WISE – Manuale tecnico
WISE – Manuale tecnico
Documentazione tecnica per progettisti, addetti alla regolazione dei sistemi e tecnici
24 V
Modbus
Funzionalità innovative
►► ADAPT Don e ADAPT Damper con software versione 5
►► ADAPT Damper con controllo CAC
►► CONTROL Damper con funzione ambiente
►► Super WISE, strumento basato sul Web
1
WISE – Manuale tecnico
Indice
1
2
3
4
2
Pagina
Funzioni ambiente ADAPT
3
Controllo ambiente
4
Controllo qualità dell'aria CAC
5
Controllo dello spazio occupato
6
Gestione terminali ad acqua
7
Raffrescamento bifase
7
DETECT Q, TUNE Ta, DETECT Ta
9
Collegamenti master/slave
10
Collegamenti master/slave, Modbus
11
Funzionamento dei LED e allarmi
12
Configuratore elettronico TUNE Adapt
14
CONTROL Damper - Funzioni ambiente
22
Sensore temperatura
24
Pannello di controllo ambiente
25
Sensore di presenza
28
Riscaldamento e raffrescamento bifase
29
Sensore CO2 e sensore apertura finestra
30
CONTROL Damper – Funzioni zona
32
Pannello di controllo ambiente TUNE Control
35
Super WISE
39
Comunicazione
42
Avviamento
43
Controlli delle prestazioni
46
Struttura della rete
48
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Panoramica – Funzioni
ADAPT
Dati tecnici
Tutti i dati tecnici ed elettrici sono specificati nel foglio del catalogo di ciascun prodotto.
I prodotti ADAPT sono dotati di un regolatore incorporato
completo per il controllo della climatizzazione degli ambienti
che utilizza le temperature, la qualità dell'aria e il sensore
di presenza come parametri di controllo, nonché le portate
d'aria e le valvole del radiatore come funzioni di regolazione.
L'unità ADAPT Damper richiede il dispositivo DETECT Quality
e in alcuni casi DETECT Temp per poter utilizzare le seguenti
funzioni:
Per evitare cadute di tensione, è importante tarare correttamente il trasformatore utilizzando un cavo di alimentazione
da 24 V. È possibile scaricare un programma software per la
taratura dei trasformatori e per la definizione della lunghezza
appropriata dei cavi all'indirizzo www.swegon.com. La sezione
minima consigliata del conduttore di alimentazione è 1,0 mm².
Misurazione della temperatura ambiente
Misurazione dell'aria di mandata
Misurazione della portata
Controllo della portata
Rilevamento della qualità dell'aria CAC (ADAPT Damper)
Regolazione dei ventilatori
Rilevamento delle persone nello spazio occupato
Indicazione dello stato di funzionamento
Modbus slave conforme a RTU
Collegamento semplificato
Se si installa un diffusore d'aria ADAPT in un ambiente senza
accessori, dove non deve essere presente alcun radiatore o controllo slave, la linea 24 V CA può essere collegata direttamente
alla porta del diffusore d'aria. Vedere la figura X. Si consiglia di
utilizzare un cavo a filo unico di tipo RKKX ø 1,0 (0,78 mm²).
Installazione
WISE – Manuale tecnico
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Trasformatore
2
Per tutti i prodotti ADAPT sono disponibili istruzioni di installazione specifiche.
1
Il regolatore è dotato di un numero limitato di ingressi e uscite,
come illustrato nella seguente tabella.
Tabella 1 & 2 - Ingressi del regolatore
Terminale
Tipo
1
G
Descrizione
Tensione, 24 V CA
2
G0
Sistema zero
3
G
24 V CA
4
Z
Ingresso, 0-10 V CC
5
G0
6
V
7
G
24 V CA
8
X
Spazio occupato, ingresso
Figura 1 - Connessione diretta CA 24 V al diffusore d'aria
1 = Porta di connessione al diffusore d'aria
2 = Spinotto per 24 V CA
Sistema zero
Accensione/spegnimento riscaldamento
o seconda fase di raffreddamento
9
G0
10
R
Sistema zero
Spazio occupato, uscita
11
G
24 V CA
12
Y
Uscita, 0-10 V
13
G0
Sistema zero
14
C
Modbus zero
15
+
Modbus RTU +
16
-
Modbus RTU -
Jack
Tipo
Descrizione
20
RJ45
Connettore al diffusore d'aria master
21
RJ45
Connettore del diffusore d'aria slave
22
RJ45
Connettore del diffusore d'aria slave
23
RJ12
Collegamento Modbus al diffusore
d'aria master
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20
Master
1
2
3 4
21
Slave
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
Figura 2 - Ingressi del regolatore
20100419
3
WISE – Manuale tecnico
Controllo ambiente
Temperatura
I sensori di temperatura incorporati per l'aria di mandata e la
temperatura ambiente sono caratterizzati da una tolleranza di
misurazione pari a ±0,5 K. La costante di tempo per la misurazione è di circa 2 min. Il regolatore dispone di una funzione
limitatrice incorporata che impedisce l'aumento del flusso d'aria
se viene richiesto il raffreddamento e la temperatura dell'aria
di mandata è maggiore della temperatura ambiente. Dato che
ADAPT Damper Master ha un solo sensore della temperatura,
questa funzione limitatrice non funziona nell'aria di ripresa.
Tutti i limiti di temperatura possono essere modificati utilizzando il terminale manuale TUNE Adapt. Nella tabella sono
illustrate le temperature che è possibile specificare a seconda
della modalità di utilizzo e della configurazione del prodotto.
Varie modalità operative
Tabella 3 - Temperatura
Tipo di prodotto
Temp.
ambiente
Temp. aria
di mandata
Diffusore d'aria ADAPT master (aria
di mandata)
X
X
Diffusore d'aria ADAPT master (aria
di mandata)
X
X
Registro ADAPT slave (aria di ripresa)
X
-
Unità ADAPT Damper master (aria di
ripresa)
X
-
Unità ADAPT Damper slave (aria di
mandata)
-
X
100%
Funzionamento normale (spazio occupato)
Il sistema di controllo opera in modo da raggiungere valori di
temperatura per riscaldamento 21 °C, raffreddamento 23 °C,
ovvero un valore ambiente pari a 22 °C ±1 K. Tali set-point delle
temperature possono essere modificati utilizzando l'unità TUNE
Adapt o ADJUST Temp, nonché tramite un sistema di controllo
principale. La portata d'aria viene controllato in base alle impostazioni del limite massimo e minimo. Nella normale modalità
operativa, l'utente può scegliere di abilitare la funzione antispifferi. Ciò significa che la chiusura della valvola riscaldamento non
avverrà oltre il valore preimpostato a condizione che il valore di
raffreddamento del regolatore non superi il 50% (regolabile).
100%
100%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
Diagramma
0%1 - Processo di controllo dell'impostazione standard e
19° per
20°il controllo
21°
22°della
23°
24°
25° 0% corridello spazio
temperatura:
0%occupato
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
sponde al100%
flusso d'aria
minimo
e senza
riscaldamento,
100% corrisponde al flusso d'aria massimo o al riscaldamento massimo.
100%
100%
Spazio non occupato (modalità risparmio energetico)
Il sistema di controllo opera in modo da raggiungere nuovi setpoint di temperatura:
riscaldamento 20 °C, raffreddamento 25 °C, ovvero un setpoint ambiente pari a 22,5 °C ±2,5 K. Tali set-point di temperatura possono essere modificati utilizzando l'unità TUNE Adapt
o TUNE Temp. Questi valori possono inoltre essere modificati
tramite un sistema di controllo principale. Le condizioni dell'aria
vengono controllate sulla sezione di ripresa, e se la temperatura
supera il nuovo set-point (25 °C), il sistema inizia a raffreddare
l'ambiente anche se non sono presenti persone. Nella modalità
Spazio vuoto, la funzione antispifferi non è abilitata.
Changeover – Commutazione a "riscaldamento con aria calda"
Il regolatore ADAPT è dotato di una funzionalità incorporata
in grado di rilevare la differenza tra la temperatura ambiente
e la temperatura dell'aria di mandata. Durante questa operazione la portata d'aria viene adattata alla modalità operativa
selezionata. Con il terminale manuale oppure tramite Modbus
è possibile reimpostare il regolatore in modo che aumenti automaticamente il flusso d'aria per soddisfare le normali esigenze
di riscaldamento se la temperatura ambiente è minore della
tempertura dell'aria di mandata. Questa funzione viene anche
definita funzione di commutazione. Questa funzione dovrebbe
sempre essere utilizzata in combinazione con un sensore di
rilevamento della temperatura ambiente e può essere impiegata
solo su un diffusore d'aria master situato in corrispondenza
dell'aria di mandata.
4
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
0%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
100%2 - Processo di controllo per l'impostazione standard e
Diagramma
dello spazio vuoto per il controllo della temperatura
100%
50%
100%
20%
50%
0%
50%
20%
20%
0%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
Diagramma 3 - Processo di controllo dell'impostazione standard
e dello spazio occupato per il controllo della temperatura, con la
funzione antispifferi abilitata. Nel diagramma è illustrato come la
funzione antispifferi è abilitata al 20% finché la richiesta di raffreddamento non ha raggiunto il 50%.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Raffreddamento notturno (free cooling)
TUNE Adapt
Il regolatore passa a un nuovo set-point di raffreddamento,
ovvero 18 °C. Questa operazione può essere inizializzata solo
tramite Modbus e un sistema di controllo principale.
Il terminale manuale dispone di un menu per le temperature
che consente di modificare tutte le impostazioni.
* TEMPERATURE MENU *
Morning boost (riscaldamento rapido con aria
calda)
Il regolatore passa a un nuovo set-point ambiente, ovvero
28°C. Questa operazione può essere inizializzata solo tramite
Modbus e un sistema di controllo principale.
Passaggio tra varie condizioni operative
Il passaggio tra le modalità Spazio occupato/Spazio non occupato viene controllato tramite un rilevatore di presenza incorporato. Il raffreddamento notturno e la funzione Morning boost
possono essere inizializzati solo tramite un sistema di controllo
principale e Modbus.
Funzione antispifferi
23°
HEAT TEMP OCC
21°
COOL TEMP UNOCC
25°
HEAT TEMP UNOCC
CALC SETP
20°
21.0°
ROOM TEMP DEV
0.0°
EXTERNAL INPUT
100%
NIGHTCOOL
18°
MORNING HEAT
25°
VALVE TIME
350sec
WISE – Manuale tecnico
Se questa funzione è abilitata con un valore >0%, la valvola
riscaldamento rimane abilitata proporzionalmente in base al
tempo finché la modalità di raffreddamento non supera il limite
del 50% (tale limite può essere modificato nel menu Application, vedere il diagramma 3). Questa funzione è disponibile solo
nel programma versione 4 o successiva.
COOL TEMP OCC
Funzioni temperatura Modbus
Tutti i valori e le impostazioni relativi alle temperature possono
essere definiti tramite Modbus. Per ulteriori informazioni su
tutte le variabili, vedere le "Tabelle WISE" disponibili all'indirizzo
www.swegon.com.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
5
WISE – Manuale tecnico
Controllo qualità dell'aria CAC
ADAPT Damper con la funzionalità Controllo aria pulita (CAC,
Clean Air Control) è dotato di un sensore VOC integrato
che misura e regola la portata d'aria per una qualità dell'aria
costante all'interno dell'ambiente. Il segnale in uscita (frequenza
degli impulsi) del sensore VOC si basa sul contenuto di CO2
rilevato nell'ambiente mediante la misurazione di altri gas creati
proporzionalmente rispetto a CO2. Il sensore VOC è molto
sensibile e pertanto risponde rapidamente alla presenza di CO,
CH4, gasolio liquefatto, alcool, chetoni, acidi carbossilici, amminoacidi e idrocarburi alifatici e aromatici.
TUNE Adapt
Il terminale manuale dispone di un menu CAC, che consente di
modificare tutte le impostazioni per gli intervalli di regolazione.
* AIR FLOW *
OCCUPANCY
Il modo più semplice per testare la funzione e controllarne le
prestazioni ottimali è spruzzare alcool denaturato sul registro
dell'aria di ripresa. Ciò dovrebbe causare una reazione immediata nella valvola CAC.
MIN
10l/s
MAX
40l/s
UNOCCUPIED
MIN
5l/s
PRESSURE SENSOR
Equivalente VOC con CO2
Il sensore VOC CAC della Swegon non rileva la presenza di CO2.
Rileva invece un numero di impurità/emissioni diverse provenienti dalle persone. Ciò significa che reagisce in modo equivalente a un sensore di CO2 . Inoltre, a differenza di un sensore di
CO2 , reagisce anche in presenza delle emissioni insalubri sopra
riportate.
FLOW PRESS
45.2Pa
PRESS 0-CAL.
00.0Pa
DAMPER POS
100%
SLAVE OUTPUT
0%
CO2
MIN SET
800ppm
MAX SET
La frequenza impulsi (0-90%) e l'equivalente CAC al valore CO2
vengono specificati nelle variabili di TUNE Adapt e Modbus.
1000ppm
PPM PER VOLT
200
CAC SET POINTS
Tabella 4.
Esempio
Origine
Alcool
Spiriti
Detergente
Aldeidi
Formaldeide
Materiali edili
Chetoni
Butanone
Residui di vernice
Estere
Metilacetato
Colla
Acidi aromatici
Xilolo
Vernici e colle
CAC MIN SET
25%
CAC MAX SET
35%
Clean Air Control
2500
2000
CO2 ekv. (ppm)
Gruppo di sostanze
1500
1000
500
0
10
20
30
40
50
60
70
80
Frequenza
(%)
Pulskvotimpulso
(%)
Diagramma 4 - Rapporto CAC/CO2
6
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
90
WISE – Manuale tecnico
Controllo dello spazio occupato
TUNE Adapt
Rilevatore di presenza incorporato
I diffusori d'aria sono dotati di un rilevatore di presenza che copre
circa 16 m² di area del pavimento. Il valore varia a seconda dell'altezza dell'installazione. In un ambiente dotato di più diffusori
d'aria, tutti i rilevatori di presenza operano congiuntamente per
ottenere un livello ottimale di rilevamento. Se il sistema include
un'unità DETECT Occupancy collegata esternamente, questa
unità verrà utilizzata congiutamente ai rilevatori incorporati in
modo tale che i diffusori d'aria passeranno sempre alla modalità
Stato occupato non appena viene rilevato un movimento.
I prodotti ADAPT Damper non dispongono di una scheda di
circuiti del sensore incorporata con il rilevatore di presenza e
pertanto dovrebbero essere dotati di un rilevatore di presenza
DETECT Occupancy separato. In un situazione simile, l'unità
DETECT Occupancy deve disporre di ritardi di accensione/
spegnimento preimpostati. I valori del regolatore incorporato
saranno disabilitati. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni,
vedere le istruzioni di installazione dell'unità DETECT Occupancy. Se non è collegato alcun rilevatore di presenze all'unità
ADAPT Damper, essa verrà fornita preimpostata sulla modalità
continua Spazio occupato.
* ADVANCED MENU *
TEMPERATURE
AIRFLOW
OCCUPANCY (INT)
* OCCUPANCY (INT) *
COMMUNICATION
OCC SENSOR
LEV
APPLICATION
MENU
OCC STATUS
0000
0
OCC STATUS+DELAY
0
DELAY OFF
20m
DELAY ON
00s
Tabella 5 - Relè della temperatura nell'unità DETECT Occupancy
Ponticello
 
°C
24
 
26

28

15
 
17
 
19
Descrizione
Consente la normale regolazione se la temperatura supera il valore preimpostato
Consente la normale regolazione se la temperatura è minore del valore preimpostato
Il controllo di temperatura incorporato non deve essere attivato.
Scollegare i ponticelli.
Tempi di funzionamento
Il regolatore ADAPT dispone di una funzione di misurazione
dei tempi di funzionamento continuo in grado di misurare il
tempo assoluto durante il quale è rimasto acceso e il tempo
durante il quale è rimasto in modalità Spazio occupato. Questi
tempi consentono all'utente di semplificare l'analisi dello spazio
occupato e pertanto di stabilire la frequenza in base alla quale
pulire i locali, per il controllo degli impianti di illuminazione e la
pianificazione della manutenzione negli orari più appropriati.
Il conteggio del tempo viene automaticamente azzerato dopo
32.767 ore, ovvero dopo 3,7 anni.
Tabella 6 - Area di copertura del rilevatore di presenza
Controllo dell'illuminazione
In risposta ai segnali provenienti dal rilevatore di presenza incorporato, l'illuminazione può venire accesa/spenta mediante un
relè collegato alla scatola di derivazione CONNECT Adapt.
Funzioni Modbus per lo spazio occupato
Tutte le funzioni e impostazioni di gestione dello spazio occupato possono essere definite mediante Modbus. Per ulteriori
informazioni su tutte le variabili, vedere le tabelle disponibili
all'indirizzo www.swegon.com.
Controllo qualità dell'aria
Quando è abilitata, la funzione di controllo della qualità dell'aria
viene applicata al funzionamento nelle modalità Spazio occupato
e Spazio vuoto. A partire dalla versione 5 del programma, questo
tipo di regolazione può essere abilitato solo quando il sistema
funziona in modalità Spazio occupato. Se si desidera abilitare il
controllo della qualità dell'aria anche quando il sistema funziona
in modalità Spazio vuoto, è possibile abilitare questa funzione in
qualsiasi momento. Vedere il menu Application.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
H
A1
B1
A2
B2
2.2
4.5
4.0
2.9
2.5
2.4
4.8
4.3
3.3
2.9
2.6
5.3
4.7
3.7
3.2
2.8
5.7
5.0
4.1
3.6
3.0
6.1
5.4
4.5
4.0
Le dimensioni sono specificate in metri, A1-B1 fanno riferimento
alle dimensioni a livello pavimento, A2-B2 fanno riferimento alle
dimensioni ad altezza scrivania.
Tabella 7 - Impostazione dei tempi nell'unità DETECT Occupancy
On
Off
Posizione
On
Off


Una linea
seriale
0s
5s
 
 
B
10 s
1 min
 
 
C
30 s
5 min
 
 
D
1 min
10 min
 
 
E
5 min
20 min
   
F
10 min
30 min
Accertarsi di avere spento il dispositivo prima di riposizionare i ponticelli.
Per impostazione predefinita, l'unità DETECT Occupancy è impostata sulla
posizione B per entrambi gli interruttori ritardati su ON e sulla posizione B
per l'interruttore ritardato su OFF.
20100419
7
WISE – Manuale tecnico
Nel regolatore sono stati programmati tempi di ritardo: il
ritardo per l'accensione è impostato su 0, mentre quello di
spegnimento è impostato su 20 minuti. Per modificare questi
valori, utilizzare TUNE Adapt. Se il rilevatore di presenza
mediante relè viene utilizzato per il controllo dell'illuminazione
(accensione/spegnimento), il ritardo di accensione deve sempre
essere impostato su 0. Quando il controllo dell'illuminazione
non viene utilizzato, il ritardo di accensione può essere impostato approssimativamente su 30 secondi.
Le variabili disponibili per la funzione Spazio occupato possono
essere controllate e modificate utilizzando il terminale manuale.
WISE – Manuale tecnico
Controllo riscaldamento
1
La scatola di derivazione CONNECT Adapt può essere utilizzata
per effettuare i collegamenti fino alla funzione di controllo della
valvola riscaldamento. Il sistema consente di controllare circa 3
valvole per un'uscita totale di 18 VA. È necessario installare un
relè intermedio se si desidera controllare più di 3 valvole (vedere
lo schema elettrico). Il relè intermedio deve essere di tipo a semiconduttori, ovvero in grado di gestire numerose operazioni di
accensione/spegnimento senza problemi di usura. Questo tipo di
relè è silenzioso, ovvero non è caratterizzato dal tipico "scatto"
dei relè meccanici. La funzione di controllo della temperatura si
basa sul tempo mediante una costante di tempo regolabile.
20
Master
1
2
3 4
21
Slave
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
2
A1 A2 1 3
La funzione antiblocco della valvola è abilitata ed è caratterizzata da intervalli di 5 giorni. Il tempo è regolabile per 1-7 giorni,
24 ore al giorno.
Funzione prima apertura
L'attuatore della valvola ACTUATOR dispone della funzione
prima apertura. La valvola viene infatti fornita già impostata
su una posizione aperta e ciò consente di riempire e sfiatare il
sistema di radiatori senza problemi. Quando il diffusore d'aria
e la serranda ADAPT vengono accesi, le valvole devono essere
abilitate per almeno 6 minuti in modo da consentire il rilascio
dei fermi. Il regolatore è dotato di una funzione per l'esercizio
delle valvole che come standard mette sotto tensione la valvola
per 8 minuti ogni quinto giorno. È presente una funzione di
prova nell'unità TUNE Adapt che mette sotto tensione l'uscita
della valvola per 10 minuti. Ciò consente il rilascio del fermo
"prima apertura".
3
Figura 3 - Collegamento del relè intermedio per più di 3 radiatori
1 = morsettiera in CONNECT Adapt
2 = relè a semiconduttori per almeno 2 A 24 V CA
3 = radiatori con attuatore della valvola ACTUATOR
1
Variabili Modbus, controllo riscaldamento
Tutti i valori e le impostazioni possono essere definiti tramite
Modbus come illustrato nella tabella riportata di seguito. Per
ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le tabelle
disponibili all'indirizzo www.swegon.com.
Controllo raffreddamento bifase
Il regolatore ADAPT può essere configurato per un raffreddamento bifase in sequenza, ovvero raffreddamento ad aria e
quindi, se non sufficiente, apertura delle valvole per il raffreddamento ad acqua. Il controllo del riscaldamento non è disponibile se è abilitato il raffreddamento bifase. Il circuito dell'uscita
della valvola del riscaldamento viene pertanto ignorato.
2
TUNE Adapt
Le variabili per il controllo radiatore possono essere verificate
e modificate utilizzando il terminale manuale. L'intervallo di
tempo per l'esercizio delle valvole non può essere modificato
nella versione 5 di TUNE Adapt.
* ADVANCED MENU *
Figura 4 - Collegamento della valvola del circuito di raffreddamento
e del sistema di controllo del ventilatore
1 = morsettiera in CONNECT Adapt
2 = attuatore della valvola su Parasol
OCCUPANCY (INT)
COMMUNICATION
APPLICATION MENU
* APPLICATION MENU *
APPLICATION
0
LED FUNCTION
HEATING
PRESENT
COLD PROTEC
ACTIVE LEVEL
20%
COOL LIMIT
50%
VALVE EXERCISE
INTERVAL
8
5 days
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Controllo esterno
I prodotti ADAPT sono dotati di un ingresso analogico (0-10 V
CC) che può essere utilizzato per varie funzioni. Possono essere
collegati tramite CONNECT Adapt, morsetti 4 e 5.
1
20
Master
DETECT Quality 0
1
2
3 4
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
6
0
24
NO
C
NC
G
OUT1
G0
2
WISE – Manuale tecnico
La qualità dell'aria viene controllata mediante l'utilizzo del
dispositivo DETECT Quality 0 che trasmette un segnale CO2 al
diffusore d'aria master. La temperatura ambiente viene quindi
regolata per mezzo di sensori della temperatura incorporati
nel diffusore d'aria. Il segnale CO2 ha la priorità sulla funzione
di controllo della temperatura se il valore di CO2 nell'ambiente
diventa troppo alto. I valori limite preimpostati sono pari a
800-1000 ppm. La qualità dell'aria viene regolata indipendentemente dalla modalità operativa (Spazio vuoto/Spazio occupato).
Quando il controllo CO2 viene eseguito indipendentemente
dalla temperatura ambiente, è possibile che l'aria all'interno
dell'ambiente venga raffreddata più del necessario. Se è stato
abilitato il controllo riscaldamento con funzione radiatore, i
radiatori si riscalderanno se la temperatura ambiente è eccessivamente bassa.
21
Slave
1
TUNE Temp
20
Master
Si tratta di un dispositivo di regolazione del set-point che consente di modificare il set-point per la regolazione della temperatura ambiente ± 3 K a seconda delle necessità. Nota: L'offset
del set-point non influenza la temperatura dello spazio vuoto
preimpostata nel regolatore versione 5.0 o superiore.
1
4
DETECT Temp
DETECT Temp è un sensore analogico (0-10 V CC) della temperatura che può essere collegato alla scatola di derivazione.
I prodotti ADAPT vengono opportunamente regolati per
intepretare questo segnale come temperatura ambiente. La
funzione DETECT Temp è disponibile a partire dalla versione 4
del programma.
5
2
3 4
21
Slave
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
5
1
6
5
4
6
6
0
24
NO
C
NC
Figura 5 - Collegamento degli accessori
DETECT Occupancy
Oltre all'ingresso analogico, è disponibile anche un ingresso
digitale che può essere utilizato per collegare un rilevatore di
presenza esterno. Questo ingresso viene in genere utilizzato per
i prodotti per canali ADAPT Damper.
1 Scheda di interconnessione in CONNECT Adapt
2 * DETECT Qa 0
3 * TUNE Ta
4 * DETECT Ta
5 * DETECT Oa (normalmente solo per ADAPT Damper)
Variabili Modbus, controllo esterno
Nota: * è possibile collegare solo uno di questi accessori.
Tutti i valori e le impostazioni possono essere definiti tramite
Modbus. Per ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le
tabelle disponibili all'indirizzo www.swegon.com.
Tabella 8 - Impostazione del menu Application (non
è necessario configurare il rilevatore di presenza)
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Accessori
Application
Normale
0
Azionamento esterno
1
DETECT Q 0
2
(Diffusore d'aria slave)
3
TUNE Temp
4
DETECT Temp
5
20100419
9
WISE – Manuale tecnico
Master – Slave
I prodotti ADAPT possono essere collegati in base a una relazione master-slave, dove un diffusore d'aria funge sempre da
master e un massimo di tre diffusori d'aria fungono da slave.
Anche un dispositivo terminale dell'aria di ripresa può fungere
da master a seconda dei prodotti e della soluzione adottati. Per
informazioni di riferimento, vedere la figura xx.
In un sistema basato sull'architettura master-slave, viene creato
un collegamento analogico tra i vari diffusori d'aria. I segnali
analogici richiedono la regolazione di ogni diffusore d'aria
in base ai flussi d'aria da considerare per la regolazione. Ciò
garantisce la massima flessibilità per gli scenari in cui sono
presenti più flussi d'aria di mandata/ripresa.
Tabella 9 - Segnale di controllo analogico
Il valore rilevante può essere misurato tra i morsetti 12 e 13 sulla
scheda dei circuiti di controllo.
Modalità di controllo
Segnale di controllo a slave
Portata Spazio vuoto
2.0 V
Flusso d'aria min.
2.0 V
Flusso d'aria max
8.0 V
Emergenza, chiusura
< 1.5 V
Emergenza, apertura
> 8,5 V
Grazie all'interconnessione analogica del rilevatore di presenza, è sufficiente che un diffusore d'aria rilevi una presenza
nell'ambiente affinché l'intero sistema passi alla modalità Spazio
occupato.
In genere, solo il diffusore d'aria master è collegato al sistema
di controllo principale mediante la cassetta di derivazione
CONNECT Adapt. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione
successiva.
Figura 6 - Collegamento con LINK Adapt e LINK Modbus
1 Contatto diffusore d'aria nel diffusore d'aria master
2 Contatto diffusore d'aria nel diffusore d'aria slave
3 Scheda di interconnessione in CONNECT Adapt
4 LINK Adapt, cavo Internet RJ 45, 24 AWG
5 Contatto SPLIT Link a 45 zone, RJ45
6 LINK Modbus RJ12 collegato al diffusore d'aria master
10
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Collegamento di tutti i diffusori d'aria
a Modbus
5
5
1
In genere, solo il diffusore d'aria master è collegato al sistema di
controllo principale mediante la scatola di derivazione CONNECT Adapt.
Anche i diffusori d'aria slave possono essere collegati al sistema
di controllo principale. Tuttavia, questa operazione deve essere
eseguita direttamente nel collegamento RJ12 del diffusore
d'aria. Per il collegamento di più diffusori d'aria è necessario
utilizzare uno sdoppiatore.
Calcolo della lunghezza massima della sezione
La lunghezza della sezione è un fattore critico per l'installazione.
La lunghezza determina infatti la velocità di comunicazione e
il tempo di salita dell'impulso del ricetrasmettitore. Il cavo bus
viene inteso come terminato in corrispondenza di ogni estremità.
I prodotti ADAPT utilizzano un ricetrasmettitore con sistema di
autoeliminazione guasti caratterizzato dai seguenti dati:
6
2
6
2
4
6
2
6
3
20
Master
1
2
21
Slave
3 4
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
Figura 7 - Collegamento con LINK Modbus
1 Contatto diffusore d'aria nel diffusore d'aria master
2 Contatto diffusore d'aria nel diffusore d'aria slave
3 Scheda di interconnessione in CONNECT Adapt
4 LINK Adapt, cavo Internet RJ 45, 24 AWG
5 Contatto SPLIT Link a 12 zone, RJ12.
6 Filo LINK Modbus RJ12, la lunghezza totale non deve superare 10
metri
Frequenza segnale: 200 kbps
Tempo di salita impulso: 500 ns
Lunghezza massima sezione: 11,6 metri
5
1 6
5
2
2 6
4
6
4
2
3
6
7
20
Master
1
2
3 4
21
Slave
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
20
Master
1
2
3 4
21
Slave
5
6
7
22
Slave
8
23
Modbus
9 10 11 12 13 14 15 16
Figura 8 - Collegamento elettrico di più ADAPT tramite due CONNECT Adapt
1 - 6 vedere il testo della figura sopra.
7 Un CONNECT Adapt supplementare.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
11
WISE – Manuale tecnico
Nota: le sezioni Modbus possono essere troppo lunghe e
generare problemi di comunicazione. La lunghezza massima
consentita e consigliata per la sezione è complessivamente pari
a 10 metri. Se è richiesto un LINK Modbus più lungo, installare
altri CONNECT Adapt per il collegamento Modbus, Fig. 8. È
irrilevante a quale contatto Modbus sulla rete è collegato il prodotto ADAPT; il fattore determinante per la visualizzazione del
prodotto nel sistema di controllo principale e in Super WISE è
rappresentato dall'ID Modbus. Se per il collegamento sono utilizzati più CONNECT Adapt, anche i segnali di controllo devono
essere provvisti del relativo collegamento.
5
WISE – Manuale tecnico
TUNE Adapt
Le variabili relative agli allarmi possono essere verificate utilizzando il terminale manuale.
* SWEGON TUNE ADAPT *
USER MENU
ALARM MENU
LANGUAGE
* ALARM MENU *
ADVANCED MENU
FUNCTION
ALARM
TEST MENU
Funzionamento del LED
Il modulo sensore sui diffusori d'aria ADAPT sono dotati di un
LED che indica la modalità operativa in uso. La luce del LED può
avere colori diversi. Tuttavia, può essere spento completamente
se la luce emessa è fonte di disturbo.
Nella tabella sono illustrate le varie funzioni indicate dal LED.
Tabella 10 - Funzioni del LED
Colore/uscita
Descrizione
Verde/fisso
Funzionamento normale, nessun allarme
Verde/lampeggiante
Avvio con taratura 0
Rosso/fisso
Allarmi (vedere l'elenco degli allarmi).
Possibile tensione di alimentazione
troppo bassa, non inclusa nell'elenco di
allarmi.
Rosso/lampeggiante
STROKE
SAVE DAMPER
/ LOAD MENU
MOTOR
0
0
PRESSURE SENSOR
0
ROOM TEMP
0
SUPPLY TEMP
0
WRONG SET POINT
0
COMFORT ALARM
0
TEMPERATURE
0
AIR QUALITY
0
ALARM SETTINGS
SET TIME
60
RESET TIME
1
MAX TEMP DEV
2
MAX CO2 DEV
200
Guasto del sensore interno (vedere l'elenco degli allarmi).
Tensione di alimentazione troppo bassa.
Arancione/fisso
Modalità di messa in servizio, flusso
d'aria massimo
Arancione/lampeggiante
Modalità di messa in servizio, flusso
d'aria minimo o spazio vuoto.
a intervalli di 2 sec.
Ulteriore controllo forzato mediante
Modbus. Modalità emergenza, modalità
Spazio occupato manuale o Test.
Variabili Modbus per LED e allarmi
Tutti i valori e le impostazioni possono essere definiti tramite
Modbus. Per ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le
tabelle disponibili all'indirizzo www.swegon.com.
12
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Sistema di controllo principale, RTU Modbus
Il regolatore ADAPT è dotato di numerose funzionalità per
la comunicazione con un sistema di controllo principale. La
maggior parte delle variabili è modificabile e può essere letta
o immessa. Sono tuttavia disponibili variabili specifiche del
prodotto protette mediante password. Tali variabili sono state
programmate in fabbrica e non devono essere modificate.
Il formato di comunicazione può essere modificato e la relativa
impostazione predefinita standard prevede 38400 bps, nessuna
parità, 1 bit di stop e sempre un formato a 8 bit. Tutti i prodotti
master ADAPT possono avere un ID Modbus continuo compreso tra 1 e 248. Salvo diversamente specificato nell'ordine di
acquisto, i diffusori d'aria vengono forniti con ID 1. Il numero
di ID è riportato sull'etichetta dei dati del prodotto. L'utente
può modificare il numero di ID Modbus utilizzando il terminale
manuale TUNE Adapt.
Per il sistema di controllo principale è possibile attivare le
seguenti variabili:
•
•
•
•
•
•
Controllo emergenza (on/off)
Controllo emergenza, alimentazione (aperto/chiuso)
Raffreddamento notturno (on/off)
Riscaldamento fascia mattutina (on/off)
Controllo spazio occupato (on/off)
Modalità Spazio occupato (Spazio occupato/Spazio vuoto)
Tutte le altre variabili possono essere modificate, ma i valori sopra
descritti sono tipici per la gestione del controllo mediante una
programmazione oraria.
Tutte le variabili possono essere immesse per un numero illimitato di volte senza il rischio di sovraccaricare la memoria.
Per il sistema di controllo principale è consigliabile analizzare le
variabili riportate di seguito.
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Temperatura ambiente
Set-point temperatura stimato
Flusso d'aria, l/s (nota: in genere solo il diffusore d'aria master)
Valore di controllo raffreddamento, %
Valore di controllo riscaldamento, %
Modalità regolatore (Spazio occupato/Spazio vuoto, ecc.)
Allarme 1 – Errore corsa
Allarme 2 – guasto motore
Allarme 3 – guasto sensore di pressione
Allarme 4 – guasto sensore della temperatura (interno)
Allarme 5 – guasto sensore della temperatura (esterno)
Allarme 6 – errore sensore CAC
Allarme 7 – allarme modulo Comfort
Allarme 8 – temperatura non conforme
Allarme 9 – contenuto CO2 non conforme
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
13
WISE – Manuale tecnico
Quando il terminale manuale TUNE Adapt è collegato al
modulo sensore per i diffusori d'aria oppure all'uscita speciale
per i prodotti per serrande, la comunicazione con il sistema
di controllo principale viene interrotta, ma verrà ripristinata
quando il terminale manuale viene successivamente scollegato.
È disponibile un set di variabili di configurazione per allarmi e
modalità operative in formato binario sotto forma di allarmi di
gruppo. Per ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le
tabelle scaricabili all'indirizzo www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Figura 9 - Per aprire il modulo sensore, utilizzare un cacciavite.
Prestare attenzione durante la reinstallazione del modulo per evitare
di danneggiare i perni di posizionamento.
TUNE Adapt
Descrizione
TUNE Adapt è un terminale manuale per l'impostazione e la
visualizzazione delle letture di tutti i prodotti ADAPT. TUNE
Adapt viene alimentato dal prodotto a cui è collegato. Tune
Adapt viene fornito in una versione standard con la visualizzazione in 4 lingue: svedese, inglese, francese e danese. La
compatibilità delle varie versioni del regolatore ADAPT viene
descritta di seguito: i terminali manuali della versione più
recente non possono leggere le versioni precedenti dei regolatori ADAPT, mentre i terminali manuali delle versioni precedenti
possono sempre leggere i regolatori ADAPT di nuova generazione. Tuttavia, le variabili della versione più aggiornata non
saranno disponibili nel terminale manuale. Il terminale manuale
non deve essere confuso con il terminale in dotazione con
l'unità di trattamento aria GOLD, che dispone di un software
diverso.
Funzioni del tastierino
I tasti freccia vengono utilizzati per spostarsi all'interno dei
menu. Per passare a un menu sottostante, premere "Enter"
 . Nei menu per l'immissione delle impostazioni è necessario
premere nuovamente "Enter" per passare all'immagine in cui
è possibile modificare le variabili. Tutte le variabili modificabili
risultano evidenziate.
I tasti +/- consentono di aumentare o ridurre i valori. I valori
vengono modificati immediatamente nei prodotti ADAPT senza
la necessità di premere "Enter".
Figura 10. TUNE Adapt può essere collegato al diffusore d'aria
utilizzando il contatto RJ12 sulla scheda dei circuiti.
Premere X per tornare al menu precedente.
Nella schermata vengono visualizzate solo quattro righe di
testo. Nelle descrizioni seguenti i menu sottostanti risultano
ombreggiati. I menu vengono visualizzati più nitidamente se si
preme il tasto freccia "giù & quot;.
Accanto al tasto "Enter" è disponibile un piccolo LED rosso. Se
lampeggia, significa che è in corso la taratura su 0 del prodotto
ADAPT a cui è collegato. Attendere un paio di minuti, quindi
ricollegare TUNE Adapt.
Figura 11 - TUNE Adapt può essere collegato direttamente all'unico
contatto disponibile lateralmente nelle serrande del canale.
14
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Schermata di visualizzazione
Room temp
La riga superiore mostra il titolo Swegon e, nelle versioni successive, la versione del programma per i prodotti ADAPT.
La riga contenente il testo evidenziato rappresenta la linea
selezionata, a cui è possibile passare premendo il tasto 
"ENTER".
La casella di scorrimento a destra indica se sono presenti altre
righe di menu sottostanti a cui è possibile accedere scorrendo
verso il basso. Il campo nero nel bordo inferiore indica la
presenza di righe di menu sottostanti. Lo stesso è valido se è
presente un campo nero in corrispondenza del bordo superiore.
Visualizza la temperatura ambiente espressa in °C indipendentemente dal fatto che la temperatura venga misurata dal
sensore incorporato o da un dispositivo DETECT Temp collegato. In alcuni scenari, ad esempio ADAPT Damper per l'aria di
mandata, la temperatura ambiente non può essere visualizzata.
In questo caso, viene visualizzato il valore -1. Nell'unità ADAPT
Damper la temperatura dell'aria di ripresa può essere di uno o
due gradi maggiore rispetto alla temperatura ambiente rappresentativa. Si consiglia pertanto di considerare questo fatto
durante la selezione dei set-point per le impostazioni della
temperatura.
Supply air temp
Visualizza il valore del sensore della temperatura incorporato. In
alcuni scenari, ad esempio ADAPT Damper per l'aria di mandata, la temperatura non può essere visualizzata. Verrà pertanto
visualizzato il valore -1.
CO2 in room
Se DETECT Quality è collegato e l'opzione Application type è
impostata su 2, verrà visualizzato il valore dell'anidride carbonica presente nell'ambiente.
CAC
Se è abilitata la funzionalità CAC (Clean Air Control), visualizza
il valore relativo alla qualità dell'aria e il corrispondente valore
di CO2 in ppm ricalcolato. Una qualità ottimale dell'aria corrisponde a un valore CAC inferiore al 35%.
Strutture dei menu di Tune Adapt
Descrizione dei menu
Si tratta del menu di immissione per l'avvio. Nella figura sono
illustrate tutte le funzioni disponibili dal menu di avvio. Premere
ENTER per passare al menu selezionato.
* S W E G O N
T U N E A D A P T *
Visualizza il valore del carico di raffreddamento (0-100%), dove
0% corrisponde alla portata per ambiente non occupato e
100% corrisponde alla portata massima.
Heating (Heating load)
Visualizza il carico di riscaldamento, espresso in %, se il regolatore è impostato per il controllo del riscaldamento. Il controllo
del riscaldamento si basa sul tempo, ovvero la valvola è aperta
solo durante la parte del ciclo di tempo corrispondente al carico
di riscaldamento, ad esempio: carico di riscaldamento 50%, la
valvola rimane aperta per il 50% di 350 s = 175 s, quindi viene
chiusa per 175 s.
USER MENU
ALARM MENU
LANGUAGE
ADVANCED MENU
TEST MENU
SAVE / LOAD MENU
* USER MENU *
AIRFLOW
000l/s
ROOM TEMP
00.0g
SUPPLY AIR TEMP
00.0g
CO2 IN ROOM
Cooling (Cooling load)
0000ppm
CAC LEVEL
00%
Valve pos (successiva alla versione 3)
Visualizza il valore dell'uscita della valvola. Tale valore molto spesso
corrisponde al carico di riscaldamento. Se è abilitata la funzione
antispifferi, il carico di riscaldamento può essere 0% mentre
l'uscita della valvola potrebbe essere, ad esempio, 20%.
Occ time (Time occupied)
COOLING
000%
HEATING
000%
Il regolatore è dotato di un contatore del tempo che conteggia
automaticamente il tempo durante il periodo in cui i locali sono
occupati. Ad esempio, la funzione può essere utilizzata per
l'analisi degli intervalli di pulizia e così via.
VALVE POS
000%
Run time (Total runtime)
CAC CO2 EQUV
0000ppm
OCC TIME
00000h
RUN TIME
00000h
SOFTWARE
SERIAL NUMBER
0000
00000
Il regolatore è dotato di un contatore incorporato del tempo
di funzionamento che viene abilitato non appena il regolatore
viene alimentato. Il contatore viene automaticamente reimpostato dopo 32767 ore (circa 3,7 anni).
Software
Visualizza la versione corrente del software.
Airflow
Il flusso d'aria corrente in l/s e il set-point stimato vengono
visualizzati qui.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Serial number
Visualizza il numero di serie del prodotto.
20100419
15
WISE – Manuale tecnico
* S W EG ON T U N E A D A P T *
U SE R M E N U
AL AR M ME N U
L A N G U A GE
WISE – Manuale tecnico
Alarm menu
CAC Sensor error
Questi menu visualizzano il valore 1 in presenza di una situazione anomala nel prodotto ADAPT. Contemporaneamente si
accende il LED rosso nel modulo sensore.
USER MENU
ALARM MENU
LANGUAGE
* ALARM MENU *
ADVANCED MENU
ALARM
TESTFUNCTION
MENU
0
0
PRESSURE SENSOR
0
ROOM TEMP
0
SUPPLY TEMP
0
WRONG SET POINT
0
COMFORT ALARM
0
TEMPERATURE
0
AIR QUALITY
0
ALARM SETTINGS
SET TIME
RESET TIME
MAX TEMP DEV
MAX CO2 DEV
Comfort alarm
Attiva il sistema di controllo comfort e genera un allarme se la
temperatura o il valore CO2 devia dai valori limite preimpostati
durante un periodo maggiore del periodo preimpostato (60
min.). Se la causa dell'allarme viene corretta, il valore dell'allarme viene cancellato dopo il periodo preimpostato (5 min.).
* SWEGON TUNE A V5 *
STROKE
SAVE DAMPER
/ LOAD MENU
MOTOR
Indica che il sensore incorporato è guasto oppure risulta non
disponibile.
Language menu
Consente di modificare la lingua di TUNE Adapt.
* SWEGON TUNE A V5 *
USER MENU
ALARM MENU
LANGUAGE
ADVANCED MENU
TEST MENU
SAVE / LOAD MENU
* LANGUAGE MENU *
60
ENGLISH
1
SVENSKA
2
SUOMI
200
DANSK
Damper stroke
Language menu
Quando il regolatore viene avviato, viene eseguito un controllo
della corsa. Se il controllo ha esito negativo, viene generato un
allarme.
TUNE Adapt viene fornito in una versione standard in 4 lingue:
inglese, svedese, finlandese e danese. Selezionare la lingua desiderata, quindi premere Enter.
Motor
Se la funzione di controllo non è funzionante e pertanto il
motore passa alla posizione desiderata entro la lunghezza della
corsa della serranda rilevata, viene generato un allarme.
Pressure sensor
Se il sensore della pressione trasmette valori non conformi o in
caso di problemi di comunicazione con questo sensore, viene
generato un allarme.
Le altre combinazioni di lingue sono riportate di seguito:
Inglese, svedese, russo e polacco
oppure
Inglese, svedese, tedesco e francese
Queste varianti linguistiche devono tuttavia essere acquistate
separatamente.
Room Temp
Fa riferimento all'errore del sensore incorporato della temperatura normalmente montato all'interno del modulo sensore.
Supply Temp
Fa riferimento all'errore del sensore incorporato della temperatura normalmente montato nel percorso del flusso d'aria di
mandata all'interno del diffusore d'aria.
Wrong set point
Viene generato un allarme se il set-point del riscaldamento e
quello del raffreddamento coincidono. Il carico di riscaldamento
deve sempre essere inferiore al set-point del raffreddamento.
16
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Advanced menu
Cool temp unocc (temperatura di raffreddamento,
spazio non occupato)
Tutti i valori di impostazione possono essere modificati utilizzando questi menu.
Funzione equivalente alla temperatura per la modalità Spazio
occupato.
* SWEGON TUNE A V5 *
Heat temp unocc (temperatura di riscaldamento, spazio
non occupato)
ALARM MENU
LANGUAGE
ADVANCED MENU
Funzione equivalente alla temperatura per la modalità Spazio
occupato.
TEST MENU
Calc setp (set-point calcolato)
SAVE / LOAD MENU
Visualizza il valore stimato per il controllo. Quando la temperatura ambiente è compresa tra i valori di set-point riscaldamento
e il set-point raffreddamento, in questa variabile viene visualizata la temperatura ambiente. Se la temperatura ambiente
supera il set-point per il controllo raffreddamento, viene visualizzato il set-point, ad esempio 23,0°.
Temperature menu
Per modificare un valore, è innanziatutto necessario selezionare
la riga del primo menu e premere Enter. Nell'immagine corrisponde a COOL TEMP OCC
TEMP MENU
FLOW MENU
PRESENCE (INT)
COMMUNICATION
APPLICATION MENU
* TEMPERATURE MENU *
COOL TEMP OCC
23°
HEAT TEMP OCC
21°
COOL TEMP UNOCC
25°
HEAT TEMP UNOCC
20°
External input
Il livello di ingresso esterno (0-100%) corrisponde alla funzione
di ingresso in caso di utilizzo di un controllo esterno (vedere
Application Menu).
Nightcool (raffreddamento notturno)
21.0°
ROOM TEMP DEV
0.0°
EXTERNAL INPUT
100%
NIGHTCOOL
18°
MORNING HEAT
25°
HEAT VALVE TIME
Set-point per il raffreddamento notturno. Questo set-point
viene applicato quando l'abilitazione della funzione di raffreddamento notturno da un sistema di controllo principale
comporta l'aumento del flusso d'aria fino a raggiungere la corrispondente frequenza di flusso d'aria massima preimpostata.
Morning heat
350sec
Questa funzione non è abilitata nel regolatore (verrà implementata in una versione successiva).
Heat valve time (variable protetta)
Cool temp occ (temperatura di raffreddamento,
spazio occupato)
Il tempo visualizzato corrisponde al normale tempo impiegato da un attuatore termico per aprirsi completamente dalla
posizione di raffreddamento. Questo valore viene utilizzato per
l'apertura basata sul tempo quando il carico di riscaldamento è
<100%.
Visualizza la temperatura in corrispondenza della quale viene
attivato il controllo raffreddamento. Se il sistema dispone di
capacità sufficiente, tale valore corrisponde alla temperatura
ambiente massima in modalità di raffreddamento.
Heat temp occ (tempertura di riscaldamento, spazio
occupato)
Visualizza la temperatura in corrispondenza della quale viene
attivato il controllo raffreddamento. Corrisponde alla temperatura ambiente più bassa se il prodotto ADAPT gestisce
il controllo riscaldamento. Se ciò non avviene, il valore non è
significativo.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
La deviazione visualizzata corrisponde alla differenza tra i
valori effettivi e i set-point preimpostati per il raffreddamento/
riscaldamento per la modalità Spazio occupato o Spazio libero.
Quando la temperatura ambiente rientra nella dead band, viene
visualizzato il valore 0. Se per lo spostamento del set-point
viene utilizzato TUNE Temp, la variazione può essere letta solo
in questo menu.
Esempio: set-point raffreddamento 23°: se la temperatura
ambiente è 22,5° il valore 0,0 viene visualizzato nella riga della
temperatura non conforme. Se la manopola di TUNE Temp è
abbassata del tutto per ottenere una temperatura ambiente
ridotta, il set-point di raffreddamento sarà pari a 20° e verrà
pertanto visualizzato il valore 2,5°. Ciò significa che l'ambiente
è più caldo di 2,5°. Pertanto la funzione di controllo del raffreddamento verrà avviata.
* ADVANCED MENU *
CALC SETP
Room temp dev (deviazione temperatura ambiente)
Se il regolatore ADAPT deve controllare il riscaldamento elettrico mediante un relè a semiconduttori, il tempo deve essere
impostato al massimo su 60 secondi. La variabile può essere
modificata solo mediante uno speciale strumento Modbus di
tipo Modbus Poll.
20100419
17
WISE – Manuale tecnico
Se si seleziona ADVANCED MENU, viene visualizzato un avviso
per ricordare di prestare particolare attenzione. La modifica dei
dati in questi menu potrebbe infatti compromettere il normale
funzionamento del regolatore.
WISE – Manuale tecnico
Airflow
Occupancy min/max
Per modificare un valore, è innanziatutto necessario selezionare il valore desiderato dopo aver premuto Enter sulla riga del
primo menu. Nell'immagine corrisponde a OCCUPANCY.
Unoccupied
* ADVANCED MENU *
Portata d'aria per la modalità Spazio non occupato
TEMPERATURE
Pressure sensor
AIRFLOW
Visualizza il valore della pressione della portata corrente.
Questa pressione è quasi identica alla caduta della pressione
statica nel diffusore d'aria.
OCCUPANCY (INT)
COMMUNICATION
* AIR FLOW *
APPLICATION MENU
OCCUPANCY
MIN
10l/s
MAX
40l/s
UNOCCUPIED
MIN
5l/s
PRESSURE SENSOR
FLOW PRESS
45.2Pa
PRESS 0-CAL.
00.0Pa
DAMPER POS
SLAVE OUTPUT
100%
0%
CO2
MIN SET
MAX SET
PPM PER VOLT
Questa opzione consente di impostare le portate d'aria per
l'ambiente desiderato. Se il prodotto è contrassegnato da
un'impostazione predefinita, significa che viene fornito con
impostazioni standard probabilmente non applicabili all'installazione corrente.
800ppm
1000ppm
200
CAC SET POINTS
CAC MIN SET
25%
CAC MAX SET
35%
È possibile eseguire la taratura dello zero. Tuttavia, questa
procedura richiede l'assenza di qualsiasi tipo di flusso d'aria. La
chiusura forzata della serranda non ha alcun vantaggio. La taratura dello zero è stata eseguita in fabbrica prima della consegna
del prodotto e in genere non è necessario modificarla.
Damper pos (posizione serranda)
Visualizza la posizione corrente della paletta della serranda.
Durante la fase di messa in servizio accertarsi che questo valore
corrisponda almeno a un'apertura dell'85% per l'area nella
zona.
Slave output
Visualizza il livello portata in estrazione slave: 0% corrisponde
al minimo o alla portata con spazio non occupato, mentre
100% corrisponde ala portata massima.
CO2
Questo menu consente di impostare i valori limite per la funzione di controllo del flusso d'aria proporzionale in relazione al
valore di CO2 . Il controllo viene avviato a partire dal set-point
minimo e aumenta proporzionalmente al 100% della portata
per il set-point massimo.
ppm per Volt
Visualizza il valore interpretativo del segnale di ingresso dal
sensore CO2 . In genere viene visualizzato un valore pari a 200
ppm/V.
CAC MIN.
Visualizza il limite inferiore in corrispondenza del quale l'aumento del flusso d'aria avvia la ventilazione per la rimozione
delle impurità.
CAC MAX.
Visualizza il limite superiore in corrispondenza del quale la portata d'aria ha superato il corrispondente valore massimo.
18
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Occupancy (INT)
Comunicazione
Per modificare un valore, è innanziatutto necessario selezionare il valore desiderato dopo aver premuto Enter sulla riga del
primo menu. Nell'immagine corrisponde a Occupancy.
Per modificare un valore, è innanziatutto necessario selezionare
la riga del primo menu e premere Enter. Nell'immagine corrisponde a Modbus address
* ADVANCED MENU *
* ADVANCED MENU *
TEMPERATURE
AIRFLOW
AIRFLOW
OCCUPANCY (INT)
OCCUPANCY (INT)
COMMUNICATION
COMMUNICATION
* OCCUPANCY (INT) *
APPLICATION MENU
OCC SENSOR LEV
0000
APPLICATION MENU
* COMMUNICATION *
OCC STATUS
0
MODBUS ADDRESS
OCC STAT+DELAY
0
BAUDRATE
20m
DELAY ON
00s
PARITY
38.4k
NONE
STOP BITS
1
Occ sensor lev (livello sensore Spazio occupato)
Modbus address
Indica il livello del segnale dal sensore presenze incorporato. Il
valore limite per il rilevamento dello spazio occupato è pari a
250.
L'indirizzo può essere impostato su un valore compreso tra 1 e
248.
Occ status
La velocità di comunicazione può essere impostata su tre livelli:
9,6k - 19,2k - 38,4k.
Visualizza lo stato temporaneo rilevato dal rilevatore di presenza incorporato (1=spazio occupato). Il valore viene azzerato
dopo un minuto se non viene rilevata alcuna presenza.
Occ stat + delay
La situazione di spazio occupato include un valore di ritardo.
Questo valore viene applicato all'intero sistema di diffusori
d'aria master/slave interconnessi.
Baud rate
Parity
Il controllo di parità può essere impostato sui seguenti valori:
Even/Uneven/None.
Stop bits
Questa opzione può essere impostata su 1 o 0.
Delay off
Intervallo di tempo trascorso il quale il regolatore passa alla
modalità Spazio vuto se non viene rilevata alcuna presenza.
Delay on
Il tempo di ritardo per l'accensione deve sempre essere 0 se è
necessario controllare l'illuminazione. In caso contrario, il valore
può essere impostato su circa 30 s.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
19
WISE – Manuale tecnico
DELAY OFF
000
WISE – Manuale tecnico
Application menu
Temperature sensor use (da versione software 5)
Per modificare un valore, è innanziatutto necessario selezionare
la riga del primo menu e premere Enter. Nell'immagine corrisponde a APPLICATION.
* ADVANCED MENU *
Questa variabile consente di definire la modalità di utilizzo dei
sensori della temperatura incorporati. Questa funzione viene
programmata in fabbrica. Se ADAPT Damper viene fornito con
una preimpostazione di fabbrica, sarà necessario modificare
questa variabile se la serranda dovrà essere adattata all'utilizzo
come slave.
OCCUPANCY (INT)
0 = diffusore dell'aria di mandata ADAPT
COMMUNICATION
1 = ADAPT Exhaust e ADAPT Damper per l'aria di espulsione
APPLICATION MENU
2 = ADAPT Damper per l'aria di mandata
* APPLICATION MENU *
APPLICATION
0
LED FUNCTION
TEMP SENSOR USE
TYPE
0
HEATING
COOL PROTECTION
ACTIVE LEVEL
20%
COOL LIMIT
50%
VALVE EXERCISE
5days
CAC USE
NOT PRESENT
ON
BOOST TIME
72h
5m
CAC/CO2 AT UNOCC
NOT ACTIVE
Application
Selezionare l'applicazione più consona alla descrizione. L'applicazione descrive come deve essere utilizzato l'ingresso del
controllo esterno sul diffusore d'aria master. Il diffusore d'aria
slave deve sempre essere impostato sul valore 3.
0 = controllo temperatura (ADAPT) 1 = controllo esterno con segnale 0-10 V CC
2 = controllo temperatura (ADAPT) + CO2 (DETECT Q 0)
3 = regolatore slave 4 = interruttore set-point, TUNE Temp
5 = sensore temperatura esterno, DETECT Temp
LED function
Consente di scegliere se spegnere il LED oppure utilizzarlo per
indicare le funzioni. Vedere Alarm Menu.
20
Questa funzione è disponibile solo a partire dalla versione 4
del programma. Il regolatore può inoltre controllare il riascaldamento se non è presente alcun carico di riscaldamento. Questa
funzione viene utilizzata per ridurre il raffreddamento causato
da spifferi provenienti dalle finestre. La funzione di controllo del
riscaldamento sarà abilitata sul livello preimpostato, ad esempio 20%, finché il carico di raffreddamento non ha raggiunto
50%.
Valve exercise (software successivo alla versione 4)
VENT BOOST
BOOST DELAY
Se è necessario utilizzare il regolatore ADAPT per il controllo
dei radiatori, questa funzione deve essere abilitata. Tuttavia,
non potrà essere combinata con il raffreddamento bifase. Nella
versione 3 di ADAPT, la commutazione può avvenire solo in
Modbus tramite la variabile 0x0006.
COOL PROTECTION (Funzione antispifferi) (software
successivo alla versione 3)
PRESENT
TIME INTERVAL
Heat valve control (software successivo alla versione 4)
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Questa funzione è disponibile solo a partire dalla versione 4
del programma. Durante il periodo estivo potrebbe essere
necessario azionare le valvole per evitarne il blocco. Per abilitare
la funzione di azionamento, impostare l'intervallo compreso
tra queste due occasioni su >0. L'intervallo viene espresso in
periodi da 24 ore. L'azionamento si verifica mediante l'abilitazione dell'uscita della valvola per 10 minuti. Questa funzione è
abilitata per impostazione predefinita.
CAC Use
Consente di attivare il sensore incorportato della qualità dell'aria
in ADAPT Damper sul canale dell'aria di ripresa.
VENT BOOST (funzione di aumento della ventilazione)
Abilita la funzione che consente di forzare il flusso d'aria per un
periodo più breve (5 minuti) quando il sistema di ventilazione
opera in modalità Spazio vuoto più a lungo del periodo preimpostato (72 ore).
CAC/CO2 (funzione per Spazio vuoto)
Predisposto per l'abilitazione della funzione CAC/CO2 anche
quando il sistema di ventilazione funziona in modalità Spazio
vuoto.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Test menu
Occupancy
Queste funzioni di menu consentono di eseguire la messa in
servizio e i controlli delle prestazioni. Quando si seleziona TEST
MENU, viene visualizzato un avviso per ricordare di prestare
particolare attenzione. La modifica dei dati in questi menu
potrebbe infatti compromettere il normale funzionamento del
sistema di controllo.
* SWEGON TUNE ADAPT *
Questo menu consente di impostare la funzione Occupancy
su AUTO o MAN. UNOCCUPIED o OCCUPANCY deve essere
impostata sulla modalità manuale. Se l'unità ADAPT Damper
nella versione master non dispone di un rilevatore di presenza
incorporato, questo valore deve essere impostato su CONTINUOUS (OCCUPANCY) se il dispositivo DETECT Occupancy non
è collegato.
Valve test
LANGUAGE
TEST MENU
Se attivata, la valvola rimane aperta per 10 minuti. Consente di
verificare il funzionamento della valvola e ignorare la funzione
"primo arresto" della valvola.
SAVE / LOAD MENU
NIGHTCOOL (raffreddamento notturno)
ADVANCED MENU
Questa funzione consente di testare la funzione di raffreddamento notturno. Non dimenticare di impostare USE su "OFF" al
termine del test.
* TEST MENU *
MAN FLOW OPTION
MAX AIRFLOW
Morning boost
000l/s
Questa funzione consente di testare la funzione Morning
boost. Non dimenticare di impostare USE su "OFF" al termine
del test.
EMERGENCY
CONTROL
MASTER
OFF
CLOSE
SLAVE REVERSED
OFF
TEST POS%
OFF
DAMPER POS MAN
100%
OCCUPANCY
OCC AUTO/MAN
OCC ACTION
AUTO
UNOCC
NIGHTCOOL
AUTO/MAN
Save/Load menu
AUTO
Queste funzioni di menu vengono utilizzate per il trasferimento
dei dati tra diffusori d'aria diversi.
MORNING BOOST
AUTO/MAN
AUTO
* SAVE/LOAD MENU *
Man flow option (modalità avviamento)
UPLOAD FROM ADAPT
Questa funzione viene utilizzata durante la fase di di avviamento e controllo delle prestazioni. Tutti i prodotti vengono
forniti preimpostati per la portata massima. Il LED arancione
lampeggia. Durante la fase di messa in servizio, questa modalità deve essere reimpostata su MIN FLOW – VACANCY FLOW
– DISABLED. Il LED arancione lampeggia per la portata minima
e per la portata relativa alla modalità Spazio non occupato.
Upload from ADAPT
Emergenza
Collegare il primo diffusore d'aria, quindi selezionare UPLOAD
FROM ADAPT.
Questo menu può essere utilizzato per testare la funzione di
emergenza. È inoltre possibile impostare l'evento come aperto
(Open) o chiuso (Close), nonché invertire la funzione sui diffusori d'aria slave. Impostare l'evento Open o Close nel diffusore
d'aria master. La funzione invertita per i diffusori d'aria slave
può essere impostata solo se TUNE Adapt è collegato a ciascun
diffusore d'aria slave corrispondente.
Non dimenticare di impostare USE su "OFF" al termine del test.
Test mode
Questa funzione consente di modificare manualmente la posizione della serranda su un valore fisso nell'intervallo 0-100%.
Non dimenticare di reimpostare la modalità di test su "OFF".
SAVE TO ADAPT
SAVE TO PC
Save to ADAPT
Collegare il successivo diffusore d'aria per il quale è necessario
aggiornare le variabili, quindi selezionare SAVE TO ADAPT.
Attenzione: durante il salvataggio in una nuova unità ADAPT,
verranno conservati i dati dell'unità precedente. Pertanto è
necessario eseguire una nuova taratura dello zero del sensore di
pressione. I dati devono essere trasferiti solo tra unità con tipo e
dimensione identici.
Save to PC
La funzione Save to PC richiede dispositivi speciali che possono
essere utilizzati solo dai tecnici Swegon.
Quando la modalità di test è abilitata, il LED arancione lampeggia.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
21
WISE – Manuale tecnico
AIRFLOW
WISE – Manuale tecnico
CONTROL Damper - Funzioni
ambiente
CONTROL Db FSFE, con la serranda slave SLAVE Control associata per l'aria di ripresa, se necessario, viene fornito con una
configurazione completa da fabbrica. Il configuratore elettronico TUNE Control (3) viene utilizzato per modificare i valori di
controllo.
9
1
10
2
8
5
4
3
6
Funzioni
• Sensore di ambiente wireless con regolazione del set-point e
funzioni di assistenza
• Controllo di temperatura, contenuto di CO2 e contatto
finestra
• Regolazione della portata d'aria per il raffreddamento o la
ventilazione principale
• Controllo riscaldamento in sequenza con il controllo raffreddamento
• Raffreddamento bifase con acqua nella seconda fase, predisposizione per il controllo della condensa
• Regolazione del flusso d'aria slave tramite SLAVE Control
• Impostazioni di emergenza aperte o chiuse mediante
Modbus RTU
• Attivazione del raffreddamento notturno mediante Modbus
RTU
• Rilevatore di presenza per l'attivazione della modalità di
risparmio energetico quando l'ambiente non viene utilizzato
• Relè incorporato per il controllo dell'illuminazione o del ventilatore nell'unità di raffreddamento
• Terminale manuale wireless per l'esecuzione di controlli e
l'impostazione di valori
7
vv
Figura 12 - Funzioni ambiente
Legenda relativa ai numeri utilizzati nella figura
1= CONTROL Damper FSFE
2= controllo SLAVE
3= terminale ambiente TUNE Ca, regolazione del set-point sensore
temperatura
4= DETECT Oa, rilevatore di presenza
5= DETECT Qa 0, sensore anidride carbonica
6= contatto finestra
7= controllo riscaldamento on/off o 0 - 10 V CC, massimo 4 termoattuatori di tipo 24 V
7= controllo raffreddamento on/off o 0 - 10 V CC, max. 4 termoattuatori di tipo 24 V
9= protezione condensa
10= illuminazione o regolazione ventilatore on/off, max. 2 A, 250 V
Tabella 11 - Codice di designazione
Codice
Funzione
FSFE
Applicazione per ambienti con aria di mandata
master e aria di ripresa slave.
Legenda:
F = portata
E = aria di ripresa
S = aria di mandata
Dati tecnici
Tutti i dati tecnici ed elettrici sono specificati nel foglio del catalogo di ciascun prodotto.
22
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Collegamenti sulla morsettiera
RJ12 RJ12 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24
3.1 3.2 - + C NC - + C NC G0 X4 G0 X5 G0 X6 G0 X7 G0 X8 G0 X9 G G0 G G0
Modbus 2 Modbus 1 Sw Occ
Pa CO2 Ω
°C Pwr Pwr
10V
X11
X12
X13
X14
Y Y G0 Y G G0 Y G G0 Y G G0 Y G
25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Tabella 12 - Collegamenti sulla morsettiera
Descrizione
WISE – Manuale tecnico
Nella figura e nella tabella seguenti sono descritte le funzioni
dei vari collegamenti. I morsetti 1 – 24 sono gli ingressi per la
tensione di alimentazione e la trasmissione dei segnali di controllo. I morsetti 25 – 38 sono le uscite per la regolazione. Tutti
i morsetti possono essere collegati mediante jack.
Base
Tipo
Base
Tipo
Descrizione
1
-
Modbus Master RTU -
25
Y
+ 10 V CC
2
+
Modbus Master RTU +
26
Y
+ 10 V CC
3
C
Modbus zero
27
G0
4
NC
Terminale cieco, privo di collegamento interno
nel regolatore
28
Y
Segnale di controllo 0-10V valvola raffreddamento
5
-
Modbus Slave RTU -
29
G
6
+
Modbus Slave RTU +
Carico massimo valvola raffreddamento on/
off 72 VA
7
C
Modbus zero
30
G0
Sistema zero
Y
Segnale di controllo 0-10V valvola riscaldamento
Sistema zero
8
NC
Terminale cieco, privo di collegamento interno
nel regolatore
31
9
G0
Sistema zero
32
G
10
X4
Interruttore finestra 10 V CC
Carico massimo valvola riscaldamento on/off
72 VA
11
G0
Sistema zero
33
G0
Sistema zero
12
X5
Ingresso Spazio occupato 10V CC
34
Y
Segnale di controllo 0-10V serranda aria di
mandata
13
G0
Sistema zero
35
G
Carico massimo 25 VA alimentazione 24 V CA
14
X6
Ingresso flusso d'aria 0-10 V CC
36
G0
Sistema zero
15
G0
Sistema zero
37
Y
16
X7
Ingresso CO2 0-10 V CC
Segnale di controllo 0-10V serranda aria di
espulsione
17
G0
Sistema zero
38
G
Carico massimo 25 VA alimentazione 24 V CA
18
X8
Protezione condensa
19
G0
Sistema zero
20
X9
Aria di mandata sensore temperatura
21
G
Alimentazione 24V CA
22
G0
Sistema zero
23
G
Alimentazione ingresso 24 V CA
24
G0
Sistema zero
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
23
WISE – Manuale tecnico
Sensore temperatura
Temperatura
I sensori di temperatura incorporati per l'aria di mandata e la
temperatura ambiente sono caratterizzati da una tolleranza di
misurazione pari a ±0,5 K. La costante di tempo per la misurazione è di circa 2 min. Il regolatore dispone di una funzione limitatrice incorporata che impedisce l'aumento della portata d'aria
se viene richiesto il raffreddamento e la temperatura dell'aria di
mandata è maggiore della temperatura ambiente. Tutti i limiti di
temperatura possono essere modificati utilizzando il terminale
manuale TUNE Control.
Portata d'aria
La portata viene controllata in risposta alle caratteristiche
dell'ambiente mediante le variabili di regolazione del raffreddamento (%) o del riscaldamento (%). Se tali variabili sono
impostate su 0%, il set-point della portata d'aria corrisponderà
alla portata minima oppure alla portata per la modalità Spazio
inoccupato se il sensore CO2 collegato non indica una portata
più alta. Quando una qualsiasi delle variabili sale verso il 100%,
la portata d'aria aumenterà se la temperatura dell'aria di mandata è minore in modo tale che il raffreddamento possa essere
eseguito con l'aria oppure viceversa (riscaldamento con aria).
Varie modalità operative
100%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
Diagramma 5 - Processo di controllo dell'impostazione standard e
dello spazio occupato per il controllo della temperatura: 0% corrisponde alla portata minima e senza riscaldamento, 100% corrisponde
alla massima portata o al massimo riscaldamento.
100%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
Diagramma 6 - Processo di controllo per l'impostazione standard e
dello spazio vuoto per il controllo della temperatura
100%
Funzionamento normale (ambiente occupato)
Il sistema di controllo opera in modo da raggiungere valori di
temperatura per riscaldamento 21 °C, raffreddamento 23 °C,
ovvero un valore ambiente pari a 22 °C ±1 K. Questi set-point
per la temperatura possono essere modificati utilizzando il dispositivo TUNE Control. Il flusso d'aria viene controllato in base alle
impostazioni del limite massimo e minimo.
Ambiente vuoto (modalità risparmio energetico)
Il sistema di controllo opera in modo da raggiungere nuovi
set-point di temperatura: riscaldamento 20 °C, raffreddamento
25°C, ovvero un set-point ambiente pari a 22,5°C ±2,5 K. Tali
set-point di temperatura possono essere modificati utilizzando
il dispositivo TUNE Control. Il flusso d'aria viene controllato fino
al flusso d'aria di ripresa, ma se la temperatura supera il nuovo
set-point (25 °C), il sistema inizia a raffreddare l'ambiente anche
se non sono presenti persone.
50%
0%
19°
20°
21°
22°
23°
24°
25°
Diagramma 7 - Raffreddamento bifase. Processo di controllo delle
impostazioni standard e dello spazio occupato per il controllo della
temperatura. Quando il valore di raffreddamento ha raggiunto il
50% e il flusso d'aria raggiunge il 100%, viene avviata la 2a fase del
raffreddamento ad acqua.
Change-over, commutazione automatica caldo-freddo
Il regolatore ADAPT è dotato di una funzionalità incorporata in
grado di rilevare la differenza tra la temperatura ambiente e la
temperatura dell'aria di mandata. Durante questa operazione il
flusso d'aria viene adattato alla modalità operativa selezionata,
ad esempio raffreddamento o riscaldamento con aria.
Free cooling notturno
Il regolatore passa a un nuovo set-point di raffreddamento,
ovvero 17 °C. Questa operazione può essere inizializzata solo
tramite Modbus e un sistema di controllo principale.
Passaggio tra varie condizioni operative
Il passaggio tra le modalità Spazio occupato/Spazio vuoto viene
controllato mediante un rilevatore di presenza DETECT O. Il
raffreddamento notturno può essere avviato solo dal sistema di
controllo principale mediante Modbus.
Funzioni temperatura Modbus
Tutti i valori e le impostazioni relativi alle temperature possono
essere definiti tramite Modbus. Per ulteriori informazioni su
tutte le variabili, vedere le "Tabelle WISE" disponibili all'indirizzo
www.swegon.com.
24
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Pannello di controllo ambiente TUNE Control
Struttura del menu dell'unità ambiente
Il pannello di controllo ambiente montato a parete può essere
installato come unità wireless o unità fissa cablata. La vita utile
della batteria per un collegamento wireless è pari a circa 2
anni. Nel display del terminale viene visualizzato un indicatore
di avviso quando la carica della batteria è bassa. Per i collegamenti cablati viene utilizzato un cavo semplice Modbus di tipo
RJ12 LINK. Il display del terminale visualizza informazioni sulle
modalità operative correnti e le regolazioni del set-point per
la temperatura ambiente. Se viene cambiato, il set-point della
temperatura ambiente torna automaticamente sull'impostazione iniziale dopo 4 ore. Questo valore può essere modificato.
Se il tasto OK viene premuto per più di 5 secondi, viene
visualizzato questo menu. Consente di accedere a informazioni
aggiuntive.
Main Menu
Setup
Selezionare Setup nel menu principale per continuare, utilizzare
il tasto OK, quindi immettere il codice 1919.
Service menu
Service Menu
Status
RE Settings

<Exit
Select>
Settings
Info
System parameters
Applic. parameters
Alarm
Figura 13 - Pannello di controllo ambiente TUNE Control. La temperatura visualizzata fa riferimento al set-point per la modalità di
controllo corrente.
Legenda relativa ai numeri utilizzati nella figura
1= Scala portata d'aria su 3 livelli: minina, media e massima.
2= simbolo raffreddamento/riscaldamento
3= livello batteria oppure simbolo di finestra se la finestra è aperta
4= modalità operativa: AUTO, MAN o STOP
5= il valore di CO2 viene visualizzato quando è > CO2 min.
6= se nella stanza vi è qualcuno, viene visualizzato il simbolo di
spazio occupato
Status
Questi menu visualizzano le impostazioni correnti e alcuni valori
effettivi.
Emergency
0
Manual
0
Switch
0
<Exit
Tasti di impostazione
▲
SU
Consente di aumentare il set-point della
temperatura
▼
GIÙ
Consente di ridurre il set-point della temperatura
Tasti di impostazione
◄
SINISTRA
Utilizzato nei menu subordinati
►
DESTRA
Utilizzato nei menu subordinati
Tasto di conferma
OK
CONFERMA
Passaggio ai menu subordinati, tenere premuto il tasto per 5 secondi
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
25
WISE – Manuale tecnico
All'interno della struttura del menu utilizzare i tasti freccia 
(su/giù) per passare ai menu ombreggiati illustrati nelle immagini seguenti. Nell'angolo inferiore della schermata del menu
sono visualizzate le informazioni relative alle funzioni dei tasti
freccia  (sinistra/destra).
WISE – Manuale tecnico
Settings
Language
Questi menu vengono utilizzati per immettere le impostazioni
di base per il funzionamento del terminale ambiente.
Selezionare la lingua desiderata nell'unità terminale manuale. La
lingua standard alla consegna è impostata su English (inglese).
Settings
------------ Language ------------
Room unit no
[ English ]
RF pair up

<Exit
Next>
<Exit
RF Quality

Language
Open damper
Temp. Calibration
Energy saving
Backlight
Open actuators
Selezionare [Off] se è abilitato il funzionamento normale
oppure [On] per impostare il controllo forzato sulla posizione
aperta. Utilizzato per testare il corretto funzionamento del
motore della serranda.
Numero del terminale ambiente.
È possibile utilizzare due terminali ambiente collegati allo stesso
regolatore per calcolare la temperatura ambiente media in
ambienti di grandi dimensioni. In caso di utilizzo di due terminali ambiente, essi devono avere numeri di identificazione
diversi. È possibile definire il primo e il secondo terminale in
modo specifico.
------- Open actuators ------[ Off ]
<Exit

Connect units
In questo menu è possibile immettere il numero di radiofrequenza visualizzato sulla targhetta con i dati caratteristici del
regolatore. Ciò consente di stabilire la comunicazione wireless
con il regolatore. Questa procedura non è necessaria se il terminale manuale è collegato all'unità terminale manuale per mezzo
di un cavo di comunicazione.
Temp. Calibration
Questo menu è predisposto per regolare il valore del sensore
della temperatura incorportato in base alla lettura effettuata su
un termometro di taratura.
----- Temp. Calibration -------- Connect units ---0
<Exit
0
1
5
[ 0,0 °C ]
7
<Exit


RF Test
Consente di verificare la qualità della comunicazione wireless.
Viene richiesto un valore >50. Il valore massimo è 100.
---- RF connection ---RF Test: 58
<Exit
26
Start/Stop
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Energy saving
Menu dei parametri di sistema
Funzione dell'illuminazione in background. None o Automatic
con ritardo spegnimento.
Questi menu consentono di impostare le funzioni di base che
interessano le comunicazioni e le applicazioni da utilizzare.
Questi valori sono sempre valori preimpostati di fabbrica. Sono
disponibili tabelle distinte per questi parametri. L'uscita da
questi menu richiede la conferma del salvataggio di tutte le
modifiche apportate.
Background lighting
In questo menu è possibile impostare l'illuminazione in
background del terminale ambiente. L'illuminazione in
background è attiva solo per alcuni secondi per risparmiare
l'energia della batteria. Premere il tasto a destra per selezionare
il menu successivo per l'impostazione del ritardo.
Parameter
Value
P_101
1 ID
Modbus Address
Min 1
Max 248
----- Backlight 1/2 -----

<Exit
Change>
Brightness [ 50% ]
Delay [ 5 s ]
Nästa>
Info Menu
In questo menu vengono visualizzate le informazioni sulle versioni del software e così via.
I valori relativi alle funzioni e alle dimensioni per il regolatore
possono essere impostati in questi menu. Questi valori sono
sempre valori preimpostati di fabbrica. Per informazioni su
questi parametri, vedere le tabelle specifiche o il documento di
configurazione.
Parameter
Value
P_1001
1-
Case selection
Min 1
Max 3
<Exit

Change>
Allarmi
Vengono visualizzati i vari tipi di allarme in genere disponibili
nel regolatore.
Il sovraccarico PI indica che il regolatore non è in grado di
raggiungere il relativo set-point per la temperatura ambiente o
il flusso d'aria. Ciò potrebbe essere dovuto, ad esempio, a una
pressione eccessivamente bassa.
----------- Alarm ----------No alarms
<Exit
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
27
WISE – Manuale tecnico
Menu dei parametri dell'applicazione
<Avsluta
WISE – Manuale tecnico
Sensore di presenza
DETECT Occupancy
Nel regolatore sono disponibili tempi di ritardo pre-programmati: il ritardo di accensione è impostato su 0, mentre quello
di spegnimento è impostato su 20 minuti. Tali valori possono
essere modificati utilizzando il dispositivo TUNE Control. Se per
il controllo dell'illuminazione (accensione/spegnimento) viene
utilizzato il rilevatore di presenza mediante il relè incorporato,
il ritardo di accensione deve sempre essere impostato su 0. Se
invece il controllo illuminazione non viene utilizzato, il ritardo di
accensione può essere impostato approssimativamente su 30
secondi.
110º
Controllo dell'illuminazione
2m
2,5 m
8m
15 m
Figura 15 - Area di copertura di un'unità DETECT Occupancy montata a parete
4.2 m
3.6 m
Tutte le funzioni e impostazioni di gestione dello spazio occupato possono essere definite mediante Modbus. Per ulteriori
informazioni su tutte le variabili, vedere le tabelle disponibili
all'indirizzo www.swegon.com.
3.0 m
Funzioni Modbus per lo spazio occupato
2.4 m
L'illuminazione può essere accesa o spenta mediante il relè
incorporato. Il cablaggio può essere effettuato dopo aver
rimosso il coperchio del regolatore. Il carico massimo consentito
è pari a 5 A. Se è necessario controllare il diffusore d'aria HF,
il sistema deve includere un relè intermedio in grado di gestire
tensioni elevate.
Sensore qualità dell'aria
Quando è abilitata, la funzione di controllo della qualità dell'aria
viene applicata al funzionamento nelle modalità Spazio occupato e Spazio vuoto.
24V AC
Ø 6.0 m
Ø 7.5 m
Ø 9.0 m
Ø 10.5 m
Figura 16 - Area di copertura di un'unità DETECT Occupancy montata a soffitto
Tabella 13 - Impostazione dei tempi nell'unità
DETECT Occupancy
2
24
2 23
21 2
G0
17 18
G0 G
5 16
G
1
8
4
1
0X
2 13
X7 G
11 1
6 G0
9 10
G0 X
0 X5
G
4
G0 X
Y G
G0
38
Y G 36 37
0
G
32
Y G 30 31
0
Z G 8 29
Z
2
27
26
25
1
Off
Posizione
On
Off
 

Una linea
seriale
0s
5s

 
B
10 s
1 min
   
C
30 s
5 min
   
D
1 min
10 min
   
E
5 min
20 min
   
F
10 min
30 min
Accertarsi di avere spento il dispositivo prima di riposizionare i
ponticelli. Per impostazione predefinita, l'unità DETECT Occupancy
è impostata sulla posizione B per entrambi gli interruttori ritardati
su ON e sulla posizione B per l'interruttore ritardato su OFF.
3
R1 R2
4
230V max 2A
Figura 14 - Collegamento di un'unità DETECT Occupancy montata
a parete o a soffitto. La funzione incorporata di rilevamento della
temperatura deve essere disabilitata. A tale scopo, scollegare i
ponticelli corrispondenti. Il relè R1 – R2 incorporato può essere
collegato dopo aver rimosso il coperchio.
1 = CONTROL Damper
2 = DETECT Oa V 110 o T 360
3 = regolatore montato su CONTROL Da
4 = illuminazione controllata mediante il relè incorporato. Max. 250
V, 5 A.
28
On
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Tabella 14 - Relè della temperatura nell'unità
DETECT Occupancy
Ponticello
°C
 
24
 
26

28

15
 
17
Descrizione
Consente la normale regolazione se la temperatura supera il valore preimpostato
Consente la normale regolazione se la temperatura è inferiore al valore preimpostato
 
19
Consente la normale regolazione se la temperatura supera il valore
preimpostato
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Controllo riscaldamento
Un sistema di controllo della valvola riscaldamento può essere
collegato al regolatore. Il sistema consente di controllare circa
10 valvole con una capacità totale pari a 72 VA. Il controllo del
riscaldamento può essere selezionato come 24 V CA on/off e
pertanto sarà basato sul tempo oppure come 0 - 10 V CC.
La funzione antiblocco della valvola è abilitato ed è caratterizzata da intervalli di 72 ore. Il tempo è regolabile per 0 – 120
ore. 0 indica che la funzione è disattivata.
Funzione prima apertura
Il regolatore CONTROL può essere configurato per un raffreddamento bifase in sequenza con il riscaldamento, ovvero raffreddamento ad aria e quindi, se non sufficiente, apertura delle
valvole per il raffreddamento ad acqua. Il relè incorporato può
essere configurato per il controllo del ventilatore in una unità
batteria ventilatori in base a uno schema on/off. Il ventilatore
ha un ritardo di spegnimento pari a 5 minuti. Questo ritardo
è regolabile e consente di evitare qualsiasi avvio/interruzione
del processo durante la fase di raffreddamento. Il regolatore
è predisposto per il collegamento di una protezione contro la
condensa.
24V AC
24
2 23
21 2
7 18
G G0
1
0
6
G
51
X8 G
14 1
7 G0
2 13
G0 X
11 1
0 X6
9 10
G
5
X
4 G0
G0 X
Variabili Modbus, controllo riscaldamento
WISE – Manuale tecnico
L'attuatore della valvola ACTUATOR dispone della funzione
prima apertura. La valvola viene infatti fornita già impostata
su una posizione aperta e ciò consente di riempire e sfiatare il
sistema di radiatori senza problemi. Quando il dispositivo CONTROL Da viene messo sotto tensione, le valvole devono essere
abilitate per almeno 6 minuti in modo da consentire il rilascio
dei fermi. Il regolatore è dotato di una funzione antiblocco della
valvola, che comporta l'attivazione della valvola per 8 minuti in
modo da rilasciare i fermi.
Controllo raffreddamento bifase
G
0 Y
G G 37 38
Y
6
0
3
G G 31 32
0
0 Y
Z G 8 29 3
Z
2
27
26
25
Tutti i valori e le impostazioni possono essere definiti tramite
Modbus. Per ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le
tabelle disponibili all'indirizzo www.swegon.com.
1
24V AC
2
4
23 2
1 22
G0
18 2
0 G
6 17
G
1
5
G
8
14 1
G0 X
2 13
0 X7
11 1
X6 G
9 10
5 G0
X
0
4G
G0 X
1
2
Y G
G0
38
Y G 36 37
0
G
32
Y G 30 31
0
Z G 8 29
Z
2
27
26
25
Figura 18 - Collegamento della valvola del circuito di raffreddamento e del sistema di controllo del ventilatore.
1 = attuatore della valvola per il circuito di raffreddamento, 24 V CA
on/off o 0 - 10 V CC
2 = sensore di condensa
Figura 17 - Collegamento delle valvole del radiatore (max. 10
valvole)
1 = radiatore con morsetti idonei per il collegamento con un jack
2 = attuatore della valvola per il circuito di riscaldamento, 24 V CA
on/off o 0 - 10 V CC
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
29
WISE – Manuale tecnico
DETECT Quality
Controllo della qualità dell'aria mediante DETECT Quality 0
con un segnale CO2 signal a CONTROL Db. Il segnale CO2 ha la
priorità sulla funzione di controllo della temperatura se il valore
di CO2 nell'ambiente diventa troppo alto. I valori limite preimpostati sono pari a 800 - 1000 ppm. Questi valori vengono
impostato nel regolatore CONTROL. La qualità dell'aria viene
regolata indipendentemente dalla modalità operativa (Spazio
non occupato/Spazio occupato). Se il controllo CO2 viene
eseguito indipendentemente dalla temperatura ambiente, è
possibile che l'aria all'interno dell'ambiente venga raffreddata
più del necessario. Se è stato abilitato il controllo riscaldamento
con funzione radiatore, i radiatori si riscalderanno se la temperatura ambiente è eccessivamente bassa.
24V AC
1
G
G0
OUT1
24
2 23
21 2
0
8
G
1
7
G
61
G G0
15 1
0 X8
3 14
G
1
7
2
G0 X
11 1
0 X6
9 10
X5 G
4 G0
X
0
G
G
0 Y
G G 37 38
Y
0
36
G G 31 32
0
0 Y
Z G 8 29 3
Z
2
27
26
25
• DETECT Qa 0, un sensore ambiente senza display
Contatto finestra
È possibile collegare una finestra contatto a CONTROL Damper.
Il contatto deve in genere essere chiuso quando la finestra è
chiusa. Se la finestra è aperta, la ventilazione, il riscaldamento
e il raffreddamento sono spenti. Se la temperatura ambiente
scende, verrà attivata la funzione antigelo con un set-point pari
a 10 °C. Il contatto finestra deve essere abilitato mediante il
parametro P_1621.
Figura 19 - Collegamento degli accessori
1 DETECT Qa 0
Variabili Modbus, controllo esterno
Tutti i valori e le impostazioni possono essere definiti tramite
Modbus. Per ulteriori informazioni su tutte le variabili, vedere le
tabelle scaricabili all'indirizzo www.swegon.com.
24V AC
4
1
4
23 2
1 22
G0
18 2
7
G
1
G0
16
8 G
4 15
G0 X
13 1
0 X7
1 12
G
1
6
0
X
0
9 1
X5 G
4 G0
G0 X
G
0 Y
G G 37 38
Y
0
36
G G 31 32
0
0 Y
Z G 8 29 3
Z
2
27
26
25
Figura 20 - Collegamento a un contatto finestra
1 CONTROL Db
2 Contatto finestra
30
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Collegamento per la comunicazione
Modbus
24V AC
Le informazioni trattate sono valide per la versione 0.18 o successiva del programma.
CONTROL Damper dispone di 2 collegamenti diversi per la
comunicazione Modbus. I collegamenti vengono utilizzati in
modi diversi, a seconda dell'avvenuta configurazione o meno di
CONTROL Damper per Super WISE o un sistema BMS.
Mb 1
Mb 2
Mb 1 Circuito di comunicazione Mb 1 con il sistema di controllo principale in modalità BMS (guasti). Le impostazioni di
comunicazione possono essere cambiate solo se CONTROL
Damper è configurato per la modalità BMS, Dip switch 2 impostato su ON. Il collegamento è di tipo Modbus slave.
7 8
5 6
C NC
3 4
+
2
1
C NC
bus 1
RJ12
Mod
- +
RJ12
us 2
3.2
b
d
o
M
3.1
3
1 2
3
1 2
Mb 2 Circuito di comunicazione Mb 2 sotto la serranda di zona
CONTROL Damper o router Super WISE. Le impostazioni di
comunicazione sono fisse e non sono modificabili.
24
2 23
21 2
G G0
0
G
G
PWR
.
CONTROL Damper è dotato di una resistenza di terminazione incorporata che può essere abilitata in corrispondenza
della posizione del prodotto all'interno del sistema. La spina
di terminazione deve essere tirata verso l'esterno utilizzando
piccole pinze.
1
Figura 21 - Collegamenti Modbus dell'applicazione ambiente CONTROL Db.
Spiegazione, 1=Resistenza di terminazione.
Cavi Modbus
Una linea seriale RS485 viene utilizzata nel sistema WISE (i cavi
devono essere protetti).
Un'estremità di ciascun cavo Modbus deve essere collegata a
massa (Terra). Sull'unità CONTROL Damper la protezione del
cavo deve essere collegata a massa (Terra, morsetto 4 o 8)..
Questa disposizione del cablaggio non viene illustrata nella
figura perché viene implementata solo sul primo e sull'ultimo
regolatore, che non necessariamente sono unità CONTROL
Damper.
12
on
off
I cavi Categoria 5 con area AWG24 o superiore possono essere
utilizzati con una lunghezza fino a 800 metri. Le estremità
del cavo devono essere dotate di terminazione per garantire il
corretto funzionamento.
Figura 22 - Impostazione dell'interruttore per la modalità BMS
sull'unità CONTROL Damper.
Tabella 15 - Configurazione dei collegamenti
Modbus
Collegamento
Morsetti
Funzione
Modbus 1
5-8
Da slave RTU a sistema BMS
Modbus 2
1-4
Da slave RTU a Super WISE
Modbus 3
RJ12
Da slave RTU a TUNE Control
Nota: è possibile collegarsi alla rete tramite un unico collegamento:
Mb2 o Mb 2.
Tabella 16 - Terminazioni
Mb 1 & 2 (Slave)
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Al centro del circuito
3
Ultima del circuito
1
20100419
31
WISE – Manuale tecnico
Terminazioni
WISE – Manuale tecnico
CONTROL Damper – Funzioni zona
CONTROL Damper con la serranda slave SLAVE Control associata per l'aria di ripresa viene fornito con una configurazione
di fabbrica completa. Per modificare la pressione controllata o
il flusso d'aria con l'offset, utilizzare il terminale manuale TUNE
Control.
Funzioni
• Regolazione della pressione rispettivamente nelle zone
dell'aria di mandata e di ripresa
• Regolazione della portata sull'unità slave o regolazione a
portata costante
• Regolazione della portata slave che aggrega più unità CONTROL Damper mediante Super WISE.
• Sfiati di emergenza aperti o chiusi mediante Modbus RTU
• Chiusura del circuito mediante la funzione di contatto
esterno
• Terminale manuale wireless per il controllo e l'impostazione
dei valori
Installazione
Tabella 18 - Valori per la programmazione
Codice
P_1701
P_1702
P_1704
P_1705
P_1706
PS
2
2
1
0
1
PE
3
2
0
1
1
PSFE
1
2
1
1
1
FS
2
1
1
0
0
FE
3
1
0
1
0
Nota: quando un regolatore deve essere collegato a un gruppo
per l'aggregazione dei flussi d'aria in Super WISE, al numero di ID
Modbus vengono applicate regole molto severe. In combinazione
con P_1701 ciò definisce il prodotto per Super WISE. Per ulteriori
informazioni sull'ID MB, vedere la sezione su Super WISE. È importante immettere il codice corretto. In caso contrario, Super WISE
o TUNE Control non sarà in grado di interpretare i dati correttamente. Normalmente, CONTROL Damper viene consegnato con
tutte le impostazioni di fabbrica.
Dati tecnici
Tutti i dati tecnici ed elettrici sono specificati nel foglio del catalogo di ciascun prodotto.
Sono disponibili istruzioni di installazione distinte per CONTROL
Damper e SLAVE Control. Le serrande vengono sempre fornite
unitamente a un codice (vedere la tabella più avanti) indicante
la funzione preimpostata. La configurazione può essere modificata in seguito se le serrande vengono installate nella posizione
sbagliata.
Tabella 17 - Codici di configurazione
Codice
Funzione
PS
Regolazione della pressione e misurazione della portata
nel canale dell'aria di mandata.
PE
Regolazione della pressione e misurazione della portata
nel canale dell'aria di ripresa.
PSFE
Regolazione della pressione nel canale dell'aria di mandata. Controllo slave dell'aria di ripresa con un'unità
SLAVE Control. Utilizzato molto spesso quando un
canale dell'aria di mandata deve controllare un canale
dell'aria di ripresa con o senza offset.
FS
Regolazione della portata nel canale dell'aria di mandata. Utilizzato molto spesso per la regolazione della
portata costante. Può essere controllato da Super WISE
per varie portate.
FE
Regolazione della portata nel canale dell'aria di ripresa.
Utilizzato molto spesso quando Super WISE calcola le
portate da controllare mediante slave.
PED
Regolazione della pressione nell'aria di ripresa con
operazione inversa in caso di utilizzo di GOLD per il
bilanciamento della portata d'aria, o in combinazione
con PSFE per aria di ripresa in posizione centrale
Legenda:
P = pressione
S = aria di mandata
F = portata
E = aria di ripresa
Questi codici vengono convertiti in un valore numerico programmato nel regolatore (vedere la tabella più avanti). In genere il
prodotto viene consegnato con una configurazione preimpostata
di fabbrica.
32
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Collegamenti
Collegare CONTROL Damper a una tensione di alimentazione
24 V CA e proteggere il circuito con un fusibile max. 6 A.
Effettuare tutti i collegamenti a Modbus e agli altri componenti in modo conforme allo schema elettrico. Il regolatore
è dotato di terminali a vite simili a jack, in grado di semplificare l'installazione..
24V AC
3
Requisiti sezione trasversale delle aree di cablaggio
Tensione di alimentazione con 24 V CA su (1), è necessario un
fusibile max. 6 A. ≥ 1.0 mm2. Cavo segnale da (3) a (1) max.
30 m >= 0,75 mm2. Un cavo a 4 fili con 0,75 mm2 deve essere
utilizzato per collegare (1) e (2). RKKX è il tipo adatto di cavo da
utilizzare.
0
1
24V AC
+
15 16
13 14 0 X7
G
6
G0 X
23 24
21 22 G G0
G G0
23 24
21 22 G G0
5 16
1
0
G
13 14 0 X7 G
6 G
G0 X
1
WISE – Manuale tecnico
Y G
G0
8
73
3
36
G
0 Y
U G
2
Figura 22 - Codice configurazione CONTROL Da FS e FE
Figura 24 - CONTROL Damper, codice configurazione PSFE con
SLAVE Ca.
24V AC
24V AC
3
0
1
+
15 16
13 14 0 X7
G
6
G0 X
4
23 24
21 22 G G0
G G0
Figura 23 - Codice configurazione CONTROL Da PS e PE. PS deve
sempre essere montato sul canale dell'aria di mandata e PE sul
canale dell'aria di ripresa.
1
24
2 23
21 2
0
8
G
1
7
G
61
G G0
15 1
0 X8
3 14
G
1
7
2
G0 X
11 1
0 X6
9 10
X5 G
4 G0
X
0
G
G
0 Y
G G 37 38
Y
0
36
G G 31 32
0
0 Y
Z G 8 29 3
Z
2
27
26
25
Figura 26 - CONTROL Damper, ulteriore contatto per disattivazione
della funzione. La serranda si chiude completamente.
Legende - figure 10-12
1. CONTROL Damper
2. Controllo SLAVE
3. Sensore della pressione DETECT Pressure
4. Contatto esterno per la chiusura della serranda.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
33
WISE – Manuale tecnico
Collegamento per la comunicazione
Modbus
Le informazioni trattate sono valide per la versione 0.18 o successiva del programma.
CONTROL Damper dispone di due collegamenti diversi per la
comunicazione Modbus. I collegamenti vengono utilizzati in
modo diverso, a seconda dell'avvenuta configurazione o meno
di CONTROL Damper per Super WISE o un sistema BMS.
Mb 1 Circuito di comunicazione al sistema di controllo centrale,
ad esempio Optimize o BMS (guasti). Le impostazioni di comunicazione possono essere cambiate solo se CONTROL Damper
è configurato per la modalità BMS, Dip switch 2 impostato su
ON. Il collegamento è di tipo Modbus slave.
Mb 2 Circuito di comunicazione ai regolatori ambiente sottostanti nel sistema WISE. Il collegamento è di tipo Modbus
master e deve sempre essere terminato in posizione 2.
Cavi Modbus
Una linea seriale RS485 viene utilizzata nel sistema WISE (i cavi
devono essere protetti).
Un'estremità di ciascun cavo Modbus deve essere collegata a
massa. Sull'unità CONTROL Damper la protezione del cavo deve
essere collegata a NC (morsetto 4 o 8). Questa disposizione
del cablaggio non viene illustrata nella figura perché viene
implementata solo sul primo e sull'ultimo regolatore, che non
necessariamente sono unità CONTROL Damper.
I cavi Categoria 5 con area AWG24 o superiore possono essere
utilizzati con una lunghezza fino a 800 metri. Le estremità
del cavo devono essere dotate di terminazione per garantire il
corretto funzionamento.
Tabella 19 - Configurazione dei collegamenti Modbus
Collegamento
Morsetti
Funzione
Modbus 1
5-8
RTU slave
Terminazioni
Modbus 2
1-4
RTU slave
CONTROL Damper è dotato di una resistenza di terminazione incorporata che può essere abilitata in corrispondenza
della posizione del prodotto all'interno del sistema. La spina
di terminazione deve essere tirata verso l'esterno utilizzando
piccole pinze.
Modbus 3
RJ12
RTU slave
Mb 1 Se CONTROL Damper è l'ultimo nel circuito Modbus:
attivare la terminazione sulla posizione 1, altrimenti sulla
posizione 3.
Mb 2 Se CONTROL Damper è un master per il circuito sottostante di diffusori d'aria: attivare la terminazione sulla posizione
2.
Tabella 20 - Terminazioni
Mb 1 (Slave per il circuito Super WISE)
Al centro del circuito
3
Ultima del circuito
1
Mb 2 (Master per il circuito ambiente)
Prima nel circuito
2
24V AC
Mb 1
Mb 2
12
7 8
5 6
C NC
3 4
+
2
1
C NC
bus 1
RJ12
Mod
- +
RJ12
us 2
3.2
b
d
o
M
3.1
3
1 2
3
1 2
on
off
24
2 23
21 2
G G0
0
G
G
PWR
.
1
Figura 27 - Impostazione dell'interruttore per la modalità BMS
sull'unità CONTROL Damper.
34
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Figura 25 - Collegamenti Modbus di CONTROL Da
1 = resistenza di terminazione (per informazioni sulle impostazioni,
vedere la sezione Struttura della rete)
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
1
2
Figura 28 - Set di tasti
TUNE Control
1
WISE – Manuale tecnico
Parti del pannello di controllo manuale
Display
Visualizza lo stato corrente del sistema di climatizzazione e le informazioni su pressione e flussi d'aria.
Visualizza inoltre le impostazioni immesse utilizzando
il set di tasti.
2
Set di tasti
Consente di modificare le impostazioni dei parametri.
Per utilizzare l'unità TUNE Control
Nella sezione seguente vengono descritte le modalità di utilizzo
dell'unità terminale ambiente per la lettura e la modifica di
valori e impostazioni.
Figura 29 - Comunicazione wireless con CONTROL Damper. La
distanza di comunicazione è limitata a <5 metri quando il coperchio
di lamiera sottile è montato sul regolatore. Se il coperchio viene
rimosso, la distanza può essere fino a 20 metri, comprese le pareti
di tipo semplice presenti. Se si verificano problemi di comunicazione, TUNE Control può essere collegato direttamente al regolatore con un filo a spirale al contatto RJ12 sul lato del morsetto 1.
Set di tasti
Il set di tasti viene utilizzato per spostarsi tra i vari menu.
1
2
3
Tasti per l'immissione delle impostazioni
▲
SU
Menu/parametro successivo
(aumento)
▼
GIÙ
Menu/parametro precedente (riduzione)
Tasti per l'immissione delle impostazioni
►
DESTRA
Visualizza la schermata del menu
◄
SINISTRA
Visualizza la schermata del menu
Tasto di conferma per pressione e flussi d'aria
OK CONFERMA Conferma le impostazioni
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
35
WISE – Manuale tecnico
Struttura dei menu di TUNE Control
Il primo menu visualizzerà sempre una temperatura quando
l'unità TUNE Adapt viene avviata con la batteria per la prima
volta.
20°
Status
Questo menu visualizza se è stato forzato il controllo del regolatore, ovvero se la regolazione normale è bloccata.
Emergenza
0
Manual
0
Switch
0
<Exit
OK select
Per regolare nuovamente TUNE in modo che diventi un'unità di
controllo per CONTROL Damper/Optimize, è necessario immettere il seguente codice: ”1919”. Impostare quindi la frequenza
RF corretta. Portarsi sul menu "Connect units". Dopo aver
stabilito la comunicazione, sul display del terminale manuale
compare il nome del prodotto a cui è collegato. Verrà visualizzato il messaggio "No reception" se la comunicazione è stata
interrotta.
Viene quindi selezionata la voce Setup nel menu principale. Per
Per il normale controllo tutti i valori devono essere 0. La posizione di emergenza indica che un sistema di controllo principale
ha trasmesso un "segnale di emergenza" al regolatore. In base
alla configurazione, ciò può causare la completa apertura o
chiusura della serranda.
L'opzione Manual indica che l'utente ha forzato la serranda su
una posizione specifica.
L'opzione Switch indica che la funzione di contatto collegato è
abilitata e che la serranda è chiusa.
Impostazioni RE, CONTROL Damper PSFE
In questo menu vengono visualizzati i valori effettivi e i setpoint del regolatore per la pressione e il flusso d'aria. Questo
menu visualizza solo i valori validi per la funzione di controllo
preimpostata. Nell'esempio di menu riportato di seguito il regolatore è impostato sulla funzione PSFE, ovvero regolazione della
pressione per l'aria di mandata e regolazione slave con SLAVE
Control.
CONTROL D
Mb id: 21
OK select
Main Menu
Setup
Pos %
75
SA Pa
31
SA l/s
210
<Exit
OK select
30
Next>
La serranda dell'aria di mandata CONTROL Damper, la posizione della serranda, la pressione regolata e i set-point relativi a
pressione e flussi d'aria vengono visualizzati nel primo menu.
avanzare, premere il tasto OK.
Service Menu
Nella struttura dei menu i tasti freccia (su/giù) vengono
utilizzati per passare ai menu ombreggiati illustrati nelle immagini seguenti. Nell'angolo inferiore della schermata del menu
sono visualizzate le informazioni relative alle funzioni dei tasti
freccia (sinistra/destra).
Pos %
65
SA l/s
195
Offset l/s
<Previous
30
-15
OK select
Exit>
Service Menu
Status
RE Settings
<Exit

Select>
Settings
I valori della serranda dell'aria di ripresa vengono visualizzati
nel menu successivo. I set-point possono essere modificati nella
colonna destra di entrambi i menu. A tale scopo, premere OK,
quindi premere il tasto freccia appropriato per aumentare/
ridurre il valore  .
Info
System parameters
Applic. parameters
Alarm
36
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Impostazioni RE, CONTROL Damper PS
Impostazioni RE, CONTROL Damper FE
In questo menu vengono visualizzati i valori effettivi e i setpoint del regolatore per il flusso d'aria nel sistema dell'aria di
mandata. La procedura di modifica del set-point per la pressione è molto semplice. Premere OK, quindi aumentare/ridurre
il valore utilizzando i tasti freccia . Il flusso d'aria non viene
visualizzato nella prima versione di TUNE Control. Tuttavia, è
possibile restituire l'unità manuale a Swegon per l'aggiornamento gratuito in modo da includere questa lettura.
In questo menu vengono visualizzati i valori effettivi e i setpoint del regolatore per il flusso d'aria nel sistema dell'aria di
ripresa. La procedura di modifica del set-point per la pressione
è molto semplice. Premere OK, quindi aumentare/ridurre il
valore utilizzando i tasti freccia .
Pos %
75
TL Pa
31
TL l/s
210
<Exit
Pos %
75
FL l/s
178
<Exit
30
175
OK select
Impostazioni
OK select
Questi menu vengono utilizzati per immettere le impostazioni
di base.
In questo menu vengono visualizzati i valori effettivi e i setpoint del regolatore per il flusso d'aria nel sistema dell'aria di
ripresa. La procedura di modifica del set-point per la pressione
è molto semplice. Premere OK, quindi aumentare/ridurre il
valore utilizzando i tasti freccia . Il flusso d'aria non viene
visualizzato nella prima versione di TUNE Control. Tuttavia, è
possibile restituire l'unità manuale a Swegon per l'aggiornamento gratuito in modo da includere questa lettura.
WISE – Manuale tecnico
Impostazioni RE, CONTROL Damper PE
Settings
(MB Address)
Connect units

<Exit
Select>
RF Test
Language
Pos %
75
FL Pa
31
FL l/s
210
<Exit
30
Modbus address
Questa funzione di menu non è utilizzata per la versione zona
di CONTROL Damper.
OK select
Connect units
Impostazioni RE, CONTROL Damper FS
In questo menu vengono visualizzati i valori effettivi e i setpoint del regolatore per il flusso d'aria nel sistema dell'aria di
mandata. La procedura di modifica del set-point per la pressione è molto semplice. Premere OK, quindi aumentare/ridurre
il valore utilizzando i tasti freccia .
Pos %
75
TL l/s
244
<Exit
In questo menu è possibile immettere il numero di radiofrequenza visualizzato sulla targhetta con i dati caratteristici del
regolatore. Ciò consente di stabilire la comunicazione wireless
con il regolatore. Questa procedura non è necessaria se il terminale manuale è collegato all'unità terminale manuale per mezzo
di un cavo di comunicazione.
250
---- Connect units ----
OK select
0
<Exit
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
0
1
5
7

37
WISE – Manuale tecnico
RF Test
Menu dei parametri di sistema
Consente di verificare la qualità della comunicazione wireless.
Viene richiesto un valore >50. Il valore massimo è 100.
Questi menu consentono di impostare le funzioni di base che
interessano le comunicazioni e le applicazioni da utilizzare.
Questi valori sono sempre valori preimpostati di fabbrica. Sono
disponibili tabelle distinte per questi parametri. L'uscita da
questi menu richiede la conferma del salvataggio di tutte le
modifiche apportate.
---- RF connection ---RF Test: 58
<Exit
Start/Stop
Parameter
Value
P_101
1 ID
Modbus Address
Min 1
Max 248
Language

<Exit
Selezionare la lingua desiderata nell'unità terminale manuale. La
lingua standard alla consegna è impostata su English (inglese).
Change>
Menu dei parametri dell'applicazione
------------ Language -----------[ English ]
<Exit
I valori relativi alle funzioni e alle dimensioni per il regolatore
possono essere impostati in questi menu. Questi valori sono
sempre valori preimpostati di fabbrica. Per informazioni su
questi parametri, vedere le tabelle specifiche o il documento di
configurazione.

Parameter
Value
P_1001
1-
Case selection
Min 1
Max 3
<Exit
Info Menu

Change>
In questo menu vengono visualizzate le informazioni sulle versioni del software e così via.
Menu Alarm
Application
Prog. version
Parameter ver.
Serial number
Room temperature
Battery level
<Exit
0.20
31297
23.2 C
5.8 V
D1D2
0.24
5
157
In questa schermata vengono visualizzati i possibili allarmi. Il
sovraccarico PI indica che risulta impossibile recuperare il setpoint di controllo.
----------- Alarm ----------No alarms
<Exit
38
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Super WISE
Tabella 21 - Raggruppamento di serrande.
Super WISE è un computer completo che comunica con tutti i
prodotti Swegon inclusi nel sistema WISE e Conductor oltre che
con l'unità di trattamento aria GOLD. Super WISE funge anche
da Gateway per il sistema intelligente di controllo dell'edificio.
Serranda n.
Funzioni:
Zona (0-9)
1
Serranda aria di mandata
Master 1
2
Serranda aria di mandata
Master 2
3
Serranda aria di mandata
Master 3
4
Serranda aria di mandata
Master 4
5
Serranda aria di ripresa
Master 5
6
Serranda aria di ripresa
Slave 1
7
Non disponibile
Slave 2
8
Non disponibile
Slave 3
Esempio:
Master 1 + Master 2 + Master 3 + Master 4 - Master 5 = Slave 6
Tabella 22 - Sistema ID MB delle serrande.
Serranda
n.
Tipo di
serranda
Zona
0
ID MB
Zona
1
ID MB
Zona
2
ID MB
Zona
3
ID MB
n
Zona
9
ID MB
1
Master
1
11
21
31
.
91
2
Master
2
12
22
32
.
92
3
Master
3
13
23
33
.
93
4
Master
4
14
24
34
.
94
Funzione di ottimizzazione
5
Master
5
15
25
35
.
95
Quando collegato con l'unità GOLD, Super WISE è dotato di
funzioni avanzate per ottimizzare le prestazioni dei ventilatori.
Le comunicazioni avvengono per mezzo di un collegamento
Modbus RTU tramite RS-485. La funzione di ottimizzazione
preleva le informazioni sulle posizioni delle palette di tutte le
serrande della zona collegata; aria di mandata e aria di ripresa
sono separate l'una dall'altra. La funzione di ottimizzazione
regola la pressione nell'unità di trattamento aria GOLD in modo
che almeno una serranda (sistema sia dell'aria di mandata che
di quella di ripresa) sia sempre aperta almeno all'80%. Se una
serranda è più aperta del 90%, la pressione nell'unità di trattamento aria aumenta. I valori limite consigliati sono 80-90%.
6
Master
6
16
26
36
.
96
7
Master
7
17
27
37
.
97
8
Master
8
18
28
38
.
98
6
Slave
134
144
154
164
.
224
Somma nelle zone
In ogni zona vengono sommate/sottratte tutte le portate d'aria
delle serrande master. Il risultato viene quindi diviso tra le serrande slave collegate presenti nella zona.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
7
Slave
135
145
155
165
.
225
8
Slave
136
146
156
166
.
226
In ogni zona è possibile definire un massimo di 8 serrande.
Possono essere tutte e 8 di tipo master, nel qual caso non verrà
eseguito nessun calcolo della portata slave. È possibile definire
un massimo di 3 serrande di portata slave per zona. Tutte le
serrande master verranno sommate e la portata d'aria verrà
divisa tra le serrande slave definite. Swegon consiglia sempre
di specificare le serrande slave per ultimo nell'elenco (serrande
6 - 8)
20100419
39
WISE – Manuale tecnico
• Ottimizzazione della pressione per aria di mandata e ventilatori dell'aria di ripresa
• Somma e sottrazione di portate d'aria all'interno di una zona
• In grado di gestire 10 zone con un massimo di 8 serrande
(CONTROL Damper) in ciascuna di esse
• In ogni zona è possibile collegare fino a 60 stanze
• Gateway per l'automazione dell'edificio tramite Modbus
RTU, Modbus TCP o BACnet TCP
• La particolare struttura dei dati consente di accedere a oltre
50 variabili per ogni regolatore di ambiente o serranda
• Pagina Web incorporata per la supervisione di tutti i prodotti
per ambiente e tutte le zone Swegon collegate
• Funzione di registrazione con salvataggio dei dati fino a 90
giorni
• Funzione raffreddamento notturno estivo e incendio da
GOLD fino a livello ambiente.
Tipo di serranda
WISE – Manuale tecnico
Pagina Web di Super WISE
Super WISE Manual, un manuale separato con una descrizione
dettagliata di tutte le funzioni, può essere scaricato da
www.swegon.com.
Le funzioni della pagina Web in breve:
• Presenta la rete sotto forma di una struttura ad albero simile
a quella di Gestione risorse di Windows
• Fornisce una presentazione grafica generale delle serrande di
zona e figure degli ambienti
• Offre accesso ai dati dettagliati per tutte le serrande di zona
e i regolatori di ambiente
• Schede per supervisione e impostazioni
Figura 31 - In figura è illustrata la pagina Web di Super WISE.
40
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Impostazioni nell'unità GOLD
* CONTROL Optimize *
Per abilitare la comunicazione tra GOLD e Super WISE, immettere le impostazioni nel terminale manuale dell'unità GOLD
utilizzando il menu Functions. La versione di programma GOLD
deve essere la 5.08 o superiore.
OPERATION
SETTINGS
Nella pagina Web è presente una scheda speciale per impostare
la funzione con l'ottimizzazione di Super WISE. La funzione
CONTROL Optimize ha uno stato identico a quello di Super
WISE nel terminale manuale.
* CONTROL Optimize *
DISABLED
Controllare che la funzione per CONTROL Optimize sia abilitata.
* GOLD RX TOR 14:43 *
INSTALLATION
* FUNCTIONS *
OFF/ON
CHANGE ?
Impostazioni per l'ottimizzazione
Le impostazioni di base per le posizioni delle serrande utilizzate
per l'ottimizzazione possono essere modificate qui. Le modifiche vengono salvate automaticamente in Super WISE.
TEMPERATURE
WISE – Manuale tecnico
* FUNCTIONS *
* CONTROL Optimize *
FLOW/PRESSURE
OPERATION
FILTERS
OFF/ON
SETTINGS
OPERATION
* CONTROL Optimize *
HEATING
OPTIMIZING
COOLING
HUMIDITY
ReCO2
70/90 %
START DELAY
10min
REMAINING TIME
0s
IQNOMIC PLUS
ALL YEAR COMFORT
CONTROL Optimize
Figura 32 - In figura è riportata la pagina Web GOLD, scheda per C Optimize. È possibile immettere tutte le impostazioni utilizzando la
pagina Web invece di farlo nel terminale manuale. La figura è tagliata sul bordo inferiore. Quando è collegato Super WISE, nella tabella in
questa pagina non sono indicate tutte le posizioni delle serrande. Queste posizioni possono essere lette direttamente in Super WISE.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
41
WISE – Manuale tecnico
Comunicazioni Super WISE
Struttura della rete Modbus senza Super WISE
Struttura Modbus con WISE
La serranda di zona Swegon CONTROL Damper funge da router
e suddivide la rete in parti più piccole. Tutti i diffusori d’aria e
le serrande ambiente in una zona devono essere collegate allo
stesso circuito, definito circuito di zona. Una zona è in genere
costituita da due o più serrande di zona. Si consiglia di scegliere
una serranda per l’aria di mandata come router con tutti i
prodotti per ambienti subordiati a essa. I prodotti per ambienti
sono slave Modbus, mentre la serranda di zona è il master
Modbus. Questa operazione deve essere eseguita per tutte le
zone incluse nel sistema. Nei sistemi senza CONTROL Damper, il
router Super WISE verrà utilizzato come unità di comunicazione
tra Super WISE e i prodotti per ambienti.
Collegare inoltre tutte le serrande di zona nel sistema di ventilazione sullo stesso circuito (circuito di sistema) sotto Super
WISE. Si noti inoltre che le serrande di zona non collegate a un
circuito di locale subordinato devono essere collegate all’unità
Super WISE.
Requisiti tecnici della rete
Cavo di rete
Sezione trasversale area
cavi
Lunghezza cavi
Terminazione
Numero di nodi/circuiti
Belden 9841NH
Tutti i prodotti per ambienti e zone del sistema WISE supportano l'intercomunicazione mediante il protocollo Modbus RTU
aperto. Le variabili Modbus per tutti i prodotti possono essere
scaricate dalla home page Swegon.
Il sistema funziona perfettamente nella versione “Stand-alone”.
Ciò significa che i diffusori d’aria e le serrande non devono
essere collegate a un sistema di controllo principale per disporre
della funzionalità completa.
Configurazione di fabbrica
Tutti i prodotti Swegon vengono forniti con una configurazione
preimpostata di fabbrica, ovvero con portate, requisiti di temperatura, funzione di controllo, contrassegni, velocità Modbus
e indirizzo Modbus opzionale. Se Super WISE viene incluso nel
sistema, l'indirizzo Modbus deve essere inserito in base a una
programmazione speciale. Ciò consente a Super WISE di identificare automaticamente tutti i regolatori Swegon.
Elenchi Modbus (elenco di elementi di identificazione)
Max. 600 m
È disponibile un documento completo contenente tutte le variabili Modbus e le tabelle dei parametri per tutti i diversi prodotti
del sistema WISE. Il documento può essere scaricato all'indirizzo
www.swegon.com.
150 Ohm
In teoria 245 nodi/circuiti,
in pratica: 90
Modbus RTU
RS485
Terminazioni
CONTROL Damper e i prodotti CONDUCTOR sono dotati di una
resistenza di terminazione incorporata che può essere abilitata
se il prodotto è il primo o l'ultimo nel circuito Modbus.
9.600 - 19.200 - 38.400
Lunghezza parole, fissa
8 bit
Bit di stop, regolabili
1o2
Parità, regolabile
Modbus RTU
min AWG 24 o 0,20mm²
Protocollo
Velocità regolabile
È necessario disporre di un sistema in grado di comunicare
mediante Modbus su vari livelli per poter utilizzare le funzioni di
controllo principali.
none - odd - even
Tabella 23 - Terminazioni
Posizione
Tipo RTU
Terminazione
Master
2
Al centro del circuito
Slave
3
Ultima del circuito
Slave
1
Prima nel circuito
Tabella 24 - Tipi Mb1 e Mb2
Prodotto
42
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
Collegamento
Tipo RTU
CONTROL Damper zone
Mb1
Slave
CONTROL Damper zone
Mb2
Master
CONTROL Damper room
Mb1
Slave
CONTROL Damper room
Mb2
Slave
CONDUCTOR
Mb1
Slave
CONDUCTOR
Mb2
Slave
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Rete (esempio 1)
Viene fornita un'immagine schematica di una rete Modbus dove il sistema WISE viene utilizzato in combinazione con un'unità di
trattamento aria GOLD. Ogni sezione di zona deve terminare con "T". Nell'unità CONTROL Damper è presente una resistenza di
terminazione incorporata che deve essere spostata nella posizione corretta. Una resistenza di terminazione 150 Ohm distinta deve
essere collegata all'interno della cassetta di derivazione dei diffusori ADAPT. In questa installazione la comunicazione Modbus nei
prodotti ADAPT deve sempre essere impostata su 38.400 - 1 bit di stop e nessuna parità.
Mb1
Mb2
Mb2
Mb1
WISE – Manuale tecnico
Zone 0
Zone 1
Zone 2
Figura 33 - Immagine schematica di una rete Modbus dove l’unità Super WISE viene utilizzato in combinazione con un'unità di trattamento
aria GOLD. Mb1 per le basi 5-8, Mb2 per le basi 1-4. La zona 3 è per l'unità CONTROL Da FSFE o CONDUCTOR W1-W4.
Legende: Mb1 fa riferimento ai morsetti 5 - 8, Mb2 fa riferimento ai morsetti 1 - 4. La zona 3 può corrispondere al regolatore ambiente
CONTROL Da FSFE o CONDUCTOR W1-W4.
RJ12 RJ12 1 2 3 4 5
6 7 8
3.1 3.2 - + C NC + C NC
Modbus 2 Modbus 1
1 2 3
8
6 7
NC
4 5
+ C
2 3
1
C
C N
bus 1
RJ12
Mod
- +
RJ12
3.2
bus 2
Mod
3.1
3
2
1
3
1 2
21 22 23 24
G G0 G G0
.
PWR
1 2 3
Mb 2
24
2 23
21 2
G G0
G G0
PWR
.
Mb 1
Mb2
Figura 34 - Terminazione (C) per router Super WISE. Mb1 posizione
3, Mb2 in posizione 2.
Figura 35 - Terminazioni per l'unità CONTROL Damper (1) nella
figura superiore. Mb1 in posizione 1, Mb2 sempre in posizione 2.
7 8
5 6
C NC
3 4
- +
1 2
NC
s1
u
J12
C
b
R
Mod
- +
RJ12
3.2
bus 2
Mod
3.1
3
1 2
3
1 2
Tabella 25 - Terminazioni
Posizionamento
Tipo RTU
Prima nel circuito
Master
2
Al centro del circuito
Slave
3
Ultima del circuito
Slave
1
Mb1
Terminazione
Mb2
24
2 23
21 2
G G0
G G0
PWR
.
Mb1
Figura 36 - Terminazioni per l'unità CONTROL Damper (2 e 3) nella
figura superiore. Mb1 in posizione 3, Mb2 in posizione 2.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
43
WISE – Manuale tecnico
Rete (esempio 2)
Viene fornita un'immagine schematica di una rete Modbus più piccola dove il sistema WISE è collegato al sistema di controllo
principale BMS/SCADA. La terminazione deve essere eseguita come illustrato nella figura. La lunghezza teorica della rete sarà pari a
800 metri, con 128 elementi (in pratica sono presenti 60 serrande e prodotti per ambienti). L'unità CONTROL Damper deve essere
impostata sulla modalità BMS impostando l'interruttore Ohm 2 sulla posizione ON (vedere la figura). Nella modalità BMS l'interfaccia di comunicazione può essere modificata in base alla tabella "Requisiti tecnici della rete".
T
Mb1
Mb1
T
Mb1
Zone 1
Zone 2
Zone 3
Figura 37 - Immagine schematica di una rete Modbus più piccola dove il sistema WISE è collegato a un sistema di controllo principale BMS/
SCADA. Nella Zona 3 viene mostrata una CONTROL Damper FSFE per applicazione per ambienti; può anche essere un regolatore CONDUCTOR.. La terminazione (T) deve essere collegata come ultima nel circuito. Se si tratta di un'unità CONTROL Damper, include una resistenza di
terminazione incorporata. I fili rossi nella figura sono di tipo LINK Modbus. Tutti gli altri sono cavi di rete di tipo Kat5 per la comunicazione
Modbus RTU.
12
8
6 7
NC
4 5
+ C
2 3
1
C
C N
bus 1
RJ12
Mod
- +
RJ12
3.2
bus 2
Mod
3.1
3
2
1
3
1 2
on
off
Mb2
Figura 38 - Impostazione dell'interruttore per la modalità BMS
sull'unità CONTROL Damper. Dopo aver apportato questa modifica
è necessario riavviare il regolatore.
44
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
24
2 23
21 2
G G0
G G0
PWR
.
Mb1
Figura 39 - Terminazioni per CONTROL Damper. Mb1 posizione 3;
se il regolatore è l'ultimo nel circuito della rete (zona 3 ad esempio)
la terminazione dovrebbe essere 1.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Struttura della rete Super WISE
Super WISE installato in un sistema con unità GOLD richiede
un Super WISE per ogni unità di trattamento aria. La funzione
di ottimizzazione comunica con l'unità di trattamento aria
tramite RS485. Le comunicazioni verso l'alto tramite ETHERNET
rendono accessibili Super WISE e le unità di trattamento aria
GOLD, da un lato tramite browser Web e dall'altro tramite il
sistema intelligente principale dell'edificio tramite Modbus TCP.
È possibile collegare il sistema di controllo principale tramite l'interfaccia RS485 con Modbus RTU, Modbus TCP o BACnet TCP.
Istruzioni per l'installazione
È possibile scaricare istruzioni specifiche da
www.swegon.com. Queste istruzioni offrono informazioni dettagliate sulla selezione dei cavi e la composizione della struttura
della rete.
Super WISE
WISE – Manuale tecnico
ETHERNET
Super WISE
GOLD
WISE/CONDUCTOR
CONTROL D
WISE/CONDUCTOR
CONTROL D
WISE/CONDUCTOR
CONTROL D
WISE/CONDUCTOR
CONTROL D
GOLD
WISE/CONDUCTOR
ROUTER
WISE/CONDUCTOR
CONTROL D
GOLD
GOLD
Figura 40 - Mostra come sono installati i vari componenti in un edificio. Le sezioni di sinistra mostrano un Super WISE che non è collegato
all'unità di trattamento aria: di conseguenza non può esservi nessuna ottimizzazione. La sezione di destra mostra i collegamenti necessari
per attivare la funzione di ottimizzazione.
Legenda:
La linea nera tratteggiata denota le comunicazioni verso l'alto con ETHERNET.
La linea nera piena denota il collegamento all'unità GOLD per la funzione di ottimizzazione.
La linea blu denota il collegamento tra il circuito di zona e le serrande di zona e i router.
La linea rossa denota il collegamento del circuito ambiente dalla zona/router ai regolatori di ambiente.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
45
WISE – Manuale tecnico
Regolazione
Se tutti i diffusori e serrande ADAPT vengono forniti con
configurazioni predefinite, ovvero impostati su valori standard
per quanto riguarda le portate d'aria e così via, sarà necessario
impostare tutti i diffusori d'aria e i registri per i flussi d'aria in
corrispondenza dei quali i diffusori d'aria e i registri devono
funzionare prima di iniziare la regolazione. In modalità di regolazione i diffusori d'aria (forzati) vengono impostati sul flusso
d'aria massimo. Ciò viene indicato dal LED arancione a luce
fissa. Se gli ambienti sono caratterizzati da una ventilazione
bilanciata, accertarsi che la porta sia aperta durante il processo
di regolazione. In genere il sistema dell'aria di ripresa viene
regolato per primo.
3
Per regolare il sistema senza ottimazione
• La serranda di zona (1) controlla la pressione nella zona in
base a una pressione statica specifica. La pressione di riferimento (2) è in genere preimpostata su Ps=40 Pa in fabbrica.
• Cercare la zona di riferimento (zona con il flusso più basso
espresso come percentale confrontata con il flusso massimo
di progettazione). A tale scopo, è sufficiente leggere il flusso
d'aria corrente in corrispondenza di ogni serranda di zona
utilizzando il terminale manuale TUNE Control.
• Chiudere un numero x di serrande di zona (3) corrispondenti
al flusso sottratto dal flusso massimo in base al fattore di
diversità (per garantire il flusso d'aria nelle rimanenti zone).
Utilizzare TUNE Control e regolare CONTROL Damper sulla
posizione chiusa riducendo temporaneamente il set-point
della pressione oppure la portata d'aria.
• Ispezionare tutti i diffusori nella zona di riferimento, quindi
controllare che siano messi sotto tensione e che funzionino
correttamente.
• Regolare la pressione di riferimento (4) dell'unità di trattamento aria finché la serranda di zona non sia aperta all'8590%. Ciò è valido solo per i sistemi che non dispongono di
Super WISE.
• Leggere il flusso d'aria totale per la zona a cui la serranda di
zona (1) fa riferimento. Se necessario, aumentare/ridurre la
pressione di riferimento nella serranda di zona. La posizione
della serranda del flusso d'aria e la lettura della pressione
sono entrambe visibili contemporaneamente sul display. Se
necessario, è possibile modificare subito il set-point della
pressione. Se la pressione è troppo alta, è possibile individuarne il motivo collegandosi all'ambiente e controllando la
relativa posizione della serranda, che dovrebbe essere aperta
al 70-90%.
• Collegare quindi un diffusore nella zona. Iniziare con l'aria di
ripresa se la ventilazione dell'ambiente è bilanciata. Controllare la dimensione del diffusore e i set-point di progettazione. Leggere il flusso d'aria corrente (valore effettivo),
quindi reimpostare il livello di regolazione sul flusso minimo.
Procedere alla lettura del valore. Reimpostare infine il livello
di regolazione sulla portata per la modalità Spazio libero,
quindi controllare anche questo valore. Scollegare il livello di
regolazione, quindi immettere i dati nel report. Si consiglia
di iniziare contemporaneamente la fase di messa in servizio
mediante il controllo del rilevatore di presenza e di eventuali
altre funzioni di controllo, ad esempio CO2, radiatore in
sequenza e così via. In questo modo sarà possibile velocizzare l'intera procedura. Se l'ambiente dispone di diffusori
d'aria slave, anch'essi dovranno essere controllati separatamente.
46
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
4
1
2
2-10V
Modbus
Figura 41 - Vista complessiva di un sistema con i seguenti componenti:
1 = serranda di zona, CONTROL Damper
2 = sensore della pressione, DETECT Pressure
3 = serranda di zona, CONTROL Damper
4 = posizioni dei sensori della pressione nell'unità di trattamento
aria
• Eseguire la stessa procedura per ogni diffusore/serranda
nella zona.
• Quando tutte le zone, eccetto le zone di chiusura, sono
pronte e controllate, regolare tali zone sul funzionamento
normale. Eseguire lo stesso controllo delle prestazioni come
descritto in precedenza.
• Dopo aver controllato anche l’ultima zona e avere immesso
i relativi dati nel report, il sistema viene regolato, avviato e
messo in funzione.
• Eseguire la stessa procedura per l’aria di mandata.
• Se l’aria di ripresa è posizionata al centro, controllare i relativi
flussi d’aria direttamente nella serranda della zona.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Per regolare il sistema con ottimazzione
L'utilizzo dell'ottimizzatore di sistema Super WISE (5) è caratterizzato da numerosi vantaggi. È possibile posizionare i sensori della
pressione dell'unità (6) in prossimità dell'unità di trattamento
aria senza la necessità di cercare una zona rispettivamente
per l'aria di mandata e l'aria di ripresa. Super WISE è collegato
(Modbus RTU) a tutte le serrande di zona e legge la posizione di
ogni serranda. Abbassa quindi la pressione generata dall'unità
di trattamento aria finché una serranda non è quasi completamente aperta. In questo modo, l'unità di trattamento aria
utilizza sempre la quantità minima di energia indipendentemente
dalll'impostazione della portata minima o massima.
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
5
Figura 42 - Vista complessiva di un sistema con i seguenti componenti:
1 = serranda di zona, CONTROL Damper
2 = sensore della pressione, DETECT Pressure
3 = serranda di zona, CONTROL Damper
5 = ottimizzazione del sistema, Super WISE
6 = posizioni dei sensori in caso di utilizzo di Super WISE
• Dopo aver controllato anche l'ultima zona e avere immesso
i relativi dati nel report, il sistema viene regolato, avviato e
messo in funzione.
• Eseguire la stessa procedura per l'aria di mandata.
• È necessario eseguire la stessa procedura per i registri dell'aria
di ripresa se la ventilazione dell'ambiente è bilanciata.
• Se l'aria di ripresa è posizionata al centro, controllare i relativi
flussi d'aria direttamente nella serranda della zona.
• Se il sistema di ventilazione è stato regolato per l'aria di
ripresa, eseguire la stessa procedura per il set-point della
pressione minima, che dovrà essere di alcuni punti percentuali al di sotto della pressione corrente. Impostare il valore
della pressione minima in Super WISE. È necessario impostare anche il valore iniziale per il controllo di feedback. Scegliere un valore del 50% superiore al valore minimo. Il valore
iniziale deve essere utilizzato come pressione di riferimento
dell'unità di trattamento aria finché il ritardo iniziale per
l'ottimizzazione del sistema non sia stato azzerato.
Considerazioni
2
È necessario disporre del dispositivo TUNE Adapt per la regolazione dei prodotti per ambienti e del terminale manuale TUNE
Control per le serrande di zona e l’ottimizzatore del sistema.
Se il sistema è dimensionato correttamente, se i sensori della
pressione sono posizionati correttamente e se tutti i diffusori
d’aria e le serrande sono configurati correttamente, quando
viene messo sotto tensione l’intero sistema dovrebbe funzionare in modo appropriato. Sarà comunque necessario controllare tutti i diffusori d’aria in modo tale che il tecnico che esegue
le regolazioni sia in grado di approvare e redigere un report
relativo all’impianto di ventilazione. I moduli di controllo delle
prestazioni per i vari prodotti del sistema WISE possono essere
scaricati all’indirizzo www.swegon.com.
20100419
2-10V
Modbus
47
WISE – Manuale tecnico
• Controllare il funzionamento di Super WISE. A tale scopo,
utilizzare il terminale manuale dell'unità di trattamento aria
GOLD oppure la pagina Web. Tutte le posizioni della serranda
di zona possono essere visualizzate mediante la pagina Web.
• Scegliere un numero x di zone da detrarre in base al fattore di diversità, selezionare le zone con la percentuale
di apertura (%) più bassa, "chiudere" tali zone. Utilizzare
TUNE Control e regolare CONTROL Damper sulla posizione
"chiusa" riducendo temporaneamente il set-point della pressione oppure la portata d'aria.
• Impostare il set-point massimo dell'unità di trattamento aria
per la regolazione della pressione. Tale valore dovrà essere di
qualche punto percentuale superiore alla pressione corrente
facendo riferimento al flusso d'aria massimo al fattore di
diversità definito. Questa operazione deve essere eseguita
separatamente per l'aria di mandata e per l'aria di ripresa.
Questa impostazione può essere immessa direttamente nel
menu dell'unità di trattamento aria GOLD.
• Ispezionare tutti i diffusori nella zona di riferimento, quindi
controllare che siano messi sotto tensione e che funzionino
correttamente.
• Leggere il flusso d'aria totale per la zona a cui la serranda di
zona (1) fa riferimento. Se necessario, aumentare/ridurre la
pressione di riferimento nella serranda di zona. La posizione
della serranda del flusso d'aria e la lettura della pressione sono
entrambe visibili contemporaneamente sul display. Se necessario, è possibile modificare subito il set-point della pressione.
Se la pressione è troppo alta, è possibile individuarne il motivo
collegandosi all'ambiente e controllando la relativa posizione
della serranda, che dovrebbe essere aperta al 70-90%.
• Collegare quindi un diffusore nella zona. Iniziare con l'aria di
ripresa se la ventilazione dell'ambiente è bilanciata. Controllare la dimensione del diffusore e i set-point di progettazione.
Leggere il flusso d'aria corrente (valore effettivo), quindi
reimpostare il livello di regolazione sul flusso minimo. Procedere alla lettura del valore. Reimpostare infine il livello di
regolazione sulla portata per la modalità Spazio libero, quindi
controllare anche questo valore. Scollegare il livello di regolazione, quindi immettere i dati nel report. Si consiglia di iniziare
contemporaneamente la fase di messa in servizio mediante il
controllo del rilevatore di presenza e di eventuali altre funzioni di controllo, se necessario, ad esempio CO2, radiatore in
sequenza e così via. In questo modo sarà possibile velocizzare
l'intera procedura. Se l'ambiente dispone di diffusori d'aria
slave, anch'essi dovranno essere controllati separatamente.
• Eseguire la stessa procedura per ogni diffusore/serranda
nella zona.
• Quando tutte le zone, eccetto le zone di chiusura, sono
pronte e controllate, regolare tali zone sul funzionamento
normale. Eseguire lo stesso controllo delle prestazioni come
descritto in precedenza.
WISE – Manuale tecnico
Per controllare le prestazioni dei prodotti
ADAPT
Ogni prodotto viene fornito con un manuale di riferimento
contenente tutte le variabili di configurazione. Per il test delle
prestazioni è necessario disporre di un dispositivo TUNE Adapt
e di un tester per CA/CC. Iniziare sempre con la misurazione
della tensione di alimentazione per accertarsi che non sia troppo
bassa. Eseguire il test durante il controllo delle valvole del radiatore, se incluse nel sistema. L'intervallo della tensione è 21,6-27,6
V CA. Per eseguire i seguenti controlli, è importare che il regolatore non venga forzato da un sistema di controllo principale
prima di eseguire il controllo delle relative prestazioni. Se il regolatore non viene forzato, si accenderà un LED verde e i controlli
funzioneranno normalmente. Tutti i prodotti ADAPT vengono
forniti nella modalità di messa in servizio portata massima.
Controllo del flusso d'aria
Per eseguire questo controllo, effettuare la lettura del flusso
d'aria quando è abilitato il livello di regolazione. Sono disponibili
tre livelli: flusso d'aria massimo, flusso d'aria minimo e flusso
d'aria quando i locali non sono occupati.
Per controllare il regolatore ADAPT slave, applicazione 3
È possibile controllare se il segnale raggiunge il regolatore in
Temperature Menu Input %. Il valore deve essere compreso
nell'intervallo 20-80% se il regolatore master non è in modalità
di allarme.
Per controllare la valvola del radiatore ACTUATOR Va
Il modo più semplice per eseguire il controllo del funzionamento della valvola è impostare il set-point del riscaldamento
su un valore maggiore della temperatura ambiente corrente.
Controllare che il set-point del riscaldamento aumenti fino al
100%. La valvola si apre. L'apertura completa richiede circa 3
minuti. Tuttavia, dopo un paio di minuti si nota già una leggera apertura che rende visibile il bordo blu. Vedere la sezione
relativa alla funzione "prima apertura" nel capitolo relativo alla
regolazione del riscaldamento.
Tabella 26 - Elenco gerarchico
Operazione
Priorità
Descrizione
Emergenza
Massima
Forzatura dell'apertura o chiusura della posizione della paletta
della serranda da parte del
sistema di controllo principale
Per controllare la temperatura
Questo controllo richiede il test della funzione di controllo con
una temperatura ambiente non conforme. Modificare il setpoint del controllo di raffreddamento in modo tale che questo
valore diventi più basso della temperatura ambiente corrente.
Il valore del carico di raffreddamento può essere letto come
percentuale nell'unità TUNE Adapt. Dopo alcuni minuti questo
valore deve aumentare fino al 100%. La velocità dipende dalla
differenza tra il valore effettivo e il set-point. Tenere presente
che l'impostazione della temperatura dell'aria di mandata deve
essere minore della temperatura ambiente. In caso contario, la
ricerca del flusso risulterà bloccata.
Per controllare l'unità DETECT Q, applicazione 1 & 2
Il modo più semplice per eseguire questo test è soffiare
sull'unità DETECT Quality e leggere il valore in TUNE Adapt.
L'applicazione deve essere impostata su 2 e il valore può essere
letto in User Menu. Se la funzione viene utilizzata come funzione combinata CO2 e temperatura, non sarà possibile visualizzare alcun valore nel regolatore.
Per controllare lo spazio occupato
È possibile controllare le prestazioni del rilevatore di presenza
incorporato mediante la lettura del livello del sensore in Occupancy Menu del dispositivo TUNE Adapt. Quando una persona
passa sotto un diffusore d'aria, il livello dovrebbe essere maggiore di 1000. Il limite inferiore per il rilevamento è 250. Il regolatore deve essere impostato su Occupancy. Questo valore può
essere letto in Occupancy Menu. Se la funzione è impostata sulla
modalità Test, è possibile reimpostare manualmente il regolatore
sull'impostazione Occupancy/Unoccupied. Se viene utilizzato il
controllo illuminazione, l'illuminazione dei locali verrà accesa/
spenta quando si cambia la modalità Occupancy/Unoccupied.
Per controllare l'unità TUNE Temp, applicazione 4
Azionamento
Alta
manuale del
posizionamento
della paletta
della serranda
Forzatura manuale in posizioni
fisse della paletta della serranda
Adjustment
level
Intermedia
Forzatura manuale su flussi d'aria
fissi (livello di regolazione)
Spazio occupato manuale
Bassa
Controllo manuale della funzione
Spazio occupato
Application
Minima
Varie impostazioni, ad esempio
slave e così via
Nella tabella 26 viene visualizzata la priorità di varie impostazioni.
Per garantire il normale funzionamento di un prodotto ADAPT, è
necessario disabilitare tutte le priorità superiori al tipo Applicazione.
Margine di errore, controllo del flusso d'aria
Un margine di errore del flusso d'aria conforme a quanto
riportato nel diagramma è un fattore importante per il funzionamento dei prodotti ADAPT nell'ambito dei relativi intervalli
operativi normali.
%
deviazione
Avvikelse
%
20
10
0
0
10
20
30
40
50
60
% del flusso d'aria massimo
del prodotto
% öppningsgrad
Diagramma 8 - Margine di errore, controllo del flusso d'aria
Il controllo del corretto funzionamento del segnale può essere
eseguito solo mediante la regolazione della manopola sul
massimo/minimo. I risultati possono essere letti solo nel carico di
riscaldamento o raffreddamento in User Menu.
Per controllare l'unità DETECT Temp, applicazione 5
È possibile controllare se il segnale raggiunge il regolatore
mediante la lettura della temperatura ambiente. Se viene
visualizzato un valore rilevante, significa che il funzionamento è
normale.
48
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
WISE – Manuale tecnico
Modulo standard di controllo prestazioni per i prodotti ADAPT
Swegon
Date of manufacture
2009-02-04
Checked by:
ADAPT Configuration Data and Performance Check
Date:
Project:
The Rosen District in Visby
Order no. (Order #):
100 031 259
Production no. (VstOrder #):
Marking:
TD10:Room 23
69 875
This list refers to the same menu structure as that in the TUNE Adapt hand-held micro terminal. (4) means that the value exists only in
Version 4.
ADAPT Da 250-M
Product:
USER MENU
RF: 00000
Reading
OCCUPANCY
Reading
New
0000l/s
-
Sensor level
0000
-
00.0gc
-
Occupancy status
0
-
Supply air temp.
00.0gc
-
Status + delay
0
-
CO2 in the room
0000ppm
-
Off, delay
00m
20
000%
-
On, delay
00s
0
Cooling load
Heating load
000%
-
ALARM MENU
Heat valve, item (4)
000%
-
Stroke error *
0
-
Occupancy time
00000h
-
Motor failure *
0
-
Running time
00000h
-
Pressure sensor error *
0
-
4
-
Temp. sensor error, external *
0
-
00000
-
Temp. sensor error, internal *
0
-
Wrong set-points *
0
-
Software
Serial number
TEMPERATURE
Reading
Cooling value, occupancy
00g
23
* = 0 or 1, where 1 is an error reading
Heating value, occupancy
00g
21
COMMUNICATON
Cooling value, no occupants
00g
25
Modbus Address
Heating value, no occupants
00g
20
Estimated set-point
Nonconforming room
temp.
External input
Set
0000
1
Baud rate
0
3
-
Parity
0
2
000g
-
Stop bits
0
1
000%
-
APPLICATION MENU
Set
Night-time cooling
00g
18
Application
0
0
Morning heat
00g
28
LED indicaton
0
1
0
0
Temp. Sensor used (4)
0
1
Radiator control (4)
0
1
Cool protection (4)
00%
0
Heat control, enabled (4)
Valve time
0000s
AIRFLOW MENU
350
Set
New
Max q, occupancy
000ls
15
Cooling limit value (4)
00%
50%
Min q, occupancy
000ls
25
Valve exercise (4)
0days
2
Min q, no occupants
000ls
200
New
000.0P
-
TEST MENU
0 calibration
00.0P
-
Emergency use
0
-
Damper blade position
000%
Occurance
0
-
Slave output
000%
-
Test mode
New
0
-
000%
-
CO2 min set-point
0000pp
500
CO2 max set-point
0000pp
1000
Occupancy Auto/Manual
0
000pp
200
Occupancy/Unoccupied
0
Adjustment level
0
Airflow
0
CO2 per volt
Damper blade pos.,
manually actuated
Reading
New
Flow pressure
0
WISE – Manuale tecnico
Airflow
Room temp.
3
Do not forget to set the Adjustment level to INACTIVE!
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
49
WISE – Manuale tecnico
Per controllare le prestazioni dei prodotti CONTROL
Per controllare la temperatura
I controlli vengono eseguiti con il terminale manuale TUNE Control, dove è possibile leggere tutti i valori sottoposti a verifica.
Vedere il manuale per il terminale manuale. Tenere presente
che esistono due manuali: uno per le serrande di zona CONTROL Da e uno per le applicazioni per ambienti CONTROL Db.
Il regolatore ha dei LED che indicano se vi è qualcosa di errato.
Il LED 1 in genere lampeggia lentamente sul verde. Se vi è
qualcosa di sbagliato nell'installazione, i LED lampeggiano in
colori diversi e a intervalli diversi. Per l'analisi dei problemi,
vedere l'elenco delle FAQ. Gli allarmi possono essere letti anche
in TUNE Control, dove vengono presentati in testo normale.
Per controllare la regolazione della pressione
I valori di controllo e i set-point per la regolazione della pressione possono essere letti in TUNE Control. Se il sensore della
pressione non è collegato correttamente, molto probabilmente
il valore effettivo visualizzato sarà 0 Pa e la serranda sarà quindi
completamente aperta (100%) e la lettura della portata dell'aria
sarà inaspettatamente elevata per le dimensioni dell'apparecchiatura. Probabilmente la causa è l'installazione non corretta
del tubo di plastica del sensore della pressione, oppure l'intero
sensore non è in posizione verticale. Se il sensore DETECT
Pressure non è collegato, compare un allarme e la serranda sarà
in posizione di allarme 50%. Il LED sul regolatore lampeggerà
sul rosso.
Per controllare la direzione di rotazione del motore
Se si sospetta che la direzione di rotazione del motore sia
errata, il modo più semplice per controllarlo consiste nello
scollegare il filo del segnale di controllo dal morsetto n. 34 (aria
di mandata) o 37 (aria di ripresa) del motore. Così facendo il
motore si chiuderà completamente e la portata d'aria scenderà
a 0 l/ s, come si potrà controllare in TUNE Control.
Controllo delle funzioni ambiente
Applicabile a CONTROL Db FSFE con SLAVE Cb.
Questo controllo richiede il test delle prestazioni della funzione
di controllo con una temperatura ambiente non conforme e
la modifica del set-point di controllo raffreddamento in modo
che questo valore diventi inferiore a quello della temperatura
ambiente corrente. Il valore del riscaldamento/ raffreddamento
può essere letto come percentuale nell'unità TUNE Control.
Dopo alcuni minuti questo valore deve aumentare fino al
100%. La velocità dipende dalla differenza tra il valore effettivo
e il set-point. Aumentare o diminuire il set-point nel regolatore
ambiente.
Sensore qualità dell'aria
Il modo più semplice per eseguire questo test è soffiare
sull'unità DETECT Quality e leggere il valore in TUNE Control. La
funzione deve essere definita nel parametro dell'applicazione
P_1537 o P_1437. Se il valore indicato è 0 ppm, l'applicazione
non è definita oppure il collegamento elettrico è errato.
Per controllare lo spazio occupato
Se DETECT Occupancy è collegato, viene indicato sul display.
Il regolatore riporta ECON nell'angolo in alto vicino allo spazio
vuoto e AUTO e il simbolo di un omino nell'angolo in basso
vicino allo spazio occupato. La funzione deve prima essere definita nel parametro dell'applicazione P_1521 o P_1421.
Contatto finestra
Aprire la finestra. Così facendo, nell'angolo in basso a sinistra
del display apparirà un simbolo finestra. La funzione deve
prima essere definita nel parametro dell'applicazione P_1520 o
P_1420.
Per testare le valvole
Quando si controlla la temperatura, il regolatore presumerà
una modalità di raffreddamento o di riscaldamento 100%. A
fianco del simbolo della batteria, sul display apparirà il simbolo
di un fiocco di neve per il raffreddamento o il simbolo di una
resistenza. Sotto lo stato è possibile leggere il valore di controllo
effettivo. Il valore pertinente sarà completamente aperto per
-100% (raffreddamento) e 100% (riscaldamento). La funzione
delle valvole (On/Off o 0-10V) può essere impostata nei parametri dell'applicazione P_1546 e P_1547 o P_1446.
Tabella 27 - Funzioni dei LED
LED 1
LED 2 sotto la custodia
metallica
DIP
1
DIP
2
Descrizione
Lampeggiante verde, 1 sec.
Non acceso
0
0
Funzionamento normale
Lampeggiante rosso e verde
Non acceso
0
0
Funzionamento normale ma con avvisi
- Mancano il regolatore ambiente, il sensore della temperatura o il sensore della
pressione
- Il valore della temperatura del regolatore ambiente è al di fuori dei valori limite
- Il file dei parametri è errato.
Lampeggiante rosso, 1 sec.
Non acceso
0
0
Emergenza: errore memoria esterna o uscite in cortocircuito.
Lampeggiante arancione, 1 sec.
Non acceso
1
0
Stato servizio
x
x
0
1
Modalità BMS
Arancione
Arancione
x
x
Nel regolatore manca un boot loader oppure sta per avviarsi il controllo.
Verde
Verde
x
x
Il regolatore ha un boot loader ma manca del software.
Arancione
Verde
1
x
Il regolatore ha un boot loader ma manca del software.
Lampeggio rapido verde
Verde
x
x
È in corso l'aggiornamento del file dei parametri
x
Rosso
x
x
Alimentazione troppo bassa, 24 V CA.
x
Lampeggio rapido verde
x
x
Le comunicazioni radio con TUNE Control sono abilitate
x
Lampeggio rapido rosso
x
x
Inoltro MB, Super WISE sta prelevando informazioni dal regolatore ambiente
Lampeggiante verde, 1 sec.
Rosso acceso
0
0
Il regolatore sta aggiornando l'elenco ambienti; Super WISE sta effettuando la
scansione.
50
Swegon si riserva il diritto di modificare le specifiche.
20100419
www.swegon.com.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement