibile raggiungere la destinazione di posizionamento mediante le opzioni di posizionamento o
le condizioni limite.
Con commutazione di record: La velocità finale dell'ultimo record era superiore alla velocità di arrivo
del record successivo.
Controllare la parametrizzazione dei record interessati.
Se necessario controllare anche i valori reali del posizionamento precedente al momento della
commutazione con l'ausilio della funzione Trace. L'errore è stato eventualmente causato da
un'eccessiva velocità reale o accelerazione reale al momento della commutazione.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
27h
Salvataggio dei parametri
Parametrizzabile come: F/-/(Save parameters)
Memoria diagnostica: opzionale
Errore di scrittura della memoria permanente.
Eseguire nuovamente l'ultima operazione.
Controllare quanto segue: Si presenta un errore che può essere tacitato per primo? Con il down­
load di un file di parametri controllare se la versione del file di parametri è idonea al firmware. Se
l'errore continua a presentarsi, rivolgersi all'assistenza di Festo.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: G
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
171
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
28h
Corsa di riferimento necessaria
Parametrizzabile come: F/W/(Homing required)
Memoria diagnostica: opzionale
Non è ancora stata eseguita una corsa di riferimento valida.
L'attuatore ha perso il riferimento (ad es. a causa di una caduta della tensione logica o perché il
metodo della corsa di riferimento oppure il punto zero dell'asse sono stati modificati).
Eseguire la corsa di riferimento o ripetere l'ultima corsa di riferimento se non è stata terminata
con successo.
– Con parametrizzazione come errore: l'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, D, E, F, G
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se la corsa di riferimento è stata
terminata con successo.
29h
Posizione di arrivo dietro il finecorsa software
Parametrizzabile come: F/-/negativo
Memoria diagnostica: opzionale
(Target position behind negative software limit)
L'avvio di un posizionamento è stato bloccato poiché la destinazione si trova dietro al finecorsa soft­
ware negativo.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Controllare il record di posizionamento (assoluto/relativo?).
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, E, F
2Ah
Posizione di arrivo dietro il finecorsa software
Parametrizzabile come: F/-/positivo
Memoria diagnostica: opzionale
(Target position behind positive software limit)
L'avvio di un posizionamento è stato bloccato poiché la destinazione si trova dietro al finecorsa soft­
ware positivo.
Controllare i dati di destinazione.
Controllare l'area di posizionamento.
Controllare il record di posizionamento (assoluto/relativo?).
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, E, F
2Bh Update del firmware, firmware non valido
Parametrizzabile come: F/W/(Firmware update, invalid firmware)
Memoria diagnostica: opzionale
Non è stato possibile eseguire l'update del firmware. La versione del firmware non è compatibile con
l'hardware utilizzato.
Determinare la versione dell'hardware. Sulla pagina internet di Festo determinare la versione del
firmware compatibile e scaricare il firmware adatto.
– Con parametrizzazione come errore: l'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se viene avviato un nuovo down­
load del firmware.
172
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
2Dh
Allarme I²t motore
Parametrizzabile come: -/W/I
(I²t warning motor)
Memoria diagnostica: opzionale
Limite di allarme I²t per il motore raggiunto.
Il messaggio può essere parametrizzato come allarme o nascondere completamente come infor­
mazione.
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se l'integrale I²t scende al di sotto
dell'80 %.
2Eh
Impulso indice troppo vicino al sensore di prossi­ Parametrizzabile come: F/-/mità
Memoria diagnostica: opzionale
(Index pulse too close on proximity sensor)
Il punto di commutazione del sensore di prossimità è troppo vicino all'impulso indice. Ciò potrebbe
impedire event. la determinazione di una posizione di riferimento riproducibile.
Spostare interruttore di riferimento sull'asse. La distanza tra interruttore e impulso indice può
essere visualizzata nel FCT.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
2Fh
Errore di posizionamento
Parametrizzabile come: F/W/I
(Following error)
Memoria diagnostica: opzionale
L'errore di posizionamento è diventato troppo grande. Questo errore può presentarsi nell'esercizio di
posizionamento e di controllo della velocità.
Ingrandire finestra di errore.
Accelerazione, velocità, strappo o carico eccessivi? Difficoltà di scorrimento della meccanica?
Motore sovraccarico (limitazione della corrente dal monitoraggio I²t attiva?)
– Con parametrizzazione come errore: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la
causa.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se l'errore di posizionamento è
nuovamente nel campo ammesso.
32h
Collegamento FCT con comando di livello
Parametrizzabile come: F/-/superiore
Memoria diagnostica: opzionale
(FCT connection with master control)
Il collegamento con il FCT è stato interrotto.
Se necessario verificare il collegamento ed eseguire un reset.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, D, E, F, G
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
173
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
33h
Allarme temperatura modulo terminale
Parametrizzabile come: -/W/I
(Output stage temperature warning)
Memoria diagnostica: opzionale
Temperatura del modulo terminale aumentata.
Controllare la configurazione dell'attuatore.
Verificare che il motore e il cablaggio non presentino cortocircuiti.
Verificare che la meccanica non presenti difficoltà di movimento.
Abbassare la temperatura ambiente, considerare il derating di potenza, migliorare la dispersione
di calore.
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se la temperatura torna al di sotto
della soglia di avvertimento.
34h
Safe Torque Off (STO)
Parametrizzabile come: F/W/I
(Safe Torque Off (STO))
Memoria diagnostica: opzionale
È stata richiesta la funzione di sicurezza “Safe Torque Off ”.
Osservare la documentazione separata sulla funzione STO.
– Con parametrizzazione come errore: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la
causa.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: 0
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se non viene più richiesta la fun­
zione STO.
37h
Monitoraggio stato di fermo
Parametrizzabile come: -/W/I
(Standstill monitoring)
Memoria diagnostica: opzionale
La posizione reale è al di fuori della finestra di fermo. La finestra è eventualmente parametrata in
modo troppo limitato.
Controllare la parametrazione della finestra di fermo.
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se la posizione reale è all'interno
della finestra di fermo oppure se è stato avviato un nuovo record.
38h
Accesso al file di parametri
Parametrizzabile come: F/-/(Parameter file access)
Memoria diagnostica: opzionale
Durante una procedura del file di parametri tutte le altre routine di lettura e scrittura del file di para­
metri sono bloccate.
Attendere fino alla conclusione della procedura. Il tempo tra i 2 download di file di parametri non
dovrebbe superare 3 s.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: G
39h
Allarme Trace
Parametrizzabile come: -/W/(Trace warning)
Memoria diagnostica: opzionale
Durante la registrazione Trace si è verificato un guasto.
Avviare una nuova registrazione Trace.
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se viene avviato un nuovo Trace.
174
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
3Ah
Timeout corsa di riferimento
Parametrizzabile come: F/-/(Homing timeout)
Memoria diagnostica: opzionale
Errore durante la corsa di riferimento nell'esercizio controllato. Entro un determinato tempo non è
stato trovato l'interruttore.
Controllare la configurazione dell'interruttore e il collegamento elettrico del/degli interruttore/i.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
3Bh
Metodo della corsa di riferimento invalido
Parametrizzabile come: F/-/(Homing method invalid)
Memoria diagnostica: opzionale
Errore della corsa di riferimento. Come esempio è stato impostato nell'esercizio controllato il metodo
della corsa di riferimento su battuta.
Selezionare il metodo della corsa di riferimento ammesso.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: E, F
3Ch
Due fronti in un ciclo
Parametrizzabile come: F/-/(Two edges in one cycle)
Memoria diagnostica: opzionale
Nel modo valvola sono stati impostati, in un ciclo di lettura degli ingressi, due segnali di ingresso.
Programmare il PLC in modo che non vengano avviati due record (o un record e una corsa di riferi­
mento) in un ciclo. Con un azionamento manuale deve essere azionato solo un'interruttore dopo
l'altro.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: B, C, E, F
3Dh Evento di attivazione
Parametrizzabile come: -/-/I
(Start-up event)
Memoria diagnostica: sempre
L'unità è stata attivata o è rimasta accesa per più di 48 giorni. L'evento si presenta anche con la can­
cellazione della memoria diagnostica. L'evento di attivazione non si presenta se la registrazione pre­
cedente nella memoria diagnostica era già un evento di attivazione.
Questo evento serve solamente per una migliore documentazione delle segnalazioni diagnostiche
che si sono presentate.
3Eh
Memoria diagnostica
Parametrizzabile come: F/-/(Diagnostic memory)
Memoria diagnostica: sempre
Con la scrittura o la lettura dalla memoria diagnostica si è presentato un errore.
Tacitazione degli errori. Se continua ad essere presente, è presumibilmente difettoso un modulo
di memoria o è stata memorizzata una registrazione errata.
Cancellare la memoria diagnostica. Se si ripresenta l'errore, l'unità è difettosa e deve essere so­
stituita.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: G
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
175
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
3Fh
Record invalido
Parametrizzabile come: F/-/(Record invalid)
Memoria diagnostica: opzionale
Il record avviato non è valido. I dati del record non sono plausibili o il tipo di record non è valido.
Controllare i parametri del record.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, D, E, F, G
40h
Ultimo teach-in senza esito positivo
Parametrizzabile come: -/W/I
(Last Teaching not successful)
Memoria diagnostica: opzionale
Teach-in del record di posizionamento attuale non valido.
Il record di posizionamento attuale deve essere del tipo record di posizione assoluto.
– Con parametrizzazione come allarme: L'allarme sparisce se il tentativo di TEACH-IN successivo ha
avuto esito positivo oppure se la funzione teach-in (modo 1) è stata commutato sull'esercizio
normale (modo 0).
41h
Reset sistema
Parametrizzabile come: F/-/(System reset)
Memoria diagnostica: sempre
È stato accertato un errore interno del firmware.
Contattare il servizio di assistenza Festo.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrabile/i: A
43h
Collegamento FCT senza comando di livello
Parametrizzabile come: -/W/I
superiore
Memoria diagnostica: opzionale
(FCT connection without master control)
Non c'è più collegamento all'FCT perché, ad esempio, il cavo è stato staccato.
Se necessario verificare il collegamento ed eseguire un reset.
– Con parametrizzazione come avvertenza: l'avvertenza sparisce se il collegamento al FCT è
nuovamente ripristinato.
44h
File di parametri non idoneo al firmware
Parametrizzabile come: -/W/I
(Parameter file not compatible with firmware)
Memoria diagnostica: sempre
Il file di parametri appena scritto sull'unità non è idoneo al firmware di questa unità. Dal file di para­
metri viene rilevato automaticamente il maggior numero di dati possibile. I parametri che non posso­
no essere inizializzati tramite i file di parametri, sono copiati dal file di parametri di default. Se è ne­
cessario un nuovo firmware, eventualmente non vengono scritti tutti i parametri.
Caricare un file di parametri valido sull'unità.
– Con parametrizzazione come allarme: L'allarme sparisce se un nuovo file di parametri è stato
scritto con successo.
45h
Errore di sistema IO-Link
Parametrizzabile come: F/-/(IO-Link system error)
Memoria diagnostica: sempre
Errore nell'inizializzazione dello stack di protocolli IO-Link
Verificare la configurazione FHPP con FCT.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: A, B, C, D
176
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
D
Segnalazioni diagnostiche
Segnalazioni diagnostiche ed eliminazione dei guasti
46h
Errore di comunicazione IO-Link
Parametrizzabile come: F/-/(IO-Link communication error)
Memoria diagnostica: opzionale
Errore nella trasmissione di un telegramma IO-Link
Ripetere la comunicazione. Eseguire il reset del software. Se un errore si presenta spesso, contro­
llare la rete IO-Link.
– Possibilità di tacitazione: l'errore può essere tacitato solo dopo aver eliminato la causa.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, E, F
47h
Collegamento Modbus con comando di livello
Parametrizzabile come: F/-/superiore
Memoria diagnostica: opzionale
(Modbus connection with master control)
Il collegamento Modbus all'unità di comando è stato interrotto.
Verificare il collegamento ed eseguire un reset.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, D, E, F, G
– Con parametrizzazione come allarme: l'allarme sparisce se il collegamento all'unità di comando è
nuovamente ripristinato.
48h
Collegamento Modbus senza comando di livello
Parametrizzabile come: -/W/I
superiore
Memoria diagnostica: opzionale
(Modbus connection without master control)
Non c'è più collegamento all'unità di comando perché, ad esempio, il cavo è stato staccato.
Verificare il collegamento ed eseguire un reset.
– Con parametrizzazione come allarme: l'allarme sparisce se il collegamento all'unità di comando è
nuovamente ripristinato.
4Ch
Il valore è fuori dall'intervallo
Parametrizzabile come: F/-/(Value is out of range)
Memoria diagnostica: opzionale
Il valore dell'oggetto non può essere scritto, perché il valore non rientra nell'intervallo di valori am­
messo.
Scrivere nuovamente l'oggetto, tenendo in considerazione l'intervallo di valori ammesso.
– Possibilità di tacitazione: L'errore è subito tacitabile.
Reazione/i all'errore parametrizzabile/i: B, C, D, E, F, G
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
177
E
Termini e abbreviazioni
E
Termini e abbreviazioni
Nella presente descrizione vengono utilizzati i seguenti termini e abbreviazioni.
I termini specifici del Fieldbus e le abbreviazioni sono riportati nei rispettivi capitoli.
Termine/abbreviazione
Significato
Asse
Componente meccanico di un attuatore che trasmette la forza
motrice per il movimento. Un asse permette il montaggio e la guida
del carico utile e il montaggio di un interruttore di riferimento.
Attuatore
Attuatore completo, formato da motore, encoder e asse, opzionale
con riduttore, eventualmente con controllore motore.
comando
Controllore a logica programmabile; abbreviazione: Controllore
(anche PCI: PC industriale).
Con encoder
Generatore di impulsi elettrico (generalmente il trasduttore di
posizione del rotore). Il controllore motore analizza i segnali elettrici
generati e, sulla loro base, calcola la posizione e la velocità.
Controllore motore
Contiene elettronica di potenza + regolatore + comando di
posizionamento, analizza i segnali dei sensori, calcola movimenti e
forze, appronta l'alimentazione di tensione per il motore tramite
l'elettronica di potenza.
Processo di posizionamento con il quale viene stabilito il punto di
riferimento e quindi l'origine del sistema di riferimento dimensionale
dell'asse.
corsa di riferimento
Enhanced Festo Parameter
Channel (EFPC)
Funzionalità estesa del Festo Parameter Channel (FPC), per es. per la
trasmissione di file di parametro.
Esercizio di controllo della
forza/coppia
(Profile Torque Mode)
Modo operativo per l'esecuzione di una istruzione di
posizionamento diretta con controllo della forza (open loop
transmission control) tramite regolazione della corrente del motore.
Esercizio di posizionamento
(Profile Position mode)
Modo operativo per l'esecuzione di un record di posizionamento o di
una istruzione di posizionamento diretta con regolazione della
posizione (closed loop position control).
Festo Configuration Tool (FCT)
Software con gestione progetti/dati unitaria per i tipi di unità
supportati. Le funzioni speciali di un tipo di unità vengono
supportate, mediante PlugIn, con descrizioni e dialoghi.
Festo Parameter Channel
(FPC)
Accesso ai parametri secondo il “Festo Handling und Positioning
Profil” (I/O Messaging, extra 8 byte I/O opzionali)
FHPP Standard
Definisce il comando sequenziale secondo il “Festo Handling and
Positioning Profile” (I/O Messaging, 8 byte I/O)
Fine corsa del software
Limite programmabile della corsa (punto base = punto zero dell'asse)
– Finecorsa software, positivo:
Posizione limite max. della corsa in direzione positiva; non deve
essere superata durante il posizionamento.
– Finecorsa software, negativo:
Posizione limite min. in direzione negativa; non deve essere
superata per difetto durante il posizionamento.
178
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
E
Termini e abbreviazioni
Termine/abbreviazione
Significato
Jog
Traslazione manuale in direzione positiva o negativa.
Funzione per l'impostazione di posizioni tramite spostamento sulla
posizione di arrivo, ad es. durante la programmazione mediante
“teach-in” (Teach mode) di record di posizionamento.
Tipo di comando o modo operativo interno del controllore motore.
– Tipo di comando: Selezione di record, istruzione diretta
– Modo operativo del regolatore: Position Profile Mode,
Profile Torque Mode, Profile velocity mode
– Sequenze predefinite: Homing Mode...
Modo operativo
Profilo di manipolazione e
posizionamento Festo (FHPP)
Profilo di dati Fieldbus unitario per comandi di posizionamento Festo
Punto di riferimento (REF)
Punto base per il sistema di misurazione incrementale. Il punto di
riferimento definisce una posizione nota entro il percorso di
traslazione dell'attuatore.
Punto zero dell'asse (AZ)
Punto di riferimento dei finecorsa software e del punto zero del
progetto PZ. Il punto zero dell'asse AZ viene definito da una distanza
(offset) predefinita dal punto di riferimento REF.
Punto zero del progetto (PZ)
(Project Zero point)
Punto di riferimento per tutte le posizioni nelle istruzioni di
posizionamento. Il punto zero del progetto PZ forma la base per le
specifiche di posizione assolute (ad es. nella tabella dei set di
traslazione o per la gestione diretta tramite interfaccia di controllo). Il PZ
viene definito da una distanza impostabile (offset) dal punto zero
dell'asse.
Referenziamento
(Homing mode )
Modo operativo per determinare il sistema di riferimento
dimensionale dell'asse.
Regolazione del numero di giri
(Profile Velocity mode)
Modo operativo per l'esecuzione di un record di posizionamento o di
una istruzione di posizionamento diretta con regolazione della
velocità o del numero di giri.
Segnale logico 0
Su ingresso o uscita sono applicati 0 V (a commutazione positiva,
corrisponde a LOW).
Segnale logico 1
Su ingresso o uscita sono applicati 24 V (a commutazione positiva,
corrisponde a HIGH).
Teach-in
Modo operativo per l'impostazione di posizioni, spostandosi sulla
posizione di arrivo ad esempio per creare record di traslazione.
Tensione di carico, tensione
logica
La tensione di carico alimenta l'elettronica di potenza del controllore
motore e quindi il motore. La tensione logica alimenta la logica di
analisi e comando del controllore. motore.
Tab. E.1
Indice dei termini/abbreviazioni
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
179
CMMO-ST-C5-1-LKP
Indice analitico
A
Asse elettrico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Attuatore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
C
Con encoder . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Controllore motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Corsa di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
E
EINC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
Enhanced Festo Parameter Channel (EFPC) . 178
Enhanced Festo Parameter Channel (EFPC)
esteso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 150
Esercizio di posizionamento . . . . . . . . . . . . . 178
F
Festo Configuration Tool (FCT) . . . . . . . . . . . . 178
Festo Parameter Channel (FPC) . . . . . . 150, 178
File IODD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13
Fine corsa del software . . . . . . . . . . . . 125, 178
– Negativo (inferiore) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
– Positivo (superiore) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
I
I-Port . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 16
Incrementi dell'encoder . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
Incrementi dell'interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . 81
Indicazioni sulla documentazione . . . . . . . . . . . 7
IO-Link . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
Istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
J
Jog . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
M
Master . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Memoria diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Messaggio
– Errore di inseguimento . . . . . . . . . . . . . . . . .
– Monitoraggio stato di fermo . . . . . . . . . . . . .
– Motion Complete . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
180
18
78
Modo operativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
– Esercizio di posizionamento . . . . . . . . . . . . 178
– Profile Torque Mode (vedere esercizio di
controllo della coppia) . . . . . . . . . . . . . . . . 178
– Referenziamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
– Regolazione del numero di giri . . . . . . . . . . 179
– Teach . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
Modo operativo (modo operativo FHPP)
– Istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
– Selezione di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
Modo operativo FHPP
– Istruzione diretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
– Selezione di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
Monitoraggio stato di fermo . . . . . . . . . . . . . . 72
O
Origine del progetto . . . . . . . . . . . . . . . 125, 179
Origine dell'asse . . . . . . . . . . . . . . . . . 140, 179
P
PLC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Profile Position Mode . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Profile Torque Mode (vedere esercizio di controllo
della coppia) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 178
Profile Velocity Mode . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
R
Reazione all'errore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 80
Referenziamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
– Punto di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
Regolazione del numero di giri . . . . . . . . . . . 179
S
Selezione di record . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29
SINC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81
T
Teach . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 179
Trasmissione file di parametri . . . . . . . . . . . . 154
71
72
70
Festo – GDCP-CMMO-ST-LK-C-HP-IT – 1507NH – Italiano
Copyright:
Festo AG & Co. KG
Postfach
73726 Esslingen
Germania
Phone:
+49 711 347-0
Fax:
+49 711 347-2144
e-mail:
[email protected]
È vietato consegnare a terzi o riprodurre questo documento, utiliz­
zarne il contenuto o renderlo comunque noto a terzi senza espli­
cita autorizzazione. Ogni infrazione comporta il risarcimento dei
danni subiti. Tutti i diritti sono riservati, compreso il diritto di depo­
sito brevetti, modelli registrati o di design.
Internet:
www.festo.com
Originale: de
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement