Manuale di installazione: AF-650GP

Manuale di installazione: AF-650GP

GE Energy

Industrial Solutions

Industrial Solutions (formerly Power Protection), a division of GE Energy, is a fi rst class European supplier of low and medium voltage products including wiring devices, residential and industrial electrical distribution components, automation products, enclosures and switchboards.

Demand for the company’s products comes from wholesalers, installers, panelboard builders, contractors, OEMs and utilities worldwide.

Belgium

GE Industrial Belgium

Nieuwevaart 51

B-9000 Gent

Tel. +32 (0)9 265 21 11

@

Italy

GE Energy Industrial Solutions

Centro Direzionale Colleoni

Via Paracelso 16

Palazzo Andromeda B1

I-20041 Agrate Brianza (MB)

Tel. +39 2 61 773 1

Finland

GE Energy Industrial Solutions

Kuortaneenkatu 2

FI-00510 Helsinki

Tel. +358 (0)10 394 3760

Netherlands

GE Energy Industrial Solutions

Parallelweg 10

Nl-7482 CA Haaksbergen

Tel. +31 (0)53 573 03 03

France

GE Energy Industrial Solutions

Paris Nord 2

13, rue de la Perdrix

F-95958 Roissy CDG Cédex

Tel. +33 (0)800 912 816

Poland

GE Power Controls

Ul. Odrowaza 15

03-310 Warszawa

Tel. +48 22 519 76 00

Germany

GE Energy Industrial Solutions

Vor den Siebenburgen 2

D-50676 Köln

Tel. +49 (0)221 16539 - 0

Portugal

GE Energy Industrial Solutions

Rua Camilo Castelo Branco, 805

Apartado 2770

4401-601 Vila Nova de Gaia

Tel. +351 22 374 60 00

Hungary

GE Hungary Kft.

Vaci ut 81-83.

H-1139 Budapest

Tel. +36 1 447 6050

Russia

GE Energy Industrial Solutions

27/8, Electrozavodskaya street

Moscow, 107023

Tel. +7 495 937 11 11

GE imagination at work

130R0415

*MG35M106*

South Africa

GE Energy Industrial Solutions

Unit 4, 130 Gazelle Avenue

Corporate Park Midrand 1685

P.O. Box 76672 Wendywood 2144

Tel. +27 11 238 3000

Spain

GE Energy Industrial Solutions

P.I. Clot del Tufau, s/n

E-08295 Sant Vicenç de Castellet

Tel. +34 900 993 625

United Arab Emirates

GE Energy Industrial Solutions

1101, City Tower 2, Sheikh Zayed Road

P.O. Box 11549, Dubai

Tel. +971 43131202

United Kingdom

GE Energy Industrial Solutions

Houghton Centre

Salthouse Road

Blackmills

Northampton

NN4 7EX

Tel. +44 (0)800 587 1239

United States of America

GE Energy Industrial Solutions

41 Woodford Avenue

Plainville, CT 06062

DET-767/S

© Copyright GE Industrial Solutions 2011

GE

AF-650 GP

TM

Convertitore di frequenza di uso generale

Guida alla progettazione e installazione

Sicurezza

Sicurezza

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AVVISO

ALTA TENSIONE!

I convertitori di frequenza sono soggetti ad alta tensione quando collegati all'alimentazione di ingresso della rete

CA. L'installazione, l'avviamento e la manutenzione dovrebbero essere eseguiti solo da personale qualificato.

Se l'installazione, l'avvio e la manutenzione non vengono eseguiti da personale qualificato potrebbero presentarsi rischi di lesioni gravi o mortali.

Alta tensione

I convertitori di frequenza sono collegati a tensioni elevate e potenzialmente pericolose. È necessario prestare attenzione per evitare folgorazioni. Queste apparecchiature dovrebbero essere installate, avviate o manutenute solo da personale adeguatamente formato e esperto negli interventi su apparati elettrici.

AVVISO

AVVIO INVOLONTARIO!

Quando il convertitore di frequenza è collegato all'alimentazione di rete CA, il motore può avviarsi in qualsiasi momento. Il convertitore di frequenza, il motore e ogni apparecchiatura azionata devono essere pronti per il funzionamento. In caso contrario quando si collega il convertitore di frequenza alla rete CA possono verificarsi gravi lesioni, morte o danneggiamenti alle apparecchiature o alle proprietà.

Avvio involontario

Quando il convertitore di frequenza è collegato all'alimentazione di rete CA, il motore può essere avviato con un interruttore esterno, un bus seriale, un segnale in ingresso di riferimento o una condizione di guasto ripristinata.

Adottare sempre le opportune precauzioni per proteggersi dagli avvii involontari.

AVVISO

TEMPO DI SCARICA!

I convertitori di frequenza contengono condensatori del bus CC che rimangono carichi anche quando il convertitore di frequenza non è alimentato. Per evitare pericoli elettrici, scollegare la rete CA, tutti i motori del tipo a magnete permanente e tutti gli alimentatori a bus CC remoto, incluse le batterie di riserva e i collegamenti UPS e bus CC ad altri convertitori di frequenza. Attendere che i condensatori si scarichino completamente prima di eseguire qualsiasi lavoro di manutenzione o di riparazione.

Il tempo di attesa è indicato nella tabella Tempo di scarica.

Il mancato rispetto del tempo di attesa indicato dopo il disinserimento dell'alimentazione e prima di effettuare lavori di manutenzione o riparazione, può causare lesioni gravi o mortali.

Tensione

200-240 V

380-480 V

525-600 V

525-690 V

Potenza

0,25-3.7 kW 1/3-5 HP

5,5-37 kW 7,5-50 HP

0,37-7,5 kW 1/2-10 HP

11-75 kW 15-100 HP

90-200 kW 125-300 HP

250-800 kW 350-1200 HP

0,37-7,5 kW 1/2-10 HP

11-75 kW 15-100 HP

11-75 kW 15-100 HP

90-315 kW 125-400 HP

355-1200 kW 500-1350 HP

Tempo di scarica

Tempo di attesa minimo

4 minuti

15 minuti

4 minuti

15 minuti

20 minuti

40 minuti

4 minuti

15 minuti

15 minuti

20 minuti

30 minuti

Simboli

Nel presente manuale vengono utilizzati i seguenti simboli.

DET-767/I

Sicurezza

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AVVISO

Indica una situazione potenzialmente rischiosa che, se non evitata, potrebbe causare morte o lesioni gravi.

ATTENZIONE

Indica una situazione potenzialmente rischiosa che, se non evitata, può causare lesioni leggere o moderate. Potrebbe essere utilizzata anche per avvisare di pratiche non sicure.

ATTENZIONE

Indica una situazione che potrebbe causare incidenti con danni alle apparecchiature o a proprietà.

NOTA!

Evidenzia informazioni che dovrebbero essere considerate con attenzione per evitare errori o un funzionamento del sistema con prestazioni inferiori a quelle ottimali,

Approvazioni

Tabella 1.2

DET-767/I

Sommario

Sommario

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1 Introduzione

1.1 Scopo del manuale

1.2 Risorse aggiuntive

1.3 Panoramica dei prodotti

1.4 Funzioni del controllore interno al convertitore di frequenza

2 Installazione

2.1 Check list per l'installazione in sito

2.2 Check list di preinstallazione convertitore di frequenza e motore

2.3 Installazione meccanica

2.3.1 Raffreddamento (100 HP e inferiore)

2.3.2 Raffreddamento e flusso dell'aria (125 HP e superiore)

2.3.3 Sollevamento

2.3.4 Montaggio

2.3.5 IP21 Installazione dello schermo protettivo (Unità taglia 41 e 42)

2.4 Installazione in sito di opzioni

2.4.1 Installazione del kit di raffreddamento condotti solo per la parte superiore

2.4.2 Installazione dei coperchi superiori e inferiori

2.4.3 Kit installazione esterna / NEMA 3R per custodie industriali

2.4.4 Installazione dei kit da IP00 a IP20

2.4.5 Installazione del supporto pressacavo in convertitori di frequenza a chassis aperto.

2.4.6 Installazione sul piedistallo

2.4.7 Installazione di schermature di rete per convertitori di frequenza

2.4.8 Kit estensione USB

2.4.9 Installazione dell'opzione di condivisione del carico 4x o 5x

2.5 Installazione elettrica

2.5.1 Requisiti

2.5.2 Requisiti di messa a terra

2.5.2.1 Corrente di dispersione (>3,5 mA)

2.5.2.2 Messa a terra con cavo schermato

2.5.3 Collegamento del motore

2.5.4 Collegamento alla rete CA

2.5.5 Cablaggio di controllo

2.5.5.1 Accesso

2.5.5.2 Tipi di morsetti di controllo

2.5.5.3 Collegamento ai morsetti di controllo

2.5.5.4 Usando cavi di comando schermati

2.5.5.5 Funzioni dei morsetti di controllo

18

18

18

19

19

19

15

16

17

17

15

15

15

15

6

13

13

13

13

24

24

25

26

23

23

23

24

26

27

20

21

22

22

19

19

20

20

DET-767/I 1

2

Sommario

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

2.5.5.6 Morsetto 53 e 54 interruttori

2.5.5.7 Morsetto 37

2.5.6 Comunicazione seriale

3 Avviamento e test funzionale

3.1 Pre-avvio

3.1.1 Controllo di sicurezza

3.2 Alimentazione del convertitore di frequenza

3.3 Programmazione funzionale di base

3.4 Auto Tune

3.5 Controllo rotazione motore

3.6 Test di controllo locale

3.7 Avvio del sistema

4 Interfaccia utente

4.1 Tastierino

4.1.1 Layout tastierino

4.1.2 Impostazione dei valori del display del tastierino

4.1.3 Visualizzazione Tasti menu

4.1.4 Tasti di navigazione

4.1.5 Tasti per il funzionamento

4.2 Backup e Copia impostazioni parametri

4.2.1 Caricamento dei dati nel tastierino

4.2.2 Scaricamento dati da tastierino

4.3 Ripristino delle impostazioni di fabbrica

4.3.1 Inizializzazione consigliata

4.3.2 Inizializzazione manuale

5 Informazioni sulla programmazione

5.1 Introduzione

5.2 Esempio di programmazione

5.3 Esempi di programmazione del morsetto di comando

5.4 Impostazione dei parametri predefinita Internazionale/Nordamerica

5.5 Struttura del menu dei parametri

5.5.1 Struttura menu rapido

5.5.2 Struttura del menu principale

5.6 Programmazione remota con DCT-10

6 Esempi di configurazione dell'applicazione

6.1 Introduzione

6.2 Esempi applicativi

6.3 Regolazioni

DET-767/I

42

43

44

45

48

40

40

40

42

49

49

49

53

37

38

38

38

38

39

36

36

37

37

35

35

35

32

33

33

33

34

30

30

30

32

27

28

28

Sommario

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.3.1 AF-650 GP Controlli

6.3.2 Struttura di controllo nel controllo vettoriale avanzato

6.3.3 Struttura di controllo in controllo vettoriale a orientamento di campo

6.3.4 Struttura del controllo nella configurazione Flux con retroazione da motore

6.3.5 Regolatore interno di corrente

6.4 Riferimenti

6.4.1 Comando locale (Hand) e remoto (Auto)

6.4.2 Gestione dei riferimenti

6.4.3 Limiti riferimento

6.4.4 Conversione in scala dei riferimenti preimpostati e dei riferimenti bus

6.4.5 Demoltiplicazione dei riferimenti analogici e retroazioni

6.5 Controllo PID

6.5.1 Regolatore di velocità PID

6.5.1.1 Taratura PID controllo di velocità

6.5.2 PID controllo di processo

6.5.2.1 Esempio di un PID controllo di processo

6.5.2.2 Metodo di taratura Ziegler Nichols

6.6 Funzioni freno

6.6.1 Freno di stazionamento meccanico

6.6.2 Frenatura dinamica

6.6.2.1 Scelta della Resistenza di frenatura

6.6.2.2 Cablaggio resistenza freno

6.6.2.3 Controllo di sovratensione

6.6.3 Controllo del freno meccanico

6.6.4 Freno meccanico di sollevamento

6.7 Controllore logico

6.8 Condizioni di funzionamento estreme

6.9 Protezione termica del motore

6.10 Arresto di sicurezza

6.10.1.1 Morsetto 37 Funzione Arresto di sicurezza

6.10.1.2 Test di messa in funzione dell'arresto di sicurezza

6.11 Certificazioni

7 Considerazioni per l'installazione

7.1 Considerazioni generali EMC

7.2 Requisiti di immunità:

7.3 Considerazioni generali sulle armoniche

7.4 Isolamento galvanico (PELV)

7.4.1 PELV - Bassissima tensione di protezione

7.5 Declass.

7.6 Isolamento motore

DET-767/I

71

71

71

71

65

65

67

67

72

72

72

74

76

77

78

78

79

83

85

60

61

62

62

57

57

59

60

53

55

56

57

57

90

90

91

92

86

86

88

89

3

4

Sommario

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7.7 Correnti cuscinetti motore

8 Messaggi di stato

8.1 Stato del display

8.2 Tabella delle definizioni dei messaggi di stato

9 Installazione e configurazione dell'RS-485

9.1 Installazione e configurazione

9.1.2 Terminazione bus RS-485

9.1.3 Precauzioni EMC

9.2 Configurazione della rete

9.2.1 Convertitore di frequenza con Modbus RTU

9.2.2 Struttura frame di messaggi Modbus RTU

9.2.3 Struttura dei messaggi Modbus RTU

9.2.3.1 Campo Start / Stop

9.2.3.2 Campo di indirizzo

9.2.3.3 Campo funzione

9.2.3.4 Campo dati

9.2.3.5 Campo di controllo CRC

9.2.4 Indirizzamento registro

9.2.5 Come accedere ai parametri

9.2.5.1 Gestione dei parametri

9.2.5.2 Memorizzazione di dati

9.2.5.3 IND

9.2.5.4 Blocchi di testo

9.2.5.5 Fattore di conversione

9.2.5.6 Valori dei parametri

9.3 Profilo di controllo del convertitore di frequenza

10 Avvisi e allarmi

10.1 Monitoraggio del sistema

10.2 Tipi di avvisi e allarmi

10.3 Visualizzazioni di avvisi e allarmi

10.4 Avvisi e allarmi

11 Ricerca guasti elementare

11.1 Avviamento e funzionamento

12 Morsetto e filo elettrico applicabile

12.1 Cavi

13 Specifiche

13.1 Specifiche dipendenti dalla potenza

DET-767/I

102

102

102

102

99

99

100

102

102

103

103

97

97

97

98

98

98

98

97

97

97

97

107

107

107

107

108

116

116

119

119

93

94

94

94

120

120

Sommario

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.1 Potenza, corrente e custodie

13.1.2 Dimensioni meccaniche, unità taglia 1x

13.1.3 Dimensioni meccaniche, unità taglia 2x

13.1.4 Dimensioni meccaniche, unità taglia 3x

13.1.5 Dimensioni meccaniche, unità taglia 4x

13.1.6 Dimensioni meccaniche, unità taglia 5x

13.1.7 Dimensioni meccaniche, unità taglia 6x

13.2 Dati tecnici generali

13.3 Specifiche dei fusibili

13.3.2 Raccomandazioni

13.3.3 Conformità CE

13.3.4 Tabelle fusibili

Indice

130

131

133

138

138

138

139

120

122

124

126

128

149

DET-767/I 5

1 1

Introduzione

1 Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6

Disegno 1.1 Vista esplosa unità taglia 12 e 13

7

8

9

5

6

3

4

1

2

Tabella 1.1

Tastierino

Connettore bus seriale RS-485 (+68, -69)

Connettore I/O analogico

Spina di ingresso tastierino

Interruttori analogici (A53), (A54)

Fissacavi / PE massa

Piastra di disaccoppiamento

Morsetto di messa a terra (PE)

Morsetto di messa a terra cavo schermato e fissacavi

10 Morsetti di uscita del motore 96 (U), 97 (V), 98 (W)

11 Relè 1 (01, 02, 03)

12 Relè 2 (04, 05, 06)

13 Morsetti freno (-81, +82) e condivisione del carico (-88, +89)

14 Morsetti di ingresso rete 91 (L1), 92 (L2), 93 (L3)

15 Connettore USB

16 Interruttore morsetto del bus seriale

17 I/O digitale e alimentazione a 24 V

18 Piastra di copertura per cavo di comando

DET-767/I

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1 1

Disegno 1.2 Vista esplosa unità taglia 15, 21, 22, 31 e 32

5

6

7

3

4

1

2

Tastierino

Coperchio

Connettore bus seriale RS-485

I/O digitale e alimentazione a 24 V

Connettore I/O analogico

Fissacavi / PE massa

Connettore USB

8

9

Interruttore morsetto del bus seriale

Interruttori analogici (A53), (A54)

10 Relè 1 (01, 02, 03)

Tabella 1.2

11 Relè 2 (04, 05, 06)

12 Golfare di sollevamento

13 Slot di montaggio

14 Morsetto di messa a terra (PE)

15 Fissacavi / PE massa

16 Morsetto freno (-81, +82)

17 Morsetto di condivisione del carico (bus CC) (-88, +89)

18 Morsetti di uscita del motore 96 (U), 97 (V), 98 (W)

19 Morsetti di ingresso rete 91 (L1), 92 (L2), 93 (L3)

DET-767/I 7

1 1

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

8

Disegno 1.3 Vista esplosa unità taglia 41h, 42h, 43h, 44h

3

4

1

2

5

6

7

8

9

Tabella 1.3

Staffa di montaggio pannello di controllo locale

Scheda di controllo e piastra di montaggio

Scheda di potenza e piastra di installazione

Scheda precarica

Staffa di montaggio della scheda di precarica

Ventola superiore (solo IP20)

Induttore bus CC

Moduli SCR/diodo

Moduli IGBT

10

11

12

13

14

15

16

17

Ventola dissipatore

Staffa supporto gate pilotaggio

Banco di condensatori

Scheda per alta frequenza/bilanciamento

Morsetti uscita motore

Morsetti alimentazione di rete

Scheda di pilotaggio gate

Filtro RFI(opzionale)

DET-767/I

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1 1

Disegno 1.4 Custodia compatta IP21 (NEMA 1) e IP54 (NEMA 12), unità di taglia 41, 42, 43, 44, 51, 52

1) Relè AUX

01 02

04

2) Int. temp.

05

03

06

106

3) Linea

R

91

104

S

92

105

T

93

L1 L2

4) Condivisione del carico

L3

-DC

88

+DC

89

Tabella 1.4

6)

Fusibile SMPS (vedere 13.3 Specifiche dei fusibili per il codice

articolo)

7)

100

L1

8)

101 102

L2 L1

103

L2

Fusibile ventola (vedere 13.3 Specifiche dei fusibili per il codice

articolo)

9)

10) Motore

U

96

T1

V W

97 98

T2 T3

DET-767/I 9

1 1

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 1.5 Posizione dei morsetti di terra IP21 (NEMA tipo 1) e

IP54 (NEMA tipo 12)

10 DET-767/I

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1 1

Disegno 1.6 Armadio raddrizzatore, unità taglia 61, 62, 63 e 64

1) 24 V CC, 5 A

Prese uscita T1

106 104 105

2)

3)

Avviatori manuali motore

Morsetti potenza con fusibile 30 A

4) Linea

R

L1

Tabella 1.5

S T

L2 L3

5) Condivisione del carico

-DC +DC

88

6)

89

Fusibili trasformatore di controllo (2 o 4 pezzi). Vedere 13.3 Specifiche dei fusibili

7)

8)

9) per i codici articolo

Fusibile SMPS. Vedere 13.3 Specifiche dei fusibili per i codici articolo

Fusibili controllore motore manuale (3 o 6 pezzi). Vedere 13.3 Specifiche dei

fusibili per i codici articolo

Fusibili di linea, unità di taglia 61 e 62 (3 pezzi). Vedere 13.3 Specifiche dei fusibili

per i codici articolo

10) Morsetti potenza con fusibile 30 Amp

DET-767/I 11

1 1

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 1.7 Armadio inverter, unità taglia 62 e 64

(Le unità taglia 61 ed 63 sono simili, con due moduli inverter)

1) Monitoraggio temperatura esterna

2) Relè AUX

01 02 03

04 05 06

4) Ventola AUX

100 101 102 103

L1 L2 L1 L2

Tabella 1.6

6) Motore

U

96

8)

T1

V

97

W

98

T2 T3

Fusibili ventola. Vedere 13.3 Specifiche dei fusibili per i codici

articolo

9)

Fusibili SMPS. Vedere 13.3 Specifiche dei fusibili per i codici articolo

12 DET-767/I

Introduzione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1.1 Scopo del manuale

Lo scopo del manuale è fornire informazioni dettagliate per l'installazione e l'avvio del convertitore di frequenza. fornisce i requisiti per l'installazione meccanica ed elettrica, incluso il cablaggio di ingresso, del motore, del controllo e delle comunicazioni seriali nonché le funzioni del morsetto di controllo. fornisce procedure dettagliate per l'avviamento, la programmazione del funzionamento di base e il test funzionale. Gli altri capitoli riportano informazioni aggiuntive Questi dettagli riguardano l| interfaccia utente, la programmazione dettagliata, gli esempi applicativi, la ricerca guasti all'avviamento e le specifiche.

1.4 Funzioni del controllore interno al convertitore di frequenza

Disegno 1.8 è riportato uno schema a blocchi che

rappresenta i componenti interni del convertitore di

frequenza. Vedi Tabella 1.7 per le loro funzioni.

Sono disponibili altre risorse di supporto alla comprensione del funzionamento e della programmazione avanzate del convertitore di frequenza.

La Guida alla programmazione DET-618 illustra con maggior dettaglio il funzionamento dei parametri e diversi esempi applicativi.

Sono disponibili dispositivi opzionali che richiedono procedure diverse da quelle descritte.

Fare riferimento alle istruzioni fornite con queste opzioni per i requisiti specifici. Contattare il fornitore locale GE o visitare il sito web GE.

Un convertitore di frequenza è un controllore elettronico del motore che converte l'ingresso di rete CA in un'uscita a forma d'onda CA variabile. La frequenza e la tensione dell'uscita sono regolate per controllare la velocità o la coppia del motore. Il convertitore di frequenza può variare la velocità del motore in funzione della retroazione del sistema, come sensori di posizione su un nastro trasportatore. Il convertitore di frequenza può inoltre regolare il motore rispondendo ai comandi remoti da controllori esterni.

Inoltre il convertitore di frequenza monitora il sistema e lo stato del motore, genera avvisi o allarmi in presenza di condizioni di guasto, avvia e arresta il motore, ottimizza l'efficienza energetica, e offre molte altre funzioni di controllo, monitoraggio ed efficienza. Le funzioni di monitoraggio e funzionamento sono disponibili come indicazioni dello stato a un sistema di controllo esterno o una rete di comunicazione seriale.

Disegno 1.8 Schema a blocchi del convertitore di frequenza

Area

1

Titolo

Ingresso di rete

2

3

4

5

6

7

Raddrizzatore

Bus CC

Reattori CC

Banco di condensatori

Inverter

Uscita al motore

Funzioni

Alimentazione trifase rete CA al convertitore di frequenza

Il ponte del raddrizzatore converte l'ingresso CA ad una corrente CC per alimentare l'inverter

Il circuito del bus CC intermedio controlla la corrente CC

Filtrano la tensione del circuito CC intermedio

Protezione dai transitori linea di prova

Ridurre la corrente RMS

Aumentare il fattore di potenza che ritorna in linea

Ridurre le armoniche sull'ingresso CA

Immagazzina l'energia CC

Offre autonomia in caso di brevi perdite di alimentazione

Converte il segnale in continua in una forma d'onda

PWM in alternata controllata per ottenere un'uscita variabile controllata per il motore

Potenza di uscita trifase regolata al motore

1 1

DET-767/I 13

1 1

Introduzione

Area

8

Titolo

Circuito di comando

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Funzioni

La potenza in ingresso, l'elaborazione interna, l'uscita e la corrente motore vengono monitorate per assicurare un funzionamento e un controllo efficienti

L'interfaccia utente e i comandi esterni sono monitorati e controllati

Sono disponibili anche l'uscita di stato e il controllo

Tabella 1.7 Componenti interni del convertitore di frequenza

14 DET-767/I

Installazione

2 Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

2.1 Check list per l'installazione in sito

Il convertitore di frequenza richiede l'aria ambiente per il raffreddamento. Osservare le limitazioni relative alla temperatura dell'aria ambiente per un funzionamento ottimale

Assicurarsi che il sito di installazione offra il sostegno adeguato per l'installazione del convertitore di frequenza.

Mantenere la parte interna del convertitore di frequenza priva di polvere o sporco. Assicurare la massima pulizia dei componenti. Nelle aree di installazione utilizzare una copertura di protezione. Potrebbero essere necessarie custodie opzionali IP54 (NEMA 12).

Mantenere a disposizione il manuale, i disegni e gli schemi per consultare le istruzioni di installazione e funzionamento dettagliate. Il manuale deve essere disponibile anche per gli operatori dell'apparecchiatura.

Collocare l'apparecchiatura il più vicino possibile al motore. Fare in modo che i cavi del motore siano quanto più corti possibile. Controllare le caratteristiche del motore per le tolleranze effettive. Non superare

300 m (1000ft) per cavi motore non schermati

150 m (500 ft) per cavo schermato.

2.2 Check list di preinstallazione convertitore di frequenza e motore

Confrontare il numero di modello dell'unità sulla targhetta dati con l'ordine per verificarne la correttezza

Assicurare che abbiano la stessa tensione nominale:

Rete (alimentazione)

Convertitore di frequenza

Motore

Assicurarsi che l'uscita di corrente nominale del convertitore di frequenza sia superiore o uguale alla corrente a pieno carico per prestazioni di picco del motore

Taglia del motore e potenza del convertitore di frequenza devono corrispondere per una corretta protezione da sovraccarico

Se la taglia del convertitore di frequenza

è inferiore a quella del motore non è possibile ottenere la potenza massima del motore

2.3.1 Raffreddamento (100 HP e inferiore)

Per fornire un flusso d'aria di raffreddamento, montare l'unità su una superficie piana robusta o sulla piastra posteriore opzionale (vedi

2.3.4 Montaggio)

Assicurare una distanza minima per il raffreddamento dell'aria per la parte superiore e inferiore. Generalmente sono richiesti 100-225

mm (4-10 in). Vedi Disegno 2.1 per i requisiti di

distanza

Un montaggio non ottimale può causare surriscaldamento e prestazioni ridotte

Deve essere considerato un declassamento per temperature tra 40

°C (104 °F) ed 50 °C (122 °F) e altitudine di 1000 m (3300 ft) sopra il livello del mare.

Disegno 2.1 Distanza di raffreddamento superiore e inferiore

2 2

DET-767/I 15

2 2

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Grandezza a/b [mm]

12-15

100

21-24

200

31, 33

200

32, 34

225 all'esterno il calore dissipato riducendo al minimo le esigenze di condizionamento locale.

Tabella 2.1 Requisiti relativi alla distanza minima per il flusso d'aria

2.3.2 Raffreddamento e flusso dell'aria (125

HP e superiore)

Raffreddamento

Esistono vari metodi di raffreddamento: si possono utilizzare i condotti di raffreddamento nella parte inferiore e superiore dell'unità, i condotti nella parte posteriore dell'unità o combinare i metodi di raffreddamento.

Raffreddamento dei condotti

È stata sviluppata un'opzione dedicata per ottimizzare l'installazione dei convertitori di frequenza del tipo IP00/ chassis in unità Rittal TS8 che utilizzano la ventola del convertitore di frequenza per il raffreddamento ad aria forzato della scanalatura posteriore. Consultare GE per maggiori dettagli.

L'aria uscente al di sopra della custodia può essere condotta all'esterno dell'ambiente in modo tale che il calore dissipato non rimanga entro la sala di controllo, riducendo quindi le esigenze di condizionamento ambientale.

Contattare GE per maggiori informazioni.

Raffreddamento posteriore

La scanalatura posteriore può essere ventilata dalla parte posteriore dell'unità Rittal TS8. Questo permette di prelevare aria dall'esterno dell'ambiente e restituire

ATTENZIONE

Per rimuovere le perdite di calore non smaltite dalla scanalatura posteriore del convertitore di frequenza ed eliminare qualsiasi perdita supplementare generata da altri componenti installati all'interno della custodia, è necessaria una ventola a sportello sull'armadio elettrico. È necessario calcolare il flusso d'aria totale richiesto in modo che possano essere scelte delle ventole adeguate. Alcuni produttori di custodie offrono dei software per l'esecuzione dei calcoli (ad esempio il software Rittal Therm). Se il convertitore di frequenza è il solo componente che genera calore all'interno della custodia, il flusso d'aria minimo richiesto per i convertitori di frequenza 43 e 44 a una temperatura ambiente di 45

°C è pari a 391 m

3

/h (230 cfm). Il flusso d'aria minimo richiesto per il convertitore di frequenza 52 ad una temperatura ambiente di 45

°C è pari a 782 m

3

/h (460 cfm).

Ventilazione

È necessario garantire la ventilazione necessaria sopra il

dissipatore. La portata è in Tabella 2.2.

Protezione per dimensione dell'unità

IP21/NEMA 1

IP54/NEMA 12

Protezione per dimensione dell'unità

41 e 42

Ventilazione ventole sportello/ ventola parte superiore

170 m

3

/h (100 cfm)

340 m

3

/h (200 cfm)

IP21 / NEMA 1

IP54 / NEMA 12

IP00 / Chassis

51 350 HP a 460 V, 500 & 550

HP a 690 V

51 450-550 HP a 460V, 650-750

HP a 690 V

61, 62, 63 e 64

61, 62, 63 e 64

43 e 44

340 m

3

/h (200 cfm)

700 m

3

/h (412 cfm)*

525 m

3

/h (309 cfm)*

255 m

3

/h (150 cfm)

255 m

3

/h (150 cfm)

52 350 HP a 460V, 500 & 550 HP a 690 V

* Flusso d'aria per ventola. Le unità taglia 6X contengono più ventole.

255 m

3

/h (150 cfm)

Ventole dissipatore

765 m

3

/h (450 cfm)

1105 m

3

/h (650 cfm)

1445 m

3

/h (850 cfm)

985 m

3

/h (580 cfm)*

985 m

3

/h (580 cfm)*

765 m

3

/h (450 cfm)

1105 m

3

/h (650 cfm)

1445 m

3

/h (850 cfm)

Tabella 2.2 Ventilazione del dissipatore

16 DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Condotti esterni

Se viene aggiunto ulteriore condotto di lavoro esterno all'armadio Rittal, occorre calcolare la caduta di pressione nel condotto. Utilizzare i grafici in basso per declassare il convertitore di frequenza in base alla caduta di pressione.

Disegno 2.2 Declassamento unità di taglia 4X rispetto a cambiamento di pressione

Portata aria convertitore di frequenza: 450 cfm (765 m

3

/h)

Disegno 2.5 Unità di taglia 61, 62, 63 e 64 rispetto a cambiamento di pressione

Portata aria convertitore di frequenza: 580 cfm (985 m

3

/h)

2.3.3 Sollevamento

Controllare il peso dell'unità per determinare un metodo di sollevamento sicuro.

Assicurare che il dispositivo di sollevamento sia idoneo per il compito

Se necessario, prevedere l'utilizzo di un paranco, una gru o un muletto della portata corretta per spostare l'unità

Per il sollevamento, utilizzare i golfari sull'unità, se in dotazione

Disegno 2.3 Declassamento unità di taglia 5X rispetto a

Variazione di pressione (ventola piccola), 350 HP a 460V e

500-550 HP a 690 V

Portata aria convertitore di frequenza: 650 cfm (1105 m

3

/h)

Disegno 2.4 Declassamento unità di taglia 5X rispetto a

Variazione di pressione (ventola grande)

Portata aria convertitore di frequenza: 850 cfm (1445 m

3

/h)

DET-767/I

Disegno 2.6 Metodo consigliato per il sollevamento, unità di taglia 4X e 5X.

AVVISO

La sbarra di sollevamento deve essere in grado di sostenere il peso del convertitore di frequenza. Vedere

Dimensioni meccaniche per conoscere il peso delle unità delle varie taglie. Il diametro massimo della sbarra è 2,5 cm

(1 poll.) L'angolo tra la parte superiore del convertitore di frequenza e il cavo di sollevamento dovrebbe essere di 60

° o più.

2.3.4 Montaggio

Montare l'unità verticalmente

Il convertitore di frequenza consente l'installazione affiancata

Assicurarsi che il sito di installazione sia in grado di sopportare il peso dell'unità

17

2 2

2 2

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Montare l'unità su una superficie piana robusta o sulla piastra posteriore opzionale per fornire il

flusso d'aria di raffreddamento (vedi Disegno 2.7 e

Disegno 2.8)

Un montaggio non ottimale può causare surriscaldamento e prestazioni ridotte

Utilizzare i fori di montaggio scanalati sull'unità per il montaggio a parete, se in dotazione

2.3.5 IP21 Installazione dello schermo protettivo (Unità taglia 41 e 42)

Per assicurare il grado di protezione IP21, deve essere installato uno schermo protettivo a parte, secondo quanto spiegato di seguito:

Rimuovere le due viti anteriori

Inserire lo schermo protettivo e sostituire le viti

Serrare le viti a una coppia di 5,6 Nm (50 poll.libbre)

Disegno 2.7 Montaggio corretto con la piastra posteriore

L'elemento A è una piastra posteriore correttamente montata per il flusso d'aria richiesto per raffreddare l'unità.

Disegno 2.9 Installazione dello schermo di protezione contro il gocciolamento.

Disegno 2.8 Montaggio corretto con barre

NOTA!

La piastra posteriore è richiesta per il montaggio su barre.

2.4.1 Installazione del kit di raffreddamento condotti solo per la parte superiore

Questa sezione descrive l'installazione della sola parte superiore dei kit di raffreddamento della scanalatura posteriore disponibile per i telai di taglia 43, 44 e 52. In aggiunta alla custodia è richiesto un piedistallo dotato di fori di sfogo di 200 mm.

La profondità minima della custodia è 500 mm (600 mm per unità di taglia 52) e la larghezza minima della custodia

è 600 mm (800 mm per unità di taglia 52). La profondità e ampiezza massima sono quelle richieste per l'installazione.

Se si utilizzano più convertitori di frequenza in una custodia, montare ciascun convertitore di frequenza nel proprio pannello posteriore e supportarlo per tutta la sezione centrale del pannello. I kit di raffreddamento della scanalatura posteriore presentano una struttura molto simile in tutti i telai. I kit non consentono di montare i convertitori di frequenza all'interno del telaio. Il kit 52 è montato "nel telaio" per offrire un maggiore supporto al convertitore di frequenza.

Utilizzando questi kit come descritto, vengono eliminati l'85% delle perdite attraverso la scanalatura posteriore mediante la ventola principale del dissipatore del conver-

18 DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM titore di frequenza. Il rimanente 15% deve essere eliminato attraverso lo sportello della custodia.

2.4.3 Kit installazione esterna / NEMA 3R per custodie industriali

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione unità 43 e 44: OPCDUCT4344T

Dimensione dell'unità 52: OPCDUCT52T

2.4.2 Installazione dei coperchi superiori e inferiori

I coperchi superiori e inferiori possono essere installati su telai di taglia 43, 44 e 52. Questi kit sono concepiti per far dirigere il flusso dell'aria della scanalatura posteriore dentro e fuori la parte posteriore del convertitore di frequenza invece che nella parte inferiore e superiore del convertitore di frequenza (quando i convertitori di frequenza vengono montati direttamente su una parete o all'interno di una custodia saldata).

I kit sono disponibili per le dimensioni di telaio 43, 44 e 52.

Questi kit sono progettati e collaudati per essere utilizzati con convertitori di frequenza IP00/a telaio in custodie con una valutazione dell’impatto ambientale pari a NEMA-3R o

NEMA-4. La custodia NEMA-3R è una custodia da esterno a tenuta di polvere e pioggia e resistente al ghiaccio. La custodia NEMA-4 è una custodia a tenuta di polvere e pioggia.

Questo kit è stato testato ed è conforme alla valutazione dell’impatto ambientale UL del tipo 3R.

Nota: la corrente nominale dei convertitori di frequenza con telai 43 e 44 si riduce del 3% se vengono installati in custodie NEMA-3R. Convertitori di frequenza con dimensione unità 52 non richiedono nessun declassamento se installati in una custodia NEMA-3R.

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione dell'unità 43: OPCDUCT433R

Dimensione dell'unità 44: OPCDUCT443R

Dimensione dell'unità 52: OPCDUCT523R

Note:

1.

2.

Se al percorso di scarico del convertitore di frequenza vengono aggiunti condotti esterni, verrà creata una contropressione addizionale che ridurrà il raffreddamento del convertitore di frequenza. È necessario ridurre la potenza del convertitore di frequenza per adattarsi al raffreddamento ridotto. Prima è necessario calcolare la caduta di pressione, quindi fare riferimento alle tabelle di declassamento descritte precedentemente in questa sezione.

Per rimuovere le perdite di calore non smaltite dalla scanalatura posteriore del convertitore di frequenza ed eliminare qualsiasi perdita supplementare generata da altri componenti installati all'interno della custodia, è necessaria una ventola a sportello sull'armadio elettrico. È necessario calcolare il flusso d'aria totale richiesto in modo che possano essere scelte delle ventole adeguate.

Alcuni produttori di custodie offrono dei software per l'esecuzione dei calcoli (ad esempio il software Rittal Therm).

Se il convertitore di frequenza è l'unico componente che genera calore nella custodia, il flusso d'aria minimo richiesto per i convertitori di frequenza taglia 43, 44 e 52 ad una temperatura ambiente di 45

°C è pari a 391 m

3

/h (230 cfm). Il flusso d'aria minimo richiesto a una temperatura ambiente di 45

°C per i convertitori di frequenza taglia 52 è 782 m

3

/h (460 cfm).

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione unità 43 e 44: OPCDUCT4344TB

Dimensione dell'unità 52: OPCDUCT52TB

2.4.4 Installazione dei kit da IP00 a IP20

I kit possono essere installati su telai di taglia 43, 44 e 52

(IP00).

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione dell'unità 43/44: Consultare GE

Dimensione dell'unità 52: Consultare GE

2.4.5 Installazione del supporto pressacavo in convertitori di frequenza a chassis aperto.

I supporti pressacavo del motore possono essere installati su convertitori di frequenza a chassis aperto in dimensioni di unità 43, 44 e 52.

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione dell'unità 43: Consultare GE

Dimensione dell'unità 44: Consultare GE

Dimensione dell'unità 52: Consultare GE

2.4.6 Installazione sul piedistallo

Questa sezione descrive l'installazione di un'unità piedistallo disponibile per i telai D1 e D2 dei convertitori di frequenza di taglia 41 e 42. Si tratta di un piedistallo alto

200 mm che consente di montare queste unità a pavimento. La parte anteriore del piedistallo presenta aperture per l'ingresso dell'aria verso i componenti di potenza.

2 2

DET-767/I 19

2 2

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

La piastra passacavi del convertitore di frequenza deve essere installata in modo tale da fornire una ventilazione sufficiente per il raffreddamento dei componenti di comando del convertitore di frequenza tramite la ventola a sportello e per assicurare il grado di protezione delle unità

IP21/NEMA 1 o IP54/NEMA 12.

2.4.7 Installazione di schermature di rete per convertitori di frequenza

Questa sezione descrive l'installazione delle schermature di rete per la serie di convertitori di frequenza con unità di telai 41, 42 e 51. Non è possibile installarle sui tipi di convertitori di frequenza IP00/ Chassis poiché queste sono racchiuse in un contenitore metallico standard. Queste schermature sono conformi alle specifiche VBG-4.

NOTA!

Per ulteriori informazioni, consultare GE.

2.4.8 Kit estensione USB

È possibile installare un cavo di prolunga USB nello sportello dei convertitori di frequenza con unità di taglia

6x.

Disegno 2.10 Convertitore di frequenza su piedistallo

È disponibile un piedistallo utilizzabile sia con unità di taglia 41 e 42. Il piedistallo è standard per unità di taglia

51.

Informazioni per l'ordinazione

Dimensione dell'unità 41/42: OPC4XPED

Informazioni per l'ordinazione

Taglia unità da 1x a 5x: OPCUSB

Unità taglia 6X: OPCUSB6X

2.4.9 Installazione dell'opzione di condivisione del carico 4x o 5x

L'opzione di condivisione del carico può essere installata su telai di taglia 41, 42, 43, 44, 51 e 52.

Informazioni per l'ordinazione

Dimensioni unità 41/43: OPCLSK41

Dimensioni unità 42/44: OPCLSK42

Dimensioni unità 51/52: OPCLSK51 per 460 VCA

OPCLSK52 per 575 VCA

Il conv.di freq.può essere acquistato con chopper di frenatura installato di fabbrica, che include morsettiere di condivisione del carico anch'esse preinstallate.

20

Disegno 2.11 Assemblaggio meccanico del convertitore di frequenza

DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Questa sezione contiene istruzioni dettagliate per il cablaggio del convertitore di frequenza. Sono descritte le seguenti operazioni.

Cablaggio del motore al convertitore di frequenza morsetti di uscita

Cablaggio della rete CA al convertitore di frequenza morsetti di ingresso

Collegamento del controllo e cablaggio della comunicazione seriale

Una volta inserita l'alimentazione, controllare l'ingresso e la potenza motore; programmazione dei morsetti di controllo per le loro funzioni previste

2 2

Disegno 2.12 Schema di cablaggio base

A = analogico, D = digitale

Il morsetto 37 è utilizzato per l'Arresto di Sicurezza. Per le istruzioni per l'installazione dell'Arresto di sicurezza, consultare Guida alla Progettazione.

*L'opzione di fabbrica chopper di frenatura deve essere ordinata per poter usare resistenze di frenatura dinamiche

**Questa è disponibile ordinando l'opzione chopper di frenatura su convertitore di frequenza unità di taglio 23 e superiori.

DET-767/I 21

2 2

Installazione

2.5.1 Requisiti

AVVISO

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

PERICOLO APPARECCHIATURE!

Alberi rotanti e apparecchiature elettriche possono diventare pericolosi. Osservare le norme locali e nazionali in materia di sicurezza per installazioni elettriche. È fortemente consigliato far effettuare l'installazione, l'avvio e la manutenzione solo da personale qualificato e addestrato. L'inosservanza delle linee guida può causare lesioni gravi o mortali.

Tutti i convertitori di frequenza devono essere provvisti di una protezione da cortocircuito e da sovracorrente. È necessario un fusibile di ingresso

per fornire questa protezione, vedi Disegno 2.13. I

fusibili devono essere forniti dall'installatore come parte dell'installazione. Vedere le prestazioni

massime dei fusibili in 13.3 Specifiche dei fusibili.

ATTENZIONE

ISOLAMENTO DEI CAVI!

Introdurre la potenza di ingresso, il cablaggio motore e i cavi di controllo in tre condotti metallici separati o usare un cavo schermato separato per l'isolamento dai disturbi ad alta frequenza. Il mancato isolamento dei cavi di alimentazione, motore e controllo potrebbe causare prestazioni del convertitore di frequenza e dell'apparecchiatura non ottimali.

Per garantire la sicurezza, considerare quanto segue.

I dispositivi di controllo elettronici sono collegati a tensioni di alimentazione pericolose. È necessario prestare attenzione per evitare folgorazioni quando si alimenta l'unità.

Posare separatamente i cavi motore da convertitori di frequenza multipli. La tensione indotta da cavi motore in uscita posati insieme può caricare i condensatori dell'apparecchiatura anche quando questa è spenta e disinserita.

Protezione da sovraccarico e dell'apparecchiatura

Una funzione attivata elettronicamente e integrata nel convertitore di frequenza offre protezione da sovraccarico per il motore. Il sovraccarico calcola il livello di aumento per attivare la temporizzazione della funzione di scatto (arresto uscita controllore). Maggiore è l'assorbimento di corrente, più rapida è la risposta di intervento. La protezione da sovraccarico del

motore fornita è di classe 20. Vedere 10 Avvisi e

allarmi per dettagli sulla funzione di scatto.

Poiché i cavi del motore portano corrente ad alta frequenza, è importante che i cavi per la rete, la potenza motore e il controllo vengano posati separatamente. Utilizzare canaline metalliche o cavi schermati separati. Il mancato isolamento del cablaggio di alimentazione, motore e controllo potrebbe causare prestazioni dell'apparecchiatura non ottimali.

Disegno 2.13 Fusibili del convertitore di frequenza

Tipi e caratteristiche dei cavi

Tutti i cavi devono rispettare sempre le norme nazionali e locali relative alle sezioni dei cavi e alla temperatura ambiente.

GE consiglia che tutti i collegamenti di potenza siano realizzati con fili di rame adatto per almeno

75

°C.

Vedi 13.1 Specifiche dipendenti dalla potenza per le

dimensioni dei cavi consigliate.

2.5.2 Requisiti di messa a terra

AVVISO

RISCHIO DI MESSA A TERRA ERRATA!

Per la sicurezza degli operatori, è importante realizzare un corretta messa a terra del convertitore di frequenza in base ai codici elettrici locali e nazionali e alle istruzioni riportate nel presente manuale. Le correnti verso terra sono superiori a 3,5 mA. Una messa a terra non corretta del convertitore di frequenza può causare morte o lesioni gravi.

NOTA!

È responsabilità dell'utente o dell'installatore certificato assicurare una corretta messa a terra dell'apparecchiatura in base ai codici e agli standard elettrici nazionali e locali.

22 DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Seguire tutti i codici elettrici nazionali e locali per una corretta messa a terra dell'apparecchiatura

È necessario utilizzare una messa a terra di protezione per apparecchiature con correnti di terra superiori a 3,5 mA, vedere Corrente di

dispersione (>3,5 mA)

È necessario un filo di massa dedicato per l'alimentazione di ingresso, l'alimentazione del motore e i cavi di controllo

Utilizzare i morsetti in dotazione all'apparecchiatura per assicurare collegamenti di massa idonei

Non collegare a massa un convertitore di frequenza con un altro in una configurazione del tipo "a margherita"

Tenere i cavi di terra il più corti possibile.

È consigliato l'utilizzo di un cavo cordato per ridurre i disturbi elettrici

Rispettare i requisiti del costruttore del motore relativi al cablaggio

2.5.2.1 Corrente di dispersione (>3,5 mA)

Utilizzare solo RCD di tipo B, in grado di rilevare correnti CA e CC.

Utilizzare RCD con ritardo per i picchi in ingresso per evitare guasti dovuti a correnti di terra transitorie.

Dimensionare l'RCD in funzione della configurazione del sistema e di considerazioni ambientali.

2.5.2.2 Messa a terra con cavo schermato

Sono in dotazione morsetti di messa a terra per il

cablaggio del motore (vedere Disegno 2.14).

Rispettare le norme locali vigenti relative alla messa a terra di apparati con correnti di dispersioni > 3,5 mA.

La tecnologia dei convertitori di frequenza implica commutazione ad alta frequenza e alta potenza. Questo genera correnti di dispersione a terra. Una corrente di guasto nel convertitore di frequenza sui morsetti di potenza di uscita può contenere una componente CC in grado di caricare i condensatori filtro causando delle correnti transitorie verso terra. La corrente di dispersione verso terra dipende dalle diverse configurazioni del sistema, inclusi i circuiti di filtraggio RFI, i cavi motore schermati e la potenza del convertitore di frequenza.

La norma EN/IEC61800-5-1 (Azionamenti elettrici a velocità variabile) richiede particolari precauzioni se la corrente di dispersione supera i 3,5 mA. La messa a terra deve essere potenziata in uno dei modi seguenti:

Cavo di terra con una sezione di almeno 10 mm

2

Due cavi di terra separati, entrambi di dimensioni adeguate a quanto previsto dalla norma

Per ulteriori informazioni vedere la norma EN 60364-5-54 §

543.7

Utilizzare i RCD

Quando si utilizzano dispositivi a corrente residua (RCD), detti anche interruttore per le correnti di dispersione a terra (ELCB), rispettare le seguenti regole:

Disegno 2.14 Messa a terra con cavo schermato

2.5.3 Collegamento del motore

AVVISO

TENSIONE INDOTTA!

Posare separatamente i cavi motore in uscita da convertitori di frequenza multipli. La tensione indotta da cavi motore in uscita posati insieme può caricare i condensatori dell'apparecchiatura anche quando questa è spenta e disinserita. Il mancato rispetto della posa separata dei cavi di uscita del motore può causare morte o lesioni gravi.

Per le dimensioni massime dei cavi vedere

Tabella 12.1

Rispettare le normative locali e nazionali per le dimensioni dei cavi

Sono forniti passacavi per i cavi del motore o pannelli di accesso per unità IP21 e superiori

(Nema 1, 12, e 4/4X Indoor)

Non montare condensatori di rifasamento tra il convertitore di frequenza e il motore

2 2

DET-767/I 23

2 2

Installazione

Non collegare un dispositivo di avviamento o a commutazione di polo tra il convertitore di frequenza e il motore

Collegare il cablaggio trifase del motore ai morsetti 96 (U), 97 (V) e 98 (W)

Collegare a massa il cavo seguendo le istruzioni di messa a terra fornite

Serrare i morsetti in base alle informazioni fornite

in 12 Morsetto e filo elettrico applicabile

Rispettare i requisiti del costruttore del motore relativi al cablaggio

Disegno 2.15 rappresenta i collegamenti per ingresso di

rete, motore e massa messa a terra per convertitori di frequenza di base. Le configurazioni effettive variano in base ai tipi di unità e alle attrezzature opzionali.

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Collegare a massa il cavo seguendo le istruzioni

di messa a terra fornite in 2.5.2 Requisiti di messa

a terra

È possibile utilizzare tutti i convertitori di frequenza con un'alimentazione di ingresso isolata e con linee di alimentazione riferite a massa. Per l'alimentazione da una rete isolata

(rete IT o triangolo non a terra) o rete TT/TN-S con neutro a terra (triangolo a terra), impostare

SP-50 Filtro RFI su [0] Off. Con l'impostazione OFF, i condensatori del filtro RFI interno fra il telaio e il circuito intermedio sono isolati per evitare danni al circuito intermedio e ridurre le correnti capacitive di terra in conformità a IEC 61800-3.

2.5.5 Cablaggio di controllo

Isolare i cavi del controllo dai componenti ad alta potenza nel convertitore di frequenza.

Se il convertitore di frequenza è collegato a un termistore, per PELV, è necessario utilizzare un isolamento rinforzato/doppio per il cablaggio del controllo del termistore opzionale. È raccomandata una tensione di alimentazione di

24 V CC.

2.5.5.1 Accesso

Rimuovere la piastra della copertura di accesso

con un cacciavite. Vedere Disegno 2.16.

Oppure rimuovere la copertura anteriore allentando le viti di fissaggio. Vedere

Disegno 2.17.

La coppia di serraggio per il coperchio anteriore è

2,0 Nm per dimensioni di unità 15 e 2,2 Nm per dimensioni di unità 2X e 3X.

Disegno 2.15 Esempio del cablaggio motore, cablaggio della rete, cablaggio di terra

2.5.4 Collegamento alla rete CA

Dimensionamento dei cavi in funzione della corrente di ingresso del convertitore di frequenza.

Per le dimensioni massime del cavo, vedere

Tabella 12.1.

Rispettare le norme nazionali e locali per le dimensioni dei cavi.

Collegare il cablaggio di alimentazione ingresso

CA trifase del motore ai morsetti L1, L2, e L3

(vedi Disegno 2.15).

In base alla configurazione dell'apparecchiatura, l'alimentazione di ingresso sarà collegata ai morsetti di ingresso di rete o al sezionatore di ingresso.

Disegno 2.16 Accesso ai cavi di controllo per le custodie IP20/

Open chassis

24 DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 2.17 Accesso ai cavi di controllo per IP55 / Nema 12 e

IP66 / Nema 4/4X Indoor

2.5.5.2 Tipi di morsetti di controllo

l'alimentazione opzionale 24 V CC fornita dal cliente. Un ingresso digitale per la funzione STO

(Safe Torque Off).

I morsetti (+)68 e (-)69 del Connettore 2 servono per un collegamento RS-485 comunicazioni seriali.

Connettore 3 mette a disposizione due ingressi analogici, una uscita analogica, una tensione di alimentazione da 10 V CC e morsetti comuni per gli ingressi e l'uscita.

Connettore 4 è una porta USB disponibile per l'utilizzo con DCT-10

Sono inoltre previste due uscite a relè forma C in varie collocazioni in base alla configurazione del controllore e alla taglia.

Alcune opzioni disponibili su ordinazione con le unità possono offrire ulteriori morsetti. Vedere il manuale in dotazione all'apparecchiatura opzionale.

Vedere 13.2 Dati tecnici generali per dettagli sui valori

nominali dei morsetti.

Disegno 2.18 e mostra i connettori removibili del conver-

titore di frequenza. Le funzioni dei morsetti e le relative

impostazioni di fabbrica sono elencate in Tabella 2.4.

Disegno 2.18 Posizioni dei morsetti di controllo

Disegno 2.19 Numeri dei morsetti

Connettore 1 mette a disposizione quattro morsetti ingressi digitali programmabili, due morsetti digitali aggiuntivi programmabili come ingressi o uscite, un morsetto tensione di alimentazione da 24 V CC, e un morsetto comune per

Morsetto

Descrizione dei morsetti

Parametro

Impostazione di default

Ingressi/uscite digitali

Descrizione

12, 13

18

19

32

33

27

29

20

37

39

E-01

E-02

E-05

E-06

E-03

E-04

-

-

+24 V CC Tensione di alimentazione a 24 V CC. La corrente di uscita massima è di 200 mA in totale per tutti i carichi da 24 V. Utilizzabile per ingressi digitali e trasduttori esterni.

[8]

Avviamento

[10] Inversione

[0] N. funzione

Ingressi digitali.

[0] N. funzione

[0] N. funzione Selezionabile come

[14] MARCIA ingresso o uscita

JOG digitale. L'impostazione predefinita è ingresso.

Comune per gli ingressi digitali e 0 V per l'alimentazione a

24 V.

-

-

Safe Torque

Off (STO)

Ingresso sicuro.

Utilizzato per STO.

Ingressi/uscite analogici

Comune per uscita analogica

2 2

DET-767/I 25

2 2

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Morsetto

42

Descrizione dei morsetti

Parametro

AN-50

Impostazione di default Descrizione

[0] N. funzione Uscita analogica

50 +10 V CC programmabile. Il segnale analogico è

0-20 mA oppure 4-20 mA, con un massimo di 500

Ω

Tensione di alimentazione analogica 10 V

CC. Al massimo 15 mA tipicamente utilizzata per un potenziometro o un termistore.

53

54

AN-1#

AN-2#

Riferimento

Retroazione

55 -

Ingresso analogico.

Selezionabile per tensione o corrente.

Gli interruttori A53 e

A54 permettono di scegliere mA o V.

Comune per l'ingresso analogico

2.5.5.3 Collegamento ai morsetti di controllo

I connettori dei morsetti di controllo sono scollegabili dal convertitore di frequenza per facilitare l'installazione, come

mostrato in Disegno 2.18.

1.

Aprire il contatto inserendo un piccolo cacciavite nello slot al di sopra o al di sotto del contatto,

come mostrato in Disegno 2.20.

2.

3.

Inserire il cavo di controllo spelato direttamente nel contatto.

Rimuovere il cacciavite per fissare il filo di controllo nel contatto.

4.

Assicurare che il contatto sia ben saldo e non allentato. Un cavo di controllo allentato può causare guasti all'apparecchiatura o un funzionamento non ottimale.

Vedere 12 Morsetto e filo elettrico applicabile per le

dimensioni dei cavi di controllo.

Tabella 2.3

Morsetto

Descrizione dei morsetti

Parametro

Impostazione di default

Comunicazione seriale

61 -

Descrizione

68 (+)

69 (-)

01, 02, 03

04, 05, 06

O-3#

O-3#

E-24

E-24

Filtro RC integrato per lo schermo del cavo.

SOLO per collegare la schermatura in caso di problemi EMC.

Interfaccia RS-485. Per la resistenza di terminazione è disponibile un interruttore sulla scheda di controllo.

Relè

[0] N. funzione Uscita a relè forma C

[0] N. funzione

Utilizzabile per tensione CA o CC e carichi induttivi o resistivi.

Tabella 2.4 Descrizione del morsetto

Disegno 2.20 Collegamento dei cavi di controllo

2.5.5.4 Usando cavi di comando schermati

Schermatura corretta

In molti casi, la soluzione preferita è quella di proteggere i cavi di comando e di comunicazione seriale con morsetti di schermatura ad entrambi gli estremi per garantire il migliore contatto possibile alle alte frequenze.

Se il potenziale di terra fra il convertitore di frequenza e il

PLC è diverso, si possono verificare disturbi elettrici nell'intero sistema. Risolvere questo problema installando un cavo di equalizzazione, da inserire vicino al cavo di comando. Sezione minima del cavo: 16 mm

2

.

Disegno 2.21

DET-767/I 26

Installazione

1

2

Min. 16 mm

2

Cavo di equalizzazione

Tabella 2.5

Disegno 2.22

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Ritorni di massa 50/60 Hz

Se si usano cavi di comando molto lunghi, si possono avere ritorni di massa. Per eliminare i ritorni di massa, collegare un'estremità della schermatura a massa con un condensatore da 100 nF (tenendo i cavi corti).

2.5.5.5 Funzioni dei morsetti di controllo

Le funzioni del convertitore di frequenza sono attivate dai segnali dell'ingresso di controllo.

Ogni morsetto deve essere programmato per la funzione supportata nei parametri associati al

morsetto specifico. Vedere Tabella 2.4 per i

morsetti e i parametri associati.

È importante confermare che il morsetto di controllo sia programmato per la funzione

corretta. Vedere 4 Interfaccia utente per dettagli

su come accedere ai parametri e 5 Informazioni

sulla programmazione per informazioni sulla

programmazione.

La programmazione predefinita per i morsetti ha lo scopo di inizializzare il funzionamento del convertitore di frequenza in una modalità tipica.

Eliminare i disturbi EMC nella comunicazione seriale

Questo morsetto è collegato a massa mediante un collegamento RC interno. Utilizzare cavi a doppino intrecciato per ridurre l'interferenza tra conduttori. Il metodo raccomandato è mostrato in basso:

Disegno 2.23

1

2

Min. 16 mm

2

Cavo di equalizzazione

Tabella 2.6

In alternativa è possibile omettere il collegamento al morsetto 61:

Disegno 2.24

2.5.5.6 Morsetto 53 e 54 interruttori

I morsetti di ingresso analogici 53 e 54 consentono la selezione dei segnali di ingresso in tensione (da -10 a 10 V) o corrente (0/4-20 mA)

Togliere l'alimentazione al convertitore di frequenza prima di cambiare le posizioni dell'interruttore

Impostare gli interruttori A53 e A54 per selezionare il tipo di segnale. U seleziona la tensione, I seleziona la corrente.

Gli interruttori sono accessibili quando il

tastierino è stato rimosso (vedere Disegno 2.25).

Alcune schede opzionali disponibili per le unità possono coprire questi interruttori e devono quindi essere rimosse per cambiarne la configurazione. Scollegare sempre l'alimentazione dall'unità prima di rimuovere le schede opzionali.

Il valore di Morsetto 53 predefinito è per un segnale di riferimento di velocità a anello aperto impostato in DR-61 Mors. 53 impost. commut.

Il valore di Morsetto 54 predefinito è per un segnale di retroazione a anello chiuso impostato in DR-63 Mors. 54 impost. commut.

2 2

1

2

Min. 16 mm

2

Cavo di equalizzazione

Tabella 2.7

DET-767/I 27

2 2

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Possedere una adeguata conoscenza delle norme generiche di sicurezza valide per l'applicazione specifica.

L'utilizzatore è, per definizione: il personale di integrazione, operazioni, assistenza, manutenzione.

130BT310.10

Disegno 2.25 Posizione dei morsetti 53 e 54 Interruttori e interruttore di terminazione bus

Disegno 2.26 Ponticello tra i morsetti 12/13 (24 V) e 37

2.5.5.7 Morsetto 37

Morsetto 37 Funzione Arresto di sicurezza

Il AF-650 GP ed è disponibile con la funzione opzionale di arresto di sicurezza tramite il morsetto di controllo 37. La funzione Arresto di sicurezza disabilita la tensione di controllo dei semiconduttori di potenza dello stadio di uscita del convertitore di frequenza al fine di impedire che venga generata la tensione necessaria a far ruotare il motore. Quando viene attivata la funzione Arresto di sicurezza (T37), il convertitore di frequenza emette un allarme, fa scattare l'unità e arresta il motore a ruota libera.

È necessario riavviare manualmente. La funzione Arresto di sicurezza viene usata per fermare il convertitore di frequenza in caso di arresti di emergenza. In condizioni di normale funzionamento, quando non è necessario un arresto di sicurezza, si utilizza invece la regolare funzione di arresto del convertitore di frequenza. Se è abilitato il riavvio automatico, devono essere rispettati i requisiti indicati dalle norme ISO 12100-2 paragrafo 5.3.2.5.

Condizioni di responsabilità

È responsabilità dell'utilizzatore garantire il personale installando e utilizzando la funzione Arresto di sicurezza:

Leggere e comprendere le norme di sicurezza riguardanti la protezione dai rischi e la prevenzione degli incidenti.

Comprendere le linee guida generiche per la sicurezza fornite in questa descrizione e le informazioni più complete contenute in

2.5.6 Comunicazione seriale

Collegare i cavi della comunicazione seriale RS-485 ai morsetti (+)68 e (-)69.

Si consiglia l'uso di un cavo per la comunicazione seriale

Vedi 2.5.2 Requisiti di messa a terra per una messa

a terra corretta

Disegno 2.27 Schema di cablaggio per la comunicazione seriale

28 DET-767/I

Installazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Per l'impostazione della comunicazione seriale di base, selezionare quanto segue

1.

2.

Tipo di protocollo in O-30 Protocollo.

Indirizzo del convertitore di frequenza in

O-31 Indirizzo.

3.

Baud rate in O-32 Baud rate porta conv. di freq..

Due protocolli di comunicazione sono interni al convertitore di frequenza.

Profilo del convertitore di frequenza

Modbus RTU

Le funzioni sono programmabili da remoto utilizzando il software di protocollo e la connessione RS-485 o nel gruppo di parametri O-

## Opzioni/ Comunicazioni

La selezione di un protocollo di comunicazione specifico modifica diverse impostazioni dei parametri predefiniti per corrispondere alle specifiche del protocollo rendendo disponibili parametri aggiuntivi specifici del protocollo

Le schede opzionali installabili nel convertitore di frequenza sono disponibili per fornire protocolli di comunicazione aggiuntivi. Vedere la documentazione della scheda opzionale per le istruzioni di installazione e funzionamento

2 2

DET-767/I 29

Avviamento e test funzional...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

3 Avviamento e test funzionale

3 3

3.1 Pre-avvio

3.1.1 Controllo di sicurezza

AVVISO

ALTA TENSIONE!

Se i collegamenti di ingresso e uscita sono stati collegati in modo non ottimale, possono presentarsi tensioni elevate su questi morsetti. Se i conduttori di alimentazione per più motori sono posati in modo erroneo nella stessa canalina, sussiste il rischio che la corrente di dispersione carichi i condensatori all'interno del convertitore di frequenza anche se scollegati dall'alimentazione di rete. Per l'avvio iniziale, attenersi alle procedure relative ai componenti di alimentazione. Attenersi alle procedure di pre-avvio. Il mancato rispetto delle procedure di pre-avvio potrebbe causare lesioni personali o danni all'apparecchiatura.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

L'alimentazione in ingresso all'unità deve essere spenta ed esclusa (Lock-out). Non basarsi sui sezionatori del convertitore di frequenza per l'isolamento dell'alimentazione di ingresso.

Verificare che non sia presente tensione sui morsetti di ingresso L1 (91), L2 (92), e L3 (93), tra fase e fase e tra fase e terra,

Verificare che non sia presente tensione sui morsetti di uscita 96 (U), 97(V) e 98 (W), tra fase e fase e tra fase e terra.

Confermare la continuità del motore misurando il valore di resistenza (ohm) su U-V (96-97), V-W

(97-98) e W-U (98-96).

Controllare che la messa a terra del convertitore di frequenza e del motore sia idonea.

Controllare eventuali collegamenti allentati sui morsetti del convertitore di frequenza.

Registrare i seguenti dati di targa del motore: potenza, tensione, frequenza, corrente a pieno carico e velocità nominale. Questi valori sono necessari per una successiva programmazione dei dati di targa del motore.

Controllare che la tensione di alimentazione sia compatibile con la tensione di convertitore di frequenza e motore.

30 DET-767/I

Avviamento e test funzional...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

ATTENZIONE

Prima di alimentare l'unità, controllare l'intera installazione

in base a quanto riportato in Tabella 3.1. In seguito

marcare quegli elementi.

Controllare

Apparecchiatura ausiliaria

Instradamento dei cavi

Cavi di controllo

Distanza per il raffreddamento

Considerazioni EMC

Considerazioni ambientali

Fusibili e interruttori automatici

Messa a terra

(collegamento a massa)

Cavi di alimentazione di ingresso e uscita

Pannello interno

Interruttori

Vibrazioni

Descrizione

Controllare l'apparecchiatura ausiliaria, interruttori, sezionatori o interruttori automatici/fusibili di ingresso eventualmente presenti sul lato di alimentazione di ingresso del convertitore di frequenza e sul lato di uscita verso il motore. Assicurarsi che sono pronti per il funzionamento a piena velocità.

Controllare il funzionamento e l'installazione degli eventuali sensori utilizzati per la retroazione al convertitore di frequenza.

Rimuovere i condensatori di rifasamento del fattore di potenza sui motori, se presente.

Assicurare che l'alimentazione di ingresso, il cablaggio motore e i cavi di controllo siano separati o in tre canaline metalliche separate per l'isolamento dai disturbi ad alta frequenza.

Controllare che non vi siano eventuali fili rotti o danneggiati e collegamenti laschi.

Controllare che i cavi di controllo siano isolati dal cablaggio di alimentazione e dai cavi motore per assicurare l'immunità ai disturbi.

Controllare la sorgente di tensione dei segnali, se necessario.

Si consiglia l'utilizzo di cavi schermati o doppini intrecciati. Assicurarsi che la schermatura sia terminata correttamente.

Misurare lo spazio superiore e inferiore per assicurare un flusso d'aria sufficiente per il raffreddamento.

Controllare che l'installazione sia conforme ai requisiti di compatibilità elettromagnetica.

Vedere l'etichetta dell'apparecchiatura per i limiti della temperatura di esercizio ambiente massima.

I livelli di umidità devono essere pari al 5-95% senza condensa.

Controllare il corretto dimensionamento di fusibili e interruttori automatici.

Controllare che tutti i fusibili siano inseriti saldamente e in condizioni ottimali di funzionamento e che tutti gli interruttori automatici siano in posizione aperta.

L'unità richiede un filo di terra(filo di massa) dedicato dal suo chassis alla terra (massa) dell'edificio.

Controllare che i collegamenti di terra(collegamenti a massa) siano serrati e senza ossidazione.

La messa a terra (collegamento a massa) sulla canalina o il montaggio del pannello posteriore su una superficie metallica non offre una terra (massa) adeguata.

Controllare se vi sono collegamenti allentati.

Controllare che il motore e la rete siano in canaline separate o in cavi schermati separati.

Verificare che l'interno dell'unità sia privo di sporcizia, trucioli di metallo, umidità e corrosione.

Assicurarsi che tutti gli interruttori e sezionatori siano impostati nelle posizioni corrette.

Assicurarsi che l'unità sia montata saldamente o che vengano usati supporti antivibrazioni, se necessario.

Controllare se sono presenti vibrazioni eccessive.

Tabella 3.1 Check list all'avvio

3 3

DET-767/I 31

Avviamento e test funzional...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

3 3

AVVISO

ALTA TENSIONE!

I convertitori di frequenza sono soggetti ad alta tensione quando collegati alla rete CA. L'installazione, l'avvio e la manutenzione dovrebbero essere eseguiti solo da personale qualificato. Il mancato rispetto delle raccomandazioni può causare morte o lesioni gravi.

AVVISO

AVVIO INVOLONTARIO!

Quando il convertitore di frequenza è collegato all'alimentazione di rete CA, il motore può avviarsi in qualsiasi momento. Il convertitore di frequenza, il motore e ogni apparecchiatura azionata devono essere pronti per il funzionamento. L'inosservanza può causare lesioni gravi o mortali e danni alle apparecchiature o alla proprietà.

1.

2.

3.

4.

Confermare che la tensione in ingresso sia bilanciata entro il 3%. In caso contrario, correggere lo squilibrio della tensione di ingresso prima di continuare. Ripetere questa procedura dopo aver corretto la tensione.

Assicurare che il cablaggio dell'apparecchiatura opzionale, se presente, sia idoneo all'applicazione.

Assicurarsi che tutti gli interruttori di comando si trovino in posizione OFF. Gli sportelli del pannello devono essere chiusi o il coperchio montato.

Alimentare l'unità. NON avviare il convertitore di frequenza per il momento. Per unità con un sezionatore, impostare sulla posizione On per alimentare il convertitore di frequenza.

3.3 Programmazione funzionale di base

3.3.1 Programmazione iniziale richiesta del convertitore di frequenza

NOTA!

Se la procedura guidata è in funzione, ignorare quanto segue.

I convertitori di frequenza richiedono una programmazione funzionale di base per assicurare le migliori prestazioni di funzionamento. La programmazione funzionale di base richiede l'immissione dei dati di targa del motore per il motore da utilizzare e le velocità del motore minima e massima. Immettere i dati in base alla seguente procedura.

Le impostazioni dei parametri raccomandate sono concepite per scopi di avviamento e controllo. Le impostazioni dell'applicazione possono variare. Per istruzioni dettagliate sull'immissione dati tramite il

tastierino, vedere 4 Interfaccia utente.

Immettere i dati con il convertitore di frequenza acceso ma non ancora in funzione.

1.

2.

3.

Premere [Quick Menu] sul tastierino.

Utilizzare i tasti di navigazione per passare ad avviamento rapido e premere [OK].

Selezionare la lingua e premere [OK]. Immettere i dati del motore nei parametri P-02, P-03, P-06,

P-07, F-04 e F-05. Queste informazioni si trovano sulla targa del motore.

P-07 Potenza motore [kW] oppure

P-02 Potenza motore [HP]

F-05 Tens. nom. mot.

F-04 Frequenza di base

P-03 Corrente motore

4.

5.

6.

P-06 Velocità di base

Immettere F-01 Impostazione frequenza 1 e premere [OK].

Immettere F-02 Metodo di funzionamento. Locale,

Remoto o Collegato a Manuale/Automatico.

Localmente il riferimento viene immesso sul tastierino, e in remoto questo riferimento viene rintracciato in funzione di .

Immettere il tempo di accel./decel. in F-07 Tempo

accel 1 e F-08 Tempo decel 1.

7.

8.

Per F-10 Sovraccarico elettronico, immettere

Sovracc. elettr. scatto 1 per la protezione da sovraccarico per la classe 20. Per ulteriori

informazioni, vedere 2.5.1 Requisiti.

Per F-17 Lim. alto vel. motore [giri/min] o

F-15 Limite alto velocità motore [Hz], impostare i requisiti dell'applicazione.

9.

Per F-18 Lim. basso vel. motore [giri/min] o

F-16 Limite basso velocità motore [Hz], impostare i requisiti dell'applicazione.

10.

Impostare H-08 Bloccaggio invertito a Senso orario,

Senso antiorario o Entrambe le direzioni.

11.

In P-04 Auto Tune selezionare Taratura automatica ridotta o Taratura automatica completa e seguire

le istruzioni a schermo. Vedere 3.4 Auto Tune

Questo conclude la procedura di messa a punto rapida.

Premere [Status] per tornare al display funzionale.

32 DET-767/I

Avviamento e test funzional...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

L'Auto tune è una procedura di prova che misura le caratteristiche elettriche del motore per ottimizzare la compatibilità tra convertitore di frequenza e motore.

Il convertitore di frequenza costruisce un modello matematico del motore per la regolazione della corrente motore in uscita. La procedura verifica inoltre il bilanciamento delle fasi di ingresso dell'alimentazione elettrica e confronta le caratteristiche del motore con i dati immessi in P-02,

P-03, P-06, P-07, F-04 e F-05.

Non determina il funzionamento del motore o eventuali danneggiamenti allo stesso

Alcuni motori potrebbero non essere in grado di eseguire la versione completa del test. In quel caso, selezionare Auto Tune ridotto

Se al motore è collegato un filtro di uscita, selezionare [2] Auto Tune ridotto

In presenza di avvisi o allarmi, vedere 10.4 Avvisi e

allarmi per ripristinare il convertitore di frequenza

dopo uno scatto.

Per ottenere i risultati migliori, eseguire questa procedura su un motore freddo

Prima di far funzionare il convertitore di frequenza, controllare la rotazione del motore.

1. Premere [Hand].

2. Premere [

►] per un riferimento di velocità positivo.

3. Controllare che la velocità visualizzata sia positiva.

Quando H-48 Senso orario è impostato su [0] Normale (per default in senso orario):

4a. Verificare che il motore giri in senso orario.

5a. Verificare che la freccia di direzione del tastierino indichi il senso orario.

Quando H-48 Senso orario è impostato su [1] Inverso (senso antiorario):

4b. Verificare che il motore giri in senso antiorario.

5b. Verificare che la freccia di direzione del tastierino indichi il senso antiorario.

3.6 Test di controllo locale

ATTENZIONE

AVVIAMENTO DEL MOTORE!

Assicurarsi che motore, sistema e ogni apparecchiatura collegata siano pronti per l'avviamento. È la responsabilità dell'utente assicurare un funzionamento sicuro in tutte le condizioni di funzionamento. Se il motore, il sistema e ogni apparecchiatura collegata non sono pronti per l'avviamento potrebbero verificarsi danneggiamenti alle apparecchiature o lesioni personali.

NOTA!

Il tasto Hand sul tastierino fornisce un comando di avviamento locale al convertitore di frequenza. Il tasto [Off] fornisce la funzione di arresto.

Nel funzionamento in modalità locale, le frecce su e giù sul tastierino aumentano e diminuiscono la velocità in uscita del tastierino. I tasti freccia Sinistra e Destra consentono di spostare il cursore del display numerico.

1.

2.

Premere [Hand].

Accelerare il convertitore di frequenza alla piena velocità premendo [

]. Spostare il cursore a sinistra della virgola decimale consente di apportare modifiche più velocemente.

3.

4.

5.

Tenere conto di tutti i problemi di accelerazione.

Premere [Off].

Tenere conto di tutti i problemi di decelerazione.

In presenza di problemi di accelerazione

In presenza di avvisi o allarmi, vedere 10 Avvisi e

allarmi

Controllare che i dati del motore siano inseriti correttamente

Aumentare il tempo rampa in F-07 Tempo accel 1

Aumentare il limite di corrente in F-43 Limite

corrente

Aumentare il limite di coppia in F-40 Limitatore di

coppia (marcia)

Se si sono presentati problemi di decelerazione

In presenza di avvisi o allarmi, vedere 10 Avvisi e

allarmi

Controllare che i dati del motore siano inseriti correttamente

Aumentare il tempo rampa in F-08 Tempo decel 1

Abilitare il controllo sovratensione in

B-17 Controllo sovratensione OVC

3 3

DET-767/I 33

3 3

Avviamento e test funzional...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Vedere 10.4 Avvisi e allarmi per ripristinare il convertitore di

frequenza dopo uno scatto.

NOTA!

Le sezioni da 3.1 Pre-avvio fino a 3.6 Test di controllo locale

in questo capitolo completano le procedure di alimentazione del convertitore di frequenza, la programmazione di base, il setup e il collaudo funzionale.

3.7 Avvio del sistema

La procedura descritta in questa sezione richiede il completamento del cablaggio da parte dell'utente e la programmazione dell'applicazione. ha lo scopo di semplificare queste operazioni. Altri aiuto per il setup dell'applicazione sono elencati in .. Si consiglia la procedura seguente dopo il completamento della configurazione dell'applicazione da parte dell'utente.

ATTENZIONE

AVVIAMENTO DEL MOTORE!

Assicurarsi che motore, sistema e ogni apparecchiatura collegata siano pronti per l'avviamento. È la responsabilità dell'utente assicurare un funzionamento sicuro in tutte le condizioni. Il mancato rispetto di quanto sopra potrebbe causare lesioni personali o danni all'apparecchiatura.

1.

2.

3.

4.

Premere [Auto].

Assicura il corretto cablaggio delle funzioni di controllo esterno al convertitore di frequenza e che tutta la programmazione sia completata.

Applicare un comando di avvio esterno.

Regolare il riferimento di velocità nell'intervallo di velocità.

5.

6.

Togliere il comando di avvio esterno.

Annotare eventuali problemi.

In presenza di avvisi o allarmi, vedere 10.4 Avvisi e allarmi

per ripristinare il convertitore di frequenza dopo uno scatto.

34 DET-767/I

Interfaccia utente

4 Interfaccia utente

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

4.1 Tastierino

Il tastierino è la combinazione di display e tasti sulla parte anteriore dell'unità. Il tastierino è l'interfaccia utente per il convertitore di frequenza.

Il tastierino possiede varie funzioni utente.

Avvio, arresto e regolazione della velocità nella modalità di comando locale

Visualizzazione dei dati di funzionamento, stato, avvisi e avvertenze

Programmazione delle funzioni del convertitore di frequenza

Ripristinare manualmente il convertitore di frequenza dopo un guasto quando è inattivo l'autoripristino

NOTA!

Il contrasto del display può essere regolato premendo

[Status] e il tasto [

]/[

].

4.1.1 Layout tastierino

Il tastierino è suddiviso in quattro gruppi funzionali (vedere

Disegno 4.1).

4 4

DET-767/I

Disegno 4.1 tastierino a.

Area di visualizzazione.

b.

I tasti del menu display consentono di modificare la visualizzazione per mostrare opzioni di stato, programmazione e cronologia dei messaggi di errore.

c.

I tasti di navigazione consentono di programmare funzioni, spostare il cursore dei display e regolare la velocità nel funzionamento in modalità locale.

Sono presenti anche indicatori di stato.

d.

Tasti per il modo di funzionamento e ripristino.

35

4 4

Interfaccia utente

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

4.1.2 Impostazione dei valori del display del tastierino

L'area del display è attivata quando il convertitore di frequenza riceve alimentazione dalla tensione di alimentazione, da un morsetto del bus CC o da un'alimentazione esterna a 24 V.

Disegno 4.3

Le informazioni visualizzate sul tastierino sono personalizzabili per l'applicazione dell'utente.

Ogni visualizzazione del display ha un parametro associato.

Le opzioni vengono selezionate nel menu

Configurazione tastierino.

Il display 2 presenta un'opzione di visualizzazione ingrandita.

Lo stato del convertitore di frequenza nell'ultima riga del display viene generato automaticamente e non è selezionabile.

Display

1.1

1.2

1.3

2

3

Tabella 4.1

Disegno 4.2

N. parametro

K-20

K-21

K-22

K-23

K-24

Impostazione di fabbrica

Giri/minuto del motore

Corrente motore

Potenza motore (kW)

Frequenza motore

Riferimento in percentuale

4.1.3 Visualizzazione Tasti menu

I tasti menu sono utilizzati per l'impostazione dei parametri per l'accesso al menu, per passare tra le varie modalità di visualizzazione dello stato durante il normale funzionamento e per la visualizzazione dei dati del log guasti.

Tasto

Stato

Menu rapido

Funzione

Mostra le informazioni sul funzionamento.

In modalità Automatica, premere per cambiare tra le diverse visualizzazioni dello stato

Premere ripetutamente per esplorare tutte le visualizzazioni di stato

Premere e tenere premuto [Status] più [

] o

[

] per regolare la luminosità del display

Il simbolo nell'angolo in alto a destra del display mostra il verso di rotazione del motore e il setup attivo. Questo non è programmabile.

Permette di accedere ai parametri di programmazione necessari per le istruzioni di configurazione iniziale e molte istruzioni dettagliate relative all'applicazione.

Premere per accedere a Avviamento rapido per istruzioni passo passo per programmare la configurazione di base del controllore in frequenza

Seguire la sequenza dei parametri come presentata per la configurazione delle funzioni

Menu principale

Permette di accedere a tutti i parametri di programmazione.

Premere due volte per accedere all'indice di livello superiore

Premere una volta per tornare all'ultimo punto di accesso

Premere per immettere un numero di parametro per accedere direttamente a quel parametro

Registro allarmi Visualizza un elenco di avvisi correnti, gli ultimi

10 allarmi e il log di manutenzione.

Per dettagli sul convertitore di frequenza prima che entrasse nella modalità di allarme, selezionare il numero di allarme utilizzando i tasti di navigazione e premere

[OK].

Tabella 4.2

36 DET-767/I

Interfaccia utente

4.1.4 Tasti di navigazione

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

4.1.5 Tasti per il funzionamento

I tasti di navigazione vengono usati per programmare funzioni e per spostare il cursore del display. I tasti di navigazione permettono inoltre il controllo di velocità nel funzionamento locale (manuale). Tre indicatori di stato del convertitore di frequenza si trovano nella stessa area.

I tasti di funzionamento sono nella parte inferiore del tastierino.

Disegno 4.5

Disegno 4.4

Tasto

Indietro

Annulla

Funzione

Consente di tornare al passo e all'elenco precedente nella struttura del menu.

Annulla l'ultima modifica o l'ultimo comando, sempre che la modalità di visualizzazione non sia stata cambiata.

Informazioni Premere per la definizione della funzione visualizzata.

Tasti di navigazione

OK

Utilizzare i quattro tasti di navigazione per spostarsi tra le voci del menu.

Utilizzato per accedere ai gruppi di parametri o per abilitare una selezione.

Tabella 4.3

Luce

Verde

Giallo

Rosso

Indicatore

ON

WARN

ALARM

Funzione

La spia ON si accende quando il convertitore di frequenza viene alimentato dalla tensione di alimentazione, da un morsetto del bus CC o da un'alimentazione esterna a 24 V.

Quando sono soddisfatte le condizioni per l'avviso, si accende la spia gialla WARN e sul display appare il testo che spiega il problema.

Una condizione di guasto causa il lampeggiare della spia rossa di allarme e la visualizzazione del testo di allarme.

Tabella 4.4

Tasto

Hand

Off

Auto

Ripristino

Funzione

Avvia il convertitore di frequenza nella modalità di comando locale.

Utilizzare i tasti di navigazione per regolare la velocità del convertitore di frequenza

Un segnale di arresto esterno dall'ingresso di comando o dalla comunicazione seriale esclude il comando locale

Arresta il motore ma non rimuove l'alimentazione al convertitore di frequenza.

Pone il sistema in modalità di funzionamento remoto.

Risponde a un comando di avvio esterno dai morsetti di controllo o dalla comunicazione seriale

Il riferimento di velocità proviene da una sorgente esterna

Ripristina manualmente il convertitore di frequenza dopo la cancellazione di un guasto.

Tabella 4.5

4.2 Backup e Copia impostazioni parametri

I dati di programmazione sono memorizzati internamente al convertitore di frequenza.

I dati possono essere caricati nella memoria del tastierino per il backup.

Una volta archiviati nel tastierino, i dati possono essere scaricati nuovamente nel convertitore di frequenza

I dati possono essere anche scaricati in altri convertitori di frequenza collegando il tastierino a questi ultimi e scaricando le impostazioni memorizzate. (Questo è un modo rapido per programmare varie unita con le stesse impostazioni.)

4 4

DET-767/I 37

4 4

Interfaccia utente

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

L'inizializzazione del convertitore di frequenza per ripristinare le impostazioni di fabbrica non modifica i dati memorizzati nella memoria del tastierino.

Il ripristino delle impostazioni di fabbrica dei parametri del convertitore di frequenza avviene mediante l'inizializzazione del convertitore di frequenza. L'inizializzazione può avvenire mediante H-03 Ripr. imp. di fabbrica o manualmente.

AVVISO

AVVIO INVOLONTARIO!

Quando il convertitore di frequenza è collegato all'alimentazione di rete CA, il motore può avviarsi in qualsiasi momento. Il convertitore di frequenza, il motore e ogni apparecchiatura azionata devono essere pronti per il funzionamento. In caso contrario quando si collega il convertitore di frequenza alla rete CA possono verificarsi gravi lesioni, morte o danneggiamenti alle apparecchiature o alle proprietà.

4.2.1 Caricamento dei dati nel tastierino

L'inizializzazione mediante H-03 Ripr. imp. di

fabbrica non modifica dati del convertitore di frequenza quali ore di esercizio, selezioni della comunicazione seriale, impostazioni personalizzate del menu, log guasti, log allarmi e altre funzioni di monitoraggio

In genere si consiglia l'utilizzo di H-03 Ripr. imp. di

fabbrica

L'inizializzazione manuale cancella tutti i dati di motore, programmazione, localizzazione e monitoraggio e ripristina le impostazioni di fabbrica

1.

4.

5.

2.

3.

6.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

Premere [Off] per arrestare il motore prima di caricare o scaricare dati.

Vai a K-50 Copia tastiera.

Premere [OK].

Selezionare Tutti al tastierino

Premere [OK]. Una barra di avanzamento mostra lo stato del caricamento.

Premere [Hand] o [Auto] per ritornare al funzionamento normale.

4.2.2 Scaricamento dati da tastierino

Premere [Off] per arrestare il motore prima di caricare o scaricare dati.

Vai a K-50 Copia tastiera.

Premere [OK].

Selezione Tutti da tastierino

Premere [OK]. Una barra di avanzamento mostra il processo di scaricamento.

Premere [Hand] o [Auto] per ritornare al funzionamento normale.

4.3.1 Inizializzazione consigliata

1.

2.

3.

4.

5.

6.

Premere [Main Menu] due volte per accedere ai parametri.

Passare a H-03 Ripr. imp. di fabbrica.

Premere [OK].

Scorrere a [2] Ripristino delle impostazioni di

fabbrica.

Premere [OK].

Togliere l'alimentazione all'unità e attendere che il display si spenga.

7.

Alimentare l'unità.

Durante l'avviamento avviene il ripristino delle impostazioni predefinite dei parametri. Questo può richiedere un tempo leggermente più lungo del normale.

8.

9.

Viene visualizzato l'allarme 80.

Premere [Reset] per ritornare al funzionamento normale.

4.3 Ripristino delle impostazioni di fabbrica

ATTENZIONE

L'inizializzazione riporta l'unità alle impostazioni di fabbrica.

Ogni dato relativo a programmazione, dati motore, localizzazione e monitoraggio andrà perso. Il caricamento di dati nel tastierino consente di effettuare un backup prima dell'inizializzazione.

38 DET-767/I

Interfaccia utente

4.3.2 Inizializzazione manuale

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

1.

2.

Togliere l'alimentazione all'unità e attendere che il display si spenga.

Tenere premuti contemporaneamente [Status] -

[Main Menu] - [OK] e alimentare l'unità.

All'avvio vengono ripristinate le impostazioni predefinite di fabbrica dei parametri. Questo può richiedere un tempo leggermente più lungo del normale.

L'inizializzazione manuale non ripristina le seguenti informazioni sul convertitore di frequenza

ID-00 Ore di funzionamento

ID-03 Accensioni

ID-04 Sovratemp.

ID-05 Sovratensioni

4 4

DET-767/I 39

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

5 Informazioni sulla programmazione

2.

F-52 Riferimento minimo. Impostare il riferimento minimo interno al convertitore di frequenza su 0

Hz. (In questo modo si imposta la velocità minima del convertitore di frequenza a 0 Hz).

5 5

5.1 Introduzione

Il convertitore di frequenza viene programmato per le funzioni applicative mediante parametri. È possibile accedere ai parametri premendo [Quick Menu] o [Main

Menu] sul tastierino. (Vedere 4 Interfaccia utente per

informazioni sull'utilizzo dei tasti funzione . Ai parametri è possibile accedere anche mediante PC utilizzando il

DCT-10.

Il menu rapido è concepito per l'avviamento iniziale. I dati immessi in un parametro possono modificare le opzioni disponibili nei parametri successivamente all'immissione.

Il menu principale permette di accedere a tutti i parametri e consente applicazioni avanzate con il convertitore di frequenza.

5.2 Esempio di programmazione

Segue un esempio di programmazione del convertitore di frequenza per un'applicazione comune ad anello aperto utilizzando il menu rapido.

Questa procedura programma il convertitore di frequenza per ricevere un segnale di comando analogico 0-10 VCC sul morsetto di ingresso 53

Il convertitore di frequenza risponde fornendo un'uscita 20-50 Hz al motore proporzionale al segnale di ingresso (0-10 V CC = 20-50 Hz)

Selezionare i seguenti parametri utilizzando i tasti di navigazione per scorrere i titoli e premere [OK] dopo ogni azione.

1.

F-01 Impostazione frequenza 1

Disegno 5.2

3.

F-53 Riferimento massimo. Impostare il riferimento massimo interno al convertitore di frequenza a 50

Hz. (In questo modo si imposta la velocità massima del convertitore di frequenza a 60 Hz.

Notare che 50 Hz è un'impostazione locale).

Disegno 5.3

40

Disegno 5.1

DET-767/I

Informazioni sulla programm...

4.

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AN-10 Tens. bassa morsetto 53. Impostare il riferimento tensione esterno minimo sul morsetto

53 su 0V. (In questo modo si imposta il segnale di ingresso minimo su 0 V).

Disegno 5.4

5.

AN-11 Tensione alta morsetto 53. Impostare il riferimento di tensione esterno massimo sul morsetto 53 a 10 V. (In questo modo il segnale d'ingresso massimo viene impostato su 10V.)

Disegno 5.6

7.

AN-15 Rif. alto/valore retroaz. morsetto 53.

Impostare il riferimento massimo di velocità sul morsetto 53 a 50 Hz. (In questo modo si segnala al convertitore di frequenza che la tensione massima ricevuta sul morsetto 53 (10 V) corrisponde all'uscita a 50 Hz).

5 5

Disegno 5.7

Disegno 5.5

6.

AN-14 Rif.basso/val.retroaz.morsetto 53. Impostare il riferimento di velocità minimo sul morsetto 53 a 20 Hz. (In questo modo si segnala al convertitore di frequenza che la tensione minima ricevuta sul morsetto 53 (0 V) corrisponde all'uscita a 20 Hz).

Con un dispositivo esterno che fornisce un segnale di comando di 0-10 V, collegato al morsetto 53 del convertitore di frequenza, il sistema ora è pronto per il funzionamento. Notare che la barra di scorrimento a destra nell'ultima figura del display si trova in fondo, a indicare che la procedura è completata.

Disegno 5.8 mostra le connessioni di cablaggio utilizzate

per abilitare questo setup.

DET-767/I 41

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

2.

Scorrere al gruppo di parametri E-## I/O digitali e premere [OK].

5 5

Disegno 5.8 Esempio di cablaggio per il dispositivo esterno che fornisce un segnale di controllo da 0-10 V (convertitore di frequenza a sinistra, dispositivo esterno a destra)

5.3 Esempi di programmazione del morsetto di comando

I morsetti di comando sono programmabili.

Ciascun morsetto è in grado di eseguire funzioni specifiche

I parametri associati al morsetto abilitano la funzione

Vedere Tabella 2.4 per il numero di parametro e l'impo-

stazione di default del morsetto di comando.

(L'impostazione predefinita è modificabile sulla base della selezione in K-03 Impostazioni locali.)

L'esempio seguente mostra l'accesso al morsetto 18 per visualizzare l'impostazione predefinita.

1.

Premere [Main Menu] due volte, passare a .... e premere [OK].

Disegno 5.10

3.

4.

Scorrere al gruppo di parametri E-0# Ingr. digitali e premere [OK]

Passare a E-01 Ingr. digitale morsetto 18. Premere

[OK] per accedere alla selezione delle funzioni.

Viene mostrata l'impostazione predefinita Avviam.

Disegno 5.11

Disegno 5.9

Internazionale/Nordamerica

L'impostazione di K-03 Impostazioni locali su [0] Interna-

zionale o [1] Nord America cambia le impostazioni di

fabbrica di alcuni parametri. Tabella 5.1 elenca i parametri

interessati.

Parametro Valore dei parametri predefiniti internazionali

Internazionale

Valore dei parametri predefiniti nordamericani

Nordamerica K-03 Impostazioni locali

P-07 Potenza motore [kW]

P-02 Potenza motore [HP]

Vedere Nota 1

Vedere Nota 2

Vedere Nota 1

Vedere Nota 2

42 DET-767/I

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Parametro Valore dei parametri predefiniti internazionali

Valore dei parametri predefiniti nordamericani

230 V/400 V/575 V 208 V/460 V/575 V F-05 Tens. nom.

mot.

F-04 Frequenza di base

F-53 Riferimento massimo

F-54 Funzione di riferimento

50 Hz

50 Hz

Somma

F-17 Lim. alto vel.

motore [giri/min]

Vedere la nota 3 e

5

F-15 Limite alto velocità motore [Hz]

Vedere la nota 4

1500 giri/min.

50 Hz

F-03 Freq. di uscita max 1

H-73 Avviso velocità alta

132 Hz

1500 giri/min.

E-03 Ingr. digitale morsetto 27

Evol. libera neg.

E-24 Funzione relè N. funzione

AN-15 Rif. alto/ valore retroaz.

morsetto 53

50

N. funzione AN-50 Uscita morsetto 42

H-04 Ripristino automatico (tempi)

Ripristino manuale

60 Hz

60 Hz

Est./Preimp.

1800 giri/min.

60 Hz

120 Hz

1800 giri/min.

Interblocco esterno

Nessun allarme

60

Veloc. 4-20mA

Ripr. autom. infin.

Tabella 5.1 Impostazione dei parametri predefinita

Internazionale/Nordamerica

Nota 1: P-07 Potenza motore [kW] è visibile solo quando

K-03 Impostazioni locali è impostato su [0] Internazionale.

Nota 2: P-02 Potenza motore [HP] , è visibile solo quando

K-03 Impostazioni locali è impostato su [1] Nord America.

Nota 3: Questo parametro sarà visibile solo se K-02 Unità velocità motore è impostato su [0] giri/min.

Nota 4: Questo parametro sarà visibile solo se K-02 Unità velocità motore è impostato su [1] Hz.

Nota 5: Il valore predefinito dipende dal numero di poli del motore.

Per un motore a 4 poli, il valore predefinito internazionale è pari a

1500 giri/min. e per un motore a 2 poli è pari a 3000 giri/min. I valori corrispondenti per l'America del Nord sono rispettivamente 1800 e

3600 giri/min.

5.4.1 Controllo dati par.

1.

2.

Disegno 5.12

3.

5.5 Struttura del menu dei parametri

Una corretta programmazione delle applicazioni spesso richiede l'impostazione di funzioni per diversi parametri correlati. Queste impostazioni dei parametri forniscono al convertitore di frequenza le informazioni del sistema affinché possa funzionare in modo ottimale. I dati del sistema includono informazioni quali tipi di segnali in ingresso e in uscita, programmazione dei morsetti, limiti massimo e minimo dei segnali, visualizzazioni personalizzate, ripristino automatico e altre funzioni.

Premere [Quick Menu].

Passare a Controllo dati parametrici e premere

[OK].

Selezionare Controllo dati parametrici per visualizzare tutte le modifiche di programmazione o Ultime 10 modifiche per le più recenti.

Vedere il display del tastierino per visualizzare le opzioni di impostazione e programmazione dettagliate dei parametri

Premere [Info] in un punto qualsiasi del menu per visualizzare i dettagli della funzione specifica

Premere e tenere premuto [Main Menu] per immettere un numero di parametro per l'accesso diretto a quel parametro

I dettagli per i setup delle applicazioni comuni

sono forniti in 6 Esempi di configurazione dell'ap-

plicazione.

5 5

DET-767/I 43

5 5

Informazioni sulla programm...

5.5.1 Struttura menu rapido

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

F-02

F-07

F-08

F-10

F-15

F-16

H-08

P-04

Avviamento rapido

K-01 Lingua

K-02

P-02

Unità velocità motore

Potenza motore [HP]

P-07

F-05

P-03

F-04

P-06

F-01

Potenza motore [kW]

Tens. nom. mot.

Corrente motore

Frequenza di base

Velocità di base

Impostazione frequenza 1

Metodo di funzionamento

Tempo accel 1

Tempo decel 1

Sovraccarico elettronico

Limite alto velocità motore [Hz]

Limite basso velocità motore [Hz]

Bloccaggio invertito

Auto Tune

Tabella 5.2

44 DET-767/I

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

5 5

DET-767/I 45

5 5

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

46 DET-767/I

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

5 5

DET-767/I 47

Informazioni sulla programm...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

5 5

5.6 Programmazione remota con DCT-10

GE un programma software per lo sviluppo, la memorizzazione e il trasferimento della programmazione del convertitore di frequenza. Il DCT-10 consente all'utente di collegare un PC al convertitore di frequenza ed eseguire la programmazione in tempo reale invece di utilizzare il tastierino. Inoltre, tutta la programmazione del convertitore di frequenza è eseguibile off-line e scaricabile in modo semplice nel convertitore di frequenza. Oppure è possibile caricare l'intero profilo del convertitore di frequenza su PC per il backup o l'analisi.

Per la connessione al convertitore di frequenza sono disponibili il connettore USB o il morsetto RS-485.

Per maggiori dettagli, andare a www.geelectrical.com/ drives

48 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6 Esempi di configurazione dell'applicazione

6.1 Introduzione

Gli esempi di questa sezione fungono da riferimento rapido per le comuni applicazioni.

Le impostazioni dei parametri corrispondono ai valori predefiniti locali se non diversamente indicato (selezionati in K-03 Impostazioni locali)

Accanto ai disegni sono mostrati i parametri associati ai morsetti e le relative impostazioni.

Sono mostrate anche le impostazioni per l'interruttore sui morsetti analogici A53 o A54, se necessarie.

Parametri

Funzione Impostazione

AN-12 Corr.

bassa morsetto

53

AN-13 Corrente alta morsetto 53

4 mA*

20 mA*

AN-14 Rif.basso/ val.retroaz.morse

tto 53

0 giri/min.

AN-15 Rif. alto/ valore retroaz.

1500 giri/min.

morsetto 53

* = Valore di default

Note/commenti:

6 6

Parametri

Funzione

AN-10 Tens.

bassa morsetto

53

AN-11 Tensione alta morsetto 53

Impostazione

0,07 V*

10 V*

AN-14 Rif.basso/ val.retroaz.morse

tto 53

0 giri/min.

AN-15 Rif. alto/ valore retroaz.

morsetto 53

1500 giri/min.

* = Valore di default

Note/commenti:

Tabella 6.2 Riferimento di velocità analogico (corrente)

Parametri

Funzione Impostazione

E-01 Ingr.

digitale morsetto 18

[8]

Avviamento*

E-07 Arresto di sicurezza morsetto 37

[1] All.

arresto di sic.

* = Valore di default

Note/commenti:

Tabella 6.1 Riferimento velocità analogico (tensione)

DET-767/I

Tabella 6.3 Comando di avviamento / arresto con arresto di sicurezza

49

6 6

Esempi di configurazione de...

Disegno 6.1

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Funzione

Parametri

Impostazio ne

E-01 Ingr. digitale morsetto 18

E-02 Ingr. digitale morsetto 19

[8]

Avviamento

[10]

Inversione*

Parametri

Funzione Impostazione

E-01 Ingr.

digitale morsetto 18

[9]

Avviamento a impulsi

E-03 Ingr.

digitale morsetto 27

[6] Arresto, comando attivo basso

* = Valore di default

Note/commenti:

E-05 Ingr. digitale morsetto 32

E-06 Ingr. digitale morsetto 33

C-05 Freq. di uscita multi fase 1

- 8

Rif. preimp. 0

Rif. preimp. 1

Rif. preimp. 2

Rif. preimp. 3

* = Valore di default

Note/commenti:

25%

50%

75%

100%

[16] Rif.

preimp. bit

0

[17] Rif.

preimp. bit

1

Tabella 6.4 Avviamento/arresto a impulsi

Tabella 6.5 Avviamento/arresto con inversione e 4 velocità preimpostate

Parametri

Funzione Impostazione

E-02 Ingr.

digitale morsetto 19

* = Valore di default

Note/commenti:

[1] Ripristino

Disegno 6.2

Tabella 6.6 Ripristino allarmi esterni

DET-767/I 50

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Parametri

Funzione Impostazione

AN-10 Tens.

bassa morsetto

53

AN-11 Tensione alta morsetto 53

0,07 V*

10 V*

AN-14 Rif.basso/ val.retroaz.morse

tto 53

AN-15 Rif. alto/ valore retroaz.

morsetto 53

0 giri/min.

1500 giri/min.

* = Valore di default

Note/commenti:

S p e e d

R e f e r e n c e

S t a r t ( 1 8 )

F r e e z e r e f ( 2 7 )

S p e e d u p ( 2 9 )

S p e e d d o w n ( 3 2 )

Disegno 6.3

Tabella 6.7 Riferimento di velocità (utilizzando un potenziometro manuale)

Parametri

Funzione Impostazione

O-30 Protocollo Modbus*

O-31 Indirizzo

O-32 Baud rate porta conv. di freq.

1*

9600*

* = Valore di default

Note/commenti:

Selezionare il protocollo, l'indirizzo e la baud rate nei parametri summenzionati.

Parametri

Funzione Impostazione

E-01 Ingr.

digitale morsetto

18

[8]

Avviamento*

E-03 Ingr.

digitale morsetto

27

[19]

Riferimento congelato

E-04 Ingr.

digitale morsetto

29

[21] Speed

Up

E-05 Ingr.

digitale morsetto

32

[22] Speed

Down

* = Valore di default

Note/commenti:

Tabella 6.9 Collegamento in rete RS485

6 6

Tabella 6.8 Speed Up/Down

DET-767/I 51

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

ATTENZIONE

I termistori devono essere provvisti di un isolamento doppio o rinforzato per soddisfare i requisiti di isolamento

PELV.

Tabella 6.10 Termistore motore

Parametri

Funzione Impostazione

F-10 Sovraccarico elettronico

[2] Scatto termistore

F-12 Ingresso termistore motore

[1] Ingr.

analog. 53

* = Valore di default

Note/commenti:

Se si desidera solo un avviso,

F-10 Sovraccarico elettronico

dovrebbe essere impostato su

[1] Avviso termistore.

Parametri

Funzione Impostazione

E-24 Funzione relè

[32] Com.

freno mecc.

E-01 Ingr.

digitale morsetto

18

[8]

Avviamento*

E-02 Ingr.

digitale morsetto

19

[11] Avv.

inversione

F-24 T. di mant.

0,2

F-25 Funz. di avv.

[5] Controllo vettoriale avanzato/

FLUX in senso orario

F-29 Corrente di avviam.

Im,n

B-20 Corrente rilascio freno

B-21 Vel.

attivazione freno

[giri/min]

Variabile a seconda dell’applicazi one

Metà dello scorrimento nominale del motore

* = Valore di default

Note/commenti:

Tabella 6.11 Controllo del freno meccanico

Disegno 6.4

DET-767/I 52

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Nell'angolo in alto a destra del tastierino sono visualizzati 2 numeri - come 1(1). Il numero all'esterno delle parentesi è la programmazione attiva e il numero all'intero delle parentesi e il setup che sarà modificato. Il default sarà sempre 1(1). Assicurarsi di modificare il setup 1.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

Effettuare tutti i cambiamenti di parametri che reputate necessari e che saranno comuni per la modalità automatica e manuale, come i parametri motore ecc.

Impostare K-10 setup attivo su [9] Multi setup.

Questa modifica del parametro è necessaria per consentire il cambiamento del setup da una sorgente esterna come un ingresso digitale.

Impostare K-11 Modifica setup a [9] Setup attivo.

Ciò è consigliato perché allora il setup attivo sarà sempre il setup che viene modificato. Se si preferisce è anche possibile ignorarlo e controllare manualmente il setup che si desidera modificare tramite K-11.

Impostare E-03 Ingresso digitale morsetto 27 su

[23] Selez.setup bit 0. Quando il morsetto 27 e

OFF, è attivo il setup 1 (manuale); quando è ON,

è attivo il setup 2 (automatico).

Impostare F-01 Impostazione frequenza 1 su [1]

Ingresso analogico 53 (modo manuale).

Copia il setup 1 nel setup 2. Impostare K-51 Copia

setup su [2] Copia a setup 2 Ora i setup 1 e 2 sono identici.

Se è necessario cambiare tra le modalità Manuale e Automatico mentre il motore e in funzione, sarà necessario collegare insieme i 2 setup. Impostare

K-12 Questo setup collegato a su [2] Setup 2.

Passare a Setup 2 impostando l'ingresso 27 ON

(se K-11 è [9]) o impostando K-11 Modifica setup su Setup 2.

Impostare F-01 impostazione frequenza 1 su

Ingresso analogico 54 (mod. automatico). Se si desidera avere impostazioni diverse nella modalità Manuale e Automatico, come rampe di accel. decel. diverse, limiti di velocità ecc., è ora possibile programmarli. È solo necessario assicurare che avete modificato il setup corretto.

Il setup 1 è la Modalità manuale e il setup 2 è la modalità Automatico.

Tabella 6.12 HOA

6.3 Regolazioni

Parametri

Funzione Impostazione

E-01 Ingr. digitale morsetto 18

[8]

Avviamento*

E-03 Ingr. digitale morsetto 27

[23] Selez.

setup bit 0

* = Valore di default

Note/commenti:

GE 30 mm HOA Cat# (1)

104PSG34B & (3) CR104PXC1

6.3.1 AF-650 GP Controlli

Il convertitore di frequenza è in grado di regolare sia la velocità che la coppia sull'albero motore. L'impostazione

H-40 Modo configurazione determina il tipo di regolazione.

Controllo di velocità

Esistono due tipi di controllo di velocità:

Controllo di velocità ad anello aperto che non richiede alcuna retroazione dal motore

(sensorless).

La regolazione della velocità ad anello chiuso mediante PID richiede una retroazione di velocità ad un ingresso. Una regolazione della velocità ad anello chiuso correttamente ottimizzata avrà una maggiore precisione rispetto ad una regolazione della velocità ad anello aperto.

Seleziona quale ingresso usare come retroazione del PID di velocità in PI-00 Fonte retroazione PID di velocità.

Controllo di coppia

La funzione di controllo coppia è utilizzata nelle applicazioni in cui la coppia sull'albero di trasmissione del motore controlla l'applicazione come regolazione di

6 6

DET-767/I 53

6 6

Esempi di configurazione de...

tensione. Il controllo della coppia può essere selezionato in

H-40 Modo configurazione, sia in modalità controllo vettoriale avanzato [4] Coppia anello aperto oppure in modalità controllo di flusso ad anello chiuso con retroazione di velocità del motore [2]. L'impostazione della coppia avviene impostando un riferimento analogico, digitale o controllato da bus. Durante l'esecuzione del controllo di coppia si consiglia la completa esecuzione della procedura Auto tune poiché avere dati relativi al motore corretti è della massima importanza per ottenere prestazioni ottimali.

L'anello chiuso nella modalità flusso con retroazione da encoder offre prestazioni superiori in tutti e quattro i quadranti e a tutte le velocità del motore.

Anello aperto nella modalità controllo vettoriale avanzato. La funzione si utilizza in applicazioni meccaniche robuste tuttavia l'accuratezza è limitata. La funzione della coppia ad anello aperto funziona praticamente solo in una direzione di velocità. La coppia viene calcolata sulla base della misurazione corrente interna al convertitore di frequenza. Vedere l'esempio applicativo Coppia, anello aperto

Riferimento di velocità / coppia

Il riferimento a questi controlli può essere sia un riferimento singolo che la somma di vari riferimenti che comprendono riferimenti scalati (demoltiplicati). La gestione dei riferimenti è spiegata in dettaglio più avanti in questo paragrafo.

Il convertitore di frequenza è in grado di regolare sia la velocità che la coppia sull'albero motore. L'impostazione

H-40 Modo configurazione determina il tipo di regolazione.

Controllo di velocità

Esistono due tipi di controllo di velocità:

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Controllo di velocità ad anello aperto che non richiede alcuna retroazione dal motore

(sensorless).

La regolazione della velocità ad anello chiuso mediante PID richiede una retroazione di velocità ad un ingresso. Una regolazione della velocità ad anello chiuso correttamente ottimizzata avrà una maggiore precisione rispetto ad una regolazione della velocità ad anello aperto.

Seleziona quale ingresso usare come retroazione del PID di velocità in PI-00 Fonte retroazione PID di velocità.

Controllo di coppia

La funzione di controllo coppia è utilizzata nelle applicazioni in cui la coppia sull'albero di trasmissione del motore controlla l'applicazione come regolazione di tensione. Il controllo della coppia può essere selezionato in

H-40 Modo configurazione, sia in modalità controllo vettoriale avanzato [4] Coppia anello aperto oppure in modalità controllo di flusso ad anello chiuso con retroazione di velocità del motore [2]. L'impostazione della coppia avviene impostando un riferimento analogico, digitale o controllato da bus. Durante l'esecuzione del controllo di coppia si consiglia la completa esecuzione della procedura Auto tune poiché avere dati relativi al motore corretti è della massima importanza per ottenere prestazioni ottimali.

L'anello chiuso nella modalità flusso con retroazione da encoder offre prestazioni superiori in tutti e quattro i quadranti e a tutte le velocità del motore.

Anello aperto nella modalità controllo vettoriale avanzato. La funzione si utilizza in applicazioni meccaniche robuste tuttavia l'accuratezza è limitata. La funzione della coppia ad anello aperto funziona praticamente solo in una direzione di velocità. La coppia viene calcolata sulla base della misurazione corrente interna al convertitore di frequenza.

Riferimento di velocità / coppia

Il riferimento a questi controlli può essere sia un riferimento singolo che la somma di vari riferimenti che comprendono riferimenti scalati (demoltiplicati). La gestione dei riferimenti è spiegata in dettaglio più avanti in questo paragrafo.

54 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.3.2 Struttura di controllo nel controllo vettoriale avanzato

Disegno 6.5 Struttura di controllo nelle configurazioni a controllo vettoriale avanzato in anello aperto e chiuso

Nella configurazione mostrata in Disegno 6.5, H-41 Principio

controllo motore è impostato su [1] Controllo vettoriale

avanzato e H-40 Modo configurazione è impostato su [0]

Anello aperto velocità. Il segnale di riferimento risultante dal sistema gestione dei riferimenti viene ricevuto e alimentato attraverso la limitazione di rampa e di velocità prima di essere inviato al controllo del motore. L'uscita del controllo del motore viene poi limitata dal limite di frequenza massima.

Se H-40 Modo configurazione è impostato su [1] Velocità

anello chiuso il segnale di riferimento risultante verrà trasmesso dalla limitazione di rampa e di velocità a un regolatore di velocità PID. I parametri del regolatore di velocità PID si trovano nel gruppo par. PI-0#. Il riferimento risultante dal regolatore di velocità PID viene inviato al controllo motore, limitato dal limite di frequenza.

Selezionare [3] Processo in H-40 Modo configurazione per utilizzare il PID controllo di processo per il controllo ad anello chiuso ad es. della velocità o della pressione nell'applicazione controllata. I parametri relativi al PID di processo si trovano nel gruppo par. PI-2# e PI-3#.

6 6

DET-767/I 55

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.3.3 Struttura di controllo in controllo vettoriale a orientamento di campo

6 6

Disegno 6.6 Struttura di controllo nelle configurazioni con controllo vettoriale a orientamento di campo ad anello aperto e ad anello chiuso.

Nella configurazione mostrata, H-41 Principio controllo

motore è impostato su [2] Flux sensorless e H-40 Modo

configurazione è impostato su [0] Anello aperto vel. Il riferimento risultante dal sistema di gestione dei riferimenti

è alimentato attraverso le limitazioni di rampa e di velocità come definito dalle impostazioni parametri indicate.

Una retroazione di velocità stimata viene generata e inviata al PID di velocità per regolare la frequenza di uscita.

Il PID di velocità deve essere impostato con i propri parametri P, I e D (gruppo par. PI-0#).

Selezionare [3] Processo in H-40 Modo configurazione per utilizzare il PID controllo di processo per il controllo ad anello chiuso ad es. della velocità o della pressione nell'applicazione controllata. I parametri del PID di processo si trovano nel gruppo par. PI-2# e PI-3#.

56 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.3.4 Struttura del controllo nella configurazione Flux con retroazione da motore

Disegno 6.7 Struttura del controllo nella configurazione Flux con retroazione da motore (disponibile solo in AF-650 GP)

Nella configurazione mostrata, H-41 Principio controllo

motore è impostato su [3] Flux con retr. motore e

H-40 Modo configurazione è impostato su [1] Anello chiuso

vel..

In questa configurazione la regolazione del motore si basa su un segnale di retroazione da un encoder montato direttamente sul motore (impostato in H-42 Fonte

retroazione Flux motor).

Selezionare [1] Velocità anello chiuso in H-40 Modo configu-

razione per utilizzare il riferimento risultante come ingresso per il regolatore di velocità PID. I parametri del regolatore di velocità PID si trovano nel gruppo par. PI-0#.

Selezionare [2] Coppia in H-40 Modo configurazione per utilizzare il riferimento risultante direttamente come riferimento di coppia. Il controllo di coppia può essere selezionato solo nella configurazione Flux con retr. motore

(H-41 Principio controllo motore). Se è stata selezionata questa modalità, il riferimento userà l’unità Nm. Non richiede retroazione di coppia, in quanto la coppia viene calcolata sulla base della corrente rilevata nel convertitore di frequenza.

Selezionare [3] Processo in H-40 Modo configurazione per utilizzare il regolatore PID di processo per il controllo ad anello chiuso ad es. della velocità o di una variabile di processo nell'applicazione controllata.

6.3.5 Regolatore interno di corrente

Il convertitore di frequenza dispone di un regolatore integrativo per la limitazione di corrente che si attiva quando la corrente del motore e quindi i valori di coppia, superano i limiti impostati in F-40 Limitatore di coppia

(marcia), F-41 Limitatore di coppia (frenatura) e F-43 Limite

corrente.

Se il convertitore di frequenza si trova al limite di corrente a motore in funzione o durante la fase di recupero, il convertitore di frequenza tenterà di scendere il più rapidamente possibile sotto i limiti di coppia preimpostati senza perdere il controllo del motore.

6.4 Riferimenti

6.4.1 Comando locale (Hand) e remoto

(Auto)

Il convertitore di frequenza può essere comandato manualmente tramite il tastierino o in remoto tramite ingressi analogici e digitali e il bus seriale. Se è consentito in K-40 Pulsante [Hand] sul tastierino, K-41 Pulsante [Off] sul

tastierino, K-42 Pulsante [Auto] sul tastierino, e K-43 Pulsante

[Reset] sul tastierino, è possibile avviare ed arrestare il convertitore di frequenza tramite il tastierino utilizzando i tasti [Hand] e [Off]. Gli allarmi possono essere ripristinati tramite il tasto [Reset]. Dopo aver premuto il tasto [Hand], il convertitore di frequenza passa al modo manuale e segue (per default) il riferimento locale che può essere impostato utilizzando il tasto a freccia sul tastierino.

Dopo aver premuto il tasto [Auto], il convertitore di frequenza passa al modo automatico e segue (per default) il riferimento remoto. In questa modalità è possibile controllare il convertitore di frequenza tramite gli ingressi digitali e varie interfacce seriali (RS-485, USB o una rete opzionale). Per maggiori informazioni sull'avvio, l'arresto, il cambio di rampa e le impostazioni parametri ecc., vedere il gruppo par. E-0# (ingressi digitali) o il gruppo parametri

O-5# (comunicazione seriale).

6 6

DET-767/I 57

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 6.8

6 6

Riferimento attivo e Modalità di configurazione

La tabella mostra in quali condizioni è attivo il Riferimento locale o il Riferimento remoto.

In F-02 Metodo di funzionamento è possibile selezionare in modo permanente il riferimento locale selezionando [2]

Locale.

Per selezionare in modo permanente il riferimento remoto selezionare [1] Remoto. Selezionando [0] Collegato a Man./

Auto (impostazione predefinita), la posizione di riferimento dipenderà dalla modalità attiva prescelta. (Modo manuale o modo automatico).

Disegno 6.9

Disegno 6.10

Tasto tastierino automatico

Manuale

Manuale

Auto

Auto

→ Off

→ Off

Tutti i tasti

Tutti i tasti

F-02 Metodo di funzionamento

Collegato a Man./

Auto

Collegato a Man./

Auto

Collegato a Man./

Auto

Collegato a Man./

Auto

Locale

Remoto

Riferimento attivo

Locale

Locale

Remoto

Remoto

Locale

Remoto

Tabella 6.13 Condizioni per l'attivazione Riferimento remoto o locale.

H-40 Modo configurazione determina quale principio di controllo dell'applicazione (vale a dire Velocità, Coppia o

Controllo di processo) viene utilizzato quando è attivo il

Riferimento remoto. H-45 Configurazione modo locale determina quale principio di controllo dell'applicazione utilizzare quando è attivo il Riferimento locale. Uno dei due è sempre attivo, ma non possono essere entrambi attivi contemporaneamente.

58 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

6.4.2 Gestione dei riferimenti

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Riferimento remoto

Il sistema di controllo del riferimento per il calcolo del

Riferimento remoto è illustrato in Disegno 6.11.

Riferimento locale

Il riferimento locale è attivo quando il convertitore di frequenza viene fatto funzionare con il tasto 'Hand' attivato. Regolare il riferimento con i tasti di navigazione

[

]/[

] e, rispettivamente, [

◄]/[►].

6 6

Disegno 6.11 Riferimento remoto

La conversione in scala dei riferimenti analogici è descritta nei gruppi di parametri AN-1# e AN-2#, mentre la conversione in scala dei riferimento impulsi è descritta nel gruppo di parametri E-6#.

I limiti e gli intervalli del riferimento vengono impostati nel gruppo di parametri F-5#.

DET-767/I 59

Esempi di configurazione de...

6.4.3 Limiti riferimento

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

F-50 Intervallo di rif. , F-52 Riferimento minimo e

F-53 Riferimento massimo definiscono insieme il campo consentito alla somma di tutti i riferimenti. All'occorrenza, la somma di tutti i riferimenti viene bloccata. La relazione tra il riferimento risultante (dopo il blocco) e la somma di tutti i riferimenti è mostrata in basso.

Disegno 6.14 Somma di tutti i riferimenti

6 6

Disegno 6.12

Disegno 6.13

Il valore di F-52 Riferimento minimo non può essere impostato su un valore inferiore a 0, a meno che

H-40 Modo configurazione sia impostato su [3] Processo. In quel caso le seguenti relazioni tra il riferimento risultante

(dopo il blocco) e la somma di tutti i riferimenti sono come

mostrato in Disegno 6.14.

6.4.4 Conversione in scala dei riferimenti preimpostati e dei riferimenti bus

I riferimenti preimpostati vengono convertiti secondo le seguenti regole:

Quando F-50 Intervallo di rif. : il riferimento [0]

Min - Max 0% è pari a 0 [unit], nel qual caso l'unità può essere una qualsiasi unità, ad es. giri/ min., m/s, bar ecc., il riferimento del 100% è pari al valore max. (abs (F-53 Riferimento massimo ), abs (F-52 Riferimento minimo)).

Quando F-50 Intervallo di rif. : [1] -Max - +Max, il riferimento dello 0% è pari a 0 [unit] - il riferimento del 100% è pari al riferimento massimo - il riferimento del 100% è pari al riferimento massimo.

I riferimenti bus vengono convertiti secondo le seguenti regole:

Quando F-50 Intervallo di rif.: [0] Min - Max. Per ottenere la risoluzione massima sul riferimento bus, la conversione sul bus è: il riferimento dello

0% è pari al riferimento minimo; il riferimento del

100% è pari al riferimento massimo.

Quando F-50 Intervallo di rif.: [1] -Max - +Max, il riferimento del 100% è pari al riferimento massimo - il riferimento del 100% è pari al riferimento massimo.

60 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.4.5 Demoltiplicazione dei riferimenti analogici e retroazioni

La conversione dei riferimenti e della retroazione da ingressi analogici e ingressi digitali avviene allo stesso modo. L'unica differenza è che un riferimento superiore o inferiore ai "punti finali/limiti" minimo e massimo

specificati (P1 e P2 in Disegno 6.15) è bloccato, mentre una

retroazione superiore o inferiore non lo è.

6 6

Disegno 6.15 Demoltiplicazione dei riferimenti analogici e retroazioni

Disegno 6.16

DET-767/I 61

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

I punti finali P1 e P2 sono definiti dai seguenti parametri in funzione di quale ingresso analogico o digitale viene utilizzato

Analogico 53

S201=OFF

Analogico 53

S201=ON

P1 = (valore di ingresso minimo, valore di riferimento minimo)

Analogico 54

S202=OFF

Valore di riferimento minimo AN-14 Rif.bass

Valore di ingresso minimo o/ val.retroaz.mor

setto

AN-10 Tens.

bassa morsetto

53 [V]

AN-14 Rif.basso/ val.retroaz.morse

tto

AN-12 Corr.

bassa morsetto

53 [mA]

AN-24 Rif.bass

o/ val.retroaz.mor

setto 54

AN-20 Tens.

bassa morsetto 54

[V]

P2 = (valore di ingresso massimo, valore di riferimento massimo)

Valore di riferimento massimo

AN-15 Rif.

alto/valore retroaz.

morsetto

AN-15 Rif. alto/ valore retroaz.

morsetto

AN-25 Rif.

alto/valore retroaz.

morsetto

Valore di ingresso massimo AN-11 Tension e alta morsetto 53

[V]

AN-13 Corrente alta morsetto 53

[mA]

AN-21 Tension e alta morsetto 54[V]

Analogico 54

S202=ON

Ingresso digitale 29

AN-24 Rif.basso/ val.retroaz.morse

tto 54

E-62 Rif. basso/ val. retroaz.

morsetto 29

AN-22 Corr.

bassa morsetto

54 [mA]

AN-25 Rif. alto/ valore retroaz.

morsetto

AN-23 Corrente alta morsetto

54[mA]

E-60 Bassa frequenza morsetto 29

[Hz]

E-63 Rif. alto/ val. retroaz.

morsetto 29

E-61 Frequenza alta mors. 29

[Hz]

Ingr. impulsi 33

E-67 Rif. basso/val.

retroaz. morsetto 33

E-65 Frequenza bassa morsetto 33

[Hz]

E-68 Rif. alto/val.

retroaz. morsetto 33

E-66 Frequenza alta mors. 33 [Hz]

Tabella 6.14

6.5.1 Regolatore di velocità PID

H-40 Modo configurazione

H-41 Principio controllo motore

U/f Controllo vettoriale avanzato

[0] Anello aperto vel.

[1] Velocità anello chiuso

[2] Coppia

[3] Processo

Non attivo

N. DISP.

N. DISP.

Non attivo

ATTIVO

N. DISP.

Non attivo

Tabella 6.15 Controlla le configurazioni dove è attivo il controllo di velocità

“N. DISP.” significa che la modalità specifica non è disponibile. "Non attivo" significa che il modo specifico è disponibile ma il controllo di velocità non è attivo in quella modalità.

NOTA!

Il controllo di velocità PID funzionerà anche impostando parametri standard, ma è consigliabile tarare i parametri per ottimizzare la regolazione del motore. Le prestazioni dei due principi di controllo vettoriale di flusso del motore

(Flux) dipendono in modo particolare da una corretta taratura.

Controllo vettoriale a orientamento di campo

ATTIVO

N. DISP.

N. DISP.

ATTIVO

Flux con retr. encoder

N. DISP.

ATTIVO

Non attivo

ATTIVO

62 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Esempio su come programmare il controllo di velocità

In questo caso il regolatore di velocità PID viene utilizzato per mantenere una velocità costante del motore indipendentemente dalle variazioni di carico sul motore. La velocità del motore richiesta viene impostata tramite un potenziometro collegato al morsetto 53. Il campo di velocità è da 0 a 1500 giri/min. corrispondenti a 0 - 10 V sul potenziometro. L'avviamento e l'arresto sono controllati tramite un interruttore collegato al morsetto 18. Il PID di velocità sorveglia la velocità effettiva del motore utilizzando un encoder incrementale a 24 V (HTL) come retroazione. Il sensore di retroazione è un encoder (1024 impulsi per giro) collegato ai morsetti 32 e 33.

Disegno 6.17

I seguenti parametri sono rilevanti per la Regolazione della velocità:

Parametro

PI-00 Fonte retroazione PID di velocità

PI-02 Vel. guad. proporz. PID

PI-03 Vel. tempo integrale PID

Descrizione della funzione

Selezionare quale risorsa (vale a dire ingresso analogico o digitale) utilizzare come retroazione per il

PID di velocità

Quanto più alto è il valore tanto più rapida è la regolazione. Tuttavia, un valore troppo elevato può causare oscillazioni.

Elimina l'errore di velocità nello stato stazionario. Un valore più basso significa una reazione rapida.

Tuttavia, un valore troppo basso può causare oscillazioni.

PI-04 Tempo differenz. PID velocità

Fornisce un guadagno proporzionale alla percentuale di variazione della retroazione. Impostando zero, il derivatore viene disattivato.

PI-05 PID di vel. limite guad. diff In caso di rapidi cambi di riferimento o retroazione in una data applicazione, vale a dire di improvvisa variazione dell’errore, il derivatore può diventare troppo dominante. Ciò si verifica in quanto questo reagisce alle variazioni dell’errore. Quanto più rapida è la variazione del segnale di errore, tanto maggiore è il guadagno differenziale. Il guadagno differenziale può pertanto essere limitato per consentire l'impostazione di un ragionevole tempo di derivazione per le variazioni lente e un guadagno fisso per le variazioni rapide.

PI-06 Tempo filtro passa-basso

PID di velocità

Un filtro passa basso che smorza le oscillazioni del segnale di retroazione e migliora lo stato stazionario. Tuttavia, un tempo filtro troppo lungo deteriorerà la prestazione dinamica del regolatore di velocità PID.

Le impostazioni pratiche del parametro PI-06 sono ricavate dal numero di impulsi per giro dell'encoder

(PPR):

Encoder PPR PI-06 Tempo filtro passa-basso PID di velocità

512

1024

2048

4096

10 ms

5 ms

2 ms

1 ms

Tabella 6.16

DET-767/I 63

6 6

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

La programmazione deve essere eseguita nell’ordine mostrato (per la descrizione delle impostazioni, consultare la Guida alla Programmazione).

Nell'elenco si assume che tutti gli altri parametri e interruttori rimangono nella loro impostazione di fabbrica.

Funzione Parametro

1) Assicurare che il motore funzioni correttamente. Fare quanto segue:

Impostazione

Impostare i parametri del motore sulla base dei dati di targa

Far sì che il convertitore di frequenza effettui una taratura automatica

Da P-02 a P-07

F-04 e F-05

P-04 Auto Tune

Come specificato nei dati di targa del motore

[1] Abilit. taratura automatica compl.

2) Controllare che il motore funzioni e che l'encoder sia collegato correttamente. Fare quanto segue:

Premere il tasto "Hand" sul tastierino. Controllare che il motore funzioni e il verso di rotazione (d'ora in poi chiamato "verso positivo").

Impostare un riferimento positivo.

DR-20 Angolo motore

N. DISP. (parametro di sola lettura) Nota: Un valore crescente va in overflow a 65535 e riparte da 0.

Vai a DR-20 Angolo motore. Ruotare il motore lentamente nel verso positivo. Deve essere ruotato talmente lentamente (solo alcuni giri/min.) in modo da poter determinare se il valore in DR-20 Angolo motore sta aumentando o diminuendo.

Se DR-20 Angolo motore è decrescente, cambiare la direzione encoder in E-81 Direz. encoder mors. 32/33.

E-81 Direz. encoder mors. 32/33

[1] Senso antiorario (se DR-20 Angolo motore è decrescente)

3) Assicurarsi che i limiti del convertitore di frequenza siano impostati su valori di sicurezza

Impostare limiti accettabili per i riferimenti.

F-52 Riferimento minimo

F-53 Riferimento massimo

0 giri/min.

1500 giri/min.

Verificare che le impostazioni delle rampe non superino le capacità del convertitore di frequenza e siano conformi alle specifiche di funzionamento consentite.

Impostare limiti accettabili per la velocità e la frequenza del motore.

F-07 Tempo accel

1

F-08 Tempo decel

1

F-18 Lim. basso vel. motore [giri/ min]

F-17 Lim. alto vel.

motore [giri/min]

F-03 Freq. di uscita max 1

Impostazione di fabbrica

Impostazione di fabbrica

0 giri/min.

1500 giri/min.

60 Hz (default 132 Hz)

4) Configurare il controllo di velocità e selezionare il principio controllo motore

Attivazione del controllo di velocità

H-40 Modo configurazione

[1] Velocità anello chiuso

[3] Flux con retr. motore Selezione del principio di controllo del motore H-41 Principio controllo motore

5) Configurare e variare il riferimento per il controllo di velocità

Impostare l'ingresso analogico 53 come fonte di riferimento

F-01 Impostazione frequenza 1

Non necessario (default)

Variare l'ingresso analogico 53 da 0 giri/min. (0 V) a 1500 giri/min. (10 V)

AN-1# Non necessario (default)

6) Configurare il segnale encoder 24 V HTL come retroazione per la regolazione del motore e il controllo di velocità

Impostare gli ingressi digitali 32 e 33 come ingressi encoder

E-05 Ingr. digitale morsetto 32

E-06 Ingr. digitale morsetto 33

[0] Non in funzione (default)

64 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Funzione

Selezionare il morsetto 32/33 come retroazione del motore

Selezionare il morsetto 32/33 come retroazione di velocità del PID

Parametro

H-42 Fonte retroazione Flux motor

PI-00 Fonte retroazione PID di velocità

Impostazione

Non necessario (default)

Non necessario (default)

7) Tarare i parametri relativi al controllo di velocità PID

Utilizzare i principi di taratura, se pertinenti, oppure tarare manualmente

8) Finito!

Salvare le impostazioni dei parametri sul tastierino per conservarli al sicuro

PI-0# Vedere le istruzioni in basso

K-50 Copia tastiera [1] Tutto a tastierino

Tabella 6.17

6.5.1.1 Taratura PID controllo di velocità

flusso) e influenzati dal motore collegato tramite una pompa, ventola o altro.

I seguenti principi di taratura sono importanti quando si utilizza uno dei principi di controllo vettoriale di flusso del motore (Flux) in applicazioni nelle quali il carico è sopratutto inerziale (con poco attrito).

Il valore di PI-02 Vel. guad. proporz. PID dipende dall'inerzia combinata del motore e del carico e la larghezza di banda selezionata può essere calcolata utilizzando la seguente formula:

2 x par. P − 06 x Larghezza di banda rad / s

NOTA!

P-07 Potenza motore [kW] è la potenza del motore in [kW]

(vale a dire che occorre inserire '4'’ kW invece di '4000' W nella formula).

Generalmente il limite massimo effettivo di PI-02 Vel. guad.

proporz. PID è determinato dalla risoluzione dell'encoder e dal tempo del filtro di retroazione, ma altri fattori nell'applicazione potrebbero limitare PI-02 Vel. guad. proporz. PID a un valore più basso.

La tabella mostra le configurazioni di controllo nelle quali

è possibile il controllo di processo. Quando viene impiegato un principio di controllo vettoriale di flusso del motore (Flux), assicurarsi di tarare anche i parametri del controllo di velocità PID. Consultare la sezione sulla

Struttura di controllo per verificare dove è attivo il controllo di velocità.

H-40 Modo configurazione

[3] Processo

H-41 Principio controllo motore

U/f Controllo vettoriale avanzato

Controll o vettorial e a orientam ento di campo

Flux con retr.

encoder

N. DISP. Processo Processo

& velocità

Processo & velocità

Tabella 6.18

Per minimizzare la sovraelongazione, PI-03 Vel. tempo

integrale PID potrebbe essere impostato su circa 2,5 s (varia a seconda dell'applicazione).

PI-04 Tempo differenz. PID velocità dovrebbe rimanere impostato a 0 finché tutto il resto è tarato. Se necessario, terminare la taratura provando a incrementare leggermente questo valore.

6.5.2 PID controllo di processo

NOTA!

Il controllo di processo PID funzionerà anche con l'impostazione di parametri standard, ma è consigliabile tarare i parametri per ottimizzare il controllo dell'applicazione. Le prestazioni dei due principi di controllo vettoriale di flusso del motore (Flux) dipendono in modo particolare da una corretta taratura del controllo di velocità PID (prima di tarare il controllo di processo PID).

Il PID controllo di processo può essere utilizzato per controllare i parametri dell'applicazione che possono essere misurati con un sensore (cioè pressione, temperatura,

6 6

DET-767/I 65

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6 6

Disegno 6.18 Diagramma del PID controllo di processo

66 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6.5.2.1 Esempio di un PID controllo di processo

Qui di seguito viene fornito un esempio di un PID controllo di processo usato in un sistema di ventilazione:

Disegno 6.19

In un sistema di ventilazione, la temperatura deve essere regolabile da -5 a -35

°C con un potenziometro da 0-10 V.

La temperatura impostata deve essere mantenuta costante, utilizzando a tale scopo il controllo di processo.

Il controllo è del tipo inverso, vale a dire che quando la temperatura aumenta, aumenta anche la velocità di ventilazione, in modo da generare più aria. Quando la temperatura diminuisce, la velocità viene ridotta. Il trasmettitore usato è un sensore della temperatura con un campo di lavoro di -10-40

°C, 4-20 mA. Velocità min./max.

300/1500 giri/min.

Disegno 6.20 Trasmettitore a due conduttori

1.

2.

3.

Avviamento/arresto tramite l'interruttore collegato al morsetto 18.

Riferimento temperatura tramite un potenziometro (da -5 a 35

°C, da 0 al 10 V CC) collegato al morsetto 53.

Retroazione della temperatura tramite un trasmettitore (da -10 a 40

°C, 4-20 mA) collegato al morsetto 54. L'interruttore S202 è impostato su

ON (ingresso di corrente).

6.5.2.2 Metodo di taratura Ziegler Nichols

NOTA!

Il metodo descritto non deve essere utilizzato nelle applicazioni che potrebbero essere danneggiate dalle oscillazioni generate da impostazioni di controllo ai limiti di stabilità.

I criteri per regolare i parametri sono basati piuttosto sulla valutazione del sistema al limite di stabilità che sulla risposta al gradino. Aumentiamo il guadagno proporzionale fino a che osserviamo oscillazioni continue (come misurate sulla retroazione), vale a dire, finché il sistema diventa stabile. Il guadagno corrispondente (K

u

) è definito guadagno ideale. Il periodo di oscillazione (P

u

) (definito periodo ideale) si stabilisce come mostrato in figura.

6 6

DET-767/I 67

6 6

Esempi di configurazione de...

Disegno 6.21 Sistema al limite di stabilità

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM limite di stabilità

Descrizione passo per passo:

Fase 1: Selezionare solo il Controllo proporzionale, nel senso che il tempo di integrazione viene impostato al valore massimo, mentre il tempo di derivazione viene impostato a zero.

Fase 2: Aumentare il valore del guadagno proporzionale fino al raggiungimento del punto di instabilità (oscillazioni autoindotte) e del valore critico di guadagno, K

u

.

Fase 3. Misurare il periodo di oscillazione per ottenere la costante di tempo critica, P

u

.

Fase 4: Utilizzare Tabella 6.19 per calcolare i parametri

necessari per il controllo PID.

P u

dovrebbe essere misurato quando l'ampiezza di oscillazione è abbastanza piccola. Quindi “arretriamo” nuovamente da questo guadagno, come mostrato nella tabella 1.

K u

è il guadagno a cui si ottiene l'oscillazione.

Tipo di Guadagno Tempo di Tempo di controllo proporzionale integrazione derivazione

Controllo PI 0,45 * K

u

0,6 * K

u

0,833 * P

u

0,5 * P

u

-

0,125 * P

u

Controllo stretto PID

PID lieve sovraelongazione

0,33 * K

u

0,5 * P

u

0,33 * P

u

Tabella 6.19 Taratura Ziegler Nichols per il regolatore, basato su un

I seguenti parametri sono rilevanti per il controllo di processo

Parametro

PI-20 Risorsa retroazione 1 processo CL

PI-22 Risorsa retroazione 2 processo CL

PI-30 Contr. norm./inv. PID di proc.

PI-31 Anti saturazione PID di processo

PI-32 Veloc. avv. PID proc.

Descrizione della funzione

Selezionare da quale fonte (vale a dire ingresso analogico o digitale) debba ottenere la retroazione il PID di processo

Opzionale: Determinare se ( e da dove) il PID di processo debba ottenere un segnale di retroazione supplementare. Se viene selezionata una fonte di retroazione supplementare, i due segnali di retroazione verranno addizionati prima di essere usati nel PID controllo di processo.

Nel [0] Funzionamento normale, il controllo di processo reagirà con un aumento della velocità del motore quando la retroazione assume un valore inferiore a quello del riferimento. Nella stessa situazione, ma con [1] Funzionamento inverso, il controllo di processo reagirà riducendo la velocità del motore.

Questa funzione di anti-saturazione garantisce che, al raggiungimento del limite di frequenza o del limite di coppia, l’uscita dell’integratore verrà limitata al valore corrente.

Ciò evita l’integrazione di un errore che in ogni caso non può essere compensato per mezzo di un aumento di velocità. Questa funzione può essere disattivata selezionando [0]

“Off”.

In alcune applicazioni, raggiungere la velocità richiesta può richiedere molto tempo. In queste applicazioni può essere conveniente fissare una frequenza alla quale il convertitore di frequenza deve portare il motore prima dell’attivazione del controller di processo. Ciò viene realizzato impostando un valore di avviamento PID di processo (velocità) in

PI-32 Veloc. avv. PID proc..

68 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Parametro

PI-33 Guadagno proporzionale PID di processo

Descrizione della funzione

Quanto più alto è il valore tanto più rapida è la regolazione. Tuttavia, un valore troppo elevato può causare oscillazioni.

PI-34 Tempo d'integrazione PID di processo Elimina l'errore di velocità nello stato stazionario. Un valore più basso significa una reazione rapida. Tuttavia, un valore troppo basso può causare oscillazioni.

PI-35 Tempo di derivazione PID di processo Fornisce un guadagno proporzionale alla percentuale di variazione della retroazione.

Impostando zero, il derivatore viene disattivato.

PI-36 PID di processoLimite di guadagno diff.

PID di processo

In caso di rapidi cambi di riferimento o retroazione in una data applicazione, vale a dire di improvvisa variazione dell’errore, il derivatore può diventare troppo dominante. Ciò si verifica in quanto questo reagisce alle variazioni dell’errore. Quanto più rapida è la variazione del segnale di errore, tanto maggiore è il guadagno differenziale. Pertanto il guadagno differenziale può essere limitato per consentire l'impostazione di un tempo di derivazione ragionevole per variazioni lente.

PI-38 Fattore canale alim. del PID di processo Nelle applicazioni nelle quali esiste una correlazione buona (e quasi lineare) tra il riferimento di processo e la velocità del motore richiesta per ottenere tale riferimento, il

Fattore del canale di alimentazione può essere usato per ottenere una prestazione dinamica migliore del PID controllo di processo.

E-64 Tempo costante del filtro impulsi #29

(Morsetto impulsi 29), E-69 Tempo costante del filtro impulsi #33 (Morsetto impulsi 33),

AN-16 Tempo cost. filtro morsetto 53

(Morsetto analogico 53), AN-26 Tempo cost.

filtro morsetto 54 (Morsetto analogico 54)

In caso di oscillazioni del segnale di retroazione della corrente/tensione, queste possono essere smorzate per mezzo di un filtro passa basso. Questa costante di tempo rappresenta il limite di frequenza delle ondulazioni che si verificano sul segnale di retroazione.

Esempio: Se il filtro passa basso è stato impostato su 0,1 s, la velocità limite sarà di 10

RAD/s (il numero reciproco di 0,1 s), corrispondente a (10/(2 x π))=1,6 Hz. Ciò significa che tutte le correnti/tensioni che superano 1,6 oscillazioni al secondo verranno eliminate dal filtro. In altre parole, il controllo verrà effettuato solo su un segnale di retroazione che varia con frequenza inferiore a 1,6 Hz.

Il filtro passa basso migliora lo stato stazionario, ma la selezione di un tempo filtro troppo grande deteriorerà la prestazione dinamica del PID controllo di processo.

Tabella 6.20

Funzione

Ripristino del convertitore di frequenza

Parametro Impostazione

H-03 [2] Ripristino - eseguire un ciclo di alimentazione - premere reset

1) Impostare i parametri motore:

Impostare i parametri motore sulla base dei dati di targa

Da P-02 a

P-07

F-04 e F-05

P-04

Come indicato sulla targhetta del motore

Eseguire un Auto tune completo [1] Abilit. taratura automatica compl.

2) Verificare che il motore giri nella direzione corretta.

Quando il motore è collegato al convertitore di frequenza con ordine di fase diretto come U - U; V- V; W - W l'albero motore di norma gira in senso orario visto dall'estremità albero.

Premere ["Hand"]. Controllare la direzione dell'albero applicando un riferimento manuale.

Se il motore gira nella direzione opposta a quella richiesta:

1. Modificare la direzione del motore in

H-08 Bloccaggio invertito

H-08 Selezionare la direzione corretta dell'albero motore

2. Scollegare la rete - attendere che il bus CC si scarichi - commutare due delle fasi del motore

Impostare la modalità di configurazione

Impostare la configurazione modo locale

H-40

H-45

[3] Processo

[0] Anello aperto vel.

3) Impostare la configurazione di riferimento, vale a dire il campo per la gestione dei riferimenti. Impostare la messa in scala dell'ingresso analogico nel parametro AN-##

6 6

DET-767/I 69

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Funzione

Impostare le unità riferimento/retroazione

Impostare il riferimento min. (10

° C)

Impostare il riferimento max. (80

° C)

Se il valore impostato è determinato da un valore predefinito (parametro array), impostare le altre risorse di riferimento su Nessuna funzione

Parametro Impostazione

F-51

F-52

F-53

[60]

° C unità visualizzata sul display

-5

° C

35

° C

C-05

[0] 35%

Rif

=

Par

.

C

− 05(0)

100

= 24, 5°

C

× ((

Par

.

F

− 53) − ( par

.

F

− 52))

F-64 Rif. relativo preimpostato a F-68 Risorsa rif. in scala relativa [0] =

Nessuna funzione

4) Regolare i limiti per il convertitore di frequenza:

Impostare i tempi di rampa a un valore appropriato come 20 s

Impostare i limiti di velocità min.

Impostare il limite max. di velocità del motore

Impostare la frequenza di uscita max.

F-07

F-08

F-18

F-17

F-03

20 s

20 s

300 giri/m

1500 giri/min.

60 Hz

Impostare S201 o S202 alla funzione di ingresso analogico desiderata (Tensione (V) o milli-Amp (I))

NOTA! Gli interruttori sono sensibili - Eseguire un ciclo di alimentazione per mantenere l'impostazione di fabbrica di V

5) Convertire gli ingressi analogici utilizzati come riferimento e retroazione

Impostare la tensione bassa del morsetto 53

Impostare la tensione alta del morsetto 53

Impostare il valore di retroazione basso del morsetto 54

Impostare il valore di retroazione alto del morsetto

54

Impostare la fonte retroazione

6) Impostazioni di base PID

PID di processo, normale/inverso

AN-10

AN-11

AN-24

AN-25

PI-20

0 V

10 V

-5

° C

35

° C

[2] Ingr. analog. 54

PID di processo anti-saturazione

Vel. di avviam. PID di proc.

Salvare i parametri sul tastierino

PI-30

PI-31

PI-32

K-50

[0] Normale

[1] On

300 giri/m

[1] Tutto a tastierino

Tabella 6.21 Esempio di configurazione del PID controllo di processo

Ottimizzazione del regolatore di processo

Le impostazioni di base sono state effettuate; occorre ancora ottimizzare il guadagno proporzionale, il tempo di integrazione e il tempo di derivazione (PI-33 Guadagno

proporzionale PID di processo, PI-34 Tempo d'integrazione PID

di processo, PI-35 Tempo di derivazione PID di processo).

Nella maggior parte dei processi, ciò è possibile seguendo la procedura riportata sotto.

1.

2.

3.

Avviare il motore

Impostare PI-33 Guadagno proporzionale PID di

processo a 0,3 e aumentarlo finché il segnale di retroazione comincia ancora a oscillare. Ridurre quindi il valore finché il segnale di retroazione si stabilizza. Ora abbassare il guadagno proporzionale del 40-60%.

Impostare PI-34 Tempo d'integrazione PID di

processo a 20 s e ridurre il valore finché il segnale di retroazione comincia ancora a oscillare.

Aumentare il tempo di integrazione finché il segnale di retroazione si stabilizza, con un successivo aumento del 15-50%.

4.

Usare PI-35 Tempo di derivazione PID di processo solo per sistemi a reazione molto rapida (tempo di derivazione). Il valore tipico è quattro volte il tempo di integrazione impostato. Il derivatore deve essere usato solo quando l’impostazione del guadagno proporzionale e del tempo di integrazione è stata completamente ottimizzata.

Assicurare che le ondulazioni sul segnale di retroazione siano sufficientemente smorzate dal filtro passa basso sul segnale di retroazione.

NOTA!

Se necessario, avviamento e arresto possono essere attivati più volte per provocare una variazione del segnale di retroazione.

70 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

La funzione di frenata viene applicata per frenare il carico sull'albero motore, o come frenatura dinamica o come frenatura statica.

6.6.1 Freno di stazionamento meccanico

Se la quantità di energia cinetica trasferita alla resistenza in ogni intervallo di frenatura non è nota, è possibile calcolare la potenza media in base al tempo di ciclo e all'intervallo di frenatura, noto anche come duty cycle intermittente. L'utilizzo intermittente della resistenza è un’indicazione del duty cycle a cui lavora la resistenza. La figura sotto illustra un tipico ciclo di frenatura.

NOTA!

I fornitori di motori usano spesso il valore S5 per definire il carico permissibile, che è un'espressione del duty cycle intermittente.

Normalmente un freno di stazionamento meccanico montato direttamente sull'albero motore effettua una frenata statica. In alcune applicazioni la coppia di mantenimento statica funziona come mantenimento statico dell'albero motore (normalmente motori permanenti sincroni). Un freno di stazionamento viene controllato da un PLC oppure direttamente da un'uscita digitale dal convertitore di frequenza (a relè o stato solido).

Il duty cycle intermittente per la resistenza viene calcolata come segue:

Duty cycle = t b

/T

T = tempo di ciclo in s t b

è il tempo di frenatura in s (del tempo di ciclo)

NOTA!

Quando il freno di stazionamento è incluso in una catena di sicurezza un convertitore di frequenza non può assicurare un controllo sicuro di un freno meccanico. È necessario includere nell'impianto un circuito di ridondanza per il controllo del freno.

6.6.2 Frenatura dinamica

Freno dinamico stabilito da:

Freno reostatico: Un IGBT freno mantiene la sovratensione sotto una certa soglia deviando l'energia del freno dal motore alla resistenza freno collegata (B-10 Funzione freno = [1]).

Freno CA: L'energia frenante è distribuita nel motore cambiando le condizioni di perdita nel motore. La funzione freno CA non può essere usata in applicazioni con un'elevata frequenza di spegnimento e riaccensione poiché ciò surriscalderebbe il motore (B-10 Funzione freno = [2]).

Freno CC: Una corrente CC sovramodulata aggiunta alla corrente CA funziona come un freno rallentatore a correnti parassite (par. B-02 e B-03

≠ off ).

6.6.2.1 Scelta della Resistenza di frenatura

Per gestire una richiesta superiore della frenatura rigenerativa è necessaria una resistenza di frenatura. L'utilizzo di una resistenza di frenatura garantisce che l'energia venga assorbita dalla resistenza freno e non dal convertitore di frequenza. Per ulteriori informazioni, vedere la Guida alla progettazione della resistenza di frenatura, DET-700

Disegno 6.22

NOTA!

Assicurarsi che la resistenza sia progettata per gestire il tempo di frenatura necessario.

Il carico max. consentito sulla resistenza di frenatura è indicato come potenza di picco in un determinato duty cycle intermittente e può essere calcolato come:

La resistenza di frenatura viene calcolata come segue:

R br

Ω =

P

U peak dove

P peak

= P motor

x M br

[%] x η motor

x η

DRIVE

[W]

Come si può vedere, la resistenza di frenatura dipende dalla tensione del circuito intermedio (U dc

).

La funzione del freno AF-650 GP viene stabilita per 4 zone dell'alimentazione.

6 6

DET-767/I 71

6 6

Esempi di configurazione de...

Grandezza

3 x 200-240 V

3 x 380-480 V*

3 x 525-600 V

3 x 525-690 V

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Freno attivo

390 V (UDC)

810 V/795 V

943 V

1084 V

Avviso prima del disinserimento Disinserimento (scatto)

405 V 410 V

840 V/828 V

965 V

1109 V

850 V/855 V

975 V

1130 V

Tabella 6.22

* In funzione della potenza

NOTA!

Controllare se la resistenza di frenatura usata è in grado di tollerare una tensione di 410 V, 850 V, 975 V o 1130 V.

NOTA!

Non toccare la resistenza di frenatura perché può diventare molto calda durante e dopo la frenatura. La resistenza di frenatura deve essere collocata in un ambiente sicuro per scongiurare il rischio di incendio

La resistenza di frenatura consigliata garantisce che il convertitore di frequenza sia in grado di frenare alla coppia di frenatura massima (M br(%)

) del 160%. La formula può essere espressa come:

Rrec Ω =

Udc

Pmotor x Mbr (%) xηDRIVE x ηmotor

η motor

è tipicamente 0,90

η

DRIVE

è tipicamente 0,98

Nel caso dei convertitori di frequenza a 200 V, 480 V e 600

V, il valore R rec

a una coppia di frenatura del 160% è espresso come:

200

V : Rrec =

480

V : Rrec =

107780

Pmotor

375300

Pmotor

Ω 1)

480

600

690

V : Rrec =

V : Rrec =

V : Rrec =

428914

Pmotor

630137

Pmotor

832664

Pmotor

Ω 2)

1) Per convertitori di frequenza con potenza all'albero ≤ 7,5 kW

2) Per convertitori di frequenza con potenza all'albero da 11 a

75 kW

NOTA!

Se viene selezionata una resistenza di frenatura con un valore ohmico più elevato, la coppia frenante del 160% potrebbe non essere raggiunta poiché esiste il rischio che il convertitore di frequenza si disinserisca per ragioni di sicurezza.

NOTA!

Se si verifica un cortocircuito nel transistor di frenatura, si può impedire la dissipazione di potenza nella resistenza di frenatura soltanto utilizzando un interruttore generale di alimentazione o un teleruttore per scollegare dalla rete il convertitore di frequenza. (Il contattore può essere controllato dal convertitore di frequenza).

ATTENZIONE

I convertitori di frequenza di taglia da 4x a 6x dispongono oltre un chopper di frenatura. Di conseguenza, per convertitori di queste dimensioni telaio, è necessario utilizzare una resistenza di frenatura per ogni chopper.

6.6.2.2 Cablaggio resistenza freno

EMC (cavi a doppino ritorto/con schermatura)

Per ridurre i disturbi elettrici dai cavi tra la resistenza freno e il convertitore di frequenza, i cavi devono essere a doppino ritorto.

For enhanced EMC performance a metal screen can be used.

6.6.2.3 Controllo di sovratensione

Controllo sovratensione (OVC) (escl. resistenza freno) può essere selezionato come una funzione freno alternativa nel

B-17 Controllo sovratensione OVC. Questa funzione è attiva per tutti gli apparecchi: La funzione consente di evitare uno scatto se la tensione bus CC aumenta. Ciò avviene aumentando la frequenza di uscita per limitare la tensione dal collegamento CC. È una funzione molto utile, ad es. se il tempo di decelerazione è troppo breve, in quanto consente di evitare lo scatto del convertitore di frequenza.

In questa situazione, il tempo di decelerazione viene prolungato.

NOTA!

L'OVC non può essere attivato mentre è in funzione un motore PM (quando P-20 Motor Construction è impostato su [1] PM non saliente SPM).

6.6.3 Controllo del freno meccanico

Nelle applicazioni di sollevamento, è necessario poter controllare un freno elettromeccanico. Per controllare il freno, è necessaria un'uscita a relè (relè1 o relè2) o un'uscita digitale programmata (morsetto 27 o 29). Di norma, questa uscita va tenuta chiusa per tutto il tempo

72 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM che il convertitore di frequenza non è in grado di 'tenere' il motore, ad es. a causa di un carico troppo elevato. In

E-24 Funzione relè (Parametro array), E-20 Uscita dig.

morsetto 27, o E-21 Uscita dig. morsetto 29, selezionare

Controllo del freno meccanico [32] per applicazioni con un freno elettromagnetico.

Quando viene selezionato Controllo del freno meccanico

[32], il relè del freno meccanico rimane chiuso durante l'avviamento finché la corrente di uscita supera il livello selezionato in B-20 Corrente rilascio freno. Durante l'arresto, il freno meccanico verrà chiuso quando la velocità è inferiore al livello selezionato in B-21 Vel. attivazione freno

[giri/min]. Se il convertitore di frequenza si trova in una condizione di allarme, vale a dire in una situazione di sovratensione, il freno meccanico si inserirà immediatamente. Ciò avviene anche durante un arresto di sicurezza.

6 6

Disegno 6.23

In applicazioni di sollevamento/abbassamento, è necessario poter controllare un freno elettromeccanico.

Descrizione passo per passo

Per il controllo del freno meccanico può essere utilizzata qualsiasi uscita a relè o digitale

(morsetto 27 oppure 29), Se necessario con un contattore adatto.

Assicurare che l'uscita sia disattivata per il periodo di tempo in cui il convertitore di frequenza non è in grado di azionare il motore, ad esempio in conseguenza di un carico eccessivo o a causa del fatto che il motore non è ancora stato montato.

Selezionare Controllo del freno meccanico [32] nel gruppo parametri E-2# prima di collegare il freno meccanico.

Il freno viene rilasciato se la corrente motore supera il valore preimpostato nel B-20 Corrente

rilascio freno.

Il freno è innestato quando la frequenza di uscita

è inferiore alla frequenza impostata in B-21 Vel.

attivazione freno [giri/min] o B-22 Velocità di

attivazione del freno [Hz] e solo nel caso in cui il convertitore di frequenza esegue un comando di arresto.

NOTA!

Nelle applicazioni di sollevamento verticale o di sollevamento in generale, si consiglia fortemente di assicurare che il carico possa essere arrestato in caso di emergenza o di malfunzionamento di una singola parte come ad es. un contattore ecc.

Se il convertitore di frequenza è in stato di allarme o in una situazione di sovratensione, il freno meccanico viene inserito immediatamente.

DET-767/I 73

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

NOTA!

Per le applicazioni di sollevamento assicurarsi che i limiti di coppia in F-40 Limitatore di coppia (marcia) e

F-41 Limitatore di coppia (frenatura) impostati siano inferiori al limite di corrente in F-43 Limite corrente. È consigliabile impostare SP-25 Ritardo scatto al limite di coppia su "0",

SP-26 Ritardo scatto per guasto conv. di freq. su "0"e

SP-10 Guasto linea su "[3], Ruota libera".

6.6.4 Freno meccanico di sollevamento

Il AF-650 GP è dotato di un controllo del freno meccanico appositamente progettato per le applicazioni di sollevamento. Il freno meccanico di sollevamento viene attivato selezionando [6] in F-25 Funz. di avv.. La differenza principale rispetto al controllo del freno meccanico normale, che utilizza una funzione di relè per monitorare la corrente di uscita, consiste nel fatto che la funzione freno meccanico di sollevamento ha un controllo diretto sul relè del freno. Vale a dire, anziché impostare una corrente per il rilascio del freno, è definita la coppia applicata al freno chiuso prima del rilascio. Dal momento che la coppia è definita direttamente, la programmazione è più agevole per le applicazioni di sollevamento.

Servendosi di B-28 Fattore di guadagno proporzionale è possibile ottenere un controllo più rapido quando il freno viene rilasciato. La strategia del freno meccanico di sollevamento si basa su una sequenza di 3 fasi, in cui il controllo del motore e il rilascio del freno sono sincronizzati per rilasciare il freno nel modo più morbido possibile.

Sequenza in tre fasi

1.

Premagnetizzazione del motore

Per assicurarsi che vi sia mantenimento sul motore e verificare che sia correttamente montato, il motore viene dapprima premagnetizzato.

2.

Applicare la coppia al freno chiuso

Quando il carico è mantenuto dal freno meccanico, non è possibile determinarne le dimensioni ma solo la direzione. Quando il freno si apre, il motore deve assumere il controllo del carico. Per facilitare tale controllo, è applicata una coppia definita dall'utente, impostata in B-26 Rif.

coppia, nella direzione di sollevamento. Questa verrà utilizzata per ripristinare il regolatore di velocità che infine assumerà il controllo del carico. Per ridurre l'usura sulla trasmissione dovuta al gioco, la coppia è accelerata.

3.

Freno di rilascio

Quando la coppia raggiunge il valore impostato in B-26 Rif. coppia il freno viene rilasciato. Il valore impostato in B-25 Tempo di rilascio del freno determina il ritardo prima del rilascio del carico.

Per reagire il più velocemente possibile nella fase di carico che segue il rilascio del freno, è possibile incrementate la regolazione di velocità PID aumentando il guadagno proporzionale.

74 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 6.24 Sequenza di rilascio del freno per il controllo del freno meccanico di sollevamento

I) Ritardo attivaz. freno: Il convertitore di frequenza ricomincia dalla posizione di freno meccanico innestato.

II) Ritardo di arresto: Quando il tempo fra gli avviamenti successivi è inferiore all'impostazione in B-24 Ritardo di arresto, il convertitore di frequenza si avvia senza applicare il freno meccanico (cioè inversione).

NOTA!

Per un esempio del controllo del freno meccanico avanzato per le applicazioni di sollevamento vedere la sezione Esempi applicativi

6 6

DET-767/I 75

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6 6

Il controllore logico (LC) è essenzialmente una sequenza di azioni definite dall'utente (vedere LC-52 Azione del

controllore logico [x]) le quali vengono eseguite dall'LC l'evento associato definito dall'utente (vedere LC-51 Evento

controllore logico [x]) è valutato come TRUE dall'LC.

La condizione per un evento può essere un particolare stato, oppure il fatto che l'uscita generata da una regola logica o da un operatore di confronto diventa TRUE.

Questo darà luogo all'azione associata, come descritto.

Tutti gli eventi e le azioni sono numerati e collegati fra loro formando delle coppie (stati). Questo significa che quando l'evento [0] è soddisfatto (raggiunge il valore TRUE), viene eseguita l'azione [0] . In seguito le condizioni dell'evento [1] verranno valutate. Se verranno valutate come TRUE, verrà eseguita l'azione [1] e cosi via. Verrà valutato un solo

evento alla volta. Se un evento viene valutato come FALSE, durante l'intervallo di scansione corrente non succede nulla

(in LC) e non verranno valutati altri eventi. Questo significa che quando l'LC inizia, valuta ogni intervallo di scansione l'evento [0] (e solo evento [0]). Solo se l'evento [0] viene valutato come TRUE, l'LC esegue l'azione [0] e inizia a valutare l'evento [1] . È possibile programmare da 1 a 20

eventi e azioni.

Una volta eseguito l'ultimo evento / azione, la sequenza inizia da capo con evento [0] / azione [0]. Il disegno mostra un esempio con tre eventi / azioni:

Disegno 6.26

Regole logiche

Si possono combinare fino a tre ingr. booleani (ingressi

TRUE / FALSE) di timer, comparatori, ingr. digitali, bit di stato ed eventi utilizzando gli operatori logici AND, OR e

NOT.

Disegno 6.27

Disegno 6.25

Comparatori

I comparatori vengono utilizzati per confrontare variabili continue (ad es. frequenza di uscita, corrente di uscita, ingresso analogico ecc.) con valori fissi preimpostati.

76 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Esempio applicativo

Parametri

Funzione Impostazione

H-20 Funzione di perdita retroazione motore

H-21 Errore di velocità retroazione motore

H-22 Timeout perdita retroazione motore

PI-00 Fonte retroazione PID di velocità

EC-11 Risoluzion e (PPR)

LC-00 Modo controllore logico

LC-01 Evento avviamento

LC-02 Evento arresto

LC-10 Operando comparatore

LC-11 Operatore comparatore

[1] Avviso

100 giri/min

5 s

[2] OPCENC

1024*

[1] On

[19] Avviso

[44] Tasto di reset

[21] N. avviso

[1] ≈*

LC-12 Valore comparatore

LC-51 Evento controllore logico

LC-52 Azione del controllore logico

E-24 Funzione relè

90

[22]

Comparatore

0

[32] Imp. usc.

dig. A bassa

[80] Uscita dig. A contr.

log.

* = Valore di default

Note/commenti:

Se il limite nel monitor di retroazione viene superato, verrà generato l'Avviso 90. L'LC monitora l'Avviso 90 e, nel caso in cui l'Avviso 90 diventa TRUE, allora viene attivato il relè 1.

L'attrezzatura esterna potrebbe in seguito indicare che è necessaria una manutenzione.

Se l'errore di retroazione torna a scendere al di sotto del limite nuovamente entro 5 sec., allora il convertitore di frequenza continua a funzionare e l'avviso scompare. Tuttavia il relè 1 continuerà ad essere attivato finché viene premuto [Reset] sul tastierino.

Tabella 6.23 Utilizzo del controllore logico per impostare un relè

6.8 Condizioni di funzionamento estreme

Cortocircuito (fase motore – fase)

Grazie alla misurazione della corrente effettuata in ognuna delle tre fasi del motore, il convertitore di frequenza è protetto contro i cortocircuiti. Un cortocircuito tra due fasi di uscita provocherà sovracorrente nell’inverter. Tuttavia, ogni transistor dell’inverter verrà disinserito singolarmente quando la corrente di cortocircuito supera il valore ammesso (Allarme 16 scatto blocc.).

Commutazione sull’uscita

La commutazione sull’uscita, tra motore e convertitore di frequenza, è sempre possibile. La commutazione sull'uscita non danneggia il convertitore di frequenza in nessun modo. Tuttavia, è possibile che vengano visualizzati messaggi di guasto.

Sovratensione generata dal motore

La tensione nel circuito intermedio subisce un aumento quando il motore funziona da generatore. Ciò avviene nei seguenti casi:

1.

2.

Il carico fa funzionare il motore (con frequenza di uscita costante dal convertitore di frequenza) e cioè il carico genera energia.

Durante la decelerazione, se il momento di inerzia

è elevato, l'attrito è basso e il tempo di decelerazione è troppo breve perché l'energia venga dissipata sotto forma di perdite nel convertitore di frequenza, nel motore e nell'impianto.

3.

Un'impostazione non corretta della compensazione dello scorrimento può causare una maggiore tensione sul bus CC.

Vedere B-10 Funzione freno e B-17 Controllo sovratensione

OVC per selezionare il metodo utilizzato per controllare il livello di tensione del circuito intermedio.

Caduta di tensione dell'alimentazione di rete

Durante la caduta di tensione dell'alimentazione di rete, il convertitore di frequenza continua a funzionare fino a quando la tensione del circuito intermedio non scende al di sotto del livello minimo di funzionamento, di norma il

15% al di sotto della tensione di alimentazione minima del convertitore di frequenza. La tensione di alimentazione anteriore alla caduta di tensione e il carico del motore determinano il tempo che precede l'arresto a ruota libera dell'inverter.

Sovraccarico statico nella modalità Controllo vettoriale avanzato

Se il convertitore di frequenza è in sovraccarico (è stato raggiunto il limite di coppia indicato in F-40 Limitatore di

coppia (marcia)/F-41 Limitatore di coppia (frenatura)), i

6 6

DET-767/I 77

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM dispositivi di controllo riducono la frequenza di uscita per ridurre il carico.

Se il sovraccarico è estremo, può verificarsi una corrente che causa il disinserimento del convertitore di frequenza dopo circa 5-10 s.

Il funzionamento entro il limite di coppia può essere limitato nel tempo (0-60 s) in SP-25 Ritardo scatto al limite

di coppia.

6.9 Protezione termica del motore

Per proteggere l'applicazione da seri danni, AF-650 GP offre numerose funzioni specifiche

Limite di coppia: La funzione Limite di coppia protegge il motore dai sovraccarichi, indipendentemente dalla velocità.

Il limite di coppia è controllato in F-40 Limitatore di coppia

(marcia) e/o F-41 Limitatore di coppia (frenatura), mentre il tempo necessario prima che si azioni l'avviso del limite di coppia è controllato in SP-25 Ritardo scatto al limite di

coppia.

Limite di corrente: Il limite di corrente è controllato in

F-43 Limite corrente e il tempo prima dello scatto successivo all'avviso limite di corrente è controllato in

SP-24 Ritardo scatto al limite di corrente.

Limite velocità min.: (F-18 Lim. basso vel. motore [giri/min] o

F-16 Limite basso velocità motore [Hz]) limita l'intervallo di velocità operativa, ad esempio, fra 30 e 50/60Hz. Limite velocità max.: (F-17 Lim. alto vel. motore [giri/min] o

F-03 Freq. di uscita max 1) limita la velocità di uscita massima che può fornire il

Sovraccarico termico elettronico: La funzione sovraccarico termico elettronico del convertitore di frequenza misura la corrente effettiva, la velocità e il tempo per calcolare la temperatura del motore e proteggerlo da surriscaldamenti

(avviso o scatto). È anche disponibile un ingresso termistore esterno. Il sovraccarico termico elettronico è una funzione elettronica che simula un relè a bimetallo basandosi su misure interne. La caratteristica viene

mostrata in Disegno 6.28:

Disegno 6.28 Sovraccarico termico elettronico: L'asse X mostra il rapporto tra I motor

and I motor

nominale. L'asse Y riporta il tempo in secondi che precede il momento in cui il sovraccarico termico elettronico scatta e scollega il convertitore di frequenza. Le curve illustrano la caratteristica ad una velocità doppia della velocità nominale e a una velocità pari a 0,2 volte la velocità nominale.

A velocità inferiori il sovraccarico termico elettronico scatta per livelli inferiori di surriscaldamento a causa del minor raffreddamento del motore. In tal modo il motore è protetto dal surriscaldamento anche alle basse velocità.

6.10 Arresto di sicurezza

L'AF-650 GP può eseguire la funzione di sicurezza Safe

Torque Off (come definita da EN IEC 61800-5-2

1

) o la

Categoria di arresto 0 (come definita nella norma EN

60204-1

2

).

Prima dell'integrazione e dell'utilizzo dell'Arresto di

Sicurezza in un'installazione, è necessario effettuare un'approfondita analisi dei rischi per determinare se le funzioni dell'Arresto di Sicurezza e i livelli di sicurezza sono adeguati e sufficienti. È progettato e ritenuto adatto per i requisiti della categoria di:

Categoria di sicurezza 3 in EN 954-1 (e ISO EN

13849-1)

-

Livello di prestazioni "d" in ISO EN 13849-1:2008

Capacità SIL 2 in IEC 61508 ed EN 61800-5-2

SILCL 2 in EN 62061

1) Vedere EN IEC 61800-5-2 per ulteriori informazioni su lla funzione Safe torque off (STO).

2) Vedere EN IEC 60204-1 per informazioni sulle categorie di arresto 0 e 1.

Attivazione e termine dell'Arresto di Sicurezza

La funzione Arresto di sicurezza (STO) viene attivata rimuovendo la tensione sul morsetto 37 dell'inverter di sicurezza. Collegando l'inverter di sicurezza ai dispositivi di sicurezza esterni fornendo un ritardo di sicurezza, può

78 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM essere ottenuto un impianto per una categoria di arresto di sicurezza 1. La funzione Arresto di sicurezza di AF-650

GP può essere utilizzata per motori asincroni, sincroni e a magneti permanenti.

AVVISO

Dopo l'installazione dell'Arresto di sicurezza (STO), occorre eseguire un test di funzionamento. Dopo la prima installazione è necessario superare un test di messa in esercizio, che va ripetuto dopo ogni modifica all'installazione di sicurezza.

Dati tecnici funzione Arresto di sicurezza

I valori seguenti sono associati ai diversi livelli di sicurezza:

Tempo di reazione per T37

Tempo di reazione tipico: 10ms

Tempo di reazione = il ritardo tra l'istante in cui viene tolta l'alimentazione all'ingresso STO e l'istante in cui commuta il ponte di uscita del convertitore di frequenza.

Dati per EN ISO 13849-1

Livello di prestazioni "d":

MTTF d

(Tempo medio per guasto pericoloso):

24816 anni

-

DC (Copertura diagnostica): 99%

Categoria 3

Vita utile 20 anni

Dati per EN IEC 62061, EN IEC 61508, EN IEC 61800-5-2

Capacità SIL 2, SILCL 2

PFH (Probabilità di guasto pericoloso per ora) =

7e-10FIT = 7e-19/h

SFF (Frazione di guasti sicuri) > 99% -

HFT (Tolleranza ai guasti hardware) = 0

(architettura 1oo1)

Vita utile 20 anni -

Dati per EN IEC 61508 domanda ridotta

PFDavg per 1 anno di test: 3,07E-14

PFDavg per 3 anni di test: 9,20E-14

PFDavg per 5 anni di test: 1,53E-13

Dati SISTEMA

Da GE Sono disponibili dati per la sicurezza funzionale tramite una libreria utilizzabile con il software di calcolo

SISTEMA dell'IFA (Institute for Occupational Safety and

Health della German Social Accident Insurance) e i dati per il calcolo manuale. La libreria è sempre completa e viene costantemente ampliata.

Abbrev. Rif.

Cat.

EN 954-1

FIT

HFT

Descrizione

Categoria, livello "B, 1-4"

Guasto nel tempo: 1E-9 ore

IEC 61508 Tolleranza ai guasti hardware: HFT = n indica che n+1 guasti possono causare una perdita della funzione di sicurezza

MTTFd EN ISO

13849-1

PFH

Tempo medio al guasto - pericoloso.

Unità: anni

IEC 61508 Probabilità di guasto pericoloso per ora.

Questo valore deve essere preso in considerazione se il dispositivo di sicurezza funziona in condizioni gravose

(con frequenza maggiore di una volta l'anno) o in modalità continua, dove la frequenza di richieste di funzionamento su un sistema di sicurezza è maggiore di una all'anno.

PL

SFF

EN ISO

13849-1

Livello discreto utilizzato per specificare la possibilità dei componenti collegati alla sicurezza facenti parte del sistema di controllo di eseguire la funzione di sicurezza in tutte le condizioni prevedibili.

Livelli a-e

IEC 61508 Frazione di guasti sicuri [%] ; Percentuale di guasti sicuri e guasti pericolosi rilevati di una funzione di sicurezza o di un sottosistema associata a tutti i guasti.

SIL

STO

SS1

IEC 61508 Livello di integrità sicurezza

EN

61800-5-2

Safe Torque Off

EN 61800

-5-2

Arresto di sicurezza 1

Tabella 6.24 Abbreviazioni correlate alla sicurezza funzionale

Valore medio PFDavg (Probabilità di guasto alla richiesta)

Probabilità che si verifichi un guasto al momento della richiesta di intervento della funzione.

6.10.1.1 Morsetto 37 Funzione Arresto di sicurezza

La funzione Arresto di sicurezza disabilita la tensione di controllo dei semiconduttori di potenza dello stadio di uscita del convertitore di frequenza al fine di impedire che venga generata la tensione necessaria a far ruotare il motore. Quando viene attivata la funzione Arresto di sicurezza (T37), il convertitore di frequenza emette un allarme, fa scattare l'unità e arresta il motore a ruota libera.

È necessario riavviare manualmente. La funzione Arresto di sicurezza viene usata per fermare il convertitore di frequenza in caso di arresti di emergenza. In condizioni di normale funzionamento, quando non è necessario un arresto di sicurezza, si utilizza invece la regolare funzione di arresto del convertitore di frequenza. Se è abilitato il riavvio automatico, devono essere rispettati i requisiti indicati dalle norme ISO 12100-2 paragrafo 5.3.2.5.

6 6

DET-767/I 79

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Condizioni di responsabilità

È responsabilità dell'utilizzatore garantire il personale installando e utilizzando la funzione Arresto di sicurezza:

Leggere e comprendere le norme di sicurezza riguardanti la protezione dai rischi e la prevenzione degli incidenti.

Possedere una adeguata conoscenza delle norme generiche di sicurezza valide per l'applicazione specifica.

L'utilizzatore è, per definizione: il personale di integrazione, operazioni, assistenza, manutenzione.

Norme

L'uso dell'arresto sicuro sul morsetto 37 richiede che l'utente soddisfi tutte le norme di sicurezza incluse leggi vigenti, regolamenti e linee guida. La funzione opzionale di arresto di sicurezza è conforme alle seguenti norme:

EN 954-1: Categoria 3 1996

IEC 60204-1: Categoria 0 2005 - arresto non controllato

IEC 61508: 1998 SIL2

IEC 61800-5-2: 2007 – funzione arresto di sicurezza (STO)

IEC 62061: 2005 SIL CL2

ISO 13849-1: 2006 Categoria 3 PL d

ISO 14118: 2000 (EN 1037) – prevenzione degli avviamenti involontari

Misure di protezione

I sistemi di sicurezza devono essere installati e messi in funzione solo da personale adeguatamente competente e qualificato.

L'unità deve essere installata in una custodia IP54 o in un ambiente equivalente. In caso di applicazioni particolari potrebbe essere necessario un contenitore con un livello di protezione IP maggiore.

Il cavo tra il morsetto 37 e il dispositivo esterno di sicurezza deve essere protetto dai cortocircuiti secondo la ISO 13849-2 tabella D.4

Se forze esterne influenzano l'asse del motore (ad es. carichi sospesi) è necessario adottare misure aggiuntive (ad es. un freno di mantenimento di sicurezza) per prevenire i rischi.

Installazione e configurazione della funzione Arresto di sicurezza

AVVISO

FUNZIONE ARRESTO DI SICUREZZA!

La funzione arresto di sicurezza NON isola la tensione di alimentazione dal convertitore di frequenza o dai circuiti ausiliari. Eseguire interventi sui componenti del convertitore di frequenza o del motore solo dopo avere scollegato la tensione di alimentazione ed avere aspettato il tempo necessario, specificato nella sezione Sicurezza di questo manuale. Non rispettare le indicazioni precedenti significa esporsi al rischio di lesioni gravi o addirittura mortali.

Non è consigliato arrestare il convertitore di frequenza tramite la funzione Safe Torque Off. Se un convertitore di frequenza in funzione viene fermato utilizzando questa funzione, l'unità scatta e si arresta a ruota libera. Questo non è accettabile ed è pericoloso; il convertitore di frequenza e le relative apparecchiature devono esser arrestati utilizzando le modalità opportune, prima di utilizzare tale funzione. In alcune applicazioni può essere necessario un freno meccanico.

A proposito dei convertitori di frequenza sincroni e con motori a magneti permanenti in caso di guasto dei semiconduttori di potenza IGBT:

Nonostante l'attivazione della funzione Safe torque off, il convertitore di frequenza può generare una coppia di allineamento che ruota l'albero del motore al massimo di 180/p gradi, dove p indica il numero di coppie di poli.

Questa funzione è idonea ad eseguire lavoro meccanico solo sul convertitore di frequenza o sulla zona della macchina collegata. Non offre sicurezza elettrica. La funzione non deve essere utilizzata come comando per avviare o arrestare il convertitore di frequenza.

Per eseguire un'installazione sicura del convertitore di frequenza, rispettare i seguenti requisiti:

1.

Rimuovere il ponticello fra i morsetti di controllo

37 e 12 o 13. Non è sufficiente tagliare o rompere il ponticello per evitare il cortocircuito. (Vedere

ponticello in Disegno 2.26.)

2.

Collegare un relè esterno di monitoraggio di sicurezza tramite la funzione di sicurezza NA

(seguire le istruzioni relative al dispositivo di sicurezza) al morsetto 37 (arresto di sicurezza) e al morsetto 12 o 13 (24 V CC). Il relè di monitoraggio di sicurezza deve essere conforme alla

Categoria 3 (EN 954-1)/PL "d" (ISO 13849-1) o SIL

2 (EN 62061).

80 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 6.29 Ponticello tra i morsetti 12/13 (24 V) e 37

Test di messa in funzione dell'arresto di sicurezza

Dopo l'installazione e prima della messa in esercizio, eseguire un test di collaudo di un'applicazione che utilizza la funzione Arresto di sicurezza. Inoltre, eseguire il test dopo ogni modifica dell'installazione.

Esempio con STO

Un relè di sicurezza valuta i segnali provenienti dal pulsante di arresto di emergenza e fa intervenire la funzione STO del convertitore di frequenza in caso di

attivazione del pulsante (vedere Disegno 6.31). Questa

funzione di sicurezza corrisponde ad un arresto di categoria 0 (arresto non controllato) secondo la norma IEC

60204-1. Se la funzione interviene durante il funzionamento, il motore rallenta in maniera incontrollata.

L'alimentazione al motore viene scollegata in modo che non sia possibile alcun ulteriore movimento. Non è necessario monitore l'impianto fermo. Se è necessario prevenire l'effetto di una forza esterna, occorre prendere ulteriori misure per evitare qualsiasi movimento potenziale

(ad es. utilizzando freni meccanici).

NOTA!

Per tutte le applicazioni dotate di funzione Arresto sicuro,

è importante evitare i cortocircuiti del cablaggio T37.

Questo risultato può essere ottenuto come descritto nella norma EN ISO 13849-2 D4 , utilizzando un cablaggio protetto (schermato o segregato).

Disegno 6.30 Installazione per raggiungere un Arresto di

Categoria 0 (EN 60204-1) con Sicurezza Cat. 3 (EN 954-1)/PL "d"

(ISO 13849-1) o SIL 2 (EN 62061).

Esempio con SS1

SS1 corrisponde a un arresto controllato, arresto di

categoria 1 secondo IEC 60204-1 (vedere Disegno 6.32).

Quando la funzione di sicurezza si attiva, viene eseguito un normale arresto controllato. Questa modalità viene attivata tramite il morsetto 27. Dopo che è il ritardo di sicurezza del modulo esterno di sicurezza è trascorso, interviene la funzione STO e il morsetto 37 viene posto al livello basso.

Viene eseguito un rallentamento secondo la rampa impostata nel convertitore di frequenza. Se il convertitore di frequenza non è fermo dopo che è trascorso il ritardo di sicurezza, l'attivazione della funzione STO mette il convertitore di frequenza in rotazione libera.

NOTA!

Quando si utilizza la funzione SS1, la rampa di frenatura del convertitore di frequenza non è monitorata relativamente alla sicurezza.

3

4

1

2

Relè di sicurezza (cat. 3, PL d o SIL2

Pulsante arresto di emergenza

Pulsante di ripristino

Cavo protetto dai cortocircuiti (se esterno all'armadio di installazione IP54)

Tabella 6.25

Esempio con applicazioni in categoria 4/PL

Quando il sistema di controllo di sicurezza richiede due canali per la funzione STO, in modo da raggiungere il livello Categoria 4/PL, un canale può essere implementato tramite la funzione Arresto sicuro T37 (STO) e l'altro tramite un contattore, che può essere collegato o all'ingresso del convertitore di frequenza o ai circuiti di potenza in uscita e controllato dal relè di sicurezza (vedere

Disegno 6.33). Il contattore deve essere monitorato tramite

un contatto ausiliario guidato, e collegato all'ingresso di ripristino del relè di sicurezza.

6 6

DET-767/I 81

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Parallelo tra l'ingresso Arresto di sicurezza e il relè di sicurezza

Gli ingressi Arresto di sicurezza T37 (STO) se necessario possono essere collegati direttamente insieme per controllare più convertitori di frequenza tramite una stessa linea di controllo con un solo relè di sicurezza (vedere

Disegno 6.34). Collegando gli ingressi tutti insieme aumenta

la probabilità di un guasto che diminuisce la sicurezza, perché un guasto in un convertitore di frequenza potrebbe causare l'abilitazione di tutti i convertitori di frequenza presenti. La probabilità di un guasto per T37 è così bassa, che la probabilità complessiva risultante è comunque entro i limiti previsti dai requisiti SIL2.

1

2

3

Relè di sicurezza

Pulsante arresto di emergenza

Pulsante di ripristino

Tabella 6.26

Disegno 6.31 Esempio STO

Disegno 6.32 Esempio SS1

82

Disegno 6.33 Esempio STO categoria 4

Disegno 6.34 Esempio con convertitori di frequenza multipli in parallelo

3

4

1

2

Relè di sicurezza

Pulsante arresto di emergenza

Pulsante di ripristino

24 V CC

Tabella 6.27

AVVISO

L'attivazione dell'arresto di sicurezza (cioè la rimozione dell'alimentazione di tensione a 24 V CC al morsetto 37), non garantisce una sicurezza elettrica. La funzione Arresto di sicurezza di per se stessa non è sufficiente a implementare la funzione Emergency Off definita dalla norma EN 60204-1. L'arresto Emergency Off richiede misure che garantiscano l'isolamento elettrico, ad esempio scollegando l'alimentazione di rete tramite un ulteriore contattore.

1.

2.

Attivare la funzione di Arresto di sicurezza rimuovendo l'alimentazione di tensione a 24 V CC al morsetto 37.

Dopo l'attivazione dell'arresto di sicurezza, vale a dire dopo il tempo di risposta, il convertitore di frequenza va in evoluzione libera (si arresta creando un campo rotazionale nel motore). Il tempo di risposta è tipicamente inferiore a 10 ms per l'intero campo di prestazioni dell'AF-650 GP..

Il convertitore di frequenza garantisce che non verrà riavviata la creazione di un campo rotazionale a causa di

DET-767/I

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM un guasto interno (in conformità alla cat. 3 della norma EN

954-1, a PL d secondo EN ISO 13849-1 e a SIL 2 secondo

EN 62061). Dopo l'attivazione dell'arresto di sicurezza, il display dell'AF-650 GP visualizzerà il testo Arresto di sicurezza attivato. Il testo di aiuto associato recita "L'arresto di sicurezza è stato attivato". Questo significa che l'Arresto di sicurezza è stato attivato o che l'esercizio normale non è stato ancora ripreso dopo l'attivazione dell'Arresto di sicurezza.

NOTA!

I requisiti della Cat. 3 (EN 954-1) / PL "d" (ISO 13849-1) sono soddisfatti solo se l'alimentazione a 24 V CC al morsetto 37 è mantenuta disinserita o a un livello basso da un dispositivo di sicurezza che a sua volta soddisfi la Cat. 3

(EN 954-1)/PL "d" (ISO 13849-1). Se sul motore agiscono forse esterne, ad es. in caso di assi verticali (carichi sospesi), e movimenti imprevisti (causati dalla forza di gravità) possono causare un pericolo, il motore non deve essere messo in funzione senza prevedere ulteriori misure di protezione, ad esempio l'installazione di freni meccanici.

6.10.1.2 Test di messa in funzione dell'arresto di sicurezza

Dopo l'installazione e prima della prima messa in funzione, eseguire un test di collaudo di un impianto o di un'applicazione che utilizza l'Arresto d'emergenza AF-650 GP.

Inoltre, eseguire il test dopo ogni modifica dell'impianto o dell'applicazione, della quale fa parte l'Arresto d’emergenza del AF-650 GP.

NOTA!

Dopo la prima installazione è necessario superare un test di messa in esercizio, che va ripetuto dopo ogni modifica all'installazione di sicurezza.

Per riprendere l'esercizio dopo l'attivazione dell'arresto di sicurezza, prima deve essere riapplicata la tensione a 24 V

CC al morsetto 37 (il testo Arresto di sicurezza attivato continua ad essere visualizzato) e quindi deve essere creato un segnale di reset (tramite il bus, l'I/O digitale o il tasto [Reset] sull'inverter).

Per default le funzioni di Arresto di sicurezza vengono impostate su un comportamento di Prevenzione del

Riavvio Involontario. Ciò significa che per terminare l'Arresto Rapido e per riprendere il funzionamento normale, è prima necessario riapplicare i 24 V CC al morsetto 37. In seguito è necessario inviare un segnale di

Reset (tramite bus, I/O digitale o il tasto [Reset]).

La funzione di Arresto di sicurezza può essere impostata su un comportamento di Riavvio automatico impostando il valore di E-07 Arresto di sicurezza morsetto 37 dal valore di default [1] al valore [3].

Il riavviamento automatico significa che l'Arresto di sicurezza è terminato e che viene ripreso il funzionamento normale non appena i 24 V CC vengono applicati al morsetto 37; non è necessario alcun segnale di ripristino.

AVVISO

Il Comportamento di Riavvio Automatico è consentito solo in una delle due situazioni:

1.

La Prevenzione del Riavvio Involontario viene implementata da altre parti del sistema di Arresto di Sicurezza.

2.

Una presenza nella zona pericolosa può essere esclusa fisicamente quando l'Arresto di Sicurezza non è attivato. In particolare deve essere rispettato il paragrafo 5.3.2.5 della ISO 12100-2

2003.

Il test di funzionamento (selezionare uno dei casi 1 o 2 come applicabile):

Caso 1: è necessario impedire il riavvio per Arresto di sicurezza (vale a dire Arresto di sicurezza solo dove

E-07 Arresto di sicurezza morsetto 37 è impostato sul valore di default [1]:

1.1 Rimuovere la tensione di alimentazione 24 V

CC al morsetto 37 mediante il sezionatore mentre il motore è azionato dall'AF-650 GP (vale a dire quando l'alimentazione di rete non è interrotta).

Questa fase del test viene superata se il motore reagisce con un'evoluzione libera e viene attivato il freno meccanico (se collegato). Se è montato un tastierino, viene visualizzato l'allarme "Safe

Stop [A68]".

1.2 Inviare un segnale di Reset (tramite bus, I/O digitale o il tasto [Reset]). La fase del test viene superata se il motore rimane nello stato di

Arresto d'emergenza e il freno meccanico rimane attivato (se collegato).

1.3 Riapplicare 24 V CC al morsetto 37. La fase del test viene superata se il motore rimane nello stato di evoluzione libera e il freno meccanico rimane attivato (se collegato).

1.4 Inviare un segnale di Reset (tramite bus, I/O digitale o il tasto [Reset]). La fase del test viene superata se il motore torna nuovamente in funzione.

Il test di messa in funzione è superato se vengono superate tutte e quattro le fasi del test (1.1, 1.2, 1.3 e 1.4).

Caso 2: il Riavvio automatico o l'Arresto di sicurezza sono voluti e consentiti (vale a dire Arresto di sicurezza solo dove E-07 Arresto di sicurezza morsetto 37 è impostato su

[3]:

2.1 Rimuovere la tensione di alimentazione 24 V

CC al morsetto 37 mediante il sezionatore mentre il motore è azionato da AF-650 GP (vale a dire che l'alimentazione di rete non è interrotta).

Questa fase del test viene superata se il motore reagisce con un'evoluzione libera e viene attivato

6 6

DET-767/I 83

6 6

Esempi di configurazione de...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM il freno meccanico (se collegato). Se è montato un tastierino, viene visualizzato l'allarme "Safe

Stop [W68]".

2.2 Riapplicare 24 V CC al morsetto 37.

La fase del test viene superata se il motore torna nuovamente in funzione. Il test di messa in funzione è superato se vengono superate le due le fasi del test 2.1 e

2.2.

84 DET-767/I

Esempi di configurazione de...

6.11 Certificazioni

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6 6

Disegno 6.35

DET-767/I 85

Considerazioni per l'instal...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7 Considerazioni per l'installazione

7

7

7.1.1 Considerazioni generali sulle emissioni EMC

La conduzione delle interferenze elettriche avviene a frequenze nell'intervallo compreso tra 150 kHz e 30 MHz.

L'interferenza aerea proveniente dal sistema del convertitore di frequenza nel campo compreso tra 30 MHz e 1

GHz è generata dall'inverter, dal cavo motore e dal motore.

Come mostrato nella figura seguente, le correnti capacitive presenti nel cavo motore, accoppiate con un valore dV/dt elevato dalla tensione del motore, generano correnti di dispersione.

L'uso di un cavo motore schermato aumenta la corrente di dispersione (vedere la figura seguente), in quanto tali cavi sono dotati di maggiore capacità verso terra rispetto ai cavi non schermati. Se la corrente di dispersione non è filtrata, verranno generate interferenze maggiori sulla rete nel campo di radiofrequenza al di sotto di circa 5 MHz.

Poiché la corrente di dispersione (I

1

) viene ritrasportata all'unità attraverso lo schermo (I

3

), all'inizio esisterà solo un piccolo campo elettromagnetico (I

4

) dal cavo motore schermato secondo la figura in basso.

Lo schermo riduce l'interferenza irradiata , ma aumenta l'interferenza a bassa frequenza sulla rete. La schermatura del cavo motore deve essere collegata sia alla custodia del convertitore di frequenza che a quella del motore. A tal fine è consigliabile utilizzare pressacavi integrati in modo da evitare estremità della schermatura attorcigliate. Queste aumentano l'impedenza della schermatura alle alte frequenze, riducendo l'effetto di schermatura e aumentando la corrente di dispersione (I

4

).

Se viene utilizzato un cavo schermato per rete, relè, cavo di controllo, interfaccia di segnale e freno, la schermatura deve essere collegata alla custodia a entrambe le estremità. In alcune situazioni, tuttavia, è necessario rompere lo schermo per evitare anelli di corrente.

Disegno 7.1

Nel caso in cui sia necessario posizionare la schermatura su una piastra di installazione del convertitore di frequenza, tale piastra deve essere di metallo, in quanto le correnti di schermatura devono essere ricondotte all'unità. Inoltre è necessario assicurare un buon contatto elettrico dalla piastra di installazione per mezzo delle viti di montaggio e allo chassis del convertitore di frequenza.

Se si utilizzano cavi non schermati, è possibile che alcuni requisiti relativi alle emissioni non vengano soddisfatti, nonostante la conformità relativa all'immunità sia rispettata.

Per ridurre il livello di interferenza dell'intero sistema (unità

+ installazione), è importante che i cavi motore e freno siano più corti possibile. Evitare di sistemare i cavi con un livello di segnale sensibile lungo i cavi motore e freno.

Disturbi superiori a 50 MHz (che si propagano in aria) vengono generati in particolare dall'elettronica di controllo.

86 DET-767/I

Considerazioni per l'instal...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7.1.2 Requisiti relativi alle emissioni

In base alle norme di prodotto relative alla compatibilità elettromagnetica per convertitori di frequenza a velocità regolabile EN/IEC61800-3:2004, i requisiti EMC dipendono dall'uso previsto del convertitore di frequenza. Quattro categorie sono definite nelle norme di prodotto relative alla compatibilità elettromagnetica. Le definizioni delle quattro categorie insieme ai requisiti per le emissioni condotte sulla linea di alimentazione sono riportate nella tabella in basso:

Categoria Definizione

C1

C2

C3

C4 convertitori di frequenza installati nel primo ambiente (casa e ufficio) con una tensione di alimentazione inferiore a 1000 V.

convertitori di frequenza installati nel primo ambiente (casa e ufficio) con una tensione di alimentazione inferiore a 1000 V che non sono né di tipo plug-in né spostabili e sono concepiti per essere installati e messi in funzione da un professionista.

convertitori di frequenza installati nel secondo ambiente (industriale) con una tensione di alimentazione inferiore a 1000 V.

Convertitori di frequenza installati nel secondo ambiente con una tensione di alimentazione uguale o superiore a 1000 V e una corrente nominale uguale o superiore a 400 A oppure concepiti per l'uso in sistemi complessi.

Tabella 7.1

Quando vengono adottate le norme generiche di emissione, i convertitori di frequenza devono rispettare i seguenti limiti.

Requisiti relativi alle emissioni condotte in base ai limiti indicati nella

EN55011

Classe B

Classe A Gruppo 1

Classe A Gruppo 2

Senza linea limite.

È necessario realizzare uno schema

EMC.

Ambiente

Primo ambiente

(casa e ufficio)

Secondo ambiente

(ambiente industriale)

Tabella 7.2

Norme generiche

EN/IEC61000-6-3 Norma di emissione per ambienti residenziali, commerciali e di industria leggera.

EN/IEC61000-6-4 Norma di emissione per ambienti industriali.

Requisiti relativi alle emissioni condotte in base ai limiti indicati nella EN55011

Classe B

Classe A Gruppo 1

7

7

DET-767/I 87

7

7

Considerazioni per l'instal...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7.1.3 Risultati del test EMC (Emissioni)

eventualmente pertinenti), un cavo di comando schermato, un dispositivo di comando con potenziometro nonché un motore con relativo cavo motore.

I seguenti risultati sono stati ottenuti con un sistema composto da un convertitore di frequenza (con le opzioni

Tipo di filtro RFI

Standard

Emissione condotta.

Lunghezza massima del cavo schermato.

Ambiente industriale Domestico, commerciale e industrie leggere

EN 55011

Classe A2

EN 55011

Classe A1

EN 55011

Classe B

Ambiente industriale Domestico, commerciale e industrie leggere

EN 55011

Classe A1

Emissione irradiata

EN 55011

Classe B

Filtro RFI Classe A1/B1 installato

0,75-45 kW 200-240 V

0,75-90 kW 380-480 V

Filtro RFI Classe A2 installato

0,75-3,7 kW 200-240 V

5,5-37 kW 200-240 V

0,75-7,5 kW 380-480 V

11-75 kW 380-480 V

90-800 kW 380-480 V

90-1200 kW 525-690 V

Senza filtro RFI installato

0,75-75 kW 525-600 V

150 m

150 m

5 m

25 m

5 m

25 m

150 m

150 m

-

Tabella 7.3 Risultati del test EMC (Emissioni)

150 m

150 m

No

No

No

No

No

No

-

50 m

50 m

No

No

No

No

No

No

-

No

No

No

No

No

No

-

No

No

No

No

No

No

No

No

-

7.2 Requisiti di immunità:

I requisiti di immunità per i convertitori di frequenza dipendono dall'ambiente nel quale sono installati. I requisiti per l'ambiente industriale sono più alti dei requisiti per l'ambiente domestico e di ufficio. Tutti i convertitori di frequenza GE soddisfano i requisiti per l'ambiente industriale e, di conseguenza, soddisfano anche i requisiti meno severi per l'ambiente domestico e di ufficio con un ampio margine di sicurezza.

Allo scopo di documentare l'immunità contro le interferenze dovute a fenomeni elettrici, sono stati eseguiti i test di immunità riportati di seguito su un sistema comprendente un convertitore di frequenza (con opzioni, se pertinenti), un cavo di controllo schermato e una scatola di controllo con potenziometro, cavo motore e motore.

I test sono stati condotti in conformità alle seguenti norme fondamentali: modulazione di ampiezza Simulazione degli effetti di apparecchiature di comunicazione radar e radio e di dispositivi di comunicazione mobili.

EN 61000-4-4 (IEC 61000-4-4): Oscillazioni transitorie da scoppio: Simulazione di interferenze provocate dalla commutazione di contattori, relè o dispositivi simili.

EN 61000-4-5 (IEC 61000-4-5): Oscillazioni transitorie da sbalzi di corrente: Simulazione di oscillazioni transitorie causate, ad esempio, da fulmini che cadono vicino alle installazioni.

EN 61000-4-6 (IEC 61000-4-6): Modo comune, RF:

Simulazione dell'impatto delle apparecchiature di trasmissione radio collegate mediante cavi di connessione.

Vedere Tabella 7.4.

EN 61000-4-2 (IEC 61000-4-2): Scariche elettrostatiche (ESD): Simulazione di scariche elettrostatiche provocate da esseri umani.

EN 61000-4-3 (IEC 61000-4-3): Radiazione di un campo elettromagnetico in entrata, a

88 DET-767/I

Considerazioni per l'instal...

Intervallo di tensione: 200-240 V, 380-480 V

Norma di base Scoppio

IEC 61000-4-4

Criteri di accettazione

Linea

Motore

Freno

Condivisione del carico

Fili di controllo

Bus standard

Relè

Applicazione e opzioni di rete

Cavo tastierino

Alim. 24 V CC esterna

2 kV CM

2 kV CM

Custodia

AD: Air Discharge (scarica in aria)

CD: Contact Discharge (scarica a contatto)

CM: Common mode (modo comune)

DM: Differential Mode (modo differenziale)

1. Iniezione sulla schermatura cavo.

B

4 kV CM

4 kV CM

4 kV CM

4 kV CM

2 kV CM

2 kV CM

2 kV CM

2 kV CM

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Sbalzi di tensione

CEI 61000-4-5

B

2 kV/2 Ω DM

4 kV/12 Ω CM

4 kV/2 Ω

1)

4 kV/2 Ω

1)

4 kV/2 Ω

1)

2 kV/2 Ω

1)

2 kV/2 Ω

1)

2 kV/2 Ω

1)

2 kV/2 Ω

1)

2 kV/2 Ω

1)

0,5 kV/2 Ω DM

1 kV/12 Ω CM

ESD

CEI

61000-4-2

B

8 kV AD

6 kV CD

Campo elettromagnetico emesso

CEI 61000-4-3

A

10 V/m

Tabella 7.4 Modulo di immunità EMC

Tensione HF modo comune

CEI 61000-4-6

A

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

10 VRMS

7

7

Un convertitore di frequenza assorbe dalla rete una corrente non sinusoidale che aumenta la corrente in ingresso I

RMS

. Una corrente non sinusoidale viene trasformata mediante l’analisi di Fourier, e suddivisa in forme d’onda di corrente sinusoidale con diverse frequenze, e quindi con differenti correnti armoniche I

N aventi una frequenza di base di 50 Hz:

Correnti armoniche

Hz

Tabella 7.5

I

1

50 Hz

I

5

250 Hz

I

7

350 Hz

Le armoniche non contribuiscono direttamente alla dissipazione di potenza, ma aumentano le perdite di calore nell’installazione (trasformatore, cavi). Di conseguenza, negli impianti con una percentuale elevata di carico di raddrizzamento, è necessario mantenere le correnti armoniche ad un livello basso per evitare il sovraccarico del trasformatore e temperature elevate nei cavi.

Disegno 7.2

NOTA!

Alcune delle correnti armoniche potrebbero generare disturbi per i dispositivi di comunicazione collegati allo stesso trasformatore o provocare risonanza con batterie di rifasamento.

Per assicurare correnti armoniche basse, il convertitore di frequenza è dotato per default di bobine del circuito intermedio. Normalmente ciò riduce la corrente di ingresso

I

RMS

del 40%.

La distorsione di tensione sulla rete dipende dalle dimensioni delle correnti armoniche moltiplicate per l'impedenza di rete alla frequenza in questione. La distorsione di tensione complessiva THD viene calcolata in base alle singole armoniche di tensione mediante questa formula:

THD % = U 25 + U

2

7 + ... + U

2

N

DET-767/I 89

7

7

Considerazioni per l'instal...

(U

N

% di U)

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7.3.1 Requisiti relativi alle emissioni armoniche

Apparecchiature collegate allarete pubblica:

Opzioni

1

2

Definizione

IEC/EN 61000-3-2 Classe A per apparati trifase bilanciati (apparati professionali con potenze fino a

1 kW in totale).

IEC/EN 61000-3-12 Apparati 16 A-75 A e apparati professionali da 1 kW fino a 16 A di corrente di fase.

Tabella 7.6

7.3.2 Risultati del test armoniche

(emissioni)

Le taglie di potenza da 0,75 kW e fino a 18,5 kW in 200 V e fino a 90 kW in 460 V sono conformi alla norma IEC/EN

61000-3-12, Tabella 4. Anche le taglie 110 - 450 kW a 460

V sono conformi a IEC/EN 61000-3-12, sebbene questa conformità non sia richiesta, perché la corrente è superiore a 75 A.

7.4 Isolamento galvanico (PELV)

7.4.1 PELV - Bassissima tensione di protezione

PELV offre protezione mediante bassissima tensione. La protezione contro gli shock elettrici è garantita se l'alimentazione elettrica è del tipo PELV e l'installazione è effettuata come descritto nelle norme locali e nazionali relative all'isolamento PELV.

Tutti i morsetti di comando e i morsetti relè 01-03/04-06 sono conformi allo standard PELV (Protective Extra Low

Voltage) (Non valido per le unità con collegamento a triangolo a massa oltre 400 V).

L'isolamento galvanico (garantito) si ottiene ottemperando ai requisiti relativi ad un isolamento superiore e garantendo le corrispondenti distanze di creapage

(distanza minima sulla superficie del materiale isolante fra due parti conduttrici) /clearance (la distanza minima in aria per la creazione potenziale di un arco tra le due parti conduttive). Tali requisiti sono descritti nello standard EN

61800-5-1.

Sempre che la potenza di cortocircuito dell'alimentazione

S sc

sia maggiore o uguale a:

S

SC

=

3 ×

R

SCE

×

U rete

×

I equ

=

3 × 120 × 400 ×

I equ nel punto di interfaccia tra la rete elettrica pubblica e l'alimentazione dell'utenza (R sce

).

I componenti che costituiscono l'isolamento elettrico, come descritto di seguito, sono inoltre conformi ai requisiti relativi all'isolamento di classe superiore e al test corrispondente descritto nella norma EN 61800-5-1.

L'isolamento galvanico PELV può essere mostrato in sei

posizioni (vedere Disegno 7.3):

Al fine di mantenere i requisiti PELV, tutte le connessioni con i morsetti di comando devono essere PELV, ad es. il termistore deve essere rinforzato/a doppio isolamento.

L'installatore o l'utilizzatore hanno la responsabilità di verificare, consultando se necessario il distributore di energia, che l'apparato sia collegato a una rete con potenza di cortocircuito S sc

maggiore o uguale al valore specificato in precedenza.

Apparati con potenze diverse possono essere collegati alla rete pubblica solo dopo avere consultato il distributore di rete.

Conformità con varie linee guida a livello di sistema:

I dati sulle correnti armoniche nella tabella sono conformi a IEC/EN61000-3-12 con riferimento alle norme di prodotto relative agli azionamenti elettrici. Possono essere utilizzati come base di calcolo dell'influenza delle correnti armoniche sul sistema di alimentazione elettrica e per la documentazione della conformità alle direttive regionali in materia: IEEE 519 -1992; G5/4.

1.

2.

3.

4.

5.

6.

L’alimentatore (SMPS) include l’isolamento del segnale di U

DC

, che indica la tensione CC del circuito intermedio.

Comando gate che aziona gli igbt (trasformatori/ isolatori ottici).

Trasduttori di corrente.

Isolatore ottico, modulo freno.

Circuiti di misura della corrente di inserzione, della RFI e della temperatura.

Relè personalizzati.

90 DET-767/I

Considerazioni per l'instal...

Disegno 7.3 Isolamento galvanico

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

7.5.3 Adattamenti automatici per assicurare le prestazioni

Il convertitore di frequenza sorveglia continuamente i livelli critici di temperatura interna, la corrente di carico, l'alta tensione sul circuito intermedio e le basse velocità motore.

Come risposta a un livello critico, il convertitore di frequenza può regolare la frequenza di commutazione e/o modificare il modello di commutazione al fine di assicurare le prestazioni del convertitore di frequenza. La capacità di ridurre automaticamente la corrente di uscita estende ulteriormente le condizioni di funzionamento accettabili.

L'isolamento galvanico funzionale (a e b sul disegno) serve per l'opzione di backup a 24 V e per l'interfaccia bus standard RS 485.

7.5.4 Declassamento per pressione atmosferica bassa

Il potere di raffreddamento dell'aria viene ridotto nel caso di una minore pressione dell'aria.

AVVISO

Installazione ad altitudini elevate:

380 - 480 V, unità taglia 1x, 2x e 3x: Per altitudini superiori ai 2000 m, contattare GE per informazioni sulle caratteristiche PELV.

380 - 480V, unità taglia 4x, 5x e 6x: Per altitudini superiori ai 3 km, contattare GE per informazioni sulle caratteristiche

PELV.

525 - 690 V: Per altitudini superiori ai 2000 m, contattare

GE per informazioni sulle caratteristiche PELV.

Sotto i 1000 m di altitudine non è necessario alcun declassamento, ma sopra i 1000 m la temperatura ambiente

(T

AMB

) o la corrente di uscita massima (I out

) dovrebbero essere ridotte in base al grafico mostrato.

7.5 Declass.

7.5.1 Scopo del declassamento

È necessario considerare il declassamento quando il convertitore di frequenza viene utilizzato con una bassa pressione dell'aria (altitudine), a basse velocità, con cavi motore lunghi, cavi con una grande sezione o con un'elevata temperatura ambiente. L'azione richiesta è descritta in questa sezione.

7.5.2 Declassamento in base alla temperatura ambiente

Il 90% della corrente di uscita nominale del convertitore di frequenza può essere mantenuto fino a una temperatura ambiente max di 50

°C.

Con una corrente tipica a pieno carico di 2 motori EFF, la piena potenza all'albero può essere mantenuta fino a 50

°C.

Per dati più specifici e/o informazioni sul declassamento per altri motori o condizioni, contattare GE.

Disegno 7.4 Declassamento della corrente di uscita rispetto all'altitudine, con T

AMB, MAX

per unità di taglia 1x, 2x e 3x. Per altitudini superiori ai 2000 m, contattare GE per informazioni sulle caratteristiche PELV.

Un'alternativa è costituita dall'abbassamento della temperatura ambiente in caso di altitudini elevate, assicurando in questo modo il 100% della corrente di uscita ad altitudini elevate. Come esempio per la lettura del grafico, viene elaborata la situazione a 2 km. A una temperatura di 45° C (T

AMB, MAX

- 3.3 K), è disponibile il 91% della corrente di uscita nominale. Ad una temperatura di

41,7°C, è disponibile il 100% della corrente nominale di uscita.

Declassamento della corrente di uscita rispetto all'altitudine, con T

AMB, MAX

per unità di taglia 4x, 5x e 6x.

7

7

DET-767/I 91

Considerazioni per l'instal...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 7.7 Carico massimo per un motore standard a 40

°C pilotato da un convertitore di frequenza AF-600 FP

Disegno 7.5

7

7

─ ─ ─ ─

─•─•─•─

Coppia tipica al carico VT

Coppia massima con raffreddamento forzato

Coppia massima

‒‒‒‒‒

Tabella 7.7

Nota 1) Il funzionamento con velocità ipersincrona fa si che la coppia motrice disponibile diminuisca in maniera inversamente proporzionale all'aumento della velocità. Questo fatto deve essere tenuto in considerazione durante la progettazione per evitare di sovraccaricare il motore.

Disegno 7.6

7.5.5 Declassamento in relazione ad un funzionamento a bassa velocità

Se un motore è collegato ad un convertitore di frequenza,

è necessario controllare che il raffreddamento del motore sia adeguato.

Il livello di riscaldamento dipende dal carico del motore oltre che dalla velocità e dai tempi di funzionamento.

Applicazioni a coppia variabile (quadratica) (VT)

Nelle applicazioni VT, ad esempio pompe centrifughe e ventilatori, in cui la coppia è proporzionale al quadrato della velocità e la potenza è proporzionale al cubo della velocità, non è necessario un raffreddamento supplementare o il declassamento del motore.

Nei grafici riportati di seguito, la curva tipica VT rimane al di sotto della coppia massima con declassamento e della coppia massima con ventilazione forzata per qualsiasi velocità.

Per lunghezze del cavo motore

≤ alla lunghezza del cavo massima indicata nelle tabelle delle Specifiche generali, si raccomandano i seguenti gradi di isolamento del motore, poiché la tensione di picco può essere fino a due volte la tensione bus CC e 2,8 volte la tensione di alimentazione, a causa degli effetti della linea di trasmissione nel cavo motore. Se un motore presenta un grado di isolamento inferiore, si consiglia di utilizzare un filtro du/dt o sinusoidale.

Tensione di alimentazione nominale

U

N

≤ 420 V

420 V < U

N

≤ 500 V

500 V < U

N

≤ 600 V

600 V < U

N

≤ 690 V

Tabella 7.8

Isolamento motore

Standard U

LL

= 1300 V

U

LL

rinforzato = 1600 V

U

LL

rinforzato = 1800 V

U

LL

rinforzato = 2000 V

92 DET-767/I

Considerazioni per l'instal...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Tutti i motori su cui sono installati convertitori di frequenza da 150 HP o con potenze più alte devono essere dotati di cuscinetti isolati NDE (lato non di comando) per eliminare le correnti dei cuscinetti in circolo. Per ridurre le correnti del cuscinetto DE (lato comando) e dell'albero è necessario una corretta messa a terra del convertitore di frequenza, del motore, della macchina azionata e del motore della macchina azionata.

Strategie standard di attenuazione:

1.

Utilizzare un cuscinetto non isolato

2.

Applicare rigide procedure di installazione

-

Assicurarsi che motore e carico motore siano allineati

Attenersi scrupolosamente alla linee guida di installazione EMC

-

-

Rinforzare il conduttore PE in modo tale che l'impedenza ad alta frequenza sia inferiore nel PE rispetto ai cavi di alimentazione in ingresso

Assicurare una buona connessione ad alta frequenza tra motore e convertitore di frequenza, ad esempio, mediante cavo schermato con una connessione a

360° nel motore e nel convertitore di frequenza.

3.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

-

Assicurarsi che l'impedenza dal convertitore di frequenza alla massa dell'edificio sia inferiore rispetto all'impedenza di massa della macchina. Può essere difficile nel caso di pompe

Eseguire un collegamento di messa a terra diretto tra motore e carico

Ridurre la frequenza di commutazione IGBT

Modificare la forma d'onda dell'inverter, 60° AVM vs. SFAVM

Installare un sistema di messa a terra albero oppure utilizzare un giunto isolante

Applicare lubrificante conduttivo

Utilizzare le impostazioni di velocità minima se possibile

Assicurare il bilanciamento della tensione di linea verso terra. Può essere difficoltoso per i sistemi IT,

TT, TN-CS o con neutro

Utilizzare un filtro sinusoidale o dU/dt

DET-767/I 93

7

7

Messaggi di stato

8 Messaggi di stato

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

8 8

8.1 Stato del display

Quando il convertitore di frequenza è nella modalità di stato, vengono generati automaticamente i messaggi di stato internamente al convertitore di frequenza e vengono

visualizzati nell'ultima riga del display (vedere Disegno 8.1.)

Disegno 8.1 Stato del display a.

b.

La prima parte della riga di stato indica l'origine del comando di avvio/arresto.

La seconda parte della riga di stato indica l'origine del controllo di velocità.

c.

L'ultima parte della riga di stato fornisce lo stato corrente del convertitore di frequenza.

Visualizzano la modalità di funzionamento corrente del convertitore di frequenza.

NOTA!

In modalità automatica/remota il convertitore di frequenza necessita di comandi esterni per eseguire le funzioni.

8.2 Tabella delle definizioni dei messaggi di stato

Le seguenti tre tabelle definiscono il significato delle parole di visualizzazione del messaggio di stato.

Off

Auto

Hand

Modo di funzionamento

Il convertitore di frequenza non risponderà ad alcun segnale di controllo fintantoché sono premuti [Auto] o [Hand].

Il convertitore di frequenza è controllato dai morsetti di controllo e/o dalla comunicazione seriale.

I tasti di navigazione sul tastierino controllano il convertitore di frequenza. I comandi di arresto, ripristino, inversione, frenatura CC e altri segnali applicati ai morsetti di controllo possono escludere il comando locale.

Tabella 8.1

Remoto

Locale

Posizione riferimento

Il riferimento di velocità proviene da segnali esterni, comunicazione seriale o riferimenti preimpostati interni.

Il convertitore di frequenza utilizza il comando

[Hand] o i valori di riferimento dal tastierino.

Tabella 8.2

Freno CA

Concl. Auto

Tune OK

Auto Tune pronto

Auto Tune in funzione

Ruota libera

Freno CA è stato selezionato in B-10 Funzione

freno. Il freno CA magnetizza il motore per ottenere un rallentamento controllato.

L'adattamento automatico motore Auto tune è stato completato correttamente.

Auto Tune è pronto per l'avvio. Premere

[Hand] per avviare.

Processo Auto Tune in corso.

Ruota libera inversa è stata selezionata come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente non è collegato.

Ruota libera attivata dalla comunicazione seriale

94 DET-767/I

Messaggi di stato

Rampa di discesa contr.

Corrente alta

Corr.bassa

Tenuta CC

Arresto CC

La rampa di discesa controllata è stata selezionata in SP-10 Guasto linea.

La tensione di rete è inferiore al valore impostato in SP-11 Tensione di linea con

guasto in ingresso per guasto di rete

Il convertitore di frequenza comanda la decelerazione del motore utilizzando una rampa di discesa controllata

La corrente di uscita del convertitore di frequenza supera il limite impostato in

H-71 Avviso corrente alta.

La corrente di uscita del convertitore di frequenza è inferiore al limite impostato in

H-70 Avviso corrente bassa

Corrente CC è selezionato in H-80 Funzione

all'arresto ed è attivo un comando di arresto.

La corrente CC del motore è impostata in

B-00 Corrente CC di mantenimento.

La corrente CC del motore è (B-01 Corrente di

frenatura CC) per un tempo prestabilito

(B-02 Tempo di frenata CC).

Frenatura CC è attivata in B-03 Vel. inserim.

frenatura CC [RPM] ed è attivo un comando di arresto.

Frenatura CC (inversa) è selezionata come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente non è attivo.

La frenatura CC è attivata mediante comunicazione seriale.

Retroazione alta La somma di tutte le retroazioni attive è superiore al limite impostato in H-77 Avviso

retroazione alta.

Retroazione bassa

La somma di tutte le retroazioni attive è inferiore al limite impostato in H-76 Avviso

retroazione bassa.

Blocco uscita Il riferimento remoto è attivo e mantiene la velocità corrente.

Blocco uscita è stato selezionato come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente è attivo. La regolazione di velocità è possibile solo mediante le funzioni di accelerazione e decelerazione dei morsetti.

La rampa di mantenimento è attivata mediante la comunicazione seriale.

Richiesta Blocco uscita

È stato inviato un comando di blocco uscita ma il motore rimane arrestato fino al ricevimento di un segnale di abilitazione all'avviamento.

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Rif. bloccato

Richiesta marcia jog

Marcia Jog

Blocco riferimento è stato selezionato come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente è attivo. Il convertitore di frequenza memorizza il riferimento effettivo. Il riferimento risulta modificabile solo mediante le funzioni dei morsetti di accelerazione e decelerazione.

È stato inviato un comando jog ma il motore viene arrestato fino al ricevimento di un segnale di abilitazione all'avviamento mediante un ingresso digitale.

Il motore sta funzionando come programmato in C-21 Velocità marcia jog [RPM].

Jog è stato selezionato come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente (ad es. morsetto 29) è attivo.

La funzione Jog è attivata mediante comunicazione seriale.

La funzione Jog è stata selezionata come risposta per una funzione di monitoraggio

(ad es. assenza di segnale). La funzione di monitoraggio è attiva.

Controllo OVC

Un. pot. Off

Modo prot.

Arr. rapido

Il controllo di sovratensione è stato attivato in

B-17 Controllo sovratensione OVC. Il motore collegato alimenta il convertitore di frequenza con energia rigenerativa. Il controllo di sovratensione regola il rapporto V/f per far funzionare il motore in modo controllato ed evitare lo scatto del convertitore di frequenza.

(Per convertitori di frequenza con sola alimentazione a 24 V esterna). L'alimentazione di rete al convertitore di frequenza è scollegata tuttavia la scheda di controllo è alimentata dai

24 V esterni.

La modalità protezione è attiva. L'unità ha rilevato uno stato critico ( sovracorrente o sovratensione).

Per evitare lo scatto, la frequenza di commutazione viene ridotta a 4 kHz.

Se possibile, la modalità di protezione termina dopo circa 10 s

La modalità protezione è modificabile in

SP-26 Ritardo scatto per guasto conv. di freq.

Il motore viene decelerato mediante

C-23 Tempo decel arresto rapido.

Arresto rapido inverso è stato selezionato come funzione per un ingresso digitale. Il morsetto corrispondente non è attivo.

La funzione di arresto rapido è stata attivata mediante comunicazione seriale.

8 8

DET-767/I 95

8 8

Messaggi di stato

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Funz. rampa

Rif. alto

Rif basso

Mar./rif. rag.

Richiesta di avvio

In funzione

Modo pausa

Velocità alta

Velocità bassa

Standby

Ritardo avv.

Avv.av./ind.

Arresto

Scatto

Il motore sta accelerando/decelerando utilizzando la rampa di accelerazione/decelerazione attiva. Il riferimento, un valore limite o lo stallo non è ancora stato raggiunto.

La somma di tutti i riferimenti attivi supera il limite di riferimento impostato in H-75 Avviso

riferimento alto.

La somma di tutti i riferimenti attivi è inferiore al limite di riferimento impostato in

H-74 Avviso rif. basso.

Il convertitore di frequenza funziona nell'intervallo di riferimento. Il valore di retroazione corrisponde al valore di setpoint.

È stato dato un comando di avviamento tuttavia il motore rimane arrestato fintantoché non viene ricevuto un segnale di abilitazione all'avviamento da ingresso digitale.

Il convertitore di frequenza fa funzionare il motore.

La funzione per il risparmio di energia è abilitata. Il motore si è arrestato ma si riavvierà automaticamente quando richiesto.

La velocità del motore supera il valore impostato in H-73 Avviso velocità alta.

La velocità del motore è inferiore al valore impostato in H-72 Avviso velocità bassa.

In modalità Auto On Auto, il convertitore di frequenza avvia il motore con un segnale di avvio da un ingresso digitale o comunicazione seriale.

In F-24 Tempo di mantenimento, è stato impostato un tempo di ritardo all'avviamento.

Un comando di avvio è attivo e il motore si avvierà allo scadere del tempo di ritardo all'avviamento.

Avvio avanti e avvio inverso sono stati selezionati come funzioni per due diversi ingressi digitali. Il motore si avvia in direzione avanti o indietro in base al morsetto corrispondente attivato.

Il convertitore di frequenza ha ricevuto un comando di arresto da tastierino, ingresso digitale o comunicazione seriale.

Si è verificato un allarme e il motore si è arrestato. Una volta eliminata la causa dell'allarme, è possibile ripristinare manualmente il convertitore di frequenza premendo [Reset] o da remoto mediante i morsetti di controllo o la comunicazione seriale.

Scatto bloccato Si è verificato un allarme e il motore si è arrestato. Una volta eliminata la causa dell'allarme, è possibile spegnere e riaccendere il convertitore di frequenza. È possibile ripristinare manualmente il convertitore di frequenza premendo [Reset] o da remoto mediante i morsetti di controllo o comunicazione seriale.

Tabella 8.3

96 DET-767/I

Installazione e configurazi...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

9 Installazione e configurazione dell'RS-485

9.1 Installazione e configurazione

9.1.1 Collegamento in rete

Uno o più convertitori di frequenza possono essere collegati a un controllore (o master) mediante l'interfaccia standardizzata RS-485. Il morsetto 68 viene collegato al segnale P (TX+, RX+), mentre il morsetto 69 viene collegato al segnale N (TX-,RX-).

Se più di un convertitore di frequenza viene collegato a un master, usare collegamenti paralleli.

Disegno 9.1

Per evitare potenziali correnti di equalizzazione di potenziale nella schermatura, collegare a terra la schermatura del cavo mediante il morsetto 61, che è collegato al telaio tramite un collegamento RC.

9.1.2 Terminazione bus RS-485

Il bus RS-485 deve avere una rete resistiva a entrambe le estremità. A tale scopo, impostare l’interruttore S801 sulla scheda di controllo su "ON".

9.1.3 Precauzioni EMC

Le seguenti precauzioni EMC sono consigliate per ottenere un funzionamento senza disturbi della rete RS-485.

È necessario rispettare le norme nazionali e locali in materia, ad esempio quelle riguardanti la messa a terra di protezione. Il cavo di comunicazione RS-485 deve essere tenuto lontano dai cavi motore e dai cavi della resistenza freno al fine di evitare l’accoppiamento di disturbi alle alte frequenze tra cavi. Generalmente, è sufficiente una distanza di 200 mm (8 pollici), ma generalmente è consigliato mantenere la maggiore distanza possibile tra i cavi, specialmente dove i cavi sono installati in parallelo per lunghe distanze. Quando la posa incrociata è inevitabile, il cavo RS-485 deve incrociare i cavi motore e i cavi della resistenza freno con un angolo di 90

°.

9.2.1 Convertitore di frequenza con

Modbus RTU

Per attivare il Modbus RTU sul convertitore di frequenza, impostare i seguenti parametri

Parametro

O-30 Protocollo

O-31 Indirizzo

O-32 Baud rate porta conv. di freq.

O-33 Parità porta conv. di freq.

Impostazione

Modbus RTU

1 - 247

2400 - 115200

Parità pari, 1 bit di stop (default)

Tabella 9.1

9.2.2 Struttura frame di messaggi Modbus

RTU

I controllori sono impostati per comunicare sulla rete

Modbus usando la modalità RTU (Remote Terminal Unit); ogni byte in un messaggio contiene 2 caratteri esadecimali

a 4 bit. Il formato per ogni byte è mostrato in Tabella 9.2.

Bit di start

Byte dati

Tabella 9.2 Formato per ciascun byte

Stop/ parità

Arrest o

Sistema di codifica Binario a 8 bit, esadecimale 0-9, A-F. Due (2) caratteri esadecimali contenuti in ogni campo a 8 bit del messaggio

Bit per byte 1 bit di start

8 bit dati, bit meno significativo inviato per primo

1 bit per parità pari/dispari; nessun bit per nessuna parità

1 bit di stop se si utilizza parità; 2 bit in caso di nessuna parità

Campo di controllo errori

Controllo di ridondanza ciclica (CRC)

Tabella 9.3

9 9

DET-767/I 97

9 9

Installazione e configurazi...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

9.2.3 Struttura dei messaggi Modbus RTU

Il dispositivo trasmittente inserisce un messaggio Modbus

RTU in un frame con un punto di inizio e di fine noti.

Questo consente ai dispositivi riceventi di iniziare all'inizio del messaggio, leggere la porzione di indirizzo, determinare quale è il dispositivo indirizzato (o tutti i dispositivi, se il messaggio viene inviato in broadcast), e riconoscere quando il messaggio è stato completato. I messaggi parziali vengono rilevati e come risultato vengono impostati errori. I caratteri per la trasmissione devono essere in formato esadecimale da 00 a FF in ogni campo. Il convertitore di frequenza monitora continuamente il bus di rete, anche durante gli intervalli

'silenti'. Quando viene ricevuto il primo campo (il campo indirizzo), ogni convertitore di frequenza o periferica lo decodifica al fine di determinare la periferica indirizzata. I messaggi Modbus RTU con indirizzo zero sono messaggi broadcast. Non è consentita alcuna risposta a messaggi broadcast. Un message frame tipico è mostrato in

Tabella 9.4.

Avviame nto

T1-T2-T3-

T4

Indirizzo Funzione

8 bit 8 bit

Dati Controllo

CRC decel.

N x 8 bit 16 bit T1-T2-T3-

T4

è riservato per il modo broadcast, riconosciuto da tutti gli slave). Un master indirizza uno slave inserendo l'indirizzo slave nel campo di indirizzo del messaggio. Quando lo slave invia la sua risposta, colloca il suo proprio indirizzo in questo campo di indirizzo per segnalare al master quale slave sta rispondendo.

9.2.3.3 Campo funzione

Il campo funzione di un message frame contiene 8 bit. I codici validi sono compresi nell'intervallo tra 1 e FF. I campi funzione sono usati per la trasmissione di messaggi tra master e slave. Quando un messaggio viene inviato da un master a una periferica slave, il campo del codice funzione segnala allo slave che tipo di azione deve effettuare. Quando lo slave risponde al master, usa il campo codice funzione per indicare una risposta normale

(senza errori) oppure per indicare che si è verificato un errore (risposta di eccezione). Per una risposta normale lo slave restituisce semplicemente il codice funzione originale.

Per una risposta di eccezione, lo slave restituisce un codice che è equivalente al codice funzione originale con il suo bit più significativo impostato su 1 logico. Inoltre lo slave colloca un codice unico nel campo dati del messaggio di risposta. Ciò segnala al master il tipo di errore occorso oppure la ragione dell'eccezione.

Tabella 9.4 Struttura tipica dei messaggi Modbus RTU

9.2.3.1 Campo Start / Stop

Funzione

Lettura bobine

Lettura registri di trasmissione

Scrittura singola bobina

Scrittura singolo registro

Scrittura bobine multiple

Scrittura registri multipli

Ottieni contatore eventi com.

Riporta ID slave

Codice funzione

1 hex

3 hex

5 hex

6 hex

F hex

10 hex

B hex

11 hex

I messaggi iniziano con una pausa di almeno 3,5 intervalli di carattere. Questo è implementato come un multiplo di intervalli di carattere al baud rate selezionato della rete

(mostrato come start T1-T2-T3-T4). Il primo campo che deve essere trasmesso è l'indirizzo. In seguito all'ultimo carattere trasmesso, un periodo simile di almeno 3,5 intervalli di carattere segna la fine del messaggio. Dopo questo periodo può iniziare un nuovo messaggio. L'intero message frame deve essere trasmesso come un flusso continuo. Se si verifica una pausa di oltre 1,5 caratteri prima che il frame sia completato, il dispositivo ricevente cancella il messaggio incompleto e assume che il byte successivo è il campo di indirizzo di un nuovo messaggio.

Allo stesso modo, se un nuovo messaggio inizia prima di

3,5 intervalli di carattere dopo un precedente messaggio, il dispositivo ricevente lo considererà una continuazione del messaggio precedente. Ciò provoca una temporizzazione

(nessuna risposta dallo slave) poiché il valore nel campo

CRC finale non è valido per i messaggi combinati.

Tabella 9.5

9.2.3.2 Campo di indirizzo

Il campo di indirizzo di un message frame contiene 8 bit.

Gli indirizzi validi della periferica slave sono compresi nell'intervallo 0-247 decimale. Al singolo dispositivo slave viene assegnato un indirizzo tra 1 e 247. (il valore 0 (zero)

98 DET-767/I

Installazione e configurazi...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Significato

Funzione

Diagnostica

Codice funzione

8 1

2

Codice sottofunzio ne

10

11

12

13

14

Sottofunzione

Riavvia comunicazione

Restituisce il registro diagnostico

Azzera i contatori e il registro diagnostico

Restituisce il conteggio dei messaggi bus

Restituisce il conteggio degli errori di comunicazione bus

Restituisce il conteggio degli errori di eccezione bus

Restituisce il conteggio dei messaggi slave

Codi ce

3

Nome

Valore dato illecito

4 Guasto alla periferica slave

Un valore contenuto nel campo dati di interrogazione non è un valore consentito per un server (o slave). Questo indica un errore nella struttura della parte residua di una richiesta complessa, ad esempio che la lunghezza implicita è scorretta. Specificatamente NON significa che un elemento di dati trasmesso per la memorizzazione in un registro abbia un valore al di fuori dell'ambito del programma applicativo poiché il protocollo Modbus non conosce il significato dei singoli valori nei singoli registri.

Si è verificato un errore irreversibile mentre il server (o slave) tentava di eseguire l'azione richiesta.

Tabella 9.6

Tabella 9.7 Codici di eccezione Modbus

9.2.3.4 Campo dati

Codi ce

1

2

Nome

Funzione illecita

Indirizzo dati illecito

Significato

Il codice funzione ricevuto nell'interrogazione non è un'azione consentita per il server (o slave). La causa può esser il fatto che il codice funzione è solo applicabile ai dispositivi più nuovi e non è stato implementato nell'unità selezionata.

Potrebbe anche indicare che il server (o slave) è in uno stato sbagliato per elaborare una richiesta di questo tipo, ad esempio perché non è configurato ed è stato sollecitato di indicare i valori di registro.

L'indirizzo dati ricevuto nell'interrogazione non è un indirizzo consentito per il server

(o slave). Più specificamente, non è valida la combinazione di numero di riferimento e lunghezza di trasferimento. Per un controllore con 100 registri, una richiesta con offset 96 e lunghezza 4 avrebbe successo, mentre una richiesta con offset

96 e lunghezza 5 generera l'eccezione 02.

Il campo dati è costruito usando serie di due cifre esadecimali nell'intervallo compreso tra 00 e FF esadecimale. Queste sono costituite da un carattere RTU. Il campo dati di messaggi inviati da un master a una periferica slave contiene informazioni supplementari che lo slave deve usare per effettuare l'azione definita dal codice funzione. Ciò può includere elementi come indirizzi di bobine o indirizzi registro, la quantità di elementi da gestire e il conteggio di byte di dati effettivi nel campo.

9.2.3.5 Campo di controllo CRC

I messaggi includono un campo per il controllo degli errori basato sul metodo di un controllo di ridondanza ciclica

(CRC). Il campo CRC controlla i contenuti dell'intero messaggio. Viene applicato indipendentemente da qualsiasi metodo di controllo parità per i caratteri individuali del messaggio. Il valore CRC viene calcolato dal dispositivo trasmittente che aggiunge il CRC come ultimo campo nel messaggio. Il dispositivo ricevente ricalcola un

CRC durante la ricezione del messaggio e confronta il valore calcolato con il valore effettivo ricevuto nel campo

CRC. Se i due valori non corrispondono si verifica un timeout del bus. Il campo per il controllo degli errori contiene un valore binario a 16 bit implementato come due byte a 8 bit. Una volta effettuato questo, il byte di ordine inferiore del campo viene aggiunto per primo, seguito dal byte di ordine superiore. Il byte di ordine superiore CRC è l'ultimo byte inviato nel messaggio.

9 9

DET-767/I 99

9 9

Installazione e configurazi...

9.2.4 Indirizzamento registro

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

In Modbus, tutti i dati sono organizzati in bobine e registri di trasmissione. Le bobine gestiscono un singolo bit, mentre i registri di trasmissione gestiscono una parole a 2 byte (vale a dire 16 bit). Tutti gli indirizzi di dati nei messaggi Modbus sono riferiti allo zero. Alla prima occorrenza di un elemento dati viene assegnato l’indirizzo dell’elemento numero zero. Per esempio: La bobina nota come ‘bobina 1’ in un controllore programmabile viene indirizzata come uscita digitale 0000 nel campo indirizzo dati di un messaggio Modbus. La bobina 127 in codice decimale viene indirizzata come uscita digitale 007EHEX

(126 in codice decimale).

Il registro di trasmissione 40001 viene indirizzato come registro 0000 nel campo indirizzo dati del messaggio. Il campo codice funzione specifica già un funzionamento

'registro di trasmissione'. Pertanto il riferimento ‘4XXXX’ è implicito. Il registro di trasmissione 40108 viene indirizzato come registro 006BHEX (107 in codice decimale).

Numero bobina

1-16

17-32

33-48

49-64

65

Descrizione

Parola di controllo del convertitore di frequenza (vedi tabella in basso)

Velocità del convertitore di frequenza o setpoint Intervallo 0x0 – 0xFFFF

(-200% ... ~200%)

Parola di stato del convertitore di frequenza (vedi tabella in basso)

Modalità anello aperto: Frequenza di uscita convertitore di frequenza Modalità anello chiuso: Segnale di retroazione convertitore di frequenza

Controllo di scrittura parametro (dal master allo slave)

0 = Le modifiche ai parametri vengono memorizzate nella RAM del convertitore di frequenza

1 = Le modifiche ai parametri vengono memorizzate nella RAM e nella

EEPROM del convertitore di frequenza.

Riservato

Direzione del segnale

Dal master allo slave

Dal master allo slave

Dallo slave al master

Dallo slave al master

Dal master allo slave

66-65536

Tabella 9.8

Bobina 0

01

1

Riferimento preimpostato, LSB

02

03

Riferimento preimpostato, MSB

Freno CC Nessun freno CC

04

05

Arresto a ruota libera Nessun arresto a ruota libera

Arresto rapido Nessun arresto rapido

10

11

12

13

06

07

08

09

Frequenza bloccata

Arresto rampa

Nessun ripristino

Nessuna marcia jog

Rampa 1

Dati non validi

Relè 1 off

Relè 2 off

Nessuna freq. bloccata

Avviamento

Ripristino

Marcia jog

Rampa 2

Dati validi

Relè 1 on

Relè 2 on

14

15

Setup LSB

Setup MSB

16 Nessuna inversione Inversione

Parola di controllo convertitore di frequenza (profilo convertitore di frequenza)

Tabella 9.9

Bobina 0

33 Controllo non pronto

34

35

36

37

Convertitore di frequenza non pronto

Arresto a ruota libera

Nessun allarme

Non utilizzato

Tabella 9.10

1

Contr. pronto

Convertitore di frequenza pronto

Chiuso per sicurezza

Allarme

Non utilizzato

42

43

44

45

38

39

40

41

Non utilizzato

Non utilizzato

Nessun avviso

Non nel riferimento

Modalità manuale

Fuori campo freq.

Arrestato

Non utilizzato

Non utilizzato

Non utilizzato

Avviso

Nel riferimento

Modalità automatica

Nel campo di frequenza

In funzione

Non utilizzato

46

47

Nessun avviso tensione

Non nel limite di corr.

Avviso tensione

Limite di corrente

48 Nessun avviso termico Avviso termico

Parola di stato convertitore di frequenza (profilo convertitore di frequenza)

100 DET-767/I

Installazione e configurazi...

Registri di trasmissione

Numero di registro

00001-00006

00007

00008

00009

00010-00990

01000-01990

02000-02990

03000-03990

04000-04990

...

49000-49990

50000

50010

...

50200

50210

Tabella 9.11

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Descrizione

Riservato

Ultimo codice di errore da un'interfaccia oggetto dati del convertitore di frequenza

Riservato

Indice parametri*

Gruppo parametri 000 (parametri da 001 a 099)

Gruppo parametri 100 (parametri da 100 a 199)

Gruppo parametri 200 (parametri da 200 a 299)

Gruppo parametri 300 (parametri da 300 a 399)

Gruppo parametri 400 (parametri da 400 a 499)

...

Gruppo parametri 4900 (parametri da 4900 a 4999)

Dati di ingresso: Registro parola di controllo convertitore di frequenza (CTW).

Dati di ingresso: Registro riferimento bus (REF).

...

Dati di uscita: Registro parola di stato convertitore di frequenza (STW).

Dati di uscita: Registro valore effettivo principale convertitore di frequenza (MAV).

* Utilizzato per specificare il numero di indice da utilizzare quando si accede a un parametro indicizzato.

9 9

DET-767/I 101

9 9

Installazione e configurazi...

9.2.5 Come accedere ai parametri

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

9.2.5.2 Memorizzazione di dati

9.2.5.1 Gestione dei parametri

La bobina 65 in codice decimale determina se i dati scritti in un convertitore di frequenza vengono memorizzati nell'EEPROM e nella RAM (bobina 65 = 1) oppure solo nella

RAM (bobina 65 = 0).

Lettera

F

LN

EN

CB

CA

LC

EC

RS

BN

AO

BP

DN

PI

AP

T

FB

PC

LG

CL

ID

PB

SP

XC

DR

B

O

K

AN

P

H

E

C

CD

Il PNU (numero di parametro) viene tradotto dall'indirizzo di registro contenuto nel messaggio di lettura o scrittura

Modbus. Il numero di parametro viene convertito in

Modbus come (10 x numero di parametro) CODICE

DECIMALE.

Tutti i parametri sono denominati con una o due lettere, una "-" e un numero, ad es. F-07. Per accedere ai

parametri, utilizzare Tabella 9.12, poiché le lettere non

possono essere indirizzate.

Esempio: F-07=7, E-01=101, DR-53=1253.

Numero

0

28

29

30

31

24

25

26

27

20

21

22

23

16

17

18

19

13

14

15

9

10

11

12

7

8

5

6

3

4

1

2

32

Tabella 9.12

9.2.5.3 IND

L'indice array viene impostato nel registro di trasmissione 9 e utilizzato durante l'accesso ai parametri array.

9.2.5.4 Blocchi di testo

Ai parametri memorizzati come stringhe di testo si accede allo stesso modo come agli altri parametri. La grandezza massima dei blocchi di testo è 20 caratteri. Se una richiesta di lettura per un parametro prevede più caratteri di quelli memorizzati dal parametro, la risposta viene troncata. Se la richiesta di lettura per un parametro prevede meno caratteri di quelli memorizzati dal parametro, la risposta viene riempita con spazi.

9.2.5.5 Fattore di conversione

I diversi attributi di ogni parametro sono contenuti nella sezione delle impostazioni di fabbrica. Siccome un valore parametrico può essere trasmesso solo come numero intero, per trasmettere decimali è necessario usare un fattore di conversione.

Fattore di conversione

-1

-2

-3

-4

1

0

3

2

-5

-6

-7

5

4

67

6

Indice di conversione

100

75

74

1000000

100000

10000

1000

100

10

1

0,1

0,01

0,001

0,0001

0,00001

0,000001

0,0000001

Tabella 9.13 Tabella di conversione

102 DET-767/I

Installazione e configurazi...

9.2.5.6 Valori dei parametri

Tipi di dati standard

I tipi di dati standard sono int16, int32, uint8, uint16 e uint32. Sono memorizzati come registri 4x (40001 – 4FFFF).

I parametri vengono letti utilizzando la funzione 03HEX

"Lettura registri di trasmissione" . I parametri vengono scritti usando la funzione 6HEX "Preimposta registro singolo" per 1 registro (16 bit) e la funzione 10HEX

"Preimposta registri multipli" per 2 registri (32 bit). Le grandezze leggibili vanno da 1 registro (16 bit) fino a 10 registri (20 caratteri).

Tipi di dati non standard

I tipi di dati non standard sono stringhe di testo e vengono memorizzati come registri 4x (40001–4FFFF). I parametri vengono letti usando la funzione 03HEX "Lettura registri di trasmissione" e scritti usando la funzione 10HEX

"Preimposta registri multipli". Le grandezze leggibili vanno da 1 registro (2 caratteri) fino a 10 registri (20 caratteri).

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

03

04

05

Bit

00

01

02

10

11

12

06

07

08

09

13

14

Valore del bit = 0 Valore del bit = 1

Valore di riferimento selezione esterna lsb

Valore di riferimento selezione esterna msb

Freno CC Rampa

Rotazione libera

Arresto rapido

Mantenimento frequenza di uscita

Nessuna rotazione libera

Rampa utilizzare rampa

Arresto rampa

Nessuna funz.

Nessuna funz.

Rampa 1

Dati non validi

Nessuna funz.

Nessuna funz.

Avviamento

Ripristino

Marcia jog

Rampa 2

Dati validi

Relè 01 attivo

Relè 02 attivo

Configurazione dei parametri

Configurazione dei parametri

Nessuna funz.

selezione lsb selezione msb

Inversione 15

Tabella 9.14

9.3 Profilo di controllo del convertitore di frequenza

9.3.1 Parola di controllo Secondo il profilo del convertitore di frequenza

(O-10 Profilo parola di com. = profilo del convertitore di frequenza)

Spiegazione dei bit di controllo

Bit 00/01

I bit 00 e 01 vengono utilizzati per scegliere fra i quattro valori di riferimento, preprogrammati in C-05 Freq. di uscita

multi fase 1 - 8 secondo la tabella seguente:

Disegno 9.2

Valore di rif.

programmato

1

Parametro Bit 01

2

3

4

Tabella 9.15

Bit 02, Frenatura CC:

C-05 Freq. di uscita multi fase

1 - 8 [0]

0

C-05 Freq. di uscita multi fase

1 - 8 [1]

0

C-05 Freq. di uscita multi fase

1 - 8 [2]

1

C-05 Freq. di uscita multi fase

1 - 8 [3]

1

Bit 00

0

1

0

1

Bit 02 = ’0’ determina una frenatura CC e l'arresto. La corrente di frenata e la durata sono impostate in

B-01 Corrente di frenatura CC e B-02 Tempo di frenata CC. Bit

02 = ’1’ attiva la rampa.

9 9

DET-767/I 103

9 9

Installazione e configurazi...

Bit 03, Rotazione libera:

Bit 03 = ’0’: Il convertitore di frequenza "rilascia" immediatamente il motore (i transistor di uscita sono "spenti"), e decelera in evoluzione libera fino all'arresto. Bit 03 = ’1’: Il convertitore di frequenza avvia il motore se le altre condizioni di avviamento sono soddisfatte.

Bit 04, Arresto rapido:

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Bit 04 = ’0’: La velocità del motore decelera fino ad arrestarsi (impostato in C-23 Tempo decel arresto rapido).

Bit 04 = ’1’ attiva la rampa.

Bit 10, Dati non validi/dati validi:

Comunicare al convertitore di frequenza se utilizzare o ignorare la parola di controllo. Bit 10 = ’0’: La parola di controllo viene ignorata. Bit 10 = ’1’: La parola di controllo viene utilizzata. Questa funzione è rilevante perché il telegramma contiene sempre la parola di controllo, indipendentemente dal tipo di telegramma. Pertanto, è possibile disattivare la parola di controllo se non si vuole usarla durante l'aggiornamento o la lettura di parametri.

Bit 11, Relè 01:

Bit 11 = "0": Relè non attivato. Bit 11 = "1": Relè 01 attivato, a condizione che in E-24 Funzione relè sia selezionato Parola di controllo Bit 11.

Bit 05, Mantenimento uscita di frequenza

Bit 05 = ’0’: L'attuale frequenza di uscita (in Hz) viene bloccata. Cambiare la frequenza di uscita bloccata solo tramite gli ingressi digitali (E-01 Ingr. digitale morsetto 18 a

E-06 Ingr. digitale morsetto 33) programmati su Accele-

razione e Slow-down.

Bit 12, Relè 04:

Bit 12 = "0": Il relè 04 non è attivato. Bit 12 = "1": Il relè 04

è attivato, a condizione che in E-24 Funzione relè sia stato selezionato Parola di controllo Bit 12.

NOTA!

Se è attivo Blocco uscita, il convertitore di frequenza può essere arrestato selezionando:

Bit 03, Arresto a ruota libera

Bit 02, Frenata CC

Ingresso digitale (E-01 Ingr. digitale morsetto 18 a

E-06 Ingr. digitale morsetto 33) programmato su

Frenata CC, Arresto a ruota libera o Ripristino e

arresto a ruota libera.

Bit 13/14, Selezione del setup:

Utilizzare i bit 13 e 14 per scegliere fra le quattro impostazioni di menu in base alla tabella indicata.

Configurazione

1

2

3

4

Bit 14

0

0

1

1

Bit 13

0

1

0

1

Tabella 9.16

Bit 06, Avviamento/arresto rampa:

Bit 06 = ’0’: Provoca un arresto e fa sì che la velocità del motore effettui una rampa di discesa fino all'arresto mediante i parametri di decelerazione selezionati. Bit 06

= ’1’: Consente al convertitore di frequenza di avviare il motore se le altre condizioni di avviamento sono soddisfatte.

Bit 07, Ripristino: Bit 07 = ’0’: Nessun ripristino. Bit 07 = ’1’:

Ripristina uno scatto. Il ripristino è attivato sul fronte di salita del segnale, cioè durante il passaggio da '0' logico a

'1' logico.

La funzione è solo possibile se in K-10 Setup attivo è selezionato Multi setup.

Bit 15 Inversione:

Bit 15 = ’0’: Nessuna inversione. Bit 15 = ’1’: Inversione.

Nell'impostazione di default, l'inversione è impostata in

O-54 Selez. inversione. Il Bit 15 determina l'inversione solo se viene selezionato Comunicazione seriale, Logica "or" o

Logica "and".

Bit 08, Marcia jog:

Bit 08 = ’1’: La frequenza di uscita è determinata da

C-21 Velocità marcia jog [RPM]..

Bit 09, Selezione della rampa 1/2:

Bit 09 = "0": Rampa 1 attiva (F-07 Tempo accel 1 a

F-08 Tempo decel 1). Bit 09 = "1": Rampa 2 (E-10 Tempo

accel 2 to E-11 Tempo decel 2) attiva.

104 DET-767/I

Installazione e configurazi...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

9.3.2 Parola di stato in base al profilo del convertitore di frequenza (STW)

(O-10 Profilo parola di com. = profilo del convertitore di frequenza)

Bit 03, Nessuno errore/scatto:

Bit 03 = ’0’ : Il convertitore di frequenza non è in modalità di guasto. Bit 03 = ’1’: Il convertitore di frequenza scatta.

Per ripristinare il funzionamento, immettere [Reset].

Bit 04, Nessun errore/errore (nessuno scatto):

Bit 04 = ’0’: Il convertitore di frequenza non è in modalità di guasto. Bit 04 = “1”: Il convertitore di frequenza visualizza un errore ma non scatta.

Disegno 9.3

Bit 05, Non utilizzato:

Il bit 05 non è utilizzato nella parola di stato.

Bit 06, Nessun errore / blocco scatto:

Bit 06 = ’0’: Il convertitore di frequenza non è in modalità di guasto. Bit 06 = “1”: Il convertitore di frequenza è scattato e si è bloccato.

Bit 07, No preallarme/avviso:

Bit 07 = ’0’: Non sono presenti avvisi. Bit 07 = ’1’: È stato inviato un avviso.

03

04

05

06

Bit

00

01

02

07

08

09

10

11

12

13

14

15

Tabella 9.17

Bit = 0

Controllo non pronto

C. freq. n. pr.

Rotazione libera

Nessun errore

Nessun errore

Riservato

Nessun errore

Nessun avviso

Velocità ≠ Riferimento

Funzionamento locale

Fuori dal limite di frequenza

N. funzione

Convertitore di frequenza

OK

Tensione OK

Coppia OK

Temporizzatore OK

Bit = 1

Contr. pronto

Conv. freq. pronto

Abilitato

Scatto

Errore (nessuno scatto)

-

Scatto bloccato

Avviso

Velocità = riferimento

Controllo bus

Limite di frequenza OK

In funzione

Arrestato, avviamento automatico

Tensione superata

Coppia superata

Timer superato

Spiegazione dei bit di stato

Bit 00, Comando non pronto/pronto:

Bit 00 = ’0’: Il convertitore di frequenza scatta. Bit 00 = ’1’: I comandi del convertitore di frequenza sono pronti ma la sezione di potenza non è necessariamente alimentata (in caso di alimentazione 24V esterna ai comandi).

Bit 01, Convertitore di frequenza pronto:

Bit 01 = ’1’: Il convertitore di frequenza è pronto per funzionare ma è attivo il comando di evoluzione libera dagli ingressi digitali o dalla comunicazione seriale.

Bit 08, Velocità ≠ riferimento/velocità = riferimento:

Bit 08 = ’0’: Il motore è in funzione, ma la velocità attuale è diversa dalla velocità di riferimento preimpostata. Può ad es. essere possibile quando la velocità accelera/decelera durante l'avviamento/arresto. Bit 08 = ’1’: La velocità del motore corrisponde al riferimento di velocità preimpostato.

Bit 09, Funzionamento locale/controllo bus:

Bit 09 = ’0’: [STOP/RESET] viene attivato sull'unità di controllo se in F-02 Metodo di funzionamento è selezionato

Controllo locale. Non è possibile controllare il convertitore di frequenza mediante la comunicazione seriale. Bit 09= '1'

- è possibile controllare il convertitore di frequenza mediante la rete / la comunicazione seriale.

Bit 10, Fuori dal limite di frequenza:

Bit 10 = ’0’: La frequenza di uscita ha raggiunto il valore impostato in F-18 Lim. basso vel. motore [giri/min] or

F-17 Lim. alto vel. motore [giri/min]. Bit 10 = "1": La frequenza di uscita rientra nei limiti definiti.

Bit 02, Arresto a ruota libera:

Bit 02 = ’0’: Il convertitore di frequenza rilascia il motore.

Bit 02 = ’1’: Il convertitore di frequenza avvia il motore con un comando di avviamento.

Bit 11, Nessuna funzione/in funzione:

Bit 11 = ’0’: Il motore non è in funzione. Bit 11 = ’1’: Il convertitore di frequenza ha ricevuto un segnale di avviamento oppure la frequenza di uscita è maggiore di 0

Hz.

Bit 12, OK/stallo, avviamento automatico:

Bit 12 = ’0’: L’inverter non è soggetto a temperatura eccessiva temporanea. Bit 12 = ’1’: L’inverter si arresta a causa della sovratemperatura ma l’apparecchio non scatta e continuerà a funzionare una volta cessata la sovratemperatura.

9 9

DET-767/I 105

9 9

Installazione e configurazi...

Bit 13, Tensione OK/limite superato:

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Bit 13 = ’0’: Non ci sono avvisi relativi alla tensione. Bit 13

= ’1’: La tensione CC nel circuito intermedio del convertitore di frequenza è troppo bassa o troppo alta.

Il riferimento e il MAV vengono demoltiplicati nel modo seguente:

Bit 14, Coppia OK/limite superato:

Bit 14 = ’0’: La corrente motore è inferiore rispetto al limite di coppia selezionato in F-43 Limite corrente. Bit 14 = ’1’: Il limite di coppia in F-43 Limite corrente è stato superato.

Bit 15, Timer OK/limite superato:

Bit 15 = ’0’: I timer per la protezione termica del motore e per la protezione termica non hanno superato il 100%. Bit

15 = ’1’: Uno dei timer ha superato il 100%.

Tutti i bit nella STW vengono impostati su ’0’ se la connessione tra opzione Interbus e il convertitore di frequenza non è più presente o se si è verificato un problema di comunicazione interno.

9.3.3 Valore di riferimento velocità bus

Il valore di riferimento della velocità viene trasmesso al convertitore di frequenza come valore percentuale relativo.

Il valore viene trasmesso sotto forma di una parola di 16 bit; in numeri interi (0-32767) il valore 16384 (4000 Hex) corrisponde a 100%. I numeri negativi sono formattati mediante un complemento a 2. La frequenza di uscita attuale (MAV) viene convertita in scala allo stesso modo del riferimento bus.

Disegno 9.5

Disegno 9.4

106 DET-767/I

Avvisi e allarmi

10 Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM titore di frequenza nella condizione di scatto descritta prima ed è ripristinabile in una delle 4 modalità.

Il convertitore di frequenza monitora lo stato di alimentazione di ingresso, uscita e motore insieme ad altri indicatori di prestazione del sistema. Un avviso o allarme può non indicare necessariamente un problema interno allo stesso convertitore di frequenza. In molti casi segnala anomalie della tensione di ingresso, del carico del motore o della temperatura, di segnali esterni o di altre aree monitorate dalla logica interna del convertitore di frequenza. Assicurarsi di controllare tali aree esterne al convertitore di frequenza in base all'allarme o all'avviso.

10.2 Tipi di avvisi e allarmi

Avvisi

Viene emesso un avviso quando esiste una condizione di allarme imminente oppure in presenza di condizioni di funzionamento anomale che causano l'emissione di un allarme da parte del convertitore di frequenza. Un avviso si cancella automaticamente all'eliminazione della condizione anomala.

Allarmi

Scatto

Un allarme viene generato allo scatto del convertitore di frequenza, vale a dire che il convertitore di frequenza interrompe il funzionamento per evitare danni al sistema o al convertitore stesso. Il motore raggiungerà lo stato di arresto a ruota libera. La logica del convertitore di frequenza continua a funzionare e monitorare lo stato del convertitore di frequenza. Dopo aver eliminato la consizione di guasto, è possibile ripristinare il convertitore di frequenza. Sarà nuovamente pronto per il funzionamento.

Uno scatto può essere ripristinato in 4 modi:

Premere [Reset] sul tastierino

Comando ingresso reset digitale

Comando di ingresso ripristinocomunicazione seriale

Ripristino automatico

Scatto bloccato

Un allarme che provoca uno scatto bloccato del convertitore di frequenza richiede il disinserimento e il reinserimento della tensione di ingresso. Il motore raggiungerà lo stato di arresto a ruota libera. La logica del convertitore di frequenza continua a funzionare e monitorare lo stato del convertitore di frequenza.

Rimuovere la tensione di ingresso al convertitore di frequenza ed eliminare la causa del guasto, quindi ripristinare l'alimentazione. Questa azione pone il conver-

DET-767/I

Disegno 10.1

Un allarme o un allarme di scatto bloccato lampeggia sul display con il numero di allarme.

Disegno 10.2

Oltre al testo e al codice di allarme sul tastierino del convertitore di frequenza, sono presenti tre indicatori di stato.

107

10 10

0 10

Avvisi e allarmi

Disegno 10.3

Avviso

Allarme

Scatto bloccato

Tabella 10.1

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare i collegamenti su tutti i morsetti di ingresso analogici. Morsetti 53 e 54 della scheda di controllo per segnali, morsetto 55 per comune.

Morsetti OPCGPIO 11 e 12 per segnali, morsetto

10 per comune. Morsetti OPCAIO 1, 3, 5 per segnali, morsetti 2, 4, 6 per comune).

Verificare che la programmazione del convertitore di frequenza e le impostazioni dell'interruttore siano compatibili con il tipo di segnale analogico.

LED di avviso

On

Off

On

LED di allarme

Off

On (lampeggiante)

On (lampeggiante)

L'informazione di avviso/allarme in baso definisce la condizione di avviso/allarme, fornisce la causa probabile per la condizione e indica un rimedio o una procedura di ricerca ed eliminazione dei guasti.

AVVISO 1, 10V basso

La tensione della scheda di controllo è inferiore a 10 V al morsetto 50.

Rimuovere parte del carico dal morsetto 50, poiché l’alimentazione 10 V è sovraccaricata. Max. 15 mA o minimo 590

Ω.

Questa condizione può essere causata da un corto circuito in un potenziometro collegato o da un errato cablaggio del potenziometro.

Ricerca ed eliminazione dei guasti rimuovere il cavo dal morsetto 50. Se l'avviso non è più presente, il problema è correlato al cablaggio del cliente.

Se l'allarme è sempre presente, sostituire la scheda di controllo.

AVVISO/ALLARME 2, Guasto z. trasl.

L'avviso o allarme compare solo se programmato dall'utente in AN-01 Funz. temporizz. tensione zero. Il segnale presente su uno degli ingressi analogici è inferiore al 50% del valore minimo programmato per quell'ingresso.

Questa condizione può essere causata da un cablaggio interrotto o da un dispositivo guasto che invia il segnale.

Eseguire il test del segnale del morsetto di ingresso.

AVVISO/ALLARME 3, Nessun motore

Non è stato collegato alcun motore all’uscita del conv. di frequenza.

AVVISO/ALLARME 4, Perdita fase di rete

Mancanza di una fase sul lato alimentazione o sbilanciamento eccessivo della tensione di rete. Questo messaggio viene visualizzato anche per un guasto nel raddrizzatore di ingresso del convertitore di frequenza. Le opzioni vengono programmate in SP-12 Funz. durante

sbilanciamento di linea.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Controllare la tensione di alimentazione e le correnti di alimentazione al convertitore di frequenza.

AVVISO 5, Tensione bus CC alta

La tensione del circuito intermedio (CC) supera il limite di avviso alta tensione. Il limite dipende dalla tensione nominale del convertitore di frequenza. L'unità è ancora attiva.

AVVISO 6, Tensione bus CC bassa

La tensione del circuito intermedio (CC) è inferiore al limite di avviso bassa tensione. Il limite dipende dalla tensione nominale del convertitore di frequenza. L'unità è ancora attiva.

AVVISO/ALLARME 7, Sovratens. CC

Se la tensione del circuito intermedio supera il limite, il convertitore di frequenza scatterà dopo un tempo preimpostato.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Collegare una resistenza di frenatura

Estendere il tempo di rampa

Cambiare il tipo di rampa

Attivare le funzioni in B-10 Funzione freno

Aumentare SP-26 Ritardo scatto per guasto conv. di

freq.

Se l'allarme/avviso si verifica durante un abbassamento di potenza, la soluzione è l'uso del backup dell'energia cinetica (SP-10 Guasto linea)

108 DET-767/I

Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AVVISO/ALLARME 8, Sottotens. CC

Se la tensione del circuito intermedio (collegamento CC) scende sotto il limite sottotensione, il convertitore di frequenza verifica l’eventuale presenza di un’alimentazione a 24 V CC. Se non è collegata alcuna alimentazione ausiliaria a 24 V CC, il convertitore di frequenza scatta dopo un ritardo prefissato. Il ritardo è funzione della taglia dell'unità.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Controllare se la tensione di rete è compatibile con i valori nominali del convertitore di frequenza.

Eseguire il test della tensione di ingresso.

Eseguire il test del circuito di soft charge.

AVVISO/ALLARME 9, Sovraccarico inverter

Il convertitore di frequenza sta per disinserirsi a causa di un sovraccarico (corrente troppo elevata per un intervallo di tempo troppo lungo). Il contatore della protezione termica elettronica dell'inverter emette un avviso al 98% e scatta al 100%, emettendo un allarme. Il convertitore di frequenza non può essere ripristinato finché il contatore non mostra un valore inferiore al 90%.

Il guasto è dovuto al fatto che il convertitore di frequenza ha funzionato con oltre il 100% di sovraccarico per troppo tempo.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Confrontare la corrente di uscita visualizzata sul tastierino con la corrente nominale del convertitore di frequenza.

Confrontare la corrente di uscita visualizzata sul tastierino con la corrente misurata sul motore.

Visualizzare il carico termico del convertitore di frequenza sul tastierino e monitorare il valore. In caso di funzionamento oltre il valore di corrente continua nominale del convertitore di frequenza il contatore aumenta. In caso di funzionamento al di sotto del valore di corrente continua nominale del convertitore di frequenza, il contatore diminuisce.

AVVISO/ALLARME 10, Temperatura sovraccarico motore

La protezione termica elettronica, rileva un surriscaldamento del motore. Consente all'utente di selezionare se il convertitore di frequenza deve generare un avviso o un allarme quando il contatore raggiunge il 100% in

F-10 Sovraccarico elettronico. Il guasto si verifica quando il motore funziona con oltre il 100% di sovraccarico per troppo tempo.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare un eventuale surriscaldamento del motore.

Controllare un eventuale sovraccarico meccanico del motore.

Verificare che la corrente motore impostata in

P-03 Corrente motore sia corretta.

Controllare che i dati del motore nei parametri da

P-02, P-03, P-06, P-07, F-04 e F-05 siano impostati correttamente.

Se si utilizza una ventola esterna, verificare che sia stata selezionata in F-11 Ventilaz. est. motore.

Eseguendo l'Auto tune in P-04 Auto Tune, si tara il convertitore di frequenza sul motore con maggiore precisione e si riduce il carico termico.

AVVISO/ALLARME 11, Sovratemp. term. motore

Il termistore potrebbe essere scollegato. Selezionare se il convertitore di frequenza deve generare un avviso o un allarme in F-10 Sovraccarico elettronico.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare un eventuale surriscaldamento del motore.

Controllare un eventuale sovraccarico meccanico del motore.

Controllare che il termistore sia collegato correttamente tra il morsetto 53 o 54 (ingresso di tensione analogico) e il morsetto 50 (alimentazione +10 V) e che il commutatore del morsetto

53 o 54 sia impostato su tensione. Verificare che

F-12 Ingresso termistore motore indichi il morsetto

53 o 54.

Quando si utilizzano i morsetti 18 o 19, controllare che il termistore sia collegato correttamente tra il morsetto 18 o 19 (ingresso digitale solo PNP) e il morsetto 50.

Se si utilizza un sensore KTY verificare che il collegamento tra i morsetti 54 e 55 sia corretto.

Se si utilizza un termostato o termistore, verificare che la programmazione di F-12 Risorsa termistore corrisponda al cablaggio del sensore.

Se si utilizza un sensore KTY, verificare che la programmazione di H-95 Tipo sensore KTY, H-96

Risorsa termistore KTY e H-97 Livello di soglia KTY corrisponda al cablaggio del sensore.

AVVISO/ALLARME 12, Limite di coppia

La coppia è superiore al valore in F-40 Limitatore di coppia

(marcia) oppure a quello in F-41 Limitatore di coppia

(frenatura). SP-25 Ritardo scatto al limite di coppia permette di passare da una condizione di solo avviso a una di avviso seguito da un allarme.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Se durante la rampa viene superato il limite di coppia del motore, aumentare il tempo di rampa.

Se il limite di coppia del generatore viene superato durante la rampa, aumentare il tempo di rampa.

10 10

DET-767/I 109

0 10

Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Se il limite di coppia viene superato durante il normale funzionamento, aumentare, se possibile, il valore del limite. Accertarsi che il sistema possa operare in condizioni di sicurezza ad un valore maggiore di coppia.

Controllare l'applicazione per evitare che il motore assorba una corrente eccessiva.

AVVISO/ALLARME 13, Sovracorrente

È stata superata la corrente limite di picco dell'inverter

(circa il 200% della corrente nominale). L'avviso permane per circa 1,5 s., dopodiché il convertitore di frequenza scatta ed emette un allarme. Il guasto può essere causato da carichi impulsivi o da una rapida accelerazione con elevati carichi inerziali. Può anche apparire dopo un backup dell'energia cinetica se l'accelerazione durante la rampa è rapida. Se è stato selezionato il controllo del freno meccanico esteso, lo scatto può essere ripristinato esternamente.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Scollegare l'alimentazione e controllare se è possibile ruotare l'albero motore.

Controllare se la taglia del motore è adatta al convert. di freq.

Verificare che i parametri P-02, P-03, P-06, P-07,

F-04 e F-05 presentino dei dati motore corretti.

ALLARME 14, Guasto di terra (massa)

È presente una corrente dalle fasi di uscita verso terra, nel cavo fra il convertitore di frequenza e il motore o nel motore stesso.

Ricerca ed eliminazione dei guasti:

Scollegare l'alimentazione al convertitore di frequenza e rimuovere il guasto di terra.

Verificare la presenza di guasti di terra misurando la resistenza verso terra dei cavi del motore e del motore con un megaohmetro.

Eseguire il test del sensore di corrente.

ALLARME 15, Errore hardware

Un’opzione installata non può funzionare con l'attuale scheda di comando hardware o software.

Registrare il valore dei seguenti parametri e contattare il distributoreGE:

ID-40 Tipo di c. di f.

ID-41 Sezione potenza

ID-42 Tensione

ID-43 Versione software

ID-45 Stringa codice tipo eff.

ID-49 Scheda di contr. SW id

ID-50 Scheda di pot. SW id

ID-60 Opzione installata

ID-61 Versione SW opzione (per ogni slot opzione)

ALLARME 16, Cortocircuito

Si è verificato un cortocircuito nel motore o nei cavi del motore.

Scollegare l'alimentazione dal convertitore di frequenza ed eliminare il corto circuito.

AVVISO/ALLARME 17, Temporizz. par. contr.

Nessuna comunicazione con il convertitore di frequenza.

L'avviso sarà attivo solo quando O-04 Funzione temporizz.

parola di controllo NON è impostato su [Off].

Se O-04 Funzione temporizz. parola di controllo è impostato su Arresto e Scatto, viene visualizzato un avviso e il convertitore di frequenza decelera gradualmente finché scatta e quindi visualizza un allarme.

Ricerca ed eliminazione dei guasti:

Verificare i collegamenti del cavo di comunicazione seriale.

Aumentare O-03 Tempo timeout parola di controllo

Verificare il funzionamento dei dispositivi di comunicazione.

Verificare la corretta installazione conformemente ai requisiti EMC.

ALLARME 22, Fr. mecc. soll.

Il val. di rapporto mostra di che tipo si tratta.

0 = Il rif. coppia non è stato raggiunto prima del time out.

1 = Nessun segnale di retroazione dal freno prima del time out.

AVVISO 23, Guasto ventola interna

La funzione di avviso ventola è una protezione aggiuntiva che verifica se la ventola è montata e funziona. L'avviso ventola può essere disattivato in SP-53 Monitor. ventola ([0]

Disattivato).

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Controllare la resistenza delle ventole.

Controllare i fusibili di soft charge.

AVVISO 24, Guasto ventola esterna

La funzione di avviso ventola è una protezione aggiuntiva che verifica se la ventola è montata e funziona. L'avviso ventola può essere disattivato in SP-53 Monitor. ventola ([0]

Disattivato).

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Controllare la resistenza delle ventole.

Controllare i fusibili di soft charge.

AVVISO

Sussiste il rischio che venga trasmessa una potenza elevata alla resistenza freno se il transistor è cortocircuitato.

ALLARME 29, Temp. dissip.

La temperatura massima ammessa per il dissipatore è stata superata. Il guasto dovuto alla temperatura non verrà ripristinato finché la temperatura non scende al di sotto di

110 DET-767/I

Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM una temperatura del dissipatore prestabilita. I punti di scatto e di ripristino sono diversi a seconda della taglia del convertitore di frequenza.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare le seguenti condizioni:

Temperatura ambiente troppo elevata.

Cavo motore troppo lungo.

Mancanza di spazio adeguato sopra e sotto il convertitore di frequenza

Circolazione aria assente attorno al convertitore di frequenza.

Ventola dissipatore danneggiata.

Dissipatore sporco.

Per le dimensioni telaio D, E e F, questo allarme è basato sulla temperatura misurata dal sensore del dissipatore montato all'interno dei moduli IGBT. Per telai di taglia F, questo allarme può anche essere causato dal sensore di temperatura nel modulo raddrizzatore.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Controllare la resistenza delle ventole.

Controllare i fusibili di soft charge.

Sensore temperatura IGBT.

ALLARME 30, Fase U del motore mancante

Manca la fase U del motore fra il convertitore di frequenza e il motore.

Scollegare l'alimentazione dal convertitore di frequenza e controllare la fase U del motore.

ALLARME 31, Fase V del motore mancante

Manca la fase V del motore tra il convertitore di frequenza e il motore.

Scollegare l'alimentazione dal convertitore di frequenza e controllare la fase motore V.

ALLARME 32, Fase W del motore mancante

Manca la fase motore W tra il convertitore di frequenza e il motore.

Scollegare l'alimentazione al convertitore di frequenza e controllare la fase motore W.

ALLARME 33, Guasto di accensione

Sono state effettuate troppe accensioni in un intervallo di tempo troppo breve. Lasciare raffreddare l'unità alla temperatura di esercizio.

AVVISO/ALLARME 34, Errore comunicazione bus di campo

La rete sull'opzione di comunicazione non funziona.

AVVISO/ALLARME 36, Guasto di rete

Questo avviso/allarme è attivo solo se la tens. di aliment. al conv. di freq. non è più presente e se SP-10 Guasto linea

NON è impostato su [0] Nessuna funzione. Verificare i fusibili del convertitore di frequenza e l'alimentazione di rete all'unità.

ALLARME 38, Guasto interno

Quando si verifica un guasto interno, viene visualizzato un codice numerico, come definito nella tabella che segue.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Spegnere e riavviare l'unità

Verificare che l'opzione sia installata correttamente

Controllare se vi sono collegamenti allentati o mancanti

Può essere necessario contattare il rivenditore o l'ufficio assistenza GE . Annotare il codice numerico per poter ricevere ulteriori indicazioni sul tipo di guasto.

No.

0

Testo

La porta seriale non può essere ripristinata.

Contattare il GE rivenditore o l'ufficio assistenza

GE.

256-258 I dati dell'EEPROM della scheda di potenza sono corrotti o obsoleti

512 I dati dell'EEPROM della scheda di comando sono corrotti o troppo vecchi.

513

514

Timeout di comunicazione durante la lettura dei dati EEPROM

Timeout di comunicazione durante la lettura dei dati EEPROM

515

516

517

518

519 Dati codice a barre mancanti o non validi in

EEPROM

Il valore di parametro supera i limiti min/max 783

1024-1279 Un telegramma CAN in attesa di invio, non può essere inviato.

1281

1282

Timeout flash DSP

Incompatibilità della versione software del micro della scheda di potenza

1283

1284

1299

1300

1301

1302

Il controllo orientato all'applicazione non è in grado di riconoscere i dati dell'EEPROM.

Impossibile scrivere in EEPROM perché un comando di scrittura è in corso.

Il comando di scrittura è in timeout

Guasto EEPROM

Incompatibilità nella versione dei dati nell'EEPROM della scheda di potenza

Impossibile leggere la versione software del DSP

L'opzione SW nello slot A è troppo vecchia

L'opzione SW nello slot B è troppo vecchia

L'opzione SW nello slot C0 è troppo vecchia

L'opzione SW nello slot C1 è troppo vecchia

1315

1316

1317

1318

L'opzione SW nello slot A non è supportata (non è consentita)

L'opzione SW nello slot B non è supportata (non è consentita)

L'opzione SW nello slot C0 non è supportata (non

è consentita)

L'opzione SW nello slot C1 non è supportata (non

è consentita)

10 10

DET-767/I 111

0 10

Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

No.

1379

1380

1381

1382

Testo

L'Opzione A non ha risposto durante il calcolo della versione della piattaforma

L'Opzione B non ha risposto durante il calcolo della versione della piattaforma

L'Opzione C0 non ha risposto durante il calcolo della versione della piattaforma.

L'Opzione C1 non ha risposto durante il calcolo della versione della piattaforma.

1536

1792

È stata registrata un'eccezione nel controllo orientato all'applicazione. Informazioni di debug scritte nel tastierino

Il watchdog del DSP è attivo. Debug dei dati della parte di potenza, i dati del controllo orientato al motore non vengono trasferiti correttamente.

2049 Dati di potenza riavviati

2064-2072 H081x: l'opzione nello slot x si è riavviata

2080-2088 H082x: l'opzione nello slot x ha generato un ritardo all'accensione

2096-2104 H983x: l'opzione nello slot x ha generato un ritardo all'accensione valido

2304

2305

2314

2315

2316

2324

2325

2326

2327

2330

2561

2562

2816

Impossibile leggere dati dall'EEPROM della scheda di potenza

Versione SW mancante dalla sezione di potenza.

Dati sezione di potenza mancanti dalla sezione di potenza

Versione SW mancante dalla sezione di potenza.

io_statepage mancante dalla sezione di potenza

Configurazione della scheda di potenza non corretta all'accensione

Una scheda di potenza ha interrotto le comunicazioni quando è stata collegata l'alimentazione principale.

Configurazione della scheda di potenza non corretta al termine del periodo di tempo concesso alla scheda per registrarsi.

Troppe posizioni di schede di potenza si sono registrate come presenti.

Le informazioni relative alla potenza scambiate tra le schede di potenza non corrispondono.

Nessuna comunicazione da DSP a ATACD

Nessuna comunicazione da ATACD a DSP (stato funzionamento)

Overflow dello stack modulo della scheda di controllo

Attività pianificatore lente 2817

2818

2819

2820

2821

Attività rapide

Thread parametro

Overflow dello stack tastierino

Overflow della porta seriale

2822

2836

Overflow della porta USB cfListMempool insufficiente

3072-5122 Il valore del parametro non rientra nei limiti

No.

5123

5124

5125

5126

Tabella 10.2

Testo

Opzione nello slot A: hardware incompatibile con l'hardware della scheda di controllo

Opzione nello slot B: hardware incompatibile con l'HW della scheda di controllo.

Opzione nello slot C0: hardware incompatibile con l'hardware della scheda di controllo.

Opzione nello slot C1: hardware incompatibile con l'hardware della scheda di controllo.

5376-6231 Mem. insuff.

ALLARME 39, Sens. dissip.

Nessuna retroazione dal sensore di temperatura del dissipatore.

Il segnale dal sensore di temperatura IGBT non è disponibile sulla scheda di potenza. Il problema potrebbe essere sulla scheda di potenza, sulla scheda di pilotaggio gate, sul cavo a nastro tra la scheda di potenza e la scheda di pilotaggio gate.

AVVISO 40, Sovraccarico dell'uscita dig. mors. 27

Verificare il carico collegato al morsetto 27 o rimuovere il collegamento in corto circuito. Controllare E-00 Modo I/O

digitale e E-51 Modo Morsetto 27.

AVVISO 41, Sovraccarico dell'uscita dig. mors. 29

Verificare il carico collegato al morsetto 29 o rimuovere il collegamento in corto circuito. Controllare E-00 Modo I/O

digitale e E-52 Modo morsetto 29.

AVVISO 42, Sovraccarico uscita digitale su X30/6 o sovraccarico uscita digitale su X30/7

Per X30/6, verificare il carico collegato al morsetto X30/6 o rimuovere il collegamento in corto circuito. Controllare

E-56 Uscita dig. mors. X30/6 (OPCGPIO).

Per X30/7, verificare il carico collegato al morsetto X30/7 o rimuovere il collegamento in corto circuito. Controllare

E-57 Uscita dig. mors. X30/7 (OPCGPIO).

ALLARME 46, Alimentazione scheda di potenza

L'alimentaz. sulla scheda di pot. è fuori campo

Sono disponibili tre alimentazioni generate dall'alimentatore switching (SMPS) sulla scheda di potenza: 24 V, 5 V,

±18 V. Alimentando con tensione trifase da rete, sono monitorate tutte e tre le alimentazioni.

AVVISO 47, Alim. 24 V bassa

I 24V CC sono misurati sulla scheda di comando. l'alimentazione esterna ausiliaria 24 V CC potrebbe essere sovraccarica; in caso contrario, contattare il rivenditore GE.

AVVISO 48, Al. 1,8V bass.

L'alimentazione a 1,8 V CC utilizzata sulla scheda di controllo non rientra nei limiti consentiti. L'alimentazione è misurata sulla scheda di controllo. Verificare se la scheda di comando è difettosa. Se è presente una scheda opzionale, verificare una eventuale condizione di sovratensione.

112 DET-767/I

Avvisi e allarmi

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AVVISO 49, Lim. velocità

Quando la velocità non è compresa nell'intervallo specificato in F-18 e F-17, il convertitore di frequenza mostra un avviso. Quando la velocità è inferiore al limite specificato in H-36 Velocità media bassa [giri/min] (tranne che all'avvio o all'arresto) il convertitore di frequenza scatta.

ALLARME 50, taratura Auto tune non riuscita

Contattare il GE rivenditore o l'ufficio assistenza GE.

ALLARME 51, Controllo Auto tune U nom

e I nom

Sono errate le impostazioni della tensione motore, della corrente motore e della potenza motore. Controllare le impostazioni dei parametri P-02, P-03, P-06, P-07, F-04 e

F-05.

ALLARME 52, Auto tune I nom

bassa

La corrente motore è troppo bassa. Controllare le impostazioni.

ALLARME 53, Auto tune motore troppo grande

Il motore è troppo grande per eseguire l'Auto Tune.

ALLARME 54, Auto tune motore troppo piccolo

Il motore è troppo piccolo perché l'Auto Tune funzioni.

ALLARME 55, Auto tune, par. fuori campo

I valori di parametro del motore sono al di fuori del campo accettabile. Auto tune non funzionerà.

56 ALLARME, Auto tune interrotta dall'utente

L'utente ha interrotto l'Auto tune.

ALLARME 57, Guasto interno Auto tune:

Tentare più volte di riavviare Auto tune finché l'esecuzione di Auto Tune non riesce. Notare che i cicli ripetuti possono riscaldare il motore e determinare l'aumento delle resistenze Rs e Rr. Non si tratta comunque di un problema critico.

ALLARME 58, Auto tune guasto interno

Contattare il proprio rivenditore GE.

AVVISO 59, Limite corrente

La corrente è superiore al valore in F-43 Limite corrente.

Controllare che i Dati motore nei parametri P-02, P-03,

P-06, P-07, F-04 e F-05 siano impostati correttamente.

Aumentare se possibile il limite di corrente. Accertarsi che il sistema possa operare in sicurezza a iun limite superiore.

AVVISO 60, Interblocco esterno

L'interblocco esterno è stato attivato. Per riprendere il funz.

normale, applicare 24 V CC al mors. progr. per interbl.

esterno e riprist. il conv. di freq. (tramite comunicazione seriale, I/O digitale o prem. [Reset]).

AVVISO/ALLARME 61, Errore di inseguimento

Errore rilevato tra la velocità motore calcolata e la velocità misurata dal dispositivo di retroazione. La funzione Avviso/

Allarme/Disabilita viene impostata in H-20 Funzione di

perdita retroazione motore. L'impostazione dell'errore tollerato in H-21 Errore di velocità retroazione motore e l'impostazione del periodo di tempo accettabile per l'errore in H-22 Timeout perdita retroazione motore. Durante una procedura di messa in funzione la funzione può essere attiva.

AVVISO 62, Frequenza di uscita al limite massimo

La frequenza di uscita è superiore al valore impostato in

F-03 Freq. di uscita max 1.

ALLARME 64, Limite tens.

La combinaz. di carico e velocità richiede una tensione motore sup. alla tensione colleg. CC effettiva.

AVVISO/ALLARME 65, Sovratemperatura scheda di controllo

La temperatura di disinserimento della scheda di controllo

è di 80

°C.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare che la temperatura ambiente di funzionamento sia entro i limiti

Controllare eventuali filtri intasati

Controllare il funzionamento della ventola

Controllare la scheda di comando

AVVISO 66, Temp. dissip. bassa

La temperatura del convertitore di frequenza è troppo bassa per il normale funzionamento. L'avviso si basa sul sensore di temperatura nel modulo IGBT.

Aumentare la temperatura ambiente dell'unità. Una modesta quantità di corrente di mantenimento può essere inviata al convertitore di frequenza anche quando il motore è fermo impostando B-00 Corrente CC di

mantenimento al 5% e H-80 Funzione all'arresto

Ricerca ed eliminazione dei guasti

La temperatura del dissipatore misurata di 0

° C potrebbe indicare che il sensore di temp. è guasto e pertanto la velocità della ventola viene aumentata al massimo. Se il cavo del sensore tra l'IGBT e la scheda di pilotaggio gate non è collegato si genera l'avviso. Verificare anche il sensore di temperatura IGBT.

ALLARME 67, Configurazione modulo opzioni cambiata

Una o più opzioni sono state aggiunte o rimosse dall'ultimo spegnimento. Verificare che la modifica alla configurazione sia voluta e ripristinare l'unità.

ALLARME 69, Sovratemp. sch. di pot.

Il sensore di temperatura sulla scheda di potenza rileva una temperatura troppo alta o bassa.

Ricerca ed eliminazione dei guasti

Verificare il funzionamento delle ventole sullo sportello.

Verificare che i filtri per le ventole sullo sportello non siano ostruiti.

Verificare che la piastra passacavi sia correttamente installata sui convertitori di frequenza

IP21/IP 54 (NEMA 1/12).

10 10

DET-767/I 113

0 10

Avvisi e allarmi

AVVISO 76, Setup dell'unità di potenza numero rilevato di unità di potenza attive.

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

ALLARME 70, Configurazione convertitore di frequenza non cons.

La scheda di controllo e la scheda di potenza sono incompatibili. Contattare il proprio rivenditore, indicando il numero di modello dell'unità ricavato dalla targhetta e i codici articolo della scheda per verificare la compatibilità.

Il numero richiesto di unità di potenza non corrisponde al

77 AVVISO, Modo pot. rid.

Questo avviso indica che il convertitore di frequenza sta funzionando a potenza ridotta (cioè con meno sezioni inverter di quante sarebbero possibili). Questo avviso viene generato durante il ciclo di accensione (spegnere e riaccendere) quando il convertitore di frequenza è impostato per funzionare con meno inverter e continuerà a rimanere attivo.

ALLARME 79, Configurazione della sezione di potenza non valida

La scheda di conversione in scala non è installata o non è del tipo corretto. Non è possibile installare anche il connettore MK102 sulla scheda di potenza.

ALLARME 80, Inverter inizial. al valore di default

Le impostazioni dei parametri vengono riportate alle impostazioni di fabbrica dopo un reset manuale.

Ripristinare l'unità per cancellare un allarme.

AVVISO/ALLARME 104, Guasto ventola di miscelazione

Il monitoraggio della ventola controlla che la ventola giri all'accensione od ogniqualvolta la ventola di miscelazione venga accesa. Se la ventola non sta funzionando, allora viene annunciato il guasto. Il guasto della ventola di miscelazione può essere configurato come un scatto per avviso o uno scatto per allarme tramite SP-53 Monitor.

ventola.

Ricerca ed eliminazione dei guasti Spegnere e riaccendere il convertitore di frequenza per determinare se l'avviso/ l'allarme ritorna.

ALLARME 243, IGBT freno

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 27. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo di potenza ha generato l'allarme:

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di taglia 62 o 64.

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

61 o 63.

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

62 o 64.

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di taglia 64.

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

ALLARME 244, Temperatura dissipatore

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 29. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo di potenza ha generato l'allarme.

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di taglia 62 o 64.

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

61 o 63.

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

62 o 64.

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di taglia 64.

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

ALLARME 245, Sens. dissip.

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 39. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo di potenza ha generato l'allarme

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di taglia 62 o 64.

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

61 o 63.

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

62 o 64.

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di taglia 64.

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

114 DET-767/I

Avvisi e allarmi di potenza ha generato l'allarme taglia 62 o 64.

61 o 63.

62 o 64.

taglia 64.

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

ALLARME 246, Alimentazione scheda di potenza

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 46. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

ALLARME 247, Temperatura scheda di potenza

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 69. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo di potenza ha generato l'allarme

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di taglia 62 o 64.

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

61 o 63.

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

62 o 64.

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di taglia 64.

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

ALLARME 248, Configurazione della sezione di potenza non valida

Questo allarme è solo valido per convertitori di frequenza con dimensione unità 6x. È equivalente all'allarme 79. Il valore riportato nel registro allarmi segnala quale modulo di potenza ha generato l'allarme:

AVVISO 250, Nuova parte di ric.

È stato sostituito un componente del convertitore di frequenza. Ripristinare il convertitore di frequenza per riprendere il funzionamento normale.

AVVISO 251, Nuovo cod. tipo

La scheda di potenza o altri componenti sono stati sostituiti e il codice identificativo è cambiato. Effettuare un reset per rimuovere l'avviso e riprendere il funzionamento normale.

1 = modulo inverter sull'estrema sinistra.

2 = modulo inverter intermedio nelle unità di taglia 62 o 64.

2 = modulo inverter a destra nelle unità di taglia

61 o 63.

2 = secondo convertitore di frequenza dal modulo inverter sinistro nell'unità di taglia 64.

3 = modulo inverter destro nelle unità di taglia

62 o 64.

3 = terzo modulo inverter da sinistra nell'unità di taglia 64.

4 = modulo inverter sull'estrema destra nell'unità di taglia 64.

5 = modulo raddrizzatore.

6 = modulo raddrizzatore destro nell'unità di taglia 64.

10 10

DET-767/I 115

Ricerca guasti elementare

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

11 Ricerca guasti elementare

1 11

Sintomo

Display spento / Nessuna funzione

Display intermittente

Possibile causa

Alimentazione di ingresso mancante.

Prova

Vedere Tabella 3.1.

Soluzione

Controllare la sorgente di alimentazione di ingresso.

Fusibili bruciati o mancanti o scatto dell'interruttore automatico

Nessuna alimentazione al tastierino.

Cortocircuito sulla tensione di controllo (morsetto 12 o 50) o sui morsetto di controllo.

.

Impostazione errata del contrasto.

Vedere in questa tabella le cause possibili per fusibili aperti e scatto dell'interruttore automatico.

Controllare il corretto collegamento del cavo e l'assenza di danni al tastierino.

Seguire le raccomandazioni fornite.

Sostituire il tastierino o il cavo di collegamento guasto.

Controllare l'alimentazione della tensione 24 V di controllo sui morsetti da 12/13 a 20-39 o l'alimentazione 10 V sui morsetti da

50 a 55.

Cablare correttamente i morsetti.

Premere [Status] + + [ regolare il contrasto.

]/[

] per

Il display (tastierino) è difettoso.

Guasto all'alimentazione di tensione interna o SMPS guasto.

Alimentatore sovraccarico (SMPS) a causa di cavi di controllo non adeguati o di un guasto all'interno del convertitore di frequenza.

Test usando un tastierino diverso.

Sostituire il tastierino o il cavo di collegamento guasto.

Contattare il fornitore.

Per evitare un problema nei cavi di controllo, scollegare tutti i cavi di controllo rimuovendo le morsettiere.

Se il display rimane acceso, il problema è nei cavi di controllo.

Controllare il cablaggio per escludere cortocircuiti o collegamenti scorretti. Se il display continua a disinserirsi, seguire la procedura per spegnere il display.

116 DET-767/I

Ricerca guasti elementare

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Sintomo

Motore non in funzione

Motore che gira nella direzione sbagliata

Il motore non raggiunge la velocità massima

Velocità del motore instabile

Possibile causa

Interruttore di servizio aperto o collegamento del motore mancante.

Nessuna alimentazione di rete con scheda opzione da 24 V CC.

Arresto tastierino.

Segnale di avviamento mancante

(Standby).

Prova

Controllare se il motore è collegato e se il collegamento non è interrotto (da un interruttore di manutenzione o altri dispositivi).

Soluzione

Collegare il motore e verificare l'interruttore di servizio.

Se il display funziona ma non viene visualizzato nulla, verificare che sia inserita l'alimentazione di rete per il convertitore di frequenza.

Applicare l'alimentazione di rete per far funzionare l'unità.

Verificare se è stato premuto [Off].

Premere [Auto] o [Hand] (in funzione della vostra modalità di funzionamento) per avviare il motore.

Controllare l'impostazione corretta di E-01 Ingr. digitale morsetto 18 per il morsetto 18 (usare l'impostazione di fabbrica).

Applicare un segnale di avviamento valido per avviare il motore.

Segnale di ruota libera motore

(rotazione libera).

Sorgente di segnale di riferimento errata.

Limite di rotazione del motore.

Segnale di inversione attivo.

Controllare se un comando di inversione ruota libera è stato programmato per il morsetto nel gruppo parametri E-0# Ingressi digitali

Applicare 24 V sul terminale o programmare questo morsetto su

Nessuna operazione.

Controllare il segnale di riferimento:

Locale, remoto o riferimento bus?

Riferimento preimpostato attivo?

Collegamento del morsetto corretto? La conversione in scala dei morsetti è corretta? Segnale di riferimento disponibile?

Programmare le impostazioni corrette. Controllare F-02 Metodo di

funzionamento. Impostare su attivo il riferimento preimpostato nel parametro C-05 Freq. di uscita multi

fase 1 - 8. Verificare il cablaggio corretto. Controllare la conversione in scala dei terminali. Controllare il segnale di riferimento.

Programmare le impostazioni corrette.

Controllare che H-08 Bloccaggio

invertito sia programmato correttamente.

Verificare se è stato programmato un comando di inversione per il morsetto nel gruppo parametri

E-0# Ingressi digitali.

Disattivare il segnale di inversione.

Collegamento errato fase motore.

Limiti di frequenza impostati in modo errato.

Verificare i limiti di uscita in

F-17 Lim. alto vel. motore [giri/min],

F-15 Limite alto velocità motore [Hz]

e F-03 Freq. di uscita max 1.

Segnale di ingresso di riferimento non scalato correttamente.

Possibile impostazioni parametri scorretta.

Verificare la scala del segnale di ingresso di riferimento in AN-##

limiti di riferimento nel gruppo di parametri F-5#.

Verificare le impostazioni di tutti i parametri motore, incluse tutte le impostazioni di compensazione del motore. Per un funzionamento ad anello chiuso, verificare le impostazioni PID.

Programmare i limiti corretti.

Programmare le impostazioni corrette.

Verificare le impostazioni nel gruppo parametri AN-##. Per il funzionamento ad anello chiuso, verificare le impostazioni nel gruppo parametri CL-0#.

11 11

DET-767/I 117

1 11

Ricerca guasti elementare

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Sintomo

Il motore funziona in modo irregolare

Il motore non frena

Fusibili aperti o scatto interruttore automatico alimentazione

Squilibrio corrente di rete superiore al 3%

Squilibrio della corrente motore superiore al 3%.

Rumore acustico o vibrazioni (ad es. la pala di una ventola genera rumore o vibrazioni a certe frequenze)

Possibile causa

Possibile sovramagnetizzazione.

Possibili impostazioni scorrette nei parametri dei freni. Possibili tempi rampa di discesa troppo brevi.

Corto tra due fasi.

Sovraccarico motore.

Collegamenti allentati.

Problemi con l'alimentazione di rete (vedere la descrizione Allarme

4 Perdita fase di rete)

Problema con il convertitore di frequenza.

Problema con il motore o con il cablaggio del motore.

Problema con i convertitori di frequenza.

Risonanze, ad es. nel sistema motore/ventola.

Prova

Controllare impostazioni motore scorrette in tutti i parametri del motore.

Soluzione

Controllare le impostazioni motore nel gruppo di parametri P-0#, Dati

motore, P-3# Dati motore avanz., e

H-5# Impost. indip. dal carico.

Controllare i parametri del freno.

Controllare le impostazioni del tempo di rampa.

Controllare il gruppo parametri

B-0# Freno CC e F-5# Riferimento

esteso.

Il motore o il pannello presentano un cortocircuito tra le fasi.

Controllare eventuali corti tra le fasi di motore e pannello.

Eliminare ogni corto rilevato.

Il motore è in sovraccarico per l'applicazione.

Eseguire il test all'avviamento e verificare che la corrente motore rientri nelle specifiche. Se la corrente motore supera la corrente a pieno carico di targa, il motore potrebbe funzionare solo a carico ridotto. Riesaminare le specifiche per l'applicazione.

Serrare i collegamenti allentati.

Eseguire il controllo di pre-avvio per i collegamenti allentati.

Ruotare i cavi dell'alimentazione di ingresso nel convertitore di frequenza di una posizione: Da A a

B, da B a C, da C ad A.

Ruotare i cavi dell'alimentazione di ingresso nel convertitore di frequenza di una posizione: Da A a

B, da B a C, da C ad A.

Ruotare i cavi di uscita motore di una posizione: Da U a V, da V a W, da W a U.

Ruotare i cavi di uscita motore di una posizione: Da U a V, da V a W, da W a U.

Se lo squilibrio segue il filo, si tratta di un problema di alimentazione. Verificare l'alimentazione di rete.

Se lo squilibrio permane sullo stesso morsetto di ingresso, si tratta di un problema dell'unità.

Contattare il fornitore.

Se lo squilibrio segue il filo, il problema è del motore o del cablaggio del motore. Controllare il motore e il cablaggio del motore.

Se lo squilibrio permane sullo stesso morsetto di uscita, si tratta di un problema legato all'unità.

Contattare il fornitore.

Evitare frequenze critiche usando i parametri nel gruppo di parametri

C-0#.

Spegnere la sovramodulazione in

F-38 Sovramodulazione.

Modificare il modello di commutazione e la frequenza nel gruppo parametri F-3#.

Aumentare lo smorzamento della risonanza in H-64 Smorzamento

risonanza.

Controllare se il rumore e/o le vibrazioni sono state ridotte a un limite accettabile.

Tabella 11.1

118 DET-767/I

Morsetto e filo elettrico a...

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

12 Morsetto e filo elettrico applicabile

12.1 Cavi

DET-767/I 119

12 12

Specifiche

13 Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

3 13

13.1 Specifiche dipendenti dalla potenza

13.1.1 Potenza, corrente e custodie

A

HP kW

20

25

30

40

50

0,37 0,25

0,5 0,37

1 0,75

2 1,5

3

5

2,2

3,7

7,5 5,5

10 7,5

15 11

15

18

22

30

37

10,6

16,7

24,2

30,8

46,2

1,8

2,4

4,6

7,5

59,4

74,8

88

115

143

Tabella 13.1 200-240 V

Ingre sso

1,6

15

22

28

42

2,2

5,9

6,8

9,5

54

68

80

104

130

Efficienza

0,94

0,94

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

0,96

200-240 V

IP20/Chassis

12

23

24

33

34

IP55 / Tipo 12

15

21

22

31

32

IP66/tipo 4X

15

21

22

31

32

40

50

60

75

15

20

25

30

100 75

125 90

150 110

200 132

250 160

300 200

30

37

45

55

11

15

18

22

HP kW

0,5 0,37

A Ingre

≤ 440 V >440 V sso

1,3 1,2 1,2

3

5

1 0,75

2 1,5

2,2

4,0

7,5 5,5

10 7,5

2,4

4,1

5,6

10

13

16

2,1

3,4

4,8

8,2

11

14,5

2,2

3,7

5

9

11,7

14,4

147

177

212

260

315

395

61

73

90

106

24

32

37,5

44

130

160

190

240

302

361

52

65

80

105

21

27

34

40

133

161

204

251

304

381

55

66

82

96

22

29

34

40

Efficienza

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,93

0,96

0,97

0,97

0,97

0,97

0,97

IP00/Chassis IP20/Chassis IP21/Tipo 1 IP54/IP55/Tipo 12 IP66/tipo 4X

43

44

12

13

23

24

33

34

43h

44h

41h/41

41h/42

42h/42

15

21

22

31

32

41h/41

41h/42

42h/42

15

21

22

31

32

120 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

HP kW

350 250

A Ingre

≤ 440 V >440 V sso

480 443 463

450 315

500 355

550 400

600 450

650 500

750 560

900 630

588

658

745

800

880

990

1120

530

590

678

730

780

890

1050

590

647

733

787

857

964

1090

1000 710

1200 800

1260

1460

1160

1380

1227

1422

Efficienza

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

IP00/Chassis IP20/Chassis IP21/Tipo 1 IP54/IP55/Tipo 12 IP66/tipo 4X

52

44h 42h/51

51

61/63

62/64

42h/51

51

61/63

62/64

Tabella 13.2 380-480 V

525-600 V

IP20/Chassis IP55 / Tipo 12 IP66/Tipo 12

HP kW

3

5

1 0,75

2 1,5

2,2

4,0

7,5 5,5

10 7,5

15

20

11

15

25

30

18

22

40

50

60

75

30

37

45

55

100 75

A Ingre

≤ 550 V >550 V sso

1,8 1,7 1,7

11,5

19

23

28

36

2,9

4,1

6,4

9,5

11

18

22

27

34

2,7

3,9

6,1

9

10,4

17,2

20,9

25,4

32,7

2,7

4,1

5,8

8,6

43

54

65

87

105

41

52

62

83

100

39

49

59

79

96

Efficienza

0,97

0,97

0,97

0,97

0,97

0,97

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

Tabella 13.3 525-600 V

13

23

24

33

34

15

21

22

31

32

15

21

22

31

32

HP kW

40

50

60

75

15

20

25

30

11

15

18

22

30

37

45

55

100 75 75

125 90 100

150 110 125

200 132 150

40

50

60

15

20

25

30

HP a

575

V

11

A Ingre

≤ 550 V >690 V sso

14 13 15

43

54

65

19

23

28

36

41

52

62

18

22

27

34

19,5

24

29

36

49

59

71

87

113

137

162

83

108

131

155

87

99

128

155

Efficienza

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

525-690 V

IP00/Chassis IP20/Chassis IP21/Tipo 1 IP54/IP55/Tipo 12

43 43h

22

32

41h/41

22

32

41h/41

13 13

DET-767/I 121

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

525-690 V

HP kW

HP a

575

V

250 160 200

A Ingre

≤ 550 V >690 V sso

201 192 197

300 200 250

350 250 300

450 315 350

550 355 400

600 400 400

650 500 500

750 560 600

253

303

360

395

429

523

596

275

290

344

380

410

500

570

240

296

352

366

395

482

549

900 630 650

1000 710 750

1150 800 950

1250 900 1050

1350 1000 1150

1600 1200 1350

639

763

889

988

1108

1317

630

730

850

945

1060

1260

613

711

828

920

1032

1260

Efficienza

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

0,98

IP00/Chassis

44

52

IP20/Chassis

44h

IP21/Tipo 1

42h/42

51

61/63

62/64

IP54/IP55/Tipo 12

42h/42

51

61/63

62/64

Tabella 13.4 525-690 V

13.1.2 Dimensioni meccaniche, unità taglia 1x

3 13

Disegno 13.1 Dimensione unità 12

122 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 13.2 Dimensione unità 13

Disegno 13.3 Unità taglia 15

DET-767/I 123

13 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.3 Dimensioni meccaniche, unità taglia 2x

Disegno 13.4 Unità taglia 21

3 13

Disegno 13.5 Unità taglia 22

124 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 13.6 Unità taglia 23

Disegno 13.7 Unità taglia 24

DET-767/I 125

13 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.4 Dimensioni meccaniche, unità taglia 3x

Disegno 13.8 Unità taglia 31

3 13

Disegno 13.9 Unità taglia 32

126 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 13.10 Unità taglia 33

Disegno 13.11 Unità taglia 34

DET-767/I 127

13 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.5 Dimensioni meccaniche, unità taglia 4x

Disegno 13.12 Unità taglia 41 (montaggio a pavimento o in armadio)

3 13

Disegno 13.13 Unità taglia 42 (montaggio a pavimento o in armadio)

128 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Disegno 13.14 Unità taglia 43 (montaggio in armadio

66

765 m 3 /hr

255 m

3

/hr

1327

1099

1280

408

13 13

375

Drives shown with optional disconnect switch

Disegno 13.15 Unità taglia 44 (montaggio in armadio

DET-767/I 129

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.6 Dimensioni meccaniche, unità taglia 5x

3 13

Disegno 13.16 Unità taglia 51 (montaggio a pavimento)

Disegno 13.17 Unità taglia 52 (montaggio in armadio

130 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

13.1.7 Dimensioni meccaniche, unità taglia 6x

Disegno 13.18 Unità taglia 61 (montaggio a pavimento)

1804

(71.0)

2280

(89.8)

2205

(86.8)

1497

(58.9)

Disegno 13.19 Unità taglia 62 (montaggio a pavimento)

3941 m

3

/hr

(2320 CFM)

607

(23.9)

IP 21/NEMA 1

2100 m 3 /hr

(1236 CFM)

IP 54/NEMA 12

1575 m 3 /hr

(927 CFM)

13 13

DET-767/I 131

Specifiche

1997

(78.6)

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

607

(23.9)

IP 21/NEMA 1

1444 m 3 /hr

(100 CFM)

IP 54/NEMA 12

2100 m

3

/hr

(1236 CFM)

2280

(89.3)

2205

(86.8)

1497

(58.9)

Disegno 13.20 Unità taglia 63 (montaggio a pavimento)

2401

(94.5)

3 13

2280

(89.8)

2205

(86.8)

1497

(58.9)

2956 m 3 /hr

(1740 CFM)

607

(23.9)

IP 21/NEMA 1

2800 m

3

/hr

(1648 CFM)

IP 54/NEMA 12

2100 m 3 /hr

(1236 CFM)

3941 m 3 /hr

(2320 CFM)

Disegno 13.21 Unità taglia 64 (montaggio a pavimento)

132 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Alimentazione di rete

Tensione di alimentazione

Tensione di alimentazione

Tensione di alimentazione

Tensione di alimentazione

200-240 V

±

380-480 V

±10%

525-600 V

±10%

525-690 V

±10%

Tensione di alimentazione insufficiente/caduta tensione di rete:

Durante una caduta di tensione dell'alimentazione di rete o con una bassa tensione di alimentazione, il continua a funzionare fino a quando la tensione del circuito intermedio non scende al di sotto del livello minimo di funzionamento, di norma il 15% al di sotto della tensione di alimentazione nominale minima del convertitore di frequenza. Accensione e funzionamento alla coppia massima non sono possibili se la tensione di alimentazione è oltre il 10% al di sotto della tensione di alimentazione nominale minima del convertitore di frequenza.

Frequenza di alimentazione 50/60 Hz

±5%

Sbilanciamento massimo temporaneo tra le fasi di rete

Fattore di potenza reale (

λ)

Fattore di dislocazione di potenza (cos ϕ)

3,0 % della tensione di alimentazione nominale

Commutazione sull'alimentazione di ingresso L1, L2, L3 (accensioni)

≤ 7,5kW/10HP

≥ 0,9 nominale al carico nominale prossimo all’unità (

> 0,98) al massimo 2 volte/min.

Commutazione sull'alimentazione di ingresso L1, L2, L3 (accensioni) 11-75kW/15-100HP

Commutazione sull'alimentazione di ingresso L1, L2, L3 (accensioni)

Ambiente secondo la norma EN60664-1

≥ 90kW/125HP al massimo 1 volta/min.

al massimo 1 volta/ 2 min.

categoria di sovratensione III /grado di inquinamento 2

L'unità è adatta per l'uso su un circuito in grado di fornire non oltre 100kAIC RMS simmetrici, max. 240/480/600/ 690 V.

Uscita motore (U, V, W)

Tensione di uscita

Frequenza di uscita (0,25-75kW)/(75kW / 125HP)

Frequenza di uscita (90-1000 kW)/(90kW/150 HP)

Frequenza di uscita in modalità Flux

Commutazione sull'uscita

Tempi di rampa

0-100% della tensione di alimentazione

0-1000 Hz

0-800

1)

Hz

0-300 Hz

Illimitata

0,01-3600 s.

1)

In funzione della tensione e della corrente di alimentazione

Caratteristiche della coppia

Coppia di avviamento (coppia costante)

Coppia di avviamento

Coppia di sovraccarico (coppia costante)

Coppia di avviamento (Coppia variabile)

Coppia di sovraccarico (coppia variabile) al massimo 160% per 60 s al massimo 180% fino a 0,5 s al massimo 160% per 60 s al massimo 110% per 60 s

1)

1)

1)

1) al massimo 110% per 60 s

Tempo di incremento di coppia nel controllo vettoriale avanzato (indipendente da fsw)

Tempo di salita della coppia nel controllo vettoriale di flusso (per 5 kHz fsw)

10 ms

1 ms

1)

La percentuale si riferisce alla coppia nominale.

2)

Il tempo di risposta della coppia dipende dall'applicazione e dal carico, ma come regola generale, il gradino di coppia da 0 al riferimento è 4-5 x il tempo di salita della coppia.

Ingressi digitali

Ingressi digitali programmabili

Numero morsetto

Logica

Livello di tensione

Livello di tensione, '0' logico PNP

Livello di tensione, '1' logico PNP

Livello di tensione, '0' logico NPN

2)

Livello di tensione, '1' logico NPN

2)

Tensione massima sull’ingresso

Campo di frequenza impulsi

18, 19, 27

1)

, 29

1)

4 (6)

1)

, 32, 33,

PNP o NPN

0 - 24 V CC

< 5 V CC

> 10 V CC

> 19 V CC

< 14 V CC

28 V CC

0-110 kHz

13 13

DET-767/I 133

Specifiche

Modulazione di larghezza min. (duty cycle)

Resistenza di ingresso, R i

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

4,5 ms circa 4 kΩ

Arresto di sicurezza, morsetto 37

2)

(il morsetto 37 è a logica PNP fissa)

Livello di tensione

Livello di tensione, '0' logico PNP

Livello di tensione, '1' logico PNP

Tensione massima sull’ingresso

Corrente di ingresso tipica a 24 V

Corrente di ingresso tipica a 20 V

Capacità di ingresso

0 - 24 V CC

<4 V CC

>20 V CC

28 V CC

50 mA rms

60 mA rms

400 nF

Tutti gli ingressi digitali sono isolati galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) nonché da altri morsetti ad alta tensione.

1)

I morsetti 27 e 29 possono anche essere programmati come uscita.

2) Vedere 2.5.5.7 Morsetto 37 per ulteriori informazioni sul morsetto 37 e l'arresto di sicurezza.

Ingressi analogici

Numero di ingressi analogici

Numero morsetto

Modalità

Selezione modo

Modo tensione

Livello di tensione

Resistenza di ingresso, R i

Tensione max.

Modo corrente

Livello di corrente

Resistenza di ingresso, R i

Corrente max.

Risoluzione per gli ingressi analogici

Precisione degli ingressi analogici

Larghezza di banda

2

53, 54

Tensione o corrente

Interruttore S201 e interruttore S202

Interruttore S201/interruttore S202 = OFF (U)

Da -10 a +10 V (convertibile in scala) ca. 10 k

± 20 V

Interruttore S201/interruttore S202 = ON (I)

Da 0/4 a 20 mA (scalabile) ca. 200

30 mA

10 bit (+ segno)

Errore max. 0,5% del fondo scala

100 Hz

Gli ingressi analogici sono isolati galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) e dagli altri morsetti ad alta tensione.

3 13

Disegno 13.22

Ingressi a impulsi/encoder

Ingressi a impulsi/encoder programmabili

Numero morsetto a impulsi/encoder

Frequenza max. ai morsetti 29, 32, 33

Frequenza max. ai morsetti 29, 32, 33

Frequenza min. ai morsetti 29, 32, 33

Livello di tensione

Tensione massima sull’ingresso

Resistenza di ingresso, R i

Precisione dell'ingresso digitale (0,1-1 kHz)

134 DET-767/I

2/1

29, 33

1)

/ 32

2)

, 33

2)

110 kHz (comando push-pull)

5 kHz (collettore aperto)

4 Hz vedere la sezione su Ingresso digitale

28 V CC ca. 4 k

Ω

Errore max.: 0,1% del fondo scala

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Precisione dell'ingresso encoder (1-11 kHz) Errore max.: 0,05% del fondo scala

Gli ingressi a impulsi e encoder (morsetti 29, 32, 33) sono isolati galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) nonché da altri morsetti ad alta tensione.

1) Gli ingressi a impulsi sono 29 e 33

2) Ingressi encoder: 32 = A e 33 = B

Uscita digitale

Uscite programmabili digitali/a impulsi

Numero morsetto

Livello di tensione sull'uscita digitale/frequenza

Corrente di uscita max. (sink o source)

Carico max. in corrispondenza dell'uscita in frequenza

Carico capacitivo max. in corrispondenza dell'uscita in frequenza

Frequenza di uscita minima in corrispondenza dell'uscita in frequenza

Frequenza di uscita massima in corrispondenza dell'uscita in frequenza

Precisione dell'uscita in frequenza

Risoluzione delle uscite in frequenza

2

27, 29

1)

0-24 V

40 mA

1 k

10 nF

0 Hz

32 kHz

Errore max.: 0,1 % del fondo scala

12 bit

1)

I morsetti 27 e 29 possono essere programmati anche come ingressi.

L’uscita digitale è isolata galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) e dagli altri morsetti ad alta tensione.

Uscita analogica

Numero delle uscite analogiche programmabili

Numero morsetto

Intervallo di corrente sull'uscita analogica

Carico max. GND - uscita analogica inferiore a

Precisione sull'uscita analogica

Risoluzione sull'uscita analogica

1

42

Da 0/4 a 20 mA

500

Ω

Errore max.: 0,5% del fondo scala

12 bit

L’uscita analogica è isolata galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) e dagli altri morsetti ad alta tensione.

Scheda di controllo, uscita a 24 V CC

Numero morsetto

Tensione di uscita

Carico max.

12, 13

24 V +1, -3 V

200 mA

L'alimentazione a 24 V CC è isolata galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) ma ha lo stesso potenziale degli ingressi e delle uscite analogici e digitali.

Scheda di controllo, tensione di uscita a 10 V CC

Numero morsetto

Tensione di uscita

Carico max.

10,5 V

±50

±0,5 V

15 mA

L’alimentazione 10 V CC è isolata galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV) nonché da altri morsetti ad alta tensione.

Scheda di controllo, comunicazione seriale RS-485

Numero morsetto

Numero morsetto 61

68 (P,TX+, RX+), 69 (N,TX-, RX-)

Comune per i morsetti 68 e 69.

Il circuito di comunicazione seriale RS-485 è separato funzionalmente da altri circuiti centrali e isolato galvanicamente dalla tensione di alimentazione (PELV).

Scheda di controllo, comunicazione seriale USB

USB standard

Spina USB

1.1 (Full speed)

Spina USB tipo B

Il collegamento al PC viene effettuato mediante un cavo USB standard host/device.

Il collegamento USB è isolato galvanicamente dalla tensione di rete (PELV) nonché dagli altri morsetti ad alta tensione.

Il collegamento a massa USB non è isolato galvanicamente dalla terra di protezione. Usare solo un computer portatile isolati come collegamento PC al connettore USB sul convertitore di frequenza.

13 13

DET-767/I 135

3 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Uscite a relè

Uscite a relè programmabili

Numero morsetto relè 01

Carico max. sui morsetti (CA-1)

1)

su 1-3 (NC), 1-2 (NO) (carico resistivo)

Carico max. sui morsetti (CA-15)

1)

(carico induttivo @ cosφ 0,4)

Carico max. sui morsetti (CC-1)

1)

su 1-2 (NO), 1-3 (NC) (carico resistivo)

Carico max. sui morsetti (CC-13)

1)

(carico induttivo)

2 Form C

1-3 (apertura), 1-2 (chiusura)

240 V CA, 2A

240 V CA, 0,2 A

60 V CC, 1 A

24 V CC, 0,1 A

Numero morsetto relè 02

Carico max. sui morsetti (CA-1)

1)

su 4-5 (NO) (carico resistivo)

2)3)

Cat. sovratensione II

Carico max. sui morsetti (CA-15)

1)

su 4-5 (NO (carico induttivo @ cos

φ 0,4)

Carico max. sui morsetti (CC-1)

1)

su 4-5 (NO) (carico resistivo)

Carico max. sui morsetti (CC-13)

1)

su 4-5 (NO) (carico induttivo)

Carico max. sui morsetti (CA-1)

1)

su 4-6 (NC) (carico resistivo)

Carico max. sui morsetti (CA-15)

1)

su 4-6 (NC) (carico induttivo con cos

φ 0,4)

Carico max. sui morsetti (CC-1)

1)

su 4-6 (NC) (carico resistivo)

Carico max. sui morsetti (CC-13)

1)

su 4-6 (NC) (carico induttivo)

Carico min. sui morsetti su 1-3 (NC), 1-2 (NO), 4-6 (NC), 4-5 (NO)

Ambiente secondo EN 60664-1

4-6 (apertura), 4-5 (chiusura)

400 V CA, 2A

240 V CA, 0,2 A

80 V CC, 2A

24 V CC, 0,1 A

240 V CA, 2A

240 V CA, 0,2 A

50 V CC, 2A

24 V CC, 0,1 A

24 V CC 10 mA, 24 V CA 20 mA categoria di sovratensione III /grado di inquinamento 2

1)

IEC 60947 parte 4 e 5

I contatti del relè sono isolati galvanicamente dal resto del circuito mediante un isolamento rinforzato (PELV).

2)

Categoria di sovratensione II

3)

Applicazioni UL 300V CA 2A

Lunghezze e sezioni trasversali dei cavi di comando

1)

Lunghezza max. cavo motore, schermato

Lunghezza max. cavo motore, non schermato

Sezione massima per i morsetti di controllo, filo elettrico flessibile/ rigido senza capicorda per cavo

Sezione massima per i morsetti di controllo, filo elettrico flessibile con capicorda per cavo

Sezione massima per i morsetti di controllo, filo elettrico flessibile con capicorda per cavo con collare

Sezione minima per i morsetti di controllo

150 m

300 m

1,5 mm

2

/16 AWG

1 mm

2

/18 AWG

0,5 mm

2

/20 AWG

0,25 mm

2

/24 AWG

1)

Per i cavi di potenza, vedere 12 Morsetto e filo elettrico applicabile.

Prestazione scheda di comando

Intervallo di scansione

Caratteristiche di comando

Risoluzione sulla frequenza d’uscita a 0-1000 Hz

Accuratezza di ripetizione di Avviamento/arresto preciso (morsetti 18, 19)

Tempo di risposta del sistema (morsetti 18, 19, 27, 29, 32, 33)

Intervallo controllo di velocità (anello aperto)

Intervallo controllo di velocità (anello chiuso)

Precisione della velocità (anello aperto)

Precisione della velocità (anello chiuso), in base alla risoluzione del dispositivo di retroazione

Precisione del controllo di coppia (retroazione della velocità)

Tutte le caratteristiche di comando si basano su un motore asincrono quadripolare

0-6000 giri/min.: errore errore max

1 ms

±0,003 Hz

≤±0,1 ms

≤ 2 ms

1:100 della velocità sincrona

1:1000 della velocità sincrona

30-4000 giri/min.: errore

±8 giri/min

±0,15 giri/min

±5% della coppia nominale

136 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Ambiente

Custodia

Prova di vibrazione

IP20 Open Chassis, Nema 1 con kit installato sul campo, Nema 12 e Nema 4X

1,0 g (75 kW/100 HP e inferiore)/0,7 g (superiore a 75 kW/100 HP)

Umidità relativa massima

Ambiente aggressivo (IEC 60068-2-43) Test H

2

S

Temperatura ambiente

5% - 93% (IEC 721-3-3; classe 3K3 (senza condensa) durante il funzionamento

Temperatura ambiente minima durante operazioni a pieno regime

Temperatura ambiente minima con prestazioni ridotte

Temperatura durante il magazzinaggio/trasporto classe Kd

Max. 50

°C

0

°C

- 10

°C

Da -25 a +65/70

°C

Altezza massima sopra il livello del mare senza declassamento 1000 m

Declassamento per altitudini elevate, vedere 7.5 Declass..

Norme EMC, emissione

Norme EMC, immunità

EN 61800-3, EN 61000-6-3/4, EN 55011

EN 61800-3, EN 61000-6-1/2,

EN 61000-4-2, EN 61000-4-3, EN 61000-4-4, EN 61000-4-5, EN 61000-4-6

Vedere la sezione sulle condizioni speciali in 7.2 Requisiti di immunità:.

DET-767/I 137

13 13

3 13

Specifiche

13.3.1 Fusibili

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Si racomanda di usare fusibili e/o interruttori automatici sul lato di alimentazione come protezione nel caso di un guasto di un componente all'interno del convertitore di frequenza (primo guasto).

NOTA!

Questo è obbligatorio per assicurare la conformità con IEC

60364 per CE o NEC 2009 per UL.

Le seguenti tabelle elencano la corrente nominale raccomandata. I fusibili raccomandati sono del tipo gG per potenze da ridotte a medie. Per potenze maggiori sono raccomandati fusibili aR. Possono essere utilizzati interruttori a condizione che siano conformi alle norme nazionali e internazionali e che limitino l'energia al convertitore di frequenza a un valore uguale o inferiore a quello degli interruttori a norma.

Se vengono scelti fusibili/interruttori automatici secondo le raccomandazioni, i possibili danni al convertitore di frequenza si limiteranno soprattutto a danni all'interno dell'unità.

13.3.2 Raccomandazioni

AVVISO

Il personale e la proprietà devono essere protetti dalle conseguenze di un guasto di un componente all'interno del convertitore di frequenza.

AVVISO

Nel caso di un malfunzionamento, la mancata osservanza delle raccomandazioni potrebbe provocare rischi al personale e danni al convertitore di frequenza o ad altre attrezzature.

Protezione del circuito di derivazione

Al fine di proteggere l'impianto contro i pericoli di scosse elettriche o di incendi, tutti i circuiti di derivazione in un impianto, il dispositivo di commutazione, le macchine ecc., devono essere protetti dai cortocircuiti e dalle sovracorrenti conformemente alle norme nazionali e locali.

NOTA!

I consigli dati non coprono la protezione del circuito di derivazione per UL.

Le seguenti tabelle elencano la corrente nominale raccomandata. I fusibili raccomandati sono del tipo gG per potenze da ridotte a medie. Per potenze maggiori sono raccomandati fusibili aR. Possono essere utilizzati interruttori a condizione che siano conformi alle norme nazionali e internazionali e che limitino l'energia al convertitore di frequenza a un valore uguale o inferiore a quello degli interruttori a norma.

Protezione da cortocircuito

GE raccomanda di utilizzare i fusibili/interruttori automatici menzionati in basso per proteggere il personale di servizio e le attrezzature nel caso di un guasto di un componente all'interno del convertitore di frequenza.

Se vengono scelti fusibili/interruttori automatici secondo le raccomandazioni, i possibili danni al convertitore di frequenza si limiteranno soprattutto a danni all'interno dell'unità.

Protezione da sovracorrente:

Il convertitore di frequenza fornisce una protezione da sovraccarico per limitare le minacce alla vita umana, danni all'attrezzatura e per evitare il rischio di incendi a causa di un surriscaldamento dei cavi nell'impianto. Il convertitore di frequenza è dotato di una protezione interna contro la sovracorrente (F-43 Limite corrente) che può essere utilizzata per la protezione da sovraccarico a monte

(escluse le applicazioni UL). Inoltre possono essere utilizzati fusibili o interruttori automatici per garantire la protezione da sovracorrente nell'impianto. La protezione da sovracorrente deve essere eseguita sempre nel rispetto delle norme nazionali.

13.3.3 Conformità CE

Fusibili o interruttori automatici sono obbligatori per assicurare la conformità con l'IEC 60364. GE raccomanda l'uso di una selezione delle seguenti.

I fusibili in basso sono adatti per l'uso su un circuito in grado di fornire 100,000 ampere simmetrici (rms), 240 V o

480 V o 500 V o 600 V in funzione della tensione nominale del convertitore di frequenza. Con i fusibili adeguati, la corrente nominale di corto circuito (SCCR) del convertitore di frequenza è pari a 100.000 Arms.

AVVISO

Nel caso di un malfunzionamento, la mancata osservanza delle raccomandazioni potrebbe provocare rischi al personale e danni al convertitore di frequenza o ad altre attrezzature.

138 DET-767/I

Specifiche

13.3.4 Tabelle fusibili

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,25/1/3

0,37/1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

Tabella 13.5 200-240 V, IP20/Open Chassis

Grandezza consigliata del fusibile gG-16 gG-20 gG-50 gG-80 gG-125 aR-160 aR-200 aR-250

AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,25/1/3

0,37/1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

Grandezza consigliata del fusibile

Tabella 13.6 200-240 V, IP55/Nema 12 e IP66/Nema 4X gG-20 gG-63 gG-80 gG-125 aR-160 aR-200 aR-250

Fusibile max raccomandato gG-25 gG-32 gG-63 gG-125 gG-150 aR-160 aR-200 aR-250

Fusibile max raccomandato gG-32 gG-80 gG-100 gG-160 aR-160 aR-200 aR-250

13 13

DET-767/I 139

3 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

200/300

250/350

315/450

355/500

400/550

450/600

500/650

560/750

37/50

45/60

55/75

75/100

90/125

110/150

132/200

160/250

AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,37/1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

630/900

710/1000

800/1200

Tabella 13.7 380-480 V, IP20/Open Chassis

Grandezza consigliata del fusibile gG-16 gG-20 gG-50 gG-80 gG-125 aR-160 aR-250 gG-300 gG-350 gG-400 gG-500 gG-630 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000 aR-2500

Fusibile max raccomandato gG-25 gG-32 gG-63 gG-125 gG-150 aR-160 aR-250 gG-300 gG-350 gG-400 gG-500 gG-630 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000 aR-2500

140 DET-767/I

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

200/300

250/350

315/450

355/500

400/550

450/600

500/650

560/750

37/50

45/60

55/75

75/100

90/125

110/150

132/200

160/250

AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,37/1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

630/900

710/1000

800/1200

Grandezza consigliata del fusibile

Tabella 13.8 380-480 V, IP55/Nema 12 e IP66/Nema 4X gG-20 gG-50 gG-80 gG-125 aR-250 gG-300 gG-350 gG-400 gG-500 gG-630 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000 aR-2500

Fusibile max raccomandato gG-32 gG-80 gG-100 gG-160 aR-250 gG-300 gG-350 gG-400 gG-500 gG-630 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000 aR-2500

Fusibile max raccomandato AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

Tabella 13.9 525-600 V, IP20/Open Chassis

Grandezza consigliata del fusibile gG-10 gG-16 gG-35 gG-63 gG-100 aR-250 gG-25 gG-32 gG-63 gG-125 gG-150 aR-250

DET-767/I 141

13 13

3 13

Specifiche

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

Grandezza consigliata del fusibile

Tabella 13.10 525-600 V, IP55/Nema 12 e IP66/Nema 4X gG-16 gG-35 gG-50 gG-125 aR-250

Fusibile max raccomandato gG-32 gG-80 gG-100 gG-160 aR-250

Fusibile max raccomandato AF-650 GP trifase

[kW]/[HP]

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

90/125

110/150

132/200

160/250

200/300

250/350

315/400

355/500

400/550

500/650

560/750

630/900

710/1000

800/1150

900/1250

1000/1350

Grandezza consigliata del fusibile gG-25 gG-32 gG-40 gG-63 gG-80 gG-100 gG-125 aR-250 aR-315 aR-350 aR-400 aR-500 aR-550 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000

Tabella 13.11 525-690 V, IP21/Nema 1 e IP55/Nema 12 e IP66/Nema 4X gG-63 gG-80 gG-100 gG-125 gG-160 aR-250 aR-315 aR-350 aR-400 aR-500 aR-550 aR-700 aR-900 aR-1600 aR-2000

142 DET-767/I

Specifiche

13.3.5 Conformità NEC e UL

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Fusibili o interruttori automatici sono obbilgatori per soddisfare la NEC 2009. Raccomandiamo di usare una selezione dei seguenti

I fusibili in basso sono adatti per l'uso su un circuito in grado di fornire 100,000 ampere simmetrici (rms), 240 V, 480 V o 600

V in funzione della tensione nominale del convertitore di frequenza. Con il fusibile adeguato, la corrente nominale di corto circuito (SCCR) è pari a 100.000 Arm.

AF-650 GP

Power

[kW]/[HP]

0.25-0.37/

1/3-1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/18,5/

20-25

22/30

30/40

37/50

Bussmann

Tipo RK1

1)

KTN-R-05

KTN-R-10

KTN-R-15

KTN-R-20

KTN-R-30

KTN-R-50

KTN-R-60

KTN-R-80

KTN-R-125

KTN-R-150

KTN-R-200

KTN-R-250

Bussmann

Tipo J

JKS-05

JKS-10

JKS-15

JKS-20

JKS-30

KS-50

JKS-60

JKS-80

JKS-125

JKS-150

JKS-200

JKS-250

Fusibile max raccomandato

Bussmann Bussmann

Tipo T Tipo CC

JJN-05

JJN-10

JJN-15

JJN-20

JJN-30

JJN-50

JJN-60

JJN-80

JJN-125

JJN-150

JJN-200

JJN-250

FNQ-R-5

FNQ-R-10

FNQ-R-15

FNQ-R-20

FNQ-R-30

-

-

-

-

-

-

-

Bussmann

Tipo CC

KTK-R-5

KTK-R-10

KTK-R-15

KTK-R-20

KTK-R-30

-

-

-

-

-

-

-

Bussmann

Tipo CC

LP-CC-5

LP-CC-10

LP-CC-15

LP-CC-20

LP-CC-30

-

-

-

-

-

-

-

Tabella 13.12 200-240 V

AF-650 GP

Power

[kW]/[HP]

0.25-0.37/

1/3-1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/18,5/

20-25

22/30

30/40

37/50

Tabella 13.13 200-240 V

SIBA

Tipo RK1

5017906-005

5017906-010

5017906-016

5017906-020

5012406-032

5014006-050

5014006-063

5014006-080

2028220-125

2028220-150

2028220-200

2028220-250

Fusibile max raccomandato

Littel fuse

Tipo RK1

Ferraz-

Shawmut

Tipo CC

KLN-R-05

KLN-R-10

KLN-R-15

KLN-R-20

KLN-R-30

KLN-R-50

KLN-R-60

KLN-R-80

KLN-R-125

KLN-R-150

KLN-R-200

KLN-R-250

ATM-R-05

ATM-R-10

ATM-R-15

ATM-R-20

ATM-R-30

-

-

-

-

-

-

-

Ferraz-

Shawmut

Tipo RK1

3)

A2K-05-R

A2K-10-R

A2K-15-R

A2K-20-R

A2K-30-R

A2K-50-R

A2K-60-R

A2K-80-R

A2K-125-R

A2K-150-R

A2K-200-R

A2K-250-R

13 13

DET-767/I 143

3 13

Specifiche

AF-650 GP

[kW]/[HP]

0.25-0.37/

1/3-1/2

0,75/1

1,5/2

2,2/3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/18,5/

20-25

22/30

30/40

37/50

Tabella 13.14 200-240 V

Bussmann

Tipo JFHR2

2)

FWX-5

FWX-10

FWX-15

FWX-20

FWX-30

FWX-50

FWX-60

FWX-80

FWX-125

FWX-150

FWX-200

FWX-250

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Fusibile max raccomandato

Littel fuse

JFHR2

-

-

-

-

-

-

-

-

-

L25S-150

L25S-200

L25S-250

Ferraz-

Shawmut

JFHR2

4)

-

-

-

-

-

-

-

-

-

A25X-150

A25X-200

A25X-250

Ferraz-

Shawmut

J

HSJ-6

HSJ-10

HSJ-15

HSJ-20

HSJ-30

HSJ-50

HSJ-60

HSJ-80

HSJ-125

HSJ-150

HSJ-200

HSJ-250

1) I fusibili KTS della Bussmann possono sostituire i fusibili KTN nei convertitori di frequenza a 240 V.

2) I fusibili FWH della Bussmann possono sostituire i fusibili FWX nei convertitori di frequenza a 240 V.

3) I fusibili A6KR della FERRAZ SHAWMUT possono sostituire i fusibili A2KR nei convertitori di frequenza a 240 V.

4) I fusibili A50X della FERRAZ SHAWMUT possono sostituire i fusibili A25X nei convertitori di frequenza a 240 V.

AF-650

GP

[kW]/[HP]

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

0.37-0.75/

1/2-1

1.5-2.2/

2-3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

Bussmann

Tipo RK1

KTS-R-6

KTS-R-10

KTS-R-20

KTS-R-25

KTS-R-30

KTS-R-40

KTS-R-50

KTS-R-60

KTS-R-80

KTS-R-100

KTS-R-125

KTS-R-150

KTS-R-200

KTS-R-250

Tabella 13.15 380-480 V

Bussmann

Tipo J

JKS-6

Fusibile max raccomandato

Bussmann

Tipo T

JJS-6

Bussmann

Tipo CC

FNQ-R-6

JKS-10

JKS-20

JKS-25

JKS-30

JKS-40

JKS-50

JKS-60

JKS-80

JKS-100

JKS-125

JKS-150

JKS-200

JKS-250

JJS-10

JJS-20

JJS-25

JJS-30

JJS-40

JJS-50

JJS-60

JJS-80

JJS-100

JJS-125

JJS-150

JJS-200

JJS-250

FNQ-R-10

FNQ-R-20

FNQ-R-25

FNQ-R-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Bussmann

Tipo CC

KTK-R-6

KTK-R-10

KTK-R-20

KTK-R-25

KTK-R-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Bussmann

Tipo CC

LP-CC-6

LP-CC-10

LP-CC-20

LP-CC-25

LP-CC-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

144 DET-767/I

Specifiche

AF-650 GP

[kW]/[HP]

0.37-0.75/

1/2-1

1.5-2.2/

2-3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

SIBA

Tipo RK1

5017906-006

5017906-010

5017906-020

5017906-025

5012406-032

5014006-040

5014006-050

5014006-063

2028220-100

2028220-125

2028220-125

2028220-160

2028220-200

2028220-250

Tabella 13.16 380-480 V

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Fusibile max raccomandato

Littel fuse

Tipo RK1

Ferraz-

Shawmut

Tipo CC

KLS-R-6 ATM-R-6

KLS-R-10

KLS-R-20

KLS-R-25

KLS-R-30

KLS-R-40

KLS-R-50

KLS-R-60

KLS-R-80

KLS-R-100

KLS-R-125

KLS-R-150

KLS-R-200

KLS-R-250

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

AF-650 GP

[kW]/[HP]

0.37-0.75/

1/2-1

1.5-2.2/2-3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

Tabella 13.17 380-480 V

Bussmann

JFHR2

FWH-6

FWH-10

FWH-20

FWH-25

FWH-30

FWH-40

FWH-50

FWH-60

FWH-80

FWH-100

FWH-125

FWH-150

FWH-200

FWH-250

Fusibile max raccomandato

Ferraz-Shawmut

J

Ferraz-Shawmut

JFHR2

1)

HSJ-6

HSJ-10

HSJ-20

HSJ-25

HSJ-30

HSJ-40

HSJ-50

HSJ-60

HSJ-80

HSJ-100

HSJ-125

HSJ-150

HSJ-200

HSJ-250

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

A50-P-225

A50-P-250

1) I fusibili Ferraz-Shawmut A50QS possono essere sostituiti per fusibili A50P.

ATM-R-10

ATM-R-20

ATM-R-25

ATM-R-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Ferraz-

Shawmut

Tipo RK1

A6K-6-R

A6K-10-R

A6K-20-R

A6K-25-R

A6K-30-R

A6K-40-R

A6K-50-R

A6K-60-R

A6K-80-R

A6K-100-R

A6K-125-R

A6K-150-R

A6K-200-R

A6K-250-R

Littel fuse

JFHR2

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

L50-S-225

L50-S-250

13 13

DET-767/I 145

3 13

Specifiche

AF-650 GP

[kW]/[HP]

0,75/1

1.5-2.2/

2-3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

Tabella 13.18 525-600 V

Bussmann

Tipo RK1

KTS-R-5

KTS-R-10

KTS-R20

KTS-R-25

KTS-R-30

KTS-R-35

KTS-R-45

KTS-R-50

KTS-R-60

KTS-R-80

KTS-R-100

KTS-R-125

KTS-R-150

KTS-R-175

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Bussmann

Tipo J

JKS-5

JKS-10

JKS-20

JKS-25

JKS-30

JKS-35

JKS-45

JKS-50

JKS-60

JKS-80

JKS-100

JKS-125

JKS-150

JKS-175

Fusibile max raccomandato

Bussmann Bussmann

Tipo T

JJS-6

Tipo CC

FNQ-R-5

JJS-10 FNQ-R-10

JJS-20

JJS-25

JJS-30

JJS-35

JJS-45

JJS-50

JJS-60

JJS-80

JJS-100

JJS-125

JJS-150

JJS-175

FNQ-R-20

FNQ-R-25

FNQ-R-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Bussmann

Tipo CC

KTK-R-5

KTK-R-10

KTK-R-20

KTK-R-25

KTK-R-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

AF-650 GP

[kW]/[HP]

0,75/1

1.5-2.2/2-3

3,7/5

5.5/7.5

7,5/10

11/15

15/20

18,5/25

22/30

30/40

37/50

45/60

55/75

75/100

Tabella 13.19 525-600 V

SIBA

Tipo RK1

5017906-005

5017906-010

5017906-020

5017906-025

5017906-030

5014006-040

5014006-050

5014006-050

5014006-063

5014006-080

5014006-100

2028220-125

2028220-150

2028220-200

Fusibile max raccomandato

Littel fuse

Tipo RK1

KLS-R-005

KLS-R-010

KLS-R-020

KLS-R-025

KLS-R-030

KLS-R-035

KLS-R-045

KLS-R-050

KLS-R-060

KLS-R-075

KLS-R-100

KLS-R-125

KLS-R-150

KLS-R-175

Ferraz-

Shawmut

Tipo RK1

A6K-5-R

A6K-10-R

A6K-20-R

A6K-25-R

A6K-30-R

A6K-35-R

A6K-45-R

A6K-50-R

A6K-60-R

A6K-80-R

A6K-100-R

A6K-125-R

A6K-150-R

A6K-175-R

Ferraz-

Shawmut

J

HSJ-6

HSJ-10

HSJ-20

HSJ-25

HSJ-30

HSJ-35

HSJ-45

HSJ-50

HSJ-60

HSJ-80

HSJ-100

HSJ-125

HSJ-150

HSJ-175

1)

I fusibili 170M Bussmann mostrati utilizzano l'indicatore visivo -/80. È possibile sostituirli con i fusibili con indicatore -TN/80 tipo T, -/110 o TN/110 tipo T di ugual dimensione e amperaggio.

Bussmann

Tipo CC

LP-CC-5

LP-CC-10

LP-CC-20

LP-CC-25

LP-CC-30

-

-

-

-

-

-

-

-

-

146 DET-767/I

Specifiche

AF-650 GP

[kW]/[HP]

Prefusibi le max.

Bussmann

E52273

RK1/JDDZ

11/15

15-18,5/

20-25

22/30

30/40

37/50

45/60

30 A

45 A

60 A

80 A

90 A

100 A

KTS-R-30

KTS-R-45

KTS-R-60

KTS-R-80

KTS-R-90

KTS-R-100

55/75

75/100

125 A

150 A

KTS-R-125

KTS-R-150

* Conformità UL solo 525-600 V

Bussmann

E4273

J/JDDZ

JKS-30

JKS-45

JKS-60

JKS-80

JKS-90

JKS-100

JKS-125

JKS-150

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Bussmann

E4273

T/JDDZ

Fusibile max raccomandato

SIBA

E180276

RK1/JDDZ

LittelFuse

E81895

RK1/JDDZ

JKJS-30

JJS-45

JJS-60

JJS-80

JJS-90

JJS-100

JJS-125

JJS-150

5017906-030

5014006-050

5014006-063

5014006-080

5014006-100

5014006-100

2028220-125

2028220-150

KLS-R-030

KLS-R-045

KLS-R-060

KLS-R-075

KLS-R-090

KLS-R-100

KLS-150

KLS-175

Ferraz-

Shawmut

E163267/E2137

RK1/JDDZ

A6K-30-R

A6K-45-R

A6K-60-R

A6K-80-R

A6K-90-R

A6K-100-R

A6K-125-R

A6K-150-R

Tabella 13.20 525-690V*, 100 HP e inferiore, dimensioni unità 2x e 3x

AF-650

GP

Bussmann PN

Esterno alternato

Bussmann PN

450/

600

500/

650

560/

750

630/

900

710/

1000

800/

1200

160/

250

200/

300

250/

350

315/

450

[kW]/

[HP]

Tipo JFHR2

90/125 170M3017

110/

150

132/

200

170M3018

170M4012

355/

500

400/

550

170M4014

170M4016

170M4017

170M6013

170M6013

170M6013

170M7081

170M7081

170M7082

170M7082

170M7083

170M7083

Tipo JFHR2

FWH-300

FWH-350

FWH-400

FWH-500

FWH-600

Esterno alternato

Bussmann PN

Fusibile max raccomandato

Esterno alternato

Siba PN

Esterno alternato

Littlefuse PN

Tipo T/JDDZ

JJS-300

JJS-350

JJS-400

JJS-500

JJS-600

Tipo JFHR2

2028220-315

2028220-315

206xx32-400

206xx32-500

206xx32-600

20 610 32.700

22 610 32.900

22 610 32.900

22 610 32.900

Tipo JFHR2

L50-S-300

L50-S-350

L50-S-400

L50-S-500

L50-S-600

Tabella 13.21 380-480 V, oltre 125 HP

Esterno alternato

Ferraz-

Shawmut PN

Tipo JFHR2

A50-P-300

A50-P-350

Esterno alternato

Ferraz-Shawmut PN

A50-P-400

A50-P-500

A50-P-600

6.9URD31D08A0700

6.9URD33D08A0900

6.9URD33D08A0900

6.9URD33D08A0900

Ferraz-

Shawmut

E2137

J/HSJ

HST-30

HST-45

HST-60

HST-80

HST-90

HST-100

HST-125

HST-150

13 13

DET-767/I 147

3 13

Specifiche

AF-650 GP

[kW]/[HP]

450/600

500/650

560/750

630/900

710/1000

800/1200

Tabella 13.22 380-480 V, 600 HP e oltre

Bussmann PN

170M8611

170M8611

170M6467

170M6467

170M8611

170M6467

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Potenza nominale

1100A, 1000V

1100A, 1000V

1400A, 700V

1400A, 700V

1100A, 1000V

1400A, 700V

Alternate Siba PN

20 781 32.1000

20 781 32.1000

20 681 32.1400

20 681 32.1400

20 781 32.1000

20 681 32.1400

AF-650 GP

[kW]/[HP]

90/125

110/150

132/200

160/250

200/300

250/350

315/400

335/450

355/500

415/600

500/650

560/750

710/950

785/1050

800/1150

1000/1350

Tabella 13.23 525-690 V, oltre 125 HP

Bussmann PN

170M3017

170M3018

170M4011

170M4012

170M4014

170M5011

170M4017

170M4017

170M6013

170M6013

170M7081

170M7081

170M7081

170M7081

170M7082

170M7083

Esterno alternato

Siba PN

Tipo JFHR2

2061032,315

2061032,35

2061032,35

2061032,4

2061032,5

2062032,55

20 610 32.700

20 610 32.700

Esterno alternato

Ferraz-Shawmut PN

Tipo JFHR2

6.9URD30D08A0315

6.9URD30D08A0350

6.9URD30D08A0350

6.9URD30D08A0400

6.9URD30D08A0500

6.9URD32D08A0550

6.9URD31D08A0700

6.9URD31D08A0700

22 610 32.900

22 610 32.900

6.9URD33D08A0900

6.9URD33D08A0900

AF-650 GP

[kW]/[HP]

630/900

710/1000

800/1150

900/1250

1000/1350

1200/1600

Bussmann PN

170M8611

170M8611

170M8611

170M8611

170M8611

170M8611

Potenza nominale

1100A, 1000V

1100A, 1000V

1100A, 1000V

1100A, 1000V

1100A, 1000V

1100A, 1000V

Alternate Siba PN

20 781 32.1000

20 781 32.1000

20 781 32.1000

20 781 32.1000

20 781 32.1000

20 781 32.1000

Tabella 13.24 525-690V, 900 HP e superiore

*I fusibili 170M Bussmann mostrati utilizzano l'indicatore visivo -/80. È possibile sostituirli con i fusibili con indicatore -TN/80 tipo T, -/110 o

TN/110 tipo T di ugual dimensione e amperaggio per l'utilizzo esterno

**È possibile utilizzare fusibili UL da minimo 500 V con il valore nominale di corrente adatto per soddisfare i requisiti UL.

148 DET-767/I

Indice

Indice

A

Abilitazione Avviamento................................................................... 94

Adattamenti Automatici Per Assicurare Le Prestazioni.......... 91

Adattamento Automatico Motore................................................. 94

Alimentazione

Del Motore.......................................................................................... 23

Di Ingresso.................................................................. 23, 24, 31, 107

In Ingresso.......................................................................................... 30

Allarmi.................................................................................................... 107

Ambiente.............................................................................................. 137

Anello

Aperto........................................................................................... 27, 40

Chiuso.................................................................................................. 27

Apparati Opzionali............................................................................... 13

Apparecchiatura Opzionale.............................................................. 32

Applicazioni A Coppia Variabile (quadratica) (VT).................... 92

Approvazioni............................................................................................ 2

Armoniche.............................................................................................. 13

Arresto Di Sicurezza............................................................................. 78

Attrezzature Opzionali........................................................................ 24

Auto

Auto........................................................................................ 37, 94, 96

On................................................................................................... 37, 94

Tune...................................................................................................... 33

Autoripristino......................................................................................... 35

Avviamento

Avviamento....................................................................... 38, 40, 116

Locale................................................................................................... 33

Avvio

Avvio..................................................................................................... 13

Del Sistema......................................................................................... 34

Avvisi E Allarmi.................................................................................... 108

B

Bus CC.................................................................................................... 108

C

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Cablaggio

Del Controllo..................................................................................... 24

Del Motore.......................................................................................... 23

Di Controllo........................................................................................ 24

Motore.......................................................................................... 22, 31

Resistenza Freno.............................................................................. 72

Caduta Di Tensione Dell'alimentazione Di Rete........................ 77

Canalina................................................................................................... 31

Canaline............................................................................................ 22, 31

Caratteristiche

Della Coppia.................................................................................... 133

Di Comando.................................................................................... 136

Caricamento Dei Dati Nel Tastierino............................................. 38

Cavi

Del Motore................................................................................... 15, 22

Di Comando....................................................................................... 27

Di Comando Schermati.................................................................. 26

Di Controllo................................................................................. 23, 31

Motore.......................................................................................... 22, 23

Schermati..................................................................................... 22, 31

Cavo

Di Controllo........................................................................................ 26

Di Terra................................................................................................. 23

Schermato................................................................................... 15, 22

Circuito Intermedio.............................................................................. 77

Collaudo Funzionale............................................................................ 34

Collegamenti

A Massa................................................................................................ 31

Di Massa.............................................................................................. 23

Di Potenza........................................................................................... 22

Di Terra................................................................................................. 31

Collegamento

A Massa................................................................................................ 31

In Rete.................................................................................................. 97

Comandi

Esterni............................................................................................ 14, 94

Remoti.................................................................................................. 13

Comando

Di Arresto............................................................................................ 94

Di Avvio............................................................................................... 34

Locale............................................................................................ 35, 37

Locale (Hand) E Remoto (Auto)..................................................... 3

Commutazione Sull’uscita................................................................. 77

Comunicazione

Serial..................................................................................................... 94

Seriale............................................. 13, 21, 26, 37, 94, 107, 135, 28

Comunicazioni Seriali.......................................................................... 25

Condensatori Di Rifasamento.......................................................... 23

Condizioni Di Funzionamento Estreme....................................... 77

Considerazioni

Generali Sulle Armoniche............................................................. 89

Generali Sulle Emissioni EMC....................................................... 86

Controllo

Controllo............................................................................................. 22

Di Coppia..................................................................................... 53, 54

Di Sicurezza........................................................................................ 30

Locale................................................................................................... 94

Vettoriale............................................................................................... 3

Controllori Esterni................................................................................ 13

Conversione In Scala Dei Riferimenti Preimpostati E Dei Riferimenti Bus...... 60

Convertitori Di Frequenza Multipli.......................................... 22, 23

Copia Impostazioni Parametri......................................................... 37

DET-767/I 149

Indice

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Corrente

A Pieno Carico............................................................................ 15, 30

CC.................................................................................................... 13, 94

Di Dispersione............................................................................ 30, 23

Di Ingresso.......................................................................................... 24

Di Uscita..................................................................................... 94, 109

Motore.......................................................................... 14, 33, 113, 36

Nominale................................................................................... 15, 109

RMS....................................................................................................... 13

Cortocircuito

Cortocircuito................................................................................... 110

(fase Motore – Fase)........................................................................ 77

Freno

Di Stazionamento Meccanico...................................................... 71

Meccanico........................................................................................... 72

Meccanico Di Sollevamento........................................................ 74

Frequenza

Di Commutazione............................................................................ 94

Motore................................................................................................. 36

Funzionamento Locale....................................................................... 35

Funzione Di Scatto............................................................................... 22

Fusibile..................................................................................................... 22

Fusibili................................................................... 31, 111, 116, 31, 138

D

Dati

Del Motore................................................................................... 32, 33

Motore..................................................................................... 109, 113

Declassamento

Declassamento................................................................................. 15

In Base Alla Temperatura Ambiente......................................... 91

In Relazione Ad Un Funzionamento A Bassa Velocità........ 92

Per Pressione Atmosferica Bassa................................................ 91

Dell'ingresso Di Controllo.................................................................. 27

Demoltiplicazione Dei Riferimenti Analogici E Retroazioni........

61

Dimensioni

Dei Cavi................................................................................................ 22

Massime Dei Cavi............................................................................. 23

Distanza

Distanza............................................................................................... 15

Per Il Raffreddamento.................................................................... 31

Disturbi Elettrici..................................................................................... 23

E

EMC............................................................................................................ 31

Emissione

Condotta............................................................................................. 88

Irradiata............................................................................................... 88

Esempi Di Programmazione Del Morsetto.................................. 42

Esempio Di Programmazione.......................................................... 40

Evoluzione Libera............................................................................... 105

I

I

H

Hand

Hand....................................................................................... 37, 33, 94

On.......................................................................................................... 37

Cavi Di Controllo.............................................................................. 22

Requisiti Di Distanza....................................................................... 15

IEC 61800-3............................................................................................. 24

Impostazione......................................................................................... 36

Impostazioni Parametri...................................................................... 37

Ingressi

A Impulsi/encoder......................................................................... 134

Analogici.................................................................................... 25, 134

Digitali........................................................................................ 25, 133

Ingresso

Analogico......................................................................................... 108

CA................................................................................................... 13, 24

Digitale....................................................................................... 94, 109

Inizializzazione

Inizializzazione.................................................................................. 39

Manuale............................................................................................... 39

Installazione

Installazione...................................... 13, 15, 17, 22, 26, 29, 31, 32

Dello Schermo Protettivo.............................................................. 18

Di Schermature Di Rete Per Convertitori Di Frequenza..... 20

Su Piedistallo..................................................................................... 20

Sul Piedistallo.................................................................................... 19

Interblocco Esterno.............................................................................. 43

Interruttori Automatici....................................................................... 31

Isolamento Dai Disturbi............................................................... 22, 31

F

Fasi Del Motore..................................................................................... 77

Fattore Di Potenza......................................................................... 13, 31

Filo

Di Massa....................................................................................... 23, 31

Di Terra................................................................................................. 31

Filtro RFI................................................................................................... 24

Flux............................................................................................................ 57

Forma

D'onda CA........................................................................................... 13

D'onda PWM In Alternata.............................................................. 13

Frenatura CC........................................................................................ 103

L

La Potenza Motore............................................................................... 22

Limite

Di Coppia............................................................................................ 33

Di Corrente......................................................................................... 33

Limiti

Della Temperatura........................................................................... 31

Riferimento......................................................................................... 60

Livello Di Tensione............................................................................. 133

150 DET-767/I

Indice

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Log

Allarmi.................................................................................................. 36

Guasti................................................................................................... 36

Lunghezze E Sezioni Trasversali Dei Cavi.................................. 136

M

Mantenimento Uscita Di Frequenza........................................... 104

Marcia Jog............................................................................................. 104

Menu

Principale..................................................................................... 40, 36

Rapido.................................................................................... 40, 44, 36

Messa

A Punto Rapida................................................................................. 32

A Terra............................................................................. 23, 24, 30, 31

A Terra Con Cavo Schermato....................................................... 23

Modalità

Automatica......................................................................................... 36

Di Stato................................................................................................ 94

Locale................................................................................................... 33

Modbus RTU........................................................................................... 29

Modo Pausa............................................................................................ 94

Momento Di Inerzia............................................................................. 77

Monitoraggio Del Sistema.............................................................. 107

Montaggio

Montaggio.......................................................................................... 31

A Pavimento...................................................................................... 20

Morsetti

Di Comando....................................................................................... 42

Di Controllo................................................................... 21, 26, 37, 94

Di Ingresso..................................................................... 21, 24, 27, 30

Di Uscita........................................................................................ 21, 30

Morsetto

53.................................................................................................... 41, 27

54........................................................................................................... 27

Di Ingresso....................................................................................... 108

Di Ingresso 53.................................................................................... 40

O

Opzione Di Comunicazione........................................................... 111

P

Parola

Di Controllo..................................................................................... 103

Di Stato.............................................................................................. 105

PELV

PELV............................................................................................... 24, 52

- Bassissima Tensione Di Protezione......................................... 90

Perdita Di Fase..................................................................................... 108

Piastra Posteriore.................................................................................. 18

PID

Controllo Di Processo..................................................................... 65

Di Velocità.................................................................................... 53, 54

Più Motori................................................................................................ 30

Potenza

Di Ingresso.......................................................................................... 22

In Ingresso.......................................................................................... 14

Ingresso............................................................................................. 116

Motore................................................................................. 21, 113, 36

Pre-avvio.................................................................................................. 30

Precauzioni EMC................................................................................... 97

Prestazione

Di Uscita (U, V, W).......................................................................... 133

Scheda Di Controllo...................................................................... 136

Profilo Del Convertitore Di Frequenza................................ 103, 29

Programmazione

Programmazione.......................... 13, 34, 36, 43, 48, 108, 35, 37

Predefinita Per I Morsetti............................................................... 27

Remota................................................................................................. 48

Protezione

Protezione.......................................................................................... 90

Da Sovraccarico......................................................................... 15, 22

Da Sovraccarico Del Motore......................................................... 22

Dai Transitori...................................................................................... 13

Del Circuito Di Derivazione........................................................ 138

Termica Del Motore............................................................... 106, 78

R

Raffreddamento

Raffreddamento................................................................. 15, 92, 16

Dei Condotti....................................................................................... 16

Posteriore............................................................................................ 16

RCD............................................................................................................ 23

Regolatore

Di Velocità PID................................................................................... 62

Interno Di Corrente............................................................................ 3

Requisiti

Di Immunità:...................................................................................... 88

Relativi Alle Emissioni..................................................................... 87

Relativi Alle Emissioni Armoniche.............................................. 90

Reset.................................................................................. 39, 94, 109, 37

Resistenza Di Frenatura...................................................................... 71

Rete

Rete....................................................................................................... 22

CA............................................................................................ 13, 21, 24

Isolata................................................................................................... 24

Pubblica............................................................................................... 90

Retroazione

Retroazione................................................................. 27, 31, 112, 94

Da Motore........................................................................................... 57

Del Sistema......................................................................................... 13

Ricerca

Ed Eliminazione Dei Guasti........................................................ 108

Guasti................................................................................................... 13

Riferimento

Riferimento............................................................................. 1, 94, 36

Di Velocità............................................................................. 27, 34, 41

Rapido.................................................................................................. 49

Remoto................................................................................................ 94

Velocità......................................................................................... 94, 49

Ripristinare.................................................................................... 107, 35

DET-767/I 151

Indice

S

Guida alla progettazione e installazione AF-650 GP

TM

Ripristino

Ripristino........................................................................................... 114

Delle Impostazioni Di Fabbrica................................................... 38

Risultati

Del Test Armoniche (emissioni).................................................. 90

Del Test EMC...................................................................................... 88

Ritorni Di Massa..................................................................................... 27

Rotazione

Del Motore................................................................................... 33, 36

Libera................................................................................................. 104

Sbilanciamento Tensione................................................................ 108

Scaricamento Dati Da Tastierino..................................................... 38

Scatto

Scatto................................................................................................. 107

Bloccato............................................................................................ 107

Scheda

Di Controllo..................................................................................... 108

Di Controllo, Comunicazione Seriale RS-485....................... 135

Di Controllo, Comunicazione Seriale USB............................ 135

Di Controllo, Tensione Di Uscita A +10 V CC....................... 135

Di Controllo, Uscita A 24V CC.................................................... 135

Schema A Blocchi Del Convertitore Di Frequenza................... 13

Segnale

Analogico......................................................................................... 108

Di Comando................................................................................ 40, 41

Di Controllo........................................................................................ 94

D'ingresso........................................................................................... 41

Segnali

Di Ingresso.......................................................................................... 27

In Ingresso E In Uscita..................................................................... 43

Setpoint.................................................................................................... 94

Setup......................................................................................................... 34

Sezionatore

Sezionatore........................................................................................ 32

Di Ingresso.......................................................................................... 24

Sezionatori.............................................................................................. 30

Simboli........................................................................................................ 1

Sistema Di Controllo............................................................................ 13

Sollevamento......................................................................................... 17

Sovraccarico Statico Nella Modalità Controllo Vettoriale

Avanzato...... 77

Sovracorrente........................................................................................ 94

Sovratensione

Sovratensione............................................................................ 33, 94

Generata Dal Motore...................................................................... 77

Specifiche......................................................................................... 13, 29

Stato Del Motore................................................................................... 13

Struttura Menu...................................................................................... 37

T

Tasti

Tempo Rampa....................................................................................... 33

Tensione

Di Alimentazione................................. 24, 25, 30, 36, 37, 94, 111

Di Ingresso................................................................................ 32, 107

Esterno................................................................................................. 41

Indotta................................................................................................. 22

Termistore...................................................................................... 24, 109

Termistori................................................................................................ 52

Terra.......................................................................................................... 23

Test

Di Controllo Locale.......................................................................... 33

Funzionale.......................................................................................... 13

Tipi Di Avvisi E Allarmi...................................................................... 107

Triangolo

A Terra.................................................................................................. 24

Non A Terra........................................................................................ 24

U

Uscita

Uscite A Relè................................................................................. 25, 136

V

Di Funzionamento........................................................................... 37

Di Navigazione............................................................. 37, 40, 35, 37

Di Navigaziones................................................................................ 94

Menu.............................................................................................. 35, 36

Per Il Funzionamento..................................................................... 37

Analogica................................................................................... 25, 135

Digitale.............................................................................................. 135

Motore............................................................................................... 133

Valori Dei Parametri.......................................................................... 103

Velocità

Del Motore.......................................................................................... 32

PID......................................................................................................... 55

Ventilazione............................................................................................ 16

Visualizzazioni Di Avvisi E Allarmi................................................ 107

152 DET-767/I

GE Energy

Industrial Solutions

Industrial Solutions (formerly Power Protection), a division of GE Energy, is a fi rst class European supplier of low and medium voltage products including wiring devices, residential and industrial electrical distribution components, automation products, enclosures and switchboards.

Demand for the company’s products comes from wholesalers, installers, panelboard builders, contractors, OEMs and utilities worldwide.

Belgium

GE Industrial Belgium

Nieuwevaart 51

B-9000 Gent

Tel. +32 (0)9 265 21 11

@

Italy

GE Energy Industrial Solutions

Centro Direzionale Colleoni

Via Paracelso 16

Palazzo Andromeda B1

I-20041 Agrate Brianza (MB)

Tel. +39 2 61 773 1

Finland

GE Energy Industrial Solutions

Kuortaneenkatu 2

FI-00510 Helsinki

Tel. +358 (0)10 394 3760

Netherlands

GE Energy Industrial Solutions

Parallelweg 10

Nl-7482 CA Haaksbergen

Tel. +31 (0)53 573 03 03

France

GE Energy Industrial Solutions

Paris Nord 2

13, rue de la Perdrix

F-95958 Roissy CDG Cédex

Tel. +33 (0)800 912 816

Poland

GE Power Controls

Ul. Odrowaza 15

03-310 Warszawa

Tel. +48 22 519 76 00

Germany

GE Energy Industrial Solutions

Vor den Siebenburgen 2

D-50676 Köln

Tel. +49 (0)221 16539 - 0

Portugal

GE Energy Industrial Solutions

Rua Camilo Castelo Branco, 805

Apartado 2770

4401-601 Vila Nova de Gaia

Tel. +351 22 374 60 00

Hungary

GE Hungary Kft.

Vaci ut 81-83.

H-1139 Budapest

Tel. +36 1 447 6050

Russia

GE Energy Industrial Solutions

27/8, Electrozavodskaya street

Moscow, 107023

Tel. +7 495 937 11 11

GE imagination at work

130R0415

*MG35M106*

South Africa

GE Energy Industrial Solutions

Unit 4, 130 Gazelle Avenue

Corporate Park Midrand 1685

P.O. Box 76672 Wendywood 2144

Tel. +27 11 238 3000

Spain

GE Energy Industrial Solutions

P.I. Clot del Tufau, s/n

E-08295 Sant Vicenç de Castellet

Tel. +34 900 993 625

United Arab Emirates

GE Energy Industrial Solutions

1101, City Tower 2, Sheikh Zayed Road

P.O. Box 11549, Dubai

Tel. +971 43131202

United Kingdom

GE Energy Industrial Solutions

Houghton Centre

Salthouse Road

Blackmills

Northampton

NN4 7EX

Tel. +44 (0)800 587 1239

United States of America

GE Energy Industrial Solutions

41 Woodford Avenue

Plainville, CT 06062

DET-767/S

© Copyright GE Industrial Solutions 2011

GE

AF-650 GP

TM

Convertitore di frequenza di uso generale

Guida alla progettazione e installazione

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement