DIGISTART D3 DIGISTART D3

DIGISTART D3 DIGISTART D3
Guida dell’utente
DIGISTART D3
Riferimento: 4259 it - 2015.04 / f
Informazioni generali
Il produttore non assume alcuna responsabilità per le conseguenze derivanti da installazione o regolazione dei parametri opzionali
del dispositivo inadeguate, fatte con negligenza o non corrette o derivanti da un errato collegamento al motore dell'avviatore.
I contenuti di questo manuale sono ritenuti corretti al momento della stampa. Il produttore, nell'ambito di un impegno costante per lo
sviluppo e il miglioramento, si riserva il diritto di modificare le specifiche del prodotto o le sue prestazioni o il contenuto del manuale
senza preavviso.
Tutti i diritti riservati. La riproduzione e la trasmissione di questo manuale o di qualsiasi sua parte in qualsiasi forma o con qualsiasi
mezzo, anche elettronico o meccanico, compresi fotocopie, registrazione o sistemi di archiviazione e recupero dei dati, sono vietate
senza il preliminare consenso scritto da parte dell'editore.
Versione del software
Il prodotto è fornito con la versione più recente del software di interfaccia utente e di controllo della macchina. Se il prodotto viene
utilizzato in un sistema nuovo o già esistente con avviatori di altro tipo, si possono riscontrare differenze tra il software di questi
avviatori e quello del prodotto. Tali differenze possono provocare un diverso funzionamento del prodotto. Quanto detto è valido
anche per gli avviatori restituiti dal Centro di assistenza tecnica della LEROY-SOMER.
Per chiarimenti rivolgersi alla LEROY-SOMER o al fornitore locale.
Dichiarazione ambientale
LEROY-SOMER si impegna a ridurre al minimo l'impatto delle proprie operazioni di produzione. A questo scopo impieghiamo un
Sistema di gestione ambientale (EMS) certificato con lo Standard internazionale ISO 14001.
Quando i prodotti giungono alla fine del loro ciclo di vita utile, è possibile facilmente smontare i loro componenti principali in modo
da riciclarli in modo efficiente. Molte parti possono essere separate senza utilizzare attrezzi, mentre altre parti sono fissate con viti
comuni.
L'imballaggio del prodotto è di buona qualità e può essere riutilizzato. I prodotti più voluminosi sono imballati in casse di legno,
mentre quelli meno ingombranti sono spediti in scatole di cartone robusto che sono esse stesse altamente riciclabili. Nel caso non
vengano riutilizzati è possibile riciclare questi contenitori. Ugualmente è possibile riciclare il polietilene, utilizzato come pellicola
protettiva e nei sacchetti che costituiscono l'involucro del prodotto.
Nel predisporre il riciclaggio o lo smaltimento di un prodotto o di un imballaggio, è necessario osservare le normative locali e le
procedure più opportune.
Legislazione REACH
La normativa CE 1907/2006 su registrazione, valutazione, autorizzazione e limitazione dei prodotti chimici (REACH) impone al
fornitore di informare il destinatario se un prodotto contiene una quantità maggiore del previsto di qualsiasi sostanza considerata
dall'Agenzia europea per i prodotti chimici (ECHA) come sostanza ad alto rischio (SVHC) e che è quindi inserita nell'elenco delle
sostanze per l'uso delle quali deve essere obbligatoriamente richiesta l'autorizzazione.
Per avere informazioni sull'applicazione di questa normativa in relazione ai prodotti specifici della LEROY-SOMER, prima di tutto
rivolgersi al proprio contatto abituale.
Per le versioni più recenti dei manuali e del software, visitare il nostro sito Web.
Copyright © Aprile 2015 LEROY SOMER
Edizione: F
Sommario
1. Informazioni sulla sicurezza ............................................................................................................................ 5 2. Dati di potenza nominale .................................................................................................................................. 7 3. Installazione meccanica ................................................................................................................................. 12 4. Installazione elettrica ...................................................................................................................................... 18 5. Tastiera e stato................................................................................................................................................ 36 6. Messa in funzione con avvio rapido.............................................................................................................. 39 7. Funzionamento ............................................................................................................................................... 41 8. Programmazione ............................................................................................................................................. 49 9. Diagnostica...................................................................................................................................................... 77 10. Esempi di applicazione .................................................................................................................................. 83 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6 1.7 1.8 2.1 2.2 3.1 3.2 3.3 4.1 4.2 4.3 4.4 4.5 4.6 4.7 4.8 4.9 5.1 5.2 5.3 5.4 6.1 6.2 7.1 7.2 7.3 7.4 7.5 8.1 8.2 8.3 8.4 8.5 8.6 8.7 8.8 8.9 9.1 9.2 9.3 10.1 10.2 10.3 10.4 Messaggi di avvertimento, di attenzione e note ......................................................................................................................... 5 Sicurezza elettrica - avvertimento generale ............................................................................................................................... 5 Progetto del sistema e sicurezza del personale ........................................................................................................................ 5 Vincoli ambientali ....................................................................................................................................................................... 5 Conformità alle normative .......................................................................................................................................................... 5 Motore ........................................................................................................................................................................................ 5 Regolazione dei parametri ......................................................................................................................................................... 5 Installazione elettrica.................................................................................................................................................................. 6 Codice modello .......................................................................................................................................................................... 7 Correnti nominali ........................................................................................................................................................................ 7 Dimensioni e pesi ..................................................................................................................................................................... 12 Modalità d'installazione ............................................................................................................................................................ 15 Procedura di regolazione barre di distribuzione ....................................................................................................................... 16 Disposizione dei terminali ........................................................................................................................................................ 18 Collegamenti dei comandi ........................................................................................................................................................ 23 Collegamenti all'alimentazione ................................................................................................................................................. 24 Informazioni sui fusibili ............................................................................................................................................................. 28 Contattore di bypass ................................................................................................................................................................ 35 Contattore di rete ..................................................................................................................................................................... 35 Interruttore generale................................................................................................................................................................. 35 Correzione del fattore di potenza ............................................................................................................................................. 35 EMC: Compatibilità elettromagnetica ....................................................................................................................................... 35 Tastiera .................................................................................................................................................................................... 36 Rimozione e ricollegamento della tastiera ............................................................................................................................... 36 Sincronizzazione della tastiera e dell'avviatore ........................................................................................................................ 37 Visualizzazioni.......................................................................................................................................................................... 37 Cablaggio segnali dei comandi ................................................................................................................................................ 39 Procedura d'installazione ......................................................................................................................................................... 40 Comandi Start (Avviamento), Stop (Arresto) e Reset (Ripristina) ............................................................................................ 41 Metodi di avviamento graduale ................................................................................................................................................ 41 Metodi di arresto ...................................................................................................................................................................... 44 Funzionamento con Jog ........................................................................................................................................................... 47 Funzionamento con connessione a triangolo interno .............................................................................................................. 48 Menu programmazione ............................................................................................................................................................ 49 Codice di accesso .................................................................................................................................................................... 49 Blocco regolazione ................................................................................................................................................................... 50 Carica impostazioni predefinite ................................................................................................................................................ 50 Dettagli di impostazione rapida ................................................................................................................................................ 51 Menu standard ......................................................................................................................................................................... 52 Menu avanzato......................................................................................................................................................................... 53 Descrizioni dei parametri.......................................................................................................................................................... 57 Strumenti di manutenzione ...................................................................................................................................................... 72 Risposte alle protezioni ............................................................................................................................................................ 77 Messaggi di allarme ................................................................................................................................................................. 77 Anomalie di sistema ................................................................................................................................................................. 81 Installazione con contattore di rete .......................................................................................................................................... 83 Installazione con contattore di bypass esterno ........................................................................................................................ 84 Marcia di emergenza................................................................................................................................................................ 85 Circuito di allarme ausiliario ..................................................................................................................................................... 86 Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
3
10.5 10.6 10.7 10.8 Freno in corrente continua con sensore esterno di velocità zero ............................................................................................ 87 Frenatura graduale................................................................................................................................................................... 88 Motore a due velocità ............................................................................................................................................................... 89 Motore a collettore rotante ....................................................................................................................................................... 90 11. Dati tecnici ....................................................................................................................................................... 92 12. Manutenzione .................................................................................................................................................. 95 13. Opzioni ............................................................................................................................................................. 96 11.1 12.1 12.2 12.3 12.4 4
Installazione conforme alle norme UL ...................................................................................................................................... 94 Cura ......................................................................................................................................................................................... 95 Misura della corrente del motore.............................................................................................................................................. 95 Misura della potenza in ingresso e uscita ................................................................................................................................ 95 Sostituzione del prodotto.......................................................................................................................................................... 95 Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
sicurezza nominale
con avvio
rapido
1.
Informazioni sulla sicurezza
1.1
Messaggi di avvertimento, di attenzione e note
Un messaggio di avvertimento contiene informazioni essenziali per evitare pericoli per la sicurezza.
AVVERTENZA
Un messaggio di attenzione contiene informazioni indispensabili per evitare il rischio di danni al prodotto o alle altre
attrezzature.
ATTENZIONE
NOTA
1.2
Una nota contiene informazioni che aiutano a garantire il corretto funzionamento del prodotto.
Sicurezza elettrica - avvertimento generale
Le tensioni utilizzate nell'avviatore possono provocare gravi scosse elettriche e/o scottature e possono risultare letali. È necessario
impiegare estrema attenzione ogni volta che si lavora con l'avviatore o nelle sue vicinanze.
In punti opportuni di questo manuale si trovano messaggi di avvertimento.
1.3
Progetto del sistema e sicurezza del personale
L'avviatore è concepito quale componente per uso professionale da inserire in un'attrezzatura completa o in un sistema. Se non è
installato in modo corretto, l'avviatore può costituire un pericolo per la sicurezza.
L'avviatore utilizza tensioni e correnti elevate, trasmette energia elettrica immagazzinata e viene utilizzato per controllare
apparecchiature che possono provocare lesioni.
Occorre prestare estrema attenzione durante l'installazione elettrica e nella progettazione del sistema per evitare rischi sia durante il
normale funzionamento sia in caso di malfunzionamento dell'apparecchiatura. Il progetto del sistema, l'installazione, la messa in
funzione e la manutenzione devono essere effettuati da personale esperto e addestrato. Tale personale deve leggere questo
manuale e le informazioni di sicurezza con molta attenzione.
Nessuna funzione dell'avviatore deve essere utilizzata per la protezione del personale, ovvero non è possibile utilizzare le
funzioni dell'avviatore per operazioni di sicurezza.
È necessario prestare estrema attenzione alle funzioni dell'avviatore che possono essere pericolose, sia durante il normale
funzionamento sia in caso di malfunzionamento dovuto a un guasto. Per qualsiasi applicazione in cui il malfunzionamento
dell'avviatore o del suo sistema di controllo può provocare danni, perdite o lesioni, è necessario effettuare un'analisi dei rischi e, se
necessario, prendere ulteriori misure di riduzione dei rischi.
Il progettista del sistema ha la responsabilità di accertarsi che l'intero sistema sia sicuro e progettato correttamente secondo gli
standard di sicurezza pertinenti.
1.4
Vincoli ambientali
Le istruzioni relative a trasporto, immagazzinamento, installazione e utilizzo dell'avviatore devono rispettare le normative, comprese
quelle sui vincoli ambientali. Gli avviatori non devono essere sottoposti a forze eccessive.
1.5
Conformità alle normative
L'installatore è responsabile della conformità con tutte le normative pertinenti, come ad esempio le normative nazionali relative al
cablaggio, alla prevenzione degli incidenti e alla compatibilità elettromagnetica (EMC). Occorre prestare particolare attenzione alla
sezione dei conduttori, alla scelta dei fusibili o di altre protezioni e ai collegamenti di protezione a terra.
Nell'ambito dell'Unione europea, tutti i macchinari nei quali viene utilizzato questo prodotto devono essere conformi alle seguenti
direttive:
2006/42/EC: Sicurezza dei macchinari.
2004/108/EC: Compatibilità elettromagnetica.
1.6
Motore
Accertarsi che il motore sia installato seguendo le raccomandazioni del produttore. Accertarsi che l'albero motore non sia
accessibile.
I valori della serie dei parametri motore presenti nell'avviatore influenzano il livello di protezione del motore. Non si deve fare
affidamento sui valori predefiniti presenti nell'avviatore. È essenziale inserire i valori corretti in Pr 1A FLC del motore. In questo
modo si modifica il livello di protezione termica del motore.
1.7
Regolazione dei parametri
Alcuni parametri hanno un importante effetto sul funzionamento dell'avviatore. Prima di modificarli è necessario prendere in
considerazione l'impatto sul sistema sotto controllo. È necessario prendere adeguate misure per evitare di introdurre modifiche non
intenzionali per errore o manomissione.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
5
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
sicurezza nominale
con avvio
rapido
1.8
Installazione elettrica
1.8.1
Rischio di scossa elettrica
Le tensioni presenti nei seguenti punti possono provocare gravi scosse elettriche ed essere letali:

Cavi e collegamenti dell'alimentazione AC

Cavi e collegamenti di uscita

Molte parti interne dell'avviatore e le unità esterne opzionali
L'alimentazione AC deve essere staccata dall'avviatore utilizzando un dispositivo di isolamento approvato prima di rimuovere
qualsiasi copertura dell'avviatore o prima di effettuare qualsiasi lavoro di manutenzione.
AVVERTENZA
1.8.2
AVVERTENZA - RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA
Modelli da D3-1x-0500-B a D3-16-1600-N: Quando l'unità è collegata alla rete di alimentazione, la barra di
distribuzione e il dissipatore devono essere trattati come componenti sotto tensione (compreso quando l'avviatore è
in allarme o in attesa di un comando).
Procedura di accensione
Applicare sempre la tensione di controllo prima (o allo stesso tempo) della tensione di rete.
Modelli da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B: Dopo il trasporto, urti meccanici o una brusca movimentazione è possibile che il
contattore del bypass sia passato nello stato ON. Per evitare che il motore si avvii immediatamente, alla prima messa in servizio o
al primo utilizzo dopo il trasporto accertarsi sempre che l'alimentazione dei comandi venga applicata prima della tensione del
motore in modo che lo stato del contattore venga inizializzato.
1.8.3
Funzione STOP (ARRESTO)
La funzione STOP (ARRESTO) non elimina le tensioni pericolose dall'avviatore, dal motore o da qualsiasi unità esterna opzionale.
1.8.4
Carica immagazzinata
L'avviatore contiene condensatori che mantengono la carica con una tensione che può essere pericolosa anche dopo che
l'alimentazione AC è stata staccata. Se l'avviatore è stato alimentato, è necessario isolare per almeno due minuti l'alimentazione AC
prima di continuare con il lavoro.
Di solito i condensatori vengono scaricati da un resistore interno. In alcune anomale condizioni di errore, può accadere che i
condensatori non si scarichino. Non dare per scontato che i condensatori si siano scaricati. Al fine di proteggere l'utente e le
apparecchiature, fare molta attenzione prima di effettuare qualsiasi lavoro sull'avviatore.
1.8.5
Apparecchiatura alimentata tramite spina e presa
I terminali dell'alimentazione dei comandi dell'avviatore sono collegati ai condensatori interni tramite diodi rettificatori che non
forniscono isolamento di sicurezza. Nel caso in cui sia possibile toccare i terminali della spina quando viene staccata dalla presa, è
necessario utilizzare un dispositivo di isolamento automatico che isoli la spina dall'avviatore (ad esempio un relè bistabile).
1.8.6
Cortocircuito
Il Digistart D3 non è a prova di cortocircuito. Dopo un grave sovraccarico o un cortocircuito, il funzionamento del Digistart D3 deve
essere completamente verificato da un tecnico autorizzato.
1.8.7
AUTO-START (Ripristino automatico)
Utilizzare la funzionalità di avvio automatico con attenzione. Leggere tutte le note relative all'avvio automatico prima di far
funzionare l'apparecchio.
6
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
con avvio
sicurezza nominale
rapido
2.
Dati di potenza nominale
2.1
Codice modello
Figura 2-1 Spiegazione del codice modello
D3 –
1
4
–
0
2
5
5
–
N
Bypass
B = con bypass interno
N = senza bypass
Corrente nominale
Tensione di rete
14 = da 200 a 440 Vac (± 10%)
16 = da 380 a 600 Vac (± 10%)
o da 380 a 690 Vac (± 10%) - solo con sistema di alimentazione con
centro stella a terra
Il Digistart D3 può essere utilizzato solo su alimentazione da 690V IT provvista di protezione da sovratensioni.
Rivolgersi a LEROY-SOMER o al fornitore locale.
ATTENZIONE
2.2
Correnti nominali
Rivolgersi al proprio fornitore locale per i valori nominali in condizioni operative che non sono coperte dalle presenti tabelle di valori
nominali.
2.2.1
Correnti nominali per funzionamento con bypass
Codice di utilizzazione AC53b
Il codice di utilizzazione AC53b stabilisce la corrente nominale e le condizioni standard di funzionamento per un avviatore statico
con bypass (interno o installato con contattore di bypass esterno).
La corrente nominale dell'avviatore statico determina le dimensioni massime del motore con il quale l'avviatore può essere
utilizzato. La potenza nominale dell'avviatore statico dipende dal numero di avvii all'ora nonché dalla durata e dal livello di corrente
all'avvio.
La corrente nominale indicata sull'avviatore statico è valida soltanto se utilizzata entro le condizioni specificate nel codice di
utilizzazione. L'avviatore statico può avere una corrente nominale minore o maggiore in condizioni di funzionamento diverse.
Figura 2-2 Codice di utilizzazione AC53b
80 A
:
AC-53b
3.5
-
15
: 345
Tempo di pausa (secondi)
Tempo di avvio (secondi)
Corrente di avvio (multiplo della corrente del motore a pieno carico)
Corrente nominale dell'avviatore (ampere)
Corrente nominale dell'avviatore: corrente a pieno carico nominale dell'avviatore statico determinata dai parametri elencati in
dettaglio nelle sezioni rimanenti del codice di utilizzazione.
Corrente d'avvio: corrente di avvio massima consentita.
Tempo di avvio: tempo di avvio massimo consentito.
Tempo di pausa: tempo minimo consentito tra la fine di un avvio e l'inizio dell'avvio successivo.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
7
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
con avvio
sicurezza nominale
rapido
Tabella 2-1 Valori nominali della corrente - collegamento in linea, funzionamento con bypass
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
Modello
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
NOTA
AC53b 3.0-10:350
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:345
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:340
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:330
40 ºC <1000 metri
23 A
43 A
53 A
20 A
37 A
53 A
17 A
31 A
46 A
15 A
26 A
37 A
AC53b 3.0-10:590
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:585
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:580
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:570
40 ºC <1000 metri
76 A
97 A
105 A
145 A
170 A
200 A
220 A
255 A
350 A
425 A
500 A
700 A
820 A
920 A
1000 A
64 A
82 A
105 A
123 A
145 A
189 A
210 A
231 A
329 A
411 A
445 A
592 A
705 A
804 A
936 A
55 A
69 A
95 A
106 A
121 A
160 A
178 A
201 A
284 A
355 A
383 A
512 A
606 A
684 A
796 A
47 A
58 A
78 A
90 A
97 A
134 A
148 A
176 A
244 A
305 A
326 A
438 A
516 A
571 A
664 A
Per i modelli da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N, questi valori nominali sono validi solo in caso di bypass esterno tramite
contattore idoneo.
Tabella 2-2 Valori nominali della corrente - collegamento in linea (a tre fili), con bypass esterno
Modello
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
8
AC53b 3.0-10:590
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:585
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:580
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:570
40 ºC <1000 metri
255 A
360 A
430 A
650 A
790 A
930 A
1200 A
1410 A
1600 A
231 A
360 A
430 A
650 A
790 A
930 A
1200 A
1410 A
1600 A
201 A
310 A
368 A
561 A
714 A
829 A
1200 A
1319 A
1600 A
176 A
263 A
309 A
455 A
579 A
661 A
1071 A
1114 A
1353 A
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
con avvio
sicurezza nominale
rapido
Tabella 2-3 Valori nominali della corrente - collegamento con connessione a triangolo interna, funzionamento con bypass
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
Modello
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
NOTA
AC53b 3.0-10:350
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:345
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:340
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:330
40 ºC <1000 metri
34 A
64 A
79 A
30 A
59 A
79 A
26 A
51 A
69 A
22 A
44 A
55 A
AC53b 3.0-10:590
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:585
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:580
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:570
40 ºC <1000 metri
114 A
145 A
157 A
217 A
255 A
300 A
330 A
382 A
525 A
638 A
750 A
1050 A
1230 A
1380 A
1500 A
96 A
123 A
157 A
184 A
217 A
283 A
315 A
346 A
494 A
617 A
668 A
889 A
1058 A
1206 A
1404 A
83 A
104 A
143 A
159 A
181 A
241 A
268 A
302 A
427 A
533 A
575 A
768 A
910 A
1026 A
1194 A
70 A
87 A
117 A
136 A
146 A
200 A
223 A
264 A
366 A
458 A
490 A
658 A
774 A
857 A
997 A
Per i modelli da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N, questi valori nominali sono validi solo in caso di bypass esterno tramite
contattore idoneo.
Tabella 2-4 Valori nominali della corrente - collegamento con connessione a triangolo interna (a sei fili), con bypass
esterno
Modello
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
AC53b 3.0-10:590
40 ºC <1000 metri
AC53b 3.5-15:585
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.0-20:580
40 ºC <1000 metri
AC53b 4.5-30:570
40 ºC <1000 metri
382 A
540 A
645 A
975 A
1185 A
1395 A
1800 A
2115 A
2400 A
346 A
540 A
645 A
975 A
1185 A
1395 A
1800 A
2115 A
2400 A
302 A
465 A
552 A
842 A
1071 A
1244 A
1800 A
1979 A
2400 A
264 A
395 A
464 A
683 A
868 A
992 A
1606 A
1671 A
2030 A
9
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
con avvio
sicurezza nominale
rapido
2.2.2
Correnti nominali per funzionamento continuo (senza bypass)
Codice di utilizzazione AC53a
Il codice di utilizzazione AC53a definisce la corrente nominale e le condizioni standard di funzionamento per un avviatore statico
senza bypass.
La corrente nominale dell'avviatore statico determina le dimensioni massime del motore con il quale l'avviatore può essere
utilizzato. La potenza nominale dell'avviatore statico dipende dal numero di avvii all'ora, dalla durata e dal livello di corrente all'avvio
e dalla percentuale della fase attiva (con passaggio di corrente) nel ciclo operativo.
La corrente nominale indicata sull'avviatore statico è valida soltanto se utilizzata entro le condizioni specificate nel codice di
utilizzazione. L'avviatore statico può avere una corrente nominale minore o maggiore in condizioni di funzionamento diverse.
Figura 2-3 Codice di utilizzazione AC53a
351 A
: AC-53a
3.5
-
15
:
50
-
6
Avviamenti per ora
Ciclo di funzionamento sotto carico (%)
Tempo di avvio (secondi)
Corrente di avvio (multiplo della corrente del motore a pieno carico)
Corrente nominale dell'avviatore (ampere)
Corrente nominale dell'avviatore: corrente a pieno carico nominale dell'avviatore statico determinata dai parametri elencati in
dettaglio nelle sezioni rimanenti del codice di utilizzazione.
Corrente d'avvio: corrente di avvio massima consentita.
Tempo di avvio: tempo di avvio massimo consentito.
Ciclo di funzionamento sotto carico: la percentuale massima di ciascun ciclo di funzionamento nella quale l'avviatore può
operare.
Avviamenti per ora: il massimo numero consentito di avviamenti per ora.
Tabella 2-5 Valori nominali della corrente - collegamento in linea (a tre fili), funzionamento senza bypass
Modello
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
AC53a 3-10:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 3.5-15:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 4-20:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 4.5-30:50-6
40 ºC <1000 metri
255 A
360 A
430 A
650 A
790 A
930 A
1200 A
1410 A
1600 A
222 A
351 A
413 A
629 A
790 A
930 A
1200 A
1355 A
1600 A
195 A
303 A
355 A
532 A
694 A
800 A
1135 A
1187 A
1433 A
171 A
259 A
301 A
437 A
567 A
644 A
983 A
1023 A
1227 A
Tabella 2-6 Valori nominali della corrente - collegamento con connessione a triangolo interna (a sei fili), funzionamento
senza bypass
Modello
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
10
AC53a 3-10:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 3.5-15:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 4-20:50-6
40 ºC <1000 metri
AC53a 4.5-30:50-6
40 ºC <1000 metri
382 A
540 A
645 A
975 A
1185 A
1395 A
1800 A
2115 A
2400 A
334 A
527 A
620 A
943 A
1185 A
1395 A
1800 A
2033 A
2400 A
293 A
455 A
533 A
798 A
1041 A
1200 A
1702 A
1780 A
2149 A
257 A
388 A
451 A
656 A
850 A
966 A
1474 A
1535 A
1840 A
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
con avvio
sicurezza nominale
rapido
2.2.3
Impostazioni di corrente minima e massima
Tabella 2-7 Impostazioni di corrente minima e massima, modelli con bypass interno
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
Collegamento in linea
Minima
Massima
5A
9A
11 A
15 A
19 A
21 A
29 A
34 A
40 A
44 A
51 A
70 A
85 A
100 A
140 A
164 A
184 A
200 A
23 A
43 A
53 A
76 A
97 A
105 A
145 A
170 A
200 A
220 A
255 A
350 A
425 A
500 A
700 A
820 A
920 A
1000 A
Connessione a triangolo interno
Minima
Massima
5A
9A
11 A
15 A
19 A
21 A
29 A
34 A
40 A
44 A
51 A
70 A
85 A
100 A
140 A
164 A
184 A
200 A
34 A
64 A
79 A
114 A
145 A
157 A
217 A
255 A
300 A
330 A
382 A
525 A
638 A
750 A
1050 A
1230 A
1380 A
1500 A
Tabella 2-8 Impostazioni di corrente minima e massima, modelli con bypass esterno
Modello
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Collegamento in linea
Minima
Massima
51 A
72 A
86 A
130 A
158 A
186 A
240 A
282 A
320 A
255 A
360 A
430 A
650 A
790 A
930 A
1200 A
1410 A
1600 A
Connessione a triangolo interno
Minima
Massima
51 A
72 A
86 A
130 A
158 A
186 A
240 A
282 A
320 A
382 A
540 A
645 A
975 A
1185 A
1395 A
1800 A
2115 A
2400 A
11
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
3.
Installazione meccanica
I modelli del Digistart D3 da D3-1x-0145-B a D3-16-1600-N pesano oltre 15 kg (33 lb). Utilizzare le misure di sicurezza
opportune per sollevare questi modelli.
AVVERTENZA
I modelli da D3-1x-0145-B a D3-1x-1000-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N sono destinati al montaggio in un
armadio accessibile solo al personale istruito e autorizzato, in modo da proteggere l'unità dagli agenti contaminanti. La
gamma completa è progettata per l'uso in un ambiente classificato come Grado di inquinamento 3 in conformità alla
norma IEC60664-1. Tale livello riguarda polveri conduttrici o polveri secche non conduttrici che potrebbero diventare
conduttive a causa della condensa.
AVVERTENZA
L'installatore è tenuto ad accertarsi che eventuali alloggiamenti che consentono di accedere ai modelli da D3-1x-0145-B
a D3-1x-1000-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N mentre il prodotto è sotto tensione abbiano una protezione contro
il contatto e gli agenti contaminanti di classe IP20.
I modelli da D3-1x-0145-B a D3-1x-1000-B possono essere installati con dispositivi di protezione opzionali. In tal caso
non è necessario montarli in armadio.
3.1
Dimensioni e pesi
NOTA
Per ulteriori dettagli sulle dimensioni del Digistart D3 e i rispettivi disegni CAD, visitare www.leroy-somer.com.
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
Dimensi
one
Tabella 3-1 Dimensioni e pesi
G1B
A
mm
(pollici)
B
mm
(pollici)
C
mm
(pollici)
D
mm
(pollici)
156
(6.1)
124
(4.9)
295
(11.6)
278
(10.9)
E
mm
(pollici)
192
(7.6)
223
(8.8)
G2B
282
(11.1)
250
(9.8)
438
(17.2)
380
(15.0)
250
(9.8)
G3B
424
(16.7)
376
(14.8)
440
(17.3)
392
(15.4)
298
(11.7)
G4B
433
(17.0)
320
(12.6)
640
(25.2)
600
(23.6)
297
(11.7)
G3N 390 (15.4) 320 (12.6) 460 (18.1) 400 (15.7) 279 (11.0)
F
mm
(pollici)
G
mm
(pollici)
H
mm
(pollici)
non
non
non
disponibile disponibile disponibile
non
non
non
disponibile disponibile disponibile
non
non
non
disponibile disponibile disponibile
non
non
non
disponibile disponibile disponibile
non
non
non
disponibile disponibile disponibile
G4N
430
(16.9)
320
(12.6)
689
(27.1)
522
(20.6)
300
(11.8)
104.5
(4.1)
104.5
(4.1)
5.5
(0.2)
G5N
574
500
883
727
361
132.5
129
5
(22.6)
(19.7)
(34.8)
(28.6)
(14.2)
(5.2)
(5.1)
(0.2)
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
NOTA
12
I
mm
(pollici)
Peso
kg
(lb)
4.2
(9.3)
non
4.5 (9.9)
disponibile
5.0
(11.0)
14.0 (30.9)
14.2 (31.3)
non
disponibile
15
(33.1)
26 (57.2)
non
29.4
disponibile
(64.8)
50.0
(110.2)
64.5
non
disponibile (140.0)
64.0
(141.1)
23
non
disponibile (50.7)
36
(79.4)
8.5
(0.3)
39.5
(87.1)
51.5
(113.5)
128.5
(283.3)
130
8.5
(286.6)
140
(0.3)
(308.7)
Le dimensioni F, G e H sono lo spazio in più richiesto per le barre di distribuzione di ingresso e di uscita oltre alle
misure dell'intero telaio (C).
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Figura 3-1 Dimensioni unità (modelli con bypass)
D3-1x-0023-B, D3-1x-0043-B, D3-1x-0053-B,
D3-1x-0076-B, D3-1x-0097-B, D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B, D3-1x-0170-B,
D3-1x-0200-B, D3-1x-0220-B
A
B
E
14268.A
C D
D3-1x-0255-B, D3-1x-0350-B, D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B, D3-1x-0700-B, D3-1x-0820-B,
D3-1x-0920-B, D3-1x-1000-B
A
A
E
B
C D
C D
14270;A
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
E
14271.A
B
13
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Figura 3-2 Dimensioni unità (modelli senza bypass)
D3-1x-0255-N
A
B
14272.A
C D
D3-1x-0360-N, D3-1x-0430-N, D3-1x-0650-N, D3-1x-0790-N,
D3-1x-0930-N, D3-16-1200-N, D3-16-1410-N, D3-16-1600-N
A
B
E
G
H
14273.A
C D
F
14
I
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
3.2
Modalità d'installazione
Figura 3-3 Distanze da lasciar libere per il montaggio
1
2
4
08338.A
3
1
2
3
4
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0220-B: Lasciare 100 mm (3,94 pollici) tra un avviatore statico e l'altro.
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-1000-B: Lasciare 200 mm (7,88 pollici) tra un avviatore statico e l'altro.
D3-1x-0255-N: Lasciare 100 mm (3,94 pollici) tra un avviatore statico e l'altro.
Da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N: Lasciare 200 mm (7,88 pollici) tra un avviatore statico e l'altro.
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0220-B: Lasciare 50 mm (1,97 pollici) tra l'avviatore statico e le superfici di altri oggetti.
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-1000-B: Lasciare 200 mm (7,88 pollici) tra l'avviatore statico e le superfici di altri oggetti.
D3-1x-0255-N: Lasciare 100 mm (3,94 pollici) tra l'avviatore statico e le superfici di altri oggetti.
Da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N: Lasciare 200 mm (7,88 pollici) tra l'avviatore statico e le superfici di altri oggetti.
Gli avviatori statici possono essere montati affiancati senza lasciare spazi intermedi (ossia se montati senza moduli di
comunicazione).
L'avviatore statico può essere montato orizzontalmente. Declassare la corrente nominale dell'avviatore statico del 15%.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
15
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
3.3
Procedura di regolazione barre di distribuzione
Nei modelli senza bypass da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N è possibile disporre le barre di distribuzione per ingressi e uscite in alto
o in basso, secondo necessità.
È responsabilità dell'utente seguire correttamente le presenti istruzioni. La LEROY-SOMER non può essere considerata
responsabile di eventuali danni all'avviatore o all'attrezzatura associata a causa di pratiche non corrette.
AVVERTENZA
Figura 3-4 Opzioni di configurazione della barra di distribuzione (da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N)
Uscita
Ingresso
Ingresso
Uscita
08350.A
Ingresso/Uscita
Ingresso/Uscita
NOTA
Molti componenti elettronici sono sensibili all'elettricità statica. Tensioni così basse da non essere percepite, viste o
udite, possono ridurre la vita, interferire sulle prestazioni o distruggere completamente i componenti elettronici sensibili.
Quando si effettua la manutenzione, è necessario utilizzare un'attrezzatura ESD adeguata ad evitare che si verifichino
eventuali danni.
08604.A
Tutte le unità sono fabbricate con barre di distribuzione in ingresso e in uscita sulla base come standard. Le barre di distribuzione
d'ingresso e uscita possono essere spostate nella parte superiore dell'unità se necessario.
1. Togliere tutti i cavi e i ponticelli dall'avviatore statico prima di
smontare l'unità.
2. Togliere il coperchio dell'unità (4 viti).
3. Rimuovere la piastra frontale della tastiera, quindi togliere
delicatamente la tastiera (2 viti).
4. Togliere le spine del terminale di controllo.
5. Ripiegare delicatamente il coperchio di plastica principale
allontanandolo dall'avviatore (12 viti).
6. Staccare la matassa di cavi della tastiera da CON 1 (vedere
nota).
7. Etichettare ciascuna matassa di cavi degli SCR con il
numero del corrispondente terminale sulla scheda
backplane, quindi staccare le matasse.
8. Staccare i fili del termistore, della ventola e del trasformatore
di corrente dalla scheda del modello.
9. Rimuovere il vassoio di plastica dall'avviatore (quattro viti).
16
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
NOTA
Rimuovere lentamente il coperchio di plastica per evitare di danneggiare la matassa di fili della tastiera che passa tra il
coperchio di plastica e la scheda backplane.
08605.A
10. Svitare e rimuovere le piastre magnetiche del bypass
(modelli da D3-1x-0430-N a D3-16-1600-N soltanto).
11. Rimuovere il gruppo del trasformatore (tre viti).
12. Identificare le barre di distribuzione da rimuovere. Smontare i
bulloni che tengono in posizione le barre di distribuzione;
quindi far scorrere fuori le barre di distribuzione estraendole
dalla base dell'avviatore (quattro viti per barra di
distribuzione).
08606.A
13. Far scorrere le barre di distribuzione inserendole attraverso
la parte superiore dell'avviatore. Per le barre di distribuzione
d'ingresso, l'estremità corta curva deve trovarsi al di fuori
dell'avviatore. Per le barre di distribuzione in uscita, il foro
non filettato deve trovarsi all'esterno dell'avviatore.
14. Sostituire le rondelle concave con la faccia piana rivolta
verso la barra di distribuzione, quindi stringere i bulloni a 20
Nm tenendo le barre di distribuzione in posizione.
15. Posizionare il gruppo del trasformatore di corrente sulle
barre di distribuzione in ingresso e fissare con viti il gruppo al
corpo dell'avviatore (vedere nota).
16. Far passare tutti i cavi a lato dell'avviatore e fissarli con
fermacavi.
NOTA
Se si spostano le barre di distribuzione in ingresso, è necessario riposizionare anche i trasformatori di corrente (CT).
1.
2.
Etichettare i trasformatori di corrente L1, L2 ed L3 (L1 è quello più a sinistra guardando l'avviatore di fronte).
Togliere i fermacavi e togliere le viti che fissano i trasformatori alla staffa.
Spostare la staffa dei trasformatori in cima all'avviatore. Posizionare i trasformatori di corrente correttamente
secondo le fasi, quindi fissare con le viti i trasformatori di corrente alla staffa. Per i modelli da D3-1x-0360-N a
D3-1x-0930-N, è necessario posizionare i trasformatori di corrente con un'angolatura (i piedi di sinistra di ciascun
trasformatore di corrente si troveranno sulla fila di fori in alto e i piedi di destra sulle linguette della base).
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
17
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.
Installazione elettrica
Applicare sempre la tensione di controllo prima o allo stesso tempo della tensione di rete.
AVVERTENZA
Osservare sempre i valori della coppia di serraggio specificati per tutti i collegamenti dei terminali di alimentazione e di
terra.
AVVERTENZA
Per le specifiche e i dati tecnici dettagliati, consultare Dati tecnici a pagina 92.
4.1
Disposizione dei terminali
4.1.1
Configurazioni dei collegamenti di potenza in ingresso e uscita
Modelli con bypass interno (da D3-1x-0023-B a D3-1x-1000-B)
I modelli da D3-1x-0023-B a D3-1x-0220-B sono fabbricati con ingressi di potenza nella parte superiore dell'unità e uscite sulla base
dell'unità.
I modelli con bypass interno da D3-1x-0255-B a D3-1x-0425-B sono fabbricati con barre di distribuzione di uscita sulla base
dell'unità, e barre di distribuzione d'ingresso nella parte superiore e inferiore dell'unità. L'alimentazione AC può essere collegata
'Ingressi in alto, Uscite in basso' o 'Ingressi in basso, Uscite in basso'.
I modelli con bypass interno da D3-1x-0500-B a D3-1x-1000-B sono fabbricati con barre di distribuzione d'ingresso e uscita nella
parte superiore e inferiore dell'unità. L'alimentazione AC può essere collegata 'Ingressi in alto, Uscite in basso', 'Ingressi in alto,
Uscite in alto', 'Ingressi in basso, Uscite in basso' o 'Ingressi in basso, Uscite in alto'.
Figura 4-1 Terminali di potenza in ingresso e uscita (da D3-1x-0023-B a D3-1x-1000-B)
Da D3-1x-0023-B
a D3-1x-0105-B
Da D3-1x-0145-B a
D3-1x-0220-B
Da D3-1x-0255-B a
D3-1x-0425-B
Da D3-1x-0500-B a
D3-1x-1000-B
1/L1
1/L1, 3/L2, 5/L3
1/L1
1/L1 3/L2 5/L3
1/L1
3/L2
5/L3
3/L2
1/L1
Ready
5/L3
3/L2
1/L1
2/T1
2/T1
3/L2
3/L2
4/T2
4/T2
5/L3
6/T3
5/L3
6/T3
5/L3
Ready
Run
Ready
Run
Ready
Run
F2
Local
LCL
RMT
2/T1, 4/T2, 6/T3
F1
F2
M
Trip
Loc al
Reset
LCL
RMT
F1
2/T1
4/T2
F2
M
Trip
Local
Reset
LCL
RMT
F1
Trip
Local
Reset
LCL
RMT
6/T3
1/L1
2/T1 4/T2 6/T3
1/L1
2/T1
2/T1
3/L2
3/L2
4/T2
4/T2
5/L3
5/L3
6/T3
6/T3
1/L1
1/L1
18
F2
2/T1
2/T1
3/L2
3/L2
4/T2
4/T2
5/L3
5/L3
6/T3
14987.A
F1
Run
M
M
Trip
Reset
6/T3
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
D3-1x-0255-N
D3-1x-0255-N ha terminali di bypass dedicati nella parte inferiore dell'unità.
I terminali di bypass sono T1B, T2B, T3B.
Figura 4-2 Terminali di potenza in ingresso e uscita (D3-1x-0255-N)
1/L1
3/L2
5/L3
Ready
Run
M
F2
Trip
Local
Reset
LCL
RMT
14990.A
F1
T1B
2/T1
T2B
4/T2
T3B
6/T3
Da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N
I modelli da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N sono fabbricati con terminali di bypass dedicati sulle barre di distribuzione in ingresso. I
terminali di bypass sono L1B, L2B, L3B.
Nei modelli senza bypass da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N è possibile disporre le barre di distribuzione per ingressi e uscite in alto
o in basso, secondo necessità. Consultare Procedura di regolazione barre di distribuzione per istruzioni passo a passo. Tutte le
unità sono realizzate con ingressi in alto/uscite in basso.
NOTE
4.1.2
Per i modelli da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N conformi UL, è necessario il montaggio con Ingressi in alto, Uscite in
basso o con Uscite in alto, Ingressi in basso. Per ulteriori informazioni fare riferimento a Installazione conforme alle
norme UL a pagina 94.
Terminazioni di potenza
Utilizzare solo conduttori di rame a filo unico o a trefoli, classificati per utilizzo a 75 ºC o temperature più elevate.
NOTA
Alcune unità utilizzano barre di distribuzione di alluminio. Quando si collegano i terminali di potenza, si consiglia di
pulire completamente l'area di contatto (utilizzando carta abrasiva o una spazzola di acciaio) e utilizzando un mastice
per giunzioni appropriato per evitare la corrosione.
NOTA
Per la sicurezza del personale, i terminali di potenza sui modelli fino a D3-1x-0105-B sono protetti da linguette a scatto.
Quando si utilizzano cavi di grandi dimensioni, è necessario staccare queste linguette.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
19
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Figura 4-3 Dimensione dei cavi, dimensioni delle barre di distribuzione e impostazione della coppia massima
11291.A
11290 .A
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B
4 Nm (2,9 ft-lb)
5-60 mm2 (10-1/0 AWG)
14 mm (0,55 pollici)
D3-1x-0145-B
19 Nm (14,0 ft-lb)
T20 x 150
7 mm x 150
Da D3-1x-0170-B a D3-1x-0220-B
38 Nm (28,0 ft-lb)
10.5 mm
(M10)
08351.B
08352.B
8.5 mm
(M8)
19 mm
19 mm
6 mm
D3-1x-0255-B
38 Nm (28,0 ft-lb)
6 mm
Da D3-1x-0350-B a D3-1x-0425-B
38 Nm (28,0 ft-lb)
11 mm
(M10)
28 mm
14543.A
13181.B
11 mm
(M10)
5 mm
6 mm
28 mm
Da D3-1x-0500-B a D3-1x-1000-B
38 Nm (28,0 ft-lb)
D3-1x-0255-N
38 Nm (28,0 ft-lb)
09866.B
08353.B
10.5 mm
(M10)
11 mm
(M10)
32 mm
13 mm
Da D3-1x-0360-N a D3-1x-0930-N
38 Nm (28,0 ft-lb)
32 mm
Da D3-16-1200-N a D3-16-1600-N
66 Nm (48,7 ft-lb)
12.5 mm
(M12)
32 mm
13 mm
08355.B
08354.B
10.5 mm
(M10)
20
6 mm
51 mm
16 mm
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.1.3
Terminali di terra
I terminali di terra sono collocati sul retro dell'avviatore statico.

Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B ha un terminale sul lato d'ingresso.

Da D3-1x-0145-B a D3-1x-1000-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N hanno due terminali, uno dal lato d'ingresso e uno
dal lato d'uscita.
Il terminale di terra può essere utilizzato anche per il collegamento di terra della schermatura se necessario.
Serrare i cavi secondo la seguente tabella:
Tabella 4-1 Impostazioni di coppia massima del terminale di terra
Modelli
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B
Da D3-1x-0145-B a D3-1x-0255-B
D3-1x-0255-N
Da D3-1x-0350-B a D3-1x-1000-B
Da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N
Dimensione dei terminali
Coppia
M6
M8
M8
M10
M10
3 Nm
5 Nm
5 Nm
8.5 Nm
8.5 Nm
Figura 4-4 Posizione dei terminali di terra
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B
4.1.4
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-1000-B
Da D3-1x-0145-B a D3-1x-0220-B,
da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N
Terminali di controllo
Collegare sempre la tensione dei comandi ai terminali corretti:
ATTENZIONE


Da 110 a 210 Vac: CSL-CSR o
Da 220 a 440 Vac: CSH-CSR
L'installatore deve accertarsi che i circuiti esterni di controllo siano isolati dal contatto con le persone con almeno uno
strato di isolamento (isolamento supplementare) adeguato all'uso con tensione di alimentazione alternata.
AVVERTENZA
I terminali di controllo utilizzano morsettiere a inserzione da 2,5 mm2. Staccare ciascuna morsettiera, effettuare il cablaggio, quindi
reinserire la morsettiera.
Figura 4-5 Disposizione dei terminali di controllo
220~440 VAC
08339.A
110~210 VAC
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
21
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.1.5
Logica di controllo per Avviamento/Arresto
Il Digistart D3 ha tre ingressi fissi per il controllo remoto. Questi ingressi devono essere controllati tramite contatti predisposti per
bassa tensione e bassa corrente (con doratura o simile).
L'estensione massima del cavo dipende dal tipo di cavo utilizzato, purché la resistenza massima di tale cavo non superi 100 ohm. I
cavi devono essere attorcigliati a coppie e schermati. La schermatura deve essere messa a terra a una sola estremità, ossia sul lato
avviatore statico. Per evitare interferenze EMC emesse dai cavi di potenza del motore, il cavo del termistore deve distare in
parallelo dai cavi di potenza del motore almeno 300 mm.
Figura 4-6 Opzioni di cablaggio dei comandi
2
DI1
Start
+24V
Start/stop
Reset
DI2
DI3
E
NOTA
ATTENZIONE
NOTA
4.1.6
DI1
+24V
Stop
+24V
+24V
3
DI2
+24V
Reset
DI3
+24V
DI1
Start
1
2
3
+24V
DI2
Stop
Controllo a due fili
Controllo a tre fili
Controllo a quattro fili
+24V
DI3
Reset
+24V
E
08340.A
1
E
Per informazioni complete sul collegamento di controllo, consultare Collegamenti dei comandi a pagina 23.
Non applicare tensione ai terminali di ingresso del controllo. Questi terminali sono ingressi da 24 Vdc attivi e devono
essere controllati con contatti privi di tensione.
I cavi che vanno agli ingressi del controllo devono essere separati dalla tensione di rete e dai cavi del motore.
L'ingresso di ripristino può essere impostato su NO o NC (impostazione predefinita). Fare riferimento al Pr 3N Logica
reset remoto.
Uscite relè
Il Digistart D3 offre quattro uscite relè, una fissa e tre programmabili.
L'uscita Run (Marcia) si chiude quando è concluso l'avviamento graduale (quando la corrente di avvio scende al disotto del 120%
della corrente del motore a pieno carico programmata) e rimane chiusa fino a quando inizia un arresto (sia un arresto graduale sia
un arresto per inerzia).
Il funzionamento delle uscite programmabili dipende dalle impostazioni di Pr 4A a 4I.

Se è assegnata al contattore di rete, l'uscita si attiva non appena l'avviatore statico riceve un comando di avvio e rimane
attiva finché l'avviatore statico tiene sotto controllo il motore (fino a quando il motore inizia un arresto per inerzia o fino al
termine di un arresto graduale).

Se è assegnata alla funzione di allarme, l'uscita si attiva quando si verifica un allarme.

Se è assegnata a un segnale, l'uscita si attiva quando è attivo quel particolare segnale (da Pr 7A a Pr 7C).
Le bobine di alcuni contattori elettronici non sono adatte alla commutazione diretta con relè con montaggio su circuito
stampato. Rivolgersi al fornitore o al fabbricante del contattore per verificarne l'idoneità.
ATTENZIONE
Sono disponibili tre uscite aggiuntive sulla scheda di espansione Ingressi/uscite.
4.1.7
Termistori motore
I termistori del motore possono essere collegati direttamente al Digistart D3. L'avviatore statico andrà in allarme quando la
resistenza del circuito del termistore supera 3,6 ko scende al di sotto di 20 .
Figura 4-7 Collegamento del termistore motore
Termistori motore
TH1
TH2
TH1
TH2
Ingresso del termistore
08528.A
Nessun termistore del motore
E
NOTA
22
Se non c'è alcun termistore collegato al Digistart D3 i terminali d'ingresso dei termistori TH1, TH2 devono rimanere
aperti. Se TH1, TH2 sono in cortocircuito, il Digistart D3 va in allarme.
Per il circuito del termistore è necessario utilizzare cavi schermati. Il circuito del termistore deve essere isolato
elettricamente da terra e da tutti gli altri circuiti di alimentazione o di controllo.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.1.8
Ingressi programmabili
L'impostazione predefinita dell'ingresso programmabile A è 'Disabilitare avviatore' (Pr 3A). Se la funzione Disabilita avviatore non
è necessaria, modificare l'impostazione del Pr 3A o collegare un ponticello su DI4, +24V.
Se l'ingresso programmabile A è impostato su 'Disabilitare avviatore', per il funzionamento dell'avviatore il circuito deve essere
chiuso. Un circuito aperto sull'ingresso DI4, +24V disabilita l'avviatore. Il Digistart D3 non risponderà ai comandi di avvio. Se è in
funzione, l'avviatore statico farà arrestare il motore per inerzia, ignorando l'impostazione di arresto graduale impostata nel Pr 2H.
4.2
Collegamenti dei comandi
Figura 4-8 Schema elettrico del Digistart D3
CSH
220-440 VAC
+10%
-15%
110-210 VAC
CSL
+10%
-15%
+24V
5
1
0V
CSR
DI1
COM1
+24V
RLO1
DI2
COM2
+24V
RLO2
DI3
+24V
COM3
2
6
RLC3
DI4
RLO3
+24V
COM4
DI5
RLC4
+24V
RLO4
TH1
TH2
PT3
PT4
PT4
PT5
PT5
B
PT3
A
PT4
PT5
E
AO1
4
7
0V
08 347.A
C
PT3
3
DI1, +24V
1
Tensione del controllo
Start (Avviamento)
DI2, +24V
2
Ingressi di controllo remoto
Stop (Arresto)
DI3, +24V
3
Ingresso termistore motore
Reset (Ripristino)
DI4, +24V
4A
Ingresso RTD RTD/PT100 - a due fili
Ingresso programmabile A
DI5, +24V
4B
Ingresso RTD RTD/PT100 - a tre fili
Ingresso programmabile B
COM1, RLO1
4C
Ingresso RTD RTD/PT100 - a quattro fili
Uscita relè A
COM2, RLO2
5
Uscita 24 Vdc
Uscita relè Run (Marcia)
6
Uscite relè
COM3, RLC3, RLO3 Uscita relè B
7
Uscita analogica
COM4, RLC4, RLO4 Uscita relè C
Il Digistart D3 può essere disabilitato tramite gli ingressi di controllo. Un circuito aperto sull'ingresso DI4, +24V disabilita l'avviatore.
Il Digistart D3 non risponderà ai comandi di avvio. Se è in funzione, l'avviatore statico farà arrestare il motore per inerzia, ignorando
l'impostazione di arresto graduale impostata nel Pr 2H.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
23
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Per utilizzare la funzione Disabilita avviatore, impostare il Pr 3A su 'Disabilitare avviatore' (questa è l'impostazione predefinita).
Se la funzione Disabilita avviatore non è necessaria, modificare l'impostazione del Pr 3A o collegare un ponticello su DI4,
+24V.
Per utilizzare il controllo da tastiera è necessario che l'avviatore statico:

disponga di collegamenti all'alimentazione dei comandi (i terminali CSH, CSL, CSR secondo la tensione di controllo)

L'ingresso programmabile A (DI4, +24V) deve essere chiuso o il Pr 3A Funzione ingresso A deve essere modificato in
modo che sia diverso da Disabilitare avviatore.
4.3
Collegamenti all'alimentazione
4.3.1
Collegamento motore
Gli avviatori statici Digistart D3 possono essere collegati al motore in linea o con connessione a triangolo interno (detti anche
collegamenti a tre fili e a sei fili). Per la configurazione con connessione a triangolo interno, inserire la corrente del motore a pieno
carico (FLC) per Pr 1A. Il Digistart D3 rileva automaticamente se il motore è collegato in linea o a triangolo interno e calcola il livello
di corrente corretto per la connessione a triangolo interno.
Per la sicurezza del personale, i terminali di potenza sui modelli fino a D3-1x-0105-B sono protetti da linguette a scatto.
Quando si utilizzano cavi di grandi dimensioni, è necessario staccare queste linguette.
NOTA
Per i modelli con bypass interno non è necessario un contattore di bypass esterno.
Modelli con bypass interno:
D3-1x-0023-B, D3-1x-0043-B, D3-1x-0053-B, D3-1x-0076-B, D3-1x-0097-B, D3-1x-0105-B, D3-1x-0145-B, D3-1x-0170-B,
D3-1x-0200-B, D3-1x-0220-B, D3-1x-0255-B, D3-1x-0350-B, D3-1x-0425-B, D3-1x-0500-B, D3-1x-0700-B, D3-1x-0820-B,
D3-1x-0920-B, D3-1x-1000-B
Modelli senza bypass:
D3-1x-0255-N, D3-1x-0360-N, D3-1x-0430-N, D3-1x-0650-N, D3-1x-0790-N, D3-1x-0930-N, D3-16-1200-N, D3-16-1410-N,
D3-16-1600-N, D3-16-1410-N, D3-16-1600-N
4.3.2
Installazione in linea

Installazione in linea, con bypass interno
Figura 4-9 Collegamento dell'alimentazione - installazione in linea, con bypass interno
K1
F1
1/L1
2/T1
3/L2
4/T2
K1
Contattore di rete
F1
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
M
3
5/L3
6/T3
E
08341.B
COM1
NOTA
24
RLO1
K1
Contattore di rete è l'impostazione predefinita per il Pr 4A Funzione relè A (COM1, RLO1).
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
potenza meccanica
applicazione tecnici
sulla
elettrica
e stato funzione
nominale
sicurezza
con avvio
rapido

Installazione in linea, con bypass esterno
I modelli senza bypass hanno terminali di bypass dedicati, permettendo al Digistart D3 di continuare a fornire funzioni di protezione
e monitoraggio anche quando il bypass è costituito da un contattore di bypass esterno. Il contattore bypass deve essere collegato ai
terminali del bypass e deve essere controllato dall'uscita Run (Marcia) dell'avviatore statico (terminali COM2, RLO2).
Figura 4-10 Collegamento dell'alimentazione - installazione in linea, con bypass esterno (D3-1x-0255-N)
Contattore di rete
K2
Contattore di bypass (esterno)
F1
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
13034.B
K1
Figura 4-11 Collegamento dell'alimentazione - installazione in linea, con bypass esterno (da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N)
K1
Contattore di rete
K2
Contattore di bypass (esterno)
F1
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
NOTA
I terminali di bypass su D3-1x-0255-N sono T1B, T2B, T3B. I terminali di bypass su D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N
sono L1B, L2B, L3B.
Se necessario i fusibili possono essere installati sul lato di ingresso.
NOTA
Contattore di rete è l'impostazione predefinita per il Pr 4A Funzione relè A (COM1, RLO1). L'uscita relè COM2, RLO2 è
dedicata all'attuazione dell'uscita Run (Marcia) ed è ideale per gestire un contattore di bypass esterno.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
25
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido

Installazione in linea, senza bypass
Figura 4-12 Collegamento dell'alimentazione - installazione in linea, senza bypass
K1
F1
L1
T1
L2
T2
K1
Contattore di rete
F1
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
M
3
L3
T3
E
COM1
08343.B
RLO1
4.3.3
K1
Installazione connessione a triangolo interno
Quando il Digistart D3 si collega con configurazione Connessione a triangolo interno, installare sempre un contattore di
rete o un interruttore generale con bobina di sgancio.
ATTENZIONE
Per la configurazione con connessione a triangolo interno, inserire la corrente del motore a pieno carico (FLC) per Pr
1A. Il Digistart D3 rileva automaticamente se il motore è collegato in linea o a triangolo interno e calcola il livello di
corrente corretto per la connessione a triangolo interno.
NOTA

Installazione con connessione a triangolo interno, con bypass interno
Figura 4-13 Collegamento dell'alimentazione - installazione con connessione a triangolo interno, con bypass interno
K1
F1
K1
Contattore di rete
(raccomandato)
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
F1
1/L1
2/T1
U1(1) U2(4)
3/L2
4/T2
V1(2)
M
V2(5)
3
W1(3)
5/L3
W2(6)
6/T3
E
08344.B
COM1
26
RLO1
K1
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido

Installazione con connessione a triangolo interna, con bypass esterno
I modelli senza bypass hanno terminali di bypass dedicati, permettendo al Digistart D3 di continuare a fornire funzioni di protezione
e monitoraggio anche quando il bypass è costituito da un contattore di bypass esterno. Il contattore bypass deve essere collegato ai
terminali del bypass e deve essere controllato dall'uscita Run (Marcia) dell'avviatore statico (terminali COM2, RLO2).
Figura 4-14 Collegamento dell'alimentazione - installazione con connessione a triangolo interno, con bypass esterno
(D3-1x-0255-N)
K1
K2
K2
K1
F1
F1
1/L1
Contattore di rete
(raccomandato)
Contattore di bypass (esterno)
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
2/T1
U1(1) U2(4)
T1B
4/T2
3/L2
T2B
5/L3
M
V1(2)
W1(3)
V2(5)
3
W2(6)
6/T3
T3B
E
COM1
RLO1
K1
COM2
13037.B
RLO2
K2
Figura 4-15 Collegamento dell'alimentazione - installazione con connessione a triangolo interno, con bypass esterno (da
D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N)
K1
K2
K2
F1
K1
Contattore di rete
(raccomandato)
Contattore di bypass (esterno)
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
F1
1/L1
2/T1
U1(1) U2(4)
L1B
3/L2
4/T2
V1(2)
5/L3
M
V2(5)
3
L2B
W1(3)
W2(6)
6/T3
L3B
E
COM1
RLO1
COM2
K1
08345.B
RLO2
NOTA
K2
I terminali di bypass su D3-1x-0255-N sono T1B, T2B, T3B. I terminali di bypass su D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N
sono L1B, L2B, L3B.
Se necessario i fusibili possono essere installati sul lato di ingresso.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
27
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido

Installazione con connessione a triangolo interna, senza bypass
Figura 4-16 Collegamento dell'alimentazione - installazione con connessione a triangolo interna, senza bypass
K1
F1
K1
Contattore di rete
(raccomandato)
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
F1
1/L1
2/T1
U1(1)
3/L2
4/T2
V1(2)
U2(4)
M
V2(5)
3
W1(3)
5/L3
W2(6)
6/T3
E
08346.B
COM1
4.4
Informazioni sui fusibili
4.4.1
Fusibili di alimentazione
RLO1
K1
I fusibili a semiconduttore possono essere utilizzati per opzione Tipo 2 (secondo la norma IEC 60947-4-2) e per ridurre il rischio di
danni agli SCR provocati da transitori con sovraccarico di corrente.
I fusibili HRC (come ad esempio i fusibili Ferraz/Mersen AJT) possono essere utilizzati per opzione Tipo 1 secondo la norma IEC
60947-4-2.
NOTA
I fusibili non sono forniti in dotazione con gli avviatori statici Digistart D3.
Il controllo adattativo di accelerazione controlla il profilo di velocità del motore, entro i limiti di tempo programmati.
Questo metodo di controllo può alzare il livello di corrente rispetto ai metodi tradizionali.
ATTENZIONE
Per le applicazioni che utilizzano il controllo adattativo per l'arresto graduale del motore con tempi di arresto maggiori di 30 secondi,
la protezione del ramo del circuito motore deve essere selezionata come segue:

Fusibili di rete standard HRC: minimo 150% della corrente del motore a pieno carico

Fusibili di rete classificati per motore: valore nominale minimo 100/150% della corrente del motore a pieno carico

Impostazione minima dell'interruttore generale di controllo del motore per tempi lunghi: 150% della corrente del motore a
pieno carico

Impostazione minima dell'interruttore generale di controllo del motore per tempi brevi: 400% della corrente del motore a
pieno carico per 30 secondi
NOTA
I fusibili sono scelti in base a una corrente di avvio pari a 400% di FLC per 20 secondi unitamente a cicli di lavoro con il
numero di avviamenti standard per ora indicati, temperatura ambiente di 40°C e fino a 1000 m di altitudine. Per
installazioni operanti al di fuori di queste condizioni, rivolgersi al fornitore locale.
Il contenuto di queste tabelle dei fusibili deve essere considerato solo un suggerimento. Rivolgersi sempre al fornitore
locale per verificare la scelta fatta per la particolare applicazione.
28
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Tabella 4-2 Fusibili Bussman - a corpo quadrato (170M)
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
SCR I2T (A2S)
Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
Tensione di alimentazione
(< 575 Vac)
Tensione di alimentazione
(< 690 Vac)
1150
8000
15000
15000
51200
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
320000
320000
781000
1200000
2530000
2530000
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
170M1314
170M1316
170M1318
170M1319
170M1321
170M1321
170M1321
170M2621
170M2621
170M2621
170M2621
170M5011
170M6011
170M6008*
170M5015
170M5017
170M6017
170M6018
170M2621
170M6010
170M6011
170M6015
170M6017
170M6019
170M6021
––
170M6019*
170M1314
170M1316
170M1318
170M1319
170M1321
170M1321
170M1321
170M2621
170M2621
170M2621
170M2621
170M5011
––
––
170M5015
170M6015
170M6017
170M6013*
170M2621
170M6010
170M6011
170M6015
170M6017
170M6019
––
––
––
170M1314
170M1316
170M1318
170M1318
170M1319
170M1321
170M1321
170M2621
170M2621
170M2621
170M2621
––
––
––
––
––
––
––
170M2621
170M6010
––
170M6014
170M6016
170M6019
––
––
––
* Sono richiesti due fusibili collegati in parallelo per ciascuna fase.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
29
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Tabella 4-3 Fusibili Bussman - Tipo inglese (BS88)
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
SCR I2T (A2S)
1150
8000
15000
15000
51200
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
320000
320000
781000
1200000
2530000
2530000
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
Tensione di alimentazione Tensione di alimentazione Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
(< 575 Vac)
(< 690 Vac)
63FE
120FEE
200FEE
200FEE
200FEE
280FM
280FM
450FMM
450FMM
450FMM
450FMM
315FM*
400FMM*
450FMM*
630FMM*
––
––
––
450FMM
––
––
630FMM*
––
––
––
––
––
63FE
120FEE
200FEE
200FEE
200FEE
280FM
280FM
450FMM
450FMM
450FMM
450FMM
––
––
––
––
––
––
––
450FMM
––
––
630FMM*
––
––
––
––
––
63FE
120FEE
200FEE
200FEE
200FEE
280FM
280FM
450FMM
450FMM
450FMM
450FMM
––
––
––
––
––
––
––
450FMM
––
––
––
––
––
––
––
––
* Sono richiesti due fusibili collegati in parallelo per ciascuna fase.
30
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Tabella 4-4 Fusibili Ferraz/Mersen - HSJ
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
SCR I2T (A2S)
Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
Tensione di alimentazione
(< 575 Vac)
1150
8000
15000
15000
51200
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
320000
320000
781000
1200000
2530000
2530000
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
HSJ40**
HSJ80**
HSJ110**
HSJ125**
HSJ175
HSJ225
HSJ250
HSJ300
HSJ350
HSJ400**
HSJ450*
HSJ500**
HSJ40**
HSJ80**
HSJ110**
HSJ125**
HSJ175**
HSJ225
HSJ250**
HSJ300
HSJ350
HSJ400**
HSJ450**
Tensione di alimentazione
(< 690 Vac)
Non adatto
Non adatto
Non adatto
HSJ450**
HSJ450**
Non adatto
Non adatto
* Sono richiesti due fusibili collegati in parallelo per ciascuna fase.
** Sono richiesti due fusibili collegati in serie per ciascuna fase.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
31
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Tabella 4-5 Fusibili Ferraz/Mersen - Tipo nord americano (PSC 690)
Modello
SCR I2T (A2S)
Tensione di alimentazione Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
(< 575 Vac)
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
1150
8000
15000
15000
51200
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
320000
320000
781000
2530000
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
A070URD30XXX0063
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0160
A070URD30XXX0200
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
A070URD31XXX0550
A070URD32XXX0630
A070URD32XXX0700
A070URD33XXX0900
A070URD33XXX1400
A070URD30XXX0450
A070URD33XXX0630
A070URD33XXX0700
A070URD33XXX1000
A070URD33XXX1400
A070URD33XXX1400
A055URD33XXX2250
A055URD33XXX2250
––
A070URD30XXX0063
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0160
A070URD30XXX0200
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
––
––
––
––
––
A070URD30XXX0450
A070URD33XXX0630
A070URD33XXX0700
A070URD33XXX1000
A070URD33XXX1400
A070URD33XXX1400
––
––
––
XXX = a coltello. Consultare catalogo Ferraz/Mersen per informazioni dettagliate.
Tabella 4-6 Fusibili Ferraz/Mersen - Tipo europeo (PSC 690)
Modello
SCR I2T (A2S)
Tensione di alimentazione Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
(< 575 Vac)
Tensione di alimentazione
(< 690 Vac)
––
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0125
A070URD30XXX0160
A070URD30XXX0200
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0315
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
A070URD30XXX0450
––
––
––
––
––
A070URD30XXX0450
A070URD33XXX0630
––
A070URD33XXX1000
A070URD33XXX1250
A070URD33XXX1400
––
––
––
Tensione di alimentazione
(< 690 Vac)
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
1150
8000
15000
15000
51200
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
320000
320000
781000
1200000
2530000
2530000
6.9URD30XXXX0050
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0160
6.9URD30XXXX0200
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0550
6.9URD32XXXX0630
6.9URD32XXXX0700
6.9URD33XXXX0900
6.9URD33XXXX1100
6.9URD33XXXX1250
6.9URD33XXXX1400
6.9URD30XXXX0050
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0160
6.9URD30XXXX0200
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
––
––
––
––
––
––
––
6.9URD30XXXX0050
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0125
6.9URD30XXXX0160
6.9URD30XXXX0200
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD30XXXX0315
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
6.9URD31XXXX0450
––
––
––
––
––
––
––
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
6.9URD31XXXX0450
6.9URD33XXXX0630
6.9URD33XXXX0700
6.9URD33XXXX1000
6.6URD33XXXX1400
6.6URD33XXXX1400
6URD233PLAF2200
6URD233PLAF2200
6URD233PLAF2800
6.9URD31XXXX0450
6.9URD33XXXX0630
6.9URD33XXXX0700
6.9URD33XXXX1000
6.6URD33XXXX1400
6.6URD33XXXX1400
6URD233PLAF2200
6URD233PLAF2200
6URD233PLAF2800
6.9URD31XXXX0450
6.9URD33XXXX0630
6.9URD33XXXX0700
6.9URD33XXXX1000
––
––
––
––
––
XXX = a coltello. Consultare catalogo Ferraz/Mersen per informazioni dettagliate.
32
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Tabella 4-7 Fusibili Ferraz/Mersen - AJT
SCR I2T (A2S)
Tensione di alimentazione
(< 440 Vac)
Tensione di alimentazione
(< 575 Vac)
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
1150
8000
15000
15000
512000
125000
125000
320000
320000
320000
320000
202000
238000
320000
781000
1200000
2530000
2530000
AJT25
AJT50
AJT60
AJT80
AJT100
AJT125
AJT150
AJT175
AJT200
AJT250
AJT300
AJT400
AJT450
AJT500
A4BQ800
A4BQ1200
A4BQ1200
A4BQ1200
AJT25
AJT50
AJT60
AJT80
AJT100
AJT125
AJT150
AJT175
AJT200
AJT250
AJT300
AJT400
AJT450
AJT500
A4BQ800
A4BQ1200
A4BQ1200
A4BQ1200
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
320000
320000
320000
1200000
2530000
4500000
4500000
6480000
12500000
AJT300
AJT400
AJT450
A4BQ800
A4BQ1200
A4BQ1200 / A4BT1100
A4BQ1600
A4BQ2000
A4BQ2500 / A4BT1800
AJT300
AJT400
AJT450
A4BQ800
A4BQ1200
A4BQ1200 / A4BT1100
A4BQ1600
A4BQ2000
A4BQ2500 / A4BT1800
Modello
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Tensione di alimentazione
(< 690 Vac)
Non adatto
33
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.4.2
Scelta dei fusibili UL e valori nominali di cortocircuito
Per le applicazioni conformi UL sono disponibili due valori nominali di corrente di cortocircuito (SCCR).
Correnti di guasto standard (circuiti a 600 Vac)
Le correnti di guasto standard vengono determinate facendo riferimento alla norma UL508, capitolo 51, tabella 51.3. In essa è
specificata la corrente di cortocircuito che l'avviatore deve essere in grado di sopportare in base alla potenza nominale in cavalli
vapore del modello di avviatore statico (o, a seconda del modello, valore nominale di Corrente a pieno carico "FLC" o Ampere a
rotore bloccato "LRA").
Se si utilizzano i valori nominali di Corrente di guasto standard, il fusibile in uso deve corrispondere a quanto riportato nella tabella
seguente (in base a modello e produttore).
Correnti di guasto a disponibilità elevata (circuiti a 480 Vac)
È possibile specificare valori nominali di corrente di cortocircuito non rientranti nel minimo impostato da Correnti di guasto standard
(vedi sopra) quando l'avviatore statico è in grado di sopportare corrente di cortocircuito a disponibilità elevata secondo il test UL
508.
Se si utilizzano i valori nominali di Corrente di guasto a disponibilità elevata, è possibile scegliere un fusibile idoneo in base
all'amperaggio e alla classe del fusibile (J o L a seconda dei casi).
Tabella 4-8 Scelta dei fusibili UL
Modello
D3-1x-0023-B
D3-1x-0043-B
D3-1x-0053-B
D3-1x-0076-B
D3-1x-0097-B
D3-1x-0105-B
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
D3-1x-0500-B
D3-1x-0700-B
D3-1x-0820-B
D3-1x-0920-B
D3-1x-1000-B
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
D3-16-1600-N
Valori nominali di cortocircuito
Corrente di guasto a
Corrente di guasto standard
dispon. elevata
Potenza
Val. nom.
nominale
Fusibile
max. del
Fusibile Ferraz/Mersen,
(A)
Ferraz/Mersen,
a 480
@ 600
fusibile (A)
fusibili a
Vac max.
Vac
omol. classe fusibile
semiconduttore R/C
(classe
J, L o RK5
fusibile)
23
65 kA
25 (J)
10 kA
AJT25
A070URD30XXX0063
43
65 kA
50 (J)
10 kA
AJT50
A070URD30XXX0125
53
65 kA
60 (J)
10 kA
AJT60
A070URD30XXX0125
76
65 kA
80 (J)
10 kA
AJT80
A070URD30XXX0200
97
65 kA
100 (J)
10 kA
AJT100
A070URD30XXX0200
105
65 kA
125 (J)
10 kA
AJT125
A070URD30XXX0315
145
65 kA
150 (J)
18 kA
AJT150 / RK5 200
A070URD30XXX0315
170
65 kA
175 (J)
18 kA
AJT175 / RK5 200
A070URD30XXX0315
200
65 kA
200 (J)
18 kA
AJT200 / RK5 300
A070URD30XXX0450
220
65 kA
250 (J)
18 kA
AJT250 / RK5 300
A070URD30XXX0450
255
65 kA
225 (J)
18 kA
†
350
65 kA
225 (J)
18 kA
†
425
65 kA
350 (J)
30 kA
†
A070URD33XXX0630
500
65 kA
600 (J)
30 kA
600, Class J
A070URD33XXX0700
700
65 kA
800 (L)
42 kA
800, Class L
820
65 kA
1200 (L)
42 kA
1200, Class L
A070URD33XXX1000
920
65 kA
1200 (L)
85 kA
1200, Class L
A070URD33XXX1400
1000
65 kA
1200 (L)
85 kA
1200, Class L
A070URD33XXX1400
255
65 kA
200(J)
18 kA
AJT300
A070URD30XXX0450
360
65 kA
400 (J)
18 kA
AJT400 / RK5 500
A070URD33XXX0630
430
65 kA
450 (J)
30 kA
AJT450
A070URD33XXX0700
650
65 kA
800 (L)
42 kA
A4BQ800
A070URD33XXX1000
790
65 kA
1200 (L)
42 kA
A4BQ1200
A070URD33XXX1400
930
65 kA
1200 (L)
42 kA
A4BQ1200
A070URD33XXX1400
1200
65 kA
1600 (L)
85 kA
A4BQ1600
A065URD33XXX1800
1410
65 kA
2000 (L)
85 kA
A4BQ2000
A055URD33XXX2250
1600
65 kA
2000 (L)
85 kA
A4BQ2500
A050URD33XXX2500
600 V
valore
nominale
di corto
circuito –
3 cicli †
Non
disponibile
18 kA –
Per 3 cicli
30 kA –
Per 3 cicli
42 kA –
Per 3 cicli
Non
disponibile
XXX = fusibile a coltello. Consultare catalogo Ferraz/Mersen per informazioni dettagliate.
† - I modelli che presentano un "valore nominale 3 cicli" sono idonei all'uso in un circuito con la corrente presunta specificata, se
protetti da qualsiasi fusibile omologato UL o interruttore automatico omologato UL dimensionato secondo il codice NEC.
34
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
4.4.3
Fusibili di alimentazione comandi
Nella tabella seguente sono elencati i fusibili di alimentazione comandi consigliati. Si raccomanda l'impiego di fusibili ad azione lenta
che lasciano un impulso di 0,01 secondi a 10A.
Tabella 4-9 Fusibili di alimentazione comandi
Tipo di fusibile
Classe J 1A
IEC aM 1A
Ferraz Shawmut
Bussman
4.5
Classe J 1A
IEC aM 1A
Numero di catalogo
AJT1 (Nord America)
16511-G (10x38)
17511-G (14x51)
15511-G (8x31)
LPJ-1SP (Nord America)
C08M1 (8x32)
C10M1 (10x38)
C14M1 (14x51)
Contattore di bypass
Alcuni avviatori statici Digistart D3 hanno un bypass interno e non hanno bisogno di un contattore di bypass esterno.
Gli avviatori statici senza bypass possono essere installati con un contattore di bypass esterno. Selezionare un contattore con
potenza nominale AC1 maggiore o uguale alla corrente del motore a pieno carico nominale del motore collegato.
Modelli con bypass interno:
D3-1x-0023-B, D3-1x-0043-B, D3-1x-0053-B, D3-1x-0076-B, D3-1x-0097-B, D3-1x-0105-B, D3-1x-0145-B, D3-1x-0170-B,
D3-1x-0200-B, D3-1x-0220-B, D3-1x-0255-B, D3-1x-0350-B, D3-1x-0425-B, D3-1x-0500-B, D3-1x-0700-B, D3-1x-0820-B,
D3-1x-0920-B, D3-1x-1000-B
Modelli senza bypass:
D3-1x-0255-N, D3-1x-0360-N, D3-1x-0430-N, D3-1x-0650-N, D3-1x-0790-N, D3-1x-0930-N, D3-16-1200-N, D3-16-1410-N,
D3-16-1600-N, D3-16-1410-N, D3-16-1600-N
4.6
Contattore di rete
Selezionare un contattore con potenza nominale AC3 maggiore o uguale alla corrente del motore a pieno carico nominale del
motore collegato.
4.7
Interruttore generale
È possibile utilizzare un interruttore generale con apertura a lancio di corrente invece di un contattore di rete per isolare il circuito
motore in caso di allarme dell'avviatore statico. Il meccanismo di allarme con apertura a lancio di corrente deve essere attivato
dall'alimentazione dell'interruttore generale o da un'alimentazione dei comandi separata.
4.8
Correzione del fattore di potenza
Se è utilizzata la correzione del fattore di potenza, è necessario avere un contattore apposito per collegare i condensatori.
ATTENZIONE
I condensatori di correzione del fattore di potenza devono essere collegati sul lato di ingresso dell'avviatore statico.
Collegando i condensatori di correzione del fattore di potenza sul lato di uscita è possibile danneggiare l'avviatore
statico.
4.9
EMC: Compatibilità elettromagnetica
4.9.1
Immunità
Il Digistart D3 soddisfa i seguenti standard internazionali di immunità come richiesto dalle norme IEC60947-4-2:
Tabella 4-10 Immunità elettromagnetica (EMC)
Standard
IEC61000-2-4
IEC61000-4-2
IEC61000-4-3
IEC61000-4-4
IEC61000-4-5
IEC61000-4-6
IEC61000-4-11
4.9.2
Tipo di immunità
Armoniche
Scarica elettrostatica
Campo emissione a radiofrequenza
Transienti rapidi successivi
Picchi di corrente
Emissioni a radiofrequenza condotte
Cadute e brevi interruzioni di tensione
Applicazione
Alloggiamento dell'apparecchio
Alloggiamento dell'apparecchio
Cavi di alimentazione e dei comandi
Cavi di alimentazione
Cavi di alimentazione e dei comandi
Livello
Classe 3
Livello 3
Livello 3
Livello 4
Livello 4
Livello 3
Classe 2
Emissioni a radiofrequenza condotte e irradiate
Se il Digistart D3 è stato installato in conformità con le istruzioni di cablaggio, il Digistart D3 soddisfa i seguenti standard
internazionali di immunità:
Tabella 4-11 Emissioni a radiofrequenza condotte e irradiate
Standard
IEC60947-4-2
IEC60947-4-2
Emissioni
Condotte su alimentazione elettrica da 150 kHz a 30MHz
Emissioni irradiate da 30 a 1000 MHz (CISPR 11 Gruppo 1 classe B)
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Livello
Soddisfa
Soddisfa
35
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
5.
Tastiera e stato
5.1
Tastiera
Figura 5-1 Tastiera e display
Display a quattro righe per dati di stato e di programmazione dettagliati.
LED di stato
2 min
Pulsanti di controllo locale dell'avviatore statico
1
2
Pulsanti di navigazione menu:
M: Accede a un menu o a un parametro o salva le modifiche di un parametro.
: Esce dal menu o da un parametro o annulla le modifiche di un parametro.
: Scorrere sino al menu o al parametro successivo o precedente o
modificare le impostazioni dell'attuale parametro.
Pulsante di scelta rapida per l'accesso rapido alle operazioni fondamentali.
Ready
Run
Stop
Start
3
4
Trip
Local
LCL
RMT
5
08349.A
Tabella 5-1 LED di feedback
Nome del LED
Acceso
Lampeggiante
Ready (Pronto)
Pronto
Run (Marcia)
In marcia
Ritardo di riavvio o controllo della
temperatura del motore o DI4 non
chiuso (impostazione predefinita)
Avvio/Arresto in corso
Trip (Allarme)
Local (Locale)
Avviatore in allarme
Modalità di controllo locale
Attenzione
non disponibile
5.2
Spento
Alimentazione di comando assente
Non in marcia, né in corso di avvio o di
arresto
Funzionamento normale
Modalità di controllo remoto
Rimozione e ricollegamento della tastiera
La tastiera può essere rimossa dall'avviatore statico e montata separatamente su un pannello utilizzando il kit di installazione
remota.
La tastiera ha in memoria una copia di backup dei parametri dell'avviatore statico, in modo che ciascuna tastiera possa essere
utilizzata per programmare più avviatori del Digistart D3.
NOTA
AVVERTENZA
36
È possibile rimuovere o sostituire la tastiera mentre l'avviatore è in funzione. Non è necessario togliere la tensione di
rete o quella di controllo.
L'installatore è tenuto ad accertarsi che eventuali alloggiamenti che consentono di accedere ai modelli da D3-1x-0145-B
a D3-1x-1000-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N mentre il prodotto è sotto tensione abbiano una protezione contro
il contatto e gli agenti contaminanti di classe IP20.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
5.2.1
Rimozione della tastiera
La tastiera è collegata al corpo dell'avviatore statico tramite un connettore seriale DB9 e due viti. Le viti sono nascoste dietro la
piastra frontale fissata a incastro.
Per rimuovere la tastiera:
1. Modelli da D3-1x-0023-B a D3-1x-1000-B: aprire lo sportello del Digistart D3.
Modelli da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N: rimuovere il coperchio anteriore del Digistart D3.
2. Inserire un piccolo cacciavite sotto la piastra frontale alla base della tastiera e utilizzarlo per fare leva sulla piastra e staccarla
dalla tastiera.
3. Sollevare completamente la piastra frontale.
4. Rimuovere le due viti che fissano la tastiera in posizione.
5. Sollevare con delicatezza la tastiera separandola dall'avviatore statico. Tirare la tastiera in avanti, in modo da non
danneggiare il connettore DB9.
5.2.2
Ricollegamento della tastiera
Per ricollegare la tastiera:
1. Allineare il connettore sul retro della tastiera con il relativo alloggiamento presente sull'avviatore statico e spingere in
posizione la tastiera fissandola saldamente. La tastiera sarà tenuta in posizione dal connettore e da due punte di
allineamento negli angoli in alto a destra e in basso a sinistra.
Per installazioni temporanee (ad esempio durante la messa in funzione) non è necessario fissare la tastiera in posizione con
le viti.
2. Reinserire le due viti che fissano la tastiera in posizione.
3. Far scivolare il bordo in basso dello schermo sul corpo della tastiera, quindi far entrare in posizione il bordo in alto dello
schermo e premere sulla tastiera. Le linguette di fissaggio sul retro della piastra frontale si bloccheranno in posizione.
5.3
Sincronizzazione della tastiera e dell'avviatore
Quando una tastiera viene collegata a un Digistart D3, le impostazioni dei parametri vengono sincronizzate con quelle dell'avviatore
statico.
Tutte le volte che una tastiera diversa viene collegata all'avviatore, viene visualizzato un
messaggio di conferma.
Selezionare l'opzione desiderata usando i pulsanti
con la selezione.
e
. Premere M per proseguire
Rilevato nuovo display
Copia parametri
Dal display all'avviatore
Dall'avviatore al display
Se alcune impostazioni della tastiera non sono valide per l'avviatore, la tastiera carica i
valori predefiniti.
NOTA
5.4
Se l'impostazione da tastiera non è valida, la tastiera visualizzerà il messaggio "Par. xx fuori dai limiti previsti".
Visualizzazioni
La tastiera visualizza una vasta gamma di dati sulle prestazioni dell'avviatore statico.
Nella metà in alto della schermata sono visualizzate informazioni sullo stato dell'avviatore, sulla temperatura del motore e sulla
potenza del motore.
Utilizzare i pulsanti
e
per selezionare le informazioni nella metà inferiore dello schermo.

Corrente

Informazioni ultimo avvio

Data e ora
5.4.1
Stato dell'avviatore
La schermata sullo stato dell'avviatore visualizza informazioni dettagliate su stato di funzionamento dell'avviatore, temperatura del
motore e potenza del motore.
Pronto
M1 000%
5.4.2
000,0 kW
Corrente media
La schermata della corrente media presenta la corrente media in tempo reale.
0.0A
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
37
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
5.4.3
Schermo programmabile
Lo schermo programmabile dall'utente del Digistart D3 può essere configurato in modo da mostrare le informazioni più importanti
per la particolare applicazione. Usare i parametri da 9B a 9E per selezionare quali informazioni visualizzare.
000.0A
00000hrs
5.4.4
0.0pf
000kWh
Corrente
La schermata Corrente mostra la corrente di linea in tempo reale su ciascuna fase. Se il sensore RTD/PT100 e la scheda di
protezione del guasto verso terra sono montati, la schermata mostrerà anche la corrente verso massa.
000.0A
5.4.5
Correnti di fase
000.0A
000.0A
Informazioni ultimo avvio
La schermata Informazioni ultimo avvio mostra i dati di dettaglio dell'ultimo avvio con esito positivo:

durata avvio (secondi)

massima corrente di avvio assorbita (come percentuale della corrente del motore a pieno carico)

aumento calcolato della temperatura del motore
Ultimo avvio
350 % Inom
5.4.6
010 s
 Temp 5%
Data e ora
La schermata Data/ora visualizza la data e ora del sistema (formato 24 ore). Per ottenere informazioni dettagliate sull'impostazione
di data e ora, consultare Impostare data e ora a pagina 73.
DD MMM YYYY
HH:MM:SS
5.4.7
Grafico delle prestazioni
Il grafico delle prestazioni fornisce una visualizzazione delle prestazioni operative. Utilizzare i parametri da 9F a 9I per selezionare
quali informazioni visualizzare.
0-400%
05050.C
000.0 A
38
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
con avvio
sicurezza nominale
rapido
6.
Messa in funzione con avvio rapido
La presente procedura è scritta in base alle impostazioni predefinite dell'avviatore al momento dell'uscita dalla fabbrica.
Applicare sempre la tensione di controllo prima o allo stesso tempo della tensione di rete.
AVVERTENZA
6.1
Cablaggio segnali dei comandi
Figura 6-1 Terminali di controllo per il collegamento di base
F1
220-440 VAC +10%
-15%
+10%
110-210 VAC
-15%
CSH
CSL
CSR
CSH-CSR o CSL-CSR
DI1, +24V
DI2, +24V
DI3, +24V
F1
DI1
+24V
DI2
Alimentazione comandi
Start (Avviamento)
Stop (Arresto)
Reset (Ripristino)
Fusibile (opzionale)
+24V
DI3
+24V
+24V
E
08335.A
DI4
Per utilizzare il controllo da tastiera è necessario che l'avviatore statico:

disponga di collegamenti all'alimentazione dei comandi (i terminali CSH, CSL, CSR secondo la tensione di controllo)

L'ingresso programmabile A (DI4, +24V) deve essere chiuso o il Pr 3A Funzione ingresso A deve essere modificato in
modo che sia diverso da Disabilitare avviatore
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
39
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
con avvio
sicurezza nominale
rapido
6.2
Procedura d'installazione
Tabella 6-1 Procedura di configurazione di base
Azione
Prima dell'accensione
Accendere l'avviatore
Parametri di programmazione
Avviare il motore
40
Dettagli
Accertarsi che:

L'avviatore non riceva un segnale di Avvio

Il motore sia collegato all'avviatore

Il motore sia collegato correttamente

La tensione di alimentazione sia quella corretta
Accertarsi che:

Si accenda il LED Pronto
Il menu di impostazione rapida agevola la configurazione del Digistart D3 per le applicazioni
consuete. Il Digistart D3 seleziona i parametri importanti per l'applicazione e suggerisce
un'impostazione tipica e l'utente ha la possibilità di regolare ciascun parametro in modo da
adattarsi esattamente ai requisiti particolari.
Premere il pulsante M.
Per validare il menu Impostazione rapida, premere di nuovo M.
Selezionare l'applicazione desiderata nell'elenco.
Le seguenti applicazioni sono disponibili tramite il menu Impostazione rapida:

Pompa (centrifuga, a immersione)

Ventola (con/senza smorzamento)

Compressore (a vite, alternativo)

Convogliatore

Frantoio (rotativo, a ganasce)
Utilizzare il pulsante M per selezionare le caratteristiche da modificare e regolare il valore con
e .
Per confermare la selezione, premere il tasto M.
Per chiudere il menu Impostazione rapida e tornare alla visualizzazione standard, premere
più volte.
Per ulteriori informazioni sul menu Impostazione rapida, consultare Dettagli di impostazione
rapida.
Per le applicazioni non coperte dal menu Impostazione rapida, selezionare il menu Standard,
quindi Menu 1 - Gruppo motore primario e Menu 2 - Modalità Avviamento/Arresto-1.
Premere M per accedere al menu desiderato.
Occorre impostare i seguenti parametri in modo da soddisfare i requisiti dell'applicazione:

1A FLC del motore
2A Modalità avvio


2B Limite di corrente

2D Tempo della rampa d'avvio
2I Tempo arresto


2H Modalità di arresto (se richiesto)
Per informazioni dettagliate sui parametri, consultare Descrizioni dei parametri a pagina 57.
Accertarsi che:

Sul display dell'avviatore è visualizzata la schermata di stato

I terminali seguenti sono chiusi: DI4, +24V, DI2, +24V e DI3, +24V
Per avviare il motore, chiudere il terminale DI1, +24V.
Per arrestare il motore, aprire il terminale DI2, +24V.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.
Funzionamento
7.1
Comandi Start (Avviamento), Stop (Arresto) e Reset (Ripristina)
L'avviatore statico può essere controllato in tre modi:

Utilizzando il pulsante sulla tastiera

Tramite ingressi remoti

Tramite un collegamento di comunicazione seriale
Con il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) si stabilisce se il Digistart D3 deve rispondere al controllo locale (tramite la tastiera)
o al controllo remoto (tramite ingressi remoti).

Il LED locale sulla tastiera è acceso quando l'avviatore statico è in modalità di controllo locale ed è spento quando
l'avviatore statico è in modalità di controllo remoto.

Il LED remoto sul Digistart D3 è acceso quando l'avviatore statico è in modalità remota ed è spento quando è in modalità
locale. Il LED remoto è situato sul corpo principale dell'avviatore (dietro la tastiera) ed è visibile se la tastiera è
remotizzata.
Il controllo tramite rete di comunicazione seriale è sempre attivo in modalità di controllo locale e può essere attivato o disattivato in
modalità di controllo remoto (Pr 3O Comunicazione remota). Per il controllo tramite rete di comunicazione seriale è necessario un
modulo di comunicazione opzionale.
Il pulsante STOP (ARRESTO) sulla tastiera è sempre abilitato.
Per ripristinare un allarme sull'avviatore statico, premere il RESET (RIPRISTINO) sulla tastiera o attivare l'ingresso di ripristino
remoto.
NOTA
7.2
Le funzioni: controllo adattivo, Jog, Freno e PowerThrough non sono supportate con il funzionamento con connessione
a triangolo interno (sei fili). Consultare Funzionamento con connessione a triangolo interno a pagina 48.
Metodi di avviamento graduale
Gli avviatori statici offrono una varietà di metodi per controllare l'avvio del motore. Ciascun metodo di avviamento graduale utilizza
un differente parametro di controllo primario.
Tabella 7-1 Metodi di avviamento graduale
Metodo di avviamento graduale
Rampa di tensione temporizzata
Corrente costante
Controllo della coppia
Controllo adattivo
Controllato con
parametro
Tensione
Corrente
Coppia
Accelerazione
Parametri delle prestazioni influenzati
Corrente di avvio, coppia di avvio, accelerazione
Coppia di avvio, accelerazione
Corrente di avvio, accelerazione
Corrente di avvio, coppia di avvio
Si ottengono i risultati migliori selezionando il metodo di avviamento graduale che controlla direttamente il parametro più importante
per l'applicazione. Di solito gli avviatori statici sono utilizzati per limitare la corrente di avvio del motore o per controllare
l'accelerazione e/o la decelerazione del carico.
Il Digistart D3 offre la possibilità di funzionamento a Corrente costante o con Controllo adattivo. Utilizzare il Pr 2A per selezionare il
metodo di avviamento graduale.
Tabella 7-2 Funzioni di controllo dei metodi dell'avviatore statico
Per controllare
Corrente di avvio del motore
Accelerazione di motore/carico
Utilizzare
Corrente costante
Controllo adattivo
Per l'avviamento graduale del motore, premere il pulsante START (AVVIAMENTO) sulla tastiera o attivare l'ingresso di avvio
remoto. Il motore si avvia utilizzando la modalità di avvio selezionata nel Pr 2A.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
41
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.2.1
Corrente costante
A corrente costante è la forma tradizionale di avviamento graduale, che fa salire la corrente da zero a un livello specificato e
mantiene stabile la corrente a tale livello fino a quando il motore viene accelerato.
L'avvio a corrente costante è ideale per applicazioni nelle quali la corrente di avvio deve essere mantenuta al di sotto di un livello
particolare.
Figura 7-1 Avviamento graduale a corrente costante
3
Corrente (% della corrente del
motore a pieno carico)
700%
600%
500%
400%
1: Corrente iniziale (Pr 2C)
2: Limite corrente (Pr 2B)
3: Corrente a tensione di regime
2
300%
1
200%
100%
10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100%
Velocità rotore (% della velocità a regime)
7.2.2
Rampa di corrente
L'avviamento graduale con rampa di corrente fa salire la corrente da un livello di avvio specificato (1) a un limite massimo (3), per
un periodo di tempo prolungato (2).
L'avvio con rampa di corrente può essere utile per applicazioni in cui:

Il carico può variare tra un avvio e l'altro (ad esempio un convogliatore che può essere avviato con o senza carico).
Impostare la corrente iniziale (Pr 2C) a un livello tale da far avviare il motore con un carico leggero e il limite di corrente
(Pr 2B) a un livello tale da far avviare il motore con un carico pesante.

Non ci sono difficoltà allo spunto dovute al carico, ma è necessario prolungare il tempo di avvio (ad esempio nel caso di
una pompa centrifuga per la quale occorre che la pressione nella condotta salga lentamente).

Ci sono limitazioni nell'alimentazione della corrente (ad esempio nel caso di un gruppo elettrogeno), e un'applicazione più
lenta del carico lascerà al sistema di alimentazione più tempo per reagire.
Corrente (% della corrente del
motore a pieno carico)
Figura 7-2 Avviamento graduale con rampa di corrente
700%
4
600%
500%
2
400%
3
300%
1: Corrente iniziale (Pr 2C)
2: Tempo rampa d'avvio (Pr 2D)
3: Limite corrente (Pr 2B)
4: Corrente a tensione di regime
200%
100%
1
Tempo
7.2.3
Controllo adattivo per l'avviamento
Nell'avviamento graduale con controllo adattivo, il Digistart D3 controlla la corrente per avviare il motore entro un tempo specificato
utilizzando un profilo di accelerazione selezionato.
ATTENZIONE
Il Controllo adattivo non può avviare il motore più velocemente che con un avvio con collegamento diretto in linea
(DOL). Se il tempo rampa di avvio (Pr 2D) è inferiore al tempo di avvio DOL del motore, la corrente di avvio può
raggiungere i livelli del collegamento diretto in linea (DOL).
Per ciascuna applicazione c'è un particolare profilo di avvio, in base alle caratteristiche del carico e del motore. Il Controllo adattivo
offre tre diversi profili di avvio, per soddisfare i requisiti di diverse applicazioni. Selezionare un profilo che corrisponde al profilo
intrinseco dell'applicazione può rendere più facile smorzare l'accelerazione in tutto il periodo di avviamento. Selezionare un profilo di
controllo adattivo del tutto differente può in qualche modo neutralizzare il profilo intrinseco dell'applicazione.
Il Digistart D3 rileva le prestazioni del motore durante ciascun avvio, per migliorare il controllo degli avviamenti graduali successivi.
42
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Controllo adattivo
Per utilizzare il Controllo adattivo per controllare le prestazioni di avvio:
1. Selezionare Controllo adattivo dal menu Modalità di avvio (Pr 2A)
2. Impostare il Tempo rampa d'avvio desiderato (Pr 2D)
3. Selezionare il Profilo di avviamento adattivo desiderato (Pr 2E)
4. Selezionare un Limite corrente di avvio (Pr 2B) sufficientemente elevato da consentire l'avvio. Il primo avvio con Controllo
adattivo sarà un avvio a corrente costante. In tal modo il Digistart D3 apprende le caratteristiche del motore collegato. Questi
dati del motore possono essere utilizzati dal Digistart D3 durante gli avvii successivi con Controllo adattivo.
Figura 7-3 Avviamento graduale con controllo adattivo
4
Profilo di avviamento adattivo (Pr 2E):
1. Accelerazione anticipata
2. Accelerazione costante
3. Accelerazione ritardata
4. Tempo rampa d'avvio (Pr 2D)
100%
90%
Velocità
80%
70%
60%
1
50%
40%
2
30%
10%
3
04827.C
20%
0
Tempo
NOTA
Il Controllo adattivo controllerà il carico secondo il profilo programmato. La corrente di avvio varierà secondo il profilo di
accelerazione selezionato e il tempo di avvio programmato.
Se si sostituisce un motore collegato a un Digistart D3 programmato per essere avviato o arrestato con Controllo
adattivo, o se l'avviatore è stato collaudato su un motore differente prima dell'installazione effettiva, sarà necessario far
apprendere all'avviatore le caratteristiche del nuovo motore. Il Digistart D3 riacquisirà automaticamente le
caratteristiche del motore se Pr 1A FLC del motore o Pr 2L Guadagno controllo adattativo è cambiato.
Come selezionare il Profilo di avviamento con controllo adattativo
Il profilo migliore dipende dai dati specifici di ciascuna applicazione.
Alcuni carichi, come le pompe a immersione, non devono essere utilizzati a bassa velocità. Un profilo con accelerazione anticipato
fa aumentare rapidamente la velocità, quindi controllerà l'accelerazione nel resto dell'avvio.
Il controllo adattativo di accelerazione controlla il profilo di velocità del motore, entro i limiti di tempo programmati.
Questo metodo di controllo può alzare il livello di corrente rispetto ai metodi tradizionali.
ATTENZIONE
Regolazione del controllo adattivo
Se il motore non si avvia o non si arresta in modo scorrevole, regolare il guadagno con controllo adattivo (Pr 2L). L'impostazione del
guadagno stabilisce il modo con cui il Digistart D3 regola gli avvii e arresti successivi con controllo adattivo, in base alle informazioni
dei precedenti avvii. L'impostazione del guadagno ha effetto sulle prestazioni di avvio e arresto.

Se il motore accelera o decelera troppo rapidamente al termine di un avvio o di un arresto, aumentare del 5%-10%
l'impostazione del guadagno.

Se la velocità del motore ha delle fluttuazioni durante l'avvio o l'arresto, diminuire leggermente l'impostazione del
guadagno.
NOTA
La modifica dell'impostazione del guadagno ha l'effetto di reimpostare l'apprendimento del controllo adattivo
dell'avviatore. Il primo avvio dopo la modifica del guadagno utilizza la corrente costante.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
43
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.2.4
Kickstart
Il Kickstart fornisce un breve impulso di coppia extra all'inizio dell'avvio e può essere utilizzato unitamente a un avvio a rampa di
corrente o a corrente costante.
Il Kickstart può essere utile per agevolare l'avvio di carichi che richiedono una coppia elevata di spunto ma che accelerano
facilmente (ad esempio carichi con volano come le presse).
Figura 7-4 Avviamento graduale con rampa di corrente e kickstart
Corrente (% della corrente del
motore a pieno carico)
6
2
1
4
5
1: Livello di kickstart (Pr 2F)
2: Tempo di kickstart (Pr 2G)
3: Corrente iniziale (Pr 2C)
4: Tempo rampa d'avvio (Pr 2D)
5: Limite corrente (Pr 2B)
6: Corrente a tensione di regime
3
Velocità rotore (% della velocità a regime)
La funzione Kickstart sottopone l'apparecchiatura meccanica a un livello di coppia più elevato. Accertarsi che il motore,
il carico e i giunti possano sostenere tale coppia in più prima di utilizzare questa funzione.
ATTENZIONE
7.3
Metodi di arresto
Gli avviatori statici offrono diversi metodi per il controllo dell'arresto del motore.
Tabella 7-3 Metodi di arresto graduale
Metodo di arresto
Risultato delle prestazioni
Arresto per inerzia
Arresto graduale TVR
Controllo adattivo
Freno
Riduzione naturale del carico
Tempo di riduzione del carico esteso
Tempo di riduzione del carico esteso in funzione del profilo di decelerazione selezionato
Tempo di riduzione del carico ridotto
Gli avviatori statici sono spesso utilizzati nelle applicazioni di pompaggio per eliminare gli effetti dannosi del colpo d'ariete. Il
Controllo adattivo dovrebbe essere il metodo di arresto preferito per queste applicazioni.
Per arrestare il motore, premere il pulsante STOP (ARRESTO) sulla tastiera o attivare l'ingresso di arresto remoto. Il motore si
arresta utilizzando la modalità di arresto selezionata nel Pr 2H.
7.3.1
Arresto per inerzia
Arresto per inerzia consente al motore di rallentare alla sua velocità naturale, senza controllo da parte dell'avviatore statico. Il tempo
necessario per fermarsi dipende dal tipo di carico.
7.3.2
Arresto graduale TVR
La rampa di tensione temporizzata riduce gradualmente la tensione al motore in un tempo definito. Il carico può continuare a
marciare dopo che è stata completata la rampa di arresto.
L'arresto con rampa di tensione temporizzata può essere utile per applicazioni in cui è necessario prolungare il tempo di arresto o
evitare transitori su sistemi di alimentazione con gruppo elettrogeno.
Figura 7-5 Arresto graduale TVR
1
Tensione
(% tensione a regime)
1: Tempo di arresto (Pr 2I)
Tempo
44
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.3.3
Controllo adattivo per Arresto
Nell'arresto graduale con controllo adattivo, il Digistart D3 controlla la corrente per arrestare il motore entro un tempo specificato
utilizzando un profilo di decelerazione selezionato. Il Controllo adattivo può essere utile per prolungare il tempo di arresto di carichi
a bassa inerzia.
Il Controllo adattivo non rallenta attivamente il motore e non lo arresterà più velocemente rispetto all'arresto per inerzia.
Per abbreviare il tempo di arresto di carichi a inerzia elevata, utilizzare il freno.
NOTA
Per ciascuna applicazione c'è un particolare profilo di arresto, in base alle caratteristiche del carico e del motore. Il Controllo
adattivo offre tre differenti profili di arresto. Scegliere il profilo di controllo adattivo che meglio corrisponde ai requisiti
dell'applicazione.
Controllo adattivo
Per utilizzare il Controllo adattivo in modo da controllare le prestazioni di arresto:
1. Selezionare Controllo adattivo dal menu Modalità di arresto (Pr 2H)
2. Impostare il Tempo arresto desiderato (Pr 2I)
3. Selezionare il Profilo di arresto adattivo richiesto (Pr 2K)
Figura 7-6 Avviamento graduale con controllo adattivo
4
Profilo di arresto con controllo adattivo (Pr 2K):
1. Decelerazione anticipata
2. Decelerazione costante
3. Decelerazione ritardata
4. Tempo di arresto (Pr 2I)
100%
90%
80%
Velocità
70%
60%
1
2
3
50%
40%
04835.C
30%
20%
10%
0
Tempo

Arresto della pompa
Le caratteristiche idrauliche dei sistemi di pompe sono molto differenti. A causa di queste differenze il profilo ideale di decelerazione
e il tempo di arresto saranno molto variabili da applicazione ad applicazione. La tabella sottostante fornisce delle linee guida per
scegliere i profili di decelerazione con controllo adattivo, ma si consiglia di provare i tre profili per identificare quello più adatto
all'applicazione.
Tabella 7-4 Profili di arresto adattivo
Profilo di arresto adattivo
Decelerazione ritardata
Decelerazione costante
Decelerazione anticipata
Applicazione
Impianti ad alta caduta dove anche una leggera diminuzione della velocità di in
motore/pompa ha come risultato una rapida transizione tra flusso avanti e flusso indietro.
Impianti da bassa a media caduta, applicazioni con flusso elevato dove il fluido ha una
quantità di moto elevata.
Impianti a pompa aperti dove il fluido deve rifluire attraverso la pompa senza che sia azionata
in senso inverso.
Il primo arresto con controllo adattativo è un normale arresto graduale. In tal modo il Digistart D3 apprende le caratteristiche del
motore collegato. Questi dati del motore possono essere utilizzati dal Digistart D3 durante gli avvii successivi con Controllo adattivo.
NOTA
Il Controllo adattivo controllerà il carico secondo il profilo programmato. La corrente di arresto varia in funzione del
profilo di decelerazione e il tempo di arresto selezionati.
Se si sostituisce un motore collegato a un Digistart D3 programmato per essere avviato o arrestato con Controllo
adattivo, o se l'avviatore è stato collaudato su un motore differente prima dell'installazione effettiva, sarà necessario far
apprendere all'avviatore le caratteristiche del nuovo motore. Il Digistart D3 riacquisirà automaticamente le caratteristiche
del motore se Pr 1A FLC del motore o Pr 2L Guadagno controllo adattativo è cambiato.
Come selezionare il Profilo di arresto con controllo adattativo
Il profilo migliore dipende dai dati specifici di ciascuna applicazione.
Il controllo adattativo di accelerazione controlla il profilo di velocità del motore, entro i limiti di tempo programmati.
Questo metodo di controllo può alzare il livello di corrente rispetto ai metodi tradizionali.
ATTENZIONE
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
45
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Regolazione del controllo adattivo
Se il motore non si avvia o non si arresta in modo scorrevole, regolare il guadagno con controllo adattivo (Pr 2L). L'impostazione del
guadagno stabilisce il modo con cui il Digistart D3 regola gli avvii e arresti successivi con controllo adattivo, in base alle informazioni
dei precedenti avvii. L'impostazione del guadagno ha effetto sulle prestazioni di avvio e arresto.

Se il motore accelera o decelera troppo rapidamente al termine di un avvio o di un arresto, aumentare del 5%-10%
l'impostazione del guadagno.

Se la velocità del motore ha delle fluttuazioni durante l'avvio o l'arresto, diminuire leggermente l'impostazione del
guadagno.
NOTA
7.3.4
La modifica dell'impostazione del guadagno ha l'effetto di reimpostare l'apprendimento del controllo adattivo
dell'avviatore. Il primo avvio dopo la modifica del guadagno utilizza la corrente costante.
Freno
Il freno riduce il tempo richiesto dal motore per fermarsi.
Durante la frenatura è possibile sentire un rumore di livello crescente proveniente dal motore. Questo fa normalmente parte della
normale funzione di freno del motore.
ATTENZIONE
Se l'impostazione della coppia frenante è troppo elevata, il motore si arresta prima che termini il tempo di frenatura e
viene sottoposto a un riscaldamento inutile che potrebbe danneggiarlo. È necessaria una configurazione accurata per
garantire un funzionamento sicuro dell'avviatore e del motore.
Una impostazione elevata della coppia frenante può provocare picchi di corrente fino all'assorbimento per collegamento
diretto in linea del motore mentre il motore è in fase di arresto. Accertarsi che i fusibili installati nel ramo di circuito del
motore siano appropriati.
L'utilizzo del freno provoca un riscaldamento del motore più veloce di quello calcolato con il modello termico del motore.
Quando si utilizza il freno, installare un termistore motore o lasciare un ritardo di riavvio sufficiente (Pr 6G).
ATTENZIONE
Freno
Quando è selezionato il freno, il Digistart D3 utilizza una iniezione di corrente continua per rallentare il motore.
La frenatura con Digistart D3:

Non richiede l'utilizzo di un contattore di frenatura in corrente continua

Controlla tutte le tre fasi in modo che le correnti di frenatura e il relativo riscaldamento siano ugualmente distribuiti sul
motore.
La frenatura ha due fasi:

Pre-frenatura: fornisce un livello intermedio di frenatura per rallentare la velocità del motore sino a un punto in cui è
possibile azionare completamente il freno (circa il 70% della velocità).

Frenatura completa: il freno fornisce la coppia di frenatura massima ma non ha effetto su velocità superiori a circa il 70%.
Per configurare il Digistart D3 per il funzionamento del freno:
1. Impostare Pr 2I per il tempo di arresto desiderato (1). È il tempo totale di frenatura da impostare in modo che sia
sufficientemente più lungo del tempo di frenatura (Pr 2N) necessario a consentire di ridurre la velocità del motore di circa il
70% con la fase di pre-frenatura. Se il tempo di arresto è troppo breve, la frenatura non ha esito positivo e il motore si
arresta per inerzia.
2. Impostare il tempo di frenatura (Pr 2N) a circa un quarto del tempo di arresto programmato. Imposta il tempo per la fase di
freno totale (2).
3. Regolare la coppia frenante (Pr 2M) in modo da ottenere le prestazioni di arresto desiderate. Se il valore impostato è troppo
basso, il motore non si arresta completamente e si arresta per inerzia alla fine del periodo di frenatura.
Figura 7-7 Arresto con freno a corrente continua
100%
Velocità
75%
3
50%
1: Tempo di arresto (Pr 2I)
2: Tempo di frenatura (Pr 2N)
3: Tempo di arresto per inerzia
25%
0%
2
1
Tempo
46
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
ATTENZIONE
NOTA
Quando si utilizza il freno a corrente continua, l'alimentazione di rete deve essere collegata all'avviatore statico
(terminali di ingresso L1, L2, L3) in sequenza di fase positiva e il Pr 5D Sequenza fasi deve essere impostato su Solo
positiva.
Per carichi soggetti a variazione tra cicli di frenatura, installare un sensore di velocità zero per assicurare che l'avviatore
statico termini la frenatura a corrente continua quando il motore si arresta. In questo modo si evita un riscaldamento
inutile del motore.
Per ulteriori informazioni sull'uso del Digistart D3 con un sensore di velocità esterno (ad esempio per applicazioni con
carico variabile durante il ciclo di frenatura), fare riferimento a Freno in corrente continua con sensore esterno di velocità
zero a pagina 87.
7.4
Funzionamento con Jog
La funzione Jog fa avanzare il motore a velocità ridotta, per permettere l'allineamento del carico o per agevolare la manutenzione. Il
limitatore di coppia può agire sul motore sia in direzione avanti che indietro.
La marcia a bassa velocità non è indicata per il funzionamento continuo a causa della riduzione del raffreddamento
al motore.
ATTENZIONE
NOTA
Il funzionamento con Jog provoca un riscaldamento del motore più veloce di quello calcolato con il modello termico
del motore. Quando si utilizza la funzione Jog, installare un termistore motore o lasciare un Ritardo riavvio
sufficiente (Pr 6G)
L'avviamento graduale e l'arresto graduale non sono disponibili durante il funzionamento con funzione Jog.
La funzione Jog è disponibile solo per il motore primario. Per ulteriori informazioni sui gruppi motore primario e
secondario, fare riferimento a Gruppo 11 - Impostazioni motore secondario a pagina 69.
La massima coppia disponibile per la funzione Jog in avanti è pari a circa il 50% a 75% della coppia del motore a pieno carico
(FLT), a seconda del motore. La coppia generata quando il motore funziona con Jog indietro è pari a circa il 25%-50% della FLT.
Il Pr 15E Coppia di Jog controlla la porzione di coppia di Jog massima disponibile applicata dall'avviatore statico al motore.
NOTA
Un'impostazione del Pr 15E superiore a 50% può provocare un aumento della vibrazione dell'albero.
Figura 7-8 Funzionamento con Jog
100%
Coppia consentita
90%
1. FLT motore
2. Coppia massima Jog in avanti
3. Coppia massima Jog indietro
80%
70%
60%
50%
40%
30%
20%
10%
0%
05723.D
Per attivare la funzione Jog, utilizzare un ingresso programmabile (fare riferimento a Pr 3A e 3F (funzionerà solo in Modalità
remota)) o un pulsante di scelta rapida (Pr 9J e 9K).
Per arrestare un'operazione di Jog, eseguire una delle seguenti procedure:

Ritirare il comando di Jog.

Premere il pulsante STOP (ARRESTO) sulla tastiera.
L'operazione di Jog ricomincia una volta trascorso il ritardo di riavvio, se il comando di Jog è ancora presente. Tutti gli altri comandi
tranne quello citato saranno ignorati durante il funzionamento con Jog.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
47
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.5
Funzionamento con connessione a triangolo interno
Le funzioni: controllo adattivo, Jog, Freno e PowerThrough non sono supportate con il funzionamento con connessione a triangolo
interno (sei fili). Se queste funzioni sono programmate quando l'avviatore è collegato con connessione a triangolo interno, il
comportamento è il seguente:
Tabella 7-5 Compatibilità con connessione a triangolo interna
Avvio con Controllo adattivo
Arresto con Controllo adattivo
Jog
Freno
PowerThrough
L'avviatore effettua un avvio a corrente costante.
L'avviatore effettua un arresto graduale TVR se il Pr 2I Tempo arresto è > 0 sec. Se il Pr 2I è
impostato su 0 sec l'avviatore effettua un arresto per inerzia.
L'avviatore invia una segnalazione con il messaggio di errore "Opzione non supportata".
L'avviatore effettua un arresto per inerzia.
L'avviatore va in allarme con il messaggio di errore "Cortocircuito Lx-Tx".
Per ulteriori informazioni su PowerThrough, consultare Pr 15D Azione SCR in cortocircuito.
NOTA
48
Quando è collegato con connessione a triangolo interna, lo Sbilanciamento corrente è l'unica protezione per la perdita
di fase attiva durante la marcia. Non disattivare la protezione Sbilanciamento corrente (Pr 5C) durante il funzionamento
con connessione a triangolo interna.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.
Programmazione
AVVERTENZA
8.1
I parametri del motore sono critici per il corretto funzionamento del modello termico dell'avviatore statico e per la
protezione da sovraccarico del motore. Impostare sempre Pr 1A in conformità con le caratteristiche del motore. Le
impostazioni predefinite per Pr 1B, 1C e 1D sono adatte alla maggior parte delle applicazioni. Consultare la scheda
tecnica del motore prima di modificare queste impostazioni.
Menu programmazione
Il menu Programmazione permette di visualizzare e modificare i parametri programmabili che controllano il funzionamento del
Digistart D3.
Per aprire il menu Programmazione, premere il pulsante M mentre si visualizzano le schermate di monitoraggio.
Per navigare nel menu Programmazione:

Per scorrere tra i gruppi di parametri, premere il pulsante
o .

Per aprire un sotto-menu, premere il pulsante M.

Per visualizzare i parametri in un gruppo, premere il pulsante M.
.

Per tornare al livello precedente, premere il pulsante
.

Per chiudere il menu Programmazione, premere ripetutamente il pulsante
Per modificare il valore di un parametro:

Scorrere sino al parametro appropriato nel menu Programmazione e premere M per accedere alla modalità Modifica.

Per modificare l'impostazione di un parametro, utilizzare i pulsanti
e . Premendo una volta
o
il valore
aumenta o diminuisce di una unità (1). Se il pulsante viene premuto per più di cinque secondi, il valore aumenta o
diminuisce più velocemente.

Per salvare le modifiche, premere M. L'impostazione visualizzata sul display viene salvata e la tastiera ritorna all'elenco
dei parametri.

Per annullare le modifiche, premere
. La tastiera chiede conferma, quindi torna all'elenco dei parametri senza salvare
le modifiche.
Il menu Programmazione contiene i seguenti sottomenu.
Tabella 8-1 Struttura del menu Programmazione
Menu Impostazione
rapida
Menu Standard
Menu avanzato
Strumenti di
configurazione
Simulazioni
Stato ingressi/uscite
Log
Contatori
8.2
Il menu Impostazione rapida consente di selezionare le applicazioni più comuni e guida il procedimento di
impostazione dei parametri per queste applicazioni.
Il menu Standard consente di accedere ai parametri comunemente utilizzati per configurare il Digistart D3
in modo adatto all'applicazione.
Il Menu esteso consente di accedere a tutti i parametri programmabili di Digistart D3 in modo che gli utenti
esperti possano utilizzare le funzionalità avanzate.
Gli strumenti di configurazione danno accesso alle funzioni che consentono di salvare le impostazioni in
uso per i parametri, di caricare parametri da un file salvato precedentemente o di ripristinare tutti i
parametri con i valori predefiniti.
E' possibile simulare il funzionamento dell'avviatore statico, comprese le funzioni di Ingresso/Uscita.
Lo stato ingressi/uscite dà accesso alle informazioni sullo stato attuale di ingressi e uscite analogici e
digitali.
Il menu Log dà accesso al Log allarmi e al Log eventi.
Il menu Contatori dà accesso alle informazioni della cronologia del funzionamento dell'avviatore.
Codice di accesso
I parametri critici (gruppo parametri da 15 in poi) sono protetti con un codice di accesso a quattro cifre, che impedisce a utenti non
autorizzati di vedere e modificare le impostazioni dei parametri.
Quando un utente tenta di inserire un gruppo di parametri riservati, la tastiera richiede di inserire il codice di accesso. Il codice di
accesso viene richiesto una volta soltanto per la sessione di programmazione, e l'autorizzazione concessa rimane valida fino a
quando l'utente chiude il menu.
e M per selezionare la cifra e i pulsanti
e
per cambiare il valore.
Per inserire il codice di accesso, utilizzare i pulsanti
Quando tutte e quattro le cifre corrispondono al codice di accesso, premere M. La tastiera visualizzerà un messaggio di conferma
prima di proseguire.
Inserire cod accesso
0###
M
Accesso consentito
SUPERVISORE
Per modificare il codice di accesso, utilizzare il Pr 15A.
Anche gli strumenti di simulazione e l'azzeramento dei contatori sono protetti con codice di accesso di sicurezza.
Il codice di accesso predefinito è 0000.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
49
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.3
Blocco regolazione
È possibile bloccare il menu Programmazione per evitare che gli utenti modifichino le impostazioni dei parametri. Il blocco della
regolazione può essere attivato o disattivato utilizzando il Pr 15C.
Per bloccare il menu Programmazione:
1. Aprire il menu Programmazione.
2. Aprire il menu Avanzato.
3. Selezionare 'Limitato'.
4. Inserire il codice di accesso
5. Selezionare il Pr 15C Blocco regolazione.
6. Selezionare e archiviare "Solo lettura".
Se un utente cerca di modificare il valore di un parametro quando è attivo il blocco regolazione, viene visualizzato un messaggio di
errore:
Accesso negato
Blocco regol. attivo
8.4
Carica impostazioni predefinite
Ripristina le impostazioni predefinite ovvero ripristina le impostazioni di fabbrica dell'avviatore per tutti i parametri eccetto il Pr 9A
Lingua. In questo modo non viene annullato il codice di accesso.
Per caricare le impostazioni predefinite:
1. Aprire il menu di Programmazione e selezionare Strumenti di configurazione.
Inserire il codice di accesso
2.
Scorrere sino alla funzione richiesta e premere il pulsante M.
3.
Alla richiesta di conferma, selezionare SÌ per confermare o NO per annullare;
quindi M per caricare e salvare la selezione fatta.
Carica predef.
Carica backup
Salva param. utente 1
Carica predef.
No
Sì
Al termine dell'azione, lo schermo visualizza brevemente un messaggio di conferma;
quindi ritorna alle schermate di stato.
50
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.5
Dettagli di impostazione rapida
Per accedere al menu di Impostazione rapida, premere il pulsante M e selezionare il menu Impostazione rapida.
Il menu di impostazione rapida agevola la configurazione del Digistart D3 per le applicazioni consuete. Il Digistart D3 seleziona i
parametri importanti per l'applicazione e suggerisce un'impostazione tipica e l'utente ha la possibilità di regolare ciascun parametro
in modo da adattarsi esattamente ai requisiti particolari.
Impostare sempre il Pr 1A FLC del motore in modo che corrisponda alla corrente del motore a pieno carico che compare sulla
targhetta del motore. Il valore suggerito è la corrente a pieno carico dell'avviatore minima.
Tabella 8-2 Menu Impostazione rapida
Applicazione
Pompa centrifuga
Pompa sommersa
Ventola con smorzamento
Ventola senza smorzamento
Compressore a vite
Compressore rotativo
Trasportatore
Frantoio rotativo
Frantoio a mascelle
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Parametro
FLC del motore
Modalità avvio
Profilo avviamento adattativo
Tempo della rampa d'avvio
Modalità di arresto
Profilo arresto adattativo
Tempo arresto
FLC del motore
Modalità avvio
Profilo avviamento adattativo
Tempo della rampa d'avvio
Modalità di arresto
Profilo arresto adattativo
Tempo arresto
FLC del motore
Modalità avvio
Limite di corrente
FLC del motore
Modalità avvio
Profilo avviamento adattativo
Tempo della rampa d'avvio
Limite tempo di avvio
Tempo a rotore bloccato
FLC del motore
Modalità avvio
Tempo della rampa d'avvio
Limite di corrente
FLC del motore
Modalità avvio
Tempo della rampa d'avvio
Limite di corrente
FLC del motore
Modalità avvio
Tempo della rampa d'avvio
Limite di corrente
Modalità di arresto
Profilo arresto adattativo
Tempo arresto
FLC del motore
Modalità avvio
Tempo della rampa d'avvio
Limite di corrente
Limite tempo di avvio
Tempo a rotore bloccato
FLC del motore
Modalità avvio
Tempo della rampa d'avvio
Limite di corrente
Limite tempo di avvio
Tempo a rotore bloccato
N. param.
1A
2A
2E
2D
2H
2K
2I
1A
2A
2E
2D
2H
2K
2I
1A
2A
2B
1A
2A
2E
2D
5A
1C
1A
2A
2D
2B
1A
2A
2D
2B
1A
2A
2D
2B
2H
2K
2I
1A
2A
2D
2B
5A
1C
1A
2A
2D
2B
5A
1C
Valore consigliato
Dipendente dal modello
Controllo adattivo
Accelerazione anticipata
10 secondi
Controllo adattivo
Decelerazione ritardata
15 secondi
Dipendente dal modello
Controllo adattivo
Accelerazione anticipata
5 secondi
Controllo adattivo
Decelerazione ritardata
5 secondi
Dipendente dal modello
Corrente costante
350%
Dipendente dal modello
Controllo adattivo
Accelerazione costante
20 secondi
30 secondi
20 secondi
Dipendente dal modello
Corrente costante
5 secondi
400%
Dipendente dal modello
Corrente costante
5 secondi
450%
Dipendente dal modello
Corrente costante
5 secondi
400%
Controllo adattivo
Decelerazione costante
10 secondi
Dipendente dal modello
Corrente costante
10 secondi
400%
30 secondi
20 secondi
Dipendente dal modello
Corrente costante
10 secondi
450%
40 secondi
30 secondi
51
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.6
Menu standard
Il menu standard dà accesso ai parametri di uso consueto. Per informazioni dettagliate sui parametri, consultare Descrizioni dei
parametri a pagina 57.
Tabella 8-3 Menu standard
Gruppo di parametri
Parametri
Valore predefinito
1 - Impostazioni motore
primario
M
1A
FLC del motore
Dipendente dal modello
2 - Avvio/Arresto Modi -1
M
2A
2B
2C
2D
2H
2I
2O
2P
2Q
2R
Modalità avvio
Limite di corrente
Corrente iniziale
Tempo della rampa d'avvio
Modalità di arresto
Tempo arresto
Tipo avvio automatico
Tempo avvio automatico
Tipo arresto automatico
Tempo arresto automatico
Corrente costante
350%
350%
00:10 (minuti:secondi)
Arresto per inerzia
00:03 (minuti:secondi)
Off
00:01 (ore:minuti)
Off
00:01 (ore:minuti)
3 - Ingressi digitali
M
3A
3B
3C
3D
3E
3F
3G
3H
3I
3J
Funzione ingresso A
Nome ingresso A
Allarme ingresso A
Ritardo iniziale ingresso A
Ritardo allarme ingresso A
Funzione ingresso B
Nome ingresso B
Allarme ingresso B
Ritardo iniziale ingresso B
Ritardo allarme ingresso B
Disabilitare avviatore
Disabilitare avviatore
Sempre attivo
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Allarme ingresso (NO)
Allarme ingresso
Sempre attivo
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
4 - Uscite digitali
M
4A
4B
4C
4D
4E
4F
4G
4H
4I
Funzione relè A
Ritardo su On relè A
Ritardo su Off relè A
Funzione relè B
Ritardo su On relè B
Ritardo su Off relè B
Funzione relè C
Ritardo su On relè C
Ritardo su Off relè C
Contattore di Rete
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Marcia
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Allarme
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
5 - Impostazioni di protezione
M
5A
5D
5E
5F
Limite tempo di avvio
Sequenza fasi
Sottopotenza
Sovrapotenza
00:20 (minuti:secondi)
Qualsiasi sequenza
20%
400%
6 - Ritardi protezione
M
6B
6C
Ritardo sottopotenza
Ritardo sovrapotenza
00:05 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
7 - Set Points
M
7A
7B
7C
Warning corrente bassa
Warning corrente alta
Warning temperatura del motore
50%
100%
80%
52
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Gruppo di parametri
9 - Display
8.7
Parametri
M
9A
9B
9C
9D
9E
9J
9K
9M
Lingue
Schermata utente - In alto a sinistra
Schermata utente - In alto a destra
Schermata utente - In basso a sinistra
Schermata utente - In basso a destra
Azione pulsante F1
Azione pulsante F2
Visualizzazione A o kW
Valore predefinito
Corrente motore
Cosfi motore
Ore di esercizio
kWh
Impostazione Avvio/Arresto automatico
Nessuno
Corrente
Menu avanzato
Il menu avanzato dà accesso a tutti i parametri programmabili del Digistart D3. Consultare Descrizioni dei parametri a pagina 57.
Tabella 8-4 Menu avanzato
Gruppo di parametri
Parametri
Valore predefinito
1 - Impostazioni motore
primario
M
1A
1B
1C
1D
FLC del motore
Corrente a rotore bloccato
Tempo a rotore bloccato
Fattore di servizio del motore
Dipendente dal modello
600%
00:10 (minuti:secondi)
105%
2 - Avvio/Arresto Modi -1
M
2A
2B
2C
2D
2E
2F
2G
2H
2I
2J
2K
2L
2M
2N
2O
2P
2Q
2R
Modalità avvio
Limite di corrente
Corrente iniziale
Tempo della rampa d'avvio
Profilo avviamento adattativo
Livello di kickstart
Tempo di kickstart
Modalità di arresto
Tempo arresto
Ritardo di arresto
Profilo arresto adattativo
Guadagno controllo adattativo
Coppia frenante
Tempo di frenatura
Tipo avvio automatico
Tempo avvio automatico
Tipo arresto automatico
Tempo arresto automatico
Corrente costante
350%
350%
00:10 (minuti:secondi)
Accelerazione costante
500%
0 ms
Arresto per inerzia
00:03 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Decelerazione costante
75%
20%
00:01 (minuti:secondi)
Off
00:01 (ore:minuti)
Off
00:01 (ore:minuti)
3 - Ingressi digitali
M
3A
3B
3C
3D
3E
3F
3G
3H
3I
3J
3K
3L
3M
3N
3O
Funzione ingresso A
Nome ingresso A
Allarme ingresso A
Ritardo iniziale ingresso A
Ritardo allarme ingresso A
Funzione ingresso B
Nome ingresso B
Allarme ingresso B
Ritardo iniziale ingresso B
Ritardo allarme ingresso B
Funzione ingresso C
Funzione ingresso D
Locale/Remoto
Logica reset remoto
Comunicazione remota
Disabilitare avviatore
Disabilitare avviatore
Sempre attivo
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Allarme ingresso (NO)
Allarme ingresso
Sempre attivo
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Off
Off
LCL/RMT sempre
Normalmente chiuso
Abilita il controllo in RMT
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
53
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Gruppo di parametri
Parametri
Valore predefinito
4 - Uscite digitali
M
4A
4B
4C
4D
4E
4F
4G
4H
4I
4J
4K
4L
Funzione relè A
Ritardo su On relè A
Ritardo su Off relè A
Funzione relè B
Ritardo su On relè B
Ritardo su Off relè B
Funzione relè C
Ritardo su On relè C
Ritardo su Off relè C
Funzione relè D
Funzione relè E
Funzione relè F
Contattore di Rete
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Marcia
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Allarme
00:00 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Off
Off
Off
5 - Impostazioni di protezione
M
5A
5B
5C
5D
5E
5F
5G
5H
5I
5J
5K
5L
Limite tempo di avvio
Limite tempo di avvio 2
Sbilanciamento corrente
Sequenza fasi
Sottopotenza
Sovrapotenza
Riservato
Riservato
Controllo frequenza
Variazione di frequenza
Livello guasto verso terra
Controllo temperatura del motore
00:20 (minuti:secondi)
00:20 (minuti:secondi)
30%
Qualsiasi sequenza
20%
400%
Avvio/Marcia
±5 Hz
100 mA
Non verificare
6 - Ritardi protezione
M
6A
6B
6C
6D
6E
6F
6G
6H
Ritardo sbilanciamento corrente
Ritardo sottopotenza
Ritardo sovrapotenza
Riservato
Riservato
Ritardo frequenza
Ritardo riavvio
Ritardo guasto verso terra
00:03 (minuti:secondi)
00:05 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
00:01 (minuti:secondi)
00:10 (minuti:secondi)
00:03 (minuti:secondi)
7 - Set Points
M
7A
7B
7C
7D
Warning corrente bassa
Warning corrente alta
Warning temperatura del motore
Tensione nominale di rete
50%
100%
80%
400 V
8 - I/O (Ingressi/uscite)
analogici
M
8A
8B
8C
8D
8E
8F
8G
8H
8I
8J
8K
Allarme ingresso analogico
Scala ingresso analogico
Soglia allarme analogico
Uscita analogica A
Scala uscita analogica A
Regolazione massima uscita analogica A
Regolazione minima uscita analogica A
Uscita analogica B
Scala uscita analogica B
Regolazione massima uscita analogica B
Regolazione minima uscita analogica B
Non in allarme
2-10 V
50%
Corrente (%Inom)
4-20 mA
100%
0%
Corrente (%Inom)
4-20 mA
100%
0%
54
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Gruppo di parametri
9 - Display
Parametri
M
Valore predefinito
9A
9B
9C
9D
9E
9F
9G
9H
9I
9J
9K
9L
9M
Lingue
Schermata utente - In alto a sinistra
Schermata utente - In alto a destra
Schermata utente - In basso a sinistra
Schermata utente - In basso a destra
Dati grafico
Base tempi grafico
Regolazione massima del grafico
Regolazione minima del grafico
Azione pulsante F1
Azione pulsante F2
Calibrazione della corrente
Visualizzazione A o kW
Corrente motore
Cosfi motore
Ore di esercizio
kWh
Corrente (%Inom)
10 secondi
400%
0%
Impostazione Avvio/Arresto automatico
Nessuno
100%
Corrente
10 - Auto ripristino
M
10A
10B
10C
10D
Azione auto-reset
Massimo numero di auto-reset
Ritardo auto-reset gruppi A&B
Ritardo auto-reset gruppo C
No auto-reset
1
00:05 (minuti:secondi)
5 minuti
11 - Gruppo motore
secondario
M
11A
11B
11C
11D
11E
Corrente nominale motore 2
Modello termico doppio
Corrente a rotore bloccato 2
Tempo a rotore bloccato 2
Fattore di servizio del motore 2
Dipendente dal modello
Singolo
600%
00:10 (minuti:secondi)
105%
12 - Avvio/Arresto Modi -2
M
12A
12B
12C
12D
12E
12F
12G
12H
12I
12J
12K
12L
12M
12N
Modo avviamento 2
Limite corrente 2
Corrente iniziale 2
Tempo rampa 2
Profilo avviamento adattativo 2
Livello di kickstart 2
Tempo di kickstart 2
Modalità di arresto 2
Tempo arresto 2
Ritardo di arresto-2
Profilo arresto adattativo 2
Guadagno controllo adattativo 2
Coppia frenante 2
Tempo di frenatura 2
Corrente costante
350%
350%
00:10 (minuti:secondi)
Accelerazione costante
500%
0 ms
Arresto per inerzia
00:03 (minuti:secondi)
00:00 (minuti:secondi)
Decelerazione costante
75%
20%
00:01 (minuti:secondi)
13 - Motori con collettore
rotante
M
13A
13B
13C
13D
Rampa dati motore 1
Rampa dati motore 2
Ritardo collettore rotante
Tempo commutazione
Rampa singola
Rampa singola
50%
150 ms
14 - RTD/PT100
M
14A
14B
14C
14D
14E
14F
14G
RTD/PT100 A °C
RTD/PT100 B °C
RTD/PT100 C °C
RTD/PT100 D °C
RTD/PT100 E °C
RTD/PT100 F °C
RTD/PT100 G °C
50 °C
50 °C
50 °C
50 °C
50 °C
50 °C
50 °C
15 - Limitato
M
15A
15B
15C
15D
15E
Codice di accesso
Emergenza
Blocco regolazione
Azione SCR in cortocircuito
Coppia di Jog
0000
Disattivato
Lettura & scrittura
Solo controllo trifase
50%
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
55
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Gruppo di parametri
16 - Azione protezione
56
Parametri
M
16A
16B
16C
16D
16E
16F
16G
16H
16I
16J
16K
16L
16M
16N
16O
16P
16Q
16R
16S
16T
16U
16V
16W
16X
Sovraccarico motore
Limite tempo di avvio
Sbilanciamento corrente
Sottopotenza
Sovrapotenza
Riservato
Riservato
Frequenza
Allarme ingresso A
Allarme ingresso B
Termistore motore
Comunicazione dell'avviatore
Comunicazioni di rete
Surriscaldamento dissipatore
Batteria/orologio
Guasto verso terra
RTD/PT100 A
RTD/PT100 B
RTD/PT100 C
RTD/PT100 D
RTD/PT100 E
RTD/PT100 F
RTD/PT100 G
Bassa tensione controllo
Valore predefinito
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Allarme Starter
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8
Descrizioni dei parametri
8.8.1
Note sui parametri opzionali
Nelle sezioni seguenti è fornita una descrizione di tutti i parametri disponibili per impostazione predefinita o come opzione. I
parametri opzionali sono disponibili solo se l'avviatore statico è dotato della rispettiva scheda opzionale. Per un elenco dettagliato
dei parametri opzionali, fare riferimento alla tabella riportata di seguito.
Tabella 8-5 Parametri opzionali
N.
Funzione
3K
Funzione ingresso C
3L
Funzione ingresso D
4J
Funzione relè D
4K
Funzione relè E
4L
Funzione relè F
5K
Livello guasto verso terra
6H
Ritardo guasto verso terra
8A
Allarme ingresso analogico
8B
Scala ingresso analogico
8C
Soglia allarme analogico
8H
Uscita analogica B
8I
Scala uscita analogica B
8J
Regolazione massima uscita analogica B
8K
Regolazione minima uscita analogica B
14B
RTD/PT100 B °C
14C
RTD/PT100 C °C
14D
RTD/PT100 D °C
14E
RTD/PT100 E °C
14F
RTD/PT100 F °C
14G
RTD/PT100 G °C
16P
Guasto verso terra
16R
RTD/PT100 B
16S
RTD/PT100 C
16T
RTD/PT100 D
16U
RTD/PT100 E
16V
RTD/PT100 F
16W
RTD/PT100 G
8.8.2
AVVERTENZA
No
1A
È necessaria la scheda opzionale
NOTA
Gli ingressi C e D sono disponibili soltanto se è stata installata
la scheda di espansione ingressi/uscite.
NOTA
Le uscite D, E ed F sono disponibili soltanto se è stata
installata la scheda di espansione ingressi/uscite.
NOTA
La protezione dai guasti verso terra è disponibile solo se è
montata la protezione RTD/PT100 e quella dai guasti verso
terra.
NOTA
L'uscita analogica è disponibile soltanto se è stata installata la
scheda di espansione ingressi/uscite.
NOTA
L'uscita analogica B è disponibile soltanto se è stata installata
la scheda di espansione ingressi/uscite.
NOTA
Gli ingressi PT100 da B a G sono disponibili solo se sono stati
installati RTD/PT100 e la scheda di protezione dai guasti verso
terra.
NOTA
Guasto verso terra e gli ingressi PT100 da B a G sono
disponibili solo se sono stati installati RTD/PT100 e la scheda
di protezione dai guasti verso terra.
Gruppo 1 - Impostazioni motore primario
I parametri del motore sono critici per il corretto funzionamento del modello termico dell'avviatore statico e per la
protezione da sovraccarico del motore. Impostare sempre Pr 1A in conformità con le caratteristiche del motore. Le
impostazioni predefinite per Pr 1B, 1C e 1D sono adatte alla maggior parte delle applicazioni. Consultare la scheda
tecnica del motore prima di modificare queste impostazioni.
Funzione
FLC del motore
Intervallo
Dipendente dal modello
Impostazione predefinita
Dipendente dal modello
Adatta l'avviatore alla corrente del motore a pieno carico collegato. Impostare sulla corrente del motore a pieno carico (FLC)
nominale mostrata sulla targhetta del motore.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
57
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Per la configurazione con connessione a triangolo interno, inserire la corrente del motore a pieno carico (FLC) per Pr 1A. Il Digistart
D3 rileva automaticamente se il motore è collegato in linea o a triangolo interno e calcola il livello di corrente corretto per la
connessione a triangolo interno.
No
1B
Funzione
Corrente a rotore bloccato
Intervallo
Da 400 a 1200% FLC
Impostazione predefinita
600%
Imposta la corrente a rotore bloccato del motore collegato come percentuale della corrente del motore a pieno carico. Impostare in
conformità alla scheda tecnica del motore.
No
1C
Funzione
Tempo a rotore bloccato
Intervallo
Da 00:01 a 02:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:10
Imposta il tempo massimo di funzionamento del motore con corrente a rotore bloccato da freddo fino alla temperatura massima.
Impostare in conformità alla scheda tecnica del motore.
No
1D
Funzione
Fattore di servizio del motore
Intervallo
Da 100 a 130% FLC
Impostazione predefinita
105%
Imposta il fattore di servizio motore utilizzato dal modello termico. Se il motore funziona con corrente del motore a pieno carico, tale
fattore raggiunge il 100%. Impostare in conformità alla scheda tecnica del motore.
NOTA
8.8.3
I parametri 1B, 1C e 1D determinano la corrente di allarme per la protezione da sovraccarico del motore. Le
impostazioni predefinite per i parametri 1B, 1C e 1D forniscono la Protezione da sovraccarico del motore: Classe 10,
Corrente di allarme 105% del FLA (amperaggio a pieno carico) o equivalente.
Gruppo 2 - Modalità Start/Stop (Avviamento/Arresto) 1
Per informazioni dettagliate sui metodi di controllo di avviamento e arresto graduali, consultare Metodi di avvio graduale a pagina 41
e Metodi di arresto.
No
2A
Funzione
Modalità avvio
Intervallo
Corrente costante, Controllo adattivo
Impostazione predefinita
Corrente costante
Intervallo
Da 100 a 600% FLC
Impostazione predefinita
350%
Selezionare la modalità di avviamento graduale.
No
2B
Funzione
Limite di corrente
Imposta il limite di corrente per la corrente costante e l'avviamento graduale con rampa di corrente, come percentuale della corrente
del motore a pieno carico.
No
2C
Funzione
Corrente iniziale
Intervallo
Da 100 a 600% FLC
Impostazione predefinita
350%
Imposta il livello iniziale della corrente iniziale per avvio con rampa di corrente, come percentuale della corrente del motore a pieno
carico. Impostare in modo che il motore inizi ad accelerare immediatamente dopo l'avvio.
Se non è necessario un avvio con rampa di corrente, impostare una corrente iniziale pari al limite di corrente.
No
2D
Funzione
Tempo della rampa d'avvio
Intervallo
Da 00:01 a 03:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:10
Imposta il tempo di avvio totale per un avvio con controllo adattivo o il tempo di rampa per avvio con rampa di corrente (dalla
corrente iniziale al limite di corrente).
No
2E
Funzione
Profilo avviamento adattativo
Intervallo
Accelerazione anticipata, Accelerazione
costante, Accelerazione ritardata
Impostazione predefinita
Accelerazione costante
Seleziona quale profilo sarà utilizzato dal Digistart D3 per un avviamento graduale con controllo adattativo.
No
2F
Funzione
Livello di kickstart
Intervallo
Da 100 a 700% FLC
Impostazione predefinita
500%
Intervallo
Da 0 a 2000 ms
Impostazione predefinita
0
Imposta il livello della corrente di kickstart.
No
2G
Funzione
Tempo di kickstart
Imposta la durata dell'avvio con kickstart. Impostando 0 si disabilita l'avvio con kickstart.
La funzione Kickstart sottopone l'apparecchiatura meccanica a un livello di coppia più elevato. Accertarsi che il motore,
il carico e i giunti possano sostenere tale coppia in più prima di utilizzare questa funzione.
ATTENZIONE
58
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
2H
Funzione
Modalità di arresto
Intervallo
Arresto per inerzia, Arresto soft TVR,
Controllo adattivo, Freno
Impostazione predefinita
Arresto per inerzia
Seleziona la modalità di arresto.
ATTENZIONE
No
2I
Quando si utilizza il freno a corrente continua, l'alimentazione di rete deve essere collegata all'avviatore statico
(terminali di ingresso L1, L2, L3) in sequenza di fase positiva e il Pr 5D Sequenza fasi deve essere impostato su Solo
positiva.
Funzione
Tempo arresto
Intervallo
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:03
Imposta il tempo per l'arresto graduale del motore utilizzando la rampa di tensione temporizzata o il controllo adattivo. Inoltre
imposta il tempo complessivo di frenatura quando si utilizza il freno.
Se è installato un contattore di rete, il contattore deve rimanere chiuso fino al termine del tempo di arresto. Utilizzare uno dei relè
programmabili per il controllo del contattore di rete.
No
2J
Funzione
Ritardo di arresto
Intervallo
Da 00:00 a 01:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:00
Imposta il ritardo tra la ricezione del comando di arresto e l'arresto del motore.
No
2K
Funzione
Profilo arresto adattativo
Intervallo
Decelerazione anticipata, Decelerazione
costante, Decelerazione ritardata
Impostazione predefinita
Decelerazione costante
Seleziona quale profilo sarà utilizzato dal Digistart D3 per un arresto graduale con controllo adattativo.
No
2L
Funzione
Guadagno controllo adattativo
Intervallo
Da 1 a 200%
Impostazione predefinita
75%
Regola le prestazioni del Controllo adattivo. Da queste impostazioni dipende il controllo di avvio e arresto.
NOTA
No
2M
Si consiglia di lasciare l'impostazione del guadagno al valore predefinito a meno che le prestazioni siano
insoddisfacenti.
Se il motore accelera o decelera troppo rapidamente al termine di un avvio o di un arresto, aumentare del 5% a 10%
l'impostazione del guadagno. Se la velocità del motore ha delle fluttuazioni durante l'avvio o l'arresto, diminuire
leggermente l'impostazione del guadagno.
Funzione
Coppia frenante
Intervallo
Da 20 a 100%
Impostazione predefinita
20%
Imposta il valore della coppia frenante che il Digistart D3 utilizza per rallentare il motore.
No
2N
Funzione
Tempo di frenatura
Intervallo
Da 00:01 a 00:30 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:01
Impostare la durata per l'iniezione di corrente continua durante l'arresto con frenatura.
<
NOTA
Pr 2N è utilizzato unitamente a Pr 2I. Consultare Freno a pagina 46 per ottenere informazioni dettagliate.
Avvio automatico e Arresto automatico
È possibile programmare il Digistart D3 in modo che si avvii e si arresti automaticamente, dopo un ritardo prestabilito o a una data
ora del giorno. È possibile impostare separatamente l'avvio e l'arresto automatici. Avvio automatico e Arresto automatico sono
disponibili solo in modalità Remoto.
AVVERTENZA
No
2O
Questa funzione non deve essere utilizzata con il controllo remoto a due fili.
L'avviatore statico sarà ancora in grado di accettare comandi di Start (Avviamento) e Stop (Arresto) provenienti da
ingressi remoti o dalla rete di comunicazione seriale. Per utilizzare il controllo locale o remoto, utilizzare Pr 3M.
Se la funzione Avvio automatico è attiva e l'utente si trova nel menu Sistema, la funzione Avvio automatico si attiverà
quando il menu va in timeout (se non viene rilevata alcuna attività della tastiera per cinque minuti).
Funzione
Tipo avvio automatico
Intervallo
Off, Temporizzatore, Clock
Impostazione predefinita
Off
Seleziona se l'avviatore statico si avvia automaticamente dopo un dato ritardo in un dato momento del giorno.
No
2P
Funzione
Tempo avvio automatico
Intervallo
00:01 - 24:00 (ore:minuti)
Impostazione predefinita
00:01
Imposta l'ora di avvio automatico dell'avviatore statico, nel formato 24 ore.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
59
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
2Q
Funzione
Tipo arresto automatico
Intervallo
Off, Temporizzatore, Clock
Impostazione predefinita
Off
Seleziona se l'avviatore statico si arresta automaticamente dopo un dato ritardo o a un dato momento del giorno.
No
2R
Funzione
Tempo arresto automatico
Intervallo
00:01 - 24:00 (ore:minuti)
Impostazione predefinita
00:01
Imposta l'ora di arresto automatico dell'avviatore statico, nel formato 24 ore.
8.8.4
Gruppo 3 - Ingressi digitali
Il Digistart D3 ha due ingressi programmabili che consentono il controllo remoto dell'avviatore statico. Se necessario, sono
disponibili due ulteriori ingressi sulla scheda di espansione Ingressi/uscite.
No
3A
Funzione
Funzione ingresso A
Seleziona la funzione dell'ingresso A.
Seleziona gruppo motore
Allarme ingresso (NO)
Allarme ingresso (NC)
Selezionare Locale/Remoto
Funzione emergenza
Disabilitare avviatore
Jog in avanti
Jog indietro
No
3B
Funzione
Nome ingresso A
Intervallo
Seleziona gruppo motore, Allarme ingresso
(NO), Allarme ingresso (NC), Selezionare
Locale/Remoto, Funzione emergenza,
Disabilitare avviatore, Jog in avanti, Jog
indietro
Impostazione predefinita
Disabilitare avviatore
Il Digistart D3 può essere configurato con due insiemi di dati motore separati.
Per utilizzare i dati del motore secondario, Pr 3A deve essere impostato su
'Seleziona gruppo motore' e DI4, +24V deve essere chiuso quando viene dato il
comando Start (Avviamento). Il Digistart D3 verifica all'avvio quale insieme di
dati motore utilizzare e utilizzerà tali dati per l'intero ciclo dall'avvio all'arresto.
L'ingresso A può essere utilizzato per mandare in allarme l'avviatore statico.
Quando Pr 3A è impostato su Allarme ingresso (N/O), chiudendo il circuito su
DI4, +24V si manda in allarme l'avviatore statico.
Quando Pr 3A è impostato su Allarme ingresso (N/C), chiudendo il circuito su
DI4, +24V si manda in allarme l'avviatore statico.
L'ingresso A può essere utilizzato per selezionare il controllo locale o quello
remoto invece di utilizzare il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) sulla
tastiera. Quando l'ingresso è aperto, l'avviatore è in modalità locale e può
essere comandato tramite la tastiera. Quando l'ingresso è chiuso, l'avviatore è
in modalità remota. I pulsanti START (AVVIAMENTO) e LCL/RMT
(LOCALE/REMOTO) sono disattivati e l'avviatore statico ignorerà qualsiasi
comando di selezione locale o remoto ricevuto dalla rete di comunicazione
seriale.
Per utilizzare Ingresso A per selezionare tra controllo locale e controllo remoto,
il Pr 3M deve essere impostato su 'LCL/RMT sempre' oppure su 'LCL/RMT
quando Off'.
Durante la marcia di emergenza l'avviatore statico continua a funzionare fino a
quando viene arrestato, ignorando tutti i comandi di allarme e le segnalazioni
(consultare Pr 15B per dettagli).
Chiudendo il circuito su DI4, +24V si attiva la marcia di emergenza.
Aprendo il circuito si mette termine alla marcia di emergenza e il Digistart D3
arresta il motore.
Il Digistart D3 può essere disabilitato tramite gli ingressi di controllo. Un circuito
aperto sull'ingresso DI4, +24V disabilita l'avviatore. Il Digistart D3 non
risponderà ai comandi di avvio. Se è in funzione, l'avviatore statico farà
arrestare il motore per inerzia, ignorando l'impostazione di arresto graduale
impostata nel Pr 2H.
Attiva il funzionamento con Jog in avanti (funziona solo in modalità remota).
Attiva il funzionamento con Jog indietro (funziona solo in modalità remota).
Intervallo
Allarme ingresso, Pressione bassa,
Pressione alta, Guasto pompa, Livello
basso, Livello alto, Portata nulla, Disabilitare
avviatore, Controllore, PLC, Vibrazione
Impostazione predefinita
Disabilitare avviatore
Seleziona un messaggio per la tastiera che viene visualizzato quando l'ingresso A è attivo. Questo testo viene visualizzato solo se il
Pr 3A è impostato su Disabilita avviatore o Allarme ingresso (N/O o N/C).
60
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
3C
Funzione
Allarme ingresso A
Intervallo
Sempre attivo, Solo in funzionamento, Solo
in marcia
Impostazione predefinita
Sempre attivo
Seleziona quando può verificarsi un allarme in ingresso.
Sempre attivo
Si può verificare un allarme in qualsiasi momento in cui l'avviatore statico è
alimentato.
Solo in funzionamento
Si può verificare un allarme quando l'avviatore statico è in modalità di marcia, di
arresto e di avvio.
Solo in marcia
Si può verificare un allarme quando l'avviatore statico è in modalità di marcia.
No
3D
Funzione
Ritardo iniziale ingresso A
Intervallo
Da 00:00 a 30:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:00
Imposta un ritardo prima che si possa verificare un allarme in ingresso. Il ritardo iniziale viene contato dal momento in cui è ricevuto
un segnale di avvio. Lo stato dell'ingresso è ignorato sino a quando non è trascorso il ritardo iniziale.
No
3E
Funzione
Ritardo allarme ingresso A
Intervallo
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:00
Imposta un ritardo tra l'attivazione dell'ingresso e l'allarme dell'avviatore statico.
No
3F
Funzione
Funzione ingresso B
3G
Nome ingresso B
3H
Allarme ingresso B
3I
3J
Ritardo iniziale ingresso B
Ritardo allarme ingresso B
Intervallo
Seleziona gruppo motore, Allarme ingresso
(NO), Allarme ingresso (NC), Selezionare
Locale/Remoto, Funzione emergenza,
Disabilitare avviatore, Jog in avanti, Jog
indietro
Allarme ingresso, Pressione bassa,
Pressione alta, Guasto pompa, Livello
basso, Livello alto, Portata nulla, Disabilitare
avviatore, Controllore, PLC, Vibrazione
Sempre attivo, Solo in funzionamento, Solo
in marcia
Da 00:00 a 30:00 (minuti:secondi)
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
Allarme ingresso (NO)
Allarme ingresso
Sempre attivo
00:00
Consultare parametri da 3A a 3E per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
No
3K
Funzione
Funzione ingresso C
3L
Funzione ingresso D
Intervallo
Seleziona gruppo motore, Selezionare
Locale/Remoto,
Funzione emergenza, Disabilitare avviatore,
Off
Impostazione predefinita
Off
Consultare Pr 3A per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
NOTA
No
3M
Gli ingressi C e D sono disponibili soltanto se è stata installata la scheda di espansione ingressi/uscite.
Funzione
Locale/Remoto
Intervallo
LCL/RMT sempre, LCL/RMT quando Off,
Solo controllo locale, Solo controllo remoto
Impostazione predefinita
LCL/RMT sempre
Seleziona quando il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) può essere utilizzato per passare da controllo locale a controllo
remoto e attivare o disattivare i pulsanti di controllo locale e gli ingressi di controllo remoto.
Il pulsante STOP (ARRESTO) sulla tastiera è sempre abilitato.
LCL/RMT sempre
Il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) è sempre abilitato.
LCL/RMT quando Off
Il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) è attivo quando l'avviatore è spento.
Solo controllo locale
Tutti gli ingressi remoti sono disabilitati.
Solo controllo remoto
I pulsanti di controllo locale (START (AVVIAMENTO), RESET (RIPRISTINO),
LCL/RMT (LOCALE/REMOTO)) sono disabilitati.
Il pulsante STOP (ARRESTO) sulla tastiera è sempre abilitato. Quando si utilizza il controllo remoto a due fili, l'avviatore
statico effettuerà il riavvio se gli ingressi remoti di Avviamento/arresto sono ancora attivi.
AVVERTENZA
No
3N
Funzione
Logica reset remoto
Intervallo
Normalmente chiuso (N/C), Normalmente
aperto (N/O)
Impostazione predefinita
Normalmente chiuso (N/C)
Seleziona se l'ingresso Reset (Ripristino) remoto (terminali DI3, +24V) del Digistart D3 è normalmente aperto o normalmente
chiuso.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
61
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
3O
Funzione
Comunicazione remota
Intervallo
Disabilita il controllo in RMT, Abilita il
controllo in RMT
Impostazione predefinita
Abilita il controllo in RMT
Seleziona se l'avviatore accetta i comandi di avvio e arresto dalla rete di comunicazione seriale quando è in modalità di controllo
remoto. I comandi Reset (Ripristino) e Controllo locale/remoto sono sempre attivati.
8.8.5
Gruppo 4 - Ingressi digitali
Il Digistart D3 ha tre uscite programmabili, che possono essere utilizzate per segnalare differenti condizioni di funzionamento per
l'apparecchiatura associata. Sono disponibili tre uscite aggiuntive sulla scheda di espansione Ingressi/uscite.
No
4A
Funzione
Funzione relè A
Intervallo
Off, Contattore di Rete, Marcia, Allarme,
Warning, Warning corrente bassa, Warning
corrente alta, Warning temperatura del
motore, Allarme ingresso A, Allarme
ingresso B, Sovraccarico motore,
Sbilanciamento corrente, Sottopotenza,
Sovrapotenza, Frequenza, Guasto a terra,
Surriscaldamento dissipatore, Guasto di
fase, Termistore del motore, Contattore
scambio
Impostazione predefinita
Contattore di Rete
Seleziona il funzionamento del relè A (N/O). Il relè A corrisponde ai terminali COM1, RLO1.
Off
Il relè A non è utilizzato.
Contattore di Rete
Il relè si chiude quando il Digistart D3 riceve un comando Start (Avviamento), e
rimane chiuso fin tanto che è applicata tensione al motore.
Marcia
Il relè si chiude quando l'avviatore passa nello stato di marcia.
Allarme
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme (consultare parametri da 16A a
16X).
Warning
Il relè si chiude quando l'avviatore invia una segnalazione (consultare
parametri da 16A a 16X).
Warning corrente bassa
Il relè si chiude quando si attiva il segnale Corrente bassa (fare riferimento al
Pr 7A Warning corrente bassa, mentre il motore è in marcia).
Warning corrente alta
Il relè si chiude quando si attiva il segnale Corrente alta (fare riferimento al Pr
7B Warning corrente alta, mentre il motore è in marcia).
Warning temperatura del motore
Il relè si chiude quando si attiva il warning Temperatura motore (consultare Pr
7C Warning temperatura del motore).
Allarme ingresso A
Il relè si chiude quando viene attivato l'ingresso A per mandare in allarme
l'avviatore statico.
Allarme ingresso B
Il relè si chiude quando viene attivato l'ingresso B per mandare in allarme
l'avviatore statico.
Sovraccarico motore
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Sovraccarico motore.
Sbilanciamento corrente
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Sbilanciamento corrente.
Sottopotenza
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Sottopotenza.
Sovrapotenza
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Sovrapotenza.
Frequenza
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Frequenza.
Guasto a terra
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Guasto verso terra.
Surriscaldamento dissipatore
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Sovratemperatura
dissipatore.
Guasto di fase
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per Perdita di fase.
Termistore del motore
Il relè si chiude quando l'avviatore va in allarme per causa termica del motore
(Termistore del motore).
Contattore scambio
Il relè si chiude quando la rampa di corrente sulla resistenza elevata del rotore
ha raggiunto la tensione di regime, consentendo l'utilizzo con un motore a
collettore rotante.
No
4B
4C
Funzione
Ritardo su On relè A
Ritardo su Off relè A
Intervallo
Da 00:00 a 05:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:00
Imposta il ritardo per la chiusura del relè A.
62
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
4D
Funzione
Funzione relè B
4E
4F
Ritardo su On relè B
Ritardo su Off relè B
Intervallo
Off, Contattore di Rete, Marcia, Allarme,
Warning, Warning corrente bassa, Warning
corrente alta, Warning temperatura del
motore, Allarme ingresso A, Allarme
ingresso B, Sovraccarico motore,
Sbilanciamento corrente, Sottopotenza,
Sovrapotenza, Frequenza, Guasto a terra,
Surriscaldamento dissipatore, Guasto di
fase, Termistore del motore, Contattore
scambio
Da 00:00 a 05:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
Marcia
00:00
Consultare parametri da 4A a 4C per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
No
4G
Funzione
Funzione relè C
4H
4I
Ritardo su On relè C
Ritardo su Off relè C
Intervallo
Off, Contattore di Rete, Marcia, Allarme,
Warning, Warning corrente bassa, Warning
corrente alta, Warning temperatura del
motore, Allarme ingresso A, Allarme
ingresso B, Sovraccarico motore,
Sbilanciamento corrente, Sottopotenza,
Sovrapotenza, Frequenza, Guasto a terra,
Surriscaldamento dissipatore, Guasto di
fase, Termistore del motore, Contattore
scambio
Da 00:00 a 05:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
Allarme
00:00
Consultare parametri da 4A a 4C per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
No
4J
4K
4L
Funzione
Funzione relè D
Funzione relè E
Funzione relè F
Intervallo
Off, Contattore di Rete, Marcia, Allarme,
Warning, Warning corrente bassa,
Warning corrente alta, Warning temperatura
del motore, Allarme ingresso A, Allarme
ingresso B, Sovraccarico motore,
Sbilanciamento corrente, Sottopotenza,
Sovrapotenza, Frequenza, Guasto a terra,
Surriscaldamento dissipatore, Guasto di
fase, Termistore del motore, Contattore
scambio
Impostazione predefinita
Off
Consultare Pr 4A per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
NOTA
8.8.6
Le uscite D, E ed F sono disponibili soltanto se è stata installata la scheda di espansione ingressi/uscite.
Gruppo 5 - Impostazioni di protezione
Questi parametri stabiliscono quando si attiva il meccanismo di protezione dell'avviatore statico. È possibile impostare il punto di
attivazione per ciascun meccanismo di protezione in modo che sia adeguato all'installazione.
L'avviatore statico reagisce agli eventi di protezione andando in allarme, inviando segnalazioni oppure registrando l'evento nel log
eventi. La risposta dell'avviatore statico ad alcune protezioni può dipendere dalle impostazioni 'Azione protezione' (gruppo parametri
16). La risposta predefinita è un allarme.
ATTENZIONE
No
5A
5B
Le impostazioni di protezione sono fondamentali per il corretto funzionamento dell'avviatore statico e del motore. La
disattivazione della protezione potrebbe compromettere l'installazione quindi è meglio effettuarla solo in caso di
emergenza.
Funzione
Limite tempo di avvio
Limite tempo di avvio 2
Intervallo
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:20
Il tempo di avvio eccessivo è l'intervallo di tempo massimo con cui il Digistart D3 cerca di avviare il motore. Se il motore non passa
alla modalità di marcia entro il limite programmato, l'avviatore va in allarme. Impostare per un periodo di tempo leggermente più
lungo di quello necessario per un avvio corretto normale. Impostando 0 si disabilita la protezione Tempo di avvio eccessivo.
Il Pr 5A imposta il tempo per il motore primario e il Pr 5B imposta il tempo per il motore secondario.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
63
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
5C
Funzione
Sbilanciamento corrente
Intervallo
Da 10 a 50%
Impostazione predefinita
30%
Imposta il punto di allarme per la protezione dallo sbilanciamento di corrente.
È possibile configurare il Digistart D3 affinché vada in allarme se le correnti delle tre fasi si scostano una dall'altra per più di una
quantità specificata. Lo sbilanciamento viene calcolato come la differenza tra la corrente più alta e la corrente più bassa su tutte le
tre fasi, in percentuale della corrente più elevata.
La funzione di rilevamento dello sbilanciamento corrente è desensibilizzata del 50% durante l'avvio e l'arresto graduale.
No
5D
Funzione
Sequenza fasi
Intervallo
Qualsiasi sequenza, Solo positiva, Solo
negativa
Impostazione predefinita
Qualsiasi sequenza
Seleziona quale sequenza di fase sarà consentita all'avvio dall'avviatore statico. Durante i controlli di pre-avvio, l'avviatore esamina
la sequenza delle fasi nei suoi terminali di ingresso e va in allarme se la sequenza effettiva non corrisponde a quella selezionata.
No
5E
Funzione
Intervallo
Da 0 a 100%
Sottopotenza
Impostazione predefinita
20%
Imposta il punto di riferimento per la protezione per sottopotenza. Impostare come richiesto.
No
5F
Funzione
Intervallo
Da 80 a 600%
Sovrapotenza
Impostazione predefinita
400%
Imposta il punto di riferimento per la protezione per sottopotenza. Impostare come richiesto.
No
5G
Funzione
Intervallo
non disponibile
Impostazione predefinita
non disponibile
Intervallo
non disponibile
Impostazione predefinita
non disponibile
Intervallo
Non verificare, Solo avvio, Avvio/Marcia,
Solo in marcia
Impostazione predefinita
Avvio/Marcia
Riservato
Questo parametro è riservato per uso interno.
No
5H
Funzione
Riservato
Questo parametro è riservato per uso interno.
No
5I
Funzione
Controllo frequenza
Stabilisce quando l'avviatore rileva un'anomalia di frequenza.
No
5J
Funzione
Variazione di frequenza
Intervallo
±2, ±5, ±10, ±15 Hz
Impostazione predefinita
±5 Hz
Seleziona la tolleranza dell'avviatore statico per le variazioni di frequenza.
Facendo funzionare un motore al di fuori della frequenza specificata per lunghi periodi di tempo può provocare danni e
la rottura precoce del motore.
ATTENZIONE
No
5K
Funzione
Livello guasto verso terra
Intervallo
20mA, 30mA, 50mA, 75mA, 100mA, 150mA,
200mA, 300mA, 500mA, 750mA, 1A, 1.5A,
2A, 3A, 5A, 7.5A, 10A, 15A, 20A, 30A, 50A
Impostazione predefinita
100mA
Imposta il punto di allarme per la protezione dai guasti verso terra.
È possibile configurare il Digistart D3 in modo che vada in allarme se mentre il motore è in marcia si verifica un Guasto verso terra
che supera un livello prestabilito. Il Guasto verso terra è un'allarme dinamico che si basa sulla misura della corrente delle fasi
effettuata ogni semi-ciclo.
NOTA
No
5L
La protezione dai guasti verso terra è disponibile solo se è montata la protezione RTD/PT100 e quella dai guasti verso
terra.
Funzione
Controllo temperatura del motore
Intervallo
Non verificare, Verificare
Impostazione predefinita
Non verificare
Seleziona se il Digistart D3 verifica che il motore abbia capacità termica sufficiente per un avvio. L'avviatore statico confronta la
temperatura calcolata del motore con l'aumento di temperatura dovuto all'ultimo avvio del motore e interviene solo se il motore è
abbastanza freddo da avviarsi senza problemi.
64
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8.7
Gruppo 6 - Impostazioni di protezione
I ritardi di protezione rallentano la risposta del Digistart D3 allo stabilirsi delle condizioni di allarme, evitando così gli allarmi dovuti a
fluttuazioni momentanee.
No
6A
6B
6C
6D
6E
6F
Funzione
Ritardo sbilanciamento corrente
Ritardo sottopotenza
Ritardo sovrapotenza
Riservato
Riservato
Ritardo frequenza
No
6G
Ritardo riavvio
Funzione
Intervallo
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Da 00:00 a 01:00 (minuti:secondi)
Da 00:00 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:03
00:05
00:00
00:01
Intervallo
Da 00:01 a 60:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:10
Il Digistart D3 può essere configurato per stabilire un ritardo tra la fine di un arresto e l'inizio dell'avvio successivo. Durante il periodo
del ritardo di riavvio, il display visualizza il tempo rimanente prima che si possa iniziare un altro avvio.
No
6H
NOTA
8.8.8
Funzione
Ritardo guasto verso terra
Intervallo
Da 00:01 a 04:00 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
00:03
La protezione dai guasti verso terra è disponibile solo se è montata la protezione RTD/PT100 e quella dai guasti verso
terra.
Gruppo 7 - Set points
Il Digistart D3 ha segnali per corrente alta e per corrente bassa per segnalare tempestivamente un' anomalia di funzionamento.
No
7A
7B
Funzione
Warning corrente bassa
Warning corrente alta
Intervallo
Da 1% a 100% FLC
Da 50% a 600% FLC
Impostazione predefinita
50%
100%
È possibile configurare i segnali della corrente in modo da indicare la presenza di livelli anomali di corrente durante il
funzionamento, al di fuori dei normali limiti operativi. Il segnale può segnalare la situazione all'apparecchiatura esterna tramite una
delle uscite programmabili. Il segnale si azzera quando la corrente ritorna entro il normale intervallo di funzionamento
corrispondente al 10% della corrente del motore a pieno carico programmata.
No
7C
Funzione
Warning temperatura del motore
Intervallo
Da 0% a 160%
Impostazione predefinita
80%
Imposta il livello al quale interviene il segnale di temperatura del motore, come percentuale della capacità termica del motore.
No
7D
Funzione
Tensione nominale di rete
Intervallo
Da 100 a 690 V
Impostazione predefinita
400 V
Imposta la tensione di rete nominale per le funzioni di monitoraggio della tastiera. È utilizzato per calcolare i chilowatt e i chilovolt
ampere (kVA) del motore ma non influenza il controllo o la protezione del motore del Digistart D3.
8.8.9
Gruppo 8 - Ingressi/uscite analogici
Il Digistart D3 dispone di un'uscita analogica (terminali AO1, 0V).
Se richiesto, sono disponibili una seconda uscita analogica e un ingresso analogico sulla scheda di espansione Ingressi/uscite.
No
8A
Funzione
Allarme ingresso analogico
Intervallo
Non in allarme, Allarme alto, Allarme basso
Impostazione predefinita
Non in allarme
Seleziona la risposta dell'avviatore statico al segnale dell'ingresso analogico. È possibile configurare l'avviatore statico in modo che
vada in allarme se la tensione misurata sull'ingresso analogico scende al di sotto o sale al di sopra del livello impostato nel Pr 8C
Soglia allarme analogico (come percentuale del valore massimo di Pr 8B Scala ingresso analogico).
No
8B
Funzione
Scala ingresso analogico
Intervallo
0-10, 2-10 V
Impostazione predefinita
2-10 V
Intervallo
Da 0 a 100%
Impostazione predefinita
50%
Seleziona la scala dell'ingresso analogico.
No
8C
Funzione
Soglia allarme analogico
Imposta il livello del segnale al quale viene generato un allarme dell'ingresso analogico, come percentuale del massimo segnale in
ingresso.
NOTA
L'uscita analogica è disponibile soltanto se è stata installata la scheda di espansione ingressi/uscite.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
65
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
8D
Funzione
Uscita analogica A
Intervallo
Corrente (%Inom), Temperatura motore (%),
kW motore (%), kVA Motore (%), Cosfi
motore
Impostazione predefinita
Corrente (%Inom)
Seleziona quali informazioni dovranno essere riportate tramite l'uscita analogica.
Corrente (%Inom)
La corrente come percentuale della corrente del motore a pieno carico.
Temperatura motore (%)
La temperatura del motore espressa come percentuale del fattore di servizio
del motore (calcolato tramite il modello termico dall'avviatore statico).
kW motore (%)
Chilowatt del motore. 100% è il valore della corrente del motore a pieno carico
(FLC) (Pr 1A) moltiplicato per la tensione di linea (parametro tensione
nominale 7D). Si fa l'ipotesi che il fattore di potenza sia 1,0.
3 . V. IFLC . pf
1000
kVA Motore (%)
Chilovolt ampere del motore. 100% è il valore della corrente del motore a
pieno carico (FLC) (Pr 1A) moltiplicato per la tensione di linea (parametro
tensione nominale 7D).
3 . V. IFLC
1000
Cosfi motore
Fattore di potenza del motore, misurata dall'avviatore statico.
No
8E
Funzione
Scala uscita analogica A
Intervallo
0-20, 4-20 mA
Impostazione predefinita
4-20 mA
Intervallo
Da 0 a 600%
Impostazione predefinita
100%
Seleziona l'intervallo dell'uscita analogica.
No
8F
8G
Funzione
Regolazione massima uscita analogica
A
Regolazione minima uscita analogica
A
0%
Calibra l'uscita analogica per regolare il segnale misurato su un dispositivo di misura della corrente esterna.
No
8H
8I
8J
8K
Funzione
Uscita analogica B
Intervallo
Corrente (%Inom), Temperatura motore (%),
kW motore (%), kVA Motore (%), Cosfi
motore, Tensione (% della tensione di rete)
0-20, 4-20 mA
Scala uscita analogica B
Da 0 a 600%
Regolazione massima uscita analogica
B
Regolazione minima uscita analogica
B
Impostazione predefinita
Corrente (%Inom)
4-20 mA
100%
0%
Consultare parametri da 8D a 8G per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
NOTA
L'uscita analogica B è disponibile soltanto se è stata installata la scheda di espansione ingressi/uscite.
8.8.10 Gruppo 9 - Display
No
9A
Funzione
Lingue
Intervallo
English, Français, Italiano, Deutsch,
Español, Chinese
Impostazione predefinita
Seleziona la lingua utilizzata dalla tastiera per visualizzare messaggi e feedback.
No
9B
Funzione
Schermata utente - In alto a sinistra
Intervallo
Non usato, Stato avviatore, Corrente
motore, Cosfi motore, Frequenza di rete, kW
Motore, HP Motore, Temperatura motore,
kWh, Ore di esercizio, Ingresso analogico,
kVA Motore, % kW nominali, Serie parametri
motore
Impostazione predefinita
Corrente motore
Seleziona quali informazioni visualizzare sulla schermata programmabile di monitoraggio.
66
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Non usato
Stato avviatore
Corrente motore
Cosfi motore
Frequenza di rete
kW Motore
HP Motore
Temperatura motore
kWh
Ore di esercizio
Ingresso analogico
kVA Motore
% kW nominali
Serie parametri motore
No
9C
Funzione
Schermata utente - In alto a destra
9D
Schermata utente - In basso a sinistra
9E
Schermata utente - In basso a destra
No
9F
Dati grafico
Funzione
Non viene visualizzato alcun dato nell'area selezionata, permettendo di
visualizzare lunghi messaggi senza sovrapposizione.
Stato di funzionamento dell'avviatore (avvio, marcia, arresto o in allarme).
Disponibile solo nelle posizioni 'In alto a sinistra' e 'In basso a sinistra' sulla
schermata.
La corrente media misurata su tre fasi.
Fattore di potenza del motore, misurato dall'avviatore statico.
La frequenza media misurata su tre fasi.
La potenza di marcia del motore in chilowatt.
La potenza di marcia del motore in cavalli vapore.
La temperatura del motore, calcolata con il modello termico.
Il numero di chilowatt ora di marcia del motore con l'avviatore statico.
Il numero di ore di marcia del motore con l'avviatore statico.
Livello dell'ingresso analogico A (consultare parametri da 8A a 8C). Questa
impostazione è disponibile solo se è installata l'opzione di espansione
ingresso/uscita.
La potenza apparente del motore in marcia in kVA.
La potenza del motore in marcia in termini di percentuale della potenza
nominale. Si presuppone che il fattore di potenza sia pari a 1,0 al 100% dei
kW.
Se l'avviatore controlli il motore utilizzando il gruppo motore primario (M1) o il
gruppo motore secondario (M2).
Intervallo
Non usato, Corrente motore, Cosfi motore,
Frequenza di rete, kW Motore, HP Motore,
Temperatura motore, kWh, Ore di esercizio,
Ingresso analogico, kVA Motore, % kW
nominali
Non usato, Stato avviatore, Corrente
motore, Cosfi motore, Frequenza di rete, kW
Motore, HP Motore, Temperatura motore,
kWh, Ore di esercizio, Ingresso analogico,
kVA Motore, % kW nominali
Non usato, Corrente motore, Cosfi motore,
Frequenza di rete, kW Motore, HP Motore,
Temperatura motore, kWh, Ore di esercizio,
Ingresso analogico, kVA Motore, % kW
nominali
Impostazione predefinita
Cosfi motore
Intervallo
Corrente (%Inom), Temperatura motore (%),
kW motore (%), kVA Motore (%), Cosfi
motore
Impostazione predefinita
Corrente (%Inom)
Ore di esercizio
kWh
Seleziona quali informazioni visualizzare sul grafico. Consultare Pr 8D per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri.
No
9G
Funzione
Base tempi grafico
Intervallo
10 secondi, 30 secondi, 1 minuto, 5 minuti,
10 minuti, 30 minuti, 1 ora
Impostazione predefinita
10 secondi
Imposta la scala dei tempi del grafico. Il grafico sostituisce progressivamente i dati precedenti con quelli nuovi.
No
9H
9I
Funzione
Regolazione massima del grafico
Regolazione minima del grafico
Intervallo
Da 0 a 600%
Impostazione predefinita
400%
0%
Regola il limite inferiore e quello superiore del grafico delle prestazioni.
No
9J
Funzione
Azione pulsante F1
9K
Azione pulsante F2
Intervallo
Nessuno, Impostazione Avvio/Arresto
automatico
Jog in avanti, Jog indietro
Impostazione predefinita
Impostazione Avvio/Arresto
automatico
Nessuno
Seleziona la funzione dei pulsanti di scelta rapida sulla tastiera.
NOTA
Se il blocco della regolazione è attivo (se Pr 15C Blocco regolazione è impostato su Sola lettura), gli utenti non saranno
in grado di modificare le impostazioni di Avvio/Arresto automatico.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
67
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
No
9L
Funzione
Calibrazione della corrente
Intervallo
Da 80 a 115%
Impostazione predefinita
100%
Calibra i circuiti di monitoraggio della corrente dell'avviatore statico per farlo corrispondere a un dispositivo esterno di misura della
corrente.
Calibrazione (%) =
Corrente mostrata sul display del Digistart D3
Corrente misurata con dispositivo esterno
Ad esempio 102% =
66A
65A
Questa regolazione influenza tutte le funzioni e protezioni che dipendono dalla corrente.
NOTA
No
9M
Funzione
Visualizzazione A o kW
Intervallo
Corrente, kW Motore
Impostazione predefinita
Corrente
Seleziona se il Digistart D3 visualizza la corrente (ampere) o i chilowatt del motore sulla schermata principale di monitoraggio.
8.8.11 Gruppo 10 - Ripristino automatico
Il Digistart D3 può essere programmato per essere ripristinato automaticamente dopo ciascun allarme, in modo da ridurre al minimo
il tempo di fermo macchina. Gli allarmi sono ripartiti in tre categorie agli effetti del ripristino automatico a seconda del rischio per
l'avviatore statico:
Tabella 8-6 Gruppi Ripristino automatico
Gruppo
A
B
C
Allarmi
Sbilanciamento corrente
Guasto di fase
Perdita di potenza
Frequenza
Sottopotenza
Sovrapotenza
Allarme ingresso A
Allarme ingresso B
Sovraccarico motore
Allarmi temperatura RTD/PT100
Termistore del motore
Surriscaldamento dissipatore
Altri tipi di allarme non possono essere ripristinati automaticamente.
No
10A
Funzione
Azione auto-reset
Intervallo
No auto-reset, Reset gruppo A, Reset
gruppo A e B, Reset gruppo A, B e C
Impostazione predefinita
No auto-reset
Seleziona quali allarmi possono essere ripristinati automaticamente.
No
10B
Funzione
Massimo numero di auto-reset
Intervallo
Da 1 a 5
Impostazione predefinita
1
Imposta quante volte l'avviatore statico può ripristinarsi automaticamente nel caso che continui ad andare in allarme. Il contatore di
ripristino si incrementa di una unità ogni volta che l'avviatore statico si auto-ripristina e si decrementa di una unità dopo ciascun ciclo
di avvio/arresto con esito positivo.
No
10C
10D
Funzione
Ritardo auto-reset gruppi A&B
Ritardo auto-reset gruppo C
Intervallo
Da 00:05 a 15:00 (minuti:secondi)
Da 5 a 60 minuti
Impostazione predefinita
00:05
5
Il Digistart D3 può essere configurato per attendere prima del ripristino automatico di un allarme. Possono essere impostati ritardi
diversi per gli allarmi nei gruppi A e B o nel gruppo C.
68
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8.12 Gruppo 11 - Impostazioni motore secondario
Il Digistart D3 può supportare due differenti impostazioni di parametri del motore.

Per far funzionare il Digistart D3 con due motori separati (come ad esempio in una configurazione di
funzionamento/attesa), utilizzare il Pr 11B per selezionare Modellazione termica doppia e configurare i parametri da 11A
a 12N per adattarla al secondo motore.

Per utilizzare il Digistart D3 con due differenti serie di dati per lo stesso motore (per motori a due velocità o per
applicazioni in cui possono variare le condizioni di avviamento), utilizzare il Pr 11B per selezionare un singolo modello
termico e configurare i profili di avviamento e di arresto come richiesto dai parametri da 12A a 12N. L'avviatore statico
ignora i parametri da 11A a 11E e utilizza le impostazioni del motore primario.
Per selezionare la serie dati del motore secondario è necessario configurare un ingresso programmabile per la selezione della serie
di parametri (Pr 3A e 3F) e l'ingresso deve essere attivo nel momento in cui l'avviatore statico riceve un segnale di avvio.
Per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri, consultare Gruppo 1 - Impostazioni motore primario a pagina 57.
NOTA
No
11A
È possibile scegliere solamente quale serie di dati motore utilizzare mentre l'avviatore statico si arresta.
Funzione
Corrente nominale motore 2
Intervallo
Dipendente dal modello
Impostazione predefinita
Dipendente dal modello
Intervallo
Singolo, Doppio
Impostazione predefinita
Singolo
Imposta la corrente a pieno carico per il motore secondario.
No
11B
Funzione
Modello termico doppio
Attiva il modello termico doppio. Il modello termico doppio è necessario solo se il Digistart D3 controlla due motori separati
fisicamente.
NOTA
No
11C
11D
11E
Il secondo modello termico è attivo solo se Pr 11B Modello termico doppio è impostato su 'Doppio' e l'avviatore sta
utilizzando il gruppo motore secondario (un ingresso programmabile è impostato su 'Seleziona gruppo motore' e
l'ingresso è attivo).
Funzione
Corrente a rotore bloccato 2
Tempo a rotore bloccato 2
Fattore di servizio del motore 2
Intervallo
Da 400 a 1200% FLC
Da 00:01 a 02:00 (minuti:secondi)
Da 100 a 130%
Impostazione predefinita
600%
00:10
105%
8.8.13 Gruppo 12 - Modalità Start/Stop (Avviamento/Arresto)-2
Per informazioni dettagliate sui metodi di controllo di avviamento e arresto graduali, consultare Metodi di avvio graduale a pagina 41
e Metodi di arresto.
Per informazioni dettagliate sulle opzioni dei parametri, consultare 2 - Modalità Start/Stop (Avviamento/Arresto) 1 a pagina 58.
No
12A
12B
12C
12D
12E
Funzione
Modo avviamento 2
Limite corrente 2
Corrente iniziale 2
Tempo rampa 2
Profilo avviamento adattativo 2
12F
12G
12H
Livello di kickstart 2
Tempo di kickstart 2
Modalità di arresto 2
12I
12J
12K
Tempo arresto 2
Ritardo di arresto-2
Profilo arresto adattativo 2
12L
12M
12N
Guadagno controllo adattativo 2
Coppia frenante 2
Tempo di frenatura 2
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Intervallo
Corrente costante, Controllo adattivo
Da 100 a 600%
Da 100 a 600%
Da 00:01 a 03:00 (minuti:secondi)
Accelerazione anticipata, Accelerazione
costante, Accelerazione ritardata
Da 100 a 700% FLC
Da 0 a 2000 ms
Arresto per inerzia, Arresto soft TVR,
Controllo adattivo, Freno
Da 00:01 a 04:00 (minuti:secondi)
Da 00:00 a 01:00 (minuti:secondi)
Decelerazione anticipata, Decelerazione
costante, Decelerazione ritardata
Da 1 a 200%
Da 20 a 100%
Da 00:01 a 00:30 (minuti:secondi)
Impostazione predefinita
Corrente costante
350%
350%
00:10
Accelerazione costante
500%
0 ms
Arresto per inerzia
00:03
00:00
Decelerazione costante
75%
20%
00:01
69
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8.14 Gruppo 13 - Motori a collettore rotante
No
13A
13B
Funzione
Rampa dati motore 1
Rampa dati motore 2
Intervallo
Rampa singola, Doppia rampa
Impostazione predefinita
Rampa singola
Seleziona se utilizzare un profilo di rampa di corrente singolo o doppio per l'avviamento graduale. Impostare su rampa singola per i
motori a induzione con collettore non rotante o su doppia rampa per motori a induzione con collettore rotante. Il Pr 13A seleziona la
configurazione della rampa per il motore primario e Pr 13B seleziona la configurazione della rampa per il motore secondario.
No
13C
Funzione
Ritardo collettore rotante
Intervallo
Da 10 a 90%
Impostazione predefinita
50%
Imposta il livello di conduzione mentre il resistore del rotore si chiude, come percentuale della conduzione di regime.
Impostare in modo che non venga generato alcun impulso di corrente ma che il motore mantenga abbastanza velocità per avviarsi
correttamente.
No
13D
Funzione
Tempo commutazione
Intervallo
Da 100 a 500 ms
Impostazione predefinita
150 ms
Imposta il ritardo tra la chiusura del relè sulla resistenza del rotore e l'avvio con rampa di corrente a bassa resistenza. Impostare in
modo che il contattore abbia abbastanza tempo per chiudersi, ma il motore non rallenti.
Pr 13D si applica soltanto se Pr 13A o 13B è impostato su "Rampa doppia" e un relè d'uscita è impostato su "Contattore di
commutazione".
8.8.15 Gruppo 14 - RTD/PT100 (Ripristino automatico)
Il Digistart D3 ha un ingresso RTD/PT100 e può essere adattato ad altri sei ingressi PT100 utilizzando RTD/PT100 e la scheda di
protezione dai guasti verso terra. Gli impulsi in ingresso mandano in allarme l'avviatore statico quando la temperatura supera un
dato valore, inoltre è possibile impostare differenti temperature di allarme per ciascun ingresso.
Gli ingressi PT100 da B a G sono disponibili solo se sono stati installati RTD/PT100 e la scheda di protezione dai guasti verso terra.
No
14A
14B
14C
14D
14E
14F
14G
Funzione
RTD/PT100 A °C
RTD/PT100 B °C
RTD/PT100 C °C
RTD/PT100 D °C
RTD/PT100 E °C
RTD/PT100 F °C
RTD/PT100 G °C
Intervallo
Impostazione predefinita
Da 50 a 250 °C
50 °C
Imposta il punto di allarme per gli ingressi RTD/PT100.
70
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8.16 Gruppo 15 - Riservato
No
15A
Funzione
Codice di accesso
Intervallo
Da 0 a 9999
Imposta il codice di accesso per controllare le sezioni ad accesso limitato del menu.
e M per selezionare quale cifra modificare e utilizzare i pulsanti
Utilizzare i pulsanti
NOTA
No
15B
Impostazione predefinita
0000
e
per modificare il valore.
In caso di perdita del codice di accesso, rivolgersi al proprio fornitore per il codice di accesso master che consente di
riprogrammare un nuovo codice di accesso.
Funzione
Emergenza
Intervallo
Disattivato, Abilitato
Impostazione predefinita
Disattivato
Seleziona se l'avviatore statico consente il funzionamento con Marcia di emergenza. Durante la marcia di emergenza, l'avviatore
statico si avvia (se non è già in funzione) e continua a funzionare sino a quando la marcia di emergenza finisce, ignorando i
comandi di arresto e gli allarmi.
La marcia di emergenza è controllata utilizzando un ingresso programmabile.
Per arrestare la funzione Emergenza aprire l'ingresso.
L'uso continuato della Marcia di emergenza è sconsigliato. La marcia di emergenza può compromettere l'avviatore in
quanto tutte le protezioni e gli allarmi sono disabilitati.
ATTENZIONE
No
15C
L'uso dell'avviatore in modalità Funzione emergenza renderà nulla la garanzia del prodotto.
Funzione
Blocco regolazione
Intervallo
Lettura & scrittura, Solo lettura
Impostazione predefinita
Lettura & scrittura
Seleziona se la tastiera consente di modificare i parametri tramite il menu Programmazione.
No
15D
Funzione
Azione SCR in cortocircuito
Intervallo
Solo controllo trifase, PowerThrough
Impostazione predefinita
Solo controllo trifase
Seleziona se l'avviatore statico consente il funzionamento PowerThrough, nel caso l'avviatore statico sia danneggiato su una fase.
L'avviatore statico adotterà il controllo a due fasi, consentendo il funzionamento del motore anche in applicazioni critiche.
 PowerThrough funziona solo con avviatori statici con bypass interno.
 PowerThrough è disponibile solo in caso di installazioni in linea. Se l'avviatore è installato con avvolgimento a 6 fili,
PowerThrough non sarà operativo.
 PowerThrough rimane attivo sino a quando viene nuovamente selezionato "Controllo trifase soltanto".
Un SCR in corto o un cortocircuito all'interno del contattore di bypass manda in allarme l'avviatore per "Cortocircuito Lx-Tx". Se è
attivato PowerThrough, l'allarme può essere ripristinato e gli avviamenti successivi utilizzeranno il controllo a due fasi
PowerThrough; tuttavia alcune funzionalità non saranno disponibili. Il LED di allarme lampeggia e sul display compare "2 fasi - SCR
danneggiato".
PowerThrough utilizza una tecnologia di avviamento graduale a due fasi ed è necessario fare molta attenzione nel
dimensionare gli interruttori e la protezione. Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
ATTENZIONE
ATTENZIONE
L'avviatore va in allarme in caso di cortocircuito Lx-Tx al primo tentativo di avvio dopo l'applicazione dell'alimentazione
di comando. PowerThrough non è operativo se l'alimentazione di comando viene disinserita e inserita tra un avvio e
l'altro.
Il funzionamento con PowerThrough non supporta l'avviamento graduale o l'arresto graduale con controllo adattivo. In
PowerThrough, il Digistart D3 selezionerà automaticamente l'avviamento graduale a corrente costante e l'arresto graduale con
rampa di tensione temporizzata. Se è attivato PowerThrough, devono essere impostati correttamente i parametri 2C e 2B.
No
15E
Funzione
Coppia di Jog
Intervallo
Da 20 a 100%
Impostazione predefinita
50%
Imposta il livello di coppia per la funzione di Jog. Consultare Funzionamento con Jog per ottenere informazioni dettagliate.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
71
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.8.17 Gruppo 16 - Impostazioni di protezione
Questi parametri definiscono il modo con cui l'avviatore statico reagirà a differenti eventi di protezione. L'avviatore statico può
andare in allarme, inviare una segnalazione o ignorare i vari eventi di protezione a seconda delle necessità. Tutti gli eventi di
protezione vengono scritti nel Log eventi. L'azione predefinita per tutti gli eventi di protezione è l'intervento di allarme dell'avviatore
statico.
Protezioni 16P Guasto verso terra e da 16R a 16W RTD/PT100 sono disponibili solo se sono montati i sensori RTD/PT100 e la
scheda di protezione Guasto verso terra.
La disattivazione della protezione potrebbe compromettere l'installazione e danneggiare il motore quindi è meglio
effettuarla solo in caso di emergenza.
ATTENZIONE
No
Funzione
Intervallo
16A
Sovraccarico motore
16B
Limite tempo di avvio
16C
Sbilanciamento corrente
16D
Sottopotenza
16E
Sovrapotenza
16F
Riservato
16G
Riservato
16H
Frequenza
16I
Allarme ingresso A
16J
Allarme ingresso B
16K
Allarme Starter, Segnalazioni e Log,
Termistore motore
Solo Log
16L
Comunicazione dell'avviatore
16M
Comunicazioni di rete
16N
Surriscaldamento dissipatore
16O
Batteria/orologio
16P
Guasto verso terra
16Q
RTD/PT100 A
16R
RTD/PT100 B
16S
RTD/PT100 C
16T
RTD/PT100 D
16U
RTD/PT100 E
16V
RTD/PT100 F
16W
RTD/PT100 G
16X
Bassa tensione controllo
Seleziona la risposta dell'avviatore statico a ciascuna protezione.
8.9
Strumenti di manutenzione
8.9.1
Strumenti di configurazione
NOTA
Impostazione predefinita
Allarme Starter
Queste funzioni sono protette con codice di accesso di sicurezza. (Consultare Codice di accesso a pagina 49).
Impostazioni Load/Save (Carica/Salva)
Il menu Impostazioni Carica/Salva richiede un codice di accesso e permette agli utenti di:

Caricare i parametri del Digistart D3 con i valori predefiniti

Ricaricare da un file interno le impostazioni dei parametri salvate in precedenza

Salvare le impostazioni correnti dei parametri in un file interno
Oltre al file dei valori predefiniti di fabbrica, il Digistart D3 può archiviare due file di parametri definiti dall'utente. Questi file
contengono i valori predefiniti fino a quando non viene salvato un file dell'utente.
72
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Le opzioni disponibili sono:
Tabella 8-7 Carica/Salva opzioni d'impostazione
Carica impostazioni predefinite
Carica backup
Salva impostazioni utente 1
Carica impostazione utente 1
Salva impostazioni utente 2
Carica impostazione utente 2
NOTA
Ripristina le impostazioni predefinite di fabbrica dell'avviatore per tutti i parametri eccetto il Pr 9A
Lingua. In questo modo non viene annullato il codice di accesso.
Effettua la sincronizzazione dei parametri tra avviatore e tastiera. Consultare Sincronizzazione
della tastiera e dell'avviatore a pagina 37 per informazioni dettagliate sul processo di
sincronizzazione.
Salva su un file le attuali impostazioni dei parametri. Questo file contiene le impostazioni
predefinite dei parametri fino al momento in cui viene salvato un file dell'utente.
Ricarica le impostazioni del parametro da Impostazione utente 1.
Salva su un file le attuali impostazioni dei parametri. Questo file contiene le impostazioni
predefinite dei parametri fino al momento in cui viene salvato un file dell'utente.
Ricarica le impostazioni del parametro da Impostazione utente 2.
I file salvati e le impostazioni operative correnti sono archiviate sia nella tastiera sia nell'avviatore statico. La tastiera
richiederà di sincronizzare le impostazioni tutte le volte che viene collegata a un nuovo Digistart D3.
Per caricare e salvare le impostazioni dei parametri: Carica impostazioni predefinite a pagina 50.
Impostare data e ora
Per impostare data e ora:
1. Aprire il menu di Programmazione e selezionare Strumenti di configurazione. Inserire il codice di accesso
2. Andare alla schermata data/ora.
3. Premere il pulsante M per accedere alla modalità Modifica.
per selezionare quale parte modificare tra data e ora.
4. Premere i pulsanti M e
per modificare il valore.
5. Utilizzare il pulsante
e
6. Per salvare le modifiche, premere M. Il Digistart D3 confermerà le modifiche.
.
Per annullare le modifiche, premere
Ripristino dei modelli termici
Il software avanzato di modellazione termica del Digistart D3 sorveglia costantemente le prestazioni del motore. Ciò consente al
Digistart D3 di calcolare la temperatura del motore e da la possibilità di avviare il motore in qualsiasi momento. Se il Digistart D3 è
configurato per essere impiegato su due motori, la temperatura di ciascun motore viene modellata separatamente.
Se richiesto è possibile ripristinare il modello termico del motore attivo.
1. Aprire il menu di Programmazione e selezionare Strumenti di configurazione. Inserire il
codice di accesso
2.
Scorrere sino a Ripristino modelli termici e premere M.
3.
Utilizzare
4.
Quando è stato ripristinato il modello termico, viene visualizzato sul display un messaggio di
conferma, quindi il display ritorna alla schermata precedente.
per selezionare Reset e premere M per confermare.
Reset modelli termici
M1 X%
M2 X%
M per ripristinare
Nessun reset
Ripristino
NOTA
Questa operazione ripristinerà entrambi i modelli termici.
NOTA
Il secondo modello termico è attivo solo se Pr 11B Modello termico doppio è impostato su 'Doppio' e l'avviatore sta
utilizzando il gruppo motore secondario (un ingresso programmabile è impostato su 'Seleziona gruppo motore' e
l'ingresso è attivo).
Ripristinando il modello termico del motore si può compromettere la vita del motore e tale operazione deve essere fatta
solo in caso di emergenza.
ATTENZIONE
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
73
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
8.9.2
Simulazioni
Le funzioni software di simulazione permettono di collaudare il funzionamento dell'avviatore statico e i circuiti di controllo senza
collegare l'avviatore statico alla tensione di rete. Si accede alle simulazioni tramite il menu Simulazioni.
Il Digistart D3 ha tre funzioni di simulazione:

La simulazione della protezione simula l'attivazione di ciascun meccanismo di protezione per verificare che l'avviatore
statico e i circuiti di controllo associati rispondano correttamente. Consultare Simulazione della protezione per ottenere
informazioni dettagliate.

La simulazione di marcia simula l'avvio, la marcia e l'arresto del motore per verificare che l'avviatore statico e le
apparecchiature associate siano state installate correttamente. La simulazione di marcia segue le simulazioni di
protezione nel menu Simulazioni. Consultare Simulazione di marcia a pagina 74 per ottenere informazioni dettagliate.

La simulazione del segnale in uscita simula i segnali in uscita per verificare che le uscite e i circuiti di controllo associati
funzionino correttamente. La simulazione del segnale di uscita segue la simulazione di marcia nel menu Simulazioni.
Consultare Simulazioni dei segnali in uscita a pagina 75 per ottenere informazioni dettagliate.
Le simulazioni sono disponibili solo quando l'avviatore statico è nello stato Pronto, la tensione del controllo è disponibile e la tastiera
è attiva.
NOTA
L'accesso agli strumenti di simulazione è protetto con codice di accesso di sicurezza (consultare Codice di accesso a
pagina 49).
Il codice di accesso predefinito è 0000.
Simulazione della protezione
Per utilizzare la simulazione del segnale:
1. Aprire il menu di Programmazione e selezionare Simulazioni.
2.
Utilizzare i pulsanti
simulare.
3.
Tenere premuto M per simulare la protezione selezionata.
4.
La schermata viene temporaneamente visualizzata. La risposta è stabilita dalle
impostazioni Azione protezione (gruppo parametri 16).
5.
Utilizzare
o
e
per selezionare la protezione che si desidera
per selezionare un'altra simulazione o premere
0,0A
In anom
Protezione selezionata
per uscire.
Simulazione di marcia
È possibile terminare la simulazione in qualsiasi momento premendo
Per utilizzare la simulazione del segnale:
.
1.
2.
Aprire il menu di Programmazione e selezionare Simulazioni.
Scorrere sino a Simulazione di marcia e premere M.
Esegui simulazione
Pronto
Invia segnale di avvio
3.
Premere START (AVVIAMENTO) o attivare l'ingresso dell'avviamento. Il Digistart
D3 simula i controlli di pre-avvio e chiude il contattore di rete. Il LED di marcia
lampeggia.
Esegui simulazione
Controlli di pre-avvio
M per proseguire
NOTA
Se la tensione di rete è collegata, viene visualizzato un messaggio di
errore. Togliere la tensione di rete e procedere al passaggio successivo.
4.
Premere M. Il Digistart D3 simula l'avviamento. Il LED di marcia lampeggia.
5.
Premere M. Il Digistart D3 simula l'avvio. Il LED di marcia rimane acceso senza
lampeggiare e il contattore di bypass si chiude.
6.
Premere STOP (ARRESTO) o attivare l'ingresso dell'arresto. Il Digistart D3 simula
l'arresto. Il LED di marcia lampeggia e il contattore di bypass si apre.
74
Esegui simulazione
ATTENZIONE!
Rimuovi tensione di rete
M per proseguire
Esegui simulazione
Avviamento X:XXs
M per proseguire
Esegui simulazione
In marcia
Invia segnale di arresto
Esegui simulazione
Arresto a X:XXs
M per proseguire
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
7.
Premere M. Il LED Pronto lampeggia e il contattore di rete si apre.
8.
Premere M per tornare al menu Messa in funzione.
Esegui simulazione
Arrestato
M per proseguire
Verifica dell'installazione
Per una verifica di prova, è possibile collegare il Digistart D3 a un motore di piccola taglia. Durante questa verifica è possibile
testare le impostazioni di protezione dell'uscita a relè e dell'ingresso di controllo dell'avviatore statico. Questa modalità di prova non
è idonea per testare le prestazioni di avviamento graduale o arresto graduale.
La FLC del motore di collaudo deve essere almeno pari al 2% della FLC minima dell'avviatore statico (fare riferimento a
Impostazioni di corrente minima e massima a pagina 11).
NOTA
Quando si testa l'avviatore statico con un motore di piccola taglia, impostare Pr 1A FLC del motore sul valore minimo
consentito.
Simulazioni dei segnali in uscita
È possibile effettuare la simulazione delle seguenti uscite:

Relè programmabile A

Relè programmabile B

Relè programmabile C

Relè Run (Marcia)

Warning corrente bassa

Warning corrente alta

Warning temperatura del motore

Uscita analogica A

Uscita analogica B
NOTA
Per verificare il funzionamento degli indicatori (della temperatura del motore e di corrente alta o bassa), impostare un
relè di uscita con la funzione appropriata e controllare il comportamento del relè.
Per utilizzare la simulazione del segnale:
1. Aprire il Menu e selezionare Simulazione.
2.
Utilizzare i pulsanti
premere M.
3.
Utilizzare i pulsanti
e
per accendere e spegnere il segnale.
Per verificare che il funzionamento sia corretto, controllare lo stato dell'uscita.
4.
Premere
e
per selezionare una funzione da simulare, quindi
Relè prog. A
Off
On
per tornare all'elenco di simulazione.
Con la simulazione dell'uscita analogica si utilizzano i pulsanti
ai terminali della relativa uscita.
e
per modificare la corrente
Uscita analogica A
0%
4.0mA
Attaccare un dispositivo di misura della corrente ai terminali dell'uscita analogica. Utilizzare i pulsanti
o
per regolare il valore
percentuale sul display. Il dispositivo di misura della corrente deve indicare lo stesso livello di corrente visualizzato sul display.
Se è montata la scheda di espansione Ingressi/uscite, la simulazione può anche essere utilizzata per eseguire test sul
funzionamento dei relè D, E, F e sull'uscita analogica B.
8.9.3
Stato ingressi/uscite
Stato ingressi/uscite analogici
Questa schermata mostra lo stato attuale degli ingressi/uscite analogici
Stato I/O analogici
Ingresso: - - - - %
Uscita A: 04.0mA
Questa schermata mostrerà anche l'uscita analogica B se è montata la scheda di espansione.
Stato ingressi/uscite digitali
Questa schermata mostra lo stato attuale degli ingressi/uscite digitali
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Stato I/O digitali
Ingressi: 0110000
Uscite: 0000100
75
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
La riga in alto sullo schermo mostra gli ingressi di avvio, arresto, ripristino e quelli programmabili (A e B e poi gli ingressi sulla
scheda di espansione Ingressi/uscite, se montata).
La riga in basso sullo schermo mostra l'uscita programmabile A, l'uscita fissa Run (Marcia), le uscite programmabili B e C, e poi le
uscite sulla scheda di espansione se montata.
Stato dei sensori di temperatura
Questa schermata mostra lo stato di termistori del motore e dei sensori RTD/PT100.
S=Short-circuit (Cortocircuito)
H=Hot (Caldo)
C=Cold (Freddo)
O=Open (Aperto)
Stato sensore temp.
Termistore: O
RTD/PT100s:OOOOOOO
S = Shrt H=Hot C=Cld O=Opn
I sensori RTD/PT100 da B a G sono disponibili solo se è montata la scheda di espansione per RTD/PT100 e Guasto verso terra.
8.9.4
Menu Log
Il menu Log fornisce informazioni su eventi, allarmi e prestazioni dell'avviatore.
Per aprire il menu Log, premere il pulsante M; quindi andare a Log e premere M ancora.
Log allarmi
Nel log allarmi sono archiviate le informazioni dettagliate sugli ultimi otto allarmi, comprese data e ora in cui si è verificato l'allarme.
L'allarme 1 è l'allarme più recente archiviato e l'allarme 8 è il meno recente.
Per aprire il log allarmi:
1. Aprire il menu Log.
2. Scorrere sino a log allarmi e premere M.
3. Utilizzare i pulsanti
e
per selezionare un allarme da esaminare e premere M per visualizzare le informazioni
dettagliate.
Per chiudere il log e tornare alla schermata principale, premere ripetutamente il pulsante
.
Log eventi
Il Log eventi archivia i dettagli compresi ora e data dei 99 eventi più recenti dell'avviatore (azioni, avvisi e allarmi). L'evento 1 è
l'evento più recente archiviato e l'evento 99 è il meno recente.
Per aprire il log eventi
1. Aprire il menu Log.
2. Scorrere sino a log eventi e premere M.
3. Utilizzare i pulsanti
e
per selezionare un allarme da esaminare e premere M per visualizzare le informazioni
dettagliate.
.
Per chiudere il log e tornare alla schermata principale, premere ripetutamente il pulsante
8.9.5
Contatori di prestazioni
I contatori di prestazioni archiviano dati statistici sul funzionamento dell'avviatore:

Ore di esercizio (tempo di vita e tempo trascorso dall'ultimo ripristino del contatore)

Numero di avvii (tempo di vita e tempo trascorso dall'ultimo ripristino del contatore)

kWh del motore (tempo di vita e tempo trascorso dall'ultimo ripristino del contatore)

Numero di volte in cui il modello termico è stato ripristinato
I contatori ripristinabili (ore di funzionamento, avvio e kWh motore) possono essere ripristinati solo se il Blocco regolazione (Pr 15C)
è impostato su Lettura & scrittura.
Per visualizzare i contatori:
1. Aprire il menu di Programmazione e selezionare Contatori.
per scorrere tra i contatori. Premere M per visualizzare i dettagli.
2. Utilizzare i pulsanti
e
3. Per azzerare un contatore, premere il pulsante M; quindi premere il pulsante M per confermare l'operazione.
Per tornare al livello precedente, premere il pulsante
.
NOTA
76
La funzione contatore dei ripristini è protetta da un codice di accesso.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
9.
NOTA
9.1
Diagnostica
L'utente non può effettuare la manutenzione dell'avviatore statico Digistart D3. La manutenzione dell'unità può essere
effettuata solo da personale autorizzato. Manomissioni non autorizzate dell'unità renderanno nulla la garanzia del
prodotto.
Risposte alle protezioni
Quando viene rilevata una condizione di protezione, il Digistart D3 la scrive nel log eventi e può anche andare in allarme o inviare
una segnalazione. La risposta è stabilita dalle impostazioni Azione protezione (gruppo parametri 16).
Alcune risposte di protezione non può essere modificate dall'utente. Questi allarmi in genere sono causati da eventi esterni (ad
esempio una perdita di fase) o da un errore che si è verificato nell'avviatore statico. Questi allarmi non sono associati a parametri e
non è possibile impostare segnalazioni o log attinenti.
Se il Digistart D3 va in allarme è necessario identificare e rimuovere la condizione che ha causato l'allarme, quindi ripristinare
l'avviatore statico prima di riavviarlo. Per ripristinare l'avviatore, premere il pulsante RESET (RIPRISTINO) sulla tastiera o attivare
l'ingresso di ripristino remoto.
Se il Digistart D3 ha emesso una segnalazione, l'avviatore statico si reimposta automaticamente dopo che è stato eliminato il motivo
della segnalazione.
9.2
Messaggi di allarme
Questa tabella elenca i meccanismi di protezione dell'avviatore statico e la causa probabile di allarme. È possibile correggere
alcune di queste cause utilizzando gruppo parametri 5 Impostazioni di protezione e gruppo parametri 16 Azione protezione, le altre
impostazioni sono protezioni incorporate nel sistema e non possono essere impostate o corrette.
Tabella 9-1 Messaggi di allarme
Display
2 fasi - SCR danneggiato
Allarme ingresso
Allarme ingresso
analogico
Bassa tensione controllo
Batteria/orologio
Collegamento motore TX
Comunicazione
dell'avviatore (tra il
modulo e l'avviatore
statico)
Possibile causa/soluzione suggerita
Questo messaggio viene visualizzato se l'avviatore statico è andato in allarme per "Cortocircuito Lx-Tx"
durante i controlli pre-avvio e PowerThrough è attivato. Indica che l'avviatore sta funzionando in modalità
PowerThrough (solo controllo a 2 fasi).
Verificare se è presente un SCR in corto o un cortocircuito all'interno del contattore di bypass.
Parametri relativi: 15D
Uno degli ingressi programmabili dell'avviatore statico è impostato su una funzione di allarme e si è
attivato. Controllare lo stato degli ingressi per determinare quale ingresso si è attivato, quindi rimuovere
la condizione di allarme.
Parametri relativi: 3A, 3B, 3C, 3D, 3E, 3F, 3G, 3H, 3I, 3J, 16I, 16J
Questa anomalia si verifica se è montata la scheda di espansione ingressi/uscite. Identificare e
rimuovere la condizione che ha provocato l'attivazione dell'ingresso analogico A.
Parametri relativi: 8A, 8B, 8C
Il Digistart D3 ha rilevato una diminuzione della tensione di controllo.

Controllare l'alimentazione comandi esterna (terminali CSH, CSL, CSR) e ripristinare l'avviatore.
Se l'alimentazione comandi esterna è stabile:

l'alimentazione a 24 V sulla scheda di controllo di rete potrebbe essere difettosa; o

la scheda del driver di bypass potrebbe essere difettosa (solo modelli con bypass interno).
Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
Questa protezione non è attiva in stato Pronto.
Parametri relativi: 16X
Si è verificato un errore nel controllo dell'orologio in tempo reale o la tensione della batteria di riserva è
bassa. Se il livello della batteria è basso e l'alimentazione è spenta, viene perduta l'impostazione dell'ora
e della data. Programmare nuovamente data e ora.
Parametri relativi: 16O
Dove 'X' è 1, 2 o 3.
Il motore non è collegato correttamente all'avviatore statico per l'uso con collegamento in linea o con
connessione a triangolo interno.

Controllare uno per uno i collegamenti del motore all'avviatore statico per verificare la continuità del
circuito di alimentazione.

Verificare i collegamenti sulla morsettiera del motore.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: Nessuno

C'è un problema nel collegamento tra l'avviatore statico e il modulo opzionale di comunicazione.
Rimuovere e reinstallare il modulo. Se il problema persiste, rivolgersi al fornitore locale.

È presente un errore di comunicazione interno nell'avviatore statico. Rivolgersi al fornitore locale.
Parametri relativi: 16L
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
77
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Display
Possibile causa/soluzione suggerita
Comunicazioni di rete (tra
il modulo e la rete)
Il master di rete ha inviato un comando di intervento di allarme all'avviatore o ci può essere un problema
nella comunicazione di rete.
Controllare la rete per trovare se ci sono motivi di inattività delle comunicazioni.
Parametri relativi: 16M
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
Disabilitare avviatore
Errore lettura corrente LX
Errore VZC PX
FLC troppo alta
Frequenza
Guasto di terra
Guasto interno X
Guasto pompa
L1-T1 in corto
L2-T2 in corto
L3-T3 in corto
Dove 'X' è 1, 2 o 3.
Guasto interno (guasto scheda). L'uscita dal circuito del trasformatore di corrente non è sufficientemente
prossima a zero quando gli SCR vengono spenti. Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: Nessuno
Dove 'X' è 1, 2 o 3.
Guasto interno (guasto scheda). Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: Nessuno
Non è possibile modificare questo allarme.
Il Digistart D3 può supportare valori più elevati della corrente del motore a pieno carico quando è
collegato al motore utilizzando la configurazione con connessione a triangolo interno piuttosto che un
collegamento in linea. Se l'avviatore statico è collegato in linea ma l'impostazione Pr 1A programmata
FLC del motore è superiore al massimo in linea, l'avviatore statico andrà in allarme all'avvio (consultare
Impostazioni di corrente minima e massima a pagina 11).
Se l'avviatore statico è collegato al motore tramite la configurazione a triangolo interno, potrebbe non
essere in grado di rilevare correttamente la connessione. Rivolgersi al fornitore locale per avere
assistenza.
Parametri relativi: 1A, 11A
La frequenza di rete ha superato l'intervallo specificato.
Verificare che altre apparecchiature nell'area non influenzino l'alimentazione di rete (in particolare
variatori di velocità e alimentatori a commutazione).
Se il Digistart D3 è collegato a un gruppo elettrogeno, il generatore potrebbe essere troppo piccolo o
potrebbe avere un problema di regolazione della velocità.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: 5I, 5J, 6F, 16H
Questo guasto si può verificare solo se è montata la scheda RTD/Guasto verso terra. Verificare
l'isolamento dei cavi di uscita e del motore. Identificare e rimuovere la causa di qualsiasi guasto verso
terra.
Parametri relativi: 5K, 6H, 16P
Non è possibile modificare questo allarme.
Il Digistart D3 è andato in allarme per un errore interno. Rivolgersi al fornitore locale tenendo a
disposizione il codice di errore (X).
Parametri relativi: Nessuno
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
Durante i controlli di pre-avvio l'avviatore ha rilevato un SCR in corto o un cortocircuito all'interno del
contattore di bypass come indicato. Se l'avviatore è collegato in linea con il motore, prendere in
considerazione l'utilizzo di PowerThrough per permettere il funzionamento fino a quando l'avviatore sarà
riparato.
NOTA
PowerThrough è disponibile solo in caso di installazioni in linea. Se il Digistart D3 è
installato con avvolgimento a 6 fili, PowerThrough non sarà operativo.
L'avviatore va in allarme in caso di cortocircuito Lx-Tx al primo tentativo di avvio dopo
l'applicazione dell'alimentazione di comando. PowerThrough non è operativo se
l'alimentazione di comando viene disinserita e inserita tra un avvio e l'altro.
Livello alto
Livello basso
Mancata accens PX
78
Parametri relativi: 15D
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
Dove 'X' è la fase 1, 2 o 3.
L'SCR non ha effettuato l'innesco nel modo previsto. L'SCR potrebbe essere guasto o potrebbe esserci
un errore di cablaggio interno.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: Nessuno
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Display
Opzione non supportata
(la funzione non è
disponibile in caso di
connessione a triangolo
interno)
Parametro fuori intervallo
Perdita di fase L1
Perdita di fase L2
Perdita di fase L3
Perdita di potenza
PLC
Portata nulla
Pressione alta
Pressione bassa
RTD/PT100 A
RTD/PT100 B - G
Possibile causa/soluzione suggerita
Non è possibile modificare questo allarme.
La funzione selezionata non è disponibile (ad esempio la funzione Jog non è supportata nella
configurazione con connessione a triangolo interno).
Parametri relativi: Nessuno
Non è possibile modificare questo allarme.

Il valore di un parametro non è compreso nell'intervallo di validità.
La tastiera indicherà il primo parametro non valido.

Si è verificato un errore nel caricamento dei dati dalla EEPROM alla RAM all'accensione della
tastiera.

La serie dei parametri e valori presenti nella tastiera non corrisponde ai parametri presenti
nell'avviatore.

È stato selezionato "Carica impostazione utente" ma non è disponibile alcun file salvato.
Ripristina dopo aver corretto il difetto. L'avviatore caricherà le impostazioni predefinite. Se il problema
persiste, rivolgersi al fornitore locale.
Parametri relativi: Nessuno
Non è possibile modificare questo allarme.
Durante i controlli prima dell'avvio, l'avviatore ha rilevato una perdita di fase come indicato.
Nello stato di marcia l'avviatore ha rilevato che la corrente della fase interessata è scesa al di sotto del
3.3% della corrente del motore a pieno carico (FLC) programmata per più di 1 secondo, indicando che è
stata perduta la fase in ingresso o il collegamento al motore.
Controllare l'alimentazione e i collegamenti di ingresso e di uscita dal lato avviatore e dal lato motore.
Una perdita di fase può essere provocata anche da un SCR non funzionante, in particolare da un guasto
a circuito aperto. È possibile diagnosticare in modo definitivo il guasto di un SCR solo sostituendolo con
uno nuovo e controllando le prestazioni dell'avviatore.
Parametri relativi: Nessuno
Rivolgersi a LEROY-SOMER o al fornitore locale.
Non è possibile modificare questo allarme.
L'avviatore non riceve l'alimentazione di rete su una o più fasi quando viene dato il comando Start
(Avviamento).
Controllare che il contattore di rete si chiuda quando viene dato il comando Start (Avviamento) e che
rimanga chiuso fino al termine di un arresto graduale. Controllare i fusibili. Se si testa l'avviatore statico
con un motore di piccola taglia, questo deve assorbire almeno il 2% della relativa impostazione di FLC
minima in ciascuna fase.
Parametri relativi: Nessuno
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
La temperatura RTD/PT100 impostata è stata superata e ha mandato in allarme l'avviatore statico.
Identificare e rimuovere la condizione che ha provocato l'attivazione dell'ingresso appropriato.
NOTA
RTD/PT100 X Circt
Sbilanciamento corrente
Sequenza di fase
I sensori da PT100 B a PT100 G possono essere applicati solo se è montata la scheda
RTD/PT100 e Guasto verso terra.
Parametri relativi: 14A, 14B, 14C, 14D, 14E, 14F, 14G, da 16Q a 16W
Segnala che il sensore RTD/PT100 indicato è in cortocircuito. Controllare e risolvere la situazione.
Parametri relativi: Nessuno.
Lo sbilanciamento di corrente può essere provocato da problemi con il motore, con l'ambiente o con
l'installazione, come ad esempio:

Uno sbilanciamento delle tensioni di rete in ingresso

Un problema con gli avvolgimenti del motore

Un carico leggero sul motore

Una perdita di fase nei terminali di ingresso L1, L2 o L3 durante la modalità di marcia
Un SCR con guasto a circuito aperto. È possibile diagnosticare in modo definitivo il guasto di un SCR
solo sostituendolo con uno nuovo e controllando le prestazioni dell'avviatore.
Parametri relativi: 5C, 6A, 16C
Rivolgersi a LEROY-SOMER o al fornitore locale.
La sequenza fasi ai terminali dell'avviatore statico (L1, L2, L3) non è valida.
Controllare la sequenza di fase su L1, L2, L3 e accertarsi che l'impostazione di Pr 5D sia compatibile
con l'installazione.
Parametri relativi: 5D
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
79
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Display
Sottopotenza
Sovraccarico motore
Sovraccarico motore 2
Sovracorrente istantanea
Sovrapotenza
Surriscaldamento
dissipatore
Possibile causa/soluzione suggerita
Il motore ha subito un'improvvisa diminuzione della potenza assorbita, provocata da una perdita del
carico. Le possibili cause possono comprendere componenti rotti (assi, cinghie o giunti), o una pompa
che sta girando a vuoto.
Parametri relativi: 5E, 6B, 16D
Il motore ha raggiunto la capacità termica massima. Il sovraccarico può essere provocato da:

Le impostazioni di protezione dell'avviatore statico non corrispondono alla capacità termica del
motore.

Numero eccessivo di avvii per ora

Lavoro eccessivo

Danno agli avvolgimenti del motore
Risolvere la causa del sovraccarico e lasciar raffreddare il motore.
Parametri relativi: 1A, 1B, 1C, 1D, 16A
Consultare ‘Sovraccarico motore’.
NOTA
Applicabile solo se il secondo gruppo motore è stato programmato.
Parametri relativi: 11A, 11B, 11C, 11D, 11E, 16A
La corrente al motore ha superato i punti di allarme integrati nell'avviatore statico:

7,2 volte il Pr 1A FLC del motore

6 volte la corrente nominale dell'avviatore
Tra le possibili cause ci sono uno stato di blocco del rotore o un guasto elettrico nel motore o nel
cablaggio.
Non è possibile modificare questo allarme.
Parametri relativi: Nessuno

Il motore ha subito un brusco aumento di potenza. Tra le cause ci può essere una condizione
momentanea di sovraccarico che ha superato il ritardo regolabile.
Parametri relativi: 5F, 6C, 16E
Verificare che le ventole di raffreddamento siano in funzione. Se il sistema è montato in un
alloggiamento chiuso, verificare che la ventilazione sia adeguata.
Le ventole sono in funzione all'avviamento, durante la marcia e fino a 10 minuti dopo che l'avviatore ha
lasciato lo stato Arresto.
I modelli da D3-1x-0023-B a D3-1x-0053-B e D3-1x-0170-B non hanno ventola di
raffreddamento. I modelli con ventole faranno funzionare le ventole di raffreddamento
dall'avvio fino a 10 minuti dopo l'arresto.
Parametri relativi: 16N
L'allarme per limite tempo di avvio raggiunto può verificarsi nelle seguenti condizioni:

Pr 1A FLC del motore non è adatto al motore

Pr 2B Limite di corrente è impostato troppo basso

Pr 2D Tempo della rampa d'avvio è impostato a un valore maggiore dell'impostazione di 5A Limite
tempo di avvio

Pr 2D Tempo della rampa d'avvio è troppo breve per un carico a inerzia elevata se si utilizza il
controllo adattivo
Parametri relativi: 1A, 2B, 2D, 5A, 5B, 11A, 12B, 12D, 16B
Il Digistart D3 ha un bypass interno e ha assorbito una corrente elevata durante la marcia. (È stato
raggiunto il livello di allarme di 10 A della curva di protezione oppure la corrente del motore è salita al
600% del valore impostato per la corrente del motore a pieno carico).
Parametri relativi: Nessuno
È stato attivato l'ingresso del termistore e:

La resistenza all'ingresso è scesa sotto 20 Ω (la resistenza a freddo della maggior parte dei
termistori è maggiore di questo valore) o

Si è verificato un cortocircuito. Controllare e risolvere la situazione.
Parametri relativi: Nessuno
È stato attivato l'ingresso del termistore e:

la resistenza dell'ingresso del termistore ha superato 3,6 kΩ per più di un secondo.

L'avvolgimento del motore si è surriscaldato. Identificare il motivo del surriscaldamento e lasciar
raffreddare il motore prima di riavviarlo.

L'ingresso del termistore del motore è stato aperto.
NOTA
Tempo di avvio eccessivo
Tempo-sovracorrente
Termistore Cct
(Termistore Cct (Circuito
termistore))
Termistore motore
Se non è più utilizzato un termistore valido per il motore, è necessario montare un
resistore da 1,2 kΩ sui terminali TH1, TH2.
Parametri relativi: 16K
È il nome scelto per un ingresso programmabile. Consultare Allarme ingresso.
NOTA
Vibrazione
80
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
9.3
Anomalie di sistema
Questa tabella descrive situazioni in cui l'avviatore statico non funziona nel modo previsto ma non va in allarme o non effettua
segnalazioni.
Tabella 9-2 Anomalie di sistema
Sintomo
Causa probabile
Avviatore "Non pronto"

L'avviatore statico non risponde alla
pressione del pulsante START
(AVVIAMENTO) o RESET
(RIPRISTINO) sulla tastiera.
L'avviatore statico non risponde ai
comandi provenienti dagli ingressi di
controllo.




L'avviatore statico non risponde a un

comando Start (Avviamento) proveniente
dal controllo locale o remoto.


Controllare l'ingresso A (DI4, +24V). È possibile disabilitare l'avviatore tramite un
ingresso programmabile. Se il Pr 3A o 3F è impostato su Disabilita avviatore e c'è
un circuito aperto sull'ingresso corrispondente, il Digistart D3 non effettua l'avvio.
L'avviatore statico potrebbe essere in modalità di controllo Remoto. Quando
l'avviatore statico è in modalità di controllo Remoto, il LED Locale sulla tastiera è
spento. Premere il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) una volta per passare
a controllo Locale.
L'avviatore statico potrebbe essere in modalità di controllo Locale. Quando
l'avviatore statico è in modalità di controllo Locale, il LED Locale sulla tastiera è
acceso. Premere il pulsante LCL/RMT (LOCALE/REMOTO) una volta per passare
a controllo Remoto.
Il cablaggio dei comandi può non essere corretto. Verificare che gli ingressi Start
(Avviamento), Stop (Arresto) e Reset (Ripristino) remoto siano configurati
correttamente (fare riferimento a Logica di controllo per Avviamento/Arresto a
pagina 22 per ottenere informazioni dettagliate).
I segnali inviati agli ingressi remoti possono non essere corretti. Verificare la
segnalazione attivando a rotazione ciascun segnale in ingresso. Il LED appropriato
sull'ingresso del controllo remoto deve attivarsi sulla tastiera.
L'avviatore statico potrebbe essere in attesa che trascorra il periodo di ritardo per il
riavvio. La durata del ritardo per il riavvio è controllata dal Pr 6G Ritardo riavvio.
Il motore potrebbe essere troppo caldo per permettere un avvio. Se Pr 5L Controllo
temperatura del motore è impostato su Verifica, l'avviatore statico permetterà l'avvio
solo se in base ai suoi calcoli il motore dispone di una capacità termica sufficiente a
completare con successo l'avvio. Attendere che il motore si raffreddi prima di
tentare un altro avvio.
È possibile disabilitare l'avviatore tramite un ingresso programmabile. Se il Pr 3A o
3F è impostato su Disabilita avviatore e c'è un circuito aperto sull'ingresso
corrispondente, il Digistart D3 non effettua l'avvio. Se non è più necessario
disabilitare l'avviatore, chiudere il circuito sull'ingresso.
Il Pr 3M Locale/Remoto controlla quando è abilitato il pulsante LCL/RMT
(LOCALE/REMOTO).
ATTENZIONE
Non viene effettuato il ripristino dopo il
comando Auto-Reset (Ripristino
automatico), quando si utilizza un
controllo remoto a due fili.
Il controllo remoto di Avvio/arresto sta
ignorando le impostazioni di
Avvio/arresto automatico, quando si
utilizza un controllo remoto a due fili.
Allarme non ripristinabile per GUASTO
DEL TERMISTORE, quando c'è un
collegamento sugli ingressi del
termistore TH1, TH2 o quando il
termistore del motore collegato tra gli
ingressi TH1, TH2 è stato
definitivamente rimosso.

Per effettuare nuovamente un avvio occorre rimuovere il segnale di avvio remoto a
due fili e quindi applicarlo nuovamente.

La funzione Avviamento/Arresto automatico deve essere usata solo in modalità
remota con controllo a 3 e 4 fili.

L'avviatore statico non controlla
correttamente il motore durante l'avvio.

L'ingresso del termistore è abilitato una volta che è inserito un elemento di
collegamento ed è stata attivata la protezione dal cortocircuito.
- Rimuovere l'elemento di collegamento, quindi caricare la serie di
parametri predefiniti. In questo modo il termistore è disattivato e
viene ripristinato l'avviatore dopo l'allarme.
- Montare un resistore da 1,2 k  sull'ingresso del termistore
- Girare la protezione del termistore sulla impostazione 'Solo Log' (Pr
16K).
Le prestazioni durante l'avvio possono essere instabili utilizzando un valore basso
per l'impostazione della FLC del motore (Pr 1A). Ciò può rendere difficile l'utilizzo di
un piccolo motore di collaudo con corrente a pieno carico tra 5 A e 50 A.
I condensatori di rifasamento (PFC) devono essere montati dal lato di
alimentazione dell'avviatore statico. Per controllare un contattore dedicato con
condensatore di rifasatura (PFC), collegare il contattore ai terminali del relè Run
(Marcia).

Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
81
Dati Manutenzione Opzioni
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
applicazione tecnici
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Sintomo
Il motore non raggiunge la velocità di
regime.
Causa probabile

Se la corrente di avvio è troppo bassa, il motore non genererà la coppia sufficiente
ad accelerare fino alla velocità di regime. L'avviatore statico potrebbe andare in
allarme per limite tempo di avvio raggiunto.
Assicurarsi che i parametri di avvio del motore siano quelli appropriati
per l'applicazione e che si stia utilizzando il profilo di avvio destinato al
particolare motore. Se Pr 3A o 3F è impostato su Seleziona gruppo
motore, verificare che il corrispondente ingresso sia nello stato previsto.
Il carico potrebbe essere bloccato. Verificare che non ci sia una situazione di
sovraccarico o che il rotore non sia bloccato.
Gli SCR nel Digistart D3 richiedono almeno 5 A di corrente per l'innesco. Se si sta
provando l'avviatore statico su un motore con corrente a pieno carico inferiore a
5 A, è possibile che gli SCR non si inneschino correttamente.
Se l'avviatore statico è collegato al motore tramite la configurazione a triangolo
interno, potrebbe non essere in grado di rilevare correttamente la connessione.
Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
È possibile che le impostazioni di arresto graduale non siano adatte al motore e al
carico. Esaminare le impostazioni dei Pr 2H, 2I, 12H e 12I.
Se il carico del motore è molto leggero, l'arresto graduale avrà poco effetto.
Queste funzioni sono disponibili solo in caso di installazione in linea. Se il Digistart
D3 è installato con connessione a triangolo interno, queste funzioni non saranno
operative.
Il primo avvio con controllo adattivo è con corrente costante per consentire
all'avviatore di apprendere le caratteristiche del motore. Gli avvii successivi
utilizzano il Controllo adattivo.
NOTA

Funzionamento irregolare del motore

Funzionamento irregolare e rumoroso
del motore

L'arresto graduale è troppo veloce

Il Controllo adattivo, il freno e le funzioni
di Jog e PowerThrough non stanno
funzionando.
Dopo aver selezionato Controllo adattivo
il motore ha utilizzato un avvio normale
e/o il secondo avvio è stato diverso dal
primo.
PowerThrough non è operativo quando
viene selezionato.




Avviatore "in attesa di dati"

Il testo visualizzato sul display della
tastiera è corrotto.

L'immagine sul display è distorta
Le impostazioni dei parametri non
possono essere archiviate.




ATTENZIONE! Rimuovi tensione di rete

Fusibili di linea bruciati.

82
L'avviatore va in allarme in caso di cortocircuito Lx-Tx al primo tentativo di avvio
dopo l'applicazione dell'alimentazione di comando. PowerThrough non è operativo
se l'alimentazione di comando viene disinserita e inserita tra un avvio e l'altro.
La tastiera non riceve dati dalla scheda di controllo. Controllare il collegamento dei
cavi e il montaggio del display sull'avviatore.
La tastiera potrebbe non essere avvitata correttamente e di conseguenza il
collegamento è discontinuo. Avvitare la tastiera o tenerla ben salda nella sua
posizione.
Verificare che le viti della tastiera non siano troppo strette. Allentarle leggermente.
Aver cura di salvare il valore premendo il pulsante M dopo aver regolato
l'impostazione di un parametro. Se si preme
, la modifica non sarà salvata.
Verificare che il blocco regolazione (Pr 15C) sia impostato su Lettura e scrittura. Se
il blocco regolazione è impostato su Sola lettura, è possibile visualizzare le
impostazioni ma non è possibile modificarle. Per modificare l'impostazione del
blocco regolazione è necessario conoscere il codice di accesso.
La EEPROM può essere guasta sulla tastiera. Un guasto della EEPROM fa anche
scattare l'avviatore statico e la tastiera visualizzerà sul display il messaggio
Parametro fuori intervallo. Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
L'avviatore statico non attiva la simulazione di marcia con l'alimentazione trifase
collegata. Ciò evita l'avvio accidentale con collegamento diretto in linea (DOL).
Controllare le caratteristiche dei fusibili e accertarsi che il metodo di avvio
selezionato sia idoneo all'applicazione.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10. Esempi di applicazione
È disponibile una selezione di note applicative che descrive l'installazione avanzata o la configurazione del Digistart D3 per
situazioni che presentano particolari requisiti di prestazione. Sono disponibili note applicative per situazioni che comprendono il
funzionamento come freno e con Jog, pompaggio e per opzioni avanzate di protezione.
10.1
Installazione con contattore di rete
Il Digistart D3 è installato con contattore di rete (qualificato AC3). La tensione del controllo dovere essere fornita dal lato di ingresso
del contattore.
Il contattore di rete è controllato dall'uscita per contattore di rete del Digistart D3, che è assegnata per impostazione predefinita al
relè di uscita A (terminali COM1, RLO1).
Figura 10-1 Installazione con contattore di rete
1/L1
2/T1
3/L2
4/T2
5/L3
6/T3
E
+10%
220-440VAC -15%
CSH
+24V
CSL
0V
110-210VAC +10%
-15% CSR
DI1
COM1
+24V
RLO1
DI2
COM2
+24V
RLO2
DI3
COM3
+24V
1
2
3
4
5
6
7
8
9
K1
F1
S1
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscita 24 Vdc
Uscite relè
Uscita analogica
Alimentazione trifase
Terminali motore
Contattore di rete
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
Contatto Start/Stop
(Avviamento/Arresto)
Contatto Reset (Ripristino)
Uscita relè A
S2
COM1,
RLO1
Uscita relè Run (Marcia)
COM2,
RLO2
Uscita relè B
COM3,
RLC3, RLO3
Uscita relè C
COM4,
RLC4, RLO4
RLC3
DI4
RLO3
+24V
COM4
DI5
RLC4
+24V
RLO4
TH1
TH2
PT3
PT4
AO1
PT5
0V
E
Impostazioni dei parametri:

Pr 4A Funzione relè A
 Selezionare 'Contattore di Rete': assegna la funzione di Contattore di rete all'Uscita relè A (impostazione predefinita).
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
83
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.2
Installazione con contattore di bypass esterno
Il Digistart D3 è installato con contattore di bypass esterno (qualificato AC1). Il contattore di bypass è controllato dall'uscita Run
(Marcia) del Digistart D3 (terminali COM2, RLO2).
Figura 10-2 Installazione con contattore di bypass
K1
F1
8
1/L1
2/T1
3/L2
4/T2
5/L3
6/T3
9
E
CSH
220-440VAC +10%
-15%
110-210VAC
CSL
+10%
-15%
+24V
5
1
0V
CSR
DI1
COM1
+24V
RLO1
DI2
COM2
+24V
RLO2
DI3
+24V
6
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscita 24 Vdc
Uscite relè
Uscita analogica
Alimentazione trifase
Terminali motore
Contattore di bypass (esterno)
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
Contatto Start (Avviamento)
Contatto Stop (Arresto)
Contatto Reset (Ripristino)
Uscita relè A
Uscita relè Run (Marcia)
Uscita relè B
Uscita relè C
1
COM3
2
1
2
3
4
5
6
7
8
9
K1
F1
S1
S2
S3
COM1,
RLO1
COM2,
RLO2
COM3,
RLC3,
RLO3
COM4,
RLC4,
RLO4
K1
RLC3
DI4
RLO3
+24V
COM4
DI5
RLC4
+24V
RLO4
TH1
TH2
3
PT3
PT5
4
AO1
7
E
0V
08534.B
PT4
Impostazioni dei parametri:

Nessuna impostazione particolare richiesta.
84
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.3
Marcia di emergenza
Durante il normale funzionamento il Digistart D3 è controllato tramite un segnale remoto a due fili (terminali DI2, +24V).
La marcia di emergenza è controllata con un circuito a due fili collegato all'ingresso A (terminali DI4, +24V). La chiusura
dell'ingresso A fa sì che il Digistart D3 faccia funzionare il motore e ignori certe situazioni di allarme.
NOTA
LEROY-SOMER sconsiglia la marcia di emergenza in situazioni che richiedono il collaudo o la conformità a specifiche
norme. Infatti, pur soddisfacendo i requisiti della funzionalità Fire Mode, la marcia di emergenza non è certificata.
L'uso continuato della Marcia di emergenza è sconsigliato. La marcia di emergenza può compromettere l'avviatore in
quanto tutte le protezioni e gli allarmi sono disabilitati.
ATTENZIONE
L'uso dell'avviatore in modalità Funzione emergenza renderà nulla la garanzia del prodotto.
Figura 10-3 Marcia di emergenza
8
1/L1
2/T1
3/L2
4/T2
5/L3
6/T3
9
E
CSH
+10%
220-440 VAC -15%
CSL
+10%
110-210 VAC -15%
CSR
+24V
5
1
DI1
0V
COM1
+24V
RLO1
DI2
COM2
+24V
RLO2
DI3
COM3
+24V
2
6
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscita 24 Vdc
Uscite relè
Uscita analogica
Alimentazione trifase
Terminali motore
Contatto Start/Stop
(Avviamento/Arresto)
S2
Contatto Reset (Ripristino)
S3
Contatto Marcia di emergenza
F1
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
COM1, RLO1 Uscita relè A
COM2, RLO2 Uscita relè Run (Marcia)
COM3, RLC3, Uscita relè B
RLO3
COM4, RLC4, Uscita relè C
RLO4
1
2
3
4
5
6
7
8
9
S1
RLC3
DI4
RLO3
+24V
COM4
DI5
RLC4
+24V
RLO4
TH1
TH2
3
PT3
PT5
E
4
AO1
7
0V
08535.A
PT4
Impostazioni dei parametri:

Pr 3A Funzione ingresso A
 Selezionare 'Funzione emergenza': assegna all'ingresso A la funzione Marcia di emergenza.

Pr 15B Emergenza
 Selezionare 'Abilitato': abilita la modalità Marcia di emergenza.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
85
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.4
Circuito di allarme ausiliario
Durante il normale funzionamento il Digistart D3 è controllato tramite un segnale remoto a due fili (terminali DI2, +24V).
L'ingresso A (terminali DI4, +24V) è collegato a un circuito di allarme esterno (come ad esempio un interruttore di allarme di bassa
pressione per un impianto di pompaggio). Quando si attiva il circuito esterno, l'avviatore statico va in allarme, quindi arresta il
motore.
Figura 10-4 Circuito ausiliario di allarme
8
1/L1
2/T1
3/L2
4/T2
5/L3
6/T3
9
E
CSH
+10%
220-440 VAC -15%
CSL
+10%
110-210 VAC -15%
CSR
+24V
5
1
DI1
0V
COM1
+24V
RLO1
DI2
COM2
+24V
RLO2
DI3
COM3
+24V
2
6
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscita 24 Vdc
Uscite relè
Uscita analogica
Alimentazione trifase
Terminali motore
Contatto Start/Stop
(Avviamento/Arresto)
S2
Contatto Reset (Ripristino)
S3
Contatto allarme ausiliario
F1
Fusibili a semiconduttore
(opzionali)
COM1, RLO1 Uscita relè A
COM2, RLO2 Uscita relè Run (Marcia)
COM3, RLC3, Uscita relè B
RLO3
COM4, RLC4, Uscita relè C
RLO4
1
2
3
4
5
6
7
8
9
S1
RLC3
DI4
RLO3
+24V
COM4
DI5
RLC4
+24V
RLO4
TH1
TH2
3
PT3
PT5
E
4
AO1
7
0V
08536.A
PT4
Impostazioni dei parametri:

Pr 3A Funzione ingresso A
 Selezionare 'Allarme ingresso (NO)'. Assegna all'ingresso A la funzione Allarme ausiliario (N/O).

Pr 3B Nome ingresso A
 Selezionare un nome, ad esempio Bassa pressione. Assegna un nome all'ingresso A.

Pr 3C Allarme ingresso A
 Impostare come richiesto. Ad esempio, 'Solo in marcia' limita l'Allarme ingresso solo a quando l'avviatore statico è
nella condizione Marcia.

Pr 3E Ritardo allarme ingresso A
 Impostare come richiesto. Imposta un ritardo tra l'attivazione dell'ingresso e l'allarme dell'avviatore statico.

Pr 3D Ritardo iniziale ingresso A
 Impostare su circa 120 secondi. Limiti funzionamento/operazione dell'allarme ingresso a 120 secondi dopo il segnale
di avvio. In questo modo viene lasciato un tempo per l'aumento di pressione nelle tubature prima che si attivi
l'ingresso Bassa pressione.
86
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.5
Freno in corrente continua con sensore esterno di velocità zero
Per carichi soggetti a variazione tra cicli di frenatura, può essere utile utilizzare un sensore di velocità zero esterno per
l'interfacciamento con il Digistart D3 per la disattivazione del freno. Questo metodo di controllo assicura che la frenatura del Digistart
D3 venga sempre disattivata quando il motore ha raggiunto lo stallo, evitando così un riscaldamento inutile del motore.
Lo schema seguente mostra come è possibile utilizzare un sensore di velocità zero con il Digistart D3 e disattivare la funzione freno
a motore arrestato. Il sensore di velocità zero (A2) è spesso detto rivelatore di sottovelocità. Il suo contatto interno è aperto a
velocità zero e chiuso a qualsiasi velocità superiore a zero. Quando il motore si è arrestato, DI4, +24V si apre e l'avviatore viene
disabilitato. Quando viene impartito il successivo comando di avviamento (ossia successiva applicazione di K10), DI4, +24V si
chiude e il Digistart D3 viene abilitato.
Il Digistart D3 deve essere azionato in modalità remota e Pr 3A Funzione ingresso A deve essere impostato su 'Disabilitare
avviatore'.
ATTENZIONE
Se l'impostazione della coppia frenante è troppo elevata, il motore si arresta prima che termini il tempo di frenatura e
viene sottoposto a un riscaldamento inutile che potrebbe danneggiarlo. È necessaria una configurazione accurata per
garantire un funzionamento sicuro dell'avviatore e del motore.
Una impostazione elevata della coppia frenante può provocare picchi di corrente fino all'assorbimento per collegamento
diretto in linea del motore mentre il motore è in fase di arresto. Accertarsi che i fusibili installati nel ramo di circuito del
motore siano appropriati.
L'utilizzo del freno provoca un riscaldamento del motore più veloce di quello calcolato con il modello termico del motore.
Quando si utilizza il freno, installare un termistore motore o lasciare un ritardo di riavvio sufficiente (Pr 6G).
ATTENZIONE
Figura 10-5 Freno in corrente continua con sensore esterno di velocità zero
N
E
F1
A2
E
C SH CSL CSR
DI1 +24V
DI2 +24V
2/T1 4/T2 6/T3
DI3 +24V E
DI4 +24V
K10
K11
K11
08921.D
1/L1 3/L2 5/L3
6
110-210 VAC
220-440 VAC
K10
K10
K10
M3~
1
2
3
DI1, +24V
DI2, +24V
DI3, +24V
DI4, +24V
K11
Tensione del controllo
Terminali motore
Alimentazione trifase
Start (Avviamento)
Stop (Arresto)
Reset (Ripristino)
Ingresso programmabile A (Disabilitare avviatore)
4
5
6
A
B
C
D
E
Disabilitare avviatore (visualizzato sul display dell'avviatore)
Segnale di avvio
Sensore di velocità zero
Spento (Pronto)
Start (Avviamento)
Run (Marcia)
Stop (Arresto)
Velocità zero
Per informazioni dettagliate sulla configurazione del freno a corrente continua, fare riferimento a Freno (a pagina 46).
ATTENZIONE
Quando si utilizza il freno a corrente continua, l'alimentazione di rete deve essere collegata all'avviatore statico
(terminali di ingresso L1, L2, L3) in sequenza di fase positiva e il Pr 5D Sequenza fasi deve essere impostato su Solo
positiva.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
87
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.6
Frenatura graduale
Per applicazioni con carico variabile e/o a inerzia elevata, il Digistart D3 può essere configurato per frenatura graduale.
In questa applicazione il Digistart D3 è utilizzato con contattori di marcia avanti e di frenatura. Quando il Digistart D3 riceve un
segnale di avvio (pulsante S1), chiude il contattore di marcia avanti (K1) e comanda il motore secondo le impostazioni programmate
per il motore primario.
Quando il Digistart D3 riceve un segnale di arresto (pulsante S2), apre il contattore di marcia avanti (K1) e chiude il contattore di
frenatura (K2) dopo un ritardo di circa 2-3 secondi (K1T). K12 viene chiuso anche per attivare le impostazioni del motore
secondario, che devono essere programmate dall'utente per avere le caratteristiche di arresto desiderate.
Quando la velocità del motore si avvicina a zero, il sensore di velocità zero (A2) arresta l'avviatore statico e apre il contattore di
frenatura (K2).
+10%
-15%
110-210 VAC
6
+10%
220-440 VAC -15%
Figura 10-6 Frenatura graduale
1
7
1
2
3
4
5
6
7
A2
F1
K10
K11
3
2
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscite relè
Alimentazione trifase
Terminali motore
Sensore di velocità zero
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
Relè Run (Marcia)
Relè Start (Avviamento)
4
5
K12
K13
K1
K2
K1T
K2T
K3T
S1
S2
S3
Relè Freno
Relè del sensore di velocità zero
Contattore di linea (Marcia)
Contattore di linea (Freno)
Temporizzatore ritardo marcia
Temporizzatore ritardo freno
Temporizzatore ritardo del sensore di velocità zero*
Contatto Start (Avviamento)
Contatto Stop (Arresto)
Contatto Reset (Ripristino)
* Il temporizzatore K3T è necessario solo se il sensore di velocità zero è nella versione che prevede l'esecuzione di un autotest
all'accensione e chiude momentaneamente il relè di uscita.
Impostazioni dei parametri:

Pr 3A Funzione ingresso A (terminali DI4, +24V)
 Selezionare 'Seleziona gruppo motore': assegna all'ingresso A la selezione del gruppo motore.
 Impostare le caratteristiche delle prestazioni di avvio utilizzando il gruppo del motore primario.
 Impostare le caratteristiche delle prestazioni di frenatura utilizzando le impostazioni del motore secondario.

Pr 4G Funzione relè C
 Selezionare 'Allarme': assegna la funzione di allarme all'uscita relè C.
NOTA
88
Se il Digistart D3 va in allarme di frequenza di alimentazione (Pr 16H Frequenza) quando il contattore di frenatura K2 si
apre, modificare le impostazioni della protezione dalla frequenza.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.7
Motore a due velocità
Il Digistart D3 può essere configurato per il controllo dei motori a due velocità di tipo Dahlander, utilizzando un contattore ad alta
velocità (K1), un contattore a bassa velocità (K2) e un contattore a stella (K3).
NOTA
I motori con controllo a modulazione di ampiezza (PAM) modificano la velocità cambiando efficacemente la frequenza
dello statore utilizzando la configurazione degli avvolgimenti esterni. Gli avviatori statici non sono adatti all'utilizzo con
questo tipo di motore a due velocità.
Quando l'avviatore statico riceve un segnale di avvio ad alta velocità, chiude il contattore ad alta velocità (K1) e il contattore a stella
(K3), quindi controlla il motore secondo le impostazioni del motore primario.
Quando l'avviatore statico riceve un segnale di avvio a bassa velocità, chiude il contattore a bassa velocità (K2). Di conseguenza si
chiude l'ingresso A e il Digistart D3 controlla il motore secondo le impostazioni del motore secondario.
Figura 10-7 Motore a due velocità
Tensione del controllo
Ingressi di controllo remoto
Ingresso termistore motore
Ingresso RTD/PT100
Uscite relè
Alimentazione trifase
Terminali motore
Ingresso remoto avvio a bassa
velocità
9
Ingresso remoto avvio a alta velocità
F1
Fusibili a semiconduttore (opzionali)
K10
Relè avvio remoto (bassa velocità)
K11
Relè avvio remoto (alta velocità)
K1
Contattore di linea (alta velocità)
K2
Contattore di linea (bassa velocità)
K3
Contattore a stella (alta velocità)
S1
Contatto Reset (Ripristino)
COM4, RLC4, Uscita relè C
RLO4
1
2
3
4
5
6
7
8
NOTA
I contattori K2 e K3 devono essere interbloccati meccanicamente.
Impostazioni dei parametri:

Pr 3A Funzione ingresso A (terminali DI4, +24V)
 Selezionare 'Seleziona gruppo motore': assegna all'ingresso A la selezione del gruppo motore.
 Impostare le caratteristiche delle prestazioni ad alta velocità utilizzando le impostazioni del motore primario.
 Impostare le caratteristiche delle prestazioni a bassa velocità utilizzando le impostazioni del motore secondario.

Pr 4G Funzione relè C
 Selezionare 'Allarme': assegna la funzione di allarme all'uscita relè C
NOTA
Se il Digistart D3 va in allarme di frequenza di alimentazione (Pr 16H Frequenza) quando viene rimosso il segnale Start
(Avviamento) ad alta velocità (9), modificare le impostazioni della protezione della frequenza.
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
89
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
10.8
Motore a collettore rotante
È possibile utilizzare il Digistart D3 per controllare un motore a collettore rotante, utilizzando la resistenza del rotore.
Figura 10-8 Motore a collettore rotante
1
2
1/L1
2/T1
3
8
3/L2
4/T2
5/L3
6/T3
9
E
220-440VAC +10%
-15%
110-210VAC +10%
-15%
K1
5
1
4
5
6
7
8
9
F1
S1
S2
R1
2
Tensione del controllo
Ingressi di controllo
remoto
Ingresso termistore
motore
Ingresso RTD/PT100
Uscita 24 Vdc
Uscite relè
Uscita analogica
Alimentazione trifase
Motore a induzione
con collettore rotante
Contattore di
commutazione
Fusibili a
semiconduttore
(opzionali)
Contatto Start/Stop
(Avviamento/Arresto)
Contatto Reset
(Ripristino)
Resistenza del rotore
(esterno)
6
3
E
90
7
08539.C
4
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
1. Configurare il Digistart D3 procedendo nel modo seguente:
Impostazioni dei parametri:

Pr 4D Funzione relè B
 Selezionare 'Contattore di commutazione'.

Pr 4E Ritardo su On relè B
 Impostare il parametro al massimo tempo (5 m:00 s).

Pr 13A Rampa dati motore 1
 Selezionare 'Doppia rampa' (per controllo motore a induzione con collettore rotante)

Pr 13D Tempo commutazione
 L'impostazione predefinita è 150 millisecondi. Impostare questo valore appena superiore al tempo di chiusura del polo
(K1) del contattore di commutazione.

Pr 13C Ritardo collettore rotante
 L'impostazione predefinita è 50%. Impostare questo valore in modo che sia abbastanza alto da provocare
un'accelerazione istantanea del motore una volta staccata la resistenza del rotore (R1) e abbastanza basso da evitare
un impulso della corrente del motore.
2. Avviare il motore in condizioni di carico normali e registrare il tempo impiegato per raggiungere una velocità costante con
resistenza del rotore esterno (R1) nel circuito. Arrestare il motore subito dopo il raggiungimento della velocità costante.
Modificare il Pr 4E impostandolo sul valore temporale registrato.
3. Avviare il motore in condizioni di carico normali e monitorare l'andamento della velocità del motore e la corrente motore
quando il contattore di commutazione (K1) interviene per mandare in cortocircuito la resistenza del rotore (R1).
Se il motore non accelera immediatamente dopo la commutazione, aumentare il valore di impostazione del Pr 13C.
Se si verifica un impulso nella corrente motore immediatamente dopo la commutazione, diminuire il valore di impostazione
del Pr 13C.
Velocità
3
1
2
3
4
NOTA
Tempo
R1 Velocità costante
Prima rampa
Seconda rampa
Modalità di marcia (I < 120% FLC)
5
6
7
Pr 4E Ritardo su On relè B
K1 si chiude
Pr 13D Tempo commutazione
Per far funzionare correttamente questa installazione, utilizzare soltanto le impostazioni del motore primario. Utilizzare
soltanto il metodo di avvio a corrente costante (Pr 2A Modalità avvio).
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
91
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
11. Dati tecnici
Alimentazione
Tensione di rete (L1, L2, L3)
D3-14-xxxx ................................................................................................................................... da 200 Vac a 440 Vac (± 10%)
D3-16-xxxx ................................................................................................................................... da 380 Vac a 600 Vac (± 10%)
..................................................... o da 380 Vac a 690 Vac (± 10%) solo con sistema di alimentazione con centro stella a terra
Tensione del controllo (CSH, CSL, CSR) ................................................. da 110 a 210 Vac o da 220 a 440 Vac (+ 10% / -15%), 1 A
Fusibile consigliato ....................................................... 1 A continuo (30 A massimi, 10 A corrente di picco tipica per semiciclo)
Frequenza di rete ...................................................................................................................................................... da 45 Hz a 66 Hz
Tensione di isolamento nominale rispetto a terra .................................................................................................................... 600 Vac
Tensione nominale di tenuta all'impulso ........................................................................................................................................ 4 kV
Denominazione variante ....................................................... Avviatore di motore a semiconduttore con bypass o continuo variante 1
Capacità di cortocircuito
Coordinamento con fusibili a semiconduttore ............................................................................................................................. Tipo 2
Coordinamento con fusibili HRC ................................................................................................................................................... Tipo 1
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0220-B .......................................................................................................... corrente presunta 65 kA
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-1000-B .......................................................................................................... corrente presunta 85 kA
Da D3-1x-0255-N a D3-1x-0930-N ......................................................................................................... corrente presunta 85 kA
Da D3-16-1200-N a D3-16-1600-N ....................................................................................................... corrente presunta 100 kA
Compatibilità elettromagnetica (conforme alle direttive europee 89/336/EEC)
Emissioni EMC ............................................................................................................................................... IEC 60947-4-2 Classe B
Immunità EMC ................................................................................................................................................................. IEC 60947-4-2
Ingressi
Potenza nominale ........................................................................................................................ Attiva in ingresso 24 Vdc, 8 mA circa
Start (Avviamento) (DI1, +24V) ............................................................................................................................ Normalmente aperto
Stop (Arresto) (DI2, +24V) ................................................................................................................................... Normalmente chiuso
Reset (Ripristino) (DI3, +24V) .............................................................................................................................. Normalmente chiuso
Ingressi programmabili
Ingresso A (DI4, +24V) ................................................................................................................................. Normalmente aperto
Ingresso B (DI5, +24V) ................................................................................................................................. Normalmente aperto
Termistore motore (TH1, TH2) ....................................................................................................... Allarme >3.6 k, ripristino <1,6 k
PT100 RTD (PT3, PT4, PT5) ....................................... Accuratezza 0 a 100 °C  0,5 °C, 100 °C a 150 °C 2°C, -20 a 0 °C  2°C
Uscite
Uscite relè .......................................................................................................... 10 A a 250 Vac resistivo, 5 A a 250 Vac AC15 pf 0,3
Relè marcia (COM2, RLO2) ................................................................................................................................. Normalmente aperto
Uscite programmabili
Relè A (COM1, RLO1) ................................................................................................................................. Normalmente aperto
Relè B (COM3, RLC3, RLO3) ...................................................................................................................................... di scambio
Relè C (COM4, RLC4, RLO4) ...................................................................................................................................... di scambio
Uscita analogica (AO1, 0V) ............................................................................................................ 0-20 mA o 4-20 mA (selezionabile)
Carico massimo ..................................................................................................................................... 600  (12 Vdc a 20 mA)
Accuratezza ............................................................................................................................................................................ ± 5%
Uscita 24 Vdc (+24V, 0V)
Carico massimo .................................................................................................................................................................. 200 mA
Accuratezza ......................................................................................................................................................................... ± 10%
Condizioni ambientali
Protezione
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B ......................................................................................................................................... IP20
Da D3-1x-0145-B a D3-1x-1000-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N .............................................................................. IP00
Tastiera (se installato con kit di montaggio remoto) ............................................................................................ IP65 & NEMA12
Temperatura di funzionamento ............................................................................. da -10 °C a 60 °C, con declassamento oltre i 40 °C*
Temperatura di stoccaggio ...................................................................................................................................... da -25 °C a +60 °C
Altitudine di funzionamento .......................................................................................... 0 - 1000 m, oltre i 1000 m con declassamento
Umidità ............................................................................................................................................................................. da 5% a 95%
Grado di inquinamento ................................................................................................................................... Grado di inquinamento 3
Vibrazioni
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-1000-B ......................................................................................................................... IEC 60068-2-6
* Rivolgersi al fornitore locale per avere assistenza.
92
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Dissipazione del calore
All'avvio ..................................................................................................................................................................... 4,5 Watt / ampere
Durante la marcia
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0053-B ........................................................................................................................ ≤ 39 Watt circa
Da D3-1x-0076-B a D3-1x-0105-B ........................................................................................................................ ≤ 51 Watt circa
Da D3-1x-0145-B a D3-1x-0220-B ...................................................................................................................... ≤ 120 Watt circa
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-0500-B ...................................................................................................................... ≤ 140 Watt circa
Da D3-1x-0700-B a D3-1x-1000-B ...................................................................................................................... ≤ 357 Watt circa
Da D3-1x-0255-N a D3-1x-0930-N ...................................................................................................... circa 4,5 Watt per ampere
Da D3-16-1200-N a D3-16-1600-N ...................................................................................................... circa 4,5 Watt per ampere
Rumorosità della ventola
Da D3-1x-0076-B a D3-1x-0220-B (escluso D3-1x-0170-B) ......................................................................................................... 32 db
Da D3-1x-0255-B a D3-1x-1000-B ................................................................................................................................................. 49 db
Da D3-1x-0255-N a D3-1x-0430-N ................................................................................................................................................ 49 db
Da D3-1x-0650-N a D3-1x-0930-N ................................................................................................................................................ 56 db
Da D3-16-1200-N a D3-16-1600-N ................................................................................................................................................ 58 db
Certificazione
CE
............................................................................................................................................................................... IEC 60947-4-2
C ................................................................................................................................................................................. IEC 60947-4-2
RoHS ....................................................................................... Conforme alle norme RoHS secondo la direttiva europea 2002/95/EC
UL / C-UL ................................................................................................................................................................................. UL 508*
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0425-B, da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N ........................................................................ UL Listed
Da D3-1x-0500-B a D3-1x-1000-B ........................................................................................................................ UL Recognised
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B ............................................................................................ IP20 & NEMA1, UL Indoor Type 1
Da D3-1x-0145-B a D3-16-1600-N ................................................................................................... IP00, UL Indoor Open Type
...................................................................................................................................... IP20, se dotato di kit salvadito opzionale
* Per la certificazione UL, a seconda dei modelli potrebbero valere dei requisiti aggiuntivi. Per ulteriori informazioni fare riferimento a
Installazione conforme alle norme UL a pagina 94.
Vita operativa (contatti con bypass interno)
Da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B .................................................................................................................... 1.000.000 di operazioni
Da D3-1x-0145-B a D3-1x-1000-B ....................................................................................................................... 100.000 di operazioni
Modelli da D3-1x-0220-B a D3-1x-1000-B: Dopo il numero di operazioni specificato, controllare l'usura dei contatti sui
contattori con bypass interno. Potrebbero essere necessari interventi di manutenzione periodici.
AVVERTENZA
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
93
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
11.1
Installazione conforme alle norme UL
Questa sezione fornisce informazioni dettagliate sui requisiti aggiuntivi e le impostazioni di configurazione per gli avviatori statici
Digistart D3 che devono essere conformi alle norme UL. Fare riferimento anche a Scelta dei fusibili UL e valori nominali di
cortocircuito a pagina 34.
11.1.1 Modelli da D3-1x-0023-B a D3-1x-0105-B
Nessun requisito aggiuntivo per questi modelli.
11.1.2 Modelli da D3-1x-0145-B a D3-1x-0220-B


Da utilizzare con il kit salvadito applicabile.
Utilizzare il kit terminale/connettore a pressione raccomandato. Per ulteriori informazioni fare riferimento a Parti
terminale/connettore di seguito.
11.1.3 Modelli da D3-1x-0255-B a D3-1x-0425-B


Da utilizzare con il kit salvadito applicabile.
Utilizzare il kit terminale/connettore a pressione raccomandato. Per ulteriori informazioni fare riferimento a Parti
terminale/connettore di seguito.
11.1.4 Modello D3-1x-0255-N

Utilizzare il kit terminale/connettore a pressione raccomandato. Per ulteriori informazioni fare riferimento a Parti
terminale/connettore di seguito.
11.1.5 Modelli da D3-1x-0360-N a D3-16-1600-N


Configurare le barre di distribuzione per i terminali di linea/carico alle estremità opposte dell'avviatore statico (ovvero
Ingressi in alto, Uscite in basso o Uscite in alto, Ingressi in basso).
Utilizzare il kit terminale/connettore a pressione raccomandato. Per ulteriori informazioni fare riferimento a Parti
terminale/connettore di seguito.
11.1.6 Modelli da D3-1x-0500-B a D3-1x-1000-B

Da utilizzare con il kit salvadito applicabile.
Questi modelli sono componenti omologati UL. Potrebbero essere necessarie barre di distribuzione per inserimento cavi separate
all'interno dell'armadio elettrico quando si esegue la terminazione di cavi dimensionati secondo le norme del National Wiring Code
(NEC).
11.1.7 Parti terminale/connettore
Per i modelli da D3-1x-0145-B a D3-1x-0425-B e da D3-1x-0255-N a D3-16-1600-N conformi UL, è necessario utilizzare il kit
terminale/connettore a pressione raccomandato come riportato nella tabella seguente.
Tabella 11-1 Installazione conforme alle norme UL - Parti terminale/connettore
Modelli
FLC (A)
N. di fili
Codice articolo dei capicorda raccomandati
D3-1x-0145-B
D3-1x-0170-B
D3-1x-0200-B
D3-1x-0220-B
D3-1x-0255-B
D3-1x-0350-B
D3-1x-0425-B
145
170
200
220
255
350
425
1
1
1
1
1
1
2
OPHD 95-16
OPHD 120-16
OPHD 150-16
OPHD 185-16
OPHD 240-20
OPHD 400-16
OPHD 185-16
D3-1x-0255-N
D3-1x-0360-N
D3-1x-0430-N
D3-1x-0650-N
D3-1x-0790-N
D3-1x-0930-N
D3-16-1200-N
D3-16-1410-N
255
360
430
650
790
930
1200
1410
1
OPHD 240-20
2
1 x 600T-2
4
3
2 x 600T-2
2 x 600T-2
4
1 x 750T-4
D3-16-1600-N
1600
5
1 x 750T-4
1 x 600T-3
94
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
12. Manutenzione
NOTA

L'utente non può effettuare la manutenzione dell'avviatore statico Digistart D3. La manutenzione dell'unità può essere
effettuata solo da personale autorizzato. Manomissioni non autorizzate dell'unità renderanno nulla la garanzia del
prodotto.
Prima di eseguire qualsiasi lavoro, scollegare e bloccare l'alimentatore degli avviatori e attendere due minuti per
assicurarsi che i condensatori siano scarichi.

Quando l'avviatore va in allarme, possono rimanere tensioni residue potenzialmente fatali sui terminali di uscita e
all'interno dell'avviatore.

Durante le operazioni di manutenzione eseguite con l'avviatore in funzione, l'operatore deve stare su una superficie
isolata non collegata a terra.

Quando si lavora sul motore o sui relativi cavi ci alimentazione, accertarsi che l'alimentazione del relativo avviatore sia
stata tolta e bloccata.

Durante le prove occorre mantenere al loro posto le coperture di protezione.
Ci sono pochissime operazioni di manutenzione o di riparazione che possono essere eseguite dall'utente sugli avviatori statici
Digistart D3. Normali operazioni di assistenza e semplici metodi per verificare se l'avviatore funziona correttamente sono descritti di
seguito.
12.1
Cura
Di solito i circuiti stampati e i componenti interni non richiedono alcuna manutenzione. Rivolgersi al fornitore locale o alla società di
assistenza approvata più vicina in caso di problemi.
Non smontare i circuiti stampati quando l'avviatore è ancora in garanzia. Manomissioni non autorizzate dell'unità
renderanno nulla la garanzia del prodotto.
ATTENZIONE
Non toccare i circuiti integrati o il microprocessore con le dita o con materiali carichi elettrostaticamente o sotto tensione. Collegarsi
a terra e collegare a terra il banco di lavoro e il saldatore per eseguire qualunque lavoro sui circuiti.
Di tanto in tanto controllare che i circuiti di potenza siano stretti correttamente.
12.2
Misura della corrente del motore
La corrente assorbita dal motore e la corrente in ingresso all'avviatore possono essere misurate con buona approssimazione
utilizzando un amperometro convenzionale a bobina mobile.
12.3
Misura della potenza in ingresso e uscita
È possibile misurare la potenza in ingresso e in uscita utilizzando uno strumento elettrodinamico.
12.4
Sostituzione del prodotto
È necessario restituire i prodotti nell'imballaggio originale o, se non è possibile, in un imballaggio simile, per evitare che
siano danneggiati. Altrimenti, la sostituzione sotto garanzia potrebbe essere rifiutata.
ATTENZIONE
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
95
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
13. Opzioni
Tabella 13-1 opzioni del Digistart D3
Nome opzione
Digistart D3 - Salvadito
08317.B
Moduli di comunicazione Fieldbus
Il Digistart-Soft può essere utilizzato con avviatori statici di
LEROY-SOMER per fornire le seguenti funzioni per reti con
fino a 99 avviatori statici:

Controllo operativo (Start [Avviamento], Stop
[Arresto], Reset, Quick Stop [Arresto rapido])

Monitoraggio dello stato dell'avviatore (Ready
[Pronto], Starting [In avvio], Running [In marcia],
Stopping [In arresto], Tripped [In allarme])

Monitoraggio delle prestazioni (Corrente del
motore, temperatura del motore)
Per utilizzare Digistart-Soft con Digistart D3, è necessario che
l'avviatore statico sia dotato del modulo Modbus o USB.
Per la sicurezza personale può essere richiesto l'uso di
salvadito. I salvadito sono inseriti sui terminali dell'avviatore
statico per impedire il contatto accidentale con i terminali
sotto tensione. I salvadito forniscono una protezione IP20 se
installati correttamente.
NOTA
Digistart D3 - Espansione
ingressi/uscite
Immagine
Per i modelli da D3-1x-0145-B a D3-1x-0425-B
conformi UL sono necessari i salvadito. Per
ulteriori informazioni fare riferimento a
Installazione conforme alle norme UL a pagina
94.
La scheda di espansione Ingressi/uscite fornisce i seguenti
ingressi e uscite aggiuntivi:

2 x ingressi digitali

3 x uscita relè

1 x ingresso analogico

1 x uscita analogica
08318.A
Digistart-Soft
Funzione
08447.A
Digistart - Interfaccia DeviceNet
Digistart - Interfaccia Ethernet IP
Digistart - Interfaccia Modbus
Digistart - Interfaccia Modbus
TCP
Digistart - Interfaccia Profibus
Digistart - Interfaccia Profinet
Digistart - Interfaccia USB
Digistart D3 - Scheda
La scheda di protezione RTD/PT100 e di protezione dai
RTD/PT100 e Guasto verso terra guasti verso terra fornisce i seguenti ingressi aggiuntivi:

6 x PT100 ingressi RTD

1 x ingresso con guasto verso terra
Per utilizzare la protezione dai guasti verso terra a 1000:1, 5
VA è anche necessario un trasformatore di corrente.
Digistart D3 - Kit di montaggio
Permette il montaggio remoto della tastiera fino alla distanza
della tastiera
di 3 m dall'avviatore statico.
Distinta di imballo: 1 cavo, 1 guarnizione, 4 viti M3, 4 rondelle
piane M3, 4 rondelle elastiche M3, 4 dadi M3, 2 viti di
pressione, 1 libretto d'istruzioni.
96
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
97
Informazioni
Dati di Installazione Installazione Tastiera Messa in Funzionamento Programmazione Diagnostica Esempi di
Dati Manutenzione Opzioni
sulla
potenza meccanica
elettrica
e stato funzione
applicazione tecnici
sicurezza nominale
con avvio
rapido
98
Guida dell’utente Digistart D3
Edizione: F
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement