TC/TCG 12E

TC/TCG 12E
CAP. 7 - MANUTENZIONE
7.1 - GENERALITA’
Prima di eseguire qualsiasi operazione di manutenzione è necessario scollegare la
spina di alimentazione dalla rete per isolare completamente la macchina dal
resto dell’impianto.
MANUALE DI ISTRUZIONI,
PER USO E MANUTENZIONE
7.2 - PIEDINI
I piedini con il tempo potrebbero deteriorarsi e perdere le caratteristiche di
elasticità, diminuendo la stabilità della macchina. Procedere quindi alla loro
sostituzione.
7.3 - CAVO DI ALIMENTAZIONE
Controllare periodicamente lo stato di usura del cavo ed eventualmente chiamare
il “CENTRO DI ASSISTENZA” per la sostituzione.
7.4 - ETICHETTA PULSANTIERA
L’etichetta della pulsantiera con il tempo si potrebbe segnare e/o forare.
In tal caso chiamare il “CENTRO DI ASSISTENZA” per la sostituzione.
7.5 - PIASTRA E COLTELLO
La piastra e il coltello con il tempo si possono deteriorare; in tal caso chiamare il
“CENTRO DI ASSISTENZA” per sostituirli con ricambi originali.
CAP. 8 - SMANTELLAMENTO
8.1 - MESSA FUORI SERVIZIO
Se per qualche motivo si decidesse di mettere fuori uso la macchina,
assicurarsi che sia inutilizzabile per qualsiasi persona: staccare le
connessioni elettriche.
8.2 - SMALTIMENTO
Una volta messa fuori servizio, la macchina puo essere tranquillamente
eliminata. Per un corretto smaltimento dell’apparecchio, rivolgersi ad una
qualsiasi azienda addetta a tale servizio osservando attentamente i
materiali utilizzati per i vari componenti (vedere cap.1 par.3.2).
TC/TCG 12E - 22E
20
1
CE
pestello
PREMESSA
•
•
tramoggia
coclea
Il presente manuale è stato redatto per fornire al cliente tutte le informazioni
sulla macchina e sulle norme ad essa collegate, nonché le istruzioni d’uso e di
manutenzione che permettono di usare in modo migliore il mezzo,
mantenendo integra l’efficienza nel tempo.
Questo manuale va consegnato alle persone preposte all’uso della macchina ed
alla sua periodica manutenzione.
INDICE DEI CAPITOLI
CAP. 1 - INFORMAZIONI SULLA MACCHINA
1.1 - PRECAUZIONI GENERALI
1.2 - SICUREZZE INSTALLATE SULLA MACCHINA
1.3 - DESCRIZIONE DELLA MACCHINA
1.3.1 - Descrizione generale
1.3.2 - Caratteristiche costruttive
1.3.3 - Composizione della macchina
pag. 4
CAP. 2 - DATI TECNICI
2.1 - INGOMBRO, PESO, CARATTERISTICHE ...
pag. 8
CAP. 3 - RICEVIMENTO DELLA MACCHINA
3.1 - SPEDIZIONE DELLA MACCHINA
3.2 - CONTROLLO DELL’ IMBALLO AL RICEVIMENTO
3.3 - SMALTIMENTO DELL’ IMBALLO
pag. 9
CAP. 4 - L’ INSTALLAZIONE
4.1 - COLLOCAMENTO DELLA MACCHINA
4.2 - ALLACCIAMENTO ELETTRICO
4.2.1 - TC/TCG con motore monofase
4.2.2 - TC/TCG con motore trifase
4.3 - SCHEMI ELETTRICI TC/TCG 12-22E
4.3.1 - Schema elettrico monofase
4.3.2 - Schema elettrico trifase
4.4 - CONTROLLO DEL FUNZIONAMENTO
pag. 11
CAP. 5 - USO DELLA MACCHINA
5.1 - COMANDI
5.1.1 - Comandi per il KIT FRANCIA
5.2 - PREPARAZIONE DEL TC/TCG PER LA LAVORAZIONE
5.3 - CARICAMENTO DEL PRODOTTO NEL TRITACARNE
pag. 14
volantino
coltello
piastra
bocca tritacarne
FIG. n°15 - Vista del TC smontato per la pulizia
vaschetta di raccolta
2
bocca tritacarne
coclea
piastra
coltello
volantino
pestello
FIG. n°15a - Vista del TCG smontato per la pulizia
19
tramoggia
5.4 - CARICAMENTO DEL PRODOTTO NELLA GRATTUGIA
6.2 - PROCEDURA DA SEGUIRE PER LA PULIZIA DELLA
MACCHINA (vedi FIG. n°14)
- Rimozione del pestello (1) e della tramoggia (2);
ATTENZIONE
- svitare il volantino (8) e rimuovere la piastra (6), il
coltello (5) e la coclea (4) nel senso della freccia (a);
- svitare la manopola (7) ed estrarre la bocca tritacarne (3) sempre nel senso
della freccia.
A questo punto tutti i componenti (vedi FIG. n°15-15a) possono essere lavati con
getto d’acqua a media temperatura (50 C°) con detersivo neutro.
Il lavaggio del corpo della macchina, sul posto di lavoro, può essere eseguito con
un panno umido, risciacquato frequentemente in acqua.
Nel TCG pulire il rullo grattugia con uno spazzolino, ATTENZIONE
facendo molta attenzione ai denti punzonati.
Accertata la perfetta asciugatura di tutti i componenti e della macchina, rimontare
il tutto.
CAP. 6 - PULIZIA ORDINARIA
6.1 - GENERALITA’
6.2 - PROCEDURA DA SEGUIRE PER LA PULIZIA DELLA
MACCHINA
pag. 17
CAP. 7 - MANUTENZIONE
7.1 - GENERALITA’
7.2 - PIEDINI
7.3 - CAVO DI ALIMENTAZIONE
7.4 - ETICHETTA PULSANTIERA
7.5 - PIASTRA E COLTELLO
pag. 20
CAP. 8 - SMANTELLAMENTO
8.1 - MESSA FUORI SERVIZIO
8.2 - SMALTIMENTO
pag. 20
INDICE DELLE FIGURE
1
5
2
9
8
3
4
8
6
FIG. n°14 - Rimozione dei componenti
a
7
3
N.B. Per rimontare il TC/TCG seguire lo
schema riportato qui sopra:
1)inserire la bocca tritacarne e bloccarla con la
manopola (7); il perno della manopola deve
alloggiare nell’apposita sede (9);
2)inserire la coclea (4)nella bocca tritacarne (3) facendo molta attenzione che sia
posizionata correttamente;
3)infilare il coltello (5) nella sede quadrata sul perno della coclea e
successivamente la piastra (6) mantenendo l’accoppiamento iniziale.
4)Quando tutto è posizionato correttamente avvitare il volantino.
18
a
FIG. n°1
FIG. n°2
FIG. n°2a
FIG. n°3
FIG. n°4
FIG. n°5
FIG. n°6
FIG. n°7
FIG. n°8
FIG. n°9
FIG. n°9a
FIG. n°10
FIG. n°11
FIG. n°12
FIG. n°13
FIG. n°14
FIG. n°15
FIG. n°15a
-
Posizione delle sicurezze nel TCG
Veduta generale del TC
Veduta generale del TCG
Disegni di ingombro
Descrizione dell’imballo
Targhetta tecnica-matricola
Schema elettrico Mn
Schema elettrico Tf
Rotazione del rullo grattugia
Posizione comandi
Posizione comandi KIT FRANCIA
Caricamento del prodotto nel tritacarne
Caricamento del prodotto nella grattugia
Posizione corretta
Prestare molta attenzione a ...
Rimozione dei componenti
Vista del TC smontato per la pulizia
Vista del TCG smontato per la pulizia
3
pag. 5
pag. 6
pag. 7
pag. 8
pag. 10
pag. 11
pag. 12
pag. 13
pag. 14
pag. 14
pag. 15
pag. 16
pag. 16
pag. 17
pag. 17
pag. 18
pag. 19
pag. 19
CAP. 1 - INFORMAZIONI SULLA MACCHINA
1.1 - PRECAUZIONI GENERALI
• La macchina deve essere usata solo da personale addestrato che deve
conoscere perfettamente le norme di sicurezza contenute in questo manuale.
• Nel caso si debba procedere ad un avvicendamento di personale, provvedere
per tempo all’addestramento.
• Anche se sulla macchina sono installati dispositivi di sicurezza nei punti
pericolosi, evitare di avvicinare le mani alle parti in movimento e di toccare la
macchina con mani bagnate o umide.
• Prima di eseguire qualsiasi operazione di pulizia o manutenzione, scollegare la
presa della macchina dalla rete di alimentazione elettrica.
• Quando si interviene per la manutenzione o la pulizia del TC/TCG (e quindi
vengono rimosse le protezioni), valutare attentamente i rischi residui.
• Durante la manutenzione o la pulizia mantenere la mente concentrata sulle
operazioni in corso.
• Controllare regolarmente lo stato del cavo di alimentazione (per evitare
pericoli si raccomanda di svolgere per tutta la sua lunghezza il cavo di
alimentazione evitando torsioni); un cavo logorato o comunque non integro
rappresenta un grave pericolo di natura elettrica; evitare di comprimere il filo
con pesi, di lasciarlo a contatto con superfici calde o taglienti e di tirarlo per
staccare la spina dalla presa di corrente.
• Se la macchina dovesse far supporre o dimostrare un mal funzionamento si
raccomanda di non usarla e di non intervenire direttamente per le riparazioni;
ma di contattare il “Centro di Assistenza”.
• La macchina è stata progettata e costruita con lo scopo di tritare solo ed
esclusivamente carne nel tritacarne e grattugiare solo formaggio e pane. Non
impiegarla per prodotti surgelati e comunque per prodotti non alimentari ed
evitare di inserire oggetti metallici all’interno delle bocche grattugia e
tritacarne.
• Non grattugiare mai il prodotto o tritare senza l’ausilio della leva
pressatrice o del pestello.
Il costruttore è sollevato da ogni responsabilità nei seguenti casi:
⇒ venga manomessa la macchina o i dispositivi di sicurezza installati da
personale non autorizzato;
⇒ vengano sostituiti componenti con altri non originali;
⇒ non vengano seguite attentamente le istruzioni presenti nel manuale;
⇒ le superfici della macchina vengano trattate con prodotti non adatti (sostanze
infiammabili, corrosive o nocive).
4
FIG. n°12 - Posizione corretta
FIG. n°13 - Prestare molta attenzione a ...
Non inserire oggetti metallici o altro non
specificato a pag.4 par. 9 all’interno delle
bocche grattugia e tritacarne e nel
volantino, e non utilizzare indumenti che
potrebbero impigliarsi durante l’utilizzo.
CAP. 6 - PULIZIA ORDINARIA
6.1 - GENERALITA’
• La pulizia della macchina è una operazione da eseguire almeno una volta al
giorno o, se necessario, con maggior frequenza.
• La pulizia deve essere scrupolosamente curata per tutte le parti del TC/TCG
che vengono a contatto diretto o indiretto con l’alimento da lavorare.
• Il TC/TCG non deve essere pulito con idropulitrici, getti d’acqua, non
devono essere usati utensili, spazzoloni e quanto altro può danneggiare
superficialmente la macchina.
• Prima di eseguire qualsiasi operazione di pulizia è necessario scollegare la
spina di alimentazione dalla rete per isolare completamente la macchina
dal resto dell’impianto.
17
6 Evitare di stringere eccessivamente il volantino.
7 Terminata la lavorazione fermare la macchina
premendo il pulsante di arresto “0” (vedi FIG. n°99a); quindi smontare e pulire accuratamente la
bocca e tutti i suoi componenti.
2
1
3
FIG. n°10 - Caricamento del prodotto nel tritacarne
5.4 - CARICAMENTO DEL PRODOTTO NELLA GRATTUGIA
(vedi FIG. n°11)
N.B. Il prodotto da lavorare con la grattugia va caricato a motore fermo.
La procedura è la seguente:
1 alzare il braccio pressatore;
2 posizionare il prodotto nella bocca e bloccarlo con il braccio. La quantità di
prodotto caricato nella bocca deve essere tale da permettere la chiusura del
braccio pressatore (1) fino ad ottenere il contatto fra il magnete (2) e il
micro (3).
Questa è la condizione necessaria per l’avviamento della macchina, se non c’è
contatto la macchina non può funzionare.
3 Assumere una posizione corretta in modo da evitare incidenti; il corpo deve
essere perpendicolare al piano di lavoro ( vedi FIG. n°12 ); non infilare mai le
mani nella bocca della grattugia con la macchina in funzione.
4 Avviare la macchina premendo il pulsante di marcia “I”;
5 al termine della lavorazione del prodotto, fermare la macchina premendo il
pulsante di arresto “0”.
1
3
BOCCA
2
FIG. n°11 - Caricamento del prodotto nella grattugia
16
1.2 - SICUREZZE INSTALLATE SULLA MACCHINA
Le sicurezze contro i rischi di natura elettrica sono state apportate in conformità
alle norme EN 60335-1, EN 55014 e alle direttive 73/23/CEE, 89/336/CEE,
mod.91/368/CEE, 92/31/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE, mentre le sicurezze
meccaniche sono state apportate in conformità alle direttive 89/392/CEE, mod.
91/368/CEE, 92/31/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE.
Il TC/TCG è così previsto di (vedi FIG. n°1):
• relais nel circuito di comando, che richiede l’operazione di riavvio volontario
della macchina in caso di accidentale mancanza di corrente;
• griglia di protezione (1) sullo scarico (vedi FIG. n°1), evitando così
l’eventuale contatto tra le mani dell’utente e il rullo durante la lavorazione del
prodotto per il TCG;
• micro magnetico (2) che ferma la macchina quando viene alzata la leva
pressatrice per il TCG.
Il TC/TCG è dotato delle misure normative per le protezioni elettriche e
meccaniche sia in fase di funzionamento che in fase di pulizia e manutenzione.
Esistono tuttavia dei RISCHI RESIDUI non totalmente eliminabili, richiamati in
questo manuale sotto forma di ATTENZIONE.
Essi riguardano il pericolo di taglio derivante dalla manipolazione del coltello e
del rullo grattugia per il TCG durante la pulizia della macchina.
2
1
FIG. n°1 - Posizione delle sicurezze nel TC/TCG
1.3 - DESCRIZIONE DELLA MACCHINA
1.3.1 -Descrizione generale
Il TC/TCG è stato progettato e realizzato dalla nostra ditta, con il preciso scopo di
garantire:
- massima sicurezza nell’uso, pulizia e manutenzione;
- massima igiene, ottenuta grazie ad una minuziosa selezione dei materiali che
vengono a contatto con gli alimenti, e con l’eliminazione degli spigoli nelle
parti che vengono a contatto con il prodotto, in modo da ottenere una facile e
totale pulizia;
- facilità di smontaggio;
- robustezza e stabilità di tutti i componenti;
5
-
massima silenziosità grazie alla trasmissione ad ingranaggi e bagno di olio;
grande maneggevolezza.
1.3.2 - Caratteristiche costruttive
Il TC/TCG è costruito interamente in acciaio inox AISI 304 e lega di alluminio
alimentare; essi garantiscono il contatto con gli alimenti (igienicità),
l’inattaccabilità da acidi e sali ed una elevata resistenza all’ossidazione. Il rullo
grattugia è in acciaio inox con denti punzonati.
5.1.1 - Comandi per il KIT FRANCIA
I comandi per il KIT FRANCIA sono disposti sul corpo del TC/TCG come da
FIG.n°9a.
2
1 - Pulsante di marcia “I”.
2 - Pulsante di arresto “0”.
1.3.3 - Composizione della macchina
FIG. n°2 - Veduta generale del TC
1
6
FIG. n°9a - Posizione comandi KIT FRANCIA
7
5
10
4
3
2
8
11
LEGENDA:
- Basamento
- Manopola
- Piastra
- Volantino
- Bocchettone tritacarne
- Pestello
5.3 - CARICAMENTO DEL PRODOTTO NEL TRITACARNE
(vedi FIG. n°10)
Durante il funzionamento della macchina si deve assumere una posizione corretta
in modo da evitare incidenti. Il corpo deve sempre essere perpendicolare al piano
di lavoro (vedi FIG. n°12). Non assumere posizioni tali che comportino il
contatto diretto di parti del corpo con la macchina in movimento.
N.B. Il prodotto da lavorare con il TC/TCG va caricato a motore in funzione.
La procedura da seguire è la seguente:
1
1
2
3
4
5
6
9
5.2 - PREPARAZIONE DEL TC/TCG PER LA LAVORAZIONE
N.B. Prima di ogni lavorazione assicurarsi che i componenti asportabili del TC/
TCG siano ben bloccati (vedi FIG. n°14)
- Montare la bocca (rif. 3) e bloccarla con l’apposita manopola posta a fianco
del bocchettone (rif.4);
- successivamente montare la coclea, il coltello, la piastra e il volantino,
avvitandolo leggermente.
7
8
9
10
11
6
-
Tramoggia
Pulsantiera
Targhetta tecnica - matricola
Cavo di alimentazione
Bocca di macinazione
1 posizionare il prodotto sulla tramoggia (1);
2 avviare la macchina premendo il pulsante di marcia “I” (vedi FIG. n°9-9a);
3 alzare il pestello (2); introdurre la carne nel canotto (3); usare il pestello solo
per aiutare l’inserimento della carne sulla bocca senza forzare.
4 Se la carne è ben tagliata la stretta della coclea è sufficente; in caso contrario
stringere ulteriormente il volantino fino ad ottenere un perfetto taglio.
5 Per una lunga durata di piastra e coltello, e per un ottimo taglio:
- spegnere la macchina appena terminata la fuoriuscita della carne;
- tenere sempre accoppiati piastra e coltello.
15
4.4 - CONTROLLO DEL FUNZIONAMENTO
Per il controllo del corretto funzionamento della macchina eseguire la seguente
procedura:
- azionare il pulsante di marcia “I” e controllare che la coclea giri in senso antiorario rispetto alla bocca di scarico del TC;
- azionare il pulsante di marcia “I” ed il pulsante di arresto “0” controllando che
il rullo grattugia giri nel senso della freccia adesiva applicata sulla macchina a
lato della grattugia (vedi FIG. n°8);
- controllare se azionando il pulsante di marcia indietro “T” il senso di
rotazione del rullo grattugia nel TCG si inverte in senso orario;
- controllare se azionando la leva pressatrice la macchina si spegne.
FIG. n°2a - Veduta generale del TCG
7
6
15
5
14
4
3
13
2
adesivo che indica il senso di
rotazione del rullo grattugia
8
16
1
FIG. n°8 - Rotazione del rullo grattugia
10
CAP. 5 - USO DELLA MACCHINA
11
9
5.1 - COMANDI
I comandi sono disposti sul corpo del TC/TCG come da FIG. n°9.
12
LEGENDA:
1 - Pulsante di marcia “I”.
2 - Pulsante di arresto “0”.
3 - Pulsante di retromarcia “T”.
3
2
FIG. n°9 - Posizione comandi
1
14
1
2
3
4
5
6
7
8
9
- Basamento
- Manopola
- Piastra
- Volantino
- Bocchettone tritacarne
- Pestello
- Tramoggia
- Pulsantiera
- Targhetta tecnica-matricola
10
11
12
13
14
15
16
7
- Cavo di alimentazione
- Rullo grattugia
- Griglia di protezione
- Vaschetta di raccolta
- Grattugia
- Leva pressatrice
- Bocca di macinazione
CAP. 2 - DATI TECNICI
4.3.2 - Schema elettrico trifase
2.1 - INGOMBRO, PESO, CARATTERISTICHE ...
FIG. n°3 - Disegni d’ ingombro
TC 12-22E
C
A
B
TCG 12-22E
C
O
I
L
M
A
B
8
FIG. n°7 - Schema elettrico Tf
13
= STOP
= START
= LAMPADA SPIA 24V
= MOTORE
230V 50Hz / 380V 50Hz
deve essere antiorario (vedi FIG. n°8).
Nel caso il senso di rotazione non sia esatto, invertire nella spina o nella presa,
due dei tre fili di fase (neri e grigi).
Il motore montato sul TC/TCG può funzionare sia con tensione 400V che 230V.
Se non altrimenti specificato, i collegamenti sono eseguiti per l’alimentazione di
380V; per l’adattamento alla rete 230V trifase, richiedere l’intervento del
“CENTRO DI ASSISTENZA”.
4.3 - SCHEMI ELETTRICI TC/TCG 12-22E
4.3.1 - Schema elettrico monofase
TAB. n°1 - MISURE D’INGOMBRO E CARATTERISTICHE TECNICHE .
Modello
u.m.
TC 12E
TC 22E
Alimentazione
Mn
Tf
Lunghezza A
mm
430
440
600
620
Larghezza B
mm
215
215
300
300
Altezza C
mm
520
520
565
565
Giri rullo
g/1’
/
/
1400
1400
Ø Piastra
mm
70
82
70
82
Ø Fori piastra
mm
6
6
6
6
Produzione oraria
kg/h
150
200
150
200
Motore
Hp
1
1.2
1
1.2
Potenza
Watt
735
800
735
800
Peso netto
kg
18
22
23
26
Grado di rumorosità
dB
≤73
≤73
≤73
≤73
TCG 12E
TCG 22E
230 V. / 50Hz
230-400 V. / 50Hz
ATTENZIONE: Le caratteristiche elettriche per le quali è predisposta la
macchina sono indicate in una targhetta applicata sul retro della macchina (vedi
FIG. n°2-2a); prima di eseguire l’allacciamento vedere 4.2 allacciamento
elettrico.
CAP. 3 - RICEVIMENTO DELLA MACCHINA
O
I
L
M
3.1 - SPEDIZIONE DELLA MACCHINA (vedi FIG. n°4)
Il TC/TCG parte dai nostri magazzini accuratamente imballato, l’imballo è
costituito da:
= STOP
= START
= LAMPADA SPIA 24V
= MOTORE 230V
a) scatola esterna in robusto cartone;
b) la macchina;
c) il presente manuale;
d) tramoggia;
FIG. n°6 - Schema elettrico Mn
12
e) pestello;
f) catino tritacarne;
g) catino grattugia;
h) certificato di conformità CE.
9
TC 12-22E
a
3.3 - SMALTIMENTO DELL’IMBALLO
I componenti dell’imballo (cartone, eventuali pallet, reggetta in plastica e schiuma
poliuretanica) sono prodotti assimilabili ai rifiuti solidi urbani; per questo possono
essere smaltiti senza difficoltà.
Nel caso la macchina venga installata in paesi in cui esistono norme particolari,
smaltire gli imballi secondo quanto è prescritto dalle norme in vigore.
b
c)
CAP. 4 - L’INSTALLAZIONE
h)
e)
d)
f)
TCG 12-22E
a)
4.1 - COLLOCAMENTO DELLA MACCHINA
Il piano sul quale va situato il TC/TCG deve tenere conto delle dimensione di
appoggio indicate sulla Tab. 1, e quindi avere un’ampiezza sufficiente, deve
essere ben livellato, asciutto, liscio, robusto, stabile ed essere ad una altezza da
terra di 80 cm. Inoltre la macchina deve essere posta in un ambiente con umidità
max. 75% non salina ed una temperatura compresa fra +5°C e +35°C, comunque
in ambienti che non comportino disfunzioni della stessa.
b)
d)
g)
f)
e)
h)
c)
4.2 - ALLACCIAMENTO ELETTRICO
4.2.1 - TC/TCG con motore monofase
Il TC/TCG è fornito di un cavo di alimentazione con sezione 3 x 1,5 mm²;
lunghezza ≅ 1,5 m.
Collegare la macchina 230 Volt 50 Hz, interponendo un interruttore differenziale
- magnetotermico da 10A, ∆ I = 0.03A. Accertare a questo punto che l’impianto di
terra sia perfettamente funzionante.
Controllare inoltre che i dati riportati sulla targhetta
tecnica-matricola (FIG. n°5) corrispondano ai dati
riportati sui documenti di consegna e di
accompagnamento.
FIG. n°5 - Targhetta tecnica - matricola
FIG. n°4 - Descrizione dell’imballo
3.2 - CONTROLLO DELL’IMBALLO AL RICEVIMENTO
Al ricevimento del collo, se esso non presenta danni esterni, procedere alla sua
apertura controllando che dentro ci sia tutto il materiale (vedi FIG. n°4). Se invece
all’atto della consegna del collo esso presenta segni di maltrattamenti, urti o
caduta, è necessario far presente al corriere il danno, ed entro 3 giorni della data di
consegna, indicata sui documenti, stendere un preciso rapporto sugli eventuali
danni subiti dalla macchina. Non capovolgere l’imballo!! All’atto del trasporto
assicurarsi che tale venga preso saldamente nei 4 punti fondamentali
(mantenendolo parallelo al pavimento).
10
4.2.2 - TC/TCG con motore trifase
Il TC/TCG è fornito di un cavo di alimentazione con sezione 5 x 1,5 mm² e
lunghezza ≅ 1,5 m.
Collegare il TC/TCG alla rete di alimentazione trifase 400V / 50Hz. per mezzo di
una spina CEI (rossa), interponendo un interruttore differenziale- magnetotermico
da 10 A, ∆I = 0.03 A.
Accertarsi a questo punto che l’impianto di terra sia perfettamente funzionante.
Prima di collegare definitivamente la macchina alla linea di alimentazione trifase,
controllare il senso di rotazione della coclea con un impulso del pulsante “I” (vedi
FIG. n°9-9a) subito seguito da una fermata eseguita con il pulsante “0”.
Il senso di rotazione della coclea di macinazione, rispetto alla bocca di scarico,
11
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement