Performo R-FC

manuale di installazione, uso e manutenzione installation, operation and maintenance manual refrigeratori di liquido con ventilatori assiali in versione free cooling - air cooled water chillers with axial fans free

cooling version

IC_PERF FC_MANUAL_A4 1 1-06-2007, 19:22

MANUALE TECNICO

norme di sicurezza installazione uso e manutenzione

AVVERTENZE GENERALI

Il presente manuale fa parte, assieme allo schema elettrico, al manuale del microprocessore e agli allegati specifici per modello, della documentazione fornita a corredo della macchina. Il tutto deve essere conservato con cura e messo a disposizione dell'operatore per ogni ulteriore consultazione.

Tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria devono essere eseguiti, nel rispetto delle norme di sicurezza, da personale abilitato.

SICUREZZA

RICEVIMENTO

MOVIMENTAZIONE E IMMAGAZZINAGGIO

POSIZIONAMENTO

INSTALLAZIONE : collegamenti idraulici

INSTALLAZIONE : collegamenti elettrici

PRIMO AVVIAMENTO - funzionamento

SOSTA INVERNALE

MANUTENZIONE : ordinaria e straordinaria

SMANTELLAMENTO UNITA'

SCHEMI FRIGORIFERI

SCHEMI KIT IDRICO

MICROCONTROLLORE Energy 420 F

ALLARMI Energy 420 F

2 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 5 pag. 6 pag. 6 pag. 8 pag. 8 pag. 8 pag. 9 pag. 17 pag. 17 pag. 17

C A

La macchina è stata progettata in modo da ridurre al minimo i rischi per la sicurezza delle persone che con essa andranno ad interagire. In sede di progetto non é stato tecnicamente possibile eliminare completamente le cause di rischio. Pertanto è assolutamente necessario fare riferimento alle prescrizioni di seguito riportate.

L'accesso all'unità una volta che è stata installata, deve essere consentito solamente a operatori e tecnici abilitati.

Per operatore si intende una persona autorizzata dal proprietario della macchina a compiere operazioni sulla stessa (in accordo con quanto riportato nel presente manuale). Per tecnico si intende una persona autorizzata dalla

VENCO o in subordine sotto la sua completa responsabilità da un distributore VENCO, a compiere operazioni sulla macchina. Per proprietario della macchina si intende il legale rappresentante della società, ente o persona fisica proprietaria dell'impianto in cui è installata la macchina VENCO. Egli é responsabile del rispetto di tutte le norme di sicurezza indicate dal presente manuale e dalla normativa vigente.

Qualora per la natura del luogo di installazione non possa essere impedito l'accesso alla macchina da parte di estranei, deve essere prevista una zona recintata attorno alla macchina ad almeno 1,5 metri di distanza dalle superfici esterne, all'interno della quale possono operare solo operatori e tecnici.

Gli operatori o tecnici devono operare sulla macchina con un opportuno abbigliamento antinfortunistico (scarpe, guanti, elmetti ecc.) e con opportu ni utensi l i .

RRRR iiii sssscccchhhhiiii rrrr eeeessssiiii dddduuuuiiii

L'installazione, l'avviamento, lo spegnimento, la manutenzione della macchina devono essere tassativamente eseguiti in accordo con quanto riportato nella documentazione tecnica del prodotto e comunque in modo che non venga generata alcuna situazione di rischio. I rischi che non é stato possibile eliminare in fase di progettazione sono riportati nella tabella seguente.

parte considerata rischio residuo modalità precauzioni

batteria di scambio termico piccole ferite da taglio contatto evitare il contatto, usare guanti protettivi griglia ventilatore e ventilatore lesioni inserimento di oggetti appuntiti attraverso la griglia mentre il ventilatore sta funzionando non infilare oggetti di alcun tipo dentro la griglia dei ventilatori e non appoggiare oggetti sopra le griglie interno unità : compressore e tubo di mandata ustioni contatto evitare il contatto, usare guanti protettivi interno unità : parti metalliche e cavi elettrici intossicazioni, folgorazione, ustioni gravi difetto di isolamento cavi alimentazione a monte del quadro elettrico dell'unità; parti metalliche in tensione protezione eletttrica adeguata della linea alimentazione; massima cura nel fare il collegamento a terra delle parti metalliche esterno unità : zona circostante unità intossicazioni, ustioni gravi incendio a causa corto circuito o surriscaldamento della linea alimentazione a monte del quadro el. dell'unità sezione dei cavi e sistema di protezione della linea alimentazione elettrica conformi alle norme vigenti

3

N TO A G N AG GIIII O

Controllare, all'atto del ricevimento, che il materiale non abbia subito danni e che corrisponda a quanto indicato nel documento di accompagnamento. Eventuali danni, o situazioni di consegna incompleta, devono essere tempestivamente segnalati. Il gruppo potrà essere immagazzinato in locali protetti dagli agenti atmosferici con temperature da -20°C a massimo +55°C.

O V

N TA

O N

Le unità possono essere movimentate sia con carrelli elevatori che con gru. Bisogna prestare particolare attenzione a non danneggiare, durante la movimentazione, le batterie di condensazione e free cooling. Fare riferimento ai pesi riportati negli allegati. Si consiglia la movimentazione della macchina imballata.

Se si usa un carrello elevatore, assicurarsi prima di ogni cosa che sia di portata adeguata e che le forche siano lunghe almeno 1200 mm. L'unità deve essere sollevata posizionando le forche del carrello secondo le indicazioni riportate nella figura seguente. Assicurarsi che l'unità sia in perfetto equilibrio stabile.

1000

Le forche del carrello elevatore devono sporgere di almeno 50 mm

1300

Deve essere effettuato secondo lo schema in basso seguendo le istruzioni riportate.

Usare: un bilancino o delle barre divaricatrici, corde di adeguata portata (non catene), tubi di diametro 42 mm

(1" 1/4) che dovranno essere infilati nei fori predisposti nel basamento della macchina; bloccare le estremità dei tubi con spine e copiglie evitando che le corde si sfilino.

Assicurarsi che l'unità sia in perfetto equilibrio stabile. spina tubo O 42 mm

4 spina

P O S I Z I O N A M E N T O

S p a z i o d i r i s p et t o p er i l f u n z i o n a m en t o e l a m a n u t en z i o n e

L' unità deve essere installata rispettand o gli spazi tecnici riportati negli allegati . Il piano su cui poggia l'unità deve essere livellato e robusto adatto a sopportar ne il peso durante il funzionam ento.

A n t i v i b r a n t i

Al fine di evitare trasmissio ne di vibrazion i alla struttura portante è opportun o installar e negli appositi fori ricavati nel basament o dell'uni tà dei supporti antivibra nti (in gomma, forniti come accessorio opzional e). Il montaggi o degli antivibra nti è evidenzia to nello schema riportato negli allegati .

I N S T A L L A Z I O N E

C o l l eg a m en t i i d r a u l i c i : u n i t à c o n k i t i d r i c o i n c o r p o r a t o

Si consiglia di effettuare il collegam ento idrico del refriger atore in accordo con lo schema seguente. In particola re è

assolutam ente necessar io installare sulla tubazione di ingresso un filtro contro le eventuali impurità contenu- te nell'acqu a. La mancata installazione di detto filtro comporta il decadiment o della garanzia. Il kit idrico incorpor ato é formato da: pompa di circolazio ne, serbatoio di accumulo ,valvole sfiato aria, pressostato dif- ferenzial e, valvola di sicurezza (solo su pompa di calore). Le tubazioni dovranno essere adeguata mente isolate e sostenute in modo da non gravare sugli attacchi della macchina.

Refrigeratore con kit idrico incorporato

RS

M

VS

FA

R C

G A

T

VI

M

VS

F

I N G R E S S O A C Q U A

G A

T

VI

U S C I T A A C Q U A

D I S P O S I T I V I D A I N S T A L L A R E A C UR A

D E L L ' I N S T A L L A T O R E .

C o l l eg a m en t i i d r a u l i c i : u n i t à s en z a k i t i d r i c o

Oltre a quanto detto sopra é necessari o installar e una pompa, un serbatoio di accumulo coibentato , un vaso di espansion e (vedi figura sottostante) .

Refrigeratore

RS

M

VS

FA

R C

G A

T

F

VI

M

VS

G A

T

VI

VS

P

VI

SE

I N G R E S S O A C Q U A

SA

U S C I T A A C Q U A

D I S P O S I T I V I D A I N S T A L L A R E A C UR A

D E L L ' I N S T A L L A T O R E .

M = manome tro

VS = sfiato aria

T = termome tro

P = pompa

RC = rubinetto di carico

FA = filtro acqua

VI = valvola intercetta zione

SE = vaso espansio ne

RS = rubinetto di scarico

GA = giunto antivibra nte

F = flussostato esterno

SA = serbatoi o accumulo

5

C o l l e g a m e n t i e l e t t r i c i

Nei disegni dimensio nali riportati negli allegati é indicata la posizione prevista per l'ingresso dei cavi di alimenta zio- ne. Per accedere al quadro elettrico e quindi alla morsettier a di alimenta zione é necessari o smontare il pannell o frontale superior e. Per il dimensio namento della linea di alimenta zione fare riferime nto ai valori di potenza e cor- rente riportati negli schemi elettrici. Lo schema elettrico della macchina si trova all'inter no del vano compresso ri as- sieme al resto della document azione a corredo.

E' necessario porre particola re attenzione ai seguenti punti:

- i collegam enti elettrici devono essere eseguiti da personal e qualifica to;

- i cavi di alimenta zione devono essere protetti a monte contro gli effetti del cortocircu ito e del sovraccari co da un dispositivo idoneo conforme alle leggi vigenti;

- la sezione dei cavi deve essere commisur ata alla taratura del sistema di protezion e a monte e deve tenere conto di tutti i fattori che la possono influenza re (tempera tura, tipo di isolante, lunghezza , ecc.);

- è molto importan te che il collegam ento alla rete di terra sia effettuato con la massima cura.

- verificare il tipo di alimenta zione che puo' essere trifase o trifase con neutro.

Nella morsettier a del quadro elettrico sono previsti due coppie di morsetti (contatti puliti): una é per l'allarm e gene- rale a distanza, l'altra é per l'ON/OFF remoto (vedi schema elettrico) .

P R I M O A V V I A M E N T O O A V V I A M E N T O D O P O U N A L U N GA S O S T A - F U N Z I O N A M E N T O

Prima di proceder e all'avviam ento del refriger atore é necessario effettuare controlli prelimi nari della parte elettrica, idrauli ca e frigorife ra.

C o n t r o l l i p r el i m i n a r i - p a r t e el et t r i c a

Prima di effettuare i controlli di cui al presente paragra fo è necessari o assicurars i che la linea di alimenta zione elet- trica dell'uni tà sia sezionata a monte della stessa. Assicurarsi che il dispositivo di sezionam ento sia lucchettato o che sulla manigli a di azioname nto sia applicato l'apposito cartello di avvertimen to a non operare .

Ogni intervento va eseguito in mancanza di tensione proceden do come di seguito:

- togliere pannell o frontale superior e;

- portare l'interru ttore general e nella posizione "0" (OFF);

- aprire lo sportello del quadro elettrico;

- verificare che i cavi di alimenta zione siano opportun amente dimensio nati;

- verificare che il refriger atore sia connesso all'impi anto di terra;

- verificare il corretto serraggi o delle viti che fissano i conduttor i ai componen ti elettrici presenti nel quadro in modo da garantir e un adeguato contatto;

- chiudere lo sportello del quadro elettrico.

A questo punto si può dare tensione alla macchina chiudend o il dispositivo di sezionam ento della linea e portando l'interru ttore general e della macchina nella posizione "1" (ON).

Controll are, con un voltmetro, i valori della tensione di fase fornti all'unità . Il valore della tensione di alimenta zione deve essere 400 V +/- 10 %. Determin are la tensione media di fase (RS+ST+RT)/3 e la differenza percentua le fra ciascuna delle tensioni di fase e questo valore medio. La differenza massima non deve essere superior e al 3 % .

Una variazion e maggior e annulla la garanzia .

ESEMPIO:

R-S= 397V ; S-T= 406V ; R-T= 395V media dei valori : (397+406 +395) / 3 = 399,3 differenza percentua le : (406-39 7) / 399,3 x 100 = 2,25 %

(406-39 5) / 399,3 x 100 = 2,75 %

(397-39 5) / 399,3 x 100 = 0,5 %

6

C o n t r o l l i p r el i m i n a r i - p a r t e i d r a u l i c a

- controlla re il corretto collegam ento fra gli attacchi idrici della macchina e le tubazioni dell'imp ianto;

- controlla re che le valvole di intercettaz ione del circuito idrauli co siano aperte;

- controlla re che l'impian to sia carico;

- sfiatare tutta l'aria dall'imp ianto;

- controlla re, durante il funzionam ento, che la pompa di circolazio ne sia funzionan te e che il senso di rotazione del- la stessa sia in senso orario (vista di fronte alla calotta coprivento la);

- controlla re che la portata d'acqua corrispon da a quella di progetto : assicura rsi che sia garantita sempre una

portata d'acqua costante.

C o n t r o l l i p r el i m i n a r i - p a r t e f r i g o r i f er a

Controll are visivamen te l'integri tà dei vari componen ti del circuito frigorife ro.

Sui compresso ri assicurars i che il livello dell'oli o lubrifica nte sia a circa metà dell'app osito spioncino .

A v v i a m e n t o

Posiziona re l'interru ttore general e magnetote rmico presente sul quadro elettrico in posizione "ON". A seconda del modello della macchina proceder e come segue:

- PERFORMO R FC: assicurars i che i contatti on/off remoto siano ponticell ati; verificare assenza allarme control- lando il display della tastiera.

NOTA IMPORTANTE : nelle unità dove sono installati compress ori scroll trifasi è molto importante control- lare il senso di rotazione dei compress ori. Se alimentat i con la sequenza fasi sbagliata girano in senso contrario. In tal caso sono molto rumorosi e rischiano di danneggiarsi:

invertire immediatamente le fasi.

Per un controllo piu' preciso del senso di rotazione , collegare attrave rso le apposite prese di pres- sione un gruppo manometr i e verificar e che le pressioni siano esatte.

F u n z i o n a m en t o a r eg i m e

Nelle unità R FC il sistema di controllo a micropro cessore del refriger atore regoler à la potenza frigorife ra della macchina (accensio ne, spegnime nto del compresso re) in dipende nza del carico termico dell'imp ianto; controlla re le temperatu re di ingresso e uscita acqua: la differenza tra tali temperatu re non deve superare il limite massimo di circa 7°C. Una differenza di temperatu ra maggior e è sintomo di scarsa portata d'acqua (rispetto al valore nominal e)o di presenza di aria nell'imp ianto.

S p eg n i m en t o e a c c en s i o n e

Per spegnere temporan eamente le unità premere il tasto "ON/OFF" della tastiera micropro cessore e/o aprire i con- tatti dell' on/off remoto.

Per lunghi periodi di fermata sezionare la macchina agendo sull'inter ruttore general e del quadro elettrico.

7

M A N U T E N Z I O N E

M a n u t en z i o n e o r d i n a r i a

La manutenz ione ordinar ia consiste in semplici operazio ni che si consiglia di eseguire con cadenza mensile pro- cedendo come segue:

- verificare il serraggi o delle viti di fissaggio dei ventilator i alla griglia e della griglia sulla struttura;

- verificare le batterie di condensaz ione. Per garantir e un corretto scambio termico, queste devono essere pulite. E' necessari o quindi provveder e alla rimozion e della eventuale sporcizia accumula tasi sulla loro superficie per effetto dell'azio ne di trasporto dell'ari a. Togliere carte, foglie ecc. e pulire le alette con un getto d'aria. Per evitare danneg- giamenti alle alette in allumin io é necessari o che il getto d'aria sia diretto perpend icolarme nte alla superficie della batteria. L'operazi one di pulizia deve essere condotta con estrema cura poichè l'alettatur a delle batterie è facil- mente dannegg iabile (allumi nio da 0,12 mm).Qual ora le alette risultino dannegg iate, é necessari o provveder e alla loro sistemazio ne pettinand ole con un apposito attrezzo.

Prima di effettuare operazio ni sulle batterie è necessari o indossare guanti protettivi in quanto il contatto accidenta le con le alette della stessa può provocare delle piccole ferite da taglio;

- verificare che il cavo elettrico di alimenta zione della macchina non presenti alterazio ni che ne comprome ttano l'isolame nto;

- verificare il corretto serraggi o delle viti che fissano i conduttori ai componen ti elettrici presenti nel quadro elettrico in modo da garantir e un corretto collegam ento elettrico; lo stesso dicasi per i collegam enti di messa a terra.

- controlla re che non ci siano perdite nel circuito idrauli co;

- controlla re, durante il funzionam ento dei compresso ri le pressioni di mandata e aspirazio ne. E' necessari o rimuo- vere i pannell i del vano compresso ri e collegar si con i manometr i sulle opportun e prese di pressione predispo ste nei circuiti frigorife ri. Questa operazio ne deve necessaria mente essere effettuata da personal e abilitato .

- controlla re visivamen te la spia livello olio compresso ri.

M a n u t en z i o n e s t r a o r d i n a r i a

La manutenz ione straordin aria consiste in operazio ni che si rendono necessari e a seguito di anomali e di funziona- mento. Rientran o in questi casi: lo scarico del refriger ante, la carica di refriger ante, il rabbocco d'olio, la sostituzion e del filtro deidrato re, la messa in vuoto dei circuiti, la configura zione del controllo . Queste operazio ni devono essere eseguite tassativame nte da personal e abilitato .

S M A N T E L L A M E N T O D E L L ' U N I T A '

La macchina è stata progettata e costruita per garantir e un funzionam ento continuati vo. La durata di alcuni com- ponenti principa li, quali il ventilator e ed il compresso re, dipende dalla manutenz ione a cui sono stati sottoposti.

In caso di smantella mento dell'uni tà, l'operazi one dovrà essere eseguita da personal e frigorista specializza to.

Il fluido frigorig eno e l'olio lubrifica nte contenuti nel circuito dovranno essere recupera ti, in accordo con le norme vigenti nel Vostro Paese.

8

SCHEMA FRI GORI FERO mod. 4 5 - 8 0

HP

VC

CO

NRD

LP

C

VC

C

VSL

B1

EV

PD

VC

VE

LI

B2

F

VSH

LR

KVR

LEGENDA

C compr essor e

HP

LP

VC

CO pr essost at o di al t a pr ess.

pr essost at o di bassa pr ess.

at t acchi gas di ser v i zi o bat t er i a di condensazi one

NRD v al v ol a di non r i t or no

KVR v al v ol a r eg. capaci t à

LR r i cev i t or e di l i qui do

VSH v al v ol a di si cur ezza HP

LI

F i ndi cat or e di l i qui do f i l t r o dei dr at at or e

VE

B2 v al v ol a esp. t er most at i ca sonda usci t a acqua

PD pr essost at o di f f er enzi al e

EV ev apor at or e

B1

VSL sonda i ngr esso acqua v al v ol a di si cur ezza LP

9

SCHEMA FRI GORI FERO mod. 1 1 0 - 3 0 0

HP2

HP1

VC

CO

NRD

LP

C

VC

C

VSL

B1

EV

PD

LV

VC

F

VC

VE

LI

B2

SV

VSH

LR

KVR

LEGENDA

C compr essor e

HP

LP

VC

CO pr essost at o di al t a pr ess.

pr essost at o di bassa pr ess.

at t acchi gas di ser v i zi o bat t er i a di condensazi one

NRD v al v ol a di non r i t or no

KVR v al v ol a r eg. capaci t à

LR r i cev i t or e di l i qui do

VSH v al v ol a di si cur ezza HP

LV

F r ubi net t o l i nea l i qui do f i l t r o dei dr at at or e

SV

LI v al v ol a sol enoi de spi a del l i qui do

VE v al v ol a esp. t er most at i ca

EV ev apor at or e

B2

PD

B1 sonda usci t a acqua pr essost at o di f f er enzi al e sonda i ngr esso acqua

VSL v al v ol a si cur ezza LP

10

S C H E M I K I T I D R I C O

C I R C U I T O D E L K I T I D R I C O ( o p t i o n a l ) C O N S E R B A T O I O D I A C C U M U L O

VS VA ingres so acqua

VI

P

SB

FA

RS

PD

SE

EV uscita acqua

C I R C U I T O D E L K I T I D R I C O ( o p t i o n a l ) S E N Z A S E R B A T O I O D I A C C U M U L O ingres so acqua

VA ingr ess o acq ua

FA

VA

FA

SE

SE solo per unità 110÷ 160

P

P

PD

VS

VS

PD usc ita acq ua

EV

EV

EV PD uscita acqua

L E G E N D A

F A

V A

VS

P D f i l tr o ac q u a ( o p ti o n al ) v al v o l a d i s i c u r e zz a ( 3 b ar ) v al v o l a d i s f i ato ar i a p r e s s o s tato d i f f e r . ( l ato ac q u a)

R S

S E v al v o l a d i s c ar i c o ac q u a v as o d i e s p an s i o n e

S B s e r b at o i o ac c u m u l o

V I

P v al v o l a a s f e r a p o m p a

E V e v ap o r at o r e

11

MICROCONTROLLORE

Tastiera

5 INTERFACCIA UTENTE

x

L’interfaccia, costituita dal frontale dello strumento, permette di svolgere tutte le operazioni legate all’uso dello strumento ed in particolare di:

Impostare il modo di funzionamento

• Gestire le situazioni di allarme

Verificare lo stato delle risorse

Frontale dello strumento

<IMG INFO>

36,75

Lo strumento può funzionare senza l’ausilio di alcuna

tastiera

<IMG INFO>

Mode

On-off – Reset allarmi

5.1 Tasti

Seleziona il modo di funzionamento: se è abilitata la modalità heat ad ogni pressione del tasto si ha la seguente sequenza

Stand-by

-!

cooling

!

heating

!

stand-by

se la modalità heat non è abilitata:

Stand-by

!

cooling

!

stand-by

Nella modalità menù diventa il tasto

SCROLL UP

o UP valore (incremento del valore).

Attua il reset degli

allarmi

, nonché l’accensione e lo spegnimento dello strumento.

Una pressione singola resetta tutti gli

allarmi

a

riarmo manuale

non attivi; vengono resettati anche tutti i contatori del numero di interventi ora anche se gli

allarmi

non sono attivi.

Tenendo premuto il tasto per 2 secondi lo strumento passa da on (acceso) a off (spento) o da off a on. In off rimane acceso solo il punto decimale del

display

Nella modalità menù diventa il tasto

SCROLL DOWN

o DOWN valore decremento del valore)

Combinazione mode – onoff

Tasti

“mode” e “on-off” premuti contemporaneamente.

Premendo e rilasciando entrambi i

tasti

entro 2 secondi si scende di un livello nel menù di visualizzazione.

Tenendo premuto entrambi i

tasti

per più di 2 secondi si sale di un livello.

Se si sta visualizzando l’ultimo livello di un menù la pressione e il rilascio entro due secondi fa salire in ogni caso di un livello.

<IMG INFO>

5.2 Visualizzazioni

Il dispositivo è in grado di comunicare qualsiasi tipo di informazione inerente il suo status, la sua configurazione, gli

allarmi

attraverso un

display

e dei

led

presenti nel frontale.

IMG INFO

5.2.1 Display

In visualizzazione normale vengono rappresentati:

• la temperatura di regolazione, in decimi di gradi celsius o fahrenheit

• il codice di allarme se almeno uno è attivo. Nel caso di più

allarmi

attivi viene visualizzato il primo secondo la

Tabella

Allarmi

.

• Se la termoregolazione non è analogica e dipende dallo stato di un ingresso digitale (ST1 o ST2 configurati come

ingressi digitali

) viene visualizzata la

label

“On” o “Off” in funzione dello stato del termoregolatore (attivo - non attivo).

Nella modalità menù la visualizzazione è funzione della posizione in cui ci si trova. Per aiutare l’utilizzatore ad identificare la funzione impostata sono utilizzate delle

label

(etichette) e dei codici.

5.2.2 Led

Led

1 compressore 1.

ON se il compressore 1 è attivo

• OFF se il compressore 1 spento

BLINK

veloce se sono in corso

temporizzazioni di sicurezza

BLINK

lento se il compressore è in

sbrinamento

Led

step 2 di potenza

ON se lo step 2 di potenza è attivo

12

<IMG INFO>

OFF se lo step 2 di potenza non è attivo

BLINK

veloce se sono in corso

temporizzazioni di sicurezza

BLINK

lento se step 2 in

sbrinamento

Led

step 3 di potenza

ON se lo step 3 di potenza è attivo

OFF se lo step 3 di potenza non è attivo

BLINK

veloce se sono in corso

temporizzazioni di sicurezza

BLINK

lento se step 3 in

sbrinamento

Led

step 4 di potenza

• ON se lo step 4 di potenza è attivo

OFF se lo step 4 di potenza non è attivo

BLINK

veloce se sono in corso

temporizzazioni di sicurezza

BLINK

lento se step4 in

sbrinamento

Led

resistenza/boiler

• ON se la almeno una resistenza antigelo interna è attiva

OFF se sono entrambi spente

Led

heat

• ON se il dispositivo è in modalità

heating

.

Led

cool

ON se controllore in modalità

cooling

Se non sono accesi né il

led

HEAT né il

led

COOL il controllore è in modalità

STAND-BY

In off rimane acceso solo il punto decimale del

display

.

Tastiera Remota

5.3 Tastiera da parete

La

tastiera remota

a

display

è una copia fedele della visualizzazione delle informazioni sullo strumento e dispone degli

stessi

led

;

Tastiera Remota

Le funzionalità sono identiche a quelle elencate nella sezione

visualizzazioni

.

L’unica differenza è rappresentata dall’utilizzo dei

tasti

UP e DOWN (incremento e decremento del valore) separati dai

tasti

MODE e ON/OFF

5.4 Programmazione parametri - Livelli dei menù

La modifica dei

parametri

del dispositivo può avvenire tramite Personal Computer (disponendo dell’apposito software e della chiave d’interfaccia e cavi adeguati), o tramite

tastiera

;

In quest’ultimo caso l’accesso ai vari

parametri

è organizzato in sottolivelli a cui si può accedere premendo contemporaneamente i

tasti

“mode ed “on-off” (vedi sopra).

Ogni livello di menù è identificato da un codice mnemonico visualizzato sul

display

.

La struttura è organizzata come descritto nel seguente schema:

13

STRUTTURA DEL MENU'

14

Cartelle

Parametri

ALLARMI

Se durante il normale funzionamento della macchina interviene qualche anomalia, il controllore ferma la macchina e segnala all'utente il codice di allarme relativo alla sicurezza intervenuta. Dopo aver verificato l'allarme ed eliminata la causa, si potrà procedere al ripristino del controllore premendo il tasto on/off.

Ripristino degli allarmi

Con una rotazione ciclica, il significato che assume la pressione on/off. Così come descritto in precedenza il tasto svolge due funzioni distinte; se premuto per 1

secondo funge da "ripristino allarme", se premuto per 2 secondi funge da

"accensione-spegnimento controllore".

In presenza di un'anomalia il controllore segnala all'utente, attraverso il display lampeggiante, il codice dell'allarme attivo.

Per ripristinare il controllore e riprendere il normale funzionamento dell'unità, premere per 1 secondo il tasto on/off.

Codice degli allarmi

Nello schema seguente sono rappresentati il codice di allarme. Alcuni codici di allarme sono cumulativi, hanno cioè più significati. Tutti gli altri allarmi hanno un solo siginificato. Una particolare attenzione si deve prestare al presentarsi del codice E00 ini quanto questo non è un allarme di mal funzionamento della macchina ma segnala che è stato azionato l'interruttore di on/off remoto oppure lo spegnimento dell'unità comandato dall'orologio programmatore (optional).

E00: stand-by unità tramite comando remoto

E01: intervento del pressostato di massima circuito 1

E01: intervento dispositivo di controllo sequenza e presenza fasi di alimentazione

E02: intervento del pressostato di minima circuito 1

E03: intervento della protezione termica interna del compressore 1

E03: intervento termostato tubo di mandata compressore 1 (se presente)

E04: intervento protezione termica ventilatori circuito 1

E05: intervento procedura di sicurezza antigelo

E06: sonda di temperatura guasta uscita acqua scambiatore

E07: sonda di controllo condensazione-evaporazione guasta circuito 1

E13: intervento della protezione termica interna del compressore 2

E13: intervento termostato tubo di mandata compressore 2 (se presente)

E21: intervento del pressostato di massima circuito 2

E21: intervento dispositivo di controllo sequenza e presenza fasi di alimentazione

E22: intervento del pressostato di minima circuito 2

E23: intervento della protezione termica interna del compressore 3

E23: intervento termostato tubo di mandata compressore 3 (se presente)

E24: intervento protezione termica ventilatori circuito 2

E27: sonda di controllo condensazione-evaporazione guasta circuito 2

E33: intervento della protezione termica interna del compressore 4

E33: intervento termostato tubo di mandata compressore 4 (se presente)

E40: sonda di temperatura guasta ingresso acqua scambiatore

E41: intervento termico pompa acqua

E41: intervento presssostato differenziale acqua

15

TECHNICAL MANUAL

safety standars installation use and maintenance

GENERAL INSTRUCTIONS

Together with the wiring diagram, the microprocessor manual and the specific enclosures for the model, this manual is a part of the documentation supplied with the machine. This must be kept carefully and be available to the operator for future reference. All ordinary and extraordinary maintenance must be carried out by authorised personnel in compliance with the safety regulations.

series : PERFORMO R FC

cod. : MTPFC00 rev. : E - 06 - 07

INDEX

SAFETY

RECEPTION AND STORAGE

MOVEMENT

POSITIONING

INSTALLATION: hydraulic connections

INSTALLATION: electrical connections

INITIAL START-UP - OPERATION

MAINTENANCE: ordinary and extraordinary

DISPOSING OF THE UNIT

REFRIGERATION DIAGRAMS

WATER KIT DIAGRAMS

Energy 420 F MICROCONTROLLER

Energy 420 F alarms

2 page 3 page 4 page 4 page 5 page 5 page 6 page 6 page 8 page 8 page 9 page 11 page 12 page 15

SAFETY

The machine has been designed to minimize hazards for the safety of persons dealing with it. When planning the machine it was not technically possible to eliminate all risks entirely. Therefore, it is absolutely essential to follow the instructions set down below.

Access to the unit

Once the unit has been installed, only authorised operators and technicians must be allowed access to it. By operator we intend a person authorised by the owner of the machine to carry out operations using this machine (in compliance with the instructions set down in this manual). By technician we intend a person authorised by VENCO, or a subordinate under the direct responsibility of a VENCO distributor, to carry out operations on the machine. By owner of the machine we intend the legal rapresentative of the company, body or individual owning the system in which the VENCO machine has been fitted. This person is responsible for compliance with all the safety regulations set down in this manual and in the laws in force. Should it be impossible, owing to the place in which the machine is installed, to prevent strangers from gaining access to the machine, a fenced-in area must be provided around the machine at to less than 1,5 metres from the outer surface, within which only operators and technicians may gain access.

When working on the machine, operators or technicians must wear protective clothing (footwear, gloves, helmets, etc.) and use suitable tools.

Remaining risks

Installation, start-up, shut-down and maintenance on the machine must be carried out in strict compliance with the techincal documentation of the product and in any case, in such as way as no hazardous situations are created. Hazards that were impossible to eleminate during planning are set down in the table below.

part remaining risk method precautions

heat exchange battery small cuts contact avoid contact, use protective gloves fan grille and fan lesions introducing sharp objects through the grille while the fan is operating do not introduce objects of any type through the ventilator grilles and do not lay anything on the grilles inside the unit : compressor and delivery pipe burns contact avoid contact, use protective gloves inside the unit : metal parts and electric wires intoxication, shock, serios burns outside the unit : areas around the unit intoxication, serios burns faults in power cable insulation upstream of the unit switchboard; live metal parts appropriate electrical protection of the power line, extreme care over earth connections of metal parts fires caused by short-circuit or overheating of the power line upstream of the unit switchboard cable section and protective system of the power line in compliance with the standars in force

3

RECEPTION AND STORAGE

Check upon delivery that the goods have not been demaged and that they correspond to the information in the waybill.

Any damage or incomplete deliveries must be quickly communicated. The unit may be stored in a place protected from weather conditions with temperature ranging from -20°C to +55°C maximum.

MOVEMENT

Units can either be moved by lift trucks or cranes. Particular care must be taken not to damage the condesation battery and free cooling battery during movement. Refer to the weights set down in the enclosures. It is advisable to move the machine while still packed.

Lifting with lift truck

If using a lift truck, firstly check that the capacity is appropriate and the forks are at least 50 mm in lenght. The unit must be lifted with the forks of the truck positioned according to the indications shown in the figure below.

Make sure that the unit is perfectly balanced

1000 the forks of the truck must protrude for at least 50 mm

1300

Lifting with a crane

This must be carried out according to the diagram below and folling the instructions:

Use: a balance or forked bars; suitably sturdy rope (not chains), pipes with a diameter of 42 mm (1"1/4) which must be threaded into the holes in the base of the machine; block the pipe ends with pins and split pins, to prevent the ropes from slipping

Make sure that the unit is perfectly balanced

pin tube Ø 42 mm

4 pin

POSITIONING

Spaces to comply with for operation and maintenance

The unit must be installed in compliance with the technical distances indicated in the enclosures. The surface on which the unit rests must be level and sufficently sturdy to withstand the weight during operation.

Vibration dampers

In order to prevent vibration from being transmitted to the load-bearing structure it is advisable to fit vibration damping supports (in rubber or springs, supplied as optional accessories) in the special holes found in the base of the unit. A diagram showing how to fit the vibration dampers is included to page 4.

INSTALLATION

Hydraulic connections: unit with built-in water kit

It is advisable to make the chiller water connection according to the following diagram. In any case, it is absolutely es-

sential to fit a filter to the intake pipe to remove any impurities in the water. If this filter is not fitted the warranty shall

be null and void.

The built-in water kit is formed of: circulation pump, storage tank, air bleed valve, differential pressure switch and safety valve (only on heat pumps).

Pipes must be suitably insulated and supported so that they do not burden the machine connections.

Chiller with built-in water kit

RS

M

VS

FA

RC

GA

T

VI

M

VS

F

WATER INTAKE

GA

T

VI

WATER DELIVERY

DEVICES TO BE INSTALLED

BY AN INSTALLER

Hydraulic connections: unit without built-in water kit

In addition to the above, a pump, insulated storage tank and expansion vessel must also be fitted (see figure below).

Chiller

RS

M

VS

FA

RC

GA

T

F

VI

M

VS

GA

T

VI

VS

P

VI

SE

SA

WATER INTAKE

WATER DELIVERY

DEVICES TO BE INSTALLED

BY AN INSTALLER

M = gauge

VS = air bleed valve

T = thermometer

P = pump

RC = load cock

FA = water filter

VI = on-off valve

SE = expansion vessel

RS =discharge cock

GA =vibration damping joint

F = external flowswitch

SA =insulated storage tank

5

Electrical connections

In the overall dimensions drawings icluded in the enclosures the envisaged position for power cable ingress is indicated.

To gain access to the switchboard and terminal block the top front doors of the compressors housing must be open. For power line dimensions refer to the power and current values indicated in the table "technical data".

The wiring diagram of the machine can be found inside the switchboard together with the rest of the documents provided.

Particular care must be taken over the folling points:

- the electrical connections must be performed by qualified personel;

- the power cables must be protected upstream against short circuits and overloading by a suitable device in compliance with the laws in force;

- the cross-section of cables must be proportionate to the calibration of the protective system upstream and must take into consideration all factors that could be on influence (temperature, type of insulation, length, etc.);

- it is extremely important to take great care over the connection to the earth line;

- check the type of power supply, which can either be three-phase or three-phase with neutral.

Two pairs of terminals (clean contacts) have been provided for in the terminal block of the switchboard: one for the general remote alarm, the other for remote ON/OFF (see wiring diagram).

INITIAL START-UP OR START-UP AFTER A LONG PERIOD OF DISUSE - OPERATION

Before starting up the chiller, some preliminary checks on the electrical, hidraulic and refrigerating parts must be carried out.

Preliminary checks - electrical part

Before performing the checks in this paragraph, make sure that the power line is disconnected upstream of the unit.

Check that the knife switch is padlocked or that the specific notice warning not to use it is affixed to the handle.

All operations are carried out with the power disconnected, proceeding as follows:

- remove the top front panel;

- position the main switch to "0" (OFF);

- open the door of the switchboard;

- check that power cables are of the correct dimensions;

- check that the refrigerator is connected to the earth system;

- check that the screws fastening the wires to the electrical components in the board are clamped tightly to ensure correct contact;

- close the switchboard panel.

The machine can now be reconnected to the power supply by closing the knife switch on the line and positioning the main switch of the machine to "1" (ON).

Using a voltmeter, check the phase voltage values supplied to the unit. The voltage value must be 400V ± 10%.

Establish the average phase voltage (RS+ST+RT)/3 and the difference in percentage between each of the phase voltages and this average value. The maximum difference must not exceed 3%. Whit any greater variations the warranty shall be deemed null and void.

EXAMPLE:

R-S= 397V ; S-T= 406V ; R-T= 395V average value : (397+406+395) / 3 = 399,3 percentage difference : (406-397) / 399,3 x 100 = 2,25 %

(406-395) / 399,3 x 100 = 2,75 %

(397-395) / 399,3 x 100 = 0,5 %

6

Preliminary checks - hydraulic system

- Check that the water connections of the machine and the sistem pipes are connected correctly;

- check that the on-off valves of the hydraulic circuit are open;

- check that system is loaded;

- bleed all the air from the system;

- check during operation that the circulation pump is running and that it rotates clockwise (view from in front of the fan cover).

- check that the water capacity corresponds to the project capacity, make sure that there is always a constant flow

of water.

Preliminary checks - refrigerating system

Inspect the various components of the refrigerating circuit to make sure they are in good condition.

Check that the level of lubrificating oil of the compressors is about halfway on the dedicated sight glass.

Starting up

Position the main magnetothermal switch on the switchboard to "ON". According to the model of the machine, proceed as follows:

- PERFORMO R FC : check that the remote on/off contacts are jumpered; check alarm presence on the keyboard display.

IMPORTANT:

in units in which scroll three-phase compressors have been installed, it is extremely important to check the direction of rotation of compressors. If fed with an incorrect phase sequence they rotate in the opposite direction. If this happens they are very noisy and could be subjected to damaged:

invert the phases immediately.

For a more accurate check of the rotation direction, connect a gauge set to the dedicated pressure intakes and check that pressures are correct.

Operating at the correct level

In air/water units R FC the microprocessor control system of the chiller will regulate the refrigerating capacity of the machine (compressor start-up and shut-down) according to the thermal load of the system; check intake and delivery temperatures of the water: the difference between these two temperatures must not exceed a maximum of about 7°C. A greater difference in temperature is a sign of low water supply (compared to the rated value) or air in the system.

Shut-down and start-up

To temporarily shut-down units press the "ON/OFF" key on the microprocessor keyboard and/or open the remote on/off contacts.

For long periods of disuse, switch off the machine using the main switch on the switchboard.

7

MAINTENANCE

Ordinary maintenance

Ordinari maintenance consists of simple operations which should be carried out each month, proceeding as follows:

-check that the screws fastening the fans to the grille to the structure are clamped tightly;

- check the condensation batteries. To ensure correct heat exchange, these must be clean. Therefore, any airbor ne dirt that has accumulated on the surface must be removed. Remove paper, leaves, etc., and clean the fins with a jet of air. To prevent damaging the aluminium fins, the jet of air must be perpendicular to the surface of the bat tery. Cleaning operations must be carried out extremely carefully, as the battery fins atre easily damaged (0,12 mm aluminium). In the event of damage to the fins, these must be repositioned by combing with the dedicated tool. Wear protective gloves to perform any work on the batteries, as accidental contact with the fins can cause small cuts;

- check that the power cable of the machine has no faults that could jeopardize insulation;

- check that the screws fastening the wires to the electrical components in the switchboard are clamped tightly to ensure correct electrical connection; also check the earth connections;

- check that there are no leaks in the hydraulic circuit;

- check the delivery and suction pressure during compressor operation. This must be done by removing the panels of the compressor housing and connecting gauges to the appropriate pressure intakes on the refrigerating circuits. This operation must be carried out by authorised personnel;

- visual check of the compressor oil level pilot light.

Extraordinary maintenance

Extraordinary maintenance consists of operations that are made necessary by operating faults. These are: draining off coolant, loading coolant, topping up oil, replacing the dehydrator filter, emptying the circuits, configuration of the control. These operations must ONLY be carried out by authorised personnel.

DISPOSING OF THE UNIT

The machine has been designed and manufactured to guarantee continual operation.The life-span of some of the main components, such as the fan and compressor, depend upon the maintenance to which they are subjected.

If necessary, the unit must be disposed of by specialised refrigerating technicians.

The refrigerating fluid and lubrication oil contained in the circuit must be recovered, in compliance with the regulations in force in your country.

8

REFRIGERATION DIAGRAMS mod. 45 - 80

HP

VC

CO

NRD

LP

C

VC

C

VSL

B1

EV

PD

VC

VE

LI

B2

F

VSH

LR

KVR

LEGEND

C compressor

HP high press. pressure switch

LP

VC

CO low press. pressure switch service gas connection condenser battery

NRD not return valve

KVR capacity regul. valve

LR liquid receiver

VSH HP safety valve

LI sight glass

F

VE

B2 filter dryer thermostatic exp. valve outlet water probe

PD water pressure switvh

EV evaporator

B1

VSL inlet water probe

LP safety valve

9

REFRIGERATION DIAGRAMS mod. 110 - 300

HP

VC

CO

NRD

LP

C

VC

C

VSL

B1

EV

PD

VC

VE

LI

B2

F

VSH

LR

KVR

LEGEND

C compressor

HP high press. pressure switch

LP

VC

CO low press. pressure switch service gas connection condenser battery

NRD not return valve

KVR capacity regul. valve

LR liquid receiver

10

VSH HP security valve

LV liquid line valve

F

SV

LI filter dryer solenoid valve sight glass

VE thermostatic exp. valve

EV evaporator

B2

PD outlet water probe water pressure switch

B1

VSL inlet water probe

LP security valve

WATER KI T DI AGRAM S

WATER KIT CIRCUIT (optional) WITH STORAGE TANK

VS

VA water intake

VI

P

SB

FA

RS

PD

SE

EV

water delivery

WATER KIT CIRCUIT (optional) WITHOUT STORAGE TANK ingresso acqua

VA water intake

FA

VA

FA

SE

SE

P

P

PD

VS

VS solo per unità 110÷160 valido per unità Perform o CR (45÷100) ; CH (45÷90) ; R/H (110÷160)

PD water delivery

EV

EV

EV

PD uscita acqua

LEGEND

FA

VA

VS

PD water filter (optional) safety valve (3bar) air bleed valve diff. pressure switch (water side)

RS water discharge valve

SE expansion vessel

SB storage tank

VI ball valve

P pump

EV evaporator

11

MICROCONTROLLER

5 USER INTERFACE

x

The interface on the front panel of the instrument can be used to carry out all the operations connected to the use of the instrument, and in particular to:

Set operating mode

• Respond to alarm situations

Check the state of resources

Keyboard

Front panel of the instrument

<IMG INFO>

36,75

The instrument can function without the aid of a

keyboard

<IMG INFO>

Mode

5.1 Keys

Selects operating mode:

If the

heating

mode is enabled, each time the key is pressed the following sequence occurs:

Stand-by

-!

cooling

!

heating

!

stand-by

if

heating

mode is not enabled:

Stand-by

!

cooling

!

stand-by

In menu mode, this key acts as a

SCROLL UP

or UP key (increasing value).

On-off – Alarms reset

<IMG INFO>

Combination mode

– onoff keys

Resets

alarms

, and turns the instrument on and off.

Press once to

reset

all manually

reset alarms

not currently active; all the

alarm events per hour

will also be

reset

even if the

alarms

are not active.

Hold down the key for 2 seconds to turn the instrument from on to off or vice versa. When it is off, only the decimal point remains on the

display

. In menu mode this key acts as a

SCROLL DOWN

or DOWN key (decreasing value).

Pressing the “mode” and “on-off”

keys

at the same time:

If you press both

keys

at the same time and then release within 2 seconds, you will move one level deeper in the

display

menu.

If you press both

keys

for more than 2 seconds you will move one level up.

If you are currently viewing the lowest level in the menu and you press both

keys

and release within 2 seconds, you will go

up one level.

IMG INFO

5.2 Display

The device can communicate information of all kinds on its status, configuration, and

alarms

through a

display

and a

number of leds on its front panel.

5.2.1 Display

Normal

display

shows:

• regulation temperature in tenths of degrees celsius or fahrenheit

• the alarm code, if at least one alarm is active. If multiple

alarms

are active, the one with greater priority will be displayed, according to the Table of

Alarms

.

If temperature control is not analogue and depends on the status of a digital input (ST1 or ST2 configured as

digital inputs

), the “On” or “Off”

label

will be displayed, depending on whenther temperature control is active or not.

When in menu mode, the

display

depends on the current position; labels and codes are used to help the user identify

the current function.

5.2.2 Led

Led

1 compressore 1.

ON if compressor 1 is active

• OFF if compressor 1 if off

Rapid

BLINK

if

safety timing

is in progress

• Slow

BLINK

if compressor is currently set to

defrost

Power step

2

led

ON if

power step

2 is active

1 2

OFF if

power step

2 is not active

• Rapid

BLINK

if

safety timing

is in progress

Slow

BLINK

if step 2 is currently defrosting

<IMG INFO>

Led

step 3 di potenza

ON se lo step 3 di potenza è attivo

• OFF se lo step 3 di potenza non è attivo

BLINK

veloce se sono in corso temporizzazioni di sicurezza

BLINK

lento se step 3 in sbrinamento

Power step

4

led

ON if

power step

4 is active

• OFF if

power step

4 is not active

Rapid

BLINK

if

safety timing

is in progress

• Slow

BLINK

if step 4 is defrosting

Electrical heater/boiler

led

ON if at least one internal anti-freeze electrical heater or boiler is enabled

• OFF if both are off

Heating

Led

ON if the device is in

heating

mode.

Cooling

Led

• ON if the controller is in

cooling

mode

If neither the

HEATING

led

nor the

COOLING

led

are in, the controller is in

STAND-BY

mode.

When it is off, only the decimal point appears on the

display

.

Remote keyboard

5.3 Wall-mounted keyboard

The

remote keyboard

a on the

display

is an exact copy of the information displayed on the instrument, with the same leds;

Remote keyboard

It performs exactly the same

functions

as those described in the

display

section.

The only difference is in use of the UP and DOWN

keys

(to increase and decrease value), which are separate from the

MODE and ON/OFF

keys

.

5.4 Programming parameters – Menu levels

Device

parameters

may be modified using a Personal Computer (with the required software, interface key and cables), or using the

keyboard

;

If using the

keyboard

, access to

parameters

is arranged in a hierarchy of levels which may be accessed by pressing the

“mode and “on-off”

keys

at the same time (as described above).

Each menu level is identified by a mnemonic code which appears on the

display

.

The structure is set up as shown in the diagram below:

1

3

INDEX STRUCTURE

1 4

Folders

Parameter

ALARMS

If faults occur during normal machine operation, the controller will stop the machine and display the code of the relative alarm to the activated safety device. After having checked the alarm and eliminated its cause, the user can reset the controller by pressing the on/off key.

Alarm reset

The screen-printed design illustrates, with cyclic rotation, what happens when the

on/off key is pressed. As previously described, the key carries out two separate functions. If pressed for 1 second, it acts as an "alarm reset"; if pressed for 2

seconds, it "turns the controller on and off".

If a fault occurs, the controller will signal the activated alarm code by means of a flashing message on the display.

Press the on/off button for 1 second to reset the controller and allow the unit to operate normally again.

Alarm codes

The following diagram lists the alarm codes, the relative international identifying symbol and the description of the type of alarm. Two alarm codes are cumulative, they have several meanings. All the other alarms have only one meaning. Pay particular attention to code E00 since this is not an alarm that denotes a malfunction but signals that the remote on/off switch or the off command of the unit controlled by the programmer clock (accessory) have been activated.

E00: programmer clock/remote on/off activation

E01: activation of the maximun pressur switch circuit 1

E01: activation of the power line phase sequnce monitoring device

E02: activation of minimun pressure switch circuit 1

E03: activation ogf the thermic protector in compressor 1

E03: activation of thermostat in delivery pipe of compressor 1 (if installed)

E04: activation of fan thermic protector circuit 1

E05: activation of antifreeze safety procedure

E06: exchanger water outlet temperature probe faulty

E07: condensing-evaporating monitoring probe faulty circuit 1

E13: activation of the thermic protector in compressor 2

E13: activation of thermostat in delivery pipe of compressor 2 (if installed)

E21: activation of the maximun pressur switch circuit 2

E21: activation of the power line phase sequnce monitoring device

E22: activation of minimun pressure switch circuit 2

E23: activation of the thermic protector in compressor 3

E23: activation of thermostat in delivery pipe of compressor 3 (if installed)

E24: activation of fan thermic protector circuit 2

E27: condensing-evaporating monitoring probe faulty circuit 2

E33: activation of the thermic protector in compressor 4

E33: activation of thermostat in delivery pipe of compressor 4 (if installed)

E40: exchanger water inlet temperature probe faulty

E41: water pump thermic protector activated

E41: activation of water differential pressure switch

15

IC_PERF FC_MANUAL_A4 2

iC

Spa Via dell’Olmo

36014 Santorso (Vi) - Italy tel. +39 0445 540147 fax +39 0445 540380 w w w . v e n c o . n e t i n f o @ v e n c o . n e t

1-06-2007, 19:22

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement