Manuale motoriduttore REVO cancelli scorrevoli

Manuale motoriduttore REVO cancelli scorrevoli
Revo
7
8
3
10
9
RG58
2x1.5
11
4
3x1
2x1
4x
5
1
X
T
2x1
1R
.5
3x1
X
9 0 -100
2
1
V
230
2
TX
6
3
Fig.1
Fig.7
4
M
263
156
1~
38
NERO
140° BLU ( com )
BIANCO
5
230V/50Hz AC 10mF
6
NERO
M
7
24 V DC
d.c.
ROSSO
308
Fig.3
8
Verde
NSNSNSN
Fig.5
73
Bianco
NS
NC
NA
123
62
11
NC
CHIUDE
APRE
Marrone
Fig.4
2
9
NA
Giallo
Fig.2
10
Marrone
+12V
Verde
A
Giallo
B
Bianco
0
Fig.6
4 - 5 CM
BORDO CANCELLO
FORI PER PASSAGGIO TUBI
DIMENSIONI REALI
3
Fig.8
AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA
Il presente manuale di installazione è rivolto esclusivamente a personale professionalmente
competente. L’installazione, i collegamenti elettrici e le regolazioni devono essere effettuati
nell’osservanza della Buona Tecnica e in ottemperanza alle norme vigenti.
Leggere attentamente le istruzioni prima di iniziare l’installazione del prodotto.
Una errata installazione può essere fonte di pericolo. I materiali dell’imballaggio (plastica,
polistirolo, ecc.) non vanno dispersi nell’ambiente e non devono essere lasciati alla
portata dei bambini in quanto potenziali fonti di pericolo.
Prima di iniziare l’installazione verificare l’integrità del prodotto.
Non installare il prodotto in ambiente e atmosfera esplosivi: presenza di gas o fumi
infiammabili costituiscono un grave pericolo per la sicurezza.
Prima di installare la motorizzazione, apportare tutte le modifiche strutturali relative alla
realizzazione dei franchi di sicurezza ed alla protezione o segregazione di tutte le zone di
schiacciamento, cesoiamento, convogliamento e di pericolo in genere. Verificare che la
struttura esistente abbia i necessari requisiti di robustezza e stabilità.
Il costruttore della motorizzazione non è responsabile dell’inosservanza della Buona
Tecnica nella costruzione degli infissi da motorizzare, nonché delle deformazioni che
dovessero intervenire nell’utilizzo. I dispositivi di sicurezza (fotocellule, coste sensibili, stop
di emergenza, ecc.) devono essere installati tenendo in considerazione: le normative e le
direttive in vigore, i criteri della Buona Tecnica, l’ambiente di installazione, la logica di
funzionamento del sistema e le forze sviluppate dalla porta o cancello motorizzati.
I dispositivi di sicurezza devono proteggere eventuali zone di schiacciamento, cesoiamento,
convogliamento e di pericolo in genere, della porta o cancello motorizzati.
Applicare le segnalazioni previste dalle norme vigenti per individuare le zone pericolose.
Ogni installazione deve avere visibile l’indicazione dei dati identificativi della porta o cancello
motorizzati. Prima di collegare l’alimentazione elettrica accertarsi che i dati di targa siano
rispondenti a quelli della rete di distribuzione elettrica.
Prevedere sulla rete di alimentazione un interruttore/sezionatore onnipolare con distanza
d’apertura dei contatti uguale o superiore a 3 mm. Verificare che a monte dell’impianto
elettrico vi sia un interruttore differenziale e una protezione di sovracorrente adeguati.
Quando richiesto, collegare la porta o cancello motorizzati ad un efficace impianto di messa
a terra eseguito come indicato dalle vigenti norme di sicurezza.
Durante gli interventi di installazione, manutenzione e riparazione, togliere l’alimentazione
prima di aprire il coperchio per accedere alle parti elettriche.
La manipolazione delle parti elettroniche deve essere effettuata munendosi di bracciali
conduttivi antistatici collegati a terra. Il costruttore della motorizzazione declina ogni
responsabilità qualora vengano installati componenti incompatibili ai fini della sicurezza e
del buon funzionamento. Per l’eventuale riparazione o sostituzione dei prodotti dovranno
essere utilizzati esclusivamente ricambi originali. L’installatore deve fornire tutte le
informazioni relative al funzionamento automatico, manuale e di emergenza della porta o
cancello motorizzati, e consegnare all’utilizzatore dell’impianto le istruzioni d’uso.
DIRETTIVA MACCHINE
Ai sensi della Direttiva Macchine (98/37/CE) l’installatore che motorizza una porta o un cancello
ha gli stessi obblighi del costruttore di una macchina e come tale deve:
-predisporre il fascicolo tecnico che dovrà contenere i documenti indicati nell’Allegato V della
Direttiva Macchine; (Il fascicolo tecnico deve essere conservato e tenuto a disposizione delle
autorità nazionali competenti per almeno dieci anni a decorrere dalla data di costruzione della
porta motorizzata);
-redigere la dichiarazione CE di conformità secondo l’Allegato II-A della Direttiva Macchine e
consegnarla al cliente;
-apporre la marcatura CE sulla porta motorizzata ai sensi del punto 1.7.3 dell’Allegato I della
Direttiva Macchine.
INDICAZIONI DI UTILIZZO
Classe di servizio: minimo 100 cicli al giorno per 3 anni
Utilizzo: DOMESTICO
-Le prestazioni di utilizzo si riferiscono al peso raccomandato (circa 2/3 del carico massimo
consentito). L’utilizzo con il peso massimo consentito potrebbe ridurre le prestazioni indicate
nei dati tecnici.
-La classe di servizio, i tempi di utilizzo e il numero di cicli consecutivi hanno valore indicativo.
Sono rilevati statisticamente in condizioni medie di utilizzo e non possono essere certi per ogni
singolo caso. Si riferiscono al periodo nel quale il prodotto funziona senza necessità di
manutenzione straordinaria.
-Ogni ingresso automatico presenta elementi variabili quali:
attriti, bilanciature e condizioni ambientali che possono modificare in maniera sostanziale sia la
durata che la qualità di funzionamento dell’ingresso automatico o di parte dei suoi componenti
(fra i quali gli automatismi). E’ compito dell’installatore adottare coefficienti di sicurezza adeguati
ad ogni particolare installazione.
DICHIARAZIONE DEL FABBRICANTE
(Direttiva 98/37/CE, Allegato II, parte B)
Fabbricante: FROM Automazioni di Olei Alberto
Indirizzo: Strada Caiese 31, Dogana , Repubblica di San Marino
Dichiara che l’automazione per cancelli scorrevoli RTN400 è costruito per essere incorporato in
una macchina o per essere assemblato con altri macchinari per costituire una macchina
considerata dalla Direttiva 98/37/CE;
-è conforme alle condizioni delle seguenti altre direttive CE:
Direttiva compatibilità elettromagnetica 89/336/CEE;
Direttiva bassa tensione 73/23/CEE;
e inoltre dichiara che non è consentito mettere in servizio il macchinario fino a che la macchina
in cui sarà incorporata o di cui diverrà componente sia stata identificata e ne sia stata dichiarata la conformità alle condizioni della Direttiva 98/37/CE e alla legislazione nazionale che la
traspone.
Dogana, 10-01-2008
Olei Alberto
(Presidente)
4
1. DATI TECNICI
REVO
230 V~/50Hz
Alimentazione
1.4 A
Assorbimento
300 W
Potenza motore
445 Nm
Spinta
Classe
H
Isolamento
11 m/min
Velocità apertura
600 Kg
Peso max. anta
domestico
Classe di servizio
50%
Ciclo ( lavoro/pausa)
-20°
C
/
+50
°C
Temperatura
IP 54
Grado di protezione
Agip SL/00
Lubrificazione
10 Kg
Peso
REVO/24V
24 V CC
Alimentazione
7A
Assorbimento
60 W
Potenza motore
245 Nm
Spinta
Classe
H
Isolamento
11 m/min
Velocità apertura
200 Kg
Peso max. anta
domestico
Classe di servizio
50%
Ciclo ( lavoro/pausa)
-20°
C
/
+50
°C
Temperatura
IP 54
Grado di protezione
Agip SL/00
Lubrificazione
10 Kg
Peso
2. RIFERIMENTI ILLUSTRAZIONI
Riferimento installazione tipo ( fig.1)
[1] Lampeggiante
[2] Antenna
[3] Blocco chiave
[4] Trasmettitore fotocellula
[5] Ricevitore fotocellula interna
[6] Colonna portafotocellula
[7] Trasmettitore fotocellula interna
[8] Colonna portafotocellula
[9] Ricevitore fotocellula
[10] Centralina di comando e ricevente
[11] Motoriduttore
Riferimento motoriduttore (fig.6)
[1] Dado testa bombata
[2] Carter in ABS
[3] Dado M8 per fissaggio motore
[4] Rondelle 8x16
[5] Centralina di comando e ricevente
[6] Motoriduttore
[7] Condensatore
[8] Leva di sblocco
[9] Viti di registro altezza
[10] Piastrini di appoggio
[11] Base di fondazione
3. INSTALLAZIONE
Tutte le misura riportate sono espresse in mm, salvo diversa
indicazione.
3.1 CONTROLLI PRELIMINARI
Controllare la stabilità e robustezza dell’anta ( deragliamento e
cadute laterali ) e lo stato delle ruote di scorrimento e che le guide
superiori non creino attriti.
La guida di scorrimento deve essere saldamente ancora a terra,
completamente in luce per tutta la sua lunghezza e non deve
presentare irregolarità che potrebbero ostacolare il movimento
dell’anta. Devono essere installate le battute di arresto in apertura
e in chiusura.
VERIFICATE CHE IL CANCELLO NON POSSA USCIRE DALLE GUIDE
DI SCORRIMENTO E CADERE.
Se il cancello presentasse delle feritoie provvedere alla chiusura
delle stesse in modo da eliminare i punti di cesoiamento.
Se necessario installare alle estremità dell’anta dei dispositivi
di sicurezza per ridurre le forze d’urto.
Eliminare i punti di cesoiamento e schiacciamento, installare
protezioni sensibili dove necessario.
Collegare l’alimentazione ad un interruttore onnipolare con
distanza di apertura dei contatti di almeno 3 mm.
Il collegamento alla rete deve avvenire su canale indipendente e
separato dai collegamenti ai dispositivi di sicurezza e di comando.
3.2 PREDISPOSIZIONE PIASTRA DI BASE ( fig.7, fig. 8)
Se il basamento di cemento non e’ presente avvitare nei 4 fori
presenti sulla base 4 barre filettate M10 e serrate con 4 dadi M10.
Predisporre una piazzola di cemento e annegate le barre filettate
e la piastra base rispettando le misure indicate in fig.7 e fig. 8.
La fig.8 e’ in scala 1:1, quindi rappresenta in dimensioni reali gli
ingombri di piastra e motore.
Se il basamento in cemento è già presente fissare la piastra di base
con 4 tasselli.
Far passare le canaline passacavi nei 4 fori presenti sulla piastra.
5
2 mm
3.3 INSTALLAZIONE MOTORIDUTTORE
(fig. 6 )
Rimuovere i 2 dadi [1] e togliere il carter [2].
Tagliare i tubi passacavi a filo con la piastra di base.
Fare passare i cavi nella parte superiore del motore.
Appoggiare il motoriduttore sulla base di fondazione e
fare in modo che i perni filettati della base si inseriscano
nelle apposite asole presenti nel motoriduttore.
Spostare avanti o indietro il motoriduttore sfruttando
le asole presenti sul motoriduttore.
Regolare l’altezza del motoriduttore agendo sulle viti
di regolazione [9].
Tenere sollevato di 4-5 mm il motore dalla base
in modo da poterlo abbassare in futuro se necessario.
Verificare che nessun cavo rimanga schiacciato tra base
e motoriduttore.
Muovere manualmente avanti e indietro l’anta del
Serrare il motore sulle piastra utilizzando i 4 dadi [3] e
cancello per verificare che la cremagliera scorra senza
le 4 rondelle [4].
attriti o impuntamenti.
Risolvere eventuali problemi di impuntamento prima
3.4 INSTALLAZIONE CREMAGLIERA
di continuare nell’installazione.
(fig. 7 )
Eseguire la manovra di sblocco come spiegato nel
3.5 INSTALLAZIONE FINECORSA
paragrafo apposito del manuale.
( Solo versione /FC )
Portare il cancello in posizione di completa chiusura.
Appoggiare l’estremità della cremagliera sul pignone
in modo che una delle asole di fissaggio della cremagliera si trovi in prossimità del pignone.
Forare l’anta e fissare la cremagliera all’anta.
Aprire il cancello fino a quando l’asola successiva sulla
cremagliera si trovi in prossimità del pignone e ripetere
l’operazione.
Ripetere la procedura per le altre barre di cremagliera.
Fare attenzione che non si formi uno scalino nelle
giunzioni tra le barre di cremagliera.
Regolare il gioco tra cremagliera e pignone come
mostrato in figura :
6
Portare manualmente l’anta in posizione di
completa apertura e fissare il pattino di
finecorsa sulla cremagliera come mostrato in
figura.
Portare manualmente l’anta in posizione di
completa chiusura e ripetere l’operazione.
Spostare avanti e indietro i pattini di finecorsa
in modo che il cancello si fermi circa 20 mm
prima delle battute di apertura e chiusura.
4. COLLEGAMENTI ELETTRICI
(fig.2, fig.3, fig.4, fig.5, )
Fare riferimento alla figura 3, 4, 5 e al manuale
di installazione della centrale di comando.
Fare passare i cavi negli appositi fori.
Collegare i cavi ai morsetti e inserirli sulla
centrale di comando.
Effettuare i collegamenti elettrici di motore,
finecorsa e/o sensore.
Programmare la centrale di comando.
Chiudere il vano portacentralina con il
carter [2], serrare i due dadi [1].
7
8. ISTRUZIONI D’USO DELL’AUTOMAZIONE PER CANCELLI SCORREVOLI
8.1 ISTRUZIONI DI SBLOCCO
Togliere la alimentazione al motore.
Inserire la chiave nella maniglia.
Ruotare la chiave in senso antiorario.
TIrare verso di se la maniglia.
A questo punto è possibile muovere manualmente
il cancello.
Per ripristinare il normale funzionamento della
cancello riposizionare la maniglia nella posizione
iniziale, ruotare in senso antiorario la chiave
ed estrarla.
DA STACCARE E CONSEGNARE ALL’UTILIZZATORE
7.PIANO DI MANUTENZIONE ( ogni 6 mesi )
Togliere l’alimentazione e sbloccare il
motoriduttore.
Controllare visivamente che il cancello, le staffe
di fissaggio e la struttura esistente, abbiano la
necessaria robustezza meccanica e siano in
buone condizioni.
Controllare l’allineamento tra cancello e motoriduttore, la distanza ( 2-3 mm ) tra gola del
ignone e cresta della cremagliera e se le barre
di cremagliera formano scalini nelle zone di
giunzione.
Pulire le guide di scorrimento delle ruote, la
cremagliera e il pignone del motoriduttore.
Lubrificare leggermente la cremagliera e il
pignone del motoriduttore.
Verificare manualmente che lo scorrimento del
cancello sia regolare e privo di attriti.
Controllare il fissaggio del motoriduttore alla
base di fondazione ed eventualmente serrare
nuovamente le viti.
Ribloccare il motoriduttore e ridare
alimentazione al motoriduttore.
Controllare il funzionamento del motoriduttore.
Verificare la regolazione della forza.
Controllare il corretto funzionamento di tutte
le funzioni di comando e di sicurezza.
Verificate il funzionamento dei finecorsa
(solo versione /FC ).
Verificate la programmazione della corsa
( solo versione (/ENC ).
Verificate che il motore esegua correttamente
la corsa di riallineamento ( solo versione /ENC)
9. AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA.
Le presenti avvertenze sono parte integrante ed essenziale del prodotto e devono essere consegnate
all’utilizzatore. Leggerle attentamente in quanto forniscono importanti indicazioni riguardanti la sicurezza
di installazione, uso e manutenzione. È necessario conservare queste istruzioni e trasmetterle ad eventuali
subentranti nell’uso dell’impianto. Questo prodotto dovrà essere destinato solo all’uso per il quale è stato
espressamente concepito. Ogni altro uso è da considerarsi improprio e quindi pericoloso. Il costruttore
non può essere considerato responsabile per eventuali danni causati da usi impropri, erronei ed
irragionevoli. Evitare di operare in prossimità delle cerniere o organi meccanici in movimento. Non entrare nel raggio di azione della porta o cancello motorizzati mentre è in movimento. Non opporsi al moto
della porta o cancello motorizzati poiché può causare situazioni di pericolo. Non permettere ai bambini
di giocare o sostare nel raggio di azione della porta o cancello motorizzati. Tenere fuori dalla portata dei
bambini i radiocomandi e/o qualsiasi altro dispositivo di comando, per evitare che la porta o cancello
motorizzati possa essere azionata involontariamente. In caso di guasto o di cattivo funzionamento del
prodotto, disinserire l’interruttore di alimentazione, astenendosi da qualsiasi tentativo di riparazione o di
intervento diretto e rivolgersi solo a personale professionalmente competente. Il mancato rispetto di
quanto sopra può creare situazioni di pericolo. Qualsiasi intervento di pulizia, manutenzione o riparazione,
deve essere effettuato da personale professionalmente competente. Per garantire l’efficienza dell’impianto
ed il suo corretto funzionamento è indispensabile attenersi alle indicazioni del costruttore facendo
effettuare da personale professionalmente competente la manutenzione periodica della porta o cancello
motorizzati.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement