EHVH/X04-08CB_ERLQ004-008CA_Installer reference guide_4PIT384973-1

EHVH/X04-08CB_ERLQ004-008CA_Installer reference guide_4PIT384973-1

Guida di riferimento per l'installatore

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

+

ERLQ004-006-008CA

EHVH/X04S18CB

EHVH/X08S18+26CB

Guida di riferimento per l'installatore

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

Italiano

Sommario

Sommario

1 Precauzioni generali di sicurezza

1.1

1.2

4

Note relative alla documentazione ............................................

4

1.1.1

Significato delle avvertenze e dei simboli ...................

4

Per l'installatore .........................................................................

4

1.2.1

1.2.2

1.2.3

1.2.4

1.2.5

1.2.6

Generale .....................................................................

Luogo d'installazione...................................................

Refrigerante ................................................................

Salamoia .....................................................................

Acqua..........................................................................

Circuiti elettrici.............................................................

4

5

5

6

6

6

2 Note relative alla documentazione

2.1

2.2

7

Informazioni su questo documento ...........................................

7

Rapida panoramica della guida di consultazione dell’installatore...........................................................................

7

3 Informazioni relative all'involucro

3.1

3.2

3.3

7

Panoramica: operazioni sulla scatola di consegna ...................

7

Unità esterna .............................................................................

8

3.2.1

Per disimballare l'unità esterna ...................................

8

3.2.2

Rimozione degli accessori dall'unità esterna ..............

8

Unità interna ..............................................................................

8

3.3.1

Per disimballare l'unità interna ....................................

8

3.3.2

Rimozione degli accessori dall'unità interna ...............

9

4 Note sulle unità ed opzioni

4.1

4.2

4.3

9

Panoramica: note sulle unità ed opzioni....................................

9

Identificazione ...........................................................................

9

4.2.1

Etichetta d'identificazione: Unità esterna ....................

9

4.2.2

Etichetta d'identificazione: Unità interna ..................... 10

Unità combinatrici e opzioni ......................................................

10

4.3.1

Possibili opzioni per l'unità esterna ............................. 10

4.3.2

4.3.3

Possibili opzioni per l'unità interna .............................. 10

Possibili combinazioni dell'unità interna e dell'unità esterna ........................................................................ 11

5 Linee guida relative all'applicazione

5.1

5.2

5.3

5.4

5.5

5.6

5.7

11

Panoramica: Linee guida relative all'applicazione.....................

11

Impostazione del sistema di riscaldamento/raffreddamento ambiente....................................................................................

12

5.2.1

5.2.2

Ambiente singolo ........................................................ 12

Ambienti multipli – Una zona Tman ............................ 14

5.2.3

Ambienti multipli – Due zone Tman ............................ 16

Impostazione di una fonte di calore ausiliaria per il riscaldamento ambiente ............................................................

17

Impostare il serbatoio dell'acqua calda sanitaria.......................

18

5.4.1

Layout sistema – Serbatoio ACS integrato ................. 18

5.4.2

5.4.3

Selezione del volume e della temperatura desiderata per il serbatoio ACS .................................................... 19

Impostazione e configurazione – Serbatoio ACS ....... 19

5.4.4

5.4.5

Pompa ACS per l'acqua calda istantanea................... 19

Pompa ACS per la disinfezione .................................. 20

Impostare la misurazione energia .............................................

20

5.5.1

5.5.2

5.5.3

5.5.4

Calore prodotto ........................................................... 20

Energia consumata ..................................................... 20

Alimentazione a tariffa kWh normale .......................... 21

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale .................. 21

Impostazione del controllo consumo elettrico ...........................

22

5.6.1

5.6.2

5.6.3

Limitazione permanente della potenza ....................... 22

Limitazione della potenza attivata mediante input digitali.......................................................................... 22

Processo di limitazione della potenza......................... 23

Impostazione di un sensore della temperatura esterna ............

24

6 Preparazione

6.1

24

Panoramica: preparazione ........................................................

24

6.2

Preparazione del luogo d'installazione ......................................

24

Guida di riferimento per l'installatore

2

6.3

6.4

6.5

6.2.1

6.2.2

Requisiti del luogo d'installazione per l'unità esterna... 24

Requisiti aggiuntivi per la sede d'installazione dell'unità esterna nei climi freddi .................................. 25

Requisiti del luogo d'installazione per l'unità interna.... 25 6.2.3

Preparazione delle tubazioni del refrigerante ............................. 26

6.3.1

Requisiti per le tubazioni del refrigerante..................... 26

6.3.2

Isolante per le tubazioni del refrigerante...................... 26

Preparazione delle tubazioni idrauliche...................................... 26

6.4.1

Requisiti per il circuito idraulico.................................... 26

6.4.2

6.4.3

6.4.4

Formula per calcolare la pre-pressione del serbatoio d'espansione ................................................................ 28

Per controllare il volume e la portata dell'acqua .......... 28

Modifica della pre-pressione del serbatoio di espansione................................................................... 29

6.4.5

Controllo del volume d'acqua: Esempi......................... 29

Preparazione del cablaggio elettrico .......................................... 29

6.5.1

Note relative alla preparazione del cablaggio elettrico ........................................................................ 29

6.5.2

6.5.3

Note relative all'alimentazione a tariffa kWh preferenziale ................................................................ 29

Panoramica dei collegamenti elettrici ad eccezione degli attuatori esterni.................................................... 30

Panoramica dei collegamenti elettrici per gli attuatori esterni ed interni .......................................................... 30

7 Installazione

7.1

7.2

7.3

7.4

7.5

7.6

7.7

31

Panoramica: installazione .......................................................... 31

Apertura delle unità .................................................................... 31

7.2.1

Note relative all’apertura delle unità............................. 31

7.2.2

7.2.3

Per aprire l'unità esterna .............................................. 31

Apertura dell'unità interna ............................................ 31

7.2.4

Apertura del coperchio del quadro elettrico dell'unità interna .......................................................................... 32

Montaggio dell'unità esterna....................................................... 32

7.3.1

7.3.2

7.3.3

7.3.4

7.3.5

7.3.6

Informazioni sul montaggio dell'unità esterna .............. 32

Precauzioni per il montaggio dell'unità esterna............ 32

Per fornire la struttura di installazione.......................... 32

Apertura dell'unità esterna ........................................... 33

Per fornire lo scolo ....................................................... 33

Prevenzione della caduta dell'unità esterna................. 34

Montaggio dell'unità interna........................................................ 34

7.4.1

Note relative al montaggio dell’unità interna ................ 34

7.4.2

7.4.3

Precauzioni da osservare durante il montaggio dell'unità interna ........................................................... 34

Installazione dell'unità interna ...................................... 34

Collegamento delle tubazioni del refrigerante ............................ 35

7.5.1

Informazioni sul collegamento delle tubazioni del refrigerante................................................................... 35

7.5.2

7.5.3

Precauzioni per il collegamento delle tubazioni del refrigerante................................................................... 35

Linea guida per il collegamento delle tubazioni del refrigerante................................................................... 35

7.5.4

7.5.5

7.5.6

7.5.7

Linee guida per curvare i tubi....................................... 36

Per svasare l'estremità dei tubi .................................... 36

Per brasare l'estremità dei tubi .................................... 36

Utilizzo della valvola di arresto e dell'apertura di servizio......................................................................... 36

7.5.8

7.5.9

Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità esterna ......................................................................... 37

Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità interna .......................................................................... 37

Controllo delle tubazioni del refrigerante .................................... 38

7.6.1

Controllo delle tubazioni del refrigerante ..................... 38

7.6.2

7.6.3

Precauzioni per il controllo delle tubazioni del refrigerante................................................................... 38

Verifica della presenza di perdite................................. 38

7.6.4

Esecuzione dell'essiccazione sotto vuoto .................... 38

Carica del refrigerante ................................................................ 39

7.7.1

Informazioni sul caricamento del refrigerante .............. 39

7.7.2

7.7.3

Precauzioni durante il caricamento del refrigerante..... 39

Determinazione della quantità di refrigerante aggiuntiva..................................................................... 39

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7.8

7.9

7.7.4

7.7.5

Determinazione della quantità per la ricarica completa ..................................................................... 39

Carica del refrigerante ................................................ 39

7.7.6

Applicazione dell'etichetta relativa ai gas fluorurati ad effetto serra................................................................. 40

Collegamento della tubazione dell'acqua ..................................

40

7.8.1

7.8.2

Note relative al collegamento della tubazione dell’acqua.................................................................... 40

Precauzioni da osservare al momento di collegare la tubazione dell'acqua ................................................... 40

Per collegare la tubazione dell'acqua ......................... 40 7.8.3

7.8.4

7.8.5

Per collegare la tubazione di ricircolo ......................... 41

Collegamento della valvola di scarico della pressione al punto di drenaggio .................................................. 41

Riempimento del circuito idraulico .............................. 41 7.8.6

7.8.7

Riempimento del serbatoio dell'acqua calda sanitaria 42

7.8.8

Isolamento della tubazione dell'acqua ........................ 42

Collegamento del cablaggio elettrico ........................................

42

7.9.1

Note relative al collegamento del cablaggio elettrico.. 42

7.9.2

7.9.3

7.9.4

7.9.5

7.9.6

Note sulla conformità con le norme elettriche............. 42

Precauzioni durante il collegamento dei fili elettrici .... 42

Linee guida per il collegamento dei fili elettrici............ 42

Collegamento del cablaggio elettrico all'unità esterna 43

Collegamento del cablaggio elettrico all'unità interna . 44

7.9.7

7.9.8

7.9.9

Collegamento dell'alimentazione principale ................ 45

Collegamento dell'alimentazione del riscaldatore di riserva ......................................................................... 45

Collegamento dell'interfaccia utente ........................... 47

7.9.10

Collegamento della valvola di intercettazione............. 47

7.9.11

Collegamento dei contatori dell'energia elettrica ........ 48

7.9.12

Collegamento della pompa dell'acqua calda sanitaria 48

7.9.13

Collegamento dell'uscita allarme ................................ 48

7.9.14

Collegamento dell'uscita ATTIVATO/DISATTIVATO del raffreddamento/riscaldamento ambiente............... 48

7.9.15

Collegamento della commutazione alla fonte di calore esterna ............................................................. 48

7.9.16

Collegamento degli input digitali per il consumo di corrente....................................................................... 48

7.10

Completamento dell'installazione dell'unità esterna ..................

49

7.10.1

Completamento dell'installazione dell'unità esterna ... 49

7.10.2

Per chiudere l'unità esterna ........................................ 49

7.11

Finitura dell'installazione dell'unità interna ................................

49

7.11.1

Fissaggio del coperchio dell'interfaccia utente all'unità interna ............................................................ 49

7.11.2

Chiusura dell'unità interna........................................... 49

8 Configurazione

8.1

8.2

8.3

49

Panoramica: Configurazione .....................................................

49

8.1.1

Collegamento del cavo del PC al quadro elettrico ...... 50

8.1.2

8.1.3

Accesso ai comandi più utilizzati ................................ 50

Copia delle impostazioni del sistema dalla prima alla seconda interfaccia utente .......................................... 51

8.1.4

8.1.5

Copia della lingua impostata dalla prima alla seconda interfaccia utente .......................................... 51

Procedura guidata rapida: Impostazione del layout sistema dopo la prima ATTIVAZIONE ........................ 51

Configurazione base .................................................................

52

8.2.1

8.2.2

8.2.3

8.2.4

Procedura guidata rapida: Lingua / ora e data............ 52

Procedura guidata rapida: Standard ........................... 52

Procedura guidata rapida: Opzioni ............................. 54

Procedura guidata rapida: Capacità (misurazione energia)....................................................................... 57

8.2.5

8.2.6

8.2.7

Controllo del riscaldamento/raffreddamento ambiente ..................................................................... 57

Controllo dell'acqua calda sanitaria ............................ 61

Numero contatto/assistenza clienti ............................. 61

Configurazione avanzata/ottimizzazione...................................

62

8.3.1

Funzionamento di riscaldamento/raffreddamento ambiente: avanzato..................................................... 62

8.3.2

8.3.3

8.3.4

Controllo dell'acqua calda sanitaria: avanzato............ 66

Impostazioni delle fonti di calore................................. 71

Impostazioni del sistema............................................. 73

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Sommario

8.4

8.5

Struttura del menu: Panoramica delle impostazioni utente ........ 78

Struttura del menu: Panoramica delle impostazioni installatore. 79

9 Messa in funzione

9.1

9.2

9.3

9.4

80

Panoramica: Messa in funzione ................................................. 80

Precauzioni durante la messa in esercizio ................................. 80

Lista di controllo prima della messa in funzione ......................... 80

Lista di controllo durante la messa in funzione .......................... 80

9.4.1

9.4.2

9.4.3

9.4.4

9.4.5

Per controllare la portata minima ................................. 81

Funzione spurgo aria ................................................... 81

Per eseguire una prova di funzionamento ................... 82

Per effettuare una prova di funzionamento attuatore... 82

Asciugatura del massetto di riscaldamento a pavimento .................................................................... 82

10 Consegna all'utente 84

11 Manutenzione e assistenza 84

11.1

Panoramica: Manutenzione e assistenza................................... 84

11.2

Precauzioni generali di sicurezza ............................................... 84

11.2.1

Apertura dell'unità interna ............................................ 84

11.3

Lista di controllo per la manutenzione annuale dell'unità esterna ....................................................................................... 84

11.4

Lista di controllo per la manutenzione annuale dell'unità interna ........................................................................................ 84

11.4.1

Drenaggio del serbatoio dell'acqua calda sanitaria...... 85

12 Individuazione e risoluzione dei problemi 86

12.1

Panoramica: Individuazione e risoluzione dei problemi ............. 86

12.2

Precauzioni durante la risoluzione dei problemi ......................... 86

12.3

Risoluzione dei problemi in base ai sintomi ............................... 86

12.3.1

Sintomo: L'unità NON riscalda né raffredda come previsto ........................................................................ 86

12.3.2

Sintomo: Il compressore NON si avvia

(riscaldamento ambiente o riscaldamento acqua sanitaria) ...................................................................... 87

12.3.3

Sintomo: La pompa è rumorosa (cavitazione) ............. 87

12.3.4

Sintomo: La valvola di sicurezza si apre...................... 87

12.3.5

Sintomo: La valvola di sicurezza dell'acqua perde ...... 87

12.3.6

Sintomo: Lo spazio NON viene riscaldato a sufficienza in caso di basse temperature esterne........ 88

12.3.7

Sintomo: La pressione al punto di prelievo è insolitamente alta per un periodo temporaneo............. 88

12.3.8

Sintomo: I pannelli decorativi si staccano a causa del rigonfiamento del serbatoio.......................................... 88

12.3.9

Sintomo: La funzione di disinfezione del serbatoio

NON viene completata correttamente (errore AH)....... 88

12.4

Risoluzione dei problemi in base ai codici errore ....................... 89

12.4.1

Codici di errore: Panoramica ....................................... 89

13 Smaltimento 91

13.1

Panoramica: Smaltimento .......................................................... 91

13.2

Evacuazione del refrigerante con la pompa ............................... 91

13.3

Avvio e arresto del raffreddamento forzato ................................ 91

14 Dati tecnici 92

14.1

Panoramica: dati tecnici ............................................................. 92

14.2

Dimensioni e spazio per l'assistenza.......................................... 92

14.2.1

Dimensioni e spazio per l'assistenza: Unità esterna.... 92

14.2.2

Dimensioni e spazio per l'assistenza: Unità interna..... 93

14.3

Baricentro ................................................................................... 95

14.3.1

Baricentro: Unità esterna ............................................. 95

14.4

Componenti ................................................................................ 96

14.4.1

Componenti: Unità esterna .......................................... 96

14.4.2

Componenti: Quadro elettrico (unità esterna).............. 96

14.4.3

Componenti: Unità interna ........................................... 96

14.4.4

Componenti: Quadro elettrico (unità interna)............... 97

14.5

Schema delle tubazioni .............................................................. 98

14.5.1

Schema delle tubazioni: Unità esterna ........................ 98

14.5.2

Schema delle tubazioni: Unità interna ......................... 99

14.6

Schema elettrico......................................................................... 100

14.6.1

Schema elettrico: Unità esterna...................................100

Guida di riferimento per l'installatore

3

1 Precauzioni generali di sicurezza

14.6.2

Schema elettrico: Unità interna................................... 103

14.7

Specifiche tecniche ................................................................... 109

14.7.1

Specifiche tecniche: Unità esterna.............................. 109

14.7.2

Specifiche tecniche: Unità interna............................... 112

14.8

Range di funzionamento ........................................................... 114

14.8.1

Range di funzionamento: Riscaldamento e raffreddamento............................................................ 114

14.8.2

Range di funzionamento: Acqua calda sanitaria......... 115

14.9

Curva ESP................................................................................. 116

14.9.1

Curva ESP: Unità interna............................................ 116

15 Glossario 117

16 Tabella delle impostazioni in loco 118

1 Precauzioni generali di sicurezza

1.1

Note relative alla documentazione

▪ La documentazione originale è scritta in inglese. La documentazione in tutte le altre lingue è stata tradotta.

▪ Le precauzioni descritte nel presente documento trattano argomenti molto importanti, si raccomanda di attenervisi scrupolosamente.

▪ L'installazione del sistema e tutte le attività descritte nel manuale d'installazione e nella guida di riferimento per l'installatore devono essere eseguite da un installatore autorizzato.

1.1.1

Significato delle avvertenze e dei simboli

PERICOLO

Indica una situazione che provoca lesioni gravi o letali.

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

Indica una situaizone che potrebbe provocare la scossa elettrica.

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

Indica una situaizone che potrebbe provocare ustioni a causa delle temperature estremamente alte o basse.

AVVERTENZA

Indica una situazione che potrebbe provocare lesioni gravi o letali.

ATTENZIONE

Indica una situazione che potrebbe provocare lesioni secondarie o moderate.

NOTA

Indica una situazione che potrebbe provocare danni alle apparecchiature o alla proprietà.

INFORMAZIONI

Indica suggerimenti utili o informazioni aggiuntive.

Guida di riferimento per l'installatore

4

1.2

Per l'installatore

1.2.1

Generale

In caso di dubbi su come installare o usare l'unità, contattare il proprio rivenditore.

NOTA

L'installazione o il montaggio impropri dell'apparecchio o dei relativi accessori potrebbero dar luogo a folgorazioni, cortocircuiti, perdite, incendi oppure altri danni all'apparecchio. Utilizzare esclusivamente accessori, apparecchiature opzionali e ricambi approvati da Daikin.

AVVERTENZA

Assicurarsi che l'installazione, il collaudo e i materiali applicati siano conformi alla legislazione applicabile (oltre alle istruzioni descritte nella documentazione Daikin).

ATTENZIONE

Indossare un equipaggiamento personale di protezione adeguato (guanti di protezione, occhiali di sicurezza,…) durante i lavori di installazione, manutenzione o riparazione del sistema.

AVVERTENZA

Lacerare e gettare via i sacchetti degli imballaggi di plastica, in modo che nessuno, in particolare i bambini, li possa utilizzare per giocare. Rischio possibile: soffocamento.

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

▪ NON toccare le tubazioni del refrigerante, le tubazioni idrauliche o i componenti interni durante e immediatamente dopo il funzionamento. Questi potrebbero essere troppo caldi o troppo freddi. Lasciare loro il tempo di tornare alla normale temperatura. Non toccare questi componenti, indossare i guanti di protezione.

▪ NON toccare direttamente il refrigerante fuoriuscito accidentalmente.

AVVERTENZA

Prevedere misure adeguate per impedire che l'unità possa essere usata come riparo da piccoli animali. I piccoli animali che dovessero entrare in contatto con le parti elettriche possono causare malfunzionamenti, fumo o incendi.

ATTENZIONE

NON toccare l'entrata dell'aria o le alette di alluminio dell'unità.

NOTA

▪ NON posizionare oggetti o apparecchiature sulla parte superiore dell'unità.

▪ NON sedersi, non arrampicarsi né sostare in piedi sopra l'unità.

NOTA

I lavori eseguiti sull'unità esterna risultano migliori in condizioni di tempo asciutto, per evitare infiltrazioni di umidità.

Secondo la legislazione applicabile, potrebbe essere necessario fornire un registro insieme al prodotto, contenente almeno: le informazioni sulla manutenzione, sui lavori di riparazione, i risultati delle prove, i periodi di stand-by, ...

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Inoltre, dovranno essere tenute a disposizione le seguenti informazioni, in un luogo accessibile presso il prodotto:

▪ Istruzioni per l'arresto del sistema in caso di emergenza

▪ Nome e indirizzo della stazione dei Vigili del Fuoco, della Polizia e dell'ospedale

▪ Nome, indirizzo e numeri telefonici sia diurni che notturni per chiamare l'assistenza

In Europa, la norma EN378 offre le necessarie istruzioni per redigere questo registro.

1.2.2

Luogo d'installazione

▪ Prevedere uno spazio intorno all'unità sufficiente per gli interventi di riparazione e la circolazione dell'aria.

▪ Assicurarsi che il luogo d'installazione possa sopportare il peso e la vibrazione dell'unità.

▪ Assicurarsi che l'area sia ben ventilata.

▪ Assicurarsi che l'unità sia in piano.

NON installare l'unità in luoghi in cui siano presenti le condizioni seguenti:

▪ In atmosfere potenzialmente esplosive.

▪ In presenza di macchine che emettono onde elettromagnetiche.

Le onde elettromagnetiche potrebbero disturbare il sistema di controllo e causare un difetto dell'apparecchiatura.

▪ In luoghi in cui esiste il rischio d'incendio dovuto alla perdita di gas infiammabili (esempio: diluenti o benzina), fibre di carbonio, polvere incendiabile.

▪ In luoghi in cui si producono gas corrosivi (esempio: gas di acido solforico). La corrosione delle tubazioni di rame o delle parti saldate può causare perdite di refrigerante.

1.2.3

Refrigerante

Se applicabile. Per maggiori informazioni, vedere il manuale d'installazione o la guida di riferimento dell'installatore relativa alla propria applicazione.

NOTA

Assicurarsi che l'installazione delle tubazioni di refrigerante sia conforme alla legislazione applicabile. In Europa, la normativa applicabile è la EN378.

NOTA

Assicurarsi che le tubazioni e i collegamenti in loco non siano soggetti a sollecitazioni.

AVVERTENZA

Durante le prove, NON portare MAI il prodotto ad una pressione più alta della pressione massima ammessa

(come indicato sulla piastra informativa dell'unità).

AVVERTENZA

Prendere sufficienti precauzioni in caso di perdita di refrigerante. In presenza di perdite di gas refrigerante, ventilare immediatamente l'area. Rischi possibili:

▪ Concentrazioni eccessive di refrigerante in un ambiente chiuso possono causare la riduzione dell'ossigeno nell'ambiente.

▪ Se il gas refrigerante entra in contatto con una fiamma può generare gas tossico.

1 Precauzioni generali di sicurezza

AVVERTENZA

Recuperare sempre il refrigerante. NON disperderlo direttamente nell'ambiente. Usare una pompa del vuoto per evacuare l'impianto.

NOTA

Dopo che sono state collegate tutte le tubazioni, assicurarsi che non vi siano perdite di gas. Usare l'azoto per verificare l'eventuale presenza di perdite di gas.

NOTA

▪ Per evitare il guasto del compressore, NON superare la quantità di refrigerante specificata per la carica.

▪ Se si deve aprire il sistema del refrigerante, quest'ultimo dev'essere trattato secondo la legislazione vigente.

AVVERTENZA

Accertarsi che non vi sia ossigeno nel sistema. Il refrigerante può essere caricato solo dopo aver effettuato la prova di tenuta e l'essiccazione sotto vuoto.

▪ Qualora fosse necessario ripetere la carica, consultare la piastra informativa dell'unità. Su di essa sono riportati il tipo di refrigerante e la quantità necessaria.

▪ Quest’unità è stata caricata con il refrigerante alla fabbrica e, a seconda delle dimensioni e delle lunghezze dei tubi, per certi sistemi potrebbe essere necessario caricarne una quantità aggiuntiva.

▪ Utilizzare esclusivamente attrezzi adatti per il tipo di refrigerante utilizzato nel sistema, per assicurare la necessaria resistenza alla pressione e per impedire l'ingresso di materiali estranei nel sistema.

▪ Caricare il refrigerante liquido nel modo seguente:

Se

È presente un tubo che funge da sifone

Allora

Effettuare la carica mantenendo la bombola in posizione eretta.

(vale a dire che la bombola è contrassegnata dalla scritta

“Liquid filling siphon attached” (Sifone di riempimento del liquido in dotazione))

NON è presente un tubo che funge da sifone

Effettuare la carica mantenendo la bombola in posizione capovolta.

▪ Aprire le bombole del refrigerante lentamente.

▪ Caricare il refrigerante nello stato liquido. L'aggiunta di refrigerante in forma gassosa può prevenire il normale funzionamento.

ATTENZIONE

Una volta completata la procedura di carica del refrigerante, o in caso di pausa, chiudere immediatamente la valvola del serbatoio del refrigerante. Se non si dovesse chiudere immediatamente la valvola, la pressione residua potrebbe caricare una quantità aggiuntiva di refrigerante.

Conseguenza probabile: Errata quantità di refrigerante.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

5

1 Precauzioni generali di sicurezza

1.2.4

Salamoia

Se applicabile. Per maggiori informazioni, vedere il manuale d'installazione o la guida di riferimento dell'installatore relativa alla propria applicazione.

AVVERTENZA

La selezione della salamoia DEVE avvenire in base alle leggi applicabili.

AVVERTENZA

Prendere sufficienti precauzioni in caso di perdita di salamoia. Se si verifica una perdita di salamoia, aerare immediatamente l'area e contattare il proprio rivenditore di zona.

AVVERTENZA

La temperatura ambiente interna all'unità può essere molto maggiore di quella ambiente, per esempio, 70°C. In caso di perdite di salamoia, le parti interne all'unità potrebbero creare situazioni pericolose.

AVVERTENZA

L'installazione e l'utilizzo delle applicazioni DEVE rispettare le precauzioni ambientali e di sicurezza specificate nelle normative vigenti.

1.2.5

Acqua

Se applicabile. Per maggiori informazioni, vedere il manuale di installazione o la guida di riferimento dell'installatore relativa alla propria applicazione.

NOTA

Assicurarsi che la qualità dell'acqua sia conforme alla direttiva UE 98/83 EC.

1.2.6

Circuiti elettrici

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

▪ Portare su DISATTIVATO tutte le sorgenti di alimentazione prima di rimuovere il coperchio del quadro  elettrico, prima di collegare cavi elettrici o di toccare parti elettriche.

▪ Scollegare la sorgente di alimentazione per più di

1  minuto e misurare la tensione ai terminali dei condensatori del circuito principale o dei componenti elettrici prima di intervenire. La tensione DEVE essere minore di 50  V  CC prima che sia possibile toccare i componenti elettrici. Per quanto riguarda l'ubicazione dei terminali, vedere lo schema elettrico.

▪ NON toccare i componenti elettrici con le mani bagnate.

▪ NON lasciare l'unità incustodita se è stato rimosso il coperchio di servizio.

AVVERTENZA

Se NON è già stato installato alla fabbrica, sarà necessario installare nel cablaggio fisso un interruttore generale o altri mezzi per la sconnessione, aventi una separazione dei contatti per tutti i poli, che provveda alla completa sconnessione nella condizione di sovratensione categoria

III.

AVVERTENZA

▪ Utilizzare SOLO fili di rame.

▪ Assicurarsi che i collegamenti elettrici in loco siano conformi alla legislazione applicabile.

▪ I collegamenti elettrici in loco devono essere eseguiti conformemente allo schema elettrico fornito insieme al prodotto.

▪ NON stringere MAI assieme i fasci di cavi ed assicurarsi che questi non entrino in contatto con tubazioni e bordi taglienti. Assicurarsi che sui collegamenti dei terminali non gravi alcuna pressione esterna.

▪ Non dimenticare di installare il cablaggio di terra. NON effettuare la messa a terra dell'unità tramite tubi accessori, assorbitori di sovratensione o la messa a terra del telefono. Una messa a terra incompleta può provocare scosse elettriche.

▪ Accertarsi che venga usata un circuito d'alimentazione dedicato. NON alimentare MAI l'apparecchio attraverso una sorgente di alimentazione alla quale sono collegate anche altre utenze.

▪ Accertarsi di installare i fusibili o gli interruttori magnetotermici richiesti.

▪ Non dimenticare di installare un interruttore di dispersione a terra. Il mancato rispetto di questa precauzione può causare scosse elettriche o incendi.

▪ Durante l'installazione dell'interruttore di dispersione a terra, accertarsi della sua compatibilità con l'inverter

(resistente ai disturbi elettrici ad alta frequenza), per evitare inutili aperture dell'interruttore di dispersione a terra.

Installare i cavi di alimentazione ad una distanza di almeno 1 metro da televisori o radio, per prevenire le interferenze. A seconda del tipo di onde radio, la distanza di 1  metro potrebbe non essere sufficiente.

AVVERTENZA

▪ Dopo aver completato i collegamenti elettrici, accertarsi che ogni componente elettrico e terminale all'interno del quadro elettrico siano saldamente connessi.

▪ Assicurarsi che tutti i coperchi siano stati chiusi prima di avviare l'unità.

NOTA

Valido in presenza di alimentazione trifase e di compressore dotato di metodo di avviamento ATTIVATO/

DISATTIVATO.

Se esiste la possibilità di fase invertita dopo un black-out momentaneo e l'alimentazione passa da ATTIVATO a

DISATTIVATO e viceversa mentre il prodotto è in funzione, attaccare localmente un circuito di protezione da fase invertita. Facendo funzionare il prodotto in fase invertita, il compressore ed altre parti potrebbero danneggiarsi.

Guida di riferimento per l'installatore

6

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

2 Note relative alla documentazione

2.1

Informazioni su questo documento

Pubblico di destinazione

Installatori autorizzati

Serie di documentazioni

Questo documento fa parte di una serie di documentazioni. La serie completa è composta da:

Documento

Precauzioni generali di sicurezza

Contenente…

Istruzioni di sicurezza che devono essere lette prima dell'installazione

Formato

Cartaceo (nella scatola dell'unità interna)

Manuale d'installazio ne dell'unità interna

Manuale d'installazio ne dell'unità esterna

Istruzioni d'installazione

Istruzioni d'installazione Cartaceo (nella scatola dell'unità esterna)

Guida di consultazion e per l'installatore

Preparazione dell'installazione, specifiche tecniche, buone pratiche, dati di riferimento,…

File digitali sul sito http:// www.daikineurope.com/ support-and-manuals/ product-information/ .

Supplement o al manuale per le apparecchia ture opzionali

Informazioni supplementari su come installare le apparecchiature opzionali

Cartaceo (nella scatola dell'unità interna)

File digitali sul sito http:// www.daikineurope.com/ support-and-manuals/ product-information/ .

Potrebbe essere disponibile una revisione più recente della documentazione fornita andando sul sito web regionale Daikin oppure chiedendo al proprio rivenditore.

La documentazione originale è scritta in inglese. La documentazione in tutte le altre lingue è stata tradotta.

2.2

Rapida panoramica della guida di consultazione dell’installatore

Capitolo

Precauzioni generali di sicurezza

Note relative alla documentazione

Descrizione

Istruzioni di sicurezza che devono essere lette prima dell'installazione

Documentazione disponibile per l'installatore

Informazioni relative all'involucro

Come rimuovere gli imballaggi dalle unità ed estrarre i relativi accessori

Note sulle unità ed opzioni ▪ Come identificare le unità

Linee guida relative all'applicazione

Preparazione

Installazione

▪ Combinazioni possibili di unità ed opzioni

Varie impostazioni d'installazione del sistema

Che cosa è necessario fare e sapere prima di portarsi sul luogo d'installazione

Che cosa è necessario fare e sapere prima di installare il sistema

2 Note relative alla documentazione

Capitolo

Configurazione

Messa in funzione

Consegna all'utente

Manutenzione e assistenza

Individuazione e risoluzione dei problemi

Descrizione

Che cosa è necessario fare e conoscere per configurare il sistema dopo che è stato installato

Che cosa è necessario fare e conoscere per mettere in funzione il sistema dopo che è stato configurato

Che cosa dare e spiegare all'utente

Modalità di manutenzione e assistenza delle unità

Che cosa fare in caso di problemi

Smaltimento

Dati tecnici

Glossario

Modalità di smaltimento del sistema

Specifiche del sistema

Definizione dei termini

Tabella delle impostazioni in loco

Tabella da compilare a cura dell'installatore, da conservare per consultazioni future

Nota: È anche disponibile una Tabella delle impostazioni installatore nella

Guida di consultazione per l'utente.

Questa tabella deve essere compilata dall'installatore e consegnata all'utente.

3 Informazioni relative all'involucro

3.1

Panoramica: operazioni sulla scatola di consegna

Questo capitolo descrive le operazioni da eseguire una volta che le scatole contenenti l'unità esterna e l'unità interna sono state consegnate sul posto.

In questo capitolo vengono fornite informazioni su:

▪ Rimozione dell'imballaggio e movimentazione delle unità

▪ Rimozione degli accessori dalle unità

Tenere a mente quanto segue:

▪ Alla consegna, l'unità deve essere controllata per verificare l'eventuale presenza di danni. Eventuali danni debbono essere segnalati immediatamente all'agente addetto ai reclami del trasportatore.

▪ Per evitare danni durante il trasporto, portare l'unità ancora imballata il più vicino possibile al luogo d'installazione definitivo.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

7

3 Informazioni relative all'involucro

3.2

Unità esterna

3.2.1

Per disimballare l'unità esterna

3.2.2

Rimozione degli accessori dall'unità esterna

1

Sollevare l'unità esterna.

ATTENZIONE

Per maneggiare l'unità esterna, procedere solo nel modo seguente:

1

2

57kg

2

Rimuovere gli accessori al fondo del gruppo.

a

1× b

1× c

1× d

2× a

Manuale d'installazione dell'unità esterna

b

Etichetta relativa ai gas fluorurati ad effetto serra

c

Etichetta multilingue relativa ai gas fluorurati ad effetto serra

d

Piastra di montaggio dell'unità

3.3

Unità interna

3.3.1

Per disimballare l'unità interna

Guida di riferimento per l'installatore

8

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

3.3.2

Rimozione degli accessori dall'unità interna

1

Togliere le viti sulla parte superiore dell'unità.

2

Rimuovere il pannello superiore.

3

Togliere le viti sulla parte anteriore dell'unità.

4

Premere il pulsante nella parte inferiore della piastra frontale.

5

Smontare la piastra frontale.

AVVERTENZA: Bordi taglienti

Afferrare la piastra frontale per la parte superiore anziché per la parte inferiore. Prestare attenzione alle dita. la parte inferiore della piastra frontale presenta dei bordi taglienti.

a~e

2

1

4× g

4

4

4 Note sulle unità ed opzioni

Note sulle unità ed opzioni

4.1

Panoramica: note sulle unità ed opzioni

In questo capitolo vengono fornite informazioni su:

▪ Identificazione dell'unità esterna

▪ Identificazione dell'unità interna

▪ Combinazione dell'unità esterna e dell'unità interna

▪ Combinazione dell'unità esterna con le opzioni

▪ Combinazione dell'unità interna con le opzioni

4.2

Identificazione

NOTA

Se si devono installare o riparare varie unità contemporaneamente, assicurarsi di NON scambiare i coperchi di servizio tra un modello e l'altro.

4.2.1

Etichetta d'identificazione: Unità esterna

Ubicazione f

5

4

6

Rimuovere gli accessori.

a

1× b

3 c

1× e

2× f

2× g

1× d

1× a

Precauzioni generali di sicurezza

b

Supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali

c

Manuale d'installazione dell'unità interna

d

Manuale d'uso

e

Anello di guarnizione per la valvola di intercettazione

f

Valvola di intercettazione

g

Coperchio dell'interfaccia utente

7

Reinstallare il pannello superiore e la piastra frontale.

Identificazione del modello

Esempio: ER L Q 006 CA V3

ER

L

Q

006

CA

V3

Codice Spiegazione

Doppia pompa di calore per unità split esterna per l'Europa

Bassa temperatura dell'acqua – zona ambiente:

−10~−20°C

Refrigerante R410A

Classe di capacità

Serie modello

Alimentazione

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

9

4 Note sulle unità ed opzioni

4.2.2

Etichetta d'identificazione: Unità interna

Ubicazione

Identificazione del modello

Esempio: E HV H 04 S 18 CB 3V

Codice

E

HV

H

04

S

18

CB

3V

Descrizione

Modello europeo

Unità interna a pavimento con serbatoio integrato

H=Solo riscaldamento

X=Riscaldamento/raffreddamento

Classe di capacità

Materiale del serbatoio integrato: acciaio inossidabile

Volume del serbatoio integrato

Serie modello

Modello del riscaldatore di riserva

4.3

Unità combinatrici e opzioni

4.3.1

Possibili opzioni per l'unità esterna

Bacinella di drenaggio (EKDP008CA)

La bacinella di drenaggio serve a raccogliere lo scarico dall'unità esterna. Il kit con bacinella di drenaggio è composto da:

▪ Bacinella di drenaggio

▪ Staffe d'installazione

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione della bacinella di drenaggio.

Riscaldatore della bacinella di drenaggio (EKDPH008CA)

Il riscaldatore della bacinella di drenaggio serve ad evitare che la bacinella di drenaggio possa gelare.

Si raccomanda di installare questa opzione nelle regioni più fredde, dove l'ambiente è soggetto a temperature rigide o ad abbondanti nevicate.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del riscaldatore della bacinella di drenaggio.

INFORMAZIONI

Nel caso di utilizzo del riscaldatore con bacinella di drenaggio, il collegamento volante JP_DP sulla scheda di servizio dell'unità esterna DEVE essere tagliato.

Dopo aver tagliato il collegamento volante, si DEVE resettare l'unità esterna per attivare questa funzione.

Guida di riferimento per l'installatore

10

Traverse ad U (EKFT008CA)

Le traverse ad U sono staffe d'installazione su cui si può installare l'unità esterna.

Si raccomanda di installare questa opzione nelle regioni più fredde, dove l'ambiente è soggetto a temperature rigide o ad abbondanti nevicate.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione dell'unità esterna.

4.3.2

Possibili opzioni per l'unità interna

Interfaccia utente (EKRUCBL*)

L'interfaccia utente e la possibile interfaccia utente aggiuntiva sono disponibili come opzione.

L'interfaccia utente aggiuntiva può essere collegata:

▪ Per avere entrambe:

▪ controllo vicino all'unità interna,

▪ funzione termostato ambiente nell'ambiente principale da riscaldare.

▪ Per avere un'interfaccia contenente altre lingue.

Sono disponibili le interfacce utente seguenti:

▪ EKRUCBL1 contiene le lingue: Tedesco, Francese, Olandese,

Italiano.

▪ EKRUCBL2 contiene le lingue: Inglese, Svedese, Norvegese,

Finlandese.

▪ EKRUCBL3 contiene le lingue: Inglese, Spagnolo, Greco,

Portoghese.

▪ EKRUCBL4 contiene le lingue: Inglese, Turco, Polacco, Rumeno.

▪ EKRUCBL5 contiene le lingue: Tedesco, Ceco, Sloveno,

Slovacco.

▪ EKRUCBL6 contiene le lingue: Inglese, Croato, Ungherese,

Estone.

▪ EKRUCBL7 contiene le lingue: Inglese, Tedesco, Russo, Danese.

È possibile caricare le lingue sull'interfaccia utente tramite il software del PC oppure queste possono essere copiate da un'interfaccia utente all'altra.

Per le istruzioni d'installazione, vedere

"7.9.9  Collegamento dell'interfaccia utente" a pagina 47

.

Interfaccia utente semplificata (EKRUCBS)

▪ L'interfaccia utente semplificata può essere utilizzata soltanto in combinazione con l'interfaccia utente principale.

▪ L'interfaccia utente semplificata funge da termostato ambiente e deve essere installata nell'ambiente che si desidera controllare.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione e d'uso dell'interfaccia utente semplificata.

Termostato ambiente (EKRTWA, EKRTR1)

Si può collegare un termostato ambiente opzionale all'unità interna.

Questo termostato può essere cablato (EKRTWA) oppure wireless

(EKRTR1).

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del termostato ambiente e il supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali.

Sensore remoto per termostato wireless (EKRTETS)

Si può utilizzare un sensore della temperatura interna wireless

(EKRTETS) solo in combinazione con il termostato wireless

(EKRTR1).

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del termostato ambiente e il supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

5 Linee guida relative all'applicazione

Scheda con I/O digitale (EKRP1HB)

La scheda con I/O digitale è necessaria per fornire i segnali seguenti:

▪ Uscita allarme

▪ Uscita riscaldamento/raffreddamento ambiente Attivato/

DISATTIVATO

▪ Passaggio a fonte di calore esterna

▪ Solo per i modelli EHVH/X11+16: Segnale di controllo per il kit riscaldatore piastra fondo EKBPHTH16A.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione della scheda con I/O digitale e il supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali.

Scheda a richiesta (EKRP1AHTA)

Per abilitare il controllo consumo elettrico per il risparmio energetico mediante gli input digitali, è necessario installare la scheda a richiesta.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione della scheda a richiesta e il supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali.

Sensore interno remoto (KRCS01-1)

Per impostazione predefinita, il sensore dell'interfaccia utente interno verrà usato come sensore della temperatura ambiente.

Come opzione, è possibile installare il sensore interno remoto per misurare la temperatura ambiente di un'altra posizione.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del sensore interno remoto e il supplemento al manuale per le apparecchiature opzionali.

INFORMAZIONI

▪ Il sensore interno remoto può essere utilizzato soltanto nel caso in cui l'interfaccia utente sia configurata con la funzione termostato ambiente.

▪ Si può solo collegare o il sensore interno remoto oppure il sensore esterno remoto.

Sensore esterno remoto (EKRSCA1)

Per impostazione predefinita, il sensore interno all'unità esterna verrà utilizzato per misurare la temperatura esterna.

Come opzione, si può installare il sensore esterno remoto per misurare la temperatura esterna in un'altra posizione (per esempio, per evitare la luce diretta del sole) ed avere così un comportamento migliorato del sistema.

Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del sensore esterno remoto.

INFORMAZIONI

Si può solo collegare o il sensore interno remoto oppure il sensore esterno remoto.

Configuratore del PC (EKPCCAB)

Il cavo per PC esegue il collegamento tra il quadro elettrico dell’unità interna e un PC. Esso dà la possibilità di caricare file con lingue differenti sull’interfaccia utente e dei parametri interni sull’unità interna. Per i file delle lingue disponibili, contattare il proprio rivenditore locale.

Il software e le istruzioni operative corrispondenti sono disponibili su http://www.daikineurope.com/support-and-manuals/softwaredownloads/ .

Per le istruzioni d’installazione, vedere il manuale d’installazione del cavo per PC e

"8 Configurazione" a pagina 49 .

4.3.3

Possibili combinazioni dell'unità interna e dell'unità esterna

Unità interna

EHVH04S18CB3V

EHVX04S18CB3V

EHVH08S18CB3V

EHVX08S18CB3V

EHVH08S26CB9W

EHVX08S26CB9W

ERLQ004CAV3

O

O

Unità esterna

ERLQ006CAV3

O

O

O

O

ERLQ008CAV3

O

O

O

O

5 Linee guida relative all'applicazione

5.1

Panoramica: Linee guida relative all'applicazione

Le linee guida relative all'applicazione hanno lo scopo di offrire una panoramica delle possibilità del sistema a pompa di calore Daikin.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

NOTA

▪ Le figure presenti nelle linee guida relative all'applicazione servono solo come riferimento e NON devono essere utilizzate come schemi idraulici dettagliati. Il dimensionamento e bilanciamento idraulico dettagliati NON figurano, e sono responsabilità dell'installatore.

▪ Per maggiori informazioni sulle impostazioni di configurazione per ottimizzare il funzionamento della pompa  di  calore, vedere

"8  Configurazione"  a pagina 49 .

Questo capitolo contiene le linee guida relative all'applicazione per:

▪ Impostazione del sistema di riscaldamento/raffreddamento ambiente

▪ Impostazione di una fonte di calore ausiliaria per il riscaldamento ambiente

▪ Impostare il serbatoio dell'acqua calda sanitaria

▪ Impostare la misurazione energia

Guida di riferimento per l'installatore

11

5 Linee guida relative all'applicazione

▪ Impostare il consumo di potenza

▪ Impostazione di un sensore della temperatura esterna

5.2

Impostazione del sistema di riscaldamento/raffreddamento ambiente

Il sistema a pompa di calore Daikin fornisce la temperatura manuale ai trasmettitori di calore in uno o più ambienti.

Dato che il sistema offre un'ampia flessibilità per controllare la temperatura in ciascun ambiente, è necessario innanzitutto dare una risposta alle domande seguenti:

▪ Quanti ambienti vengono riscaldati (o raffreddati) dal sistema a pompa di calore Daikin?

▪ Che tipi di trasmettitori di calore sono utilizzati in ciascun ambiente e qual è la loro temperatura manuale di progetto?

Una volta chiariti i requisiti di riscaldamento/raffreddamento ambiente, Daikin raccomanda di seguire le linee guida d'impostazione riportate sotto.

NOTA

Se si usa un termostato ambiente esterno, il termostato ambiente esterno controllerà la protezione antigelo ambiente. Tuttavia, la protezione antigelo ambiente è possibile soltanto se il controllo della temperatura manuale sull'interfaccia utente dell'unità è nello stato ATTIVATO.

INFORMAZIONI

Nel caso venga utilizzato un termostato ambiente esterno e debba essere garantita la protezione antigelo ambiente in tutte le condizioni, si dovrà impostare l'emergenza automatica [A.5.1.2] su 1.

5.2.1

Ambiente singolo

Riscaldamento a pavimento o radiatori –

Termostato ambiente cablato

Impostazione

A

B

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Valore

2 (Contr. TA): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura ambiente dell'interfaccia utente.

0 (1 zona Tman): Principale

Benefici

Efficace nell'abbattimento dei costi. NON è necessario un termostato ambiente esterno aggiuntivo.

Massimo comfort ed efficienza. La funzionalità del termostato ambiente intelligente può diminuire o aumentare la temperatura manuale richiesta in base alla temperatura ambiente effettiva

(modulazione). Questo porta ad ottenere:

▪ Una temperatura ambiente stabile corrispondente alla temperatura desiderata (comfort più elevato)

▪ Meno cicli ATTIVATO/DISATTIVATO (minore rumorosità, maggiore comfort e maggiore efficienza)

▪ Temperatura manuale più bassa possibile (maggiore efficienza)

Facilità di utilizzo. Si può impostare facilmente la temperatura ambiente desiderata attraverso l'interfaccia utente:

▪ Per le proprie esigenze quotidiane, si possono utilizzare i valori e programmi preimpostati.

▪ Per passare a un utilizzo al di fuori delle esigenze quotidiane, è possibile bypassare temporaneamente i valori e i programmi preimpostati, e usare il modo vacanza…

Riscaldamento a pavimento o radiatori –

Termostato ambiente wireless

Impostazione

A

B a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Un ambiente singolo

a

Interfaccia utente usata come termostato ambiente

▪ Il riscaldamento  a  pavimento o i radiatori sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ La temperatura ambiente è controllata dall'interfaccia utente, che viene usata come termostato ambiente. Installazioni possibili:

▪ Interfaccia utente installata nell'ambiente e utilizzata come termostato ambiente

▪ Interfaccia utente installata in corrispondenza dell'unità interna e usata per il controllo in prossimità dell'unità interna + interfaccia utente installata nell'ambiente e utilizzata come termostato ambiente

a b

A

Zona temperatura manuale principale

B

Un ambiente singolo

a

Ricevitore per termostato ambiente esterno wireless

b

Termostato ambiente esterno wireless

▪ Il riscaldamento  a  pavimento o i radiatori sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ La temperatura ambiente è controllata dal termostato ambiente esterno wireless (apparecchiatura opzionale EKRTR1).

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Valore

1 (Contr. TA est.): Il funzionamento dell'unità viene deciso dal termostato esterno.

Guida di riferimento per l'installatore

12

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Impostazione

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

Valore

0 (1 zona Tman): Principale

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Termostato ambiente esterno per la zona principale:

▪ #: [A.2.2.4]

▪ Codice: [C-05]

1 (F. term. ON/OFF): Quando il termostato ambiente esterno o il convettore della pompa di calore utilizzati possono solo inviare una condizione ATTIVATO/

DISATTIVATO del termostato.

Benefici

Wireless. Il termostato ambiente esterno Daikin è disponibile in versione wireless.

Efficienza. Benché il termostato ambiente esterno invii solo segnali ATTIVATO/DISATTIVATO, esso è specificatamente progettato per il sistema della pompa di calore.

Comfort . In caso di riscaldamento  a  pavimento, il termostato ambiente esterno wireless previene la formazione di condensa sul pavimento durante il funzionamento del raffreddamento misurando l'umidità dell'ambiente.

Convettori con pompa di calore

Impostazione

A

B a

5 Linee guida relative all'applicazione

Impostazione

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

Valore

0 (1 zona Tman): Principale

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Termostato ambiente esterno per la zona principale:

▪ #: [A.2.2.4]

▪ Codice: [C-05]

1 (F. term. ON/OFF): Quando il termostato ambiente esterno o il convettore della pompa di calore utilizzati possono solo inviare una condizione ATTIVATO/

DISATTIVATO del termostato.

Nessuna separazione tra la richiesta di riscaldamento o di raffreddamento.

Benefici

Raffreddamento . Il convettore con pompa di calore offre, oltre alla capacità di riscaldamento, anche un'eccellente capacità di raffreddamento.

Efficienza. Efficienza energetica ottimale per via della funzione di intercollegamento.

Elegante.

Combinazione: Riscaldamento a pavimento +

Convettori con pompa di calore

▪ Il riscaldamento ambiente è fornito da:

▪ Il riscaldamento a pavimento

▪ I convettori con pompa di calore

▪ Il raffreddamento ambiente è fornito solo dai convettori con pompa di calore. Il riscaldamento a pavimento viene spento dalla valvola di intercettazione.

Impostazione

A

B

M1

A

Zona temperatura manuale principale

B

Un ambiente singolo

a

Comando a distanza dei convettori con pompa di calore

▪ Il riscaldamento  a  pavimento o i radiatori sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ La temperatura ambiente desiderata viene impostata tramite il comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

▪ Il segnale di richiesta di riscaldamento/raffreddamento ambiente viene inviato ad un input digitale sull'unità interna (X2M/1 e

X2M/4).

▪ Il modo funzionamento ambiente viene inviato ai convettori con pompa  di  calore mediante un'uscita digitale sull'unità interna

(X2M/32 e X2M/33).

INFORMAZIONI

Se si utilizzano più convettori con pompa  di  calore, assicurarsi che ciascuno riceva il segnale agli infrarossi dal comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Valore

1 (Contr. TA est.): Il funzionamento dell'unità viene deciso dal termostato esterno.

a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Un ambiente singolo

a

Comando a distanza dei convettori con pompa di calore

▪ I convettori con pompa  di  calore sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ Una valvola di intercettazione (da reperire in loco) è installata prima del riscaldamento a pavimento, per prevenire la formazione di condensa sul pavimento durante il funzionamento del raffreddamento.

▪ La temperatura ambiente desiderata viene impostata tramite il comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

▪ Il segnale di richiesta di riscaldamento/raffreddamento ambiente viene inviato ad un input digitale sull'unità interna (X2M/1 e

X2M/4)

▪ Il modo funzionamento ambiente viene inviato mediante un'uscita digitale (X2M/32 e X2M/33) sull'unità interna a:

▪ I convettori con pompa di calore

▪ La valvola di intercettazione

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

13

5 Linee guida relative all'applicazione

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

Valore

1 (Contr. TA est.): Il funzionamento dell'unità viene deciso dal termostato esterno.

0 (1 zona Tman): Principale

▪ Codice: [7-02]

Termostato ambiente esterno per la zona principale:

▪ #: [A.2.2.4]

▪ Codice: [C-05]

1 (F. term. ON/OFF): Quando il termostato ambiente esterno o il convettore della pompa di calore utilizzati possono solo inviare una condizione ATTIVATO/

DISATTIVATO del termostato.

Nessuna separazione tra la richiesta di riscaldamento o di raffreddamento.

Benefici

Raffreddamento . I convettori con pompa di calore offrono, oltre alla capacità di riscaldamento, anche un'eccellente capacità di raffreddamento.

Efficienza. Il riscaldamento  a  pavimento offre le migliori prestazioni con Altherma LT.

Comfort . La combinazione dei due tipi di trasmettitori di calore offre:

▪ Un comfort eccellente del riscaldamento a pavimento

▪ Un comfort eccellente di raffreddamento dei convettori con pompa di calore

5.2.2

Ambienti multipli – Una zona Tman

Se è necessaria una sola zona di temperatura manuale poiché la temperatura manuale di progetto di tutti i trasmettitori di calore è la stessa, NON è richiesta una stazione con valvola di miscelazione

(riduzione dei costi).

Esempio: Se il sistema a pompa di calore viene usato per riscaldare un piano dove tutti gli ambienti hanno gli stessi trasmettitori di calore.

Riscaldamento a pavimento o radiatori – Valvole termostatiche

Se si riscaldano degli ambienti tramite riscaldamento a pavimento o radiatori, un modo molto comune di agire consiste nel controllare la temperatura dell'ambiente principale utilizzando un termostato

(questo può essere o l'interfaccia utente oppure un termostato ambiente esterno), mentre gli altri ambienti sono controllati dalle cosiddette valvole termostatiche, che si aprono e si chiudono in base alla temperatura ambiente.

Impostazione

A

B C

T

a

Interfaccia utente

▪ Il riscaldamento  a  pavimento dell'ambiente principale è collegato direttamente all'unità interna.

▪ La temperatura ambiente dell'ambiente principale è controllata dall'interfaccia utente usata come termostato.

▪ Una valvola termostatica è installata prima del riscaldamento a pavimento in ciascuno degli altri ambienti.

INFORMAZIONI

Fare attenzione alle situazioni in cui l'ambiente principale potrebbe riscaldato da un'altra sorgente di riscaldamento.

Esempio: Caminetti.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Valore

2 (Contr. TA): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura ambiente dell'interfaccia utente.

0 (1 zona Tman): Principale

Benefici

Efficace nell'abbattimento dei costi.

Facilità di utilizzo. Stesso impianto di quello usato per un solo ambiente, ma con valvole termostatiche.

Riscaldamento a pavimento o radiatori –

Termostati ambiente esterni multipli

Impostazione

A

B

M1

C

M2

b a a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Ambiente 1

C

Ambiente 2

a

Termostato ambiente esterno

b

Valvola di bypass

▪ Per ciascun ambiente, viene installata una valvola di intercettazione (reperita in loco) per evitare l'alimentazione di acqua in uscita quando non vi è richiesta di riscaldamento o raffreddamento.

▪ Si deve installare una valvola di bypass per rendere possibile il ricircolo dell'acqua quando tutte le valvole di intercettazione sono chiuse. Per garantire un funzionamento affidabile, procurare un flusso d'acqua minimo, come descritto nella tabella “Per controllare il volume e la portata dell'acqua” in

"6.4  Preparazione delle tubazioni idrauliche" a pagina 26

.

▪ L'interfaccia utente collegata all'unità interna decide il modo funzionamento ambiente. Ricordare che il modo funzionamento di ciascun termostato ambiente deve essere impostato per corrispondere all'unità interna.

a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Ambiente 1

C

Ambiente 2

Guida di riferimento per l'installatore

14

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

▪ I termostati ambiente vengono collegati alle valvole di intercettazione, ma NON devono essere collegati all'unità interna.

L'unità interna fornirà costantemente acqua in uscita, con la possibilità di programmare un programma corrispondente.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Valore

0 (Contr. Tman): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura manuale.

0 (1 zona Tman): Principale

Benefici

Confronto con il riscaldamento  a  pavimento o i radiatori per un ambiente:

Comfort. Si può impostare la temperatura ambiente desiderata, inclusi i programmi, per ciascun ambiente grazie ai termostati ambiente.

Convettori con pompa di calore

Impostazione

A

B

C a a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Ambiente 1

C

Ambiente 2

a

Comando a distanza dei convettori con pompa di calore

▪ La temperatura ambiente desiderata viene impostata tramite il comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

▪ L'interfaccia utente collegata all'unità interna decide il modo funzionamento ambiente.

▪ I segnali di richiesta di riscaldamento o raffreddamento di ciascun convettore con pompa di calore sono collegati in parallelo all'input digitale sull'unità interna (X2M/1 e X2M/4). L'unità interna fornirà la temperatura manuale solo in presenza di una richiesta effettiva.

INFORMAZIONI

Per aumentare il comfort e le prestazioni, Daikin consiglia di installare l'opzione del kit valvole EKVKHPC su ciascun convettore con pompa di calore.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Valore

1 (Contr. TA est.): Il funzionamento dell'unità viene deciso dal termostato esterno.

0 (1 zona Tman): Principale

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

5 Linee guida relative all'applicazione

Benefici

Confronto con i convettori con pompa di calore per un ambiente:

Comfort. Si può impostare la temperatura ambiente desiderata, inclusi i programmi, per ciascun ambiente attraverso il comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

Combinazione: Riscaldamento a pavimento +

Convettori con pompa di calore

Impostazione

A

B

M1

M1

C b a

A

Zona temperatura manuale principale

B

Ambiente 1

C

Ambiente 2

a

Termostato ambiente esterno

b

Comando a distanza dei convettori con pompa di calore

▪ Per ogni ambiente con convettori con pompa di calore: i convettori con pompa di calore sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ Per ciascun ambiente con riscaldamento  a  pavimento: Sono installate due valvole di intercettazione (da reperire in loco) prima del riscaldamento a pavimento:

▪ Una valvola di intercettazione per impedire l'alimentazione di acqua calda quando non vi è richiesta di riscaldamento per l'ambiente

▪ Una valvola di intercettazione per prevenire la formazione di condensa sul pavimento durante il funzionamento del raffreddamento degli ambienti con convettori con pompa di calore.

▪ Per ogni ambiente con convettori con pompa  di  calore: La temperatura ambiente desiderata viene impostata attraverso il comando a distanza dei convettori con pompa di calore.

▪ Per ciascun ambiente con riscaldamento  a  pavimento: La temperatura ambiente desiderata viene impostata attraverso il termostato ambiente esterno (cablato o wireless).

▪ L'interfaccia utente collegata all'unità interna decide il modo funzionamento ambiente. Tenere presente che il modo funzionamento su ciascun termostato ambiente esterno e sul comando a distanza dei convettori con pompa  di  calore deve essere impostato in modo da corrispondere a quello dell'unità interna.

INFORMAZIONI

Per aumentare il comfort e le prestazioni, Daikin consiglia di installare l'opzione del kit valvole EKVKHPC su ciascun convettore con pompa di calore.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Valore

0 (Contr. Tman): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura manuale.

0 (1 zona Tman): Principale

Guida di riferimento per l'installatore

15

5 Linee guida relative all'applicazione

5.2.3

Ambienti multipli – Due zone Tman

Se i trasmettitori di calore selezionati per ciascun ambiente sono progettati per temperature manuali differenti, si possono utilizzare zone di temperatura manuale differenti (massimo 2).

In questo documento:

▪ Zona principale = Zona con la più bassa temperatura di progetto per il riscaldamento, e la più alta temperatura di progetto per il raffreddamento

▪ Zona aggiuntiva = L'altra zona

ATTENZIONE

Quando vi è più di una zona dell'acqua in uscita, si deve sempre SEMPRE installare una stazione con valvola di miscelazione nella zona principale per diminuire (per il riscaldamento)/aumentare (per il raffreddamento) la temperatura manuale quando è presente una desiderata riguardante la zona aggiuntiva.

Esempio tipico:

Ambiente (zona)

Salotto (zona principale)

Camere da letto (zona aggiuntiva)

Trasmettitorei di calore:

Temperatura di progetto

Riscaldamento a pavimento:

▪ Per il riscaldamento: 35°C

▪ Per il raffreddamento: 20°C

(solo aria fresca, non è consentito un vero e proprio raffreddamento)

Convettori con pompa di calore:

▪ Per il riscaldamento: 45°C

▪ Per il raffreddamento: 12°C

Impostazione

A

B

C d c

D

E a a b

A

Zona temperatura manuale aggiuntiva

B

Ambiente 1

C

Ambiente 2

D

Zona temperatura manuale principale

E

Ambiente 3

a

Comando a distanza dei convettori con pompa di calore

b

Interfaccia utente

c

Stazione con valvola di miscelazione

d

Valvola di regolazione della pressione

INFORMAZIONI

Prima della stazione della valvola di miscelazione, si deve installare una valvola di regolazione della pressione.

Questo serve a garantire il corretto equilibrio della portata acqua tra la zona della temperatura manuale principale e la zona della temperatura manuale aggiuntiva in relazione con la capacità desiderata di entrambe le zone di temperatura dell'acqua.

▪ Per la zona principale:

▪ Prima del riscaldamento  a  pavimento è installata una stazione con valvola di miscelazione.

▪ La pompa della stazione della valvola di miscelazione è controllata dal segnale ATTIVATO/DISATTIVATO dell'unità interna (X2M/5 e X2M/7; uscita valvola di intercettazione normalmente chiusa).

▪ La temperatura ambiente è controllata dall'interfaccia utente, che viene usata come termostato ambiente.

▪ Per la zona aggiuntiva:

▪ I convettori con pompa  di  calore sono collegati direttamente all'unità interna.

▪ La temperatura ambiente desiderata viene impostata tramite il comando a distanza dei convettori con pompa  di  calore per ciascun ambiente.

▪ I segnali di richiesta di riscaldamento o raffreddamento di ciascun convettore con pompa  di  calore sono collegati in parallelo all'input digitale sull'unità interna (X2M/1 e X2M/4).

L'unità interna fornirà la temperatura manuale aggiuntiva richiesta solo in presenza di una richiesta effettiva.

▪ L'interfaccia utente collegata all'unità interna decide il modo funzionamento ambiente. Tenere presente che il modo funzionamento su ciascun comando a distanza dei convettori con pompa di calore deve essere impostato in modo da corrispondere a quello dell'unità interna.

Configurazione

Impostazione

Controllo temperatura dell'unità:

▪ #: [A.2.1.7]

▪ Codice: [C-07]

Valore

2 (Contr. TA): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura ambiente dell'interfaccia utente.

Nota:

▪ Ambiente principale = interfaccia utente utilizzato come funzione termostato ambiente

▪ Altri ambienti = funzione termostato ambiente esterno

1 (2 zone Tman): Principale + aggiuntiva

Numero di zone di temperatura dell'acqua:

▪ #: [A.2.1.8]

▪ Codice: [7-02]

Nel caso dei convettori con pompa di calore:

Termostato ambiente esterno per la zona aggiuntiva:

▪ #: [A.2.2.5]

▪ Codice: [C-06]

1 (F. term. ON/OFF): Quando il termostato ambiente esterno o il convettore della pompa di calore utilizzati possono solo inviare una condizione ATTIVATO/

DISATTIVATO del termostato.

Nessuna separazione tra la richiesta di riscaldamento o di raffreddamento.

Uscita valvola di intercettazione Impostare per seguire la richiesta termostato della zona principale.

Guida di riferimento per l'installatore

16

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Impostazione

Valvola di intercettazione

Alla stazione con valvola di miscelazione

Valore

Se si deve intercettare la zona principale durante il modo raffreddamento per prevenire la formazione di condensa sul pavimento, impostarla di conseguenza.

Impostare la temperatura manuale richiesta principale per il riscaldamento e/o il raffreddamento.

Benefici

Comfort.

▪ La funzionalità del termostato ambiente intelligente può diminuire o aumentare la temperatura manuale richiesta in base alla temperatura ambiente effettiva (modulazione).

▪ La combinazione dei due sistemi di trasmettitori di calore offre l'eccellente comfort del riscaldamento  a  pavimento e l'eccellente comfort del raffreddamento dei convettori con pompa di calore.

Efficienza.

▪ In base alla richiesta, l'unità interna alimenta una temperatura manuale differente corrispondente alla temperatura di progetto dei vari trasmettitori di calore.

▪ Il riscaldamento  a  pavimento offre le migliori prestazioni con

Altherma LT.

5.3

Impostazione di una fonte di calore ausiliaria per il riscaldamento ambiente

▪ Il riscaldamento ambiente può essere eseguito con i seguenti mezzi:

▪ L'unità interna

▪ Una caldaia ausiliaria (da reperire in loco) collegata al sistema

▪ Quando il termostato ambiente richiede il riscaldamento, l'unità interna o la caldaia ausiliaria iniziano a funzionare in base alla temperatura esterna (stato di commutazione alla fonte di calore esterna). Se viene data l'autorizzazione alla caldaia ausiliaria, il riscaldamento ambiente da parte dell'unità interna viene

DISATTIVATO.

▪ Il funzionamento bivalente è possibile soltanto per il riscaldamento ambiente, NON per la produzione di acqua calda sanitaria.

L'acqua calda sanitaria viene sempre prodotta dal serbatoio ACS collegato all'unità interna.

INFORMAZIONI

▪ Durante il funzionamento di riscaldamento della pompa  di  calore, la pompa  di  calore funziona per raggiungere la temperatura desiderata tramite l'interfaccia utente. Durante il funzionamento dipendente dal clima, la temperatura dell'acqua viene determinata automaticamente secondo la temperatura esterna.

▪ Durante il funzionamento di riscaldamento della caldaia ausiliaria, la caldaia ausiliaria funziona per raggiungere la temperatura dell'acqua desiderata impostata attraverso il comando della caldaia ausiliaria.

5 Linee guida relative all'applicazione

Impostazione

▪ Integrare la caldaia ausiliaria come segue:

Solo per EHBH/X

a b c d e f g

M

h f l k i h i n j m

FHL1

FHL2

FHL3

Solo per EHVH/X

a b c d e g

M

f h f k i h l i n m j

FHL1

FHL2

FHL3

a

Unità esterna

b

Unità interna

c

Scambiatore di calore

d

Riscaldatore di riserva

e

Pompa

f

Valvola di intercettazione

g

Valvola a 3 vie motorizzata (in dotazione con il serbatoio

ACS)

h

Valvola di ritegno (da reperire in loco)

i

Valvola di intercettazione (da reperire in loco)

j

Collettore (da reperire in loco)

k

Caldaia ausiliaria (da reperire in loco)

l

Valvola di regolazione dell'acqua (da reperire in loco)

m

Serbatoio ACS (EHBH/X: opzione)

n

Serpentina dello scambiatore di calore

FHL1...3

Riscaldamento a pavimento

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

17

5 Linee guida relative all'applicazione

NOTA

▪ Assicurarsi che la caldaia ausiliaria e la sua integrazione nel sistema siano conformi con le leggi applicabili.

▪ Daikin NON è responsabile di situazioni errate o non sicure che dovessero insorgere nel sistema della caldaia ausiliaria.

▪ Assicurarsi che l'acqua di ritorno alla pompa di calore NON superi i 55°C. Per fare ciò:

▪ Impostare la temperatura dell'acqua desiderata tramite il comando della caldaia ausiliaria su 55°C massimo.

▪ Installare una valvola di regolazione dell'acqua nella portata acqua di ritorno della pompa di calore.

▪ Impostare la valvola di regolazione dell'acqua in modo che si chiuda al di sopra di 55°C e si apra al di sotto di 55°C.

▪ Installare delle valvole di ritegno.

▪ Accertarsi di avere solo un vaso di espansione nel circuito idraulico. Un vaso di espansione è già premontato nell'unità interna.

▪ Installare la Scheda con I/O digitale (opzione EKRP1HB).

▪ Collegare X1 e X2 (commutazione alla fonte di calore esterna) sulla Scheda al termostato della caldaia ausiliaria.

▪ Per impostare i trasmettitori di calore, vedere

"5.2  Impostazione del sistema di riscaldamento/raffreddamento ambiente"  a pagina 12

.

Configurazione

Tramite l'interfaccia utente (procedura guidata rapida):

▪ Impostare l'uso di un sistema bivalente come fonte di calore esterna.

▪ Impostare la temperatura e l'isteresi bivalente.

NOTA

▪ Assicurarsi che l'isteresi bivalente abbia un differenziale sufficiente a prevenire la commutazione frequente tra l'unità interna e la caldaia ausiliaria.

▪ Dato che la temperatura esterna viene misurata dal termistore aria dell'unità esterna, installare l'unità esterna all'ombra, in modo che NON venga influenzato o ATTIVATO/DISATTIVATO dalla luce diretta del sole.

▪ La commutazione frequente può causare la corrosione della caldaia ausiliaria. Contattare il produttore della caldaia ausiliaria per maggiori informazioni.

Commutazione alla fonte di calore esterna decisa da un contatto ausiliario

▪ Possibile soltanto nel controllo termostato ambiente esterno E con una zona temperatura manuale (vedere

"5.2  Impostazione del sistema di riscaldamento/raffreddamento ambiente" a pagina 12 ).

▪ Il contatto ausiliario può essere:

▪ Un termostato temperatura esterna

▪ Un contatto per il risparmio energetico

▪ Un contatto azionato manualmente

▪ …

▪ Impostazione: Effettuare i seguenti collegamenti elettrici in loco:

L

H

Com

Indoor/Auto/Boiler

Indoor

1 2 3 4

BTI

X Y

A

K1A K2A

K1A K2A

N

B

TI

Ingresso termostato della caldaia

A

Contatto ausiliario (normalmente chiuso)

H

Termostato ambiente per il riscaldamento su richiesta

(opzionale)

K1A

Relè ausiliario di attivazione dell'unità interna (da reperire in loco)

K2A

Relè ausiliario di attivazione della caldaia (da reperire in loco)

Indoor

Unità interna

Auto

Automatico

Boiler

Caldaia

NOTA

▪ Assicurarsi che il contatto ausiliario abbia un differenziale o un ritardo temporale sufficiente a prevenire la commutazione frequente tra l'unità interna e la caldaia ausiliaria.

▪ Se il contatto ausiliario è un termostato temperatura esterna, installare il termostato all'ombra, in modo che questo NON sia influenzato o ATTIVATO/

DISATTIVATO dalla luce diretta del sole.

▪ La commutazione frequente può causare la corrosione della caldaia ausiliaria. Contattare il produttore della caldaia ausiliaria per maggiori informazioni.

5.4

Impostare il serbatoio dell'acqua calda sanitaria

Il serbatoio ACS può essere:

▪ Integrato nell'unità interna

▪ Installato come opzione autonoma

5.4.1

Layout sistema – Serbatoio ACS integrato

Solo per EHVH/X.

a b c d f

M

UI

h h i e g

FHL1

FHL2

FHL3

Guida di riferimento per l'installatore

18

a

Unità esterna

b

Unità interna

c

Scambiatore di calore

d

Riscaldatore di riserva

e

Pompa

f

Valvola a 3 vie motorizzata

g

Serbatoio ACS

h

Valvola di intercettazione

i

Collettore (da reperire in loco)

FHL1...3

Riscaldamento a pavimento

UI

Interfaccia utente

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

5.4.2

Selezione del volume e della temperatura desiderata per il serbatoio ACS

Per la gente, l'acqua può dirsi calda quando ha una temperatura di

40°C. Pertanto, il consumo di ACS viene sempre espresso come volume di acqua calda a 40°C. Tuttavia, si può impostare la temperatura serbatoio ACS ad una temperatura più elevata

(esempio: 53°C), per poi miscelarla con acqua fredda (esempio:

15°C).

La selezione del volume e della temperatura desiderata per il serbatoio ACS consiste nelle seguenti operazioni:

1 Determinare il consumo di ACS (equivalente al volume di acqua calda a 40°C).

2 Determinare il volume e la temperatura desiderata per il serbatoio ACS.

Volumi possibili del serbatoio ACS

Tipo

Serbatoio ACS integrato

Serbatoio ACS autonomo

▪ 180 l

▪ 260 l

▪ 150 l

▪ 200 l

▪ 300 l

Volumi possibili

Suggerimenti per il risparmio energetico

▪ Se il consumo di ACS varia da un giorno all'altro, si può programmare un programma settimanale con differenti temperature del serbatoio ACS desiderate per ciascun giorno.

▪ Minore la temperatura serbatoio ACS desiderata, maggiore sarà la riduzione dei costi. Selezionando un serbatoio ACS più grande, si può diminuire la temperatura serbatoio ACS desiderata.

▪ La pompa di calore stessa può produrre acqua calda sanitaria con una temperatura massima di 55°C (50°C se la temperatura esterna è bassa). La resistenza elettrica integrata nella pompa  di  calore può essere più alta di questa temperatura.

Tuttavia, questo comporta un consumo aggiuntivo di energia.

Daikin raccomanda di impostare la temperatura serbatoio ACS desiderata al di sotto di 55°C per evitare di usare la resistenza elettrica.

▪ Più alta la temperatura esterna, migliori saranno le prestazioni della pompa di calore.

▪ Se i prezzi dell'energia rimangono identici sia durante il giorno che durante la notte, Daikin raccomanda di riscaldare il serbatoio ACS durante il giorno.

▪ Se i prezzi dell'energia sono più bassi nelle ore notturne, Daikin raccomanda di riscaldare il serbatoio ACS durante la notte.

▪ Quando la pompa  di  calore produce acqua calda sanitaria, non può riscaldare un ambiente. Se si dovesse aver bisogno di acqua calda sanitaria e riscaldamento ambiente contemporaneamente,

Daikin raccomanda di produrre acqua calda sanitaria durante la notte quando la richiesta di riscaldamento ambiente è minore.

Determinazione del consumo di ACS

Rispondere alle domande seguenti e calcolare il consumo di ACS

(volume di acqua calda equivalente a 40°C) usando i volumi d'acqua tipici:

Domanda

Quante docce sono richieste al giorno?

Volume d'acqua tipico

1 doccia=10 min×10 l/min=100 l

Quanti bagni docce sono richiesti al giorno?

1 bagno = 150 l

Quanta acqua è necessaria al lavello della cucina al giorno?

1 lavello=2 min×5 l/min=10 l

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

5 Linee guida relative all'applicazione

Domanda

Vi sono altre esigenze in termini di acqua calda sanitaria?

Volume d'acqua tipico

Esempio: Se il consumo giornaliero di ACS di una famiglia (4 persone) è come segue:

▪ 3 docce

▪ 1 bagno

▪ 3 volumi di lavello

Allora il consumo di ACS=(3×100 l)+(1×150 l)+(3×10 l)=480 l

Determinazione del volume e della temperatura desiderata per il serbatoio ACS

Formula

V

1

=V

2

+V

2

×(T

2

−40)/(40−T

1

) Se:

Esempio

▪ V

2

=180 l

▪ T

2

=54°C

▪ T

1

=15°C

Quindi V

1

=280 l

Se: V

2

=V

1

×(40−T

1

)/(T

2

−T

1

)

V

1

V

2

T

2

T

1

▪ V

1

=480 l

▪ T

2

=54°C

▪ T

1

=15°C

Quindi V

2

=307 l

Consumo di ACS (equivalente al volume di acqua calda a

40°C)

Volume richiesto del serbatoio ACS se riscaldato una volta sola

Temperatura serbatoio ACS

Temperatura acqua fredda

5.4.3

Impostazione e configurazione –

Serbatoio ACS

▪ Per i consumi di ACS elevati, si può riscaldare il serbatoio ACS diverse volte durante la giornata.

▪ Per riscaldare il serbatoio ACS alla temperatura serbatoio ACS desiderata, si possono utilizzare le seguenti fonti di energia:

▪ Ciclo termodinamico della pompa di calore

▪ Riscaldatore di riserva elettrico (per il serbatoio ACS integrato)

▪ Surriscaldatore elettrico (per il serbatoio ACS autonomo)

▪ Pannelli solari

▪ Per maggiori informazioni su:

▪ Ottimizzazione del consumo energetico per la produzione di acqua calda sanitaria, vedere

"8 Configurazione" a pagina 49

.

▪ Collegamento del cablaggio elettrico del serbatoio ACS autonomo all'unità interna, vedere il manuale d'installazione del serbatoio ACS.

▪ Collegamento delle tubazioni idrauliche del serbatoio ACS autonomo all'unità interna, vedere il manuale d'installazione del serbatoio ACS.

5.4.4

Pompa ACS per l'acqua calda istantanea

Impostazione h a b i f c g a

Unità interna

b

Serbatoio ACS

Guida di riferimento per l'installatore

19

5 Linee guida relative all'applicazione

c

Pompa ACS

f

Doccia

g

Acqua fredda

h

Acqua calda sanitaria in USCITA

i

Collegamento di ricircolo

▪ Collegando una pompa ACS, si può avere a disposizione al rubinetto acqua calda istantanea.

▪ La pompa ACS e l'impianto sono da reperire in loco e sono responsabilità dell'installatore.

▪ Per maggiori informazioni sul collegamento della connessione di ricircolo:

▪ per il serbatoio ACS integrato, vedere

"7  Installazione"  a pagina 31

,

▪ per il serbatoio ACS separato, vedere il manuale d'installazione per il serbatoio ACS.

Configurazione

▪ Per maggiori informazioni, vedere

"8  Configurazione"  a pagina 49

.

▪ Si può programmare un programma per controllare la pompa ACS attraverso l'interfaccia utente. Per maggiori informazioni, vedere la guida di consultazione per l'utente.

5.4.5

Pompa ACS per la disinfezione

Impostazione h a b i c d f e g a

Unità interna

b

Serbatoio ACS

c

Pompa ACS

d

Elemento riscaldatore

e

Valvola di ritegno

f

Doccia

g

Acqua fredda

h

Acqua calda sanitaria in USCITA

i

Collegamento di ricircolo

▪ La pompa ACS è da reperire in loco ed è l'installatore che è responsabile della sua installazione.

▪ Per il serbatoio ACS integrato, la temperatura del serbatoio ACS può essere impostata ad un massimo di 60°C. Se le leggi applicabili richiedono una temperatura più alta per la disinfezione.

si possono collegare una pompa ACS e un elemento riscaldatore, come illustrato sopra.

▪ Se le leggi applicabile prevedono la disinfezione delle tubazioni idrauliche fino al punto di prelievo al rubinetto, si possono collegare una pompa ACS e un elemento riscaldatore (se necessario) come mostrato sopra.

Configurazione

L'unità interna può controllare il funzionamento della pompa ACS.

Per maggiori informazioni, vedere

"8 Configurazione" a pagina 49

.

5.5

Impostare la misurazione energia

▪ Attraverso l'interfaccia utente, si possono leggere i seguenti dati energetici:

▪ Calore prodotto

▪ Energia consumata

▪ Si possono leggere i dati energetici:

▪ Per il riscaldamento ambiente

▪ Per il raffreddamento ambiente

▪ Per la produzione di acqua calda sanitaria

▪ Si possono leggere i dati energetici:

▪ Mensili

▪ Annuali

INFORMAZIONI

Il calcolo del calore prodotto e dell'energia consumata costituisce solo una stima, pertanto non è possibile garantire una precisione assoluta.

5.5.1

Calore prodotto

INFORMAZIONI

I sensori utilizzati per calcolare il calore prodotto sono tarati automaticamente.

▪ Applicabile per tutti i modelli.

▪ Il calore prodotto viene calcolato internamente, in base a:

▪ La temperatura acqua in uscita e acqua in entrata

▪ La portata

▪ Il consumo di potenza del surriscaldatore (se applicabile) nel serbatoio dell'acqua calda sanitaria

▪ Impostazione e configurazione:

▪ Non sono necessarie apparecchiature aggiuntive.

▪ Solo nel caso in cui nel sistema sia presente un surriscaldatore, misurarne la capacità (misura della resistenza) e impostare la capacità attraverso l'interfaccia utente. Esempio: Se la misura della resistenza di un surriscaldatore è di 17,1 Ω, la capacità del riscaldatore a 230 V sarà di 3100 W.

5.5.2

Energia consumata

Per determinare l'energia consumata, si possono usare i metodi seguenti:

▪ Calcolo

▪ Misurazione

INFORMAZIONI

Non si possono combinare il calcolo dell'energia consumata (esempio: per il riscaldatore di riserva) e la misurazione dell'energia consumata (esempio: per l'unità esterna). In tal caso, i dati energetici non saranno validi.

Calcolo dell'energia consumata

▪ Applicabile soltanto per EHBH/X04+08 e EHVH/X04+08.

▪ L'energia consumata viene calcolata internamente, in base a:

▪ Il consumo di potenza effettivo dell'unità esterna

▪ La capacità impostata del riscaldatore di riserva e del surriscaldatore

▪ La tensione

▪ Impostazione e configurazione: Per ottenere dati energetici accurati, misurare la capacità (misurazione della resistenza) e impostare la capacità attraverso l'interfaccia utente per:

▪ Il riscaldatore di riserva (gradino 1 e gradino 2)

▪ Il surriscaldatore

Misura dell'energia consumata

▪ Applicabile per tutti i modelli.

▪ Metodo preferito per via dell'accuratezza più elevata.

▪ Richiede contatori dell'energia elettrica esterni.

Guida di riferimento per l'installatore

20

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

▪ Impostazione e configurazione:

▪ Per le specifiche di ciascun tipo di contatore, vedere

"14  Dati tecnici" a pagina 92

.

▪ Se si usano dei contatori dell'energia elettrica, impostare il numero di impulsi/kWh per ciascun contatore attraverso l'interfaccia utente. I dati dell'energia consumata per i modelli

EHVH/X11+16 e EHBH/X11+16 saranno disponibili soltanto se

è configurata questa impostazione.

INFORMAZIONI

Nel misurare il consumo di energia elettrica, assicurarsi che TUTTI i punti di consumo di energia del sistema siano coperti dai contatori dell'energia elettrica.

5.5.3

Alimentazione a tariffa kWh normale

Regola generale

È sufficiente un contatore dell'energia elettrica che copra l'intero sistema.

Impostazione

Collegare il contatore dell'energia elettrica a X5M/7 e X5M/8.

Tipo di contatore dell'energia elettrica

In caso di…

▪ Unità esterna monofase

Usare un contatore dell'energia elettrica…

Monofase

▪ Riscaldatore di riserva alimentato da una griglia monofase (cioè il modello di riscaldatore di riserva è *3V o

*9W collegato ad una griglia monofase)

In altri casi (cioè un'unità esterna trifase e/o un modello di riscaldatore di riserva *9W collegato ad una griglia trifase)

Trifase

5 Linee guida relative all'applicazione

Esempio

Contatore dell'energia elettrica monofase

Contatore dell'energia elettrica trifase

0 0

580

1 50

a b c c

0 0

580

1 50

a

 b c d c

A d e

B f

A Unità esterna

B Unità interna

C Serbatoio ACS

C g

a Armadio elettrico (L

1

/N)

b Armadio elettrico (L

1

/N)

c Fusibile (L

1

/N)

d Unità esterna (L

1

/N)

e Unità interna (L

1

/N)

f Riscaldatore di riserva (L

1

/N)

g Surriscaldatore (L

1

/N)

A e f g

B C h

A Unità esterna

B Unità interna

C Serbatoio ACS

a Armadio elettrico (L

1

/L

2

/L

3

/N)

b Contatore dell'energia elettrica

(L

1

/L

2

/L

3

/N)

c Fusibile (L

1

/L

2

/L

3

/N)

d Fusibile (L

1

/N)

e Unità esterna (L

1

/L

2

/L

3

/N)

f Unità interna (L

1

/L

2

/L

3

/N)

g Riscaldatore di riserva (L

1

/L

2

/

L

3

/N)

h Surriscaldatore (L

1

/N)

Eccezione

▪ Si può utilizzare un secondo contatore dell'energia elettrica se:

▪ Il campo di potenza di un contatore è insufficiente.

▪ Il contatore elettrico non può essere installato facilmente nell'armadio elettrico.

▪ Le griglie trifase da 230 V e 400 V sono combinate (cosa molto insolita), a causa di limitazioni tecniche dei contatori dell'energia elettrica.

▪ Collegamento e impostazione:

▪ Collegare il secondo contatore dell'energia elettrica a X5M/9 e

X5M/10.

▪ Nel software vengono aggiunti i dati sui consumi di energia elettrica di entrambi i contatori, cosicché NON è necessario impostare quale contatore copre quale consumo di corrente. Si deve soltanto impostare il numero di impulsi di ciascun contatore dell'energia elettrica.

▪ Vedere

"5.5.4  Alimentazione a tariffa kWh preferenziale"  a pagina  21

per un esempio con due contatori dell'energia elettrica.

5.5.4

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

Regola generale

▪ Contatore dell'energia elettrica 1: Misura l'unità esterna.

▪ Contatore dell'energia  2: Misura il resto (cioè l'unità interna, il riscaldatore di riserva e il surriscaldatore opzionale).

Impostazione

▪ Collegare il contatore dell'energia elettrica 1 a X5M/7 e X5M/8.

▪ Collegare il contatore dell'energia elettrica 2 a X5M/9 e X5M/10.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

21

5 Linee guida relative all'applicazione

Tipi di contatore dell'energia elettrica

▪ Contatore dell'energia elettrica  1: Contatore dell'energia elettrica monofase o trifase in base all'alimentazione dell'unità esterna.

▪ Contatore dell'energia elettrica 2:

▪ In caso di una configurazione con riscaldatore di riserva monofase, usare un contatore dell'energia elettrica monofase.

▪ Negli altri casi, utilizzare un contatore dell'energia elettrica trifase.

Esempio

Unità esterna monofase con un riscaldatore di riserva trifase:

DI

P i e

0

0

580

1 50

a

0

0

580

1 50

b c e f e

 d

A g h

B i

C j

A

Unità esterna

B

Unità interna

C

Serbatoio ACS

a

Armadio elettrico (L

1

/N): Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

b

Armadio elettrico (L

1

/L

2

/L

3

/N): Alimentazione a tariffa kWh normale

c

Contatore dell'energia elettrica (L

1

/N)

d

Contatore dell'energia elettrica (L

e

Fusibile (L

1

/N)

1

/L

2

/L

3

/N)

f

Fusibile (L

1

/L

2

/L

3

/N)

g

Unità esterna (L

1

/N)

h

Unità interna (L

1

/N)

i

Riscaldatore di riserva (L

1

/L

2

j

Surriscaldatore (L

1

/N)

/L

3

/N)

5.6

Impostazione del controllo consumo elettrico

▪ Il controllo consumo elettrico:

▪ È applicabile soltanto per EHBH/X04+08 e EHVH/X04+08.

▪ Consente di limitare il consumo elettrico dell'intero sistema

(somma di unità esterna, unità interna, riscaldatore di riserva e surriscaldatore opzionale).

▪ Configurazione: Impostare il livello di limitazione potenza e il modo in cui deve essere raggiunto attraverso l'interfaccia utente.

▪ Il livello di limitazione della potenza può essere espresso nel modo seguente:

▪ Corrente massima di funzionamento (in A)

▪ Consumo di potenza massimo (in kW)

▪ Il livello di limitazione della potenza può essere attivato:

▪ In modo permanente

▪ Per mezzo di input digitali

5.6.1

Limitazione permanente della potenza

La limitazione permanente della potenza è utile per assicurare un consumo massimo di potenza o di corrente del sistema. In certi paesi, la legislazione limita il consumo di potenza massimo per il riscaldamento ambiente e la produzione di ACS.

Guida di riferimento per l'installatore

22

a b t

P i

Consumo di potenza

t

Tempo

DI

Input digitale (livello di limitazione della potenza)

a

Limitazione della potenza attiva

b

Consumo di potenza effettivo

Impostazione e configurazione

▪ Non sono necessarie apparecchiature aggiuntive.

▪ Vedere le impostazioni del controllo consumo elettrico in [A.6.3.1] attraverso l'interfaccia utente (per la descrizione di tutte le impostazioni, vedere

"8 Configurazione" a pagina 49

):

▪ Selezionare il modo di limitazione a tempo pieno

▪ Selezionare il tipo di limitazione (potenza in kW o corrente in A)

▪ Impostare il livello di limitazione della potenza desiderato

NOTA

Prestare attenzione alle seguenti linee guida quando si seleziona il livello di limitazione della potenza desiderato:

▪ Impostare un consumo di potenza minimo di ±3,6  kW per garantire il funzionamento dello sbrinamento.

Altrimenti, se lo sbrinamento dovesse essere interrotto parecchie volte, lo scambiatore di calore si congelerebbe.

▪ Impostare un consumo di potenza minimo di ±3 kW per garantire il riscaldamento ambiente e la produzione di

ACS consentendo il funzionamento di almeno un riscaldatore elettrico (gradino  1 del riscaldatore di riserva o surriscaldatore).

NOTA

Impostare un consumo elettrico minimo di ±3 kW per garantire il riscaldamento ambiente e la produzione di ACS consentendo il funzionamento di almeno il gradino 1 del riscaldatore di riserva.

5.6.2

Limitazione della potenza attivata mediante input digitali

La limitazione della potenza è utile anche in combinazione con un sistema di gestione dell'energia.

La potenza o corrente dell'intero sistema Daikin è limitato dinamicamente mediante input digitali (massimo quattro gradini).

Ogni livello di limitazione della potenza viene impostato attraverso l'interfaccia utente limitando una delle seguenti voci:

▪ Corrente (in A)

▪ Consumo di potenza (in kW)

Il sistema di gestione dell'energia (da reperire in loco) decide l'attivazione di un certo livello di limitazione della potenza. Esempio:

Per limitare la potenza massima dell'intera abitazione (illuminazione, elettrodomestici, riscaldamento ambiente…).

A

A8P

5

2 b

B

D a

C c

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

A

Unità esterna

B

Unità interna

C

Serbatoio ACS

D

Sistema di gestione dell'energia

a

Attivazione della limitazione della potenza (4 input digitali)

b

Riscaldatore di riserva

c

Surriscaldatore

DI1

P i

DI3

a b

DI4

t

P i

Potenza di ingresso

t

Tempo

DI

Input digitali (livelli di limitazione della potenza)

a

Limitazione della potenza attiva

b

Consumo di potenza effettivo

Impostazione

▪ Scheda a richiesta (opzione EKRP1AHTA) necessaria.

▪ Vengono utilizzati quattro input digitali massimo per attivare il livello di limitazione della potenza corrispondente:

▪ DI1 = limitazione minima (il consumo di energia più alto)

▪ DI4 = limitazione massima (il consumo di energia più basso)

▪ Per la specifica e il collegamento degli input digitali, vedere

"14.6 Schema elettrico – componenti: Unità interna" a pagina 100 .

Configurazione

Vedere le impostazioni del controllo consumo elettrico in [A.6.3.1] attraverso l'interfaccia utente (per la descrizione di tutte le impostazioni, vedere

"8 Configurazione" a pagina 49

):

▪ Selezionare l'attivazione mediante gli input digitali.

▪ Selezionare il tipo di limitazione (potenza in kW o corrente in A).

▪ Impostare il livello di limitazione della potenza desiderato corrispondente a ciascun input digitale.

INFORMAZIONI

Nel caso vi fosse più di 1 ingresso digitale chiuso

(contemporaneamente), la priorità degli ingressi digitali è fissa: DI4 priorità>…>DI1.

5.6.3

Processo di limitazione della potenza

L'unità esterna ha un'efficienza migliore dei riscaldatori elettrici.

Pertanto, i riscaldatori elettrici sono limitati e innanzitutto

DISATTIVATI. Il sistema limita il consumo di potenza nell'ordine seguente:

1 Limita certi riscaldatori elettrici.

Se… ha la priorità

Produzione di acqua calda sanitaria

Riscaldamento ambiente

Quindi impostare la priorità dei riscaldatori attraverso l'interfaccia utente su…

Surriscaldatore.

Risultato: Il riscaldatore di riserva verrà DISATTIVATO per primo.

Riscaldatore di riserva.

Risultato: Il surriscaldatore verrà DISATTIVATO per primo.

2 DISATTIVA tutti i riscaldatori elettrici.

3 Limita l'unità esterna.

4 DISATTIVA l'unità esterna.

5 Linee guida relative all'applicazione

Esempio

Se la configurazione è la seguente:

▪ Il livello di limitazione della potenza NON consente il funzionamento sia del surriscaldatore che del riscaldatore di riserva (gradino 1 e gradino 2).

▪ Priorità dei riscaldatori= Surriscaldatore.

Quindi il consumo di potenza è limitato come segue:

P h e d c b a

A B C

C e

P h

C e

Calore prodotto

Energia consumata

A

Unità esterna

B

Surriscaldatore

C

Riscaldatore di riserva

a

Funzionamento dell'unità esterna limitato

b

Funzionamento dell'unità esterna completo

c

Surriscaldatore ATTIVATO

d

Gradino 1 riscaldatore di riserva ATTIVATO

e

Gradino 2 riscaldatore di riserva ATTIVATO

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

23

6 Preparazione

5.7

Impostazione di un sensore della temperatura esterna

È possibile collegare un sensore temperatura esterno. Esso può misurare la temperatura ambiente interna o esterna. Daikin raccomanda di utilizzare un sensore temperatura esterna nei casi seguenti:

Temperatura ambiente interna

▪ Nel controllo del termostato ambiente, l'interfaccia utente viene usata come termostato ambiente ed essa misura la temperatura ambiente interna. Pertanto, l'interfaccia utente deve essere installata in un luogo:

▪ Dove è possibile rilevare la temperatura media nell'ambiente

▪ Che NON è esposto alla luce diretta del sole

▪ Che NON si trovi vicino a fonti di calore

▪ Che NON sia influenzato dall'aria esterna né da correnti d'aria a causa, per esempio, dell'apertura/chiusura della porta

▪ Se questo NON fosse possibile, Daikin raccomanda di collegare un sensore interno remoto (opzione KRCS01-1).

▪ Configurazione: Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del sensore interno remoto.

▪ Configurazione: Selezionare un sensore ambiente [A.2.2.B].

Temperatura ambiente esterna

▪ Nell'unità esterna, viene misurata la temperatura ambiente esterna. Pertanto, l'unità esterna deve essere installata in un luogo:

▪ Sul lato nord della casa oppure sul lato della casa dove si trova la maggior parte dei trasmettitori di calore

▪ Che NON è esposto alla luce diretta del sole

▪ Se questo NON fosse possibile, Daikin raccomanda di collegare un sensore esterno remoto (opzione EKRSCA1).

▪ Impostazione: Per le istruzioni d'installazione, vedere il manuale d'installazione del sensore esterno remoto.

▪ Configurazione: Selezionare un sensore esterno [A.2.2.B].

▪ Durante la sospensione (vedere

"8 Configurazione" a pagina 49

), l'unità esterna viene spenta per ridurre le perdite di energia in standby. Di conseguenza, la temperatura ambiente esterna NON viene letta.

▪ Se la temperatura manuale richiesta dipende da condizioni meteorologiche, la misurazione della temperatura esterna a tempo pieno è importante. Questo è un altro motivo per installare il sensore temperatura ambiente esterno opzionale.

INFORMAZIONI

I dati del sensore esterno dell'ambiente esterno (o la media dei dati, o i dati istantanei) vengono utilizzati nelle curve climatiche di controllo e nella logica di commutazione del riscaldamento/raffreddamento automatica. Per proteggere l'unità esterna, viene sempre utilizzato il sensore interno dell'unità esterna.

Guida di riferimento per l'installatore

24

6 Preparazione

6.1

Panoramica: preparazione

In questo capitolo è descritto ciò che è necessario fare e sapere prima di portarsi sul luogo d'installazione.

In questo capitolo vengono fornite informazioni su:

▪ Preparazione del luogo d'installazione

▪ Preparazione delle tubazioni del refrigerante

▪ Preparazione delle tubazioni idrauliche

▪ Preparazione del cablaggio elettrico

6.2

Preparazione del luogo d'installazione

NON installare l'unità in luoghi che vengono utilizzati spesso come sede di attività lavorative. In caso di lavori di costruzione (ad es.

molatura) in cui si genera una grande quantità di polvere, l'unità deve essere coperta.

Scegliere un luogo d'installazione con spazio a sufficienza per trasportare l'unità dentro e fuori da questo.

6.2.1

Requisiti del luogo d'installazione per l'unità esterna

INFORMAZIONI

Leggere inoltre i seguenti requisiti:

▪ Requisiti generali relativi al luogo d'installazione.

Vedere il capitolo “Precauzioni generali di sicurezza”.

▪ Requisiti relativi alle tubazioni del refrigerante

(lunghezza, differenza di altezza). Vedere inoltre la descrizione del presente capitolo “Preparazione”.

Tenere a mente le seguenti linee guida relative allo spazio:

>250 >350

b

>250

b a

>250

a

(mm) (mm)

a

Uscita dell'aria

b

Entrata dell'aria

Vedere

"14.2 Dimensioni e spazio per l'assistenza" a pagina 92 per

avere informazioni più dettagliate sulle linee guida relative allo spazio.

NOTA

▪ NON impilare le unità una sull'altra.

▪ NON appendere l'unità al soffitto.

Un vento forte (≥18 km/h) che soffi contro l'uscita dell'aria dell'unità esterna provoca un cortocircuito (aspirazione dell'aria di scarico).

Questo potrebbe comportare:

▪ deterioramento della capacità operativa;

▪ accelerazioni frequenti del congelamento durante il funzionamento in riscaldamento;

▪ interruzione del funzionamento dovuta alla riduzione della bassa pressione o all'aumento dell'alta pressione;

▪ rottura della ventola (se la ventola dovesse essere esposta a un forte vento costante, potrebbe iniziare a girare molto velocemente, fino a rompersi).

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

6 Preparazione

Si raccomanda di installare un pannello deflettore nei casi in cui l'uscita dell'aria sia esposta al vento.

Si raccomanda di installare l'unità esterna con l'entrata dell'aria rivolta verso il muro e NON esposta direttamente al vento.

b c b a a

Pannello deflettore

b

Direzione prevalente del vento

c

Uscita dell'aria

NON installare l'unità in luoghi in cui siano presenti le condizioni seguenti:

▪ Aree che richiedono silenzio (per esempio nelle vicinanze di una camera da letto e simili), onde evitare che il rumore del funzionamento possa causare disagio alle persone.

Nota: Se il livello del suono viene misurato nelle condizioni d'installazione effettive, il valore misurato sarà superiore al livello di pressione del suono riportato nella sezione Spettro del suono del databook, a causa del rumore ambientale e delle riflessioni acustiche.

▪ In luoghi in cui si può riscontrare la presenza di vapore o nebbia d’olio minerale nell’atmosfera. Le parti in plastica possono deteriorarsi e cadere o provocare perdite d’acqua.

Si SCONSIGLIA di installare l'unità nei luoghi sotto riportati, poiché la durata di vita dell'unità ne potrebbe risentire:

▪ nelle zone costiere o in altri luoghi con un elevato contenuto salino nell'aria. Si potrebbe verificare la corrosione,

▪ in luoghi soggetti a forti oscillazioni della tensione,

▪ su veicoli o navi,

▪ dove sono presenti vapori acidi o alcalini.

L'unità esterna è progettata solo per l'installazione in esterni e per temperature ambiente comprese nel range 10~43°C nel modo raffreddamento e –25~25°C nel modo riscaldamento.

6.2.2

Requisiti aggiuntivi per la sede d'installazione dell'unità esterna nei climi freddi

Proteggere l'unità esterna dalla caduta diretta della neve e prestare attenzione a che l'unità esterna NON venga MAI sepolta sotto la neve.

a c d b c a

Copertura o riparo contro la neve

b

Piedistallo

c

Direzione prevalente del vento

d

Uscita dell'aria

▪ L'unità deve essere installata in modo tale che sia garantito uno spazio libero di 15  cm sotto la piastra di fondo dell'unità in qualsiasi condizione meteorologica (per esempio in caso di abbondante nevicata). Si consiglia di installare l'unità ad un'altezza minima di 30  cm. Vedere

"7.3  Montaggio dell'unità esterna" a pagina 32

per ulteriori dettagli.

Nelle aree interessate da forti nevicate, è molto importante scegliere un luogo d'installazione in cui la neve NON può raggiungere l'unità.

Qualora esistesse la possibilità di nevicate laterali, assicurarsi che la serpentina dello scambiatore di calore NON possa essere coperta dalla neve. Se necessario, installare una copertura o un riparo contro la neve e un piedistallo.

6.2.3

Requisiti del luogo d'installazione per l'unità interna

INFORMAZIONI

Leggere anche le precauzioni e i requisiti al capitolo

“Precauzioni generali di sicurezza”.

▪ Tenere a mente le seguenti linee guida per le misure:

Lunghezza massima delle tubazioni del refrigerante tra unità interna ed unità esterna

Lunghezza minima delle tubazioni del refrigerante tra unità interna ed unità esterna

Differenza di altezza massima tra unità interna ed unità esterna

30 m

3 m

20 m

▪ Tenere conto delle seguenti linee guida relative allo spazio per l'installazione:

(mm)

>10 >10

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

25

6 Preparazione

NON installare l'unità in luoghi in cui siano presenti le condizioni seguenti:

▪ In luoghi in cui si può riscontrare la presenza di vapore o nebbia d’olio minerale nell’atmosfera. Le parti in plastica possono deteriorarsi e cadere o provocare perdite d’acqua.

▪ Aree che richiedono silenzio (per esempio nelle vicinanze di una camera da letto e simili), onde evitare che il rumore del funzionamento possa causare disagio alle persone.

▪ La fondazione deve essere abbastanza resistente da sostenere il peso dell'unità. Considerare il peso dell'unità con un serbatoio per l'acqua calda sanitaria pieno d'acqua.

In caso di perdite d'acqua, è bene assicurarsi che l'acqua non possa causare danni allo spazio d'installazione e all'area circostante.

▪ Nei luoghi con un'umidità elevata (max. UR=85%), per esempio, in un bagno.

▪ Nei luoghi in cui è possibile la formazione di ghiaccio. La temperatura ambiente attorno all'unità interna deve essere >5°C.

▪ L'unità interna è progettata solo per l'installazione in interni e per temperature ambiente comprese tra 5~35°C.

6.3

Preparazione delle tubazioni del refrigerante

6.3.1

Requisiti per le tubazioni del refrigerante

INFORMAZIONI

Leggere anche le precauzioni e i requisiti al capitolo

“Precauzioni generali di sicurezza”.

Materiale delle tubazioni: Rame senza saldature disossidato con acido fosforico.

Diametro delle tubazioni:

Tubazione del liquido

Tubazione del gas

Ø6,4 mm (1/4")

Ø15,9 mm (5/8")

Qualità della tempra e spessore delle tubazioni:

Diametro esterno (Ø)

Grado di tempra

6,4 mm (1/4") Temprato (O)

15,9 mm (5/8") Temprato (O)

Spessore (t)

≥0,8 mm

≥1,0 mm

(a)

Ø t

(a) A seconda delle leggi applicabili e della pressione di lavoro massima dell'unità (vedere “PS High” sulla targa dati dell'unità), potrebbe essere necessario un maggiore spessore delle tubazioni.

6.3.2

Isolante per le tubazioni del refrigerante

▪ Come materiale isolante, utilizzare schiuma di polietilene:

▪ con un rapporto di trasferimento termico compreso tra

0,041 e 0,052 W/mK (0,035 e 0,045 kcal/mh°C)

▪ con una resistenza al calore di almeno 120 °C

▪ Spessore dell'isolante

Diametro esterno del tubo (Ø p

)

6,4 mm (1/4")

15,9 mm (5/8")

Ø p

Ø i t

Diametro interno dell'isolante (Ø i

)

8~10 mm

16~20 mm

Spessore dell'isolante (t)

10 mm

13 mm

Se la temperatura è più alta di 30°C e l'umidità è maggiore dell'80%, allora lo spessore dei materiali isolanti dovrà essere almeno di

20  mm per evitare la formazione di condensa sulla superficie dell'isolante.

6.4

Preparazione delle tubazioni idrauliche

6.4.1

Requisiti per il circuito idraulico

INFORMAZIONI

Leggere anche le precauzioni e i requisiti al capitolo

“Precauzioni generali di sicurezza”.

Collegamento delle tubazioni –  Legislazione. I collegamenti di tutte le tubazioni devono essere eseguiti in conformità con le leggi applicabili e con le istruzioni riportate al capitolo “Installazione”, rispettando le indicazioni di entrata e di uscita acqua.

Collegamento delle tubazioni –  Forza. NON esercitare una forza eccessiva per collegare la tubazione. La deformazione della tubazione può provocare difetti all’unità.

Collegamento delle tubazioni –  Attrezzi. Usare solo attrezzi appropriati per manipolare l’ottone, che è un materiale tenero.

ALTRIMENTI, si danneggeranno i tubi.

Collegamento delle tubazioni –  Aria, umidità, polvere.

Possono insorgere dei problemi in caso di entrata di aria, umidità o polvere nel circuito. Per evitare questo problema:

▪ Usare solo tubi puliti

▪ Tenere l’estremità del tubo rivolta verso il basso quando si rimuove la bava.

▪ Coprire l’estremità del tubo prima di inserirlo attraverso una parete, in modo da evitare l’entrata nel tubo di polvere e/o particelle.

▪ Usare un sigillante per filettature adatto per sigillare i collegamenti.

Circuito chiuso. Usare l'unità interna SOLO in un impianto idraulico chiuso. L'uso del sistema in un sistema idraulico aperto comporterà una corrosione eccessiva.

Glicole. Per ragioni di sicurezza, è VIETATA l'aggiunta di qualsiasi genere di glicole nel circuito idraulico.

Lunghezza tubazioni. Si consiglia di evitare i tratti di tubazione troppo lunghi tra il serbatoio dell’acqua calda sanitaria e il punto finale di uscita dell’acqua calda (doccia, vasca da bagno,…) e di evitare i tratti senza sbocco.

Diametro delle tubazioni. Selezionare il diametro della tubazione idraulica in relazione alla portata acqua desiderata e alla pressione statica esterna disponibile della pompa. Vedere

"14  Dati tecnici"  a pagina  92

per le curve della pressione statica esterna dell'unità interna.

Portata acqua. I dati relativi alla portata acqua minima desiderata per il funzionamento dell'unità interna si trovano nella tabella seguente. In ogni caso, è necessario garantire questa portata. Se la portata dovesse abbassarsi, l'unità interna interromperà il funzionamento e visualizzerà l'errore 7H.

Portata minima richiesta durante il funzionamento dello sbrinamento/riscaldatore di riserva

Modelli 04+08 12 l/min

Modelli 11+16 15 l/min

Componenti da reperire in loco –  Acqua. Utilizzare solo materiali compatibili con l'acqua utilizzata nel sistema e con i materiali utilizzati nell'unità interna.

Guida di riferimento per l'installatore

26

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Componenti da reperire in loco –  Pressione acqua e

temperatura. Accertarsi che tutti i componenti nelle tubazioni in loco siano in grado di resistere alla pressione acqua e alla temperatura dell'acqua.

Pressione acqua. La pressione acqua massima è 4  bar.

Prevedere delle protezioni di sicurezza adeguate nel circuito idraulico per assicurare che NON venga superata la pressione massima.

Temperatura dell'acqua. Tutte le tubazioni e i relativi accessori installati (valvola, collegamenti,…) DEVONO sopportare le seguenti temperature:

INFORMAZIONI

La figura che segue è un esempio e potrebbe NON corrispondere al layout sistema in questione.

a

89°C b j k

75°C i i c d g e

M

f f

M

h

FCU1

FCU2

i

FCU3

i

FHL1

FHL2

FHL3

a

Unità esterna

b

Unità interna

c

Scambiatore di calore

d

Riscaldatore di riserva

e

Pompa

f

Valvola di arresto

g

Valvola a 3 vie motorizzata

h

Valvola a 2 vie motorizzata (da reperire in loco)

i

Collettore

j

Serbatoio dell'acqua calda sanitaria

k

Serpentina dello scambiatore di calore

FCU1...3

Unità ventilconvettore (opzionale)

FHL1...3

Anello di riscaldamento a pavimento

Scarico – Punti bassi. Prevedere dei rubinetti di scarico in tutti i punti bassi del sistema, per consentire il drenaggio completo del circuito idraulico.

Scarico – Valvola di sicurezza. Prevedere uno scarico adeguato per la valvola di sicurezza, onde evitare il gocciolamento di acqua dall'unità. Vedere

"7.8.5  Collegamento della valvola di scarico della pressione al punto di drenaggio" a pagina 41 .

Sfiati per l'aria. Prevedere degli sfiati per l'aria in tutti i punti alti del sistema, i quali dovranno anche essere facilmente accessibili per la manutenzione. È previsto uno spurgo aria automatico nell'unità interna. Verificare che la valvola di spurgo aria NON sia troppo serrata, in modo da garantire l'evacuazione automatica dell'aria nel circuito idraulico.

6 Preparazione

Parti zincate. Non utilizzare mai componenti rivestiti di zinco nel circuito idraulico. Dato che il circuito idraulico interno dell'unità utilizza tubazioni di rame, si potrebbe verificare una corrosione eccessiva.

Tubazioni metalliche non di ottone. Se si impiegano tubazioni metalliche non di ottone, isolare adeguatamente quelle di ottone e quelle non di ottone, in modo che NON possano venire a contatto le une con le altre. Questo serve a prevenire la corrosione galvanica.

Valvola – Separazione dei circuiti. Se si usa una valvola a 3 vie nel circuito idraulico, assicurarsi che il circuito dell'acqua calda sanitaria e il circuito di riscaldamento a pavimento siano completamente separati.

Valvola – Tempo di commutazione. Se si utilizza una valvola a

2  vie o una valvola a 3  vie nel circuito idraulico, il tempo di commutazione massimo della valvola dovrà essere di 60 secondi.

Filtro. Si consiglia vivamente di installare un filtro supplementare sul circuito idraulico di riscaldamento. In particolare, per rimuovere le particelle metalliche dalla tubazione di riscaldamento incrostata, si raccomanda di utilizzare un filtro magnetico o a ciclone in grado di rimuovere le particelle di piccole dimensioni. Le particelle di piccole dimensioni possono danneggiare l'unità e NON vengono rimosse dal filtro standard del sistema della pompa di calore.

Serbatoio dell’acqua calda sanitaria – Capacità. Per evitare la stagnazione dell’acqua, è importante che la capacità di conservazione del serbatoio dell’acqua calda sanitaria corrisponda al consumo giornaliero di acqua calda sanitaria.

Serbatoio dell’acqua calda sanitaria –  Dopo l’installazione.

Subito dopo l’installazione, è necessario lavare con getti abbondanti di acqua dolce il serbatoio dell’acqua calda sanitaria.

Questa procedura deve essere ripetuta almeno una volta al giorno per i primi 5 giorni consecutivi dopo l’installazione.

Serbatoio dell’acqua calda sanitaria –  Tempi di inutilizzo più

lunghi. Nei casi in cui l’acqua calda dovesse restare inutilizzata per periodi di tempo più lunghi, si DEVE lavare l’apparecchiatura con acqua dolce prima dell’uso.

Serbatoio dell’acqua calda sanitaria –  Disinfezione. Per la funzione di disinfezione del serbatoio dell’acqua calda sanitaria, vedere

"8.3.2  Controllo dell'acqua calda sanitaria: avanzato"  a pagina 66 .

Valvole miscelatrici termostatiche. Secondo le leggi applicabili, potrebbe essere necessario installare delle valvole di miscelazione termostatiche.

Misure igieniche. L’impianto deve essere conforme alle leggi applicabili e potrebbe richiedere delle misure igieniche aggiuntive per l’installazione.

Pompa di ricircolo. Secondo le leggi applicabili, potrebbe essere necessario collegare una pompa di ricircolo tra il punto finale di uscita dell’acqua calda e il collegamento di ricircolo del serbatoio dell’acqua calda sanitaria.

a b c d a

Collegamento di ricircolo

b

Collegamento per l’acqua calda

c

Doccia

d

Pompa di ricircolo

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

27

6 Preparazione

6.4.2

Formula per calcolare la pre-pressione del serbatoio d'espansione

La pre-pressione (Pg) del serbatoio dipende dalla differenza d'altezza dell'impianto (H):

Pg=0,3+(H/10) (bar)

6.4.3

Per controllare il volume e la portata dell'acqua

L'unità interna ha un serbatoio d'espansione di 10 litri con una prepressione impostata alla fabbrica di 1 bar.

Per assicurarsi che l'unità funzioni correttamente:

▪ Si deve controllare il volume d'acqua minimo e massimo.

▪ Potrebbe essere necessario regolare la pre-pressione del serbatoio d'espansione.

Volume d'acqua minimo

Controllare che il volume totale di acqua nell'installazione,

ESCLUSO il volume d'acqua interno dell'unità interna, sia di 10  litri minimo.

INFORMAZIONI

In caso di processi difficili o negli ambienti particolarmente caldi, potrebbe essere necessario un volume di acqua aggiuntivo.

NOTA

Quando la circolazione in ciascun anello di riscaldamento ambiente è controllata da valvole ad azionamento remoto,

è importante che sia garantito il volume d'acqua minimo, anche se tutte le valvole sono chiuse.

a b c d f

T1 T2

g

T3

M1 M2 M3

e f

FHL1

FHL2

FHL3

a

Unità esterna

b

Unità interna

c

Scambiatore di calore

d

Riscaldatore di riserva

e

Pompa

f

Valvola di intercettazione

g

Collettore (da reperire in loco)

h

Valvola bypass (da reperire in loco)

FHL1...3

Anello di riscaldamento a pavimento (da reperire in loco)

T1...3

Termostato ambiente singolo (opzionale)

M1...3

Valvola motorizzata individuale per il controllo dell'anello

FHL1...3 (da reperire in loco)

Guida di riferimento per l'installatore

28

h

2

1.5

1

Massimo volume d'acqua

Usare il grafico qui di seguito per stabilire il volume d'acqua massimo per la pre-pressione calcolata.

a

2.5

0.5

0.3

0 10 50 100 150 200 250 300 350 400 450

a

Pre-pressione (bar)

b

Massimo volume d'acqua (l)

b

Esempio: Massimo volume d'acqua e pre-pressione del serbatoio d'espansione

Differenza di altezza dell'impianto

( a)

≤280 l

Volume d'acqua

>280 l

≤7 m

>7 m

Non è richiesta la regolazione della prepressione.

Procedere come segue:

▪ Diminuire la prepressione.

▪ Controllare che il volume d'acqua NON superi il volume d'acqua massimo ammesso.

Procedere come segue: Il vaso di espansione dell'unità interna è troppo

▪ Aumentare la prepressione.

piccolo per l'impianto. In tal caso, si raccomanda

▪ Controllare che il volume d'acqua NON superi il volume d'acqua massimo ammesso.

di installare un altro vaso di espansione esterno all'unità.

(a) Questa è la differenza di altezza (m) tra il punto più alto del circuito idraulico e l'unità interna. Se l'unità interna si trova nel punto più alto dell'impianto, l'altezza di installazione è considerata 0 m.

Portata minima

Controllare che la portata minima (necessaria durante il funzionamento dello sbrinamento/riscaldatore di riserva) nell'installazione sia garantita in tutte le condizioni.

NOTA

Quando la circolazione in ciascuno o in determinati anelli di riscaldamento ambiente è controllata da valvole ad azionamento remoto, è importante che sia garantita la portata minima, anche se tutte le valvole sono chiuse. Nel caso non sia possibile raggiungere la portata minima, verrà generato un errore di flusso 7H (no riscaldamento/ funzionamento).

Portata minima richiesta durante il funzionamento dello sbrinamento/riscaldatore di riserva

Modelli 04+08 12 l/min

Modelli 11+16 15 l/min

Vedere le procedure raccomandate descritte al paragrafo

"9.4 Lista di controllo durante la messa in funzione" a pagina 80 .

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

6.4.4

Modifica della pre-pressione del serbatoio di espansione

NOTA

La pre-pressione del serbatoio di espansione può essere regolata solo da un installatore autorizzato.

Quando è necessario modificare la pre-pressione preimpostata del serbatoio di espansione (1 bar), tenere conto delle linee guida sotto riportate:

▪ Utilizzare solo azoto secco per impostare la pre-pressione del serbatoio di espansione.

▪ Un'impostazione inadeguata della pre-pressione del serbatoio di espansione può provocare un difetto del sistema.

La modifica della pre-pressione del vaso di espansione deve essere eseguita scaricando o aumentando la pressione dell'azoto attraverso la valvola Schräder del vaso di espansione.

a a

Valvola Schräder

6.4.5

Controllo del volume d'acqua: Esempi

Esempio 1

L'unità interna è installata 5  m al di sotto del punto più alto nel circuito idraulico. Il volume di acqua totale nel circuito idraulico è

100 l.

Non sono necessari interventi o regolazioni.

Esempio 2

L'unità interna è installata nel punto più alto del circuito idraulico. Il volume di acqua totale nel circuito idraulico è 350 l.

Interventi:

▪ Dato che il volume di acqua totale (350 l) è maggiore del volume di acqua predefinito (280 l), si deve ridurre la pre-pressione.

▪ La pre-pressione richiesta è:

Pg=(0,3+(H/10)) bar=(0,3+(0/10)) bar=0,3 bar.

▪ Il volume dell'acqua massimo corrispondente a 0,3  bar è 410  l.

(Vedere il grafico nel capitolo sopra).

▪ Dal momento che 350 l è minore di 410 l, il vaso di espansione è adatto per l'impianto.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

6 Preparazione

6.5

Preparazione del cablaggio elettrico

6.5.1

Note relative alla preparazione del cablaggio elettrico

INFORMAZIONI

Leggere anche le precauzioni e i requisiti al capitolo

“Precauzioni generali di sicurezza”.

AVVERTENZA

▪ La fase N dell'alimentazione manca o non è corretta, l'apparecchiatura si potrebbe guastare.

▪ Determinazione della messa a terra adeguata. NON effettuare la messa a terra dell'unità tramite tubi accessori, assorbitori di sovratensione o la messa a terra del telefono. Una messa a terra incompleta può provocare scosse elettriche.

▪ Installare i fusibili o gli interruttori di dispersione a terra necessari.

▪ Assicurare il cablaggio elettrico con delle fascette in modo tale che i cavi NON entrino in contatto con gli spigoli vivi o le tubazioni, in particolare dal lato alta pressione.

▪ NON usare fili nastrati, fili con conduttori a trefolo, cavi di prolunga o connessioni da un sistema a stella. Essi possono provocare surriscaldamento, scosse elettriche o incendi.

▪ NON installare un condensatore per l'anticipo di fase, poiché questa unità è dotata di un inverter. Un condensatore per l'anticipo di fase ridurrà le prestazioni e potrebbe provocare incidenti.

AVVERTENZA

▪ Tutti i cablaggi devono essere eseguiti da un elettricista autorizzato e devono essere conformi con le leggi applicabili.

▪ Eseguire i collegamenti elettrici con il cablaggio fisso.

▪ Tutti i componenti reperiti in loco e tutti i collegamenti elettrici effettuati devono essere conformi alle leggi applicabili.

AVVERTENZA

Il riscaldatore di riserva deve avere un'alimentazione dedicata.

AVVERTENZA

Per i cavi di alimentazione utilizzare SEMPRE cavi del tipo a più trefoli.

6.5.2

Note relative all'alimentazione a tariffa kWh preferenziale

L'obiettivo delle aziende fornitrici di energia elettrica di tutto il mondo

è quello di fornire servizi elettrici a prezzi competitivi, con la possibilità, in molti casi, di applicare ai clienti tariffe ridotte. Ad esempio, tariffe basate sulla fascia oraria, tariffe stagionali o la

“Wärmepumpentarif” (tariffa per riscaldamento con pompe di calore) in Germania e in Austria, ...

Questa apparecchiatura consente un collegamento a sistemi di erogazione dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale.

Per valutare l'opportunità di collegare l'apparecchiatura a uno dei sistemi di fornitura dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale eventualmente disponibili, consultare l'azienda fornitrice di energia elettrica nell'area in cui l'apparecchiatura deve essere installata.

Guida di riferimento per l'installatore

29

6 Preparazione

Se l'apparecchiatura è collegata a un'alimentazione a tariffa kWh preferenziale, l'azienda fornitrice di energia elettrica è autorizzata a:

▪ interrompere l'alimentazione dell'apparecchiatura per determinati periodi di tempo;

▪ richiedere che in determinati periodi di tempo il consumo di elettricità dell'apparecchiatura sia sottoposto a limitazioni.

L'unità interna è progettata per ricevere un segnale in ingresso tramite il quale l'unità passa al modo disattivato forzato. In tal caso, il compressore dell'unità esterna smette di funzionare.

A seconda che l'alimentazione venga interrotta oppure no, il cablaggio di collegamento con l'unità sarà differente.

Panoramica dei collegamenti elettrici ad eccezione degli attuatori esterni

Alimentazione normale a

0 0

580

1 50

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

L'alimentazione

NON viene interrotta b

L'alimentazione viene interrotta a b

0

0 580

1 50

0

0 580

1 50

0

0

580

1 50

3 1

5 3 4 1

3

4

1

2

2

Durante l'attivazione dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale, l'alimentazione NON viene interrotta.

L'unità esterna viene disattivata dal controllo.

2

Nota: La società elettrica deve sempre consentire il consumo di corrente dell'unità interna.

Durante l'attivazione dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale, l'alimentazione viene interrotta dalla società elettrica immediatamente oppure dopo poco tempo. In questo caso, l'unità interna deve essere alimentata da una normale alimentazione separata.

a

Alimentazione normale

b

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

1

Alimentazione per l'unità esterna

2

Cavo di alimentazione ed interconnessione con l'unità interna

3

Alimentazione del riscaldatore di riserva

4

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale (contatto pulito)

5

Alimentazione a tariffa kWh normale (per alimentare la scheda dell'unità interna in caso di interruzione dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale)

6.5.3

Panoramica dei collegamenti elettrici per gli attuatori esterni ed interni

La figura seguente mostra i collegamenti in loco necessari.

INFORMAZIONI

La figura che segue è un esempio e potrebbe NON corrispondere al layout sistema in questione.

Guida di riferimento per l'installatore

30

a

20

15

13

14

17

18

6

12

21

16

14

19

M

a

Unità interna

Voce Descrizione Fili

Alimentazione dell'unità esterna e dell'unità interna

1

2

Alimentazione per l'unità esterna

Cavo di alimentazione ed interconnessione con l'unità interna

2+GND o 3+GND

(a)

3 (c)

Corrente di esercizio massima

3 —

4

5

Alimentazione del riscaldatore di riserva

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

(contatto pulito)

Alimentazione a tariffa kWh normale

Vedere la tabella sotto.

2

2

(d)

6,3 A

Interfaccia utente

6 Interfaccia utente

Apparecchiature opzionali

11 Alimentazione per riscaldatore piastra fondo

12

13

14

Termostato ambiente

Sensore temperatura ambiente esterna

Sensore temperatura ambiente interna

2

2

3 o 4

2

2

(e)

(b)

100 mA

(b)

(b)

(b)

100 mA

(b)

15 Convettore con pompa di calore

Componenti forniti in loco

16

17

18

Valvola di intercettazione

Contatore elettrico

19

20

4

2

2 (per contatore)

Pompa dell'acqua calda sanitaria

2

Uscita allarme 2

2

21

Passaggio al controllo della fonte di calore esterna

Controllo del funzionamento di raffreddamento/ riscaldamento ambiente

2

22 Input digitali del consumo di potenza

2 (per segnale in ingresso)

100 mA

(b)

(b)

(b)

(b)

(b)

(b)

(b)

(a) Vedere la targhetta informativa sull'unità esterna.

(b) Sezione minima del cavo 0,75 mm².

(c) Sezione del cavo 2,5 mm².

(d) Sezione del cavo da 0,75 mm² a 1,25 mm²; lunghezza massima: 50 m. Il contatto pulito dovrà assicurare il carico minimo applicabile di 15 V CC, 10 mA.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

(e) Sezione del cavo da 0,75 mm² a 1,25 mm²; lunghezza massima: 500 m. Applicabile per il collegamento sia dell'interfaccia utente singola che dell'interfaccia utente doppia.

NOTA

Sulla parte interna dell'unità interna sono riportate altre specifiche tecniche delle varie connessioni.

Tipo di riscaldatore di riserva

*3V

*9W

Alimentazione

1× 230 V

1× 230 V

3× 230 V

3× 400 V

Numero richiesto di conduttori

2+GND

2+GND + 2 ponti

3+GND + 1 ponti

4+GND

7 Installazione

7.2.2

Per aprire l'unità esterna

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

2

2

7 Installazione

7.1

Panoramica: installazione

In questo capitolo è descritto ciò che è necessario fare e sapere sul luogo per installare il sistema.

Flusso di lavoro tipico

L'installazione si compone tipicamente delle fasi seguenti:

1 Montaggio dell'unità esterna.

2 Montaggio dell'unità interna.

3 Collegamento delle tubazioni del refrigerante.

4 Controllo delle tubazioni del refrigerante.

5 Caricamento del refrigerante.

6 Collegamento delle tubazioni idrauliche.

7 Collegamento del cablaggio elettrico.

8 Completamento dell'installazione dell'unità esterna.

9 Completamento dell'installazione delle unità interne.

INFORMAZIONI

A seconda delle unità e/o delle condizioni di installazione, potrebbe essere necessario collegare l'impianto elettrico prima di caricare il refrigerante.

7.2

Apertura delle unità

7.2.1

Note relative all’apertura delle unità

In certi casi, è necessario aprire l’unità. Esempio:

▪ Durante il collegamento delle tubazioni del refrigerante

▪ Quando si collega il cablaggio elettrico

▪ Quando si devono eseguire interventi di manutenzione o assistenza sull’unità

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

NON lasciare l'unità incustodita se è stato rimosso il coperchio di servizio.

7.2.3

Apertura dell'unità interna

1

Allentare e togliere le viti sulla parte inferiore dell'unità.

2

Premere il pulsante nella parte inferiore della piastra frontale.

AVVERTENZA: Bordi taglienti

Afferrare la piastra frontale per la parte superiore anziché per la parte inferiore. Prestare attenzione alle dita. la parte inferiore della piastra frontale presenta dei bordi taglienti.

3

Fare scorrere il pannello anteriore dell'unità verso il basso e rimuoverlo.

ATTENZIONE

Il pannello anteriore è pesante. Prestare attenzione a NON farsi schiacciare le dita al momento di aprire o di chiudere l'unità.

4

Allentare e togliere le 4 viti che fissano il pannello superiore.

5

Rimuovere il pannello superiore dall'unità.

5

4

3

2

2

1

1

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

31

7 Installazione

7.2.4

Apertura del coperchio del quadro elettrico dell'unità interna

7.3

Montaggio dell'unità esterna

7.3.1

Informazioni sul montaggio dell'unità esterna

Quando

È necessario montare l'unità esterna e l'unità interna prima di collegare il refrigerante e le tubazioni idrauliche.

Flusso di lavoro tipico

Il montaggio dell'unità esterna, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Fornitura della struttura di installazione.

2 Installazione dell'unità esterna.

3 Fornitura dello scolo.

4 Prevenzione della caduta dell'unità esterna.

5 Protezione dell'unità da neve e vento per mezzo di un riparo per la neve e pannelli deflettori. Vedere "Preparazione del luogo di installazione" in

"6 Preparazione" a pagina 24 .

7.3.2

Precauzioni per il montaggio dell'unità esterna

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

7.3.3

Per fornire la struttura di installazione

Controllare che il terreno su cui si deve installare l'unità sia solido e piano, in modo tale che l'unità non generi vibrazioni o rumore durante il funzionamento.

Fissare saldamente l'unità per mezzo dei bulloni di fondazione in base al disegno della fondazione stessa.

Se l'unità viene installata direttamente a pavimento, preparare 4 serie di bulloni d'ancoraggio M8 o M10 con relativi dadi e rondelle

(da reperire in loco), come indicato di seguito:

INFORMAZIONI

L'altezza massima della parte sporgente superiore dei bulloni è di 15 mm.

NOTA

Fissare l'unità esterna ai bulloni della fondazione utilizzando dei dadi con rondelle di resina (a). Se il rivestimento dell'area di fissaggio dovesse venir via, i dadi arrugginirebbero facilmente.

a

<100

283

580

<100

(mm)

Per garantire il corretto funzionamento dell'unità in aree soggette al rischio di nevicate, prevedere un minimo di 10 cm sotto alla piastra inferiore dell'unità. Si consiglia di costruire un piedistallo avente la stessa altezza dell'altezza massima raggiunta dalla neve caduta. Su questo piedistallo si consiglia di installare il kit opzionale

EKFT008CA per garantire lo spazio minimo di 10  cm sotto alla piastra inferiore dell'unità.

b

<150

580

283

<150

(mm)

a

Altezza massima raggiunta dalla neve caduta

b

Kit opzionale EKFT008CA

Se l'unità viene installata a parete per mezzo delle staffe, si consiglia di utilizzare il kit opzionale EKFT008CA e di installare l'unità nel seguente modo:

Guida di riferimento per l'installatore

32

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7 Installazione

7.3.4

Apertura dell'unità esterna

ATTENZIONE

NON rimuovere il cartone di protezione finché l'unità non sarà stata installata correttamente.

1

Sollevare l'unità esterna come descritto in

"3.2.2  Rimozione degli accessori dall'unità esterna" a pagina 8

.

2

Installare l'unità esterna nel modo seguente:

b

(mm)

a

Altezza massima raggiunta dalla neve caduta

b

Kit opzionale EKFT008CA

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

b

1 a a

2

2× a

Uscita dell'aria

NOTA

Il piedistallo DEVE essere allineato con il retro della traversa ad U.

3

Rimuovere il cartone di protezione e il foglio di istruzioni.

a a

Cartone di protezione

b

Foglio di istruzioni

7.3.5

Per fornire lo scolo

▪ Evitare i luoghi di installazione in cui una perdita d'acqua dall'unità causata da una bacinella di drenaggio ostruita potrebbe arrecare danni.

▪ Assicurarsi che l'acqua della condensa possa essere evacuata adeguatamente.

▪ Installare l'unità su una base che possa assicurare uno scolo adeguato al fine di evitare gli accumuli di ghiaccio.

▪ Tutt'attorno alla fondazione occorre predisporre una canalina per lo scolo dell'acqua, necessaria per scaricare le acque reflue che potrebbero accumularsi attorno all'unità.

▪ Evitare che l'acqua di scolo fuoriesca e inondi il percorso pedonale, per cui in caso di temperature sotto allo zero questo potrebbe diventare scivoloso.

▪ Se si installa l'unità su un telaio, installare una piastra impermeabile entro 150  mm dal lato inferiore dell'unità, per impedire che l'acqua inondi l'unità e per evitare il gocciolamento dell'acqua di scolo (vedere la figura seguente).

Guida di riferimento per l'installatore

33

7 Installazione

NOTA

Se i fori di scarico dell'unità esterna sono otturati, prevedere uno spazio di almeno 300  mm sotto all'unità esterna.

Per raccogliere l'acqua di scarico è possibile utilizzare un kit con bacinella di drenaggio aggiuntivo (EKDP008CA). Il kit con bacinella di drenaggio è composto da:

a a

Bacinella di drenaggio

b

Traverse ad U

b

283 mm

580 mm

7.3.6

Prevenzione della caduta dell'unità esterna

Nel caso si dovesse installare l'unità in luoghi in cui un forte vento potrebbe inclinare l'unità, prendere le seguenti misure:

1

Preparare 2 cavi come indicato nell'illustrazione che segue (da reperire in loco).

2

Disporre i 2 cavi sopra all'unità esterna.

3

Inserire un foglio di gomma tra i cavi e l'unità esterna per evitare che il cavo possa graffiare la vernice (da reperire in loco).

4

Attaccare le estremità del cavo. Serrare tali estremità.

7.4

Montaggio dell'unità interna

7.4.1

Note relative al montaggio dell’unità interna

Quando

È necessario montare l'unità esterna e l'unità interna prima di collegare il refrigerante e le tubazioni idrauliche.

Flusso di lavoro tipico

Il montaggio dell’unità interna si compone tipicamente delle fasi seguenti:

1 Installazione dell’unità interna.

7.4.2

Precauzioni da osservare durante il montaggio dell'unità interna

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

7.4.3

Installazione dell'unità interna

1

Sollevare l'unità interna dal pallet e posarla sul pavimento.

120kg

Guida di riferimento per l'installatore

34

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

2

Fare scivolare l'unità interna in posizione.

3

Regolare l'altezza dei piedini di livellamento per compensare le irregolarità del pavimento. La differenza massima ammessa è di

1°.

≤1°

NOTA

NON inclinare l'unità all'indietro:

7 Installazione

ATTENZIONE

▪ NON usare olio minerale sulle parti svasate.

▪ NON riutilizzare tubazioni prese da impianti precedenti.

▪ Non installare MAI un essiccatore su questa unità

R410A per tutelarne la vita utile. Il materiale essiccante potrebbe sciogliersi e danneggiare il sistema.

NOTA

Tenere in considerazione le precauzioni seguenti per quanto riguarda le tubazioni del refrigerante:

▪ Evitare che nel ciclo del refrigerante si possa mescolare qualsiasi altra sostanza (per esempio aria), a parte il refrigerante designato.

▪ Per aggiungere refrigerante, usare solo il tipo R410A.

▪ Utilizzare esclusivamente gli attrezzi per l'installazione

(set di manometri con collettore, ecc.) usati esclusivamente per gli impianti con R410A e quindi atti a sopportare la pressione presente e a prevenire che materiali estranei (per esempio olio minerale e umidità) si mescolino nel sistema.

▪ Montare le tubazioni in modo tale che il dado svasato

NON sia sottoposto a sollecitazioni meccaniche

▪ Proteggere le tubazioni come descritto nella tabella che segue, per evitare che nelle tubazioni possano penetrare sporcizia, liquidi o polvere.

▪ Osservare la massima attenzione nel far passare i tubi di rame attraverso le pareti (vedere la figura seguente).

1° 1°

7.5

Collegamento delle tubazioni del refrigerante

7.5.1

Informazioni sul collegamento delle tubazioni del refrigerante

Prima di collegare le tubazioni del refrigerante

Assicurarsi che le unità esterna e interna siano montate.

Flusso di lavoro tipico

Il collegamento delle tubazioni del refrigerante richiede di:

▪ Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità esterna

▪ Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità interna

▪ Isolamento delle tubazioni del refrigerante

▪ Tenere presenti le linee guida relative a:

▪ Curvatura dei tubi

▪ Svasatura delle estremità del tubo

▪ Brasatura

▪ Uso delle valvole di arresto

7.5.2

Precauzioni per il collegamento delle tubazioni del refrigerante

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

Unità

Unità esterna

Unità interna

Periodo d'installazione

>1 mese

<1 mese

Indipendentemente dal periodo

Pizzicare o nastrare il tubo

Metodo di protezione

Pizzicare il tubo

INFORMAZIONI

NON aprire la valvola di arresto del refrigerante prima di aver controllato la tubazione del refrigerante. In caso di necessità di caricare del refrigerante aggiuntivo, si consiglia di aprire la valvola di arresto del refrigerante dopo la carica.

7.5.3

Linea guida per il collegamento delle tubazioni del refrigerante

Per collegare i tubi, tenere conto delle linee guida seguenti:

▪ Spalmare la superficie interna della svasatura con olio di etere oppure olio di estere se si deve collegare un dado svasato.

Serrare manualmente per 3 o 4 giri, quindi serrare a fondo.

▪ Utilizzare sempre due chiavi contemporaneamente per allentare un dado svasato.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

35

7 Installazione

▪ Usare sempre una chiave fissa e una chiave dinamometrica insieme per serrare il dado svasato durante il collegamento della tubazione. Questo serve ad evitare che il dado si crepi e si formino delle perdite.

a b c d a

Chiave dinamometrica

b

Chiave fissa

c

Raccordo delle tubazioni

d

Dado svasato

Dimensioni delle tubazioni

(mm)

Ø6,4

Ø15,9

Coppia di serraggio

(N•m)

15~17

63~75

Dimensioni della svasatura

(A) (mm)

8,7~9,1

19,3~19,7

Sagoma della svasatura

(mm)

90°±2

45° ±2

A

R=0.4~0.8

a b c a

La superficie interna della svasatura deve essere priva di difetti.

b

L'estremità del tubo deve essere svasata in modo uniforme in un cerchio perfetto.

c

Assicurarsi che il dado svasato sia sollevato.

7.5.6

Per brasare l'estremità dei tubi

L'unità interna e l'unità esterna hanno collegamenti svasati.

Collegare entrambe le estremità senza brasatura. Qualora fosse necessaria la brasatura, tenere in considerazione quanto segue:

▪ Durante la brasatura, eseguire la soffiatura con azoto per impedire la formazione di una pellicola ossidata spessa sulla parte interna della tubazione. Questa pellicola ha un effetto negativo sulle valvole e sui compressori nel sistema di refrigerazione e ne impedisce il corretto funzionamento.

▪ Impostare la pressione dell'azoto a 20  kPa (quanto basta da sentirlo sulla pelle) con una valvola di riduzione della pressione.

a b c d e

7.5.4

Linee guida per curvare i tubi

Per la curvatura, usare una curvatrice per tubi. Tutte le curve dei tubi devono avere un raggio il meno accentuato possibile (il raggio di curvatura deve essere di 30~40 mm o maggiore).

7.5.5

Per svasare l'estremità dei tubi

ATTENZIONE

▪ Una svasatura incompleta può causare perdite di gas refrigerante.

▪ NON riutilizzare i tubi con vecchie svasature. Usare delle nuove svasature per prevenire le perdite di gas refrigerante.

▪ Usare i dadi svasati che sono inclusi nell'unità. L'uso di dadi svasati diversi può causare la perdita di gas refrigerante.

1

Tagliare l'estremità del tubo con un tagliatubi.

2

Rimuovere la bava con la superficie tagliata rivolta verso il basso, in modo che i trucioli non possano entrare nel tubo.

a b a

Tagliare esattamente ad angolo retto.

b

Rimuovere la bava.

3

Rimuovere il dado svasato dalla valvola di arresto e mettere il dado svasato sul tubo.

4

Svasare il tubo. Posizionarlo esattamente nel punto illustrato nella figura che segue.

A

A

Attrezzo di svasatura per

R410A (tipo con frizione)

0~0,5 mm

Attrezzo di svasatura convenzionale

Tipo con frizione

(Tipo rigido)

Tipo con dado con alette

(Tipo per sistema imperiale)

1,0~1,5 mm 1,5~2,0 mm

5

Controllare che la svasatura sia stata eseguita correttamente.

Guida di riferimento per l'installatore

36

f a

Tubazioni del refrigerante

b

Punto da sottoporre a brasatura

c

Nastro adesivo

d

Valvola manuale

e

Valvola di riduzione della pressione

f

Azoto

f

▪ NON usare anti-ossidanti durante la brasatura dei giunti dei tubi.

Le sostanze residue potrebbero ostruire i tubi e danneggiare l'apparecchiatura.

▪ NON utilizzare fondente per saldare durante la brasatura delle tubazioni del refrigerante rame-rame. Utilizzare una lega di riempimento rame-fosforo per brasatura (BCuP) che non richiede fondente per saldare.

Il flussante è particolarmente nocivo per i sistemi delle tubazioni del refrigerante. Ad esempio, se viene usato un flussante a base di cloro, questo può corrodere i tubi o, se in particolare il flussante contiene fluoro, può deteriorare l'olio refrigerante.

7.5.7

Utilizzo della valvola di arresto e dell'apertura di servizio

Manipolazione della valvola di arresto

Prendere in considerazione le seguenti linee-guida:

▪ Le valvole di arresto sono chiuse alla fabbrica.

▪ La figura che segue mostra ciascuna parte richiesta nella manipolazione della valvola.

a b c d a

Apertura di servizio e tappo dell'apertura di servizio

b

Stelo della valvola

c

Collegamento della tubazione in loco

d

Tappo dello stelo

▪ Mantenere aperte entrambe le valvole di arresto durante il funzionamento.

▪ NON applicare una forza eccessiva allo stelo della valvola. Così facendo si potrebbe rompere il corpo della valvola.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

▪ Non dimenticare mai di assicurare la valvola di arresto con una chiave fissa, quindi allentare o serrare il dado svasato con una chiave dinamometrica. NON posizionare la chiave fissa sul tappo dello stelo, dato che si potrebbe provocare una perdita di refrigerante.

a b a

Chiave fissa

b

Chiave dinamometrica

▪ Se si prevede che la pressione di funzionamento sarà bassa (per esempio, azionando il raffreddamento in presenza di una bassa temperatura aria esterna), sigillare a sufficienza il dado svasato nella valvola di arresto sulla linea del gas con sigillante a base di silicone, per evitare il congelamento.

7 Installazione

Manipolazione del tappo di servizio

Prendere in considerazione le seguenti linee-guida:

▪ Utilizzare sempre un tubo flessibile di carica dotato di perno otturatore della valvola, dato che l'apertura di servizio è costituita da una valvola di tipo Schrader.

▪ Dopo aver manipolato l'apertura di servizio, serrarne a fondo il tappo. Per la coppia di serraggio, consultare la tabella al capitolo

"Manipolazione del tappo dello stelo" a pagina 37 .

▪ Dopo il serraggio del tappo dell'apertura di servizio, controllare che non siano presenti perdite di refrigerante.

7.5.8

Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità esterna

1

Collegare il collegamento del refrigerante liquido proveniente dall'unità interna alla valvola di arresto del liquido dell'unità esterna.

Sigillante a base di silicone, assicurarsi che non ci sia gioco.

Apertura/chiusura della valvola di arresto

1

Rimuovere il coperchio della valvola

2

Inserire una chiave esagonale (lato liquido: 4  mm, lato gas:

6 mm) nello stelo della valvola e girare lo stelo della valvola:

In senso antiorario per aprire.

In senso orario per chiudere.

3

Quando non si riesce più a girare lo stelo della valvola, arrestare l'operazione. Ora la valvola è aperta/chiusa.

Manipolazione del tappo dello stelo

Prendere in considerazione le seguenti linee-guida:

▪ Il tappo dello stelo è sigillato nel punto indicato dalla freccia. NON danneggiarlo.

c a b a

Valvola di arresto del liquido

b

Valvola di arresto del gas

c

Apertura di servizio

2

Collegare il collegamento del refrigerante gassoso proveniente dall'unità interna alla valvola di arresto del refrigerante dell'unità esterna.

7.5.9

Collegamento delle tubazioni del refrigerante all'unità interna

1

Collegare la valvola di arresto del liquido tra l'unità esterna e il collegamento del liquido refrigerante dell'unità interna.

b a

▪ Dopo aver manipolato la valvola di arresto, ricordare di serrare a fondo il tappo dello stelo.

▪ Per la coppia di serraggio, consultare la tabella sotto.

▪ Dopo avere serrato il tappo dello stelo, verificare che non ci siano fughe di refrigerante.

Componente

Tappo dello stelo, lato liquido

Tappo dello stelo, lato gas

Tappo dell'apertura di servizio

Coppia di serraggio (N•m)

13,5~16,5

22,5~27,5

11,5~13,9

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

a

Collegamento del liquido refrigerante

b

Collegamento del gas refrigerante

2

Collegare la valvola di arresto del gas tra l'unità esterna e il collegamento del gas refrigerante dell'unità interna.

NOTA

Si raccomanda che le tubazioni del refrigerante tra l'unità interna e l'unità esterna vengano installate in un condotto o vengano avvolte con nastro protettivo.

Guida di riferimento per l'installatore

37

7 Installazione

7.6

Controllo delle tubazioni del refrigerante

7.6.1

Controllo delle tubazioni del refrigerante

Le tubazioni del refrigerante interne dell'unità esterna sono state sottoposte in fabbrica a prova di perdita. Occorre solamente verificare le tubazioni del refrigerante esterne dell'unità esterna.

Prima di controllare le tubazioni del refrigerante

Assicurarsi che le tubazioni del refrigerante siano collegate tra l'unità esterna e l'unità interna.

Flusso di lavoro tipico

La verifica delle tubazioni del refrigerante, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Verifica delle perdite nelle tubazioni del refrigerante.

2 Esecuzione dell'essiccazione sotto vuoto per rimuovere tutta l'umidità, l'aria o l'azoto dalle tubazioni del refrigerante.

Se è possibile la presenza di umidità nelle tubazioni del refrigerante

(ad esempio se è entrata acqua piovana nelle tubazioni), per prima cosa effettuare la procedura di messa a vuoto fino a rimuovere tutta l'umidità.

7.6.2

Precauzioni per il controllo delle tubazioni del refrigerante

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

NOTA

Utilizzare una pompa del vuoto a 2 stadi con una valvola di ritegno che possa evacuare fino ad una pressione nominale di −⁠100,7  kPa (5  Torr assoluti). Accertarsi che, quando viene disattivata la pompa del vuoto, l'olio circolante non possa venire risucchiato verso il lato interno del circuito.

NOTA

Usare questa pompa del vuoto esclusivamente per l'R410A. L'uso della stessa pompa per altri refrigeranti potrebbe danneggiare sia la pompa che l'unità.

NOTA

▪ Collegare la pompa del vuoto all'apertura di servizio della valvola di arresto del gas.

▪ Assicurarsi che la valvola di arresto del gas e la valvola di arresto del liquido siano saldamente chiuse prima di eseguire una prova di tenuta o l'essiccazione sotto vuoto.

7.6.3

Verifica della presenza di perdite

NOTA

NON superare la pressione di lavoro massima dell'unità

(vedere “PS High” sulla targa dati dell'unità).

NOTA

Utilizzare una soluzione per prova di gorgogliamento consigliata dal proprio rivenditore. Non utilizzare acqua saponata onde evitare la rottura dei dadi svasati (l'acqua saponata può contenere sale, che assorbe l'umidità che si congela al raffreddamento delle tubature) e/o la corrosione dei giunti svasati (l'acqua saponata può contenere ammoniaca, che ha un effetto corrosivo tra il dado svasato in ottone e la svasatura in rame).

1

Caricare il sistema con azoto fino a una pressione di almeno

200 kPa (2 bar). Si consiglia di portare la pressione a 3000 kPa

(30 bar) per rilevare la presenza di piccole perdite.

2

Verificare che non ci siano perdite applicando la soluzione per prove di gorgogliamento a tutti i collegamenti.

3

Scaricare tutto l'azoto.

INFORMAZIONI

Dopo aver aperto la valvola di arresto, è possibile che la pressione nelle tubazioni del refrigerante NON salga.

Questo potrebbe essere causato per esempio dallo stato chiuso della valvola d'espansione nel circuito dell'unità esterna, ma NON costituisce alcun problema per il funzionamento corretto dell'unità.

7.6.4

Esecuzione dell'essiccazione sotto vuoto

Collegare la pompa del vuoto e il collettore come segue:

a d h b c e j f g h i a

Manometro

b

Collettore del manometro

c

Valvola di bassa pressione (Lo)

d

Valvola di alta pressione (Hi)

e

Tubi flessibili di carico

f

Pompa del vuoto

g

Porta di servizio

h

Coperchi delle valvole

i

Valvola di arresto del gas

j

Valvola di arresto del liquido

1

Mettere sotto vuoto il sistema finché la pressione sul collettore non corrisponde a −0,1 MPa (−1 bar).

2

Lasciare il tutto in questa condizione per 4-5 minuti e controllare la pressione:

Se la pressione…

Non cambia

Aumenta

Allora…

Non c'è umidità nel sistema.

Questa procedura è terminata.

È presente umidità nel sistema. Andare al passo successivo.

3

Evacuare il sistema per almeno 2  ore a una pressione del collettore di −0,1 MPa (−1 bar).

4

Dopo avere disattivato la pompa, controllare la pressione per almeno 1 ora.

5

Qualora NON si riuscisse a raggiungere il vuoto desiderato o non fosse possibile mantenerlo per 1  ora, procedere come segue:

▪ Controllare nuovamente che non ci siano perdite.

▪ Eseguire nuovamente l'essiccazione sotto vuoto.

Guida di riferimento per l'installatore

38

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

NOTA

Assicurarsi di aprire la valvola di arresto del gas dopo l'installazione e la messa sotto vuoto delle tubazioni.

Facendo funzionare il sistema con la valvola chiusa si potrebbe rompere il compressore.

7.7

Carica del refrigerante

7.7.1

Informazioni sul caricamento del refrigerante

L'unità esterna viene caricata in fabbrica di refrigerante, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario:

Cosa

Caricamento di refrigerante aggiuntivo

Ricarica completa del refrigerante

Quando

Quando la lunghezza totale delle tubazioni del liquido è superiore alle specifiche (vedere più avanti).

Esempio:

▪ Durante il riposizionamento del sistema.

▪ Dopo una perdita.

Caricamento di refrigerante aggiuntivo

Prima di caricare refrigerante aggiuntivo, assicurarsi che le tubazioni del refrigerante esterne dell'unità esterna siano state sottoposte a verifica (prova di perdita ed essiccazione sotto vuoto).

INFORMAZIONI

A seconda delle unità e/o delle condizioni di installazione, potrebbe essere necessario collegare l'impianto elettrico prima di caricare il refrigerante.

Flusso di lavoro tipico - Il caricamento di refrigerante aggiuntivo, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Valutazione della necessità di effettuare un caricamento aggiuntivo e determinazione della quantità.

2 Se necessario, caricamento di refrigerante aggiuntivo.

3 Compilazione dell'etichetta sui gas serra fluorinati e applicazione della stessa all'interno dell'unità esterna.

Ricarica completa del refrigerante

Prima di ricaricare completamente il refrigerante, assicurarsi di avere eseguito queste operazioni:

1 Il sistema è stato evacuato con la pompa.

2 Le tubazioni del refrigerante esterne dell'unità esterna sono state sottoposte a verifica (prova di perdita ed essiccazione sotto vuoto).

3 È stata eseguita l'essiccazione sotto vuoto delle tubazioni del refrigerante interne dell'unità esterna.

NOTA

Prima di eseguire una ricarica completa, effettuare un'asciugatura sotto vuoto anche delle tubazioni del refrigerante interne dell'unità esterna.

Flusso di lavoro tipico - La ricarica completa di refrigerante, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Valutazione della quantità di refrigerante da caricare.

2 Caricamento del refrigerante.

3 Compilazione dell'etichetta sui gas serra fluorinati e applicazione della stessa all'interno dell'unità esterna.

7 Installazione

7.7.2

Precauzioni durante il caricamento del refrigerante

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

7.7.3

Determinazione della quantità di refrigerante aggiuntiva

Se la lunghezza totale della tubazione del liquido è…

≤10 m

Allora…

NON aggiungere altro refrigerante.

>10 m R=(lunghezza totale (m) di tubazione del liquido–10 m)×0,020

R=Carica aggiuntiva (kg)(arrotondata al valore superiore o inferiore di 0,1 kg)

INFORMAZIONI

La lunghezza della tubazione è la lunghezza della tubazione del liquido in una direzione.

7.7.4

Determinazione della quantità per la ricarica completa

INFORMAZIONI

Se è necessaria una ricarica completa, la carica totale di refrigerante sarà: la carica di refrigerante effettuata alla fabbrica (vedere la targhetta informativa dell'unità)+la quantità aggiuntiva determinata.

7.7.5

Carica del refrigerante

AVVERTENZA

▪ Usare esclusivamente R410A come refrigerante. Altre sostanze possono causare esplosioni e incidenti.

▪ R410A contiene gas serra fluorinati. Il suo valore potenziale di riscaldamento globale è 2087,5. NON liberare questi gas nell'atmosfera.

▪ Per caricare il refrigerante, usare sempre guanti protettivi e occhiali di sicurezza.

ATTENZIONE

Per evitare il guasto del compressore, NON superare la quantità di refrigerante specificata per la carica.

Requisito preliminare: Prima di caricare il refrigerante, assicurarsi che le tubazioni del refrigerante siano collegate e verificate (prova di perdita ed essiccazione sotto vuoto).

1

Collegare la bombola di refrigerante all'apertura di servizio.

2

Caricare la quantità aggiuntiva di refrigerante.

3

Aprire la valvola di arresto del gas.

Qualora fosse necessario evacuare con la pompa in caso di smontaggio o spostamento del sistema, vedere

"13.2  Evacuazione con la pompa" a pagina 91 per informazioni più dettagliate.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

39

7 Installazione

7.7.6

Applicazione dell'etichetta relativa ai gas fluorurati ad effetto serra

NOTA

L'implementazione nazionale della normativa UE su determinati gas fluorurati ad effetto serra potrebbe richiedere la presenza della lingua nazionale appropriata sull'unità. A tale scopo, insieme all'unità viene fornita una etichetta multilingue aggiuntiva relativa ai gas fluorurati ad effetto serra.

1

Compilare l'etichetta come segue:

a b c d a

Dall'etichetta multilingue relativa ai gas fluorurati ad effetto serra staccare la sezione con la lingua applicabile ed applicarla sulla parte superiore di a.

b

Carica di refrigerante effettuata allo stabilimento: vedere la targa dati dell'unità

c

Quantità di refrigerante aggiuntiva caricata

d

Carica di refrigerante totale

2

Attaccare l'etichetta sul lato interno dell'unità esterna, vicino alle valvole di arresto del gas e del liquido.

7.8

Collegamento della tubazione dell'acqua

7.8.1

Note relative al collegamento della tubazione dell’acqua

Prima di collegare la tubazione dell’acqua

Assicurarsi che siano montate l'unità esterna e l'unità interna.

Flusso di lavoro tipico

Il collegamento della tubazione dell'acqua si compone tipicamente delle fasi seguenti:

1 Collegamento della tubazione dell'acqua dell'unità interna.

2 Collegamento della valvola di sicurezza allo scarico.

3 Riempimento del circuito idraulico.

4 Riempimento del serbatoio dell'acqua calda sanitaria.

5 Isolamento della tubazione dell'acqua.

6 Collegamento della tubazione di ricircolo.

7.8.2

Precauzioni da osservare al momento di collegare la tubazione dell'acqua

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

7.8.3

Per collegare la tubazione dell'acqua

NOTA

NON esercitare una forza eccessiva per collegare la tubazione. La deformazione della tubazione può provocare difetti all'unità.

Per facilitare l'assistenza e la manutenzione, sono previste 2 valvole di intercettazione. Montare le valvole sull'entrata dell'acqua e sull'uscita dell'acqua. Fare attenzione alla loro posizione.

L'orientamento delle valvole di drenaggio e di riempimento integrate

è importante per l'assistenza.

1

Installare le valvole di intercettazione sui tubi dell'acqua.

c a d b a

Uscita acqua riscaldamento/raffreddamento ambiente

b

Entrata acqua riscaldamento/raffreddamento ambiente

c

Acqua calda sanitaria

d

Entrata acqua fredda sanitaria (alimentazione di acqua fredda)

NOTA

Si raccomanda di installare delle valvole di intercettazione sui collegamenti di entrata dell'acqua fredda sanitaria e di uscita dell'acqua calda sanitaria. Le valvole di intercettazione sono fornite in loco.

NOTA

Per evitare danni alle aree circostanti in caso di perdita d'acqua, si raccomanda di chiudere le valvole di intercettazione dell'entrata dell'acqua fredda durante i periodi di assenza.

2

Avvitare i dadi dell'unità interna sulle valvole di intercettazione.

3

Collegare i tubi di entrata e di uscita dell'acqua calda sanitaria all'unità interna.

Guida di riferimento per l'installatore

40

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7 Installazione

NOTA

▪ Installare un dispositivo di drenaggio e un dispositivo di scarico della pressione sul collegamento dell'entrata dell'acqua fredda della bombola dell'acqua calda sanitaria.

▪ Per evitare l'effetto sifone a ritroso, si consiglia di installare una valvola di non ritorno sull'entrata dell'acqua del serbatoio dell'acqua calda sanitaria, nel rispetto delle leggi applicabili.

▪ Si consiglia di installare una valvola di riduzione della pressione sull'entrata dell'acqua fredda nel rispetto delle leggi applicabili.

▪ Installare un serbatoio ad espansione sull'entrata dell'acqua fredda secondo le leggi applicabili.

▪ Si raccomanda di installare la valvola di scarico della pressione in una posizione più alta, per esempio la sommità del serbatoio dell'acqua calda sanitaria. Il riscaldamento del serbatoio dell'acqua calda sanitaria fa sì che l'acqua si dilati e senza la valvola di scarico della pressione è possibile che la pressione acqua all'interno del serbatoio salga al di sopra della pressione di progetto del serbatoio. Inoltre, l'impianto in loco (tubazioni, punti di prelievo, ecc.) collegato al serbatoio è soggetto a questa alta pressione. Per evitare quanto sopra, si deve installare una valvola di scarico della pressione. La prevenzione della sovrapressione dipende dal corretto funzionamento della valvola di scarico della pressione installata in loco. Se questa NON dovesse funzionare correttamente, la sovrapressione deformerà il serbatoio e si potrà verificare una perdita d'acqua. Per assicurare un corretto funzionamento, è necessario eseguire una manutenzione regolare.

7.8.4

Per collegare la tubazione di ricircolo

Requisito preliminare: Necessario solo se l'impianto richiede il ricircolo.

1

Allentare e togliere le 4 viti che fissano il pannello superiore.

2

Rimuovere il pannello superiore dall'unità.

4× a b a

Foro di ingresso per le tubazioni

b

Collegamento di ricircolo

4

Attaccare nuovamente l'involucro.

7.8.5

Collegamento della valvola di scarico della pressione al punto di drenaggio

Il soffio in uscita dalla valvola di sicurezza fuoriesce dal retro dell'unità.

a b a

Soffio in uscita di scarico della pressione

b

Uscita di scarico (solo per EHVX)

Il soffio in uscita deve essere collegato ad un drenaggio appropriato secondo le leggi applicabili. Si consiglia di utilizzare una paniera.

7.8.6

Riempimento del circuito idraulico

1

Collegare il tubo flessibile di alimentazione dell'acqua alla valvola di riempimento.

3

Collegare la tubazione di ricircolo al collegamento di ricircolo (b) e far passare la tubazione attraverso il foro in corrispondenza del lato posteriore dell'unità (a).

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

2

Aprire la valvola di riempimento.

3

Assicurarsi che la valvola automatica di spurgo aria sia aperta

(almeno 2 giri).

INFORMAZIONI

Per l'ubicazione della valvola di spurgo aria, vedere

“Componenti: Unità interna” al capitolo

"14  Dati tecnici"  a pagina 92 .

4

Riempire il circuito con acqua fino a quando il manometro non indicherà una pressione di circa ±2,0 bar.

Guida di riferimento per l'installatore

41

7 Installazione

5

Spurgare quanto più possibile l'aria dal circuito idraulico.

6

Chiudere la valvola di riempimento.

7

Scollegare il tubo flessibile di alimentazione dell'acqua dalla valvola di riempimento.

NOTA

La pressione acqua indicata sul manometro varierà in base alla temperatura dell'acqua (la pressione aumenta con l'aumentare della temperatura dell'acqua).

Tuttavia, la pressione acqua deve essere sempre rimanere al di sopra di 1 bar per evitare l'ingresso di aria nel circuito.

7.8.7

Riempimento del serbatoio dell'acqua calda sanitaria

1

Aprire ciascun rubinetto dell'acqua calda a turno, per spurgare l'aria dalle tubazioni del sistema.

2

Aprire la valvola di alimentazione dell'acqua fredda.

3

Chiudere tutti i rubinetti dell'acqua una volta spurgata tutta l'aria.

4

Controllare che non ci siano perdite d'acqua.

5

Azionare manualmente la valvola di sicurezza installata in loco per assicurare la portata acqua libera attraverso il tubo di scarico.

7.8.8

Isolamento della tubazione dell'acqua

Le tubazioni dell'intero circuito idraulico DEVONO essere isolate in modo da prevenire la formazione di condensa durante l'operazione di raffreddamento e la riduzione della capacità sia di riscaldamento che di raffreddamento.

Se la temperatura è più alta di 30°C e l'umidità è maggiore dell'80%, allora lo spessore dei materiali isolanti dovrà essere almeno di

20  mm per evitare la formazione di condensa sulla superficie dell'isolante.

7.9

Collegamento del cablaggio elettrico

7.9.1

Note relative al collegamento del cablaggio elettrico

Prima di collegare il cablaggio elettrico

Assicurarsi che:

▪ Le tubazioni del refrigerante siano state collegate e controllate

▪ Le tubazioni idrauliche siano collegate

Flusso di lavoro tipico

Il collegamento del cablaggio elettrico si compone tipicamente delle fasi seguenti:

1 Assicurarsi che il sistema di alimentazione sia conforme alle specifiche elettriche della pompa di calore.

2 Collegamento dell'impianto elettrico all'unità esterna.

3 Collegamento dell'impianto elettrico all'unità interna.

4 Collegamento dell'alimentazione principale.

5 Collegamento dell'alimentazione del riscaldatore di riserva.

6 Collegamento dell'interfaccia utente.

7 Collegamento delle valvole di arresto.

8 Collegamento dei contatori dell'energia elettrica.

9 Collegamento della pompa dell'acqua calda per usi domestici.

10 Collegamento dell'uscita dell'allarme.

11 Collegamento dell'uscita ON/OFF del raffreddamento/ riscaldamento ambiente.

12 Collegamento della commutazione a una fonte di calore esterna.

13 Collegamento degli ingressi digitali per il consumo di corrente.

7.9.2

Note sulla conformità con le norme elettriche

Solo per ERLQ006CAV3+ERLQ008CAV3

Apparecchiatura conforme alla norma EN/IEC 61000‑3‑12 (Standard tecnico europeo/internazionale che definisce i limiti di corrente armonica prodotta da apparecchiature collegate a sistemi pubblici a bassa tensione con corrente di entrata >16 A e ≤75 A per fase).

Solo per unità interne

Vedere

"7.9.8  Collegamento dell'alimentazione del riscaldatore di riserva" a pagina 45 .

7.9.3

Precauzioni durante il collegamento dei fili elettrici

INFORMAZIONI

Leggere inoltre le precauzioni e i requisiti nei seguenti capitoli:

▪ Precauzioni generali per la sicurezza

▪ Preparazione

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

INFORMAZIONI

Per avere maggiori informazioni sulla legenda e sull'ubicazione dello schema elettrico dell'unità, andare su

"14.6 Schema elettrico" a pagina 100

.

AVVERTENZA

Per i cavi di alimentazione utilizzare SEMPRE cavi del tipo a più trefoli.

7.9.4

Linee guida per il collegamento dei fili elettrici

Tenere presente quanto segue:

▪ Se si utilizzano fili con conduttori a trefolo, installare sulla punta un morsetto a crimpaggio rotondo. Disporre il morsetto a crimpaggio rotondo sul filo, fino alla parte coperta, e fissarlo con l'attrezzo appropriato.

Guida di riferimento per l'installatore

42

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

b a a

Filo con conduttori a trefolo

b

Morsetto a crimpaggio rotondo

▪ Per installare i fili, utilizzare i metodi seguenti:

Tipo di filo

Filo ad anima singola

A

Metodo di installazione c b

A´ c

AA´ a a

a Filo ad anima singola a spira

b Vite

Filo con conduttori a trefolo con morsetto a crimpaggio rotondo

c Rondella piana

c b a

B

B a b c

a Morsetto

b Vite

c Rondella piana

NOTA

Precauzioni per la posa dei cavi di alimentazione:

▪ non collegare cavi di diverso spessore alla morsettiera di alimentazione (la presenza di gioco nei cavi di alimentazione può causare un calore anomalo).

▪ Se si collegano cavi dello stesso spessore, procedere come indicato nella figura seguente.

7 Installazione

7.9.5

Collegamento del cablaggio elettrico all'unità esterna

1

Rimuovere le 2 viti del coperchio del quadro elettrico.

2

Rimuovere il coperchio del quadro elettrico.

2

1

3

Spellare l'isolante (20 mm) dai fili.

a b a

Spellare l'estremità del filo fino a questo punto

b

Una lunghezza eccessiva della parte spellata può causare scosse elettriche o dispersione.

4

Aprire il morsetto del filo.

5

Collegare il cavo di interconnessione e l'alimentazione come segue:

▪ Durante la posa dei fili elettrici, utilizzare fili per l'alimentazione specifici e collegarli saldamente, quindi assicurarsi di evitare che sulla morsettiera venga esercitata una pressione esterna.

▪ Utilizzare un apposito cacciavite per serrare le viti dei morsetti. Un cacciavite a testa piccola danneggerebbe la testa e renderebbe impossibile il serraggio.

▪ Un serraggio troppo stretto può danneggiare le viti dei morsetti.

Coppie di serraggio

Elemento

M4 (X1M)

M4 (terra)

Coppia di serraggio (N•m)

1,2~1,5

1 2 3

6

Installare il coperchio del quadro elettrico.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

43

7 Installazione

7.9.6

Collegamento del cablaggio elettrico all'unità interna

1

Per aprire l'unità interna, vedere

"7.2.3  Aprire l'unità interna"  a pagina  31

e

"7.2.4  Aprire la copertura del quadro elettrico dell'unità interna" a pagina 32 .

2

Il cablaggio deve entrare nell'unità dall'alto:

a b+c

3

L'instradamento del cablaggio all'interno dell'unità deve essere eseguito nel seguente modo:

a b+c

Instradamento

a

Bassa tensione b

4

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette per garantire la resistenza alle sollecitazioni e per evitare che NON entri in contatto con le tubazioni e gli spigoli vivi.

INFORMAZIONI

Per accedere al sensore temperatura dell'acqua calda sanitaria, è possibile inclinare il quadro elettrico. Il quadro elettrico NON deve essere rimosso dall'unità.

Alimentazione ad alta tensione

Cavi possibili (a seconda del tipo di unità e delle opzioni installate)

▪ Contatto dell'alimentazione preferenziale

▪ Interfaccia utente

▪ Input digitali del consumo di corrente (da reperire in loco)

▪ Sensore temperatura ambiente esterna (opzione)

▪ Sensore temperatura ambiente interna (opzione)

▪ Contatori dell'energia elettrica (da reperire in loco)

▪ Cavo di interconnessione

▪ Alimentazione a tariffa kWh normale

▪ Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

▪ Alimentazione del riscaldatore di riserva

▪ Alimentazione per il riscaldatore piastra fondo (opzione)

Guida di riferimento per l'installatore

44

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7 Installazione

Instradamento

c

Segnale di controllo alta tensione

7.9.7

Cavi possibili (a seconda del tipo di unità e delle opzioni installate)

▪ Convettore con pompa di calore (opzione)

▪ Termostato ambiente (opzione)

▪ Valvola di intercettazione (da reperire in loco)

▪ Pompa dell'acqua calda sanitaria (da reperire in loco)

▪ Uscita allarme

▪ Passaggio al controllo della fonte di calore esterna

▪ Controllo del funzionamento di raffreddamento/riscaldamento ambiente

ATTENZIONE

NON spingere né posizionare cavi di lunghezza eccessiva nell'unità.

Collegamento dell'alimentazione principale

1

Collegare l'alimentazione principale.

In caso di alimentazione a tariffa kWh normale

X1A X19A

X5M

X6YB

X2M

3031

INFORMAZIONI

In caso di alimentazione con tariffa kWh preferenziale, la necessità di separare l'alimentazione con tariffa kWh normale per l'unità interna (b) X2M30/31 dipende dal tipo di alimentazione con tariffa kWh preferenziale.

Il collegamento separato con l'unità interna è richiesto nei seguenti casi:

▪ se l'alimentazione con tariffa kWh preferenziale viene interrotta quando attiva, OPPURE

▪ se non è ammesso alcun consumo elettrico dell'unità interna alla tariffa kWh preferenziale quando è attiva l'alimentazione.

X1M

a

1 2 3

1 2 3

Legenda: vedere la figura sotto.

In caso di alimentazione a tariffa kWh preferenziale

X1A X19A

X5M

3 4

X2M

30 31

X6YA

X1M

c b a

S1S

L N 1 2 3

L N 1 2 3 a

Cavo di interconnessione (= alimentazione principale)

b

Alimentazione a tariffa kWh normale

c

Contatto dell'alimentazione preferenziale

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

7.9.8

Collegamento dell'alimentazione del riscaldatore di riserva

ATTENZIONE

Per assicurare la messa a terra completa dell'unità, collegare l'alimentazione del riscaldatore di riserva e il cavo di massa.

La capacità del riscaldatore di riserva può variare, in base al modello dell'unità interna. Assicurarsi che l'alimentazione sia conforme alla capacità del riscaldatore di riserva, come elencato nella tabella sotto.

Tipo di riscaldatore di riserva

Capacità del riscaldatore di riserva

Alimentazione Corrente di esercizio massima

*3V 3 kW 1~ 230 V 13 A

*9W 3 kW

6 kW

6 kW

6 kW

9 kW

1~ 230 V

1~ 230 V

3~ 230 V

3N~ 400 V

3N~ 400 V

13 A

26 A

(a)(b)

15 A

8,6 A

13 A

Z max

(Ω)

(a) Apparecchiatura conforme alla norma EN/IEC 61000-3-12

(Standard tecnico europeo/internazionale che definisce i limiti di corrente armonica prodotta da apparecchiature collegate a sistemi pubblici a bassa tensione con corrente di entrata >16 A e ≤75 A per fase).

(b) Questa apparecchiatura è conforme alla norma EN/

IEC 61000‑3‑11 (Standard tecnico europeo/internazionale che definisce i limiti per le variazioni, le fluttuazioni di tensione e lo sfarfallio nelle reti di alimentazione pubblica a bassa tensione per apparecchiature con corrente nominale di ≤75 A) purché l'impedenza del sistema Z sys

sia minore di o uguale a Z max

al punto d'interfaccia tra l'alimentazione dell'utente e il sistema pubblico. È responsabilità dell'installatore o dell'utente dell'apparecchiatura di verificare, consultandosi con l'operatore della rete di distribuzione se necessario, che l'apparecchiatura sia collegata esclusivamente ad un'alimentazione con un impedenza del sistema Z sys

minore o uguale a Z max

.

1

Collegare l'alimentazione del riscaldatore di riserva. Nei modelli

*3V, per F1B si utilizza un fusibile a polo doppio. Nei modelli

*9W, per F1B si utilizza un fusibile a 4 poli.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

45

7 Installazione

2

Se necessario, modificare i collegamenti dei terminali X6M e

X7M.

Tipo di riscaldatore di riserva

3 kW 1~ 230 V

(*3V)

Collegamenti con l'alimentazione del riscaldatore di riserva

F1B

Collegamenti con i terminali

3 kW 1~ 230 V

(*9W)

6 kW 1~ 230 V

(*9W)

6 kW 3~ 230 V

(*9W)

6 kW 3N~ 400 V

(*9W)

9 kW 3N~ 400 V

(*9W)

F1B

F1B

F1B

Osservazione speciale per i fusibili:

X6M

1 2 3 4 5

X7M

6 7 8

X6M

1 2 3 4 5

X7M

6 7 8

X6M

1 2 3 4 5

X7M

6 7 8

X6M

1 2 3 4 5

X7M

6 7 8

3

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

4

Configurare l'interfaccia utente per la rispettiva alimentazione.

Vedere

"8.2.2  Procedura guidata rapida: Standard"  a pagina 52 .

Durante il collegamento del riscaldatore di riserva, è possibile commettere errori nei collegamenti elettrici. Per rilevare un possibile errore di collegamento elettrico, si consiglia vivamente di misurare il valore della resistenza degli elementi del riscaldatore. A seconda dei vari tipi di riscaldatori di riserva, si dovranno misurare i seguenti valori della resistenza (vedere la tabella sotto). Misurare SEMPRE la resistenza sui morsetti del contattore K1M, K2M e K5M.

3 kW 6 kW 6 kW 6 kW 9 kW

1~

230 V

1~

230 V

3~

230 V

3N~

400 V

3N~

400 V

K1M/1 K5M/13 52,9 Ω 52,9 Ω 52,9 Ω ∞

K1M/3 ∞ ∞ ∞

105,8 Ω 105,8 Ω

K1M/5 ∞ ∞ ∞ 105,8 Ω 105,8 Ω

K1M/3 K1M/5 26,5 Ω 26,5 Ω 26,5 Ω 105,8 Ω 105,8 Ω

K2M/1 K5M/13 ∞

K2M/3 ∞

26,5 Ω

26,5 Ω

52,9 Ω

52,9 Ω

K2M/5 ∞ ∞ ∞ 52,9 Ω 52,9 Ω

K2M/3 K2M/5 52,9 Ω 52,9 Ω 52,9 Ω 52,9 Ω 52,9 Ω

K1M/5 K2M/1 ∞ ∞ ∞ ∞ ∞

Esempio di misurazione della resistenza tra K1M/1 e K5M/13:

K1M

1 3 5 13 1 3 5 13

2 4 6 14 2 4 6 14

Ω

Ω

K5M

1 3 5 13

2 4 6 14

Osservazione speciale per i terminali:

Come indicato nella tabella sopra, per configurare un riscaldatore di riserva i collegamenti ai terminali X6M e X7M devono essere modificati. Vedere la figura sotto che segnala l'attenzione da prestare nel maneggiare i terminali.

Guida di riferimento per l'installatore

46

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7.9.9

Collegamento dell'interfaccia utente

▪ Se si utilizza 1 interfaccia utente, la si può installare in corrispondenza dell'unità interna (per il controllo in prossimità dell'unità interna), oppure nell'ambiente (se utilizzata come termostato ambiente).

▪ Se si utilizzano 2 interfacce utente, se ne può installare 1 in corrispondenza dell'unità interna (per il controllo in prossimità dell'unità interna)+1 nell'ambiente (utilizzata come termostato ambiente).

La procedura varia leggermente a seconda del luogo in cui si installa l'interfaccia utente.

# In corrispondenza dell'unità interna

Nell'ambiente

1 Collegare il cavo dell'interfaccia utente all'unità interna.

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

1 2

X5M

X2M

7 Installazione

# In corrispondenza dell'unità interna

Nell'ambiente

5 Rimontare la piastra frontale sulla piastra per il fissaggio a parete.

Prestare attenzione a NON pizzicare il cablaggio quando si fissa la piastra frontale all'unità.

(a) Per il funzionamento è necessaria l'interfaccia utente principale, che però deve essere ordinata separatamente

(opzione obbligatoria).

4A Dalla parte posteriore 4B Da sinistra

PCB

PCB

1× b

4C Dalla parte superiore

b a a b

4D Dal centro in alto

b a a

A2P A2P

PCB

PCB a b

a Interfaccia utente principale

(a)

b Interfaccia utente opzionale

2 Inserire un cacciavite nelle fessure sotto all'interfaccia utente e separare con cautela la piastra frontale dalla piastra per il fissaggio a parete.

La scheda è montata nella piastra frontale dell'interfaccia utente. Prestare attenzione a NON danneggiarla.

3 Fissare la piastra per il fissaggio a parete dell'interfaccia utente alla lamiera dell'unità.

Prestare attenzione a NON deformare la sagoma del retro dell'interfaccia utente serrando eccessivamente le viti di montaggio.

Fissare la piastra per il fissaggio a parete dell'interfaccia utente alla parete.

1× b

1× b a

Aprire questo foro di passaggio per il cablaggio tramite un tronchesino o un attrezzo analogo.

b

Fissare il cablaggio alla parte anteriore dell'involucro usando il ritegno per cablaggio e il morsetto.

7.9.10

Collegamento della valvola di intercettazione

1

Collegare il cavo di controllo della valvola ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

X2M

NOTA

Il collegamento elettrico è diverso per una valvola NC

(normalmente chiusa) e una valvola NO (normalmente aperta).

5

67

NO

5

6

7

NC

X2M

X1M X1M

4 Eseguire la connessione come illustrato in 4A.

Eseguire la connessione come illustrato in 4A, 4B,

4C o 4D.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

M2S M2S

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

Guida di riferimento per l'installatore

47

7 Installazione

7.9.11

Collegamento dei contatori dell'energia elettrica

INFORMAZIONI

In caso di un contatore dell'energia elettrica con uscita attraverso transistor, controllare la polarità. La polarità positiva DEVE essere collegata a X5M/7 e X5M/9; la polarità negativa a X5M/8 e X5M/10.

1

Collegare il cavo dei contatori dell'energia elettrica ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

78910

X5M

X2M

7.9.14

Collegamento dell'uscita ATTIVATO/

DISATTIVATO del raffreddamento/ riscaldamento ambiente

1

Collegare il cavo di uscita ATTIVATO/DISATTIVATO del raffreddamento/riscaldamento ambiente ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

a

29

X2M

X1M

X2M

A4P

S2S S3S

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

7.9.12

Collegamento della pompa dell'acqua calda sanitaria

1

Collegare il cavo della pompa dell'acqua calda sanitaria ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

34 35

X2M

a

È necessaria l'installazione della scheda EKRP1HB.

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

7.9.15

Collegamento della commutazione alla fonte di calore esterna

1

Collegare la commutazione al cavo della fonte di calore esterna ai terminali appropriati, come illustrato nella figura sotto.

a

X1M

A4P

X2M

X1 X2 X3 X4

M2P

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

7.9.13

Collegamento dell'uscita allarme

1

Collegare il cavo dell'uscita allarme ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

a

29

X2M

X2M

A4P

X1M

L N a

È necessaria l'installazione della scheda EKRP1HB.

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

7.9.16

Collegamento degli input digitali per il consumo di corrente

1

Collegare il cavo degli input digitali del consumo di corrente ai terminali appropriati come illustrato nella figura sotto.

a

X2M

A8P

X1M

a

È necessaria l'installazione della scheda EKRP1HB.

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

Guida di riferimento per l'installatore

48

a

È necessaria l'installazione della scheda EKRP1AHTA.

2

Fissare il cavo agli appositi supporti utilizzando le fascette.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

7.10

Completamento dell'installazione dell'unità esterna

7.10.1

Completamento dell'installazione dell'unità esterna

1

Isolare e fissare la tubazione del refrigerante e il cavo di interconnessione nel modo seguente:

c a b f d e a

Tubo del gas

b

Isolamento del tubo del gas

c

Cavo di interconnessione

d

Tubo del liquido

e

Isolamento del tubo del liquido

f

Nastro di finitura

2

Installare il coperchio di servizio.

7.10.2

Per chiudere l'unità esterna

1

Chiudere il coperchio del quadro elettrico.

2

Chiudere il coperchio di servizio.

NOTA

Nel chiudere il coperchio dell'unità esterna, assicurarsi che la coppia di serraggio NON superi il valore di 4,1 N•m.

7.11

Finitura dell'installazione dell'unità interna

7.11.1

Fissaggio del coperchio dell'interfaccia utente all'unità interna

1

Assicurarsi che il pannello anteriore sia rimosso dall'unità interna. Vedere il paragrafo

"7.2.3  Per aprire l'unità interna"  a pagina 31 .

2

Inserire il coperchio dell'interfaccia utente nelle cerniere.

3

Montare il pannello frontale sull'unità interna.

7.11.2

Chiusura dell'unità interna

1

Chiudere il coperchio del quadro elettrico.

2

Rimontare la piastra superiore.

3

Rimontare il pannello anteriore.

8 Configurazione

NOTA

Nel chiudere il coperchio dell'unità interna, assicurarsi che la coppia di serraggio NON superi il valore di 4,1 N•m.

8 Configurazione

8.1

Panoramica: Configurazione

Il capitolo descrive quello che c’è da fare e da conoscere per configurare il sistema dopo che è stato installato.

Perché

Se il sistema NON viene configurato correttamente, potrebbe NON funzionare come previsto. La configurazione influisce su quanto segue:

▪ I calcoli del software

▪ Ciò che si può vedere su, e fare con l’interfaccia utente

Come

È possibile configurare il sistema utilizzando due diversi metodi.

Configurazione tramite l’interfaccia utente

Metodo

Configurazione tramite il configuratore del PC

Descrizione

Primo utilizzo – Procedura guidata rapida.

Quando si porta nello stato ATTIVATO l’interfaccia utente per la prima volta

(attraverso l’unità interna), parte una procedura guidata rapida che aiuta a configurare il sistema.

In seguito. Se necessario, è possibile apportare delle modifiche alla configurazione in seguito.

È possibile preparare la configurazione su

PC in un altro luogo e, successivamente, caricare la configurazione nel sistema con il configuratore del PC.

Vedere anche: "8.1.1 Collegamento del cavo del PC al quadro elettrico" a pagina 50 .

INFORMAZIONI

Se vengono modificate le impostazioni installatore, l'interfaccia utente chiederà una conferma. Effettuata la conferma, lo schermo sarà portato nello stato

DISATTIVATO per un breve istante e apparirà per alcuni secondi la scritta “busy” (“occupato”).

Accesso alle impostazioni – Legenda delle tabelle

È possibile accedere alle impostazioni installatore utilizzando due diversi metodi. Tuttavia, con entrambi questi metodi NON tutte le impostazioni risulteranno accessibili. In tal caso, nelle colonne delle tabelle corrispondenti in questo capitolo figurerà la scritta N/A (non applicabile).

Metodo Colonna nelle tabelle

#

Accesso alle impostazioni tramite il breadcrumb nella struttura del menu.

Accesso alle impostazioni tramite il codice nelle impostazioni della panoramica.

Codice

Vedere anche:

"Accesso alle impostazioni installatore" a pagina 50

"8.5  Struttura del menu: Panoramica delle impostazioni installatore" a pagina 79

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

49

8 Configurazione

8.1.1

Collegamento del cavo del PC al quadro elettrico

Requisito preliminare: È necessario il kit EKPCCAB.

1

Collegare il cavo tramite la connessione USB al proprio PC.

2

Collegare la spina del cavo a X10A su A1P del quadro elettrico dell'unità interna.

A1P

X10A

3

Prestare particolare attenzione alla posizione della spina!

2

3

4

5

8.1.2

Accesso ai comandi più utilizzati

Accesso alle impostazioni installatore

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore.

2

Andare a [A]: > Impostazioni installatore.

Accesso alla panoramica impostazioni

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore.

2

Andare a [A.8]: > Impostazioni installatore > Panoramica impostazioni.

Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Uten. fin. av..

2

Andare a [6.4]: > Informazioni > Livello autorizzazione utente.

3

Premere per più di 4 secondi.

Risultato: Apparirà sulle pagine iniziali.

4

Se NON si preme alcun pulsante per più di 1 ora o se si preme di nuovo per più di 4  secondi, il livello autorizzazione installatore torna a Utente finale.

Impostazione del livello autorizzazione utente su Utente finale avanzato

1

Andare al menu principale o su uno dei suoi menu secondari:

.

2

Premere per più di 4 secondi.

Risultato: Il livello autorizzazione utente passa a Uten. fin. av..

Sono visualizzate delle informazioni aggiuntive e il segno “+” viene aggiunto al titolo del menu. Il livello autorizzazione utente rimane su

Uten. fin. av. se non diversamente impostato.

Impostazione del livello autorizzazione utente su Utente finale

1

Premere per più di 4 secondi.

Risultato: Il livello autorizzazione utente passa a Utente finale.

L'interfaccia utente torna alla schermata iniziale predefinita.

Modifica di un'impostazione della panoramica

Esempio: Modificare [1‑01] da 15 a 20.

1

Andare a [A.8]: > Impostazioni installatore > Panoramica impostazioni.

2

Andare sulla schermata corrispondente della prima parte dell'impostazione utilizzando il pulsante e .

INFORMAZIONI

Una cifra 0 aggiuntiva viene aggiunta alla prima parte dell'impostazione quando si accede ai codici delle impostazioni della panoramica.

Esempio: [1‑01]: “1” diventerà “01”.

00

04

08

0c

Panoramica impostazioni

00

Conferma

01

05

09

0d

15

01

02

06

0a

0e

Regolaz.

00 03

07

0b

0f

Scorrim.

00

3

Andare sulla seconda parte corrispondente dell'impostazione utilizzando il pulsante e .

00

04

08

0c

Panoramica impostazioni

00

Conferma

01

05

09

0d

15

01

02

06

0a

0e

Regolaz.

00 03

07

0b

0f

Scorrim.

00

Risultato: Ora il valore da modificare apparirà illuminato.

4

Modificare il valore utilizzando il pulsante

e .

00

04

08

0c

Panoramica impostazioni

00

Conferma

01

05

09

0d

20

01

02

06

0a

0e

Regolaz.

00 03

07

0b

0f

Scorrim.

00

5

Ripetere i passi precedenti se si devono modificare altre impostazioni.

6

Premere per confermare la modifica del parametro.

7

Nel menu Impostazioni installatore, premere per confermare le impostazioni.

Impost. installatore

Il sistema ripartirà.

OK

Conferma

Annulla

Regolaz.

Risultato: Il sistema si riavvierà.

Guida di riferimento per l'installatore

50

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

8.1.3

Copia delle impostazioni del sistema dalla prima alla seconda interfaccia utente

Se è collegata una seconda interfaccia utente, l'installatore deve attenersi innanzitutto alle istruzioni sotto per una corretta configurazione delle 2 interfacce utente.

Questa procedura offre anche la possibilità di copiare la lingua impostata da un'interfaccia utente all'altra: per esempio, da

EKRUCAL2 a EKRUCAL1.

Questa procedura offre anche la possibilità di copiare la lingua impostata da un'interfaccia utente all'altra: per esempio, da

EKRUCBL2 a EKRUCBL1.

1

Quando si accende l'apparecchiatura per la prima volta, su entrambe le interfacce utente appare:

Mar

15:10

U5: indir. auto

Premi 4 sec per cont.

2

Premere per 4 secondi sull'interfaccia utente per la quale si desidera avviare la procedura guidata rapida. Quest'interfaccia utente ora è l'interfaccia utente principale.

INFORMAZIONI

Durante la procedura guidata rapida, sulla seconda interfaccia utente appare Occupato e NON sarà possibile effettuare alcun intervento.

3

La procedura guidata rapida offrirà le istruzioni passo-passo.

4

Per il corretto funzionamento del sistema, i dati locali delle due interfacce utente devono essere identici. In CASO

CONTRARIO, su entrambe le interfacce utente apparirà:

Sincronizzazione

Rilevata differenza dati.

Seleziona azione:

Conferma

Invia dati

Regolaz.

5

Selezionare l'azione desiderata:

▪ Invia dati: l'interfaccia utente che si sta utilizzando contiene i dati corretti e i dati dell'altra interfaccia utente verranno sovrascritti.

▪ Ricevi dati: l'interfaccia utente che si sta utilizzando NON contiene i dati corretti e i dati dell'altra interfaccia utente verranno utilizzati per sovrascrivere i primi.

6

L'interfaccia utente chiede conferma se si è sicuri di voler procedere.

Avvia copia

Si desidera veramente avviare operazione di copia?

OK

Conferma

Annulla

Regolaz.

7

Confermare la selezione sullo schermo premendo e tutti i dati (lingue, programmi, ecc.) saranno sincronizzati dall'interfaccia utente sorgente selezionata all'altra.

8 Configurazione

INFORMAZIONI

▪ Durante la copia, entrambe le unità di controllo NON consentiranno alcun intervento.

▪ L'operazione di copia potrebbe richiedere fino a 90 minuti.

▪ Si raccomanda di cambiare le impostazioni installatore, o la configurazione dell'unità, sull'interfaccia utente principale. In caso contrario, possono trascorrere anche 5 minuti prima che queste modifiche siano visibili nella struttura del menu.

8

Il sistema ora è impostato per essere utilizzato tramite le 2 interfacce utente.

8.1.4

Copia della lingua impostata dalla prima alla seconda interfaccia utente

Vedere

"8.1.3  Copia delle impostazioni del sistema dalla prima alla seconda interfaccia utente" a pagina 51 .

8.1.5

Procedura guidata rapida: Impostazione del layout sistema dopo la prima

ATTIVAZIONE

Dopo la prima ATTIVAZIONE del sistema, la procedura guidata mostra all'utente come eseguire le impostazioni iniziali tramite l'interfaccia utente:

▪ lingua,

▪ data,

▪ ora,

▪ layout sistema.

Confermando il layout sistema, si può procedere con l'installazione e la messa in funzione del sistema.

1

All'ATTIVAZIONE, la procedura guidata rapida si avvia purché il layout sistema NON sia ancora stato confermato, impostando la lingua.

Lingua

Seleziona lingua desiderata

Conferma Regolaz.

2

Impostare la data e l'ora correnti.

Data

Qual è la data di oggi?

Dom 1 Gen 2012

Conferma Regolaz.

Scorrim.

Ora

Che ora è adesso?

00 : 00

Conferma

Regolaz.

Scorrim.

3

Definire le impostazioni del layout sistema: Standard, Opzioni,

Capacità. Per maggiori dettagli, vedere

"8.2  Configurazione base" a pagina 52

.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

51

8 Configurazione

A.2

Layout sistema

Standard

Opzioni

Capacità

Conferma layout

1

Selezione Scorrim.

4

Dopo la configurazione, selezionare Conferma layout e premere .

Conferma layout

Confermare layout sistema.

Il sistema ripartirà e sarà pronto per il primo avvio.

OK

Annulla

Conferma Regolaz.

5

L'interfaccia utente si ri-inizializza e si può procedere con l'installazione impostando le altre impostazioni applicabili e procedendo con la messa in funzione del sistema.

Se vengono modificate le impostazioni installatore, il sistema chiederà una conferma. Completata la conferma, lo schermo si

SPEGNERÀ per un breve istante e apparirà per alcuni secondi la scritta “occupato”.

8.2

Configurazione base

8.2.1

Procedura guidata rapida: Lingua / ora e data

Descrizione

[A.1]

[1]

# Codice

N/A

N/A

Linguaggio

Ora e data

8.2.2

Procedura guidata rapida: Standard

Configurazione del riscaldatore di riserva (solo per modello

*9W)

Il riscaldatore di riserva di un modello *9W è adatto ad essere collegato alle più comuni reti elettriche europee. Oltre alla configurazione hardware, sull'interfaccia utente si devono impostare il tipo di griglia e la regolazione del relè.

#

[A.2.1.5]

Codice

[5-0D] Tipo Risc Ris:

Descrizione

▪ 1 (1P,(1/1+2)): 6 kW 1~ 230 V (*9W)

▪ 3 (3P,(1/1+2)): 6 kW 3~ 230 V (*9W)

▪ 4 (3PN,(1/2)): 6 kW 3N~ 400 V (*9W)

▪ 5 (3PN,(1/1+2)): 9  kW 3N~  400  V

(*9W)

Configurazione del relè

Configurazione del relè

1/1+2

1/2

Funzionamento del riscaldatore di riserva

Se il passo 1 del riscaldatore di riserva è attivato:

Relè 1 ATTIVATO

Relè 1 ATTIVATO

Se il passo 2 del riscaldatore di riserva è attivato:

Relè 1+2 ATTIVATI

Relè 2 ATTIVATO

Impostazioni del riscaldamento ambiente/raffreddamento

Il sistema può riscaldare o raffreddare un ambiente. A seconda del tipo di applicazione, le impostazioni di riscaldamento ambiente/ raffreddamento debbono essere fatte di conseguenza.

#

[A.2.1.7]

Codice

[C-07]

[A.2.1.B] N/A

Met.Controllo:

Descrizione

▪ 0 (Contr. Tman): Il funzionamento dell'unità è deciso in base alla temperatura manuale, indipendentemente dalla temperatura ambiente effettiva e/o dalla richiesta di riscaldamento o raffreddamento dell'ambiente.

▪ 1 (Contr. TA est.): Il funzionamento dell'unità è deciso dal termostato esterno o equivalente (per esempio il convettore della pompa di calore).

▪ 2 (Contr. TA): Il funzionamento dell'unità viene deciso in base alla temperatura ambiente dell'interfaccia utente.

Solo se vi sono 2 interfacce utente (1 installata nell'ambiente, 1 installata sull'unità interna):

a b

▪ a: Sull'unità

▪ b: Nell'ambiente come termostato ambiente

Ubic. interf. utente:

▪ Presso unità: l'altra interfaccia utente viene automaticamente impostata su

Nell'ambiente e, se è selezionato il controllo TA, funziona come termostato ambiente.

▪ Nell'ambiente (impostazione predefinita): l'altra interfaccia utente viene automaticamente impostata su

Presso unità e, se è selezionato il controllo TA, funziona come termostato ambiente.

Guida di riferimento per l'installatore

52

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

#

[A.2.1.8]

Codice

[7-02]

Descrizione

Il sistema può erogare acqua in uscita ad un massimo di 2 zone di temperatura acqua. Durante la configurazione, si deve configurare il numero di zone d'acqua.

Numero di zone Tman:

▪ 0 (1 zona Tman)(predefinita): Solo 1 zona temperatura acqua in uscita.

Questa zona è detta zona di temperatura acqua in uscita principale.

#

[A.2.1.8]

a

▪ a: Zona Tman principale

Codice

[7-02] continua >>

Descrizione

<< continuazione

▪ 1 (2 zone Tman): 2 zone di temperatura acqua in uscita. La zona con la temperatura acqua in uscita più bassa (nel riscaldamento) è chiamata zona di temperatura acqua in uscita principale. La zona con la temperatura acqua in uscita più alta (nel riscaldamento) è chiamata zona di temperatura acqua in uscita aggiuntiva. In pratica, la zona di temperatura acqua in uscita principale

è composta dai trasmettitori di calore con il carico più alto e una stazione di miscelazione è installata per raggiungere la temperatura manuale richiesta.

a

#

[A.2.1.9]

8 Configurazione

Codice

[F-0D]

Descrizione

Quando il controllo del riscaldamento/ raffreddamento ambiente viene

DISATTIVATO dall'interfaccia utente, la pompa è sempre DISATTIVATA.

Quando il controllo del riscaldamento ambiente/raffreddamento è ATTIVATO,

è possibile selezionare il modo di funzionamento pompa desiderato

(applicabile soltanto durante il riscaldamento ambiente/raffreddamento)

Modo di funz. pompa:

▪ 0 (Continuo): Funzionamento pompa continuato, indipendentemente dalla condizione

DISATTIVATO

ATTIVATO del o termostato.

Osservazione:

Il funzionamento pompa continuato richiede più energia del funzionamento pompa di prova o su richiesta.

b a c b c d

▪ a: Controllo del riscaldamento ambiente/raffreddamento

(interfaccia utente)

▪ b: DISATTIVATO

▪ c: ATTIVATO

▪ d: Funzionamento pompa continua >>

▪ a: Zona Tman aggiuntiva

▪ b: Zona Tman principale

b

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

53

8 Configurazione

#

[A.2.1.9]

#

[A.2.1.9]

Codice

[F-0D]

Descrizione

<< continuazione

▪ 1 (Campione)(impostazione predefinita): La pompa è nello stato

ATTIVATO. In caso di richiesta di riscaldamento o raffreddamento perché la temperatura manuale non ha raggiunto ancora la temperatura desiderata. Quando si verifica la condizione di termostato

DISATTIVATO, la pompa funziona ogni 5  minuti per controllare la temperatura dell'acqua e richiedere il riscaldamento o il raffreddamento se necessario.

Osservazione:

Il campione NON è disponibile con il controllo termostato ambiente esteso o con il controllo termostato ambiente.

a b c d e f g b c

▪ a: Controllo del riscaldamento ambiente/raffreddamento

(interfaccia utente)

▪ b: DISATTIVATO

▪ c: ATTIVATO

▪ d: Temperatura Tman

▪ e: Effettiva

▪ f: desiderata

▪ g: Funzionamento pompa continua >>

Codice

[F-0D]

Descrizione

<< continuazione

▪ 2 (Richiesta): Funzionamento della pompa in base alla richiesta.

Esempio: L'uso di un termostato ambiente crea una condizione

ATTIVATO/DISATTIVATO del termostato. Se non è presente tale richiesta, la pompa è nello stato

DISATTIVATO. Osservazione: La richiesta NON è disponibile nel controllo temperatura manuale.

a b c d c b e b c

▪ a: Controllo del riscaldamento ambiente/raffreddamento

(interfaccia utente)

▪ b: DISATTIVATO

▪ c: ATTIVATO

▪ d: Richiesta riscaldamento

(mediante termostato remoto esterno o termostato ambiente)

▪ e: Funzionamento pompa

Guida di riferimento per l'installatore

54

8.2.3

Procedura guidata rapida: Opzioni

Impostazioni dell'acqua calda sanitaria

Questo capitolo si applica solo ai sistemi con un serbatoio dell'acqua calda sanitaria installato:

▪ EHBH/X: è disponibile un serbatoio dell'acqua calda sanitaria opzionale,

▪ EHVH/X: un serbatoio dell'acqua calda sanitaria è installato di serie nell'unità interna.

Si dovranno effettuare di conseguenza le impostazioni seguenti.

#

[A.2.2.1]

[A.2.2.3]

Codice

[E-05]

[E-07]

Descrizione

Funzionam. ACS:

Il sistema può scaldare ACS?

▪ 0 (No): NON installato. Condizione predefinita per EHBH/X.

▪ 1 (Sì): Installato. Condizione predefinita per EHVH/X.

Osservazione:

Per EHVH/X, il serbatoio dell'acqua calda sanitaria è installato come condizione predefinita.

NON modificare questa impostazione.

Durante la preparazione dell'acqua calda sanitaria, la pompa di calore può essere assistita da un riscaldatore elettrico per assicurare la preparazione dell'acqua calda sanitaria anche in caso di alte temperature desiderate del serbatoio.

Tipo di serb. ACS:

▪ 0 (Tipo 1): serbatoio con surriscaldatore installato a lato.

Condizione predefinita per EHBH/X.

▪ 1 (Tipo 2): Condizione predefinita per

EHVH/X. Il riscaldatore di riserva verrà anche utilizzato per riscaldare l'acqua calda sanitaria.

Range: 0~6. Per questa impostazione i valori 2~6 non possono essere applicati.

Se è stata impostato 6, compare un codice di errore e il sistema NON funziona.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

#

[A.2.2.A]

Codice

[D-02]

Descrizione

L'unità interna offre la possibilità di collegarsi ad una pompa dell'acqua calda sanitaria fornita in loco (tipo

ATTIVATO/DISATTIVATO). A seconda dell'installazione e configurazione sull'interfaccia utente, facciamo delle distinzioni tra le sue funzionalità.

Pompa ACS:

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON installato.

▪ 1 (Ritorno sec.): Installato per acqua calda istantanea, quando l'acqua viene spillata. L'utente finale imposta la tempistica di funzionamento (tempo del programma settimanale) della pompa dell'acqua calda sanitaria quando dovrebbe funzionare. Il controllo di questa pompa può essere fatto attraverso l'unità interna.

▪ 2 (Shunt disinfez.): Installata per la disinfezione. Essa funziona quando è attiva la funzione di disinfezione del serbatoio dell'acqua calda sanitaria.

Non sono richieste ulteriori impostazioni.

Vedere anche le figure sotto.

Pompa dell'acqua calda sanitaria installata per…

Acqua calda istantanea Disinfezione a b f c g a b c d f e g a

Unità interna

b

Serbatoio

c

Pompa dell'acqua calda sanitaria

d

Elemento riscaldatore

e

Valvola di ritegno

f

Doccia

g

Acqua fredda

8 Configurazione

Termostati e sensori esterni

NOTA

Se si usa un termostato ambiente esterno, il termostato ambiente esterno controllerà la protezione antigelo ambiente. Tuttavia, la protezione antigelo ambiente è possibile soltanto se il controllo della temperatura manuale sull'interfaccia utente dell'unità è nello stato ATTIVATO.

Vedere "5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11

.

#

[A.2.2.4]

[A.2.2.5]

Codice

[C-05]

[C-06]

Tipo cont. prin.

Descrizione

Nel controllo del termostato ambiente esterno, si deve impostare il tipo di contatto del termostato ambiente opzionale o del convettore della pompa di calore per la zona di temperatura acqua in uscita principale. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11

.

▪ 1 (F. term. ON/OFF): Il termostato ambiente esterno collegato o il convettore della pompa di calore invia la richiesta di riscaldamento o raffreddamento per mezzo dello stesso segnale, dato che è collegato soltanto a 1 ingresso digitale (riservato per la zona di temperatura acqua in uscita principale) sull'unità interna

(X2M/1). Selezionare questo valore in caso di un collegamento con il convettore della pompa di calore

(FWXV).

▪ 2 (Rich. raff/risc)(impostazione predefinita): Il termostato ambiente esterno collegato invia una richiesta separata di riscaldamento e raffreddamento e pertanto è collegato ai 2  ingressi digitali (riservati per la zona di temperatura acqua in uscita principale) sull'unità interna (X2M/1 e

2). Selezionare questo valore in caso di collegamento con il termostato ambiente (EKRTWA) cablato oppure con il termostato ambiente (EKRTR1) wireless.

Tipo cont. agg.

Nel controllo del termostato ambiente esterno con 2 zone di temperatura acqua in uscita, si deve impostare il tipo di termostato ambiente opzionale per la zona di temperatura acqua in uscita aggiuntiva. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11 .

▪ 1 (F. term. ON/OFF): Vedere Tipo cont. prin.. Collegato all'unità interna

(X2M/1a).

▪ 2 (Rich. raff/risc)(impostazione predefinita): Vedere Tipo cont. prin..

Collegato all'unità interna (X2M/1a e

2a).

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

55

8 Configurazione

#

[A.2.2.B]

Codice

[C-08]

Descrizione

Sensore esterno

Se viene collegato un sensore ambiente esterno opzionale, si deve impostare il

tipo di sensore. Vedere "5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11 .

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON installato. Il termistore nell'interfaccia utente e nell'unità esterna vengono utilizzati per la misurazione.

▪ 1 (Sensore est.): Installato. Il sensore esterno verrà usato per misurare la temperatura ambiente esterna.

Osservazione:

Per alcune funzionalità, il sensore temperatura nell'unità esterna viene ancora utilizzato.

▪ 2 (Sens. ambiente): Installato. Il sensore temperatura nell'interfaccia utente NON viene più utilizzato.

Osservazione: Questo valore ha un significato solo in relazione al termostato ambiente.

Scheda con I/O digitale

La modifica di queste impostazioni è necessaria solamente se è installata una scheda con I/O digitale opzionale. La scheda con I/O digitale ha varie funzionalità che devono essere configurate. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11 .

# Codice

[A.2.2.6.1] [C-02]

[A.2.2.6.2] [D-07]

Descrizione

Src risc. ris. est.

Indica se il riscaldamento ambiente viene effettuato anche per mezzo di una fonte di calore diversa dal sistema.

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON installato.

▪ 1 (Bivalente): Installato. La caldaia ausiliaria (caldaia a gas, bruciatore a olio) entra in funzione quanto la temperatura ambiente esterna è bassa. Durante il funzionamento bivalente, la pompa di calore è

DISATTIVATA. Impostare questo valore nel caso venga utilizzata una caldaia ausiliaria. Vedere

"5  Linee guida relative all'applicazione"  a pagina 11 .

Kit solare

Applicabile soltanto per EHBH/X. Indica se il serbatoio dell'acqua calda sanitaria viene anche riscaldato dai pannelli solari termici.

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON installato.

▪ 1 (Sì): Installato. Il serbatoio dell'acqua calda sanitaria può anche essere riscaldato –oltre che dalla pompa di calore–  anche dai pannelli solari termici. Impostare questo valore se sono installati dei pannelli solari termici. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11

.

#

[A.2.2.6.3]

[A.2.2.6.4]

Codice

[C-09]

[F-04]

Uscita allarme

Descrizione

Indica la logica dell'uscita allarme sulla

Scheda con I/O digitale durante un difetto.

▪ 0 (Norm. Aperto)(impostazione predefinita): Se si verifica un allarme, l'uscita allarme verrà alimentata.

Impostando questo valore, viene fatta una distinzione tra difetto e rilevamento di un ammanco di corrente dell'unità.

▪ 1 (Norm. Chiuso): Se si verifica un allarme, l'uscita allarme NON verrà alimentata.

Risc. piastra inf.

Applicabile soltanto per EHBH/X11+16 e

EHVH/X11+16. Indica se è installato un riscaldatore piastra fondo opzionale sull'unità esterna. In questo caso, la corrente del riscaldatore piastra fondo è alimentata dall'unità interna.

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON installato.

▪ 1 (Sì): Installato. Osservazione: Se è impostato questo valore, non è possibile utilizzare l'uscita sulla scheda con I/O digitale per l'uscita del riscaldamento/raffreddamento ambiente. Vedere

"5  Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11

.

Logica di uscita dell'allarme

[C-09] Allarme Nessun allarme

Nessuna alimentazione verso l'unità

0 (impostazione predefinita)

Uscita chiusa Uscita aperta Uscita aperta

1 Uscita aperta Uscita chiusa

Scheda a richiesta

La scheda a richiesta viene usata per abilitare il controllo consumo elettrico attraverso degli input digitali. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11 .

#

[A.2.2.7]

Codice

[D-04]

Descrizione

Scheda a richiesta

Applicabile soltanto per EHBH/X04+08 e

EHVH/X04+08. Indica se è installata la scheda a richiesta opzionale.

▪ 0 (No)(impostazione predefinita)

▪ 1 (Contr. cons. el)

Misurazione energia

Quando si effettua la misurazione energia tramite l'uso di contatori dell'energia elettrica esterni, configurare le impostazioni come descritto sotto. Selezionare l'uscita della frequenza d'impulso di ciascun contatore dell'energia elettrica secondo le specifiche del contatore dell'energia elettrica. Si possono collegare dei contattori dell'energia elettrica (fino ad un massimo di 2) con frequenze d'impulso differenti. Se viene utilizzato 1  contatore dell'energia elettrica soltanto, o nessun contatore, selezionare No per indicare che l'input dell'impulso corrispondente NON è utilizzato.

Guida di riferimento per l'installatore

56

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

#

[A.2.2.8]

[A.2.2.9]

Codice

[D‑08]

[D‑09]

Descrizione

Contatore kWh esterno 1 opzionale:

▪ 0 (No): NON installato

▪ 1: Installato (0,1 imp./kWh)

▪ 2: Installato (1 imp./kWh)

▪ 3: Installato (10 imp./kWh)

▪ 4: Installato (100 imp./kWh)

▪ 5: Installato (1000 imp./kWh)

Contatore kWh esterno 2 opzionale:

▪ 0 (No): NON installato

▪ 1: Installato (0,1 imp./kWh)

▪ 2: Installato (1 imp./kWh)

▪ 3: Installato (10 imp./kWh)

▪ 4: Installato (100 imp./kWh)

▪ 5: Installato (1000 imp./kWh)

8.2.4

Procedura guidata rapida: Capacità

(misurazione energia)

Le capacità di tutti i riscaldatori elettrici devono essere impostate affinché la misurazione energia e/o la funzione di controllo consumo elettrico funzionino correttamente. Per misurare il valore della resistenza di ciascun riscaldatore, si può impostare l'esatta capacità del riscaldatore e questo permetterà di ottenere dati sull'energia più accurati.

#

[A.2.3.1]

[A.2.3.2]

[A.2.3.3]

Codice

[6-02]

[6-03]

[6-04]

Descrizione

Surriscaldatore: Si applica soltanto ai serbatoi dell'acqua calda sanitaria con surriscaldatore interno (EKHW). La capacità del surriscaldatore alla tensione nominale. Impostazione predefinita:

0 kW.

Range: 0~10 kW (in gradini di 0,2 kW)

Ris R:st1: La capacità del primo gradino del riscaldatore di riserva alla tensione nominale. Impostazione predefinita:

3 kW.

Range: 0~10 kW (in gradini di 0,2 kW)

Ris R:st2: Si applica solo ad un riscaldatore di riserva a due gradini

(*9W). La differenza di capacità tra il secondo e il primo gradino del riscaldatore di riserva alla tensione nominale. Il valore nominale dipende dalla configurazione del riscaldatore di riserva:

▪ 3 kW, 1N~ 230 V: 0 kW

▪ 6 kW, 1N~ 230 V: 3 kW (6 kW-3 kW)

▪ 6 kW, 3~ 230 V: 3 kW (6 kW-3 kW)

▪ 6 kW, 3N~ 400 V: 3 kW (6 kW-3 kW)

▪ 9 kW, 3N~ 400 V: 6 kW (9 kW-3 kW)

Range: 0~10 kW (in gradini di 0,2 kW)

▪ *3V: valore predefinito 0 kW

▪ *9W: valore predefinito 6 kW

8 Configurazione

#

[A.2.3.6]

Codice

[6-07]

Descrizione

Risc. piastra inf.: Si applica solo ad un riscaldatore piastra fondo opzionale

(EKBPHTH16A). La capacità del riscaldatore piastra fondo opzionale alla tensione nominale. Impostazione predefinita: 0 W.

Range: 0~200 W (in gradini di 10 W)

8.2.5

Controllo del riscaldamento/ raffreddamento ambiente

In questo capitolo sono descritte le impostazioni richieste di base per configurare il riscaldamento ambiente/raffreddamento del proprio sistema. Le impostazioni installatore dipendenti da condizioni meteorologiche definiscono i parametri per il funzionamento dell'unità dipendente da condizioni meteorologiche. Durante il funzionamento dipendente dal clima, la temperatura dell'acqua viene determinata automaticamente secondo la temperatura esterna.

Basse temperature esterne daranno luogo a una temperatura più elevata dell'acqua, e viceversa. Durante il funzionamento dipendente dal clima, l'utente può aumentare o diminuire la temperatura target dell'acqua di un massimo di 5°C.

Vedere la guida di riferimento per l'utente e/o il manuale d'uso per avere maggiori informazioni su questa funzione.

Temperatura manuale: Zona principale

#

[A.3.1.1.1]

Codice

N/A

Descrizione

Tman set mod:

▪ Assoluto (impostazione predefinita)

La temperatura manuale richiesta è:

▪ NON dipendente da condizioni meteorologiche (cioè NON dipende dalla ambiente esterna) temperatura

▪ fissa nel tempo (cioè NON è programmata)

▪ Dip. da meteo: la temperatura manuale richiesta è:

▪ dipendente da condizioni meteorologiche (cioè dipende dalla temperatura ambiente esterna)

▪ fissa nel tempo (cioè NON è programmata) continua >>

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

57

8 Configurazione

#

[A.3.1.1.1]

#

[7.7.1.1]

Codice

N/A

Descrizione

<< continuazione

▪ Abs + programm.: la temperatura manuale richiesta è:

▪ NON dipendente da condizioni meteorologiche (cioè NON dipende dalla ambiente esterna) temperatura

▪ in base a un programma. Le azioni programmate consistono in operazioni di cambiamento desiderate, preimpostate oppure personalizzate.

Osservazione: Questo valore può essere impostato soltanto nel controllo temperatura manuale.

▪ Climatica+prog.: la temperatura manuale richiesta è:

▪ dipendente da condizioni meteorologiche (cioè dipende dalla temperatura ambiente esterna)

▪ in base a un programma. Le azioni programmate consistono in temperature manuali richieste preimpostate oppure personalizzate.

Osservazione: Questo valore può essere impostato soltanto nel controllo temperatura manuale.

Codice

[1-00]

[1-01]

[1-02]

[1-03]

Descrizione

Imposta climatica riscald.:

Tt

[1-02]

[1-03]

#

[7.7.1.1]

#

[7.7.1.2]

[1-00] [1-01]

Ta

▪ T t

: Temperatura manuale (originale) desiderata

▪ T a

: Temperatura esterna continua >>

Codice

[1-00]

[1-01]

[1-02]

[1-03]

Descrizione

<< continuazione

▪ [1-00]: Temperatura ambiente esterna bassa. –40°C~+5°C

(impostazione predefinita: –10°C)

▪ [1-01]: Temperatura ambiente esterna alta. 10°C~25°C

(impostazione predefinita: 15°C)

▪ [1-02]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o scende al di sotto della temperatura ambiente bassa. [9‑01]~[9‑00]°C (impostazione predefinita: 35°C).

Nota: Questo valore deve essere più alto di [1-03] dato che per temperature esterne basse è richiesta acqua più calda.

▪ [1-03]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o sale al di sopra della temperatura ambiente alta. [9‑01]~min(45, [9‑00])°C

(impostazione predefinita: 25°C).

Nota: Questo valore deve essere più basso di [1-02] dato che per temperature esterne alte è richiesta acqua meno calda.

Codice

[1-06]

[1-07]

[1‑08]

[1-09]

Descrizione

Imposta climatica raffr.:

Tt

[1-08]

[1-09]

[1-06] [1-07]

Ta

▪ T t

: Temperatura manuale (originale) desiderata

▪ T a

: Temperatura esterna continua >>

Guida di riferimento per l'installatore

58

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

#

[7.7.1.2]

Codice

[1-06]

[1-07]

[1‑08]

[1-09]

Descrizione

<< continuazione

▪ [1-06]: Temperatura ambiente esterna bassa. 10°C~25°C

(impostazione predefinita: 20°C)

▪ [1-07]: Temperatura ambiente esterna alta. 25°C~43°C

(impostazione predefinita: 35°C)

▪ [1-08]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o scende al di sotto della temperatura ambiente bassa. [9‑03]~[9‑02]°C (impostazione predefinita: 22°C).

Nota: Questo valore deve essere più alto di [1-09] dato che per temperature esterne basse è sufficiente acqua meno fredda.

▪ [1-09]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o sale al di sopra della temperatura ambiente alta. [9‑03]~[9‑02]°C (impostazione predefinita: 18°C).

Nota: Questo valore deve essere più basso di [1-08] dato che per temperature esterne alte è richiesta acqua più fredda.

8 Configurazione

Temperatura manuale: Zona aggiuntiva

Applicabile soltanto se sono presenti 2 zone di temperatura acqua in uscita.

#

[A.3.1.2.1]

Codice

N/A

Descrizione

Tman set mod:

▪ Assoluto (impostazione predefinita):

La temperatura manuale richiesta è:

▪ NON dipendente da condizioni meteorologiche (cioè NON dipende dalla ambiente esterna) temperatura

▪ fissa nel tempo (cioè NON è programmata)

▪ Dip. da meteo: la temperatura manuale richiesta è:

▪ dipendente da condizioni meteorologiche (cioè dipende dalla temperatura ambiente esterna)

▪ fissa nel tempo (cioè NON è programmata)

▪ Abs + programm.: la temperatura manuale richiesta è:

▪ NON dipendente da condizioni meteorologiche (cioè NON dipende dalla ambiente esterna) temperatura

▪ in base a un programma. Le azioni programmate sono nello stato

ATTIVATO o DISATTIVATO.

Osservazione: Questo valore può essere impostato soltanto nel controllo temperatura manuale.

▪ Climatica+prog.: la temperatura manuale richiesta è:

▪ dipendente da condizioni meteorologiche (cioè dipende dalla temperatura ambiente esterna)

▪ in base a un programma. Le azioni programmate sono nello stato

ATTIVATO o DISATTIVATO.

Osservazione: Questo valore può essere impostato soltanto nel controllo temperatura manuale.

#

[7.7.2.1]

Codice

[0-00]

[0-01]

[0-02]

[0-03]

Descrizione

Imposta climatica riscald.:

Tt

[0-01]

[0-00]

[0-03] [0-02]

Ta

▪ T t

: Temperatura manuale (originale) desiderata

▪ T a

: Temperatura esterna continua >>

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

59

8 Configurazione

#

[7.7.2.1]

#

[7.7.2.2]

Codice

[0-00]

[0-01]

[0-02]

[0-03]

Descrizione

<< continuazione

▪ [0-03]: Temperatura ambiente esterna bassa. –40°C~+5°C

(impostazione predefinita: –10°C)

▪ [0-02]: Temperatura ambiente esterna alta. 10°C~25°C

(impostazione predefinita: 15°C)

▪ [0-01]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o scende al di sotto della temperatura ambiente bassa. [9‑05]~[9‑06]°C (impostazione predefinita: 45°C).

Nota: Questo valore deve essere più alto di [0-00] dato che per temperature esterne basse è richiesta acqua più calda.

▪ [0-00]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o sale al di sopra della temperatura ambiente alta. [9‑05]~min(45, [9‑06])°C

(impostazione predefinita: 35°C).

Nota: Questo valore deve essere più basso di [0-01] dato che per temperature esterne alte è richiesta acqua meno calda.

Codice

[0-04]

[0-05]

[0-06]

[0-07]

Descrizione

Imposta climatica raffr.:

Tt

[0-05]

[0-04]

Guida di riferimento per l'installatore

60

[0-07] [0-06]

Ta

▪ T t

: Temperatura manuale (originale) desiderata

▪ T a

: Temperatura esterna continua >>

#

[7.7.2.2]

Codice

[0-04]

[0-05]

[0-06]

[0-07]

Descrizione

<< continuazione

▪ [0-07]: Temperatura ambiente esterna bassa. 10°C~25°C

(impostazione predefinita: 20°C)

▪ [0-06]: Temperatura ambiente esterna alta. 25°C~43°C

(impostazione predefinita: 35°C)

▪ [0-05]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o scende al di sotto della temperatura ambiente bassa. [9‑07]~[9‑08]°C (impostazione predefinita: 12°C).

Nota: Questo valore deve essere più alto di [0-04] dato che per temperature esterne basse è sufficiente acqua meno fredda.

▪ [0-04]: La temperatura manuale richiesta quando la temperatura esterna è uguale alla, o sale al di sopra della temperatura ambiente alta. [9‑07]~[9‑08]°C (impostazione predefinita: 8°C).

Nota: Questo valore deve essere più basso di [0-05] dato che per temperature esterne alte è richiesta acqua più fredda.

Temperatura manuale: DeltaT Generatore

Differenza di temperatura per l'acqua in entrata e l'acqua in uscita.

L'unità è progettata per supportare il funzionamento degli anelli a pavimento. La temperatura manuale consigliata (impostata tramite l'interfaccia utente) per gli anelli a pavimento è di 35°C. In questo caso, l'unità sarà controllata per realizzare una differenza di temperatura di 5°C, il che significa che l'acqua in entrata nell'unità è attorno a 30°C. A seconda dell'applicazione installata (radiatori, convettore con pompa di calore, anelli a pavimento) o della situazione, può essere possibile modificare la differenza tra la temperatura dell'acqua in entrata e la temperatura dell'acqua in uscita. Notare che la pompa regolerà il proprio flusso per mantenere il Δt.

#

[A.3.1.3.1]

[A.3.1.3.2]

Codice

[9-09]

[9-0A]

Descrizione

Riscaldamento: differenza di temperatura richiesta tra acqua in entrata e acqua in uscita. Range:

3°C~10°C (in gradini di 1°C; valore predefinito: 5°C).

Raffreddamento: differenza di temperatura richiesta tra acqua in entrata e acqua in uscita. Range:

3°C~10°C (in gradini di 1°C; valore predefinito: 5°C).

Temperatura manuale: Modulazione

Applicabile soltanto in caso di controllo del termostato ambiente. Se si usa la funzionalità del termostato ambiente, il cliente deve impostare la temperatura ambiente desiderata. L'unità fornirà acqua calda ai trasmettitori di calore e l'ambiente verrà riscaldato. Inoltre, si deve configurare anche la temperatura manuale richiesta: quando si attiva la modulazione, la temperatura manuale richiesta verrà calcolata automaticamente dall'unità (sulla base delle temperature preimpostate, se è selezionato il modo dipendente da condizioni meteorologiche, la modulazione verrà effettuata in base alle temperature dipendenti da condizioni meteorologiche richieste); quando si porta su DISATTIVATO la modulazione, si può impostare la temperatura manuale richiesta sull'interfaccia utente. Inoltre, con la modulazione attivata, la temperatura manuale richiesta viene

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

abbassata o alzata in funzione della temperatura ambiente desiderata e della differenza tra la temperatura ambiente effettiva e la temperatura ambiente desiderata. Questo porta ad ottenere:

▪ temperature ambiente stabili, che rispecchiano esattamente la temperatura desiderata (maggiore livello di comfort)

▪ meno cicli Attivato/DISATTIVATO (minore rumorosità, maggiore comfort e maggiore efficienza)

▪ temperature dell'acqua più basse possibili per rispecchiare la temperatura desiderata (maggiore efficienza)

#

[A.3.1.1.5]

Codice

[8-05]

Descrizione

Tman modulante:

▪ No (impostazione predefinita): disabilitata.

Nota:

Si deve impostare la temperatura manuale richiesta sull'interfaccia utente.

▪ Sì: abilitata.

Nota:

La temperatura manuale richiesta può essere letta soltanto sull'interfaccia utente

Temperatura manuale: Tipo di trasmettitore

Applicabile soltanto in caso di controllo del termostato ambiente. A seconda del volume d'acqua del sistema e del tipo di trasmettitori del calore, riscaldare o raffreddare un ambiente può richiedere un tempo più lungo. Questa impostazione può compensare la lentezza o la rapidità del sistema di riscaldamento/raffreddamento durante il ciclo di riscaldamento/raffreddamento.

Nota: L'impostazione del tipo di trasmettitori influenzerà la modulazione massima della temperatura manuale richiesta e la possibilità di utilizzo della commutazione automatica raffreddamento/ riscaldamento in base alla temperatura ambiente interna.

È quindi importante impostare questo valore correttamente.

#

[A.3.1.1.7]

Codice

[9-0B]

Descrizione

Tipo di trasmettitore:

Tempo di reazione del sistema:

▪ Rapido Esempio: Piccolo volume d'acqua e ventilconvettori.

▪ Lento Esempio: Grande volume d'acqua, anelli di riscaldamento a pavimento.

8.2.6

Controllo dell'acqua calda sanitaria

Applicabile soltanto nel caso sia installato un serbatoio dell'acqua calda sanitaria opzionale.

Configurazione della temperatura serbatoio desiderata

L'acqua calda sanitaria può essere preparata in 3 modi diversi. Essi differiscono l'uno dall'altro per il modo in cui viene impostata la temperatura serbatoio desiderata e il modo in cui l'unità agisce su questa.

8 Configurazione

[A.4.1]

# Codice

[6-0D]

Descrizione

Acqua calda sanitaria Modo setp.:

▪ 0 (Solo r. pr/mant): È ammesso solo il funzionamento del riscaldamento preventivo e mantenimento.

▪ 1 (R. pr/mant+pr.): Il serbatoio dell'acqua calda sanitaria viene riscaldato in base ad un programma e tra un ciclo e l'altro del riscaldamento programmato è ammesso il funzionamento del riscaldamento preventivo e mantenimento.

▪ 2 (Solo programm.): Il serbatoio dell'acqua calda sanitaria può essere riscaldato SOLO con un programma.

Vedere

"8.3.2  Controllo dell'acqua calda sanitaria: avanzato"  a pagina 66 per ulteriori dettagli.

INFORMAZIONI

Esiste il rischio di carenza di capacità/comfort del riscaldamento ambiente (raffreddamento) (in caso di funzionamento frequente dell'acqua calda sanitaria, si verificheranno frequenti e lunghe interruzioni del riscaldamento/raffreddamento ambiente) nel caso si selezioni [6‑0D]=0 ([A.4.1] Acqua calda sanitaria Modo setp.=Solo r. pr/mant) in presenza di un serbatoio dell'acqua calda sanitaria senza surriscaldatore interno.

Setpoint della temperatura ACS massima

La temperatura massima che gli utenti possono selezionare per l'acqua calda sanitaria. Si può usare questa impostazione per limitare le temperature ai rubinetti dell'acqua calda.

INFORMAZIONI

Durante la disinfezione del serbatoio dell'acqua calda sanitaria, la temperatura  ACS può superare questa temperatura massima.

[A.4.5]

#

INFORMAZIONI

Limitare la temperatura dell'acqua calda massima in base alla legislazione applicabile.

Codice

[6-0E]

Descrizione

Setpoint max.

La temperatura massima che gli utenti possono selezionare per l'acqua calda sanitaria. Si può usare questa impostazione per limitare la temperatura ai rubinetti dell'acqua calda.

Se

▪ [E-07]≠1: 40°C~80°C (valore predefinito: 60°C) (per EHBH/X in combinazione con EKHW)

▪ [E-07]=1: 40°C~60°C (valore predefinito: 60°C) (solo per EHVH/X)

La temperatura massima NON è applicabile durante la funzione di disinfezione. Vedere la funzione di disinfezione.

8.2.7

Numero contatto/assistenza clienti

[6.3.2]

# Codice

N/A

Descrizione

Il numero a cui possono telefonare gli utenti in caso di problemi.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

61

8 Configurazione

8.3

Configurazione avanzata/ ottimizzazione

8.3.1

Funzionamento di riscaldamento/ raffreddamento ambiente: avanzato

Temperatura manuale preimpostata

Si possono definire le temperature manuali preimpostate:

▪ economica (denota la temperatura manuale richiesta che dà il più basso consumo energetico)

▪ comfort (denota la temperatura manuale richiesta che dà il più alto consumo energetico).

I valori preimpostati facilitano l'uso dello stesso valore nel programma o la regolazione della temperatura manuale richiesta in base alla temperatura ambiente (vedere la modulazione). Se in seguito si volesse cambiare il valore, lo si dovrà fare SOLO in un punto. A seconda se la temperatura manuale richiesta è dipendente dalle condizioni meteorologiche o NO, andranno specificati i valori di scostamento desiderati o la temperatura manuale richiesta assoluta.

NOTA

Le temperature manuali preimpostate sono applicabili

SOLO per la zona principale, dato che il programma per la zona aggiuntiva consiste in azioni Attivato/DISATTIVATO.

NOTA

Selezionare le temperature manuali preimpostate in base al progetto e ai trasmettitori di calore selezionati, per assicurare l'equilibrio tra la temperatura ambiente e la temperatura manuale richieste.

# Codice Descrizione

Preimpostare la temperatura manuale per la zona di temperatura manuale originale nel caso NON sia dipendente da condizioni meteorologiche

[7.4.2.1] [8-09] Comfort (riscaldam.)

[7.4.2.2]

[7.4.2.3]

[8-0A]

[8-07]

[9‑01]~[9‑00] (impostazione predefinita:

35°C)

Eco (riscaldamento)

[9‑01]~[9‑00] (impostazione predefinita:

33°C)

Comfort (raffreddam.)

[7.4.2.4] [8-08]

[9‑03]~[9‑02] (impostazione predefinita:

18°C)

Eco (raffreddamento)

[9‑03]~[9‑02] (impostazione predefinita:

20°C)

Preimpostare la temperatura manuale (valore di scostamento) per la zona di temperatura manuale originale nel caso sia dipendente da condizioni meteorologiche

[7.4.2.5] N/A Comfort (riscaldam.)

[7.4.2.6]

[7.4.2.7]

[7.4.2.8]

N/A

N/A

N/A

–10°C~+10°C (impostazione predefinita:

0°C)

Eco (riscaldamento)

–10°C~+10°C (impostazione predefinita:

–2°C)

Comfort (raffreddam.)

–10°C~+10°C (impostazione predefinita:

0°C)

Eco (raffreddamento)

–10°C~+10°C (impostazione predefinita:

2°C)

Guida di riferimento per l'installatore

62

Range temperature (temperature manuali)

Lo scopo di questa impostazione è quello di prevenire la selezione di una temperatura manuale errata (cioè troppo calda o troppo fredda).

Quindi si possono configurare il range temperature di riscaldamento desiderate e il range temperature di raffreddamento desiderate disponibili.

NOTA

Nel caso di un'applicazione con riscaldamento a pavimento, è importante limitare:

▪ la temperatura manuale massima durante il funzionamento del riscaldamento in base alle specifiche dell'installazione del riscaldamento a pavimento.

▪ la temperatura manuale minima durante il funzionamento del raffreddamento a 18~20°C per prevenire la formazione di condensa sul pavimento.

NOTA

▪ Quando si regolano i range delle temperature manuali, vengono regolate anche tutte le temperature manuali richieste per garantire che rientrino nei limiti.

▪ Creare sempre un equilibrio tra temperatura manuale desiderata con la temperatura ambiente desiderata e/o la capacità (in base al progetto e alla selezione dei trasmettitori di calore). La temperatura manuale richiesta è il risultato di numerose impostazioni (valori preimpostati, valori di scostamento, curve climatiche, modulazione). Di conseguenza, si potrebbero verificare temperature manuali troppo alte o troppo basse, che potrebbero condurre a sovratemperature o a un'insufficienza della capacità. Limitando il range temperature manuali a valori adeguati (in base al trasmettitore di calore), si possono evitare tali situazioni.

Esempio: Impostare la temperatura manuale minima su 28°C per evitare l'IMPOSSIBILITÀ di riscaldare l'ambiente: le temperature manuali DEVONO essere sufficientemente più alte delle temperature ambiente (nel modo riscaldamento).

# Codice Descrizione

Il range temperature manuali per la zona di temperatura manuale originale (= la zona di temperatura manuale con la più bassa temperatura manuale durante il funzionamento del riscaldamento e la più alta temperatura manuale durante il funzionamento del raffreddamento)

[A.3.1.1.2.2] [9-00] Temp. max. (risc.)

[A.3.1.1.2.1] [9-01]

[A.3.1.1.2.4] [9-02]

37°C~a seconda dell'unità esterna

(valore predefinito: 55°C)

Temp. min. (risc.)

15°C~37°C (impostazione predefinita:

25°C)

Temp. max. (raffr.)

[A.3.1.1.2.3] [9-03]

18°C~22°C (impostazione predefinita:

22°C)

Temp. min. (raffr.)

5°C~18°C (impostazione predefinita:

5°C)

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

# Codice Descrizione

Range temperature manuali per la zona di temperatura manuale aggiuntiva (= la zona di temperatura manuale con la più bassa temperatura manuale durante il funzionamento del riscaldamento e la più alta temperatura manuale durante il funzionamento del raffreddamento)

[A.3.1.2.2.2] [9-06] Temp. max. (risc.)

[A.3.1.2.2.1] [9-05]

[A.3.1.2.2.4] [9-08]

37°C~a seconda dell'unità esterna

(valore predefinito: 55°C)

Temp. min. (risc.)

15°C~37°C (impostazione predefinita:

25°C)

Temp. max. (raffr.)

[A.3.1.2.2.3] [9-07]

18°C~22°C (impostazione predefinita:

22°C)

Temp. min. (raffr.)

5°C~18°C (impostazione predefinita:

5°C)

Temperatura superamento temporaneo della temperatura manuale

Questa funzione definisce di quanto la temperatura dell'acqua possa salire al di sopra della temperatura manuale richiesta prima che si arresti il compressore. Il compressore si rimetterà in funzione una volta che la temperatura manuale sarà scesa al di sotto della temperatura manuale richiesta. Tale funzione è applicabile SOLO nel modo riscaldamento.

N/A

# Codice

[9-04]

Descrizione

1°C~4°C (impostazione predefinita: 1°C)

Compensazione attorno a 0°C della temperatura manuale

Durante il funzionamento del riscaldamento, la temperatura manuale richiesta viene aumentata localmente attorno ad una temperatura esterna di 0°C. Questa compensazione può essere selezionata utilizzando una temperatura desiderata assoluta o dipendente da condizioni meteorologiche (vedere la figura sotto). Utilizzare questa impostazione per compensare possibili perdite di calore dell'edificio, causate dall'evaporazione di ghiaccio fuso o neve (per esempio nei paesi con clima freddo).

T t

T t

L

R

0°C a

L

T

A

R

0°C b

T

A a

Temperatura manuale desiderata assoluta

b

Temperatura manuale desiderata dipendente da condizioni meteorologiche

N/A

# Codice

[D-03]

Descrizione

▪ 0 (disabilitato) predefinita)

(impostazione

▪ 1 (abilitato) L=2°C,

R=4°C (−2°C<T

A

<2°C)

▪ 2 (abilitato) L=4°C,

R=4°C (−2°C<T

A

<2°C)

▪ 3 (abilitato) L=2°C,

R=8°C (−4°C<T

A

<4°C)

▪ 4 (abilitato) L=4°C,

R=8°C (−4°C<T

A

<4°C)

8 Configurazione

Modulazione massima della temperatura manuale

Applicabile SOLO nel controllo del termostato ambiente e quando è abilitata la modulazione. Modulazione massima (=varianza) della temperatura manuale richiesta decisa in base alla differenza tra la temperatura ambiente effettiva e la temperatura ambiente desiderata. Per esempio la modulazione di 3°C significa che la temperatura manuale richiesta può essere aumentata o diminuita di

3°C. L'aumento della modulazione permette di ottenere migliori prestazioni (meno eventi Attivato/DISATTIVATO, riscaldamento più rapido), ma bisogna notare che a seconda del trasmettitore di calore, vi deve SEMPRE ESSERE un equilibrio (vedere il progetto e la selezione dei trasmettitori di calore) tra la temperatura manuale richiesta e la temperatura ambiente desiderata.

N/A

# Codice

[8-06]

Descrizione

0°C~10°C (impostazione predefinita:

3°C)

Valore di recupero del raffreddamento dipendente da condizioni meteorologiche

Applicabile SOLTANTO per EHBX e EHVX. Il raffreddamento dipendente da condizioni meteorologiche può essere disabilitato, il che significa che la temperatura manuale richiesta nel funzionamento di raffreddamento NON dipende dalla temperatura ambiente esterna e questo indipendentemente dal fatto che la funzione dipendente da condizioni meteorologiche sia selezionata oppure NO. Sia per la zona di temperatura manuale originale che per la zona di temperatura manuale aggiuntiva, questo può essere impostato separatamente.

N/A

N/A

# Codice

[1-04]

[1-05]

Descrizione

Il raffreddamento dipendente da condizioni meteorologiche della zona di temperatura manuale originale è…

▪ 0: (disabilitato)

▪ 1: (abilitato) (impostazione predefinita)

Il raffreddamento dipendente da condizioni meteorologiche della zona di temperatura manuale aggiuntiva è…

▪ 0: (disabilitato)

▪ 1: (abilitato) (impostazione predefinita)

Range temperature (temperatura ambiente)

Applicabile SOLO nel controllo del termostato ambiente. Per risparmiare energia impedendo il surriscaldamento o il raffreddamento insufficiente dell'ambiente, è possibile limitare il range temperature ambiente, per il riscaldamento e/o il raffreddamento.

NOTA

Quando si regolano i range delle temperature ambiente, vengono regolate anche tutte le temperature ambiente richieste per garantire che rientrino nei limiti.

# Codice Descrizione

Range temp. ambiente

[A.3.2.1.2] [3-06] Temp. max. (risc.)

18°C~30°C (impostazione predefinita: 30°C)

[A.3.2.1.1] [3-07] Temp. min. (risc.)

12°C~18°C (impostazione predefinita: 12°C)

[A.3.2.1.4] [3-08] Temp. max. (raffr.)

25°C~35°C (impostazione predefinita: 35°C)

[A.3.2.1.3] [3-09] Temp. min. (raffr.)

15°C~25°C (impostazione predefinita: 15°C)

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

63

8 Configurazione

Gradino della temperatura ambiente

Applicabile SOLO nel controllo del termostato ambiente e quando la temperatura è visualizzata in °C.

#

[A.3.2.4]

Codice

N/A

Descrizione

Gradino temp. ambiente

▪ 1°C (impostazione predefinita). La temperatura ambiente desiderata sull'interfaccia utente è impostabile in gradini di 1°C.

▪ 0,5°C. La temperatura ambiente desiderata sull'interfaccia utente è selezionabile a passi di 0,5°C. La temperatura ambiente effettiva viene visualizzata con una precisione di

0,1°C.

Isteresi della temperatura ambiente

Applicabile SOLO in caso di controllo del termostato ambiente. La larghezza dell'isteresi intorno alla temperatura ambiente desiderata

è regolabile. Si consiglia di NON modificare l'isteresi della temperatura ambiente, essendo stata impostata per un utilizzo ottimale del sistema.

a

[9-0C]

c b

# d a

Temperatura ambiente

b

Temperatura ambiente effettiva

c

Temperatura ambiente desiderata

d

Tempo

Codice

[9-0C]

Descrizione

1°C~6°C (impostazione predefinita: 1°C) N/A

Sfalsamento temperatura ambiente

Applicabile SOLO in caso di controllo del termostato ambiente. Il sensore della temperatura ambiente (esterna) può essere tarato. È possibile assegnare uno sfalsamento al valore del termistore ambiente misurato tramite interfaccia utente o sensore ambiente esterno. Le impostazioni possono essere utilizzate per compensare le situazioni in cui NON È POSSIBILE installare l'interfaccia utente o il sensore ambiente esterno nella posizione d'installazione ideale

(vedere il manuale d'installazione e/o la guida di riferimento dell'installatore).

# Codice Descrizione

Sfals. temp. amb.: sfalsamento della temperatura ambiente effettiva misurata sul sensore dell'interfaccia utente.

[A.3.2.2] [2-0A] –5°C~5°C, fase 0,5°C (valore predefinito: 0°C)

Sfals. sens. amb. est.: applicabile SOLO se è installata e configurata l'opzione del sensore ambiente esterno (vedere [C-08])

[A.3.2.3] [2-09] –5°C~5°C, fase 0,5°C (valore predefinito: 0°C)

Protezione antigelo ambiente

Applicabile SOLO in caso di controllo del termostato ambiente. Se la temperatura ambiente effettiva scende al di sotto della temperatura di gelo ambiente, l'unità fornirà acqua in uscita (nel modo funzionamento riscaldamento) ai trasmettitori di calore per riscaldare nuovamente l'ambiente.

NOTA

Anche se il controllo termostato ambiente è DISATTIVATO sull'interfaccia utente, la protezione antigelo ambiente rimane attiva.

NOTA

Se Emergenza è impostato su Manuale ([A.5.1.2]=0), e scatta il comando dell'unità per l'avvio del funzionamento d'emergenza, l'interfaccia utente chiederà una conferma prima d'iniziare. La protezione antigelo ambiente è attiva anche se l'utente NON conferma il funzionamento d'emergenza.

INFORMAZIONI

Se si verifica un errore U4, la protezione antigelo ambiente

NON è garantita.

INFORMAZIONI

Se si verifica un errore U5:

▪ se è collegata 1 interfaccia utente, la protezione antigelo ambiente NON è garantita,

▪ se sono collegate 2 interfacce utente e la seconda interfaccia utente per il controllo della temperatura ambiente è scollegata (a causa di un errore di collegamento elettrico, di un danneggiamento del cavo), la protezione antigelo ambiente NON è garantita.

N/A

N/A

# Codice

[2-06]

[2-05]

Descrizione

Prot. antigelo amb.

▪ 0: disabilitato predefinita)

(impostazione

▪ 1: abilitato

Temperatura antigelo ambiente

4°C~16°C (impostazione predefinita:

12°C)

Valvola di intercettazione

Quanto segue è applicabile soltanto in caso di 2 zone di temperatura manuale. Nel caso di 1 zona temperatura manuale, collegare la valvola di intercettazione all'uscita del riscaldamento/ raffreddamento.

L'uscita della valvola di intercettazione, che è la zona di temperatura manuale originale, è configurabile.

INFORMAZIONI

Durante l'operazione di sbrinamento, la valvola di intercettazione è SEMPRE aperta.

Funz. termica Att./Dis.: la valvola si chiude, in base a [F-0B] quando non vi è richiesta di riscaldamento dalla zona principale. Abilitare questa impostazione su:

▪ evitare la fornitura di acqua in uscita ai trasmettitori di calore nella zona Tman originale (attraverso la stazione della valvola di miscelazione) quando è presente una desiderata proveniente dalla zona Tman aggiuntiva.

▪ attivare la pompa di Attivato/DISATTIVATO della stazione della valvola di miscelazione SOLO se c'è una desiderata. Vedere

"5 Linee guida relative all'applicazione" a pagina 11

.

# Codice

[A.3.1.1.6.1] [F-0B]

Descrizione

La valvola di intercettazione:

▪ 0 (No)(impostazione predefinita): NON

è influenzata dalla richiesta di riscaldamento o raffreddamento.

▪ 1 (Sì): si chiude se non vi è NESSUNA richiesta di riscaldamento o raffreddamento.

Guida di riferimento per l'installatore

64

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

INFORMAZIONI

L'impostazione [F-0B] è valida solo se vi è un termostato o un'impostazione di richiesta di un termostato ambiente esterno (NON nel caso di impostazione della temperatura manuale).

Raffreddamento: applicabile soltanto per EHBX e EHVX. La valvola di intercettazione si chiude, in base a [F-0C] quando l'unità funziona nel modo funzionamento di raffreddamento. Abilitare quest'impostazione per evitare la presenza di acqua in uscita fredda attraverso il trasmettitore di calore e la formazione di condensa (per esempio attraverso gli anelli di riscaldamento a pavimento o i radiatori).

# Codice

[A.3.1.1.6.2] [F-0C]

Descrizione

La valvola di intercettazione:

▪ 0 (No): NON è influenzata dal cambiamento del modo funzionamento raffreddamento.

ambiente in

▪ 1 (Sì)(impostazione predefinita): si chiude quando il modo funzionamento ambiente è il raffreddamento.

Range di funzionamento

In base alla temperatura esterna media, il funzionamento dell'unità del riscaldamento ambiente o nel raffreddamento ambiente è proibito.

Temp. dis. risc. amb.: se la temperatura esterna media sale al di sopra di questo valore, il riscaldamento ambiente viene

DISATTIVATO per evitare il surriscaldamento.

#

[A.3.3.1]

Codice

[4-02]

Descrizione

▪ EHBH/X04+08 r EHVH/X04+08:

14°C~25°C (impostazione predefinita:

25°C)

Osservazione: nella struttura de menu, il valore più alto è 25°C, però nelle impostazioni della panoramica è possibile impostare questo valore fino a 35°C!

▪ EHBH/X11+16 r EHVH/X11+16:

14°C~35°C (impostazione predefinita:

35°C)

La stessa impostazione viene usata anche nella commutazione automatica riscaldamento/raffreddamento.

Temp. att. raffr. amb.: applicabile soltanto per EHBX e EHVX. Se la temperatura esterna media scende al di sotto di questo valore, il raffreddamento ambiente viene DISATTIVATO.

#

[A.3.3.2]

Codice

[F-01]

Descrizione

10°C~35°C (impostazione predefinita:

20°C)

La stessa impostazione viene usata anche nella commutazione automatica riscaldamento/raffreddamento.

8 Configurazione

Commutazione automatica riscaldamento/raffreddamento

Applicabile SOLTANTO per EHBX e EHVX. L'utente finale imposta il modo funzionamento desiderato sull'interfaccia utente:

Riscaldamento, Raffreddamento o Automatico (vedere anche il manuale d'uso/la guida di riferimento per l'utente). Se si seleziona

Automatico, il cambiamento del modo funzionamento si basa su:

▪ Valore di recupero mensile per il riscaldamento e/o raffreddamento: l'utente finale indica su base mensile quale operazione è ammessa ([7.5]): entrambi il riscaldamento/ raffreddamento, o SOLO riscaldamento, oppure SOLO raffreddamento. Se il modo funzionamento ammesso cambia

SOLO in raffreddamento, il modo funzionamento cambia in raffreddamento. Se il modo funzionamento ammesso cambia

SOLO in riscaldamento, il modo funzionamento cambia in riscaldamento.

▪ Temperatura esterna media: il modo funzionamento verrà cambiato per rientrare SEMPRE nel range determinato dalla temperatura del riscaldamento ambiente DISATTIVATO per il riscaldamento e dalla temperatura del raffreddamento ambiente

ATTIVATO per il raffreddamento. Se la temperatura esterna scende, il modo funzionamento passa a riscaldamento e viceversa. Notare che la temperatura esterna verrà mediata nel tempo (vedere

"8 Configurazione" a pagina 49 ).

Se la temperatura esterna è compresa tra la temperatura di raffreddamento ambiente Attivato e la temperatura di riscaldamento ambiente DISATTIVATO, il modo funzionamento rimane invariato a meno che il sistema non sia configurato nel controllo termostato ambiente con una zona di temperatura manuale e dei trasmettitori di riscaldamento rapido. In tal caso, il modo funzionamento cambierà in base a:

▪ Temperatura interna misurata: oltre alla temperatura ambiente desiderata per il riscaldamento e il raffreddamento, l'installatore imposta un valore d'isteresi (per esempio durante il riscaldamento, questo valore è collegato alla temperatura di raffreddamento desiderata) e un valore di sfalsamento (per esempio durante il riscaldamento, questo valore è collegato alla temperatura di riscaldamento desiderata). Esempio: la temperatura ambiente desiderata per il riscaldamento è di 22°C e per il raffreddamento è di 24°C, con un valore d'isteresi di 1°C ed uno sfalsamento di 4°C.

La commutazione dal riscaldamento al raffreddamento si verificherà quando la temperatura ambiente salirà al di sopra della temperatura massima di raffreddamento desiderata addizionata del valore d'isteresi (quindi 25°C) e al di sopra della temperatura di riscaldamento desiderata addizionata del valore di sfalsamento

(quindi 26°C). Al contrario, la commutazione dal raffreddamento al riscaldamento si verificherà se la temperatura ambiente scenderà al di sotto del minimo della temperatura di riscaldamento desiderata diminuita del valore d'isteresi (quindi 21°C) e al di sotto della temperatura di raffreddamento desiderata diminuita del valore di sfalsamento (quindi 20°C).

▪ Timer di protezione per evitare cambiamenti troppo frequenti dal riscaldamento al raffreddamento e viceversa.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

65

8 Configurazione

Impostazioni di commutazione collegate alla temperatura esterna

(SOLO se è selezionato Automatico):

#

[A.3.3.1]

Codice

[4-02]

Descrizione

Temp. dis. risc. amb.. Se la temperatura esterna sale al di sopra di questo valore, il modo funzionamento cambierà in raffreddamento:

▪ EHBH/X04+08 r EHVH/X04+08:

14°C~25°C (impostazione predefinita:

25°C)

Osservazione: nella struttura de menu, il valore più alto è 25°C, però nelle impostazioni della panoramica è possibile impostare questo valore fino a 35°C!

[A.3.3.2] [F-01]

▪ EHBH/X11+16 r EHVH/X11+16:

14°C~35°C (impostazione predefinita:

35°C)

Temp. att. raffr. amb.. Se la temperatura esterna scende al di sotto di questo valore, il modo funzionamento cambierà in riscaldamento:

Impostazioni di commutazione collegate alla temperatura interna.

Applicabile SOLO se è selezionato Automatico e il sistema è configurato nel controllo termostato ambiente con 1 zona di temperatura manuale e dei trasmettitori di riscaldamento rapido.

N/A [4-0B]

Range: 10°C~35°C (impostazione predefinita: 20°C)

Isteresi: Assicura che la commutazione avvenga SOLO quando necessario.

Esempio: il modo funzionamento ambiente cambia da raffreddamento a riscaldamento SOLO se la temperatura ambiente scende al di sotto della temperatura di riscaldamento desiderata diminuita dell'isteresi.

N/A [4-0D]

Range: 1°C~10°C, fase 0,5°C

(impostazione predefinita: 1°C )

Sfalsamento: Assicura che possa essere raggiunta la temperatura ambiente desiderata attiva. Esempio: se la commutazione da riscaldamento a raffreddamento si potrebbe verificare al di sotto della temperatura ambiente desiderata durante il riscaldamento, questa temperatura ambiente desiderata non potrebbe mai essere raggiunta.

Range: 1°C~10°C, fase 0,5°C

(impostazione predefinita: 3°C)

8.3.2

Controllo dell'acqua calda sanitaria: avanzato

Temperature serbatoio preimpostate

Applicabile solo se la preparazione dell'acqua calda sanitaria è programmata oppure programmata+soggetta a riscaldamento preventivo e mantenimento.

Si possono definire delle temperature serbatoio preimpostate:

▪ economia conservazione

▪ comfort conservazione

▪ riscaldamento preventivo e mantenimento

I valori preimpostati facilitano l'utilizzo dello stesso valore nel programma. Se più avanti si volesse cambiare il valore, sarebbe allora necessario farlo soltanto in 1 posto (vedere anche il manuale d'uso e/o la guida di riferimento per l'utente).

Guida di riferimento per l'installatore

66

Comfort conservaz.: durante la programmazione, si possono utilizzare le temperature serbatoio impostate come valori predefiniti.

Il serbatoio si riscalderà fino a raggiungere queste temperature di setpoint. Si può anche programmare un arresto della conservazione.

Questa funzione pone un arresto al riscaldamento del serbatoio anche se il setpoint NON è stato raggiunto. Programmare un arresto di conservazione solo quando il riscaldamento del serbatoio è assolutamente sgradito.

#

[7.4.3.1]

Codice

[6-0A]

Descrizione

30°C~[6‑0E]°C (impostazione predefinita: 60°C)

Modo econ. conserv.: la temperatura dell'economia di conservazione denota la temperatura serbatoio desiderata più bassa. Essa è la temperatura desiderata quando è programmata un'azione di economia di conservazione (preferibilmente durante il giorno).

#

[7.4.3.2]

Codice

[6-0B]

Descrizione

30°C~min(50, [6‑0E])°C (impostazione predefinita: 45°C)

Risc. prev. e manten.: la temperatura serbatoio desiderata di riscaldamento preventivo e mantenimento viene utilizzata:

▪ nel modo riscaldamento preventivo e mantenimento o nel modo programmato + riscaldamento preventivo e mantenimento: la temperatura serbatoio minima garantita viene impostata a partire da T

HP OFF

–[6‑08], che è [6‑0C] oppure il setpoint dipendente da condizioni meteorologiche, meno l'isteresi del riscaldamento preventivo e mantenimento. Se la temperatura serbatoio scende sotto a questo valore, il serbatoio viene riscaldato.

▪ durante il comfort conservazione, per dare la priorità alla preparazione dell'acqua calda sanitaria. Quando la temperatura serbatoio sale al di sopra di questo valore, vengono eseguiti in sequenza la preparazione dell'acqua calda sanitaria e il riscaldamento ambiente/raffreddamento.

#

[7.4.3.3]

Codice

[6-0C]

Descrizione

30°C~min(50, [6‑0E])°C (impostazione predefinita: 45°C)

Dipendente da condizioni meteorologiche

Le impostazioni installatore dipendenti da condizioni meteorologiche definiscono i parametri per il funzionamento dell'unità dipendente da condizioni meteorologiche. Quando è attivo il funzionamento dipendente da condizioni meteorologiche, la temperatura serbatoio desiderata viene determinata automaticamente in base alla temperatura esterna media: basse temperature esterne porteranno a temperature serbatoio richieste più alte, dato che dal rubinetto dell'acqua fredda uscirà acqua più fredda, e viceversa. In caso di preparazione di acqua calda sanitaria programmata oppure programmata+soggetta a riscaldamento preventivo e mantenimento, la temperatura di comfort conservazione è dipendente da condizioni meteorologiche (in base alla curva climatica), la temperatura di economia di conservazione e la temperatura di riscaldamento preventivo e mantenimento NON sono dipendenti da condizioni meteorologiche. In caso di preparazione di acqua calda sanitaria con il solo riscaldamento preventivo e mantenimento, la temperatura serbatoio desiderata è dipendente da condizioni meteorologiche (in base alla curva climatica). Durante il funzionamento dipendente da condizioni meteorologiche, l'utente finale non può regolare la temperatura serbatoio desiderata sull'interfaccia utente.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

[A.4.6]

#

[A.4.7]

Codice

N/A

[0-0E]

[0-0D]

[0-0C]

[0-0B]

Descrizione

La temperatura serbatoio desiderata dipendente da condizioni climatiche è:

▪ Assoluto (impostazione predefinita): disabilitata. Tutte le temperature serbatoio richieste NON sono dipendenti da condizioni climatiche.

▪ Dip. da meteo: abilitata. Nel modo programmato oppure programmato

+riscaldamento preventivo e mantenimento, la temperatura di comfort conservazione è dipendente da condizioni meteorologiche. Le temperature di economia di conservazione e di riscaldamento preventivo e mantenimento NON sono dipendenti da condizioni meteorologiche. Nel modo di riscaldamento preventivo e mantenimento, la temperatura serbatoio desiderata è dipendente da condizioni meteorologiche.

Nota: Se la temperatura serbatoio visualizzata è dipendente da condizioni meteorologiche, non può essere regolata sull'interfaccia utente.

Curva climatica

[0-0C]

T

DHW

[0-0B]

[0-0E] [0-0D]

T a

▪ T

DHW

: la temperatura serbatoio desiderata.

▪ T a

: la temperatura ambiente esterna

(media)

▪ [0-0E]: temperatura ambiente esterna bassa: –40°C~5°C (impostazione predefinita: –10°C)

▪ [0-0D]: temperatura ambiente esterna alta: 10°C~25°C (impostazione predefinita: 15°C)

▪ [0-0C]: temperatura serbatoio desiderata quando la temperatura esterna è uguale alla, o scende al di sotto della temperatura ambiente bassa: 45°C~[6‑0E]°C (impostazione predefinita: 60°C)

▪ [0-0B]: temperatura serbatoio desiderata quando la temperatura esterna è uguale alla, o sale al di sopra della temperatura ambiente alta:

35°C~[6‑0E]°C predefinita: 50°C)

(impostazione

8 Configurazione

Funzionamento del surriscaldatore e della pompa di calore

Per i sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria separato

(solo per EHBH/X)

N/A

# Codice

[4-03]

Descrizione

Definisce il permesso di funzionamento del surriscaldatore a seconda della temperatura ambiente, della temperatura dell'acqua calda sanitaria o del modo funzionamento della pompa di calore.

Questa impostazione è applicabile soltanto nel modo riscaldamento preventivo e mantenimento per applicazioni con serbatoio dell'acqua calda sanitaria separato.

▪ 0: Il funzionamento del surriscaldatore

NON è ammesso, eccetto che per la

“Funzione disinfezione” e il

“Riscaldamento Powerful dell'acqua sanitaria”.

Utilizzare questa funzione solo nel caso in cui la capacità della pompa  di  calore possa coprire le esigenze di riscaldamento dell'abitazione e di acqua calda sanitaria per l'intera stagione di riscaldamento.

Se la temperatura esterna è inferiore all'impostazione [5-03] e [5-02]=1, l'acqua calda sanitaria non verrà riscaldata. La temperatura dell'acqua calda sanitaria può essere al massimo la temperatura con la pompa di calore

DISATTIVATA.

▪ 1: Il funzionamento del surriscaldatore

è ammesso quando richiesto.

▪ 2: Il surriscaldatore è ammesso al di fuori del range di funzionamento della pompa di calore per il funzionamento dell'acqua calda sanitaria.

Il funzionamento del surriscaldatore è ammesso soltanto se:

▪ La temperatura ambiente è al di fuori del range di funzionamento:

T a

<[5-03] o T a

>35°C

▪ La temperatura dell'acqua calda sanitaria è di 2°C inferiore alla temperatura con la pompa di calore

DISATTIVATA.

continua >>

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

67

8 Configurazione

N/A

#

N/A

N/A

N/A

N/A

Codice

[4-03]

[7-00]

[7-01]

[6-00]

[6-01]

Descrizione

<< continuazione

Il surriscaldatore potrà funzionare se

T a

<[5-03] dipenderà dallo stato di [5-02].

Se è abilitato il funzionamento bivalente e il segnale di autorizzazione per la caldaia ausiliaria è ATTIVATO, il surriscaldatore sarà limitato anche quando T a

<[5-03]. Vedere [C-02].

▪ 3 (impostazione predefinita): Il surriscaldatore è ammesso quando la pompa di calore NON è attiva nel funzionamento dell'acqua calda sanitaria.

Identico all'impostazione  1, però il funzionamento simultaneo della pompa  di  calore, dell'acqua calda sanitaria e il funzionamento del surriscaldatore non è ammesso.

Quando si imposta [4-03]=1/2/3, il funzionamento del surriscaldatore può ancora essere limitato dal programma di recupero del surriscaldatore.

Temperatura superamento temporaneo.

Differenza di temperatura al di sopra della temperatura del set point dell'acqua calda sanitaria prima che il surriscaldatore venga DISATTIVATO. La temperatura serbatoio dell'acqua calda sanitaria aumenterà con [7-00] al di sopra del set point della temperatura selezionato.

Range: 0°C~4°C (impostazione predefinita: 0°C)

Isteresi. Differenza di temperatura tra la temperatura con surriscaldatore

ATTIVATO e la temperatura con surriscaldatore DISATTIVATO. La temperatura dell'isteresi minima è 2°C.

Range: 2°C~40°C (impostazione predefinita: 2°C)

Differenza di temperatura che determina la temperatura dello stato ATTIVATO della pompa di calore.

Range: 2°C~20°C (impostazione predefinita: 2°C)

Differenza di temperatura che determina la temperatura dello stato DISATTIVATO della pompa di calore.

Range: 0°C~10°C (impostazione predefinita: 2°C)

T

DHW

T

BH OFF

T

BH ON

T

U

T

HP MAX

T

HP OFF

T

HP ON

73

71

70

60

50

48

41

40

N/A

N/A [8-01]

[7-00]

[6-01]

[6-00]

[7-01]

30

20

10

HP BH

T

U

= 70°C

[7-00] = 3°C

[6-01] = 2°C

[6-00] = 7°C

HP

5

BH

Surriscaldatore

HP

Pompa di calore. Se il tempo di riscaldamento da parte

T

BH OFF

T

BH ON

T

HP MAX

della pompa di calore è eccessivo, è possibile ricorrere al riscaldamento ausiliario da parte del surriscaldatore

Temperatura surriscaldatore DISATTIVATO (T

U

Temperatura surriscaldatore ATTIVATO (T

BH OFF

Temperatura massima della pompa di calore in

+ [7-00])

−[7-01]) corrispondenza del sensore nel serbatoio dell'acqua calda sanitaria

Temperatura dello stato DISATTIVATO della pompa di

T

HP OFF

T

HP ON

calore (T

HP MAX

−[6-01])

Temperatura dello stato ATTIVATO della pompa di calore

T

DHW

T

U

(T

HP OFF

−[6-00])

Temperatura dell'acqua calda sanitaria

Temperatura del setpoint dell'utente (come impostata nell'interfaccia utente)

t

Tempo t

Timer per la richiesta simultanea del funzionamento riscaldamento ambiente e acqua calda sanitaria

# Codice

[8-00]

Descrizione

Non cambiare. (impostazione predefinita:

1)

Tempo di funzionamento massimo per il funzionamento dell'acqua calda sanitaria.

Il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria si arresta anche se NON viene raggiunta la temperatura dell'acqua calda sanitaria target. Il tempo di funzionamento effettivo massimo dipende anche dall'impostazione [8-04].

▪ Quando il layout sistema = Controllo termostato ambiente: Questo valore preimpostato viene preso in considerazione solo se vi è una richiesta di riscaldamento ambiente o di raffreddamento. Se non c'è

NESSUNA richiesta di riscaldamento ambiente/raffreddamento, il serbatoio viene riscaldato fino a raggiungere il setpoint.

▪ Se layout sistema ≠ Controllo termostato ambiente: Questo valore preimpostato viene sempre preso in considerazione.

Range: 5~95 minuti (impostazione predefinita: 30)

Guida di riferimento per l'installatore

68

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

N/A

#

N/A

N/A

Codice

[8-02]

[8-03]

[8-04]

Descrizione

Tempo anti-riciclaggio.

Tempo minimo tra due cicli per l'acqua calda sanitaria. Il tempo anti-riciclaggio effettivo dipende anche dall'impostazione

[8-04].

Range: 0~10 ore (impostazione predefinita: 3) (fase: 1/2 ora) (solo per

EHBH/X).

Range: 0~10 ore (impostazione predefinita: 0,5) (fase: 1/2 ora) (solo per

EHVH/X).

Osservazione: Il tempo minimo è

1/2 ora anche quando il valore selezionato è 0.

Timer di ritardo del surriscaldatore.

Solo per EKHW

Tempo di ritardo nell'avvio per il surriscaldatore quando è attivo il modo acqua calda sanitaria.

▪ Quando il modo acqua calda sanitaria

NON è attivo, il tempo di ritardo è di

20 minuti.

▪ Il timer di ritardo parte dalla temperatura di ATTIVAZIONE del surriscaldatore.

▪ Adattando il tempo di ritardo del surriscaldatore rispetto al tempo di funzionamento massimo, è possibile trovare un equilibrio ottimale tra l'efficienza energetica e il tempo di riscaldamento.

▪ Se il tempo di ritardo del surriscaldatore è impostato su un valore troppo elevato, potrebbe essere necessario molto tempo prima che l'acqua calda sanitaria raggiunga la sua temperatura impostata.

▪ L'impostazione [8-03] ha significato soltanto se l'impostazione [4-03]=1.

L'impostazione [4-03]=0/2/3 limita automaticamente il surriscaldatore in relazione al tempo di funzionamento della pompa di calore nel modo di riscaldamento dell'acqua calda sanitaria.

▪ Assicurarsi che [8-03] sia sempre in relazione con il tempo di funzionamento massimo [8-01].

Range: 20~95 minuti (impostazione predefinita: 50).

Tempo di funzionamento aggiuntivo per il tempo di funzionamento massimo dipendente dalla temperatura esterna

[4-02] o [F-01].

Range: 0~95 minuti (impostazione predefinita: 95).

8 Configurazione

[8-02]: Tempo anti riciclo

1

4

0

1

3

0

1

0

1

0

[8-00]

[8-01] [8-02] t

1

Modalità di riscaldamento dell'acqua per usi domestici con la pompa di calore (1=attiva, 0=non attiva)

2

Richiesta di acqua calda per la pompa di calore

(1=richiesta, 0=nessuna richiesta)

t

Tempo

[8-03]: Ritardo del surriscaldatore

1

0

1

0

[8-03] t

1

Funzionamento del surriscaldatore (1=attivo, 0=non attivo)

2

Modalità di riscaldamento dell'acqua per usi domestici con la pompa di calore (1=attiva, 0=non attiva)

3

Richiesta di acqua calda per il surriscaldatore (1=richiesta,

0=nessuna richiesta)

4

Richiesta di acqua calda per la pompa di calore

(1=richiesta, 0=nessuna richiesta)

t

Tempo

[8-04]: Tempo di esecuzione aggiuntivo a [4-02]/[F-01] t t

[8-01]+

[8-04]

[8-02]

[8-01]+

[8-04]

[8-02]

[8-01] [8-01]

0

[5-03] [4-02]

T

A

0

[F-01]

T

A

Temperatura ambiente (esterna)

t

Tempo

Tempo anti-riciclo

Corrente di funzionamento massima

35C

T

A

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

69

8 Configurazione

Disinfezione

Applicabile solo alle installazioni dotate di serbatoio dell'acqua calda sanitaria.

La funzione di disinfezione disinfetta il serbatoio dell'acqua calda sanitaria mediante il riscaldamento periodico dell'acqua calda sanitaria ad una temperatura specifica.

ATTENZIONE

Le impostazioni della funzione di disinfezione DEVONO essere configurate dall'installatore conformemente alla legislazione applicabile.

#

[A.4.4.2]

[A.4.4.1]

[A.4.4.3]

[A.4.4.4]

[A.4.4.5]

Codice

[2‑00]

[2‑01]

[2‑02]

[2‑03]

[2‑04]

Descrizione

Funz. Giorno:

▪ 0: Ogni giorno

▪ 1: Lunedì

▪ 2: Martedì

▪ 3: Mercoledì

▪ 4: Giovedì

▪ 5: Venerdì

▪ 6: Sabato

▪ 7: Domenica

Disinfezione

▪ 0: No

▪ 1: Sì

Ora inizio: 00~23:00, fase: 1:00.

Target temp.:

▪ Con surriscaldatore: 55°C~80°C, impostazione predefinita: 70°C.

▪ Senza surriscaldatore: 60°C (fisso).

Durata:

▪ Con surriscaldatore: 5~60 minuti, impostazione predefinita: 10 minuti.

▪ Senza surriscaldatore: 40~60 minuti, impostazione predefinita: 40 minuti.

T

DHW

[2-03]

[2-04]

T

H

T

U

00.00

01.00

22.00

23.00

24.00

[2-02]

T

DHW

Temperatura dell'acqua calda sanitaria

T

U

T

H

Temperatura del set point utente

Temperatura elevata del setpoint [2-03]

t

Tempo t

AVVERTENZA

Dopo un'operazione di disinfezione, la temperatura dell'acqua calda sanitaria che esce dal rubinetto corrisponderà al valore selezionato nell'impostazione in loco [2-03].

Se l'elevata temperatura dell'acqua calda sanitaria può costituire un rischio per la sicurezza personale, va installata una valvola miscelatrice (da reperire in loco) sul collegamento in uscita del serbatoio dell'acqua calda sanitaria. Questa valvola miscelatrice garantisce che la temperatura dell'acqua calda che esce dal rubinetto non superi mai il valore massimo stabilito. La temperatura massima consentita dell'acqua calda va impostata in conformità con la legislazione applicabile.

ATTENZIONE

Assicurarsi che l'ora di avvio [A.4.4.3] della funzione di disinfezione con durata definita [A.4.4.5] NON venga interrotta da possibili richieste di acqua calda sanitaria.

ATTENZIONE

Il programma di autorizzazione del surriscaldatore viene usato per vietare o consentire il funzionamento del surriscaldatore in base ad un programma settimanale.

Consiglio: Per evitare che la funzione disinfezione non riesca, consentire il funzionamento del surriscaldatore (in base al programma settimanale) per un minimo di 4 ore a partire dall'avvio programmato della disinfezione. Se durante la disinfezione la funzione del surriscaldatore dovesse essere limitata, essa NON andrà a buon fine e verrà generato il relativo AH di avvertenza applicabile.

INFORMAZIONI

Se è stato generato il codice errore AH e non si è verificata alcuna interruzione della funzione di disinfezione per via della domanda di acqua calda sanitaria, si consiglia di procedere come segue:

▪ Quando è stato selezionato Acqua calda sanitaria >

Modo setp. > Risc. prev. e manten. o R. pr/mant+pr., si consiglia di programmare l'avvio della funzione di disinfezione almeno 4  ore dopo l'ultimo prelievo consistente di acqua calda previsto. Questo avvio può essere impostato tramite le impostazioni installatore

(funzione disinfezione).

▪ Quando è stato selezionato Acqua calda sanitaria >

Modo setp. > Solo programm., si consiglia di programmare un Modo econ. conserv. 3  ore prima dell'inizio programmato della funzione disinfezione, per pre-riscaldare il serbatoio.

INFORMAZIONI

La funzione di disinfezione verrà riavviata nel caso in cui la temperatura dell'acqua calda sanitaria dovesse scendere di 5°C al di sotto della temperatura target di disinfezione entro il tempo di durata.

INFORMAZIONI

Se si compie l'azione seguente durante la disinfezione, si verificherà un errore AH:

▪ Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore.

▪ Andare sulla pagina iniziale della temperatura serbatoio ACS (Serbatoio).

▪ Premere per interrompere la disinfezione.

Guida di riferimento per l'installatore

70

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

8.3.3

Impostazioni delle fonti di calore

Riscaldatore di riserva

Per sistemi senza serbatoio dell'acqua calda sanitaria o con

serbatoio dell'acqua calda sanitaria separato (solo per EHBH/X)

Modo funzionamento del riscaldatore di riserva: definisce quando è abilitato o disabilitato il funzionamento del riscaldatore di riserva.

Questa impostazione viene bypassata solo quando è richiesto il riscaldamento di riserva durante l'operazione di sbrinamento o un guasto all'unità esterna (quando [A.5.1.2] è abilitato).

Per i sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria integrato

(solo per EHVH/X)

Modo funzionamento del riscaldatore di riserva: definisce quando il funzionamento del riscaldatore di riserva è disabilitato o ammesso soltanto durante il funzionamento dell'acqua calda sanitaria. Questa impostazione viene bypassata solo quando è richiesto il riscaldamento di riserva durante l'operazione di sbrinamento o un guasto all'unità esterna (quando [A.5.1.2] è abilitato).

#

[A.5.1.1]

Codice

[4‑00]

[A.5.1.3]

N/A

[A.5.1.4]

[4‑07]

[5-00]

[5‑01]

Descrizione

Funzionamento del riscaldatore di riserva:

▪ 0: Disabilitato

▪ 1 (impostazione predefinita): Abilitata

Definisce se la seconda fase del riscaldatore di riserva è:

▪ 1: Ammesso

▪ 0: NON ammessa

In questo modo, è possibile limitare la capacità del riscaldatore di riserva.

Il funzionamento del riscaldatore di riserva è ammesso al di sopra della temperatura di equilibrio durante il funzionamento del riscaldamento ambiente?

▪ 1: NON ammesso

▪ 0: Ammesso

Temperatura di equilibrio.

Temperatura esterna al di sotto della quale è ammesso il funzionamento del riscaldatore di riserva.

Range: –15°C~35°C (valore predefinito:

0°C) (passo: 1°C)

INFORMAZIONI

Solo per i sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria integrato: se il funzionamento del riscaldatore di riserva durante il riscaldamento ambiente deve essere limitato, ma può essere ammesso per il funzionamento dell'acqua calda sanitaria, allora impostare [4‑00] su 1, [5‑00] su 1, e

[5‑01] su –15°C.

INFORMAZIONI

Solo per sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria integrato: Se il set point della temperatura di conservazione è superiore a 50°C, Daikin consiglia di NON disabilitare la seconda fase del riscaldatore di riserva, poiché ciò inciderebbe significativamente sul tempo necessario all'unità per riscaldare il serbatoio dell'acqua calda sanitaria.

8 Configurazione

Emergenza automatica

Se la pompa di calore non funziona, il riscaldatore di riserva può essere utilizzato come riscaldatore di emergenza e far fronte al carico del riscaldamento automaticamente o non automaticamente.

Se l'emergenza automatica è impostata su Automatico e si verifica un guasto alla pompa di calore, il riscaldatore di riserva farà automaticamente fronte al carico del riscaldamento. Se si verifica un guasto alla pompa di calore e l'emergenza automatica è impostata su Manuale il funzionamento dell'acqua calda sanitaria e quello del riscaldamento ambiente verranno interrotti e sarà necessario recuperati manualmente. L'interfaccia utente chiederà quindi conferma se il riscaldatore di riserva possa far fronte oppure no al carico del riscaldamento. Se la pompa di calore si guasta, sull'interfaccia utente apparirà . Se la casa resta incustodita per periodi più lunghi, si consiglia di fissare l'impostazione [A.5.1.2]

Emergenza su Automatico.

#

[A.5.1.2]

Codice

N/A

Descrizione

Stabilisce se in condizioni di emergenza

è consentito al riscaldatore di riserva di subentrare automaticamente per far fronte all'intero carico del riscaldamento, o se è necessaria una conferma manuale.

▪ 0: Manuale (impostazione predefinita)

▪ 1: Automatico

INFORMAZIONI

L'impostazione dell'emergenza automatica può essere regolata soltanto nella struttura del menu dell'interfaccia utente.

INFORMAZIONI

Se si verifica un guasto alla pompa di calore e [A.5.1.2] è impostato su Manuale, la funzione di protezione antigelo ambiente, la funzione di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento e la funzione antigelo dei tubi dell'acqua rimarranno attive anche se l'utente NON conferma il funzionamento d'emergenza.

Bivalente

Si applica solo alle installazioni con caldaia ausiliaria (funzionamento alternato, collegamento in parallelo). Lo scopo di questa funzione è determinare —  in base alla temperatura esterna (possibilità 1) o sulla base dei prezzi dell'energia (possibilità 2) — quale sorgente di riscaldamento può fornire/fornirà il riscaldamento ambiente, vale a dire l'unità interna o una caldaia ausiliaria.

L'impostazione in loco “funzionamento bivalente” si applica solo al funzionamento del riscaldamento ambiente con unità interna e al segnale di autorizzazione per la caldaia ausiliaria.

Possibilità 1

L'installatore può impostare una temperatura di equilibrio al di sotto della quale funzionerà sempre la caldaia se i prezzi dell'energia elettrica (Alto, Medio, Basso) sono “0” nella struttura del menu.

NOTA

NON usare le impostazioni della panoramica!

Quando la funzione “funzionamento bivalente” è attivata, l'unità interna interrompe automaticamente l'operazione di riscaldamento ambiente se la temperatura esterna scende al di sotto della

“temperatura di accensione bivalente” e se il segnale di autorizzazione della caldaia ausiliaria viene attivato.

Se la funzione bivalente è disattivata, il riscaldamento ambiente mediante unità interna è possibile a tutte le temperature esterne

(vedere i range di funzionamento) e il segnale di autorizzazione per la caldaia ausiliaria è SEMPRE disattivato.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

71

8 Configurazione

▪ [C-03] Temperatura di ATTIVAZIONE bivalente: definisce la temperatura esterna al di sotto della quale viene attivato il segnale di autorizzazione per la caldaia ausiliaria (chiuso, KCR su

EKRP1HB) e il riscaldamento ambiente mediante l'unità interna viene interrotto.

▪ [C-04] Isteresi bivalente: definisce la differenza di temperatura tra temperatura di ATTIVAZIONE bivalente e temperatura di

DISATTIVAZIONE bivalente.

Segnale di autorizzazione X1–X2 (EKRP1HB)

a

[C-04]

b

[C-03]

T

A

T

A

Temperatura esterna

a

Chiuso

b

Aperto

N/A

N/A

# Codice

[C-03]

[C-04]

Descrizione

Range: –25°C~25°C (valore predefinito:

0°C) (passo: 1°C)

Range: 2°C~10°C (valore predefinito:

3°C) (passo: 1°C)

Possibilità 2

L'installatore può impostare una temperatura di equilibrio basata sui prezzi dell'energia se si cambiano i prezzi dell'energia [7.4.5] e

[7.4.6] nella struttura del menu.

#

[7.4.5.1]

[7.4.5.2]

[7.4.5.3]

[7.4.6]

Codice

N/A

N/A

N/A

N/A

Descrizione

Qual è il prezzo alto dell' elettricità?

Qual è il prezzo medio dell' elettricità?

Qual è il prezzo basso dell' elettricità?

Qual è il prezzo del combustibile?

NOTA

NON usare le impostazioni della panoramica!

A seconda dei prezzi dell'energia, questo punto di equilibrio T cambia all'interno di un range [C‑04].

Se T

A

raggiunge il punto T eq

, l'autorizzazione alla fonte di calore bivalente diventa attiva. Per evitare troppi passaggi tra uno stato e l'altro, è prevista un'isteresi di 3°C.

▪ [C‑03] Temperatura di ATTIVAZIONE. Al di sotto di questa temperatura, lo stato bivalente sarà sempre ATTIVATO. Il punto di equilibrio viene ignorato.

▪ [C‑04]Range di funzionamento all'interno del quale viene calcolato il punto di equilibrio.

a

3°C

b

[C-03]

T eq

[C-03]+[C-04]

T

A

T

A

T eq

Temperatura esterna

Temperatura di equilibrio

a

Chiuso

b

Aperto

N/A

N/A

# Codice

[C-03]

[C-04]

Descrizione

Range: –25°C~25°C (valore predefinito:

0°C) (passo: 1°C)

Range: 2°C~10°C (valore predefinito:

3°C) (passo: 1°C)

Si consiglia di scegliere [C-04] più grande del valore predefinito per avere un funzionamento ottimale se si sceglie la possibilità 2. A seconda della caldaia utilizzata, l'efficienza della caldaia deve essere scelta come segue:

#

[A.6.A]

Codice

[7‑05] ▪ 0: Molto alta

▪ 1: Alto

Descrizione

▪ 2: Medio

▪ 3: Basso

▪ 4: Molto bassa

INFORMAZIONI

Il prezzo dell'energia elettrica può essere impostato solo se la condizione bivalente è ATTIVATA ([A.2.2.6.1] o [C-02]).

Questi valori possono essere impostati soltanto nella struttura del menu [7.4.5.1], [7.4.5.2] e [7.4.5.3]. NON usare le impostazioni della panoramica.

INFORMAZIONI

Effic. caldaia [A.6.A] o [7‑05] diventa visibile quando lo stato bivalente è ATTIVATO ([A.2.2.6.1] o [C‑02]).

ATTENZIONE

Assicurarsi di rispettare tutte le regole indicate nella direttiva 5 dell'applicazione, quando è abilitata la funzione di funzionamento bivalente.

Daikin DECLINA ogni responsabilità per eventuali danni dovuti al mancato rispetto di questa regola.

INFORMAZIONI

▪ La combinazione dell'impostazione [4-03]=0/2 con funzionamento bivalente ad una bassa temperatura esterna può portare ad un'insufficienza di acqua calda sanitaria.

▪ Il funzionamento bivalente non influisce sulla modalità di riscaldamento dell'acqua calda sanitaria. L'acqua calda sanitaria viene riscaldata esclusivamente dall'unità interna.

▪ Il segnale di autorizzazione per la caldaia ausiliaria si trova su EKRP1HB (scheda con I/O digitale).

All'attivazione, il contatto X1, X2 viene chiuso, e viene riaperto alla disattivazione. Vedere la figura sotto per conoscere la posizione schematica di questo contatto.

X2M

OFF ON

SS1

X1M

YC Y1 Y2 Y3 Y4

Guida di riferimento per l'installatore

72

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Riscaldatore piastra fondo

Si applica solo alle installazioni con un'unità esterna ERHQ e se è installato il kit riscaldatore piastra fondo opzionale.

▪ [F-02] Temperatura di ATTIVAZIONE del riscaldatore piastra fondo: definisce la temperatura esterna al di sotto della quale il riscaldatore piastra fondo verrà attivato dall'unità interna per evitare l'accumulo di ghiaccio nella piastra fondo dell'unità esterna alle temperature esterne più basse.

▪ [F-03] Isteresi del riscaldatore piastra fondo: definisce la differenza di temperatura tra la temperatura di ATTIVAZIONE e la temperatura di DISATTIVAZIONE del riscaldatore piastra fondo.

Riscaldatore piastra fondo a

[F-03]

b

[F-02]

T

A

T

A

Temperatura esterna

a

ATTIVATO

b

DISATTIVATO

ATTENZIONE

Il riscaldatore piastra fondo è controllato tramite

EKRP1HB.

#

N/A

N/A

Codice

[F-02]

[F-03]

Descrizione

Temperatura di ATTIVAZIONE del riscaldatore della piastra di fondo:

3°C~10°C (valore predefinito: 3°C)

Isteresi: 2°C~5°C (valore predefinito:

5°C)

INFORMAZIONI

A seconda dell'impostazione [F-04], il contatto Y2 ubicato sulla scheda con I/O digitale (EKRP1HB) controlla il riscaldatore piastra fondo opzionale. Vedere la figura sotto per conoscere la posizione schematica di questo contatto.

Per conoscere il cablaggio di arrivo completo, vedere

"14.6 Schema elettrico" a pagina 100

.

X2M

OFF ON

SS1

X1M

YC Y1 Y2 Y3 Y4

8 Configurazione

8.3.4

Impostazioni del sistema

Priorità

Per i sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria separato

(solo per EHBH/X)

N/A

N/A

N/A

N/A

# Codice

[5-02]

[5‑03]

[5-04]

[C-00]

Descrizione

Priorità del riscaldamento ambiente.

Definisce se l'acqua calda sanitaria è prodotta dal surriscaldatore solo quando la temperatura esterna è inferiore alla temperatura di priorità del riscaldamento ambiente. Si raccomanda di abilitare questa funzione per abbreviare il tempo di funzionamento del riscaldamento serbatoio e ottenere il comfort garantito dell'acqua calda sanitaria.

▪ 0: disabilitato

▪ 1: abilitato

[5-01] Temperatura di equilibrio e [5-03]

Temperatura di priorità del riscaldamento ambiente sono collegate al riscaldatore di riserva. Pertanto, si deve impostare [5-03] uguale a, o di alcuni gradi più alto di [5-01].

Temperatura di priorità riscaldamento ambiente.

Definisce la temperatura esterna al di sotto della quale l'acqua calda sanitaria verrà riscaldata soltanto dal surriscaldatore.

Range: –15°C~35°C (impostazione predefinita: 0°C).

Correzione del set point per la temperatura dell'acqua calda sanitaria: correzione del set point per la temperatura dell'acqua calda sanitaria desiderata, da applicarsi ad una bassa temperatura esterna quando è abilitata la priorità del riscaldamento ambiente.

Il set point corretto (più alto) assicura che l'intera capacità di riscaldamento dell'acqua nel serbatoio resti all'incirca invariata, compensando lo strato inferiore di acqua più fredda del serbatoio (perché la serpentina dello scambiatore di calore non è in funzione) con uno strato superiore più caldo.

Range: 0°C~20°C (impostazione predefinita: 10°C).

Se è installato un kit solare, quale elemento avrà la priorità per il riscaldamento del serbatoio?

▪ 0: Kit solare

▪ 1: Pompa di calore

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

73

8 Configurazione

N/A

# Codice

[C-01]

Descrizione

Se è presente una richiesta simultanea di riscaldamento/raffreddamento ambiente e riscaldamento di acqua calda sanitaria (mediante pompa di calore), quale modo funzionamento ha la priorità?

▪ 0: Ha la priorità il modo funzionamento con la richiesta più alta.

▪ 1: Ha sempre la priorità il riscaldamento/raffreddamento ambiente.

Per i sistemi con serbatoio dell'acqua calda sanitaria integrato

(solo per EHVH/X)

N/A

N/A

N/A

# Codice

[5‑02]

[5‑03]

[C‑00]

Descrizione

Priorità del riscaldamento ambiente.

Definisce se il riscaldatore di riserva offrirà assistenza alla pompa di calore durante il funzionamento dell'acqua calda sanitaria.

Conseguenza: Minor tempo di funzionamento del riscaldamento del serbatoio e interruzione più breve del ciclo di riscaldamento ambiente.

Questa impostazione DEVE essere sempre 1.

[5-01] Temperatura di equilibrio e [5-03]

Temperatura di priorità del riscaldamento ambiente sono collegate al riscaldatore di riserva. Pertanto, si deve impostare [5-03] uguale a, o di alcuni gradi più alto di [5-01].

Se il funzionamento del riscaldatore di riserva è limitato ([4-00]=0) e la temperatura esterna è minore dell'impostazione [5-03], l'acqua calda sanitaria non verrà riscaldata con il riscaldatore di riserva.

Temperatura di priorità riscaldamento ambiente.

Definisce la temperatura esterna al di sotto della quale il riscaldatore di riserva offrirà assistenza durante il riscaldamento dell'acqua calda sanitaria.

Se è installato un kit solare, quale elemento avrà la priorità per il riscaldamento del serbatoio?

▪ 0: Kit solare

▪ 1: Pompa di calore

N/A

# Codice

[C‑01]

Descrizione

Se è presente una richiesta simultanea di riscaldamento/raffreddamento ambiente e riscaldamento di acqua calda sanitaria (mediante pompa di calore), quale modo funzionamento ha la priorità?

▪ 0: Ha la priorità il modo funzionamento con la richiesta più alta.

▪ 1: Ha sempre la priorità il riscaldamento/raffreddamento ambiente.

Riavvio automatico

Quando l'alimentazione elettrica viene riattivata dopo un'interruzione, la funzione di riavvio automatico applica di nuovo le impostazioni del comando a distanza in uso quando si è verificata l'interruzione dell'energia elettrica. Pertanto, si raccomanda di abilitare sempre la funzione.

Se l'alimentazione a tariffa kWh preferenziale è del tipo che prevede un'interruzione dell'alimentazione, lasciare sempre abilitata la funzione di riavvio automatico. Il controllo costante dell'unità interna può essere garantito indipendentemente dallo stato dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale, collegando l'unità interna ad un'alimentazione a tariffa kWh normale.

[A.6.1]

# Codice

[3‑00]

Descrizione

È consentita la funzione di riavvio automatico dell'unità?

▪ 0: No

▪ 1 (predefinita): Sì

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

#

[A.2.1.6]

Codice

[D‑01]

Descrizione

Collegamento ad un'alimentazione con tariffa kWh preferenziale:

▪ 0 (impostazione predefinita): L'unità esterna è collegata ad un'alimentazione normale.

▪ 1: L'unità esterna è collegata ad un'alimentazione con tariffa kWh preferenziale. Quando l'azienda elettrica invia il segnale della tariffa kWh preferenziale, si apre il contatto e l'unità entra in modo DISATTIVATO forzato. Quando il segnale viene nuovamente rilasciato, il contatto pulito si chiude e l'unità riprende il funzionamento. Pertanto, abilitare sempre la funzione di riavvio automatico.

▪ 2: L'unità esterna è collegata ad un'alimentazione con tariffa kWh preferenziale. Quando l'azienda elettrica invia il segnale della tariffa kWh preferenziale, si chiude il contatto e l'unità entra in modo DISATTIVATO forzato. Quando il segnale viene nuovamente rilasciato, il contatto pulito si apre e l'unità riprende il funzionamento. Pertanto, abilitare sempre la funzione di riavvio automatico.

Guida di riferimento per l'installatore

74

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

8 Configurazione

#

[A.6.2.1]

Codice

[D‑00]

Descrizione

Di quali riscaldatori è ammesso il funzionamento durante l'alimentazione con tariffa kWh preferenziale?

▪ 0 (impostazione predefinita): Nessuno

▪ 1: Solo il surriscaldatore

▪ 2: Solo il riscaldatore di riserva

▪ 3: Tutti i riscaldatori

Vedere la tabella sotto.

Le impostazioni 1, 2 e 3 hanno un valore soltanto se l'alimentazione a tariffa kWh preferenziale è del tipo 1 oppure se l'unità interna è collegata ad un'alimentazione a tariffa kWh normale

(tramite 30-31 X2M) e il riscaldatore di riserva e il surriscaldatore NON sono collegati all'alimentazione a tariffa kWh preferenziale.

Solo per EHBH/X+EKHW:

1

2

[D‑00]

0

(impostazione predefinita)

Surriscaldatore Riscaldatore di riserva

Forzato su

DISATTIVATO

Forzato su

DISATTIVATO

Permesso

Compressore

Forzato su

DISATTIVATO

Permesso

3

Forzato su

DISATTIVATO

Permesso

Solo per EHVH/X: NON usare 1 o 3.

[D‑00]

0 (impostazione predefinita)

2

Riscaldatore di riserva

Forzato su

DISATTIVATO

Ammesso

Funzione risparmio energetico

Compressore

Forzato su

DISATTIVATO

INFORMAZIONI

Applicabile soltanto per ERLQ004~008CAV3.

Definisce se l'alimentazione dell'unità esterna può essere interrotta

(internamente dal controllo dell'unità interna) in condizioni di assenza di richieste (nessuna richiesta di riscaldamento/ raffreddamento ambiente né di acqua calda sanitaria). La decisione finale per consentire l'interruzione dell'alimentazione dell'unità esterna in condizioni di assenza di richieste dipende dalla temperatura ambiente, dalle condizioni del compressore e dai timer interni di minimo.

Per abilitare l'impostazione della funzione risparmio energetico, si deve abilitare [E-08] in corrispondenza dell'interfaccia utente in combinazione con la rimozione del connettore di risparmio energetico sull'unità esterna.

NOTA

Il connettore di risparmio energetico sull'unità esterna dovrà essere rimosso soltanto quando l'alimentazione principale dell'applicazione è DISATTIVATA.

In caso di ERLQ004~008CAV3

1 2 3

N/A

# Codice

[E‑08]

Descrizione

Funzione risparmio energetico per l'unità esterna:

▪ 0: Disabilitato

▪ 1 (impostazione predefinita): Abilitata

In caso di ERHQ011~016BAV3 , ERHQ011~016BAW1 ,

ERLQ011~016CAV3 e ERLQ011~016CAW1

NON modificare l'impostazione predefinita.

N/A

# Codice

[E-08]

Descrizione

Funzione risparmio energetico per l'unità esterna:

▪ 0 (predefinito): Disabilitata

▪ 1: Abilitata

Controllo consumo elettrico

Applicabile soltanto per EHBH/X04+08 + EHVH/X04+08. Vedere

"5  Linee guida relative all'applicazione"  a pagina  11

per avere informazioni dettagliate su questa funzionalità.

Controllo consumo elettrico

#

[A.6.3.1]

Codice

[4-08]

Descrizione

Modo:

▪ 0 (Nessuna limit.)(impostazione predefinita): Disabilitato.

▪ 1 (Continuo): Abilitata: È possibile impostare un valore di limitazione potenza (in A o kW) a cui sarà sempre limitato il consumo elettrico del sistema.

▪ 2 (Input digitali): Abilitata: È possibile impostare fino a quattro diversi valori di limitazione della potenza (in A o kW) a cui sarà limitato il consumo elettrico del sistema quando richiesto dall'input digitale corrispondente.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

75

8 Configurazione

#

[A.6.3.2]

Codice

[4-09] Tipo:

Descrizione

[A.6.3.3]

[A.6.3.4]

[5-05]

[5-09]

▪ 0 (Corrente): I valori di limitazione sono impostati in A.

▪ 1 (Potenza)(impostazione predefinita): I valori di limitazione sono impostati in kW.

Valore: applicabile solo in caso di modo di limitazione potenza a tempo pieno.

0 A~50 A, fase:1 A (valore predefinito:

50 A)

Valore: applicabile solo in caso di modo di limitazione potenza a tempo pieno.

0 kW~20 kW, fase:0,5 kW (valore predefinito: 20 kW)

Limiti A per ID: applicabile solo in caso di modo di limitazione della potenza basato sugli input digitali e sui valori della corrente.

[A.6.3.5.1] [5-05] Limite ID1

[A.6.3.5.2]

[A.6.3.5.3]

[5-06]

[5-07]

0 A~50 A, fase:1 A (valore predefinito:

50 A)

Limite ID2

0 A~50 A, fase:1 A (valore predefinito:

50 A)

Limite ID3

[A.6.3.5.4] [5-08]

0 A~50 A, fase:1 A (valore predefinito:

50 A)

Limite ID4

0 A~50 A, fase:1 A (valore predefinito:

50 A)

Limiti kW per ID: applicabile solo in caso di modo di limitazione della potenza basato sugli input digitali e sui valori della potenza.

[A.6.3.6.1] [5-09] Limite ID1

[A.6.3.6.2] [5-0A]

0 kW~20 kW, fase:0,5 kW (valore predefinito: 20 kW)

Limite ID2

0 kW~20 kW, fase:0,5 kW (valore predefinito: 20 kW)

Limite ID3 [A.6.3.6.3] [5-0B]

[A.6.3.6.4] [5-0C]

0 kW~20 kW, fase:0,5 kW (valore predefinito: 20 kW)

Limite ID4

0 kW~20 kW, fase:0,5 kW (valore predefinito: 20 kW)

Priorità: applicabile solo in caso di EKHW opzionale.

#

[A.6.3.7]

Codice

[4-01]

Descrizione

Controllo consumo elettrico

DISABILITATO [4-08]=0

▪ 0 (Nessuno)(impostazione predefinita): il riscaldatore di riserva e il surriscaldatore possono funzionare simultaneamente.

▪ 1 (Surriscald.): il surriscaldatore ha la priorità.

▪ 2 (Risc. ris.): il riscaldatore di riserva ha la priorità.

Controllo consumo elettrico

ABILITATO [4-08]=1 o 2

▪ 0 (Nessuno)(impostazione predefinita): in base al livello di limitazione della potenza, verrà limitato per primo il surriscaldatore, prima che venga limitato il riscaldatore di riserva.

▪ 1 (Surriscald.): in base al livello di limitazione della potenza, verrà limitato per primo il riscaldatore di riserva, prima che venga limitato il surriscaldatore.

▪ 2 (Risc. ris.): in base al livello di limitazione della potenza, verrà limitato per primo il surriscaldatore, prima che venga limitato il riscaldatore di riserva.

Nota: Nel caso sia DISABILITATO il controllo consumo elettrico (per tutti i modelli), l'impostazione [4-01] definisce se il riscaldatore di riserva e il surriscaldatore possono funzionare simultaneamente, oppure se il surriscaldatore/riscaldatore di riserva ha la priorità sul riscaldatore di riserva/surriscaldatore.

Nel caso sia ABILITATO il controllo consumo elettrico (solo per

EHBH/X04+08 e EHVH/X04+08), l'impostazione [4-01] definisce la priorità dei riscaldatori elettrici in base alla limitazione applicabile.

#

[A.6.3.7]

Codice

[4-01]

Descrizione

▪ 0 (Nessuno)(impostazione predefinita): nessun riscaldatore ha la priorità. Se è abilitato il controllo consumo elettrico, sarà limitato per primo il surriscaldatore.

▪ 1 (Surriscald.): il surriscaldatore ha la priorità. Se è abilitato il controllo consumo elettrico, verrà limitato per primo il riscaldatore di riserva (fase 1 e/o fase 2), prima che venga limitato il surriscaldatore.

▪ 2 (Risc. ris.): il riscaldatore di riserva ha la priorità. Se è abilitato il controllo consumo elettrico, sarà limitato per primo il surriscaldatore, prima che venga limitato il riscaldatore di riserva.

Guida di riferimento per l'installatore

76

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Timer a valore medio

Il timer con valore medio corregge l'influenza delle variazioni della temperatura ambiente. Il calcolo del setpoint dipendente da condizioni meteorologiche viene effettuato sulla base della temperatura esterna media.

La media della temperatura esterna viene fatta sul periodo di tempo selezionato.

[A.6.4]

# Codice

[1-0A]

Descrizione

Timer con valore medio della temperatura esterna:

▪ 0: nessuna media (impostazione predefinita)

▪ 1: 12 ore

▪ 2: 24 ore

▪ 3: 48 ore

▪ 4: 72 ore

INFORMAZIONI

Se è attivata la funzione risparmio energetico (vedere

[E-08]), il calcolo della temperatura esterna media è possibile soltanto nel caso venga utilizzato il sensore temperatura esterna installato esternamente. Vedere

"5.7  Impostazione di un sensore della temperatura esterna" a pagina 24

.

Sfalsamento temperatura del sensore ambiente esterno installato esternamente

Applicabile solo nel caso in cui sia installato e configurato un sensore ambiente esterno installato esternamente.

Il sensore della temperatura ambiente esterna installato esternamente può essere tarato. È possibile assegnare uno sfalsamento al valore del termistore. L'impostazione può essere utilizzata per compensare situazioni in cui non è possibile installare il sensore ambiente esterno installato esternamente nella posizione d'installazione ideale (vedere installazione).

[A.6.5]

# Codice

[2‑0B]

Descrizione

–5°C~5°C, fase:0,5°C (valore predefinito: 0°C)

Sbrinamento forzato

È possibile avviare manualmente un'operazione di sbrinamento.

La decisione di effettuare l'operazione di sbrinamento manuale viene presa dall'unità esterna e dipende dalle condizioni dell'ambiente e dello scambiatore di calore. Quando l'unità esterna ha accettato l'operazione di sbrinamento forzato, sull'interfaccia utente sarà visualizzato . Se NON viene visualizzato entro 6 minuti dopo che

è stata abilitata l'operazione di sbrinamento forzato, l'unità esterna ignora la richiesta di sbrinamento forzato.

[A.6.6]

# Codice

N/A

Descrizione

Si desidera avviare un'operazione di sbrinamento?

8 Configurazione

Funzionamento della pompa

Quando il funzionamento pompa è disattivato, la pompa si arresta se la temperatura esterna è superiore al valore impostato da [4-02] o se la temperatura esterna scende al di sotto del valore impostato da

[F-01]. Quando il funzionamento della pompa è abilitato, il funzionamento della pompa è possibile a tutte le temperature esterne.

N/A

# Codice

[F‑00]

Descrizione

Funzionamento della pompa:

▪ 0: disabilitato se la temperatura esterna è più alta di [4-02] o più bassa di [F-01] a seconda del modo funzionamento del riscaldamento/ raffreddamento.

▪ 1: Possibile a tutte le temperature esterne.

Il funzionamento pompa durante l'anomalia del flusso [F-09] definisce se la pompa si arresta in occasione dell'anomalia del flusso oppure consente di continuare il funzionamento quando si verifica l'anomalia del flusso. Questa funzionalità è valida solo in condizioni specifiche in cui è preferibile mantenere la pompa attiva quando T a

<4°C (la pompa verrà attivata per 10 minuti e disattivata dopo 10 minuti). Daikin DECLINA ogni responsabilità per eventuali danni risultanti da questa funzionalità.

N/A

# Codice

[F‑09]

Descrizione

La pompa continua il funzionamento in caso di anomalia del flusso:

▪ 0: La pompa verrà disattivata.

▪ 1: La pompa verrà attivata se T a

<4°C

(10  minuti ATTIVATA –  10  minuti

DISATTIVATA)

Limitazione velocità della pompa

La limitazione della velocità della pompa [9‑0D] definisce la velocità massima della pompa. In condizioni normali, l'impostazione predefinita NON deve essere modificata. La limitazione della velocità della pompa verrà bypassata se la portata rientra nel range della portata minima (errore 7H).

N/A

# Codice

[9‑0D]

Descrizione

Limitazione velocità della pompa

▪ 0: nessuna limitazione.

▪ 1~4: limitazione generale. Esiste una limitazione in tutte le condizioni. Il controllo del delta  T e il comfort desiderati NON sono garantiti.

▪ 5~8 (valore predefinito: 6): limitazione applicata senza attuatori. Se non vi è alcun segnale in uscita del riscaldamento/raffreddamento, la limitazione della velocità della pompa

è applicabile. In presenza di un segnale in uscita del riscaldamento/ raffreddamento, la velocità della pompa viene determinata soltanto dal delta T in relazione alla capacità richiesta. Con questo range di limitazione, il delta T è possibile e il comfort è garantito.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

77

8 Configurazione

8.4

Struttura del menu: Panoramica delle impostazioni utente

[1] Imposta ora/data

Data

Ora

Ora legale

Formato ora

[2] Vacanza

Vacanza

Modo vacanza

Da

A casa

Finché

Usare programma giorno

[3] Modalità silenziosa

[4] Modo funz.

[5] Seleziona programmi

Temperatura ambiente

Valore principale Tman

Valore aggiuntivo Tman

Temperatura serbatoio

[6] Informazioni

Informazioni sensore

Misurazione energia

Gestione errore

Livello autorizzazione utente

Attuatori

Modi operativi

Ore di funzionamento

Versione

< >

[2] Vacanza

Vacanza

Modo vacanza

Da

Finché

Modo funz.

Riscaldamento

Raffreddamento

ACS

Fuori casa

[7]

Impostazioni utente

Display

Blocco temperatura

Programmi impostati

Valori preimpostati

Modo funz. amm.

Unità di misura

Imposta curva climatica

[6.2] Misurazione energia

Elettric. cons.

Energia prodotta

[6.3] Informazioni errore

Storico errori

N. contatto/assist. clienti

Storico avvertenze

[6.8] Versione

Interfaccia utente

Unità interna

Unità esterna

[7.1] Display

Contrasto

Tempo retroill. LCD

Profilo utente

Pagine iniziali disponibili

[7.3] Programmi impostati

Temp. ambiente

Valore principale Tman

Valore aggiuntivo Tman

Temperatura ACS

Autorizzazione surriscaldatore

Modalità silenziosa

Pompa ACS

[7.4] Valori preimp.

Temperatura ambiente

Valore principale Tman

Temperatura serbatoio

Livello silenzioso

[7.7]

Imposta curva clim.

Principale

Aggiuntivo

[7.7.1] Principale

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica raffr.

[7.7.2] Aggiuntivo

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica raffr.

Guida di riferimento per l'installatore

78

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

8 Configurazione

INFORMAZIONI

A seconda delle impostazioni installatore selezionate, le impostazioni saranno visibili/invisibili.

8.5

Struttura del menu: Panoramica delle impostazioni installatore

[A] Impost. installatore

Lingua

Layout sistema

Funzionamento ambiente

Acqua calda sanitaria (ACS)

Fonti di calore

Funzionamento sistema

Messa in funzione

Panoramica impostazioni

[A.2] Layout sistema

Standard

Opzioni

Capacità

Conferma layout

[A.3]

Funzion. ambiente

Impostazioni Tman

Termostato ambiente

Range di funzionamento

[A.4]

Acqua calda sanitaria

Modo setp.

Disinfezione

Setpoint max.

Mod. SP accumulo

Curva climatica

[A.5] Fonti di calore

Riscaldatore di riserva

[A.6] Funzion. sistema

Riavvio automatico

Tariffa kWh pref

Controllo consumo elettrico

Tempo elaboraz. media

Sfals. sens. amb. est.

Sbrinamento forzato

[A.7] Messa in funzione

Prova di funzionamento

Asc. massetto risc. a pavimento

Spurgo aria

Prova funzionamento attuatore

[A.2.1] Standard

Tipo unità

Tipo di compressore

Tipo software per int.

Gradini riscald. di riserva

Tipo Risc Ris

Tariffa kWh pref

Met.Controllo

Numero di zone Tman

Modo di funz. pompa

Risparmio energ. possibile

Ubic. interf. utente

[A.2.2] Opzioni

Funzionam. ACS

Serbatoio ACS

Tipo cont. prin.

Tipo cont. agg.

Scheda con I/O digitale

Scheda a richiesta

Cont. kWh esterno

Cont. kWh esterno

Pompa ACS

Sensore esterno

[A.3.1]

Acqua in uscita

Principale

Aggiuntivo

DeltaT Generatore

[A.3.2] Term. ambiente

Range temp. ambiente

Sfals. temp. amb.

Sfals. sens. amb. est.

Gradino temp. ambiente

[A.3.3] Range di funz.

Temp. dis. risc. amb.

Temp. att. raffr. amb.

[A.4.4] Disinfezione

Disinfezione

Funz. Giorno

Ora inizio

Target temp.

Durata

[A.5.1] Risc. riserva

Modo funz.

Emergenza

Abil. gradino 2 Risc. Ris.

Temp. di equil.

[A.6.2] Alim. kWh pref.

Risc. ammesso

Pompa forz. spenta

[A.6.3] Contr. cons. el

Modo

Tipo

Valore A

Valore kW

Limiti A per ID

Limiti kW per ID

Priorità

[A.2.2.6] Scheda I/O digitale

Src risc. ris. est.

Kit solare

Uscita allarme

Risc. piastra inf.

[A.3.1.1] Principale

Tman set mod

Range temperature

Tman modulante

Valvola di intercettazione

Tipo di trasmettitore

[A.3.1.2] Aggiuntivo

Tman set mod

Range temperature

[A.3.1.3] DeltaT Generatore

Riscaldamento

Raffreddamento

INFORMAZIONI

A seconda delle impostazioni installatore selezionate, le impostazioni saranno visibili/invisibili.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

79

9 Messa in funzione

9 Messa in funzione

9.1

Panoramica: Messa in funzione

Il capitolo descrive quello che c'è da fare e da conoscere per mettere in funzione il sistema dopo che è stato configurato.

Flusso di lavoro tipico

La messa in funzione, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Controllare la “Lista di controllo prima della messa in funzione”.

2 Esecuzione di uno spurgo aria.

3 Esecuzione di una prova di funzionamento per il sistema.

4 Se necessario, esecuzione di una prova di funzionamento per uno o più attuatori.

5 Se necessario, eseguire un'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento.

9.2

Precauzioni durante la messa in esercizio

INFORMAZIONI

Durante il primo periodo di funzionamento dell'unità, la quantità di energia desiderata potrebbe risultare più elevata di quella indicata sulla targhetta informativa dell'unità. Il fenomeno è causato dal compressore, a cui occorre un tempo di funzionamento continuo di 50  ore prima di raggiungere un funzionamento uniforme ed uno stabile consumo di corrente.

NOTA

Prima di avviare il sistema, si DEVE accendere l'unità per almeno 2 ore. L'elettroriscaldatore dell'olio deve riscaldare l'olio del compressore per evitare ammanchi di olio e guasti al compressore durante l'avvio.

NOTA

NON azionare MAI l'unità senza termistori e/o sensori di pressione/pressostati. Si potrebbe bruciare il compressore.

NOTA

NON azionare l'unità finché le tubazioni del refrigerante non saranno state completate (se azionato prima, il compressore si guasterà).

9.3

Lista di controllo prima della messa in funzione

NON mettere in funzione il sistema prima di avere soddisfatto i requisiti dei controlli seguenti:

Dovete aver letto tutte le istruzioni d'installazione, come descritto nella guida di consultazione per l'installatore.

L'unità interna è correttamente montata.

L'unità esterna è correttamente montata.

I seguenti collegamenti elettrici sono stati eseguiti in base al presente documento e alle normative applicabili:

▪ Tra il pannello di alimentazione locale e l'unità esterna

▪ Tra unità interna ed unità esterna

▪ Tra il pannello di alimentazione locale e l'unità interna

▪ Tra l'unità interna e le valvole (se applicabile)

▪ Tra l'unità interna e il termostato ambiente (se applicabile)

▪ Tra l'unità interna e il serbatoio dell'acqua calda sanitaria (se applicabile)

▪ Tra la caldaia a gas e il pannello di erogazione locale

(applicabile solo per sistema ibrido)

Il sistema è correttamente messo a terra e i terminali di terra sono serrati.

I fusibili o i dispositivi di protezione installati localmente sono stati installati conformemente al presente documento e non sono stati bypassati.

La tensione di alimentazione deve corrispondere alla tensione indicata sulla targhetta d'identificazione dell'unità.

Non è presente NESSUN collegamento allentato o componente elettrico danneggiato nel quadro elettrico.

Non c'è NESSUN componente danneggiato o tubo

schiacciato all'interno delle unità interne ed esterne.

A seconda del tipo di riscaldatore di riserva, l'interruttore

del riscaldatore di riserva F1B sul quadro  elettrico è

ATTIVATO.

Solo per i serbatoi con surriscaldatore incorporato:

L'interruttore di dispersione a terra del surriscaldatore

F2B sul quadro elettrico è ATTIVATO.

NON vi sono perdite di refrigerante.

I tubi del refrigerante (gassoso e liquido) sono isolati termicamente.

È installata la dimensione dei tubi corretta e i tubi sono correttamente isolati.

NON vi sono perdite d'acqua nell'unità interna.

Le valvole di intercettazione sono correttamente installate e completamente aperte.

Le valvole di arresto (per il gas e il liquido) sull'unità esterna sono completamente aperte.

Assicurarsi che la valvola dello spurgo aria sia aperta

(almeno 2 giri).

La valvola di sicurezza deve spurgare acqua quando è aperta.

Il volume minimo di acqua deve essere garantito in tutte le condizioni. Vedere “Controllo del volume d'acqua” al paragrafo

"6.4  Preparazione delle tubazioni idrauliche"  a pagina 26

.

9.4

Lista di controllo durante la messa in funzione

La portata minima durante il funzionamento del riscaldatore di riserva/sbrinamento è garantita in tutte le condizioni. Vedere “Per controllare il volume e la portata dell'acqua” al paragrafo

"6.4 Preparazione delle tubazioni idrauliche" a pagina 26

.

Per eseguire uno spurgo aria.

Guida di riferimento per l'installatore

80

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Per eseguire una prova di funzionamento.

Per eseguire una prova di funzionamento attuatore.

Funzione di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento

La funzione di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento viene avviata (se necessario).

9.4.1

Per controllare la portata minima

1

Verificare, in base alla configurazione idraulica, quali anelli del riscaldamento ambiente possono essere chiusi tramite valvole meccaniche, elettroniche o di altro tipo.

2

Chiudere tutti gli anelli del riscaldamento ambiente che è possibile chiudere (vedere il punto precedente).

3

Avviare la prova di funzionamento della pompa (vedere

"9.4.4  Per effettuare una prova di funzionamento attuatore"  a pagina 82 ).

4

Andare al punto [6.1.8]: > Informazioni > Informazioni sensore > Portata per controllare la portata. Durante la prova di funzionamento della pompa, l'unità può funzionare al di sotto di questa portata minima richiesta che è necessaria nel corso del funzionamento dello sbrinamento/riscaldatore di riserva.

È prevista una valvola di by-pass?

Modificare l'impostazione della valvola di by-pass per raggiungere la portata minima richiesta+2 l/min

No

Nel caso la portata effettiva dovesse essere inferiore alla portata minima (richiesta durante il funzionamento dello sbrinamento/riscaldatore di riserva), sono necessarie delle modifiche alla configurazione idraulica. Aumentare gli anelli del riscaldamento ambiente che

NON possono essere chiusi oppure installare una valvola di by-pass controllata dalla pressione.

9.4.2

Funzione spurgo aria

In sede di messa in funzione e installazione dell'unità, è molto importante far uscire tutta l'aria dal circuito idraulico. Quando è attiva la funzione spurgo aria, la pompa funziona senza l'effettivo funzionamento dell'unità e ha inizio l'espulsione dell'aria presente nel circuito idraulico.

NOTA

Prima d'iniziare lo spurgo aria, aprire la valvola di sicurezza e controllare se il circuito è sufficientemente riempito di acqua. La procedura di spurgo aria può essere iniziata soltanto se, dopo l'apertura della valvola, da quest'ultima fuoriesce subito l'acqua.

Esistono 2 modi per spurgare l'aria:

▪ Manualmente: l'unità funziona con la pompa ad una velocità fissa e in una posizione fissa o personalizzata della valvola a 3 vie. La posizione personalizzata della valvola a 3 vie è una funzione utile che serve a rimuovere tutta l'aria dal circuito idraulico nel modo riscaldamento ambiente o riscaldamento acqua calda sanitaria. Si può anche impostare la velocità di funzionamento della pompa

(lenta o rapida).

▪ Automatico: l'unità cambia automaticamente la velocità della pompa e la posizione della valvola a 3  vie tra il modo riscaldamento ambiente o il modo riscaldamento acqua calda sanitaria.

9 Messa in funzione

Flusso di lavoro tipico

Lo spurgo dell'aria dal sistema comprende le seguenti operazioni:

1 Esecuzione di uno spurgo aria manuale

2 Esecuzione di uno spurgo aria automatico

INFORMAZIONI

Iniziare eseguendo uno spurgo aria manuale. Quando sarà stata rimossa quasi tutta l'aria, eseguire uno spurgo aria automatico. Se necessario, ripetere l'esecuzione dello spurgo aria automatico finché non si avrà la certezza che dal sistema è stata rimossa tutta l'aria. Durante la funzione spurgo aria, la limitazione della velocità della pompa [9‑0D]

NON è applicabile.

Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che le richieste di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

La funzione di spurgo aria si arresta automaticamente dopo

30 minuti.

Per eseguire uno spurgo aria manuale

Requisito preliminare: Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che le richieste di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore. Vedere

"Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore" a pagina 50

.

2

Impostare il modo spurgo aria: andare a [A.7.3.1] >

Impostazioni installatore > Messa in funzione > Spurgo aria >

Tipo.

3

Selezionare Manuale e premere .

4

Andare a [A.7.3.4] > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Spurgo aria > Avvio spurgo aria e premere per avviare la funzione spurgo aria.

Risultato: Lo spurgo aria manuale inizia e compare la seguente schermata.

Mar

01:18

Spurgo aria

Portata

Velocità

Circ.

Bypass

Arresto

0.5

l/min

Basso

Risc./raffr. ambiente

Regolaz.

Scorrim.

5

Usare i pulsanti e per scorrere su Velocità.

6

Utilizzare i pulsanti e per impostare la temperatura ambiente desiderata.

Risultato: Basso

Risultato: Alto

7

Se applicabile, impostare la posizione desiderata della valvola a

3 vie. Usare i pulsanti e per scorrere su Circ..

8

Usare i pulsanti e per impostare la posizione desiderata della valvola a 3 vie.

Risultato: Risc./raffr. ambiente

Risultato: Serbatoio

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

81

9 Messa in funzione

Per eseguire uno spurgo aria automatico

Requisito preliminare: Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che le richieste di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore. Vedere

"Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore" a pagina 50

.

2

Impostare il modo spurgo aria: andare a [A.7.3.1] >

Impostazioni installatore > Messa in funzione > Spurgo aria >

Tipo.

3

Selezionare Automatico e premere .

4

Andare a [A.7.3.4] > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Spurgo aria > Avvio spurgo aria e premere per avviare la funzione spurgo aria.

Risultato: Avrà inizio lo spurgo aria e compare la schermata seguente.

Mar 01:18

Spurgo aria

Portata

Velocità

Circ.

Bypass

Arresto

0.5

l/min

Basso

Risc./raffr. ambiente

Regolaz.

Scorrim.

Per interrompere lo spurgo aria

1

Premere e premere per confermare l'interruzione della funzione spurgo aria.

9.4.3

Per eseguire una prova di funzionamento

Requisito preliminare: Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che la richiesta di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore. Vedere

"Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore" a pagina 50

.

2

Andare a [A.7.1]: > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Prova di funzionamento.

3

Selezionare una prova e premere

Riscaldamento.

.

Esempio:

4

Selezionare OK e premere .

Risultato: La prova di funzionamento ha inizio. Una volta effettuata, essa si arresta automaticamente (±30  min). Per arrestarla manualmente, premere , selezionare OK e premere .

INFORMAZIONI

Se sono presenti 2 interfacce utente, si può avviare una prova di funzionamento da entrambe.

▪ L'interfaccia utente che è stata usata per avviare la prova di funzionamento visualizza una schermata di stato.

▪ L'altra interfaccia utente visualizza una schermata con la scritta “occupato”. Finché è visualizzata la schermata con la scritta “occupato”, non sarà possibile utilizzare l'interfaccia utente.

Se l'installazione dell'unità è stata effettuata correttamente, l'unità si avvierà durante il funzionamento di prova nel modo funzionamento selezionato. Durante il modo di prova, è possibile controllare il corretto funzionamento dell'unità monitorando la temperatura dell'acqua in uscita (modo riscaldamento/raffreddamento) e la temperatura serbatoio (modo acqua calda sanitaria).

Per monitorare la temperatura, andare a [A.6] e selezionare le informazioni che si desidera controllare.

Guida di riferimento per l'installatore

82

9.4.4

Per effettuare una prova di funzionamento attuatore

La prova di funzionamento attuatore ha lo scopo di confermare il funzionamento dei vari attuatori (per esempio, quando si seleziona il funzionamento pompa, avrà inizio una prova di funzionamento della pompa).

Requisito preliminare: Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che la richiesta di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore. Vedere

"Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore" a pagina 50 .

2

Assicurarsi che il controllo della temperatura ambiente, il controllo della temperatura dell'acqua in uscita e il controllo dell'acqua calda sanitaria siano DISATTIVATI attraverso l'interfaccia utente.

3

Andare a [A.7.4]: > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Prova funzionamento attuatore.

4

Selezionare un attuatore e premere . Esempio: Pompa.

5

Selezionare OK e premere .

Risultato: La prova di funzionamento attuatore ha inizio. Una volta effettuata, essa si arresta automaticamente. Per arrestarla manualmente, premere , selezionare OK e premere .

Possibili prove funzionamento attuatori

▪ Prova riscaldatore di riserva (passo 1)

▪ Prova riscaldatore di riserva (passo 2)

▪ Prova pompa

INFORMAZIONI

Prima di effettuare la prova di funzionamento, assicurarsi che sia stata spurgata tutta l'aria. Inoltre, evitare le interferenze nel circuito idraulico durante la prova di funzionamento.

▪ Prova pompa solare

▪ Prova valvola a 2 vie

▪ Prova valvola a 3 vie

▪ Prova riscaldatore piastra fondo

▪ Prova segnale bivalente

▪ Prova uscita allarme

▪ Prova segnale raffreddamento/riscaldamento

▪ Prova di riscaldamento rapido

▪ Prova pompa di circolazione

9.4.5

Asciugatura del massetto di riscaldamento a pavimento

Questa funzione viene utilizzata per asciugare il massetto di un sistema di riscaldamento a pavimento molto lentamente, durante la costruzione di un'abitazione. Esso consente all'installatore di programmare ed eseguire questo programma.

Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che le richieste di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

Questa funzione può essere eseguita senza che sia terminata l'installazione esterna. In questo caso, il riscaldatore di riserva eseguirà l'asciugatura del massetto e fornirà l'acqua in uscita senza il funzionamento pompa di calore.

Se non è ancora stata installata alcuna unità esterna, collegare il cavo dell'alimentazione principale all'unità interna attraverso X2M/30 e X2M/31. Vedere

"7.9.7  Collegamento dell'alimentazione principale" a pagina 45

.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

INFORMAZIONI

▪ Se Emergenza è impostato su Manuale ([A.5.1.2]=0), e scatta il comando dell'unità per l'avvio del funzionamento d'emergenza, l'interfaccia utente chiederà una conferma prima d'iniziare. La funzione di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento è attiva anche se l'utente NON conferma il funzionamento d'emergenza.

▪ Durante l'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento, la limitazione della velocità della pompa

[9‑0D] NON è applicabile.

NOTA

L'installatore ha la responsabilità di:

▪ contattare il produttore del massetto per le istruzioni di riscaldamento iniziale, onde evitare che il massetto si crepi,

▪ programmare il programma di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento, in base alle suddette istruzioni del produttore del massetto,

▪ verificare periodicamente il funzionamento appropriato della configurazione,

▪ selezionare il programma corretto, conforme al tipo di massetto utilizzato per il pavimento.

NOTA

Per impostazione predefinita, la protezione antigelo ambiente è disabilitata ([2‑06]=0). NON abilitare questa funzione finché non sarà stata completata con successo la funzione di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento. Ignorando questo avviso, il massetto si potrebbe crepare.

L'installatore può programmare fino a 20 passi. Per ogni passo deve inserire:

1

la durata in ore, fino ad un massimo di 72 ore,

2

la temperatura manuale richiesta.

Esempio:

T

24h (1) 36h (2)

35°C (2)

T

La temperatura manuale richiesta (15~55°C)

t

Durata (1~72 h)

(1)

Fase 1 d'intervento

(2)

Fase 2 d'intervento

t

9 Messa in funzione

Per programmare un programma di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento

1

Impostare il livello autorizzazione utente su Installatore. Vedere

"Impostazione del livello autorizzazione utente su Installatore" a pagina 50

.

2

Andare a [A.7.2]: > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Asc. massetto risc. a pavimento > Imposta programma asciugatura.

3

Usare i tasti , , , e per programmare il programma.

▪ Usare i tasti e per lo scorrimento attraverso il programma.

▪ Usare i tasti e per la regolazione della selezione.

Se si seleziona un lasso di tempo, è possibile impostare la durata tra 1 e 72 ore.

Se si seleziona una temperatura, si può impostare la temperatura manuale richiesta tra 15°C e 55°C.

4

Per aggiungere una nuova fase, selezionare “–h” o “–” in una riga vuota e premere .

5

Per eliminare una fase, impostare la durata su “–” premendo

.

6

Per salvare il programma, premere .

È importante che non vi sia nessuna fase vuota nel programma. Il programma si arresta quando è programmata una fase vuota OPPURE dopo l'esecuzione di 20 fasi consecutive.

Per eseguire un'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento

INFORMAZIONI

L'alimentazione a tariffa kWh preferenziale non può essere utilizzata in combinazione con l'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento.

Requisito preliminare: Assicurarsi che vi sia SOLO 1 interfaccia utente collegata al proprio sistema per eseguire un'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento.

Requisito preliminare: Assicurarsi che l'interfaccia utente mostri le schermate iniziali e che le richieste di riscaldamento ambiente e di acqua calda sanitaria siano nello stato DISATTIVATO.

1

Andare a [A.7.2]: > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Asc. massetto risc. a pavimento.

2

Impostare un programma di asciugatura.

3

Selezionare Avvia asciugatura e premere .

4

Selezionare OK e premere .

Risultato: Si avvia l'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento e appare la seguente schermata. Una volta effettuato, esso si arresta automaticamente. Per arrestarla manualmente, premere , selezionare OK e premere .

Mar 15:10

Asciug. mass.

Fase corrente

Restante

Tman richiesta

1

14d 12h

25°C

Arresto

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

83

10 Consegna all'utente

Per leggere lo stato di un'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento

1

Premere .

2

Saranno visualizzati la fase corrente del programma, il tempo totale restante e temperatura manuale richiesta corrente.

INFORMAZIONI

La struttura del menu ha un accesso limitato. È possibile accedere solo ai seguenti menu:

▪ Informazioni.

▪ Impostazioni installatore > Messa in funzione > Asc.

massetto risc. a pavimento.

Per interrompere un'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento

Se il programma si arresta in seguito a un errore, ad uno spegnimento del funzionamento o a un'interruzione dell'alimentazione, verrà visualizzato l'errore U3 sull'interfaccia utente. Per risolvere l'errore, vedere

"12.4  Risoluzione dei problemi in base ai codici errore"  a pagina  89

. Per resettare l'errore U3, il proprio Livello autorizzazione utente deve essere Installatore.

1

Andare sulla schermata di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento.

2

Premere .

3

Per interrompere il programma, premere .

4

Selezionare OK e premere .

Risultato: Il programma di asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento viene arrestato.

Se il programma si arresta in seguito a un errore, a uno spegnimento del funzionamento, o a un'interruzione dell'alimentazione, è possibile leggere lo stato dell'asciugatura del massetto del riscaldamento a pavimento.

5

Andare a [A.7.2]: > Impostazioni installatore > Messa in funzione > Asc. massetto risc. a pavimento > Stato asciug. >

Arrestato a seguito dall'ultima fase eseguita.

6

Modificare e riavviare l'esecuzione del programma.

10 Consegna all'utente

Una volta terminata la prova di funzionamento e appurato che l'unità funziona correttamente, assicurarsi che per l'utente siano ben chiari i punti seguenti:

▪ Compilare la tabella con le impostazioni dell'installatore (sul manuale d'uso) con le impostazioni effettive.

▪ Assicurarsi che l'utente sia in possesso della documentazione stampata e chiedergli/le di conservarla per consultazioni future.

Informare l'utente che può trovare la documentazione completa andando sull'url riportato più in alto in questo manuale.

▪ Spiegare all'utente come far funzionare correttamente il sistema e che cosa fare in caso di problemi.

▪ Mostrare all'utente quali interventi deve fare per la manutenzione dell'unità.

▪ Spiegare all'utente i suggerimenti per il risparmio energetico descritti sul manuale d'uso.

Guida di riferimento per l'installatore

84

11 Manutenzione e assistenza

NOTA

La manutenzione deve essere eseguita preferibilmente una volta all'anno da un installatore o da un responsabile dell'assistenza.

11.1

Panoramica: Manutenzione e assistenza

In questo capitolo vengono fornite informazioni su:

▪ La manutenzione annuale dell'unità esterna

▪ La manutenzione annuale dell'unità interna

11.2

Precauzioni generali di sicurezza

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

NOTA: Rischio di scariche elettrostatiche

Prima di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione o assistenza, toccare una parte metallica dell'unità per eliminare l'elettricità statica e proteggere il PCB.

11.2.1

Apertura dell'unità interna

ATTENZIONE

Il pannello anteriore è pesante. Prestare attenzione a NON farsi schiacciare le dita al momento di aprire o di chiudere l'unità.

Per accedere alla maggior parte dei componenti che richiedono manutenzione, è sufficiente rimuovere il pannello anteriore e rimuovere il coperchio anteriore di polistirene espanso dell'unità. In rari casi, potrebbe anche essere necessario rimuovere il quadro elettrico.

11.3

Lista di controllo per la manutenzione annuale dell'unità esterna

Controllare quanto segue almeno una volta all'anno:

▪ Scambiatore di calore dell'unità esterna.

Lo scambiatore di calore dell'unità esterna si può bloccare a causa della presenza di polvere, sporcizia, foglie, ecc. Si raccomanda di pulire lo scambiatore di calore una volta all'anno. Se lo scambiatore di calore si blocca, questo può portare ad una pressione troppo bassa o ad una pressione troppo alta, con conseguente peggioramento delle prestazioni.

11.4

Lista di controllo per la manutenzione annuale dell'unità interna

Controllare quanto segue almeno una volta all'anno:

▪ Pressione acqua

▪ Filtro dell'acqua

▪ Valvola di sicurezza pressione acqua

▪ Tubo flessibile della valvola di sicurezza

▪ Valvola di sicurezza del serbatoio dell'acqua calda sanitaria

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

▪ Quadro elettrico

▪ Rimozione del calcare

▪ Disinfezione chimica

▪ Anodo

Pressione acqua

Accertarsi che la pressione acqua sia superiore a 1 bar. Se inferiore, aggiungere acqua.

Filtro dell'acqua

Pulire il filtro dell'acqua.

NOTA

Maneggiare il filtro dell'acqua con cautela. NON applicare una forza eccessiva al momento di reinserire il filtro dell'acqua, in modo da NON danneggiare la retina del filtro dell'acqua.

2

1

4

5

3

Valvola di sicurezza dell'acqua

Aprire la valvola e controllare se funziona correttamente. L'acqua

potrebbe essere molto calda!

Ecco i punti da controllare:

▪ La portata di acqua proveniente dalla valvola di sicurezza è sufficientemente alto, non si sospetta nessun blocco della valvola o nella tubazione.

▪ Dalla valvola di sicurezza esce acqua sporca:

▪ aprire la valvola finché l'acqua scaricata NON conterrà più sporcizia

▪ lavare l'impianto e installare un filtro dell'acqua aggiuntivo

(preferibilmente un filtro a ciclone magnetico).

Per essere sicuri che quest'acqua provenga effettivamente dal serbatoio, eseguire il controllo dopo un ciclo di riscaldamento del serbatoio.

Si consiglia di eseguire questa manutenzione più frequentemente.

Tubo flessibile della valvola di sicurezza

Verificare che il tubo flessibile della valvola di sicurezza sia posizionato in modo appropriato per il drenaggio dell'acqua. Vedere

"7.8.5 Collegamento della valvola di scarico della pressione al punto di drenaggio" a pagina 41 .

Valvola di sicurezza del serbatoio dell'acqua calda sanitaria (da reperire in loco)

Aprire la valvola e controllarne il corretto funzionamento. L'acqua

potrebbe essere molto calda!

Ecco i punti da controllare:

▪ La portata di acqua proveniente dalla valvola di sicurezza è sufficientemente alto, non si sospetta nessun blocco della valvola o nella tubazione.

11 Manutenzione e assistenza

▪ Dalla valvola di sicurezza esce acqua sporca:

▪ aprire la valvola fino a quando l'acqua scaricata non contiene più sporcizia

▪ sciacquare e pulire l'intero serbatoio, compresa la tubazione tra la valvola di sicurezza e l'ingresso dell'acqua fredda.

Per essere sicuri che quest'acqua provenga effettivamente dal serbatoio, eseguire il controllo dopo un ciclo di riscaldamento del serbatoio.

Si consiglia di eseguire questa manutenzione più frequentemente.

Quadro elettrico

▪ Eseguire un'approfondita ispezione visiva del quadro elettrico per controllare che non esistano difetti evidenti, ad esempio allentamenti dei collegamenti o difetti dei collegamenti elettrici.

▪ Utilizzando un hometro, verificare che i contattori K1M, K2M, K3M e K5M (a seconda della propria installazione) funzionino correttamente. Tutti i contatti di questi contattori devono essere in posizione aperta quando l'alimentazione è DISATTIVATA.

AVVERTENZA

Se il cablaggio interno è danneggiato, deve essere sostituito dal produttore, dall'addetto al servizio di assistenza o da personale in possesso dello stesso tipo di qualifica.

Rimozione del calcare

A seconda della qualità dell'acqua e della temperatura impostata, sullo scambiatore di calore all'interno del serbatoio dell'acqua calda sanitaria si potrebbero formare dei depositi di calcare che potrebbero ostacolare la trasmissione del calore. Per questa ragione, a determinati intervalli potrebbe essere necessario provvedere alla rimozione del calcare dallo scambiatore di calore.

Disinfezione chimica

Se le leggi applicabili richiedono una disinfezione chimica in situazioni specifiche, che interessano il serbatoio dell'acqua calda sanitaria, si raccomanda di tenere presente che il serbatoio dell'acqua calda sanitaria è un cilindro in acciaio inossidabile contenente un anodo in alluminio. Consigliamo di usare un disinfettante non contenente cloruro, approvato per l'uso con acqua destinata al consumo umano.

NOTA

Se si usano mezzi per la rimozione del calcare o la disinfezione chimica, ci si deve assicurare che la qualità dell'acqua rimanga conforme ai requisiti indicati dalla direttiva UE 98/83 CE.

Anodo

Non è desiderata alcuna manutenzione o sostituzione.

11.4.1

Drenaggio del serbatoio dell'acqua calda sanitaria

1

Aprire il pannello anteriore.

2

Rimuovere le 2 viti, sganciare e mettere da parte il quadro elettrico.

2

×

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

85

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

3

Il tubo flessibile di scarico è ubicato sul lato destro dell'unità.

Tagliare le fascette di fissaggio o il nastro e tirare in avanti il tubo flessibile di scarico.

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

a a

Tubo flessibile di scarico

INFORMAZIONI

Per scaricare il serbatoio, è necessario che tutti i punti di prelievo dell'acqua calda siano aperti per consentire all'aria di entrare nell'impianto.

12.1

Panoramica: Individuazione e risoluzione dei problemi

In questo capitolo sono descritte le operazioni da eseguire in caso di problemi.

Le informazioni disponibili riguardano:

▪ Risoluzione dei problemi in base ai sintomi

▪ Risoluzione dei problemi in base ai codici di errore

Prima della risoluzione dei problemi

Eseguire un'approfondita ispezione visiva dell'unità per controllare che non esistano difetti evidenti, ad esempio collegamenti allentati o fili difettosi.

12.2

Precauzioni durante la risoluzione dei problemi

AVVERTENZA

▪ Prima di eseguire un'ispezione del quadro elettrico dell'unità, accertarsi sempre che l'unità sia scollegata dall'alimentazione. Spegnere il rispettivo interruttore di protezione.

▪ In caso d'intervento di un dispositivo di protezione, arrestare l'unità e individuare il motivo dell'attivazione di tale dispositivo prima di resettarlo. NON collegare i dispositivi di protezione con un ponte né modificarne i valori impostandoli su un valore diverso dall'impostazione predefinita di fabbrica. Qualora non si riuscisse a individuare la causa del problema, rivolgersi al rivenditore.

PERICOLO: RISCHIO DI SCOSSA ELETTRICA

12.3

Risoluzione dei problemi in base ai sintomi

12.3.1

Sintomo: L'unità NON riscalda né raffredda come previsto

Cause probabili Azione correttiva

L'impostazione della temperatura

NON è corretta

Controllare l'impostazione della temperatura sul comando a distanza. Consultare il manuale d'uso.

La portata acqua è troppo bassa Controllare ed assicurarsi che:

▪ Tutte le valvole di intercettazione del circuito idraulico siano completamente aperte.

▪ Il filtro dell'acqua sia pulito.

Pulire se necessario.

▪ Non vi sia aria nel sistema.

Spurgare l'aria se necessario.

È possibile spurgare l'aria manualmente (vedere

"Per eseguire uno spurgo aria manuale" a pagina 81

) oppure utilizzare la funzione di spurgo aria automatica (vedere

"Per eseguire uno spurgo aria automatico" a pagina 82 ).

▪ La pressione acqua sia >1 bar.

▪ Il vaso di espansione NON sia rotto.

▪ La resistenza nel circuito idraulico NON sia troppo elevata per la pompa (vedere

"14.9  Curva ESP"  a pagina 116

).

Se il problema persiste dopo aver effettuato tutti i controlli suddetti, contattare il proprio rivenditore. In certi casi, è normale che l'unità decida di utilizzare una portata acqua modesta.

Il volume dell'acqua nell'impianto

è troppo modesto

Accertarsi che il volume dell'acqua nell'impianto sia superiore al valore minimo richiesto (vedere

"6.4.3 Per controllare il volume e la portata dell'acqua" a pagina 28 ).

AVVERTENZA

Prevenire i rischi dovuti all'involontario resettaggio del disgiuntore termico: questo apparecchio NON deve essere alimentato attraverso un dispositivo di commutazione esterno, ad esempio un timer, né collegato a un circuito regolarmente attivato e disattivato dal servizio pubblico.

PERICOLO: RISCHIO DI USTIONI

Guida di riferimento per l'installatore

86

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

12.3.2

Sintomo: Il compressore NON si avvia

(riscaldamento ambiente o riscaldamento acqua sanitaria)

Cause probabili

L’unità deve avviarsi al di fuori del suo range di funzionamento

(la temperatura dell’acqua è troppo bassa)

Le impostazioni dell’alimentazione a tariffa kWh preferenziale e i collegamenti elettrici NON corrispondono

L’azienda elettrica ha inviato il segnale di tariffa kWh preferenziale

Azione correttiva

Se la temperatura dell’acqua è troppo bassa, l’unità usa il riscaldatore di riserva per raggiungere innanzitutto la temperatura acqua minima

(15°C).

Controllare ed assicurarsi che:

▪ L’alimentazione al riscaldatore di riserva sia cablata correttamente.

▪ La protezione termica del riscaldatore di riserva NON sia attivata.

▪ I contattori del riscaldatore di riserva NON siano rotti.

Se il problema persiste dopo aver effettuato tutti i controlli suddetti, contattare il proprio rivenditore.

Essa deve corrispondere ai collegamenti come spiegato in

"6.5 Preparazione del cablaggio elettrico" a pagina 29

e

"7.9.7 Collegamento dell’alimentazione principale" a pagina 45 .

Attendere il ripristino dell’alimentazione (2 ore max.).

12.3.3

Sintomo: La pompa è rumorosa

(cavitazione)

Cause probabili

È presente aria nel sistema

La pressione acqua all'ingresso nella pompa è troppo bassa

Azione correttiva

Spurgare l'aria manualmente

(vedere

"Per eseguire uno spurgo aria manuale" a pagina 81 ) oppure utilizzare la

funzione di spurgo aria automatica (vedere

"Per eseguire uno spurgo aria automatico" a pagina 82 ).

Controllare ed assicurarsi che:

▪ La pressione acqua sia >1 bar.

▪ Il manometro non sia rotto.

▪ Il vaso di espansione NON sia rotto.

▪ La pressione preimpostata del vaso di espansione è corretta

(vedere

"6.4.4  Modifica della pre-pressione del vaso di espansione" a pagina 29

).

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

12.3.4

Sintomo: La valvola di sicurezza si apre

Cause probabili

Il vaso di espansione è rotto

Azione correttiva

Sostituire il vaso di espansione.

Il volume dell'acqua nell'impianto

è eccessivo

Assicurarsi che il volume di acqua nell'impianto sia inferiore al valore massimo ammesso

(vedere "6.4.3 Controllo del volume d'acqua" a pagina 28

e

"6.4.4 Modifica della prepressione del vaso d'espansione" a pagina 29

).

Il carico piezometrico del circuito idraulico è troppo elevato

Il carico piezometrico del circuito idraulico è la differenza tra l'altezza dell'unità interna e l'altezza del punto più alto del circuito idraulico. Se l'unità interna si trova nel punto più alto dell'impianto, l'altezza dell'impianto è considerata 0 m. Il carico piezometrico massimo del circuito idraulico è 10 m.

Controllare i requisiti d'installazione.

12.3.5

Sintomo: La valvola di sicurezza dell'acqua perde

Probabile causa

La sporcizia blocca l'uscita della valvola di sicurezza dell'acqua

Azione correttiva

Controllare se la valvola di sicurezza funziona correttamente ruotando la manopola rossa sulla valvola in senso antiorario:

▪ Se NON si sente un rumore secco, rivolgersi al proprio rivenditore.

▪ Nel caso l'acqua continui a fuoriuscire dall'unità, chiudere le valvole di intercettazione sia dell'entrata che dell'uscita dell'acqua, quindi rivolgersi al proprio rivenditore.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

87

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

12.3.6

Sintomo: Lo spazio NON viene riscaldato a sufficienza in caso di basse temperature esterne

Cause probabili

Il funzionamento del riscaldatore di riserva non è attivato

Azione correttiva

Controllare ed assicurarsi che:

▪ Il modo funzionamento del riscaldatore di riserva sia abilitato. Andare a:

▪ [A.5.1.1] > Impostazioni installatore > Fonti di calore

> Riscaldatore di riserva >

Modo funz. [4‑00]

▪ La protezione termica del riscaldatore di riserva non sia stata attivata. Se si è attivata, controllare:

▪ La pressione acqua

▪ Se è presente aria nel sistema

▪ Il funzionamento dello spurgo aria

Premere il pulsante di resettaggio sul quadro elettrico.

Vedere "14.4 Componenti" a pagina 96 per l'ubicazione del

pulsante di resettaggio.

La temperatura di equilibrio del riscaldatore di riserva non è stata configurata correttamente

Aumentare la “temperatura di equilibrio” per attivare il funzionamento del riscaldatore di riserva ad una temperatura esterna più alta. Andare a:

▪ [A.5.1.4] > Impostazioni installatore > Fonti di calore >

Riscaldatore di riserva >

Temp. di equil. O

Una parte eccessiva della capacità della pompa di calore viene utilizzata per riscaldare l'acqua calda sanitaria

(applicabile solo agli impianti con un serbatoio dell'acqua calda sanitaria)

▪ [A.8] > Impostazioni installatore > Panoramica impostazioni [5‑01]

Controllare ed assicurarsi che le impostazioni della “priorità di riscaldamento ambiente” siano state configurate correttamente:

▪ Verificare che sia stato abilitato lo “stato di priorità del riscaldamento ambiente”.

Andare su [A.8] > Impostazioni installatore > Panoramica impostazioni [5‑02]

▪ Aumentare la “temperatura di priorità del riscaldamento ambiente” per attivare il funzionamento del riscaldatore di riserva ad una temperatura esterna più alta. Andare su

[A.8] > Impostazioni installatore > Panoramica impostazioni [5‑03]

12.3.7

Sintomo: La pressione al punto di prelievo è insolitamente alta per un periodo temporaneo

Probabile causa

Valvola di sicurezza guasta od ostruita.

Azione correttiva

▪ Lavare con getti abbondanti e pulire l'intero serbatoio incluse le tubazioni tra la valvola di sicurezza e l'entrata dell'acqua fredda.

▪ Sostituire la valvola di sicurezza.

12.3.8

Sintomo: I pannelli decorativi si staccano a causa del rigonfiamento del serbatoio

Probabile causa

Valvola di sicurezza guasta od ostruita.

Azione correttiva

Contattare il rivenditore di zona.

12.3.9

Sintomo: La funzione di disinfezione del serbatoio NON viene completata correttamente (errore AH)

Cause probabili

La funzione di disinfezione è stata interrotta da un prelievo di acqua calda sanitaria

Si è verificato recentemente un ingente prelievo di acqua calda sanitaria prima dell'avvio programmato della funzione di disinfezione

Azione correttiva

Programmare l'avvio della funzione di disinfezione se si prevede che per le prossime

4 ore non vi sarà NESSUN prelievo di acqua calda sanitaria.

Quando è stato selezionato

Acqua calda sanitaria > Modo setp. > Risc. prev. e manten. o

R. pr/mant+pr., si consiglia di programmare l'avvio della funzione di disinfezione almeno

4 ore dopo l'ultimo prelievo consistente di acqua calda previsto. Questo avvio può essere impostato tramite le impostazioni installatore

(funzione disinfezione).

L'operazione di disinfezione è stata interrotta manualmente: mentre l'interfaccia utente visualizzava la pagina iniziale

ACS e il relativo livello autorizzazione utente era impostato su Installatore, è stato premuto il pulsante durante l'operazione di disinfezione.

Quando è stato selezionato

Acqua calda sanitaria > Modo setp. > Solo programm., si consiglia di programmare un

Modo econ. conserv. 3 ore prima dell'inizio programmato della funzione disinfezione, per preriscaldare il serbatoio.

NON premere il pulsante mentre è attiva la funzione di disinfezione.

Guida di riferimento per l'installatore

88

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

12.4

Risoluzione dei problemi in base ai codici errore

Quando si verifica un problema, sull'interfaccia utente appare un codice errore. Al fine di prendere le debite contromisure prima di resettare il codice errore, è importante capire qual è il problema.

Questo deve essere fatto da un installatore qualificato o dal proprio rivenditore di zona.

Questo capitolo fornisce una panoramica di tutti i codici errore e del contenuto di ciascun codice errore così come appare sull'interfaccia utente.

Per avere istruzioni più dettagliate per l'individuazione e la risoluzione dei problemi relativi a ciascun errore, vedere il manuale di riparazione.

12.4.1

Codici di errore: Panoramica

Codici di errore dell'unità esterna

Codice di errore

A5

Codice di errore dettagliato

00

Descrizione

E1

E3

E5

E6

00

00

00

00

UE: probl. raffr. alta press./ interr. picco/prot. antigelo.

Contattare il rivenditore.

UE: difetto scheda.

Richiesto resett. potenza.

Contattare il rivenditore.

UE: Azion. pressostato alta press. (HPS).

Contattare il rivenditore.

UE: Surrisc. compressore inverter.

Contattare il rivenditore.

UE: Difetto avviam. compress.

Contattare il rivenditore.

E7

E8

EA

00

00

00

UE: Difetto motore ventola unità esterna.

Contattare il rivenditore.

UE: Sovrat. ingresso aliment.

Contattare il rivenditore.

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

Descrizione Codice di errore

H8

Codice di errore dettagliato

00

H9

F3

F6

FA

JA

J3

J6

L3

L4

L5

P4

U0

00

00

00

00

00

00

00

00

00

00

00

00

UE: Guasto sistema ingr.

compressore (CT).

Contattare il rivenditore.

UE: Difetto termistore aria esterna.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto temp. tubo scarico.

Contattare il rivenditore.

UE: Alta press. anormale del raffreddamento.

Contattare il rivenditore.

UE: Alta press. anormale, azionamento HPS.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto sensore alta pressione.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto termistore tubo di scarico.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto termistore dello scambiatore di calore

Contattare il rivenditore.

UE: Problema aumento temp.

scatola elettrica.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto aum. temp. alette irradiamento inverter.

Contattare il rivenditore.

UE: Sovracorr. (CC) istantanea inverter.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto sensore temp. alette.

Contattare il rivenditore.

UE: Mancanza refrigerante.

Contattare il rivenditore.

H0

H3

H6

00

00

00

UE: Problema commutaz.

raffreddam./riscaldam.

Contattare il rivenditore.

UE: Problema sens. tensione/ corrente.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto pressost. alta pressione (HPS)

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto sens. rilevam.

posizione.

Contattare il rivenditore.

U2

U7

UA

00

00

00

UE: Difetto tensione di alimentazione.

Contattare il rivenditore.

UE: Guasto trasmissione tra

CPU princ.-CPU INV.

Contattare il rivenditore.

UE: Problema combinazione interna/esterna.

Richiesto resett. potenza.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

89

12 Individuazione e risoluzione dei problemi

Codici di errore dell'unità interna

Codice di errore

A1

Codice di errore dettagliato

00

Descrizione

AA

UA

7H

01

00

01

Probl. rilev. incrociato zero.

Richiesto resett. potenza.

Contattare il rivenditore.

Risc. di riserva surriscaldato.

Richiesto resett. potenza.

Contattare il rivenditore.

Problema abbinamento unità interna, unità esterna.

Richiesto resett. potenza.

Problema portata acqua.

Codice di errore

HC

CJ

H1

89

A1

89 01 Congelamento scambiat. calore.

AH

8H 00 Aumento anorm. temp. acqua usc.

89

8F 00

C0

U3

81

C4

80

U5

U4

EC

00

00

00

00

00

00

00

00

Aumento anorm. temp. acqua usc.

(ACD).

Sensore flusso difettoso.

Richiesto resett. potenza.

Funz. asciugat. massetto risc.

a pavimento non completata correttamente.

Problema a sensore temper.

acqua in uscita.

Contattare il rivenditore.

Problema a sensore temp.

scambiatore di calore.

Contattare il rivenditore.

Problema temperatura acqua di ritorno.

Contattare il rivenditore.

Problema di comunicaz.

interfaccia utente

Problema di comunicaz.

unità interna/esterna.

Aumento anormalo temper.

serbatoio.

AJ

UA

Guida di riferimento per l'installatore

90

Codice di errore dettagliato

00

Descrizione

02

00

02

Problema a sensore temper.

serbatoio.

Contattare il rivenditore.

Problema a sensore temp.

ambiente.

Contattare il rivenditore.

Problema a sensore temp.

esterna.

Contattare il rivenditore.

Congelamento scambiat. calore.

00

00

03

03

17

Errore di lettura EEPROM.

Funzione disinfez. serbatoio completata non correttamente.

Congelamento scambiat. calore.

Tempo di riscaldamento

ACS richiesto troppo lungo.

Problema tipo di serbatoio

INFORMAZIONI

Se è stato generato il codice errore AH e non si è verificata alcuna interruzione della funzione di disinfezione per via della domanda di acqua calda sanitaria, si consiglia di procedere come segue:

▪ Quando è stato selezionato Acqua calda sanitaria >

Modo setp. > Risc. prev. e manten. o R. pr/mant+pr., si consiglia di programmare l'avvio della funzione di disinfezione almeno 4  ore dopo l'ultimo prelievo consistente di acqua calda previsto. Questo avvio può essere impostato tramite le impostazioni installatore

(funzione disinfezione).

▪ Quando è stato selezionato Acqua calda sanitaria >

Modo setp. > Solo programm., si consiglia di programmare un Modo econ. conserv. 3  ore prima dell'inizio programmato della funzione disinfezione, per pre-riscaldare il serbatoio.

NOTA

Se la portata acqua minima (in relazione al modo funzionamento applicabile) è più bassa del valore riportato nella tabella sotto, l'unità interrompe il funzionamento e l'interfaccia utente visualizza l'errore 7H.

Portata minima richiesta durante il funzionamento della pompa di calore

Modelli 04 Riscaldamento

Raffreddamento

6 l/min

6 l/min

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Portata minima richiesta durante il funzionamento della pompa di calore

Modelli 08 Riscaldamento 6 l/min

Modelli 11

Modelli 16

Raffreddamento

Riscaldamento

Raffreddamento

Riscaldamento

Raffreddamento

10 l/min

10 l/min

15 l/min

10 l/min

15 l/min

Portata minima richiesta durante il funzionamento dello sbrinamento

Modelli 04+08

Modelli 11+16

12 l/min

15 l/min

Portata minima richiesta durante il funzionamento del riscaldatore di riserva

Tutti i modelli 12 l/min

INFORMAZIONI

L'errore AJ-03 viene resettato automaticamente a partire dal momento in cui è presente un riscaldamento serbatoio normale.

13 Smaltimento

13.1

Panoramica: Smaltimento

Flusso di lavoro tipico

Lo smaltimento del sistema, tipicamente, si compone delle fasi seguenti:

1 Evacuazione del sistema con la pompa.

2 Smantellamento del sistema in base alle leggi applicabili.

3 Trattamento del refrigerante, dell'olio e delle altre parti secondo le normative vigenti.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni, consultare il manuale di riparazione.

13.2

Evacuazione del refrigerante con la pompa

Esempio: Per proteggere l'ambiente, arrestare la pompa quando si deve spostare l'unità o la si deve rottamare.

NOTA

Durante l'operazione di evacuazione del refrigerante con la pompa, arrestare il compressore prima di rimuovere la tubazione del refrigerante. Se il compressore è ancora in funzione e la valvola di arresto è aperta durante l'evacuazione del refrigerante con la pompa, verrà aspirata aria nel sistema. Di conseguenza, a causa della pressione anomala nel ciclo del refrigerante, si verificherà la rottura del compressore e altri tipi di danni.

L'operazione di evacuazione del refrigerante con la pompa estrae tutto il refrigerante dal sistema e lo invia nell'unità esterna.

1

Rimuovere il coperchio dalla valvola di arresto del liquido e dalla valvola di arresto del gas.

2

Eseguire l'operazione di raffreddamento forzato.

3

Trascorsi da 5 a 10  minuti (bastano 1 o 2  minuti se sono presenti temperature ambiente molto rigide (<−10°C)), chiudere la valvola di arresto del liquido con una chiave esagonale.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

13 Smaltimento

a

4

Controllare con il manometro se è stato raggiunto il vuoto.

5

Dopo 2-3 minuti, chiudere la valvola di arresto del gas e interrompere l'operazione di raffreddamento forzato.

b c d e d a

Valvola di arresto del gas

b

Direzione di chiusura

c

Chiave esagonale

d

Coperchio delle valvole

e

Valvola di arresto del liquido

13.3

Avvio e arresto del raffreddamento forzato

Assicurarsi che il microinterruttore SW2 sia in modo

RAFFREDDAMENTO.

1

Premere l'interruttore di funzionamento forzato del raffreddamento SW1 per iniziare il raffreddamento forzato.

2

Premere l'interruttore di funzionamento forzato del raffreddamento SW1 per arrestare il raffreddamento forzato.

HEAT COOL

SW1

SW2

NOTA

Prestare attenzione a che, durante l'esecuzione dell'operazione di raffreddamento forzato, la temperatura dell'acqua rimanga più alta di 5°C (vedere la lettura della temperatura data dall'unità interna). Per ottenere questa condizione, si possono attivare per esempio tutti i ventilatori dei ventilconvettori.

Guida di riferimento per l'installatore

91

14 Dati tecnici

14 Dati tecnici

14.1

Panoramica: dati tecnici

Le informazioni contenute in questo capitolo riguardano:

• Dimensioni e spazio di servizio

• Centro di gravità

• Componenti

• Schema delle tubazioni

• Schema dell'impianto elettrico

• Specifiche tecniche

• Portata di funzionamento

• Curva ESP

14.2

Dimensioni e spazio per l'assistenza

14.2.1

Dimensioni e spazio per l'assistenza: Unità esterna

250

SPAZIO MINIMO PER PASSAGGIO ARIA

ALTEZZA PARETE SUL LATO DI

USCITA ARIA= MINORE DI 1200

250

250

832

580

USCITA DI SCARICO

121

78

4 FORI PER BULLONI DI ANCORAGGIO

(M8 O M10)

ETICHETTA CON

NOME MARCA

TARGHETTA

INFORMATIVA

ENTRATA CABLAGGIO

IN CASO DI RIMOZIONE

DEL COPERCHIO DELLA

VALVOLA DI ARRESTO

MORSETTIERA A STRISCIA

CON TERMINALE DI TERRA

TERMISTORE TEMPERATURA ARIA

ESTERNA

VALVOLA DI ARRESTO LIQUIDO

(Ø6,4 CuT)

APERTURA DI

SERVIZIO

155

160

18

23

VALVOLA DI ARRESTO DEL GAS

(Ø15,9 CuT)

3TW60814-1B

Guida di riferimento per l'installatore

92

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

14.2.2

Dimensioni e spazio per l'assistenza: Unità interna

346

307

251

151 300

275

49

s m r n

300

600

p l a b k t

R210

c v h g j f i g d v h g j f i g d u e u e w o o a

Collegamento del tubo del gas

b

Collegamento del tubo del liquido

c

Manometro

d

Valvola di sicurezza

e

Valvola di scarico del circuito idraulico

f

Spurgo aria

g

Valvola di intercettazione con valvola di riempimento (accessoria)

h

Filtro dell'acqua

i

Ingresso dell'acqua

j

Uscita dell'acqua

k

Acqua calda sanitaria: ENTRATA acqua fredda

l

Acqua calda sanitaria: USCITA acqua fredda

q q

260L 180L

3D090548 m

Entrata cablaggio di controllo

n

Entrata cablaggio di alimentazione

o

Piedini di livellamento

p

Interfaccia utente (kit opzione)

q

Valvola di scarico circuito dell'acqua calda sanitaria

r

Collegamento di ricircolo

s

Foro per la tubazione di ricircolo e il cablaggio delle opzioni

t

Uscita di scarico

u

Vaso di espansione

v

Valvola a 3 vie

w

Uscita di scarico (solo per EHVX)

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

93

14 Dati tecnici

MIN. 500

3D078541

Guida di riferimento per l'installatore

94

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14.3

Baricentro

14.3.1

Baricentro: Unità esterna

14 Dati tecnici

UNITÀ

4TW60819-1

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

95

14 Dati tecnici

14.4

Componenti

14.4.1

Componenti: Unità esterna

l k a

14.4.3

Componenti: Unità interna

p l a b k r s m c n d g h i j f e a

Scheda principale del quadro elettrico (scheda dell'inverter e di controllo)

b

Comunicazione con il terminale e alimentazione

c

Scheda di servizio

d

Valvola a 4 vie

e

Valvola d'espansione elettronica (principale)

f

Accumulatore

g

Compressore

h

Valvola di arresto del liquido

i

Valvola di arresto del gas

j

Apertura di servizio

k

Motore ventola

l

Scambiatore di calore

14.4.2

Componenti: Quadro elettrico (unità esterna)

a b c t a

Scheda di servizio

b

Cavo di comunicazione del terminale

c

Cavo di alimentazione del terminale

d

Collegamento a terra

e

Morsetto per cablaggio

d e g v h u j i g d f e w q o a

Collegamento del tubo del gas

b

Collegamento del tubo del liquido

c

Manometro

d

Valvola di sicurezza

e

Valvola di scarico del circuito idraulico

f

Spurgo aria

g

Valvola di intercettazione con valvola di riempimento (accessoria)

h

Filtro dell'acqua

i

Ingresso dell'acqua

j

Uscita dell'acqua

k

Acqua calda sanitaria: ENTRATA acqua fredda

l

Acqua calda sanitaria: USCITA acqua fredda

m

Entrata cablaggio di controllo

n

Entrata cablaggio di alimentazione

o

Piedini di livellamento

p

Interfaccia utente (opzionale)

q

Valvola di scarico circuito dell'acqua calda sanitaria

r

Collegamento di ricircolo

s

Foro per la tubazione di ricircolo e il cablaggio delle opzioni

t

Uscita di scarico

u

Vaso di espansione

v

Valvola a 3 vie

w

Uscita di scarico (solo per EHVX)

INFORMAZIONI

Certi componenti NON sono direttamente accessibili quando si rimuovono la piastra superiore e/o le piastre frontali. Potrebbe essere necessario rimuovere l'isolante del serbatoio facendolo scorrere all'indietro rispetto al serbatoio. I componenti nel quadro elettrico sono accessibili rimuovendo il coperchio del quadro elettrico.

Guida di riferimento per l'installatore

96

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14.4.4

Componenti: Quadro elettrico (unità interna)

a b c c n

Q1L

TR1

FU1

d d

A1P

K3M d n m e l

F1B

f

X5M

X6Y

X6YA X6YB

k g

X2M

h j

X1M

i a

Protezione termica Q1L del riscaldatore di riserva

b

Trasformatore TR1

c

Terminali per il riscaldatore di riserva X6M/X7M (solo modelli *9W)

d

Contattori K1M, K2M e K5M del riscaldatore di riserva

e

Connettori X6YA/X6YB/X6Y

f

Interruttore di protezione F1B del riscaldatore di riserva

g

Morsettiera X2M (alta tensione)

h

Morsettiera X1M (all'unità esterna)

i

Supporti a fascetta per cavi

j

Scheda con I/O digitale A4P (solo per gli impianti con kit solare o kit scheda con I/O digitale)

k

Scheda a richiesta per limitazione della potenza

l

Morsettiera X5M (bassa tensione)

m

Scheda principale A1P

n

Fusibile FU1 della scheda

14 Dati tecnici

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

97

14 Dati tecnici

14.5

Schema delle tubazioni

14.5.1

Schema delle tubazioni: Unità esterna

UNITÀ ESTERNA

SCAMBIATORE DI CALORE

12,7CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

7,9CuT

TERMISTORE

DELLO

SCAMBIATORE

DI CALORE

M

VENTOLA AD ELICA

TERMISTORE TEMPERATURA

ARIA ESTERNA

TUBO CAPILLARE 1

7,9CuT 4,0CuT

7,9CuT 4,0CuT

TUBO CAPILLARE 2

TUBO CAPILLARE 3

4,0CuT

4,0CuT

TUBO CAPILLARE 4

6,4CuT

SILENZIATORE

CON

FILTRO

12,7CuT

FILTRO

VALVOLA

MOTORIZZATA

FILTRO

SENSORE

PRESSIONE

12,7CuT

12,7CuT

P >

PRESSOSTATO

ALTA

PRESSIONE

SILENZIATORE

SILENZIATORE

7,9CuT

TERMISTORE TUBO

DI SCARICO

COMPRESSORE

12,7CuT

ACCUMULATORE

PORTATA REFRIGERANTE

RAFFREDDA-

MENTO

RISCALDA-

MENTO

6,4CuT

VALVOLA DI

ARRESTO

LIQUIDO

TUBAZIONE IN LOCO

(6,4 CuT)

12,7CuT

VALVOLA DI

ARRESTO GAS CON

APERTURA DI

SERVIZIO

TUBAZIONE IN LOCO

(15,9 CuT)

3TW60815-1

Guida di riferimento per l'installatore

98

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

14.5.2

Schema delle tubazioni: Unità interna

USCITA acqua riscaldamento/ raffreddamento ambiente

Installato in loco

Lato acqua

Valvola a 3 vie

R2T

Riscaldatore di riserva

Serbatoio dell'acqua calda sanitaria

Valvola di intercettazione con valvola di scarico/riempimento

Acqua calda sanitaria: uscita acqua calda

Acqua calda sanitaria: entrata acqua fredda

Installato in loco Scambiatore di calore

R5T

Sensore flusso

R1T

Vaso di espansione

Valvola di sicurezza

Manometro

Pompa

Filtro

R4T

Lato refrigerante

Uscita refrigerante

Ingresso refrigerante

Scambiatore di calore a piastre

Evaporatore

Condensatore

Ingresso refrigerante

R3T

Uscita refrigerante

Tappo di scarico

Spurgo aria

ENTRATA acqua riscaldamento/ raffreddamento ambiente

LEGENDA

Valvola di non ritorno

Connessione svasata

Tubo con innesto a rotazione

Tubo pizzicato

Connessione a vite

Connettore a sganciamento rapido

Connessione delle flange

Connessione brasata

Termistore

R5T

R4T

R3T

R2T

R1T

Descrizione

Termistore del serbatoio

Termistore acqua in entrata

Termistore lato liquido refrigerante

Termistore del riscaldatore di riserva uscita acqua

Termistore dello scambiatore di calore uscita acqua

3D089825

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

99

14 Dati tecnici

14.6

Schema elettrico

14.6.1

Schema elettrico: Unità esterna

Vedere lo schema elettrico interno fornito con l'unità (all'interno del coperchio del quadro elettrico dell'unità interna). Di seguito è riportata la legenda delle abbreviazioni usate.

Solo per ERLQ004CAV3

SCHEMA ELETTRICO

ALIMENTAZIONE

ALL'UNITÀ INTERNA

interno

COLLEGAMENTO IN LOCO

esterno

NUCLEO DI FERRITE

MORSETTIERA A STRISCIA

SERPENTINA VALVOLA DI ESPANSIONE ELETTRONICA

VARISTORE

ASSORBITORE DI SOVRATENSIONE

FUSIBILE

SENSORE

PRESSIONE

CONNETTORE

RISCALDATORE CON BACINELLA DI DRENAGGIO

SENSORE PRESSIONE

PRESSOSTATO (ALTA PRESSIONE)

NOTE:

BACINELLA DI DRENAGGIO OPZIONALE

KIT RISCALDATORE

RELÈ MAGNETICO

TERMISTORE (SCARICO)

TERMISTORE (SCAMBIATORE DI CALORE)

TERMISTORE (ARIA)

CONNETTORE

SPIA PILOTA

MODULO POTENZA INTELLIGENTE

(ARIA) (SCARICO)

(SCAMBIATORE

DI CALORE)

FASE

NEUTRO

PULSANTI

MICROINTERRUTTORI

CONDENSATORE

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (PRINCIPALE)

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (INVERTER)

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (ASSISTENZA)

CONSULTARE LE SPECIFICHE DI ACQUISTO AS303002, SALVO DIVERSAMENTE SPECIFICATO

QUESTO DISEGNO È STATO REALIZZATO CON SISTEMA CAD

DIMENSIONI: LUNGHEZZA 140 x LARGHEZZA 230.

MOTORE DEL COMPRESSORE

MOTORE DELLA VENTOLA

SPIE

PROTEZIONE DAI SOVRACCARICHI

INTERRUTTORE DI DISPERSIONE A TERRA

PONTE RADDRIZZATORE

SERPENTINA ELETTROVALVOLA DI INVERSIONE

PIASTRA FISSA PER MORSETTIERA A STRISCIA

3TW60816-1A

Guida di riferimento per l'installatore

100

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

Solo per ERLQ006CAV3+ERLQ008CAV3

ALIMENTAZIONE

ALL'UNITÀ INTERNA

interno

COLLEGAMENTO IN LOCO

SCHEMA ELETTRICO esterno

C110~C112

DB1, DB2, DB401

DC_N1, DC_N2

DC_P1, DC_P2

DC_P1, DC_P2

DP1, DP2

E1, E2

E1H

FU1~FU5

HL1, HL2, HL402

HN1, HN2, HN402

IPM1

L

LED 1~LED 4

LED A, LED B

M1C

M1F

MR30, MRM306,

MRM307, MR4

MRM10, MRM20

MR30_A~MR30_B

N

PCB1

PCB2

PCB3

Q1DI

Q1L

NUCLEO DI FERRITE

MORSETTIERA A STRISCIA

SERPENTINA VALVOLA DI ESPANSIONE

ELETTRONICA

VARISTORE

ASSORBITORE DI SOVRATENSIONE

FUSIBILE

CONNETTORE

RISCALDATORE CON BACINELLA DI

DRENAGGIO

SENSORE PRESSIONE

PRESSOSTATO (ALTA PRESSIONE)

NOTE:

SENSORE

PRESSIONE

BACINELLA DI DRENAGGIO OPZIONALE

KIT RISCALDATORE

RELÈ MAGNETICO

TERMISTORE (SCARICO)

TERMISTORE (SCAMBIATORE DI CALORE)

TERMISTORE (ARIA)

CONNETTORE

SPIA PILOTA

MODULO POTENZA INTELLIGENTE

(ARIA) (SCARICO)

(SCAMBIATORE

DI CALORE)

FASE

NEUTRO

PULSANTI

MICROINTERRUTTORI

CONDENSATORE

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (PRINCIPALE)

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (INVERTER)

SCHEDA A CIRCUITI STAMPATI (ASSISTENZA)

MOTORE DEL COMPRESSORE

MOTORE DELLA VENTOLA

SPIE

PROTEZIONE DAI SOVRACCARICHI

INTERRUTTORE DI DISPERSIONE A TERRA

PONTE RADDRIZZATORE

SERPENTINA ELETTROVALVOLA DI INVERSIONE

PIASTRA FISSA PER MORSETTIERA A STRISCIA

CONSULTARE LE SPECIFICHE DI ACQUISTO AS303002, SALVO DIVERSAMENTE SPECIFICATO

QUESTO DISEGNO È STATO REALIZZATO CON SISTEMA CAD

DIMENSIONI: LUNGHEZZA 140 x LARGHEZZA 230.

Condensatore

Ponte raddrizzatore

Connettore

Connettore

Connettore

Connettore

Connettore

Riscaldatore della bacinella di drenaggio

Fusibile

Connettore

Connettore

Modulo di potenza intelligente

Fase

Spie

Spia pilota

Motore del compressore

Ventola del compressore

Relè magnetico

Relè magnetico

Connettore

Neutro

Scheda del circuito stampato (principale)

Scheda del circuito stampato (inverter)

Scheda del circuito stampato (assistenza)

Interruttore differenziale

Protezione da sovraccarichi

R1T

R2T

R3T

S1NPH

S1PH

S2~S503

SA1

SHEET METAL

SW1, SW3

SW2, SW5

U

V

V2, V3, V401

W

X11A, X12A

X1M, X2M

Y1E

Y1R

Z1C~Z4C

BLK

BLU

3TW60816-2

Termistore (scarico)

Termistore (scambiatore di calore)

Termistore (aria)

Sensore di pressione

Pressostato alta pressione

Connettore

Assorbitore di sovratensione

Lamiera

Pulsanti

Microinterruttore

Connettore

Connettore

Varistore

Connettore

Connettore

Morsettiera a striscia

Valvola d'espansione elettronica

Bobina dell'elettrovalvola di inversione

Nucleo di ferrite

Collegamenti in loco

Morsettiera a striscia

Connettore

Terminale

Messa a terra di protezione

Nero

Blu

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

101

14 Dati tecnici

BRN

GRN

ORG

PPL

RED

WHT

YLW

Marrone

Verde

Arancione

Porpora

Rosso

Bianco

Giallo

Guida di riferimento per l'installatore

102

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

14.6.2

Schema elettrico: Unità interna

Vedere lo schema elettrico interno fornito con l'unità (all'interno del coperchio del quadro elettrico dell'unità interna). Di seguito è riportata la legenda delle abbreviazioni usate.

Posizione nel quadro elettrico

Q1L

TR1

X6M X7M

K1M K2M

K5M K3M

A1P

X6Y

F1B F2B

X5M

X2M

A8P

X1M X4M

A4P

Configurazione del riscaldatore di riserva (solo per *9W):

 3V3 (1N~, 230 V, 3 kW)

 6V3 (1N~, 230 V, 6 kW)

 6WN (3N~, 400 V, 6 kW)

 9WN (3N~, 400 V, 9 kW)

 6T1 (3~, 230 V, 6 kW)

Opzioni installate dall'utente:

 Riscaldatore piastra fondo

 Serbatoio dell'acqua calda sanitaria

 Serbatoio dell'acqua calda sanitaria con connessione solare

 Interfaccia utente remota

 Termistore esterno per ambiente interno

 Termistore esterno per ambiente esterno

 Scheda con I/O digitale

 Scheda a richiesta

 Pompa solare e stazione di controllo

Temperatura manuale originale:

 Termostato ATTIVATO/DISATTIVATO (cablato)

 Termostato ATTIVATO/DISATTIVATO (non cablato)

  Termistore esterno sul termostato ATTIVATO/

DISATTIVATO (non cablato)

 Convettore con pompa di calore

Temperatura manuale aggiuntiva:

 Termostato ATTIVATO/DISATTIVATO (cablato)

 Termostato ATTIVATO/DISATTIVATO (non cablato)

  Termistore esterno sul termostato ATTIVATO/

DISATTIVATO (non cablato)

 Convettore con pompa di calore

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

103

14 Dati tecnici

solo per *KHWE*Z2

7 serbatoio dell'acqua calda sanitaria

E4H

Q2L

2 3

1 4

X9M 1 2 solo per *KHWS*Z2

7 serbatoio dell'acqua calda sanitaria

E4H

Q2L

2 3

1 4

X6M 1 2 solo per *KHWE*V3

7 serbatoio dell'acqua calda sanitaria

E4H

Q2L

2

1

X9M 1 2

2

BLK

X6M 1 2 3 4

GRY RED BRN

2

BLK

5 6 7 8 X7M X6M 1 2 3 4

GRY RED BRN

2

BLK

5 6 7 8 X7M X6M 1 2 3 4

GRY

RED

5 6 7 8

BRN

2

BLK

X7M X6M 1 2 3 4

GRY RED BRN

5 6 7 8 X7M

F1T

E1H E1H E1H

F1T

E2H E2H E2H

F1T F1T F1T F1T F1T

E1H E1H E1H

F1T

E2H E2H E2H

F1T F1T F1T F1T F1T

E1H E1H E1H

F1T

E2H E2H E2H

F1T F1T F1T F1T F1T

E1H E1H E1H

F1T

E2H E2H E2H

F1T F1T F1T F1T solo per *KHWS*V3

7 serbatoio dell'acqua calda sanitaria

E4H

F2B

Q2L

2

1

X6M 1 2

X4M

K3M

1

1

2

1

2

3

4

3

I

2

I

4

Q1DI

11

1N~, 50 Hz

230 V CA

L N solo per *KHW*V3

K1M

1

2

3

4

5

6

1

2

3

4

5

6

K2M

K1M

1

2

3

4

5

6

1

2

3

4

5

6

K2M

K1M

1

2

3

4

5

6

1

2

3

4

5

6

K2M

K1M

1

2

3

4

5

6

1

2

3

4

5

6

K2M

11

2~, 50 Hz

400 V CA

L1 L2 solo per *KHW*Z2

K5M

1

2

1

3

4

3

5

6

5

13

14

7

I

2

I

4

I

6

I

8

F1B

Q1DI

L

1N~, 50 Hz

230 V CA

N per 3V3 (1N~, 230 V, 3 kW)

K5M

1

2

1

3

4

3

5

6

5

13

14

7

I

2

I

4

I

6

I

8

F1B

Q1DI

L

1N~, 50 Hz

230 V CA

N per 6V3 (1N~, 230 V, 6 kW)

K5M

1

2

1

3

4

3

5

6

5

13

14

7

I

2

I

4

I

6

I

8

F1B

Q1DI

L1

3N~, 50 Hz

400 V CA

L2 L3 N per 6WN (3N~, 400 V, 6 kW) e

9WN (3N~, 400 V, 9 kW)

K5M

1

2

1

3

4

3

5

6

5

13

14

7

I

2

I

4

I

6

I

8

F1B

Q1DI

L1

3~, 50 Hz

230 V CA

L2 L3 per 6T1 (3~, 230 V, 6 kW)

F2B

K1M

Q1L

F1T

1

2

12

11

1

3

E3H

4

22

21

3

I

2

I

4

Q1DI solo per *9W

L

1N~, 50 Hz

230 V CA

N solo per *3V

4D090419-1A pagina 4

Guida di riferimento per l'installatore

104

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

Scheda con I/O digitale

KCR

X1 X2

SS1

CN1:1 3

F2U F1U

CN2:1

2

3

4

5

6

A4P

KFR

X3 X4 YC

KHR

Y1

KHUR

Y2

PHC1

Y3 Y4

X2M.13

X2M.14

X2M.9

X2M

13a

21

28

29

Uscita allarme

Carico massimo

0,3 A - 250 V CA

Carico minimo

20 mA - 5 V CC

A3P

1 2

L N

Collegamento pompa solare

Per

*KSOLHWAV1, vedere il manuale d'uso

Fonte di calore est.

Carico massimo 0,3 A - 250 V CA

Carico min. 20 mA - 5 V CC solo per stazione pompa solare

Opzioni: uscita caldaia, connessione pompa solare, uscita allarme

X2M.14

X2M.9

X2M

21

28

29

4 4

alla piastra riscaldante inferiore

1 2

UNITÀ

ESTERNA

X1Y solo per EKBPHT*

Raffr./Risc. ambiente

Uscita

ATTIVATO/DISATTIVATO

Carico massimo

0,3 A - 250 V CA

Carico minimo

20 mA - 5 V CC solo se non è EKBPHT*

Opzioni: riscaldatore piastra fondo OPPURE uscita ATTIVATO/DISATTIVATO

Solo per opzione Scheda con I/O digitale

X33A:1

2

3

4

5

6

5

6

7

8

3

4

X40A:1

2

X5A:1

2

X6A:1

2

X7A:1

2

X8A:1

2

A1P

R1T

-t°

R2T

-t°

R3T

-t°

R4T

-t°

R5T

-t°

10

solo per opzione acqua calda sanitaria

R5T

-t°

10

Quadro elettrico

3 4 7 8 9 10

X5M

X9A:1

2

X18A:1 2 X85A:1 2 3 4 5 6

Contatto dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale: rilevamento

16 V CC

(tensione fornita dalla scheda)

Ingressi contatore a impulsi elettrici: rilevamento impulsi 5 V CC

(tensione fornita dalla scheda) modello con montaggio a pavimento

A8P

A2P

P1 P2

Quadro elettrico

1 2 X5M

P1 P2

A2P

X80A:1 2

DS1

3

1 2 3 4

4 5 6 7 8 9 10 11 12

1 2

X801M

3 4 5

Scheda a richiesta

R1T

-t°

Interfaccia utente remota

R1T

-t°

Interfaccia utente

S6S S7S S8S S9S

Ingressi digitali di limitazione potenza: rilevamento 12 V

CC / 12 mA

(tensione fornita dalla scheda)

Solo per l'opzione Scheda a richiesta

X22A:1 2

5 6 X5M

1

2

X4A:1

2

3

4

Quadro elettrico

R6T

-t° opzione sensore ambiente est.

(unità interna o esterna) solo per modello con montaggio a pavimento

4D090419-1A pagina 5

A3P

Convettore pompa di calore

Zona TAU principale

A3P

Solo per alimentazione elettrica con tariffa kWh preferenziale (esterna) Usare l'alimentazione elettrica con tariffa kWh normale per l'unità interna

Q2DI

L N

1N~, 50 Hz

230 V CA

Alimentazione a tariffa kWh normale

UNITÀ

ESTERNA

1 2 3

X1M

X6YA 1 2 3 X1M

30 31

X2M

Convettore pompa di calore

Zona TAU aggiuntiva

X6YB

X6Y

5

X2M.2 X2M.4 X2M.1

C

COM

H

A3P

X2M.2a X2M.4 X2M.1a

C

COM

H

A3P

R1T

-t°

R1T

-t° solo per termostato

ATTIVATO/DISATTIVATO cablato

5 solo per termostato

ATTIVATO/DISATTIVATO cablato

6

X2M

1

2

1a

2a

3

4

32

33

X2M.1 X2M.2

H C

COM

L N

PC

A4P

6

X2M.1a X2M.2a

H C

COM

L N

PC

A4P

A1P

5

R1T

-t°

R1H

%H20

X1M solo per termostato

ATTIVATO/

DISATTIVATO wireless solo per sensore est.

(pavimento o ambiente)

R2T

-t°

A3P

X2M.32 X2M.33

X11M 3 4 5 6

R1T

-t°

R1H

%H20

X1M solo per termostato

ATTIVATO/

DISATTIVATO wireless solo per sensore est.

(pavimento o ambiente)

R2T

-t°

6

A3P

X2M.32 X2M.33 X2M.1a X2M.4

X11M 3 4 5 6

Quadro elettrico

3

M2S

X2M

3

5

7

5

7

X24A:1

3

X14A:1

3

1 3 5

X2A

5 6 7

Valvola NA

M2S

3

Valvola di

Valvola NC intercettazione

1

X2A.5

X2M.7

FU1

K4R

Solo per alimentazione elettrica normale

(standard) Unità interna alimentata dall'esterno

X1A:3

30 31

1

X2M

X6YB

X6YA

X6Y

X2M

8

8a

9

10

UNITÀ

ESTERNA

1 2 3

X2M.28

M3S

L

N

Y

Tipo a 3 fili (SPST) solo per opzione acqua calda sanitaria

8 solo per modello con montaggio a parete

1 2 3

X19A:1 3 5

X20A:1 3 5 X28A:1 2

X1M

X1M

1

X2A.5

X2M.7

X20A.1 X20A.3 X20A.5

X2M

8

8a

9

10

X2M.28

TR1

X26A:1 2 X31A:1 3

X28A.1 X28A.2

M3S

NC

N

NO

Tipo a 3 fili (SPDT)

8 solo per modello con montaggio a pavimento

X3A:1 3

KPR

31

Q1L

32

11

A2

K5M

29 21

X2M

X2M.28 X2M.14

solo per *9W solo per opzione acqua calda sanitaria

Q2L

3/21/31 serbatoio dell'acqua calda sanitaria

4/22/32

X9M

14 13 solo per opzione serbatoio smaltato

14 13

X2M.21

X2M.13a

FU2 K6R K1R

X21A:1 3

K2R

X25A:1 2 3 4 5 6 X16A:5 3 1 X15A:1 3 X11A:3 1 X12A:3 1 X13A:3 1

K3R

9

GND PWM solo per *16*

M1P

X2M

34 35

K1M A1

A2

K2M

A1

A2

M2P

A1

A2

K3M

Quadro elettrico

M

1~ solo per l'opzione serbatoio per l'acqua calda sanitaria

Uscita pompa ACS

Carico max.:

2 A (di punta) - 230 V CA

1 A (continuo)

X25A.1 X25A.2 X16A.5 X16A.3

GND PWM

M1P

9 solo per *04*, *08* e *11*

Pompa ACS

4D090419-1A pagina 6

A2P Scheda di interfaccia utente A1P Scheda principale

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

105

14 Dati tecnici

A3P

A3P

A3P

A4P

A4P

K*R

M1P

M2P

M2S

M3S

R2T

R3T

R4T

R5T

R6T

A8P

B1L

BSK

DS1(A8P)

E1H

E2H

E3H

E4H

F1B

F2B

F1T

F1U, F2U

FU1

PHC1

K1M, K2M

K3M

K5M

Q1DI, Q2DI

Q1L

Q2L

R1T

R1T (A2P)

R1T (A3P)

R2T

R1H (A3P)

S1S

S2S

S3S

* Scheda della postazione della pompa solare

* Termostato Attivato/DISATTIVATO

(PC=circuito di alimentazione)

* Convettore con pompa di calore

* Scheda con I/O digitale

* Scheda del ricevitore (termostato

ATTIVATO/DISATTIVATO wireless)

* Scheda a richiesta

Sensore flusso

* Relè stazione pompa solare

* Microinterruttore

Elemento del riscaldatore di riserva (1 kW)

Elemento del riscaldatore di riserva (2 kW)

Elemento del riscaldatore di riserva (3 kW)

* Surriscaldatore (3 kW)

Riscaldatore di riserva a fusibile per sovracorrente

* Surriscaldatore a fusibile per sovracorrente

Riscaldatore di riserva a fusibile termico

* Fusibile 5 A 250 V per scheda con I/O digitale

Fusibile T 6,3 A 250 V per scheda

* Circuito di ingresso dell'accoppiatore ottico

Riscaldatore di riserva a contattore

* Surriscaldatore a contattore

Riscaldatore di riserva a contattore di sicurezza (solo per *9W)

Relè sulla Scheda

Pompa di alimentazione principale

# Pompa dell'acqua calda sanitaria

# Valvola a 2 vie per il modo raffreddamento

(*) Valvola a 3 vie per riscaldamento a pavimento/acqua calda sanitaria

# Interruttore differenziale

Riscaldatore di riserva con protezione termica

* Surriscaldatore con protezione termica

Termistore dello scambiatore di calore uscita acqua

Interfaccia utente del sensore ambiente

* Termostato ATTIVATO/DISATTIVATO del sensore ambiente

Termistore del riscaldatore di riserva di uscita

* Sensore esterno (pavimento o ambiente)

Termistore lato liquido refrigerante

Termistore acqua in entrata

(*) Termistore acqua calda sanitaria

* Termistore esterno per ambiente interno o esterno

* Sensore di umidità

# Contatto dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale

# Input 1 impulso contatore dell'energia elettrica

# Input 2 impulso contatore dell'energia elettrica

Guida di riferimento per l'installatore

106

S6S~S9S

SS1 (A4P)

TR1

X*M

X*Y

BLK

BRN

GRY

RED

# Segnali in ingresso digitali di limitazione potenza

* Interruttore selettore

Trasformatore dell'alimentazione

Morsettiera a striscia

Connettore

* = Opzionale

(*) = Standard per EHVH/X, opzionale per EHBH/

X

# = Da reperire in loco

Nero

Marrone

Grigio

Rosso

Note da leggere prima di avviare l'unità

Inglese

X1M

X2M

X5M

X6M, X7M

X4M

1

15

**

/12.2

Traduzione

Terminale principale

Terminale del collegamento elettrico in loco per la CA

Terminale del collegamento elettrico in loco per la CC

Terminale del riscaldatore di riserva

Terminale del surriscaldatore

Collegamento a terra

Filo numero 15

Da reperire in loco

Il collegamento ** continua a pagina 12 colonna 2

Numerose possibilità di collegamenti elettrici

Opzione

Non montato nel quadro elettrico

Collegamento elettrico in base al modello

Scheda

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

Schema dei collegamenti elettrici

Per maggiori dettagli, controllare il cablaggio dell'unità.

Morsettiera PARTI STANDARD

1

Solo per installazione con alimentazione normale alimentazione dell'unità: 400 V o 230 V + messa a terra

5 o 3 nuclei

UNITÀ ESTERNA

1

Solo per installazione con alimentazione a tariffa kWh preferenziale alimentazione a tariffa kWh preferenziale dell'unità:

400 V o 230 V + messa a terra

5 o 3 nuclei

X1M: L1-L2-L3-N-messa a terra o L-N-messa a terra

3 nuclei alimentazione a tariffa kWh normale per l'unità interna: 230 V

Contatto dell'alimentazione a tariffa kWh preferenziale

2 nuclei

2x0,75

X1M: 1-2-3

Riscaldatore piastra fondo

X1Y: 1-2

Solo per *KBPHT* e in base al modello alimentazione del riscaldatore di riserva (3/6/9 kW): 400 V o 230 V + messa a terra

Parti opzionali (*KHW*)

2

alimentazione del surriscaldatore (3 kW):

230 V + messa a terra

SERBATOIO

DELL'ACQUA

CALDA

SANITARIA

Q*L clixon

X5M valvola a 2 vie

4 o 3 nuclei

3 nuclei

2 nuclei

230 V

3 nuclei 2 nuclei

2x0,75

UNITÀ

INTERNA

X1M: 1-2-3

X2M: 30-31

A4P:Y2

X2M:29

A4P: Y1

X2M: 28

Uscita allarme

X5M: 3-4

F1B: L1-L2-L3 o L-N + messa a terra

F2B: L-N + messa a terra

A4P: Y3

X2M: 29

Segnale in ingresso energia solare

A4P: X1-X2

Commutazione sull'uscita fonte di calore esterna

X7M F2B

A4P: Y2

X2M: 29

Uscita ATTIVAZIONE/

DISATTIVAZIONE

raffreddamento/riscaldamento

X2M: 34-35

Solo per *KHWSU*V3

Surriscaldatore

Q2L - clixon surriscaldatore

X6M

5 nuclei

5Gx2,5

230 V

X4M: 1-2-messa a terra

X2M: 13-14

Valvola NA: X2M: 6-7

Valvola NC: X2M: 5-7

X5M: 7-8

R5T - termistore temperatura dell'acqua

X9A (PCB A1P)

X5M: 9-10

Q*L clixon

X8M segnale

2 nuclei

230 V

A4P: X4

X2M: 28 pompa solare X5M: 5-6

Solo per *KSOLHWAV1

VALVOLA A 3 VIE

M3S (quando è installato *KHW) selezione riscaldamento a pavimento-acqua calda sanitaria 230 V

SPST:

X2M: 8-9-10

DA REPERIRE IN LOCO

Ingresso richiesta 1 limitazione della potenza

Ingresso richiesta 2 limitazione della potenza

Ingresso richiesta 3 limitazione della potenza

Ingresso richiesta 4 limitazione della potenza

2 nuclei

230 V

2 nuclei

230 V

2 nuclei

230 V

2 nuclei

230 V

Solo per *KRP1AHTA

A8P: X801M: 1-5

A8P: X801M: 2-5

A8P: X801M: 3-5

A8P: X801M: 4-5

2

principale:

X2M: 1-2-4 aggiuntivo:

X2M: 1a-2a-4

2

principale:

X2M: 1-2-3-4 aggiuntivo: X2M:

1a-2a-3-4

2

principale: X2M: 1-4 aggiuntivo: X2M: 1a-4

X2M: 32-33

X5M: 1-2

Note:

- In caso di cavo del segnale: mantenere una distanza minima dai cavi

di alimentazione >5 cm

- Riscaldatori disponibili in base al modello: vedere tabella delle combinazioni

2 nuclei

230 V

2 nuclei

230 V

2 nuclei segnale

2 nuclei

230 V

DA REPERIRE IN LOCO

Solo per *KRP1HB* e *KSOLHWAV1 indicazione allarme

Solo per l'opzione

*KSR3PA

BSK: interblocco energia solare 1-2

Fonte di calore est. (per es. caldaia)

Raffreddamento/riscaldamento

Uscita ATTIVATO/DISATTIVATO

2 nuclei

230 V

2 nuclei

230 V

2 nuclei segnale

2 nuclei segnale

Pompa di circolazione per ACS

VALVOLA A 2 VIE

M2S (unità *KHBX) per modo raffreddamento

Contatore elettrico ingresso impulso 1

Contatore elettrico ingresso impulso 2

2 nuclei

230 V

Solo per KRCS01-1 o EKRSCA1 termistore esterno

(unità interna o esterna)

TERMOSTATO AMBIENTE ESTERNO / CONVETTORE CON

POMPA DI CALORE (zona principale e/o aggiuntiva)

3 nuclei per funzionamento raff/risc

2 nuclei per funzionamento solo del risc

Solo per *KRTW

(termostato ambiente cablato)

PARTE OPZIONALE

A3P: X1M: C-com-H

230 V

5 nuclei per funzionamento raff/risc

4 nuclei per funzionamento solo del risc

230 V

Solo per *KRTR

(termostato ambiente wireless)

A4P: X1M: H-C-com

X2M: L-N

A3P: X1M: 1-3

2 nuclei

(3m inclusi) segnale

Solo per *KRTETS

R2T

Sensore esterno

(pavimento o ambiente)

4 nuclei

230 V

Solo per

(convettore con pompa di calore)

X11M: 3-4-5-6

2 nuclei

2x0,75 comunicazione

2 nuclei

2x0,75 comunicazione

A2P: interfaccia utente P1-P2

Solo per *KRUCBL*

A2P: interfaccia utente P1-P2

PARTI STANDARD

PARTE OPZIONALE

4D090420

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

107

14 Dati tecnici

* specifiche del contatore elettrico

- tipo di contatore a impulsi/contatto libero per rilevamento di 5 V CC da scheda

- numero possibile di impulsi:

0,1 impulsi/kWh

1 impulso/kWh

10 impulsi/kWh

100 impulsi/kWh

1000 impulsi/kWh

- durata impulso: tempo minimo Attivazione 40 ms tempo minimo DISATTIVAZIONE 100 ms

- tipo di misurazione (in base all'installazione): contatore CA monofase contatore CA trifase (carichi bilanciati) contatore CA trifase (carichi sbilanciati)

* linee guida di installazione del contatore elettrico

- Generale: spetta all'installatore il compito di coprire l'intero consumo di potenza con contatori elettrici

(non è ammessa la combinazione di stima e misurazione)

- Numero richiesto di contatori elettrici:

Tipo a unità esterna

Tipo a unità interna

Tipo di riscaldatore di riserva (#)

Alimentazione riscaldatore di riserva

Configurazione riscaldatore di riserva

3V /

9W

1~

230V

3 / 6 kW

*RLQ(04/06/08)*

*HB(H/X)(04/08)C*

9W

3~

400V

6 / 9 kW

9W

3~

230V

6 kW

Tipo di contatore elettrico

Tipo di contatore elettrico

1~ 1

3~ bilanciato

3~ sbilanciato

-

-

1~ 2

3~ bilanciato

3~ sbilanciato

-

-

1

1

-

1

-

1

-

-

1

-

-

1

1

-

1

*R*Q(011/014/016)*V3

*HB(H/X)16C*

3V /

9W

1~

230V

9W

3~

400V

9W

3~

230V

*R*Q(011/014/016)*W1

3V / 9W

1~

230V

*HB(H/X)16C*

3 / 6 kW

6 / 9 kW

6 kW

3 / 6 kW

Alimentazione a tariffa kWh normale

1

-

-

1

1

-

-

-

1

-

-

1

1

1

-

2

Alimentazione a tariffa kWh ridotta

1 1 1

-

-

-

1

-

1

1

-

-

-

1

1

1

-

9W

3~

400V

6 / 9 kW

-

1

1

-

-

1

9W

3~

230V

6 kW

-

-

1

-

1

1

4D078288-B

Guida di riferimento per l'installatore

108

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

14.7

Specifiche tecniche

14.7.1

Specifiche tecniche: Unità esterna

Capacità nominale e ingresso nominale

Unità esterne

Unità interne

Tipo per solo riscaldamento Tipo reversibile

ERLQ004CAV

3

ERLQ006CAV

3

ERLQ008CAV

3

ERLQ004CAV

3

ERLQ006CAV

3

ERLQ008CAV

3

EHBH04

EHVH04

EHBH08

EHVH08

EHBX04

EHVX04

EHBX08

EHVX08

Condizione 1

(a)

Capacità di riscaldamento

Capacità di raffreddamento

PI riscaldamento

PI raffreddamento

COP

EER

Condizione 2

(b)

Capacità di riscaldamento

Capacità di raffreddamento

PI riscaldamento

PI raffreddamento

COP

EER

Minimo

Nominale

Massimo

Minimo

Nominale

Massimo

Nominale

Nominale

Nominale

Nominale

Minimo

Nominale

Massimo

Minimo

Nominale

Massimo

Nominale

Nominale

Nominale

Nominale

4,40 kW

5,12 kW

0,87 kW

5,04

4,03 kW

4,90 kW

1,13 kW

3,58

6,00 kW

8,35 kW

1,27 kW

4,74

5,67 kW

7,95 kW

1,59 kW

3,56

1,80 kW

7,40 kW

10,02 kW

4,40 kW

5,12 kW

2,00 kW

5,00 kW

1,66 kW

4,45

0,87 kW

1,48 kW

5,04

3,37

6,89 kW

9,53 kW

1,80 kW

4,03 kW

4,90 kW

2,00 kW

4,17 kW

2,01 kW

3,42

1,13 kW

1,80 kW

3,58

2,32

6,00 kW

8,35 kW

6,76 kW

1,27 kW

1,96 kW

4,74

3,45

5,67 kW

7,95 kW

4,84 kW

1,59 kW

2,07 kW

3,56

2,34

2,50 kW

7,40 kW

10,02 kW

2,50 kW

6,86 kW

1,66 kW

2,01 kW

4,45

3,42

6,89 kW

9,53 kW

5,36 kW

2,01 kW

2,34 kW

3,42

2,29

(a)

Con riscaldamento: temperatura ambiente DB/WB 7°C/6°C – condensatore acqua in uscita 35°C (DT=5°C). Con raffreddamento: temperatura ambiente 35°C – evaporatore acqua in uscita 18°C (DT=5°C)

(b)

Con riscaldamento: temperatura ambiente DB/WB 7°C/6°C – condensatore acqua in uscita 45°C (DT=5°C). Con raffreddamento: temperatura ambiente 35°C – evaporatore acqua in uscita 7°C (DT=5°C)

Specifiche tecniche

Unità esterne

Involucro

Colore

Materiale

Dimensioni

Imballaggio (A×L×P)

Unità (A×L×P)

Peso

Peso della macchina

Peso lordo

Imballaggio

Materiale

Peso

Scambiatore di calore

ERLQ004CAV3

54 kg

57 kg

ERLQ006CAV3

797×990×390 mm

735×832×307 mm

EPS, cartone

3 kg

56 kg

59 kg

ERLQ008CAV3

Bianco avorio

Acciaio zincato verniciato in poliestere

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

109

14 Dati tecnici

Unità esterne

Specifiche Lunghezza

N° di righe

Passo delle alette

N° di passi

Superficie frontale

N° di stadi

Tipo di tubo

Aletta Tipo

Trattamento

Ventola

Tipo

Quantità

Portata aria (nominale a 230 V) Riscaldamento

Raffreddamento

Direzione di scarico

Motore Quantità

Uscita

Compressore

Quantità

Motore Modello

Tipo

Uscita

PED

Categoria dell'unità

Range di funzionamento

(1)

Riscaldamento (unità esterna)*

Raffreddamento (unità esterna)

Acqua calda sanitaria (unità esterna)**

Livello acustico

Nominale - riscaldamento

Minimo

Massimo

Minimo

Massimo

Minimo

Massimo

Nominale - Raffreddamento

Potenza acustica

Pressione acustica

(2)

Potenza acustica

Pressione sonora

(2)

Pressione acustica Silenzio notturno

Refrigerante

Tipo

Carico

Controllo

N° di circuiti

Olio refrigerante

Tipo

Volume caricato

Attacchi tubazioni

Liquido

Gas

Tipo

Diametro (DE)

Tipo

Diametro (DE)

ERLQ004CAV3 ERLQ006CAV3

845 mm

2

1,8 mm

32

Ø8 Hi-Xa

Aletta WF

Trattamento anticorrosione

ERLQ008CAV3

45 m³/min

Ventola dell'albero di comando

1

47 m³/min

52,5 m³/min

Orizzontale

1

53 W

1

2YC36BXD#C 2YC45DXD#C

Compressore con oscillazione sigillato ermeticamente

I (escluso dalla portata applicativa PED per via dell'articolo 1, norma

3.6 di 97/23/EC)

–25°C DB

25°C DB

10°C DB

43°C DB

–25°C DB

35°C DB

61 dBA

48 dBA

48 dBA

63 dBA

49 dBA

R410A

1,45 kg 1,60 kg

Valvola di espansione (tipo elettronico)

1

FVC50K

0,75 l

62 dBA

49 dBA

50 dBA

Connessione svasata

Ø6,35 mm

Connessione svasata

Ø15,9 mm

(1) Vedere disegno con il range di funzionamento. *Aumento del range tramite il riscaldatore di riserva di supporto. **Aumento del range tramite il surriscaldatore o il riscaldatore di riserva di supporto.

(2) Il livello di pressione sonora viene misurato con un microfono ad una certa distanza dall'unità. Si tratta di un valore relativo che dipende dalla distanza e dall'ambiente acustico. Per ulteriori informazioni, consultare il disegno dello spettro sonoro.

Guida di riferimento per l'installatore

110

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

Unità esterne

Scarico

Lunghezza tubazioni

Quantità

Tipo

Diametro (DE)

Minimo

Massimo

Equivalente

Senza carico

Carica di refrigerante aggiuntiva

Differenza di altezza massima tra unità esterna e unità interna

Metodo di sbrinamento

Controllo sbrinamento

Metodo di controllo della capacità

Specifiche elettriche

ERLQ004CAV3 ERLQ006CAV3

2

Foro

1× Ø15 mm+1× Ø20 mm

3 m

30 m

ERLQ008CAV3

10 m

0,02 kg/m IF >10 m

20 m

Ciclo inverso

Sensore di temperatura dello scambiatore di calore esterno

Controllato ad inverter

ERLQ004~008CAV3

Alimentazione

Nome

Fase

Frequenza

Tensione

Range di tensione Minimo

Massimo

Corrente

Corrente di esercizio nominale

Corrente di avvio

Corrente di esercizio massima

Raffreddamento

Riscaldamento

Raffreddamento

Riscaldamento

Raffreddamento

Riscaldamento

Z max

Valore minimo S sc

Fusibili raccomandati

Collegamenti elettrici

Per l'alimentazione

Per il collegamento con unità interna

Quantità

Osservazione

Quantità

Osservazione

Figura A: Corrente di avvio

Corrente di avvio del compressore controllato da inverter Daikin sempre minore della, o uguale alla corrente massima di funzionamento.

A

15,7 A

15,7 A

V3

1

50 Hz

230 V

–10%

+10%

18 A

(3)

18 A

(3)

Apparecchiatura conforme a EN/CEI 61000-3-12

(4)

16 A 20 A

3

3

Senza filo di collegamento a terra

Da corrente di avvio standard compressore attivato/disattivato a corrente di funzionamento massima

A

C

C

D E

D

E

B

A

Assorbimento in funzionamento

B

Tempo

C

Massimo

D

Esempio 1

E

Esempio 2

B

A

Assorbimento in funzionamento

B

Tempo

C

Massimo

D

Esempio 1

E

Esempio 2

(3) Vedere la figura A.

(4) Standard tecnico europeo/internazionale che definisce i limiti per le correnti armoniche prodotte da apparecchi collegati a sistemi pubblici a bassa tensione, con corrente di entrata di

>16 A e ≤75 A per fase.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

111

14 Dati tecnici

14.7.2

Specifiche tecniche: Unità interna

Specifiche tecniche

Unità interne

Capacità del riscaldatore

Fase 1

Fase 2

Ingresso nominale (solo unità interna)

Involucro

Colore

Materiale

Dimensioni

Imballaggio (A×L×P)

Unità (A×L×P)

Peso della macchina (netto)

Peso della macchina (imballata)

Materiali dell'imballaggio

Materiale

Peso

PED

Categoria dell'unità

Parte più critica

Ps*V

Pompa

Tipo

N° di marce

Potenza di ingresso

Scambiatore di calore lato acqua

Tipo

Quantità

Volume d'acqua

Portata acqua

Vaso di espansione

Minimo

Massimo

Volume

Pressione acqua massima

Filtro dell'acqua

Pre-pressione

Diametro perforazioni

Materiale

Serbatoio

Volume d'acqua

Materiale

Temperatura massima dell'acqua

Pressione massima

Protezione dalla corrosione

Circuito idraulico

Ø connessioni delle tubazioni

Valvola di sicurezza

Manometro

Valvola di scarico/valvola di riempimento

Valvole di intercettazione

Valvola di spurgo aria

Volume d'acqua totale

Circuito refrigerante

Lato gas

EHVH04S18C

B3V

EHVH08S18C

B3V

EHVH08S26C

B9W

EHVX04S18C

3 kW

B3V

Max. 6 kW —

EHVX08S18C

B3V

75 W

EHVX08S26C

B9W

Max. 6 kW

116 kg

129 kg

Art. 3.3§3

(1)

0,9 l

13 l/min

180 l

4,3 l

(3)

117 kg

130 kg

Legno – cartone – pellicola avvolgente di PE

12 kg

Categoria I

(1)

Scambiatore di calore a piastre

51 bar

1,3 l

21,5 l/min

1922×690×818 mm

1732×600×728 mm

126 kg

140 kg

117 kg

130 kg

Art 3.3§3

(1)

Motore CC

Controllato ad inverter

46 W

Piastra brasata

1

0,9 l

13 l/min

(2)

13 l/min

10 l

3 bar

180 l

Acciaio inossidabile

65°C

10 bar

Anodo

G 1-1/4 femmina

3 bar

4,3 l

(3)

Categoria I

(1)

Scambiatore di calore a piastre

51 bar

Rame + ottone + acciaio inossidabile

260 l

4,7 l

(3)

Bianco

Lamiera pre-trattata

1 bar

1

Ø15,9 mm

119 kg

132 kg

1,3 l

21,5 l/min

260 l

4,7 l

(3)

128 kg

141 kg

Guida di riferimento per l'installatore

112

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

Unità interne

Lato liquido

Livello della potenza acustica

Nominale

Livello di pressione del suono

Nominale

Range di funzionamento

Riscaldamento Riscaldamento lato acqua

Installazione interna

Dispositivi di sicurezza

Acqua calda sanitaria lato acqua

EHVH04S18C

B3V

EHVH08S18C

B3V

EHVH08S26C

B9W

EHVX04S18C

Ø6,4 mm

B3V

EHVX08S18C

B3V

42 dBA

28 dBA

60°C

(6)

(4)

(5)

Max. 55°C

5~35°C DB

Disgiuntore termico

EHVX08S26C

B9W

Specifiche elettriche

Alimentazione

Nome

Range di tensione

EHVH04S18C

B3V

EHVH08S18C

B3V

EHVH08S26C

B9W

EHVX04S18C

B3V

Vedere

(7)

–10%~+10%

EHVX08S18C

B3V

EHVX08S26C

B9W

Collegamenti elettrici

Per l'alimentazione del riscaldatore di riserva

Cavo di comunicazione all'unità esterna

Alimentazione a tariffa kWh preferenziale

Contatore elettrico

Pompa dell'acqua calda sanitaria

Per la connessione con

R6T

Quantità di fili

Tipo di fili

Quantità di fili

Tipo di fili

Quantità di fili

Tipo di fili

Quantità di fili

Tipo di fili

Quantità di fili

Tipo di fili

Quantità di fili

Tipo di fili

3G Vedere il manuale d'installazione

Vedere

(8)

3

2,5 mm

2

Potenza: 2

Potenza: 6,3 A

(8)

3G

2

Minimo 0,75 mm

2

(5 V DC rilevamento impulso)

2

Minimo 0,75 mm

2

(2 A prelievo improvviso, 1 A continuo)

2

Minimo 0,75 mm

2

Vedere il manuale d'installazione

Per la connessione con

A3P

Quantità di fili

Tipo di fili

Per la connessione con

M2S

Quantità di fili

Tipo di fili

Per la connessione con il riscaldatore piastra fondo

Quantità di fili

Tipo di fili

Per la connessione con l'interfaccia utente

Quantità di fili

Tipo di fili

Dipende dal tipo di termostato

Tensione 230 V/corrente massima: 100 mA/minima 0,75 mm

2

2

.

(8)

Tensione 230 V/corrente massima: 100 mA/minima 0,75 mm

2

.

(8)

2

Tensione 230 V/corrente massima: 100 mA/minima 0,75 mm

2

.

(8)

2

0,75 mm

2

~1,25 mm

2

(lunghezza massima 500 m)

Per collegamento con

FWXV opzionale

(segnale di entrata e uscita su richiesta)

Quantità di fili

Tipo di fili

4

100 mA, minimo 0,75 mm

2

(1)

Categoria unità PED: escluso dalla portata applicativa del PED per via dell'articolo 1, voce 3.6 della norma 97/23/CE.

(2)

Il campo di funzionamento viene esteso alle portate inferiori soltanto se l'unità funziona solo con la pompa di calore. (Non all'avvio, senza funzionamento del riscaldatore di riserva, senza funzionamento di sbrinamento).

(3)

Incluse tubazioni + PHE + riscaldatore di riserva; escluso serbatoio di espansione.

(4)

DB/WB 7°C/6°C – LWC 35°C (DT=5°C)

(5)

Il livello di pressione acustica viene misurato in una camera anecoica a una distanza di 1 m dall'unità. Si tratta di un valore relativo, a seconda della distanza e dell'ambiente acustico. Il livello di pressione sonora menzionato è il valore massimo possibile all'interno del range di funzionamento dell'unità.

(6)

Per le unità esterne ERLQ solo riscaldatore di riserva >55°C, senza funzionamento pompa di calore.

(7)

L'alimentazione menzionata sopra dell'hydrobox serve solo per il riscaldatore di riserva. Il quadro elettrico e la pompa dell'hydrobox vengono alimentati attraverso l'unità esterna. Il serbatoio dell'acqua calda sanitaria opzionale ha un'alimentazione separata.

(8)

Selezionare diametro e tipo in base alle norme nazionali e locali.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

113

14 Dati tecnici

14.8

Range di funzionamento

14.8.1

Range di funzionamento: Riscaldamento e raffreddamento

Modo riscaldamento e raffreddamento ambiente (per i modelli correnti in questo manuale)

43

Modo raffreddamento

4~8 kW

A (°C DB)

25

Modo di riscaldamento

4~8 kW

A (°C DB)

46

A (°C DB)

11~16 kW

18

10

5 13 22 50

B (°C)

3TW60813-1C

–15

–20

–25

10

0

10

5 22

15 18 25 30 45 50 55

B (°C)

3TW60813-1C

0

B (°C)

3TW60813-1C

–20

–25

35

A (°C DB)

11~16 kW

15 18 25

*

55

C (°C)

3TW60813-1C

A

Temperatura esterna

B

Temperatura evaporatore acqua in uscita

C

Temperatura condensatore acqua in uscita

Funzionamento del solo riscaldatore di riserva. Senza funzionamento dell'unità esterna.

Funzionamento dell'unità esterna possibile con setpoint ≥25°C.

Il funzionamento dell'unità esterna è possibile, ma con eventuali riduzioni di capacità. Se la temperatura esterna <–25°C, l'unità esterna si arresterà. Unità interna e riscaldatore di riserva continueranno a funzionare.

Area di abbassamento.

Osservazione: nel modo di alimentazione limitata, l'unità esterna, il surriscaldatore e il riscaldatore di riserva possono funzionare solo separatamente.

(*)

Le unità ERLQ contengono delle apparecchiature speciali (isolante, foglio riscaldante,…) per assicurare il corretto funzionamento nelle zone a temperatura ambiente rigida e in condizioni di elevata umidità. In tali condizioni, i modelli ERHQ potrebbero presentare problemi di accumulo ingente di ghiaccio sulla serpentina raffreddata ad aria. Se si prevedono tali condizioni, si dovrà invece installare il modello ERLQ. Questi modelli contengono delle contromisure (isolamento, foglio riscaldante,...) atte a prevenire il congelamento.

Guida di riferimento per l'installatore

114

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

14 Dati tecnici

14.8.2

Range di funzionamento: Acqua calda sanitaria

Modo riscaldamento acqua calda sanitaria (per i modelli correnti di questo manuale)

Modello con montaggio a pavimento

4 kW

A (°C DB)

Modello con montaggio a parete

6~8 kW

A (°C DB)

35

A (°C DB)

11~16 kW

B

35

25

35

25

5

25

–10

–20

–15

–20

–25

25 40 45 50 55 60 80

C (°C)

3TW60813-2D

–15

–20

–25

25 40 45 50

48

55 60 80

B (°C)

3TW60813-2D

25 50 53 55 60

B (°C)

3TW60813-2D

35

25

–20

A (°C DB)

25

11~16 kW

48 50 80

B (°C)

3TW60813-2D

A

Temperatura esterna

B

Temperatura dell'acqua calda sanitaria

Funzionamento del solo riscaldatore di riserva. Senza funzionamento dell'unità esterna.

Solo funzionamento del surriscaldatore EKHW.

Il funzionamento dell'unità esterna è possibile, ma con eventuali riduzioni di capacità. Se la temperatura esterna <–25°C, l'unità esterna si arresterà. Unità interna e riscaldatore di riserva continueranno a funzionare.

Solo funzionamento del surriscaldatore EKHW.

Osservazione: nel modo alimentazione limitata (solo EKHW), l'unità esterna, il surriscaldatore e il riscaldatore di riserva possono funzionare solo separatamente.

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

115

14 Dati tecnici

14.9

Curva ESP

14.9.1

Curva ESP: Unità interna

Nota: Se non si raggiunge la portata minima dell'acqua, si verificherà un errore di flusso.

EHVH/X04=EHVH/X04

30

20

10

0

60

50

40

A (kPa)

80

70

0 5 10

C

15 20 25 30

B (l/min)

4D090626-1

EHVH/X08=EHVH/X08

40

30

20

10

0

A (kPa)

80

70

60

50

0 5 10

C

15 20 25 30

B (l/min)

4D090626-1

A

Pressione statica esterna

B

Portata acqua

C

Range di funzionamento

Il campo di funzionamento viene esteso alle portate inferiori soltanto se l'unità funziona solo con la pompa di calore. (Non all'avvio, senza funzionamento del riscaldatore di riserva, senza funzionamento di sbrinamento).

ESP= Pressione statica esterna [kPa] nel circuito di riscaldamento/ raffreddamento ambiente.

Flusso=Flusso dell'acqua attraverso l'unità nel circuito di riscaldamento/raffreddamento ambiente.

Note:

▪ La selezione di una portata al di fuori dell'area di funzionamento può causare danni o difetti all'unità. Vedere anche il range di portata acqua minima e massima ammesse nelle specifiche tecniche.

▪ La qualità dell'acqua DEVE essere conforme alla direttiva EN EC

98/83 EC.

Guida di riferimento per l'installatore

116

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

15 Glossario

Rivenditore

Distributore addetto alla vendita del prodotto.

Installatore autorizzato

Tecnico addestrato in possesso delle dovute qualifiche per l'installazione del prodotto.

Utente

Persona che possiede il prodotto e/o lo fa funzionare.

Legislazione applicabile

Tutte le direttive, leggi, normative e/o prescrizioni locali, nazionali, europee e internazionali attinenti e applicabili a un determinato prodotto o ambito d'installazione.

Società di assistenza

Società qualificata che può eseguire o coordinare l'intervento di assistenza richiesto sul prodotto.

Manuale d'installazione

Manuale di istruzioni specifico per un determinato prodotto o applicazione che illustra le modalità d'installazione, configurazione e manutenzione.

Manuale d'uso

Manuale di istruzioni specifico per un determinato prodotto o applicazione che illustra le modalità di funzionamento.

Accessori

Etichette, manuali, schede informative ed apparecchiature che sono forniti insieme al prodotto e devono essere installati secondo le istruzioni riportate sulla documentazione di accompagnamento.

Apparecchiatura opzionale

Apparecchiature fabbricate o approvate da Daikin che possono essere combinate con il prodotto in base alle istruzioni della documentazione di accompagnamento.

Da reperire in loco

Apparecchiature non fabbricate da Daikin che possono essere combinate con il prodotto in base alle istruzioni della documentazione di accompagnamento.

15 Glossario

ERLQ004~008CA + EHVH/X04+08S18+26CB

Unità split a bassa temperatura - Daikin Altherma

4P384973-1 – 2015.01

Guida di riferimento per l'installatore

117

Tabella delle impostazioni in loco

Unità interne applicabili

*HBH04CB3V

*HBH08CB3V

*HBH11CB3V

*HBH16CB3V

*HBX04CB3V

*HBX08CB3V

*HBX11CB3V

*HBX16CB3V

*HVH04S18CB3V

*HVH08S18CB3V

*HVH11S18CB3V

*HVH16S18CB3V

*HVX04S18CB3V

*HVX08S18CB3V

*HVX11S18CB3V

*HVX16S18CB3V

*HBH08CB9W

*HBH11CB9W

*HBH16CB9W

*HBX08CB9W

*HBX11CB9W

*HBX16CB9W

Note

*HVH08S26CB9W

*HVH11S26CB9W

*HVH16S26CB9W

*HVX08S26CB9W

*HVX11S26CB9W

*HVX16S26CB9W

(*1) *HB*

(*2) *HV*

(*3) *3V

(*4) *9W

(*5) *04/08*

(*6) *11/16*

1/9

4P383508-1 - 2015.01

2/9

Tabella delle impostazioni in loco

Navigazione Codice campo

Nome impostazione

Impostazioni utente

└─ Valori preimpostati

7.4.1.1

└─ Temperatura ambiente

Comfort (riscaldam.)

7.4.1.2

7.4.1.3

7.4.1.4

7.4.2.1

7.4.2.2

7.4.2.3

7.4.2.4

7.4.2.5

7.4.2.6

7.4.2.7

7.4.2.8

7.4.3.1

7.4.3.2

7.4.3.3

7.4.4

Eco (riscaldamento)

Comfort (raffreddam.)

[8-09]

[8-0A]

Eco (raffreddamento)

└─ Valore principale Tman

Comfort (riscaldam.)

Eco (riscaldamento)

[8-07]

[8-08]

Comfort (raffreddam.)

Eco (raffreddamento)

Comfort (riscaldam.)

Eco (riscaldamento)

Comfort (raffreddam.)

Eco (raffreddamento)

[6-0A]

[6-0B]

└─ Temperatura serbatoio

Comfort conservaz.

Eco conservaz.

[6-0C] Risc. prev. e mant.

└─ Livello silenzioso

7.4.5.1

7.4.5.2

7.4.5.3

[C-0C]

[D-0C]

[C-0D]

[D-0D]

[C-0E]

[D-0E]

└─ Prezzo elettricità

Alto

Medio

Basso

└─ Prezzo combustibile

R/W

R/W

R/W

7.4.6

R/W

7.7.1.1

7.7.1.1

7.7.1.1

7.7.1.1

7.7.1.2

7.7.1.2

7.7.1.2

7.7.1.2

7.7.2.1

7.7.2.1

7.7.2.1

7.7.2.1

└─ Imposta curva climatica

└─ Principale

[1-00]

└────────────────── Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

Temp. ambiente bassa per curva climatica

[1-01]

[1-02]

[1-03]

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

riscaldamento zona Tman principale.

Temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona

Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente alta

[1-06]

[1-07]

[1-08] per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

└────────────────── Imposta climatica raffr.

Imposta climatica raffr.

Temp. ambiente bassa per curva climatica

Imposta climatica raffr.

Imposta climatica raffr.

raffreddamento zona Tman principale.

Temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona

Tman principale.

[1-09]

[0-00]

[0-01]

[0-02]

[0-03]

Imposta climatica raffr.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

└─ Aggiuntivo

└────────────────── Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

Imposta climatica riscald.

Tman aggiuntiva.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona

Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

7.7.2.2

7.7.2.2

7.7.2.2

7.7.2.2

[0-04]

[0-05]

[0-06]

[0-07]

└────────────────── Imposta climatica raffr.

Imposta climatica raffr.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona

Tman aggiuntiva.

Imposta climatica raffr.

Imposta climatica raffr.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona

Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente alta per curva climatica

Imposta climatica raffr.

raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

Impostazioni installatore

A.2.1.1

└─ Layout sistema

└─ Standard

[E-00] Tipo unità

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

[3-07]~[3-06], gradino: A.3.2.4

21°C

[3-07]~[3-06], gradino: A.3.2.4

19°C

[3-08]~[3-09], gradino: A.3.2.4

24°C

[3-08]~[3-09], gradino: A.3.2.4

26°C

[9-01]~[9-00], gradino: 1°C

35°C

[9-01]~[9-00], gradino: 1°C

33°C

[9-03]~[9-02], gradino: 1°C

18°C

[9-03]~[9-02], gradino: 1°C

20°C

-10~10°C, gradino: 1°C

0°C

-10~10°C, gradino: 1°C

-2°C

-10~10°C, gradino: 1°C

0°C

-10~10°C, gradino: 1°C

2°C

30~[6-0E]°C, gradino: 1°C

60°C

30~min(50, [6-0E])°C, gradino: 1°C

45°C

30~min(50, [6-0E])°C, gradino: 1°C

45°C

0: Livello 1

1: Livello 2

2: Livello 3

0,00~990/kWh

0/kWh

0,00~990/kWh

0/kWh

0,00~990/kWh

0/kWh

0,00~990/kWh

0,00~290/MBtu

8,0/kWh

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

[9-01]~[9-00]°C, gradino: 1°C

35°C

[9-01]~min(45, [9-00])°C , gradino: 1°C

25°C

10~25°C, gradino: 1°C

20°C

25~43°C, gradino: 1°C

35°C

[9-03]~[9-02]°C, gradino: 1°C

22°C

[9-03]~[9-02]°C, gradino: 1°C

18°C

[9-05]~min(45,[9-06])°C, gradino: 1°C

35°C

[9-05]~[9-06]°C, gradino: 1°C

45°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

[9-07]~[9-08]°C, gradino: 1°C

8°C

[9-07]~[9-08]°C, gradino: 1°C

12°C

25~43°C, gradino: 1°C

35°C

10~25°C, gradino: 1°C

20°C

0~5

0: Unità split BT

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

4P383508-1 - 2015.01

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

3/9

Tabella delle impostazioni in loco

Nome impostazione Navigazione Codice campo

A.2.1.2

[E-01] Tipo di compressore

A.2.1.3

A.2.1.4

[E-02]

[E-03]

Tipo software per int.

Gradini riscald. di riserva

A.2.1.5

[5-0D] Tipo Risc Ris

A.2.1.6

A.2.1.7

[D-01]

[C-07]

Tariffa kWh pref

Met.Controllo

A.2.1.8

A.2.1.9

A.2.1.A

A.2.1.B

A.2.2.1

A.2.2.3

A.2.2.4

A.2.2.5

A.2.2.6.1

[7-02]

[F-0D]

[C-05]

[C-06]

[C-02]

Numero di zone Tman

Modo di funz. pompa

[E-04] Risparmio energ. possibile

Ubic. interf. utente

[E-05]

[E-07]

└─ Opzioni

Funzionam. ACS

Tipo di serb. ACS

Tipo cont. prin.

Tipo cont. agg.

Scheda con I/O digitale

A.2.2.6.2

A.2.2.6.3

A.2.2.6.4

A.2.2.7

A.2.2.8

[D-07]

[C-09]

[F-04]

[D-04]

[D-08]

A.2.2.9

[D-09]

Scheda con I/O digitale

Scheda con I/O digitale

Scheda con I/O digitale

Scheda a richiesta

Cont. kWh esterno 1

Cont. kWh esterno 2

Src risc. ris. est.

Kit solare

Uscita allarme

Risc. piastra fondo

A.2.2.A

A.2.2.B

A.2.2.D

A.2.3.1

A.2.3.2

A.2.3.3

[D-02]

[C-08]

Pompa ACS

Sensore esterno

[E-0B]

[6-02]

Kit bi-zona

└─ Capacità

Surriscaldatore

[6-03]

[6-04]

Ris R:st1

Ris R:st2

È installato un kit bi-zona?

A.2.3.6

A.3.1.1.1

[6-07] Risc. piastra fondo

Funzionamento ambiente

└─ Impostazioni Tman

└────────────────── Principale

Modo setpoint Tman

R/W

R/W

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/O

R/O

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

0: 8

1: 16

0: Tipo 1

1: Tipo 2

0: No risc. ris.

1: 1 gradino

2: 2 gradini

0: 1P,(1/2)

1: 1P,(1/1+2)

2: 3P,(1/2)

3: 3P,(1/1+2) (*3)

4: 3PN,(1/2)

5: 3PN,(1/1+2) (*4)

0: No

1: Aperto attivo

2: Chiuso attivo

0: Contr. Tman

1: Contr. TA est.

2: Contr. TA

0: 1 zona Tman

1: 2 zone Tman

0: Continuo

1: Campione

2: Richiesta

0: No

1: Sì

0: Presso unità

1: Nell'ambiente

0: No (*1)

1: Sì (*2)

0~6

0: Tipo 1 (*1)

1: Tipo 2 (*2)

1: F. term. ATTIVATO/DISATTIVATO

2: Rich. raff/risc

1: F. term. ATTIVATO/DISATTIVATO

2: Rich. raff/risc

0: No

1: Bivalente

2: -

3: -

0: No

1: Sì

0: Norm. Aperto

1: Norm. Chiuso

0: No

1: Sì

0: No

1: Contr. cons. el

0: No

1: 0,1 imp./kW

2: 1 imp./kW

3: 10 imp./kW

4: 100 imp./kW

5: 1000 imp./kW

0: No

1: 0,1 imp./kW

2: 1 imp./kW

3: 10 imp./kW

4: 100 imp./kW

5: 1000 imp./kW

0: No

1: Ritorno sec.

2: Shunt disinfez.

0: No

1: Sensore est.

2: Sens. ambiente

0: No (#)

0~10kW, gradino: 0,2kW

0kW

0~10kW, gradino: 0,2kW

3kW

0~10kW, gradino: 0,2kW

0kW (*3)

6kW (*4)

0~200W, gradino: 10W

0W

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

A.3.1.1.2.1

A.3.1.1.2.2

[9-01]

[9-00]

A.3.1.1.2.3

A.3.1.1.2.4

A.3.1.1.5

A.3.1.1.6.1

A.3.1.1.6.2

A.3.1.1.7

[9-03]

[9-02]

[8-05]

[F-0B]

[F-0C]

[9-0B]

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

Range temperature

Range temperature

Temp. min. (risc.)

Temp. max. (riscaldamento)

Range temperature

Range temperature

Temp. min. (raffr.)

Temp. max. (raffr.)

Temperatura manuale modulante

Valvola intercettaz.

Valvola intercettaz.

Tipo di trasmettitore

Funz. termica ATTIVATA/DISATTIVATA

Raffreddamento

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

0: Assoluto

1: Dip. da meteo

2: Abs + programm.

3: Climatica+prog.

15~37°C, gradino: 1°C

25°C

37~in base a unità esterna, gradino: 1°C

55°C

5~18°C, gradino: 1°C

5°C

18~22°C, gradino: 1°C

22°C

0: No

1: Sì

0: No

1: Sì

0: No

1: Sì

0: Rapido

1: Lento

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

4P383508-1 - 2015.01

4/9

Tabella delle impostazioni in loco

Navigazione Codice campo

A.3.1.2.1

A.3.1.2.2.1

A.3.1.2.2.2

[9-05]

[9-06]

A.3.1.2.2.3

A.3.1.2.2.4

A.3.1.3.1

A.3.1.3.2

A.3.2.1.1

A.3.2.1.2

A.3.2.1.3

A.3.2.1.4

A.3.2.2

A.3.2.3

A.3.2.4

A.3.3.1

A.3.3.2

A.4.1

A.4.4.1

A.4.4.2

A.4.4.3

A.4.4.4

A.4.4.5

A.4.5

A.4.6

A.5.1.2

A.5.1.3

A.5.1.4

A.6.1

Nome impostazione

└────────────────── Aggiuntivo

Modo setpoint Tman

[F-01] Temp. att. raffr. amb.

└─ Acqua calda sanitaria (ACS)

└─ Tipo

[6-0D]

[2-01]

[2-00]

└─ Disinfezione

Disinfezione

Funz. Giorno

[2-02]

[2-03]

[2-04]

[6-0E]

Range temperature

Range temperature

Ora inizio

Target temp.

Durata

└─ Setpoint max.

└─ Mod. SP accumulo

A.4.7

A.4.7

A.4.7

A.4.7

A.5.1.1

[0-0B]

└─ Curva climatica

Curva climatica

[0-0C]

[0-0D]

Curva climatica

Curva climatica

[0-0E] Curva climatica

└─ Fonti di calore

└─ Riscaldatore di riserva

[4-00] Modo funz.

[4-07]

[5-01]

Emergenza

Abil. gradino 2 Risc. Ris.

Temp. di equil.

└─ Funzionamento sistema

└─ Riavvio automatico

[3-00]

└─ Tariffa kWh pref

Temp. min. (risc.)

Temp. max. (riscaldamento)

[9-07]

[9-08]

Range temperature

Range temperature

[9-09]

[9-0A]

[3-07]

[3-06]

[3-09]

[3-08]

└────────────────── DeltaT Generatore

Riscaldamento

Raffreddamento

└─ Term. ambiente

Range temp. ambiente

Range temp. ambiente

Range temp. ambiente

Range temp. ambiente

Temp. min. (risc.)

Temp. max. (riscaldamento)

Temp. min. (raffr.)

Temp. max. (raffr.)

[2-0A]

[2-09]

Sfals. temp. amb.

Sfals. sens. amb. est.

Temp. min. (raffr.)

Temp. max. (raffr.)

[4-02]

Gradino temp. ambiente

└─ Range di funzionamento

Temp. DIS. risc. amb.

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica ACS.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica ACS.

Temp. ambiente alta per curva climatica ACS.

R/W

R/W

R/W

Temp. ambiente bassa per curva climatica ACS. R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

0: Assoluto

1: Dip. da meteo

2: Abs + programm.

3: Climatica+prog.

15~37°C, gradino: 1°C

25°C

37~in base a unità esterna, gradino: 1°C

55°C

5~18°C, gradino: 1°C

5°C

18~22°C, gradino: 1°C

22°C

3~10°C, gradino: 1°C

5°C

3~10°C, gradino: 1°C

5°C

12~18°C, gradino: A.3.2.4

12°C

18~30°C, gradino: A.3.2.4

30°C

15~25°C, gradino: A.3.2.4

15°C

25~35°C, gradino: A.3.2.4

35°C

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

0: 0,5°C

1: 1°C

14~25°C, gradino: 1°C

25°C (*5)

14~35°C, gradino: 1°C

35°C (*6)

10~35°C, gradino: 1°C

20°C

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

0: Solo r. pr/mant

1: R. pr/mant+pr.

2: Solo programm.

0: No

1: Sì

0: Ogni giorno

1: Lunedì

2: Martedì

3: Mercoledì

4: Giovedì

5: Venerdì

6: Sabato

7: Domenica

0~23:00, gradino: 1 ora

23

[E-07]≠

1 :

55~80°C, gradino: 5°C

70°C

[E-07]=1 : 60°C

60°C

[E-07]≠1 : 5~60 min, gradino: 5 min

10 min

[E-07]=1 : 40~60 min, gradino: 5 min

40 min

[E-07]≠1 : 40~80°C, gradino: 1°C

60°C

[E-07]=1 : 40~60°C, gradino: 1°C

60°C

0: Assoluto

1: Dip. da meteo

35~[6-0E]°C, gradino: 1°C

50°C

45~[6-0E]°C, gradino: 1°C

60°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

0: Disabilitato

1: Abilitato

2: Solo ACS

0: Manuale

1: Automatico

0: No

1: Sì

-15~35°C, gradino: 1°C

0°C

0: No

1: Sì

4P383508-1 - 2015.01

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

5/9

Tabella delle impostazioni in loco

Navigazione Codice campo

A.6.2.1

[D-00]

A.6.2.2

A.6.3.1

A.6.3.5.4

A.6.3.6.1

A.6.3.6.2

A.6.3.6.3

A.6.3.6.4

A.6.3.7

A.6.3.2

A.6.3.3

A.6.3.4

A.6.3.5.1

A.6.3.5.2

A.6.3.5.3

A.6.4

A.6.5

A.6.A

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

[D-05]

[4-08]

[5-08]

[5-09]

[5-0A]

[5-0B]

[5-0C]

[4-01]

[4-09]

[5-05]

[5-09]

[5-05]

[5-06]

[5-07]

[1-0A]

[2-0B]

[7-05]

Nome impostazione

Risc. ammesso

Pompa forz. DISATTIVATA

└─ Controllo consumo elettrico

Modo

Tipo

Valore A

Valore kW

Limiti A per ID

Limiti A per ID

Limiti A per ID

Limiti A per ID

Limiti kW per ID

Limiti kW per ID

Limiti kW per ID

Limiti kW per ID

Priorità

└─ Tempo elaboraz. media

└─ Sfals. sens. amb. est.

└─ Effic. caldaia

Limite ID1

Limite ID2

Limite ID3

Limite ID4

Limite ID1

Limite ID2

Limite ID3

Limite ID4

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

└─ Panoramica impostazioni

[0-00] Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica

[0-01] riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica

[0-02] riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

[0-03]

[0-04]

[0-05]

[0-06]

[0-07]

Temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona Tman aggiuntiva.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

Temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona Tman aggiuntiva.

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

[0-0B]

[0-0C]

[0-0D]

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente alta per curva climatica ACS.

Valore dell'acqua in uscita per temp. ambiente bassa per curva climatica ACS.

Temp. ambiente alta per curva climatica ACS.

R/W

R/W

R/W

[0-0E]

[1-00]

[1-01]

[1-02]

[1-03]

[1-04]

[1-05]

[1-06]

[1-07]

[1-08]

[1-09]

[1-0A]

Temp. ambiente bassa per curva climatica ACS.

Temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

R/W

R/W

Temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente bassa per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente alta per curva climatica riscaldamento zona Tman principale.

Raffreddamento dipendente da meteo della zona temperatura acqua in uscita principale.

Raffreddamento dipendente da meteo della zona Tman aggiuntiva

R/W

R/W

R/W

R/W

Temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

Temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

R/W

R/W

R/W

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente bassa per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

Valore dell'acqua in uscita temp. ambiente alta per curva climatica raffreddamento zona Tman principale.

Qual è il tempo elab. media per la temperatura esterna?

R/W

R/W

R/W

[1-0B]

[1-0C]

[1-0D]

--

--

--

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

0: Nessuno

1: Solo Surrisc.

2: Solo Risc Ris

3: Tutti Riscald

0: Forzato spento

1: Normale

0: Nessuna limit.

1: Continuo

2: Input digitali

0: Corrente

1: Potenza

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0: Nessuno

1: Surriscaldatore

2: Risc. ris.

0: No elab. media

1: 12 ore

2: 24 ore

3: 48 ore

4: 72 ore

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

0: Molto alta

1: Alto

2: Medio

3: Basso

4: Molto bassa

[9-05]~min(45,[9-06])°C, gradino: 1°C

35°C

[9-05]~[9-06]°C, gradino: 1°C

45°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

[9-07]~[9-08]°C, gradino: 1°C

8°C

[9-07]~[9-08]°C, gradino: 1°C

12°C

25~43°C, gradino: 1°C

35°C

10~25°C, gradino: 1°C

20°C

35~[6-0E]°C, gradino: 1°C

50°C

45~[6-0E]°C, gradino: 1°C

60°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

-40~5°C, gradino: 1°C

-10°C

10~25°C, gradino: 1°C

15°C

[9-01]~[9-00], gradino: 1°C

35°C

[9-01]~min(45, [9-00])°C , gradino: 1°C

25°C

0: Disabilitato

1: Abilitato

0: Disabilitato

1: Abilitato

10~25°C, gradino: 1°C

20°C

25~43°C, gradino: 1°C

35°C

[9-03]~[9-02]°C, gradino: 1°C

5

5

5

22°C

[9-03]~[9-02]°C, gradino: 1°C

18°C

0: No elab. media

1: 12 ore

2: 24 ore

3: 48 ore

4: 72 ore

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

4P383508-1 - 2015.01

6/9

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

Tabella delle impostazioni in loco

Nome impostazione Navigazione Codice campo

A.8

A.8

[1-0E]

[2-00]

--

Quando deve essere eseguita la funzione disinfezione?

[2-01]

[2-02]

[2-03]

Deve essere eseguita la funzione disinfezione?

Quando deve iniziare la funzione disinfezione?

Qual è la temperatura target di disinfezione?

[2-04] Per quanto deve essere manten. la temperatura serbatoio?

[2-05]

[2-06]

[2-09]

[2-0A]

[2-0B]

[3-00]

[3-01]

[3-02]

[3-03]

[3-04]

[3-05]

[3-06]

[3-07]

[3-08]

[3-09]

[4-00]

[4-01]

[4-02]

Temperatura antigelo ambiente

Prot. antigelo amb.

Regolare sfaldamento della temperatura ambiente misurata

Regolare sfaldamento della temperatura ambiente misurata

Qual è lo sfals. richiesto su temperatura est. misurata?

Il riavvio dell'unità è consentito?

--

--

--

--

--

Qual è la temp. ambiente max. desiderata di riscaldamento?

Qual è la temp. ambiente min. desiderata di riscaldamento?

Qual è la temp. ambiente max. desiderata di raffreddamento?

Qual è la temp. ambiente min. desiderata di raffreddamento?

Quale modo funz. Risc Ris?

Quale riscaldatore elettrico ha la priorità?

Sotto a quale temp. est. è consentito il riscaldamento?

[4-03] Funzionamento autorizzato del surriscaldatore.

[4-04]

[4-05]

[4-06]

[4-07]

[4-08]

[5-03]

[5-04]

[5-05]

[5-06]

[5-07]

[5-08]

[5-09]

[4-09]

[4-0A]

[4-0B]

[4-0D]

[5-00]

[5-01]

[5-02]

[5-0A]

[5-0B]

[5-0C]

--

--

-- (Non modificare questo valore)

Abilitare secondo gradino riscaldatore di riserva?

Quale modalità limitaz. potenza è richiesto nel sistema?

Quale tipo di limitazione della potenza è richiesto?

--

Isteresi commutazione raffreddamento/riscaldamento automatico.

Sfalsamento commutazione raffreddamento/riscaldamento automatico.

Il funzionamento del riscaldatore di riserva è ammesso al di sopra della temperatura di equilibrio durante l'operazione di riscaldamento ambiente?

Qual è la Temp. di equilibrio per l'edificio?

Priorità del riscaldamento ambiente.

Temperatura di priorità del riscaldamento ambiente.

Correzione del setpoint per la temperatura dell'acqua calda sanitaria.

Qual è il limite richiesto per ID1?

Qual è il limite richiesto per ID2?

Qual è il limite richiesto per ID3?

Qual è il limite richiesto per ID4?

Qual è il limite richiesto per ID1?

Qual è il limite richiesto per ID2?

Qual è il limite richiesto per ID3?

Qual è il limite richiesto per ID4?

4P383508-1 - 2015.01

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

5

0: Ogni giorno

1: Lunedì

2: Martedì

3: Mercoledì

4: Giovedì

5: Venerdì

6: Sabato

7: Domenica

0: No

1: Sì

0~23:00, gradino: 1 ora

23

[E-07]≠

1 :

55~80°C, gradino: 5°C

70°C

[E-07]=1 : 60°C

60°C

[E-07]≠1: 5~60 min, gradino: 5 min

10 min

[E-07]=1: 40~60 min, gradino: 5 min

40 min

4~16°C, gradino: 1°C

12°C

0: Disabilitato

1: Abilitato

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

-5~5°C, gradino: 0,5°C

0°C

0: No

1: Sì

0

1

4

2

1

18~30°C, gradino: A.3.2.4

30°C

12~18°C, gradino: A.3.2.4

12°C

25~35°C, gradino: A.3.2.4

35°C

15~25°C, gradino: A.3.2.4

15°C

0: Disabilitato

1: Abilitato

2: Solo ACS

0: Nessuno

1: Surriscaldatore

2: Risc. ris.

14~35°C, gradino: 1°C

25°C (*5)

14~35°C, gradino: 1°C

35°C (*6)

0: Limitato

1: Nessuno limite

2: Super-ottimale

3: Ottimale

2

0

0/1

0: No

1: Sì

0: Nessuna limit.

1: Continuo

2: Input digitali

0: Corrente

1: Potenza

0

1~10°C, gradino: 0,5°C

1°C

1~10°C, gradino: 0,5°C

3°C

0: Ammesso

1: Non ammesso

-15~35°C, gradino: 1°C

0°C

0: Disabilitato [E-07]≠

1

1: Abilitato [E-07]=1

-15~35°C, gradino: 1°C

0°C

0~20°C, gradino: 1°C

10°C

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~50 A, gradino: 1 A

50 A

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

0~20 kW, gradino: 0,5 kW

20 kW

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

7/9

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

[8-00]

[8-01]

[8-02]

[8-03]

[8-04]

[8-05]

[8-06]

[8-07]

[8-08]

[8-09]

[8-0A]

[8-0B]

[8-0C]

[8-0D]

[9-00]

[9-01]

[9-02]

[9-03]

[9-04]

[9-05]

[9-06]

[9-07]

[9-08]

[9-09]

[9-0A]

[9-0B]

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

[6-05]

[6-06]

[6-07]

[6-08]

[6-09]

[6-0A]

[6-0B]

[6-0C]

[6-0D]

[6-0E]

[5-0E]

[6-00]

[6-01]

[6-02]

[6-03]

[6-04]

Tabella delle impostazioni in loco

Navigazione Codice campo

A.8

[5-0D]

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

[7-00]

[7-01]

[7-02]

[7-03]

[7-04]

[7-05]

Nome impostazione

Che tipo di impianto di risc. di riserva viene usato?

--

--

--

Differenza di temperatura che determina la temperatura di ATTIVAZIONE della pompa di calore.

Differenza di temperatura che determina la temperatura di DISATTIVAZIONE della pompa di calore.

Qual è la capacità del surriscaldatore?

R/W

R/W

R/W

Qual è la capacità del risc. di riserva step 1?

Qual è la capacità del risc. di riserva step 2?

R/W

R/W

--

--

Qual è la capacità del riscaldatore piastra inferiore?

Quale isteresi va usata in modo risc. pr./mant.?

--

Qual è la temperatura comfort conservazione desiderata?

Qual è la temperatura eco conservazione desiderata?

Qual è la temp. desiderata di risc. prevent. e mantenimento?

Qual è il modo setpoint desiderato in ACS?

Qual è il setpoint temperatura massimo?

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Temperatura superamento temporaneo surriscaldatore acqua calda sanitaria.

Isteresi surriscaldatore acqua calda sanitaria.

Quante zone temp. acqua in uscita ci sono?

Effic. caldaia

--

Tempo di funzionamento massimo per funzionamento acqua calda sanitaria.

Tempo anti-riciclo.

Timer ritardo surriscaldatore.

Tempo di funzionamento aggiuntivo per il tempo di funzionamento max.

CConsenti modul. Tman per controllo ambiente?

Modulazione massima temper. acqua in uscita.

Qual è la Tman princ. comfort desiderata di raffreddamento?

Qual è la Tman princ. eco desiderata di raffreddamento?

Qual è la Tman princ. comfort desiderata di riscaldamento?

Qual è la Tman princ. eco desiderata di riscaldamento?

--

--

--

Qual è la Tman max. desiderata per zona princ. riscaldamento?

Qual è la Tman min. desiderata per zona princ. riscaldamento?

Qual è la Tman max. desiderata per zona princ. raffreddamento?

Qual è la Tman min. desiderata per zona princ. raffreddamento?

Temp. superamento temporaneo temp. acqua in uscita.

Qual è la Tman min. desiderata per zona aggiuntiva riscaldamento?

Qual è la Tman desiderata max. per zona agg. riscaldamento?

Qual è la Tman min. desiderata per zona aggiuntiva raffreddamento?

Qual è la Tman desiderata max. per zona agg. raffreddamento?

Qual è il delta T desiderato del riscaldamento?

Qual è il delta T desiderato del raffreddamento?

Che tipo di trasm. è colleg. alla zona Tman?

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

0: 1P,(1/2)

1: 1P,(1/1+2)

2: 3P,(1/2)

3: 3P,(1/1+2) (*3)

4: 3PN,(1/2)

5: 3PN,(1/1+2) (*4)

1

2~20°C, gradino: 1°C

2°C

0~10°C, gradino: 1°C

2°C

0~10kW, gradino: 0,2kW

0kW

0~10kW, gradino: 0,2kW

3kW

0~10kW, gradino: 0,2kW

0kW (*3)

6kW (*4)

0

0

0~200W, gradino: 10W

0W

2~20°C, gradino: 1°C

10°C

0

30~[6-0E]°C, gradino: 1°C

60°C

30~min(50, [6-0E])°C, gradino: 1°C

45°C

30~min(50, [6-0E])°C, gradino: 1°C

45°C

0: Solo r. pr/mant

1: R. pr/mant+pr.

2: Solo programm.

[E-07]≠1 : 40~80°C, gradino: 1°C

60°C

[E-07]=1 : 40~60°C, gradino: 1°C

60°C

0~4°C, gradino: 1°C

0°C

2~40°C, gradino: 1°C

2°C

0: 1 zona Tman

1: 2 zone Tman

2,5

0

0: Molto alta

1: Alto

2: Medio

3: Basso

4: Molto bassa

1 min

5~95 min, gradino: 5 min

30 min

0~10:00, gradino: 0,5 ora

0,5 ore [E-07]=1

3 ore [E-07]≠1

20~95 min, gradino: 5 min

50 min

0~95 min, gradino: 5 min

95 min

0: No

1: Sì

0~10°C, gradino: 1°C

3°C

[9-03]~[9-02], gradino: 1°C

18°C

[9-03]~[9-02], gradino: 1°C

20°C

[9-01]~[9-00], gradino: 1°C

35°C

[9-01]~[9-00], gradino: 1°C

33°C

13

10

16

37~in base a unità esterna, gradino: 1°C

55°C

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

15~37°C, gradino: 1°C

25°C

18~22°C, gradino: 1°C

22°C

5~18°C, gradino: 1°C

5°C

1~4°C, gradino: 1°C

1°C

15~37°C, gradino: 1°C

25°C

37~in base a unità esterna, gradino: 1°C

55°C

5~18°C, gradino: 1°C

5°C

18~22°C, gradino: 1°C

22°C

3~10°C, gradino: 1°C

5°C

3~10°C, gradino: 1°C

5°C

0: Rapido

1: Lento

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16* L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

4P383508-1 - 2015.01

8/9

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

Tabella delle impostazioni in loco

Nome impostazione Navigazione Codice campo

A.8

[9-0C] Isteresi temperatura ambiente.

A.8

[9-0D] Limitazione della velocità della pompa

A.8

[C-03]

[C-04]

[C-05]

[C-06]

[C-07]

[C-08]

[C-09]

[C-0A]

[C-0C]

[C-0D]

[C-0E]

[D-00]

[9-0E]

[A-00]

[A-01]

[A-02]

[A-03]

[A-04]

[B-00]

[B-01]

[B-02]

[B-03]

[B-04]

[C-00]

[C-01]

[C-02]

[D-01]

[D-02]

[D-03]

[D-04]

[D-05]

[D-07]

[D-08]

[D-09]

[D-0A]

[D-0B]

[D-0C]

[D-0D]

[D-0E]

[E-00]

[E-01]

[E-02]

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

Priorità acqua calda sanitaria.

--

È collegata fonte di calore di riserva esterna?

Temperatura attivazione bivalente.

Temperatura isteresi bivalente.

Qual è il tipo contatto rich. funz. termica per zona princ.?

Qual è il tipo contatto rich. funz. termica per zona agg.?

Qual è il metodo controllo unità nel funz ambiente?

Che tipo di sensore esterno è installato?

Che tipo di cont. in uscita allarme è richiesto?

--

Decimale prezzo alto dell'elettricità (non usare)

Decimale prezzo medio dell'elettricità (non usare)

Decimale prezzo basso dell'elettricità (non usare)

Quali riscald. sono ammessi se al. kWh pref. viene interrotta?

Tipo contatto alimentazione a tariffa pref?

Che tipo di pompa per ACS è installata?

Compensazione Tman attorno a 0°C.

È collegata una scheda su richiesta?

La pompa può funz. se viene interrotta tariffa pref?

È collegato un kit solare?

Viene usato un misuratore kWh est. per misurare la potenza?

Viene usato un misuratore kWh est. per misurare la potenza?

--

--

Qual è il prezzo alto dell'elettricità (non usare)

Qual è il prezzo medio dell'elettricità (non usare)

Qual è il prezzo basso dell'elettricità (non usare)

Che tipo di unità è installata?

Che tipo di compressore è installato?

Di che tipo è il software dell'unità interna?

4P383508-1 - 2015.01

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

R/O

R/O

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

1~6°C, gradino: 0,5°C

0

0

0

0

0

0

0 (*5)

3 (*6)

0 (*5)

1 (*6)

1°C

0~8, gradino:1

0 : 100%

1~4 : 80~50%

6

0

5~8 : 80~50%

6

0

0: Priorità solare

1: Priorità pompa di calore

0

0: No

1: Bivalente

2: -

3: -

-25~25°C, gradino: 1°C

0°C

2~10°C, gradino: 1°C

3°C

1: F. term. ATTIVATO/DISATTIVATO

2: Rich. raff/risc

0: -

1: F. term. ATTIVATO/DISATTIVATO

2: Rich. raff/risc

0: Contr. Tman

1: Contr. TA est.

2: Contr. TA

0: No

1: Sensore est.

2: Sens. ambiente

0: Norm. Aperto

1: Norm. Chiuso

0

0~7

0

0~7

0

0~7

0

0: Nessuno

1: Solo Surrisc.

2: Solo Risc Ris

3: Tutti Riscald

0: No

1: Aperto attivo

2: Chiuso attivo

0: No

1: Ritorno sec.

2: Shunt disinfez.

0: Disabilitato

1: Abilitato, scostamento 2°C (da -2 a

2°C)

2: Abilitato, scostamento 4°C (da -2 a

2°C)

3: Abilitato, scostamento 2°C (da -4 a

4°C)

4: Abilitato, scostamento 4°C (da -4 a

4°C)

0: No

1: Contr. cons. el

0: Forzato spento

1: Normale

0: No

1: Sì

0: No

1: 0,1 imp./kW

2: 1 imp./kW

3: 10 imp./kW

4: 100 imp./kW

5: 1000 imp./kW

0: No

1: 0,1 imp./kW

2: 1 imp./kW

3: 10 imp./kW

4: 100 imp./kW

5: 1000 imp./kW

0

2

0~49

0

0~49

0

0~49

0

0~5

0: Unità split BT

0: 8

1: 16

0: Tipo 1

1: Tipo 2

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16*

Tabella delle impostazioni in loco

Nome impostazione Navigazione Codice campo

A.8

[E-03] Qual è il n. di gradini del riscaldatore di riserva?

[E-04]

[E-05]

[E-06]

[E-07]

[E-08]

[E-09]

[E-0A]

[E-0B]

[E-0C]

[F-00]

[F-01]

[F-02]

[F-03]

[F-04]

[F-05]

[F-06]

[F-09]

[F-0A]

[F-0B]

[F-0C]

[F-0D]

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

A.8

La funz. risparmio energ. è disponibile sull'unità est.?

Il sistema può scaldare ACS?

Nel sistema è installato un serbatoio per ACS?

Che tipo di serbatoio ACS è installato?

Funzione di risparmio energetico per unità esterna.

--

--

È installato un kit bi-zona?

--

Funzionamento pompa consentito fuori range.

Sopra a quale temp. est. è consentito il raffreddamento?

Temperatura del riscaldatore piastra fondo ATTIVATO.

Isteresi del riscaldatore piastra fondo.

È collegato un riscaldatore della piastra inferiore?

--

--

Funzionamento pompa durante anomalia flusso.

--

Chiudere valv. interc. mentre funz. termica DISATTIVATA?

Chiudere valv. intercettaz. durante raffreddamento?

Qual è la modalità funzionamento pompa?

R/W

R/W

R/W

R/W

R/O

R/O

R/W

R/O

R/W

R/W

R/O

R/W

R/W

R/W

R/W

R/W

Range, gradino

Valore predefinito

0: No risc. ris.

1: 1 gradino

2: 2 gradini

0: No

1: Sì

0: No (*1)

1: Sì (*2)

0: No

1: Sì

0~6

0: Tipo 1 (*1)

1: Tipo 2 (*2)

0: Disabilitato (*6)

1: Abilitato (*5)

0

0

0 (#)

0

0: Disabilitato

1: Abilitato

10~35°C, gradino: 1°C

20°C

3~10°C, gradino: 1°C

3°C

2~5°C, gradino: 1°C

5°C

0: No

1: Sì

0

0

0: Disabilitato

1: Abilitato

0

0: No

1: Sì

0: No

1: Sì

0: Continuo

1: Campione

2: Richiesta

Impost. installatore modificata rispetto al valore predefinito

Data Valore

9/9

(*1) *HB*_(*2) *HV*_

(*3) *3V_(*4) *9W_

(*5) *04/08*_

(*6) *11/16* L'impostazione (#) non è applicabile per quest'unità.

4P383508-1 - 2015.01

4P384973-1

2015.01

Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertisement

Table of contents