Protocollo di pulizia e disinfezione della sonda transesofagea HP

Protocollo di pulizia e disinfezione della sonda transesofagea HP
E.O. Ospedali Galliera di Genova

DIREZIONE SANITARIA
Servizio Prevenzione e Controllo Infezioni Ospedaliere
PROTOCOLLO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DELLA SONDA TRANSESOFAGEA HP
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
Dopo ogni utilizzo seguire la seguente procedura
detergere accuratamente la sonda con detergente enzimatico
risciacquare sotto acqua corrente
asciugare lo strumento con un panno pulito e morbido
immergere lo strumento nella soluzione disinfettante
lasciare lo strumento immerso per non meno di 15 minuti
risciacquare (al termine del processo di disinfezione) lo strumento con acqua sterile
asciugare accuratamente la sonda con un panno pulito e morbido
riporre la sonda in un involucro al riparo dalla polvere
RACCOMANDAZIONI
♦ Tutte le operazioni quali: preparazione soluzione, trasferimento, immersione
strumento, travaso soluzione in contenitori adatti per lo stoccaggio devono essere
eseguite con il vetro di protezione della cappa abbassato (come indicato nella nota
dell’Ingegnere Responsabile R. Galiano Servizio Prevenzione e Protezione).
♦ Durante l’utilizzo del disinfettante indossare appositi dispositivi di protezione quali:
guanti in gomma, camice protettivo, e grembiule in gomma.
♦ I dispositivi di protezione dopo l’uso devono essere trattati come da indicazioni
riportate nel Prontuario degli Antisettici e dei Disinfettanti
♦ Si ricorda che la soluzione disinfettante utilizzata per il trattamento della sonda è
pronta all’uso, in vaschetta dura 14 giorni e comunque la concentrazione efficace della
soluzione deve essere testata con le apposite strisce di verifica.
♦ Prima di ogni utilizzo della soluzione disinfettante eseguire il test di verifica e riportare i
valori nell’apposito book che verrà firmato dall’operatore responsabile della procedura
di disinfezione.
♦ La soluzione contenuta nel flacone originale aperto ha una efficacia della durata di 75
giorni.
♦ La presenza di macchie di colore grigio sullo strumento dopo l’immersione in soluzione
disinfettante segnala che, il processo di detersione non è risultato efficace per
l’asportazione totale di materiale organico. In tal caso è necessario ripetere
l’operazione di detersione e successiva disinfezione.
E.O. Ospedali Galliera di Genova

DIREZIONE SANITARIA
Servizio Prevenzione e Controllo Infezioni Ospedaliere
PROTOCOLLO D’USO DEL FILTRO FILTRANIOS PV1000
1.
2.
3.
4.
INSTALLAZIONE
Far scorrere l’acqua del rubinetto per qualche istante.
Aprire il sacchetto sterile e collegare il filtro al rubinetto sollevando l’anello del
raccordo. Il filtro va tenuto nel sacchetto per evitare di toccarlo con le mani.
Verificare la chiusura degli sfiatatoi laterali, servendosi sempre del sacchetto sterile per
evitare contaminazioni
Filtro pronto per l’uso.
PROCEDURA DI RICONFEZIONAMENTO DEL FILTRO
Togliere il filtro dal rubinetto, sollevando l’anello del raccordo.
Levare i tappi dagli sfiatatoi laterali.
Capovolgere il filtro e lasciare sgocciolare l’acqua residua.
Asciugare la parte media filtrante, dopo aver richiuso i tappi di sfiato alto e basso, con
aria medicale ad una pressione massima di 3,7+/-0,2 bar, fino all’eliminazione totale
dell’acqua.
5. Asciugare la parte esterna del filtro con un telo pulito.
6. Segnare una tacca sulla placca numerata da 1 a 90.
7. Confezionare il filtro in sacchetto e portarlo al Servizio di Sterilizzazione.
1.
2.
3.
4.
NOTA
1. Sterilizzare il filtro ogni fine settimana.
2. Conservare il filtro in confezione sterile sino al momento dell’utilizzo.
Modalità di smaltimento del filtro
Dopo
il
90°
ciclo
di
sterilizzazione
eliminare il filtro come rifiuto speciale pericoloso a
♦
rischio infettivo.
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Download PDF

advertising