1 - VIMEC

1 - VIMEC
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INDICE
INDICE
ErP 2009/125/CE - Energy Related - Products��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 3
1- Dichiarazione e marcatura ce����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 5
1.1- Copia dichiarazione CE di conformità (ventilatore con motore elettrico)������������������������������������������������������������������������������������������������������ 5
1.2- Copia dichiarazione CE di conformità (ventilatore senza motore elettrico)��������������������������������������������������������������������������������������������������� 6
1.3- Marcatura CE������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 7
1.3.1- Targhetta STANDARD (FIG. 1)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 7
1.3.2- Targhetta ATEX (FIG. 2)��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 8
2- Generalità�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 9
2.1- Importanza del manuale������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 9
2.2-Note di consultazione (TAB. 1)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 10
2.2.1- Stato “macchina spenta”������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 10
2.2.2- Operatori autorizzati������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 11
2.3-Abbreviazioni (TAB. 2)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 12
2.4-Diritti riservati���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 13
2.5-Garanzia����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 13
2.6-Fabbricante������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 14
2.7-Rivenditore ������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 14
2.8- Centro di assistenza����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 14
3- Descrizione TECNICA������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 15
3.1-Designazione���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 15
3.2-Descrizione della macchina������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 15
3.3-Classificazione (TAB. 3)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 15
3.4- Identificazione del modello�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 16
3.5-Dati tecnici�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 16
3.5.1- Dati caratteristici������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 17
3.6-Denominazione dei componenti principali�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 18
3.6.1- Esecuzione a trasmissione diretta (FIG. 4)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 18
3.6.2- Esecuzione a trasmissione indiretta (FIG. 5)����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 19
3.6.3- Esecuzioni costruttive (FIG. 6 e FIG. 7)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 20
3.6.4- Orientamenti������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 22
3.6.5- Posizionamento motore su ventilatore assiale��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 23
3.7-Uso previsto della macchina (TAB. 5)��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 23
3.8-Fonti di alimentazione di energia���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 23
3.9- Prodotti utilizzati (TAB. 6)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 24
3.10-Uso scorretto ragionevolmente prevedibile������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 24
4- Trasporto e movimentazione����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 25
4.1- Trasporto e movimentazione della macchina���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 25
4.2-Sollevamento del ventilatore (FIG. 11)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 25
4.3-Imballo (FIG. 12)����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 26
4.4-Sballaggio��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 28
5- INSTALLAZIONE������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 29
5.1-Avvertenze generali������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 29
5.2- Montaggio del ventilatore���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 29
5.2.1- Controlli prima del montaggio (TAB. 7 e FIG. 13)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 30
5.3- Modalità di installazione (UNI EN ISO 13349)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 30
5.3.1- Posizionamento (FIG. 14 e FIG. 15)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 31
5.4- Montaggio del ventilatore con trasmissione diretta������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 31
5.4.1- Montaggio del motore elettrico sulla sedia (FIG. 16)����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 31
5.4.2- Montaggio e smontaggio della girante “a semplice aspirazione” ed “assiale” (FIG. 17÷FIG. 20)���������������������������������������������������������� 32
5.4.3- Montaggio della cassa sulla sedia (FIG. 21)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������ 33
5.4.4- Montaggio del boccaglio (TAB. 8)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 33
5.5- Montaggio del ventilatore a doppio stadio (Esecuzione 4)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� 34
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
1
INDICE
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5.6- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta (TAB. 9) �������������������������������������������������������������������������������������������������������������������34
5.6.1- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta con supporto a tubo (35A/B 28 - 40A/B 38...) (FIG. 22 e TAB. 10)���������������������34
5.6.2- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta con supporti staccati (SNL 515 - 516 ...) (FIG. 23/TAB. 11 e FIG. 24/TAB. 12)��36
5.6.3- Montaggio del motore elettrico (Esecuzione 12 - 9 Sistemazione 18 - 19) (FIG. 25)����������������������������������������������������������������������������38
5.6.4- Montaggio delle cinghie (FIG. 26 e TAB. 13)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������38
5.6.5- Montaggio del giunto d’accoppiamento�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������40
5.6.5.1- Allineamento e centraggio del giunto d’accoppiamento (FIG. 27, FIG. 28 e TAB. 14)����������������������������������������������������������������������40
5.6.6- Montaggio del carter di protezione���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������41
5.6.7- Montaggio dei ventilatori a doppia aspirazione (Esecuzione 6 - 18 - 19)����������������������������������������������������������������������������������������������41
5.7-Ancoraggio del ventilatore (fondazioni)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������41
5.8- Collegamento elettrico alla morsettiera motore elettrico (FIG. 29 e FIG. 30)����������������������������������������������������������������������������������������������42
5.8.1- Equipaggiamento elettrico (FIG. 31)������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������42
5.9- Collegamento all’impianto di aspirazione����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������43
6- SICUREZZA���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������44
6.1- Ripari e dispositivi di protezione (TAB. 15)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������44
6.2- Rischi residui�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������45
6.3-Segnaletica di sicurezza e indicazione (FIG. 32 e FIG. 33 e TAB. 16 e TAB. 17)����������������������������������������������������������������������������������������46
6.4-Dispositivi di protezione individuale (DPI) (TAB. 18)�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������50
7- Uso e funzionamento���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������51
7.1- Controlli prima dell’accensione (TAB. 19)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������51
7.2-Accensione del ventilatore��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������51
7.3- Controlli dopo l’accensione (TAB. 20)���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������52
7.4-Spegnimento del ventilatore�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������52
7.5-Arresto di emergenza (TAB. 21)�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������53
7.6-Accensione dopo un arresto di emergenza������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������53
8- Manutenzione������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������54
8.1- Manutenzione ordinaria (FIG. 34) ��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������54
8.1.1- Interventi di manutenzione programmata����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������55
8.1.2- Ingrassaggio del supporto (cuscinetti) (TAB. 24÷TAB. 26)��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������55
8.2-Smontaggio�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������58
8.3- Manutenzione straordinaria������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������58
9- Ventilatori atex�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������59
9.1-Avvertenze generali (TAB. 27)��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������59
9.2- Caratteristiche costruttive���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������59
9.3-Associazione ventilatore / motore elettrico (TAB. 28 e TAB. 29)�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������60
9.4- Precauzioni per i ventilatori ATEX���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������60
9.5-Allegati��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������60
10- Messa fuori servizio��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������61
10.1- Magazzinaggio�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������61
10.2- Demolizione�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������61
11- RICAMBI������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������62
11.1- Avvertenze generali������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������62
12- ANOMALIE, CAUSE E RIMEDI (TAB. 30÷TAB. 33)�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������63
12.1- Anomalie, cause e rimedi���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������63
13- Allegati���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������67
13.1- Uso previsto per i diversi modelli���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������67
13.2- Rumore aereo (TAB. 34÷TAB. 44)�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������70
13.2.1- Rumore: informazioni generali (Rif. EN ISO 3744, EN ISO 3746 e ISO 13347) (valori di TAB. 34 ÷ TAB. 44)������������������������������������70
13.3- Pesi (TAB. 45÷TAB. 62)�����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������79
13.4- .Istruzioni per la movimentazione dell’imballo���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������90
2
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
ErP - ENERGY RELATED PRODUCTS
ErP 2009/125/CE - Energy Related Products
Normative
La Direttiva Ecodesign 2005/32/CE, introdotta il 6 luglio 2005 come “Energy Using Product” Directive (EuP), punta a fornire un quadro
normativo comune per stabilire i requisiti per la progettazione ecocompatibile dei prodotti, senza impatti negativi su salute, sicurezza
e funzionalità del prodotto.
Applicata inizialmente solamente ai prodotti che utilizzano e producono energia è stata sostituita dalla Direttiva 2009/125/CE che ne
estende il campo di applicazione a tutti i prodotti connessi all’energia (“Energy Related Products” - ErP) in conseguenza del piano
strategico “20-20-20”, con il quale l’Unione Europea ha fissato gli obiettivi di riduzione del 20% delle emissioni di gas serra, l’aumento
del 20% del risparmio energetico negli usi finali e l’incremento del 20% di consumo di energia da fonti rinnovabili entro il 2020.
È importante sottolineare come la Direttiva ErP ed il relativo Regolamento Europeo n. 327/2011 prendono in considerazione tutto
l’insieme del ventilatore, dall’alimentazione dell’inverter (quando è compreso nel calcolo del rendimento obiettivo) al motore ed alla
girante. In tal caso è irrilevante se il ventilatore funziona come singola unità o se è inserito come componente in un altro insieme o
processo produttivo.
Il Regolamento reca le modalità di applicazione di tale Direttiva in merito ai ventilatori con potenza elettrica di ingresso compresa tra
125 W e 500 kW e prevede che, a partire:
Dal 1° gennaio 2013, i ventilatori non potranno avere un’efficienza energetica inferiore a quella definita nell’allegato I, sezione 2,
tabella 1.
Dal 1° gennaio 2015, i ventilatori non potranno avere un’efficienza energetica inferiore a quella definita nell’allegato I, sezione 2,
tabella 2.
Il Regolamento Europeo definisce le formule da utilizzare per calcolare l’efficienza minima (ηtarget) per ogni ventilatore, tale procedura
prende in considerazione diversi intervalli di potenza per ogni tipologia di ventilatore. Il grado di efficienza “N” è una costante nel
calcolo dell’efficienza obiettivo il cui valore aumenterà a partire dal 2015 rispetto a quello definito per il 2013.
Ne consegue che tutti i costruttori e gli importatori europei di ventilatori non potranno più immettere sul mercato europeo ventilatori che
non raggiungano il livello di efficienza obiettivo stabilito dal Regolamento Europeo n. 327/2011.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
3
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
ERP - ENERGY RELATED PRODUCTS
Qui sotto si riportano le curve di efficienza energetica obbiettivo e le formule con cui vengono calcolate, entrambe chiaramente definite
dal legislatore europeo.
Ventilatore Assiale20152013
Ventilatore Centrifugo a pale rovescie
2015
2013
Ventilatore Centrifugo a pale curve in avanti 2015
2013
Tipo di
ventilatore
Categoria
di misura
Ventilatore
assiale
Ventilatore
centrifugo a pale
curve in avanti
Ventilatore
centrifugo a
pale rovesce
B
B
B
Categoria
di
efficienza
Intervallo
di potenza
P in kW
Efficienza energetica
obiettivo
0,125 ≤ P ≤ 10
ηtarget = 2,74•
ln(P) - 6,33 + N
10 ≤ P ≤ 500
ηtarget = 0,78•
ln(P) - 1,88 + N
0,125 ≤ P ≤ 10
ηtarget = 2,74•
ln(P) - 6,33 + N
10 ≤ P ≤ 500
ηtarget = 0,78•
ln(P) - 1,88 + N
0,125 ≤ P ≤ 10
ηtarget = 4,56•
ln(P) - 10,5 + N
10 ≤ P ≤ 500
ηtarget = 1,1•
ln(P) - 2,6 + N
Totale
Totale
Totale
Grado di
efficienza N 1a
fase 01.2013
Grado di
efficienza N 2a
fase 01.2015
50
58
42
49
61
64
Eccezioni alla norma
Il Regolamento Europeo n. 327/2011 non si applica a ventilatori che sono progettati per funzionare:
• In atmosfere potenzialmente esplosive (rif. Dir. 94/9/CE).
• Con temperature di esercizio del gas circolante superiori a 100 °C.
• Con temperatura ambiente di esercizio del motore, se collocato al di fuori del flusso di gas, superiore a 65 °C.
• Con temperatura media annua del gas circolante e/o la temperatura ambiente di esercizio del motore, inferiore –40 °C.
• Solo in casi di emergenza, per brevi periodi (rif. Dir. 89/106/CE).
• Con una tensione di alimentazione > 1000 VAC o > 1500 VDC
• In ambienti tossici, altamente corrosivi o infiammabili o in ambienti con sostanze abrasive.
Le specifiche di efficienza energetica non si applicano inoltre ai ventilatori progettati per funzionare:
• Con un’efficienza energetica ottimale a 8000 rpm o più.
• In applicazioni nelle quali il “rapporto specifico” è superiore a 1,11.
• Per il trasporto di sostanze non gassose in applicazioni industriali.
4
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DICHIARAZIONE E MARCATURA CE -1
1- Dichiarazione e marcatura ce
1.1- Copia dichiarazione CE di conformità (ventilatore con motore elettrico)
Fabbricante:
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
www.euroventilatori-int.it
Dichiara che la seguente macchina:
Designazione:
VENTILATORE INDUSTRIALE
Tipo:
N. di serie:
È conforme alle disposizioni delle seguenti direttive:
2006/42/CE
Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2006, relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE
(rifusione)
2004/108/CE
Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 dicembre 2004, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati
Membri relative alla compatibilità elettromagnetica e che abroga da Direttiva 89/336/CEE
2009/125/CE
Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009 relativa all’istituzione di un quadro per l’elaborazione di
specifiche per la progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia (rifusione)
(UE) N. 327/2011
Regolamento della Commissione del 30 marzo 2011 recante modalità di applicazione della direttiva 2009/125/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio in merito alle specifiche per la progettazione ecocompatibile di ventilatori a motore la cui potenza elettrica
di ingresso è compresa tra 125 W e 500 kW
È conforme alle disposizioni delle seguenti norme e norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio
EN 13857:2008
UNI EN ISO
12499:2009
EN 60204-1:2006
AC:2010
UNI EN ISO
13349:2011
Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori
Ventilatori industriali - Sicurezza meccanica dei ventilatori - Ripari
Sicurezza del macchinario. Equipaggiamento elettrico delle macchine - Parte 1: Regole generali
Ventilatori. Vocabolario e definizioni delle categorie
Persona autorizzata a costituire il Fascicolo Tecnico:
Nome e indirizzo:
Persona autorizzata a redigere la dichiarazione:
Luogo:
Data:
............/............/............
Nome e ruolo:
Firma e timbro:
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
5
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
1- DICHIARAZIONE E MARCATURA ce
1.2- Copia dichiarazione CE di conformità (ventilatore senza motore elettrico)
Fabbricante:
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
www.euroventilatori-int.it
Dichiara che la seguente macchina:
Designazione:
VENTILATORE INDUSTRIALE
Tipo:
N. di serie:
È conforme alle disposizioni delle seguenti direttive:
2006/42/CE
Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2006, relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE
(rifusione)
È conforme alle disposizioni delle seguenti norme e norme armonizzate:
EN ISO 12100:2010 Sicurezza del macchinario - Principi generali di progettazione - Valutazione del rischio e riduzione del rischio
EN 13857:2008
Sicurezza del macchinario - Distanze di sicurezza per impedire il raggiungimento di zone pericolose con gli arti superiori e inferiori
UNI EN ISO
12499:2009
Ventilatori industriali - Sicurezza meccanica dei ventilatori - Ripari
UNI EN ISO
13349:2011
Ventilatori. Vocabolario e definizioni delle categorie
Persona autorizzata a costituire il Fascicolo Tecnico:
Nome e indirizzo:
Persona autorizzata a redigere la dichiarazione:
Luogo:
Data:
............/............/............
Nome e ruolo:
Firma e timbro:
6
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DICHIARAZIONE E MARCATURA CE -1
1.3- Marcatura CE
La marcatura CE attesta la conformità della macchina ai requisiti essenziali di sicurezza e di salute previsti dalle Direttive Europee
riportate nella dichiarazione CE di conformità.
È costituita da due tipi di targhetta (STANDARD e ATEX) adesiva in alluminio serigrafata di colore nero, dove sono stampati in inglese
i dati della macchina. È applicata generalmente sulla sedia del ventilatore o in una posizione ben visibile.
1.3.1- Targhetta STANDARD (FIG. 1)
Nella targhetta “STANDARD” (FIG. 1) applicata su tutti i ventilatori non conformi alla Direttiva ATEX, sono riportati in modo leggibile
ed indelebile i seguenti dati:
• IL LOGO, IL NOME E L’INDIRIZZO DEL FABBRICANTE
• LA MARCATURA CE
• DIRETTIVA 2009/125/CE (Progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all’energia)
• ErP - REGOLAMENTO (UE) 327/2011 (Energy related Products - Prodotti connessi all’Energia)
• L’ANNO DI COSTRUZIONE
• IL TIPO DI VENTILATORE (serie e modello)
• IL NUMERO DI SERIE
• LA VELOCITÀ DEL VENTILATORE (r/min - numero di giri al minuto)
• LE CARATTERISTICHE DEL MOTORE ELETTRICO: Tipo, poli, potenza (kW), frequenza (Hz)
• LA PORTATA (m3/min)
• LA PRESSIONE TOTALE (kgf/ m2)
• LA TEMPERATURA DEL FLUIDO (°C)
• RAPPORTO SPECIFICO DEL VENTILATORE
• EFFICIENZA COMPLESSIVA DEL VENTILATORE
• GRADO DI EFFICIENZA DEL VENTILATORE AL PUNTO DI MASSIMO RENDIMENTO
• CATEGORIA DI MISURA
• CATEGORIA DI EFFICIENZA
• EVENTUALE PRESENZA DEL VARIATORE DI VELOCITÀ NEL CALCOLO DELL’EFFICIENZA DEL VENTILATORE (SI - NO)
FIG. 1 (Targhetta STANDARD)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
7
1- DICHIARAZIONE E MARCATURA ce
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
1.3.2- Targhetta ATEX (FIG. 2)
Nella targhetta “ATEX” (FIG. 2) applicata a tutti i ventilatori conformi alla Direttiva ATEX, sono riportati in modo leggibile ed indelebile
i seguenti dati in lingua inglese:
• IL LOGO, IL NOME E L’INDIRIZZO DEL FABBRICANTE
• LA MARCATURA CE
• IL SIMBOLO “EX”
• DIRETTIVA ATEX 94/9/CE (Apparecchi e sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva)
• IL TIPO DI VENTILATORE (serie e modello)
• L’ANNO DI COSTRUZIONE
• IL NUMERO DI SERIE
• LA MARCATURA CE, IL SIMBOLO “EX”, IL GRUPPO DI APPARTENENZA (II) E LA CLASSE DI TEMPERATURA (T1 ÷ T6 oppure
T max)
• LE CARATTERISTICHE DEL MOTORE ELETTRICO: Tipo, poli, potenza (kW), frequenza (Hz)
• LA TEMPERATURA DEL FLUIDO (°C)
• LA TEMPERATURA AMBIENTE AMMISSIBILE (°C)
• LA PORTATA (m3/s)
• LA PRESSIONE TOTALE (Pa)
• LA VELOCITÀ DEL VENTILATORE (r/min - numero di giri al minuto)
• IL RIFERIMENTO AL FASCICOLO TECNICO
FIG. 2 (Targhetta ATEX)
8
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
GENERALITÀ -2
2- Generalità
2.1- Importanza del manuale
Attenzione
PRIMA DI UTILIZZARE LA MACCHINA IN OGGETTO È OBBLIGATORIO CHE GLI OPERATORI AUTORIZZATI (v. par. 2.2.2)
LEGGANO E COMPRENDANO, IN TUTTE LE SUE PARTI, IL PRESENTE MANUALE.
Il presente manuale di istruzioni è stato redatto secondo le indicazioni previste dalle Direttive Europee, al fine di garantire una facile
e corretta comprensione degli argomenti trattati da parte degli operatori autorizzati all’utilizzo e alla manutenzione della macchina
in oggetto. Se, nonostante l’attenzione prestata in fase di redazione da parte del Fabbricante, gli operatori suddetti riscontrassero
qualche incomprensione nella lettura, sono pregati, onde evitare errate interpretazioni personali che compromettano la sicurezza, di
richiedere tempestivamente al Fabbricante le corrette spiegazioni ed informazioni.
Prima di utilizzare la macchina in oggetto, gli operatori autorizzati devono obbligatoriamente leggere e comprendere in tutte le sue parti
il presente manuale di istruzioni ed attenersi rigorosamente alle norme ivi descritte, al fine di garantire la propria e l’altrui sicurezza,
ottenere le migliori prestazioni della macchina ed assicurare, a tutti i suoi componenti, la massima efficienza e durata.
Il presente manuale deve, in qualsiasi momento, essere a disposizione degli operatori autorizzati e trovarsi, ben custodito e conservato,
sempre vicino alla macchina.
Attenzione
IL PRESENTE MANUALE DEVE SEMPRE ESSERE A DISPOSIZIONE DEGLI OPERATORI AUTORIZZATI E TROVARSI
NELLE VICINANZE DELLA MACCHINA BEN CUSTODITO E CONSERVATO.
IL PRESENTE MANUALE DEVE ESSERE OBBLIGATORIAMENTE CONSEGNATO ASSIEME ALLA MACCHINA QUALORA
VENGA CEDUTA AD ALTRO UTILIZZATORE.
IL Fabbricante DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E COSE CAUSATI
DALL’INOSSERVANZA DELLE NORME E DELLE AVVERTENZE DESCRITTE NEL PRESENTE MANUALE.
IL PRESENTE MANUALE RISPECCHIA LO STATO DELLA TECNICA AL MOMENTO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE
DELLA MACCHINA E NON PUÒ ESSERE CONSIDERATO INADEGUATO SOLO PERCHÉ, IN BASE A NUOVE ESPERIENZE,
PUÒ ESSERE SUCCESSIVAMENTE AGGIORNATO.
IN CASO DI SMARRIMENTO O DETERIORAMENTO DEL MANUALE RICHIEDERNE COPIA AL Fabbricante,
SPECIFICANDO I DATI DI IDENTIFICAZIONE DEL DOCUMENTO: CODICE, EMISSIONE E REVISIONE (V. COPERTINA O
PIè DI PAGINA).
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
9
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
2- GENERALITÀ
2.2- Note di consultazione (TAB. 1)
Testo Grassetto Evidenzia nel testo alcune frasi significative.
Testo Inclinato
Evidenzia la didascalia delle figure e tabelle.
Segnale di pericolo generico:
Evidenzia rischi per la salute e sicurezza degli operatori e/o rischi di danneggiamento o malfunzionamento della
macchina.
Segnale di obbligo generico:
Indica una prescrizione (obbligo a compiere un’azione).
Segnale di divieto generico:
Evidenzia il divieto di compiere un’azione.
Segnale di pericolo EX:
Evidenzia il rischio dovuto all’esplosione.
Cassonetto sbarrato:
Evidenzia il divieto di gettare nei cassonetti materiale di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).
PERICOLO
Segnala un pericolo con un alto livello di rischio che, se non evitato, porta alla
morte o a lesioni gravi.
Avvertenza
Segnala un pericolo con un medio livello di rischio che, se non evitato, può portare
alla morte o a lesioni gravi.
Attenzione
Segnala un pericolo con un basso livello di rischio che, se non evitato, può portare
a lesioni lievi o non gravi.
IL TESTO IN MAIUSCOLO RIQUADRATO, RICHIAMA L’ATTENZIONE DELL’UTILIZZATORE SULLE avvertenze
RIPORTATE NEL PRESENTE MANUALE.
TAB. 1 (Note di consultazione)
2.2.1- Stato “macchina spenta”
Prima di eseguire qualsiasi tipo di intervento manutentivo e/o regolazioni sulla macchina è obbligatorio sezionare tutte le fonti di
alimentazione di energia e assicurarsi che la macchina sia effettivamente ferma e che non si verifichi l’avvio inatteso.
È obbligatorio lucchettare il sezionatore elettrico generale ed eventualmente esporre un cartello informativo (Es. È vietato toccare:
lavori di manutenzione in corso).
10
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
GENERALITÀ -2
2.2.2- Operatori autorizzati
Avvertenza
GLI OPERATORI AUTORIZZATI DEVONO ESEGUIRE SULLA MACCHINA ESCLUSIVAMENTE GLI INTERVENTI DI LORO
SPECIFICA COMPETENZA.
GLI OPERATORI AUTORIZZATI, PRIMA DI ESEGUIRE QUALSIASI INTERVENTO SULLA MACCHINA, DEVONO ASSICURARSI
DI ESSERE IN POSSESSO DELLE PIENE FACOLTÀ PSICOFISICHE TALI DA GARANTIRE SEMPRE IL RISPETTO DELLE
CONDIZIONI DI SICUREZZA.
Questo manuale tecnico è destinato, esclusivamente, agli operatori autorizzati all’uso e alla manutenzione della macchina in base
alle specifiche competenze tecnico-professionali richieste per il tipo di intervento. I simboli di seguito indicati sono disposti all’inizio
di un capitolo e/o di un paragrafo, ad indicare quale sia l’operatore interessato all’argomento trattato.
OPERATORE ADDETTO
È un operatore qualificato e professionalmente addestrato, che nel rispetto della legislazione vigente nel paese
di utilizzazione, è abilitato ad eseguire esclusivamente l’accensione, l’utilizzo, l’attrezzaggio, la messa a punto
(obbligatoriamente con le protezioni abilitate e la macchina spenta) e lo spegnimento della macchina nel rispetto
assoluto delle istruzioni riportate nel presente manuale, dotato dei dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti
al par. 6.4.
OPERATORE ADDETTO ALLA MOVIMENTAZIONE
È un operatore qualificato e professionalmente addestrato, che nel rispetto della legislazione vigente nel paese di
utilizzazione, è abilitato alla conduzione di carrelli elevatori, carri ponti o gru, per effettuare in sicurezza il trasporto,
la movimentazione e lo sballaggio della macchina e/o di parti di essa, dotato dei dispositivi di protezione individuale
(DPI) previsti al par. 6.4.
MANUTENTORE MECCANICO / IDRAULICO / PNEUMATICO
È un tecnico qualificato, abilitato ad eseguire esclusivamente interventi sugli organi meccanici / idraulici / pneumatici
per effettuare regolazioni, manutenzioni e/o riparazioni anche con le protezioni disabilitate (su consenso del
Preposto) nel rispetto assoluto delle istruzioni riportate nel presente manuale o altro documento specifico fornito
esclusivamente dal Fabbricante, dotato dei dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti al par. 6.4.
MANUTENTORE ELETTRICO
È un tecnico qualificato (elettricista in possesso dei requisiti tecnico professionali richiesti dalle normative vigenti),
abilitato ad eseguire esclusivamente interventi su dispositivi elettrici per effettuare regolazioni, manutenzioni e/o
riparazioni anche in presenza di tensione elettrica e con le protezioni disabilitate (su consenso del Preposto) nel
rispetto assoluto delle istruzioni riportate nel presente manuale o altro documento specifico fornito esclusivamente
dal Fabbricante, dotato dei dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti al par. 6.4.
PREPOSTO
Persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla
natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute,
controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.
TECNICO DEL FabbricantE O RIVENDITORE
È un tecnico qualificato messo a disposizione dal Fabbricante e/o dal rivenditore per effettuare l’assistenza tecnica
richiesta, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e/o operazioni non riportate nel presente manuale che
richiedano una conoscenza specifica della macchina, dotato dei dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti
al par. 6.4.
TAB. 2 (Operatori autorizzati)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
11
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
2- GENERALITÀ
2.3- Abbreviazioni (TAB. 3)
Nella TAB. 3 sono elencate alcune abbreviazioni usate nel manuale.
ca.
Circa
mm
Millimetri
cap.
Capitolo
N.
Numero
DPI
Dispositivi di Protezione Individuale
pag.
Pagina
DX
Destro/a
par.
Paragrafo
ø
Diametro
Pos.
Posizione
h
Ore
Rif.
Riferimento
EN
European Norm
s
Secondi
Es.
Esempio
SX
Sinistro/a
FIG.
Figura/e
TAB.
Tabella
MAX.
Massimo/a
v.
Vedi
MIN.
Minimo/a
Q.tà
Quantità
min
Minuti
ecc.
Eccetera
TAB. 3 (Abbreviazioni)
12
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
GENERALITÀ -2
2.4- Diritti riservati
I diritti riservati riguardanti questo manuale di istruzioni rimangono in possesso del Fabbricante.
Ogni informazione (testo, disegni, schemi, ecc...) qui riportata è riservata. Nessuna parte del presente manuale può essere riprodotta
e diffusa (completamente o parzialmente) con un qualsiasi mezzo di riproduzione, (fotocopie, microfilm o altro) senza l’autorizzazione
scritta da parte del Fabbricante.
Tutti i marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.
2.5- Garanzia
La EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA fornisce la garanzia per 12 (dodici) mesi dalla data di messa in servizio, ma non oltre
i 18 (diciotto) mesi dalla data di consegna.
Decorso il termine la garanzia cessa, anche se le apparecchiature non sono state messe in opera per qualsiasi ragione.
In caso di difetti, purché ciò non dipenda da errori di montaggio dovuti al cliente o a terzi, da cattivo uso dei materiali, mancata o errata
manutenzione, naturale logoramento, guasti causati da imperizie o negligenza dell’acquirente o dal trasporto, da cattiva conservazione
dei materiali, da mancata immediata adozione da parte del cliente delle misure atte a contenere le eventuali disfunzioni, sovraccarichi
rispetto ai limiti contrattuali, da interventi non autorizzati, da manomissioni eseguite o fatte eseguire dal cliente, da caso fortuito o
forza maggiore, la EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA, durante il periodo di garanzia riparerà o sostituirà gratuitamente nel
minor tempo possibile le parti difettose, presso i propri stabilimenti. Qualora la riparazione non dovesse essere effettuata presso
gli stabilimenti della EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA, tutte le spese supplementari o relative saranno a carico del cliente.
La riparazione o sostituzione sarà effettuata a condizione che il cliente sia adempiente in quel momento alle proprie
obbligazioni. Il cliente non potrà sospendere l’adempimento delle proprie obbligazioni in tutti i casi in cui invochi la presente garanzia.
Il cliente dà atto che, salvo i limiti inderogabili di legge, viene espressamente esclusa qualsiasi responsabilità della EUROVENTILATORI
INTERNATIONAL SPA per i danni derivanti da eventuali inadempimenti nonché per i danni, diretti e indiretti, derivanti dai vizi della
cosa, ivi compreso a titolo meramente esemplificativo il danno emergente ed il lucro cessante causati dalle fermate degli impianti nei
quali i materiali sono destinati ad operare.
Per le parti del materiale venduto che sono state oggetto di sub-fornitura alla EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA, la
responsabilità della EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA non sarà comunque maggiore di quella del produttore degli stessi
verso la EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA.
La EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA è esonerata, ed il cliente la terrà indenne, salvo i limiti inderogabili di legge, da
qualsiasi responsabilità contrattuale od extracontrattuale per qualsiasi danno diretto o indiretto derivante da forniture, dall’uso di
prodotti, dalle loro riparazioni o sostituzioni.
Il termine per la riparazione o sostituzione dei prodotti difettosi sarà concordato tra EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA e il
cliente.
La spedizione di qualsiasi prodotto asserito difettoso dal cliente alla EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA e successivamente
dalla EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA al cliente, sarà effettuata a rischio del cliente, che provvederà a coprirsi
adeguatamente mediante assicurazione. I prodotti riparati o in sostituzione viaggeranno a spese e rischio del cliente.
Qualsiasi contestazione relativa ad una spedizione non avrà alcun effetto sul resto della fornitura.
I prodotti sostituiti dalla EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA diverranno di proprietà della stessa.
Il cliente si obbliga a pattuire in tutti i rapporti contrattuali aventi per oggetto anche i materiali forniti dalla EUROVENTILATORI
INTERNATIONAL SPA una clausola limitativa della responsabilità della EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA medesima
sostanzialmente identica a quanto previsto nel presente articolo e si obbliga a manlevare e tenere indenne la EUROVENTILATORI
INTERNATIONAL SPA da ogni e qualsiasi obbligazione risarcitoria di cui la EUROVENTILATORI INTERNATIONAL SPA fosse tenuta
a rispondere, assumendo piena ed esclusiva responsabilità dell’ulteriore circolazione dei materiali forniti dalla EUROVENTILATORI
INTERNATIONAL SPA.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
13
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
2- GENERALITÀ
2.6- Fabbricante
Nome
Euroventilatori International SPA
Indirizzo
Via Risorgimento, 90 - 36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Telefono
+39 0444 472472
Fax
+39 0444 472450- 15- 18
E-mail
[email protected]
Sito internet
www.euroventilatori-int.it
2.7- Rivenditore
Da compilare a cura del Rivenditore.
Nome
Indirizzo
Telefono
Fax
E-mail
Sito internet
Timbro
2.8- Centro di assistenza
Da compilare a cura del Centro di assistenza.
Nome
Indirizzo
Telefono
Fax
E-mail
Sito internet
Timbro
14
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DESCRIZIONE TECNICA -3
3- Descrizione TECNICA
3.1- Designazione
La macchina in oggetto è così denominata
VENTILATORE INDUSTRIALE
3.2- Descrizione della macchina
Il ventilatore industriale (in seguito ventilatore) è una turbomacchina operatrice che riceve energia meccanica e la utilizza, per mezzo
di una girante palettata, per mantenere un flusso continuo di aria o di altri gas che la attraversano, fornendo un lavoro per unità di
massa che non sia maggiore di 25 kJ/kg (UNI EN ISO 13349).
• Ventilatore radiale (centrifugo): ventilatore dove il fluido incontra la girante in direzione assiale con essa e la abbandona in una
direzione perpendicolare all’asse. Le pale: negative dove si elabora il fluido con la parte posteriore e convessa (EU-EUM-MPR-TRBT-BPRD-APR.-APR.D); positive dove si elabora il fluido con la parte anteriore e concava (BP-TPA-TQ-TF-TG-AP.); radiali o diritte
dove si elabora il fluido indistintamente con la parte posteriore o anteriore, se non sono previsti rinforzi pala da una o l’altra parte
(TTRC-TH) (v. FIG. 3).
• Ventilatore assiale: ventilatore dove il fluido incontra e abbandona la girante lungo superfici cilindriche coassiali con esso.
Le pale: ALARI ottenute per pressofusione di alluminio (EVF-EVP-EVC-EVL-EVT).
Flusso d’aria A: che significa Flusso Aria da motore (supporto) verso girante.
Flusso d’aria B: che significa Flusso Aria da girante a motore (supporto).
Flusso d’aria U: che significa Flusso Aria dal basso verso l’alto.
Flusso d’aria D: che significa Flusso Aria dall’alto verso il basso (v. par. 3.6.5).
FIG. 3 (Descrizione della macchina)
3.3- Classificazione (TAB. 4)
I ventilatori sono classificati in base all’andamento della pressione massima erogabile, del flusso nella girante, e al sistema di
azionamento.
In base alla pressione massima erogabile si classificano in ventilatori alta pressione, media pressione e bassa pressione.
In considerazione dell’andamento del flusso nella girante possono essere centrifughi o assiali.
Il ventilatore centrifugo è un ventilatore in cui l’aria entra nella girante con direzione sostanzialmente assiale e la lascia in direzione
perpendicolare all’asse. Una particolare configurazione è quella a doppio stadio.
Il ventilatore assiale è un ventilatore in cui l’aria entra ed esce dalla girante lungo superfici sostanzialmente cilindriche e coassiali con
il ventilatore stesso.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
15
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
3- DESCRIZIONE TECNICA
In base al sistema di azionamento si suddividono in ventilatori con trasmissione a cinghia e ad accoppiamento diretto con
motore elettrico interno. Un specifico sistema di accoppiamento diretto è quello tramite giunto (N8).
Pressione
Alta Pressione
Sistema di
azionamento
Diretto
4/5
Esecuzioni
Andamento
del flusso
Serie
Media Pressione
Cinghia Diretto N8
1/9/12
8
Diretto
Cinghia
4/5
1/9/12
Bassa Pressione
Diretto
Cinghia
4
4/5
1/9
1/9/12
Assiali
Centrifughi
Assiali
Centrifughi
EVc
BPRc
Centrifughi
a doppio
stadio
APE
APRED
APEc
APRF/N8
EU
EUc
EVP
BP
APF
APRFD
APFc
APRG/N8
EUM
EUMc
EVF
BPR
BPc
APG
APRGD
APGc
APRH/N8
MPR
TRc
EVL
BT
BPRDc (*)
APRF
APRFc
APRI/N8
TR
TTRc
EVT
APRG
APRGc
APRL/N8
TPA
TFc
APRH
APRHc
TQ
TGc
APRI
APRIc
TF
THc
APRL
APRLc
TG
TH
MPRc
Centrifughi
Centrifughi
(*) Sistemazione 6, 19, 18
TAB. 4 (Classificazione ventilatori)
3.4- Identificazione del modello
L’identificazione del proprio modello di ventilatore è molto importante in quanto consente di ricercare nel presente manuale le relative
istruzioni e informazioni.
La sigla del modello è riportata nella targhetta di marcatura CE applicata al ventilatore e/o nella dichiarazione CE di conformità.
PERICOLO
L’identificazione del modello di ventilatore conforme alla direttiva ATEX 94/9/ce È riportata
nella targhetta di marcatura ce (FIG. 2) APPLICATA e nella dichiarazione ce di conformità e Si
contraddistingue dal simbolo “ex”.
3.5- Dati tecnici
I dati sul rumore aereo e sui pesi dei componenti principali del ventilatore sono riportati anche nel cap. 13.
Tutti gli altri dati tecnici riguardanti ogni modello di ventilatore sono riportati nei “cataloghi cartacei” (richiedibili al Fabbricante o al
Rivenditore) e nelle “schede tecniche” consultabili e stampabili dal sito www.euroventilatori-int.it.
Per visualizzare e stampare la scheda tecnica relativa al proprio modello di ventilatore, procedere come segue:
Collegarsi al sito sopra citato;
Selezionare la lingua desiderata;
Selezionare la voce “prodotti”;
Selezionare la “categoria” e la “serie” e comparirà:
• V (m3/h)
• Pt (kg/m2)
• Tipo di trasmissione (diretta o indiretta)
• Impiego (descrizione dettagliata del tipo di fluido aspirato e della destinazione d’uso)
• Temperatura del fluido aspirato (°C)
• Immagine ventilatore e girante
5) Selezionare il “modello”, comparirà:
• Portata (m3/min. o m3/s o m3/h)
1)
2)
3)
4)
16
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
DESCRIZIONE TECNICA -3
Pressione aspirante Pa (kg/m2)
Pressione premente Pa (kg/m2)
Motore elettrico installato (tipo)
Potenza installata (kW)
Velocità di rotazione (giri/min)
Tipo fluido
Flangia aspirante (Ø mm)
Flangia premente (Ø mm)
Peso senza motore elettrico (kg)
PD2 (kgm2)
Eventuali altri dati (es. orientabile)
Grafico interattivo (diagramma con curve di carico)
Disegno tecnico specifico con le dimensioni d’ingombro nei formati digitali DWG e DXF (Area riservata).
3.5.1- Dati caratteristici
I dati fondamentali che caratterizzano un ventilatore sono i seguenti:
• Portata volumetrica: è il volume di fluido che attraversa il ventilatore in un certo periodo di tempo, in un secondo (m3/s), in un
minuto (m3/min), in un’ora (m3/h);
• Pressione statica: è l’energia che la girante fornisce per vincere le resistenze opposte dal circuito al passaggio del fluido (si
misura in mm c.a. o Pascal = Pa);
• Pressione dinamica: è l’energia posseduta dal fluido per effetto della velocità impressa dalla girante all’uscita della bocca
premente del ventilatore (si misura in mm c.a. o Pa);
• Pressione totale: è la somma algebrica della pressione statica e della pressione dinamica (si misura in mm c.a. o Pa);
• Velocità di rotazione: è la velocità della girante e si misura in giri al minuto (giri/min);
• Rendimento: è il rapporto in percentuale tra l’energia che il ventilatore riesce a trasmettere al fluido e l’energia fornita dal motore
alla girante, dipende dalla conformazione della girante;
• Potenza assorbita: è la potenza necessaria (fornita dal motore) al ventilatore per il proprio funzionamento, si misura in kW;
• Potenza di targa del motore: è la potenza nominale che il motore è in grado di fornire, deve sempre essere maggiore della
potenza assorbita dal ventilatore, si misura in kW;
• Livello di pressione acustica: è l’energia che si propaga nell’orecchio che genera le vibrazioni del timpano, in altre parole è il
livello di rumorosità del ventilatore e si valuta in dB(A) (decibel) secondo la scala A (scala che permette di valutare l’impatto del
rumore sull’orecchio umano in relazione alla frequenza dello stesso);
• Potenza acustica: è l’indice di emissione d’energia acustica e costituisce una caratteristica intrinseca, ed invariante, di una
sorgente. La potenza acustica è espressa in Watt.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
17
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
3- DESCRIZIONE TECNICA
3.6- Denominazione dei componenti principali
3.6.1- Esecuzione a trasmissione diretta (FIG. 4)
FIG. 4 (Esecuzione a trasmissione diretta)
18
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DESCRIZIONE TECNICA -3
3.6.2- Esecuzione a trasmissione indiretta (FIG. 5)
FIG. 5 (Esecuzione a trasmissione indiretta)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
19
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
3- DESCRIZIONE TECNICA
3.6.3- Esecuzioni costruttive (FIG. 6 e FIG. 7)
ESECUZIONE 1
Accoppiamento a cinghie. Girante calettata a sbalzo. Supporto montato su sedia al di fuori del circuito
dell’aria. Temperatura max. dell’aria 90 °C senza ventolina di raffreddamento; 350 °C con ventolina.
ESECUZIONE 4
Accoppiamento diretto. Girante calettata direttamente sull’albero del motore elettrico che è sostenuto dalla
sedia. Temperatura max dell’aria 80 °C; con ventolina 150 °C (per ventilatori assiali temperatura max.
dell’aria 70 °C).
ESECUZIONE 5
Accoppiamento diretto. Girante calettata direttamente sull’albero del motore elettrico flangiato che è
sostenuto dalla cassa. Temperatura max. dell’aria 80 °C.
ESECUZIONE 8
Accoppiamento a mezzo giunto elastico. Girante calettata a sbalzo. Supporto montato su base al di fuori
del circuito dell’aria. Temperatura dell’aria 90 °C senza ventolina di raffreddamento; 350 °C con ventolina.
Base unica per ventilatore supporto-motore elettrico.
ESECUZIONE 9
Accoppiamento a cinghie. È uguale alla Esecuzione 1 col motore elettrico sostenuto sul fianco della sedia.
Temperatura massima dell’aria 90 °C senza ventolina di raffreddamento, 350 °C con ventolina.
Posizione del motore elettrico W o Z (per ventilatori assiali temperatura max. dell’aria 70 °C).
FIG. 6 (Esecuzioni costruttive)
20
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DESCRIZIONE TECNICA -3
ESECUZIONE 12
Accoppiamento a cinghie. È uguale alla esecuzione 1 con ventilatore e motore elettrico sostenuti dal telaio di
fondazione. Temperatura massima dell’aria 90 °C senza ventolina di raffreddamento; 350 °C con ventolina.
Posizione del motore elettrico W o Z (eccezionalmente X o Y) (per ventilatori assiali temperatura max.
dell’aria 70 °C).
SISTEMAZIONE 6
Accoppiamento a cinghie. Girante calettata fra i supporti, montati sui tronchetti aspiranti dentro al circuito
dell’aria, temperatura max. dell’aria 40 °C; con cuscinetti gioco C3 max. 80 °C.
SISTEMAZIONE 19
Accoppiamento a cinghie. È uguale alla sistemazione 6 col motore elettrico su base sostenuta dalla cassa.
Temperatura max. dell’aria 40 °C, con cuscinetti gioco C3 max. 80 °C.
SISTEMAZIONE 18
Accoppiamento a cinghie. È uguale alla sistemazione 6 con ventilatore e motore elettrico sostenuti dal telaio
di fondazione. Temperatura max. dell’aria 40 °C, con cuscinetti gioco C3 max. 80 °C.
Designazione in pianta delle posizioni dei motori per trasmissione a cinghie.
FIG. 7 (Esecuzioni costruttive)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
21
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
3- DESCRIZIONE TECNICA
3.6.4- Orientamenti
I ventilatori centrifughi vengono montati secondo 16 posizioni di orientamento (8 in senso orario RD e 8 in senso antiorario LG).
Il senso di rotazione è definito per un osservatore posto dal lato della trasmissione (motore).
Gli orientamenti RD, LG 180 e 225 sono possibili solo con opportuni adattamenti costruttivi (v. FIG. 8).
Per esecuzione a trasmissione indiretta vengono adottate posizioni standard dei motori come da FIG. 9.
FIG. 8 (Orientamento)
FIG. 9 (Orientamento con posizioni standard dei motori)
FIG. 10 (Posizione del motore su ventilatore assiale)
22
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
DESCRIZIONE TECNICA -3
3.6.5- Posizionamento motore su ventilatore assiale
Posizione del motore rispetto alla direzione del flusso d’aria.
ASSE ORIZZONTALE
ASSE VERTICALE
A = Flusso da motore a girante
B = Flusso da girante a motore
U = Flusso dal basso verso l’alto
D = Flusso dall’alto verso il basso
TAB. 5 (Flussi d’aria)
3.7- Uso previsto della macchina (TAB. 6)
La macchina è stata progettata e realizzata per il seguente uso.
CAMPO D’IMPIEGO
Settore industriale.
LUOGO DI UTILIZZO
Internamente o esternamente agli edifici, in luogo sufficientemente illuminato e idoneo alle disposizioni
legislative vigenti nel paese di utilizzazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
Il ventilatore deve essere installato su un pavimento, o una struttura antivibrante, orizzontale e livellato che
assicuri la stabilità in rapporto al peso e alle dimensioni di ingombro (v. par. 3.5).
Deve inoltre essere collegato ad un sistema di tubazioni dotato di idonei ripari di sicurezza meccanica
conformemente a quanto prescritto dalla norma EN ISO 12499:2009 e di tutti i dispositivi di sicurezza
previsti dalle norme antinfortunistiche vigenti.
Per ventilatori in esecuzione ATEX (rilevare dalla targhetta ad esso applicata - v. FIG. 2) fare
riferimento al cap. 9.
USO PREVISTO
Mantenere un flusso continuo di aria o di altri gas che attraversano il ventilatori.
Per l’impiego dettagliato dei singoli modelli fare riferimento al par. 13.1.
OPERATORI ADDETTI
Un solo operatore autorizzato in possesso dei requisiti tecnico professionali descritti nel par. 2.2.2.
ALL’UTILIZZO
TAB. 6 (Uso previsto della macchina)
3.8- Fonti di alimentazione di energia
Il ventilatore è azionato da un motore elettrico le cui caratteristiche sono riportate nel manuale di istruzioni fornito dal fabbricante del
motore elettrico.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
23
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
3- DESCRIZIONE TECNICA
3.9- Prodotti utilizzati (TAB. 7)
Avvertenza
È vietato l’impiego di prodotti diversi da quelli indicati nella TAB. 7.
Prima di utilizzare i prodotti elencati nella seguente tabella è obbligatorio leggere e comprendere in tutte le loro parti le relative schede
tecniche fornite dai produttori.
Prodotto
GRASSO
Caratteristiche
Utilizzo
Grasso tipo SHELL ALBIDA GREASE RL2 (o comparativo): punto di
Ingrassaggio dei cuscinetti gocciolamento a 260 °C (IP132/ASTM D566), penetrazione a 25 °C
del supporto.
-0,1 mm (IP50/ASTM D217), viscosità cinematica (IP71/ASTM D445): a
40 °C = 100 cSt - a 100 °C = 11,3 cSt.
TAB. 7 (Prodotti utilizzati)
3.10-Uso scorretto ragionevolmente prevedibile
L’uso scorretto ragionevolmente prevedibile consiste nell’uso della macchina in un modo non previstio dal fabbricante, ma che può
derivare da un comportamento umano facilmente prevedibile.
La macchina è stata progettata e realizzata esclusivamente per l’uso previsto al par. 3.7; pertanto è assolutamente vietato ogni altro
tipo d’impiego e utilizzo, al fine di garantire, in ogni momento, la sicurezza degli operatori autorizzati e l’efficienza della stessa.
PERICOLO
È vietata la messa in servizio del ventilatore non conforme alla direttiva atex 94/9/CE
(contraddistinto dal simbolo “ex” - v. par. 3.4) in ambienti con atmosfera potenzialmente esplosiva
e/o in presenza di polveri combustibili (es. polveri di legno, farine, zuccheri e granaglie).
PERICOLO
È VIETATO L’IMPIEGO E L’UTILIZZO della macchina PER USI IMPROPRI, DIVERSI DA QUELLO PREVISTO dal
FABBRICANTE (v. par. 3.7).
È vietata la messa in servizio del ventilatore prima che sia ultimata la corretta installazione (con
l’installazione di eventuali ripari secondo la norma EN ISO 12499:2009).
è vietato l’impiego del ventilatore con fluidi non aeriformi o con caratteristiche diverse da quelle
definite in fase d’ordine in quanto si potrebbero verificare danni strutturali sul ventilatore con
possibili danni a persone e/o cose.
è vietato l’impiego del ventilatore all’interno di tutte le tipologie di impianto con pressioni
(presenti o generate anche parzialmente dal ventilatore) superiori a 1,2 volte la pressione
atmosferica standard in quanto si possono verificare danni strutturali sul ventilatore con
possibili danni a persone e/ o cose.
è vietato l’impiego del ventilatore all’interno di impianti chimici dove il fluido elaborato sia
altamente corrosivo per i materiali utilizzati per la costruzione del ventilatore, oppure in
presenza di fluido altamente tossico dove le modalità costruttive della cassa e le tipologie
di tenuta utilizzate non siano idonee all’applicazione in quanto si potrebbero verificare danni
strutturali sul ventilatore con possibili danni a persone e/o cose.
è vietato l’impiego del ventilatore all’interno di impianti del settore minerario e con installazioni
nel sottosuolo in quanto si possono verificare dei rischi aggiuntivi non valutati nell’uso del
ventilatore sopra il livello del suolo e possibili danni a persone e/o cose.
24
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
TRASPORTO E MOVIMENTAZIONE -4
PERICOLO
Per prevenire utilizzi impropri e imprevisti del ventilatore, è obbligatorio prima dell’installazione,
effettuare sempre una scrupolosa valutazione dei rischi per l’identificazione dei pericoli,
la stima e la riduzione dei rischi. Le procedure per effettuare la valutazione dei rischi sono
riportate, oltre che nella direttiva macchine (All. I), nelle norme EN ISO 14121-1 e EN ISO 12100.
La documentazione della valutazione dei rischi deve essere conservata per futuri riferimenti a
cura di chi ha eseguito l’installazione e la messa in servizio del ventilatore.
Il fabbricante declina ogni responsabilità per danni a persone, animali e cose derivanti da utilizzi
impropri e imprevisti del ventilatore.
Attenzione
IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E/O COSE CAUSATI
DALL’INOSSERVANZA DELLE ISTRUZIONI E DELLE AVVERTENZE DESCRITTE NEL PRESENTE MANUALE.
4- Trasporto e movimentazione
4.1- Trasporto e movimentazione della macchina
La macchina viene trasportata presso il cliente tramite una “ditta di trasporti specializzata” che, mediante proprio personale e mezzi
idonei all’impiego, nel rispetto delle normative vigenti, provvede a garantire le operazioni d’imballo, sollevamento, carico, trasporto e
scarico relativamente alla tipologia di trasporto (via terra, via mare o via aerea).
Avvertenza
Prima di movimentare l’imballo è obbligatorio leggere e comprendere il foglio di istruzioni
applicato allo stesso (v. par. 13.4).
Il fabbricante declina ogni responsabilità per danni a persone, animali e cose, causati
dall’inosservanza di queste istruzioni.
PERICOLO
È OBBLIGATORIO IMPIEGARE MEZZI IDONEI ALL’IMPIEGO (FUNI, BRACHE, CATENE, GRU, CARRELLO ELEVATORE,
ECC.) IN CONFORMITÀ ALLE NORMATIVE VIGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA, UTILIZZANDO I PUNTI DI AGGANCIO
IDENTIFICATI DAL SEGNALE RIPORTATO IN FIG. 11.
Il cliente (datore di lavoro) deve assicurarsi che i propri dipendenti per nessuna ragione si trovino
nel raggio d’azione delle operazioni di trasporto e movimentazione, all’esterno e all’interno
dell’ambiente di lavoro su cui verrà installato il ventilatore.
Attenzione
L’eventuale movimentazione manuale DEI VENTILATORI DI PICCOLE DIMENSIONI (FINO A 25 kg) deve avvenire
nel rispetto delle normative sulla “movimentazione manuale dei carichi” onde evitare condizioni
ergonomiche sfavorevoli che comportino rischi di lesioni dorso-lombari (v. par. 13.3).
4.2- Sollevamento del ventilatore (FIG. 11)
È necessario utilizzare gli appositi fori realizzati sul ventilatore (di solito sui longaroni della sedia v. FIG. 11) ed evidenziati con
apposita segnaletica. Si consiglia l’utilizzo di braca di catena a 2 o più bracci, la cui scelta avverrà da parte dell’operatore addetto
alla movimentazione dopo analisi delle dimensioni e massa del ventilatore da sollevare e trovando il giusto grado di simmetria per un
sollevamento adeguato, utilizzare la norma EN 818-6. È opportuno fare attenzione che bracci non utilizzati siano raccolti e agganciati
per ridurre il rischio che oscillino e vadano ad impigliarsi e interferire durante la fase di sollevamento.
Ispezionare sempre prima dell’uso la braca per individuare eventuali usure o danneggiamenti.
Assicurarsi che i ganci siano in carico sempre al loro centro, evitare il carico di punta molto pericoloso.
Le punte dei ganci devono essere sempre rivolte verso l’esterno FIG. 11.
Fare attenzione per l’esecuzione 4, non utilizzare mai i golfari del motore.
Prima di procedere con il sollevamento, assicurarsi che il ventilatore sia libero e non sia bloccato da altri collegamenti o impedimenti.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
25
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
4- TRASPORTO E MOVIMENTAZIONE
Assicurarsi che le mani e il corpo siano lontane dalle catene, a questo punto si è pronti per il sollevamento che avverrà sempre in
maniera molto lenta e controllata in modo che il ventilatore assuma la posizione desiderata, (v. norma ISO 12480-1).
In alcuni casi (soprattutto per il ventilatore di grosse dimensioni) è difficile spesso trovare il giusto equilibrio simmetrico, affidarsi a
personale qualificato competente.
Per il sollevamento di ventilatori su cassa di legno, prego leggere attentamente istruzioni e modalità di massa e baricentro all’esterno
della cassa.
PERICOLO
È VIETATO agganciarsi al golfaro del motore per effettuare il sollevamento del ventilatore.
Avvertenza
È obbligatorio seguire le istruzioni riportate sul foglio istruzioni per la movimentazione
dell’imballo applicate esternamente.
FIG. 11 (Punti di ancoraggio per il sollevamento del ventilatore)
4.3- Imballo (FIG. 12)
A seconda del modello e delle caratteristiche tecnico costruttive del ventilatore vengono impiegate diverse tipologie di imballo:
CENTRIFUGHI
Trasmissione diretta (cassa saldata/graffata o avvitata).
I componenti vengono forniti smontati nella seguente sequenza:
1) Boccaglio (FIG. 12 - Rif. 1).
2) Cartone intermedio (o legno per modelli pesanti).
3) Cassa (con guarnizione) (FIG. 12 - Rif. 2).
26
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
TRASPORTO E MOVIMENTAZIONE -4
4) Girante (FIG. 12 - Rif. 3).
5) Cartone (di copertura).
6) Sedia (FIG. 12 - Rif. 4) e sacchetto viti.
(Nei ventilatori di grandi dimensioni la sedia è direttamente saldata alla cassa).
Trasmissione indiretta (a cinghia):
a) Ad albero nudo: montato completamente senza motore elettrico.
b) Ventilatore completo di trasmissione (motore elettrico fornito dal cliente in “conto lavoro”, pulegge, cinghie, carter e/o reti di protezione).
CENTRIFUGHI A DOPPIO STADIO (APR.D)
Trasmissione diretta, il ventilatore viene sempre fornito montato:
a) Con motore elettrico.
b) Senza motore elettrico, con albero di ferro che funge da albero motore elettrico.
Trasmissione indiretta, il ventilatore viene sempre fornito montato con cinghie di riserva già inserite nel carter.
a) Con motore elettrico.
b) Senza motore elettrico, con albero di ferro che funge da albero.
CENTRIFUGHI N8
Trasmissione diretta, il ventilatore viene sempre fornito montato con giunto semielastico:
a) Con motore elettrico.
b) Senza motore elettrico ad albero nudo con giunto semielastico.
CENTRIFUGHI A DOPPIA ASPIRAZIONE (BPRD)
Trasmissione indiretta, il ventilatore viene sempre fornito montato:
a) Con motore elettrico.
b) Senza motore elettrico ad albero nudo.
ASSIALI
Trasmissione diretta:
a) Smontato:
1) Tamburo.
2) Girante protetta con cartone o con materiale antigraffio.
b) Montato con motore elettrico ed eventuali protezioni a richiesta del cliente (rete in aspirazione, rete in mandata, tettuccio in
vetroresina con base quadrata di fissaggio per il modello EVT).
Trasmissione indiretta (a cinghia):
a) Ad albero nudo: montato completamente senza motore elettrico.
b) Ventilatore completo di trasmissione (motore elettrico fornito dal cliente in “conto lavoro”, pulegge, cinghie, carter e/o reti di protezione).
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
27
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
4- TRASPORTO E MOVIMENTAZIONE
FIG. 12 (Ventilatori centrifughi)
A richiesta i ventilatori forniti solitamente montati possono essere forniti smontati.
IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E COSE, CAUSATI dall’errato
montaggio del ventilatore.
A RICHIESTA PUÒ ESSERE FORNITO ANCHE IL MOTORE elettrico. Per la movimentazione Fare riferimento
al manuale fornito dal fabbricante del motore elettrico.
4.4- Sballaggio
Una volta posizionato l’imballo a terra su una superficie piana che ne assicuri la stabilità, procedere allo sballaggio del ventilatore
secondo le diverse tipologie di imballo riportate nel par. 4.3.
Attenzione
SI RACCOMANDA DI SMALTIRE L’IMBALLO SECONDO LE DIVERSE TIPOLOGIE DI MATERIALE NELL’ASSOLUTO
RISPETTO DELLA LEGISLAZIONE VIGENTE NEL PAESE DI UTILIZZAZIONE.
28
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
5- INSTALLAZIONE
5.1- Avvertenze generali
Avvertenza
È vietato agli operatori autorizzati lasciare incustodita la macchina durante gli interventi DI
INSTALLAZIONE senza essersi assicurati di:
•
Avere delimitato e segnalato l’area interessata dalle operazioni di INSTALLAZIONE;
•
Avere predisposto ogni accorgimento atto ad evitare la messa in movimento accidentale della
macchina o di parti di essa anche con macchina sezionata elettricamente.
Avvertenza
È obbligatorio rispettare le corrette procedure di montaggio / smontaggio e collegamento dei
componenti, descritte nel presente capitolo.
La movimentazione manuale dei componenti smontati deve avvenire nel rispetto delle normative
vigenti sulla “movimentazione manuale dei carichi” onde evitare condizioni ergonomiche
sfavorevoli che comportino rischi di lesioni dorso-lombari.
5.2- Montaggio del ventilatore
Avvertenza
PRIMA DI EFFETTUARE IL MONTAGGIO DEL VENTILATORE GLI OPERATORI AUTORIZZATI DEVONO
OBBLIGATORIAMENTE ESEGUIRE I CONTROLLI RIPORTATI NELLA TAB. 8 (pag. 30).
PER LA MOVIMENTAZIONE DEL VENTILATORE E DEI SUOI COMPONENTI ATTENERSI OBBLIGATORIAMENTE ALLE
Avvertenze RIPORTATE AL par. 4.1.
PER I VENTILATORI CONFORMI ALLA DIRETTIVA ATEX 94/9/CE È OBBLIGATORIO FAR ESEGUIRE L’INSTALLAZIONE A
UN TECNICO QUALIFICATO NEL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA.
Attenzione
IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E/O COSE CAUSATI
DALL’INOSSERVANZA DELLE ISTRUZIONI E DELLE AVVERTENZE DESCRITTE NEL PRESENTE MANUALE.
Solo nei casi in cui il ventilatore venga fornito smontato effettuare il montaggio dei componenti come descritto nei paragrafi seguenti.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
29
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.2.1- Controlli prima del montaggio (TAB. 8 e FIG. 13)
Prima di effettuare il montaggio del ventilatore effettuare i controlli riportati in TAB. 8.
1
Assicurarsi che il ventilatore non abbia subito danni durante il trasporto.
2
Assicurarsi che la cassa e la girante corrispondano al tipo di ventilatore richiesto.
3
Per i modelli forniti montati verificare il corretto orientamento della cassa (0°, 45°, 90°...) ed il corretto senso di rotazione
della girante (LG = antiorario o RD = orario) eventualmente identificato da un’etichetta adesiva (freccia - v. FIG. 32)
applicata esternamente.
N.B. Il corretto orientamento della cassa va verificato nella “tabella orientamenti” riportata nei relativi “cataloghi
cartacei” (v. esempio FIG. 13).
L’individuazione del senso di rotazione della girante va verificato guardando la stessa dalla parte del motore
elettrico.
4
Assicurarsi che il motore elettrico (a carico del cliente) da installare nel ventilatore abbia le identiche caratteristiche
tecniche costruttive e prestazionali comunicate all’ordine.
5
Assicurarsi che i fori di fissaggio del motore elettrico sul basamento della sedia, corrispondano ai fori di fissaggio del
motore elettrico da installare sul ventilatore (interassi convenzionali riportati nel manuale fornito dal fabbricante del motore
elettrico).
6
Assicurarsi che il foro della girante abbia il diametro corrispondente all’albero motore elettrico.
7
Assicurarsi che l’altezza asse del motore elettrico (FIG. 16 - Rif. h) corrisponda all’altezza del foro della sedia dalla base
superiore della sedia.
8
Assicurarsi che la quota H o H1 o H2 sia quella richiesta (v. FIG. 16 - Rif. H - H1 - H2 e nella tabella “orientamento” nei
“cataloghi cartacei” alla pagina “Dimensioni d’ingombro e pesi” o nel sito - v. esempio FIG. 13).
9
Se il ventilatore è conforme alla direttiva ATEX controllare le caratteristiche al cap. 9.
TAB. 8 (Controlli prima del montaggio)
FIG. 13 (Orientamento)
5.3- Modalità di installazione (UNI EN ISO 13349)
Tipi di installazione del ventilatore considerando la sistemazione delle tubazioni:
Installazione tipo A: installazione con aspirazione e mandata libere. Si necessita l’uso di adeguato riparo (rete di protezione) sia in
aspirazione che in mandata. Rete in aspirazione a catalogo e a listino (per dimensioni vedi cataloghi). Rete in premente non a catalogo
e non a listino (solo su richiesta)
Installazione tipo B: installazione con aspirazione libera e mandata collegata a tubazione. Si necessita l’uso di adeguato riparo (rete
di protezione) solo in aspirazione. Rete in aspirazione a catalogo e a listino (per dimensioni vedi cataloghi).
Installazione tipo C: installazione con aspirazione collegata a tubazione e mandata libera. Si necessita l’uso di adeguato riparo (rete
di protezione) solo in premente. Rete in premente non a catalogo e non a listino (solo su richiesta).
Installazione tipo D: installazione con aspirazione e mandata collegate a tubazione. Non si necessita l’uso di adeguato riparo
(rete di protezione). Si consiglia l’uso di giunti antivibranti per evitare eventuali problemi di disallineamento e per impedire eventuali
30
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
propagazioni di vibrazioni. Il tipo di giunto antivibrante da scegliere dipende in sostanza da 2 variabili: temperatura e tipologia di fluido
aspirato.
Per aria pulita: tipo 1 tela in PVC per temperatura ≤ a 80 °C; tipo 1 tela composta in fibra di vetro per temperatura da > 80 °C a
350 °C.
Per aria polverosa: tipo 2 tela in PVC per temperatura ≤ a 80 °C con bandella antiusura; tipo 2 tela composta in fibra di vetro per
temperatura da > 80 °C a 350 °C con bandella antiusura.
PERICOLO
GENERALMENTE IL VENTILATORE VIENE FORNITO PER UNA modalità DI INSTALLAZIONE TIPO D (E QUINDI SENZA
RIPARI). IL CLIENTE DEVE OBBLIGATORIAMENTE EFFETTUARE UN’ANALISI DEI RISCHI PER DETERMINARE, A
SECONDA DEL TIPO DI INSTALLAZIONE, LA TIPOLOGIA DI RIPARI DA INSTALLARE SECONDO LA EN ISO 12499:2009.
5.3.1- Posizionamento (FIG. 14 e FIG. 15)
Per garantire un corretto ingresso del fluido nell’aspirazione prevedere:
• Per i ventilatori con aspirazione collegata a tubazioni, un tratto di tubazioni rettilineo pari a 2,5 volte il diametro della girante (d).
• Per i ventilatori con aspirazione libera assicurarsi una zona completamente libera e con l’accesso interdetto alle persone pari a
1,5 volte il diametro della girante (d).
FIG. 14 (Collegamento a tubazioni)
FIG. 15 (Aspirazione libera)
5.4- Montaggio del ventilatore con trasmissione diretta
5.4.1- Montaggio del motore elettrico sulla sedia (FIG. 16)
Attenzione
È OBBLIGATORIO CHE IL MOTORE elettrico ABBIA LE IDENTICHE CARATTERISTICHE TECNICHE COSTRUTTIVE
E PRESTAZIONALI COMUNICATE ALL’ORDINE. IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A
PERSONE, ANIMALI E COSE, CAUSATI DALL’INOSSERVANZA DELL’OBBLIGO SOPRA DESCRITTO.
1) Posizionare il motore elettrico (FIG. 16 - Rif. 1) sopra
il basamento della sedia (FIG. 16 - Rif. 2) inserendo
l’albero motore elettrico (FIG. 16 - Rif. 3) nel foro della
sedia;
2) Verificare la coassialità del foro con l’albero motore
elettrico accertandosi che l’altezza dell’albero motore
elettrico appoggiato alla sedia corrisponda all’altezza del
foro della cassa dalla base della sedia (FIG. 16 - Rif. h);
3) Fissare il motore elettrico alla sedia avvitando le apposite
viti.
FIG. 16 (Montaggio del motore sulla sedia)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
31
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.4.2- Montaggio e smontaggio della girante “a semplice aspirazione” ed “assiale”
(FIG. 17÷FIG. 20)
Avvertenza
È OBBLIGATORIO UTILIZZARE I DPI PREVISTI DAL FABBRICANTE (v. par. 6.4).
Per effettuare il montaggio procedere come segue:
1) Infilare la girante (FIG. 21 - Rif. 1) sull’albero motore elettrico (FIG. 21 - Rif. 2). Per giranti di un certo peso consigliamo di
avvitare all’albero motore elettrico un palo di sostegno con diametro inferiore a quello dell’albero motore elettrico, infilare la girante,
spingerla manualmente fino all’albero e svitare il palo. Si raccomanda di sostenere la girante appendendola, con funi o catene
idonee al peso, ad un paranco fino al completo inserimento;
2) Inserire la vite con una rondella di protezione e avvitare il dado sulla vite così da spingere la girante contro lo spallamento e fissarla
(v. FIG. 17).
N.B. Per i ventilatori assiali verificare il corretto verso della girante (v. istruzioni di montaggio FIG. 19 e FIG. 20).
FIG. 17 (Montaggio)
FIG. 18 (Smontaggio)
Per effettuare lo smontaggio procedere come segue (v. FIG. 18):
1) Togliere la vite e la rondella che blocca la girante all’albero;
2) Interporre sull’estremità dell’albero una rondella di protezione in lamiera quindi, mediante l’uso dell’estrattore, sfilare la girante
dall’albero. Si raccomanda per giranti di un certo peso di sostenerle appendendole, con funi o catene idonee al peso, ad un
paranco fino ad estrazione completa.
FIG. 19 (Flusso “A”)
32
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
FIG. 20 (Flusso “B”)
5.4.3- Montaggio della cassa sulla sedia (FIG. 21)
Nei ventilatori di grandi dimensioni la sedia è direttamente saldata alla cassa mentre in quelli di medie / piccole dimensioni la
cassa (FIG. 21 - Rif. 3) deve essere fissata alla sedia (FIG. 21 - Rif. 4) mediante bulloni. È obbligatorio che la cassa venga fissata
correttamente alla sedia secondo l’orientamento richiesto all’ordine (FIG. 13).
FIG. 21 (Montaggio della cassa sulla sedia)
5.4.4- Montaggio del boccaglio (TAB. 9)
Se il boccaglio non è saldato alla cassa o non è un’unica fusione con la cassa, eseguire il montaggio come segue:
1) Appoggiare il boccaglio alla cassa dalla parte opposta del motore elettrico avvicinando la bocca più stretta alla girante;
2) Far corrispondere i fori di fissaggio;
3) Assicurarsi che ci sia la giusta distanza o parziale imbocco (dipende dal modello di ventilatore) tra boccaglio e girante (v. TAB. 9);
4) Verificare manualmente il centraggio / coassialità tra la girante e il boccaglio. Se non sono centrate ritornare al par. 5.4.1 per
ripetere il corretto montaggio del ventilatore;
5) Avvitare gli appositi dadi.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
33
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
GIRANTE TIPO
APE - APF - APG APRF - APRG - APRH
Ø GIRANTE (mm)
Fino a 500
Da 562 a 900
Da 1000 a 1400
Da 1400 a 2000
QUOTA “i” (mm)
3/5
5/7
6/12
12/15
Ø GIRANTE (mm)
QUOTA “e” (mm)
/
/
3/5
5/8
8/14
15/18
/
APRI - APRL - TR EU - EUM - MPR
/
/
Fino a 500
Da 560 a 900
Da 1000 a 1400
Da 1400 a 2000
BP - BPR
Fino a 2000
1/4
/
TF - TG - TQ - TH TPA - TPAL - TTR
Ventilatori a pale radiali: mozzo girante a filo disco sedia.
Quote soggette a verifica e variazione, dipendenti caso per caso dal tipo di ventilatore.
TAB. 9 (Distanze tra boccaglio e girante)
5.5- Montaggio del ventilatore a doppio stadio (Esecuzione 4)
Nel montaggio del ventilatore a doppio stadio è necessario verificare anche la coassialità delle due giranti.
Per altre informazioni contattare l’ufficio tecnico.
5.6- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta (TAB. 10)
Il tipo di supporto utilizzato per la trasmissione indiretta è identificato dai seguenti codici:
Supporto a tubo
A
Caratteristiche
Supporto normale
Esempio
50 A 48
B
Supporto con ventolina di raffreddamento
50 B 48
AL
Supporto normale con albero lungo
50 AL 48
AR
Supporto normale e cuscinetto (lato puleggia) a rulli
50 AR 48
BR
Supporto con ventolina di raffreddamento e cuscinetto (lato puleggia) a rulli
50 BR 48
ALR
Supporto normale con albero lungo e cuscinetto (lato puleggia) a rulli
50 ALR 48
Supporto staccato
SN
Caratteristiche
Supporto normale
Esempio
SN 518
SN B
Supporto con ventolina di raffreddamento
SN 518 B
TAB. 10 (Supporti)
5.6.1- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta con supporto a tubo
(35A/B 28 - 40A/B 38...) (FIG. 22 e TAB. 11)
Se il ventilatore viene fornito smontato eseguire lo stesso tipo di montaggio dei ventilatori con trasmissione diretta solo che al posto
del motore elettrico c’è il supporto.
Se il ventilatore viene fornito montato con supporto, eseguire il montaggio della trasmissione come descritto nel par. 5.6.3.
34
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
FIG. 22 (Montaggio ventilatore con trasmissione indiretta con supporto a tubo)
Tipo
Supporto
20
20
25
35
40
45
50
50
55
55
60
60
A
A
AL - B
A
AL - B
Dimensioni (mm)
CUSCINETTI
w
w1
k
k1
d
toll.
l
u
t
M
Lato
girante
Puleggia
kg
30
/
245
/
14
J6
30
5
16
5
6304 Z
6304 Z
4
40
6
22
6304 Z
6304 Z
4,5
6305 Z
6305 Z
7
8
31
6307 Z
6307 Z
21
6308 Z
6308 Z
23
6309 Z
6309 Z
32
Supporto
a
b
c
f
h
m
125
85
8
110
40
30 8X12
140
90
15
125
40
35
200
120
18
160
50
36
s
Sporgenza albero
15 40-50
18 40-60
/
310
/
40-100
/
360
/
400
/
40-100
/
450
A
75
/
574
/
AL - B
/
115
/
614
A
305
160
20
200
70
55
15
75
/
614
/
AL - B
/
115
/
654
A
79
/
752
/
AL - B
/
119
/
792
79
/
752
/
/
119
/
792
79
/
752
/
ALR - BR
/
119
/
792
A
91
/
822
/
AL - B
/
151
/
882
AR
91
/
822
/
882
A
AL - B
375
180
22
230
80
65
18
AR
ALR - BR
/
151
/
91
/
822
/
AL - B
/
151
/
882
AR
91
/
822
/
/
151
/
882
A
ALR - BR
420
200
25
260
95
80
20
PESO
19
K6
24
50
28
J6
38
8
60
80
42
10
41
12
45
10
6310 Z
K6
6310 Z
12
48
14 51,5
110
NU 310
ECP
35
6311 Z
6311 Z
NU 311
ECP
50
6312 Z
55
M6
16
59
14
6312 Z
NU 312
ECP
52
TAB. 11 (Dati tecnici dei supporti a tubo)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
35
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.6.2- Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta con supporti staccati
(SNL 515 - 516 ...) (FIG. 23/TAB. 12 e FIG. 24/TAB. 13)
Di seguito forniamo la sequenza di montaggio generale, non dettagliata, del supporto.
È a cura dell’operatore qualificato il buon funzionamento e la sicurezza del ventilatore.
1) Fissare la parte inferiore dei supporti sulla base superiore della sedia;
2) Infilare nell’albero i cuscinetti;
3) Appoggiare l’albero con i cuscinetti nelle apposite sedi dei supporti;
4) Montare le guarnizioni;
5) Chiudere gli anelli d’arresto per bloccare i cuscinetti;
6) Chiudere i supporti avvitando la parte superiore (gusci);
7) Montare il ventilatore come se il supporto fosse il motore elettrico nella trasmissione diretta cioè secondo le caratteristiche di
centraggio e coassialità riportate al par. 5.4.1. Per i ventilatori di grandi dimensioni, prima di montare la girante, assicurarsi di avere
un peso nella parte opposta del supporto così da bilanciare il peso della girante e evitare urti e/o danni all’albero del supporto;
8) Togliere i due gusci superiori dei supporti e fissare i cuscinetti all’albero motore elettrico tirando la ghiera.
Per verificare il corretto montaggio controllare, con appositi spessimetri (es. SKF) (FIG. 23), che il giuoco residuo sia in tolleranza
come da TAB. 12;
9) Ingrassare i cuscinetti come descritto al par. 8.1.2;
10)Chiudere i supporti avvitando i gusci superiori;
11)Ricontrollare il centraggio facendo girare a mano la girante così da verificare che giri liberamente senza sfregare le pareti della
cassa o il boccaglio.
Rilevare, con apposito spessimetro, il giuoco radiale interno sopra al rullo posto più in alto.
FIG. 23 (Verifica corretto montaggio)
CUSCINETTO
22209 EK
Riduzione giuoco radiale (mm)
Da 0,025 a 0,030
Giuoco residuo minimo dopo il montaggio (mm)
0,020
22210 EK
Da 0,025 a 0,030
0,020
22211 EK
Da 0,030 a 0,040
0,025
22212 EK
Da 0,030 a 0,040
0,025
22213 EK
Da 0,030 a 0,040
0,025
22215 EK
Da 0,040 a 0,050
0,025
22216 EK
Da 0,040 a 0,050
0,025
22217 EK
Da 0,045 a 0,060
0,035
22218 EK
Da 0,045 a 0,060
0,035
22220 EK
Da 0,045 a 0,060
0,035
22222 EK
Da 0,050 a 0,070
0,050
22224 EK
Da 0,050 a 0,070
0,050
TAB. 12 (Giuoco residuo)
36
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
FIG. 24 (Montaggio del ventilatore con trasmissione indiretta con supporti staccati)
Tipo
Supporto
513
513 B
a
535
a1
475
/
515 B
500
560
500
517
/
518
518 B
520
520 B
522*
522 B*
524*
524 B*
650
725
755
905*
855*
c
CUSCINETTI
230
30
650
/
680
/
755*
m
s
w
70
80
80
18
260
32
95
90
130
22
345 100 100
87,5
320
40
380 112 110
95
26
410
102,5
120
140
d
895
55
100
/
162,5
/
170
/
177,5
/
200
toll.
Peso
Lato
puleggia
kg
u
t
110
16
59
14 22213 EK 22213 EK
35
64
22215 EK 22215 EK
42
22216 EK 22216 EK
52
22217 EK 22217 EK
62
79,5
22218 EK 22218 EK
76
18
990
65
M
Lato
girante
l
60
135
135
35
125
/
/
290
45
/
k
/
75
320
350
w1
135
315
/
830*
h
280
590
/
f
Sporgenza albero
275
/
516 B
517 B
b
/
515
516
SNL
Dimensioni (mm)
Supporto
16
69
140
1080
70
74,5
m6
20
18
1180
75
1285
80
170 22
85
22220 EK 22220 EK
108
1450*
90
170* 25
95
20 22222 EK 22222 EK
150
190* 28 106
22224 EK 22224 EK
170
1435* 100
N.B. per ventilatori serie BPRc quote soggette a variazioni per esigenze di trasporto.
TAB. 13 (Dati tecnici dei supporti staccati)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
37
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.6.3- Montaggio del motore elettrico (Esecuzione 12 - 9 Sistemazione 18 - 19) (FIG. 25)
Attenzione
È OBBLIGATORIO CHE IL Motore elettrico ABBIA LE IDENTICHE CARATTERISTICHE TECNICHE COSTRUTTIVE
E PRESTAZIONALI COMUNICATE ALL’ORDINE. IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A
PERSONE, ANIMALI E COSE, CAUSATI DALL’INOSSERVANZA DELL’OBBLIGO SOPRA DESCRITTO.
Il motore elettrico viene montato su basamento (Esecuzione 12 - Esecuzione 18) oppure su bandiera (Esecuzione 9 - Esecuzione
14D) quasi sempre forniti dal fabbricante. Nel caso di ventilatori assiali la bandiera viene fornita in dotazione al ventilatore.
• Nel caso di Esecuzione 12 - Esecuzione 18: il basamento viene fornito con o senza slitte tendicinghia. In tutti i casi il motore
elettrico verrà posizionato, assicurandone la migliore stabilità, su tali slitte e avvitato con bulloni. Ogni slitta è dotata
di appositi tiranti (aste filettate) che avvitati alle estremità e appoggiate ai piedini del motore elettrico permetteranno il
tensionamento delle relative cinghie.
• Nel caso di Esecuzione 9 - Esecuzione 19: la bandiera viene sempre fornita con appositi snodi di fissaggio e relativi tiranti (aste
filettate). Nel caso di ventilatori assiali, avvitato il motore elettrico sulla bandiera, il tensionamento sarà semplice e
intuitivo. Nel caso di ventilatori centrifughi la bandiera viene saldata sul fianco sedia attraverso appositi snodi che
facendo da perno permettono l’oscillazione delle bandiere con relativo tensionamento cinghie (in questo caso si
consiglia di rivolgersi all’ufficio tecnico per maggiori dettagli).
Assicurarsi sempre che il motore elettrico sia perfettamente allineato e perpendicolare con le cinghie.
Avvitato il motore elettrico si procede con il corretto montaggio delle pulegge (v. istruzioni di montaggio FIG. 25).
FIG. 25 (Montaggio delle pulegge)
Attenzione
PRIMA DI BLOCCARE DEFINITIVAMENTE LE PULEGGE, CONTROLLARE CON UNA RIGA O ASTA POSTA LUNGO LA
FACCIA DELLE PULEGGE IL PARALLELISMO TRA I DUE ALBERI.
PER CONSIGLI UTILI RIGUARDANTI IL MONTAGGIO DELLE PULEGGE, RIVOLGERSI ALL’UFFICIO TECNICO DEL
FABBRICANTE.
5.6.4- Montaggio delle cinghie (FIG. 26 e TAB. 14)
Inserire le cinghie nelle apposite pulegge e controllare la tensione delle cinghie come segue (FIG. 26):
1) Misurare il tratto “T”;
2) Per ogni cinghia applicare mediante dinamometro, a metà “T” una forza “f” perpendicolare capace di provocare una freccia “F” di
1,5 mm per ogni 100 mm di “T”;
3) Confrontare il valore di “F” fornito dal dinamometro con i valori di “F1” ed “F2” della TAB. 14.
• se F è minore di F1 occorrerà tendere la cinghia;
• se F è maggiore di F2 la cinghia è troppo tesa.
N.B. Nel periodo di rodaggio delle trasmissioni avviene una rapida diminuzione della tensione. Occorre perciò controllare la
tensione almeno dopo 8/16 ore di funzionamento.
38
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
FIG. 26 (Tensione cinghie)
Attenzione
ASSICURARSI CHE LE CINGHIE SIANO ALLINEATE E PERFETTAMENTE PERPENDICOLARI CON L’ALBERO Motore
elettrico E IL SUPPORTO.
PER CONSIGLI UTILI RIGUARDANTI IL MONTAGGIO DELLE CINGHIE, RIVOLGERSI ALL’UFFICIO TECNICO DEL
FABBRICANTE.
Diametro esterno
Puleggia minore
(mm)
50 ÷ 90
100 ÷ 150
155 ÷ 180
Giri / min
Puleggia minore
F1 minima Newton
F2 massima Newton
1200 ÷ 5000
900 ÷ 1800
600 ÷ 1200
10
20
25
15
30
35
SPA
90 ÷ 145
150 ÷ 195
200 ÷ 250
900 ÷ 1800
600 ÷ 1200
400 ÷ 900
25
30
35
35
45
50
SPB
170 ÷ 235
250 ÷ 320
330 ÷ 400
900 ÷ 1800
600 ÷ 1500
400 ÷ 900
35
40
45
45
60
65
SPC
250 ÷ 320
330 ÷ 400
440 ÷ 520
900 ÷ 1800
600 ÷ 1200
400 ÷ 900
70
80
90
100
115
130
Sezione cinghia
SPZ
TAB. 14 (Tensione cinghie)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
39
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.6.5- Montaggio del giunto d’accoppiamento
Nei ventilatori centrifughi N8 è necessario montare il giunto d’accoppiamento semielastico che collega l’albero motore elettrico con il
supporto della girante.
Il giunto è costituito da una parte femmina e una maschio. La parte femmina del giunto viene installata con una spina al supporto
mentre la parte maschio all’albero del motore elettrico.
5.6.5.1- Allineamento e centraggio del giunto d’accoppiamento (FIG. 27, FIG. 28 e TAB. 15)
Accertarsi che l’allineamento del giunto d’accoppiamento sia corretto, sia come parallelismo che come centraggio, procedere come
segue:
CENTRAGGIO RADIALE (FIG. 27)
1) Rilevare la quota Cr;
2) Spessorare con lamierini i piedi del motore elettrico e ricondurla entro i limiti riportati in TAB. 15.
CENTRAGGIO ANGOLARE (FIG. 28)
1) Rilevare la quota a e b in almeno 4 punti e determinare la variazione massima b-a;
2) Ricondurla entro i limiti riportati in TAB. 15.
FIG. 27 (Allineamento e centraggio del giunto d’accoppiamento)
FIG. 28 (Allineamento e centraggio del giunto d’accoppiamento)
D (mm)
80
100
125
140
160
180
200
225
250
315
350
400
Cr (mm)
0,4
0,4
0,4
0,5
0,6
0,6
0,7
0,8
0,8
1
1
1,2
b-a (mm)
0,7
0,8
0,9
1
1,2
1,4
1,4
1,6
1,8
2,2
2,4
2,8
TAB. 15 (Allineamento e centraggio del giunto d’accoppiamento)
40
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
5.6.6- Montaggio del carter di protezione
PERICOLO
È OBBLIGATORIO INSTALLARE, NEL GRUPPO DI TRASMISSIONE, DEI CARTER E/O RETI DI PROTEZIONE CONFORMI
A QUANTO PRESCRITTO DALLA NORMA EN iso 12499:2009 PER IMPEDIRE IL CONTATTO ACCIDENTALE CON GLI
ORGANI IN MOVIMENTO.
GENERALMENTE IL VENTILATORE VIENE FORNITO PER UNA modalità DI INSTALLAZIONE TIPO D (E QUINDI
SENZA RIPARI). IL CLIENTE DEVE OBBLIGATORIAMENTE EFFETTUARE UN’ANALISI DEI RISCHI PER DETERMINARE,
A SECONDA DEL TIPO DI INSTALLAZIONE (v. par. 5.3), LA TIPOLOGIA DI RIPARI DA INSTALLARE SECONDO LA
EN ISO 12499:2009.
Attenzione
IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E COSE, CAUSATI
DALL’INOSSERVANZA DELL’OBBLIGO SOPRA DESCRITTO.
Il carter a seconda del modello di ventilatore e del tipo di trasmissione, viene fissato alla parte fissa (es. sedia, basamento) attraverso
delle staffe a “L” e posizionato in modo che non tocchi nessuna parte meccanica in movimento. I carter (smontati) possono essere
richiesti anche al fabbricante, comunicando l’interasse delle pulegge.
5.6.7- Montaggio dei ventilatori a doppia aspirazione (Esecuzione 6 - 18 - 19)
La maggior parte dei ventilatori a doppia aspirazione sono forniti montati.
Nel caso fossero forniti smontati, per il corretto montaggio, rivolgersi all’ufficio tecnico del fabbricante.
5.7- Ancoraggio del ventilatore (fondazioni)
Per l’ancoraggio del ventilatore non sono necessarie particolari fondazioni, basta predisporre un piano idoneo a sopportare i carichi
(statico e dinamico vedi sito) del ventilatore e ben livellato. La base di appoggio dovrà essere piana e orizzontale per evitare fenomeni
di torsione e disallineamento dei supporti (collocare eventuali spessori metallici per la perfetta aderenza al suolo).
Utilizzare punti (fori) di fissaggio in pianta (vedi disegno di ingombro a catalogo) predisposti appositamente, assicurandosi che il
serraggio della bulloneria non deformi la struttura del ventilatore. Si consiglia di evitare sempre ulteriori cause di vibrazioni utilizzando
supporti antivibranti e giunti di dilatazione antivibranti in dotazione su catalogo Euroventilatori. Nel caso il ventilatore debba essere
installato in strutture sopraelevate e obbligo del cliente di analizzare e verificare la struttura stessa ed eventuali carico statico e
dinamico dei ventilatori.
Avvertenza
IN BASE AL TIPO DI VENTILATORE DA INSTALLARE ED AL TIPO DI PIANO DI APPOGGIO È OBBLIGATORIO RICHIEDERE
AL FABBRICANTE LE ISTRUZIONI PER UN CORRETTO ANCORAGGIO.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
41
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
5- INSTALLAZIONE
5.8- Collegamento elettrico alla morsettiera motore elettrico (FIG. 29 e FIG. 30)
Tensione motore elettrico 230/400 v
Tensione motore elettrico 400/690 v
FIG. 29 (Motore elettrico 230/400 V)
FIG. 30 (Motore elettrico 400/690 V)
Attenzione
L’errato collegamento può causare il danneggiamento definitivo del motore elettrico.
5.8.1- Equipaggiamento elettrico (FIG. 31)
L’equipaggiamento elettrico deve avere: fusibili con protezioni di sovraccarico e di abbassamento della tensione scelti per adattarsi al
tempo di avviamento effettivo e alla corrente di pieno carico.
PERICOLO
IL COLLEGAMENTO ELETTRICO DEL VENTILATORE E DELL’ATTACCO DI MESSA A TERRA, ALLA LINEA DI
ALIMENTAZIONE ELETTRICA DEVONO ESSERE ESEGUITI OBBLIGATORIAMENTE DA UN ELETTRICISTA QUALIFICATO,
IN POSSESSO DEI REQUISITI TECNICO-PROFESSIONALI RICHIESTI DALLE NORMATIVE VIGENTI.
È OBBLIGATORIO INSTALLARE A MONTE DELLA LINEA DI ALIMENTAZIONE ELETTRICA UN IDONEO DISPOSITIVO DI
SEZIONAMENTO CON PROTEZIONE DIFFERENZIALE DI 30 mA COORDINATO CON L’IMPIANTO DI MESSA A TERRA.
IL COLLEGAMENTO ELETTRICO AL QUADRO DI COMANDO E CONTROLLO È A CARICO DEL CLIENTE. IL FABBRICANTE
DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E COSE.
L’INTERRUTTORE ELETTRICO GENERALE DI ALIMENTAZIONE DEVE ESSERE CONFORME ALLE DIRETTIVE 2006/95/CE
(BASSA TENSIONE) E 2004/108/CE (COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA) e ALLA NORMA EN 60204-1:2006.
FIG. 31 (Equipaggiamento elettrico)
42
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
INSTALLAZIONE -5
5.9- Collegamento all’impianto di aspirazione
PERICOLO
PER I VENTILATORI CONFORMI ALLA DIRETTIVA ATEX 94/9/CE È OBBLIGATORIO FAR ESEGUIRE L’INSTALLAZIONE A
UN TECNICO QUALIFICATO NEL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE VIGENTI IN MATERIA.
IL COLLEGAMENTO DEL VENTILATORE ALL’IMPIANTO DI ASPIRAZIONE ESISTENTE È A CARICO DEL CLIENTE.
IL FABBRICANTE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER DANNI A PERSONE, ANIMALI E COSE.
PERICOLO
È VIETATO L’IMPIEGO DI TUBI ARIA (PROLUNGHE) E RACCORDI NON IDONEI E NON CONFORMI ALLE NORMATIVE
VIGENTI.
È VIETATA LA MESSA IN SERVIZIO DEL VENTILATORE PRIMA DI AVERE COLLEGATO CORRETTAMENTE LO STESSO
ALL’IMPIANTO DI ASPIRAZIONE ESISTENTE.
È VIETATA LA MESSA IN SERVIZIO DEL VENTILATORE PRIMA CHE L’IMPIANTO DI ASPIRAZIONE, IN CUI SARÀ
INCORPORATO, SIA STATO DICHIARATO CONFORME ALLE DISPOSIZIONI DELLA DIRETTIVA APPLICATA.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
43
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
6- SICUREZZA
6- SICUREZZA
6.1- Ripari e dispositivi di protezione (TAB. 16)
In riferimento e nell’osservanza delle norme di seguito vengono elencati i ripari e i dispositivi di protezione adottati:
Rif.
dispositivo
descrizione
1
CARTER DI PROTEZIONE TRASMISSIONE
(SE presente)
È una protezione in lamiera sagomata posta sopra alla zona di
trasmissione.
Serve ad impedire il raggiungimento della zona pericolosa.
2
CARTER DI PROTEZIONE VENTOLA DI
RAFFREDDAMENTO (SE presente)
È una protezione in lamiera sagomata posta sopra alla ventola di
raffreddamento.
Serve ad impedire il raggiungimento della zona pericolosa.
3
CARTER DEI SUPPORTI
È una protezione in lamiera sagomata posta sopra all’albero motore
elettrico. Serve ad impedire il raggiungimento della zona pericolosa.
4
RETI DI PROTEZIONE BOCCHE
ASPIRAZIONE ARIA (SU RICHIESTA)
È una rete posta esternamente alle bocche di aspirazione aria.
Serve ad impedire l’ingresso nel ventilatore di corpi estranei.
SENSORI DI VIBRAZIONI (SU RICHIESTA)
Sono dei sensori posizionati nel supporto che rilevano le forti vibrazioni
e mandano un impulso ad un eventuale segnalatore.
Installati in ventilatori posizionati in ambienti con forti sbalzi di pressione,
servono a salvaguardare il ventilatore e le sue possibili rotture.
6
RIPARO interbloccato (se presente)
Riparo associato a un dispositivo di interblocco e un dispositivo di
bloccaggio del riparo in modo che, insieme al sistema di comando della
macchina, siano eseguite le seguenti funzioni:
• le funzioni pericolose della macchina “coperte” mediante il riparo non
possono entrare in funzione finché il riparo non è chiuso e bloccato;
• il riparo rimane chiuso e bloccato finché il rischio dovuto alle funzioni
pericolose della macchina “coperte” mediante il riparo è scomparso;
• quando il riparo è chiuso e bloccato, le funzioni pericolose della
macchina “coperte” mediante il riparo possono entrare in funzione (la
chiusura e il bloccaggio del riparo non avviano di per sé le funzioni
pericolose della macchina).
7
Pulsante “Arresto di emergenza”
(se installato)
È un pulsante a fungo rosso autoritenuto con sgancio a rotazione, il
quale arresta il ventilatore sezionando l’alimentazione elettrica.
5
TAB. 16 (Ripari e dispositivi di protezione)
PERICOLO
È OBBLIGATORIO CONTROLLARE COSTANTEMENTE IL BUON FUNZIONAMENTO DI TUTTI I DISPOSITIVI DI SICUREZZA
INSTALLATI NEL VENTILATORE.
È OBBLIGATORIO SOSTITUIRE TEMPESTIVAMENTE EVENTUALI DISPOSITIVI DI SICUREZZA MALFUNZIONANTI E/O
DANNEGGIATI.
PERICOLO
È VIETATO SOSTITUIRE QUALUNQUE DISPOSITIVO DI SICUREZZA O UN SUO COMPONENTE CON RICAMBI NON
ORIGINALI.
È VIETATO MANOMETTERE, ESCLUDERE E/O TOGLIERE QUALSIASI DISPOSITIVO DI SICUREZZA PRESENTE NEL
VENTILATORE.
44
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
SICUREZZA -6
6.2- Rischi residui
Si informano gli operatori autorizzati che nonostante il fabbricante abbia adottato tutti gli accorgimenti tecnico costruttivi possibili per
rendere il ventilatore sicuro, permangono dei potenziali rischi residui descritti di seguito.
PERICOLO
Per MINIMIZZARE L’ESPOSIZIONE AI RISCHI RESIDUI È OBBLIGATORIO RISPETTARE LA SEGNALETICA DI SICUREZZA
(v. par. 6.3) E INDOSSARE I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (v. par. 6.4) INDICATI NEL PRESENTE MANUALE.
Rischio residuo n. 1
ESISTE IL PERICOLO DI USTIONE PER CONTATTO ACCIDENTALE CON IL MOTORE ELETTRICO O CON IL CARTER DEL
SUPPORTO che in seguito a prolungato utilizzo del ventilatore possono raggiungere temperature
elevate.
È OBBLIGATORIO indossare i dpi indicati (v. par. 6.4) ed attendere il raffreddamento del ventilatore
prima di eseguire qualsiasi intervento sullo stesso.
Rischio residuo n. 2
ESISTE IL PERICOLO DI LESIONI IN SEGUITO A CONTATTO CON ORGANI MOBILI IN MOVIMENTO, anche a ventilatore
spento, Qualora l’operatore autorizzato NON RISPETTI LE ISTRUZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE MANUALE
DI ISTRUZIONI e, in particolare durante gli interventi di manutenzione.
È OBBLIGATORIO indossare i dpi indicati (v. par. 6.4) e rispettare le procedure di manutenzione
(v. cap. 8) descritte nel presente manuale.
Rischio residuo n. 3
ESISTE IL PERICOLO DI FORTI VIBRAZIONI DURANTE IL FUNZIONAMENTO DEL VENTILATORE Qualora l’operatore
autorizzato NON RISPETTI LE ISTRUZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE MANUALE DI ISTRUZIONI.
È OBBLIGATORIO rispettare le procedure di montaggio ed installazione descritte nel presente
manuale (v. cap. 5).
Rischio residuo n. 4
ESISTE IL PERICOLO DI LESIONI PER SCHIACCIAMENTO CONTRO LA RETE DI PROTEZIONE DELL’ASPIRAZIONE
Qualora l’operatore autorizzato NON RISPETTI LE ISTRUZIONI RIPORTATE NEL PRESENTE MANUALE DI
ISTRUZIONI E VENGA TRASCINATO DALL’ARIA ASPIRATA CONTRO LA RETE.
È OBBLIGATORIO rispettare le procedure descritte nel presente manuale ED EVITARE DI AVVICINARSI
ALl’aspirazione del VENTILATORE QUANDO QUESTO è IN FUNZIONE.
Rischio residuo n. 5
Esiste il pericolo all’esposizione al rumore degli operatori. I ventilatori sono fonte di rumore.
È obbligatorio che il datore di lavoro, in conformità alle normative vigenti, valuti l’esposizione
degli operatori autorizzati alle fonti di rumore presenti nel luogo di installazione del ventilatore.
se il valore di rumorosità supera 80 dB(A), è obbligatorio l’utilizzo di apposite cuffie anti rumore
(v. par. 6.4). con valori di rumorosità ≥ 100 dB(A) gli operatori muniti di cuffie possono avvicinarsi al
ventilatore solo se spento.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
45
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
6- SICUREZZA
6.3- Segnaletica di sicurezza e indicazione (FIG. 32 e FIG. 33 e TAB. 17 e TAB. 18)
I segnali di sicurezza e di indicazione impiegati, sono costituiti da etichette adesive (v. FIG. 32 e FIG. 33) e applicate esternamente al
ventilatore. Il significato di ogni segnale è riportato nelle TAB. 17 e TAB. 18.
I segnali sono conformi alle norme ISO 3864-2, ISO 7010 e ISO 7000.
Avvertenza
È obbligatorio tenere ben pulita la segnaletica di sicurezza per garantirne una buona visibilità.
È obbligatorio sostituire la segnaletica di sicurezza deteriorata richiedendola al fabbricante
(il codice ricambio è riportato sull’etichetta - es. cod.001.70x105.0414).
Avvertenza
È vietato rimuovere e/o danneggiare la segnaletica di sicurezza applicata dal fabbricante.
46
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
SICUREZZA -6
FIG. 32 (Etichette segnaletica di sicurezza)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
47
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
6- SICUREZZA
FIG. 33 (Etichette segnaletica di sicurezza)
48
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Segnale
SICUREZZA -6
Significato
Segnale
Significato
PERICOLO CORRENTE ELETTRICA
(Quando il ventilatore è collegato alla rete
elettrica di alimentazione potrebbero verificarsi
dispersioni di corrente e contatti diretti accidentali
con i componenti elettrici).
VIETATO SALIRE SUL VENTILATORE
(È vietato per qualsiasi motivo salire sul
ventilatore o su parti di esso).
PERICOLO AVVIAMENTO AUTOMATICO
(Il ventilatore in base al tipo di collegamento
elettrico e alla logica di comando, può avviarsi
automaticamente in modo inatteso).
VIETATO RIMUOVERE LE PROTEZIONI CON
VENTILATORE IN FUNZIONE (ON)
(È vietato rimuovere, manomettere o escludere
le protezioni e i dispositivi installati nel ventilatore
con ventilatore in funzione).
PERICOLO SUPERFICI CALDE
(Durante il funzionamento e appena dopo
lo spegnimento in prossimità della cassa e
del supporto potrebbero verificarsi contatti
accidentali con conseguenti scottature e/o
ustioni).
OBBLIGO: LEGGERE IL MANUALE
(È obbligatorio leggere e comprendere in tutte le
sue parti il presente manuale).
PERICOLO GIRANTE IN MOVIMENTO ANCHE
CON SEZIONAMENTO ENERGIA ELETTRICA
(Quando il ventilatore è spento, l’aria che entra
dalle bocche e attraversa il ventilatore potrebbe
muovere la girante).
OBBLIGO: SEZIONARE L’ALIMENTAZIONE
ELETTRICA PRIMA DI ESEGUIRE INTERVENTI
(È obbligatorio, prima di eseguire qualsiasi
tipo di intervento sul ventilatore, sezionare
l’alimentazione elettrica e assicurarsi che il
ventilatore si trovi nelle condizioni di “macchina
spenta” - v. par. 2.2.1).
PERICOLO DI SCHIACCIAMENTO E/O TAGLIO
DELLE DITA
(Durante la manutenzione ordinaria in prossimità
della girante e della trasmissione potrebbero
verificarsi contatti accidentali con conseguente
schiacciamento e/o taglio delle dita).
OBBLIGO: CONTROLLARE L’EFFICIENZA
RIPARI
(È obbligatorio controllare periodicamente che i
ripari siano integri ed efficienti).
VIETATO TOCCARE ALLE PERSONE NON
AUTORIZZATE
(È vietato alle persone non autorizzate qualsiasi
tipo di comando del ventilatore).
OBBLIGO: RIMUOVERE LE PROTEZIONI
SOLO CON VENTILATORE FERMO (OFF)
(È obbligatorio rimuovere le protezioni solo con
ventilatore fermo e attendere il raffreddamento di
eventuali parti calde).
VIETATO INTRODURRE LE MANI
(È vietato per qualsiasi motivo introdurre le mani
nel ventilatore).
OBBLIGO: APRIRE SOLO CON VENTILATORE
FERMO (OFF)
(È obbligatorio aprire la porta solo quando il
ventilatore è spento e fermo).
VIETATO APRIRE CON VENTILATORE IN
FUNZIONE
(È vietato aprire la porta di ispezione quando il
ventilatore è acceso).
OBBLIGO: PUNTO DI SOLLEVAMENTO CON
GRU
(È obbligatorio sollevare il ventilatore
agganciandolo sui punti contrassegnati dal
segnale).
TAB. 17 (Significato dei segnali)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
49
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
6- SICUREZZA
Segnale
Significato
Segnale
Significato
OBBLIGO: COLLEGAMENTO AL MORSETTO
DI TERRA
(È obbligatorio collegare il morsetto di terra
all’impianto di messa a terra).
INFORMAZIONE: FRECCIA ROTAZIONE
(Indica il senso di rotazione della girante).
INFORMAZIONE: VENTOLINA
SPANDICALORE
(Ventilatore con ventolina spandicalore per
il trasporto di fluidi con elevate temperature).
INFORMAZIONE: FREQUENZA ELETTRICA
60 Hz
(Indica che il ventilatore è idoneo ad essere
collegato ad una rete elettrica con frequenza 60
Hz).
INFORMAZIONE: FRECCIA DIREZIONE
(Indica la direzione del flusso aria).
INFORMAZIONE: ATEX
(Indica che il ventilatore è idoneo ad essere
installato in ambienti ATEX - Esecuzione
antiscintilla).
TAB. 18 (Significato dei segnali)
6.4- Dispositivi di protezione individuale (DPI) (TAB. 19)
L’impiego dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), è reso obbligatorio nel rispetto della Legislazione in materia di sicurezza
e salute nei luoghi di lavoro vigenti nel paese di utilizzazione del ventilatore. Il datore di lavoro e gli operatori autorizzati devono
conoscere ed applicare gli obblighi e i doveri previsti dalla normativa suddetta.
Avvertenza
È OBBLIGATORIO UTILIZZARE I DPI PREVISTI DAL FABBRICANTE (v. TAB. 19).
Segnale
DPI obbligatori
Tipo d’impiego
• Protezione dei piedi
(Scarpe con puntale rinforzato)
Durante l’installazione e la manutenzione della macchina.
• Protezione del corpo
(Indumenti idonei)
Durante l’installazione e la manutenzione della macchina.
• Protezione delle mani
(Guanti per la protezione da bordi taglienti)
Durante l’installazione e la manutenzione della macchina.
• Protezione dell’udito
(Cuffie antirumore)
Durante il funzionamento della macchina se il valore di rumorosità
supera 80 dB(A).
TAB. 19 (Dispositivi di protezione individuale)
50
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
USO E FUNZIONAMENTO -7
7- Uso e funzionamento
7.1- Controlli prima dell’accensione (TAB. 20)
Avvertenza
PRIMA DI EFFETTUARE L’ACCENSIONE DEL VENTILATORE GLI
OBBLIGATORIAMENTE ESEGUIRE I CONTROLLI RIPORTATI NELLA TAB. 20.
OPERATORI
AUTORIZZATI
1
Assicurarsi che non vi siano persone non autorizzate nelle vicinanze del ventilatore.
2
Assicurarsi che i dispositivi di sicurezza siano integri e correttamente installati e funzionanti (v. par. 6.1).
3
Assicurarsi che ci sia la giusta tipologia di pala (v. par. 3.2).
4
Assicurarsi che il ventilatore sia correttamente posizionato (v. cap. 5).
5
Assicurarsi che i cuscinetti siano lubrificati (v. par. 8.1.2).
6
Assicurarsi che i bulloni della girante, dei supporti e del motore elettrico, siano bloccati (v. par. 8.1).
7
Assicurarsi che tutte le parti girino liberamente (v. par. 8.1).
8
Assicurarsi di aver letto e compreso in tutte le sue parti il “Manuale di istruzioni”.
DEVONO
TAB. 20 (Controlli prima dell’accensione)
7.2- Accensione del ventilatore
Avvertenza
GLI OPERATORI AUTORIZZATI POSSONO ACCENDERE IL VENTILATORE SOLTANTO DOPO AVER OBBLIGATORIAMENTE
ESEGUITO I CONTROLLI DESCRITTI NEL par. 7.1.
Accendere il ventilatore secondo le istruzioni fornite dal costruttore dell’impianto su cui è
stato installato il ventilatore.
Avvertenza
PER EVITARE IL SOVRACCARICO DEL Motore elettrico, È CONSIGLIATA L’ACCENSIONE DEI VENTILATORI
RADIALI CON SERRANDA O REGOLATORE DI PORTATA CHIUSO, MENTRE PER QUELLI ASSIALI APERTO.
È consigliabile utilizzare valvole regolatrici in aspirante (valvole dapò): i regolatori in premente
sono spesso causa di notevoli perdite di carico e fastidiose turbolenze che provocano vibrazioni
e rumore al circuito. Si raccomanda, nel caso di movimentazione automatica delle valvole, il
controllo scrupoloso del tempo di apertura (Nei casi di alta pressione, un tempo troppo basso può
provocare vibrazioni e fenomeni come “colpi d’ariete”, dannosi per la meccanica del ventilatore).
Portare l’interruttore elettrico generale in pos. “I (ON)” e seguire le istruzioni fornite dall’installatore che ha eseguito il collegamento
elettrico del ventilatore e ha realizzato il quadro comandi.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
51
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
7- USO E FUNZIONAMENTO
7.3- Controlli dopo l’accensione (TAB. 21)
Avvertenza
DOPO AVER EFFETTUATO L’ACCENSIONE DEL VENTILATORE GLI OPERATORI AUTORIZZATI DEVONO
OBBLIGATORIAMENTE ESEGUIRE I CONTROLLI RIPORTATI NELLA TAB. 21.
1
Assicurarsi che il senso di rotazione della girante sia conforme a quello indicato dalla freccia (adesivo applicato esternamente
al ventilatore - v. par. 6.3).
2
Assicurarsi che il ventilatore non presenti vibrazioni. Verificare le vibrazioni secondo le norme ISO 14694, ISO 10816 e ISO
10816-3. Limiti di vibrazioni consigliate in mm/s RMS: buono/ammissibile ≤ 7,1; allarme > 7,1 ÷ 9; stop > 9.
Punti di misura consigliati: sui supporti del ventilatore, in direzione perpendicolare all’asse di rotazione sul piano orizzontale
o verticale (in prossimità dei cuscinetti). Si consiglia la dotazione di sensori di vibrazione (su richiesta).
3
Assicurarsi che la temperatura dei cuscinetti a pieno regime di funzionamento del ventilatore sia regolare (con temperatura
ambientale di 20 °C la temperatura dei supporti deve essere al massimo di 70 °C). Attenzione, va tenuto conto che,
nelle prime ore di funzionamento, è possibile riscontrare un valore della temperatura superiore a quello indicato salvo poi
stabilizzarsi su un valore inferiore. Limiti temperatura in °C: buono/ammissibile ≤ 70; allarme > 70 ÷ 100; stop > 120.
Punto di misura: anello esterno del cuscinetto indipendentemente dalla temperatura ambientale.
Si consiglia la dotazione di sensori di temperatura (su richiesta).
4
Assicurarsi che la temperatura dei cuscinetti a pieno regime di funzionamento del ventilatore sia regolare.
5
Dopo qualche ora di lavoro assicurarsi che i bulloni siano serrati correttamente (v. par. 8.1).
6
Controllare la tensione delle cinghie (se presenti v. par. 5.6.4).
7
Controllare l’assorbimento, tramite amperometro, rilevandolo su uno dei tre conduttori di linea (L1, L2, L3) prima del
commutatore, e se non è possibile, su un qualsiasi conduttore della morsettiera moltiplicando il valore per 1,73 (√3)
(v. FIG. 31).
TAB. 21 (Controlli dopo l’accensione)
7.4- Spegnimento del ventilatore
1) Spegnere il ventilatore secondo le istruzioni fornite dall’installatore che ha eseguito il collegamento elettrico e ha realizzato il
quadro elettrico.
2) Portare l’interruttore elettrico generale in Pos. “0-OFF”.
Avvertenza
PER EFFETTUARE UNA NUOVA ACCENSIONE DEL VENTILATORE, ATTENDERE IL RAFFREDDAMENTO DEL Motore
elettrico.
52
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
USO E FUNZIONAMENTO -7
7.5- Arresto di emergenza (TAB. 22)
L’arresto di emergenza del ventilatore può essere effettuato premendo il pulsante “Arresto di emergenza” installato nell’impianto
elettrico o portando in pos. “O (OFF)” l’interruttore elettrico generale, rappresentato in FIG. 31.
Onde evitare situazioni di pericolo imminente o prossimo, gli operatori autorizzati devono obbligatoriamente eseguire le operazioni
descritte in TAB. 22.
1
Premere il pulsante “Arresto di emergenza” installato nell’impianto elettrico o portare l’interruttore elettrico generale in
pos. “O (OFF)”.
2
Segnalare immediatamente l’emergenza al Preposto.
TAB. 22 (Arresto di emergenza)
7.6- Accensione dopo un arresto di emergenza
Solo ed esclusivamente dopo aver rimosso le cause dell’emergenza e avere attentamente valutato che le stesse non abbiano
provocato dei danni e/o anomalie al ventilatore, con il consenso del Preposto accendere il ventilatore come descritto al par. 7.2.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
53
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
8- MANUTENZIONE
8- Manutenzione
8.1- Manutenzione ordinaria (FIG. 34)
È l’insieme delle attività svolte atte a mantenere le condizioni d’uso e funzionamento del ventilatore, attraverso vari tipi di intervento
(regolazioni, controllo visivo, pulizia ecc.) eseguiti dal manutentore autorizzato alla frequenza stabilita (v. TAB. 23).
PERICOLO
È VIETATO AGLI OPERATORI AUTORIZZATI LASCIARE INCUSTODITO IL VENTILATORE DURANTE GLI INTERVENTI
MANUTENTIVI.
PERICOLO
GLI OPERATORI AUTORIZZATI DEVONO ESEGUIRE ESCLUSIVAMENTE LE OPERAZIONI DI LORO SPECIFICA
COMPETENZA (V. par. 2.2.2) E CON IL CONSENSO DEL Preposto.
TABELLA MANUTENZIONE ORDINARIA
Frequenza Punto di Intervento
Dipende
dall’uso del
ventilatore,
dal luogo di
installazione
e dal
materiale
trasportato.
Richiedere
eventuali
ulteriori
informazioni
all’ufficio
tecnico del
fabbricante
(v. TAB. 24).
Cassa - Boccaglio
e Girante
Tipo di intervento
Pulizia interna di tutte le parti a contatto con l’aria aspirata. Asportazione di eventuali
incrostazioni e/o deposito di materiale tramite aria compressa dal boccaglio o dalla
porta di ispezione a ventilatore spento (si consiglia la riequilibratura della girante v. par. 5.4.2 o par. 5.6.2).
Controllo visivo delle saldature.
Controllo visivo dell’usura soprattutto per giranti che convogliano polveri abrasive
(causa di vibrazioni del ventilatore), ed eventuale sostituzione (in quanto compromette
il buon funzionamento) (v. par. 8.2 per lo smontaggio e par. 5.4.2 per il montaggio).
N.B. Evitare di separare il mozzo dalla girante. L’operazione è inutile e
sicuramente ne risulterà compromessa l’equilibratura.
Controllare che tutte le parti girino liberamente.
Pulegge
Pulizia delle gole con un panno asciutto e controllo dell’allineamento, ed eventuale
correzione.
Cinghie
Pulizia di ogni faccia delle cinghie con un panno asciutto, controllo della tensione
(v. par. 5.6.4).
Giunto d’accoppiamento
Controllo visivo ed eventuale allineamento e centraggio (v. par. 5.6.5.1).
Tasselli in gomma del
giunto di accoppiamento
Controllare l’usura (v. FIG. 34) eventualmente sostituire.
Supporti
Bulloni della macchina
Controllare la quantità e lo strato di grasso ed eventualmente ingrassare (v. par. 8.1.2).
Controllare il corretto serraggio di tutti i bulloni.
TAB. 23 (Manutenzione ordinaria)
FIG. 34 (Tasselli in gomma)
54
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
MANUTENZIONE -8
8.1.1- Interventi di manutenzione programmata
INTERVALLI DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA in funzione della gravosità di servizio
Gravosità / Frequenza
Alta
Media
Analisi gravosità da effettuare dal cliente in fase operativa
Bassa
Per tutti i ventilatori
3 mesi
6 mesi
12 mesi
Verificare il perfetto stato di tutti i ripari e della segnaletica.
2 mesi
4 mesi
8 mesi
Verificare il corretto serraggio di tutta la bulloneria soprattutto in presenza di variazioni termiche
cicliche.
1 mese
3 mesi
6 mesi
Verificare che la girante sia priva di difetti dovuti all’usura e alla corrosione.
1 mese
6 mesi
12 mesi
Verificare che la girante sia pulita.
1 mese
6 mesi
12 mesi
Verificare l’assenza di vibrazioni pericolose.
2 mesi
8 mesi
12 mesi
Verificare l’assenza di rumorosità anomala.
2 mesi
6 mesi
12 mesi
Verificare lo stato di lubrificazione dei cuscinetti del motore.
2 mesi
6 mesi
12 mesi
Verificare i parametri elettrici di funzionamento del motore e dei servomotori installati.
1 mese
6 mesi
12 mesi
Verificare la pulizia del filtro (se presente).
3 mesi
6 mesi
12 mesi
Verificare il perfetto stato di tutti gli accessori installati.
Inoltre Per i ventilatori con trasmissione a cinghia
1 mese
3 mesi
6 mesi
Vedi tabelle del par. 8.1.2
intervalli di lubrificazione
1 mese
3 mesi
6 mesi
Verificare la tensione e lo stato di usura delle cinghie.
Verificare lo stato di lubrificazione dei cuscinetti.
Verificare la temperatura dei supporti contenenti i cuscinetti. Dopo un’iniziale innalzamento
dovuto al rodaggio, il valore di temperatura deve rimanere stabile nel tempo.
Inoltre Per i ventilatori con trasmissione mediante giunto elastico
1 mese
6 mesi
12 mesi
Verificare l’allineamento e l’usura tasselli del giunto v. FIG. 34.
TAB. 24 (Manutenzione programmata)
8.1.2- Ingrassaggio del supporto (cuscinetti) (TAB. 25÷TAB. 27)
In funzione al tipo di cuscinetto e al suo diametro, alla larghezza dell’anello e al numero di giri/min del motore elettrico è possibile
calcolare la quantità di grasso SHELL ALBIDA GREASE RL2 (o comparativo - v. par. 3.9) con cui lubrificare il supporto e la frequenza
di ingrassaggio.
Per determinare la quantità di grasso è utile la seguente formula:
G = 0,005 x D x B
G = quantità di grasso in grammi
D = diametro esterno del cuscinetto in mm
B = larghezza dell’anello in mm
Per la frequenza consultare le TAB. 25, TAB. 26 e TAB. 27.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
55
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
8- MANUTENZIONE
Attenzione
n.b. una quantità eccessiva di grasso provoca il surriscaldamento del cuscinetto rispettare
perciò la frequenza e la quantità di grasso (v. TAB. 25, TAB. 26 e TAB. 27).
PER CONSIGLI UTILI RIVOLGERSI ALL’UFFICIO TECNICO DEL FABBRICANTE.
PER I VENTILATORI CON TRASMISSIONE INDIRETTA FORNITI MONTATI, IL CUSCINETTO È GARANTITO PER UNA
DURATA DI 20.000 ÷ 30.000 ORE.
Supporto a tubo
Quantità di grasso (g) primo riempimento
Supporti staccati
Riempire completamente il cuscinetto,
spazio libero supporto solo parzialmente
SN 509
SN 510
SN 511
SN 512
SN 513
SN 515
60
70
100
155
185
250
SN 516
SN 517
SN 518
SN 520
SN 522
SN 524
285
325
420
615
860
1020
N.B. Per la frequenza e la quantità di ingrassaggio dei cuscinetti dei motori e la sostituzione periodica consultare e
verificare il manuale del costruttore del motore elettrico. Si ricorda che normalmente fino alla grandezza M160 i cuscinetti
adottati sono ingrassati a vita perciò non necessitano di ingrassaggio.
TAB. 25 (Primo riempimento)
56
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
MANUTENZIONE -8
Quantità grasso supporti a tubo - riempimenti successivi
Supporto
a tubo
RPM (giri/min)
RPM (giri/min)
Cuscinetto
Quantità
Cuscinetto
Quantità
Supporto
lato
1000 2000 3000 4000 grasso
lato
1000 2000 3000 4000
grasso
a tubo
girante
(g)
puleggia
(g)
Frequenza di ingrassaggio (ore)
Frequenza di ingrassaggio (ore)
20 A-AL 14
20 B 14
20 A-AL 19
3,9
6304 Z
14000
8000
5000
4000
4
20 B 19
25 A-AL 24
25 B 24
35 A-AL 28
35 B 28
40 A-AL 38
40 B 38
45 A-AL 42
45 B 42
6305 Z
12500
6200
4000
3100
5,3
6307 Z
11000
5500
3500
2750
8
6308 Z
9900
5000
3100
2450
10
6309 Z
8800
4400
2800
2200
12
20 A-AL 14
20 B 14
20 A-AL 19
25 A-AL 24
25 B 24
35 A-AL 28
35 B 28
40 A-AL 38
40 B 38
45 A-AL 42
45 B 42
50 A-AL 48
50 B 48
50 B 48
6310 Z
7800
4000
2500
2000
15
50 AR-ALR 48
50 BR 48
50 BR 48
55 A-AL 48
55 A-AL 48
55 B 48
55 B 48
55 AR-ALR 48
6311 Z
7000
3500
2200
1750
17,5
55 AR-ALR 48
55 BR 48
55 BR 48
60 A-AL 55
60 A-AL 55
60 B 55
60 AR-ALR 55
6312 Z
6200
3100
2000
/
20,5
60 BR 55
14000
8000
5000
4000
4
20 B 19
50 A-AL 48
50 AR-ALR 48
3,9
6304 Z
60 B 55
60 AR-ALR 55
60 BR 55
6305 Z
12500
6200
4000
3100
5,3
6307 Z
11000
5500
3500
2750
8
6308 Z
9900
5000
3100
2450
10
6309 Z
8800
4400
2800
2200
12
6310 Z
7800
4000
2500
2000
NU 310 ECP
3900
2000
1250
1000
6311 Z
7000
3500
2200
1750
NU 311 ECP
3500
1750
1100
6312 Z
6200
3100
2000
15
17,5
/
20,5
NU 312 ECP
3100
1550
1000
TAB. 26 (Riempimenti successivi supporti a tubo)
Quantità grasso supporti staccati - riempimenti successivi
RPM (giri/min)
RPM (giri/min)
Quantità
Cuscinetto
Quantità
Supporto
800
1500 2000 2500 grasso
lato
800
1500 2000 2500
grasso
staccato
(g)
puleggia
(g)
Frequenza di ingrassaggio (ore)
Frequenza di ingrassaggio (ore)
Supporto
staccato
Cuscinetto
lato
girante
SN 509
22209 EK
3500
1500
1000
680
SN 510
22210 EK
3350
1300
930
SN 511
22211 EK
3200
1250
850
SN 512
22212 EK
2950
1200
SN 513
22213 EK
3100
1250
SN 515
22215 EK
2900
SN 516
22216 EK
2750
SN 517
22217 EK
SN 518
22218 EK
SN 520
SN 522
SN 524
10
SN 509
22209 EK
3500
1500
1000
680
10
650
11
SN 510
22210 EK
3350
1300
930
650
11
600
13
SN 511
22211 EK
3200
1250
850
600
13
810
580
18
SN 512
22212 EK
2950
1200
810
580
18
850
680
19
SN 513
22213 EK
3100
1250
850
680
19
1180
780
560
20
SN 515
22215 EK
2900
1180
780
560
20
1100
750
480
23
SN 516
22216 EK
2750
1100
750
480
23
2600
1050
700
300
27
SN 517
22217 EK
2600
1050
700
300
27
2450
1000
600
/
32
SN 518
22218 EK
2450
1000
600
/
32
22220 EK
2200
900
350
/
41
SN 520
22220 EK
2200
900
350
/
41
22222 EK
2000
800
/
/
52
SN 522
22222 EK
2000
800
/
/
52
22224 EK
1700
650
/
/
62
SN 524
22224 EK
1700
650
/
/
62
TAB. 27 (Riempimenti successivi supporti staccati)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
57
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
8- MANUTENZIONE
N.B. Frequenze di ingrassaggio e quantità in (g) calcolati secondo regole SKF (vedi manuale uso e manutenzione SKF).
N.B. In caso di ambienti polverosi, umidi, corrosivi, di temperature elevate, diminuire del 30%÷40% la frequenza di ingrassaggio.
8.2- Smontaggio
Per lo smontaggio del ventilatore procedere come segue:
• Boccaglio: svitare e togliere i dadi che lo fissano alla cassa;
• Cassa: solo per i ventilatori orientabili svitare e togliere i dadi che la fissano alla sedia (per i ventilatori di grandi dimensioni la cassa
è saldata alla sedia);
• Girante nei ventilatori a semplice aspirazione e doppio stadio: svitare e togliere il bullone che blocca la girante sull’albero
e procedere con cautela all’estrazione onde evitare che eventuali cadute possano causare deformazioni che compromettano
l’equilibratura;
• Girante nei ventilatori a doppia aspirazione (esec. 6 - 18 - 19): allentare i tiranti e smontare le cinghie di trasmissione. Svitare e
togliere i bulloni di fissaggio dei supporti ed i dadi di bloccaggio dei boccagli. Sfilare la girante completa di albero e supporti.
Smontare i supporti e togliere la ghiera di bloccaggio della girante;
• Supporto monoblocco: allentare il grano e togliere, se esiste, la ventolina di raffreddamento. Svitare le viti di bloccaggio e togliere
i gusci superiori. Sfilare dalla cassa l’albero con i due cuscinetti. Sfilare i due cuscinetti con l’estrattore;
• Supporto a tubo: allentare il grano e togliere, se esiste, la ventolina di raffreddamento. Svitare le viti di bloccaggio e togliere i
gusci superiori e inferiori. Sfilare gli anelli d’arresto dei cuscinetti. Raddrizzare il dente della rosetta di sicurezza e svitare la ghiera.
Togliere la bussola di trazione e sfilare il cuscinetto.
Per le altre parti del ventilatore (carter, motore elettrico, ecc.) lo smontaggio risulterà semplice e intuitivo.
Attenzione
È vietato utilizzare MARTELLI O ALTRI UTENSILI PER MONTARE E SMONTARE CUSCINETTI, PULEGGE, GIUNTI
SEMI ELASTICI, ECC. i quali possono COMPROMETTERE L’EFFICIENZA DEGLI STESSI.
8.3- Manutenzione straordinaria
È l’insieme delle attività svolte atte a mantenere le condizioni d’uso e funzionamento del ventilatore, attraverso vari tipi di intervento
(regolazioni, sostituzioni ecc.) eseguiti esclusivamente dai tecnici del fabbricante, alla frequenza stabilita o in caso di guasto od usura.
L’affidabilità dei componenti è garantita da un processo di analisi produttivo interno e dal rispetto degli interventi e intervalli di
manutenzione consigliati dal presente manuale e dalla manutenzione programmata consigliata in TAB. 24.
Si ricorda che per i cuscinetti la durata teorica è di norma tra le 25.000 ÷ 30.000 ore di lavoro, per le cinghie circa 25.000 ore di lavoro,
dopo di che si consiglia la sostituzione. Per motivi di sicurezza si consiglia la sostituzione dei ripari ogni 3 - 4 anni.
In condizioni standard (2 cicli di lavoro continuo 16 ore), sostituire la girante dopo circa 40.000 ore di lavoro.
Se si lavora in condizioni gravose di temperatura o trasporto ridurre tale valore (consultare il nostro ufficio tecnico).
Una girante anche con 0 ore di lavoro e conservata a magazzino per oltre 10 anni deve essere sottoposta a controllo di integrità e
bilanciatura.
58
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
VENTILATORi ATEX -9
9- Ventilatori atex
9.1- Avvertenze generali (TAB. 28)
PERICOLO
ATTENZIONE: La scelta di installare un ventilatore conforme o non conforme alla direttiva ATEX
94/9/CE è a discrezione del cliente il quale si assume tutte le responsabilità.
Prima di installare il ventilatore è obbligatorio:
1) Valutare i rischi dell’ambiente in cui verrà installato;
2) Individuare il tipo di atmosfera pericolosa presente nell’ambiente (gas o polvere);
3) Definire le Zone (v. TAB. 28):
• se l’atmosfera è gassosa le zone sono classificate da 0 a 2 (da alto a basso rischio di esplosione);
• se l’atmosfera è polverosa le zone sono classificate da 20 a 22 (da alto a basso rischio di
esplosione);
4) Definire la categoria di prodotto (1 - 2 - 3) (v. Direttiva 99/92/CE);
5) Controllare la corrispondenza dei dati riportati nella targhetta applicata al ventilatore.
Zona
Atmosfera
Gruppo
Categoria
1
Gas
II
2G
Metodo di
protezione
c
Classe di Temperatura
oppure tmax
T1 ÷ T6
2
Gas
II
3G
c
T1 ÷ T6
21
Polveri
II
2D
c
T125 o >
22
Polveri
II
3D
c
T125 o >
TAB. 28 (Zone ATEX)
9.2- Caratteristiche costruttive
I ventilatori conformi alla direttive ATEX 94/9/CE hanno degli accorgimenti costruttivi adatti ad evitare la produzione di scintille per
effetto dell’attrito fra la parte rotante e quella fissa.
Le caratteristiche che riportiamo di seguito saranno oggetto di controllo prima del montaggio del ventilatore:
1) Fasce in rame tra il boccaglio e la girante;
2) Anelli in rame:
• Tra la cassa e l’albero motore elettrico;
• (Solo nei ventilatori a trasmissione indiretta) Tra pulegge e carter;
3) (Solo nei ventilatori a trasmissione indiretta) Cinghie conformi;
4) (Solo nei ventilatori kW>11) Cassa saldata;
5) Messa a terra (parti staccate);
6) (Solo nei ventilatori assiali) Fasce in rame su tamburo e girante in alluminio ridotta.
N.B. Assicurarsi che la targhetta di marcatura CE corrisponda a quella indicata al par. 1.3.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
59
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
9- ventilatore atex
9.3- Associazione ventilatore / motore elettrico (TAB. 29 e TAB. 30)
In funzione della classificazione dell’ambiente in cui viene installato il ventilatore la direttiva 99/92/CE indica il ventilatore e il motore
elettrico adatto (v. TAB. 29 e TAB. 30):
GAS zona
0
Ventilatore
Motore elettrico
Non applicabile
II 2G (Ex d/de)
1
II 2Gc
II 2G (Ex e)
2
II 3Gc
II 3G (Ex nA)
TAB. 29 (Motore elettrico per zone GAS)
POLVERI Zona
20
Ventilatore
Motore elettrico
Non applicabile
21
22
II 2Dc
II 2D (DIP - IP65)
II 3Dc
II 3D* (DIP - IP55/IP65)
(*) In presenza di polveri conduttive è necessario un prodotto in IP65 (cat. 2D)
TAB. 30 (Motore elettrico per zone POLVERI)
9.4- Precauzioni per i ventilatori ATEX
PERICOLO
ATTENZIONE: Poiché le polveri sono una potenziale causa di esplosione o di infiammabilità a seguito
di un innesco è necessario mantenere ben pulito il ventilatore. Evitare che si accumulino oltre
5 mm di polvere programmando la manutenzione ordinaria del ventilatore in base all’uso, al luogo
di installazione e al materiale trasportato dal ventilatore.
Per ventilatori destinati al trasporto di fluidi controllare periodicamente le distanze tra le
parti mobili e quelle fisse, mantenendole libere da depositi che possono provocare scintille.
9.5- Allegati
Consultare l’allegato “VENTILATORI PER AMBIENTI POTENZIALMENTE ESPLOSIVI” consegnato a parte per quanto riguarda
l’installazione, l’uso e la manutenzione dei ventilatori ATEX (SAXMI010).
60
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Messa fuori servizio -10
10- Messa fuori servizio
10.1- Magazzinaggio
Nel caso il ventilatore, al momento della consegna, non venga installato e per un lungo periodo di tempo non venga utilizzato, è
necessario immagazzinarlo in un ambiente sicuro, con un adeguato grado di temperatura e umidità ed inoltre proteggerlo dalla polvere.
In particolare coprire cuscinetti, alberi e motore elettrico. Controllare periodicamente il ventilatore e, nel caso di cuscinetti a rulli, farlo
ruotare a mano settimanalmente.
Non immagazzinarlo in prossimità di macchine che producono vibrazioni.
10.2- Demolizione
All’atto della demolizione del ventilatore, attenersi obbligatoriamente alle prescrizioni delle normative vigenti.
Procedere alla differenziazione delle parti che costituiscono il ventilatore secondo i diversi tipi di materiali di costruzione (Plastica,
rame, ferro, ecc.).
Attenzione
Tutti i componenti del ventilatore vanno obbligatoriamente identificati secondo le definizioni dei
“codici cer” (catalogo europeo rifiuti) e smaltiti incaricando ditte autorizzate e specializzate,
nell’assoluto rispetto delle normative vigenti nel paese di demolizione del ventilatore.
Attenzione
I rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (raee) vanno smaltiti nell’assoluto rispetto
delle normative vigenti nel paese di demolizione del ventilatore.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
61
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
11- ricambi
11- RICAMBI
11.1-Avvertenze generali
Avvertenza
I RICAMBI ORIGINALI PER EVENTUALI SOSTITUZIONI VANNO RICHIESTI ESCLUSIVAMENTE AL FABBRICANTE O AL
RIVENDITORE.
PERICOLO
È ASSOLUTAMENTE VIETATO SOSTITUIRE QUALSIASI COMPONENTE DEL VENTILATORE CON RICAMBI NON ORIGINALI.
62
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
ANOMALIE -12
12- ANOMALIE, CAUSE E RIMEDI (TAB. 31÷TAB. 34)
12.1- Anomalie, cause e rimedi
Nelle TAB. 31, TAB. 32, TAB. 33 e TAB. 34 sono riportate una serie di situazioni che possono verificarsi durante l’utilizzo del ventilatore.
PERICOLO
GLI OPERATORI AUTORIZZATI DEVONO ESEGUIRE ESCLUSIVAMENTE LE OPERAZIONI DI LORO SPECIFICA
COMPETENZA (V. par. 2.2.2) E CON IL CONSENSO DEL Preposto.
ANOMALIE
CAUSE
RIMEDI
Alla velocità di rotazione normale essa è accompagnata da una riduzione di potenza per i ventilatori radiali,
specialmente per quelli a pale curve in avanti o a pale a uscita radiale. L’assorbimento di potenza è meno
influenzato per i ventilatori radiali a pale rovesce e, in alcuni casi di particolari applicazioni, può leggermente
aumentare.
Rotazione non corretta del motore elettrico.
Controllare il senso di rotazione del motore elettrico.
Rotazione non corretta della girante.
Controllare il senso di rotazione della girante. Un
ventilatore radiale che ruoti in senso inverso spinge
comunque l’aria nel circuito. Un suggerimento pratico:
se sono visibili solo pochi mm dell’albero lasciare cadere
l’estremità di un righello sull’albero. Il lato dove viene
scagliato indica il senso di rotazione.
Diminuzione velocità di rotazione e/o slittamento Controllare la velocità di rotazione e la tensione e pulizia
cinghie.
delle cinghie.
Portata d’aria
insufficiente
Scegliere una sezione retta del canale d’aria in cui siano
minimi i disturbi provenienti da monte, preferibilmente
prima del ventilatore, e determinare tramite il tubo di Pilot
la portata d’aria fluente in quel momento. Misurare le
pressioni statiche all’aspirazione ed in mandata in modo
Eccessive perdite di carico del circuito dovute alle corretto. La differenza algebrica da la pressione statica
seguenti cause.
del ventilatore. Se la portata del ventilatore è bassa e
la pressione è uguale o maggiore a quella di progetto,
il difetto maggiore è probabilmente nel circuito e non nel
ventilatore. Controllare le sezioni del circuito per cercare
i punti di perdite eccessive. Ciò si può fare controllando
la pressione statica o totale in punti strategici del circuito.
Serrande mal regolate.
Regolare le serrande.
Due o più curve, ostruzioni o cambi di sezione molto Modificare allontanando i cambi o sezioni, addolcire le
vicini o brusche deviazioni.
deviazioni.
La griglia di aspirazione o di diffusione è
Sostituire la griglia di aspirazione o di diffusione.
eccessivamente fitta.
Un filtro sovraccarico.
Pulire il filtro.
Un accumulo di corpi estranei all’interno delle
Pulire le tubazioni.
tubazioni.
Una turbolenza.
Dotare l’impianto di raddrizzatori.
Una turbolenza eseguita da una contrazione.
Dotare l’impianto di raddrizzatori.
Canale rettilineo di sblocco dell’aria lungo meno di
Modifica del canale.
2,5 volte il diametro.
TAB. 31 (Anomalie - Cause - Rimedi 1)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
63
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
12- ANOMALIE
ANOMALIE
Portata d’aria
insufficiente
CAUSE
RIMEDI
Se entrambi i valori di portata e pressione sono bassi,
il difetto principale è probabilmente nel ventilatore o nei
Anomalie nel e/o presso il ventilatore dovute alle suoi collegamenti più vicini benché gli errori del circuito
seguenti cause:
possano influire anche loro. Dopo aver controllato che il
senso di rotazione del motore elettrico e della girante sia
corretto procedere con altri controlli come segue.
Presenza di sporco o corpi estranei nella girante.
Pulire la girante.
Ostruzioni nei canali di connessione e nei giunti
Pulire i canali.
flessibili.
Una corrente vorticosa all’aspirazione nello stesso Montare un dispositivo antiturbolenza (es. una semplice
senso di rotazione della girante.
lamiera spartiaria nella cappa di aspirazione).
Allargamenti improvvisi delle tubazioni alla mandata. Modifica delle tubazioni alla mandata.
Tipo di aria più o meno fredda e con più o meno Verificare e analizzare calcoli e temperatura di progetto
pressione rispetto a quanto è stato calcolato.
e/o funzionamento.
Alla velocità di rotazione nominale è causa di un eccessivo consumo per ventilatori radiali a pale curve in avanti.
L’assorbimento di potenza aumenta per ventilatori a pale a uscita radiale e per i tipi a pale rovesce. La potenza
può essere leggermente ridotta per alcuni ventilatori assiali o radiali con pale indietro. Il valore di portata in
eccesso può dare un’indicazione per quanto riguarda la causa, per esempio fino al circa il 10 % al di sopra dei
valori di progetto può indicare, ad esempio, una “stima eccessiva di perdita del carico del circuito”. Una disparità
significativamente più grande può indicare un problema maggiore nel circuito. Procedere con metodo sistematico.
Portata d’aria
eccessiva
(eccessiva
perdita di
carico nel
circuito)
Rotazione non corretta della girante.
Controllare il senso di rotazione della girante e il suo
orientamento.
Elevata velocità di rotazione motore elettrico.
Controllare la velocità di rotazione del motore elettrico.
Pulegge di dimensioni errate.
Controllare il diametro delle pulegge e il rapporto di
trasmissione.
Serrande o registri non posizionati correttamente.
Posizionare correttamente le serrande e i registri.
Componenti del circuito aeraulico non installati.
Installare e verificare i componenti del circuito.
Perdite d’aria nei punti di prova o nei canali in Controllare e chiudere le perdite d’aria nei punti di prova o
muratura.
nei canali in muratura.
Serrande di bypass non perfettamente chiuse.
Chiudere le serrande di bypass.
Sbilanciamento tra i ventilatori che lavorano in Trovare il giusto bilanciamento tra i ventilatori che
parallelo.
lavorano in parallelo.
Stima eccessiva di perdita di carico del circuito.
Calcolare la stima di perdita di carico del circuito (verificare
calcoli di progetto) e diminuire i giri del ventilatore e/o
parzializzare serrande o valvole se esistenti.
TAB. 32 (Anomalie - Cause - Rimedi 2)
64
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
ANOMALIE
ANOMALIE -12
CAUSE
RIMEDI
Una girante radiale a pale curve in avanti, un girante Parzializzare bocca aspirante / Montare una girante con
a pale ad uscita radiale che convogli troppa aria.
pale diverse.
Una girante radiale a pale curve rovesce che giri in
senso inverso o una girante di senso di rotazione Verificare senso di rotazione e/o orientamento girante.
sbagliato che giri correttamente.
Assorbimento
eccessivo
di potenza
Una pre-rotazione dell’aria all’aspirazione in direzione Controllare e riposizionare la cappa di aspirazione o
opposta a quella di rotazione del ventilatore.
verificare aspirazione ventilatore.
Un ventilatore assiale a passo corto o una girante
Montare una girante diversa o con passo lungo.
assiale che lavora con eccessiva pressione.
Un motore elettrico a corrente alternata che giri al di
sotto della sua normale velocità di rotazione a causa Controllare la tensione elettrica del motore elettrico o
di difetti nell’avvolgimento o nella stessa messa in sostituirlo.
moto, o a bassa tensione di alimentazione.
Difetti nel motore elettrico e/o nel collegamento.
Verificare collegamento e/o sostituzione motore elettrico.
Assorbimento eccessivo di potenza.
Controllare l’assorbimento di potenza.
Tensione di alimentazione ridotta.
Controllare la tensione di alimentazione.
Relè di max. di tipo inadatto per le condizioni di
Sostituire il relè di max. con uno idoneo.
avviamento.
Cattivo
avviamento
Difetto del motore elettrico che provoca
Sostituire il motore elettrico.
abbassamento della sue caratteristiche di spunto.
Inadeguata valutazione del momento d’inerzia delle
Montare un motore elettrico di portata maggiore o
parti rotanti del ventilatore in relazione al motore
controllare l’attrito sulle parti meccaniche.
elettrico prescelto ed al suo tipo di avviamento.
Tensione di avviamento troppo bassa.
Controllare la tensione di alimentazione.
Un ventilatore assiale che lavora nella zona iniziale
nella sua caratteristica di funzionamento in condizioni Controllare il circuito e/o le tubazioni.
di stallo.
La maggior parte degli altri tipi di ventilatori che
Controllare le tubazioni e i giri del ventilatore.
operano in prossimità delle condizioni di portata nulla.
Pulsazioni
d’aria
Fluttuazioni dei ventilatori nella disposizione in
Ottimizzare le tubazioni di collegamento.
parallelo.
Una ostruzione o una cattiva connessione
all’aspirazione che crea condizioni instabili di Eliminare ostruzioni e/o cattive connessioni.
ingresso dell’aria (es. vortice).
Distacco e riattacco alternato del flusso alle pareti di
Verificare circuito.
un canale divergente.
TAB. 33 (Anomalie - Cause - Rimedi 3)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
65
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
12- ANOMALIE
ANOMALIE
Rumore
Rumore
meccanico
Rumore
elettrico
Vibrazioni
CAUSE
RIMEDI
In genere tutti i ventilatori, più o meno, generano rumore, ma ci si deve preoccupare solo quando il suo livello è
inaccettabile. Esso può essere generato come rumore dovuto all’aria, alla parte meccanica o al ronzio elettrico
o combinazione di questi tre. Il rumore dovuto all’aria può aumentare per alcune ostruzioni vicine all’aspirazione
o alla mandata di un ventilatore. Più frequentemente il rumore è dovuto ad un’errata scelta del ventilatore.
Quest’ultima condizione può essere solo corretta sostituendo il ventilatore con uno più silenzioso (in genere
di diametro superiore e minor velocità) o mediante l’applicazione di sistemi di insonorizzazione (coibentazione,
cabine fonoassorbenti).
Sfregamento di parti in movimento.
Controllare la movimentazione della girante ed eventuale
pulizia.
Errata scelta dei cuscinetti.
Sostituire i cuscinetti.
Vibrazioni di lamiere (protezioni).
Controllare il fissaggio delle lamiere (protezioni).
Rinforzare la struttura.
Eccentricità tra motore elettrico e statore.
Difetti o porosità nelle pressofusioni dei rotori.
Verificare, controllare e/o sostituire il motore elettrico.
Vibrazioni nell’avvolgimento.
Le vibrazioni di livello inaccettabile possono derivare da squilibri o da una struttura di supporto inadatta o da
una combinazione di entrambe. Quando la frequenza naturale di una struttura di supporto è vicina a quella
corrispondente alla velocità di rotazione del ventilatore, nessuna, seppur accurata bilanciatura, può evitare la
vibrazione. Si può rinforzare la struttura o alterare sensibilmente la sua frequenza naturale di risonanza (esempio
aggiunta di pesi). Nel caso di sbilanciatura eccessiva contattare il fabbricante del ventilatore o uno specialista
di vibrazioni (è spesso necessario la riequilibratura della girante). Si consiglia l’installazione di antivibranti e/o
sistemi di controllo/allarme di vibrazione.
Squilibri.
Controllare il bilanciamento della macchina, il
suo ancoraggio al piano di appoggio (Nel caso di
sbilanciamento eccessivo contattare il fabbricante).
Struttura di supporto inadatta.
Rinforzare la struttura o alterare sensibilmente la sua
frequenza naturale di risonanza con pesi adeguati.
Girante squilibrata.
Riequilibrare la girante.
TAB. 34 (Anomalie - Cause - Rimedi 4)
66
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
13- Allegati
13.1- Uso previsto per i diversi modelli
PERICOLO
attenzione: oltre all’uso previsto per ogni singolo modello è obbligatorio conoscere e rispettare
l’uso previsto (v. par. 3.7) e l’uso scorretto ragionevolmente prevedibile (v. par. 3.10), comuni a tutti
i modelli.
Serie
APE, APF, APG, APRF, APRG, APRH, APRI, APRL
USO PREVISTO
Aspirazione di aria anche molto polverosa.
Utilizzato per i trasporti pneumatici, nelle cementerie, nell’alimentazione dell’aria dei cubilotti, nelle fonderie e nei
bruciatori a nafta, nei mulini, nei pastifici, nelle industrie chimiche, siderurgiche, metallurgiche ove siano richieste
piccole portate con medie ed alte pressioni.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare gli 80 °C e 150 °C con ventolina di raffreddamento.
Serie
APEc, APFc, APGc, APRFc, APRGc, APRHc, APRIc, APRLc
USO PREVISTO
Aspirazione di aria anche molto polverosa.
Utilizzato per i trasporti pneumatici, nelle cementerie, nell’alimentazione dell’aria dei cubilotti, nelle fonderie e nei
bruciatori a nafta, nei mulini, nei pastifici, nelle industrie chimiche, siderurgiche, metallurgiche ove siano richieste
piccole portate con medie ed alte pressioni.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare i 90 °C senza ventolina. Per temperature del fluido
trasportato superiori a 90 °C fino a 350 °C viene calettata sull’albero, fra supporto e coclea, una ventolina paracalore;
inoltre il ventilatore viene verniciato con vernice speciale all’alluminio per alte temperature.
Serie
APRF/N8, APRG/N8, APRH/N8, APRI/N8, APRL/N8
USO PREVISTO
Aspirazione di aria anche molto polverosa.
Utilizzato per i trasporti pneumatici, nelle cementerie, nell’alimentazione dell’aria dei cubilotti, nelle fonderie e nei
bruciatori a nafta, nei mulini, nei pastifici, nelle industrie chimiche, siderurgiche, metallurgiche ove siano richieste
piccole portate con medie ed alte pressioni.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare i 90 °C e 350 °C con ventolina di raffreddamento.
Serie
APRED, APRFD, APRGD
USO PREVISTO
Aspirazione d’aria pulita e polverosa.
Utilizzato per ossigenare acque impure, per trasporti pneumatici, nelle cementerie, nelle fonderie, nei mulini, nei
pastifici, nelle tintorie (per asciugamento rapido della lana), nelle ceramiche (per la pulizia pneumatica dei locali), nelle
industrie chimiche, siderurgiche e metallurgiche ove siano richieste piccole e medie portate con altissime pressioni.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare i 80 °C.
Serie
EU, EUM, MPR, TR
USO PREVISTO
Aspirazione di aria molto polverosa con materiali di vario genere in sospensione.
Utilizzato nelle falegnamerie per il trasporto di segature e trucioli di legno, con esclusione di materiali filamentosi,
nelle industrie meccaniche per l’aspirazione di sbavature e smerigliature metalliche, nei trasporti pneumatici delle
cementerie, ceramiche, mulini, mangimifici, concerie, fonderie, nelle industrie tessili, chimiche, ed in generale in tutte
quelle applicazioni dove necessita il trasporto di aria nociva con bassa e media pressione.
Temperatura massima dell’aria: 80 °C senza ventolina e 150 °C con ventolina di raffreddamento.
Per temperature superiori è necessario apportare alcune modifiche di adeguamento alla costruzione del ventilatore.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
67
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Serie
EUc
USO PREVISTO
Aspirazione di polveri, fumi, granulati, segature o anche trucioli di legno di minime dimensioni e materiali in genere in
miscela con l’aria, con esclusione di materiali filamentosi.
Utilizzato nelle falegnamerie, industrie meccaniche, cementerie, ceramiche, concerie, fonderie, industrie molitorie,
chimiche e in tutte quelle applicazioni dove necessita il trasporto di aria nociva con temperature MAX. di 90 °C.
Per temperature superiori a 90 °C fino a 350 °C viene calettata sull’albero fra supporto e coclea una ventolina
paracalore; inoltre il ventilatore viene verniciato con vernice speciale per alte temperature.
Serie
EUMc
USO PREVISTO
Impiegato negli impianti di essiccazione, trasporti pneumatici, aspirazione fumi, tiraggio forzato nei camini, trasporto
di granulati e segatura in miscela con l’aria, con esclusione di materiali filamentosi.
Utilizzato nelle falegnamerie, industrie meccaniche, cementerie, ceramiche, concerie, fonderie, industrie molitorie,
chimiche e in tutte quelle applicazioni dove necessita il trasporto di aria nociva con temperature MAX. di 90 °C.
Per temperature superiori a 90 °C fino a 350 °C viene calettata sull’albero fra supporto e coclea una ventolina
paracalore; inoltre il ventilatore viene verniciato con vernice speciale per alte temperature.
Serie
TF, TG, TH
USO PREVISTO
Aspirazione di aria molto polverosa con materiali di vario genere in sospensione.
Utilizzati nelle falegnamerie per il trasporto di segature e trucioli di legno, concerie per il trasporto di rifili e rasatura
di pelli, legatorie per il trasporto di rifili di carta, industrie tessili per il trasporto di cascami e fibre lunghe, industrie
per lavorazioni materie plastiche per il trasporto di granulati e rifili in nylon, per caricamento combustibili solidi nelle
caldaie, come “stracciacarta”, ecc.
Per temperatura massima dell’aria di 80 °C.
Serie
TPA, TQ
USO PREVISTO
Aspirazione di aria molto polverosa con materiali di vario genere in sospensione.
Utilizzati nelle falegnamerie per il trasporto di segature e trucioli di legno, concerie per il trasporto di rifili e rasature di
pelli, industrie per le materie plastiche per il trasporto di granulati.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare gli 80 °C.
Serie
TTRc
USO PREVISTO
Aspirazione di trucioli di legno, ritagli di carta e materiali filamentosi.
Utilizzati nelle falegnamerie, concerie, legatorie, cartiere.
Serie
TRc,
USO PREVISTO
Aspirazione di polveri, fumi, granulati, segature o anche trucioli di legno di minime dimensioni e materiali in genere in
miscela con l’aria, con esclusione di materiali filamentosi.
Utilizzati nelle falegnamerie, industrie meccaniche, cementerie, ceramiche, concerie, fonderie, industrie molitorie,
chimiche e in tutte quelle applicazioni dove necessita il trasporto di aria nociva con temperature MAX. di 90 °C.
Per temperature superiori a 90 °C fino a 350 °C viene calettata sull’albero fra supporto e coclea una ventolina
paracalore; inoltre il ventilatore viene verniciato con vernice speciale per alte temperature.
Serie
TFc, TGc, THc
USO PREVISTO
Aspirazione di aria molto polverosa con materiali di vario genere in sospensione.
Utilizzati nelle falegnamerie per il trasporto di segature e trucioli di legno, concerie per il trasporto di rifili e rasatura
di pelli, legatorie per il trasporto di rifili di carta, industrie tessili per il trasporto di cascami e fibre lunghe, industrie
per lavorazioni materie plastiche per il trasporto di granulati e rifili in nylon, per caricamento combustibili solidi nelle
caldaie, come “stracciacarta”, ecc.
Per temperatura massima dell’aria di 90 °C (250 °C con ventolina di raffreddamento).
68
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Serie
MPRc
USO PREVISTO
Aspirazione di aria molto polverosa con materiali di vario genere in sospensione.
Utilizzati nelle falegnamerie per il trasporto di segature e trucioli di legno, con esclusione di materiali filamentosi,
nelle industrie meccaniche per l’aspirazione di sbavature e smerigliature metalliche, nei trasporti pneumatici delle
cementerie, ceramiche mulini, mangimifici, concerie, fonderie, nelle industrie tessili, chimiche, ed in generale in tutte
quelle applicazioni dove necessita il trasporto di aria nociva con bassa e media pressione.
La temperatura del fluido aspirato non deve superare i 90 °C (350 °C con ventolina di raffreddamento).
Serie
BP, BPR, BT
USO PREVISTO
Aspirazione di aria pulita o leggermente polverosa.
Utilizzati negli impianti di ventilazione, condizionamento, essiccazione, raffreddamento, tiraggio meccanico ed
eliminazione gas nocivi.
La temperatura del fluido trasportato non deve superare gli 80 °C e 150 °C con ventolina di raffreddamento.
Per temperature superiori è necessario apportare alcune modifiche di adeguamento alla costruzione del ventilatore.
Serie
BPc, BPRc
USO PREVISTO
Aspirazione di aria pulita o leggermente polverosa.
Utilizzati negli impianti di ventilazione come stalle, miniere, gallerie.
Aspirazione di aria viziata, fumi di saldatura, vapori da vasche solventi e vernici da cabine di verniciatura, aereazione
di silos, capannoni, raffreddamento di materie plastiche, stoffe, lastre di vetro, essicazione di foraggi, cereali, carte,
vernici, legno, eliminazione di fumane e gas nocivi.
Per temperatura MAX. dell’aria di 90 °C con bassa pressione. Per temperature del fluido trasportato superiore a
90 °C fino a 350 °C viene calettata sull’albero fra supporto e coclea una ventolina paracalore.
Serie
BPRDc
USO PREVISTO
Aspirazione di grandi volumi di aria pulita o leggermente polverosa.
Utilizzati nell’aspirazione di aria viziata, vapori di solventi, gas nocivi; areazione di foraggi e cereali nei silos e
capannoni; essiccazione della ceramica; laterizi, ecc.
Per temperatura di aria, gas o fumi, MAX. di 80 °C a bassa pressione.
Serie
EVP, EVF, EVL
USO PREVISTO
Aspirazione di fumi, aria viziata, polverosa e umida nelle fonderie, cementerie, cartiere, falegnamerie.
Aerazione dei locali pubblici, per l’essiccazione della carta, lana, pasta, laterizi, nell’applicazione a radiatori, aerotermi,
torri refrigeranti ecc. ed in genere ove necessita il trasporto di grossi volumi d’aria con basse pressioni.
Per temperatura di esercizio MIN. -20 °C, MAX. +60 °C.
Serie
EVc
USO PREVISTO
Aspirazione di fumi, aria viziata, polverosa e umida.
Utilizzati nelle cabine di verniciatura ove offre una notevole garanzia di sicurezza contro il pericolo d’incendio per la
particolare costruzione con girante in materiale antiscintilla e il motore elettrico ancorato sull’esterno del ventilatore.
Per temperatura di esercizio MIN. -20 °C, MAX. +70 °C.
Serie
EVT
USO PREVISTO
Aspirazione d’aria viziata, fumi, vapori degli ambienti.
Utilizzati nelle officine, fonderie, cementerie, concerie, falegnamerie, industrie chimiche, meccaniche, siderurgiche
dove occorre aspirare grossi volumi d’aria con bassa pressione.
Per temperatura di esercizio MIN. -20 °C, MAX. +60 °C.
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
69
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
13.2- Rumore aereo (TAB. 35÷TAB. 45)
Nelle tabelle che seguono vengono riportati i dati relativi al rumore aereo dei vari modelli di ventilatori.
13.2.1- Rumore: informazioni generali (Rif. EN ISO 3744, EN ISO 3746 e ISO 13347)
(valori di TAB. 35 ÷ TAB. 45)
Livello di potenza acustica LwA
È il valore medio della potenza acustica espresso in dB(A) (valore pesato secondo scala A) irradiata nell’ambiente dal ventilatore
canalizzato in aspirazione e in mandata. Il valore si riferisce ad aria convogliata alla densità di 1,226 kg/m3, alla massima velocità di
rotazione ammissibile della girante e al funzionamento nel punto ottimale della curva.
Si ipotizza che il ventilatore sia posto in campo libero o comunque in un’area di dimensioni tali da non causare riflessioni apprezzabili
e appoggiato su una superficie piana e rigida.
Si considera inoltre non influente il valore della rumorosità di fondo dell’ambiente di installazione.
Livello di pressione acustica LpA
È la media dei valori temporali medi della pressione acustica irradiata nell’ambiente dal ventilatore canalizzato in aspirazione e in
mandata. I valori di pressione sono registrati sulla superficie di misurazione avvolgente il ventilatore (superficie di misurazione di
parallelepipedo).
Sperimentalmente i rilievi di pressione acustica si ottengono tramite 8 postazioni microfoniche situate sulla superficie di riferimento ad
una altezza pari all’asse di rotazione del ventilatore (FIG. 35).
Il valore di pressione è espresso in dB(A) (valore pesato secondo la scala A).
Il valore si riferisce ad aria convogliata alla densità di 1,226 kg/m3, alla massima velocità di rotazione ammissibile della girante e al
funzionamento nel punto ottimale della curva prestazionale.
I valori riportati si riferiscono ad una distanza di misurazione di un metro.
Si ipotizza che il ventilatore sia posto in campo libero e comunque in un’area di dimensioni tali da non causare riflessioni apprezzabili
e appoggio su una superficie piana e rigida.
Si considera non influente il valore della rumorosità di fondo dell’ambiente di installazione.
FIG. 35 (Rumore aereo)
70
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Legenda:
= dB(A) ≤ 80
Lp =
= 80 < dB(A) ≤ 90 Lw =
x= dB(A) > 90
livello di pressione acustica dell’emissione ponderata A nei posti di lavoro
livello di potenza acustica ponderata A emessa dalla macchina
Ventilatori centrifughi alta pressione, ad azionamento diretto, serie:
APE
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
APF
APG
APRF
Lp
Lw
Lp
Lw
Lp
Lw














x
x
x
x





x
x
x
x
x
x
x




x
x
x
x
x
x
x
x
Lp
APRG
APRH
APRI
APRL
Lw
Lp
Lw
Lp
Lw
Lp
Lw
Lp
Lw




x
x
x
x
x
x
x
x




x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x

x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x






x
x




x
x
x
x







x
x
x




x
x
x
x
TAB. 35 (Ventilatori centrifughi modelli APE, APF, APG, APRF, APRG, APRH, APRI, APRL)
Ventilatori centrifugui a doppio stadio alta pressione, ad azionamento diretto, serie:
Modello
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
APRED
APRFD
APRGD
Lp
Lw
Lp
Lw




x
x
x
x
x
x
x
x



x
x
x
x
x
x
x
x
x
Lp
Lw
x
x
x
x
TAB. 36 (Ventilatori centrifughi modelli APRED, APRFD, APRGD)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
71
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi alta pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
APEc
Lp
Lw







x
x
x
APFc
Lp
Lw
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x



x

x
x
x
x
x
x
x
x
x
APGc
Lp
Lw
x
x
x
x
x
x
x
x


x
x
x
x
x
x
APRFc
Lp
Lw



x
x
x
x
x
x
x
APRGc
Lp
Lw

x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
APRHc
Lp
Lw
APRIc
Lp
Lw
APRLc
Lp
Lw
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 37 (Ventilatori centrifughi modelli APEc, APFc, APGc, APRFc, APRGc, APRHc, APRIc, APRLc)
Ventilatori centrifughi alta pressione, ad accoppiamento diretto tramite giunto (N8), serie:
Motore
Modello
elettrico
4 poli
6 poli
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
1401/2
1601/2
1801/2
APRF
Lp
APRG
Lw
x
x
x
x
x





Lp



x
x
APRH
Lw
x
x
x
x
x
Lp



x
x
APRI
Lw
x
x
x
x
x
Lp


x
x
x
APRL
Lw
x
x
x
x
x
Lp
Lw



x
x
x
x
x
x
x


x
x
x
x
TAB. 38 (Ventilatori centrifughi modelli APRF/N8, APRG/N8, APRH/N8, APRI/N8, APRL/N8)
72
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi media pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
6 poli
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1401/2
EU
Lp
Lw














x
x
x
x








x
x
x
x
EUM
Lp Lw









x
x
x
x
x









x
x
x
x
x

x
MPR
Lp Lw








x
x
TR
Lp
Lw








x
x







x



x
x
x
x
x
TPA
Lp Lw







TQ
Lp
TF
Lw
Lp



x
x
x
x



x
x





x
x
x



TG
TH
Lw
Lp
Lw
Lp
Lw
x
x
x
x
x




x
x
x

x
x
x
x
x
x




x
x
x
x
x
x





x
x
x
x
x
x
x
x
x
x



x
x
x
x
x
TAB. 39 (Ventilatori centrifughi modelli EU, EUM, MPR, TR, TPA, TQ, TF, TG, TH)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
73
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi media pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
2001/2
EUc
Lp
Lw
EUMc
Lp
Lw


















x
x


x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x











x
x
x
x
x
x
TRc
Lp
Lw
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x










x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TTRc
Lp
Lw


x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TFc
Lp






x
TGc
Lw
x
x
x
x
x
x
x
THc
Lp
Lw
Lp
Lw



x



x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x





x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
MPRc
Lp
Lw





x
x
x
x
x
TAB. 40 (Ventilatori centrifughi modelli EUc, EUMc, TRc, TTRc, TFc, TGc, THc, MPRc)
Ventilatori assiali bassa pressione, con
trasmissione a cinghia, serie:
Modello
400
500
630
710
800
900
1000
1120
1250
1400
EVc
Lp
Lw










x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 41 (Ventilatori assiali modelli EVc)
74
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori assiali bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
6 poli
8 poli
315
355
400
450
500
560
630
315
355
400
450
500
560
630
710
800
900
1000
1120
630
710
800
900
1000
1120
1250
1400
1120
1250
1400
EVP-EVF-EVL (Hz 50)
Lp
Lw






x

























x
x
x
x
x








x
x
x
x





x
x
x

x
x
EVP-EVF-EVL (Hz 60)
Lp
Lw



x
x
x















x
x
x
x
x








x
x
x
x



x
x
x
EVT
Lp
Lw







x










TAB. 42 (Ventilatori assiali modelli EVP, EVF, EVL, EVT)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
75
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
161
201
221
251
281
311
351
401
451
501
161
201
221
251
281
311
351
401
451
501
561
631
711
801
901
1001
BP
BPR
Lp
Lw






x
x

















x
x
x
BT
Lp
Lw




x
x
x
x















x
x
x
x
x
Lp
Lw










x

TAB. 43 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT)
76
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
6 poli
311
351
401
451
501
561
632
711
801
901
1001
1121
1251
1401
8 poli
631
BP
BPR
Lp
Lw








x

BT
Lp
Lw
Lp
Lw














x
x
x
x
x
x








TAB. 44 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
77
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi bassa pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
2001/2
BPRc
Lp










x
x
x


BPc
Lw
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
BPRDc
Lp
Lw



















x
x
x
x
x
Lp
Lw










x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 45 (Ventilatori centrifughi modelli BPc, BPRc, BPRDc)
78
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
13.3- Pesi (TAB. 46÷TAB. 63)
Legenda:
=
=
o=
x=
≤ 25 kg
C = Cassa
Su = Supporto
Bal = Base BT inferiore
25 < kg ≤ 75
G = Girante
V = Ventilatore
BaS = Base BT superiore
75 < kg ≤ 150 S = Sedia
K = Cuffia
R = Rete BT
kg >150
Cv = Cappello PVC
B = Cono
= Cassa saldata - cono stampato
Ventilatori centrifughi alta pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
C
APE
G
S
V





















   
   
   
o   
o o o 
x o x 









C
G
APF
S
G
APG
S
B
B
V
C




o
x
x
  
  
  
o o 
o o 
x x 

V

o
x
x
x
x
APRF
S
B
C
G


o
o
x
x


o
o
x
x





o

o
o
x

o
x
x



o
V



o
o
x
x
x
x



x
x
x
x
TAB. 46 (Ventilatori centrifughi modelli APE, APF, APG, APRF)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
79
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi alta pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
C
APRG
G S B
  
  
  
o  
o o 
o x 
x x o
x x o
o
o
o
x
o
o
x
x



o



V
C
APRH
G S B


o
x
x
x
x
x


o
o
o
o


o
o
x
x







o
o
o
o


o
o
x





x
x
x
x



C
APRI
G S B
V


o
o
x
x
x
x
o
o
o
o
x

o
o
x
x




o


x
x
x
x
x


x
x
x
x
x
o
o
o
x

o
o
x



o


x
x
x
x
V
C
APRL
G S B
V
o
o
x
o
x
x
x
x
x


o



TAB. 47 (Ventilatori centrifughi modelli APRG, APRH, APRI, APRL)
Ventilatori centrifughi a doppio stadio alta pressione, ad azionamento diretto, serie:
Modello
APRED
C1 C2 G1 G2 B1 B2 S
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2



o
o
x



o
o
x




o
x




o

   o
o   x
x   x
T
APRFD
V C1 C2 G1 G2 B1 B2 S
T
APRGD
V C1 C2 G1 G2 B1 B2 S




o
x
x
x
x
x
x
x


o
o
x
x
x
x
x
x x x x x   x x x
x x x x x   x x x
x

o
o
x
x
x

o
o
x
x
x


o
o
x
x


o

o
o
o   x
x   x
x   x
T
V
TAB. 48 (Ventilatori centrifughi modelli APRED, APRFD, APRGD)
80
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi alta pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
C
G
APEc
S B



















o









 
Su
V
C
G
















o
o
x
x




o
o
o





o
x
APFc
S B
Su
V
C
G

   

 o  

 o  

 x o 

 x o o
   x o o
   x x x
x x
APGc
S B
Su
V
C
G

 o

 o

 x  

 x  

 x  
   x o o
  x o o
  x x x
x x
x x
x x
x x
APRFc
S B Su






o




o
o
o
V










o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 49 (Ventilatori centrifughi modelli APEc, APFc, APGc, APRFc)
Ventilatori centrifughi alta pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
C
G
APRGc
S B Su
Su
V
C
G
APRLc
S B Su
V
o
o   
 o
o   
 x   

x o  
 x o o 

x o o 
 x o o   
x o o    x o x   
x x x
  x x x
 
x x x
  x x x
 
x x x
o o x x x
o o
x x x
o o x x x
o o
x x x
o o x x x
x o
x x x
x x x x x
x x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
 
o o
o o
x x
x x
x x
x x
x x
x x
x x
  
  
  
 
 
 
o o
o o
x o
x x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
V
C
G
APRHc
S B Su
V
C
G
APRIc
S B
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
  
  
  
  
o  
o o  
x x

x x

x x

x x
o
x x
o
x x
x









o
o
o
TAB. 50 (Ventilatori centrifughi modelli APRGc, APRHc, APRIc, APRLc)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
81
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi alta pressione, accoppiamento diretto tramite giunto (N8), serie:
Motore
Modello
elettrico
C
4 poli
6 poli
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
1401/2
1601/2
1801/2
x
x
x
x
x
APRF
G B Su V
x
x
x
x
x
o
o
o
x
x





x
x
x
x
x
C
APRG
G B Su V
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
o
o
o
x
x




o
x
x
x
x
x
C
APRH
G B Su V
C
APRI
G B Su V
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
o
o
o
x
x



o
o
x
x
x
x
x
o
o
x
x
x



o
o
x
x
x
x
x
C
APRL
G B Su V
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
o
o
x
x
x



o
o
x
x
x
x
x
x x x o x
x x x o x
x x x o x
TAB. 51 (Ventilatori centrifughi modelli APRF/N8, APRG/N8, APRH/N8, APRI/N8, APRL/N8)
Ventilatori centrifughi media pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
C
G
EU
S
EUM
G S B
V



























 
 
 
     
     
     
     
 o    
 o    
 o  
  o    
  x o o  
 x x o

 x x x

 x x x

o x x x

x x
o
x x
o



o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x

o
x
x
x
x

o
o
o
o
o
B
V
C
C
MPR
G S B















V
C
G
TR
S
B
V
 
     
     
     
 o    
   
   
o o  
x o

x x

x x

x x
o
x x
o
x x
o


o
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 52 (Ventilatori centrifughi modelli EU, EUM, MPR, TR)
82
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi media pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
161/2
201/2
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
161/2
201/2
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
C
G
BP
S










































B
V


























o
o
C
BPR
G S B
V


















o
o






o
o
x
x






o
o
x
x



















o
o
o
x
x
x
x
BT
Cv BaI BaS G




















R





V
C
TPA
G S B
V








































TAB. 53 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT, TPA)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
83
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi media pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
6 poli
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
632/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
8 poli
631/2
BP
BPR
C
G
S
B
V




























o
o
S
BT
C
G
B
V



o
o
x
x
x
x
x
   o   
   o   
   o   
o   x
o   x
x
 x
x
 x
x
o x
x
o x
x
o x
  
TPA
Cv BaI BaS G
R
V
C
G
S
B
V
TH
S
  
  
  o
  o
TAB. 54 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT, TPA)
Ventilatori centrifughi media pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
C
G
TQ
S
B
V
C
G
TF
S
B
  
  
  
  
  



o



o








o
o
x
x


o

o
o

 
 
C


o
o
x
  
  
  
  
  
  
o o 
o
x
x

o
o
o
G
TG
S
V

o
o
o
B

 
 
 
V
C
B
V



o
o
x
x
   
   
   
   
 o  


o
o
x

o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
G

o
o
x
x
x
 





TAB. 55 (Ventilatori centrifughi modelli TQ, TF, TG, TH)
84
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi media pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
2001/2
EUc
C
G
S
B
Su
V
C
G










o
x
x
x
x
x
x
x
x
x










o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
























o
o
o
x
x
x
















o
o
o
x





o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x







o
x
x
x
x
x
x
x
x
x







o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
EUMc
S
B



















o
o
x
x
x
TRc
Su
V
C
G
S
B
Su
V












o
o
o
x
x


o
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x





o
o
x
x
x
x
x
x
x
x





o
o
o
x
x
x
x
x
x
x














o
o
o
x
x
x










o
o
o
x
x

o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
B
Su
V
















o
o
x
x
x
x
x
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
85
TAB. 56 (Ventilatori centrifughi modelli EUc, EUMc, TRc)
Ventilatori centrifughi media pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
C


o
x
x
x
x
x
x
x
G


o
o
x
x
x
x
x
x
TTRc
S
B








o
o
o
x
TFc
Su







o
o
o
V
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
C





o
o
G





o
o
S







TGc
B


Su







V

o
o
o
x
x
x
C
G
S






o
o
x
x







o
x
x










TAB. 57 (Ventilatori centrifughi modelli TTRc, TFc, TGc)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi media pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
2001/2
THc
C
G





o
x
x
x
x





o
o
x
x
x
S
B














o
Su
V
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x










C





o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
G





o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
BPRc
S
B
















o
o
o
x
x
x
BPc
Su











o
o
o
x
V
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
C
G
S
B
Su
V









o
o
x
x









o
o
x
x









































o
o
o
x
x
x
x
x
x
TAB. 58 (Ventilatori centrifughi modelli THc, BPRc, BPc)
Ventilatori assiali bassa pressione,
con trasmissione a cinghia, serie:
Modello
400
500
630
710
800
900
1000
1120
1250
1400
EVc
T
G
Su
V





o
o
o
x
x























o
o
o
x
x
x
x
TAB. 59 (Ventilatori assiali modelli EVc)
86
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori assiali bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
4 poli
6 poli
8 poli
315
355
400
450
500
560
630
315
355
400
450
500
560
630
710
800
900
1000
1120
630
710
800
900
1000
1120
1250
1400
1120
1250
1400
EVP Hz 50
T G V
EVF Hz 50
T G V
   
   
   




   
   
   
   
   





o
o





o
o
x
o
o
x


















o






o
o

o
o















o
o
o
x



o
o
x
x
x
o
x
x
EVL Hz 50
T G V
EVP Hz 60
T G V
















o
o
x




o
o
x
x
o
x
x
        
        
        

















o
o





o
o
x

o
x






o








o
o
x
x


o
o
x
x
x
x
x
x
x















EVF Hz 60
T G V
EVL Hz 60
T G V









o


















o
x









o









o







o
o
x




o
o









o
o
x



o
o
o





o


o
x
x
x
T
EVT
G Cv Ba V











































o
o
o  x o o x
o o x x o x
x o x x x x
TAB. 60 (Ventilatori assiali modelli EVP, EVF, EVL, EVT)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
87
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
Ventilatori centrifughi bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
2 poli
161/2
201/2
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
C
G
BP
S
B
V




















C
G
BPR
S
B
V


















o
o
Cv
BaI
BT
BaS G
R
V
TAB. 61 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT)
Ventilatori centrifughi bassa pressione, con trasmissione a cinghia, serie:
Motore
elettrico
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
1601/2
1801/2
2001/2
C





o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
G





o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
BPRc
S
B
















o
o
o
x
x
x
BPc
Su











o
o
o
x
V
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
C
G
S
B
Su
V









o
o
x
x









o
o
x
x









































o
o
o
x
x
x
x
x
x
C
G
K1
BPRDc
K2 B1


o
o
x
x
x
x
x
x


o
o
x
x
x
x
x
x







o
o
x





o
o
x
x
x









o
B2
Su
V









o



o
o
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
x
TAB. 62 (Ventilatori centrifughi modelli BPRc, BPc, BPRDc)
88
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
Allegati -13
Ventilatori centrifughi bassa pressione, ad azionamento diretto, serie:
Motore
Modello
elettrico
4 poli
6 poli
8 poli
161/2
201/2
221/2
251/2
281/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
631/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
311/2
351/2
401/2
451/2
501/2
561/2
632/2
711/2
801/2
901/2
1001/2
1121/2
1251/2
1401/2
631/2
BP
BPR
C
G
S
B
V
















































o
o




























o
o
BT
C
G
S
B
V
Cv
BaI
BaS
G
R
V






o
o
x
x






o
o
x
x



















o
o
o
x
x
x
x

































o
o
x
x
x
x
x



o
o
x
x
x
x
x












o
o
o
o
o
o
x
x
x
x
x
x
x

















o





o
TAB. 63 (Ventilatori centrifughi modelli BP, BPR, BT)
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
89
Ventilatori industriali
centrifughi ed assiali
13- Allegati
13.4-Istruzioni per la movimentazione dell’imballo
Le istruzioni per la movimentazione dell’imballo sono costituite da un foglio adesivo applicato esternamente all’imballo (v. FIG. 36).
FIG. 36 (Istruzioni per la movimentazione dell’imballo)
90
Euroventilatori International SPA
Via Risorgimento, 90
36070 San Pietro Mussolino (VI) Italy
Manuale di istruzioni
CM14037 - 07.05.14 - Rev.00
Istruzioni Originali (IT)
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement