- Segshop

- Segshop
Toona
series 4
series 5
series 7
Swing gate opener
EN - Instructions and warnings for installation and use
IT - Istruzioni ed avvertenze per l’installazione e l’uso
FR - Instructions et avertissements pour l’installation et l’utilisation
ES - Instrucciones y advertencias para la instalación y el uso
DE - Installierungs-und Gebrauchsanleitungen und Hinweise
PL - Instrukcje i ostrzeżenia do instalacji i użytkowania
NL - Aanwijzingen en aanbevelingen voor installatie en gebruik
2
DESCRIZIONE DEL PRODOTTO E
DESTINAZIONE D’USO
Il presente prodotto è destinato ad essere utilizzato per automatizzare cancelli
o portoni ad ante battenti, sia per uso residenziale sia industriale. ATTENZIONE! – Qualsiasi altro uso diverso da quello descritto e in condizioni ambientali diverse da quelle riportate in questo manuale è da considerarsi
improprio e vietato!
Il prodotto è un motoriduttore elettromeccanico, provvisto di un motore in corrente continua a 24 V o in corrente alternata a 230 V (secondo il modello scelto) e di un riduttore con vite senza fine.
Il motoriduttore viene alimentato dalla Centrale di comando esterna a cui deve
essere collegato.
In caso d’interruzione dell’energia elettrica (black-out), è possibile muovere ‘a
mano’ le ante del cancello sbloccando manualmente il motoriduttore.
La fig. 1 mostra tutti i componenti presenti nella confezione (secondo il modello scelto):
[a] - motoriduttore elettromeccanico
[b] - staffa anteriore (per fissaggio del motoriduttore all’anta del cancello)
[c] - staffa posteriore e piastra (per fissaggio del motoriduttore al muro)
[d] - minuteria metallica (viti, rondelle, ecc.)
[e] - chiavi per lo sblocco manuale del motoriduttore
1
AVVERTENZE E PRECAUZIONI GENERALI
PER LA SICUREZZA
3
INSTALLAZIONE
Avvertenze per la sicurezza
3.1 - Verifiche preliminari all’installazione
• ATTENZIONE! – Il presente manuale contiene importanti istruzioni e
avvertenze per la sicurezza delle persone. Un’installazione errata può
causare gravi ferite. Prima di iniziare il lavoro è necessario leggere attentamente tutte le parti del manuale. In caso di dubbi, sospendere l’installazione
e richiedere chiarimenti al Servizio Assistenza Nice.
Prima di procedere all’installazione, è necessario verificare l’integrità dei componenti del prodotto, l’adeguatezza del modello scelto e l’idoneità dell’ambiente destinato all’installazione.
IMPORTANTE – Il motoriduttore non può automatizzare un cancello manuale che non abbia una struttura meccanica efficiente e sicura. Inoltre,
non può risolvere i difetti causati da una sbagliata installazione o da una
cattiva manutenzione del cancello stesso.
• ATTENZIONE! – Secondo la più recente legislazione europea, la realizzazione di una porta o di un cancello automatico deve rispettare le norme previste dalla Direttiva 98/37/CE (Direttiva Macchine) e in particolare, le norme EN 12445; EN 12453; EN 12635 e EN 13241-1, che consentono di dichiarare la presunta conformità dell’automazione. In considerazione di ciò, tutte le operazioni di installazione, di collegamento, di
collaudo e di manutenzione del prodotto devono essere effettuate
esclusivamente da un tecnico qualificato e competente!
• ATTENZIONE! – Istruzioni importanti: conservare questo manuale per
eventuali interventi futuri di manutenzione e di smaltimento del prodotto.
Avvertenze per l’installazione
• Prima di iniziare l’installazione verificare se il presente prodotto è adatto ad
automatizzare il vostro cancello o portone (vedere capitolo 3 e le “Caratteristiche tecniche del prodotto”). Se non è adatto, NON procedere all’istallazione.
• Prevedere nella rete di alimentazione dell'impianto un dispositivo di disconnessione con una distanza di apertura dei contatti che consenta la disconnessione
completa nelle condizioni dettate dalla categoria di sovratensione III.
• Tutte le operazioni di installazione e di manutenzione devono avvenire
con l’automazione scollegata dall’alimentazione elettrica. Se il dispositivo di sconnessione dell’alimentazione non è visibile dal luogo dove è posizionato l’automatismo, prima di iniziare il lavoro è necessario attaccare sul
dispositivo di sconnessione un cartello con la scritta “ATTENZIONE! MANUTENZIONE IN CORSO”.
• Durante l’installazione maneggiare con cura l’automatismo evitando schiacciamenti, urti, cadute o contatto con liquidi di qualsiasi natura. Non mettere il
prodotto vicino a fonti di calore, né esporlo a fiamme libere. Tutte queste
azioni possono danneggiarlo ed essere causa di malfunzionamenti o situazioni di pericolo. Se questo accade, sospendere immediatamente l’installazione
e rivolgersi al Servizio Assistenza Nice.
• Non eseguire modifiche su nessuna parte del prodotto. Operazioni non permesse possono causare solo malfunzionamenti. Il costruttore declina ogni
responsabilità per danni derivanti da modifiche arbitrarie al prodotto.
• Se il cancello o il portone da automatizzare è dotato di una porta pedonale
occorre predisporre l’impianto con un sistema di controllo che inibisca il funzionamento del motore quando la porta pedonale è aperta.
• Verificare che non vi siano punti d’intrappolamento verso parti fisse quando
l’anta del cancello si trova nella posizione di massima Apertura; eventualmente proteggere tali parti.
• La pulsantiera di comando a parete deve essere posizionata in vista dell’automazione, lontano dalle sue parti in movimento, ad un’altezza minima di 1,5
m da terra e non accessibile al pubblico.
• Il materiale dell’imballo del prodotto deve essere smaltito nel pieno rispetto
della normativa locale.
3.2 - Idoneità del cancello da automatizzare e dell’ambiente
circostante
• Verificare che la struttura meccanica del cancello sia adatta ad essere automatizzata e conforme alle norme vigenti sul territorio (eventualmente fare riferimanto ai dati riportati sull’etichetta del cancello).
• Muovendo manualmente l’anta del cancello in Apertura e in Chiusura, verificare che il movimento avvenga con attrito uguale e costante in ogni punto della corsa (non devono esserci momenti di maggiore sforzo).
• Verificare che l’anta del cancello resti in equilibrio, cioè che non si muova se
portata manualmente in una qualsiasi posizione e lasciata ferma.
• Verificare che lo spazio intorno al motoriduttore consenta di sbloccare
manualmente le ante del cancello, in modo facile e sicuro.
• Verificare che le superfici scelte per l’installazione del prodotto siano solide e
possano garantire un fissaggio stabile.
• Verificare che la zona di fissaggio del motoriduttore sia compatibile con l’ingombro di quest’ultimo, vedere fig. 2: il corretto movimento di Apertura del
cancello e la forza che il motore esercita per eseguirlo, dipendono dalla posizione nel quale viene fissata la staffa di fissaggio posteriore. Quindi, prima di procedere all’installazione è necessario fare riferimento al grafico 2 per definire
l’angolo di Apertura massima dell’anta e la forza del motore, adatta al proprio
impianto.
3.3 - Limiti d’impiego del prodotto
Prima di eseguire l’installazione del prodotto, verificare che l’anta del cancello
abbia dimensioni e peso rientranti nei limiti riportati nel grafico 1.
3.4 - Lavori di predisposizione all’installazione
La fig. 3 mostra un esempio di impianto di automatizzazione realizzato con
componenti Nice. Questi componenti sono posizionati secondo uno schema
tipico ed usuale.
Facendo riferimento alla fig. 3, stabilire la posizione approssimativa in cui verrà installato ciascun componente previsto nell’impianto e, lo schema di collegamento più appropriato.
Componenti utili per realizzare un impianto completo (fig. 3):
1 - Motoriduttori elettromeccanici
2 - Coppia di fotocellule
3 - Coppia di fermi di arresto (in Apertura)
4 - Colonne per fotocellule
5 - Segnalatore lampeggiante con antenna incorporata
6 - Selettore a chiave o tastiera digitale
Italiano – 1
IT
ITALIANO
7 - Elettroserratura verticale (solo per modelli reversibili)
8 - Centrale di comando
mettere un minimo gioco tra le parti.
IT
3.5 - Installazione delle staffe di fissaggio e del motoriduttore
3.5.1 – Installazione della staffa di fissaggio posteriore
Calcolare la posizione della staffa posteriore utilizzando il grafico 2.
Questo grafico serve per determinare le quote A e B e il valore dell’angolo di
apertura massima dell’anta. Importante – I valori di A e B devono essere
simili tra loro per consentire un movimento lineare dell’automazione.
01. Misurare sulla parete di fissaggio il valore della quota C (fig. 4);
02. Sul grafico 2, individuare la quota C trovata e, tracciare una linea orizzontale, che determina il valore della quota B(*), come mostrato nell’esempio di fig. 5; il punto d’incrocio con la linea “r.i.l.” (linea d’installazione consigliata) determina il valore dell’angolo di apertura massima. Da
questo punto, tracciare una linea verticale come mostrato nell’esempio
di fig. 5 per determinare il valore della quota A.
Se l’angolo trovato non corrisponde alle proprie esigenze, occorre adeguare
la quota A ed eventualmente la quota B, in modo che siano simili tra loro.
(*) Si consiglia di non utilizzare valori della quota B al di sotto della
linea “t” (vedere Grafico 2).
03. La staffa, prima di essere fissata al muro deve essere saldata all’apposita
piastra di fissaggio (fig. 7); se occorre la staffa può essere tagliata adeguando di conseguenza i valori delle quote A e B.
Nota – La staffa in dotazione per il motoriduttore Toona serie 4-5, misura
150 mm di lunghezza; nel caso di applicazioni particolari oppure nel caso
di un cancello dotato di apertura verso l’esterno (fig. 6) è possibile utilizzare la staffa mod. PLA6 (accessorio).
ATTENZIONE! – Prima di fissare la staffa posteriore, verificare che la
zona di fissaggio della staffa anteriore capiti in una zona solida dell’anta, in quanto questa staffa dovrà essere fissata ad una altezza
diversa dalla staffa posteriore (fig. 8).
04. A questo punto, fissare la staffa utilizzando tasselli, viti e rondelle opportune (non in dotazione).
3.5.2 – Installazione della staffa di fissaggio anteriore
La staffa anteriore deve essere fissata all’anta del cancello rispettando i valori
delle quote D ed E (fig. 4).
Nota – La staffa in dotazione per il motoriduttore Toona serie 4-5, deve essere
saldata direttamente sull’anta del cancello. Se questo non è possibile, utilizzare
la staffa mod. PLA8 (accessorio).
01. Determinare il valore della quota E utilizzando la Tabella 1;
02. Stabilire l’altezza in cui posizionare la staffa anteriore, facendo riferimento alla
fig. 8;
03. Quindi, fissare la staffa alla parte solida dell’anta del cancello.
3.5.3 – Installazione del motoriduttore sulle staffe di fissaggio
• Installare il motoriduttore sulla staffa posteriore:
01. Fissare il motoriduttore alla staffa come mostrato in fig. 9 utilizzando la
vite, la rondella e il dado in dotazione;
02. Avvitare completamente il dado e poi svitarlo di circa 1/10 di giro per per-
• Installare il motoriduttore sulla staffa anteriore:
01. Fissare il motoriduttore alla staffa come mostrato in fig. 10 utilizzando la
vite e la rondella in dotazione;
02. Avvitare la vite completamente;
03. Fissare permanentemente, vicino al motoriduttore, l’etichetta presente
nella confezione, riguardante le operazioni di sblocco e blocco manuale del
motoriduttore.
3.6 - Regolazione del finecorsa meccanico
Il finecorsa meccanico, permette di regolare la posizione di arresto dell’anta del
cancello; in questo modo, non è necessario utilizzare i fermi d’arresto e si evita
che l’anta alla fine della manovra sbatta su quest’ultimi.
• Toona serie 4-5 (24 V)
ATTENZIONE – Nel caso di applicazioni con un cancello dotato di apertura verso l’esterno (fig. 6) è necessario invertire i fili di alimentazione.
Regolare il finecorsa in Apertura del motoriduttore nel modo seguente:
01. Sbloccare il motoriduttore come mostrato nella fig. 16;
02. Allentare la vite del fermo meccanico;
03. Portare manualmente l’anta del cancello nella posizione desiderata in
Apertura;
04. Quindi, portare il fermo meccanico in battuta del perno e bloccare la vite
(fig. 11);
05. Portare manualmente l’anta nella posizione di Chiusura e bloccare il
motoriduttore.
Nota – I motoriduttori mod. TO4006 e mod. TO5016, sono forniti di finecorsa meccanico anche per la manovra di Chiusura. Se si possiede uno di questi modelli, per regolare il finecorsa meccanico è necessario ripetere la procedura
sopra descritta, con una variazione al punto 03: in questo caso, occorre portare
manualmente l’anta del cancello nella posizione desiderata in Chiusura.
• Toona serie 4-5 (230 V)
I motoriduttori Toona serie 4-5 predisposti per corrente alternata a 230 V, sono
dotati di fermo meccanico con microinterruttore che, al contatto con il perno
interrompe l’alimentazione elettrica. ATTENZIONE – Nel caso di applicazioni con un cancello dotato di apertura verso l’esterno (fig. 6) è necessario
invertire i fili di alimentazione.
• Toona serie 7
Regolare il finecorsa in Apertura e in Chiusura del motoriduttore:
01. Sbloccare il motoriduttore come mostrato nella fig. 16;
02. Muovere manualmente l’anta fino a quando la vite del fermo meccanico
risulta visibile e, allentare la vite stessa;
03. Portare manualmente l’anta nella posizione desiderata in Apertura;
04. Quindi, portare il fermo meccanico in battuta del perno e bloccare la vite
(fig. 12);
05. A questo punto, ripetere questa procedura portando manualmente l’anta
nella posizione di massima Chiusura, per regolare il finecorsa in Chiusura;
06. Infine, bloccare il motoriduttore.
TABELLA 1
Toona 4
D (mm):
A (mm)
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
260
270
280
2 – Italiano
Toona 5
Toona 7
TO4005
TO4006
TO4015
TO4605
TO4024
TO5015
TO5016
TO5605
TO5024
TO5024I
TO7024
730
695
730
730
730
880
845
880
880
880
1070
630
595
630
630
630
780
745
780
780
780
620
585
620
620
620
770
735
770
770
770
610
575
610
610
610
760
725
760
760
760
600
565
600
600
600
750
715
750
750
750
590
555
590
590
590
740
705
740
740
740
580
545
580
580
580
730
695
730
730
730
570
535
570
570
570
720
685
720
720
720
560
525
560
560
560
710
675
710
710
710
550
515
550
550
550
700
665
700
700
700
890
540
505
540
540
540
690
655
690
690
690
880
530
495
530
530
530
680
645
680
680
680
870
520
485
530
530
530
670
635
670
670
670
860
660
625
660
660
660
850
650
615
650
650
650
840
640
605
640
640
640
830
630
595
630
630
630
820
620
585
620
620
620
810
610
575
610
610
610
800
600
565
600
600
600
790
E (mm)
E (mm)
E (mm)
COLLEGAMENTI ELETTRICI
ATTENZIONE!
– Un collegamento errato può provocare guasti o situazioni di pericolo;
quindi, rispettare scrupolosamente i collegamenti indicati.
– Eseguire le operazioni di collegamento con l’alimentazione elettrica
scollegata.
Per collegare il motoriduttore alla Centrale di comando, procedere nel modo
seguente:
01. Togliere il coperchio al motoriduttore come mostrato in fig. 13;
02. Allentare il passacavo del motoriduttore e inserire nel suo foro i cavi di collegamento (fig. 14);
03. Collegare i vari fili e il cavo della presa a terra, esattamente come mostrato
nello schema elettrico di fig. 15;
04. Rimettere il coperchio al motoriduttore.
Per eseguire le verifiche dei collegamenti, del senso di rotazione del motore,
dello sfasamento del movimento delle ante e della regolazione del finecorsa,
fare riferimento al manuale istruzioni della Centrale di comando.
IMPORTANTE – In presenza di un cancello configurato con apertura verso
l’esterno è necessario invertire i fili di alimentazione rispetto all’installazione
standard.
5
COLLAUDO DELL’AUTOMAZIONE
Questa è la fase più importante nella realizzazione dell'automazione al fine di
garantire la massima sicurezza. Il collaudo può essere usato anche come verifica periodica dei dispositivi che compongono l'automatismo.
Il collaudo dell'intero impianto deve essere eseguito da personale esperto e qualificato che deve farsi carico delle prove richieste, in funzione del
rischio presente e di verificare il rispetto di quanto previsto da leggi, normative e
regolamenti, ed in particolare tutti i requisiti della norma EN12445 che stabilisce
i metodi di prova per la verifica degli automatismi per cancelli.
Collaudo
Ogni singolo componente dell'automatismo, ad esempio bordi sensibili, fotocellule, arresto di emergenza, ecc. richiede una specifica fase di collaudo; per
questi dispositivi si dovranno eseguire le procedure riportate nei rispettivi
manuali istruzioni. Per il collaudo del motoriduttore eseguire le seguenti operazioni:
01. Verificare che sia stato rispettato rigorosamente tutto quanto previsto nel
presente manuale ed in particolare nel capitolo 1;
02. Sbloccare il motoriduttore come mostrato nella fig. 16;
03. Verificare che sia possibile muovere manualmente l'anta in apertura e in
chiusura con una forza non superiore a 390 N (circa 40 kg);
04. Bloccare il motoriduttore e collegare l’alimentazione elettrica;
05. Utilizzando i dispositivi di comando o arresto previsti (selettore a chiave,
pulsanti di comando o trasmettitori radio), effettuare delle prove di apertura, chiusura ed arresto del cancello e verificare che il comportamento corrisponda a quanto previsto;
06. Verificare uno ad uno il corretto funzionamento di tutti i dispositivi di sicurezza presenti nell'impianto (fotocellule, bordi sensibili, arresto di emergenza, ecc.); e, verificare che il comportamento del cancello corrisponda a
quanto previsto;
07. Comandare una manovra di chiusura e verificare la forza dell’impatto dell’anta contro la battuta del finecorsa meccanico. Se necessario, provare a
scaricare la pressione, trovando una regolazione che dia risultati migliori;
08. Se le situazioni pericolose provocate dal movimento dell'anta sono state
salvaguardate mediante la limitazione della forza d'impatto si deve eseguire la misura della forza secondo quanto previsto dalla norma EN 12445;
Nota – Il motoriduttore è sprovvisto di dispositivi di regolazione di coppia, quindi, tale regolazione è affidata alla Centrale di comando.
6
MANUTENZIONE DEL PRODOTTO
Per mantenere costante il livello di sicurezza e per garantire la massima durata
dell'intera automazione è necessaria una manutenzione regolare.
La manutenzione deve essere effettuata nel pieno rispetto delle prescrizioni sulla sicurezza del presente manuale e secondo quanto previsto dalle leggi e normative vigenti. Per il motoriduttore è necessaria una manutenzione programmata al massimo entro 6 mesi.
Operazioni di manutenzione:
01. Scollegare qualsiasi sorgente di alimentazione elettrica.
02. Verificare lo stato di deterioramento di tutti i materiali che compongono
l'automazione con particolare attenzione a fenomeni di erosione o di ossidazione delle parti strutturali; sostituire le parti che non forniscono sufficienti garanzie.
03. Verificare che i collegamenti a vite siano stretti adeguatamente.
04. Verificare che la chiocciola e la vite senza fine siano ingrassate adeguatamente.
05. Verificare lo stato di usura delle parti in movimento ed eventualmente sostituire le parti usurate.
06. Ricollegare le sorgenti di alimentazione elettrica ed eseguire tutte le prove
e le verifiche previste nel capitolo 5.
Per gli altri dispositivi presenti nell’impianto fare riferimento ai propri manuali
d’istruzioni.
SMALTIMENTO DEL PRODOTTO
Questo prodotto è parte integrante dell'automazione, e dunque, deve
essere smaltito insieme con essa.
Come per le operazioni d'installazione, anche al termine della vita di questo
prodotto, le operazioni di smantellamento devono essere eseguite da personale qualificato.
Questo prodotto è costituito da vari tipi di materiali: alcuni possono essere riciclati, altri devono essere smaltiti. Informatevi sui sistemi di riciclaggio o smaltimento previsti dai regolamenti vigenti sul vostro territorio, per questa categoria
di prodotto.
Attenzione! – alcune parti del prodotto possono contenere sostanze inquinanti o pericolose che, se disperse nell’ambiente, potrebbero provocare effetti dannosi sull'ambiente stesso e sulla salute umana.
Come indicato dal simbolo a lato, è vietato gettare questo prodotto nei rifiuti domestici. Eseguire quindi la “raccolta separata”
per lo smaltimento, secondo i metodi previsti dai regolamenti
vigenti sul vostro territorio, oppure riconsegnare il prodotto al
venditore nel momento dell'acquisto di un nuovo prodotto
equivalente.
Attenzione! – i regolamenti vigenti a livello locale possono prevedere pesanti
sanzioni in caso di smaltimento abusivo di questo prodotto.
Messa in servizio
La messa in servizio può avvenire solo dopo aver eseguito con esito positivo
tutte le fasi di collaudo del motoriduttore e degli altri dispositivi presenti. Per
eseguire la messa in servizio fare riferimento al manuale istruzioni della Centrale di comando.
IMPORTANTE – È vietata la messa in servizio parziale o in situazioni
“provvisorie”.
Italiano – 3
IT
4
CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PRODOTTO
IT
AVVERTENZE: • Tutte le caratteristiche tecniche riportate, sono riferite ad una temperatura ambientale di 20°C (± 5°C). • Nice S.p.a. si riserva il diritto di apportare modifiche al prodotto in qualsiasi momento lo riterrà necessario, mantenendone comunque la stessa funzionalità e destinazione d’uso.
Toona serie 4
TO4005
TO4006
TO4015
TO4605
motoriduttore elettromeccanico per cancelli o portoni ad ante battenti
Tipologia
Alimentazione
TO4024
230 Vac 50 Hz
230 Vac 50 Hz
230 Vac 50 Hz
230 Vac 50 Hz
24 Vdc
Assorbimento massimo
1,5 A
1,5 A
1,5 A
1,3 A
5A
Assorbimento nominale
1A
1A
1A
0,9 A
2A
Potenza massima assorbita
340 W
340 W
340 W
300 W
120 W
Potenza nominale assorbita
48 W
180 W
180 W
180 W
160 W
Condensatore incorporato
7 µF
7 µF
7 µF
7 µF
-
Grado di protezione
IP 44
IP 44
IP 44
IP 44
IP 44
Corsa
385 mm
350 mm
385 mm
385 mm
385 mm
Velocità a vuoto
0,016 m/s
0,016 m/s
0,013 m/s
0,016 m/s
0,016 m/s
Velocità a carico
0,012 m/s
0,012 m/s
0,010 m/s
0,012 m/s
0,012 m/s
Forza massima
1800 N
1800 N
1800 N
1800 N
1800 N
Spinta nominale
600 N
600 N
600 N
600 N
600 N
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
Temperatura di funzionamento
Termoprotezione
140 °C
140 °C
140 °C
140 °C
-
Cicli h alla forza nominale
58
58
54
50
95
Durabilità
stimata tra circa 80.000 e 250.000 cicli di manovre, secondo le condizioni riportate nella Tabella 2
Classe di isolamento
Dimensioni (mm)
F
F
F
F
F
820 x 115 x 105 h
820 x 115 x 105 h
820 x 115 x 105 h
820 x 115 x 105 h
820 x 115 x 105 h
6 Kg
6 Kg
6 Kg
6 Kg
6 Kg
Peso
Toona serie 5
TO5015
Tipologia
Alimentazione
TO5016
TO5605
TO5024
motoriduttore elettromeccanico per cancelli o portoni ad ante battenti
TO5024I
230 Vac 50 Hz
230 Vac 50 Hz
230 Vac 50 Hz
24 Vdc
Assorbimento massimo
1,5 A
1,5 A
1,3 A
5A
24 Vdc
5A
Assorbimento nominale
1A
1A
0,9 A
2,2 A
2,2 A
Potenza massima
assorbita
340 W
340 W
300 W
120 W
120 W
Potenza nominale
assorbita
180 W
180 W
160 W
48 W
60 W
Condensatore incoporato
7 µF
7 µF
7 µF
-
-
Grado di protezione
IP 44
IP 44
IP 44
IP 44
IP 44
Corsa
540 mm
505 mm
540 mm
540 mm
540 mm
Velocità a vuoto
0,013 m/s
0,013 m/s
0,016 m/s
0,016 m/s
0,013 m/s
Velocità a carico
0,010 m/s
0,010 m/s
0,012 m/s
0,012 m/s
0,010 m/s
Forza massima
1800 N
1800 N
1800 N
1800 N
2200 N
Forza nominale
600 N
600 N
600 N
600 N
800 N
Temperatura di
funzionamento
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
da -20 °C a +50 °C
Termoprotezione
140 °C
140 °C
140 °C
-
-
Cicli h alla forza
nominale
54
54
50
95
75
Durabilità
Classe di isolamento
Dimensioni (mm)
Peso
4 – Italiano
stimata tra circa 80.000 e 250.000 cicli di manovre, secondo le condizioni riportate nella Tabella 2
F
F
F
F
F
965 x 115 x 105 h
965 x 115 x 105 h
965 x 115 x 105 h
965 x 115 x 105 h
965 x 115 x 105 h
7 Kg
7 Kg
7 Kg
7 Kg
8 Kg
Toona serie 7
TO7024
motoriduttore elettromeccanico per cancelli o portoni ad ante battenti
Alimentazione
24 Vdc
Assorbimento massimo
5A
Assorbimento nominale
2,5 A
Potenza massima assorbita
120 W
Potenza nominale assorbita
60 W
Grado di protezione
IP 44
Corsa
584 mm
Velocità a vuoto
0,013 m/s
Velocità a carico
0,011 m/s
Forza massima
2700 N
Forza nominale
1400 N
Temperatura di funzionamento
da -20 °C a +50 °C
Cicli h alla forza nominale
41
Durabilità
stimata tra circa 80.000 e 250.000 cicli di manovre secondo le condizioni riportate nella Tabella 2
Classe di isolamento
F
Dimensioni (mm)
1200 x 128 x 150 h
Peso
15 Kg
IT
Tipologia
Durabilità del prodotto
La durabilità è la vita economica media del prodotto. Il valore della durabilità è fortemente influenzato dall’indice di gravosità delle manovre eseguite dall’automatismo: cioè la somma di tutti i fattori che contribuiscono all’usura del prodotto (vedere Tabella 2).
Per stabilire la durabilità probabile del vostro automatismo procedere nel modo seguente:
01. Calcolare l’indice di gravosità sommmando tra loro i valori in percentuale delle voci presenti nella Tabella 2;
02. Nel Grafico A dal valore appena trovato, tracciare una linea verticale fino ad incrociare la curva; da questo punto tracciare una linea orizzontale fino ad incrociare la linea dei “cicli di manovre”. Il valore determinato è la durabilità stimata del vostro prodotto.
La stima di durabilità viene effettuata sulla base dei calcoli progettuali e dei risultati di prove effettuate su prototipi. Infatti, essendo una stima, non rappresenta
alcuna garanzia sull’effettiva durata del prodotto.
TABELLA 2
GRAFICO A
Indice di gravosità
Lunghezza
dell’anta:
Toona 4
Toona 5
Toona 7
> 200 Kg
10 %
0%
0%
> 300 Kg
20 %
10 %
0%
> 400 Kg
30 %
20 %
10 %
> 500 Kg
-
30 %
20 %
2-3m
20 %
0%
0%
3-4m
-
10 %
0%
4-5m
-
20 %
10 %
5-6m
-
-
20 %
6-7m
-
-
30 %
Temperatura ambientale
superiore a 40°C o inferiore a
0°C o umidità superiore all’80%
20 %
20 %
20 %
Anta cieca:
15 %
15 %
15 %
Installazione in zona ventosa:
15 %
15 %
15 %
200.000
cicli di manovre
Peso dell’anta:
250.000
150.000
100.000
80.000
50.000
0
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90 100
Indice di gravosità (%)
Esempio del calcolo di durabilità di un motoriduttore Toona serie 5 (fare riferimento alla Tabella 2 e al Grafico A):
- peso dell’anta = 350 Kg (indice di gravosità = 10%)
- lunghezza dell’anta = 3,5 m (indice di gravosità = 10%)
- non presenti altri elementi di affaticamento
Indice di gravosità totale = 20%
Durabilità stimata = 160.000 cicli di manovra
Italiano – 5
IT
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMITÀ
Nota: Il contenuto di questa dichiarazione corrisponde a quanto dichiarato nel documento ufficiale, alla data del 23 Aprile 2008, depositato presso la sede
di Nice S.p.a. e, in particolare, alla sua ultima revisione disponibile prima della stampa di questo manuale. Il testo qui presente è stato riadattato per motivi
editoriali.
Numero: 288/TO
Revisione: 0
Il sottoscritto Lauro Buoro in qualità di Amministratore Delegato, dichiara sotto la propria responsabilità che il prodotto:
Nome produttore: NICE s.p.a.
Indirizzo:
Via Pezza Alta 13, Z.I. Rustignè, 31046 Oderzo (TV) Italia
Tipo:
Motoriduttore elettromeccanico serie “TOONA”
Modelli:
TO4005, TO4006, TO4015, TO4024, TO4605, TO5015, TO5016, TO5024, TO5024I, TO5605, TO5624, TO7024
Accessori:
Risulta conforme a quanto previsto dalle seguenti direttive comunitarie:
• 98/37/CE (89/392/CEE modificata) DIRETTIVA 98/37/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 22 giugno 1998 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alle macchine.
Come previsto dalla direttiva 98/37/CE si avverte che non è consentita la messa in servizio del prodotto sopra indicato finché la macchina, in cui il prodotto è incorporato, non sia stata identificata e dichiarata conforme alla direttiva 98/37/CE.
Inoltre il prodotto risulta conforme a quanto previsto dalle seguenti direttive comunitarie, così come modificate dalla Direttiva 93/68/CEE
del consiglio del 22 Luglio 1993:
2006/95/CEE(ex direttiva 73/23/CE) DIRETTIVA 2006/95/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 12 dicembre 2006
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione
Secondo le seguenti norme armonizzate: EN 60335-1:1994+A11:1995+A1:1996+A12:1996 +A13:1998+A14:1998+A15:2000
+A2:2000+A16:2001
• 2004/108/CEE(ex direttiva 89/336/CEE) DIRETTIVA 2004/108/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 dicembre
2004 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica e che abroga la direttiva 89/336/CEE
Secondo le seguenti norme armonizzate: EN 61000-6-2:2005; EN 61000-6-3:2001+A11:2004
Inoltre risulta conforme; limitatamente per le parti applicabili, alle seguenti norme:
EN 60335-1:2002+A1:2004+A11:2004+A12:2006+ A2:2006, EN 60335-2-103:2003, EN 13241-1:2003; EN 12453:2002;
EN 12445:2002; EN 12978:2003
Oderzo, 23 Aprile 2008
Lauro Buoro (Amministratore Delegato)
6 – Italiano
EN
IT
ES
FR
EN - OPERATION MANUAL
PL
DE
IT - MANUALE D’USO
NL
FR - GUIDE DE L’UTILISATEUR
ES - MANUAL DE USO
DE - GEBRAUCHSANLEITUNG
PL - INSTRUKCJA OBSŁUGI
NL - GEBRUIKSHANDLEIDING
I
Prima di usare per la prima volta l’automazione, fatevi spiegare dall’installatore l’origine dei rischi residui, e dedicate qualche minuto alla lettura del manuale di istruzioni
ed avvertenze per l’utilizzatore consegnatovi dall’installatore. Conservate il manuale
per ogni dubbio futuro e consegnatelo ad un eventuale nuovo proprietario dell’automazione.
ATTENZIONE! – La vostra automazione è un macchinario che esegue fedelmente i
vostri comandi; un uso incosciente ed improprio può farlo diventare pericoloso:
– Non comandate il movimento dell’automazione se nel suo raggio di azione si
trovano persone, animali o cose.
– È assolutamente vietato toccare parti dell’automazione mentre il cancello o il
portone è in movimento!
– Il transito è consentito solo se il cancello o il portone è completamente aperto con le ante ferme!
• Bambini: un impianto di automazione garantisce un alto grado di sicurezza, impedendo con i suoi sistemi di rilevazione il movimento in presenza di persone o cose, e
garantendo un’attivazione sempre prevedibile e sicura. È comunque prudente vietare ai bambini di giocare in prossimità dell’automazione e per evitare attivazioni involontarie non lasciare i telecomandi alla loro portata: non è un gioco!
• Il prodotto non è destinato ad essere utilizzato da persone (bambini compresi) le
cui capacità fisiche, sensoriali o mentali siano ridotte, oppure con mancanza di esperienza o di conoscenza, a meno che esse abbiano potuto beneficiare, attraverso l’intermediazione di una persona responsabile della loro sicurezza, di una sorveglianza
o di istruzioni riguardanti l’uso del prodotto.
• Anomalie: Non appena notate qualunque comportamento anomalo da parte dell’automazione, togliete alimentazione elettrica all’impianto ed eseguite lo sblocco
manuale. Non tentate da soli alcuna riparazione, ma richiedete l’intervento del vostro
installatore di fiducia: nel frattempo l’impianto può funzionare come un’apertura non
automatizzata, una volta sbloccato il motoriduttore come descritto più avanti.
• Manutenzione: Come ogni macchinario la vostra automazione ha bisogno di una
manutenzione periodica affinché possa funzionare più a lungo possibile ed in completa sicurezza. Concordate con il vostro installatore un piano di manutenzione con
frequenza periodica; Nice consiglia un intervento ogni 6 mesi per un normale utilizzo
domestico, ma questo periodo può variare in funzione dell’intensità d’uso. Qualunque intervento di controllo, manutenzione o riparazione deve essere eseguito solo da
personale qualificato.
• Anche se ritenete di saperlo fare, non modificate l’impianto ed i parametri di programmazione e di regolazione dell’automazione: la responsabilità è del vostro installatore.
• Il collaudo, le manutenzioni periodiche e le eventuali riparazioni devono essere
documentate da chi le esegue e i documenti conservati dal proprietario dell’impianto. Gli unici interventi che vi sono possibili e vi consigliamo di effettuare periodicamente sono la pulizia dei vetrini delle fotocellule e la rimozione di eventuali foglie o
sassi che potrebbero ostacolare l’automatismo. Per impedire che qualcuno possa
azionare il cancello, prima di procedere, ricordatevi di sbloccare l’automatismo
(come descritto più avanti) e di utilizzare per la pulizia solamente un panno leggermente inumidito con acqua.
• Smaltimento: Al termine della vita dell'automazione, assicuratevi che lo smantellamento sia eseguito da personale qualificato e che i materiali vengano riciclati o
smaltiti secondo le norme valide a livello locale.
• In caso di rotture o assenza di alimentazione: In attesa dell’intervento del
vostro installatore o del ritorno dell’energia elettrica, se l’impianto non è dotato di
batterie tampone, l’automazione può essere ugualmente utilizzata. Occorre eseguire
lo sblocco manuale del motoriduttore (vedere “Sbloccare e bloccare il motoriduttore”) e muovere l’anta del cancello manualmente come si desidera.
SBLOCCARE E BLOCCARE MANUALMENTE IL MOTORIDUTTORE
Il motoriduttore è dotato di un sistema meccanico che consente di aprire e chiudere
il cancello manualmente. Queste operazioni devono essere eseguite nei casi di
black-out elettrico o di anomalie di funzionamento.
IMPORTANTE! – L’operazione di sblocco e blocco del motoriduttore deve
avvenire solo quando l’anta è ferma.
Nei modelli reversibili della serie Toona 4-5, per muovere manualmente l’anta del
cancello, non è necessario sbloccare il motoriduttore, ma è sufficiente spostare l’anta agendo su quest’ultima con forza.
Se nell’automazione è presente l’elettroserratura, prima di muovere l’anta, occorre
accertarsi che l’elettroserratura sia sbloccata.
SBLOCCARE manualmente il motoriduttore (Fig. A):
01. Far scorrere la membrana di protezione e inserire la chiave facendola ruotare in
senso orario;
02. Tirare verso l’alto la maniglia, accompagnandola;
03. A questo punto, muovere manualmente l’anta del cancello nella posizione desiderata.
BLOCCARE manualmente il motoriduttore:
01. Richiudere la maniglia e girare la chiave in senso antiorario;
02. Togliere la chiave e richiudere la membrana di protezione.
A
1
2
3
Italiano – III
IT
Istruzioni ed avvertenze destinate all’utilizzatore del motoriduttore Toona serie 4-5-7
EN
IT
ES
FR
EN - Images
PL
DE
IT - Immagini
NL
FR - Images
ES - Imágenes
DE - Bilder
PL - Zdjęcia
NL - Afbeeldingen
IX
•
•
•
•
EN - GRAPH 1 “Limits of use of the product”
• IT - GRAFICO 1 “Limiti d’impiego del prodotto”
FR - GRAPHIQUE 1 “Limites d’utilisation du produit”
• ES - GRÁFICO 1 “Límites de empleo del producto”
DE - GRAPHIK 1 “Verwendungsgrenzen des Produkts” • PL - SCHEMAT 1 “Ograniczenia używania produktu”
NL - GRAFIEK 1 “Gebruiksbeperkingen van het product”
Toona 4
Kg:
EN - Maximum weight of the gate leaf
500
IT - Peso massimo dell’anta del cancello
450
FR - Poids maximum du vantail du portail
ES - Peso máximo de la hoja de la puerta
Kg
400
DE - Höchstgewicht des Torflügels
PL - Ciężar maksymalny skrzydła bramy
350
NL - Maximum gewicht van de vleugel
van het hekwerk
300
250
m:
200
EN - Maximum length of the gate leaf
IT - Lunghezza massima dell’anta del
cancello
m
FR - Longueur maximum du vantail du
portail
ES - Longitud máxima de la hoja de la
puerta
Toona 5
DE - Höchstlänge des Torflügels
600
PL - Długość maksymalna skrzydła
bramy
550
500
(mod. 5024I)
Kg
450
400
(mod. 5024)
350
300
250
200
160
1
1.5
2
2.5
3
3.5
4
4.5
m
Kg
Toona 7
m
X
5
NL - Maximum lengte van de vleugel
van het hekwerk
• EN - GRAPH 2 • IT - GRAFICO 2 • FR - GRAPHIQUE 2 • ES - GRÁFICO 2
• DE - GRAPHIK 2 • PL - SCHEMAT 2 • NL - GRAFIEK 2
Toona 4
TO4006
r.i.l. = recommended
installation line
C B
90° ÷ 100°
100° ÷ 120°
(mm)
l.
.r i.
110° ÷ 120°
t
not recommended values area
A
(mm)
TO4005 - TO4015 - TO4024 - TO4605
C B
r.i.l. = recommended
installation line
90° ÷ 100°
100° ÷ 120°
(mm)
l.
.r i.
110° ÷ 120°
t
not recommended values area
A
(mm)
XI
• EN - GRAPH 2 • IT - GRAFICO 2 • FR - GRAPHIQUE 2 • ES - GRÁFICO 2
• DE - GRAPHIK 2 • PL - SCHEMAT 2 • NL - GRAFIEK 2
Toona 5
TO5015 - TO5605 - TO5024 - TO5024I
C B
r.i.l. = recommended
installation line
90° ÷ 100°
100° ÷ 110°
l.
.r i.
(mm)
110° ÷ 120°
120° ÷ 130°
t
not recommended values area
A
(mm)
TO5016
C B
r.i.l. = recommended
installation line
90° ÷ 100°
100° ÷ 110°
(mm)
l.
.r i.
110° ÷ 120°
120° ÷ 130°
t
not recommended values area
A
XII
(mm)
Toona 7
• EN - GRAPH 2 • IT - GRAFICO 2 • FR - GRAPHIQUE 2 • ES - GRÁFICO 2
• DE - GRAPHIK 2 • PL - SCHEMAT 2 • NL - GRAFIEK 2
TO7024
r.i.l. = recommended
installation line
C B
(...)° ÷ 90°
l.
.r i.
(mm)
90° ÷ 95°
95° ÷ 100°
t
not recommended values area
A
1
(mm)
b
e
Toona 4-5
d
c
a
a
b
d
Toona 7
e
c
XIII
2
Toona 4
115 mm
820 mm
105 mm
Toona 5
115 mm
965 mm
105 mm
Toona 7
128 mm
1200 mm
150 mm
3
6
8
6
2
2
1
4
XIV
3
7
1
3
4
4
A
E
C
B
D
5
C B
90° ÷ 100°
100° ÷ 120°
(mm)
100° ÷ 120°
l.
.
i
r.
110° ÷ 120°
150
not recommended values area
150
A
(mm)
XV
6
E
D
A
C B
7
XVI
8
F
Toona 4-5: F = 44 mm
Toona
7: F = 50 mm
9
2
1
XVII
10
Toona 4-5
1
3
2
Toona 7
1
3
XVIII
2
11
100 mm max
Toona 4-5
12
Toona 7
XIX
13
1
2
14
1
XX
2
15
Toona 4-5 (230 V)
Toona 4-5 (24 V)
Toona 7 (24 V)
24 V
M
ENC.
AP
COM
CH
230 V
M
16
1
2
3
XXI
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement