IST POP 4865 rev0 x pdf

IST POP 4865 rev0 x pdf
1
2
3
5
4
3
3
6
8
4
7
1
2
5
6
7
7
8
9
10
A
B
4
7
5
6
3
2
1
11
12
GB
page
2
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6
2.7
page
2
3
Manual or release manoeuvre
3
2
2
2
2
3
3
3
3
4
4.1
4
4
5
5.1
Maintenance
Disposal
4
4
6
4
7
Accessories
4
5
3
3
3
3
3
3
1
POP “PP7024” actuator
POP “PP7224” actuator
Photocell
Aerial
5.
6.
7.
8.
Tab. 1
Fig. 5
2
3
4
Vac/Hz
Vdc
A
W
Nm
s
°C
PP7024
PP7024/V1
PP7224*
230/50
/
~1
120/50-60
/
~2
75
180
10
-20°÷50°
IP 44
30%
/
24
3
1
B
GB
1
2
4
7
5
6
3
2
1
6
pop
Indice:
1
I
pag.
pag.
Descrizione del prodotto
2
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6
2.7
Installazione
Verifiche preliminari
Impianto tipico
Fissaggio
Fissaggio della staffa attacco motore al pilastro
Montaggio del braccio dritto
Fissaggio del motoriduttore
Montaggio del braccio curvo e fissaggio
della staffa regolabile all’anta
2.8
Sblocco del motoriduttore dall’interno
2.8.1 Sblocco del motoriduttore dall’esterno (opzionale)
2.9
Fissaggio del finecorsa meccanico in apertura
2.10 Collegamenti elettrici
2.11 Allacciamento all’alimentazione
2.12 Utilizzo batterie tampone (opzionali)
8
3
Manovra manuale o sblocco
9
8
8
8
8
9
9
9
9
4
4.1
Collaudo e messa in servizio
Collaudo
10
10
5
5.1
Manutenzione
Smaltimento
10
10
6
Caratteristiche tecniche
10
7
Accessori
10
Istruzioni ed avvertenze destinate
all’utilizzatore del motoriduttore POP
11
9
9
9
9
9
9
Avvertenze
E’ necessario leggere tutte le istruzioni prima di procedere all’installazione, in quanto forniscono importanti indicazioni riguardanti la sicurezza,
l’installazione, l’uso e la manutenzione.
Per rendere più semplice l’uso di queste istruzioni si è cercato, di rispettare l’ordine con cui devono essere eseguite le varie fasi dell’installazione. Tutto quello che non è espressamente previsto in queste istruzioni
non è permesso, usi non previsti potrebbero essere fonte di danni al prodotto e mettere in pericolo persone e cose.
Nice declina qualsiasi responsabilità dall’inosservanza della buona tecnica nella costruzione dei cancelli, nonché delle deformazioni che potrebbero verificarsi durante l’uso.
Conservare questo manuale anche per utilizzi futuri.
La progettazione, la fabbricazione dei dispositivi che compongono POP
ed il presente manuale rispettano pienamente la norma vigente.
Considerando le situazioni di rischio che possono verificarsi durante l’installazione e l’uso di POP e necessario che anche l’installazione avvenga nel pieno rispetto di leggi, norme e regolamenti; in particolare:
• Prima di iniziare l’installazione verificare la necessità di ulteriori dispositivi e materiali che possono servire a completare l’automazione con
POP in base alla specifica situazione d’impiego.
• L’automatismo non deve essere utilizzato prima di aver effettuato la
messa in servizio come specificato nel paragrafo: Messa in servizio.
• Il materiale dell’imballaggio deve essere smaltito nel pieno rispetto della normativa locale.
• Non eseguire modifiche su nessuna parte se non previste nel presente manuale. Operazioni di questo tipo possono solo causare malfunzionamento. NICE declina ogni responsabilità per danni derivati da
prodotti modificati.
• Evitare che le parti dell’automatismo possano venir immerse in acqua
o in altre sostanze liquide. Anche durante l’installazione evitare che
liquidi possano penetrare all’interno della centrale e di altri dispositivi
aperti.
• Qualora sostanze liquide siano penetrate all’interno dei dispositivi dell’automatismo, scollegare immediatamente l’alimentazione elettrica e
rivolgersi al servizio di assistenza NICE; l’uso di POP in tali situazioni
può causare situazioni di pericolo.
• Non tenere qualsiasi componente di POP vicino a fonti di calore né
esporlo a fiamme; tali azioni possono danneggiarlo ed essere causa di
malfunzionamenti, incendio o situazioni di pericolo.
• Nel caso di lunghi periodi di inutilizzo, per evitare il rischio di perdite di
sostanze di sostanze nocive dalla batteria opzionale è preferibile
estrarla e custodirla in luogo asciutto.
• Collegare la centrale solo ad una linea di alimentazione elettrica dotata di messa a terra di sicurezza.
• Tutte le operazioni che richiedono l’apertura dei gusci di POP devono
avvenire con la centrale di comando scollegata e dall’alimentazione
elettrica; se il dispositivo di sconnessione non è a vista apporvi un cartello: ”ATTENZIONE MANUTENZIONE IN CORSO”.
• Qualora si verifichino interventi di interruttori automatici o di fusibili, prima di ripristinarli è necessario individuare ed eliminare il guasto.
• Nel caso di guasto non risolvibile facendo uso delle informazioni riportate nel presente manuale, interpellare il servizio di assistenza NICE.
7
1) Descrizione del prodotto
POP è un motoriduttore per cancelli a battente di medie e piccole
dimensioni. Permette di automatizzare cancelli con ante aventi lunghezza Max di 1,8m e peso fino a 200kg.
Il motore esiste in due versioni:
• PP7024 con centrale di comando incorporata ed alimentazione a
230V (Nella versione PP7024/V1 alimentazione a 120V).
• PP7224 priva di centrale di comando, il motoriduttore PP07224 si
collega alla centrale di comando di PP7024.
2) Installazione
L’installazione deve essere effettuata da personale qualificato ed
esperto e nel pieno rispetto di quanto riportato nel capitolo “AVVERTENZE”.
2.1) Verifiche preliminari
Si ricorda che POP motorizza un cancello di per sé efficiente e sicuro e non sopperisce a difetti causati da una sbagliata installazione, o
da una cattiva manutenzione.
Prima di procedere alla motorizzazione verificare che la struttura sia
idonea, in altre parole, conforme alle norme vigenti. In particolare
verificare che:
• La confezione sia integra e contenga tutte le parti presenti in Fig. 1
o Nr.1 pz. PP7024
o Nr.1 pz. PP7224
o Nr.2 pz. Braccio dritto
o Nr.2 pz. Braccio curvo
o Nr.2 pz. Staffa attacco motore
o Nr.1 pz. Scatola accessori
o Nr.1 pz. Scatola elettronica “Openkit”
• Il cancello non presenti punti d’attrito sia in chiusura che in apertura.
• Il cancello sia ben bilanciato, ossia, fermato in qualsiasi posizione
non accenni a riprendere il moto.
• La zona individuata per il fissaggio del motoriduttore consenta una
manovra manuale facile e sicura.
• Verificare che la zona di fissaggio sia compatibile con l’ingombro
del motoriduttore (Fig. 2).
• Verificare che i punti di fissaggio dei vari dispositivi siano in zone
protette da urti e le superfici siano sufficientemente solide.
• Verificare che le superfici di fissaggio delle fotocellule siano piane e
permettano un corretto allineamento tra TX e RX.
• Verificare che vi sia uno spazio sufficiente alla rotazione del braccio (Fig. 3)
2.2) Impianto tipico (Fig. 4)
1.
2.
3.
4.
Attuatore POP “PP7024”
Attuatore POP “PP7224”
Fotocellula
Antenna
5.
6.
7.
8.
Lampeggiante
Selettore a chiave
Colonnina per fotocellule (opzionale)
Linea elettrica di alimentazione.
2.3) Fissaggio (Fig. 5)
Le operazioni per il fissaggio delle staffe sono le seguenti:
Tab. 1
Fig. 5
1. Verificare, in base all’angolo di apertura delle ante, che sia possibile rispettare le quote riportate nella Tab. 1
2. Misurare sul posto il valore di “A”.
3. In base alla quota “A” ed all’angolo di apertura delle ante nella tabella si può ricavare il valore di “B” dalla Tab. 1. Ad esempio: se “A” è
uguale a 100mm e si desidera un’apertura di 100° “B” dovrà essere all’incirca di 180mm.
8
2.4) Fissaggio della staffa attacco motore al pilastro (Fig. 6)
Viene eseguito usando viti adatte al materiale del pilastro. Fissare la staffa in posizione orizzontale.
2.5) Montaggio del braccio dritto (Fig. 7)
I
Viene eseguito utilizzando la vite M8x25 con relativa rondella grower. Fare attenzione nel posizionare il braccio facendolo uscire nella parte anteriore.
2.6) Fissaggio del motoriduttore (Fig. 8)
Viene eseguito inserendo POP nella piastra a C e fissandolo a questa tramite le viti M6x100 ed i relativi dadi in dotazione.
2.7) Montaggio del braccio curvo e fissaggio della staffa regolabile all’anta (Fig. 9)
Viene eseguito utilizzando la vite M8x45 con relative rondelle in plastica per il fissaggio dei due bracci e la vite M8x35 per il fissaggio del
braccio curvo con la staffa regolabile.
La staffa viene fissata al cancello tramite saldatura oppure usando
delle viti adatte al materiale dell’anta.
La posizione della staffa deve rispettare la quota 500mm (Fig. 5-6)
e deve essere fissata in posizione orizzontale e sfalsata rispetto alla
staffa attacco motore della quota di 100mm.
2.8) Sblocco del motoriduttore dall’interno (Fig. 10)
Viene eseguito in due fasi:
A: sollevare lo sportellino
B: Inserire la chiave di sblocco (in dotazione) e ruotala in senso orario fino al suo arresto.
2.8.1) Sblocco del motoriduttore dall’esterno (fig. 11) (opzionale)
Il montaggio del sistema di sblocco viene eseguito in sei fasi:
A: Staccare il coperchietto in plastica (1)
B: Avvitare sull’albero di sblocco (2) il pernetto (3)
C: Avvitare il tendicorda (4) nell’apposito foro (5)
D: Fissare la molla (6) al pernetto (3) ed al punto di fissaggio predisposto nel guscio
E: Far scorrere il cavo di sblocco (7) all’interno dei fori del pernetto (3)
e del tendicorda (4)
F: Ricollocare il coperchietto in plastica (1) nella sua posizione originale
2.9) Fissaggio del finecorsa meccanico in apertura (fig. 12)
Viene eseguito, dopo aver sbloccato il motoriduttore, tramite due viti M6x25 nella posizione più idonea.
2.10) Collegamenti elettrici
Per i collegamenti elettrici vedere il fascicolo di istruzioni della centrale di comando POA1.
2.11) Allacciamento all’alimentazione (Fig. 13)
Su PP7024: collegare il cavo di alimentazione (230V) direttamente sul morsetto portafusibile.
Su PP7224: collegare il cavo che proviene dalla centrale del PP7024 sul morsetto mammut.
2.12) utilizzo batterie tampone (Fig. 14) (opzionali)
POP è dotato di scomparto per batteria tampone (opzionali). Rompere il pre-stacco del box centralina e cablare quest’ultima con le batterie stesse.
3) Manovra manuale o sblocco
L’operazione manuale (Fig. 10) si deve eseguire nel caso di mancanza di corrente o in caso di anomalie dell’impianto.
La manovra manuale consente una corsa libera del motoriduttore
solo se montato correttamente e con gli accessori originali.
9
4) Collaudo e messa in servizio
Queste sono le fasi più importanti nella realizzazione dell’automazione al fine di garantire la massima sicurezza.Il collaudo può essere
usato anche come verifica periodica dei dispositivi che compongono l’automatismo.
Il collaudo dell’intero impianto deve essere eseguito da personale
esperto e qualificato che deve farsi carico delle prove richieste, in
funzione del rischio presente e di verificare il rispetto di quanto previsto da leggi, normative e regolamenti, ed in particolare tutti i requisiti della norma EN12445 che stabilisce i metodi di prova per la verifica degli automatismi per cancelli.
4,1) Collaudo
1. Verificare che sia rispettato rigorosamente quanto previsto nel
capitolo “AVVERTENZE”.
2. Effettuare delle prove di apertura e di chiusura del cancello e verificare che il movimento dell’anta corrisponda a quanto previsto.
Conviene effettuare diverse prove al fine di valutare la scorrevolezza del cancello ed eventuali difetti di montaggio o regolazione
nonché la presenza di particolari punti d’attrito.
3. Verificare ad uno ad uno il corretto funzionamento di tutti i dispositivi di sicurezza presenti nell’impianto.
4. Eseguire la misura della forza d’impatto secondo quanto previsto dalla norma EN 12445 ed eventualmente se il controllo della
“forza motore” viene usato come ausilio al sistema per la riduzione della forza di impatto, provare e trovare la regolazione che
dia i migliori risultati.
5) Manutenzione
La manutenzione deve essere effettuata nel pieno rispetto delle prescrizioni sulla sicurezza del presente manuale e secondo quanto previsto dalle leggi e normative vigenti.
POP non necessita di manutenzioni particolari; verificare comunque
periodicamente, almeno ogni sei mesi, la perfetta efficienza di tutti i
dispositivi. A tale scopo eseguire per intero le prove e le verifiche previste nel paragrafo 4.1 “Collaudo”. Se sono previsti altri dispositivi
seguire quanto previsto nel rispettivo piano manutenzione.
5.1) Smaltimento
POP è costituito da diverse tipologie di materiali, alcuni di questi
possono essere riciclati (alluminio, plastica, cavi elettrici), altri
dovranno essere smaltiti (schede e componenti elettronici).
! ATTENZIONE: alcuni componenti elettronici potrebbero
contenere sostanze inquinanti, non disperderli nell’ambiente. Informatevi sui sistemi di riciclaggio o smaltimento
attenendovi alle norme in vigore a livello locale.
1. Staccare l’automatismo dalla rete elettrica.
2. Smontare tutti i dispositivi ed accessori, seguendo il procedimento inverso a quello descritto nel capitolo 2 “installazione”
3. Rimuovere la scheda elettronica.
4. Smistare ed affidare i vari materiali elettrici e riciclabili a ditte abilitate al recupero e smaltimento degli stessi.
5. Rottamare le restanti strutture attraverso i centri di raccolta previsti.
6) Caratteristiche tecniche
Alimentazione
Corrente Max
Potenza motore
Coppia
Tempo di apertura
Temperatura di esercizio
Grado di protezione
Cicli di lavoro
Classe di isolamento
* Versione priva di centrale di comando
7) Accessori
KIO - Selettore a chiave con sblocco a fune
10
Vac/Hz
Vdc
A
W
Nm
s
°C
PP7024
PP7024/V1
PP7224*
230/50
/
~1
120/50-60
/
~2
75
180
10
-20°÷50°
IP 44
30%
/
24
3
1
B
✄
Attuatore per cancelli a battente
I
pop
Istruzioni ed avvertenze destinate
all’utilizzatore del motoriduttore POP
Complimenti per aver scelto per la vostra automazione un prodotto
Nice!
Nice S.p.a. produce componenti per l’automazione di cancelli, porte,
serrande, tapparelle e tende da sole: motoriduttori, centrali di comando,
radiocomandi, lampeggianti, fotocellule e accessori.
Nice utilizza solo materiali e lavorazioni di qualità, e per vocazione ricerca soluzioni innovative che semplifichino al massimo l’utilizzo delle sue
apparecchiature, curate nelle soluzioni tecniche, estetiche, ergonomiche: nella grande gamma Nice il vostro installatore avrà senz’altro scelto il prodotto più adatto alle vostre esigenze.
Nice non è però il produttore della vostra automazione, che è invece il
risultato di un’opera di analisi, valutazione, scelta dei materiali, e realizzazione dell’impianto eseguita dal vostro installatore di fiducia.
Ogni automazione è unica e solo il vostro installatore possiede l’esperienza e la professionalità necessarie ad eseguire un impianto secondo
le vostre esigenze, sicuro ed affidabile nel tempo, e soprattutto a regola
d’arte, rispondente cioè alle normative in vigore.
Un impianto di automazione è una bella comodità, oltre che un valido
sistema di sicurezza e, con poche, semplici attenzioni, è destinato a
durare negli anni.
Anche se l’automazione in vostro possesso soddisfa il livello di sicurezza richiesto dalle normative, questo non esclude l’esistenza di un “rischio
residuo”, cioè la possibilità che si possano generare situazioni di pericolo, solitamente dovute ad un utilizzo incosciente o addirittura errato, per
questo motivo desideriamo darvi alcuni consigli sui comportamenti da
seguire per evitare ogni inconveniente:
• Prima di usare per la prima volta l’automazione, fatevi spiegare dall’installatore l’origine dei rischi residui, e dedicate qualche
minuto alla lettura del manuale di istruzioni ed avvertenze per
l’utilizzatore consegnatovi dall’installatore. Conservate il manuale
per ogni dubbio futuro e consegnatelo ad un eventuale nuovo proprietario dell’automazione.
• La vostra automazione è un macchinario che esegue fedelmente i vostri comandi; un uso incosciente ed improprio può farlo diventare pericoloso: non comandate il movimento dell’automazione se nel suo raggio di azione si trovano persone, animali o cose.
• Bambini: un impianto di automazione garantisce un alto grado di
sicurezza, impedendo con i suoi sistemi di rilevazione il movimento in
presenza di persone o cose, e garantendo un’attivazione sempre prevedibile e sicura. È comunque prudente vietare ai bambini di giocare
in prossimità dell’automazione e per evitare attivazioni involontarie non
lasciare i telecomandi alla loro portata: non è un gioco!
• Anomalie: Non appena notate qualunque comportamento anomalo
da parte dell’automazione, togliete alimentazione elettrica all’impianto
ed eseguite lo sblocco manuale. Non tentate da soli alcuna riparazione, ma richiedete l’intervento del vostro installatore di fiducia: nel frattempo l’impianto può funzionare come un’apertura non automatizzata, una volta sbloccato il motoriduttore come descritto più avanti.
• Manutenzione: Come ogni macchinario la vostra automazione ha
bisogno di una manutenzione periodica affinché possa funzionare più
a lungo possibile ed in completa sicurezza. Concordate con il vostro
installatore un piano di manutenzione con frequenza periodica; Nice
consiglia un intervento ogni 6 mesi per un normale utilizzo domestico,
ma questo periodo può variare in funzione dell’intensità d’uso. Qualunque intervento di controllo, manutenzione o riparazione deve essere eseguito solo da personale qualificato.
• Anche se ritenete di saperlo fare, non modificate l’impianto ed i parametri di programmazione e di regolazione dell’automazione: la responsabilità è del vostro installatore.
• Il collaudo finale, le manutenzioni periodiche e le eventuali riparazioni
devono essere documentate da chi le esegue e i documenti conservati dal proprietario dell’impianto.
• Smaltimento: Al termine della vita dell’automazione, assicuratevi
che lo smantellamento sia eseguito da personale qualificato e che i
materiali vengano riciclati o smaltiti secondo le norme valide a livello
locale.
• In caso di rotture o assenza di alimentazione: Attendendo l’intervento del vostro installatore, (o il ritorno dell’energia elettrica se l’impianto non è dotato di batterie tampone), l’impianto può essere azionato come una qualunque apertura non automatizzata. Per fare ciò è
necessario eseguire lo sblocco manuale: questa operazione, che è l’unica che può essere eseguita dall’utilizzatore dell’automazione, è particolarmente curata da Nice per assicurarvi sempre la massima facilità di utilizzo, senza uso di attrezzi o necessità di sforzo fisico.
Sblocco del motoriduttore
dall’interno
1. Sollevare lo sportellino
2. Inserire la chiave di sblocco (in dotazione) e
ruotala in senso orario fino al suo arresto.
1
2
Sblocco del motoriduttore
dall’esterno (opzionale)
• Staccare il coperchietto in plastica (1)
• Avvitare sull’albero di sblocco (2) il pernetto
(3)
• Avvitare il tendicorda (4) nell’apposito foro (5)
• Fissare la molla (6) al pernetto (3) ed al punto
di fissaggio predisposto nel guscio
• Far scorrere il cavo di sblocco (7) all’interno
dei fori del pernetto (3) e del tendicorda (4)
• Ricollocare il coperchietto in plastica (1) nella
sua posizione originale
4
7
5
6
3
2
1
Importante: se il vostro impianto è dotato di un radiocomando che
dopo qualche tempo vi sembra funzionare peggio, oppure non funzionare affatto, potrebbe semplicemente dipendere dall’esaurimento della pila
(a seconda del tipo, possono trascorrere da diversi mesi fino a due/tre
anni). Ve ne potete accorgere dal fatto che la spia di conferma della trasmissione è fioca, non si accende affatto, oppure si accende solo per un
breve istante. Prima di rivolgervi all’installatore provate a scambiare la pila
con quella di un altro trasmettitore eventualmente funzionante: se questa
fosse la causa dell’anomalia, sarà sufficiente sostituire la pila con altra dello stesso tipo.
12
Siete soddisfatti? Nel caso voleste aggiungere nella vostra casa un
nuovo impianto di automazione, rivolgendovi allo stesso installatore e a
Nice vi garantirete, oltre che la consulenza di uno specialista e i prodotti
più evoluti del mercato, il migliore funzionamento e la massima compatibilità delle automazioni.
Vi ringraziamo per aver letto queste raccomandazioni, e vi auguriamo la
massima soddisfazione dal vostro nuovo impianto: per ogni esigenza presente o futura rivolgetevi con fiducia al vostro installatore.
page
2
2.1
2.2
2.3
2.4
2.5
2.6
2.7
page
14
3
15
14
14
14
14
15
15
15
15
4
4.1
16
16
5
5.1
16
16
6
16
7
16
17
15
15
15
15
15
15
•
•
•
•
•
•
•
•
13
F
5.
6.
7.
8.
Tab. 1
Fig. 5
14
F
15
16
PP7024
PP7024/V1
PP7224*
230/50
/
~1
120/50-60
/
~2
75
180
10
-20°÷50°
IP 44
30%
/
24
3
1
B
F
1
2
4
7
5
6
3
2
1
18
13
14
PP7024
PP7224
15
Dichiarazione CE di conformità / EC declaration of conformity
(secondo Direttiva 98/37/EC, Allegato II, parte B) (according to 98/37/EC Directive, Enclosure II, part B)
Numero / Number: 172/997224
Data / Date: 02/2003
Revisione / Revision: 0
Il sottoscritto Lauro Buoro, Amministratore Delegato, dichiara che il prodotto
The undersigned Lauro Buoro, General Manager of the following producer, declares that the product
Nome produttore / Producer name:
Indirizzo / Address:
Tipo / Type:
Modello / Model:
Accessori / Accessories:
NICE S.p.a.
Via Pezza Alta 13, 31046 Z.I. Rustignè - ODERZO - ITALY
Motoriduttore elettromeccanico / Electromechanical gearmotor
PP7224
Nessun accessorio / No accessory
Risulta conforme a quanto previsto dalle seguenti Norme armonizzate / Complies with the following Harmonised standards
Riferimento n°
Edizione
Titolo
Livello di valutazione
Reference n°
Issue
Title
Estimate level
EN55022
09/1998
Caratteristiche di radiodisturbo. Limiti e metodi di misura
Information technology equipment - Radio disturbance characteristics.
Limits and methods of measurement
Risulta conforme a quanto previsto dalle altre norme e/o specifiche tecniche di prodotto / Complies with the other standards and/or
product technical specifications
Riferimento n°
Edizione
Titolo
Livello di valutazione Classe
Reference n°
Issue
Title
Estimate level
Class
EN 12445
8/2000
Porte e cancelli industriali e commerciali e da autorimessa.
Sicurezza in uso di porte motorizzate - Metodi di prova
Industrial, commercial and garage doors and gates - Safety in
use of power operated doors - Test methods
EN 12453
8/2000
Porte e cancelli industriali e commerciali e da autorimessa.
Sicurezza in uso di porte motorizzate - Requisiti
Industrial, commercial and garage doors and gates - Safety in
use of power operated doors - Requirements
Inoltre dichiara che non è consentita la messa in servizio del prodotto suindicato finché la macchina, in cui il prodotto stesso è
incorporato, non sia identificata e dichiarata conforme alla direttiva 98/37/CEE / He declares, moreover, that it is not allowed to use the
above mentioned product until the machine, in which this product is incorporated, has been identified and declared in conformity with the regulation
98/37/CEE.
P.S.:Il prodotto suindicato si intende parte integrante di una delle configurazioni di installazione tipiche, come riportato nei nostri
cataloghi generali / The above mentioned product is meant integral part of the of one of the installation configuration as shown on our general
catalogues.
Oderzo, 8 Maggio 2003
Amministratore delegato
(General Manager)
Lauro Buoro
P.S.: La dichiarazione di conformita’ del modello “PP7024” e’ presente nel fascicolo di istruzioni della centrale “POA1”
Please find the declaration of conformity for model “PP7024” in the instruction booklet for the “POA1” control unit.
Nice S.p.a. Oderzo TV Italia
Via Pezza Alta, 13 Z.I. Rustignè
Tel. +39.0422.85.38.38
Fax +39.0422.85.35.85
[email protected]
Nice Belgium
Leuven (Heverlee) B
Tel. +32.(0)16.38.69.00
Fax +32.(0)16.38.69.01
[email protected]
Nice Padova Sarmeola I
Tel. +39.049.89.78.93.2
Fax +39.049.89.73.85.2
[email protected]
Nice España Madrid E
Tel. +34.9.16.16.33.00
Fax +34.9.16.16.30.10
[email protected]
Nice Roma I
Tel. +39.06.72.67.17.61
Fax +39.06.72.67.55.20
[email protected]
Nice Polska Pruszków PL
Tel. +48.22.728.33.22
Fax +48.22.728.25.10
[email protected]
IST POP 4865 REV. 00
Nice France Sud Aubagne F
Tel. +33.(0)4.42.62.42.52
Fax +33.(0)4.42.62.42.50
[email protected]
Was this manual useful for you? yes no
Thank you for your participation!

* Your assessment is very important for improving the work of artificial intelligence, which forms the content of this project

Scaricare PDF

annuncio pubblicitario

In altre lingue

Seules les pages du document en Italien ont été affichées.