- Segshop

- Segshop
Control unit
mindy A02
Instructions and warnings for the fitter
Istruzioni ed avvertenze per l’installatore
Instructions et recommandations pour l’installateur
Anweisungen und Hinweise für den Installateur
Instrucciones y advertencias para el instalador
Instrukcje i ostrzeøenia do instalacji
Aanwijzingen en aanbevelingen voor installatie en gebruik
6) What to do if…
The manoeuvre does not start even by operating the T1
key on the card.
Make sure that the card is properly powered and that the fuse is not
blown. Between terminals 8 and 9 there must be mains voltage and
between terminals 10 and 11 you must read a continuous voltage of
approx. 24 Vdc.
No manoeuvres can be commanded and the led related to
the STOP input flashes rapidly.
It is possible that a short circuit has occurred and/or an overload on
the services output. The control unit has a fuse that automatically
resets, try switching off the power, wait a few seconds and switch it
on again.
The power supply voltages are correct, yet the manoeuvre
will not start
The Stop and Photo inputs must give their consent to activate the
manoeuvre: make sure that the LED corresponding to these inputs
are on. Make sure that dip-switches 3-4 correspond to the type of
input used. If it is a 8.2kΩ input the voltage between terminals 10-12
must be between 6Vdc and 18Vdc
You are unable to memorize a new transmitter.
Make sure that the type of transmitter is compatible with those
already stored in the memory. Switch the control unit off and then
back on, and check the flashing of the “radio LED” to see what type
of transmitters are already memorized.
The type of transmitter to be memorized is correct, but
you are unable to memorize it
Make sure that the card's receiving circuit operates properly: use a
functioning transmitter. If the control unit correctly receives a radio
code which is not, however, stored in the memory, it signals this condition with a flash of the “radio LED”. If you have already memorized
the maximum number of transmitters (254), this event is signalled by
6 flashes.
7) Technical characteristics
Electronic control unit
Power supply:
on label)
Maximum motor power:
Command signal voltage:
Services (terminals 8-9):
Stop input:
Working time:
Pause time:
Operating temperature:
Dimensions / weight:
IP protection class:
600W for 230 Vac version; 400W for 120 Vac version
approx. 24Vdc
voltage 24Vdc ±30%; max current 50mA
configurable between NO, NC or 8.2kΩ +-25%
programmable from 5 to 120 seconds
programmable from 1 to 120 seconds or excludable
-20 ÷ 50 °C
128 x 112 x 43mm 350gr
44
Radio receiver
Frequency:
Coding:
Maximum number of transmitters that can be memorized:
433.92 MHz
FLO (fixed code), FLOR (rolling code) SMILO (rolling code)
254
230 Vac 50/60 Hz or 120Vac 50/60Hz depending on the version (see value
Nice S.p.a reserves the right to modify its products at any time it deems necessary.
EC Declaration of conformity
EC Declaration of conformity with Directive 1999/5/EC
NOTES: The content of the present declaration corresponds to the latest
available revision, before the printing of the present manual, - of the document
registered at the head offices of Nice S.p.a.. The original text of this manual
has been readapted for publishing reasons.
Number: 241/A02; Revision: 0
The undersigned, Lauro Buoro, in the role of Managing Director, declares
under his sole responsibility, that the product:
The product also complies with the requirements of the following EC directives,
as amended by Directive 93/68/EEC of the European Council of 22 July 1993:
• 73/23/EEC; DIRECTIVE 73/23/EEC OF THE EUROPEAN COUNCIL of 19
February 1973 regarding the approximation of member state legislation related to electrical material destined for use within specific voltage limits
According to the following harmonised standards: EN 60335-1:1994; EN
50366:2003,
EN 60335-2-95:2001 (as applicable), EN 60335-2-97:2000 (as applicable),
EN 60335-2-103:2003 (as applicable), EN 60950-1:2001 (as applicable)
Manufacturer's name: NICE s.p.a.
Address: Via Pezza Alta 13, Z.I. Rustignè, 31046 Oderzo (TV) Italy
Type: Control unit for single 230V ac motor.
• 89/336/EEC; DIRECTIVE 89/336/EEC OF THE EUROPEAN COUNCIL of 3
May 1989, regarding the approximation of member state legislation related
to electromagnetic compatibility
According to the following standards: EN 301 489-1:2004; EN 301 4893:2002
Models: A02 - Accessories: Radio control series FLO, FLOR, Smilo
Conform with the requirements of the following EC directive:
• 1999/5/EC; DIRECTIVE 1999/5/EC OF THE EUROPEAN PARLIAMENT AND
COUNCIL of 9 March 1999 regarding radio equipment and telecommunications terminal equipment and the mutual recognition of their conformity.
According to the following harmonised standards: EN 300220-3
V1.1.1:2000,
8
Oderzo, 2 January 2006
Lauro Buoro
(Managing director)
Avvertenze:
La centrale MINDY A02 è destinata al comando di un motore asincrono
monofase utilizzato per automatizzare il movimento di serrande, basculanti, cancelli, tapparelle o tende da sole. Ogni altro uso è improprio e
vietato. I motori devono disporre di finecorsa elettromeccanici che ne
limitano il movimento. Ricordiamo che gli impianti di automazione devono essere eseguiti da personale qualificato ed esperto, nel rispetto di
leggi e normative.
1) Descrizione del prodotto
I
La centrale di comando mindy A02 permette di comandare motori asincroni monofase a tensione di rete con collegamenti tipo COMUNE,
APRE, CHIUDE. Si presta ad essere utilizzata per automatizzare serrande, basculanti, cancelli, tende o tapparelle. La centrale incorpora un
ricevitore radio che opera alla frequenza di 433.92 MHz compatibile con le seguenti tipologie di trasmettitori:
Tabella “A1”
Codifica
FLO
FLOR
SMILO
Linea TX
FLO
VERY
NICE WAY
FLOR
VERY
ERGO
PLANO
NICE WAY
SMILO
NICE WAY
Trasmettitori
FLO1, FLO2, FLO4
VERY VE
WM080G, WM240C (codice C)
FLO1R, FLO2R, FLO4R
VERY VR
ERGO1, ERGO4, ERGO6
PLANO1, PLANO4, PLANO6, PLANOTIME
TUTTA LA LINEA; WM080G, WM240C (codice A o B)
SM2, SM4
WM080G, WM240C (codice D)
Poiché il tipo di codifica è diverso, il primo trasmettitore
inserito determina anche la tipologia di quelli che si potranno inserire in seguito, vedere “codifica” in tabella A1. Possono essere memorizzati fino a 254 trasmettitori.
La gestione dei trasmettitori radio è facilitata con l'utilizzo
delle unità di programmazione SMU, TTP o TTI.
Dopo ogni comando il motore viene alimentato per il “tempo lavoro” previsto e programmato durante la fase di
installazione. Il finecorsa elettromeccanico presente nel
motore arresta il movimento in corrispondenza della posizione regolata. È possibile programmare il “tempo pausa”
dopo il quale avverrà la richiusura automatica.
La centrale dispone di alcuni ingressi su cui si possono attivare comandi tipo “passo-passo”, “apre”, “chiude” e segnali d'intervento di sicurezze tipo fotocellule o comandi d'arresto. La centrale può essere collegata a sistemi TTBUS.
D
C
E
F
B
G
H
I
A
L
T2
P
O
P.P.
L N
STOP
C
PHOTO
FLASH
+24Vcc
M
T1
A
B
C
D
E
F
G
H
I
L
M
N
O
P
Fusibile di linea (5A)
Relè “chiudi”
Relè “apri”
Trasformatore bassa tensione
Microprocessore
Connettore per programmatore SMU
Dip-switch programmazione
Led “radio”
Pulsante “radio”
Led ingressi "stop", "foto" e "passo-passo"
Morsetto per antenna radio
Pulsante “passo-passo”
Morsetti ingressi bassa tensione
Morsetti collegamento linea, motore e lampeggiante
N
2) Installazione
! Gli impianti elettrici e le automazioni devono essere
eseguite da personale esperto e qualificato nel rispetto
delle norme di legge. Tutti i collegamenti devono essere
eseguiti con alimentazione di rete non presente.
Per procedere all'installazione, fissare il contenitore come da figura.
1. Quando si effettua la foratura del contenitore per il fissaggio e il
passaggio dei cavi, prendere le opportune precauzioni per garantire
il grado di protezione IP richiesto. L'entrata dei cavi deve avvenire
sempre dal basso.
1
9
2.1) Collegamenti elettrici
! Rispettare scrupolosamente i collegamenti previsti, in
caso di dubbio non tentare invano, ma consultare le apposite schede tecniche di approfondimento disponibili anche
su sito www.niceforyou.com.
Un collegamento errato può provocare guasti gravi alla
centrale. Non collegare più motori in parallelo se non
espressamente previsto dal tipo di motore, eventualmente utilizzare le apposite schede di espansione.
2.1.1) Schema elettrico
F = 5A 250V
type F
6
7
8
9
P.P.
PHOTO
STOP
T1
10 11 12 13 14
15 16
ANTENNA
+
PASSO-PASSO
-
FOTOCELLULE
L N
M
2
STOP
5
24 Vdc
4
ALIMENTAZIONE
DA RETE
3
L N
MOTORE
LAMPEGGIANTE
2
+24Vcc
C
FLASH
1
T2
2.1.2) Descrizione dei collegamenti
Morsetti
1-2
3-4-5-6
7-8-9
10-11
12
13
14
15-16
Funzione
Flash
Motore
Alimentazione
24Vdc
Stop
Photo
Passo-passo
Antenna
Descrizione
= lampeggiante 230V
= uscita comando motore (chiude,comune,apre,terra)
= linea di alimentazione da rete (terra, fase, neutro)
= uscita 24 Vdc (servizi) Max 50mA
= ingresso per dispositivi di sicurezza (Alt/Bordo sensibile)
= ingresso per fotocellule
= ingresso per comando ciclico (apre-stop-chiude-stop) o collegamento TTBUS
= ingresso antenna ricevitore radio
2.1.3) Note sui collegamenti
La centrale prevede 2 morsetti (10-11) di alimentazione in bassa tensione (24Vdc) per i servizi, ad esempio fotocellule. Altri 3 morsetti (1213-14) sono destinati agli ingressi di comando e/o sicurezza; per questi ultimi il comune è il morsetto a 0 volt (10). Alcuni di questi ingressi
hanno funzioni che dipendono dalle programmazioni impostate.
Ingresso STOP
Questo ingresso è destinato al collegamento dei dispositivi di sicurezza, ad esempio bordi sensibili. L'ingresso può essere utilizzato
con contatti sia normalmente chiusi (NC) che normalmente aperti
(NA) o a resistenza costante (8,2KΩ); fare riferimento al capitolo
“Funzioni programmabili” per impostare il dip-switch 3-4 in base alla
tipologia di ingresso usato.
Attenzione: solo l'ingresso a resistenza costante (dip-switch N°3=ON)
garantisce il livello minimo di resistenza ai guasti richiesto dalle normative. Normalmente l'intervento del dispositivo collegato all'ingresso
Stop provoca l'arresto del movimento con una breve inversione; per
disattivare questa inversione all'intervento del dispositivo di sicurezza,
ad esempio quando il bordo sensibile tocca il pavimento, è possibile
utilizzare un contatto “S” con in serie una resistenza da 8,2KΩ da collegare in parallelo al bordo sensibile (vedi figura 2). Il contatto “S” va
posto in modo che si chiuda gli ultimi 30-40mm nel movimento in
chiusura, prima che intervenga il bordo sensibile.
10
Quando il contatto “S” è chiuso e il bordo sensibile interviene ad
esempio sul pavimento, l'automazione si blocca senza inversione
mantenendo la porta completamente chiusa.
Da questa situazione è permessa la sola manovra di Apertura.
Lo stato dell'ingresso stop viene segnalato dal led “stop” come indicato nella seguente tabella.
Tabella “A2”
LED “STOP”
ON
OFF
50%ON+50%OFF
20%ON+80%OFF
Stato ingresso STOP
Attivo (consenso alla manovra)
Non attivo (manovra bloccata)
Disattivazione dell'inversione
Non attivo con disattivazione dell'inversione
(consentita solo l'apertura)
10
Bordo Sensibile
12
S
2
Ingresso PASSO-PASSO
Ogni comando su questo ingresso esegue la sequenza apre-stopchiude-stop. In questa modalità, se il comando viene mantenuto per
più di 3 secondi (ma meno di 10) si attiva sempre una manovra di
apertura; se il comando supera i 10 secondi si attiva sempre una
manovra di chiusura. Questa particolarità può essere utile per sincronizzare più centrali, comandate in parallelo, verso la stessa direzione indipendentemente dallo stato in cui si trovano.
L'ingresso passo-passo è anche l'ingresso di comunicazione “TTBUS”.
Il “TTBUS” è un bus sviluppato per controllare centrali di comando
per tende e tapparelle e motori predisposti.
Il bus prevede la possibilità di controllare singolarmente fino a 100
unità collegandole semplicemente in parallelo con 2 soli conduttori.
Ulteriori informazioni sono contenute nelle istruzioni dei comandi via
“TTBUS”.
Ingresso PHOTO
Questo ingresso è destinato al collegamento di fotocellule con contatto di tipo NC.
In assenza di consenso può essere eseguita solo la manovra di
apertura, se il consenso manca durante la chiusura, viene effettuata
una inversione
I
3) Collaudo
Terminati i collegamenti è possibile procedere con il collaudo dell'impianto.
! Il collaudo dell'automazione deve essere eseguito da
personale qualificato ed esperto che dovrà farsi carico di
stabilire le prove previste in funzione del rischio presente.
Il collaudo è la parte più importante di tutta la realizzazione dell'automazione.
Ogni singolo elemento, ad esempio motore, dispositivi di sicurezza,
fotocellule ecc… può richiedere una specifica fase di collaudo e per
questo si consiglia di seguire le procedure riportate nei rispettivi
manuali d'istruzione
Particolare attenzione deve essere posta all'installazione del motore
che deve avere dei finecorsa elettromeccanici che ne limitano il
movimento tra gli estremi di corsa previsti. I finecorsa del motore
devono essere regolati prima di proseguire con il collaudo.
Il comportamento della centrale è legato anche alle programmazioni
effettuate.
Per il collaudo dell'impianto procedere come di seguito descritto.
Per consentire le manovre è sempre necessario che gli ingressi
STOP e PHOTO diano il consenso; evidenziato dal fatto che i corrispondenti led sono accesi.
1 Verifica del senso di rotazione
Poiché, in alcuni casi, il comportamento delle sicurezze dipende dalla direzione di manovra, è necessario verificare il corretto collegamento del motore.
- Togliere alimentazione alla centrale e ridarla dopo qualche secondo.
- Dare un comando utilizzando il tasto T1 o l'ingresso Passo-Passo
(morsetto 14).
- Verificare che l'automazione si muova nel senso fisico d'apertura,
se il movimento è in chiusura, togliere alimentazione alla centrale
ed invertire i cavi del motore collegati ai morsetti 3 e 5.
3 Verifica funzionamento ingressi
Verificare che un comando sull'ingresso Passo-Passo (morsetto 14)
esegua la sequenza: apre-stop-chiude-stop (se dip-switch 1 e 2 =
OFF).
4 Verifica funzionamento fotocellule (se collegate)
- Far partire una manovra di chiusura e verificare che interrompendo
il fascio delle fotocellule la centrale inverta il senso di marcia in
apre.
- Far partire una manovra di apertura verificare che interrompendo il
fascio delle fotocellule la centrale continui a procedere in apertura.
5 Verifica funzionamento dei dispositivi di sicurezza (se
collegati) sull'ingresso STOP
Far partire una manovra di chiusura e verificare che, durante la
manovra, l'intervento di un dispositivo collegato sull'ingresso 12
(STOP) provochi:
- l'arresto immediato del movimento con breve inversione.
Far partire una manovra di apertura e verificare che, durante la
manovra, l'intervento di un dispositivo collegato sull'ingresso 12
(STOP) provochi:
- l'arresto immediato immediato del movimento con breve inversione.
6 Verifica dell'esclusione dell'inversione (se presente il
contatto “S”):
- far partire una manovra di chiusura e attivare il contatto “S” di
esclusione dell'inversione, a questo punto provocare l'intervento
del dispositivo collegato all'ingresso stop e verificare che la manovra si fermi istantaneamente e non avvenga alcuna inversione.
7 Verifica forze d'impatto (se richiesto)
Eseguire le prove per la misura delle “forze di impatto” come previsto dalla norma EN 12445.
2 Verifica durata manovra
- Comandare una manovra di apertura e verificare che qualche
secondo dopo che la manovra si è conclusa, venga tolta alimentazione al motore (relè “apre” = OFF).
- Se i tempi lavoro della centrale non sono soddisfacenti occorre
riprogrammare il tempo lavoro come descritto nel capitolo 4.1
“programmazione del tempo lavoro”.
- Partendo da una situazione di completa apertura comandare una
manovra di chiusura e verificare che qualche secondo dopo che la
manovra si è conclusa, venga tolta alimentazione al motore (relè
“chiude” = OFF).
11
4) Programmazione
La centrale permette di programmare alcuni parametri e di selezionare alcune funzioni che verranno ora descritte in dettaglio.
4.1) Programmazione del tempo lavoro
Il “Tempo Lavoro” è il tempo massimo nel quale la scheda elettronica comanda il motore affinché raggiunga il finecorsa di salita o discesa; il
valore di fabbrica o dopo una cancellazione della memoria è di circa 120 secondi. Se si desidera, è possibile modificare il tempo lavoro da
un minimo di 5 secondi ad un massimo di 120. La procedura di programmazione si effettua in “auto apprendimento”, cioè misurando il tempo necessario per effettuare l'intera manovra.
E' necessario misurare la manovra più gravosa per il motore (e quindi più lenta), normalmente il riavvolgimento e partire con il motore in corrispondenza di un finecorsa. E' consigliabile programmare il tempo lavoro qualche secondo in più rispetto al tempo strettamente necessario
alla manovra.
Per procedere alla programmazione seguire i passi della tabella seguente.
Tabella “A3”
Programmazione del tempo lavoro
1.
Premere e tenere premuto il tasto T1 sulla centrale per far partire il motore
2.
Dopo 5 secondi con il tasto T1 premuto inizia la misura della durata della manovra
Esempio
T1
T1
5s
Quando il tasto T1 viene rilasciato, il motore si arresta e viene memorizzato il nuovo tempo
T1
lavoro. (Attenzione: attendere più di 4 secondi prima di avviare una manovra)
Nota: Se si vuole modificare il tempo lavoro basta ripetere la procedura partendo dal punto 1, fermandosi al punto 3
Se non si desidera la richiusura automatica, oppure continuando fino al punto 5 in tabella A4 se si desidera la richiusura automatica
3.
4.2) Programmazione del tempo pausa, per la richiusura automatica
È possibile programmare un “tempo pausa” da un minimo di 1 ad un massimo di 120 secondi. Dopo un apertura, al termine del “tempo pausa” viene comandata automaticamente una chiusura.
Tabella “A4”
Programmazione del tempo pausa per la richiusura automatica
Esempio
Programmare il tempo lavoro come descritto sopra (Tabella A3) fino al punto 3
4.
Entro 2 secondi dall'arresto della manovra ripremere T1 e mantenerlo premuto, da questo
T1
istante inizia la misura del “tempo pausa”
2s
5.
Quando il tasto T1 viene rilasciato la centrale memorizza il “tempo pausa” e fa ripartire il
T1
motore nel senso opposto
Nota: Se si vuole eliminare la richiusura automatica occorre cancellare il tempo pausa, programmando il “tempo lavoro” fermandosi al punto 3 (tabella A3).
4.3) Funzioni programmabili
La centrale dispone di 4 dip-switch che permettono di personalizzare alcune funzioni in modo da rendere l'impianto più adatto alle esigenze.
Attenzione: alcune funzioni programmabili sono legate ad aspetti di sicurezza, valutare con attenzione queste programmazioni in base anche al livello di sicurezza richiesto.
Switch 1
Switch 2
Switch 3-4
12
Off
On
Off
On
Off
Off
On
On
Off
On
Off
On
=
=
=
=
=
=
=
=
ingresso PASSO-PASSO funzionamento: “passo-passo”
ingresso PASSO-PASSO funzionamento: “apre”
Funzione condominiale non inserita
Funzione condominiale inserita
ingresso STOP con contatto NA
ingresso STOP con contatto NC
ingresso STOP con contatto a resistenza costante 8.2KΩ senza esclusione dell'inversione
ingresso STOP con contatto a resistenza costante 8.2KΩ con esclusione dell'inversione
4.4) Descrizione delle funzioni
Ingresso Passo-passo:
Questo ingresso, che normalmente effettua la sequenza: apre-stopchiude-stop, può essere programmato come “apre” (dip-switch 1
ON), in questo caso la sequenza diventa: apre-stop-apre-stop.
Con l'ingresso passo-passo così programmato e la funzione “condominiale” inserita, non è possibile comandare la chiusura, che potra
avvenire solo per richiusura automatica o con comando via radio.
Funzione condominiale:
Con la funzione condominiale inserita si impedisce che, durante una
manovra di apertura, un comando di apre o passo-passo possa far
fermare o invertire la manovra fino a quando essa non è conclusa.
Durante una manovra di chiusura, un comando di apre o passopasso provoca un’inversione in apertura.
Ingresso Stop
Questo ingresso può essere programmato per mezzo dei dip-switch
3 e 4 in modalità diverse a seconda del tipo di dispositivi di sicurezza collegati:
Contatto NA (Normalmente Aperto).
Contatto NC (Normalmente Chiuso).
Contatto a resistenza costante 8.2KΩ senza esclusione dell'inversione.
Contatto a resistenza costante 8.2KΩ con esclusione dell'inversione.
I
4.5) Memorizzazione dei trasmettitori
La centrale riconosce vari tipo di trasmettitori (vedere tabella A1).
Poiché il tipo di codifica è diverso, il primo trasmettitore memorizzato
determina anche la tipologia di quelli che si potranno memorizzare in
seguito. Se si volesse cambiare tipologia di trasmettitori è prima
necessario cancellare tutta la memoria (vedere tabella A7).
Tabella “A5”
1
2
3
5
È possibile verificare il tipo dei trasmettitori memorizzati nella centrale
e quindi il tipo di trasmettitore che può essere aggiunto; a questo scopo è sufficiente controllare il numero di lampeggi del “led radio” quando la centrale viene alimentata
Verifica del tipo di trasmettitori memorizzati
lampeggio “led radio”
lampeggi “led radio”
lampeggi “led radio”
lampeggi “led radio”
Trasmettitori memorizzati tipo FLO
Trasmettitori memorizzati tipo FLOR
Trasmettitori memorizzati tipo SMILO
Memoria vuota (nessun trasmettitore memorizzato)
I trasmettitori possono essere memorizzati agendo direttamente sul
tasto T2 della centrale (obbligatorio per il primo trasmettitore) o
mediante la tecnica della memorizzazione a distanza nel caso si
abbia a disposizione un trasmettitore già inserito.
Sono possibili 2 modalità per memorizzare i trasmettitori:
modo I
In questa modalità la funzione dei tasti del trasmettitore è fissa: il
tasto 1 comanda l'apertura, il tasto 2 comanda uno stop, il tasto 3
comanda la chiusura, il tasto 4 comanda uno stop. Si esegue una
unica fase di memorizzazione per ogni trasmettitore. Durante questa
fase non ha importanza quale tasto viene premuto e viene occupato un solo posto in memoria.
modo II
In questa modalità ogni tasto del trasmettitore può essere associato
ad uno dei 4 possibili comandi: “passo-passo”, “apre”, “chiude”,
“stop”. In questo caso bisogna memorizzare il trasmettitore, premendo il tasto desiderato, per ogni comando da attivare. Naturalmente ad ogni tasto può essere associata un solo comando, mentre lo stesso comando può essere attivato da più tasti. Nella memoria viene occupato un posto per ogni tasto memorizzato.
Tabella “A6”
Esempio
Tasto 1
Tasto 2
Tasto 3
Tasto 4
Memorizzazione modo II
A02 N°1
A02 N°2
Apre
Chiude
Passo-passo
A02 N°3
Passo-passo
Per procedere alla memorizzazione dei trasmettitori fare riferimento alle tabelle seguenti:
Tabella “A7”
Memorizzazione in modo I
1.
Premere e tenere premuto il tasto T2 per almeno 3 secondi
2.
Quando il “led radio” si accende rilasciare il tasto
Esempio
3s
T2
T2
3.
Entro 10 secondi premere per almeno 3 secondi un tasto qualsiasi del trasmettitore da
TX
memorizzare
3s
Nota: Se la memorizzazione è andata a buon fine il “led radio” farà 3 lampeggi. Se ci sono altri trasmettitori da memorizzare, ripetere il passo 3 entro altri 10 secondi altrimenti la fase di memorizzazione termina.
Tabella “A8”
1.
2.
Memorizzazione in modo II
Premere e rilasciare il tasto T2 un numero di volte pari alla funzione desiderata:
1 = “passo-passo” 2 = “apre” 3 = “chiude” 4 = “stop”
Verificare che il “led radio” emetta un numero di lampeggi pari alla funzione desiderata
Esempio
T2
T2
3.
Entro 10 secondi premere per almeno 3 secondi il tasto del trasmettitore che si vuole
TX
memorizzare
3s
Nota: Se la memorizzazione è andata a buon fine il “led radio” farà 3 lampeggi lenti. Se ci sono altri trasmettitori da memorizzare, ripetere il
passo 3 entro altri 10 secondi altrimenti la fase di memorizzazione termina.
13
4.6) Memorizzazione a distanza
È possibile inserire un nuovo trasmettitore nella memoria della centrale senza agire direttamente sul tasto T2 di programmazione.
È necessario disporre di un trasmettitore già memorizzato e funzionante. Il nuovo trasmettitore “erediterà” le caratteristiche di quello già
memorizzato quindi, se il primo trasmettitore è memorizzato in modo
I, anche il nuovo sarà memorizzato in modo I e si potrà agire su uno
qualunque dei tasti dei trasmettitori; se il primo trasmettitore è
memorizzato in modo II anche il nuovo sarà memorizzato in modo II.
Tabella “A9”
In questo caso bisognerà prestare attenzione a quali tasti si utilizzeranno nei 2 trasmettitori, infatti, il tasto che si userà nel nuovo trasmettitore, effettuerà la stessa funzione del tasto premuto nel vecchio trasmettitore.
Con i 2 trasmettitori che chiameremo NUOVO quello da inserire, e
VECCHIO quello già memorizzato, porsi nel raggio d'azione dei telecomandi e eseguire i passi riportati in tabella A9.
Memorizzazione a distanza
Esempio
1.
Premere per almeno 5 secondi il tasto sul NUOVO trasmettitore, poi rilasciare
2.
Premere e rilasciare lentamente per 3 volte il tasto sul VECCHIO trasmettitore
3.
Premere lentamente per 1 volta il tasto sul NUOVO trasmettitore, poi rilasciare
5s
TX
TX
1s
TX
1s
TX
TX
1s
X1
TX
Nota: se ci sono altri trasmettitori da memorizzare, ripetere tutti i passi per ogni nuovo trasmettitore
Tabella “A10”
Cancellazione della memoria di un solo trasmettitore
1.
premere e tenere premuto il tasto T2 fino all'accensione del led radio
2.
con led acceso e tasto premuto trasmettere con il TX che si vuole eliminare
Esempio
T2
T2
5 lampeggi segnalano la cancellazione del codice, rilasciare il tasto entro i 5 lampeggi.
Se si verifica solo 1 lampeggio, il trasmettitore non è presente nella memoria della centrale
esattamente al 5° lampeggio per cancellare completamente la memoria
Nota: Se ci sono altri trasmettitori da cancellare ripetere tutti i passi per ogni trasmettitore.
Se un trasmettitore è memorizzato in modo II occorre fare una cancellazione per ogni tasto memorizzato.
TX
3.
X5
T2
4.7) Cancellazione della memoria
È possibile cancellare la memoria, limitatamente ai codici dei trasmettitori.o completamente, riportando la centrale alla configurazione di fabbrica. Una volta cancellati tutti i trasmettitori è possibile modificare anche il tipo dei trasmettitori che possono essere utilizzati.
Per cancellare la memoria seguire la procedura seguente:
Tabella “A11”
1.
Cancellazione della memoria
Esempio
Premere e tenere premuto il tasto T2 della centrale
T2
2.
Mantenendo premuto il tasto T2 aspettare che il “led radio” si accenda, poi aspettare che si
T2
spenga, quindi che incominci a lampeggiare
3.
Rilasciare il tasto: esattamente al 3° lampeggio per cancellare solo i trasmettitori,
T2
Rilasciare il tasto: esattamente al 5° lampeggio per cancellare completamente la memoria
X3/X5
Nota: Durante la cancellazione il “led radio” lampeggia velocemente e il termine dell'operazione è segnalato da 5 lampeggi. La cancellazione completa della memoria modifica anche eventuali programmazioni effettuate (tempo lavoro, indirizzo TTBUS, …) riportando la centrale alla
configurazione di fabbrica.
5) Accessori opzionali
La centrale mindy A02 prevede un connettore per il collegamento
con il programmatore SMU. È possibile utilizzare il programmatore
per inserire, cancellare, ricercare e copiare i codici dei trasmettitori.
Altre funzioni possono essere eseguite dalle unita di programmazione TTP e TTI attraverso l'ingresso TTBUS.
Fare riferimento alle istruzioni del programmatore SMU per i dettagli
del suo utilizzo.
14
! Con l'utilizzo del programmatore SMU vengono gestiti
solamente i codici dei radiocomandi. Solo le funzioni di
“read” e “write” leggono e copiano l'intero contenuto della memoria della centrale quindi anche i parametri e le
configurazioni (tempo lavoro, indirizzo TTBUS…). Quando
si utilizzano questi comandi accertarsi che vengano eseguiti su prodotti compatibili.
6) Cosa fare se…
La manovra non parte neanche agendo sul tasto T1 della
scheda.
Verificare che la scheda sia correttamente alimentata e il fusibile sia
integro. Tra i morsetti 8-9 deve essere presente la tensione di rete e
tra i morsetti 10-11 si deve misurare una tensione continua di circa
24Vdc.
Non si riesce a comandare nessuna manovra e il led in corrispondenza dell'ingresso STOP lampeggia velocemente.
È probabile sia avvenuto un corto circuito e/o un sovraccarico sulle
uscite dei servizi. La centrale dispone di un fusibile che si ripristina
automaticamente, provare a togliere alimentazione, aspettare qualche secondo e ridare alimentazione.
Le tensioni di alimentazione sono corrette, ma la manovra
continua a non partire.
Per attivare la manovra occorre che l'ingresso Stop e quello di Photo
diano il consenso: verificare che i led in corrispondenza di tali ingressi
siano accesi. Controllare che i dip-switch 3-4 corrispondano al tipo di
ingresso utilizzato. Se l'ingresso è di tipo 8,2KΩ la tensione misurata
tra i morsetti 10-12 deve essere compresa tra 6Vdc e 18Vdc.
Non si riesce ad inserire un nuovo trasmettitore.
Verificare se il tipo di trasmettitore è compatibile con quelli già inseriti in memoria. Spegnere e riaccendere la centrale controllando i
lampeggi del “led radio” per verificare il tipo dei trasmettitori già
memorizzati.
I
Il tipo di trasmettitore da inserire è corretto, ma non si riesce a memorizzare.
Verificare che il circuito ricevente della scheda funzioni correttamente: utilizzare un trasmettitore già funzionante. Se la centrale riceve
correttamente un codice radio, che però non è presente in memoria,
lo segnala con un lampeggio del “led radio”. Se si è già raggiunto il
massimo di trasmettitori inseribili (254), l'evento viene segnalato con
6 lampeggi.
7) Caratteristiche tecniche
Centrale elettronica
Alimentazione:
Potenza massima motore:
Tensione segnali comando:
Servizi (morsetti 8-9):
Ingresso stop:
Tempo lavoro:
Tempo pausa:
Temperatura di funzionamento:
Dimensioni / peso:
Grado protezione IP:
230 Vac 50/60 Hz oppure 120Vac 50/60Hz a seconda delle versioni
(vedere valore riportato sull'etichetta)
600W versione a 230Vac; 400W versione a 120Vac
circa 24Vdc
tensione 24Vdc ±30%; corrente max 50mA
configurabile tra NA, NC oppure 8,2kΩ +-25%
programmabile da 5 a 120s
programmabile da 1 a 120s o escludibile
-20 ÷ 50 °C
128 x 112 x 43mm 350gr
44
Ricevitore radio
Frequenza:
Codifica:
N° Massimo trasmettitori memorizzabili:
433.92 MHz
FLO (fixed code), FLOR (rolling code) SMILO (rolling code)
254
Nice spa si riserva il diritto di apportare modifiche ai prodotti in qualsiasi momento riterrà necessario
Dichiarazione CE di conformità
Dichiarazione CE di conformità alla Direttiva 1999/5/CE
NOTA: Il contenuto di questa dichiarazione corrisponde a quanto dichiarato
nel documento ufficiale, depositato presso la sede di Nice S.p.a., e in particolare all'ultima revisione disponibile prima della stampa del presente manuale. Il testo qui presente è stato riadattato per motivi editoriali.
Numero: 241/A02; Revisione: 0
Il sottoscritto Lauro Buoro in qualità di Amministratore Delegato, dichiara sotto lapropria responsabilità che il prodotto:
Nome produttore: NICE s.p.a.
Inoltre, risulta conforme a quanto previsto dalle seguenti direttive comunitarie,
così come modificate dalla Direttiva 93/68/CEE del consiglio del 22 Luglio 1993:
• 73/23/CEE; DIRETTIVA 73/23/CEE DEL CONSIGLIO del 19 febbraio 1973
concernente il riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al
materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione.
Secondo le seguenti norme armonizzate: EN 60335-1:1994; EN
50366:2003,
EN 60335-2-95:2001 (per le parti applicabili), EN 60335-2-97:2000 (per le
parti applicabili),
EN 60335-2-103:2003 (per le parti applicabili), EN 60950-1:2001 (per le
parti applicabili)
Indirizzo: Via Pezza Alta 13, Z.I. Rustignè, 31046 Oderzo (TV) Italia
Tipo: Centrale di comando per 1 motore 230 Va.c.
Modello: A02 - Accessori: Radiocomandi serie FLO, FLOR, Smilo
• 89/336/CEE; DIRETTIVA 89/336/CEE DEL CONSIGLIO del 3 maggio 1989,
per il riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica.
Secondo le seguenti norme: EN 301 489-1:2004; EN 301 489-3:2002
Risulta conforme a quanto previsto dalla seguente direttiva comunitaria:
• 1999/5/CE DIRETTIVA 1999/5/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL
CONSIGLIO del 9 marzo 1999 riguardante le apparecchiature radio e le
apparecchiature terminali di telecomunicazione e il reciproco riconoscimento della loro conformità
Secondo le seguenti norme armonizzate: EN 300220-3 V1.1.1:2000,
Oderzo, 2 Gennaio 2006
Lauro Buoro
(Amministratore Delegato)
15
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement