il prossimo sindaco di capri nelle mani di emilio ruotolo?

WINDOOR SRL
Daniele Troise
Il Corriere di Capri
Settimanale a distribuzione in tutte le edicole dell’isola di Capri. Anno V numero 12 di domenica 30 Marzo 2014
Direttore Responsabile: Felice Spinella. e mail: direttore@ilcorrieredicapri.it
Tel. 081.837.51.62 - 33.55.44.33.22 Fax Numero Verde 800.910.649
PREZZO COPIA EURO
Reg. Trib.le di Napoli n. 37 del 15 aprile 2010. Dist.ne: Adis F.lli Pollio Napoli. Stampa: Tuccillo Arti Grafiche Srl Afragola
Edito da Capri Marketing Srl a Socio Unico. Sede Legale, Amm.ne e Red.ne: Via Provinciale Anacapri, 34 - 80073 - Capri.
Partita Iva e Codice Fiscale 06560901214 Periodico Iscritto al R.O.C. (Registro Operatori Comunicazione).
www.ilcorrieredicapri.it e mail redazione@ilcorrieredicapri.it
WINDOOR SRL
Daniele Troise
0,50
WINDOOR SRL
di Daniele Troise
- Infissi in legno, legno e alluminio, alluminio, pvc
Tel. 335.12.05.368
- Strutture in ferro preverniciate a fuoco
windoorcapri@
- Strutture in acciaio cromate e satinate - Vetri, Specchi e cristalli.
hotmail.it
WINDOOR SRL
di Daniele Troise
Tel. 335.12.05.368
windoorcapri@
hotmail.it
IL PROSSIMO SINDACO
DI CAPRI NELLE MANI
DI EMILIO RUOTOLO?
La Buona Notizia
della IV Domenica di Quaresima
30 marzo 2014 - a cura di don Carmine del Gaudio
Domenica scorsa un incontro, tra Gesù e la Samaritana, è stato per noi luce sulla ricerca di Dio da
parte di un’umanità ferita dal peccato ma bisognosa di Dio, di grazia. Gesù ha aspettato al pozzo l’arrivo
della donna. Come altrove è Gesù che chiama alla sua sequela i pescatori, l’esattore delle tasse, ecc…
Quest’oggi la scena cambia: non aspetta Gesù l’arrivo di qualcuno (il pozzo..l’incontro…la storia nuova…)
non passa sotto un albro di sicomoro e fa scendere Zaccheo, non sta passando oltre e viene fermato
dalle grida di Bartimeo: questa volta è Gesù che “vede” un cieco ai margini della strada della storia e
delle convivenza civile.
Dopo il tema dell’acqua che zampilla per la vita, torna il tema caro a Giovanni: il tema della luce che
percorre ripetutamente il Vangelo di Giovanni.
Nel tema della luce vorrei mettere in risalto la proposta che soggiace a questo brano e a tutta la Parola
della domenica: quella di convertirsi al modo di guardare di Dio. E ne abbiamo veramente bisogno.
Dalla prima lettura di oggi (Primo libro di Samuele: 16,1b.4.6-7.10-13) apprendiamo che Dio non “vede”
le apparenze. Tanto è vero che In quei giorni, il Signore disse a Samuele: «Riempi d’olio il tuo corno
e parti. Ti mando da Iesse il Betlemmita, perché mi sono scelto tra i suoi figli un re». Samuele fece
quello che il Signore gli aveva comandato.
Quando fu entrato, egli vide Eliàb e disse: «Certo, davanti al Signore sta il suo consacrato!». Il
Signore replicò a Samuele: «Non guardare al suo aspetto né alla sua alta statura. Io l’ho scartato,
perché non conta quel che vede l’uomo: infatti l’uomo vede l’apparenza, ma il Signore vede il
cuore». Iesse fece passare davanti a Samuele i suoi sette figli e Samuele ripetè a Iesse: «Il Signore
non ha scelto nessuno di questi». Samuele chiese a lesse: «Sono qui tutti i giovani?». Rispose
Iesse: «Rimane ancora il più piccolo che ora sta a pascolare il gregge». Samuele disse a Iesse:
«Manda a prenderlo, perché non ci metteremo a tavola prima che egli sia venuto qui». Lo mandò
a chiamare e lo fece venire. Era fulvo, con begli occhi e bello di aspetto. Disse il Signore: «Alzati
e ungilo: è lui!». Samuele prese il corno dell’olio e lo unse in mezzo ai suoi fratelli, e lo spirito del
Signore irruppe su Davide da quel giorno in poi.
Dio così fa la storia, con gli ultimi, perché in essi sa vedere quello che gli occhi umani non riusciranno
mai a vedere.
Il dramma della luce già nel Prologo viene richiamata: “In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini.
La luce splende nelle tenebre ma le tenebre non l’hanno accolta” (Gv 1,4-5). Dolorosa questa posizione
degli uomini che rifiutano la luce per rimanere nelle tenebre: e così rifiutano anche la luce che viene
da Dio. Eppure vita e luce sono due simboli strettamente congiunti. Però viene prima la vita e poi la
luce. Infatti non si afferma che la luce era la vita degli uomini ma che la vita era la luce degli uomini.
Come a dire che la luce della vita non è una luce viva ma una vita luminosa. Ora questa luce conosce
un vero e proprio dramma: la luce brilla nelle tenebre ma le tenebre l’hanno rifiutata. Nel testo di oggi
il vangelo ci ricorda quanto riportato in 8,12: “Io sono la luce del mondo. Chi mi segue non camminerà
nelle tenebre ma avrà la luce della vita”. Gesù non è mai definito semplicemente come “luce” ma “luce
degli uomini” o “luce del mondo”. Gesù è una luce “per”, una luce che rischiara qualcuno. Ed è una luce
per tutti, non soltanto per pochi eletti. E’ anche una luce esclusiva: cioè non c’è altro modo di vedere
il volto di Dio. L’umanità di Gesù rende visibile l’invisibile. La vita luminosa è resa magnificamente dal
piccolo brano agli Efesini (5,8-14): Fratelli, un tempo eravate tenebra, ora siete luce nel Signore.
Comportatevi perciò come figli della luce; ora il frutto della luce consiste in ogni bontà, giustizia e
verità. Cercate di capire ciò che è gradito al Signore. Non partecipate alle opere delle tenebre, che
non danno frutto, ma piuttosto condannatele apertamente. Di quanto viene fatto in segreto da
[coloro che disobbediscono a Dio] è vergognoso perfino parlare, mentre tutte le cose apertamente
2 |
Domenica 30 Marzo 2014
condannate sono rivelate dalla luce: tutto quello che si manifesta è luce. Per questo è detto:
«Svegliati, tu che dormi, risorgi dai morti e Cristo ti illuminerà».
Il cieco nato attraverso la sua guarigionoe operata da Gesù in modo singolare (sputa per terra, fa della
poltiglia di fango e gliela pone sugli occhi: poi lo manda a lavarsi alla piscina di Siloe) apre lo scenario
quasi di un processo con tanto di interrogatori. Questo episodio ci offre lo spaccato di chi entra nella
luce (il cieco non è solo guarito agli occhi ma è guarito nel cuore) e riesce a “vedere” anche il volto di
Gesù: e di chi vuole cocciutamente rimanere nelle tenebre come scelgono di fare i farisei.
L’episodio del cieco nato intende certo mettere ancor una volta in risalto che Gesù è la luce, ma ancor
più vuole raccontare il dramma della luce, quale accoglienza essa riscontra e dove si radicano i motivi
del rifiuto o dell’accoglienza.
Da un lato abbiamo i farisei che sono ricchi di parole, ma incapaci di provare dolore per la sorte dell’uomo:
perciò restano con le mani pulite ma desolatamente vuote. Non sanno che “si vede bene solo con il
cuore” (Saint-Exupery).
Essi sono apparentemente animati dallo zelo per l’onore di Dio (“Da’ gloria a Dio!”), ma in realtà pensano
soltanto a salvaguardare il loro potere e usano il nome di Dio per soffocare la vita che egli comunica.
Non solo non vogliono vedere ma impediscono che la gente veda e per non perdere il proprio prestigio
“chiamano bene il male e male il bene” (Is 5,20), incorrendo in quella che negli altri vangeli viene definita
l’imperdonabile “bestemmia contro lo Spirito Santo” (Mt 12,31). Non così il cieco. Questi riconosce di
non sapere, è disponibile, ragiona a partire dalla realtà dell’accaduto. Si lascia interpellare. Tra la verità
dogmatica e la propria esperienza vitale, è quest’ultima la più importante: “Se sia un peccatore, non
lo so; una cosa so: prima ero cieco e ora ci vedo”. Ogni volta che gli viene rivolta una domanda egli
esprime un crescendo sulla comprensione che ha di Gesù: un uomo (v. 11), un profeta (v. 17), un inviato
di Dio (v. 33). Scopre progressivamente l’identità di Gesù. Il suo è un vero e proprio cammino di fede che
scaturisce nel riconoscere in Gesù il Signore. Al progressivo avvicinarsi del cieco alla luce corrisponde
la progressiva cecità dei farisei: il cieco dichiara per tre volte di non sapere (9,12.25.36); per tre volte i
farisei dichiarano di sapere (9,16.24.29). Il miracolo è racchiuso in due soli versetti perché sia chiaro che
l’attenzione non deve fermarsi sul miracolo ma su ciò che ne consegue. Accogliamo l’invito racchiuso in
questo brano è quello di non cadere nello stesso peccato dei farisei il cui cuore resterà indurito anche di
fronte all’evidenza di un segno compiuto da Gesù. La minaccia più seria per la vita spirituale di un uomo
è il non ammettere la propria condizione di peccato e il conseguente bisogno di misericordia e perdono.
Prima che i singoli peccati è questo peccato fondamentale che va riconosciuto e combattuto.
Ci apre il cuore alla speranza il fatto che il cieco guarito interpellato da Gesù dopo le torture degli
interrogatori dei farisei arrivi ala pienezza della rivelazione di Gesù: e lo riconosce:
Gesù seppe che l’avevano cacciato fuori; quando lo trovò, gli disse: «Tu, credi nel Figlio dell’uomo?».
Egli rispose: «E chi è, Signore, perché io creda in lui?». Gli disse Gesù: «Lo hai visto: è colui che parla
con te». Ed egli disse: «Credo, Signore!». E si prostrò dinanzi a lui.
Anche se scopriamo di essere “ciechi dentro” non abbiamo paura. Nulla potrà impedire a Gesù di
“vederci” e di operare il miracolo su di noi. ci aprirà gli occhi del cuore e noi saremo capaci di dire:
Credo, Signore. Così la luce darà un senso alla nostra vita, completamente cambiata da Gesù che passa
e ci vede sofferenti nel peccato. Una volta guariti, vedremo alla maniera di Dio:
il bello e il brutto, il bene e il male, il giusto e l’ingiusto, non in ordine alle cose e alla mentalità umana:
ma alla maniera delle cose di Dio, fatte da Dio, volute da Dio per noi.
OGGI CAMBIO DI ORARIO DA SOLARE A LEGALE
SS. Messe feriali 8 19:
SS. Messe festive 8 – 8,15 – 10 – 11,30 - 19
Domenica 30 Marzo 2014
| 3
Politica
IL PROSSIMO SINDACO DI CAPRI NELLE M
A Capri piuttosto che una fase di preparazione alla presentazione delle liste per le comunali del 25 maggio, sembra
si stia disputando una vera e propria partita a scacchi. Gianni De Martino è partito per formare una lista da
contrapporre a quella che l’attuale vicesindaco Marino Lembo sta da tempo organizzando. Gianni De Martino si
è presentato agli elettori come rappresentante del rinnovamento da contrapporre alla politica tradizionale. Ma, il
tentativo di presentarsi sotto questa veste è stato di breve durata. Già molti storcevano la bocca pensando a Gianni
De Martino come rappresentante del rinnovamento, quando per oltre 20 anni, è stato una ruota fondamentale del
sistema amministrativo a Capri dirigendo il potentissimo ufficio tecnico comunale che dettava legge nell’edilizia
privata e nei lavori pubblici. I cittadini non potevano bersi la storiella dell’uomo nuovo per una persona che aveva
questo passato e che quando si è dimesso dall’ufficio comunale ha continuato a far parte dell’elite dei professionisti
privilegiati raccogliendo incarichi e consulenze da parte delle società comunali, che tutt’ora detiene, come pure è
stato per il suo collega di studio ingegnere Giuseppe Aprea, che per conto del Comune di Capri ha ricevuto incarichi
di ogni tipo, dagli impianti di pubblica illuminazione al rifacimento delle strade, all’isola ecologica. Ma, il tentativo
di Gianni De Martino di presentarsi come l’uomo nuovo della politica caprese, quasi una specie di Beppe Grillo
isolano, è miseramente naufragato quando si è saputo e se n’è avuta ampia conferma che alle spalle se n’è avuta ampia
conferma rimanendo nascosto nell’ombra, si muoveva e si muove il sindaco uscente Ciro Lembo. Ovviamente gli
interessati smentiscono ma le prove sono tangibili e concrete! Sembra che seppur tardivamente Gianni De Martino
si sia reso conto di essere stato usato per un’operazione politica il cui fine vero era ben diverso da quello di farlo
diventare il prossimo sindaco di Capri. In effetti Ciro Lembo in una e più delle riunioni di maggioranza parlando del
futuro amministrativo di Capri aveva detto che il prossimo sindaco “naturale” di Capri era Marino Lembo, attuale
vicesindaco ed assessore, colonna portante delle amministrazioni da 25 anni ad oggi. Cosa questa ribadita da Ciro
Lembo non meno di qualche settimana fa. Ciro Lembo aveva chiarito che molto probabilmente, con una percentuale
schiacciante, al 99%, non si sarebbe ricandidato. Subito questa dichiarazione saltava fuori la volontà di Gianni
De Martino di comporre una lista per le prossime elezioni comunali, chiedendo anche l’appoggio degli esponenti
dell’attuale amministrazione più vicini a Ciro Lembo, come Alessandro Esposito, Sasi Ruocco e Gino Russo.
Dall’altra parte Marino Lembo dopo l’esperienza del conflitto sorto dieci anni fa tra il precedente sindaco Costantino
Federico e il nuovo sindaco Ciro Lembo non è intenzionato a
ripetere lo stesso errore di candidare nella propria lista il sindaco
uscente, affinchè la storia non si ripetesse. E’ chiaro che è
inevitabile che il sindaco uscente cerchi di mantenere un ruolo
di comando all’interno della nuova amministrazione entrando
in conflitto con il nuovo sindaco, proprio come è successo tra
Costantino Federico e Ciro Lembo dieci anni fa. Marino Lembo
che è un politico attento si è preoccupato di non ripetere lo stesso
errore, anche perchè con la nuova legge elettorale il numero dei
comunali è passato da sedici a dieci, di cui solo sette
consegna immediata occhiali da vista consiglieri
spettano alla maggioranza e non ci si può permettere che quattro
franchi tiratori facciano saltare il tavolo della maggioranza. Questa
la situazione che si era venuta a creare quando Ciro Lembo si è
fatto promotore della candidatura di Gianni De Martino, che oltre
a trovare candidati non ancora impegnati in politica ha contattato
quelli che si sapevano notoriamente far parte della lista di Marino
Lembo, che, è andato su tutte le furie per questo tentativo di
pugnalarlo alle spalle per interposta persona. In particolare ha
lasciato sconcertati la posizione di Sasi Ruocco che pur essendo
tra coloro che Marino Lembo intendeva sicuramente candidare e
che aveva dato la sua disponibilità a farlo mettendo nero su bianco
la sua adesione all’iniziativa del vicesindaco, all’ultimo momento
con un voltafaccia spregiudicato si è unito ai sostenitori di Gianni
De Martino senza fornire nessuna spiegazione politica del suo
gesto, semplicemente giustificandosi con l’impegno di suoi amici
Capri
nella formazione della lista di Gianni De Martino. Alla fine Ciro
Lembo ha assunto il ruolo di burattinaio. Da una parte ha ispirato e
Via Vittorio Emanuele, 38
OTTICA
AZZURRO
Visite
Oculistiche
per prenotazione
Dott. Anna Nesti
Tel. 081.837.64.22
Politica
MANI DELL’AVVOCATO EMILIO RUOTOLO?
sostenuto ed incoraggiato i suoi più fedeli seguaci a sostenere la candidatura di Gianni De Martino, dall’altra ha iniziato
una trattativa con Marino Lembo per contrattare il suo sostegno alla candidatura del vicesindaco. Di fronte a questo
comportamento e il certo sostegno di Ciro Lembo alla lista di Gianni De Martino l’unica spiegazione è che Ciro Lembo
abbia lanciato la candidatura di Gianni De Martino allo scopo di creare uno spauracchio e ottenere condizioni più
vantaggiose nella trattativa con Marino Lembo. A complicare le cose si è aggiunta l’opera di un mediatore che questo
mestiere l’ha nel sangue, quello che
tutti definiscono il vero sindaco di
Capri, l’avvocato Emilio Ruotolo.
Emilio Ruotolo che qualche mese
fa disse chiaramente che Marino
Lembo non doveva e poteva mai
fare la lista insieme a Ciro Lembo
perchè così l’amministrazione
non sarebbe durata a lungo per
i sabotagi che l’attuale sindaco
avrebbe compiuto in danno di Capri.
Posizione questa che sembrebbe
cambiata nelle ultime settimane da
quando l’avvocato e presidente del
porto turistico starebbe facendo
ogni sforzo per convincere Marino
Lembo ad accordi con Ciro Lembo.
Non si sa se questo cambiamento
di rotta nasce da un’indicazione
che l’avvocato (all’Agnelli ndr)
avrebbe avuto con
precise indicazioni da Ciro Lembo o se si tratterebbe di una
sua iniziativa, cosa questa che rafforzerebbe la sua posizione di
rapporto privilegiato con il Comune di Capri. Anche, perchè,
ormai Marino Lembo non può più mettere nella sua lista Sasi
Ruocco, futuro genero dell’avvocato, perchè sarebbe come il
consegna immediata occhiali da vista
marito che trova la moglie fedrifaga e la fa tornare a casa come
una principessa o ancora chi tradisce una volta può farlo sempre
una seconda. Al momento in piazzetta si vocifera che Ciro Lembo
per togliere l’appoggio a Gianni De Martino vorrebbe due o tre
persone sue nella lista di Marino Lembo, cosa questa che da una
parte apparirebbe ragionevole ma dall’altra parte mette a rischio il
sindaco dello stesso Marino Lembo che diverrebbe loro ostaggio.
Ma comunque questa non sembra il vero fine dell’azione di Ciro
Lembo che potrebbe mirare ad essere presente in prima persona
nella lista di Marino Lembo, perchè questo è l’unico modo che
gli permetterebbe di continuare di esercitare un potere al quale
non vuole rinunciare. La storia non finisce qui e bisognerà vedere
quanto sarà grande il coraggio di Marino Lembo di resistere alle
pressioni e di riuscire a far voltare pagina al paese. Ad Anacapri
tutto uguale, la lista del sindaco uscente Franco Cerrotta, risulterà
rinnovata nella maggior parte dei componenti e davanti al rischio
che non ci sia una lista d’opposizione si vocifera che dovrebbe
nascere una cosiddetta lista civetta. Non si ricandierà Antonino
De Turris che ha provato a cambiare Anacapri alle scorse
amministrative e che oggi dice di ritirarsi dalla vita politica per
raggiunti limiti di età.
di Felice Spinella
Capri Vision
Visite
Oculistiche
per prenotazione
Dott. Anna Nesti
Capri Via Vittorio Emanuele, 17
Tel. 081.837.64.22
Cultura
Salotto Caprese, musica cultura
e… cose di Capri
Domenica 30 Marzo 2014 alle ore 10:00, si terrà presso
la sala conferenze del Centro Caprense Ignazio Cerio, un
altro appuntamento con il Salotto Caprese, musica cultura
e… cose di Capri, promosso dall’Assessorato alla Cultura
e al Turismo della Città di Capri in collaborazione con il
Centro Caprense Ignazio Cerio. Tutti gli eventi di questa
quinta edizione sono stati sponsorizzati dalla Lucertolablu
di Giovanni Mameli e Maria Bonatti. Il tema della giornata
sarà: “La Flora di Capri”. Nella prima parte si terrà una
conferenza dal titolo “Speci¬cità botaniche dell’isola di
Capri” con una conferenza a cura della Prof. Annalisa
Santangelo. Nella seconda parte immagini, personaggi e…
cose di Capri Vittorio De Martino proietterà delle immagini
dal titolo: “Capri in fiore”. Ad accompagnare con musiche
questo secondo appuntamento saranno le note di Riccardo
Pecoraro e Eleonora D’Aniello.
Auguri a zia ELISABETTA
per il suo 87° compleanno
A&M PAUCIANO srl
Via Triste e Trento, 24
Anacapri
Tel. e Fax 081.837.39.91
Attualità
Spazio Gratuito
12 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 13
Le ali nella notte di Cinzia Paglini
I colori, il profumo dei fiori, forte, intenso, dolce, selvaggio, la luce sempre diversa in tutto
l’arco della giornata, il mare che si frange sugli scogli, le rocce, fanno parte di quell’insieme
che ispira la cantante Cinzia Paglini, che ama rifugiarsi a Capri per trovare l’energia che
emerge con forza dai suoi lavori discografici. La sua carriera inizia all’eta di quindici anni
come valletta di Mago Zurlì (all’anagrafe Cino Tortorella), subito dopo a 18 anni il suo primo
lavoro discografico “Autostop”, a seguire altri 4 album. L’artista napoletana nella sua carriera
ha effettuato tournee in Italia e all’estero. Le sue canzoni sono sempre state il riflesso del
suo stato d’animo e sono riuscite a coinvolgere il pubblico toccandolo al cuore. “Le ali nella
notte”, produzione “Capogiro Records”, rappresenta il suo nuovo lavoro discografico e il
brano che da il titolo alla collezione musicale si ispira ad una storia d’amore tormentata,
un amore che fugge e lei che cerca di fermare il tempo. Un lavoro importante anche per
la partecipazione di rilevanti autori ed arrangiatori della musica italiana ed internazionale.
Il lavoro ha inizio a Roma con la partecipazione di Bruno Iliano (autore compositore ed
arrangiatore di Pino Daniele) a Cuneo e Milano con la partecipazione straordinaria di Valerio
Liboni e Guido Guglielminetti. di Carmen Ricci
Spazio Gratuito
16 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 17
Attualità
IL CONSIGLIO DI STATO SOSPENDE
LA VITTORIA AL TAR DELLA CAPRI
TOUR PER I BUS TURISTICI
La notizia è arrivata solo martedì scorso, ovvero il Consiglio di Stato, a cui il Comune di Capri era ricorso a
seguito della vittoria al Tar Campania da parte della Capri Tour. Il Consiglio di Stato qualche giorno fa, su
ricorso del Comune di Capri, ha sospeso gli effetti della sentenza del Tar Campania che aveva disposto
il rilascio di 4 autorizzazioni per il servizio di noleggio con conducente alla Capri Tour, amministrata dal
tassista Lucio Di Palma. La sentenza del Tar Campania condannava il Comune di Anacapri anche ad un
risarcimento di 100 euro al giorno a favore della Capri Tour. Capri Tour che non ebbe però le autorizzazioni,
come invece disposto dal Tar Campania, in quanto era emerso che l’officina indicata nella pratica di
richiesta per il rilascio delle autorizzazioni, non aveva i requisiti. Leggendo la sentenza del Consiglio di
Stato, meglio, l’ordinanza della quinta sezione, si legge letteralmente: considerato che nella presente
controversia assume valore determinante il profilo del periculum in mora, discendente dall’eventuale
impatto che avrebbe l’esecuzione della sentenza appellata sugli interessi pubblici in gioco. Rilevato,
altresì, che appare opportuna la trattazione del presente giudizio unitamente a quello introdotto avverso
la sentenza indicata... P.Q.M. ... sospende l’esecutività della sentenza impugnata... rinvia all’udienza del
15 luglio 2014. Quindi, il Consiglio di Stato ha ravvisato i motivi “pubblici” per sospendere tutto e per
entrare nel merito da metà luglio.
TROVATO IL RIPIEGO PER
L’AZIENDA DI SOGGIORNO?
L’Azienda di Soggiorno, sfrattata da Palazzo Cerio per fine contratto, aveva pubblicato un bando
per trovare i locali dove trasferirsi, premesso che i requisiti richiesti non sono facilmente reperibili
sull’intero territorio isolano. Probabilmente l’unico locale adatto ad ospitare la sede dell’Azienda di
Soggiorno poteva essere l’ex Chicco di via Sopramonte, a qualche minuto dalla piazzetta e con
un accesso, grazie agli scivoli comunali, adatti anche ai portatori di handicap. L’amministratore
attuale dell’Azienda, l’avvocato Speranza a seguito degli articoli che hanno interessato il giornale
negli ultimi numeri ha tenuto a chiarire che anche se non arrivasse l’aiuto del Comune i fondi in
dotazione dell’Azienda consentirebbero tranquillamente di far fronte ad un fitto di un locale. In effetti
l’amministratore dell’Azienda era rimasta male che era stato scritto che si era andati a piangere alle
casse comunali per un aiuto economico per trovare i locali sede dell’Azienda. Mentre l’avvocato
Speranza spiegava ciò, si è saputo che il Comune di Capri avrebbe reso disponibile una parte del centro
congressi, che non rientra nei locali che a breve andranno in gestione, con la chiusura del contenzioso,
all’imprenditrice Marianna Vertecchi della Capri Med sas. Locali che il Comune di Capri fitterebbe ad
un prezzo politico, ovvero poco, molto poco se non niente, ma a fronte di un impegno politico serio
della Regione Campania in materia di fondi per il turismo a favore dell’ente pubblico. Una soluzione
ottimale per l’Azienda di Soggiorno che potrebbe prendersi anche la sede dell’Ascom e dell’Adac che
il Comune di Capri ha dato loro gratuitamente. D’altronde l’associazione dei commercianti e quella
degli albergatori, composta essenzialmente da imprenditori, non avrebbe problemi a trovarsi un altra
sede a fronte di un fitto che attualmente non paga al Comune di Capri. Ancor più davanti al fatto che
proprio l’Ascom e l’Adac avevano sollecitato il Comune di Capri di farsi carico del problema. Intanto,
l’Azienda di Soggiorno potrà restare a Palazzo Cerio fino al prossimo settembre e quindi a stagione
finita mentre i locali del piano terra verranno destinati a negozi.
di Felice Spinella
18 |
Domenica 30 Marzo 2014
Attualità
AUTISTI SENZA STIPENDIO,
DOV’E’ LA GARA DI APPALTO?
Dal dicembre del 2013 gli autisti dell’Atc (società che gestisce il trasporto su gomma collegando Capri
con Anacapri, Marina Grande e Marina Piccola) ricevono lo stipendio con forte ritardo e comunque solo
grazie ad una finanziaria che si fa garantire dagli stessi autisti. Secondo l’Ugl senza il biglietto Unico,
l’Atc sarebbe un’azienda con solide basi economiche. In base ad Unico gli incassi dei biglietti vengono
divisi dal 2000 al 32% che va all’Atc, il 62% alla Funicolare e il 6% agli Staiano. Unico Capri che doveva
rappresentare una vera rivoluzione nella connessione dei trasporti su ferro e gomma che coprono i
collegamenti sull’isola di Capri e dopo un periodo di sperimentazione doveva rappresentare un sistema
integrato ed economico per girare Capri. Questo non è stato e se è vero che senza Unico le casse dell’Atc
sarebbero floride sarebbe il caso di valutare la soppressione del biglietto Unico istituendo nuovamente
un biglietto per ogni compagnia di trasporto. Le aziende di trasporto si trovano ad avere anche ingenti
scorte di biglietti elettronici e card che furono “costretti” ad acquistare su espressa indicazione e volontà
della Regione Campania. Paradossale che le card vengono preparate all’estero e precisamente a Parigi.
Resta sempre aperto il nodo della tanto vociferata e mai attuata gara di appalto per l’acquisizione delle
tratte sull’isola di Capri che non si capisce perchè non vengono messe a bando. Il metterle al bando
significherebbe avere bus nuovi e più confortevoli oltre ovviamente anche alla possibilità, se il bando
stesso lo prevederebbe, che il biglietto cali di prezzo.
di Felice Spinella
LO STIPENDIO E’ UN DIRITTO SACROSANTO ED UN BENE IRRINUNCIABILE
PER IL SOSTENTAMENTO DELLE NOSTRE FAMIGLIE!!!
LETTERA APERTA AI CITTADINI, ALLE ISTITUZIONI LOCALI E AGLI ORGANI DI STAMPA
Ancora una volta a partire dal mese di dicembre noi dipendenti della A.T.C. di Capri subiamo il ritardo nel
pagamento degli stipendi o, peggio ancora, siamo costretti a riscuoterli in maniera “anomala” attraverso
la cessione del credito ad una Società finanziaria e divenendo, nel contempo, garanti che l’A.T.C. soddisfi
il debito. Anche stavolta ci è stato detto, come in altre circostanze in passato, che ciò sarebbe avvenuto
solo per un mese, invece tale procedura si prospetta, con l’avallo di qualche sindacato “giallo”, anche
per marzo. Un’azienda, affidataria di servizio pubblico di trasporti mediante contratto di servizio con
la Regione Campania, che non è in grado di garantire il regolare pagamento degli stipendi ai propri
dipendenti è “insolvente” e, quindi, “inaffidabile” a detenere tali concessioni. Noi lavoratori dell’A.T.C.
abbiamo sempre mantenuto un comportamento corretto ed esemplare, mettendo al primo posto
l’efficienza dell’azienda. Sta di fatto che l’anno scorso l’U.G.L. ha sottoscritto un accordo con l’azienda
che ha previsto: L’internalizzazione di tutta la manuntenzione degli autobus, con il risultato, confermato
anche dall’azienda, di un cospicuo risparmio dei costi e di un notevole miglioramento qualitativo nella
riparazione dei mezzi; La lotta all’evasione dei titoli di viaggio, combattuta con l’instituzione di squadre
di controlleria e con una maggiore attenzione degli autisti, che ha portato ad un aumento degli incassi,
detto dall’azienda, pari al 36%. Questi sforzi, che hanno migliorato il know how ed i conti dell’azienda,
rendono incomprensibile e non giustificabile il comportamento aziendale a non pagarci, nei tempi
stabiliti e con modalità “legittime”, lo stipendio. Noi riteniamo che la causa principale della crisi accusata
dall’A.T.C. è imputabile alla nascita del biglietto “unico Capri”. A questo titolo partecipano, con diritto alla
ripartizione degli incassi, SIPPIC Funicolare (incassa il 62%), ATC (incassa il 32%) e Staiano (incassa il
6%). L’anomalia sta nella ripartizione, cui fa capo alla stessa proprietà, tra SIPPIC e ATC. Siamo convinti
che se si ritorna al singolo biglietto aziendale l’ATC, liberatasi da quella discriminante “tenaglia” nella
ripartizione degli incassi, può ritornare agli antichi splendori in cui la vendita dei biglietti ha sempre
fatto la differenza in positivo. Noi e le nostre famiglie siamo stanchi ed esausti a vivere ogni fine mese
nella tremenda preoccupazione di non vederci corrispondere il nostro sacrosanto stipendio. E’ giunto
il momento di affrontare in maniera definitiva il problema anche chiedendo alla Regione di sanzionare
la discriminazione messo in atto dalla proprietà. Pertanto chiediamo, ai destinatari della presente, di
intervenire nell’ambito delle proprie competenze affinchè venga assicurata dignità e rispetto a noi e alle
nostre famiglie.
La R.S.A. e gli Associati UGL –ATC Capri
Domenica 30 Marzo 2014
| 19
Roberto Smit
Capri
Termoidraulica Impianti Elettrici Condizionamen
Riparazioni a Capri di c
PRONTO INTERVENTO H24 - PR
unità da interno casa
Sostituzione di vecchio impianto di
con nuovo impianto a
Con il risparmio sui consum
Possibilità di paga
rate fino a 84 mesi c
Detrazione fis
Tel. 339.47.50.708
e mail: r.smit@libero.it
nto Pannelli Solari Assistenza e Manutenzione
caldaie e condizionatori
REVENTIVI GRATUITI E VELOCI
unità esterna
inverter
Potenza 12000 btu/h
Profondità cm. 25
Altezza cm 90
Larghezza cm 60
PREZZO
SPECIALE
Pannello esterno verniciabile in tutti i colori
per adattarsi perfettamente alla facciata esterna
i riscaldamento e condizionamento
risparmio energetico.
mi si paga l’impianto nuovo.
amento in comode
con finanziamento.
scale del 65%.
Studio Associato di Odontoiatria
Dott. Luigi Pascariello
Cell. 333.63.47.806
Dott. Pietro Rutigliani
Cell. 347.29.59.379
Capri, Via Madre Serafina, 35
Complesso Santa Teresa
Tel. 081.837.55.90
e mail: infomed.capri@gmail.com
Sbiancamento Professionale
Laserterapia - Faccette
Implantologia - Ortodonzia
Pedodonzia - Protesi Tradizionali
Chirurgia - Endodonzia
Radiologia Digitale
Medicina Orale
Medicina Legale e delle
Assicurazioni
Cultura Caprese
DALLA PRO CAPRI ALLO... SFRATTO
di Luigi Lembo
E’ notizia di questi giorni dello sfratto operato nei confronti dell’Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e
Turismo dalla sua sede storica di Palazzo Cerio; se ciò intristisce per la difficoltà sostenute da un istituzione così
importante per il mercato turistico isolano, va altresì fatto rilevare le non poche difficoltà che stà vivendo l’Ente
da qualche anno a seguito di drastiche riduzioni
gestionali e di risorse umane che nel tempo
ne hanno svilito quella funzione essenziale di
volano dell’economia turistica locale. Eppure, l’
esigenza di avere una sorta di ente di promozione
turistica viene da lontano: già nel primo decennio
del 1900 per un iniziativa di alcuni isolani tra
cui Giorgio e Arturo Cerio nasceva la Pro Loco
presto denominata Pro Capri con lo scopo di
promuovere l’affluenza turistica verso l’Isola. I
soci fondatori avevano eletto dodici consiglieri
suddividendo l’Isola in altrettante zone; ognuno
di loro si occupava della pulizia delle strade,
dell’istallazione delle panchine dei punti
panoramici, del rimboschimento delle zone
brulle e di quant’altro servisse a rendere godibile
la nostra Capri. Come esempio dell’impegno di
questi solerti consiglieri basta ricordare l’opera
di Alfredo Clark (figlio di George Sidney Clark,
primo proprietario del Quisisana) che, come si
racconta, ogni mattina riuniva a rapporto tutti gli spazzini dell’Isola ai quali elargiva di tasca propria un’abbondante
colazione ricevendo da parte loro un adeguato impegno nella pulizia delle strade. Naturalmente i fondi erano sempre
pochi per poter far fronte alle tante idee e iniziative; e così pur con l’apporto dato dalla tassa di soggiorno (dal 1914)
era necessario l’applicazione di altri insoliti balzelli come quella di tassare le sedie in legno poste sulla terrazza della
Funicolare, tanto che questo fu oggetto di una accesa polemica che produsse addirittura una petizione al podestà da
parte di chi sosteneva di aver già pagato la tassa di soggiorno ritenendosi esente del pagamento di venti centesimi
per ammirare il panorama! Nel 1926, grazie all’impegno di Dusmet la Pro Capri aderiva alla Confederazione
Nazionale Enti Autarchici ottenendo la partecipazione alle spese consortili e facendo riconoscere Capri come
stazione di Cura e Soggiorno. Nello stesso anno l’Ente disciplinava la gestione della tassa statale per l’ingresso
alla Grotta Azzurra e favoriva l’istituzione di una squadra di facchini. Nel 1930
veniva organizzato un importante Convegno per lo sviluppo della Propaganda
turistica del Meridione. Nel 32 Veniva aperto un corso di tecnica alberghiera
che prevedeva, oltre alla cultura generale, l’insegnamento della lingua inglese e
nozioni di igiene. Notevole fu inoltre l’impegno ad incentivare l’aumento della
ricettività alberghiera: verrà infatti concesso la sopraelevazione del quarto piano
del Quisisana e ampliamenti alla Palma, Vittoria Pagano, Internazionale, Tiberio
e Windsor. La Pro Capri partecipava a moltissime fiere turistiche internazionali ma non disdegnava a fornire un ampio cartellone di eventi estivi e invernali
tanto da far considerare Capri come uno dei paesi d’Italia dove ci si divertiva di
più. Veniva “inventato” il capodanno per le bande folcloristiche, i grandi balli
e concerti per il carnevale, la festa dei fiori, gare di tiro a segno, regate veliche
e di nuoto, tornei di tennis e la settembrata anacaprese… e tutto ciò solo nei
primi anni di vita! Molto, moltissimo ancora ci sarebbe da raccontare su quanto
determinante è stato quest’ente nello sviluppo economico ma anche sociale e
culturale della nostra comunità. Vederlo considerato oggi come oggi quasi come
un ente inutile con la mortificante funzione di fornire solo qualche orario o
qualche cartina, merita qualche considerazione e qualche impegno in più alla sua
tutela.
24 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 25
Annunci
Per la pubblicazione di annunci è possibile effettuarli esclusivamente inviando e mail. Inviare l’annuncio a:
annunci@ilcorrieredicapri.it o telefonare allo 081.837.51.62 dal lunedì a mercoledì dalle 17.00 alle 20.00.
Senza il pagamento non potrà essere pubblicato alcun annuncio in quanto lo stesso deve corrispondere a fattura.
Il prezzo di pubblicazione è di 14.64 euro i.c. per 4 volte consecutive e di 17.86 euro i.c. per 4 volte consecutive con evidenziazione in
rosso. E’ possibile pubblicare annunci corredati di immagini da inviare in formato jpg al prezzo di 30.50 euro i.c. per 4 volte consecutive.
Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente a mezzo bonifico bancario a:
CAPRI MARKETING SRL A SOCIO UNICO MONTE DEI PASCHI DI SIENA FILIALE DI CAPRI
IBAN IT31Z0103039790000000758772
Codice BIC PASCITM1N94
L’inserzionista nell’e mail con cui invia l’annuncio da pubblicare, composto al massimo da 20 parole scritte con carattere minuscolo,
deve indicare nome e cognome, indirizzo completo (via, città, cap) e il proprio codice fiscale, se un’azienda indirizzo completo (via,
città, cap) e il proprio codice fiscale e partita iva, riceverà la relativa fattura per posta elettronica.
L’editore si riserva la facoltà a suo insindacabile giudizio di non pubblicare annunci, offensivi del buon gusto e decoro. L’editore declina
qualsiasi responsabilità riguardante il contenuto degli annunci inseriti. La trasmissione di qualsiasi messaggio, informazione, materiale
o qualsiasi utilizzo di questo servizio in violazione alle leggi o ai regolamenti vigenti nella Repubblica Italiana è proibita. L’editore e si
riserva il diritto di cancellare ogni genere di annuncio ritenuto, a suo insindacabile giudizio, inappropriato o lesivo verso terzi. L’editore
non è in grado di esercitare il pieno controllo sulle informazioni e sui testi inseriti/pubblicati pertanto esclude ogni propria responsabilità
per annunci immessi da terzi in violazione alle leggi e ai regolamenti vigenti in materia. Ci si riserva il diritto di prendere nota ed eventualmente conservare i dati identificativi degli inserzionisti, al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorita’ competenti, sollevandosi
da ogni responsabilità per azioni che dovessero essere effettuate da terze parti, relativamente alle violazioni delle leggi nazionali o internazionali. Gli inserzionisti sosterranno tutti i costi, risarcimenti ed oneri (compresi quelli legali) che dovessero scaturire da azioni di
responsabilità. L’editore non riceve compensi di nessun genere sulle contrattazioni e non effettua commerci attaverso il servizio degli
annunci gratuiti. I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l’uso richiesto dall’utente e, secondo le leggi in vigore, non saranno
ceduti a terzi. Pubblicando un annuncio, l’utente garantisce la veridicità dei dati forniti e se ne assume ogni responsabilità.
Trattamento dei dati personali - informativa ex art.13 DLgs. 196\2003.
Ai sensi del Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali, si informa che:
il titolare del trattamento dati è Capri Marketing Srl a Socio Unico, domiciliata in Capri, via Prov.le Anacapri, 34, in persona del legale
rappresentate pro-tempore. I dati personali forniti, o comunque raccolti in sede di esecuzione di un qualsiasi servizio erogato da Capri
Marketing Srl a Socio Unico all’interno giornale Il Corriere di Capri e del sito ilcorrieredicapri.it, vengono utilizzati soltanto per le finalità connesse all’erogazione del servizio stesso, i dati sono trattati elettronicamente, in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza,
e sono conservati presso i server del gestore del servizio internet, nel caso di eventuale rifiuto al consenso comporta semplicemente
l’impossibilità alla pubblicazione dell’annuncio. I dati raccolti non sono e non saranno mai oggetto di diffusione, i dati saranno conservati da Capri Marketing Srl a Socio Unico per i termini di legge e trattati da parte e sotto la diretta supervisione e responsabilità di Capri
Marketing Srl a Socio Unico. Nel rispetto del art. 7 della legge di cui sopra è possibile modificare o rimuovere completamente i tuoi dati
inviando e mail a amministrazione@caprimarketing.it. L’invio dell’annuncio da pubblicarsi e i relativi dati anagrafici o aziendali implica
il consenso al loro trattamento. Per trattamento di dati personali si intende la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, diffusione, cancellazione, distribuzione, interconnessione e
quant’altro sia utile per l’esecuzione della pubblicazione dell’annuncio, compresa la combinazione di due o più di tali operazioni.
nota: le stelle rappresentano quante volte
verrà pubblicato l’annuncio
IMMOBILI E TERRENI IN VENDITA
- VENDESI**** monolocale di circa mq. 30, con
annesso giardino, circa mq. 50, in località via Lo Capo
(inizio), l’immobile è regolarmente accatastato e
dispone di luce, acqua e allaccio fognario, ottimo per
investimento. Tel. 347.11.07.533
- VENDESI** Anacapri terreni confinanti mq. 1.170
+ mq. 1.320 zona Grotta Azzurra, accesso carrabile
dista 20 metri.
Tel. 330.988.943
- VENDESI** Anacapri uliveto di circa 6500 mq in
località Lo Funno, con accesso pedonale e carrabile,
nonchè con allaccio idrico. Presente un comodo
rurale. Prezzo interessante.
Tel. 333.23.89.902
CEDESI
- CEDESI Capri** nelle immediate vicinanze della
piazzetta locale commerciale mq. 34 con ancora
10 anni di contratto - fitto interessante. Richiesta
ragionevole.
Tel. 333.84.91.940
26 |
Domenica 30 Marzo 2014
IMMOBILI IN FITTO
- Ristorante**** a Capri cerca 2 posti letto per propri
dipendenti campani.
Tel. 334.85.05.837
- FITTASI**** Fittasi abitazione indipendente - Capri,
zona Croce di fronte chiesetta, posizione strategica.
Appartamento di 40mq + 20mq ampio terrazzo
coperto da tenda in PVC, in ottime condizioni, comodo
e funzionale, con aria condizionata e arredato:
cameretta matrimoniale, grande cabina armadio,
soggiorno-cucina con divano letto, comodo bagno
con vasca grande. Ideale per una coppia. Prezzo
1.100 euro mensili.
Tel. 366.54.50.241
- Centro storico Anacapri, FITTASI***esclusivamente
a locali referenziati ampio e luminoso monolocale
arredato, dotato di cucinotto, bagno neoristrutturato,
piccolo ripostiglio, terrazzo, lavanderia e cortile
d’ingresso. Astenersi perditempo.
Tel. ore serali. Tel. 338.40.11.470
- FITTASI** locale uso deposito 20 mq, non ha bagno,
in Capri in Via Listrieri.
Tel. 340.61.45.015
- FITTASI** Capri Via P.R. Giuliani uso ufficio o deposito,
Annunci
locale mq. 30, con servizio, aria condizionata.
Tel. 338.21.19.188
- FITTASI monolocale zona Tiberio per tutto l’anno per
due persone.
Tel. 081.837.57.13 di mattina oppure 328.45.24.258
- Fittasi*** villetta Anacapri di 85 metri quadri con
giardino in privato e vista incantevole sul mare e sui
fortini saraceni. Finemente costruita e curata nel
dettaglio; 4 anni di vita e tenuta maniacalmente. La
casa e’ disposta nel seguente modo: Al primo piano e’
presente n.1 salone ampio con grande vista sul mare,
cucina piccola, ma rifinita nei dettagli. N.1 camera
da letto doppia ed una camera da letto singola con
bagno con doccia. Al piano terra abbiamo una camera
da letto con bagno con doccia ed uscita privata sul
terrazzo e giardino. Tutte le camere da letto hanno
ampia finestra verso la vista sul giardino e sul mare.
Aria condizionata Mitsubishi caldo e freddo in tutte
le camere ed anche nella cucina.Lavanderia esterna
e ripostiglio. Fermata autobus dinnanzi proprieta’.
Posizione unica nel suo genere.
Tel. 081.837.86.40 - 347.56.48.770.
- FITTASI*** ristorante interamente arredato, posti a
sedere 28, centro storico di Capri, ottime condizioni.
Tel. 348.66.69.657
- Fittasi*** Capri casa 65 mq - tre minuti dalla piazzetta
- Fitto annuale o stagionale - due camere da letto
- cucina - bagno - salotto - giardino - lavanderia deposito
Tel 342.82.52.382
- AFFITTASI** deposito via Madonna delle Grazie, 37,
mq. 18,60.
Tel. 347.82.00.865
- CERCASI Capri, zone centrali e comunque adiacenti
l’albergo, appartamento con almeno 3 camere da
letto, 2 o 3 bagni, soggiorno e cucina da aprile ad
ottobre 2014. Uso foresteria per dipendenti hotel
Capri Tiberio Palace.
Tel. 345.67.46.804.
- FITTASI Capri via Longano ex Chicco, locale circa
mq. 100 ristrutturato superpanoramico con terrazzi
da giugno 2014
Tel. 328.10.76.270
- Fittasi*** Sorrento, Crs. Italia Appartamento 40m2:
Soggiorno (2 posti letti), Stanza da letto (3 posti letti),
2 balconi, 2 bagni – cucina.
Tel. Sig. Michele 335.82.18.168
- FITTASI*** posto auto coop La Certezza Anacapri via
Lo Pozzo
Tel. 366.54.50.241
- AFFITTASI** deposito via Madonna delle Grazie, 39,
mq 16,50.
Tel. 347.82.00.865
- AFFITTASI*** locale studio o negozio, via Madonna
delle Grazie 35, mq. 22, con servizio e ripostiglio.
Tel. 347.82.00.865
- FITTASI*** posti letto (tre stanze e servizio) per
operai, insegnanti, ad Anacapri via Lo Pozzo con uso
cucina, se stranieri in possesso di regolare permesso
di soggiorno euro 300 al mese.
Tel. 366.54.50.241
- COPPIA** di capresi cerca abitazione in Capri minimo
3 stanze con doppi accessori. Persona referenziata.
Tel. 347.63.69.384
VENDITE VARIE
- VENDESI**** gozzo Bertozzi in vetroresina, motore
Mercedes 4.180 hp 25, ecoscandaglio e salpa
bolentino elettrico, con posto barca.
Tel. 347.82.00.865
LAVORO
- Ristorante**** in Capri cerca per la stagione estiva
comi di sala e bar preferibilmente donna
Tel. 334.85.05.837
- Giovane* 24enne inglese, residenza anacaprese,
diplomato arredatore giardini, offresi come giardiniere,
manutentore, piccoli lavori di falegnameria in ville,
alberghi, etc.
Tel. 0818372881
- GRUPPO RUSSO CAPRI**** ricerca personale con
qualifica di magazziniere per proprie strutture, muniti
di patente auto, diploma Si prega di inviare curriculum
a: info@russocapri.com
CEDESI ATTIVITA’
- CEDESI*** palestra attrezzata in Capri centro
per cambio attività, prezzo interessante, trattativa
riservata, solo per seri interessati.
Tel. 338.54.24.460
- CEDESI*** cedesi avviata attività di bar ristorante ad
Anacapri in via G. Orlandi,
Tel. 333.16.88.965
WINDOOR SRL
di Daniele
Troise
Tel. 335.12.05.368
windoorcapri@hotmail.it
- Infissi in legno,
legno e alluminio,
alluminio, pvc
- Strutture in ferro
preverniciate a fuoco
- Strutture in acciaio
cromate e satinate
- Vetri, Specchi e cristalli.
Domenica 30 Marzo 2014
| 27
28 |
Domenica 30 Marzo 2014
Capri Via Prov.le Marina Grande, 2 Tel. 081.837.40.55 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00 orario continuato Aperto Domenica aperti dalle 8.00 alle 13.00
Capri Via Prov.le Marina Grande, 35/37 Tel. 081.837.72.21 anche con reparto Tavola Calda e Pescheria Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 14.30 e dalle ore 17.00 alle 20.00 Domenica chiuso
Capri Via Matermania 1/3 Tel. 081.837.68.40 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 13.30 e dalle ore 16.00 alle 20.00 Domenica chiuso
Anacapri Via G. Orlandi Tel. 081.838.21.33 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 13.30 e dalle ore 16.00 alle 20.00 Domenica chiuso
Capri Via Prov.le Marina Grande, 2 Tel. 081.837.40.55 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 20.00 orario continuato Aperto Domenica aperti dalle 8.00 alle 13.00
Capri Via Prov.le Marina Grande, 35/37 Tel. 081.837.72.21 anche con reparto Tavola Calda e Pescheria Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 14.30 e dalle ore 17.00 alle 20.00 Domenica chiuso
Capri Via Matermania 1/3 Tel. 081.837.68.40 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 13.30 e dalle ore 16.00 alle 20.00 Domenica chiuso
Anacapri Via G. Orlandi Tel. 081.838.21.33 Aperto dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle 13.30 e dalle ore 16.00 alle 20.00 Domenica chiuso
32 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 33
34 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 35
36 |
Domenica 30 Marzo 2014
Domenica 30 Marzo 2014
| 37
non esiste strum
stiamo approntando
l’unica guida non solo tele
la cui uscita è prev
l’elenco conterrà i recapiti di tu
sul bdu (banca dati unica) p
ed esprimendo la volontà potrai inserire i n
l’elenco inoltre recherà apposite sezioni, con inseriment
affittacamere, b&b, bar, ristoranti, pizzerie e pub, alimenta
barbieri, parrucchieri, noleggio imbarcazioni, noleggio m
immobiliari, fiorai, avvocati, ingegneri, architetti, geometri,
imprese funebri, imprese edili, fabbri, fale
38 |
Domenica 30 Marzo 2014
SE SEI INTE
SE VUOI ESSERE
telefona al 33
o invia un’e mail a in
mento più utile...
o l’edizione 2014 di
efonica dell’isola di Capri
vista per MAGGIO
utti gli utenti telefonici presenti
pubblicati in forma gratuita
numeri di telefonia mobile e la tua e mail,
to a pagamento, di tutti gli alberghi da 1 a 5 stelle lusso;
ari, stabilimenti balneari, locali notturni, spa e benessere,
motorini, agenzie di viaggio e società di servizi, agenzie
medici con la loro specializzazione, infermieri, giornalisti,
egnami, installatori di infissi, elettricisti...
ERESSATO,
RAGGIUNGIBILE
3.55.44.33.22
nfo@capriintasca.it
Domenica 30 Marzo 2014
| 39