yamaha ls9 - Roberto Cocchia

yamaha ls9 - Roberto Cocchia

This document is printed on chlorine free (ECF) paper with soy ink.

Yamaha Pro Audio global web site:

http://www.yamahaproaudio.com/

Yamaha Manual Library

http://www.yamaha.co.jp/manual/

U.R.G., Pro Audio & Digital Musical Instrument Division, Yamaha Corporation

© 2006 Yamaha Corporation

WH39070 702POAPx.x-01C0

Printed in Japan

LS9-16/LS9-32

Manuale di istruzioni

IT

FCC INFORMATION (U.S.A.)

1. IMPORTANT NOTICE: DO NOT MODIFY THIS

UNIT!

This product, when installed as indicated in the instructions contained in this manual, meets FCC requirements. Modifications not expressly approved by Yamaha may void your authority, granted by the FCC, to use the product.

2. IMPORTANT:

When connecting this product to accessories and/or another product use only high quality shielded cables. Cable/s supplied with this product MUST be used.

Follow all installation instructions. Failure to follow instructions could void your FCC authorization to use this product in the USA.

3. NOTE:

This product has been tested and found to comply with the requirements listed in FCC Regulations, Part 15 for

Class “B” digital devices. Compliance with these requirements provides a reasonable level of assurance that your use of this product in a residential environment will not result in harmful interference with other electronic devices.

This equipment generates/uses radio frequencies and, if not installed and used according to the instructions found in the users manual, may cause interference harmful to the operation of other electronic devices. Compliance with FCC regulations does not guarantee that interference will not occur in all installations. If this product is found to be the source of interference, which can be determined by turning the unit “OFF” and “ON”, please try to eliminate the problem by using one of the following measures:

Relocate either this product or the device that is being affected by the interference.

Utilize power outlets that are on different branch (circuit breaker or fuse) circuits or install AC line filter/s.

In the case of radio or TV interference, relocate/reorient the antenna. If the antenna lead-in is 300 ohm ribbon lead, change the lead-in to co-axial type cable.

If these corrective measures do not produce satisfactory results, please contact the local retailer authorized to distribute this type of product. If you can not locate the appropriate retailer, please contact Yamaha Corporation of

America, Electronic Service Division, 6600 Orangethorpe

Ave, Buena Park, CA90620

The above statements apply ONLY to those products distributed by Yamaha Corporation of America or its subsidiaries.

* This applies only to products distributed by YAMAHA CORPORATION OF AMERICA.

(class B)

COMPLIANCE INFORMATION STATEMENT

(DECLARATION OF CONFORMITY PROCEDURE)

Responsible Party : Yamaha Corporation of America

Address : 6600 Orangethorpe Ave., Buena Park,

Calif. 90620

Telephone : 714-522-9011

Type of Equipment : DIGITAL MIXING CONSOLE

Model Name : LS9-16, LS9-32

This device complies with Part 15 of the FCC Rules.

Operation is subject to the following two conditions:

1) this device may not cause harmful interference, and

2) this device must accept any interference received including interference that may cause undesired operation.

See user manual instructions if interference to radio reception is suspected.

* This applies only to products distributed by

YAMAHA CORPORATION OF AMERICA.

(FCC DoC)

IMPORTANT NOTICE FOR THE UNITED KINGDOM

Connecting the Plug and Cord

WARNING: THIS APPARATUS MUST BE EARTHED

IMPORTANT. The wires in this mains lead are coloured in accordance with the following code:

GREEN-AND-YELLOW : EARTH

BLUE : NEUTRAL

BROWN : LIVE

As the colours of the wires in the mains lead of this apparatus may not correspond with the coloured markings identifying the terminals in your plug proceed as follows:

The wire which is coloured GREEN-and-YELLOW must be connected to the terminal in the plug which is marked by the letter E or by the safety earth symbol or colored GREEN or

GREEN-and-YELLOW.

The wire which is coloured BLUE must be connected to the terminal which is marked with the letter N or coloured BLACK.

The wire which is coloured BROWN must be connected to the terminal which is marked with the letter L or coloured RED.

• This applies only to products distributed by

Yamaha-Kemble Music (U.K.) Ltd.

(3 wires)

This product contains a battery that contains perchlorate material.

Perchlorate Material—special handling may apply,

See www.dtsc.ca.gov/hazardouswaste/perchlorate.

* This applies only to products distributed by YAMAHA CORPORATION OF AMERICA.

(Perchlorate)

This product contains a high intensity lamp that contains a small amount of mercury. Disposal of this material may be regulated due to environmental considerations.

For disposal information in the United States, refer to the Electronic Industries Alliance web site: www.eiae.org

* This applies only to products distributed by

YAMAHA CORPORATION OF AMERICA.

(mercury)

2

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

C A U T I O N

RISK OF ELECTRIC SHOCK

DO NOT OPEN

CAUTION: TO REDUCE THE RISK OF

ELECTRIC SHOCK, DO NOT REMOVE

COVER (OR BACK). NO USER-SERVICEABLE

PARTS INSIDE. REFER SERVICING TO

QUALIFIED SERVICE PERSONNEL.

Explanation of Graphical Symbols

The lightning flash with arrowhead symbol within an equilateral triangle is intended to alert the user to the presence of uninsulated

“dangerous voltage” within the product’s enclosure that may be of sufficient magnitude to constitute a risk of electric shock to persons.

The exclamation point within an equilateral triangle is intended to alert the user to the presence of important operating and maintenance (servicing) instructions in the literature accompanying the product.

The above warning is located on the rear or side of the unit.

IMPORTANT SAFETY INSTRUCTIONS

1 Read these instructions.

2 Keep these instructions.

3 Heed all warnings.

4 Follow all instructions.

5 Do not use this apparatus near water.

6 Clean only with dry cloth.

7 Do not block any ventilation openings. Install in accordance with the manufacturer’s instructions.

8 Do not install near any heat sources such as radiators, heat registers, stoves, or other apparatus (including amplifiers) that produce heat.

9 Do not defeat the safety purpose of the polarized or grounding-type plug. A polarized plug has two blades with one wider than the other. A grounding type plug has two blades and a third grounding prong. The wide blade or the third prong are provided for your safety. If the provided plug does not fit into your outlet, consult an electrician for replacement of the obsolete outlet.

10 Protect the power cord from being walked on or pinched particularly at plugs, convenience receptacles, and the point where they exit from the apparatus.

11 Only use attachments/accessories specified by the manufacturer.

12 Use only with the cart, stand, tripod, bracket, or table specified by the manufacturer, or sold with the apparatus. When a cart is used, use caution when moving the cart/apparatus combination to avoid injury from tip-over.

13 Unplug this apparatus during lightning storms or when unused for long periods of time.

14 Refer all servicing to qualified service personnel.

Servicing is required when the apparatus has been damaged in any way, such as power-supply cord or plug is damaged, liquid has been spilled or objects have fallen into the apparatus, the apparatus has been exposed to rain or moisture, does not operate normally, or has been dropped.

WARNING

TO REDUCE THE RISK OF FIRE OR ELECTRIC SHOCK, DO NOT EXPOSE THIS APPARATUS TO RAIN OR MOISTURE.

(98-6500)

ADVARSEL!

Lithiumbatteri—Eksplosionsfare ved fejlagtig håndtering. Udskiftning må kun ske med batteri af samme fabrikat og type. Levér det brugte batteri tilbage til leverandoren.

VARNING

Explosionsfara vid felaktigt batteribyte. Använd samma batterityp eller en ekvivalent typ som rekommenderas av apparattillverkaren. Kassera använt batteri enligt fabrikantens instruktion.

VAROITUS

Paristo voi räjähtää, jos se on virheellisesti asennettu. Vaihda paristo ainoastaan laitevalmistajan suosittelemaan tyyppiin. Hävitä käytetty paristo valmistajan ohjeiden mukaisesti.

(lithium caution)

NEDERLAND / THE NETHERLANDS

• Dit apparaat bevat een lithium batterij voor geheugen back-up.

• This apparatus contains a lithium battery for memory back-up.

• Raadpleeg uw leverancier over de verwijdering van de batterij op het moment dat u het apparaat ann het einde van de levensduur of gelieve dan contact op te nemen met de vertegenwoordiging van Yamaha in uw land.

• For the removal of the battery at the moment of the disposal at the end of life please consult your retailer or Yamaha representative office in your country.

• Gooi de batterij niet weg, maar lever hem in als KCA.

• Do not throw away the battery. Instead, hand it in as small chemical waste.

(lithium disposal)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

3

PRECAUZIONI

LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DI CONTINUARE

* Conservare questo manuale in un luogo sicuro per future consultazioni.

AVVERTENZA

Attenersi sempre alle precauzioni di base indicate di seguito per evitare il rischio di lesioni gravi o addirittura di morte conseguente a scosse elettriche, cortocircuiti, danni, incendi o altri pericoli. Tali precauzioni includono, fra le altre, quelle indicate di seguito:

Alimentazione/cavo di alimentazione

• Utilizzare solo la tensione corretta specificata per il dispositivo. La tensione necessaria è indicata sulla piastrina del nome del dispositivo.

• Utilizzare solo il cavo di alimentazione in dotazione.

Se si intende utilizzare il dispositivo in un paese diverso da quello di acquisto, il cavo di alimentazione fornito potrebbe non essere utilizzabile.

Per ulteriori informazioni, contattare il rivenditore Yamaha.

• Non posizionare il cavo di alimentazione in prossimità di fonti di calore, quali radiatori o caloriferi. Non piegarlo eccessivamente né danneggiarlo.

Non posizionare oggetti pesanti sul cavo, né collocarlo in luoghi dove potrebbe essere calpestato.

• Collegare il cavo a una presa appropriata dotata di messa a terra.

Una messa a terra non corretta potrebbe causare scosse elettriche.

Non aprire

• Non aprire il dispositivo né smontare o modificare in alcun modo i componenti interni. Il dispositivo non contiene componenti riparabili dall'utente. In caso di malfunzionamento, non utilizzare lo strumento e richiedere l'assistenza di un tecnico autorizzato Yamaha.

Esposizione all'acqua

• Non esporre il dispositivo alla pioggia, né utilizzarlo in prossimità di acqua o in condizioni di umidità. Non posizionare sullo strumento contenitori con liquidi. Un'eventuale fuoriuscita di liquido potrebbe penetrare nelle aperture dello strumento.

• Non inserire o rimuovere la spina elettrica con le mani bagnate.

Anomalie

• In caso di danneggiamento del cavo di alimentazione o della spina, di improvvisa scomparsa del suono durante l'utilizzo o di presenza di odori insoliti o fumo, spegnere immediatamente il dispositivo, scollegare la spina elettrica dalla presa e richiedere l'assistenza di un tecnico autorizzato Yamaha.

• In caso di caduta o danneggiamento del dispositivo, spegnere immediatamente il dispositivo, scollegare la spina elettrica dalla presa e richiedere l'assistenza di un tecnico autorizzato Yamaha.

ATTENZIONE

Attenersi sempre alle precauzioni di base elencate di seguito per evitare lesioni personali o danni al dispositivo o ad altri oggetti. Tali precauzioni includono, fra le altre, quelle indicate di seguito:

Alimentazione/cavo di alimentazione

• Se si prevede di non utilizzare il dispositivo per un lungo periodo di tempo o in caso di temporali, rimuovere la spina dalla presa elettrica.

• Per scollegare il cavo di alimentazione dal dispositivo o dalla presa elettrica, afferrare sempre la spina e non il cavo, per evitare di danneggiarlo.

Posizionamento

• Durante il trasporto o lo spostamento del dispositivo, non tenerlo per il display.

Trasportarlo in modo non corretto può causare danni al dispositivo o lesioni personali.

• Prima di spostare il dispositivo, scollegare tutti i cavi.

• Prima di installare il prodotto, assicurarsi che la presa CA utilizzata sia facilmente accessibile. In caso di problemi o malfunzionamenti, spegnere immediatamente il dispositivo e scollegare la spina dalla presa elettrica.

Anche quando l'interruttore è spento, una quantità minima di corrente continua ad alimentare il prodotto. Se si prevede di non utilizzare il prodotto per un lungo periodo di tempo, scollegare il cavo di alimentazione dalla presa CA a muro.

• Non impostare al livello massimo tutti i controlli dell'equalizzatore e i fader.

In base alle condizioni dei dispositivi collegati, potrebbe verificarsi un ritorno del segnale con conseguente danneggiamento degli altoparlanti.

• Per evitare di deformare il pannello o di danneggiare i componenti interni, non esporre il dispositivo a un'eccessiva quantità di polvere, a vibrazioni o a condizioni climatiche estreme. Ad esempio, non lasciare lo strumento sotto la luce diretta del sole, in prossimità di una fonte di calore o all'interno di una vettura nelle ore diurne.

• Non collocare il dispositivo in posizione instabile, per evitare che cada.

• Non ostruire le prese d'aria. Il dispositivo presenta alcuni fori di ventilazione sulla parte superiore e posteriore per evitare l'aumento eccessivo della temperatura interna. In particolare, non appoggiare il dispositivo sui lati, né in posizione capovolta. Una ventilazione non adeguata può causare surriscaldamento, con conseguenti danni al dispositivo o incendi.

• Non utilizzare il dispositivo in prossimità di apparecchi televisivi, radio, stereo, telefoni cellulari o altri dispositivi elettrici, per evitare la produzione di disturbi audio nel dispositivo stesso e nell'apparecchio televisivo o nella radio.

(5)-4

1/2

4

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Collegamenti

• Prima di collegare il dispositivo ad altre apparecchiature, spegnere tutti i dispositivi interessati. Prima di accendere o spegnere i dispositivi, impostare al minimo i livelli del volume.

• Effettuare il collegamento a una presa elettrica dotata di messa a terra.

Per garantire la massima sicurezza ed evitare scosse elettriche, il dispositivo include una vite di messa a terra nel pannello posteriore.

Se la presa elettrica non è dotata di messa a terra, collegare tale vite a un punto di messa a terra prima di collegare il dispositivo all'impianto elettrico. Una messa a terra non corretta potrebbe causare scosse elettriche.

Precauzioni di utilizzo

• Quando si accende il sistema audio, accendere sempre l'amplificatore

PER ULTIMO, per evitare danni all'altoparlante. Analogamente, quando si spegne il sistema audio, l'amplificatore deve essere spento PER PRIMO.

• Non introdurre le dita o le mani nelle aperture del dispositivo (prese d'aria e così via).

• Non inserire né lasciare cadere corpi estranei (carta, plastica, metallo e così via) nelle aperture del dispositivo (prese d'aria e così via). Se ciò dovesse accadere, spegnere immediatamente il dispositivo e scollegare il cavo di alimentazione dalla presa CA. Richiedere quindi l'assistenza di un tecnico autorizzato Yamaha.

• Non utilizzare olio, grasso o solventi per la pulizia dei fader. In caso contrario potrebbero verificarsi dei problemi con i contatti elettrici o con il movimento dei fader.

• Non utilizzare il dispositivo o le cuffie per lunghi periodi di tempo o con livelli di volume eccessivi. Tali pratiche potrebbero causare una perdita permanente dell'udito. In caso di perdita dell'udito o se si percepiscono fischi nelle orecchie, consultare un medico.

• Non appoggiarsi al dispositivo, né posizionarvi sopra oggetti pesanti.

Non esercitare eccessiva forza su pulsanti, interruttori o connettori.

Batteria di backup

• Il dispositivo include una batteria di backup incorporata. Quando si scollega il cavo di alimentazione dalla presa CA, i dati della scena e della libreria correnti vengono conservati. Tuttavia, se la batteria di backup si dovesse scaricare completamente, tali dati andranno persi. Quando la carica della batteria di backup si va esaurendo, all'avvio del sistema sul display LCD viene visualizzato il messaggio "Low Battery!" (Batteria quasi scarica). Nel campo Battery (Batteria) della schermata MISC SETUP

(CONFIGURAZIONI VARIE) è inoltre indicato "LOW" (BASSA) o "NO"

(NESSUNA). In questo caso, memorizzare immediatamente i dati nella memoria USB e quindi rivolgersi al personale di assistenza qualificato

Yamaha per la sostituzione della batteria di backup.

I connettori di tipo XLR sono cablati come mostrato di seguito (standard IEC60268): pin 1: terra, pin 2: caldo (+) e pin 3: freddo (-).

Yamaha declina qualsiasi responsabilità per i danni derivanti da un utilizzo non corretto o dalle modifiche apportate al dispositivo, nonché per la perdita o la distruzione di dati.

Spegnere sempre il dispositivo quando non è utilizzato.

Le prestazioni dei componenti con contatti mobili, come ad esempio gli interruttori, i controlli del volume e i connettori, peggiorano con il passare del tempo.

Contattare un tecnico autorizzato dell'assistenza Yamaha per la sostituzione dei componenti difettosi.

(5)-4

2/2

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

5

Sommario

1. Introduzione 9

Ringraziamenti ............................................................. 9

Panoramica dell'unità LS9........................................... 9

Differenze tra LS9-16 e LS9-32.................................. 11

Numero di canali INPUT........................................11

Pannello posteriore ...............................................11

Pannello superiore ................................................12

Altre informazioni...................................................13

Struttura del canale dell'unità LS9 ........................... 13

Informazioni sui tipi di bus MIX (VARI/FIXED)

(VARIABILI/FISSI) ................................................... 14

Informazioni sul word clock...................................... 14

Convenzioni utilizzate nel manuale.......................... 14

Informazioni sulla versione del firmware................. 14

2. Parti e relativa funzione 15

Pannello superiore..................................................... 15

Pannello posteriore.................................................... 23

Pannello anteriore...................................................... 26

3. Funzionamento di base dell'unità LS9 27

Operazioni di base nel pannello superiore.............. 27

Informazioni sul tasto [HOME]...............................27

Selezione del layer fader .......................................27

Utilizzo della sezione SELECTED CHANNEL.......29

Selezione delle funzioni.........................................29

Visualizzazione del display ....................................... 30

Area di visualizzazione permanente......................30

Area principale ......................................................31

Interfaccia utente su schermo ...............................32

Assegnazione di un nome......................................... 34

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti......................... 35

Informazioni sui pulsanti degli strumenti ...............35

Utilizzo delle librerie ..............................................35

Inizializzazione delle impostazioni.........................38

Copiare e incollare delle impostazioni ...................39

Confronto tra due set di impostazioni....................39

4. Collegamento e configurazione 41

Collegamenti............................................................... 41

Installazione di una scheda opzionale ..................... 44

Configurazione richiesta all'avvio ............................ 45

Ritorno della scena corrente allo stato iniziale ......45

Collegamento e impostazioni del word clock ........46

Impostazioni HA (Head amplifier)..........................47

Invio di un segnale del canale di ingresso al bus STEREO .................................................50

5. Operazioni relative ai canali di ingresso 53

Flusso del segnale dei canali di ingresso ................53

Indicazione del nome e dell'icona del canale ..........55

Impostazioni HA (Head amplifier) .............................57

Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO............................................58

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX ............................................................62

Utilizzo della sezione SELECTED CHANNEL ......62

Utilizzo della finestra a comparsa ......................... 64

Utilizzo dei fader (modalità SENDS ON FADER)..65

6. Operazioni del canale di uscita 67

Flusso del segnale dei canali di uscita ....................67

Indicazione del nome e dell'icona del canale ..........69

Invio di segnali dai canali MIX al bus

STEREO/MONO .......................................................71

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali

STEREO/MONO ai bus MATRIX .............................75

Utilizzo della sezione SELECTED CHANNEL ......75

Utilizzo della finestra a comparsa ......................... 77

Utilizzo dei fader (modalità SENDS ON FADER)..78

7. Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO) 81

Informazioni sulla sezione

SELECTED CHANNEL ............................................81

Informazioni sulla schermata

SELECTED CH VIEW...............................................82

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL .....83

8. Layer fader personalizzato 91

Informazioni sul layer fader personalizzato .............91

Assegnazione di canali al layer fader personalizzato .........................................................92

9. Assegnazione di input/output 95

Modifica dell'assegnazione dell'output ....................95

Modifica dell'assegnazione dell'input.......................99

Inserimento di un dispositivo esterno in un canale ...........................................................101

Output diretto su un canale INPUT .........................103

10. Registratore di memoria USB 105

Informazioni sul registratore di memoria USB ......105

Assegnazione dei canali all'input/output del registratore ......................................................106

Registrazione nella memoria USB ..........................108

Playback di file audio dalla memoria USB .............110

Modifica dell'elenco dei titoli...................................112

Collegamento del richiamo di una scena con il playback di un file audio ............................113

6

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

11. EQ e dinamiche 115

Informazioni su EQ e dinamiche ............................ 115

Utilizzo dell'EQ ......................................................... 115

Utilizzo delle dinamiche .......................................... 117

Uso delle librerie di EQ/dinamiche......................... 120

Libreria EQ .......................................................... 120

Libreria dinamiche............................................... 120

12. Raggruppamento e collegamento 121

Informazione sui gruppi di esclusione .................. 121

Utilizzo dei gruppi di esclusione ............................ 121

Utilizzo della schermata MUTE GROUP per l'impiego dei gruppi di esclusione.............. 121

Uso della schermata SELECTED CH VIEW per specificare i gruppi di esclusione............... 122

Uso della funzione Mute Safe ............................. 123

Funzione Channel Link ........................................... 124

Collegamento dei canali di ingresso desiderati ......................................................... 124

Operazioni di copia, spostamento o inizializzazione di un canale................................ 126

Copia dei parametri di un canale ........................ 126

Spostamento dei parametri di un canale ............ 127

Inizializzazione dei parametri di un canale ......... 128

13. Memoria scene 129

Informazioni sulle memorie scene ......................... 129

Utilizzo delle memorie scene .................................. 129

Memorizzazione delle scene............................... 129

Richiamo delle scene .......................................... 131

Utilizzo di tasti definiti dall'utente per la funzione di richiamo............................... 132

Modifica delle memorie scene ................................ 134

Ordinamento e ridenominazione delle memorie scene ....................................... 134

Modifica della memoria scene ............................ 136

Operazioni di copia/incolla di una scena............. 136

Cancellazione di una scena ................................ 137

Tagliare una scena ............................................. 138

Inserimento di una scena .................................... 138

Utilizzo della funzione Focus.................................. 139

Utilizzo della funzione Recall Safe ......................... 140

Utilizzo della funzione Fade .................................... 143

14. Monitoraggio/segnale di attivazione 145

Informazioni sulle funzioni di monitoraggio/ segnale di attivazione .......................................... 145

Utilizzo della funzione Monitor ............................... 146

Utilizzo della funzione Cue ..................................... 148

Informazioni sui gruppi di segnali di attivazione.................................................... 148

Utilizzo della funzione Cue.................................. 149

Sommario

15. Talkback/oscillatore 151

Informazioni sul talkback e sull'oscillatore ........... 151

Utilizzo del talkback ................................................. 151

Utilizzo dell'oscillatore............................................. 153

16. Indicatori 155

Utilizzo della schermata METER (INDICATORE) ... 155

17. EQ grafico ed effetti 157

Informazioni sul rack virtuale ................................. 157

Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale ............................................... 158

Operazioni con l'EQ grafico .................................... 161

Informazioni sull'EQ grafico ................................ 161

Inserimento di un GEQ in un canale ................... 161

Utilizzo del 31 Band GEQ ................................... 163

Utilizzo del Flex15GEQ....................................... 164

Informazioni sugli effetti interni.............................. 166

Utilizzo di un effetto interno tramite mandata/ritorno ............................................... 167

Inserimento di un effetto interno in un canale ..... 168

Modifica dei parametri degli effetti interni ........... 170

Utilizzo della funzione Tap Tempo ...................... 172

Utilizzo dell'effetto Freeze ................................... 173

Utilizzo dell'EQ grafico e delle librerie effetti ........ 174

GEQ library (Libreria EQ grafico) ........................ 174

Libreria effetti ...................................................... 174

Utilizzo di un head amplifier esterno...................... 175

Controllo remoto di un head amplifier esterno .... 175

18. MIDI 177

Funzionalità MIDI sull'unità LS9 ............................. 177

Impostazioni MIDI di base ....................................... 178

Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria........................... 180

Utilizzo di control change per controllare i parametri ............................................................. 183

Utilizzo di parameter change per controllare i parametri ............................................................. 185

Utilizzo di MMC (MIDI Machine Control) per il registratore di memoria USB ..................... 186

19. Impostazioni utente (Protezione) 187

Impostazioni User Level .......................................... 187

Tipi di utenti e chiavi di autenticazione utente .... 187

Impostazione della password dell'amministratore .......................................... 188

Creazione di una chiave di autenticazione utente .............................................................. 188

Accesso .............................................................. 189

Modifica della password ..................................... 191

Modifica di una chiave di autenticazione utente . 192

Modifica del livello utente.................................... 192

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

7

Sommario

Preferenze................................................................. 194

Tasti definiti dall'utente ........................................... 196

Blocco della console ............................................... 197

Per bloccare la console .......................................197

Per sbloccare la console .....................................198

Selezione dell'immagine della schermata

CONSOLE LOCK ............................................198

Utilizzo della memoria USB per salvare/ caricare dati .......................................................... 199

Salvataggio dei dati interni della console LS9 nella memoria USB ..........................................199

Caricamento di un file dalla memoria USB..........200

Modifica dei file salvati nella memoria USB ........201

Formattazione di un supporto di memorizzazione USB ..................................204

20. Altre funzioni 205

Informazioni sulla schermata SETUP

(CONFIGURAZIONE)............................................. 205

Impostazioni word clock ......................................... 206

Attivazione/disattivazione del convertitore SRC di una scheda I/O digitale .................................... 208

Utilizzo dei collegamenti in cascata ....................... 209

Operazioni sull'unità LS9 slave della cascata .....210

Operazioni sull'unità LS9 master della cascata ...212

Impostazioni di base dei bus MIX e MATRIX ......... 213

Impostazione di data/ora del clock interno ........... 215

Impostazione dell'indirizzo di rete.......................... 216

Regolazione della luminosità o del contrasto del display, dei LED e delle spie ......................... 217

Utilizzo della funzione Help (Aiuto) ........................ 218

Caricamento di un file di Help da una memoria USB ......................................218

Caricamento di un file di testo da una memoria USB ......................................219

Assegnazione della funzione Help a un tasto definito dall'utente ...........................219

Visualizzazione dell'Help .....................................220

Inizializzazione della memoria interna dell'unità LS9 ........................................................ 222

Regolazione dei fader (funzione Calibration) ........ 223

Regolazione del guadagno di ingresso/uscita

(funzione Calibration)........................................... 224

Appendici 225

Elenco libreria EQ.....................................................225

Elenco libreria dinamiche ........................................227

Parametri dinamiche ................................................229

Elenco dei tipi di effetto ...........................................232

Parametri degli effetti ...............................................233

Sincronizzazione di effetti e tempo.........................244

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect

Library (libreria effetti) con Program Change ....245

Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change.................................249

Assegnazione di parametri a Control Change .......251

Assegnazioni di parametri NRPN............................253

Applicabilità delle operazioni di mixaggio dei parametri..........................................................256

Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente ......................................257

Formato dati MIDI .....................................................260

Messaggi di avviso o di errore ................................268

Inconvenienti e possibili rimedi ..............................270

Specifiche tecniche generali ...................................272

Caratteristiche di input/output ................................273

Caratteristiche elettriche .........................................275

Altre funzioni.............................................................277

Assegnazione Pin .....................................................278

Dimensioni ................................................................279

Installazione del kit per montaggio su rack RK1

(acquistabile separatamente)...............................280

Prospetto di implementazione MIDI ........................281

Indice .........................................................................282

Diagramma a blocchi ....................... Fine del manuale

Diagramma dei livelli ........................ Fine del manuale

• Le immagini e le schermate riportate in questo manuale di istruzioni hanno solo scopo informativo e potrebbero differire da quanto visualizzato sul dispositivo.

• I nomi di società e prodotti presenti in questo Manuale di istruzioni sono marchi o marchi registrati delle rispettive società.

• MPEG Layer-3 audio coding technology licensed from Fraunhofer IIS and Thomson.

8

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 1

Introduzione

Ringraziamenti

Grazie per aver acquistato la console di missaggio digitale Yamaha LS9. Per sfruttare al massimo le funzionalità avanzate della console LS9 e per utilizzarla a lungo e senza problemi,

è opportuno leggere con attenzione il presente manuale prima di usare il prodotto. Conservare il manuale, dopo averlo letto, in un luogo sicuro.

Panoramica dell'unità LS9

L'unità LS9 è una console di missaggio digitale con le caratteristiche riportate di seguito.

■ Sistema di missaggio dotato di funzionalità di qualità superiore in una console di dimensioni compatte

• • • • •

La console LS9 con missaggio completamente digitale progettata per applicazioni SR o sistemi installati, nonostante le dimensioni compatte, è in grado di fornire funzionalità e un numero di canali paragonabili a quelli delle console di dimensioni maggiori. Per fornire ben

108 dB di gamma dinamica e un'eccellente qualità del suono vengono utilizzati convertitori lineari AD/DA a 24 bit.

Come canali di ingresso, offre 32 (modello LS9-16) o 64 (modello LS9-32) canali INPUT (di ingresso) monoaurali e quattro canali di ingresso stereo (ST IN).

Come canali di uscita è dotata di 16 canali MIX, otto canali MATRIX (MATRICE), un canale STEREO e un canale MONO. Viene inoltre supportata un'uscita a tre canali L/C/R (sinistra/centro/destra) che utilizza i canali

STEREO/MONO.

■ Funzionamento a sensibilità analogica

• •

Con la semplice pressione di un tasto, è possibile selezionare la combinazione di canali ("layer fader") da utilizzare dai fader del pannello superiore. È possibile utilizzare la console e passare rapidamente dai canali di ingresso ai canali di uscita. È inoltre possibile utilizzare un layer fader personalizzato che consente di indicare qualsiasi combinazione di canali. Dato che le operazioni con fader/segnale di attivazione e attivazione/ disattivazione di tutti i canali possono essere eseguite dal pannello, anche gli utenti che fanno uso di console digitali per la prima volta non avranno particolari difficoltà.

La sezione SELECTED CHANNEL (CANALE

SELEZIONATO) posizionata alla destra del display consente di utilizzare le manopole per controllare i parametri principali (guadagno, EQ, soglie dinamiche, livelli di mandata al bus ecc.) dello specifico canale utilizzato. È possibile utilizzare questa sezione come un modulo su mixer analogico.

Le impostazioni dei parametri di missaggio, tra cui il guadagno dell'head amplifier e l'alimentazione phantom dei canali di ingresso, possono essere memorizzate e richiamate come "scene".

Tutti i fader del pannello sono a spostamento motorizzato in modo che quando si richiama una scena, le posizioni precedenti dei fader possano essere immediatamente riprodotte.

1

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

9

Panoramica dell'unità LS9

■ Effetti ed equalizzatore grafico inseribili nel percorso di segnali desiderato

• • • •

Sono disponibili otto rack virtuali, in cui è possibile montare effetti o EQ grafici e quindi inserirli nel percorso di segnali desiderato. È possibile montare l'equalizzatore grafico nei rack 1–4 e gli effetti (o EQ grafico) nei rack 5–8.

Possono essere utilizzate contemporaneamente fino a quattro unità multieffetto, che includono riverbero, delay, compressore multibanda e diversi effetti di tipo modulazione. Questi effetti possono essere utilizzati tramite bus interno oppure inseriti nel canale desiderato.

Per l'EQ grafico è possibile selezionare l'equalizzatore

31 Band GEQ o un Flex 15 GEQ inserendolo nel canale o nell'uscita desiderata. L'equalizzatore Flex 15 GEQ consente di regolare il guadagno per quindici bande su trentuno. Dato che è possibile installare due equalizzatori grafici Flex 15 in un unico rack virtuale, sarà possibile utilizzare 16 unità EQ grafiche contemporaneamente.

■ Funzione di registrazione utile per verificare il suono o per registrare missaggi

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

È inclusa una funzione di registrazione che consente di utilizzare la memoria USB per registrare l'output dei bus

STEREO o MIX, di assegnare un file audio della memoria

USB a un canale di ingresso desiderato o di monitorare l'output ed eseguirne il playback.

I formati di file supportati sono MP3 (MPEG-1 Audio

Layer-3) per la registrazione, MP3, WMA (Windows

Media Audio e MPEG-4 AAC (Advanced Audio Coding) per il playback. DRM (Digital Rights Management) invece non è supportato. Questa funzione è comoda quando si desidera registrare l'output del missaggio di un bus specifico oppure se si intende eseguire il playback di una Song dagli altoparlanti durante la verifica del suono.

■ Collegamenti in cascata nel dominio digitale

• • • • • • • • • • • • • • • • •

È possibile collegare in cascata nel dominio digitale una seconda console LS9 o un mixer digitale come il Yamaha

M7CL o il PM5D, connessi tramite una scheda I/O digitale installata in uno slot.

È possibile unire i bus desiderati tra i bus MIX, MATRIX,

STEREO (L/R) (sinistra/destra), MONO e CUE

(SEGNALE DI ATTIVAZIONE) (L/R), e tutti i segnali dei bus mixati possono essere collegati singolarmente in cascata.

■ Funzioni di protezione specificabili a livello di utente o a livello di sistema

• •

I livelli utenti si suddividono in tre ulteriori livelli: administrator, guest e user (amministratore, ospite, utente); la funzionalità disponibile per ciascun utente non amministratore può essere limitata. È possibile specificare password per amministratore e utenti impedendo in tal modo modifiche accidentali di impostazioni importanti.

Le informazioni specifiche per ciascun utente (livello utente, impostazioni di sistema e impostazioni dei tasti definite dall'utente) sono archiviabili nella memoria USB come "chiave di autenticazione utente". Caricando la propria chiave di autenticazione dalla memoria USB,

è possibile configurare immediatamente un ambiente operativo ideale e personalizzato.

■ Espansione scheda I/O

• • • • • • • • • • • •

Il pannello posteriore include uno slot (LS9-16) o due slot

(LS9-32) in cui è possibile installare schede mini-YGDAI acquistabili separatamente. È possibile installare in questi slot schede AD, DA o di I/O digitali per aggiungere porte di ingresso e di uscita.

10

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Differenze tra LS9-16 e LS9-32

Differenze tra LS9-16 e LS9-32

La console LS9 è disponibile in due modelli: LS9-16 e LS9-32. Di seguito sono riportate le differenze tra i due modelli.

1

Numero di canali INPUT

Il modello LS9-16 è dotato di 32 canali INPUT, mentre il modello LS9-32 ne ha 64. Il numero e la struttura degli altri canali

(canali ST IN, MIX, MATRIX e STEREO/MONO) sono identici.

Pannello posteriore

Le unità LS9-16 e LS9-32 si differenziano per il numero di jack INPUT e di jack OMNI OUT (USCITA OMNI) del pannello posteriore nonché per gli slot disponibili.

Il pannello posteriore dell'unità LS9-16 è dotato di sedici jack INPUT, di otto jack OMNI OUT e di uno slot.

Jack OMNI OUT Jack INPUT Slot

Invece, il pannello posteriore dell'unità LS9-32 è dotato di trentadue jack INPUT, di sedici jack OMNI OUT, di due slot e di un connettore LAMP (SPIA).

Jack OMNI OUT Connettore LAMP Jack INPUT

Slot

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

11

Differenze tra LS9-16 e LS9-32

Pannello superiore

Le unità LS9-16 e LS9-32 si differenziano per il numero di moduli di canale del pannello superiore e dei canali

ST IN offerti.

Il modello LS9-16 è dotato di sedici moduli di canali e di due canali ST IN e cambiando i layer fader, è possibile utilizzare fino a 32 canali INPUT (mono) e quattro canali ST IN (stereo).

Moduli di canale Canali ST IN

Il modello LS9-16 presenta trentadue moduli di canale e quattro canali ST IN. Con il cambiamento dei layer fader

è possibile mettere in funzione fino a sessantaquattro canali INPUT (mono).

I quattro canali ST IN (stereo) possono essere utilizzati da otto layer (1-32 o 33-64).

12

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Moduli di canale Canali ST IN

Differenze tra LS9-16 e LS9-32 • Struttura del canale dell'unità LS9

Altre informazioni

I nomi dei tasti della sezione LAYER sono diversi nelle unità LS9-16 e LS9-32.

LS9-16LS9-32

Tasto LAYER [1-16] Tasto LAYER [17-32] Tasto LAYER [1-32] Tasto LAYER [33-64]

Tasto LAYER [MASTER]

(PRINCIPALE)

Tasto LAYER [CUSTOM

FADER] (FADER

PERSONALIZZATO)

Tasto LAYER [MASTER] Tasto LAYER

[CUSTOM FADER]

Oltre alla differenza indicata, ne esistono altre nella numerazione dei moduli di canale sul pannello e nei canali assegnati a ciascun layer fader.

SUGGERIMENTO

• Nel presente manuale, ogni volta che esiste un differenza tra il modello LS9-16 e il modello LS9-32, le specifiche applicabili solo al modello LS9-32 vengono racchiuse in parentesi graffe { } (ad esempio, jack INPUT 1–16 {1–32}).

• Quando le specifiche sono comuni a entrambi i modelli, il manuale fa semplicemente riferimento all'unità LS9.

1

Struttura del canale dell'unità LS9

Nell'unità LS9 sono disponibili e seguenti canali di ingresso e di uscita.

■ Canali INPUT

• • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questa sezione elabora i segnali di ingresso e li invia ai diversi bus (STEREO, MONO, MIX). Nell'unità LS9 sono disponibili i seguenti tipi di canali di ingresso.

Canali INPUT 1–32 {1–64}

Questi canali elaborano i segnali mono. Nello stato iniziale, i segnali di ingresso provenienti dai jack INPUT del pannello posteriore e dai canali di ingresso degli slot vengono assegnati a questi canali.

Canali ST IN 1–4

Questi canali elaborano i segnali stereo. Nello stato iniziale, i segnali di uscita dei rack virtuali 5–8 vengono assegnati a questi canali.

Le assegnazioni di segnale ai canali di ingresso

(assegnazione input) possono essere modificate a proprio piacimento.

■ Canali OUTPUT (di uscita)

• • • • • • • • • •

Questa sezione esegue il missaggio dei segnali inviati dai canali di ingresso ecc. e li trasmette alle porte o bus di uscita corrispondenti.

Esistono tre tipi di canali di uscita, come indicato di seguito.

Canali MIX 1–16

Questi canali elaborano i segnali inviati dai canali di ingresso ai bus MIX e li trasmettono dalle porte di uscita.

Vengono utilizzati soprattutto per inviare segnali al sistema di monitoraggio o ad effetti esterni.

I segnali dei canali MIX 1–16 possono anche essere inviati ai bus STEREO, MONO o MATRIX.

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, verranno assegnati ai jack OMNI OUT o ai canali di uscita degli slot.

Canali MATRIX 1-8

Questi canali elaborano i segnali inviati dai canali MIX,

STEREO e MONO ai bus MATRIX e li trasmettono dalle porte di uscita. Mediante i bus STEREO e MONO,

è possibile inviare dalla console diverse combinazioni di bilanciamenti di segnali e missaggio.

Canali STEREO/MONO

Questi canali elaborano i segnali inviati dai canali di ingresso o dai canali MIX e li trasmettono alla porta di uscita corrispondente. Questi canali vengono utilizzati come uscita stereo principale e uscita mono.

I canali STEREO e MONO possono essere utilizzati sia per emettere segnali indipendenti che per il playback

L/C/R a tre canali.

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, il canale

STEREO viene assegnato ai jack OMNI OUT 15/16

{31/32} e al jack 2TR OUT DIGITAL (USCITA

DIGITALE 2TR).

Le assegnazioni di segnale ai canali di uscita

(assegnazione output) possono essere modificate a proprio piacimento.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

13

Informazioni sui tipi di bus MIX (VARI/FIXED) (VARIABILI/FISSI) • Informazioni sul word clock • Convenzioni utilizzate nel manuale • Informazioni sulla versione del firmware

Informazioni sui tipi di bus MIX (VARI/FIXED) (VARIABILI/FISSI)

I sedici bus MIX di cui è dotata l'unità LS9 possono essere assegnati come tipi VARI o FIXED in coppie di bus adiacenti con numeri pari/dispari (

→ pag. 213). È inoltre possibile passare

le stesse coppie di bus da mono a stereo e viceversa. I tipi VARI e FIXED si differenziano come segue.

VARI

Questo tipo consente di variare il livello di mandata del segnale inviato dai canali di ingresso al bus MIX. Il punto in cui il segnale viene inviato dal canale di ingresso al bus

MIX di tipo VARI può essere scelto prima dell'EQ

(attenuatore), prima del fader o dopo il tasto [ON].

Questo tipo viene utilizzato principalmente per inviare il segnale al sistema di monitoraggio o a un effetto esterno.

FIXED

Questo tipo prevede che il livello di mandata del segnale inviato dai canali di ingresso al bus MIX sia fisso.

Il segnale proveniente dal canale di ingresso viene inviato al bus MIX di tipo FIXED prima di Pan (se il bus MIX

è monoaurale) o dopo Pan (se il bus MIX è stereo).

Questo tipo viene utilizzato principalmente nel caso in cui si desideri distribuire i segnali a un dispositivo esterno con lo stesso mix dei bus STEREO/MONO.

Informazioni sul word clock

Con il termine "word clock" si indica l'orologio che fornisce la base della temporizzazione per l'elaborazione del segnale audio digitale.

In genere un dispositivo trasmette un segnale word clock di riferimento, mentre un altro dispositivo riceve il segnale e si sincronizza su di esso.

Per trasmettere o ricevere segnali audio digitali a/da un dispositivo esterno tramite i jack 2TR IN

DIGITAL/2TR OUT DIGITAL (INGRESSO/USCITA DIGITALE 2TR) dell'unità LS9 o la scheda I/O digitale installata in uno slot, è necessario che il word clock sia sincronizzato tra i dispositivi.

Se il word clock non è sincronizzato, il segnale non verrà trasmesso in modo corretto oppure si potrebbero sentire spiacevoli rumori. (Per ulteriori informazioni sulla sincronizzazione del word clock dell'unità LS9 con un dispositivo esterno

→ pag. 46)

Convenzioni utilizzate nel manuale

Nel presente manuale, i controller del pannello di tipo switch vengono definiti "tasti".

Le manopole di controllo del pannello che ruotano da un valore minimo a uno massimo vengono definiti "controlli" mentre quelle che ruotano senza interruzioni sono denominate "encoder".

I controller posizionati sul pannello sono racchiusi in parentesi quadre [ ] (ad esempio, tasto [CUE]) in modo da distinguerle dai pulsanti e dalle manopole virtuali visualizzati sullo schermo. Nel caso di alcuni controller, il nome della sezione viene riportato prima delle [ ]

(ad esempio tasto LAYER [MASTER]).

Ogni volta che è presente una diversità tra il modello

LS9-16 e il modello LS9-32, le specifiche valide solo per il modello LS9-32 vengono racchiuse in parentesi graffe

{ } (ad esempio, jack INPUT 1–16 {1–32}).

Informazioni sulla versione del firmware

È possibile visualizzare il numero della versione del firmware nella schermata MISC SETUP

(CONFIGURAZIONI VARIE) (

→ pag. 206).

È possibile anche scaricare la versione più recente del firmware dal sito Web.

http://www.yamahaproaudio.com/

14

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 2

Parti e relativa funzione

In questo capitolo vengono descritte le parti dell'unità LS9 e le relative funzioni.

Pannello superiore

Il pannello superiore dell'unità LS9è organizzato nelle seguenti sezioni:

LS9-16

m

Sezione MIX/MATRIX SELECT (SELEZIONE MIX/MATRICE) (pag. 20)

b

Sezione DISPLAY ACCESS

(ACCESSO DISPLAY) (pag. 19)

.

Sezione Stereo meter/Cue (Misura/segnale di attivazione stereo) (pag. 20)

n

Sezione Layer (pag. 19)

,

Display (pag. 20)

⁄0

Sezione SELECTED CHANNEL (pag. 21)

⁄2

Connettore USB (pannello laterale, alla destra del display) (pag. 22)

⁄1

Sezione Data entry (Immissione dati) (pag. 22)

2

x

Sezione ST IN

(ingresso stereo)

(pag. 17)

z

Sezione del modulo dei canali (pag. 17)

c

Sezione STEREO MASTER (pag. 18)

v

Sezione USER DEFINED KEYS

(TASTI DEFINITI DALL'UTENTE) (pag. 18)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

15

Pannello superiore

LS9-32

b m

Sezione MIX/MATRIX SELECT

(SELEZIONE MIX/MATRICE) (pag. 20)

Sezione DISPLAY ACCESS

(ACCESSO DISPLAY) (pag. 19)

.

⁄0

Sezione SELECTED CHANNEL (pag. 21)

Sezione Stereo meter/Cue (Misura/ segnale di attivazione stereo) (pag. 20)

⁄1

Sezione Data entry

(Immissione dati)

(pag. 22)

⁄2

Connettore USB

(pannello laterale, alla destra del display) (pag. 22)

n

Sezione Layer (pag. 19)

,

Display (pag. 20)

z

Sezione del modulo dei canali (pag. 17)

c

Sezione STEREO MASTER (pag. 18)

v

Sezione USER DEFINED KEYS

(TASTI DEFINITI DALL'UTENTE) (pag. 18)

x

Sezione ST IN (ingresso stereo) (pag. 17)

16

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pannello superiore

z

Sezione del modulo dei canali

• • • • • • •

In questa sezione è possibile utilizzare i parametri principali dei canali di ingresso e di uscita oltre all'uscita di monitoraggio. Utilizzare la sezione LAYER

(

→ pag. 19) per selezionare i canali associati

a questa sezione.

x

Sezione ST IN (ingresso stereo)

• • • • •

In questa sezione è possibile utilizzare i parametri principali dei canali ST IN stereo 1–4. La funzione di ciascun controller corrisponde a quella della sezione

Channel Module (Modulo canali) se si eccettua che i canali L o R (sinistro o destro) verranno selezionati alternativamente come destinazione delle operazioni ogni volta che si preme il tasto [SEL] (SELEZIONE) e che la regolazione del livello avviene tramite l'encoder anziché il fader.

2

3

4

1

2

1

2

3

4

1

2

3

4

5

5 5

LS9-16 LS9-32

1

Tasto [SEL]

Consente di selezionare il canale da utilizzare. Quando si preme questo tasto per illuminare il LED, il canale corrispondente verrà selezionato per le operazioni da eseguire nella sezione SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO) o nel display. Nella sezione

ST IN, verranno selezionati alternativamente i canali L e

R come destinazioni delle operazioni ogni volta che si preme il tasto [SEL].

B

Tasto [CUE] (SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

Consente di selezionare il canale del quale monitorare il segnale di attivazione. Quando il segnale di attivazione è attivo, il LED si illumina.

C

LED indicatori

Indicano il livello del segnale audio dei canali di ingresso o di uscita.

D

Tasto [ON] (ATTIVATO)

Consente di attivare e disattivare il canale. Il tasto LED si illuminerà per i canali attivi. In modalità SENDS ON

FADER (MANDATE SU FADER), questo tasto consente di attivare/disattivare il segnale inviato da quel canale al bus MIX attualmente selezionato (o da un canale MIX al bus MATRIX).

E

Fader/Encoder

Consente di regolare il livello del segnale o il livello di monitoraggio dei canali di ingresso o di uscita.

In modalità SENDS ON FADER, questo tasto consente di regolare il livello di mandata dal canale al bus MIX attualmente selezionato (o da un canale MIX al bus MATRIX).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

17

Pannello superiore

c

Sezione STEREO MASTER

• • • • • • • • • • •

In questa sezione è possibile utilizzare i parametri principali del canale STEREO.

v

Sezione USER DEFINED KEYS

(TASTI DEFINITI DALL'UTENTE)

• • • • • • • •

In questa sezione è possibile eseguire le funzioni programmate per i tasti definiti dall'utente.

1

2

3

1

4

1

Tasti definiti dall'utente [1]–[12]

Questi tasti consentono di eseguire le funzioni programmate per ciascun tasto (ovvero cambiamento scene, attivazione/disattivazione del talkback o dell'oscillatore interno).

1

Tasto [SEL]

Consente di selezionare il canale STEREO come destinazione delle operazioni. I canali L e R verranno selezionati alternativamente come destinazioni delle operazioni ogni volta che si preme il tasto [SEL].

B

Tasto [CUE]

Consente di monitorare il segnale di attivazione del canale

STEREO. Quando il segnale di attivazione è attivo, il LED si illumina.

C

Tasto [ON]

Consente di attivare e disattivare il canale STEREO.

Quando è attivato, il tasto LED si illumina. In modalità

SENDS ON FADER è possibile utilizzare questo tasto per attivare/disattivare i canali MIX/MATRIX o come switch di attivazione/disattivazione per il segnale inviato dal canale STEREO ai bus MATRIX, in base al LAYER.

D

Fader

Consente di regolare il livello di output del canale

STEREO. In modalità SENDS ON FADER, il fader consente di regolare il livello dei canali MIX/MATRIX o il livello di mandata dal canale STEREO ai bus MATRIX, in base al LAYER.

SUGGERIMENTO

• Se MONITOR ON MASTER FADER (MONITOR SU MASTER

FADER) viene attivato nella schermata USER DEFINED KEY

SETUP (CONFIGURAZIONE TASTI DEFINITI DALL'UTENTE), il tasto [ON] e il fader rispettivamente attiveranno/disattiveranno

MONITOR e ne controlleranno il livello.

18

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pannello superiore

b

Sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO DISPLAY)

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

1

3

2

4

D

Tasto [CHANNEL JOB] (OPERAZIONE CANALE)

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile configurare le impostazioni per le funzioni Channel Link

(Collegamento canale), Mute Group (Gruppo esclusione) e Recall Safe (Blocca richiamo), nonché copiare o spostare le impostazioni tra i canali.

5 6

E

Tasto [RECORDER] (REGISTRATORE)

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile utilizzare e configurare le impostazioni per la funzione

Recorder con cui vengono registrati e riprodotti i file audio.

7 8

F

Tasto [METER] (INDICATORE)

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile visualizzare i livelli di ingresso/uscita di tutti i canali in una singola vista.

1

Tasto [SCENE MEMORY] (MEMORIA SCENE)

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile memorizzare, richiamare e modificare le memorie delle scene nonché configurare le impostazioni per le funzioni

Focus (Messa a fuoco) e Fade Time (Tempo fade).

B

Tasto [MONITOR]

Questo tasto consente di accedere a una schermata in cui è possibile configurare le impostazioni per segnale di attivazione, monitoraggio, oscillatore e talkback.

C

Tasto [SETUP] (Configurazione)

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile impostare e verificare il livello utente nonché effettuare impostazioni di base del sistema.

G

Tasto [RACK 1-4]

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile modificare l'EQ grafico assegnato ai rack virtuali 1–4.

Premendo contemporaneamente i tasti [RACK 1-4] e

[RACK 5-8] è possibile accedere alla schermata

VIRTUAL RACK (RACK VIRTUALE) in cui è possibile assegnare un EQ grafico (31 Band GEQ o Flex 15 GEQ) a ciascun rack virtuale.

H

Tasto [RACK 5-8]

Consente di accedere a una schermata in cui è possibile modificare l'EQ grafico o l'effetto interno assegnato ai rack virtuali 5–8 nonché di configurare le impostazioni per gli head amplifier esterni. Premendo contemporaneamente i tasti [RACK 1-4] e [RACK 5-8] è possibile accedere alla schermata VIRTUAL RACK in cui è possibile assegnare un EQ grafico (31 Band GEQ o Flex 15 GEQ) o un effetto interno a ciascun rack virtuale.

n

Sezione Layer

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questa sezione è possibile selezionare il tipo di canali che verranno utilizzati dalla sezione del modulo dei canali

(

→ pag. 17) e dalla sezione ST IN (→ pag. 17).

2

1

3

2

4

LS9-16

1

3

2

4

LS9-32

1

Tasto LAYER [1-16] {LAYER [1-32]}

B

Tasto LAYER [17-32] {LAYER [33-64]}

C

Tasto LAYER [MASTER]

Questi tasti consentono di assegnare combinazioni fisse di preset di canali alla sezione del modulo dei canali e alla sezione ST IN. Di seguito è riportata la combinazione dei canali corrispondenti a ciascun tasto.

Per l'unità LS9-16

Modulo/tasto LAYER

Tasto LAYER [1-16]

Tasto LAYER [17-32]

Tasto LAYER [MASTER]

1–16

CH 1–16

CH 17–32

MIX 1–16

ST IN 1–2

ST IN 1–2

ST IN 3–4

Per l'unità LS9-32

Modulo/tasto LAYER

Tasto LAYER [1-32]

Tasto LAYER [33-64]

Tasto LAYER [MASTER]

1–16

CH 1–16

CH 33–48

MIX 1–16

17–24

CH 17–24

CH 49–56

MATRIX 1–8

25–31

CH 25–31

CH 57–63

32

CH 32

CH 64

MONO

ST IN 1–4

ST IN 1–4

ST IN 1–4

D

Tasto LAYER [CUSTOM FADER] (FADER PERSONALIZZATO)

Consente di assegnare i canali selezionati dall'utente alla sezione del modulo dei canali e alla sezione

ST IN (per la procedura di assegnazione del canale

→ pag. 91).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

19

Pannello superiore

m

Sezione MIX/MATRIX SELECT

(SELEZIONE MIX/MATRICE)

• • • • • • • • • • •

In questa sezione è possibile selezionare i canali MIX o MATRIX su cui verranno eseguite le operazioni.

,

Display

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questo display è possibile visualizzare e modificare tutti i parametri di missaggio nonché diverse impostazioni.

1

1

Tasti MIX/MATRIX [1]–[16]

Consentono di selezionare il canale MIX (o nel caso in cui il canale selezionato sia MIX/STEREO/MONO, il canale

MATRIX) il cui livello di mandata verrà regolato dalla sezione SELECTED CHANNEL. Il LED del tasto corrispondente al canale attualmente selezionato si illuminerà (o lampeggerà nel caso di un canale MATRIX).

In modalità SENDS ON FADER, questi tasti consentono di selezionare un bus MIX o il pulsante MATRIX come destinazione di mandata. In questo caso, il LED del tasto corrispondente al bus attualmente selezionato lampeggerà mentre il LED dei tasti corrispondenti ai bus selezionabili si illumineranno. Nel caso dei bus MATRIX, i tasti

[9]–[16] si spegneranno e non sarà possibile selezionarli.

Utilizzare la sezione DISPLAY ACCESS (

→ pag. 19)

per selezionare la schermata che si desidera visualizzare.

Utilizzare quindi i tasti cursore della sezione di

immissione dati (

→ pag. 22) per spostare il cursore sul

parametro desiderato e utilizzare il dial o i tasti [INC]/

[DEC] (AUMENTA/RIDUCI) per modificare il valore.

.

Sezione Stereo meter/Cue (Misura/ segnale di attivazione stereo)

• • • • • • •

In questa sezione è possibile visualizzare il livello del canale STEREO o del monitoraggio del segnale di attivazione.

1

2

3

1

Indicatore misura stereo

Indicatore LED a 32 segmenti che indica i livelli del canale L/R del canale STEREO.

Quando il tasto [CUE] di un qualsiasi canale è attivato, l'indicatore segnala il livello di monitoraggio.

B

LED CUE

Questo LED lampeggerà quando il tasto [CUE] di un canale è attivato.

C

Tasto [CUE CLEAR] (CANCELLAZIONE

SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

Consente di cancellare tutti i monitoraggi dei segnali di attivazione attivi.

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pannello superiore

⁄0

Sezione SELECTED CHANNEL

• • • • • • • • •

In questa sezione è possibile utilizzare i più importanti parametri di missaggio dei canali di ingresso o di uscita correntemente selezionati.

La funzione dei controller di questa sezione dipenderà dal tipo di canale selezionato.

1

2

4

3

6

7

8

5

9

J

K

L M

1

Encoder [HA GAIN]

(Guadagno head amplifier)

Se si seleziona un canale INPUT/ST IN

L'encoder regolerà il guadagno dell'head amplifier interno o di un dispositivo head amplifier esterno

(AD8HR) collegato a uno slot del pannello posteriore.

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

Se si seleziona un altro canale

L'encoder non eseguirà alcuna operazione.

B

Encoder [PAN] (POSIZIONE STEREO)

Se si seleziona un canale INPUT/ST IN

Se si seleziona un canale MIX

L'encoder regolerà il pan del segnale inviato ai canali

L/R (o L/C/R se in modalità LCR) del bus STEREO.

Se viene selezionato un canale MIX impostato su stereo, l'encoder regolerà il bilanciamento di uscita dei canali di sinistra e di destra.

Se si seleziona un canale MATRIX

Se viene selezionato un canale MATRIX mono, l'encoder non eseguirà alcuna operazione. Se viene selezionato un canale MATRIX stereo, l'encoder regolerà il bilanciamento di uscita dei canali di sinistra e di destra.

Se si seleziona un canale STEREO/MONO (C)

L'encoder non eseguirà alcuna operazione per il canale

MONO (C). Per il canale STEREO, l'encoder regolerà il bilanciamento di uscita dei canali di sinistra e di destra.

C

Encoder [SELECTED SEND]

(MANDATA SELEZIONATA)

Se si seleziona un canale INPUT/ST IN

L'encoder regolerà il livello di mandata dal canale al bus correntemente selezionato. Se si tratta di un bus di tipo FIXED (FISSO), l'encoder attiverà/disattiverà la mandata.

Se il bus della destinazione di mandata è stereo, l'encoder specificherà il pan del segnale inviato ai due bus nel caso in cui venga selezionato un bus con numeri dispari oppure specificherà il livello di mandata se invece viene selezionato un bus con numeri pari.

Se si seleziona un canale MIX

L'encoder regolerà il livello di mandata dal canale

MIX al bus MATRIX correntemente selezionato.

Se si seleziona un canale MATRIX

L'encoder regolerà il livello di mandata dai canali

MIX al bus MATRIX correntemente selezionato.

NOTA

• In modalità SENDS ON FADER, l'encoder non eseguirà alcuna operazione a prescindere dal canale selezionato.

D

Encoder [DYNAMICS 1] (DINAMICHE 1)

Se si seleziona un canale INPUT/ST IN

L'encoder regolerà la soglia di Dynamics 1

(ad esempio, il gate).

Se si seleziona un altro canale

L'encoder regolerà la soglia del processore compressor ecc.

E

Encoder [DYNAMICS 2]

Se si seleziona un canale INPUT/ST IN

L'encoder regolerà la soglia di Dynamics 2

(ad esempio, il processore compressor).

Se si seleziona un altro canale

L'encoder non eseguirà alcuna operazione.

F

Encoder EQ [Q] (AMPIEZZA DI BANDA)

G

Encoder EQ [FREQUENCY] (FREQUENZA)

H

Encoder EQ [GAIN] (GUADAGNO)

Questi encoder regolano Q (ampiezza), frequenza e guadagno della banda selezionata mediante i tasti 9–L.

SUGGERIMENTO

• Premendo contemporaneamente l'encoder EQ [Q] e l'encoder EQ

[GAIN], è possibile reimpostare il guadagno su 0 dB per la banda selezionata mediante i tasti (

9

L

).

• Se è stata selezionata una banda LOW (BASSA) o HIGH (ALTA) che consente la modifica del tipo, è possibile cambiare il tipo ruotando l'encoder EQ [Q] mentre lo si preme, quando Q

è impostato sul valore massimo o minimo.

Banda LOW:

• Consente il passaggio allo shelving LOW se si ruota l'encoder verso destra premendolo, quando Q è sul valore minimo

• Consente il passaggio al filtro passa-alto se si ruota l'encoder verso sinistra premendolo, quando Q è sul valore massimo

(solo canali MIX, MATRIX, STEREO e MONO)

Banda HIGH:

• Consente il passaggio allo shelving HIGH se si ruota l'encoder verso destra premendolo, quando Q è sul valore minimo

• Consente il passaggio al filtro passa-basso se si ruota l'encoder verso sinistra premendolo, quando Q è sul valore massimo

Per shelving, filtro passa-alto e filtro passa-basso, è possibile cambiare il tipo ruotando l'encoder mentre lo si preme.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

21

2

Pannello superiore

I

Tasto EQ [HIGH] (ALTO)

J

Tasto EQ [HIGH MID] (MEDIO ALTO)

K

Tasto EQ [LOW MID] (MEDIO BASSO)

L

Tasto EQ [LOW] (BASSO)

Questi tasti consentono di selezionare la banda controllata dagli encoder 6–8.

Premendo contemporaneamente il tasto EQ [HIGH] e il tasto EQ [LOW], è possibile reimpostare il guadagno di tutte le quattro bande su 0 dB.

M

Tasto [HOME]

Consente di ripristinare la posizione iniziale del pannello dell'unità LS9. Quando si preme questo pulsante, il pannello cambia come illustrato di seguito.

• Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO) del canale correntemente selezionato.

• La funzione relativa al livello del canale verrà assegnata ai fader (la modalità SENDS ON FADER sarà annullata).

⁄1

Sezione Data entry (Immissione dati)

• •

Consente di specificare i parametri della schermata.

1

⁄2

Connettore USB (pannello laterale, alla destra del display)

• • • • • • • • • • •

Consente la connessione alla memoria USB.

1

1

Connettore USB

La memoria USB può essere collegata in questo punto e utilizzata per salvare o caricare dati interni. È possibile salvare su memoria USB anche i dati della chiave di autenticazione utente per la definizione del livello, e quindi utilizzarli per limitare le funzionalità disponibili per ciascun utente.

NOTA

• Il funzionamento è garantito solo per memoria flash USB.

4

2

3

Formato della memoria USB

Viene supportata solo la memoria USB con capacità non superiore a 2 GB e formattata in

FAT12, FAT16 o FAT32. Se la memoria USB è stata formattata in qualsiasi altro modo, sarà necessario riformattarla nella schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE).

Protezione da scrittura

Talvolta la memoria USB è protetta da scrittura in modo da impedire la cancellazione involontaria dei dati. Qualora la memoria USB contenga dati importanti, è consigliabile utilizzare la funzione che consente di proteggerla da scrittura per impedire cancellazione involontarie.

Al contrario, è necessario accertarsi che la funzione che consente la protezione da scrittura della memoria USB sia disattivata prima di tentare il salvataggio dei dati.

1

Tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA)

Consentono di aumentare o ridurre il valore del parametro nel punto della schermata in cui è posizionato il cursore, con decrementi/incrementi di -1/+1.

B

Tasti cursore

Consentono di spostare il cursore sullo schermo in diverse direzioni (su, giù, sinistra, destra).

C

Dial

Consente di aumentare/ridurre senza interruzioni il valore del parametro nel punto della schermata in cui è posizionato il cursore.

D

Tasto [ENTER] (Invio)

Viene utilizzato per attivare/disattivare un pulsante della schermata oppure per confermare una modifica apportata.

ATTENZIONE

• L'indicatore ACCESS (ACCESSO) verrà visualizzato nella parte superiore della schermata in fase di accesso dei dati, ad esempio durante salvataggio, caricamento o eliminazione.

In questa fase, la memoria USB non deve essere scollegata dal connettore USB e l'unità LS9 non deve essere spenta. In caso contrario si potrebbe danneggiare la memoria USB o i dati presenti nell'unità LS9 o nella memoria stessa.

22

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pannello posteriore

LS9-16

2 4 5 6 7 8 1 3

Pannello posteriore

2

L M K J

LS9-32

K J 4 5 6 7 8 9 1

L M 2 3

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

23

Pannello posteriore

1

Jack INPUT (ingresso) 1–16 {1–32}

LS9-16

Jack femmina XLR-3-31 bilanciati per l'immissione di segnali audio analogici provenienti dai dispositivi a livello di linea o dai microfoni.

Il livello di input nominale è compreso nell'intervallo -62 dBu –

+10Bu. Tutti i jack sono dotati di head amplifier reimpostabili e la configurazione di questi ultimi può essere memorizzata nella memoria scene.

B

Jack OMNI OUT (uscita omni) 1–8 {1–16}

C

Slot {1–2}

LS9-32

Spina XLR maschio

1 (messa a terra)

3 (freddo)

2 (caldo)

LS9-16

LS9-16

LS9-32

LS9-32

Jack di uscita maschi XLR-3-32 per l'emissione di segnali audio analogici. Vengono utilizzati principalmente per trasmettere segnali del canale MIX/MATRIX. Il livello di output nominale è pari a +4 dBu.

Spina XLR femmina

2 (caldo)

3 (freddo)

1 (messa a terra)

È possibile installare in questi slot schede I/O mini-

YGDAI (vendute separatamente) per fornire porte aggiuntive di ingresso e di uscita. L'unità LS9-16 è dotata di un unico slot mentre l'unità LS9-32 ne ha due. Ciascuno degli slot fornisce ingresso/uscita per un massimo di

16 canali di segnali.

NOTA

• Il livello di output nominale dei jack OMNI OUT 1–8 {1–16} è pari a

+4 dBu (il livello massimo è +24 dBu) tuttavia in caso di necessità

è possibile portarlo, mediante uno switch interno, su -2 dBu (il livello massimo è +18 dBu) (Questa modifica comporta dei costi).

Per ulteriori informazioni contattare uno dei rivenditori Yamaha riportati nell'elenco alla fine del presente manuale.

24

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pannello posteriore

4 5 6 7 8

L M K J

4 5 6 7 8

LS9-16

9

LS9-16

J

LS9-32

D

Connettore NETWORK (RETE)

Consente la connessione dell'unità LS9 a un computer

Windows tramite cavo Ethernet compatibile CAT3

(velocità di trasferimento: massimo 10 Mbps) o CAT5

(velocità di trasferimento: massimo 100 Mbps). Questo connettore viene utilizzato soprattutto per controllare i parametri di missaggio o per modificare memorie di scene e librerie dal programma "LS9 Editor" dedicato.

NOTA

• DME-N Network Driver (richiesto per il collegamento al connettore

NETWORK), Studio Manager (richiesto per eseguire LS9 Editor) e lo stesso LS9 Editor, sono scaricabili dal sito Web Yamaha il cui indirizzo è riportato di seguito.

http://www.yamahaproaudio.com/

E

Connettori WORD CLOCK IN/OUT

(INGRESSO/USCITA WORD CLOCK)

Connettori BNC utilizzati per trasmettere e ricevere segnali di word clock a/da un dispositivo esterno.

Il connettore WORD CLOCK IN presenta una terminazione interna con resistore di 75 ohm.

F

Jack 2TR OUT DIGITAL (USCITA DIGITALE 2TR)

Jack coassiale che emette il segnale audio digitale di uno specifico canale in formato IEC-60958. Viene utilizzato principalmente per trasmettere segnali del canale

STEREO/MONO.

G

Jack 2TR IN DIGITAL (INGRESSO DIGITALE 2TR)

Jack coassiale che consente l'ingresso di un segnale audio digitale stereo in formato IEC-60958. Il segnale di ingresso proveniente da questo jack può essere associato a tutti i canali di ingresso.

H

Connettori MIDI IN/OUT (INGRESSO/USCITA MIDI)

Connettori utilizzati per trasmettere e ricevere messaggi

MIDI a/da dispositivi MIDI esterni. Il connettore MIDI IN riceve messaggi da un dispositivo esterno mentre il connettore MIDI OUT li trasmette dall'unità LS9.

Vengono utilizzati principalmente per registrare le operazioni dei parametri dell'unità LS9, per le modifiche di librerie/scene su un dispositivo esterno o per i parametri di funzionamento remoto dell'unità LS9.

I

Connettore LAMP (SPIA) (solo LS9-32)

Connettore XLR-4-31 che alimenta una spia luminosa a collo d'oca, venduta separatamente (ad esempio, Yamaha

LA5000). La luminosità della spia può essere regolata nella schermata.

K

M

L

LS9-32

J

Connettore AC IN (INGRESSO CA)

Collegare il cavo di alimentazione fornito a questo connettore per alimentare l'unità.

K

Switch POWER (ALIMENTAZIONE)

Consente di attivare e disattivare l'alimentazione.

L

Vite di messa a terra

Per un funzionamento sicuro, accertarsi di aver eseguito in modo corretto la messa a terra dell'unità LS9. Il cavo di alimentazione in dotazione dispone di una spina a tre conduttori, pertanto se la presa CA è collegata a terra, anche la messa a terra dell'unità LS9 risulterà idonea. Se la presa CA non è collegata a terra, effettuare un'adeguata messa a terra tramite questa vite. La corretta messa a terra dell'unità consente di eliminare efficacemente rumori e interferenze.

M

Ventola di raffreddamento

Si tratta dell'apertura per la ventola di raffreddamento interna alla console. Quando si posiziona la console, prestare attenzione a non bloccare questa apertura.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

25

2

Pannello anteriore

1 2

Pannello anteriore

1

Controllo PHONES LEVEL (LIVELLO CUFFIE)

Consente di regolare il livello del segnale emesso dal jack

PHONES OUT 2 (USCITA CUFFIE).

B

Jack PHONES OUT (uscita cuffie)

Jack delle cuffie per il monitoraggio del segnale

MONITOR OUT o CUE.

26

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 3

Funzionamento di base dell'unità LS9

In questo capitolo vengono descritte le diverse interfacce utente utilizzate per il funzionamento dell'unità LS9 e le operazioni di base.

Operazioni di base nel pannello superiore

In questa sezione verranno descritte le operazioni di base che è possibile eseguire nel pannello superiore dell'unità LS9.

Informazioni sul tasto [HOME]

Questo tasto della sezione SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO) consente di riportare il pannello dell'unità LS9allo stato di base

(posizione iniziale).

Selezione del layer fader

La sezione del modulo canali del pannello superiore consente di cambiare le combinazioni dei canali da controllare ("layer fader") affinché sia possibile controllare i canali di ingresso e di uscita o i livelli di monitoraggio.

Premere i tasti della sezione LAYER per cambiare la combinazione dei canali che si desidera controllare.

Quando si preme il pulsante [HOME], il pannello cambia come illustrato di seguito.

• Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO) in cui è possibile visualizzare tutti i parametri del canale selezionato.

LS9-16 LS9-32

3

• La funzione relativa al livello del canale verrà assegnata ai fader (la modalità SENDS ON FADER

(MANDATE SU FADER) sarà annullata).

Il tasto [HOME] lampeggerà se nel display viene visualizzata qualsiasi schermata diversa dalla SELECTED

CH VIEW o qualora sia attiva la modalità SENDS ON

FADER. In questi casi è opportuno premere il tasto

[HOME] per riportare il pannello alla posizione iniziale

(la spia del tasto [HOME] emetterà una luce fissa), quindi procedere con le operazioni.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

27

Operazioni di base nel pannello superiore

Di seguito è riportata la combinazione dei canali corrispondenti a ciascun tasto.

LS9-16

Tasto sezione LAYER

LAYER [1-16]

LAYER [17-32]

LAYER [MASTER]

LAYER [CUSTOM FADER]

LS9-32

INPUT CH 1–16

INPUT CH 17–32

MIX 1–16

Qualsiasi canale

STEREO

STEREO

STEREO

STEREO

ST IN 1–2

ST IN 3–4

Qualsiasi canale

Tasto sezione LAYER

LAYER [1-32]

LAYER [33-64]

LAYER [MASTER]

LAYER [CUSTOM FADER]

INPUT CH 1–16

INPUT CH 33–48

MIX 1–16 MATRIX 1–8

Qualsiasi canale

INPUT CH 17–32

INPUT CH 49–64

— MONO

SUGGERIMENTO

• Sull'unità LS9-16, i canali MATRIX (MATRICE) e MONO non vengono assegnati ai layer fader predefiniti.

Se si desidera utilizzare i fader del pannello superiore e i tasti [ON] (ATTIVATO) per controllare i canali

MATRIX o il canale MONO, è possibile assegnarli al layer fader personalizzato (

pag. 91).

STEREO

STEREO

STEREO

STEREO

ST IN 1–4

ST IN 1–4

Qualsiasi canale

28

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni di base nel pannello superiore

Utilizzo della sezione SELECTED CHANNEL

È possibile utilizzare gli encoder e i tasti della sezione

SELECTED CHANNEL per gestire direttamente i parametri di missaggio (EQ, pan, dynamics ecc.) del canale correntemente selezionato dal pannello superiore.

Selezione delle funzioni

Usare i tasti della sezione DISPLAY ACCESS

(ACCESSO DISPLAY) quando si desidera utilizzare funzioni diverse dai parametri di missaggio, oppure quando si decide di modificare più impostazioni.

3

1

Accertarsi di aver selezionato il layer fader desiderato nella sezione LAYER.

2

Utilizzare i tasti [SEL] (SELEZIONE) della sezione del modulo canali e delle sezioni

STEREO e ST IN (INGRESSO STEREO) per selezionare il canale che si desidera utilizzare.

Il canale correntemente selezionato è indicato nella parte superiore sinistra della schermata.

Quando si tratta di canali stereo (STEREO e ST IN), ogni volta che viene premuto il tasto [SEL] si passerà dal canale L (Left, sinistra) al canale R (Right, destra) e viceversa.

SUGGERIMENTO

• Se AUTO CHANNEL SELECT (SELEZIONE AUTOMATICA

CANALE) viene attivato nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), sarà possibile

selezionare un canale semplicemente utilizzando il tasto [ON] o il fader, senza dover premere il tasto [SEL].

3

Ruotare gli encoder della sezione

SELECTED CHANNEL per modificare i parametri desiderati.

Verrà modificato il parametro assegnato a ciascun encoder. Prima di azionare gli encoder EQ, sarà necessario utilizzare i tasti EQ [HIGH] (ALTO),

EQ [HIGH MID] (MEDIO-ALTO), EQ [LOW MID]

(MEDIO-BASSO) ed EQ [LOW] (BASSO) per selezionare la banda da controllare.

SUGGERIMENTO

• Premendo uno degli encoder della sezione SELECTED

CHANNEL verso il basso, è possibile accedere a una finestra a comparsa in cui configurare impostazioni dettagliate relative

al parametro (

pag. 194).

Se si preme uno dei tasti della sezione DISPLAY

ACCESS, nel display verrà visualizzata la schermata corrispondente. Se la schermata consiste di più pagine, sarà possibile passare da una all'altra premendo più volte lo stesso tasto. Ad esempio se si preme il tasto [SCENE

MEMORY] (MEMORIA SCENE),verrà visualizzata la schermata SCENE MEMORY in cui è possibile memorizzare o richiamare le memorie delle scene.

SUGGERIMENTO

• Se si preme il tasto DISPLAY ACCESS mentre si visualizza una schermata a comparsa, quest'ultima verrà chiusa.

• Se si tiene premuto il tasto della sezione DISPLAY ACCESS, verrà visualizzata la schermata apparsa in precedenza.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

29

Visualizzazione del display

Visualizzazione del display

In questa sezione verranno illustrati i diversi tipi di informazioni riportate nel display.

3

4

Area di visualizzazione permanente

1 2 5

D

Nome utente/stato

Consente di visualizzare il nome dell'utente correntemente connesso (autenticato e autorizzato all'utilizzo della console).

Altri indicatori vengono qui riportati se l'oscillatore o il talkback è attivato oppure se si è in fase di accesso alla memoria interna o alla memoria USB.

Quando l'oscillatore è attivato

Quando il talkback è attivato

Durante la registrazione su memoria USB

Durante la riproduzione da memoria USB

1

Canale selezionato

Quest'area consente di visualizzare numero, nome e icona del canale correntemente selezionato per le operazioni mediante il relativo tasto [SEL]. (Per ulteriori informazioni sull'assegnazione dei nomi

→ pag. 34;

per ulteriori informazioni sulla selezione di icone

→ pag. 55, 69) È anche possibile spostare il cursore in

quest'area e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]

(RIDUCI/AUMENTA) per modificare il canale selezionato.

B

Memoria scene

Consente di visualizzare il numero e il nome della scena correntemente selezionata per le operazioni di memorizzazione/richiamo.

L'indicazione "R" (Read Only) viene visualizzata per scene di sola lettura o protette da scrittura. Se si sono modificati i parametri rispetto allo stato memorizzato o richiamato più recentemente, verrà visualizzata l'indicazione "E"( Edited) (Modificato). Spostare il cursore sul numero della scena, utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per modificare tale numero, quindi premere

[ENTER] (INVIO) per richiamare la scena.

NOTA

• La semplice modifica della scena qui visualizzata non comporterà alcuna operazione di memorizzazione/richiamo.

• Per eseguire un'operazione di memorizzazione o richiamo, accedere alla schermata SCENE MEMORY e utilizzare i pulsanti

STORE/RECALL (MEMORIZZA/RICHIAMA) della schermata

(

pag. 129) oppure premere un tasto definito dall'utente a cui

sono state assegnate le operazioni di memorizzazione/richiamo della scena (

pag. 132).

• È anche possibile spostare il cursore sul numero della scena nell'area di visualizzazione permanente e utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per modificare tale numero. Il numero lampeggerà se la scena memorizzata o richiamata più di recente è diversa da quella correntemente selezionata.

C

MIDI

L'indicatore MIDI verrà visualizzato quando si ricevono messaggi MIDI.

30

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Durante l'accesso alla memoria interna quando viene archiviata la memoria USB o una scena

E

Livello ST IN

Indica lo stato attivo/disattivato e il livello di input dei canali ST IN 1–4. Una manopola grigia e un indice nero indicano lo stato attivo mentre una manopola di colore grigio scuro e un indice nero indicano lo stato disattivato.

In modalità SENDS ON FADER, questo livello indica lo stato attivo/disattivato e il livello di mandata del segnale inviato dai canali ST IN 1–4 al bus MIX. Se è attivo, il colore della manopola corrisponderà alla destinazione di mandata (lo stesso tipo di colore dei tasti della sezione

MIX/MATRIX SELECT (SELEZIONE MIX/

MATRICE)) mentre gli indici saranno di colore bianco.

Se è disattivato, la manopola sarà grigia e gli indici neri.

SUGGERIMENTO

• In modalità SENDS ON FADER, il bus della destinazione di mandata lampeggia a destra del numero di scena.

Visualizzazione del display

Area principale

Il contenuto dell'area principale dipende dalla funzione correntemente selezionata.

Schermata SELECTED CH VIEW

In questa schermata vengono visualizzati tutti i parametri di missaggio del canale correntemente selezionato.

Per accedervi, premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Finestre a comparsa

In alcune finestre vengono visualizzati elenchi di parametri specifici della schermata o informazioni su di essi. Queste finestre vengono definite "a comparsa".

Finestra a comparsa

3

Schermate delle diverse funzioni

Consentono di accedere a funzioni e impostazioni diverse dai parametri di missaggio dei canali. Per accedere a queste schermate, premere il tasto appropriato della sezione DISPLAY ACCESS.

Utilizzando le manopole e i pulsanti di una finestra a comparsa, è possibile configurare parametri più dettagliati. In alcune finestre a comparsa sono presenti diversi pulsanti definiti "pulsanti degli strumenti" nella parte superiore della finestra. È possibile utilizzare questi pulsanti per richiamare oppure copiare/incollare i dati della libreria.

Per chiudere la finestra a comparsa e tornare alla schermata precedente, spostare il cursore sul simbolo

× o sul pulsante CLOSE (CHIUDI), quindi premere il tasto

[ENTER] (è anche possibile chiudere la finestra a comparsa e tornare alla schermata SELECTED

CHANNEL VIEW premendo il tasto [HOME]).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

31

Visualizzazione del display

Interfaccia utente su schermo

L'interfaccia dello schermo dell'unità LS9 include i seguenti elementi.

Cursore

Il riquadro intermittente (rosso e giallo) all'interno della schermata viene definito "cursore".

Il cursore viene utilizzato per specificare l'oggetto delle operazioni. Utilizzare i tasti cursore della sezione di immissione dati per spostare il cursore in alto e in basso e verso destra/sinistra.

Manopole e fader

Le manopole della schermata vengono utilizzate per visualizzare o modificare i valori dei parametri corrispondenti. In genere, per modificare il valore, è necessario spostare il cursore su una manopola e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] della sezione di immissione dei dati. Il valore corrente viene indicato in forma numerica immediatamente al di sotto della manopola.

Alcune manopole si sposteranno insieme agli encoder della sezione SELECTED CHANNEL.

Manopola

Cursore

Pulsanti

I pulsanti dello schermo vengono utilizzati per eseguire specifiche funzioni, per attivare o disattivare parametri o per selezionare una delle varie opzioni.

Per eseguire la funzione di un pulsante, per attivarlo/ disattivarlo oppure per selezionare un elemento desiderato, spostare il cursore sul pulsante prescelto e premere il tasto [ENTER] della sezione di immissione dei dati.

Spostando il cursore su un pulsante che indica il simbolo

▼ e premendo il tasto [Enter], è possibile aprire un'altra finestra a comparsa in cui specificare dettagli.

I fader della schermata vengono utilizzati principalmente per visualizzare o modificare il livello dei canali corrispondenti. Si sposteranno insieme ai fader del pannello superiore. È anche possibile spostare il cursore su un fader e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] della sezione di immissione dei dati per modificare il valore.

Il valore corrente viene indicato in forma numerica immediatamente al di sotto del fader.

Fader

Pulsanti

Finestra List (Elenco)

Quando si seleziona un elemento dall'elenco, ad esempio una funzione per un tasto definito dall'utente, verrà visualizzata una finestra come quella riportata di seguito.

All'interno dell'elenco, l'elemento continuamente evidenziato al centro è l'elemento selezionato. Per scorrere l'elenco verso l'alto o verso il basso, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Finestra List

32

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Finestra Keyboard (Tastiera)

La finestra Keyboard riportata di seguito viene visualizzata quando si assegna un nome o un commento a una scena o a una libreria oppure un nome a un canale.

Per l'immissione di caratteri, spostare il cursore sul carattere desiderato nella finestra e premere [ENTER]

(per la procedura

→ pag. 34).

Finestra Keyboard

Visualizzazione del display

Finestra di dialogo CAUTION (AVVISO)

In questa finestra di dialogo verrà visualizzato un avviso nel caso si sia verificato un errore irreversibile nell'operazione che si tenta di eseguire. Se si sposta il cursore sul pulsante CLOSE (CHIUDI) e si preme il tasto [ENTER], l'operazione verrà annullata forzatamente e la finestra di dialogo non sarà più visualizzata.

3

Finestra di dialogo

Quando è necessario confermare l'operazione appena eseguita o se si è verificato un problema, verrà visualizzata una finestra di dialogo che chiede di confermare l'operazione o visualizza un avviso.

Finestra di dialogo CONFIRMATION

(CONFERMA)

Verrà visualizzata quando è richiesta una conferma dell'utente. Spostare il cursore sul pulsante OK per eseguire l'operazione o sul pulsante CANCEL

(ANNULLA) per annullarla, quindi premere il tasto [ENTER].

Finestra di dialogo ATTENTION (ATTENZIONE)

In questa finestra di dialogo verrà visualizzato un avviso nel caso si sia verificato un problema con l'operazione che si tenta di eseguire.

Se si sposta il cursore sul pulsante OK e si preme

[ENTER], l'operazione verrà eseguita in modo tale da eludere il problema. Se si sposta il cursore sul pulsante

CANCEL e si preme il tasto [ENTER], l'operazione verrà annullata.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

33

Assegnazione di un nome

Assegnazione di un nome

Sull'unità LS9, è possibile assegnare un nome a ciascun canale di ingresso e di uscita, nonché un titolo a ciascun elemento dati della scena o della libreria quando lo si salva.

Per l'assegnazione dei nomi è possibile utilizzare la finestra Keyboard riportata nell'area principale.

1

Accedere alla finestra in cui è possibile assegnare un nome.

L'illustrazione che segue mostra la finestra a comparsa

SCENE STORE (MEMORIZZAZIONE SCENA) utilizzata quando si assegna un nome a una scena.

Casella di immissione testo

Pulsante DEL (Canc)

Consente di eliminare il carattere a destra del cursore testo.

Pulsante BS (Backspace)

Consente di eliminare il carattere a sinistra del cursore testo.

Pulsante SHIFT LOCK (Bloc Maiusc)

Consente il passaggio dai caratteri alfabetici minuscoli a quelli maiuscoli e viceversa. L'immissione di caratteri maiuscoli e di simboli sarà possibile se il pulsante è attivato, mentre sarà necessario disattivarlo per immettere caratteri minuscoli e numerici.

Pulsante ENTER (Invio)

Consente di finalizzare il nome immesso. Nella finestra a comparsa SCENE STORE è possibile ottenere lo stesso risultato spostando il cursore sul pulsante STORE e premendo il tasto [ENTER].

4

Dopo aver immesso il nome, spostare il cursore sul pulsante STORE o sul pulsante

ENTER, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà applicato il nome immesso.

Una riga verticale gialla denominata "cursore testo" sta a indicare la posizione corrente nella casella in cui vengono visualizzati i caratteri immessi.

2

Utilizzare la tastiera su schermo per immettere il testo.

Spostare il cursore (riquadro rosso) sul carattere desiderato nella finestra Keyboard e premere il tasto

[ENTER]; il carattere verrà inserito nella casella di immissione testo e il cursore testo (riga gialla verticale) al suo interno si sposterà verso destra.

SUGGERIMENTO

• La procedura di base è la stessa nelle finestre che consentono di assegnare nomi ai canali o ad altri tipi di dati della libreria. Se si sta inserendo un nome di canale, il nome verrà immediatamente aggiornato, senza dover utilizzare il tasto ENTER.

3

Immettere i successivi caratteri allo stesso modo.

Durante l'immissione di caratteri, è possibile utilizzare i seguenti pulsanti della finestra Keyboard.

Pulsante COPY (Copia)

Consente di copiare l'intera stringa di testo dalla casella di testo nella memoria buffer.

Pulsante PASTE (INCOLLA)

Consente di inserire la stringa di testo copiata utilizzando il pulsante COPY nel punto in cui è posizionato il cursore testo.

Pulsante CLEAR (CANCELLA)

Consente di cancellare tutti i caratteri immessi nella casella di immissione testo.

Pulsanti

Consentono di spostare il cursore testo avanti o indietro nella casella di immissione.

Pulsante INS (Inserisci)

Consente di inserire uno spazio (vuoto) nel punto in cui è posizionato il cursore testo.

34

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

La barra del titolo nella parte superiore delle finestre a comparsa e le schermate contengono pulsanti degli strumenti che consentono di accedere a funzioni aggiuntive. È possibile utilizzare questi pulsanti per richiamare le librerie correlate oppure per copiare i parametri di un canale in un altro canale. In questa sezione verrà illustrato come utilizzare i pulsanti degli strumenti.

3

Informazioni sui pulsanti degli strumenti

Pulsanti degli strumenti come quelli riportati di seguito vengono visualizzati nelle finestre e schermate a comparsa

ATT/HPF/EQ (ATTENUATORE/FILTRO PASSA-ALTO/

EQUALIZZATORE), DYNAMICS 1/2 (DINAMICHE

1/2), GEQ (EQ GRAFICO) ed EFFECT (EFFETTO)

1 2 3 4 5

Utilizzo delle librerie

In questa sezione verrà illustrata la procedura di base per l'utilizzo delle librerie. È possibile utilizzare le librerie per memorizzare (salvare) o richiamare (caricare) le impostazioni del canale (EQ/dinamiche) o del rack

(GEQ/effetto) correntemente selezionato.

Sono disponibili le seguenti librerie.

• Libreria Input EQ (EQ di ingresso)

• Libreria Output EQ (EQ di uscita)

• Libreria dinamiche

• Libreria GEQ (EQ grafico)

• Libreria effetti

La procedura operativa è sostanzialmente la stessa per tutte le librerie.

1

Pulsante LIB (Library, Libreria)

Consente di richiamare la libreria correlata alla finestra o alla schermata a comparsa (libreria EQ, dinamiche, GEQ o effetto).

B

Pulsante DEF (Default)

Consente di riportare il canale (EQ/dinamiche) o il rack

(effetto) correntemente selezionato allo stato di default.

C

Pulsante COPY

Consente di copiare le impostazioni del canale (EQ/ dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato. Le impostazioni copiate vengono conservate nella memoria buffer (area della memoria per archiviazione temporanea).

D

Pulsante PASTE

Consente di incollare le impostazioni conservate nella memoria buffer all'interno del canale (EQ/dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato.

E

Pulsante COMPARE (CONFRONTA)

Consente di scambiare le impostazioni conservate nella memoria buffer con le impostazioni del canale (EQ/ dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato.

NOTA

• Se non è stata copiata nessuna impostazione nella memoria buffer, non sarà possibile premere il pulsante PASTE o il pulsante COMPARE.

Inoltre, alcune schermate presentano i seguenti pulsanti degli strumenti.

• SET ALL (IMPOSTA TUTTO)

............................. Consente di attivare tutti i parametri della schermata.

• CLEAR ALL (CANCELLA TUTTO)

............................. Consente di disattivare tutti i parametri della schermata.

Richiamo di dati da una libreria

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

Per accedere a ciascuna delle finestre o schermate a comparsa, procedere come segue.

[ Finestra a comparsa ATT/HPF/EQ ]

[ Finestra a comparsa DYNAMICS 1/2 ]

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

35

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

Nella schermata SELECTED CH VIEW, spostare il cursore sulla manopola corrispondente a EQ o dynamics 1/2 oppure su un pulsante con simbolo

▼, quindi premere il tasto [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Se POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS

(VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI PREMONO

LE MANOPOLE) è attivato nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa premendo l'encoder della sezione SELECTED CHANNEL corrispondente a EQ o dynamics 1/2.

[ Schermata RACK ]

Nella sezione DISPLAY ACCESS, premere il tasto

[RACK 1-4] o [RACK 5-8].

[ Schermata RACK ]

Nella sezione DISPLAY ACCESS, premere più volte il tasto [RACK 1-4] o [RACK 5-8].

SUGGERIMENTO

• Se si desidera modificare l'assegnazione (equalizzatore

31 Band GEQ, equalizzatore Flex 15 GEQ o effetto) a ciascun rack, premere contemporaneamente i tasti

[RACK 1-4] e [RACK 5-8] per accedere alla schermata

VIRTUAL RACK (RACK VIRTUALE) (

pag. 158).

3

Spostare il cursore sul pulsante LIB nella barra degli strumenti e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa della libreria corrispondente.

2

Selezionare il canale (EQ/dinamiche) o il rack (GEQ/effetto) di cui si desidera richiamare le impostazioni.

Il metodo di selezione del canale/rack dipende dal tipo di finestra o schermata a comparsa correntemente visualizzata.

[ Finestra a comparsa ATT/HPF/EQ ]

[ Finestra a comparsa DYNAMICS 1/2 ]

Premere un tasto [SEL] del pannello o spostare il cursore sul canale selezionato nell'area di visualizzazione permanente della schermata, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Canale selezionato

1

2

1

List

In questo elenco vengono visualizzate le impostazioni salvate nella libreria.

La riga evidenziata indica i dati selezionati per le operazioni. I dati di sola lettura sono indicati dal simbolo "R".

B

Pulsante RECALL (Richiama)

Consente di richiamare le impostazioni selezionate nell'elenco all'interno del canale (EQ/dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato.

SUGGERIMENTO

• Nel lato destro dell'elenco vengono visualizzate le informazioni relative ai dati corrispondenti (il tipo di dinamiche o il tipo di effetto utilizzato ecc.). Nel caso della libreria dinamiche, viene visualizzato un simbolo per indicare se i dati possono essere richiamati da dynamics 1 o 2.

4

Spostare il cursore sull'elenco e selezionare il numero della libreria sorgente del richiamo utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC] per spostare la riga evidenziata nell'elenco.

In alcuni casi i dati selezionati come sorgente di richiamo non possono essere richiamati nel canale/ rack correntemente selezionato. Per ciascuna libreria esistono le limitazioni riportate di seguito.

Libreria dinamiche

La libreria dinamiche include tre tipi di dati:

Dynamics 1 e Dynamics 2 per i canali di ingresso e

Dynamics 1 per i canali di uscita. Sarà impossibile effettuare il richiamo qualora sia stato selezionato un tipo non supportato dal processore delle dinamiche corrispondente.

36

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

GEQ library (Libreria EQ grafico)

La libreria GEQ contiene due tipi di dati: 31BandGEQ o Flex15GEQ. Sarà impossibile effettuare il richiamo qualora sia stato selezionato un tipo diverso da GEQ per la destinazione di richiamo.

Libreria effetti

Le impostazioni Effect (Effetto) il cui tipo di effetto è

"HQ.Pitch" (Pitch high quality) o "Freeze" (Blocco) possono essere richiamate solo nei rack 5 o 7 e non se viene selezionato qualsiasi altro rack.

Se si seleziona un numero di elemento della libreria che non può essere richiamato, il pulsante RECALL verrà disattivato.

5

Spostare il cursore sul pulsante RECALL, quindi premere il tasto [ENTER].

I dati selezionati verranno caricati nel canale (EQ/ dinamiche) o nel rack (GEQ/effetto) selezionati al punto 2.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile scegliere di visualizzare una finestra di dialogo che richieda la conferma dell'operazione di richiamo

(

pag. 194).

Memorizzazione di dati in una libreria

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

2

Selezionare il canale (EQ/dinamiche) di cui si desidera memorizzare le impostazioni oppure il rack in cui sia già montato il GEQ/ effetto con le impostazioni da memorizzare.

3

Spostare il cursore sul pulsante LIB nella barra degli strumenti e premere [ENTER] per accedere alla finestra o schermata a comparsa della libreria corrispondente.

4

Spostare il cursore sull'elenco, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della libreria di destinazione della memorizzazione.

5

Dopo aver selezionato la destinazione della memorizzazione, spostare il cursore sul pulsante STORE (MEMORIZZA) e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa LIBRARY

STORE (MEMORIZZAZIONE LIBRERIA) che consente di assegnare un nome ai dati. Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare riferimento

alla sezione “Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

6

Dopo aver assegnato un nome ai dati, spostare il cursore sul pulsante STORE nella finestra a comparsa LIBRARY STORE, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di memorizzazione.

7

Per eseguire l'operazione di memorizzazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni correnti verranno memorizzate nel numero di libreria selezionato al punto 4. Se si decide di annullare l'operazione di memorizzazione, spostare il cursore sul pulsante CANCEL invece che sul pulsante OK, quindi premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Anche nel caso in cui le impostazioni siano state memorizzate, è possibile modificare il titolo dei dati spostando il cursore sul nome dei dati in elenco e premendo il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

LIBRARY TITLE EDIT (MODIFICA TITOLO LIBRERIA).

Non è tuttavia possibile rinominare i dati di sola lettura

(indicati dal simbolo "R").

NOTA

• È importante sapere che se l'archiviazione viene eseguita in una posizione che contiene altri dati, i dati esistenti verranno sovrascritti (non è comunque possibile sovrascrivere dati di sola lettura).

• Non disattivare l'alimentazione mentre è in corso l'operazione di memorizzazione dei dati in quanto potrebbe non riuscire correttamente.

3

Pulsante STORE

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

37

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

Cancellazione di dati da una libreria

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

2

Spostare il cursore sul pulsante LIB nella barra degli strumenti e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa della libreria corrispondente.

Inizializzazione delle impostazioni

Di seguito viene illustrato in che modo riportare allo stato iniziale le impostazioni EQ/dinamiche del canale correntemente selezionato o le impostazioni di effetto di un a rack.

SUGGERIMENTO

• È possibile inizializzare le impostazioni GEQ utilizzando il pulsante FLAT (AZZERA) nella schermata.

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

2

Selezionare il canale (EQ/dinamiche) o il rack (effetto) di cui si desidera inizializzare le impostazioni.

3

Spostare il cursore sul pulsante DEF e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di inizializzazione.

1

1

Pulsante CLEAR

Consente di eliminare (cancellare) i dati selezionati nell'elenco.

3

Spostare il cursore sull'elenco, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero di elemento della libreria che si desidera eliminare.

4

Spostare il cursore sul pulsante CLEAR, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di cancellazione.

5

Per eseguire l'operazione di cancellazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

I dati selezionati al punto 3 verranno eliminati. Se si decide di annullare l'operazione di cancellazione, spostare il cursore sul pulsante CANCEL invece che sul pulsante OK, quindi premere il tasto [ENTER].

NOTA

• Non è possibile cancellare dati di sola lettura (indicati dal simbolo "R").

4

Per eseguire l'operazione di inizializzazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni EQ/dinamiche del canale selezionato al punto 2 o le impostazioni di effetto del rack verranno inizializzate. Se si decide di annullare l'operazione di inizializzazione, spostare il cursore sul pulsante CANCEL invece che sul pulsante OK, quindi premere il tasto [ENTER].

38

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

Copiare e incollare delle impostazioni

Di seguito viene illustrato in che modo copiare le impostazioni di EQ/dinamiche del canale correntemente selezionato o le impostazioni di GEQ/effetto del rack correntemente selezionato nelle memoria buffer, e come incollarle in un canale o rack diverso.

Le operazioni di copia/incolla sono limitate alle combinazioni seguenti.

• Tra EQ dei canali di ingresso

• Tra EQ dei canali di uscita

• Tra dinamiche per le quali viene selezionato lo stesso tipo (GATE, DUCKING, COMPRESSOR,

EXPANDER, COMPANDER-H, COMPANDER-S,

DE-ESSER)

• Tra effetti montati in un rack

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

2

Selezionare il canale (EQ/dinamiche) o il rack (GEQ/effetto) di cui si desidera copiare le impostazioni.

3

Spostare il cursore sul pulsante COPY, quindi premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni correnti verranno memorizzate nella memoria buffer.

4

Selezionare il canale o rack di destinazione.

5

Spostare il cursore sul pulsante PASTE, quindi premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni del canale (EQ/dinamiche) o nel rack

(GEQ/effetto) selezionate al punto 2 verranno incollate.

Confronto tra due set di impostazioni

L'utilizzo del pulsante Compare della barra degli strumenti consente di scambiare le impostazioni conservate nella memoria buffer con le impostazioni del canale (EQ/dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato. Questa operazione è comoda quando in cui si desidera salvare temporaneamente un risultato provvisorio delle modifica, quindi confrontarlo con le modifiche successive.

1

Accedere a una finestra a comparsa o a una schermata che contiene i pulsanti degli strumenti.

2

Selezionare un canale (EQ/dinamiche) o un rack (GEQ/effetto).

3

Spostare il cursore sul pulsante COPY e premere [ENTER] per salvare le impostazioni correnti nella memoria buffer.

Questa sarà la prima versione delle impostazioni.

4

Modificare le impostazioni del canale

(EQ/dinamiche) o del rack (GEQ/effetto) correntemente selezionato.

Questa sarà la seconda versione delle impostazioni.

NOTA

• Si noti che qualora vengano copiate altre impostazioni prima di eseguire l'operazione di confronto, la memoria buffer verrà sovrascritta.

• Dopo aver salvato la prima versione delle impostazioni nella memoria buffer, è anche possibile inizializzare il canale/rack e creare da zero la seconda versione delle impostazioni.

3

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

39

Utilizzo dei pulsanti degli strumenti

5

Quando si desidera confrontare la prima e la seconda versione delle impostazioni, spostare il cursore sul pulsante COMPARE e premere il tasto [ENTER].

Si tornerà alla prima versione delle impostazioni.

A questo punto, la seconda versione delle impostazioni verrà salvata nella memoria buffer.

COPY

Primo set Primo set

Memoria buffer

Modifica delle impostazioni

(

Secondo set)

Primo set

Memoria buffer

COMPARE

Primo set Secondo set

Memoria buffer

6

Con il cursore sinistro sul pulsante

COMPARE, premere più volte il tasto

[ENTER] per confrontare la prima e la seconda versione delle impostazioni.

Ogni volta che si preme [ENTER], le impostazioni correnti verranno scambiate con quelle salvate nella memoria buffer. Diversamente dall'operazione Incolla, questa consente di ritornare alle impostazioni precedenti in qualsiasi momento finché la memoria buffer non viene sovrascritta.

SUGGERIMENTO

• Le impostazioni conservate nella memoria buffer possono essere utilizzate anche per l'operazione Incolla.

• Se si utilizzano i pulsanti degli strumenti di un rack in cui viene selezionato Flex15GEQ (dei due tipi di GEQ), A e B saranno scambiati singolarmente con la memoria buffer.

40

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 4

Collegamento e configurazione

In questo capitolo viene illustrato come collegare gli ingressi e le uscite audio, come eseguire la configurazione necessaria quando l'unità LS9 viene avviata per la prima volta e come verificarne il funzionamento.

4

Collegamenti

■ Collegamenti di ingresso analogici • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

LS9-16

Collegare i microfoni o dispositivi a livello di linea ai jack INPUT 1–16 {1–32}. Quando l'unità LS9 è allo stato iniziale, il segnale proveniente da ciascun jack INPUT viene assegnato ai canali riportati di seguito.

Per l'unità LS9-16

Jack di ingresso analogici

Jack INPUT 1–16

Canali di ingresso

Canali INPUT 1–16

Per l'unità LS9-32

Jack di ingresso analogici

Jack INPUT 1–32

Canali di ingresso

Canali INPUT 1–32

NOTA

• L'assegnazione può essere modificata in base alle specifiche esigenze (

pag. 99). Ad esempio, se si desidera collegare un

dispositivo stereo a livello di linea, è possibile assegnare due jack INPUT a un canale ST IN (INGRESSO STEREO) in modo da poter utilizzare insieme, per comodità, i canali di destra e di sinistra.

LS9-32

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

41

Collegamenti

■ Collegamenti di uscita analogici• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Altoparlanti di monitoraggio

Amplificatore

Amplificatore

LS9-16

Amplificatore

Altoparlanti di monitoraggio

(foldback)

Altoparlanti principali

È possibile collegare i jack OMNI OUT (USCITA OMNI) 1–8 {1–16} ad altoparlanti principali, altoparlanti di monitoraggio (foldback) o altoparlanti di monitoraggio per il tecnico.

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, il segnale proveniente dai canali riportati di seguito viene assegnato a ciascun jack OMNI OUT. L'assegnazione può essere modificata in base alle specifiche esigenze (

→ pag. 95).

Per l'unità LS9-16

Jack di uscita analogici

Jack OMNI OUT 1–6

Jack OMNI OUT 7–8

Canali di uscita

Canali MIX 1–6

Canale STEREO L/R (STEREO S/N)

Per l'unità LS9-32

Jack di uscita analogici

Jack OMNI OUT 1–14

Jack OMNI OUT 15–16

Canali di uscita

Canali MIX 1–14

Canale STEREO L/R

42

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Collegamenti

■ Collegamenti digitali di ingresso/uscita • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

ad esempio, registratore di CD

4

LS9-16

Amplificatore

Scheda I/O digitale

Processore per altoparlanti

(ad esempio, Yamaha DME64N)

Altoparlanti principali

Utilizzare i jack 2TR IN DIGITAL/2TR OUT DIGITAL (INGRESSO/USCITA DIGITALE 2TR) o gli slot mini-YGDAI per l'invio e la ricezione di segnali audio digitali tra l'unità LS9 e dispositivi esterni. Quando l'unità LS9 è nello stato di default, i segnali dei canali riportati di seguito vengono assegnati ai jack e agli slot

2TR IN DIGITAL/2TR OUT DIGITAL. L'assegnazione può essere modificata in base alle specifiche esigenze

(

→ pag. 95, 99).

Per l'unità LS9-16

Jack di ingresso/uscita digitale

Jack 2TR IN DIGITAL (L/R)

Jack 2TR OUT DIGITAL (L/R)

Slot canali di ingresso 1–8

Slot canali di ingresso 9–16

Slot canali di uscita 1–8

Slot canali di uscita 9–16

Canali di ingresso/uscita

Nessuna assegnazione

Canale STEREO L/R

Canali INPUT 17–24

Canali INPUT 25–32

Canali MIX 1–8

Canali MIX 9–16

Per l'unità LS9-32

Jack di ingresso/uscita digitale

Jack 2TR IN DIGITAL (L/R)

Jack 2TR OUT DIGITAL (L/R)

Slot 1 canali di ingresso 1–8

Slot 1 canali di ingresso 9–16

Slot 2 canali di ingresso 1–8

Slot 2 canali di ingresso 9–16

Slot 1 canali di uscita 1–8

Slot 1 canali di uscita 9–16

Slot 2 canali di uscita 1–8

Slot 2 canali di uscita 9–16

Canali di ingresso/uscita

Nessuna assegnazione

Canale STEREO L/R

Canali INPUT 33–40

Canali INPUT 41-48

Canali INPUT 49–56

Canali INPUT 57–64

Canali MIX 1–8

Canali MIX 9–16

Canali MIX 1–8

Canali MIX 9–16

I jack 2TR IN DIGITAL/2TR OUT DIGITAL dell'unità LS9 vengono utilizzati per trasferire segnali audio digitali a due canali a o da un dispositivo esterno (ad esempio, lettore CD o registratore CD/MD).

Con l'installazione di una scheda I/O digitale, acquistabile separatamente, è possibile aggiungere ulteriori jack di ingresso/uscita all'unità LS9 oppure collegare un sistema DAW o un processore per altoparlanti.

Per ulteriori informazioni sui tipi di schede I/O che è possibile utilizzare, fare riferimento all'appendice alla fine del presente manuale (

→ pag. 274). Per informazioni più aggiornate sulle schede di I/O, visitare il sito

Web Yamaha all'indirizzo.

http://www.yamahaproaudio.com/

NOTA

• Affinché il segnale audio digitale venga trasmesso o ricevuto tramite i jack o gli slot 2TR IN DIGITAL/2TR OUT

DIGITAL, è necessario sincronizzare il word clock di entrambi i dispositivi (

pag. 46).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

43

Installazione di una scheda opzionale

Installazione di una scheda opzionale

Prima di installare una scheda I/O in uno slot, visitare il sito Web Yamaha per verificare se l'unità

LS9 supporta la scheda e per controllare il numero delle schede Yamaha o di terze parti che è possibile utilizzare con l'unità.

http://www.yamahaproaudio.com/

Per installare una scheda I/O opzionale, procedere come segue:

1

Accertarsi che l'unità sia spenta.

2

Allentare le viti che fissano lo slot, quindi rimuovere il coperchio.

Conservare il coperchio dello slot rimosso in un luogo sicuro.

4

Fissare la scheda con le apposite viti.

Se la scheda non è ben fissata, si potrebbero verificare danni o malfunzionamenti.

ATTENZIONE

• Prima di installare nella console schede I/O acquistabili separatamente, occorre accertarsi che l'interruttore di alimentazione della console sia spento. In caso contrario, potrebbero verificarsi malfunzionamenti o scosse elettriche.

LS9-16

Coperchio dello slot

3

Allineare entrambi i bordi della scheda ai binari di guida all'interno dello slot, quindi inserire la scheda nello slot.

Spingere completamente la scheda nello slot per accertarsi che i contatti della scheda vengano inseriti in modo corretto nel connettore che si trova all'interno dello slot.

Scheda

44

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

LS9-16

Configurazione richiesta all'avvio

Configurazione richiesta all'avvio

In questa sezione viene illustrata la configurazione necessaria per avviare l'unità LS9 per la prima volta. Per consentire di verificare la correttezza dei collegamenti, viene inoltre descritta la procedura di base per ricevere il segnale di ingresso proveniente da un canale INPUT perché venga emesso da un bus STEREO.

Ritorno della scena corrente allo stato iniziale

Si accenderà l'unità LS9 e si richiamerà (caricherà) la scena dell'impostazione iniziale (numero scena 000).

NOTA

• Il richiamo della scena con le impostazioni di default consentirà di eseguire in modo appropriato le altre operazioni illustrate nel capitolo. Durante il funzionamento effettivo, non è necessario richiamare ad ogni avvio la scena con le impostazioni di default.

3

Spostare il cursore sull'elenco scene e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]

(RIDUCI/AUMENTA) fino a visualizzare

"000 Initial Data" (Dati iniziali) nella riga evidenziata al centro dell'elenco.

4

Spostare il cursore sul pulsante RECALL, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà caricato il numero scena "000" mentre i parametri di missaggio torneranno allo stato iniziale.

1

Accendere l'unità LS9.

Quando si accende l'unità LS9, è necessario accendere le apparecchiature in quest'ordine: LS9

→ amplificatore o sistema di monitoraggio.

Utilizzare l'ordine inverso per spegnerla.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS

(ACCESSO DISPLAY) premere il tasto

[SCENE MEMORY] (MEMORIA SCENE) per accedere alla schermata SCENE LIST

(ELENCO SCENE).

In questa schermata è possibile richiamare o memorizzare memorie di scene.

NOTA

• Si noti che quando viene caricato il numero della scena "000", anche le impostazioni relative ad assegnazione input, assegnazione output, equalizzatore grafico/effetto interno ed head amplifier ritornano allo stato iniziale mentre la selezione della sorgente word clock non verrà influenzata.

4

1

2

1

Elenco scene

B

Pulsante RECALL (Richiama)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

45

Configurazione richiesta all'avvio

Collegamento e impostazioni del word clock

Con il termine "word clock" si indicano i dati di clock che forniscono la base della temporizzazione per l'elaborazione digitale del segnale audio.

Se una scheda I/O digitale installata in uno slot viene connessa in digitale a un dispositivo esterno, ad esempio un sistema DAW, un lettore CD o un registratore HDR

(hard disk recorder), e si desidera che la trasmissione o la ricezione dei segnali audio digitali avvenga tra l'unità LS9 e il dispositivo esterno, sarà necessario sincronizzare il word clock dei rispettivi dispositivi.

A questo scopo è necessario che un dispositivo sia il word clock master (dispositivo di trasmissione) mentre l'altro sia il word clock slave (dispositivo di ricezione) e il secondo dovrà sincronizzarsi sul primo.

Se si desidera impostare l'unità LS9 come word clock slave affinché si sincronizzi sul word clock fornito da un dispositivo esterno, è possibile utilizzare i dati clock inclusi nel segnale audio digitale ricevuto da una scheda

I/O digitale o fornire un word clock dedicato al jack

WORD CLOCK IN (INGRESSO WORD CLOCK) ubicato nel pannello posteriore.

Dispositivo audio digitale

+

Dati di clock

Slot

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP]

(CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata SYSTEM SETUP

(CONFIGURAZIONE SISTEMA).

In questa schermata è possibile configurare molteplici impostazioni che influiscono sull'intera unità LS9.

1

LS9-32

1

Pulsante WORD CLOCK

2

Spostare il cursore sul pulsante

WORD CLOCK nel campo MIXER SETUP

(CONFIGURAZIONE MIXER) e premere il tasto [ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa WORD

CLOCK che consente di selezionare la sorgente clock utilizzata dall'unità LS9.

HDR o altro dispositivo audio digitale

(word clock master)

LS9 (word clock slave)

Slot

Segnale audio digitale

Dati di clock

Jack

WORDCLOCK IN

LS9-32

MTR digitale o altro dispositivo audio digitale

(word clock master)

LS9 (word clock slave)

In entrambi i casi è necessario utilizzare la procedura riportata di seguito per specificare la sorgente word clock che verrà utilizzata dall'unità LS9.

SUGGERIMENTO

• Questa procedura non sarà necessaria qualora l'unità LS9 venga utilizzata come word clock master o se nessun dispositivo esterno

è connesso in digitale all'unità LS9.

46

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Configurazione richiesta all'avvio

3

Utilizzare i pulsanti della finestra per selezionare la sorgente clock sulla quale si sincronizzerà l'unità LS9.

Se si desidera che la sorgente clock sia costituita dai dati di clock inclusi in un segnale audio digitale proveniente da uno slot

Attivare un pulsante a 2 canali valido per lo slot corrispondente.

Se si desidera che la sorgente clock sia costituita dai dati di clock inclusi nel segnale audio digitale proveniente da un jack

2TR IN DIGITAL

Attivare il pulsante 2TR IN.

NOTA

• Se un comune lettore CD o un dispositivo simile viene collegato al jack 2TR IN DIGITAL, utilizzare quel dispositivo come word clock master. Talvolta, la perdita di sincronizzazione potrebbe causare dei disturbi.

Se si desidera che la sorgente clock sia rappresentata dai dati del word clock provenienti dal jack WORD CLOCK IN

Attivare il pulsante WC IN (INGRESSO

WORD CLOCK).

Se si desidera che la sorgente clock sia rappresentata dal clock interno all'unità

LS9

Attivare il pulsante INT48k (frequenza di campionamento: 48 kHz) o INT44.1k (frequenza di campionamento: 44,1 kHz).

Se l'unità LS9 sta funzionando in modo corretto con il nuovo clock, il simbolo che si trova immediatamente al di sopra del pulsante corrispondente emetterà una luce blu. Inoltre, la frequenza della sorgente clock selezionata viene visualizzata nella parte superiore sinistra della finestra.

4

Per chiudere la finestra a comparsa WORD

CLOCK, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE (CHIUDI) o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

NOTA

• La configurazione del word clock permane anche una volta spento lo strumento. Se l'unità LS9 è stata impostata per sincronizzarsi sul word clock di un dispositivo esterno, verrà visualizzato un messaggio di errore e il sistema non funzionerà in modo corretto qualora il dispositivo esterno venga spento quando si spegne e riaccende l'unità LS9 o in mancanza di collegamento.

Impostazioni HA (Head amplifier)

In questa sezione viene illustrato come regolare il guadagno dell'HA (head amp), come attivare/disattivare l'alimentazione phantom e come commutare la fase di ciascun canale di ingresso a cui è stato collegato un microfono o uno strumento.

Quando sull'unità LS9 vengono impostati i parametri relativi agli HA, è possibile utilizzare la sezione

SELECTED CHANNEL (CANALE SELEZIONATO) o la schermata SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO) per configurare un canale alla volta oppure utilizzare la finestra a comparsa per configurare otto canali alla volta.

Configurare le impostazioni HA per

un canale alla volta

Selezionare il canale che si desidera configurare, quindi utilizzare la sezione SELECTED CHANNEL o la schermata SELECTED CH VIEW del display per configurare le impostazioni HA.

1

Assicurarsi che al jack INPUT sia collegato

un microfono o uno strumento (

pag. 41).

2

Accertarsi di aver selezionato nella sezione

LAYER il layer fader contenente il canale desiderato.

Se necessario utilizzare i tasti della sezione LAYER per passare da un layer fader all'altro.

LS9-16 LS9-32

3

Premere il tasto [SEL] (SELEZIONE) del canale del jack INPUT che si desidera utilizzare in modo che il LED si illumini.

Il canale risulta ora selezionato per le operazioni della sezione SELECTED CHANNEL.

4

1

2

1

Tasto [SEL]

B

LED indicatori

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

47

Configurazione richiesta all'avvio

4

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Il tasto [HOME] consente di riportare il pannello dell'unità LS9allo stato di base (posizione iniziale).

Quando viene premuto questo tasto, nel display verrà visualizzata la schermata SELECTED CH VIEW in cui vengono riportati tutti i parametri del canale selezionato mediante il tasto [SEL]. Verrà inoltre annullata la modalità SENDS ON FADER

(MANDATE SU FADER) mentre la funzione relativa al livello del canale verrà assegnata ai fader.

1

5

Utilizzare uno dei metodi seguenti per regolare il guadagno dell'HA del canale selezionato.

Utilizzo della sezione SELECTED CHANNEL

Utilizzare l'encoder [HA GAIN] (GUADAGNO HA) della sezione SELECTED CHANNEL. Quando viene eseguita questa operazione, la manopola GAIN della schermata SELECTED CH VIEW si sposterà insieme ad esso (se viene visualizzata qualsiasi altra schermata, il valore sarà indicato in una piccola finestra a comparsa).

Utilizzo della schermata SELECTED CH VIEW

Utilizzare i tasti di direzione della sezione DATA

ENTRY (IMMISSIONE DATI) per spostare il cursore sulla manopola GAIN della schermata, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare il guadagno dell'HA.

In entrambi i casi, il livello di quel canale viene segnalato dai LED indicatori nella sezione del modulo dei canali.

Se l'indicatore non si sposta nonostante l'immissione di un segnale, verificare che il jack INPUT sia collegato in modo corretto e se il punto di rilevamento dell'indicatore è stato impostato su POST ON

(immediatamente dopo il tasto [ON] (ATTIVATO)

(

→ pag. 155).

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

6

Per configurare le impostazioni HA per un altro canale, utilizzare i tasti [SEL] per selezionarlo, quindi procedere con la configurazione nello stesso modo.

1

Manopola GAIN (Guadagno)

48

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Configurazione richiesta all'avvio

Configurare le impostazioni dell'HA per

un gruppo di otto canali

Di seguito viene riportato come accedere a una finestra a comparsa nella quale è possibile configurare le impostazioni dell'HA per un gruppo di otto canali.

1

Assicurarsi che al jack INPUT sia collegato un microfono o uno strumento (

pag. 41).

2

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1 2

1

Pulsante di elenco a discesa HA

B

Manopola GAIN

3

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale per il jack

INPUT che si desidera controllare.

4

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa HA o sulla manopola GAIN nella schermata SELECTED CH VIEW, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa HA/PATCH

(HA/ASSEGNAZIONE) che consente di regolare il guadagno dell'HA, di attivare/disattivare l'alimentazione phantom e di commutare la fase in gruppi di otto canali. Questa finestra a comparsa riporta i parametri degli otto canali che comprendono il canale selezionato al punto 2.

1

2

3

1

Pulsante +48V

B

Manopola GAIN

C

Pulsante

ø

(fase)

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS (VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI

PREMONO LE MANOPOLE) nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [HA GAIN] della sezione

SELECTED CHANNEL.

5

Per regolare il guadagno dell'HA, spostare il cursore sulla manopola GAIN del canale desiderato nella finestra, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Il livello di input del canale viene segnalato dall'indicatore di livello posizionato a destra della manopola GAIN nella schermata.

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

6

Per attivare l'alimentazione phantom di ciascun canale, spostare il cursore sul pulsante +48 del campo HA della schermata e premere il tasto [ENTER].

Il pulsante +48V si accenderà (rosso) e il jack INPUT corrispondente riceverà l'alimentazione phantom.

NOTA

• Se si desidera utilizzare l'alimentazione phantom, è necessario attivare prima il pulsante +48V MASTER ON/OFF

(ATTIVA/DISATTIVA MASTER +48V) della schermata

SYSTEM SETUP.

7

Per commutare la fase di ciascun canale da normale a inversa, spostare il cursore sul pulsante

ø

nel campo HA e premere il tasto

[ENTER].

Il pulsante

ø

da nero diventerà rosso e si verificherà l'inversione della fase del canale corrispondente.

8

Se si desidera utilizzare l'HA di un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

Se ad esempio i canali INPUT 1–8 sono riportati nella finestra a comparsa, premendo il tasto [SEL] del canale INPUT 9 la finestra a comparsa riporterà i canali INPUT 9–16.

4

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

49

Configurazione richiesta all'avvio

Invio di un segnale del canale di ingresso al bus STEREO

In questa sezione viene illustrato come regolare il livello di un segnale inviato da un canale di ingresso con regolazione del guadagno, come regolare il relativo pan

(canale INPUT) o bilanciamento (canale ST IN) nonché come effettuare il monitoraggio dagli altoparlanti esterni collegati al canale STEREO. La procedura che segue consente di verificare se microfono, strumento e altoparlanti principali sono collegati in modo adeguato.

Quando si configura il livello o il pan/bilanciamento di un segnale inviato al bus STEREO, è possibile utilizzare la sezione SELECTED CHANNEL o la schermata

SELECTED CH VIEW per configurare un canale alla volta oppure utilizzare la finestra a comparsa per configurare otto canali alla volta.

Controllo del segnale inviato al bus

STEREO (un canale alla volta)

Di seguito viene illustrato come selezionare il canale di ingresso che si desidera controllare, quindi utilizzare i fader/encoder del pannello superiore, la sezione

SELECTED CHANNEL e la schermata SELECTED CH

VIEW del display per controllare sia il livello che il pan/ bilanciamento.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1 2

3

Accertarsi che il pulsante ST della schermata sia attivato (caratteri bianchi su sfondo rosa).

Il pulsante ST attiva/disattiva il segnale inviato da quel canale al bus STEREO. Se è disattivato (caratteri grigi su sfondo nero), spostare il cursore sul pulsante ST e premere il tasto [ENTER].

4

Nella sezione STEREO MASTER (MASTER

STEREO) del pannello superiore, accertarsi che il tasto [ON] del canale STEREO sia attivato, quindi portare il fader di tale canale su 0 dB.

1

2

1

Pulsante ST (STEREO)

B

Manopola [PAN/BAL] (Pan/Bilanciamento)

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale per il jack

INPUT che si desidera controllare.

1

Tasto [ON] canale STEREO

B

Fader canale STEREO

5

Nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN, accertarsi che il tasto [ON] del canale correntemente selezionato sia attivato.

50

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Configurazione richiesta all'avvio

6

Alzare il fader del canale correntemente selezionato (o l'encoder di un canale ST IN) fino a raggiungere il volume appropriato.

In questo stato il suono dovrebbe provenire dal sistema di altoparlanti assegnato al canale STEREO.

Se non si sente alcun suono, osservare l'indicatore stereo situato a destra del display per verificare se l'indicatore LR (sinistra/destra) è in movimento.

Controllo del segnale inviato al bus

STEREO (otto canali alla volta)

Di seguito viene illustrato come accedere a una finestra a comparsa in cui è possibile regolare il livello e il pan/ bilanciamento del segnale inviato al bus STEREO, otto canali alla volta.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1 2

4

Se l'indicatore LR è in movimento

È possibile che il jack di uscita collegato al sistema di altoparlanti non sia stato correttamente assegnato al canale STEREO. Verificare l'assegnazione della porta

di uscita (

→ pag. 95).

Se l'indicatore LR è fisso

È possibile che il tasto [ON] del canale o il pulsante

ST siano disattivati nella schermata SELECTED CH

VIEW. Verificare l'impostazione del tasto [ON] o del pulsante ST.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile utilizzare le cuffie collegate al jack

PHONES OUT (USCITA CUFFIE) del pannello anteriore per monitorare il segnale emesso dal canale STEREO

(

pag. 146).

7

Per regolare il pan/bilanciamento del segnale inviato dal canale di ingresso al bus STEREO, ruotare l'encoder [PAN]

(POSIZIONE STEREO) della sezione

SELECTED CHANNEL.

Quando si ruota l'encoder [GAIN], la manopola PAN/

BAL della schermata SELECTED CH VIEW si sposterà insieme ad esso. Lo stesso risultato si ottiene spostando il cursore sulla manopola PAN/BAL e utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC].

8

Per controllare un altro canale, utilizzare i tasti [SEL] per selezionarlo, quindi procedere con le impostazioni nello stesso modo.

1

Pulsante di elenco a discesa PAN

B

Manopola [PAN/BAL]

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale per il jack

INPUT che si desidera controllare.

3

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa PAN o sulla manopola PAN/BAL nella schermata SELECTED CH VIEW, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa STEREO/

MONO, che consente di regolare il livello e il pan/ bilanciamento del segnale inviato al bus STEREO, otto canali alla volta. Questa finestra a comparsa riporta i parametri degli otto canali che comprendono il canale selezionato al punto 2.

1

2

1

Pulsante ST

B

Manopola [PAN/BAL]

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

51

Configurazione richiesta all'avvio

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE

(

pag. 194), è anche possibile accedere alla finestra a

comparsa sopra indicata premendo l'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL.

4

Nella sezione STEREO MASTER del pannello superiore, accertarsi che il tasto

[ON] del canale STEREO sia attivato, quindi portare il fader di tale canale su 0 dB.

5

Accertarsi che il pulsante ST di ciascun canale della finestra sia attivato (caratteri bianchi su sfondo rosa).

Il pulsante ST attiva/disattiva il segnale inviato da ciascun canale al bus STEREO. La funzione è analoga a quella del pulsante ST nella schermata

SELECTED CH VIEW.

6

Per regolare il pan (canale INPUT) o il bilanciamento (canale ST IN) del segnale inviato dal canale di ingresso al bus

STEREO, spostare il cursore sulla manopola PAN/BAL del canale desiderato della finestra, quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC].

7

Nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN, accertarsi che il tasto [ON] del canale che si desidera utilizzare sia attivato.

8

Alzare il fader/encoder di ciascun canale fino ad ottenere il volume desiderato.

9

Se si desidera utilizzare un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

Se ad esempio i canali INPUT 1–8 sono riportati nella finestra a comparsa, premendo il tasto [SEL] del canale INPUT 9 la finestra a comparsa riporterà i canali INPUT 9–16. Se si preme un tasto [SEL] della sezione ST IN, i canali L/R dei canali ST IN 1–4 verranno visualizzati insieme.

52

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 5

Operazioni relative ai canali di ingresso

In questo capitolo vengono illustrate le operazioni dei canali di ingresso, vale a dire i canali INPUT e canali ST IN (INGRESSO STEREO).

Flusso del segnale dei canali di ingresso

I canali di ingresso rappresentano la sezione che elabora i segnali ricevuti dai jack o dagli slot di ingresso del pannello posteriore e li invia ai bus STEREO, MONO e MIX. Esistono due tipi di canali di ingresso, come indicato di seguito.

5

■ Canali INPUT 1–32 {1–64}

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questi canali vengono utilizzati per elaborare i segnali mono. Quando l'unità LS9 è nello stato di default, i segnali di input provenienti dai jack INPUT del pannello posteriore e dai canali di ingresso degli slot vengono assegnati a questi

canali. Per ulteriori informazioni vedere a pag. 99.

MIX

1 2 ...

15 16

ST

L R

M

O

N

O

MATRIX CUE

(C) 1 2

...

7 8 L R

32

{64}

CH 1-32{64}

To RACKIN PATCH

To OUTPUT PATCH

CH

INSERT OUT 1-32

CH

INSERT IN 1-32

INSERT POINT

PRE FADER

PRE EQ

INSERT OUT

INSERT OUT

PRE HPF / PRE EQ / PRE FADER

PRE HPF

METER

HPF

PRE EQ

METER

INSERT

ATT

4BAND

EQ

PRE HPF

PRE EQ

INSERT OUT

PRE EQ POST EQ

Keyin

Self PRE EQ

Self POST EQ

MIX13-16 OUT

CH[1-8,9-16,17-24,25-32]POST EQ{16}

CH[1-8,9-16,17-24,25-32,33-40,41-48,49-56,57-64]POST EQ{32}

EQ OUT

METER

DYNA1OUT

METER

GR METER

DYNA2OUT

METER

GR METER

GATE

DUCK

EXPAND

COMP

COMP

COMPAND

DE-ESSER

KEYIN CUE

Keyin Filter

To MIX

FIXED

PRE FADER

METER

INSERT

LEVEL

PRE FADER

PRE FADER

INSERT OUT

POST ON

To MIX

FIXED

STEREO

POST PAN L

POST PAN R

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL / POST PAN L

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL / POST PAN R

To MIX

VARI

To MIX

VARI

STEREO

ON

ON

PRE EQ / PRE FADER / POST ON

PRE EQ / PRE FADER / POST ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

POST ON

METER

LEVEL DIRECT OUT 1-32{64}

PAN

LR MONO

POST PAN L

POST PAN R

TO MONO TO ST

POST ON

LEVEL

LEVEL

LEVEL

PAN

LCR

CSR

PAN LINK

TO LCR

To OUTPUT PATCH

To RECORDER IN PATCH

PAN MODE

MIX1,3...15

MIX2,4...16

CUE L

CUE R

ST L

MONO(C)

ST R

■ Canali ST IN 1–4

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questi canali vengono utilizzati per elaborare i segnali stereo. Quando l'unità LS9è nello stato di default, i segnali di output dei rack virtuali 5–8 vengono assegnati a questi canali.

MIX

1 2 ...

15 16

ST

L R

M

O

N

O

MATRIX CUE

(C) 1 2

...

7 8 L R

8

ST IN 1L-4R

PRE HPF

METER

HPF

PRE HPF

PRE EQ

METER

ATT

PRE EQ

4BAND

EQ

EQ OUT

METER

DYNA1OUT

METER

GR METER

DYNA2OUT

METER

GR METER

POST EQ

GATE

DUCK

EXPAND

COMP

KEYIN CUE

Keyin Filter

COMP

COMPAND

DE-ESSER

Keyin

Self PRE EQ

Self POST EQ

MIX13-16 OUT

ST IN 1L-4R POST EQ

To MIX

FIXED

POST ON

PRE FADER

METER

LEVEL

PRE FADER

To MIX

FIXED

STEREO

POST PAN L

POST PAN R

PRE EQ / PRE FADER / POST ON To MIX

VARI

To MIX

VARI

STEREO

PRE EQ / PRE FADER / POST ON

POST ON

METER

ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

ON

POST ON

LEVEL

LEVEL

LEVEL

BAL

BAL

LR MONO

POST PAN L

POST PAN R

TO MONO TO ST

LCR

CSR

PAN LINK

TO LCR

PAN MODE

MIX1,3...15

MIX2,4...16

ST L

MONO(C)

ST R

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL / POST PAN L

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL / POST PAN R

ON

ON

CUE L

CUE R

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

53

Flusso del segnale dei canali di ingresso

INPUT PATCH (ASSEGNAZIONE INPUT)

Consente di assegnare segnali di input ai canali di ingresso.

ø

(fase)

Consente di commutare la fase del segnale di input.

HPF (filtro passa-alto)

Filtro passa-alto che taglia la parte al di sotto della frequenza specificata.

ATT (attenuatore)

Consente di attenuare/amplificare il livello del segnale di input.

4 BAND EQ (equalizzatore a 4 bande)

EQ parametrico a quattro bande: HIGH (ALTA), HIGH

MID (MEDIO ALTA), LOW MID (MEDIO BASSA) e LOW (BASSA).

DYNAMICS 1

Processore di dinamiche utilizzabile come gate, ducking, expander o compressor.

DYNAMICS 2

Processore di dinamiche utilizzabile come compressor, compander o de-esser.

LEVEL (livello)

Consente di regolare il livello di input del canale di ingresso.

ON (on/off)

Consente di attivare/disattivare il canale di ingresso.

Se è disattivato, il canale corrispondente verrà escluso.

PAN (POSIZIONE STEREO)

Consente di regolare il pan del segnale inviato dal canale

INPUT al bus STEREO. Se necessario, l'impostazione del pan è applicabile anche ai segnali inviati ai due bus MIX assegnati come stereo.

BALANCE (BILANCIAMENTO)

Sui canali ST IN, viene utilizzato BALANCE invece di

PAN. BALANCE consente di regolare il bilanciamento del volume dei segnali di sinistra e di destra inviati dal canale ST IN al bus STEREO. Se necessario, l'impostazione del bilanciamento è applicabile anche al segnale inviato ai due bus MIX assegnati come stereo.

LCR (Sinistra/Centro/Destra)

Consente di inviare il segnale del canale di ingresso ai bus

STEREO/MONO come segnale a tre canali, ossia con un canale C (centrale) aggiuntivo rispetto ai canali L/R, cioè quelli di destra e di sinistra.

TO MIX ON/OFF (ATTIVAZIONE/DISATTIVAZIONE

MANDATA AL MIX)

Consente di attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di ingresso ai bus MIX 1–16.

Esistono due tipi di bus MIX; i tipi FIXED (FISSI) il cui livello di mandata è fisso e i tipi VARI (VARIABILI) con livello di mandata regolabile. È possibile passare dal tipo

FIXED al tipo VARI a gruppi di due bus MIX adiacenti con numerazione pari/dispari. (Per ulteriori informazioni,

→ pag. 213)

TO MIX LEVEL 1-16 (A LIVELLO MIX 1–16)

(livello di mandata MIX 1–16)

Consente di regolare il livello di mandata del segnale inviato dal canale di ingresso ai bus MIX 1–16 di tipo

VARI. Questo tipo di segnale può provenire dalle posizioni pre-EQ (prima dell'EQ), pre-fader (prima del fader) o dal tasto post-[ON] (dopo ON), in base alle necessità. Il segnale inviato ai bus MIX di tipo FIXED sarà preso prima del pan se il bus MIX è mono oppure dopo il pan, se il bus MIX è stereo.

INSERT (INSERIMENTO) (solo canali INPUT 1–32)

Consente di assegnare le porte di uscita e di ingresso desiderate in modo da inserire un processore di effetti o altro dispositivo esterno (

→ pag. 101). È possibile

cambiare la posizione di insert-out/insert-in tra pre-EQ e pre-fader.

DIRECT OUT (OUPUT DIRETTO)

(solo canali INPUT)

Consente di assegnare la porta di uscita desiderata per

l'output diretto del segnale di input (

→ pag. 103).

Il segnale di output diretto può provenire dalle posizioni pre-HPF, pre-EQ o pre-fader.

METER (INDICATORE)

Indica il livello del canale di ingresso. È possibile cambiare la posizione in cui viene rilevato il livello.

54

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Indicazione del nome e dell'icona del canale

Indicazione del nome e dell'icona del canale

Sull'unità LS9, il nome e l'icona visualizzati nella schermata possono essere specificati per ciascun canale di ingresso. In questa sezione viene illustrato come specificare il nome e l'icona del canale.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO).

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO).

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN per selezionare il canale di ingresso che si desidera utilizzare.

4

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa per la selezione della porta di ingresso nel campo HA (Head Amplifier) della schermata, quindi premere il tasto

[ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa PATCH/

NAME (ASSEGNAZIONE/NOME), in cui è possibile selezionare una porta e un'icona per il canale di ingresso e assegnargli un nome.

4 1 2 3

1

5

1

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di ingresso

LS9-32

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Pulsante di selezione della porta di ingresso

Indica la porta di ingresso correntemente selezionata.

Quando si seleziona l'icona o si modifica il nome del canale, spostando il cursore su questo pulsante e premendo il tasto [ENTER] si tornerà alla schermata di selezione della porta di ingresso.

B

Pulsante dell'icona

Indica l'icona selezionata per quel canale.

Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata una schermata in cui è possibile selezionare un'icona e un nome di un campione.

C

Casella di immissione del nome del canale

Consente di indicare il nome assegnato al canale. Se si sposta il cursore su questo campo e si preme il tasto

[ENTER], verrà visualizzata una finestra con una tastiera che consente di immettere un nome.

D

Tab

Grazie ai tab è possibile cambiare gli elementi mostrati nella finestra.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

55

Indicazione del nome e dell'icona del canale

5

Per selezionare un'icona per il canale, spostare il cursore sul pulsante dell'icona e premere il tasto [ENTER].

Il display della finestra cambierà come segue.

3

1

9

Utilizzare i tasti [SEL] per selezionare un altro canale di ingresso, quindi specificare il nome del canale e la relativa icona nello stesso modo.

Mentre è visualizzata la finestra a comparsa PATCH/

NAME, è possibile utilizzare i tasti [SEL] per cambiare il canale in uso.

10

Dopo aver immesso le informazioni, spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(CHIUDI) o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata SELECTED

CH VIEW.

2

1

Pulsanti di selezione dell'icona

Consentono di selezionare l'icona utilizzata per il canale.

B

Pulsanti di selezione del nome del campione

Consentono di selezionare i nomi dei campioni correlati all'icona correntemente selezionata. Quando si preme un pulsante, il nome del campione verrà immesso nel campo del nome del canale.

C

Pulsanti di selezione del colore di sfondo dell'icona

Consentono di scegliere uno degli otto colori disponibili come sfondo dell'icona.

6

Utilizzare i pulsanti di selezione dell'icona e del relativo colore di sfondo per selezionare l'icona e il colore che si desidera utilizzare per il canale.

L'icona selezionata viene visualizzata nel relativo pulsante nella parte superiore della finestra.

7

Se si desidera, utilizzare i pulsanti di selezione del nome del campione per selezionarne uno. Il nome del campione selezionato verrà immesso nel campo del nome del canale nella parte superiore della finestra.

SUGGERIMENTO

• È possibile aggiungere o modificare il testo dopo aver immesso il nome del campione nel campo del nome del canale. Se si desidera assegnare nomi di canale composti da un nome comune abbinato a un numero, ad esempio "Vocal 1"

(Vocale 1 ) e "Vocal 2" (Vocale 2), è sufficiente immettere un nome del campione e quindi aggiungere un numero.

8

Se si desidera immettere direttamente un nome di canale (o modificare il nome precedentemente immesso), spostare il cursore sul campo del nome del canale nella parte superiore della finestra e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera nella parte inferiore della finestra e quindi sarà possibile immettere o modificare il testo. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della finestra con la tastiera,

vedere a pag. 34.

56

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazioni HA (Head amplifier)

Impostazioni HA (Head amplifier)

In questa sezione viene illustrato come configurare le impostazioni HA (Head Amp), ad esempio attivazione/disattivazione dell'alimentazione phantom, guadagno e fase di ciascun canale di ingresso.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

Nella finestra a comparsa HA/PATCH, è possibile regolare il guadagno HA, attivare/disattivare l'alimentazione phantom e commutare la fase per gruppi di otto canali. Questa finestra a comparsa riporta i parametri degli otto canali che comprendono il canale selezionato al punto 3.

1 2

5

1

2

3

1

Pulsante di elenco a discesa HA

B

Manopola GAIN (GUADAGNO)

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN per selezionare il canale di ingresso che si desidera utilizzare.

4

Se si desidera solo regolare il guadagno HA di quel canale, utilizzare l'encoder

[HA GAIN] (GUADAGNO HA) della sezione

SELECTED CHANNEL.

Lo stesso risultato si ottiene spostando il cursore sulla manopola GAIN della schermata SELECTED CH

VIEW e utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC]

(RIDUCI/AUMENTA).

5

Se si desidera modificare parametri dettagliati, ad esempio attivare/disattivare l'alimentazione phantom e commutare la fase, spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa HA o sulla manopola

GAIN nel campo HA della schermata

SELECTED CH VIEW, quindi premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa HA/PATCH.

1

Pulsante +48V

B

Manopola GAIN

C

Pulsante

ø

(fase)

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS (VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI

PREMONO LE MANOPOLE) nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [HA GAIN] della sezione

SELECTED CHANNEL.

6

Per regolare il guadagno dell'HA, spostare il cursore sulla manopola GAIN del canale desiderato nella finestra, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Il livello di input del canale viene segnalato dall'indicatore di livello posizionato a destra della manopola GAIN nella schermata.

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

7

Per attivare l'alimentazione phantom, spostare il cursore sul pulsante +48 del canale desiderato nella finestra, quindi premere il tasto [ENTER].

Il pulsante +48V si accenderà (rosso) e il jack INPUT corrispondente riceverà l'alimentazione phantom.

NOTA

• Se si desidera utilizzare l'alimentazione phantom, è necessario attivare prima il pulsante +48V MASTER ON/OFF

(ATTIVA/DISATTIVA MASTER +48V) della schermata

SYSTEM SETUP (CONFIGURAZIONE SISTEMA).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

57

Impostazioni HA (Head amplifier) • Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO

8

Per commutare la fase di ciascun canale da normale a inversa, spostare il cursore sul pulsante

ø

del canale desiderato Nella finestra, quindi premere il tasto [ENTER].

Il pulsante

ø

da nero diventerà rosso e si verificherà l'inversione della fase del canale corrispondente.

9

Se si desidera utilizzare l'HA di un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

Se ad esempio i canali INPUT 1–8 sono riportati nella finestra a comparsa, premendo il tasto [SEL] del canale INPUT 9 la finestra a comparsa riporterà i canali INPUT 9–16.

10

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO

In questa sezione viene illustrato come inviare il segnale di un canale di ingresso ai bus

STEREO o MONO.

I bus STEREO/MONO vengono utilizzati per trasmettere segnali agli altoparlanti principali.

È possibile inviare segnali ai bus STEREO o MONO in modalità ST/MONO oppure LCR, e scegliere una di queste modalità per ciascun canale. Le differenze tra le due modalità vengono riportate di seguito.

■ Modalità ST/MONO

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questa modalità, i segnali vengono inviati individualmente dal canale di ingresso ai bus STEREO e MONO.

• I segnali inviati dallo stesso canale di ingresso ai bus STEREO e MONO possono essere attivati/disattivati in modo indipendente.

• Il pan del segnale inviato da un canale INPUT al bus STEREO L/R (sinistra/destra) può essere attivato dall'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure dalla manopola TO ST PAN

(A PAN STEREO) della schermata (il segnale inviato al bus MONO non viene influenzato dall'encoder o dalla manopola).

• Il bilanciamento del volume del segnale inviato da un canale ST IN al bus STEREO (sinistra e destra) può essere attivato dall'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure dalla manopola

TO ST BALANCE (A BILANCIAMENTO STEREO) della schermata (il segnale inviato al bus MONO non viene influenzato dalla manopola).

■ Modalità LCR

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questa modalità, il segnale proveniente dal canale di ingresso viene inviato a tre bus contemporaneamente:

STEREO (L/R) (sinistra/destra) e MONO (C) (centro).

• I segnali inviati dallo stesso canale di ingresso ai bus STEREO e MONO possono essere attivati/ disattivati insieme.

• La manopola CSR (Center Side Ratio, rapporto centro-laterale) della schermata consente di regolare la proporzione del livello del segnale inviato dal canale di ingresso al bus STEREO (L/R) e del livello inviato al bus MONO (C).

• Il livello del segnale inviato dal canale di ingresso al bus STEREO L/R e al bus MONO (C) cambierà in base alle impostazioni dell'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure della manopola

TO ST PAN/TO ST BALANCE della schermata.

SUGGERIMENTO

• Se si desidera utilizzare le cuffie ecc. per monitorare il segnale dei bus STEREO o MONO, premere più volte il tasto [MONITOR] della sezione DISPLAY ACCESS per accedere alla schermata MONITOR, quindi

selezionare "LCR" come sorgente di monitoraggio (

pag. 146).

58

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO

1

Accertarsi che la sorgente di ingresso sia connessa al canale di ingresso in uso e configurare le impostazioni dell'head amplifier per alimentazione phantom, guadagno e fase allo scopo di ottimizzare il segnale di input (

pag. 57).

2

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1 2

1

2

3

4

5

Nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO è possibile passare dalla modalità ST/MONO alla modalità LCR in gruppi di otto canali, e modificare lo stato di attivazione/disattivazione e le impostazioni di pan/bilanciamento dei segnali inviati da quei canali al bus STEREO/MONO. In questa finestra vengono visualizzati i parametri degli otto canali che comprendono il canale selezionato al punto 4.

5

1

Campo TO ST (A BUS STEREO)

B

Manopola TO ST PAN (per un canale ST IN, la manopola TO ST BAL)

3

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

4

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN per selezionare il canale di ingresso della sorgente selezionata.

5

Se si desidera solo regolare il pan o il bilanciamento di quel canale, utilizzare l'encoder [PAN] della sezione SELECTED

CHANNEL (

pag. 86).

Lo stesso risultato si ottiene spostando il cursore sulla manopola PAN/BAL della schermata SELECTED CH

VIEW e utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC].

6

Se si desidera attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di ingresso al bus

STEREO/MONO oppure passare dalla modalità ST/MONO alla modalità LCR, spostare il cursore sulla manopola TO ST

PAN o sul pulsante dell'elenco a discesa

PAN posizionato nel campo TO ST della schermata SELECTED CH VIEW, quindi premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa TO STEREO/MONO

(A BUS STEREO/MONO).

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE

(

pag. 194), è anche possibile accedere alla finestra a

comparsa sopra indicata premendo l'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Numero canale/Nome canale

Indica il numero e il nome del canale in uso.

B

Pulsante MODE (MODALITÀ)

Questo pulsante consente di selezionare la modalità

ST/MONO o la modalità LCR in relazione al modo in cui il segnale verrà inviato ai bus STEREO e MONO.

La modalità può essere specificata singolarmente per ciascun canale. Ogni volta che si preme il pulsante si passa da una modalità all'altra.

La modalità correntemente selezionata viene segnalata dalla posizione dell'indicatore (il simbolo verde

◆) immediatamente al di sopra del pulsante.

C

Pulsante ST

D

Pulsante MONO

Quando il pulsante MODE è impostato sulla modalità

ST/MONO, ciascuno di questi pulsanti consente di attivare/disattivare il segnale inviato da quel canale ai bus STEREO e MONO.

E

Manopola TO ST PAN/TO ST BALANCE

(A PAN STEREO/ A BILANCIAMENTO

STEREO)

Nel caso di un canale INPUT, funge da manopola

PAN, ovvero consente di regolare il pan di sinistra/ destra del segnale inviato al bus STEREO.

Nel caso di un canale ST IN, funge da manopola

BALANCE, ovvero consente di regolare il bilanciamento di volume dei segnali di sinistra/destra inviati al bus STEREO.

Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare l'impostazione.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

59

Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO

Nei canali il cui pulsante MODE è impostato sulla modalità LCR, vengono visualizzati il pulsante e la manopola illustrati di seguito invece del pulsante

ST 3 e del pulsante MONO 4 .

11

Nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN del pannello superiore, accertarsi che il tasto [ON] sia attivato per il canale di ingresso che si desidera utilizzare e portare il fader e l'encoder su una posizione adeguata.

6

7

F

Pulsante LCR

Consente di attivare/disattivare tutti i segnali inviati da quel canale ai bus STEREO e MONO. Se si disattiva il pulsante, ai bus STEREO o MONO non verrà inviato alcun segnale da quel canale di ingresso.

G

Manopola CSR

Consente di regolare il livello relativo dei segnali inviati da quel canale al bus STEREO (L/R) e al bus

MONO (C), in un intervallo compreso tra lo 0 e il

100%. Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare l'impostazione.

7

Utilizzare il pulsante MODE per selezionare la modalità ST/MONO o la modalità LCR di ciascun canale.

8

I pulsanti ST e MONO consentono di attivare/disattivare il segnale inviato da ciascun canale ai bus STEREO e MONO.

9

Se si desidera utilizzare il bus STEREO, accertarsi che il tasto [ON] del canale

STEREO sia attivato nella sezione STEREO

MASTER del pannello superiore, quindi portare il fader del canale STEREO su una posizione adeguata.

10

Se si desidera utilizzare il bus MONO, accertarsi che il tasto [ON] del canale

MONO sia attivato, quindi portare il fader del canale MONO su una posizione adeguata.

Questa operazione differisce a seconda che si utilizzi l'unità LS9-16 o la LS9-32.

Per l'unità LS9-16

Assegnare il canale MONO al layer fader personalizzato, premere il tasto LAYER [CUSTOM

FADER] (FADER PERSONALIZZATO) per accedere al layer fader personalizzato, quindi utilizzare il tasto e il fader [ON] del corrispondente modulo dei canali.

Per l'unità LS9-32

Premere il tasto LAYER [MASTER] per accedere al layer fader master e utilizzare il tasto e il fader [ON] del modulo del canale 32.

La procedura riportata di seguito differisce a seconda che sia stato selezionato un canale con modalità

ST/MONO oppure LCR al punto 7.

Se il canale è impostato sulla

modalità ST/MONO

12

Utilizzare i pulsanti ST e MONO nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di ingresso ai bus STEREO e MONO.

13

Utilizzare l'encoder [PAN] della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare il pan/ bilanciamento del segnale inviato dal canale di ingresso al bus STEREO.

Lo stesso risultato si ottiene utilizzando la manopola

TO ST PAN/TO ST BAL nella finestra a comparsa

TO STEREO/MONO.

Se il canale è impostato sulla

modalità LCR

12

Utilizzare il pulsante LCR nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per attivare/ disattivare il segnale inviato da un canale di ingresso ai bus STEREO e MONO.

Se un canale è stato impostato sulla modalità LCR, il segnale inviato ai bus STEREO e MONO può essere attivato/disattivato con una sola operazione.

13

Utilizzare la manopola CSR nella finestra a comparsa STEREO/MONO per regolare la proporzione del livello del segnale inviato dal canale al bus STEREO (L/R) e del livello del segnale inviato al bus MONO (C).

14

Utilizzare la manopola TO ST PAN nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per configurare il pan del segnale inviato dal canale di ingresso ai bus STEREO (L/R) e MONO.

Se la manopola CSR è impostata su 0%, l'utilizzo della manopola TO ST PAN di un canale INPUT cambierà i livelli del segnale inviato ai bus STEREO (L/R) e

MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito. In questo caso, la manopola TO ST PAN sarà utilizzata come una normale manopola PAN e al bus MONO (C) non verrà inviato alcun segnale.

60

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di un segnale dal canale di ingresso al bus STEREO/MONO

Segnale inviato al bus STEREO (L)

Segnale inviato al bus STEREO (R)

L C

Manopola TO ST PAN

R

Se si seleziona un canale ST IN, l'utilizzo della manopola TO ST BALANCE cambierà i livelli del segnale inviato dai canali ST IN L/R ai bus STEREO

(L/R) e MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito. In questo caso, l'encoder [PAN] verrà utilizzato come una normale manopola

BALANCE e al bus MONO (C) non verrà inviato alcun segnale.

Se si seleziona un canale ST IN, l'utilizzo della manopola TO ST BALANCE cambierà i livelli del segnale inviato dai canali ST IN L/R ai bus STEREO

(L/R) e MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito.

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Segnale inviato dal canale ST IN (L) al bus STEREO (L)

Segnale inviato dal canale ST IN (L) al bus MONO (C)

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Segnale inviato dal canale ST IN (L) al bus STEREO (L)

Segnale inviato dal canale ST IN (R) al bus STEREO (R)

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Se la manopola CSR è impostata su 100%, l'utilizzo della manopola TO ST PAN cambierà il livello del segnale inviato ai bus STEREO (L/R) e MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito.

Segnale inviato dal canale ST IN (R) al bus STEREO (R)

Segnale inviato dal canale ST IN (R) al bus MONO (C)

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

15

Se si desidera utilizzare un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

Se ad esempio i canali INPUT 1–8 sono riportati nella finestra a comparsa, premendo il tasto [SEL] del canale INPUT 9 la finestra a comparsa riporterà i canali INPUT 9–16.

16

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

5

Segnale inviato al bus MONO (C)

Segnale inviato al bus STEREO (L)

Segnale inviato al bus STEREO (R)

L C

Manopola PAN

R

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

61

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

In questa sezione viene illustrato come inviare il segnale di un canale di ingresso ai bus MIX 1–16.

I bus MIX vengono utilizzati soprattutto per inviare segnali agli altoparlanti foldback sul palco o a processori di effetti esterni. I segnali possono essere inviati da un canale di ingresso a un bus

MIX nei tre seguenti modi.

■ Utilizzando la sezione SELECTED CHANNEL

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede l'utilizzo dell'encoder [SELECTED SEND] (MANDATA SELEZIONATA) della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare il livello del segnale inviato al bus MIX.

Consente inoltre di controllare i segnali inviati da un canale di ingresso specifico a tutti i bus MIX.

■ Utilizzando una finestra a comparsa

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede l'utilizzo della finestra a comparsa MIX SEND (MANDATA MIX) per regolare i livelli di mandata dagli otto canali al bus MIX.

Consente inoltre di controllare il livello di mandata, l'impostazione di attivazione/disattivazione e il punto di mandata dei segnali inviati da un gruppo di otto canali a un bus MIX specifico.

■ Utilizzando i fader del pannello superiore

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede il passaggio dell'unità LS9 alla modalità SENDS ON FADER (MANDATE SU FADER) e l'utilizzo dei fader del pannello superiore per regolare i livelli di mandata al bus MIX. Consente inoltre di controllare contemporaneamente livelli di mandata e attivazione/disattivazione dei segnali inviati da tutti i canali di ingresso a un bus MIX specifico.

1

Utilizzo della sezione

SELECTED CHANNEL

In questa sezione viene illustrato come utilizzare l'encoder

[SELECTED SEND] della sezione SELECTED

CHANNEL per regolare il livello dei segnali inviati da un canale di ingresso specifico a ciascun bus MIX.

1

Accertarsi che sia assegnata una porta di uscita al bus MIX al quale si invia il segnale e alla porta di uscita corrispondente sia collegato un sistema di monitoraggio o un processore di effetti esterni ecc.

Vedere a pag. 95 per ulteriori informazioni

sull'assegnazione di una porta di uscita a un bus MIX

e a pag. 42 per altri dettagli sul collegamento del

dispositivo esterno.

2

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

23

4

1

Campo TO MIX (A BUS MIX)

In questo campo è possibile attivare/disattivare lo stato e regolare il livello di mandata del segnale inviato dal canale di ingresso al bus MIX.

B

Manopola TO MIX LEVEL

Consente di regolare il livello di mandata del segnale inviato dal canale di ingresso a un bus MIX di tipo

VARI. Per regolare tale livello in questo campo, spostare il cursore sulla manopola e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

C

Pulsante TO MIX ON/OFF

Se il bus MIX di destinazione della mandata è di tipo

FIXED, il pulsante verrà visualizzato al posto della manopola

2

. Questo pulsante consente di attivare/ disattivare il segnale inviato dal canale di ingresso al bus MIX di tipo FIXED. Per attivare/disattivare il segnale, spostare il cursore sul pulsante e premere il tasto [ENTER].

62

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

D

Indicatore PRE/POST (PRIMA/DOPO)

Indica la posizione di mandata del segnale inviato dal canale di ingresso al bus MIX di tipo VARI. Il segnale viene inviato dalla posizione pre-EQ o pre-fader se è indicato PRE, o immediatamente dopo il tasto [ON] se l'indicazione PRE non viene visualizzata. Questo indicatore serve solo come visualizzazione, non è possibile utilizzare questo campo per modificare la posizione di mandata del segnale.

3

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL]della sezione del modulo dei canali e della sezione ST IN per selezionare il canale di ingresso che si desidera utilizzare.

4

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MIX di destinazione della mandata.

Il LED del tasto corrispondente si illuminerà a indicare che viene selezionato come destinazione di mandata.

Se il bus MIX di destinazione della mandata

è di tipo VARI

Nel campo TO MIX della schermata la manopola viene visualizzata nello stesso colore della sezione

MIX/MATRIX SEND.

Se il bus MIX di destinazione della mandata

è di tipo FIXED

Nel campo TO MIX viene visualizzato il pulsante

TO MIX ON/OFF invece della manopola TO MIX

LEVEL. In questo caso non sarà possibile regolare il livello di mandata.

NOTA

• Se lampeggia solo il LED di un determinato tasto della sezione MIX/MATRIX SELECT mentre i LED degli altri tasti emettono una luce fissa, la modalità dell'unità LS9 sarà

SENDS ON FADER ovvero quella che consente di utilizzare i fader per controllare i livelli di mandata ai bus MIX o MATRIX.

Premere il tasto desiderato nella sezione MIX/MATRIX

SELECT in modo che si illumini solo il LED di quel tasto.

5

Se al punto 4 è stato selezionato un bus

MIX di tipo VARI, utilizzare l'encoder

[SELECTED SEND] della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare il livello di mandata da quel canale al bus MIX selezionato al punto 4.

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, la funzione dell'encoder

[SELECTED SEND] cambierà a seconda di quale dei due tasti adiacenti della sezione MIX/MATRIX

SELECT è illuminato.

Se è illuminato il tasto di sinistra

Utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] per regolare il pan (o il bilanciamento se il canale è ST IN) del segnale inviato dal canale INPUT ai due bus MIX.

Se è illuminato il tasto di destra

Utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] per regolare il livello di mandata condiviso dai due bus MIX.

6

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato al bus MIX di tipo VARI, spostare il cursore sulla manopola TO MIX

LEVEL della schermata e premere il tasto

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIX SEND.

Se la si disattiva, la manopola diventerà grigia.

7

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato al bus MIX di tipo FIXED, spostare il cursore sul pulsante TO MIX ON/

OFF della schermata e premere il tasto

[ENTER].

Se lo stato è disattivato, i caratteri della manopola diventeranno neri su sfondo blu. Per attivarla di nuovo, premere di nuovo il tasto [ENTER].

8

Utilizzare i tasti [SEL] del pannello superiore per selezionare un altro canale di ingresso e regolare nello stesso modo il livello di mandata al bus MIX selezionato.

9

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare un altro bus MIX come destinazione di mandata, quindi regolare nello stesso modo il livello di mandata del canale di ingresso.

SUGGERIMENTO

• Se viene selezionata PRE come posizione di mandata al bus

MIX, sarà anche possibile selezionare PRE EQ

(immediatamente prima dell'attenuatore) o PRE FADER

(immediatamente prima del fader) per ciascun bus MIX

(

pag. 213).

• Se lo si desidera, è possibile collegare l'impostazione del pan e del bilanciamento del segnale inviato a un bus MIX stereo alla manopola TO ST PAN/TO ST BAL della schermata

SELECTED CH VIEW (

pag. 213).

• Se si desidera monitorare il segnale che viene inviato a un bus MIX specifico, selezionare il layer fader master e premere il tasto [CUE] (SEGNALE DI ATTIVAZIONE) di quel canale MIX.

5

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

63

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

Utilizzo della finestra a comparsa

Questo metodo prevede l'utilizzo della finestra a comparsa

MIX SEND per regolare i livelli di mandata dagli otto canali al bus MIX.

1

Accertarsi che sia assegnata una porta di uscita al bus MIX al quale si invia il segnale e alla porta di uscita corrispondente sia collegato un sistema di monitoraggio o un processore di effetti esterni ecc.

2

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1

1

2

3

4

Nella finestra a comparsa MIX SEND vengono visualizzati i parametri degli otto canali selezionati al punto 3. Il contenuto della finestra cambierà a seconda che il bus MIX di destinazione della mandata sia di tipo VARI o di tipo FIXED.

[ Se si tratta di un bus MIX di tipo VARI ]

5 6

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

(MANDATA)

3

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL]della sezione del modulo dei canali e della sezione ST IN per selezionare il canale di ingresso di origine della mandata.

4

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MIX di destinazione della mandata.

5

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa SEND e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIX SEND.

Nella finestra a comparsa MIX SEND è possibile controllare il livello di mandata, l'impostazione di attivazione/disattivazione e il punto di mandata dei segnali inviati da un gruppo di otto canali a un bus

MIX correntemente specificato.

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE

(

pag. 194), è anche possibile accedere alla finestra a

comparsa sopra indicata premendo l'encoder [SELECTED

SEND] della sezione SELECTED CHANNEL.

• Se si desidera attivare/disattivare lo stato del segnale inviato al bus MIX di tipo VARI, è possibile spostare il cursore sulla manopola TO MIX LEVEL della schermata e premere il tasto

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa soprastante.

64

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Numero canale/Nome canale

Indica il numero e il nome del canale di origine della mandata.

B

Pulsante PRE

Consente di cambiare la posizione di invio del segnale dal canale di origine della mandata al bus MIX correntemente selezionato. Se questo pulsante è attivo, verrà inviato il segnale pre-EQ o pre-fader, se invece è disattivato, il segnale verrà inviato immediatamente dopo il tasto [ON].

C

Pulsante TO MIX ON/OFF

Consente di attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di origine della mandata al bus MIX correntemente selezionato.

D

Manopola TO MIX LEVEL

Consente di regolare il livello del segnale inviato dal canale di origine della mandata al bus MIX correntemente selezionato.

E

Pulsante ALL PRE (POSIZIONE PRE

PER TUTTI)

Consente di selezionare PRE come posizione di invio dei segnali da tutti i canali di ingresso al bus MIX di tipo VARI.

F

Pulsante ALL POST (POSIZIONE POST

PER TUTTI)

Consente di selezionare POST come posizione di invio dei segnali da tutti i canali di ingresso al bus

MIX di tipo VARI.

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, la schermata cambierà nel modo seguente.

7

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

1

2

G

Manopola TO MIX PAN/TO MIX bILANCE

(A PAN MIX/A BILANCIAMENTO MIX)

Consente di regolare il pan (o il bilanciamento se il canale è ST IN) del segnale inviato dal canale INPUT ai due bus MIX.

SUGGERIMENTO

• Se viene selezionata PRE come posizione di mandata al bus

MIX, sarà anche possibile selezionare PRE EQ

(immediatamente prima dell'attenuatore) o PRE FADER

(immediatamente prima del fader) per ciascun bus MIX

(

pag. 213).

• Se lo si desidera, è possibile collegare l'impostazione del pan e del bilanciamento del segnale inviato a un bus MIX stereo alla manopola TO ST PAN/TO ST BAL della schermata

SELECTED CH VIEW (

pag. 213).

[ Se si tratta di un bus MIX di tipo FIXED ]

8

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato al bus MIX di tipo VARI, spostare il cursore sul pulsante TO MIX ON/

OFF della schermata e premere il tasto

[ENTER].

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, il funzionamento della coppia di pulsanti di sinistra/destra adiacenti risulterà collegato.

9

Se si desidera utilizzare un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

10

Se si desidera regolare il livello di mandata a un altro bus MIX, utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX SELECT per selezionare un altro bus MIX e configurare le impostazioni nello stesso modo.

11

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

5

1

Numero canale/Nome canale

Indica il numero e il nome del canale di origine della mandata.

B

Pulsante TO MIX ON/OFF

Consente di attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di origine della mandata al bus MIX correntemente selezionato.

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, le operazioni di attivazione/ disattivazione sono collegate per i bus MIX adiacenti con numerazione pari e dispari.

6

Se al punto 4 è stato selezionato un bus

MIX di tipo VARI, spostare il cursore sulla manopola TO MIX LEVEL della schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare il livello di mandata da ciascun canale al bus MIX selezionato.

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, spostare il cursore sulla manopola

TO MIX PAN (TO MIX BALANCE) e regolare il pan

(o il bilanciamento se il canale è ST IN) del segnale inviato da ciascun canale ai due bus MIX.

7

Per cambiare la posizione di mandata di un segnale inviato a un bus MIX di tipo VARI, spostare il cursore sul pulsante PRE della schermata e premere il tasto [ENTER].

Se il pulsante PRE è attivo, verranno inviati i segnali pre-EQ o pre-fader; se invece è disattivato, il segnale verrà inviato immediatamente dopo il tasto [ON].

SUGGERIMENTO

• Se il pulsante PRE è attivo, sarà possibile selezionare

PRE EQ (immediatamente prima dell'attenuatore) o

PRE FADER (immediatamente prima del fader) per ciascun bus MIX (

pag. 213).

Utilizzo dei fader

(modalità SENDS ON FADER)

In questa sezione viene illustrato come utilizzare gli encoder e i fader del pannello superiore per regolare il livello di mandata e attivare/disattivare i segnali inviati da tutti i canali di ingresso a un bus MIX specifico.

1

Accertarsi che sia assegnata una porta di uscita al bus MIX al quale si invia il segnale e alla porta di uscita corrispondente sia collegato un sistema di monitoraggio o un processore di effetti esterni ecc.

2

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

65

Invio di un segnale dal canale di ingresso a un bus MIX

3

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MIX di destinazione della mandata.

Il LED del tasto corrispondente si illuminerà a indicare che viene selezionato come destinazione di mandata.

4

Premere nuovamente lo stesso tasto della sezione MIX/MATRIX SELECT.

La luce del tasto che prima era fissa lampeggerà e si illumineranno i LED degli altri tasti della sezione

MIX/MATRIX SELECT. Ciò indica che l'unità LS9 si trova ora in modalità SENDS ON FADER, ovvero è possibile utilizzare i fader per controllare i livelli di mandata ai bus MIX/MATRIX.

In modalità SENDS ON FADER, la funzione dei fader e dei tasti [ON] della sezione del modulo dei canali

(encoder e tasti [ON] della sezione ST IN) cambierà nel modo seguente.

Fader/encoder

Consentiranno di regolare il livello di mandata del segnale inviato dai canali di ingresso al bus MIX correntemente selezionato. Quando si passa dalla modalità normale alla modalità SENDS ON FADER, le posizioni dei fader si sposteranno sul valore dei livelli di mandata al bus MIX correntemente selezionato.

Tasti [ON]

Potranno essere utilizzati per l'attivazione/ disattivazione del segnale inviato dai canali di ingresso al bus MIX correntemente selezionato. Quando si passa dalla modalità normale alla modalità SENDS

ON FADER, i tasti [ON] si illumineranno o spegneranno a seconda dello stato attivo/disattivato dei segnali inviati al bus MIX correntemente selezionato.

Tasti [SEL]

Il tasto [SEL] dei canale selezionato lampeggerà mentre i tasti [SEL] dei canali non selezionati si illumineranno. I tasti [SEL] dei moduli non assegnati invece si spegneranno.

5

Se al punto 3 è stato selezionato un bus

MIX di tipo VARI, utilizzare i fader della sezione del modulo dei canali e gli encoder della sezione ST IN per regolare il livello di mandata dai canali al bus MIX selezionato al punto 3.

In base alle esigenze, spostare i layer fader sul layer contenente i canali di ingresso di origine della mandata desiderati.

6

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato a un bus MIX di tipo VARI/

FIXED, premere il tasto [ON] del pannello superiore.

Se il bus MIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, le operazioni di attivazione/ disattivazione saranno collegate per il segnale inviato ai due bus MIX adiacenti con numerazione pari e dispari.

7

Ripetere i punti 3–6 per regolare il livello di mandata e attivare/disattivare nello stesso modo lo stato di altri bus MIX.

66

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

8

Dopo aver configurato i livelli di mandata

MIX, premere il tasto che lampeggia nella sezione MIX/MATRIX SELECT.

L'unità LS9 tornerà alla modalità normale.

SUGGERIMENTO

• È possibile assegnare la funzione SENDS ON FADER a un tasto definito dall'utente. In questo modo sarà possibile passare rapidamente alla modalità SENDS ON FADER per un bus MIX specifico o, in modo altrettanto rapido, tornare allo stato precedente.

• È anche possibile utilizzare il tasto [HOME] per annullare la modalità SENDS ON FADER.

In modalità SENDS ON FADER (quando la destinazione di mandata è un bus MIX), il modulo

STEREO MASTER verrà utilizzato in modo diverso a seconda del layer fader selezionato.

Layer fader

1-16 {1-32}/17-32

{33-64}

MASTER/CUSTOM

FADER (FADER

MASTER/

PERSONALIZZATO)

Funzioni

Modulo del canale MIX di destinazione della mandata

Canale STEREO (il fader e il tasto

[ON] non eseguono alcuna operazione)

NOTA

• Se il layer fader passa da 1 a 16 {1-32}, 17-32 {33-64}, o se da CUSTOM FADER diventa MASTER mentre è in funzione la modalità SENDS ON FADER (quando la destinazione di mandata è un bus MIX), la modalità SENDS ON FADER verrà annullata.

• Non è possibile utilizzare il fader o il tasto [ON] di un canale che non sia origine della mandata (ovvero un canale senza il parametro MIX SEND) o di un canale che non sia un bus master di destinazione della mandata.

Capitolo 6

Operazioni del canale di uscita

In questo capitolo vengono illustrate le operazioni dei canali di uscita

(canali MIX, MATRIX, STEREO e MONO).

Flusso del segnale dei canali di uscita

La sezione dei canali di uscita prende i segnali inviati dai canali di ingresso ai diversi bus, li elabora con equalizzatore e dinamiche, quindi li invia alle porte di uscita o ad altri bus.

Sono disponibili i seguenti tipi di canali di uscita.

■ Canali MIX 1–16

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Elaborano i segnali inviati dai canali di ingresso ai bus MIX e li trasmettono alla porta di uscita corrispondente e ai bus MATRIX, STEREO o MONO (C) (centro). Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, questi vengono assegnati ai jack OMNI OUT (USCITA OMNI) o ai canali di uscita degli slot.

MIX

1 2 ...

15 16

ST

N

O

M

O

MATRIX CUE

L R

(C) 1 2

...

7 8 L R

MIX 1-16

To RACKIN PATCH

To OUTPUT PATCH MIX

INSERT OUT 1-16

MIX

INSERT IN 1-16

INSERT POINT

PRE FADER

PRE EQ

INSERT OUT

INSERT OUT

MATRIX1,3...7

MATRIX2,4...8

CUE ON

PRE EQ

METER

INSERT

PRE EQ

INSERT OUT

ATT

PRE EQ

4BAND

EQ

EQ OUT

METER

DYNA OUT

METER

GR METER

POST EQ

PRE FADER

METER

LEVEL

COMP

COMPAND

EXPAND

INSERT

PRE FADER

INSERT OUT

PRE FADER

Keyin

Self PRE EQ/Self POST EQ/MIX13-16 OUT/

MIX(1-8,9-16) POST EQ

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL

LEVEL

LEVEL

ON

ON

PRE FADER / POST ON

To MATRIX

VARI

LEVEL

PAN

ON

ON

POST ON

METER

MIX OUT1-16

POST ON

(13-16)To KEYIN

To RACKIN PATCH

To OUTPUT PATCH

To MONITOR SELECT

To RECORDER IN PATCH

PRE FADER / POST ON

To MATRIX

VARI

STEREO

PAN MODE TO ST TO MONO

PAN

LR MONO

ST L

MONO(C)

ST R

TO LCR

LCR

POST ON

CSR

6

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

67

Flusso del segnale dei canali di uscita

■ Canale STEREO e canale MONO (C)

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Ciascuno di questi canali elabora il segnale inviato dai canali di ingresso ai bus STEREO o MONO (C) e lo invia a una porta di uscita o a un bus MATRIX. Se i canali di ingresso sono impostati sulla modalità LCR (Sinistra/Centro/

Destra), i canali STEREO (L/R) (sinistra/destra) e il canale MONO (C) (centro) possono essere utilizzati insieme con un gruppo di tre canali di uscita.

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, il canale STEREO viene assegnato al jack 2TR OUT DIGITAL

(USCITA DIGITALE 2TR).

MIX

1 2 ...

15 16

ST

L R

M

O

N

O

MATRIX CUE

(C) 1 2

...

7 8 L R

STEREO L,R,MONO(C)

To RACKIN PATCH

To OUTPUT PATCH

STEREO

INSERT OUT L,R,MONO(C)

STEREO

INSERT IN L,R,MONO(C)

INSERT POINT

PRE FADER

PRE EQ

INSERT OUT

INSERT OUT

PRE EQ

METER

INSERT

ATT

PRE EQ

INSERT OUT

PRE EQ

4BAND

EQ

EQ OUT

METER

POST EQ

DYNA OUT

METER

GR METER

PRE FADER

METER

LEVEL BAL

COMP

COMPAND

INSERT

EXPAND

PRE FADER

INSERT OUT

PRE FADER

Keyin

Self PRE EQ/Self POST EQ/MIX13-16 OUT/

ST(L,R,MONO(C)) POST EQ

ON

To STEREO OUT L+C,R+C

POST ON

METER

STEREO OUT

L,R,MONO(C)

POST ON

CUE ON

MATRIX1,3...7

MATRIX2,4...8

LEVEL

LEVEL

ON

ON

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL

PRE FADER / POST ON

To MATRIX

VARI

STEREO OUT L

STEREO OUT MONO(C)

STEREO OUT L+C

To OUTPUT PATCH

To MONITOR SELECT

To RECORDER IN PATCH

To OUTPUT PATCH

To RECORDER IN PATCH

LEVEL

PAN

ON

PRE FADER / POST ON

To MATRIX

VARI

STEREO

STEREO OUT R

STEREO OUT R+C

To OUTPUT PATCH

To RECORDER IN PATCH

■ Canali MATRIX 1–8

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questi canali elaborano i segnali inviati dai canali MIX, STEREO e MONO ai bus MATRIX e li inviano alle porte di uscita corrispondenti.

MIX

1 2 ...

15 16

ST

L R

M

O

N

O

MATRIX CUE

(C) 1 2

...

7 8 L R

MATRIX1-8

To RACKIN PATCH

To OUTPUT PATCH

MATRIX

INSERT OUT 1-8

MATRIX

INSERTIN1-8

INSERT POINT

PRE FADER

PRE EQ

INSERT OUT

INSERT OUT

PRE EQ

METER

INSERT

ATT

PRE EQ

INSERT OUT

PRE EQ

4BAND

EQ

EQ OUT

METER

DYNA OUT

METER

GR METER

POST EQ

PRE FADER

METER

LEVEL

COMP

COMPAND

EXPAND

INSERT

PRE FADER

INSERT OUT

PRE FADER

Keyin

Self PRE EQ/Self POST EQ/MIX13-16 OUT/

MATRIX1-8 POST EQ

CUE ON

(PRE FADER)PFL / (POST ON)AFL

ON

POST ON

METER

MATRIX OUT 1-8

To OUTPUT PATCH

To MONITOR SELECT

To RECORDER IN PATCH

POST ON

68

ATT (attenuatore)

Consente di attenuare/amplificare il livello del segnale.

4 BAND EQ (equalizzatore a 4 bande)

EQ parametrico a quattro bande: HIGH (ALTA), HIGH

MID (MEDIO ALTA), LOW MID (MEDIO BASSA) e LOW (BASSA).

COMP/COMPANDER/EXPAND (compressor/

compander/expander)

Processore di dinamiche utilizzabile come compressor, compander o expander.

LEVEL (livello)

Consente di regolare il livello di output del canale.

BALANCE (BILANCIAMENTO)

(solo canale STEREO)

Consente di regolare il bilanciamento di volume del canale STEREO (L/R).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

ON (on/off) (ATTIVATO) (attivo/disattivato)

Consente di attivare/disattivare il canale di uscita.

Se è disattivato, il canale corrispondente verrà escluso.

TO MATRIX ON/OFF (A BUX MATRIX ATTIVATO/

DISATTIVATO) (mandata MATRIX attivata/ disattivata)

Consente di attivare/disattivare il segnale inviato dai canali MIX, STEREO (L/R) o MONO (C) a ciascun bus

MATRIX 1–8.

TO MATRIX LEVEL 1-8 (A LIVELLO MATRIX 1–8)

(livelli di mandata MATRIX 1–8)

Consente di regolare il livello di mandata del segnale inviato dai canali MIX, STEREO (L/R) o MONO (C) a ciascun bus MATRIX bus 1–8. Come posizione di invio del segnale al bus MATRIX, è possibile scegliere tra prima del fader o dopo il tasto [ON].

Flusso del segnale dei canali di uscita • Indicazione del nome e dell'icona del canale

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, è possibile utilizzare la manopola

TO MATRIX PAN (A PAN MATRIX) della schermata per regolare il pan tra i due bus MATRIX. Se l'origine della mandata è il canale STEREO o un canale MIX stereo, utilizzare la manopola TO MATRIX BALANCE

(A BILANCIAMENTO MATRIX) per regolare il bilanciamento di volume dei canali di sinistra e di destra inviati ai due bus MATRIX.

INSERT (INSERIMENTO)

Consente di assegnare le porte di uscita e di ingresso desiderate in modo da inserire un dispositivo esterno, ad esempio un processore di effetti. È possibile cambiare le posizioni di insert-out e insert-in.

METER (INDICATORE)

Indica il livello del canale di uscita. È possibile cambiare la posizione in cui viene rilevato il livello.

KEY IN (solo canali MIX 13–16)

È possibile inviare i segnali di uscita dei canali MIX 13–16 ai processori dinamici di ciascun canale e utilizzarli come segnali key-in per il controllo delle dinamiche.

RACK IN PATCH (ASSEGNAZIONE

INGRESSO RACK)

Consente di assegnare il segnale di input di un canale MIX a un ingresso del rack.

OUTPUT PATCH (ASSEGNAZIONE OUTPUT)

Consente di assegnare una porta di uscita a un canale di uscita.

MONITOR SELECT (SELEZIONE MONITOR)

Consente di selezionare il segnale di output di un canale di uscita come sorgente di monitoraggio.

6

Indicazione del nome e dell'icona del canale

In questa sezione viene illustrato come specificare il nome e l'icona di ciascun canale di uscita.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL (CANALE

SELEZIONATO).

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO).

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer fader contenente il canale di uscita desiderato.

4

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa per la selezione della porta di uscita nel campo PATCH della schermata, quindi premere il tasto [ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa PATCH/

NAME (ASSEGNAZIONE/NOME), in cui è possibile selezionare una porta e un'icona per il canale di uscita e assegnarli un nome.

4 2 3 1

SUGGERIMENTO

• Per selezionare un canale MATRIX o MONO sull'unità

LS9-16, è necessario assegnare il canale al layer fader personalizzato, quindi selezionare il layer.

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo dei canali o nella sezione ST IN

(INGRESSO STEREO) per selezionare il canale di uscita che si desidera utilizzare.

2 1

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Pulsante della porta di uscita

Indica la porta di uscita assegnata al canale corrispondente. Se vengono assegnate più porte di uscita, per rappresentarle verrà visualizzata un'unica porta.

Quando si seleziona l'icona o si modifica il nome del canale, spostando il cursore su questo pulsante e premendo il tasto [ENTER] si ritornerà alla schermata di selezione della porta di uscita.

1

Campo PATCH (ASSEGNAZIONE)

B

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di uscita

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

69

Indicazione del nome e dell'icona del canale

B

Pulsante dell'icona

Indica l'icona selezionata per il canale corrispondente.

Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata una schermata in cui è possibile selezionare un'icona e un nome di un campione.

C

Casella di immissione del nome del canale

Indica il nome assegnato al canale corrispondente.

Se si sposta il cursore su questo campo e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata una finestra con una tastiera che consente di immettere un nome.

D

Tab

Grazie ai tab è possibile cambiare gli elementi mostrati nella finestra.

5

Per selezionare un'icona per il canale, spostare il cursore sul pulsante dell'icona e premere il tasto [ENTER].

Il display della finestra cambierà come segue.

3

1

2

1

Pulsanti di selezione dell'icona

Consentono di selezionare l'icona utilizzata per il canale.

B

Pulsanti di selezione del nome del campione

Consentono di selezionare i nomi dei campioni correlati all'icona correntemente selezionata. Quando si preme un pulsante, il nome del campione verrà immesso nel campo del nome del canale.

C

Pulsanti di selezione del colore di sfondo dell'icona

Consentono di scegliere uno degli otto colori disponibili come sfondo dell'icona.

6

Utilizzare i pulsanti di selezione dell'icona e del relativo colore di sfondo per selezionare l'icona che si desidera utilizzare per quel canale.

L'icona selezionata viene visualizzata nel relativo pulsante nella parte superiore della finestra.

7

Se si desidera, utilizzare i pulsanti di selezione del nome del campione per selezionarne uno. Il nome del campione selezionato verrà immesso nel campo del nome del canale nella parte superiore della finestra.

SUGGERIMENTO

• È possibile aggiungere o modificare il testo dopo aver immesso il nome del campione nel campo del nome del canale. Se si desidera assegnare nomi di canale composti da un nome comune abbinato a un numero, ad esempio

"Vocal 1" (Vocale 1 ) e "Vocal 2" (Vocale 2), è sufficiente immettere un nome del campione e quindi aggiungere un numero.

8

Se si desidera immettere direttamente un nome di canale (o modificare il nome precedentemente immesso), spostare il cursore sul campo del nome del canale nella parte superiore della finestra e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera nella parte inferiore della finestra e quindi sarà possibile immettere o modificare il testo. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della finestra con la tastiera,

vedere a pag. 34.

9

Utilizzare i tasti [SEL] per selezionare un altro canale di uscita, quindi specificare il nome del canale e la relativa icona nello stesso modo.

Mentre è visualizzata la finestra a comparsa PATCH/

NAME, è possibile utilizzare i tasti [SEL] per cambiare il canale in uso.

10

Dopo aver immesso le informazioni, spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(CHIUDI) o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

SELECTED CH VIEW.

70

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di segnali dai canali MIX al bus STEREO/MONO

Invio di segnali dai canali MIX al bus STEREO/MONO

In questa sezione viene illustrato come inviare il segnale di un canale MIX ai bus STEREO o MONO.

È possibile inviare segnali ai bus STEREO o MONO in modalità ST/MONO oppure LCR, e scegliere una di queste modalità per ciascun canale MIX. Le differenze tra le due modalità vengono riportate di seguito.

■ Modalità ST/MONO

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questa modalità, i segnali vengono inviati individualmente dal canale MIX ai bus STEREO e MONO.

• I segnali inviati dallo stesso canale MIX ai bus STEREO e MONO possono essere attivati/disattivati in modo indipendente.

• Il pan del segnale inviato da un canale MIX mono al bus STEREO L/R può essere utilizzato dall'encoder

[PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure dalla manopola TO ST PAN (A PAN STEREO) della schermata (il segnale inviato al bus MONO non viene influenzato dall'encoder o dalla manopola).

• Il bilanciamento del volume dei segnali inviati da due canali MIX con assegnazione stereo al bus STEREO

(sinistra e destra) può essere utilizzato dall'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure dalla manopola TO ST BAL (A BIL STEREO) della schermata (il segnale inviato al bus MONO non viene influenzato dalla manopola).

■ Modalità LCR

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

In questa modalità, il segnale del canale MIX viene inviato a tre bus insieme, ovvero bus STEREO (L/R) e bus

MONO (C).

• I segnali inviati dallo stesso canale MIX ai bus STEREO e MONO possono essere attivati/disattivati insieme.

• La manopola CSR (Center Side Ratio, rapporto centro-laterale) della schermata consente di regolare la proporzione del livello del segnale inviato dal canale MIX al bus STEREO (L/R) e del livello inviato al bus MONO (C).

• Il livello del segnale inviato da un canale MIX al bus STEREO L/R e al bus MONO (C) cambierà in base alle impostazioni dell'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL oppure della manopola TO ST PAN/

TO ST BAL della schermata.

SUGGERIMENTO

• Se si desidera utilizzare le cuffie ecc. per monitorare il segnale dei bus STEREO o MONO, premere più volte il tasto [MONITOR] della sezione DISPLAY ACCESS per accedere alla schermata MONITOR (2/4), quindi selezionare "LCR" come sorgente di monitoraggio (

pag. 146) prima di continuare con la procedura che segue.

6

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1 2

1

Campo TO ST (A BUS STEREO)

B

Manopola TO ST PAN (per un canale MIX stereo, la manopola TO ST BAL)

2

Nella sezione LAYER, premere il tasto

LAYER [MASTER] per selezionare il layer fader master.

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo dei canali per selezionare il canale

MIX di origine della mandata.

4

Se si desidera solo regolare il pan o il bilanciamento del canale MIX, utilizzare l'encoder [PAN] della sezione SELECTED

CHANNEL (

pag. 86).

Lo stesso risultato si ottiene spostando il cursore sulla manopola PAN/BAL della schermata SELECTED

CH VIEW e utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC]

(RIDUCI/AUMENTA).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

71

Invio di segnali dai canali MIX al bus STEREO/MONO

1

2

3

4

5

5

Se si desidera attivare/disattivare lo stato del segnale inviato dal canale MIX al bus

STEREO/MONO oppure passare dalla modalità ST/MONO alla modalità LCR, utilizzare uno dei seguenti metodi per accedere alla finestra a comparsa TO

STEREO/MONO.

• Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa

PAN nel campo TO ST della schermata

SELECTED CH VIEW, quindi premere il tasto [ENTER].

• Spostare il cursore sulla manopola TO ST PAN nel campo TO ST della schermata SELECTED CH

VIEW, quindi premere il tasto [ENTER].

Nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO è possibile passare dalla modalità ST/MONO alla modalità LCR in gruppi di otto canali MIX, quindi modificare lo stato di attivazione/disattivazione e le impostazioni di pan/bilanciamento inviate da quei canali al bus STEREO/MONO. In questa finestra vengono visualizzati i parametri degli otto canali che includono il canale MIX selezionato al punto 3.

C

Pulsante ST

D

Pulsante MONO

Quando il pulsante MODE è impostato sulla modalità

ST/MONO, ciascuno di questi pulsanti consente di attivare/disattivare il segnale inviato da quel canale

MIX ai bus STEREO e MONO.

E

Manopola TO ST PAN/TO ST BALANCE

(A PAN STEREO/ A BILANCIAMENTO

STEREO)

Nei canali MIX mono, funge da manopola PAN, ovvero consente di regolare il pan di sinistra/destra del segnale inviato al bus STEREO.

Nei canali MIX stereo, funge da manopola

BALANCE, ovvero consente di regolare il volume dei segnali di sinistra e di destra inviati al bus STEREO.

Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare l'impostazione.

Nei canali il cui pulsante MODE è impostato sulla modalità LCR, vengono visualizzati il pulsante e la manopola illustrati di seguito invece del pulsante ST

(

3

) e del pulsante MONO (

4

).

6

7

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS (VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI

PREMONO LE MANOPOLE) nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [PAN] della sezione

SELECTED CHANNEL.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Numero canale/Nome canale

Indica il numero e il nome del canale in uso.

B

Pulsante MODE (MODALITÀ)

Consente di selezionare la modalità ST/MONO o la modalità LCR per specificare il modo in cui il segnale viene inviato ai bus STEREO e MONO. La modalità può essere specificata singolarmente per ciascun canale MIX. Ogni volta che si preme il pulsante si passa da una modalità all'altra.

La modalità correntemente selezionata viene segnalata dalla posizione dell'indicatore (il simbolo verde

◆) immediatamente al di sopra del pulsante.

F

Pulsante LCR

Consente di attivare/disattivare tutti i segnali inviati da quel canale MIX ai bus STEREO e MONO. Se si desidera disattivare il pulsante, ai bus STEREO o

MONO non verrà inviato alcun segnale da quel canale di uscita.

G

Manopola CSR

Consente di regolare la proporzione tra il livello del segnale inviato dal canale MIX al bus STEREO (L/R) e il livello inviato al bus MONO (C), in un intervallo compreso tra lo 0 e il 100%. Per regolare l'impostazione, spostare il cursore sulla manopola, premere il tasto [ENTER] e utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC].

6

Utilizzare il pulsante MODE per selezionare la modalità ST/MONO o la modalità LCR di ciascun canale MIX.

7

I pulsanti ST e MONO consentono di attivare/disattivare il segnale inviato dal canale MIX ai bus STEREO e MONO.

8

Se si desidera utilizzare il bus STEREO, accertarsi che il tasto [ON] del canale

STEREO sia attivato nella sezione STEREO

MASTER del pannello superiore, quindi portare il fader del canale STEREO su una posizione adeguata.

72

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di segnali dai canali MIX al bus STEREO/MONO

9

Se si desidera utilizzare il bus MONO, accertarsi che il tasto [ON] del canale

MONO sia attivato, quindi portare il fader del canale MONO su una posizione adeguata.

Questa operazione differisce a seconda che si utilizzi l'unità LS9-16 o la LS9-32.

Per l'unità LS9-16

Assegnare il canale MONO al layer fader personalizzato, premere il tasto LAYER [CUSTOM]

(PERSONALIZZATO) per accedere al layer fader personalizzato, quindi utilizzare il tasto e il fader [ON] del corrispondente modulo dei canali.

Per l'unità LS9-32

Premere il tasto LAYER [MASTER] per accedere al layer fader master e utilizzare il tasto e il fader [ON] del modulo del canale 32.

10

Selezionare il layer fader master, accertarsi che il tasto [ON] del canale MIX sia attivato, quindi portare il fader su una posizione adeguata.

13

Utilizzare la manopola TO ST PAN nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per configurare il pan del segnale inviato dal canale MIX ai bus STEREO (L/R) e MONO.

Se la manopola CSR è impostata su 0%, l'utilizzo della manopola TO ST PAN di un canale MIX modificherà il livello del segnale inviato ai bus STEREO (L/R) e

MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito. In questo caso, la manopola TO ST PAN sarà utilizzata come una normale manopola PAN e al bus MONO (C) non verrà inviato alcun segnale.

Segnale inviato al bus STEREO (L)

Segnale inviato al bus STEREO (R)

L C

Manopola TO ST PAN

R

Se si seleziona un canale MIX impostato su stereo, l'utilizzo della manopola TO ST BALANCE cambierà i livelli del segnale inviati dal canale MIX ai bus

STEREO (L/R) e MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito. In questo caso, l'encoder [PAN] verrà utilizzato come una normale manopola BALANCE e al bus MONO (C) non verrà inviato alcun segnale.

6

La procedura riportata di seguito differisce a seconda che sia stato selezionato un canale con modalità ST/

MONO oppure un canale MIX con modalità LCR al punto 6.

Se il canale MIX è impostato sulla

modalità ST/MONO

11

Utilizzare i pulsanti ST e MONO nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per attivare/disattivare il segnale inviato dal canale MIX ai bus STEREO e MONO.

12

Utilizzare l'encoder [PAN] della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare il pan/ bilanciamento del segnale inviato dal canale MIX al bus STEREO.

Lo stesso risultato si ottiene utilizzando la manopola

TO ST PAN/TO ST BALANCE nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO.

Se il canale MIX è impostato sulla

modalità LCR

11

Utilizzare il pulsante LCR nella finestra a comparsa TO STEREO/MONO per attivare/ disattivare il segnale inviato dal canale MIX ai bus STEREO e MONO.

Se il canale MIX è stato impostato sulla modalità

LCR, il segnale inviato ai bus STEREO e MONO può essere attivato/disattivato con una sola operazione.

12

Utilizzare la manopola CSR nella finestra a comparsa STEREO/MONO per regolare la proporzione del livello del segnale inviato dal canale MIX al bus STEREO (L/R) e del livello del segnale inviato al bus MONO (C).

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Segnale inviato dal canale MIX con numero dispari al bus

STEREO (L)

Segnale inviato dal canale MIX con numero pari al bus

STEREO (R)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

73

Invio di segnali dai canali MIX al bus STEREO/MONO

Se la manopola CSR è impostata su 100%, l'utilizzo della manopola TO ST PAN cambierà il livello del segnale inviato ai bus STEREO (L/R) e MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito.

Segnale inviato al bus MONO (C)

Segnale inviato al bus STEREO (L)

Segnale inviato al bus STEREO (R)

L C

Manopola PAN

R

Se si seleziona un canale MIX stereo, l'utilizzo della manopola TO ST BALANCE cambierà i livelli del segnale inviati dal canale MIX ai bus STEREO (L/R) e

MONO (C) come indicato nell'illustrazione riportata di seguito.

14

Se si desidera utilizzare un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

Se ad esempio i canali MIX 1–8 sono riportati nella finestra a comparsa, premendo il tasto [SEL] del canale MIX 9 la finestra a comparsa riporterà i canali

MIX 9–16.

15

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Segnale inviato dal canale MIX con numero dispari al bus

STEREO (L)

Segnale inviato dal canale MIX con numero dispari al bus MONO (C)

L C

Manopola TO ST BALANCE

R

Segnale inviato dal canale MIX con numero pari al bus

MONO (C)

Segnale inviato dal canale MIX con numero pari al bus

STEREO (R)

74

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

In questa sezione viene illustrato come inviare il segnale da un canale MIX o da un canale

STEREO/MONO ai bus MATRIX 1–8. È possibile eseguire questa operazione in tre modi.

■ Utilizzando la sezione SELECTED CHANNEL

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede l'utilizzo dell'encoder [SELECTED SEND] (MANDATA SELEZIONATA) della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare il livello del segnale inviato al bus MATRIX.

■ Utilizzando una finestra a comparsa

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede l'utilizzo della finestra a comparsa MATRIX SEND (MANDATA MIX) per regolare i livelli di mandata dagli otto canali al bus MATRIX.

Consente inoltre di controllare il livello di mandata, l'impostazione di attivazione/disattivazione e il punto di mandata dei segnali inviati da un gruppo di otto canali a un bus MATRIX specifico.

■ Utilizzando i fader del pannello superiore

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Questo metodo prevede il passaggio dell'unità LS9 alla modalità SENDS ON FADER (MANDATE SU FADER) e l'utilizzo dei fader del pannello superiore per regolare i livelli di mandata al bus MATRIX. Consente inoltre di controllare contemporaneamente livelli di mandata e attivazione/disattivazione dei segnali inviati dai canali MIX,

STEREO (L/R) e MONO a un bus MATRIX specifico.

Utilizzo della sezione

SELECTED CHANNEL

Questo metodo prevede l'utilizzo dell'encoder

[SELECTED SEND] (MANDATA SELEZIONATA) della sezione SELECTED CHANNEL per regolare il livello del segnale inviato al bus MATRIX.

È possibile controllare i segnali inviati da un canale MIX,

STEREO (L/R) o MONO desiderato a tutti i bus MATRIX oppure controllare i segnali inviati da tutti i canali MIX a un bus MATRIX specifico.

Controllo dei segnali inviati da un canale

MIX, STEREO (L/R) o MONO a tutti bus

MATRIX

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1

2

1

Campo TO MATRIX (A BUS MATRIX)

Se è selezionato un canale MIX, STEREO (L/R) o

MONO, in quest'area della schermata SELECTED CH

VIEW verrà visualizzato il campo TO MATRIX, che consente di attivare/disattivare lo stato e regolare il livello di mandata dei segnali inviati ai bus MATRIX.

B

Manopole TO MATRIX LEVEL

Consentono di regolare il livello di mandata dei segnali inviati dal canale MIX, STEREO (L/R) o

MONO ai bus MATRIX. Il colore di queste manopole

è uguale a quello dei tasti corrispondenti della sezione

MIX/MATRIX SEND.

Per regolare il livello di mandata in questo campo, spostare il cursore sulla manopola e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]. Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato a un bus MATRIX, spostare il cursore sulla manopola corrispondente e premere il tasto [ENTER].

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale MIX,

STEREO (L/R) o MONO di origine della mandata.

SUGGERIMENTO

• Per selezionare un canale MONO sull'unità LS9-16,

è necessario innanzitutto selezionare il layer fader personalizzato a cui è stato assegnato quel canale MONO, quindi premere il tasto [SEL] corrispondente.

6

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

75

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

3

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MATRIX della destinazione di mandata.

Quando si seleziona un canale MIX, STEREO (L/R) o

MONO, i tasti della sezione MIX/MATRIX SELECT

(SELEZIONE MIX/MATRICE) vengono utilizzati per selezionare il bus MATRIX di destinazione della mandata.

Quando si preme un tasto per selezionare il bus

MATRIX di destinazione della mandata, solo il LED del tasto corrispondente si illuminerà indicando che viene selezionato come destinazione di mandata.

Il cursore si sposterà sulla manopola TO MATRIX

LEVEL corrispondente nel campo TO MATRIX della schermata.

NOTA

• Se si seleziona un canale MIX, STEREO (L/R) o MONO, i tasti 9–16 della sezione MIX/MATRIX SELECT sono disattivati.

• Se nella sezione MIX/MATRIX SELECT lampeggia solo il

LED del tasto specificato mentre i LED degli altri tasti emettono una luce fissa, l'unità LS9 è in modalità SENDS ON

FADER. Premere il tasto desiderato della sezione MIX/

MATRIX SELECT in modo che lampeggi solo il LED di quel tasto.

4

Utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] della sezione SELECTED CHANNEL per regolare il livello di mandata da quel segnale al bus MATRIX selezionato al punto 3.

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, la funzione dell'encoder

[SELECTED SEND] cambierà a seconda di quale dei due tasti adiacenti della sezione MIX/MATRIX

SELECT è illuminato.

Se è illuminato il tasto di sinistra

Utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] per regolare il pan (o il bilanciamento se il canale è STEREO) del segnale inviato da quel canale ai due bus MATRIX.

Se è illuminato il tasto di destra

Utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] per regolare il livello di mandata condiviso dai due bus MATRIX.

5

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato a un bus MATRIX, spostare il cursore sulla manopola TO MATRIX

LEVEL della schermata e premere il tasto

[ENTER].

Se la si disattiva, la manopola diventerà grigia. Per attivarla di nuovo, premere di nuovo il tasto [ENTER].

6

Utilizzare i tasti [SEL] del pannello superiore per selezionare un altro canale e regolare nello stesso modo il livello di mandata al bus MATRIX selezionato.

7

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare un altro bus

MATRIX come destinazione di mandata, quindi regolare nello stesso modo il livello di mandata.

76

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

SUGGERIMENTO

• Se viene selezionata PRE come posizione di mandata al bus

MATRIX, sarà anche possibile selezionare PRE EQ

(immediatamente prima dell'attenuatore) o PRE FADER

(immediatamente prima del fader) per ciascuno dei due bus

MIX adiacenti con numerazione pari/dispari (

pag. 213).

• Se lo si desidera, è possibile collegare l'impostazione del pan e del bilanciamento del segnale inviato a un bus MATRIX stereo alla manopola TO ST PAN/TO ST BAL della schermata

SELECTED CH VIEW (

pag. 213).

• Se si desidera monitorare il segnale che viene inviato a un bus MATRIX specifico, selezionare il layer fader che include quel canale MATRIX e premere il tasto [CUE] (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE) corrispondente.

Controllo dei segnali inviati da un canale

MIX, STEREO (L/R) o MONO a un bus

MATRIX specifico

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL]della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale MATRIX di destinazione della mandata.

La schermata SELECTED CH VIEW cambierà come segue.

1

2

1

Campo FROM MIX (DA BUS MIX)

Se è selezionato un canale MATRIX, in quest'area della schermata SELECTED CH VIEW verrà visualizzato il campo FROM MIX, che consente di attivare/disattivare lo stato e regolare il livello di mandata dei segnali inviati da ciascun canale MIX al bus MATRIX.

B

Manopola FROM MIX LEVEL

(DA LIVELLO MIX)

Queste manopole indicano e controllano il livello di mandata dei segnali inviati dai canali MIX 1–16 al bus

MATRIX correntemente selezionato.

SUGGERIMENTO

• Per selezionare un canale MATRIX sull'unità LS9-16,

è necessario innanzitutto selezionare il layer fader personalizzato a cui è stato assegnato quel canale MATRIX, quindi premere il tasto [SEL] corrispondente.

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

3

Per regolare il livello di mandata da un canale MIX al bus MATRIX selezionato, spostare il cursore sulla manopola corrispondente del campo FROM MIX e utilizzare l'encoder [SELECTED SEND].

È possibile ottenere lo stesso risultato utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, verrà collegato il livello di mandata ai due bus MATRIX adiacenti con numerazione pari e dispari.

4

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato da un canale MIX al bus

MATRIX selezionato, spostare il cursore sulla manopola corrispondente del campo

FROM MIX e premere il tasto [ENTER].

Se la si disattiva, la manopola diventerà grigia. Per attivarla di nuovo, premere di nuovo il tasto [ENTER].

NOTA

• Quando viene visualizzata la schermata SELECTED CH

VIEW per i canali MATRIX, è possibile utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX per selezionare il bus MIX di destinazione della mandata per i canali di ingresso.

5

Utilizzare i tasti [SEL] del pannello superiore per cambiare il canale MATRIX di destinazione della mandata e controllare nello stesso modo il livello di mandata a un bus MATRIX specifico.

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare il canale MIX,

STEREO (L/R) o MONO di origine della mandata.

3

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MATRIX della destinazione di mandata.

Solo il LED del tasto corrispondente lampeggerà a indicare che viene selezionato come destinazione di mandata.

4

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa SEND e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

MATRIX SEND.

In questa finestra è possibile visualizzare otto canali

MIX o i canali STEREO (L/R) e MONO contemporaneamente, nonché controllare il livello di mandata, lo stato di attivazione/disattivazione e il punto di mandata dei segnali inviati al bus MATRIX.

Nella finestra a comparsa MATRIX SEND vengono visualizzati i parametri relativi a un massimo di otto canali che comprendono il canale selezionato al punto 3.

6

1

2

3

Utilizzo della finestra a comparsa

In questa sezione viene illustrato in che modo è possibile utilizzare la finestra a comparsa MATRIX SEND per regolare i livelli di mandata da un massimo di otto canali a un bus MATRIX.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1

4

1

Numero canale/Nome canale

Indica il numero e il nome del canale di origine della mandata.

B

Pulsante PRE (PRIMA)

Consente di cambiare la posizione di invio del segnale dal canale di origine della mandata al bus MATRIX correntemente selezionato. Se questo pulsante è attivo, verrà inviato il segnale pre-EQ o pre-fader, se invece è disattivato, il segnale verrà inviato immediatamente dopo il tasto [ON].

C

Pulsante TO MATRIX ON/OFF

Consente di attivare/disattivare il segnale inviato dal canale di origine della mandata al bus MATRIX correntemente selezionato.

D

Manopola TO MATRIX LEVEL

Consente di regolare il livello del segnale inviato dal canale di origine della mandata al bus MATRIX correntemente selezionato.

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

(MANDATA)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

77

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, la schermata cambierà nel modo seguente.

5

E

Manopola TO MATRIX PAN/TO MATRIX

BALANCE (A PAN MATRIX/A

BILANCIAMENTO MATRIX)

Consente di regolare il pan (o il bilanciamento se l'origine della mandata è un canale STEREO o un canale MIX impostato su stereo) del segnale inviato da questo canale ai due bus MATRIX.

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE

(

pag. 194), è anche possibile accedere alla finestra a

comparsa sopra indicata premendo l'encoder [SELECTED

SEND] della sezione SELECTED CHANNEL.

• Se viene selezionata PRE come posizione di mandata al bus

MATRIX, sarà anche possibile selezionare PRE EQ

(immediatamente prima dell'attenuatore) o PRE FADER

(immediatamente prima del fader) per ciascuno dei due bus

MIX adiacenti con numerazione pari/dispari (

pag. 213).

• Se lo si desidera, è possibile collegare l'impostazione del pan e del bilanciamento del segnale inviato a un bus MATRIX stereo alla manopola TO ST PAN/TO ST BAL della schermata

SELECTED CH VIEW (

pag. 213).

5

Per regolare il livello di mandata da ciascun canale al bus MATRIX selezionato, spostare il cursore su una manopola TO MATRIX

LEVEL della schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, spostare il cursore sulla manopola

TO MATRIX PAN (TO MATRIX BAL) e regolare il pan (o il bilanciamento se un canale STEREO o canali

MIX sono impostati su stereo) del segnale inviato da ciascun canale ai due bus MATRIX.

6

Per cambiare la posizione di mandata di un segnale inviato al bus MATRIX, spostare il cursore sul pulsante PRE della schermata e premere il tasto [ENTER].

Se il pulsante PRE è attivo, verranno inviati i segnali pre-EQ o pre-fader; se invece è disattivato, il segnale verrà inviato immediatamente dopo il tasto [ON].

SUGGERIMENTO

• Se il pulsante PRE è attivo, sarà possibile selezionare PRE

EQ (immediatamente prima dell'attenuatore) o PRE FADER

(immediatamente prima del fader) per ciascuno dei due bus

MATRIX adiacenti con numerazione parti/dispari

(

pag. 213).

7

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato al bus MATRIX, spostare il cursore sul pulsante TO MATRIX ON/OFF della schermata e premere il tasto [ENTER].

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, il funzionamento della coppia adiacente di pulsanti di sinistra/destra risulterà collegato.

8

Se si desidera utilizzare un canale non riportato correntemente nella finestra a comparsa, utilizzare il tasto [SEL] per selezionare il canale e configurare le relative impostazioni.

9

Se si desidera regolare il livello di mandata a un altro bus MATRIX, utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX SELECT per selezionare un altro bus MATRIX e configurare le impostazioni nello stesso modo.

10

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER].

Utilizzo dei fader

(modalità SENDS ON FADER)

In questa sezione viene illustrato come utilizzare i fader e i tasti [ON] del pannello superiore per regolare il livello di mandata e attivare/disattivare il segnale inviato dai canali

MIX, STEREO (L/R) e MONO a un bus

MATRIX specifico.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW.

1

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

2

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL] della sezione del modulo dei canali per selezionare un canale MIX,

STEREO (L/R) o MONO.

78

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Invio di segnali dai canali MIX e dai canali STEREO/MONO ai bus MATRIX

3

Utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus MATRIX della destinazione di mandata.

Solo il LED del tasto corrispondente lampeggerà a indicare che viene selezionato come destinazione di mandata.

4

Premere nuovamente lo stesso tasto della sezione MIX/MATRIX SELECT.

La luce del tasto che prima era fissa lampeggerà e si illumineranno i LED degli altri tasti della sezione

MIX/MATRIX SELECT. Questo indica che l'unità

LS9 si trova ora in modalità SENDS ON FADER, ovvero è possibile utilizzare i fader per controllare i livelli di mandata ai bus MIX/MATRIX.

In modalità SENDS ON FADER, le operazioni associate ai fader e ai tasti [ON] della sezione del modulo dei canali cambieranno come riportato di seguito.

Fader

I fader consentiranno di regolare il livello di mandata del segnale inviato da ciascun canale al bus MATRIX correntemente selezionato. Quando si passa dalla modalità normale alla modalità SENDS ON FADER, le posizioni dei fader si sposteranno sul valore dei livelli di mandata al bus MATRIX correntemente selezionato.

Tasti [ON]

Potranno essere utilizzati per l'attivazione/ disattivazione del segnale inviato da ciascun canale al bus MATRIX correntemente selezionato. Quando si passa dalla modalità normale alla modalità SENDS

ON FADER, i tasti [ON] si illumineranno o spegneranno a seconda dello stato attivo/disattivato dei segnali inviati al bus MATRIX correntemente selezionato.

Tasti [SEL]

Il tasto [SEL] dei canale selezionato lampeggerà mentre i tasti [SEL] dei canali non selezionati si illumineranno. I tasti [SEL] dei moduli non assegnati invece si spegneranno.

5

Utilizzare i fader del modulo dei canali per regolare i livelli di mandata dai canali al bus

MATRIX selezionato al punto 3.

In base alle esigenze, cambiare i layer fader per accedere al layer contenente il canale di origine della mandata desiderato.

6

Per attivare/disattivare lo stato di un segnale inviato a un bus MATRIX, premere il tasto [ON] del pannello superiore.

Se il bus MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, le operazioni di attivazione/ disattivazione saranno collegate per il segnale inviato ai due bus MATRIX adiacenti con numerazione pari e dispari.

NOTA

• Mentre è attiva la modalità SENDS ON FADER con un bus

MATRIX come destinazione di mandata, verranno disattivati fader/encoder e tasti [ON] dei canali di ingresso. Se si desidera utilizzare un canale di ingresso, sarà necessario innanzitutto disattivare la modalità SENDS ON FADER.

7

Ripetere i punti 3–6 per regolare il livello di mandata e attivare/disattivare nello stesso modo lo stato di altri bus MATRIX.

8

Dopo aver configurato i livelli di mandata

MATRIX, premere il tasto che lampeggia nella sezione MIX/MATRIX SELECT.

L'unità LS9 tornerà alla modalità normale.

SUGGERIMENTO

• È possibile assegnare la funzione SENDS ON FADER a un tasto definito dall'utente. In questo modo sarà possibile passare rapidamente alla modalità SENDS ON FADER per un bus MATRIX specifico o, in modo altrettanto rapido, tornare allo stato precedente.

• È anche possibile utilizzare il tasto [HOME] per annullare la modalità SENDS ON FADER.

In modalità SENDS ON FADER (quando la destinazione di mandata è un bus MATRIX), il modulo STEREO MASTER verrà utilizzato in modo diverso a seconda del layer fader selezionato.

Layer fader

1-16 {1-32}/17-32 {33-64}

MASTER/

CUSTOM FADER

(FADER

PERSONALIZZATO)

Funzioni

Modulo del canale MATRIX di destinazione della mandata

Tasto [SEL], tasto [CUE]:

Canale STEREO

Tasto [ON], fader:

Regolare lo stato di attivazione/disattivazione e il livello di mandata dei segnali inviati ai bus MATRIX

NOTA

• Se il layer fader passa da 1 a 16 {1-32}, 17-32 {33-64}, o se da CUSTOM FADER diventa MASTER mentre è in funzione la modalità SENDS ON FADER (quando la destinazione di mandata è un bus MATRIX), la modalità SENDS ON FADER verrà annullata.

• Non è possibile utilizzare il fader o il tasto [ON] di un canale che non sia origine della mandata (ovvero un canale senza il parametro MATRIX SEND) o di un canale che non sia un bus master di destinazione della mandata.

6

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

79

80

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 7

Operazioni nella sezione SELECTED

CHANNEL (CANALE SELEZIONATO)

In questo capitolo viene illustrato come utilizzare la sezione SELECTED

CHANNEL e la schermata SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO) per controllare i parametri di un canale selezionato.

Informazioni sulla sezione SELECTED CHANNEL

La sezione SELECTED CHANNEL, a destra del display, corrisponde a un modulo di canali di un mixer analogico convenzionale e consente di regolare manualmente i parametri principali del canale correntemente selezionato.

Le operazioni in questa sezione influiscono sul canale correntemente selezionato mediante il tasto [SEL]. È possibile utilizzare gli encoder e i tasti sul pannello per controllare i parametri di missaggio come il guadagno dell'head amplifier, le impostazioni EQ, l'impostazione di soglia dei processori dinamici, le impostazioni di pan/bilanciamento e i livelli di mandata ai bus MIX/

MATRIX (MIX/MATRICE).

Per un canale STEREO o ST IN (INGRESSO STEREO) si selezionano i canali L (Left, sinistra) o R (Right, destra) a cui sono collegati i parametri principali.

7

SELECTED CHANNEL, sezione

SUGGERIMENTO

• Se si desidera utilizzare la sezione SELECTED CHANNEL per impostare i livelli di mandata per i bus

MIX/MATRIX, utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX SELECT (SELEZIONE MIX/MATRICE) a sinistra del display.

LS9-16

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

81

Informazioni sulla schermata SELECTED CH VIEW

Informazioni sulla schermata SELECTED CH VIEW

82

Premendo il tasto [HOME], sul display viene visualizzata la schermata SELECTED CH VIEW.

In questa schermata vengono riportati la maggior parte dei parametri del canale correntemente selezionato dal tasto [SEL]. È possibile utilizzare la schermata SELECTED CH VIEW per verificare i valori quando si utilizzano gli encoder della sezione SELECTED CHANNEL o quando

è necessario fornire parametri più precisi.

La schermata SELECTED CH VIEW contiene gli elementi indicati di seguito.

1 4 23

6

9

K

1

Campo SEND (Mandata)

Se si seleziona un canale di ingresso

In questo campo è possibile alternare lo stato attivato/ disattivato dei segnali inviati da questo canale a ciascun bus MIX, se questo è impostato sul tipo

FIXED (FISSO), e visualizzare o modificare i livelli di mandata.

Se si seleziona un canale MIX, STEREO o MONO

In questo campo è possibile alternare lo stato attivato/ disattivato dei segnali inviati da questo canale a ciascun bus MATRIX e visualizzare o modificare i livelli di mandata.

Se si seleziona un canale MATRIX

In questo campo è possibile alternare lo stato attivato/ disattivato dei segnali inviati da ciascun canale MIX al bus MATRIX e visualizzare o modificare i livelli di mandata.

B

Campo HA (Head Amplifier) (solo canali di ingresso)

In questo campo è possibile visualizzare o modificare la porta di ingresso assegnata al relativo canale, il guadagno dell'head amplifier, lo stato di attivazione/disattivazione dell'alimentazione phantom e l'impostazione di fase. In questo punto viene anche illustrato l'indicatore OVER

(SOVRIMPRESSIONE) del livello di input.

3

7 8 J L M

5

C

Campo PATCH (ASSEGNAZIONE)

(solo canali di uscita)

Per i canali di uscita, il campo PATCH viene indicato nell'area 2 . In questo campo è possibile visualizzare e modificare la porta di uscita assegnata al canale di uscita.

Per i canali ai quali vengono assegnate due o più porte di uscita, solo una di esse verrà indicata come esempio.

D

Campo PAN (Posizione stereo)

Se si seleziona un canale INPUT (INGRESSO) o un canale MIX mono

Funziona come switch on/off per il segnale inviato da quel canale al bus STEREO/MONO. È possibile anche visualizzare o modificare il panning del segnale inviato al bus STEREO.

Se si seleziona un canale ST IN o MIX stereo

Funziona come switch on/off per il segnale inviato da quel canale al bus STEREO/MONO. È possibile anche visualizzare o modificare il bilanciamento dei segnali destro e sinistro inviati dal canale al bus STEREO.

Se si seleziona un canale MATRIX stereo

Indica il bilanciamento dei segnali inviati dai due canali MATRIX.

Se si seleziona un canale STEREO

Indica il bilanciamento dei segnali destro e sinistro inviati dal canale STEREO.

E

Campo DYNA1 (Dinamiche 1)

F

Campo DYNA2 (solo canali di ingresso)

Qui è possibile visualizzare o modificare i parametri

Dynamics 1/2. Questo campo consente inoltre di accedere anche alle finestre a comparsa DYNAMICS 1/DYNAMICS

2 (DINAMICHE 1/2) in cui è possibile modificare i parametri delle dinamiche dettagliati che non possono essere modificati nella sezione SELECTED CHANNEL.

G

Campo EQ

In questo campo è possibile attivare e disattivare l'EQ a quattro bande e visualizzarne o modificarne i parametri.

Per i canali di ingresso, è possibile inoltre attivare o disattivare il filtro HPF (High-Pass Filter, filtro passa-alto) e visualizzare o regolare la relativa frequenza di taglio.

H

Campo EQ graph (Grafico EQ)

Indica la risposta dell'EQ/HPF.

I

Campo INSERT (INSERIMENTO) (solo canali

INPUT 1–32 e canali MIX/MATRIX/STEREO/MONO)

È possibile attivare o disattivare il percorso dei segnali da inserire nel canale.

J

Campo DIRECT (DIRETTO) (solo canali INPUT)

È uno switch on/off per il segnale emesso direttamente dal canale. È inoltre possibile visualizzare e modificare il livello di output.

K

Campo SAFE (BLOCCA)

Consente di attivare o disattivare lo stato Recall Safe

(Blocca richiamo) per il canale. Se si impostano solo alcuni dei parametri dei canali su Recall Safe, l'indicatore

PARTIAL (PARZIALE) si accende.

L

Campo FADER

In questo campo è possibile visualizzare e modificare il livello di input e output del canale, oltre che attivare o disattivare il canale.

M

Campo MUTE (ESCLUSIONE)

È possibile selezionare il gruppo di esclusione al quale è assegnato il canale. L'indicatore SAFE si accende se il canale corrispondente è impostato su Mute Safe

(Blocca esclusione).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

In questa sezione viene illustrato come utilizzare la sezione SELECTED CHANNEL per controllare tutti i parametri di un canale specifico.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW. Se si lascia aperta questa schermata, sarà possibile visualizzare in qualsiasi momento le impostazioni della schermata mentre si utilizza un encoder della sezione SELECTED

CHANNEL.

Anche se viene selezionata una schermata diversa da

SELECTED CH VIEW, gli encoder della sezione

SELECTED CHANNEL influiscono comunque sul canale correntemente selezionato. Quando si utilizza un encoder, nella schermata viene visualizzata una piccola finestra a comparsa che indica il valore di quel parametro.

SUGGERIMENTO

• È possibile accedere alla schermata SELECTED CH VIEW anche premendo uno degli encoder nella sezione

SELECTED CHANNEL.

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione del modulo canali, nella sezione ST IN o

STEREO MASTER per selezionare un canale.

Le operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL influiscono sul canale correntemente selezionato mediante il tasto [SEL]. Il numero e il nome del canale correntemente selezionato vengono visualizzati nella parte superiore sinistra del display.

4

Utilizzare gli encoder della sezione

SELECTED CHANNEL e i pulsanti e le manopole della schermata SELECTED CH

VIEW per modificare i parametri del canale selezionato.

1

2

7

1

Numero canale

B

Nome canale

SUGGERIMENTO

• Nel caso di canali ST IN o di canali STEREO, è possibile spostarsi ripetutamente fra L e R premendo ripetutamente il tasto [SEL].

• Per selezionare un canale MATRIX/MONO sull'unità LS9-16,

è necessario selezionare prima il layer del fader personalizzato a cui è stato assegnato il canale, quindi premere il tasto [SEL] corrispondente.

• È inoltre possibile spostare il cursore sul canale selezionato in alto a sinistra del display e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per modificare il canale selezionato.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

83

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Le operazioni successive dipenderanno dai parametri che si desidera regolare.

Regolazione dei livelli di mandata da un

canale specifico ai bus MIX / MATRIX

Utilizzare il campo SEND se si desidera inviare il segnale da un canale INPUT/ST IN a un bus MIX oppure da un canale MIX, STEREO o MONO a un bus MATRIX.

1

2

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

Consente di visualizzare una finestra a comparsa in cui è possibile impostare i livelli di mandata per 8 canali alla volta.

B

Manopole TO MIX LEVEL (TO MATRIX LEVEL)

(A LIVELLO MIX – A LIVELLO MATRICE)

Queste manopole indicano il livello di mandata del segnale inviato da un canale di ingresso a ciascun bus

MIX o MATRIX. Se il bus MIX/MATRIX di destinazione della mandata è impostato su stereo, la manopola sinistra delle due manopole adiacenti funzionerà come una manopola PAN. Per un canale ST IN, un canale MIX stereo o STEREO, funzionerà come manopola

BALANCE (BILANCIAMENTO).

Per regolare il livello di mandata per il bus MIX o

MATRIX, utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX

SELECT per selezionare il bus di destinazione della chiamata e utilizzare l'encoder [SELECTED SEND]

(MANDATA SELEZIONATA) della sezione SELECTED

CHANNEL. In alternativa, spostare il cursore sulla manopola TO MIX LEVEL/TO MATRIX LEVEL nella schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

È possibile anche utilizzare i pulsanti TO MIX ON/OFF per attivare o disattivare il segnale inviato a ciascun bus

(se il bus MIX è di tipo FIXED).

A sinistra di questi pulsanti è indicata la posizione da cui il segnale viene inviato dal canale corrente. (Per ulteriori informazioni su come modificare la posizione di mandata

→ pag. 213)

SUGGERIMENTO

• Se si desidera impostare il livello di mandata per otto canali contemporaneamente, utilizzare il pulsante di elenco a discesa

SEND nella schermata per aprire la finestra a comparsa

(

pag. 64).

• Se è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS

(VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI PREMONO LE

MANOPOLE) nella finestra a comparsa PREFERENCE

(PREFERENZA) (

pag. 194), è anche possibile accedere alla

finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder

[SELECTED SEND] della sezione SELECTED CHANNEL.

• È possibile accedere alla finestra a comparsa SEND spostando il cursore sulla manopola To MIX SEND (MANDATA A MIX) di tipo

VARI e premendo il tasto [ENTER].

• Per i bus MIX impostati su STEREO, la manopola sinistra indica il

PAN di MIX SEND (MANDATA MIX), mentre la manopola di destra indica il SEND LEVEL (LIVELLO MANDATA).

3

C

Pulsante TO MIX ON/OFF (ATTIVAZIONE/

DISATTIVAZIONE MANDATA AL MIX)

Se il bus MIX di destinazione della mandata è di tipo

FIXED, la manopola TO MIX LEVEL non viene visualizzata, ma viene visualizzato il pulsante TO MIX

ON/OFF. Se si sposta il cursore sul pulsante TO MIX ON/

OFF e si preme il tasto [ENTER], è possibile attivare o disattivare il segnale inviato da quel canale al pulsante MIX.

84

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Regolazione del livello di mandata dai

canali MIX a un bus MATRIX specifico

Per regolare il livello di mandata dai canali MIX a un bus

MATRIX specifico, accedere al canale MATRIX di destinazione della mandata nella schermata SELECTED

CH VIEW.

1

2

1

Pulsante di elenco a discesa SEND

Questo pulsante consente di visualizzare una finestra a comparsa in cui è possibile impostare i livelli di mandata per 8 canali alla volta.

B

Manopole TO MATRIX LEVEL

Consentono di regolare il livello di mandata del segnale inviato da ciascun canale MIX al bus MATRIX correntemente selezionato.

Per regolare il livello di mandata a un bus MATRIX, utilizzare i tasti della sezione MIX/MATRIX SELECT per selezionare il canale MIX da utilizzare, quindi utilizzare l'encoder [SELECTED SEND] della sezione SELECTED

CHANNEL. In alternativa, spostare il cursore sulla manopola TO MATRIX LEVEL nella schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

A sinistra di ciascuna di queste manopole è indicata la posizione da cui il segnale viene inviato dal canale MIX.

(Per ulteriori informazioni su come modificare la

posizione di mandata

→ pag. 213)

SUGGERIMENTO

• Se si desidera impostare il livello di mandata per otto canali contemporaneamente, utilizzare il pulsante di elenco a discesa

SEND nella schermata per aprire la finestra a comparsa

(

pag. 77).

• Se è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [SELECTED SEND] della sezione

SELECTED CHANNEL.

• È possibile accedere alla finestra a comparsa SEND spostando il cursore sulla manopola To MATRIX SEND (MANDATA A MATRIX) e premendo il tasto [ENTER].

• Per i bus MATRIX impostati su STEREO, la manopola sinistra indica il PAN di MATRIX SEND (MANDATA MATRIX), mentre la manopola di destra indica il SEND LEVEL.

Impostazioni per l'Head Amplifier

(solo canali di ingresso)

Per controllare l'head amplifier (HA) assegnato a un canale INPUT/ST IN, si utilizzerà l'encoder [HA GAIN]

(GUADAGNO HEAD AMPLIFIER) della sezione

SELECTED CHANNEL e il campo HA della schermata

SELECTED CHANNEL VIEW. Il campo HA comprende gli elementi riportati di seguito.

1 5

2

6

3 4

1

Pulsante di elenco a discesa HA

Questo pulsante consente di visualizzare la finestra a comparsa HA/PATCH in cui è possibile impostare l'head amplifier per 8 canali alla volta (

→ pag. 57).

B

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di ingresso

Consente di accedere alla finestra a comparsa PATCH/

NAME (PATCH/NOME), in cui è possibile selezionare la porta di ingresso e indicare il nome e l'icona del canale. La porta di ingresso assegnata al canale viene indicata all'interno di questo pulsante.

C

Pulsante +48V

Questo pulsante consente di attivare e disattivare l'alimentazione phantom per l'head amplifier assegnato a quel canale.

D

Pulsante

ø

(fase)

Consente di commutare l'ingresso assegnato a quel canale da fase normale a fase inversa e viceversa. La fase è inversa se il pulsante è attivato e normale se il pulsante è disattivato.

E

Indicatore OVER

Si accende quando il segnale di ingresso da HA raggiunge il punto di overload.

F

GAIN, manopola

Indica la quantità di guadagno per l'head amplifier assegnato a quel canale.

Per regolare il valore di guadagno, utilizzare l'encoder

[HA GAIN] della sezione SELECTED CHANNEL. In alternativa, spostare il cursore sulla manopola GAIN e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]. L'indicatore riportato sulla manopola GAIN nella schermata consente di visualizzare un eventuale overload del segnale della porta di ingresso assegnata.

Se si sposta il cursore su questo pulsante di selezione della porta di ingresso e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata la finestra a comparsa PATCH/NAME in cui è possibile selezionare la porta di ingresso e specificare l'icona e il nome del canale. (Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

→ pag. 55)

SUGGERIMENTO

• Se si desidera impostare l'head amplifier per otto canali contemporaneamente, utilizzare il pulsante di elenco a discesa

HA nella schermata per aprire la finestra a comparsa HA/PATCH

(

pag. 57).

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche possibile

accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [HA GAIN] della sezione SELECTED CHANNEL.

7

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

85

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Modifica dell'assegnazione di output

(solo canali di uscita)

Per modificare l'assegnazione di output di un canale di uscita nella schermata SELECTED CH VIEW, utilizzare il pulsante di elenco a discesa PATCH.

1 2

1

Pulsante di elenco a discesa PATCH

Questo pulsante consente di visualizzare la finestra a comparsa HA/PATCH in cui è possibile impostare la porta di uscita per 8 canali alla volta (

→ pag. 95).

B

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di uscita

Consente di accedere alla finestra a comparsa PATCH/

NAME, in cui è possibile selezionare la porta di uscita e indicare il nome e l'icona del canale. La porta di uscita assegnata al canale viene indicata all'interno del pulsante.

Per i canali ai quali vengono assegnate due o più porte di uscita, solo una di esse verrà indicata come esempio.

Per selezionare la porta di uscita e specificare il nome o l'icona del canale, spostare il cursore sul pulsante di selezione della porta di uscita e premere [ENTER] per visualizzare la finestra a comparsa PATCH/NAME

(

→ pag. 69).

SUGGERIMENTO

• Se si desidera configurare le impostazioni della porta di uscita per otto canali contemporaneamente, utilizzare il pulsante di elenco a discesa PATCH nella schermata per visualizzare la finestra a comparsa HA/PATCH (

pag. 95).

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS

nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [HA GAIN] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Impostazione di pan/bilanciamento

Per regolare il pan/bilanciamento del segnale inviato da quel canale al bus STEREO, utilizzare l'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL e il campo PAN della schermata SELECTED CH VIEW. Nel campo PAN sono compresi gli elementi riportati di seguito.

3

1

2

B

Manopola [PAN/BAL] (Pan/Bilanciamento)

Il seguente parametro viene modificato in base al canale selezionato.

Canale INPUT

Canale ST IN

Canale MIX (MONO x 2)

Canale MIX (STEREO)

Canale MATRIX (MONO x 2)

Canale MATRIX (STEREO)

Canale STEREO

Canale MONO

TO STEREO PAN

(A PAN STEREO)

TO STEREO BALANCE (A

BILANCIAMENTO STEREO)

TO STEREO PAN

MIX BALANCE

Non visualizzato

MATRIX BALANCE

STEREO BALANCE

Non visualizzato

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile accedere alla finestra a comparsa TO STEREO/

MONO spostando il cursore sulla manopola PAN/BAL e premendo il tasto [ENTER].

C

Pulsante ST/MONO (solo canali INPUT,

ST IN, MIX)

Consente di alternare lo stato attivato/disattivato del segnale inviato da questo canale al bus STEREO (L/R) e al bus MONO (C).

4

D

Pulsante LCR (Left, Center, Right – Sinistra,

Centro, Destra)

Se un canale INPUT, ST IN o MIX è impostato sulla modalità LCR, il pulsante LCR viene visualizzato alla posizione

3

. Il pulsante LCR funziona da switch on/off generale per i segnali inviati dal canale al bus STEREO e al bus MONO.

Per regolare il pan/bilanciamento di ciascun canale, utilizzare il pulsante ST/MONO o il pulsante LCR per selezionare il bus di destinazione della mandata e utilizzare l'encoder [PAN] della sezione SELECTED

CHANNEL In alternativa, spostare il cursore sulla manopola PAN/BAL nella schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

SUGGERIMENTO

• Se si desidera impostare il pan/bilanciamento per otto canali contemporaneamente, utilizzare il pulsante di elenco a discesa

PAN nella schermata per aprire la finestra a comparsa TO

STEREO/MONO (

pag. 72). In alternativa, è possibile spostare il

cursore sulla manopola PAN/BAL e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra.

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS

nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [PAN] della sezione SELECTED CHANNEL.

1

Pulsante di elenco a discesa PAN

Questo pulsante consente di visualizzare la finestra a comparsa TO STEREO/MONO in cui è possibile impostare il pan/bilanciamento per 8 canali alla volta.

86

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Configurazione delle impostazioni

delle dinamiche

Per utilizzare le dinamiche del canale correntemente selezionato, utilizzare l'encoder [DYNAMICS 1]/

[DYNAMICS 2] della sezione SELECTED CHANNEL e il campo DYNA1/DYNA2 della schermata SELECTED

CH VIEW.

NOTA

• Il campo DYNA 2 della schermata SELECTED CH VIEW e l'encoder [DYNAMICS 2] della sezione SELECTED CHANNEL sono validi solo se viene selezionato un canale di ingresso.

Il campo DYNA1/DYNA2 della schermata SELECTED

CH VIEW contiene gli elementi indicati di seguito.

3 4 5

1

6

SUGGERIMENTO

• Se è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo l'encoder [DYNAMICS 1]/[DYNAMICS 2] della sezione

SELECTED CHANNEL.

Impostazioni HPF/EQ (FILTRO PASSA-

ALTO/EQUALIZZATORE)

Per utilizzare il valore di HPF/EQ del canale correntemente selezionato, utilizzare gli encoder EQ della sezione SELECTED CHANNEL e il campo EQ della schermata SELECTED CH VIEW. Il campo EQ della schermata SELECTED CH VIEW contiene gli elementi indicati di seguito.

1 5

7

2

2

1

Pulsanti di elenco a discesa DYNA1/DYNA2

Questi pulsanti consentono di accedere alla finestra a comparsa DYNAMICS 1/DYNAMICS 2, in cui è possibile configurare impostazioni dettagliate per le dinamiche.

B

Manopola THRESH (SOGLIA)

Indica l'impostazione del parametro di soglia di un gate o compressor. Per regolare questo valore, utilizzare l'encoder

[DYNAMICS 1]/[DYNAMICS 2] della sezione

SELECTED CHANNEL. In alternativa, spostare il cursore sulla manopola e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

C

Pulsante DYNAMICS ON/OFF (ATTIVA/

DISATTIVA DINAMICHE)

Questi pulsanti consentono di attivare e disattivare i processori delle dinamiche 1/2.

D

Indicatore OVER

Si accende quando il livello di output delle dinamiche raggiunge il punto di overload.

E

Indicatore livello

Consente di visualizzare un grafico a barre del livello del segnale in ingresso nelle dinamiche (attivo=verde, disattivato=grigio) e la quantità di riduzione del guadagno

(arancione). L'impostazione della soglia è riportata come una linea verticale.

F

Manopole dei parametri

Queste manopole indicano il valore dei parametri diversi dalla soglia.

Per utilizzare le dinamiche, attivare il pulsante

DYNAMICS ON/OFF e utilizzare l'encoder

[DYNAMICS 1]/[DYNAMICS 2] della sezione

SELECTED CHANNEL per regolare i parametri di soglia. In alternativa, spostare il cursore sul campo

DYNA1/DYNA2 e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Per configurare impostazioni dettagliate delle dinamiche, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa

DYNA1/DYNA2 o sul campo DYNA1/DYNA2, quindi premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa DYNAMICS 1/DYNAMICS 2. (Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

→ pag. 117)

4

3

6

1

Pulsante di elenco a discesa EQ

Questo pulsante consente di accedere alla finestra a comparsa ATT/HPF/EQ, in cui è possibile configurare impostazioni dettagliate per HPF/EQ.

B

Pulsante EQ ON/OFF (ATT./DISATT. EQ)

Consente di attivare o disattivare l'EQ.

C

Pulsante HPF ON/OFF (ATT./DISATT. FILTRO

PASSA-ALTO)

Consente di attivare o disattivare il filtro HPF.

D

Manopola HPF FREQ (FREQUENZA FILTRO

PASSA-ALTO)

Determina la frequenza di taglio del filtro passa-alto.

E

Indicatore OVER

Si accende quando il segnale post-EQ raggiunge il punto di overload.

F

Manopole Q/F/G (Larghezza di banda,

Frequenza; Guadagno)

Queste manopole indicano le impostazioni di Q (larghezza di banda, F (frequenza centrale) e G (intensità di enfasi/ taglio) per ciascuna banda (LOW, L-MID, H-MID e HIGH)

(BASSA, MEDIO-BASSA, MEDIO-ALTA e ALTA).

Per utilizzare l'EQ, attivare il pulsante EQ ON/OFF e utilizzare le manopole EQ [Q], EQ [FREQUENCY] ed

EQ [GAIN] della sezione SELECTED CHANNEL per regolare Q, la frequenza centrale e l'intensità di enfasi e taglio (utilizzare i tasti EQ [HIGH], EQ [HIGH MID],

EQ [LOW MID] ed EQ [LOW] per selezionare la banda da utilizzare). In alternativa, spostare il cursore sulle manopole del campo EQ nella schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

Per effettuare impostazioni dettagliate per l'EQ, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa EQ o sulle manopole del campo EQ, quindi premere il tasto

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa ATT/HPF/

EQ. (Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

→ pag. 115)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

87

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

SUGGERIMENTO

• È anche possibile utilizzare i tasti cursore per cambiare banda.

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING KNOBS

nella finestra a comparsa PREFERENCE (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo un encoder EQ della sezione SELECTED CHANNEL.

NOTA

• Il tipo di EQ per banda LOW o per banda HIGH non può essere modificato nella schermata SELECTED CH VIEW. Se necessario,

è possibile accedere alla finestra a comparsa ATT/HPF/EQ e cambiare il tipo di EQ.

• Se il tipo di EQ per la banda HIGH è impostato su Low Pass Filter

(Filtro passa-basso), la manopola Q per la banda HIGH non verrà visualizzata, quindi la manopola GAIN funzionerà come switch on/ off per il filtro.

Impostazioni di inserimento (solo canali

INPUT 1–32 e canali MIX/MATRIX/

STEREO/MONO)

Utilizzare il campo INSERT per configurare le impostazioni relative all'inserimento nella schermata

SELECTED CH VIEW. Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

1

2 3

1

Pulsante di elenco a discesa INSERT

Consente di visualizzare la finestra a comparsa INSERT, nella quale è possibile assegnare le porte di ingresso e uscita per insert-in/insert-out e specificare i punti di inserimento segnale per 8 canali alla volta.

B

Indicatore IN

Indica il livello di segnale della porta di ingresso che viene assegnata all'insert-in.

C

Pulsante INSERT ON/OFF (ATTIVA/DISATTIVA

INSERIMENTO)

Consente di attivare o disattivare l'inserimento.

Per configurare queste impostazioni, spostare il cursore sul pulsante INSERT e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa INSERT. (Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

→ pag. 101)

Quando le porte di ingresso e di uscita sono state assegnate agli insert-in/insert-out nella finestra a comparsa, attivare il pulsante INSERT ON/OFF.

Configurazione delle impostazioni per

l'output diretto (solo canali INPUT)

Utilizzare il campo DIRECT per configurare le impostazioni relative all'output diretto per un canale

INPUT nella schermata SELECTED CH VIEW. Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

1

2

1

Pulsante di elenco a discesa DIRECT

Consente di visualizzare la finestra a comparsa DIRECT

OUT (OUTPUT DIRETTo), in cui è possibile assegnare una porta di uscita all'output diretto e regolare il livello dell'output per 8 canali alla volta.

B

Pulsante DIRECT OUT ON/OFF (ATT./DISATT.

OUTPUT DIRETTO)

Attiva/disattiva l'output diretto.

Per configurare le impostazioni relative all'output diretto, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa

DIRECT e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa DIRECT OUT. (Per ulteriori informazioni sulla

finestra a comparsa

→ pag. 103)

Quando una porta di uscita è stata assegnata all'output diretto nella finestra a comparsa, attivare il pulsante

DIRECT OUT ON/OFF.

Impostazione di un canale per la

funzione Recall Safe (Blocca richiamo)

Nella schermata SELECTED CH VIEW, utilizzare il campo SAFE per impostare il canale correntemente selezionato sullo stato Recall Safe (per cui il canale non verrà condizionato dalle operazioni di Recall). Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

1

3

2

1

Pulsante di elenco a discesa SAFE

Consente di visualizzare la schermata RECALL SAFE, in cui è possibile configurare le relative impostazioni.

B

Indicatore PARTIAL

Questo indicatore si accende solo se alcuni dei parametri di quel canale vengono impostati sullo stato Recall Safe.

C

Pulsante RECALL SAFE ON/OFF

(ATT./DISATT. BLOCCO RICHIAMO)

Consente di attivare o disattivare lo stato Recall Safe per il canale.

Per impostare tutti i parametri del canale sulla modalità

Recall Safe, premere il pulsante RECALL SAFE ON/OFF per attivarlo.

Per impostare solo parametri specifici del canale sulla modalità Recall Safe, utilizzare il pulsante di elenco a discesa SAFE per accedere alla schermata RECALL

SAFE e selezionare i parametri da impostare in modalità

Recall Safe. (Per ulteriori informazioni sulla schermata

RECALL SAFE

→ pag. 140)

88

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni nella sezione SELECTED CHANNEL

Attivazione/disattivazione di un canale

Utilizzare il campo FADER per attivare e disattivare il canale nella schermata SELECTED CH VIEW. Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

2

1

4

3

Assegnazione di un canale a un gruppo

di esclusione

Nella schermata SELECTED CH VIEW, utilizzare il campo MUTE per assegnare il canale a un gruppo di esclusione, ovvero un gruppo che consente l'esclusione o l'annullamento dell'esclusione di più canali contemporaneamente. Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

1

3

2

1

Indicatore

CLIP

Questo indicatore si illumina quando si verifica un overload anche a uno dei punti di rilevamento livello del canale.

B

Fader

Indica e regola il livello di entrata e uscita del canale.

È collegato al fader del pannello superiore.

C

Livello ingresso/uscita

Indica l'impostazione corrente del fader.

D

Pulsante CH ON/OFF (ATTIVA/DISATTIVA

CANALE)

Questo pulsante consente di attivare o disattivare il canale.

È collegato al pulsante [ON] del pannello superiore.

Se si preme il pulsante CH ON/OFF nel campo FADER, il canale viene attivato o disattivato. Se si sposta il cursore sul fader e si utilizza il dial o i tasti [DEC]/[INC], il livello del canale viene modificato.

Se nel pannello superiore viene richiamato un layer fader che comprende il canale corrispondente, il relative tasto

[ON] e il fader saranno collegati a queste operazioni.

1

Pulsante di elenco a discesa MUTE

Consente di visualizzare la schermata MUTE GROUP

(GRUPPO ESCLUSIONE) in cui è possibile selezionare i canali da assegnare ai vari gruppi di esclusione.

B

Pulsanti MUTE 1–8

Questi pulsanti consentono di selezionare i gruppi di esclusione a cui è assegnato il canale.

C

Indicatore MUTE SAFE

Si illumina se il canale corrispondente è impostato su

Mute Safe, stato in cui il canale non è influenzato dalle operazioni di esclusione. È possibile configurare le impostazioni di Mute Safe nella schermata

MUTE GROUP.

Per assegnare il canale a un gruppo di esclusione, attivare il pulsante di esclusione 1–8 desiderato (sono consentite selezioni multiple).

Per verificare i canali assegnati a ciascun gruppo di esclusione, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa MUTE e premere [ENTER] per accedere alla schermata MUTE GROUP. (Per ulteriori informazioni sulla schermata MUTE GROUP

→ pag. 121)

7

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

89

90

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 8

Layer fader personalizzato

In questo capitolo viene illustrato come assegnare i canali desiderati al layer fader personalizzato.

Informazioni sul layer fader personalizzato

La sezione del modulo di canali e quella del canale ST IN (INGRESSO STEREO) nel pannello superiore dell'unità LS9 sono costituite da quattro layer definiti "layer fader".

8

Layer fader 1-16 {1-32}

Layer fader 17-32 {33-64}

Layer fader master (principale)

Layer fader personalizzato

Quando si passa da uno all'altro di questi layer fader, si modificano i canali controllati dai fader, encoder, tasti [ON]

(ATTIVATO) e [SEL] (SELEZIONE) della sezione del modulo di canali e della sezione del canale ST IN.

Utilizzare i tasti della sezione LAYER per passare da uno all'altro layer fader.

Layer fader 1-16

Layer fader master

LS9-16

Layer fader 17-32

Layer fader personalizzato

Layer fader 1-32

Layer fader master

LS9-32

Layer fader 33-64

Layer fader personalizzato

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

91

Informazioni sul layer fader personalizzato • Assegnazione di canali al layer fader personalizzato

Dei layer fader sopra riportati, i canali vengono preassegnati ai layer fader 1-16 {1-32}, layer fader 17-32

{33-64} e layer fader master (

→ pag. 28).

Tuttavia, è sempre possibile assegnare i canali desiderati al layer fader personalizzato, che viene richiamato premendo il tasto LAYER [CUSTOM FADER].

Ad esempio, i canali INPUT (INGRESSO) che appartengono a layer fader diversi possono essere assegnati a moduli consecutivi per essere utilizzati insieme. In alternativa, i canali di ingresso e uscita possono essere assegnati entrambi, per poter utilizzare contemporaneamente il livello di mandata da un canale

INPUT a un bus MIX (MISSAGGIO) specifico nel momento in cui si regola il livello master di tale bus MIX.

CH1 CH5 CH10 CH13 CH17 CH19 MIX1 MIX2

Assegnazione di canali al layer fader personalizzato

Per assegnare i canali desiderati al layer fader personalizzato, procedere nel modo seguente.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto

[SETUP] (CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE).

2

Spostare il cursore sul pulsante CUSTOM

FADER LAYER nella schermata, quindi premere il tasto [ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa CUSTOM

FADER LAYER, in cui è possibile selezionare il canale che verrà assegnato a ciascun modulo di canali o canale ST.

1

1

Pulsante di elenco a discesa CUSTOM

FADER LAYER (LAYER FADER

PERSONALIZZATO)

92

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

2

LS9-32

Assegnazione di canali al layer fader personalizzato

1

Campo di selezione del modulo dei canali

Selezionare i canali che verranno assegnati ai relativi moduli nel pannello superiore 1–16 {1–32}.

B

Campo di selezione dei canali ST IN

Selezionare i canali che verranno assegnati ai canali

ST IN del pannello superiore 1–2 {1–4}.

3

Spostare il cursore nel campo di selezione del modulo dei canali o nel campo di selezione del canale ST IN, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per selezionare il canale da assegnare a quel campo, quindi premere [ENTER].

Nel campo verrà riportato il nome del canale selezionato.

Di seguito sono riportati i canali che è possibile selezionare per ciascun campo.

Canali che è possibile selezionare nel campo di selezione del modulo dei canali

• Canali INPUT 1–32 {1–64}

• Canali ST IN 1–4

• Canale STEREO

• Canali MONO

• Canali MIX 1-16

• Canali MATRIX (MATRICE) 1-8

• MONITOR LEVEL (LIVELLO MONITOR)

Se nel campo di selezione del modulo dei canali si seleziona un canale da 1 a 4 o il canale STEREO, i canali L/R (S/D) verranno assegnati insieme. In questo caso il modulo dei canali funzionerà come indicato di seguito.

• Il fader e il tasto [ON] attiveranno i canali L e R insieme.

• Ogni volta che si preme il pulsante [SEL], verranno selezionati alternativamente i canali L e R.

• I LED indicheranno il livello di segnale del canale L o R, a seconda di quale è il più alto.

Se nel campo di selezione del modulo dei canali si seleziona uno dei canali della coppia MIX/MATRIX impostati su stereo, il modulo dei canali funzionerà nel modo seguente.

• Il fader e il tasto [ON] attiveranno i due canali

MIX/MATRIX insieme.

• Premendo il tasto [SEL], si selezionerà solo il canale MIX/MATRIX assegnato.

• I LED indicheranno il livello di segnale del canale L o R, a seconda di quale è il più alto.

Canali che è possibile selezionare nel campo di selezione del canale ST IN

• Canali ST IN 1–4

SUGGERIMENTO

• In alternativa al dial o ai tasti [DEC]/[INC], è possibile spostare il cursore sul campo da modificare e premere un tasto [SEL] per selezionare un canale.

4

Assegnare nello stesso modo i canali agli altri campi.

5

Per richiamare il layer fader creato, premere il tasto LAYER [CUSTOM FADER] nella sezione LAYER.

I canali selezionati al punto 3 verranno assegnati alla sezione del modulo dei canali e alla sezione del canale

ST IN del pannello.

SUGGERIMENTO

• Le impostazioni per il layer del fader personalizzato vengono memorizzate per ciascun utente. Quando un utente accede al sistema, vengono riprodotte le impostazioni da lui registrate in precedenza.

8

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

93

94

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 9

Assegnazione di input/output

In questo capitolo viene illustrata la procedura per modificare l'assegnazione di input e output, come collegare gli inserimenti e per utilizzare l'output diretto.

Modifica dell'assegnazione dell'output

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, le porte di uscita (jack e porte interne) vengono assegnate ai canali di uscita riportati di seguito.

Per l'unità LS9-16

Porta di uscita (jack/porta interna)

Jack OMNI OUT (USCITA OMNI) 1–6

Jack OMNI OUT 7–8

Slot canali di uscita 1–8

Canali di uscita

Canali MIX 1–6

Canale STEREO L/R

Canali MIX 1–8

Slot canali di uscita 9–16 Canali MIX 9–16

Ingressi rack 5A (L), 6A (L), 7A (L), 8A (L) Canali MIX 13–16

Jack 2TR OUT DIGITAL (L/R) (USCITA

DIGITALE 2TR S/D)

Canale STEREO L/R

(S/D)

Ingresso registratore memoria USB (L/R) Canale STEREO L/R

Selezione della porta di uscita per

ciascun canale di uscita

Di seguito viene indicato come selezionare la porta di uscita che sarà la destinazione dell'output di ciascun canale di uscita.

1

Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW (VISTA

CANALE SELEZIONATO) e utilizzare i tasti

[SEL] per selezionare un canale di uscita.

Per l'unità LS9-32

Porta di uscita (jack/porta interna)

Jack OMNI OUT 1–12

Jack OMNI OUT 13–14

Jack OMNI OUT 15–16

Slot 1 canali di uscita 1–8

Slot 1 canali di uscita 9–16

Canali di uscita

Canali MIX 1–12

Canali MATRIX

(MATRICE) 1–2

Canale STEREO L/R

Canali MIX 1–8

Canali MIX 9–16

Slot 2 canali di uscita 1–8

Slot 2 canali di uscita 9–16

Canali MIX 1–8

Canali MIX 9v16

Ingressi rack 5A (L), 6A (L), 7A (L), 8A (L) Canali MIX 13–16

Jack 2TR OUT DIGITAL (L/R) Canale STEREO L/R

Ingresso registratore memoria USB (L/R) Canale STEREO L/R

1 2 3

Le assegnazioni sopra riportate possono comunque essere modificate in base alle specifiche esigenze.

Per modificare l'assegnazione dell'output, selezionare la porta di uscita che sarà la destinazione dell'output per ciascun canale oppure selezionare il canale che sarà l'origine dell'output per ciascuna porta di uscita.

1

Numero canale/Nome canale

B

Pulsante di elenco a discesa PATCH

(ASSEGNAZIONE)

C

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta

SUGGERIMENTO

• In alternativa al pulsante di elenco a discesa PATCH, è possibile anche selezionare la porta di uscita nella finestra a comparsa PATCH/NAME (ASSEGNAZIONE/NOME) visualizzata quando si sposta il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della porta e si preme [ENTER]

(

pag. 69).

9

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

95

Modifica dell'assegnazione dell'output

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PATCH nella schermata, quindi premere [ENTER].

2

1

3

Verrà visualizzata la finestra a comparsa HA/PATCH

(HEAD AMPLIFIER/ASSEGNAZIONE). In questa finestra a comparsa è riportata la porta di uscita assegnata ai canali di uscita, per gruppi di otto canali.

1

Numero canale

Indica il numero del canale di uscita.

B

Nome canale

I nomi dei canali.

C

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta

Questo pulsante consente di selezionare la porta di uscita assegnata al canale. È indicata la porta di uscita correntemente selezionata.

SUGGERIMENTO

• Anche se sono assegnate più porte di uscita, viene visualizzata una sola porta di uscita.

3

Accertarsi che il cursore si trovi sulla porta di uscita relativa al canale desiderato, quindi premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT

PORT SELECT (SELEZIONE PORTA DI USCITA), in cui è possibile selezionare la porta di uscita per il relativo canale.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

3

2

LS9-16

1

Tab categoria

Consente di selezionare il tipo di porte di uscita visualizzate nella parte inferiore della finestra.

Ciascun tab corrisponde alle porte di uscita riportate di seguito.

OMNI/2TR OUT (USCITA 2TR/OMNI)

Consente di visualizzare i jack OMNI OUT 1–8

{1–16} e il jack 2TR OUT DIGITAL.

SLOT {1/2}

Consente di visualizzare i canali di uscita 1–16 degli slot {1/2}.

RACK

Consente di visualizzare gli ingressi dei rack 1–8.

Utilizzarlo quando si desidera inviare il segnale di un canale di uscita all'ingresso di un equalizzatore grafico o effetto.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sull'equalizzatore grafico e gli

effetti, vedere a pagina 157.

REC IN (INGRESSO REGISTRAZ.)

Consente di visualizzare l'ingresso del registratore di memoria USB. Utilizzarlo quando si desidera inviare il segnale di un canale di uscita all'ingresso del registratore di memoria USB.

B

Pulsante di selezione della porta

Consente di selezionare la porta di uscita assegnata al canale corrispondente.

C

Indicatore di livello

Indica lo stato del segnale della porta mediante i seguenti colori:

• -60 dB o meno..............nero

• Tra -60 dB e -18 dB ......verde

• Tra -18 dB e 0 dB .........giallo

• OLTRE ..........................rosso‘

4

Spostare il cursore sul tab desiderato nella parte superiore della finestra, quindi premere il tasto [ENTER].

Il tipo di porte visualizzato nella parte inferiore della finestra cambierà in base al tab selezionato.

5

Spostare il cursore sul pulsante di selezione della porta desiderato, quindi premere [ENTER].

La porta verrà selezionata come destinazione di output. È possibile selezionare più di una porta di uscita.

6

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(CHIUDI) e premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• In alternativa al pulsante CLOSE è possibile tornare alla schermata precedente premendo una volta il tasto [HOME] della sezione SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO).

7

Se necessario, ripetere la stessa procedura per gli altri canali di uscita.

96

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Modifica dell'assegnazione dell'output

Selezione del canale di uscita per

ciascuna porta di uscita

Di seguito viene indicato come selezionare il canale di uscita che sarà la destinazione dell'output per ciascuna porta di uscita.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

AL DISPLAY) premere più volte il tasto

[SETUP] (CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata SYSTEM SETUP

(CONFIGURAZIONE SISTEMA).

4

5

6

7

8

9

J

2 3 1

LS9-16

LS9-32

Nel campo OUTPUT PORT SETUP

(CONFIGURAZIONE PORTA USCITA) al centro della schermata è possibile selezionare la porta di uscita assegnata al canale di uscita tra le opzioni seguenti.

OMNI 1-8 {1-8/9-16}

Selezionare i canali di uscita assegnati ai jack

OMNI OUT 1–8 {1–16}.

SLOT {1/2} 1-8/9-16

Selezionare i canali di uscita assegnati ai canali

1–16 degli slot {1/2}.

2TR OUT

Selezionare il canale di uscita assegnato al jack

2TR OUT DIGITAL.

2

Nel campo OUTPUT PORT SETUP, spostare il cursore sul pulsante per le porte di uscita che si desidera configurare e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT

PORT (PORTA DI USCITA), in cui è possibile configurare le impostazioni per le porte di uscita.

1

Pulsante INITIALIZE (Inizializza)

Consente di inizializzare le impostazioni delle porte di uscita visualizzate. Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme [ENTER], verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di conferma dell'operazione di inizializzazione.

B

Tipo scheda I/O

Se il canale di uscita di uno slot è selezionato per le operazioni, in questa area è indicato il tipo di scheda

I/O installato nello slot.

C

Campo DELAY SCALE (SCALA DELAY)

Utilizzare i pulsanti riportati di seguito per selezionare le unità per il tempo di delay visualizzato sotto la manopola di impostazione del delay (

6

).

METER (METRI)

Il tempo di delay viene visualizzato come distanza in metri, calcolata come la velocità del suono a una temperatura ambiente di 20°C (343,59 m/s)

× il tempo di delay (in secondi).

FEET (PIEDI)

Il tempo di delay viene visualizzato come distanza in piedi, calcolata come la velocità del suono a una temperatura ambiente di 20°C (1127,26 piedi)

× il tempo di delay (in secondi).

SAMPLE (CAMPIONE)

Il tempo di delay viene visualizzato in unità di campioni. Se si modifica la frequenza di campionamento sulla quale funziona l'unità LS9, il numero di campioni cambia di conseguenza.

msec

Il tempo di delay viene visualizzato in unità di millisecondi.

D

Porta di uscita

Indica il tipo e il numero della porta di uscita a cui

è assegnato il canale.

E

Pulsante di selezione dei canali

Questo pulsante consente di selezionare il canale assegnato alla porta di uscita. Viene indicato il numero del canale correntemente selezionato.

9

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

97

Modifica dell'assegnazione dell'output

F

Manopola di impostazione del tempo di delay

Questa manopola consente di impostare il tempo di delay della porta di uscita. Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per regolare l'impostazione. Il valore del tempo di delay è indicato sotto la manopola, mediante le unità selezionate nel campo DELAY SCALE (

3

).

G

Pulsante DELAY

Consente di attivare o disattivare il delay per la porta di uscita.

H

Pulsante

ø

(fase)

Consente di alternare la fase del segnale assegnato alla porta di uscita tra fase normale (nero) e fase inversa

(arancione).

I

Manopola ATT (Attenuatore)

Consente di regolare l'entità di amplificazione o attenuazione del segnale assegnato alla porta di uscita.

Per modificare questa impostazione, spostare il cursore sulla manopola nella schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]. È possibile regolare il valore in unità di 1.0 dB su un intervallo di -96 –

+24 dB. Il valore corrente viene riportato subito sotto la manopola.

J

Indicatore livello

Indica il livello di segnale del canale assegnato alla porta di uscita.

3

Per assegnare un canale a una porta di uscita, spostare il cursore sul campo del numero del canale per la porta, quindi premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT CH

SELECT (SELEZIONE CANALI DI OUTPUT).

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

MONITOR OUT (USCITA MONITORAGGIO)

Verranno visualizzati i canali MONITOR OUT L/

R/C (USCITA MONITORAGGIO SINISTRA/

CENTRO/DESTRA).

CH 1-32 {1-32/33-64}

Verranno visualizzati i canali INPUT

(INGRESSO) 1–32 {1–64}.

B

Pulsante di selezione dei canali

Consente di selezionare il canale assegnato alla porta di uscita.

4

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione dei canali per selezionare il canale di origine della mandata.

5

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere [ENTER].

Se PATCH è attivato nel campo CONFIRMATION

(CONFERMA) della finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA), verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma quando si tenta di modificare l'assegnazione.

Se STEAL PATCH (SOTTRAZIONE PATCH) è attivato, verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma se si tenta di modificare una posizione che risulta già assegnata ad un'altra. (Per ulteriori

informazioni

→ pag. 194)

SUGGERIMENTO

• Se si assegna CH 1-32 {1-32/33-64} a una porta di uscita, il canale INPUT selezionato verrà emesso direttamente dalla porta di uscita corrispondente. In tal caso, il pulsante di selezione del canale nella finestra a comparsa OUTPUT

PORT indicherà "DIR CH xx" (CANALE DIRETTO)

(xx = numero del canale). (Per ulteriori informazioni sull'output diretto

pag. 103)

6

Impostare i valori per delay, fase e attenuatore, se necessario.

7

Ripetere i punti da 3 a 6 per assegnare i canali ad altre porte di uscita.

8

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE o sul simbolo

× nella parte

superiore destra della finestra e premere il tasto [ENTER] per tornare alla schermata precedente.

LS9-32

1

Tab categoria

Consente di selezionare il tipo di canale che verrà visualizzato nella parte inferiore della finestra.

Ciascun tab corrisponde ai canali riportati di seguito.

OUT CH (CANALE DI USCITA)

Verranno visualizzati i canali di uscita (canali MIX

1–16, canali MATRIX 1–8, canale STEREO L/R e canale MONO (C)).

98

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Modifica dell'assegnazione dell'input

Modifica dell'assegnazione dell'input

Quando l'unità LS9 è nello stato iniziale, le seguenti porte di ingresso (jack e porte interne) vengono assegnate a ciascun canale di ingresso.

Per l'unità LS9-16

Canali di ingresso

Canali INPUT 1–16

Canali INPUT 17–32

Canali ST IN 1–4 (L/R)

Per l'unità LS9-32

Canali di ingresso

Canali INPUT 1–32

Canali INPUT 33–48

Canali INPUT 49–64

Canali ST IN 1–4 (L/R)

Porta di ingresso (jack/porta interna)

Jack INPUT 1–16

Slot canali di ingresso 1–16

Uscite rack 5–8 (L/R)

Porta di ingresso (jack/porta interna)

Jack INPUT 1–32

Slot 1 canali di ingresso 1–16

Slot 2 canali di ingresso 1–16

Uscite rack 5–8 (L/R)

Le assegnazioni sopra riportate possono comunque essere modificate in base alle specifiche esigenze. Di seguito viene indicato come modificare l'assegnazione dei canali di ingresso.

1

Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW e utilizzare i tasti [SEL] per selezionare un canale di ingresso.

2

1

3

4

5

6

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa HA nella schermata, quindi premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa HA/PATCH.

In questa finestra è possibile visualizzare la porta di ingresso e il nome selezionati per ciascun canale di ingresso, attivare e disattivare l'alimentazione phantom, regolare il guadagno e alternare tra fase normale e inversa, per gruppi di otto canali.

1 2 3

1

Numero canale

Indica il numero del canale di ingresso.

B

Nome canale

Indica il nome del canale di ingresso.

C

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta

Questo pulsante consente di selezionare la porta di ingresso assegnata al canale. È indicata la porta di ingresso correntemente selezionata.

D

Pulsante +48V

Questo pulsante consente di attivare (rosso) o disattivare (nero) l'alimentazione phantom per l'head amplifier assegnato a quel canale.

E

Manopola GAIN (Guadagno)

Indica la quantità di guadagno per l'head amplifier assegnato a quel canale. Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] per regolare l'impostazione. L'indicatore di livello situato a destra della manopola indica il livello di input della porta corrispondente.

1

Numero canale/Nome canale

B

Pulsante di elenco a discesa HA

C

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta

SUGGERIMENTO

• In alternativa al pulsante di elenco a discesa HA, è possibile anche selezionare la porta di ingresso nella finestra a comparsa PATCH/NAME visualizzata quando si sposta il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della

porta e si preme [ENTER] (

pag. 55).

NOTA

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

F

Pulsante

ø

(fase)

Consente di alternare l'head amplifier assegnato a quel canale tra fase normale (nero) e fase inversa

(arancione).

9

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

99

Modifica dell'assegnazione dell'input

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della porta per il canale desiderato, quindi premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INPUT

PORT SELECT (SELEZIONE PORTA DI

INGRESSO), in cui è possibile selezionare la porta di ingresso per il relativo canale.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

4

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione delle porte per selezionare la porta di origine dell'ingresso.

5

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• In alternativa al pulsante CLOSE è possibile tornare alla schermata precedente premendo una volta il tasto [HOME] della sezione SELECTED CHANNEL.

6

Se necessario, ripetere la stessa procedura per gli altri canali di ingresso.

LS9-16

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare le porte di ingresso visualizzate nella finestra a comparsa.

Ciascun tab corrisponde alle porte di ingresso riportate di seguito.

IN (INGRESSO) 1-16 {1-32}

Riporta i jack INPUT 1–16 {1–32}.

SLOT {1/2}

Riporta i canali di ingresso 1–16 degli slot {1/2}.

RACK

Consente di visualizzare le uscite dei rack 1–8.

Utilizzarlo quando si desidera inviare l'output di un equalizzatore grafico o effetto a un canale di ingresso.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sull'equalizzatore grafico e gli

effetti, vedere a pagina 157.

2TR IN/PB OUT (INGRESSO 2TR/USCITA

PITCH BEND)

COnsente di visualizzare il jack 2TR IN DIGITAL e l'uscita del registratore di memoria USB.

Utilizzarlo quando si desidera inviare il segnale di ingresso dal jack 2TR IN DIGITAL o il segnale di uscita del registratore di memoria USB a un canale di ingresso.

B

Pulsante di selezione della porta

Consente di selezionare la porta di ingresso assegnata al canale.

100

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Inserimento di un dispositivo esterno in un canale

Inserimento di un dispositivo esterno in un canale

Se necessario, è possibile inserire un effetto interno/equalizzatore grafico o un dispositivo esterno, ad esempio un processore di effetti, nel percorso del segnale dei canali INPUT 1–32 o in qualsiasi canale di uscita (MIX, MATRIX, STEREO, MONO). Per questa operazione, il tipo di porta di ingresso/uscita utilizzato per l'inserimento e la posizione di inserimento dell'assegnazione segnale possono essere specificati singolarmente per ciascun canale.

Di seguito viene illustrato come inserire un dispositivo esterno connesso a una scheda I/O in uno slot all'interno del canale desiderato.

1

Collegare il dispositivo esterno alla scheda

I/O installata in uno slot {1/2}.

DIGITAL OUT

(USCITA

DIGITALE)

DIGITAL IN (INGRESSO DIGITALE)

DIGITAL OUT

Scheda I/O digitale

DIGITAL IN

Processore di effetti

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa INSERT nella schermata, quindi premere [ENTER].

NOTA

• Per i canali INPUT, l'inserimento dei collegamenti può essere effettuato solo per i canali 1–32. Se si seleziona un canale

INPUT 33–64 sull'unità LS9-32, il pulsante di elenco a discesa INSERT non viene visualizzato.

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INSERT.

In questa finestra è possibile visualizzare la porta di ingresso/uscita per l'inserimento, modificare la posizione di inserimento e attivare e disattivare l'inserimento prescelto, per gruppi di otto canali.

9

LS9

NOTA

• Se si installa una scheda I/O digitale in uno slot e si collega in digitale un dispositivo esterno, è necessario sincronizzare il word clock dell'unità LS9 con il dispositivo esterno

(

pag. 46).

2

Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW e utilizzare i tasti [SEL] per selezionare il canale in cui inserire un dispositivo esterno.

1

2

3

4

5

7

6

1

1

Diagramma a blocchi dei canali

Consente di visualizzare la posizione dell'output diretto (solo per i canali INPUT) e la posizione del collegamento da inserire per il canale selezionato.

B

Numero canale

Indica il numero del canale.

C

Nome canale

Indica il nome del canale.

D

Casella di selezione del punto di inserimento

Consente di selezionare il punto di inserimento del segnale. Spostare il cursore su questa casella e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per alternare tra

PRE EQ (subito prima dell'equalizzatore) e

PRE FADER (subito prima del fader).

1

Pulsante di elenco a discesa INSERT

(INSERIMENTO)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

101

Inserimento di un dispositivo esterno in un canale

E

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di uscita

F

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di ingresso

Questi pulsanti consentono di selezionare le porta di uscita e di ingresso assegnate all'insert-in e insert-out.

Sono riportate le porte di uscita e di ingresso correntemente selezionate.

G

Pulsante INSERT ON/OFF (ATTIVA/

DISATTIVA INSERIMENTO)

Questo pulsante consente di attivare e disattivare l'inserimento. Per attivare o disattivare l'inserimento, spostare il cursore su questo pulsante e utilizzare i tasti

[DEC]/[INC] o il tasto [ENTER].

4

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di uscita, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT

PORT SELECT, in cui è possibile selezionare la porta di uscita da assegnare all'insert-out.

7

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della porta di ingresso, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INPUT

PORT SELECT, in cui è possibile selezionare la porta di ingresso da assegnare all'insert-in.

1

2

1

2

LS9-16

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare le porte di ingresso visualizzate nella finestra a comparsa.

Ciascun tab corrisponde alle porte di ingresso riportate di seguito.

SLOT {1/2}

Riporta i canali di ingresso 1–16 degli slot {1/2}.

RACK

Consente di visualizzare le uscite dei rack 1–8.

Utilizzarlo quando si desidera inserire in quel canale un equalizzatore grafico o un effetto.

B

Pulsante di selezione della porta

Consente di selezionare la porta di ingresso assegnata all'insert-in.

8

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione delle porte per selezionare la porta per l'insert-in.

9

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere [ENTER].

10

Spostare il cursore sulla casella di selezione del punto di inserimento, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il punto di inserimento desiderato.

È possibile selezionare PRE EQ (subito prima dell'equalizzatore) o PRE FADER (subito prima del fader).

11

Spostare il cursore sul pulsante INSERT

ON/OFF e premere i tasti [DEC]/[INC] oppure [ENTER] per attivarlo.

In questo modo verrà attivato l'inserimento specificato.

SUGGERIMENTO

• Dopo aver spostato il cursore sulla casella di selezione per l'assegnazione dell'insert-out al punto 4, è possibile anche selezionare la porta di uscita utilizzando il dial o i tasti [DEC]/

[INC] invece di premere [ENTER].

102

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

LS9-16

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare le porte di uscita visualizzate nella finestra a comparsa. Ciascun tab corrisponde alle porte di uscita riportate di seguito.

SLOT {1/2}

Consente di visualizzare i canali di uscita 1–16 degli slot {1/2}.

RACK

Consente di visualizzare gli ingressi dei rack 1–8.

Utilizzarlo quando si desidera inserire in quel canale un equalizzatore grafico o un effetto.

B

Pulsante di selezione della porta

Consente di selezionare la porta di uscita assegnata all'insert-out.

5

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione delle porte per selezionare la porta dell'insert-out.

6

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere [ENTER].

Output diretto su un canale INPUT

Output diretto su un canale INPUT

Il segnale di un canale INPUT può essere trasmesso direttamente dal jack OMNI OUT desiderato o dal canale di uscita dello slot desiderato. Ad esempio inviando segnali a un registratore digitale esterno tramite una scheda I/O digitale installata in uno slot, è possibile effettuare una registrazione dal vivo senza influire sul missaggio interno dell'unità LS9.

1

Collegare il dispositivo esterno a un jack

OMNI/OUT o a una scheda I/O installata in uno slot {1/2}.

DIGITAL OUT

Scheda I/O digitale

DIGITAL IN

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa DIRECT nella schermata, quindi premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa DIRECT

OUT (OUTPUT DIRETTO). In questa finestra è possibile visualizzare il nome di ciascun canale, cambiare il punto di output diretto e regolare il livello di output, per gruppi di otto canali.

Registratore digitale

1

2

3

4

5

6

7

LS9

9

NOTA

• Se si installa una scheda I/O digitale in uno slot e si collega in digitale un dispositivo esterno, è necessario sincronizzare il word clock dell'unità LS9 con il dispositivo esterno

(

pag. 46).

2

Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW e utilizzare i tasti [SEL] per selezionare il canale INPUT del quale utilizzare l'output diretto.

1

Pulsante di elenco a discesa DIRECT

(DIRETTO)

1

1

Diagramma a blocchi dei canali

Consente di visualizzare il punto di output diretto per il canale selezionato.

B

Numero canale

Indica il numero del canale.

C

Nome canale

Indica il nome del canale.

D

Casella di selezione del punto di output diretto

Consente di selezionare il punto da cui verrà emesso direttamente il segnale. Spostare il cursore su questa casella e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per alternare tra PRE HPF (subito prima del filtro passaalto), PRE EQ (subito prima dell'equalizzatore) o

PRE FADER (subito prima del fader).

E

Pulsante DIRECT ON/OFF

Consente di attivare/disattivare l'output diretto.

Per attivarlo o disattivarlo, spostare il cursore su questo pulsante e utilizzare i tasti [DEC]/[INC] o il tasto [ENTER].

F

Pulsante di elenco a discesa di selezione della porta

Questo pulsante consente di selezionare la porta di uscita che verrà assegnata all'output diretto. È indicata la porta di uscita correntemente selezionata.

G

Manopola DIRECT OUT LEVEL (LIVELLO

OUTPUT DIRETTO)

Consente di regolare il livello dell'output diretto.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

103

Output diretto su un canale INPUT

4

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa di selezione della porta, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT

PORT SELECT, in cui è possibile selezionare la porta di uscita che verrà assegnata all'output diretto.

1

2

8

Spostare il cursore sul pulsante DIRECT

OUT ON/OFF e premere i tasti [DEC]/[INC] oppure [ENTER] per attivarlo.

In questo modo verrà attivato l'output diretto specificato.

9

Se necessario, spostare il cursore sulla manopola DIRECT OUT LEVEL, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare il livello dell'output diretto.

SUGGERIMENTO

• In alternativa alla possibilità di specificare un output diretto, è possibile selezionare un canale INPUT come origine di output per una porta di uscita (

pag. 98).

LS9-16

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare le porte di uscita visualizzate nella finestra a comparsa. Ciascun tab corrisponde alle porte di uscita riportate di seguito.

OMNI/2TR OUT

Consente di visualizzare i jack OMNI OUT 1–8

{1–16} e il jack 2TR OUT DIGITAL.

SLOT {1/2}

Consente di visualizzare i canali di uscita 1–16 degli slot {1/2}.

REC IN

Consente di visualizzare i canali di ingresso del registratore di memoria USB.

B

Pulsante di selezione della porta

Consente di selezionare la porta di uscita assegnata all'output diretto.

5

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione delle porte per selezionare la porta per l'output diretto.

6

Per tornare alla schermata precedente spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere [ENTER].

7

Spostare il cursore sulla casella di selezione del punto di output diretto, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il punto di output diretto.

È possibile selezionare PRE HPF (subito prima del filtro passa-alto), PRE EQ (subito prima dell'equalizzatore) o PRE FADER (subito prima del fader).

104

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 10

Registratore di memoria USB

In questo capitolo viene illustrato come utilizzare il registratore di memoria USB.

Informazioni sul registratore di memoria USB

L'unità LS9 è dotata di una funzione di registratore di memoria USB che consente di registrare in modo semplice segnali interni nella memoria USB o di eseguire il playback di file audio registrati nella memoria USB.

Come formato di file per la registrazione, viene utilizzato il formato MP3 (MPEG-1

Audio Layer-3). Per il playback, sono supportati i file MP3, WMA (Windows Media Audio) e AAC (MPEG-4 AAC). DRM (Digital Rights Management) invece non è supportato.

Utilizzando il registratore di memoria USB, l'output dal bus STEREO o da un bus MIX può essere registrato nella memoria USB, oppure è possibile eseguire il playback della musica di sottofondo o degli effetti sonori salvati nella memoria USB tramite un canale di ingresso assegnato.

10

Flusso di segnale per il registratore di memoria USB

MIX 1–16

MATRIX 1–8

STEREO L/R

MONO

INPUT 1–32 {1–64}

DIRECT OUT

(OUTPUT DIRETTO)

RECORDER

INPUT (INPUT

REGISTRATORE)

L

R

Registratore di memoria USB

L

PLAYBACK

OUT (OUTPUT

PLAYBACK)

R

INPUT 1–32 {1–64}

ST IN (INGRESSO

STEREO) 1L/1R–

ST IN 4L/4R

NOTA

• Non è possibile eseguire contemporaneamente registrazione e playback.

• Il segnale in fase di registrazione non può essere immesso su un canale INPUT.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

105

Assegnazione dei canali all'input/output del registratore

Assegnazione dei canali all'input/output del registratore

Di seguito viene illustrato come assegnare i canali desiderati all'input e all'output del registratore di memoria USB. È possibile assegnare qualsiasi canale di uscita o l'output diretto di un canale

INPUT all'input del registratore ed è possibile assegnare l'output del registratore a qualsiasi canale di ingresso.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto

[RECORDER] (REGISTRATORE) per accedere alla schermata RECORDER.

In questa schermata è possibile assegnare segnali all'input e output del registratore di memoria USB ed eseguire operazioni di registrazione e playback.

2 1 3 4

5

8

9

6 7

F

Campo PLAYBACK OUT

(OUTPUT PLAYBACK)

In questo campo è possibile configurare le impostazioni per gli output del registratore.

G

Pulsanti di elenco a discesa

PLAYBACK OUT L/R

Questi pulsanti consentono di accedere alla finestra a comparsa INTPUT CH SELECT (SELEZIONE

CANALE DI INGRESSO), nella quale è possibile assegnare i canali alle uscite L/R del registratore.

H

Indicatore del livello di output

Questo indicatore di livello mostra il livello del segnale in uscita dal registratore.

I

Pulsante OUTPUT CUE (SEGNALE

DI ATTIVAZIONE OUTPUT)

Questo pulsante consente di monitorare il segnale di attivazione emesso dal registratore. Spostare il cursore sul pulsante e premere il tasto [ENTER] per attivare e disattivare il segnale di attivazione.

2

Per assegnare i canali agli input del registratore, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa RECORDER

INPUT L o R, quindi premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT.

1

Campo RECORDER INPUT (INPUT

REGISTRATORE)

In questo campo è possibile configurare le impostazioni per l'input del registratore.

B

Pulsanti di elenco a discesa RECORDER

INPUT L/R (sinistra/destra)

Questi pulsanti consentono di accedere alla finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT (SELEZIONE

CANALE DI USCITA), nella quale è possibile assegnare i canali agli ingressi L/R del registratore.

C

Manopola ATT (Attenuatore)

Consente di regolare l'entità di amplificazione o attenuazione del segnale in ingresso nel registratore.

È possibile regolare il valore in unità di 0,1 dB su un intervallo di -96 – +24 dB. Il valore corrente viene riportato subito sotto la manopola.

D

Indicatore del livello di input

Questo indicatore di livello mostra il livello del segnale in ingresso nel registratore.

E

Pulsante INPUT CUE (SEGNALE

DI ATTIVAZIONE INPUT)

Questo pulsante consente di monitorare il segnale di attivazione in ingresso nel registratore. Spostare il cursore sul pulsante e premere il tasto [ENTER]

(INVIO) per attivare e disattivare il segnale di attivazione.

1

2

LS9-32

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare il tipo di canale che verrà visualizzato nella parte inferiore della finestra.

OUT CH (CANALE DI USCITA)

Verranno visualizzati i canali di uscita.

CH 1-32 {1-32/33-64}

Verranno visualizzati gli output diretti dei canali

INPUT 1–32 {1–32/33–64}.

106

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Assegnazione dei canali all'input/output del registratore

B

Pulsanti di selezione dei canali

Selezionare i canali da assegnare agli input del registratore di memoria USB tra le opzioni seguenti.

MIX 1–16

Canali MIX 1–16

MTRX 1–8

Canali MATRIX (MATRICE) 1–8

ST L/R

Canale STEREO L/R (S/D)

ST L+C

Canale STEREO L mixato con il canale

MONO (C)

ST R+C

Canale STEREO R mixato con il canale

MONO (C)

MONO

Canale MONO

CH1–32 {1–64}

Output diretto di un canale INPUT 1–32 {1–64}

3

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione delle porte per selezionare il canale da assegnare all'input del registratore di memoria USB.

Se si seleziona un canale a cui è già assegnata un'altra porta, verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di confermare la modifica di assegnazione.

Spostare il cursore sul pulsante OK della finestra di dialogo e premere [ENTER].

NOTA

• Non è possibile assegnare più canali a un singolo input.

4

Dopo aver completato l'assegnazione, spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(CHIUDI) e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

RECORDER.

5

Assegnare nello stesso modo un canale all'altro input.

SUGGERIMENTO

• Il registratore di memoria USB esegue registrazioni e playback sempre in stereo. Se si desidera registrare in modalità mono, con lo stesso segnale per destra e sinistra, è necessario assegnare entrambi gli input del registratore allo stesso canale.

6

Per assegnare i canali agli output del registratore, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PLAYBACK

OUT L o R, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT.

1

2

LS9-32

1

Tab categoria

Questi tab consentono di selezionare il tipo di canale che verrà visualizzato nella parte inferiore della finestra.

CH 1-32 {1-32/33-64}

Verranno visualizzati i canali INPUT 1–32

{1–32/33–64}.

ST IN

Verranno visualizzati i canali L/R dei canali

ST IN 1–4.

B

Pulsanti di selezione dei canali

Selezionare i canali da assegnare agli output del registratore di memoria USB tra le opzioni seguenti.

CH 1–32 {1–64}

Canali INPUT 1–32 {1–64}

STIN 1L/1R–STIN 4L/4R

Canali L/R dei canali ST IN 1–4

7

Utilizzare i tab della categoria e i pulsanti di selezione dei canali per selezionare il canale da assegnare all'input del registratore di memoria USB.

Se si seleziona un canale a cui è già assegnato un altro segnale, verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di confermare la modifica di assegnazione.

Spostare il cursore sul pulsante OK della finestra di dialogo e premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Non è possibile assegnare più canali all'output del registratore.

8

Dopo aver completato l'assegnazione, spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

RECORDER.

9

Assegnare nello stesso modo un canale all'altro output.

10

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

107

Registrazione nella memoria USB

Registrazione nella memoria USB

Di seguito viene illustrato come registrare il segnale dei canali di uscita desiderati come file audio

(MP3) nella memoria USB inserita nel connettore USB a destra del display.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [RECORDER] per accedere alla schermata RECORDER.

Anche per quanto riguarda il playback, sarà possibile eseguire il playback solo dei file audio salvati nella cartella SONGS o nella cartella correntemente selezionata sotto quel livello.

Struttura delle cartelle della memoria USB

Cartella YPE

Directory principale

Cartella SONGS

Song

(file audio)

1

2

3 4 5 6

108

1

Campo di visualizzazione del file audio

Vengono visualizzati il numero di traccia, il titolo, l'artista, il formato (MP3/WMA/AAC) e la frequenza di bit durante il playback oppure il file audio riprodotto più di recente.

B

Pulsante REMAIN/ELAPSE (RIMANENTE/

TRASCORSO)

Questo pulsante consente di selezionare il contenuto del campo TIME (TEMPO) ( 3 ). Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme [ENTER], nel campo si alterneranno i valori REMAIN

(visualizzazione del tempo rimanente) ed ELAPSE

(visualizzazione del tempo trascorso).

C

Campo TIME (tempo rimanente/trascorso)

In base al valore di (

2

), viene indicato il tempo rimanente che è possibile registrare nella memoria

USB oppure il tempo trascorso.

D

Trasporto

Questi pulsanti consentono di eseguire operazioni di registrazione/playback/arresto per il registratore di memoria USB.

E

Pulsante REC RATE (VELOCITÀ

REGISTRAZIONE) (profondità di bit)

Consente di selezionare la profondità di bit per la registrazione.

F

Campo FREE SIZE (DIMENSIONI MEM

LIBERA)

Indica la quantità di memoria USB disponibile, in MB e in percentuale.

2

Collegare la memoria USB con capacità disponibile sufficiente al connettore USB.

Il campo FREE SIZE indica la quantità di memoria disponibile.

Quando si collega la memoria USB al connettore

USB, vengono create automaticamente una cartella

YPE e una cartella SONGS all'interno di YPE nella directory principale della memoria USB.

I file creati con operazioni di registrazione verranno salvati nella cartella SONGS o nella cartella correntemente selezionata sotto quel livello.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

3

Assegnare i canali desiderati all'input e all'output del registratore di memoria USB

(

pag. 106).

4

In questo modo è possibile monitorare il segnale che si sta registrando e alzare il fader dei canali assegnati all'input/output del registratore.

L'indicatore di livello nella schermata RECORDER mostra il livello del segnale prima e dopo il registratore. Se necessario, utilizzare la manopola ATT nel campo RECORDER INPUT per regolare il livello di input nel registratore.

NOTA

• Il segnale registrato non verrà emesso dai jack di uscita del registratore (PLAYBACK OUT).

SUGGERIMENTO

• L'utilizzo della manopola ATT non influisce sul livello del segnale emesso su altre porte dal canale di uscita corrispondente.

5

Spostare il cursore sul campo REC RATE nella parte inferiore destra della schermata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/

AUMENTA) per selezionare la profondità di bit del file audio che verrà registrato.

È possibile selezionare 96 kbps, 128 kbps o 192 kbps.

Frequenze di bit superiori migliorano la qualità audio ma aumentano la dimensione dei dati.

SUGGERIMENTO

• La frequenza del word clock utilizzata dall'unità LS9

(44,1 kHz o 48 kHz) verrà selezionata automaticamente come frequenza di campionamento del file audio.

Registrazione nella memoria USB

6

Spostare il cursore sul pulsante REC (

)

(REGISTRAZIONE) nella parte inferiore della schermata, quindi premere [ENTER].

Si utilizzerà il trasporto nella parte inferiore della schermata per eseguire operazioni di registrazione/ playback/arresto del registratore.

1 2 3 4 5

Ogni pulsante ha la funzione indicata di seguito.

1

Pulsante REW (RIAVVOLGIMENTO) ( )

Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme e rilascia subito il tasto [ENTER]

si torna all'inizio della Song. Se la posizione era già quella iniziale, si tornerà all'inizio della Song precedente nell'elenco dei titoli (

→ pag. 110).

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si tiene premuto [ENTER] per qualche secondo

la Song viene riportata al punto iniziale.

In entrambi i casi riportati, utilizzando questo pulsante durante il playback, quest'ultimo riprenderà dalla posizione corrente quando si rilascia il tasto [ENTER].

B

Pulsante STOP (

)

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] durante il playback

la riproduzione si arresta.

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] durante la registrazione

la registrazione si arresta e i contenuti registrati vengono salvati in un file (come nome e titolo del file verrà assegnato un nome di default).

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] in modalità record-ready

la modalità record-ready verrà ignorata.

C

Pulsante PLAY/PAUSE (ESECUZIONE/

PAUSA) ( )

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] mentre l'unità

è ferma

avrà inizio il playback.

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] durante il playback

il playback verrà interrotto.

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] in modalità record-ready

avrà inizio la registrazione.

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] durante la registrazione

la registrazione verrà interrotta.

D

Pulsante FF (Fast Forward, Avanzamento rapido) ( )

Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme e rilascia subito il tasto [ENTER]

si andrà all'inizio della Song successiva nell'elenco dei titoli.

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si tiene premuto [ENTER] per qualche secondo

la Song verrà fatta avanzare rapidamente.

In entrambi i casi riportati, utilizzando questo pulsante durante il playback, quest'ultimo riprenderà dalla posizione corrente quando si rilascia il tasto [ENTER].

E

Pulsante REC (

)

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme il tasto [ENTER] mentre l'unità

è ferma

il registratore passa alla modalità record-ready e il pulsante PLAY/PAUSE ( ) lampeggia.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare la funzione di ciascun pulsante a un tasto definito dall'utente (

pag. 196).

Se l'unità è ferma, spostare il cursore sul pulsante

REC (

●) e premere il tasto [ENTER]; il pulsante

PLAY/PAUSE ( ) lampeggerà e il registratore passerà alla modalità record-ready.

7

Per iniziare la registrazione, spostare il cursore sul pulsante PLAY/PAUSE ( ) nella parte inferiore della schermata, quindi premere [ENTER].

Durante la registrazione, i pulsanti REC (

●) e PLAY/

PAUSE ( ) si illuminano. Il campo TIME indicherà il tempo trascorso.

8

Per arrestare la registrazione, spostare il cursore sul pulsante STOP (

) e premere

il tasto [ENTER].

Il file audio verrà salvato nella memoria USB.

SUGGERIMENTO

• Nello stato di default, il file audio registrato verrà salvato nella cartella SONGS all'interno della cartella YPE. È tuttavia possibile specificare una cartella appartenente a un livello al di sotto della cartella SONGS.

• Al file registrato verranno assegnati un titolo e un nome file di default, che sarà possibile modificare in seguito.

9

Per ascoltare il contenuto registrato, procedere nel modo seguente.

1

Spostare il cursore sul pulsante PLAY/

PAUSE ( ) e premere il tasto [ENTER].

Verrà eseguito il playback del contenuto registrato tramite il canale di ingresso specificato al punto 3.

B

Per arrestare il playback, spostare il cursore sul pulsante STOP (

) e premere

il tasto [ENTER].

10

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

109

Playback di file audio dalla memoria USB

Playback di file audio dalla memoria USB

Di seguito viene indicato come eseguire il playback di file audio salvati nella memoria USB.

Oltre ai file registrati nella console LS9, è possibile riprodurre anche file copiati dal computer nella memoria USB.

È possibile riprodurre tre tipi di file audio: MP3 (MPEG-1 Audio Layer-3), WMA (Windows Media

Audio) e AAC (MPEG-4 AAC). La frequenza di campionamento può essere di 44,1 kHz o

48 kHz, mentre la frequenza di bit può essere compresa tra 64 kbps e 320 kbps.

1

Collegare la memoria USB che contiene i file audio al connettore USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere

1

4

NOTA

• Se si desidera eseguire il playback di un file audio, è necessario salvarlo nella cartella SONGS all'interno della cartella YPE o in una cartella creata al di sotto della cartella

SONGS. I file presenti in altre cartelle e i file di formati non supportati non vengono riconosciuti.

più volte il tasto [RECORDER] per accedere alla schermata TITLE LIST (ELENCO

TITOLI).

2 3

9

5

J K

6 7 8

1

Elenco dei titoli

In questo elenco sono riportati i file audio riproducibili e le cartelle salvate nella cartella selezionata della memoria USB. La riga con sfondo blu al centro dell'elenco indica il file o la cartella selezionata per le operazioni.

B

No. (numero di traccia)

Questo numero indica l'ordine di ciascun file per il playback consecutivo. Se esiste una cartella di livello inferiore, in questo punto viene mostrata l'icona di una cartella ( ). Se in questo punto è visualizzata un'icona ( ) , indica che esiste una cartella di livello superiore. Spostare il cursore su un numero visualizzato e premere [ENTER] per eseguire il playback di quel file audio.

C

Campo di selezione playback

In questo campo è possibile selezionare i file di cui verrà eseguito il playback consecutivo. Se si sposta il cursore su questo campo e si preme [ENTER], il segno di spunta verrà applicato o rimosso.

D

Stato

Questo campo mostra un simbolo che indica se il file attualmente selezionato è in riproduzione ( ) o in pausa ( ).

E

SONG TITLE/FILE NAME (TITOLO SONG/

NOME FILE)

Indica il titolo o il nome file della Song. Se il titolo non può essere visualizzato perché troppo lungo, i caratteri alla fine del titolo saranno sostituiti da "~".

F

ARTIST (ARTISTA)

Indica l'artista della Song. Se il nome dell'artista non può essere visualizzato perché troppo lungo, i caratteri alla fine del nome saranno sostituiti da "~".

G

TIME

Indica la lunghezza della Song in ore: minuti : secondi.

H

Pulsante MODE (MODALITÀ)

Questo pulsante consente di passare alla modalità playback. È possibile eseguire il playback di una o di tutte le Song e riprodurle una sola volta o più volte.

I

Pulsante di modifica directory

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], nell'elenco verrà mostrato il contenuto della directory al livello immediatamente superiore.

J

Campo PATH (percorso corrente)

Indica il nome completo del percorso della cartella

(directory) correntemente selezionata come destinazione della registrazione e origine del playback.

K

Pulsante JPN (GIAPPONESE)

Se il pulsante è attivo, i titoli o i nomi di artisti nell'elenco della Song riprodotta verranno visualizzati in caratteri giapponesi compatibili con la codifica dei caratteri Shift-JIS (codice a doppio byte).

Questa impostazione vale anche per la schermata

RECORDER e la finestra a comparsa TITLE/ARTIST

EDIT (MODIFICA TITOLO/ARTISTA).

110

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Playback di file audio dalla memoria USB

3

È possibile utilizzare il pulsante di modifica directory nella schermata e l'icona della cartella nel campo No. per visualizzare un elenco del contenuto della cartella che comprende il file desiderato.

Per spostarsi di una cartella in basso

Spostare il cursore sull'icona di una cartella riportata nel campo No. dell'elenco e premere il tasto [ENTER].

Per spostarsi di una cartella in alto

Spostare il cursore sul pulsante di modifica directory e premere il tasto [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Se ci si sposta in una cartella diversa, questa verrà automaticamente selezionata come destinazione della registrazione.

NOTA

• Le cartelle che è possibile selezionare sono limitate alla cartella SONGS all'interno della cartella YPE e a quelle che si trovano sotto la cartella SONGS.

• L'unità LS9 riconosce solo nomi file che non superano i

64 caratteri. Se un nome file risulta più lungo, il file desiderato potrebbe non essere riprodotto correttamente.

• In una singola directory è possibile gestire fino a 300 Song. In una directory secondaria è possibile gestire fino a 64 Song.

4

Utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per visualizzare il file desiderato al centro dell'elenco.

5

Spostare il cursore sul pulsante MODE e premere il tasto [ENTER] per selezionare la modalità playback.

La modalità di playback cambierà nel modo seguente ogni volta che si preme il tasto [ENTER].

Partendo dalla Song correntemente selezionata nell'elenco dei titoli, verrà eseguito il playback consecutivo delle Song che si arresterà all'ultima

Song dell'elenco.

Partendo dalla Song correntemente selezionata nell'elenco dei titoli, verrà eseguito il playback consecutivo delle Song fino all'ultima, quindi si tornerà alla prima Song e si proseguirà fino a quando il playback non viene arrestato.

La Song correntemente selezionata verrà eseguita ripetutamente fin quando il playback non viene arrestato.

La Song correntemente selezionata verrà eseguita una sola volta.

6

Se al punto 5 è stata selezionata una modalità di playback consecutivo, spostare il cursore sul campo di selezione playback per ciascuna Song che si desidera riprodurre e premere il tasto [ENTER].

Durante il playback consecutivo, verranno riprodotti i file con segno di spunta.

7

Spostare il cursore sul pulsante PLAY/

PAUSE ( ) e premere il tasto [ENTER].

Inizierà la riproduzione della Song selezionata al punto 4.

SUGGERIMENTO

• Il registratore di memoria USB può eseguire il playback di file audio con frequenza di campionamento pari a 44,1 kHz o

48 kHz.

• Anche se la frequenza di campionamento utilizzata dall'unità

LS9 è diversa da quella del file audio in riproduzione, la funzione SRC (Sampling Rate Converter – Convertitore frequenza di campionamento) convertirà automaticamente la frequenza in modo che il playback risulti corretto.

10

NOTA

• Se si seleziona o come modalità di playback, il playback proseguirà fino all'arresto da parte dell'utente.

8

Per arrestare il playback, spostare il cursore sul pulsante STOP (

) e premere

il tasto [ENTER].

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

111

Modifica dell'elenco dei titoli

Modifica dell'elenco dei titoli

Di seguito viene illustrato come modificare l'ordine dei file audio riportati nell'elenco dei titoli e come modificare titoli o nomi degli artisti.

1

Collegare la memoria USB che contiene i file audio al connettore USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [RECORDER] per accedere alla schermata TITLE LIST.

1 4 7 5 6

4

Per modificare un titolo o un nome file nell'elenco dei titoli, spostare il cursore sul pulsante SONG TITLE/FILE NAME EDIT; per modificare il nome dell'artista, spostare il cursore sul pulsante ARTIST EDIT, quindi premere [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra a comparsa in cui è possibile modificare il testo.

2

3

1

Pulsanti

↑↑↑↑ / ↓↓↓↓

Questi pulsanti consentono di spostare il numero di traccia della Song selezionata di una posizione precedente (

↑ ) o successiva ( ↓) nell'elenco.

B

Pulsante SONG TITLE/FILE NAME EDIT

(MODIFICA TITOLO SONG/NOME FILE)

Questo pulsante consente di modificare il titolo o il nome file della Song selezionata nell'elenco.

C

Pulsante ARTIST EDIT

(MODIFICA ARTISTA)

Questo pulsante consente di modificare il nome dell'artista della Song selezionata nell'elenco.

D

Pulsante TITLE SORT

(ORDINAMENTO TITOLI)

Questo pulsante consente di ordinare l'elenco dei titoli in ordine alfabetico.

E

Pulsante ARTIST SORT

(ORDINAMENTO ARTISTI)

Questo pulsante consente di ordinare l'elenco degli artisti in ordine alfabetico.

F

Pulsante SAVE LIST (SALVA ELENCO)

Questo pulsante consente di salvare i dati dell'ordine dell'elenco nella memoria USB.

G

Pulsanti SONG TITLE/FILE NAME

Questi pulsanti consentono di cambiare gli elementi

(titolo o nome file) riportati nel campo SONG TITLE/

FILE NAME.

3

Utilizzare il pulsante No. e il pulsante di modifica directory nella schermata per visualizzare un elenco del contenuto della cartella che comprende il file desiderato.

112

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

NOTA

• Se il titolo o il nome dell'artista contiene caratteri che non possono essere visualizzati, questi caratteri verranno convertiti in per la visualizzazione.

• Il titolo e il nome dell'artista possono essere modificati solo per i file audio in formato MP3.

5

Modificare il titolo o il nome dell'artista.

È possibile immettere fino a 128 caratteri a byte singolo (64 caratteri a doppio byte) sia per il titolo che per il nome dell'artista. (Per ulteriori informazioni sull'immissione dei caratteri

→ pag. 34) Se non è

possibile visualizzare completamente il testo nell'apposito campo, il testo scorrerà in orizzontale.

6

Per chiudere la finestra a comparsa spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER].

7

Se necessario, utilizzare il pulsante SONG

TITLE/FILE NAME SORT (ORDINA TITOLO

SONG/NOME FILE), il pulsante ARTIST

SORT e i pulsanti

↑↑↑↑ / ↓↓↓↓ nella schermata per

modificare l'ordine dell'elenco dei titoli.

Utilizzare i pulsanti riportati di seguito per modificare l'ordine dell'elenco dei titoli.

Pulsante SONG TITLE/FILE NAME SORT

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], l'elenco dei titoli verrà visualizzato in ordine numerico

→ alfabetico in base al titolo. Ogni volta che si preme il tasto [ENTER], l'elenco passerà dall'ordinamento crescente a quello decrescente e viceversa.

Pulsante ARTIST SORT

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], l'elenco dei titoli verrà visualizzato in ordine numerico

→ alfabetico in base al nome dell'artista. Ogni volta che si preme il tasto [ENTER], l'elenco passerà dall'ordinamento crescente a quello decrescente e viceversa.

Modifica dell'elenco dei titoli • Collegamento del richiamo di una scena con il playback di un file audio

NOTA

• I caratteri di codice a doppio byte o Latin-1 (ISO-8859-1) non verranno ordinati correttamente.

Pulsanti

↑↑↑↑ / ↓↓↓↓

Se si sposta il cursore su questi pulsanti e si preme

[ENTER], il numero di traccia del file correntemente selezionato nell'elenco dei titoli verrà spostato di una posizione verso il basso o verso l'alto.

Pulsante SAVE LIST

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], l'ordine dell'elenco dei titoli e le selezioni per il playback verranno salvati nella memoria USB. È opportuno eseguire questa operazione se si desidera conservare l'elenco dei titoli anche dopo aver scollegato la memoria USB o dopo aver spento lo strumento.

Dal momento che queste impostazioni vengono memorizzate per ciascuna cartella, in una finestra di dialogo di conferma verrà richiesto se si desidera salvare le impostazioni quando si passa a un'altra cartella.

Collegamento del richiamo di una scena con il playback di un file audio

È possibile effettuare impostazioni di collegamento in modo che venga eseguito il playback di un file audio specifico dalla memoria USB quando si richiama una determinata scena. Questo metodo è comodo per eseguire automaticamente il playback di un effetto sonoro o della musica di sottofondo a un determinato punto della performance.

Per collegare il richiamo di una scena al playback di un file audio, procedere nel modo seguente.

1

Collegare la memoria USB che contiene il file audio al connettore USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY]

(MEMORIA SCENE) per accedere alla schermata SCENE PLAYBACK LINK

(COLLEGAMENTO PLAYBACK SCENE).

1 2 3 4 6 7

9 J

8 5

1

Elenco scene

È l'elenco delle scene a cui è possibile assegnare una

Song (file audio). La riga con sfondo blu al centro dell'elenco indica la scena selezionata per l'operazione.

B

No. (numero della scena)

C

TITLE (titolo della scena)

D

Protect (Protezione)

Indicano rispettivamente il numero di scena, il titolo e lo stato di protezione.

E

Elenco delle Song

È l'elenco delle Song (file audio) che è possibile collegare. La riga con sfondo blu al centro dell'elenco indica il file selezionato per l'operazione.

F

LINK (COLLEGAMENTO)

Indica se il collegamento fra la scena e un file audio è abilitato. L'indicatore PLAY viene visualizzato se il collegamento risulta abilitato. Se l'indicatore PLAY non è attivo nonostante sia selezionato un file, il file audio non verrà riprodotto al richiamo della scena.

G

Campo SONG TITLE/FILE NAME

Mostra il titolo o il nome del file audio.

10

NOTA

• Il file audio da riprodurre deve essere salvato nella cartella

SONGS all'interno della cartella YPE. Non sarà possibile specificare un file che si trova nella directory principale o in un'altra cartella. Quando si esegue il playback, il percorso nella schermata TITLE LIST verrà modificato in

\YPE\SONGS\.

• Il nome file è riportato in nero se il file specificato non esiste più, mentre il titolo o il nome file della Song è riportato in giallo se il file non può essere più riconosciuto.

• Il file indicato per il collegamento deve avere un nome file di otto caratteri + estensione di tre caratteri. Se si modifica il nome file dopo averlo specificato per il collegamento, oppure il file viene eliminato e copiato più volte, si potrebbero verificare rari casi in cui il file collegato non viene più riconosciuto.

H

OFFSET (Tempo di offset)

Indica il tempo dall'operazione di richiamo fino a quando inizierà il playback del file audio corrispondente.

I

Pulsanti SONG TITLE/FILE NAME

Questi pulsanti consentono di selezionare l'elemento riportato nel campo SONG TITLE/FILE NAME.

J

Pulsante JPN

Se questo pulsante è attivo, il titolo della Song verrà visualizzato utilizzando il codice Shift-JIS (caratteri a doppio byte) per supportare la lingua giapponese.

NOTA

• Gli altri elementi presenti nella schermata SCENE

PLAYBACK LINK corrispondono a quelli della schermata

SCENE LIST (

pag. 134).

3

Utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] in modo che la scena a cui si desidera assegnare una Song sia visualizzata al centro.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

113

Collegamento del richiamo di una scena con il playback di un file audio

4

Spostare il cursore sull'area con sfondo blu al centro dell'elenco nel campo SONG TITLE/

FILE NAME e premere il tasto [ENTER].

3

4

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SONG

SELECT (SELEZIONE SONG), in cui è possibile selezionare un file audio.

1 2 5 6 7

1

Pulsanti SONG TITLE/FILE NAME

Questi pulsanti consentono di selezionare l'elemento

(titolo della Song o nome file) riportato nell'elenco delle Song.

B

Pulsante JPN

Se questo pulsante è attivo, il titolo della Song verrà visualizzato utilizzando il codice Shift-JIS (caratteri a doppio byte) per supportare la lingua giapponese.

C

Campo PATH (PERCORSO)

Indica il percorso della cartella (\YPE\SONGS\) in cui vengono salvati i file audio. Questo valore non può essere modificato.

D

Elenco delle Song

Indica i file audio riproducibili presenti nella cartella SONGS.

SUGGERIMENTO

• È possibile visualizzare fino a 300 file audio.

• Non vengono visualizzati file diversi dai file audio riproducibili.

E

Pulsante SONG TITLE/FILE NAME

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], l'elenco delle Song verrà visualizzato in ordine alfabetico in base al titolo della Song o al nome file. Ogni volta che si preme il tasto [ENTER], l'elenco passerà dall'ordinamento crescente a quello decrescente e viceversa.

F

TYPE (TIPO)

Indica il tipo di file audio. Il significato di questa indicazione è riportato di seguito.

• MP3 ............ MPEG-1 Audio Layer-3

• WMA........... Windows Media Audio

• AAC ............ MPEG4 AAC

G

OFFSET (Tempo di offset)

Indica il tempo dall'operazione di richiamo fino a quando inizierà il playback del file audio corrispondente.

5

Utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per scorrere l'elenco delle Song in modo che il file che si desidera collegare alla scena sia visualizzato al centro con sfondo blu.

114

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

6

Se necessario, spostare il cursore sulla manopola OFFSET, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per specificare un tempo di offset prima che il file audio venga riprodotto.

È possibile specificare il tempo di offset in un intervallo compreso tra 0 e 99 secondi in unità di

0,5 secondi.

7

Spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER].

La finestra a comparsa verrà chiusa e si tornerà alla schermata SCENE PLAYBACK LINK. Il titolo o il nome del file selezionato verrà visualizzato al centro dell'elenco delle Song.

In alternativa, se si seleziona il pulsante CANCEL

(ANNULLA), invece del pulsante OK, le impostazioni saranno annullate e si tornerà alla schermata SCENE

PLAYBACK LINK.

8

Spostare il cursore nel campo LINK e premere [ENTER] per attivare il collegamento al file audio.

L'indicatore PLAY verrà visualizzato nel campo LINK.

L'indicatore PLAY verrà visualizzato anche nel campo

STATUS (STATO) della schermata SCENE LIST.

9

Ripetere i punti da 3 a 8 per assegnare con la stessa procedura i file audio ad altre scene.

SUGGERIMENTO

• Per controllare il playback dei file audio in modo diverso, è possibile utilizzare i comandi MIDI MMC (MIDI Machine

Control) per il controllo remoto da un dispositivo esterno

(

pag. 186) oppure assegnare la funzione DIRECT PLAY

(PLAYBACK DIRETTO) a un tasto definito dall'utente ed

eseguire direttamente il playback del file audio (

pag. 196).

10

Richiamare una scena a cui è stato collegato un file audio.

Una volta trascorso il tempo di offset, il file audio viene riprodotto una volta sola.

NOTA

• Quando si richiama la scena, l'area di visualizzazione costante mostrerà un conto alla rovescia fino al termine del tempo di offset.

• Non è possibile eseguire il playback durante la registrazione o in modalità record-ready.

• Se è in corso la riproduzione di un'altra Song mentre viene richiamata una scena, la Song correntemente riprodotta verrà interrotta durante l'operazione di richiamo, a prescindere dall'impostazione del tempo di offset.

• Il file audio collegato verrà riprodotto una volta sola, a prescindere dall'impostazione della modalità di playback.

Capitolo 11

EQ e dinamiche

In questo capitolo sono illustrate le funzioni dell'equalizzatore e delle dinamiche per ogni canale dell'unità LS9.

Informazioni su EQ e dinamiche

Ciascun canale di ingresso e di uscita dell'unità LS9 è dotato di un equalizzatore a quattro bande e di dinamiche.

È possibile utilizzare l'EQ su tutti i canali di ingresso e di uscita. Immediatamente prima dell'EQ

è posizionato un attenuatore, che consente di regolare il livello del segnale di ingresso.

Inoltre i canali di ingresso forniscono un filtro passa-alto indipendente dall'EQ.

I canali di ingresso forniscono due processori di dinamiche. Dynamics 1 (Dinamiche 1) può essere utilizzato come processore gate, ducking, compressor o expander. Dynamics 2

(Dinamiche 2) può essere utilizzato come compressor, compander hard, compander soft o de-esser. I canali di uscita offrono un unico processore di dinamiche, che può essere utilizzato come compressor, expander, compander hard o compander soft.

11

Utilizzo dell'EQ

In questa sezione viene illustrato l'equalizzatore a quattro bande presente sui canali di ingresso e di uscita.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL (CANALE

SELEZIONATO).

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO).

1

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

3

Premere un tasto [SEL] (SELEZIONE) nella sezione del modulo canali, nella sezione

STEREO MASTER (PRINCIPALE STEREO), o nella sezione ST IN (INGRESSO STEREO) per selezionare il canale da utilizzare.

4

Nella schermata visualizzata, spostare il cursore sul pulsante EQ o su una delle manopole del campo EQ e premere

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa ATT/HPF/EQ

(ATTENUATORE/FILTRO PASSA-ALTO/

EQUALIZZATORE).

Nella finestra ATT/HPF/EQ è possibile visualizzare e modificare tutti i parametri di equalizzazione del canale selezionato correntemente.

1

Pulsante di elenco a discesa EQ

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS (VISUALIZZARE UNA FINESTRA QUANDO SI

PREMONO LE MANOPOLE) nella finestra a comparsa

PREFERENCE (PREFERENZA) (

pag. 194), è anche

possibile accedere alla finestra a comparsa sopra indicata premendo gli encoder EQ [Q] (AMPIEZZA DI BANDA), EQ

[FREQUENCY] (FREQUENZA), o EQ [GAIN] (GUADAGNO) della sezione SELECTED CH VIEW.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

115

Utilizzo dell'EQ

La finestra contiene gli elementi indicati di seguito.

1 3 2 4

8

5

6

7

J

K

9

1

Pulsanti TYPE I, II (Tipo I, II)

Questi pulsanti consentono di selezionare il tipo di equalizzatore. Se è attivato il pulsante TYPE I, l'EQ utilizzerà lo stesso algoritmo dei precedenti mixer digitali Yamaha; se è attivato il pulsante TYPE II, verrà utilizzato un nuovo algoritmo. L'uso di TYPE II consentirà di ridurre l'interferenza tra le bande.

B

Pulsante FLAT (AZZERA)

Questo pulsante consente di reimpostare il parametro

GAIN di tutte le bande sul valore iniziale (0,0 dB).

Quando si sposta il cursore su questo pulsante e si preme [ENTER], verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di conferma dell'operazione.

C

Grafico EQ

Questo grafico mostra la risposta approssimata dei parametri di equalizzazione. È visualizzato un puntatore sul picco di ciascuna banda. Quando si utilizzano le manopole Q, FREQ o GAIN di ciascuna banda viene modificata di conseguenza la curva di risposta. Se EQ o il filtro passa-alto è attivato, la curva di risposta sarà evidenziata.

D

Indicatore livello

Questo indicatore mostra il livello di picco prima dell'EQ e dopo l'EQ. Se si verifica un overload del segnale prima o dopo l'EQ, il segmento OVER si illuminerà. Se il canale corrispondente è stereo (un canale ST IN, MIX / MATRIX impostato su stereo, o il canale STEREO), saranno visualizzati gli indicatori di livello di due canali.

E

Manopola ATT (Attenuatore)

Questa manopola consente di specificare la quantità di attenuazione/guadagno prima dell'applicazione dell'EQ, in una gamma di -96 dB – +24 dB. Utilizzarla per compensare le modifiche di livello causate dall'EQ.

F

Manopola HPF FREQ (FREQUENZA

FILTRO PASSA-ALTO), pulsante HPF ON/

OFF (ATTIVA/DISATTIVA FILTRO PASSA-

ALTO) (solo canali di ingresso)

Questa manopola e il pulsante consentono di regolare la frequenza di taglio del filtro passa-alto posizionato immediatamente dopo l'attenuazione e prima dell'EQ, e di attivarla/disattivarla. È possibile regolare la frequenza di taglio su valori compresi tra 20 e 600 Hz.

G

Pulsante EQ ON/OFF (ATT./DISATT. EQ)

Consente di attivare o disattivare l'EQ.

116

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

H

Pulsante shelving LOW (BASSA)

Se questo pulsante è attivato, l'EQ della banda LOW passerà a un tipo di shelving. In questo caso non verrà visualizzata la manopola Q della banda LOW.

I

Manopole Q/FREQ/GAIN

Per ciascuna delle bande LOW, LOW MID (MEDIO

BASSA), HIGH MID (MEDIO ALTA), e HIGH

(ALTA), queste manopole consentono di regolare Q

(gradualità), FREQ (frequenza centrale), e GAIN

(intensità dell'enfasi/del taglio).

SUGGERIMENTO

• È possibile spostare il cursore su una delle manopole della sezione

9

e premere [ENTER] per attivare o disattivare l'EQ.

J

Pulsante shelving HIGH (ALTA)

Se questo pulsante è attivato, l'EQ della banda HIGH passerà a un tipo di shelving. In questo caso non verrà visualizzata la manopola Q della banda HIGH.

K

Pulsante filtro passa-basso

Se questo pulsante è attivato, L'EQ della banda HIGH funzionerà come filtro passa-basso. In questo caso, la manopola Q della banda HIGH non verrà visualizzata e la manopola GAIN funzionerà come switch che attiva o disattiva il filtro passa-basso.

L

L

Pulsante filtro passa-alto (solo canali di uscita)

Se questo pulsante è attivato, L'EQ della banda LOW funzionerà come filtro passa-alto. In questo caso, la manopola Q della banda LOW non verrà visualizzata e la manopola GAIN funzionerà come switch che attiva o disattiva il filtro passa-alto.

5

Per attivare o disattivare l'EQ, spostare il cursore sul pulsante EQ ON/OFF e premere il tasto [ENTER].

Se si desidera configurare le impostazioni nella finestra a comparsa ATT/HPF/EQ, spostare il cursore sul pulsante o sulla manopola desiderata e utilizzare il tasto [ENTER], il dial o i tasti [INC]/[DEC]

(AUMENTA/RIDUCI).

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile regolare Q, frequenza centrale e intensità dell'enfasi/del taglio mediante gli encoder EQ [Q], EQ

[FREQUENCY] ed EQ [GAIN] della sezione SELECTED

CHANNEL. In questo caso, utilizzare i tasti EQ [HIGH], EQ

[HIGH MID], EQ [LOW MID] ed EQ [LOW] per selezionare la banda da regolare. È anche possibile cambiare le bande dell'equalizzatore da modificare spostando il cursore su un parametro della banda desiderata.

Utilizzo dell'EQ • Utilizzo delle dinamiche

6

Se si desidera utilizzare il filtro passa-alto su un canale di ingresso, utilizzare la manopola HPF FREQ o il pulsante HPF ON/

OFF nella finestra a comparsa ATT/HPF/EQ.

I canali di ingresso forniscono un filtro passa-alto indipendente dall'equalizzatore a quattro bande.

Utilizzare il pulsante HPF ON/OFF per attivare o disattivare il filtro passa-alto e utilizzare la manopola

HPF FREQ per specificare la frequenza di taglio.

SUGGERIMENTO

• I canali di uscita non forniscono un filtro passa-alto indipendente dall'EQ. Tuttavia, attivando il pulsante del filtro passa-alto nella finestra a comparsa, è possibile utilizzare l'equalizzatore della banda LOW come filtro passa-alto.

• Sia per i canali di ingresso che per quelli di uscita, è possibile attivare il pulsante del filtro passa-basso e utilizzare l'equalizzatore della banda HIGH come filtro passa-basso.

7

Se si desidera inizializzare le impostazioni dell'EQ o copiarle in un altro canale, utilizzare i pulsanti degli strumenti nella finestra a comparsa ATT/HPF/EQ.

Per informazioni su come utilizzare questi pulsanti,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo dei pulsanti degli strumenti" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile utilizzare una libreria dedicata per salvare o caricare le impostazioni dell'EQ in qualsiasi momento

(

pag. 120). È possibile sfruttare un'ampia gamma di preset

adatti per diversi strumenti o situazioni.

• Per regolare l'EQ o il filtro passa-alto è anche possibile utilizzare gli encoder della sezione SELECTED CHANNEL

(

pag. 87).

Utilizzo delle dinamiche

I canali di ingresso sono dotati di due processori di dinamiche, mentre quelli di uscita offrono un solo processore di dinamiche.

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL (CANALE

SELEZIONATO).

Sul display viene visualizzata la schermata

SELECTED CH VIEW (VISTA CANALE

SELEZIONATO).

2 1

3

Premere un tasto [SEL] nella sezione modulo canali, nella sezione STEREO

MASTER, o nella sezione ST IN per selezionare il canale da utilizzare.

4

Nella schermata visualizzata, spostare il cursore sul pulsante DYNA1/DYNA2 o su una delle manopole del campo DYNA1/

DYNA2 e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa DYNAMICS

1/DYNAMICS 2. In questa finestra è possibile visualizzare e modificare tutti i parametri delle dinamiche del canale selezionato correntemente.

SUGGERIMENTO

• Se si è attivato POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS nella finestra a comparsa PREFERENCE

(

pag. 194), è anche possibile accedere alla finestra a

comparsa sopra indicata premendo gli encoder [DYNAMICS

1]/[DYNAMICS 2] della sezione SELECTED CH VIEW.

11

1

Pulsante di elenco a discesa DYNA1

(DINAMICHE1)

B

Pulsante di elenco a discesa DYNA2

(solo canali di ingresso)

2

Utilizzare la sezione LAYER per selezionare il layer del fader desiderato.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

117

Utilizzo delle dinamiche

6

4

5

La finestra contiene gli elementi indicati di seguito.

1 2 3

8

9

7

1

Pulsanti relativi al tipo di dinamiche

Utilizzare questi pulsanti per selezionare uno dei seguenti quattro tipi di dinamiche.

Canali di ingresso

DYNAMICS 1

DYNAMICS 2

GATE

DUCKING

COMPRESSOR

EXPANDER

COMPRESSOR

COMPANDER-H

COMPANDER-S

DE-ESSER

Canali di uscita

DYNAMICS 1

COMPRESSOR

EXPANDER

COMPANDER-H

COMPANDER-S

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sui tipi di dinamiche, fare riferimento

all'appendice alla fine del presente manuale (

pag. 229).

B

Grafico delle dinamiche

Questo grafico mostra la risposta approssimata dell'elaborazione delle dinamiche.

C

Indicatori di livello

Questi indicatori mostrano il livello di riduzione del guadagno (GR, Gain Reduction), e i livelli di picco prima del gate (IN) e dopo il gate (OUT). Se si verifica un overload del segnale, il segmento OVER si illuminerà. Se il canale corrispondente è stereo (un canale ST IN, MIX / MATRIX impostato su stereo, o il canale STEREO), saranno visualizzati gli indicatori di livello di due canali.

D

Pulsante DYNAMICS ON/OFF (ATTIVA/

DISATTIVA DINAMICHE)

Consente di attivare o disattivare le dinamiche

E

Manopola THRESHOLD (SOGLIA)

Specifica il livello di soglia per il funzionamento delle dinamiche.

F

Casella KEY IN SOURCE (SORGENTE

KEY IN)

In questa casella è possibile selezionare un segnale key-in. Per ulteriori informazioni sulla procedura, fare riferimento al punto 6.

G

Altri parametri

In quest'area sono visualizzati altri parametri delle dinamiche. I parametri visualizzati variano a seconda del tipo di dinamiche selezionato.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sui parametri, fare riferimento

all'appendice alla fine del presente manuale (

pag. 229).

• È possibile attivare o disattivare le dinamiche spostando il cursore su una delle manopole

5

o

7

e premendo

[ENTER].

H

Campo KEY IN FILTER (FILTRO KEY IN)

(solo GATE e DUCKING)

Questo campo consente di applicare un filtro al segnale key-in. Contiene infatti una casella FILTER

(FILTRO) che consente di selezionare il tipo di filtro, una manopola Q (che consente di regolare la ampiezza di banda o Q del filtro), e una manopola FREQ (che consente di regolare la frequenza di taglio o la frequenza centrale).

Per cambiare il tipo di filtro, spostare il cursore sulla casella FILTER e utilizzare il dial o i tasti o i tasti

[DEC]/[INC] HPF (filtro passa-alto), BPF (filtro passa-banda), o LPF (filtro passa-basso), quindi premere [ENTER]. Se si seleziona "----" nella casella

FILTER, non verrà applicato alcun filtro.

NOTA

• Dopo aver cambiato il tipo di filtro nella casella FILTER, premere [ENTER] per applicare la modifica.

I

KEY IN CUE (SEGNALE DI ATTIVAZIONE

KEY IN) (solo GATE e DUCKING)

Questo pulsante consente di monitorare l'attivazione del segnale key-in correntemente selezionato.

SUGGERIMENTO

• Anche se si è selezionata la modalità MIX CUE (SEGNALE

DI ATTIVAZIONE MIX) (quando tutti i canali il cui tasto [CUE]

è attivato verranno mixati per il monitoraggio) come modalità del segnale di attivazione, attivando il pulsante KEY IN CUE verrà data la priorità al monitoraggio del segnale corrispondente. Tutti i tasti [CUE] attivati in precedenza verranno ignorati.

• KEY IN CUE verrà annullato automaticamente quando si esce dalla schermata corrispondente.

5

Per attivare o disattivare le dinamiche, spostare il cursore sul pulsante DYNAMICS

ON/OFF e premere il tasto [ENTER].

Se si desidera configurare le impostazioni nella finestra a comparsa DYNAMICS 1/DYNAMICS 2, spostare il cursore sul pulsante o sulla manopola desiderata e utilizzare il tasto [ENTER], il dial o i tasti

[INC]/[DEC].

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile regolare la soglia delle dinamiche mediante gli encoder [DYNAMICS 1]/[DYNAMICS 2] della sezione SELECTED CHANNEL.

118

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo delle dinamiche

6

Selezionare il segnale key-in come necessario.

È possibile selezionare uno dei segnali seguenti come segnale key-in:

Per un canale di ingresso

SELF PRE EQ

SELF POST EQ

CH 1–32 {64} POST

EQ, STIN1L/1R–4L/4R

POST EQ

MIX OUT 13–16

Il segnale immediatamente prima dell'EQ (attenuatore) del canale di ingresso selezionato

Il segnale immediatamente dopo l'EQ del canale di ingresso selezionato

Il segnale immediatamente dopo l'EQ del canale di ingresso corrispondente

(*1)

Il segnale immediatamente dopo l'ON del canale MIX corrispondente

*1: I segnali che è possibile selezionare sono limitati al gruppo al quale appartiene il canale, tra i cinque {nove} gruppi seguenti:

CH 1–8, CH 9–16, CH17–24, CH25–32, {CH33–40, CH41–48,

CH49–56, CH57–64} e STIN1L1R–4L4R.

Per un canale di uscita

SELF PRE EQ

SELF POST EQ

Il segnale immediatamente prima dell'EQ (attenuatore) del canale di uscita selezionato

Il segnale immediatamente dopo l'EQ del canale di uscita selezionato

MIX 1–16 POST EQ,

MTRX1–8 POST EQ,

ST L/R, MONO,

POST EQ

Il segnale immediatamente dopo l'EQ del canale di uscita corrispondente

(*1)

MIX OUT 13–16

Il segnale immediatamente dopo l'ON del canale MIX corrispondente

*1: I segnali che è possibile selezionare sono limitati al gruppo al quale appartiene il canale, tra i quattro gruppi seguenti:

MIX 1–8, MIX 9–16, MATRIX 1–8 e ST/MONO.

SUGGERIMENTO

• Se il tipo di dinamiche è DE-ESSER, il segnale key-in è fisso su SELF POST EQ e non è possibile modificarlo.

Per selezionare il segnale key-in, effettuare la selezione nella finestra a comparsa DYNAMICS 1/

DYNAMICS 2.

1

Spostare il cursore sulla casella KEY IN

SOURCE, quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per selezionare il segnale key-in desiderato.

Il segnale key-in selezionato lampeggerà.

B

Per confermare la selezione premere il tasto

[ENTER].

NOTA

• Se si sposta il cursore fuori dalla casella KEY IN SOURCE mentre i segnale key-in lampeggia, le modifiche verranno annullate e l'impostazione del segnale key-in tornerà alla selezione precedente. Per confermare la nuova selezione di segnale key-in, premere il tasto [ENTER] senza spostare il cursore.

7

Se si desidera inizializzare le impostazioni delle dinamiche o copiarle in un altro canale, utilizzare i pulsanti degli strumenti nella finestra a comparsa DYNAMICS 1/

DYNAMICS 2.

Per informazioni su come utilizzare questi pulsanti,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo dei pulsanti degli strumenti" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile utilizzare una libreria dedicata per salvare o caricare le impostazioni delle dinamiche in qualsiasi momento (

pag. 120). È possibile sfruttare un'ampia

gamma di preset adatti per diversi strumenti o situazioni.

11

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

119

Uso delle librerie di EQ/dinamiche

Uso delle librerie di EQ/dinamiche

È possibile memorizzare le impostazioni di EQ o delle dinamiche in librerie dedicate dalle quali è anche possibile richiamarle.

Libreria EQ

La libreria EQ è composta da una libreria input EQ che consente di archiviare e richiamare le impostazioni EQ per i canali di ingresso e di una libreria output EQ che consente di archiviare e richiamare le impostazioni EQ per i canali di uscita.

Per accedere alle librerie, spostare il cursore sul pulsante dello strumento LIB nella finestra ATT/HPF/EQ e premere il tasto [ENTER].

Pulsante LIB

Libreria dinamiche

È possibile utilizzare la libreria dinamiche per archiviare e richiamare le relative impostazioni.

Tutti i processori delle dinamiche dell'unità LS9 utilizzano questa libreria. Tuttavia, i tipi che è possibile selezionare sono dynamics 1 e dynamics 2 per i canali di ingresso e dynamics 1 per i canali di uscita. Non è possibile richiamare un tipo che non è possibile utilizzare.

Per accedere alle librerie dinamiche, spostare il cursore sul pulsante dello strumento LIB nella finestra

DYNAMICS 1/DYNAMICS 2 e premere il tasto

[ENTER].

Pulsante LIB

Per ulteriori informazioni sul funzionamento delle

librerie, fare riferimento alla sezione "Utilizzo delle librerie" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• Sia per la libreria input EQ che per la libreria output EQ, èp possibile richiamre 199 impostazioni da ciascuna libreria. La libreria Input EQ offre 40 preset di sola lettura, mentre la libreria output EQ offre 3 preset di sola lettura.

• Per ulteriori informazioni su come accedere alla finestra ATT/HPF/

EQ, fare riferimento alla sezione "Utilizzo dell'EQ" (

pag. 115).

Per ulteriori informazioni sul funzionamento delle

librerie, fare riferimento alla sezione "Utilizzo delle librerie" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• È possibile richiamare 199 impostazioni dalla libreria. La libreria contiene 41 preset di sola lettura.

• Per ulteriori informazioni su come accedere alla finestra

DYNAMICS 1/DYNAMICS 2, fare riferimento alla sezione "Utilizzo delle dinamiche" (

pag. 117).

120

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 12

Raggruppamento e collegamento

In questo capitolo viene illustrata la funzione Mute Group (Gruppo di esclusione) che consente di controllare contemporaneamente l'esclusione di più canali, la funzione Channel Link (Collegamento canale) che consente di collegare i parametri di più canali e le operazioni che consentono di copiare o spostare parametri tra i canali.

Informazione sui gruppi di esclusione

La funzione Gruppi esclusione consente di attivare o disattivare l'esclusione di più canali insieme. È ad esempio possibile utilizzare questa funzione per escludere contemporaneamente più canali non adiacenti.

L'unità LS9 dispone di otto gruppi di esclusione che è possibile utilizzare sia con i canali di ingresso che con quelli di uscita. Nello stesso gruppo possono coesistere entrambi i tipi di canali.

Utilizzo dei gruppi di esclusione

In questa sezione verrà illustrato come utilizzare i gruppi di esclusione. È possibile utilizzare la schermata MUTE GROUP (GRUPPO ESCLUSIONE) dei display CHANNEL JOB

(OPERAZIONE CANALE) per assegnare i canali a ciascun gruppo di esclusione o per attivare/ disattivare l'esclusione. È inoltre possibile utilizzare la schermata SELECTED CH VIEW (VISTA

CANALE SELEZIONATO) per specificare il gruppo o i gruppi di esclusione a cui appartiene il canale correntemente selezionato.

SUGGERIMENTO

• Le funzioni di attivazione/disattivazione dei gruppi di esclusione 1–8 possono essere anche assegnate ai tasti definiti dall'utente.

Per ulteriori informazioni sui tasti definiti dall'utente, fare riferimento alla sezione "Tasti definiti dall'utente" (

pag. 196).

12

Utilizzo della schermata MUTE GROUP per l'impiego dei gruppi di esclusione

Nella schermata MUTE GROUP dei display CHANNEL

JOB è possibile selezionare uno specifico gruppo di esclusione e specificare i canali che appartengono a tale gruppo. È inoltre possibile attivare o disattivare ciascun gruppo di esclusione.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto

[CHANNEL JOB] per accedere alla schermata MUTE GROUP dei display

CHANNEL JOB.

Il tasto [CHANNEL JOB] consente di accedere a diversi display CHANNEL JOB nei quali è possibile eseguire diverse operazioni sui canali. La schermata cambierà ogni volta che si preme il tasto.

Tasto [CHANNEL JOB]

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

121

Utilizzo dei gruppi di esclusione

3

5

La schermata MUTE GROUP del display CHANNEL

JOB contiene i seguenti elementi.

1 2 4

1

Campo di visualizzazione del canale

I canali assegnati al gruppo di esclusione selezionato dai pulsanti 1–8 sono evidenziati in rosso. Se è selezionato il pulsante SAFE (BLOCCA), i canali temporaneamente esclusi da tutti i gruppi di esclusione vengono evidenziati in verde.

B

Pulsante CLEAR ALL (CANCELLA TUTTO)

Se si sposta il cursore su questo pulsante e si preme

[ENTER], verranno cancellati tutti i canali correntemente evidenziati nel campo di visualizzazione del canale.

C

Pulsanti 1–8

Questi pulsanti consentono di selezionare il gruppo di esclusione mostrato nel campo di visualizzazione del canale.

D

Pulsante SAFE

Utilizzare questo pulsante quando si desidera escludere temporaneamente uno specifico canale da tutti i gruppi di esclusione. Nel campo di visualizzazione del canale sono riportati i canali temporaneamente esclusi dai gruppi di esclusione.

Per ulteriori informazioni sul blocco dell'esclusione,

fare riferimento alla sezione "Uso della funzione Mute

Safe" (

→ pag. 123).

E

Pulsanti 1-8 MUTE GROUP MASTER

(GRUPPO ESCLUSIONI MASTER)

Questi pulsanti consentono di attivare/disattivare l'esclusione per i gruppi di esclusione 1–8.

2

Per selezionare il gruppo di esclusione al quale si desidera assegnare i canali, spostare il cursore su uno dei pulsanti 1–8 e premere [ENTER].

3

Premere il tasto [SEL] (SELEZIONA) dei canali di ingresso o di uscita (è possibile selezionarne più di uno) che si desidera assegnare.

Il tasto [SEL] del canale assegnato si illuminerà. Nel campo di visualizzazione del canale della schermata, i canali corrispondenti verranno evidenziati in rosso.

Per annullare un'assegnazione, premere una sola volta un tasto [SEL] illuminato per spegnerlo.

122

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

4

Assegnare nello stesso modo i canali agli altri gruppi di esclusione.

SUGGERIMENTO

• È possibile assegnare lo stesso canale a più gruppi di esclusione.

5

Per escludere i canali assegnati a un gruppo di esclusione, spostare il cursore sul pulsante MUTE GROUP MASTER 1–8 per il gruppo di pulsanti desiderato e premere [ENTER] (sono consentite anche le selezioni multiple).

Il pulsante MUTE GROUP MASTER selezionato si illuminerà e tutti i canali appartenenti a quel gruppo di esclusione verranno esclusi. A questo punto lampeggerà il tasto [ON] (ATTIVATO) dei canali esclusi.

6

Per annullare l'esclusione per un gruppo di esclusione, spostare il cursore sul pulsante

MUTE GROUP MASTER attivato al punto 5 e premere il tasto [ENTER] perché smetta di lampeggiare.

NOTA

• Le assegnazioni dei gruppi di esclusione vengono salvate come parte della scena. Tuttavia, le impostazioni di attivazione/disattivazione dell'esclusione non vengono salvate.

SUGGERIMENTO

• Se si è assegnata una funzione di attivazione/disattivazione di un gruppo di esclusione a un tasto definito dall'utente, è possibile attivare o disattivare l'esclusione premendo il tasto definito dall'utente corrispondente perché lampeggi o smetta di lampeggiare.

• Anche se un canale è assegnato a un gruppo di esclusione, non verrà influenzato dalle operazioni di attivazione/ disattivazione dell'esclusione se il relativo tasto [ON] era spento all'inizio.

Uso della schermata SELECTED CH VIEW per specificare i gruppi di esclusione

Nella schermata SELECTED CH VIEW è possibile selezionare un canale specifico e assegnare i gruppi di esclusione ai quali appartiene il canale (sono consentite assegnazioni multiple).

SUGGERIMENTO

• Nella schermata SELECTED CH VIEW è possibile solo assegnare i gruppi di esclusione. Per attivare o disattivare l'esclusione, è necessario utilizzare la schermata MUTE GROUP dei display CHANNEL JOB (

pag. 121), oppure assegnare la

funzione di attivazione/disattivazione dell'esclusione a un tasto

definito dall'utente e utilizzare tale tasto (

pag. 196).

1

Premere il tasto [HOME] della sezione

SELECTED CHANNEL (CANALE

SELEZIONATO) per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW.

Utilizzo dei gruppi di esclusione

2

Per selezionare i canali per i quali si desidera specificare i gruppi di esclusione, utilizzare i tasti della sezione LAYER e i tasti [SEL].

Nella schermata SELECTED CH VIEW è possibile utilizzare il campo MUTE (ESCLUSIONE) per specificare il gruppo o i gruppi di esclusione a cui appartiene il canale correntemente selezionato.

Uso della funzione Mute Safe

Se necessario, i canali specifici registrati per un gruppo di esclusione possono essere esclusi temporaneamente dal funzionamento dei gruppi di esclusione (Mute Safe).

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB] per accedere alla schermata MUTE GROUP dei display CHANNEL JOB.

1 2

1

2

4

3

1

Campo MUTE

Consente di visualizzare i gruppi di esclusione ai quali

è assegnato il canale correntemente selezionato.

B

Pulsante di elenco a discesa MUTE

Quando si sposta il cursore su questo pulsante di elenco a discesa e si preme il tasto [ENTER], viene visualizzata la schermata MUTE GROUP del display

CHANNEL JOB. Per ulteriori informazioni, fare

riferimento alla sezione "Utilizzo della schermata

MUTE GROUP per l'impiego dei gruppi di esclusione" (

→ pag. 121).

C

Pulsanti 1–8 di selezione dei gruppi di esclusione

Consentono di selezionare i gruppi di esclusione ai quali verrà assegnato il canale correntemente selezionato.

D

Indicatore SAFE

Si accenderà se il canale correntemente selezionato è impostato su Mute Safe (Blocca esclusione). Per ulteriori informazioni sul blocco dell'esclusione, fare

riferimento alla sezione Uso della funzione Mute Safe.

3

Per selezionare il gruppo di esclusione al quale si desidera assegnare il canale, spostare il cursore su uno dei pulsanti di selezione del gruppo di esclusione e premere [ENTER] (sono consentite selezioni multiple).

4

Allo stesso modo, selezionare i gruppi di esclusione per altri canali.

1

Campo di visualizzazione del canale

Se è attivato il pulsante SAFE, i canali temporaneamente esclusi dai gruppi di esclusione vengono evidenziati in questo campo.

B

Pulsante SAFE

Consente di selezionare i canali per i quali verrà impostato lo stato Mute Safe.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAFE e premere [ENTER].

3

Utilizzare i tasti della sezione LAYER e quelli della sezione del modulo canali [SEL] per selezionare i canali che si desidera escludere dalle operazioni dei gruppi di esclusione (sono consentite selezioni multiple).

Il tasto [SEL] si illuminerà e il canale corrispondente nel campo di visualizzazione del canale della schermata verrà evidenziato in verde. È possibile annullare lo stato Mute Safe premendo ancora una volta un tasto [SEL] illuminato per spegnerlo.

I canali impostati su Mute Safe non saranno influenzati quando si esclude un gruppo di esclusione al quale appartengono i canali.

SUGGERIMENTO

• Le impostazioni di Mute Safe non vengono salvate nella scena. Restano valide fino a quando non si annullano le impostazioni.

12

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

123

Funzione Channel Link

Funzione Channel Link

Channel Link è una funzione che consente di collegare il funzionamento di parametri quali fader ed EQ tra i canali di ingresso.

È possibile selezionare i parametri da collegare dall'elenco seguente.

• Impostazioni HA GAIN (GUADAGNO HEAD AMPLIFIER) (collegate conservando la differenza nel livello)

• Impostazioni EQ

• Impostazioni Dynamics 1 e 2

• Stato attivato/disattivato dei segnali inviati ai bus MIX

• Livelli mandata dei segnali inviati ai bus MIX

• Operazioni fader (collegate conservando la differenza nel livello)

• Operazioni tasto [ON]

Due o più canali di ingresso collegati sono denominati "gruppo di collegamento". Il numero massimo di gruppi di collegamento che è possibile creare e il numero massimo di canali di ingresso che è possibile includere in ciascun gruppo è pari a 18 {34}. Tuttavia, la selezione dei parametri per i quali le operazioni di un canale sono collegate per più gruppi di collegamento è condivisa da tutti i gruppi di collegamento.

Collegamento dei canali di ingresso desiderati

Di seguito viene indicato come collegare specifici parametri dei canali di ingresso.

SUGGERIMENTO

• Le impostazioni di collegamento dei canali vengono salvate come parte della scena.

• Recall Safe (Blocca richiamo) non ha effetto sul collegamento del canale. Quando si richiama una scena, verrà sempre riprodotto lo stato del collegamento salvato nella scena.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB] per accedere alla schermata CH LINK

(COLLEGAMENTO CANALE) dei display

CHANNEL JOB.

B

Campo LINK PARAMETER

(PARAMETRO COLLEGAMENTO)

Utilizzare i pulsanti presenti in questo campo per selezionare i parametri che si desidera collegare.

Queste impostazioni sono condivise da tutti i gruppi di collegamento.

C

Campo SEND PARAMETER

(PARAMETRO MANDATA)

Se si sono attivati i pulsanti MIX ON (ATTIVA MIX) o MIX SEND (MANDATA MIX) nel campo LINK

PARAMETER, utilizzare i pulsanti presenti in questo campo per specificare il bus o i bus di destinazione della mandata.

2

Utilizzare i pulsanti del campo LINK

PARAMETER per selezionare i parametri che saranno collegati (sono consentite selezioni multiple).

Nella tabella riportata di seguito sono elencati i parametri che è possibile selezionare nel campo

LINK PARAMETER.

1

2

3

Pulsante HA

(Head Amplifier)

Impostazioni Head amplifier

Pulsante EQ

Pulsante

MIX SEND

Impostazioni EQ incluso ATT/HPF

(ATTENUATORE /FILTRO PASSA-ALTO)

Pulsanti DYNA 1, 2

Impostazioni Dynamics 1 e 2

Pulsante MIX ON

Stato attivato/disattivato dei segnali inviati ai bus MIX

Livelli mandata dei segnali inviati ai bus MIX

Operazioni del fader

Pulsante FADER

Pulsante CH ON

(ATTIVA CANALE)

Operazioni tasto [ON]

1

Campo di visualizzazione del canale

Quando si crea un gruppo di collegamento, vengono evidenziati i canali corrispondenti. Se esistono due o più gruppi di collegamento, ad ogni gruppo è assegnato un colore diverso.

SUGGERIMENTO

• Per i canali ST IN (INGRESSO STEREO), tutti i parametri di

L (Left, sinistra) e R (Right, destra) sono sempre collegati.

SUGGERIMENTO

• Se si collegano Dynamics 1 o 2 per due o più canali di ingresso, i valori dei parametri saranno collegati, ma i segnali key-in non sono collegati. Per ulteriori informazioni sulle

dinamiche, fare riferimento alla sezione "EQ e dinamiche"

(

pag. 115).

• Se si attiva il pulsante EQ o i pulsanti DYNA 1/2, saranno collegate anche le operazioni di richiamo della libreria.

124

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Funzione Channel Link

3

Se si sono attivati i pulsanti MIX ON o MIX

SEND al punto 2, utilizzare i pulsanti del campo SEND PARAMETER per specificare il bus o i bus dei quali si desidera collegare le operazioni (sono consentite selezioni multiple).

Nella tabella riportata di seguito sono elencati i parametri che è possibile selezionare nel campo SEND

PARAMETER.

Pulsanti TO MIX

(A MIX) 1–16

Bus MIX 1–16

NOTA

• Se nel campo SEND PARAMETER non è selezionato niente, l'attivazione/disattivazione della mandata e il livello mandata non saranno collegati.

4

Per collegare i canali procedere come indicato di seguito.

1

Selezionare il layer fader che contiene il canale di destinazione del collegamento.

B

Utilizzare uno dei metodi riportati di seguito per selezionare il canale di origine del collegamento.

Se i canali di origine e di destinazione del collegamento sono nello stesso layer fader

Tenere premuto il tasto [SEL] di origine del collegamento e selezionare il tasto [SEL] del canale di destinazione.

Se i canali di origine e di destinazione del collegamento sono in layer fader diversi

Utilizzare i tasti cursore per spostare il riquadro bianco del campo di visualizzazione del canale sul canale di origine del collegamento, quindi tenere premuto il tasto [ENTER] e selezionare il tasto

[SEL] del canale di destinazione del collegamento.

A questo punto, i valori dei parametri selezionati ai punti 2 e 3 verranno copiati dal canale di origine al canale di destinazione del collegamento. Le successive operazioni dei parametri selezionati ai punti 2 e 3 verranno collegate tra i canali apparteneneti allo stesso gruppo di collegamento. Lo stato corrente del collegamento è riportato nel campo di visualizzazione del canale della finestra.

NOTA

• I valori di HA GAIN e del fader, collegati conservando tuttavia la differenza del livello, non verranno copiati.

Canale di origine del collegamento

SUGGERIMENTO

• Quando si preme il tasto [SEL] di un canale che appartiene a un gruppo di collegamento per far sì che si illumini, i tasti

[SEL] di tutti i canali che appartengono allo stesso gruppo di collegamento lampeggeranno.

• Se si collega un canale INPUT con un canale ST IN, i parametri che non esistono per il canale ST IN verranno ignorati.

5

Se si desidera aggiungere un nuovo canale a un gruppo di collegamento esistente, fare riferimento alla procedura illustrata al punto 4.

SUGGERIMENTO

• Se il canale di destinazione del collegamento è già assegnato a un altro gruppo di collegamento, la relativa assegnazione al precedente gruppo verrà annullata e il canale verrà aggiunto al nuovo gruppo assegnato.

6

Per annullare un collegamento procedere come indicato di seguito.

1

Selezionare il layer fader che contiene il canale del quale si desidera annullare il collegamento.

B

Utilizzare uno dei metodi riportati di seguito per selezionare un canale assegnato al gruppo di collegamento.

Se il canale del quale si desidera annullare il collegamento è nello stesso layer fader di un altro canale del gruppo di collegamento

Tenere premuto un tasto [SEL] registrato nel gruppo di collegamento e selezionare il tasto

[SEL] del canale del quale si desidera annullare il collegamento.

Se nessun altro canale del gruppo di collegamento è nello stesso layer fader del canale del quale si desidera annullare il collegamento

Utilizzare i tasti cursore per spostare il riquadro bianco del campo di visualizzazione del canale su un canale registrato nel gruppo di collegamento, quindi tenere premuto il tasto [ENTER] e selezionare il tasto [SEL] del canale del quale si desidera annullare il collegamento.

SUGGERIMENTO

• È possibile escludere temporaneamente un canale dai gruppi di collegamento per regolare i parametri che conservano il bilanciamento dei livelli durante il collegamento, ad esempio quando si desidera regolare il bilanciamento del livello tra i canali in un gruppo di collegamento. Tenere premuto il tasto

[SEL] del canale del quale si deidera regolare il bilanciamento e modificare il parametro desiderato. HA GAIN e fader non saranno collegati mentre si tiene premuto il tasto [SEL].

Tuttavia questa funzione non sarà utilizzabile durante il fade di una operazione di richiamo di una memoria scene.

12

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

125

Operazioni di copia, spostamento o inizializzazione di un canale

Operazioni di copia, spostamento o inizializzazione di un canale

126

In questa sezione viene illustrato come è possibile copiare o spostare parametri di missaggio tra canali, o come ripristinare i parametri di uno specifico canale sulle impostazioni di default.

Copia dei parametri di un canale

È possibile copiare le impostazioni dei parametri di missaggio di un canale in un altro canale. Quando si esegue l'operazione di copia, le impostazioni sovrascriveranno i parametri della destinazione della copia.

È possibile eseguire la copia tra le combinazioni di canali riportate di seguito.

• Tra i canali di ingresso

• Tra il canale STEREO L/R (STEREO SINISTRA /

DESTRA) e il canale MONO

• Tra i canali MIX

• Tra i canali MATRIX (MATRICE)

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB] per accedere alla schermata CH COPY (COPIA

CANALE) dei display CHANNEL JOB.

1

2 5

E

Campo COPY TARGET

(DESTINAZIONE COPIA)

Se si è selezionato un canale MIX, MATRIX o

STEREO/MONO come origine della copia, utilizzare i pulsanti di questo campo per selezionare i parametri da copiare. È possibile utilizzare entrambi i pulsanti se si desidera.

Se sono attivati entrambi i pulsanti, verranno copiati i seguenti parametri.

Pulsante MODULE PARAM

(PARAMETRO MODULO)

Tutti i parametri del canale di origine della copia

Pulsante WITH MIX SEND/WITH MATRIX

SEND (CON MANDATA A MIX/CON

MANDATA A MATRICE)

Impostazioni relative allo stato di attivazione/ disattivazione e al livello mandata dei segnali di mandata trasmessi al canale di origine della copia

F

Pulsante COPY

Consente di eseguire la copia

2

Per selezionare il canale di origine della copia premere il tasto [SEL] corrispondente perché si illumini.

Il canale corrispondente è evidenziato nel campo

SOURCE CH della finestra.

Quando si seleziona il canale di origine della copia, il campo DESTINATION CHs viene evidenziato automaticamente, consentendo di selezionare la destinazione della copia.

Se si desidera riselezionare il canale di origine della copia, spostare il cursore sul pulsante CLEAR

SOURCE, quindi premere il tasto [ENTER].

3

4 6

1

Campo SOURCE CH

(CANALE DI ORIGINE)

Indica il canale selezionato come origine della copia.

B

Pulsante CLEAR SOURCE

(CANCELLA ORIGINE)

Questo pulsante consente di cancellare i canali riportati nei campi SOURCE CH e DESTINATION

CHs (CANALI DI DESTINAZIONE).

C

Campo DESTINATION CH

Indica i canali selezionati come destinazione della copia.

D

Pulsante CLEAR DEST (CANCELLA

DESTINAZIONE)

Questo pulsante consente di cancellare i canali riportati nel campo DESTINATION CHs.

NOTA

• Le impostazioni di copia possono essere configurate solo secondo l'ordine "origine copia"

"destinazione copia".

3

Per selezionare i canali di destinazione della copia premere il tasto [SEL] corrispondente perché si illumini

(sono consentite selezioni multiple).

Il canale o i canali corrispondenti vengono evidenziati nel campo DESTINATION CHs della finestra. I canali che è possibile selezionare come destinazione della copia dipendono dal canale selezionato al punto 2.

Se si desidera riselezionare tutti i canali di destinazione della copia, spostare il cursore sul pulsante CLEAR

DEST, quindi premere il tasto [ENTER].

4

Se si è selezionato un canale MIX, MATRIX/

STEREO/MONO come origine della copia, utilizzare i pulsanti del campo COPY TARGET per selezionare i parametri da copiare.

5

Per eseguire l'operazione di copia, spostare il cursore sul pulsante COPY e premere il tasto [ENTER].

La copia verrà eseguita e le impostazioni sovrascriveranno i parametri dei canali di destinazione della copia. Una volta eseguita la copia, i campi

SOURCE CH e DESTINATION CHs torneranno a essere non impostati (vuoti).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni di copia, spostamento o inizializzazione di un canale

Spostamento dei parametri di un canale

Le impostazioni di uno specifico canale di ingresso possono essere spostate a un diverso canale di ingresso.

Quando si esegue un'operazione di spostamento, la numerazione dei canali tra l'origine e la destinazione dello spostamento si sposterà in avanti o all'indietro di un'unità.

Spostamento

1 2 3 4 5

1 5 2 3

Spostamento di un'unità

4

È possibile spostare le impostazioni tra le combinazioni di canali riportate di seguito.

• Tra i canali INPUT

• Tra i canali ST IN

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB] per accedere alla schermata CH MOVE

(SPOSTAMENTO CANALE) dei display

CHANNEL JOB.

2

2

Per selezionare il canale di origine dello spostamento premere il tasto [SEL] corrispondente perché si illumini.

Il canale corrispondente è evidenziato nel campo

SOURCE CH della finestra.

Quando si seleziona il canale di origine dello spostamento, il campo DESTINATION CH viene evidenziato automaticamente, consentendo di selezionare la destinazione dello spostamento.

Se si desidera riselezionare il canale di origine dello spostamento, spostare il cursore sul pulsante CLEAR

SOURCE, quindi premere il tasto [ENTER].

NOTA

• Le impostazioni per l'operazione di spostamento possono essere configurate solo secondo l'ordine "origine spostamento"

"destinazione spostamento".

3

Per selezionare il canale di destinazione dello spostamento premere il tasto [SEL] corrispondente perché si illumini.

Il canale corrispondente è evidenziato nel campo

DESTINATION CH della finestra. I canali che è possibile selezionare dipendono dal canale selezionato al punto 2.

Se si desidera riselezionare il canale di destinazione dello spostamento, spostare il cursore sul pulsante

CLEAR DEST, quindi premere il tasto [ENTER].

4

Per eseguire l'operazione di spostamento, spostare il cursore sul pulsante MOVE e premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni del canale di origine dello spostamento saranno spostate al canale di destinazione dell'operazione. Le impostazioni di tutti i canali tra l'origine e la destinazione dello spostamento saranno spostate di un canale nella direzione dell'origine dello spostamento. Una volta eseguito lo spostamento, i campi SOURCE CH e DESTINATION CH torneranno a essere non impostati (vuoti).

12

1

3

4 5

1

Campo SOURCE CH

Indica il canale di origine dello spostamento.

B

Pulsante CLEAR SOURCE

Questo pulsante consente di cancellare i canali riportati nei campi SOURCE CH e

DESTINATION CH.

C

Campo DESTINATION CH

Indica il canale di destinazione dello spostamento.

D

Pulsante CLEAR DEST

Questo pulsante consente di cancellare tutti i canali riportati nel campo DESTINATION CH.

E

Pulsante MOVE (SPOSTA)

Esegue lo spostamento.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

127

Operazioni di copia, spostamento o inizializzazione di un canale

Inizializzazione dei parametri di un canale

Se si desidera, è possibile ripristinare i parametri di qualsiasi canale sullo stato non inizializzato. Questa operazione può essere eseguita su qualsiasi canale.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB] per accedere alla schermata CH CLEAR

(CANCELLA CANALE) dei display

CHANNEL JOB.

2 3

1

1

Campo TARGET CHs

(CANALI DESTINAZIONE)

In questo campo selezionare il canale o i canali che si desidera inizializzare.

B

Pulsante CLEAR TARGET

(CANCELLA DESTINAZIONE)

Questo pulsante consente di cancellare i canali riportati nel campo TARGET CHs.

C

Pulsante CLEAR

Esegue l'inizializzazione.

2

Per selezionare i canali da inizializzare premere il tasto [SEL] corrispondente perché si illumini (sono consentite selezioni multiple).

Il canale o i canali corrispondenti vengono evidenziati nel campo TARGET CHs della finestra.

Se si desidera annullare la selezione di tutti i canali, spostare il cursore sul pulsante CLEAR TARGET, quindi premere il tasto [ENTER].

3

Per eseguire l'operazione di inizializzazione, spostare il cursore sul pulsante CLEAR e premere il tasto

[ENTER].

I parametri dei canali selezionati verranno inizializzati. Dopo l'inizializzazione, il campo

TARGET CHs tornerà allo stato in cui non esiste alcuna selezione.

128

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 13

Memoria scene

In questo capitolo viene illustrato come utilizzare la memoria scene.

Informazioni sulle memorie scene

Nell'unità LS9, è possibile assegnare un nome a impostazioni quali i parametri di missaggio e l'assegnazione delle porte di ingresso/uscita e memorizzare quindi nella memoria tali impostazioni (per richiamarle successivamente, sempre dalla memoria) come "scena".

Le scene sono numerate con un numero di scena compreso tra 000 e 300. Di queste scene, la numero 000 è una scena di sola lettura che ripristina i parametri di missaggio allo stato di default, mentre le scene da 001 a 300 sono riscrivibili.

Ogni scena contiene la posizione dei fader e dei tasti [ON] del pannello superiore, oltre che i parametri riportati di seguito.

• Assegnazione delle porte di ingresso/uscita

• Impostazioni bus

• Impostazioni Head amplifier

• Impostazioni EQ

• Impostazioni Dynamics

(Dinamiche) 1 e 2

• Impostazioni rack (equalizzatore grafico/effetto)

• Impostazioni pan/bilanciamento

• Impostazioni insert/direct out (inserimento/output diretto

• Stato di attivazione/disattivazione e livello di mandata dei segnali inviati ai bus MIX

• Stato di attivazione/disattivazione e livello di mandata dei segnali inviati ai bus MATRIX (MATRICE)

• Impostazioni gruppi di esclusione

• Impostazioni di collegamento dei canali

13

Utilizzo delle memorie scene

In questa sezione viene illustrato come memorizzare e richiamare i parametri di missaggio dell'unità LS9 come "scene".

Numero di scena e titolo

Memorizzazione delle scene

Per memorizzare le impostazioni di missaggio correnti come memoria scene, utilizzare la schermata SCENE

MEMORY (MEMORIA SCENE).

1

Utilizzare i vari controller del pannello superiore o i pulsanti sul display per impostare i parametri di missaggio in base alle esigenze.

Il numero e il titolo della scena correntemente selezionati vengono visualizzati al centro dell'area di visualizzazione permanente.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile spostare il cursore sul numero della scena nell'area di visualizzazione permanente e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per modificare tale numero. Il numero lampeggerà se la scena memorizzata o richiamata più di recente è diversa da quella correntemente selezionata.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

129

Utilizzo delle memorie scene

NOTA

• La semplice modifica del numero di scena non comporterà alcuna operazione di memorizzazione o richiamo.

Per eseguire l'operazione di memorizzazione o richiamo,

è necessario utilizzare i pulsanti STORE/RECALL

(MEMORIZZA/RICHIAMA) nella schermata SCENE MEMORY come indicato al punto 2 e successivi o nella sezione

"Richiamo delle scene" (

pag. 131) oppure utilizzare un tasto

definito dall'utente (

pag. 132) a cui è stata assegnata la

funzione di memorizzazione/richiamo della scena.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto [SCENE

MEMORY] (MEMORIA SCENE) per accedere alla schermata SCENE LIST

(ELENCO SCENE).

In questa schermata è possibile eseguire operazioni come la memorizzazione o il richiamo di una scena.

3

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena di destinazione della memorizzazione.

NOTA

• Il numero della scena, il numero del canale o il livello di input del canale ST IN (INGRESSO STEREO) verrà modificato se si utilizza il dial o i tasti [DEC]/[INC] mentre il cursore si trova nell'area di visualizzazione permanente.

4

Spostare il cursore sul pulsante STORE, quindi premere il tasto [ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SCENE

STORE (ARCHIVIO SCENE) che consente di assegnare un titolo alla scena.

1

Tasto [SCENE MEMORY]

1

2

3

1

Elenco scene

In questo elenco sono riportate le scene archiviate nella memoria scene. La riga evidenziata in blu indica che questo numero di scena è selezionato per le operazioni. Una scena di sola lettura è indicata dal simbolo R, mentre una scena protetta da scrittura è indicata dal simbolo di protezione (lucchetto).

B

Pulsante STORE (MEMORIZZA)

Consente di memorizzare le impostazioni correnti di missaggio nella posizione correntemente selezionata nell'elenco delle scene.

C

Pulsante STORE UNDO

(ANNULLA ARCHIVIAZIONE)

Questo pulsante consente di annullare (Undo) o di rieseguire (Redo) l'ultima operazione di archiviazione effettuata. Il pulsante è disponibile subito dopo la sovrascrittura (salvataggio) e fino alla successiva operazione di archiviazione.

130

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Campo SCENE TITLE (TITOLO SCENA)

Questo campo consente di immettere un titolo per la scena (non oltre 16 caratteri).

5

Assegnare il titolo desiderato alla scena.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

6

Spostare il cursore sul pulsante STORE nella parte inferiore della finestra a comparsa SCENE STORE, quindi premere il tasto [ENTER].

La finestra SCENE STORE viene chiusa e viene visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di memorizzazione.

Utilizzo delle memorie scene

7

Per eseguire l'operazione di memorizzazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni di missaggio correnti saranno memorizzate con il numero di scena indicato al punto 3.

Se si decide di annullare l'operazione di memorizzazione, spostare il cursore sul pulsante

CANCEL invece che sul pulsante OK, quindi premere il tasto [ENTER].

NOTA

• Se si memorizzano le impostazioni con un numero di scena in cui risulta già memorizzata una scena, i dati precedenti verranno sovrascritti.

SUGGERIMENTO

• È possibile impostare le opzioni in modo che la finestra a comparsa Store Confirmation (Conferma memorizzazione) non sia visualizzata (

pag. 194).

8

Se si intende annullare l'operazione di sovrascrittura o memorizzazione di una scena, spostare il cursore sul pulsante

STORE UNDO e premere il tasto [ENTER].

Subito dopo aver sovrascritto o memorizzato una scena, è possibile utilizzare il pulsante STORE UNDO per annullare l'ultima operazione di memorizzazione scena effettuata. Quando si utilizza il pulsante STORE

UNDO, viene visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di annullamento. Per annullare l'operazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Dopo aver annullato l'operazione, è possibile utilizzare di nuovo il pulsante STORE UNDO per rieseguire l'ultima operazione di memorizzazione effettuata.

NOTA

• Il pulsante STORE UNDO è disponibile solo subito dopo aver sovrascritto o memorizzato una scena. L'annullamento dell'operazione non sarà più possibile se dopo viene eseguita un'operazione di memorizzazione/richiamo scena.

SUGGERIMENTO

• Per memorizzare una scena in altre schermate SCENE

MEMORY, seguire la stessa procedura.

• È possibile assegnare a un tasto definito dall'utente la stessa funzione del pulsante STORE o del pulsante STORE UNDO

(

pag. 132).

Richiamo delle scene

Per richiamare una scena archiviata nella memoria scene, utilizzare la schermata SCENE MEMORY.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere alla schermata SCENE LIST.

1

2 3

1

Elenco scene

In questo elenco sono riportate le scene archiviate nella memoria scene. La riga evidenziata in blu indica che questo numero di scena è selezionato per le operazioni.

B

Pulsante RECALL

Consente di richiamare la scena correntemente selezionata nell'elenco.

C

Pulsante RECALL UNDO

(ANNULLA RICHIAMO)

Questo pulsante consente di annullare (Undo) o di rieseguire (Redo) l'ultima operazione di richiamo scena effettuata.

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena di origine da richiamare.

3

Spostare il cursore sul pulsante RECALL, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di richiamo.

13

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

131

Utilizzo delle memorie scene

4

Per eseguire l'operazione di richiamo, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena selezionata al punto 2 verrà richiamata. Se si decide di non eseguire l'operazione di richiamo, spostare il cursore sul pulsante CANCEL invece che sul pulsante OK, quindi premere il tasto [ENTER].

SUGGERIMENTO

• È possibile impostare le opzioni in modo che la finestra a comparsa Recall Confirmation (Conferma richiamo) non sia visualizzata (

pag. 194).

5

Se si decide di annullare l'operazione di richiamo scena, spostare il cursore sul pulsante RECALL UNDO e premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di annullamento.

Per eseguire l'operazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER]. Dopo aver annullato l'operazione, è possibile utilizzare di nuovo il pulsante RECALL UNDO per rieseguire l'operazione di richiamo.

SUGGERIMENTO

• Per richiamare una scena in altre schermate

SCENE MEMORY, seguire la stessa procedura.

• In alternativa, è possibile richiamare una scena spostando il cursore sul numero della scena nell'area di visualizzazione permanente, utilizzando il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare un numero di scena e premendo quindi [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma se

RECALL CONFIRMATION (CONFERMA RICHIAMO) è attivo nella finestra a comparsa PREFERENCE (PREFERENZA).

• È possibile assegnare a un tasto definito dall'utente la stessa funzione del pulsante RECALL o del pulsante

RECALL UNDO.

• Inoltre, è possibile richiamare una scena utilizzando i messaggi MIDI (program change) (

pag. 180).

Utilizzo di tasti definiti dall'utente per la funzione di richiamo

È possibile utilizzare i tasti definiti dall'utente per richiamare direttamente una scena selezionata premendo un solo tasto o per spostarsi tra le scene. Per questa operazione, è necessario assegnare prima un'operazione di richiamo scena a un tasto definito dall'utente.

È possibile assegnare a un tasto definito dall'utente le seguenti operazioni di richiamo.

INC RECALL (RICHIAMA SUCC.)

Consente di richiamare la scena con il numero che segue la scena correntemente caricata.

DEC RECALL (RICHIAMA PREC.)

Consente di richiamare la scena con il numero che precede la scena correntemente caricata.

SUGGERIMENTO

• Se nessuna scena è memorizzata con il numero che precede o che segue la scena correntemente caricata, verrà richiamato il numero di scena più vicino in cui è memorizzata una scena.

DIRECT RECALL (RICHIAMO DIRETTO)

Consente di specificare direttamente un determinato numero di scena e di richiamarlo.

Per assegnare una di queste funzioni a un tasto definito dall'utente, in modo che sia possibile richiamare una scena premendo un solo tasto, procedere nel modo seguente.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP]

(CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE).

Pulsante USER DEFINED KEYS (TASTI DEFINITI DALL'UTENTE)

132

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

2

Spostare il cursore sul pulsante USER

DEFINED KEYS e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa USER

DEFINED KEYS.

La finestra a comparsa USER DEFINED KEYS consente di assegnare funzioni ai tasti definiti dall'utente [1]–[12].

Utilizzo delle memorie scene

5

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

Se si desidera, assegnare le funzioni di richiamo delle scene ad altri tasti definiti dall'utente seguendo la stessa procedura.

6

Premere il tasto definito dall'utente a cui è stata assegnata una funzione di richiamo.

Verrà richiamata la scena corrispondente.

Pulsanti di elenco a discesa per i tasti definiti dall'utente

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa per il tasto definito dall'utente a cui si desidera assegnare una funzione, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa USER

DEFINED KEY SETUP (IMPOSTAZ. TASTI

DEFINITI DALL'UTENTE).

13

4

Spostare il cursore sulla colonna

FUNCTION (FUNZIONE), quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare

"SCENE" (SCENA).

In questa finestra a comparsa, si procederà nel modo seguente in base alla funzione da assegnare.

Per assegnare le funzioni INC RECALL o

DEC RECALL

Spostare il cursore sulla colonna PARAMETER 1

(PARAMETRO 1), quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per selezionare "INC RECALL"o

"DEC RECALL".

Per assegnare la funzione DIRECT RECALL

Spostare il cursore sulla colonna PARAMETER 1, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare

"DIRECT RECALL" e scegliere "SCENE #xxx"

(xxx è il numero della scena) nella colonna

PARAMETER 2.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

133

Modifica delle memorie scene

Modifica delle memorie scene

In questa sezione viene illustrato come ordinare le scene archiviate nella memoria, come modificarne i titoli e come copiarle e incollarle.

Ordinamento e ridenominazione delle memorie scene

È possibile utilizzare una finestra dedicata per ordinare le memorie scene salvate in ordine alfabetico in base ai titoli o in ordine di data di creazione. È inoltre possibile modificare i titoli.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere alla schermata SCENE LIST.

1

SUGGERIMENTO

• La schermata SCENE MEMORY è composta da quattro schermate, ma la metà di sinistra (elenco scene, pulsanti di memorizzazione/richiamo) e i pulsanti degli strumenti sono uguali in tutte le schermate.

2 3

5

4 6

8 9 7

1

Elenco scene

In questo elenco sono riportate le scene archiviate nella memoria scene. La riga evidenziata in blu indica la scena correntemente selezionata per le operazioni.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile modificare l'ordine di default dell'elenco

(numero di scene crescente o decrescente) (

pag. 194).

B

Numero della scena

Indica il numero della scena da 000 a 300.

C

TITLE (TITOLO)

Indica il nome assegnato a ciascuna scena (massimo

16 caratteri). È possibile spostare il cursore in quest'area e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SCENE TITLE EDIT

(MODIFICA TITOLO SCENA) in cui è possibile assegnare un titolo o un commento alla scena.

D

Simbolo R (READ ONLY) (SOLA

LETTURA)/Simbolo di protezione

Una scena di sola lettura è indicata dal simbolo R, mentre una scena protetta da scrittura è indicata dal simbolo di protezione (lucchetto). Per le scene da 001 a 300, spostare il cursore in quest'area e premere

[ENTER] per attivare o disattivare l'impostazione di protezione.

E

Pulsanti Store/Recall

Questi pulsanti consentono di memorizzare o richiamare le scene. È anche possibile annullare o rieseguire le operazioni di memorizzazione/richiamo.

Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione

"Utilizzo delle memorie scene" (

→ pag. 129).

F

Pulsanti degli strumenti

Utilizzare questi strumenti per eseguire operazioni come Copia e Incolla sulle scene archiviate nella memoria scene. Per ulteriori informazioni, fare

riferimento a "Modifica della memoria scene"

(

→ pag. 136).

G

Campo STATUS (STATO)

Questo campo indica lo stato di ciascuna scena. Per le scene per cui non è selezionato il pulsante ALL

(TUTTO) nella funzione Focus (Messa a fuoco)

(

→ pag. 139), per le scene in cui è abilitata la funzione

Fade (

→ pag. 143) e per quelle per cui è abilitato il

collegamento a un file audio (

→ pag. 113), si

illumineranno rispettivamente le indicazioni

"FOCUS", "FADING" e "PLAY" (RIPRODUCI).

H

Campo COMMENT/TIME STAMP

(COMMENTO/DATA ORA)

Indica il commento o la data e l'ora in cui la scena è stata memorizzata per l'ultima volta, quindi anno/ mese/data e ore/minuti/secondi.

I

Tab COMMENT/TIME STAMP

Questi tab consentono di cambiare gli elementi

(commento o data/ora) visualizzati nel campo

COMMENT/TIME STAMP.

2

Per selezionare un numero di scena, verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

La riga evidenziata in blu nell'elenco scene indica la scena correntemente selezionata per le operazioni.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare tasti definiti dall'utente per eseguire operazioni come aumentare o ridurre il numero di scena o scorrere l'elenco scene verso l'alto o verso il basso

(

pag. 196).

134

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Modifica delle memorie scene

3

Se si desidera elencare le scene in un ordine diverso, spostare il cursore sui pulsanti "NO." (numero) o "TITLE" sopra l'elenco scene oppure su "TIME STAMP" sopra il campo STATUS/TIME STAMP, quindi premere il tasto [ENTER].

1 2 3

1

NO.

Elenco ordinato in base al numero della scena.

B

TITLE

Elenco in ordine numerico/alfabetico in base al titolo.

C

COMMENT/TIME STAMP

Elenco ordinato in base al commento o alla data di creazione.

SUGGERIMENTO

• Lasciando il cursore sullo stesso pulsante e premendo di nuovo il tasto [ENTER] è possibile modificare la direzione

(crescente o decrescente) in cui è ordinato l'elenco.

4

Se si desidera modificare il titolo di una scena, spostare il cursore sul campo TITLE della scena selezionata e premere il tasto

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SCENE TITLE EDIT.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

1

5

Per attivare o disattivare l'impostazione di protezione di una scena, spostare il cursore su R o sul simbolo di protezione della scena selezionata e premere il tasto

[ENTER].

Ogni volta che si preme il tasto [ENTER], l'indicazione passerà da simbolo di protezione

(lucchetto), a simbolo R (sola lettura) a senza simbolo e così via.

Simbolo di protezione (lucchetto)

La scena non può essere sovrascritta.

Simbolo R (sola lettura)

Oltre alla protezione sopra descritta, sarà impossibile sovrascrivere la scena caricando un file dalla memoria

USB e via di seguito.

L'impostazione può essere selezionata solo per numeri di scena consecutivi dal numero 000.

Nessun simbolo

La scena non è protetta.

NOTA

• Il simbolo R per il numero di scena 000 non può essere disabilitato.

6

Utilizzare i pulsanti degli strumenti per modificare la memoria scene.

Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione

"Modifica della memoria scene" riportata di seguito.

13

1

Campo TITLE

Questo campo consente di immettere un titolo per la scena. Sono consentiti fino a 16 caratteri.

SUGGERIMENTO

• Non è possibile modificare il titolo di una scena di sola lettura o di una scena protetta da scrittura.

• Se si desidera modificare il commento di una scena, utilizzare i tab COMMENT/TIME STAMP per visualizzare i commenti nell'elenco scene, spostare il cursore sul campo SCENE

COMMENT della scena selezionata e premere il tasto

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa COMMENT

EDIT (MODIFICA COMMENTO).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

135

Modifica delle memorie scene

Modifica della memoria scene

È possibile copiare e incollare su altri numeri di scene le scene archiviate nella memoria scene e persino cancellarle.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere a una delle schermate

SCENE MEMORY.

È possibile modificare una memoria scene mediante i pulsanti riportati nella parte superiore della schermata

SCENE MEMORY.

Ogni pulsante ha la funzione indicata di seguito.

1 2 3 4 5 6

1

Pulsante COPY (COPIA)

Consente di copiare una scena in una memoria buffer

(un'area di archiviazione temporanea). Per ulteriori informazioni sul relativo utilizzo, fare riferimento alla

sezione "Operazioni di copia/incolla di una scena"

riportata di seguito.

B

Pulsante PASTE (INCOLLA)

Questo pulsante consente di incollare una scena

(precedentemente copiata nella memoria buffer) in un altro numero di scena. Per ulteriori informazioni sul relativo utilizzo, fare riferimento alla sezione

"Operazioni di copia/incolla di una scena" riportata

di seguito.

C

Pulsante CLEAR (CANCELLA)

Questo pulsante consente di cancellare (eliminare) la scena selezionata. Per informazioni sul relativo

utilizzo, fare riferimento alla sezione "Cancellazione di una scena" (

→ pag. 137).

D

Pulsante CUT (TAGLIA)

Consente di tagliare una scena e di inserirla nella memoria buffer. Le scene con numero successivo a quello della scena tagliata verranno spostate in avanti.

Per informazioni sul relativo utilizzo, fare riferimento

alla sezione "Tagliare una scena" (

→ pag. 138).

E

Pulsante INSERT (Inserisci)

Consente di inserire una scena dalla memoria buffer nella posizione di un numero di scena diverso. Le scene con numero successivo alla posizione inserita verranno spostate indietro. Per informazioni sul relativo utilizzo, fare riferimento alla sezione

"Inserimento di una scena" (

→ pag. 138).

F

Pulsante UNDO (Annulla)

Questo pulsante consente di annullare l'ultima operazione di modifica scena effettuata. Se si cancella per errore una scena importante, è possibile premere questo tasto per tornare allo stato precedente alla modifica della scena.

2

Eseguire le operazioni di modifica desiderate.

Per informazioni dettagliate sulla procedura, fare riferimento alle spiegazioni riportate di seguito.

136

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni di copia/incolla di una scena

Di seguito viene illustrato come copiare una scena nella memoria buffer per poi incollarla in un numero di scena diverso.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere a una delle schermate

SCENE MEMORY.

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena di origine della copia.

3

Spostare il cursore sul pulsante COPY, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di copia.

4

Per eseguire l'operazione di copia, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena selezionata al punto 2 verrà salvata nella memoria buffer.

SUGGERIMENTO

• Qualora si copi o si tagli un'altra scena prima dell'operazione

Incolla, l'altra scena verrà sovrascritta nella memoria buffer.

5

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena di destinazione dell'operazione Incolla.

6

Spostare il cursore sul pulsante PASTE, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione Incolla.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile inserire una scena copiata (

pag. 138).

NOTA

• Se nella memoria buffer non è stato memorizzato niente, il pulsante PASTE non è disponibile.

Modifica delle memorie scene

7

Per eseguire l'operazione Incolla, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena memorizzata nella memoria buffer verrà incollata nel numero di scena selezionato al punto 5.

Se si decide di annullare l'operazione Incolla, utilizzare il pulsante CANCEL invece del pulsante OK.

NOTA

• Quando si incolla su un numero di scena in cui risulta già memorizzata una scena, la scena esistente verrà sovrascritta.

• Non è possibile incollare scene di sola lettura o scene protette da scrittura.

Cancellazione di una scena

In questa sezione viene illustrato come cancellare una scena specificata.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere a una delle schermate

SCENE MEMORY.

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena da cancellare.

3

Spostare il cursore sul pulsante CLEAR, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di cancellazione.

4

Per eseguire l'operazione di cancellazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena selezionata al punto 2 verrà cancellata. Se si decide di annullare l'operazione di cancellazione, spostare il cursore sul pulsante CANCEL invece che sul pulsante OK.

NOTA

• Non è possibile cancellare scene di sola lettura o scene protette da scrittura.

13

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

137

Modifica delle memorie scene

Tagliare una scena

In questa sezione viene illustrato come tagliare una scena.

Quando si taglia una scena, le scene con numero successivo verranno spostate in avanti. Dopo aver tagliato una scena, sarà possibile incollarla o inserirla nella posizione desiderata.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere a una delle schermate

SCENE MEMORY.

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena da tagliare.

3

Spostare il cursore sul pulsante CUT, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di taglio.

Inserimento di una scena

Di seguito viene illustrato come una scena presente nella memoria buffer può essere inserita nella posizione di una scena desiderata.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere a una delle schermate

SCENE MEMORY.

2

Effettuare l'operazione Copia (

pag. 136)

o Taglia in modo che la scena da inserire venga inserita nella memoria buffer.

3

Verificare che il cursore non si trovi nell'ara di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare il numero della scena di destinazione dell'inserimento.

4

Spostare il cursore sul pulsante INSERT e premere [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di inserimento.

NOTA

• Non è possibile utilizzare il pulsante CUT se l'elenco scene non è ordinato in base alla colonna "NO.".

4

Per eseguire l'operazione di taglio, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena selezionata al punto 2 verrà tagliata e le scene con numero successivo verranno spostate in avanti. A questo punto, la scena tagliata verrà memorizzata nella memoria buffer.

NOTA

• Non è possibile tagliare scene di sola lettura o scene protette da scrittura.

5

È possibile, secondo le esigenze, incollare

(

pag. 136) o inserire la scena tagliata

(conservata nella memoria buffer).

NOTA

• Qualora si copi o si tagli una scena diversa prima dell'inserimento o dell'operazione Incolla, la scena appena copiata o tagliata sovrascriverà la scena presente nella memoria buffer.

NOTA

• Non è possibile utilizzare il pulsante INSERT se l'elenco scene non è ordinato in base alla colonna "NO.".

• Se nella memoria buffer non è stato memorizzato niente, il pulsante INSERT non è disponibile.

• Non è possibile utilizzare il pulsante INSERT quando con l'operazione di inserimento il numero di scene memorizzate può superare 300.

• L'inserimento non può essere effettuato davanti a una scena per cui è specificato il simbolo R (sola lettura).

5

Per eseguire l'operazione di inserimento, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La scena memorizzata nella memoria buffer verrà inserita nel numero di scena selezionato al punto 3.

I numeri di scene memorizzati nelle posizioni precedenti a questa verranno spostati indietro di una posizione.

138

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della funzione Focus

Utilizzo della funzione Focus

La funzione "Focus" consente di selezionare i parametri che saranno aggiornati durante il richiamo delle scene, per cui solo i parametri specifici verranno aggiornati con il richiamo di quella scena. Ad esempio, questa funzione è utile quando si desidera richiamare solo le impostazioni del canale di ingresso di una determinata scena.

SUGGERIMENTO

• Come funzione opposta a Focus, è disponibile una funzione definita "Recall Safe" (Blocca richiamo) che consente

di selezionare canali e parametri che verranno esclusi dalle operazioni di richiamo (

pag. 140). Tuttavia, mentre la

funzione Focus è specificata per ogni singola scena, le impostazioni per Recall Safe sono uguali per tutte le scene.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere alla schermata SCENE FOCUS

(MESSA A FUOCO SCENA).

In questa schermata è possibile effettuare diverse impostazioni per la funzione Focus. La schermata contiene gli elementi indicati di seguito.

1 2

3

Utilizzare i pulsanti diversi da "ALL", per selezionare i parametri da richiamare.

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito (sono consentite selezioni multiple).

Nome pulsante

RACK

HA

IN (PATCH)

OUT (PATCH)

IN

OUT

SEND

Parametri corrispondenti

Impostazioni rack

Impostazioni Head amplifier

Assegnazione porta di ingresso

Assegnazione porta di uscita

Parametri canale di ingresso

Parametri canale di uscita

Stato di attivazione/disattivazione e impostazioni del livello di mandata dei segnali inviati dai canali di ingresso ai bus MIX (visualizzato solo se il pulsante OUT è attivato)

1

Campo FOCUS

Questo campo consente di effettuare le impostazioni per la funzione Focus per una scena salvata nella memoria scene. Utilizzando i pulsanti al centro, selezionare i parametri che verranno aggiornati quando si richiama la scena selezionata nell'elenco a sinistra della schermata. Per le altre scene, è possibile solo verificare lo stato di attivazione o disattivazione di ogni parametro.

B

Campo CURRENT (CORRENTE)

Questo campo consente di effettuare le impostazioni per la funzione Focus per la scena utilizzata al momento. Se si seleziona un parametro in questo campo e poi si memorizza la scena, le selezioni verranno utilizzate al successivo richiamo di questa scena. Quando si richiama una scena, le impostazioni per la funzione Focus vengono riportate in questo campo.

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare la scena per cui si desidera impostare la funzione Focus.

SUGGERIMENTO

• Il pulsante SEND viene visualizzato solo se il pulsante OUT è attivato. Tuttavia, se entrambi i pulsanti IN e OUT sono attivati, i parametri che corrispondono a SEND saranno richiamati automaticamente.

4

Se si desidera annullare le limitazioni specificate al punto 3, affinché tutti i parametri siano richiamati, attivare il pulsante ALL.

Se si attiva il pulsante ALL, tutti gli altri pulsanti per quella scena vengono disattivati. Se si attivano altri pulsanti, il pulsante ALL viene disattivato.

5

Effettuare le impostazioni per la funzione

Focus per le altre scene come descritto ai punti 2–4.

6

Richiamare una scena per cui è stata effettuata un'impostazione Focus.

Se per la scena sono attivati pulsanti diversi da ALL, verranno richiamati solo i parametri i cui pulsanti risultano attivati. Se il pulsante ALL è attivato per la scena, tutti i parametri verranno aggiornati.

SUGGERIMENTO

• Per le scene diverse dal numero di scena correntemente selezionato nell'elenco scene, i segni di spunta indicano lo stato delle impostazioni per la funzione Focus.

• Le scene per cui è impostata la funzione Focus sono indicate da "FOCUS" nel campo STATUS della schermata

SCENE LIST.

• La funzione Focus può essere utilizzata insieme alla funzione

Recall Safe (

pag. 140). I canali o i parametri esclusi dalle

operazioni di richiamo da Focus o Recall Safe non verranno richiamati.

13

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

139

Utilizzo della funzione Recall Safe

Utilizzo della funzione Recall Safe

"Recall Safe" è una funzione che esclude solo specifici parametri/canali dalle operazioni di richiamo. Diversamente dalle impostazioni della funzione Focus (

→ pag. 139) valide per singole

scene, le impostazioni per Recall Safe sono uguali per tutte le scene.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [CHANNEL JOB]

(OPERAZIONE CANALE) per accedere alla schermata RECALL SAFE.

In questa schermata è possibile effettuare impostazioni per la funzione Recall Safe. La finestra contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Tasto [CHANNEL JOB]

2

1

Campo CH RECALL SAFE

(BLOCCA RICHIAMO CANALE)

I canali per cui è attivata la funzione Recall Safe sono evidenziati in questo campo. Se si attiva il pulsante

SET BY SEL (IMPOSTA CON TASTO SEL), è possibile attivare Recall Safe per un canale premendo semplicemente il tasto [SEL] di quel canale.

B

Pulsante CLEAR ALL (CANCELLA TUTTO)

Consente di cancellare tutte le impostazioni di Recall

Safe per i canali evidenziati nel campo CH

RECALL SAFE.

C

Campo GLOBAL (GLOBALE)

In questo campo, è possibile escludere dalle operazioni di richiamo i parametri globali, ovvero quelli che influiscono sull'intero missaggio e che non sono specifici per singoli canali.

D

Campo SAFE PARAMETER

(BLOCCA PARAMETRO)

Consente di attivare e disattivare la funzione Recall

Safe per ogni canale, oltre che selezionare i parametri che verranno esclusi dalle operazioni di richiamo. Se si seleziona un canale con il relativo tasto [SEL], le impostazioni per la funzione Recall Safe di quel canale vengono riportate in questo campo.

E

Pulsante APPLY TO ALL INPUT (APPLICA

A TUTTO L'INPUT)/APPLY TO ALL OUTPUT

(APPLICA A TUTTO L'OUTPUT)

Se questi pulsanti sono attivati quando si utilizzano i pulsanti SAFE PARAMETER, le modifiche vengono applicate a tutti i canali di ingresso (o di uscita).

Questa funzione è utile quando si desidera effettuare impostazioni per tutti i canali in una sola operazione.

5

3

4

SUGGERIMENTO

• È possibile accedere a questa schermata anche dal campo

SAFE (BLOCCA) della schermata SELECTED CH VIEW

(VISTA CANALE SELEZIONATO) (

pag. 88).

LS9-16

2 3

2

Per selezionare il canale di cui si desidera modificare le impostazioni di Recall Safe, premere il tasto [SEL] corrispondente.

Il canale corrispondente nel campo CH RECALL

SAFE verrà racchiuso da un bordo bianco. Tuttavia, la funzione Recall Safe non risulta ancora abilitata.

A questo punto, nel campo SAFE PARAMETER vengono visualizzate le impostazioni per Recall Safe del canale selezionato.

1

5

4

SUGGERIMENTO

• Se il pulsante SET BY SEL del campo CH RECALL SAFE è attivato, la funzione Recall Safe verrà abilitata quando si preme il tasto [SEL] e il canale corrispondente verrà evidenziato nel campo CH RECALL SAFE. È possibile selezionare i parametri come descritto al punto 3 anche dopo aver attivato Recall Safe.

LS9-32

140

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

3

Per abilitare Recall Safe per determinati parametri del canale selezionato, effettuare le seguenti impostazioni nel campo SAFE

PARAMETER.

Per un canale di ingresso

Utilizzare i pulsanti nella parte inferiore del campo

SAFE PARAMETER (ad eccezione del pulsante

"ALL") per selezionare i parametri che saranno soggetti a Recall Safe (sono consentite selezioni multiple). Se si desidera che tutti i parametri siano soggetti a Recall Safe, attivare il pulsante ALL

(impostazione di default).

Utilizzo della funzione Recall Safe

Se si seleziona un canale STEREO/MONO

Ad eccezione dei tipi di pulsante visualizzati, corrisponde a un canale di ingresso.

LS9-16

LS9-32

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito.

Nome pulsante

ALL

HA

EQ

DYNA 1

DYNA 2

MIX ON

MIX SEND

FADER

CH ON

Parametri corrispondenti

Tutti i parametri

Impostazioni Head amplifier (compreso HA interno)

Impostazioni EQ incluso ATT/HPF

(ATTENUATORE /FILTRO PASSA-ALTO)

Impostazioni di dinamica 1

Impostazioni di dinamica 2

Stato attivato/disattivato dei segnali inviati ai bus MIX

Livelli mandata dei segnali inviati ai bus MIX

Posizioni fader

Stato attivato o disattivato dei tasti [ON].

NOTA

• Se si attiva il pulsante ALL, tutti gli altri pulsanti del campo

SAFE PARAMETER vengono disattivati.

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito.

ALL

EQ

Nome pulsante

DYNA 1

MTRX ON

MTRX SEND

FADER

CH ON

Parametri corrispondenti

Tutti i parametri

Impostazioni EQ (incluso ATT, attenuatore)

Impostazioni di dinamica 1

Stato attivato/disattivato dei segnali inviati ai bus MATRIX

Livelli mandata dei segnali inviati ai bus

MATRIX

Posizioni fader

Stato attivato o disattivato dei tasti [ON].

Se si seleziona un canale MIX

Utilizzare i pulsanti nella parte inferiore del campo

SAFE PARAMETER (ad eccezione del pulsante

"ALL") per selezionare i parametri che saranno soggetti a Recall Safe (sono consentite selezioni multiple).

Inoltre, è possibile utilizzare il pulsante WITH MIX

SEND (CON MANDATA A MIX) per abilitare la funzione Recall Safe per lo stato attivato/disattivato e il livello di mandata dei segnali inviati dai canali di ingresso ai bus MIX.

Se si desidera che tutti i parametri riportati nella parte inferiore del campo siano soggetti a Recall Safe, attivare il pulsante ALL (impostazione di default).

13

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

141

Utilizzo della funzione Recall Safe

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito.

Nome pulsante

ALL

EQ

DYNA 1

MTRX ON

MTRX SEND

FADER

CH ON

WITH MIX

SEND

Parametri corrispondenti

Tutti i parametri (tranne WITH MIX SEND)

Impostazioni EQ (incluso ATT, attenuatore)

Impostazioni di dinamica 1

Stato attivato/disattivato dei segnali inviati ai bus MATRIX

Livelli mandata dei segnali inviati ai bus

MATRIX

Posizioni fader

Stato attivato o disattivato dei tasti [ON].

Stato di attivazione/disattivazione e livello di mandata dei segnali inviati dai canali di ingresso ai bus MIX

NOTA

• Se il pulsante ALL è attivato, tutti i pulsanti saranno disattivati ad eccezione del pulsante WITH MIX SEND situato nella parte inferiore del campo SAFE PARAMETER.

• È possibile attivare o disattivare il pulsante WITH MIX SEND mentre il pulsante ALL resta attivato.

Se si seleziona un canale MATRIX

Ad eccezione dei tipi di pulsante visualizzati, corrisponde a un canale MIX.

Inoltre, è possibile utilizzare il pulsante WITH

MATRIX SEND (CON MANDATA A MATRICE) per abilitare la funzione Recall Safe per lo stato attivato/ disattivato e il livello di mandata dei segnali inviati dai canali di uscita ai bus MATRIX.

4

Per abilitare Recall Safe per il canale selezionato, attivare il pulsante SAFE nel campo SAFE PARAMETER.

I canali per cui Recall Safe è abilitato verranno evidenziati nel campo CH RECALL SAFE.

Pulsante SAFE

LS9-16

Pulsante SAFE

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito.

Nome pulsante

ALL

EQ

DYNA 1

FADER

CH ON

WITH MATRIX

SEND

Parametri corrispondenti

Tutti i parametri (tranne WITH MATRIX

SEND)

Impostazioni EQ (incluso ATT, attenuatore)

Impostazioni di dinamica 1

Posizioni fader

Stato attivato o disattivato dei tasti [ON].

Stato di attivazione/disattivazione e livello di mandata dei segnali inviati dai canali MIX o

STEREO/MONO ai bus MATRIX

NOTA

• Se il pulsante ALL è attivato, tutti i pulsanti saranno disattivati ad eccezione del pulsante WITH MATRIX SEND situato nel campo SAFE PARAMETER.

• È possibile attivare o disattivare il pulsante WITH MATRIX

SEND mentre il pulsante ALL resta attivato.

142

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

LS9-32

NOTA

• La semplice selezione di un parametro al punto 3 non abilita la funzione Recall Safe. Per attivare/disattivare Recall Safe, è necessario anche effettuare l'operazione descritta al punto 4.

SUGGERIMENTO

• Nel campo CH RECALL SAFE, l'evidenziazione sarà di colore verde se è stato selezionato il pulsante ALL al punto 3 o di colore blu se sono stati selezionati altri pulsanti.

• Se si preme il pulsante CLEAR ALL, Recall Safe verrà annullato per tutti i canali per cui era stato abilitato (vale a dire i canali evidenziati).

• È inoltre possibile attivare e disattivare Recall Safe anche nel campo SAFE della schermata SELECTED CH VIEW

(

pag. 88).

Utilizzo della funzione Recall Safe • Utilizzo della funzione Fade

5

Per abilitare Recall Safe per i parametri globali, attivare i pulsanti desiderati nel campo GLOBAL.

Questi pulsanti corrispondono ai parametri riportati di seguito.

Nome pulsante

INPUT PATCH

INPUT NAME

OUTPUT

PATCH

OUTPUT NAME

1–8

Parametri corrispondenti

Assegnazione porta di ingresso

Nome canale di ingresso

Assegnazione porta di uscita

Nome canale di uscita

Impostazioni rack 1–8

6

Una volta effettuate le impostazioni necessarie, eseguire un'operazione di richiamo.

Verranno esclusi dalle operazioni di richiamo solo i canali e i parametri selezionati.

Le impostazioni per la funzione Channel Link

(Collegamento canale) (

→ pag. 124) e per i bus MIX/

MATRIX nella schermata SYSTEM SETUP

(IMPOSTAZIONE SISTEMA) (

→ pag. 213) non sono

soggette a Recall Safe; le impostazioni della scena richiamata verranno sempre riprodotte.

Ciò significa che se si abilita la funzione Recall Safe per uno dei tanti canali compresi in un gruppo di collegamenti o in uno dei due canali MIX/MATRIX impostati su stereo, le impostazioni dei parametri per quel canale possono essere diverse da quelle degli altri canali quando si richiama una scena. In questi casi, il parametro applicabile verrà ricollegato automaticamente al successivo utilizzo.

SUGGERIMENTO

• La funzione Recall Safe può essere utilizzata insieme alla

funzione Focus (

pag. 139). I canali o i parametri esclusi

dalle operazioni di richiamo da Focus o Recall Safe non verranno richiamati.

• Eseguendo l'operazione di richiamo mentre si tiene premuto il tasto [SEL] di un canale per cui la funzione Recall Safe è disabilitata, è possibile abilitare temporaneamente le impostazioni di Recall Safe per quel canale.

Utilizzo della funzione Fade

La funzione "Fade" consente di modificare progressivamente i fader di canali specifici con nuovi valori per una durata specificata quando si richiama una scena. È utile quando si desidera ottenere un effetto fade-in/out (sfumatura in ingresso/in uscita) o per creare un passaggio di livelli tra due scene senza soluzione di continuità.

Le impostazioni della funzione Fade vengono eseguite in modo indipendente per ogni scena.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SCENE MEMORY] per accedere alla schermata SCENE FADE

(FADE SCENA).

In questa schermata è possibile effettuare diverse impostazioni per la funzione Fade. La schermata contiene gli elementi indicati di seguito.

1

3 4 5

2

1

Campo FADE TIME (DURATA FADE)

Questo campo consente di effettuare le impostazioni per la funzione Fade per una scena salvata nella memoria scene. Utilizzare i pulsanti al centro per configurare le impostazioni di Fade della scena selezionata nell'elenco a sinistra della schermata.

Per le altre scene, è possibile visualizzare solo le impostazioni.

B

Campo CURRENT

Questo campo consente di effettuare le impostazioni della funzione Fade per la scena utilizzata al momento.

Quando si richiama una scena, le impostazioni della funzione Fade per questa scena vengono riportate in questo campo.

C

Pulsante di elenco a discesa SETUP

Questo pulsante consente di visualizzare la finestra a comparsa FADE TIME.

D

Pulsante FADING

Questo pulsante consente di attivare e disattivare la funzione Fade per ogni scena.

E

Durata Fade

Indica la durata della sfumatura (il tempo necessario perché il fader raggiunga il nuovo valore).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

13

143

Utilizzo della funzione Fade

2

Verificare che il cursore non si trovi nell'area di visualizzazione permanente, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare la scena per cui si desidera impostare la funzione Fade.

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa SET (IMPOSTA) e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

FADE TIME.

In questa finestra a comparsa è possibile selezionare i canali a cui verrà applicato la funzione Fade e regolarne la durata.

1 3 2

1

Campo di visualizzazione del canale

I canali a cui viene applicata la funzione Fade sono evidenziati.

B

Manopola FADE TIME

Questa manopola consente di impostare la durata del

Fade. Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare l'impostazione.

C

Pulsante SET ALL (IMPOSTA TUTTO)

Se si preme questo pulsante, viene abilitato l'effetto

Fade per tutti i fader/encoder della scena.

D

Pulsante CLEAR ALL

Se si preme questo pulsante, l'effetto Fade viene disabilitato per tutti i fader/encoder della scena.

4

Premere i tasti [SEL] dei canali desiderati per selezionare i canali a cui verrà applicato l'effetto Fade (sono consentite selezioni multiple).

I tasti [SEL] dei canali selezionati si illumineranno e quei canali saranno evidenziati nel campo di visualizzazione canale della finestra a comparsa.

È possibile annullare una selezione premendo ancora una volta un tasto [SEL] illuminato per spegnerlo.

5

Spostare il cursore sulla manopola FADE

TIME, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] per regolare la durata di fade.

L'intervallo è compreso tra 0'0 e 60,0 secondi.

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto

[ENTER] per chiudere la finestra a comparsa

FADE TIME.

SUGGERIMENTO

• La durata specificata verrà utilizzata per tutti i canali selezionati al punto 4.

144

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

4

6

Per attivare la funzione Fade, spostare il cursore sul pulsante FADING e premere il tasto [ENTER].

L'impostazione di attivazione/disattivazione della funzione Fade viene eseguita singolarmente per ogni scena. Se necessario, salvare la scena.

SUGGERIMENTO

• Le scene per cui è impostata la funzione Fade sono indicate da "FADING" nel campo STATUS della schermata

SCENE LIST.

7

Effettuare le impostazioni per la funzione

Fade per le altre scene come descritto ai punti 2–6.

8

Richiamare una scena per cui è stata attivata la funzione Fade.

I fader si muoveranno subito dopo l'operazione Recall e raggiungeranno i valori della scena richiamata per la durata di fade specificata.

NOTA

• Le impostazioni della funzione Fade possono essere applicate individualmente anche se i fader sono collegati dalla funzione Channel Link.

SUGGERIMENTO

• Se si interrompe il movimento di un fader mentre si tiene premuto il tasto [SEL] corrispondente, l'effetto fade si interromperà in quel punto.

• Se si richiama la stessa scena mentre i fader si muovono, tutti i fader del canale passeranno immediatamente alle relative posizioni di destinazione.

Capitolo 14

Monitoraggio/segnale di attivazione

In questo capitolo vengono descritte le funzioni di monitoraggio/segnale di attivazione dell'unità LS9.

Informazioni sulle funzioni di monitoraggio/segnale di attivazione

La funzione Monitor consente di ascoltare diversi segnali mediante le cuffie o i monitor nearfield.

Il pannello anteriore dell'unità LS9 dispone di un jack PHONES OUT (USCITA CUFFIE), che consente di monitorare in qualsiasi momento il segnale selezionato come sorgente di monitoraggio. Assegnando i canali MONITOR OUT L/R/C (USCITA MONITOR S/D/C) ai jack di uscita desiderati, è inoltre possibile monitorare lo stesso segnale tramite altoparlanti esterni.

È possibile selezionare come sorgente di monitoraggio i segnali riportati di seguito.

• Segnale di output canale STEREO

• Segnale di output canale MONO

• Segnale di output canali STEREO + MONO

• Segnale di input jack 2TR IN DIGITAL

(INGRESSO DIGITALE 2TR)

• Segnale di input canali INPUT

(INGRESSO) 15/16 {31/32}

• Segnale di output registratore di memoria USB

• Qualsiasi combinazione di un massimo di otto segnali provenienti dai canali STEREO, MONO,

MIX e MATRIX (MATRICE), il segnale di output del registratore di memoria USB e il segnale di input dei canali INPUT 15/16 {31/32} e del jack

2TR IN DIGITAL

La funzione Cue (Segnale di attivazione) consente di controllare un singolo canale selezionato inviandolo temporaneamente dai jack di uscita assegnati al canale MONITOR OUT o dal jack

PHONES OUT. Quando si preme il tasto [CUE] sul pannello superiore, il segnale di attivazione del canale corrispondente viene inviato come output di monitoraggio dalla porta di uscita selezionata.

NOTA

• Il segnale di attivazione viene inviato alla stessa destinazione di uscita del segnale di monitoraggio. Per questo motivo, se si disattiva l'uscita di monitoraggio, il segnale di attivazione non verrà più inviato agli altoparlanti di monitoraggio collegati.

Il segnale di attivazione verrà tuttavia sempre inviato al jack PHONES OUT.

14

Nel diagramma riportato di seguito viene mostrato il flusso del segnale di monitoraggio o del segnale di attivazione.

CUE

L R

CUE TRIM

(INPUT/OUTPUT/DCA)

CUE L

CUE R

MONO

METER CUE L

METER CUE R

PHONES OUT LR

2

DA

PHONES LEVEL

Tip

Ring

Sleeve

[PHONES]

2TRD L,R

INPUT 15,16{31,32}

PLAYBACK OUT

STEREO OUT L,R

STEREO OUT MONO(C)

STEREO OUT L,C,R

2TRD L,R

INPUT 15,16{31,32}

PLAYBACK OUT

STEREO OUT

L,R

STEREO OUT

MONO(C)

MIX OUT1-16

MATRIX OUT1-8

DEFINE

MIX

(MAX:8ch)

MONITOR SELECT (SELEZIONE MONITOR)

Consente di selezionare la sorgente di monitoraggio.

METER (INDICATORE)

Consente di rilevare e visualizzare il livello del segnale di monitoraggio o del segnale di attivazione.

DIMMER (ATTENUATORE)

Consente di attenuare il segnale di monitoraggio o di attivazione in base a un valore fisso.

CUE LOGIC PHONES

LEVEL LINK

PHONES L

PHONES R

To PHONES OUT

To PHONES OUT

MONO

MONITOR L

MONITOR R

MONITOR MONO(C)

METER MONITOR L

METER MONITOR R

METER MONITOR MONO(C)

MONITOR OUT L

To OUTPUT PATCH

MONITOR OUT R

To OUTPUT PATCH

ON

+MONO(C)

TALKBACK ON

MONITOR DIMM ON MONITOR LEVEL

MONITOR OUT MONO(C)

To OUTPUT PATCH

MONITOR LEVEL (LIVELLO MONITOR)

Consente di regolare il livello del segnale di monitoraggio o di attivazione. Influisce sui jack di uscita assegnati ai canali MONITOR OUT L/R/C e sul jack PHONES OUT.

ON (On/off) (Attivato/Disattivato)

Consente di attivare/disattivare l'uscita di monitoraggio.

PHONES LEVEL (LIVELLO CUFFIE)

Consente di regolare il livello di output solo del jack

PHONES OUT.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

145

Utilizzo della funzione Monitor

Utilizzo della funzione Monitor

In questa sezione viene illustrato come selezionare la sorgente di monitoraggio desiderata e come monitorarla dal jack PHONES OUT o dagli altoparlanti di monitoraggio esterni.

1

Collegare il sistema di monitoraggio ai jack

OMNI OUT (USCITA OMNI) del pannello posteriore, al jack 2TR OUT DIGITAL

(USCITA DIGITALE 2TR) o a una scheda di

I/O installata in uno slot.

È possibile inviare il segnale di monitoraggio a qualsiasi canale o jack di uscita desiderato. Se si esegue il monitoraggio tramite le cuffie, assicurarsi che le cuffie siano collegate al jack PHONES OUT del pannello anteriore.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto

[MONITOR] per accedere alla schermata

MONITOR.

Nella schermata MONITOR è possibile controllare le impostazioni di monitoraggio correnti e attivare/ disattivare la funzione di monitoraggio.

La schermata contiene gli elementi indicati di seguito.

2 6

9

1 5 7 4

8

E

Manopola MONITOR LEVEL

Consente di regolare il livello di output del segnale di monitoraggio.

F

Campo DIMMER

In questo campo è possibile attivare/disattivare la funzione Dimmer, che consente di attenuare temporaneamente il segnale di monitoraggio.

Utilizzare la manopola in questo campo per regolare la quantità di attenuazione.

G

Campo TALKBACK DIMMER

(ATTENUATORE TALKBACK)

Se il talkback è attivato, questo campo indica lo stato attivato/disattivato della funzione Talkback Dimmer, che consente di attenuare automaticamente il segnale di monitoraggio. In questo campo è possibile inoltre specificare la quantità di attenuazione applicata dall'attenuatore di talkback.

H

Campo Meter

Indica il livello del segnale di monitoraggio. Il livello viene visualizzato immediatamente prima dell'attenuatore. Se si sposta il cursore nella casella di selezione della porta situata sotto l'indicatore di livello e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata una finestra a comparsa che consente di selezionare la porta da cui verrà trasmesso il segnale di monitoraggio.

I

Pulsante MONO MONITOR

(MONITOR MONO)

Questo pulsante consente di eseguire il monitoraggio mono. Se questo pulsante è attivato, il segnale inviato dal jack PHONES OUT e dai canali MONITOR OUT

L/R (USCITA MONITOR S/D) sarà mono.

3

SUGGERIMENTO

• Se l'attenuatore normale e l'attenuatore talkback vengono attivati contemporaneamente, verrà applicata l'impostazione con la massima quantità di attenuazione.

1

Pulsante OUTPUT

Consente di attivare/disattivare l'uscita di monitoraggio.

B

Campo SOURCE SELECT

(SELEZIONE SORGENTE)

Utilizzare i pulsanti in questo campo per selezionare la sorgente di monitoraggio.

C

Campo ASSIGN (Assegnazione)

Se si è selezionato DEFINE (DEFINIZIONE) nel campo SOURCE SELECT, utilizzare questo campo per specificare la sorgente di monitoraggio. È possibile selezionare contemporaneamente un massimo di otto sorgenti di monitoraggio. Se si desidera annullare tutte le selezioni, spostare il cursore sul pulsante CLEAR

ALL (CANCELLA TUTTO), quindi premere il tasto

[ENTER] (INVIO).

D

Pulsante PHONES LEVEL LINK

(COLLEGAMENTO LIVELLO CUFFIE)

Se questo pulsante è attivato, la manopola MONITOR

LEVEL consente di regolare il livello del segnale inviato al jack PHONES OUT.

3

Utilizzare i pulsanti del campo SOURCE

SELECT per selezionare una sorgente di monitoraggio.

Nel campo SOURCE SELECT è possibile selezionare una sola sorgente di monitoraggio. Se, tuttavia, si è selezionato DEFINE, sarà possibile utilizzare il campo

ASSIGN per specificare più sorgenti di monitoraggio.

Nella tabella riportata di seguito vengono illustrate le sorgenti di monitoraggio che è possibile selezionare nel campo SOURCE SELECT.

Pulsante ST L R

Pulsante MONO

Pulsante 2TR L R

Pulsante LCR

Pulsante IN 15/16

{31/32}

Pulsante

PLAYBACK OUT

Pulsante DEFINE

Segnale di output canale STEREO L/R

Segnale di output canale MONO

Segnale di input jack 2TR IN DIGITAL

Segnale di output canali STEREO L/R

+ MONO (LCR)

Segnale di input canali INPUT 15/16

{31/32}

Segnale di playback registratore di memoria USB

Segnali selezionati nel campo ASSIGN

146

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della funzione Monitor

Se si è selezionato DEFINE nel campo SOURCE

SELECT, sarà possibile utilizzare il campo ASSIGN per selezionare più sorgenti. Nella tabella riportata di seguito vengono illustrate le sorgenti di monitoraggio che è possibile selezionare nel campo ASSIGN.

Pulsanti MIX 1–16

Segnali di output canali MIX 1–16

Pulsanti MATRIX 1-8

Segnali di output bus MATRIX 1–8

Pulsante STEREO

L/R

Segnale di output canale STEREO L/R

Pulsante MONO

Pulsante 2TR L R

Pulsante INPUT

15/16 {31/32}

Pulsante

PLAYBACK OUT

Segnale di output canale MONO

Segnale di input jack 2TR IN DIGITAL

Segnale di input canali INPUT 15/16

{31/32}

Segnale di playback registratore di memoria USB

NOTA

• È possibile selezionare un massimo di otto sorgenti di monitoraggio nel campo ASSIGN. Se si selezionano otto sorgenti di monitoraggio, non sarà possibile effettuare altre selezioni. Disattivare i pulsanti per le sorgenti non necessarie.

4

Spostare il cursore in una delle caselle di selezione delle porte (L/R/C) situate sotto l'indicatore di livello e premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUT PORT

SELECT (SELEZIONE PORTA USCITA) in cui è possibile specificare la porta da cui verranno trasmessi i segnali di monitoraggio L, R e C.

6

Per trasmettere il segnale di monitoraggio, spostare il cursore sul pulsante OUTPUT

(USCITA) della schermata MONITOR e premere il tasto [ENTER] per attivarlo.

La sorgente di monitoraggio selezionata al punto 3 verrà inviata alla destinazione di uscita specificata al punto 5.

SUGGERIMENTO

• Il jack PHONES OUT emetterà sempre il segnale di monitoraggio, indipendentemente dallo stato attivato/ disattivato del pulsante OUTPUT.

7

Spostare il cursore sulla manopola

MONITOR LEVEL nella schermata

MONITOR, quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per regolare il livello di monitoraggio.

Se PHONES LEVEL LINK è attivato, sarà possibile utilizzare la manopola MONITOR LEVEL e il controllo PHONES LEVEL del pannello anteriore per regolare il livello di monitoraggio quando il monitoraggio viene eseguito mediante le cuffie.

SUGGERIMENTO

• Se PHONES LEVEL LINK è attivato, la manopola MONITOR

LEVEL influirà inoltre sul jack PHONES OUT.

• Se si assegna MONITOR ON MASTER FADER (MONITOR

SU FADER MASTER) a un tasto definito dall'utente, quando questa funzione viene attivata, sarà possibile utilizzare il fader master per controllare il monitoraggio.

8

Configurare le impostazioni desiderate per

Dimmer e Monaural (Mono).

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare ai tasti definiti dall'utente le operazioni di attivazione/disattivazione del monitoraggio, la selezione della sorgente di monitoraggio e le operazioni di attivazione/disattivazione dell'attenuatore (

pag. 196).

14

LS9-16

5

Spostare il cursore sulla porta di destinazione di uscita e premere il tasto

[ENTER] per selezionarla, quindi spostare il cursore sul pulsante CLOSE (CHIUDI) e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

Nella tabella riportata di seguito vengono elencate le porte di uscita che è possibile selezionare.

OMNI 1–8 {1–16}

2TR OUT L/R

SLOT {1/2} 1–16

Jack OMNI OUT 1–8 {1–16}

Jack 2TR OUT DIGITAL (L/R)

Canali di uscita 1–16 di una scheda di

I/O installata in uno slot {1/2}

SUGGERIMENTO

• Se si desidera, è possibile specificare le porte di uscita solo per MONITOR OUT L/R ed eseguire il monitoraggio mediante due altoparlanti. Se non si è specificata una porta di uscita per MONITOR OUT C, la selezione del pulsante MONO o

LCR come sorgente di monitoraggio determinerà la distribuzione automatica del segnale del canale MONO ai canali MONITOR OUT L/R.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

147

Utilizzo della funzione Cue

Utilizzo della funzione Cue

In questa sezione viene illustrato come utilizzare la funzione Cue dell'unità LS9.

Informazioni sui gruppi di segnali di attivazione

I segnali di attivazione dell'unità LS9 possono essere suddivisi nei tre gruppi riportati di seguito.

1

Gruppo INPUT CUE (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE INPUT)

Questo gruppo è costituito dai segnali di attivazione dei canali di ingresso. Per attivare la funzione Cue per questo gruppo, premere il tasto [CUE] di un modulo di canali a cui è assegnato un canale INPUT o il tasto [CUE] di un canale ST IN (INGRESSO STEREO).

C

Gruppo Other CUE (ALTRI SEGNALI

DI ATTIVAZIONE)

Si tratta dei segnali di attivazione utilizzati mediante i pulsanti visualizzati nella schermata. Questo gruppo viene attivato se si attiva un pulsante CUE in una schermata

RACK a cui si è assegnato un effetto, il pulsante CUE della schermata RECORDER (REGISTRATORE) o il pulsante KEY IN CUE (SEGNALE DI ATTIVAZIONE

KEY IN) della finestra a comparsa DYNAMICS 1/2

(DINAMICHE 1/2). Questo gruppo viene automaticamente disattivato quando si esce dalla schermata corrispondente.

Pulsante CUE nella schermata

Tasto [CUE] di un modulo di canali a cui è assegnato un canale INPUT

Tasto [CUE] di un canale ST IN

B

Gruppo OUTPUT CUE (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE OUTPUT)

Questo gruppo è costituito dai segnali di attivazione dei canali di uscita. Per attivare la funzione Cue per questo gruppo, premere il tasto [CUE] della sezione STEREO

MASTER (MASTER STEREO) o il tasto [CUE] di un modulo di canali a cui è assegnato un canale MIX/

MATRIX/MONO.

Non è possibile attivare contemporaneamente la funzione

Cue tra gruppi differenti. In genere, ha la priorità il gruppo a cui appartiene il tasto [CUE] premuto per ultimo (o un pulsante CUE/KEY IN CUE nella schermata), mentre i tasti [CUE] del gruppo selezionato in precedenza vengono ignorati.

Se, tuttavia, si passa da un gruppo di segnali di attivazione all'altro in uno specifico ordine, verrà ripristinato lo stato dei tasti [CUE] del gruppo selezionato in precedenza quando il segnale di attivazione corrente viene ignorato.

Nella figura riportata di seguito viene illustrato l'ordine di priorità dei tasti [CUE]. Se, dopo essersi spostati dal livello inferiore al livello superiore dei gruppi, si ignora la funzione Cue per il gruppo superiore, verrà ripristinato lo stato precedente del tasto [CUE] del gruppo immediatamente successivo.

Gruppo Other CUE

Gruppo INPUT CUE

Gruppo OUTPUT CUE

Tasto [CUE] del canale STEREO

Tasto [CUE] di un modulo di canali a cui è assegnato un canale MIX/MATRIX/MONO

Se, ad esempio, si cambia gruppo nell'ordine gruppo

OUTPUT CUE

→ gruppo INPUT CUE → gruppo Other

CUE, sarà possibile disattivare i tasti [CUE] (pulsanti

CUE/KEY IN CUE) per ripristinare successivamente lo stato del tasto [CUE] del gruppo selezionato in precedenza. Se, tuttavia, la funzione CUE MODE

(MODALITÀ SEGNALE DI ATTIVAZIONE) è impostata su LAST CUE (ULTIMO SEGNALE DI

ATTIVAZIONE), lo stato del tasto [CUE] non verrà riprodotto.

148

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della funzione Cue

Utilizzo della funzione Cue

In questa sezione viene illustrato come utilizzare il tasto

[CUE] di un canale desiderato per monitorare il segnale di attivazione.

NOTA

• Il segnale di attivazione viene inviato alla stessa destinazione di uscita del segnale di monitoraggio. Per questo motivo, se si disattiva l'uscita di monitoraggio, il segnale di attivazione non verrà inviato agli altoparlanti di monitoraggio collegati. Il segnale di attivazione tuttavia verrà sempre trasmesso dal jack PHONES

OUT del pannello anteriore, indipendentemente dall'impostazione di attivazione/disattivazione della funzione Monitor. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni della funzione Monitor, fare

riferimento alla sezione "Utilizzo della funzione Monitor"

(

pag. 146).

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il pulsante [MONITOR] per accedere alla schermata CUE.

Nella schermata CUE è possibile attivare/disattivare la funzione Cue e controllarne lo stato.

1 2 3 4

1

Campo CUE MODE

Consente di specificare la modalità operativa quando vengono attivati più tasti [CUE] all'interno dello stesso gruppo.

B

Campo INPUT

Consente di selezionare una delle posizioni riportate di seguito da cui verranno attivati i canali di ingresso.

Pulsante PFL (Pre-Fader Listen,

Ascolto pre-fader)

Verrà trasmesso il segnale pre-fader

Pulsante AFL (After-Fader Listen,

Ascolto post-fader)

Verrà trasmesso il segnale subito dopo il tasto [ON]

Pulsante POST PAN (DOPO PAN)

Verrà trasmesso il segnale post-pan

Manopola PFL TRIM (TRIM PFL)

Se PFL è selezionato, è possibile regolare il livello di output del segnale di attivazione in un intervallo compreso tra -20 dB e +10 dB.

NOTA

• Se si attiva il pulsante POST PAN, non sarà più possibile utilizzare il gruppo INPUT CUE per monitorare il segnale inviato al bus MONO da un canale di ingresso impostato sulla modalità LCR.

C

Campo OUTPUT

Consente di selezionare una delle opzioni riportate di seguito come posizione da cui verranno attivati i canali di uscita.

Pulsante PFL (Pre-Fader Listen)

Verrà trasmesso il segnale pre-fader

Pulsante AFL (After-Fader Listen)

Verrà trasmesso il segnale subito dopo il tasto [ON]

Manopola PFL TRIM

Se PFL è selezionato, è possibile regolare il livello di output del segnale di attivazione in un intervallo compreso tra -20 dB e +10 dB.

D

Campo Meter

Indicatore CUE

Indica il livello del segnale di attivazione.

Indicatore ACTIVE CUE (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE ATTIVO)

Indica il gruppo CUE correntemente attivo.

Pulsante CLEAR CUE (CANCELLA

SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

Consente di annullare tutte le selezioni della funzione Cue.

2

Utilizzare i pulsanti della sezione CUE

MODE per specificare cosa accade quando vengono attivati più tasti [CUE] all'interno dello stesso gruppo CUE.

Per selezionare la modalità Cue, utilizzare i due pulsanti riportati di seguito.

Pulsante MIX CUE (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE MIX)

Tutti i canali all'interno dello stesso gruppo CUE il cui tasto [CUE] è attivato verranno mixati per il monitoraggio (modalità MIX CUE).

Pulsante LAST CUE

Verrà monitorato solo il canale il cui tasto [CUE] è stato attivato per ultimo (modalità LAST CUE).

SUGGERIMENTO

• I tasti [CUE] appartenenti a gruppi CUE differenti non possono essere attivati contemporaneamente. Verrà attivato il gruppo CUE a cui appartiene il tasto [CUE] premuto per ultimo, il che consente di monitorare solo i segnali di tale gruppo.

3

Utilizzare i pulsanti e le manopole dei campi INPUT e OUTPUT per specificare la posizione e il livello di output per ciascun gruppo CUE.

14

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

149

Utilizzo della funzione Cue

4

Premere il tasto [CUE] di un canale desiderato per attivarlo.

Il segnale di attivazione del canale corrispondente verrà inviato alla destinazione di uscita del segnale di monitoraggio.

È inoltre possibile osservare l'indicatore Cue del campo Meter per controllare il livello di output del segnale di attivazione. L'indicatore ACTIVE CUE situato sotto l'indicatore Cue indica il gruppo CUE

(INPUT o OUTPUT) correntemente attivo.

Indicatore CUE

Indicatore ACTIVE CUE

SUGGERIMENTO

• Se si desidera collegare le operazioni di attivazione del segnale e le operazioni di selezione dei canali, aprire la finestra a comparsa PREFERENCE (PREFERENZA) della schermata USER SETUP (CONFIGURAZIONE UTENTE), quindi attivare "[CUE]>[SEL] LINK (COLLEGAMENTO

[SELEZIONE])" (

pag. 194).

5

Premere il pulsante [MONITOR] della sezione DISPLAY ACCESS per accedere alla schermata MONITOR, quindi utilizzare la manopola MONITOR LEVEL nella schermata per regolare il livello del segnale di attivazione.

Se PHONES LEVEL LINK è attivato, sarà possibile utilizzare la manopola MONITOR LEVEL e il controllo PHONES LEVEL del pannello anteriore per regolare il livello di monitoraggio quando il monitoraggio viene eseguito mediante le cuffie.

6

Per disattivare la funzione Cue, premere il tasto [CUE CLEAR] o premere di nuovo il tasto [CUE] correntemente attivo.

Se si desidera annullare tutte le selezioni per la funzione Cue, spostare il cursore sul pulsante CUE

CLEAR nella schermata CUE, quindi premere il tasto

[ENTER].

SUGGERIMENTO

• Se si passa dalla modalità MIX CUE alla modalità LAST CUE nella sezione CUE MODE, tutte le selezioni per la funzione

Cue verranno annullate.

• È inoltre possibile assegnare la stessa funzione del pulsante

CLEAR CUE a un tasto definito dall'utente (

pag. 196).

150

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 15

Talkback/oscillatore

In questo capitolo viene illustrata la modalità di utilizzo delle funzioni talkback e oscillatore.

Informazioni sul talkback e sull'oscillatore

La funzione Talkback consente di inviare il segnale del jack INPUT (INGRESSO) selezionato al bus desiderato e viene utilizzata principalmente per trasmettere le istruzioni dall'operatore ai performer e allo staff. L'unità LS9 contiene inoltre un oscillatore che consente di trasmettere un'onda sinusoidale o il rumore rosa al bus desiderato e può essere utilizzato per controllare le apparecchiature esterne o testare la risposta della stanza.

Nel diagramma riportato di seguito viene illustrato il flusso del segnale del talkback e dell'oscillatore.

MIX

1 2 ...

15 16

M

O

ST

L R

N

O

MATRIX CUE

(C) 1 2

...

7 8 L R

TALKBACK

INPUT 1-16{32}

INPUT

SELEECT

ON

+48V

+48V MASTER

ON

[INPUT]

[1-16{32}]

INPUT

1

2

3

+48V

AD

HA

METER

GAIN/TRIM

OSCILLATOR

Sine Wave

Pink Noise

Burst Noise

HPF LPF

LEVEL

OSC

METER

ON

Utilizzo del talkback

Di seguito viene illustrato come trasmettere un segnale ricevuto in un jack INPUT 1-16 {1-32} al bus desiderato.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il pulsante

[MONITOR] per accedere alla schermata

TALKBACK.

Nella schermata TALKBACK è possibile attivare/ disattivare il talkback e controllarne lo stato.

1

3

2

1

Pulsante TALKBACK ON (ATTIVAZIONE

TALKBACK)

Consente di attivare o disattivare il talkback.

B

Campo INPUT TO TALKBACK

(INPUT TALKBACK)

In questo campo vengono visualizzati la sensibilità di input, il livello di input e lo stato attivato/disattivato dell'alimentazione phantom del jack INPUT 1–16

{1–32} utilizzato per il talkback. È possibile regolare la sensibilità di input selezionando la manopola GAIN

(GUADAGNO) in questo campo.

Pulsante dell'elenco a discesa di selezione dell'input

Questo pulsante consente di visualizzare la finestra a comparsa INPUT PORT SELECT (SELEZIONE

PORTA DI INGRESSO), nella quale è possibile selezionare il jack INPUT utilizzato per il talkback.

Pulsante +48V

Questo pulsante consente di attivare/disattivare l'alimentazione phantom (+48V) fornita al jack

INPUT utilizzato per il talkback.

Manopola GAIN

Questa manopola consente di regolare la sensibilità di input del jack INPUT utilizzato per il talkback.

Indicatore del livello di input

Indica il livello di input del microfono collegato al jack INPUT utilizzato per il talkback.

C

Campo ASSIGN (Assegnazione)

Questo campo consente di selezionare i bus a cui verrà inviato il segnale del talkback. Se si desidera annullare tutte le selezioni, spostare il cursore sul pulsante

CLEAR ALL (CANCELLA TUTTO), quindi premere il tasto [ENTER] (INVIO).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

15

151

Utilizzo del talkback

2

Per assegnare l'input dal jack INPUT al talkback, spostare il cursore nella finestra a comparsa di selezione dell'input nel campo

INPUT TO TALKBACK, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INPUT

PORT SELECT.

LS9-32

3

Dei pulsanti IN 1–16 {1–32}, spostare il cursore sulla porta che si desidera utilizzare per il talkback, quindi premere il tasto [ENTER]. Per annullare la selezione, premere di nuovo il tasto [ENTER] sulla porta selezionata.

È possibile selezionare una sola porta per volta.

4

Dopo aver selezionato la porta, spostare il cursore sul pulsante CLOSE (CHIUDI) e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

5

Collegare il microfono al jack INPUT del pannello posteriore, spostare il cursore sulla manopola TALKBACK GAIN

(GUADAGNO TALKBACK) e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA) per regolare la sensibilità di input del microfono.

L'indicatore del livello di input nel campo INPUT TO

TALKBACK mostra il livello di input del microfono collegato al jack INPUT. Se si desidera che al jack

INPUT venga erogata alimentazione phantom (+48V), attivare il pulsante +48V nel campo INPUT TO

TALKBACK.

NOTA

• Se si desidera utilizzare l'alimentazione phantom, è necessario attivare prima il pulsante +48V MASTER ON/OFF

(ATTIVA/DISATTIVA MASTER +48V) della schermata

SYSTEM SETUP (CONFIGURAZIONE SISTEMA).

• Il PAD verrà attivato o disattivato internamente quando il guadagno HA viene regolato tra -14 dB e -13 dB. Tenere presente che potrebbe essere generato del rumore in caso di differenza tra l'impedenza di output a caldo e a freddo del dispositivo esterno collegato al connettore INPUT quando si utilizza l'alimentazione phantom.

6

Mediante i pulsanti del campo ASSIGN, selezionare il bus o i bus a cui si desidera inviare il segnale del talkback (è possibile selezionare più bus).

I pulsanti corrispondono ai bus riportati di seguito.

Pulsanti MIX 1–16

Pulsanti MATRIX

(MATRICE) 1–8

Pulsanti ST L

(STEREO S), ST R

(STEREO D), MONO

Bus MIX 1–16

Bus MATRIX 1–8

Bus STEREO L/R, bus MONO

SUGGERIMENTO

• Se si desidera annullare tutte le selezioni, spostare il cursore sul pulsante CLEAR ALL, quindi premere il tasto [ENTER].

7

Per attivare il talkback, spostare il cursore sul pulsante TALKBACK ON e premere il tasto [ENTER] per attivarlo.

Ogni volta che viene premuto il tasto [ENTER], il pulsante TALKBACK ON passerà dallo stato attivato a quello disattivato e viceversa (operazione di blocco).

Quando il talkback è attivato, il segnale proveniente dal jack INPUT selezionato come jack TALKBACK viene trasmesso al bus della destinazione di mandata.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare la funzione di attivazione/ disattivazione del talkback a un tasto definito dall'utente. In questo caso, è possibile selezionare l'operazione di blocco o di sblocco, ovvero il talkback sarà attivato solo quando si tiene premuto il tasto (

pag. 196).

• Quando il talkback è attivato, è inoltre possibile utilizzare la funzione Talkback Dimmer (Attenuatore talkback) per diminuire il livello di monitoraggio dei segnali non provenienti dal talkback (

pag. 146).

152

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dell'oscillatore

Utilizzo dell'oscillatore

Di seguito viene illustrato come inviare un'onda sinusoidale o il rumore rosa dall'oscillatore interno al bus desiderato.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il pulsante [MONITOR] per accedere alla schermata OSCILLATOR

(OSCILLATORE).

Nella schermata OSCILLATOR è possibile attivare/ disattivare l'oscillatore e controllarne le impostazioni.

3 4

3

Se si desidera regolare i parametri dell'oscillatore, ruotare il dial o premere i tasti [DEC]/[INC] per utilizzare le manopole presenti nel campo.

I parametri contenuti nel campo Parameter variano in base al tipo di oscillatore selezionato nel campo MODE.

Nella tabella riportata di seguito vengono illustrati i tipi di oscillatori e i parametri visualizzati per ciascun tipo.

1

2

Tipo di oscillatore

SINE WAVE 1CH

PINK NOISE

BURST NOISE

Parametri

LEVEL, FREQ (LIVELLO, FREQUENZA)

LEVEL, HPF (FILTRO PASSA-ALTO),

LPF (FILTRO PASSA-BASSO)

LEVEL, HPF, LPF, WIDTH (AMPIEZZA),

INTERVAL (INTERVALLO)

5

Nella tabella riportata di seguito viene fornita una descrizione dettagliata di ciascun parametro.

Parametro

LEVEL

FREQ

HPF

LPF

AMPIEZZA

INTERVAL

Dettagli

Livello di output dell'oscillatore

Frequenza dell'onda sinusoidale prodotta dall'oscillatore

Filtro passa-alto (switch di attivazione/ disattivazione, frequenza di taglio)

Filtro passa-basso (switch di attivazione/ disattivazione, frequenza di taglio)

Durata del rumore

Durata del silenzio tra i segnali di rumore

1

Pulsante OUTPUT

Consente di attivare o disattivare l'oscillatore.

B

Campo MODE (Modalità)

Spostare il cursore su un pulsante in questo campo per selezionare il tipo di oscillatore desiderato.

C

Campo Parameter (Parametro)

Consente di regolare i parametri dell'oscillatore selezionato nel campo MODE. Per utilizzare le manopole presenti in questo campo, ruotare il dial o premere i tasti [DEC]/[INC].

D

Livello dell'oscillatore

Indica il livello di output dell'oscillatore.

E

Campo ASSIGN (Assegnazione)

Consente di selezionare i bus a cui verrà inviato il segnale dell'oscillatore. Se si desidera annullare tutte le selezioni, spostare il cursore sul pulsante CLEAR

ALL, quindi premere il tasto [ENTER].

2

Utilizzare i pulsanti del campo MODE per selezionare il tipo di segnale che si desidera trasmettere.

È possibile selezionare uno dei segnali riportati di seguito.

SINE WAVE 1CH

(CANALE 1 ONDA

SINUSOIDALE)

PINK NOISE

(RUMORE ROSA)

BURST NOISE

(RUMORE)

Onda sinusoidale, un solo canale

Rumore rosa

Rumore (rumore rosa trasmesso a intermittenza)

Livello

AMPIEZZA

INTERVAL

Output rumore rosa

Il pulsante BURST NOISE è attivo

4

Mediante i pulsanti del campo ASSIGN, selezionare il bus o i bus a cui si desidera inviare il segnale dell'oscillatore

(è possibile selezionare più bus).

I pulsanti corrispondono ai bus riportati di seguito.

Pulsanti MIX 1–16

Pulsanti MATRIX 1-8

Pulsanti ST L, ST R,

MONO

Bus MIX 1-16

Bus MATRIX 1-8

Bus STEREO L/R, bus MONO

Tempo

SUGGERIMENTO

• Se si desidera annullare tutte le selezioni, spostare il cursore sul pulsante CLEAR ALL, quindi premere il tasto [ENTER].

15

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

153

Utilizzo dell'oscillatore

5

Per attivare l'oscillatore, spostare il cursore sul pulsante OUTPUT e premere il tasto

[ENTER] per attivarlo.

Il segnale dell'oscillatore verrà inviato ai bus selezionati al punto 4. Se si seleziona il pulsante e si preme di nuovo il tasto [ENTER], l'oscillatore verrà disattivato.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare la funzione di attivazione/ disattivazione dell'oscillatore a un tasto definito dall'utente

(

pag. 196).

154

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 16

Indicatori

In questo capitolo viene illustrata la schermata relativa agli indicatori che visualizza gli indicatori del livello di input/output per tutti i canali.

Utilizzo della schermata METER (INDICATORE)

Nella schermata Meter è possibile visualizzare i livelli di input/output di tutti i canali presenti nella schermata e modificare il punto di misurazione (la posizione in cui viene rilevato il livello) degli indicatori di livello.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere il tasto [METER] per accedere alla schermata Meter.

Questa schermata è suddivisa in più schermate:

METER CH1-32, {METER CH 33-64}, OUTPUT

METER (INDICATORI OUTPUT) e CUSTOM

FADER (FADER PERSONALIZZATO).

[ schermata CUSTOM FADER ]

4

2

5

[ schermata METER CH1-32 ]

1

[ schermata OUTPUT METER ]

2

3

1

2

3

LS9-16

1

Pulsanti di selezione del punto di misurazione

Utilizzare questi tre pulsanti per selezionare il punto di misurazione per i canali di ingresso/uscita.

B

Indicatori di livello

Consentono di visualizzare i livelli di input/output o i valori del fader. Il valore del fader corrente è visualizzato all'interno dell'intervallo -

–10. Quando si utilizza il fader corrispondente, il valore cambia in tempo reale.

Il segmento

∑ lampeggerà se viene raggiunto l'overload di anche uno solo dei punti di rilevamento del livello.

I punti di rilevamento del livello del segmento

∑ sono i seguenti:

• Canali di ingresso

...........PRE HPF (PRIMA DEL FILTRO

PASSA-ALTO), PRE FADER

(PRIMA DEL FADER), POST ON

(DOPO IL TASTO ON)

• Canali di uscita

...........PRE EQ (PRIMA

DELL'EQUALIZZATORE), PRE

FADER (PRIMA DEL FADER),

POST ON (DOPO IL TASTO ON)

C

Pulsante PEAK HOLD (MEMORIZZA PICCO)

Se si attiva questo pulsante, i livelli di picco degli indicatori saranno memorizzati. Se si disattiva questo pulsante, le indicazioni del livello di picco memorizzate verranno cancellate.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

16

155

Utilizzo della schermata METER (INDICATORE)

D

Casella di selezione del punto di misurazione

Utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] (RIDUCI/

AUMENTA) per selezionare il punto di misurazione per i canali di ingresso/uscita.

E

Nome canale

Riporta i primi quattro caratteri del nome del canale per i canali assegnati al layer [CUSTOM FADER].

I canali non assegnati sono visualizzati come "----".

2

Se si desidera, è possibile spostare il cursore sui pulsanti di selezione del punto di misurazione e premere [ENTER] per cambiare il punto di misurazione. Nella schermata CUSTOM FADER, spostare il cursore sulla casella di selezione del punto di misurazione, utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per effettuare la selezione e premere [ENTER].

Il punto di misurazione per gli indicatori di livello può essere impostato in modo indipendente per i canali di ingresso e quelli di uscita.

È possibile selezionare i punti di misurazione riportati di seguito.

Canali di ingresso

• PRE HPF ............Subito prima del filtro passa-alto

• PRE FADER .......Subito prima del fader

• POST ON ...........Subito dopo il tasto [ON]

Canali di uscita

• PRE EQ ..............Subito prima dell'attenuatore

• PRE FADER .......Subito prima del fader

• POST ON ...........Subito dopo il tasto [ON]

Per ulteriori informazioni sui punti di misurazione, fare riferimento al diagramma a blocchi alla fine del presente manuale.

3

Se si desidera memorizzare i livelli di picco degli indicatori di livello spostare il cursore sul pulsante PEAK HOLD e premere

[ENTER] per attivarlo.

Le operazioni di attivazione o disattivazione del pulsante PEAK HOLD si applicano sia ai canali di ingresso che ai canali di uscita. Se si disattiva questo pulsante, le indicazioni del livello di picco memorizzate verranno cancellate.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile assegnare la funzione di attivazione/ disattivazione del pulsante PEAK HOLD a un tasto definito

dall'utente (

pag. 196).

• Se si attiva METER FOLLOW LAYER (INDICATORE SEGUE

LAYER) nella schermata PREFERENCE (PREFERENZA), quando si preme un tasto LAYER verrà visualizzata la schermata dello stesso indicatore del layer selezionato.

156

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 17

EQ grafico ed effetti

In questo capitolo viene illustrato come utilizzare l'equalizzatore grafico e gli effetti incorporati nonché come eseguire operazioni di controllo remoto tramite il protocollo dedicato per controllare l'head amplifier esterno

(Yamaha AD8HR) dall'unità LS9.

Informazioni sul rack virtuale

L'unità LS9 consente di inserire l'EQ grafico (indicato successivamente in modo abbreviato con "GEQ") e gli effetti incorporati nel percorso di segnali desiderato per elaborare i segnali.

È possibile utilizzare due tipi di GEQ; il 31 Band GEQ, che consente di regolare liberamente trentuno bande (aree di frequenza) e il Flex15GEQ, che consente di regolare quindici delle trentuno bande. Inoltre, è possibile utilizzare 48 tipi diversi di effetti.

Per utilizzare un GEQ o un effetto, è necessario montarlo in uno degli otto rack virtuali disponibili nella schermata e assegnare l'input e l'output di quel rack al percorso di segnali desiderato. In altre parole, è come se si montasse in un vero rack un processore di segnali o un dispositivo di effetti e si utilizzassero dei cavi per il collegamento. Nei rack 1–4 è possibile montare solo il GEQ, mentre nei rack 5–8 possono essere montati GEQ o effetti.[Figura 1]

È consentito l'utilizzo di un massimo di due canali di ingresso e di uscita per ciascun rack (tuttavia, nel caso in cui nel rack sia montato il "31 Band GEQ", sarà disponibile un solo canale per input e output). Nella [Figura 2] viene mostrato il flusso del segnale dei rack virtuali.

INSERT

IN

PATCH

RACK 1

RACK 2

RACK 3

RACK 4

RACK 5

RACK 6

RACK 7

RACK 8

[Figura 1]

RACK

IN

PATCH

MIX OUT

1-16

MATRIX OUT

1-8

STEREO OUT

L,R,MONO(C)

RACK1 IN

A(L)/B(R)

RACK2 IN

A(L)/B(R)

RACK3 IN

A(L)/B(R)

RACK4 IN

A(L)/B(R)

CH

INSERT OUT

1-32

MIX

INSERT OUT

1-16

STEREO

INSERT OUT

L,R,MONO(C)

MATRIX

INSERT OUT

1-8

RACK5 IN

A(L)/B(R)

RACK6 IN

A(L)/B(R)

RACK7 IN

A(L)/B(R)

RACK8 IN

A(L)/B(R)

RACK

RACK1

METER RACK IN

31BandGEQ

METER

METER

RACK IN A

RACK IN B

Flex15GEQ

METER RACK OUT

METER

RACK OUT A

METER RACK OUT B

RACK2 (same as RACK1)

RACK3 (same as RACK1)

RACK4 (same as RACK1)

RACK5

METER RACK IN

31BandGEQ

METER

RACK IN A

METER RACK IN B

Flex15GEQ

METER RACK IN L

METER RACK IN R

EFFECT

METER

RACK OUT

METER

RACK OUT A

METER RACK OUT B

METER

RACK OUT L

METER

RACK OUT R

EFFECT CUE

RACK6 (same as RACK5)

RACK7 (same as RACK5)

RACK8 (same as RACK5)

RACK1 OUT

A(L)/B(R)

RACK2 OUT

A(L)/B(R)

RACK3 OUT

A(L)/B(R)

RACK4 OUT

A(L)/B(R)

32

16

STEREO INSERT IN L,R,MONO(C)

3

MIX INSERT IN 1-16

MATRIX INSERT IN 1-8

8

CH INSERT IN 1-32

To CH INSERT IN

To MIX INSERT IN

To STEREO INSERT IN

To MATRIX INSERT IN

RACK5 OUT

A(L)/B(R)

RACK6 OUT

A(L)/B(R)

RACK7 OUT

A(L)/B(R)

RACK8 OUT

A(L)/B(R)

17

[Figura 2]

SUGGERIMENTO

• Oltre al rack virtuale per GEQ ed effetti, esiste anche un rack per il montaggio di head amplifier esterni (Yamaha AD8HR).

Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla sezione "Utilizzo di un head amplifier esterno" (

pag. 175).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

157

Informazioni sul rack virtuale

Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale

In questa sezione viene illustrato come montare un GEQ o un effetto in un rack virtuale e come assegnare l'input/ output del rack.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY), premere contemporaneamente il tasto [RACK 1-4] e il tasto [RACK 5-8] per accedere alla schermata VIRTUAL RACK

(RACK VIRTUALE).

Nella schermata VIRTUAL RACK è possibile montare GEQ o effetti e configurare le impostazioni di input/output.

SUGGERIMENTO

• Se si preme solo il tasto [RACK 1-4] o il tasto [RACK 5-8], verrà visualizzata la schermata delle impostazioni (schermate

RACK 1–RACK 8) relativa all'ultimo rack utilizzato. Per accertarsi di accedere alla schermata desiderata, tenere premuto uno dei tasti e quindi premere anche l'altro.

La schermata contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

3

D

Pulsante INPUT

Consente di visualizzare la finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT (SELEZIONE CANALE DI

USCITA), nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack.

E

Rack virtuale

In quest'area vengono visualizzati otto rack virtuali in cui è possibile montare GEQ o effetti. I rack 1–4 sono solo per il GEQ, mentre nei rack 5–8 è possibile montare GEQ o effetti (anche se, in base al tipo di effetto interno, alcuni possono essere montati solo nei rack 5 o 7).

Quando si sposta il cursore su un rack virtuale e si preme il tasto [ENTER] (INVIO), il risultato varia a seconda che sia già stato montato un GEQ o un effetto.

Se un GEQ/effetto è già montato in quel rack

Verrà visualizzata la schermata RACK 1–RACK 8, in cui è possibile modificare i parametri del GEQ o dell'effetto.

Se il rack è vuoto

Verrà visualizzata la finestra a comparsa RACK

MOUNTER (MONTAGGIO RACK) che consente di selezionare il GEQ o l'effetto che sarà montato nel rack.

F

Pulsante OUTPUT

Questo pulsante visualizza la finestra a comparsa

INPUT CH SELECT (SELEZIONE CANALE DI

INGRESSO), nella quale è possibile selezionare la destinazione di output del rack.

2

Per montare un GEQ o un effetto nel rack, spostare il cursore sul pulsante RACK di quel rack e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa

RACK MOUNTER.

3 1 2

4 5 6

1

Campo GEQ/EFFECT (GEQ/EFFETTO)

In questo campo è possibile montare GEQ o effetti nei rack 1–8 e modificare le assegnazioni di input/output per ciascun rack.

B

Pulsante RACK

Consente di visualizzare la finestra a comparsa RACK

MOUNT (MONTAGGIO RACK), nella quale è possibile selezionare un elemento da montare nel rack.

Ciascuno di questi pulsanti corrisponde al rack visualizzato subito a destra.

C

Pulsante SAFE (BLOCCA)

Consente di attivare/disattivare la funzione Recall Safe

(Blocca richiamo). Ciascuno di questi pulsanti corrisponde al rack visualizzato subito a destra.

4 5

1

Numero del rack

Indica il numero del rack selezionato.

B

Rack virtuale

Rack virtuale in cui è possibile montare un GEQ o un effetto.

158

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Informazioni sul rack virtuale

C

Pulsanti MODULE SELECT

(SELEZIONE MODULO)

Utilizzare questi pulsanti per selezionare il GEQ o l'effetto che verrà montato nel rack. Ogni pulsante ha la funzione indicata di seguito.

Pulsante BLANK (VUOTO)

Consente di rimuovere il GEQ o l'effetto correntemente montato nel rack, svuotandolo.

Pulsante 31 Band GEQ

Consente di montare un 31 Band GEQ nel rack.

Pulsante Flex15GEQ

Consente di montare un Flex15GEQ nel rack.

Pulsante EFFECT (Effetto)

Consente di montare un effetto nel rack. Questo pulsante non viene utilizzato per i rack 1–4.

SUGGERIMENTO

• L'assegnazione di input/output sarà cancellata se l'elemento montato viene cambiato o rimosso.

D

Pulsante CANCEL (ANNULLA)

Consente di annullare le modifiche apportate nella finestra a comparsa RACK MOUNTER e di chiudere la finestra.

E

Pulsante OK

Consente di applicare le modifiche apportate nella finestra a comparsa RACK MOUNTER e di chiudere la finestra.

NOTA

• Si noti che se si rimuove un GEQ o un effetto precedentemente montato in un rack e si chiude la finestra, tutte le impostazioni dei parametri relative a quel GEQ o quell'effetto verranno annullate. Qualora la finestra non sia stata ancora chiusa, è possibile ripristinare le impostazioni montando nuovamente lo stesso CQE o effetto.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile accedere alla finestra a comparsa RACK

MOUNTER spostando il cursore sul numero su un rack vuoto nel campo GEQ/EFFECT e premendo il tasto [ENTER].

3

Utilizzare i pulsanti MODULE SELECT per selezionare gli elementi che si desidera montare, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere il tasto [ENTER].

4

Per selezionare un'origine di input per un rack, spostare il cursore sul pulsante

INPUT di quel rack e premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT CH

SELECT, nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack.

1

2

3

1

Tab di selezione dei canali

Consentono di cambiare il tipo di canali visualizzati nella parte inferiore della finestra.

B

Pulsanti di selezione dei canali

Utilizzare questi pulsanti per selezionare l'origine di input. Utilizzare i tre tab per effettuare il passaggio tra i gruppi delle origini di input visualizzate nella finestra.

C

Pulsante CLOSE (CHIUDI)

Consente di chiudere la finestra a comparsa.

In questa finestra a comparsa è possibile selezionare le seguenti origini di input.

Nome tab

OUT CH

(*1)

(CANALE

USCITA)

CH 1-32

(INSERT OUT)

OUT CH

(INSERT OUT)

Nome pulsante

MIX 1–16

MTRX 1–8

ST L, ST R,

MONO

CH 1–32

MIX 1–16

MTRX 1–8

ST L, ST R,

MONO

Origine di input

Uscite canali MIX 1–16

Uscite canali MATRIX 1–8

Uscita canali STEREO

(L/R) (sinistra/destra), uscita canale MONO (C) (centro)

Insert Out canali

INPUT 1–32

Insert Out canali MIX 1–16

Insert Out canali

MATRIX 1–8

Insert Out canali STEREO

(L/R), Insert Out canale

MONO (C)

*1: Non selezionabile per 31 Band GEQ o Flex15GEQ.

17

SUGGERIMENTO

• Se si seleziona l'Insert Out di un canale come origine di input del 31 Band GEQ o del Flex15GEQ, l'Insert In di quello stesso canale verrà automaticamente selezionato come destinazione di output per il rack. Se si annulla l'Insert Out, verrà automaticamente annullato anche l'Insert In. Per ulteriori informazioni su Insert Out/In, fare riferimento alla

sezione "Inserimento di un dispositivo esterno in un canale"

(

pag. 101).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

159

Informazioni sul rack virtuale

5

Cambiare tab secondo quanto necessario e selezionare l'origine di input che si desidera utilizzare.

Quando si seleziona un'origine di input nella finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT, verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di confermare la modifica di assegnazione. Per confermare l'operazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

SUGGERIMENTO

• È possibile configurare le impostazioni in modo che non venga visualizzata la finestra di dialogo relativa alla conferma della modifica di assegnazione (

pag. 194).

• Se si è selezionato 31 Band GEQ, sarà possibile selezionare un solo canale di ingresso, in caso contrario i canali di ingresso selezionabili saranno due.

6

Spostare il cursore sul pulsante OUTPUT

(USCITA) e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INPUT CH

SELECT, nella quale è possibile selezionare la destinazione di output del rack.

1

2

3

1

Tab di selezione dei canali

Consentono di cambiare il tipo di canali visualizzati nella parte inferiore della finestra.

B

Pulsanti di selezione dei canali

Utilizzare questi pulsanti per selezionare la destinazione di output.

C

Pulsante CLOSE

Consente di chiudere la finestra a comparsa.

In questa finestra a comparsa è possibile selezionare le seguenti destinazioni di output (sono consentite selezioni multiple).

Nome tab

Nome pulsante

CH 1–32

Destinazione di output

CH 1-32

(*1)

CH33-64

(*1)

(solo LS9-32)

CH 33–64

Ingressi canali INPUT 1–32

Ingressi canali INPUT 33–64

STIN

(*1)

STIN1L/

1R–4L/4R

Ingressi canali ST IN

(INGRESSO STEREO) 1–4

CH 1-32

(INSERT OUT)

CH 1–32 Insert In canali INPUT 1–32

OUT CH

(INSERT OUT)

MIX 1–16

MTRX 1–8

ST L, ST R,

MONO

Insert In canali MIX 1–16

Insert In canali MATRIX 1–8

Insert In canali STEREO

(L/R), Insert Out canale

MONO (C)

*1: Non selezionabile per 31 Band GEQ o Flex15GEQ.

SUGGERIMENTO

• Se si seleziona l'Insert In di un determinato canale come destinazione di output per il 31 Band GEQ o il Flex15GEQ, l'Insert Out di quello stesso canale verrà automaticamente selezionato come origine di input per quel rack. Se si annulla l'Insert In, verrà automaticamente annullato anche l'Insert Out.

7

Cambiare tab secondo quanto necessario e selezionare la destinazione di output che si desidera utilizzare.

Quando si seleziona una destinazione di output nella finestra a comparsa INPUT CH SELECT, verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di confermare la modifica di assegnazione. Per confermare l'operazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

SUGGERIMENTO

• È possibile configurare le impostazioni in modo che non venga visualizzata la finestra di dialogo relativa alla conferma

della modifica di assegnazione (

pag. 194).

• È possibile specificare più destinazioni di output per un rack.

• Se si è selezionato 31 Band GEQ, sarà possibile selezionare un solo canale di uscita, in caso contrario i canali di uscita selezionabili saranno due.

8

Per attivare/disattivare la funzione Recall

Safe, spostare il cursore sul pulsante SAFE di quel rack e premere il tasto [ENTER].

Se la funzione Recall Safe è attivata per un rack, il contenuto e i parametri di quel rack non cambieranno quando viene richiamata una scena. Per ulteriori informazioni sulla funzione Recall Safe, fare

riferimento alla sezione "Utilizzo della funzione

Recall Safe" (

→ pag. 140).

SUGGERIMENTO

• Il tipo di GEQ o effetto montato in ciascun rack, le impostazioni dei parametri e quelle relative all'origine di input e alla destinazione di output vengono salvate come parte della scena.

160

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni con l'EQ grafico

Operazioni con l'EQ grafico

Informazioni sull'EQ grafico

Nell'unità LS9 è possibile montare un GEQ nei rack 1–8 e assegnarlo all'insert-out/in di un canale. È possibile utilizzare i fader e i tasti [ON] del pannello superiore per regolare l'intensità di enfasi/taglio di ciascuna banda.

Sono disponibili i seguenti due tipi di GEQ.

31 Band GEQ

Si tratta di un equalizzatore grafico mono a 31 bande.

Ciascuna banda è 1/3 di ottava, l'intervallo regolabile di enfasi/taglio è di ±15 dB ed è possibile regolarne l'intensità per ciascuna delle trentuno bande. Qualora in un rack venga montato un 31 Band GEQ, per quel rack verrà utilizzato un unico canale di ingresso e di uscita.

INPUT

Rack

31 Band GEQ

OUTPUT

Inserimento di un GEQ in un canale

È possibile assegnare le unità GEQ della console LS9 all'insert-in/out di qualsiasi canale, fatta eccezione per i canali ST IN. In questa sezione viene illustrato come inserire un GEQ nel canale selezionato per l'uso.

1

Come illustrato nei punti 1–3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

GEQ in un rack.

Nei campi GEQ/EFFECT (GEQ/EFFETTO) vengono visualizzate le impostazioni approssimative e i livelli di input/output del GEQ. Nel rack in cui sarà montato un Flex15GEQ verranno visualizzate le informazioni per due unità GEQ (A e B).

Flex15GEQ

Si tratta di un equalizzatore grafico mono a 15 bande.

Ciascuna banda è 1/3 di ottava e l'intervallo regolabile di enfasi/taglio è di ±15 dB. Il Flex 15GEQ consente di regolare l'intensità di enfasi/taglio per quindici delle stesse trentuno bande del 31 Band GEQ (dopo aver utilizzato fino a quindici bande di regolazione, non sarà possibile regolare l'intensità di enfasi/taglio di un'altra banda fino a quando una banda regolata in precedenza non viene reimpostata sull'azzeramento).

Il rack per cui viene selezionato il Flex15GEQ sarà dotato di due unità Flex15GEQ (indicate rispettivamente come

"A" e "B") montate e prevederà due canali di ingresso e di uscita. Se si monta un Flex15GEQ in ciascun rack, sarà possibile utilizzare fino a sedici unità GEQ contemporaneamente.

INPUT

Rack

Flex15GEQ (A)

Flex15GEQ (B)

OUTPUT

2 1 3

1

Rack

B

Pulsanti INPUT

C

Pulsanti OUTPUT

SUGGERIMENTO

• Se si utilizza un'origine stereo, sarà possibile montare un

Flex15GEQ in un rack oppure due unità 31 Band GEQ in rack adiacenti con numeri pari e dispari. Ciò consentirà di collegare le due unità GEQ in un secondo momento.

2

Utilizzare il pulsante INPUT per aprire la finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack e scegliere l'insert-out del canale desiderato.

L'insert-out verrà assegnato all'input del GEQ.

(Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT

→ pag. 159)

SUGGERIMENTO

• Se viene selezionato l'Insert Out di un determinato canale come origine di input, l'Insert In di quello stesso canale verrà automaticamente selezionato come destinazione di output per quel rack. Per ulteriori informazioni su Insert Out/In, fare

riferimento alla sezione "Inserimento di un dispositivo esterno in un canale" (

pag. 101).

17

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

161

Operazioni con l'EQ grafico

3

Utilizzare il pulsante OUTPUT per aprire la finestra a comparsa INPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare la destinazione di output del rack e scegliere l'insert-in a cui si desidera assegnare l'output del GEQ

(sono consentite selezioni multiple).

L'insert-in verrà assegnato all'output del GEQ.

(Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT

→ pag. 160)

SUGGERIMENTO

• Se si seleziona l'Insert In di un determinato canale come origine di output, l'Insert Out di quello stesso canale verrà automaticamente selezionato come origine di input per quel rack.

4

Nel campo GEQ/EFFECT, spostare il cursore sul rack in cui è stato montato il

GEQ e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri del GEQ o dell'effetto.

SUGGERIMENTO

• È inoltre possibile accedere alla schermata RACK premendo il tasto [RACK 1-4] o il tasto [RACK 5-8]. Premendo ripetutamente il tasto [RACK 1-4] è possibile accedere alle schermate RACK 1–4 mentre premere più volte il tasto [RACK

5-8] consente di accedere alle schermate RACK 5–8 e alla schermata EXTERNAL HA (HEAD AMPLIFIER ESTERNO).

• Le schermate RACK del 31 Band GEQ e del Flex15GEQ sono pressoché identiche. Tuttavia, il Flex15GEQ consente di visualizzare individualmente due unità GEQ (A e B) montate in un unico rack.

1 2 3 4 5

E

Pulsante GEQ LINK (COLLEGAMENTO GEQ)

Consente di collegare unità GEQ adiacenti. Se si tratta di un 31 band GEQ, le unità GEQ verranno collegate in rack adiacenti con numeri pari e dispari. Se si tratta di un Flex15GEQ, le unità GEQ(A) e GEQ(B) verranno collegate nello stesso rack.

NOTA

• Il pulsante GEQ LINK viene visualizzato solo quando è possibile effettuare il collegamento.

5

Se si desidera collegare due unità GEQ, attivare il pulsante GEQ LINK.

Se si è selezionato il 31 Band GEQ per due rack adiacenti con numeri pari/dispari oppure il

Flex15GEQ, sarà possibile utilizzare il pulsante GEQ

LINK per collegare le due unità GEQ. Ciò è opportuno nel caso si desideri elaborare un'origine stereo tramite unità GEQ con impostazioni identiche.

Quando si attiva il pulsante GEQ LINK, viene visualizzata una finestra a comparsa come quella riportata di seguito. La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

3

4

162

1

Pulsante GEQ ON/OFF (ATTIVAZIONE/

DISATTIVAZIONE GEQ)

Consente di attivare o disattivare l'EQ grafico correntemente selezionato.

B

Pulsante FLAT (AZZERA)

Riporta tutte le bande dell'EQ grafico selezionato a 0 dB.

C

Pulsante INPUT

Consente di visualizzare la finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante

INPUT nel campo GEQ/EFFECT (EQ grafico/

EFFETTO).

D

Pulsante OUTPUT

Questo pulsante visualizza la finestra a comparsa

INPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare la destinazione di output del rack. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante OUTPUT nel campo GEQ/EFFECT.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Pulsante RACK x

y ("x" e "y" indicano il

numero del rack oppure il numero del rack e i caratteri alfabetici A o B)

I parametri di "x" verranno copiati in "y" e quindi collegati.

B

Pulsante RACK y

x

I parametri di "y" verranno copiati in "x" e quindi collegati.

C

Pulsante RESET BOTH

(REIMPOSTA ENTRAMBI)

I parametri di entrambi (x e y) verranno inizializzati e quindi collegati.

D

Pulsante CANCEL

Consente di annullare il collegamento e chiudere la finestra a comparsa.

Per confermare il collegamento, spostare il cursore su un pulsante diverso da CANCEL e premere il tasto

[ENTER]. Quando si collegano le unità GEQ, verrà visualizzato un simbolo nel campo GEQ/EFFECT per indicare lo stato collegato.

Simbolo indicante lo stato collegato

Operazioni con l'EQ grafico

6

Per attivare il GEQ, spostare il cursore sul pulsante GEQ ON/OFF e premere il tasto

[ENTER].

Dopo aver attivato il GEQ, regolarne le bande. Per ulteriori informazioni sul funzionamento del GEQ,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo del 31 Band

GEQ" (di seguito) o alla sezione "Utilizzo del

Flex15GEQ" (

→ pag. 164).

7

Verificare che INSERT (INSERIMENTO) sia attivato per il canale assegnato.

Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla

sezione "Inserimento di un dispositivo esterno in un canale" (

→ pag. 101).

Utilizzo del 31 Band GEQ

In questa sezione viene illustrato come utilizzare il

31 Band GEQ.

1

Come illustrato nei punti 1–3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

GEQ in un rack.

Nel rack in cui è montato un 31 Band GEQ verranno visualizzate le impostazioni approssimative.

Visualizzazione immagine rack

2

Nel campo GEQ/EFFECT, spostare il cursore sul rack in cui è stato montato il

GEQ e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri del GEQ.

È inoltre possibile accedere alla schermata RACK premendo il tasto [RACK 1-4] o il tasto [RACK 5-8].

Premendo ripetutamente il tasto [RACK 1-4] è possibile accedere alle schermate RACK 1–4 mentre premere più volte il tasto [RACK 5-8] consente di accedere alle schermate RACK 5–8 e alla schermata

EXTERNAL HA (HEAD AMPLIFIER ESTERNO).

4 5 6 7 8

1

2

1

Grafico EQ

Questo grafico indica la risposta approssimativa delle impostazioni 31 Band GEQ correnti.

B

Fader

Indicano l'intensità di enfasi/taglio per ciascuna banda del 31 Band GEQ. La frequenza e il valore del fader correntemente selezionato dal cursore vengono visualizzati sotto il fader.

C

Campo FADER ASSIGN

(ASSEGNAZIONE FADER)

Utilizzare questo campo quando si desidera regolare l'intensità di enfasi/taglio per ciascuna banda mediante i fader del pannello superiore.

D

Pulsante GEQ ON/OFF

Consente di attivare o disattivare l'EQ grafico correntemente selezionato.

E

Pulsante FLAT

Riporta tutte le bande dell'EQ grafico selezionato a

0 dB.

F

Pulsante INPUT

Consente di visualizzare la finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack.

G

Pulsante OUTPUT

Questo pulsante visualizza la finestra a comparsa

INPUT CH SELECT, nella quale è possibile selezionare la destinazione di output del rack.

H

Pulsante GEQ LINK

Consente di collegare unità GEQ adiacenti.

NOTA

• Il pulsante GEQ LINK viene visualizzato solo quando è possibile effettuare il collegamento. Nel 31 Band GEQ, questo pulsante viene visualizzato se un 31 Band GEQ è montato in due rack adiacenti con numeri pari/dispari.

3

Dopo aver selezionato l'origine di input e la destinazione di output, utilizzare il pulsante

GEQ ON/OFF per attivare l'EQ

31 Band GEQ.

4

Per regolare l'enfasi e il taglio di ciascuna banda, spostare il cursore sul fader desiderato e utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] (RIDUCI/AUMENTA).

5

Se si desidera utilizzare i fader del pannello superiore per regolare enfasi/taglio di ciascuna banda, procedere come segue.

1

Spostare il cursore sul pulsante del campo

FADER ASSIGN e premere il tasto

[ENTER].

Quando questo pulsante è attivo, i fader della schermata diventano bianchi e sarà possibile utilizzare i fader del pannello superiore per regolare le bande GEQ.

17

3

LS9-32

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

163

Operazioni con l'EQ grafico

Per l'unità LS9-16

Nell'unità LS9-16, le bande che possono essere controllate dipendono dal pulsante selezionato.

Per regolare tutte le bande è necessario cambiare i pulsanti durante il lavoro.

Nome pulsante

Pulsante [20-630]

Pulsante [125-4k]

Pulsante [630-20k]

Bande

16 bande da 20 Hz–630 Hz

16 bande da 125 Hz–KHz

16 bande da 630 Hz–20 KHz

6

Se si desidera copiare le impostazioni del

31 Band GEQ correntemente visualizzate nel GEQ di un altro rack oppure inizializzarle, è possibile utilizzare i pulsanti degli strumenti nella parte superiore della schermata.

Per informazioni su come utilizzare questi pulsanti,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo dei pulsanti degli strumenti" (

→ pag. 35).

NOTA

• Se un 31 Band GEQ utilizza un massimo di 15 bande, le relative impostazioni potranno anche essere copiate in un

Flex15GEQ.

SUGGERIMENTO

• È possibile salvare/caricare le impostazioni GEQ in qualsiasi momento utilizzando la libreria dedicata (

pag. 174).

Per l'unità LS9-32

È possibile selezionare solo il pulsante [20-20k].

Quando questo pulsante è attivo, è possibile adoperare i fader 1–31 del pannello superiore per utilizzare tutte le 31 bande.

B

Utilizzare i fader.

L'area di frequenza corrispondente verrà enfatizzata o tagliata.

SUGGERIMENTO

• Quando un fader del pannello superiore si trova nella posizione centrale (azzeramento), il tasto [ON] corrispondente si spegne. Ciò indica che la banda corrispondente non verrà modificata. Se il fader viene alzato o abbassato anche leggermente, il tasto [ON] si illuminerà a indicare che questa banda verrà modificata. Se si preme un tasto [ON] per spegnerlo, la banda corrispondente tornerà immediatamente allo stato di azzeramento.

C

Dopo aver finito di configurare le impostazioni, disattivare i pulsanti del campo FADER ASSIGN.

I fader e i tasti [ON] del pannello superiore ritorneranno alla funzione precedente.

SUGGERIMENTO

• Se un pulsante del campo FADER ASSIGN è attivo, il passaggio del display a un'altra schermata o rack annullerà forzatamente le assegnazioni dei fader del pannello superiore.

• Tuttavia se viene nuovamente visualizzato lo stesso rack, i gruppi di bande precedentemente controllate verranno assegnate automaticamente ai fader.

• Le impostazioni di attivazione/disattivazione di FADER

ASSIGN vengono applicate a tutte le unità GEQ insieme.

Utilizzo del Flex15GEQ

In questa sezione verrà illustrato come utilizzare il

Flex15GEQ.

1

Come illustrato nei punti 1-3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

GEQ in un rack.

Nel rack in cui sarà montato un Flex15GEQ verranno visualizzate le informazioni per due unità GEQ

(A e B).

1

2

3

1

GEQ (A)

B

GEQ (B)

C

Area di visualizzazione grafica del rack

SUGGERIMENTO

• Quando si monta un Flex15GEQ, due unità 31 Band GEQ

(A e B) mono vengono montate in un unico rack. Tuttavia è possibile regolare per ciascuna unità solo un massimo di quindici bande.

2

Spostare il cursore su un rack in cui è montato un Flex15GEQ, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri di GEQ (A) o GEQ (B).

Per passare alla schermata RACK, premere più volte i tasti [RACK 1-4] (schermate RACK 1–4) o il tasto

[RACK 5-8] (schermate RACK 5–8/schermate

EXTERNAL HA (HA ESTERNO)). Per un rack in cui viene montato un Flex15GEQ, la schermata RACK viene visualizzata separatamente come xA e xB (x è il numero del rack).

164

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Operazioni con l'EQ grafico

4 5

1

2

3

1

Grafico EQ

Questo grafico indica la risposta approssimativa delle impostazioni Flex15GEQ correnti.

B

Fader

Indicano l'intensità di enfasi/taglio per ciascuna banda del Flex15GEQ. La frequenza e il valore del fader correntemente selezionato dal cursore vengono visualizzati sotto il fader.

C

Campo FADER ASSIGN

Utilizzare questo campo quando si desidera regolare l'intensità di enfasi/taglio per ciascuna banda mediante i fader. Sul lato sinistro di "AVAILABLE BANDS"

(BANDE DISPONIBILI) è presente un'indicazione delle altre bande (massimo15) che è possibile controllare per il Flex15GEQ corrente.

D

Pulsante GEQ ON/OFF

Consente di attivare o disattivare l'EQ grafico correntemente selezionato.

E

Pulsante FLAT

Riporta tutte le bande dell'EQ grafico selezionato a

0 dB.

3

Utilizzare il tasto [RACK 1-4] (per le schermate RACK 1–4) o il tasto [RACK 5-8]

(per le schermate RACK 5–8) per selezionare l'unità A o B del GEQ, configurare le impostazioni corrette dell'origine di input e della destinazione di output e attivare il Flex15GEQ.

4

Per regolare l'enfasi e il taglio di ciascuna banda, spostare il cursore sul fader desiderato e utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC].

Per ciascuna delle due unità GEQ di un Flex15GEQ è possibile controllare un massimo di quindici bande.

Il numero restante di bande che è possibile controllare viene visualizzato alla destra di "AVAILABLE

BANDS" nel campo FADER ASSIGN. Se si sono utilizzate tutte le quindici bande, sarà necessario riportare una delle bande utilizzate (ovvero quella per la quale il fader è stato alzato o abbassato) sulla posizione di azzeramento prima di poter utilizzare qualsiasi altra banda.

Numero di bande rimanenti

5

Se si desidera utilizzare i fader del pannello superiore per regolare enfasi/taglio di ciascuna banda, procedere come segue.

1

Spostare il cursore sul pulsante del campo

FADER ASSIGN e premere il tasto

[ENTER].

Per ulteriori informazioni sulla differenza di funzionamento e di pulsanti a seconda del modello,

fare riferimento al punto 5 della sezione "Utilizzo del

31 Band GEQ" (

→ pag. 163).

Quando questo pulsante è attivo, i fader della schermata diventano bianchi e sarà possibile utilizzare i fader del pannello superiore per regolare le bande GEQ.

B

Utilizzare i fader.

L'area di frequenza corrispondente verrà enfatizzata o tagliata. È possibile controllare un massimo di

15 bande.

SUGGERIMENTO

• Il tasto [ON] si illuminerà anche se il fader viene alzato o abbassato in modo lievissimo. Ciò indica che la banda corrispondente verrà modificata.

• Affinché una banda enfatizzata o tagliata ritorni rapidamente in posizione di azzeramento, premere il tasto [ON] corrispondente per spegnerlo.

C

Dopo aver finito di configurare le impostazioni, disattivare i pulsanti del campo FADER ASSIGN.

I fader e i tasti [ON] del pannello superiore ritorneranno alla funzione precedente.

SUGGERIMENTO

• Se un pulsante del campo FADER ASSIGN è attivo, il passaggio del display a un'altra schermata o rack annullerà forzatamente le assegnazioni dei fader del pannello superiore. Tuttavia se si visualizza nuovamente lo stesso rack, i gruppi di bande precedentemente controllate verranno assegnate automaticamente ai fader.

6

Se si desidera copiare le impostazioni del

Flex15GEQ correntemente visualizzate nel

GEQ di un altro rack oppure inizializzarle,

è possibile utilizzare i pulsanti degli strumenti nella parte superiore della schermata.

Per informazioni su come utilizzare questi pulsanti,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo dei pulsanti degli strumenti" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• È possibile salvare/caricare le impostazioni GEQ in qualsiasi momento utilizzando la libreria dedicata (

pag. 174).

17

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

165

Informazioni sugli effetti interni

Informazioni sugli effetti interni

È possibile montare gli effetti interni dell'unità LS9 nei rack 5–8. Per ciascun effetto montato si può optare per uno dei 48 tipi di effetti e assegnarne uno all'output di un canale di uscita o all'input di un canale di ingresso, oppure inserirlo in un canale.

In base alle impostazioni di default, i segnali provenienti dai canali MIX 13–16 vengono immessi nei rack 5–8 ed emessi nei canali ST IN 1–4 (L/R).

NOTA

• Non è possibile montare gli effetti interni nei rack 1–4.

• Alcuni tipi di effetti possono essere montati solo nel rack 5 o nel rack 7.

Per utilizzare un effetto interno mediante mandata/ritorno, assegnare l'output di un canale MIX ecc. all'input dell'effetto e l'output dell'effetto a un canale di ingresso.

In questo caso, viene utilizzato il bus MIX corrispondente come canale master della mandata effetti, mentre il canale di ingresso viene utilizzato come canale di ritorno effetti.

Output del canale di uscita

Rack 5

EFFETTO

Rack 6

EFFETTO

Rack 7

EFFETTO

Rack 8

EFFETTO

Input del canale di ingresso

In alternativa è possibile assegnare l'input e l'output dell'effetto interno all'insert-out/in di un canale desiderato

(fatta eccezione per il canale ST IN), in modo che l'effetto venga inserito all'interno di quel canale.

Effetti di tipo STEREO

INPUT L

INPUT R

EFFETTO L

EFFETTO R

Effetti di tipo MIX

INPUT L

INPUT R

EFFETTO

RITORNO L

RITORNO R

RITORNO L

RITORNO R

Se un segnale viene assegnato a un solo input di un effetto a due input, verrà elaborato come mono-in/stereo-out indipendentemente dalla selezione di un tipo di effetto

Stereo o Mix.

INPUT L o R

EFFETTO

RITORNO L

RITORNO R

Insert-out del canale desiderato*

EFFETTO

* Tranne che per il canale ST IN

Insert-in del canale desiderato*

Gli effetti interni rientrano in due categorie, effetti

"tipo STEREO" (2-in/2-out) che elaborano i segnali di input del canale di sinistra e di destra ed effetti "tipo MIX"

(1-in/2-out) che combinano i due canali in un canale mono prima di elaborarli.

Se i segnali vengono assegnati a entrambi gli input (L/R) di un effetto, il modo in cui i canali L/R vengono elaborati dipenderà dal fatto che venga selezionato un tipo di effetto

Stereo oppure Mix, come riportato di seguito.

166

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Informazioni sugli effetti interni

Utilizzo di un effetto interno tramite mandata/ritorno

In questa sezione viene illustrato come utilizzare un bus

MIX come bus di mandata effetti e un canale ST IN come canale di ritorno effetti, in modo tale che l'effetto possa essere utilizzato in una configurazione mandata/ritorno.

SUGGERIMENTO

• Se si desidera utilizzare un bus MIX come bus di mandata effetti,

selezionare "VARI" (VARIABILE) come tipo di bus (

pag. 213).

In questo modo sarà possibile regolare il livello di mandata separatamente per ciascun canale di ingresso.

• Se si desidera utilizzare l'input come un effetto in stereo, sarà opportuno assegnare il bus MIX di origine della mandata a stereo

(

pag. 213).

1

Come illustrato nei punti 1-3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

effetto in un rack.

Un rack nel quale è montato un effetto indicherà il tipo di effetto utilizzato e lo stato di attivazione o disattivazione del bypass.

3

Utilizzare il pulsante OUTPUT per visualizzare la finestra a comparsa INPUT CH

SELECT, nella quale è possibile selezionare l'input L del canale ST IN desiderato come destinazione di output del rack.

L'input L del canale ST IN utilizzato come ritorno effetti verrà assegnato all'output L dell'effetto. Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa INPUT

CH SELECT, fare riferimento al punto 6 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

→ pag. 158).

Se si utilizza l'output dell'effetto in stereo, assegnare l'input R dello stesso canale ST IN all'output R del rack nello stesso modo.

SUGGERIMENTO

• È possibile selezionare più di una destinazione di output per l'effetto.

4

Spostare il cursore su un rack in cui è montato un effetto nel campo GEQ/EFFECT e premere il tasto [ENTER].

Sarà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri dell'effetto.

È inoltre possibile accedere alle schermate RACK 5–8 premendo ripetutamente il tasto [RACK 5-8].

SUGGERIMENTO

• La schermata EXTERNAL HA visualizzata quando si utilizza il tasto [RACK 5-8] deve essere utilizzata quando si opera con un head amplifier esterno (

pag. 175).

1 3 2 4

2 1 3

1

Rack

B

Pulsanti INPUT

C

Pulsanti OUTPUT

2

Utilizzare il pulsante INPUT L per visualizzare la finestra a comparsa OUTPUT

CH SELECT, nella quale è possibile selezionare l'origine di input del rack.

L'output del canale MIX utilizzato come mandata effetti verrà assegnato all'input L dell'effetto. Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT, fare riferimento al punto 4

della sezione "Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

→ pag. 158).

Se si utilizza un'origine stereo, assegnare i segnali L/R dei canali MIX stereo agli input L/R del rack.

17

1

Manopola MIX BAL (BIL. MIX)

Consente di regolare il bilanciamento tra il suono originale e quello degli effetti inclusi nel segnale di uscita dall'effetto.

B

Indicatori di input/output

Indicano il livello dei segnali prima e dopo l'effetto.

C

Pulsanti INPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante

INPUT nel campo GEQ/EFFECT (EQ grafico/

EFFETTO).

D

Pulsanti OUTPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa INPUT CH SELECT. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante

OUTPUT nel campo GEQ/EFFECT.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

167

Informazioni sugli effetti interni

5

Per cambiare il bilanciamento del missaggio del suono originale e di quello degli effetti, spostare il cursore sulla manopola MIX BAL. e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

La manopola MIX BAL. consente di regolare il bilanciamento tra il suono originale e quello degli effetti inclusi nel segnale di uscita dall'effetto. Questo parametro è disponibile per tutti i tipi di effetto.

Se si sta utilizzando l'effetto tramite mandata/ritorno, impostarlo su 100% (solo suono di effetti)

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sulla modifica dei parametri degli

effetti, fare riferimento alla sezione "Modifica dei parametri degli effetti interni" (

pag. 170).

6

Per regolare il livello di mandata degli effetti di un canale di ingresso, premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata

SELECTED CH VIEW e al canale di ingresso che si desidera controllare.

1

2

8

Per regolare il livello master della mandata effetti, richiamare il layer fader che include il canale MIX specificato come origine di input del rack al punto 2 e regolare il fader corrispondente.

Impostare il livello più alto possibile evitando che il segnale post-effetto raggiunga il punto di overload.

9

Per regolare il livello di ritorno degli effetti, utilizzare l'encoder del canale ST IN selezionato come destinazione di output del rack al punto 3.

Inserimento di un effetto interno in un canale

In questa sezione verrà illustrato come inserire un effetto in un canale assegnando l'input/output dell'effetto interno al canale di ingresso/uscita desiderato (fatta eccezione per il canale ST IN).

1

Come illustrato nei punti 1-3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

effetto in un rack.

Un rack nel quale è montato un effetto indicherà il tipo di effetto utilizzato e lo stato di attivazione o disattivazione del bypass.

1

Campo SEND

B

Manopola TO MIX SEND LEVEL

(A LIVELLO MANDATA BUS MIX)

7

Spostare il cursore sulla manopola TO MIX

SEND LEVEL del bus desiderato, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare il livello di mandata.

Con queste impostazioni, il segnale verrà inviato dal canale di ingresso all'effetto interno. Regolare il livello di mandata dei canali di ingresso nello stesso modo.

Spostando il cursore sulla manopola e premendo il tasto [ENTER], è possibile attivare/disattivare il segnale inviato da ciascun canale al bus corrispondente e accedere a una finestra a comparsa in cui è possibile scegliere il punto di mandata (PRE/

POST) (PRIMA/DOPO) (

→ pag. 64).

NOTA

• Accertarsi che il livello di mandata dal canale ST IN selezionato al punto 3 per il bus MIX corrispondente sia impostato su 0. Se tale livello viene alzato, l'output dell'effetto ritornerà all'input dello stesso effetto, causando probabilmente oscillazione.

2 1 3

1

Rack

B

Pulsanti INPUT

C

Pulsanti OUTPUT

2

Utilizzare il pulsante INPUT L per visualizzare la finestra a comparsa OUTPUT

CH SELECT, nella quale è possibile selezionare l'insert-out di un canale come origine di input.

L'insert-out verrà assegnato all'input L dell'effetto.

Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa

OUTPUT CH SELECT, fare riferimento al punto 4

della sezione "Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

→ pag. 158).

168

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Informazioni sugli effetti interni

3

Utilizzare il pulsante INPUT L per visualizzare la finestra a comparsa INPUT

CH SELECT e selezionare l'insert-in dello stesso canale come destinazione di output.

L'insert-in verrà assegnato all'output L dell'effetto.

Se si effettua l'inserimento in un canale che gestisce l'origine stereo, utilizzare la stessa procedura per assegnare l'insert-out/insert-in dell'altro canale all'input/output R dell'effetto.

4

Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata SELECTED CH VIEW, quindi accedere al canale in cui si desidera inserire l'effetto.

5

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa INSERT e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa INSERT.

Accertarsi che venga selezionato il rack desiderato per le porte di ingresso/uscita utilizzate per l'inserimento.

Per ulteriori informazioni su Insert Out/In, fare

riferimento alla sezione "Inserimento di un dispositivo esterno in un canale" (

→ pag. 101).

7

Premere ripetutamente il tasto [RACK 5-8] per accedere alla schermata RACK del rack inserito nel canale.

In questa schermata è possibile modificare i parametri dell'effetto. La schermata contiene gli elementi indicati di seguito.

2 1 3

1

1

Pulsante INSERT ON/OFF (ATTIVA/

DISATTIVA INSERIMENTO)

SUGGERIMENTO

• Nella finestra a comparsa INSERT sarà anche possibile cambiare la posizione insert-out/in all'interno del canale.

6

Accertarsi che il pulsante INSERT ON/OFF sia attivato per il canale in cui è stato inserito l'effetto.

Se è disattivato, attivarlo. In questo stato, l'inserimento di effetti viene attivato per il canale corrispondente.

1

Indicatori di input/output

Indicano il livello dei segnali prima e dopo l'effetto.

B

Pulsanti INPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante

INPUT nel campo GEQ/EFFECT (EQ grafico/

EFFETTO).

C

Pulsanti OUTPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa INPUT CH SELECT. La procedura operativa è la stessa di quella utilizzata per il pulsante

OUTPUT nel campo GEQ/EFFECT.

8

Selezionare il tipo di effetto e modificare i relativi parametri.

Per ulteriori informazioni sulla modifica dei parametri

degli effetti, fare riferimento alla sezione Modifica dei parametri degli effetti interni.

SUGGERIMENTO

• I livelli precedenti e successivi all'effetto vengono visualizzati dagli indicatori di input/output nella parte superiore destra della schermata RACK.

17

NOTA

• Regolare il livello del segnale insert out e i parametri dell'effetto in modo che il segnale non raggiunga il punto di overload durante la fase input o output dell'effetto.

9

Selezionare il layer fader che include il canale selezionato al punto 3 come destinazione di output del rack e utilizzare il fader corrispondente per regolare il livello in modo adeguato.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

169

Informazioni sugli effetti interni

Modifica dei parametri degli effetti interni

In questa sezione viene illustrato come cambiare il tipo di effetto e modificare i parametri.

1

Come illustrato nei punti 1-3 della sezione

"Montaggio di un GEQ o di un effetto nel rack virtuale" (

pag. 158), montare un

effetto in un rack.

Un rack nel quale è montato un effetto indicherà il tipo di effetto utilizzato e lo stato di attivazione o disattivazione del bypass.

1 2

1

Titolo/tipo di effetto

B

Stato di attivazione/disattivazione del bypass

2

Spostare il cursore sul rack in cui è montato l'effetto che si desidera modificare, quindi premere il tasto [ENTER].

Sarà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri dell'effetto.

È inoltre possibile accedere alle schermate RACK 5–8 premendo ripetutamente il tasto [RACK 5-8].

SUGGERIMENTO

• La schermata EXTERNAL HA visualizzata quando si utilizza il tasto [RACK 5-8] deve essere utilizzata quando si opera con un head amplifier esterno (

pag. 175).

1 2 6 4 5 7

1

Campo dei tipi di effetto

In questo campo vengono visualizzati il titolo degli effetti, il nome del tipo utilizzato e un grafico. Viene inoltre mostrato il numero dei canali di ingresso/uscita

(1 IN/2 OUT o 2 IN/2 OUT) di questo effetto. Se si sposta il cursore sul grafico del tipo di effetto e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata la finestra a comparsa EFFECT TYPE (TIPO EFFETTO) che consente di selezionare il tipo di effetto.

B

Pulsante BYPASS

Consente di bypassare temporaneamente l'effetto.

C

Pulsante EFFECT CUE (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE EFFETTO)

Consente di monitorare il segnale di attivazione per l'output dell'effetto correntemente visualizzato. Questa funzione di segnale di attivazione è valida solo mentre

è visualizzata questa schermata. Il segnale di attivazione verrà annullato automaticamente quando si passa a una schermata diversa.

D

Campo dei parametri speciali

In questo campo vengono visualizzati particolari parametri, specifici per alcuni tipi di effetti.

E

Indicatori di input/output

Indicano il livello dei segnali prima e dopo l'effetto.

F

Pulsanti INPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa OUTPUT CH SELECT.

G

Pulsanti OUTPUT L/R

Questi pulsanti consentono di visualizzare la finestra a comparsa INPUT CH SELECT.

H

Campo dei parametri degli effetti

In quest'area vengono visualizzati i parametri relativi al tipo di effetto correntemente selezionato.

3

Se si desidera cambiare il tipo di effetto, procedere come segue.

1

Spostare il cursore sul grafico del tipo di effetto, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa

EFFECT TYPE.

3

8

170

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Pulsante CLOSE

Informazioni sugli effetti interni

B

Utilizzare il dial o i tasti cursore per spostare il cursore e selezionare il nuovo tipo di effetto.

È possibile spostare il cursore in alto o in basso per selezionare un nuovo tipo in passi di dodici.

Se si decide di non cambiare il tipo di effetto, utilizzare i tasti cursore per spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto [ENTER].

C

Dopo aver selezionato un nuovo tipo di effetto, premere il tasto [ENTER].

La finestra a comparsa EFFECT TYPE verrà chiusa automaticamente e il nuovo effetto potrà ora essere utilizzato.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile cambiare il tipo di effetto richiamando un'impostazione della libreria.

NOTA

• I tipi di effetto "HQ.PITCH" (PITCH HIGH QUALITY) e

"FREEZE" (BLOCCO) possono essere utilizzati solo nel rack

5 o nel rack 7. Inoltre, anche se questi due tipi di effetti vengono copiati non sarà possibile incollarli nei rack 6 o 8.

4

Per modificare i parametri degli effetti, spostare il cursore sulla manopola nel campo dei parametri e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sui parametri di ciascun tipo di effetto, fare riferimento al materiale aggiuntivo alla fine del

presente manuale (

pag. 233).

5

Modificare le impostazioni nel campo dei parametri speciali secondo quanto necessario.

Per alcuni tipi di effetti, nel campo dei parametri speciali verranno visualizzati parametri quali quelli riportati di seguito.

TEMPO

Viene visualizzato se si seleziona un effetto di tipo tempo o di tipo modulazione.

1

2

1

Pulsante MIDI CLK (CLOCK MIDI)

Se si attiva questo pulsante, il parametro BPM

(battute al minuto) di quell'effetto verrà impostato in modo da corrispondere al tempo del timing clock

MIDI in ingresso dalla porta MIDI correntemente attivata.

B

Manopola BPM

Consente di impostare manualmente il parametro

BPM. È anche possibile assegnare la funzione Tap

Tempo (Battuta tempo) a un tasto definito dall'utente e impostare il BPM utilizzandolo (

→ pag. 172).

PLAY/REC (RIPRODUCI/REGISTRA)

Viene visualizzato quando FREEZE è selezionato come tipo di effetto.

1

1

Pulsanti PLAY/REC

Vengono utilizzati per registrare (campionare) ed eseguire il playback quando si utilizza l'effetto

Freeze. Per ulteriori informazioni su come utilizzare l'effetto Freeze, fare riferimento alla sezione

"Utilizzo dell'effetto Freeze" (

→ pag. 173).

SOLO (ASSOLO)

Viene visualizzato quando M.BAND DYNA

(DINAM. BANDA M.) o M.BAND COMP (COMP.

BANDA M.) è selezionato come tipo di effetto.

1 2

1

Pulsanti HIGH/MID/LOW (ALTO/MEDIO/

BASSO)

Questi pulsanti lasciano passare solo la banda di frequenza selezionata (sono consentite più selezioni).

B

Indicatori di riduzione del guadagno

Consentono di visualizzare la quantità di riduzione del guadagno per ciascuna banda.

6

Se si desidera monitorare solo il segnale di ingresso dell'effetto correntemente selezionato, premere il pulsante EFFECT

CUE per attivarlo.

SUGGERIMENTO

• Se la modalità Cue (Segnale di attivazione) viene impostata su MIX CUE (SEGNALE DI ATTIVAZIONE MIX) (nella quale i canali con i tasti [CUE] attivi sono mixati per il monitoraggio), quando si attiva il pulsante EFFECT CUE verrà monitorato solo il segnale di uscita dell'effetto (i tasti [CUE] attivati fino a quel momento verranno temporaneamente ignorati).

7

Se si desidera bypassare l'effetto correntemente selezionato, attivare il pulsante BYPASS.

8

Se si desidera copiare le impostazioni dell'effetto correntemente visualizzate in un altro rack oppure inizializzarle, è possibile utilizzare i pulsanti degli strumenti nella parte superiore della schermata.

Per informazioni su come utilizzare questi pulsanti,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo dei pulsanti degli strumenti" (

→ pag. 35).

SUGGERIMENTO

• È possibile memorizzare le impostazioni degli effetti e richiamarle in qualsiasi momento utilizzando la libreria effetti

(

pag. 174).

17

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

171

Informazioni sugli effetti interni

Utilizzo della funzione Tap Tempo

"Tap tempo" è una funzione che consente di specificare la durata di un effetto delay o la velocità di modulazione di un effetto modulazione battendo su un tasto all'intervallo desiderato. Per utilizzare la funzione Tap (Battuta), è necessario innanzitutto assegnare Tap Tempo a un tasto definito dall'utente e, quindi, utilizzare quest'ultimo.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS, premere più volte il tasto [SETUP]

(CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE) all'interno delle schermate SETUP.

4

Selezionare "TAP TEMPO" nella colonna

FUNCTION (FUNZIONE), selezionare

"CURRENT PAGE" (PAGINA CORRENTE) nella colonna PARAMETER 1

(PARAMETRO 1), spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Per selezionare un elemento in ciascuna colonna, spostare il cursore sulla colonna desiderata e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]. Spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER]; la funzione

Tap Tempo verrà assegnata al tasto definito dall'utente al punto 3 e si ritornerà alla pagina USER DEFINED

KEY SETUP.

1

1

Pulsante a comparsa USER DEFINED

KEYS (TASTI DEFINITI DALL'UTENTE)

2

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa USER DEFINED KEYS e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa USER DEFINED KEYS.

La finestra a comparsa USER DEFINED KEYS consente di assegnare funzioni ai tasti definiti dall'utente [1]–[12].

SUGGERIMENTO

• Se nella colonna PARAMETER 1 si specifica "CURRENT

PAGE", sarà possibile utilizzare la funzione Tap Tempo per l'effetto correntemente visualizzato (rack).

• Se nella colonna PARAMETER 1 si specifica "RACK x"

(x=5–8), sarà possibile utilizzare la funzione Tap Tempo solo per un effetto specifico (rack).

• Per ulteriori informazioni sui tasti definiti dall'utente, fare

riferimento alla sezione "Tasti definiti dall'utente" (

pag. 196).

5

Premere ripetutamente il tasto [RACK 5-8] per accedere alla schermata RACK del rack in cui viene montato l'effetto che si desidera controllare.

6

Selezionare un tipo di effetto che includa un parametro BPM.

Per ulteriori informazioni sulla selezione del tipo di effetto, fare riferimento al punto 3 della sezione

"Modifica dei parametri degli effetti interni"

(

→ pag. 170).

Il parametro BPM viene visualizzato nel campo dei parametri speciali. È incluso negli effetti di tipo delay e modulazione e può essere utilizzato per specificare il tempo di delay o la velocità di modulazione.

1

1

172

1

Pulsanti di elenco a discesa per i tasti definiti dall'utente

3

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa per il tasto definito dall'utente a cui si desidera assegnare la funzione Tap

Tempo, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa USER

DEFINED KEY SETUP (CONFIGURAZIONE

TASTI DEFINITI DALL'UTENTE).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Parametro BPM

Informazioni sugli effetti interni

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sui parametri di ciascun tipo di effetto, fare riferimento al materiale aggiuntivo alla fine del

presente manuale (

pag. 233).

7

Al tempo desiderato, premere ripetutamente il tasto definito dall'utente al quale è assegnata la funzione Tap Tempo.

Verrà calcolato l'intervallo medio (BPM) di pressione del tasto e tale valore sarà rispecchiato dal parametro BPM.

Verrà inserito l'intervallo medio

(la media di a, b e c) a b c

4

Selezionare "FREEZE" come tipo di effetto.

Per ulteriori informazioni sulla selezione del tipo di effetto, fare riferimento al punto 3 della sezione

"Modifica dei parametri degli effetti interni"

(

→ pag. 170).

Se si seleziona il tipo di effetto "FREEZE", nel campo dei parametri speciali verranno visualizzati il pulsante

PLAY, il pulsante REC e una barra di avanzamento.

1 2 3

Primo battito Secondo battito

Terzo battito Quarto battito

SUGGERIMENTO

• Se il valore medio è al di fuori dell'intervallo 20–300 BPM, verrà ignorato.

• Se si attiva il pulsante MIDI CLK (CLOCK MIDI) nel campo dei parametri speciali, il valore del parametro BPM cambierà in base al tempo del timing clock MIDI ricevuto dalla porta

MIDI correntemente attivata.

Utilizzo dell'effetto Freeze

In questa sezione viene illustrato come utilizzare il tipo di effetto "FREEZE", che offre la funzionalità di un campionatore semplice. Quando viene selezionato questo tipo di effetto, è possibile effettuare operazioni nella schermata per registrare (campionare) ed eseguire il playback di un suono.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS, premere contemporaneamente il tasto [RACK 1-4] e il tasto [RACK 5-8] per accedere alla schermata VIRTUAL RACK.

2

Montare un effetto nel rack 5 o nel rack 7.

NOTA

• I tipi di effetti "FREEZE" e "HQ.PITCH" possono essere utilizzati solo nel rack 5 o nel rack 7.

3

Spostare il cursore sul rack in cui è montato l'effetto che si desidera modificare, quindi premere il tasto

[ENTER].

Sarà visualizzata la schermata RACK che consente di modificare i parametri dell'effetto.

È inoltre possibile accedere alle schermate RACK 5–8 premendo ripetutamente il tasto [RACK 5-8].

1

Pulsante PLAY (Riproduci)

B

Pulsante REC

C

Barra di avanzamento

SUGGERIMENTO

• Invece di cambiare il tipo di effetto, è anche possibile richiamare le impostazioni che utilizzano il tipo di effetto

"FREEZE" dalla libreria effetti.

5

Per iniziare a registrare (campionamento), attivare il pulsante REC per illuminarlo e, quindi, attivare anche il pulsante PLAY.

Verrà registrato il segnale in ingresso nell'effetto.

La barra di avanzamento visualizza la posizione di registrazione corrente. Trascorso il tempo prestabilito, i pulsanti si disattivano automaticamente.

SUGGERIMENTO

• È possibile regolare i parametri nella finestra allo scopo di configurare impostazioni dettagliate relative al tempo di registrazione, al modo in cui essa avrà inizio e al modo con cui verrà eseguito il playback del campione. Per ulteriori informazioni sui parametri, fare riferimento al materiale aggiuntivo alla fine del presente manuale (

pag. 233).

6

Per eseguire il playback del campione registrato, spostare il cursore sul pulsante

PLAY e premere il tasto [ENTER].

NOTA

• Se, al termine della registrazione, viene nuovamente attivato il pulsante REC per inserire la modalità Record Ready, il contenuto campionato sarà cancellato.

17

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

173

Utilizzo dell'EQ grafico e delle librerie effetti

Utilizzo dell'EQ grafico e delle librerie effetti

È possibile utilizzare librerie dedicate per archiviare e richiamare le impostazioni relative all'EQ grafico e agli effetti.

GEQ library (Libreria EQ grafico)

Utilizzare la "libreria GEQ" per archiviare e richiamare le impostazioni GEQ. Questa libreria GEQ può essere consultata da tutte le unità GEQ utilizzate nella console

LS9 (in ogni caso, 31 Band GEQ e Flex15GEQ sono tipi diversi e non è possibile richiamare una libreria GEQ di tipo diverso).

È possibile richiamare 200 elementi dalla libreria. Il numero 000 è di sola lettura mentre gli altri numeri della libreria possono essere letti o scritti liberamente.

Per accedere alla libreria GEQ, spostare il cursore sulla barra degli strumenti LIB nella parte superiore della schermata quando nella schermata RACK viene visualizzato un GEQ, quindi premere il tasto [ENTER].

1

Libreria effetti

Utilizzare la "libreria effetti" per archiviare e richiamare le impostazioni degli effetti.

È possibile richiamare 199 elementi dalla libreria effetti.

Gli elementi della libreria 1–48 sono preset di sola lettura e corrispondono, rispettivamente, ai tipi di effetto1–48.

Gli elementi della libreria 49–57 vengono utilizzati esclusivamente dal sistema. Gli altri degli elementi della libreria possono essere letti e scritti liberamente.

Per accedere alla libreria effetti, spostare il cursore sulla barra degli strumenti LIB nella parte superiore della schermata quando nella schermata RACK 5–8 viene visualizzato un effetto, quindi premere il tasto [ENTER].

1

1

Pulsante LIB

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della libreria, fare

riferimento alla sezione "Utilizzo delle librerie"

(

→ pag. 35).

NOTA

• Le operazioni di memorizzazione/richiamo vengono eseguite su rack singoli. Non è possibile archiviare/memorizzare singolarmente due unità Flex15GEQ montate nello stesso rack.

1

Pulsante LIB

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della libreria,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo delle librerie"

(

→ pag. 35).

NOTA

• È possibile richiamare gli elementi della libreria "HQ.PITCH" o "FREEZE" solo nei rack 5 o 7 e non nei rack 6 o 8.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile utilizzare messaggi MIDI (program change) per

richiamare le impostazioni degli effetti dalla libreria (

pag. 180).

174

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo di un head amplifier esterno

Utilizzo di un head amplifier esterno

Se una scheda I/O (prossimamente sul mercato) che supporta il protocollo remoto dell'head amplifier esterno (Yamaha AD8HR) viene installata in uno slot dell'unità LS9, sarà possibile controllare in modalità remota parametri quali l'attivazione/disattivazione dell'alimentazione phantom (+48V) dell'head amplifier, il guadagno e l'HPF (filtro passa-alto) dall'unità LS9.

Per un esempio di connessioni effettive, fare riferimento al manuale di istruzioni della scheda I/O.

Controllo remoto di un head amplifier esterno

In questa sezione viene illustrato come controllare l'head amplifier esterno (successivamente abbreviato con

"HA esterno") dall'unità LS9 tramite una scheda I/O installata in uno slot.

1

Collegarsi all'unità LS9 e all'HA esterno.

Fare riferimento al manuale di istruzioni della scheda

I/O e dell'head amplifier esterno.

2

Premere più volte il tasto [RACK 5-8] per accedere alla schermata EXTERNAL HA.

La schermata EXTERNAL HA comprende gli elementi riportati di seguito.

1

C

Rack virtuali

Sono due {quattro} rack in cui è possibile montare unità HA esterne controllabili in remoto. Se si monta un HA esterno, verranno visualizzate le relative impostazioni (guadagno, attivazione/disattivazione alimentazione phantom, attivazione/disattivazione

HPF). Quando si sposta il cursore su un rack e si preme il tasto [ENTER], viene visualizzata la finestra a comparsa EXTERNAL HA per quel rack.

D

Pulsante dell'elenco a discesa EXTERNAL

HA PORT SELECT (SELEZIONE PORTA

HA ESTERNO)

Consente di accedere alla finestra a comparsa

EXTERNAL HA PORT SELECT, nella quale è possibile specificare le porte di ingresso a cui verrà collegato l'HA esterno montato nel rack.

3

Per selezionare la porta di comunicazione della scheda I/O, spostare il cursore sulla casella COMM PORT, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare una porta e premere il tasto [ENTER].

4

Per specificare le porte di ingresso per un HA esterno, spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa EXTERNAL

HA PORT SELECT di quel rack, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa EXTERNAL

HA PORT SELECT. Nella finestra a comparsa sono presenti gli elementi indicati di seguito.

1 2

2 3 4

1

Casella COMM PORT

(PORTA COMUNICAZIONE)

In questa casella è possibile selezionare la porta di comunicazione delle schede I/O correntemente installate.

È possibile scegliere tra le porte di comunicazione riportate di seguito.

SLOT {SLOT1}

Selezionare la porta di comunicazione della scheda

I/O installata nello slot {slot 1}.

SLOT2 (solo LS9-32)

Selezionare la porta di comunicazione della scheda

I/O installata nello slot 2.

B

ID / Nome modello / +48V master

In quest'area vengono visualizzate le informazioni relative all'HA esterno montato nel rack. Il numero ID viene assegnato automaticamente da 1 a 2 {da 1 a 4} nell'ordine in cui i dispositivi vengono connessi alla scheda I/O. In quest'area viene anche visualizzato lo stato di attivazione/disattivazione dell'alimentazione phantom principale.

1

Pulsanti PORT SELECT

(SELEZIONE PORTA)

Consentono di specificare le porte di ingresso a cui viene collegato l'HA esterno.

B

Pulsante NO ASSIGN

(NESSUNA ASSEGNAZIONE)

Consente di annullare la selezione della porta.

17

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

175

Utilizzo di un head amplifier esterno

5

Utilizzare i pulsanti PORT SELECT per specificare le porte di ingresso a cui è collegata l'uscita audio dell'HA esterno.

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

NOTA

• Se l'HA esterno è collegato a uno degli slot dell'unità LS9, sarà necessario specificare manualmente la porta di ingresso appropriata. Se l'impostazione è errata, l'HA esterno non verrà rilevato in modo corretto nel momento in cui le porte di ingresso vengono assegnate ai canali di ingresso.

6

Per controllare l'HA esterno in remoto, spostare il cursore sul rack in cui è montato l'HA esterno che si desidera controllare, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa EXTERNAL

HA. In questa finestra è possibile controllare in remoto l'HA esterno utilizzando le manopole e i pulsanti del display dell'unità LS9 oppure il dial ecc. del pannello superiore.

2

1

3

4

7

Per controllare in remoto l'HA esterno in un canale di ingresso dell'unità LS9, premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata

SELECTED CH VIEW, quindi accedere al canale che si desidera controllare.

1

1

Pulsante di elenco a discesa HA

8

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa HA e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

HA/PATCH.

5

1

1

Pulsanti di selezione del rack

Consentono di cambiare il rack visualizzato nella finestra a comparsa EXTERNAL HA.

B

+48V MASTER

Se un HA esterno viene collegato al connettore

REMOTE (REMOTO), lo stato di attivazione/ disattivazione dell'alimentazione phantom verrà visualizzato in questo punto (attivando/disattivando l'HA esterno stesso).

C

Pulsanti +48V

Consente di attivare/disattivare l'alimentazione phantom di ciascun canale.

D

Manopole GAIN (GUADAGNO)

Indicano il guadagno dell'HA esterno. Spostare il cursore sulla manopola, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare l'impostazione.

E

Manopole HPF/pulsanti ON

Questi controlli consentono di attivare/disattivare il filtro passa-alto incorporato dell'HA e di regolarne la frequenza di taglio.

SUGGERIMENTO

• Non appena un AD8HR viene collegato, la suddetta schermata rispecchierà lo stato delle impostazioni dell'head amplifier AD8HR.

• Dato che manopole e pulsanti in questione verranno visualizzati anche se non è collegato alcun AD8HR, è possibile utilizzarli per configurare le impostazioni anche senza l'AD8HR e quindi per memorizzare tali impostazioni in una scena.

176

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Pulsante dell'elenco a discesa della porta di ingresso

9

Premere il pulsante dell'elenco a discesa della porta di ingresso e selezionare la porta di ingresso assegnata all'HA esterno.

Con queste impostazioni, è possibile utilizzare l'HA esterno nello stesso modo dell'HA interno dell'unità

LS9. Per ulteriori informazioni sulla finestra a comparsa HA/PATCH, fare riferimento alla sezione

"Impostazioni HA (Head amplifier)" (

→ pag. 57).

SUGGERIMENTO

• Le impostazioni dell'HA esterno vengono salvate come parte della scena (fatta eccezione per attivazione/disattivazione phantom master e HPF e per le impostazioni della frequenza).

• La regolazione della luminosità dei LED del pannello dell'unità LS9 influirà anche sui LED dell'HA esterno.

Capitolo 18

MIDI

In questo capitolo viene illustrato come trasmettere i messaggi MIDI da un dispositivo esterno per controllare i parametri dell'unità LS9 e, al contrario, come trasmettere operazioni sulla console LS9 come messaggi MIDI.

Funzionalità MIDI sull'unità LS9

Nell'unità LS9 è possibile utilizzare MIDI per eseguire le operazioni riportate di seguito.

Trasmissione e ricezione di program change

Quando si esegue un evento specifico (richiamo libreria scene/effetti) sull'unità LS9, è possibile trasmettere un messaggio di program change del numero corrispondente a un dispositivo esterno. Al contrario, è possibile eseguire l'evento corrispondente quando si riceve un messaggio di program change da un dispositivo esterno.

Trasmissione e ricezione di control change

Quando si esegue un evento specifico (utilizzo di fader/encoder o tasti) sull'unità LS9, è possibile trasmettere il messaggio di control change corrispondente a un dispositivo esterno. Al contrario, è possibile eseguire eventi quando si ricevono messaggi di control change da un dispositivo esterno. In questo modo è possibile registrare operazioni di fader e tasti su un sequencer MIDI o su un altro dispositivo esterno ed eseguirne il playback in seguito.

Trasmissione e ricezione di parameter change (SysEx)

Quando si eseguono eventi specifici (utilizzo di fader/encoder o tasti, modifiche alle impostazioni utente o di sistema) sull'unità LS9, è possibile trasmettere messaggi esclusivi di sistema "parameter change" a un dispositivo esterno. Al contrario, è possibile eseguire eventi quando si ricevono messaggi di parameter change da un dispositivo esterno.

Utilizzando questa funzione, le operazioni dell'unità LS9 possono essere registrate per poi eseguirne il playback su un sequencer MIDI o altro dispositivo esterno oppure le modifiche alle impostazioni utente e di sistema possono essere trasmesse a un'altra console LS9.

NOTA

• Come porta MIDI utilizzata per trasmettere e ricevere messaggi MIDI, è possibile selezionare i connettori MIDI IN/OUT

(INGRESSO/USCITA MIDI) del pannello posteriore o una scheda I/O installata nello slot {1, 2}. Se si seleziona una scheda I/O,

è possibile selezionare anche un numero di porta. Tutte le funzioni riportate sopra saranno comuni alla porta selezionata.

• È possibile ricevere messaggi MMC (MIDI Machine Control) per controllare il trasporto del registratore di memoria USB.

18

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

177

Impostazioni MIDI di base

1

4

6

8

9

Impostazioni MIDI di base

Di seguito viene illustrato come selezionare il tipo di messaggi MIDI che la console LS9 trasmette e riceve, la porta MIDI utilizzata e il canale MIDI.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto [SETUP]

(CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata MISC SETUP (CONFIGURAZIONI

VARIE) all'interno delle schermate SETUP.

Pulsante di elenco a discesa MIDI SETUP (CONFIGURAZIONE MIDI)

C

Casella di selezione dei canali

Per selezionare il canale di trasmissione (Tx) e di ricezione (Rx) dei messaggi MIDI, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC].

D

Campo PROGRAM CHANGE

Consente di configurare le impostazioni per la trasmissione e la ricezione di program change.

Pulsante Tx

Consente di attivare e disattivare la trasmissione di program change.

Pulsante Rx

Consente di attivare e disattivare la ricezione di program change.

Pulsante ECHO (ECO)

Consente di indicare se i messaggi program change in ingresso vengono emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

2

Spostare il cursore sul pulsante MIDI SETUP e premere [ENTER] (INVIO) per accedere alla finestra a comparsa MIDI SETUP.

2 3 5 7

Nella pagina MIDI SETUP è possibile selezionare il tipo di messaggi MIDI che verranno trasmessi e ricevuti, oltre che scegliere la porta che sarà utilizzata.

Nella pagina sono presenti le voci riportate di seguito.

1

Campo PORT/CH (PORTA/CANALE)

Consente di selezionare la porta e il canale MIDI che verranno utilizzati per trasmettere e ricevere messaggi

MIDI. Quando i messaggi MIDI vengono trasmessi o ricevuti, gli indicatori SIGNAL (SEGNALE) nella parte superiore del campo si illuminano.

B

Casella di selezione della porta

Per selezionare la porta di trasmissione (Tx) e di ricezione (Rx) dei messaggi MIDI, utilizzare il dial o i tasti [INC]/[DEC] (AUMENTA/RIDUCI). Se si seleziona la stessa porta utilizzata da un'altra funzione, ad esempio un collegamento in cascata o l'head amplifier remoto, verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma. Se si seleziona OK, l'impostazione della porta per l'altra funzione verrà disabilitata.

178

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sull'assegnazione della scena o dell'effetto per ciascun numero di programma, fare riferimento

alla sezione "Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria" (

pag. 180).

E

Campo PROGRAM CHANGE MODE

(MODALITÀ PROGRAM CHANGE)

Consente di selezionare la modalità di trasmissione/ ricezione di program change.

Pulsante SINGLE (SINGOLO)

Se questo pulsante è attivato, i program change vengono trasmessi e ricevuti su un singolo canale MIDI.

Pulsante OMNI

Se questo pulsante è attivato, i program change di tutti i canali MIDI vengono ricevuti in modalità

Single (la ricezione e trasmissione in modalità

Multi e la trasmissione in modalità Single sono disabilitate).

Pulsante BANK (BANCO)

Se questo pulsante è attivato, i messaggi di selezione banco possono essere trasmessi e ricevuti in modalità Single (è disabilitato per la trasmissione e ricezione in modalità Multi).

Pulsante MULTI (MULTIPLI)

Se questo pulsante è attivato, i program change vengono trasmessi e ricevuti su più canali MIDI

(modalità Multi).

F

Campo CONTROL CHANGE

Consente di configurare le impostazioni per la trasmissione e la ricezione di control change.

Pulsante Tx

Consente di attivare e disattivare la trasmissione di control change.

Pulsante Rx

Consente di attivare e disattivare la ricezione di control change.

Pulsante ECHO

Consente di indicare se i messaggi control change in ingresso vengono emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

Impostazioni MIDI di base

G

Campo CONTROL CHANGE MODE

(MODALITÀ CONTROL CHANGE)

Consente di selezionare la modalità di trasmissione/ ricezione dei control change.

Pulsante NRPN (Non Registered Parameter

Number – Numero parametro non registrato)

Se questo pulsante è attivato, i parametri di mixaggio della console LS9 vengono trasmessi e ricevuti come messaggi NRPN su un canale MIDI

(modalità NRPN).

Pulsante TABLE (TABELLA)

Se questo pulsante è attivato, i parametri di mixaggio della console LS9 vengono trasmessi e ricevuti come messaggi control change su un canale MIDI (modalità TABLE).

H

Campo PARAMETER CHANGE

Consente di configurare le impostazioni per la trasmissione e la ricezione di messaggi esclusivi di sistema "parameter change".

Pulsante Tx

Consente di attivare e disattivare la trasmissione di parameter change.

Pulsante Rx

Consente di attivare e disattivare la ricezione di parameter change.

Pulsante ECHO

Consente di indicare se i parameter change in ingresso vengono emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

I

Campo OTHER COMMAND (ALTRO

COMANDO)

Consente di specificare come verranno ricevuti i messaggi MIDI che non siano program change, control change e parameter change, ovvero i messaggi quali note-on/off e MIDI timing clock.

Pulsante ECHO

Consente di indicare se gli altri messaggi MIDI ricevuti verranno emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

3

Per indicare la porta che dovrà trasmettere o ricevere ogni tipo di messaggio MIDI, spostare il cursore sulla casella di selezione della porta di trasmissione (Tx) o di ricezione (Rx), utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per specificare l'impostazione, quindi premere [ENTER].

4

Per specificare il canale (CH1–CH16) su cui i messaggi MIDI verranno trasmessi o ricevuti, spostare il cursore sulla casella di selezione del canale, utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per specificare l'impostazione, quindi premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Quando si trasmettono o si ricevono messaggi di parameter change, il numero del canale specificato in questo campo viene utilizzato come numero del dispositivo (numero che identifica l'unità di trasmissione o di ricezione).

5

Attivare o disattivare la trasmissione/ ricezione di ogni messaggio MIDI.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dei program change,

fare riferimento alla sezione seguente "Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria".

• Per ulteriori informazioni sull'utilizzo dei control change,

fare riferimento alla sezione "Utilizzo di control change per controllare i parametri" (

pag. 183).

18

È possibile selezionare uno degli elementi riportati di seguito.

Funzione

----

MIDI

SLOT {1/2} -1–8

Il numero di porte disponibili dipende dalla scheda installata.

Descrizione

Non verrà utilizzata alcuna porta.

Connettore MIDI IN (Rx)/OUT (Tx) del pannello posteriore

Una scheda che supporta la trasmissione seriale, installata in uno slot del pannello posteriore {1/2}

(MY16-CII è valida nello SLOT {1–2})

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

179

Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria

Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria

Con l'unità LS9 è possibile assegnare un evento specifico (richiamo di una scena o richiamo di una libreria effetti) ad ogni numero di program change, per cui quando questo evento viene eseguito sulla console LS9, verrà trasmesso un messaggio di program change del numero corrispondente a un dispositivo esterno. Al contrario, è possibile eseguire l'evento corrispondente quando si riceve un messaggio di program change da un dispositivo esterno.

1

Collegare la console LS9 al dispositivo esterno.

La figura riportata di seguito mostra un esempio dell'utilizzo dei connettori MIDI IN/OUT per trasmettere e ricevere messaggi MIDI.

MIDI IN MIDI OUT MIDI IN MIDI OUT

6

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PROGRAM CHANGE e premere

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa PROGRAM CHANGE.

Nella finestra a comparsa PROGRAM CHANGE è possibile specificare in che modo i program change verranno trasmessi e ricevuti, ma anche scegliere l'evento (richiamo scena o richiamo libreria effetti) che verrà assegnato a ogni numero di programma.

Nella pagina sono presenti le voci riportate di seguito.

dispositivo esterno

1 2

LS9

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante MIDI

SETUP e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIDI SETUP.

4

Come descritto nella sezione "Impostazioni

MIDI di base" (

pag. 178), selezionare le

porte e i canali MIDI che verranno utilizzati per trasmettere e ricevere messaggi program change.

5

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE (CHIUDI) e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

Verrà visualizzata di nuovo la schermata MISC SETUP.

180

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

1

Campo PROGRAM CHANGE

Consente di attivare e disattivare la trasmissione/ ricezione di program change e di specificare se i program change verranno emessi con effetto eco.

Questa impostazione è collegata al campo PROGRAM

CHANGE della finestra a comparsa MIDI SETUP.

B

Campo PROGRAM CHANGE MODE

Consente di selezionare la modalità di trasmissione/ ricezione di program change. Questa impostazione è collegata al campo PROGRAM CHANGE MODE della finestra a comparsa MIDI SETUP.

C

List

Questo elenco riporta gli eventi (richiamo scena/ richiamo libreria effetti) assegnati a ciascun numero di programma. Nell'elenco sono presenti gli elementi indicati di seguito.

CH/BANK

Indica il canale MIDI 1–16 su cui i program change vengono trasmessi/ricevuti. In modalità

Single se il pulsante BANK è attivato, verrà etichettato BANK e il valore numerico di questa colonna corrisponderà al numero di banco.

NO. (N.)

Indica il numero di programma da 1 a 128.

3

4

5

Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria

PROGRAM CHANGE EVENT

(EVENTO PROGRAM CHANGE)

Indica il tipo/numero/titolo dell'evento assegnato al mumero di programma per ogni canale MIDI

(numero di banco). Premendo il pulsante di elenco a discesa per un singolo evento, è possibile accedere alla finestra a comparsa PROGRAM

CHANGE EVENT, in cui è possibile modificare l'assegnazione dei numeri di programma.

D

Pulsante CLEAR ALL (CANCELLA TUTTO)

Questo pulsante consente di cancellare tutte le assegnazioni degli eventi presenti nell'elenco.

E

Pulsante INITIALIZE ALL

(INIZIALIZZA TUTTO)

Questo pulsante consente di ripristinare tutte le assegnazioni degli eventi presenti nell'elenco al relativo stato di default.

7

Utilizzare i pulsanti nel campo PROGRAM

CHANGE MODE per selezionare la modalità di trasmissione/ricezione dei program change.

È possibile selezionare uno dei due modi di trasmissione/ricezione program change riportati di seguito.

Modalità Multi (quando il pulsante MULTI

è attivato)

Verranno trasmessi e ricevuti i program change di tutti i canali MIDI. Il canale di trasmissione/ricezione specificato nella finestra a comparsa MIDI SETUP verrà ignorato.

Quando si riceve un messaggio program change, vengono eseguiti l'evento assegnato al canale MIDI corrispondente e il numero di programma dell'elenco.

Quando si esegue l'evento specificato sull'unità LS9, vengono trasmessi il messaggio program change del canale MIDI corrispondente e il numero di programma dell'elenco.

Modalità Single (quando il pulsante SINGLE

è attivato)

Verranno trasmessi e ricevuti solo i program change dei canali di trasmissione (Tx) e di ricezione (Rx) specificati nella finestra a comparsa MIDI SETUP.

Quando si riceve un messaggio program change sul canale Rx, viene eseguito l'evento assegnato a quel numero di programma del canale corrispondente nell'elenco.

Quando si esegue un evento specifico sull'unità LS9, viene trasmesso il messaggio program change del numero di programma corrispondente sul canale Tx indicato nell'elenco. Quando un evento viene assegnato a più di un numero di programma sullo stesso canale, viene trasmesso il numero di programma più basso.

Se si attiva il pulsante OMNI o il pulsante BANK in modalità Single, l'operazione viene modificata come riportato di seguito.

Quando il pulsante OMNI è attivato

Verranno ricevuti i program change di tutti i canali

MIDI. Tuttavia, indipendentemente dal canale

MIDI ricevuto, viene eseguito l'evento assegnato al numero di programma corrispondente del canale Rx.

L'attivazione del pulsante OMNI non modifica l'operazione per la trasmissione dei messaggi program change.

Quando il pulsante BANK è attivato

L'indicazione CH nell'elenco diventa BANK

(numero di banco) ed è possibile trasmettere e ricevere i messaggi di selezione banco (control change #0, #32) + i messaggi program change.

Questa funzione è utile quando si desidera controllare più di 128 eventi su un solo canale MIDI.

Quando si ricevono messaggi di selezione banco e successivamente messaggi program change (in quest'ordine) sul canale Rx, viene eseguito l'evento assegnato a quel numero di banco e di programma nell'elenco.

Quando si esegue un evento specificato sulla console

LS9, vengono trasmessi sul canale Tx i messaggi di selezione banco + program change per il numero di banco e il numero di programma assegnati all'evento.

Se lo stesso evento viene assegnato più di una volta nell'elenco, verranno trasmessi il numero di banco e il numero di programma più bassi.

NOTA

• In modalità Multi le impostazioni dei pulsanti OMNI e BANK vengono ignorate.

• Se il pulsante BANK è attivato e si riceve solo un program su un canale MIDI applicabile, verrà utilizzato solo l'ultimo numero di banco selezionato.

SUGGERIMENTO

• Se il pulsante BANK è attivato, è possibile attivare contemporaneamente il pulsante OMNI. In questo caso, vengono ricevuti i messaggi di selezione banco + i program change di tutti i canali MIDI.

18

8

Utilizzare i pulsanti nel campo PROGRAM

CHANGE per attivare e disattivare la trasmissione e la ricezione e per configurare le impostazioni per l'effetto eco.

Questo campo comprende gli elementi riportati di seguito.

Pulsante Tx

Consente di attivare e disattivare la trasmissione di program change.

Pulsante Rx

Consente di attivare e disattivare la ricezione di program change.

Pulsante ECHO

Consente di indicare se i messaggi program change in ingresso vengono emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

181

Utilizzo dei program change per richiamare scene ed elementi della libreria

9

Per modificare l'assegnazione degli eventi per ciascun numero di programma, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa per l'evento corrispondente nell'elenco e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa PROGRAM

CHANGE EVENT. In questa finestra è possibile specificare l'evento assegnato a ciascun numero di programma. La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1 2

1

Campo TYPE (Tipo)

Selezionare il tipo di evento.

Nella tabella riportata di seguito vengono elencati gli eventi che è possibile selezionare.

Funzione

NO ASSIGN

SCENE

RACK 5–8

Contenuto

Nessuna assegnazione

Operazioni di richiamo della memoria scene

Operazioni di richiamo della libreria effetti per i rack 5–8 (solo se è montato un effetto)

B

Campo LIBRARY NAME (NOME LIBRERIA)

Selezionare il numero e il titolo della libreria o della scena da richiamare. Se nel campo TYPE è stato selezionato SCENE, in questo campo viene riportato il numero di scena e il relativo titolo. Se è stato selezionato RACK 5–8, viene riportato il numero di libreria e il relativo titolo.

10

Utilizzare il campo TYPE per selezionare il tipo di evento da assegnare e utilizzare il campo LIBRARY NAME per selezionare il numero di scena/libreria da richiamare.

Per selezionare un elemento, utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC]. Spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER] per finalizzare le modifiche e chiudere la finestra a comparsa PROGRAM

CHANGE EVENT.

11

Assegnare nello stesso modo gli eventi agli altri numeri di programma.

Con queste impostazioni, eseguendo l'evento specificato sull'unità LS9, verrà trasmesso al dispositivo esterno il messaggio program change corrispondente (o selezione banco + program change).

Quando un dispositivo esterno trasmette un messaggio program change (o selezione banco + program change) sul canale adeguato, viene eseguito l'evento assegnato a quel numero di programma del canale

MIDI corrispondente (o numero di banco).

SUGGERIMENTO

• È possibile utilizzare il pulsante CLEAR ALL per cancellare tutte le assegnazioni dei numeri di programma. Il pulsante

INITIALIZE ALL consente di ripristinare tutte le assegnazioni dei numeri di programma al relativo stato di default.

• Le assegnazioni dei numeri di programma sono memorizzate come impostazioni per l'intero sistema e non per singole scene.

NOTA

• In modalità Single, quando uno stesso evento viene assegnato a più di un numero di programma su un canale Tx, viene trasmesso solo il numero di programma più basso. Se il pulsante BANK è attivato, viene trasmesso solo il numero di programma del numero di banco più basso.

• In modalità Multi, se lo stesso evento viene assegnato a più di un canale MIDI e a più di un numero di programma, viene trasmesso solo il numero di programma più basso su ciascun canale MIDI.

182

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo di control change per controllare i parametri

Utilizzo di control change per controllare i parametri

È possibile utilizzare i messaggi control change MIDI per controllare eventi specifici (operazioni con fader/encoder, operazioni di attivazione/disattivazione tasti [ON] e così via) sulla console

LS9. Questa funzionalità consente di registrare operazioni con fader e tasti su un sequencer

MIDI o su un altro dispositivo esterno ed eseguire il playback di questi dati in seguito.

È possibile utilizzare i control change per controllare gli eventi nei due modi riportati di seguito.

Utilizzando i control change

Questo metodo utilizza control change tipici (numeri 1–31, 33–95, 102–119). È possibile assegnare liberamente un evento a ciascun numero di controllo.

Utilizzando NRPN (Non Registered Parameter Number)

Questo metodo utilizza un tipo particolare di messaggi control change denominato NRPN.

NRPN utilizza i numeri di control change 62 e 63 per specificare i valori MSB (Most Significant Byte – byte più significativo) e LSB (Least Significant Byte – byte meno significativo) del numero di parametro e i messaggi control change del numero di controllo 6 (o 6 e 26) trasmessi successivamente per indicare il valore di quel parametro.

L'evento assegnato a ciascuna combinazione di MSB e LSB è definito in precedenza e non può essere modificato.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sugli eventi assegnati ai messaggi NRPN, fare riferimento all'appendice (

pag. 253).

1

Collegare la console LS9 al dispositivo esterno.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante MIDI

SETUP e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIDI SETUP.

4

Come descritto nella sezione "Impostazioni

MIDI di base" (

pag. 178), selezionare le

porte e i canali MIDI che verranno utilizzati per trasmettere e ricevere messaggi control change.

5

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

MISC SETUP.

6

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa CONTROL CHANGE e premere

[ENTER] per accedere alla finestra a comparsa CONTROL CHANGE.

Nella finestra a comparsa CONTROL CHANGE è possibile specificare in che modo i control change verranno trasmessi e ricevuti, ma anche scegliere l'evento (operazione con fader/encoder, attivazione/ disattivazione tasto [ON] e così via) che verrà assegnato a ogni numero di controllo. Nella pagina sono presenti le voci riportate di seguito.

1 2

3

18

4

5

1

Campo CONTROL CHANGE

Consente di attivare e disattivare la trasmissione/ ricezione di control change e di specificare se i control change verranno emessi con effetto eco. Questa impostazione è collegata al campo CONTROL

CHANGE della finestra a comparsa MIDI SETUP.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

183

Utilizzo di control change per controllare i parametri

B

Campo CONTROL CHANGE MODE

Consente di selezionare la modalità di trasmissione/ ricezione dei control change. Questa impostazione è collegata al campo CONTROL CHANGE MODE della finestra a comparsa MIDI SETUP.

C

Elenco

Questo elenco riporta gli eventi (pattern fader/encoder, attivazione/disattivazione tasto [ON] e così via) assegnati ad ciascun numero di controllo.

NO.

Indica il numero di controllo. È possibile utilizzare i numeri di controllo 1–31, 33–95 e 102–119.

CONTROL CHANGE EVENT

Indica o consente di selezionare il tipo di evento assegnato a ciascun numero di controllo. Quando si preme il pulsante di elenco a discesa per un evento, verrà visualizzata la finestra a comparsa

CONTROL CHANGE EVENT, in cui è possibile modificare l'assegnazione dei numeri di controllo.

D

Pulsante CLEAR ALL

Questo pulsante consente di cancellare tutte le assegnazioni degli eventi presenti nell'elenco.

E

Pulsante INITIALIZE ALL

Questo pulsante consente di ripristinare tutte le assegnazioni degli eventi presenti nell'elenco al relativo stato di default.

7

Utilizzare i pulsanti nel campo CONTROL

CHANGE MODE per selezionare la modalità di trasmissione/ricezione dei control change.

È possibile selezionare una delle due modalità di trasmissione/ricezione dei control change riportati di seguito.

Modalità NRPN (quando il pulsante NRPN

è attivato)

Ivari parametri di mixaggio dell'unità LS9 verranno trasmessi e ricevuti su un singolo canale MIDI come messaggi NRPN. Se si seleziona questo modalità, le assegnazioni dell'elenco saranno ignorate.

Modalità TABLE (quando il pulsante TABLE

è attivato)

I vari parametri di mixaggio dell'unità LS9 vengono trasmessi e ricevuti su un singolo canale MIDI come messaggi control change.

184

SUGGERIMENTO

• Il canale su cui vengono trasmessi e ricevuti i control change

è specificato nel campo PORT/CH della finestra a comparsa

MIDI SETUP (

pag. 178).

8

Utilizzare i pulsanti nel campo CONTROL

CHANGE per attivare e disattivare la trasmissione e la ricezione e per configurare le impostazioni per l'effetto eco.

Ogni pulsante ha la funzione indicata di seguito.

Pulsante Tx

Consente di attivare e disattivare la trasmissione di control change.

Pulsante Rx

Consente di attivare e disattivare la ricezione di control change.

Pulsante ECHO

Consente di indicare se i messaggi control change in ingresso vengono emessi con effetto eco dalla porta di trasmissione.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

9

Per modificare l'assegnazione degli eventi per ciascun numero di controllo, spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa per l'evento corrispondente nell'elenco e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa CONTROL

CHANGE EVENT. In questa finestra è possibile specificare l'evento assegnato a ciascun numero di controllo. La finestra contiene gli elementi indicati di seguito.

1 2

1

Campo MODE

Selezionare il tipo di evento.

B

Campo PARAMETER 1/2 (PARAMETRO 1/2)

Insieme al campo MODE, consente di specificare il tipo di evento.

NOTA

• Se la modalità NRPN è selezionata come modalità di trasmissione/ricezione dei control change, le impostazioni in questa finestra saranno ignorate.

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sugli eventi che è possibile assegnare ai control change, fare riferimento all'appendice

(

pag. 249).

10

Specificare il tipo di evento che si desidera assegnare nell'ordine: campo MODE

campo PARAMETER 1

campo

PARAMETER 2.

Per selezionare un elemento, utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC]. Spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER] per finalizzare le modifiche e chiudere la finestra a comparsa CONTROL

CHANGE EVENT.

11

Assegnare nello stesso modo gli eventi agli altri numeri di controllo.

Quando si utilizzano i parametri assegnati sull'unità

LS9, i messaggi control change vengono trasmessi ai dispositivi esterni. Allo stesso modo, se i messaggi control change corrispondenti vengono inviati da un dispositivo esterno al canale appropriato, i parametri assegnati a quei numeri di controllo vengono modificati.

SUGGERIMENTO

• È possibile utilizzare il pulsante CLEAR ALL per cancellare tutte le assegnazioni dei numeri di controllo. Il pulsante

INITIALIZE ALL consente di ripristinare tutte le assegnazioni dei numeri di controllo al relativo stato di default.

• Le assegnazioni dei numeri di controllo sono memorizzate come impostazioni per l'intero sistema e non per singole scene.

Utilizzo di parameter change per controllare i parametri

Utilizzo di parameter change per controllare i parametri

Sull'unità LS9 è possibile utilizzare un tipo di messaggi esclusivi del sistema definito "parameter change" per controllare eventi specifici (operazioni con fader/encoder, operazioni di attivazione/ disattivazione tasti [ON] e così via) in alternativa all'utilizzo dei messaggi control change o NRPN.

Per ulteriori informazioni sui parameter change che è possibile trasmettere e ricevere,

fare riferimento alla sezione "Formato dati MIDI" nell'appendice.

1

Collegare la console LS9 al dispositivo esterno.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante MIDI

SETUP e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIDI SETUP.

4

Come descritto nella sezione "Impostazioni

MIDI di base" (

pag. 178), selezionare le

porte e i canali MIDI (numeri di dispositivo) che verranno utilizzati per trasmettere e ricevere messaggi parameter change.

NOTA

• I parameter change comprendono un "numero di dispositivo" che indica il dispositivo di trasmissione o di ricezione. Il canale di trasmissione (Tx) e di ricezione (Rx) specificati nella pagina MIDI SETUP vengono utilizzati come numero di dispositivo.

• Se il numero di dispositivo incluso nel parameter change trasmesso non corrisponde a quello della console LS9 che lo riceve, il messaggio verrà ignorato.

• Se la trasmissione/ricezione dei messaggi parameter change e control change è attivata contemporaneamente, verrà trasmessa una gran quantità di dati attraverso la porta MIDI che potrebbe causare overflow o altri problemi, ed è pertanto preferibile evitare un'operazione di questo tipo.

5

Utilizzare i pulsanti Tx e Rx del campo

PARAMETER CHANGE per attivare la trasmissione/ricezione dei parameter change.

In questo stato, quando si utilizzano dei parametri specifici sulla console LS9, vengono trasmessi i messaggi parameter change corrispondenti.

Se vengono trasmessi messaggi parameter change validi da un dispositivo esterno, i parametri assegnati a quei parameter change verranno controllati.

18

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

185

Utilizzo di MMC (MIDI Machine Control) per il registratore di memoria USB

Utilizzo di MMC (MIDI Machine Control) per il registratore di memoria USB

È possibile sfruttare i messaggi MMC (MIDI Machine Control) per utilizzare il registratore di memoria USB della console LS9 da un dispositivo esterno.

I messaggi MMC vengono solo ricevuti, non trasmessi. Per ulteriori informazioni sui messaggi

MMC che è possibile ricevere, fare riferimento alla sezione "Formato dati MIDI" nell'appendice.

1

Collegare la console LS9 al dispositivo esterno.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP all'interno delle schermate SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante MIDI

SETUP e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa MIDI SETUP.

4

Come descritto nella sezione "Impostazioni

MIDI di base" (

pag. 178), selezionare la

porta e il canale MIDI (numero di dispositivo) che verranno utilizzati per ricevere messaggi MMC.

NOTA

• I messaggi MMC comprendono un "numero di dispositivo" che indica il dispositivo di ricezione. Il canale di ricezione (Rx) specificato nella pagina MIDI SETUP viene utilizzato come numero di dispositivo.

• Se il numero di dispositivo incluso nel messaggio MMC trasmesso non corrisponde a quello della console LS9 che lo riceve, il messaggio verrà ignorato.

5

Preparare il registratore di memoria USB per l'utilizzo. Per informazioni dettagliate sull'utilizzo del registratore di memoria

USB, vedere a pag. 105.

In questo stato, con un dispositivo esterno è possibile controllare operazioni come playback, la registrazione, l'arresto e la pausa sul registratore di memoria USB della console LS9.

Sono supportati i seguenti comandi MMC.

Comando

Stop

Play

Play

Record

Pause

MMC#

01

02

03

06

09

Contenuto

Interrompe il playback o la registrazione.

Avvia il playback del file selezionato.

Il file da riprodurre può essere selezionato prima, nella schermata

TITLE LIST (ELENCO TITOLI), oppure il numero di traccia desiderato può essere selezionato utilizzando un messaggio di selezione Song MIDI (F3).

Avvia il playback del file selezionato.

Il file da riprodurre può essere selezionato prima, nella schermata

TITLE LIST, oppure il numero di traccia desiderato può essere selezionato utilizzando un messaggio di selezione

Song MIDI (F3).

Avvia la registrazione.

Interrompe il playback o la registrazione.

186

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 19

Impostazioni utente (Protezione)

In questo capitolo sono illustrate le impostazioni relative a User Level (Livello utente) che consentono di limitare i parametri utilizzabili da ciascun utente, la funzione Console Lock (Blocco console) che disattiva temporaneamente il funzionamento della console, le impostazioni Preferences (Preferenze) che consentono di personalizzare l'ambiente operativo e le operazioni di Save/

Load (Salvataggio/caricamento) basate sulla memoria USB.

Impostazioni User Level

Le impostazioni User Level consentono di limitare i parametri utilizzabili da ciascun utente o di modificare le impostazioni del layer fader personalizzato, i tasti definiti dall'utente e le impostazioni relative alle preferenze per ciascun utente. È possibile memorizzare le impostazioni per ciascun utente come "chiave di autenticazione utente" sulla memoria USB, il che consente di cambiare le impostazioni utente facilmente, collegando semplicemente il dispositivo di memorizzazione a un connettore USB. Ciò si rivela utile nelle seguenti situazioni.

• È possibile evitare operazioni errate o non previste.

• È possibile limitare la gamma di funzionalità utilizzabili da tecnici esterni (tecnici ospiti).

• In situazioni in cui si alternano più operatori, è possibile bloccare le impostazioni di output ecc. per evitare operazioni indesiderate.

• È possibile passare facilmente dalle preferenze di un operatore a quelle di un altro operatore.

Tipi di utenti e chiavi di autenticazione utente

Esistono tre tipi di utenti, come indicato di seguito. Per utilizzare la console LS9, è necessario accedere come utente di uno di questi tre tipi.

Administrator (Amministratore)

Si tratta dell'amministratore dell'unità LS9 che può utilizzarne tutte le funzionalità. Nella console viene memorizzato un unico set di impostazioni dell'amministratore. L'amministratore può creare chiavi di autenticazione per altri utenti.

Guest (Ospite)

Un utente può utilizzare solo le funzionalità consentite dall'amministratore. Nella console viene memorizzato un unico set di impostazioni per l'ospite.

User (Utente)

Un utente può utilizzare solo le funzionalità consentite dall'amministratore. Le impostazioni dell'utente vengono salvate nella memoria USB come chiave di autenticazione utente. È possibile salvare più set di impostazioni utente con diversi nomi utente. È possibile modificare layer fader personalizzato, tasti definiti dall'utente e impostazioni relative alle preferenze, e queste impostazioni vengono memorizzate nella chiave di autenticazione utente.

Inoltre un utente User con privilegi di Power User (Utente esperto) può creare e modificare chiavi di autenticazione utente con uno specifico livello utente.

Quando un utente esegue l'accesso, vengono applicate le relative impostazioni utente. Le impostazioni utente includono le informazioni riportate di seguito.

• Password (tranne che per gli utenti Guest)

• Livello utente (tranne che per gli utenti Administrator)

• Preferenze

• Tasti definiti dall'utente

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

187

Impostazioni User Level

Di seguito sono riportati i privilegi assegnati a ciascun utente.

Utente che ha eseguito l'accesso

Modifica di layer fader personalizzato/tasti definiti dall'utente/impostazioni preferenze

Impostazione User Level

User

Administrator

Power user

Normal User

(un utente senza privilegi Power

User)

Disponibile

(può modificare le impostazioni per gli utenti Administrator e Guest.)

Disponibile

Disponibile

(non può modificare il livello utente, mentre l'amministratore può sempre eseguire tutte le operazioni. Può modificare il livello utente per gli utenti Guest.)

Disponibile

Disponibile

N/D

(solo visualizzazione)

Guest

Disponibile

N/D

(solo visualizzazione)

Impostazione

Password

Disponibile

Disponibile

Disponibile

Impostazione della password dell'amministratore

Con le impostazioni originali della fabbrica, la password per l'utente Administrator non è impostata, il che significa che chiunque può accedere con privilegi di amministratore ed eseguire tutte le operazioni. Se si desidera limitare le operazioni di altri utenti, è necessario specificare una password Administrator.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO

DISPLAY) premere più volte il tasto

[SETUP] (CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE).

Modifica commenti

Disponibile

Disponibile

Disponibile

Chiave di autenticazione utente

(Memoria USB)

Creazione nuove

Sovrascritturasalvataggio

Disponibile

Disponibile

Creazione di una chiave di autenticazione utente

Disponibile

Disponibile

(solo impostazioni diverse da User

Level)

3

Immettere la password nel campo NEW

PASSWORD (NUOVA PASSWORD), quindi spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER].

La password può essere composta da un massimo di otto caratteri. Per ulteriori informazioni sull'immissione di una password, fare riferimento alla

sezione "Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

Pulsante di elenco a discesa PASSWORD CHANGE

(MODIFICA PASSWORD)

Di seguito viene illustrato come creare una chiave di autenticazione utente e salvarla nella memoria USB. Una chiave di autenticazione utente può essere creata solo da un utente Administrator o Power User. Il livello utente può essere specificato quando si crea la chiave di autenticazione, ma il layer fader personalizzato, le impostazioni del tasto definito dall'utente e le impostazioni relative alle preferenze saranno acquisite dall'utente che ha eseguito correntemente l'accesso.

1

Collegare il dispositivo di memorizzazione

USB al connettore USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PASSWORD CHANGE, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere una password.

Pulsante CREATE USER KEY (CREA CHIAVE UTENTE)

188

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazioni User Level

3

Spostare il cursore sul pulsante

CREATE USER KEY e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa

CREATE USER KEY.

1 2 3

4

1

USER NAME (NOME UTENTE)

In questo campo è visualizzato il nome utente (di massimo otto caratteri) ed è possibile modificarlo.

Quando si sposta il cursore su questo campo e si preme il tasto [ENTER], viene visualizzata una finestra con una tastiera che consente di specificare un nome utente (

→ pag. 34).

B

PASSWORD

Consente di specificare una password di massimo otto caratteri. Premere questo pulsante per accedere a una finestra con una tastiera nella quale è possibile

specificare la password (

→ pag. 34).

C

POWER USER

Indica se all'utente corrente sono concessi privilegi di Power User.

D

Impostazioni di autorizzazione all'accesso

Queste impostazioni consentono di specificare la serie di operazioni che l'utente può eseguire. Per ulteriori informazioni su ciascun elemento, vedere a

pagina 193.

4

Una volta specificato nome utente, password, attivazione/disattivazione dei privilegi Power User e diritti utente, spostare il cursore sul pulsante CREATE

(CREA) e premere il tasto [ENTER].

Se si è eseguito l'accesso come Administrator, la chiave di autenticazione utente verrà salvata nella memoria USB.

Se si è eseguito l'accesso come Power User, una finestra di dialogo chiederà di confermare la memoria

USB di destinazione della memorizzazione. Se si desidera salvare la chiave di autenticazione utente su una diversa memoria USB, collegare il dispositivo di memorizzazione USB desiderato e premere [OK].

Accesso

Per utilizzare l'unità LS9, è necessario accedere come utente Administrator, Guest o User.

Le impostazioni utente per Administrator e Guest vengono salvate nella console stessa, ma per accedere come User è necessario collegare un dispositivo di memorizzazione

USB sul quale è stata salvata una chiave di autenticazione utente. Se si scollega il dispositivo di memorizzazione

USB dopo aver eseguito l'accesso, come privilegi di accesso saranno utilizzati quelli degli utenti Guest.

NOTA

• Se si spegne e riaccende l'unità, in genere viene eseguito l'avvio della console con lo stato di accesso attivo prima dello spegnimento. Se è stata assegnata una password utente, sarà necessario specificare la password. Se si annulla l'immissione, verrà eseguito un accesso in modo forzato come Guest. Allo stesso modo, si eseguirà l'accesso in modo forzato come Guest se si era eseguito l'accesso come User, con una chiave di autenticazione utente, ma la memoria USB non è più collegata.

Accesso come Administrator

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante di elenco a discesa Log-in

2

Spostare il cursore sul pulsante di accesso, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa LOGIN

(ACCESSO).

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

189

Impostazioni User Level

3

Spostare il cursore sul pulsante

ADMINISTRATOR LOGIN (ACCESSO

AMMINISTRATORE), quindi premere il tasto

[ENTER].

Se non è stata impostata una password amministratore, verrà eseguito semplicemente l'accesso. Se è stata impostata una password, verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di specificare la password.

Accesso come User

Per eseguire l'accesso come User, sarà necessario utilizzare una chiave di autenticazione utente salvata su una memoria USB. È anche possibile eseguire l'accesso con una chiave di autenticazione utente creata su una diversa console LS9.

1

Collegare il dispositivo di memorizzazione

USB al connettore USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante di accesso, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa LOGIN.

4

Specificare la password, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Per ulteriori informazioni sull'immissione di una

password, fare riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

Se la password immessa non è corretta, nella parte inferiore della schermata sarà visualizzato il messaggio "WRONG PASSWORD"

(PASSWORD ERRATA).

Accesso come Guest

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante di accesso, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa LOGIN.

4

Spostare il cursore sul pulsante LOAD

USER KEY (CARICA CHIAVE UTENTE) e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/LOAD con le cartelle e i file salvati nella memoria USB. Alle chiavi di autenticazione utente viene assegnato un nome file "Nome utente.L9U".

3

Spostare il cursore sul pulsante GUEST

LOGIN (ACCESSO OSPITE), quindi premere il tasto [ENTER].

Elenco dei file Pulsante LOAD (Carica)

5

Spostare il cursore sull'elenco di file e ruotare il dial per selezionare la chiave di autenticazione utente desiderata.

La riga evidenziata nell'elenco di file indica il file selezionato per le operazioni.

Per ulteriori informazioni sul caricamento dalla memoria USB, fare riferimento alla sezione

"Caricamento di un file dalla memoria USB"

(

→ pag. 200).

190

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazioni User Level

6

Spostare il cursore sul pulsante LOAD, quindi premere il tasto [ENTER].

Se non è stata impostata una password amministratore, verrà eseguito semplicemente l'accesso. Se è stata impostata una password, verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di specificare la password.

NOTA

• Se si seleziona una chiave di autenticazione utente creata su una diversa console LS9, verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di specificare la password

Administrator per la console LS9 utilizzata. Se le password

Administrator sono identiche, questa finestra non sarà visualizzata. Quando si immette la password Administrator corretta, viene visualizzata un'altra finestra con tastiera, in cui

è possibile digitare la password per l'utente selezionato.

• Se si salva di nuovo la chiave di autenticazione utente, la volta successiva non verrà chiesta la password Administrator.

(

pag. 192 Modifica di una chiave di autenticazione utente)

Modifica della password

Di seguito viene indicato come modificare la password per l'utente che ha eseguito l'accesso.

La modifica della password Administator viene applicata immediatamente. La modifica della password User viene annullata se l'utente si scollega semplicemente; deve infatti essere applicata alla chiave di autenticazione utente prima che l'utente si scolleghi. L'account Guest non dispone di una password.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante di elenco a discesa PASSWORD CHANGE

7

Specificare la password, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Per ulteriori informazioni sull'immissione di una

password, fare riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

Se la password immessa non è corretta, nella parte inferiore della schermata sarà visualizzato il messaggio "WRONG PASSWORD".

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PASSWORD CHANGE, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere la password.

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

191

Impostazioni User Level

3

Specificare la password corrente, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

Per ulteriori informazioni sull'immissione di una

password, fare riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

Quando si immette la password corretta, viene visualizzata una con una tastiera, in cui è possibile digitare la nuova password.

4

Immettere la password nel campo NEW

PASSWORD, quindi spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER].

Modifica di una chiave di autenticazione utente

Se si è eseguito l'accesso come User, è possibile modificare il layer fader personalizzato, i tasti definiti dall'utente e le impostazioni relative alle preferenze e sovrascriverle (salvarle) nella propria chiave di autenticazione utente. Se si è eseguito l'accesso come

Power User, è anche possibile modificare il livello utente.

1

Eseguire l'accesso come User e modificare il layer fader personalizzato (

pag. 91), i

tasti definiti dall'utente (

pag. 196) e le

impostazioni relative alle preferenze

(

pag. 194).

Se si è eseguito l'accesso come Power User, è anche possibile modificare il livello utente.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante di elenco a discesa SAVE KEY (SALVA CHIAVE)

3

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa SAVE KEY, quindi premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di conferma per la sovrascrittura

(salvataggio) della chiave di autenticazione utente.

4

Per sovrascrivere (salvare) i dati, spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER].

SUGGERIMENTO

• Se si tenta di eseguire l'accesso come un utente diverso dopo aver modificato le impostazioni ma senza averle salvate, verrà visualizzato un messaggio per chiedere se si desidera salvare la chiave di autenticazione utente. In questo caso, è possibile salvare la chiave di autenticazione utente anche spostando il cursore sul pulsante OK e premendo [ENTER].

Modifica del livello utente

Di seguito viene indicato come visualizzare/modificare il livello dell'utente che ha eseguito l'accesso.

• Per l'utente Administrator

.............. Non esiste un'impostazione di questo tipo per l'utente

Administrator, ma è possibile modificare l'impostazione per l'account dell'utente Guest.

• Per l'utente Guest .. È possibile visualizzare l'impostazione dell'account Guest ma non è possibile modificarla.

• Per un utente User normale

................................. È possibile visualizzare l'impostazione dell'account User ma non è possibile modificarla.

• Per un utente Power User

................................. È possibile modificare l'impostazione di questo account utente.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante di elenco a discesa USER LEVEL

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa USER LEVEL e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

USER LEVEL.

NOTA

• Se si è collegati come Administrator, è possibile spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa USER LEVEL "for

Guest" (per l'utente Guest) e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa USER LEVEL, in cui è possibile visualizzare o modificare il livello dell'utente Guest.

192

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazioni User Level

1 8 2

3 4 5 7 6

Nella pagina sono presenti gli elementi riportati di seguito.

1

Campo CH OPERATION

(OPERAZIONE CANALE)

Questo campo consente di specificare, per ciascun canale, le operazioni che saranno consentite per i canali di ingresso e di uscita. Le impostazioni saranno applicate al canale correntemente selezionato.

Utilizzare i tasti [SEL] del pannello per selezionare il canale per cui si desidera effettuare le impostazioni.

I canali con le stesse impostazioni sono indicati dallo stesso colore nel campo di visualizzazione del canale.

Il canale selezionato è visualizzato racchiuso da un riquadro.

HA (Head amplifier)

Consente di limitare le operazioni dell'HA

(Head Amp) assegnato a quel canale.

PROCESSING (ELABORAZIONE)

Consente di limitare le operazioni di tutti i parametri di elaborazione segnali per quel canale

(tranne fader e tasto [ON]).

SUGGERIMENTO

• Per i parametri dei canali inclusi in PROCESSING, fare riferimento all'appendice (

pag. 256).

FADER/ON

Consente di limitare l'utilizzo del fader e del tasto

[ON] di quel canale.

SET BY SEL (IMPOSTA CON TASTO SEL)

Se questo pulsante è attivato, è possibile utilizzare i tasti [SEL] del pannello per attivare o disattivare tutte le impostazioni del canale corrispondente.

B

Campo CURRENT SCENE

(SCENA CORRENTE)

Consente di specificare le operazioni che è possibile svolgere sulla memoria scene corrente.

INPUT PATCH/NAME

(ASSEGNAZIONE INPUT/NOME)

Consente di limitare le operazioni per l'assegnazione di canali di ingresso e i nomi.

OUTPUT PATCH

(ASSEGNAZIONE OUTPUT)/NAME

Consente di limitare le operazioni per l'assegnazione di canali di uscita e i nomi.

BUS SETUP (CONFIGURAZIONE BUS)

Consente di limitare le operazioni per la configurazione dei bus.

RACK 1–8

Consente di limitare le operazioni per i rack (1–8).

MUTE GROUP ASSIGN (ASSEGNAZIONE

GRUPPO ESCLUSIONE)/MASTER

Consente di limitare le operazioni per l'assegnazione di gruppi di esclusione e master di gruppi di esclusione.

C

Campo SCENE LIST (ELENCO SCENE)

Consente di specificare le operazioni che è possibile svolgere sulle memorie scene.

Operazioni STORE/SORT (MEMORIZZA/

ORDINA)

Operazioni RECALL (RICHIAMA)

D

Campo LIBRARY LIST

(ELENCO LIBRERIE)

Consente di specificare le operazioni che è possibile svolgere sulle librerie.

Operazioni STORE/CLEAR (MEMORIZZA/

CANCELLA)

Operazioni RECALL

E

Campo FILE LOAD (CARICAMENTO FILE)

Consente di specificare i tipi di file che è possibile caricare dalla memoria USB.

USER SETUP (tasti definiti dall'utente e impostazioni preferenze)

SYSTEM SETUP/MONITOR SETUP

(CONFIGURAZIONE SISTEMA/

CONFIGURAZIONE MONITOR)

CURRENT SCENE

SCENE LIST

LIBRARY LIST

F

Campo MONITOR

Consente di specificare le operazioni di configurazione monitor che è possibile effettuare.

OSCILLATOR (OSCILLATORE)

TALKBACK

G

Campo SYSTEM SETUP

Consente di specificare le operazioni di configurazione del sistema che è possibile effettuare.

MIXER SETUP (IMPOSTAZIONE MIXER)

OUTPUT SETUP (IMPOSTAZIONE OUTPUT)

MIDI

H

Pulsante SET ALL/CLEAR ALL

(IMPOSTA TUTTO/CANCELLA TUTTO)

Questi pulsanti consentono di impostare o cancellare tutti gli elementi presenti nella finestra.

3

Specificare il livello utente attivando il pulsante per ciascun elemento che sarà consentito.

4

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE (CHIUDI) e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

193

Preferenze

Preferenze

Le impostazioni relative all'ambiente operativo (ad esempio se visualizzare o meno alcuni messaggi oppure se le operazioni con i tasti sono collegate) possono essere configurate in base alle preferenze dei singoli utenti. Queste impostazioni vengono modificate per l'utente che ha eseguito l'accesso, ma se l'accesso viene eseguito come Administrator, sarà possibile modificare anche le impostazioni dell'utente Guest.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante di elenco a discesa PREFERENCE (PREFERENZA)

2

Spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PREFERENCE e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

PREFERENCE.

2

NOTA

• Se si è collegati come Administrator, è possibile spostare il cursore sul pulsante di elenco a discesa PREFERENCE

"for Guest" e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa PREFERENCE, in cui è possibile visualizzare o modificare le impostazioni delle preferenze dell'utente guest.

1 3

Nella pagina sono presenti le voci riportate di seguito.

1

Campo CONFIRMATION (CONFERMA)

Consente di selezionare se verranno visualizzati dei messaggi di conferma quando si eseguono operazioni di assegnazione o di scene.

STORE

RECALL

Se questi pulsanti sono attivati, verrà visualizzato un messaggio di conferma quando si esegue rispettivamente un'operazione di memorizzazione o di richiamo scena.

PATCH (ASSEGNA)

Se questo pulsante è attivato, verrà visualizzato un messaggio di conferma quando si modifica un'assegnazione di input o output.

STEAL PATCH (SOTTRAZIONE PATCH)

Se questo pulsante è attivato, verrà visualizzato un messaggio di conferma quando si modifica un'assegnazione di input o output che è stata già assegnata.

B

Campo ERROR MESSAGE

(MESSAGGIO ERRORE)

Consente di selezionare se verrà visualizzato un messaggio di errore quando si verificano i seguenti problemi.

DIGITAL I/O (I/O DIGITALE)

Quando viene rilevato un errore nell'input/output digitale.

MIDI I/O

Quando viene rilevato un errore nella ricezione/ trasmissione MIDI.

C

Campo PANEL OPERATION

(UTILIZZO PANNELLO)

Consente di effettuare impostazioni per le opzioni relative all'utilizzo del pannello.

AUTO CHANNEL SELECT—INPUT

(SELEZIONE AUTOMATICA

CANALE – INPUT)

AUTO CHANNEL SELECT—OUTPUT

(SELEZIONE AUTOMATICA

CANALE – OUTPUT)

Consentono di specificare se verrà selezionato il canale corrispondente quando si utilizza il fader o il tasto [ON] di un canale. È possibile attivare/ disattivare separatamente INPUT (canali di ingresso) e OUTPUT (canali di uscita).

194

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Preferenze

[CUE] (SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

[SEL]

LINK (COLLEGAMENTO SEL)

Consente di specificare se la selezione del canale deve essere collegata alle operazioni del segnale di attivazione. Se questo pulsante è attivato, premendo il tasto [CUE] di un canale si selezionerà quel canale e contemporaneamente si illuminerà il tasto [SEL].

[LAYER]

[SEL] LINK

Consente di specificare se la selezione del canale è collegata alla selezione del layer fader. Se questo pulsante è attivato, premendo un tasto LAYER del pannello per cambiare layer fader, verrà selezionato l'ultimo canale selezionato per quel layer fader e contemporaneamente si illuminerà il relativo tasto [SEL].

POPUP APPEARS WHEN PRESSING

KNOBS (VISUALIZZARE UNA FINESTRA

QUANDO SI PREMONO LE MANOPOLE)

Consente di specificare se, quando si preme una manopola nella sezione SELECTED CHANNEL

(CANALE SELEZIONATO) mentre è aperta la schermata SELECTED CHANNEL VIEW

(VISTA CANALE SELEZIONATO), verrà visualizzata la finestra a comparsa relativa a quel parametro.

Se questo pulsante è attivato, ogni volta che si preme una manopola verrà visualizzata (o chiusa) una finestra a comparsa.

LIST ORDER (ORDINE ELENCO)

Consente di specificare l'ordine in cui vengono visualizzati le memorie scene e gli elementi della libreria nella schermata.

• NORMAL (NORMALE)

.............................. L'elenco viene riportato in ordine numerico crescente.

• REVERSE (INVERSO)

.............................. L'elenco viene riportato in ordine numerico decrescente.

STEREO/MONO LINK

(COLLEGAMENTO STEREO/MONO)

Consente di specificare se l'attivazione/ disattivazione dei canali STEREO e MONO e le operazioni con il fader saranno collegate.

Se il pulsante viene attivato, l'impostazione di attivazione/disattivazione del canale STEREO verrà copiata sul canale MONO, di conseguenza le operazioni di attivazione/disattivazione saranno collegate. I fader saranno collegati conservando la differenza nel livello.

METER FOLLOW LAYER

(INDICATORE SEGUE LAYER)

Consente di specificare se la schermata dell'indicatore sarà collegata alla selezione del layer fader. Se questo pulsante è attivato, quando si cambia layer fader la schermata dell'indicatore passerà al layer fader corrispondente, indipendentemente dalla schermata che era visualizzata.

3

Attivare o disattivare i pulsanti per configurare le impostazioni desiderate.

4

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa.

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

195

Tasti definiti dall'utente

Tasti definiti dall'utente

Di seguito viene illustrato come assegnare le funzioni desiderate ai tasti definiti dall'utente nella sezione USER DEFINED del pannello superiore e come premere questi tasti per eseguire la funzione definita.

Questa procedura di assegnazione consente di scegliere i tasti definiti dall'utente per l'utente che ha eseguito l'accesso, ma se l'accesso viene eseguito come Administrator, è possibile configurare anche le impostazioni dei tasti per l'account Guest.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante a comparsa USER DEFINED KEYS

3

Spostare il cursore sul pulsante per il tasto definito dall'utente a cui si desidera assegnare una funzione, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa USER

DEFINED KEY SETUP (CONFIGURAZIONE

TASTI DEFINITI DALL'UTENTE). In questa finestra

è possibile selezionare una funzione da assegnare a un tasto definito dall'utente e scegliere dei parametri di opzioni.

2

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa USER DEFINED KEYS quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa USER

DEFINED KEYS.

I dodici pulsanti presenti nella schermata corrispondono ai tasti definiti dall'utente [1]–[12] sul pannello, mentre la funzione o il parametro assegnato a ciascuno viene indicato a destra del pulsante corrispondente. Se non vi sono assegnazioni per il pulsante, viene visualizzato "----".

4

Verificare che il campo FUNCTION

(FUNZIONE) sia racchiuso da un riquadro giallo, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] del pannello per selezionare la funzione da assegnare.

Se la funzione selezionata comprende parametri aggiuntivi, questi vengono riportati nei campi

PARAMETER 1/2.

Per ulteriori informazioni sulle funzioni da assegnare e sui relativi parametri, fare riferimento alla sezione

"Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente" (

→ pag. 257).

5

Se la funzione selezionata comprende dei parametri, spostare il cursore sul campo

PARAMETER 1 o 2 e selezionare allo stesso modo i parametri 1 e 2.

6

Spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa USER DEFINED

KEY SEUP.

7

Assegnare le funzioni desiderate ad altri tasti definiti dall'utente seguendo la stessa procedura.

8

Per eseguire una funzione assegnata, premere il tasto USER DEFINED [1]–[12] corrispondente sul pannello.

196

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Blocco della console

Blocco della console

È possibile bloccare temporaneamente le operazioni della console per impedire azioni indesiderate. Questa impostazione disattiva completamente le operazioni del pannello e dello schermo a sfioramento, per cui i controlli non possono essere azionati da movimenti accidentali né da terze parti non autorizzate mentre ad esempio l'operatore fa una pausa.

Se è stata impostata una password per l'utente correntemente collegato, questa password verrà utilizzata per la funzione Console Lock (Blocco console). Se si spegne e quindi si riaccende la console mentre è bloccata, verrà richiesto di immettere la password se prima era stato effettuato l'accesso come utente a cui è assegnata una password. Se l'accesso era stato effettuato come utente Guest, la console viene avviata normalmente.

NOTA

• Se si è dimenticata la password, fare riferimento alla sezione "Inizializzazione della memoria interna dell'unità LS9" (

pag. 222).

• L'account Guest non può impostare una password.

• Anche quando la console è bloccata, il controllo da un dispositivo esterno tramite MIDI o LS9 Editor funzionerà normalmente.

Per bloccare la console

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP

(CONFIGURAZIONI VARIE).

3

Immettere la password dell'utente collegato, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la schermata CONSOLE LOCK, verrà abilitata la funzione Console Lock e tutti i controlli diventeranno inutilizzabili.

SUGGERIMENTO

• Se un file di immagine viene caricato dalla memoria USB, l'immagine verrà visualizzata nella schermata

CONSOLE LOCK.

Pulsante CONSOLE LOCK

2

Spostare il cursore sul pulsante

CONSOLE LOCK e premere [ENTER].

Se si è collegati come utente per cui è impostata una password, verrà visualizzata una finestra con una tastiera che consente di immettere la password. Per ulteriori informazioni sull'immissione di una

password, fare riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome" (

→ pag. 34).

19

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

197

Blocco della console

Per sbloccare la console

1

Quando viene visualizzata la schermata

CONSOLE LOCK, premere [ENTER].

Se si è collegati come utente per cui non è impostata alcuna password, la console verrà sbloccata. Se si è collegati come utente per cui è impostata una password, verrà visualizzata una finestra con una tastiera che consente di immettere la password.

Selezione dell'immagine della schermata CONSOLE LOCK

Se si salva un file di immagine nella memoria USB, sarà possibile visualizzare tale immagine nella schermata

CONSOLE LOCK.

Nella finestra a comparsa SAVE/LOAD (SALVA/

CARICA), specificare il file immagine che si desidera visualizzare e caricarlo dalla memoria USB. Per la procedura di caricamento dalla memoria USB, fare

riferimento alla sezione "Caricamento di un file dalla memoria USB" (

→ pag. 200).

NOTA

• Non viene creata una copia del file immagine nella memoria interna, quindi ogni volta che si accende l'unità, sarà necessario caricare il file dalla memoria USB.

• Il file immagine viene convertito in 320 x 240 pixel, 216 colori per la visualizzazione.

• Il file immagine è limitato a 8/16/24/32 bit di colori, non compresso, fino a un massimo di 307.256 byte.

2

Immettere la password dell'utente collegato, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere [ENTER].

La console verrà sbloccata, si tornerà alla schermata

MISC SETUP e i controlli saranno di nuovo utilizzabili.

SUGGERIMENTO

• È possibile scollegare il dispositivo di memorizzazione USB mentre la console è bloccata. Inserire il dispositivo di memorizzazione prima di annullare il blocco della console.

198

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

In questa sezione viene illustrato come collegare la memoria USB disponibile in commercio al connettore USB situato sul lato destro del display e come utilizzarla per salvare o caricare dati quali le impostazioni interne per la console LS9.

NOTA

• La console LS9 è in grado di gestire file system FAT32, FAT16 o FAT12, ma se il dispositivo di memorizzazione viene formattato da LS9 verrà formattato come FAT16. I nomi di file lunghi non sono supportati.

• Il funzionamento è garantito solo per una memoria flash USB non superiore a 2 GB.

ATTENZIONE

• L'indicatore ACCESS verrà visualizzato nell'area di visualizzazione permanente della schermata in fase di accesso dei dati, ad esempio durante salvataggio, caricamento o eliminazione. Non scollegare la memoria USB né spegnere l'unità

LS9 quando questo indicatore è visualizzato, per evitare di danneggiare i dati nella memoria USB.

Salvataggio dei dati interni della console LS9 nella memoria USB

Di seguito viene illustrato come salvare tutti i dati interni dell'unità LS9 nella memoria USB come file (tranne i dati compresi in una chiave di autenticazione utente). Il file salvato avrà estensione ".L9A".

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante SAVE/LOAD

3

Se si desidera passare a una directory diversa, spostare il cursore sull'icona della colonna della directory desiderata e premere il tasto [ENTER].

Per spostarsi al livello immediatamente superiore, posizionare il cursore sul pulsante freccia nel campo

PATH (PERCORSO) quindi premere il tasto

[ENTER].

4

Spostare il cursore sul pulsante SAVE e premere [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere un nome file e un commento.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/LOAD.

5

Immettere un nome file che non superi gli otto caratteri e un commento che non superi i 32 caratteri, quindi spostare il cursore sul pulsante SAVE e premere

[ENTER].

Al termine del salvataggio del file, la finestra a comparsa che ne indica l'avanzamento e il tipo di dati verrà chiusa.

19

Pulsante SAVE (Salva)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

199

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

Caricamento di un file dalla memoria USB

Di seguito viene illustrato come caricare un file di impostazioni di LS9 (con estensione .L9A) dalla memoria

USB alla console LS9.

È possibile seguire la stessa procedura per caricare i file seguenti, ad eccezione dei file di impostazioni.

Estensione

.L9A

.L9U

.XML

.TXT

.BMP

Tipo

ALL

(TUTTI)

KEY

(Chiave)

XML

TXT

BMP

Contenuto del file

File delle impostazioni interne dell'unità LS9

Chiave di autenticazione utente dell'unità LS9

File XML per la visualizzazione dell'Help

File di testo per la visualizzazione dell'Help

File di immagini da visualizzare nella schermata CONSOLE LOCK

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/LOAD.

Se si salva un file di immagine nella memoria USB, sarà possibile visualizzare tale immagine nella schermata CONSOLE LOCK (

→ pag. 198).

ATTENZIONE

• Premere il tasto [HOME] per accedere alla schermata

SELECTED CH VIEW e utilizzare i tasti [SEL] per selezionare il canale INPUT del quale utilizzare l'output diretto. Prima del caricamento, spegnere i dispositivi collegati all'unità LS9 e/o abbassare il volume in modo che non ci siano problemi anche nel caso in cui venga emesso un segnale dall'unità LS9.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante SAVE/LOAD

Elenco dei file Pulsante LOAD

3

Spostare il cursore sull'elenco dei file e utilizzare il dial del pannello per selezionare il file che si desidera caricare.

La riga evidenziata nell'elenco di file indica il file selezionato per le operazioni.

4

Quando si sposta il cursore sul pulsante

LOAD e si preme [ENTER], viene visualizzata una finestra di dialogo con la richiesta di conferma dell'operazione.

5

Spostare il cursore sul pulsante OK e premere [ENTER]; avrà inizio il caricamento.

Al termine del caricamento del file, la finestra a comparsa che ne indica l'avanzamento e il tipo di dati verrà chiusa.

Anche se si annulla l'operazione mentre il file di impostazioni è ancora in fase di caricamento, i dati fino a quel punto saranno stati caricati. Il tipo di file che è possibile caricare dipende dall'impostazione

User Level al momento del caricamento del file.

200

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Modifica dei file salvati nella memoria USB

Di seguito viene illustrato come eseguire operazioni di modifica quali l'ordinamento di file e directory nella memoria USB, la modifica di nomi file o commenti, operazioni di copia o incolla.

Modifica file

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/LOAD con le cartelle secondarie e i file salvati, riportati in un elenco.

8 5 1 2 3 4 6 7

9 J K L M

1

Pulsante COPY (COPIA)

Consente di copiare un file nella memoria buffer

(un'area di archiviazione temporanea) (

→ pag. 203).

B

Pulsante PASTE (INCOLLA)

Consente di incollare il file dalla memoria buffer

(

→ pag. 203).

C

Pulsante DELETE (Elimina)

Consente di eliminare il file selezionato (

→ pag. 203).

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

D

Pulsante MAKE DIR (CREA DIRECTORY)

Consente di creare una nuova directory (

→ pag. 203).

E

VOLUME NAME (NOME VOLUME)

Indica il nome del volume della memoria USB. Se la memoria USB è protetta da scrittura, nel campo

VOLUME NAME è riportato un simbolo di protezione.

F

FREE SIZE (DIMENSIONI MEM LIBERA)

Indica la quantità di memoria USB disponibile.

G

PATH

Indica il nome della directory corrente. Per spostarsi al livello immediatamente superiore, spostare il cursore sul pulsante freccia e premere il tasto [ENTER]. Se la directory corrente è al livello più alto, il pulsante freccia è visualizzato in grigio.

NOTA

• Non è possibile eseguire il salvataggio se il nome della directory supera i 237 caratteri.

H

Elenco dei file

In quest'area vengono elencati i file salvati nella memoria USB. La riga evidenziata indica il file selezionato per le operazioni.

L'elenco di file contiene gli elementi indicati di seguito.

Se si sposta il cursore sul nome di un elemento e si preme [ENTER], quell'elemento verrà visualizzato in arancione e l'elenco verrà ordinato in base alle stringhe di caratteri per quegli elementi. Ogni volta che si preme il tasto [ENTER], l'ordine passerà dall'ordinamento crescente a quello decrescente e viceversa.

FILE NAME (NOME FILE)

Indica il nome del file o della directory e contiene un'icona che ne indica il tipo.

READ ONLY (SOLA LETTURA)

Un simbolo di lucchetto indica i file protetti.

È possibile premere in questa area per attivare o disattivare l'impostazione di protezione.

FILE TYPE (TIPO FILE)

ALL indica un file contenente le impostazioni interne della console LS9, KEY indica una chiave di autenticazione utente, XML indica un file di

Help, BMP indica un file di immagini bitmap,

MP3 indica un file MP3 e [DIR] indica una directory.

COMMENT (COMMENTO)

Per i file della console LS9, in questo campo viene visualizzato il relativo commento. Se si sposta il cursore in quest'area e si preme il tasto [ENTER], verrà visualizzata una finestra con una tastiera che consente di immettere un commento per il file.

TIME STAMP (DATA ORA)

Vengono riportate la data e l'ora in cui il file è stato modificato per l'ultima volta.

19

NOTA

• È possibile utilizzare il pulsante COMMENT/TIME STAMP situato in basso a destra dell'elenco file per alternare la visualizzazione fra COMMENT e TIME STAMP.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

201

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

I

Pulsante SAVE

Consente di salvare tutte le impostazioni interne dell'unità LS9 insieme (

→ pag. 199).

J

Pulsante LOAD

Consente di caricare il file di impostazioni della console LS9 selezionato (

→ pag. 200).

K

Pulsante CREATE USER KEY

Consente di creare una chiave di autenticazione utente

(

→ pag. 192).

L

Pulsante FORMAT (FORMATTA)

Consente di formattare il supporto di memorizzazione

USB (

→ pag. 204).

M

Pulsante COMMENT/TIME STAMP

Consente di alternare l'elemento visualizzato all'estrema destra dell'elenco file tra COMMENT e

TIME STAMP.

3

Eseguire l'operazione di modifica desiderata.

Per informazioni dettagliate sulla procedura, fare riferimento alle spiegazioni riportate di seguito.

Ordinamento file e modifica dei nomi

file/commenti

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SAVE/LOAD.

3

Per ordinare i file, spostare il cursore sui campi "FILE NAME", simbolo di lucchetto,

"FILE TYPE", "COMMENT" o "TIME STAMP" nella parte superiore dell'elenco file, quindi premere [ENTER].

L'elenco verrà ordinato nel modo seguente, in base al titolo di colonna selezionato.

1 2 3 4 5

4

Se si desidera modificare il nome file o il commento, spostare il cursore sul campo

FILE NAME o COMMENT di ogni file e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra con tastiera.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

NOTA

• Se il campo COMMENT non è visualizzato, utilizzare il pulsante COMMENT/TIME STAMP situato nella parte inferiore destra dell'elenco file per attivare COMMENT.

1

FILE NAME

Consente di visualizzare l'elenco in ordine alfanumerico in base al nome file.

B

Simbolo del lucchetto

Consente di ordinare l'elenco secondo lo stato di protezione da scrittura attivato/disattivato.

C

FILE TYPE

Consente di ordinare l'elenco secondo il tipo di file.

D

COMMENT

Consente di visualizzare l'elenco in ordine alfanumerico in base al commento.

E

TIME STAMP

Consente di visualizzare l'elenco in ordine di data di creazione.

SUGGERIMENTO

• Premendo di nuovo il tasto [ENTER] è possibile modificare la direzione (crescente o decrescente) in cui è ordinato l'elenco.

5

Immettere un nome file o un commento, spostare il cursore sul pulsante RENAME

(RINOMINA) o sul pulsante SET (IMPOSTA), quindi premere il tasto [ENTER].

6

Per attivare o disattivare la protezione, spostare il cursore sul simbolo di lucchetto per quel file e premere [ENTER].

Un simbolo di lucchetto indica i file protetti, che non possono essere sovrascritti.

NOTA

• Non è possibile modificare il nome file o il commento di un file protetto.

202

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

Operazioni di copia/incolla di un file

Di seguito viene illustrato come copiare un file nella memoria buffer per poi incollarlo con un nome file diverso.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SAVE/LOAD.

3

Spostare il cursore sull'elenco file, utilizzare il dial del pannello per selezionare il file da copiare, quindi spostare il cursore sul pulsante COPY e premere [ENTER].

La riga evidenziata nell'elenco di file indica il file selezionato per le operazioni.

4

Se si desidera passare a una directory diversa, spostare il cursore sull'icona della colonna della directory desiderata e premere il tasto [ENTER].

Per spostarsi al livello immediatamente superiore, posizionare il cursore sul pulsante freccia nel campo

PATH quindi premere il tasto [ENTER].

5

Spostare il cursore sul pulsante PASTE, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere il nome file per la destinazione dell'operazione incolla.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

Eliminazione di un file

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SAVE/LOAD.

3

Spostare il cursore sull'elenco file, utilizzare il dial del pannello per selezionare il file da eliminare, quindi spostare il cursore sul pulsante DELETE e premere

[ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di eliminazione.

4

Per eseguire l'operazione di eliminazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

NOTA

• Non è possibile eliminare un file protetto.

Creazione di una directory

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SAVE/LOAD.

3

Se si desidera passare a una directory diversa, spostare il cursore sull'icona della colonna della directory desiderata e premere il tasto [ENTER].

Per spostarsi al livello immediatamente superiore, posizionare il cursore sul pulsante freccia nel campo

PATH quindi premere il tasto [ENTER].

19

6

Immettere il nome file per la destinazione dell'operazione incolla, spostare il cursore sul pulsante PASTE e premere il tasto

[ENTER].

Se è stato specificato un nome file esistente, verrà visualizzato un messaggio di conferma.

NOTA

• Se si tenta di incollare utilizzando il nome file di un file esistente protetto da copia, l'operazione Incolla non verrà eseguita.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

203

Utilizzo della memoria USB per salvare/caricare dati

4

Spostare il cursore sul pulsante MAKE DIR, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere un nome di directory.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

2

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa SAVE/LOAD.

5

Immettere un nome per la directory da creare, quindi spostare il cursore sul pulsante MAKE e premere [ENTER].

Se è stato specificato un nome file esistente, verrà visualizzato un messaggio di conferma.

Pulsante FORMAT

3

Spostare il cursore sul pulsante FORMAT, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra con una tastiera, che consente di immettere il nome del volume da applicare dopo la formattazione.

Per ulteriori informazioni sull'immissione di testo, fare

riferimento alla sezione "Assegnazione di un nome"

(

→ pag. 34).

Formattazione di un supporto di memorizzazione USB

Di seguito viene illustrato come formattare il supporto di memorizzazione USB utilizzando il file system FAT16.

È supportata la memoria USB fino a 2 Gbyte di capacità.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

4

Immettere il nome del volume, spostare il cursore sul pulsante FORMAT, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione di formattazione.

5

Per eseguire l'operazione di formattazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER].

La formattazione richiederà qualche minuto.

204

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Capitolo 20

Altre funzioni

In questo capitolo vengono illustrate le funzionalità dell'unità LS9 non ancora trattate nel presente manuale.

Informazioni sulla schermata SETUP (CONFIGURAZIONE)

La schermata SETUP consente di configurare molteplici impostazioni applicabili all'intera unità

LS9 e in essa sono incluse le tre schermate riportate di seguito. Premere più volte il tasto

[SETUP] della sezione DISPLAY ACCESS (ACCESSO DISPLAY) per accedere alla schermata desiderata.

Schermata USER SETUP

(CONFIGURAZIONE UTENTE)

Nella schermata è possibile limitare le funzionalità disponibili per ciascun utente e configurare impostazioni che influiscono sull'ambiente operativo. È anche possibile salvare le impostazioni dell'utente nella memoria USB o caricarle da essa, nonché creare delle chiavi di autenticazione utente.

Schermata SYSTEM SETUP

(CONFIGURAZIONE SISTEMA)

In questa schermata è possibile configurare impostazioni correlate a bus e porte di uscita oltre che al word clock e ai collegamenti in cascata.

2

1

SUGGERIMENTO

• Per ulteriori informazioni sulle funzioni presenti e le operazioni possibili nella schermata USER SETUP, fare riferimento al capitolo 19 (

pag. 187).

3

LS9-32

1

Campo BUS SETUP (CONFIGURAZIONE BUS)

Consente di configurare impostazioni di base per i bus

MIX/MATRIX (MATRICE) (

→ pag. 213).

B

Campo OUTPUT PORT (PORTA DI USCITA)

Consente di assegnare un canale di uscita a ciascuna porta di uscita. Per ulteriori informazioni, fare riferimento al

capitolo 9 "Selezione del canale di uscita per ciascuna porta di uscita" (

→ pag. 97).

C

Campo MIXER SETUP

(CONFIGURAZIONE MIXER)

Consente di configurare le impostazioni del word clock

(

→ pag. 206), dello slot (→ pag. 208) e dei collegamenti in

cascata (

→ pag. 209).

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

205

Informazioni sulla schermata SETUP (CONFIGURAZIONE) • Impostazioni word clock

Schermata MISC SETUP

(CONFIGURAZIONI VARIE)

Consente di configurare diverse altre impostazioni.

2

1

4

3

C

Campo NETWORK (RETE)

Consente di configurare diverse impostazioni correlate

alla rete (

→ pag. 216).

D

Campo CONSOLE LOCK (BLOCCO CONSOLE)

Consente di attivare o disattivare la funzione Console

Lock. Per ulteriori informazioni, fare riferimento al

capitolo 19 "Blocco della console" (

→ pag. 197).

E

Campo CPU/BATTERY (CPU/BATTERIA)

In questo campo vengono visualizzati la versione del firmware e lo stato della batteria di backup della memoria interna. Se il funzionamento è normale verrà indicato OK, mentre se la tensione è bassa l'indicazione sarà LOW

(BASSO) o NO (ASSENTE)

NOTA

• L'indicazione LOW o NO verrà visualizzata se la batteria è scarica. In questo caso, salvare immediatamente i dati sulla memoria USB e contattare il rivenditore Yamaha.

F

Campo CONTRAST/BRIGHTNESS

(CONTRASTO/LUMINOSITÀ)

In questo campo è possibile regolare il contrasto e la luminosità del display, la luminosità dei LED del pannello superiore e quella della spia collegata al connettore LAMP

(SPIA) (

→ pag. 217).

Per ulteriori informazioni sulle funzioni di ciascuna schermata, fare riferimento alla seconda metà del presente capitolo o all'altro capitolo corrispondente.

LS9-32

5 6

1

Campo MIDI

Consente di configurare diverse impostazioni correlate a

MIDI. Per ulteriori informazioni, fare riferimento al capitolo 18 (

→ pag. 177).

B

Campo DATE/TIME (DATA/ORA)

Consente di specificare la data e l'ora (

→ pag. 215).

Impostazioni word clock

Con il termine "word clock" si indica l'orologio che fornisce la base di temporizzazione per l'elaborazione del segnale audio digitale.

Se un dispositivo esterno, ad esempio un sistema DAW (digital audio workstation) o un HDR (hard disk recorder), viene collegato alla scheda I/O installata in uno slot del pannello posteriore, sarà necessario sincronizzarlo sullo stesso word clock in modo da poter inviare e ricevere segnali audio digitali. Se i segnali audio digitali vengono trasferiti in mancanza di sincronizzazione, i dati non verranno trasmessi o ricevuti in modo corretto e nel segnale potrebbe essere presente un disturbo, anche se le frequenze di campionamento sono le stesse.

Nello specifico, è necessario innanzitutto decidere quale dispositivo trasmetterà il word clock di riferimento per l'intero sistema (word clock master), quindi impostare gli altri dispositivi (word clock slave) affinché si sincronizzino su quello principale. Se si desidera utilizzare l'unità LS9 come word clock slave sincronizzato sul word clock fornito da un dispositivo esterno, sarà necessario specificare la sorgente clock appropriata

(porta di acquisizione del word clock).

La procedura riportata di seguito illustra come selezionare la sorgente clock che verrà utilizzata dall'unità LS9.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP]

(CONFIGURAZIONE) per accedere alla schermata SYSTEM SETUP.

1

Campo MIXER SETUP

B

Pulsante WORD CLOCK

2

Spostare il cursore sul pulsante WORD

CLOCK nel campo MIXER SETUP nella parte inferiore della schermata e premere il tasto [ENTER] (INVIO).

Verrà visualizzata la finestra a comparsa WORD

CLOCK, in cui è possibile configurare le impostazioni del word clock.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

LS9-32

206

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazioni word clock

1

2

3

LS9-32

1

Frequenza clock

Indica la frequenza della sorgente clock correntemente selezionata. In questo campo, durante la perdita di sincronizzazione, verrà visualizzata l'indicazione

"UNLOCKED" (NON BLOCCATO), ad esempio subito dopo l'attivazione del clock master.

B

Pulsanti di selezione del clock

Consentono di selezionare la sorgente del clock master. È possibile scegliere tra un clock interno, il segnale di word clock fornito dal connettore WORD

CLOCK IN (INPUT WORD CLOCK) oppure i dati del word clock nel segnale di input proveniente da una scheda I/O di uno slot.

C

Tipo di scheda {Tipo scheda/numero slot}

In quest'area viene visualizzato il tipo di scheda I/O installata nello slot {nell'unità LS9-32, in quest'area sono riportati il numero di slot e il tipo di scheda I/O}.

3

Utilizzare i pulsanti di selezione del clock per selezionare una sorgente clock.

È possibile scegliere una delle seguenti sorgenti clock.

INT 48 k

INT 44,1 k

Il clock interno all'unità LS9 (frequenza di campionamento 48 kHz o 44,1 kHz, rispettivamente) rappresenterà la sorgente clock. Se si desidera utilizzare l'unità LS9 come word clock master scegliere una di queste sorgenti.

WORD CLOCK IN

Il segnale di word clock fornito dal jack WORD

CLOCK IN del pannello posteriore verrà utilizzato come sorgente clock. In questo caso, l'unità LS9 verrà utilizzata come word clock slave.

SLOT {SLOT 1/2}

I dati del clock inclusi nel segnale di input audio digitale proveniente da una scheda I/O digitale dello slot {slot 1/2} verranno utilizzati come sorgente clock

(selezionare questa opzione nelle unità a due canali).

In questo caso, l'unità LS9 verrà utilizzata come word clock slave.

Lo stato (operativo) dei dati di clock ricevuti da ciascuna porta viene indicato dal colore del simbolo visualizzato immediatamente sopra. Ciascun colore ha il seguente significato.

LOCK (BLOCCO) (blu chiaro)

Indica l'input di un clock sincronizzato con la sorgente selezionata. Se al connettore o allo slot corrispondente viene connesso un dispositivo esterno, l'input/output tra il dispositivo e l'unità LS9 si verificherà normalmente. Se la frequenza di campionamento è chiusa, lo stato potrà essere visualizzato anche in assenza di sincronia.

LOCK, BUT NOT SYNC’ED

(BLOCCO; SENZA SINCRONIA) (giallo)

Un clock valido è in fase di ingresso, ma non è sincronizzato con la sorgente clock selezionata.

Se al connettore corrispondente viene connesso un dispositivo esterno, non si potrà verificare alcun input/ output tra il dispositivo e l'unità LS9.

SRC ON (SRC ATTIVO) (verde)

Si tratta di uno stato speciale univoco della scheda I/O digitale con funzionalità SRC (Sampling Rate

Converter, Convertitore frequenza di campionamento) installata nello slot {slot 1/2}; indica che il convertitore SRC è attivato per il canale corrispondente. Se viene visualizzato questo stato, con l'unità LS9 si verificherà un normale input/output anche se il segnale non è sincronizzato.

UNLOCK (NON BLOCCATO) (rosso)

Nessun clock valido in ingresso. Se al connettore corrispondente viene connesso un dispositivo esterno, non si potrà verificare alcun input/output tra il dispositivo e l'unità LS9.

UNKNOWN (SCONOSCIUTO) (nero)

Indica che non è possibile rilevare lo stato del clock perché non è collegato alcun dispositivo esterno o perché manca un ingresso clock valido. Il connettore/ slot sarà selezionabile ma la sincronizzazione non riuscirà fino a quando non viene stabilita una connessione valida.

Se il simbolo della porta selezionata al punto 3 è diventato di colore blu chiaro e la frequenza del clock viene visualizzata nella parte superiore della finestra, l'unità LS9 sta funzionando in modo corretto con il nuovo clock.

SUGGERIMENTO

• Se si utilizza una scheda I/O digitale contenente un convertitore della frequenza di campionamento (ad esempio,

MY8-AE96S), l'input e l'output con l'unità LS9 verrà eseguito normalmente anche in mancanza di sincronizzazione. In questo caso, attivare il pulsante SRC dello slot/canale che sta

ricevendo il segnale (

pag. 208).

NOTA

• Se il simbolo del clock selezionato non diventa di colore blu chiaro, accertarsi che il dispositivo esterno sia collegato in modo corretto e impostato per trasmette i dati di clock.

• La modifica delle impostazioni del word clock potrebbe produrre dei disturbi sui jack di uscita. Per proteggere il sistema di altoparlanti, accertarsi di aver disattivato il volume degli amplificatori prima di modificare l'impostazione del word clock.

• Se si tenta di selezionare un canale con il convertitore SRC attivato come sorgente word clock, verrà visualizzato un messaggio che informa della disattivazione del convertitore della frequenza di campionamento.

4

Per chiudere la finestra a comparsa WORD

CLOCK, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE (CHIUDI) (o sul simbolo

×××× nella

parte superiore destra della finestra) e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

SYSTEM SETUP.

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

207

Attivazione/disattivazione del convertitore SRC di una scheda I/O digitale

1

2

3

4

Attivazione/disattivazione del convertitore SRC di una scheda I/O digitale

Se una scheda I/O digitale con funzionalità SRC (Sampling Rate Converter), ad esempio MY8-

AE96S, viene installata nello slot {slot 1/2}, sarà possibile utilizzare la finestra a comparsa SLOT

SETUP (CONFIGURAZIONE SLOT) per attivare/disattivare il convertitore SRC della scheda. In questa finestra è anche possibile verificare lo stato di funzionamento delle schede I/O installate negli slot.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata SYSTEM SETUP.

LS9-32

1

1

Pulsante SLOT SETUP

2

Spostare il cursore sul pulsante SLOT

SETUP nel campo MIXER SETUP nella parte inferiore della schermata e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SLOT

SETUP, in cui è possibile configurare le impostazioni correlate allo slot. La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

C

Pulsanti SRC

Per le schede I/O digitali contenenti un SRC

(Sampling Rate Converter) incorporato, è possibile attivare/disattivare il convertitore in gruppi di due canali.

D

EMPHASIS (ENFASI)

In quest'area viene indicato se l'elaborazione dell'enfasi si applica ai segnali di input di uno slot in cui è installata una scheda I/O digitale di formato

AES/EBU, in unità di due canali.

Questa indicazione viene visualizzata come segue.

Funzione

----

ON

OFF

Descrizione

Nessun segnale oppure un segnale senza enfasi è in fase di ingresso

Segnale audio digitale valido in fase di ingresso ed enfasi attivata per quel segnale

Segnale audio digitale valido in fase di ingresso ed enfasi disattivata per quel segnale

3

Per attivare il convertitore SRC incorporato nella scheda I/O digitale, spostare il cursore sul pulsante SRC corrispondente e premere il tasto [ENTER].

È possibile attivare/disattivare il convertitore SRC in unità di due canali. Per i canali con SRC attivato, è possibile che si verifichi un input/output anche se il segnale di input non è sincronizzato con la sorgente clock dell'unità LS9.

4

Per chiudere la finestra a comparsa WORD

CLOCK, spostare il cursore sul pulsante

CLOSE (o sul simbolo

×××× nella parte

superiore destra della finestra) e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata di nuovo la schermata

SYSTEM SETUP.

LS9-32

1

Tipo di scheda {Tipo scheda/numero slot}

In quest'area viene visualizzato il tipo di scheda I/O installata nello slot {nell'unità LS9-32, in quest'area sono riportati il numero di slot e il tipo di scheda I/O di ciascuno slot}.

B

FREQ (Frequency) (Frequenza)

Indica la frequenza di campionamento del segnale in ingresso in ciascun canale di una scheda I/O digitale

MY8-AE96 o MY8-AE96S, in gruppi di due canali.

208

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dei collegamenti in cascata

Utilizzo dei collegamenti in cascata

Collegando in cascata due o più console LS9 oppure un'unica console LS9 con mixer esterno

(ad esempio Yamaha M7CL) è possibile condividere i bus. Ciò si rivela comodo ad esempio quando si desidera utilizzare un mixer esterno per aumentare il numero di input.

Se si stanno collegando in cascata due console LS9, sarà possibile utilizzare la funzione "Cascade

Link" (Collegamento in cascata) per collegare operazioni relative al segnale di attivazione, operazioni di richiamo/memorizzazione delle scene e selezioni di layer fader. In questo caso è possibile utilizzare due console LS9 come se fossero un unico mixer.

In questa sezione vengono illustrati i collegamenti in cascata e il relativo funzionamento, utilizzando un esempio che prevede due console LS9 collegate in cascata.

Per collegare in cascata due console LS9, dovranno essere installate due schede I/O digitali nei rispettivi slot, mentre le porte di uscita dell'unità di invio (slave della cascata) dovranno essere collegate alle porte di ingresso dell'unità ricevente (master cascata).

Nell'illustrazione che segue viene riportato un esempio in cui una scheda I/O digitale a sedici canali per ciascuna console viene installata nell'unità LS9 della cascata slave e nell'unità LS9 della cascata master, mentre i jack DIGITAL

OUT (USCITA DIGITALE) dell'unità di invio vengono collegati ai jack DIGITAL IN (INGRESSO DIGITALE) dell'unità ricevente.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile collegare in cascata l'unità LS9 con i mixer digitali dotati di slot Mini-YGDA, ad esempio il Yamaha M7CL o PM5D. Tuttavia in questo modo potranno essere collegati in cascata solo i segnali audio mentre non sarà possibile un collegamento tramite i segnali di controllo.

• È inoltre possibile utilizzare una scheda AD/DA per eseguire collegamenti in cascata con un mixer analogico.

• Non esiste alcun limite al numero di unità che è possibile collegare in cascata, tuttavia il delay del segnale proveniente da ciascuno slave della cascata aumenterà in base al numero di unità presenti tra slave e master della cascata.

Segnale audio digitale

Segnali audio dell'unità A

Scheda I/O digitale

Segnali audio dell'unità A + B

Scheda I/O digitale

LS9 A

(slave cascata)

LS9 B

(master cascata)

MIDI

OUT

MIDI

IN

MIDI

OUT

Segnali di controllo per il collegamento in cascata

MIDI

IN

In questo esempio, è possibile condividere fino a sedici bus scelti tra bus MIX 1–16, MATRIX 1–8, STEREO (L/R)

(sinistra/destra), MONO (C) (centro) e CUE (SEGNALE

DI ATTIVAZIONE) (L/R) e trasmettere segnali mixati dalla unità LS9master della cascata. {Se si collegano in cascata due console LS9-32, sarà possibile condividere tutti i bus se sono state installate due schede

I/O digitali a 16 canali in ciascuna console LS9-32.}

I segnali di controllo per la funzione Cascade Link vengono trasmessi e ricevuti tramite i connettori MIDI IN/OUT.

Con questo tipo di configurazione, le operazioni relative al segnale di attivazione, al richiamo e alla memorizzazione della scena o la selezione del layer fader eseguite su una delle console, si applicheranno anche sull'altra.

Quando viene utilizzato un collegamento in cascata, è necessario specificare i canali e gli slot su ciascuna console

LS9 che invieranno e riceveranno segnali audio. Allo stesso modo, per utilizzare la funzione Cascade Link, è necessario specificare la porta che trasmetterà e riceverà i segnali di controllo nonché indicare i parametri e gli eventi da collegare. Nelle pagine successive vengono illustrate le impostazioni richieste per il collegamento in cascata e il relativo metodo di funzionamento, trattando separatamente lo slave e il master della cascata.

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

209

Utilizzo dei collegamenti in cascata

Operazioni sull'unità LS9 slave della cascata

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata SYSTEM SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa di selezione della porta per il bus di cui si desidera assegnare la porta, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa OUTPUT

PORT SELECT.

[ Finestra a comparsa OUTPUT PORT

SELECT dell'unità LS9-32 ]

2

1

LS9-32

1

1

Pulsante CASCADE OUT

(USCITA IN CASCATA)

2

Nel campo MIXER SETUP posizionato nella parte inferiore della schermata SYSTEM

SETUP, spostare il cursore sul pulsante

CASCADE OUT e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa CASCADE

OUT PATCH (ASSEGNAZIONE USCITA IN

CASCATA). Nella finestra sono presenti i seguenti elementi.

1

[ Finestra a comparsa OUTPUT PORT

SELECT dell'unità LS9-16 ]

1

2

3

210

1

Pulsanti dell'elenco a discesa di selezione della porta

Consentono di accedere alla finestra a comparsa

OUTPUT PORT SELECT (SELEZIONE PORTA DI

USCITA), nella quale è possibile selezionare la porta di uscita di ciascun bus.

B

Campo CASCADE LINK PORT (PORTA

COLLEGAMENTO IN CASCATA)

Quando si utilizza la funzione Cascade Link, in questo campo viene specificata la porta da cui saranno trasmessi e ricevuti i segnali di controllo tra le due console LS9.

C

Campo CASCADE COMM LINK

(COLLEGAMENTO COMUNICAZIONE IN

CASCATA)

In questo campo è possibile selezionare parametri ed eventi che verranno collegati mediante la funzione

Cascade Link.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Pulsanti di selezione della porta

Consentono di selezionare la porta di uscita del bus selezionato.

B

Tab di selezione degli slot

(solo unità LS9-32)

Consentono di selezionare gli slot 1/2.

4

Utilizzare i pulsanti di selezione della porta

{tab di selezione degli slot e pulsanti di selezione della porta} per selezionare una porta di uscita, spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto

[ENTER].

La porta verrà assegnata al bus selezionato al punto 3.

5

Ripetere i punti 3 e 4 per assegnare porte di uscita ad altri bus.

NOTA

• Non è possibile assegnare due o più bus alla stessa porta di uscita. Se viene selezionato un bus a cui è già stato assegnato un percorso di segnali, l'assegnazione precedente verrà annullata.

Utilizzo dei collegamenti in cascata

6

Se si desidera utilizzare la funzione

Cascade Link per collegare parametri ed eventi tra due console LS9, procedere come segue.

1

Spostare il cursore sul campo CASCADE LINK

PORT e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC]

(RIDUCI/AUMENTA) per selezionare la porta che trasmetterà/riceverà i segnali di controllo per il collegamento in cascata.

È possibile selezionare uno degli elementi riportati di seguito.

LS9-16

Funzione

----

MIDI

SLOT-1–

SLOT-8

Descrizione

Non verrà utilizzata alcuna porta.

Connettori MIDI IN/OUT del pannello posteriore

Canali di ingresso/uscita 1–8 of di una scheda che supporta la comunicazione seriale, installati nello slot del pannello posteriore

LS9-32

Funzione

----

MIDI

SLOT1-1–

SLOT1-8

SLOT2-1–

SLOT2-8

Descrizione

Non verrà utilizzata alcuna porta.

Connettori MIDI IN/OUT del pannello posteriore

Canali di ingresso/uscita 1–8 of di una scheda che supporta la comunicazione seriale, installati nello slot 1 del pannello posteriore

Canali di ingresso/uscita 1–8 of di una scheda che supporta la comunicazione seriale, installati nello slot 2 del pannello posteriore

NOTA

• I segnali di controllo per il collegamento in cascata e i messaggi MIDI non possono condividere la stessa porta.

Se si seleziona una porta già specificata per la trasmissione/ ricezione di messaggi MIDI, una finestra di dialogo chiederà se si desidera annullare le impostazioni esistenti.

B

Spostare il cursore sul campo CASCADE COMM

LINK, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] per selezionare l'elemento che si desidera collegare.

È possibile selezionare uno degli elementi riportati di seguito.

OFF

Non si verificherà alcun collegamento.

CUE

Verranno collegati i parametri e gli eventi correlati al segnale di attivazione.

• Attivazione/disattivazione del segnale di attivazione

• Modalità Cue (MIX CUE o LAST CUE)

(SEGNALE DI ATTIVAZIONE MIX,

ULTIMO SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

• Impostazioni relative al punto del segnale di attivazione per canali di ingresso e di uscita.

ALL (TUTTI)

Tutti i parametri e gli eventi collegabili (inclusi i parametri correlati al segnale di attivazione) verranno collegati.

• Parametri ed eventi correlati al segnale di attivazione (vedere sopra)

• Operazioni per il richiamo di una scena

• Operazioni per la memorizzazione di una scena

• Operazioni DIMMER (ATTENUATORE)

(schermata MONITOR)

• Cambiamento del layer fader

• Operazioni correlate al LED del pannello e alla luminosità del display (schermata

MISC SETUP)

• Operazioni correlate al gruppo di esclusione master

7

Per chiudere la finestra a comparsa

OUTPUT PORT SELECT, spostare il cursore sul pulsante CLOSE (o sul simbolo

×××× nella

parte superiore destra della finestra) e premere il tasto [ENTER].

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

211

Utilizzo dei collegamenti in cascata

Operazioni sull'unità LS9 master della cascata

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata SYSTEM SETUP.

2

Nel campo MIXER SETUP posizionato nella parte inferiore della schermata SYSTEM

SETUP, spostare il cursore sul pulsante

CASCADE IN e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa

CASCADE IN PATCH (ASSEGNAZIONE

INGRESSO IN CASCATA).

La finestra a comparsa CASCADE IN PATCH contiene gli elementi indicati di seguito.

1

2

1

[ Finestra a comparsa INPUT PORT SELECT dell'unità LS9-32 ]

[ Finestra a comparsa INPUT PORT SELECT dell'unità LS9-16 ]

1

2

3

1

Pulsanti dell'elenco a discesa di selezione della porta

Consentono di accedere alla finestra a comparsa

INTPUT PORT SELECT, nella quale è possibile selezionare la porta di ingresso i cui segnali verranno aggiunti al bus.

B

Campo CASCADE LINK PORT

In questo campo è possibile selezionare la porta che trasmetterà e riceverà i segnali di controllo quando si utilizza la funzione Cascade Link per collegare operazioni specifiche e modifiche dei parametri tra due console LS9.

C

Campo CASCADE COMM LINK

In questo campo è possibile selezionare parametri ed eventi che verranno collegati mediante la funzione

Cascade Link.

3

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa di selezione della porta per il bus di cui si desidera assegnare la porta, quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa INPUT

PORT SELECT.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

La finestra a comparsa contiene gli elementi indicati di seguito.

1

Pulsanti di selezione della porta

In quest'area è possibile selezionare la porta di ingresso il cui segnale verrà aggiunto al bus selezionato.

B

Tab di selezione degli slot

(solo unità LS9-32)

Consentono di selezionare gli slot 1/2.

4

Utilizzare i pulsanti di selezione della porta

{tab di selezione degli slot e pulsanti di selezione della porta} per selezionare una porta di ingresso, spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto

[ENTER].

La porta di ingresso verrà assegnata al bus selezionato al punto 3. L'input del segnale proveniente da questa porta verrà mixato con il segnale del bus corrispondente all'interno della cascata master.

5

Ripetere i punti 3 e 4 per assegnare porte di ingresso ad altri bus.

NOTA

• Non è possibile assegnare la stessa porta di ingresso a due o più bus. Se viene selezionato un bus a cui è già stato assegnato un percorso di segnali, l'assegnazione precedente verrà annullata.

212

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo dei collegamenti in cascata • Impostazioni di base dei bus MIX e MATRIX

6

Se si desidera collegare parametri o eventi specifici tra due console LS9, procedere come segue.

1

Spostare il cursore sul campo CASCADE LINK

PORT e utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per specificare la porta che trasmetterà/riceverà i segnali di controllo per il collegamento in cascata.

Gli elementi selezionabili sono gli stessi della finestra a comparsa CASCADE OUT PATCH

(

→ pag. 211).

NOTA

• I segnali di controllo per il collegamento in cascata e i messaggi MIDI non possono condividere la stessa porta.

Se si seleziona una porta già specificata per la trasmissione/ ricezione di messaggi MIDI, una finestra di dialogo chiederà se si desidera annullare le impostazioni esistenti.

B

Spostare il cursore sul campo CASCADE COMM

LINK, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/

[INC] per specificare gli elementi che si desidera collegare, in modo da creare una corrispondenza con le impostazioni dello slave della cascata. Gli elementi selezionabili sono gli stessi della finestra a comparsa CASCADE OUT PATCH

(

→ pag. 211).

7

Per chiudere la finestra a comparsa INPUT

PORT SELECT, spostare il cursore sul pulsante CLOSE (o sul simbolo

×××× nella

parte superiore destra della finestra) e premere il tasto [ENTER].

In questo stato, i segnali del bus dello slave della cascata verranno inviati tramite lo slot ai bus del master della cascata mentre i segnali combinati di entrambi i bus verranno emessi dal master della cascata. Se viene attivata la funzione Cascade Link, le operazioni specificate o le modifiche dei parametri effettuate su una delle due console LS9 verranno applicate anche nell'altra console LS9.

Impostazioni di base dei bus MIX e MATRIX

In questa sezione viene illustrato come modificare le impostazioni di base dei bus MIX e

MATRIX, ad esempio il passaggio da stereo a mono e la selezione della posizione di invio del segnale proveniente da un canale di ingresso.

Le impostazioni configurate nella procedura riportata di seguito vengono salvate come parte della scena.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata SYSTEM SETUP.

2

Per configurare le impostazioni del bus

MIX, spostare il cursore sul pulsante MIX del campo BUS SETUP e premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa MIX BUS

SETUP (CONFIGURAZIONE BUS MIX).

1

1 2 3

2

3

20

LS9-32

1

Campo BUS SETUP

B

Pulsante MIX

C

Pulsante MATRIX

1

SIGNAL TYPE (TIPO SEGNALE) (metodo di elaborazione del segnale)

Consente di scegliere se due bus MIX adiacenti con numeri pari/dispari verranno utilizzati come canali stereo con parametri principali collegati (STEREO) oppure come due canali mono (MONO

× 2).

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

213

Impostazioni di base dei bus MIX e MATRIX

B

BUS TYPE / PRE FADER SEND POINT (TIPO

BUS/PUNTO DI MANDATA PRE-FADER)

Nel caso di due bus adiacenti con numeri pari/dispari, consente di selezionare la posizione di invio del segnale proveniente dal canale di ingresso. È anche possibile cambiare il tipo di bus MIX (VARI or

FIXED) (VARIABILI o FISSI).

C

PAN LINK (COLLEGAMENTO PAN)

Consente di specificare se il pan in cui viene inviato il segnale proveniente da un canale di ingresso al bus stereo verrà collegato con l'impostazione TO ST PAN

(A PAN STEREO).

3

Utilizzare i pulsanti del campo SIGNAL

TYPE per specificare per ciascuno dei due bus adiacenti MIX con numeri pari/dispari se funzioneranno come STEREO (parametri principali collegati per i due canali MIX) oppure come MONO

× 2 (utilizzati come due

canali mono).

4

Utilizzare i pulsanti del campo BUS TYPE/

SEND POINT per selezionare la posizione da cui verrà inviato il segnale del canale di ingresso.

In questo campo è anche possibile cambiare il tipo di bus MIX (VARI o FIXED). Di seguito sono riportati gli elementi che è possibile selezionare per ciascun bus.

VARI PRE EQ (PRE-EQ VARIABILE)

Il bus MIX sarà di tipo VARI (livello di mandata regolabile). Scegliere se si desidera utilizzare il bus

MIX come mandata effetti o come output foldback.

Se il punto di mandata MIX del canale di ingresso è impostato su PRE (PRIMA), il segnale verrà inviato prima dell'EQ (attenuatore).

VARI PRE FADER (PRE-FADER VARIABILE)

Il bus MIX sarà di tipo VARI. Scegliere se si desidera utilizzare il bus MIX come mandata effetti o come output foldback. Se il punto di mandata MIX del canale di ingresso è impostato su PRE, il segnale verrà inviato prima del fader.

214

NOTA

• Anche se è stato selezionato VARI PRE EQ o VARI PRE

FADER, i canali di ingresso la cui posizione di mandata MIX è impostata su POST (DOPO) invieranno il segnale post-fader al bus MIX.

FIXED

Il bus MIX sarà di tipo FIXED (livello di mandata fisso sul livello nominale = 0,0 dB).

Scegliere se si desidera utilizzare il bus MIX come output di gruppo o come output del bus per la registrazione su registratore multi-traccia. Se il bus è impostato su MONO, il segnale verrà inviato subito prima del pan/bilanciamento del canale di ingresso, mentre se è impostato sul STEREO, verrà inviato subito dopo il pan/bilanciamento.

5

Attivare/disattivare i pulsanti del campo

PAN LINK.

Per due bus MIX con SIGNAL TYPE = STEREO e

BUS TYPE = VARI, il pulsante PAN LINK viene visualizzato in questa posizione.

Questo pulsante consente di specificare se il pan in cui viene inviato il segnale proveniente da un canale di ingresso al bus MIX stereo verrà collegato con l'impostazione TO ST PAN.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Se il pulsante PAN LINK è attivo

La manopola PAN visualizzata nella posizione della manopola TO MIX SEND LEVEL (A LIVELLO

MANDATA BUS MIX) della schermata SELECTED

CH VIEW del canale di ingresso quando il bus MIX di destinazione della mandata è stereo, verrà collegata alla manopola TO ST PAN (BAL) (A PAN STEREO

(BIL)).

Se il pulsante PAN LINK è disattivato

La manopola PAN (BALANCE) visualizzata nella posizione della manopola TO MIX SEND LEVEL della schermata SELECTED CH VIEW del canale di ingresso può essere utilizzata indipendentemente dalla manopola TO ST PAN (BAL).

NOTA

• Il pulsante PAN LINK non viene visualizzato per i bus MIX il cui SIGNAL TYPE è impostato su MONO

× 2, o per i bus MIX

il cui BUS TYPE è impostato su FIXED.

6

Per chiudere la finestra a comparsa e tornare alla schermata SYSTEM SETUP, spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(o sul simbolo

× in alto a destra), quindi

premere il tasto [ENTER].

7

Per configurare le impostazioni di base del bus MATRIX, spostare il cursore sul pulsante MATRIX del campo BUS SETUP e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa MIX

BUS SETUP.

1

1

SIGNAL TYPE (metodo di elaborazione del segnale)

Consente di scegliere se due bus MATRIX adiacenti con numeri pari/dispari verranno utilizzati come canali stereo con parametri principali collegati (STEREO) oppure come due canali mono (MONO

× 2).

8

Utilizzare i pulsanti del campo SIGNAL

TYPE se si desidera specificare per ciascuno dei due bus adiacenti MATRIX con numeri pari/dispari se funzioneranno come

STEREO (parametri principali collegati per i due canali MATRIX) oppure come MONO

× 2

(utilizzati come due canali mono).

9

Per chiudere la finestra a comparsa e tornare alla schermata SYSTEM SETUP, spostare il cursore sul pulsante CLOSE

(o sul simbolo

× in alto a destra), quindi

premere il tasto [ENTER].

Impostazione di data/ora del clock interno

Impostazione di data/ora del clock interno

In questa sezione viene illustrato come impostare e come visualizzare la data e l'ora del clock incorporato nell'unità LS9. La data e l'ora qui indicate influiranno sul timestamp (data/ora) utilizzato quando viene salvata una scena.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere il tasto [SETUP] per accedere alla schermata

MISC SETUP.

1

1

Campo DATE/TIME (DATA/ORA)

Indica la data e l'ora correntemente specificate.

B

Pulsante DATE/TIME SET

(IMPOSTAZIONE DATA/ORA)

Consente di accedere alla finestra a comparsa DATE/

TIME, in cui è possibile impostare la data e l'ora.

2

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa DATE/TIME SET nel campo DATE/

TIME e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa DATE/TIME.

1 3

2

LS9-32

3

Spostare il cursore sul pulsante DATE

MODE e premere il tasto [ENTER] per selezionare il formato della data.

È possibile scegliere tra i seguenti formati.

• MM/GG/AAAA (Mese/Giorno/Anno)

• GG/MM/AAAA (Giorno/Mese/Anno)

• AAAA/MM/GG (Anno/Mese/Giorno)

4

Spostare il cursore su ciascun campo del campo DATE, quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per specificare la data.

5

Spostare il cursore sul pulsante TIME

MODE e premere il tasto [ENTER] per selezionare il formato dell'ora.

È possibile scegliere tra i seguenti formati.

• 24 ore (ore visualizzate nell'intervallo 0–23)

• 12 ore (ore visualizzate negli intervalli

AM 0–AM 11 e PM 0–PM 11)

6

Spostare il cursore su ciascun campo del campo TIME, quindi utilizzare il dial o i tasti

[DEC]/[INC] per specificare l'ora.

7

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere il tasto [ENTER].

Verrà finalizzato il formato specificato per data, ora e display e la finestra a comparsa verrà chiusa. Se si seleziona il pulsante CANCEL (ANNULLA) o il simbolo

× invece del pulsante OK, le modifiche saranno annullate e la finestra a comparsa verrà chiusa.

20

2 4

1

Campo DATE

Consente di specificare la data del clock interno.

B

Pulsante DATE MODE (MODALITÀ DATA)

Consente di specificare il formato in cui verrà visualizzata la data.

C

Campo TIME

Consente di specificare l'ora del clock interno.

D

Pulsante TIME MODE (MODALITÀ ORA)

Consente di specificare il formato in cui verrà visualizzata l'ora.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

215

Impostazione dell'indirizzo di rete

Impostazione dell'indirizzo di rete

In questa sezione viene illustrato come impostare l'indirizzo di rete richiesto quando si utilizza il connettore NETWORK dell'unità LS9 per collegarla a un computer Windows.

NOTA

• L'indirizzo di rete può essere modificato solo dagli utenti che dispongono dei privilegi di amministratore.

• Per ulteriori informazioni sulle impostazioni di rete, consultare la guida all'installazione di LS9 Editor, scaricabile dal sito Web Yamaha.

http://www.yamahaproaudio.com/

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata MISC SETUP.

1 2

LS9-32

1

Campo NETWORK (RETE)

In questo campo vengono visualizzati i valori dei parametri correlati alla rete.

B

Pulsante NETWORK SET

(IMPOSTAZIONE RETE)

Consente di accedere alla finestra a comparsa

NETWORK, in cui è possibile configurare impostazioni dettagliate relative alla rete.

C

Campo MAC ADDRESS (INDIRIZZO MAC)

Si tratta dell'indirizzo MAC (Machine Access Control, controllo accesso macchina) specificato per identificare un host all'interno di una rete. Il campo ha solo scopo di visualizzazione e non è possibile modificarlo.

2

Spostare il cursore sul pulsante NETWORK

SET del campo NETWORK e premere il tasto [ENTER] per accedere alla finestra a comparsa NETWORK.

1 3

2 4

3

1

Campo IP ADDRESS (INDIRIZZO IP)

Si tratta di un numero (indirizzo IP) assegnato per identificare ciascun dispositivo in Internet o in una rete

LAN (Local Area Network).

B

Campo GATEWAY ADDRESS

(INDIRIZZO GATEWAY)

In questo campo viene specificato il numero (indirizzo gateway) di identificazione di un dispositivo (gateway) che consente ai dati di supporti o protocolli diversi di essere scambiati in una rete a scopo di comunicazione.

C

Campo SUBNET MASK

Consente di definire il numero di bit (dell'indirizzo IP utilizzato all'interno della rete) da cui è composto l'indirizzo che contraddistingue la rete (indirizzo di rete).

D

Campo LINK MODE

(MODALITÀ COLLEGAMENTO)

Selezionare 100BASE-TX (velocità di trasmissione: massimo 100 Mbps) o 10BASe-T (velocità di trasmissione: max 10 Mbps) come specifica utilizzata per comunicare tramite il connettore NETWORK.

3

Spostare il cursore sul campo LINK MODE, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per selezionare un protocollo di comunicazione per il connettore NETWORK adeguato alla rete a cui viene collegata l'unità LS9.

NOTA

• Qualora la specifica non dovesse corrispondere, la comunicazione non si verificherà in modo corretto.

4

Spostare il cursore su ciascuno degli altri campi della schermata, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per specificare ciascun indirizzo.

Se viene effettuato il collegamento dell'unità LS9 al computer con una connessione uno-a-uno, si consiglia di configurare le impostazioni iniziali riportate di seguito.

Indirizzo IP

192.168.0.128 o simile (non deve essere in conflitto con l'indirizzo IP di qualsiasi altro dispositivo della rete)

Indirizzo gateway

192.168.0.1 o simile (non deve essere in conflitto con l'indirizzo IP di qualsiasi altro dispositivo della rete)

Subnet mask

255.255.255.0 o simile

216

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Impostazione dell'indirizzo di rete • Regolazione della luminosità o del contrasto del display, dei LED e delle spie

5

Dopo aver eseguito tutte le impostazioni necessarie, spostare il cursore sul pulsante

OK e premere il tasto [ENTER].

Le modifiche saranno finalizzate e la finestra a comparsa verrà chiusa.

Se si seleziona il pulsante CANCEL o il simbolo

× invece del pulsante OK, le modifiche saranno annullate e la finestra a comparsa verrà chiusa.

Regolazione della luminosità o del contrasto del display, dei LED e delle spie

È possibile specificare il contrasto e la luminosità del display, la luminosità dei LED del pannello superiore e quella della spia collegata al connettore LAMP del pannello posteriore.

1

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere il tasto [SETUP] per accedere alla schermata

MISC SETUP.

2

Spostare il cursore su una manopola del campo CONTRAST/BRIGHTNESS, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per impostare i seguenti parametri.

Campo CONTRAST

• Manopola SCREEN (SCHERMATA)

.........Consente di specificare il contrasto della retroilluminazione del display.

SUGGERIMENTO

• È anche possibile regolare il contrasto tenendo premuto il tasto [HOME] e ruotando il dial.

1 2

LS9-32

1

Campo CONTRAST (CONTRASTO)

B

Campo BRIGHTNESS (LUMINOSITÀ)

Campo BRIGHTNESS

• Manopola SCREEN

.........Consente di specificare la luminosità della retroilluminazione del display.

• Manopola PANEL (PANNELLO)

.........Consente di regolare la luminosità dei

LED del pannello superiore. Se un

Yamaha AD8HR viene collegato a una scheda I/O che fornisce un connettore

REMOTE (REMOTO), la luminosità dei

LED dell'AD8HR cambierà di conseguenza.

• Manopola LAMP (solo LS9-32)

.........Consente di regolare la luminosità della spia collegata al jack LAMP del pannello posteriore.

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

217

Utilizzo della funzione Help (Aiuto)

Utilizzo della funzione Help (Aiuto)

È possibile visualizzare i file di Help forniti da Yamaha o qualsiasi altro file di testo desiderato creato dall'utente.

* Non si accettano responsabilità per eventuali danni derivanti dall'utilizzo di file di Help creati da terze parti, ovvero non Yamaha.

Caricamento di un file di Help da una memoria USB

Non viene eseguito alcun backup del file di Help nella memoria interna. Ogni volta che si accende l'unità, è necessario rieseguire il caricamento dalla memoria USB.

Conviene salvare il file di Help sulla memoria USB contenente la chiave di autenticazione utente.

1

Prima di procedere, salvare il file di Help

(estensione .xml) fornito da Yamaha sulla memoria USB. È possibile scaricare la versione più recente di tale file dal sito

Web Yamaha.

http://www.yamahaproaudio.com/

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante SAVE/LOAD (SALVA/CARICA)

3

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/

LOAD.

4

Spostare il cursore sull'elenco dei file e utilizzare il dial del pannello per selezionare il file di Help che si desidera caricare.

5

Spostare il cursore sul pulsante LOAD e premere il tasto [ENTER]: verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma.

6

Spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER] per iniziare a caricare il file.

218

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della funzione Help (Aiuto)

Caricamento di un file di testo da una memoria USB

1

Utilizzando uno degli editor di testo in commercio o il Blocco note incluso nella serie Microsoft Windows, creare un file di testo (con estensione .txt) e salvarlo nella memoria USB.

Per default, il set dei codici di carattere del file di testo verrà rilevato come UTF-8. Tuttavia, aggiungendo una riga con [ISO-8859-1] o [Shift_JIS] all'inizio del file, è possibile imporre il riconoscimento del file utilizzando quel set dei codici di carattere. Il set dei codici di carattere può essere specificato nel momento in cui si utilizza l'editor di testo per salvare il file di testo. La funzione Help consente la visualizzazione dei seguenti file di testo (set codici carattere/lingue).

• File di testo scritti nel set di codici ISO-8859-1

(inglese, tedesco, francese, spagnolo ecc.)

• File di testo scritto nel set dei codici di carattere

Shift_JIS (giapponese)

• File di testo delle suddette lingue scritti nel set dei codici di carattere UTF-8.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

3

Spostare il cursore sul pulsante SAVE/

LOAD e premere [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa SAVE/

LOAD.

4

Spostare il cursore sull'elenco dei file e utilizzare il dial del pannello per selezionare il file di testo che si desidera caricare.

5

Spostare il cursore sul pulsante LOAD e premere il tasto [ENTER]: verrà visualizzata una finestra di dialogo di conferma.

6

Spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto [ENTER] per iniziare a caricare il file.

Assegnazione della funzione Help a un tasto definito dall'utente

1

Prima di procedere, caricare il file di Help dalla memoria USB.

2

Nella sezione DISPLAY ACCESS premere più volte il tasto [SETUP] per accedere alla schermata USER SETUP.

Pulsante a comparsa USER DEFINED KEYS

(TASTI DEFINITI DALL'UTENTE)

3

Spostare il cursore sul pulsante dell'elenco a discesa USER DEFINED KEYS quindi premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa USER

DEFINED KEYS.

4

Spostare il cursore sul pulsante per il tasto definito dall'utente a cui si desidera assegnare una funzione, quindi premere il tasto [ENTER].

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

219

Utilizzo della funzione Help (Aiuto)

5

Utilizzare il dial del pannello o i tasti [DEC]/

[INC] per selezionare "HELP". Spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto

[ENTER] per chiudere la finestra a comparsa USER DEFINED KEY SEUP

(CONFIGURAZIONE TASTI DEFINITI

DALL'UTENTE).

6

Spostare il cursore sul pulsante CLOSE e premere il tasto [ENTER] per chiudere la finestra a comparsa USER DEFINED KEY.

Visualizzazione dell'Help

1

Prima di procedere, caricare il file di Help o il file di testo dalla memoria USB.

2

Premere il tasto definito dall'utente al quale

è assegnata la funzione Help: verrà visualizzata la finestra a comparsa HELP.

Modalità INDEX (INDICE)

Modalità CONTENTS (CONTENUTO)

3

Spostare il cursore sulla sezione desiderata e utilizzare il dial del pannello per scorrere il contenuto. Verranno evidenziati i collegamenti del testo selezionato.

4

Selezionare un collegamento (parte sottolineata) del documento e premere il tasto [ENTER] per passare alla destinazione del collegamento.

Selezionando un collegamento di testo in modalità INDEX e premendo il tasto

"ENTER", è possibile passare alla modalità

CONTENTS ed effettuare lo scorrimento fino alla sezione corrispondente.

Spostando il cursore su un collegamento della finestra e premendo il tasto [ENTER] (posizione con il simbolo e testo sottolineato) è possibile chiudere la finestra HELP e aprire la finestra corrispondente.

5

Per passare nuovamente dalla modalità

CONTENTS alla modalità INDEX, spostare il cursore sul pulsante INDEX e premere il tasto [ENTER].

6

In base alle necessità è anche possibile effettuare lo scorrimento utilizzando i pulsanti della barra degli strumenti.

Pulsante < INDEX

Consente di passare al sommario.

Se il cursore si trova sul sommario, come alternativa sarà possibile utilizzare il tasto cursore .

Pulsante CONTENTS >

Consente di passare al contenuto (articolo).

Se il cursore si trova sul sommario, come alternativa sarà possibile utilizzare il tasto cursore .

Pulsante

Consente di effettuare lo scorrimento fino al capitolo che precede la posizione correntemente visualizzata.

Pulsante

Consente di tornare al collegamento precedente nella cronologia del collegamento.

Se il cursore si trova sul sommario o in un articolo, come alternativa sarà possibile utilizzare il tasto

[DEC] (RIDUCI) del pannello.

Pulsante

Consente di passare al collegamento successivo nella cronologia del collegamento.

Se il cursore si trova sul sommario o in un articolo, come alternativa sarà possibile utilizzare il tasto [INC]

(AUMENTA) del pannello.

7

Per chiudere la finestra, premere di nuovo il tasto definito dall'utente al quale è assegnata la funzione di Help.

220

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Utilizzo della funzione Help (Aiuto)

■ Richiamo diretto di Help per un controller specifico del pannello • • •

1

Mentre si tiene premuto il tasto definito dall'utente a cui è stata assegnata la funzione Help, premere (o ruotare) il controller del pannello di cui si desidera conoscere la funzione.

I controller del pannello (diversi dai fader) non funzioneranno fino a quando si tiene premuto il tasto definito dall'utente a cui è stata assegnata la funzione Help.

2

Se al controller corrispondente è associata una spiegazione, verrà visualizzata la finestra a comparsa HELP e lo scorrimento avverrà automaticamente fino all'elemento corrispondente.

Se esistono più spiegazioni per lo stesso controller,

è possibile ripetere il punto 1 per visualizzarle successivamente.

3

Per chiudere la finestra, premere di nuovo il tasto definito dall'utente al quale è assegnata la funzione di Help.

■ Richiamo diretto di Help per un controller specifico nel display LCD • •

1

Mentre si tiene premuto il tasto definito dall'utente a cui è stata assegnata la funzione Help, spostare il cursore sul controller su schermo di cui si desidera leggere la funzione e premere il tasto

[ENTER].

I pulsanti e i tab su schermo non funzioneranno fino a quando si tiene premuto il tasto definito dall'utente a cui è stata assegnata la funzione Help.

2

Se è presente un elemento di Help corrispondente, verrà visualizzata la finestra a comparsa HELP e lo scorrimento avverrà automaticamente fino all'elemento corrispondente.

Se esistono più spiegazioni per lo stesso controller, chiudere la finestra a comparsa HELP e ripetere il punto 1 per visualizzarle successivamente.

3

Per chiudere la finestra, premere di nuovo il tasto definito dall'utente al quale è assegnata la funzione di Help.

20

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

221

Inizializzazione della memoria interna dell'unità LS9

Inizializzazione della memoria interna dell'unità LS9

Se si verifica un errore nella memoria interna dell'unità LS9 o se si è dimenticata la password,

è possibile utilizzare la procedura riportata di seguito per inizializzare la memoria interna.

ATTENZIONE

• Se la memoria interna viene inizializzata, tutto il contenuto della memoria andrà perduto. Procedere con l'operazione solo se si è assolutamente sicuri di volerla eseguire.

1

Tenendo premuto il tasto [SCENE

MEMORY] (MEMORIA SCENE) della sezione

DISPLAY ACCESS, accendere lo strumento.

Dopo la schermata iniziale, viene visualizzata la seguente schermata del menu di avvio.

1

2

3

4

Spostare il cursore sul pulsante OK della finestra di dialogo e premere [ENTER].

L'inizializzazione verrà avviata.

NOTA

• Non premere alcun tasto fino al termine dell'inizializzazione.

5

Una volta completata l'inizializzazione, spostare il cursore sul pulsante EXIT (ESCI) e premere il tasto [ENTER].

La console verrà avviata con la normale modalità operativa.

NOTA

• Se la tensione della batteria di backup è bassa o se si verifica un errore nella memoria interna, verranno visualizzati una finestra di dialogo di avviso e, quindi, il menu di inizializzazione. Se viene visualizzata la finestra di dialogo di avviso e si seleziona il pulsante EXIT per eseguire l'avvio nella normale modalità operativa, Yamaha non è in grado di garantire il funzionamento corretto dell'unità.

SUGGERIMENTO

• Invece di utilizzare il pulsante EXIT è possibile selezionarne un altro pulsante del campo MODE SELECT.

1

Campo MODE SELECT (SELEZIONE

MODALITÀ)

B

Pulsante INITIALIZE ALL MEMORIES

(INIZIALIZZA TUTTE LE MEMORIE)

C

Pulsante INITIALIZE CURRENT MEMORIES

(INIZIALIZZA MEMORIE CORRENTI)

2

In base al tipo di inizializzazione desiderata, spostare il cursore su uno dei pulsanti del campo MODE SELECT e premere il tasto

[ENTER].

Pulsante INITIALIZE ALL MEMORIES

Verranno ripristinate le impostazioni di fabbrica dell'intera memoria, memorie scene e librerie incluse.

Pulsante INITIALIZE CURRENT MEMORIES

Verranno ripristinate le impostazioni di fabbrica del contenuto della memoria, fatta eccezione per memorie scene e librerie.

3

Per eseguire l'operazione di inizializzazione, spostare il cursore sul tasto INITIALIZE (INIZIALIZZA) posizionato nella finestra di dialogo sul lato sinistro della schermata, quindi premere il tasto

[ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione.

222

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Regolazione dei fader (funzione Calibration)

Regolazione dei fader (funzione Calibration)

A seconda dell'ambiente in cui viene utilizzata la console, è possibile che si verifichino discordanze nel movimento dei fader del motore. È possibile utilizzare la funzione Calibration per correggere tali discordanze.

1

Tenendo premuto il tasto [SCENE

MEMORY] della sezione DISPLAY ACCESS, accendere lo strumento.

Dopo la schermata iniziale, viene visualizzata la seguente schermata del menu di avvio.

1

Pulsante FADER CALIBRATION

(CALIBRAZIONE FADER)

2

Spostare il cursore sul pulsante FADER

CALIBRATION e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata la finestra a comparsa FADER

CALIBRATION MODE, nella quale è possibile regolare i fader.

1

4

Spostare il cursore sul pulsante START e premere il tasto [ENTER].

Verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui si chiede di confermare l'operazione.

5

Spostare il cursore sul pulsante OK della finestra di dialogo e premere [ENTER].

Ciascuno dei fader specificati si sposterà sulle posizioni di destinazione con questa sequenza.

1

-

(in basso verso il valore minimo)

B

-20 dB

C

0 dB

D

+10 dB (in alto verso il valore massimo)

6

Se esistono fader che non si trovano nelle posizioni visualizzate nella schermata, spostarli manualmente nel luogo appropriato.

7

Dopo aver impostato tutti i fader nella posizione di destinazione, spostare il cursore sul pulsante OK e premere il tasto

[ENTER].

La procedura continuerà con la posizione successiva del fader.

8

Ripetere i punti 6–7 per regolare le

posizioni dei fader da 1 a 4.

9

Una volta terminato il processo di calibrazione e dopo aver visualizzato il pulsante APPLY (APPLICA), spostare il cursore sul pulsante APPLY e premere il tasto [ENTER].

Le impostazioni di calibrazione verranno salvate nella memoria interna.

NOTA

• La visualizzazione del pulsante RESTART (RIAVVIA) al termine della calibrazione indica che l'operazione non è riuscita. Spostare il cursore sul pulsante RESTART e premere il tasto [ENTER] per eseguire nuovamente la calibrazione.

SUGGERIMENTO

• Questa finestra viene visualizzata anche se viene rilevato un problema nelle impostazioni del fader durante l'avvio dell'unità LS9.

3

Utilizzare i tasti [SEL] (SELEZIONE) del pannello superiore per selezionare il fader del quale si desidera eseguire la calibrazione.

La calibrazione del fader viene eseguita in modo semiautomatico per i fader specificati mediante i relativi tasti [SEL]. Ciascun fader selezionato mediante il relativo tasto [SEL] verrà visualizzato in rosso nella finestra a comparsa.

10

Spostare il cursore sul pulsante EXIT (Esci) e premere [ENTER].

La console verrà avviata con la normale modalità operativa.

SUGGERIMENTO

• In alternativa, è possibile continuare selezionando un altro menu invece di utilizzare il pulsante EXIT.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

20

223

Regolazione del guadagno di ingresso/uscita (funzione Calibration)

Regolazione del guadagno di ingresso/uscita (funzione Calibration)

Se necessario, è possibile effettuare regolazioni fini del guadagno di ingresso/uscita.

1

Tenendo premuto il tasto [SCENE

MEMORY] della sezione DISPLAY ACCESS, accendere lo strumento.

Dopo la schermata iniziale, viene visualizzata la seguente schermata del menu di avvio.

Pulsante OUTPUT PORT TRIM

(regolazione fine delle porte di uscita)

Consente di effettuare regolazioni fini in passi di

0,01 dB sul guadagno della porta di uscita specificata.

Quando si preme questo pulsante, la schermata cambia come illustrato di seguito.

1

2

3

1

Pulsante INPUT PORT TRIM (TRIM PORTA

DI INGRESSO)

B

Pulsante OUTPUT PORT TRIM

(TRIM PORTA DI USCITA)

C

Pulsante SLOT OUTPUT TRIM

(TRIM USCITA SLOT)

2

Nel campo MODE SELECT, spostare il cursore su uno dei pulsanti riportati di seguito per selezionare la destinazione che si desidera regolare e premere il tasto

[ENTER].

INPUT PORT TRIM (regolazione fine del guadagno dell'input analogico)

Consente di effettuare regolazioni fini in passi di 0,1 dB sul guadagno della porta di ingresso analogica specificata. Quando si preme questo pulsante, la schermata cambia come illustrato di seguito.

LS9-32

Pulsante SLOT OUTPUT TRIM

(regolazione fine delle porte di uscita)

Consente di effettuare regolazioni fini in passi di

0,01 dB sul guadagno della porta di uscita dello slot specificato. Quando si preme questo pulsante, la schermata cambia come illustrato di seguito.

LS9-32

LS9-32

3

Spostare il cursore sulla manopola desiderata della schermata, quindi utilizzare il dial o i tasti [DEC]/[INC] per regolare il valore.

Se si sposta il cursore sul pulsante RESET ALL

(REIMPOSTA TUTTO) della schermata e si preme il tasto [ENTER], tutte le manopole della schermata verranno reimpostate su 0 dB (valore di default impostato in fabbrica).

4

Dopo aver terminato le regolazioni, spostare il cursore sul pulsante EXIT e premere il tasto [ENTER].

La console verrà avviata con la normale modalità operativa.

SUGGERIMENTO

• In alternativa, è possibile continuare selezionando un altro menu invece di utilizzare il pulsante EXIT.

224

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Appendici

Elenco libreria EQ

# Titolo

01 Bass Drum 1

02 Bass Drum 2

03 Snare Drum 1

04 Snare Drum 2

05 Tom-tom 1

06 Cymbal

07 High Hat

08 Percussion

09 E. Bass 1

10 E. Bass 2

11 Syn. Bass 1

12 Syn. Bass 2

13 Piano 1

Parametro

LOW L-MID H-MID HIGH

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+3.5 dB

F

100 Hz

–3.5 dB

265 Hz

0.0 dB

1.06 kHz

+4.0 dB

5.30 kHz

Q

1.25

10.0

0.90

PEAKING PEAKING PEAKING

G

+8.0 dB

F

80.0 Hz

–7.0 dB +6.0 dB

LPF

ON

400 Hz 2.50 kHz 12.5 kHz

Q

1.4

4.5

2.2

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–0.5 dB

F

132 Hz

0.0 dB

1.00 kHz

+3.0 dB

3.15 kHz

+4.5 dB

5.00 kHz

Q

1.25

4.5

0.11

L.SHELF

PEAKING PEAKING PEAKING

G

+1.5 dB

F

180 Hz

–8.5 dB

335 Hz

+2.5 dB

2.36 kHz

+4.0 dB

4.00 kHz

Q

— 10.0

0.70

0.10

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

+2.0 dB

F

212 Hz

–7.5 dB

670 Hz

+2.0 dB

4.50 kHz

+1.0 dB

6.30 kHz

Q

1.4

10.0

1.25

0.28

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–2.0 dB

F

106 Hz

0.0 dB

425 Hz

0.0 dB

1.06 kHz

+3.0 dB

13.2 kHz

Q

— 8.0

0.90

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–4.0 dB

F

95.0 Hz

–2.5 dB

425 Hz

+1.0 dB

2.80 kHz

+0.5 dB

7.50 kHz

Q

— 0.50

1.0

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–4.5 dB

F

100 Hz

0.0 dB

400 Hz

+2.0 dB

2.80 kHz

0.0 dB

17.0 kHz

Q

— 4.5

0.56

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–7.5 dB +4.5 dB +2.5 dB

F

35.5 Hz 112 Hz 2.00 kHz

0.0 dB

4.00 kHz

Q

— 5.0

4.5

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+3.0 dB

F

112 Hz

0.0 dB

112 Hz

+2.5 dB

2.24 kHz

+0.5 dB

4.00 kHz

Q

0.10

5.0

6.3

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+3.5 dB +8.5 dB

F

85.0 Hz 950 Hz

0.0 dB

4.00 kHz

0.0 dB

12.5 kHz

Q

0.10

8.0

4.5

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+2.5 dB

F

125 Hz

0.0 dB

180 Hz

+1.5 dB

1.12 kHz

0.0 dB

12.5 kHz

Q

1.6

8.0

2.2

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–6.0 dB

F

95.0 Hz

0.0 dB

950 Hz

+2.0 dB

3.15 kHz

+4.0 dB

7.50 kHz

Q

— 8.0

0.90

# Titolo

14 Piano 2

15 E. G. Clean

16 E. G. Crunch 1

17 E. G. Crunch 2

18 E. G. Dist. 1

19 E. G. Dist. 2

20 A. G. Stroke 1

21 A. G. Stroke 2

22 A. G. Arpeg. 1

23 A. G. Arpeg. 2

24 Brass Sec.

25 Male Vocal 1

26 Male Vocal 2

Parametro

LOW L-MID H-MID HIGH

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+3.5 dB –8.5 dB +1.5 dB +3.0 dB

F

224 Hz 600 Hz 3.15 kHz 5.30 kHz

Q

5.6

10.0

0.70

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+2.0 dB

F

265 Hz

–5.5 dB

400 Hz

+0.5 dB

1.32 kHz

+2.5 dB

4.50 kHz

Q

0.18

10.0

6.3

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

+4.5 dB

F

140 Hz

0.0 dB

1.00 kHz

+4.0 dB

1.90 kHz

+2.0 dB

5.60 kHz

Q

8.0

4.5

0.63

9.0

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+2.5 dB +1.5 dB +2.5 dB

F

125 Hz 450 Hz 3.35 kHz

0.0 dB

19.0 kHz

Q

8.0

0.40

0.16

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+5.0 dB

F

355 Hz

0.0 dB

950 Hz

+3.5 dB

3.35 kHz

0.0 dB

12.5 kHz

Q

— 9.0

10.0

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+6.0 dB

F

315 Hz

–8.5 dB

1.06 kHz

+4.5 dB

4.25 kHz

+4.0 dB

12.5 kHz

Q

— 10.0

4.0

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–2.0 dB

F

106 Hz

0.0 dB

1.00 kHz

+1.0 dB

1.90 kHz

+4.0 dB

5.30 kHz

Q

0.90

4.5

3.5

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–3.5 dB

F

300 Hz

–2.0 dB

750 Hz

0.0 dB

2.00 kHz

+2.0 dB

3.55 kHz

Q

— 9.0

4.5

L.SHELF

PEAKING PEAKING PEAKING

G

–0.5 dB

F

224 Hz

0.0 dB

1.00 kHz

0.0 dB

4.00 kHz

+2.0 dB

6.70 kHz

Q

— 4.5

4.5

0.125

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

0.0 dB

F

180 Hz

–5.5 dB

355 Hz

0.0 dB

4.00 kHz

+4.0 dB

4.25 kHz

Q

— 7.0

4.5

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

–2.0 dB

F

90.0 Hz

–1.0 dB

850 Hz

+1.5 dB

2.12 kHz

+3.0 dB

4.50 kHz

Q

2.8

2.0

0.70

7.0

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

–0.5 dB

F

190 Hz

0.0 dB

1.00 kHz

+2.0 dB

2.00 kHz

+3.5 dB

6.70 kHz

Q

0.11

4.5

0.56

0.11

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+2.0 dB

F

170 Hz

–5.0 dB

236 Hz

–2.5 dB

2.65 kHz

+4.0 dB

6.70 kHz

Q

0.11

10.0

5.6

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

225

Elenco libreria EQ

#

27 Female Vo. 1

28 Female Vo. 2

29

Titolo

Chorus &

Harmo

30 Total EQ 1

31 Total EQ 2

32 Total EQ 3

33 Bass Drum 3

34 Snare Drum 3

35 Tom-tom 2

36 Piano 3

37 Piano Low

38 Piano High

39 Fine-EQ Cass

40 Narrator

LOW

Parametro

L-MID H-MID HIGH

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

–1.0 dB +1.0 dB +1.5 dB +2.0 dB

F

118 Hz

Q

0.18

400 Hz 2.65 kHz 6.00 kHz

0.45

0.56

0.14

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–7.0 dB +1.5 dB +1.5 dB +2.5 dB

F

112 Hz

Q

335 Hz 2.00 kHz 6.70 kHz

0.16

0.20

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

–2.0 dB –1.0 dB +1.5 dB +3.0 dB

F

90.0 Hz

Q

2.8

850 Hz 2.12 kHz 4.50 kHz

2.0

0.70

7.0

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–0.5 dB 0.0 dB +3.0 dB +6.5 dB

F

95.0 Hz

Q

7.0

950 Hz 2.12 kHz 16.0 kHz

2.2

5.6

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+4.0 dB +1.5 dB +2.0 dB +6.0 dB

F

95.0 Hz

Q

7.0

750 Hz 1.80 kHz 18.0 kHz

2.8

5.6

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+1.5 dB +0.5 dB +2.0 dB +4.0 dB

F

67.0 Hz

Q

850 Hz 1.90 kHz 15.0 kHz

0.28

0.70

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

+3.5 dB –10.0 dB +3.5 dB 0.0 dB

F

118 Hz

Q

2.0

315 Hz 4.25 kHz 20.0 kHz

10.0

0.40

0.40

L.SHELF

PEAKING PEAKING PEAKING

G

0.0 dB +2.0 dB +3.5 dB 0.0 dB

F

224 Hz

Q

560 Hz 4.25 kHz 4.00 kHz

4.5

2.8

0.10

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–9.0 dB +1.5 dB +2.0 dB 0.0 dB

F

90.0 Hz

Q

212 Hz 5.30 kHz 17.0 kHz

4.5

1.25

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

+4.5 dB –13.0 dB +4.5 dB +2.5 dB

F

100 Hz

Q

8.0

475 Hz 2.36 kHz 10.0 kHz

10.0

9.0

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–5.5 dB +1.5 dB +6.0 dB 0.0 dB

F

190 Hz

Q

10.0

400 Hz 6.70 kHz 12.5 kHz

6.3

2.2

PEAKING PEAKING PEAKING PEAKING

G

–5.5 dB +1.5 dB +5.0 dB +3.0 dB

F

190 Hz

Q

10.0

400 Hz 6.70 kHz 5.60 kHz

6.3

2.2

0.10

L.SHELF

PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–1.5 dB 0.0 dB +1.0 dB +3.0 dB

F

75.0 Hz 1.00 kHz 4.00 kHz 12.5 kHz

Q

— 4.5

1.8

PEAKING PEAKING PEAKING H.SHELF

G

–4.0 dB –1.0 dB +2.0 dB 0.0 dB

F

106 Hz

Q

4.0

710 Hz 2.50 kHz 10.0 kHz

7.0

0.63

226

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Elenco libreria dinamiche

Elenco libreria dinamiche

#

1

2

3

4

5

6

7

9

10

11

Gate

Titolo

Ducking

A. Dr. BD

A. Dr. SN

De-Esser

Comp

Expand

A. Dr. BD

GATE

Tipo

DUCKING

GATE

GATE

DE-ESSER

COMPRESSOR

EXPANDER

8 Compander (H)

COMPANDER-H

Compander (S)

A. Dr. BD

COMPANDER-S

COMPRESSOR

COMPANDER-H

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Parametro

Threshold (dB)

Range (dB)

Attack (ms)

Hold (ms)

Decay (ms)

Threshold (dB)

Range (dB)

Attack (ms)

Hold (ms)

Decay (ms)

Threshold (dB)

Range (dB)

Attack (ms)

Hold (ms)

Decay (ms)

Threshold (dB)

Range (dB)

Attack (ms)

400

–8

–23

1

Hold (ms)

Decay (ms)

0.63

238

Threshold (dB) –8

Frequency (kHz) 2.00

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

2

250

–23

1.7

–8

2.5

30

0.0

–22

93

1.20 S

6.32 S

–11

–53

0

1.93

Valore

–26

–56

0

2.56

331

–19

2

58

–11

3.5

–24

3

9

5.5

1

–1.5

7

192

25

0.0

24

180

6

250

–8

4

–10

3.5

1

0.0

1

3.5

2

70

#

12

13

14

15

Titolo Tipo

16 A. Dr. OverTop

COMPANDER-S

17

18

19

20

21

A. Dr. SN

A. Dr. SN

A. Dr. SN

A. Dr. Tom

E. B. Finger

E. B. Slap

Syn. Bass

Piano1

Piano2

COMPRESSOR

EXPANDER

COMPANDER-S

EXPANDER

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Parametro

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

–18

3.5

7

6.0

2

174 hard

250

–9

2.5

17

1.0

hard

238

6

4.0

hard

133

–10

3.5

9

3.0

2

470

–12

1.7

–12

2

15

4.5

2

749

–24

2

38

–3.5

54

842

–20

2

2

5.0

11

0.0

10

128

2

151

–8

1.7

–23

2

0

0.5

Valore

–17

2.5

8

3.5

2

12

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

227

Elenco libreria dinamiche

#

22

23

24

25

26

27

28

Titolo

E. Guitar

A. Guitar

Strings1

Strings2

Strings3

BrassSection

Syn. Pad

29 SamplingPerc

30

31

Sampling BD

Sampling SN

Tipo

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPANDER-S

COMPRESSOR

COMPRESSOR

4

8

8.0

hard

354

3.5

4

35

–18

238

–14

2

2

2.0

1

238

–18

1.7

8

–2.5

18

226

–13

2

58

1.7

18

4.0

1

1.35 S

–17

1.5

76

2.5

2

186

–18

1.5

93

1.5

4

1.5

2

749

–12

238

–11

2

33

2.5

5

1.5

2

Valore

–8

3.5

7

2.5

4

261

–10

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Parametro

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

#

32

33

34

35

36

37

38

39

Titolo

Hip Comp

Solo Vocal1

Solo Vocal2

Chorus

Click Erase

Announcer

Limiter1

Limiter2

40 Total Comp1

41 Total Comp2

Tipo

COMPANDER-S

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

EXPANDER

COMPANDER-H

COMPANDER-S

COMPRESSOR

COMPRESSOR

COMPRESSOR

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Parametro

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Width (dB)

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

Out gain (dB)

Knee

Release (ms)

Threshold (dB)

Ratio ( :1)

Attack (ms)

6

11

6.0

1

180

319

–18

3.5

94

2.5

hard

447

–16

2.5

1

–2.5

18

180

–9

3

20

–3.0

90

3.91 s

0

0

0.0

hard

2.0

2

284

–14

226

–33

2

1

1.7

39

2.5

2

1.5

3

331

–9

342

–8

2.5

26

2.5

31

2.0

1

Valore

–23

20

15

0.0

15

163

–20

* fs=44,1 kHz

228

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri dinamiche

Parametri dinamiche

In canali di ingresso sono dotati di una sezione 1 DYNAMICS e di una sezione 2 DYNAMICS. I canali di uscita sono invece dotati solo della sezione 1 DYNAMICS. La sezione 1 DYNAMICS di un canale di ingresso contiene i quattro tipi di processori seguenti: GATE, DUCKING, COMPRESSOR ed EXPANDER.

La sezione 2 DYNAMICS di un canale di ingresso contiene i quattro tipi di processori seguenti:

COMPRESSOR, COMPANDER-H (Compander Hard), COMPANDER-S (Compander Soft) e DE-ESSER.

La sezione 1 DYNAMICS di un canale di uscita contiene i quattro tipi di processori seguenti:

COMPRESSOR, EXPANDER, COMPANDER-H (Compander Hard) e COMPANDER-S (Compander Soft).

■ GATE

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Un processore di tipo gate attenua i segnali al di sotto di un livello THRESHOLD (SOGLIA) impostato in base a una quantità specificata (RANGE, INTERVALLO).

Parametro Intervallo

THRESHOLD (dB)

Da –54 a 0 (55 punti)

RANGE (dB)

∞, da –69 a 0 (71 punti)

ATTACK (ms)

Da 0 a 120 (121 punti)

HOLD (ms)

44,1 kHz: da 0,02 ms a 2,13 sec

48 kHz: da 0,02 ms a 1,96 sec

(160 punti)

DECAY (ms)

44,1 kHz: da 6 ms a 46,0 sec

48 kHz: da 5 ms a 42,3 sec (160 punti)

Descrizione

Determina il livello al quale viene applicato l'effetto gate.

Determina la quantità di attenuazione quando si chiude il gate.

Determina la rapidità con cui il gate si apre quando il segnale supera il livello di soglia.

Determina il periodo di tempo in cui il gate resta aperto dopo che il segnale trigger è sceso sotto il livello di soglia.

Determina la rapidità con cui il gate si chiude dopo la scadenza del periodo di hold.

Il valore è espresso come il tempo necessario perché il livello cambi di 6 dB.

• Caratteristiche I/O • Analisi serie temporale

Segnale di input

THRESHOLD

Segnale di output

ATTACK

HOLD

DECAY

RANGE

THRESHOLD

RANGE

Livello di input Tempo Tempo

■ DUCKING

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Il processore Ducking viene comunemente utilizzato per le applicazioni voice-over in cui il livello della musica di sottofondo viene ridotto automaticamente quando parla un annunciatore. Quando il segnale sorgente KEY IN supera la soglia specificata, il livello di output viene attenuato in base alla quantità specificata (RANGE).

Parametro

THRESHOLD (dB)

Da –54 a 0 (55 punti)

RANGE (dB)

ATTACK (ms)

Da –70 a 0 (71 punti)

Da 0 a 120 (121 punti)

HOLD (ms)

DECAY (ms)

Intervallo

44,1 kHz: da 0,02 ms a 2,13 sec

48 kHz: da 0,02 ms a 1,96 sec

(160 punti)

Descrizione

Determina il livello del segnale di trigger (KEY IN) necessario per attivare il ducking.

Determina la quantità di attenuazione quando viene attivato il ducking.

Determina la rapidità di riduzione del livello del segnale una volta attivato il ducking.

44,1 kHz: da 6 ms a 46,0 sec

48 kHz: da 5 ms a 42,3 sec (160 punti)

Determina il periodo di tempo in cui il ducking resta attivo dopo che il segnale trigger

è sceso sotto il livello di soglia.

Determina la rapidità con cui viene ripristinato il guadagno normale del ducker quando il livello del segnale trigger scende sotto la soglia. Il valore è espresso come il tempo necessario perché il livello cambi di 6 dB.

• Caratteristiche I/O • Analisi serie temporale

Segnale di input

THRESHOLD

Segnale di output

ATTACK

HOLD

DECAY

RANGE

THRESHOLD

RANGE

Livello di input Tempo Tempo

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

229

Parametri dinamiche

■ COMPRESSOR

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Il processore COMP attenua i segnali al di sopra una soglia specificata in base al rapporto (RATIO) specificato. Il processore

COMP può essere inoltre utilizzato come limiter, che, con un rapporto di

∞:1, riduce il livello alla soglia, il che significa che il livello di output del limiter non supera mai in realtà la soglia.

Parametro

THRESHOLD (dB)

RATIO

ATTACK (ms)

RELEASE (ms)

OUT GAIN (dB)

KNEE

Intervallo

Da –54 a 0 (55 punti)

1.0:1, 1.1:1, 1.3:1, 1.5:1, 1.7:1, 2.0:1,

2.5:1, 3.0:1, 3.5:1, 4.0:1, 5.0:1, 6.0:1,

8.0:1, 10:1, 20:1,

∞:1 (16 punti)

Da 0 a 120 (121 punti)

Descrizione

Determina il livello del segnale di input necessario per l'attivazione del compressore.

Determina la quantità di compressione, ovvero il cambiamento di livello del segnale di output rispetto al cambiamento di livello del segnale di input.

44,1 kHz: da 6 ms a 46,0 sec

48 kHz: da 5 ms a 42,3 sec (160 punti)

Da 0,0 a +18,0 (181 punti)

Hard, da 1 a 5 (6 punti)

Determina la rapidità di compressione del segnale una volta attivato il compressore.

Determina la rapidità con cui viene ripristinato il guadagno normale del compressore quando il livello del segnale trigger scende sotto la soglia. Il valore è espresso come il tempo necessario perché il livello cambi di 6 dB.

Consente di impostare il livello del segnale di output del compressore.

Determina la modalità di applicazione della compressione alla soglia. Per le impostazioni di Knee più alte, la compressione viene applicata gradualmente quando il segnale supera la soglia specificata, creando un suono più naturale.

• Caratteristiche I/O

(KNEE= hard, OUT GAIN=0,0dB)

• Analisi serie temporale (RATIO=

:1)

THRESHOLD

Segnale di input Segnale di output

ATTACK RELEASE

RATIO

THRESHOLD

Livello di input Tempo Tempo

■ EXPANDER

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

L'expander attenua i segnali al di sotto di una soglia specificata in base al rapporto (RATIO) specificato.

Parametro

THRESHOLD (dB)

RATIO

ATTACK (ms)

RELEASE (ms)

OUT GAIN (dB)

KNEE

Intervallo

Da –54 a 0 (55 punti)

1.0:1, 1.1:1, 1.3:1, 1.5:1, 1.7:1, 2.0:1,

2.5:1, 3.0:1, 3.5:1, 4.0:1, 5.0:1, 6.0:1,

8.0:1, 10:1, 20:1,

∞:1 (16 punti)

Da 0 a 120 (121 punti)

Descrizione

Determina il livello del segnale di input necessario per l'attivazione dell'expander.

Consente di determinare la velocità del cambio di pitch.

44,1 kHz: da 6 ms a 46,0 sec

48 kHz: da 5 ms a 42,3 sec (160 punti)

Da 0,0 a +18,0 (181 punti)

Hard, da 1 a 5 (6 punti)

Determina la rapidità con cui viene ripristinato il guadagno normale dell'expander quando il livello del segnale trigger supera la soglia.

Determina la rapidità con cui viene espanso il segnale quando il livello del segnale trigger scende sotto la soglia. Il valore è espresso come il tempo necessario perché il livello cambi di 6 dB.

Consente di impostare il livello del segnale di output dell'expander.

Determina la modalità di applicazione dell'espansione alla soglia. Per le impostazioni di Knee più alte, l'espansione viene applicata gradualmente quando il segnale si abbassa al di sotto della soglia specificata, creando un suono più naturale.

• Caratteristiche I/O

(KNEE= hard, OUT GAIN= 0,0dB)

• Analisi serie temporale (RATIO=

:1)

THRESHOLD

Segnale di input Segnale di output

ATTACK RELEASE

THRESHOLD

RATIO

Livello di input Tempo Tempo

230

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri dinamiche

■ COMPANDER HARD (COMPANDER-H), COMPANDER SOFT (COMPANDER-S)

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

I compander hard e soft combinano gli effetti di compressore, expander e limiter.

THRESHOLD

AMPIEZZA

0dB

Livello di input

I compander funzionano in modo diverso ai seguenti livelli:

1

0 dB e superiori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Il compander funziona come limiter.

2

Superamento della soglia . . . . . . . . . . . . . . . . Il compander funziona come compressore.

3

Al di sotto della soglia e dell'ampiezza . . . . . Il compander funziona come expander.

Il compander hard presenta un rapporto di espansione di 5:1, mentre il compander soft presenta un rapporto di espansione di 1.5:1. L'expander è in pratica disattivato quando l'ampiezza è impostata sul valore massimo. Il compressore presenta un'impostazione fissa del parametro Knee su 2.

* Il guadagno viene regolato automaticamente in base ai valori di rapporto e di soglia, e può essere aumentato fino a 18 dB.

* Il parametro OUT GAIN consente di compensare la modifica di livello globale causata dai processi di compressione ed espansione.

Parametro

THRESHOLD (dB)

RATIO

ATTACK (ms)

RELEASE (ms)

OUT GAIN (dB)

WIDTH (dB)

Intervallo

Da –54 a 0 (55 punti)

1.0:1, 1.1:1, 1.3:1, 1.5:1, 1.7:1, 2.0:1,

2.5:1, 3.0:1, 3.5:1, 4.0:1, 5.0:1, 6.0:1,

8.0:1, 10:1, 20:1 (15 punti)

Da 0 a 120 (121 punti)

Descrizione

Determina il livello al quale viene applicata la compressione.

Consente di determinare la quantità di compressione.

44,1 kHz: da 6 ms a 46,0 sec

48 kHz: da 5 ms a 42,3 sec (160 punti)

Da –18 a 0,0 (181 punti)

Da 1 a 90 (90 punti)

Determina la rapidità di compressione o espansione del segnale una volta attivato il compander.

Determina la rapidità con cui viene ripristinato il guadagno normale del compressore o dell'expander quando il livello del segnale trigger scende al di sotto della soglia o la supera. Il valore è espresso come il tempo necessario perché il livello cambi di 6 dB.

Consente di impostare il livello del segnale di output del compander.

Determina quanto al di sotto della soglia verrà applicata l'espansione. L'expander viene attivato quando il livello si abbassa al di sotto della soglia e dell'ampiezza.

■ DE-ESSER

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •

Rileva e comprime solo le sibilanti e altre consonanti ad alta frequenza delle voci.

Parametro

THRESHOLD

FREQUENCY

Intervallo

Da –54 a 0 (55 punti)

Da 1 kHz a 12,5 kHz (45 punti)

Descrizione

Livello di soglia al quale viene applicato l'effetto de-esser.

Frequenza di taglio del filtro passa-alto utilizzata per il rilevamento delle alte frequenze.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

231

Elenco dei tipi di effetto

Elenco dei tipi di effetto

Titolo

Reverb Hall

Reverb Room

Tipo

REVERB HALL

REVERB ROOM

Descrizione

Simulazione di riverbero di una sala da concerti con gate

Simulazione di riverbero di una stanza con gate

Reverb Stage

Reverb Plate

Early Ref.

REVERB STAGE

REVERB PLATE

EARLY REF.

Riverbero progettato per voci, con gate

Simulazione di riverbero prodotto da una lastra con gate

Riflessioni iniziali con successivo riverbero

Riflessioni iniziali con gate

Gate Reverb

GATE REVERB

Reverse Gate

REVERSE GATE

Mono Delay

MONO DELAY

Stereo Delay

Mod.Delay

Riflessioni iniziali con gate inverso

Delay mono semplice

STEREO DELAY Delay stereo semplice

MOD.DELAY

Delay ripetuto semplice con modulazione

Delay LCR

Echo

Chorus

Flange

Symphonic

Phaser

Auto Pan

Tremolo

HQ. Pitch

Dual Pitch

Rotary

Ring Mod.

Mod.Filter

Distortion

Amp Simulate

Dyna.Filter

Dyna.Flange

Dyna.Phaser

Rev+Chorus

DELAY LCR

ECHO

Delay 3-tap (sinistra, centro, destra)

Delay stereo con feedback incrociato sinistra/destra

CHORUS

(CORO)

Coro

FLANGE Flanger

SYMPHONIC

PHASER

AUTO PAN

TREMOLO

Effetto di proprietà Yamaha che produce una modulazione più ricca e complessa rispetto al normale effetto chorus

Shifter di fase stereo a 16 fasi

Panner automatico

Tremolo

HQ.PITCH

DUAL PITCH

ROTARY

RING MOD.

MOD.FILTER

DISTORTION

AMP SIMULATE

DYNA.FILTER

DYNA.FLANGE

DYNA.PHASER

REV+CHORUS

Shifter di pitch mono, produce risultati stabili

Shifter di pitch stereo

Simulazione di altoparlante rotante

Modulatore ring

Filtro di modulazione

Distorsione

Simulatore di amplificatore per chitarra

Filtro controllato in modo dinamico

Flanger controllato in modo dinamico

Shifter di fase controllato in modo dinamico

Riverbero e chorus in parallelo

Titolo

Rev

Chorus

Rev+Flange

Rev

Flange

Tipo Descrizione

REV

→CHORUS

Riverbero e chorus in serie

REV+FLANGE Riverbero e flanger in parallelo

REV

→FLANGE

Riverbero e flanger in serie

Rev+Sympho.

REV+SYMPHO.

Riverbero e sinfonico in parallelo

Rev

Sympho. REV→SYMPHO. Riverbero e sinfonico in serie

Rev

Pan

REV

→PAN

Riverbero e pan automatico in serie

Delay+Er.

Delay

Er.

Delay+Rev

Delay

Rev

Dist

Delay

DELAY+ER.

DELAY

→ER.

DELAY+REV

DELAY

→REV

DIST

→DELAY

Delay e riflessioni iniziali in parallelo

Delay e riflessioni iniziali in serie

Delay e riverbero in parallelo

Delay e riverbero in serie

Multi Filter

MULTI FILTER

Freeze

FREEZE

Stereo Reverb

ST REVERB

Distorsione e delay in serie

Filtro parallelo a tre bande

(24 dB/ottava).

Campionatore semplice

Riverbero stereo

M.Band Dyna.

M.BAND DYNA.

Processore di dinamiche multi-banda

M.Band Comp M.BAND COMP Compressore multi-banda

REV-X Hall

REV-X Room

REV-X Plate

REV-X HALL

REV-X ROOM

REV-X PLATE

Nuovo algoritmo di riverbero che offre un riverbero denso e ricco, un decadimento morbido e offre un'ampiezza e una profondità che potenziano il suono originale.

È possibile scegliere tra tre tipi, a seconda della posizione e delle esigenze; REV-X HALL, REV-X

ROOM e REV-X PLATE.

232

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri degli effetti

■ REVERB HALL, REVERB ROOM, REVERB STAGE,

REVERB PLATE

Simulazioni di riverbero in una sala da concerto, in una stanza, su un palco e di una piastra a un input e due output, tutte con gate.

Parametro Intervallo

REV TIME

0,3–99,0 s

INI. DLY

HI. RATIO

0,1–1,0

LO. RATIO

0,1–2,4

DIFF.

DENSITY

E/R DLY

E/R BAL.

HPF

LPF

GATE LVL

OFF, da –60 a 0 dB

ATTACK

HOLD

DECAY

0,05–500,0 ms

0–10

0–100%

0,0–100,0 ms

0–100%

THRU, 21,2 Hz–8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz, THRU

0–120 ms

*1

*2

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Rapporto del tempo di riverbero a bassa frequenza

Diffusione del riverbero

(diffusione da sinistra a destra)

Densità del riverbero

Delay tra riflessioni iniziali e riverbero

Bilanciamento tra riflessioni iniziali e riverbero

(0% = tutto riverbero, 100%

= tutte riflessioni iniziali)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Livello a cui il gate entra in azione

Velocità di apertura del gate

Tempo di apertura del gate

Velocità di chiusura del gate

*1. 0,02 ms–2,13 s (fs=44,1 kHz), 0,02 ms–1,96 s (fs=48 kHz)

*2. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

■ EARLY REF.

Riflessioni iniziali a un input e due output.

Parametro Intervallo

TYPE

S-Hall, L-Hall, Random,

Revers, Plate, Spring

ROOMSIZE 0,1–20,0

LIVENESS

0–10

INI. DLY

DIFF.

DENSITY

ER NUM.

FB GAIN

0,05–500,0 ms

0–10

0–100%

1–19

Da –99 a +99%

HI. RATIO

0,1–1,0

HPF

LPF

THRU, 21,2 Hz–8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz, THRU

Descrizione

Tipo di simulazione delle riflessioni iniziali

Spaziatura delle riflessioni

Caratteristiche di decay delle riflessioni iniziali

(0 = assenza, 10 = presenza)

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Diffusione della riflessione

(riflessione da sinistra a destra)

Densità della riflessione

Numero di riflessioni iniziali

Guadagno di feedback

Rapporto del feedback in alta frequenza

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Parametri degli effetti

■ GATE REVERB, REVERSE GATE

Riflessioni iniziali a un input e due output con gate e riflessioni iniziali con reverse gate.

Parametro

TYPE

ROOMSIZE 0,1–20,0

LIVENESS

0–10

INI. DLY

DIFF.

DENSITY

HI. RATIO

0,1–1,0

ER NUM.

FB GAIN

HPF

LPF

Tipo A, tipo B

0,05–500,0 ms

0–10

Intervallo

0–100%

1–19

Da –99 a +99%

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

Descrizione

Tipo di simulazione delle riflessioni iniziali

Spaziatura delle riflessioni

Caratteristiche di decay delle riflessioni iniziali (0 = assenza,

10 = presenza)

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Diffusione della riflessione (riflessione da sinistra a destra)

Densità della riflessione

Rapporto del feedback in alta frequenza

Numero di riflessioni iniziali

Guadagno di feedback

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

■ MONO DELAY

Delay ripetuto di base a un input e un output.

Parametro

DELAY

Intervallo

0,0–2730,0 ms

FB. GAIN

HPF

LPF

SYNC

NOTA

Da –99 a +99%

HI. RATIO

0,1–1,0

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

OFF/ON

*1

Descrizione

Tempo di delay

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ STEREO DELAY

Delay stereo di base a due input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

FB. G L

FB. G R

HI. RATIO

HPF

LPF

SYNC

NOTE L

NOTE R

Intervallo

0,0–1350,0 ms

0,0–1350,0 ms

Da –99 a +99%

Da –99 a +99%

0,1–1,0

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

OFF/ON

*1

*1

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Feedback del canale sinistro (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Feedback del canale destro (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY del canale sinistro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY del canale destro

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

233

Parametri degli effetti

■ MOD. DELAY

Delay ripetuto di base con modulazione a un input e due output.

Parametro

DELAY

FB. GAIN

HI. RATIO

Intervallo

0,0–2725,0 ms

Da –99 a +99%

0,1–1,0

MOD.NOTE

*2

Descrizione

Tempo di delay

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

FREQ.

DEPTH

WAVE

HPF

LPF

SYNC

DLY.NOTE

0,05–40,00 Hz

0–100%

Sinusoidale/ triangolare

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

OFF/ON

*1

Waveform della modulazione

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

*2.

■ DELAY LCR

Delay a tre uscite (sinistra, centro, destra) a un input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY C

DELAY R

FB. DLY

LEVEL L

LEVEL C

LEVEL R

Intervallo

0,0–2730,0 ms

0,0–2730,0 ms

0,0–2730,0 ms

0,0–2730,0 ms

Da –100 a +100%

Da –100 a +100%

Da –100 a +100%

FB. GAIN

Da –99 a +99%

HI. RATIO

0,1–1,0

HPF

LPF

SYNC

NOTE L

NOTE C

NOTE R

NOTE FB

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

OFF/ON

*1

*1

*1

*1

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale centrale

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback

Livello di delay del canale sinistro

Livello di delay del canale centrale

Livello di delay del canale destro

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY C

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB DLY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ ECHO

Delay stereo con loop di feedback incrociato a due input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

Intervallo

0,0–1350,0 ms

0,0–1350,0 ms

FB.DLY L

FB.DLY R

FB. G L

FB. G R

L

R FBG

R

L FBG

HI. RATIO

0,1–1,0

HPF

LPF

SYNC

NOTE L

NOTE R

0,0–1350,0 ms

0,0–1350,0 ms

Da –99 a +99%

Da –99 to +99%

Da –99 a +99%

Da –99 a +99%

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

OFF/ON

*1

*1

NOTE FBL

*1

NOTE FBR

*1

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback del canale sinistro

Tempo di delay con feedback del canale destro

Guadagno di feedback del canale sinistro (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Guadagno di feedback del canale destro (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Guadagno di feedback dei canali da sinistra a destra (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Guadagno di feedback dei canali da destra a sinistra (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB D L

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB D R

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ CHORUS

Effetto chorus a due input e due output.

Parametro

FREQ.

Intervallo

0,05–40,00 Hz

AM DEPTH 0–100%

EQ Q

HSH F

HSH G

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità modulazione dell'ampiezza

Profondità di modulazione del pitch

Tempo di delay della modulazione

PM DEPTH

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

Waveform della modulazione

OFF/ON

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

*1

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

Frequenza del filtro shelving basso 21,2 Hz–8,00 kHz

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving basso

100 Hz–8,00 kHz Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ

(tipo peaking)

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

*1.

234

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri degli effetti

■ FLANGE

Effetto flange a due input e due output.

Parametro

FREQ.

DEPTH

MOD. DLY

FB. GAIN

WAVE

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

0,05–500,0 ms

Da –99 a +99%

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Sinusoidale, triangolare

Waveform della modulazione

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

Guadagno del filtro shelving basso

100 Hz–8,00 kHz Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

EQ Q

HSH F

HSH G

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ (tipo peaking)

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

*1.

■ SYMPHONIC

Effetto sinfonico a due input e due output.

Parametro

FREQ.

DEPTH

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

EQ Q

HSH F

HSH G

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Waveform della modulazione

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

Guadagno del filtro shelving basso

100 Hz–8,00 kHz Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ (tipo peaking)

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

*1.

■ PHASER

Phaser con 16 stadi a due input e due output.

Parametro

FREQ.

DEPTH

FB. GAIN

OFFSET

PHASE

STAGE

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

HSH F

HSH G

*1.

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

Da –99 a +99%

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

0–100

0,00–354,38 gradi

2, 4, 6, 8, 10, 12,

14, 16

OFF/ON

Offset delle frequenze con cambiamento di fase più basse

Bilanciamento tra le fasi della modulazione sinistra e destra

Numero di stadi del cambiamento di fase

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

*1

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

Guadagno del filtro shelving basso

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

■ AUTOPAN

Autopanner a due input e due output.

Parametro

FREQ.

DEPTH

DIR.

WAVE

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

EQ Q

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

*1

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Direzione del panning

Sinusoidale, triangolare, quadrata

Waveform della modulazione

OFF/ON

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

*2

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

100 Hz–8,00 kHz

HSH F

HSH G

*1. L

↔R, L→R, L←R, Turn L, Turn R

*2.

Guadagno del filtro shelving basso

Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ

(tipo peaking)

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

235

Parametri degli effetti

■ TREMOLO

Effetto tremolo a due input e due output .

Parametro

FREQ.

DEPTH

WAVE

SYNC

NOTA

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

EQ Q

HSH F

HSH G

*1.

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

Sinusoidale, triangolare, quadrata

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Waveform della modulazione

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving basso

100 Hz–8,00 kHz Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

50,0 Hz–16,0 kHz

Larghezza di banda EQ (tipo peaking)

Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

■ HQ. PITCH

Cambio di pitch di alta qualità, a due input e due output.

Parametro

PITCH

FINE

DELAY

FB. GAIN

Intervallo Descrizione

Da –12 a +12 semitoni Cambio di pitch

Da –50 a +50 centesimi

Accordatura fine cambio pitch

0,0–1000,0 ms

Da –99 a +99%

Tempo di delay

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

MODE

(MODO)

1–10 Precisione del cambio di pitch

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ DUAL PITCH

Cambio di pitch a due input e due output.

Parametro

PITCH 1

FINE 1

LEVEL 1

PAN 1

DELAY 1

FB. G 1

MODE

PITCH 2

FINE 2

LEVEL 2

PAN 2

DELAY 2

FB. G 2

SYNC

NOTE 1

NOTE 2

Intervallo Descrizione

Da –24 a +24 semitoni Cambio pitch canale n. 1

Da –50 a +50 centesimi

Da –100 a +100%

Accordatura fine cambio pitch canale n. 1

Livello canale n. 1 (valori positivi per la fase normale, valori negativi per la fase inversa)

Da L63 a R63

0,0–1000,0 ms

Pan canale n. 1

Tempo di delay canale n. 1

Da –99 a +99%

Guadagno di feedback del canale n. 1 (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Precisione del cambio di pitch 1–10

Da –24 a +24 semitoni Cambio pitch canale n. 2

Da –50 a +50 centesimi

Accordatura fine cambio pitch canale n. 2

Da –100 a +100%

Da L63 a R63

0,0–1000,0 ms

Da –99 a +99%

OFF/ON

*1

*1

Livello canale n. 2 (valori positivi per la fase normale, valori negativi per la fase inversa)

Pan canale n. 2

Tempo di delay canale n. 2

Guadagno di feedback del canale n. 2 (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il delay del canale 1

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il delay del canale 2

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ ROTARY

Simulatore altoparlante rotante a un input e due output.

Parametro

ROTATE

Intervallo

STOP, START

SPEED

SLOW

FAST

DRIVE

ACCEL

LOW

HIGH

SLOW, FAST

0,05–10,00 Hz

0,05–10,00 Hz

0–100

0–10

0–100

0–100

Descrizione

Arresto, avvio rotazione

Velocità di rotazione (vedere i parametri SLOW e FAST)

Velocità di rotazione SLOW

Velocità di rotazione FAST

Livello di overdrive

Accelerazione in base alle variazioni di velocità

Filtro a bassa frequenza

Filtro ad alta frequenza

■ RING MOD.

Modulatore ring a due input e due output.

Parametro Intervallo

SOURCE

OSC, SELF

OSC FREQ

0,0–5000,0 Hz

FM FREQ.

0,05–40,00 Hz

FM DEPTH

0–100%

SYNC

FM NOTE

OFF/ON

*1

Descrizione

Sorgente di modulazione: oscillatore o segnale di input

Frequenza dell'oscillatore

Velocità di modulazione della frequenza dell'oscillatore

Profondità della modulazione della frequenza dell'oscillatore

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ FM.

*1.

236

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri degli effetti

■ MOD. FILTER

Filtro di modulazione a due input e due output.

Parametro

FREQ.

DEPTH

Intervallo

0,05–40,00 Hz

0–100%

PHASE

TYPE

OFFSET

RESO.

LEVEL

SYNC

NOTA

0,00–354,38 gradi

LPF, HPF, BPF

0–100

0–20

0–100

OFF/ON

*1

Descrizione

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Differenza tra le fasi della modulazione del canale sinistro e della modulazione del canale destro

Tipo di filtro: passa-basso, passa-alto, passa banda

Offset della frequenza del filtro

Risonanza del filtro

Livello di output

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ DISTORTION

Effetto distorsione a due input e due output.

Parametro

DST TYPE

DRIVE

MASTER

TONE

N. GATE

Intervallo

DST1, DST2, OVD1,

OVD2, CRUNCH

0–100

0–100

Da –10 a +10

0–20

Descrizione

Tipo di distorsione (DST = distorsione, OVD = overdrive)

Intensità della distorsione

Volume master

Suono

Riduzione dei disturbi

■ AMP SIMULATE

Simulatore amplificatore chitarra a un input e due output.

Parametro

AMP TYPE

DST TYPE

DRIVE

MASTER

BASS

MIDDLE

TREBLE

N. GATE

CAB DEP

EQ F

EQ G

EQ Q

*1

DST1, DST2, OVD1,

OVD2, CRUNCH

0–100

0–100

0–100

0–100

0–100

0–20

Intervallo

0–100%

Descrizione

Tipo di simulazione di amplificatore per chitarra

Tipo di distorsione (DST = distorsione, OVD = overdrive)

Intensità della distorsione

Volume master

Controllo del suono dei bassi

Controllo del suono dei medi

Controllo del suono degli alti

Riduzione dei disturbi

Profondità di simulazione della cassa dell'altoparlante

100 Hz–8,00 kHz Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ

(tipo peaking)

*1. STK-M1, STK-M2, THRASH, MIDBST, CMB-PG, CMB-VR, CMB-

DX, CMB-TW, MINI, FLAT

■ DYNA. FILTER

Filtro controllato in modo dinamico a due input e due output.

Parametro Intervallo

SOURCE

SENSE

DIR.

DECAY

TYPE

OFFSET

RESO.

LEVEL

INPUT, MIDI

0–100

UP, DOWN

*1

LPF, HPF, BPF

0–100

0–20

0–100

Descrizione

Sorgente di controllo: segnale di input o velocità di attivazione delle note MIDI

Sensibilità

Cambiamento della frequenza verso l'alto o verso il basso

Velocità di decay del cambiamento della frequenza del filtro

Tipo di filtro

Offset della frequenza del filtro

Risonanza del filtro

Livello di output

*1. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

■ DYNA. FLANGE

Flanger controllato in modo dinamico a due input e due output.

Parametro

SOURCE

SENSE

DIR.

DECAY

OFFSET

FB.GAIN

LSH F

LSH G

EQ F

EQ G

EQ Q

HSH F

HSH G

Intervallo

INPUT, MIDI

0–100

UP, DOWN

Descrizione

Sorgente di controllo: segnale di input o velocità di attivazione delle note MIDI

Sensibilità

Cambiamento della frequenza verso l'alto o verso il basso

*1

0–100

Velocità di decay

Offset del tempo di delay

Da –99 a +99%

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

100 Hz–8,00 kHz

Guadagno del filtro shelving basso

Frequenza EQ (tipo peaking)

Da –12 a +12,0 dB Guadagno EQ (tipo peaking)

10,0–0,10

Larghezza di banda EQ

(tipo peaking)

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

*1. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

237

Parametri degli effetti

■ DYNA. PHASER

Phaser controllato in modo dinamico a due input e due output.

Parametro

SOURCE

SENSE

DIR.

DECAY

OFFSET

FB.GAIN

STAGE

LSH F

LSH G

HSH F

HSH G

INPUT, MIDI

0–100

UP, DOWN

*1

Intervallo

0–100

Descrizione

Sorgente di controllo: segnale di input o velocità di attivazione delle note MIDI

Sensibilità

Cambiamento della frequenza verso l'alto o verso il basso

Velocità di decay

Offset delle frequenze con cambiamento di fase più basse

Da –99 a +99%

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Numero di stadi del cambiamento di fase

2, 4, 6, 8, 10, 12,

14, 16

21,2 Hz–8,00 kHz Frequenza del filtro shelving basso

Da –12 a +12,0 dB

Guadagno del filtro shelving basso

50,0 Hz–16,0 kHz Frequenza del filtro shelving alto

Da –12 a +12,0 dB Guadagno del filtro shelving alto

*1. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

■ REV+CHORUS

Effetti riverbero e chorus in parallelo a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV/CHO

HPF

LPF

FREQ.

0,3–99,0 s

0–10

Intervallo

0–100%

AM DEPTH 0–100%

PM DEPTH

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–100%

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

0–100%

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e chorus (0% = tutto riverbero, 100% = tutto chorus)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità modulazione dell'ampiezza

Profondità di modulazione del pitch

Tempo di delay della modulazione

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ REV→CHORUS

Effetti riverbero e chorus in serie a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV.BAL

HPF

LPF

FREQ.

0,3–99,0 s

0–10

Intervallo

0–100%

AM DEPTH 0–100%

PM DEPTH

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–100%

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

0–100%

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e riverbero con chorus

(0% = tutto riverbero con chorus,

100% = tutto riverbero)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità modulazione dell'ampiezza

Profondità di modulazione del pitch

Tempo di delay della modulazione

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ REV+FLANGE

Effetti riverbero e flanger in parallelo a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV/FLG

0,3–99,0 s

0–10

Intervallo

0–100%

HPF

LPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

FREQ.

DEPTH

0,05–40,00 Hz

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

FB. GAIN

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–100%

Da –99 a +99%

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e flange (0% = tutto riverbero, 100% = tutto flange)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

238

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri degli effetti

■ REV→FLANGE

Effetti riverbero e flanger in serie a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV.BAL

0,3–99,0 s

0–10

Intervallo

0–100%

HPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

LPF

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

FREQ.

DEPTH

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

FB. GAIN

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–100%

Da –99 a +99%

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e riverbero con flanger

(0% = tutto riverbero con flanger,

100% = tutto riverbero)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ REV+SYMPHO.

Effetti riverbero e sinfonico in parallelo a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV/SYM

0,3–99,0 s

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–10

Intervallo

0–100%

0–100%

HPF

LPF

FREQ.

DEPTH

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e sinfonico (0% = tutto riverbero, 100% = tutto sinfonico)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ REV→SYMPHO.

Effetti riverbero e sinfonico in serie a un input e due output.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV.BAL

0,3–99,0 s

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–10

Intervallo

0–100%

0–100%

HPF

LPF

FREQ.

DEPTH

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

0–100%

MOD. DLY

0,05–500,0 ms

WAVE

Sinusoidale, triangolare

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e riverbero sinfonico

(0% = tutto riverbero sinfonico,

100% = tutto riverbero)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Tempo di delay della modulazione

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*1

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

*1.

■ REV→PAN

Riverbero connesso in serie 1-in/2-out ed effetto auto-pan.

Parametro

REV TIME

INI. DLY

HI. RATIO

DIFF.

DENSITY

REV.BAL

HPF

LPF

FREQ.

DEPTH

DIR.

0,3–99,0 s

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–10

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

0,05–40,00 Hz

0–100%

*1

Intervallo

0–100%

0–100%

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Bilanciamento degli effetti riverbero e riverbero con pan

(0% = tutto riverbero con pan,

100% = tutto riverbero)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Direzione del panning

WAVE

Sinusoidale, triangolare, quadrata

Waveform della modulazione

SYNC

NOTA

OFF/ON

*2

*1. L

↔R, L→R, L←R, Turn L, Turn R

*2.

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

239

Parametri degli effetti

■ DELAY+ER.

Effetti delay e riflessioni iniziali in parallelo a un input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

FB. DLY

FB. GAIN

HI. RATIO

DLY/ER

Intervallo

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

Da –99 a +99%

0,1–1,0

0–100%

HPF

LPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

TYPE

S-Hall, L-Hall,

Random, Revers,

Plate, Spring

ROOMSIZE 0,1–20,0

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Bilanciamento degli effetti delay e riflessioni iniziali (0% = tutto delay, 100% = tutto riflessioni iniziali)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Tipo di simulazione delle riflessioni iniziali

LIVENESS

INI. DLY

DIFF.

DENSITY

ER NUM.

SYNC

NOTE L

NOTE R

NOTE FB

0–10

0,05–500,0 ms

0–10

0–100%

1–19

OFF/ON

*1

*1

*1

Spaziatura delle riflessioni

Caratteristiche di decay delle riflessioni iniziali (0 = assenza,

10 = presenza)

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Diffusione

Densità del riverbero

Numero di riflessioni iniziali

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L del canale sinistro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R del canale destro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB DLY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ DELAY→ER.

Effetti delay e riflessioni iniziali in serie a un input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

FB. DLY

FB. GAIN

HI. RATIO

DLY.BAL

Intervallo

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

Da –99 a +99%

0,1–1,0

0–100%

HPF

LPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

TYPE

S-Hall, L-Hall,

Random, Revers,

Plate, Spring

ROOMSIZE 0,1–20,0

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Bilanciamento degli effetti delay e delay con riflessioni iniziali (0% = tutto delay con riflessioni iniziali,

100% = tutto delay)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Tipo di simulazione delle riflessioni iniziali

LIVENESS

INI. DLY

DIFF.

DENSITY

ER NUM.

SYNC

NOTE L

NOTE R

NOTE FB

0–10

0,05–500,0 ms

0–10

0–100%

1–19

OFF/ON

*1

*1

*1

Spaziatura delle riflessioni

Caratteristiche di decay delle riflessioni iniziali (0 = assenza,

10 = presenza)

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Diffusione

Densità del riverbero

Numero di riflessioni iniziali

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L del canale sinistro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R del canale destro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB DLY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

240

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri degli effetti

■ DELAY+REV

Effetti delay e riverbero in parallelo a un input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

FB. DLY

FB. GAIN

DELAY HI

DLY/REV

Intervallo

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

HPF

LPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

REV TIME

0,3–99,0 s

INI. DLY

REV HI

DIFF.

DENSITY

SYNC

NOTE L

NOTE R

NOTE FB

Da –99 a +99%

0,1–1,0

0–100%

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–10

0–100%

OFF/ON

*1

*1

*1

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza del delay

Bilanciamento degli effetti delay e riverbero (0% = tutto delay, 100%

= tutto riverbero)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L del canale sinistro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R del canale destro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB DLY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ DELAY→REV

Effetti delay e riverbero in serie a un input e due output.

Parametro

DELAY L

DELAY R

FB. DLY

FB. GAIN

DELAY HI

DLY.BAL

Intervallo

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

0,0–1000,0 ms

HPF

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

LPF

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

REV TIME

0,3–99,0 s

INI. DLY

REV HI

DIFF.

DENSITY

SYNC

NOTE L

NOTE R

NOTE FB

Da –99 a +99%

0,1–1,0

0–100%

0,05–500,0 ms

0,1–1,0

0–10

0–100%

OFF/ON

*1

*1

*1

Descrizione

Tempo di delay del canale sinistro

Tempo di delay del canale destro

Tempo di delay con feedback

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza del delay

Bilanciamento degli effetti delay e riverbero con delay (0% = tutto riverbero con delay, 100% = tutto delay)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Diffusione

Densità del riverbero

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY L del canale sinistro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY R del canale destro

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare l'FB DLY

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

■ DIST→DELAY

Effetti distorsione e delay in serie a un input e due output.

Parametro

DST TYPE

DRIVE

MASTER

TONE

N. GATE

SYNC

DLY.NOTE

MOD.NOT

E

DELAY

FB. GAIN

HI. RATIO

FREQ.

DEPTH

DLY.BAL

Intervallo

DST1, DST2, OVD1,

OVD2, CRUNCH

0–100

0–100

Da –10 a +10

0–20

OFF/ON

*1

*2

0,0–2725,0 ms

Da –99 a +99%

0,1–1,0

0,05–40,00 Hz

0–100%

0–100%

Descrizione

Tipo di distorsione (DST = distorsione, OVD = overdrive)

Intensità della distorsione

Volume master

Controllo del suono

Riduzione dei disturbi

Attivazione/disattivazione sincronia parametro tempo

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare il DELAY

Utilizzato insieme a TEMPO per determinare la FREQ.

Tempo di delay

Guadagno di feedback (valori positivi per il feedback della fase normale, valori negativi per il feedback della fase inversa)

Rapporto del feedback in alta frequenza

Velocità di modulazione

Profondità di modulazione

Bilanciamento degli effetti distorsione e delay (0% = tutta distorsione, 100% = tutta distorsione con delay)

*1.

(il valore massimo dipende dall'impostazione del tempo)

*2.

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

241

Parametri degli effetti

■ MULTI FILTER

Filtro multiplo a tre bande (24 dB/ottava) a due input e due output.

Parametro Intervallo

TYPE 1

FREQ. 1

LEVEL 1

RESO. 1

TYPE 2

FREQ. 2

LEVEL 2

RESO. 2

TYPE 3

FREQ. 3

LEVEL 3

RESO. 3

LPF, HPF, BPF

28,0 Hz–16,0 kHz

0–100

0–20

LPF, HPF, BPF

28,0 Hz–16,0 kHz

0–100

0–20

LPF, HPF, BPF

28,0 Hz–16,0 kHz

0–100

0–20

Descrizione

Tipo di filtro 1: passa-alto, passabasso, passa banda

Frequenza filtro 1

Livello filtro 1

Risonanza filtro 1

Tipo di filtro 2: passa-alto, passabasso, passa banda

Frequenza filtro 2

Livello filtro 2

Risonanza filtro 2

Tipo di filtro 3: passa-alto, passabasso, passa banda

Frequenza filtro 3

Livello filtro 3

Risonanza filtro 3

■ FREEZE

Campionatore di base a un input e due output.

Parametro

REC MODE MANUAL, INPUT

REC DLY

PLY MODE

TRG LVL

TRG MASK

START

END

LOOP

LOOP

NUM

Intervallo

–1000,0–

+1000,0 ms

MOMENT,

CONTI., INPUT

Da -60 a 0 dB

0–1000 ms

*1

*1

*1

0–100

Descrizione

In modalità MANUAL, la registrazione viene avvita premendo i pulsanti REC e PLAY. In modalità

INPUT, la modalità Record-Ready viene attivata premendo il pulsante

REC e l'effettiva registrazione viene attivata dal segnale di input.

Delay di registrazione. Per i valori positivi, la registrazione inizia dopo la ricezione del segnale di attivazione. Per i valori negativi, la registrazione inizia prima della ricezione del segnale di attivazione.

In modalità MOMENT, viene eseguito il playback del campione solo mentre si tiene premuto il pulsante PLAY. In modalità CONT, il playback continua dopo che è stato premuto il pulsante PLAY. Il numero di ripetizioni del playback del campione viene impostato mediante il parametro LOOP NUM. In modalità INPUT, il playback è attivato dal segnale di input.

Livello di trigger dell'input (vale a dire il livello di segnale necessario per attivare la registrazione o il playback)

Una volta attivato il playback, i successivi segnali di attivazione vengono ignorati per la durata impostata in TRG MASK.

Punto di inizio del playback in millisecondi

Punto di fine del playback in millisecondi

Punto di inizio del loop in millisecondi

Numero di volte per cui viene ripetuto il playback del campione

PITCH

FINE

MIDI TRG

START

[SAMPLE]

END

[SAMPLE]

LOOP

[SAMPLE]

Da –12 a +12 semitoni

Da –50 a +50 centesimi

OFF, C1–C6, ALL

0–131000

0–131000

0–131000

Cambio di pitch del playback

Accordatura fine cambio di pitch del playback

Il pulsante PLAY può essere attivato mediante messaggi MIDI Note on/ off.

Punto di inizio del playback dei campioni

Punto di fine del playback dei campioni

Punto di inizio del loop dei campioni

*1. 0,0–5941,0 ms (fs=44,1 kHz), 0,0 ms–5458,3 ms (fs=48 kHz)

242

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

■ STEREO REVERB

Riverbero stereo a due input e due output.

Parametro Intervallo

REV TIME

0,3–99,0 s

REV TYPE

Hall, Room, Stage,

Plate

Descrizione

Tempo di riverbero

Tipo di riverbero

INI. DLY

0,0–100,0 ms

HI. RATIO

0,1–1,0

LO. RATIO

0,1–2,4

DIFF.

DENSITY

E/R BAL.

HPF

LPF

0–10

0–100%

0–100%

THRU, 21,2 Hz–

8,00 kHz

50,0 Hz–16,0 kHz,

THRU

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Rapporto del tempo di riverbero a bassa frequenza

Diffusione del riverbero (diffusione da sinistra a destra)

Densità del riverbero

Bilanciamento delle riflessioni iniziali e del riverbero (0% = tutto il riverbero, 100% = tutte le riflessioni iniziali)

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

■ M. BAND DYNA.

Processore dinamiche a 3 bande, due input e due output, con misurazione di assolo singoli e riduzione del guadagno per ciascuna banda.

Parametro

LOW GAIN Da –96,0 a +12,0 dB

MID GAIN

Da –96,0 a +12,0 dB

HI. GAIN

PRESENCE

L-M XOVR

M-H XOVR

SLOPE

CEILING

Intervallo

Da –96,0 a +12,0 dB

Da –10 a +10

21,2 Hz–8,00 kHz

21,2 Hz–8,00 kHz

–6 dB, –12 dB

–6,0 dB–0,0 dB, OFF

CMP. THRE –24,0 dB–0,0 dB

CMP. RAT

CMP. ATK

CMP. REL

Da 1:1 a 20:1

0–120 ms

*1

CMP. KNEE 0–5

CMP. BYP

OFF/ON

LOOKUP

0,0–100,0 ms

EXP. THRE

–54,0 dB – 24,0 dB

EXP. RAT

Da 1:1 a

∞:1

EXP. REL

*1

EXP. BYP

OFF/ON

LIM. THRE

–12,0 dB–0,0 dB

LIM. ATK

0–120 ms

LIM. REL

*1

LIM. KNEE

0–5

LIM. BYP

OFF/ON

Descrizione

Livello banda dei bassi

Livello banda dei medi

Livello banda degli alti

Quando si indicano valori positivi, la soglia della banda degli alti viene abbassata mentre la soglia della banda dei bassi viene alzata. Quando si specificano valori negativi, si verifica il contrario. Quando si imposta 0, le tre bande subiscono tutte le medesime modifiche.

Frequenza di crossover bassi/ medi

Frequenza di crossover medi/ alti

Slope del filtro

Specifica il livello massimo di output

Soglia del compressore

Rapporto del compressore

Attacco del compressore

Tempo di rilascio del compressore

Curva del compressore

Bypass del compressore

Delay di lookup

Soglia expander

Rapporto expander

Tempo di rilascio expander

Bypass expander

Soglia limiter

Attacco limiter

Tempo di rilascio limiter

Curva limiter

Bypass limiter

*1. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

■ M.BAND COMP

Compressore a 3 bande, due input e due output, con misurazione di assolo singoli e riduzione del guadagno per ciascuna banda.

Parametro

HI. GAIN

L-M XOVR

M-H XOVR

SLOPE

CEILING

Intervallo

LOW GAIN Da –96,0 a +12,0 dB

MID GAIN

Da –96,0 a +12,0 dB

Da –96,0 a +12,0 dB

21,2 Hz–8,00 kHz

21,2 Hz–8,00 kHz

–6 dB, –12 dB

–6,0 dB–0,0 dB, OFF

Descrizione

Livello banda dei bassi

Livello banda dei medi

Livello banda degli alti

Frequenza di crossover bassi/ medi

Frequenza di crossover medi/ alti

Slope del filtro

Specifica il livello massimo di output

LOOKUP

0,0–100,0 ms Delay di lookup

LOW THRE

Da –54,0 dB a 0,0 dB Livello soglia banda dei bassi

MID THRE

Da –54,0 dB a 0,0 dB Livello soglia banda dei medi

HI. THRE

Da –54,0 dB a 0,0 dB Livello soglia banda degli alti

RATIO

Da 1:1 a 20:1

ATTACK

0–120 ms

Rapporto di compressione

Tempo di attacco del compressore

RELEASE

KNEE

BYPASS

*1

0–5

OFF/ON

Tempo di rilascio del compressore

Curva del compressore

Bypassa il compressore

*1. 6,0 ms–46,0 s (fs=44,1 kHz), 5,0 ms–42,3 s (fs=48 kHz)

■ REV-X HALL, REV-X ROOM, REV-X PLATE

Nuovo algoritmo di riverbero output a due input e due output. Offre un riverbero denso e ricco, un decadimento morbido e offre un'ampiezza e una profondità che potenziano il suono originale. È possibile scegliere tra tre tipi, a seconda della posizione e delle esigenze; REV-X

HALL, REV-X ROOM e REV-X PLATE.

Parametro

INI. DLY

HI. RATIO

LO. RATIO

LO.FREQ

DIFF.

Intervallo

REV TIME

0,28–27,94 s

*1

0,0–120,0 ms

0,1–1,0

0,1–2,4

22,0 Hz–18,0 kHz

0–10

Descrizione

Tempo di riverbero

Delay iniziale prima dell'avvio del riverbero

Rapporto del tempo di riverbero ad alta frequenza

Rapporto del tempo di riverbero a bassa frequenza

Punto frequenza per l'impostazione LO.RATIO

Diffusione del riverbero (diffusione da sinistra a destra)

ROOM

SIZE

DECAY

0–28 Dimensione della stanza

HPF

LPF

0–53

THRU, 22,0 Hz–

8,00 kHz

1,00 Hz–18,0 kHz,

THRU

Velocità di chiusura del gate

Frequenza di taglio del filtro passa-alto

Frequenza di taglio del filtro passa-basso

*1. Questi valori sono relativi a quando il tipo di effetto è REV-X HALL e

ROOM SIZE=28. L'intervallo differirà a seconda del tipo di effetto e dell'impostazione di ROOM SIZE.

Parametri degli effetti

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

243

Sincronizzazione di effetti e tempo

Sincronizzazione di effetti e tempo

Per alcuni degli effetti della console LS9 è possibile sincronizzare l'effetto con il tempo. I tipi di effetti per i quali è possibile eseguire la sincronizzazione sono gli effetti di tipo delay e gli effetti di tipo modulazione. Per gli effetti di tipo delay, la durata del delay cambierà in base al tempo. Per gli effetti di tipo modulazione, la frequenza del segnale di modulazione cambierà in base al tempo.

• Parametri relativi alla sincronizzazione del tempo

I cinque parametri riportati di seguito sono correlati alla sincronizzazione del tempo.

1) SYNC (SINCRONIZZAZIONE) 2) NOTE (NOTA) 3) TEMPO 4) DELAY 5) FREQ.

SYNC:.............................Consente l'attivazione o la disattivazione della sincronizzazione del tempo.

NOTE e TEMPO: ..........Parametri di base per la sincronizzazione del tempo.

DELAY e FREQ.:............DELAY è la durata del delay e FREQ. è la frequenza del segnale di modulazione. Influiscono direttamente sul modo in cui il suono dell'effetto cambierà. DELAY è relativo solo agli effetti di tipo delay e FREQ. è relativo solo agli effetti di tipo modulazione.

• Modalità di correlazione dei parametri

Per la sincronizzazione del tempo vengono utilizzati TEMPO e NOTE per calcolare un valore che sarà la base per il tempo, e si continua ad effettuare regolazioni in modo che la base del tempo resti sostanzialmente la stessa di DELAY (o FREQ.). Ciò significa che quando TEMPO, NOTE e DELAY (o FREQ.) sono sincronizzati e si modifica uno di questi valori, gli altri parametri saranno reimpostati per mantere la relazione corretta. Sono riportati di seguito i parametri reimpostati e il metodo di calcolo(*a) utilizzato.

Se si attiva SYNC

NOTE verrà impostato

Se si modifica NOTE

DELAY (o FREQ.) verrà impostato

In questo caso il valore di DELAY o FREQ. viene calcolato come indicato di seguito.

DELAY (o FREQ.) = NOTE x 4 x (60/TEMPO)

Se si modifica TEMPO

DELAY (o FREQ.) verrà impostato

In questo caso il valore di DELAY o FREQ. viene calcolato come indicato di seguito.

DELAY (o FREQ.) = DELAY originale (o FREQ.) x (precedente TEMPO/nuovo TEMPO)

Esempio 1: Quando SYNC=ON, DELAY=250 ms, TEMPO=120, si modifica NOTE da un ottavo a un quarto

DELAY= nuovo NOTE x 4 x (60/TEMPO)

= (1/4) x 4 x (60/120)

= 0,5 (sec)

= 500 ms

In questo modo, DELAY passerà da 250 ms a 500 ms.

Esempio 2: Quando SYNC=ON, DELAY=250 ms, NOTE=un ottavo, si modifica TEMPO da 120 a 121

DELAY= DELAY originale x (precedente TEMPO/nuovo TEMPO)

= 250 x (120/121)

= 247,9 (ms)

In questo modo, TEMPO passerà da 250 ms a 247,9 ms.

*a Per i risultati del calcolo sono utilizzati valori arrotondati.

• Intervalli dei valori di NOTE e TEMPO

Gli intervalli del valori di NOTE e TEMPO sono limitati dagli intervalli dei valori di DELAY o FREQ. Non è possibile impostare valori di NOTE o TEMPO che causerebbero un superamento dei valori massimi possibili di DELAY o FREQ. quando sincronizzati con tempo. Questa limitazione si applica anche quando SYNC è OFF (DISATTIVATO).

• Caratteristiche particolari del parametro TEMPO

Il parametro TEMPO presenta le seguenti caratteristiche che lo differenziano dagli altri parametri.

• È un valore comune condiviso da tutti gli effetti

• Non è possibile memorizzarlo o richiamarlo dalla libreria dgli effetti. È invece possibile memorizzarlo e richiamarlo da una scena.

Questo significa che il valore di TEMPO può non essere necessariamente lo stesso quando viene richiamato un effetto rispetto a quando l'effetto è stato memorizzato. Di seguito è riportato un esempio.

Memroizzare l'effetto: TEMPO=120

→ Modificare TEMPO in 60 → Richiamare l'effetto: TEMPO=60

In genere se si modifica TEMPO, DELAY (o FREQ.) verrà impostato di conseguenza. Tuttavia se DELAY (o FREQ.) sono stati modificati, l'effetto avrà un suono diverso quando viene richiamato rispetto a quando è stato memorizzato. Per evitare che l'effetto cambi in questo modo tra il momento di memorizzazione e quello del richiamo, l'unità LS9 non aggiorna il valore di DELAY

(o FREQ.) quando viene richiamato un effetto, anche se TEMPO non è più lo stesso di quando l'effetto è stato memorizzato.

* Il parametro NOTE viene calcolato in base ai seguenti valori.

= 1/48 = 1/24 = 1/16 = 1/12

= 3/16 = 1/4 = 3/8 = 1/2

= 3/32

= 3/4

= 1/8

= 1/1

= 1/6

= 2/1

244

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect Library (libreria effetti) con Program Change

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect Library (libreria effetti) con Program Change

■ Preset Bank/Ch# 1

055

056

057

058

059

060

061

062

063

064

047

048

049

050

051

052

053

054

039

040

041

042

043

044

045

046

031

032

033

034

035

036

037

038

023

024

025

026

027

028

029

030

015

016

017

018

019

020

021

022

007

008

009

010

011

012

013

014

Program

Change#

001

002

003

004

005

006

Scene/

Effect

Scene

Preset#

059

060

061

062

063

064

051

052

053

054

055

056

057

058

043

044

045

046

047

048

049

050

035

036

037

038

039

040

041

042

027

028

029

030

031

032

033

034

019

020

021

022

023

024

025

026

011

012

013

014

015

016

017

018

001

002

003

004

005

006

007

008

009

010

119

120

121

122

123

124

125

126

127

128

111

112

113

114

115

116

117

118

103

104

105

106

107

108

109

110

095

096

097

098

099

100

101

102

087

088

089

090

091

092

093

094

079

080

081

082

083

084

085

086

071

072

073

074

075

076

077

078

Program

Change#

065

066

067

068

069

070

Scene/

Effect

Scene

Preset#

123

124

125

126

127

128

115

116

117

118

119

120

121

122

107

108

109

110

111

112

113

114

099

100

101

102

103

104

105

106

091

092

093

094

095

096

097

098

083

084

085

086

087

088

089

090

075

076

077

078

079

080

081

082

065

066

067

068

069

070

071

072

073

074

■ Preset Bank/Ch# 2

055

056

057

058

059

060

061

062

063

064

047

048

049

050

051

052

053

054

039

040

041

042

043

044

045

046

031

032

033

034

035

036

037

038

023

024

025

026

027

028

029

030

015

016

017

018

019

020

021

022

007

008

009

010

011

012

013

014

Program

Change#

001

002

003

004

005

006

Scene/

Effect

Scene

Preset#

187

188

189

190

191

192

179

180

181

182

183

184

185

186

171

172

173

174

175

176

177

178

163

164

165

166

167

168

169

170

155

156

157

158

159

160

161

162

147

148

149

150

151

152

153

154

139

140

141

142

143

144

145

146

129

130

131

132

133

134

135

136

137

138

119

120

121

122

123

124

125

126

127

128

111

112

113

114

115

116

117

118

103

104

105

106

107

108

109

110

095

096

097

098

099

100

101

102

087

088

089

090

091

092

093

094

079

080

081

082

083

084

085

086

071

072

073

074

075

076

077

078

Program

Change#

065

066

067

068

069

070

Scene/

Effect

Scene

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Preset#

251

252

253

254

255

256

243

244

245

246

247

248

249

250

235

236

237

238

239

240

241

242

227

228

229

230

231

232

233

234

219

220

221

222

223

224

225

226

211

212

213

214

215

216

217

218

203

204

205

206

207

208

209

210

193

194

195

196

197

198

199

200

201

202

245

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect Library (libreria effetti) con Program Change

■ Preset Bank/Ch# 3

058

059

060

061

062

063

064

050

051

052

053

054

055

056

057

042

043

044

045

046

047

048

049

034

035

036

037

038

039

040

041

026

027

028

029

030

031

032

033

018

019

020

021

022

023

024

025

010

011

012

013

014

015

016

017

Program

Change#

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Scene/

Effect

Scene

Preset#

No Assign

278

279

280

281

282

283

284

285

270

271

272

273

274

275

276

277

262

263

264

265

266

267

268

269

257

258

259

260

261

294

295

296

297

298

299

300

000

286

287

288

289

290

291

292

293

122

123

124

125

126

127

128

114

115

116

117

118

119

120

121

106

107

108

109

110

111

112

113

098

099

100

101

102

103

104

105

090

091

092

093

094

095

096

097

082

083

084

085

086

087

088

089

074

075

076

077

078

079

080

081

Program

Change#

065

066

067

068

069

070

071

072

073

Scene/

Effect

Preset#

No Assign

■ Preset Bank/Ch# 4

058

059

060

061

062

063

064

050

051

052

053

054

055

056

057

042

043

044

045

046

047

048

049

034

035

036

037

038

039

040

041

026

027

028

029

030

031

032

033

018

019

020

021

022

023

024

025

010

011

012

013

014

015

016

017

Program

Change#

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Scene/

Effect

Preset#

No Assign

122

123

124

125

126

127

128

114

115

116

117

118

119

120

121

106

107

108

109

110

111

112

113

098

099

100

101

102

103

104

105

090

091

092

093

094

095

096

097

082

083

084

085

086

087

088

089

074

075

076

077

078

079

080

081

Program

Change#

065

066

067

068

069

070

071

072

073

Scene/

Effect

Preset#

No Assign

246

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

■ Preset Bank/Ch# 5

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 6

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 7

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 8

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 9

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

RACK5

■ Preset Bank/Ch# 10

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

RACK6

■ Preset Bank/Ch# 11

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

RACK7

■ Preset Bank/Ch# 12

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

RACK8

Preset#

001

002

003

:

128

Preset#

001

002

003

:

128

Preset#

001

002

003

:

128

Preset#

001

002

003

:

128

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect Library (libreria effetti) con Program Change

■ Preset Bank/Ch# 13

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 14

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 15

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

■ Preset Bank/Ch# 16

Scene/Effect Program Change#

001

002

003

:

128

No Assign

Preset#

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

247

Tabella Scene Memory (Memoria scene)/Effect Library (libreria effetti) con Program Change

■ Bank/Ch#

025

026

027

028

021

022

023

024

017

018

019

020

013

014

015

016

Program

Change#

001

002

003

004

009

010

011

012

005

006

007

008

037

038

039

040

041

042

043

033

034

035

036

029

030

031

032

Scene/

Effect

User#

068

069

070

071

064

065

066

067

060

061

062

063

056

057

058

059

Program

Change#

044

045

046

047

052

053

054

055

048

049

050

051

080

081

082

083

084

085

086

076

077

078

079

072

073

074

075

Scene/

Effect

User#

111

112

113

114

107

108

109

110

103

104

105

106

099

100

101

102

Program

Change#

087

088

089

090

095

096

097

098

091

092

093

094

123

124

125

126

127

128

119

120

121

122

115

116

117

118

Scene/

Effect

User#

248

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change

Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change

Parameter 2 Mode Parameter 1 Parameter 2

NO ASSIGN

FADER H

FADER L

CH ON

PHASE

INSERT

DIRECT OUT

PAN/BALANCE

BALANCE

TO STEREO

TO MONO

LCR

MIX SEND

MIX TO ST

MIX TO MTRX

ST TO MTRX

INPUT

OUTPUT

INPUT

OUTPUT

INPUT

OUTPUT

INPUT

INPUT

OUTPUT

ON

INPUT

OUTPUT

ON

ON

ON

CSR

MIX 1 ON – MIX16

ON

MIX 1 PRE – MIX 16

POINT

MIX 1 LVL H –

MIX 16 LVL H

MIX 1 LVL L –

MIX 16 LVL L

MIX 1/ 2 PAN –

MIX 15/16 PAN

TO ST ON

TO MONO ON

PAN

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MTRX1 POINT –

MTRX8 POINT

MTRX1 ON – MTRX8

ON

MTRX1 LVL H –

MTRX8 LVL H

MTRX1 LVL L – MTRX8

LVL L

MTRX1/2 PAN –

MTRX7/8 PAN

MTRX1 POINT –

MTRX8 POINT

MTRX1 ON – MTRX8

ON

MIX 1–MIX 16

MTRX1 LVL H –

MTRX8 LVL H

MTRX1 LVL L – MTRX8

LVL L

MTRX1/2 PAN –

MTRX7/8 PAN

STEREO L–MONO(C)

0

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8 STE-

REO L–MONO(C)

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

CH 1–CH 32

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

CH 1–CH 32{64}

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–STEREO R

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

Mode

INPUT EQ

INPUT ATT

INPUT HPF

OUTPUT EQ

OUTPUT ATT

INPUT DYNA1

ON

ATTACK

THRESHOLD

RANGE

HOLD H

HOLD L

DECAY/REL H

DECAY/REL L

RATIO

GAIN H

GAIN L

KNEE/WIDTH

INPUT

ON

FREQ

ON

LOW Q

LOW F

LOW G

LOW MID Q

LOW MID F

LOW MID G

HIGH MID Q

HIGH MID F

HIGH MID G

HIGH Q

HIGH F

HIGH G

LOW TYPE

HIGH TYPE

LOW HPF ON

HIGH LPF ON

Parameter 1

ON

LOW Q

LOW F

LOW G

LOW MID Q

LOW MID F

LOW MID G

HIGH MID Q

HIGH MID F

HIGH MID G

HIGH Q

HIGH F

HIGH G

LPF ON

LOW TYPE

HIGH TYPE

OUTPUT

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 16

STEREO L–MONO(C)

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

249

Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change

Mode

INPUT DYNA2

ON

ATTACK

THRESHOLD

RELEASE H

RELEASE L

RATIO

GAIN H

GAIN L

KNEE/WIDTH

FILTER FREQ

ON

ATTACK

THRESHOLD

OUTPUT

DYNA1

EFFECT

GEQ

RELEASE H

RELEASE L

RATIO

GAIN H

GAIN L

KNEE/WIDTH

BYPASS

MIX BAL

PARAM 1 H –

PARAM 32 L

ON A

ON B

GAIN A 1 – GAIN A 31

GAIN B 1 – GAIN B 31

MUTE MASTER ON

RECALL SAFE ON

Parameter 1 Parameter 2

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

RACK5–8

RACK1–8

MASTER 1–MASTER 8

CH 1–CH 32{64}

STIN1L–STIN4R

MIX 1–MIX 16

MATRIX 1–MATRIX 8

STEREO L–MONO(C)

RACK1–8

250

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Assegnazione di parametri a Control Change

Assegnazione di parametri a Control Change

■ PRESET

52

53

54

55

56

47

48

49

50

51

42

43

44

45

46

37

38

39

40

41

57

58

59

60

61

62

63

31

33

34

35

36

26

27

28

29

30

21

22

23

24

25

16

17

18

19

20

11

12

13

14

15

8

9

6

7

10

Control

Change#

3

4

1

2

5

Mode

FADER H

NO ASSIGN

FADER L

NO ASSIGN

Parameter 1

INPUT

Parameter 2

CH11

CH12

CH13

CH14

CH15

CH16

CH17

CH18

CH19

CH20

CH 1

CH 2

CH 3

CH 4

CH 5

CH 6

CH 7

CH 8

CH 9

CH10

CH21

CH22

CH23

CH24

INPUT

CH10

CH11

CH12

CH13

CH14

CH15

CH16

CH17

CH18

CH19

CH 1

CH 2

CH 3

CH 4

CH 5

CH 6

CH 7

CH 8

CH 9

CH20

CH21

CH22

CH23

CH24

94

95

102

103

104

89

90

91

92

93

84

85

86

87

88

79

80

81

82

83

74

75

76

77

78

69

70

71

72

73

Control

Change#

64

65

66

67

68

110

111

112

113

114

105

106

107

108

109

115

116

117

118

119

Mode

CH ON

NO ASSIGN

PAN/BALANCE

Parameter 1

INPUT

INPUT

Parameter 2

CH11

CH12

CH13

CH14

CH15

CH16

CH17

CH18

CH19

CH20

CH 1

CH 2

CH 3

CH 4

CH 5

CH 6

CH 7

CH 8

CH 9

CH10

CH21

CH22

CH23

CH24

CH11

CH12

CH13

CH14

CH15

CH16

CH17

CH18

CH19

CH20

CH 1

CH 2

CH 3

CH 4

CH 5

CH 6

CH 7

CH 8

CH 9

CH10

CH21

CH22

CH23

CH24

NO ASSIGN

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

251

Assegnazione di parametri a Control Change

44

45

46

47

48

41

42

43

38

39

40

35

36

37

31

33

34

28

29

30

25

26

27

20

21

22

17

18

19

23

24

14

15

16

11

12

13

Control

Change#

1

2

3

4

8

9

10

5

6

7

58

59

60

55

56

57

52

53

54

49

50

51

61

62

63

64

65

Mode Parameter 1 Parameter 2

252

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

114

115

116

117

118

119

108

109

110

111

112

113

102

103

104

105

106

107

93

94

95

90

91

92

85

86

87

82

83

84

88

89

79

80

81

76

77

78

Control

Change#

66

67

68

69

73

74

75

70

71

72

Mode Parameter 1 Parameter 2

Assegnazioni di parametri NRPN

FADER

INPUT to Mix9–16

LEVEL

MIX1–16, STEREO

LR to MATRIX LEVEL

ON

INPUT to Mix9–16

ON

MIX1–16, STEREO

LR to MATRIX ON

Parameter

INPUT

MIX, MATRIX, STEREO LR

MIX9 SEND

MIX10 SEND

MIX11 SEND

MIX12 SEND

MIX13 SEND

MIX14 SEND

MIX15 SEND

MIX16 SEND

MATRIX1 SEND

MATRIX2 SEND

MATRIX3 SEND

MATRIX4 SEND

MATRIX5 SEND

MATRIX6 SEND

MATRIX7 SEND

MATRIX8 SEND

INPUT

MIX, MATRIX, STEREO LR

MIX9 SEND

MIX10 SEND

MIX11 SEND

MIX12 SEND

MIX13 SEND

MIX14 SEND

MIX15 SEND

MIX16 SEND

MATRIX1 SEND

MATRIX2 SEND

MATRIX3 SEND

MATRIX4 SEND

MATRIX5 SEND

MATRIX6 SEND

MATRIX7 SEND

MATRIX8 SEND

MIX1–8 to STEREO

ON

PHASE

INSERT ON

INPUT to Mix9–16

PRE/POST

INPUT57–64 to

Mix1–8 LEVEL

INPUT57–64 to

Mix1–8 ON

MIX TO ST

INPUT

INPUT

MIX, MATRIX, STEREO LR

MIX9 SEND

MIX10 SEND

MIX11 SEND

MIX12 SEND

MIX13 SEND

MIX14 SEND

MIX15 SEND

MIX16 SEND

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

0B64 0B6B

0B6C 0BB3

0BCC 0BEB

0C2C 0C49

0C4A 0C91

0CAA 0CF1

0D0A 0D51

0D6A 0DB1

0DCA 0E11

0E2A 0E71

0E8A 0ED1

0EEA 0F31

10CA 10D1

10D2 10D9

10DA 10E1

10E2 10E9

10EA 10F1

10F2 10F9

10FA 1101

1102 1109

112A 1131

1132 1139

113A 1141

1142 1149

114A 1151

1152 1159

115A 1161

1162 1169

From

(HEX)

To

(HEX)

0000 0047

0060 007D

007E 00C5

00DE 0125

013E 0185

019E 01E5

01FE 0245

025E 02A5

02BE 0305

031E 0365

04FE 0513

0514 0529

052A 053F

0540 0555

0556 056B

056C 0581

0582 0597

0598 05AD

05B6 05FD

0616 0633

0634 067B

0694 06DB

06F4 073B

0754 079B

07B4 07FB

0814 085B

0874 08BB

08D4 091B

0AB4 0AC9

0ACA 0ADF

0AE0 0AF5

0AF6 0B0B

0B0C 0B21

0B22 0B37

0B38 0B4D

0B4E 0B63

Assegnazioni di parametri NRPN

Parameter

INPUT57–64 to

MIX1–8 PRE/POST

INPUT57–64 EQ

INPUT57–64 HPF

INPUT57–64 to

MIX1–8 PAN

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

LOW TYPE

HIGH TYPE

FREQ

MIX1–2

MIX3–4

MIX5–6

MIX7–8

INPUT57–64 to

STEREO

INPUT57–64

RECALL SAFE

INPUT57–64 to

MONO

ON

ON

ON

INPUT49–64

DYNAMICS1

INPUT49–64

DYNAMICS2

EQ INPUT, MIX,

MATRIX, STEREO LR

INPUT DYNAMICS1

INPUT DYNAMICS2

MIX, MATRIX, STE-

REO LR DYNAMICS1

PAN/BALANCE

INPUT to Mix9/10–

15/16 PAN

MIX1–16, STEREO

LR to MATRIX PAN

ON

ATTACK

THRESHOLD

RELEASE

RATIO

GAIN

KNEE/WIDTH

INPUT

MIX9–10

MIX11–12

MIX13–14

MIX15–16

MATRIX1, 2

MATRIX3, 4

MATRIX5, 6

MATRIX7, 8

RATIO

KNEE/WIDTH

GAIN

HIGH ONLY/FULL

FILTER FREQ

ON

LOW Q

LOW FREQ

LOW GAIN

LOW MID Q

LOW MID FREQ

LOW MID GAIN

HIGH MID Q

HIGH MID FREQ

HIGH MID GAIN

HIGH Q

HIGH FREQ

HIGH GAIN

ATT

HPF ON

LPF ON

ON

ATTACK

THRESHOLD

RANGE

HOLD

DECAY/RELEASE

MIX1–8 to STEREO

PAN

BALANCE

MIX TO ST

MIX, MATRIX, STEREO LR

From

(HEX)

To

(HEX)

118A 1191

1192 1199

119A 11A1

11A2 11A9

11AA 11B1

11B2 11B9

11BA 11C1

11C2 11C9

11EA 11F1

11F2 11F9

11FA 1201

1202 1209

120A 1211

1212 1219

121A 1221

1232 1239

123A 1241

1242 1249

124A 1259

125A 1269

126A 1279

127A 1289

128A 1299

1304 1381

1382 13FF

1400 147D

147E 14FB

14FC 1579

157A 15F7

15F8 1675

1676 16F3

16F4 1771

1772 17EF

17F0 186D

186E 18EB

18EC 1969

196A 19B1

19E8 1A65

1A66 1AE3

1AE4 1B2B

1B44 1B8B

1BA4 1BEB

1C04 1C4B

1C64 1CAB

1CC4 1D0B

1D24 1DA1

1DA2 1E1F

1E20 1E9D

1E9E 1F1B

1F1C 1F99

1F9A 2017

2018 2095

2096 20DD

20F6 213D

2156 219D

21B6 21FD

2216 225D

2336 234B

234C 2361

2362 2377

2378 238D

238E 2395

2396 23B3

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

253

Assegnazioni di parametri NRPN

RACK5–8(EFFECT)

RACK1–3(GEQ)

FADER

Parameter

GAIN5

GAIN6

GAIN7

GAIN8

GAIN9

GAIN10

GAIN11

GAIN12

GAIN13

GAIN14

GAIN15

GAIN16

GAIN17

PARAM25

PARAM26

PARAM27

PARAM28

PARAM29

PARAM30

PARAM31

PARAM32

ON

GAIN1

GAIN2

GAIN3

GAIN4

GAIN18

GAIN19

GAIN20

GAIN21

GAIN22

GAIN23

GAIN24

GAIN25

GAIN26

GAIN27

GAIN28

GAIN29

GAIN30

GAIN31

MONO(C)

PARAM11

PARAM12

PARAM13

PARAM14

PARAM15

PARAM16

PARAM17

PARAM18

PARAM19

PARAM20

PARAM21

PARAM22

PARAM23

PARAM24

BYPASS

MIX BALANCE

PARAM1

PARAM2

PARAM3

PARAM4

PARAM5

PARAM6

PARAM7

PARAM8

PARAM9

PARAM10

Parameter

INPUT1–56, STIN

1L–4R to Mix1–8

LEVEL

MONO(C) to Matrix

LEVEL

ON

INPUT1–56, STIN

1L–4R to Mix1–8

ON

MONO(C) to Matrix

ON

MIX9–16 to STE-

REO ON

INSERT

MATRIX SEND

MIX TO ST

INPUT1–56, STIN

1L–4R to MIX1–8

PRE/POST

MONO(C) EQ

INPUT1–56, STIN

1L–4R EQ

MIX, MATRIX, STE-

REO LRC EQ

INPUT1–56, STIN

1L–4R HPF

MONO(C)

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

ON

LOW Q

LOW FREQ

LOW GAIN

LOW MID Q

LOW MID FREQ

LOW MID GAIN

HIGH MID Q

HIGH MID FREQ

HIGH MID GAIN

HIGH Q

HIGH FREQ

HIGH GAIN

HPF ON

LPF ON

LOW TYPE

HIGH TYPE

LOW TYPE

HIGH TYPE

FREQ

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

MATRIX1 SEND

MATRIX2 SEND

MATRIX3 SEND

MATRIX4 SEND

MATRIX5 SEND

MATRIX6 SEND

MATRIX7 SEND

MATRIX8 SEND

MONO(C)

MIX1 SEND

MIX2 SEND

MIX3 SEND

MIX4 SEND

MIX5 SEND

MIX6 SEND

MIX7 SEND

MIX8 SEND

MONO(C)

DYNAMICS1

ON

ATTACK

THRESHOLD

RELEASE

RATIO

GAIN

KNEE/WIDTH

2784 2787

278C 278F

2794 2797

279C 279F

27A4 27A7

27AC 27AF

27B4 27B7

27BC 27BF

27C4 27C9

27CA 27CF

27D0 27D5

27D6 27DB

27DC 27E1

27E2 27E7

27E8 27ED

27EE 27F3

27F4 27F9

27FA 27FF

2800 2805

2806 280B

280C 2811

2812 2817

2818 281D

281E 2823

2824 2829

282A 282F

2830 2835

2836 283B

283C 2841

2842 2847

2848 284D

284E 2853

2854 2859

285A 285F

2860 2865

2866 286B

286C 2871

2872 2877

2878 287D

287E 2883

28E4 28E8

From

(HEX)

To

(HEX)

26B4 26B7

26BC 26BF

26C4 26C7

26CC 26CF

26D4 26D7

26DC 26DF

26E4 26E7

26EC 26EF

26F4 26F7

26FC 26FF

2704 2707

270C 270F

2714 2717

271C 271F

2724 2727

272C 272F

2734 2737

273C 273F

2744 2747

274C 274F

2754 2757

275C 275F

2764 2767

276C 276F

2774 2777

277C 277F

2F36 2F3D

2F46 2F4A

2F4C 2F8B

2F8C 2FCB

2FCC 300B

300C 304B

304C 308B

308C 30CB

30CC 310B

310C 314B

325E 3262

3264 3268

326A 326E

3270 3274

3276 327A

327C 3280

3282 3286

3288 328C

328E 3292

3294 3298

329A 329E

32A0 32A4

32A6 32AA

32AC 32B0

32B2 32B6

3440 347F

3480 34BF

34C0 34E2

34E4 3506

3640 367F

3680 3684

3686 368A

368C 3690

3692 3696

3698 369C

369E 36A2

36A4 36A8

From

(HEX)

To

(HEX)

28EA 2929

292A 2969

296A 29A9

29AA 29E9

29EA 2A29

2A2A 2A69

2A6A 2AA9

2AAA 2AE9

2BEA 2BEE

2BF0 2BF4

2BF6 2BFA

2BFC 2C00

2C02 2C06

2C08 2C0C

2C0E 2C12

2C14 2C18

2C2A 2C2E

2C30 2C6F

2C70 2CAF

2CB0 2CEF

2CF0 2D2F

2D30 2D6F

2D70 2DAF

2DB0 2DEF

2DF0 2E2F

2F30 2F34

254

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

INPUT1–56, STIN

1L–4R to MIX1–8

PAN

MONO(C) to

Matrix1–8 PAN

MIX9–16 to STE-

REO ON

Parameter

MIX1–2

MIX3–4

MIX5–6

MIX7–8

MATRIX1,2

MATRIX3, 4

MATRIX5, 6

MATRIX7, 8

MIX TO ST

RACK4–6(GEQ)

LCR IN, MIX

GAIN13

GAIN14

GAIN15

GAIN16

GAIN17

GAIN18

GAIN19

GAIN20

GAIN21

GAIN22

GAIN23

GAIN24

GAIN25

GAIN26

ON

GAIN1

GAIN2

GAIN3

GAIN4

GAIN5

GAIN6

GAIN7

GAIN8

GAIN9

GAIN10

GAIN11

GAIN12

GAIN27

GAIN28

GAIN29

GAIN30

GAIN31

ON

CSR

ON DIRECT OUT

INPUT1–56, STIN

1L–4R to STEREO

MUTE MASTER

RECALL SAFE

ON

HA

ON

ON

GAIN1

GAIN2

GAIN3

GAIN4

GAIN5

GAIN6

GAIN7

GAIN8

+48v 1

+48v 2

+48v 3

+48v 4

+48v 5

+48v 6

+48v 7

+48v 8

From

(HEX)

To

(HEX)

36AA 36E9

36EA 3729

372A 3769

376A 37A9

382A 382E

3830 3834

3836 383A

383C 3840

3842 3849

3852 3857

3858 385D

385E 3863

3864 3869

386A 386F

3870 3875

3876 387B

387C 3881

3882 3887

3888 388D

388E 3893

3894 3899

389A 389F

38A0 38A5

38A6 38AB

38AC 38B1

38B2 38B7

38B8 38BD

38BE 38C3

38C4 38C9

38CA 38CF

38D0 38D5

38D6 38DB

38DC 38E1

38E2 38E7

38E8 38ED

38EE 38F3

38F4 38F9

38FA 38FF

3900 3905

3906 390B

390C 3911

3912 3969

396A 39C1

39C2 3A01

3A02 3A41

3A5A 3A61

3A66 3AEA

3B06 3B0B

3B16 3B1B

3B26 3B2B

3B36 3B3B

3B46 3B4B

3B56 3B5B

3B66 3B6B

3B76 3B7B

3B86 3B8B

3B96 3B9B

3BA6 3BAB

3BB6 3BBB

3BC6 3BCB

3BD6 3BDB

3BE6 3BEB

3BF6 3BFB

Parameter

HA

HPF1

HPF2

HPF3

HPF4

HPF5

HPF6

HPF7

HPF8

INPUT1–56, STIN

1L–4R to MONO

MIX to MONO

ON

SLOT OUT DELAY

OMNI OUT DELAY

DIGITAL OUT DELAY

INPUT1–48, STIN

1L–4R DYNAMICS1

INPUT1–48, STIN

1L–4R DYNAMICS2

RACK7–8(GEQ)

EQ

GAIN12

GAIN13

GAIN14

GAIN15

GAIN16

GAIN17

GAIN18

GAIN19

GAIN20

GAIN21

GAIN22

GAIN23

GAIN24

GAIN25

GAIN26

GAIN27

GAIN28

GAIN29

GAIN30

GAIN31

ATT

ON

ON

TIME HIGH

TIME LOW

ON

TIME HIGH

TIME LOW

ON

TIME HIGH

TIME LOW

RATIO

KNEE/WIDTH

GAIN

HIGH ONLY/FULL

FILTER FREQ

ON

GAIN1

GAIN2

GAIN3

GAIN4

GAIN5

GAIN6

GAIN7

GAIN8

GAIN9

GAIN10

GAIN11

Assegnazioni di parametri NRPN

From

(HEX)

To

(HEX)

3C06 3C0B

3C16 3C1B

3C26 3C2B

3C36 3C3B

3C46 3C4B

3C56 3C5B

3C66 3C6B

3C76 3C7B

3C86 3CC5

3EE4

3EE8

3EE7

3EEB

3EEC 3EEF

3EF0

3EF4

3EF8

3EF3

3EF7

3EFB

3EFC 3EFF

3F00 3F03

3F04 3F07

3F08 3F0B

3F0C 3F0F

3F10 3F13

3F14 3F17

3F18 3F1B

3F1C 3F1F

3F20 3F23

3F24 3F27

3F28 3F2B

3F2C 3F2F

3F30 3F33

3F34 3F4E

3CC6 3CD5

3CD6 3CF5

3D06 3D25

3D36 3D55

3D66 3D75

3D76 3D85

3D86 3D95

3D96 3D97

3D98 3D99

3D9A 3D9B

3D9C 3DD3

3DD4 3E0B

3E0C 3E43

3E44 3E7B

3E7C 3EB3

3EB4 3EB7

3EB8 3EBB

3EBC 3EBF

3EC0 3EC3

3EC4 3EC7

3EC8 3ECB

3ECC 3ECF

3ED0 3ED3

3ED4 3ED7

3ED8 3EDB

3EDC 3EDF

3EE0 3EE3

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

255

Applicabilità delle operazioni di mixaggio dei parametri

Applicabilità delle operazioni di mixaggio dei parametri

In questa tabella viene indicato come il funzionamento di ciascun parametro dei canali di ingresso e di uscita viene influenzato dalle impostazioni di Stereo, Link (Collegamento), Recall Safe (Blocca richiamo) e User Level (Livello utente).

■ Input Channels

Parameter

Stereo

*3

O

LINK RECALL SAFE USER LEVEL

HA

NAME,

ICON

INPUT HA INPUT HA

INPUT NAME

INPUT HA

INPUT NAME

LCR

Insert On

Direct Out

On/Level

On

Fader

Pan/

Balance

Att

HPF

EQ

Dynamics1

Dynamics2

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

*1

*1

INPUT ON

INPUT FADER

INPUT EQ

INPUT EQ

INPUT EQ

INPUT

DYNAMICS1

INPUT

DYNAMICS2

*1

*1

INPUT ALL

INPUT ALL

INPUT ALL

INPUT ON

INPUT FADER

INPUT ALL

INPUT EQ

INPUT EQ

INPUT EQ

INPUT

DYNA1

INPUT

DYNA2

Mute

Assign

To Mix

ON

To Mix

LEVEL

To Mix

PRE/POST

To Stereo/

Mono

Cue

Key In Cue

Mute Safe

Recall Safe

Fade Time

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

INPUT

MIX ON

INPUT

*2

MIX SEND

*2

INPUT ALL

INPUT MIX

ON

INPUT MIX

SEND

INPUT ALL

INPUT ALL

STORE

*1 Except for Key In Source

*2 Applies to parameters for which the MIX channel 1–16 individual Send

Parameter setting and the item in the table are both enabled.

*3 ST IN 1–4 only.

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

INPUT

FADER/ON

INPUT

FADER/ON

INPUT

FADER/ON

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

MUTE GROUP

ASSIGN

INPUT

FADER/ON

INPUT

FADER/ON

INPUT

PROCESSING

INPUT

PROCESSING

■ MIX Channels

Parameter

NAME, ICON

LCR

Insert On

On

Fader

Pan/Balance

Att

EQ

Dynamics1

Mute Assign

To Mix ON

To Mix LEVEL

To Matrix On

To Matrix LEVEL

To Matrix POINT

To Stereo/Mono

Cue

Mute Safe

Recall Safe

Fade Time

Stereo

O

O

O

O

O

O

O

O

*1 Except for Key In Source

O

O

O

O

O

O

O

O

*1

O

RECALL SAFE

MIX NAME

MIX ALL

MIX ALL

MIX ON

MIX FADER

MIX ALL

MIX EQ

MIX EQ

MIX DYNA1

MIX ALL

WITH MIX SEND

WITH MIX SEND

MIX to MATRIX ON

MIX to MATRIX SEND

MIX ALL

MIX ALL

USER LEVEL

OUTPUT NAME

MIX PROCESSING

MIX PROCESSING

MIX FADER/ON

MIX FADER/ON

MIX FADER/ON

MIX PROCESSING

MIX PROCESSING

MIX PROCESSING

MUTE ASSIGN

WITH MIX SEND

WITH MIX SEND

MIX FADER/ON

MIX FADER/ON

MIX PROCESSING

MIX PROCESSING

STORE

■ MATRIX Channels

Parameter

NAME, ICON

Insert On

On

Fader

Pan/Balance

Att

Dynamics1

EQ

Mute Assign

To Matrix On

To Matrix LEVEL

Cue

Mute Safe

Recall Safe

Fade Time

Insert On

On

Fader

Pan/Balance

Att

Dynamics1

EQ

Mute Assign

To Matrix On

To Matrix LEVEL

To Matrix POINT

Cue

Mute Safe

Recall Safe

Fade Time

Stereo

O

O

O

O

O

O

*1

O

O

O

O

O

O

*1 Except for Key In Source

RECALL SAFE

MATRIX NAME

MATRIX ALL

MATRIX ON

MATRIX FADER

MATRIX ALL

MATRIX EQ

MATRIX DYNA1

MATRIX EQ

MATRIX ALL

WITH MATRIX SEND

WITH MATRIX SEND

■ STEREO, MONO Channels

Parameter

NAME, ICON

Stereo

*2

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

O

*1 Except for Key In Source

*2 STEREO channel only.

RECALL SAFE

STEREO, MONO

NAME

STEREO, MONO ALL

STEREO, MONO ON

STEREO, MONO

FADER

STEREO, MONO ALL

STEREO, MONO EQ

STEREO, MONO

DYNA1

STEREO, MONO EQ

STEREO, MONO ALL

STEREO, MONO to

MATRIX ON

STEREO, MONO to

MATRIX SEND

STEREO, MONO ALL

STORE

USER LEVEL

OUTPUT NAME

STEREO, MONO

PROCESSING

STEREO, MONO

FADER/ON

STEREO, MONO

FADER/ON

STEREO, MONO

FADER/ON

STEREO, MONO

PROCESSING

STEREO, MONO

PROCESSING

STEREO, MONO

PROCESSING

MUTE ASSIGN

STEREO, MONO

FADER/ON

STEREO, MONO

FADER/ON

STEREO, MONO

PROCESSING

USER LEVEL

OUTPUT NAME

MATRIX

PROCESSING

MATRIX

FADER/ON

MATRIX

FADER/ON

MATRIX

FADER/ON

MATRIX

PROCESSING

MATRIX

PROCESSING

MATRIX

PROCESSING

MUTE ASSIGN

WITH MATRIX

SEND

WITH MATRIX

SEND

STORE

256

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente

Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente

Funzioni

NESSUNA

ASSEGNAZIONE

SCENE

TALKBACK

OSCILLATOR

CUE CLEAR

RECALL

STORE

INC RECALL

DEC RECALL

DIRECT RECALL

SELECTED CH

ASSIGN

SELECTED CH

ASSIGN

PARAMETRO 1

RECALL UNDO

STORE UNDO

TALKBACK ON

OSCILLATOR ON

PARAMETRO 2 LED Spiegazione

— Spento Nessuna assegnazione

Consente di richiamare la scena correntemente selezionata

SCENE +1, LIST UP

SCENE -1, LIST DOWN

SCENE #000–#300

LATCH

UNLATCH

Lampeggia

Consente di eseguire la memorizzazione nella scena correntemente selezionata

SCENE +1 consente di sleezionare il numero di scena successivo. LIST UP consente di scorrere l'elenco di scene di una posizione verso l'alto. Se si premono contemporaneamente i pulsanti [SCENE

▲] e [SCENE ▼] si tornerà al numero di scena corrente. Dopo la scena 300, si ritorna alla scena 000.

SCENE -1 consente di selezionare il numero di scena precedente. LIST DOWN consente di scorrere l'elenco di scene di una posizione verso il basso. Se si premono contemporaneamente i pulsanti [SCENE

▲] e [SCENE ▼] si tornerà al numero di scena corrente. Dopo la scena 000, si ritorna alla scena 300.

Consente di richiamare la scena con il numero successivo

Consente di richiamare la scena con il numero precedente

Consente di richiamare direttamente la scena con il numero specificato

Illuminato se l'operazione di

UNDO

(Annullamento)

è possibile

Illuminato se l'operazione di

UNDO

(Annullamento)

è possibile

Consente di eseguire un'operazione di RECALL UNDO

(ANNULLA RICHIAMO)

Consente di eseguire un'operazione di STORE UNDO

(ANNULLA MEMORIZZAZIONE)

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare TALKBACK.

ON: illuminato, OFF: spento

Se premuto consente di attivare TALKBACK

Illuminato se l'assegnazione è la stessa

Quando si preme questo tasto, verrà applicato lo stato dell'assegnazione memorizzata in precedenza. Mentre si tiene premuto questo tasto, premere un tasto SEL di un canale di uscita per attivare o disattivare l'assegnazione e il relativo stato verrà memorizzato. Nel frattempo, il LED

[SEL] sarà illuminato se l'assegnazione è ON, o spento se OFF.

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare/disattivare l'oscillatore

Quando viene attivato, viene visualizzata la finestra a comparsa OSC

Illuminato se l'assegnazione è la stessa

Lampeggia

Quando si preme questo tasto, verrà applicato lo stato dell'assegnazione memorizzata in precedenza. Mentre si tiene premuto questo tasto, premere un tasto SEL di un canale di uscita per attivare o disattivare l'assegnazione e il relativo stato verrà memorizzato. Nel frattempo, il LED

[SEL] sarà illuminato se l'assegnazione è ON, o spento se OFF.

Consente di cancellare tutte le impostazioni relative a CUE

(SEGNALE DI ATTIVAZIONE)

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

257

Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente

Funzioni

MONITOR

EFFECT BYPASS

TAP TEMPO

MUTE MASTER

METER

PAGE CHANGE

CH SELECT

SET BY SEL

SET DEFAULT

VALUE

SET NOMINAL

LEVEL

PARAMETRO 1

MONITOR ON

SELECTED CH

ASSIGN

SOURCE SELECT

DIMMER ON

MONO MONITOR

MONITOR ON

MASTER FADER

RACK 5–8

CURRENT PAGE

RACK 5–8

MUTE GROUP 1–8

PEAK HOLD ON

PAGE BOOKMARK

CLOSE POPUP

INC, DEC

SET [+48V]

SET [Ø]

SET [PRE SEND]

SET [TO STEREO]

SET [TO MONO]

SET [TO LCR]

SET [INSERT ON] —

SET [DIRECT OUT] —

PARAMETRO 2

Illuminato se l'assegnazione è la stessa

LED Spiegazione

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare MONITOR

Quando si preme questo tasto, verrà applicato lo stato dell'assegnazione memorizzata in precedenza. Mentre si tiene premuto questo tasto, premere un tasto SEL di un canale MIX o MATRIX per attivare o disattivare l'assegnazione e il relativo stato verrà memorizzato.

Nel frattempo, il LED [SEL] sarà illuminato se l'assegnazione è ON, o spento se OFF.

STEREO L/R,

MONO(C), LCR, 2TR

IN L/R, INPUT 15/16

{31/32}, PLAYBACK

OUT, DEFINE

Illuminato se la sorgente di monitoraggio selezionata è attivata

Consente di richiamare il segnale selezionato sul monitor

STEREO/MONO(C)

SEL

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare la funzione di attenuazione del monitor

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare MONO MONITOR

ON: illuminato, OFF: spento

Se è attivato, è possibile utilizzare il fader master per controllare il livello di monitoraggio, e il tasto ON per attivare o disattivare l'uscita monitor

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di bypassare l'effetto specificato

Lampeggia in sincrono con il tempo

Utilizzare la funzione Tap Tempo nella schermata visualizzata

Utilizzare la funzione Tap Tempo per l'effetto specificato

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare MUTE GROUP MASTER

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare la funzione PEAK HOLD

MONO (C): illuminato, STEREO: spento

Consente di alternare la funzione STEREO L/R METER

Quando si memorizza una pagina: lampeggia

Quando si visualizza una pagina memorizzata: lampeggia

Quando non si visualizza una pagina memorizzata: illuminato

Consente di selezionare la schermata correntemente visualizzata (tenere premuto il tasto per due secondi o più), o di visualizzare la schermata memorizzata per ultima

(premere e rilasciare il tasto entro due secondi). Anche le finestre a comparsa possono essere memorizzate. Nel caso di un rack, viene memorizzato anche il numero del rack.

Non memorizzato: spento

Lampeggia

Lampeggia

Consente di chiudere la finestra a comparsa visualizzata

Consente di aumentare/diminuire la selezione di canali

Se premuto: illuminato

Tenere premuto questo tasto e premere SEL per attivarlo/ disattivarlo. Nel frattempo, il LED [SEL] sarà illuminato se attivato, o spento se disattivato.

Se premuto: illuminato

Se premuto: illuminato

Tenere premuto questo tasto e premere l'encoder

SELECTED CH per tornare al valore di default. È anche possibile tornare al valore di default spostando il cursore sulla manopola o fader del display LCD, tenendo quindi premuto questo tasto e premendo il tasto [ENTER].

Tenendo premuto questo tasto premere un tasto [SEL] per impostare il fader del canale sul livello nominale. È inoltre possibile utilizzare un encoder SELECTED SEND per impostare il livello di mandata sul linello nominale. È anche possibile tornare al livello nominale spostando il cursore sulla manopola o fader del display LCD, tenendo quindi premuto questo tasto e premendo il tasto [ENTER].

258

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Funzioni che è possibile assegnare a tasti definiti dall'utente

GEQ

HELP

Funzioni

SENDS ON FADER

RECORDER

PARAMETRO 1

MIX1–16, MATRIX1–

8

FADER ASSIGN

TRANSPORT

DIRECT PLAY

MASTER

OVERVIEW

PARAMETRO 2 LED Spiegazione

Lampeggia in modalità SENDS ON

FADER (MANDATE

SU FADER)

Consente di richiamare la funzione Sends On Fader nel canale MIX o MATRIX selezionato

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare la funzione GEQ Fader

Assign (Assegnazione fader equalizzatore grafico).

PLAY/PAUSE, STOP, FF/

Next, REW/Previous,

REC

Le stesse indicazioni per il pulsante corrispondente del display LCD

Funzioni di trasporto del registratore

AUTOREC

Se premuto: illuminato

Funzione di scelta rapida per STOP

→ REC → PLAY.

La registrazione verrà avviata in un'unica azione. Se viene eseguita durante la registrazione, il file in corso di registrazione verrà prima chiuso e quindi la registrazione continuerà con un nuovo file.

Titolo della Song o nome file dei file audio

Se premuto: illuminato

Consente di avviare il playback di un file audio specificato dall'inizio, una volta sola.

Il file audio da riprodurre deve essere salvato nella cartella

SONGS all'interno della cartella YPE. Non sarà possibile specificare un file che si trova nella directory principale o in un'altra cartella. Quando si esegue il playback, il percorso nella schermata TITLE LIST (ELENCO TITOLI) verrà modificato in \YPE\SONGS\.

ON: illuminato, OFF: spento

Consente di attivare o disattivare la funzione di Help

(Aiuto)

CH1–16, CH17–32,

{CH33–48, CH49–64 ,}

STIN, MIX, MATRIX,

ST/MONO, CUSTOM

FADER LAYER CH1–16,

{CUSTOM FADER

LAYER CH17–32},

CUSTOM FADER LAYER

STIN

LS9 EDITOR

SELECTED CHANNEL —

LIBRARY

PATCH EDITOR

DYNAMICS LIBRARY,

INPUT EQ LIBRARY,

OUTPUT EQ LIBRARY,

EFFECT LIBRARY, GEQ

LIBRARY

Lampeggia

INPUT PATCH,

OUTPUT PATCH,

INPUT INSERT PATCH,

OUTPUT INSERT

PATCH, DIRECT OUT

PATCH, PATCH LIST

RACK EDITOR

METER

GROUP/LINK

SCENE

RACK, RACK1–8

INPUT METER,

OUTPUT METER,

CUSTOM FADER LAYER

MUTE GROUP,

CHANNEL LINK

SCENE MEMORY,

RECALL SAFE, FADE

TIME

Consente di accedere alla schermata LS9 EDITOR

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

259

Formato dati MIDI

Formato dati MIDI

In questa sezione viene illustrato il formato dei dati riconosciuti, inviati e ricevuti dalla console LS9.

1 CHANNEL MESSAGE

1.1 NOTE OFF (8n)

Reception

These messages are echoed to MIDI OUT if [OTHER COMMAND ECHO] is

ON.

They are received if [Rx CH] matches, and used to control effects.

STATUS

DATA

1000nnnn 8n

Note off message

0nnnnnnn nn

Note number

0vvvvvvv vv

Velocity(ignored)

1.2 NOTE ON (9n)

Reception

These messages are echoed to MIDI OUT if [OTHER COMMAND ECHO] is

ON.

They are received if [Rx CH] matches, and used to control effects.

STATUS

DATA

1001nnnn 9n

Note on message

0nnnnnnn nn

Note number

0vvvvvvv vv

Velocity (1-127:on, 0:off)

1.3 CONTROL CHANGE (Bn)

Two types of CONTROL CHANGE can be transmitted and received; [NRPN]

(Non-Registered Parameter Numbers) and freely-assigned [TABLE] (1CH x

110) messages. Select either [TABLE] or [NRPN].

Reception

These messages are echoed to MIDI OUT if [CONTROL CHANGE ECHO] is

ON.

If [TABLE] is selected, these messages are received when [CONTROL CHANGE

Rx] is ON and [Rx CH] matches, and will control parameters according to the settings of the [CONTROL CHANGE EVENT LIST]. For the parameters that

can be assigned, refer to “Parametri che possono essere assegnati a messaggi

Control Change” on page 249.

If [NRPN] is selected, these messages are received when [CONTROL CHANGE

Rx] is ON and the [Rx CH] matches; the four messages NRPN control number

(62h, 63h) and DATA ENTRY control number (06h, 26h) are used to control the specified parameter.

Transmission

If [TABLE] is selected, and if [CONTROL CHANGE Tx] is ON when you operate a parameter that is assigned in the [CONTROL CHANGE EVENT

LIST], these messages will be transmitted on the [Tx CH] channel. For the

parameters that can be assigned, refer to “Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change” on page 249.

If [NRPN] is selected, and if [CONTROL CHANGE Tx] is ON when you operate a specified parameter, the four messages NRPN control number (62h,

63h) and DATA ENTRY control number (06h, 26h) are transmitted on the [Tx

CH] channel. For the parameters that can be assigned, refer to “Parametri che possono essere assegnati a messaggi Control Change” on page 249.

CONTROL CHANGE messages are not used for transmission to LS9 Editor because there is no guarantee that the contents of the assignment tables will match. (PARAMETER CHANGE messages are always used.)

CONTROL CHANGE numbers 0 and 32 are for selecting banks.

STATUS

DATA

STATUS

DATA

1011nnnn Bn

Control change

00

Control number (00)

0vvvvvvv vv

Control Value (0-127)

1011nnnn Bn

Control change

20

Control number (32)

0vvvvvvv vv

Control Value (0-127)

If [TABLE] is selected

STATUS

DATA

1011nnnn Bn

Control change

0nnnnnnn nn

Control number (1-5, 7-31, 33-37, 38-95,

102-119) *

0vvvvvvv vv

Control Value (0-127)

* Numbers 0, 32, and 96–101 cannot be used.

* Control number 6, 38 can be used.

Equation for converting a Control Value to parameter data

paramSteps = paramMax–paramMin + 1; add = paramWidth / paramSteps; mod curValue

= paramWidth–add * paramSteps;

= paramSteps * add + mod / 2;

(1) If the assigned parameter has fewer than 128 steps

paramWidth = 128; rxValue = Control value;

(2) If the assigned parameter has 128 or more but less than

16,384 steps

paramWidth = 16384;

(2-1) When High and Low data is received rxValue = Control value(High) * 128 + Control value(Low);

(2-2) When only Low data is received rxValue = (curValue & 16256) + Control value(Low);

(2-3) When only High data is received rxValue = Control value(High) * 128 + (curValue & 127);

(3) If the assigned parameter has 16,384 or more but less than

2,097,152 steps

paramWidth = 2097152;

(3-1) When High, Middle, and Low data is received rxValue = Control value(High) * 16384 + Control value(Middle) * 128 + Control value(Low);

(3-2) When only Low data is received rxValue = (curValue & 2097024) + Control value(Low);

(3-3) When only Middle data is received rxValue = (curValue & 2080895) + Control value(Middle) * 128;

(3-4) When only High data is received rxValue = (curValue & 16383) + Control value(High) * 16384;

(3-5) When only Middle and Low data is received rxValue = (curValue & 2080768) + Control value(Middle) * 128 + Control value(Low);

(3-6) When only High and Low data is received rxValue = (curValue & 16256) + Control value(High) * 16384 + Control value(Low);

(3-7) When only High and Middle data is received rxValue = (curValue & 127) + Control value(High) * 16384 + Control value(Middle)

* 128; if ( rxValue > paramWidth) rxValue = paramWidth; param = ( rxValue–mod / 2) / add;

If [NRPN] is selected

STATUS

DATA

STATUS

DATA

STATUS

1011nnnn Bn

Control change

01100010 62

NRPN LSB

0vvvvvvv vv

Parameter number LSB

1011nnnn Bn

Control change *

01100011 63

NRPN MSB

0vvvvvvv vv

Parameter number MSB

1011nnnn Bn

Control change *

00000110 06

Data entry MSB

DATA

STATUS

DATA

0vvvvvvv vv

Parameter data MSB

1011nnnn Bn

Control change *

00100110 26

Data entry LSB

0vvvvvvv vv

Parameter data LSB

* The STATUS byte of the second and subsequent messages need not be added during transmission. Reception must occur correctly whether or not the status byte is omitted.

260

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Formato dati MIDI

1.4 PROGRAM CHANGE (Cn)

Reception

If [PROGRAM CHANGE ECHO] is ON, bank select messages will also be echoed from MIDI OUT.

If SINGLE CH is selected, these messages are received if [PROGRAM CHANGE

Rx] is ON and the [Rx CH] matches. However if [OMNI] is ON, these messages are received regardless of the channel. When these messages are received, scene memory and effect library are recalled according to the settings of the

[PROGRAM CHANGE EVENT LIST].

Transmission

If [PROGRAM CHANGE Tx] is ON, these messages are transmitted according to the [PROGRAM CHANGE Table] settings when scene memory and effect library are recalled.

If SINGLE CH is selected, these messages are transmitted on the [Tx CH] channel.

If the recalled scene memory and effect library has been assigned to more than one PROGRAM NUMBER, the lowest-numbered PROGRAM NUMBER for each MIDI channel will be transmitted.

PROGRAM CHANGE messages are not used for transmission to LS9 Editor because there is no guarantee that the contents of the assignment tables will match. (PARAMETER CHANGE messages are always used.)

You can choose either MULTI MIDI CH or SINGLE CH.

If SINGLE is selected

You can choose the Rx CH, OMNI CH, and Tx CH.

You can choose whether a bank select message will be added.

A bank of up to 16 can be specified.

If MULTI is selected

The Rx and Tx channels will be the same.

The assignment table will use the settings for each MIDI channel. Bank select messages will not be added.

You can make settings for up to sixteen MIDI channels.

STATUS

DATA

1100nnnn Cn

Program change

0nnnnnnn nn

Program number (0-127)

2 SYSTEM REALTIME MESSAGE

2.1 SONG SELECT (F3)

Select the track number shown in the TITLE LIST screen of the USB memory recorder.

STATUS 11110011 F3

Song select

Song number 0sssssss ss

Song number (0-127)

2.2 TIMING CLOCK (F8)

Reception

This message is used to control effects. This message is transmitted twenty-four times per quarter note.

Echoing of this message depends on the OTHER item in the ECHO settings.

STATUS 11111000 F8

Timing clock

2.3 ACTIVE SENSING (FE)

Reception

Once this message has been received, MIDI communication will be initialized

(e.g., Running Status will be cleared) if no message is received for an interval of

400 ms.

This message is not subject to echoing.

STATUS 11111110 FE

Active sensing

2.4 SYSTEM RESET (FF)

Reception

When this message is received, MIDI communication will be initialized (e.g.,

Running Status will be cleared).

This message is not subject to echoing.

STATUS 11111111 FF

System reset

3 SYSTEM EXCLUSIVE MESSAGE

3.1 MMC

< MMC STOP >

Reception

If the [DEVICE NO.] matches or is 7F, receives this message and stops.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01111111 7F

Real time System exclusive

Device ID 0ddddddd dd

Destination (00-7E, 7F:all call)

COMMAND

EOX

00000110 06

Machine Control Command(MCC) sub-id

00000001 01

Stop(MCS)

11110111 F7

End of exclusive

< MMC PLAY >

Reception

If the [DEVICE NO.] matches or is 7F, receives this message and starts playback.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01111111 7F

Real time System exclusive

Device ID 0ddddddd dd

Destination (00-7E, 7F:all call)

COMMAND

EOX

00000110 06

Machine Control Command(MCC) sub-id

00000010 02

Play(MCS)

11110111 F7

End of exclusive

< MMC DEFERED PLAY >

Reception

If the [DEVICE NO.] matches or is 7F, receives this message and starts playback.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01111111 7F

Real time System exclusive

Device ID 0ddddddd dd

Destination (00-7E, 7F:all call)

COMMAND

EOX

00000110 06

Machine Control Command(MCC) sub-id

00000011 03

Deferred Play(MCS)

11110111 F7

End of exclusive

< MMC RECORD STROBE >

Reception

If the [DEVICE NO.] matches or is 7F, receives this message, and if stopped, starts recording.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01111111 7F

Real time System exclusive

Device ID 0ddddddd dd

Destination (00-7E, 7F:all call)

COMMAND

EOX

00000110 06

Machine Control Command(MCC) sub-id

00000110 06

Record strobe

11110111 F7

End of exclusive

< MMC PAUSE >

Reception

If the [DEVICE NO.] matches or is 7F, receives this message, and if playing, pauses.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01111111 7F

Real time System exclusive

Device ID 0ddddddd dd

Destination (00-7E, 7F:all call)

COMMAND

EOX

00000110 06

Machine Control Command(MCC) sub-id

00001001 09

Pause(MCS)

11110111 F7

End of exclusive

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

261

Formato dati MIDI

3.2 BULK DUMP

Command

F0 43 0n 3E cc cc 12 mm … mm dd dd … ee F7

rx/tx

F0 43 2n 3E 12 mm … mm dd dd F7 rx

Function

rx/tx

BULK DUMP

DATA

BULK DUMP

REQUEST

The LS9 uses the following data types for a bulk dump.

Module Name(mm)

SCENE LIB

INPUT EQ LIB

OUTPUT EQ LIB

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

Mixer Setup

Outport Setup

Monitor Setup

MIDI Setup

Lib Number

Program Change Table

Control Change Table

Preference (Current)

Preference (Admin)

Preference (Guest)

User Defined Keys (Current)

User Defined Keys (Admin)

“SCENE___”

“INEQ____”

“OUTEQ___”

“DYNA____”

“GEQ_____”

“EFFECT__”

“MIXERSET”

“OUT_PORT”

“MONITOR_”

“MIDI_SET”

“LIB_NUM_”

“PRGMCHG_”

“CTRLCHG_”

“PREF_CUR”

“PREF_ADM”

“PREF_GST”

“UDEF_CUR”

“UDEF_ADM”

User Defined Keys (Guest) “UDEF_GST”

Custom Fader Layer (Current) “CFAD_CUR”

Custom Fader Layer (Admin)

Custom Fader Layer (Guest)

User Level (Current)

User Level (Guest)

“CFAD_ADM”

“CFAD_GST”

“UKEY_CUR”

“UKEY_GST”

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Data Number(dd)

*1) *14) *15)

*2) *7) *8)

*3) *9) *10) *11)

*4) *7) *8) *9) *10) *11)

*5) *12)

*6) *13)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

Fix (512)

*1) 0–300 Scene Number (0 Request Only),

*2) 1–199 Input EQ Library Number (1–40 Request Only)

*3) 1–199 Output EQ Library Number (1–3 Request Only)

*4) 1–199 Dynamics Library Number (1–41 Request Only)

*5) 0–199 GEQ Library Number (0 Request Only)

*6) 1–199 Effect Library Number (1–57 Request Only)

*7) 512–575 Input 1–64,

*8) 576–583 STIN 1L–4R,

*9) 768–783 MIX 1–16,

*10) 1024–1031 MATRIX 1-8 (LS9-32 only),

*11) 1280–1282 STEREO L–C,

*12) 512–519 GEQ 1–8,

*13) 512–515 EFFECT 1–4,

*14) 512 Current Data,

*15) 768 Current Data with Recall Safe,

Data is lost when you write to the preset library.

The unique header (Model ID) identifies whether the device is a LS9.

To calculate the check sum, add the bytes starting with the byte after BYTE

COUNT (LOW) and ending with the byte before CHECK SUM, take the binary complement, and set bit 7 to 0.

CHECK SUM = (-sum)&0x7F

Bulk Dumps can be received at any time, and can be transmitted at any time when a Bulk Dump Request is received.

A Bulk Dump is transmitted on the [Rx CH] channel in response to a Bulk

Dump Request.

In the data portion, seven words of 8-bit data are converted into eight words of

7-bit data.

[Conversion from actual data to bulk data]

d[0-6]: actual data b[0-7]: bulk data b[0] = 0; for( I=0; I<7; I++){ if( d[I]&0x80){ b[0] |= 1<<(6-I);

} b[I+1] = d[I]&0x7F;

}

[Recovery from bulk data to actual data]

d[0-6]: actual data b[0-7]: bulk data for( I=0; I<7; I++){ b[0] <<= 1; d[I] = b[I+1]+(0x80&b[0]);

}

3.3 PARAMETER CHANGE

Reception

This message is echoed if [PARAMETER CHANGE ECHO] is ON.

This message is received if [PARAMETER CHANGE Rx] is ON and [Rx CH] matches the Device number included in the SUB STATUS. When a

PARAMETER CHANGE is received, the specified parameter will be controlled.

When a PARAMETER REQUEST is received, the current value of the specified parameter will be transmitted as a PARAMETER CHANGE with its Device

Number as the [Rx CH].

Transmission

If [PARAMETER CHANGE Tx] is ON, and you edit a parameter for which

CONTROL CHANGE transmission has not been enabled, a PARAMETER

CHANGE will be transmitted with the [Tx CH] as its device number.

In response to a PARAMETER REQUEST, a PARAMETER CHANGE will be transmitted with [Rx CH] as its device number.

Command

F0 43 1n 3E 12 … F7

RARAMETER CHANGE

F0 43 3n 3E 12 … F7

PARAMETER REQUEST

rx/tx function

rx/tx

LS9 native parameter change rx/tx

LS9 native parameter request

4 PARAMETER CHANGE details

4.1 CURRENT SCENE, SETUP, BACKUP, USER SETUP

4.1.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding parameter will be changed immediately the data is received.

Transmission

Data will be transmitted with the [Device Number] in [Tx CH] when

[PARAMETER CHANGE Tx] is on and the parameter is not registered on the

[CONTROL CHANGE EVENT LIST].

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

0ccccccc cc DATA

Category

DATA 0eeeeeee eh

Element no High.

0eeeeeee el

Element no Low.

0iiiiiii ih

Index no High.

0iiiiiii il

Index no Low.

0ccccccc ch

Channel no High.

0ccccccc cl

Channel no Low.

0ddddddd dd

Data

EOX

: :

11110111 F7

End of exclusive

262

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Formato dati MIDI

4.1.2

Format (PARAMETER REQUEST)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding parameter will be changed via PARAMETER CHANGE immediately the data is received.

STATUS

ID No.

SUB STATUS

GROUP ID

MODEL ID

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

0001nnnn 3n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

DATA Category 0ccccccc cc

DATA 0eeeeeee eh

Element no High.

0eeeeeee el

Element no Low.

0iiiiiii ih

Index no High.

EOX

0iiiiiii il

Index no Low.

0ccccccc ch

Channel no High.

0ccccccc cl

Channel no Low.

11110111 F7

End of exclusive

4.1.3

Data category

DATA CATEGORY

0x01 00000001

NAME

Current Scene/Setup/Backup/

User Setup Data

4.2 FUNCTION CALL – LIBRARY STORE, RECALL –

4.2.1 Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding parameter will be changed immediately the data is received.

Transmission

Data will be transmitted with the [Device Number] (MIDI CH) in [Tx CH] when [PARAMETER CHANGE Tx] is on.

STATUS

ID No.

SUB STATUS

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

00111110 3E

Digital mixer

GROUP ID

MODEL ID 00010010 12

LS9

DATA CATEGORY 00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION NAME 01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

MODULE NAME

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0nnnnnnn nh

Number High

0nnnnnnn nl

Number Low

0ccccccc ch

Channel High

0ccccccc cl

Channel Low

11110111 F7

End of exclusive

4.2.2

Function Name

FUNCTION NAME

Store

Recall

Unknown Factor Store

Unknown Factor Recall

Store Undo (only Scene)

Recall Undo (only Scene)

“LibStr__”

“LibRcl__”

“LibUnStr”

“LibUnRcl”

“LibStrUd”

“LibRclUd”

4.2.3

Module Name

Scene

Input EQ

MODULE NAME

Output EQ

Dynamics

GEQ

Effect

“SCENE___”

“INEQ____”

“OUTEQ___”

“DYNA____”

“GEQ_____”

“EFFECT__”

Function

“LibStr__“ SCENE

INPUT EQ LIB

Number

1- 300

41- 199

OUTPUT EQ LIB 4- 199

Dynamics LIB

GEQ LIB

42- 199

1- 199

EFFECT LIB

“LibUnStr“ SCENE

58- 199

1- 300

INPUT EQ LIB 41- 199

OUTPUT EQ LIB 4- 199

“LibRcl__“

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

SCENE

42- 199

1- 199

58- 199

0- 300

INPUT EQ LIB 1- 199

OUTPUT EQ LIB 1- 199

Dynamics LIB

GEQ LIB

1- 199

0- 199

EFFECT LIB

“LibUnRcl“ SCENE

INPUT EQ LIB 0

OUTPUT EQ LIB 0

1- 199

0

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

“LibStrUd“ SCENE

“LibRclUd“ SCENE

0

0

0

0

0

0

0

*6)

*7)

channel*1)

*5)

*1)

*2) *3) *4)

*1) *2) *3) *4) *8)

0

0

0

0

*5)

*1)

*2) *3) *4)

*1) *2) *3) *4) *8)

0

0

*6)

*7)

*5)

*1)

*2) *3) *4)

*1) *2) *3) *4) *8)

*6)

*7)

*1) 0:CH1–63:CH64

64:ST IN 1L–71:ST IN 4R

*2) 256:MIX1–271:MIX16

*3) 512:MATRIX1–519:MATRIX8

*4) 1024:STEREO L–1026:MONO(C)

*5) 512:will be used if the recalling or storing data is only one.

*6) 0:RACK1–7:RACK8 If a GEQ is mounted in RACK 1–8.

*7) 0:RACK5–3:RACK8 If an effect is mounted in RACK 5–8.

*8) 1280:CH 1–1343:CH 64

1344:STIN 1L–1351:STIN 4R

(Dynamics2) tx tx tx tx tx tx/rx tx/rx tx/rx

tx/rx

tx/rx tx/rx tx/rx tx/rx tx/rx tx/rx tx tx tx tx tx tx tx/rx tx/rx tx/rx tx

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

263

Formato dati MIDI

4.3 FUNCTION CALL – LIBRARY EDIT –

4.3.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding memory/library will be changed immediately the data is received.

Transmission

PARAMETER CHANGE will be sent in reply to Request. If [PARAMETER

CHANGE ECHO] is on, the message will be sent as it is.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

0fffffff ff

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0sssssss sh number -source start High

0sssssss sl number -source start Low

0eeeeeee eh number -source end High

0eeeeeee el number -source end Low

0ddddddd dh number -destination start High

0ddddddd dl number -destination to start Low

11110111 F7

End of exclusive

4.3.2

Function Name

FUNCTION NAME

Copy

Paste

Clear

Cut

Insert

Edit Undo

”LibCpy__”

”LibPst__”

”LibClr__”

”LibCut__”

”LibIns__”

”LibEdtUd”

Source start

Valid

Valid

Valid

Source end

Destination start

Valid

Valid

4.3.3

Module Name

MODULE NAME

SCENE LIB “SCENE___“

INPUT EQ LIB

OUTPUT EQ LIB

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

“INEQ____“

“OUTEQ___“

“DYNA____“

“GEQ_____“

“EFFECT__“

function

Copy, Paste, Clear, Cut, Insert,

EditUndo

Only Copy

Only Copy

Only Copy

Only Copy

Only Copy

4.4 FUNCTION CALL – LIBRARY ATTRIBUTE –

4.4.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding memory/library title will be changed immediately the data is received.

Transmission

PARAMETER CHANGE will be sent in reply to Request. If [PARAMETER

CHANGE ECHO] is on, the message will be sent as it is.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01000001 "A"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

01110010 "r"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0nnnnnnn nh

Scene/Library number High

0nnnnnnn nl

Scene/Library number Low

0eeeeeee eh

Element High

0eeeeeee el

Element Low

0iiiiiii ih

Index High

0iiiiiii il

Index Low

0ccccccc ch

Channel High

0ccccccc cl

Channel Low

0000dddd dd

Data28–31bit

0ddddddd dd

Data21–27bit

0ddddddd dd

Data14–20bit

0ddddddd dd

Data7–13bit

0ddddddd dd

Data0–6bit

11110111 F7

End of exclusive

264

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

Formato dati MIDI

4.4.2

Format (PARAMETER REQUEST)

Receive

The PARAMETER CHANGE will be sent with Device number [Rx CH] immediately the data is received.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0011nnnn 3n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01000001 "A"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

01110010 "r"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0nnnnnnn nh

Scene/Library number High

0nnnnnnn nl

Scene/Library number Low

0eeeeeee eh

Element High

0eeeeeee el

Element Low

0iiiiiii ih

Index High

0iiiiiii il

Index Low

0ccccccc ch

Channel High

0ccccccc cl

Channel Low

11110111 F7

End of exclusive

4.4.3

Module Name

MODULE NAME

SCENE LIB

INPUT EQ LIB

OUTPUT EQ LIB

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

“SCENE___”

“INEQ____”

“OUTEQ___”

“DYNA____”

“GEQ_____”

“EFFECT__”

number

0-300 (0:response only)

1-199 (1-40:response only)

1-199 (1-3:response only)

1-199 (1-41:response only)

0-199 (0:response only)

1-199 (1–57:response only)

16

16

16

16

size

16

16

4.5 EXIST LIBRARY RANGE

4.5.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Transmission

When LS9 receives Library Exist request command from outside, the answer will be sent back with the following Parameter change.

This packet shows smallest library number range that exists and not read only.

Top number is requested number or more.

-Example-

SCENE is stored 5,6,7,10,100 and 101

Request Number:0

Data : Valid, Top Number : 5, End Number 7

Request Number: 8

Data : Valid, Top Number : 10, End Number 10

Request Number: 11

Data : Valid, Top Number : 100, End Number 101

Request Number: 102

Data : Invalid, Top Number : 0, End Number 0

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01000101 "E"

(ASCII CODE)

01111000 "x"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01110011 "s"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0sssssss nn

Data Status (0:Invalid data,1:Valid Data)

0nnnnnnn nh

Request Number High

0nnnnnnn nl

Request Number Low

0ttttttt nh

Top Number High

0ttttttt nl

Top Number Low

0eeeeeee nh

End Number High

0eeeeeee nl

End Number Low

11110111 F7

End of exclusive

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

265

Formato dati MIDI

4.5.2

Format (PARAMETER REQUEST)

Receive

The PARAMETER CHANGE will be sent with Device number [Rx CH] immediately the data is received.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0011nnnn 3n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "L"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01100010 "b"

(ASCII CODE)

01000101 "E"

(ASCII CODE)

01111000 "x"

(ASCII CODE)

01101001 "i"

(ASCII CODE)

01110011 "s"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0nnnnnnn nh

Request Number High

0nnnnnnn nl

Request Number Low

11110111 F7

End of exclusive

4.5.3

Module Name

MODULE NAME

SCENE LIB

INPUT EQ LIB

OUTPUT EQ LIB

Dynamics LIB

GEQ LIB

EFFECT LIB

“SCENE___“

“INEQ____“

“OUTEQ___“

“DYNA____“

“GEQ_____“

“EFFECT__“

1-300

41-199

4-199

42-199

1-199

58-199

number

4.6 FUNCTION CALL – COLLECTION STORE –

4.6.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Transmission

Data will be transmitted with the [Device Number] in [Tx CH] when

[PARAMETER CHANGE Tx] is on.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001100 "C"

(ASCII CODE)

01101001 "o"

(ASCII CODE)

01100010 "l"

(ASCII CODE)

01010101 "U"

(ASCII CODE)

01101110 "n"

(ASCII CODE)

01010011 "S"

(ASCII CODE)

01110100 "t"

(ASCII CODE)

01110010 "r"

(ASCII CODE)

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

266

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

DATA

EOX

0nnnnnnn nh

Number High

0nnnnnnn nl

Number Low

0ccccccc ch

Channel High

0ccccccc cl

Channel Low

11110111 F7

End of exclusive

4.6.2

Function Name

Function

“ColUnStr“ Setup

User Defined Key

Program Change

Control Change

4.6.3

Module Name

Module Name

Mixer Setting

Outport Setting

Monitor Setting

MIDI Setting

Lib Number

Program Change Table

Control Change Table

Preference(Current)

Preference(Admin)

Preference(Guest)

User Defined Keys(Current)

User Defined Keys(Admin)

User Defined Keys(Guest)

Custom Fader Layer(Current)

Custom Fader Layer(Admin)

Custom Fader Layer(Guest)

User Level(Current)

User Level(Guest)

0

0

0

0

Number

“MIXERSET”

“OUT_PORT”

“MONITOR_”

“MIDI_SET”

“LIB_NUM_”

“PRGMCHG_”

“CTRLCHG_”

“PREF_CUR”

“PREF_ADM”

“PREF_GST”

“UDEF_CUR”

“UDEF_ADM”

“UDEF_GST”

“CFAD_CUR”

“CFAD_ADM”

“CFAD_GST”

“UKEY_CUR”

“UKEY_GST”

tx/rx

tx tx tx tx

4.7 FUNCTION CALL – MODULE –

4.7.1

Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. The corresponding effect will function immediately the data is received (depending on the effect type).

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID 00111110 3E

Digital mixer

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01001101 "M"

01101111 "o"

01100100 "d"

01000110 "F"

01111000 "x"

01010100 "T"

01110010 "r"

01100111 "g"

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0eeeeeee ee

Effect number (0:RACK5–3:RACK8)

0ppppppp pp

Release:0, Press:1

11110111 F7

End of exclusive

4.7.2

Module Name

MODULE NAME

Freeze Play button ”FRZPLAY_”

Freeze Record button ”FRZREC__”

channel

0:RACK5, 2:RACK7

0:RACK5, 2:RACK7

This will not work when the Effect Type is different.

Formato dati MIDI

4.8 FUNCTION CALL – CHANNEL –

4.8.1

Pair ON/OFF Trigger Format (PARAMETER CHANGE)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00000000 00

OTHER DATA

FUNCTION

NAME

01000011 "C"

01101000 "h"

01101100 "l"

01010000 "P"

01101001 "i"

01110010 "r"

01000011 "C"

01110000 "p"

MODULE NAME 0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

(ASCII CODE)

0sssssss sh

Source Channel Number H *1)

0sssssss sl

Source Channel Number L *1)

0ddddddd dh

Destination Channel Number H *1)

0ddddddd dl

Destination Channel Number L *1)

11110111 F7

End of exclusive

4.8.2

Module Name

MODULE NAME

Pair On (with Copy)

Pair On (with Reset Both)

Pair Off

”PAIRONCP”

”PAIRONRS”

”PAIROFF_”

*1) 0:CH1–63:CH64

256:MIX 1– 271:MIX 16

512:MATRIX 1–519:MATRIX 8

4.9 LEVEL METER DATA

4.9.1

Format (PARAMETER CHANGE)

When transmission is enabled by receiving Request for Level Meter, the corresponding metering data will be sent in every 50 millisecond for 10 seconds.

If metering information is expected to be continuously sent, Request is needed to be sent in at least every 10 seconds.

Receive

The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is ON.

Transmission

When transmission is enabled by receiving Request, the corresponding metering data will be sent in constant interval for a given period of time (The interval and time will vary depending on devices). When rebooted or port setting is changed, the transmission will be disabled.

When [PARAMETER CHANGE ECHO] is on, the message will be sent as it is.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0001nnnn 1n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00100001 21

REMOTE LEVEL METER

DATA 0mmmmmmm mm

ADDRESS UL

0mmmmmmm mm

ADDRESS LU

0mmmmmmm mm

ADDRESS LL

0ddddddd dd

Data1

EOX

: :

11110111 F7

End of exclusive

4.9.2

Format (PARAMETER REQUEST)

Receive

Data will be received when [PARAMETER CHANGE Rx] is on and the Device number of both [Rx CH] and SUB STATUS are matched. The data will be echoed when [PARAMETER CHANGE ECHO] is on. the corresponding metering data will be sent via [Rx CH] in constant interval for a given period of time (The interval and time will vary depending on devices).

When Address UL = 0x7F is received, all metering data transmission will be immediately stopped [disabled].

Transmission

When [PARAMETER CHANGE ECHO] is on, the message will be sent as it is.

STATUS

ID No.

11110000 F0

System exclusive message

01000011 43

Manufacture’s ID number (YAMAHA)

SUB STATUS 0011nnnn 3n n=0-15 (Device number=MIDI Channel)

GROUP ID

MODEL ID

DATA

CATEGORY

00111110 3E

Digital mixer

00010010 12

LS9

00100001 21

REMOTE LEVEL METER

DATA

EOX

0mmmmmmm mm

ADDRESS UL

0mmmmmmm mm

ADDRESS LU

0mmmmmmm mm

ADDRESS LL

0ccccccc ch

Count H

0ccccccc cl

Count L

11110111 F7

End of exclusive

LS9-16/32 Manuale di istruzioni

267

Messaggi di avviso o di errore

Messaggi di avviso o di errore

Messaggio Significato xxx Parameters Copied. (xxx parametri copiati)

Il parametro xxx è stato copiato nel buffer di copia.

xxx Parameters Initialized.

(xxx parametri inizializzati)

Il parametro xxx è stato inizializzato

xxx Parameters Pasted. (xxx parametri incollati)

Il parametro xxx è stato incollato dal buffer di copia.

xxx Parameters Swapped with Copy Buffer.

(Parametri xxx scambiati con il buffer di copia)

Assignment is Restricted to Max. 8 Sources!

(Assegnazione limitata a max 8 sorgenti)

Cannot Bookmark This Popup. (Impossibile creare segnalibro per finestra a comparsa)

Il parametro xxx è stato scambiato con il contenuto del buffer di copia.

La funzione Monitor Define (Definizione monitoraggio) consente la selezione di un massimo di otto sorgenti, ma si

è tentato di assegnarne un numero superiore.

Impossibile creare un segnalibro per la finestra a comparsa corrente.

Cannot Recall to Different Parameter Type!

(Impossibile richiamare un tipo di parametro diverso)

Cannot Recall (Impossibile richiamare)

Cannot Select This Channel. (Impossibile selezionare questo canale)

Si è tentato di richiamare una libreria di tipo diverso.

Impossibile richiamare una memoria scene o una libreria.

Si è tentato di selezionare un canale che non è possibile utilizzare a causa del livello utente o di altri motivi.

Cannot Store! (Impossibile memorizzare)

Cannot Undo! (Impossibile annullare)

Couldn’t Access File. (Impossibile accedere al file)

Couldn’t Write File. (Impossibile scrivere il file)

Current User Changed. [xxx] (Utente corrente modificato)

Impossibile memorizzare una memoria scene o una libreria.

Si è premuto il pulsante [UNDO] quando la funzione Undo non era disponibile.

Impossibile accedere al file nella memoria USB.

Impossibile salvare il file nella memoria USB.

L'utente corrente è stato modificato in [xxx].

Directory Not Empty! (Directory non vuota)

Si è tentato di eliminare una directory, ma il tentativo non è riuscito perché nella directory erano ancora presenti dei file.

EFFECT CUE: Turned Off. (SEGNALE DI

ATTIVAZIONE EFFETTO: disattivato)

External HA Connection Conflict! (Conflitto di collegamento dell'Head Amplifier esterno)

File Access is Busy! (Accesso al file occupato)

File Already Exists! (File già esistente)

Il segnale di attivazione è stato ignorato perch&eacu