GVX2000

GVX2000

I N V E RT E R

GVX2000

LA TRADIZIONE

CHE SI RINNOVA

E

R

E

TION

GVX2000

0.55-500kW

GVX1000

0.2-7.5kW

LMS

0.4-4kW

GSX600

0.4-2.2kW

SOLUZIONI INTEGRATE

E INTELLIGENTI

PER OGNI PROBLEMA APPLICATIVO

DELLE TRASMISSIONI DI POTENZA

2

Controllo vettoriale dinamico di ultima generazione

Il nuovo sistema di controllo vettoriale dinamico elabora rapidamente lo stato del motore per massimizzare la coppia erogata in ogni condizione di carico.

Le prestazioni ottenibili dall’inverter GVX2000 per applicazioni ad alte prestazioni sono:

250% di coppia motore sul breve periodo.

200 % a 0.5 Hz (180% per i modelli oltre 30 kW).

Con il controllo realizzato da un microprocessore di ultima generazione, le fasi di accelerazione e decelerazione del carico, anche ad elevata dinamica, sono realizzabili in modo automatico senza errori o malfunzionamenti. E’ ora possibile realizzare, con l’utilizzo di una scheda opzionale, un sistema di controllo vettoriale ad anello chiuso che consente il miglioramento delle prestazioni dinamiche, della coppia di spunto e aumenta la precisione nel controllo di velocità (0,02%).

Controllo vettoriale retroazionato (opzione PG)

Risposta al gradino di carico (esempio: 5.5 kW)

100

0

100

200

300

Caratteristiche di coppia con controllo vettoriale di coppia dinamico

(esempio: 5.5 kW)

300

200

1000 2000

Velocità motore

[r/min.]

100

Coppia attuale [%]

0

100

Riferimento di coppia [%]

0

500

Velocità motore [r/min.]

400

Corrente motore [A]

10

0

Tempo

320ms

Oscillazioni albero motore ridotte

Oscillazioni motore a basse velocità (1 Hz) ridotte di oltre la metà rispetto agli inverter tradizionali, grazie al sistema di controllo vettoriale di coppia e all’esclusivo AVR digitale.

Oscillazioni motore (esempio: 5.5 kW)

Serie di inverter precedenti

Nuovo sistema di tuning in linea

Tuning in linea per il controllo continuo delle variazioni delle caratteristiche del motore, utile per una maggior precisione nel controllo di velocità.

La funzione di tuning in linea è inoltre disponibile per un eventuale secondo motore, il che consente un’estrema precisione nelle operazioni di controllo anche impiegando due motori separatamente.

0

0

GVX-2000

14 r/min

5 r/min

Variazioni di temperatura motore in funzione della variazioni di velocità (esempio: 5.5 kW)

70

°

C

5,5 kW

30

°

C

Tempo

500ms

Con tuning in linea

Senza tuning in linea

0 Tempo [min] 8 0

IGBT a tecnologia soft-switching

La serie di inverter GVX2000 impiega dispositivi di potenza (IGBT) di terza generazione con circuiti di controllo del gate di commutazione di tipo soft-switching.

Con questa tecnica di commutazione, è possibile il raddoppio del tempo di commutazione che riduce drasticamente i picchi di tensione creati per riflessione ai morsetti del motore, prolungando la vita dell’isolamento anche senza l’uso di filtri o induttanze in uscita.

Riduzione del picco di tensione ai morsetti del motore in rapporto alla lunghezza cavo motore

Confronto picchi di tensione ai morsetti del motore: tecnologia soft-switching GVX2000 e inverter tradizionale

Funzioni avanzate di grande utilità

16 livelli di velocità, 7 cicli di velocità controllati con timer e controllo della ripresa motore a seguito di interruzione di rete.

Funzione energy-saving automatica, controllo PID, controllo di accensione/spegnimento della ventola di raffreddamento, commutazione dell’alimentazione linea/inverter per ventole e pompe.

Controllo dell’avviamento del motore in folle a seguito di interruzione di rete: determinazione della velocità del motore dopo un’interruzione momentanea dell’alimentazione. In questo modo è possibile il riavviamento del motore evitando shock meccanici.

Funzionamento automatico a basso consumo: riduce al minimo le perdite di inverter e motore con carichi leggeri.

Ripresa al volo del motore in rotazione con interruzione dell’alimentazione (esempio: 5,5kW)

Alimentazione

Velocità motore

(r/min.)

Corrente di uscita

[A]

Durata

100

Effetto della funzione risparmio energetico

Controllo standard

Controllo

V / f inverter

Risparmio di energia

Controllo automatico di risparmio energia

0

Portata [%] 100

Bassa rumorosità

• Sistema di alimentazione con controllo del rumore emesso che riduce al minimo le interferenze su dispositivi periferici come i sensori.

• Dotato di terminali per la connessione della induttanza

CC per la soppressione delle armoniche sulla linea di alimentazione.

• Conforme alle direttive europee sulla compatibilità ettromagnetica EMC (emissione e immunità) se connesso al filtro opzionale antidisturbo.

GVX2000

3

2

Controllo vettoriale dinamico di ultima generazione

Il nuovo sistema di controllo vettoriale dinamico elabora rapidamente lo stato del motore per massimizzare la coppia erogata in ogni condizione di carico.

Le prestazioni ottenibili dall’inverter GVX2000 per applicazioni ad alte prestazioni sono:

250% di coppia motore sul breve periodo.

200 % a 0.5 Hz (180% per i modelli oltre 30 kW).

Con il controllo realizzato da un microprocessore di ultima generazione, le fasi di accelerazione e decelerazione del carico, anche ad elevata dinamica, sono realizzabili in modo automatico senza errori o malfunzionamenti. E’ ora possibile realizzare, con l’utilizzo di una scheda opzionale, un sistema di controllo vettoriale ad anello chiuso che consente il miglioramento delle prestazioni dinamiche, della coppia di spunto e aumenta la precisione nel controllo di velocità (0,02%).

Controllo vettoriale retroazionato (opzione PG)

Risposta al gradino di carico (esempio: 5.5 kW)

100

0

100

200

300

Caratteristiche di coppia con controllo vettoriale di coppia dinamico

(esempio: 5.5 kW)

300

200

1000 2000

Velocità motore

[r/min.]

100

Coppia attuale [%]

0

100

Riferimento di coppia [%]

0

500

Velocità motore [r/min.]

400

Corrente motore [A]

10

0

Tempo

320ms

Oscillazioni albero motore ridotte

Oscillazioni motore a basse velocità (1 Hz) ridotte di oltre la metà rispetto agli inverter tradizionali, grazie al sistema di controllo vettoriale di coppia e all’esclusivo AVR digitale.

Oscillazioni motore (esempio: 5.5 kW)

Serie di inverter precedenti

Nuovo sistema di tuning in linea

Tuning in linea per il controllo continuo delle variazioni delle caratteristiche del motore, utile per una maggior precisione nel controllo di velocità.

La funzione di tuning in linea è inoltre disponibile per un eventuale secondo motore, il che consente un’estrema precisione nelle operazioni di controllo anche impiegando due motori separatamente.

0

0

GVX-2000

14 r/min

5 r/min

Variazioni di temperatura motore in funzione della variazioni di velocità (esempio: 5.5 kW)

70

°

C

5,5 kW

30

°

C

Tempo

500ms

Con tuning in linea

Senza tuning in linea

0 Tempo [min] 8 0

IGBT a tecnologia soft-switching

La serie di inverter GVX2000 impiega dispositivi di potenza (IGBT) di terza generazione con circuiti di controllo del gate di commutazione di tipo soft-switching.

Con questa tecnica di commutazione, è possibile il raddoppio del tempo di commutazione che riduce drasticamente i picchi di tensione creati per riflessione ai morsetti del motore, prolungando la vita dell’isolamento anche senza l’uso di filtri o induttanze in uscita.

Riduzione del picco di tensione ai morsetti del motore in rapporto alla lunghezza cavo motore

Confronto picchi di tensione ai morsetti del motore: tecnologia soft-switching GVX2000 e inverter tradizionale

Funzioni avanzate di grande utilità

16 livelli di velocità, 7 cicli di velocità controllati con timer e controllo della ripresa motore a seguito di interruzione di rete.

Funzione energy-saving automatica, controllo PID, controllo di accensione/spegnimento della ventola di raffreddamento, commutazione dell’alimentazione linea/inverter per ventole e pompe.

Controllo dell’avviamento del motore in folle a seguito di interruzione di rete: determinazione della velocità del motore dopo un’interruzione momentanea dell’alimentazione. In questo modo è possibile il riavviamento del motore evitando shock meccanici.

Funzionamento automatico a basso consumo: riduce al minimo le perdite di inverter e motore con carichi leggeri.

Ripresa al volo del motore in rotazione con interruzione dell’alimentazione (esempio: 5,5kW)

Alimentazione

Velocità motore

(r/min.)

Corrente di uscita

[A]

Durata

100

Effetto della funzione risparmio energetico

Controllo standard

Controllo

V / f inverter

Risparmio di energia

Controllo automatico di risparmio energia

0

Portata [%] 100

Bassa rumorosità

• Sistema di alimentazione con controllo del rumore emesso che riduce al minimo le interferenze su dispositivi periferici come i sensori.

• Dotato di terminali per la connessione della induttanza

CC per la soppressione delle armoniche sulla linea di alimentazione.

• Conforme alle direttive europee sulla compatibilità ettromagnetica EMC (emissione e immunità) se connesso al filtro opzionale antidisturbo.

GVX2000

3

Comunicazioni

• Interfaccia per il controllo via seriale (standard RS485)

• Connessione a bus di campo: Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus e altri, con l’opzione ANY-BUS

• Con l’Ingresso/uscita digitale universale, é possibile il monitoraggio dello stato dei segnali di ingresso/uscita per la trasmissione ad un controllore esterno, semplificando le procedure negli impianti di automazione.

Pannello di comando intelligente

• Funzioni di copiatura: consente di copiare con facilità dati e codici funzione su altri inverter GVX 2000

• Disponibile in sei lingue standard: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese

• Permette il funzionamento a impulsi (JOG) da pannello di comando o da comando esterno

• Pannello di comando remotabile mediante il cavo di prolunga opzionale

GVX2000

WARNING

RISK OF INJURY OR ELECTRIC SHOCK

Rolor yhe user’s manual bolone instruction and operation.

RISK OF ELECTRIC SHOK

Do not remove the cover whte oppyng power and at cast 5 min. doconneng power

RISK OF ELECTRIC SHOCK

Scourety ground the equimpent

CAUTION

Dangnous voltage unil change light bolt

4

Funzioni di protezione e manutenzione

Protezione motore

E’ possibile utilizzare due motori con diverse caratteristiche attraverso l’impostazione di una costante di tempo e di un livello di corrente per il relé di sovraccarico termico elettronico per ciascun motore.

La funzione protezione contro la mancanza di fase in ingresso, protegge l’inverter dai danni causati da eventuali interruzioni dell’alimentazione.

Protezione termica del motore mediante ingresso per termistore PTC. Morsetti di ingresso per alimentazione ausiliaria dei circuiti di controllo (su modelli da 2,2kW e oltre).

Facilità di manutenzione

Direttamente con il pannello di comando é possibile il monitoraggio delle grandezze qui di seguito elencate.

In tal modo, analizzare le cause di eventuali anomalie per prendere le opportune contromisure, è ancora più semplice.

Controllo stato morsetti di ingresso/uscita

Durata dei condensatori del circuito di potenza.

Fattore di carico inverter.

Tempo di funzionamento totale.

Condizioni di funzionamento dell’inverter (corrente di uscita, temperatura del dissipatore, potenza in ingresso, etc.).

Dati dettagliati sulle cause del disinserimento per allarme.

Altre caratteristiche

Conforme ai principali standard di sicurezza mondiali: CE,

UL, cUL, TÜV, C Tick.

Il montaggio affiancato (fino a 25kW) consente un pieno sfruttamento dello spazio disponibile nell’installazione in quadro.

L’altezza uniforme (260mm) di tutti i prodotti (fino a 11kW) semplifica il disegno dei quadri elettrici.

Morsetti di controllo definibili dall’utente: ingressi digitali (9 morsetti), uscite a transistor (4 morsetti) e 1 contatto di uscita a relé.

Funzione drive attivo: prolunga automaticamente la fase di accelerazione e decelerazione riducendo la coppia e monitorando lo stato del carico per evitare allarmi indesiderati.

Caratteristiche di coppia con controllo vettoriale dinamico

Il 100% della coppia di uscita si riferisce alla coppia nominale del motore

ottenuta a 50Hz.

200

Coppia in regime stazionario

Coppia in regime transitorio

100

90

Da 0,55 a

2,2kW da 3,0 a

25kW

50

1 6 15 20 50

Frequenza di uscita [Hz]

100

Una linea di prodotti completa

Per ciascuna potenza è disponibile il modello di inverter per applicazioni ad alte prestazioni (es. sollevamenti, assi, applicazioni ad alta dinamica), e per applicazioni standard (es. nastri trasportatori, azionamenti multi motore e a coppia quadratica).

Involucro protetto (IP 40), standard per i modelli fino a 25kW.

Grado di protezione IP20 opzionale per modelli da 30kW e oltre.

Potenza motore

Applicazioni standard

0,55

1,1

2,2

3,0

5,5

7,5

11

15

18,5

22

25

30

37

45

Applicazioni ad alte prestazioni

0,4

0,75

1,5

2,2

4,0

5,5

7,5

11

15

18,5

22

-

30

37

Tipo inverter

GVX2000-0,55-T

GVX2000-1,1-T

GVX2000-2,2-T

GVX2000-3,0-T

GVX2000-5,5-T

GVX2000-7,5-T

GVX2000-11-T

GVX2000-15-T

GVX2000-18,5-T

GVX2000-22-T

GVX2000-25-T

GVX2000-30-T

GVX2000-37-T

GVX2000-45-T

Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

- carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

- applicazioni multimotore

Potenza motore

Applicazioni standard

55

75

90

110

132

160

200

220

280

315

400

450

500

Applicazioni ad alte prestazioni

110

132

160

200

220

45

55

75

90

280

315

355

400

Tipo inverter

GVX2000-55-T

GVX2000-75-T

GVX2000-90-T

GVX2000-110-T

GVX2000-132-T

GVX2000-160-T

GVX2000-200-T

GVX2000-220-T

GVX2000-280-T

GVX2000-315-T

GVX2000-400-T

GVX2000-450-T

GVX2000-500-T

Applicazioni ad alte prestazioni

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, mandrini, assi etc.

Identificazione di ciascun modello

GVX2000-4.0-T

Nome serie

Codice produzione

Nome prodotto

Alimentazione ingresso

T = Trifase 400V

Potenza nominale

0,55 kW

0,75 kW

1,5 kW a

500 kW

GVX2000

5

Comunicazioni

• Interfaccia per il controllo via seriale (standard RS485)

• Connessione a bus di campo: Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus e altri, con l’opzione ANY-BUS

• Con l’Ingresso/uscita digitale universale, é possibile il monitoraggio dello stato dei segnali di ingresso/uscita per la trasmissione ad un controllore esterno, semplificando le procedure negli impianti di automazione.

Pannello di comando intelligente

• Funzioni di copiatura: consente di copiare con facilità dati e codici funzione su altri inverter GVX 2000

• Disponibile in sei lingue standard: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese

• Permette il funzionamento a impulsi (JOG) da pannello di comando o da comando esterno

• Pannello di comando remotabile mediante il cavo di prolunga opzionale

GVX2000

WARNING

RISK OF INJURY OR ELECTRIC SHOCK

Rolor yhe user’s manual bolone instruction and operation.

RISK OF ELECTRIC SHOK

Do not remove the cover whte oppyng power and at cast 5 min. doconneng power

RISK OF ELECTRIC SHOCK

Scourety ground the equimpent

CAUTION

Dangnous voltage unil change light bolt

4

Funzioni di protezione e manutenzione

Protezione motore

E’ possibile utilizzare due motori con diverse caratteristiche attraverso l’impostazione di una costante di tempo e di un livello di corrente per il relé di sovraccarico termico elettronico per ciascun motore.

La funzione protezione contro la mancanza di fase in ingresso, protegge l’inverter dai danni causati da eventuali interruzioni dell’alimentazione.

Protezione termica del motore mediante ingresso per termistore PTC. Morsetti di ingresso per alimentazione ausiliaria dei circuiti di controllo (su modelli da 2,2kW e oltre).

Facilità di manutenzione

Direttamente con il pannello di comando é possibile il monitoraggio delle grandezze qui di seguito elencate.

In tal modo, analizzare le cause di eventuali anomalie per prendere le opportune contromisure, è ancora più semplice.

Controllo stato morsetti di ingresso/uscita

Durata dei condensatori del circuito di potenza.

Fattore di carico inverter.

Tempo di funzionamento totale.

Condizioni di funzionamento dell’inverter (corrente di uscita, temperatura del dissipatore, potenza in ingresso, etc.).

Dati dettagliati sulle cause del disinserimento per allarme.

Altre caratteristiche

Conforme ai principali standard di sicurezza mondiali: CE,

UL, cUL, TÜV, C Tick.

Il montaggio affiancato (fino a 25kW) consente un pieno sfruttamento dello spazio disponibile nell’installazione in quadro.

L’altezza uniforme (260mm) di tutti i prodotti (fino a 11kW) semplifica il disegno dei quadri elettrici.

Morsetti di controllo definibili dall’utente: ingressi digitali (9 morsetti), uscite a transistor (4 morsetti) e 1 contatto di uscita a relé.

Funzione drive attivo: prolunga automaticamente la fase di accelerazione e decelerazione riducendo la coppia e monitorando lo stato del carico per evitare allarmi indesiderati.

Caratteristiche di coppia con controllo vettoriale dinamico

Il 100% della coppia di uscita si riferisce alla coppia nominale del motore

ottenuta a 50Hz.

200

Coppia in regime stazionario

Coppia in regime transitorio

100

90

Da 0,55 a

2,2kW da 3,0 a

25kW

50

1 6 15 20 50

Frequenza di uscita [Hz]

100

Una linea di prodotti completa

Per ciascuna potenza è disponibile il modello di inverter per applicazioni ad alte prestazioni (es. sollevamenti, assi, applicazioni ad alta dinamica), e per applicazioni standard (es. nastri trasportatori, azionamenti multi motore e a coppia quadratica).

Involucro protetto (IP 40), standard per i modelli fino a 25kW.

Grado di protezione IP20 opzionale per modelli da 30kW e oltre.

Potenza motore

Applicazioni standard

0,55

1,1

2,2

3,0

5,5

7,5

11

15

18,5

22

25

30

37

45

Applicazioni ad alte prestazioni

0,4

0,75

1,5

2,2

4,0

5,5

7,5

11

15

18,5

22

-

30

37

Tipo inverter

GVX2000-0,55-T

GVX2000-1,1-T

GVX2000-2,2-T

GVX2000-3,0-T

GVX2000-5,5-T

GVX2000-7,5-T

GVX2000-11-T

GVX2000-15-T

GVX2000-18,5-T

GVX2000-22-T

GVX2000-25-T

GVX2000-30-T

GVX2000-37-T

GVX2000-45-T

Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

- carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

- applicazioni multimotore

Potenza motore

Applicazioni standard

55

75

90

110

132

160

200

220

280

315

400

450

500

Applicazioni ad alte prestazioni

110

132

160

200

220

45

55

75

90

280

315

355

400

Tipo inverter

GVX2000-55-T

GVX2000-75-T

GVX2000-90-T

GVX2000-110-T

GVX2000-132-T

GVX2000-160-T

GVX2000-200-T

GVX2000-220-T

GVX2000-280-T

GVX2000-315-T

GVX2000-400-T

GVX2000-450-T

GVX2000-500-T

Applicazioni ad alte prestazioni

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, mandrini, assi etc.

Identificazione di ciascun modello

GVX2000-4.0-T

Nome serie

Codice produzione

Nome prodotto

Alimentazione ingresso

T = Trifase 400V

Potenza nominale

0,55 kW

0,75 kW

1,5 kW a

500 kW

GVX2000

5

DATI TECNICI GENERALI

(

0.55 - 25 W

)

6

Tipo GVX2000-T 0.55

1.1

2.2

3.0

5.5

7.5

11 15 18.5

22 25

Applicazioni standard 1)

Applicazioni ad alte prestazioni

1)

Potenza nominale 2)

[kW]

[kW]

0.55

0.4

1.1

0.75

2.2

1.5

3.0

2.2

5.5

4.0

7.5

5.5

11

7.5

15

11

18.5

15

22

18.5

25

22

[kVA] 1.0

1.7

2.6

3.9

6.4

9.3

12 17 21 28

Trifase da 320 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella di ingresso)

32

Tensione nominale 3) [V]

Corrente nominale 4) 5) [A]

Applicazioni standard

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia massima

Applicazioni standard

Applicazioni ad alte prestazioni

Frequenza nominale [Hz]

1.8

1.5

2.9

2.5

5.2

3.7

6.9

5.5

1.2

9

16.5

13

23

18

30

24

150% di coppia nominale per 1 min. 9)

200% di coppia nominale sul breve periodo

150% di coppia nominale per 1 min.

250% di coppia nominale sul breve periodo

50, 60Hz

37

30

44

39

49

45

Fase, tensione, frequenza

Variazione di tensione e freq.ammesse

Trifase da 380 a 480 V 50/60 Hz

Tensione: da +10 a -15% squilibrio di tensione 2% o inferiore 6) Frequenza: da +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Quando la tensione di ingresso é maggiore o uguale a 310V, l’inverter può continuare a funzionare.

Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms e possono essere selezionati vari metodi di riavvio.

0.62

1.8

1.5

3.5

2.9

6.2

4.2

9.2

7.1

14.9

10.0

21.5

13.5

27.9

19.8

39.1

26.8

50.3

33.2

59.9

39.3

69.3

Corrente nominale [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione (con DCR) [kVA]

Applicazioni standard

Coppia di avvio

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia frenante

0.6

150%

1.1

2.1

3.0

5.0

200% (con controllo vettoriale dinamico)

100%

7.0

150%

9.4

14 19 24

20% 8)

28

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

5

5

3 5 3

5

2 3 2

Senza limiti

Senza limiti

Coppia frenante (con uso opzione)

Frenatura in corrente continua

150%

Frequenza: da 0.1 a 60.0 Hz Tempo di frenatura: da 0.0 a 30.0 s

Livello di frenatura: da 0 a 100% della corrente nominale

IP40

Grado di protezione (IEC605297)

Metodo di raffreddamento

Conformità agli standard

Peso [kg]

Raffreddamento naturale

- UL/cUL - Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

Ventilazione forzata

-EN 61800-2 - EN 61800-3 - T ÜV

2.2

2.5

3.8

3.8

3.8

6.5

6.5

10 10 10.5

- C-Tick

10.5

Note:

1) Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

- carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

- applicazioni multimotore

Applicazioni ad alte prestazioni:

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, assi, etc.

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita é proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Selezionare il modello di inverter la cui corrente sia maggiore od uguale alla corrente di targa del motore. Se tale condizione non può essere verificata, utilizzare il motore secondo un fattore di carico definito come segue: fattore di carico (%) = [corrente di uscita inverter] / [corrente nominale motore] x 100

5) Potrà esservi un declassamento in corrente con carichi a bassa impedenza (motori ad alta frequenza).

6) Fare riferimento alle norme EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico).

8) Con motore nominale applicato; valore di coppia media con decelerazione da 60Hz (a seconda delle perdite motore).

9) Con frequenza di commutazione (F26) inferiore a 8 kHz e temperatura massima 40

°

C

DATI TECNICI GENERALI

(

30 - 500 W

)

Tipo

GVX2000-T

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280

315

400 450 500

FUJI FRN G11S-4EN

Applicazioni standard 1) [kW]

30 EV 30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400

450

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400 450 500

Applicazioni ad alte prestazioni

1) [kW]

25 30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 355 400

Potenza nominale 2) [kVA] 32 43 53 65 80 107 126 150 181 218 270 298 373 420 467 532

Tensione nominale

Corrente nominale

4) 5) [A]

3) [V]

Applicazioni standard

Applic. alte prestazioni

50

-

75

Trifase da 320 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella di ingresso)

91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 650 740 840

Coppia massima

Applicazioni standard

Applic. alte prestazioni

Frequenza nominale [Hz]

60 75 91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 650 740

150% di coppia nominale per 1 min. 9)

200% di coppia nominale sul breve periodo

150% di coppia nominale per 1 min.

250% di coppia nominale sul breve periodo

50, 60Hz

Fase, tensione, frequenza Trifase da 380 a 480 V 50/60 Hz

Variazione di tensione e freq. ammesse Tensione: da +10 a -15% squilibrio di tensione 2% o inferiore 6) Frequenza: da +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Quando la tensione di ingresso é maggiore o uguale a 310V, l’inverter può continuare a funzionare.

Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms. Possono essere selezionati vari metodi di riavvio.

Corrente nominale [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione (con DCR) [kVA]

Applicazioni standard

Coppia di avvio

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia frenante

54

86

38

54

86

38

67

104

47

81

124

57

100

150

70

134

-

93

160

-

111

156

-

232

-

136 161

150%

15% 8)

282 352

-

385

-

196 244

200% (con controllo vettoriale dinamico)

267

491 552

-

341 383

624

-

432

704

-

488

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

Coppia frenante (con uso opzione)

Frenatura in corrente continua

Protezione (IEC605297)

Metodo di raffreddamento

Conformità agli standard

Peso [kg]

Senza limiti

Senza limiti

100%

Frequenza: da 0.1 a 60.0 Hz Tempo di frenatura: da 0.0 a 30.0 s

Livello di frenatura: da 0 a 100% della corrente nominale

IP00 (IP20: opzionale)

Ventilazione forzata

- UL/cUL - Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

31

31 36 41 42 50 73 73

-EN 61800-2 - EN 61800-3

104 104 145 145 250

- T ÜV

250 360

- C-Tick

360

Note:

1) Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

-carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

-applicazioni multimotore

Applicazioni ad alte prestazioni:

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, assi, etc.

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita é proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Selezionare il modello di inverter la cui corrente sia maggiore od uguale alla corrente di targa del motore. Se tale condizione non può essere verificata, utilizzare il motore secondo un fattore di carico definito come segue: fattore di carico (%) = [corrente di uscita inverter] / [corrente nominale motore] x 100

5) Potrà esservi un declassamento in corrente con carichi a bassa impedenza (motori ad alta frequenza).

6) Fare riferimento alle norme EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico).

8) Con motore nominale applicato; valore di coppia media con decelerazione da 60Hz

(a seconda delle perdite motore).

9) Con frequenza di commutazione (F26) inferiore a 8 kHz e temperatura massima 40

°

C

GVX2000

7

DATI TECNICI GENERALI

(

0.55 - 25 W

)

6

Tipo GVX2000-T 0.55

1.1

2.2

3.0

5.5

7.5

11 15 18.5

22 25

Applicazioni standard 1)

Applicazioni ad alte prestazioni

1)

Potenza nominale 2)

[kW]

[kW]

0.55

0.4

1.1

0.75

2.2

1.5

3.0

2.2

5.5

4.0

7.5

5.5

11

7.5

15

11

18.5

15

22

18.5

25

22

[kVA] 1.0

1.7

2.6

3.9

6.4

9.3

12 17 21 28

Trifase da 320 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella di ingresso)

32

Tensione nominale 3) [V]

Corrente nominale 4) 5) [A]

Applicazioni standard

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia massima

Applicazioni standard

Applicazioni ad alte prestazioni

Frequenza nominale [Hz]

1.8

1.5

2.9

2.5

5.2

3.7

6.9

5.5

1.2

9

16.5

13

23

18

30

24

150% di coppia nominale per 1 min. 9)

200% di coppia nominale sul breve periodo

150% di coppia nominale per 1 min.

250% di coppia nominale sul breve periodo

50, 60Hz

37

30

44

39

49

45

Fase, tensione, frequenza

Variazione di tensione e freq.ammesse

Trifase da 380 a 480 V 50/60 Hz

Tensione: da +10 a -15% squilibrio di tensione 2% o inferiore 6) Frequenza: da +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Quando la tensione di ingresso é maggiore o uguale a 310V, l’inverter può continuare a funzionare.

Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms e possono essere selezionati vari metodi di riavvio.

0.62

1.8

1.5

3.5

2.9

6.2

4.2

9.2

7.1

14.9

10.0

21.5

13.5

27.9

19.8

39.1

26.8

50.3

33.2

59.9

39.3

69.3

Corrente nominale [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione (con DCR) [kVA]

Applicazioni standard

Coppia di avvio

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia frenante

0.6

150%

1.1

2.1

3.0

5.0

200% (con controllo vettoriale dinamico)

100%

7.0

150%

9.4

14 19 24

20% 8)

28

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

5

5

3 5 3

5

2 3 2

Senza limiti

Senza limiti

Coppia frenante (con uso opzione)

Frenatura in corrente continua

150%

Frequenza: da 0.1 a 60.0 Hz Tempo di frenatura: da 0.0 a 30.0 s

Livello di frenatura: da 0 a 100% della corrente nominale

IP40

Grado di protezione (IEC605297)

Metodo di raffreddamento

Conformità agli standard

Peso [kg]

Raffreddamento naturale

- UL/cUL - Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

Ventilazione forzata

-EN 61800-2 - EN 61800-3 - T ÜV

2.2

2.5

3.8

3.8

3.8

6.5

6.5

10 10 10.5

- C-Tick

10.5

Note:

1) Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

- carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

- applicazioni multimotore

Applicazioni ad alte prestazioni:

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, assi, etc.

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita é proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Selezionare il modello di inverter la cui corrente sia maggiore od uguale alla corrente di targa del motore. Se tale condizione non può essere verificata, utilizzare il motore secondo un fattore di carico definito come segue: fattore di carico (%) = [corrente di uscita inverter] / [corrente nominale motore] x 100

5) Potrà esservi un declassamento in corrente con carichi a bassa impedenza (motori ad alta frequenza).

6) Fare riferimento alle norme EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico).

8) Con motore nominale applicato; valore di coppia media con decelerazione da 60Hz (a seconda delle perdite motore).

9) Con frequenza di commutazione (F26) inferiore a 8 kHz e temperatura massima 40

°

C

DATI TECNICI GENERALI

(

30 - 500 W

)

Tipo

GVX2000-T

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280

315

400 450 500

FUJI FRN G11S-4EN

Applicazioni standard 1) [kW]

30 EV 30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400

450

30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 400 450 500

Applicazioni ad alte prestazioni

1) [kW]

25 30 37 45 55 75 90 110 132 160 200 220 280 315 355 400

Potenza nominale 2) [kVA] 32 43 53 65 80 107 126 150 181 218 270 298 373 420 467 532

Tensione nominale

Corrente nominale

4) 5) [A]

3) [V]

Applicazioni standard

Applic. alte prestazioni

50

-

75

Trifase da 320 a 480 V (la tensione di uscita non può superare quella di ingresso)

91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 650 740 840

Coppia massima

Applicazioni standard

Applic. alte prestazioni

Frequenza nominale [Hz]

60 75 91 112 150 176 210 253 304 377 415 520 585 650 740

150% di coppia nominale per 1 min. 9)

200% di coppia nominale sul breve periodo

150% di coppia nominale per 1 min.

250% di coppia nominale sul breve periodo

50, 60Hz

Fase, tensione, frequenza Trifase da 380 a 480 V 50/60 Hz

Variazione di tensione e freq. ammesse Tensione: da +10 a -15% squilibrio di tensione 2% o inferiore 6) Frequenza: da +5 a -5%

Continuità di funzionamento a seguito di un abbassamento di tensione di alimentazione 7)

Quando la tensione di ingresso é maggiore o uguale a 310V, l’inverter può continuare a funzionare.

Quando la tensione di ingresso scende al di sotto dei 310V di tensione nominale, l’inverter può funzionare per 15 ms. Possono essere selezionati vari metodi di riavvio.

Corrente nominale [A]

(Con DCR)

(Senza DCR)

Potenza apparente necessaria in alimentazione (con DCR) [kVA]

Applicazioni standard

Coppia di avvio

Applicazioni ad alte prestazioni

Coppia frenante

54

86

38

54

86

38

67

104

47

81

124

57

100

150

70

134

-

93

160

-

111

156

-

232

-

136 161

150%

15% 8)

282 352

-

385

-

196 244

200% (con controllo vettoriale dinamico)

267

491 552

-

341 383

624

-

432

704

-

488

Tempo [s]

Ciclo di servizio [%]

Coppia frenante (con uso opzione)

Frenatura in corrente continua

Protezione (IEC605297)

Metodo di raffreddamento

Conformità agli standard

Peso [kg]

Senza limiti

Senza limiti

100%

Frequenza: da 0.1 a 60.0 Hz Tempo di frenatura: da 0.0 a 30.0 s

Livello di frenatura: da 0 a 100% della corrente nominale

IP00 (IP20: opzionale)

Ventilazione forzata

- UL/cUL - Certificato CE (EMC, Bassa Tensione)

31

31 36 41 42 50 73 73

-EN 61800-2 - EN 61800-3

104 104 145 145 250

- T ÜV

250 360

- C-Tick

360

Note:

1) Applicazioni standard:

- carichi a coppia costante non gravosi, nastri trasportatori

-carichi a coppia quadratica (pompe, ventilatori)

-applicazioni multimotore

Applicazioni ad alte prestazioni:

- carichi a coppia costante (gravosi)

- sollevamenti, montacarichi, posizionamenti ad alte prestazioni, assi, etc.

2) Potenza apparente in uscita inverter [kVA] a 415 V.

3) La tensione di uscita é proporzionale alla tensione di alimentazione e non la può superare.

4) Selezionare il modello di inverter la cui corrente sia maggiore od uguale alla corrente di targa del motore. Se tale condizione non può essere verificata, utilizzare il motore secondo un fattore di carico definito come segue: fattore di carico (%) = [corrente di uscita inverter] / [corrente nominale motore] x 100

5) Potrà esservi un declassamento in corrente con carichi a bassa impedenza (motori ad alta frequenza).

6) Fare riferimento alle norme EN61800-3 (5.2.3).

7) Determinato in condizione di carico standard (85% carico).

8) Con motore nominale applicato; valore di coppia media con decelerazione da 60Hz

(a seconda delle perdite motore).

9) Con frequenza di commutazione (F26) inferiore a 8 kHz e temperatura massima 40

°

C

GVX2000

7

8

CARATTERISTICHE GENERALI

Caratteristica

Descrizione

Frequenza massima / base

Frequenza di avvio

Frequenza di PWM *2)

Stabilità

Risoluzione

Modulazione tensione uscita

Caratteristica V/f

Boost di coppia

Tipo di funzionamento

Riferimento frequenza

Funzionamento a impulsi

Segnali dello stato di funzionamento

Tempo di accelerazione/decelerazione

Drive attivo

Da 50 a 400Hz / Da 25 a 400Hz *1)

Da 0,2 a 60Hz, tempo di mantenimento da 0.0 a 10 sec da 0,75 a 15 kHz (75kW o inferiore) da 0,75 a 10 kHz (90kW o superiore *3)

- Rif.analogico:

±

0,2% della frequenza massima (a 25

±

10

°

C) - Rif. digitale:

±

0,1% della frequenza massima (da –10 a +50

°

C)

Riferimento analogico : 1/3000 della frequenza massima es.) 0,02Hz a 60Hz, 0,04Hz a 120Hz, (0,15Hz a 400Hz)

Riferimento digitale : 0,01Hz alla frequenza massima fino a 99,99Hz (0,1Hz alla frequenza massima di 100Hz e oltre)

LINK: 1/20000 della frequenza massima es.) 0,003Hz a 60Hz, 0,006 Hz a 120Hz, (0,02Hz a 400/Hz) – 0,01Hz (fisso)

Comando V/f (PWM di tipo sinusoidale) – Controllo dinamico del vettore di coppia (PWM di tipo sinusoidale) – Controllo vettoriale con retroazione (opzione PG).

Regolabile alla frequenza base e massima, con comando AVR : da 320 a 480 V

Selezionabile in base alle caratteristiche di carico: carico a coppia costante (automatico/manuale), carico a coppia variabile (manuale)

Da pannello di comando: tasti , tasto

Da ingressi di comando digitali: comando avanti/indietro, comando arresto per inerzia, ecc.

Tramite LINK: RS485 (standard) T-Link (link proprietario), Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus, JPCN1,

CAN open (opzionale)

Pannello di comando: tasti e

Potenziometro esterno (*): da 1 a 5k

(1/2 W)

Impostazione riferimento tramite grandezze analogiche di ingresso: da 0 a +10V CC (da 0 a +5V CC), da 4 a 20mA CC.

Reversibile: da 0 a

±

10V CC (da 0 a

±

5V CC). È possibile selezionare l’inversione del senso di rotazione mediante segnale polarizzato. Inverso: da +10 a 0V CC , da 20 a 4mA CC. Da 100% a 0% di f max

Comando UP/DOWN: la frequenza di uscita aumenta quando è attivo il segnale UP e diminuisce quando è attivo il segnale DOWN

Frequenza multilivello: è possibile selezionare fino a 16 frequenze diverse mediante segnali di ingresso digitali

Ingresso a treno di impulsi (*): da 0 a 100 kp/s

Segnale digitale parallelo (*) binario a 16 bit

Funzionamento tramite LINK: RS485 (standard)

T-Link (link proprietario), Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus, JPCN1, CAN open (opzionale)

Funzionamento mediante ciclo automatico programmato: massimo 7 stadi

Tasti e , segnale di ingresso digitale FWD e REV

Uscita transistore (4 morsetti): RUN, FAR, FDT, OL, LU, TL, ecc…

Uscita relé (1 contatto programmabile): funzione uguale all’uscita a transistor – Uscita di allarme (in caso di errore)

Uscita analogica programmabile: frequenza di uscita, corrente di uscita, coppia di uscita, ecc…

Uscita a impulsi programmabile: frequenza di uscita, corrente di uscita, coppia di uscita, ecc…

Da 0,01 a 3600sec.: tempi di accelerazione e decelerazione selezionabili indipendentemente. Sono selezionabili e programmabili quattro coppie di tempi diversi.

Selezione modalità: lineare, curva a S (debole), curva a S (forte), non lineare

Quando il tempo di accelerazione raggiunge i 60 secondi, la coppia di uscita del motore viene automaticamente ridotta alla coppia nominale. Il motore passa quindi alla modalità di funzionamento di limitazione di coppia

Il tempo di accelerazione viene automaticamente aumentato fino a tre volte il valore originale .

È possibile preimpostare i limiti superiore e inferiore della frequenza Limitazione di frequenza

Soglia di frequenza

Guadagno per riferimento frequenza

Salti frequenza

Ripresa al volo motore

Riavvio automatico dopo momentanea mancanza di alimentazione

Commutazione alimentazione: linea/inverter

Compensazione di scorrimento

Cedevolezza coppia-velocità

Limitazione di coppia

Controllo di coppia

Controllo PID

È possibile preimpostare una soglia di frequenza, anche negativa, da avere con segnale riferimento frequenza nullo.

È possibile preimpostare il guadagno per riferimento frequenza. (da 0,0 a 200,0%) es.) Ingresso analogico da 0 a +5V CC con guadagno del 200% produce la frequenza massima a 5V CC

È possibile preimpostare salti frequenze di risonanza (3 punti) e la larghezza dell’isteresi (da 0 a 30Hz)

È possibile riprendere il controllo di un motore in rotazione (anche in modalità di rotazione inversa) senza doverlo arrestare, grazie al metodo di ricerca della velocità

Dopo una momentanea mancanza di alimentazione, è possibile riavviare automaticamente il motore senza arrestarlo

(metodo di ricerca della velocità). Quando si seleziona la modalità di “ripresa dolce ”, la differenza di velocità è mantenuta al minimo (l’inverter identifica la velocità del motore, quindi ottimizza il riferimento frequenza).

Controlla la commutazione tra la linea dell’alimentazione e l’inverter. L’inverter dispone di una funzione di sequenza incorporata.

La frequenza di uscita dell’inverter viene controllata in base alla coppia di carico, in modo che la velocità del motore sia costante.

Impostando il valore a “0,00” e attivando il controllo vettoriale di coppia, il valore di compensazione scorrimento selezionato

è adattato ad un motore 4 poli standard. È possibile preimpostare la compensazione di scorrimento del secondo motore.

Inclinazione ottimale caratteristica coppia velocità nel controllo motore

Quando la coppia motore raggiunge il livello di limitazione predefinito, questa funzione regola automaticamente la freq. di uscita per evitare disinserimenti dell’inverter dovuti a sovraccarichi istantanei di corrente.

È possibile selezionare due limitazioni di coppia indipendenti e selezionarle mediante un segnale di ingresso digitale.

È possibile controllare la coppia di uscita (o fattore di carico) mediante un segnale di ingresso analogico.

Questa funz. consente di realiz. controlli di portata, pressione etc. con la funz. PID mediante retroazione di un segnale analogico.

Segnale riferimento:

- Tastiera (tasti e ) : riferim. freq/f max x 100 (%) - CICLI AUTOMATICI : rif. freq./f. max x 100 (%)

Caratteristica

Descrizione

- Ingresso in tensione (morsetti12 e V2) : da 0 a +10V CC - Opzione DI (*) : BCD, rif. f./f. max. x 100 (%)

- Ingresso corrente (C1)

- Regolazione inversa (polarità) (12)

: da 4 a 20mACC - Binario, fondo scala/100 (%)

: da 0 a

±

10V CC - Frequenza multilivello: riferim. freq./Max freq. x 100 (%)

- Regolazione inversa (polarità) (12 + V2) : da 0 a

±

10V CC - RS485 :rif. f./f. max. x 100 (%)

- Regolazione inversa (12 e V2) : da +10 a 0V CC

- Regolazione inversa (C1)

Segnale di retroazione

: da 20 a 4mA CC

Morsetto 12 (da 0 a +10V CC o da +10 a 0V CC) / Morsetto C1 (da 4 a 20mA CC o da 20 a 4mA CC)

Decelerazione automatica

Con l’impostazione a 0 della limitazione di coppia in frenatura “F41” (come limitazione di coppia 2 frenatura)

- in decelerazione: il tempo di decelerazione viene automaticamente esteso fino a 3 volte il tempo impostato per evitare l’intervento della protezione, anche se non si utilizza la resistenza di frenatura.

- nel funzionamento a velocità costante: sulla base dell’energia rigenerata, la frequenza viene aumentata automaticamente per evitare l’intervento della funzione protezione

Impostazione secondo motore

Risparmio energetico

Arresto ventola

Questa funzione è utilizzata per la commutazione del funzionamento di due motori.

È possibile preimpostare le caratteristiche V/f e i parametri circuitali del secondo motore (frequenza base e massima).

È possibile applicare il controllo vettoriale di coppia a entrambi i motori.

Questa funzione consente di ridurre al minimo il consumo di energia con funzionamento a bassi carichi

Questa funzione è utilizzata per un funzionamento più silenzioso e per aumentare la durata della ventola.

DI universale

DO universale

AO universale

Per la trasmissione al controllore, nel collegamento LINK

Emette un segnale di comando dal controllore nel funzionamento LINK

Controllo velocità zero (*)

Sincronizzazione di posizione (*)

Sincronizzazione di velocità (*)

Emette un segnale analogico dal controllore nel funzionamento LINK

La velocità del motore è controllata secondo un riferimento di velocità zero.

È possibile utilizzare la scheda opzionale SY per la sincronizzazione di posizione tra due assi con encoder.

Questa funzione controlla il funzionamento sincronizzato in velocità di due motori con la scheda opzionale PG.

LED monitor LCD monitor

In Stop

Protezioni

– frequenza di uscita 1 (prima della compensazione di scorrimento) (Hz)

– frequenza di uscita 2 (dopo la compensazione di scorrimento) (Hz)

– riferimento frequenza (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione in uscita (V)

– velocità sincrona motore (r/min.)

– velocità linea (m/min.)

– velocità albero (r/min.)

– stima del valore di coppia (%)

– potenza di ingresso (kW)

– valore di riferimento PID (“F01”)

– valore di riferimento PID (remoto) (“C30”)

– valore di retroazione PID

– cronologia allarmi: codifica delle cause (anche quando l’alimentazione principale è inattiva, sono mantenuti i dati cronologici degli ultimi 4 disinserimenti)

Valore di impostazione o di uscita selezionato

Visualizza le cause del disinserimento secondo i codici elencati qui di seguito:

– OC1 (sovracorrente durante l’accelerazione)

– OC2 (sovracorrente durante la decelerazione)

– OC 3 (sovracorrente durante il funzionamento a velocità

costante)

– EF (connessione a terra)

– Lin (mancanza fase d’ingresso)

– FUS (fusibile di potenza circuito continua bruciato)

– OU1 (sovratensione durante l’accelerazione)

– OU2 (sovratensione durante la decelerazione)

– OU3 (sovratensione durante il funzionamento a velocità costante)

– LU (bassa tensione)

Monitor funzionamento e allarme

Monitor funzionamento

– Visualizza istruzioni sul funzionamento

– Bar graph: frequenza di uscita (%), corrente di uscita (A),coppia di uscita (%)

Monitor su allarme

– visualizzazione dello stato grandezze inverter, in corrispondenza ad un allarme.

Monitor e impostazione funzioni

Impostazione funzioni

Visualizza i codici funzione e i relativi dati o codici e modifica i valori.

Condizioni di funzionamento

– frequenza di uscita (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione di uscita (V)

– calcolo del valore di coppia (%)

– riferimento frequenza (Hz)

– condizione di funzionamento (FWD/REV, IL, VL/LU, TL)

– velocità sincrona motore

– velocità albero motore (r/min.)

– velocità di linea (m/min.)

– valore di riferimento PID

– valore di retroazione PID

– impostazione del limite di coppia motrice (%)

– impostazione del limite di coppia frenante (%)

Funzione di prova (controllo I/O)

– I/O digitale: (ON), (OFF)

– I/O analogico: (V), (mA), (H), (p/s)

Dati operativi

– tempo di funzionamento

– tensione circuito di potenza CC

– temperatura interna dell’aria (

°

C)

– temperatura dissipatore (

°

C)

– corrente massima (A)

GVX2000

9

8

CARATTERISTICHE GENERALI

Caratteristica

Descrizione

Frequenza massima / base

Frequenza di avvio

Frequenza di PWM *2)

Stabilità

Risoluzione

Modulazione tensione uscita

Caratteristica V/f

Boost di coppia

Tipo di funzionamento

Riferimento frequenza

Funzionamento a impulsi

Segnali dello stato di funzionamento

Tempo di accelerazione/decelerazione

Drive attivo

Da 50 a 400Hz / Da 25 a 400Hz *1)

Da 0,2 a 60Hz, tempo di mantenimento da 0.0 a 10 sec da 0,75 a 15 kHz (75kW o inferiore) da 0,75 a 10 kHz (90kW o superiore *3)

- Rif.analogico:

±

0,2% della frequenza massima (a 25

±

10

°

C) - Rif. digitale:

±

0,1% della frequenza massima (da –10 a +50

°

C)

Riferimento analogico : 1/3000 della frequenza massima es.) 0,02Hz a 60Hz, 0,04Hz a 120Hz, (0,15Hz a 400Hz)

Riferimento digitale : 0,01Hz alla frequenza massima fino a 99,99Hz (0,1Hz alla frequenza massima di 100Hz e oltre)

LINK: 1/20000 della frequenza massima es.) 0,003Hz a 60Hz, 0,006 Hz a 120Hz, (0,02Hz a 400/Hz) – 0,01Hz (fisso)

Comando V/f (PWM di tipo sinusoidale) – Controllo dinamico del vettore di coppia (PWM di tipo sinusoidale) – Controllo vettoriale con retroazione (opzione PG).

Regolabile alla frequenza base e massima, con comando AVR : da 320 a 480 V

Selezionabile in base alle caratteristiche di carico: carico a coppia costante (automatico/manuale), carico a coppia variabile (manuale)

Da pannello di comando: tasti , tasto

Da ingressi di comando digitali: comando avanti/indietro, comando arresto per inerzia, ecc.

Tramite LINK: RS485 (standard) T-Link (link proprietario), Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus, JPCN1,

CAN open (opzionale)

Pannello di comando: tasti e

Potenziometro esterno (*): da 1 a 5k

(1/2 W)

Impostazione riferimento tramite grandezze analogiche di ingresso: da 0 a +10V CC (da 0 a +5V CC), da 4 a 20mA CC.

Reversibile: da 0 a

±

10V CC (da 0 a

±

5V CC). È possibile selezionare l’inversione del senso di rotazione mediante segnale polarizzato. Inverso: da +10 a 0V CC , da 20 a 4mA CC. Da 100% a 0% di f max

Comando UP/DOWN: la frequenza di uscita aumenta quando è attivo il segnale UP e diminuisce quando è attivo il segnale DOWN

Frequenza multilivello: è possibile selezionare fino a 16 frequenze diverse mediante segnali di ingresso digitali

Ingresso a treno di impulsi (*): da 0 a 100 kp/s

Segnale digitale parallelo (*) binario a 16 bit

Funzionamento tramite LINK: RS485 (standard)

T-Link (link proprietario), Profibus-DP, Interbus-S, DeviceNet, Modbus Plus, JPCN1, CAN open (opzionale)

Funzionamento mediante ciclo automatico programmato: massimo 7 stadi

Tasti e , segnale di ingresso digitale FWD e REV

Uscita transistore (4 morsetti): RUN, FAR, FDT, OL, LU, TL, ecc…

Uscita relé (1 contatto programmabile): funzione uguale all’uscita a transistor – Uscita di allarme (in caso di errore)

Uscita analogica programmabile: frequenza di uscita, corrente di uscita, coppia di uscita, ecc…

Uscita a impulsi programmabile: frequenza di uscita, corrente di uscita, coppia di uscita, ecc…

Da 0,01 a 3600sec.: tempi di accelerazione e decelerazione selezionabili indipendentemente. Sono selezionabili e programmabili quattro coppie di tempi diversi.

Selezione modalità: lineare, curva a S (debole), curva a S (forte), non lineare

Quando il tempo di accelerazione raggiunge i 60 secondi, la coppia di uscita del motore viene automaticamente ridotta alla coppia nominale. Il motore passa quindi alla modalità di funzionamento di limitazione di coppia

Il tempo di accelerazione viene automaticamente aumentato fino a tre volte il valore originale .

È possibile preimpostare i limiti superiore e inferiore della frequenza Limitazione di frequenza

Soglia di frequenza

Guadagno per riferimento frequenza

Salti frequenza

Ripresa al volo motore

Riavvio automatico dopo momentanea mancanza di alimentazione

Commutazione alimentazione: linea/inverter

Compensazione di scorrimento

Cedevolezza coppia-velocità

Limitazione di coppia

Controllo di coppia

Controllo PID

È possibile preimpostare una soglia di frequenza, anche negativa, da avere con segnale riferimento frequenza nullo.

È possibile preimpostare il guadagno per riferimento frequenza. (da 0,0 a 200,0%) es.) Ingresso analogico da 0 a +5V CC con guadagno del 200% produce la frequenza massima a 5V CC

È possibile preimpostare salti frequenze di risonanza (3 punti) e la larghezza dell’isteresi (da 0 a 30Hz)

È possibile riprendere il controllo di un motore in rotazione (anche in modalità di rotazione inversa) senza doverlo arrestare, grazie al metodo di ricerca della velocità

Dopo una momentanea mancanza di alimentazione, è possibile riavviare automaticamente il motore senza arrestarlo

(metodo di ricerca della velocità). Quando si seleziona la modalità di “ripresa dolce ”, la differenza di velocità è mantenuta al minimo (l’inverter identifica la velocità del motore, quindi ottimizza il riferimento frequenza).

Controlla la commutazione tra la linea dell’alimentazione e l’inverter. L’inverter dispone di una funzione di sequenza incorporata.

La frequenza di uscita dell’inverter viene controllata in base alla coppia di carico, in modo che la velocità del motore sia costante.

Impostando il valore a “0,00” e attivando il controllo vettoriale di coppia, il valore di compensazione scorrimento selezionato

è adattato ad un motore 4 poli standard. È possibile preimpostare la compensazione di scorrimento del secondo motore.

Inclinazione ottimale caratteristica coppia velocità nel controllo motore

Quando la coppia motore raggiunge il livello di limitazione predefinito, questa funzione regola automaticamente la freq. di uscita per evitare disinserimenti dell’inverter dovuti a sovraccarichi istantanei di corrente.

È possibile selezionare due limitazioni di coppia indipendenti e selezionarle mediante un segnale di ingresso digitale.

È possibile controllare la coppia di uscita (o fattore di carico) mediante un segnale di ingresso analogico.

Questa funz. consente di realiz. controlli di portata, pressione etc. con la funz. PID mediante retroazione di un segnale analogico.

Segnale riferimento:

- Tastiera (tasti e ) : riferim. freq/f max x 100 (%) - CICLI AUTOMATICI : rif. freq./f. max x 100 (%)

Caratteristica

Descrizione

- Ingresso in tensione (morsetti12 e V2) : da 0 a +10V CC - Opzione DI (*) : BCD, rif. f./f. max. x 100 (%)

- Ingresso corrente (C1)

- Regolazione inversa (polarità) (12)

: da 4 a 20mACC - Binario, fondo scala/100 (%)

: da 0 a

±

10V CC - Frequenza multilivello: riferim. freq./Max freq. x 100 (%)

- Regolazione inversa (polarità) (12 + V2) : da 0 a

±

10V CC - RS485 :rif. f./f. max. x 100 (%)

- Regolazione inversa (12 e V2) : da +10 a 0V CC

- Regolazione inversa (C1)

Segnale di retroazione

: da 20 a 4mA CC

Morsetto 12 (da 0 a +10V CC o da +10 a 0V CC) / Morsetto C1 (da 4 a 20mA CC o da 20 a 4mA CC)

Decelerazione automatica

Con l’impostazione a 0 della limitazione di coppia in frenatura “F41” (come limitazione di coppia 2 frenatura)

- in decelerazione: il tempo di decelerazione viene automaticamente esteso fino a 3 volte il tempo impostato per evitare l’intervento della protezione, anche se non si utilizza la resistenza di frenatura.

- nel funzionamento a velocità costante: sulla base dell’energia rigenerata, la frequenza viene aumentata automaticamente per evitare l’intervento della funzione protezione

Impostazione secondo motore

Risparmio energetico

Arresto ventola

Questa funzione è utilizzata per la commutazione del funzionamento di due motori.

È possibile preimpostare le caratteristiche V/f e i parametri circuitali del secondo motore (frequenza base e massima).

È possibile applicare il controllo vettoriale di coppia a entrambi i motori.

Questa funzione consente di ridurre al minimo il consumo di energia con funzionamento a bassi carichi

Questa funzione è utilizzata per un funzionamento più silenzioso e per aumentare la durata della ventola.

DI universale

DO universale

AO universale

Per la trasmissione al controllore, nel collegamento LINK

Emette un segnale di comando dal controllore nel funzionamento LINK

Controllo velocità zero (*)

Sincronizzazione di posizione (*)

Sincronizzazione di velocità (*)

Emette un segnale analogico dal controllore nel funzionamento LINK

La velocità del motore è controllata secondo un riferimento di velocità zero.

È possibile utilizzare la scheda opzionale SY per la sincronizzazione di posizione tra due assi con encoder.

Questa funzione controlla il funzionamento sincronizzato in velocità di due motori con la scheda opzionale PG.

LED monitor LCD monitor

In Stop

Protezioni

– frequenza di uscita 1 (prima della compensazione di scorrimento) (Hz)

– frequenza di uscita 2 (dopo la compensazione di scorrimento) (Hz)

– riferimento frequenza (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione in uscita (V)

– velocità sincrona motore (r/min.)

– velocità linea (m/min.)

– velocità albero (r/min.)

– stima del valore di coppia (%)

– potenza di ingresso (kW)

– valore di riferimento PID (“F01”)

– valore di riferimento PID (remoto) (“C30”)

– valore di retroazione PID

– cronologia allarmi: codifica delle cause (anche quando l’alimentazione principale è inattiva, sono mantenuti i dati cronologici degli ultimi 4 disinserimenti)

Valore di impostazione o di uscita selezionato

Visualizza le cause del disinserimento secondo i codici elencati qui di seguito:

– OC1 (sovracorrente durante l’accelerazione)

– OC2 (sovracorrente durante la decelerazione)

– OC 3 (sovracorrente durante il funzionamento a velocità

costante)

– EF (connessione a terra)

– Lin (mancanza fase d’ingresso)

– FUS (fusibile di potenza circuito continua bruciato)

– OU1 (sovratensione durante l’accelerazione)

– OU2 (sovratensione durante la decelerazione)

– OU3 (sovratensione durante il funzionamento a velocità costante)

– LU (bassa tensione)

Monitor funzionamento e allarme

Monitor funzionamento

– Visualizza istruzioni sul funzionamento

– Bar graph: frequenza di uscita (%), corrente di uscita (A),coppia di uscita (%)

Monitor su allarme

– visualizzazione dello stato grandezze inverter, in corrispondenza ad un allarme.

Monitor e impostazione funzioni

Impostazione funzioni

Visualizza i codici funzione e i relativi dati o codici e modifica i valori.

Condizioni di funzionamento

– frequenza di uscita (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione di uscita (V)

– calcolo del valore di coppia (%)

– riferimento frequenza (Hz)

– condizione di funzionamento (FWD/REV, IL, VL/LU, TL)

– velocità sincrona motore

– velocità albero motore (r/min.)

– velocità di linea (m/min.)

– valore di riferimento PID

– valore di retroazione PID

– impostazione del limite di coppia motrice (%)

– impostazione del limite di coppia frenante (%)

Funzione di prova (controllo I/O)

– I/O digitale: (ON), (OFF)

– I/O analogico: (V), (mA), (H), (p/s)

Dati operativi

– tempo di funzionamento

– tensione circuito di potenza CC

– temperatura interna dell’aria (

°

C)

– temperatura dissipatore (

°

C)

– corrente massima (A)

GVX2000

9

Caratteristica

Descrizione

LED monitor

LCD monitor

Protezioni

Spia di carica

– OH1 (surriscaldamento dissipatore)

– OH2 (intervento relé termico esterno)

– OH3 (temperatura aria interna eccessiva)

– dBH (surriscaldamento resistenza di frenatura)

– OL1 (sovraccarico motore 1)

– OL2 (sovraccarico motore 2)

– durata condensatore del circuito CC

– durata circuito di controllo

– tempo di funzionamento della ventola di raffreddamento (h)

– errori di comunicazione (KEYPAD, RS485, opzionali)

– versione ROM (inverter, KEYPAD, opzione)

Calcolo del fattore di carico

– OLU (sovraccarico inverter)

– OS (velocità eccessiva)

– PG (errore PG)

– Er1 (errore di memoria)

– Er2 (errore nella comunicazione con il pannello di comando)

– Er3 (errore di CPU)

– Er4 (errore di opzione)

– Er5 (errore di opzione)

– Er7 (errore mancanza di fase in uscita o sbilanciamento

del carico durante l’auto-tuning)

– Er8 (errore collegamento seriale RS485)

– tempo/i di misurazione

– corrente massima (A)

– corrente media (A)

– potenza media di frenatura (%)

Dati sull’allarme

– frequenza di uscita (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione di uscita (V)

– calcolo del valore di coppia (%)

– riferimento frequenza (Hz)

– condizione di funzionamento (FWD/REV, IL, VL/LU, TL)

– tempo di funzionamento (h)

– tensione circuito intermedio CC

– temperatura interna dell’aria

– temperatura dissipatore

– errori di comunicazione (KEYPAD, RS485, Opzione)

– stato morsetti di ingresso digitale (Remoto,

Comunicazione)

– stato morsetti di uscita transistore

– cronologia allarmi

Quando la tensione del circuito intermedio CC è superiore a 50V, la spia di carica è accesa.

Sovraccarico

Sovra / Sottotensione

Mancanza fase in ingresso

Surriscaldamento

Cortocircuiti

Errore di messa a terra

Sovraccarico motore

Surriscaldamento resistenza

DB

Funzione anti-stallo

Perdita di fase in uscita

L’inverter si protegge da sovraccarico termico, anche attraverso la determinazione della temperatura interna

Il funzionamento dell’inverter viene arrestato in caso di sovrat. / sottot. presenti nel circuito intermedio CC (800V / 400V CC)

Protezione per mancanza di fase in ingresso della linea di alimentazione

Protegge l’inverter determinandone la temperatura

L’inverter è protetto dai cortocircuiti nel circuito di uscita

L’inverter è protetto contro gli errori di messa a terra nel circuito di uscita (metodo di rilevazione della corrente trifase)

Metodo di rilevazione della corrente a fase zero (30kW e oltre)

L’inverter arresta il funzionamento, proteggendo il motore

Possibilità di selezionare un relé di sovraccarico termico elettronico per motori standard o per motori servoventilati

Possibilità di impostare una costante di tempo termica (da 0,5 a 75,0 minuti) per motori speciali

Possibilità di impostare il relé di sovraccarico termico elettronico per funzionamento commutato di due motori

Impedisce il surriscaldamento della resistenza di frenatura mediante relé interno di sovraccarico termico elettronico (11kW o inferiore). Per i modelli oltre 15 kW prevedere un dispositivo esterno di protezione termica

della resistenza di frenatura. Il relativo contatto andrà collegato al morsetto di ingresso digitale programmato come

THR, per arrestare l’inverter in seguito all’intervento del dispositivo di protezione.

Controllo della frequenza di uscita per evitare disinserimenti dovuti a sovracorrente (OC) quando la corrente di uscita supera il valore limite consentito durante l’accelerazione. Riduzione della frequenza di uscita per mantenere la coppia costante, quando la corrente di uscita supera il valore limite consentito durante il funzionamento a velocità costante. Controllo della frequenza di uscita per evitare disinserimenti dovuti a sovratensione

(OU) quando la tensione del circuito intermedio CC supera il valore limite consentito durante la decelerazione.

Quando l’inverter esegue la procedura di autotuning, se vengono rilevate eventuali dissimmetrie del carico, l’inverter genera l’allarme Er7.

Quando la temperatura del motore supera il valore massimo consentito, l’inverter viene automaticamente disinserito.

Protezione del motore mediante termistore PTC

Reset automatico Quando l’inverter viene disinserito, si può impostare un numero di tentativi di riavvio automatico

Luogo di installazione

Evitare qualunque luogo soggetto a gas corrosivi e infiammabili, nebbia di olio, polvere e luce diretta del sole.

Installare in ambiente chiuso.

Altitudine

Temperatura ambiente

Fino a 1000 metri. Tra 1000 e 3000 metri declassare le prestazioni del 4% ogni 500m di altitudine.

Da –10 a +50

°

C. Per inverter da 25kW o inferiori, togliere i coperchi di ventilazione se la temperatura supera i 40

°

C.

Umidità relativa

Da 5 a 95% (senza condensa)

Vibrazione max

3mm da 2 a meno di 9Hz, 9,8m/s

2

da 9 a meno di 20Hz / 2m/s

2

da 20 a meno di 55Hz, 1 m/s

Condizioni di immagazzinaggio Temperatura: da –25 a +65

°

C - Umidità relativa: da 5 a 95% (senza condensa)

2

da 55 a meno di 200Hz

NOTE: (*) Opzioni

*1) Per l’uso a 120Hz e oltre, contattare Silectron Sistemi

*2) È possibile che l’inverter riduca automaticamente la frequenza di PWM a seconda della temperatura ambientale o della corrente di uscita.

*3) La frequenza di PWM minima varia a seconda della frequenza massima di uscita.

10

IDENTIFICAZIONE E SIGNIFICATO DEI MORSETTI

Significato dei morsetti

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni Funz.

L1/R, L2/S

L3/T

Ingresso alimentazione

U, V, W Uscita inverter

P1, P(+)

P(+), N(-)

P(+), DB

G

R0, T0

13

12

Collegamento alimentazione trifase

Per induttanza CC

Per unità di frenatura

Per resistenza di frenatura esterna

Messa a terra

Alimentazione ausiliaria circuito di controllo

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

(Controllo di coppia)

(Controllo PID)

(Retroazione PG)

Collegamento motore a induzione trifase

Collegamento della induttanza CC (opzionale) per correzione del fattore di potenza per riduzione delle componenti armoniche

Connessione Unità di frenatura (opzionale)

Per sistema di connessione bus CC

Connessione resistenza di frenatura esterna

(opzionale)

Induttanza CC: opzionale

Unità di frenatura (opzionale): 15kW e oltre

Solo per modelli da 11 kW e inferiori

Terminale di terra chassis inverter

Connessione di una alimentazione supplementare per

Non presente su modelli da 1,1kW o l’alimentazione del circuito di controllo.

Alimentazione CC +10V per potenziometro riferimento frequenza (POT: da 1 a 5k

)

Da 0 a +10V CC (+5V CC) da 0 a 100% di f max

L’impostazione funzione consente inferiore.

Corrente di uscita massima consentita:

10mA di selezionare il funzionamento con inversione della velocità tramite inversione del riferimento. Da 0 a

±

10V CC da 0 a

±

100% di fmax (da 0 a

±

5V CC/da 0 a

±

100% di f max

)

L’impostazione funzione o il segnale di ingresso digitale consente di selezionare il funzionamento in modalità inversa:

• Impedenza di ingresso: 22k

• Tensione di ingresso massima consentita:

±

15V CC da +10 a 0V CC da 0 a 100% di f max

Utilizzato per segnale di riferimento controllo di coppia

Utilizzato per segnale di riferimento o di retroazione controllo PID

Utilizzato per segnale di riferimento controllo retroazione PG

F01,C30

H18

F01, H21

C1

Ingresso corrente

Da 4 a 20mA CC da 0 a 100% di f max

L’impostazione funzione o il segnale di ingresso digitale consente di selezionare il funzionamento in modalità inversa: da 20 a 4mA CC da 0 a 100% di f max

• Impedenza di ingresso: 250

• Corrente di ingresso massima consentita: 30mA CC

V2

11

FWD

REV

X1

X2

X3

X4

X5

X6

X7

X8

X9

(SS1)

(SS2)

(SS4)

(SS8)

(Controllo PID)

(Ingresso termistore

PTC)

2

°

Ingresso tensione

Utilizzato per segnale di retroazione o di riferimento controllo PID

Possibilità di connessione del termistore PTC (per il controllo di temperatura del motore) al morsetto C1 - 11

Commutare sulla scheda di controllo

(SW2: PTC)

Da 0 a +10V CC

Nessuna commutazione o somma con il morsetto C1

Isolato dai morsetti CMY e CM

Comune

Comando di funzionamento

Comando di funzionamento inverso

Ingresso digitale 1

Ingresso digitale 2

Ingresso digitale 3

Ingresso digitale 4

Ingresso digitale 5

Ingresso digitale 6

Ingresso digitale 7

Ingresso digitale 8

Ingresso digitale 9

Riferimento segnale analogico

FWD: ON… rotazione motore avanti

FWD: OFF… decelerazione e arresto motore

REV: ON… rotazione motore avanti

REV: OFF… decelerazione e arresto motore

È possibile predisporre i morsetti come segue

Quando FWD e REV sono attivi simultaneamente, il motore si arresta

• Tensione massima di ingresso OFF: 2V

(corrente: massima 5mA)

• Tensione massima di ingresso ON: da 22 a 27V (dispersione massima consentita: 0,5mA)

F01, H21

H26,

H27

F01

F02 da E01 a E09

Selezione multi livelli di frequenze

(SS1): (da 0 a 1) 2 frequenze selezionabili

(SS1, SS2): (da 0 a 3) 4 frequenze selezionabil

(SS1, SS2, SS4): (da 0 a 7) 8 frequenze selezionabili

(SS1, SS2, SS4, SS8): (da 0 a 15) 16 frequenze selezionabili

Se tutti i segnali da SS1 a SS8 sono disattivati, si ha la frequenza impostata mediante F01 (o C30) da C05 a C19

GVX2000

11

Caratteristica

Descrizione

LED monitor

LCD monitor

Protezioni

Spia di carica

– OH1 (surriscaldamento dissipatore)

– OH2 (intervento relé termico esterno)

– OH3 (temperatura aria interna eccessiva)

– dBH (surriscaldamento resistenza di frenatura)

– OL1 (sovraccarico motore 1)

– OL2 (sovraccarico motore 2)

– durata condensatore del circuito CC

– durata circuito di controllo

– tempo di funzionamento della ventola di raffreddamento (h)

– errori di comunicazione (KEYPAD, RS485, opzionali)

– versione ROM (inverter, KEYPAD, opzione)

Calcolo del fattore di carico

– OLU (sovraccarico inverter)

– OS (velocità eccessiva)

– PG (errore PG)

– Er1 (errore di memoria)

– Er2 (errore nella comunicazione con il pannello di comando)

– Er3 (errore di CPU)

– Er4 (errore di opzione)

– Er5 (errore di opzione)

– Er7 (errore mancanza di fase in uscita o sbilanciamento

del carico durante l’auto-tuning)

– Er8 (errore collegamento seriale RS485)

– tempo/i di misurazione

– corrente massima (A)

– corrente media (A)

– potenza media di frenatura (%)

Dati sull’allarme

– frequenza di uscita (Hz)

– corrente di uscita (A)

– tensione di uscita (V)

– calcolo del valore di coppia (%)

– riferimento frequenza (Hz)

– condizione di funzionamento (FWD/REV, IL, VL/LU, TL)

– tempo di funzionamento (h)

– tensione circuito intermedio CC

– temperatura interna dell’aria

– temperatura dissipatore

– errori di comunicazione (KEYPAD, RS485, Opzione)

– stato morsetti di ingresso digitale (Remoto,

Comunicazione)

– stato morsetti di uscita transistore

– cronologia allarmi

Quando la tensione del circuito intermedio CC è superiore a 50V, la spia di carica è accesa.

Sovraccarico

Sovra / Sottotensione

Mancanza fase in ingresso

Surriscaldamento

Cortocircuiti

Errore di messa a terra

Sovraccarico motore

Surriscaldamento resistenza

DB

Funzione anti-stallo

Perdita di fase in uscita

L’inverter si protegge da sovraccarico termico, anche attraverso la determinazione della temperatura interna

Il funzionamento dell’inverter viene arrestato in caso di sovrat. / sottot. presenti nel circuito intermedio CC (800V / 400V CC)

Protezione per mancanza di fase in ingresso della linea di alimentazione

Protegge l’inverter determinandone la temperatura

L’inverter è protetto dai cortocircuiti nel circuito di uscita

L’inverter è protetto contro gli errori di messa a terra nel circuito di uscita (metodo di rilevazione della corrente trifase)

Metodo di rilevazione della corrente a fase zero (30kW e oltre)

L’inverter arresta il funzionamento, proteggendo il motore

Possibilità di selezionare un relé di sovraccarico termico elettronico per motori standard o per motori servoventilati

Possibilità di impostare una costante di tempo termica (da 0,5 a 75,0 minuti) per motori speciali

Possibilità di impostare il relé di sovraccarico termico elettronico per funzionamento commutato di due motori

Impedisce il surriscaldamento della resistenza di frenatura mediante relé interno di sovraccarico termico elettronico (11kW o inferiore). Per i modelli oltre 15 kW prevedere un dispositivo esterno di protezione termica

della resistenza di frenatura. Il relativo contatto andrà collegato al morsetto di ingresso digitale programmato come

THR, per arrestare l’inverter in seguito all’intervento del dispositivo di protezione.

Controllo della frequenza di uscita per evitare disinserimenti dovuti a sovracorrente (OC) quando la corrente di uscita supera il valore limite consentito durante l’accelerazione. Riduzione della frequenza di uscita per mantenere la coppia costante, quando la corrente di uscita supera il valore limite consentito durante il funzionamento a velocità costante. Controllo della frequenza di uscita per evitare disinserimenti dovuti a sovratensione

(OU) quando la tensione del circuito intermedio CC supera il valore limite consentito durante la decelerazione.

Quando l’inverter esegue la procedura di autotuning, se vengono rilevate eventuali dissimmetrie del carico, l’inverter genera l’allarme Er7.

Quando la temperatura del motore supera il valore massimo consentito, l’inverter viene automaticamente disinserito.

Protezione del motore mediante termistore PTC

Reset automatico Quando l’inverter viene disinserito, si può impostare un numero di tentativi di riavvio automatico

Luogo di installazione

Evitare qualunque luogo soggetto a gas corrosivi e infiammabili, nebbia di olio, polvere e luce diretta del sole.

Installare in ambiente chiuso.

Altitudine

Temperatura ambiente

Fino a 1000 metri. Tra 1000 e 3000 metri declassare le prestazioni del 4% ogni 500m di altitudine.

Da –10 a +50

°

C. Per inverter da 25kW o inferiori, togliere i coperchi di ventilazione se la temperatura supera i 40

°

C.

Umidità relativa

Da 5 a 95% (senza condensa)

Vibrazione max

3mm da 2 a meno di 9Hz, 9,8m/s

2

da 9 a meno di 20Hz / 2m/s

2

da 20 a meno di 55Hz, 1 m/s

Condizioni di immagazzinaggio Temperatura: da –25 a +65

°

C - Umidità relativa: da 5 a 95% (senza condensa)

2

da 55 a meno di 200Hz

NOTE: (*) Opzioni

*1) Per l’uso a 120Hz e oltre, contattare Silectron Sistemi

*2) È possibile che l’inverter riduca automaticamente la frequenza di PWM a seconda della temperatura ambientale o della corrente di uscita.

*3) La frequenza di PWM minima varia a seconda della frequenza massima di uscita.

10

IDENTIFICAZIONE E SIGNIFICATO DEI MORSETTI

Significato dei morsetti

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni Funz.

L1/R, L2/S

L3/T

Ingresso alimentazione

U, V, W Uscita inverter

P1, P(+)

P(+), N(-)

P(+), DB

G

R0, T0

13

12

Collegamento alimentazione trifase

Per induttanza CC

Per unità di frenatura

Per resistenza di frenatura esterna

Messa a terra

Alimentazione ausiliaria circuito di controllo

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

(Controllo di coppia)

(Controllo PID)

(Retroazione PG)

Collegamento motore a induzione trifase

Collegamento della induttanza CC (opzionale) per correzione del fattore di potenza per riduzione delle componenti armoniche

Connessione Unità di frenatura (opzionale)

Per sistema di connessione bus CC

Connessione resistenza di frenatura esterna

(opzionale)

Induttanza CC: opzionale

Unità di frenatura (opzionale): 15kW e oltre

Solo per modelli da 11 kW e inferiori

Terminale di terra chassis inverter

Connessione di una alimentazione supplementare per

Non presente su modelli da 1,1kW o l’alimentazione del circuito di controllo.

Alimentazione CC +10V per potenziometro riferimento frequenza (POT: da 1 a 5k

)

Da 0 a +10V CC (+5V CC) da 0 a 100% di f max

L’impostazione funzione consente inferiore.

Corrente di uscita massima consentita:

10mA di selezionare il funzionamento con inversione della velocità tramite inversione del riferimento. Da 0 a

±

10V CC da 0 a

±

100% di fmax (da 0 a

±

5V CC/da 0 a

±

100% di f max

)

L’impostazione funzione o il segnale di ingresso digitale consente di selezionare il funzionamento in modalità inversa:

• Impedenza di ingresso: 22k

• Tensione di ingresso massima consentita:

±

15V CC da +10 a 0V CC da 0 a 100% di f max

Utilizzato per segnale di riferimento controllo di coppia

Utilizzato per segnale di riferimento o di retroazione controllo PID

Utilizzato per segnale di riferimento controllo retroazione PG

F01,C30

H18

F01, H21

C1

Ingresso corrente

Da 4 a 20mA CC da 0 a 100% di f max

L’impostazione funzione o il segnale di ingresso digitale consente di selezionare il funzionamento in modalità inversa: da 20 a 4mA CC da 0 a 100% di f max

• Impedenza di ingresso: 250

• Corrente di ingresso massima consentita: 30mA CC

V2

11

FWD

REV

X1

X2

X3

X4

X5

X6

X7

X8

X9

(SS1)

(SS2)

(SS4)

(SS8)

(Controllo PID)

(Ingresso termistore

PTC)

2

°

Ingresso tensione

Utilizzato per segnale di retroazione o di riferimento controllo PID

Possibilità di connessione del termistore PTC (per il controllo di temperatura del motore) al morsetto C1 - 11

Commutare sulla scheda di controllo

(SW2: PTC)

Da 0 a +10V CC

Nessuna commutazione o somma con il morsetto C1

Isolato dai morsetti CMY e CM

Comune

Comando di funzionamento

Comando di funzionamento inverso

Ingresso digitale 1

Ingresso digitale 2

Ingresso digitale 3

Ingresso digitale 4

Ingresso digitale 5

Ingresso digitale 6

Ingresso digitale 7

Ingresso digitale 8

Ingresso digitale 9

Riferimento segnale analogico

FWD: ON… rotazione motore avanti

FWD: OFF… decelerazione e arresto motore

REV: ON… rotazione motore avanti

REV: OFF… decelerazione e arresto motore

È possibile predisporre i morsetti come segue

Quando FWD e REV sono attivi simultaneamente, il motore si arresta

• Tensione massima di ingresso OFF: 2V

(corrente: massima 5mA)

• Tensione massima di ingresso ON: da 22 a 27V (dispersione massima consentita: 0,5mA)

F01, H21

H26,

H27

F01

F02 da E01 a E09

Selezione multi livelli di frequenze

(SS1): (da 0 a 1) 2 frequenze selezionabili

(SS1, SS2): (da 0 a 3) 4 frequenze selezionabil

(SS1, SS2, SS4): (da 0 a 7) 8 frequenze selezionabili

(SS1, SS2, SS4, SS8): (da 0 a 15) 16 frequenze selezionabili

Se tutti i segnali da SS1 a SS8 sono disattivati, si ha la frequenza impostata mediante F01 (o C30) da C05 a C19

GVX2000

11

12

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni

Funz.

(RT1)

(RT2)

(HLD)

(BX)

(RST)

(THR)

(JOG)

(Hz2/Hz1)

(M2/M1)

(DCBRK)

(TL2/TL1)

(SW50)

(SW60)

(UP)

(DOWN)

(WE-KP)

(Hz/PID)

(IVS)

(IL)

(Hz/TRQ)

(LE)

(U-DI)

(STM)

(PG/Hz)

Selezione tempo di accel./decel.

Comando di autoritenuta nel funzionamento a tre fili

Comando di arresto per inerzia

Reset allarme

(RT1): (da 0 a 1) 2 tempi di acc./dec. selezionabili.

Se tutti i segnali da RT1 a RT2 sono disattivati si ha il tempo acc/dec 1

(RT1, RT2): (da 0 a 3) 4 tempi di acc./dec. selezionabili impostato mediante F07/F08

Utilizzato per funzionamento a tre fili.

(HLD): ON, l’inverter automantiene il segnale FWD o REV.

Assegnato al morsetto X7 per impostazione di fabbrica

(HLD): OFF, l’inverter rilascia il segnale FWD o REV.

Disattivando BX il motore viene

(BX) – P24 ON: arresto impulsi in uscita; il motore gira per

inerzia fino all’arresto (nessun segnale di allarme) riavviato da 0Hz con il comando di funzionamento (FWD o REV) attivato.

Assegnato al morsetto X8 per

(RST): ON ...Reset allarmi sull’inverter (il segnale deve

rimanere attivo per oltre 0,1 secondi) impostazione di fabbrica.

Durante il normale funzionamento, il segnale viene ignorato.

Assegnato al morsetto X9 per impostazione di fabbrica.

Disinserimento inverter per intervento allarme esterno

(THR): OFF… Si verifica un disinserimento per OH2 e il motore gira per inerzia fino all’arresto.

Marcia ad impulsi

Commutazione

Riferimento freq. 2 /

Riferimento freq. 1

Motore 2 / Motore 1

Comando frenatura

CC

Segnale di allarme mantenuto internamente

(JOG): ON… Marcia ad impulsi attiva

(Hz2/Hz1): ON… Riferim. freq. 2 attivo

(M2/M1): ON… I parametri del circuito motore e le caratteristiche V/f si modificano e si adeguano a quelle del secondo motore

(DCBRK): ON… La frenatura in corrente continua

è attiva (durante la decelerazione inverter)

Il comando JOG è disponibile anche sulla tastiera di controllo.

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in RUN, la modifica sarà attiva solo dopo l’arresto dell’inverter.

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in funzione, sarà attivo solo dopo l’arresto dell’inverter.

Se il comando (FWD/REV) non è attivo e viene fornito quando la frenatura CC

è in funzione, esso ha la priorità

Limitaz. di coppia 2

Limitaz. di coppia 1

(TL2/TL1): ON… Si attiva la seconda limitazione di coppia

(SW50(SW60)) ON… Permette di commutare

F07,F08 da E10 a E15

H11

C20

C30 /

F01 da A10 a

A18/P01 a P09 da F20 a F22

E16,E17

F40,F41

Funz.commutato

linea/inverter

Comando UP

Comando DOWN l’alimentazione del motore tra inverter e linea

(SW50(SW60)): OFF… l’alimentazione del motore passa dalla linea all’inverter

(UP): ON… La frequenza di uscita aumenta

(DOWN): ON… La frequenza di uscita diminuisce.

– La velocità di variazione della frequenza è determinata dal tempo di acc./dec.

– La frequenza di riavvio può essere selezionata tra 0Hz e il riferimento al momento dell’arresto.

Il segnale di commutazione del circuito principale si può ottenere dai morsetti Y1-Y5

Quando i comandi UP e DOWN sono attivi contemporaneamente la frequenza non si modifica.

F01,C30

F00

Attivazione scrittura pannello di comando

(KEYPAD)

(WE-KP): ON… È possibile modificare i dati tramite il pannello di comando.

Annullamento comando PID

Commutazione modalità inversa

(Hz/PID): ON… Il controllo PID viene annullato ed è effettiva l’impostazione della frequenza mediante da H20 a H25

pannello di comando ( o ).

(IVS): ON... Modalità inversa attiva nel segnale di ingresso

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in funzione, sarà attivo solo analogico.

in corrispondenza dell’arresto dell’inverter.

Connessione al contatto ausiliario (1NC) del teleruttore tra

F01,C30

Segnale di interblocco inverter e motore per l’esecuzione delle corrette operazioni di riavvio dopo momentanea mancanza di alimentazione

Annullamento

(Hz/TRQ): ON… Il controllo di coppia viene annullato ed è controllo di coppia attivo il funzionamento in modalità normale.

Attivazione LINK

(RS485, bus di campo)

(LE): ON… Funzionamento mediante link attivo. Per passare dal funzionamento normale al controllo tramite collegamento seriale di comunicazione

RS485: standard, bus: opzionale

H18

H30

DI universale

Trasmette un segnale al regolatore principale

(master) del funzionamento LINK.

Modalità di avvio con (STM): ON… È attiva la modalità di avvio con ripresa ripresa al volo attiva

al volo.

Attivazione PG-SY

(PG/Hz): ON… Attiva sincronizzazione di velocità o posizione con retroazione tramite encoder e scheda PG.

Opzionale

H09

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni

Funz.

(ZERO)

(STOP1)

(STOP2)

(EXITE)

PLC

P24

FMA

FMP

CM

Y1

Y2

Y3

Y4

(SYC)

(11)

(CM)

(RUN)

(FAR)

(FDT1)

(LU)

(B/D)

(TL)

Comando di sincronizzazione

Comando velocità zero

Comando di arresto forzato

Comando di arresto forzato con tempo di decelerazione T dec

4.

Comando di eccitazione anticipata.

Morsetto PLC

P24: tensione alimentazione CC

Monitor analogico

(Comune)

Monitor velocità impulsi

(Comune)

(Comune)

(SYC): ON… Controllo del funzionamento sincronizzato del motore tra due assi con encoder e scheda opzionale.

(ZERO): ON…Controllo velocità motore con riferimento velocità zero.

(STOP1): OFF… Il motore diminuisce gradatamente di velocità fino all’arresto, con la decelerazione attiva in quel momento.

(STOP2): OFF… Il motore diminuisce gradatamente di velocità fino all’arresto con il tempo di decelerazione

4 (T dec

4).

Opzionale

Funzione selezionabile con il controllo con retroazione PG. Opzionale

(EXITE): ON… Possibilità di stabilire il flusso magnetico macchina prima dell’avvio con controllo vettoriale con retroazione.

Connessione dell’alimentazione del PLC +24 VCC esterna in modalità ingressi digitali npn (SINK) se l’alimentazione

PLC non è attiva.

Tensione alimentazione CC (+ 24V, max 100mA). Comune

per segnali digitali

La tensione in uscita (da 0 a 10V CC) è proporzionale al valore della funzione selezionata, come mostrato di seguito

È possibile preimpostare il coefficiente proporzionale (guadagno)

- Freq. di uscita 1 (prima della compensazione di scorrimento)

(da 0 a freq. max)

- Freq. di uscita 2 (dopo la compensazione di scorrimento)

(da 0 a freq. max)

- Corrente di uscita

- Tensione di uscita

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

- Coppia di uscita

- Fattore di carico

- Potenza di ingresso

- Valore di retroazione PID

- Valore di retroazione PG

- Tensione circuito coll. CC

- AO universale

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

(da 0 a 100%)

(da 0 a vel. max)

(da 0 a 1000V)

(da 0 a 100%)

Corrente di uscita massima consentita:

2mA

Treno d’impulsi in uscita: varia la frequenza degli impulsi in uscita proporzionalmente al valore della funzione selezionata*.

Regolazione della tensione media: la frequenza del treno di impulsi resta costante; variando il duty cycle, la tensione media è proporzionale al valore della funzione selezionata

Corrente di uscita massima consentita: 2mA

*(controllo larghezza degli impulsi di frequenza fissa a 2670 p/s) *

Le grandezze di uscita selezionabili sono le stesse disponibili per la funzione FMA.

Comune per uscita a treno di impulsi FMP Isolato dai morsetti CMY e 11

E15 daF30 a F31 daF33 a F35

Uscita transistore 1

Uscita transistore 2

Uscita di tipo open collector programmabile secondo le seguenti funzioni.

Uscita transistore 3

Uscita transistore 4

Inverter in funzione

Riferimento di frequenza raggiunto

Uscita attiva quando la frequenza di uscita supera la freq.iniziale.

Uscita attiva quando la differenza tra la frequenza di uscita e il valore di riferimento frequenza è inferiore alla larghezza regolabile di isteresi FAR.

Tensione di uscita massima in stato ON: da E20

27 V (50 mA) a E23

E30

Rilevamento livello frequenza

Uscita attiva quando la frequenza di uscita eguaglia il livello di frequenza fisso selezionato in E31 (entro l’isteresi).

Segnale rilevamento sottotensione

Uscita attiva se la mancanza rete in ingresso causa l’arresto dell’inverter in marcia.

Polarità di coppia

Limitazione di coppia

Uscita attiva in fase di frenatura o arresto.

Segnale disattivato con coppia di trasmissione.

Uscita attiva quando l’inverter si trova in modalità di limitazione di coppia.

E31 e

E32

GVX2000

13

12

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni

Funz.

(RT1)

(RT2)

(HLD)

(BX)

(RST)

(THR)

(JOG)

(Hz2/Hz1)

(M2/M1)

(DCBRK)

(TL2/TL1)

(SW50)

(SW60)

(UP)

(DOWN)

(WE-KP)

(Hz/PID)

(IVS)

(IL)

(Hz/TRQ)

(LE)

(U-DI)

(STM)

(PG/Hz)

Selezione tempo di accel./decel.

Comando di autoritenuta nel funzionamento a tre fili

Comando di arresto per inerzia

Reset allarme

(RT1): (da 0 a 1) 2 tempi di acc./dec. selezionabili.

Se tutti i segnali da RT1 a RT2 sono disattivati si ha il tempo acc/dec 1

(RT1, RT2): (da 0 a 3) 4 tempi di acc./dec. selezionabili impostato mediante F07/F08

Utilizzato per funzionamento a tre fili.

(HLD): ON, l’inverter automantiene il segnale FWD o REV.

Assegnato al morsetto X7 per impostazione di fabbrica

(HLD): OFF, l’inverter rilascia il segnale FWD o REV.

Disattivando BX il motore viene

(BX) – P24 ON: arresto impulsi in uscita; il motore gira per

inerzia fino all’arresto (nessun segnale di allarme) riavviato da 0Hz con il comando di funzionamento (FWD o REV) attivato.

Assegnato al morsetto X8 per

(RST): ON ...Reset allarmi sull’inverter (il segnale deve

rimanere attivo per oltre 0,1 secondi) impostazione di fabbrica.

Durante il normale funzionamento, il segnale viene ignorato.

Assegnato al morsetto X9 per impostazione di fabbrica.

Disinserimento inverter per intervento allarme esterno

(THR): OFF… Si verifica un disinserimento per OH2 e il motore gira per inerzia fino all’arresto.

Marcia ad impulsi

Commutazione

Riferimento freq. 2 /

Riferimento freq. 1

Motore 2 / Motore 1

Comando frenatura

CC

Segnale di allarme mantenuto internamente

(JOG): ON… Marcia ad impulsi attiva

(Hz2/Hz1): ON… Riferim. freq. 2 attivo

(M2/M1): ON… I parametri del circuito motore e le caratteristiche V/f si modificano e si adeguano a quelle del secondo motore

(DCBRK): ON… La frenatura in corrente continua

è attiva (durante la decelerazione inverter)

Il comando JOG è disponibile anche sulla tastiera di controllo.

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in RUN, la modifica sarà attiva solo dopo l’arresto dell’inverter.

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in funzione, sarà attivo solo dopo l’arresto dell’inverter.

Se il comando (FWD/REV) non è attivo e viene fornito quando la frenatura CC

è in funzione, esso ha la priorità

Limitaz. di coppia 2

Limitaz. di coppia 1

(TL2/TL1): ON… Si attiva la seconda limitazione di coppia

(SW50(SW60)) ON… Permette di commutare

F07,F08 da E10 a E15

H11

C20

C30 /

F01 da A10 a

A18/P01 a P09 da F20 a F22

E16,E17

F40,F41

Funz.commutato

linea/inverter

Comando UP

Comando DOWN l’alimentazione del motore tra inverter e linea

(SW50(SW60)): OFF… l’alimentazione del motore passa dalla linea all’inverter

(UP): ON… La frequenza di uscita aumenta

(DOWN): ON… La frequenza di uscita diminuisce.

– La velocità di variazione della frequenza è determinata dal tempo di acc./dec.

– La frequenza di riavvio può essere selezionata tra 0Hz e il riferimento al momento dell’arresto.

Il segnale di commutazione del circuito principale si può ottenere dai morsetti Y1-Y5

Quando i comandi UP e DOWN sono attivi contemporaneamente la frequenza non si modifica.

F01,C30

F00

Attivazione scrittura pannello di comando

(KEYPAD)

(WE-KP): ON… È possibile modificare i dati tramite il pannello di comando.

Annullamento comando PID

Commutazione modalità inversa

(Hz/PID): ON… Il controllo PID viene annullato ed è effettiva l’impostazione della frequenza mediante da H20 a H25

pannello di comando ( o ).

(IVS): ON... Modalità inversa attiva nel segnale di ingresso

Se il segnale viene modificato mentre l’inverter è in funzione, sarà attivo solo analogico.

in corrispondenza dell’arresto dell’inverter.

Connessione al contatto ausiliario (1NC) del teleruttore tra

F01,C30

Segnale di interblocco inverter e motore per l’esecuzione delle corrette operazioni di riavvio dopo momentanea mancanza di alimentazione

Annullamento

(Hz/TRQ): ON… Il controllo di coppia viene annullato ed è controllo di coppia attivo il funzionamento in modalità normale.

Attivazione LINK

(RS485, bus di campo)

(LE): ON… Funzionamento mediante link attivo. Per passare dal funzionamento normale al controllo tramite collegamento seriale di comunicazione

RS485: standard, bus: opzionale

H18

H30

DI universale

Trasmette un segnale al regolatore principale

(master) del funzionamento LINK.

Modalità di avvio con (STM): ON… È attiva la modalità di avvio con ripresa ripresa al volo attiva

al volo.

Attivazione PG-SY

(PG/Hz): ON… Attiva sincronizzazione di velocità o posizione con retroazione tramite encoder e scheda PG.

Opzionale

H09

Sigla Funzione Descrizione Annotazioni

Funz.

(ZERO)

(STOP1)

(STOP2)

(EXITE)

PLC

P24

FMA

FMP

CM

Y1

Y2

Y3

Y4

(SYC)

(11)

(CM)

(RUN)

(FAR)

(FDT1)

(LU)

(B/D)

(TL)

Comando di sincronizzazione

Comando velocità zero

Comando di arresto forzato

Comando di arresto forzato con tempo di decelerazione T dec

4.

Comando di eccitazione anticipata.

Morsetto PLC

P24: tensione alimentazione CC

Monitor analogico

(Comune)

Monitor velocità impulsi

(Comune)

(Comune)

(SYC): ON… Controllo del funzionamento sincronizzato del motore tra due assi con encoder e scheda opzionale.

(ZERO): ON…Controllo velocità motore con riferimento velocità zero.

(STOP1): OFF… Il motore diminuisce gradatamente di velocità fino all’arresto, con la decelerazione attiva in quel momento.

(STOP2): OFF… Il motore diminuisce gradatamente di velocità fino all’arresto con il tempo di decelerazione

4 (T dec

4).

Opzionale

Funzione selezionabile con il controllo con retroazione PG. Opzionale

(EXITE): ON… Possibilità di stabilire il flusso magnetico macchina prima dell’avvio con controllo vettoriale con retroazione.

Connessione dell’alimentazione del PLC +24 VCC esterna in modalità ingressi digitali npn (SINK) se l’alimentazione

PLC non è attiva.

Tensione alimentazione CC (+ 24V, max 100mA). Comune

per segnali digitali

La tensione in uscita (da 0 a 10V CC) è proporzionale al valore della funzione selezionata, come mostrato di seguito

È possibile preimpostare il coefficiente proporzionale (guadagno)

- Freq. di uscita 1 (prima della compensazione di scorrimento)

(da 0 a freq. max)

- Freq. di uscita 2 (dopo la compensazione di scorrimento)

(da 0 a freq. max)

- Corrente di uscita

- Tensione di uscita

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

- Coppia di uscita

- Fattore di carico

- Potenza di ingresso

- Valore di retroazione PID

- Valore di retroazione PG

- Tensione circuito coll. CC

- AO universale

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

(da 0 a 200%)

(da 0 a 100%)

(da 0 a vel. max)

(da 0 a 1000V)

(da 0 a 100%)

Corrente di uscita massima consentita:

2mA

Treno d’impulsi in uscita: varia la frequenza degli impulsi in uscita proporzionalmente al valore della funzione selezionata*.

Regolazione della tensione media: la frequenza del treno di impulsi resta costante; variando il duty cycle, la tensione media è proporzionale al valore della funzione selezionata

Corrente di uscita massima consentita: 2mA

*(controllo larghezza degli impulsi di frequenza fissa a 2670 p/s) *

Le grandezze di uscita selezionabili sono le stesse disponibili per la funzione FMA.

Comune per uscita a treno di impulsi FMP Isolato dai morsetti CMY e 11

E15 daF30 a F31 daF33 a F35

Uscita transistore 1

Uscita transistore 2

Uscita di tipo open collector programmabile secondo le seguenti funzioni.

Uscita transistore 3

Uscita transistore 4

Inverter in funzione

Riferimento di frequenza raggiunto

Uscita attiva quando la frequenza di uscita supera la freq.iniziale.

Uscita attiva quando la differenza tra la frequenza di uscita e il valore di riferimento frequenza è inferiore alla larghezza regolabile di isteresi FAR.

Tensione di uscita massima in stato ON: da E20

27 V (50 mA) a E23

E30

Rilevamento livello frequenza

Uscita attiva quando la frequenza di uscita eguaglia il livello di frequenza fisso selezionato in E31 (entro l’isteresi).

Segnale rilevamento sottotensione

Uscita attiva se la mancanza rete in ingresso causa l’arresto dell’inverter in marcia.

Polarità di coppia

Limitazione di coppia

Uscita attiva in fase di frenatura o arresto.

Segnale disattivato con coppia di trasmissione.

Uscita attiva quando l’inverter si trova in modalità di limitazione di coppia.

E31 e

E32

GVX2000

13

14

Sigla Funzione Descrizione Annotazione Funz.

(IPF) Riavvio automatico

Uscita attiva in modalità di riavvio automatico dovuta ad un’interruzione istantanea di alimentazione (incluso il tempo di riavvio).

(OL1)

Preallarme sovraccarico

Uscita attiva quando il valore termico elettronico supera il livello di allarme impostato. Uscita attiva quando il valore della corrente di uscita supera il livello di allarme predefinito.

termico

(KP) Funzionamento mediante pannello

Uscita attiva quando l’inverter è in modalità di funzionamento da pannello di comando.

di comando

Uscita attiva quando l’inverter è in modalità di arresto o in

(STP) Arresto inverter modalità di frenatura in corrente continua.

(RDY) Uscita inverter pronto

(SW88)

(SW 52-2)

Commutazione linea/inverter

(SW 52-1)

Uscita attiva quando l’inverter è pronto per entrare in funzione.

Sono disponibili delle uscite, monitor dello stato inverter per gestione automatica commutazione alimentazione motore

(linea/inverter).

(SWM2) Motore2/Motore1

Uscita attiva per la commutazione dal motore 1 al motore 2.

(AX)

Morsetto ausiliario

(52-1)

(STG2)

(STG4)

Indicazione n. fase 2

Indicazione n. fase 4

Stessa funzione dei morsetti AX1 e AX2 della serie inverter precedente (30 kW e oltre)

(TU)

Segnale di stadio completato

Emette un impulso di 100 msec al termine di ciascuna fase nel funzionamento con ciclo automatico.

Segnale di completa-

Emette il segnale di completamento del ciclo (impulso ON a 100ms)

(TO) mento del ciclo durante l’esecuzione della modalità ciclo automatico.

(STG1) Indicazione n. fase 1

Emette il numero della fase in corso nella modalità di funzionamento ciclo automatico mediante i segnali

STG1, STG2 e STG4.

Consultare lo schema dei collegamenti.

(AL1)

(AL2)

(AL4)

(AL8)

Indicazione allarme 1

Indicazione allarme 2

Fornisce un’indicazione sull’allarme mediante la

Indicazione allarme 4 combinazione binaria di queste uscite (AL1, AL2, AL4 e AL8).

Indicazione allarme 8

(FAN)

Segnale funzionamento ventola

(TRY)

Segnale di autoreset

(U-DO)

DO universale

Emette un segnale relativo allo stato di funzionamento della ventola di raffreddamento dell’inverter.

Uscita attiva durante un tentativo di reset automatico.

Permette via seriale l’attivazione di un’uscita.

(OH)

Avviso anticipato di surriscaldamento

Segnale attivo quando la temperatura del dissipatore è superiore a: “livello di allarme” -10

°

C. Disattivato se la temperatura è inferiore a: “livello di allarme” -15

°

C.

Segnale di

(SY) completamento della

Segnale di sincronizzazione avvenuta sincronizzazione

Opzionale da E33 a E35

F02 da A01 a A18 da C21 a C28

H06

H04,H05

(FDT2)

Rilevamento livello frequenza 2

Segnale attivo al raggiungimento con la frequenza di uscita del secondo livello di frequenza impostato (FDT2).

(OL2)

Preallarme sovraccarico 2

(C1OFF)

Segnale attivo quando la corrente di uscita supera il secondo livello di allarme predefinito (livello OL2).

Segnale di inattività

Attivo quando la corrente al morsetto C1 è inferiore a 2 mA del morsetto C1

(N-EX)

Presenza segnale velocità

Emette un segnale quando la velocità del motore supera la

* Velocità di arresto = Frequenza di arresto velocità di arresto* con il controllo vettoriale con opzione PG

(F25) x 120/n poli [r/min.]

30A,

30B,

30C

CMY

Y5A, Y5C

Comune per uscite

Comune per segnale di uscita transistore a transistore

Chiusura contatto A–C, quando viene attivata una qualsiasi delle

Uscita relé di allarme

Uscita a relé

Isolato dai morsetti CM e 11

funz. di protezione. Modalità di eccitazione contatto selezionabile

con F36: eccitazione contatto con allarme, o in condizioni normali.

Potenza nominale di contatto:

250V CA, 0,3A, cos

Φ

=0,3

Possono essere selezionate le stesse funzioni disponibili per

48V CC, 0,5A, non induttiva le uscite da Y1 a Y4. Modalità di eccitazione o diseccitazione con lo stato attivo del segnale selezionabile con E25.

DX+,DX-,SD

Morsetto I/O RS485 Morsetti di collegamento per il segnale seriale di tipo RS485

F25

F36

E24

E25

SCHEMA DEI COLLEGAMENTI

Funzionamento tramite pannello di comando

Lo schema illustrato qui di seguito ha solamente funzione di riferimento. Per schemi più dettagliati, consultare il relativo manuale di istruzioni.

Circuito di potenza

Fino a 11KW

15 da 75 kW

Ponte (*3)

Reattanza

DC

(*3)

Protezione termica e differenziale (*2) P1 P(+) N(-)

P1 P(+)

N(-)

P1

P(+)

DB N(-)

DBR (*4)

L1/R

U

Alimentazione trifase (*1) da 380 a 480VAC

50/60Hz

L2/S

L3/T

CNUX ( )

U1 U2

V

W

M

Motore*

G

Alimentazione Ausiliaria (*5)

(R0)

(T0)

NOTA:

I morsetti comuni [11], (CM) e

<CMY> del circuito di controllo sono isolati fra loro

G

G

I/O Analogica

I/O Digitali

Messa a terra

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

Ingresso tensione 2

Ingresso corrente

Uscita analogica

(monitoraggio)

Uscita a impulsi

(monitoraggio)

P24

X4

X5

X6

X7

PLC

FWD

REV

CM

X1

X2

X3

X8

X9

CM

Circuito di controllo

+DC10V

13

12

11

V2

C1

0V

FMA

+DC 0~10V

+DC24V 0V

30

30C

(*6)

Source

Sink

30A

30B

Y5C

Y5A

Y4

Y3

Y2

Y1

CMY

FMP

Impulsi

(DX-) (DX+) (SD)

Messa a terra

Uscita allarmi

Uscita a relé

Uscite a transistor

*1) Utilizzare un inverter la cui tensione di ingresso nominale corrisponda alla tensione dell’alimentazione.

*2) Per l’utilizzo di questo dispositivo opzionale consultare il manuale di istruzioni.

*3) 75kW o inferiore:

L’inverter viene spedito con i morsetti [P1] e [P(+)] collegati con un ponte. Per collegare una reattanza opzionale (DCR), rimuovere tale ponte.

*4) I modelli da 0,55 a 11kW, sono forniti della resistenza di frenatura (DBR).

*5) I modelli da 2.2kW e oltre sono forniti di morsetti [R0] e [T0] per il collegamento di una alimentazione supplementare.

*6) Comune ingressi digitali:

Source (morsetto P24)

Sink (morsetto CM).

* Opzionale

Collegamento seriale RS485

Disposizione delle morsettiere

• Morsettiera del circuito di potenza

• Morsettiera del circuito di controllo

30C

30B

Y5C

REV

P24

P24

DXB

30A

Y4

Y2

11

12

13

V2

CM

CM

FWD

C1

FMA

FMP

PLC

X1

X2

X3

X4

Y5A

CMY

Y3

Y1

DXA

SD

X5

X6

X7

X8

X9

G

G

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U

Fino ad 11kW

V W

GVX2000

15

14

Sigla Funzione Descrizione Annotazione Funz.

(IPF) Riavvio automatico

Uscita attiva in modalità di riavvio automatico dovuta ad un’interruzione istantanea di alimentazione (incluso il tempo di riavvio).

(OL1)

Preallarme sovraccarico

Uscita attiva quando il valore termico elettronico supera il livello di allarme impostato. Uscita attiva quando il valore della corrente di uscita supera il livello di allarme predefinito.

termico

(KP) Funzionamento mediante pannello

Uscita attiva quando l’inverter è in modalità di funzionamento da pannello di comando.

di comando

Uscita attiva quando l’inverter è in modalità di arresto o in

(STP) Arresto inverter modalità di frenatura in corrente continua.

(RDY) Uscita inverter pronto

(SW88)

(SW 52-2)

Commutazione linea/inverter

(SW 52-1)

Uscita attiva quando l’inverter è pronto per entrare in funzione.

Sono disponibili delle uscite, monitor dello stato inverter per gestione automatica commutazione alimentazione motore

(linea/inverter).

(SWM2) Motore2/Motore1

Uscita attiva per la commutazione dal motore 1 al motore 2.

(AX)

Morsetto ausiliario

(52-1)

(STG2)

(STG4)

Indicazione n. fase 2

Indicazione n. fase 4

Stessa funzione dei morsetti AX1 e AX2 della serie inverter precedente (30 kW e oltre)

(TU)

Segnale di stadio completato

Emette un impulso di 100 msec al termine di ciascuna fase nel funzionamento con ciclo automatico.

Segnale di completa-

Emette il segnale di completamento del ciclo (impulso ON a 100ms)

(TO) mento del ciclo durante l’esecuzione della modalità ciclo automatico.

(STG1) Indicazione n. fase 1

Emette il numero della fase in corso nella modalità di funzionamento ciclo automatico mediante i segnali

STG1, STG2 e STG4.

Consultare lo schema dei collegamenti.

(AL1)

(AL2)

(AL4)

(AL8)

Indicazione allarme 1

Indicazione allarme 2

Fornisce un’indicazione sull’allarme mediante la

Indicazione allarme 4 combinazione binaria di queste uscite (AL1, AL2, AL4 e AL8).

Indicazione allarme 8

(FAN)

Segnale funzionamento ventola

(TRY)

Segnale di autoreset

(U-DO)

DO universale

Emette un segnale relativo allo stato di funzionamento della ventola di raffreddamento dell’inverter.

Uscita attiva durante un tentativo di reset automatico.

Permette via seriale l’attivazione di un’uscita.

(OH)

Avviso anticipato di surriscaldamento

Segnale attivo quando la temperatura del dissipatore è superiore a: “livello di allarme” -10

°

C. Disattivato se la temperatura è inferiore a: “livello di allarme” -15

°

C.

Segnale di

(SY) completamento della

Segnale di sincronizzazione avvenuta sincronizzazione

Opzionale da E33 a E35

F02 da A01 a A18 da C21 a C28

H06

H04,H05

(FDT2)

Rilevamento livello frequenza 2

Segnale attivo al raggiungimento con la frequenza di uscita del secondo livello di frequenza impostato (FDT2).

(OL2)

Preallarme sovraccarico 2

(C1OFF)

Segnale attivo quando la corrente di uscita supera il secondo livello di allarme predefinito (livello OL2).

Segnale di inattività

Attivo quando la corrente al morsetto C1 è inferiore a 2 mA del morsetto C1

(N-EX)

Presenza segnale velocità

Emette un segnale quando la velocità del motore supera la

* Velocità di arresto = Frequenza di arresto velocità di arresto* con il controllo vettoriale con opzione PG

(F25) x 120/n poli [r/min.]

30A,

30B,

30C

CMY

Y5A, Y5C

Comune per uscite

Comune per segnale di uscita transistore a transistore

Chiusura contatto A–C, quando viene attivata una qualsiasi delle

Uscita relé di allarme

Uscita a relé

Isolato dai morsetti CM e 11

funz. di protezione. Modalità di eccitazione contatto selezionabile

con F36: eccitazione contatto con allarme, o in condizioni normali.

Potenza nominale di contatto:

250V CA, 0,3A, cos

Φ

=0,3

Possono essere selezionate le stesse funzioni disponibili per

48V CC, 0,5A, non induttiva le uscite da Y1 a Y4. Modalità di eccitazione o diseccitazione con lo stato attivo del segnale selezionabile con E25.

DX+,DX-,SD

Morsetto I/O RS485 Morsetti di collegamento per il segnale seriale di tipo RS485

F25

F36

E24

E25

SCHEMA DEI COLLEGAMENTI

Funzionamento tramite pannello di comando

Lo schema illustrato qui di seguito ha solamente funzione di riferimento. Per schemi più dettagliati, consultare il relativo manuale di istruzioni.

Circuito di potenza

Fino a 11KW

15 da 75 kW

Ponte (*3)

Reattanza

DC

(*3)

Protezione termica e differenziale (*2) P1 P(+) N(-)

P1 P(+)

N(-)

P1

P(+)

DB N(-)

DBR (*4)

L1/R

U

Alimentazione trifase (*1) da 380 a 480VAC

50/60Hz

L2/S

L3/T

CNUX ( )

U1 U2

V

W

M

Motore*

G

Alimentazione Ausiliaria (*5)

(R0)

(T0)

NOTA:

I morsetti comuni [11], (CM) e

<CMY> del circuito di controllo sono isolati fra loro

G

G

I/O Analogica

I/O Digitali

Messa a terra

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

Ingresso tensione 2

Ingresso corrente

Uscita analogica

(monitoraggio)

Uscita a impulsi

(monitoraggio)

P24

X4

X5

X6

X7

PLC

FWD

REV

CM

X1

X2

X3

X8

X9

CM

Circuito di controllo

+DC10V

13

12

11

V2

C1

0V

FMA

+DC 0~10V

+DC24V 0V

30

30C

(*6)

Source

Sink

30A

30B

Y5C

Y5A

Y4

Y3

Y2

Y1

CMY

FMP

Impulsi

(DX-) (DX+) (SD)

Messa a terra

Uscita allarmi

Uscita a relé

Uscite a transistor

*1) Utilizzare un inverter la cui tensione di ingresso nominale corrisponda alla tensione dell’alimentazione.

*2) Per l’utilizzo di questo dispositivo opzionale consultare il manuale di istruzioni.

*3) 75kW o inferiore:

L’inverter viene spedito con i morsetti [P1] e [P(+)] collegati con un ponte. Per collegare una reattanza opzionale (DCR), rimuovere tale ponte.

*4) I modelli da 0,55 a 11kW, sono forniti della resistenza di frenatura (DBR).

*5) I modelli da 2.2kW e oltre sono forniti di morsetti [R0] e [T0] per il collegamento di una alimentazione supplementare.

*6) Comune ingressi digitali:

Source (morsetto P24)

Sink (morsetto CM).

* Opzionale

Collegamento seriale RS485

Disposizione delle morsettiere

• Morsettiera del circuito di potenza

• Morsettiera del circuito di controllo

30C

30B

Y5C

REV

P24

P24

DXB

30A

Y4

Y2

11

12

13

V2

CM

CM

FWD

C1

FMA

FMP

PLC

X1

X2

X3

X4

Y5A

CMY

Y3

Y1

DXA

SD

X5

X6

X7

X8

X9

G

G

L1/R L2/S L3/T DB P1 P(+) N(-) U

Fino ad 11kW

V W

GVX2000

15

Funzionamento tramite segnali digitali

Lo schema illustrato qui di seguito ha solamente funzione di riferimento. Per schemi più dettagliati, consultare il relativo manuale di istruzioni.

I/O Digitali

Reatttanza DC

(*2)

Alimentazione trifase (*1) da 380 a 480VAC

50/60Hz

Protezione termica e differenziale (*2)

Circuito di potenza

P1

L1/R

L2/S

L3/T

Da 15 Kw in poi

Resistenza di frenatura esterna (DB) (*2)

(*6)

(THR)

P DB

P24

G

G

P

P

DB

N

Modulo di frenatura ( *2) ( *8)

(*4)

P(+)

N(-)

U

V

W

M

Fino all’ 11 KW

Resistenza di frenatura esterna (DB) (*2)

(*6)

G

Motore* x x

P

P(+)

DBR

(*5)

G

DB

DB

N(-)

(THR)

P24

Alimentazione Ausiliaria (*5)

Messa a terra

I/O Analogica

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

Ingresso tensione 2

Ingresso corrente

( + )

( 0V )

( + )

( - )

Uscita analogica

(monitoraggio)

3

2

1

Uscita a impulsi

(monitoraggio)

*Opzionale

60Hz

(R0)

(T0)

G G

Circuito di controllo

+DC10V

13

12

[11

V2

0V

30

30A

30B

30C

C1

FMA

+DC 0~10V

+DC24V 0V

P24

PLC

FWD

REV

CM

X1

X2

X3

X4

X5

X6

X7

X8

X9

CM

FMP

Impulsi

(DX-) (DX+) (SD)

(*8)

Source

Sink

Y5C

Y5A

Y4

Y3

Y2

Y1

CMY

Collegamento seriale RS485

Messa a terra

Uscita allarmi

Uscita a relé

Uscite a transistor

NOTA:

I morsetti comuni [11], (CM) e

<CMY> dei circuiti di controllo sono isolati fra loro.

*1) Utilizzare un inverter la cui tensione di ingresso nominale corrisponda alla tensione dell’alimentazione.

*2) Utilizzare questo dispositivo quando necessario.

*3) Dispositivo opzionale. Per l’utilizzo consultare il manuale di istruzioni.

*4) Prima della spedizione, i morsetti [P1] e [P(+)] vengono connessi tra loro; Per effettuare il collegamento di un reattanza opzionale CC (DCR) rimuovere il ponte che li collega.

*5) I modelli di potenza fino ad 11kW, vengono forniti con una resistenza di frenatura incorporata (DBR). Per la connessione della resistenza di frenatura esterna opzionale, rimuovere i cavi di collegamento della resistenza di serie dai morsetti [P(+)] e [DB], quindi isolare le due estremità dei cavi rimossi.

16

*6) Per i modelli da 15 kW e oltre, durante la connessione di una resistenza di frenatura esterna opzionale (DB), assicurarsi di utilizzare anche un’unità di frenatura opzionale.

Connettere l’unità di frenatura opzionale ai morsetti

[P(+)] e [N(-)] (vedi pag. 34).

Assicurarsi di collegare correttamente i cavi ai morsetti

(vedi schema pag. 34).

*7) I modelli da 2,2kW e oltre sono forniti di morsetti [R0] e

[T0] per il collegamento di una alimentazione supplementare.

Il funzionamento dell’inverter è possibile anche senza l’alimentazione di tali morsetti.

*8) Comune ingressi digitali:

Source (morsetto P24)

Sink (morsetto CM).

FUNZIONAMENTO E DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI DEL PANNELLO

DI COMANDO

Pannello di comando

Display a LED

In modalità di funzionamento visualizza i valori relativi al funzionamento: frequenza, corrente di uscita, tensione, coppia, velocità motore o della linea etc.

In condizioni di allarme visualizza un codice indicante la causa dell’allarme.

Display LCD

In modalità di funzionamento consente di visualizzare informazioni di varia natura quali le condizioni di funzionamento o i valori delle funzioni. Le istruzioni di funzionamento sono visualizzate nella parte inferiore e si possono scorrere.

In modalità di programmazione consente di visualizzare dati e funzioni.

Tasti UP/DOWN

In modalità di funzionamento consentono di aumentare o diminuire i valori della frequenza e della velocità.

In modalità di programmazione consentono di scegliere la funzione da programmare o di cambiare il valore delle funzioni.

Tasto PRG

In modalità di funzionamento o di allarme consente di passare dalla schermata iniziale a una schermata di menu per la programmazione.

Indicatore di unità di misura

Visualizza l’unità di misura relativa ai valori visualizzati sul display a LED.

Tasti FWD/REV

In modalità di funzionamento consentono di avviare l’inverter con funzionamento in avanti o inverso.

Premendo il tasto FWD o il tasto REV, la spia RUN si accende. Non attivi se la funzione F02 (metodo di funzionamento) è impostata su 1

(marcia motore da segnale esterno).

Tasto SHIFT

(Spostamento cursore)

In modalità di programmazione consente di muovere orizzontalmente il cursore alla modifica dei dati.

Premendo questo tasto contemporaneamente ai tasti o la schermata passa al blocco funzioni successivo.

Tasto RESET

In modalità di programmazione consente di annullare i dati immessi e di cambiare schermata.

In modalità allarme resetta la condizione di allarme.

GVX2000

Tasto STOP

In modalità di funzionamento arresta l’inverter. Non valido quando la funzione

F02 (metodo di funzionamento) è impostata su 1 (marcia motore da segnale esterno).

Tasto FUNC/DATA

In modalità di funzionamento consente di modificare i valori visualizzati sul display a LED.

In modalità di programmazione consente di scegliere funzioni o memorizzare dati.

GVX2000

17

Funzionamento tramite segnali digitali

Lo schema illustrato qui di seguito ha solamente funzione di riferimento. Per schemi più dettagliati, consultare il relativo manuale di istruzioni.

I/O Digitali

Reatttanza DC

(*2)

Alimentazione trifase (*1) da 380 a 480VAC

50/60Hz

Protezione termica e differenziale (*2)

Circuito di potenza

P1

L1/R

L2/S

L3/T

Da 15 Kw in poi

Resistenza di frenatura esterna (DB) (*2)

(*6)

(THR)

P DB

P24

G

G

P

P

DB

N

Modulo di frenatura ( *2) ( *8)

(*4)

P(+)

N(-)

U

V

W

M

Fino all’ 11 KW

Resistenza di frenatura esterna (DB) (*2)

(*6)

G

Motore* x x

P

P(+)

DBR

(*5)

G

DB

DB

N(-)

(THR)

P24

Alimentazione Ausiliaria (*5)

Messa a terra

I/O Analogica

Alimentazione potenziometro

Ingresso tensione

Ingresso tensione 2

Ingresso corrente

( + )

( 0V )

( + )

( - )

Uscita analogica

(monitoraggio)

3

2

1

Uscita a impulsi

(monitoraggio)

*Opzionale

60Hz

(R0)

(T0)

G G

Circuito di controllo

+DC10V

13

12

[11

V2

0V

30

30A

30B

30C

C1

FMA

+DC 0~10V

+DC24V 0V

P24

PLC

FWD

REV

CM

X1

X2

X3

X4

X5

X6

X7

X8

X9

CM

FMP

Impulsi

(DX-) (DX+) (SD)

(*8)

Source

Sink

Y5C

Y5A

Y4

Y3

Y2

Y1

CMY

Collegamento seriale RS485

Messa a terra

Uscita allarmi

Uscita a relé

Uscite a transistor

NOTA:

I morsetti comuni [11], (CM) e

<CMY> dei circuiti di controllo sono isolati fra loro.

*1) Utilizzare un inverter la cui tensione di ingresso nominale corrisponda alla tensione dell’alimentazione.

*2) Utilizzare questo dispositivo quando necessario.

*3) Dispositivo opzionale. Per l’utilizzo consultare il manuale di istruzioni.

*4) Prima della spedizione, i morsetti [P1] e [P(+)] vengono connessi tra loro; Per effettuare il collegamento di un reattanza opzionale CC (DCR) rimuovere il ponte che li collega.

*5) I modelli di potenza fino ad 11kW, vengono forniti con una resistenza di frenatura incorporata (DBR). Per la connessione della resistenza di frenatura esterna opzionale, rimuovere i cavi di collegamento della resistenza di serie dai morsetti [P(+)] e [DB], quindi isolare le due estremità dei cavi rimossi.

16

*6) Per i modelli da 15 kW e oltre, durante la connessione di una resistenza di frenatura esterna opzionale (DB), assicurarsi di utilizzare anche un’unità di frenatura opzionale.

Connettere l’unità di frenatura opzionale ai morsetti

[P(+)] e [N(-)] (vedi pag. 34).

Assicurarsi di collegare correttamente i cavi ai morsetti

(vedi schema pag. 34).

*7) I modelli da 2,2kW e oltre sono forniti di morsetti [R0] e

[T0] per il collegamento di una alimentazione supplementare.

Il funzionamento dell’inverter è possibile anche senza l’alimentazione di tali morsetti.

*8) Comune ingressi digitali:

Source (morsetto P24)

Sink (morsetto CM).

FUNZIONAMENTO E DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI DEL PANNELLO

DI COMANDO

Pannello di comando

Display a LED

In modalità di funzionamento visualizza i valori relativi al funzionamento: frequenza, corrente di uscita, tensione, coppia, velocità motore o della linea etc.

In condizioni di allarme visualizza un codice indicante la causa dell’allarme.

Display LCD

In modalità di funzionamento consente di visualizzare informazioni di varia natura quali le condizioni di funzionamento o i valori delle funzioni. Le istruzioni di funzionamento sono visualizzate nella parte inferiore e si possono scorrere.

In modalità di programmazione consente di visualizzare dati e funzioni.

Tasti UP/DOWN

In modalità di funzionamento consentono di aumentare o diminuire i valori della frequenza e della velocità.

In modalità di programmazione consentono di scegliere la funzione da programmare o di cambiare il valore delle funzioni.

Tasto PRG

In modalità di funzionamento o di allarme consente di passare dalla schermata iniziale a una schermata di menu per la programmazione.

Indicatore di unità di misura

Visualizza l’unità di misura relativa ai valori visualizzati sul display a LED.

Tasti FWD/REV

In modalità di funzionamento consentono di avviare l’inverter con funzionamento in avanti o inverso.

Premendo il tasto FWD o il tasto REV, la spia RUN si accende. Non attivi se la funzione F02 (metodo di funzionamento) è impostata su 1

(marcia motore da segnale esterno).

Tasto SHIFT

(Spostamento cursore)

In modalità di programmazione consente di muovere orizzontalmente il cursore alla modifica dei dati.

Premendo questo tasto contemporaneamente ai tasti o la schermata passa al blocco funzioni successivo.

Tasto RESET

In modalità di programmazione consente di annullare i dati immessi e di cambiare schermata.

In modalità allarme resetta la condizione di allarme.

GVX2000

Tasto STOP

In modalità di funzionamento arresta l’inverter. Non valido quando la funzione

F02 (metodo di funzionamento) è impostata su 1 (marcia motore da segnale esterno).

Tasto FUNC/DATA

In modalità di funzionamento consente di modificare i valori visualizzati sul display a LED.

In modalità di programmazione consente di scegliere funzioni o memorizzare dati.

GVX2000

17

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement