Manuale di servizio - H-Tec

Manuale di servizio - H-Tec
SiT-86
Manuale
di servizio
Sistema Split-inverter
Serie FTK(X)-J / RK(X)-J
[Modelli applicati]
Sistema Split-inverter : Solo raffreddamento
Sistema Split-inverter : Pompa di calore
SIT–86
Monosplit Inverter
FTK(X)-J / RK(X)-Serie J
Solo raffreddamento
Sezione interna
FTK25JV1NB
FTK35JV1NB
Sezione esterna
RK25JV1NB
RK35JV1NB
Pompa di calore
Sezione interna
FTX25JV1NB
FTX35JV1NB
Sezione esterna
RX25JV1NB
RX35JV1NB
Indice
i
SIT–86
1. Introduzione ............................................................................................v
1.1 Precauzioni di sicurezza.......................................................................... v
Parte 1 Elenco delle funzioni........................................................................... 1
1. Funzioni...................................................................................................2
1.1 Unità interna ed esterna .......................................................................... 2
Parte 2 Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati.. 3
1. Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti
stampati...................................................................................................4
1.1 Serie FTK25/35J, serie FTX25/35J ......................................................... 4
1.2 Serie RK25/35J, serie RX25/35J............................................................. 6
Parte 3 Funzione principale............................................................................. 9
1. Funzionamento generale ......................................................................10
1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
1.6
1.7
1.8
1.9
1.10
1.11
1.12
1.13
1.14
1.15
1.16
1.17
1.18
1.19
Funzioni dei termistori ........................................................................... 10
Modalità di funzionamento..................................................................... 12
Principio della frequenza ....................................................................... 13
Controllo di sbrinamento........................................................................ 15
Modalità funzionamento forzato ............................................................ 16
Deflettori ad ampio raggio, diffusori, deflettori verticali e oscillazione
automatica ............................................................................................. 17
Controllo della velocità del ventilatore per le unità interne .................... 19
Controllo della velocità del ventilatore per le unità esterne ................... 20
Funzioni generali ................................................................................... 21
Sensore intelligente (tipo J) ................................................................... 23
Controllo raffreddamento per un riposo ottimale (Tipo J) ...................... 25
Funzionamento automatico ................................................................... 26
Controllo corrente in entrata (Tipo H / J) ............................................... 27
Funzione di protezione antigelo in modalità raffreddamento
(Tipo H / J)............................................................................................. 28
Funzione di controllo taglio picchi (Tipo H / J)....................................... 29
Compensazione della funzione valvola a quattro vie (Tipo H / J).......... 30
Funzione di protezione del compressore (Tipo H / J)............................ 31
Protezione di funzionamento in condizioni di bagnato (Tipo H / J)........ 32
Funzione di prevenzione dal trasudamento della condensa (Tipo H / J)33
Parte 4 Configurazione del sistema.............................................................. 35
1. Istruzione...............................................................................................36
1.1 FTK25 / 35J, FTX25 / 35J ..................................................................... 36
Parte 5 Diagnosi di manutenzione ................................................................ 51
1. Misure diagnostiche ..............................................................................52
1.1 Ricerca guasti mediante spia di funzionamento .................................... 52
2. Sintomi dei problemi e relative misure ..................................................54
3. Funzioni di controllo manutenzione.......................................................55
3.1 Serie ARC423........................................................................................ 55
ii
Indice
SIT–86
4. Indicazione di codice sul telecomando..................................................56
4.1 Codici d’errore e descrizione del guasto ............................................... 56
5. Ricerca guasti .......................................................................................57
5.1
5.2
5.3
5.4
5.5
5.6
5.7
5.8
5.9
5.10
5.11
5.12
5.13
5.14
5.15
5.16
5.17
Unità interne .......................................................................................... 57
Unità esterne ......................................................................................... 58
Scheda guasta....................................................................................... 59
Arresto di funzionamento dovuto al controllo alte pressioni od alla
protezione antigelo (attivazione termistore)........................................... 60
Il funzionamento si arresta a causa del motore del ventilatore
(motore c.a.) termistore o anomalia correlata........................................ 61
Il funzionamento si arresta a causa del rilevamento di un’anomalia
al termistore o correlata......................................................................... 62
Scheda dell’unità interna guasta ........................................................... 63
Scheda dell’unità interna guasta ........................................................... 64
Anomalie di alimentazione o schede dell’unità interna guaste. ............. 65
Errore di trasmissione del segnale (tra unità interne ed esterne).......... 66
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di errore CT ............... 67
Arresto di funzionamento dovuto ad un guasto al termistore o
ad una disconnessione.......................................................................... 68
Arresto di funzionamento dovuto ad un errore di avvio del
compressore.......................................................................................... 69
Sovracorrente in uscita.......................................................................... 70
Scheda dell’unità esterna guasta .......................................................... 72
Guasto sulla scheda dell’unità esterna e sul circuito di
trasmissione/ricezione ........................................................................... 73
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di sovracorrente
in entrata................................................................................................ 74
6. Controllo................................................................................................76
6.1 Come effettuare il controllo.................................................................... 76
Parte 6 Procedura di rimozione..................................................................... 85
1. Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J ...............................................86
1.1
1.2
1.3
1.4
Rimozione del filtro dell’aria................................................................... 86
Rimozione della griglia frontale ............................................................. 88
Rimozione delle pale orizzontali e verticali............................................ 90
Rimozione della scatola interruttori, della scheda stampata e del motore
del deflettore.......................................................................................... 92
1.5 Rimozione dello scambiatore di calore.................................................. 97
1.6 Installazione del tappo di scarico........................................................... 99
1.7 Rimozione del rotore e del motore del ventilatore ............................... 100
2. Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J ....................................................103
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6
2.7
2.8
Indice
Rimozione della carcassa esterna....................................................... 103
Rimozione della bocca a campana e della piastra laterale sinistra ..... 105
Rimozione della scheda stampata e della scatola interruttori ............. 106
Rimozione del ventilatore elicoidale e del motore del ventilatore........ 111
Rimozione del tampone di assorbimento acustico del compressore... 112
Rimozione della piastra divisoria e del reattore................................... 114
Rimozione della valvola a quattro vie. ................................................. 116
Rimozione del compressore ................................................................ 118
iii
SIT–86
Parte 7 Altri ................................................................................................... 119
1. Altri ......................................................................................................120
1.1 Spiegazione......................................................................................... 120
Parte 8 Appendice ........................................................................................ 123
1. Schema delle tubazioni .......................................................................124
1.1 Unità interna ........................................................................................ 124
1.2 Unità esterna ....................................................................................... 125
2. Schema elettrico .................................................................................127
2.1 Unità interna ........................................................................................ 127
2.2 Unità esterna ....................................................................................... 129
Indice
................................................................................................................ i
Disegni e diagrammi di flusso ......................................................................... iii
iv
Indice
SIT-86
Introduzione
1. Introduzione
1.1
Precauzioni di sicurezza
Precauzioni ed
avvertimenti
1.1.1
Leggere le seguenti misure di sicurezza prima di effettuare lavori di riparazione
Le voci di sicurezza sono classificate come “
Avvertenza” e “
Attenzione”. Le voci
“
Avvertenza” sono particolarmente importanti perché, se non seguite attentamente, possono
causare morte o infortuni gravi. Le voci “
Attenzione”, se non seguite attentamente, possono
causare gravi incidenti in particolari condizioni. Quindi, è opportuno osservare tutte le voci di avvertenza
e attenzione descritte di seguito.
Informazioni sui pittogrammi
Questo simbolo indica una voce per cui occorre fare attenzione.
Il pittogramma mostra la voce alla quale si deve prestare attenzione.
Questo simbolo indica un’azione proibita.
La voce o l’azione proibita è mostrata all’interno del simbolo o accanto ad esso.
Questo simbolo mostra un’azione o un’istruzione da eseguire.
L’istruzione è mostrata all’interno del simbolo o accanto ad esso.
Dopo aver completato i lavori di riparazione, verificare che l’attrezzatura funzioni correttamente
e spiegare al cliente le precauzioni per un buon funzionamento del prodotto
Precauzioni durante la riparazione
Avvertenza
Scollegare la spina del cavo di alimentazione dalla presa prima di smontare l’attrezzatura
per una riparazione.
Lavorare su un’attrezzatura collegata all’alimentazione può causare scosse elettriche.
Se è necessario fornire alimentazione all’attrezzatura per effettuare la riparazione o
ispezionare il circuito, non toccare nessuna parte dell’attrezzatura sotto tensione.
Se il gas refrigerante viene scaricato durante la riparazione, evitare assolutamente
di toccarlo.
Il gas refrigerante può causare ustioni da congelamento.
Prima di scollegare il tubo di aspirazione o di scarico del compressore dalla sezione
saldata, scaricare completamente il gas in un luogo ben ventilato.
Se è rimasto del gas all’interno del compressore, il gas refrigerante o l’olio della
macchina refrigerante vengono scaricati quando il tubo viene scollegato, e ciò può
causare infortuni.
Se ci sono perdite di gas refrigerante durante la riparazione, ventilare l’area. Il gas
refrigerante può generare gas tossici se entra in contatto con le fiamme.
Il condensatore a gradini fornisce elettricità ad alta tensione ai componenti elettrici
dell’unità esterna.
Scaricare completamente il condensatore prima di effettuare i lavori di riparazione.
Il condensatore carico può causare scosse elettriche.
Non avviare od arrestare il condizionatore inserendo o disinserendo la spina del cavo di
alimentazione.
Inserire o disinserire la spina del cavo di alimentazione per mettere in funzione
l’attrezzatura può causare scosse elettriche o incendi.
v
Introduzione
SIT-86
Attenzione
Non riparare i componenti elettrici con le mani bagnate.
Lavorare sui componenti con le mani bagnate può causare scosse elettriche.
Non pulire il condizionatore con getti d’acqua.
Lavare l’unità con acqua può causare scosse elettriche.
Realizzare la messa a terra quando si effettuano riparazioni in luoghi umidi o bagnati
onde evitare scosse elettriche.
Spegnere l’interruttore generale e disinserire la spina del cavo d’alimentazione quando
si pulisce l’attrezzatura.
Il ventilatore interno ruota ad alte velocità, e ciò può causare infortuni.
Non inclinare l’unità mentre la si sposta.
L’acqua all’interno può rovesciarsi e bagnare l’arredamento e il pavimento.
Verificare che la sezione del ciclo di refrigerazione si sia raffreddata a sufficienza prima
di effettuare riparazioni.
Lavorare sull’unità quando la sezione del ciclo di refrigerazione è calda può causare
ustioni.
Usare il saldatore in un luogo ben ventilato.
Usare il saldatore in un luogo chiuso può causare deficienza d’ossigeno.
1.1.2
Precauzioni riguardanti i prodotti dopo la riparazione
Avvertenza
Usare i componenti riportati nell’elenco delle parti di ricambio del modello in oggetto,
unitamente agli attrezzi appropriati, per effettuare i lavori di riparazione. Non provare
a modificare l’attrezzatura.
L’uso di parti o attrezzi non adatti può causare scosse elettriche, calore eccessivo ed
incendi.
Quando si reinstalla l’attrezzatura, fare in modo che la nuova installazione avvenga in
un punto abbastanza robusto tale da reggere il peso dell’attrezzatura.
Se il punto d’installazione non è abbastanza robusto e il lavoro non avviene in condizioni
di sicurezza, l’attrezzatura può cadere e causare infortuni.
Installare il prodotto correttamente usando il telaio d’installazione di serie fornito.
Un uso improprio del telaio d’installazione ed un’installazione non corretta possono
causare la caduta dell’attrezzatura, e quindi infortuni.
Solo per unità integrali
Installare il prodotto saldamente nel telaio d’installazione, montato su un infisso di
finestra.
Se l’unità non è montata saldamente, può cadere e causare infortuni.
Solo per unità integrali
Usare un circuito di potenza esclusivo per l’attrezzatura, e durante l’esecuzione di lavori
elettrici seguire gli standard tecnici previsti per l’apparecchiatura elettrica, le normative
di collegamento interno ed il manuale d’istruzioni.
Un circuito elettrico di capacità insufficiente, come anche lavori elettrici eseguiti male,
possono dare origine a scosse elettriche ed incendi.
Usare il cavo specificato per connettere l’unità interna a quella esterna. Effettuare
collegamenti sicuri, e far passare il cavo adeguatamente in modo da evitare forze che
esercitino trazione sul cavo in corrispondenza dei terminali.
I collegamenti difettosi possono causare calore eccessivo o incendi.
vi
SIT-86
Introduzione
Avvertenza
Quando si collegano i cavi tra l’unità interna e quella esterna, verificare che il coperchio
dei terminali non si sollevi o si smonti a causa del cavo.
Se il coperchio non è montato bene, la parte dei contatti dei terminali può causare scosse
elettriche, calore eccessivo od incendi.
Non danneggiare o modificare il cavo d’alimentazione.
Un cavo d’alimentazione danneggiato o modificato può causare scosse elettriche
o incendi.
Scaldare o tirare il cavo d’alimentazione oppure posizionare articoli pesanti su di esso
potrebbe danneggiare il cavo stesso.
Evitare di miscelare aria o gas diverso dal refrigerante specificato (R-22) nel sistema
refrigerante.
Se l’aria penetra nel sistema refrigerante, la pressione potrebbe risultare eccessiva
causando danni all’attrezzatura ed infortuni.
Se ci sono perdite di gas refrigerante, localizzare la perdita e ripararla prima di caricare
il refrigerante. Dopo aver caricato il refrigerante, verificare che non ci siano ancora
perdite.
Se non è possibile localizzare la perdita ed è necessario sospendere i lavori di
riparazione, eseguire il pump-down e chiudere la valvola di servizio, onde evitare perdite
di gas nel locale. Il gas refrigerante è di per se stesso innocuo, ma può generare gas
tossici a contatto con il fuoco, come nel caso di ventilatori ed altri riscaldatori, stufe
e cucine.
Quando si sostituiscono le batterie del telecomando, smaltire le batterie vecchie onde
evitarne l’ingestione da parte dei bambini.
Se un bambino ingerisce le batterie, consultare immediatamente il medico.
Attenzione
In alcuni casi può essere necessaria l’installazione di un interruttore differenziale,
secondo le condizioni d’installazione, onde prevenire scosse elettriche.
Non installare l’attrezzatura in un luogo ove ci siano possibilità di perdite di gas
combustibile.
In caso di perdite di gas combustibile che restino nei dintorni dell’unità, possono
verificarsi incendi.
Installare correttamente le guarnizioni e le tenute sul telaio d’installazione.
Se la guarnizione e la tenuta non sono installate correttamente, l’acqua può entrare nel
locale e bagnare l’arredamento ed il pavimento.
1.1.3
Solo per unità integrali
Ispezioni dopo le riparazioni
Avvertenza
Controllare che la spina del cavo d’alimentazione non sia sporca o allentata, quindi
inserire completamente la spina in una presa.
Se la spina è polverosa od il collegamento è allentato, possono verificarsi scosse
elettriche o incendi.
Se il cavo d’alimentazione ed i fili sono graffiati o deteriorati, sostituirli.
Un cavo o dei fili danneggiati possono causare scosse elettriche o incendi.
Non usare un cavo d’alimentazione o una prolunga giuntata, né condividere la presa con
altri apparati elettrici, poiché ciò può causare scosse elettriche, calore eccessivo o
incendi.
Attenzione
Controllare che gli elementi ed i cavi siano montati e collegati correttamente, e che
i collegamenti saldati o aggraffati sui terminali siano solidi.
Installazioni e collegamenti impropri possono causare scosse elettriche, calore
eccessivo o incendi.
vii
Introduzione
SIT-86
Attenzione
Se la piattaforma o il telaio d’installazione è corroso, sostituirli.
Una piattaforma o un telaio d’installazione corrosi possono determinare la caduta
dell’unità, causando infortuni.
Controllare la messa a terra, e ripararla se non è adeguata.
Una messa a terra inadeguata può causare scosse elettriche.
Misurare la resistenza d’isolamento dopo le riparazioni e verificare che la resistenza sia
maggiore o uguale a 1 Mohm.
Un isolamento guasto può causare scosse elettriche.
Verificare il drenaggio dell’unità interna dopo le riparazioni.
Un drenaggio non corretto può causare il rovesciamento dell’acqua nel locale, bagnando
l’arredamento ed il pavimento.
1.1.4
Icone in uso
Le icone vengono usate per attirare l’attenzione del lettore su informazioni specifiche. Il significato di ogni
icona è descritto nella seguente tabella:
1.1.5
Elenco delle icone in uso
Icona
Tipo d’informazioni Descrizione
Nota
Una “nota” fornisce informazioni che non sono indispensabili, ma
che possono comunque essere utili al lettore, come consigli e
trucchi.
Attenzione
L’icona “attenzione” viene usata quando esiste il rischio che il
lettore possa danneggiare l’attrezzatura, perdere dati, ottenere
risultati inattesi o debba riavviare (parte di) una procedura a causa
di operazioni scorrette.
Avvertenza
L’icona “avvertenza” viene usata quando esiste il rischio d’infortuni.
Riferimento
Un “riferimento” guida il lettore in altre posizioni del raccoglitore o di
questo manuale contenenti ulteriori informazioni su un argomento
specifico.
Nota:
Attenzione
Avvertenza
viii
SIT–86
Parte 1
Elenco delle funzioni
1. Funzioni...................................................................................................2
1.1 Unità interna ed esterna .......................................................................... 2
Elenco delle funzioni
1
Funzioni
SIT–86
1. Funzioni
Funzioni
Risparmio energetico
Funzione
base
Compressore
Circolazione
aria al valore
desiderato
Controllo delle
condizioni di
comfort
“Comfortable
Control”
Inverter (con controllo alimentazione
inverter)
Limite inferiore della temperatura esterna per
il limite di raffreddamento: Temperatura
10˚C 10˚C
esterna in ˚C
Controllo a microprocessore
Salute
Salute e
Controllo PAM (Pulse Amplitude Modulation —
— pulizia
Control)
Compressore a scorrimento orizzontale e
—
—
ovale (A SCORRIMENTO DAIKIN)
Compressore oscillante (ROTANTE DAIKIN) —
—
Compressore rotante
Motore CC a riluttanza
—
—
Doppio deflettore
Doppio deflettore flusso d'aria motorizzato
Controllo a 5 fasi del deflettore flusso d'aria
motorizzato
Diffusore flusso d'aria motorizzato
—
— Timer
Alette ad ampio raggio
Oscillazione verticale automatica (su e giù)
Deflettore automatico orizzontale
—
—
(destro e sinistro)
Circolazione aria a 3 fasi
—
—
(solo per i modelli con pompa di calore)
Scelta automatica velocità ventilatore
“Affidabilità
Controllo funzionamento silenzioso
—
— e durata”
garantite
Funzione doppio termostato
—
—
Sensore intelligente
Controllo automatico del comfort
Funzione di riscaldamento rapido
—
Funzione di avviamento a caldo
Sbrinamento automatico
—
—
Funzionamento automatico
—
Funzione di deumidificazione
computerizzata
—
—
—
—
—
—
—
Funzionamento Applicazione su soffitti alti
Circolazione
Solo ventilazione
Nuovo funzionamento Powerful
(senza inverter)
Funzionamento Powerful inverter (quantità
maggiore di volume d’aria / maggiore velocità
di rotazione del compressore)
Impostazione locale prioritario
Funzionamento silenzioso
Disponibilità
Programma di lavaggio
di stili
Funzione risparmio energetico
Selezione potenza
Interruttore on/off sull’unità interna
Indicatore di ricezione segnale
Display della temperatura
Funzione di controllo alimentazione
: Funzioni attuali — : Nessuna funzione
2
Categoria
Serie FTK25·35J
Serie RK25·35J
Serie FTX25·35J
Serie RX25·35J
Categoria
Serie FTX25·35J
Serie RX25·35J
Unità interna ed esterna
Serie FTK25·35J
Serie RK25·35J
1.1
Funzioni
Filtro depuratore d'aria trattato in modo
da impedire proliferazioni di batteri e di
virus e con funzione deodorante
Filtro a lunga durata
—
—
Filtro di durata molto elevata (opzione)
—
—
Filtro deodorante fotocatalitico
Filtro fotocatalitico con lampada a raggi
ultravioletti
—
—
—
—
Filtro dell’aria a prova di muffa
Griglia lavabile
Indicatore pulizia filtri
—
Raffreddamento salutare
—
Raffreddamento per un riposo ottimale
Timer di accensione/spegnimento a 72h —
—
—
—
Timer di accensione/spegnimento a 24h
Timer a 12h
Funzione notte
Timer termostatico automatico
Riavvio automatico (dopo un guasto
di alimentazione)
—
—
—
—
Display digitale di autodiagnosi
—
—
—
—
LED di autodiagnosi
Telecomando con display a cristalli
liquidi (opzione)
Protezione da smarrimento del
telecomando con catena (opzione)
Controllo errori di cablaggio
Trattamento anticorrosione dello
scambiatore di calore esterno
Unità interna compatibile con il tipo
Multisplit/Split
Flessibilità
Corrispondenza in tensione flessibile
Senza carico
Comando centralizzato per 5 locali
(opzione)
Funzionamento del timer fornito
localmente
Adattatore
di controllo a distanza
Telecomando (opzione) (contatto
a impulsi
normalmente aperto)
Adattatore di controllo a distanza
(contatto normalmente aperto)
Compatibile con DIII-NET (Adattatore)
—
—
—
Senza fili
Con filo
—
—
Telecomando
—
—
—
—
—
—
—
—
—
—
—
—
—
—
Elenco delle funzioni
SIT–86
Parte 2
Schema elettrico del
connettore della scheda
a circuiti stampati
1. Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti
stampati...................................................................................................4
1.1 Serie FTK25/35J, serie FTX25/35J ......................................................... 4
1.2 Serie RK25/35J, serie RX25/35J............................................................. 6
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
3
Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti stampati
SIT–86
1. Schema elettrico e nome del connettore della scheda
a circuiti stampati
1.1
Serie FTK25/35J, serie FTX25/35J
Scheda a circuiti stampati (1) (PCB di controllo)
Scheda a circuiti stampati (2) (PCB ricevitore di segnale)
Scheda a circuiti stampati (3) (PCB sensore intelligente)
Nome del
connettore
Nota:
1) S1
Connettore per il motore del ventilatore
2) S6
Connettore per il motore del deflettore (deflettore orizzontale)
3) S7
Connettore per il motore del ventilatore
4) S21
Connettore per il comando centralizzato fino a 5 locali
5) S27, S36
Connettore per PCB di controllo
6) S26
Connettore per PCB ricevitore di segnale
7) S32
Connettore per termistore di temperatura ambiente/scambiatore di calore
8) S35
Connettore per PCB sensore intelligente
Altre indicazioni
1) V1
2) JA
Varistore
PONTE DI IMPOSTAZIONE INDIRIZZO
JB
Impostazione velocità ventilatore quando il compressore è spento sul termostato.
JC
Funzione di ripristino dopo guasto d'alimentazione
∗ Vedere a pagina 121 per maggiori dettagli.
3) SW7
INTERRUTTORE DI FUNZIONAMENTO
4) LED1 (GRN)
LED indicatore di funzionamento
5) LED2 (YLW)
LED per timer
6) LED3 (GRN)
LED per sensore intelligente
PCB di controllo (1)
Scheda ricezione segnale (2)
Scheda di controllo (1)
S1
S27
GRN
YLW
GRN
LED1
LED2
LED3
GRN
YLW
SW7
: VERDE
: GIALLO
Cavallotto di
controllo 12V
S7
terra
Occhio intelligente
Scheda sensore (3)
JA
JB
JC
S6
Cavallotto di
controllo 5V
S36
S21
4
S32
S26
S35
(RL001)
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
SIT–86
Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti stampati
Dettagli PCB (1) (PCB di controllo)
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
5
Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti stampati
1.2
SIT–86
Serie RK25/35J, serie RX25/35J
Scheda a circuiti stampati (1) (PCB principale)
Nome del
connettore
1) S30
Connettore per il motore del compressore (con termostato interno)
2) S70
Connettore per il motore del ventilatore
3) S80
Connettore per BOBINA A VALVOLA A 4 VIE (solo serie RX25 · 35J)
4) S91
Connettore per TERMISTORE
5) S40
Connettore per OL
6) SW1
NESSUNO (Interruttore di attivazione/disattivazione funzionamento forzato)
7) SW2
NESSUNO (Interruttore di selezione modalità funzionamento forzato (solo H/P))
PCB (1)
S70
V1
FU
N(NEUTRO)
L(FASE)
S(SEGNALE)
S30
W
U
Monitor
di servizio
V
S40
6
S80
S91
(RL002)
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
SIT–86
Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti stampati
Dettagli PCB (1) (PCB di controllo)
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
7
Schema elettrico e nome del connettore della scheda a circuiti stampati
8
SIT–86
Schema elettrico del connettore della scheda a circuiti stampati
SIT–86
Parte 3
Funzione principale
1. Funzionamento generale ......................................................................10
1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
1.6
1.7
1.8
1.9
1.10
1.11
1.12
1.13
1.14
1.15
1.16
1.17
1.18
1.19
Funzione principale
Funzioni dei termistori ........................................................................... 10
Modalità di funzionamento..................................................................... 12
Principio della frequenza ....................................................................... 13
Controllo di sbrinamento........................................................................ 15
Modalità funzionamento forzato ............................................................ 16
Deflettori ad ampio raggio, diffusori, deflettori verticali e oscillazione
automatica ............................................................................................. 17
Controllo della velocità del ventilatore per le unità interne .................... 19
Controllo della velocità del ventilatore per le unità esterne ................... 20
Funzioni generali ................................................................................... 21
Sensore intelligente (Tipo J).................................................................. 23
Controllo raffreddamento per un riposo ottimale (Tipo J) ...................... 25
Funzionamento automatico ................................................................... 26
Controllo corrente in entrata (Tipo H / J) ............................................... 27
Funzione di protezione antigelo in modalità raffreddamento
(Tipo H / J)............................................................................................. 28
Funzione di controllo taglio picchi (Tipo H / J)....................................... 29
Compensazione della funzione valvola a quattro vie (Tipo H / J).......... 30
Funzione di protezione del compressore (Tipo H / J)............................ 31
Protezione di funzionamento in condizioni di bagnato (Tipo H / J)........ 32
Funzione di prevenzione dal trasudamento della condensa (Tipo H / J)33
9
Funzionamento generale
SIT–86
1. Funzionamento generale
1.1
Funzioni dei termistori
Posizione dei
termistori
I termistori sul seguente disegno vengono usati per controllare il sistema. Tale controllo assicura un
raffreddamento adeguato e previene gli eventuali problemi del sistema:
SEZIONE ESTERNA
R2T
R1T
M
SEZIONE INTERNA
R1T
M
R2T
TUBAZIONI IN CANTIERE
TUBAZIONI IN CANTIERE
RAFFREDDAMENTO
RISCALDAMENTO
Controllo frequenza
(RE003)
La seguente tabella mostra i termistori che controllano la frequenza:
Controlli
Simbolo
Termistore
scambiatore di
calore esterno
Termistore
temperatura
ambiente
esterna
Termistore
temperatura
ambiente
interna
Termistore
scambiatore di
calore interno
R2T
R1T
R1T
R2T
Protezione contro il congelamento.
Vedere a pagina 11.
—
—
—
Taglio picchi. Vedere a pagina 11.
—
—
—
Sbrinamento. Vedere a pagina 15.
—
Limite di alta pressione in modalità
di riscaldamento. Vedere a pagina
11.
—
—
con : funzioni disponibili e — : nessuna funzione disponibile.
10
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
Funzioni controllate a frequenza
La seguente tabella mostra le diverse funzioni che vengono controllate abbassando o aumentando la
frequenza:
Funzione
Termistore
sensore
Perché?
Come?
Impostazione
Ripristino
Controllo
bassa
temperatura
esterna
Termistore
ambiente
esterno (R1T)
Per evitare la
condensa nella
modalità di
raffreddamento.
Impostando un
limite superiore
di frequenza.
Tambiente esterno <
18˚C (tipo J)
25˚C (tipo H)
Tambiente esterno >
25˚C (tipo J)
33˚C (tipo H)
—
—
Malfunzionamento
Questo
controllo non viene
eseguito quando
l’unità è in modalità
di raffreddamento
forzato o in
modalità di prova.
Limite di alta termistore
pressione in
temperatura
modalità di
esterna
riscaldamento
(R1T)
termistore
scambiatore
di calore
interno
(R2T)
Per controllare la
pressione.
Impostando un
limite superiore
di frequenza.
modalità di
riscaldamento
Testerno > 16˚C
Tscambiatore di calore
interno > 22˚C
compressore attivo
arresto del
compressore
timer di ritardo (70 s)
superato
Protezione
termistore
contro il
scambiatore
congelamento di calore
interno (R2T)
Per evitare il
congelamento
dell’unità interna in
modalità di
raffreddamento.
Impostando un
limite superiore
di frequenza.
durante il
raffreddamento
0˚C <
Tscambiatore di calore
interno < 8˚C
Tscambiatore di calore interno >
8˚C per 2 secondi
Tscambiatore di calore interno <
0˚C
(risultato: arresto del
compressore)
Taglio picchi
Per evitare una
temperatura
eccezionalmente
alta dello
scambiatore di
calore interno in
modalità di
riscaldamento.
Impostando un
limite superiore
di frequenza.
durante il riscaldamento
50˚C <
Tscambiatore di calore
interno < 67˚C
Tscambiatore di calore interno <
50˚C per 2 secondi
Tscambiatore di calore interno >
67˚C
(risultato: arresto del
compressore)
termistore
scambiatore
di calore
interno (R2T)
Funzione principale
11
Funzionamento generale
1.2
SIT–86
Modalità di funzionamento
Modalità
Esistono due modalità di funzionamento:
modalità di funzionamento normale
modalità di funzionamento forzato
Visione d’insieme
La seguente tabella mostra le diverse modalità di funzionamento dei Condizionatori Split-inverter:
Modalità
Elemento
Modalità di funzionamento normale Automatico (solo pompa di calore)
Raffreddamento
Deumidificazione
Riscaldamento (incluso sbrinamento automatico)
Ventilazione (solo raffreddamento)
Modalità arresto:
Preriscaldamento. Vedere “Preriscaldamento”.
Arresto
Nota:
Prova di funzionamento
Raffreddamento/riscaldamento forzato
Modalità di funzionamento forzato
Raffreddamento forzato
L’unità esterna conserva la modalità operativa quando il termostato si spegne.
Vedere “Preriscaldamento” a pagina 21.
12
Funzione principale
SIT–86
1.3
Funzionamento generale
Principio della frequenza
Parametri di
controllo principali
Il compressore è controllato dalla frequenza durante il funzionamento normale. La frequenza desiderata
viene impostata dai seguenti 2 parametri provenienti dall’unità interna in funzione:
la condizione di carico dell’unità interna in funzione
la differenza tra la temperatura del locale e la temperatura impostata.
Parametri di
controllo
supplementari
Nei seguenti casi la frequenza desiderata viene adattata sulla base di parametri aggiuntivi:
limiti di frequenza
impostazioni iniziali
raffreddamento/riscaldamento forzato.
Principio di
conversione
Per regolare la capacità, è necessario un controllo di frequenza. L’inverter consente ciò per variare la
velocità di rotazione del compressore. La seguente tabella spiega il principio di conversione:
Fase
Disegno
dell’inverter
Descrizione
1
L’alimentazione monofase CA viene convertita in CC.
2
L’alimentazione monofase CC viene convertita in una tensione CC trifase con una frequenza
variabile.
Con l’aumentare della frequenza, aumenta la velocità di rotazione del compressore e quindi anche
la circolazione del refrigerante. Ciò comporta un maggiore scambio di calore per unità.
Con il diminuire della frequenza, diminuisce la velocità di rotazione del compressore e quindi anche
la circolazione del refrigerante. Ciò comporta un minore scambio di calore per unità.
Il seguente disegno fornisce una visione schematica del principio di conversione:
Velocità di circolazione del refrigerante (elevata)
velocità alta
Alimentazione
CA
Quantità di calore
scambiato (ridotta)
Alimentazione
CC
freq. massima = A Hz
Quantità di calore
scambiato (elevata)
Quantità di calore
scambiato (elevata)
f alta
f bassa
Quantità di calore
scambiato (ridotta)
velocità bassa
freq=cte
freq. min.= B Hz
50 Hz
freq=variabile
60 Hz
capacità=
variabile
Velocità di circolazione del refrigerante (bassa)
Funzione principale
(RL003)
Frequenza min. A
Tipo H
Tipo J
Frequenza max. B
Tipo H
Tipo J
Raffreddamento
36
34
Raffreddamento
94
98
Riscaldamento
36
34
Riscaldamento
94
98
13
Funzionamento generale
Caratteristiche
dell’inverter
SIT–86
L’inverter presenta le seguenti caratteristiche:
La capacità di regolazione può essere modificata in base alle variazioni della temperatura esterna e del
carico di raffreddamento/riscaldamento.
Riscaldamento e raffreddamento rapido
La velocità di rotazione del compressore aumenta quando viene avviato il riscaldamento
(o raffreddamento). Ciò consente una rapida impostazione della temperatura.
Temperatura
aria di scarico
45˚C
invertitore
pompa di calore normale
Avvio
60
120
300
secondi
(RG001)
L’elevata capacità viene raggiunta persino a temperature estremamente basse e viene mantenuta
anche quando la temperatura esterna corrisponde a 0˚C.
Climatizzazione ottimale
Viene eseguita una regolazione dettagliata per garantire una temperatura fissa dell’ambiente.
È possibile climatizzare con una piccola variazione della temperatura dell’ambiente.
Raffreddamento e riscaldamento con risparmio energetico
Una volta raggiunta la temperatura desiderata, il funzionamento a risparmio energetico consente
di mantenere la temperatura dell’ambiente ad una potenza bassa.
Limiti di frequenza
La seguente tabella mostra le funzioni che definiscono la frequenza minima e massima:
Limiti di frequenza
Raffreddamento/
riscaldamento
forzato
14
Limitata durante l’attivazione delle seguenti funzioni
Inferiore
compensazione di funzionamento della valvola a 4 vie. Vedere a pagina 30.
Funzione di protezione da funzionamento in condizioni di bagnato. Vedere a
pagina 32.
Superiore
Controllo corrente in entrata. Vedere a pagina 27.
Funzione di protezione del compressore. Vedere a pagina 31.
controllo bassa temperatura esterna. Vedere a pagina 11.
limite di alta pressione. Vedere a pagina 11.
taglio picchi. Vedere a pagina 11.
protezione contro il congelamento. Vedere a pagina 11.
controllo di sbrinamento. Vedere a pagina 15.
Per maggiori informazioni, vedere “Modalità forzata” a pagina 16.
Funzione principale
SIT–86
1.4
Funzionamento generale
Controllo di sbrinamento
Principio
Il controllo di sbrinamento viene eseguito invertendo il ciclo da riscaldamento a raffreddamento.
Condizioni di avvio
Il controllo di sbrinamento è impostato dalle seguenti condizioni:
durante il riscaldamento
più di 6 minuti dopo l’avvio del compressore.
quando è applicabile la condizione 1 o 2 della seguente tabella:
Condizione
Condizioni
Descrizione
1
A minuti di funzionamento continuato
quasi 90 minuti di funzionamento continuato
condizione 1, 2 o 3 della seguente tabella
2
90 minuti di funzionamento continuato
condizione 1, 4 o 5 della seguente tabella
La seguente tabella mostra le diverse condizioni su cui si basa il controllo di sbrinamento:
Condizioni
Condizioni di
arresto
T[scambiatore di calore esterno] < B˚C per 1 min.
2
T[ambiente esterno] < 5˚C
T[scambiatore di calore esterno] < (-5 + T[ambiente esterno] × 0,4)
verificare se T[scambiatore di calore interno] diminuisce 5 volte ogni 10 secondi
3
T[ambiente esterno] ≥ 5˚C
T[scambiatore di calore esterno] < -3˚C
verificare se T[scambiatore di calore interno] diminuisce 5 volte ogni 10 secondi
4
T[ambiente esterno] < 5˚C per 60 secondi
T[scambiatore di calore esterno] < (-5 + T[ambiente esterno] × 0,4) per 60 secondi
5
T[ambiente esterno] ≥ 5˚C per 60 secondi
T[scambiatore di calore esterno] < -3˚C per 60 secondi
Il controllo di sbrinamento viene reimpostato dalle seguenti condizioni:
T[scambiatore di calore] > 4˚C se T[ambiente esterno] < 19˚C
T[scambiatore di calore] > 18˚C se T[ambiente esterno] < -3˚C
T[scambiatore di calore] > (-1˚C × T[ambiente esterno]) + C se -3˚C < T[ambiente esterno] < 19˚C.
Tipo H
Tipo J
Funzione principale
Descrizione
1
Classe
A
B
C
25
32
-15
23
35
40
-15
17
25
32
-15
17
35
32
-14
17
15
Funzionamento generale
SIT–86
1.5
Modalità funzionamento forzato
1.5.1
Tipo H
Modalità forzata
La seguente tabella spiega le diverse modalità di funzionamento forzato, raffreddamento forzato e
riscaldamento forzato:
Elemento
Condizioni
Avvio
Regolazione
(tipo H)
Ripristino
(tipo H)
Raffreddamento forzato
non in modalità standby da 3 minuti
modalità di funzionamento normale
unità esterna disattivata
nessun guasto nell’unità esterna
modalità forzata: modalità di
raffreddamento.
Riscaldamento forzato
non in modalità standby da 3 minuti
modalità di funzionamento normale
unità esterna disattivata
nessun guasto nell’unità esterna
modalità forzata: modalità di riscaldamento.
Premere il pulsante di funzionamento
forzato SW1 per avviare quanto segue:
frequenza di comando: 66 Hz
timer: 60 minuti
velocità ventilatore: H
deflettore: mantenimento dell’ultima
impostazione
regolazione interna: inviare la modalità
forzata all’unità.
Premere il pulsante di funzionamento
forzato SW1 mentre si cortocircuita SW2
per avviare quanto segue:
frequenza di comando: 66 Hz
timer: 60 minuti
velocità ventilatore: H
deflettore: mantenimento dell’ultima
impostazione
regolazione interna: inviare la modalità
forzata all’unità.
Premere di nuovo o dopo 60 minuti il pulsante
di funzionamento forzato.
Premere di nuovo o dopo 60 minuti il pulsante
di funzionamento forzato.
Le funzioni di protezione scavalcano la modalità forzata (solo tipo H)
1.5.2
Tipo J
Modalità forzata
Elemento
Condizioni
Avvio
Regolazione
Raffreddamento forzato
non in modalità standby da 3 minuti
modalità di funzionamento normale
unità esterna disattivata
nessun guasto nell’unità esterna
modalità forzata: modalità di
raffreddamento.
1. Mantenere premuto l’interruttore di
funzionamento dell’unità interna per
5-10 secondi.
2. Modificare l’impostazione del telecomando
su una prova di raffreddamento
(per informazioni su come entrare in prova
di funzionamento, vedere la nota nel
margine seguente).
Possibilità di entrare in modalità di
raffreddamento forzato con 1. o 2.
Fissare la frequenza di funzionamento su
66 Hz.
Timer di accensione:15 min.
Ventilatore unità interna: Velocità H.
Deflettore: l’ultima posizione impostata.
Ripristino
1. Premere l’interruttore di funzionamento
dell’unità interna.
2. Premere il pulsante di arresto sul
telecomando.
3. Timer di accensione: Overtime di 15 min.
Riscaldamento forzato
non in modalità standby da 3 minuti
modalità di funzionamento normale
unità esterna disattivata
nessun guasto nell’unità esterna
modalità forzata: modalità di riscaldamento.
Variando l’impostazione del telecomando su
una prova di riscaldamento, l’unità entra in
modalità di riscaldamento forzato
(per informazioni su come entrare in prova
di funzionamento, vedere la nota nel margine
seguente)
Fissare la frequenza di funzionamento
su 66 Hz.
Timer di accensione:15 min.
Ventilatore unità interna: Velocità H.
Deflettore: l’ultima posizione impostata.
1. Premere l’interruttore di funzionamento
dell’unità interna.
2. Premere il pulsante di arresto sul
telecomando.
3. Timer di accensione: Overtime di 15 min.
Modalità per entrare in prova di funzionamento mediante telecomando.
1. Impostare sulla modalità desiderata e premere il pulsante ON/OFF (funzionamento ON).
2. Due pulsanti; I pulsanti di impostazione della temperatura “
” e il pulsante di modalità “Mode”
devono essere premuti contemporaneamente (una delle figure a sinistra sul display a cristalli liquidi
della temperatura comincia a lampeggiare).
3. Premere due volte il pulsante di modalità “MODE” (Se il display a cristalli liquidi diventa “
”, la prova di
funzionamento viene avviata nella modalità visualizzata sul display).
TEMP
16
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.6
Deflettori ad ampio raggio, diffusori, deflettori verticali e oscillazione
automatica
1.6.1
Tipo H
Deflettore ad ampio
raggio
I deflettori ad ampio raggio inviano un notevole volume d'aria calda verso il basso. Consentono inoltre un
controllo ottimale in modalità di raffreddamento, riscaldamento e deumidificazione.
Diffusore
Il diffusore consente all’aria che fuoriesce dall’unità interna di raggiungere tutte le superfici quando si è in
modalità di raffreddamento.
Modalità di
riscaldamento
Durante la modalità di riscaldamento, il deflettore ad ampio raggio dirige l’aria calda verso il basso.
Il diffusore invece spinge l’aria calda sopra il pavimento per diffonderla in tutto l’ambiente.
Modalità di
raffreddamento
Durante la modalità di raffreddamento, il diffusore entra nell’unità interna. Ciò consente una distribuzione
dell’aria fredda in tutto l’ambiente.
Deflettori verticali
I deflettori verticali in resina sintetica elastica forniscono un notevole flusso d'aria che garantisce
un’adeguata distribuzione dell’aria.
Oscillazione
automatica
La seguente tabella spiega il processo di oscillazione automatica per il riscaldamento e il raffreddamento:
Elemento
riscaldamento
Descrizione
Disegno
Il deflettore oscilla verso l'alto e il basso
come illustrato nel disegno.
(RL004)
raffreddamento
Il deflettore oscilla verso l'alto e il basso
come illustrato nel disegno.
(RL005)
Funzione principale
17
Funzionamento generale
1.6.2
SIT–86
Tipo J
Schema d’azione
Può essere comandato per il tipo J mediante un’impostazione utente, regolata da telecomando per
selezionare una qualsiasi posizione scelta tra le cinque previste per il flusso dell’aria, o l’oscillazione
automatica.
5
4
3
2
1
(RL006)
Iniziale
Sebbene il display a cristalli liquidi delle cinque direzioni del flusso dell’aria sia comune alle modalità di
raffreddamento/riscaldamento come illustrato sopra, l’intervallo dell’angolo di oscillazione è leggermente
differente in ciascuna modalità di funzionamento.
La posizione impostata dall’utente verrà selezionata tra le cinque posizioni calcolate attraverso quella
preliminare e divisa in quattro parti uguali prese dai limiti superiore e inferiore dell’angolo del deflettore di
ciascuna modalità.
Quando viene scelta l’oscillazione automatica, il deflettore oscilla entro l’intervallo di oscillazione che
rispetta la modalità di funzionamento selezionata.
Modalità di
riscaldamento
0 gradi sulla base della
linea orizzontale
Modalità raffreddamento
/deumidificazione
Modalità sola
ventilazione
0 gradi sulla base
della linea orizzontale
0 gradi sulla base
della linea orizzontale
0˚
10˚
20˚
25˚
45˚
45˚
(RL007)
(RL008)
(RL009)
∗ La modalità ventilatore è disponibile solo per i modelli di raffreddamento.
Altri
18
Il deflettore verticale può essere regolato manualmente. L’intervallo di spostamento verso sinistra o
destra è di 60 gradi, mentre quello di spostamento totale è di 120 gradi.
Il diffusore non è disponibile per il tipo J.
Funzione principale
SIT–86
1.7
Funzionamento generale
Controllo della velocità del ventilatore per le unità interne
Modalità di
controllo
La velocità del flusso dell’aria può essere controllata automaticamente a seconda delle differenze tra la
temperatura impostata e la temperatura dell’ambiente. Questa operazione viene eseguita durante il
controllo di sequenza fasi e il controllo del circuito integrato Hall.
Per maggiori informazioni sul circuito integrato Hall, vedere “Controllo del circuito integrato Hall (A6)” a
pagina 61.
Sequenza fasi
Il controllo di sequenza fasi e il controllo della velocità del ventilatore contiene 8 fasi: LLL, LL, L, ML, M,
HM, H e HH.
Fase
Raffreddamento
Riscaldamento
LLL (Termostato di
riscaldamento disattivato)
Modalità di deumidificazione
Tipo H: 500 - 860 giri/min.
(Durante il funzionamento
Powerful: 850 - 910 giri/min.)
LL (Termostato di
raffreddamento disattivato)
Tipo J: 800 - 980 giri/min.
(Durante il funzionamento
Powerful: 1050 giri/min.)
L
ML
M
MH
H
(RL010)
HH (Powerful)
(RL010)
= All’interno di questo intervallo la velocità del flusso dell’aria è controllata automaticamente
quando il pulsante di REGOLAZIONE DEL FLUSSO DELL’ARIA dell’aria è impostato su
AUTOMATICO
Fare riferimento al controllo automatico della velocità del flusso dell’aria a pagina 19.
Nota:
Controllo
automatico del
flusso dell’aria per
il riscaldamento
1. Durante la modalità Powerful, il ventilatore funziona a velocità H + 50 - 70 giri/min.
2. Il ventilatore si arresta durante l’operazione di sbrinamento.
Il seguente disegno spiega il principio di controllo della velocità del ventilatore per il riscaldamento:
Temperatura
d'impostazione
del termostato
Controllo di sequenza fasi
-0.5˚C
-0.5
L
-1.5˚C
-1.5
ML
M
-1
-1˚C
Differenza tra temperatura
-2
-2˚C ambiente e temp. impostata
velocità ventilatore
Nota:
Controllo
automatico del
flusso dell’aria per
il raffreddamento
(RL012)
Quando non vi è alcun funzionamento e viene attivata la funzione notte, la fase è bassa. Vedere “Funzione
notte” a pagina 22.
Il seguente disegno spiega il principio di controllo della velocità del ventilatore per il raffreddamento:
velocità ventilatore
+1.5˚C
+1.5
M
Differenza tra temperatura
+2
+2˚C
ML
ambiente e temp. impostata
+1
+1˚C
L
+0.5˚C
+0.5
Temperatura
d'impostazione
del termostato
Funzione principale
Controllo di sequenza fasi
(RL013)
19
Funzionamento generale
1.8
SIT–86
Controllo della velocità del ventilatore per le unità esterne
Controllo
Il seguente disegno spiega il controllo della velocità del ventilatore:
ATTIVO
Per temperatura ambiente
tra C˚C.
DISATTIVATO
B˚C
A˚C
Ritardo di
disattivazione
del ventilatore
(RL014)
Quando il compressore viene disattivato e T [ambiente esterno] > D˚C, il ventilatore esterno resta in
esecuzione alla stessa velocità per E secondi.
∗
20
Temperatura scambiatore
di calore esterno
A (˚C)
B (˚C)
C (˚C)
D (˚C)
E (sec)
Tipo H
28
34
0 - 18
10
30
Tipo J
33
39
0-9
10
60
Attenzione
Il tipo J consente il funzionamento dei ventilatori dell’unità esterna in modalità di raffreddamento
persino se il compressore non è in funzione (nel caso del modello esistente serie H, i ventilatori
dell’unità esterna vengono arrestati quando il compressore non è in funzione).
Funzione principale
SIT–86
1.9
Funzionamento generale
Funzioni generali
Preriscaldamento
Quando l'apparecchio viene arrestato e t[esterno] < 11.5˚C, il compressore viene fatto riscaldare facendo
passare una corrente monofase (fase U, V) attraverso il motore in modo da accelerare l'avviamento.
La potenza assorbita è di 30-40W.
Temperatura
esterna
13.5˚C
controllo
surriscaldamento
per il compressore
11.5˚C
ATTIVO
DISATTIVO
∗
DISATTIVATO
(RL015)
Per entrambi i tipi H / J
Funzione di
avviamento a caldo
Durante lo sbrinamento o quando il termostato è in modalità di riscaldamento, la temperatura interna dello
scambiatore di calore ≥ 29˚C all’avvio del ventilatore onde evitare correnti di aria fredda.
Modalità di
deumidificazione
La modalità di deumidificazione rimuove l’umidità mantenendo costante la temperatura dell’ambiente. In
questa modalità la temperatura e il ventilatore non possono essere regolati.
<Gestione>
1. Impostazione della temperatura di deumidificazione
Quando si entra nella seguente modalità di deumidificazione,
1 Arresto → il funzionamento inizierà con la deumidificazione.
2 Modalità deumidificazione esclusa → modifica nella modalità di deumidificazione
Il punto di attivazione/disattivazione del termostato viene deciso in base alle seguenti condizioni.
Cond. temp. ambiente quando si
entra in modalità di deumidificazione
Temp. impostata (termostato
acceso)
Temp. termostato spento
24˚C ≤ Temp. ambiente
Temp. ambiente in entrata.
Temp. ambiente -2˚C in entrata.
18˚C ≤ Temp. ambiente < 24˚C
Temp. ambiente in entrata.
Temp. ambiente -1,5˚C in entrata.
Temp. ambiente < 18˚C
18˚C
17˚C
2. Comando di frequenza
Il comando di frequenza viene deciso in base alla zona di temperatura dell’ambiente.
La zona di temperatura dell’ambiente viene decisa nel seguente modo.
con temperatura in diminuzione
Temperatura ambiente temp. impostazione
1,0
Zona a temp.
ambiente
Zona a temp.
ambiente
F
0,5 F
0 E
D
-0,5 D
B
E
-1
-1,5
dTmpOff B
Punto di spegnimento A
termostato
A
con temperatura in aumento
Funzione principale
(RL016)
21
Funzionamento generale
SIT–86
Il comando di frequenza per ogni zona è stabilito di seguito.
(Non verrà eseguita alcuna operazione nella frequenza comandata se verrà attuato un controllo di
protezione, come ad esempio la protezione contro il congelamento.)
Temperatura
dell’ambiente
Frequenza di comando
Zona temp. ambiente
Temp. ambiente < 18˚C
Tipo H (25 / 35)
Tipo J (25 / 35)
A
0 / 0Hz
0 / 0Hz
eccetto A
36 / 36Hz
34 / 34Hz
A
0 / 0Hz
0 / 0Hz
B
36 / 36Hz
34 / 34Hz
Temp. ambiente ≥ 18˚C
D
36 / 36Hz
40 / 40Hz
E
40 / 40Hz
42 / 42Hz
F
40 / 44Hz
42 / 42Hz
3. Velocità richiesta del ventilatore
La velocità del ventilatore varia la velocità di rotazione ogni volta che gli interruttori del termostato
vengono accesi e spenti.
Quando il termostato viene spento, il ventilatore continua a funzionare per altri 10 minuti a bassa
velocità in modo da evitare il ripristino di umidità a causa della rievaporazione dell’acqua di drenaggio,
quindi si spegne.
Giri/min. del ventilatore (termostato acceso)
Tipo H (25 / 35)
Tipo J (25 / 35)
Termostato acceso
800 / 800 giri/min.
970 / 980 giri/min.
Termostato spento
700 / 700 giri/min.
800 / 800 giri/min.
Termostato acceso e deumidificazione
in funzionamento Powerful
850 / 910 giri/min.
1050 / 1050 giri/min.
∗
Funzione notte
Per entrambi i tipi H / J
La funzione notte viene attivata impostando il timer per lo spegnimento. Esso riduce la frequenza di
funzionamento in modo da diminuire il rumore.
Elemento
Descrizione
Disegno
raffreddamento La temperatura
impostata resta
invariata per
un’ora, quindi
diminuisce
leggermente per
il funzionamento
economico.
A
0,5˚C
1 ora
Funzionamento con timer
Circuito funzionamento
notturno attivato
30 mini
0,5˚C
tscarto di temperatura
Impostazione
temperatura +1˚C
Impostazione
B
temperatura +0,5˚C
Impostazione temperatura
arresto del funzionamento
all'ora impostata
0,5˚C
A scarto di temperatura +0,5˚C
B L'impostazione della temperatura rimane
A Quando la temperatura esterna è inferiore a 27˚C e la temperatura
del locale è quella impostata.
B Quando la temperatura esterna è maggiore o uguale a 27˚C.
riscaldamento
La temperatura
impostata resta
invariata per
un’ora, quindi
aumenta
leggermente per
il funzionamento
economico.
Impostazione
del termostato
2˚C
Funzionamento timer
1 ora dopo
Attivazione circuito notturno
∗
22
(RL017)
(RL018)
Per entrambi i tipi H / J
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.10 Sensore intelligente (Tipo J)
Schema
La funzione che individua la presenza umana negli ambienti con aria condizionata e che riduce la capacità
quando il sensore non individua alcuno spostamento umano per consentire un risparmio di energia.
Processo
1. Metodo di individuazione dello spostamento umano mediante sensore
campionamento (20msec)
1sec
Se il sensore rileva le uscite 10 volte/sec o più,
ritiene che siano disponibili degli operatori.
Alto
Uscita sensore
Basso
(Movimento personale)
Segnale di
rilevamento
ATTIVO
da parte del
DISATTIVO
personale
(RL019)
Questo sensore individua lo spostamento umano ricevendo raggi infrarossi e visualizza l’uscita delle
onde a impulsi.
Un microcomputer nell’unità interna esegue una campionatura ogni 20 msec. e se individua in totale
10 cicli dell’onda in un secondo (corrispondente a 20m sec. × 10 = 100msec.), ciò significa che vi è
presenza umana nell’ambiente quando il segnale di spostamento è attivo.
2. Spostamenti (ad esempio: in fase di raffreddamento)
entro 20
minuti
Segnale di
rilevamento
da parte del
personale
20 min
20 min.
40 min.
ATTIVO
DISATTIVO
RIPRISTINO.
Solo raffreddamento
Temp. impostata +2˚C
Pompa di calore
Temp. impostata -2˚C
Temp. impostata
Frequenza alla temp. impostata
Temp. impostata + 2˚C
34Hz
Hz max
Velocità
compressore
Hz min
0Hz
Il limite inferiore tramite
rilevamento persona.
Divieto di disattivazione
del termostato
LED rilevamento
ATTIVO
movimento
persone
DISATTIVO
Pulsante sensore
segnale di
ATTIVO
rilevamento
movimento
DISATTIVO
persona del
telecomando
ATTIVO
Funzionamento
DISATTIVO
Velocità ventilatore (*1)
Velocità impostata
In caso di
disattivazione
del termostato
Velocità impostata
Velocità impostata - 50 rpm
DISATTIVO
(RL020)
Quando il microcomputer non riceve alcun segnale dal sensore in 20 minuti, ciò significa che non vi è
presenza umana nell’ambiente, quindi spegne il LED di individuazione umana, facendo funzionare
l’unità ad una temperatura sfalsata di 2˚C rispetto alla temperatura impostata. (Raffreddamento:
maggiore 2˚C, Deumidificazione: maggiore di 1˚C e Automatico: secondo la modalità di funzionamento
attuale).
1 In modalità ventilatore, la velocità del ventilatore viene ridotta di 50 giri/min.
Poiché la temperatura impostata viene aumentata di 2˚C per 40 minuti, la velocità del compressore
diminuisce consentendo un risparmio di energia. Quando il termostato è pronto per essere spento, in
quanto la temperatura impostata è stata modificata, l’azione di spegnimento del termostato viene
proibita per 40 minuti onde evitare questo fenomeno.
Trascorsi i 40 minuti, tale proibizione viene annullata e quindi si verificheranno le condizioni che
consentiranno lo spegnimento del termostato a seconda della temperatura dell’ambiente. Durante e
Funzione principale
23
Funzionamento generale
SIT–86
dopo questi quaranta minuti, se il sensore individua il segnale di spostamento umano, accende il “LED
di individuazione umana” lasciando la temperatura impostata, mentre la velocità del ventilatore ritorna al
punto di impostazione originale, mantenendo il normale funzionamento.
Altri
24
La funzione di deumidificazione non consente di comandare la temperatura di impostazione mediante
telecomando, anche se all’interno la temperatura impostata viene sfalsata di 1˚C.
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.11 Controllo raffreddamento per un riposo ottimale (Tipo J)
Schema
La funzione per creare una condizione di riposo ottimale modificando le temperature impostate in
determinati intervalli per consentire la variazione della temperatura di un locale abitato in base al principio
di “fluttuazione della temperatura 1/f”, nel caso in cui si va a letto con il condizionatore d’aria in modalità di
raffreddamento.
Processo
[Unità: min]
un ciclo
20
Temp. impostata +1˚C
la temperatura impostata
prima del raffreddamento
notturno
60
Immissione del comando
notturno (ATTIVO)
Note:
Funzione principale
17
21
ripetizione
63
63
41
22
63
63
27
20
20
60
(RL021)
1. Il funzionamento/arresto di ciascun timer non è relativo all’accensione/spegnimento del termostato.
2. Quando il controllo riposo funziona con il timer di spegnimento, la variazione rispetto alla temperatura
impostata deve essere di almeno 1˚C con questa funzione di controllo
(la variazione di temperatura del timer di spegnimento normale non verrà eseguita. Tuttavia, il tempo
trascorso deve essere memorizzato dal momento in cui è stato impostato il timer di spegnimento).
3. Durante il funzionamento con il controllo raffreddamento per un riposo ottimale e con l’impostazione
timer di spegnimento, se arriva il segnale di disattivazione raffreddamento per un riposo ottimale, il
livello di variazione dalla temperatura impostata deve essere impostato in corrispondenza dello stesso
livello con un valore esistente, in funzione del tempo trascorso dal momento in cui è stato impostato il
timer di spegnimento.
4. Quando il controllo raffreddamento per un riposo ottimale è attivo durante il normale funzionamento con
timer di spegnimento, una volta ritornati al criterio originale che non prevede la modifica della
temperatura impostata, la variazione ad ogni sequenza di 1˚C avviene in relazione al valore sopra
menzionato.
5. La velocità del ventilatore varierà modificando la temperatura impostata di 1˚C in modalità di
regolazione automatica della velocità del ventilatore e causerà un’alterazione del rumore del
ventilatore. Quindi, la velocità del ventilatore deve essere impostata sulla posizione L durante il
raffreddamento per un riposo ottimale, persino durante la regolazione automatica della velocità del
ventilatore.
6. La funzione di raffreddamento per un riposo ottimale viene annullata quando non è attiva, quando viene
ricevuto un segnale di disattivazione oppure quando la modalità di funzionamento cambia nella
modalità raffreddamento escluso.
7. L’ordine di priorità per ciascuna funzione è ; “Powerful”, “Sensore intelligente”, “Riposo ottimale” e
“Funzione notte”.
25
Funzionamento generale
SIT–86
1.12 Funzionamento automatico
L’unità passa automaticamente dalla modalità di raffreddamento a quella di riscaldamento per mantenere
la temperatura dell’ambiente alla temperatura di impostazione dell’unità principale.
Spiegazione
dettagliata della
funzione
1. La temperatura di impostazione del telecomando è impostata come temperatura di impostazione
raffreddamento / riscaldamento (da 18 a 30˚C).
2. La temperatura di impostazione dell’unità principale equivale a quella del telecomando più valore di
correzione (valore di correzione / raffreddamento: 0 gradi, riscaldamento: 2 gradi).
3. Il punto di attivazione /disattivazione funzionamento e il punto commutazione modalità sono i seguenti.
1 Riscaldamento → Punto di commutazione raffreddamento: Temperatura dell’ambiente ≥ temperatura
di impostazione dell’unità principale +2,5 gradi.
2 Raffreddamento → Punto di commutazione riscaldamento: Temperatura dell’ambiente < temperatura
di impostazione dell’unità principale –2,5 gradi.
3 Il punto di attivazione / disattivazione del termostato equivale a quello di attivazione / disattivazione
del raffreddamento o riscaldamento.
4. Durante il funzionamento iniziale
Temperatura dell’ambiente ≥ temperatura di impostazione del telecomando: Raffreddamento
Temperatura dell’ambiente < temperatura di impostazione del telecomando: Riscaldamento
Punto di commutazione
riscaldamento / raffreddamento
(Punto di arresto del
termostato di riscaldamento)
Temperatura d'impostazione
dell'unità principale
(Punto di arresto del
termostato di raffreddamento)
Punto di commutazione
raffreddamento / riscaldamento Raffreddamento
2,5 gradi
o più
(1,5 gradi)
o più
Riscaldamento
Raffreddamento
Meno di
(1,5 gradi).
2,5 gradi
o più
Con capacità compressore fornita
Con capacità compressore non fornita
(RL022)
Tuttavia, nella modalità automatica di raffreddamento/riscaldamento Powerful, il timer di protezione è
impostato come segue onde evitare passaggi nella modalità di raffreddamento / riscaldamento.
26
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.13 Controllo corrente in entrata (Tipo H / J)
Schema
Il controllo di frequenza verrà eseguito in modo che la corrente in entrata non supererà il valore nominale
nella zona divisa dalla corrente in entrata individuata con il CT come riportato nella seguente figura.
Il compressore si arresta.
Zona arresto
I4
I4 = 10A
Zona diminuzione
I3
Zona stabile
Iα = 1A
I3 - Iα
Corrente in ingresso rilevata con CT: I IN
Zona ritorno
(RL023)
I4, I3, I3-Iα sono inclusi rispettivamente in zona di arresto, zona di riduzione, zona di stabilità.
Processo
1. Controllo di frequenza in ogni zona
Zona di riduzione (considerata come zona di riduzione con corrente in entrata I IN ≥ I3)
Il limite superiore FNYD della frequenza in questo controllo viene definito come “frequenza di
funzionamento - 2 Hz”.
Dopo di ciò, la frequenza in uscita viene trattata con una riduzione di 2 Hz ogni secondo fino al
raggiungimento della zona di stabilità.
Zona di stabilità (considerata come zona di riduzione con I3 - Iα ≤ I IN < I3 a seguito di un’operazione di
riduzione)
Mantenimento del limite superiore FNYD della frequenza attuale.
Zona di ritorno (considerata come la zona di ritorno con I IN < I3 - Iα) (Iα = 1A)
Il limite di frequenza viene annullato.
Zona di arresto (considerata come la zona di arresto con I IN ≥ I4)
Il compressore viene arrestato e vengono intraprese delle azioni per la risoluzione dei problemi di
malfunzionamento.
2. Riduzione corrente: scelta I3
In modalità di raffreddamento
Alla temperatura esterna > DOAIC
I3 = I3C - 0.5 ∞ (temp. esterna DOAIC) ∗ In POWER FULL, I3CPWF viene usato al posto di I3C.
Alla temperatura esterna ≤ DOAIC
I3 = I3C ∗ In POWER FULL, I3CPWF viene usato al posto di I3C.
In modalità di riscaldamento
Alla temperatura esterna > DOAIW
I3 = I3W - 0.25 ∞ (temp. esterna - DOAIW) ∗ In POWER FULL, I3WPWF viene usato al posto di I3C.
Alla temperatura esterna ≤ DOAIW
I3 = I3W ∗ In POWER FULL, I3WPWF viene usato al posto di I3W.
25 tipo H
35 tipo H
25 tipo J
I3C
(una costante)
6,50 A
7,75 A
6,50 A
8,00 A
I3CPWF
7,25 A
8,50 A
7,25 A
8,50 A
DOAIC
35 tipo J
40˚C
40˚C
40˚C
40˚C
I3W
6,50 A
7,50 A
6,50 A
7,50 A
I3WPWF
6,50 A
7,50 A
6,50 A
7,50 A
10˚C
10˚C
12˚C
12˚C
DOAIW
C: Raffreddamento PWF: Powerful W: Riscaldamento
DOAIC: Temperatura ambiente in modalità raffreddamento
DOAIW: Temperatura ambiente in modalità riscaldamento
Funzione principale
27
Funzionamento generale
SIT–86
1.14 Funzione di protezione antigelo in modalità raffreddamento (Tipo H / J)
Schema
Durante l’operazione di raffreddamento/deumidificazione, quando la temperatura dello scambiatore di
calore cala eccessivamente, la capacità viene ridotta (riduzione di frequenza) in modo da evitare il
congelamento dello scambiatore di calore e la formazione di condensa sul rotore causata da una
trasmissione di eccessiva capacità all’unità interna.
Processo
all'aumento della temperatura dello scambiatore di calore
Ritorno da arresto.
DTO4
Ritorno
DTO3
Area su
DTO2
Area stabile
DTO1
Area diminuzione
DTO0
Area arresto
∗
alla diminuzione della temperatura
dello scambiatore di calore
(RL024)
Impostazione di una costante
Tipo H
Tipo J
DTO4
13˚C
15˚C
DTO3
6˚C
8˚C
DTO2
5˚C
7˚C
DTO1
3˚C
5˚C
DTO0
0˚C
0˚C
DTO: Temperatura di protezione antigelo dello scambiatore di calore
La restrizione per la frequenza non viene condotta nell’area di ritorno mediante il controllo di protezione
antigelo.
La frequenza viene aumentata di circa 2Hz/min. nell’area superiore.
La variazione di frequenza non viene condotta nell’area di stabilità.
La riduzione di frequenza si verifica nell’area di riduzione ed è di circa 2 ~ 4 Hz/min.
Il compressore si ferma nell’area di arresto. Dopo l’arresto del compressore, il ventilatore resta in
funzione a 700 giri/min. per il tipo H e a 800 giri/min. per il tipo J (funzionamento LL), con lo scopo di
aumentare la temperatura dello scambiatore di calore.
28
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.15 Funzione di controllo taglio picchi (Tipo H / J)
Schema
In modalità di riscaldamento, si teme che la pressione di mandata possa aumentare in modo eccessivo e
superare il limite consentito in condizioni di sovraccarico.
Onde evitare ciò, quando la pressione di mandata aumenta, per motivi di protezione viene eseguito il
controllo della riduzione di frequenza in modo che la pressione non superi il limite consentito, una volta
individuata la temperatura dello scambiatore di calore dell’unità interna (temperatura di saturazione
equivalente alla pressione di mandata).
Processo
Area arresto
DP0
DP1
Area
diminuzione
∗ Questa funzione non è
controllata dal timer.
DP2
Area stabile
DP3
Area su
DP4
Temperatura dello scambiatore
di calore CC
∗
∗
Area ritorno
Temperatura dello scambiatore di calore CC
(RL025)
Impostazione di una costante
Tipo H
DP0
67˚C
Tipo J
67˚C
DP1
58˚C
56˚C
DP2
56˚C
54˚C
DP3
55˚C
53˚C
DP4
48˚C
46˚C
Il tipo J fa aumentare DP1 ~ DP4 di 2˚C nella modalità di riscaldamento POWER FULL. Non si verifica
alcuna variazione nel tipo H persino se viene applicato POWER FULL.
DP: Temperatura di taglio picchi dello scambiatore di calore
La restrizione per la frequenza non viene condotta nell’area di ritorno mediante il controllo di taglio
picchi.
La frequenza viene aumentata di circa 2Hz/min. nell’area superiore.
La variazione di frequenza non viene condotta nell’area di stabilità.
La riduzione di frequenza si verifica nell’area di riduzione ed è di circa 2 ~ 4 Hz/20sec. (2 Hz per il tipo
H, 4 Hz per il tipo J).
Il compressore si ferma nell’area di arresto.
Funzione principale
29
Funzionamento generale
SIT–86
1.16 Compensazione della funzione valvola a quattro vie (Tipo H / J)
Schema
Quando l’avvio iniziale dei compressori viene richiesto dopo l’attivazione dell’alimentazione o al momento
della modifica della modalità di funzionamento (Raffreddamento/Deumidificazione ↔ Riscaldamento) per
la commutazione della valvola a quattro vie, verranno garantite la pressione differenziale necessaria,
limitando la frequenza di funzionamento al limite inferiore per un certo periodo, e l’azione di commutazione.
Processo
1. Se all’arresto dei compressori la valvola a quattro vie non è attiva, in questa fase verrà attivata.
2. Se l’ultima volta che i compressori erano in funzione la valvola a quattro vie era attiva, essa verrà
attivata anche in questa fase.
3. All’avvio dei compressori.
4. Al primo avvio dei compressori dopo il ripristino dell’alimentazione.
Nel caso 1. e 3. sono nella condizione simultanea di AND (indica raffreddamento) o 2. e 3. sono nella
soddisfazione simultanea di AND (indica riscaldamento), oppure la condizione 4., il processo applica A
secondi dopo che i compressori iniziano a funzionare e imposta B Hz per il limite inferiore della frequenza
di funzionamento.
30
A (sec)
B (Hz)
Tipo H 25 / 35
45
66
Tipo J 25 / 35
45
66
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.17 Funzione di protezione del compressore (Tipo H / J)
Schema
La diminuzione di livello dell’olio refrigerante o l’aumento di diluizione che si verifica durante il
funzionamento del compressore verranno evitati controllando il limite superiore di frequenza al margine di
commutazione del compressore da DISATTIVO a ATTIVO nel seguente modo.
Processo
Frequenza di funzionamento del compressore
F CG3
F CG2
F CG1
T CG0
T CG1
T CG2
T CG3
Attivazione
tempo
(RL026)
1. Scelta di una costante in base alle condizioni di avvio.
Una costante viene scelta nelle seguenti condizioni all’avvio dei compressori.
1 Nel caso TCG0 < TDEN
viene adottato l’avvio del tipo A.
2 Nel caso TCG0 ≥ TDEN
viene adottato l’avvio del tipo B.
∗ TCG0 viene impostato solo se l’alimentazione è attiva, quindi viene avviato mantenendo il conteggio a
prescindere dalla modalità di funzionamento.
∗ Il giudizio esposto sopra deve essere eseguito solo all’avvio dei compressori.
∗ TCG: Controllo del timer per la protezione del compressore ∗ TDEN: Alimentazione attiva
2. Controllo di frequenza
Il seguente controllo viene effettuato dopo il giudizio 1. esposto sopra. La costante viene scelta in funzione
di A, B deciso per 1).
1 Il timer TCG1 (A,B) verrà avviato all’avvio dei compressori.
Il limite superiore della frequenza in uscita tra TCG1 (A,B) viene impostato in FCG1 (A,B).
2 Superando TCG1 (A,B), viene avviato il timer TCG2 (A,B) e il limite superiore della frequenza in uscita
tra TCG2 (A,B) viene impostato in FCG2 (A,B).
3 Superando TCG2 (A,B), viene avviato il timer TCG3 (A,B) e il limite superiore della frequenza in uscita
tra TCG3 (A,B) viene impostato in FCG3 (A,B).
4 Superando TCG3 (A,B), il limite di frequenza viene annullato.
3. Altri
1 Se i compressori vengono spenti all’avvio di questa funzione, occorre azzerare il timer in fase di
conteggio e annullare il limite di frequenza.
2 Questa funzione non è valida durante il controllo dello sbrinamento.
Impostazione di una costante
Tipo H/J
Impostazione di una costante
Tipo H/J
FCG1A
46 Hz
TCG1A
120 sec
FCG1B
46 Hz
TCG1B
120 sec
FCG2A
66 Hz
TCG2A
570 sec
FCG2B
66 Hz
TCG2B
360 sec
FCG3A
90 Hz
TCG3A
120 sec
FCG3B
80 Hz
TCG3B
180 sec
TDEN
30 minuti
∗ FCG: Controllo della frequenza per la protezione del compressore
∗ TCG: Controllo del timer per la protezione del compressore
Funzione principale
31
Funzionamento generale
SIT–86
1.18 Protezione di funzionamento in condizioni di bagnato (Tipo H / J)
Schema
Il limite inferiore della frequenza in uscita è limitato in due fasi a seconda delle condizioni esterne in modo
da garantire l’affidabilità del compressore (aspirazione senza umidità e pressione differenziale).
Processo
1. nella prima fase
1 Durante il funzionamento dei compressori.
2 Temperatura esterna ≤ DOA1CG
Se 1 e 2 sono in condizione simultanea con AND, il limite inferiore di frequenza in questa funzione viene
impostato in FCG7.
3 I compressori si arrestano.
4 Temperatura esterna ≥ DOA2CG
Se 3 e 4 sono in condizione simultanea con OR, il limite inferiore di frequenza nella prima fase viene
annullato.
2. nella seconda fase
1 Durante il funzionamento dei compressori
2 Temperatura esterna ≤ DOA3CG
Se 1 e 2 sono in condizione simultanea con AND, il limite inferiore di frequenza in questa funzione viene
impostato in FCG8.
3 I compressori si arrestano.
4 Temperatura esterna ≥ DOA4CG
Se 3 e 4 sono in condizione coordinata con OR, il limite inferiore di frequenza nella seconda fase viene
annullato.
3. L’impostazione di una costante
DOA1CG, DOA2CG, DOA3CG, FCG7 e FCG8 presentano separatamente costanti per Raffreddamento /
Riscaldamento e queste costanti vengono individuate per il suffisso c/w.
Temperatura esterna
DOA2CG
DOA1CG
DOA4CG
DOA3CG
Limite inferiore di frequenza
FCG7
FCG8
FCG7
Annullato
(RL027)
4. Costante attuale
Tipo H 25 / 35
(In fase di
raffreddamento)
∗
32
Tipo J 25 / 35
(In fase di
riscaldamento)
Tipo H 25 / 35
Tipo J 25 / 35
DOA1CGC
18˚C
18˚C
DOA1CGW
0˚C
0˚C
DOA2CGC
20˚C
20˚C
DOA2CGW
2˚C
2˚C
DOA3CGC
14˚C
14˚C
DOA3CGW
-4˚C
-4˚C
DOA4CGC
16˚C
16˚C
DOA4CGW
-2˚C
-2˚C
FCG7C
40 Hz
34Hz
FCG7W
48 Hz
48 Hz
FCG8C
40 Hz
34 Hz
FCG7W
54 Hz
54 Hz
DOA: Temperatura dell’aria esterna
CGC: Protezione del compressore per il raffreddamento
CGW: Protezione del compressore per il riscaldamento
FCG: Controllo della frequenza per la protezione del compressore
Funzione principale
SIT–86
Funzionamento generale
1.19 Funzione di prevenzione dal trasudamento della condensa (Tipo H / J)
Schema
Durante l’operazione di raffreddamento/deumidificazione, quando la temperatura dello scambiatore di
calore cala eccessivamente, la capacità viene ridotta (riduzione di frequenza) in modo da evitare la
formazione di condensa intorno alla griglia di scarico causata da una trasmissione di eccessiva capacità
all’unità interna.
Processo
1. Condizioni di inizio/fine per questa funzione.
1 La modalità di funzionamento è in Raffreddamento/Deumidificazione.
2 I compressori sono in funzione.
3 Velocità del ventilatore < Velocità MH
4 Temperatura esterna ≤ 32˚C
La funzione di prevenzione dal trasudamento della condensa verrà avviata, se 1234 sono nella condizione
simultanea con AND.
5 La modalità di funzionamento non è in Raffreddamento/Deumidificazione.
6 I compressori si arrestano
7 Velocità MH ≤ velocità del ventilatore
8 Temperatura esterna > 32˚C
La funzione di prevenzione dal trasudamento della condensa verrà completata, se 5678 sono nella
condizione coordinata con OR.
2. Dettagli di controllo
(Area ritorno)
DCTUYU+3˚C
(Area su)
DCTUYU+2˚C
(Area stabile)
DCTUYU+1˚C
(Area diminuzione)
DCTUYU
alla diminuzione della temperatura
dello scambiatore di calore
all'aumento della temperatura
dello scambiatore di calore
(RL028)
Controlla la frequenza di funzionamento in base alla zona di temperatura in area di riduzione ~ area di
ritorno impostata in ciascun modello.
Il limite di frequenza mediante il controllo di protezione antigelo non verrà eseguito nell’area di ritorno.
La frequenza viene aumentata di circa 2 Hz/min. nell’area superiore.
La variazione di frequenza non verrà condotta nell’area di stabilità.
La riduzione di frequenza si verifica nell’area di riduzione ed è di circa 2 ~ 4 Hz/min.
Impostazione di una
costante
Multisplit tipo H
Split tipo J
Multi tipo J
DCTUYU
12˚C
Temp. ambiente × 0.94 - 12.5
11˚C
DCTUYU: Temperatura dello scambiatore di calore per la prevenzione dal trasudamento della condensa
Funzione principale
33
Funzionamento generale
34
SIT–86
Funzione principale
SIT–86
Parte 4
Configurazione del sistema
1. Istruzione...............................................................................................36
1.1 FTK25 / 35J, FTX25 / 35J ..................................................................... 36
Configurazione del sistema
35
Istruzione
SIT–86
1. Istruzione
1.1
FTK25 / 35J, FTX25 / 35J
Precauzioni di sicurezza
n
n
n
Leggere i seguenti avvisi e precauzioni attentamente
prima di mettere in funzione il sistema, ed utilizzarlo
correttamente.
Questo manuale classifica le precauzioni per l'utente
nelle seguenti due categorie. Fare in modo di attenersi a
tutte, poiché sono tutte importanti per la sicurezza.
Dopo aver letto questo manuale, conservarlo in luogo
facilmente accessibile all'utente per future consultazioni.
ATTENZIONE
Il mancato rispetto di un avviso può
determinare nella maggior parte dei casi
conseguenze quali la morte o gravi
infortuni.
PRUDENZA
Il mancato rispetto di una precauzione
può risultare in gravi infortuni o danni alla
proprietà, ed in certe condizioni, può
determinare gravi conseguenze.
ATTENZIONE
Evitare di prolungare il cavo
d'alimentazione giuntandolo ad un
altro cavo, oppure usando una
prolunga. Non collegare altri carichi
alla presa d'alimentazione.
Il mancato rispetto di tale prescrizione
può causare scosse elettriche,
surriscaldamenti eccessivi od incendi.
Non danneggiare o tentare di
modificare il cavo d'alimentazione.
Non utilizzare il cavo se danneggiato
o legato in fascio.
Applicando un carico pesante, calore o
tensione sul cavo d'alimentazione può
danneggiarlo causando scosse
elettriche od incendi.
Evitare di esporsi all'aria raffreddata
per intervalli estesi; non raffreddare
(riscaldare) eccessivamente il locale.
Ciò può avere effetti sulle condizioni
fisiche e causare problemi di salute.
Evitare di inserire un dito, un'asta od
altri oggetti nell'ingresso o nell'uscita
dell'aria.
Poiché il ventilatore ruota molto
velocemente, può causare infortuni.
Evitare di riparare, spostare,
modificare o reinstallare il
condizionatore da soli.
I lavori fatti male possono causare
scosse elettriche, incendi ecc. Per la
riparazione e la reinstallazione,
rivolgersi al rivenditore dove è stato
acquistato il condizionatore.
Se si verificano anomalie come odori
di bruciato, arrestare il
funzionamento e spegnere
l'interruttore.
Prolungare il funzionamento anomalo
può causare problemi, scosse elettriche,
incendi ecc. Se ci sono anomalie,
rivolgersi al rivenditore dove è stato
acquistato il condizionatore.
Evitare di utilizzare il condizionatore a
fini di conservazione.
Non utilizzare per conservare strumenti
di precisione, alimenti, piante, animali,
opere d'arte, ecc. Le prestazioni o la
qualità potrebbero deteriorarsi, mentre la
vita degli animali o delle piante potrebbe
risultarne accorciata.
Evitare di operare il condizionatore
con le mani bagnate.
Ciò può causare scosse elettriche.
Ventilare il locale di tanto in tanto.
Prestare attenzione, specialmente
quando si utilizza un'applicazione a
fiamma nello stesso locale. Una
ventilazione insufficiente può causare
ammanchi di ossigeno.
Prima della pulizia, arrestare il
funzionamento e spegnere l'interruttore.
Poiché il ventilatore ruota molto
velocemente, la pulizia durante il
funzionamento può causare infortuni.
In seguito ad un utilizzo prolungato,
verificare che il supporto ed i raccordi
non siano danneggiati.
L'unità potrebbe cadere e causare infortuni
se i danni non vengono riparati.
Non salire, in piedi o seduti, sulla
sezione esterna. Non posizionare alcun
oggetto sull'unità.
L'oggetto o la persona potrebbero cadere,
causando infortuni.
Evitare di posizionare sotto la sezione
interna od esterna qualsiasi cosa debba
essere conservata lontano dall'umidità.
Sezione interna: in determinate condizioni,
l'umidità nell'aria può condensarsi e
gocciolare
Sezione esterna: durante il raffreddamento,
ci può essere gocciolio di condensa dalle
connessioni tra le tubazioni.
Non lavare l'unità con acqua.
Ciò può causare scosse elettriche.
Non esporre piante od animali
direttamente al flusso d'aria.
Ciò può causare effetti negativi sulla pianta
o l'animale.
Evitare di posizionare un recipiente
contenente acqua sull'unità.
L'acqua potrebbe penetrare nell'unità e
degradare l'isolamento elettrico,
determinando scosse elettriche.
Evitare di esporre un'applicazione con
fiamme al flusso d'aria dall'unità, o sotto
la sezione interna.
Ciò può causare combustione parziale o la
deformazione dell'unità a causa del calore.
Non bloccare gli ingressi o le uscite aria.
Un flusso d'aria ostacolato può causare
prestazioni insufficienti o problemi.
PRUDENZA
2
36
(RE004)
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Nomi delle parti
Unità interna
Filtro depuratore d'aria
I filtri depuratori dell'aria
sono fissati all'interno
dei filtri dell'aria.
Ingresso dell'aria
Griglia anteriore
Linguetta della griglia
Uscita dell'aria
Deflettori (lame verticali)
Il deflettore è all'interno
dell'uscita aria.
(Vedere pag. 43 "Regolazione
della direzione del flusso d'aria")
Deflettore (lame orizzontali)
Spie di indicazione
Spia TIMER (arancione)
Pulsante ON/OFF
(Vedere pag. 41)
(Vedere pag. 43 "Regolazione
della direzione del flusso d'aria")
(Vedere pag. 44 "Funzionamento Timer")
ON
OFF
Spia Occhio intelligente (verde)
Spia di funzionamento (verde)
(Vedere pag. 46 "Occhio intelligente")
Apertura della griglia frontale
Come aprire la griglia frontale: (Vedere pag. 47 "Cura e manutenzione")
PRUDENZA
Prima di aprire la griglia frontale, arrestare il
funzionamento e spegnere l'interruttore. Con
l'alimentazione attiva, il ventilatore potrebbe
ruotare e causare infortuni.
Ricevitore:
• Riceve i segnali dal comando a distanza.·
• Quando l'unità riceve un segnale, si sentirà
un breve beep.
Occhio intelligente:
• Rileva il movimento di persone e passa
automaticamente dalla modalità normale
a quella economica. (Vedere pag. 46)
Pulsante ON/OFF
Sensore temperatura locale:
• Premere questo pulsante una volta per l'accensione. Premerlo una
• Sente la temperatura dell'aria intorno
seconda volta per la disattivazione.
all'unità
• Questo pulsante è utile quando manca il telecomando.
• La modalità di funzionamento si riferisce alla seguente tabella:
Modalità
Impostazione della temperatura Portata d'aria
FTK RAFFREDDAMENTO
AUTO
22˚C
FTX AUTO
AUTO
25˚C
• In caso di funzionamento multi system, a volte l'unità non si attiva con questo pulsante.
(Vedere pag. 41)
4
Configurazione del sistema
(RE005)
37
Istruzione
SIT–86
Nomi delle parti
Sensore temperatura aria esterna
Unità esterna
Ingresso dell'aria
Sente la temperatura ambiente attorno
all'unità
(Retro e lato)
Tubazioni refrigerante
e cavo tra sezioni
Tubo di drenaggio
Uscita dell'aria
Terminale di terra
La parte interna di questa parte.
L'aspetto della sezione esterna può differire
per alcuni modelli.
Comando a distanza
<FTK25, 35 FTX25, 35>
Trasmettitore
Display
Invia i segnali alla sezione interna.
Visualizza le
impostazioni correnti.
(in questa illustrazione
ogni funzione è
mostrata a display
intero per una
spiegazione migliore.
Alcuni modelli
potrebbero non
mostrare tutte queste
indicazioni)
Aprire lo
sportello.
C
Pulsante POWERFUL
AMPM
ON
Modifica la temperatura
impostata
AMPM
(Vedere pag. 42
"Funzionamento POWERFUL")
Pulsante ON/OFF
Tasto selezione MODALITÀ
ON/OFF
Seleziona la modalità di funzionamento
<FTK>
POWERFULL
TEMP
: AUTO
: RAFFREDDAMENTO
: DEUMIDIFICAZIONE
: VENTILATORE
: RAFFREDDAMENTO
Premere una volta per
l'accensione. Per spegnere
premere ancora.
Tasto per regolazione
del VENTILATORE
<FTX>
: DEUMIDIFICAZIONE
Tasto di regolazione
TEMPERATURA/ORA
MODE
FAN
-SLEEP SENSOR
: RISCALDAMENTO
Raffreddamento Notturno
(G-SLEEP)
ON
(Vedere pag. 45 "Raffreddamento
Notturno (G-SLEEP")
OFF
SWING
Seleziona i gradini di velocità
del ventilatore.
Tasto per movimento
deflettore
CANCEL
(Vedere pag. 43 "Regolazione
della direzione del flusso d'aria")
Pulsante Occhio intelligente
TIMER
(Vedere pag. 46 "Funzionamento
Occhio intelligente")
Tasto ACCENSIONE TIMER
Pulsante di
CANCELLAZIONE TIMER
(Vedere pag. 44 "Funzionamento Timer")
Annulla l'impostazione del timer.
Tasto SPEGNIMENTO TIMER
Tasto OROLOGIO
Tasto impostazione ACCENSIONE TIMER
Modifica l'ora impostata
<ARC423A1, ARC423A2>
(Vedere pag. 40 "Preparazione
prima dell'avviamento
- Impostazione dell'orologio")
5
(RE006)
38
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Preparazione prima dell'avviamento
n Messa in funzione del
Comando a distanza
n Inserire le batterie
l
Posizionare + e
– correttamente!
2
l
l
telecomando
Per utilizzare il telecomando, puntare il trasmettitore contro
la sezione interna. Se ci sono ostacoli che bloccano il
segnale tra la sezione ed il telecomando, quale una
tendina, la sezione non funziona.
Non lasciar cadere il telecomando. Evitare di bagnarlo.
La distanza massima per la comunicazione è di circa 7m.
–
+
+
–
Ricevitore
3
1
n Per fissare il supporto del
telecomando al muro.
1
2
3
Premere
con un dito e fare scorrere la
copertura posteriore per asportare.
Inserire due batterie a secco (AAA).
Inserire la parte posteriore come prima
1
2
3
l Questo fa in modo che le cifre sul display lampeggino.
Scegliere un posto in cui il segnale
raggiunga la sezione.
Fissare il supporto ad una parete,
un pilastro, ecc., usando le viti fornite.
Montare la staffa del supporto nel fondo
del telecomando, e spingere il telecomando
sul muro.
A questo punto impostare l'orologio.
Impostare.
ATTENZIONE
Supporto
telecomando
Batterie
l
l
l
l
Quando si sostituiscono le batterie, utilizzare batterie
dello stesso tipo, e sostituire tutt'e due le batterie
vecchie.
Quando il sistema non viene utilizzato per lunghi
intervalli, estrarre le batterie.
Quando la schermata del display di funzionamento è
difficile da vedere e la ricezione diventa difficile,
sostituire le batterie con batterie AAA nuove.
Le batterie allegate sono fornite per l'utilizzo iniziale
del sistema.
Il periodo utile delle batterie può essere breve, a
seconda della data di produzione del condizionatore.
l Per rimuovere, tirare verso l'alto.
ATTENZIONE
A proposito del telecomando.
l
l
l
l
Non esporre mai direttamente il comando a distanza alla
luce del sole.
La presenza di polvere sul trasmettitore od il ricevitore
del segnale può ridurre la sensibilità. Asportare la
polvere con un panno morbido.
La comunicazione dei segnali può essere disabilitata se
nel locale c'è una lampada a fluorescenza del tipo a
starter elettronico (come le lampade del tipo ad inverter).
In tal caso consultare il rivenditore.
Se il segnali del telecomando attivano un'altra
apparecchiatura, spostarla in un altro luogo, o rivolgersi
al rivenditore.
6
(RE007)
Configurazione del sistema
39
Istruzione
SIT–86
Preparazione prima dell'avviamento
Unità interna
n Montaggio dei filtri depuratori
n Impostazione dell'orologio
1
1
dell'aria
Aprire la griglia frontale
Tenere la griglia per le linguette sui due lati e sollevarla
finché si ferma con un clic. (60˚ circa)
Appare
AM
2
Estrarre i filtri dell'aria
l
.
AM
lampeggia.
Premere
corrente.
per impostare l'orologio sull
TIMER
Spingere in avanti la
linguetta al centro di ogni
filtro dell'aria, poi tirare in
basso.
Display
2
.
Display
l
Premere
PM
l Tenendo premuto il pulsante (
)
o
si aumenta o diminuisce rapidamente l'ora visualizzata.
4
Premere
.
Montare i filtri depuratori dell'aria
l
lampeggia.
Fissare un filtro depuratore dell'aria su ogni filtro aria.
(Vedere pag. 47 "Cura e pulizia")
PM
Display
3
3
(Ora l'orologio è impostato)
Montare il filtri dell'aria nella posizione
originale e chiudere la griglia anteriore.
l
n Accendere l'interruttore
l Accendendo l'interruttore si aprono i deflettori a lame
Il funzionamento senza filtri dell'aria può causare
problemi, perché favorisce l'accumulo di polvere dentro
la sezione interna.
orizzontali, dopodiché si richiudono. (Questa è una procedura
normale)
NOTA
Consigli per il risparmio di energia
l
Prestare attenzione a non raffreddare (riscaldare)
eccessivamente la stanza. Tenendo l'impostazione di
temperatura ad un livello moderato si favorisce il risparmio
energetico.
Impostazione consigliata della temperatura
Per il raffreddamento: 26˚C – 28˚C
Per il riscaldamento: 20˚C – 24˚C
l
l
Coprire le finestre con scuri o tende. Bloccando la luce del
sole e l'aria dall'esterno si aumenta il raffreddamento
(riscaldamento).
L'otturazione dei filtri dell'aria può causare un
funzionamento inefficiente e spreco d'energia. Pulirli una
volta ogni due settimane.
Notare che
l
l
l
Il condizionatore consuma sempre da 15 – 35 watt di elettricità,
anche se non è in funzione.
Se si conta di non utilizzarlo per lunghi periodi, per esempio
durante la primavera o l'autunno, spegnere l'interruttore.
Utilizzare il condizionatore nelle seguenti condizioni:
Modalità
Se il funzionamento continua al di fuori
Condizioni di funzionamento di tali portate:
Temperatura esterna: 10 - 46˚C
Temperatura interna: 18 - 32˚C
RAFFREDDAMENTO Umidità interna: 80% max.
RISCALDAMENTO
Temperatura esterna: -10 - 21˚C
Temperatura interna: 10 - 30˚C
Temperatura esterna: 21 - 46˚C
Temperatura interna: 18 - 32˚C
DEUMIDIFICAZIONE Umidità interna: 80% max.
l
• Un dispositivo di sicurezza potrebbe
arrestare il funzionamento.
• Ci potrebbe essere condensa sulla
sezione interna, e gocciolare.
• Un dispositivo di sicurezza potrebbe
arrestare il funzionamento.
• Un dispositivo di sicurezza potrebbe
arrestare il funzionamento.
• Ci potrebbe essere condensa sulla
sezione interna, e gocciolare.
Il funzionamento al di fuori di tali limiti di temperatura ed umidità
potrebbe determinare l'arresto del sistema da parte di un
dispositivo di sicurezza.
7
(RE008)
40
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Funzionamento AUTO • DEUMIDIFICAZIONE •
RAFFREDDAMENTO • RISCALDAMENTO •
VENTILATORE
Il condizionatore funziona con le impostazioni
desiderate.
Dalla prossima volta, il condizionatore opererà con le
medesime impostazioni.
MODE
e selezionare una modalità.
Premere
FAN .
Modalità
DEUMIDIFICAZIONE
L'impostazione
Modalità AUTO o RISCALDAMENTO
o RAFFREDDAMENTO o VENTILATORE
Sono disponibili cinque livelli
d'impostazione dei gradini di velocità del
ventilatore, da "
"e "
" più "
non è variabile.
l
"
della temperatura
Ogni pressione del pulsante fa avanzare
l'impostazione di modalità in sequenza.
Display
Premere
Display
1
Per modificare i gradini di velocità
del ventilatore:
l Alle portate d'aria più basse, anche l'effetto riscaldante
o raffreddante è minore.
<FTK>
n Per modificare la direzione del
flusso dell'aria
(Vedere pag. 43):
<FTX>
NOTA
<Nota sul funzionamento in modalità
RISCALDAMENTO>
2
Premere
ON/OFF
. Si accende la spia di FUNZIONAMENTO.
ON
OFF
n Per arrestare:
ON/OFF
Premere nuovamente
.
Si spegne la spia di FUNZIONAMENTO.
n Per modificare l'impostazione
di temperatura:
Modalità
DEUMIDIFICAZIONE
o VENTILATORE
Modalità AUTO o RISCALDAMENTO
o RAFFREDDAMENTO
Premere
temperatura e
L'impostazione
per aumentare la
per abbassarala.
Poiché il condizionatore riscalda il locale portando il calore dall'aria
esterna all'interno, la capacità di riscaldamento diventa inferiore alle
temperature esterne più basse. Se l'effetto riscaldante è insufficiente,
si raccomanda l'utilizzo di un'altra applicazione per il riscaldamento
in combinazione con il condizionatore.
La pompa di calore riscalda il locale facendo circolare aria calda in
tutte le parti del locale. Una volta avviato il riscaldamento, ci vuole un
po' prima che il locale si riscaldi. Durante il riscaldamento, ci può
essere congelamento sulla sezione esterna abbassando così il
potere riscaldante. In tal caso, il sistema passa allo sbrinamento per
eliminare il congelamento. Durante lo sbrinamento, l'aria calda non
fluisce dalla sezione interna.
<Nota sul funzionamento in modalità
DEUMIDIFICAZIONE>
Questo funzionamento deumidifica l'aria interna quando è umida.
<Nota sul funzionamento in modalità AUTO>
Nel funzionamento AUTO, il sistema seleziona una impostazione di
temperatura ed una modalità appropriata (RAFFREDDAMENTO o
RISCALDAMENTO) sulla base della temperatura ambiente all'avvio
del funzionamento.
Il sistema riseleziona automaticamente l'impostazione ad intervalli
regolari, per portare la temperatura della stanza al livello delle
impostazioni utente.
Se non si gradisce il funzionamento AUTO, è possibile selezionare
manualmente la modalità e l'impostazione preferite.
Impostare la temperatura desiderata.
della temperatura
Display
non è variabile.
C
8
(RE009)
Configurazione del sistema
41
Istruzione
SIT–86
Funzionamento
POWERFUL
Il funzionamento POWERFUL massimizza l'effetto di
raffreddamento in qualsiasi modalità di funzionamento. È possibile
ottenere la capacità massima con la pressione di un solo pulsante.
l Premendo il pulsante (POWERFUL) durante il funzionamento, si
avvia il funzionamento POWERFUL.
l Il funzionamento POWERFUL cessa dopo 20 minuti. Il sistema
torna allora automaticamente alle impostazioni utilizzate prima
dell'attivazione del funzionamento POWERFUL.
Premere
.
Display
1
n Per annullare il funzionamento POWERFUL:
Premere
.
Note sul funzionamento POWERFUL :
l In modalità RAFFREDDAMENTO e RISCALDAMENTO
Per massimizzare l'effetto raffreddante e riscaldante, la capacità
della sezione esterna deve essere aumentata e la velocità del
flusso d'aria fissata sul valore massimo.
L'impostazione della portata d'aria e della temperatura non sono
regolabili.
l In modalità DEUMIDIFICAZIONE
Per massimizzare l'effetto raffreddante e riscaldante, la capacità
della sezione esterna deve essere aumentata e la velocità del
flusso d'aria fissata sul valore massimo.
l In modalità VENTILATORE
La portata d'aria viene fissata al valore massimo.
9
(RE010)
42
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Regolazione della direzione del flusso d'aria
Per aumentare il comfort, è possibile regolare la direzione
del flusso d'aria.
Regolazione del deflettore
verticale
Regolazione delle lame
orizzontali (deflettori)
Premere
SWING .
l Ogni volta che si preme il pulsante, "
" appare o scompare.
....... Il deflettore orizzontale oscilla
automaticamente in basso od in alto.
ON
Muovere il deflettore tenendo la manopola.
(La manopola si trova sulle lame di destra e di sinistra.)
....... Per arrestare il deflettore ad un
determinato angolo, premere
SWING
.
ON
ATTENZIONE
Note sugli angolo dei deflettori
l
l
Quando si seleziona
SWING , la gamma di oscillazione del
deflettore dipende dalla modalità dio funzionamento.
(Vedere la figura.)
Gli angoli reali dei deflettori differiscono da quelli visualizzati sul
telecomando.
l
Prestare attenzione durante la regolazione del deflettore
verticale. Nell'uscita dell'aria c'è un ventilatore che ruota ad
alta velocità.
In modalità DEUMIDIFICAZIONE o RAFFREDDAMENTO
Quando si arresta
il funzionamento
0˚
Limite superiore durante
il raffreddamento 25˚
Limite inferiore durante
il raffreddamento
Modalità RISCALDAMENTO o VENTILATORE
Quando si arresta
il funzionamento
Limite superiore durante 20˚
il riscaldamento
45˚
Limite inferiore durante
il riscaldamento
ATTENZIONE
l
Utilizzare sempre un telecomando per regolare l'angolo
deflettore Se si tenta di muoverlo a forza con le mani mentre
sta oscillando, il meccanismo potrebbe rompersi.
10
(RE011)
Configurazione del sistema
43
Istruzione
SIT–86
Funzionamento con timer
Verificare che l'orologio sia esatto.
In caso contrario, impostare l'orologio all'ora corrente.
(Vedere pag. 40)
1
Premere OFF
è in funzione.
Display
l
AM
l
Verificare che l'orologio sia esatto. In caso contrario, impostare
l'orologio all'ora corrente (Vedere pag. 40).
1
AM
Appare
AM
.
2
TIMER
oraria non raggiunge il punto desiderato.
l
Ogni pressione di uno dei bottoni aumenta o diminuisce
l'impostazione oraria di 10 minuti. Tenendo premuto uno
dei bottoni si modifica l'impostazione rapidamente.
Premere nuovamente OFF .
Display
AM
n Per annullare il timer:
Ogni pressione di uno dei bottoni aumenta o diminuisce
l'impostazione oraria di 10 minuti. Tenendo premuto uno
dei bottoni si modifica l'impostazione rapidamente.
Premere nuovamente
MODALITÀ FUNZIONAMENTO NOTTURNO
Quando è impostato lo SPEGNIMENTO CON TIMER, il
condizionatore regola automaticamente l'impostazione di
temperatura (0,5˚C in più in raffreddamento, 2,0˚C in meno in
riscaldamento) onde prevenire un eccessivo raffreddamento
(riscaldamento) per un sonno confortevole.
ON
.
ON
OFF
Si accende la spia del TIMER.
n Per annullare il timer:
Premere CANCEL
Si spegne la spia del TIMER.
Combinazione di ACCENSIONE CON
TIMER e SPEGNIMENTO CON TIMER
l
Un'impostazione esemplificativa della combinazione dei due
timer è mostrata sotto
(Esempio)
Ora attuale: 11:00 PM
(L'unità è in funzione)
SPEGNIMENTO CON TIMER alle 0:00 a.m. 
 Combinati
ACCENSIONE CON TIMER alle 7:00 a.m. 
Si spegne la spia del TIMER.
Note sullo SPEGNIMENTO CON TIMER:
l
3
ON
OFF
Si accende la spia del TIMER.
Premere CANCEL
l
AM
oraria non raggiunge il punto desiderato.
.
finché l'impostazione
Display
finché l'impostazione
TIMER
3
Premere
lampeggia.
Premere
Appare AM
lampeggia.
* La precedente impostazione
oraria appare sul display.
mentre il condizionatore
*La precedente
impostazione oraria
appare sul display.
2
Premere ON mentre il condizionatore
non è in funzione.
AM
Display
Funzionamento SPEGNIMENTO
CON TIMER
Funzionamento ACCENSIONE
ON TIMER
Display
Le funzioni timer servono per accendere o spegnere
automaticamente il condizionatore, durante la notte od al
mattino. Le funzioni SPEGNIMENTO CON TIMER ed
ACCENSIONE CON TIMER sono utilizzabili anche insieme.
AM
Note sullo SPEGNIMENTO ed
ACCENSIONE CON TIMER:
l
l
Quando il TIMER è impostato, l'ora attuale non viene visualizzata.
Una volta impostata l'ACCENSIONE o lo SPEGNIMENTO CON
TIMER l'impostazione oraria viene conservata in memoria.
(La memoria viene cancellata quando le batterie del
telecomando vengono sostituite.)
ATTENZIONE
n Nei seguenti casi, impostare nuovamente il timer.
l Quando si è spento un interruttore.
l Dopo un'interruzione d'alimentazione.
l Dopo aver sostituito le batterie del telecomando.
11
(RE012)
44
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Raffreddamento Notturno
(G-SLEEP)
• Il "Raffreddamento Notturno" rende la Temperatura fluttuante 1/f.
Garantisce un sonno confortevole poiché previene il congelamento.
1
Premere
-SLEEP
durante il raffreddamento.
n Per modificare l'impostazione di temperatura. (Vedere pag. 41)
n Per modificare i gradini di velocità del ventilatore. (Vedere pag. 41)
n Per modificare la direzione del flusso dell'aria.
(Vedere pag. 43)
n Per annullare il "Raffreddamento Notturno", premere
→ Ritorno al raffreddamento normale.
-SLEEP
.
Note sul "Raffreddamento Notturno"
l
Si adotta un ritmo di fluttuazione pari a 1/f nel controllo di temperatura.
Si utilizza un ritmo di fluttuazione pari a 1/f nel controllo di temperatura. In tal modo, la temperatura
viene fatta fluttuare entro +/- 1˚C rispetto alla temperatura impostata.
La fluttuazione di 1/f è un comodo ritmo esistente in natura. (vedere "Cos'è la fluttuazione 1/F")
l
Il soffio d'aria è al minimo quando il ventilatore è impostato su "AUTO".
l
Se questa funzione non è gradita, modificare la modalità di funzionamento. (Vedere pag. 41)
Cos'è la fluttuazione 1/f…
Essa sembra essere irregolare, ma pare ci sia una legge analoga in natura.
Per esempio, le onde nell'oceano si formano irregolarmente ma quando si guarda la linea costiera,
ci sono alcuni luoghi ove sembrano essere simili. Senza andare troppo lontano, il cuore umano non
batte ad intervalli regolari ma mostra una "fluttuazione 1/f" sul lungo termine. Le ricerche mostrano
che tale "fluttuazione 1/f" ed il comfort sono in qualche modo legati, applicandola quindi ai campi di
controllo del comfort.
12
(RE013)
Configurazione del sistema
45
Istruzione
SIT–86
Occhio intelligente
l'"Occhio intelligente" è il sensore ad infrarossi che rileva il
movimento di persone.
1
Premere
SENSOR
mentre il condizionatore
è in funzione. (Si accende la spia del sensore.)
n
Per annullare l'"Occhio intelligente":
n
Regolazione dell'angolo del
sensore dell'occhio intelligente
• È possibile regolare l'angolo del sensore
dell'occhio intelligente per spostare l'area di
rilevamento. (Angolo di regolazione: 15˚ a
destra e a sinistra del centro)
premere SENSOR (Si spegne la spia del sensore.)
[ES.]
Se c'è qualcuno nella stanza
• Funzionamento normale
(Si accende la spia del sensore.)
15˚ 15˚
Se non c'è nessuno nella stanza
• dopo 20 minuti, inizia in funzionamento economico.*
(Si spegne la spia del sensore.)
Sensore occhio
intelligente
• Far scorrere dolcemente il sensore per
regolare l'angolo.
Qualcuno è tornato nella stanza
• · Ritorno al funzionamento normale.
(Si accende nuovamente la spia del sensore.)
l'"Occhio intelligente" è utile
per il risparmio energetico.
* Funzionamento economico
l
l
Diminuisce la temperatura di 2˚C durante il riscaldamento e
l'aumenta di 2˚C durante il raffreddamento e di 1˚C durante la
deumidificazione, rispetto alla temperatura impostata.
Diminuisce leggermente la portata d'aria durante il
funzionamento con ventilatore.
Note sull'"Occhio intelligente":
l La portata d'applicazione è la seguente:
Angolo verticale 40˚
(vista laterale)
Angolo orizzontale 50˚
(vista dall'alto)
Spostando il sensore a sinistra
Spostando il sensore a destra
• Dopo aver regolato l'angolo, pulire gentilmente
il sensore con un panno pulito, prestando
attenzione a non graffiare il sensore.
PRUDENZA
• Non colpire o spingere con violenza il sensore dell'occhio
intelligente. Ciò può causare danni e disfunzioni.
l Il funzionamento economico non si attiva durante il
funzionamento powerful.
l Il funzionamento notturno (vedere pag. 44) non si
attiva quando si utilizza l'Occhio intelligente.
80˚
5m
50˚ 50˚
5m
l Il sensore potrebbe non rispondere a distanze
maggiori od uguali a 5 m. (Controllare la portata
d'applicazione)
l La sensibilità di rilevamento del sensore cambia
secondo la posizione della sezione interna, la
velocità dei passanti, la portata di temperatura, ecc.
l Il sensore può inoltre rilevare erroneamente gli
animali domestici, la luce del sole, le tende in
movimento o la luce riflessa da specchi come
passanti.
l Si può dormire piò confortevolmente utilizzando
contemporaneamente la funzione "Raffreddamento
Notturno" (G-SLEEP) (vedere pag. 45).
PRUDENZA
Non posizionare oggetti di grosse dimensioni
vicino al sensore.
Si raccomanda inoltre di tenere le unità di
riscaldamento o gli umidificatori fuori dall'area di
rilevamento del sensore.
Il sensore potrebbe rilevare oggetti che non
dovrebbe rilevare, e non rilevare quelli dovuti.
13
(RE014)
46
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Cura e pulizia
Pulizia delle sezioni interna ed
esterna e del telecomando.
PRUDENZA
Prima della pulizia, arrestare il funzionamento e
spegnere l'interruttore.
l
Pulizia dei filtri aria.
Strofinare con panno morbido ed asciutto.
Per la pulizia, non usare acqua più calda di 40˚C, benzina,
gasolio, diluenti né altri olii volatili, composti lucidanti,
spazzole a strofinio né altro materiale rigido.
(Se ne raccomanda la pulizia ogni due settimane.)
1
Sostituzione dei filtri
depuratori dell'aria
Aprire la griglia frontale
l
Tenere la griglia per le linguette sui due lati e sollevarla
finché si ferma con un clic. (60˚ circa)
(Se ne raccomanda la sostituzione ogni tre mesi.)
l
2
Estrarre i filtri dell'aria
l
Spingere leggermente in avanti
la linguetta al centro di ogni
filtro dell'aria, poi tirare in
basso.
I fitrli depuratori dell'aria devono essere sostituiti
regolarmente.
1
Aprire la griglia anteriore ed estrarre
i filtri dell'aria.
2
Smontare i filtri
depuratori dell'aria.
Telaio del filtro
depuratore
d'aria
3
l
Lavarli con acqua, oppure
pulirli con un aspirapolvere.
Se la polvere non viene via
con facilità, lavarli con un
detergente neutro sciolto in
acqua tiepida; farli poi
asciugare all'ombra.
• Tenere le parti
incassate del telaio e
sganciare le quattro
staffe.
4
Montare il filtri depuratori dell'aria ed
i filtri aria nella posizione originale
e chiudere la griglia anteriore.
Fissare il filtro
depuratore
dell'aria
Inserire le staffe dei filtri nelle scanalature del pannello
forntale. La griglia anteriore dovrebbe incastrarsi su
entrambi i lati e nel punto centrale. Spingere la griglia nei
tre punti indicati con .
NOTA
l In ambienti polverosi, pulire i filtri aria almeno una volta
l
ogni due settimane, anche prima che si accenda la
lampada della pulizia.
Il funzionamento con filtri polverosi abbassa la
capacità di raffreddamento e riscaldamento, e spreca
energia.
5
Montare i filtri
dell'aria nella
posizione originale
e chiudere la
griglia anteriore.
(Spingere la griglia sui 3
punti, due su entrambi i
lati ed uno al centro.)
Spingere
l
Filtro depuratore
d'aria
Staccare
l'elemento
filtrante ed
installarne
uno nuovo.
Estrarre i filtri depuratori dell'aria
e pulirli.
l
4
3
l
l
l
NOTA
Per ordinare i filtri depuratori dell'aria, contattare l'assistenza
presso il rivenditore dal quale si è acquistato il condizionatore.
Una volta sporcato l'elemento filtrante del filtro depuratore
dell'aria, non è possibile riutilizzarlo e deve essere gettato via.
Funzionamento con i filtri depuratori dell'aria sporchi:
• non è possibile pulire l'aria.
• ne risulta uno scarso raffreddamento.
• possono esserci cattivi odori.
Articolo
Filtro purificatore aria (con telaio)
Filtro purificatore aria (senza telaio)
Nr. parte
KAF918A41
KAF918A42
14
(RE015)
Configurazione del sistema
47
Istruzione
SIT–86
Cura e pulizia
Pulizia della griglia anteriore.
È possibile rimuovere la griglia anteriore
per la pulizia.
PRUDENZA
l
l
l
l
1
2
Quando si smonta o si rimonta la griglia anteriore,
utilizzare uno sgabello sicuro e stabile, e badare a dove si
mettono i piedi.
Quando si monta o si smonta la griglia anteriore, sostenere
solidamente la griglia con le mani onde prevenirne la
caduta.
Per la pulizia, non usare acqua più calda di 40˚C, benzina,
gasolio, diluenti né altri oli volatili, composti lucidanti,
spazzole a strofinio né altro materiale rigido.
Dopo la pulizia, verificare che la griglia frontale sia ben
fissata.
Aprire la griglia anteriore.
l
Rimuovere la griglia anteriore.
l
Verificare che non ci siano otturazioni
sull'entrata o l'uscita dell'aria delle sezioni
interne od esterne.
Verificare che il filo di terra non sia
scollegato o rotto.
Verificare che il drenaggio esca
uniformemente dalla manichetta di drenaggio
durante il RAFFREDDAMENTO od il
DEUMIFACZIONE.
l
Se non si vede acqua di drenaggio, ci potrebbero essere
perdite d'acqua dalla sezione interna. In questo caso
arrestare il funzionamento e consultare il rivenditore.
Sostenendo la griglia anteriore con una mano, liberare
l'incastro facendo scivolare il dente con l'altra mano.
Per rimuovere la griglia anteriore, tirarla verso di sé con
entrambe le mani.
1
Mettere in funzione il solo ventilatore per
diverse ore in una bella giornata, per
asciugare l'interno.
<FTK>
1
2
Premere
MODE
e selezionare "
".
e selezionare "
".
ON/OFF
Premere
.
Pulire la griglia anteriore.
l
l
l
4
Verificare che la base, il supporto e gli altri
raccordi della sezione esterna non siano
usurati o rovinati.
Prima di un lungo intervallo d'inattività
l
3
Tenere la griglia per le linguette sui due lati e sollevarla
finché si ferma con un clic.
Controllo
La si può strofinare con un morbido panno imbevuto in
acqua.
Utilizzare solo detergenti neutri.
La si può lavare con acqua. Dopo il lavaggio, asciugare con
un panno e fare asciugare all'ombra.
Montare la griglia anteriore.
l
l
l
Inserire le tre chiavi della griglia anteriore nelle scanalature
e spingerle completamente dentro.
Sostenendo la griglia anteriore con una mano, inserire
l'incastro facendo scivolare il dente con l'altra mano.
In questa posizione chiudere lentamente la griglia
anteriore. (Spingere la griglia sui 3 punti, due su entrambi i
lati ed uno al centro.)
<FTX>
1
2
3
Premere
Premere
MODE
TEMP
ed impostare la temperatura a 32˚C
ON/OFF
Premere
.
• Eseguire questa operazione quando la
temperatura del locale è inferiore a 28˚C.
2 Pulire i filtri dell'aria e rimontarli.
3 Estrarre le batterie dal telecomando.
4 Spegnere l'interruttore del
condizionatore.
Inserire la
chiave nella
scanalatura
Far scorrere il dente verso l'alto.
15
(RE016)
48
Configurazione del sistema
SIT–86
Istruzione
Ricerca guasti
l I casi seguenti non rappresentano dei problemi.
I casi seguenti non rappresentano dei problemi del condizionatore, ma hanno una ragione.
Si può continuare ad utilizzare l'apparecchio.
Caso
Il funzionamento non inizia
rapidamente
l Il pulsante ON/OFF è stato premuto
dopo poco tempo dallo spegnimento.
l La modalità è stata riselezionata.
L'aria calda non fluisce dopo poco
tempo dall'avvio del
condizionatore.
Il riscaldamento si arresta
improvvisamente e si ode un
rumore di flusso.
La sezione esterna emette acqua o
vapore.
La sezione interna emette vapore.
Spiegazione
l Ciò serve a proteggere il condizionatore.
È necessario attendere per 3 minuti.
l Il condizionatore si sta riscaldando. È necessario attendere
da 1 a 4 minuti.
(Il sistema è progettato per iniziare lo scarico dell'aria solo
dopo che ha raggiunto una determinata temperatura.)
l Il sistema sta eseguendo lo sbrinamento sulla sezione
esterna. Attendere per da 3 a 8 minuti.
n In modalità RISCALDAMENTO
• Il ghiaccio sulla sezione esterna si scioglie in acqua o
vapore quando il condizionatore esegue lo sbrinamento.
n In modalità RAFFREDDAMENTO o DEUMIDIFICAZIONE
• L'umidità nell'aria si condensa in acqua sulla superficie
fredda delle tubazioni della sezione esterna, e gocciola.
n Ciò si verifica quando l'aria nel locale viene raffreddata in
condensa dal flusso dell'aria fredda durante il raffreddamento.
La sezione interna rilascia odore.
n Ciò si verifica quando gli odori del locale, dell'arredamento,
o delle sigarette vengono assorbiti nell'unità e scaricati con
il flusso d'aria.
(In tal caso, si raccomanda di far lavare la sezione interna
da un tecnico. Consultare l'assistenza presso il rivenditore
dove è stato acquistato il condizionatore.)
Il ventilatore esterno ruota mentre
il condizionatore non è in
funzione.
L'unità smette improvvisamente di
funzionare.
(La spia di FUNZIONAMENTO è
accesa)
n Dopo aver arrestato il funzionamento:
• Il ventilatore esterno continua a ruotare per altri 30 secondi
a protezione del sistema.
n Mentre il condizionatore non è in funzione:
• Quando la temperatura esterna è molto elevata, il
ventilatore esterno inizia a ruotare a protezione del
sistema.
n A protezione del sistema, il condizionatore può arrestarsi
in caso di ampie fluttuazioni di tensione. Si riattiva
automaticamente in circa 3 minuti.
.
16
(RE017)
Configurazione del sistema
49
Istruzione
SIT–86
Ricerca guasti
l Verificare nuovamente
Si prega di controllare nuovamente prima di chiamare un tecnico
Caso
Il condizionatore non
funziona.
(La spia di FUNZIONAMENTO
è spenta)
L'effetto raffreddante o riscaldante
è scarso.
Controllo
l Si è SPENTO un interruttore, oppure è saltato un fusibile?
l Si tratta di un guasto d'alimentazione?
l Le batterie sono presenti nel telecomando?
l L'interruttore d'indirizzo nel telecomando è impostato
correttamente?
(Vedere pag. 39 "Preparazione prima dell'avviamento")
l L'impostazione del timer è corretta?
l I filtri dell'aria sono puliti?
l Ci sono otturazioni sull'entrata o l'uscita dell'aria delle
sezioni interne od esterne?
l L'impostazione della temperatura è appropriata?
l Le finestre e le porte sono chiuse?
l La portata e la direzione dell'aria sono impostate
correttamente?
l L'unità è impostata in modalità Occhio intelligente?
(Vedere pag. 46)
L'unità smette improvvisamente di
funzionare.
(La spia di FUNZIONAMENTO
lampeggia.)
Si verificano anomalie durante il
funzionamento.
l I filtri dell'aria sono puliti?
l Ci sono otturazioni sull'entrata o l'uscita dell'aria delle sezioni
interne od esterne?
Pulire i filtri dell'aria o rimuovere tutti gli ostacoli, e spegnere
l'interruttore. Poi riaccendere e provare ad operare il
condizionatore con il telecomando. Se la spia lampeggia
ancora, richiedere assistenza presso il rivenditore dal quale
si è acquistato il condizionatore.
l Il condizionatore può funzionare male in presenza di fulmini
o onde radio. Spegnere l'interruttore, riaccendere e provare
ad operare il condizionatore con il telecomando.
17
(RE018)
50
Configurazione del sistema
SIT–86
Parte 5
Diagnosi di manutenzione
1. Misure diagnostiche ..............................................................................52
1.1 Ricerca guasti mediante spia di funzionamento .................................... 52
2. Sintomi dei problemi e relative misure ..................................................54
3. Funzioni di controllo manutenzione.......................................................55
3.1 Serie ARC423........................................................................................ 55
4. Indicazione di codice sul telecomando..................................................56
4.1 Codici d’errore e descrizione del guasto ............................................... 56
5. Ricerca guasti .......................................................................................57
5.1
5.2
5.3
5.4
5.5
5.6
5.7
5.8
5.9
5.10
5.11
5.12
5.13
5.14
5.15
5.16
5.17
Unità interne .......................................................................................... 57
Unità esterne ......................................................................................... 58
Scheda guasta....................................................................................... 59
Arresto di funzionamento dovuto al controllo alte pressioni od alla
protezione antigelo (attivazione termistore)........................................... 60
Il funzionamento si arresta a causa del motore del ventilatore
(motore c.a.) termistore o anomalia correlata........................................ 61
Il funzionamento si arresta a causa del rilevamento di un’anomalia
al termistore o correlata......................................................................... 62
Scheda dell’unità interna guasta ........................................................... 63
Scheda dell’unità interna guasta ........................................................... 64
Anomalie di alimentazione o schede dell’unità interna guaste. ............. 65
Errore di trasmissione del segnale (tra unità interne ed esterne).......... 66
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di errore CT ............... 67
Arresto di funzionamento dovuto ad un guasto al termistore o
ad una disconnessione.......................................................................... 68
Arresto di funzionamento dovuto ad un errore di avvio del
compressore.......................................................................................... 69
Sovracorrente in uscita.......................................................................... 70
Scheda dell’unità esterna guasta .......................................................... 72
Guasto sulla scheda dell’unità esterna e sul circuito di
trasmissione/ricezione ........................................................................... 73
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di sovracorrente
in entrata................................................................................................ 74
6. Controllo................................................................................................76
6.1 Come effettuare il controllo.................................................................... 76
Diagnosi di manutenzione
51
Misure diagnostiche
SIT–86
1. Misure diagnostiche
1.1
Ricerca guasti mediante spia di funzionamento
La spia di funzionamento lampeggia quando viene rilevata una qualsiasi delle seguenti anomalie.
1. Quando il dispositivo di protezione dell’unità interna o esterna si attiva oppure quando il termistore non
funziona correttamente ed arresta il funzionamento dell’attrezzatura.
2. Quando si verifica un’anomalia nella trasmissione del segnale tra l’unità interna e quella esterna.
In ambo i casi, eseguire la procedura diagnostica descritta nelle pagine seguenti.
Posizione della spia
luminosa
Uscita dell'aria
Spie di indicazione
ON
OFF
Spia di funzionamento (verde)
(RL029)
52
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti con
le indicazioni LED
Misure diagnostiche
Unità esterna
Serie RK25 / 35J
Serie RX25 / 35J
Sulla scheda a circuiti stampati vi sono LED verdi e rossi. Il LED verde lampeggiante indica condizioni
normali dell’apparecchiatura, lo stesso dicasi per la condizione OFF del LED rosso.
(Ricerca guasti con il LED verde)
Il LED A dell’unità esterna indica la condizione di funzionamento dei microcomputer.
Anche dopo aver eliminato l’errore ripristinando il funzionamento normale della macchina, l’indicazione
LED rimane.
Diagnosi di manutenzione
53
Sintomi dei problemi e relative misure
SIT–86
2. Sintomi dei problemi e relative misure
Sintomo del problema
Punti da controllare
Dettagli di misura
Nessuna delle unità è in
funzione.
Controllare la tensione d’alimentazione.
Verificare che sia fornita la tensione di
alimentazione nominale.
—
Controllare il tipo delle unità interne.
Verificare che il tipo di unità interna sia
compatibile con l’unità esterna.
—
Controllare la temperatura dell’aria esterna.
La modalità di riscaldamento non può essere
usata quando la temperatura esterna
corrisponde a 30˚C o più (solo per modelli a
pompa di calore), mentre quella di
raffreddamento non può essere usata quando la
temperatura esterna è inferiore a 0˚C.
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità interna
—
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità esterna
—
58
A volte il funzionamento si
arresta.
Alcune unità interne non
funzionano.
L’apparecchiatura funziona
ma non raffredda o non
riscalda (solo per modelli a
pompa di calore).
Rumore di funzionamento e
vibrazioni elevate.
Controllare gli indirizzi del telecomando
Verificare che le impostazioni di indirizzo per il
telecomando e l’unità interna siano corrette.
—
Controllare l’alimentazione.
Un guasto di alimentazione di 2-10 cicli può
arrestare il funzionamento del condizionatore
(spia di funzionamento spenta).
—
Controllare la temperatura dell’aria esterna.
La modalità di riscaldamento non può essere
usata quando la temperatura esterna
corrisponde a 30˚C o più (solo per modelli a
pompa di calore), mentre quella di
raffreddamento non può essere usata quando la
temperatura esterna è inferiore a 0˚C.
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità interna
—
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità esterna
—
58
Controllare il tipo delle unità interne.
Verificare che il tipo di unità interna sia
compatibile con l’unità esterna.
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità interna
—
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità esterna
—
58
Verificare che non vi siano errori di
rilevamento del termistore.
Verificare che il termistore dell’unità principale
non si sia smontato dal supporto del tubo.
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità interna
—
—
Diagnosi tramite indicazione del LED
sull’unità esterna
—
58
Diagnosi basata sulla pressione dell’attacco
di servizio e la corrente di funzionamento
Verificare che la quantità di gas sia sufficiente.
82
Misurare la tensione in uscita del transistore
d’alimentazione.
—
78
—
—
Controllare il transistore d’alimentazione.
Controllare le condizioni d’installazione.
54
N. pagina di
riferimento
Verificare che gli spazi richiesti per
l’installazione (specificati sulla Guida tecnica,
ecc.) siano disponibili.
—
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Funzioni di controllo manutenzione
3. Funzioni di controllo manutenzione
3.1
Serie ARC423
Nella serie ARC423A, le aree di visualizzazione della temperatura sull’unità principale indicano codici
corrispondenti.
1. Quando il pulsante di azzeramento timer viene premuto per 5 secondi, l’indicazione “00” lampeggia
nell’area di visualizzazione della temperatura.
< Copertura in posizione di apertura >
Trasmettitore
Display
Visualizza le
impostazioni correnti.
(In questa illustrazione
ogni sezione è mostrata
con tutti suoi display
attivati per una
spiegazione migliore.
Alcuni modelli
potrebbero non
mostrare tutte
queste indicazioni)
Aprire lo
sportello.
Pulsante POWERFUL
C
Pulsanti di regolazione
TEMPERATURA/ORA
ON
Modifica l'impostazione
della temperatura.
AMPM
AMPM
Pulsante di
ACCENSIONE/SPEGNIMENTO
ON/OFF
Tasto selezione funzioni
PO
WERFULL
TEMP
Seleziona la modalità di funzionamento
<FTK>
Manda i segnali alla sezione interna.
Premere una volta per attivare.
Per spegnere premere ancora.
Pulsante impostazione
VENTILATORE
<FTX>
: DEUMIDIFICAZIONE
: AUTOMATICA
: RAFFREDDAMENTO
: DEUMIDIFICAZIONE
: VENTILATORE
: RAFFREDDAMENTO
: RISCALDAMENTO
FAN
MODE
SWING
-SLEEPSENSOR
Seleziona i gradini di velocità
del ventilatore.
Tasto per movimento
deflettore
Raffreddamento Notturno
(G-SLEEP)
CANCEL
ON
Pulsante Occhio intelligente
OFF
TIMER
Tasto ACCENSIONE
TIMER
Pulsante ANNULLA TIMER
Annulla l'impostazione delle ore timer
Tasto SPEGNIMENTO
TIMER
Tasto OROLOGIO
Pulsante d'impostazione
ACCENSIONE TIMER
<ARC423A1, ARC423A2>
Modifica l'impostazione delle ore timer
(RL031)
2. Premere il pulsante di azzeramento timer ripetutamente, finché non si avverte un segnale acustico
continuo.
L’indicazione di codice cambia nella sequenza mostrata di seguito e viene notificata con un segnale
acustico lungo.
N.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Nota:
Codice
00
U4
F3
E6
L5
A6
E5
LC
C9
U0
N.
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
Codice
E7
C7
H8
J3
A3
A1
C4
C5
H9
J6
N.
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Codice
UA
A5
J9
E8
P4
L3
L4
H6
H7
U2
1. Un segnale acustico breve e due consecutivi indicano codici non corrispondenti.
2. Per annullare la visualizzazione dei codici, tenere premuto il pulsante di azzeramento del timer per
5 secondi. La visualizzazione del codice viene annullata anche se il pulsante non viene premuto per un
minuto.
Diagnosi di manutenzione
55
Indicazione di codice sul telecomando
SIT–86
4. Indicazione di codice sul telecomando
4.1
Codici d’errore e descrizione del guasto
Sistema
Unità interna
Unità esterna
56
Indicazione
codice
Descrizione del problema
00
Normale
U4
Errore di trasmissione del segnale (tra unità interne ed esterne)
A1
Scheda dell’unità interna guasta
A5
Arresto del funzionamento dovuto alla funzione di protezione antigelo o al
controllo delle alte pressioni
A6
Anomalia al motore ventilatore o anomalia correlata
C4
Anomalia al termistore di temperatura dello scambiatore di calore
C9
Anomalia al termistore di temperatura del locale
CA
Anomalia al termistore di temperatura dell’aria di scarico
E6
Errore di avvio del compressore
E8
Unità inverter – Sovracorrente in entrata
H8
Anomalia CT o correlata
H9
Anomalia al termistore aria esterna o anomalia correlata
J3
Anomalia al termistore di temperatura dell'aria di scarico o anomalia correlata
J6
Anomalia al termistore dello scambiatore di calore o anomalia correlata
L5
Unità inverter – Sovracorrente in uscita
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
5. Ricerca guasti
5.1
Unità interne
- : Non usato per la ricerca guasti
∗ : Varia a seconda dei casi.
Indicazione sul
telecomando
Descrizione del guasto
Dettagli
sul guasto
(vedere la
pagina indicata)
00 O ∗
Unità interna in condizioni normali (effettuare un’analisi dell’unità
esterna)
A1
Unità inverter – Scheda dell’unità interna guasta
A5
Arresto di funzionamento dovuto alla funzione di protezione antigelo o
al controllo delle alte pressioni (solo modelli a pompa di calore)
A6
Motore ventilatore guasto (motore CA fermo)
C4
Anomalia al termistore dello scambiatore di calore o anomalia correlata
62
C9
Anomalia sul termistore di aspirazione o anomalia correlata
62
CA
Anomalia al termistore di scarico o anomalia correlata
62
∗
Scheda dell’unità interna guasta
63
∗ O U4
Guasto di alimentazione o alla scheda dell’unità interna
65
U4
Errore di trasmissione del segnale (tra unità interne ed esterne)
66
Motore CA
—
60
61
64
Diagnosi di manutenzione
57
Ricerca guasti
5.2
SIT–86
Unità esterne
4: ON, 1: OFF, 5: Lampeggia
Verde: Lampeggia in condizioni normali
Rosso: Spento in condizioni normali
- : Non usato per la ricerca guasti
∗ : Varia a seconda dei casi.
Indicazione del LED sull’unità esterna
Verde
Indicazione sul
telecomando
Rosso
Descrizione del guasto
Dettagli sul
guasto (vedere
la pagina
indicata)
A
1
2
3
4
5
3
3
3
3
∗
Unità esterna in condizioni normali
(effettuare un'analisi dell'unità interna).
5
5
3
4
3
3
4
4
4
3
(U0)
Arresto di funzionamento dovuto a gas insufficiente.
(E5)
Temperatura anomala del tubo di scarico.
5
3
4
4
3
E6
Arresto di funzionamento dovuto ad errore di avvio del
compressore.
5
3
3
3
4
—
Arresto di funzionamento dovuto all’aumento di temperatura di
un’aletta di radiazione (protezione contro il surriscaldamento
del motore).
5
5
4
4
4
4
3
3
3
3
H8
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di anomalia CT.
67
H9
Arresto di funzionamento dovuto ad anomalia sul termistore
dell’aria esterna.
68
J3
Arresto di funzionamento dovuto ad anomalia o disconnessione
del termistore del tubo di scarico.
68
J6
Arresto di funzionamento dovuto ad anomalia sul termistore
dello scambiatore di calore dell’unità esterna.
68
—
Arresto di funzionamento dovuto ad attivazione IT.
69
5
3
3
4
3
L5
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di
sovracorrente in uscita.
70
5
3
4
3
4
E8
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di
sovracorrente in entrata.
74
5
4
3
4
4
—
Arresto di funzionamento dovuto alla funzione di protezione
antigelo.
5
4
3
4
4
—
Arresto di funzionamento dovuto alla funzione di protezione
antigelo od alla protezione da congelamento dell’unità interna.
4
3
∗
∗
∗
∗
∗
Scheda dell’unità esterna guasta
72
∗
∗
∗
∗
∗
Guasto sulla scheda dell’unità esterna oppure sul circuito di
trasmissione/ricezione del segnale.
73
Nota:
58
(effettuare
un'analisi
dell'unità
interna)
1. Le indicazioni tra parentesi ( ) sulla colonna display del telecomando vengono visualizzate solo quando
il sistema si arresta.
2. Quando si verifica un errore di sensore, controllare il display del telecomando per individuare il sensore
non funzionante.
Se il telecomando non indica il tipo di errore, eseguire la seguente operazione.
*Spegnere e riaccendere l’interruttore d’alimentazione. Se subito dopo aver riacceso l’alimentazione
riappare la stessa indicazione LED, il guasto è sul termistore.
*Se la condizione suddetta non risulta, il guasto è sul CT.
3. L’indicazione d’errore sull’unità interna può precedere quella sul display del telecomando.
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
5.3
Ricerca guasti
Scheda guasta
A1
Display del
telecomando
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
Valutazione del rilevamento incrociato dell’alimentazione pari a zero da parte dell’unità interna.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando non c’è rilevamento incrociato di zero entro circa 10 secondi continuati.
Possibili cause
Scheda dell’unità interna guasta
Connessione difettosa del connettore
Ricerca guasti
Controllo dell'attacco del
connettore (nota).
È normale?
NO
SI
Correggere le connessioni.
Sostituire le schede (1) e/o (2), (3).
(RF001)
Nota:
I numeri di connettore variano a seconda dei modelli.
Connettore di controllo......S35 e S26
Diagnosi di manutenzione
59
Ricerca guasti
5.4
SIT–86
Arresto di funzionamento dovuto al controllo alte pressioni od alla protezione
antigelo (attivazione termistore)
Display del
telecomando
A5
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
Controllo alta pressioneDurante le operazioni di riscaldamento, la temperatura rilevata dal termistore
dello scambiatore di calore interno viene usata per il controllo delle alte pressioni (arresto, arresto del
ventilatore esterno, ecc.).
Il controllo della protezione antigelo (arresto funzionamento) si attiva durante il funzionamento in
raffreddamento, secondo la temperatura rilevata dal termistore dello scambiatore di calore dell’unità
interna.
Condizioni di
decisione del
guasto
Controllo alta pressione
Durante le operazioni di riscaldamento, la temperatura rilevata dal termistore dello scambiatore di
calore interno è superiore a 67˚C
Protezione antigelo
Quando la temperatura dello scambiatore di calore dell’unità interna è inferiore a 0˚C durante il
funzionamento in raffreddamento.
Possibili cause
Arresto di funzionamento dovuto a filtri dell’aria otturati sull’unità interna.
Arresto di funzionamento dovuto ad un accumulo di polvere sullo scambiatore di calore dell’unità
interna.
Arresto di funzionamento causata da cortocircuito.
Errore di rilevamento dovuto ad guasto sul termistore dello scambiatore di calore dell’unità interna.
Errore di rilevamento dovuto a guasto sulla scheda dell’unità interna.
Ricerca guasti
Controllare il flusso aria.
Ci sono cortocircuiti?
SI
Fornire un flusso d'aria sufficiente.
NO
Controllare il filtro dell'aria in ingresso.
È molto sporco?
SI
Pulire il filtro aria.
NO
Verificare l'accumulo di polvere sullo
scambiatore di calore della sezione
interna.
È molto sporco?
SI
Pulire lo scambiatore di calore
NO
Controllo nr. 5
Controllo del termistore sullo
scambiatore di calore della sezione
interna.
È conforme al grafico
della caratteristica
del termistore?
NO
SI
Sostituire la scheda della sezione
interna.
Sostituire il termistore (sostituire la
scheda della sezione interna).
(RF002)
60
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
5.5
Ricerca guasti
Il funzionamento si arresta a causa del motore del ventilatore (motore c.a.)
termistore o anomalia correlata.
Display del
telecomando
A6
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
La velocità di rotazione, rilevata dal circuito integrato Hall durante il funzionamento del motore del
ventilatore, viene usata per determinare anomalie di funzionamento dello stesso.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando la velocità di rotazione rilevata è inferiore al 50% della velocità HH in condizioni di massima
domanda di rotazione del motore.
Possibili cause
Arresto funzionale dovuto ad un cortocircuito nell’avvolgimento del motore del ventilatore.
Arresto funzionale dovuto alla rottura di un filo nell’avvolgimento del motore del ventilatore.
Arresto funzionale dovuto alla rottura dei cavi di alimentazione del motore del ventilatore.
Arresto funzionale dovuto ad un condensatore guasto nel motore del ventilatore.
Errore di rilevamento dovuto a guasto sulla scheda (1) dell’unità interna.
Ricerca guasti
Far funzionare il ventilatore.
Controllo n. 16
Fare riferimento
a P.83
Il ventilatore gira?
SI
Controllo nr. 16
Controllare il circuito integrato Hall
NO
Ruotare il ventilatore a mano.
C'è uscita?
Gira facilmente?
NO
NO
SI
Sostituire il motore del ventilatore
∗2 Misurare le tensione tra i fili rosso e
nero del motore del ventilatore, e
verificare che la tensione massima
raggiunga il valore nominale.
Verificare la tensione del motore del
ventilatore.
SI
Verificare la tensione del motore del
ventilatore.
(Subito dopo il riavvio)
Sostituire il motore del ventilatore o la
scheda della sezione interna.
La tensione è
quella nominale?
NO
Sostituire la scheda della sezione
interna (1).
SI
Sostituire il motore del ventilatore.
La tensione è
quella nominale?
NO
Sostituire la scheda della sezione
interna (1).
SI
Verificare la conduttività del
condensatore
C'è conduttività?
SI
Sostituire il condensatore.
(Sostituire la scheda (1).)
NO
Sostituire il motore del ventilatore.
(MF002)
Diagnosi di manutenzione
61
Ricerca guasti
5.6
SIT–86
Il funzionamento si arresta a causa del rilevamento di un’anomalia
al termistore o correlata
C4, C9, CA
Display del
telecomando
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
Le temperature rilevate dai termistori vengono usate per determinare gli errori dei termistori.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando l’entrata del termistore è superiore a 4,96 V o inferiore a 0,04 V durante il funzionamento del
compressore∗.
∗ (riferimento)
Quando è superiore di circa 212˚C (meno di 120 ohm) o inferiore di circa -50˚C (più di 1.860 Kohm).
Nota:
Possibili cause
I valori variano leggermente per alcuni modelli.
Connessione difettosa del connettore
Termistore guasto
Scheda guasta
Ricerca guasti
Controllare l'attacco del connettore.
Controllo n. 5
Fare riferimento
a P.79
È normale?
NO
Correggere la connessione.
SI
Controllo nr. 5
Controllo resistenza termistore
È normale?
NO
Sostituire il termistore.
(Sostituire la scheda della sezione
interna.)
SI
Sostituire la scheda della sezione
interna.
(MF003)
C4 : Termistore di temperatura dello scambiatore di calore
C9 : Termistore aria di aspirazione
CA : Termistore dell’aria di scarico
62
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
5.7
Ricerca guasti
Scheda dell’unità interna guasta
Display del
telecomando
∗
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
Il programma controlla l’esecuzione del programma corretto da parte del microcomputer.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando il programma del microcomputer non funziona correttamente.
Possibili cause
Il programma del microcomputer è in condizioni anomale a causa di un fattore esterno.
∗Rumore.
∗Calo di tensione temporaneo.
∗Guasto temporaneo di alimentazione, ecc.
Scheda dell’unità interna guasta.
Ricerca guasti
Riattivare l'alimentazione.
Riappare la stesa
indicazione LED?
NO
Sostituire la scheda della
sezione interna.
SI
Verificare il collegamento a terra.
(earth)
Il collegamento a terra
è adeguato?
SI
NO
Realizzare un collegamento
a terra appropriato.
La disfunzione potrebbe
dipendere da un fattore
esterno, piuttosto che da parti
difettose.
Localizzare la causa del
rumore, ecc. e correggere la
situazione.
(MF004)
Diagnosi di manutenzione
63
Ricerca guasti
5.8
SIT–86
Scheda dell’unità interna guasta
Display del
telecomando
∗
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
Viene rilevata la condizione del circuito di trasmissione del segnale dall’interno all’esterno.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando il circuito di trasmissione resta acceso.
Possibili cause
Scheda dell’unità interna guasta
Ricerca guasti
Sostituire la scheda dell’unità interna.
64
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
5.9
Ricerca guasti
Anomalie di alimentazione o schede dell’unità interna guaste
Display del
telecomando
∗ o U4
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
1. Il programma controlla l’esecuzione del programma corretto da parte del microcomputer.
2. Nelle comunicazioni di segnale dall’interno all esterno, l’unità interna determina se l’unità esterna riceve
bene il segnale rilevando i segnali trasmessi dall’unità esterna all’unità interna.
Condizioni di
decisione del
guasto
1. Quando il programma del microcomputer non funziona correttamente.
2. Quando l’unità interna determina di non ricevere correttamente i segnali trasmessi dall’unità esterna
nelle comunicazioni di segnale dall’interno all’esterno.
Possibili cause
Display disattivato per un guasto d’alimentazione.
Guasto nel circuito di trasmissione/ricezione del segnale nelle schede stampate (1) e (2) interne
Il programma del microcomputer è in condizioni anomale a causa di un fattore esterno.
• Rumore.
• Calo di tensione temporaneo.
• Guasto temporaneo di alimentazione, ecc.
Guasto sulle schede (1) e (2) dell’unità interna.
Ricerca guasti
Controllare la tensione
dell'alimentazione CA.
220 ~ 240V ±10%
L'alimentazione è alla
tensione nominale?
NO
Controllare l'alimentazione,
correggendola se inadatta.
SI
Controllare il varistore della scheda
della sezione interna.
È danneggiato?
SI
Sostituire il varistore.
NO
Controllare il fusibile della scheda della
sezione interna.
C'è conduttività?
NO
Sostituire il fusibile.
SI
Sostituire la scheda interna (1).
(RF003)
Diagnosi di manutenzione
65
Ricerca guasti
SIT–86
5.10 Errore di trasmissione del segnale (tra unità interne ed esterne)
Display del
telecomando
U4
Display LED
sull’unità interna
Metodo di
individuazione
guasti
I dati ricevuti dall’unità esterna nella trasmissione di segnale da unità interna a unità esterna vengono
controllati per verificarne lo stato di normalità.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando i dati inviati dall’unità esterna a quella interna non possono essere ricevuti normalmente o quando
il contenuto dei dati è anomalo.
Possibili cause
Scheda dell’unità esterna guasta.
Scheda dell’unità interna guasta.
Errore di trasmissione del segnale dall’unità interna a quella esterna a causa di errori di cablaggio.
Errore di trasmissione del segnale dall’unità interna a quella esterna a causa di forme d’onda
dell’alimentazione disturbate.
Errore di trasmissione del segnale dall’unità interna a quella esterna a causa della rottura dei fili nei cavi
di connessione tra l’unità interna e quella esterna (filo N. 2).
Ricerca guasti
Controllo n. 13
Fare riferimento
a P.82
Controllare i fili di collegamento
sezione interna - sezione esterna
SI
Correggere i fili di collegamento
sezione interna - sezione esterna.
Ci sono errori di collegamento?
NO
Controllare il LED A della sezione
esterna.
Il LED A lampeggia?
NO
Controllare la sezione esterna.
SI
Controllare la tensione dei fili di
collegamento sezione interna - sezione
esterna tra nr. 1 e nr. 2, e tra nr. 2
e nr. 3.
La tensione è pari a 0 V?
SI
Sostituire i fili di collegamento tra le
sezioni interna ed esterna.
NO
Controllo nr. 13
Verificare la forma d'onda
dell'alimentazione
Ci sono disturbi?
NO
Sostituire le schede della sez.
interna (1).
SI
Localizzare la causa dei disturbi
sulla forma d'onda
dell'alimentazione, e correggere.
(MF007)
66
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
5.11 Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di errore CT
Display del
telecomando
H8
Display LED
sull’unità esterna
A 5 1 4 24 3 3 4 3
Metodo di
individuazione
guasti
Gli errori CT vengono rilevati usando la frequenza di funzionamento del compressore e la corrente in
entrata rilevata dal CT.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando la frequenza di funzionamento del compressore è superiore a 62 Hz e l’entrata del CT è inferiore
a 0,1 V.
∗ Corrente in entrata 0,75 A
Quando si verifica un errore CT per 4 volte, il sistema si spegne.
Il contatore non funzionante verrà azzerato tranne se l’arresto di emergenza non si attiverà entro
sessanta minuti di funzionamento del compressore (come tempo integrato) dopo il ripristino dal guasto
(inclusi gli altri arresti di emergenza).
Possibili cause
Guasto sul transistor d’alimentazione
Rottura di un filo o connessione difettosa del cablaggio interno
Scheda stampata esterna (1) guasta.
Ricerca guasti
Controllo n. 3
Fare riferimento
a P.76
Verifica n. 11
Fare riferimento
a P.81
Spegnere e riaccendere
l'alimentazione.
Viene visualizzata
un'anomalia?
SI
Il condensatore verrà caricato
quando MRM 10 è attivo.
Aumento di corrente in concomitanza
con aumento di frequenza.
NO
Attivare l'unità.
∗ La corrente di funzionamento
sulla fase d'alimentazione è
come in figura?
Alla sezione riguardante le anomalie
del termistore
Corrente
(Circa)
SI
Tempo
2 sec
Sostituire la scheda sez. esterna.
NO
Controllo nr. 3:
Controllare la tensione
del condensatore
La tensione è
270±30 VCC?
SI
Sostituire la scheda sez. esterna.
NO
Controllare la tensione in ingresso al
raddrizzatore
Si genera tensione?
NO
SI
Controllo nr. 11:
Verificare il raddrizzatore.
Il valore di resistenza
è normale?
SI
NO
Sostituire raddrizzatore (modulo diodi)
Sostituire la scheda sez. esterna.
Sostituire la scheda sez. esterna.
(RF004)
Diagnosi di manutenzione
67
Ricerca guasti
SIT–86
5.12 Arresto di funzionamento dovuto ad un guasto al termistore o ad una
disconnessione
Display del
telecomando
J3, J6, H9
Display LED
sull’unità interna
A5 14 24 33 43
Metodo di
individuazione
guasti
I guasti al termistore vengono individuati utilizzando la tensione in entrata del termistore al microcomputer
(i guasti al termistore vengono rilevati usando le temperature rilevate dai termistori).
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando l’entrata del termistore è superiore a 4,96 V o inferiore a 0,04 V durante il funzionamento del
compressore.
∗ Il valore cambia a seconda dei modelli
Possibili cause
Connessione difettosa del connettore
Termistore guasto
Scheda guasta
Ricerca guasti
Controllare l'attacco del connettore.
Controllo n. 5
Fare riferimento
a P.79
È normale?
NO
Correggere la connessione.
SI
Controllo nr. 5
Controllo resistenza termistore
È normale?
NO
SI
Sostituire il termistore.
Sostituire la scheda della
sezione esterna.
(RF005)
J3 : Termistore del tubo di scarico
J6 : Termistore sullo scambiatore di calore dell’unità esterna
H9 : Termistore aria esterna
68
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
5.13 Arresto di funzionamento dovuto ad un errore di avvio del compressore
Display del
telecomando
E6
Display LED
sull’unità interna
A5 13 24 34 43
Metodo di
individuazione
guasti
Gli errori di avvio del compressore vengono rilevati tramite la corrente in entrata individuata dalla frequenza
di funzionamento del compressore e del CT.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando la corrente in entrata è al di sopra del valore di impostazione.
∗ Valore di impostazione = (145 / 256 ∞ frequenza in uscita) - 6 (A)
Quando si verifica un errore di avvio del compressore per 16 volte consecutive, il sistema si spegne (il
contatore delle 16 volte si azzera quando non si verifica alcun errore OL, di gas insufficiente o di avvio
del compressore entro 60 minuti di funzionamento del compressore (tempo cumulativo) dalla
generazione dell’errore).
Possibili cause
Errore di avvio dovuto a guasto del compressore.
Errore di avvio dovuto a guasto sulla scheda dell’unità esterna.
Errore di avvio dovuto alla valvola d’arresto chiusa.
Errore di rilevamento dovuto a guasto sulla scheda dell’unità esterna.
Ricerca guasti
Controllo n. 3
Fare riferimento
a P.76
Controllo n. 4
Fare riferimento
a P.78
La valvola d'intercettazione
è aperta?
NO
Aprire completamente la valvola
d'intercettazione.
SI
Controllo nr. 3
Controllo transistor d'alimentazione
È normale?
NO
Sostituire la scheda esterna.
SI
Controllo nr. 4
Controllo uscita transistor
Controllo n. 15
Fare riferimento
a P.82
L'uscita delle fasi U, V e W
è in buon equilibrio?
NO
Verificare il cablaggio, sostituire la scheda
esterna.
SI
Controllo corrente in ingresso.
La corrente in ingresso
è superiore al valore
impostato.
SI
NO
L'arresto dovuto ad
un errore di avvio del compressore
non si ripresenta.
NO
Sostituire la scheda della sezione esterna.
SI
Controllo nr. 15
Controllo compressore / sistema
refrigerante
L'errore si verifica
16 volte di seguito, causando
l'arresto del sistema?
NO
Otturazione sul tubo capillare - sostituire.
SI
Sostituire il compressore.
(MF012)
Diagnosi di manutenzione
69
Ricerca guasti
SIT–86
5.14 Sovracorrente in uscita
Display del
telecomando
L5
Display LED
sull’unità interna
A5 13 23 34 43
Metodo di
individuazione
guasti
Rilevamento della sovracorrente in uscita basato sulla corrente che scorre nel DCCT.
(Parte di corrente diretta dell’inverter)
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando la sovracorrente in uscita entra nel microcomputer dal circuito di rilevamento della sovracorrente in
uscita.
Quando l’errore si verifica 16 volte, il sistema si disattiva.
Condizione per l’azzeramento del contatore degli errori
Quando il compressore è in funzione per 5 minuti senza sovracorrente in uscita.
Possibili cause
70
Sovracorrente dovuta ad un guasto del transistor d’alimentazione.
Sovracorrente dovuta a cablaggio interno errato.
Sovracorrente dovuta ad anomalia sulla tensione d’alimentazione.
Sovracorrente dovuta ad una scheda stampata guasta.
Sovracorrente dovuta alla valvola d’arresto chiusa.
Sovracorrente dovuta ad un guasto del compressore.
Sovracorrente dovuta a condizioni d’installazione errate.
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
Ricerca guasti
∗
Controllo n. 3
Fare riferimento
a P.76
Un cablaggio interno errato può determinare in alcuni casi una sovracorrente in uscita. Se il sistema si
ferma a causa di una sovracorrente in uscita dopo una sostituzione di parti che ha richiesto lo
scollegamento dei fili, verificare attentamente i collegamenti
La valvola d'intercettazione è
completamente aperta?
NO
Aprire completamente la valvola
d'intercettazione.
SI
Spegnere e riaccendere
l'alimentazione Verificare poi se l'errore
si ripresenta.
Controllo n. 4
Fare riferimento
a P.78
L'errore si ripresenta?
NO
Controllare la tensione
d'alimentazione, la pressione di
scarico e d'aspirazione, ecc., per un
intervallo prolungato.
Controllo nr. 3:
Possibili cause
Controllo transistor d'alimentazione.
n Momentanea caduta della tensione
d'alimentazione
n Carico eccessivo sul motore del
compressore
NO
Il transistor d'alimentazione
n Cortocircuito a causa di un contatto
è normale?
SI
Controllo n. 12
Fare riferimento
a P.81
Controllo n. 6
Fare riferimento
a P.80
Può essere utilizzato così com'è.
Verificare i connettori dei componenti
elettrici.
Sostituire il transistor d'alimentazione.
SI
Controllo nr. 4
Controllo uscita transistor
d'alimentazione.
Le uscite delle fasi U, V e
W sono equilibrate?
NO
Sostituire la scheda sez. esterna.
SI
Controllo tensione d'alimentazione.
La tensione d'alimentazione
è al valore nominale?
NO
Correggere l'alimentazione.
SI
Grippaggio meccanico
del compressore, cortocircuito
sull'avvolgimento,
rottura fili?
NO
SI
Sostituire il compressore.
Controllo nr. 12
Controllo pressione di scarico
Controllo nr. 6
Controllare le condizioni
d'installazione.
Diagnosi di manutenzione
(RF006)
71
Ricerca guasti
SIT–86
5.15 Scheda dell’unità esterna guasta
Display del
telecomando
∗
Display LED
sull’unità interna
A4 1∗ 2∗ 3∗ 4∗
Metodo di
individuazione
guasti
Il programma controlla l’esecuzione del programma corretto da parte del microcomputer.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando il programma del microcomputer non funziona correttamente.
Possibili cause
Programma del microcomputer in condizioni anomale a causa di un fattore esterno.
∗Rumore
∗Calo di tensione temporaneo
∗Guasto temporaneo di alimentazione, ecc.
Scheda dell’unità esterna guasta.
Ricerca guasti
Riattivare l'alimentazione.
Riappare la stesa
indicazione LED?
SI
Sostituire la scheda della
sezione esterna.
NO
Verificare il collegamento a terra.
Il collegamento a terra
è adeguato?
NO
Realizzare un collegamento
a terra appropriato.
SI
La disfunzione potrebbe dipendere
da un fattore esterno, piuttosto che
da parti difettose.
Localizzare la causa del rumore,
ecc. e correggere la situazione.
(MF027)
72
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
5.16 Guasto sulla scheda dell’unità esterna e sul circuito di trasmissione/ricezione
Display del
telecomando
∗
Display LED
sull’unità interna
A3 1∗ 2∗ 3∗ 4∗
Metodo di
individuazione
guasti
1. Il programma controlla il corretto funzionamento del programma del microcomputer.
2. I segnali trasmessi dall’unità esterna a quella interna vengono ricevuti dall’unità esterna stessa in
modalità trasmissione segnale unità interna – unità esterna, controllando la ricezione corretta dei
segnali da parte dell’unità interna.
Condizioni di
decisione del
guasto
1. Quando il programma del microcomputer non funziona correttamente.
2. Quando i segnali trasmessi dall’unità esterna a quella interna vengono ricevuti dall’unità esterna stessa
in modalità trasmissione segnale unità interna - unità esterna, ma non correttamente.
3. Quando il segnale zero incrociato non viene individuato per più di 10 secondi.
Possibili cause
Display disattivato per un guasto d’alimentazione.
Programma del microcomputer in condizioni anomale a causa di un fattore esterno.
∗Rumore
∗Calo di tensione temporaneo
∗Guasto temporaneo di alimentazione, ecc.
Scheda dell’unità esterna guasta.
Ricerca guasti
Verificare la tensione d'alimentazione.
Controllo n. 13
Fare riferimento
a P.82
La tensione è quella
nominale?
NO
Correggere l'alimentazione.
SI
∗ Controllare la tensione sui terminali
marcati "5V" e "GND".
Controllare l'alimentazione a 5 VCC
della scheda della sezione esterna.
La tensione è pari
a 5 V± 0,5 V?
NO
Sostituire la scheda della sezione esterna.
SI
Spegnere l'unità e poi riaccendere.
Riappare la stesa
indicazione LED?
SI
Verificare il collegamento a terra.
NO
Il collegamento a terra
è adeguato?
SI
Controllo nr. 13
Controllo forma d'onda
d'alimentazione
Ci sono disturbi?
NO
Realizzare il collegamento a terra.
La disfunzione potrebbe dipendere da
un fattore esterno, piuttosto che da parti
difettose.
Localizzare la causa del rumore, ecc.
e correggere la situazione.
SI
Localizzare la causa dei disturbi sulla
forma d'onda dell'alimentazione, e
applicare le necessarie contromisure.
NO
Togliere alimentazione, rimuovere il
nr. 2 dalla morsettiera e ridare
alimentazione.
È normale?
SI
NO
Sostituire la scheda della sezione esterna.
Sostituire la scheda della sezione interna.
(MF026)
Diagnosi di manutenzione
73
Ricerca guasti
SIT–86
5.17 Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento di sovracorrente in entrata
Display del
telecomando
E8
Display LED
sull’unità interna
A5 13 24 33 44
Metodo di
individuazione
guasti
La sovracorrente in entrata viene controllata usando la corrente in entrata rilevata dal CT durante il
funzionamento del compressore.
Condizioni di
decisione del
guasto
Quando l’ingresso del CT resta superiore al valore mostrato nella seguente tabella per 2,5 secondi durante
il funzionamento del compressore.
Tabella per costanti
Modello
Corrente in entrata (A)
Serie RK(X)25, 35
Possibili cause
74
0,75
Sovracorrente dovuta a compressore guasto.
Sovracorrente dovuta ad un guasto del transistor d’alimentazione.
Sovracorrente dovuta ad un guasto del condensatore elettrolitico sul circuito principale dell’invertitore.
Sovracorrente dovuta alla scheda (1) guasta.
Errore di rilevamento dovuto ad un guasto sulla scheda stampata (1).
Sovracorrente dovuta ad un cortocircuito.
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Ricerca guasti
Ricerca guasti
∗ Gli errori di collegamento interno possono causare una sovracorrente in entrata. Se l’apparecchiatura si
ferma a causa di sovracorrente in entrata dopo che i fili sono stati scollegati e ricollegati per sostituzioni di
alcune parti, ecc., verificare che non vi siano errori di collegamento.
Controllo n. 3
Fare riferimento
a P.76
Controllo n. 4
Fare riferimento
a P.78
Controllo n. 12
Fare riferimento
a P.81
Controllo n. 6
Fare riferimento
a P.80
Riavviare l'attrezzatura, e misurare la
corrente in ingresso.
Il valore misurato è
superiore al valore d'arresto della
corrente in ingresso?
NO
Sostituire la scheda della sezione
esterna.
SI
Controllo nr. 3
Controllo transistor d'alimentazione
È normale?
NO
Sostituire la scheda della sezione
esterna.
SI
Controllo nr. 4
Controllo uscita transistor
d'alimentazione
L'uscita delle fasi U, V e W
è in buon equilibrio?
NO
Sostituire la scheda della sezione
esterna.
SI
Verificare la conduttività del
condensatore elettrolitico del circuito
invertitore principale.
C'è conduttività?
NO
Sostituire il condensatore
elettrolitico
SI
Controllo nr. 12
Controllo pressione di scarico
Controllo nr. 6
Controllo delle condizioni
d'installazione
Diagnosi di manutenzione
(MF022)
75
Controllo
SIT–86
6. Controllo
6.1
Come effettuare il controllo
6.1.1
Controllo del transistor d’alimentazione
Controllo della tensione del condensatore
Controllo n. 3
1. Controllo del transistor d’alimentazione
Nota:
Prima di verificare il transistor d’alimentazione, controllare che la tensione tra i terminali (+) e (-) del
transistor d’alimentazione sia di circa 0 volt.
< Metodo di misurazione >
Scollegare il connettore del cablaggio del compressore dalla scheda dell’unità esterna. Per sganciare il
connettore, premere la parte sporgente.
Per misurare con un tester la resistenza tra il transistor d’alimentazione (+) e (-) ed i terminali U, V e W del
connettore del compressore, seguire la seguente procedura. Valutare i risultati di misurazione per un
giudizio positivo o negativo.
<Controllo del transistor d’alimentazione>
Terminale negativo (-) del
tester (terminale positivo
(+) per tester digitale)
Transistor
d’alimentazione (+)
UVW
Transistor
d’alimentazione (-)
UVW
Terminale positivo (+) del
tester (terminale negativo
(-) per tester digitale)
UVW
Transistor
d’alimentazione (+)
UVW
Transistor
d’alimentazione (-)
Resistenza normale
Da molti kΩ a molti MΩ (∗)
Resistenza inaccettabile
Cortocircuito (0 Ω) o aperto
<Posizioni di misura>
2. Controllo della tensione del condensatore
< Metodo di misurazione >
Prima di effettuare la misurazione, mettere in funzione l’unità per diversi minuti, poi spegnere il
funzionamento di forza con l’interruttore.
Se l’unità viene spenta tramite il telecomando invece dell’interruttore, il condensatore scarica il carico
elettrico e quindi non permette una misurazione accurata.
Nota:
76
Alla sezione di carica viene applicata alta tensione. Quindi prestare attenzione durante la misurazione
onde evitare scosse elettriche.
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Controllo
< Posizioni di misura >
Effettuare la misurazione ai terminali (+) e (-) del transistor d’alimentazione nel modo descritto nella
sezione 1.
Impostare il multi-tester su CC e PORTATA TENSIONE prima di effettuare la misurazione.
∗
Diagnosi di manutenzione
Poiché i poli (+) e (-) del condensatore sono collegati ai poli (+) e (-) del transistor d’alimentazione,
la tensione del condensatore può essere misurata ai terminali (+) e (-) del transistor d’alimentazione.
77
Controllo
6.1.2
SIT–86
Controllo dell’uscita del transistor d’alimentazione
Controllo n. 4
Misurare la corrente e la tensione in uscita del transistor d’alimentazione.
Misurazione della
corrente in uscita
Rimuovere il pannello frontale e misurare la corrente nel cablaggio rosso, giallo e blu all’interno del
compressore, usando uno strumento misuratore a morsetto.
1. Collegare il morsetto al cablaggio rosso, giallo e blu ed operare con raffreddamento forzato.
2. Quando la frequenza in uscita si è stabilizzata, misurare la corrente in uscita su ogni fase.
3. Se la corrente in uscita su tutte le fasi è bilanciata, non ci sono problemi.
4. Se anche una sola fase è sbilanciata, sostituire la scheda stampata sull’unità esterna.
5. Se il compressore si ferma prima che la frequenza in uscita si stabilizzi, misurare la tensione in uscita.
Misurazione della
tensione in uscita
Rimuovere il pannello frontale e scollegare il cablaggio rosso, giallo e blu all’interno del compressore dai
terminali. Misurare la tensione in uscita dei cavi rosso, giallo e blu, tramite un tester.
1. Eseguire il raffreddamento forzato con l’attrezzatura nella condizione mostrate in Fig. 1.
2. Misurare la tensione tra l’avvio (quando il ventilatore dell’unità esterna inizia a ruotare) e l’arresto del
funzionamento causato da un errore CT (circa 15 secondi).
3. Ripristinare l’alimentazione e ripetere i passi da (1) a (3) per ogni fase su U-V, V-W e W-U.
4. Se le tensioni di tutte le fasi mostrano risultati simili alla linea intera mostrata nel grafico della Fig.2, la
scheda stampata esterna è a posto.
5. Se la tensione devia dalla linea intera mostrata in Fig.2, anche su una sola fase, eseguire il seguente
test.
Controllare il cablaggio tra il transistor d’alimentazione ed il compressore (voci da controllare: rotture fili
ed errori di collegamento). Se il cablaggio è a posto, sostituire la scheda.
[Fig.1]
Nota:
78
[Fig.2]
1. Non toccare i terminali dei cavi rosso, giallo e blu quando sono alimentati
(toccarli è molto pericoloso poiché è applicata una tensione superiore a 100 volt).
2. Evitare di cortocircuitare i terminali dei cavi rosso, giallo e blu.
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
6.1.3
Controllo
Controllo resistenza termistore
Controllo n. 5
Rimuovere i connettori dei termistori sulla scheda e misurare la resistenza di ogni termistore con un tester.
La relazione tra un valore di temperatura e di resistenza normale è mostrato nel grafico e nella tabella
riportati di seguito.
Termistore R25˚C=20kΩ B=3950
Temperatura (˚C)
-20
211,0 (kΩ)
-15
150
-10
116,5
-5
88
0
67,2
5
51,9
10
40
15
31,8
20
25
25
20
30
16
35
13
40
10,6
45
8.7
50
7,2
Per i modelli il cui termistore è direttamente posizionato sulla scheda a circuiti stampati;
Rimuovere il ricevitore di segnale e la scheda a circuiti stampati display
(disconnettere anche il connettore), quindi misurare gli ohm con un ohmmetro ad
entrambe le estremità.
La relazione tra la temperatura e la resistenza è comune ai modelli esistenti.
R1T
Tester
Diagnosi di manutenzione
79
Controllo
6.1.4
SIT–86
Controllo delle condizioni d’installazione
Controllo n. 6
Controllo delle condizioni
d'installazione
Verificare le
dimensioni ammesse
dell'area di aspirazione
e scarico area.
Normale
L'aria scaricata
dall'altra sezione esterna
determina un aumento della
temperatura dell'aria
d'aspirazione?
Anomalia
SI
Modificare la posizione della griglia
di scarico aria o la posizione
d'installazione.
Modificare la posizione della griglia
di scarico aria o la posizione
d'installazione.
NO
Lo scambiatore di calore
è molto sporco?
SI
Pulire lo scambiatore di calore.
NO
Il flusso d'aria
è bloccato da ostacoli o
correnti nella direzione
opposta?
SI
Cambia la posizione o la direzione
d'installazione.
NO
Controllare la temperatura dell'aria
esterna (temperatura dell'aria
aspirata dalla sezione esterna). (La
temperatura dell'aria esterna dovrà
essere inferiore o uguale a 43˚C).
(MF030)
80
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
6.1.5
Controllo
Controllo raddrizzatore
Controllo n. 11
Esistono diversi schemi di posizione dei terminali. Quindi è bene verificare i marchi dei terminali.
+
~
Terminale negativo (-) del tester (terminale ~
positivo (+ per il tester digitale)
~
Terminale positivo (+) del tester (terminale +
negativo (-) per il tester digitale)
Da molti KΩ a MΩ ∞
Resistenza normale
0o∞
Resistenza inaccettabile
6.1.6
0
-
~
∞
Da molti KΩ a MΩ
0o∞
0
Controllo della pressione di scarico
Controllo n. 12
La valvola d'intercettazione
è aperta?
Controllo pressione
di scarico
NO
Aprire la valvola
d'intercettazione.
SI
Il tubo di collegamento
è deformato?
NO
Sostituire i tubi installati in loco.
SI
Lo scambiatore di
calore ed il filtro dell'aria
sono sporchi
SI
NO
Pulire.
Sostituire il compressore.
(MF031)
Diagnosi di manutenzione
81
Controllo
6.1.7
Controllo della forma d’onda dell’alimentazione
Controllo n. 13
6.1.8
SIT–86
Misurare la forma d’onda dell’alimentazione tra i pin 1 e 3 della morsettiera e verificare il disturbo di forma
d’onda.
Verificare che la forma d’onda dell’alimentazione sia una sinusoide (Fig.1)
Controllare per verificare che non ci sia alcun disturbo di forma d’onda sullo zero incrociato (Sezioni
cerchiate in Fig.2)
[Fig.1]
[Fig.2]
Controllo sistema compressore/refrigerante con unità inverter
Controllo n. 15
Controllo compressore / sistema
refrigerante
L'apparecchiatura
si arresta frequentemente a causa
di errori all'avvio?
NO
∗ Controllare che non ci siano danni sulle tubazioni
del refrigerante.
SI
Compressore guasto.
Sostituire il compressore
Al prossimo passo.
(MF033)
82
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
6.1.9
Controllo
Controllo circuito integrato Hall con unità inverter
Controllo n. 16
1. Controllare la connessione del connettore.
2. Con l’alimentazione accesa, il funzionamento spento ed il connettore collegato, verificare quanto
segue:
∗Tensione in uscita tra i pin 1 e 3 di circa 5 V.
∗Generazione di 3 impulsi tra i pin 2 e 3 quando il motore del ventilatore è in funzione.
Guasto di (1) Scheda guasta Sostituire la scheda.
Guasto di (2) guasto sul circuito integrato Hall Sostituire il motore del ventilatore.
Entrambi i risultati (1) e (2) Sostituire la scheda.
Il connettore ha 3 pin, mentre gli schemi cromatici per i colori dei cavi sono due.
Diagnosi di manutenzione
83
Controllo
84
SIT–86
Diagnosi di manutenzione
SIT–86
Parte 6
Procedura di rimozione
1. Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J ...............................................86
1.1
1.2
1.3
1.4
Rimozione del filtro dell’aria................................................................... 86
Rimozione della griglia frontale ............................................................. 88
Rimozione delle pale orizzontali e verticali............................................ 90
Rimozione della scatola interruttori, della scheda stampata e del motore
del deflettore.......................................................................................... 92
1.5 Rimozione dello scambiatore di calore.................................................. 97
1.6 Installazione del tappo di scarico........................................................... 99
1.7 Rimozione del rotore e del motore del ventilatore ............................... 100
2. Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J ....................................................103
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6
2.7
2.8
Procedura di rimozione
Rimozione della carcassa esterna....................................................... 103
Rimozione della bocca a campana e della piastra laterale sinistra ..... 105
Rimozione della scheda stampata e della scatola interruttori ............. 106
Rimozione del ventilatore elicoidale e del motore del ventilatore........ 111
Rimozione del tampone di assorbimento acustico del compressore... 112
Rimozione della piastra divisoria e del reattore................................... 114
Rimozione della valvola a quattro vie. ................................................. 116
Rimozione del compressore ................................................................ 118
85
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
SIT–86
1. Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
1.1
Rimozione del filtro dell’aria
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Caratteristiche esterne
(Le figurano mostrano
la serie D).
Se il pulsante ON/OFF viene
mantenuto premuto per 5
secondi, l’operazione di
raffreddamento forzato verrà
eseguita per circa 15 minuti.
2. Rimozione dei filtri dell’aria
1
Tirare con le dita le
sporgenze sul lato destro e
sinistro del pannello ed
aprire completamente la
griglia frontale.
2
Sollevare la sezione
centrale del filtro dell’aria e
sganciare i ganci.
Rimuovere il filtro dell’aria
tirando in avanti.
86
I filtri di destra e di sinistra sono
intercambiabili.
Per la reinstallazione, inserire il
filtro dell'aria lungo la guida.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
Punti
3. Apertura e chiusura del
pannello frontale
1
Afferrare con le dita la
parte sporgente su
entrambi i lati del pannello
dell’unità e aprire il
pannello verso una
posizione più alta rispetto a
quella di arresto.
2
Estrarre il pannello frontale
dall’unità.
3
Quando si reinstalla il filtro
dell’aria, accertarsi che le
parti sporgenti sul pannello
siano nella scanalatura
della guida, quindi
chiudere il pannello.
Procedura di rimozione
Sostenere il pannello frontale con
una mano, mentre si rimuove con
l’altra mano l’asse di rotazione nella
parte centrale superiore.
Quindi tirare in avanti il pannello
frontale per la rimozione.
87
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
1.2
SIT–86
Rimozione della griglia frontale
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Apertura e chiusura del
coperchio di servizio
1
Rimuovere la vite di
montaggio del coperchio di
servizio.
Aprire il coperchio di
servizio verso l’alto
L’interruttore per l’impostazione
locale non viene fornito in
dettaglio.
2. Rimozione della griglia
frontale.
1
88
Rimuovere le due viti di
destra e sinistra che
fissano il corpo principale
alla griglia frontale.
I cappucci delle viti all’interno del
deflettore di cui sono dotati i
modelli esistenti non sono forniti.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
Punti
2
Sganciare i due ganci sulla
parte superiore.
Se i ganci non vengono
premuti dall’alto, rimuovere
il pannello frontale e quindi
la griglia mantenendo
premuto il gancio nello
spazio tra la griglia frontale
e lo scambiatore di calore.
Nella parte superiore vi sono due
ganci, a destra e a sinistra.
Sganciarli premendo le
manopole con un cacciavite.
3
La griglia frontale può
essere rimossa tirando in
avanti la parte superiore e
sollevando la parte
inferiore.
Quando si reinstalla la griglia,
accertarsi che ciascun gancio sia
fissato correttamente.
Procedura di rimozione
89
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
1.3
SIT–86
Rimozione delle pale orizzontali e verticali
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Rimuovere la pala orizzontale.
1
Sollevare la pala
orizzontale in posizione di
apertura.
2
Sganciare la pala
orizzontale dalla sezione di
supporto della stessa.
3
Piegare leggermente la
pala e rimuoverla
dall’unità.
90
I cappucci delle viti all’interno del
deflettore di cui sono dotati i
modelli esistenti non sono forniti.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
Punti
Per la reinstallazione.
1. Poiché il gancio è posto sul lato
sinistro, inserire il margine della
pala nella punta ruotandola.
2. Fissare di nuovo le due parti
fisse della pala orizzontale nel
gancio.
2. Rimozione della pala verticale
1
Sganciare il giunto della
pala verticale dalla piastra
fissa.
2
Tirare la pala in avanti.
Procedura di rimozione
Le cinque pale verticali sono
fissate con la staffa di giunzione
(quindi non è possibile sostituire
una pala alla volta).
91
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
1.4
SIT–86
Rimozione della scatola interruttori, della scheda stampata e del motore del
deflettore
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
Rimuovere la griglia frontale.
1. Rimuovere la scatola
interruttori.
1
Disconnettere i cavi di
collegamento.
2
Disconnettere i connettori
(S1 e S7) del motore del
ventilatore.
3
Disconnettere un
connettore (S6) del motore
del deflettore.
4
Rimuovere il termistore
dello scambiatore di
calore.
92
Fare attenzione alla direzione del
supporto del termistore affinché
non tocchi il cablaggio (per tutti i
modelli esistenti).
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
5
Rimuovere una vite dalla
morsettiera.
6
Rimuovere una vite dalla
scatola interruttori.
7
Tirare in avanti la scatola
interruttori per rimuoverla.
Procedura di rimozione
Punti
La scatola interruttori può essere
rimossa al posto della
morsettiera.
Sulla parte posteriore è situato
un gancio.
93
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Fase
SIT–86
Procedura
Punti
2. Rimozione della scheda a
circuiti stampati
1
Rimuovere la copertura.
2
Sganciare la piastra
frontale della scatola
interruttori.
Sganciare le manopole
premendo i due ganci sulla
parte superiore e inferiore.
3
La scatola interruttori può
essere rimossa facendola
scorrere verso sinistra.
94
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
4
Sganciare le quattro
manopole sulla parte
posteriore della scheda a
circuiti stampati display.
5
Scheda a circuiti stampati
display.
Procedura di rimozione
Punti
95
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Fase
6
SIT–86
Procedura
Scheda a circuiti stampati
di controllo.
Punti
La scheda a circuiti stampati di
controllo viene installata con
quella di alimentazione.
3. Rimuovere il gruppo motore
del deflettore.
1
Per rimuovere il gruppo
motore deflettore,
rimuovere le due viti
(regolazione manuale per
le pale verticali).
Utilizzare un supporto onde
evitare di sganciare il giunto, in
caso di rimozione del gruppo pala
orizzontale.
96
Procedura di rimozione
SIT–86
1.5
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Rimozione dello scambiatore di calore
Procedura
Fase
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Eseguire l’operazione di
pump-down.
Rimuovere il telaio di
installazione dalla piastra di
montaggio.
1
Avvertenza
Rimuovere la manichetta di
drenaggio. Fare attenzione
onde evitare la fuoriuscita
dell’acqua di scarico
residua.
Punti
Avvertenza
In caso di perdite di gas, riparare
la perdita, quindi collegare tutto il
refrigerante dall’unità. Asciugare
l’unità a vuoto e caricare la
quantità corretta di refrigerante.
Avvertenza
Evitare di miscelare qualsiasi gas
(aria compresa) diverso dal
refrigerante specificato (R22) nel
ciclo refrigerante
(la miscelazione d’aria od altri gas
causa aumenti anomali di
temperatura nel ciclo refrigerante,
e ciò può comportare la rottura
del tubo o infortuni).
Fare attenzione affinché lo
scarico residuo non sporchi il
pavimento.
Se all’interno della parete vi è
una manichetta di drenaggio,
estrarla.
2
Staccare il tubo di
isolamento e disconnettere
i dadi svasati per il tubo del
gas e quello dei liquidi.
3
Staccare l’unità interna
dalla piastra di
installazione.
4
Sganciare i ganci del
sostegno tubo sulla parte
posteriore.
Procedura di rimozione
Usare due chiavi per sganciare il
tubo.
Quando i tubi sono scollegati,
chiudere tutte le aperture dei tubi
con tappi onde evitare l’ingresso
di polvere ed umidità nei tubi
stessi.
97
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Fase
SIT–86
Procedura
5
Tirare il tubo ausiliario in
avanti formando un angolo
di 10-20 gradi.
6
Sganciare i ganci sul lato
destro e sinistro e tirare in
avanti lo scambiatore di
calore.
I ganci sono
simmetricamente
posizionati sul lato destro e
sinistro.
Punti
Fare attenzione a non deformare
i tubi.
Sollevando leggermente lo
scambiatore di calore verso
destra, il gancio sinistro potrà
essere sganciato facilmente.
7
98
Sollevare e rimuovere lo
scambiatore di calore.
Attenzione
Quando si rimuove o si reinstalla
lo scambiatore di calore,
indossare guanti protettivi oppure
avvolgere lo scambiatore con dei
panni (le alette possono tagliare
le dita).
Procedura di rimozione
SIT–86
1.6
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Installazione del tappo di scarico
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
La vaschetta di drenaggio viene
fissata insieme alla piastra
inferiore.
1
Scollegare la manichetta di
drenaggio.
2
Tirare con le mani il tappo
di scarico sulla vaschetta di
drenaggio.
3
Inserire la manichetta di
drenaggio.
Spingerla con decisione nella
parte interna.
4
Spingere il tappo di scarico
verso destra utilizzando
una chiave per brugole.
Spingerlo con decisione nella
parte interna.
Procedura di rimozione
99
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
1.7
SIT–86
Rimozione del rotore e del motore del ventilatore
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
Rimuovere lo scambiatore di
calore.
1
Per rimuovere il pannello
laterale destro, estrarre tre
viti.
2
Sganciare il gancio.
100
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Procedura
3
Allentare la vite di arresto a
testa esagonale sul rotore
del ventilatore.
4
Rimuovere il motore e il
rotore del ventilatore.
5
Rimuovere una vite sul
pannello laterale destro.
Procedura di rimozione
Punti
101
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Fase
Procedura
6
Sganciare un gancio dalla
parte posteriore.
7
Poiché il cuscinetto del
ventilatore è in gomma,
tirarlo con decisione
dall’interno. Il cuscinetto
può essere rimosso allo
stesso modo in cui viene
fissata la piastra laterale
sinistra.
102
SIT–86
Punti
Procedura di rimozione
SIT–86
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2. Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.1
Rimozione della carcassa esterna
Procedura
Fase
1
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
Il coperchio della valvola di
arresto può essere rimosso
estraendo la vite di
fissaggio.
Poiché sono presenti tre ganci (in
tre parti), far scorrere il coperchio
verso il basso per rimuoverlo.
L’operazione di raffreddamento
forzato in modalità pump-down
può essere eseguita premendo
per cinque secondi l’interruttore
di funzionamento sull’unità
principale (i modelli esistenti
possono eseguire questa
operazione anche con
l’interruttore sulla scheda
stampata).
La struttura delle connessioni per
le svasature è stata modificata
dalla posizione verticale alla
posizione orizzontale.
2
La piastra superiore e
quella frontale sono
realizzate in un unico
blocco. Rimuovere le tre
viti dal lato destro e le due
viti dalla piastra frontale.
Procedura di rimozione
103
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Fase
SIT–86
Procedura
Punti
3
Rimuovere le tre viti dal
lato sinistro.
4
Rimuovere la vite di
fissaggio dalla parte
posteriore della piastra
superiore. Sollevare la
piastra superiore e quindi
tirarla in avanti.
La piastra laterale sinistra e la
bocca a campana possono
essere rimosse tutte
contemporaneamente.
Quando si reinstalla la piastra
superiore, spostarla
orizzontalmente e abbassarla per
semplificare il lavoro.
5
Il pannello frontale e la
piastra laterale sinistra
possono essere rimossi
estraendo una vite di
fissaggio.
Vista sezionale anteriore.
Piastra superiore
Piastra
lato sinistro
il bordo della piastra
superiore è penetrato
in questa scanalatura
(RR064)
104
Procedura di rimozione
SIT–86
2.2
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Rimozione della bocca a campana e della piastra laterale sinistra
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1
La bocca a campana viene
fissata con due viti e
quattro ganci.
Rimuovere la bocca a campana,
iniziando dalla piastra frontale
una volta rimosse le due viti
fissate sotto.
2
Estrarre le due viti e tirare
la bocca a campana in
avanti per rimuoverla, non
appena i quattro ganci
vengono individuati.
Far scorrere la bocca a campana
nella direzione della freccia per
sganciare il gancio B.
3
L’aletta è montata sulla
piastra laterale sinistra
e può essere sganciata
quando viene rimossa una
vite di fissaggio.
Procedura di rimozione
105
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.3
SIT–86
Rimozione della scheda stampata e della scatola interruttori
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
1. Per rimuovere la copertura.
1
Estrarre una vite di
fissaggio e le quattro parti
dei ganci A e B per la
rimozione della copertura.
2
Rimuovere la copertura.
Punti
La copertura presenta cinque
ganci.
Non dimenticare di reinstallare la
copertura ed evitare di allentarla
o danneggiarla.
2. Per rimuovere il cablaggio dei
cavi
1
106
Questo riporta la scheda a
circuiti stampati.
La valvola elettronica di
espansione (S20) non
viene fornita nei modelli
di esportazione poiché
viene adottato un tubo
capillare.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Procedura
2
Disconnettere il connettore
del motore del ventilatore
(S70).
3
Disconnettere i due
connettori del reattore.
Successivamente staccare
i cavi di alimentazione dal
gancio.
4
Disconnettere i connettori
del compressore e della
valvola a quattro vie.
Procedura di rimozione
Punti
Esiste un altro reattore sul telaio
inferiore del modello JV1NB.
107
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Fase
Procedura
5
Disconnettere il connettore
(S91) del termistore.
6
Rimuovere il cavo di terra.
7
Disconnettere i cavi dalla
morsettiera.
108
SIT–86
Punti
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Procedura
Punti
3. Rimuovere la scheda a circuiti
stampati.
1
Rimuovere le tre viti
fissando la scheda a
circuiti stampati.
Poiché le alette di irradiazione
sono posizionate al di sotto,
rimuovere la vite sostenendo con
la mano la scheda.
2
Disconnettere i cavi dal
condensatore.
3
La scheda a circuiti
stampati può essere quindi
sganciata.
Procedura di rimozione
109
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Fase
SIT–86
Procedura
Punti
4. Per rimuovere la scatola
interruttori.
1
Rimuovere le tre viti
fissando la scatola
interruttori.
2
Sollevare e rimuovere la
scatola interruttori.
110
Procedura di rimozione
SIT–86
2.4
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Rimozione del ventilatore elicoidale e del motore del ventilatore
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Disconnettere il connettore
del motore del ventilatore S70.
1
I cavi di alimentazione del
motore del ventilatore
possono essere sganciati
passando attraverso lo
spazio tra lo scambiatore di
calore e la scatola
interruttori.
2
Il ventilatore elicoidale può
essere rimosso quando il
dado con base a rondella
(M8) viene rimosso.
Punti
Rimuovere le piastre esterne e il
coperchio a prova di
gocciolamento che protegge le
parti elettriche.
Non dimenticare di reinstallare la
copertura ed evitare di allentarla
o danneggiarla.
Al momento della reinstallazione,
allineare il contrassegno del
ventilatore elicoidale al taglio a D
sull'albero motore.
Il ventilatore deve essere
reinstallato in modo che il
contrassegno sia nella parte
superiore del motore.
3
Estrarre le due viti per la
rimozione del motore del
ventilatore. I cavi di
alimentazione vengono
sganciati sollevandone
i ganci di fissaggio.
4
Rimuovere il motore del
ventilatore.
Procedura di rimozione
111
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.5
SIT–86
Rimozione del tampone di assorbimento acustico del compressore
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Per rimuovere la piastra
laterale destra.
1
Estrarre le tre viti per la
rimozione della piastra
laterale destra.
2
Sollevare la piastra laterale
destra per sganciare i
ganci.
2. Per rimuovere il tampone di
assorbimento acustico
1
112
Sciogliere la corda che
fissa il corpo del tampone
di assorbimento acustico
del compressore.
Inserire i tre ganci per la
reinstallazione.
Poiché la fenditura preparata per
la connessione tubazioni sul
tampone di assorbimento
acustico può danneggiarsi
facilmente, rimuovere il tampone
con attenzione.
Durante la procedura di
reinstallazione, il tampone di
assorbimento acustico deve
passare all’interno delle
tubazioni.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Procedura
Punti
2
Tirare il corpo del tampone
di assorbimento acustico.
3
Tirare la parte superiore
del tampone di
assorbimento acustico (a).
Poiché la fenditura preparata per
le tubazioni sul tampone di
assorbimento acustico può
danneggiarsi facilmente,
rimuovere il tampone con
attenzione.
4
Tirare il corpo del tampone
di assorbimento
acustico (b).
Durante la procedura di
reinstallazione, il tampone di
assorbimento acustico deve
passare all’interno delle
tubazioni.
Procedura di rimozione
113
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.6
SIT–86
Rimozione della piastra divisoria e del reattore.
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Per rimuovere la piastra divisoria.
1
Sganciare i cavi di
alimentazione dal morsetto
del cavo.
2
Rimuovere le due viti
fissando la piastra
divisoria.
3
Capovolgere la piastra
divisoria per la rimozione.
114
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
4
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Procedura
Punti
Durante la reinstallazione
della piastra divisoria,
inserire il gancio nel telaio
inferiore.
2. Per rimuovere il reattore
1
Il reattore può essere
rimosso estraendo la vite di
fissaggio.
Procedura di rimozione
115
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.7
SIT–86
Rimozione della valvola a quattro vie.
Procedura
Fase
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
Punti
1. Per rimuovere le parti
circostanti la valvola a quattro
vie.
1
Rimuovere il coperchio
morsettiera, i cavi di
alimentazione del
compressore e la piastra
divisoria in modo da evitare
che vengano bruciati dalla
macchina di brasatura a
gas.
2
Rimuovere il termistore per
lo scambiatore di calore.
Il termistore per lo scambiatore di
calore viene fissato da una parte
con un giunto a sovrapposizione.
Accertarsi di fissare il termistore
sulla posizione originale al
momento della reinstallazione.
Avvertenza
Ventilare l’area in caso di perdite
di refrigerante ( il gas refrigerante
può generare gas tossici se entra
in contatto con le fiamme).
3
116
Rimuovere la bobina della
valvola a quattro vie.
Fare attenzione a non allentare il
supporto del termistore.
Procedura di rimozione
SIT–86
Fase
Procedura
Iniziare a lavorare dopo
essersi accertati che il
circuito refrigerante sia
completamente pieno di
refrigerante.
4
5
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Fornire una lamiera di
protezione o una lamiera
zincata in modo che la
fiamma per la brasatura
non influenzi la parte
circostante la valvola a
quattro vie.
Riscaldare le quattro
porzioni delle parti di
brasatura sulla valvola a
quattro vie. Rimuovere la
valvola secondo l’ordine
(a),(b),(c),(d).
Punti
Attenzione
Fare attenzione alla valvola a
quattro vie, alle tubazioni, ecc.
surriscaldate dalla macchina di
brasatura a gas onde evitare di
bruciarle.
Precauzioni per la reinstallazione
1. Reinstallare le tubazioni con
brasatura senza ossidazione.
Eseguire una brasatura rapida,
tranne se viene utilizzato
dell’azoto.
2. È necessario evitare la
carbonizzazione dell’olio
all’interno della valvola a quattro
vie e la deteriorizzazione delle
guarnizioni a causa del calore.
Per impedire ciò, battere la
valvola a quattro vie con un
panno bagnato aggiungendo
acqua onde evitare che si possa
asciugare e che si crei eccessivo
calore (mantenere la valvola al di
sotto dei 120 gradi C).
Nell’estrarre le tubazioni non
esercitare eccessiva pressione
con le pinze onde evitare di
romperle.
6
Riscaldare le parti di
brasatura ed estrarre le
tubazioni collegate alla
valvola a quattro vie
mediante una pinza e
simili.
Procedura di rimozione
Nel caso in cui la rimozione sembri
difficile:
1. Rimuovere la connessione
tubazioni (parte di brasatura)
facilmente removibile e
reinstallarla.
2. Tagliare i tubi sull’unità principale
mediante un tagliatubi in rame in
modo da facilitare la rimozione.
NOTA:
Per tagliare i tubi non utilizzare una
sega di metallo altrimenti i frammenti
entrano nel circuito.
117
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
2.8
Rimozione del compressore
Procedura
Fase
3
Avvertenza
Spegnere qualsiasi alimentazione prima di iniziare il lavoro di smontaggio!
Procedura
1. Per rimuovere le parti intorno
al compressore.
1 Rimuovere il coperchio
morsettiera, i cavi di
alimentazione del
compressore e la piastra
divisoria onde evitare che
vengano bruciati dalla
macchina di brasatura
a gas.
2
SIT–86
Punti
Fare attenzione a non bruciare i
terminali del compressore o
l’etichetta di identificazione.
Il dado di montaggio del
compressore da rimuovere
è un pezzo unico.
Rimuovere il dado
mediante una chiave
aperta.
Iniziare a lavorare dopo
essersi accertati che il circuito
refrigerante sia
completamente pieno di
refrigerante.
Applicare la permutazione di
azoto quando si riscalda la
parte di brasatura.
1 Rimuovere la parte di
brasatura sul lato di scarico
del compressore.
2 Riscaldare la parte di
brasatura sulla parte di
aspirazione del
compressore e rimuoverla.
3 Sollevare il compressore
e rimuoverlo.
Avvertenza
Poiché potrebbe accadere che
l’olio di refrigerazione nel
compressore possa creare
incendi, preparare un panno
bagnato per estinguere
il fuoco preventivamente.
Avvertenza
Ventilare l’area in caso di perdite
di refrigerante ( il gas refrigerante
può generare gas tossici se entra
in contatto con fiamme).
Attenzione
Fare attenzione alle tubazioni,
ecc. surriscaldate dalla macchina
di brasatura a gas onde evitare di
bruciarle.
Fare attenzione onde evitare di
bruciare le alette dello
scambiatore di calore.
118
Procedura di rimozione
SIT–86
Parte 7
Altri
1. Altri ......................................................................................................120
1.1 Spiegazione......................................................................................... 120
Altri
119
Altri
SIT–86
1. Altri
1.1
Spiegazione
1.1.1
Test eseguito dal telecomando (solo per modelli a pompa di calore)
Funzionamento di prova
1. Misurare la tensione e accertarsi che rientri nell’intervallo specificato.
2. Il funzionamento di prova deve essere eseguito sia nella modalità di raffreddamento che in quella di
riscaldamento.
Per la pompa
di calore
In modalità di raffreddamento, selezionare la temperatura programmabile più bassa; in modalità di
riscaldamento, selezionare la temperatura programmabile più alta.
Il funzionamento di prova può essere disabilitato in qualsiasi modalità a seconda della temperatura del
locale.
Una volta completata la prova, impostare la temperatura su un livello normale
(da 26˚C a 28˚C in modalità di raffreddamento, da 20˚C a 24˚C in modalità di riscaldamento).
Per motivi protezione, il sistema disabilita l’operazione di riavvio per 3 minuti dopo averlo spento.
Per l’operazione
di raffreddamento
in caso di bassa
temperatura del
locale
Selezionare la temperatura programmabile più bassa
Il funzionamento di prova in modalità di raffreddamento può essere disabilitato a seconda della
temperatura del locale.
Utilizzare il telecomando per il funzionamento di prova come descritto di seguito.
Funzionamento di prova dal telecomando
(1) Premere il pulsante ON/OFF per accendere il sistema.
(2) Premere contemporaneamente il pulsante TEMP e i pulsanti di modalità MODE.
(3) Premere il pulsante di modalità MODE due volte.
(“T” apparirà sul display per indicare che la modalità di funzionamento di prova è selezionata).
(4) La modalità di funzionamento di prova termina dopo circa 15 minuti ed il condizionatore passa in
modalità normale. Per uscire dal funzionamento di prova, premere il pulsante ON/OFF.
Una volta completato il funzionamento di prova, impostare la temperatura su un livello normale
(da 26˚C a 28˚C).
Per motivi protezione, la macchina disabilita l’operazione di riavvio per 3 minuti dopo lo spegnimento.
3. Effettuare la prova come descritto nel manuale di funzionamento, per accertarsi che tutte le funzioni e le
parti, quali il movimento del deflettore verticale, funzionino correttamente.
Il condizionatore richiede un’alimentazione minima in modalità standby. Se, dopo l’installazione, il
sistema non verrà usato per un po’ di tempo, spegnere l’interruttore per eliminare un inutile consumo di
energia.
Se l’interruttore scatta per spegnere l’alimentazione al condizionatore d’aria, il sistema ripristina la
modalità di funzionamento originale quando l’interruttore viene di nuovo acceso.
(3)
(2)
(3)
ON/OFF
POWERFULL
MODE
(1) (4)
TEMP
FAN
SWING
G -SLEEP SENSOR
ON
CANCEL
OFF
TIMER
(RL033)
120
Altri
SIT–86
1.1.2
Altri
Metodo di funzionamento individuale del condizionatore (quando le due unità vengono
installate in un solo locale)
Per modelli solo raffreddamento e a pompa di calore
Come impostare diversi indirizzi.
Quando due unità sono installate in un solo locale, i due telecomandi senza fili possono essere
impostati per diversi indirizzi.
Scheda nell’unità interna
Rimuovere il pannello frontale.
Rimuovere la copertura dei sensori (2 viti), quindi la scatola elettrica (1 vite).
Far scorrere la copertura metallica per rimuoverla (4 staffe sulla scatola elettrica).
Tagliare il ponte JA sulla scheda.
Telecomando senza fili
Tagliare il ponte J4.
1.1.3
Controllo centralizzato (per KRC72, KRP413A1S)
Per spiegazioni sull’impiego, vedere il manuale d’istruzioni. Tuttavia procedere come segue quando si
utilizza il KRP413A1S (scheda di controllo centralizzato connessione di contatto).
Tagliare il cavallotto sulla scheda interna.
(ML112)
Nota:
1.1.4
La funzione di ripristino dopo un guasto d’alimentazione è controllata dal segnale d’accensione della
scheda di controllo centralizzato. Se l’unità viene usata senza tagliare il ponte JC, può verificarsi quanto
segue.
Se l’unità era in funzione quando si è verificato un guasto d’alimentazione, è possibile che non riprenda
a funzionare dopo essere stata ripristinata in seguito al guasto d’alimentazione.
Commutatore modalità di deumidificazione (tutti i modelli interni)
Per modelli solo raffreddamento e a pompa di calore
Ponte
(sulla scheda interna)
Altri
Funzione
Quando collegato
(impostazione di fabbrica)
JC
Funzione di ripristino
dopo guasto
d'alimentazione
Avvio automatico
JB
Impostazione velocità Impostazione velocità
ventilatore quando il
ventilatore; Impostazione
compressore è spento telecomando
dal termostato.
Quando tagliato
L’unità non riprende a funzionare
dopo il ripristino di un guasto
d’alimentazione. Le impostazioni di
accensione e spegnimento con
timer vengono cancellate.
La velocità del ventilatore è
impostata su “0”
<Arresto del ventilatore>
121
Altri
1.1.5
SIT–86
Regolazione dell’angolo del sensore occhio intelligente
Una volta completata l’installazione dell’unità interna, regolare l’angolo del sensore occhio intelligente
per garantire l’individuazione dell’area adeguatamente coperta.
(Angolo regolabile: 15˚ verso destra e sinistra dal centro)
Premere e far scorrere il sensore per regolare l’angolo. Lo scopo è che il sensore punti al centro del
locale o alla parte del locale più frequentemente utilizzata.
Una volta regolato l’angolo, strofinare il sensore con un panno pulito, facendo attenzione a non
graffiarlo.
Attenzione
122
Non colpire o premere con violenza il sensore occhio intelligente. Ciò può causare danni e
malfunzionamenti.
Non posizionare oggetti di grandi dimensioni accanto al sensore. Inoltre mantenere le unità riscaldate
e gli umidificatori all’esterno dell’area di individuazione del sensore.
Altri
SIT–86
Parte 8
Appendice
1. Schema delle tubazioni .......................................................................124
1.1 Unità interna ........................................................................................ 124
1.2 Unità esterna ....................................................................................... 125
2. Schema elettrico .................................................................................127
2.1 Unità interna ........................................................................................ 127
2.2 Unità esterna ....................................................................................... 129
Appendice
123
Schema delle tubazioni
SIT–86
1. Schema delle tubazioni
1.1
Unità interna
1.1.1
Solo raffreddamento e pompa di calore
SEZIONE INTERNA
SCAMBIATORE DI CALORE
7,0CuT
7,9CuT
7,0CuT
VENTILATORE A
FLUSSO INCROCIATO
7,0CuT
M
7,0CuT
MOTORE DEL VENTILATORE
TUBAZIONI IN CANTIERE
(6,4CuT)
FTK25TUBAZIONI IN CANTIERE
(
CuT)
9,5CuT
FTX25-
9,5
FTK35FTX35-
12,7
4D019960
124
Appendice
SIT–86
Schema delle tubazioni
1.2
Unità esterna
1.2.1
Solo raffreddamento
RK25JV1NB
SEZIONE ESTERNA
SCAMBIATORE DI CALORE
7,9CuT
9,5CuT
7,9CuT
7,9CuT
7,9CuT
VALVOLA
D'INTERCETTAZIONE
LIQUIDO
7,9CuT
7,9CuT
M
VENTILATORE ELICOIDALE
TUBO CAPILLARE
6,4CuT
9,5CuT
9,5CuT
VALVOLA DI
INTERCETTAZIONE GAS CON
ATTACCO DI SERVIZIO
TUBAZIONI IN CANTIERE
(6,4CuT)
TUBAZIONI IN CANTIERE
(9,5CuT)
ACCUMULATORE
COMPRESSORE
3D019958
RK35JV1NB
SEZIONE ESTERNA
SCAMBIATORE DI CALORE
7,9CuT
9,5CuT
7,9CuT
TUBO CAPILLARE
7,9CuT
7,9CuT
6,4CuT
VALVOLA
D'INTERCETTAZIONE
LIQUIDO
M
VENTILATORE ELICOIDALE
7,9CuT
12,7CuT
12,7CuT
VALVOLA DI
INTERCETTAZIONE GAS CON
ATTACCO DI SERVIZIO
TUBAZIONI IN CANTIERE
(6,4CuT)
TUBAZIONI IN CANTIERE
(12,7CuT)
ACCUMULATORE
COMPRESSORE
3D019956
Appendice
125
Schema delle tubazioni
1.2.2
SIT–86
Pompa di calore
RX25JV1NB
SEZIONE ESTERNA
SCAMBIATORE DI CALORE
7,9CuT
7,9CuT
7,9CuT
7,9CuT
TUBO CAPILLARE 1
6,4CuT
TUBO CAPILLARE 2
6,4CuT
M
9,5CuT
VENTILATORE ELICOIDALE
9,5CuT
TUBAZIONI IN CANTIERE
VALVOLA (6,4CuT)
D'INTERCETTAZIONE LIQUIDO
7,9CuT
ELETTROVALVOLA
DI INVERSIONE
9,5CuT
7,9CuT
SILENZIATORE
COMPRESSORE
ACCUMULATORE
VALVOLA DI
INTERCETTAZIONE GAS CON
ATTACCO DI SERVIZIO
TUBAZIONI IN CANTIERE
(9,5CuT)
FLUSSO REFRIGERANTE
RAFFREDDAMENTO
RISCALDAMENTO
3D019959
RX35JV1NB
SEZIONE ESTERNA
SCAMBIATORE DI CALORE
7,9CuT
7,9CuT
TUBO CAPILLARE 1
7,9CuT 7,9CuT
TUBO CAPILLARE 2
6,4CuT
M
9,5CuT
VENTILATORE ELICOIDALE
7,9CuT
12,7CuT
9,5CuT
SILENZIATORE
7,9CuT
TUBAZIONI IN CANTIERE
VALVOLA (6,4CuT)
D'INTERCETTAZIONE LIQUIDO
ELETTROVALVOLA
DI INVERSIONE
COMPRESSORE
ACCUMULATORE
VALVOLA DI
INTERCETTAZIONE GAS CON
ATTACCO DI SERVIZIO
FLUSSO REFRIGERANTE
RAFFREDDAMENTO
RISCALDAMENTO
126
TUBAZIONI IN CANTIERE
(12,7CuT)
3D019957
Appendice
SIT–86
Schema elettrico
2. Schema elettrico
2.1
Unità interna
2.1.1
Solo raffreddamento
FTK25JV1NB
FTK35JV1NB
S36
PCB3
SENSORE OCCHIO
INTELLIGENTE
S35
H3
PCB1
3.15A H2
TERMINALE PER IL
PCB2
S27
S26
(CONTROLLO CENTRALIZZATO)
FU
H1
S21
LED1 LED2 LED3
3
2
1→
esterno
COLLEGAMENTI
ELETTRICI IN LOCO.
C70
H1P H2P H3P
PRUDENZA
S1W
RICEVITORE
SEGNALE
BLK
WHT
RED
GRN
/ YLW
X1M
3
2
1
S7
S1
IL FUNZIONAMENTO RIPRENDE
AUTOMATICAMENTE DOPO
UN'INTERRUZIONE ED UNA
SUCCESSIVA RIACCENSIONE
IMMEDIATA DELL'ALIMENTAZIONE.
t˚
S32
S6
R1T
t˚
R2T
M
TELECOMANDO
AD INFRAROSSI
WHT
RED
BLK
GRN/YLW
: BIANCO
: ROSSO
: NERO
: VERDE / GIALLO
interno
M1S
M
1~
M1F
: TERRA DI PROTEZIONE
C70 : CONDENSATORE DI MARCIA
FU
H1P~H3P
M1F
M1S
PCB1~PCB3
R1T~R3T
S1~S36
S1W
X1M
: FUSIBILE
: LAMPADA SPIA
: MOTORE DEL VENTILATORE
: MOTORE DEL DEFLETTORE
: SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI
: TERMISTORE
: CONNETTORE
: INTERRUTTORE DI FUNZIONAMENTO (SW7)
: MORSETTIERA
3D020027A
Appendice
127
Schema elettrico
2.1.2
SIT–86
Pompa di calore
FTX25JV1NB
FTX35JV1NB
S36
PCB3
SENSORE OCCHIO
INTELLIGENTE
PCB2
S27
LED1 LED2 LED3
H1P
S35
H3
PCB1
3.15AH2
TERMINALE PER IL
( CONTROLLO
CENTRALIZZATO )
FU
S26
H1
S21
S1W
RICEVITORE
SEGNALE
S7
esterno
COLLEGAMENTI
ELETTRICI IN LOCO.
t˚
PRUDENZA
S1
IL FUNZIONAMENTO RIPRENDE
AUTOMATICAMENTE DOPO
UN'INTERRUZIONE ED UNA
SUCCESSIVA RIACCENSIONE
IMMEDIATA DELL'ALIMENTAZIONE.
S6
S32
R1T
t˚
t˚
R2T
R3T
M
TELECOMANDO
AD INFRAROSSI
WHT
RED
BLK
GRN/YLW
3
2
→
1
C70
H3P
H2P
BLK
WHT
RED
GRN/
YLW
X1M
3
2
1
: BIANCO
: ROSSO
: NERO
: VERDE / GIALLO
interno
M1S
M
1~
M1F
: TERRA DI PROTEZIONE
C70 : CONDENSATORE DI MARCIA
FU
H1P~H3P
M1F
M1S
PCB1~PCB3
R1T~R3T
S1~S36
S1W
X1M
: FUSIBILE
: LAMPADA SPIA
: MOTORE DEL VENTILATORE
: MOTORE DEL DEFLETTORE
: SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI
: TERMISTORE
: CONNETTORE
: INTERRUTTORE DI FUNZIONAMENTO (SW7)
: MORSETTIERA
3D020026A
128
Appendice
SIT–86
Schema elettrico
2.2
Unità esterna
2.2.1
Solo raffreddamento
RK25JV1NB, RK35JV1NB
L
WHT
L4
L
RED
V2
Z1C
N
BLK
N
HC2
DM1 HC5
PCB2
HC3
HC1
L3
C2R
TAB2
HC4
SA1
: RELÈ MAGNETICO
: NEUTRO
: SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI
: PROTEZIONE DI SOVRACCARICO
: TERMISTORE
: SEGNALE
: CONNETTORE
: STABILIZZATORE
FG1
F1U
3.15A
V3
V1
+ TRM1
U VW
1 2
1
4
S40
t˚
t˚
M
1~
M1F
TAB1,TAB2
TRM1
V1,V2,V3
X1M,X2M
Y1R
U VW
S30
Z2C
BLK
BLK
RED
RED
S91
Q1L
R1T R2T
(ESTERNO)(CONDENSATORE)
: CONNETTORE
: MODULO TRANSISTOR
: VARISTORE
: MORSETTIERA
: AVVOLGIMENTO DELL'ELETTROVALVOLA
ELETTRONICA D'INVERSIONE
: NUCLEO DI FERRITE
RED
MRH
1
BLK
BLK
S70
3
6
U
BLU
C35
BLK
: TERRA DI PROTEZIONE
: CONDENSATORE
: TRASFORMATORE DI CORRENTE
: PONTE A DIODI
: MODULO A DIODI
: FUSIBILE
: FASE
: AVVOLGIMENTO
: REATTORE
: MOTORE DEL COMPRESSORE
: MOTORE DEL VENTILATORE
GRN
YLW
YLW
Z4C
YLW
Z1C,Z2C,Z3C,Z4C
Appendice
TAB1
RED
HD2
HD3
~ +
DB1
~ -
CT1
RED
X2M GRN
L1
WHT
COLLEGAMENTI
ELETTRICI IN LOCO. esterno
MRM10
WHT
BLK
S
S31
RED
3 BLK
L
ALIMENTAZIONE
CA 230V
N
~ 50Hz
C1R
MRM20
PCB1
BRN
2
GRN
YLW
C35,C1R,C2R
CT1
DB1
DM1
F1U,F2U
L
L1,L3,L4
L1R,L2R
M1C
M1F
MRC/W,MRH
MRM10,MRM20
N
PCB1,2
Q1L
R1T,R2T
S
S30~S91
SA1
L1R
WHT
BLU
1
2
3
ORG
L2R
Z3C
WHT
WHT
+
interno
X1M
F2U
1 RED
W
V
M1C
WHT
: BIANCO
RED
: ROSSO
BLK
: NERO
GRN/YLW : VERDE / GIALLO
BLU
: BLU
BRN
: MARRONE
ORG
: ARANCIO
3D012354B
129
Schema elettrico
2.2.2
SIT–86
Pompa di calore
RX25JV1NB, RX35JV1NB
GRN
YLW
L
CT1
L3
HC2
HD2
DM1
HC5
PCB2
RED
HC3
HC1
C2R
TAB2
HC4
: RELÈ MAGNETICO
: NEUTRO
: SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI
: PROTEZIONE DI SOVRACCARICO
: TERMISTORE
: SEGNALE
: CONNETTORE
: STABILIZZATORE
F1U
3.15A
V1
+ TRM1
U VW
C35
4
S91
t˚
M
1~
M1F
TAB1,TAB2
TRM1
V1,V2,V3
X1M,X2M
Y1R
Y1R
U VW
S30
Z2C
t˚
R1T R2T
Q1L
(ESTERNO)(CONDENSATORE)
: CONNETTORE
: MODULO TRANSISTOR
: VARISTOR
: MORSETTIERA
: AVVOLGIMENTO DELL'ELETTROVALVOLA
ELETTRONICA D'INVERSIONE
: NUCLEO DI FERRITE
U
BLU
MRC/W
1 2
1
3
S40
S80
1
RED
MRH
1
YLW
S70
3
6
BLK
BLK
RED
RED
: TERRA DI PROTEZIONE
: CONDENSATORE
: TRASFORMATORE DI CORRENTE
: PONTE A DIODI
: MODULO A DIODI
: FUSIBILE
: FASE
: AVVOLGIMENTO
: REATTORE
: MOTORE DEL COMPRESSORE
: MOTORE DEL VENTILATORE
GRN
YLW
V3
BLK
BLK
GRN
YLW
FG1
Z1C,Z2C,Z3C,Z4C
130
TAB1
~ +
DB1
~ -
HD3
SA1
Z4C
BLK
BLK
C35,C1R,C2R
CT1
DB1
DM1
F1U,F2U
L
L1,L3,L4
L1R,L2R
M1C
M1F
MRC/W,MRH
MRM10,MRM20
N
PCB1,2
Q1L
R1T,R2T
S
S30~S91
SA1
MRM10
L1
RED
COLLEGAMENTI
ELETTRICI IN LOCO. esterno
L4
L
RED
V2
Z1C
N
BLK
N
X2M
PCB1
BLK
ALIMENTAZIONE
N
CA 230V
~ 50Hz
S
WHT
L
WHT
C1R
BLK
3 BLK
MRM20
RED
2
WHT
BLU
1 RED
+
interno
1
2
3
ORG
L2R
Z3C
S31
WHT
WHT
WHT
L1R
F2U
BRN
X1M
V
W
M1C
WHT
: BIANCO
RED
: ROSSO
BLK
: NERO
GRN/YLW : VERDE / GIALLO
BLU
: BLU
BRN
: MARRONE
ORG
: ARANCIO
3D012315B
Appendice
SIT–86
Indice
A
F
A1 ...........................................................................59
A5 ...........................................................................60
A6 ...........................................................................61
Anomalie di alimentazione o schede dell’unità
interna guaste. ................................................65
Arresto di funzionamento dovuto ad un guasto
al termistore o ad una disconnessione ...........68
Arresto di funzionamento dovuto ad un errore
di avvio del compressore ................................69
Arresto di funzionamento dovuto al controllo
alte pressioni od alla protezione
antigelo (attivazione termistore) ......................60
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento
di errore CT .....................................................67
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento
di sovracorrente in entrata ..............................74
Funzionamento automatico ................................... 26
Funzionamento generale ...................................... 10
Funzione di controllo taglio picchi (Tipo H / J) ...... 29
Funzione di prevenzione dal trasudamento
della condensa (Tipo H / J) ............................ 33
Funzione di protezione antigelo in
modalità raffreddamento. (Tipo H / J) ............ 28
Funzione di protezione del compressore
(Tipo H / J) ..................................................... 31
Funzioni ................................................................... 2
Funzioni dei termistori ........................................... 10
Funzioni di controllo manutenzione ....................... 55
Funzioni generali ................................................... 21
G
Guasto sulla scheda dell’unità esterna e sul
circuito di trasmissione/ricezione ................... 73
C
C4, C9, CA .............................................................62
Codici d’errore e descrizione del guasto ................56
Commutatore modalità di deumidificazione .........121
Compensazione della funzione valvola a quattro
vie (Tipo H / J) .................................................30
Controllo centralizzato ..........................................121
Controllo circuito integrato Hall con unità inverter ..83
Controllo corrente in entrata (Tipo H / J) ................27
Controllo del transistor d’alimentazione Controllo
della tensione del condensatore .....................76
Controllo dell’uscita del transistor d’alimentazione 78
Controllo della forma d’onda dell’alimentazione .....82
Controllo della pressione di scarico .......................81
Controllo della velocità del ventilatore per
le unità esterne ...............................................20
Controllo della velocità del ventilatore per
le unità interne ................................................19
Controllo delle condizioni d’installazione ................80
Controllo di sbrinamento ........................................15
Controllo raddrizzatore ...........................................81
Controllo raffreddamento per un riposo ottimale
(Tipo J) ............................................................25
Controllo resistenza termistore ..............................79
Controllo sistema compressore/refrigerante
con unità inverter ............................................82
H
H8 .......................................................................... 67
I
Il funzionamento si arresta a causa del motore
del ventilatore (motore c.a.) termistore
o anomalia correlata. ...................................... 61
Il funzionamento si arresta a causa del
rilevamento di un’anomalia del termistore
o correlata ...................................................... 62
Installazione del tappo di scarico .......................... 99
Istruzione
FTK25 / 35J, FTX25 / 35J ............................... 36
J
J3, J6, H9 .............................................................. 68
L
L5 .......................................................................... 70
M
Metodo di funzionamento individuale del
condizionatore (Quando due unità sono
installate in un solo locale) ........................... 121
Modalità di funzionamento .................................... 12
Modalità funzionamento forzato ............................ 16
D
Deflettori ad ampio raggio, diffusori, deflettori
verticali e oscillazione automatica ...................17
E
E6 ...........................................................................69
E8 ...........................................................................74
Errore di trasmissione del segnale (tra unità
interne ed esterne) ..........................................66
Indice
P
Posizione della spia luminosa ............................... 52
Principio della frequenza ....................................... 13
Protezione di funzionamento in condizioni
di bagnato (Tipo H / J) .................................... 32
i
SIT–86
R
Regolazione dell’angolo del sensore intelligente .122
Ricerca guasti
Unità esterne ...................................................58
Unità interne ....................................................57
Ricerca guasti con le indicazioni LED ....................53
Ricerca guasti mediante spia di funzionamento .....52
Rimozione del compressore .................................118
Rimozione del filtro dell’aria ...................................86
Rimozione del rotore e del motore
del ventilatore ................................................100
Rimozione del tampone di assorbimento
acustico del compressore .............................112
Rimozione del ventilatore elicoidale e del
motore del ventilatore ...................................111
Rimozione della bocca a campana e della
piastra laterale sinistra ..................................105
Rimozione della carcassa esterna .......................103
Rimozione della griglia frontale ..............................88
Rimozione della piastra divisoria e del reattore. ..114
Rimozione della scatola interruttori, della
scheda stampata e del motore del deflettore ..92
Rimozione della scheda stampata e della
scatola interruttori .........................................106
Rimozione della valvola a quattro vie. ..................116
Rimozione delle pale orizzontali e verticali ............90
Rimozione dello scambiatore di calore ..................97
S
Scheda dell’unità esterna guasta ...........................72
Scheda dell’unità interna guasta ......................63, 64
Scheda guasta .......................................................59
Schema elettrico e nome del connettore della
scheda a circuiti stampati ..................................4
Sensore intelligente (tipo J) ....................................23
Sintomi dei problemi e relative misure ...................54
Sovracorrente in uscita ..........................................70
T
Test eseguito dal telecomando (solo per
modelli a pompa di calore) ............................120
U
U4 .....................................................................65, 66
ii
Indice
SIT–86
Disegni e
diagrammi di flusso
A
Anomalie di alimentazione o schede dell’unità
interna guaste. ................................................65
Arresto di funzionamento dovuto ad un guasto
al termistore o ad una disconnessione ...........68
Arresto di funzionamento dovuto ad un errore
di avvio del compressore ................................69
Arresto di funzionamento dovuto al controllo
alte pressioni od alla protezione antigelo
(attivazione termistore) ...................................60
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento
di errore CT .....................................................67
Arresto di funzionamento dovuto al rilevamento
di sovracorrente in entrata ..............................74
C
Caratteristiche dell’inverter ....................................14
Comando di frequenza ...........................................21
Controllo circuito integrato Hall con unità inverter .83
Controllo corrente in entrata (Tipo H / J) ................27
Controllo del transistor d’alimentazione Controllo
della tensione del condensatore .....................76
Controllo dell’uscita del transistor d’alimentazione 78
Controllo della forma d’onda dell’alimentazione ....82
Controllo della pressione di scarico .......................81
Controllo delle condizioni d’installazione ...............80
Controllo raddrizzatore ...........................................81
Controllo raffreddamento per un riposo ottimale
(Tipo J) ............................................................25
Controllo resistenza termistore ..............................79
Controllo sistema compressore/refrigerante con
unità inverter ...................................................82
D
Deflettori ad ampio raggio, diffusori, deflettori
verticali e oscillazione automatica ...................17
E
Errore di trasmissione del segnale (tra unità
interne ed esterne) ..........................................66
F
Funzionamento automatico ....................................26
Funzionamento di prova dal telecomando ...........120
Funzione di controllo taglio picchi (Tipo H / J) .......29
Funzione di prevenzione dal trasudamento
della condensa (Tipo H / J) .............................33
Funzione di protezione antigelo in modalità
raffreddamento. (Tipo H / J) ............................28
Funzione di protezione del compressore
(Tipo H / J) .......................................................31
Disegni e diagrammi di flusso
Funzioni dei termistori ........................................... 10
Funzioni di controllo manutenzione ....................... 55
G
Guasto sulla scheda dell’unità esterna e sul
circuito di trasmissione/ricezione ................... 73
I
Il funzionamento si arresta a causa del motore
del ventilatore (motore c.a.) termistore
o anomalia correlata. ..................................... 61
Il funzionamento si arresta a causa del rilevamento
di un’anomalia del termistore o correlata ....... 62
Il seguente disegno spiega il controllo della
velocità del ventilatore ................................... 20
Istruzione
FTK25 / 35J, FTX25 / 35J ............................... 36
M
Metodo di individuazione dello spostamento
umano mediante sensore .............................. 23
P
Per FTK25J, FTK35J, FTX25J, FTX35J
Installazione del tappo di scarico .................... 99
Rimozione del filtro dell’aria ............................ 86
Rimozione del rotore e del motore del
ventilatore ........................................ 100
Rimozione della griglia frontale ....................... 88
Rimozione della scatola interruttori, della
scheda stampata e del motore
del deflettore ...................................... 92
Rimozione delle pale orizzontali e verticali ..... 90
Rimozione dello scambiatore di calore ........... 97
Per modelli solo raffreddamento e a pompa
di calore ....................................................... 121
Per RK25J, RK35J, RX25J, RX35J
Rimozione del compressore ......................... 118
Rimozione del tampone di assorbimento
acustico del compressore ................ 112
Rimozione del ventilatore elicoidale e
del motore del ventilatore ................ 111
Rimozione della bocca a campana e della
piastra laterale sinistra ..................... 105
Rimozione della carcassa esterna ................ 103
Rimozione della piastra divisoria e del
reattore. ........................................... 114
Rimozione della scheda stampata e della
scatola interruttori ............................ 106
Rimozione della valvola a quattro vie. .......... 116
iii
SIT–86
Posizione della spia luminosa ................................52
Preriscaldamento ...................................................21
Principio della frequenza ........................................13
Protezione di funzionamento in condizioni di
bagnato (Tipo H / J) ........................................32
R
Regolazione dell’angolo del sensore intelligente .122
Ricerca guasti con le indicazioni LED ....................53
S
Scheda dell’unità esterna guasta ...........................72
Scheda dell’unità interna guasta ..................... 63, 64
Scheda guasta .......................................................59
Schema d’azione ...................................................18
Schema delle tubazioni ........................................124
Unità esterna .................................................125
Unità interna ..................................................124
Schema elettrico ..................................................127
Unità esterna .................................................129
Unità interna ..................................................127
Serie FTK25/35J, serie FTX25/35J
P.C.B (1) ............................................................5
PCB di controllo (1) ...........................................4
Serie RK25/35J, serie RX25/35J
P.C.B (1) ............................................................7
PCB (1) ..............................................................6
Sovracorrente in uscita ..........................................70
Spostamenti (ad esempio
in fase di raffreddamento) ................................23
iv
Disegni e diagrammi di flusso
MANUALE DI SERVIZIO
La certificazione ISO14001 assicura che il sistema
possiede tutte le caratteristiche di gestione ambientale
tali da proteggere la salute umana e l’ambiente
dall’impatto potenziale delle nostre attività, nonché dei
nostri prodotti e servizi, allo scopo di fornire
un’assistenza diretta a mantenere e migliorare la
qualità dell’ambiente stesso.
Daikin Europe SA è stata omologata da LRQA per il
suo Sistema Gestione Qualità, conformemente agli
standard ISO9001.
ISO9001 fa riferimento all’assicurazione di qualità
relativa alla concezione, allo sviluppo e alla
fabbricazione , nonché ai servizi collegati al prodotto.
Le unità Daikin sono conformi alle norme Europee che
garantiscono la sicurezza del prodotto.
DAIKIN EUROPE SA partecipa al Programma di
certificazione EUROVENT. I prodotti interessati
figurano nella Guida EUROVENT dei Prodotti
Certificati.
Le caratteristiche techniche sono suscettibile di cambiamento senza preavviso.
Zandvoordestraat 300
B-8400 Ostenda
Belgio
Sede:
Umeda Center Bldg., 4-12
Nakazaki-Nishi
2-chome, Kita-ku, Osaka
530 Giappone
Stampato in Belgio / SiT-86
DISTRIBUTORE UNICO PER L’ITALIA:
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement