manuale per l`installazione, uso e manutenzione

manuale per l`installazione, uso e manutenzione
Compra italiano
manuale per l’installazione,
uso e manutenzione
APPARECCHIATURE CON SISTEMA
DI RAFFREDDAMENTO BANCO GHIACCIO ERMETICO
EROGAZIONE DI ACQUA FREDDA – FRIZZANTE - AMBIENTE
MODELLI 2012
WATER ICE UP
WATER ICE IN
sopralavello
sottolavello
INDICE
SEZIONE 1 Parte generale
 1.1 Introduzione
 1.2 Raccomandazioni
 1.3 Smaltimento imballo
 1.4 Apparecchiature in disuso
 1.5 Rispetta l’ambiente
SEZIONE 2 Istruzioni per la sicurezza – avvisi di attenzione
SEZIONE 3 Avvertenze e caratteristiche generali
SEZIONE 4 Istruzioni per l'installatore
 4.1 Prima di collegare l’apparecchiatura accertarsi che:
 4.2 Modalità di installazione
 4.3 Prima accensione
 4.4 Elementi operativi
SEZIONE 5 Principi fondamentali di funzionamento
SEZIONE 6 Manutenzione
 6.1 Manutenzione giornaliera
 6.2 Manutenzione ordinaria
 6.3 Cosa non si deve fare….
SEZIONE 7 Identificazione distributore e norme applicate
 7.1 Identificazione del costruttore e targhe della macchina
 7.2 Certificato di origine e norme applicate
SEZIONE 8 Guida all'individuazione di guasti ed anomalie di funzionamento
SEZIONE 9 Servizio Assistenza Clienti
 9.1 Certificato di garanzia, cosa fare?
 9.2 Anomalie e malfunzionamenti: a chi rivolgersi?
SEZIONE 10 Caratteristiche tecniche
SEZIONE 11 Condizioni di garanzia
(Il seguente manuale è composto da 8 pagine inclusa copertina)
Guida alla lettura delle istruzioni
Questi simboli vi aiuteranno a trovare velocemente le informazioni più importanti.
Per effettuare qualsiasi tipo di operazione sull’impianto ci si deve attenere sempre alle seguenti precauzioni di sicurezza
delle persone e delle cose
La simbologia assieme alle relative diciture " PERICOLO" ed " AVVERTENZA" indicano la potenzialità del rischio
derivante da un mancato rispetto della prescrizione a cui sono abbinati, come sotto specificato:
PERICOLO : avverte che la mancata osservanza della prescrizione comporta un rischio di danno generale alle persone
e/o alle cose.
AVVERTENZA : avverte che la mancata osservanza della prescrizione comporta un rischio di danno all’impianto
In particolare attenersi ai seguenti punti:
Informazioni sulla sicurezza
Pericolo
-2-
Consigli utili e suggerimenti
Avvertenza
Informazioni legate alla protezione dell’ambiente
SEZIONE 1 Parte generale
1.1 Introduzione
Gentile Cliente,
desideriamo innanzi tutto congratularci con Lei per la sua scelta e la ringraziamo vivamente per la fiducia dimostrata. Si
tratta di una fiducia ben riposta, perché l’altissimo livello tecnologico e la qualità dei materiali assicurano il perfetto
funzionamento dell’apparecchio che Lei ha acquistato.
La nostra fluida organizzazione, inoltre ci consente di garantire alla clientela un continuo e accurato servizio di
assistenza e manutenzione.
Legga attentamente il manuale di installazione, uso e manutenzione, si attenga scrupolosamente ai consigli in esso
riportati, al fine di ottenere il massimo risultato dall’ impianto.
Se l’apparecchio dovesse essere venduto o trasferito a terzi, assicuratevi che il libretto venga consegnato al nuovo
utente.
Sono inoltre elencate tutte le procedure utili a far fronte ad eventuali situazioni di emergenza ragionevolmente
prevedibili che si possono verificare durante l’utilizzo.
1.2 Raccomandazioni
- Prima di utilizzare l’impianto leggere attentamente in tutte le sue parti il presente manuale installazione, uso e
manutenzione.
- La conoscenza delle informazioni e delle prescrizioni contenute nel presente manuale è essenziale per una corretta
installazione e per un uso corretto dell’ impianto da parte dell'utilizzatore.
- Gli interventi dell'utilizzatore sull’impianto sono consentiti solo per quanto di sua competenza, come specificato in
questo manuale. L’impianto è stato progettato è costruito con sicurezze meccaniche ed elettriche atte a proteggere
l'operatore o l'utilizzatore da possibili danni fisici.
- L'utilizzatore deve essere a conoscenza dei meccanismi di funzionamento dell’impianto per quanto di sua competenza.
- E' responsabilità del compratore accettarsi che gli utilizzatori siano a conoscenza di tutte le informazioni e le
prescrizioni presenti nella documentazione fornita.
Anche con queste sicurezze l'operatore o l'utilizzatore deve essere conscio dei rischi potenziali che esistono mentre
opera con l’impianto.
- Modifiche all’impianto devono considerarsi a totale responsabilità dello stesso.
- Sono a carico dell'utilizzatore tutte le operazioni necessarie per mantenere in efficienza dell’impianto prima e durante
il suo uso.
1.3 Smaltimento imballo
Tutti i materiali sono compatibili con l’ambiente e riciclabili. Vi preghiamo di dare il Vostro contributo alla
conservazione dell’ambiente, utilizzando gli appositi canali di raccolta differenziata.
1.4 Apparecchiature in disuso
Il distributore dismesso o non più utilizzabile non è un rifiuto senza valore. Attraverso lo smaltimento
ecologico, diversi materiali impiegati nella produzione del distributore possono essere recuperati.
InformateVi sulle attuali possibilità di smaltimento presso il Vostro rivenditore specializzato, oppure
presso la Vostra Amministrazione Comunale.
Prima di rottamare il distributore tagliate il cavo di alimentazione e rendetelo inservibile.
1.5 Rispetta l’ambiente
Se usi l’apparecchio proteggi l’ambiente, in quanto non avrai più la necessità di liberarti delle bottiglie di
plastica vuote.
SEZIONE 2 Istruzioni per la sicurezza – avvisi di attenzione
Pericolo
La non osservanza o l’errata interpretazione delle seguenti istruzioni può comportate danni alle persone.
Ai sensi della normativa vigente, l’apparecchio deve essere collegato ad una presa di corrente munita di efficiente
messa a terra. Fatene verificare l’efficienza prima di procedere all’installazione.
Assicurarsi che la linea di alimentazione sia adeguata alla potenza della macchina installata; la sezione dei cavi elettrici
non deve mai essere inferiore a 1.5 mm2.
Prima di rimuovere i pannelli per regolazioni e/o manutenzioni, scollegare la spina dalla presa di corrente;
Sistemare l’apparecchio a min. mm 100 dalle pareti circostanti. Mantenere libere da ostruzioni le aperture di
ventilazione presenti nei pannelli dell’apparecchio.
Collegare l’apparecchio solo alla rete d’acqua potabile;
Per evitare pericoli dovuti all’instabilità fissare e/o posizionare l’apparecchio secondo le istruzioni;
-3-
Se il cavo di alimentazione è danneggiato, esso deve essere sostituito dal costruttore o dal centro di assistenza tecnica
autorizzato o comunque da una persona con qualifica similare, in modo da prevenire ogni rischio;
In caso di guasto dell’apparecchio rivolgersi al centro di assistenza tecnica autorizzata o comunque a una persona con
qualifica similare.
Le caratteristiche elettriche e quelle del fluido frigorigeno sono indicate sulla targhetta con matricola applicata
sull’apparecchiatura.
SEZIONE 3 Avvertenze e caratteristiche generali
Avvertenza
L’installazione e la manutenzione deve essere eseguita dal centro di assistenza tecnica autorizzato o comunque da una
persona con qualifica similare.
Non regolare mai il riduttore di pressione CO2 oltre 4 bar (si danneggerebbe la membrana interna).
Assicurarsi che la pressione dell’acqua di rete non sia minore di 3 bar.
Tagliare i tubi di collegamento dell’acqua e del CO2 a novanta gradi, utilizzando una taglia tubi adatto.
Non usare mai prolunghe per il collegamento alla rete elettrica.
Per evitare cadute ancorare bene la bombola del CO2.
La parte posteriore e le griglie devono essere sempre libere, in particolar modo in prossimità del condensatore. E’ molto
importante lasciare uno spazio di almeno 30 cm per consentire una buona circolazione d’aria, adeguata al
raffreddamento.
Il costruttore declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone o cose, derivanti dalla mancata osservanza dei
suddetti avvisi e modalità.
SEZIONE 4 Istruzioni per l’ installazione
4.1 Prima di collegare l’apparecchiatura accertarsi che:
L’impianto idrico deve essere predisposto per l’allacciamento con un rubinetto da 3/8 o 1/2 pollice maschio o femmina.
Sarebbe opportuno applicare prima dell’ingresso al refrigeratore un riduttore di pressione dell’acqua.
La tensione dell’impianto elettrico sia corretta e corrispondente a quella indicata sulla targhetta applicata.
La presa di corrente sia munita di efficiente messa a terra conforme alla normativa vigente e di adeguato interruttore
differenziale.
NOTA: Nel caso in cui la pompa di saturazione rimanesse attiva per più di 4 minuti la centralina la disattiverà
automaticamente. Per resettare il sistema e riattivare la pompa, togliere e ricollegare l'alimentazione elettrica
all’apparecchiatura utilizzando l'interruttore bipolare o scollegare la spina dalla presa di corrente.
4.2 Modalità di installazione
Aprire l’imballaggio, e controllare che il refrigeratore non sia stato danneggiato durante il trasporto.
Disporre con la massima cura il refrigeratore, evitando eventuali urti o cadute che potrebbero danneggiare i circuiti
frigoriferi.
Posizionare l’apparecchio in posizione orizzontale ed in un luogo ben arieggiato, lontano da fonti di calore.
Per evitare malfunzionamenti non posizionare oggetti davanti al condensatore o sopra l’apparecchio.
Collegare l’entrata dell’acqua (segnata con IN H2O), alla rete idrica, con tubazione diametro esterno da ¼” (6,33 mm ca.)
Collegare l’apposito riduttore di pressione CO2 all’apparecchio (segnata con IN CO2), con tubazione diametro esterno
da ¼”(6,33 mm ca.), ed avvitarlo alla bombola di CO2 piena e stringere con una chiave adatta.
Non utilizzare tubo con diametro 6 mm perché non compatibile, si potrebbero verificare perdite di acqua o CO2
Aprire il rubinetto dell’acqua verificando eventuali perdite.
Aprire la valvola della bombola del CO2 fino al fondo e girare la vite del regolatore di pressione sino a 3 bar circa e
controllare che non ci siano perdite.
Inserire la spina nella presa di corrente.
Regolare il termostato da 1 (meno freddo), a 7 (massimo freddo).
Si consiglia di regolare il termostato sul 5 per avere una gradazione dell’acqua piacevole, in caso dell’esigenza di massimo
freddo, per abbassare la temperatura dell’acqua fredda e quella frizzante, agire sul termostato regolando sul 6 o 7.
Utilizzare solo CO2 SUPER SECCO ALIMENTARE (N2)
-4-
4.3 Prima accensione
Alla prima accensione del prodotto, al fine di rimuovere tutta l’aria che può trovarsi all’interno del sistema, è
consigliabile premere il pulsante dell’acqua fredda per un paio di minuti e successivamente premere il pulsante
dell’acqua frizzante sempre per un paio di minuti. La presenza di aria all’interno del sistema riduce drasticamente la
gasatura dell’acqua.
N.B.: la completa fuoriuscita dell’aria dal sistema è confermata dalla perfeta trasparenza dell’acqua frizzante
che deve presentarsi di colore cristallino e non lattiginoso.
4.4 Elementi operativi
PULSANTI modello sopralavello
Il pannello presenta 3 pulsanti
Il pulsante di sinistra permette l’erogazione dell’acqua FREDDA
Il pulsante al centro permette l’erogazione dell’acqua FREDDA FRIZZANTE
Il pulsante di destra permette l’erogazione dell’acqua AMBIENTE
Vista posteriore
Modello sopralavello e sottolavello
Vista frontale
Modello sottolavello
Uscita acqua gasata
Entrata acqua
Entrata Co2
Entrata Co2
SEZIONE 5 Principi fondamentali di funzionamento
REFRIGERAZIONE DELL’ACQUA
La refrigerazione avviene attraverso il passaggio dell’acqua su di un banco ghiaccio ermetico.
GASATURA DELL’ACQUA
La gasatura dell’acqua avviene in un saturatore (carbonatore) di acciaio inox, all’interno del quale viene miscelato il
CO2 con l’acqua refrigerata spinta dalla pompa del carbonatore ad alta pressione. La pompa è comandata da una
centralina attraverso due sonde di livello poste ad altezze differenti all’interno del saturatore.
SISTEMA DI REFRIGERAZIONE
Alla prima accensione occorre attendere circa un’ora prima di poter prelevare acqua fredda. La ventola di refrigerazione
ha bassissima rumorosità di soli 33 db, è pertanto possibile che quando l’impianto è in funzione non si avverta alcun
rumore proveniente dall’interno.
SEZIONE 6 Manutenzione
6.1 Manutenzione giornaliera
Avvertenza
Il rubinetto e in particolare il beccuccio vanno lavati giornalmente con acqua tiepida o calda senza usare detergenti o
spugne abrasive
La vaschetta raccogligocce posta sotto i rubinetti deve essere svuotata tutti i giorni e lavata con acqua calda.
Pulire periodicamente con un panno umido le colonnine senza usare detergenti o spugne abrasive.
Le parti in ottone non sottoposte a trattamento o doratura vanno pulite periodicamente con un panno morbido imbevuto
di liquido specifico per pulizia; ciò consentirà di mantenerle sempre lucide e brillanti. Le parti in ottone trattate vanno
pulite con acqua tiepida ed eventualmente detergenti neutri, senza l’uso di solventi.
6.2 Manutenzione ordinaria
Disinserire la presa di corrente, Non usare oggetti appuntiti o tagliati per affrettare l’operazione; si potrebbero
danneggiare componenti interni all’ impianto.
E’ importante che periodicamente venga effettuata una disinfezione del circuito idraulico. Se non si è in condizione di
poterlo fare è necessario che lo faccia un tecnico specializzato.
-5-
Pulire con una spazzola ogni tre mesi il condensatore, per eliminare l’eventuale intasamento delle alette e riportare il
gruppo frigorifero al massimo della efficienza.
Controllare periodicamente che la pressione di spillatura regolata sul riduttore CO2 corrisponda a quella calcolata in
funzione della bevanda da erogare e della temperatura ambientale.
6.3 Cosa non si deve fare…
Tenere le bombole del CO2 al sole, vicino a fonti di calore o in ambienti al di sotto di o °C o in celle frigorifere.
Accedere all’impianto senza prima aver tolto la tensione.
Coricare orizzontalmente la bombola CO2 durante l’esercizio
Spegnere il gruppo refrigerante di notte
Se questi punti vengono rispettati sicuramente si allungherà la vita dell’apparecchio.
SEZIONE 7 Identificazione distributore e norme applicate
7.1 Identificazione del costruttore e targhe della macchina
Italy Water s.r.l.
C.C.I.A.A. 260691
Sicilia - Italia
Ogni Macchina è identificata da una targa, sulle quali sono
riportati in modo indelebile i dati di riferimento della macchina.
Per qualsiasi comunicazione citare sempre questi riferimenti.
7.2 Certificato di origine e norme applicate
Codice___________________ Modello impianto________________________
Matricola_________________ Anno di costruzione_____________________
1
Consigliamo di compilare il
seguente spazio, per avere a
disposizione in qualsiasi
momento gli estremi
dell’impianto
Gli impianti risultino conformi con quanto previsto dalle seguenti direttive comunitarie, comprese le ultime modifiche,
e con relativa legislazione nazionale di recepimento:
73/23/CEE, 89/336/CEE, 92/31/CEE, 93/68/CEE.
E che sono state applicate le seguenti norme armonizzate:
EN 60335-1:
sicurezza degli apparecchi elettrici d’uso domestico e similare.
Parte 1: Norme generali.
EN 60335-2-24:
sicurezza degli apparecchi elettrici d’uso domestico e similare.
Parte 2: Norme particolari per frigoriferi, congelatori e produttori di ghiaccio.
CEI EN 55014-1:
compatibilità elettromagnetica. Prescrizioni per gli elettrodomestici, gli utensili elettrici e
apparecchi similari.
Parte 1: Emissione.
EN 55014-2:
compatibilità elettromagnetica. Requisiti di immunità per gli elettrodomestici, gli utensili
elettrici e gli apparecchi similari.
Parte 2: Immunità – Norma di famiglia di prodotti.
E che sono conformi ai requisiti della legge 549 del 28/12/93 recante misure a tutela dell’ozono stratosferico e
dell’ambiente.
Inoltre si dichiara che i componenti utilizzati a contatto con acqua potabile destinata al consumo
umano sono realizzati secondo quanto prescritto dal D.M. 174/2004.
SEZIONE 8 Guida all'individuazione di guasti ed anomalie di funzionamento
MALFUNZIONAMENTO
PROBABILE CAUSA
INTERVENTO SUGGERITO
 L'apparecchio non si accende
 Mancanza di tensione
 Verificare l'impianto elettrico di
alimentazione
 L’apparecchiatura funziona ma
non raffredda
 Perdita gas refrigerante
 Chiamare tecnico specializzato
 Condensatore intasato o sporco
 Pulire con cura il condensatore con
un pennello
 Mancanza di tensione nel
ventilatore
 Chiamare tecnico specializzato
 Il compressore funziona ma non
raffredda e il condensatore è
-6-
caldo
 Condensatore intasato o sporco

 Il ventilatore non funziona
 Pulire con cura il condensatore con
un pennello
 Il compressore e la ventola
funzionano ma l'impianto non
raffredda
 Il termostato in avaria
 Chiamare tecnico specializzato
 Il compressore è fermo ma la
moto-ventola gira
 E’ intervenuto il protettore
termico clixon del compressore
 Chiamare tecnico specializzato
 Il relais è in avaria
 Il condensatore è in avaria
 Il compressore è in avaria
 La pompa del carbonatore emette  Pressione dell’acqua molto bassa
un rumore fastidioso
 Verificare la pressione dell'acqua
della rete
 La gasatura è scarsa o quasi
inesistente
 Pressione del CO2 insufficiente
 Sostituire la bombola di CO2 se
esaurita
 Aria accumulatasi nel saturatore
 Sfiatare brevemente il saturatore
tirando l’anello posto sulla valvola
di sfiato in cima al saturatore
 Pompa in avaria
 Chiamare tecnico specializzato
 Esce il CO2 dal rubinetto
 Motore pompa in avaria
 Centralina controllo livello in
avaria
 La pompa è in protezione
 Spegnere e riaccendere
l’interruttore di tensione
 Spruzzi di acqua gassata dal
rubinetto di acqua piatta
 La valvola di non ritorno posta
sul saturatore rimane aperta
 Chiamare tecnico specializzato
 Attacchi e stacchi della pompa di
saturazione troppo rapidi e
frequenti
 Collegamenti dalla centralina alle  Chiamare tecnico specializzato
sonde livelli invertiti
 Sonde livelli difettose
SEZIONE 9 Servizio Assistenza Clienti
Prima di chiamare il servizio di Assistenza Tecnica in caso di mancato funzionamento dell'apparecchio vi consigliamo di:
— verificare il buon inserimento della spina nella presa di corrente;
— verificare che il collegamento alla rete idrica non risulti interrotto e/o ostruito.
Nel caso non si individui la causa di mal funzionamento:
spegnere l’apparecchio non manometterlo e chiamare il Servizio di Assistenza Tecnica Autorizzato.
9.1 Certificato di garanzia: cosa fare?
Il Suo prodotto è garantito, alle condizioni e nei termini riportati sul certificato inserito nel prodotto ed in base alle
previsioni del decreto legislativo 24/02, fino a 24 mesi decorrenti dalla data di consegna del bene solo nelle parti non
soggette ad usura.
Il certificato di garanzia dovrà essere da Lei conservato, debitamente compilato, per essere mostrato al Servizio
Assistenza Tecnica Autorizzato, in caso di necessità, unitamente ad un documento fiscalmente valido rilasciato dal
rivenditore al momento dell’acquisto (bolla di consegna, fattura, scontrino fiscale, altro) sul quale siano indicati il
nominativo del rivenditore, la data di consegna, gli estremi identificativi del prodotto ed il prezzo di cessione.
9.2 Anomalie e malfunzionamenti: a chi rivolgersi?
Per qualsiasi necessità il centro assistenza autorizzato è a Sua completa disposizione per fornirLe i chiarimenti
necessari; comunque qualora il Suo apparecchio presenti anomalie o mal funzionamenti, prima di rivolgersi al Servizio
Assistenza Autorizzato, consigliamo vivamente di effettuare i controlli indicati sopra.
-7-
Rivenditore
Matricola del prodotto. dove si trova?
È importante che comunichi al Servizio Assistenza Tecnica Autorizzato la sigla del prodotto
ed il numero di matricola che troverà sul certificato di garanzia oppure sulla targa matricola posta sul retro
dell’apparecchiatura. In questo modo Lei potrà contribuire ad evitare trasferte inutili del tecnico, risparmiando oltretutto
i relativi costi. (Vedi sezione 7.2)
Raffreddamento a
secco
Compressore Hp
Capacità erogazione
(litri / ora)
*Potenzialità di
raffreddamento (°C)
Erogazione acqua
Ingombro LxPxH (cm)
SEZIONE 10 Caratteristiche tecniche
√
1/12
20
8-12
NFG
24x46x38
√
1/12
20
8-12
HFG
24x32x38
Water Ice UP
Water Ice IN
Sottolavello
Modello
Sopralavello
Caratteristiche
√
√
*Litri erogabili fino ad esaurimento banco ghiaccio : ingresso acqua +18°C, uscita + 8°C
SEZIONE 11 Condizioni di garanzia
Vi ringraziamo per aver scelto un prodotto Italy Water Ice
Tutte le nostre apparecchiature sono state sottoposte ad accurati collaudi e sono coperti da garanzia per 24 mesi dalla
data di acquisto.
Il Produttore si impegna a riparare o sostituire gratuitamente quelle parti che entro il periodo di garanzia si
dimostrassero non efficienti; se entro il periodo di garanzia si verificasse un difetto che non possa essere riparato, il
Produttore a suo giudizio, cambierà lo stesso gratuitamente, non si riconoscono richieste per risarcimenti di danni
comunque conseguiti.
La riparazione viene eseguita presso il nostro Centro di Assistenza Tecnica autorizzato.
Per le riparazioni a domicilio il cliente è tenuto a corrispondere una quota fissa per “uscita Tecnico” quale parziale
rimborso spese viaggio.
Le riparazioni in laboratorio devono essere invece spedite al Centro di Assistenza Tecnica autorizzato e le spese di
trasporto sono a carico dell’acquirente.
Non sono coperte da garanzia tutti componenti che dovessero manifestare un difetto di conformità a causa di:
usura, negligenza, trascuratezza d’uso e cattiva manutenzione da parte del consumatore a causa del mancato rispetto di
quanto riportato e raccomandato nel libretto d’uso, manutenzione ed installazione del prodotto.
rotture accidentali, trasporto, le parti in vetro, le lampadine di illuminazione o di spia, le targhe, le manopole, tutti gli
accessori nonché i corpi filtranti saturi, materiale di consumo, la pompa in ottone è garantita per un periodo di 6 mesi la
eventuale sostituzione in garanzia è di esclusivo giudizio del Produttore.
errata installazione e/o allacciamento a tensione diversa da quella prevista per l’apparecchio ovvero diverse dal limite
stabilito dalle norme CEI ( + - 10% del valore nominale ).
è infine escluso dalla garanzia il prodotto riparato o manomesso da terzi non autorizzati, nonché gli interventi per vizi o
per verifiche di comodo.
Pertanto, nel caso in cui sia effettuato un intervento tecnico da parte del personale dei Centri Assistenza tecnica
Autorizzata su richiesta del Consumatore, in relazione a quanto sopra indicato, i costi dell’intervento e delle eventuali
parti di ricambio saranno a totale carico del Consumatore.
Validità della garanzia; è necessario che il certificato di garanzia sia conservato unitamente al documento di consegna
fiscalmente valido, che riporti la data di consegna, gli estremi identificativi del prodotto, in caso di intervento, entrambi
i documenti dovranno essere mostrati al personale tecnico, contrariamente il Consumatore dovrà pagare le spese relative
all’intervento tecnico ed eventuale ricambio.
La garanzia decade se l’impianto è sprovvisto di etichetta di marchiatura posto dietro lo stesso.
Il solo possesso dell’apparecchio non dà diritto alla garanzia stessa.
-8-
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement